Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXVII

12.11.2015
Numero

658
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Comune di Quero Vas: progetto di informazione - pag. 1


18a Pindolata dAutunno - pag. 2
Ripulita lantica rosta dei mulini di Quero - pag. 3
Io mi vaccino, dal 5 novembre - pag. 4
Anna Siragna compie 100 anni - pag. 6
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 02.11.2015

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANO DI PIAVE

NOVIT

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

Jger sport

Statale Feltrina, 25
Quero (BL)

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati

Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori


ABBIGLIAMENTO BIMBO/A
MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS
MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS

ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia


Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00

CHIUSO IL LUNED

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO
DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

LETTERE AL TORNADO

Carissimo Direttore e carissimi collaboratori,

dalle pagine di questo giornale che, come voi avete ben scritto, Duilio ha
contribuito a fondare con tanta passione, vorrei ringraziare con immensa
gratitudine, a nome mio e dei miei familiari, tutte le persone che lo hanno
salutato.
Siete stati davvero in tanti e vorremo ringraziarvi uno ad uno per la straordinaria
manifestazione di stima e di affetto nei suoi e nostri confronti.
Duilio era un uomo che tutto riassumeva nella spontaneit, nel sorriso e nella
disponibilit, con cuore aperto alla vita e agli altri, senza tacere eventuali
complessit e problemi.
E riuscito ad affrontare la fatica della malattia con coraggio, lottando
caparbiamente, ma la sua stata una lotta pacifica, serena. Piuttosto che
ribellarsi o deprimersi riuscito a fidarsi dei medici, quelli veri, umani (in primis
il dott. Augusto Longo) e poi ad alzare lo sguardo verso Dio: Sollevo i miei
occhi verso i monti, da dove mi verr laiuto? Il mio aiuto viene dal Signore...
recita un antico salmo.
Ed proprio cos, altrimenti la vita pu apparire davvero una beffa!
Lo so: Dio sembra non togliere nulla al nostro dolore e la sofferenza ferisce

Non avvicinarti alla mia tomba piangendo.


Non ci sono. Non dormo l.
Io sono come mille venti che soffiano.
Io sono come un diamante nella neve splendente.
Io sono la luce del sole sul grano dorato.
Io sono la pioggia gentile attesa in autunno.
Quando ti svegli la mattina tranquilla sono il canto di un stormo di uccelli.
Io sono le stelle che brillano mentre la notte cade sulla tua finestra.
Perci non avvicinarti alla mia tomba piangendo.
Non ci sono. Io non sono morto.
(Canto Navajo )

chiunque nella sua veemenza e


nella sua angoscia, eppure proprio
il Signore che ci ama con
tenerezza, d un senso profondo
anche al nostro soffrire, lo rende
accettabile, ne toglie lassurdit.
il messaggio che sento essermi
consegnato da Duilio e che
condivido con i lettori del giornale,
senza pretesa alcuna e nella pi sincera amicizia. Un abbraccio e un grande grazie a tutti.

Anna e familiari

ATTUALIT

Comune di Quero Vas


Progetto di
informazione
alla cittadinanza

CRONACA

Sabato 17 ottobre

18a edizione Pindolata dautunno

Il GS Alano ha organizzato la 18a edizione della Pindolata dAutunno.


Ben 21 squadre e un numeroso pubblico hanno partecipato allevento; la
partenza avvenuta nel primo pomeriggio dallincrocio tra via D. Pietro
Codemo e via Ten. De Rossi, con arrivo presso la Casa della Associazioni. Non sono
mancate lungo il percorso le tradizionali
contestazioni al regolamento, minacce
goliardiche ai giudici
e alle squadre avversarie, ma ad allietare
il tutto cera lunico e
vero Ape-Bar. Dopo
le varie eliminazioni, sono
giunte alla fase finale 7
squadre; ha
avuto la meglio la squadra composta
da Tony Licini, Luca Dal
Canton, Giuliano Zanotto, premiata con lambito Speck e Prosecco. Alla fine della gara non poteva mancare la tradizionale castagnata ringraziamo in particolare i rostidori Gastone, Giovanni
e Andrea Altri premiati sono stati Alex Mister: Pindol e Mariagrazia: Miss Pindol. Ringraziamo tutti i partecipanti e vi aspettiamo per la nuova edizione in versione estiva.
Il direttivo del GS Alano

Secondo volume dedicato alla frazione Croci

E stato recentemente pubblicato da Plinio Zatta, nostro abbonato, il secondo volume della serie Croci - Quaderno di ricordi della vita di un paese. La frazione
Croci di Feltre si trova a circa 500 metri slm sul monte Tomatico e si scorge facilmente, sopra Sanzan, percorrendo la strada verso Feltre. Fino agli anni sessanta era abitata da circa un centinaio di persone; ora gli ex abitanti e diversi appassionati la ripopolano destate e nei fine settimana. Negli ultimi anni stata sistemata e resa percorribile la strada per accedervi e ricostruita la chiesa
dai volontari del consorzio Strada le Croci che celebrano ogni anno la festa patronale con la partecipazione di numerose persone. Il primo volume,
pubblicato alcuni anni fa, riporta fatti e ricordi relativi
alla vita di Croci ancor vivi nella mente di persone
che vi avevano abitato. Anche in questo secondo
volume, ora con copertina arancione, sono narrati
episodi di persone l vissute o, dopo essersene andate, sono ritornate a rivisitare il paese. Entrambi i
volumi possono essere trovati nelle librerie o esercizi pubblici di Feltre e dintorni o presso lo stesso
autore. Lutile derivante dalla vendita, come gi per
il primo volume, destinato al Consorzio per la strada delle Croci per lavori di pubblica
utilit.
In arancione il secondo volume di Plinio Zatta. Qui sopra, in verde, il primo della serie.

Riuscitissima festa alla trattoria al Pescatore


di Alessandro Bagatella

Tanta gente era presente alla festa di anniversario della nuova gestione della Trattoria al Pescatore di Pederobba, abbonati al nostro periodico. Questanno, oltre ai clienti, intervenuto un gruppo musicale che ha intrattenuto gli ospiti fino a tarda sera. Abbondanti gli stuzzichini sapientemente preparati da Ravel e Loris. A Toni, invece, il compito di spillare birra. I gestori vogliono ringraziare quanti hanno partecipato a questo simpatico momento di allegria e amicizia. I
clienti ricambiano, augurando lunga vita e buon lavoro ai gestori.

CRONACA

Grazie al volontariato locale stata ripulita lantica rosta dei mulini


A cura di Alberto Coppe

Grazie alla partecipazione di una cinquantina di volontari delle squadre di Protezione Civile dellUnione Montana, del
Gruppo Alpini di Quero, della Pro Loco, del Comitato San Valentino, della squadra operai comunale e di alcuni
amministratori, sabato 10 ottobre stata organizzata una giornata di esercitazione e di lavoro nella valle di San
Valentino. Lesercitazione, partita al mattino, vedeva i volontari della P.C. esercitarsi a Cilladon su di una esperienza di
soccorso nel caso di calamit naturali: il terremoto e lincendio. Nella stupenda oasi tra il Mulino di Lucia Furlan e il
Banchieri i volontari appartenenti ai gruppi sopra descritti hanno dato vita a ben tre cantieri lavoro. Sono state ripulite le
scarpate dietro al mulino Banchieri, quella del Pont de i Osi, e lintero tratto della rosta che porta lacqua del Tegorzo
ai due antichi mulini. Tanto lavoro, ma tutto rivolto alla salvaguardia e al miglioramento di una delle zone pi belle del
nostro paese. A mezzogiorno la cucina da campo della PC con a capo i cuochi Pro Loco ha sfornato pastasciutta per
tutti. Che dire se non grazie, grazie a tutti perch abbiamo visto che lunione, la collaborazione tra tutti rende
possibile grandi cose.

ATTUALIT

Io mi vaccino, dal 5 novembre


Proteggiti per proteggere chi ti vicino
La letteratura scientifica concorda nel ritenere che la misura pi efficace per ridurre l'impatto dell'influenza la vaccinazione della popolazione a rischio e di chi le presta assistenza. Perch la vaccinazione sia efficace, fondamentale
raggiungere una copertura vaccinale almeno del 75% dei soggetti a rischio in modo da limitare la diffusione del virus e
delle sue complicanze, migliorando il benessere collettivo. LUlss n.2 promuove, su indicazione del Ministero della Salute e della Regione del Veneto, la Campagna di Vaccinazione gratuita contro l'influenza ai soggetti considerati a rischio.
A chi raccomandata la vaccinazione
soggetti di et pari o superiore a 65 anni; bambini di et superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti affetti da patologie croniche; personale operante nei pubblici servizi di interesse; persone che assistono soggetti anziani o con problemi sanitari.
Quando e dove
Dal 5 novembre 2015 rivolgiti al tuo Medico di Medicina Generale o Pediatra di Libera Scelta. Anche i Servizi vaccinali
dell'Ulss n.2 sono a tua disposizione.
Buone abitudini per prevenire l'influenza
Lavati spesso le mani; copriti naso e bocca ogni volta che starnutisci o tossisci, poi lavati le mani; soffiati il naso in un
fazzoletto di carta monouso, buttalo e lavati le mani.
Per informazioni ambulatori vaccinali Ulss 2: Feltre 0439/883417, Fonzaso 0439/5045, Mel 0437/541150, Santa
Giustina 0437/882251, Sedico 0439/883902

Linfluenza rappresenta un serio problema di sanit pubblica, in particolare per la gestione dei casi e delle complicanze
della malattia. Nellultima stagione sono stati segnalati nella Regione del Veneto 186 ricoveri, con 40 decessi per influenza, alcuni anche nella nostra ULSS. Complessivamente la copertura vaccinale regionale per gli utenti di et uguale o superiore 65 anni risultata in calo del 4,1% attestandosi al 54,4%. Per lUlss 2 si attestata al 49,2% valore in
netta discesa rispetto agli anni precedenti dal 2008. La letteratura scientifica concorda nel ritenere che la misura pi efficace per ridurre l'impatto dell'influenza sulla popolazione sia la vaccinazione degli utenti a rischio. Lefficacia di tale
misura di profilassi vincolata alla copertura vaccinale in almeno il 75% dei soggetti a rischio in modo da limitare la diffusione del virus e delle sue complicanze, migliorando il benessere collettivo. Anche quest'anno, l'Ulss n.2 promuove,
su indicazione del Ministero della Salute e delle Regione del Veneto, la Campagna di Vaccinazione gratuita contro l'influenza alle persone considerate a rischio come:
persone di et pari o superiore a 65 anni;
bambini di et superiore ai 6 mesi, ragazzi e adulti affetti da patologie croniche;
personale operante nei pubblici servizi di interesse primario: (scuole di ogni ordine e grado, dipendenti
comunali, forze dellordine, vigili del fuoco etc);
persone che assistono soggetti anziani o con problemi sanitari.
persone che per motivi di lavoro sono a contatto con animali.

Biblioteche di Alano di Piave Quero Vas

ATTUALIT

Unione Sette Ville

Pro Loco di Quero

Ritorna la rassegna al Centro Culturale di Quero

Quisquilie e bazzecole!!..

Incontriamoci a teatro per ridere, riflettere e conoscerci


Avevamo promesso di far sapere come era andata la rassegna e cos, prima di passare al nuovo programma del 2016,
illustriamo i risultati ottenuti

Come andata lanno scorso ? La rassegna in numeri


Affluenza pubblico
Num. spettatori delle 4 serate

715

Per serata

minimo 134 persone


massimo 238 persone
media 178 persone

Bilancio
Spese (compagnie, SIAE, IVA, locandine, cancelleria) 5121
Incassi biglietti
4774
Disavanzo
-347

Copertura da incasso biglietti


93,22%
Copertura da budget biblioteca
6,78%
Siamo quindi arrivati quasi alla copertura totale (speriamo di arrivarci nel 2016!!)
Lamministrazione comunale ha coperto come per qualsiasi altra iniziativa i costi di
riscaldamento, luce e manutenzione della struttura.
Di seguito i risultati del questionario sottoposto nell'ultima serata agli abbonati della rassegna.
Qual stato il vostro commento? La rassegna in preferenze
Le vostre risposte (riportata la risposta pi votata)

Preferenza per intervallo tra uno spettacolo e laltro


2 settimane
Preferenza tra scelta giorno: solo venerd, solo sabato o entrambe
entrambe
Preferenza per generi diversi (bello variare)
Preferenza per compagnie con diverse capacit (sia locali per valorizzarle, sia nazionali per vedere altre esperienze)

Le vostre critiche

Puntualit inizio spettacolo non rispettata


(quindi nostro impegno per la prossima stagione sar iniziare tassativamente tra le 20.30 e le 20.45)

Grazie a quanti hanno partecipato lanno scorso !!!


Nel prossimo numero tutti i dettagli della prossima rassegna con delle novit

Il volontariato cambia marcia


Se ne discute a Quero il 23 novembre
IL RUOLO DEL VOLONTARIATO
IERI, OGGI, DOMANI
Laboratori itineranti di riflessione
ottobre 2013 gennaio 2014

Il Csv di Belluno propone una serie di laboratori itineranti di ricercaazione, rivolto a tutte le associazioni di volontariato, di promozione
sociale e gruppi informali della provincia. Lo scopo di valutare insieme proposte per lo sviluppo adeguato di formazione, comunicazione, progettazione e consulenza per l'anno 2016. Gli incontri sono
15, uno per zona per agevolare la partecipazione di tutti, e si terranno da luned 15 ottobre a luned 30 novembre, dalle 18 alle 20. La
partecipazione al singolo incontro libera e gratuita. I laboratori saranno gestiti dal gruppo di lavoro composto da Rosanna Canova,
Paolo Capraro e Angelo Paganin.

6
da Bellunesi nel Mondo di ottobre

CRONACA

Riprendiamo la pagina del mensile dellassociazione emigranti bellunesi per dare notizia del 100
anniversario di Anna Siragna, originaria di Fener, che racconta brevemente la storia della sua famiglia.

LAssociazione Agricoltori Coldiretti


di Alano di Piave e Quero Vas

!
e
t
e
h
g
a
Br
!
B
presenta il documentario:

ORGANIZZA

La giornata intercomunale del

RINGRAZIAMENTO
ALANO dI PIAVE

LA VALBELLUNA
NEI PRIMI ANNI 60

dOMENICA 15 NOVEMBRE 2015


PROGRAMMA
ore 9,00 arrivo dei trattori presso la piazza
del municipio di Alano

28 NOVEMBRE
SABATO

ore 10,00 S. Messa con lofferta dei doni


della terra e del lavoro delluomo
alla quale seguir la benedizione
delle macchine agricole

CENTRO CULTURALE DI QUERO


ORE 20:30

Dopo la benedizione, sotto il gazebo allestito


di fronte al municipio, gli agricoltori offriranno
un brindisi e la degustazione dei prodotti del
territorio a tutti i presenti

BIBLIOTECHE UNIONE
SETTE VILLE - COMUNI
DI ALANO DI PIAVE E
QUERO VAS

OFFERTA
NEC SPE NEC METU

LIBERA
FONDO NERINA DA ROLD
PROLOCO SORANZEN - FASF

Linvito a partecipare numerosi a questa giornata di


festa rivolto in particolare a tutte le Comunit di Alano
di Piave e Quero-Vas.

Per il pranzo gradita la prenotazione presso:


Codemo Roni - Tel. 0439 779796
Spadarotto Francesco - Cell. 338 6524382
De Rui Oliva - Cell. 333 4785555

Stampa DBS Rasai - 10-15

SI RINGRAZIA PER IL CONTRIBUTO

ore 12,00 presso il ristorante Al Molin


sempre in piazza ad Alano pranzo
comunitario al costo di euro 20,00

LETTERE AL TORNADO

ACR Alano: un anno di attivit

La fiamma che c in noi


Sabato 29 agosto, con la serata conclusiva del GREST presso la canonica di Alano, si concluso un altro anno ACR.
E stato un anno ricco di eventi che hanno regalato soddisfazioni ed emozioni!
Siamo partiti ad ottobre con un
cospicuo numero di ragazzi di
tutte le et che sono stati poi
suddivisi in 5 gruppi: elementari, 1^ e 2^ media, 3^ media e
1^ superiore; 2^ superiore, e
infine il gruppo formazione dei
ragazzi di 3^ e 4^ superiore,
per un totale di circa 70 ragazzi seguiti da una ventina di
animatori. I gruppi si sono trovati settimanalmente con lo
scopo di stare insieme, alternando momenti di gioco ad altri incentrati su attivit pi riflessive, cercando sempre di
creare un gruppo capace di stare bene insieme e divertirsi. Inoltre, per invogliare i ragazzi a continuare a prendere
parte a questi bellissimi gruppi, durante tutto lanno sono state proposte anche delle feste organizzate da noi animatori: la festa del ciao, per
inaugurare il nuovo anno
ACR, la festa di Natale cui
seguito il concorso dei presepi, la festa di carnevale, la
Domenica delle Palme a Padova, che ogni anno vede riuniti centinaia di ragazzi provenienti da tutta la Diocesi, e infine, per segnare la fine degli
incontri settimanali, la festa di
fine ACR, a primavera.
Con lavvicinarsi dellestate
terminano gli impegni scolastici ma lACR non va in vacanza! Destate infatti vengono proposti, come conclusione
di tutto il lavoro svolto con i
gruppi durante lanno, i tanti attesi CAMPISCUOLA! Questanno si sono svolti a fine luglio, in due settimane separate,
presso il Villaggio S. Gaetano in loc. Bosco di Tretto - Schio(VI), con il primo turno per i bambini dalla 3^ alla 5^ elementare (prima foto), e il secondo per i ragazzi dalla 1^ media alla 1^ superiore (seconda foto).
I ragazzi di 3^ e 4^ superiore invece (terza foto), a conclusione di un periodo di formazione durato un intero anno, hanno trascorso una settimana ad Assisi, nella citt
di S. Francesco, camposcuola che ha segnato il loro
passaggio da animati ad animatori. E stata una settimana che ha richiesto un impegno spirituale e mentale, facendo un percorso soprattutto interiore, ma anche economico. Ed per questo che durante parte dellanno
questi ragazzi hanno svolto lavoretti di vario genere sia
presso i locali della parrocchia, sia presso i privati, contando sulla generosit dei propri compaesani, cos da poter alleggerire le spese.
Infine, nellultima settimana di agosto andata in scena
la settimana del GREST! Con la partecipazione di 60 ragazzi tra i 5 e i 14 anni, e lentrata in azione di 10 nuovi
animatori!
Non semplice dare una definizione e una spiegazione a
ci che e fa un animatore. Non facile tradurre in parole sentimenti, emozioni, vibrazioni, che colpiscono lo spirito di ognuno di noi. Noi animatori siamo un grande gruppo di

LETTERE AL TORNADO

giovani, di volontari, di educatori, di persone che hanno ricevuto un prezioso testimone e che non desiderano altro che
continuare la grande marcia iniziata anni fa e portarlo avanti. Quasi come fosse una tradizione. Ad ognuno di noi
stato dato tanto dagli animatori vecchi, tanto da portarli nel cuore, ricordando continuamente gli insegnamenti ricevuti: questo ci che vogliamo anche noi. Dare tanto, dare il massimo, insegnare, educare e far crescere i ragazzi in un
contesto straordinario, insieme ad altri ragazzi, insegnando a condividere e stare bene con gli altri.
Non sempre facile trovare accordi fra noi animatori, prendere decisioni che siano condivise da tutti: ci sono caratteri
simili, caratteri opposti; animatori che studiano o lavorano, impegni di ogni genere. Ma tre sono le cose che non mancano mai: TEMPO, AMORE e DEDIZIONE. Tempo per i ragazzi, amore per i ragazzi, dedizione per i ragazzi. E
lunica immagine che crediamo possa riassumere tutto quella di una candela. Anzi, non una sola, ma tante, perch
come scriveva qualcuno tempo fa ognuno di noi una candela. Una candela la cui fiamma va accesa, tenuta viva,
alimentata continuamente. Una candela che se si affievolisce, o si spegne, pu essere riaccesa da unaltra fiamma.
Con amore, tempo e dedizione, vengono alimentate tantissime candele, ed uno spettacolo vederle risplendere tutte
insieme! E impari che la felicit fatta di emozioni in punta di piedi, di piccole esplosioni che in sordina allargano il
cuore, che le stelle, se guardate in cerchio attorno ad un fuoco, ti possono far commuovere, che per ricaricare la
fiamma basta guardare gli occhi sinceri di chi ci circonda, che ci riempiono di soddisfazioni e amore. Impari che la felicit fatta di piccole cose, di sorrisi, parole, sguardi e abbracci condivisi. Impari che la felicit reale solo se condivisa.

Gli Animatori

Notizie di

CRONACA

Il progetto di valorizzazione della cartiera curato dallassociazione LaCharta sta compiendo i primi passi, andando via
via delineandosi nei vari filoni di intervento. Nel frattempo, lo storico opificio di Vas sta cominciando a rivivere, attraverso vari eventi diversificati che, una volta di pi, ne sottolineano il valore e il potenziale.

Cartiera/1

Continua lattivit di studio di LaCharta in collaborazione con il Master in Patrimonio


Industriale dellUniversit di Padova. Nelle settimane scorse sono state raccolte una
quindicina di interviste ad ex lavoratori della cartiera. Le loro testimonianze diventeranno patrimonio orale conservato con criteri scientifici, oltre che materiale utile per la valorizzazione del sito. Si ringraziano quanti, con entusiasmo, hanno accolto il nostro invito
a condividere le loro memorie.

Cartiera/2

La cartiera anche un suggestivo spazio per momenti conviviali. Gioved primo ottobre
abbiamo avuto il piacere di ospitare i consorzi di impianti a fune Valle di FiemmeObereggen, Civetta, Moena-San Pellegrino e San Martino di Castrozza-Passo Rolle, che hanno scelto la cartiera per incontrare gli sci club convenzionati delle provincie di
Belluno e Treviso e illustrare le offerte della prossima stagione invernale. Per
loccasione, ai convenuti sono stati proposti e promossi prodotti tipici realizzati da
aziende locali.

Cartiera/3

Domenica 18 ottobre, oltre una quarantina di persone appartenenti allassociazione


Salviamo il paesaggio di Mogliano Veneto e dintorni, hanno visitato la cartiera di
Vas. I presenti hanno manifestato grande interesse per il sito, la sua storia e il territorio
circostante.

Cartiera/4

Prosegue il lavoro di Dolomiti Contemporanee allinterno del progetto Radici Future,


realizzato dallUnione dei Comuni del Basso Feltrino Sette Ville e finanziato dalla Regione. Venerd 23 ottobre, alla presenza degli amministratori locali, stato presentato
A little song, scultura lignea dellartista comelicense Fabiano De Martin Topranin, sui
temi dellinfanzia e della guerra. La scultura, visitabile su prenotazione, stata acquisita
dal Comune di Quero Vas che la esporr allinterno delle future manifestazioni legate al
centenario della Grande Guerra.

Info: associazione culturale LaCharta - Tel: 349.3838378 - Mail: lacharta@ibero.it

10

RASSEGNA STAMPA

Il deputato del Movimento 5 Stelle Federico DInc preme per un intervento risolutivo a Fener:
Vanno innalzati gli argini

Fener, Parco del Piave da mettere in sicurezza

ALANO DI PIAVE. Basta semplici interventi di manutenzione. Servono


interventi strutturali di messa in sicurezza dei siti sensibili come il Parco
del Piave a Fener. Lobiettivo deve essere quello di ridurre al minimo il
rischio idrogeologico, un argomento di grande attualit che non deve
continuare ad essere trascurato, afferma DInc, la Regione non pu
essere indifferente, giunto il momento che stanzi concretamente dei
fondi invece di sottrarli proprio alla manutenzione. Le condizioni di
emergenza, che hanno tragicamente interessato il Veneto in questi anni, ci insegnano come gli interventi strutturali devono contemplare le
esigenze di sicurezza idraulica con gli aspetti ambientali del territorio.
necessario quanto prima un intervento del Genio Civile al Parco del
Piave per innalzare gli argini e metterli in sicurezza, viste anche le recinzioni provvisorie utilizzate per tamponare la precaria situazione.
opportuno pensare al territorio nella sua globalit e intervenire in maniera strutturale su ampia scala per risolvere un problema che non conosce confini comunali. Cos il parlamentare bellunese.
Il Parco del Piave unarea di propriet di Enel Green Power, data in gestione alla Pro Loco di Fener per svolgere attivit
sportive e ricreative, unarea che ospita durante lestate molte famiglie e molti giovani che decidono di trascorrere una giornata immersi nella natura. inoltre una risorsa per il Comune di Alano in quanto, grazie alla Pro Loco, durante tutto il periodo estivo vengono organizzati eventi e manifestazioni che vedono la presenza di migliaia di ragazzi da tutto il Veneto. Il
Piave non pu essere considerato solo elemento naturale a se stante, in quanto tale, chiaro che ogni corso d'acqua erode
e deposita i suoi sedimenti se non viene curato e monitorato sottolineano i 5 Stelle. per questo che negli anni, a causa
del continuo stato di abbandono, il fiume ha continuato a sbriciolare pezzi di Parco, erodendo e mettendo in forte pericolo
anche il ponte che collega Alano di Piave a Segusino e Valdobbiadene. Conclude D'Inc: Crediamo sia necessario un rapido intervento del Genio Civile per mettere in sicurezza larea e renderla maggiormente utilizzabile per le manifestazioni
dando la possibilit ai cittadini di continuare a trascorrere giornate nel nostro Parco prima che lacqua avanzi sottraendo il
terreno utile. A quel punto sarebbe troppo tardi.
da Il Corriere delle Alpi del 16 ottobre 2015

Il birrificio di Quero compie 5 anni e festeggia al pub


QUERO. Grande festa per i cinque anni del birrificio di Quero: Il consumo di birra in continuo aumento, se il trend continua ad essere positivo puntiamo ad ampliarci e magari ad aprirci al mercato estero. Oggi il birrificio spegner 5 candeline e
i proprietari festeggiano i traguardi raggiunti. La produzione - spiega Adriano Mondin, collaboratore del birrificio - dal primo
anno ad oggi, stata sempre in graduale aumento, per cui i progetti futuri sono anche in previsione che ci sia ancora possibilit di crescita nei prossimi anni. Faremo le nostre valutazioni e cercheremo di capire come muoverci, perch facile
quando le cose vanno bene fare dei progetti importanti, per poi dobbiamo confrontarci con la realt. Certo che se il trend
continua ad essere in crescita qualcosa di concreto dovremmo svilupparlo. Adriano non si sbilancia troppo sull'argomento,
ma la necessit quella di avere un nuovo spazio, pi ampio, dove poter produrre la birra. Il mercato italiano in forte crescita per quanto riguarda la birra artigianale - prosegue - e ci sono prospettive anche per i prossimi anni. La birra artigianale
sta funzionando bene anche all'estero. questo un canale che non abbiamo ancora sperimentato, nonostante ci sia pi volte stato proposto. Chiss che questo non possa essere il prossimo passo insieme all'ampliamento del birrificio di Quero.
Per festeggiare i cinque anni quindi, grande festa domenica a partire dalle 15 in poi, nel pub da loro gestito a Busche. Manca ancora un mese abbondante, ma la giornata di domenica sar anche l'occasione per festeggiare un anno di apertura del
pub di Busche. Abbiamo avuto una risposta positiva - conclude Adriano - per cui siamo soddisfatti di questa prima annata.
In questo spazio, oltre a proporre le birre classiche, proponiamo anche delle birre particolari, che vengono vendute solo a
Busche e per periodi limitati.
da Il Gazzettino del 18 ottobre 2015

Ferroli, votato laccordo per dirimere la vertenza


ALANO DI PIAVE. Novit alla Ferroli di Alano. Ieri mattina, i lavoratori hanno votato allunanimit lipotesi di accordo emerso
venerd scorso nellincontro tra azienda e parti sociali (sindacati di categoria ed rsu), che permetter ai dipendenti di avere
garantiti gli ammortizzatori sociali, in presenza o meno del via libera per il concordato preventivo. Venerd la dirigenza di
Ferroli, su input del tribunale, aveva chiamato i sindacati per dirimere le vertenze aperte rispetto al valore economico delle
disdette degli integrativi, fatte dalla Ferroli lanno scorso. Cos da poter agevolare il tribunale nel presentare il concordato e
avere maggiore certezza sullomologa, evitando cos il fallimento. Ieri in fabbrica (chiusa in quanto i dipendenti sono in cassa straordinaria a zero ore) si sono presentati 126 lavoratori su 135 e tutti hanno votato a favore dellaccordo che prevede il
riconoscimento, proporzionale al lavoro svolto, del pregresso della paga fissa da gennaio a ottobre 2015, pari a 1200 euro
lordi. Nel nuovo accordo integrativo, che partir da novembre, viene anche sancito il diritto della paga fissa pari a 2470 euro
su base annua, a cui si aggiunge un premio simbolico di 150 euro annui. Questo accordo varr soltanto se lomologa ci sar, e noi lo speriamo, dicono i segretari di Fiom e Fim, Luca Zuccolotto e Paolo Agnolazza. In questo modo riusciremo a
garantire ai lavoratori gli ammortizzatori sociali, a prescindere se sar o meno stabilito il concordato preventivo, dicono i
sindacalisti. E questo non pu che essere un elemento positivo, commenta Agnolazza, per il futuro dei lavoratori che
abbiamo cos messo al riparo. Poi si vedr cosa succeder della fabbrica. Per lennesima volta i dipendenti scommettono

11

RASSEGNA STAMPA

sulla loro azienda e sul loro sapere. I lavoratori hanno accettato la sfida, perch non sanno cosa succeder dopo il concordato, commenta Zuccolotto. Il loro non stato un voto dettato dalla paura di perdere il posto, ma dalla consapevolezza
che chi arriver apprezzer la loro opera. Delle novit stata informata anche il sindaco di Alano, Serenella Bogana, che
trasmetter il tutto al Comitato di sorveglianza.
da Il Corriere delle Alpi del 21 ottobre 2015

Lalanese Livio Simioni nuovo primario di Medicina generale


FELTRE. Livio Simioni il nuovo primario di medicina generale dell'Usl 2 di Feltre. Ieri si svolto il concorso e lazienda del Santa Maria del Prato ha ufficialmente nominato il medico feltrino
nuovo responsabile del reparto. Il posto da primario del reparto di medicina generale vacante
da oltre un anno, cio da quando il dottor Giancarlo Parisi andato a ricoprire analogo incarico
all'ospedale di Piove di Sacco, prima in aspettativa dall'Usl di Feltre e poi, dall'inizio di quest'anno, in via definitiva. Si sono quindi avviate le pratiche per la sua sostituzione. L'autorizzazione
da parte della Regione del Veneto arrivata verso la fine di maggio e poi iniziato l'iter burocratico per il concorso. Dalla fine del 2015, Patrizia Lagomanzini, che attualmente sta svolgendo le
funzioni di primario, lascia il servizio al nosocomio feltrino avendo chiesto e ottenuto la pensione
anticipata. Il posto verr quindi occupato dall'apprezzato medico Livio Simioni, gi responsabile
dell'unit semplice a valenza dipartimentale di allergologia. La nomina del primario di medicina generale arriva a pochi giorni
dalla notizia dell'avvio delle procedure per la nomina del primario di oncologia, diventata unit operativa complessa, cio reparto autonomo, nel 2012 con le nuove schede di dotazione sanitaria del Veneto.
da Il Gazzettino del 22 ottobre 2015

Presentato in questi giorni il piano di rientro del debito grazie allaccordo con le banche

Ferroli, chiusa la ristrutturazione

ALANO DI PIAVE. Chiusa la fase della ristrutturazione del debito della Ferroli Spa di Alano di Piave. Lazienda, infatti, proprio laltro ieri ha trovato laccordo con le banche creditrici, verso le quali aveva un debito di 300 milioni di euro. E ha depositato al tribunale di Verona, assistita dalladvisor legale avvocato Maurizio C. Borra, la domanda di omologa degli accordi di
ristrutturazione ex art. 182 bis della legge fallimentare sottoscritti a Milano con gli istituti di credito e linvestitore attestor Oxy, scrive in una nota limpresa. LOxy ha gi messo oltre 30 milioni di euro a disposizione dellazienda per permettere di
continuare la produzione. E questo ha permesso allazienda di maturare una certa liquidit su cui ha sottoscritto limpegno a
pagare il pregresso ai lavoratori e quellaccordo sullintegrativo dei giorni scorsi con i sindacati. Con questa operazione si
potrebbe arrivare, qualora il giudice decidesse di salvare lazienda che produce caldaie da riscaldamento, ad una partecipazione di capitale del fondo Oxy nella Ferroli. Con la consegna dei documenti al tribunale e laccordo con le banche, Ferroli
spa e il gruppo hanno concluso la prima fase della complessiva opera di ristrutturazione che ha come obiettivo principale la
continuit dellattivit aziendale, il mantenimento del livello occupazionale compatibile con le esigenze di una ristrutturazione, garantendo la tutela dei creditori. Nei prossimi giorni attesa la decisione del giudice del tribunale veronese che dovr
pronunciarsi sullomologa: se sar accettata si passer al concordato in bianco e quindi la Ferroli si salver, e con lei anche
i lavoratori che in questanno hanno sempre mantenuto lattenzione alta sulla vicenda, essendo in cassa straordinaria a zero
ore. Se invece non laccetter, cio se il piano di rientro del debito non lo convincer, sar decretato il fallimento. La speranza che la storia della Ferroli possa continuare.
da Il Corriere delle Alpi del 24 ottobre 2015

Sindaco, assessori e consiglieri hanno incontrato gli abitanti di Campo.


Solo tre i presenti. Pi partecipate le assemblee di Fener e di Alano.

Gli incontri pubblici dellAmministrazione alanese


ALANO DI PIAVE. Probabilmente i cittadini nutrono estrema fiducia in
noi, ha esordito il sindaco Serenella Bogana luned sera durante l'incontro pubblico svoltosi a Campo per giustificare la scarsissima presenza al periodico faccia a faccia con i residenti con lo scopo di approfondire eventuali criticit o di analizzare i progetti futuri. Sta di fatto che
di fronte ad assessori e consiglieri, oltre al parroco, sono arrivati solamente tre cittadini. Secondo me la gente contenta di questa amministrazione ha confermato uno dei presenti. Cos l'incontro si trasformato in una chiacchierata durante la quale il sindaco ha riassunto
ci che stato fatto e anticipato le intenzioni future. Ad esempio si
parlato della nuova rotatoria all'imbocco della comunale
per Schievenin (vedi foto, ndr) che consente di regolare in maniera
adeguata il traffico delle 5 strade che vi si immettono o del rifacimento
di alcuni muri a sassi finanziato per il 67% da Cariverona e messo in
atto - ha sottolineato Bogana - da quella grossa risorsa che sono i lavoratori socialmente utili. Fra le riflessioni affrontate anche la forte
collaborazione del volontariato nell'espletamento di alcuni lavori svolti sul territorio. A molto servito - ha voluto precisare il
primo cittadino - il buon esempio dato dai nostri consiglieri che quando serve tirarsi su le maniche sono sempre in prima linea. Fra i lavori prossimi per i quali in atto la ricerca di specifici finanziamenti, alcune asfaltature di tratti critici e della
strada di imbocco al pont dei Osi, l'allargamento della zona di ingresso del cimitero anche se alcuni vincoli limiteranno ci

12

RASSEGNA STAMPA

che si potrebbe fare, il rifacimento delle strisce pedonali a Fener, soprattutto nellarea della rotatoria. Sono poi state affrontate due criticit: una occupazionale e una inerente cattivi comportamenti. Nel primo caso si parlato della Ferroli dove i lavoratori, in cassa integrazione a zero ore, per cercare di evitare il fallimento, hanno firmato una liberatoria con la vecchia societ affinch nessuno impugni l'eventuale concordato e dove si formato un comitato istituzionale facente capo alla Comunit Montana nel territorio della quale risiedono 119 dei 134 dipendenti. Il secondo aspetto riguarda i rifiuti, in particolare
le quintalate di pelli di pecora abbandonate nella campagna o lungo la comunale per Schievenin. Infine sindaco e collaboratori hanno voluto rivolgere un ringraziamento allAuser che ha donato 5.000 euro per l'acquisto di giochi per bambini da
posizionare sul territorio.
da Il Gazzettino del 28 ottobre 2015, foto di Silvio Forcellini

Quero Vas e Alano di Piave premieranno assieme i pi meritevoli

Basso Feltrino, ecco le borse di studio congiunte


QUERO VAS. Istituto comprensivo e comprensoriale. Anche se sono anni che Quero Vas e Alano di Piave fanno capo alla
stessa dirigenza, i progetti condivisi assumono un altro significato ora che la fusione dei primi due Comuni stata formalizzata e che si comincia a guardare alla futura aggregazione del basso Feltrino in modo pi concreto. Cos per la prima volta
la commissione per l'erogazione delle borse di studio agli alunni meritevoli si gi riunita, ma far un passaggio in giunta
perch per la prima volta i premi saranno dati assieme ad Alano. I risultati sono notevoli, abbiamo molti studenti da premiare, dobbiamo decidere in che modo, afferma l'assessore a cultura e istruzione Ketty Bavaresco, anche il progetto SOS
compiti sar fatto in collaborazione con Alano di Piave grazie alla sinergia delle due biblioteche, che in questo caso fanno
capo all'Unione Setteville. Si tratta di un percorso attivato grazie al supporto di tre nuovi giovani in servizio civile nazionale,
che stanno operando dal 7 settembre nelle due strutture e che hanno permesso di avviare il servizio in aiuto alle famiglie.
Inoltre la mensa iniziata dalla prima settimana utile per il tempo pieno, altro segno apprezzato dalle famiglie, perch ha
permesso ai genitori lavoratori di riprendere i bambini direttamente a fine lavoro senza scomode pause pranzo avanti e indietro per le scuole. Il connubio delle scuole con biblioteche e centro culturale ha permesso infine agli studenti delle medie
di assistere a una lezione di piano con il duo Dissonance.
da Il Corriere delle Alpi del 29 ottobre 2015

I soccorritori lo hanno trovato in una pozza di sangue: non ricordava laccaduto

Uson, uomo cade da una scala a pioli e batte la testa


ALANO DI PIAVE. Se l vista brutta ieri pomeriggio Claudio Broglia, caduto da una scala a pioli. L'incidente accaduto a
Uson di Alano di Piave. L'uomo - come racconta il diciottenne Rudy Specia che stato il primo a portargli soccorso salvandogli probabilmente la vita - stava lavorando all'interno di una casa di sua propriet. Erano circa le 14.30 e io stavo
prendendo della legna per mia nonna quando ho sentito gridare aiuto. A chiedere soccorso era la figlia dell'infortunato. Sono accorso immediatamente e mi sono trovato di fronte un uomo a testa in gi a penzoloni su una scala, appeso per la maglia che si era incastrata. Se il volo non fosse stato fermato fortuitamente, avrebbe proseguito la caduta fino al piano di sotto
in quanto la scala a pioli era posizionata su un pianerottolo della scala a gradini quasi al primo piano. Con il capo aveva picchiato sul pavimento. Sotto di lui una pozza di sangue. Assieme a un'altra persona accorsa ho provveduto a tagliare la maglia e abbiamo accompagnato la seconda parte della caduta adagiandolo sul pavimento. Mentre la figlia chiamava i soccorsi
siamo andati a chiamare un'infermiera che abita vicino per potergli dare le prime cure. Di l a poco sono arrivati l'ambulanza
e l'elicottero da Treviso. I medici hanno immobilizzato Broglia che era cosciente ma non ricordava cosa gli era accaduto e
lo hanno caricato prima sull'ambulanza e poi sull'elicottero con il quale stato portato all'ospedale di Treviso.
da Il Gazzettino dell 1 novembre 2015

CRONACA
SCOPA ALLASSO

A Secco-Scarpa la gara A.C.L.I.


di Sandro Curto
Dopo il brillante secondo posto di San Lorenzo, la coppia formata da Gianni Secco di Colmirano e Giuseppe Scarpa
di Fener scala, per la prima volta, il gradino pi alto del podio aggiudicandosi la gara di scopa allasso organizzata,
venerd 23 ottobre, a Campo dal locale Circolo A.C.L.I.. Battuti in finale i queresi Massimo Mazzocco e Sergio Schievenin che confermano la buona annata dopo la vittoria al Ricci Bar e la buona prestazione al Parco del Piave. Terzo
posto, pari merito, per Rino Dal Canton-Primo Franzoia e per i veterani Franco Dal Canton-Alfonso Maschio. Ricordiamo il prossimo appuntamento sabato 21 novembre nella sede del Gruppo Alpini Valderoa con la gara a coppie
sorteggiate. Le iscrizioni sono in corso al Ricci Bar di Alano.

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

13

CRONACA

La gara stata organizzata dalla Ponte Tegorzo

Il Memorial Mario Balzan di bocce


di Silvio Forcellini
Per ricordare Mario Balzan, che fu per anni presidente del sodalizio, lA.S.D. Ponte Tegorzo ha organizzato, dal 6 al 25 ottobre,
una gara regionale serale per coppie di categoria C e D intitolata
allamico che non c pi. A prevalere, tra le 50 coppie ai nastri di
partenza, il duo composto da Sandro Bottegal e Gianmarco Marconato (Pedavena), che in finale ha avuto la meglio su Caterino
Coppe-Lorenzo Moretti (Pederobba). Per restare alla zona premi
(cui ha generosamente contribuito anche la ditta Mavive della famiglia Vidal, fenerese dadozione), al terzo posto si sono classificati
Giovanni Pagnossin-Giovanni Zanatta (Povegliano), al quarto Amerigo Martimbianco-Aurelio Sfoggia (Selva), al quinto CossalterDamin (San Vittore), al sesto Busana-Fregona (Selva), al settimo
Bottecchia-Pollet (Pedavena) e allottavo Dalla Porta-Gris (Pedavena). Quattro le coppie della societ organizzatrice in gara: Bernardino Carrer-Pierluigi Licini, Franco Franceschin-Vittore Schievenin, Armando Gerlin-Domenico Schievenin e Bepi Rech-Ruggero
Sbizzera (questi ultimi a un passo dallentrata tra i primi otto, eliminati per un solo punto). Alle premiazioni, effettuate dal presidente
dellA.S.D. Ponte Tegorzo Armando Gerlin, hanno presenziato anche la sorella di Mario Balzan, Dina, e il sindaco di
Alano, Serenella Bogana. Ha fatto seguito il consueto ricchissimo rinfresco offerto ai presenti dai F.lli Gerlin. Il Memorial Mario Balzan stato organizzato con il patrocinio del Comune di Alano e la collaborazione degli Amici del
Luned (gli abituali frequentatori della celeberrima falegnameria dei F.lli Balzan ai Faveri).

Il locale di Terracina gestito dallalanese Ivana Codemo con il marito Massimo Masci

Ancora riconoscimenti per lEnoteca St.Patrick


di Silvio Forcellini
Lo scorso 17 ottobre lEnoteca St.Patrick, il locale di Terracina gestito
dallalanese Ivana Codemo con il marito Massimo Masci, ha compiuto 17 anni. E non poteva festeggiare lavvenimento in maniera migliore. Nelle scorse
settimane, infatti, uscita ledizione 2016 di Osterie dItalia dello Slow Food, e
il locale gestito da Ivana e Massimo (nella foto) stato oggetto di lusinghieri
apprezzamenti. I recensori della guida gli hanno attribuito sia la chiocciola (riconoscimento per i locali che meglio incarnano i valori di Slow Food), sia la
forma di formaggio (locale da visitare per la notevole selezione di formaggi),
sia la bottiglia di vino (locale consigliato per la carta dei vini attenta al territorio). Questa la recensione apparsa su Osterie dItalia 2016:
SAINT PATRICK
Enoteca con mescita e cucina
Corso Anita Garibaldi, 56 - Terracina (LT)
Tel. 0773 - 703170
Chiuso il marted
Siamo nella parte alta di Terracina. Ad accogliervi, in un locale curato e incantevole, ci sono Ivana e
Massimo Masci, una coppia affiatata, da sempre impegnata a regalare suggestioni culinarie ai propri
clienti, molti dei quali nordeuropei, tanto da farli diventare ambasciatori della cucina del territorio pontino in Norvegia. Il men punta su pochi ottimi piatti. Da non perdere, per iniziare, il tour di formaggi
accompagnato da miele e confetture (16 ), un percorso, locale nazionale e internazionale, che farete aiutati da Massimo. Molto ricercata anche la selezione di salumi. Tra gli stuzzichini una ricca offerta di bruschette
(2,50 ) condite in svariati modi, e non mancano mai le due zuppe del giorno. Buono linvoltino di melanzane ripieno di
tagliolini (10 ), cos come i tonnarelli con julienne di verdure, capperi e basilico. Tra i secondi si segnalano lo spezzatino di bufala con polenta (15 ), il trittico di carne di maiale, il carpaccio di zucchine con scaglie di parmigiano e aceto
balsamico, il filetto di manzo con contorno. Molto buona la grigliata di verdure (8 ). I dolci (5 ) meritano la lode e sono preparati da Ivana: gelato di ricotta di bufala e gocce di cioccolato, bananacake, budino di pane. Ricca la carta dei
vini, com naturale visto che il locale nasce come vineria-enoteca. Non andate via senza avere visitato la bellissima
cantina. Accoglienza, ospitalit, competenza e materie prime di qualit sono gli ingredienti usati tutti i giorni da questi
osti che riescono a promuovere la vera cucina del territorio.
Dopo il successo avuto con la partecipazione ad Expo 2015 nel giugno scorso, unaltra bella soddisfazione per
lEnoteca St.Patrick: complimenti !!!

14

ATTUALIT

UNIONE DEI COMUNI DEL BASSO FELTRINO

SETTE VILLE

AVVISO AL PUBBLICO
AGEVOLAZIONI TRASPORTO STUDENTI
A.S. 2015/2016
I COMUNI DI ALANO DI PIAVE E QUERO VAS
INFORMANO CHE

Il Consorzio B.I.M. Piave di Belluno ha destinato ai Comuni consorziati un contributo finalizzato ad intervenire a favore
delle famiglie per il contenimento della spesa sostenuta per lacquisto di abbonamenti per il trasporto scolastico degli
studenti frequentanti le scuole primaria e secondaria di primo e secondo grado nellanno scolastico 2015/2016, presso
un qualsiasi operatore del settore.
La domanda di contributo dovr essere presentata ai
IL CONTRIBUTO E PREVISTO NEI SEGUENTI
Comuni di residenza via web entro e non oltre il
IMPORTI:
30.01.2016 mediante la compilazione di un apposito
modulo reperibile in PRIMO PIANO sui siti
Fascia 1 (Km. 0 5)
0,00
istituzionali: (www.comune.alanodipiave.bl.it,
Fascia 2 (Km. 5,1 12)
40,00
www.comune.querovas.bl.it).
Fascia 3 (Km. 12,1 - 20)
43,00
Per coloro che non dispongono di un
Fascia 4 (Km. 20,1 30)
47,00
collegamento internet i Comuni mettono a
Fascia 5 (Km. 30,1 40
79,00
disposizione presso le Biblioteche Comunali negli
Fascia 6 (Km. 40,1 50)
113,00
orari di apertura dei personal computer per la
Fascia 7 (Km. 50,1 75)
138,00
compilazione del modulo in parola.
Fascia 8 (Km. 75,1 100)
200,00
Dopo la compilazione della domanda onFascia 9 (Km. 100,1 150)
281,00
line dovranno essere presentati entro e non oltre il
30.01.2016 allUfficio Servizi Scolastici del Comune di residenza:
- documento d'identit/riconoscimento valido;
- (se cittadino non comunitario) titolo di soggiorno valido ed efficace;
- abbonamento al servizio di trasporto scolastico mensile o annuale.
REQUISITI RICHIESTI PER ACCEDERE AL CONTRIBUTO:
residenza dello studente nel Comune di Alano di Piave o Quero Vas;
spesa sostenuta presso un qualsiasi operatore del settore per lacquisto di un abbonamento mensile o
annuale per il trasporto scolastico degli studenti frequentanti le scuole primaria e secondaria di primo e
secondo grado relativo allanno scolastico 2015/2016 (labbonamento mensile equiparato allabbonamento
annuale, a condizione che siano sottoscritte almeno tre mensilit);
spesa sostenuta per il trasporto scolastico riferito a tratte in fascia chilometrica superiore ai 5,1 Km;
per le famiglie di studenti delle scuole superiori, residenti nei Comuni consorziati, che dimorano presso il
Comune sede dell'Istituto scolastico frequentato, purch questo sia distante oltre 35 km dal luogo di
residenza, il contributo pari a quanto indicato per la fascia 10 (dimora) potr essere liquidato anche in
mancanza di un abbonamento per il trasporto pubblico.
Per ulteriori informazioni e chiarimenti rivolgersi allUfficio Servizi Sociali comunale:
ALANO DI PIAVE: presso Municipio il mercoled dalle 08:00 alle 12:00 e venerd dalle ore 9,30 alle ore 13,00, tel
0439/779939 e mail: servizisociali.alano@feltrino.bl.it;
QUERO VAS - SEDE DI QUERO: presso biblioteca il mercoled dalle 09:30 alle 12:20 e sabato dalle 08:30 alle 10:30,
tel 0439/787097 e mail biblioteca.querovas@feltrino.bl.it;
QUERO VAS - SEDE DI VAS: presso biblioteca il gioved dalle 10:00 alle 12:30, tel 0439/788162 e mail
biblioteca.querovas@feltrino.bl.it

15

LETTERE AL TORNADO

In ricordo di Duilio Masocco

Ciao, classe !
Su Facebook era un po che non ti vedevo pi: mi mancavano i tuoi mi piace, i commenti arguti, le foto delle nostre
montagne Ti avevo mandato un messaggio, senza nessuna risposta. Avrei potuto telefonarti, ma non ne avevo
coraggio: so che avevi problemi seri di salute, ci eravamo visti circa un anno fa, eri dimagrito molto, il volto un po
sofferente ma sereno, ironico e scherzoso come sempre.
Cos, laltra sera, quando ho visto la tua foto e il saluto di Silvio, di colpo mi sono sentito vuoto e pi solo. Come Mario,
Nino, Renato Dor pezzi del primo Tornado, pionieri mai dimenticati.
Ti avevo conosciuto grazie a Dario che mi aveva portato da te per realizzare quello che pareva un sogno: il primo
numero di un giornale !
Nelle gelide nottate in canonica a far ciclostile, avevo imparato ad apprezzare la tua disponibilit, la tua saggezza, il
tuo buon cuore. Tu appartenevi alla stessa parte politica dellamministrazione comunale, ma non ti tiravi indietro nello
stampare le critiche anche feroci che scrivevamo con ingenuo slancio. Ma a te importava di pi lamicizia, la parola
data, laiuto da offrire, anche a costo di qualche grana.
Ti saluto, classe: ti ho sinceramente stimato ed ammirato; nella mia vita non ho trovato molte persone belle e
trasparenti come te. Se c quel posto dove vanno i mejo, so che tu, Duilio, adesso sei l !

Erman, to amigo

Il latte
Qualche giorno fa in internet circolata una notizia che se vera potrebbe definirsi oscena, lUE avrebbe
intenzione di imporre ai paesi membri la fabbricazione dei formaggi senza utilizzo del latte. Penso che tale
notizia sia una bufala, vorrei vedere il grana senza latte, o il taleggio, o
La notizia mi ha per fatto navigare con la memoria. Mi sono isolato dal computer, macchina a volte benedetta
ma a volte maledetta, e mi sono lasciato andare con la memoria, e i ricordi belli mi hanno portato alle estati di
vacanze a Quero, alle baracchette, presso nonno Angelo e nonna Fiorina.
A quei tempi (i miei ricordi sono tra gli anni 1958/1963, ma credo che anche prima e dopo avvenisse ci) ogni
mattina dal Col Barbanich (spero di aver scritto giusto) tutte le mattine dalla cascina dei Toci (questo il
soprannome che io mi ricordo, e che spero non sia offensivo) la signora Spadarotto, passando per portare il latte
alla latteria sociale, lasciava sempre del latte appena munto presso labitazione dei miei nonni, perch loro tutte
le mattine facevano colazione con il latte fresco e i biscotti secchi, e cos destate anche la mia colazione era
fatta con latte fresco e biscotti secchi.
Mi ricordo la bont del latte, oggi con il latte del supermercato lasciamo perdere. E mi torna alla mente il
divertimento mio, perch guardavo e non lavoravo, di quando facevano il burro battendo dentro un fiasco la
panna di quel latte, ore e ore a battere, ma il risultato era una delizia. Latte vero, non lavorato, cosa che adesso
uno si sogna di poter assaggiare.
E mi viene alla mente di quella signora di circa trentanni che al supermercato nel reparto dei formaggi spiegava
al figlio di circa quattro anni che il formaggio veniva prodotto con le macchine in latteria. La signora forse ha
ragione, se la notizia iniziale vera, i formaggi verranno fabbricati in fabbrica.
Dimenticavo di dire che mio nonno, siccome il latte fa male, vissuto mangiando ogni giorno latte fino a 89 anni,
e mia nonna fino a 90.
Renato Mattavelli

I nostri
Cugini di Campagna
alla Fiera del Rosario
(s.for.) Dopo i trionfi di Uson, in occasione del Carnevale alanese
2015, a grandissima richiesta i Cugini di Campagna nostrani si
sono esibiti, applauditissimi, anche a Segusino, alla 111a Fiera
Franca del Rosario. Nella foto che ci stata inviata, i quattro
Cugini (tutti originari del Basso Feltrino) sul palco segusinese.

16

LETTERE AL TORNADO

Chi si ricorda di quella ragazza?


Si chiama Daniela ed nata nella famiglia dei Simoi il 15 novembre di 60 anni fa,
terza figlia di Salvino Dalla Piazza e Rosalia Vivenzi. Quella ragazza ne ha fatta di
strada! E' diventata donna, moglie, madre e nonna. E quanta energia mette nel
sostenere ogni ruolo...quanto amore! Un marito adorato, due figlie amate, dei
nipoti felici, e due generi fortunati: questa la famiglia che Daniela ha creato,
giorno dopo giorno, con mille gesti premurosi di chi sa prendersi cura delle
persone che ama. Una famiglia serena che sa di poter sempre contare sul suo
meraviglioso sorriso che all'occorrenza il sorriso di una nonna, di una madre, di
una moglie, ma che in sostanza sempre e comunque il sorriso della donna che
amiamo.
Cara Dany, non pensare che non ci accorgiamo delle numerosissime attenzioni

che quotidianamente ci regali.


Mai stanca, mai ammalata, tanto
impegnata, ma costantemente
disponibile, riesci sempre ad
essere presente, e non sai quanto
ti ammiriamo e quanto ti siamo
grati per questo! Quarant'anni fa
hai sposato il carabinier Travaglia
e hai lasciato il tuo paese e tutti i
tuoi affetti per trasferirti in Trentino.
Ora qui sei la belumata,
soprannome che riassume le
qualit che tutti riconoscono in te:
generosit, simpatia, disponibilit,
orgoglio e inesauribile energia.
Non smetteremo mai di ringraziarti
per ci che sei e per ci che siamo noi grazie a te!

I nostri migliori auguri, Diego, Marianna, Alessia e tutti i tuoi cari

JUDO

Allenamento Regionale con YLENIA SCAPIN


Portogruaro (VE) 12 settembre

Si inizia la stagione agonistica 2015-2016 con il primo allenamento regionale a Portogruaro (VE). Ospite
donore nonch coordinatrice dellallenamento la plurimedagliata e simpaticissima YLENIA SCAPIN la
quale vanta un palmars deccezione: nativa di Bolzano, ma da tempo trasferita a Roma, inizia la pratica
del Judo a poco pi di 5
anni e comincia a farsi
conoscere nel 1990 con la vittoria e
conquista della cintura nera ai
Campionati italiani Cadetti. Nel giro di
pochi anni ecco la vittoria al
campionato europeo di Oviedo nel
2008 dopo essere salita ben sette
volte sul podio, due bronzi olimpici,
ad Atlanta e a Sydney, tre mondiali e
tredici campionati italiani. Mamma di
due bimbi e sposata con Roberto
Meloni della nazionale italiana, d
laddio alle competizioni nel 2009;
stata nominata Cavaliere dellOrdine
al merito della Repubblica Italiana.
Qui sotto la vediamo al termine del
secondo gruppo dallenamento tra i
judoka di Alano.
A.S.D. JUDO ALANO DI PIAVE | Palestra Comunale in Via Don P. Codemo | Tel. 0439 779457 | Cell. 348 0447706

17

JUDO

Al via i corsi di Judo


Durante lestate i ragazzi del Judo Alano sono stati protagonisti di due particolari avvenimenti:
STAGE DELLAMICIZIA per la fascia giovanile e STAGE INTERNAZIONALE FIJLKAM a carattere
prettamente agonistico.
STAGE DELLAMICIZIA. Svoltosi a giugno nellimmensa struttura del GETUR di Lignano
Sabbiadoro, nove atleti della palestra di Alano dai 10 ai 12 anni hanno trascorso un fine settimana
allinsegna del gioco-sport e condiviso
con altri judoka provenienti da diverse
palestre. Levento, organizzato dalla societ Judo Sport
Team Treviso, ha raccolto un gruppo di oltre 60 giovanissimi
che si sono divertiti appassionatamente tra Judo, spiaggia,
Acquapark e molto altro.
Sempre al GETUR, a
fine agosto, come ogni
anno
la
federazione
sportiva
nazionale
settore judo (FIJLKAM) organizza un raduno collegiale
internazionale che raccoglie un bacino di 1600 atleti
provenienti da ogni parte del mondo. Questanno, la
concomitanza con i Campionati Mondiali ad Astana
(Kazakistan) ha impedito a diversi componenti della
nazionale italiana e di altri paesi di essere presenti, ma comunque il numero dei praticanti sul tatami stato notevole,
come hanno potuto constatare sei dei nostri atleti di Alano che si sono confrontati in tecnica di randori con i grandi
campioni di judo.
A settembre 2015 sono ripartiti i corsi di Judo nella palestra di Alano di Piave. Le lezioni, tenute dagli istruttori
federali Mauro Vidorin e Marco Pietrobon, si svolgono nei giorni di marted, gioved, venerd e sabato suddivise tra la
fascia pre-agonistica e agonistica/amatoriale. Il primo gruppo comprende i ragazzi tra i 5 e gli 11 anni di et dove viene
svolta prevalentemente attivit ludico-motoria; il secondo gruppo interessa la fascia dai 12 anni in su, et in cui
vengono inseriti i fondamentali dellagonismo e della difesa personale.

A.S.D. JUDO ALANO DI PIAVE | Palestra Comunale in Via Don P. Codemo | Tel. 0439 779457 | Cell. 348 0447706

ATTUALIT

Agrinotizie: il patentino per i fitosanitari


a cura di Oliva De Rui

Tra alcuni giorni, e precisamente dal 26 Novembre 2015, i prodotti fitosanitari utilizzati per la difesa delle piante saranno acquistabili presso i negozi autorizzati solo da chi sar in possesso del cosiddetto Patentino. Prima di questa data il Patentino serviva a chi acquistava prodotti fitosanitari contrassegnati col simbolo T+ oppure T per indicare i prodotti molto tossici o tossici o nocivi. Ora tutti i prodotti fitosanitari (anche quelli utilizzati in agricoltura biologica come
il rame, ecc.) possono essere acquistati ed usati da chi in possesso del certificato di abilitazione allacquisto e alluso
di tutti i prodotti fitosanitari. Anche colui che coltiva per autoconsumo, (es: i 1000 metri quadri di vigneto o un frutteto o
un campo di patate, orto ecc.) se vorr acquistare dei prodotti per difendere le sue colture dalle avversit (funghi: peronospora- ticchiolatura- botrite o insetti: pidocchi- dorifora- tignole ecc. ) dovr frequentare un corso di abilitazione
della durata di 20 ore, al termine del quale ci sar lesame abilitativo. Visto il numero di persone interessate a questo obbligo (hobbysti o professionisti in possesso di partita IVA o chi deve semplicemente rinnovarlo) da valutare
lopportunit di tenere questo corso qui, nei Comuni di Alano o Quero Vas, a due passi da casa. Affinch si possa organizzare servono n 20 adesioni. Questa proposta mi stata suggerita da alcuni produttori e se viene raggiunto il
numero di iscritti interesser la responsabile per la formazione di Coldiretti BL perch si attivi in tal senso.

Per ulteriori informazioni, per quello che posso sapere, telefonate al nr. 3334785555 di De Rui Oliva.

18

CRONACA

avanti
andato avanti
ssalter andato
Umberto
Berto
Cossalter
rto Co
berto Be
Um
Bagatella
di Alessa
Alessandro
ndro Bagatella
di

Berto
scorsoBerto
settembrescorso
13settembre
malattia, ilil 13
lunga malattia,
Comedicono
diconogliglialpini,
alpini,Berto
BertoCossalt
Cossalter,
di 88
88 anni,
anni, andato
andato avanti. Dopo lunga
er, di
Come
nei
pronto
sempre
t,
bonarie
e
ilit
disponib
ha
lasciato
la
sua
famiglia,
parenti,
amici
e
quanti
lo
conobbero
per
sua
disponibilit
e
bonariet,
sempre
pronto
nei
ro
conobbe
lo
ha lasciato la sua famiglia, parenti, amici e quanti
dinel
modo
special
sociale,ininspecial modo nel dinel sociale,
impegno nel
suo impegno
confronti
avevabisogno
bisogno.
NelBasso
Basso Feltrino
Feltrino tutti
tutti lo
lo ricordan
ricordano
o per il suo
. Nel
ti didiaveva
confron
tazioni
manifes
nelle
fila
prima fila nelle manifestazioni
in prima
sempre in
era sempre
sbrigodelle
dellepratiche
pratichedidi pension
pensione
negli uffici
uffici della
della Cgil di Feltre. Berto
Berto era
e negli
sbrigo
Cima
ancheaaCima
Presenteanche
Carpen.
e
nin
dellAnpi,
da
ultimo
portando
un
mazzo
di
fiori
ai
piedi
di
Quero,
Schievenin
e
Carpen.
Presente
Schieve
Quero,
cippi
dei
piedi
ai
fiori
di
mazzo
un
o
dellAnpi, da ultimo portand
tessere.
le
va
distribui
quale
della
zione
Grappa,
si
adoperava
nellorganizzare
i
pranzi
di
ritrovo
dei
soci
Anpi,
associazione
della
quale
distribuiva
le
tessere.
Anpi, associa
Grappa, si adoperava nellorganizzare i pranzi di ritrovo
famigliari.AA
proprifamigliari.
oltre aiai propri
tanti, oltre
Berto
mancher aa tanti,
Berto mancher
nel
solidarizznel
cuisolidarizz
concui
nome
conobberoeecon
quanti loloconobbero
di quanti
nome di
iancondogl
sentitecondoglianpisentite
bisogno,
famigliarilelepi
porgo aiai famigliari
bisogno, porgo
PodelPodallAmicodel
ze.
pubblicatadallAmico
paginapubblicata
Propongo lalapagina
ze. Propongo
cui
in
Turrin,
polo
il
24
settembre,
a
firma
di
Gabriele
Turrin,
in
cui
Gabriele
di
firma
polo il 24 settembre, a
ricordo.
il
one
si
tratteggia
la
figura
di
Berto,
onorandone
il
ricordo.
onorand
Berto,
di
figura
si tratteggia la

Il mercatino

Vendo Pianola elettronica a 350,00 uro


(come nuova, usata pochissimo)
Vendo panca per esercizi a 100,00 uro.
Vendo libri di Geronimo
Stilton a 4,00 uro e a
10,00 uro luno, a
seconda della serie.

Gli interessati possono


contattare Barbara al
347.9675783

19

ATTUALIT

Comune di Quero Vas


Provincia di Belluno

32038 QUERO VAS (BL) Piazza Guglielmo Marconi n. 1 Cod. Fisc. P.I. 01151950258

OGGETTO: P.A.T. QUERO VAS


AVVISO

Poich il P.A.T.I. Setteville, relativo ai Comuni di Quero e Vas, a seguito della fusione degli stessi si muta nel nuovo
P.A.T. Quero-Vas, tenuto conto:
dellavvio della fase di completamento finale dello stesso;
dei tempi intercorsi dallavviso pubblico iniziale (22/01/2008) per proposte e suggerimenti da parte dei cittadini;
con il presente avviso, ai fini del rispetto delle procedure di concertazione e partecipazione previste dalla legge
urbanistica regionale (L.R. 11/2004) si invitano tutti i soggetti interessati (enti, associazioni, privati cittadini) ad
inoltrare al Sindaco, in carta semplice, le eventuali proposte e suggerimenti relativi al nuovo Piano, in particolare:
osservazioni e proponimenti sullo sviluppo urbanistico del territorio o sulle obiettivi e le scelte strategiche da
perseguire anche in riferimento a quelle definite preliminarmente sul Documento Preliminare reperibile sul sito web
del Comune allindirizzo http://www.comune.querovas.bl.it/ alla voce Servizi On Line/regolamenti o allUfficio
Tecnico Comunale;
proposte di ambiti o progetti per lattivazione delle nuove possibilit degli Accordi (secondo la nuova normativa
urbanistica possono essere conclusi accordi con soggetti privati per assumere nella pianificazione proposte di
progetti ed iniziative di rilevante interesse pubblico), del Credito edilizio e della Compensazione;
richiesta di individuazione di attivit produttive artigianali/industriali non localizzate in zona produttiva e gi esistenti
che si propone di mantenere o spostare;
richiesta di individuazione di fabbricati non pi funzionali alla conduzione del fondo agricolo e meritevoli di cambio
di destinazione duso,
cambio di destinazione duso in residenza o in piccole attivit ricettive;
stralcio dalle attuali zone edificabili di aree di propriet sulle quali non si ritiene pi di attivare nuove edificazioni;
richieste e proposte di carattere puntuale non ricadenti nei punti precedenti.
Tali contributi dovranno tener presente che il P.A.T.I., quale strumento di indirizzo strategico da redigere in scala
1:10.000, demanda ad un successivo momento, con il Piano degli Interventi (P.I. in scala catastale 1:2.000) le scelte di
dettaglio e che pertanto le richieste di carattere minore non potranno essere esaminate in questa sede, ma in futuro
allatto della redazione del P.I.. LAmministrazione si riserva di valutare le proposte ed i suggerimenti che verranno
inviati secondo la loro compatibilit alle finalit della Legge Regionale 11/2004 ed agli obiettivi strategici del P.A.T.,
definiti preliminarmente dal citato Documento Preliminare.
Il termine per linvio delle proposte e dei suggerimenti fissato al 21/11/2015; per coloro che avessero inoltrato
richieste a seguito del precedente avviso non ne necessario il reinvio fatto salvo il caso che gli interessati ritengano
di integrarle o di chiederne lo stralcio. Tutte le istanze dovranno contenere obbligatoriamente il nome del richiedente, il
recapito per eventuale necessit di contatti, loggetto dellistanza e la motivazione della medesima: per osservazioni
puntuali o specifiche si dovr allegare la precisa localizzazione catastale dellarea in oggetto con idoneo elaborato
grafico.
IL SINDACO (Ing. Bruno Zanolla)
Tel 0439/781811 fax 0439/787584 E-mail quero.bl@cert.ip-veneto.net

CRONACA

Alice Meneghin,
neo dottore
in medicina
con lode e plauso
Il 21 settembre 2015, presso l'Universit
degli Studi di Padova, Alice Meneghin, di
Alano di Piave, si laureata in Medicina e
Chirurgia con la votazione di 110 e lode
con plauso, titolo della tesi "Studio epidemiologico retrospettivo osservazionale dell'ipotiroidismo subclinico in trattamento con L-tiroxina nella popolazione
pediatrica veneta e italiana nel periodo
2001-2014.
Alice ringrazia per le tante manifestazioni di
stima ed affetto ricevute in questa felice occasione.

20

CRONACA

In ricordo di Maria Moret in Zatta


di Alessandro Bagatella

Ti sei addormentata serenamente per ricongiungerti allamato marito Giovanni. Continua a proteggerci da lass, assieme a tutti i tuoi cari delle tue amate Croci. Il diciotto ottobre scorso si
spenta Maria Moret, vedova Zatta, di anni 95, originaria di Anz e dove ha vissuto i suoi ultimi
anni, assistita amorevolmente dal figlio Plinio e dalla nuora Flavia. Maria Moret, in giovane et,
come tante altre lascia il suo paese tanto adorato, le Croci, per andare a Milano, dove trova lavoro come collaboratrice domestica. Incontr Giovanni Zatta, con il quale convol a nozze. Lui
era soldato e si sposarono in tempo di guerra. Giovanni fu fatto prigioniero e mandato in un
campo di concentramento. Maria doveva badare alla famiglia e con sacrifici si recava alle Croci
per falciare lerba, seminare e raccogliere quel poco che la terra le concedeva. Il marito Giovanni ebbe la fortuna di poter ritornare a casa. Trov lavoro e casa a Feltre, ma mor in giovane et. Maria, per, non era capace di abbandonare
le Croci: erano sempre nella sua mente. In bicletta raggiungeva Sanzan e da l, su per il sentiero, si recava nel suo regno. Mi ricordo di averla incontrata pi volte, con zaino in spalla e scarponi per la salita. Ogni qualvolta mi vedeva su
alle Croci mi offriva un caff o un bicchiere di vino e mi raccontava le dure vicende della sua vita. Dal matrimonio ebbe
un figlio: Plinio, da tutti conosciuto, direttore didattico fino a pochi anni fa, come conosciuta era la nuora Flavia, per tanti anni impiegata del Comune di Alano di Piave. Plinio e Flavia sono sempre stati vicini a Maria e ultimamente, quando
non riusciva pi a camminare, la portavano alle Croci, il suo paese pieno di ricordi, sofferenze e fatiche. Plinio ha scritto un libro, anzi due e lultimo descrive le storie delle Croci, compresa quella di mamma Maria, che invito a leggere.
Ora Maria riposa nel cimitero di Sanzan, ai piedi delle Croci, assieme al marito e a tutti i suoi cari. Al figlio Plinio, alla
nuora Flavia, alle nipoti Ivana ed Elisa, a tutti i parenti le pi sincere condoglianze della redazione.

Ricordando Maria Mondin


di Alessandro Bagatella

Maria Mondin, vedova Luban, di 87 anni, era nata in Prada, da famiglia contadina, quindi conobbe fin da giovane la dura condizione del vivere in montagna. Lavorare quegli appezzamenti di terra le dava appena di che vivere. Quando Maria conobbe Giulio Luban sbocci
lamore che li port al matrimonio, dal quale nacquero 8 figli, i pi vecchi dei quali videro la
luce a Schievenin, dove Maria visse parecchi anni. Si trasfer poi a Cilladon e qui la famiglia
aument di numero. Maria, nonostante la grande famiglia da accudire, non tralasciava mai di
mantenere i pascoli, e si dedicava alla cucina, altra sua grande passione. Tanto vero che
quando il figlio ha aperto il ristorante al Castegner in Cilladon, lei era la cuoca, che preparava in special modo la selvaggina alla maniera nostra. Maria era vedova da parecchi anni, ma
la passione e lattaccamento per il suo amato paese lha spinta a restare nella sua casa di Cilladon, assieme ad un figlio, mentre nelle vicinanze risiedevano altri due. Maria si fatta conoscere da tantissima gente per la sua ospitalit e
generosit. Gli ultimi anni li ha trascorsi in casa di riposo a Quero e, infine, a casa di una figlia. Ai funerali di Maria intervenuta tanta gente per portarle lestremo saluto. Anche il parroco don Alessio lha ricordata come colonna di Cilladon. Ai figli Claudio, Alfio, Egidio, Silvio, Marzio, Mirca, Fany e Ugo le pi sentite condoglianze.

In memoria di Maria Carraro


di Alessandro Bagatella

Maria Carraro, vedova Berton, di 89 anni, era nata a Grumolo delle Abbadesse (Vi) il
30 settembre del 1926 e come tante altre persone veniva in ferie a Santa Maria da
unamica, Noemi Castaldon, casellante del passaggio a livello di Pian del Vento. Qui
conobbe Ferruccio Berton, di Caorera, dove, dopo qualche anno di fidanzamento, si
sposarono. Dal loro matrimonio nacquero quattro figli: Costantino, Angelina, Oriana e
Loris. Maria e Ferruccio gestirono per molti anni a Caorera un bar osteria e una rivendita di generi alimentari, in un paese sempre unito e ben disposto verso la loro famiglia.
Rimasta vedova, Maria per un periodo rimase a casa, accudita dai figli. Poi, considerato lavanzare degli anni e le manifestate necessit della sua persona entrata ospite
della casa di riposo. Ai figli, nuore, generi, nipoti, pronipoti e parenti tutti le pi sentite
condoglianze.

La scomparsa di Luciano Cargnel

Si spento Luciano Cargnel, molto conosciuto in zona per essere stato per molti anni
(fino alla pensione) autista di autobus di linea, prima con gli Autoservizi Baratto di Valdobbiadene e poi con La Marca.
Molto attivo nel volontariato e ben voluto da tutti, per anni aveva collaborato con il Centro Turra di San Vito, aiutava lassociazione Ali disabili di Valdobbiadene, inoltre cantava nella corale della chiesa di San Vito. Il giorno del rito funebre svolto nella chiesa
di San Vito non poteva passare inosservata la bandiera posta sulla bara. Infatti Luciano
era super tifoso Interista e socio fondatore dellInter Club M.Moratti di Fener.
Questo quello che vogliamo ricordare di Luciano, che Sabato 10 Ottobre se ne andato lasciando un vuoto difficilmente colmabile ai propri cari e a tutti coloro che lo hanno
conosciuto.
(Andrea Tolaini)

21

CRONACA

Auser al Caminetto festeggia i nati di Settembre e ottobre

Numeroso il gruppo di festeggiati di questa festa dei compleanni, che ha riunito, il 18 ottobre, nella casa delle
associazioni di Quero i soci nati nei mesi di settembre ed ottobre. Pranzo gustoso e allegra compagnia prima della
tradizionale foto ricordo e della lotteria a scopo benefico. Nello scatto di Michele Remor i festeggiati, da sinistra: Piero
Piccolotto/Ruggero Sbizzera/Silvia Mondin/Alessandra Buttol/Mariangela Fioravanti/Angela Codemo/Giuseppe
Ceccato/Antonietta d'Ambros/Rosanna Perez/Silvana Prosdocimo/Giuliana Sagradin/ /Nadia Menin/ Ottavia Rossa/
Dorinda Vettor/Mauro Mazzocco/Clara Mazzier/Clara Mazzocco/ Gigliola Canzi/Giuseppina Roman/Mirella
Zanetti/Beatrice Mondin/Corona Mondin/Renata Mazzocco)

Foto di gruppo anche per le volontarie che hanno


lavorato ai fornelli ed ai tavoli per assicurare la
buona riuscita della festa.
Nellordine, da sinistra:
Agnese Dalla Piazza/ Annalisa Bertoncin/
Mariangela Fioravanti/ Beatrice Mondin/ Irma
Dalla Piazza/ Corona Mondin/ Anna Maria Dalla
Favera/ Renata Mazzocco/ Gigliola Canzi

22

LETTERE AL TORNADO

Segnalazione di Dorinda Vettor

La nostra abbonata ci teneva a condividere questa


immagine di Papa Francesco, che esprime una profonda
tenerezza. Quando lha vista ha pensato subito al nostro
periodico e ci ha fatto pervenire in redazione il giornale da
cui stata tratta limmagine. Si tratta di un mensile che
racconta della vita delle suore Scolastiche Francescane di
Cristo Re, di cui fa parte la sorella, che coi voti ha preso il
nome di Suor Giampaola, anche se tutti la conoscono come
Suor Paola. Per anni a Fiume Veneto, ora suor Giampaola,
ultima nata di undici figli della famiglia Vettor, vive ed opera
a Faenza, dove coordina il Polo infanzia-Sacro Cuore,
complesso scolastico che ospita tre sezioni di materna e tre
di nido. Attualmente la Scuola dellInfanzia accoglie 84
bambini/e. Bello il messaggio riassunto nel titolo che
accompagna la foto e nel ringraziare Dorinda per la
premura, cogliamo loccasione per conoscere un po di pi
dellordine delle suore cui appartiene la sorella.

Cenni storici
Nel 1864, per iniziativa di monsignor Franc Kosar, quattro suore francescane insegnanti di Graz aprirono una filiale a
Maribor e, nel 1865, fondarono una scuola per fanciulle. Il 13 settembre 1869 la casa si rese autonoma da Graz e
diede vita a una nuova congregazione, detta delle Scolastiche Francescane di Cristo Re: la piccola comunit era
guidata da Margarita Pucher (1844-1901), considerata fondatrice dell'istituto. Nel 1871 aprirono la loro seconda casa a
Kolonija e, nel 1908, iniziarono a espandersi anche fuori dal territorio europeo (in Egitto e negli Stati Uniti d'America).
L'istituto aggregato all'Ordine dei Frati Minori dal 23 aprile del 1904: ha ottenuto il pontificio decreto di lode il 9
maggio del 1922 e le sue costituzioni sono state approvate definitivamente dalla Santa Sede il 31 gennaio del 1931.
Quando, nel 1941, la Jugoslavia venne invasa dalle forze dell'Asse, le comunit della congregazione vennero disperse
e le religiose superstiti si rifugiarono a Roma, dove stabilirono la loro sede generalizia. Attivit e diffusione. Le suore
si dedicano all'istruzione ed educazione cristiana della giovent, sia in scuole proprie che in quelle statali, dove
assumono l'insegnamento della Religione cattolica; organizzano corsi serali di lingua per gli immigrati; operano come
catechiste nelle parrocchie; curano l'animazione liturgica; confezionano paramenti sacri; si dedicano all'assistenza agli
ammalati e agli anziani, sia negli ospedali che nelle case di cura. Sono presenti in Europa (Austria, Bosnia ed
Erzegovina, Croazia, Germania, Italia, Slovenia, Serbia, Svizzera), Africa (Congo, Egitto) e America (Argentina,
Canada, Paraguay, Stati Uniti d'America, Uruguay). La sede generalizia a Grottaferrata. Al 31 dicembre 2005 l'istituto
contava 1.165 religiose in 161 case. Tra i membri pi popolari della congregazione, suor Paola D'Auria, nota per la sua
partecipazione, accanto a Fabio Fazio, alla trasmissione Quelli che il calcio.

CRONACA

50 di matrimonio di
Sergio e Graziella
di Alessandro Bagatella

A Sanzan, il venticinque settembre scorso, i coniugi


Sergio Masocco e Moret Graziella hanno festeggiato,
attorniati dai figli, generi e nipoti, il loro 50
anniversario di matrimonio, rinnovando la promessa
durante il rito religioso officiato da don Firmino.
Cinquantanni vissuti insieme non poco, tra gioie e
dolori, condivisi con amore. Dopo la riconferma del s,
la festa continuata in un ristorante speciale, che ha
accontentato tutti i commensali. Da noi tutti i pi
sinceri auguri e un arrivederci al prossimo traguardo.

Un incontro casuale,
ma molto simpatico
di Alessandro Bagatella

Il mese scorso la nostra abbonata Ada Beppiani, assieme alla sorella e


alla mamma, si sono recate a Refrontolo, nei pressi di Conegliano, a
visitare una famosa villa. Con piacere Ada nota che ci sono anche due
illustri Campioni Italiani: Kristian Ghedina, campione di sci alpinismo, e
Igor Cassina, campione olimpico con medaglia doro alla sbarra (Atene
2004). Le nostre tre hanno affabilmente dialogato con loro e poi i due
atleti hanno accettato con piacere e simpatia linvito a posare per una
foto ricordo, che qui proponiamo ai nostri lettori.
In foto: da sinistra mamma Maria, Kristian Ghedina, Bruna Beppiani,
Igor Cassina e Ada Beppiani.

23

LETTERE AL TORNADO

(M.M.) Riceviamo
questa simpatica
segnalazione dalla
nostra lettrice Maria
Teresa Siragna (in foto),
originaria di Fener, ma
ora residente in altra
parte della provincia.
Ci manda questa bella
pagina della rivista
Quatro Ciacoe, con un
intervento di Luigina
Tavi, che molte volte
abbiamo ospitato nel
nostro periodico, tanto
da considerarla come
nostra collaboratrice.
Alla costruzione della
pagina ha collaborato
anche Maria Teresa,
fornendo a Luigina le
informazioni necessarie
alla sua compilazione
ed ora vuol condividere
con tutti i nostri
abbonati questo
racconto, scritto in
dialetto con la maestria
propria e da noi
conosciuta di Luigina
Tavi.
Grazie Maria Teresa
per il gentile pensiero!

DOTT.SSA ELENA GALIANO


PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA CONSULENTE PROFESSIONALE PSICO-EDUCATIVA
Iscrizione Ordine Psicologi del Veneto nr. 4242 anno 2003

Mi occupo di:
Consulenze professionali psico-educative per promuovere il benessere tra genitori e figli
Sostegno psicologico e psicoterapia per persone adulte
Consulenze nella gestione di patologie legate allinvecchiamento
Indirizzo studio:
Alano di Piave (BL) - Via Moirans en Montagne nr. 11
Contatti:

Tel. 370 7209115


E mail: galiano.elena@libero.it

www.psicologiapsicoterapiagenitorialita.com

24

COME ERAVAMO

Alano 1975, il campionato europeo di regolarit


a cura di Silvio Forcellini
Marco Gatto, titolare dello Jole Bar di Fener, ci ha segnalato un
articolo apparso sullultimo numero di Riders, periodico dedicato alle
due ruote. Larticolo in questione (a sinistra) si riferisce alla prova di
campionato europeo di motoregolarit disputata l 1-2 giugno 1975 ad
Alano di Piave e organizzata dal Moto Club La Marca Trevigiana. Il
centauro immortalato nella foto, scattata dal noto fotografo Walter
Arosio nel parco chiuso allinterno del campo sportivo Valcalcino,
il capitano della squadra azzurra Augusto Taiocchi, una delle
leggende di questo sport. Questo il testo dellarticolo, intitolato La
calma del Capitano:
Alano Piave, 1975. Al Campionato Europeo si ritira la moto al parco
chiuso, gli attimi che precedono la partenza sono carichi di tensione
per quasi tutti i piloti. Non per lui che sembra aspettare un amico
davanti al bar. Con la calma e la sicurezza che sapeva trasmettere
trascin la squadra italiana alle tre vittorie consecutive del Trofeo
mondiale dal 79 all80 e ancora oggi ricordato come Il Capitano. Ad
affidargli questo ruolo fu il ct Daniele Papi e la scelta si rivel perfetta.
Nellambiente lo chiamavano Gusto, gli amici Om (uomo in
bergamasco). Ma il vero nome era Augusto Taiocchi: vinse due
campionati europei, dieci italiani e cinque Valli bergamasche. Sempre
con la maglia delle Fiamme Oro.
La prova del campionato europeo del 1975
fu un qualcosa di eccezionale, sia perch grazie a La Marca Trevigiana - fu la prima gara importante in Italia non organizzata dal
Moto Club Bergamo, sia per la bellezza e la difficolt del percorso (come ci conferm,
molti anni dopo, un altro grandissimo di questo sport, Stefano Passeri, protagonista
invece della prova del campionato europeo del 1985 con parco chiuso al Parco del Piave
di Fener). Tornando al 1975, possiamo parlare dellinizio della stagione doro del
motoregolarismo italiano, che si avviava con i vari Andreini, Andrioletti, Brissoni, Capelli,
Gritti, Miele, Perego Rottigni, Taiocchi, Testori e tanti altri a dominare a lungo negli anni
successivi. E con i campioni irruppero sulle scena le nuove moto: KTM, Puch, SWM,
DKW, Gilera, Fantic, che si imposero presto anche a livello commerciale.
Per loccasione, lamico Gianni Buttol (grande appassionato che vanta anche trascorsi
importanti con le due ruote) ci ha fatto avere alcune belle foto a colori della gara europea
del 1975, oltre ad una - scattata a Possagno negli anni Novanta in occasione di una gara
di moto storiche - in cui ritratto proprio con Taiocchi. Le riproponiamo perch pensiamo che pochi le abbiano viste.

25

ATTUALIT

Al via lAnagrafe Nazionale


della Popolazione Residente

Parte a dicembre la sperimentazione dell'Anagrafe unica


sui primi 26 comuni italiani che fanno parte del gruppo pilota.
Lanagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR) sar attiva per i 2 comuni italiani
di Cesena (FC) e Bagnacavallo (RA) entro dicembre 2015. La migrazione proseguir a
gennaio 2016, con il subentro di altri 24 comuni che gi partecipano, nel gruppo pilota, alla
sperimentazione. I primi 26 comuni coprono su tutto il territorio nazionale una popolazione
di oltre 6,5 milioni di abitanti e rappresentano tutte le diverse tipologie di ente. Sulla base
di questa prima esperienza proseguir la diffusione sui rimanenti comuni italiani con un
programma che si completer entro la fine del 2016. Lobiettivo finale quello di far
confluire in ununica base dati centralizzata a livello nazionale le oltre 8000 attuali banche
dati anagrafiche presenti nei Comuni del territorio italiano, semplificando e ottimizzando il sistema anagrafico comunale. LANPR consentir ai cittadini di effettuare cambi di residenza da qualsiasi comune italiano e di richiedere certificati
anagrafici anche in comuni diversi da quello di residenza, come dettato dal regolamento di anagrafe civile emanato il
18 agosto 2015 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Render possibile il censimento continuo dei cittadini da parte
dellISTAT, eliminando gli onerosi costi dei censimenti periodici. Consentir inoltre alle PA di acquisire informazioni
anagrafiche consultando online la sola banca dati ANPR, evitando cos il mantenimento di onerose banche anagrafiVenerd, 16 Ottobre, 2015 tratto da http://www.agid.gov.it
che per lerogazione dei servizi.

Strumenti e strategie per insegnare con i social"


Corso di formazione per insegnanti, educatori, genitori

Prosegue il percorso di formazione che le Biblioteche dell'Unione Setteville


propongono a insegnanti ed educatori nell'ambito di LEGGERMENTE, progetto
di promozione della lettura condiviso con le Scuole dell'Istituto comprensivo di
Quero. Il percorso iniziato il 6 novembre con il corso "Raccontami una storia"
di Leone Nano (BS) che ha visto la partecipazione di gran parte degli
insegnanti delle scuole locali. Venerd 20 novembre prender invece il via
"Strumenti e strategie per insegnare con i social" condotto da Valentina Tosi
esperta di comunicazione e bibliotecaria referente per i servizi digitali nelle
Biblioteche mantovane. Il corso vuole chiarire e spiegare le teorie dei social e
sperimentare in modo concreto gli strumenti pi usati in questo ambito per
poterli utilizzare nelle attivit didattiche quotidiane, ma il corso potrebbe essere
interessante anche per qualche genitore curioso di sapere di pi sulle risorse che offre il Web e che, usate con
consapevolezza, potrebbero essere utili nel percorso formativo dei ragazzi e degli adulti. Tutte le info in biblioteca!

26

ASTERISCO

Le visite di Gianna Forcellini


Gianna Forcellini (in Rizzotto), invitata dal nipote Alberto
Collavo, volata da Quero a Francoforte a bersi una birra
in barca sul fiume Meno (foto a lato) e a trascorrere le vacanze. Da parecchio non vedeva il nipote, che si trova in
terra teutonica alle dipendenze della Bayer CropScience
come manager ricercatore dedito allo studio delle graminacee infestanti. Dopo gli anni passati a Padova e le esperienze di ricerca e studio condotte anche in Australia, Alber-

to ha colto al volo lopportunit di sviluppare i suoi studi


alle dipendenze di questa grande ditta estera.

191 anni in due!

Dopo questo giro in Germania, Gianna ha ripreso le


consuete frequentazioni e nella foto di destra la vediamo, durante una visita in casa di riposo, assieme a Paola De
Paoli. Entrambe sono originarie di Fener e amiche da una vita. In due sommano la bellezza di 191 anni!

La foto di copertina per Alchechengi - Physalis alkekengi


(M.M.) Foto scattata per un centro tavola allestito in questo inizio autunno, dai caldi colori arancioni. Il nome della pianta fa riferimento allinvolucro che racchiude il frutto. Physalis infatti deriva dal greco e significa bolla o pieno daria. I
suoi nomi popolari sono: palloncini, chichingero, vigenze, lanterne cinesi. Le variet perenni di physalis trovano un loro
utilizzo sia nella bordura mista sia nella parte pi spontanea del giardino. Bisogna tenere presente che di per s non si
tratta di piante particolarmente decorative (anche se il per il portamento leggero pu trovare buone collocazioni). Vanno viste nellottica di dare al giardino una continuit nelle fioriture. Lalchechengi infatti ha lindubbio pregio di sfoggiare
le sue lanterne nel tardo autunno quando il resto del giardino si prepara al riposo invernale. In pi le capsule diventano
sempre pi decorative mano a mano che la stagione avanza, svelando elegantemente la colorata bacca interna. Un ulteriore vantaggio deriva dal fatto che i fusti possono essere facilmente prelevati e fatti seccare. Si possono utilizzare
anche come fiori da taglio o in pot-pourri che dureranno a lungo decorando le nostre case nei mesi invernali. si tratta di
una pianta per lo pi tossica. Infatti lo sono tutte le sue parti, tranne la bacche mature. Il contatto con le foglie pu causare irritazioni e reazioni allergiche. Bisogna quindi prestare la massima attenzione. Bisogna anche notare che il frutto
delle variet perenni da giardino edibile, ma il suo gusto troppo acido per risultare gradevole. Ci che rende queste
piante preziose invece linvolucro a forma di lanterna rosso o arancione che si sviluppa intorno al seme verso la fine
dellestate. Mano a mano che va a disfarsi ci lascer intravedere il seme interno attraverso una delicata rete di nervature. Questa specie viene apprezzata, e soprattutto in passato dai popoli antichi, per le sue diverse propriet medicinali.
Possiede effetti diuretici e di prevenzione contro i calcoli renali, viene anche considerato un buon integratore di vitamina C. Le bacche in particolare essendo commestibili possono essere consumate in vari modi, caramellate o direttamente come sono, con esse possibile anche preparare un ottima confettura che ricorda a tratti il sapore di alcuni frutti di bosco. Le bacche dopo lessiccazione possono essere conservate in salamoia o sottaceto. La pianta possiede
inoltre alcune note propriet, le pi importanti sono: antireumatiche, antiinfiammatorie, antiuriche, depurative.
Notizie tratte da internet

La libreria

del territorio
con sconti e promozioni tutto lanno

Orari libreria: da marted a sabato 9.00-12.30 e 15.00-19.00 - Luned chiuso

SIAMO APERTI ANCHE DOMENICA POMERIGGIO DALLE 15.00 ALLE 19.00

z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL) - Via Quattro Sassi, 4


Tel. 0439.394113 - info@libreriaquattrosass.it

27

MOSTRA

Comunicato stampa 21 ottobre 2015

Inaugurazione della mostra l'Esculapio di Feltre:


dal rinvenimento al restauro

25 ottobre 2015 - 16 ottobre 2016 - Oratorio dell'Annunziata (V. A. Vecellio, Feltre)


Sabato 24 ottobre stata inaugurata la mostra L'Esculapio di Feltre: dal rinvenimento al
restauro, cerimonia che segna il raggiungimento di un primo obiettivo nel progetto
dell'Amministrazione comunale, denominato Feltria, dall'antico nome latino della citt, teso
alla valorizzazione del patrimonio archeologico feltrino. Dopo 41 anni dal suo rinvenimento a
pochi metri dallo spigolo sud-ovest della Cattedrale, la monumentale statua in marmo bianco
greco del dio della medicina (misura 210 cm. di altezza) stata sottoposta a un lungo e
minuzioso restauro nel laboratorio di Diego Malvestio
a Concordia Sagittaria, con la direzione tecnicoscientifica della Soprintendenza Archeologia del
Veneto, e finanziato da Unifarco con art bonus.
L'operazione frutto della stretta collaborazione tra il
Comune di Feltre e la Soprintendenza Archeologia
del Veneto ed stata resa possibile grazie a una
cordata di Associazioni locali (Famiglia Feltrina,
Fondaco per Feltre, Fenice arte cultura turismo
onlus, Lions Feltre Castello di Alboino, Lions Feltre
Host. Rotary Club Feltre, Soroptimist). Lo
straordinario manufatto dell'inizio del II sec. d.C.
ora alloggiato nell'Oratorio dell'Annunziata, in attesa di una definitiva
collocazione al Museo civico di Feltre. L'allestimento curato dall'arch.
Giuliana Zanella e gode della sponsorizzazione tecnica delle ditte Conte Color
di Feltre, Feltrin Legno di Mel, Limana Costruzioni di Mel e Renato Prigol di
Feltre. La mostra e l'intera operazione sono state presentate ufficialmente nel
Teatro "de la Sena" con interventi del sindaco, Paolo Perenzin, della
Soprintendente Archeologica del Veneto Simonetta Bonomi, della funzionaria
di zona della Soprintendenza Maria Cristina Vallicelli, del presidente
Unifarco, Ernesto Riva, del presidente della Famiglia Feltrina, coordinatore
delle associazioni Gianmario Dal Molin e dell'autrice dello studio
sull'Esculapio pubblicato in catalogo, Giuseppina Legrottaglie. L'incontro
stato moderato dal consigliere delegato alla Cultura, Alessandro Del Bianco
che ha seguito personalmente tutta l'operazione.
Sar possibile visitare la mostra sabato e domenica dalle 14.30 alle 16.30. Al
di fuori di questi orari l'esposizione sar visitabile contattando direttamente
l'Associazione "Il Fondaco": tel. 0439/83879. L'ingresso costa 1 Euro. Ingresso
gratuito per: bambini fino a otto anni; giornalisti in possesso del tesserino
professionale; scolaresche di ogni ordine e grado e relativi insegnanti
accompagnatori.

ATTUALIT

RADICI FUTURE: un progetto di valorizzazione


dei luoghi della Grande Guerra come motore di memoria,
di conoscenza, di pace e di scenari futuri.

Radici Future un progetto dell'Unione Sette Ville, sostenuto dalla Regione Veneto, che si sta
sviluppando nel nostro territorio per ripercorrere la storia e la memoria di luoghi, eventi e
persone, perch diventi motore di futuro per i nostri paesi. Nel periodo estivo sono state
intraprese le prime azioni forti con l'attivazione di residenze artistiche in Cartiera a Vas con il
contributo di Dolomiti Contemporanee e il sostegno dell'Associazione La Charta. Le artiste in
residenza hanno lavorato sul tema dell'abbandono e hanno presentato le loro suggestive
installazioni al pubblico in una mostra collettiva Paper weight, inaugurata lo scorso settembre e
ancora visitabile in cartiera. Nel mese di ottobre stata la volta di Fabiano De Martin Topranin
con la presentazione della sua opera A little song, una scultura lignea visibile in Cartiera che
rester ad evocare immagini e pensieri. Il progetto vuole promuovere e valorizzare il territorio anche attraverso la
realizzazione di un itinerario che, ripercorrendo i pi significativi eventi storici legati al primo conflitto, possa diventare
motivo di turismo sostenibile, di riflessione ed elaborazione di idee. In questi giorni Luca Turchetto con i ragazzi del
Plotone Esploratori stanno lavorando al recupero di uno dei sentieri percorsi da Rommel durante il primo
conflitto: il sentiero sar presto segnalato e percorribile. Tutto il lavoro sar presentato a inizio di dicembre con
un evento speciale e con la divulgazione sul web di tutte quelle notizie che, se conosciute, possono far scoprire e
apprezzare il paesaggio, la storia e le tipicit del nostro territorio da noi che lo abitiamo, ma anche da tutti quei
viaggiatori che amano scoprire l'Italia anche nelle sue realt pi piccole. Non perdetevi i prossimi appuntamenti!

28

COME ERAVAMO

Con la slitta in montagna


di Alessandro Bagatella

Questa foto, che qui propongo ai lettori, si sposava perfettamente con


larticolo pubblicato nel numero scorso del nostro periodico nella rubrica dei ricordi di Olivo Andreazza dedicato a settembre in montagna.
Combinazione vuole che in foto sia ritratto Egidio, fratello di Olivo, il
quale in visita a Santa Maria dalla lontana Australia, ha voluto portare
la famosa musa a spalle dalla frazione di Santa Maria fino a Piandeleguna.
Limpresa, con non poca fatica, gli riuscita, assistito dal fratello al seguito con cambio di vestiario.
E stato un suo ultimo desiderio realizzato.
Tornato in Australia, dopo poco tempo deceduto.

Altri tempi
Altri tempi, da un certo punto di vista pi brutti,
ma da un altro sicuramente pi belli, quando il
condividere non era un link e il mi piace
poteva essere non mi piace, ma bisognava
fare
Anche le nostre mamme condividevano, magari
un semplice lavello di legno e le amiche per
erano vere e non virtuali.
Ricordiamo con tanto affetto, in piedi Angelina,
al centro Lina e a sinistra Tranquilla.
Segnalazione di unabbonata di S.Pietro di Barbozza

Cera una mamma

ASTERISCO

Cera una mamma, una madre madrona,


la mano a saetta, la voce che tuona.
Pi che un bambino voleva un soldato
Ma poi crebbe un hippie tutto arruffato.

Cera una mamma ingessata e ingegnera


sinapsi a quadretti, compita ed austera,
ma il figlio non legge ogni giorno i listini
compila gli oroscopi, descrive destini.

Cera una mamma, un po mamma e un po chioccia,


di libert ne lasciava una goccia,
le nacque una bimba paracadutista
adesso una stuntman professionista.

Cera una mamma Bocca di Rosa,


si dice puttana, io dico sciantosa,
il figlio giur per la castit,
un frate trappista, in povert.

Cera una mamma vegana e pittrice,


viveva di tofu col figlio, felice.
quanti bei posti dipingerai?
Ma invece il suo Adolfo guid il Terzo Reich.
Filastrocca del figlio perfetto
Scolpito, pensato come un angioletto
Tu lo volevi un po simile a te
e invece sorpresa! decide da s.

Cera una mamma, una santa, una suora,


conosce lamore, ma il piacere lo ignora,
crebbe un bambino, un chierichetto,
fa il pornoattore, un artista del letto.
Filastrocca del figlio perfetto
Scolpito, pensato come un angioletto
Tu lo volevi un po simile a te
e invece sorpresa! decide da s.

Cera una mamma, femminista di razza,


mutande bruciate e tette gi in piazza,
ma ebbe una figlia, un clone di Barbie
che va da Intimissimi e spende i miliardi.

Filastrocca della mamma imperfetta.


La mamma perfetta un figlio lo accetta.
Enrica Tesio

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

ONORANZE
FUNEBRI

ZD di ZAGO DINO
IMPIANTI ELETTRICI
VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV
DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE

Ci siamo fatti nuovi, abbiamo rinnovato


il negozio, ora c pi spazio al reparto
ferramenta e materiale elettrico, e
abbiamo ampliato il reparto dei casalinghi.

VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA


VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI
VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV) - TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-MAIL: zagodino@hotmail.it
orario apertura negozio: dal luned al venerd: mattina 8.30-12.10 / pomeriggio 15.30-19.00 - (sabato: mattina 8.30-12.30 / pomeriggio: 15.00-18.45 - luned mattina chiuso)

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI CIMITERIALI


TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI - SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

CONSEGNA A DOMICILIO

Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)


Tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini


Prati - Irrigazione - Potature
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com