Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XLI

31.10.2019
Numero

729
PERIODICO DI ATTUALITÀ DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Nel ricordo del 4 Novembre 1918 - pag. 1


Immaginazioni - pag. 3
La montagna che non muore - pag. 5
De Laurentiis e la pizza “da Ezio”- pag. 10
Mercatino di Natale a Segusino - pag. 28
Chiuso in redazione il 21.10.2019 - Prossima chiusura il 11.11.2019
www.scribd.com/user/9297991/liberfree
Tassa pagata/Taxe Perçue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL
AL MOLIN TABACCHERIA
RISTORANTE - PIZZERIA
EDICOLA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALITÀ PESCE Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi
ALANO DI PIAVE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTEDÌ -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14/A


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO di Todoverto Paolo & C.


S.N.C.

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati
ALANO DI PIAVE • Via Caduti e Dispersi in Russia ONORANZE
FUNEBRI
Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084
IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER-ALANO di PIAVE (BL). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Ales-
sandro Bagatella, Ivan Dal Toè, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) € 25,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) € 50,00.
L’ABBONAMENTO PUÒ ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO “DA MILIO” - Alano;
BAR JOLE - Fener; CARTOLIBRERIA SCHIEVENIN ALBERTINA - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR “PIAVE” Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR
“BOLLICINE” - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.
1 CRONACA
2 AUSER

Auser: festa dei compleanni di settembre e ottobre

(M.M.) Di nuovo insieme, di nuovo bene insieme con il Circolo Auser “Al Caminetto” che sviluppa la sua azione nel
Basso Feltrino. E attorno al caminetto della sala associazioni di Quero il sodalizio ha riunito i soci per festeggiare i
compleanni dei mesi di Settembre ed ottobre. All’iniziativa hanno aderito in gran numero e in un centinaio circa hanno
riempito la sala, lieti di trascorrere insieme un momento di convivialità e di gustare il buon baccalà preparato dal socio
Francesco Corrà. Un appuntamento autunnale che ha il gusto della tradizione e che prelude ai prossimi appuntamenti
natalizi. La presidente Elda Carla Franzoia ha fatto balenare queste future possibilità, ringraziando tutti coloro che, in
un modo o nell’altro, si prestano a dare una mano per la buona riuscita degli incontri del circolo Auser, che terminano
sempre con una raccolta fondi a sostegno delle iniziative di solidarietà messe in campo dall’associazione. Ai festeggiati
una piantina di ciclamini quale omaggio per la ricorrenza e l’immancabile foto ricordo che quest’anno è stata illuminata
da uno splendido sole.
In foto, scattata da Marco Bollotto, vediamo, da sinistra: Beatrice Mondin, Wanda Pozzobon, Giuseppina Roman,
Gigliola Canzi, Mirella Zanetti, Marilena Cassandro, Giuliana Sagradin, Maddalena De Faveri, Angelo Dalla Favera,
Angelina Vergerio, Maria Teresa Durighello, Teresa Andreazza, Reginetta Codemo, Nadia Menin, Clara Mazzier,
Renata Mazzocco, Gino Curto, Angela Codemo, Mauro Mazzocco, Rosa Maria Grillo, Bruno Melchiori, Ruggero
Sbizzera, la presidente Carla Elda Franzoia. Davanti a tutti la mascotte della giornata: Camilla, con il non facile
compito di abbassare la media dell’età dei festeggiati.
3 ATTUALITÀ

ImmaginAzioni è un invito ad esplorare, a conoscere, ad approfondire. E' un invito ad approcciarsi al mondo con
curiosità, spirito di osservazione e con quel desiderio di capire che è insito nell'uomo e nella sua storia. Un percorso
che ci accompagna ad esplorare noi stessi e il mondo, a sviluppare continuamente la nostra capacità di critica, di
scelta e di autonomia. Conoscere è un'esigenza insita nell’uomo che vuole osservare, esplorare, interpretare, una
curiosità che si manifesta fin da piccoli e che si coltiva per tutta la vita.
Le Biblioteche di Alano, Quero Vas e Segusino, in collaborazione con gli insegnanti e gli alunni delle Scuole locali, con
i Caratteri Mobili, cercano, anche attraverso questo percorso, di rispondere ai bisogni di informazione, di conoscenza,
di decodifica di linguaggi, contribuendo a stimolare e a sviluppare nei bambini, nei ragazzi e negli adulti la curiosità e il
piacere di imparare. Immaginazioni si è aperto venerdì 18 ottobre con “EUKLIDEA!” una curiosa mostra che
propone i più interessanti libri scientifici per i bambini, i ragazzi e gli adulti realizzata in collaborazione con la Libreria “Il
Treno di Bogotà” che resterà aperta nelle sedi delle Biblioteche di Alano di Piave, Segusino e Vas fino al 30 ottobre
ed è visitabile durante gli orari di apertura al pubblico e su prenotazione. La mostra è anche contenitore di tante
proposte: letture, laboratori, visite guidate. Il giorno dell'apertura ci sono stati ben due appuntamenti, uno in Biblioteca a
Vas con la presentazione/narrazione dei libri più interessanti fatta da Enrica Buccarella – La Scuola del Fare e uno in
Biblioteca ad Alano con una serata di giochi di logica e strategia che hanno coinvolto grandi e piccoli. Sabato19 in
Biblioteca a Segusino una bella lettura/laboratorio dedicata ai bambini ha parlato di luna e di esplorazione dello spazio.
Durante tutto il periodo ci saranno altri appuntamenti dedicati alla narrazione di storie sulla scienza e la natura, per
esplorarle attraverso i libri. E poi andremo “Di segno in segno” con uno spettacolo teatrale per la scuola che si inoltra
nei misteri della vita e dell'universo. All'inizio di novembre ci sarà anche “Libriamoci a scuola” un'iniziativa del
Centro del Libro e della lettura alla quale partecipano le biblioteche e le scuole con gli allievi e gli insegnanti impegnati
in letture ad alta voce e animazioni all'interno dell'Istituto.
Giovedì 7 novembre è in programma al Centro culturale Bice Lazzari, un coinvolgente concerto di musica
gipsy con la Jazz Band Lino Brotto Gipsy Trio con uno swing parigino-americano che saprà trasportarvi lontano. E
ancora giovedì 14 novembre si avrà la possibilità di incontrare Antonio G. Bortoluzzi, autore bellunese che
presenterà i suoi libri che parlano di montagna, di storia e di lavoro. Ma non finisce qui. Seguite gli aggiornamenti
sul Tornado e sulle pagine Iinstagram e FB delle Biblioteche di Alano, Quero Vas e Segusino.
E’ un invito a partecipare: partecipare è importante!
4 ATTUALITÀ

Quero Vas. Da qualche


giorno l'Istat sta
recapitando per posta le
lettere alle famiglie
campione del nuovo
censimento permanente
della popolazione e delle
abitazioni.

Diversamente da quanti
hanno ricevuto la
cartolina dal rilevatore,
queste famiglie potranno
agire in piena autonomia.
In fondo alla lettera
ricevuta si trovano le
credenziali per poter
compilare il questionario
collegandosi al sito
dell'Istat, anche questo
indicato nella lettera.

Resta sempre possibile,


per tutti, chiedere aiuto
al Centro Comunale di
Raccolta (CCR) per
portare a termine la
compilazione del
Questionario o fissare un
appuntamento e svolgere
l'intervista con
l'assistenza di un
operatore. Il CCR di
Quero Vas è
rappresentato dall'ufficio
anagrafe che risponde
al nr. 0439781843
5

LA MONTAGNA
CHE NON MUORE
INCONTRO
CON

Antonio G.
Bortoluzzi
“Sono nato nel 1965 in un piccolo borgo in Valturcana nella conca
dell’Alpago. Poche case, molte stalle e sei famiglie. Prati ripidi, boschi,
bestie, vecchi, donne e ragazzini. Nel borgo non c’era nulla: né un prato
abbastanza in piano per fare una partita, né una bottega o una
chiesetta. Tantomeno un telefono. (...)

GIOVEDÌ
Dopo le lunghe giornate al lavoro nei cantieri e in fabbrica, dopo i bar,
gli amici e perfino dopo l’amore rimaneva uno spazio che potevo
riempire leggendo tutto quello che mi piaceva. Oppure potevo scrivere,

1 4G I O V E D I '
cercando di dilatare quello spazio e quel tempo.”

N1O4 V E M B R E
20 N:O30 VEMBRE
B2I B
0 L. 3I O
0 TECA
AB LAI BNLO IOTECA
DAI LPAI A NVOE
DI PIAVE
6 CRONACA

Doppia laurea in casa Vidorin


Nella stessa settimana a distanza di un giorno conseguono la laurea le due sorelle Elena e Francesca Vidorin. Comin-
ciamo da Elena, a sinistra nella foto qui sotto, che conclude con grandi sacrifici e lodevole impegno un cammino di 5
anni, conseguendo la laurea in medicina veterinaria con la valutazione di 110 e lode presso l’università di Padova. Il ti-
tolo della tesi discussa è stato: ”Sierosorveglianza di Schmallenberg virus in ungulati selvatici del Nord Est Italia” con
relatore Prof.ssa Maria Luisa Menandro.
Non di meno la sorella Francesca, a destra nella foto accanto, che, sem-
pre presso l’università di Padova, corona la sua passione sportiva conse-
guendo la laurea breve in scienze motorie con una valutazione di 108/110,
discutendo una tesi dal titolo: “Studio del controllo posturale in una popola-
zione di anziani sani: correlazione tra le prestazioni in prove di equilibrio
statico e dinamico” con relatore Prof. Giuseppe Marcolin.
Congratulazioni da tutta la famiglia e un augurio a Elena per un futuro cari-
co di soddisfazioni e a Francesca che continuerà il suo percorso presso
l’università di Verona.

Mlol: una edicola digitale


gratuita
(M.M.) Chi ha la tessera della biblioteca può chiedere l’attivazione
dell’accesso a Mlol, servizio di prestito digitale offerto dal Sistema
Bibliotecario delle Biblioteche Bellunesi. Una grande opportunità
per leggere gratuitamente un’infinità di quotidiani e riviste, di tutto il
mondo, oltre alla possibilità di accedere a libri digitali.
Approfittatene e chiedete informazioni alla vostra biblioteca!

Scopa all’asso
A Dal Canton-Maschio la gara del Bar “Piave”
di Sandro Curto
Si è disputata sabato 5 ottobre la quarta edizione della gara di
scopa all’asso organizzata dall’Inter Club Fener al bar “Piave” di
Carpen. La vittoria è andata alle vecchie volpi Franco Dal Canton
di Quero e Alfonso Maschio di Vas che bissano così il successo
dell’anno scorso e raggiungono nell’albo d’oro Sandro Curto e
Luigi Licini “Cene” vincitori nel 2016 e 2017. Superati in finale,
dopo una partita incerta, la coppia di Campo formata da Luca De
Paoli e Giovanni Mondin; al terzo posto, pari merito, Siro Bortolin-
Sandro Curto e Piero De Faveri-Mauro Mazzier.
Un grazie a Giuliana, Enrica ed Enzo del bar “Piave” per la
consueta generosa ospitalità.
Nella foto le prime due coppie classificate con alle spalle la
bandiera dell’Inter (e pensare che sono tutti e quattro juventini).
Sandro Curto e Piero De Faveri-Mauro Mazzier.
Un grazie a Giuliana, Enrica ed Enzo del bar “Piave” per la
consueta generosa ospitalità.
Nella 7foto le prime due coppie classificate con alle spalle la
CRONACA
bandiera dell’Inter (e pensare che sono tutti e quattro juventini).

Il 9 novembre la gara del “Valderoa”


(S.C.) Il prossimo appuntamento per gli appassionati di scopa all’asso è fissato per sabato 9 novembre, ore 20,00, con
la gara per coppie sorteggiate organizzata dal Gruppo Alpini “Valderoa” in sede e giunta alla sua ottava edizione.
Le singole iscrizioni ( €. 20,00 comprensive di pizze e bevande) si raccolgono al bar “da Ricci” nella settimana
precedente.

Quero Vas: ristrutturazione interna e


riqualificazione energetica
dell’edificio Ex-Eca
Sono Iniziati il 3
ottobre i lavori allo
stabile comunale
che ospita la
biblioteca civica e
diversi piccoli
appartamenti. Si
tratta di un primo
stralcio lavori per
340 mila €uro
circa, che
consentirà di
migliorare lo stato
dell’immobile.
Durante i lavori
continua
comunque l’attività
della biblioteca
civica, ospitata al
piano terra
dell’edificio.

LETTERE AL TORNADO

Buon
compleanno
Antonio!
Lo scorso 15 settembre, attorniato da
figli, nipoti, pronipoti e amici, abbiamo

festeggiato le 90 primavere di Antonio Specia, residente a Quero,


originario di Schievenin. La giornata è cominciata con un omaggio in chiesa
da parte di Don Alessio e dalle note musicali di “Buon Compleanno” suonate
da Matteo; abbiamo poi proseguito i festeggiamenti con un pranzo in un
locale della zona. Caro nonno, ti auguriamo di restare sempre in salute,
perché vogliamo passare insieme a te tante altre feste in compagnia.
Con affetto, le tue nipoti
Un saluto anche agli zii Giovanni e Gabriella residenti in Svizzera.
8 CRONACA

Le nozze di diamante
di Anita e Marcello
Nozze di diamante per i nostri abbonati feneresi Anita Barp e
Marcello Meneghin (nella foto a sinistra). I loro 60 anni di
matrimonio sono celebrati con una messa nella chiesa degli
Angeli a Feltre, dove si erano sposati il 27 settembre del
1959; poi gli sposi hanno invitato figli, nipoti, parenti e amici al
ristorante “Aurora” di Feltre per concludere la festa in allegria.
Ricordiamo che Marcello, classe 1931, già sindaco di Alano
negli anni Settanta, è attualmente il più anziano di Fener.

Viva Maria!
di Sandro Curto
“Viva Maria” è il titolo di un film degli anni ‘60 di Louis Malle
con Brigitte Bardot. Lo riadattiamo in questa circostanza per
celebrare la laurea della bella e brava Maria Lasta, 22 anni, di Alano. Trattasi di una laurea triennale in “Statistica
per l’Economia e l’Impresa” conseguita lo scorso 27 settembre all’Università di Padova col punteggio di 110. A Ma-
ria, intenzionata a continuare gli
studi, le nostre congratulazioni
e l’appuntamento per la pros-
sima laurea magistrale. Nella
foto a destra, con Maria la
mamma Adriana Dal Canton,
papà Claudio e il fratello Fran-
cesco.

Fabio Licini dottore


in Scienze Statistiche
Padova, 27 settembre 2019: con grande orgoglio ci congratuliamo con Fabio
(nella foto a sinistra) per il traguardo raggiunto con la discussione della tesi: “Mo-
delli statistici per la previsione della popolarità di contenuti social media: analisi di
post pubblicati da pagine di quotidiani su Istagram”. Ti auguriamo un futuro ricco
di soddisfazioni,
i tuoi genitori Silvia e Alcide, i fratelli Mirco e Monica e parenti tutti.
 

Da “Gods of Mel” 1.300 euro


per il Parco del Piave di Fener
di Silvio Forcellini
Da “Gods of Mel” un contributo di 1.300 euro per il Parco del Piave di Fener. Lo hanno comunicato, in un incontro
nella Sala degli Affreschi del municipio di Mel, nel Comune di Borgo Valbelluna, gli organizzatori, in primis il suo
ideatore Michele De Gan. Il festival, svoltosi a fine giugno e “gemellato” con il nostro “Reset”, è nato per onorare la
memoria dell’amico musicista Omar De Paris, scomparso nel 2009 dopo una lunga battaglia contro il male. Una
realtà - quella del “Gods of Mel” - ormai consolidata, all’insegna di “comunità, arte e musica” (come recita il logo
2019) e con lo sguardo rivolto al sociale, in particolare alla ricerca contro il cancro. Ne sono segno tangibile i contri-
9 CRONACA

buti erogati quest’anno all’Istituto Oncologico Veneto (1.500 euro) e all’Associazione per la Ricerca sul Cancro
(1.500 euro), cui va ad aggiungersi quello di1.300 euro per il Parco del Piave di Fener, motivato dalla stretta colla-
borazione con i ragazzi dell’associazione alanese “Libero Pensiero”, impegnati in forze per la buona riuscita di
“Gods of Mel” (oltre al “Reset”, naturalmente, e al “Pamali”). Ragazzi alanesi cui si deve, in gran parte, il ripristino
del parco devastato dall’alluvione della fine di ottobre dello scorso anno.
LETTERE AL TORNADO

Due strisce pedonali valgono più d’una vita?


di Angelo Ceccotto
Era l’11.11.2017 quando il sottoscritto ha segnalato ai seguenti Enti: Veneto Strade - Provincia di Belluno - Comune
di Alano di Piave e p.c. Prefettura dei Belluno, per un intervento il cui oggetto: “Provvedimento per il proseguo di
un tratto di marciapiede lungo la Feltrina in Via della Vittoria FENER (BL)”.
Rispettabili Dirigenti degli Enti in indirizzo,
con la presente segnalazione il sottoscritto da poco residente a Feltre, ma essendo nato ad Alano di Piave e
fortemente legato alla frazione di Fener essendo vissuto li per 46 anni, con dovuta discrezionalità ritengo un dovere
civico segnalare la necessità di prolungare il marciapiede in uscita a destra della rotonda che s’inoltra in Via della
Vittoria a FENER (vedere foto allegate), divenendo una necessità per chi si reca agli esercizi commerciali quali: al
distributore della Esso, al bar, al negozio verdure, al fioraio, al negozio di vino, allo studio legale, al laboratorio
artigianale con mostra, alla gelateria e famiglie contigue. Si fa presente che il caso è già stato segnalato a
dipendenti di zona per il Basso Feltrino e dirigente di Veneto Strade. Si rimarca che tale esigenza non è solo un
servizio pubblico più che necessario, ma un punto sbrigativo di sicurezza per i pedoni che percorrono questo breve
tratto non protetto. La lunghezza interessata è di circa 30 m. per una larghezza già esistente di circa 0,90 cm. tra il
ciglio della strada ed il confine privato, tratto questo invaso da erbacce. Si aggiunga che l’opera non solo previene
da un mal augurato incidente, ma renderebbe altresì più servile e dignitosa quest’area, non meno dare meritoria
servitù e sicurezza al paese di Fener, divenendo un simbolo di decoro anche per la Provincia di Belluno. Sicuri di
una Vostra presa di coscienza in merito ove garantire la pedonabilità a quanti usufruiscono quel tratto di cunetta,
scongiurando inaspettate conseguenze le quali ricadrebbero su chi ne ha la responsabilità. Per chiarimenti e
valutazioni, sempre a Vs. disposizione. Con i migliori auspici e sentite cordialità.
Feltre 11.11.2017 Angelo Ceccotto
Tale missiva era per mettere in evidenza la pericolosità in cui i cittadini di Fener e altri, aventi necessità di
attraversare la Feltrina in Via della Vittoria, al centro di Fener, trovano estrema difficoltà per recarsi agli esercizi
commerciali citati per il traffico. Non si può dire che a monte non ci sia stato interesse per tale provvedimento, ma
da cittadino mi è dovuto guardare la realtà dei fatti che a tutt’oggi nulla è stato fatto. Tra poco scadono due anni da
tale segnalazione rimanente ancora inadempiente. Così che autorevoli anziani e cittadinanza mi hanno indirizzato
per un provvedimento di sollecito sotto riportato;
Oggetto: provvedimento per il proseguo di un tratto di marciapiede lungo la Feltrina in Via della Vittoria
FENER (BL)
Rispettabili Dirigenti degli Enti in indirizzo,
era l’11.11.2017 quando il sottoscritto ha segnalato a Codesti Enti la difficoltà in cui i cittadini di Fener e altri, aventi
necessità di attraversare la Feltrina in Via della Vittoria al centro di Fener, trovano ancor oggi estrema difficoltà a
recarsi agli esercizi commerciali quali: il distributore dell’Esso, il bar, il negozio verdure, il fioraio, il negozio di vino,
lo studio legale, il laboratorio artigianale con mostra, la gelateria e famiglie contigue. Nel godere della famigliare
amicizia dei miei ex compaesani, essi mi inducono di provvedere ad un sollecito per questo problema. Spiacente
dover sottolineare la trascuratezza di tale provvedimento, esso non fa onore agli enti preposti in essere, dimostrare
scarsa preoccupazione per eventuali incidenti. Credo che la prevenzione sia sempre un provvedimento vincente
nonché di buona volontà, pertanto prevalga il buon senso e responsabilità prima che accada l’irreparabile. Se era
difficoltoso procedere al prolungamento del marciapiede, non esime il venire meno con due fasce pedonali
ottemperare al servizio civico per la sicurezza dei cittadini, evitando che accadano drammatiche conseguenze nel
ricorrendo al pronto soccorso o riempire qualche bara funebre. Da quanto esposto ci si aspetta un cortese segnale
positivo nel dare sicurezza e certezza ai cittadini di FENER. Rispettosamente porgo distinti saluti.
Feltre 08.10.2019 Angelo Ceccotto
Per tale provvedimento si è parlato di fare due strisce pedonali, perché no, piuttosto di niente sarebbero una
garanzia di sicurezza in più, il fatto sta che non basta dire ma bisogna FARE poiché la vita di una persona vale di
più di due strisce bianche.

Il Mercatino del Tornado


CEDESI IN ALANO DI PIAVE ATTIVITA’ CON LICENZE ALIMENTARI E TABACCHI
PER INFORMAZIONI TEL. 328.3118300
10 RASSEGNA STAMPA

Segusino piange Romolo Bortolin “Romolet”,


ultimo partigiano della “Mazzini”
SEGUSINO. Le comunità di Segusino e Valdobbiadene questa
notte, venerdì 4 ottobre 2019, hanno perso uno dei simboli della
rinascita economica dopo la seconda guerra mondiale: è manca-
to il 92enne Romolo Bortolin, per tutti “Romolet”, fondatore
dell’osteria “Da Romolet” a Miliés. Romolo Bortolin, nato nel
1926 a Santo Stefano di Valdobbiadene, aderì alle prime bande
partigiane locali insieme al fratello maggiore Alberto, aiutando
Toni Adami a nascondere i soldati italiani e anglo-americani in
fuga dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 e costituendo la briga-
ta Garibaldi “Mazzini”. In seguito all’atroce scomparsa di Alberto,
ucciso dalla Decima Mas il 9 dicembre 1944, il partigiano “Mo-
schetta” (nome di battaglia di Romolo) fu uno dei protagonisti della liberazione di Valdobbiadene. Per questo il 25
aprile 2016 Bortolin ricevette la medaglia d’onore al valor partigiano dal Presidente della Repubblica Sergio Matta-
rella. Sul piano imprenditoriale, Romolet fu un visionario della rinascita economica dopo gli anni della guerra. Svolto
ogni genere di lavoro e messo su famiglia con la moglie Vittorina, Romolo aprì un’osteria a San Pietro di Barbozza
e, durante i mesi estivi, iniziò a frequentare il borgo di Miliés. Di lì a poco decise di “scommettere” sulle potenzialità
della montagna segusinese: nel 1968 costruì la prima abitazione del borgo e inaugurò una piccola bottega di ali-
mentari. Fu un successo. Negli anni Ottanta Romolo inaugurò anche la storica osteria “Da Romolet”, che dopo mol-
to tempo di conduzione da parte di terzi, da qualche anno è ritornata in gestione alla famiglia Bortolin.
da “Qdpnews.it”, notizie on line dell’Alta Marca Trevigiana, del 4 ottobre 2019

Il produttore cinematografico e presidente del Napoli


ha voluto conoscere da Denis Lovatel i segreti della sua cucina

La pizza? De Laurentiis la mangia “da Ezio”


ALANO DI PIAVE. Aurelio De Laurentiis a tavola alla pizzeria da
Ezio. Lunedì, alle 12, dopo essere atterrato a Treviso con un jet
privato, il produttore cinematografico nonché presidente del Na-
poli Calcio, si è recato a pranzo in centro paese nel locale gestito
da Denis Lovatel, per una pizza in compagnia. La sorpresa è sta-
ta grande per tutti, per il proprietario in primis. «Qualche giorno
prima ero stato contattato da questa persona - spiega Lovatel -
che si era presentata come De Laurentiis. Subito, come accade
in queste occasioni, ero rimasto un po’ perplesso e stavo quasi
per rispondergli scherzosamente pensando che si trattasse di
una burla, perché non capita tutti i giorni di ricevere chiamate da
persone famose. Il timbro della sua voce era però inconfondibile
e da lì ho capito che era proprio lui in persona. Durante un even-
to a Roma, al quale avevo partecipato tempo fa, qualcuno deve aver assaggiato la mia pizza, che propongo anche
ad Alano, e di conseguenza gli ha poi passato il mio numero. De Laurentiis - prosegue il titolare della pizzeria di
Alano - è un amante della pizza croccante, che io cucino e che non si trova facilmente in giro. Chiedendomi quali
ingredienti utilizzassi, così come i tempi di cottura e quant’altro, alla fine mi ha avanzato la richiesta di prendere ap-
puntamento per venire a mangiare la pizza ad Alano. Ovviamente gli ho detto di sì. Quando si è presentato alla por-
ta è stata una scena unica, che non dimenticherò». La pizza di Denis Lovatel ha dunque conquistato anche il presi-
dente del Napoli, che nel pomeriggio ha poi lasciato il locale soddisfatto per fare ritorno a Roma: De Laurentiis vive
infatti tra la capitale e Los Angeles.  Il titolare della pizzeria alanese, che secondo 50 Top Pizza è all’ottimo trentesi-
mo posto tra i locali con le pizze più buone d’Italia, non si fermerà qui e punterà anzi a conquistare il palato di tante
altre persone: in cantiere, oltre alla partecipazione ad un convegno in Irlanda il 22 ottobre, ci sono infatti dei progetti
ambiziosi. «Come avevo già programmato da tempo aprirò altre due pizzerie - spiega - di cui una è già in fase di
completamento e che verrà inaugurata nei primi mesi del 2020. Per l’altra invece mancano ancora dei dettagli da
completare. Entrambe però non saranno in Veneto». La pizzeria di Alano rimarrà in ogni caso. «Sì - spiega - perché
Alano è il cuore pulsante delle mie creazioni. Le nuove pizzerie accoglieranno però la mia filosofia “green”, impron-
tata cioè su cibi di qualità e prodotti e coltivati in natura».
da “Il Corriere delle Alpi” del 10 ottobre 2019, nella foto tratta da Facebook Aurelio De Laurentiis
con Denis Lovatel e i suoi due collaboratori Mattia Comin e Lorenzo Cavalletto)

In bici contro il furgone, conducente senza colpa


ALANO DI PIAVE. La Procura della Repubblica di Belluno ha chiesto l’archiviazione della posizione del conducente
del furgone contro cui si sono schiantati, lo scorso 26 luglio, due ragazzini di 13 e 15 anni. I due amici procedevano
11 RASSEGNA STAMPA

in sella, e sulle pedane posteriori, di una mountain bike nel territorio comunale di Alano di Piave, nei pressi della ge-
lateria “Mixer” di Fener, in via Vittorio Emanuele II. Il conducente del furgone era stato iscritto nel registro degli in-
dagati per lesioni colpose stradali. Gli accertamenti disposti dai magistrati bellunesi hanno però confermato la prima
ricostruzione. La coppia non avrebbe rispettato la segnaletica, che imponeva di dare la precedenza a chi viaggiava
sull’arteria principale. Impossibile per il conducente del furgone, che pure procedeva a bassa velocità, evitare l’im-
patto. Nel corso degli accertamenti è anche emerso che le pedane su cui era salita la ragazza, montati sull’asse
posteriore della ruota della bicicletta, non erano omologate. L’incidente è avvenuto attorno alle 14,30. La coppia di
amici, lei di Montebelluna (Treviso) e lui residente in zona, sono rimasti gravemente feriti finendo contro il furgone.
Per tutti e due è stato disposto il ricovero in prognosi riservata. Nessuno dei due, era emerso da subito, indossava
un casco. I ragazzi, secondo quanto ricostruito dai carabinieri della Compagnia di Feltre intervenuti per i rilievi,
scendevano in discesa a forte velocità da via Cuniol immettendosi sulla Vittorio Emanuele. Secondo i testimoni non
si sarebbero fermati al segnale di “Stop”, andando così a collidere frontalmente con un furgone Ford Transit Bianco
della “Brado”, ditta di Valdobbiadene (Treviso) che stava salendo sulla via a velocità bassissima. Il camionista ha
provato ad evitare l’impatto, spostandosi lateralmente verso destra, ma è stato tutto inutile. Una condotta ritenuta
prudente dagli inquirenti. L’ultima parola sull’archiviazione spetta al giudice per le indagini preliminari.
da “Il Gazzettino” dell’11 ottobre 2019

Segusino, al via i lavori del Genio nel Piave. Il sindaco:


«Pietra miliare in difesa e prevenzione idrogeologica».
SEGUSINO. A quasi un anno dalla terribile notte del 30 ottobre 2018, quando la parte meridionale di Segusino finì
sotto acqua in seguito all’alluvione del Piave, la prossima settimana inizierà un intervento congiunto tra Genio Civile
di Treviso e di Belluno per evitare che un “inferno” simile possa ripetersi. Nello specifico, si procederà ad una prima
fase di pulizia, rimozione della vegetazione e asportazione/movimentazione di materiale dal letto del fiume Piave
nei territori di Segusino e Quero-Vas, così da garantire un ottimale deflusso dell’acqua in caso di piene. «I decenni
di incuria - precisa il sindaco di Segusino, Gloria Paulon - hanno fatto sì che moltissimo materiale ghiaioso si depo-
sitasse sul greto del Piave proprio all’altezza di Segusino, complice anche lo sbarramento posto a sud del ponte di
Fener (Brentella), creando dei veri e propri “isolotti” che, non solo ne hanno deviato il corso, ma ne hanno anche
diminuito di molto la portata. In questi ultimi anni - continua - la situazione è precipitata, favorendo anche
l’aumentare della vegetazione, che ha trovato terreno fertile per crescere e creare dei veri e propri boschetti. Il pro-
blema è davanti agli occhi di tutti: chi frequenta e vive il Piave da anni lo sa, lo vede e lo denuncia da tempo. Rin-
grazio, quindi, il Genio Civile di Treviso e di Belluno per aver accolto le nostre richieste di aiuto e per aver trovato il
modo di superare quei “cavilli” burocratici che spesso ci vedono protagonisti, trovandoci proprio a cavallo delle due
provincie. Questo intervento - conclude il sindaco di Segusino -, che va ad aggiungersi all'imminente impermeabiliz-
zazione della strada provinciale 28 a difesa dell’abitato e della zona industriale, permetterà di mettere finalmente
una pietra miliare in ambito di difesa e prevenzione idrogeologica nel Comune di Segusino».
da “Qdpnews.it”, notizie on line dell’Alta Marca Trevigiana, del 12 ottobre 2019

Oltre due metri o quasi un quintale:


Caorera premia le zucche “superstar”
CAORERA. Una tre giorni superlativa per la sagra della zucca. La manifestazione, organizzata daIla Pro Loco di
Caorera sulle sponde del Piave, ha saputo anche quest’anno catalizzare centinaia di persone pronte a fare una
passeggiata per le vie deIla piccola frazione di Quero-Vas, appositamente allestite ma anche tra gli stand di prodotti
artigianali e locali. Come di consueto, punto forte deIla manifestazione è la cucina, con una proposta gastronomica
di primo livello, frutto anche della collaborazione con vari ristoratori del bellunese.
Il bilancio Non può che essere stanco, ma soddisfatto, al termine della serata di ieri il presidente della Pro Loco di
Caorera Valter Zanella. «Il bilancio è positivo - afferma il presidente -. Il tempo è stato bello ed anche oggi (ieri) ha
retto nonostante le previsioni non fossero delle migliori per il pomeriggio. L’affluenza è stata in linea con gli anni
scorsi per cui non possiamo lamentarci». Chi si reca abitualmente alla sagra sa che bisogna armarsi di pazienza
per poter degustare le prelibatezze, la maggior parte delle quali a base di zucca, perché sono davvero tantissime le
persone presenti. Proprio per questo quest’anno è stata introdotta una novità, ossia alcune casette esterne che
confezionavano pasti. «E’ stata una novità apprezzata in quanto le persone avevano più spazio per poter mangiare
e magari consumare il pasto più velocemente» aggiunge il presidente che sottolinea anche l’apprezzamento ricevu-
to per gli stand che proponevano mestieri di una volta ma anche gli spettacoli e gli intrattenimenti dedicati ai bambi-
ni.
I concorsi Numerosi i concorsi che il sodalizio propone durante la tre giorni dedicata alla zucca. Primo fra tutti il
concorso zucca più: la zucca più lunga è stata quella raccolta da Ugo Feltracco (223 centimetri circa), la zucca più
originale è stata quella raccolta da Emanuele Pizzolotto mentre la più grossa è stata raccolta da Giancarlo Savaris
(98 kg). È poi stata premiata la migliore composizione di zucche, che è risultata quella di Marino Rech. Come ormai
avviene da qualche anno, il venerdì sera si tiene il concorso di cucina dedicato a Marcello di Leonardo, volontario
12 RASSEGNA STAMPA

della Pro Loco di Caorera prematuramente scomparso in un incidente sul lavoro. Al concorso hanno partecipato
cinque ristoranti del territorio che hanno proposto cinque primi piatti a base di zucca: locanda Solagna di Vas, risto-
rante Miravalle di Stabie, Home Made, trattoria all'Oasi di Limana e locanda Antico Splendore di Fianema. Al termi-
ne della cena, un’attenta giuria ha decretato i tre vincitori: al primo posto il ristorante Miravalle, seguito da Home
Made e dalla locanda Solagna.
da “Il Gazzettino” del 7 ottobre 2019

Per i due Comuni del Basso Feltrino la tradizionale Festa del Ringraziamento.
La Coldiretti: «Dobbiamo sempre fare i conti coi campi devastati dagli animali»

Gli agricoltori: «I soliti danni»


ALANO DI PIAVE. Ieri Alano di Piave ha ospitato la Festa del Ringraziamento organizzata dall’associazione Coldi-
retti di Alano e Quero Vas. All’iniziativa, svoltasi in concomitanza con la fiera autunnale, hanno preso parte gli agri-
coltori dei due Comuni bassofeltrini. In piazza Martiri sono state disposte le tradizionali bancarelle, mentre lungo la
strada che porta alla chiesa parrocchiale e di fronte alla chiesa erano disposti i mezzi del lavoro agricolo e proposte
alcune attività come l’impagliatura di sedie, lavorazioni artistiche con motoseghe. Per l’occasione era presente an-
che un piccolo stand del Centro Servizi sant’Antonio Abate della casa di riposo parrocchiale.
Il parroco Durante l’omelia della santa messa, il parroco don Francesco Settimo ha sottolineato che «la Festa del
Ringraziamento è la festa della riconoscenza per quanto ci è stato donato e credo che il cuore di ognuno di noi sia
un cuore riconoscente, perché se manca la riconoscenza di qualsiasi tipo e per qualsiasi cosa vuol dire che il nostro
cuore è di ghiaccio». Al termine della cerimonia religiosa alla quale hanno presenziato il vicesindaco di Alano Ange-
lo Zancaner e l’assessore di Quero Vas Cristina Dalla Rosa, don Francesco ha benedetto tutte le macchine agrico-
le.
La Coldiretti Di fronte alla chiesa c’era lo stand della Coldiretti locale presieduta da Elena Billò che, dopo aver rin-
graziato Alano per l’ospitalità, in una sua riflessione ha spiegato che «siamo qui per ringraziare il Signore per i doni
che Madre Terra ci ha donato in questa annata agraria. Un’annata caratterizzata da lunghi periodi di pioggia, da
una primavera particolarmente fredda che ci ha fatto ritardare di un mese i lavori all’aria aperta, dall’invasione di in-
setti come la cimice asiatica che distrugge i raccolti dei campi, frutteti e orti e, più importante di tutto, i danni da fau-
na selvatica: siamo letteralmente invasi dai cinghiali che distruggono coltivazioni, campi coltivati e ci arano letteral-
mente prati e pascoli. Spero che chi ne ha le facoltà possa darci una mano. Noi agricoltori continuiamo a fare il no-
stro lavoro di tutela e salvaguardia del territorio tenendo i boschi puliti, i prati sfalciati e monticando le nostre mal-
ghe». Allo stand della Coldiretti anche il presidente provinciale Alessandro De Rocco: «La Festa del Ringraziamen-
to è molto importante e bisogna comprenderne il significato profondo. Ippocrate diceva che le cose fondamentali
per vivere bene sono l’aria, l’acqua, il cibo e la terra. Io - ha sottolineato De Rocco - sposo appieno questa teoria.
Noi agricoltori siamo i custodi di questi elementi, in particolare del cibo, per cui è importante che continuiamo a fare
il nostro lavoro con passione e attenzione nel rispetto delle tradizioni utilizzando tutte le tecnologie per migliorare
ulteriormente quello che facciamo per il nostro futuro. Il mondo va avanti e andremo avanti anche noi cercando di
adeguarci ai tempi. Sempre di più l’agricoltura è vista come qualcosa di importante. Si parla sempre di più di agri-
coltura sostenibile ed economia circolare e noi siamo il fulcro di tutto questo. Speriamo che dalle parole si possa
passare ai fatti con azioni concrete per tutelare il nostro lavoro e ottenere il giusto riconoscimento per quanto fac-
ciamo».
da “Il Gazzettino” del 14 ottobre 2019

“Mister Dinamite” Danilo Coppe è cittadino onorario


di Genova: aveva fatto esplodere il ponte Morandi
SEGUSINO. Ci sono giorni della propria vita che non si potranno mai dimenticare e che rimarranno per sempre un
ricordo da raccontare ai propri figli e nipoti. È quello che farà Danilo Coppe: “Mister Dinamite”, originario di Segusi-
no e tra i più stimati esplosivisti mondiali. Da sabato scorso sono due i giorni indimenticabili da segnare nel calen-
dario della vita di Coppe: venerdì 28 giugno 2019, ore 9.37, giorno tanto atteso dell’esplosione controllata del ponte
Morandi di Genova; sabato 12 ottobre 2019, la grande emozione per il conferimento della cittadinanza onoraria dal
Comune di Genova come ringraziamento di un’intera città ancora ferita dalla tragedia del 14 agosto 2018. Nei mesi
precedenti l’esplosione, i tecnici della sua azienda, la Siag srl, avevano collocato oltre una tonnellata di esplosivo
nei fori e sulla base dei piloni del moncone est del viadotto. Il delicatissimo intervento era stato progettato e testato
nei minimi dettagli insieme alla cordata di aziende coordinate da Ati Demolitori, anche se il crollo controllato di circa
20 mila metri cubi di acciaio e calcestruzzo era avvenuto in soli 6 secondi. Tutto era andato secondo i piani la mat-
tina del 28 giugno scorso: le vibrazioni dovute al crollo delle pile 10 e 11 del viadotto non avevano causato danni
alle abitazioni e la nube di polvere era stata in gran parte assorbita da enormi vasche d’acqua collocate nei giorni
precedenti all’esplosione, da grandi teloni di tessuto-non tessuto e da nebulizzatori prodotti da un’azienda di Bolza-
no. Un’impresa titanica, un “miracolo ingegneristico” forse unico al mondo nel suo genere, che la città di Genova
non dimenticherà mai.
da “Qdpnews.it”, notizie on line dell’Alta Marca Trevigiana, del 15 ottobre 2019
13 ALPINI

GRUPPO ALPINI VALDEROA


PROPONE

SABATO 16 NOVEMBRE
Ore 20.00
€ 18,00
La quota comprende: aperitivo, paella, acqua, vino, dolce, caffè

Sala Associazioni di Alano


SOLO SU PRENOTAZIONE – MAX 100 POSTI
iscrizione entro MARTEDI’ 12 novembre
con versamento quota presso:
Rech Valentino cell 339 – 6836145
Ricci Bar – Alano di Piave
CRONACA

Calcio balilla
al bar
“da Ricci”
(S.C.) Venerdì 11 ottobre si è disputata la seconda
edizione del torneo di calcio balilla (“baruchel”) orga-
nizzata al bar “da Ricci” di Alano da Pierangelo Moret
e Silvano Sommariva. 14 le coppie presenti che si so-
no date battaglia per tutta la serata. Alla fine sono ri-
sultati vincitori Luigino e Roberto di Valdobbiadene
davanti Corrà-Zanella e Melen-Silvestri.

Foto di Simone Serafin.


14 MOSTRA

Dal 9 ottobre al Museo di Roma a Palazzo Braschi aperta al pubblico la mostra


Canova. Eterna bellezza
Oltre 170 opere e prestigiosi prestiti da importanti Musei e collezioni italiane e straniere per
raccontare la storia tra l’artista e la città
COMUNICATO STAMPA
Roma, 8 ottobre 2019 - Dal 9 ottobre 2019 ha preso il via
Canova. Eterna bellezza: una mostra-evento dedicata a Canova
e al suo legame con la città di Roma che, fra Sette e Ottocento,
diventò la fucina del suo genio e inesauribile fonte di ispirazione.
Un rapporto, quello tra lo scultore e la città, che emerge in una
miriade di aspetti, unici e irripetibili.
La mostra “Canova. Eterna bellezza” - promossa
dall’Assessorato alla Crescita culturale di Roma Capitale,
prodotta dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e
Arthemisia, e organizzata con Zètema Progetto Cultura - è curata
da Giuseppe Pavanello e ospitata fino al 15 marzo 2020 al
Museo di Roma. La mostra è realizzata in collaborazione con
l’Accademia Nazionale di San Luca e con Gypsotheca e Museo
Antonio Canova di Possagno.
Incorniciate all’interno di un allestimento di grande impatto visivo,
oltre 170 opere di Canova e di alcuni artisti a lui coevi animano
le sale del Museo di Roma in Palazzo Braschi. L’esposizione racconterà in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto
che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779. Attraverso ricercate soluzioni illuminotecniche, lungo il percorso
espositivo sarà rievocata la calda atmosfera a lume di torcia con cui l’artista, a fine Settecento, mostrava le proprie
opere agli ospiti, di notte, nell’atelier di via delle Colonnette. A definire la trama del racconto, importanti prestiti
provenienti, fra l’altro, dall’Ermitage di San Pietroburgo, i Musei Vaticani, la Gypsotheca e Museo Antonio Canova di
Possagno, il Museo Civico di Bassano del Grappa, i Musei Capitolini, il Museo Correr di Venezia, il Museo
Archeologico Nazionale di Napoli, le Accademie di Belle Arti di Bologna, di carrara e di Ravenna, l'Accademia
Nazionale di San Luca, il Musée des Augustins di Tolosa, i Musei di Strada Nuova-Palazzo Tursi di Genova, il Museo
Civico di Asolo. Immagini scaribili da qui: HTTP://BIT.LY/CANOVA_ROMA Ufficio Stampa Arthemisia

CRONACA

1957:
una classe in vetta!
(M.M.) Insomma, verso l’alto di sicuro siamo andati con i
coscritti, ma prima della vetta ci siamo fermati “da Romo-
let”, in quel di Milies, a Segusino, e lì abbiamo eletto bivac-
co per un pranzo che non ha scontentato proprio nessuno.
Tra una portata e l’altra discorsi e ricordi del passato (an-

che noi abbiamo un futuro… alle spalle), ma anche pro-


positi per future occasioni d’incontro. Per lunghi anni la
classe si è dimostrata pigra nel procurarsi momenti
d’aggregazione, ma pare non manchi l’impegno per re-
cuperare, almeno in parte, il tempo perduto. Non è
escluso che a fine anno la classe 1957 non ripeta una
nuova… spedizione. I coscritti sono avvisati e per non
perdere i contatti è in funzione un gruppo WhatsApp che
intrattiene, allerta, conforta, informa. Se qualche coscritto
non ne fa ancora parte basta mi comunichi il suo recapito
telefonico. La lista non ha limiti, al pari della classe 1957!
15 ATTUALITÀ

ASTERISCO

Sorpresa!
Na bela teciada
de fónk ciodin
do in tel giardin
di Alessandro Bagatella

La sorpresa l’ho avuta nei giorni scorsi quando


per il secondo anno un ceppo di prugno mi ha
fatto trovare questi bei funghi chiodini.
Così non ho dovuto correre lontano per trovarli!
16 CRONACA

Alessandra Dalla Piazza: mediatrice linguistica!


Felicità per Alessandra ed i suoi genitori Gianni e Brigitte
Il titolo è stato conseguito il 15 luglio
all'Università degli Studi di Padova,
presso la sede di Lettere e filosofia di
Palazzo Maldura. Nell’ateneo patavino
la querese Alessandra ha frequentato il
corso di laurea: "Lingue moderne per la
comunicazione e la cooperazione
internazionale" che fa parte delle
magistrali di Mediazione Linguistica.
Il titolo della tesi, con relatrice la
prof.ssa Katherine Ackerley, è stato:
"Humor in EMI lectures: an
investigation at the University of
Padua" e trattava di uno studio svoltosi
presso l'Università di Padova, col
quale, tramite questionari online
somministrati a docenti e studenti
Alessandra ha analizzato l’uso e gli
effetti dello humor nelle lezioni
universitarie, con un focus verso i corsi
che hanno adottato la lingua inglese
come metodo d’istruzione (EMI:
English Medium of Instruction). Lo
scopo della tesi è stato sottolineare
come il coesistere di differenti retroterra culturali e linguistici all’interno delle lezioni in inglese all’università può portare
all’emergere di problematiche e incomprensioni per studenti e professori. La votazione finale è stata di 104/110.
Felicitazioni alla nuova dottoressa!

Una scogliera per


salvare la
Provinciale
di Alessandro Bagatella
Sulla Sinistra Piave, in località Scalon Brut, nei
giorni scorsi sono iniziati i lavori di sostegno
tramite la realizzazione di una scogliera. Dopo
l’uragano Vaia di un anno fa si sono registrati
diversi smottamenti, tanto da rendere urgenti
alcuni lavori di consolidamento. La ditta
appaltatrice è di Ponte nelle Alpi, F.lli Romor
Srl. La spesa complessiva per il progetto è di €.
137.500,00, Lavori €. 85.512,43. Speriamo che
le condizioni meteo siano favorevoli e
consentano di ultimare i lavori, considerato che
la stagione delle piene è alle porte.

Gara di Bocce denominata


3a Gara Sezionale
organizzata
dalla sezione Alpini di Feltre
presso bocciodromo di Pedavena
segnalazione di Andrea Tolaini
Vittoria Finale per la coppia formata dal "nostro" Sisto
Bacchetti e Giorgio De Boni di Pedavena!!! Complimenti!
Sisto Bacchetti è veterano della società Ponte Tegorzo,
della quale è anche segretario.
17

ASD PONTE TEGORZO

“Festa dello Sportivo 2019”



vi aspettiamo
domenica 8 Dicembre
dalle ore 12.15

presso il ristorante Tegorzo “al Ponte”


per il
“Pranzo dello Sportivo 2019”

nel corso
della giornata
sottoscrizione a premi e...
intrattenimento...

vi aspettiamo numerosi!!!
Adesioni entro e non oltre Mercoledì 4 Dicembre
presso hotel Tegorzo quota di partecipazione €25
info: 0439/779740-779547
18 LETTERE AL TORNADO

Alla scuola dell’infanzia M.V. Casamatta di Quero


L’inglese a tempo pieno
a cura delle rappresentanti del comitato genitori

Sabato 14 settembre la scuola dell’infanzia M.V Casamatta di Quero ha aperto le porte a tutti presentando la novità
legata al Bilinguismo per l’anno scolastico e inaugurando i nuovi lavori svolti durante l’estate. Erano presenti il sindaco
Bruno Zanolla e il vice sindaco Ketty Bavaresco e numerose famiglie accorse per vedere da vicino questa nuova
realtà. Barbara Ciannavei, la coordinatrice, ha illustrato con gioia e soddisfazione quanto è stato fatto per migliorare la
scuola ringraziando tutti coloro che sono intervenuti e hanno aiutato in questa nuova avventura, è seguito poi il taglio
del nastro e infine un momento conviviale nel giardino per brindare insieme.
Dalla stagione 2019-2020 l’inglese diventerà infatti una delle lingue utilizzate
all’interno della scuola oltre all’italiano, un’opportunità davvero importante per i
bambini di apprendere già dai 3 anni di età una lingua fondamentale al giorno d’oggi. Si
occuperà di questo il maestro Enrico Collavo che parlerà durante la giornata in inglese
mentre l’insegnante Barbara Ciannavei in lingua italiana. Continuerà poi
l’insegnamento da parte della madrelingua Roberta Caroll con il suo appuntamento
fisso settimanale. Un apprendimento completo a 360°.
Grazie all’architetto Lara Gallina, alla maestra
Barbara e famigliari, al comitato genitori e ai genitori
volontari sono stati svolti diversi lavori di
ristrutturazione sia interni che esterni per adeguare la scuola: tinteggiate le pareti
dell’entrata, del salone, delle aule usando colori caldi e adatti ai bambini, appeso le
scritte bilingue per i diversi spazi presenti, create nuove bacheche in legno e
casellari per gli avvisi, ideato un percorso sensory path* e vigili del fuoco per la
sicurezza. Non sono mancati i lavori all’esterno nel giardino e la costruzione di una
casetta in legno come nuovo gioco per i bimbi.
Ci teniamo a ringraziare di tutto cuore le ditte e le associazioni che ci hanno aiutato e
donato i materiali: Pro Loco di Quero, Errebi Snc di Rizzotto Renzo e Bollotto
Massimiliano, Giotto Fratelli Srl, MFM Snc di Fernando Minute, Todoverto Snc di
Todoverto Paolo & C., CDP di Dalla Piazza Thomas & Cristian, Edilizia Frare Srl,
Color Casa Srl.
Vi aspettiamo tutti al nostro prossimo appuntamento il 01 novembre per la
castagnata organizzata dalla Pro Loco di Quero che quest’anno sarà presso la sala
Don Milani; buonissime torte e dolci vari saranno preparati dai genitori, un’altra
occasione per stare insieme e supportare la nostra scuola.
* Sono dei sentieri realizzati con accostamenti di materiali differenti dove i bambini possono giocare e percepire sensazioni diverse
e talvolta contrastanti come il liscio e il ruvido, il morbido e il duro, il tondo e lo spigoloso... Negli asili Montessori di tutto il mondo
sono un must e in generale sono molto diffusi in Nord Europa perché, come sappiamo, il primo settennio del bambino è
prevalentemente sensoriale, quindi il piccolo ha la necessità di scoprire il mondo prevalentemente con i suoi 5 sensi piuttosto che
con astrazioni. Se per i più piccini del nido e della materna queste proposte di gioco sono davvero perfette, pensiamo quando
potrebbe essere efficace per i ragazzi delle scuole primarie avere un sentiero sensoriale in giardino per imparare l'inglese,
acquisendo non solo i termini di oggetti come pigne, farina, grano, avena, cereale, legno, erba, legno, pietre... ma anche soffice,
duro, morbido, duro... Crearli è davvero semplice: basta accostare in sequenza materiali che differiscono tra loro in maniera
importante così da creare un forte contrasto tattile.

Juventus Club Quero Vas


“Fino alla fine”
Continua il tesseramento dello Juventus Club Quero Vas “Fino alla Fine” per la sta-
gione 2019-2020. Un altro anno di tifo e passione per i colori bianconeri che si aprirà
con la consegna delle tessere sabato 16 novembre alle ore 17:30 presso il Birrificio
di Quero.
Ricordiamo ai nostri soci che il tesseramento rimarrà aperto fino al 31 gennaio
2020. Altre novità vi attendono.
VI ASPETTIAMO per un brindisi BIANCONERO in compagnia!!!
Il consiglio direttivo
19 MUSICA
20 ATTUALITÀ
Cosa portare
nei cassoni
Cosa portare
della discarica
nei cassoni
Il della
conferimento
discarica
Ilconsapevole
conferimento
consapevole
aiuta la raccolta
aiuta la raccolta
Arrivare nell’isola ecologica avendo già
ben chiaro cosa si può portare e dove
metterlo agevola il compito degli addetti
Arrivare nell’isola ecologica avendo già
al servizio, ma anche la qualità della
ben chiaro cosa si può portare e dove
raccolta differenziata. Qui in pagina tro-
metterlo agevola il compito degli addetti
vate le foto dei cartelli indicatori appesi
al servizio, ma anche la qualità della
sui cassoni dell’isola ecologica di Via
raccolta differenziata. Qui in pagina tro-
Campagna Sud, a Quero, e possono es-
vate le foto dei cartelli indicatori appesi
sere utili per cominciare fin da casa a
sui cassoni dell’isola ecologica di Via
selezionare il materiale che poi portere-
Campagna Sud, a Quero, e possono es-
mo in discarica. Nel territorio del Feltrino
sere utili per cominciare fin da casa a
le regole dovrebbero essere uniformi da-
selezionare il materiale che poi portere-
to che il servizio è coordinato dall’Unione
mo in discarica. Nel territorio del Feltrino
Montana. Utile comunque avere idea di
le regole dovrebbero essere uniformi da-
quel che effettivamente contribuisce a
to che il servizio è coordinato dall’Unione
migliorare la raccolta differenziata. Un
Montana. Utile comunque avere idea di
modo per essere cittadini attivi e aiutare
quel che effettivamente contribuisce a
a tenere pulito il pianeta, recuperando il
migliorare la raccolta differenziata. Un
materiale di scarto.
modo per essere cittadini attivi e aiutare
a tenere pulito il pianeta, recuperando il
materiale di scarto.

rinnovo Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sull’etichetta.
abbonamenti Eviterai di perdere qualche numero della rivista.
21

ASSOCIAZIONE FELTRINA DONATORI


VOLONTARI DI SANGUE
LE SEZIONI DI
ALANO DI PIAVE, QUERO,
MARZIAI-CAORERA-VAS
Organizzano per donatori di sangue, familiari e simpatizzanti tutti

GITA AI MERCATINI DI NATALE


DI SAN CANDIDO E BRUNICO
DOMENICA 1 DICEMBRE 2019
Programma:
Partenza con corriera della ditta Baratto: dalla piazza di Alano……………………. ore 6:30
dalla piazza di Quero …………………….ore 6:40
dalla piazza di Vas …..… ……………….ore 6:50
Breve sosta lungo il percorso di andata.
Ore 11:00 circa: arrivo a SAN CANDIDO. Visita libera al mercatino e alla città.
Ore 12:00 Pranzo libero
Ore 14:15: Partenza per Brunico con arrivo verso le ore 15:15.
Visita libera al mercatino e alla città.
Ore 17:00: Partenza da Brunico per il rientro con sosta lungo il percorso in
autostrada con arrivo alle ore 21:00 circa.
Quota di iscrizione € 25,00 da versare allʼatto dellʼiscrizione entro
SABATO 23 NOVEMBRE 2019
La quota comprende: La quota non comprende:
viaggio in pulman; - bevande e cibi durante le soste
assicurazione medico/bagaglio - tutto quanto non menzionato nella quota comprende

In caso di mancata partecipazione la quota di iscrizione (euro 25,00)


verrà restituita solo in presenza di sostituzione entro e non oltre 5 giorni dalla partenza

Iscrizioni:
 Alano: Serena Spada c/o Cartolibreria (0439.779623), Carelle
Ornella (0439.779930)
 Quero: Silvano Susanetto tel 0439 787592; Cartolibreria
Albertina Schievenin Via XXXI Ottobre tel 0439.787012
 Marziai-Caorera-Vas: Annita D'Orazio (0439.788124)

PIAZZA TIZIANO VIAGGI


SRL PIEVE DI CADORE

I POSTI A SEDERE IN PULLMAN


VERRANNO ASSEGNATI IN BASE
ALL’ORDINE DI ISCRIZIONE.
22 LETTERE AL TORNADO

I giovani ridanno vita al mulino Banchieri…


segnalazione di Matteo Dalla Piazza
Il 13 giugno 2015 veniva
inaugurata la nuova strut-
tura dove sorgeva il vec-
chio mulino. Fu seppellito
negli anni 60 dal materiale
di scavo della galleria,
creata per portare l’acqua
da busche alla centrale
idroelettrica di Quero.
Quattro anni dopo, esat-
tamente il 6 ottobre, ha
preso vita la prima festa
aperta al pubblico deno-
minata “festa al mulin”.
Questo è stato possibile
grazie ad un gruppo di ra-
gazzi del paese e non, che
dopo mesi di collaborazione e preparazione con il comitato
San Valentino, hanno dato il via alla serata che ha visto la
partecipazione di molte persone del paese e limitrofi. La se-
rata è stata un successo, gli organizzatori ringraziano tutte
le persone che erano presenti. Un ringraziamento va al
Comune di Quero Vas che ha investito molti soldi in questo
piccolo angolo di paradiso, realizzando un’area per labora-
tori didattici dedicata agli studenti ed un’area attrezzata a
pic-nic con caminetti. Un ringraziamento speciale va al co-
mitato San Valentino, che da anni mantiene in perfetto ordi-
ne il posto investendoci risorse e fatica e che ci ha sostenu-
to per la buona riuscita di questa festa.
Infine a tutto lo
staff che ci ha
creduto e de-
dicato il pro-
prio tempo.
Vi aspettere-
mo al prossi-
mo evento…
grazie
di cuore
a tutti!!

ATTUALITÀ
23
24 ATTUALITÀ

COMUNE di QUERO VAS


Provincia di Belluno
32038 QUERO VAS (BL) – Piazza Guglielmo Marconi n. 1 – Cod. Fisc. P.I. 01151950258
Quero Vas, 16 ottobre 2019
BANDO PUBBLICO PER FINANZIAMENTO AD ATTIVITÀ COMMERCIALI DEL
TERRITORIO (CODICI ATECO 471 E 472) - FONDO NAZIONALE INTEGRATIVO PER I
COMUNI MONTANI (ANNUALITÀ 2014/2017) A BENEFICIO DI COMUNI TOTALMENTE
MONTANI PER IL SOSTEGNO ATTIVITÀ COMMERCIALI.
Scadenza ore 12,00 giorno 16.12.2019
Articolo 1 (Finalità dei finanziamenti ottenuti dal Comune e ambiti di utilizzo)
1. Il contributo ottenuto dal Comune di Quero Vas tramite la partecipazione al bando relativo al Fondo Nazionale
Integrativo per i comuni montani, per le annualità 2014, 2015, 2016 e 2017 è destinato al finanziamento di
iniziative a sostegno delle attività commerciali codice ATECO 471 e 472 del Comune di Quero Vas, aventi
parametri dimensionali di piccola impresa, secondo le disposizioni contenute nel decreto del Ministero delle
Attività Produttive del 18 aprile 2005 e Regolamento UE n. 651/2014.
2. Il finanziamento concesso al Comune di Quero Vas dovrà essere utilizzato nei seguenti ambiti:
a) incentivazione agli esercizi commerciali per l’avvio, il mantenimento o l’ampliamento dell’offerta commerciale
anche in forma di multiservizi; b) servizi di consegna su ordinazione delle merci a domicilio.
Articolo 2 (Iniziative finanziabili)
Sono finanziabili o escluse le seguenti voci:
AMBITO FINANZIABILI ESCLUSE
a) incentivazione agli esercizi - acquisto di arredamento per l’esercizio - costo di acquisto delle merci
commerciali per l’avvio, il commerciale
mantenimento o l’ampliamento
- realizzazione o partecipazione a siti e- - acquisto o nuova costruzione di
dell’offerta commerciale anche in
commerce immobili
forma di multiservizi
- acquisto o noleggio di strumenti per la
realizzazione di un internet point
- acquisto o noleggio di strumenti per la
realizzazione di spazi di lavoro condiviso
all’interno del centro multi servizi
- realizzazione di piattaforme informative
per i servizi di “trasporto a chiamata”
AMBITO FINANZIABILI ESCLUSE
b) servizio di consegna su - acquisto o noleggio di supporti - costo di acquisto delle merci
ordinazione di prodotti a domicilio informativi (piattaforme digitali) per il
magazzinaggio, la vendita on line e - l’acquisto e/o la costruzione ex-
consegna (alimentari non alimentari) a novo di immobili
domicilio
- spese connesse all’utilizzo del mezzo di - l’acquisto di automezzi
trasporto funzionale all’attività
È esclusa ogni altra voce non espressamente ricompressa nell’elenco delle voci finanziabili. Saranno ammessi al
finanziamento interventi, anche in corso di realizzazione o già realizzati, iniziati successivamente al 01.01.2018 e
conclusi entro il 31.12.2020. Consultare il bando completo sul sito internet del Comune di Quero Vas.

In ricordo
In ricordo di
di Nino
Nino Cela
Cela
Appassionate donne
Iniziativa alanesi all’opera
in cantiere.
Iniziativa indonne
Appassionate cantiere, con all’opera,
alanesi la collaborazione della
con l’aiuto ProPro
della Loco
Loco
(M.M.) Un
(M.M.) Un alone
alone di di mistero
mistero ancora
ancora aleggia
aleggia sull’iniziativa
sull’iniziativa che
che sisi sta
stasviluppando
sviluppandoper per
promuovere una
promuovere una mostra
mostradedicata
dedicataa aNinoNinoCela, allaalla
Cela, suasua
venavenapoetica e allaesua
poetica allaprodu-
sua
zione di quadri
produzione e illustrazioni.
di quadri Vi anticipiamo
e illustrazioni. la notizia,
Vi anticipiamo la giusto
notizia,pergiusto
farvi pregustare
per farvi
questa prossima
pregustare questaopportunità, che dovrebbe
prossima opportunità, sbocciare
che dovrebbe verso fine anno,
sbocciare versoquasifineuna rosa
anno,
di Natale, a illuminare il panorama culturale di Alano di Piave,
quasi una rosa di Natale, che illuminerà il panorama culturale di Alano di Piave, che paese che ospiterà
l’iniziativa,
ospiterà e tutta lae conca
l’iniziativa, tutta ladel Basso
conca delFeltrino. Poesia e
Basso Feltrino. disegno,
Poesia un binomio
e disegno, perfetto
un binomio
per sottolineare,
perfetto nel ricordo,
per sottolineare, nel la poesialadipoesia
ricordo, Nino, nostro
di Nino,fedele
nostro collaboratore, verso cui
fedele collaboratore,
conserviamo
verso un grato un
cui conserviamo senso di senso
grato riconoscenza per l’amicizia
di riconoscenza che ci ha
per l’amicizia chesempre manife-
ci ha sempre
stato. In foto:Inlafoto:
manifestato. copertina della registrazione
la copertina di una sua
della registrazione intervista
di una rilasciata rilasciata
sua intervista molti anni
fa e recuperata
molti dall’archivio.
anni fa e recuperata Stiamo provando
dall’archivio. Stiamo aprovando
riconvertire l’audio su un
a riconvertire formato
l’audio più
su un
attuale, un
formato più Mp3, per un
attuale, offrire
Mp3,anche questaanche
per offrire testimonianza di Nino, attraverso
questa testimonianza di Nino,la quale
che
racconta
egli ricorda delle sue esperienze
le proprie esperienzeaiai tempi cattura deportazione
tempi della cattura, e deportazione durante
e fuga, la
durante
seconda
la seconda guerra
guerramondiale.
mondiale. Restate
Restatesintonizzati perper
sintonizzati nonnon
perdere
perdere i prossimi
i prossimi sviluppi!
sviluppi!
25 ATTUALITÀ

ALANO DI PIAVE

Sabato 16 Novembre
CAMMINATA AL BUIO
Antiche fontane
Santi che si alzano in volo
Sorgenti incantate
E i bambini, cosa c’entrano i bambini in tutto questo?
Quali misteri sono custoditi in questi luoghi magici?
Venite a scoprirlo insieme a noi.
Invitiamo i bambini a portare i nonni, perché potrebbero aiutarci a svelare questi misteri.

Programma:
Ore 18.00
Ritrovo in Piazza dei Martiri, ad Alano (davanti al municipio) per iscrizioni.
Si consiglia di provvedere a una luce propria.

Quota di partecipazione 5 euro a persona.

In caso di maltempo la serata verrà rinviata al successivo sabato 23 novembre.


Se anche quel giorno vi sarà pioggia la manifestazione verrà annullata.

PRO LOCO DI ALANO DI PIAVE


Per informazioni e prenotazioni contattare: Serena 0439.779623
segreteria@prolocoalano.it - www.prolocoalano.it
26 CRONACA

Per Dario Codemo Master universitario di primo livello


in Scienza e tecniche della prevenzione e della sicurezza
Dopo aver conseguito la laurea triennale circa 9 anni fa,
questo è il percorso di studi concluso con successo da
Dario Codemo, insieme ad altri 33 studenti provenienti un
po’ da tutta Italia, all’università Ca’ Foscari di Venezia. La
cerimonia di consegna dei diplomi è avvenuta
all’auditorium “Santa Margherita” il 4 ottobre scorso. Dario
ha realizzato la tesi “Valutazione dei rischi connessi alla
provenienza di lavoratori da altri paesi” e “Valutazione dei
rischi per la tutela delle persone con disabilità nei luoghi di
lavoro”. Il Master, diretto dal prof. Giovanni Finotto, è
giunto alla sua decima edizione, ed è realizzato in
collaborazione con INAIL e COBIS del Veneto.
Complimenti da parte di tutta la famiglia. Un pensiero al
papà Giorgio.
Norma Buttol
PS: studiando studiando, al Master si è trovato anche la fidanzata: Silvia, che vediamo in foto, anche lei con il
diploma appena consegnatole.

Silvano & Enrico hanno detto sì


L’alanese Silvano Zanco ed Enrico Bersani hanno detto sì. Il rito civile
ha avuto luogo lo scorso 12 ottobre presso il Comune di Bardolino (VR). I
festeggiamenti si sono svolti presso la terrazza del ristorante “Munus”,
sempre di Bardolino, cui hanno preso parte amici e parenti, tra cui i
genitori di Silvano, Danilo Zanco e Norma Mazzier (nella foto a fianco,
anche loro sposatisi il 12 ottobre, del 1968; da qui la scelta di Silvano).
Nelle foto, alcuni momenti della giornata di festa. A Silvano ed Enrico tanti
auguri di felicità da parte del Tornado.
Silvio Forcellini
  27 ATTUALITÀ
28 ATTUALITÀ

A Segusino il 6° Mercatino di Natale

COME ERAVAMO

Metà anni Sessanta, allievi alanesi e feneresi


del corso di fisarmonica
di Silvio Forcellini
La foto - di proprietà di Piero Drusian
- è stata scattata intorno alla metà
degli anni Sessanta. Vi sono ritratti
alcuni allievi del corso di fisarmonica
tenuto dal maestro Lino Massarotto
di Valdobbiadene, che all’epoca suo-
nava in chiesa durante le funzioni (ad
Alano e a Fener) e dirigeva il locale
coro (almeno a Fener). Da quel che
ci è stato riferito, gli allievi “nostrani”
dovrebbero essere: Paride Spilim-
bergo (il primo da sinistra), Mario
Buttol (il secondo da sinistra), Piero
Drusian (il terzo da sinistra), Silvio
Giotto (il quarto da sinistra), Annama-
ria Lovatel (la seconda da destra) e
Olivo Collavo (il primo da destra). Ai
lettori il compito di individuare gli altri
(o correggere eventuali errori di me-
moria).
ESTETICA - BIGIOTTERIA - PELLETTERIA - ACCESSORI
• Trattamenti personalizzati viso/corpo
• Epilazione con metodo Skin's
• Manicure - pedicure
• Massaggi con cromoterapia - linfodrenaggio
riflessologia plantare - tensioriflessogeno
• Cranio sacrale
• Ricostruzione unghie con gel - semipermanente
• Trucco
• Solarium doccia - lettino
... Entra e scopri la bellezza che c'è in te...
Viale Rimembranza,1 - 32038 Quero Vas (Bl) - Cell. 347.4919282

AUTOFFICINA Gelateria Artigianale “Gioia gelato”


ELETTRAUTO Via della Vittoria 17/A FENER
G O M M I S TA
CENTRO REVISIONI M.C.T.C.
Per info e prenotazioni
gelati e semifreddi
347.8371557
Via Feltrina, 15 - 31040 Pederobba (TV) Aperto da Lunedì a Venerdì
Tel.: 0423 64373 - Fax: 0423 681757 dalle 14.00 alle 21.30
E-mail: officinabailo@virgilio.it Sabato e Domenica
dalle 11.00 alle 21.30
CHIUSO IL MERCOLEDÌ

gioia.gelato.fener

NUOVA APERTURA
ONORANZE FUNEBRI FRIZ MAURO
Fondata nel 1961 da Friz Virgilio è sempre presente
nel momento più delicato della vita. Con Cortesia e discrezione
continua ad offrire un elegante appoggio nella realizzazione
del rito funebre per far vivere i tuoi cari nel cuore di chi resta.

Sede: Via Boschieri, 2 - CIANO DEL MONTELLO (TV)


Filiale: Via Nazionale, 13 - ALANO DI PIAVE (BL) - davanti Hotel Tegorzo

Tel. 0423 84118 • Cell. 335 6031199 • REPERIBILITA 24H


    RISTOGRILL - PIZZERIA


 
  
 

 

GALLETTO ALLA BRACE
 
 

NUOVA GESTIONE
 MENU FISSO

  
GRILL STATION
A PRANZO € 10,50
PIZZA A MEZZOGIORNO

 


di Piasentin Bernardino enologo da Frank Disponibile per feste private
di Piasentin Bernardino enologo (compleanni - addio al celibato ecc.)
di Piasentin Bernardino enologo
VINI IN BOTTIGLIA- GRAPPE - OLIO EVO - RISO Tel. 0439 787218
VINI IN BOTTIGLIA-
Via della GRAPPE - OLIO15
Vittoria EVO - RISO
VINI INFBOTTIGLIA-
ener di AlanoGRAPPE di
- OLIO EVO - RISO
Piave CHIUSO IL MERCOLEDÌ
Via della Vittoria, 15 - FENER di Alano di Piave - Cell. 392.6391164
Tel. 392 6391164 Via Piave, 31 - QUERO VAS (BL) - grillstationquero@gmail.com
Via della Vittoria, 15 - FENER di Alano di Piave - Cell. 392.6391164
Via della Vittoria, 15 - FENER di Alano di Piave - Cell. 392.6391164

S. Maria di Quero (BL)


Cell. 348.1503308

ONORANZE FUNEBRI SPADA VIVAIO - PIANT E


MARMI E BRONZI
VALENTINO

SPADA
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI di Mondin Duilio
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H
Realizzazione e Manutenzione Giardini
TEL. 0423 69054 - 348 5435137
Prati - Irrigazione - Potature
SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA € 1.800
CON POSSIBILITÀ DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA, E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com
SERIETÀ E PERSONALE QUALIFICATO

Interessi correlati