Sei sulla pagina 1di 28

Quindicinale

Anno XXXVIII

02.11.2016
Numero

676
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Gesto solidale dagli alunni del Comprensivo - pag. 1


La nostra acqua: i dati del sito ATS - pag. 2-3
I dieci anni del Ricci Bar - pag. 4
Comune di Quero Vas: sostegno per le micro imprese - pag. 5
Pagine Auser - pag. 12-13
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 24.10.2016 - Prossima chiusura il 14.11.2016

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANO DI PIAVE

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

ZD di ZAGO DINO
IMPIANTI ELETTRICI - VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE
VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA
VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati

TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-mail: zagodino@hotmail.it

ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia


Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

ORARIO APERTURA NEGOZIO


dal luned al sabato: mattina 8.30-12.00 / pomeriggio 15.30-19.00
(luned mattina chiuso)

VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV)

IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO
DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

ATTUALIT

CRONACA

Dagli alunni del Comprensivo: gesto solidale


Gli alunni dellIstituto Comprensivo, vincitori del primo premio come gruppo pi numeroso al giro delle fontane, svoltosi recentemente ad Alano di Piave, hanno deciso di regalare il loro pacco dono di generi alimentari alla CARITAS di
Fener. Nella foto: gli alunni in posa con, al centro, il pacco alimentare vinto e regalato alla Caritas di Fener

La nostra acqua: i dati del sito Ats

ATTUALIT

Interessanti le tabelle pubblicate sul proprio sito da Alto Trevigiano Servizi. Ve le proponiamo, consapevoli che non tutti
accedono alla rete internet, per la documentata prova della bonta dellacqua dei nostri acquedotti. Anche dalla tabella
comparativa con le acque minerali in commercio offre spunti per apprezzare la qualit delle nostre acque.

Tabelle pubblicate su: http://www.altotrevigianoservizi.it/area-clienti/acqua-potabile

ATTUALIT

LIBRI

Mudnde e fanle

Come il vestire intimo racconta ci che siamo stati


Mutande, mutandoni e maglie di varie fogge per raccontare 4 secoli di storia delle genti alpine.
E quanto propone il volume Mudnde e fanle: 192 pagine a colori scritte
a pi mani che trascinano il lettore in un viaggio avvolgente attraverso glutei, cosce e schiene, raccontando una cultura del vestire intimo su cui esistono pochissime testimonianze. Che si guardi al popolano o al nobile infatti, su mutande e affini usati un tempo si conosce ben poco. Il lavoro degli
autori stato dunque direttamente sul campo, tra vecchi com e cassapanche impolverate che hanno restituito capi di biancheria talvolta secolari e
sempre sorprendenti, antesignani di una moda oggi radicalmente diversa. Il
lettore sorrider guardando le mutande con lo spacco sotto per permettere
levacuazione anche senza denudarsi, e potr stupirsi a scoprire che ancora nel XIX secolo cera chi identificava le mutande come segno di classe e trovava sconveniente e segno di pericolosa emancipazione che anche i contadini le vestissero: I giovani, altra conseguenza della leva militare, assunsero mutande, il che prima non fu mai negli usi dei nostri contadini, e perfino portano ora mutande molte delle loro tose e donne maritate
(M. Bazolle). Raccontare di mutande per gli autori anche occasione per
indagare sulligiene personale, strettamente correlata allaspetto simbolico
del vestire sotto gli abiti. E si scopre cos che lintimo doveva essere il pi
possibile candido per indicare la purezza della pelle sottostante. Niente capi colorati dunque, e pazienza se si ci si lavava pi per evitare di sporcare le mutande che per tenersi puliti davvero, in
linea con il pensiero che i bagni erano deleteri per la salute e la sporcizia andava tolta tramite frizioni alcoliche o similia, mascherandola con ciprie e profumi. Anche i tessuti su cui lintimo era realizzato hanno una storia a s: canapa e
lana sono occasione per indagare produzione, tecniche e strumenti di lavorazione in un excursus tutto popolare tra antichi saperi artigiani e grmole, spdole, spgole, corlte, navesle, telr. Anche linfanzia ne coinvolta, con le testimonianze delle balie e di levatrici come Maria Pollacci, in un percorso che si conclude con le musiche popolari sul tema. Ilarit e leggerezza senza ipocrisie di canti e stornelli accompagnano il lettore nel suo accomiatarsi da un mondo
di mutandoni e cirip la cui storia, al di l del costume, fa da scenario a grandi questioni come le rivendicazioni sociali e
lemancipazione femminile.
Lois Bernard, Serena Turrin (a cura di), Mudnde e fanle, Edizioni DBS, 2016. 13, EAN 9788899369583. Scritti di
Carlo Zoldan, Marco Zasio, Lois Bernard, Sandro Maoret, Serena Turrin, Anna De Paoli, Laura Maoret, Martina Stach,
Andrea Bona, Pio Sagrillo.
Per info e richiesta materiali redazionali:
Laura Pontin, coordinamento redazionale cell. 3286823330 info@edizionidbs.it

CRONACA

I dieci anni del Ricci Bar


di Sandro Curto
Sembra ieri ma era il 7 ottobre 2006 quando Rizzieri Serafin, reduce da una lunga
esperienza al Centrale di Quero, riapriva
i battenti dellex bar da Meto (poi diventato Ape e Kobe) di Alano con la nuova
denominazione di Ricci Bar. Con lui il
figlio Simone a tempo pieno e la moglie
Antonia, prima saltuariamente causa gli
impegni di lavoro e poi pi assiduamente
dopo la pensione. Al gruppo si poi aggiunta, nelle ore serali, Greta Codemo, fidanzata di Simone. Col passare del tempo
il bar diventato un vero e proprio punto di
riferimento per la comunit alanese (molti
comunque anche i clienti di Quero) grazie
anche alla disponibilit a collaborare in varie iniziative e manifestazioni. Con la generosit che li contraddistingue, Rizzieri e famiglia hanno voluto celebrare il
decimo anniversario, venerd 21 ottobre, offrendo ai clienti un sontuoso rinfresco a base di porchetta, patate fritte,
formaggi, uova e bgoi in salsa. Lunga vita al Ricci Bar! Foto di Paolo Feltrin.

Prove suono e cibo alla Chiocciola di Quero


di Sandro Curto

La Locanda Chiocciola di
Quero ha ospitato, sabato 15
ottobre, la prima di tre serate
denominate Prove suono e
cibo con un abbinamento
fra una tradizionale cena e lascolto di buona musica. Ideatori della manifestazione il titolare del locale Manuel, che ha
curato la parte logistica e predisposto un ottimo men, e Marco Favero, che ha messo a disposizione il suo impianto
di ascolto di grande pregio costituito da un amplificatore OPERA AUDIO CONSONANCE CLASSE A completato da
un lettore AIRON H05 e da diffusori E.S.B. CDX 2 SERIE S. Marco, da grande appassionato, ci ha illustrato le qualit
dellimpianto e ha fatto da disc jockey per lintera serata proponendoci musica nei generi pi svariati: dalle colonne sosonore di film alla musica irlandese, dalle star internazionali ai nostri cantautori pi famosi. Non mancato anche un
intermezzo di poesia grazie alla presenza fra i commensali di Giuseppe Verri detto Pino. La seconda serata prevista per sabato 17 dicembre, alle ore 20.00, con lascolto di vinili degli anni 60, 70 e 80. Posti limitati a 14 e prenotazioni allo 0439/1980007 entro il 10 dicembre. Altri appuntamenti per il locale querese sono fissati per sabato 12 novembre con una serata dedicata alla paella e per sabato 3 dicembre con la fonduta di carne (posti limitati a 8). Da novembre, al sabato, previsto inoltre il baccal per asporto. Foto di Paolo Feltrin.

Castagnata di San Martino al bar Piave di Carpen


(S.C.) Come da tradizione, il bar Piave di Carpen, in occasione della festa del patrono San Martino, organizza una
castagnata per amici e clienti. Questanno la manifestazione si terr sabato 12 novembre alle 20.00 e domenica 13 a
partire dalle 15.00 con pomeriggio musicale. Giuliana e famiglia vi attendono numerosi.

La classe del 1961 in festa


Si terr sabato 26 novembre allagriturismo Casa Rosa di Pederobba la festa della classe 1961 di Alano e Quero
Vas. Il costo fissato in 30,00 con caparra obbligatoria di 10,00 da versare al momento delladesione, entro e non
oltre marted 8 novembre al Ricci Bar di Alano o al Fly Bar di Quero. Il ritrovo fissato per le 19.45 del 26 novembre al Ricci Bar di Alano o direttamente alla Casa Rosa per le 20.30. Per ulteriori informazioni rivolgersi a Valentino
(348.8009749), Sandra (339.7006196) o Silvestro (348.7469574).

ATTUALIT

Il Comune di Quero Vas istituisce un fondo di sostegno finanziario per


le piccole imprese artigianali e commerciali di Quero Vas
SOSTEGNO FINANZIARIO
ALLE MICRO ATTIVITA ARTIGIANALI E COMMERCIALI
OPERANTI NEL COMUNE DI QUERO VAS
Il Comune di Quero Vas, per favorire una politica di promozione dello
sviluppo economico locale congiuntamente alla valorizzazione
dellimmagine urbana che tenda al decoro dei centri urbani, e, inoltre,
per evitare lo spopolamento e la desertificazione dei propri centri
abitati, sostiene le micro imprese commerciali e artigianali, come
definite dalla vigente normativa.
CHI PUO' RICHIEDERE IL CONTRIBUTO
Vengono concessi contributi alle attivit nei seguenti settori:
esercizi commerciali di rivendita generi alimentari ubicati sia nel capoluogo che nelle frazioni ed aventi
superficie di vendita inferiore a 400 mq. ed esercizi commerciali di rivendita generi vari ubicati nelle frazioni ed
aventi superficie di vendita inferiore a 400 mq.;
esercizi di somministrazione di alimenti e bevande;
piccolo artigianato;
imprese di start up innovative.
Possono accedere ai contributi le micro imprese (individuali o societ di persone o di capitali), regolarmente iscritte al
registro delle imprese, gi operanti nel Comune di Quero Vas o che intendano iniziare lattivit a seguito di subingresso, trasferimento o nuova apertura, a carattere commerciale turistico o produttivo.
COME E QUANDO FARE DOMANDA
Sul sito del Comune di Quero Vas (http://www.comune.querovas.bl.it) si possono consultare il regolamento che
specifica chi pu fare richiesta, a quali condizioni, entro quali termini e lavviso pubblico affisso allalbo pretorio on
line, in pubblicazione dal 19-10-2016 al 03-12-2016, che rende nota la possibilit di accesso a questo finanziamento.
Le domande potranno essere presentate entro il 03 dicembre 2016.

CRONACA

Saluti dalla
maratona
di Berlino
segnalazione
di Anna Binotto

Un gruppo di atleti, fieri e


orgogliosi di aver portato a
termine la maratona di
Berlino, del 25.09.2016,
saluta tutti i lettori de Il
Tornado. (N.d.R. facilmente
riconoscibili alcune
rappresentanti del Basso
Feltrino. A voi il piacere di
identificarle.)

CRONACA

Nozze dargento per Sonia e Livio


Mercoled 21 settembre Sonia Spader e Livio
Rizzotto hanno festeggiato le nozze dargento.
di Cristiano Mazzoni
Per loccasione, sabato 24 settembre, nella splendida
cornice della chiesetta del Santuario della Madonna
di Tessere, davanti a Padre Luigi Bassetto dei Padri
Somaschi e circondati dallaffetto dei figli Gianluca,
Leonardo e Veronica, oltre che da numerosi amici e
parenti, Sonia e Livio hanno voluto riproporre la loro
promessa di matrimonio, fatta 25 anni fa nella chiesa
parrocchiale di Segusino.
Terminata la celebrazione, la festa poi continuata al
Ristorante Tegorzo di Fener per il brindisi di rito a cui
seguito un ricco buffet.
Anche la redazione de Il Tornado si unisce alle
congratulazioni ed ai festeggiamenti per il traguardo
raggiunto.

Croce di Punta Zoc


di Nicola Pisan

Ormai sono trascorsi pi di 40 anni


dal quel 1975, quando veniva issata
la nuova croce di Alano, e, come allora, ancora oggi in questa bella
domenica di ottobre un piccolo, ma
tenace gruppo di volontari ha provveduto alla pulizia di Punta Zoc.
"Bravi Tosat" avete fatto un ottimo
lavoro, ed giusto con queste foto
riconoscere la vostra voglia di fare e
contribuire al buon mantenimento
delle nostre montagne e del nostro
paese.

CRONACA

Uni3et: visita guidata a Feltre


segnalazione e foto di Settimo Rizzotto

In quaranta, iscritti all'Universit degli Adulti/Anziani "Conca del Piave", con la coordinatrice Michelangela Ceccotto
sabato 15 ottobre abbiamo fatto la prima visita guidata a
Feltre, Zona archeologica, Cattedrale, Battistero e l'Esculapio. Grande soddisfazione generale e molto stupore per
le bellezze naturali, artistiche, storiche, archeologiche e per
la passione e l'entusiasmo trasmessaci dalle guide.

RASSEGNA STAMPA

Lavori antisismici alle scuole di Alano,


tre classi ospitate in biblioteca
ALANO DI PIAVE. Largo ai lavori antisismici. Da quando cominciata la scuola questanno, tre classi delle elementari di
Alano (terza, quarta e quinta) hanno preso banco in tre spaziose aule dello stabile in cui si trova la biblioteca comunale, per
lasciare spazio agli operai che in queste settimane stanno lavorando per rendere il vecchio edificio pi sicuro e pi resistente a eventuali sollecitazioni sismiche. La parte ingombrante del parco libri stata temporaneamente spostata nella palestrina, assieme allingresso, che ora si trova sul retro. I disagi sono ridotti al minimo e non sono stati segnalati disservizi o particolari problemi da parte dellutenza. Oltretutto i bambini possono godere di un intero cortile tutto per loro, e diverse maestre
non hanno nascosto il loro entusiasmo per la nuova sistemazione, cos fresca e ariosa. Lunico disagio quello di dover attraversare ogni mattina la strada per andare a pranzo, nella mensa che si trova al piano terra della scuola secondaria, ma il
trasferimento sempre seguito a vista docchio dalle maestre. Ed eventualmente ci fosse bisogno, abbiamo messo a disposizione una lavoratrice socialmente utile per limitare ogni tipo di difficolt del personale, precisa il sindaco Serenella
Bogana. Le altre sei classi di piccoli alunni sono state messe in alcune aule sgombre della scuola media. Il trasferimento
dovrebbe durare poco, fino alle vacanze di Natale, quando il cantiere dovrebbe essere completato. Con loccasione verr
sistemato anche limpianto elettrico, in modo da metterlo totalmente a norma. Ma c anche unaltra partita, che quella della demolizione e ricostruzione integrale dellasilo comunale (attualmente collocato in uno stabile affittato dalla parrocchia),
che per riguarda un altro tipo di finanziamento, in gran parte regionale con cofinanziamento comunale. Si tratta di 329 mila
euro stanziati da Venezia, cui si sommeranno 40 mila euro attinti dal bilancio di amministrazione. Ma di questo intervento si
riparler lanno prossimo e con tempi di consegna decisamente pi lunghi, entro due anni dalla partenza. Invece una cosa
sta per partire a breve: lasfaltatura della strada provinciale di Alano, che normalmente viene definita piazza, con una riorganizzazione pi funzionale dei parcheggi.
da Il Corriere delle Alpi del 7 ottobre 2016

Assemblea in paese con gli avvocati per aiutare il volontario

Partita la causa contro Amerigo Schievenin


QUERO VAS. E partita con ludienza di mercoled mattina la causa civile dellInps contro il quarantenne querese Amerigo
Schievenin, implicato in una vicenda giudiziaria senza fine e ben nota ai suoi compaesani. Nellagosto del 1997 luomo stava lavorando come volontario ad una manifestazione sportiva di Ape Car, organizzata dallallora associazione Pro Schievenin. Un cancello che delimitava il percorso, probabilmente spinto dalla calca, cadde sulle gambe di una spettatrice, rompendole un arto. La donna aveva sporto denuncia contro il comitato organizzatore, due volontari della Protezione civile e lallora
ventenne Amerigo Schievenin. Ma se per i due il proscioglimento arrivato dieci anni fa, per Schievenin la vicenda si sta
trascinando oltre ogni limite. Dichiarato colpevole in sede penale e poi anche in appello e costretto a pagare un risarcimento
alla persona infortunata, ora stato citato in sede civile dallIstituto nazionale di previdenza sociale per un risarcimento di
11.700 euro, pari alla cifra che la donna ha ricevuto come rimborso. La vicenda difficile da riassumere: per farlo servito
un incontro pubblico a Quero Vas con gli avvocati dellassistito, dello studio Fabbian di Castelfranco Veneto, che marted
sera hanno ricostruito le parti finali della vicenda giudiziaria, prima seguita da altri difensori. Vista la situazione particolare,
cos come avvenne dieci anni fa, anche questa volta la popolazione del Basso Feltrino ha deciso di attivarsi per raccogliere
dei fondi con cui aiutare Amerigo a sostenere almeno le spese processuali. La prima serata solidale sabato 29 ottobre alle
19 in piazza Marconi a Quero. La Protezione civile ha anche aperto un conto corrente postale dove poter versare le somme
ritenute adeguate a uscire dallingarbugliata faccenda.
da Il Corriere delle Alpi del 15 ottobre 2016

Dopo le continue segnalazioni scattato il provvedimento di stop del locale.


Serrande abbassate al Fly di via Nazionale perch pericoloso per la sicurezza.

Quero: caos e rissa, bar chiuso dal questore


QUERO VAS. Ubriachi, schiamazzi notturni, pregiudicati e liti. Un mix fatale che ha portato alla chiusura del bar Fly di via
Nazionale a Quero: lo ha ordinato il questore Michele Morelli. Le serrande al civico 74 di via Nazionale resteranno abbassate per 10 giorni dal 14 al 24 ottobre. Il provvedimento stato accolto con gioia dai residenti dei due edifici vicini che da tempo segnalano il problema del bar fracassone. La chiusura per ha colto di sorpresa la titolare Stefania Fiabane dietro il
banco del Fly da 5 anni. Rilev il bar che esiste nel complesso da 20 anni, quando una decina di anni fa arriv a Quero, da
Segusino, con la famiglia. Nel contesto del rafforzamento dei servizi di prevenzione disposti dal Questore - si legge nella
nota stampa diffusa ieri dalla Questura - su tutto il territorio provinciale, stata posta particolare attenzione a luoghi di ritrovo considerati pi a rischio sotto il profilo della sicurezza pubblica. Nellambito dei controlli emerso che lesercizio commerciale di via Nazionale 74 era divenuto abituale ritrovo di persone pregiudicate. La goccia che ha fatto traboccare il vaso
la terribile serata del 7 settembre scorso. II bar stato teatro di una rissa terminata con 3 persone denunciate, dice la
Questura. In quella lite spunt un coltello e la persona coinvolta stava cercando solo di difendersi da un marocchino armato, dice chi era presente. Ma ormai era tempo che erano continue le chiamate al 112 e 113 di cittadini che lamentavano il
disturbo alla quiete pubblica. Segnalazioni esposte diverse volte anche al sindaco Bruno Zanolla. E' emerso che il Fly - dice
la Questura - percepito dalla comunit in modo assolutamente negativo. Di fatto costituiva ormai un pericolo per lordine
pubblico e la sicurezza dei cittadini: per questo ne stata disposta la chiusura in base allarticolo 100 del Testo Unico Leggi
Pubblica Sicurezza.
da Il Gazzettino del 15 ottobre 2016

RASSEGNA STAMPA

La barista: Vorrei andarmene allestero.


E si affida a un legale per i danni.
QUERO VAS. Sono delusa, mi viene voglia di andare a lavorare e fare impresa allestero. E lo sfogo della barista Stefania Fiabane di fronte alla chiusura del locale. Arriva dopo altre traversie con multe varie pagate per una somma di 900 euro.
La sospensione della licenza per 10 giorni causer un notevole danno economico alla signora Fiabane e un danno
allimmagine dellattivit e per questi motivi la titolare sta valutando assieme allo Studio Legale Licini di Feltre di presentare
ricorso contro il provvedimento del Questore e di assumere ogni iniziativa a propria tutela, scrive lavvocato Elisabetta Bolzan (Studio Licini). Si tratta di una misura che ha natura prettamente cautelare, precisa il legale. Prescinde dalla condotta della titolare, esente da qualsiasi responsabilit: ha sempre osservato la normativa e invitato gli avventori a tenere una
condotta ordinata.
da Il Gazzettino del 15 ottobre 2016

Un gruppo di frequentatori contesta la chiusura di 10 giorni del bar per rissa

Al Fly clienti onesti, il questore lo riapra


QUERO VAS. Il Fly bar di Quero chiuso dal questore di Belluno perch frequentato da ubriachi e pregiudicati che schiamazzavano e litigavano durante le ore notturne. Una chiusura temporanea dal 14 al 24 ottobre sopraggiunta dopo una rissa
avvenuta il 7 settembre e culminata con tre persone denunciate. I clienti del locale, per, non ci stanno a essere definiti in
questo modo e non ci stanno specialmente quelle persone che quotidianamente si recano l con la famiglia. Per questo
hanno deciso di replicare affidandosi al prefetto di Belluno. Se Quero invasa da delinquenti, il questore si impegni ad allontanare i sopracitati pregiudicati considerati pericolosi che qui dimorano, e non a chiudere un'attivit, perch cos facendo
i delinquenti altro non fanno che spostarsi in un altro bar, dichiara un gruppo di clienti del bar. A chi commette atti e illeciti
poco importa se il luogo sia il Fly o un altro esercizio. Se poi il problema sono i pregiudicati che hanno pagato le loro colpe
oppure cittadini nordafricani che si comportano onestamente, la societ odierna ci insegna e ci impone di reintegrare queste
persone nella vita di tutti i giorni. E se qualcuno commette atti illeciti non spetta di certo ai baristi prendere provvedimenti,
bens alle autorit. I clienti esprimono quindi massima solidariet ai gestori che si sentono offesi da questo provvedimento.
Un provvedimento reputato ingiusto da tanti e non assolutamente un sollievo come scritto nei giorni scorsi - proseguono i
clienti - perch il Fly altro non che un punto di ritrovo per i giovani e per le famiglie; unattivit che permette a tre famiglie di
vivere e che ora come ora stata messa in difficolt. I clienti concludono affermando che quello che d pi fastidio e che
amareggia il fatto che qualcuno possa gioire di questo provvedimento.
da Il Gazzettino del 17 ottobre 2016

Laccordo ieri a Padova spiana la strada al piano di ristrutturazione finanziaria dellazienda di Quero

Unicredit firma, ora lIdeal respira

QUERO VAS. C la fiducia e soprattutto la firma di Unicredit. Ideal ha le spalle coperte e ora non le manca altro che
lomologa da parte del commissario per dare avvio al Piano di ristrutturazione finanziaria e cominciare a risanare il debito
nei confronti degli istituti creditori, per ritornare a navigare sul mercato in acque pi tranquille. La firma stata apposta a
Padova alla presenza dei rispettivi avvocati. C voluta tutta la mattina per sfogliare le carte e analizzare la proposta di risanamento nei confronti del maggiore finanziatore dellazienda che produce microcomponentistica per occhiali nel Basso Feltrino. Ora abbiamo larchitrave, la chiave di volta, esclama soddisfatto lamministratore delegato Fabio Bagante,
laccordo chiesto dal tribunale a Belluno il 4 ottobre gi stato inviato per mail ed entro sera sar fatto il deposito telematico del fascicolo. Il rinvio delludienza stato fissato al 22 ottobre, ma Bagante ha unimpellenza: Prima arriviamo alla fine
delliter, meglio sar per lazienda, anche perch i clienti e i fornitori hanno bisogno di rassicurazioni per continuare a darci
fiducia e a investire sulle prossime commesse di nuovi progetti. Per questo chiederemo al tribunale di poterla anticipare,
perch vogliamo chiudere questa partita quanto prima e rassicurare dipendenti e clienti. Pare che la banca abbia accettato
di rinunciare a una parte importante del credito per consentire allazienda di continuare la produzione e per dare un futuro
certo ai dipendenti. A quanto ammonti la cifra non si sa, ma sembra sia molto cospicua. Si tratta di una decisione di responsabilit da parte dei creditori a favore dei dipendenti e del futuro dellIdeal di Quero.
da Il Corriere delle Alpi del 14 ottobre 2016

Il rallysta alanese Stefan brilla anche in pista al Mugello


MUGELLO. Domenica al Mugello non cera solo il promettente Andrea Fontana a difendere i colori bellunesi. Allultimo appuntamento valido per il Mini Challenge cera anche il pilota di Alano di Piave Francesco Stefan, che ha portato in gara una
Mini John Cooper Works Challenge gestita dalla C.Z. Bassano Racing Team e vestita dai colori della Xmotors di Montebelluna. Stefan, velocissimo pilota spesso protagonista dei rally del Triveneto, nonostante fosse al debutto in pista stato autore di una buona performance. Insieme al vicentino Tobia Zarpellon, conquista subito il sesto posto nelle bagnatissime prove
libere. Grande prova nelle qualifiche dove Stefan-Zarpellon fanno segnare il secondo tempo. Eccellente prestazione in gara
uno con Zarpellon che fa suo il terzo gradino del podio. Nella gara due, con linversione dei primi sei posti della griglia, Stefan partito dalla quarta casella e dopo una gran lotta ha chiuso in una buona sesta posizione. Un continuo miglioramento
ed adattamento alle tecniche di guida del circuito, diverse da quelle usate nei rally.
da Il Corriere delle Alpi del 19 ottobre 2016

10

CRONACA

Per Erica Corrent matrimonio in alta quota


di Silvio Forcellini
Bella (tanto da essere eletta Miss Tappa
Fener in occasione del passaggio del Giro
dItalia sia nel 2012 che nel 2014), competente, gentile e simpatica. Moltissimi clienti
UniCredit della zona certo ricorderanno con
nostalgia Erica Corrent, alla cassa della
filiale fenerese dal 2012 al 2015. Ebbene, lo
scorso 24 settembre Erica si sposata con
Paolo Casteller (con il quale vive ad Arten,
mentre Erica ora lavora nella vicina Arsi,
sempre in UniCredit). La particolarit che,
essendo entrambi grandissimi appassionati
di montagna, hanno pensato bene di unirsi
in matrimonioin alta quota. La cerimonia
civile, officiata dal sindaco di Sovramonte
Federico Dalla Torre, ha avuto luogo infatti presso il Rifugio Giorgio Dal Piaz, a
quota 1993 metri, che si trova nel Comune sovramontino in localit Cesta, presso
il Passo delle Vette Grandi, e fa parte del Parco delle Dolomiti Bellunesi, inserito a
sua volta nellarea dichiarata dallUnesco Patrimonio dellUmanit. Ricordo che il
Rifugio Dal Piaz il punto di riferimento per tutte le escursioni nelle Vette Feltrine, il gruppo montuoso fra i pi interessanti del Parco per lelevato valore naturalistico. E che fu costruito per iniziativa dei soci della Sezione C.A.I. di Feltre (la prima pietra venne posata il 23 agosto1962, fu inaugurato il 28 settembre 1963 e ristrutturato in pi riprese). Vi passa, tra laltro, lultimo tratto dellAlta Via delle Dolomiti n. 2. Tornando agli sposi, alla vigilia del matrimonio hanno dormito in rifugio
trascorrendo con alcuni amici una serata di festa. Poi, il giorno successivo (una
splendida giornata di sole che ha reso ancora pi suggestivo il panorama circostante), hanno avuto luogo la cerimonia e il pranzo al rifugio con una quarantina di
invitati. Particolare la location, dunque, ma particolare anche il pensiero dei colleghi di UniCredit: un disegno in cui sono raffigurati i due sposi mentre in bici si dirigono al Rifugio Dal Piaz per sposarsi, opera dell artista Maria Grazia De Paris (anchessa conosciutissima in loco in quanto in forza da anni alla filiale fenerese della banca). Che altro aggiungere se non tanti tanti tanti auguri di felicit a Erica e Paolo da parte della redazione del Tornado e di tutti i suoi lettori (moltissimi dei quali ricordano Erica con simpatia e
affetto). Nella foto a sinistra: il brindisiin altura di Erica & Paolo; nelle foto a destra: gli sposi circondati da un panorama mozzafiato e il disegno regalato loro per loccasione dai colleghi di UniCredit.

La Partita del Cuore de Qui da Fener


di Silvio Forcellini

Domenica 16 ottobre, presso il campo sportivo parrocchiale, si svolta la terza edizione de La Partita
del Cuore de Qui da Fener, cos chiamata perch - data let non verdissima e, soprattutto, la precaria condizione fisica dei partecipanti - la presenza di un defibrillatore
a bordo campo vivamente consigliata. Neanche questa volta, fortunatamente, si sono registrate perdite, tanto che i pre-

11

CRONACA

senti hanno potuto dedicarsi, con un impegno maggiore di quello mostrato in campo, al terzo tempo (leggi pranzo in
compagnia), che poi lo scopo dellappuntamento: unoccasione per rivedere amici che non abitano pi a Fener da tempo. Nella foto di gruppo, le due squadre con larbitro Nello Bozzato; nelle altre due, ilfronte-retro di Diego Armando Maradona (o di una sua degna controfigura, considerate la classe e, soprattutto, la stazza), che ha deliziato gli spettatori con
i suoi virtuosismi (alcuniinconsapevoli) tanto da essere eletto migliore in campo.

Il 19 novembre la cena de Qui da Fener


(s.for.) Ultimi posti per la cena de Qui da Fener, il tradizionale appuntamento conviviale riservato a feneresi ed ex feneresi in programma sabato 19 novembre alle ore 20.00 presso la Trattoria Al Pescatore di Pederobba. Questo il men
(al costo di 25 euro): antipasti misti (affettati, frittata e sottaceti); risotto con zucca e salsiccia e pasticcio ai funghi; spezzatino di cinghiale con polenta, fagioli alluccelletto ed erbe cotte; selezione di formaggi; crostata, vino, acqua e caff. Per
informazioni e iscrizioni rivolgersi a Valerio Schievenin (cell. 329.7433860) o a Silvio Forcellini (cell. 348.3142633).

I Biasin venivano in villeggiatura ad Alano di Piave

Una famiglia di Corazzieri


segnalazione di Gianni Buttol
Sabato 15 ottobre 2016, a Jesolo, stato festeggiato lultimo Corazziere del Re ancora in
vita: Giulio Biasin, 97 anni, di Venezia. Fu infatti Corazziere quando Re dItalia era Vittorio Emanuele III. Giulio Biasin non per
lunico Corazziere della famiglia: lo fu il fratello, morto durante la difesa di Roma nel corso
della Seconda Guerra Mondiale, e lo stato
il figlio Giorgio. Ma la curiosit che i Biasin,
fino ai primi anni Settanta, venivano regolarmente in vacanza ad Alano di Piave, alla Cucina Italia da Difendi. Nelle foto, i festeggiamenti in onore di Giulio Biasin. In una foto riconoscibile anche il nostro Gianni Buttol, di Campo, Corazziere pure lui.

ATTUALIT
Con il metodo a torcia introdotto in Svizzera nel 2009,
la combustione nel camino pi lenta e genera meno gas nocivi

Come si accende il fuoco (per inquinare meno)


segnalazione di Lara Mazzocco
Per salvare lambiente, sar bene dimenticare il metodo della
nonna: il camino acceso dal basso, con laiuto di giornali e legno fine, campione di emissioni nocive. Il camino o la stufa
a legna vanno, al contrario, accesi dallalto. Certo non sar
facile, settecentomila anni dopo la scoperta del fuoco, capovolgere la prospettiva, ma facendo in modo che bruci come
una torcia (o una candela), propagandosi dalla cima verso la
base del focolare, laria che respiriamo migliorer. Con il nuovo metodo di accensione - divulgato nel 2009 dallUfficio di
protezione dellambiente del Canton Zugo - il camino smette
di generare fumo pochi minuti dopo: i gas fluiscono attraverso
la fiamma calda e bruciano in modo pressoch completo, generando tuttal pi vapore acqueo. Una misura tuttaltro che
inutile: nel Canton Ticino, ad esempio, le emissioni nocive da caminetti e stufe a legna costituiscono l8% del totale; in alcuni villaggi, la mattina, possono raggiungere unincidenza del 50%. Ma come si accende, allora, il fuoco? Si prepara il
cosiddetto modulo daccensione (4 ciocchetti dabete e un accendi-fuoco, per esempio trucioli di legno impregnati di cera) e lo si colloca in cima alla legna, accatastata a strati incrociati. Un fiammifero, e il gioco fatto. Rispetto al vecchio metodo, la combustione sar pi lenta e controllata.
Notizia tratta dal sito della Televisione della Svizzera italiana:
http://www.tvsvizzera.it/attualita/Come-si-accende-il-fuoco-per-inquinare-meno-4014770.html
dove sono presenti anche due interessanti filmati esplicativi.

12

CRONACA

LAuser solidale
di Renata Mazzocco

Che i soci Auser siano generosi e solidali risaputo e domenica 16 ottobre lo hanno dimostrato ancora una volta. Partiamo, purtroppo, da una calamit, che ha colpito le popolazioni del centro Italia tra Marche, Lazio e Abruzzo, il 24 agosto scorso. Tutte le associazioni di volontariato si sono allertate per aiutare, ognuno secondo le proprie possibilit. Anche l'Auser nazionale ha promosso una campagna di solidariet alla quale non poteva non partecipare il nostro circolo.
Ed cos che abbiamo fatto nostro lo slogan "UN'AMATRICIANA PER AMATRICE". Il 16 ottobre, 73 soci si sono incontrati presso la Sala delle Associazioni a Quero Vas per festeggiare i compleanni dei mesi di settembre e ottobre. La
nostra brava cuoca Maria
Angela ha preparato
un'ottima pasta, seguendo una ricetta, rispettosa
di quella originale, nata
ad Amatrice, la piccola
cittadina, in bilico tra Lazio e Abruzzo, che purtroppo stata devastata
dal terremoto. Inutile dire
che stata apprezzata
dai commensali, come
pure sono state molto
gradite le torte offerte dai
festeggiati che questa
volta erano ben 22 (Li
vediamo nella foto). Il ricavato della manifestazione, (1125,00 euro)
andr per intero all'Auser di Amatrice che destiner la cifra per i bisogni di quella popolazione. Ancora una volta grazie ai nostri soci per la solidariet dimostrata.
Il prossimo appuntamento per domenica
6 novembre per il tradizionale pranzo del baccal. Anche questa volta
il ricavato andr devoluto per una situazione
particolare all'interno del
nostro
Comune.
Vi
aspettiamo quindi numerosi perch con l'Auser si sta sempre bene insieme.
Nella foto dei festeggiati di settembre ed ottobre: da sinistra: Maria
Angela Fioravanti, Pietro Spada, Giuseppe Ceccato, Guerrino Perenzin, Angelina Vergerio, Giuseppina Roman, Maria Rosa Grillo, Maddalena De Faveri, Clara Mazzier, Nadia Menin, Ottavia Rossa, Ruggero
Sbizzera, Giuliana Sagradin, Mauro Mazzocco, Corona Mondin, Bruno
Melchiori, Gino Curto; in basso, da sinsitra: Piero Piccolotto, Silvana
Prosdocimo, Antonietta D'Ambros, Gigliola Canzi e Renata Mazzocco.
Nelle altre foto: momenti del pranzo solidale.

ASTERISCO

La foto curiosa

Segnalazione di Gianni De Girardi


Non si pu dire che il nostro amico e collaboratore Gianni De
Girardi non abbia vista aguzza e capacit di cogliere i particolari.
Nel corso delle sue passeggiate
ha fatto una scoperta che lha
fatto rimanere di sasso. Qui a
sinistra la foto che, scherzo
della natura, sembra proprio
una faccia sorridente, giusto in
tema per la festa di Halloween.
Gianni lha trovata
passeggiando lungo il torrente
Tegorzo, nei pressi di Fener. Una foto curiosa che merita di essere proposta su
queste pagine.

13

AUSER

Circolo Auser Al Caminetto


di Alano di Piave e Quero Vas
Il Direttivo del Circolo deve rinnovarsi e

cerca nuovi volontari

che ne vogliano far parte.


Chi vuole diventare membro del
direttivo, si faccia avanti.
Entro Dicembre si raccolgono le
candidature in vista del rinnovo
previsto a inizio gennaio 2017.
Per garantire continuit allazione del
Circolo, proporre nuove iniziative

serve il tuo aiuto.

Per informazioni ed adesioni si pu contattare la sede Auser in Via Roma a Quero,


0439 787861 luned mercoled e venerd dalle ore 15:00 alle 17:00.

Domenica 6 novembre alle 12:30, presso la casa delle associazioni di Quero


festeggeremo i compleanni dei soci nati nel mese di novembre.
I festeggiati possono portare i loro ottimi dolci!
Il pulmino partir da Alano di Piave alle ore 11:30, da Vas su richiesta.

Affrettatevi per le prenotazioni in sede


Per informazioni e prenotazioni:

sede Auser Quero Vas 0439 787861 luned mercoled e venerd dalle ore 15:00 alle 17:00.

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

14

ASTERISCO

La foto di copertina
(M.M.) La sagra della zucca di Caorera ha ispirato lo scatto del feltrino Erus Sacchet, appassionato di fotografia, che
gentilmente ha concesso luso di questa bella, calda immagine di un angolo di Caorera, addobbato con esemplari di
zucca coloratissimi, fiamme di luce, quasi, che emergono dal cupo quadro generale. La sensibilit del fotografo stata
davvero speciale e sottolineiamo la bravura nel comporre lo scatto, eseguito, per di pi, con un telefono cellulare. Qui
di seguito i metadati della foto: Samsung GT-I9105P, Iso 100; tempo: 1/100; apertura: 2,6484, scattata il due ottobre
2016 alle 16,05. Grazie a Erus Sacchet per la sua disponibilit.

Articolo tratto dal quotidiano La Stampa

Corrediamo la copertina, dedicata alla zucca, con queste note tratte da giornale sopra citato

CRONACA

Pausa invernale per il chiosco Bar-H


Soddisfatti i gestori della struttura in Valle di Schievenin
di Alessandro Bagatella

Domenica sedici ottobre scorso, con una


bella partecipazione di gente, i gestori del
chiosco Bar-H di Schievenin hanno offerto
delle buonissime castagne in segno di riconoscenza e amicizia per quanti hanno fatto
una visitina al chiosco: davvero tantissimi
che riuscirebbe difficile fare una stima. Diversi i gruppi che hanno usufruito dellarea
per feste private, dando il loro contributo per
bibite e caff ai gestori. Manuel, Sabrina e i
figli Michael e Rudi ringraziano tutti: paesani, villeggianti, turisti, gruppi, scolaresche,
dando appuntamento al prossimo anno,
magari con una struttura pi stabile, che
possa sopportare anche eventuali condizioni
atmosferiche avverse.

15

COMUNE DI
QUERO VAS

COMUNE DI
ALANO DI PIAVE

COMUNI DI ALANO DI PIAVE E QUERO VAS


PROVINCIA DI BELLUNO

in collaborazione con

ASSOCIAZIONI COMBATTENTISTICHE E DARMA

ANNIVERSARIO
della ne della 1a Guerra Mondiale

4 novembre 1918

Domenica 6 novembre 2016


Quero Vas - Piazza Marconi

Onoriamo
i Nostri Caduti di tutte le guerre
PROGRAMMA
Ore 9.45 - Ammassamento in Piazza Marconi a Quero.
Ore 10.00 - Alzabandiera e Onore ai Caduti. Deposizione Corona di Alloro alle lapidi
dei Caduti della Grande Guerra.
Saluto e rievocazione storica dei sindaci di Alano di Piave e Quero Vas.
Corteo verso la chiesa arcipretale di Quero.
Ore 10.45 - Santa messa in onore di tutti i Caduti.
Ore 12.00 - Rinfresco presso la Sala Don Milani.

La giornata vedr la partecipazione della Banda Cittadina di Alano di Piave.


gradita la presenza delle Associazioni dArma con i relativi gagliardetti.

TUTTA LA CITTADINANZA INVITATA


Il Sindaco
Quero Vas
Zanolla Bruno

Il Sindaco
Alano di Piave
Bogana Amalia Serenella
Stampa DBS - Mc 10-16

16

CRONACA

Del gruppo fa parte anche il querese Marino De Bortoli

Le Basour, la rock band italiana che piace in Russia


di Silvio Forcellini

Le Basour (nella foto in alto a sinistra) - di cui il nostro giornale si gi occupato per la presenza, tra i suoi componenti,
del querese Marino De Bortoli come batterista (nella foto in alto a destra) - una band trevigiana alternative-rock composta da Allen (voce, chitarra), Skylle (basso), Marnia (batteria, che altri non che il nostro Marino De Bortoli) e Knk
(chitarra). Una delle tante band che suonano in Italia, direte Non proprio cos, considerato il grande successo che
riscuote il gruppo nei Paesi dellEst, in particolare in Ucraina, in Bielorussia e, ora, anche in Russia. Infatti, dopo i bagni di
folla registrati a Kiev come diretto supporto ai canadesi Three Days Grace, a Minsk come diretto supporto ai canadesi
Thousand Foot Krutch e al festival nazionale ucraino Atlas Weekend, Le Basour sono stati protagonisti di una trionfale
tourne in Russia come diretto supporto della band, anchessa canadese, The Birthday Massacre, con la quale han condiviso il palco il 26 settembre a San Pietroburgo, al Club Zal, e il 28 settembre a Mosca, allo Yota Space. Da sempre attenti ai nuovi mezzi di comunicazione, Le Basour hanno un forte seguito sui social network, soprattutto su Facebook
(24.000 fans) e su Youtube (43.000 visualizzazioni solo per il brano Pray to Stay, 115.000 in totale). Il videoclip di Pray
to Stay, inoltre, stato trasmesso in esclusiva sul sito internet del quotidiano La Repubblica ed stato scelto come video
della settimana dal canale Rock Tv Italy, oltre a essere trasmesso poi da oltre sessanta radio. Da qui le prime scritture
importanti per il gruppo che li ha portati a esibirsi sui palcoscenici dellEuropa dellEst. Il nuovo video Live at Stereo Plaza documenta proprio il primo tour europeo della band e ha gi superato in tre mesi le 26.000 visualizzazioni su YouTube.
Un risultato invidiabile per un gruppo di ragazzi che vivono al servizio della loro pi grande passione: la musica. Tutto
sembra ancora un sogno, ha dichiarato Allen, il cantante. Da bambino cantavo immaginando le folle estasiate ed il sogno diventato realt. La nostra musica piace, le persone sono coinvolte, cantano i nostri brani e noi facciamo di tutto per
coinvolgerle, cerchiamo di trasmettere loro la nostra energia.

Tutte le foto, tratte dalla pagina Fb del gruppo, si riferiscono ai concerti tenuti dai Le Basour a Mosca e San Pietroburgo.

17

LETTERE AL TORNADO

COMUNE DI QUERO VAS

ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI, ALL'ECOLOGIA E ALLE ASSOCIAZIONI DI


VOLONTARIATO

Assessore: Dott. Alberto Coppe

Tel 328.5304521 E-mail: alberto.coppe@alice.it


Riceve al pubblico: sabato ore 10.00 - 12.00 oppure su appuntamento presso la segreteria comunale.

Quero Vas, 21 ottobre 2016

Gentilissimi Presidenti Associazioni di Volontariato Comune di Quero Vas


Oggetto: comunicazione.
Facendo seguito ai precedenti incontri del 30 agosto e dell'11 ottobre scorsi Vi informo che, come concordato con tutti Voi,
l'Associazione Protezione Civile di Quero ha aperto un Conto Corrente Bancario per la raccolta fondi "progetto di
solidariet" rivolto al volontario Amerigo Schievenin, coinvolto nell'azione giudiziaria per i fatti accaduti nel lontano agosto
1997 durante la manifestazione "ape-cross" in valIe di Schievenin.
L'obiettivo resta sempre quello di collaborare nel sostenere una parte delle spese legali che ha sostenuto e che dovr
sostenere questo nostro concittadino.
Vi invito ad estendere questa comunicazione a tutti i volontari dell' associazione che presiedete in modo da pubblicizzare e
rendere nota a tutti questa importante iniziativa di solidariet.
CONTO CORRENTE BANCARIO UNICREDIT
CODICE BIC SWIFT: UNCRITM1M83 - AGENZIA: ALANO DI PIAVE FENER (02083)
IBAN: IT20D0200860990000104499665
Riferita a: associazione Volontari Protezione Civile Quero causale: progetto solidariet Amerigo Schievenin
Grazie a tutti Voi per l'impegno dimostrato.

Dott. Alberto Coppe

AllUsl 2 i Mercoled della salute


Data
9 novembre 2016
ore 18.00
16 novembre 2016
ore 18.00
23 novembre 2016
ore 18.00
30 novembre 2016
ore 18.00

Prossimi appuntamenti
Titolo

La prostata
Il diabete in et giovanile
La calcolosi biliare
Quando la volont vince ogni ostacolo

Relatori
D. Xausa
R. Bertoldin
G. Coschignano
D. Radolovic
S. Tacca AGD
E. Cian
F. Coppa
M. Modolo
M. Ballotta
O. De Pellegrin
ASSI

Accadde nel 1996

ATTUALIT

Luogo
RASAI - sala Teatro
Sala Convegni
Ospedale di Feltre
Sala Convegni
Ospedale di Feltre
Sala Convegni
Ospedale di Feltre

COME ERAVAMO

a cura di Sandro Curto


VALDEROA IN FESTA Domenica 20 ottobre 1996 il Gruppo Alpini Valderoa presieduto da Valentino Rech celebra il
sessantesimo anniversario della fondazione inaugurando la nuova sede in via Brigata Re nei locali gentilmente concessi
dalla Parrocchia di Alano. Madrina della manifestazione Onorina Peterle in Errandi.
NASCE LINTER CLUB Con la stesura dellatto costitutivo di fronte ad un notaio nasce ufficialmente nellautunno 1996
lInter Club Massimo Moratti avente sede alla Gelateria Due Valli di Fener. I sessantasei soci fondatori, nella prima assemblea, eleggono il primo consiglio direttivo che nomina presidente Silvestro Paganin e vice Umberto Tessaro.
INCIDENTI MORTALI Il 1 novembre a Cesana di Lentiai muore Nicola Tieppo, 17 anni di Marziai, dopo un incidente fra
la sua motocicletta e unautovettura; poche settimane dopo tocca al querese Alberto Niero, 18 anni, sbalzato dalla sua
moto dopo un incidente in centro a Quero causato da unautovettura.
LA PRO LOCO DI FENER FESTEGGIA MARIO DURIGHELLO Con la consegna di una targa ricordo a testimonianza di
stima e riconoscenza per il suo costante impegno al servizio del paese, la Pro Loco di Fener festeggia i 25 anni di presidenza di Mario Durighello.
PRO LOCO DI QUERO: POVELLATO PRESIDENTE Gino Povellato viene eletto presidente della Pro Loco di Quero,
sodalizio che aveva gi guidato dal 1987 al 1989. Succede a Romeo Andreazza e avr come vice Fabrizio Bernardi e segretaria Lidia Dal Canton.

18

COME ERAVAMO

La costruzione dei
marciapiedi di Alano
di Silvio Forcellini
Questa bella foto, di propriet del nostro abbonato
alanese Firmino Dal Canton, si riferisce alla costruzione dei marciapiedi di Alano alla fine degli anni
Quaranta-inizio anni Cinquanta. Vi erano impegnati,
guidati da Carlo Zancaner Bologno (in piedi con i
pantaloni chiari), molti giovani del posto che frequentavano la locale scuola muratori. Il secondo da
sinistra Vittore Dal Canton, pap di Firmino; del
gruppo dovrebbero far parte anche Fortunato Pisan
Trula e Pietro Codemo Treboti. Ai lettori il compito di riconoscere gli altri.

Alano,
agosto 1979:
chi si riconosce?
di Silvio Forcellini
E sempre ai lettori il compito (questa volta
molto pi facile) di individuare chi ritratto
in questa altrettanto bella foto, di propriet
del nostro abbonato montebellunese Roberto Biasibetti. La foto si riferisce ad una
festa svoltasi ad Alano nellagosto 1979: vi
riconoscete?

Fener, cartoline
della piazza
di Silvio Forcellini
Da Elsa Zavarise Todt, ora residente in Canada ma che per
anni ha abitato a Fener (il nonno era il proprietario del mulino
che si trovava, ai Faveri, di fronte alla chiesetta di Santa Cecilia), abbiamo ricevuto infine queste tre cartoline che ritraggono la piazza di Fener comera allincirca cinquantanni fa,
con lalbergo Marangoni e la Cassa di Risparmio.

19

ATTUALIT

StorieCoccole
Storie e libri per i bambini piccolini
accompagnati da mamma e pap.

Venerd 11 novembre
in Biblioteca a Vas

Marted 22 novembre
in Biblioteca ad Alano
sempre alle 17.15

rinnovo
abbonamenti

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

20

CRONACA

Quando uomini e montagne si incontrano, grandi cose nascono

Ricordando Federico Curto


di Alessandro Bagatella

Il dodici ottobre scorso, dopo lunga malattia, la forte fibra di Federico Curto ha
ceduto. Federico ha lasciato nel dolore la moglie Lucia, il figlio Giuseppe e la
sua compagna Illenia, la figlia Milena, i nipoti e i tanti suoi amici. Federico am
la montagna fin da bambino. A otto anni gi gestiva, da solo, una madria di capre sul Tomatico-Pradalon. A quindici anni, durante lestate, si rec a Selva di
Cadore, e a Caprile, a tagliare erba alle dipendenze di una cooperativa agricola. Poi trov lavoro come ferraiolo, nelle gallerie, per diverse ditte italiane, spingendosi fino a Montecarlo, dove conobbe il principe Ranieri. Infine incontr Lucia e con lei mise su famiglia e dalla loro unione nacquero due figli. Lucia lo segu sempre sul Tomatico, dove Federico costrui un piccolo regno, acquistando
altre propriet per ingrandire il suo pascolo. Costru la casera nuova, restaurando anche quella vecchia. E cos anche in localit Bocadon, con abitazione e
stallone realizzati con il suo coordinamento. Federico, assieme alla sua famiglia, era conosciuto da tutti e proverbiale era la sua disponibilit, aprendo a tutti
le porte di casa, come al gruppo Amici del Tomatico e del Grappa, offrendo pasti caldi e ricovero per la notte. Federico era conosciuto anche dai cacciatori di
tutta la zona e dai numerosi turisti che si inerpicavano verso la cima del Tomatico. Federico era come una biblioteca: sapeva tutto sulle tradizioni e storia locale e degli avvenimenti bellici. Al suo funerale una folla immensa intervenuta
per portargli lestremo saluto, segno di riconoscenza e gratitudine, e per dare
conforto a tutti i suoi cari. Sentite condoglianze alla moglie Lucia, al figlio Giuseppe e compagna Illenia, alla figlia Milena e ai nipoti Daniel, Claudio e Andrea. Riposa in pace Federico e dona ai tuoi
cari una serena rassegnazione. E ancora grazie di cuore per sempre, per la bella accoglienza che mi regalavi anche
quando passavo con il gruppo di escursionisti.

COMUNE di QUERO VAS

ATTUALIT

Provincia di Belluno

32038 QUERO VAS (BL) Piazza Guglielmo Marconi n. 1 Cod. Fisc. P.I. 01151950258

ASSESSORATO ALLECOLOGIA

PROGETTO DI PROMOZIONE E INCENTIVAZIONE


SULLUTILIZZO DEGLI ECOCENTRI

SERATA INFORMATIVA SULLA


RACCOLTA DIFFERENZIATA
DEI RIFIUTI
NEL COMUNE DI QUERO VAS

LUNEDI 28 NOVEMBRE
ORE 20.00
PRESSO IL CENTRO
CULTURALE DI
QUERO

Nel corso della serata verranno estratti a sorte numerosi premi (biciclette, zaini scolastici,
marsupi, materiale scolastico) per coloro che avranno consegnato la tessera ecocentro (qui
sopra) timbrata con le presenze annuali effettuate presso lEcocentro di Quero o di Vas.
Se qualcuno ha omesso qualche timbratura per dimenticanza della tessera, possibile sulla fiducia
ottenere qualche timbro rivolgendosi allufficio tecnico del Comune il sabato mattina.

21

22

Un tema imperfetto

MOSTRA

RACCONTO

di Nella Botto Tadozzi

Eravamo in quarta, gi nella scuola nuova.


La signorina Domenica Ostuni era da poco rientrata dal primo e unico periodo di assenza della sua vita lavorativa a
causa di un intervento chirurgico. Laveva sostituita una giovane maestra capace e simpatica; io, in quel periodo di relativa indipendenza dalla ferrea disciplina, mi ero cimentata in esercizi di autonomia per modificare la mia scrittura: dai
tratti lenti e comuni a quella degli altri compagni divent una volta stretta e lunga, unaltra con svolazzi artistici, unaltra
ancora inclinata Cambiavo ogni giorno.
Quando la Signorina ritorn e vide i miei quaderni, inorrid. Mi chiam alla cattedra e con tono quasi affettuoso mi chiese preoccupata cosa mi fosse successo; non lavevo mai sentita cos partecipativa. Volevo fare degli esperimenti per
scrivere come i monaci amanuensi che ho trovato nellenciclopedia Conoscere, le dissi. Ma poi aggiunsi sottovoce:
Sono contenta che sia tornata. Era la verit, e ritornai quasi completamente alla mia solita scrittura.

Era una bella e calda giornata di maggio. Entrando nel grande atrio della scuola dove ci radunavamo prima dell'inizio
delle lezioni, si sentiva un qualcosa di solenne nellaria. Poi si sparse la voce dell'arrivo imminente del temibile Direttore didattico e a conferma di questo evento straordinario notammo un fermento inusuale fra le insegnanti che confabulavano tra loro. Poco dopo suon la campanella ed entrammo tutti in classe. La nostra maestra ci mise subito al lavoro
con un tema dal titolo particolarmente adatto al periodo: Maggio. Pensai che era un titolo per pensierini di seconda
elementare.
Mi raccomando, bambini, ci disse infervorata come non lavevo mai vista. Cercate di usare la fantasia e di scrivere in
modo espressivo. Il Signor Direttore molto severo e si aspetta dei componimenti che non siano i soliti pensierini tipo
maggio--il-mese-delle-rose, maggio--il-mese-della-Madonna eccetera eccetera.
Ci mettemmo al lavoro. Era una bella giornata, questo l'ho gi detto, e le finestre erano socchiuse. Entr un moscone e
io mi persi dietro il suo volo. Poi pensai che presto Bepi Simon avrebbe aperto la gelateria e gi sentivo il profumo delle cialde. Poi considerai il numero dei fioretti alla Madonna che avevo offerto fino a quel giorno, ancora troppo pochi
per partecipare gratis alla gita parrocchiale del mese di maggio
Il rumore di una penna caduta mi riport in classe; ricominciai a scrivere, riempii due pagine e consegnammo i quaderni.
Poco dopo sentimmo bussare e subito, senza aspettare che la Maestra dicesse Avanti, il Signor Direttore entr come un fulmine senza aspettare la signorina Spadarotto che lo accompagnava discreta. Ci alzammo, lo salutammo in
coro con un BUONGIORNO, SIGNOR DIRETTORE! e lui, abbandonati i modi spicci che aveva riservato alle due in-

modo espressivo. Il Signor Direttore molto severo e si aspetta dei componimenti che non siano i soliti pensierini tipo
maggio--il-mese-delle-rose, maggio--il-mese-della-Madonna eccetera eccetera.
Ci mettemmo al lavoro. Era una bella giornata, questo l'ho gi detto, e le finestre erano socchiuse. Entr un moscone e
io mi persi dietro il suo volo. Poi pensai che presto Bepi Simon avrebbe aperto la gelateria e gi sentivo il profumo delle cialde. Poi considerai il numero dei fioretti alla Madonna che avevo offerto fino a quel giorno, ancora troppo pochi
23
RACCONTO
per partecipare gratis alla gita parrocchiale del mese di maggio
Il rumore di una penna caduta mi riport in classe; ricominciai a scrivere, riempii due pagine e consegnammo i quaderni.
Poco dopo sentimmo bussare e subito, senza aspettare che la Maestra dicesse Avanti, il Signor Direttore entr come un fulmine senza aspettare la signorina Spadarotto che lo accompagnava discreta. Ci alzammo, lo salutammo in
coro con un BUONGIORNO, SIGNOR DIRETTORE! e lui, abbandonati i modi spicci che aveva riservato alle due insegnanti, con tono ispirato cominci il suo discorso pi o meno cos: Cari ragazzi, l'anno prossimo sarete in quinta e
dovrete sostenere gli esami. Ormai dovete essere in grado di usare la fantasia e di scrivere in modo espressivo. Mi
aspetto che i vostri componimenti non siano una serie dei soliti pensierini tipo maggio--il-mese-delle-rose, maggio-il-mese-della-Madonna eccetera eccetera. Ora fatemi leggere un vostro tema.
Bene, ormai sapete che ero fantasiosa. La Signorina gli porse senza indugio il mio quaderno, certa che avessi scritto
proprio come si aspettava il Signor Direttore. Forse ero il suo asso nella manica. Invece io, quel giorno, avevo deciso a
mio modo di protestare contro quel titolo di tema che non mi piaceva e scrissi come mai avevo scritto, vale a dire una
lunga serie dei soliti pensierini tipo maggio--il-mese-delle-rose, maggio--il-mese-della-Madonna eccetera eccetera.
Il Signor Direttore lesse. Strabuzz gli occhi e rilesse diventando tutto rosso. Lanci prima un'occhiataccia alla mia maestra; poi, puntandomi minaccioso lindice, mi avvis a tutto volume che
all'esame di quinta un simile compito mi sarebbe costato la bocciatura. Sbatt il quaderno sul banco pi vicino e se ne usc dalla classe senza tanti saluti.
La nostra maestra non sembrava capacitarsi, era costernata ma non mi disse nulla. Per un attimo
temetti che i suoi riccioli ordinati perdessero leffetto della permanente facendole diventare i capelli
dritti. Poi vidi alcuni compagni che ridevano sotto i baffi e li imitai.
Che giornata. Confesso che per un attimo me lero vista brutta. Per per una volta il rimprovero me
lero preso io e non avevo nemmeno ribattuto come facevo a casa. Chi lo sa, forse avrei potuto
aggiungere un altro fioretto al santino della Madonna.

COME ERAVAMO

1957:
Queresi al mare
La foto ci giunge, per vie traverse, dal querese Nico Eccher, che lha pubblicata sui
social network.
Col suo permesso la riprendiamo volentieri, sperando di riportare alla memoria bei
momenti per quanti si riconosceranno
nellistantanea.
Dallalto a sinistra:
Augusta Mazzocco, Elsa Mondin (deceduta), Lina Rovolon, Daniela Rech (deceduta), Antonia Berton, Jola Santimaria, Rita
Simonetti, Angiolina Dal Canton (ora in
Olanda), Mirella Ceccato.
Accosciati:
Renato Zatta, Sergio Bosa, Nico Eccher,
Armando Bagatella, Bruno Miuzzi.

Curiosit

In internet si trova
davvero tutto!
Senza ricorrere al lato
oscuro del Web, una
nostra lettrice
incappata in questo
articolo, in vendita sulla
piattaforma di Amazon.
Se qualcuno vuole
ordinarla gli arriver
dallAmerica questa
maglietta
personalizzata col
nome del nuovo
Comune di Quero Vas.
Chi vuol fare
concorrenza a Salvini,
leader della lega, che
gira con le felpe pronte
per ogni occasione?

24

LETTERE AL TORNADO

A Vas Micronido il Girasole


Il 31 luglio si concluso lanno educativo 2015/2016. Nelloccasione abbiamo consegnato ai piccoli dellultimo anno un
diploma per il passaggio alla scuola materna e, anche a tutti gli altri, i risultati delle attivit svolte durante lanno. Momenti di emozione da parte nostra e anche da parte delle famiglie e dei bambini. Nel periodo di permanenza al nido
abbiamo colto il vostro sorriso, il vostro pianto, vi abbiamo coccolati, rassicurati, alle volte ripresi, abbiamo colto i vostri
progressi, abbiamo insieme riso, ballato, colorato, osservato, vi abbiamo consolato al momento della nanna, abbracciati al momento dellaccoglienza, insomma abbiamo fatto un pezzo di strada assieme. Grazie per tutto quello che ci
avete dato.
Maurizia e Miriam le vostre educatrici

Alcuni momenti del percorso fatto nellanno educativo 2015/2016

Pittura con pluriball; facciamo la pizza;


manipolazione con farina; abbracciamo
una pianta; Tanta musica; Facciamo nascere una piantina: preparazione
dellorto; le nostre piantine dellorto

E tutto pronto
per una nuova
avventura

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

ONORANZE
FUNEBRI

PRENOTA SUBITO!
LIBRI

SCOL

ASTIC

DI TUTTE LE MATERIE
per le scuole elementari,
medie e superiori

DA NOI

CONVIENE !
co
Simpati IO
G
OMAG

SCONTO 10%

SU TUTTI I TESTI SCOLASTICI


SERVIZIO COPERTINE

GRATUITO

libri garantita entro 3 giorni


Fornitura
(con disponibilit a magazzino)

Tempestivo aggiornamento

sullo stato degli ordini in corso

Rasai di Seren del Grappa (BL) - Z.I. - Via Quattro Sassi, 4/C - Tel. 0439.394113
info@libreriaquattrosass.it - www.libreriaquattrosass.it
Orari libreria: da marted a sabato 9.00-12.30 e 15.00-19.00 - domenica e luned 15.00-19.00

grafica - stampa
editoria - libreria
z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)
Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113

commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

CONSEGNA A DOMICILIO

Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)


Tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini


Prati - Irrigazione - Potature
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com