Sei sulla pagina 1di 32

Quindicinale

Anno XXXVIII

04.08.2016
Numero

672
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEGUSINO

Sospesi fra le montagne- pag. 1


Riflessioni su Schievenin - pag. 3
58a Festa della Madonna del Piave - pag. 5
Fiesta Latina a Fener - pag. 6
Con FASHION SCIOS la moda arriva a Quero - pag. 10/11
http://digilander.libero.it/tornado

Chiuso in redazione il 26.07.2016 - Prossima chiusura il 05.09.2016

Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

CONTIENE IP

AL MOLIN

TABACCHERIA
EDICOLA

RISTORANTE - PIZZERIA

Pagamenti imposte con F24


Bolli auto e moto

Ricariche telefoniche

SPECIALIT PESCE
ALANO DI PIAVE

Cambio pile ad auricolari


orologi e telecomandi

PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129


- CHIUSO IL MARTED -

32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14


E-mail: termoidraulica.gierre@vodafone.it

Per rinnovare la tua casa

TODOVERTO

di Todoverto Paolo & C.

S.N.C.

ZD di ZAGO DINO
IMPIANTI ELETTRICI - VIDEO CONTROLLO
ASSISTENZA IMPIANTI TV DIGITALI / SATELLITARI
ASSISTENZA CAME / NICE
VENDITA: MATERIALE ELETTRICO / FERRAMENTA
VERNICI / VETRI / CASALINGHI / DUPLICAZIONE CHIAVI

imbiancature interni - esterni


termocappotti - spatolati

TEL. e FAX 0423.979599 - CELL. 349.6055947 - E-mail: zagodino@hotmail.it

ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia


Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

ORARIO APERTURA NEGOZIO


dal luned al sabato: mattina 8.30-12.00 / pomeriggio 15.30-19.00
(luned mattina chiuso)

VIA CARSO, 2 - SEGUSINO (TV)

IL TORNADO Sede: Via J. Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Piero Piccolotto, Andrea Tolaini.
ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00.
LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- con bonifico
sul c/c Banco Posta intestato alla PRO LOCO di FENER, IBAN: IT49 M076 0111 9000 0001 0153 328; 3- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIO DA MILIO - Alano;
GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAURO MAZZOCCO - Quero; ALESSANDRO BAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDA SOLAGNA - Vas; ANTONIO
DEON - Vas; BAR BOLLICINE - Scalon; BAZAR di A. Verri - Segusino.

CRONACA

Sospesi fra le montagne


a cura Proloco di Alano di Piave

Di primo mattino, nonostante la giornata non si fosse presentata nel migliore dei modi, gli addetti della Proloco di
Alano, dopo aver caricato l'occorrente sono partiti alla volta del Pian de la Bala, poco
sotto al monte Grappa, per allestire il "campo base". Panini, birra e ristoro per tutti!! Alle
dieci un buon gruppo di camminatori partito per una camminata lungo le trincee che dal
Pian de la Bala portano allo splendido sentiero delle Meatte. In questi luoghi si sempre
in bilico tra il farsi coinvolgere dal ricordo dei drammatici avvenimenti qui accaduti
durante la Prima Guerra Mondiale oppure lasciarsi incantare dai panorami mozzafiato
che tutto intorno ci avvolgono. In attesa che le guide alpine sistemassero l'ancoraggio
sulle rocce della slackline, un via vai di camminatori un po da ogni dove, ha curiosato il
procedere dei lavori dell'insolito spettacolo, le prove seguenti, addentato panini,
chiacchierato e socializzato, con lo spirito proprio del fraternizzare in montagna. Con una
mezz'ora di anticipo sul programma a causa del tempo incerto partito lo spettacolo di
slackline, il passaggio sulla fettuccia. Qui, con un'esposizione di circa 300 metri sul
vallone sottostante, Marco Milanese ha fatto davvero venire i brividi ai presenti, con gli
occhi incollati al cielo! Non da meno Giovanni Martinuzzi dell'associazione Tumblerart:
senza nessun ancoraggio, con le tecniche circensi, si cimentato in splendide figure
aeree, con volteggi pieni di potenza e di grazia. E' la prima volta che su queste montagne
viene presentato uno spettacolo di questo tipo: un esempio di destrezza e poesia nello
stesso tempo. Vederli dal vivo davvero emozionante. Non escluso, viste le richieste
di molti che non si aspettavano una cosa del genere o di chi ha perso lo spettacolo, di
riproporre liniziativa il prossimo anno.

Foto: Francesca
Rech e Licini
Massimo

ATTUALIT

Gli spettacoli di Teatri di pace 2016 continuano in agosto


L'estate di Teatri di Pace 2016 ad Alano di Piave e Quero Vas continua ricca di proposte interessanti. Dopo lo
spettacolo di Los Filonautas con la loro nave sospesa ad un filo che abbiamo visto a Vas il 2 agosto, potremo vedere
Milo Scotton e Olivia Ferraris, in arte

Milo e Olivia ad Alano di Piave mercoled 10 agosto alle 21


nel parco della Casa delle Associazioni in Via De Rossi.

Milo e Olivia si esibiranno in Klinke uno spettacolo


dove lei viaggia il mondo in una scatola e lui pronto
a tutto pur di star lontano dai problemi Un
corteggiamento mozzafiato per una bizzarra storia
damore che nasce in un magazzino postale ,tra
scatole, scale e valigie. Un gioco teatrale bizzarro
che si svolge a quattro metri di altezza, che si
intreccia con fili di poesia alle discipline circensi:
scala acrobatica, tessuti aerei, verticalismo,
giocoleria luminosa, clave, diablo acrobatico. Uno
spettacolo raffinato con in scena due artisti capaci di
trascinare chiunque in modo elegante nel travolgente
mondo del circo-teatro. Uno dei migliori spettacoli in
scena in questo periodo in Europa.

in piazza a Quero il 16 agosto alle 21 con


il Folk Dance Ensemble BAYRAM di Ufa Rep. Bashkiria Russia e il
Folk Dance Ensemble Bitola, da Bitola Repubblica di Macedonia.
Tornano anche i balli popolari

Folk Dance Ensemble BAYRAM (foto a lato)


un gruppo fondato nel 1997 composto da giovani
dai 14 ai 25 anni ed ha a repertorio oltre 30 danze
seguite dal coreografo e direttore artistico Airat

Nabiullin. Ha partecipato a numerosi festival russi e


internazionali. Folk Dance Ensemble Bitola (foto a fianco)
fondato nel 1994 costituito da pi formazioni di et diverse che
si tramandano le tradizioni popolari attraverso il ballo, il canto, le
musiche del folklore macedone. Si esibito in patria, nei Balcani
e in Europa. Due appuntamenti assolutamente da non perdere di
Teatri di Pace proposti dall'Unione Sette Ville e dalla Pro loco di
Quero con le Biblioteche di Alano di Piave e Quero Vas.
Tutte le informazioni si possono trovare nelle biblioteche 0439.778718 0439.787097 0439.780270 e sul
web:www.terredelbassofeltrino.it paginaFB: terredelbassofeltrino

LETTERE AL TORNADO

Ho letto larticolo dove lAmministrazione ricostruisce liter del progetto ODI per Schievenin, manca del tutto la nostra posizione che comunque abbiamo espresso allAmministrazione ancora nel dicembre scorso a riguardo in particolare delle ex Scuole e del nuovo ponte al Borgo. In questi due anni abbiamo sempre espresso una posizione
costruttiva, il nostro obiettivo non lAmministrazione in carica ma la crescita del paese ed il benessere dei suoi cittadini. In questo periodo stiamo insistendo molto sulla preoccupante situazione di crisi occupazionale del Basso
Feltrino e della necessit di costruire un progetto di sostegno e rilancio per le attivit essenziali dei centri che sempre pi si stanno avviando alla desertificazione, basti pensare al vuoto che circonda la Piazza di Quero. Alcune volte le nostre osservazioni sono accolte, magari solo parzialmente, come nel caso del Nuovo ponte al Borgo dove
stato modificato il parapetto. Altre volte, come nel caso dei fondi ODI da utilizzare presso le ex scuole le nostre indicazioni vengono ritenute non condivisibili e lAmministrazione prosegue per la sua strada, avevamo a proposito
proposto un intervento da realizzare con lacquisto e la ristrutturazione di un edificio direttamente situato tra le case
del paese di Schievenin.
A conclusione allego quanto scritto alcuni mesi or sono (il 5 dicembre 2015) allAmministrazione di Quero Vas.
Mauro Miuzzi Gruppo Consigliare il Ponte

Riflessioni su Schievenin

A distanza di qualche giorno dallincontro pubblico dellAmministrazione di Quero Vas con la comunit di Schievenin
opportuno per noi del Ponte fare qualche riflessione . Durante lincontro sono stati presentati alcuni progetti importanti
per Schievenin. Si va dal nuovo ponte al borgo al parcheggio dellarea PicNic, alla nuova casa per ferie. In alcuni casi
ci sembrato che la popolazione abbia condiviso, in altri meno. Lo stesso si pu dire per quanto ci riguarda, tanto che
abbiamo chiesto allAmministrazione di fornirci i materiali progettuali illustrati durante allo scopo di poter contribuire al
processo di formazione progettuale in corso. Con questo spirito proponiamo allamministrazione quanto di seguito
esposto
La prima riflessione riguarda il ponte al Borgo, unopera sicuramente necessaria e della quale condividiamo
lintenzione realizzativa. Nella prima ipotesi, in fase di progettazione preliminare era stato ipotizzato il rifacimento del
ponte esistente ma ora, per ragioni di opportunit esplicitate dai progettisti, si preferisce costruire unopera ex novo che,
per quanto ci riguarda, in linea di massima condivisibile. Ci sembrano accolte anche le osservazioni che precedentemente avevamo sollevato ponendo lattenzione alla fontana ed al monumento ai Partigiani. Pur tuttavia il progetto ci
lascia alcune preoccupazioni: un po per la posizione fortemente angolata dingresso ma ancora di pi per la tipologia
del parapetto. pur vero che la sezione idraulica stata aumentata e con questo la sicurezza nel caso di piene del
Tegorzo ma anche vero che le distanza dallalveo in altezza sembra esigua ed il parapetto pieno costituisce una
barriera che potrebbe diventare pericolosa qualora funzionasse da sbarramento. Suggeriamo di proporre ai progettisti
di realizzare un parapetto aperto che lasci passare uneventuale piena eccezionale e che comunque non costituisca
barriera, anche semplicemente visiva.
La seconda riflessione riguarda la realizzazione del parcheggio allingresso del nuovo ponte, su unarea appena acquisita dal Comune. In questo caso siamo molto perplessi e per pi di una ragione. Innanzitutto non ne vediamo
lassoluta necessit come servizio agli abitanti del Borgo perch difficile pensare che chi vi abita lasci in questi spazi
lauto per poi avviarsi a piedi. Comunque non questa la vera ragione della nostra perplessit che riguarda piuttosto la
trasformazione morfologica del luogo che oggi si presenta molto naturale, caratterizzato dallacqua, dalle rocce e appunto da questi piccoli spazi verdi ai lati del torrente. Il parcheggio lo percepiamo come una cementificazione che snatura la grazia del posto assimilandolo piuttosto ad una periferia urbana o semi urbana, una nota certamente stridente
con le caratteristiche della natura circostante. Saremmo piuttosto dellidea di suggerire una sistemazione del verde con
un arredo dedicato e al massimo una o due posizioni di stallo. Concordiamo sulla assoluta necessit di sistemare
larea ora occupata dalla ex sede della Pro Loco e condividiamo e comprendiamo anche le difficolt pratiche e burocratiche che ne possono derivare. Non riteniamo opportuna una demolizione tout court e tanto meno la realizzazione di
una piazzola ecologica. un posto delicato, parte di un luogo fortemente caratterizzato da un canalone naturale, antistante un borgo tutto da valorizzare. Basta guardarsi in giro per capire cosa potrebbe succedere con bidoni sparsi qua
e l. Per quanto ci riguarda sarebbe da ipotizzare possibilmente una ristrutturazione parziale del manufatto, previa verifica della consistenza della parte insistente attualmente su propriet privata, questo permetterebbe anche di non privare lassociazione succeduta alla Pro Loco di un locale oggi utilizzato a magazzino.
La terza riflessione riguarda la sistemazione dellarea PicNic. Condividiamo certamente il nuovo parcheggio da realizzare, tanto che noi stessi lavevamo inserito nella nostra proposta di programma elettorale. Ci preoccupa piuttosto
lampliamento dellattuale posto ristoro. Gli spazi proposti sono molto limitati, di scarsa consistenza, privi degli impianti
necessari tanto, a nostro parere, da limitarne e condizionare luso Sarebbe interessate pensare a dei locali pi ampi,
da utilizzare sempre, anche in periodi diversi dallestate e dai momenti caratterizzati da singole manifestazioni, un vero
e proprio punto di incontro e socializzazione per il paese, ipotizzandone una gestione, affidata anche a privati, ma
aperta e a servizio continuativo della comunit di Schievenin, in una parola il bar e la locanda che oggi non ci sono.
Ma veniamo al pezzo forte proposto: lampliamento delle Ex Scuole Schievenin, per realizzare un punto di Ristoro/
bad & breakfast. LAmministrazione ha imboccato lunica strada che le rimaneva: costruire nel senso fisico e materiale
un progetto imprenditoriale che purtroppo contiene riflessi sociali a nostro parere non del tutto positivi. Il percorso di
questo progetto appare segnato, una via, temiamo, separata dal destino della comunit di Schievenin. Il progetto potr
anche funzionare, ce lo auguriamo fortemente perch la storia ed il fallimento labbiamo gi vista con la ristrutturazione
delle ex scuole avvenuta con gli stessi propositi circa 15 anni fa. Dipender per dalla gestione, o meglio dalle capacit
e dalla bravura del gestore, non dalla popolazione di Schievenin. Il progetto pensato per servire ad unattivit e non
la popolazione e, a tal proposito, forse non rispetta con aderenza neppure le finalit del bando di finanziamento. E a
Schievenin cosa rester? Che cosa ne verr? Lunica cosa certa che perder la propria Casa delle Associazioni,
equilibrato corrispondente di tanti centri civici esistenti anche in altre parti del territorio. E allora cosa fare una volta che
non si ritenuto, anche a fronte di probabili opportune giustificazioni, di non investire su un fabbricato in paese, magari pensandolo come nucleo attorno al quale aggregare un albergo diffuso? A nostro parere limitando i danni, riducendo
linvestimento presso le scuole, al limite anche i posti letto, per dirottare un po di pi risorse per dare maggiore funzionalit al fabbricato presso larea PicNic.

ALPINI

17 luglio: Alta Val Calcino


a cura di Claudio Spadetto

Commemorazione al Cippo Domador, quest'anno ancora pi solenne per la concomitanza dell' 80 anniversario di fondazione del Gruppo Alpini Valderoa di Alano di Piave. Erano presenti i Gonfaloni dei comuni di Alano di Piave con il
Sindaco Amalia Serenella Bogana e quello di Tradate con il Sindaco Laura Cavalotti, i Vessilli di Feltre, Bassano, Varese, Trieste e Pisa Lucca Livorno, i Gagliardetti di Alano di Piave, Cavaso del tomba, Crespano, Valstagna, Saronno,
Tradate, Bossolasco, Pisa e Quero e cos pure la bandiera dei fanti di Alano di Piave e Quero Vas. Come ogni cerimonia alpina si inizia con la Santa Messa, officiata dal Padre salesiano Don Angelo Furlan da Segusino che il gruppo Valderoa ha adottato alla causa alpina. Alla fine i discorsi ufficiali, tutti incentrati sull'assurdit delle guerre per prenderne
le distanze e nel contempo stare vicino con il pensiero a chi vi morto, perch lo ha fatto con l'idea di indipendenza e
salvezza nei confronti della sua terra che la stessa che noi percorriamo da uomini liberi. Fatto questo stata consegnata una pergamena ai gruppi partecipanti e per finire, tutti in malga Camparonetta per il pranzo.

E' stata una bellissima cerimonia baciata da uno splendido sole. Da sopra le cime,"i Piz", si vedeva Venezia e guardandosi attorno, vedendo quei magnifici paesaggi ci si domandava: ma come potuta accadere una cosa cos tremenda, con tante vite sacrificate quass, in mezzo a questa pace e a questa meraviglia?
Poi un pensiero va anche a Nizza per l'ultimo atto terroristico avvenuto, che ha insanguinato inutilmente l'Europa e qui
allora si capisce che non il luogo che fa la differenza, ma la mente dell'uomo.
Per questo bisogna sempre ricordarsi e ricordare l'assurdit della guerra.

Parrocchia
di Caorera

La Pro Loco organizza a

Caorera di Quero Vas

ANA
Feltre

Manifestazione realizzata con il contributo


del Consorzio Bim Piave di Belluno

Comune di
Quero Vas

58 Festa
della Madonna
del Piave
a

Dedicata al Corpo degli Alpini

Venerd 12 agosto 2016


Mare Maria

Ore 20.30
sul Sagrato della Chiesa omaggio del Tenore

GIORGIO FORNASIER
alla Madonna del Piave

Sabato 13 agosto 2016

Ore 19.00 Apertura Stand


Ore 20.30 CENA con GULASCH E POLENTA - COSTATA su prenotazione al tel. 347 0511868
Ore 21.00 Serata con ORCHESTRA TABARRONI

Domenica 14 agosto 2016


SIMA
S
I
T
I
N
R
FO
FRASCA

Ore 12.00 Pranzo con BIGOI IN SALSA E GRIGLIATA MISTA


POMERIGGIO GIOCHI SUL PARCO
Ore 20.00 Cena con PIZZA
Ore 21.00 Serata con FAUSTO ED I GIRASOLI

Luned 15 agosto 2016

Ore 7.00 Santa Messa


Ore 9.30 Raduno autorit Civili e Militari
Ore 10.00 Partenza del corteo con gonfaloni labari e bandiere dal museo del Piave
seguiti dai rappresentanti del Corpo degli Alpini
Santa messa solenne in onore alla Madonna regina della pace
ed in suffragio ai Caduti
Discorsi ufficiali, processione con lImmagine della Madonna fino a Marziai
Alzabandiera e lancio della corona nel Piave in omaggio ai caduti
Durante la cerimonia interventi musicali a cura del CORO DI STRAMARE
Ore 12.30 GRANDE PRANZO sotto il tendone con SPIEDO GIGANTE
POMERIGGIO INTRATTENIMENTI SUL PARCO
Ore 19.30 Ritorno della sacra immagine da Marziai
Pro Loco Caorera
Ore 20.30 CENA con PIZZA
Ore 21.00 Serata con NICOLA REVIVAL
www. prolococaorera.it

ATTUALIT

CRONACA

Fener, i vincitori della tombola


di Silvio Forcellini
Buona partecipazione al Parco del Piave alla manifestazione proposta dalla
Pro Loco di Fener sabato 16 luglio e culminata con la tradizionale estrazione della tombola. In apertura Giancaclown (un clown moderno, giocoliere ed
equilibrista, che utilizza attrezzi circensi convenzionali e non, quali animali di
pezza, omini appendiabiti, scope nonch palloni, monocicli e monocicli giraffa) ha proposto il suo spettacolo Lominobuffo, che molte risate ha strappato a grandi e piccini (nelle foto). Successivamente un forno a legno affittato
per loccasione ha sfornato quasi 200 pizze, ottime a detta dei commensali.
Infine, lattesa tombola che ha avuto i seguenti vincitori: quaterna ( 140) a
Dario Franzoia, di Fener; cinquina ( 200) a Meriene El Abdaoui, marocchina di Quero; tombola ( 500) a Yesenia Azero
De Ventre, dominicana di Fener; tombolino ( 160) a Olga Abreu, dominicana di Asolo. Lintera serata stata allietata da
una buona musica e, come detto, da una buonissima pizza.

Parco del Piave di Fener,


sabato 6 agosto la Fiesta Latina
(s.for.) Sabato 6 agosto il Parco del Piave di Fener ospiter la Fiesta Latina, con musica, danze e specialit gastronomiche della Repubblica Dominicana. La baita sar aperta al mattino alle ore 10, con possibilit di pranzare gi a mezzogiorno. La festa vera e propria inizier alle ore 20 con cena a base di specialit gastronomiche dominicane, musiche
caraibiche con i dj Felipe e Swagg, dimostrazione di balli tipici dominicani in costume e proiezione di un video sulla realt
di Santo Domingo. La Fiesta Latina, infatti, sar anche loccasione per raccogliere fondi per un centro umanitario
nellisola gestito dalla Fundacin Ayuda y Amor. La manifestazione proposta dalla Pro Loco di Fener.

e domenica 7 agosto lo spiedo gigante


(s.for.) Domenica 7 agosto, sempre al Parco del Piave di Fener, la Pro Loco di Fener propone lo spiedo gigante a
mezzogiorno (anche da asporto). In ogni caso obbligatoria la prenotazione entro sabato 6 luglio alle ore 12 contattando
la presidente, Lorenza Segato, al 348.8710535. Lo stesso giorno si svolger anche una gara di auto modelli radiocomandati.

4 Trofeo memorial De Girardi Enrico


di Alessandro Bagatella

Il 21 agosto 2016 si terr in localit Canal, a Feltre, il 4 memorial di caccia pratica in ricordo del cacciatore querese
Enrico De Girardi. Liniziativa ha sempre riscosso grande successo. Lanno scorso si sono rese necessarie tre batterie
e in una di queste ha primeggiato Pier Paolo De Girardi, con il cane Red. Al barrage fra le tre batterie Pier Paolo, fratello di Enrico, si classificato al terzo posto. In foto (avuta da Gianni De Girardi): i concorrenti della scorsa edizione.

Torna il Giro
delle Fontane
a cura di Silvio Forcellini
Il prossimo 25 settembre torna il Giro
delle Fontane, alla sua sesta edizione,
passeggiata tra boschi, prati e storia alla
scoperta delle antiche fontane disseminate
sul territorio alanese. La manifestazione,
promossa da G.S. Alano e Pro Loco di
Alano, presenta una novit: saranno tre (e
non pi due) i percorsi proposti,
rispettivamente di 4 (rosa), 10 (giallo) e 16
(verde) chilometri. La partenza (alle ore 9
per i percorsi giallo e verde, alle ore 10 per
il rosa) verr data presso la palestra
comunale, larrivo sar alla casa delle
associazioni con successivo Pasta Party
(fino alle ore 14.30). Seguir spettacolo
comico con Marco e Pippo. In questa
pagina
ulteriori
informazioni
sulla
manifestazione che lanno scorso ha visto
ai nastri di partenza ben 1.450 persone.

ATTUALIT

CRONACA

A Caorera due appuntamenti sportivi


per ricordare Mirco Cernuschi e Maicol Zanella
di Alessandro Bagatella
Sabato 16 e domenica 17 luglio si sono svolti a Caorera il
9 Memorial Mirco Cernuschi di calcio a 5 ed il 1 Memorial Maicol Zanella di green volley. Tantissimi sono stati i
giovani che si sono ritrovati sul campo sportivo di Caorera
per ricordare i due amici scomparsi, ma sempre vivi nei loro cuori: Mirco e Maicol, due giovani rubati dal destino alle
loro famiglie. Domenica sera tutte le squadre, prima delle
finali, si sono strette ai famigliari con un momento di silenzio, un grande applauso e un mazzo di fiori consegnato
dalle squadre finaliste alle famiglie. E stato un momento davvero commovente. Il 1 Memorial Maicol Zanella ha visto la
partecipazione di sette formazioni. Al primo posto si piazzata la squadra Mi butto se me la sento, davanti a Nikoffi &
Co.. Invece nel 9 Memorial Mirco Cernuschi, cui hanno preso parte undici formazioni, il primo posto andato alla squadra del Bar Bollicine, che in finale ha superato per 1-0 la Pizzeria San Felice. Premi individuali sono stati assegnati a
Jacopo Zanol (miglior portiere), Fabio Zandomeneghi (miglior giocatore nonch autore del gol che ha deciso la finale) e
Cristian Colmanet (capocannoniere). Un elogio a quanti si sono dati da fare nellorganizzazione di queste iniziative a ricordo degli amici scomparsi e, naturalmente, agli sponsor che hanno sostenuto la manifestazione.

Nelle foto tratte da Il Corriere delle Alpi: a sinistra, il Bar Bollicine, vincitore del torneo di calcio a 5; a destra i Mi butto
se me la sento, vincitori del torneo di green volley.

Un totem al Parco del Piave


di Fener
di Silvio Forcellini
Nella foto, il totem ricavato dal fusto di un albero malato abbattuto che da
un paio di settimane fa bella mostra di s al Parco del Piave di Fener. E stato posto allingresso del parco in occasione del Reset Festival 2016, svoltosi dal 27 al 31 luglio, ed stato realizzato con motosega dallo scultore
Alessandro Turrin, querese dadozione: bravissimo, un vero artista !!!

Il Mercatino del Tornado


Affitto o vendo a modico prezzo
casa a Campo di Alano di Piave gi arredata.
Per info telefonare al 327.4562274.
Vendo travi gi trattati, con testa lavorata,
delle seguenti dimensioni: m.5,50 x cm.12 x cm.14.
Per info telefonare allo 0439.779495.

10

CRONACA

Con Fashion Scios la moda arriva a Quero


articolo di Silvio Forcellini - foto di Paolo La Placa
Anche questanno la Sagra dei Scios di Quero ha riscosso il consueto grande
successo. Un successo cui ha contribuito non poco la novit di questa 38a edizione: una sfilata di moda magistralmente organizzata da una giovane querese,
Jennifer De Caria. La serata, denominata Fashion Scios e svoltasi gioved
14 luglio, si rivelata oltremodo dinamica e coinvolgente e ha superato ogni
aspettativa, considerando che mai era stata proposta una simile manifestazione allinterno della festa querese. Tutto nato dalla passione per la moda che
Jennifer De Caria ha coltivato fin da piccola e che porta avanti tuttora esprimendo questa sua passione in un lavoro ormai desueto, ossia quello di sarta,
disponibile anche per piccoli lavori di taglio e cucito. La sfilata di moda, nella
quale sono stati coinvolti alcuni negozi di abbigliamento della zona (Miss Bijoux di Crocetta, Via Manzoni di Montebelluna, Goldenpoint), ha visto protagonisti modelli e modelle locali di tutte le et, coordinati in modo impeccabile
da Jennifer con il prezioso supporto di Marica Salemi. Ciliegina sulla torta, la
partecipazione straordinaria dellamericana Cassandra Lynch in Favero, che la
modella la fa per davvero. Oltre alla statuaria Cassandra, hanno sfilato (in rigoroso ordine alfabetico) Giada Casagrande, Francesco Dalla Corte, Giulia Dalla
Piazza, Vania Forcellini, Stefania Forner, Sara Frare, Luca Gajo, Erica Gasparetto, Kelvin Menegaz, Yari Moro, Laura Pierobon, Luca Reato, Gianluca Santangelo, Jimmy Schievenin, Loretta Schievenin, Monica Specia, Valentina Tremea, Federica Venturato, Valerio Verardo e Daniele Veser, cui bisogna aggiungere i quattro applauditissimi baby-modelli Anna, Benedetta, Giacomo e
Greta. Il pubblico sin dallinizio stato coinvolto nel vortice di suoni e luci che
hanno accompagnato lintera serata, che stata arricchita anche dalle esibizioni della scuola di ballo montebellunese di Marisa & Luigi e dai dj set di
SunBasses e The Lipstick Guys. Dalle pagine del Tornado Jennifer vuole ringraziare di cuore quanti le hanno permesso di realizzare questo suo sogno: un
grazie va quindi alla Pro Loco di Quero ma anche a coloro che si sono prestati
con grande generosit contribuendo alla buona riuscita dellevento: gli sponsor,
Metamorfosi Hair Style (per le acconciature), FiorEstetica di Fiorella Corr (per
il trucco), Fiorerie Emy e Dalla Bianca, la scuola di ballo di Marisa & Luigi ,
Miss Bijoux, Via Manzoni, Goldenpoint, modelli & modelle, i ballerini, i presentatori Mauro De Stefani e Gianluca Renosto, i dj, Paolo La Placa, Fulvio Mondin e, last but not least, Cassandra
Lynch, oltre naturalmente i numerosi spettatori intervenuti.

11

CRONACA

12

COME ERAVAMO

Fener 1987, il defil di moda-mare


a cura di Silvio Forcellini
In altra parte del giornale abbiamo dato conto della riuscitissima sfilata di moda organizzata a Quero allinterno della
Sagra dei Scios. Credo che pochi ricordino che, circa 30 anni fa (il 14 agosto 1987, per la precisione), la Pro Loco di
Fener guidata dallindimenticabile Mario Durighello propose al Parco del Piave un defil di moda-mare che ebbe un
grandissimo successo. Le foto che proponiamo di seguito, tratte dallarchivio della Pro Loco, si riferiscono a
quellevento.

Anni Venti,
la ricostruzione
della stazione
di Fener
a cura di Silvio Forcellini
Questa bellissima foto, di propriet di
Franco Secci e giunta in redazione grazie
al tramite di Luciano Mondin, ritrae la ricostruzione della stazione di Fener subito
dopo la Grande Guerra. In primo piano,
un gruppo di marinai americani.

13

Programma
2 settembre 2016
ore 18,30

Celebrazione della S. Messa


Officiata dal parroco don
Alessio
La serata sar allietata dalla
cantante Sabrina e la sua
musica

3 settembre 2016

Serata di musica e piatti tipici,


con la partecipazione della
scuola di ballo Loca
Combination ed esibizione
dei maestri Issam e Chiara,
con animazione e
coinvolgimento di tutto il
pubblico presente

4 settembre 2016

2 Tempi Day

al mattino moto raduno, con


sfilata e mostra, dei motorini
due tempi. Pranzo sotto il
capannone della festa.
Per i pi piccoli animazione e
Nutella Party.
Lo stand gastronomico
propone:
Baccal con polenta
Schiz con polenta
Straccetti di pollo fritto
Luganega in salsa
Wrstel alla griglia
Medaglione con peperoni
Patate fritte, contorni, vino,
birra
Nelle foto:

alcuni momenti della festa


nelle scorse edizioni, tra
giochi per bambini, musica,
gastronomia per un sereno
divertimento.

14

LETTERE AL TORNADO

Il ponte de i osei
di Marcello Geom. Meneghin

Il centro di Quero (BL) collegato con la frazione Campo di Alano di Piave tramite la stradina Via per Campo percorribile con automezzi e poi per un breve tratto pedonale interrotto dal letto del torrente Tegorzo che, per continuare la
camminata fino a Campo, poteva essere attraversato solo in periodi di magra utilizzando alcune piccole pietre che
sporgevano dall'acqua costituendo un sentiero pensile percorribile da chi possedeva particolari diti di equilibrio ed agilit. Circa un secolo addietro era stato costruito un ponticello che ovviava allinconveniente costituendo finalmente la
necessaria continuit pedonale. Per festeggiare lavvenimento si erano riunite le autorit dei due Comuni in un ristorante della frazione di Campo scegliendo come menu Uccellini al forno che allora costituivano un piatto prelibato tanto
che quel ponte era stato nominato il ponte degli uccelli in dialetto ponte dei osei . Il pranz si prolung fino ad ora tarda, ma quando le autorit queresi si accinsero ad attraversare il ponte per tornare a casa il ponte non c'era pi perch
la piena del torrente lo aveva fatto sparire. La cosa pass alla storia tanto che anche il nuovo ponte appena costruito si
chiama ancora il ponte dei osei. Questopera nuova, rappresentata nelle foto, a mio avvis veramente bella in
quanto con la sua linearit e semplicit si inserisce perfettamente senza rovinare un ambiente naturalistico molto bello
e romantico, affiancato poco distante dalla chiesa di San Valentino.
Mi preme per rilevare la mia opinione di tecnico appassionato dell'idraulica,

Il ponte, come si vede dalla seconda foto, ha il paramento


inferiore della travata posto 30 cm pi in basso del piano
campagna e quindi pi in basso dei prati (chiamati in dialetto pr de acqua) che si estendono subito a est del torrente
per una grande estensione. Siccome conosco bene il Tegorzo e ho bene in mente le eccezionali e violente piene
che vi si formano in caso di eventi piovosi molto intensi come non raro da quelle parti, io avrei alzato la quota del

ponte portandola a 30 cm pi in alto del piano campagna rendendo cos possibile alle acque di piena di
espandersi nei pra de acqua senza toccare minimamente il ponte. In altre parole io avrei costituito una garanzia in pi anche se eccessiva ed improbabile, ma
usando quella cautela che in casi del genere non mai
troppa!
Dico questo perch, come sopra raccontato, gi una volta il ponte ha fornito prova delle possibilit distruttive del
Tegorzo e non vorrei proprio la cosa si dovesse ripetere
portandosi via il bel ponte nuovo.

15

SEREN
A
DEL GRAPP

Comune
di Alano

Comune
di Seren del Grappa

Comune
di Quero Vas

Unione
Montana Feltrina

I COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO VAS, SEREN DEL GRAPPA,


LUNIONE MONTANA FELTRINA
in collaborazione con le Associazioni di Volontariato

organizzano

4 PASSI
in amicizia
Malga Valpore di Cima m 1458
(Comune di Seren del Grappa)

Domenica 28 agosto 2016


Ore 7:00 Partenza autovetture dalle piazze di Alano e Quero.
Ore 7:30 Partenza autovetture dalla Piazza di Seren del Grappa.
Ore 8:00 Arrivo comitive di Alano, Quero-Vas e di Seren del Grappa alle Bocchette.
Parcheggio autovetture presso (e vicinanze) la chiesetta Bocchette.
Ore 8:15 Partenza passeggiata.
Ore 8:30 Nei pressi del Rifugio Bocchette presentazione del rinnovato percorso del Bosco degli eroi arricchito con opere
artistiche in legno e pietra.
Ore 8:45 Partenza verso Ca Tasson e Malga Lebi dove ci sar un piccolo ristoro.
Ore11:00 Arrivo a Malga Valpore di Cima.
Ore 11:15 Saluti delle autorit e presentazione dei cori Vocincanto e Solo Voci
Ore11:30 Santa Messa accompagnata dal coro femminile Vocincanto.
Ore 12:30 Pranzo con prodotti tipici offerto dallorganizzazione allietato con letture e canti sulla Grande guerra a cura del Coro
femminile Vocincanto e dal Coro Solo Voci.
Ore 14:00 Consegna di un ricordo della manifestazione ai partecipanti.
La manifestazione si terr con qualsiasi tempo.

SPETTACOLO DI CANTI E LETTURE A CURA DEL CORO FEMMINILE VOCINCANTO


DIRETTO DAL M FRANCESCO LORENZO LUCIANI
E DAL CORO SOLO VOCI DIRETTO DAL M PIO SAGRILLO

Lorganizzazione declina ogni responsabilit per incidenti che dovessero verificarsi prima,
durante e dopo la manifestazione

16

LETTERE AL TORNADO

Talk with your feet, play with your heart


Al termine dello Splash Volley svoltosi il 9-10 luglio in memoria di Mattia Licini, anche noi organizzatori vogliamo
esprimere il nostro pensiero e ringraziamento.

In questo weekend di gioco, risate, balli e ricordi siamo stati felicissimi di vedere al Valcalcino lo spirito giusto con cui
vogliamo ricordare Mattia: "Talk with your feet, play with your heart , mani e piedi che giocano e danno il meglio e
sorrisi, pacche sulla spalla e incoraggiamenti, quel cuore che necessario per giocare bene.
Siamo rimasti contenti che l'idea dello Splash Volley abbia entusiasmato sia i giocatori sia il pubblico. Il nostro cuore si
riempito mentre in ogni sorriso, in ogni abbraccio dopo una partita vinta o persa, in ogni esultanza alla propria canzone preferita riconoscevamo il nostro Mattia. Quel Mattia che amava ascoltare musica, ballare, giocare... ma soprattutto
amava farlo assieme agli altri, convinto che proprio nella condivisione che si nasconde la chiave per la vittoria. I vuoti
lasciati dalle persone a cui teniamo non si colmano mai interamente, ma siamo convinti che solo se siamo in grado di
trasformare anche in minima parte la tristezza in un'occasione per fare del bene, rendiamo migliori noi stessi e quelli
che ci circondano. E cos acquisisce un po' di senso quel sordo dolore di fronte agli eventi insensati che ci accadono e
continuano ad accadere. per questo che siamo contenti non solo del ricavato emozionale della manifestazione, molto, molto importante per noi, ma anche che il ricavato materiale sia devoluto in gran parte alla Lega italiana fibrosi cistica. Ringraziamo le tante persone che ci hanno dato una mano, chi per la parte amministrativa, chi come sponsor, chi
nel montaggio-smontaggio, chi con una frase di incoraggiamento. Ringraziamo in particolar modo Angelo, Lorena ed
Enrico per averci sempre supportato e aver creduto in noi. E infine ringraziamo un po' anche noi stessi, perch in questo periodo ci siamo riscoperti come squadra, una squadra vincente, che ha condiviso decisioni, sforzi e risate.
Siamo orgogliosi di averlo fatto per te Mattia, perch sappiamo che soprattutto in quei giorni a muovere i nostri piedi e i
nostri cuori c'eri tu.

CRONACA

Manuel:
campione di matematica
Manuel Carrer di Quero Vas stato premiato a livello nazionale in quanto 2
classificato (Medaglia dargento)
alla XXVI Olimpiade dei giochi
logici
linguistici
matematici,
organizzata
da
Gioiamathesis
(ente accreditato dal MIUR per la
valorizzazione delle eccellenze)
con
il
patrocinio
morale
dellUniversit e del Politecnico di
Bari.
Un bel risultato che ha premiato la
passione e limpegno per la
matematica e gli studi scientifici e
che stato seguito, dopo alcuni
giorni, anche da un brillante 10 e
lode come voto di licenza di scuola
secondaria di 1 grado.

17

LETTERE AL TORNADO

GRUPPO PARROCCHIANI QUERO E VAS


organizza

Pellegrinaggio al Santuario di
San Girolamo Emiliani
SOMASCA (Lecco)
Partenza con pullman:
ore 05.50: PIAZZA di Quero

DOM
E
AGO NICA 28
STO
2016

ore 06.00: PIAZZA di Vas


Programma:
Ore 10.00 circa: arrivo a Somasca, con sosta lungo il percorso in autostrada, visita quidata al santuario e ai luoghi limitrofi, dove ha vissuto gli ultimi
anni della sua vita S. Girolamo Emiliani
Ore 11.30 Santa Messa
celebrata da padre Luigi Bassetto, per tanti anni rettore di Castelnuovo
di Quero .
Alla fine della S. Messa pranzo libero.
Ore 15.45 partenza per il rientro, con sosta, e arrivo verso le ore 20.00 circa

QUOTA DI ISCRIZIONE: 30,00


DA VERSARE ALLATTO DELLISCRIZIONE
ENTRO SABATO 20 AGOSTO 2016 PRESSO:
CARTOLERIA SCHIEVENIN ALBERTINA (QUERO) tel.0439.787012
comprende viaggio in pullman gran turismo assicurazione medico bagaglio

I posti saranno assegnati in ordine di prenotazione


Organizzazione Tecnica Piazza Tiziano Viaggi SrlPieve di Cadore

18

LETTERE AL TORNADO

Dai settanta in su
di Nella Botto Tadozzi

Era un po' che volevo accompagnare mia mamma alla Festa dellAnziano a Quero, che sarebbe lultimo giorno di una sagra tanto rinomata per le lumache che somiglia a quella di Cherasco qui in Piemonte. Sagra dei Scios, si chiama, e almeno
una volta nella vita bisognerebbe andarci per come li fanno buoni alla moda dei
vecchi. Cosicch ho detto a mia sorella di prenotarci sperando che non facesse
tanto caldo, sotto quel tendone, che lultima volta mi sventagliavo da sembrare una
turbina e avrei voluto far aria anche a quei bravi compaesani tutti sudati che ci preparavano da mangiare. Ma per fortuna oggi fa ancora fresco rispetto al caldo di luglio, e allora pronte!
Arriviamo in macchina e vediamo subito un bel parcheggio ben organizzato, con
posto comodo per quelli che fan fatica a camminare. Mentre mio cognato sistema
la macchina, entriamo: c gi un sacco di gente venuta per mangiare le lumache e
tante altre cose buone. Anche noi che festeggiamo gli anziani siamo in tanti. Il nostro gruppetto mira a un tavolo vicino
a una porta aperta del tendone dove c una nostra
vicina di quando abitavamo in piazza Marconi, pi in
l ritrovo una compagna di scuola che non vedevo da
una vita, che quando era piccola aveva un bel ciuffo a
fontana; anche lei accompagna sua mamma. E tutto
un gran salutarsi festosi, il nostro giro quello dei
#vicinoainovanta come mia mamma: Oh finalmente
che sei qui, erano secoli che non ti vedevamo!, mi
dicono, e invece qualche mese, solo che mi hanno
scambiato per una cugina in seconda, ma poi anchio
prendo una settantenne che non vedevo da decenni
per sua madre. Per un attimo tutto si mescola, tutto si
confonde, riemergono vecchi ricordi ma di quelli belli,
lontani aneddoti che ci fanno ridere ancora e ritorniamo nel presente.
Sulla tavola apparecchiata con unallegra tovaglia a
quadretti ci sono gi lacqua e un buon vinello leggero, sia bianco che rosso. Si inizia con melone e prosciutto, poi lasagne, spezzatino con patate, polenta e
verdure. C un fatto: nessuno parla di colesterolo e cattiva digestione; del resto tutto cos saporito e cotto il giusto
per let che va gi senza problemi. Mentre mangiamo commentiamo che son proprio bravi questi qui della Pro Loco di
Quero, che far girare bene lingranaggio della sagra sembra sia facile e di routine come bere unombra dopo la messa
e invece chiss quanta forza di testa, muscoli e cuore ci vuole.
Mentre aspettiamo la macedonia col gelato, lAssessore del sociale chiama i Premiati di 75 e 80 anni per la consegna
delle medaglie e dei diplomi. Ognuno in gamba per le sue peculiarit e senza rincorrere giovanilismi; anche il pi
dendi tra loro sfoggia la sua nuova chioma grigia nature e forse per questo riceve un battimani pi corposo. Ma ciascun premiato riceve i nostri applausi, anche chi assente, e per tutti gli over70 residenti a Quero Vas c il pranzo
gratis offerto dalla Pro Loco. A sto punto c chi borbotta che questo omaggio dovrebbe essere anche per chi residente fuori ma versa lIMU al Comune, per nessuno vuole ascoltarlo e applica la sordit selettiva, che una cosa diplomatica che non occorre aver studiato tanto ma che va sempre bene, che anche mio padre buonanima diceva un
bel tacer non fu mai scritto. Naturalmente tutti vorrebbero essere premiati ogni anno perch proprio bello fare quei
quattro passi fino al microfono e ricevere lapplauso; lAssessore li consola con la promessa di un pass per il Paradiso
quando sar lora, magari con lintercessione di Don Alessio che un vero prete della gente e vuol bene a tutti.
Oh, non sembra ma le ore passano e quando comincia a fare pi caldo arriva fresco fresco uno sgroppino al limone a
ritemprare ancora un po quelli che cominciano ad essere stanchi; nessuno dice di no, ci voleva proprio. Infine c il
caff che conclude il pranzo e fa decidere di alzarsi. La festa finita, lora dei saluti a quelli che han lavorato per noi,
che pian piano emergono dalla cucina ancora accaldati. Tempo due mesi e saremo tutti qui a lamentarci che fa freddo
e bisogna accender la fornla. Ma intanto buon Ferragosto!
In foto: il tavolo della Nella!

19

ATTUALIT

FF.SS: le novit del nuovo biglietto regionale


Valido dal 1 agosto 2016

ATTENZIONE: le novit non riguardano i biglietti regionali


acquistati sul sito o da App Trenitalia
Dal 1 agosto, per acquistare un biglietto regionale o
sovraregionale ti verr richiesto in quale giorno
intendi viaggiare. Potrai utilizzare il tuo nuovo biglietto
regionale esclusivamente entro le 23:59 del
giorno riportato sul tuo biglietto.
Attenzione: dopo quellora il tuo biglietto non sar pi valido.

Bocce: Diego Schievenin ai vertici

BOCCE

Latleta di Quero Vas conferma le sue doti di ottimo giocatore di bocce


Le bocce regionali continuano a parlare bellunese.
Nella gara individuale di serie B organizzata a fine maggio dalla societ Veronica le due piazze pi nobili del podio sono andate ad atleti dolomitici. Sul gradino pi alto
salito Diego Schievenin, atleta del Cavarzano, in foto penultimo a destra. Alle sue spalle, al secondo posto, si
piazzato Mauro Carlin del Dolada. Il podio stato completato da Benedet della Marenese. Alle loro spalle,
nell'ordine, De Zotti del Florida, Spinelli del Sant'Antonio,
Gava e Cioffi della Marenese, Belloto della Saranese.
(notizia e foto tratte da: http://www.bocceinvolo.it)
Anche a livello nazionale Diego non scherza e nei
campionati italiani volo, disputati nelle giornate del 2 e 3
luglio a Biella, si aggiudicato il terzo posto nella categoria B.
(segnalazione di Andrea Tolaini)

Ognuno potrebbe

LIBRI

(M.M.) In giro per Capannonia, insieme a Giulio, il protagonista dellultimo libro di Michele Serra, ad ascoltare le sue riflessioni che ci portano ad osservare, in un viaggio
che non ha un punto di partenza n di arrivo, le situazioni stranianti che lui vive e che
anche noi possiamo ritrovare nel nostro vissuto. Molte situazioni Giulio non le capisce
e si sente perso, un po spaesato, in un sistema che sembra girare senza avere uno
scopo preciso. Crisi esistenziali? Pu darsi e Giulio fatica a ritrovarsi e critica lattuale
ossessione per lIo, non sopporta che si faccia spettacolo di ogni istante della propria
vita, si sente fuori posto e fuori tempo. Trova spaesanti anche le parole scambiate tra
persone che non guardano direttamente linterlocutore, ma sono impegnate in un costante collegamento con legfono (cos chiama il telefono cellullare), che sfocia in
una Sindrome dello Sguardo Basso, che provoca incidenti di vario genere a causa
delle distrazioni provocate dal digitare sulla tastiera mentre si cammina. Alla fine, comunque, una frase (pag.120): ognuno potrebbe salvare il posto dove vive apre uno
spiraglio in questo viaggio fra la nebbia, e d un senso al titolo del libro.
Edizioni Feltrinelli I Narratori Ottobre 2015 14,00.

20

CRONACA

Aperto a Vas
nellarea distributore Valli Carburante

Bar allIsola

di Alessandro Bagatella
Il piccolo, ma accogliente Bar a disposizione dei clienti dalle sei del mattino fino alle ore ventidue della sera.
Il proprietario, Simone Visentin e le collaboratrici Maila, Ines e Sonia sono lieti di accogliere avventori ed amici proponendo
ricche colazioni e merende con brioche, panini, tramezzini, pizzette e molto altro, sempre accompagnati da ottime birre e
vini bianchi e rossi.
Un augurio alla nuova gestione di tanta fortuna e tanti amici e clienti.

RASSEGNA STAMPA

Meeting per Esordienti disertato e subito scatta la polemica.


Lamarezza dellAstra: Ringraziamo le numerose societ presenti.

Atletica, solo tre club in pista a Quero


QUERO. Un meeting, tre societ in pista. Soltanto tre: Astra Quero, Piave 2000, Giocallena. vero, forse una domenica di
luglio poteva presentare qualche criticit per ci che attiene la partecipazione. Tuttavia, anche in considerazione delle difficolt di compilazione del calendario provinciale (stretto com tra le esigenze nazionali e regionali), una presenza un tantino
meno striminzita era lecito attendersela. Al punto che certo comprensibile lamara ironia - ringraziando le numerosissime
(2) societ presenti - con la quale il club organizzatore e padrone di casa, il Gruppo Sportivo Astra, ha trasmesso le classifiche. A Quero erano previste le gare del programma C - 60 piani, 600 metri, percorso, vortex e, solo per gli A, il salto in alto
- di Giocatletica, per gli Esordienti A e B. Alla fine, successi per Elena Chiocchi e Filippo Topinelli (Esordienti A) e per Maia
Frescura e Marco Collavo (Esordienti B). Degno di nota il fatto che ben 3 (su 4) delle gare ha visto la vittoria di portacolori
della cadorina Giocatletica, ossia una delle societ che partivano da pi lontano. Questo il dettaglio complessivo.
ESORDIENTI A - Femminile: 1. Elena Chiocchi (Atleticadore-Giocallena) 76 punti; Chiara Da Pr (id) 71; 3. Iris Da Cort
(id) 64; 4. Angelica Pais Becher (id) 62; 5. Agnese Frescura (id) 55; 6. Silvia Buogo (Piave 2000) 54; 7. Lisa Marengon (Atleticadore-Giocallena) 53. Maschile: 1. Filippo Topinelli (Atleticadore-Giocallena) 83; 2. Daniel Tom (Astra) 81; Giacomo
Polesana (Piave 2000) 81; 4. Ibrahimi Faris (Astra) 79; 5. Alessio Argenta (Piave 2000) 78; 6. Aran Pollet (id) 73; 7. Oscar
Specia (Astra) 57; 8. Matteo Buogo (Piave 2000) 54; 9. Simone Mazzocco (Astra) 49.
ESORDIENTI B - Femminile: 1. Maia Frescura (Atletica Cadore-Giocallena) 62; 2. Teresa Dalla Piazza (Astra) 57; 3. Marianna Zandegiacomo (Atleticadore-Giocallena) 55. Maschile: 1. Marco Collavo (Astra) 68; 2. Luciano Barp (Piave 2000)
68; 3. Nicola Salvadego (Atleticadore-Giocallena) 62; 4. Mohamed Matoussi (Astra) 50; 5. Rudi Putton (id) 43.
da Il Gazzettino dell11 luglio 2016

Ieri amara assemblea dei lavoratori, che sperano che qualche societ acquisti la fabbrica

Ima Ferroli, futuro nero per 130 operai

ALANO DI PIAVE. Futuro nero. Una novantina di operai si sono ritrovati ieri nello stabilimento Ima Ferroli di Alano di Piave
per ascoltare dal sindacalista della Fiom Cgil Luca Zuccolotto quella che la situazione, ad oggi, dellazienda. Mercoled, i
rappresentanti sindacali di Belluno hanno infatti incontrato lamministratore delegato Maurizio Prete per lillustrazione del
piano industriale del gruppo Ferroli. Un documento che prevede la chiusura, e poi la cessione, dello stabilimento del Basso
Feltrino. La Ferroli non produrr pi nel sito di Alano di Piave. Inoltre, tra la fine del 2016 e la seconda met 2017 ci sar
una riduzione di circa 600 unit di dipendenti in Italia e 150 allestero. Lobiettivo quello di riorganizzare lintera azienda,
dalla gamma di prodotti alla rete commerciale, senza escludere gli impianti produttivi ormai obsoleti. La nuova Ferroli punter alla creazione di un modello di business sempre pi internazionale, snello e agile che mette al centro la qualit dei prodotti, la fluidit dei processi produttivi per eliminare quelle inefficienze e rinnovare un business model obsoleto che hanno
portato lazienda quasi al fallimento. Tanti i lavoratori presenti ieri: una novantina su un totale di 130. Alcuni di loro hanno
colto loccasione, amaramente, per svuotare i loro armadietti. Il destino segnato. Anche se qualcuno decidesse di acquisire lazienda ci sarebbe comunque un periodo di stallo e quindi molti lavoratori hanno preferito portare a casa le proprie cose.
I prossimi passaggi prevedono un incontro domani in Unione Montana Feltrina tra i rappresentanti dello stesso ente con
sindacati, lavoratori e comitato di sorveglianza. Inoltre, i sindacati incontreranno la propriet a Verona, probabilmente il 29
luglio, per capire se ci sia qualche margine di miglioramento della situazione. Per il momento non in cantiere nessuna iniziativa di mobilitazione.
da Il Gazzettino del 22 luglio 2016

Parole di sconforto tra il personale in cassa integrazione da oltre un anno

Ima Ferroli, c chi svuota gli armadietti


e chi confida in una rinascita

ALANO DI PIAVE. Rabbia, tristezza, rassegnazione. Sono questi i sentimenti contrastanti emersi dai lavoratori ieri al termine dellassemblea. Ci siamo sempre fatti il mazzo e se il fatturato saliva perch noi abbiamo dato tutto a questa azienda.

21

RASSEGNA STAMPA

E questo il risultato, commenta Daniele Schievenin che punta il dito anche verso i residenti dellarea limitrofa allo stabilimento. Si sono sempre lamentati per il fumo che fuoriusciva dallazienda: chiss che adesso che stiamo per chiudere siano contenti. Schievenin, 62 anni, ha lavorato anche come stradino e pure emigrante in Africa. Ora sta vivendo questa situazione alla Ima Ferroli: Industria Matti Alano, questo lacronimo adatto, conclude il lavoratore sconsolato. triste
pensare che avevamo lavoro, commenta Giovanni. Il problema che nessuno ci finanzia. Speriamo che si riesca a trovare qualcuno che ci acquisti. Come spiega il sindacalista della Fiom Cgil, Luca Zuccolotto, al momento lazienda ci ha detto
che c qualche interessamento. Noi, insieme ai lavoratori, incontreremo sabato lUnione Montana e il comitato di sorveglianza. Istituzioni che, a mio avviso, stanno dimostrando interesse verso questa azienda. Interesse che deve concretizzarsi
mettendo in piedi iniziative che favoriscano gli investitori, le nuove produzioni e che facciano in modo che questa fabbrica
torni a vivere. Antonio Garau aggiunge che la situazione globale non delle migliori. Speriamo che qualcuno decida di
investire in una zona industriale depressa com quella del Basso Feltrino, che conta diverse aziende in difficolt. Ci sono
tante famiglie a casa che non sanno dove sbattere la testa, dichiara Giuseppe Palla. Mi chiedo, gente come me, a 54 anni, dove potr trovare qualcuno che lo riassuma? Qualche interessamento, anni indietro, arriv dalla Ariello ma il vecchio
proprietario decise di non vendere parte delle quote. La speranza che questi possano farsi ancora avanti. La cosa che
emerge con forza la dignit di questi lavoratori padri di famiglia - conclude Zuccolotto - perch un anno e mezzo che sono in cassa integrazione. Il valore aggiunto di questa fabbrica sono proprio loro.
da Il Gazzettino del 22 luglio 2016

Il sindaco di Alano spera siano garantite adeguate azioni di salvaguardia dei lavoratori

Bogana: Ima, peggio di cos non poteva andare


ALANO DI PIAVE. La peggiore delle ipotesi si avverata. Sono queste le amare parole del sindaco di Alano di Piave Serenella Bogana dopo la presentazione del piano industriale da parte della dirigenza della Ferroli e la notizia della chiusura
del sito di Alano di Piave. Adesso bisogner cercare di muoversi ad altri livelli per trovare delle soluzioni, aggiunge il primo cittadino. La situazione delle aziende, e in particolare del Basso Feltrino, non certamente delle pi rosee. Senza contare - prosegue Bogana - che i lavoratori della Ferroli sono persone di una certa et e con tipologie di professionalit difficilmente ricollocabili. Latteggiamento aziendale sempre stato ambiguo. La dirigenza Ferroli non ha mai avuto una posizione chiara - sottolinea Bogana - sempre stato un trascinarsi, forse perch loro stessi non avevano un quadro preciso
della situazione. Gli amministratori delegati sono stati diversi nel corso del tempo, per la chiarezza non c mai stata.
Tempo fa si era paventata la possibilit della vendita dellazienda e un barlume di speranza era rimasta, sia per i 130 lavoratori sia per le istituzioni. Ora, invece, la notizia della cessione che stata una tegola pesante. Questa mattina alle 9 ci sar
lincontro in Unione Montana Feltrina a cui parteciperanno il comitato di sorveglianza, i sindacati e i lavoratori. Vediamo
come andr lincontro - conclude Bogana - poi il comitato incontrer la propriet per capire quelle che sono le sue intenzioni.
I vertici hanno infatti affermato che avrebbero messo in atto delle strategie per la salvaguardia dei lavoratori, da capire
quali sono queste strategie.
da Il Gazzettino del 23 luglio 2016

Il vicesindaco di Feltre Bellumat: Nominiamo un perito che analizzi il piano industriale

Amministratori al fianco degli operai dellIma Ferroli


FELTRE. Le istituzioni sono al fianco dei lavoratori della Ferroli perch il piano industriale presentato dallazienda non va.
Troviamo un perito super partes che analizzi il piano e che trovi delle alternative ha proposto il vicesindaco di Feltre Sabrina Bellumat. Nella mattinata di ieri, nella sede dellUnione Montana Feltrina, si svolto un incontro tra il comitato di sorveglianza, le forze sindacali e i lavoratori dello stabilimento di Alano di Piave. Lobiettivo era quello di aprire un dialogo fra le
parti e avviare un percorso condiviso per cercare di trovare una soluzione a questa situazione. Deve uscire da qui - ha aggiunto Bellumat - siamo un territorio che si sta muovendo per i lavoratori Ferroli. Durante la redazione del piano la propriet
avrebbe dovuto coinvolgere il comitato di sorveglianza e non presentare un pacchetto definitivo. La proposta quella di far
nominare (magari dal ministero) un perito che analizzi il piano e proponga delle alternative. Presenti anche il sindaco di
Pedavena Maria Teresa De Bortoli e il consigliere di Quero Vas Antonio Miotto i quali hanno sottolineato lappoggio dei loro
Comuni ai lavoratori e alle iniziative che verranno messe in campo per risolvere la situazione. A coordinare i lavori il vicepresidente dellUnione montana Michele Balen. Allincontro era presente anche Silvia Tormen, consigliere provinciale con
delega al lavoro, che ha sottolineato come sia necessario partire con determinazione per salvare il sito di Alano di Piave.
Del comitato di sorveglianza fa parte anche lassessore regionale al lavoro E.Iena Donazzan, la quale non ha potuto essere
presente malinconico. Ha per fatto sapere, per mezzo del sindaco di Alano di Piave Serenella Bogana, che convocher per
la prossima settimana un incontro in Regione. Inoltre, si attiver per cercare dei possibili acquirenti. Il tutto stante la disponibilit, gi confermata, del Comune di Alano di Piave, di favorire al massimo leventuale nuovo insediamento. Anche i parlamentari bellunesi hanno dato la loro disponibilit a portare la questione sui tavoli romani.
da Il Gazzettino del 24 luglio 2016

Ottimi risultati per la societ della famiglia Vidal, che da decenni frequenta Fener

Mavive cresce ancora, vendite a 26,3 milioni


VENEZIA. Le essenze veneziane catturano il mercato. In dieci anni le vendite Mavive sono triplicate passando da 8,6 milioni
a 26,3 lanno scorso, che si chiuso con una crescita del 21%. Il bilancio 2015 chiude con un fatturato wholesale (vendite al
pubblico) di 45,3 milioni. Per la societ della famiglia Vidal, famosa anche per il marchio The Merchant Of Venice, le vendite
in Italia si attestano a 10,7 milioni, in aumento del 35% rispetto al 2014. Lexport rappresenta il 60% (70% in volume) del fatturato complessivo, con un aumento dell8% rispetto allanno precedente: lEuropa costituisce il mercato di riferimento con

22

RASSEGNA STAMPA

unincidenza sul totale export del 68% ed una crescita di oltre il 14% rispetto al 2014 trainata da Gran Bretagna (+5%) e
Germania (+12%). La redditivit aziendale espressa da un utile netto cresciuto del 20% con un Roe a due cifre di oltre il
35,5% ed un incremento dellebitda. Bene anche il primo semestre di questanno: le vendite ammontano a 12,1 milioni
(+22% sullo stesso periodo del 2015). Lexport di 7,7 milioni.
da Il Gazzettino del 24 luglio 2016

ATTUALIT

Il mercatino del Tornado


Vendo vetrina gelati Lunette con annesso mobiletto con fruttini
causa cessione attivit.
Tre anni di vita, spazio per 18 gusti,
con motore esterno e vetro termoriscaldato.
Tenuta benissimo. Prezzo interessante.
Per informazioni telefonare al 328.2152835

23

CRONACA

La laurea di Fabio Licini


(S.C.) Il 15 luglio, allUniversit degli Studi di Padova, si laureato in Scienze
statistiche Fabio Licini di Campo, figlio di Alcide Licini e Silvia Vidorin. Attraverso il Tornado si congratulano con lui i genitori, il fratello Mirco, la sorella
Monica, i nonni Maria, Pierluigi, Luigina e Gianni che gli augurano un buon proseguimento degli studi e un ottimo inserimento nel mondo del lavoro.

Bocce, lASD Ponte Tegorzo vince


il girone di serie D ed terza alle regionali
(A.T.) LASD Ponte Tegorzo vince largamente il proprio
girone del campionato bellunese di serie D. Su otto incontri disputati, ben sette sono state le vittorie e un solo pareggio (sotto le classifiche dei due gironi). Il primato le ha
consentito di disputare lincontro valevole per accedere
alla fase finale regionale con la formazione Vita e Sport
di Belluno, vinto ai rigori 3-2.
Le gare regionali poi si sono disputate il 24 luglio presso
gli impianti di Pederobba e si sono concluse, per la nostra
selezione, con due sconfitte e una vittoria, prestazione
che le ha consentito di classificarsi al terzo posto.
Nella foto la mitica formazione dellASD Ponte Tegorzo:
in piedi, da sinistra, Bernardino Carrer, Pierluigi Licini,
Giuliana Suman, Antonio Bronca, Armando Gerlin, Domenico Schievenin, Giuseppe Rech, Eugenio Biron e
Ruggero Sbizzera (il pi giovane); in basso, sempre da
sinistra: Luigi Recchia, Franco Franceschin, Vittore Schievenin, Fortunato Cadorin e Bruno Elvis Vanzaghi. Fanno
parte inoltre della societ, come soci tesserati Coni, Natalino Franceschini, Renzo Gerlin, Piero Loja, Luca Lio, Giorgio
Licini, Sisto Bacchetti, Piero De Mori e Andrea Tolaini, mentre Graziano Paoletti, Giuliana Sasso, Luciano Pasa, Guido Noal, Marisa Dal Bello, Diego Collavo, Sandro Curto e Paolo Feltrin sono soci amatoriali.
Per chi volesse provare il gioco delle bocce, il bocciodromo aperto il marted, il gioved e il venerd dopo le 20
e la domenica dalle 15 in poi. Informiamo inoltre che, nel mese di ottobre, in programma un corso gratuito di bocce
aperto a tutti presso limpianto dellHotel Ristorante Tegorzo, per informazioni chiamare il 347.8004030.

Fener, il 21 agosto lassemblea straordinaria


dei soci dellInter Club Massimo Moratti
(A.T.) E convocata per domenica 21 agosto alle ore 18.30 in prima convocazione e alle ore 18.45 in seconda convocazione, presso la sede dellHotel Ristorante Tegorzo, lassemblea generale straordinaria dei soci dellInter
Club Massimo Moratti di Fener con il seguente ordine del giorno: 1. relazione morale e finanziaria del presidente
uscente; 2. elezione del nuovo consiglio direttivo; 3. elezione del presidente; 4. varie. Chi volesse candidarsi alla carica di consigliere pu dare il proprio nominativo ad Andrea Tolaini o a Sonia Zanella entro il 10 agosto (unico requisito
richiesto, la maggiore et). A seguire tesseramento, spaghettata e molto altro. Ricordiamo inoltre che iniziata il 1
luglio la campagna tesseramento dellInter Club Fener per la stagione calcistica 2016/2017. Le quote sono rimaste invariate: 22 euro per i soci Senior, 10 per quelli Junior. Il Member Kit per ogni singolo socio, sia Senior che Junior,
composto dalla tessera Inter Club, dal cappellino di lana Inter Club, dal gagliardetto nerazzurro e dalla lettera di benvenuto. Tali prodotti ufficiali Inter Club saranno contenuti in una elegante confezione nerazzurra. Inoltre ci saranno
partite esclusive a 10 euro sconti allo store, museo e tour stadio. Ci si pu tesserare tramite i consueti canali o dal sito
www.interclubfener.it.

24

LETTERE AL TORNADO

Un traguardo importante
di Angelo Ceccotto
La signorina Armina Rushiti, di origine macedone ma ormai cittadina italiana molto ben
inserita nel tessuto sociale alanese, ha concluso i suoi studi al Liceo Scientifico
Giuseppe Verde di Valdobbiadene con un ottimo risultato.
I genitori si rallegrano per questo importante traguardo della figlia, cos pure i vicini di
casa unitamente agli amici, che si complimentano con lei per limportante traguardo
raggiunto.
Auguriamo a questa nostra concittadina un fruttuoso prosieguo dei suoi studi che
assiduamente lappassionano, indirizzati al suo grande desiderio di intraprendere il
percorso in ambito odontoiatrico affrontando a settembre il test daccesso. Ad Armina i
migliori auguri.

40 anni di matrimonio
per i coniugi Dal Zotto
Tramite il vostro e nostro Tornado, periodico di riferimento per noi abbonati che
abbiamo vissuto la nostra giovinezza nelle valli queresi, volevamo congratularci con
Angelo e Miep Dal Zotto per il traguardo di 40 anni di matrimonio che stanno per
raggiungere.
Si sono sposati l11 settembre 1976 e risiedono in Olanda.
Volevamo perci far loro tanti auguri per un buon anniversario e per una buona
continuazione di vita coniugale.

la sorella Lina Dal Zotto e la famiglia Paolin

Duilio Specia e amici i continua a festejar


di Alessandro Bagatella
Basta laorar, basta sparagnar, ads se va sol a magnar. Questo il motto del nostro amico Duilio Specia, che vediamo
nella foto assieme alla moglie e a due coppie di amici attorno a un tavolo per mangiare e far festa. Nella vita, come tutti,
ha fatto sacrifici, sia per il lavoro, che stato di tanti tipi, che per poter dare alla famiglia una vita decorosa. Ora, assieme
agli amici che hanno avuto i miei stessi problemi, brindiamo e mangiamo assieme dicendo che la vita breve e bisogna
godersela.

25

ASTERISCO

Mongolia Charity Rally con Phi-Gamma team


tratto da: http://www.riplive.it/news/mongolia-charity-rally-2016-3rd-log 23luglio 2016

Dopo alcuni giorni di silenzio assoluto, la sera dellundicesimo


giorno di viaggio i ragazzi del
team Phi-Gamma si sono fatti
nuovamente risentire con un video direttamente da Bukhara (o
Buxoro), capoluogo dellomonima
regione uzbeka e patrimonio
dellumanit UNESCO. Il prolungato silenzio stato dovuto
allattraversamento del deserto a
partire dal confine tra Kazakhstan
e Uzbekistan, un leggero cambio
di scenario rispetto alla steppa
kazaka, un percorso di circa 1200
km effettuato lungo una strada
pi adatta ad un cingolato che a
un mezzo su ruote: si parla infatti
di strade sterrate in cui le buche
e i dossi sono una costante e i
tratti spianati leccezione. Difficile
capire le condizioni del terreno e
leffetto sulla guida tramite parole
o immagini, ma forse questo video (e i movimento della videocamera) vi pu dare unidea (come al solito, i lunghi momenti in viaggio portano ad azioni imprevedibili, quali discussioni sulla trama di Fast & Furious, spiegata in maniera avvincente da Davide). La cosa straordinaria, se ci si pensa, che i Phi-Gamma si trovano ora lungo la Via della Seta, la
Rotta commerciale con la R maiuscola, che per secoli ha collegato oriente e occidente, arricchendo enormemente
(sia dal punto di vista economico che culturale) i borghi e le citt che ne erano attraversate. Non sappiamo come fosse
la strada allepoca, ma siamo certi che viaggiare a dorso di mulo, cavallo o a piedi, non era di certo pi confortevole rispetto ad un mezzo a motore. Dopo una notte di riposo a Bukhara, i nostri giovani viandanti si sono diretti a Samarcanda, la fortezza di pietra, citt patrimonio dellumanit UNESCO dal 2001 in qualit di crocevia di culture che, nonostante sia la citt pi famosa dellUzbekistan, contrariamente a quanti molti credono non ne la capitale. Questa
invece Takent, e si trova a nord-est, lungo il confine con il Kazakhstan e a un centinaio di km dal confine con Kirghizistan. Samarcanda e Takent sono due tappe obbligatorie del viaggio, ma Davide e il Don hanno cercato di convincere
Riccardo a passare anche in Kirghizistan, siccome il cambiamento ai piani di viaggio, causato dallimpossibilit di passare in Turkmenistan, dovrebbe forse aver lasciato al team un po di tempo in pi per effettuare delle brevi deviazioni.
Imprevisti permettendo Arrivati mercoled a Samarcanda, il Don ha potuto festeggiare il compleanno nella Registan
Square, circondato da tre magnifiche Madrase, raccontandoci un poco del viaggio lungo la Via della Seta, di quanto sia
bella Bukhara e splendida Samarcanda, e ringraziando tutti i supporter e gli sponsor del viaggio (tra cui la vostra Riplive) che, ricordiamo, a scopo di beneficienza. A quanto pare, Riccardo non si lasciato convincere a fare una deviazione in Kirghizistan, quindi, dopo aver lasciato Samarcanda e aver fatto tappa a Takent gioved 21, il gruppo si diretto nuovamente alla volta del Kazakistan, attraversando il confine e arrivando ieri verso le 19 (ora italiana) ad Almaty,
ex-capitale del Kazakistan situata a poca distanza dal confine kirghizo, a 860 km da Takent (che diventano 1000 se si
passa dal Kirghizistan). Questa mattina il team ha provveduto ad una doverosa pulizia del veicolo corredata di tutti i
controlli meccanici di routine, anche se, a quanto racconta il Don, il furgone stato preparato talmente bene dal
CNOSFAP della regione Piemonte da rendere quasi superflui questi controlli. In questo momento il team diretto al
confine Nord, verso la citt di Semej, intenzionato a rientrare in Russia per proseguire il cammino verso la Mongolia.
Come sempre, restate sintonizzati su Riplive.it per continuare a seguire lavventura del nostro team di beneficienza favorito in rotta verso la Mongolia. Cercheremo di darvi notizie il pi spesso possibile, ma non ci possibile
programmare luscita di nuovi aggiornamenti, perch tutto dipende da quando arriveranno novit dai nostri intrepidi
viaggiatori.
Come sempre, vi ricordiamo che potete seguire il team Phi-Gamma anche sul loro sito, sulla pagina facebook
o su twitter (hashtag #Wetravel4others), e che la raccolta fondi ancora aperta. Parlatene con amici e parenti,
scrivete consigli ed esortazioni e lasciategli, se potete, una donazione.
Come sempre, vi ricordiamo che per una buona causa.
Per maggiori informazioni sul Team Phi-Gamma: http://phigamma.org/
Per effettuare una donazione: https://www.generosity.com/fundraising/mongolia-charity-rally-phigamma-team
Per maggiori informazioni su GoHelp, la ONG che organizza il Mongolia Charity Rally: http://gohelp.org.uk/

Per seguire il viaggio dei ragazzi del Phi-Gamma team

(M.M.) Ne abbiamo parlato nel numero 668 ed ora i ragazzi, fra i quali il querese Davide Berton ( quello seduto al
centro della foto), sono in viaggio verso la Mongolia, in un percorso che ha tra le sue finalit il sostegno
allAssociazione Vivere la Vita di Segusino. Tramite internet possibile accompagnare questi ragazzi nella loro
avventura e sostenerli nella raccolta fondi a scopo solidale. Augurando loro un viaggio ricco di buoni incontri, a noi il
piacere di condividere attraverso i social network le loro giornate di irripetibili emozioni ed esperienze.

26

ATTUALIT

(s.for.) Proponiamo di seguito un interessante corso di yoga che si terr nel mese di settembre a Vas, negli spazi gestiti
dallassociazione culturale La Charta allinterno dellex cartiera. Il corso tenuto dalla fenerese Cristina Spada, che di
seguito ci presenta il suo corso e di cui pubblichiamo il curriculum.

Yoga in cartiera
dal 5 al 9 settembre
dal 12 al 16 settembre
ore 19 21
Il corso di yoga che propongo vuole trarre ispirazione dagli insegnamenti di
B.K.S. Iyengar, primo maestro indiano a portare lo yoga in Occidente, e dalla
pluridecennale esperienza di ricerca del maestro inglese Godfrey Devereux.
Attraverso pranayama (controllo, espansione del respiro) ed asana
(posizioni), particolare attenzione verr posta nella ricerca dellallineamento
fisico e nella sincronizzazione di questultimo con la respirazione. Attenzione
sar data ai dettagli, considerati importanti e strategici nella definizione totale
di senso. Considerando la capacit di essere fluidi come fonte di salute e
giovinezza, si ricercher la fluidit nella solidit, il dinamismo nella staticit, lespansione e allo stesso tempo la stabilit.
Nella prima settimana, il focus sar quello di comprendere, ricercare e valorizzare il proprio core, parola inglese che
significa cuore, nocciolo, la parte pi interna. Situato fisicamente ed energeticamente, il core letteralmente il centro del
nostro equilibrio, della nostra forza, sia dal punto di vista fisico che emotivo e spirituale. Coltivare e valorizzare il core
significa coltivare linnata intelligenza e la forza del nostro essere. Gli effetti sono essenzialmente di natura energetica, e
quindi riguardanti il fisico, la mente, lo spirito. Ci potr significare un miglior sostegno alla regione lombare, un aumento
della capacit respiratoria, un miglioramento della digestione ed una riduzione della costipazione, unazione sui disordini
alimentari, un riequilibrio della postura, spesso questultima indice e causa di altre problematiche pi profonde. Si
potranno inoltre avere effetti relativi a chiarezza e lucidit mentale.
Nella seconda settimana, alla quale la prima propedeutica, verranno proposte le tre serie di pavanmumuktasana
(posizioni che liberano il prana, lenergia vitale), ideati da Swami Satyananda Saraxwati per porre delle solide fondamenta
al perfezionamento delle asana yogiche. Il lavoro sar quindi orientato alla flessibilizzazione di tutte le articolazioni del
corpo, a rinforzare il sistema digerente, a migliorare il flusso energetico nel corpo e sciogliere i nodi neuro-muscolari.
Verranno inoltre approfonditi i temi della prima settimana, in relazione alle realt dei singoli partecipanti.
Lo yoga non una religione e la sua pratica non richiede di rispettare alcuna fede religiosa, tanto che alcuni padri cattolici
lo utilizzano come percorso di crescita spirituale. Non nemmeno una disciplina sportiva e qualsiasi antagonismo, verso
se stessi e verso gli altri, viene scoraggiato. Lo yoga un atteggiamento di profondo ascolto verso se stessi, con rispetto,
dedizione, non violenza, curiosit. E una disciplina accessibile a tutti e pu essere praticata in qualsiasi condizione di
salute: linsegnante suggerisce una posizione e sar poi il praticante a sapere quando fermarsi, senza forzature, in quello
che pu solo essere un proprio personale percorso di ricerca.
La prima lezione sar gratuita e rivolta a tutti gli interessati.
E richiesto un materassino da yoga per luso personale.
Costo per entrambe le settimane: 150 euro.
Costo per la prima settimana: 85 euro.
Costo per la seconda settimana (solo se si preso parte alla prima): 75 euro.
Per informazioni e prenotazioni (entro il 1 settembre):
mail cristinaspadaster@gmail.com oppure cell. 438 8749937.
Una nota biografica
Cristina Spada, di origini feneresi, si laurea in Sociologia nel 2000 presso lUniversit di Urbino. Qualche mese dopo la
laurea si iscrive alla scuola quadriennale Shen Training and Bioenergetics di Parma, venendo cos in pi profondo
contatto con le filosofie orientali. Nel 2005 ottiene la qualifica di Naturopata ed Operatore Bioenergetico. Parallelamente
continuano gli studi e il lavoro di ricerca in ambito accademico. Nel 2010 ottiene il titolo di dottoressa di ricerca in
sociologia del diritto (Ph.D. in Law and Society) presso lUniversit di Milano, con una tesi che ha per tema la costruzione
sociale della norma nei contemporanei ecovillaggi. Una desiderata e lunga maternit la vedono ferma, nella cura dei
nuovi arrivati: Olmo, Margherita e Diana. Del 2015 il riconoscimento da parte di Yoga Alliance International di
insegnante di yoga.

27

Festa della classe 1946


Gita al lago di Garda Domenica 4 settembre 2016
Partenza alle 6.30 da QUERO
sosta per colazione libera lungo il percorso; arrivo
a Tenno frazione di Riva del Garda per le 9.00;
visita delle Cascate del Varone, si formano dalla
caduta di 90m del torrente Magnone, che cade a
strapiombo in un imbuto di roccia dando vita a
questo spettacolo della natura.
Ore 11.00 partenza da Tenno con arrivo alle 12.00
a Garda per passeggiata, proseguimento per
Peschiera del Garda per il pranzo ed una
passeggiata a La Rocca.
Verso le 17.00 partenza per Sirmione, passeggiata
(eventuale giro in barca). Alla 18.30 circa partenza
per il rientro previsto per le 21.00 circa
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE . 60
Comprende:
- Viaggio in pullman GT Organizzazione Favaretto
- Ingresso cascate di Varone
- Pranzo
Informazioni
per Quero Vas: Rizzotto Enrico cell. 333.5357640
Per Alano: Giustino
Iscrizioni con anticipo di euro 20
entro il giorno 21/ 08/ 2016

rinnovo
abbonamenti

MENU La rocca
Selezione di bollicine e vino secco del
nostro sommelier con caraffe di succhi di
frutta ed analcolici
I dry snack salati con le olive Martini,
Bruschette alla mediterranea;
Le classiche focacce alla genovese nei vari
gusti;
Le nostre fritture: Il pesciolino d'acqua
dolce croccante, i gamberetti boreali in
frittura di mais
Serviti al tavolo:
Vialone nano ai cuori di carciofo con timo
fresco mantecato al pecorino romano
Tagliatella alluovo al pomodoro
aromatico e ricotta affumicata
Arrosto di vitello alla romana al profumo
di passito bianco di Custoza
Verdura al burro, Patate al forno
Tortino alla cioccolata fondente variegato
con crema alla vaniglia
Espresso con la correzione delloste
Vino selezionato dalla nostra cantina
Acque minerali

Controlla il numero di scadenza del tuo


abbonamento. Lo trovi sulletichetta.
Eviterai di perdere qualche numero della rivista.

28

ATTUALIT

Concluso il primo biennio ITS dellocchiale in Certottica - 11 su 16 sono


gi al lavoro

Storia di un successo formativo


Locchialeria cresce con la formazione

Alcuni sono arrivati addirittura dalla Sardegna, altri semplicemente vogliono portare avanti un lavoro che nel dna del
territorio, un modo per rimanere nella loro terra e farla crescere. Quello che certo che undici studenti su sedici hanno gi trovato lavoro, mentre i rimanenti cinque si suddividono tra chi pronto a sostenere dei colloqui presso alcune
importanti fabbriche e chi, addirittura, sta scegliendo tra pi proposte. Sono i numeri di un successo: quello del primo
biennio dellITS, scuola dellocchiale, che si concluso in questi giorni in Certottica, dove i nuovi tecnici dellocchiale
dopo alcuni giorni di esame - hanno presentato i loro elaborati agli addetti del settore. Un diploma quindi che si subito
trasformato in un percorso concreto. I ragazzi vengono fin da subito messi in relazione con il mondo delle aziende. Teniamo conto dei singoli talenti dei ragazzi e delle esigenze delle imprese, trovando un punto di contatto, spiega Simona
Agnoli, responsabile Formazione di Certottica. Molti gli imprenditori presenti al workshop finale che hanno toccato con
mano le creazioni degli studenti, in alcuni casi vere e proprie collezioni con tanto di prototipi. LITS dellocchiale, in collaborazione con la Fondazione Cosmo di Padova, fornisce solide basi teoriche e pratiche in tutti i campi, dalla progettazione alla prototipazione dellocchiale. Sento di aver imparato tanto e devo solo ringraziare Certottica, afferma Dany
che ora ha un contratto a tempo indeterminato con unazienda del Cadore. Da Cagliari a Longarone Michele: Ho seguito un sogno. Il design dellocchiale mi appassiona e vorrei crescere in questo ambiente, dice dopo uno stage in azienda. Ognuno ha sviluppato il proprio talento. E il caso di Magdalena di Belluno che ha collaborato con lazienda ospitante per la realizzazione di parte della collezione Silmo 2016, mentre Marina si concentrata sul controllo di qualit per
una grande azienda di Longarone, dov tuttora impiegata. Per un biennio che finisce, ce n uno in corso e un terzo in
arrivo in autunno. Visti i numeri la Regione ha dato il via libera e le iscrizioni in Certottica sono aperte.
Per info contattare lArea Formazione di Certottica allo 0437 573157.
Longarone, 22 luglio 2016
a cura di Certottica - Area Formazione - tel. 0437 573157 - fax 0437 573131

Il Mercatino
AFFITTASI AD ALANO appartamento nuovo, con ingresso indipendente, in zona tranquilla, composto da
sala cucina (open space), bagno, corridoio, due camere, ripostiglio, due parcheggi.
Per informazioni chiamare 348.1053127

Zona industriale - 31040 Segusino (TV)


Tel. 0423.979282

DUE ESSE s.n.c.


di Stramare Nicola e Oscar
Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV)
Telefono e Telefax 0423.979344
Via della Vittoria - 32030 FENER (BL)
Telefono 0439.789470

ONORANZE
FUNEBRI

PRENOTA SUBITO!
LIBRI

SCOL

ASTIC

DI TUTTE LE MATERIE
per le scuole elementari,
medie e superiori

DA NOI

CONVIENE !
co
Simpati IO
G
OMAG

SCONTO 10%

SU TUTTI I TESTI SCOLASTICI


SERVIZIO COPERTINE

GRATUITO

libri garantita entro 3 giorni


Fornitura
(con disponibilit a magazzino)

Tempestivo aggiornamento

sullo stato degli ordini in corso

Rasai di Seren del Grappa (BL) - Z.I. - Via Quattro Sassi, 4/C - Tel. 0439.394113
info@libreriaquattrosass.it - www.libreriaquattrosass.it
Orari libreria: da marted a sabato 9.00-12.30 e 15.00-19.00 - domenica e luned 15.00-19.00

grafica - stampa
editoria - libreria
z.i. RASAI di Seren del Grappa (BL)
Via Quattro Sassi
DBS TIPOGRAFIA - EDIZIONI DBS
Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300
OCCHIO - Tel. 0439 44111
LIBRERIA QUATTRO SASS
Tel. 0439 394113

commerciale@tipografiadbs.it
www.tipografiadbs.it

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

Azienda Agricola

SIMIONI DAVIDE
VENDITA ORTAGGI
E FRUTTI DI BOSCO
Via della Vittoria, 15 - FENER
Cell. 392.6391164
seguici anche su facebook

ONORANZE FUNEBRI SPADA


VALENTINO

SPADA

MARMI E BRONZI
CIMITERIALI
TRASPORTI NAZIONALI
ED ESTERI
CREMAZIONI
SERVIZIO 24 H

TEL. 0423 69054 - 348 5435137


SERVIZI FUNEBRI A PARTIRE DA 1.800
CON POSSIBILIT DI RATEIZZAZIONE
ACCORDI CON VISITE A DOMICILIO SU VOSTRA
RICHIESTA CON GARANZIA DI CONVENIENZA,
SERIET E PERSONALE QUALIFICATO

CONSEGNA A DOMICILIO

Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL)


Tel. 0439 776002 - 349 1466314

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

Realizzazione e Manutenzione Giardini


Prati - Irrigazione - Potature
Via Feltrina - 32038 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292
E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com