Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale Anno XXXIV

17.10.2012
Numero

603
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO

Alano celebra i suoi Grandi Artisti - pag. 1 Restaurata la Cappella del Cimitero di Quero - pag. 4 Alano entra nellUnione dei Comuni Setteville - pag. 6 Inaugurati lospedale di comunit e la comunit alloggio - pag. 6/7 Fener saluta don Tiziano - pag. 10/11 DallArgentina ad Alano - pag. 12/13
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 08.10.2012


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

ALMOLIN TODOVERTO
RISTORANTE-PIZZERIA

Per rinnovare la tua casa S.N.C.

di Todoverto Paolo & C.

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL) NOVIT: ABBIGLIAMENTO

Jger sport

BIMBO/A da 0 a 14 anni

SPECIALIT PESCE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

ALANO DI PIAVE

Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 CHIUSO IL LUNED

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

TERMOIDRAULICA

GIERRE
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano; GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

CRONACA

Alano celebra i suoi grandi artisti ricordando Antonio Nani e Teodoro Licini e festeggiando Elvio Meneghetti
Nonostante lora (le cinque del pomeriggio) e la giornata feriale, ci troviamo davvero in tanti, gioved 4 ottobre, in piazza ad Alano, davanti alla casa natale di Teodoro Licini, per assistere allo scoprimento della lapide a lui dedicata in occasione dei cento anni dalla nascita. Dopo un caloroso indirizzo di saluto del sindaco, dott.ssa Serenella Bogana, che ringrazia quanti, in qualsiasi forma, hanno collaborato alla realizzazione della manifestazione, prende la parola Teo Marco Licini, figlio del nostro grande artista, giunto per la circostanza da Fiuggi assieme alla moglie Marina e al figlioletto Matteo. Parlando di suo padre, scomparso quando lui aveva appena tre anni, Teo appare visibilmente commosso, tanto che conclude il suo breve intervento trattenendo a malapena le lacrime tra gli applausi di incoraggiamento dei presenti. Tocca poi al nipotino Matteo scoprire la lapide dedicata al nonno, posta sulla facciata della casa natale; una incombenza assolta con grande seriet e consapevolezza, tanto da meritarsi uno scrosciante battimani. Conclusa la prima parte della cerimonia, dai gradini del municipio vengono presentati i tre artisti alanesi ai quali dedicata la mostra allestita allinterno del municipio: Teodoro Licini dal m Martino Durighello, Antonio Nani da Piero Piccolotto ed Elvio Meneghetti dalla prof.ssa Daniela Todoverto. Subito dopo, nellatrio del palazzo municipale, ha luogo la cerimonia dello scoprimento dei due bassorilievi dedicati ad Antonio Nani e a Teodoro Licini, opera di Meneghetti come la splendida erma in onore di unaltra gloria alanese, lillustre latinista del 1700 Egidio Forcellini autore del Lexicon totius latinitatis, realizzata una ventina di anni fa. Allo scoprimento dei due bellissimi ritratti, accolti da una autentica ovazione da parte dei presenti, provvedono il sindaco e lo stesso autore. Si procede quindi allinaugurazione della mostra allestita nellampia sala consiliare. Come gi accennato, si tratta di una vera e propria collezione delle pi belle opere del m Elvio Meneghetti, e di due esposizioni iconografiche sulla vita e le opere dellincisore Antonio Nani e del pittore Teodoro Licini. Un rinfresco, allestito presso la palestrina adiacente al municipio, conclude la bella serata. A corollario della manifestazione, nei pomeriggi di sabato 6 e domenica 7, grande successo della passeggiata alla ricerca delle opere murali del m Meneghetti, sparse per tutto il paese, sia in luoghi pubblici (come il municipio e la chiesa parrocchiale), sia privati come nei cortili e nelle abitazioni. Un vero godimento per gli occhi e per lanima. Insomma un bel fine settimana trascorso allinsegna dellorgoglio di appartenere ad una piccola patria di uomini grandi. Un ultimo flash per chiudere in bellezza questa relazione, purtroppo molto affrettata per poter arrivare in tempo alla redazione dellospitale Tornado. Nellaccomiatarsi da Teo Marco Licini, figlio di quel Teodoro che gli fu maestro, Elvio Meneghetti gli ha fatto dono di uno dei suoi quadri pi suggestivi, raffigurante proprio la vecchia casa dove era nato suo padre e che ora porta il suo nome inciso nel marmo, come era giusto che fosse. p.p. Le foto di questa pagina: Si parla dei tre artisti festeggiati: da sinistra la prof.ssa Daniela Todoverto, il m Elvio Meneghetti, Teo Marco Licini, il sindaco dott.ssa. Serenella Bogana, Piero Piccolotto e il m Martino Durighello (foto Fulvio Mondin) - Il sindaco presenta alla cittadinanza Teo Marco Licini, figlio di Teodoro, accompagnato dalla moglie Marina e dal figlioletto Matteo (foto Fulvio Mondin) - La cittadinanza ascolta attentamente (foto Pik) - I medaglioni del m Meneghetti, raffiguranti Antonio Nani e Teodoro Licini (foto Pik) - Il quadro donato da Elvio Meneghetti al figlio del suo maestro (foto Pik).

CRONACA

Ricognizione sui programmi per lAmministrazione Bogana


di Sandro Curto
Consueto consiglio comunale di settembre, luned 24, obbligatorio per la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica degli equilibri finanziari che ogni Amministrazione deve compiere annualmente. Largomento stato loccasione per il sindaco Serenella Bogana di compiere una breve panoramica sui progetti e sui lavori ribadendo che, nonostante le ristrettezze economiche, il bilancio rimane in equilibrio e lAmministrazione attenta nella ricerca dei finanziamenti. Sono state inoltre ricordate le collaborazioni del Corpo Forestale, della Protezione Civile e dei privati cittadini nella tutela del territorio. Importante il sostegno dato alla nascita dellospedale di comunit, struttura intermedia fra ospedale e casa che avr la sperimentazione di un anno. Il consigliere Martina Dal Zuffo ha relazionato sugli impegni dellAmministrazione nel sociale, dal sostegno alle famiglie allintegrazione della retta degli anziani in Casa di Riposo, dal trasporto scolastico ai buoni mensa, dai libri di testo allaffitto dei locali per la scuola dellinfanzia, dalle attivit estive alla biblioteca e al museo di Campo. Su questo unico punto la minoranza di Alano Futura (laltra era assente) si astenuta intervenendo con Luigi Codemo che ha riscontrato poco di nuovo in quanto affermato, lamentando inoltre sovrapposizioni nel calendario delle manifestazioni estive e chiedendo lumi sulla sicurezza nel lavoro dei volontari. La seduta si era aperta con la ratifica di una deliberazione di giunta riguardante un contributo dal B.I.M. di 15.000 euro per lacquisto di unautovettura tipo Van; trattasi di un mezzo intermedio fra lauto e gli autocarri esistenti. E stato approvato il regolamento per la disciplina dellI.M.U. senza ritocchi delle tariffe base; stabilita lagevolazione prima casa anche per i residenti in Casa di Riposo e una detrazione per chi ha figli disabili anche oltre i 26 anni. Visto lorganico sottodimensionato e un probabile pensionamento a dicembre, il Consiglio ha modificato il programma triennale delle assunzioni in modo da poter procedere con un concorso per un operaio. Altri punti allordine del giorno lapprovazione delle convenzioni con la stazione unica appaltante della Comunit Montana Feltrina destinata a sostituire il gi esistente servizio appalti associati e di quella per la cooperazione degli enti locali partecipanti allAmbito Territoriale Ottimale Veneto Orientale.

Consiglio comunale di Alano

Alano aderisce allUnione dei Comuni Setteville


di Sandro Curto
Dal 1 ottobre 2012 Alano di Piave entra ufficialmente a far parte, con Quero e Vas, dellUnione dei Comuni del Basso Feltrino denominata Setteville. Lo ha deciso il consiglio comunale convocato in via straordinaria gioved 27 settembre con voto unanime della maggioranza di NuovAlano e con lunico rappresentante delle minoranze presente, Luigi Codemo, che si volutamente assentato al momento del voto. Per il sindaco Serenella Bogana si tratta di una decisione anticipata sui tempi previsti ma necessaria per il miglioramento dei servizi e per un risparmio di costi. Codemo ha dichiarato di esser venuto a conoscenza di queste intenzioni da soli due giorni e di considerare affrettata ladesione vista la situazione generale di grandi cambiamenti, dallipotetica abolizione della Provincia alla sostituzione delle Comunit Montana con le Unioni Montane. In un secondo punto allordine del giorno sono state trasferite allUnione le funzioni di polizia locale, cultura e beni culturali, del campo turistico, del settore sociale e del campo dello sviluppo economico. Lultimo argomento, illustrato dal vicesindaco Spada e approvato allunanimit, riguardava la convenzione per la gestione associata delle funzioni comunali relative allurbanistica e alla gestione del territorio fra i Comuni di Alano di Piave, Quero, Vas e Feltre, il tutto con lintenzione di arrivare ad una uniformit di comportamento, ad una riduzione dei costi e ad una ottimizzazione dei servizi.

Consiglio comunale di Alano

LETTERE AL TORNADO

Alano, che fine ha fatto lassessore Momo?


di Sandro Curto
Allindomani delle elezioni comunali 2011 di Alano era stato presentato come un tecnico di valore, importante per questi cinque anni di Amministrazione Bogana e nominato assessore esterno con deleghe al bilancio e attivit produttive. Parliamo di Eros Momo di Colmirano che, a distanza di poco pi di un anno, si dimesso dallincarico ufficialmente per motivi di lavoro. La notizia passata quasi inosservata se non fosse per uno scarno comunicato in un consiglio comunale con poca presenza di pubblico e per la sparizione del suo nome dal sito internet del Comune di Alano e dalle bacheche sul territorio. Che sia stata sbagliata la valutazione del personaggio o che siano sorti contrasti allinterno della Giunta da portarlo a cos rapide dimissioni? In ogni caso c la soddisfazione di chi, come il sottoscritto, pensa che sia facolt del sindaco nominare assessori esterni alla lista ma che sia poco corretto nei confronti degli elettori farlo dopo il voto.

CRONACA

Anche i comuni del Basso Feltrino contro laccorpamento della provincia di Belluno
di Silvio Forcellini
Lo scorso mese di settembre anche i consigli comunali di Alano, Quero e Vas hanno approvato un ordine del giorno contro la cancellazione della provincia di Belluno e il suo accorpamento a quella di Treviso in base alla decisione del Governo del luglio scorso in merito al riordino delle province: per sopravvivere - stato stabilito - sono necessari una superficie minima (almeno 2.500 chilometri quadrati) o 350.000 abitanti. Questo il testo dellordine del giorno. VALUTATO con molta preoccupazione il grave rischio che - in sede di attuazione di quanto previsto in ordine al riordino delle Province dallart. 17 del D.L. 95/2012, convertito con L. 135/2012, e dalla conseguente Deliberazione del Consiglio dei Ministri del 20 luglio scorso - venga messa in discussione lesistenza della Provincia di Belluno, stante la popolazione inferiore alla soglia dei 350.000 abitanti stabilita dal suddetto atto governativo; SOTTOLINEATO con forza che la nostra Provincia, tenuto anche conto di quanto previsto dagli artt. 5 e 133 della Costituzione, non pu essere modificata in nome di astratti criteri demografici in contrasto con le necessit delle popolazioni locali ivi residenti, che condividono le stesse condizioni di vita in una realt montana e quindi si riconoscono nella Istituzione territoriale autonoma che rappresenta tale condizione comune; CONSIDERATO che in ogni caso il mantenimento dellattuale ambito territoriale provinciale si giustifica ampiamente per le seguenti inoppugnabili ragioni: 1.si tratta d dellunica Provincia italiana, insieme a Sondrio, totalmente montana, con evidenti specificit sia in ordine al rapporto tra territorio (ampio) e popolazione insediata (oggettivamente e di necessit assai pi ridotta rispetto ad aree non montane), sia con riguardo allassetto delle infrastrutture e ai servizi pubblici che ne debbono assicurare vita e collegamenti (come evidenziato anche dai dati e dai parametri del libro bianco sulla montagna, pubblicato nei mesi scorsi, nonch dallordine del giorno accolto come Raccomandazione in Senato in sede 'di conversione dei citato D.L. 95/2012); 2.si tratta di un territorio con peculiari esigenze di autonomia e autogoverno, a maggior ragione perch contiguo con due Regioni speciali, con conseguenti squilibri socio-economici; 3.la Regione del Veneto ha espressamente riconosciuto nel proprio recente statuto la condizione particolare della Provincia di Belluno come ineludibile punto di riferimento istituzionale anche per gli enti locali del territorio (art. 15, comma 5), vincolandosi a rafforzarne lautonomia in una serie di campi significativi, a vario titolo connessi con le esigenze della popolazione residente e la realt transfrontaliera con lAustria, nonch con la presenza di rilevanti minoranze linguistiche; RIVENDICANDO il ruolo che deve essere riservato ai Comuni, in base allart. 133 della Costituzione, per le ipotesi di modifica di territori provinciali; PROPONE ladozione del seguente provvedimento: 1.di sollecitare la Conferenza Regioni-Enti locali del Veneto a tener conto di quanto sopra considerato, esprimendo in conseguenza un parere in sintonia, in cui sia espressamente salvaguardata lesistenza della Provincia di Belluno; 2.di chiedere alla Regione dei Veneto di essere coerente con il proprio Statuto facendo valere il diritto della Provincia di Belluno di non essere accorpata, anche in deroga al criterio demografico indicato dal Consiglio dei Ministri, impegnando in tal senso i Consiglieri regionali bellunesi; 3.di sollecitare il Governo nazionale a provvedere in conformit a quanto qui evidenziato, adeguando o derogando alla propria deliberazione amministrativa del 20 luglio scorso, con impegno dei Parlamentari bellunesi ad appoggiare tale richiesta. Il presente ordine del giorno stato alla fine votato da 64 comuni bellunesi su 69 (non stato approvato solo da Calalzo, Colle Santa Lucia, Livinallongo, San Pietro e Sappada). E stato poi il Comune di Belluno, nella persona del sindaco Jacopo Massaro, a raccogliere le singole delibere dei consigli comunali della provincia per poi trasmetterle al presidente della conferenza permanente Regione - Autonomie locali della Regione Veneto, assessore Roberto Ciambetti. Purtroppo la conferenza permanente, riunitasi luned 1 ottobre, ha decisodi non decidere, deliberando - come ha dichiarato lo stesso Ciambetti - la necessit di non procedere ad un riordino delle province che tale non sarebbe stato e che, con molta probabilit, sarebbe stato vissuto dai cittadini come una sorta di violenza o, comunque, una imposizione ingiustificata. Una non decisione che, di fatto, penalizza la nostra provincia, la cui evidente specificit, sancita anche dallo statuto regionale, stata cos equiparata a quella della provincia di Rovigo. Tale proposta dovr ora essere vagliata dalla Giunta regionale per poi passare in Consiglio e poi, entro lultima settimana di ottobre, inviata al Governo centrale. Se il Governo per la riterr inadeguata, interverr per decreto. Un risultato deludente che dimostra la debolezza del Veneto in questo momento. La scelta di non scegliere segno di mancanza di coraggio, forse frutto della prossimit con scadenze elettorali. Ma di certo non giova a Belluno e alla sua causa. Speriamo ora nella lungimiranza del governo tecnico, ha chiosato uno sconsolato Ennio Vigne, unico rappresentante bellunese allinterno della conferenza Regione Autonomie locali come rappresentante delle Comunit Montane.

ATTUALIT

PARROCCHIA DI QUERO

Restaurata la Cappella del Cimitero


Venerd 26 Ottobre 2012
ore 20,30
Centro Culturale di Quero
Videopresentazione del libro

COMITATO PER RISTRUTTURAZIONE QUERO 13

BIBLIOTECA DI QUERO

COMUNE DI QUERO

Domenica 28 Ottobre 2012


Inaugurazione Cappella dei Sacerdoti

Cse e Ceste
di Alberto Coppe

del Comune di Quero

Storia, arte, architettura dei luoghi sacri

ore 11,00 SANTA MESSA SOLENNE in Cimitero con la partecipazione della Schola Cantorum ore 12,00 Benedizione ed inaugurazione della restaurata Cappella dei Sacerdoti con interventi delle autorit Seguir breve rinfresco per tutti i partecipanti

Evento unico con

- Videoincontro ravvicinato con gli affreschi ed i tesori darte della Chiesa Arcipretale di Quero - Video depoca inedito dedicato alla Comunit di Schievenin - Immagini e cartoline depoca del nostro territorio

TUTTA LA CITTADINANZA INVITATA

LETTERE AL TORNADO

Comune di Alano: la raccolta dellumido


AVVISO A TUTTI I CITTADINI Si ricorda che la raccolta dellumido a far data dal mese di ottobre sar effettuata una sola volta alla settimana e precisamente il MERCOLEDI' su tutto il territorio comunale. Si ricorda inoltre che fatto divieto a chiunque depositare o abbandonare rifiuti fuori dal cassonetto. Eventuali trasgressioni saranno segnalate alle autorit competenti. Si ringrazia per la collaborazione. Alano di Piave, 1 ottobre 2012 IL SINDACO Dott.ssa BOGANA Amalia Serenella

Il commiato da Quero di Francesco Mottola, comandante della locale stazione dei Carabinieri
Dopo 36 anni di effettivo servizio, il 9 ottobre 2012 lascer il servizio attivo e transiter nella grande famiglia dei Carabinieri in congedo. Lascer il comando della Stazione Carabinieri di Quero che reggo da 18 anni, con molto rammarico ma con la rasserenante certezza di non essermi mai sottratto alle responsabilit del mio Ufficio, subordinando tutto me stesso al servizio della Collettivit e sacrificando spesso, a tal fine, anche la mia famiglia. Nellesercizio delle mie funzioni ho sempre cercato di essere imparziale e di operare serenamente, con i migliori intenti e con pienezza di impegno; le ragioni di tutti i possibili errori, che spero non siano stati tanti, vanno ricercati esclusivamente nelle umane limitatezze. E con questa consapevolezza che nellimminenza del mio congedamento rivolgo commosso un cordiale saluto alle Autorit, ai Superiori Gerarchici, ai miei Colleghi ed ai loro collaboratori, agli Amici e a tutti i Cittadini compresi nella competenza territoriale della stazione Carabinieri di Quero (Quero, Alano di Piave e Vas). A tutti un vivo ringraziamento per la collaborazione offertami, per la fiducia e stima che cos generosamente mi sempre stata accordata e formulo a Voi tutti ai vostri collaboratori e Familiari i miei pi sinceri e cordiali saluti ed un augurio di un prospero 2013. Cordialmente Luogotenente Cav. Francesco Mottola

Il Luogotenente Cav. Francesco Mottola ci lascia


I Fanti della Sezione Alano-Quero rendono pubblico il loro affettuoso sentimento di vicinanza al Comandante della Stazione Carabinieri di Quero acquisito negli anni di permanenza sul nostro territorio. Essi riconoscono il suo pregio di essere stato per molti anni tra loro quale garante istituzionale per il bene comune, non mancando alla sua qualificata seriet ed il devoto senso del dovere senza porsi dei preconcetti in delicate decisioni, mostrando equilibrio ed elevata professionalit. Come pure sottolineano lencomiabile esempio confacente al ligio dovere istituzionale, sempre ispirato al buon senso senza mai prevaricare al distinguo professionale. Inoltre hanno colto in Lui quel nobile profilo umano e larguta sensibilit verso linterlocutore, dimostrando elevata saggezza che fa onore alla benemerita Arma dei Carabinieri e a quanti hanno condiviso la sua amicizia. Non meno, stato per i Fanti un punto di riferimento, ispirando fiducia al prosieguo verso i loro fini associativi, i quali ora gli esprimono la benevole gratitudine per la collaborazione e lonorato servizio. Nel congedarsi, gli porgono i pi affettuosi e sinceri voti di fraterna amicizia. Angelo Ceccotto

Il mercatino del Tornado


Vendo chitarra classica, praticamente nuova, con plettro e custodia, a 50. Per informazioni: 340.6781455.

CRONACA

Alano entra nellUnione dei comuni Setteville


di Ivan Dal To

QUERO. La casa di Setteville si allarga e dopo dodici anni dalla sua nascita il Comune di Alano di Piave entra a far parte dellUnione dei comuni del Basso Feltrino. Lingresso nellUnione stato sancito il 29 ottobre nella sala consigliare di Quero con la firma congiunta dei sindaci di Quero, Vas e Alano impressa in calce allatto costitutivo dellente di secondo grado che la settimana scorsa stato modificato e approvato dai rispettivi consigli comunali. Unaggregazione storica, quella di Alano, che in un colpo solo completa laccorpamento dei tre comuni del Basso Feltrino finalizzato ad una razionalizzazione di costi e servizi quanto mai inevitabile in questa fase storica e scongiura il passaggio delle funzioni amministrative alla nascente Unione Montana. Superando i 5 mila residenti lUnione potr infatti continuare a mantenere in loco quelle funzioni che la legge avrebbe altrimenti imposto di gestire in forma associata con altri comuni. Eppure solo pochi giorni fa, Setteville stata vicino al punto di sparire. Nel giro di appena una settimana i comuni del Basso Feltrino riescono, invece, prima ad infilare sul filo di lana un emendamento ad hoc al testo di legge regionale che, istituendo le Unioni Montane, prevede lo scioglimento delle Unioni esistenti (grazie allintervento determinante del consigliere regionale Dario Bond) e subito dopo a precedere la pubblicazione della legge che avrebbe comunque obbligato lUnione ad associare le proprie funzioni con la futura Unione Montana, trovando laccordo di Alano per lingresso nellUnione e producendo a tempo di record tutti gli atti da approvare nei consigli comunali. Eun giorno storico, commenta il presidente dellUnione e sindaco di Vas Andrea Biasiotto. Abbiamo raggiunto la naturale espansione dellUnione che ci permette di potenziare le sinergie. Abbiamo voluto aderire all'Unione - spiega il sindaco di Alano Serenella Bogana - perch in tempi di crisi l'unione fa davvero la forza. Questo passaggio visto come unopportunit per il territorio e i cittadini. Sono felice - ha detto invece il sindaco di Quero Sante Curto - per ladesione di Alano. Allinizio cera scetticismo ma ora lUnione ha messo tutti daccordo. Il vicesindaco Bruno Zanolla si soffermato sullimportanza dellemendamento presentato da Bond in Regione che premia quanto di buono fatto in questi anni. Ho evitato - ha detto il consigliere - che si mettesse fine ad un modello che funziona con efficienza. Un plauso dei presenti quindi giunto ai dipendenti comunali e, in particolare, al segretario Francesco Pucci.

La casa di riposo SantAntonio Abate inaugura lospedale di comunit e la comunit alloggio


di Ivan Dal To ALANO DI PIAVE. Doppio taglio del nastro sabato 29 settembre alla casa di riposo SantAntonio Abate che inaugura ufficialmente lavvio della sperimentazione dellospedale di comunit e lapertura della comunit alloggio presso lex casa Nani. Due fiori allocchiello per una struttura attorno alla quale si attuata una produttiva sinergia fra enti locali, Regione e Usl 2, allinsegna delle esigenze del territorio e del futuro del modello organizzativo sociosanitario. Un futuro che, con lavvio della sperimentazione alanese dellospedale di comunit, il primo nel Veneto e a servizio di tutta lUsl 2, gi realt dalla settimana scorsa con larrivo dei primi otto degenti sui quindici posti letto totali. Sono pazienti che, coerentemente con le linee guida del nuovo piano sanitario regionale, continueranno la degenza ospedaliera in struttura intermedia con notevoli risparmi sui costi ad inalterati standard qualitativi. Con degenze sempre pi brevi negli ospedali, legate alla sola fase acuta della malattia, questo tipo di struttura apre un nuovo orizzonte nella sanit regionale. La filosofia del piano - come spiega il segretario generale per la sanit regionale Domenico Mantoan - non lo smantellamento degli ospedali ma la ridefinizione del sistema portando le cure pi vicine alle famiglie perseguendo fra gli obiettivi lassistenza h 24.Oggi - ha detto il direttore generale

Due nuovi servizi a vantaggio di tutto il territorio

CRONACA

dellUls 2 Bortolo Simoni - inauguriamo un nuovo modello organizzativo che coinvolge lintera rete assistenziale che porter alla specializzazione dei territori permettendo agli ospedali una migliore gestione delle fasi acute. La sperimentazione permetter di monitorare lefficacia della strategia in vista di una messa a sistema delle strutture intermedie. Non possiamo pi permetterci di trasformare gli ospedali in cronicari, ha detto il consigliere regionale Dario Bond, il futuro il potenziamento dei territori a beneficio di tutti i residenti senza dimenticare che un paziente in struttura intermedia costa 60 euro contro i 220 del ricovero ospedaliero.Tutto sta cambiando - ha detto il sindaco di Feltre Paolo Perenzin, in veste di presidente della conferenza dei servizi dellUsl 2 - e bisogna fare di necessit virt. Questa sperimentazione sar importante quanto pi riuscir a mettere a fuoco pregi e criticit. Grande soddisfazione per il parroco di Alano don Alessandro Dal Sasso, per il sindaco Serenella Bogana che ha sottolineato lorgoglio di aver ottenuto la sperimentazione in un territorio dove ci si sente spesso periferia dellImpero e per la direttrice della casa di riposo Alessandra Pilotto che cos ha visto concretizzarsi un progetto che per prima ha caparbiamente portato avanti: Con uno straordinario lavoro di rete abbiamo saputo convertire i limiti del territorio in risorsa ottenendo uno grande risultato in tempi brevissimi.

Nelle foto di Luca Comaron, il taglio del nastro e, a destra, lesterno e linterno della comunit alloggio nellex casa Nani.

ASTERISCO

A grande richiesta, ancora una volta si torna all


PROGRAMMA

E NON SOLO !!!!!

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012


c lopportunit di andare allIKEA di Padova, partendo comodamente in corriera da Quero al prezzo bloccato di soli 9.99 !!!!!!!
ore 8.00 partenza dalla piazza di Quero PUNTUALI !!! Arrivo allIkea di Padova ore 14.30 partenza per il centro Padova (parcheggio vicino a prato della Valle) 4 ore in libert visita autonoma alla citt: Basilica del Santo, Piazza delle Erbe, Piazza dei Signori, Caff Pedrocchi e, se proprio voleteVETRINE !! ore 18.30 partenza per rientro

Per iscrizioni e informazioni rivolgersi ad ANNA BINOTTO 0439 787239 ore pasti o cell. 338 1986519

CRONACA

Ruggero Sbizzera & Piero Loja: i vecchietti terribili della Bocciofila Tegorzo
di Sandro Curto
Si svolta nelle scorse settimane sui campi della Bocciofila Ponte Tegorzo una gara a terne sorteggiate denominata Gli amici delle bocce, organizzata da Armando Gerlin, alla quale hanno partecipato 48 giocatori dei comitati di Belluno, Feltre e Treviso di categoria B e C. Protagonisti indiscussi della manifestazione sono stati i due vecchietti di casa: Ruggero Sbizzera, classe 1929, che con la sua proverbiale flemma ha contribuito alla vittoria della sua terna, e Piero Loja, classe 1931, che con alcune giocate supersoniche ha sconfitto avversari di categoria superiore guadagnando il secondo posto. Questa la classifica finale: 1 Pezz-Pezz-Sbizzera; 2 Dal Bello-LojaVenturin; 3 Busana-Franceschin-Venturin; 4 Fregona-Gallina-Gerlin. Il prossimo appuntamento per la Bocciofila Ponte Tegorzo dovrebbe essere il Memorial Italo Tomasi anche se, al momento di andare in stampa, permangono alcune difficolt finanziarie da superare.

Ciao, Ivo!
di Silvio Forcellini
E cos un altro carissimo amico non c pi. Domenica 30 settembre, dopo un breve ricovero presso lospedale di Feltre, Ivo Balzan ci ha lasciati. Ho avuto la fortuna di conoscere e frequentare Ivo, anche se solo negli ultimi anni: quante risate in compagnia di Aroldo, Nino e di quellincredibile gruppo di pensionati feneresi che quotidianamente animavano lora dellaperitivo, molti dei quali purtroppo non ci sono pi Classe 1925, Ivo poteva apparire a prima vista un uomo burbero ma poi, in compagnia degli amici, si lasciava andare sciogliendosi in un grande sorriso per poi ridere e scherzare assieme Fino allet della meritata pensione aveva lavorato presso la falegnameria e limpresa edile di famiglia, ai Faveri, fondata dal padre Piero. Un artista nel suo campo, preciso e scrupoloso: cos stato definito Ivo da chi ha avuto a che fare con lui in ambito lavorativo. E fintanto che la salute glielo ha permesso, non era raro vederlo calcare nel tempo libero anche le corsie dei bocciodromi della zona. Era inoltre un grandissimo appassionato di ciclismo: non si perdeva una gara in televisione, dal Giro dItalia al Tour de France. Molte le persone che lo hanno accompagnato nel suo ultimo viaggio; tra questi, immancabili, gli Amici del Luned. Alla moglie Tina, al fratello Mario, alla sorella Dina e ai parenti tutti vadano le sentite condoglianze dellintera redazione di questo giornale, di cui era un affezionato lettore. Ciao Ivo, che la terra ti sia lieve!

Aperta a Cornuda la Degusteria dei Sapori


di Silvio Forcellini
Diceva Franois de La Rochefoucauld: Mangiare una necessit, mangiare intelligentemente unarte. Proprio per questo, dallo scorso 22 luglio ha aperto i battenti a Cornuda - in Vicolo Marconi 3, presso la fontana - la Degusteria dei Sapori, dove - per gli appassionati dei sapori veri, quelli di una volta - possibile trovare ogni ben di dio, con possibilit sia di degustazione che di acquisto: prodotti alimentari artigianali italiani dalla pasta allolio, dalle marmellate alle mostarde, dai formaggi al pane, fino ai vini di vitigni autoctoni e alle birre artigianali... Soffermandoci brevemente su quel che possibile assaggiare ai tavolini della Degusteria dei Sapori, come non rimanere imbalsamati, ad esempio, di fronte a un calice di prosecco docg con degustazione di robiola e tarassaco, mozzarella con salsa di pomodori secchi siciliani e fiocco di bufala con pesto al finocchietto... O - come lumile cronista - davanti a un bel piatto di affettati di cinghiale daino e cervo, formaggio alla calendula e formaggio cardamomo A gestire questa Bengodi del gusto Claudia Peruzzo, moglie del querese Massimiliano Andreazza con il quale collabora anche nella gestione del Caff Tegorzo di Fener. Gli orari di apertura della Degusteria dei Sapori sono i seguenti: dal mercoled alla domenica dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00 (e su prenotazione anche fuori orario!). Per ulteriori informazioni contattare il 331-2602698.

10
Festa del patrono San Michele Arcangelo

CRONACA

Fener saluta don Tiziano


di Silvio Forcellini
Domenica 30 settembre, la comunit fenerese si stretta attorno a don Tiziano Piovan per ringraziarlo per i sette anni trascorsi assieme e per salutarlo prima del suo ingresso nella nuova parrocchia della Madonna del Carmine in Montericco, nei pressi di Monselice. E accaduto in occasione della festa del patrono San Michele Arcangelo, organizzata da Parrocchia e Pro Loco di Fener. Queste le parole rivolte a don Tiziano da Giuseppe Siragna, a nome dellintera collettivit: Caro don Tiziano, con grande dispiacere che rivolgiamo lultimo affettuoso saluto e sentito ringraziamento al nostro carissimo parroco che ci lascia dopo che per sette anni ci ha seguito e sostenuto nella vita cristiana della comunit parrocchiale di Fener. Sacerdote umile e devoto, gentile e premuroso, sempre disponibile con tutti e da tutti benvoluto, ci ha fatto crescere, giorno dopo giorno, nella fede e nella carit. E stato per noi importante e piacevole collaborare continuamente con lui in tutti questi anni. Il Consiglio Pastorale e tutta la comunit cristiana di Fener la ringraziano di cuore. La ricorderemo nel Signore e pregheremo che la sostenga nel suo nuovo incarico nella fortunata Parrocchia di Montericco. La ringraziamo ancora con tanto affetto per tutto quello che ha fatto per le nostre comunit di Campo, Fener e Schievenin e per aver dimostrato in prima persona che si pi beati nel dare che nel ricevere.

Don Tiziano, dal canto suo, ha ricambiato il tanto affetto manifestatogli dai presenti, come aveva gi fatto in precedenza con un messaggio alla comunit cristiana di Campo e di Fener pubblicato sullultimo bollettino parrocchiale e che qui riproponiamo a beneficio dei lettori del Tornado:

11

CRONACA

Tanti volti, tante persone a cui dover esprimere i miei sentimenti e dire Grazie!. Grazie per il tempo passato assieme, pieno di progetti realizzati e di realt rimaste desideri da attuare. Grazie per il bene che mi avete voluto, nonostante i miei difetti, i miei limiti. Grazie per la collaborazione che avete dato per il bene della parrocchia e per amore del Signore: ogni piccola cosa donata gratuitamente stata un dono inestimabile anche per me. Tutto questo e tutti voi siete stati un dono proveniente e mandato da Dio, al quale solo devono andare parole di lode e di benedizione. Sappiamo che i nostri inni di ringraziamento non accrescono la sua grandezza, ma ci ottengono la grazia che ci salva. Della sua grazia abbiamo sempre bisogno, soprattutto in questi momenti di distacco da un passato a cui non vorremmo rinunciare e un futuro che ci pu preoccupare. Con lui tutto diventa possibile e le svolte della vita motivo di crescita. Dio non turba mai la gioia dei suoi figli se non per procurarne una di pi grande (Manzoni). Siamo allora invitati e spinti dallamore di Dio a guardare avanti e a costruire il futuro: io in una nuova parrocchia, voi nellunit pastorale tra le diverse comunit. E un futuro che ancora non ci appartiene, ma che si aprir un po alla volta man mano che percorreremo con pazienza, con amore il presente di ogni giorno. Il Signore mantenga accesa in noi la luce della speranza, approfondisca le radici della nostra fede, faccia ardere il fuoco del suo amore che dilatandosi attorno a noi riscaldi ogni momento dei nostro pellegrinaggio. Ancora e sempre: Grazie, Signore!. E in occasione della festa di San Michele Arcangelo non mancata, da parte di don Tiziano, una citazione particolare per i coniugi Siragna, Giuseppe e Giuliana, e per la loro instancabile opera a favore della comunit parrocchiale fenerese. Da parte sua, la Pro Loco di Fener guidata da Lorenza Segato ha voluto fare, nella circostanza, le cose in grande. E, pertanto, dapprima si esibita la Banda Cittadina di Alano, poi - tra una portata e laltra del pranzo comunitario - stata la volta del duo comico Francofabrica che ha proposto un esilante e applaudito spettacolo di cabaret e musica dal vivo che ha coinvolto tutti i convenuti. Presentato anche un improbabile sostituto di don Tiziano, giunto direttamente dagli Stati Uniti dAmerica ma presto smascherato non appena prodottosi in un innoal dio Bacco! Ottimo e abbondante il pranzo (che la Pro Loco ha offerto, come di consueto, agli ultrasettantenni del paese): il men prevedeva pasticcio e roast-beef provenienti dalla cucina del rinomato ristorante Prada di Schievenin, al resto ha pensato laffiatato staff della Pro Loco di Fener, ormai rodatissimo. Ha chiuso la giornata la tradizionale lotteria, con oltre 100 premi in palio e quasi 800 biglietti venduti, un record. Daltronde, oltre 100 sono stati gli intervenuti alla festa, tra i quali, gradito ospite, anche il sindaco di Alano Serenella Bogana. Don Tiziano dunque lascia Fener dopo sette anni (dove aveva fatto il suo ingresso il 15 ottobre 2005, mentre a Campo era giunto il 3 marzo 2002). E lascia, nella comunit, un bellissimo ricordo. Mancher a molti, se non a tutti. Per la sua disponibilit, per la sua capacit di ascolto, per la sua simpatia, per la sua umilt Dal Tornado, di cui - come ci ha confidato - continuer ad essere assiduo lettore, vadano a don Tiziano i migliori auguri per questa sua nuova esperienza pastorale.

(foto di Silvio Forcellini)

La Pro Loco di Fener ringrazia


di Silvio Forcellini
La presidente della Pro Loco di Fener ringrazia, tramite il Tornado, tutte le ditte che hanno contribuito alla buona riuscita della festa di San Michele: gli sponsor Bottin Autoriparazioni di Quero, Jole Bar di Fener, Roberto Martinazzo (distributore Esso di Fener), Ortofrutta F.lli Borgato di Fener, Perenz di Quero e Schievenin Fiori di Fener e, per i premi della lotteria, Alimentari Putton Gabriele di Fener, Vivaio Mavio Bortolin di San Vito, Fioreria Della Bianca di Quero, F.lli Giotto di Fener, Garden Valcavasia di Cavaso, Vivaio Luigi Guidolin di Crocetta, Lampe di Fener e Perenz di Quero, senza dimenticare i tanti privati che hanno offerto svariati oggetti da mettere in palio. Lorenza Segato ringrazia in particolar modo tutti i collaboratori della Pro Loco di Fener e tutti coloro che hanno favorito il pieno successo della festa. Ringrazia infine i numerosi partecipanti e, augurandosi che si siano divertiti, d loro un arrivederci allanno prossimo.

Novit alla Gelateria Due Valli di Fener


di Silvio Forcellini
La Gelateria Due Valli di Fener informa che, da sabato 6 ottobre, sono in vendita pasticcini, semifreddi e torte (su prenotazione) provenienti dalla rinomata pasticceria da Maria Rosa di Bigolino. Comunica inoltre i nuovi orari di apertura: dal marted al gioved dalle ore 7.00 alle ore 22.30; dal venerd alla domenica dalle ore 7.00 alle ore 24.00. Giornata di chiusura: sempre il luned. Per informazioni o prenotazioni contattare il 328.2152835.

12

LETTERE AL TORNADO

In visita per la 2 volta ad Alano di Piave


Paese natale del nonno Umberto Carelle
Nella primavera del 2009, e precisamente il sei aprile, arrivava ad Alano di Piave Rodolfo Alvarez con la moglie Nely e la figlia Vanessa. Alcuni parenti, sentiti e conosciuti via e-mail, erano andati a Venezia a riceverli. Rodolfo era particolarmente emozionato per essere giunto nel paese dal quale il nonno Umberto Carelle era emigrato con la giovane famiglia verso lArgentina nel 1925. Al suo arrivo, nel 2009, non si aspettava certo di trovare moltissimi parenti ad aspettarlo in Municipio dove lo avevano accolto ufficialmente il Sindaco Fabio Dal Canton ed i rappresentanti di Alano degli ex Emigranti Bellunesi. (foto a lato) Nelloccasione gli era stato consegnato il certificato di nascita della mamma Carelle Imelda, figlia di Umberto, nata ad Alano nel 1920. Era poi seguita una cena durante la quale una sessantina di parenti lo attorniava con domande e con foto di un tempo. Il giorno successivo aveva voluto vedere i luoghi dove erano nati i nonni. E cos a Campo di Alano, presso la casa dove era nato il nonno Umberto Carelle il 22.05.1892, (in foto: Rodolfo, Nely e Vanessa) aveva estratto dalla tasca un sacchettino di plastica per porvi la terra raccolta nel piccolo orto ed a Caorera di Vas, presso labitazione dove era nata la nonna Angela Dorz nel 1896, aveva mimato con enfasi la richiesta di matrimonio fatta da Umberto ad Angela. La sua emozione per fu massima, e non aveva potuto trattenere le lacrime, durante la visita al Museo Storico della Grande Guerra con annessa sezione sullemigrazione, che si trova a Campo di Alano. Il nonno Umberto aveva combattuto durante la Prima Guerra Mondiale ed aveva fatto parte del 7 Reggimento Alpini Battaglione Belluno. In quel momento Rodolfo ricord il Decreto con il quale il nonno era stato insignito della croce di guerra al valore militare e la medaglia con la quale era stato autorizzato a fregiarsi. E subito l decise: quelle onorificenze che prima il nonno e poi lui cos gelosamente avevano custodito, le avrebbe donate la Museo di Campo, sede veramente idonea e degna per la loro esposizione e custodia. Rodolfo, Nely e Vanessa se nerano poi tornati in Argentina con il cuore gonfio per le tante emozioni avute. I pochi giorni trascorsi in Alano incisero cos profondamente lanimo di Rodolfo che egli ha deciso di ritornare con la moglie Nely nei primi giorni del prossimo mese di novembre e di consegnare al Museo le preziose onorificenze possedute dal nonno per il valore dimostrato durante la prima guerra mondiale. Vogliono rivedere bene il Museo della Grande Guerra ma anche la suggestiva sezione dedicata allemigrazione. Rodolfo ha voluto far conoscere meglio il nonno, che ha stimato tantissimo, facendo pervenire ai parenti via e-mail una memoria sui fatti pi importanti della sua vita. Ha trasmesso pure copia del decreto di conferimento della croce di guerra al valore militare ed un articolo apparso su un giornale locale argentino che parla del nonno. Umberto Carelle era il settimo di otto figli, nato a Campo di Alano da Luigi Carelle (08.06.1851) e Angela dalla Piazza (13.07.1853). Altri due suoi fratelli combatterono durante la Grande Guerra ed Angelo, fratello maggiore, ne rimase ucciso. Umberto si contraddistinse, come riportato nel decreto del Ministero della Guerra, datato 1922, quale Coraggioso portaordini, instancabile portatore di munizioni, compiva pericolosi servizi di collegamento e di rifornimento. Attraversava calmo e con ardimento, ripetute volte, zone battute dallavversario. Riusc anche a strappare al nemico tedesco un ufficiale italiano nascondendolo sotto un mucchio di fieno. Lo stesso ufficiale si offr poi di essere testimone alle sue nozze. Cos avvenne nel 1919, quando Umberto spos Angela Dorz nella

DallArgentina Rodolfo Alvarez


a

13

LETTERE AL TORNADO

chiesa parrocchiale di Campo di Alano. Lufficiale gli fece dono di un orologio Reloj Longines con catena dargento, che Rodolfo conserva ancora a ricordo del nonno. Nel 1920 nacque la prima figlia Imelda a Campo di Alano. Nel 1925 Umberto e Angela emigrarono in Argentina. Soggiornarono inizialmente presso il cugino Tessaro Carlos nella localit di Mataderos, Buenos Aires, in attesa di trovare una sistemazione. Mesi dopo iniziarono a lavorare in una fattoria, Umberto lavorava nei campi ed Angela faceva la cuoca. Dopo cinque anni di sforzi poterono costruire il famoso ed unico emporio della zona di merce varia El descanso (vedi foto a lato), dove crebbe la sua famiglia composta di tre figli: Imelda, Alfea ed Oscar. Il negozio ora continua a funzionare grazie allattivit di Beatrice Carelle, figlia di Oscar e nipote di Umberto. Umberto muore nel 1967 nella stessa azienda dove aveva trascorso tutti i suoi anni di lavoro e di vita con la famiglia in Argentina. Nellarticolo del giornale argentino, in lingua italiana trasmesso da Rodolfo, il giornalista Italo Pellegrini racconta lavventura capitatagli mentre, con il pilota Villagra, sorvolava con un piper la pampa argentina. Avevano dovuto effettuare un atterraggio di fortuna lungo una strada deserta e si erano trovati vicino ad una casa dove stava scritto Negozio il riposo ed avevano incontrato Umberto Carelle che felicissimo aveva loro detto: Si che sono italiano. Del Piave e con molto piacere e tanto orgoglio li aveva ospitati per la notte. Sulla parete dellabitazione vi erano due documenti incorniciati: erano le attestazioni di valore e la medaglia conferita per meriti durante la Grande Guerra.

I parenti che in questi ultimi mesi hanno avuto contatti con Rodolfo, aiutati da Antonio Spada di Alano che ben conosce lo spagnolo, sanno che la consegna degli attestati concessi al nonno Umberto Carelle sar il momento pi atteso della sua prossima visita. A tale proposito sono stati interessati il Sindaco di Alano dott.ssa Serenella Bogana, gli Amici del Museo, i gestori dello stesso, i Bellunesi nel Mondo e gli ex emigranti di Alano (in foto), gli Alpini e i Fanti che con entusiasmo hanno accolto la volont di Rodolfo di donare le onorificenze suddette al Museo di Campo di Alano.

In questi giorni le sorelle De Paoli stanno avvisando i parenti che desiderano incontrare Rodolfo. In considerazione dellelevato numero possibile che qualcuno, involontariamente, non venga raggiunto dalla comunicazione. Cos domenica 4 novembre 2012, verso mezzogiorno, presso il suddetto Museo ci sar una breve cerimonia con la partecipazione delle autorit, dei parenti e di tutti coloro che vi vorranno partecipare.
Siamo sicuri che per Rodolfo e la moglie sar quello un momento magico che mai pi dimenticheranno. Rodolfo avr reso lonore dovuto allamatissimo nonno Umberto Carelle.

Chi fosse interessato a partecipare al pranzo con Rodolfo, domenica 04.11.2012, presso il dare il proprio nominativo a:
Paola (0439 779567) o Flavia (0439 2498)

ristorante Al Molin di Alano, dopo la cerimonia al Museo, invitato a

entro il 25.10.2012.

Flavia e Paola De Paoli

14

LETTERE AL TORNADO

Palestra Comunale di Alano di Piave


Corsi 2012 / 2013

Ginnastica Ritmica

Ginnastica di Mantenimento

Pallavolo

Scuola Calcio

Judo

Karat
Ginnastica Ritmica Mantenimento Scuola Calcio ZUMBA tness Judo Karat Gioco-Sport Pallavolo Presciistica

Gioco-Sport

Presciistica

LUNED e MERCOLED. Dai 5-9/10 anni 17:15-18:15. Dai 10/11-13 anni 16:45-17:45. LUNED e MERCOLED dalle 18:15 alle 19:15. GIOVED dalle 17:00 alle 18.30 LUNED e MERCOLED dalle 20:30 alle 21:30. SABATO dalle 14:30 alle 15:30 e dalle 18:00 alle 19:00. MAR 19:15-20:30. GIO 18:30-20:30. VEN 19:30-21:00. SAB 10:00-12:00. MARTED 18:00-19:00. VENERD 18:00-19:30. VENERD dalle 15:00 alle 16:30. Dai 6 ai 12 anni. MARTED e VENERD dalle 16:30 alle 18:00. Dai 6 ai 10 anni. MARTED e GIOVED dalle 19:30 alle 21:00.

Palestra Comunale di Alano di Piave | Via Don Pietro Codemo | 345.2920974 | matteo.prosdocimo@gmail.com

15

LETTERE AL TORNADO

Men
Sfogliatina ripiena di radicchio di Treviso e ricotta Carpaccio di carne salata con rucola e scaglie di grana Insalata esotica Risotto al radicchio di Treviso Lasagne al forno Filettino al pepe verde Contorni misti Gelato con salsa ai frutti di bosco oppure sfogliatina con crema chantilly (a scelta) Caff Acqua e vino della casa
Ospite d'onore: Giancarlo Padovan telegiornalista di "Sport Italia" e vice capo redattore del quotidiano "Pubblico".

INTER - SAMPDORIA
prenotazioni entro e non oltre il 14 Ottobre, prezzo 70,00 socio senior e 55,00 socio junior Le quote comprendono: pullman, biglietto 2 anello rosso/arancio e assicurazione info: www.interclubfener.it

INTER CLUB Massimo Morattidi FENER

Mercoled 31 Ottobre ore 20.45

VENERDI' 9 NOVEMBRE
"CASTAGNATA NEROAZZURRA"
Non mancate!!!

BAR PIAVE a Carpen di Quero

presso la sezione collegata del

ORE 20

16
ASSOCIAZIONE FELTRINA DONATORI VOLONTARI DI SANGUE
LE SEZIONI DI

ALANO DI PIAVE, QUERO,

GITA AL MERCATINO DI NATALE DI BRESSANONE E BRUNICO

Organizzano per donatori di sangue, familiari e simpatizzanti tutti

MARZIAI-CAORERA-VAS

DOMENICA 2 DICEMBRE 2012


Programma:
Partenza con pulman della ditta Baratto:

dalla piazza di Alano. ore 6,10 dalla piazza di Quero .. ore 6,20 dalla piazza di Vas ore 6,25

Breve sosta lungo il percorso di andata in autostrada. Ore 10.00 circa: arrivo a BRESSANONE. Visita libera al mercatino e alla citt. Ore 11.45: pranzo presso un hotel di Bressanone Ore 13.30 circa: si prosegue fino a Brunico. Arrivo verso le ore 14.00. Visita libera al mercatino e alla citt. Ore 17.15: partenza da Brunico per il rientro con sosta lungo il percorso con arrivo ai luoghi di partenza alle ore 21.00 circa.

Quota di iscrizione 50,00 da versare allatto delliscrizione entro

SABATO 17 NOVEMBRE 2012

La quota comprende: viaggio in pulmann; pranzo con bevande in hotel assicurazione medico - bagaglio Men: Buffet di insalata Antipasto: speck guarnito Bis di primi: ravioli tirolesi, maccheroni pastora Secondo:Arrosto di maiale con riso, verdura Dessert Vino, acqua e caff

La quota non comprende: bevande e cibi durante le soste ed extra men - tutto quanto non menzionato nella quota comprende

Per mancata partecipazione la quota di iscrizione (euro 50,00) sar restituita solo in presenza di sostituzione

Iscrizioni: Alano: Spada Serena c/o Cartolibreria (tel. 0439.779623),

Zatta Stefano (tel. 0439.779278), Quero: Susanetto Silvano tel. 0439.787592; Cartolibreria Schievenin Albertina - Via XXXI Ottobre tel. 0439.787012 Marziai-Caorera-Vas: D'Orazio Annita (tel. 0439.788124) Tieppo Paola (tel. 0439.789111)

ORGANIZZAZIONE TECNICA PIAZZA TIZIANO VIAGGI SRL PIEVE DI CADORE

I POSTI A SEDERE IN PULLMAN VERRANNO ASSEGNATI IN BASE ALLORDINE DI ISCRIZIONE.

17

PUTTON GABRIELE
YOGURT MLLER gr. 150 ass. SOTTILETTE CRAFT LE CREMOSE SFOGLIAVELO RANA gr. 125 ass. WRSTEL NEGRONI GOLOSINO

Alimentari

Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL) Tel. 0439 789388

E 0,49 E 1,45 E 1,00

E 0,60 E 5,98 E 1,98

FILETTI DI PLATESSA FINDUS gr. 400 CONTORNO LEGGEREZZA gr. 450 OROGEL

MINESTRONE LEGGEREZZA gr. 750 OROGEL SOLE E 1,96 OLIO EXTRA VERGINE FARCH. IL CASOLARE GREZZO lt. 1 OLIO FRIX DAVID lt. 1 PASTA JOLLY ass. gr. 500 ROLL GUSPARO ass. gr. 250 CAFF LAVAZZA ORO gr. 250 FRISKIES CROCCANTINI ass. gr. 400 SPIC/SPAN PIATTI ass. lt. 1,25 E 4,95 E 1,58 E 0,58 E 0,62 E 3,49 E 1,00 E 1,00 E 1,88 E 0,35 E 1,89 E 1,68 E 1,35

CARTA IGIENICA SCOTTEX MAXI ROTOLI pz. 4 ACQUA PANNA NATURALE lt. 1,5 FANTA ARANCIO BIPACK 2x1,5 PEPSI COLA BIPACK 2x1,5 VINO TAVERNELLO ass. lt. 1

OGNI LUNED MATTINA OGNI 20 EURO SCONTRINO UNICO IN OMAGGIO UN PACCO DI PASTA BARILLA A SCELTA DA 500 gr.

18

Biblioteca Unione Sette Ville - Comuni di Quero e Vas SPETTACOLI Sabato 20 ottobre ore 20,45 Centro Culturale di Quero LIBRI Mercoled 24 ottobre ore 20,45 Centro Culturale di Quero Adriano Magnanini e Vincenzo Filetti
presentano

Compagnia NESSUNDORMA Liceo Vittorino da Feltre

PROGETTO MENTE
letture sullintelligenza emotiva e giochi sulla comunicazione secondo la PNL
(programmazione neurolinguistica)
con la collaborazione dei lettori delle Farine Fossili

presenta la commedia

LA PACE E LA MARMELLATA
Lo spettacolo una continua alternanza tra le due opere, "La pace" di Aristofane e "La bambola abbandonata" di Strehler, che si fondono in unico spazio-tempo divertente e divertito, che con il sorriso fa riflettere su concetti quali la democrazia, la partecipazione, privilegi-diritti. ___________________________________

Ingresso offerta libera

Sabato 27 ottobre ore 20,45 Centro Culturale di Quero

Questo libro un saggio dedicato a tutti coloro che desiderano accrescere il proprio benessere psicofisico, che vogliono imparare a gestire le loro emozioni, che vogliono intraprendere un viaggio speciale ed avventuroso nel campo della ricerca personale e dellaccrescimento delle proprie risorse. Il lettore potr conseguire quel bene prezioso che la libert interiore, la libert dalle proprie limitazioni, la libert dal giudizio degli altri, la libert dalle dipendenze che frenano la crescita personale e dalle catene degli schemi negativi di interpretazione della realt.
Adriano Magnanini, autore del saggio Progetto Mente (con sottotitolo Educazione allintelligenza emotiva), ingegnere, laureato a Padova, libero professionista, per ventanni docente di Scuola media Superiore, da trentanni studioso e appassionato ricercatore autodidatta nel campo della filosofia, della psicologia e dello sviluppo delle risorse umane. In particolare ha studiato ed ha effettuato ricerca e sperimentazione personale nel campo del funzionamento della mente, ricerca che dura tuttora in un continuo aggiornamento da fonti sia europee che americane. Vincenzo Filetti, conduttore di laboratori di PNL e coaching relazionale, formatosi presso scuola di terapia sistemico relazionale riconosciuta MIUR e in USA presso central Connecticut State University

Azahar scuola di danze orientali

__________________________________

presenta

LA SOFFITTA DI ZAGARA
Spettacolo di teatro e danza in una storia di Folletti, Fate, Maghi, Amazzoni e ...
POSTI LIMITATI si consiglia prenotazione tel. 349 4579088

Storia, arte, architettura dei luoghi sacri


Iniziativa proposta in prossimit inaugurazione restauro cappella del cimitero di domenica 28 ottobre

CSE E CESTE DEL COMUNE DI QUERO


di Alberto Coppe

Venerd 26 ottobre ore 20,30 Centro Culturale di Quero Videopresentazione del libro

Ingresso libero

19

ATTUALIT

CENTRO TERRITORIALE PERMANENTE PER LISTRUZIONE E LA FORMAZIONE IN ETA ADULTA


Istituto Comprensivo di Quero, Via Nazionale 35/b 32032 Quero (BL) Tel: 0439/787111 Fax: 0439/787851 blic81300d@istruzione.it www.icquero.it/ctp

Ministero della Pubblica Istruzione

INFORMATICA INTRODUCTION - CORSO BASE


INTRODUZIONE AI MODULI 1,2,3,4,6,7 ECDL durata 14 ore, 7 lezioni serali
SEDE DI QUERO I.C. QUERO Scuola Media Quero (BL) Via Nazionale, 35/b mercoled 19,30-21,30 gioved 19,00-21,00 Quero Feltre 25 ott. 25 ott. 31 ott. 30 ott. 07-08 nov. 06-08 nov. 14 nov. 13 nov. 15 nov. 15 nov. 21 nov. 20 nov. SEDE DI FELTRE Istituto tecnico per geometri - FORCELLINI Feltre (BL) - Via Colombo, 18 marted e gioved 18,30 - 20,30 Modulo (rif. ECDL) 1. Tecnologie dellinformazione 2. Funzioni base e sistema operativo 3. Videoscrittura 4. Foglio di calcolo 5. Strumenti di presentazione 7. Internet e posta elettronica

A.S. 20012/2013

PER INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI


Segreteria CTP presso I.C. Quero Via Nazionale 35b, tel. 0439 787111 Dal luned al venerd dalle ore 8.00 alle ore 13.00

Inizio lezioni 25 ottobre 2012

Agraria MARCHI
LEGNA DA ARDERE TRONCHETTI - CARBONE - ACCENDIFUOCO PELLETS CERTIFICATI VARI TIPI CUCCE IN LEGNO PER CANI VARIE MISURE MANGIME CANI E GATTI IN OFFERTA
Chiuso il Mercoled pomeriggio
Zona Industriale, 68 - PEDEROBBA (TV) - Tel. e Fax

0423 688902

20

CALCIO

Piave Tegorzo buon avvio: quinto posto in campionato e passaggio del turno in coppa
E iniziata bene la stagione calcistica della Piave Tegorzo che nelle prime quattro giornate di campionato riuscita ad ottenere due vittorie ed altrettante sconfitte (ma contro due pretendenti al titolo finale) e a centrare il passaggio del turno in Coppa Veneto eliminando addirittura il Valdosport. Un buon inizio per la squadra del Presidente Flavio Prosdocimo il cui obiettivo principale resta una salvezza da raggiungere il pi presto possibile per poi eventualmente giocarsi le sua chances. La conduzione tecnica della squadra, allestita con perizia dal Direttore Sportivo Sandro Mozzelin, stata affidata al valdobbiadenese Gianmaria Zanin e conta la seguente rosa: portieri Marco Gosetto e Daniele Minute; difensori Antonio Casillo, Daniele Codemo, Luciano Dal Molin, Pierantonio Facchin, Andrea Follador Loris Gregolon, Luca Mazzocco, Manuele Polloni, Enrico Sacco e Luca Zambon; centrocampisti Diego Codemo, Antonio Frare, Gianmaria Gallina, Mirco Schievenin, Andrea Scopel, Paolo Scopel, Tiziano Tessaro e Davide Vaglica; attaccanti Alberto Cervo, Mattia Dal Col, Sergio Muraru e Christian St. Partite Campionato: 1a giornata: Aurora Piave Tegorzo 2a giornata: Piave Tegorzo Lamonese 3a giornata: Virus Sernaglia QDP Piave Tegorzo 4a giornata: Piave Tegorzo Valdosport 1 a 3 (Scopel A. 2 Muraru) 2 a 1 (Muraru 2) 3a0 0a3

Calcio - Seconda Categoria

Classifica campionato dopo 4a giornata: Valdosport 12, Riese Vall 10, Virus Sernaglia QDP 8, Eagles Pedemontana 7, Piave Tegorzo Barbisano Bessica Fulgor Trevignano Campese 6, Vidor 5, 28, Aurora S. Giuseppe Giovanile Ezzelina - Spineda 4, Lamonese Lentiai 3, Montello 1. Partite Coppa Veneto Girone 60: 1a giornata: Lamonese Piave Tegorzo 2a giornata: Piave Tegorzo Vidor 3a giornata: Piave Tegorzo Valdosport Classifica finale Girone 60: Piave Tegorzo 7, Valdosport 4, Vidor 3, Lamonese 2. 2 a 2 (Muraru 2) 3 a 2 (Muraru 2 Dal Col) 1 a 0 (Muraru)

A.S.D. SoccerGiovanileAssociato: iniziati i corsi di calcio per Pulcini e Piccoli Amici


Dal mese di ottobre 2012 sono iniziati corsi di calcio e attivit motoria per i Pulcini (i nati negli anni 2002-2003-2004) e per i Piccoli Amici (i nati negli anni 2005-2006-2007) organizzati dal SoccerGiovanileAssociato in collaborazione con le societ calcistiche locali SP Calcio 2005 e Piave Tegorzo. Dopo le attivit gratuite effettuate allaperto nel mese di settembre sui campi sportivi di Colmirano di Alano di Piave e di Covolo di Pederobba ora con il mese di ottobre lattivit, che durer fino a giugno 2013, stata definita come sotto riportato. Per la categoria Pulcini gli allenamenti verranno effettuati sul campo sportivo di Covolo di Pederobba (anni 2002-2003) e sul campo sportivo di Onigo di Pederobba (anni 2004) il luned ed il gioved dalle ore 17:30 alle ore 19 mentre per le partite che si giocano il mercoled sera o il sabato pomeriggio verranno utilizzati i campi sportivi di Covolo, Onigo e Colmirano. Le varie squadre saranno seguite da un pool di istruttori, coordinati dal punto di vista tecnico dallallenatore Giovanni Fonte Basso, quali: Paolo Tocchetto, Nunzio Iuppariello, Emiliano Vercesi, Vladi Secci, Luca De Paoli e Gianmarco Dal Busco. Per portare i bambini agli allenamenti verr utilizzato un servizio di trasporti che toccher i vari paesi. Questo in dettaglio il programma delle attivit per i Pulcini: Covolo luned e gioved dalle ore 17:30 alle ore 19 campo sportivo per nati anni 2002-2003 Onigo luned e gioved dalle ore 17:30 alle ore 19 campo sportivo per nati anni 2004 Per la categoria Piccoli Amici (i nati negli anni 2005-2006-2007) le attivit si sposteranno al coperto nelle palestre di Alano e Onigo e gli impianti sportivi di Vas. I genitori naturalmente potranno portare i bambini presso limpianto sportivo o palestra a loro pi congeniale dove saranno seguiti nelle varie attivit dagli istruttori Luca De Paoli, Fabrizio Suman e Alessandro Moretto. Quindi periodicamente verranno effettuati dei raduni nei quali i bambini potranno confrontarsi tra di loro o con realt di altre societ. in collaborazione con Questo in dettaglio il programma delle attivit per i Piccoli Amici: Vas luned dalle ore 17:30 alle ore 18:30 impianti sportivi di Vas Onigo marted dalle ore 18:15 alle ore 19:30 palestra comunale di Onigo Alano gioved dalle ore 17:30 alle ore 18:30 palestra comunale di Alano Onigo sabato dalle ore 14:30 alle ore 16:00 palestra comunale di Onigo Non mancare assolutamente!!! Corri ad iscriverti con il SoccerGiovanileAssociato!!! Per chiarimenti contattare il Presidente Mazzoni Cristiano al 347-2466791

Calcio Settore Giovanile

21

CALCIO

SP Calcio 2005 a met classifica. In coppa eliminazione amara.


Buon inizio di stagione per lSP Calcio 2005 che da questanno milita nel campionato di Promozione. La matricola guidata dal Presidente Menegon Raffaele e composta da quasi tutti giocatori provenienti dal settore giovanile vede sedere sulla propria panchina anche per questo campionato lallenatore Simone Pavan artefice delle due ultime promozioni. Linizio della squadra stato buono con un pareggio ed una vittoria seguito da due sconfitte contro squadre quotate mentre in Coppa Veneto non riuscita a passare il turno. Non c da demoralizzarsi pi di tanto per in quanto la squadra molto giovane e deve rodarsi in un nuovo contesto dove lobiettivo principale dichiarato quello della salvezza. Partite campionato: 1a giornata: SP Calcio 2005 Cavarzano 2a giornata: Graticolato SP Calcio 2005 3a giornata: Portomansu SP Calcio 2005 4a giornata: SP Calcio 2005 Codogn 0a0 0a1 5a1 1a3

Calcio - Promozione

Classifica Campionato dopo 4a giornata: S. Giorgio 10, Eclisse 9, Portomansu Gazzera Chirignago 8, Calvi Noale Codogn Union Pro Milanese 7, SP Calcio 2005 32 Villorba Real Martellago 4, Graticolato 3, Fontanelle Cavarzano Oltrardo Laguna Venezia 2, Musile 1. Partite Coppa Veneto Girone 16: 1a giornata: SP Calcio 2005 S. Giorgio 2a giornata: CornudaCrocetta SP Calcio 2005 3a giornata: SP Calcio Cavarzano 0a2 2a3 2a2

Classifica finale Girone 16: CornudaCrocetta S. Giorgio 6, SP Calcio 2005 4, Cavarzano 1. Si qualifica al turno successivo il CornudaCrocetta per aver vinto lo scontro diretto.

Quero: via Roma sempre in ordine

LETTERE AL TORNADO

LAssessore querese Angelo Dalla Favera ha portato in redazione alcune belle foto di Via Roma, anche questanno curata dai cittadini con laiuto di alcuni generosi sponsor. La buona volont si sposata con la generosit di questultimi e lassessore ritiene di segnalare questo esempio di collaborazione civica. Le ditte Cristian Bagatella, Duilio Mondin e Berton Serre hanno fornito la materia prima, anche curando alcuni angoli particolari di via Roma, mentre i cittadini si sono fatti parte attiva nel tenere in ordine le varie aiuole prospicienti le loro abitazioni. Il risultato, come per il passato, una via ordinata che, nel periodo di massima fioritura, offre una bella vista a chi la percorre, come si pu intuire dalla breve scelta fotografica qui proposta. A tutti il ringraziamento personale dellAssessore e dellAmministrazione.

22

LETTERE AL TORNADO

Lidentit chipilena attraverso i suoi studi


di Eduardo Crivelli Minutti
Chipilo gi celebre per essere un paesino messicano fondato nel 1882 da migranti italiani, i cui discendenti ancor oggi - continuano a mantenere la lingua e i costumi delle terre dorigine. Da documentazioni diverse si sa che la comunit chipilena si form principalmente mediante lapporto culturale di persone di origine veneta del Basso Feltrino: Quero e Segusino in primis, successivamente si aggiunsero scarsi arrivi di lombardi e piemontesi. Questa particolare caratteristica ha portato un gran numero di studiosi ad impegnarsi a voler capire il miracolo di preservazione culturale attestato a Chipilo e che per noi - i chipileni rende ogni volta pi normale linterazione con i nostri visitatori che cercano di capire la nostra comunit veneto-italiana in Messico. Scorrendo lelenco delle ricerche, oltre ai numerosi scritti dello storico locale Agustin Zago Bronca, troviamo: la ricerca fatta in occasione del centenario della fondazione di Chipilo da Mario Sartor antropologo - e Flavia Ursini sociolinguista dellUniversit degli Studi di Padova; lo studio sociolinguistico di Patrizia Romani; la proposta italianizzata per la scrittura della variante del veneto chipileno pubblicata dalla statunitense Caroline Mackay, in contrasto con la proposta spagnolizzata dello scrittore e romanziere chipileno Eduardo Montagner Anguiano. Negli ultimi cinque anni lattivit degli studiosi interessati al caso chipileno si intensificata notevolmente. Ad esempio, nel 2007 lantropologa calabrese Costanza De Simone fa uno studio sullidentit chipilena. Nel 2009, per ottenere il dottorato di ricerca, la linguista americana - della Pennsylvania State University - Hilary Barnes studia il fenomeno sociolinguistico dei chipileni. Nel 2010 Teresa Virelli - dalla Sapienza Universit di Roma - fa un indagine trigenerazionale rivelando alcune caratteristiche delle famiglie chipilene, mentre lo storico Walter Martinez Hernandez studente della Universidad Nacional Autonoma de Mxico percorre la storia chipilena fra gli anni venti e trenta. Pi recentemente, a gennaio di questanno si svela la ricerca sociolinguistica della studiosa russa Olya Tararova presso lUniversity of Guelph di Ontario Canada - oltre ad altri studi che non sono ancora stati pubblicati. Nei numerosi incontri che ho avuto con gran parte di questi studiosi nato in me linteresse di capire come si sia mantenuta l'identit della mia comunit nel corso del tempo. A 130 anni di migrazione delle famiglie venete-italiane che fondarono Chipilo, anchio ho deciso di laurearmi con una tesi che riguarda i processi pi significativi di cooperazione internazionale attestati fra Chipilo e il Veneto. Con la base di questi studi precedenti e osservando l'esperienza storica, la mia ipotesi che il destino chipileno sia a rischio, se non cooperiamo in qualche modo con il veneto siamo destinati a perdere storia ma anche competitivit economica. E' per limportanza che noi diamo alla cooperazione internazionale che abbiamo deciso di portare alcuni degli studiosi del caso chipileno a partecipare a un Colloquio Internazionale degli Studi sulla Cultura Chipilena a Citt del Messico. Liniziativa, che prevede la sua terza edizione questanno, stata promossa dal semiologo Alfredo Cid e dai suoi studenti, grazie anche al supporto dellArchivio Storico di Chipilo, amministrato da Arturo Berra Simoni. Nella scorsa edizione abbiamo proiettato un video-intervento con il dott. Guido Lio sindaco di Segusino - che ha visto con interesse levento, anche perch gli studi della cultura chipilena riguardano in gran parte anche la comunit segusinese. Si pensa spesso che nei tempi di crisi economica, come quelli che si vivono attualmente, i rapporti affettivi passino in secondo piano. Credo invece che il legame fra le nostre comunit ci faccia capire quali siano le cose importanti della vita e quali siano in realt quelle superflue. Pi a fondo si cerca nell'animo umano e pi si scoprono cose in comune, anche l'interagire con i vari studiosi della nostra cultura mi ha fatto capire limportanza del rapporto con loro, mi ha permesso di formare grandi amicizie che oltrepassano lambito accademico. Coltivo tuttora, tramite internet, anche le mie amicizie Segusinesi fatte lo scorso anno, spero di tornare presto, e nel frattempo conservo intatto il contorno, il colore ed il sapore di quei luoghi come se fosse un'eredit lasciatami dai miei antenati. Nelle foto, dallalto: vecchia immagine di una strada di Chipilo; giovani chipileni con 3 studentesse; Crivelli con Angelica Benavides (Usa) e Olya Tararova (Mosca), studentessa in Canada; qui sopra, Crivelli con la statunitense Hilary Barnes.

A studiare gli studiosi

23

CRONACA

Quero festa dellemigrante

Ben riuscita la consueta Festa dellEmigrante, che si svolta domenica 23 settembre. Un appuntamento per ricordare il passato demigrazione della nostra comunit e i sacrifici di tanti, con la Santa Messa e la cerimonia di deposizione di una corona al Monumento allEmigrante, cui erano presenti il sindaco Sante Curto, la vicepresidente dellAss. Bellunesi nel Mondo Patrizia Burigo, il comandante della stazione Carabinieri di Quero Francesco Mottola (che abbiamo salutato, essendo giunto al termine del suo servizio a Quero, e ringraziato per la sua presenza ogni anno a questa ricorrenza ) e le rappresentanze degli ex emigranti di Alano di Piave, Arsi, Monte Pizzocco, Sinistra Piave, Sovramonte e del Longaronese. La Festa dellEmigrante anche unoccasione di ritrovo e condivisione. Non quindi mancato il pranzo sociale con oltre cinquanta partecipanti, tra soci e amici, al ristorante Castel di Prada. Un plauso alla famiglia Mondin Flavio per il men ad arte che ci ha preparato e per la sorpresa di una magnifica torta ai frutti di bosco. F.to Il Direttivo Famiglia ex Emigranti di Quero

sei INVITATO a partecipare


Programma
Presso la chiesa di Alano di Piave si terr la SS. Messa nellorario che sar comunicato sul bollettino parrocchiale. Alle ore 12.30 pranzo sociale presso lHotel Tegorzo. Il pranzo completo costa 25,00, la prenotazione con acconto di 10,00 dovr essere effettuata

2012

entro mercoled 24 OTTOBRE 2012 presso la cartoleria DA MILIO ad Alano di Piave

S U O N E R A N N O PER NOI

Jessica

Giorgia Tommaso

Claudia a|vt Andrea

24

LETTERE AL TORNADO

Tempo di Vendemmia
a cura di Oliva De Rui
Dopo unannata tribolata per i magri o nulli raccolti di fagioli, per le scorribande dei cinghiali che dopo una breve pausa estiva sono prepotentemente tornati alla ribalta visitando i nostri campi e depredando in modo particolare luva ormai matura, finalmente arrivato il tempo della vendemmia che questanno ha avuto risultati buoni in taluni contesti, mentre in altri, causa la gelata di Pasquetta, stata davvero avara. Anche per il mais tempo di raccolta, per questa coltura ci sono importanti presenze di tossine dovute allandamento climatico che ha costretto la pianta a condizioni di stress con la conseguente produzione di aflatossine, le quali oltre una certa soglia provocano lesclusione di questo alimento per lalimentazione della vacca da latte. Questo ed altri fattori dovuti alla scarsa produzione di cereali e leguminose, hanno provocato una delle ormai solite speculazioni finanziarie che ha fatto schizzare i prezzi delle derrate alimentari alle stelle; vanificando cos i margini di guadagno per coloro che si dedicano allallevamento degli animali. Altro problema, ma questo di carattere politico, sono stati i voucher (buoni lavoro) che molta diffusione avevano trovato nella nostra Regione per pagare prestazioni occasionali (tra cui la vendemmia) e rivolti a disoccupati, cassaintegrati, pensionati, casalinghe e studenti. Ora con la riforma Fornero, i voucher possono essere utilizzati dalle aziende che superano i 7000 euro di fatturato (praticamente tutte) solo per studenti e pensionati. Per questo molti produttori non riuscendo ad approvvigionarsi di manodopera sono stati costretti ad assegnare il lavoro in conto terzi (con vendemmiatrici) o a provvedere a vere e proprie assunzioni con contratti part-time con buona pace della sindacalista Susanna camuso, che aveva denunciato un uso distorto dei buoni lavoro. Cos per rispettare queste nuove normative, la vendemmia in casa Zatta stata fatta utilizzando esclusivamente manodopera famigliare e studenti con meno di 25 anni di et. Come da comprovata tradizione famigliare si tralasciato un piccolo particolare (let minima) e cos sono stati assunti alcuni studenti frequentanti le classi elementari che per un pomeriggio hanno speso le loro energie nella vendemmia. Il loro impegno non si limitato alla raccolta delluva, ma proseguito con la fase della pigiatura. Linstancabile Stefy entrata nel tino e usando tutte le sue doti atletiche in pochissimo tempo ha trasformato luva in mosto, rendendolo pronto per la successiva fase della fermentazione. Una buona merenda contadina ha concluso il pomeriggio di vendemmia. I ragazzi hanno ricevuto il loro compenso non con i voucher ma con dei buoni grappoli duva Trevisana nera e Moscato bianco. Unesperienza che i nostri baldi ragazzi ricorderanno sicuramente con piacere e che sarebbe auspicabile fosse condivisa da tanti loro coetanei.
Nelle foto: Vendemmiatrice meccanica allopera e momenti delle operazioni di vendemmia e pigiatura delluva

Al momento di andare in stampa, non sapendo se il prossimo numero del Tornado giunger in tempo nelle vostre case, vi anticipiamo che:

con il seguente programma: ore 09,00 arrivo dei trattoristi nel piazzale della Chiesa; ore 11,00 S.Messa con lofferta dei doni della terra e del lavoro delluomo, alla quale seguir la benedizione delle macchine agricole. Dopo la benedizione, sotto il gazebo allestito di fronte alla canonica, gli agricoltori offriranno un brindisi con vin brul e la degustazione di formaggi e sopressa a tutti i presenti; ore 12,30 nella Casa delle Associazioni di Quero pranzo comunitario al costo di uro 15,00

dei Comuni di Quero, Vas e Alano di Piave, questanno si terr a QUERO l11 NOVEMBRE 2012

LA GIORNATA DEL RINGRAZIAMENTO

Per il pranzo gradita la prenotazione presso:


Spadarotto Francesco Codemo Roni De Rui Oliva cell. 338.6524382 tel. 0439.779349 cell. 333.4785555

25

ATTUALIT

Comune di Quero Avviso pubblico SERVIZIO CIVILE ANZIANI Anno 2012


Si informa che il Comune di Quero intende impiegare persone per il servizio civile degli anziani per l'anno 2012 nel seguente ambito di attivit: INTERVENTI DI CARATTERE ECOLOGICO ED AMBIENTALE A FAVORE DEL TERRITORIO. persone da impiegare: nr. 6; durata della prestazione: nr. 2 mesi (novembre e dicembre 2012); frequenza: nr. 25 ore settimanali (lorario settimanale da effettuarsi sar concordato con il Servizio preposto). Nel caso in cui pervengano meno di sei domande di partecipazione alla selezione, il monte ore verr distribuito tra le persone ritenute idonee e reclutate per il servizio. REQUISITI I requisiti per essere ammessi a prestare la propria opera nel servizio civile anziani sono: a) Residenza nel Comune di Quero; b) Et pari o superiore a 60 anni; c) Essere titolari di pensione ovvero non essere lavoratori, subordinati o autonomi, o soggetti equiparati ai sensi della vigente normativa. COMPENSO Per lattivit di cui sopra previsto un compenso tramite voucher (da 10,00.= luno lordi ovvero 7,50.= netti per ogni ora lavorata) che garantiscono copertura previdenziale presso lINPS e assicurativa presso lINAIL. La retribuzione esente da ogni imposizione fiscale ed cumulabile anche con i trattamenti pensionistici. PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA La domanda redatta in carta semplice su modello ritirabile presso lUfficio Servizi Sociali del Comune di Quero deve essere presentata a mezzo raccomandata A/R o direttamente a mano allUfficio Servizi Sociali stesso (Via Nazionale nr. 16 - presso Biblioteca, aperto al pubblico il mercoled dalle 9,30 alle 12,30 e il sabato dalle 8,30 alle 10,30 - tel. 0439 787097 e mail biblioteca.quero@feltrino.bl.it) entro e non oltre il giorno MERCOLED 24 OTTOBRE 2012

MUSICA

26

CRONACA

Nasce lA.S.D. Judo Alano di Piave


di Silvio Forcellini e Sandro Curto
Alano pu vantare una nuova societ sportiva: si tratta dell A.S.D. Judo Alano di Piave, costituita nel luglio 2012 e regolarmente affiliata alla Federazione Sportiva Nazionale Fijlkam e al Coni. Lo scorso 30 settembre, presso la palestra comunale di via don Pietro Codemo (che sar anche la sede dellattivit sportiva della societ), si svolta linaugurazione ufficiale, iniziata con una breve e spettacolare esibizione di judo e conclusasi con un rinfresco. Oltre un centinaio gli intervenuti, tra atleti e genitori. Presenti anche, per lAmministrazione comunale di Alano, il sindaco dott.ssa Amalia Serenella Bogana e lassessore allo sport Angelo Zancaner, la dirigente scolastica dellIstituto Comprensivo di Quero dott.ssa Ginetta Doro, la presidente della Pro Loco di Alano Serena Spada e il parroco di Alano don Alessandro Dal Sasso. Al brindisi ufficiale non mancata la pi alta carica del judo veneto, il vicepresidente C.R.V. settore judo M Francesco Indiano che ha augurato alla neo societ un proficuo lavoro. LA.S.D. Judo Alano di Piave pu gi contare, al momento, oltre 30 atleti, tra bambini e adulti, seguiti da due insegnanti tecnici federali. La societ presieduta da Mauro Vidorin, che ne anche il tecnico titolare. E aperta a tutti, dai 5 anni in poi, maschi e femmine, amatori e agonisti. Promuove la disciplina sportiva judo, intesa come acquisizione di equilibrio psico-fisico. Nella prima fascia evolutiva dellet viene svolta attivit ludico-sportiva con apprendimento dei primi schemi motori di base utili nella fase di accrescimento. Si prosegue poi con il consolidamento delle capacit specifiche, conoscenza e sviluppo della tattica con avviamento alle prime competizioni non agonistiche. Dai 12 anni in poi vi la possibilit di sviluppare e maturare laspetto agonistico con competizioni a livello regionale, nazionale ed europeo. Rimane comunque lattivit amatoriale per il mantenimento di una buona forma fisica e stabilit psicologica, nonch quale utile strumento nei casi di autodifesa. Gli orari in cui si svolge lattivit dellA.S.D. Judo Alano di Piave, presso la palestra comunale, sono i seguenti: marted - gioved venerd dalle ore 19.00 alle ore 20.30; sabato dalle ore 10.00 alle ore 12.00. Per ulteriori informazioni: tel./fax 0439 779457 - cell. 348 0447706 - e-mail: judoalano@gmail.com.

Il mercatino del Tornado


Affittasi in centro a Valdobbiadene appartamento appena ristrutturato con riscaldamento autonomo 90mq+garage+posto auto esterno. Adatto per 3 persone. Per informazioni: Andrea 393-3570693. Affittasi in centro a Vas mini-appartamento arredato, situato al piano terra, indipendente (no spese condominiali) composto da: cucina con piccolo soggiorno; spaziosa camera da letto matrimoniale; bagno con doccia; ripostiglio. Riscaldamento autonomo. Per informazioni, contattare lo 0439-788034 oppure il 338-1995823.

27

CRONACA

Lantica osteria di Caorera ha chiuso i battenti


di Alessandro Bagatella
Dopo 57 anni di attivit al servizio del paese, Emma Deon ha deciso a malincuore di chiudere il suo bar, a causa dellet, dei numerosi acciacchi e anche delle ingenti tasse da pagare. Losteria di Caorera era conosciuta fin dalla gestione dei suoceri di Emma, al tempo del Passo Barca quando la gente, prima di attraversare il Piave, si beveva un buon caff caldo, magari co la sgnapa! Anche se di bar ce nerano quattro (quello del Passo Barca era gestito da Borasca), quello di Emma sempre stato un punto di riferimento e di incontro per la gente del paese, per chi voleva visitare il vicino Museo o per chi intendeva partecipare alla festa della Madonna del Piave o alla festa della zucca. In attesa che qualcuno riapra, ringraziamo Emma per la sua disponibilit nel fungere da referente per la sottoscrizione o per il rinnovo degli abbonamenti al nostro giornale. Mi sento anche di fare da portavoce a tutte le persone o istituzioni che Emma ha conosciuto e aiutato in tutti questi anni, in particolare la chiesa di Caorera e il museo del Piave. Grazie Emma, di cuore, e ora, assieme a Vinco e alla tua famiglia, goditi in pace quella pensione che ti sei ampiamente meritata.

E morto in Australia Luigi Ijeto Andreazza


di Alessandro Bagatella
Siamo venuti a conoscenza - tramite Gilberto Zanella, suo coetaneo e compagno di viaggio in quel lontano continente - che lo scorso mese mancato Luigi Andreazza, da tutti conosciuto come Ijeto. Originario di Santa Maria, negli anni Cinquanta raggiunse i genitori emigrati in Australia, continente che tutti pensavano ricco, anche se, per mettere via qualcosa, dovettero sudare tremendamente lavorando la terra che il governo australiano dava loro. L Luigi si form una famiglia ed ebbe due figli e parecchi nipoti. I parenti di Santa Maria, attraverso le pagine del Tornado, vogliono inviare alla moglie e ai familiari tutti le pi sentite condoglianze, cui ci uniamo anche noi del Tornado. (Nella foto, Luigi Andreazza (a sinistra) con il cugino di Santa Maria Benvenuto Andreazza).

A.S.D. SOCCERGIOVANILEASSOCIATO
NR 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18

ESTRAZIONE BIGLIETTI SOTTOSCRIZIONE A PREMI


PREMIO Crociera 5 gg per 2 persone Weekend gourmet per 2 persone Personal Computer Televisore 19 digitale terrestre Mountain bike Batteria di pentole Bilancia elettronica da cucina Tostapane Radioseveglia elettronica Irradio Spremiagrumi elettrico Asiugacapelli Orologio a muro Lampada da tavolo Orsetto in peluche Marsupio Salvadanaio Trolley Benetton Bambola BIGLIETTO 3502 1927 4296 2561 3973 3746 2259 1349 4142 4121 1617 3536 3737 2589 4128 4438 4033 1258 NR 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 PREMIO Quadretto Porta CD Servizio da caff Tovaglia Crocefisso artistico Portachiavi Portachiavi Portachiavi Candele e candelabri Cassette per lettere Set 3 tre tazze per 1a colazione Set 3 tre tazze per 1a colazione Portachiavi Portachiavi Portachiavi Lampadario Portachiavi

stagione sportiva 2011/2012

BIGLIETTO 2770 2577 3535 2996 2661 4165 1936 4444 2250 2503 1945 1529 3000 1954 3020 3098 4164

RITIRO PREMI ENTRO E NON OLTRE IL 31 DICEMBRE 2012 TELEFONANDO AL 347-2466791

28

CURIOSIT

Fener, Turchia!
di Silvio Forcellini
La nostra affezionata lettrice alanese Alba Durighello, reduce da un favoloso tour della Turchia, ci ha inviato questa foto scattata dal pullman e in cui immortalato un cartello stradale recante la scritta Fener. Va bene chetutte le strade portano a Fener, ma qui non ci si riferisce, ovviamente, alla frazione del Comune di Alano, bens a un famoso quartiere di Istanbul. Fener (anche chiamato Fanar o Phanar) lo storico quartiere greco di Istanbul che si affaccia sul Corno dOro. Il nome risale allepoca bizantina e deriva da una lanterna (in greco, ) oppure da un fuoco acceso per aiutare la navigazione. Il nome stato traslitterato in lingua turca come Fener (che significa, per lappunto, faro) dopo la conquista ottomana. Successivamente alla caduta di Costantinopoli (1453), il quartiere di Fener ospit molti greci reinsediatisi in citt (poi chiamati fanarioti) e anche il patriarca ecumenico di Costantinopoli della Chiesa ortodossa (che ancora oggi vi risiede). Fanar tuttora il termine che viene utilizzato per definire il Patriarcato di Costantinopoli, cos come si utilizza Vaticano per indicare il centro della Chiesa cattolica. Entrati nel quartiere di Fener, le strade cominciano a farsi strette e labirintiche, le pendenze si fanno importanti e il rischio di perdersi sempre pi elevato. E su questi sampietrini ultracentenari, fra case ottomane colorate, alcune superbamente restaurate, altre impietosamente diroccate, che si respira la storia di Istanbul. Devoti preti bizantini, rozzi crociati, fieri paa ottomani col loro stuolo di servitori, commercianti armeni, negozianti ebrei, chiromanti zingare, nellarco dei secoli hanno popolato, spesso contemporaneamente, questa zona della citt e hanno dato origine a quella ricchezza culturale che possiamo ammirare ancora oggi. Passeggiando fra case dai colori e dalle forme pi bizzarre, fra bambini che giocano a pallone per le strade, si arriva davanti al Rum Lisesi, il Liceo Greco Ortodosso, magnifico e caratteristico edificio in mattoni rossi che sovrasta la collina di Fener. Inerpicandosi per una scalinata pittoresca si raggiunge la sommit della collina, dove un tempo passavano le mura dellantica Costantinopoli, ed proprio qui che sorge una chiesa ai pi sconosciuta ma di unimportanza fondamentale nella storia della citt. Si tratta della splendida Chiesa di Santa Maria dei Mongoli, conosciuta anche come la chiesa rossa, che ha la particolarit di essere lunico edificio di culto ortodosso ancora in uso dallepoca bizantina nella citt e che non divenne mai moschea per volere di Fatih Sultan Mehmet, il conquistatore di Istanbul. Sempre allinterno del quartiere di Fener troviamo uno dei luoghi pi importanti in assoluto della religione cristiana, il gi citato Patriarcato Ecumenico di Costantinopoli, lequivalente di San Pietro a Roma per la religione cristiano-ortodossa. Limportanza storica e simbolica di questo luogo enorme. E una delle cinque sedi principali della chiesa cristiana: in ordine di gerarchia, il Patriarcato di Costantinopoli secondo solo a Roma, e precede Alessandria, Antiochia e Gerusalemme. La visita della Cattedrale di SantAndrea, sede del Patriarcato, dovrebbe perci costituire un must per un turista in viaggio ad Istanbul, eppure credo che neanche l1% dei turisti lo faccia, ignorandone probabilmente lesistenza. Ricordo infine, come curiosit, che a Fener ha sede anche la polisportiva Fenerbahce SK, la cui squadra di calcio - di cui era tifoso Mustafa Kemal Ataturk, il padre della Turchia moderna - ha vinto 18 titoli nazionali e partecipa regolarmente a Champions League (miglior risultato: i quarti di finale nel 2008) o Europa League, mentre quella di basket - che partecipa allEuroleague - da questanno allenata da Simone Pianegiani, attuale ct della nazionale italiana e per sei anni (con altrettanti titoli tricolori vinti) coach della Monte Paschi Siena. (Le foto di questa pagina si riferiscono proprio al quartiere turco di Fener).

29

LETTERE AL TORNADO

Collaborazione

Gentile direttore, se Vi pu interessare una o pi fotografie da poter pubblicare su: "IL TORNADO", io ne dispongo parecchie relative alla zona del "basso Piave" ed altre ancora. Questa che Le allego, per esempio, stata da me scattata da Norcen (Feltre) il 26 agosto 2011, con fotocamera digitale: SONY dcs P 150 utilizzando il flash. Cordiali saluti Renzo Forcellini Ringraziamo il Dr. Renzo Forcellini, che ci segue da Roma, e soggiorna a Quero nel periodo delle ferie. Noi raccogliamo sempre il materiale dei lettori e lo teniamo in archivio per un uso probabile, seppur non certo. Un modo anche questo di fare squadra contribuendo alla crescita del nostro periodico Il Tornado

ASTERISCO

Risvegli autunnali
Quero, 28 sett. 2012. Questa mattina sono passato a salutare il mio "vicino" di campagna e amico Enrico Zannin, in localit "Redia" e chiacchierando del pi e del meno, mi ha fatto notare il "risveglio" di una sua pianta, un pero, e con mia grande sorpresa sulla pianta c'erano Il desiderio di scoprire, la voglia di emozionare, il gusto di catturare, sia i frutti che i fiori! Naturalmente avevo tre concetti che riassumono larte della fotografia. con me la Canon "piccolina" che ha svolto Helmut Newton benissimo il suo lavoro, e ho catturato questa-queste fotografie e mi sono ricordato di una massima... Settimo Rizzotto

30

ATTUALIT

ASTERISCO

Gianfranco Putton e le caprette tibetane


Gianfranco Putton da quando andato in pensione ha scoperto una vera e propria passione per le caprette tibetane, che alleva e custodisce con tanta devozione. Lo affiancano in questa passione, aiutandolo, i suoi due nipoti Michael e Rudi, entusiasti anche loro di queste caprette. I due allevatori in erba dedicano particolare attenzione allo svezzamento dei piccoli appena nati, come si pu vedere anche dalla foto che presentiamo ai lettori de Il Tornado. A Sx: Gianfranco allatta col biberon una capretta.

Trentanni di esperienza, quattro erboristerie ed unazienda agricola di coltivazione piante officinali al Vostro servizio by Vittorio Alberti Quero: naturopata fitopreparatore docente e guida giardini alpini e botanici

Nuovo orario del nostro punto vendita in provincia di Belluno


Erboristeria Armonia via Nazionale n. 74 B 32030 Quero Belluno

Marted mercoled venerd sabato: 9,30 12,00 e 16,00 19,00 Gioved giornata dedicata solo alle consulenze: orario continuato: 09,00 20,00
Nella giornata di gioved il negozio chiuso per la vendita dei prodotti, mentre aperto su appuntamento per consulenze personalizzate, per darvi la massima professionalit, tranquillit e privacy
Centro Ricerca Piante Officinali: Info ed Appuntamenti: Tel.0439 788443 Cell.366 4595970

Vedi il nostro lavoro sul nostro sito, il pi importante del Veneto, con pi di 2.000 contatti ogni mese:

http://centroricercapianteofficinali.blogspot.com/

31

TENNIS

Quero e Vas: al via i corsi di tennis


Riprendono i corsi di tennis del Astra Tennis Quero tenuti dall'istruttore Durante Roberto, il sabato presso gli impianti sportivi di quero e nelle serate di marted e gioved presso la struttura di Vas.

Per informazioni possibile contattare telefonicamente Roberto Durante al nr. 338 3717726.

Sono andati in archivio con grande successo gli eventi estivi, tra cui segnaliamo l'International Stage, con gruppi da tutta Italia, Malta e Tanzania, con oltre 100 iscritti e il recente il torneo di doppio vinto dalla coppia Scuglia Fabio /Franceschin Edoardo.

ASTERISCO

La foto di copertina
(M.M.) Con questa foto usciamo dai confini geografici della conca del Basso Feltrino, ma restiamo sempre nelle vicinanze del nostre territorio. Lo scatto opera del nostro lettore Settimo Rizzotto, che si spinto fin sotto un pergolato di Saccol*, nel Valdobbiadenese, per questa suggestiva immagine, ottenuta con una Nikon D700, equipaggiata con obiettivo 105mm macro, tempo impostato a 1/750, diaframma f 5.6. Anche nella nostra zona la vendemmia ha avuto corso e questa bella immagine ci rimanda col pensiero al rito della raccolta, giornata di lavoro che si trasforma anche in giornata di festa. Il lavoro, a fine giornata, non certo concluso, ma continua poi in cantina, secondo un calendario che impegna per parecchio tempo al fine di avere un buon vino da mettere in tavola. Viene in mente anche la poesia di Giosu Carducci, quella che riproponiamo qui a fianco, evocata dai grappoli duva, che prefigurano, anticipandolo, il clima autunnale del raccoglimento attorno al fuoco del caminetto, gli odori per le vie del paese, il mutamento delle condizioni climatiche. A tutti, dunque, Prosit!

SAN MARTINO La nebbia a gl'irti colli piovvigginando sale, e sotto il maestrale urla e biancheggia il mar; ma per le vie del borgo dal ribollir dei tini va l'aspro odor dei vini l'anime a rallegrar. Gira sui ceppi accesi lo spiedo scoppiettando: sta il cacciator fischiando su l'uscio a rimirar tra le rossastre nubi stormi d'uccelli neri, com'esuli pensieri, nel vespero migrar.

*Questo piccolo borgo il cuore dellarea del Cartizze, dove gli scoscesi terrazzamenti delle vigne dolcemente digradano verso la pianura. Leconomia prevalentemente agricola, come dimostrano gli infiniti vigneti e le cantine nascoste nel verde. Storia: Accanto al colle di Stana, ossia luogo di sosta, passava un tempo la Callis Maior, la strada principale che univa Valdobbiadene al passo sul Piave e allabbazia di Santa Bona. Lantico tracciato fu invaso e cancellato dal ruscello che ancora ne porta il nome. Da Vedere: Oratorio di S. Biagio di Stana, allincrocio delle strade che arrivano da S. Stefano, S. Giovanni e Valdobbiadene. La tradizione vuole che essa sia il pi antico luogo di culto cristiano dellintero comune di Valdobbiadene. Rovine del castello di Mondeserto, sul Col Croset, dove si erge limponente croce metallica, meta di pellegrinaggi. Capitello dei SS. Biagio e Rocco lungo la strada Roccat e Ferrari. Fu voluto dal mercante e proprietario terriero seicentesco Benvenuto Ferrari, originario di Venezia ma abitante di Treviso, devoto di S. Biagio.

32

LETTERE AL TORNADO

CORSO IN 2 LEZIONI 4 ORE

FRUTTICOLTURA NATURALE
Come coltivare gli alberi da frutto in modo naturale, sano e sostenibile
Insegnante: Mauro Flora, agrotecnico

Luned 5 novembre

dalle 20 alle 22

Venerd 9 novembre

- scelta varietale - la qualit vivaistica - corretta messa a dimora - concimi e ammendanti - le micorrize e i funghi antagonisti

- trattamenti invernali - indicazioni generali sulla potatura - norme specifiche potatura pomacee, drupacee e frutti "minori - pacciamatura e tutoraggio

INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI (entro sabato 3 novembre):


tel: 340. 8904819 mail: liberopensiero1@live.it Il corso partir con un numero minimo di 12 iscritti

Alano di Piave - VILLA CINESPA


ASTERISCO

C anche questa possibilit di scelta per chi raccoglie tappi

I tappi per la vista

I tappi si possono portare nella sede Auser di Quero, in via Roma, il luned, mercoled, venerdi dalle 15 alle 17

VIVAIO - PIANTE

di Mondin Duilio

Crisantemi in vaso e recisi


32030 QUERO (BL) via Feltrina Cell. 338 1689292
E-mail:mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

DUE ESSE s.n.c. di Stramare Nicola e Oscar Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV) Telefono e Telefax 0423.979344 Via della Vittoria - 32030 FENER (BL) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

ONORANZE FUNEBRI

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Impresa Edile
Fabrizio Mondin

ALANO DI PIAVE FENER - QUERO

Costruzioni Civili e Industriali Ristrutturazioni e manutenzioni di ogni tipo Allacciamenti fognature Tel. 349.3024131

www.unicredit.it

Potrebbero piacerti anche