Sei sulla pagina 1di 29

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 29 novembre 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 43 euro 1,20

43
9 Tasse
LImu rischia di far chiudere le scuole cattoliche
in tesi di tassare le Se va cheporto liposcuole svolgono un servizio pubblico

Diocesi
Il vescovo Douglas scrive una lettera per lAvvento
monsignor RegatUna meditazione di tieri dal titolo Il lembo del mantello di Ges

Diocesi
Riscoperta unantica statua della Madonna
isale al XIII secolo ed nelRpieveconservataGiula di Monte sto, vicino a Tavolicci

Visita pastorale
Prosegue in Alta Valle del Savio
orneto, e Verghereto CprossimeBagnosono le tappe del vescovo Douglas

12

EDITORIALE Voglia di partecipare


di Francesco Zanotti

A colloquio con don Giorgio Bissoni, missionario fidei donum

a gente vuole fare sentire la propria voce. Altroch storie e altroch antipolitica. Le primarie del centrosinistra svoltesi domenica scorsa hanno dato una scossa, in positivo. Oltre tre milioni di persone si sono mosse da casa, hanno atteso in la, hanno versato due euro e hanno espresso un voto. Non poco e non male in anni e mesi dominati dallo sconforto, dallapatia, dal desiderio di buttare a mare un sistema intero, partiti compresi. Domenica prossima si svolger il ballottaggio tra i due che hanno ottenuto i maggiori voti, Bersani e Renzi. Come da previsione, potremmo aggiungere, anche se i consensi ottenuti dal sindaco di Firenze nel nostro territorio sono forse al di sopra delle attese. Segno, anche questo, che manifesta il desiderio di cambiare rotta, di svolta, visti i deludenti teatrini a cui siamo stati costretti ad assistere, nostro malgrado. Se il centrosinistra in completo fermento per il duello decisivo in vista dellinvestitura per le politiche della prossima primavera, negli altri schieramenti ogni giorni si assiste a qualcosa di nuovo. Il Movimento Cinque stelle che fa capo a Beppe Grillo vive sullonda della protesta, mentre il centrodestra e il centro cercano di concentrare le forze in attesa di denire le coalizioni da presentare agli elettori. Lex premier Silvio Berlusconi si riaffaccia sulla scena e pare abbia intenzione di tornare nella mischia. La sua possibile ridiscesa in campo ha scompaginato quel poco che ancora c rimasto da scombussolare. Dopo i recenti e clamorosi scandali, Berlusconi si era convinto che sarebbe stato meglio per lui e per lalleanza da lui guidata compiere un passo indietro. Ora pare ritornare sulle proprie decisioni, con non poco sconcerto in tutto il centrodestra, dove non si contano i candidati alle primarie tornate in discussione. Certo il centrosinistra ha dato una bella lezione di partecipazione. Se il Pdl vorr fare altrettanto dovr impegnarsi a fondo, a meno che non pensi di ricorrere ancora alla capacit coinvolgente di Berlusconi che appare parecchio in declino. Con lui anche la Lega non sembra navigare in acque migliori. Dalle parti del Centro, Udc e il movimento avviato da Luca di Montezemolo Italiafutura a sostegno di Monti, si spera di raccogliere, oltre al proprio elettorato, i cocci degli scontenti di entrambe le parti. Il presidente della Ferrari ha gi trovato parecchi compagni di viaggio, a cominciare dal ministro Andrea Riccardi (presente a Todi 1) e Raffaele Bonanni e Andrea Olivero tra i promotori di Todi 1 e 2. Il fermento non manca. Limportante avere qualcosa di sensato da dire, da proporre e da testimoniare a un Paese n troppo impantanato.

Una missione viva

Bambini della diocesi di Carupano, in Venezuela La missione al centro dellimpegno della comunit cristiana. Sulla scia dello spirito del Concilio Ecumenico Vaticano II diversi sacerdoti diocesani vennero donati ai Paesi con poche vocazioni. Nei primi anni Sessanta partirono per la Colombia don Dante Moretti e don Giorgio Bissoni. Con loro ci fu sempre don Crescenzio Moretti, anche oggi molto impegnato nel diffondere lo spirito missionario dei fidei donum. Nel Primo piano di questa settimana riportiamo il colloquio con don Giorgio Bissoni passato in redazione prima di ripartire per il Venezuela. A breve lo raggiunger don Derno Giorgetti che torna a Carupano dopo quattro anni trascorsi nella parrocchia di Gatteo Mare-Villamarina. Primo piano a pagina 5

Cesena 3 e 18 Redditi in cifre Tanti numeri, letture diverse Sarsina 21 Sorbano: compie 400 anni lantica campana

Cesenatico 19 Si accendono le luci sul presepe della marineria Cultura 23 Un concerto per raccogliere fondi per lIrst

Opinioni

Gioved 29 novembre 2012

Non scippateci la domenica


onvocato da chi si prende cura del mio vestiario in un negozio di via Fantaguzzi, a Cesena, dove si possono acquistare cappelli di ogni foggia e colore, prima di entrare ho avuto la gradita sorpresa di leggere - scritta su un foglio con un semplice pennarello una breve lettera con cui la titolare chiede la comprensione della numerosa clientela per la chiusura del negozio il giorno di domenica, decisamente destinato ad essere vissuto con la sua famiglia. Mi sono rallegrato con la signora che mi ha riferito del desiderio di molti colleghi di condividere quella sua scelta. Ma, storditi dalle luminarie e dagli addobbi, quasi non ci accorgiamo di essere stati scippati del giorno di festa, giorno di riposo dopo una faticosa settimana di lavoro, di tensioni e di preoccupazioni. E le vittime sono soprattutto le famiglie e le persone addette ai grandi supermercati, nuovi artificiosi e artificiali punti di incontro per il mortificante individualismo che tutti ci sollecita. Per non dire dellaffanno dei piccoli esercizi commerciali impossibilitati a reggere larrogante concorrenza.

(FOTOSIR)

La campagna Libera la domenica raccoglie le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per far tornare nellambito regionale i poteri di decisione sulle aperture domenicali. Tra i primi firmatari la Confesercenti nazionale con il sostegno della Conferenza episcopale italiana

Redditi e fisco, una riflessione in vista delle elezioni

La Vignetta

Tutti devono avere la possibilit di scaricare tutto


n reddito medio di 20mila euro. il dato che emerge da quanto pubblicato nei giorni scorsi dal Comune di Cesena. Sono oltre 72mila i contribuenti che hanno fornito notizie al fisco. Si deve stare assolutamente attenti a non fare di ogni erba un fascio, ma che nel territorio cesenate si guadagnino in media poco pi di 1500 euro lordi al mese mi pare un dato che lascia alquanto perplessi. Siamo in vista della campagna elettorale che porter alle politiche della prossima primavera. Uno dei temi pi scottanti quello di un fisco pi equo e anche pi serio, se non pi severo. Da pi parti si invoca una dura lotta allevasione fiscale che possa portare gli italiani a pagare tutti per pagare meno. Lo abbiamo gi detto in numerose occasioni. Non ci si pu limitare alla buona volont dei singoli. Occorre che tutti possano scaricare tutto. Solo cos potr emergere un sommerso che sembra costituire grande parte della ricchezza del Paese. Ogni volta che vengono pubblicati certi numeri mi domando come si possa restare senza fare nulla. A Cesena solo lo 0,91 per cento dei cittadini supera i centomila euro di reddito, il 3,5 oltrepassa la soglia dei 55mila euro. E occorre tenere presente che si tratta di importi lordi, a cui si devono togliere le tasse. Con cosa vanno avanti le nostre famiglie? Con quali risorse si pagano ristoranti, telefonini, ipad, suv e case al mare? Come si mandano i figli a studiare allestero, nei viaggi studio, o in vacanza nel Mar delle Antille? Certo, ci sono diverse situazioni difficili, ma mi pare si possa dire che mediamente non ci attestiamo a 1500 euro lordi al mese. In Italia abbiamo ancora molta strada da percorrere, soprattutto in materia di giustizia fiscale e sociale. La tassazione, anche per colpa della grave crisi economica in atto che impone misure impopolari spesso necessarie, non accenna a diminuire. Anzi, sembra sempre pi accanirsi sui cittadini e quasi sempre sui percettori di redditi da lavoro dipendente. Dobbiamo compiere tutti uno scatto di responsabilit. Le tasse non devono pi essere viste come una vessazione, ma il modo per contribuire, in base alla propria capacit, alla costruzione di una convivenza comune. Non sono soldi spesi, ma risorse investite che ritornano,

redistribuite, sotto forma di servizi diretti e indiretti. Per chiudere, cito leditoriale di Avvenire di domenica scorsa a firma Luigino Bruni: meglio non parlare di contrasto fiscale, ma di una convenienza di interessi che pu derivare dallapplicazione di tasse eque e possibili, pagate da tutti. Ecco, potrebbe essere questa la strada da percorrere per fermare inasprimenti altrimenti inevitabili. Gli strumenti da applicare ci sono. Occorre solo la volont politica.

Le luci multicolori illuminano negozi vuoti con in vista il cartello affittasi. Pi subdola, per, c una non confessata tendenza a censurare la concezione del tempo e la sua scansione con il ritmo settimanale, cos come ci raccontata nelle prime pagine della Bibbia, il fondamentale codice della nostra identit culturale. La prima volta nella storia dEuropa ci provarono i Giacobini della seconda fase della Rivoluzione francese, ma fu un flop. La tradizione che ritma e alimenta il respiro e la storia della nostra gente seppe reagire salutarmente. Oggi? Con una gaffe di cui, forse, gi ci si pentiti, il governo dei tecnici aveva varato con il decreto Salva Italia la liberalizzazione delle aperture degli esercizi commerciali. Ma il sempre aperto non ha dato i risultati di cassa sperati, non ha aumentato i consumi e loccupazione. Ha tuttavia messo in difficolt la famiglia, grembo relazionale fondamentale nella sua struttura domestica e nel suo fondativo contributo alla vita buona, da tutti desiderata. significativa la reazione del comitato promotore della campagna Libera la domenica (tra i primi firmatari la Confesercenti nazionale con il sostegno della Conferenza episcopale italiana), che raccoglie le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare per far tornare nellambito regionale i poteri di decisione sulle aperture domenicali e cambiare cos una normativa che penalizza le piccole e medie imprese. Il sostegno della Conferenza episcopale italiana richiamo forte, per una scelta di autentica laicit. Difendere la domenica dalla invadenza del lavoro e del consumo resistenza contro una cultura che si fa violenta contro luomo. Laici e credenti non possono non essere daccordo. Sta per iniziare il tempo di Avvento. Il cammino che ci conduce a Betlemme, ma lesplosione dei richiami pubblicitari rischia di farci smarrire la strada. Piero Altieri

Primo piano

Gioved 29 novembre 2012

Una nuova casa della carit per la missione a Carupano


Avvento di carit: in distribuzione un opuscolo che ne spiega i dettagli
"Fede dono da condividere" il titolo che si voluto dare al pieghevole in distribuzione in questi giorni. Racconta, con foto e testi, la vita e le necessit della missione in Venezuela e liniziativa legata allAvvento per una raccolta di fondi. Come gesto per

rendere operosa la nostra fede tutti i fedeli sono invitati a destinare la colletta di Avvento alla missione diocesana di Carupano secondo il progetto gi avviato lo scorso anno. Gli obiettivi della raccolta riguarderanno lo sviluppo della Casa de la Caridad "Santa Ana" diretta dal sacerdote diocesano don Giorgio Bissoni che ne stato anche il fondatore. La casa della carit necessita, per essere pi funzionale, di una mensa e di una cucina. Presso la

parrocchia di San Rafael a Carupano, dove svolge il suo ministero sacerdotale don Giorgio presente il Centro pastorale "Hato Romar" che alla ne del prossimo anno diventer la residenza di una comunit di suore "Clarisse Missionarie Francescane" che collaboreranno allattivit pastorale parrocchiale. A tale scopo si vuole contribuire alla costruzione di un salone comunitario che verr utilizzato anche come Chiesa.

A colloquio con don Giorgio Bissoni, partito per il Sud America negli anni 60. Con lui anche don Dante Moretti, don Derno Giorgetti e don Crescenzio Moretti

Una fede vissuta e testimoniata


Francesco Zanotti
lasse 1940, don Giorgio Bissoni un sacerdote fidei donum. Tanti anni fa part per la prima volta per Cartago, in Colombia. Tutto nacque quasi per caso, al Concilio ecumenico vaticano II. Si narra che in ascensore si incontrarono due vescovi. Uno cercava un sacerdote, laltro, sulla scia dello spirito conciliare che iniziava a soffiare forte, era disponibile a donarlo. I due presuli erano monsignor Jos Gabriel Calderon Contreras il primo e monsignor Augusto Gianfranceschi il secondo. La diocesi colombiana era stata fondata solamente nel marzo del 1962. Nel dicembre del 1963 part don Dante Moretti. Nel 1965 fu raggiunto da don Giorgio che ancora prosegue nel suo lavoro missionario in maniera ininterrotta, a parte leccezione del 1976, anno trascorso in Italia. Nel 1977 don Giorgio di nuovo in prima linea, questa volta in Venezuela assieme a don Derno Giorgetti. In Colombia rimasero don Crescenzio Moretti e don Dante. IN VENEZUELA Carupano si trova nella parte orientale del Venezuela, la pi povera e la pi abbandonata, anche dal punto di vista della fede. Su un territorio vasto come una media regione italiana vivono quasi 500mila di persone. "La diocesi ha appena 12 anni di vita racconta don Giorgio passato qualche giorno fa in redazione prima di ripartire per lAmerica Latina - e si trova in un territorio in cui la pratica religiosa al lumicino. La parrocchia di San Rafael, a Carupano, una

mancano. A volte scarseggiano le persone che li portano avanti. Per questo c spazio anche per laici preparati che vogliano dedicare un anno della loro vita alla missione. "Prima, per, occorre che imparino un po di spagnolo", osserva don Crescenzio Moretti, uno che di missione mastica da mezzo secolo. "Laici fidei donum", questa la nuova figura che si profila, per dare un aiuto concreto ai nostri sacerdoti, come successo in epoche non lontane con Massimo Casadei, Francesca Giorgi, Mariangela Battistella, solo per citare alcuni nomi. "Anche di don Renato Baldazzi rimasto un buon ricordo in terra di missione osserva don Giorgio -. Ha lasciato un gruppetto di circa cinquanta giovani. Un lavoro i cui frutti si vedono
Don Giorgio Bissoni e don Crescenzio Moretti intervistati dal direttore Francesco Zanotti. Presente anche Marco Castagnoli del Centro missionario

delle venti comunit presenti nel territorio diocesano". Larga 17 chilometri, i 40mila abitanti possono contare su sette chiese. Il 90 per cento della gente cattolica, ma meno dellun per cento frequenta la messa domenicale. "Solo il 25 per cento dei battezzati riceve la Prima Comunione. In Venezuela la fede viene vissuta in larga parte come battesimo e festa patronale", aggiunge don Giorgio. A San Rafael, si svolta la missione parrocchiale con i padri redentoristi. Una

decina di sacerdoti a cui si sono affiancati un centinaio di laici. Sono state visitate tutte le famiglie e si sono avviate una cinquantina di piccole comunit impegnate nella lettura della Parola di Dio. "Ora la sfida quella di portarle avanti", precisa don Bissoni, secondo il progetto diocesano che va sotto il nome di "parrocchia, comunit di comunit". UNA NUOVA FRONTIERA La nuova frontiera proprio questa: cercare di formare i laici perch a loro volta si possano fare animatori di gruppi da costituire localmente, anche nei piccoli centri che si trovano lungo la spiaggia, dove non c traccia di una presenza cristiana organizzata. A don Giorgio affidata la pastorale sociale della diocesi. Nella sua parrocchia

in costruzione una casa di prima accoglienza in cui operano una signora venezuelana e due studenti. Con i fondi dellAvvento di carit di questanno, la diocesi di Cesena-Sarsina pensa di completare ledificio che offrir ospitalit ai senza fissa dimora, ai parenti dei ricoverati di un vicino ospedale. Si pensa anche a una mensa per fornire pasti ai pi indigenti. Il vescovo locale, monsignor Jaime Villarroel Rodriguez, ha in mente unabitazione su tre piani. Vorrebbe dedicarne uno allo studentato, vista la presenza di numerosi universitari che frequentano la sede distaccata dellUniversit di Oriente con sede a Cuman. Sono 15mila gli studenti di Carupano. Le idee e i progetti non

"Anche i laici possono vivere un periodo di servizio missionario Un anno da donare con gratuit"
ancora oggi". Un impegno che non cessa, ma anzi pare incrementarsi negli ultimi tempi e nel prossimo futuro, visto che alla fine del 2013 alcune suore clarisse missionarie francescane (presenti a Cesenatico e a Bagno di Romagna) arriveranno nel centro di Hato Romar a servizio della pastorale parrocchiale. "La fede si rafforza donandola", annota in chiusura don Crescenzio Moretti, citando il n. 2 della Redemptoris Missio di Giovanni Paolo II. Nellanno della fede, una strada da seguire.

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Vai su facebook e clicca mi piace!

Gioved 29 novembre 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Pastorale Giovanile: due appuntamenti di inizio Avvento


- Venerd 30 novembre presso il seminario diocesano (a Case Finali di Cesena) alle 20,30 si terr lincontro di catechesi Sete dacqua viva, guidato dalle suore francescane Alcantarine di Assisi. Lincontro di catechesi, rivolto ai giovani-adulti, sar preceduto da una cena alle 19, sempre in seminario, insieme alla Consulta di Pastorale giovanile. Per organizzare la cena, si chiede di inviare via email o sms (al numero 346 3008218) la conferma della propria presenza. - Sabato 1 dicembre sempre le suore Francescane Alcantarine animeranno una serata dal titolo Primi passi dAvvento: festa di fraternit e testimonianze. Lappuntamento per le 21 nella chiesa di SantAgostino, a Cesena. Linvito rivolto a tutti i giovani e giovanissimi della diocesi.

IL GIORNO DEL SIGNORE


A te, Signore, innalzo lanima mia, in te confido
Domenica 2 dicembre - Anno C 1 Domenica di Avvento Ger 33,14-16; Sal 24; 1Ts 3,12-4,2; Lc 21,25-28.34-36
in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita. Larte di vivere consiste nel trasformare la vita in unopera darte. Vegliate e pregate in ogni momento. Abbiamo pregato allinizio della messa: O Dio nostro Padre, suscita in noi la volont di andare incontro con le buone opere al tuo Cristo che viene. Dopo aver individuato il contenuto della Parola di Dio di oggi, come dobbiamo vivere lAvvento? Prima di tutto come un tempo di grazia. Vale anche per noi linvito di Paolo a comportarci in modo da piacere a Dio, cio mettere Ges al centro della nostra vita e fare sempre la sua volont. Preparandoci alla venuta del Dio amore in mezzo a noi, allora diamoci da fare per crescere nellamore vicendevole e verso tutti, a cominciare dalle nostre famiglie. Siano il luogo dove si vive con gioia lamore. Inoltre, necessario essere vigilanti affinch i nostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, seguendo le proposte superficiali che sfruttano il Natale per interessi commerciali. Evitiamo il rischio di prepararci al Natale di Ges, senza Ges. Non sentiamoci a posto perch abbiamo fatto il presepe e lalbero: due segni belli, ma senza Ges non hanno valore. Costruiamo il presepe nel nostro cuore e nella nostra vita. Non manchino poi le buone opere. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 3 dicembre san Francesco Saverio Is 2,1-5 opp. 4,2-6; Sal 121; Mt 8,5-11 marted 4 San Giovanni Damasceto Is 11,1-10; Sal 71; Lc 10,21-24 mercoled 5 san Giulio Is 25,6-10a; Sal 77; Mt 15,29-37 gioved 6 san Nicola di Bari Is 26,1-6; Sal 117; Mt 7,21.24-27 venerd 7 santAmbrogio Is 29,17-24; Sal 26; Mt 9,27-31 sabato 8 Immacolata Concezione B.V. Maria Gen 3,9-15.20; Sal 97; Ef 1,3-6.1112; Lc 1,26-38

Ritiro spirituale per i sacerdoti


Il sacerdote bolognese don Luciano Luppi, parroco e docente di Teologia spirituale presso la Facolt teologica regionale, terr una riflessione sulla spiritualit dellanno liturgico, in particolare sul tempo di Avvento. Tutti i sacerdoti sono invitati a partecipare al ritiro spirituale che si terr gioved 6 dicembre, dalle 9,15, in seminario a Cesena.

CHIESA INFORMA

Ufficio per la pastorale della Famiglia


Incontro per divorziati-risposati e separati-conviventi
Sabato 1 dicembre alle 18,30, presso il seminario di Cesena, si terr lincontro del percorso spirituale "Coltivare la fede nella vita di ogni coppia" organizzato dallUfficio di Pastorale Familiare, guidato da padre Mauro Peserico. Per informazioni: Giovanni e Patrizia, piciaegio@alice.it

Gruppo di preghiera Padre Pio


Il gruppo di preghiera Padre Pio organizza un corso di Esercizi Spirituali presso il santuario del Suffragio, in via Zefferino Re a Cesena, da luned 3 a mercoled 5 dicembre, alle 20,30. Le meditazioni saranno guidate da padre Stefano, dei Fratelli di San Francesco di Cesenatico. Gli incontri sono aperti a tutti.

Avvento con le sue quattro domeniche la porta che ci introduce nel nuovo Anno liturgico. lanno della Chiesa, lanno che ci fa rivivere il mistero di Cristo, dalla sua nascita fino al suo ritorno alla fine dei tempi. Ci accompagna in questo anno (anno C) il Vangelo di Luca, il Vangelo dellinfanzia di Ges, il Vangelo costruito come un viaggio di Ges verso Gerusalemme. Nella prima lettura c una promessa molto bella: Verranno giorni dice il Signore nei quali io realizzer le promesse di bene che io ho fatto. Nel Vangelo, Ges parla della fine del mondo. Vi saranno segni nel sole, nella luna, nelle stelle le potenze dei cieli saranno sconvolte. Ascoltiamo le indicazioni della Parola di Dio di oggi: Alzatevi e levate il capo, perch la vostra liberazione vicina. San Paolo ai Tessalonicesi scrive: Comportatevi in modo da piacere a Dio. Crescete e abbondate nellamore vicendevole e verso tutti. Non dobbiamo mai fare economia nellamore. Rendete saldi e irreprensibili i vostri cuori nella santit. E il Vangelo: State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Ruffio, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo Basilica del Monte, San Pietro, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi, Case Finali, San Rocco Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, Osservanza, San Domenico 18.30 San Pietro, Cappuccini 19.00 San Bartolo Villamarina; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Santa Maria Goretti, Boschetto, Gatteo Mare; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 17 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 10; Pieve di San Damiano 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11; Montepetra: 8.30; Linaro:
DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 15.00 Cappella del cimitero 16.30 Istituto Lugaresi Cappella dellospedale (no al sabato) 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Giuseppe Artigiano, San Rocco, Osservanza, SantEgidio 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini, San Bartolo 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse), San Pio X

18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9 / 11 / 18; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Pieve di Rivoschio: 16 Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30

San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 18.30 (sabato); 8 / 11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola: 9.30; Capanne: 11.00

Sabato e vigilie
15.00 Cappella del cimitero, Formignano 15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.30 Istituto Lugaresi 17.30 Santuario del Suffragio, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, San Domenico, Santo Stefano, San Rocco, SantEgidio, Case Finali, Osservanza, San Vittore, Bulgarn, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Borello 18.30 San Pietro, Cappuccini, San Bartolo, Santa Maria della Speranza 19.00 San Giorgio, Tipano 20.00 San Giovanni Bono, San Pio X, Villachiaviche, Gattolino, Bulgaria, Calisese, Ruffio, Pievesestina, Pioppa 20.30 Ponte Pietra

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Macerone, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero,

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Villamarina; 17,30 Cappuccini, Santa Maria Goretti; 18 San Giacomo; 16 San Giuseppe; 20 Sala; 20,30 Villalta; Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini; 9,45 Cannucceto, San Pietro; 10 San Giacomo,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

11.10 11.15 11.30 15.00

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 42 del 22 novembre 2012: 7.900 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 27 novembre 2012

Vita della Diocesi

Gioved 29 novembre 2012

Il vescovo Douglas Regattieri scrive una Lettera ai fedeli della diocesi

Brevi
Zona pastorale Rubicone Rigossa
In preparazione al Natale, le parrocchie della Zona pastorale Rubicone-Rigossa propongono un percorso di Lectio divina. Il primo appuntamento per marted 4 dicembre alle 20,30, nella chiesa parrocchiale di Gambettola. Guider la meditazione monsignor Gabriele Foschi. Si proseguir marted 11 dicembre con la lectio guidata da don Pier Giulio Diaco. Ultimo appuntamento marted 18 dicembre con la meditazione guidata da padre Fabio Mazzini. Gli incontri di Lectio saranno anticipati dalla celebrazione della messa, alle 20.

gio Avvento Messag

Il lembo del mantello di Ges per una vita trasformata dallincontro


Un aiuto a vivere con intensit il tempo di Avvento, quello che precede il Natale. Uno spunto di riflessione perch lanno della fede sia vissuto in tutta la sua portata, come sottolinea il vescovo Douglas nellintroduzione. Stiamo parlando della meditazione Il lembo del mantello di Ges scritta da monsignor Regattieri, in uscita in questi giorni, disponibile nelle parrocchie e al Centro pastorale di Palazzo Ghini, a Cesena. La prima parte della lettera tratta del mistero del Natale e propone diverse meditazioni alla scuola dei santi. Il vescovo si rif a diversi di loro, tra cui san Francesco dAssisi, santa Teresa di Liseaux e il beato papa Giovanni XXIII, per mettersi alla scuola dei grandi maestri della fede. Li vogliamo ascoltare - aggiunge il presule - perch hanno tanto da insegnarci. In essi il mistero di Dio che si fatto piccolo ha suscitato sentimenti diversi: stupore, lode, ringraziamento, compunzione, conversione, imitazione. potenza divina. In questo Natale - ricorda il vescovo La seconda parte della lettera dedicata Douglas - saremo presi dai regali. al lembo del mantello, un indumento Ricordiamoci che Ges desidera il regalo caduto in disuso. Il vescovo fa vero del nostro cuore. La fede proprio riferimento al famoso brano del Vangelo questo: consegnare non qualcosa di noi narrato da Matteo, Marco e Luca. a Dio, ma donargli noi stessi. Ecco, Allemorroissa bastato toccare solo un allora, il Cristo abbreviato, il Dio lembo del mantello di Ges per avere la invisibile si fatto visibile nelluomo sua vita risanata e la sua esperienza Ges. In quel Bambino risiede tutta la

trasformata dalla ricerca e dallincontro. Ma dopo avere ascoltato e avere visto, non si pu non annunciare. Ecco che la donna parte per la sua missione, per raccontare ci che le era capitato. Racconta la sua fede a tutti - scrive monsignor Regattieri - La fede non pu non manifestarsi. Potremmo dire che questa la prima opera della fede. lopera della testimonianza, lopera della fede proclamata e vissuta: da qui discendono tutte le altre opere. Infine la carit, perch la fede senza la carit vuota, come ricorda san Paolo. In questo filone si innesta limpegno della chiesa diocesana in terra di missione, perch, aggiunge ancora il vescovo, non c fede autentica che non si esprima nella carit sincera. La colletta di Avvento, anche questanno verr destinata alla missione di Carupano (Venezuela) per sostenere il progetto gi avviato di realizzazione di un refettorio e di una cucina presso la Casa della Carit fondata da don Giorgio Bissoni, a Carupano. Nel Centro pastorale di Hato Romar la nostra diocesi pensa di realizzare un salone da destinare alle attivit che verranno portate avanti, oltre che da gente del posto, anche dalle Suore Clarisse Missionarie del Santissimo Sacramento e da don Derno Giorgetti che torner in terra di missione. A Cesena arriver un sacerdote di Carupano che prester per alcuni anni servizio in diocesi. Tocca a noi - conclude il vescovo Douglas - come comunit diocesana di Cesena-Sarsina sentire questo progetto come nostro. Per questo se ne dovr parlare e fare unazione di sensibilizzazione capillare perch cresca in tutti una forte coscienza missionaria. Ogni comunit parrocchiale, ogni associazione e gruppo se ne faccia carico: nella preghiera, nella conoscenza, nella sensibilizzazione con anche leventuale invio di persone e di aiuti economici. Domenica 20 gennaio prossimo, festa di san Mauro, durante la solenne concelebrazione in cattedrale, ogni comunit parrocchiale invitata a portare il frutto dellAvvento di carit.

Convegni Maria Cristina di Savoia


Marted 4 dicembre alle 16, il professor Pietro Castagnoli relazioner su Quale valore salvare nellattuale comunicazione mediatica. Lincontro, promosso dai Convegni Maria Cristina di Savoia, si terr presso la sala Biagio Dradi Maraldi della Cassa di Risparmio di Cesena (via Tiberti).

Rendere cultura la fede, incontro con don Castellucci


Si terr gioved 6 dicembre, dalle 17 alle 19 nellauditorium del seminario a Cesena, il terzo e ultimo incontro del percorso culturale Rendere cultura la fede, promosso dalla diocesi di CesenaSarsina. Lincontro, con tema Cosa propone (davvero) il Cristianesimo? La proposta educativa di Ges di Nazareth nella sintesi del Catechismo della Chiesa Cattolica, sar guidato da don Erio Castellucci, teologo e parroco. Sono particolarmente invitati studenti, docenti e genitori.

Sms: Se Mi Senti due giorni per giovani


Le Suore francescane della Sacra Famiglia propongono una due giorni per adolescenti (dai 14 ai 17 anni) che si terr l8 e 9 dicembre presso il Cantiere 411, in via F. Mami 411 a Cesena. Seguendo il lo del tema Tu sei prezioso ai miei occhi (Is 43,4) la due giorni Sms: Se Mi Senti sar occasione per il gioco, il dialogo, la preghiera e la meditazione... insieme. Per info o iscrizioni: suor Nadia (nadia79p@tiscali.it9, tel. 0547 334709, suor Alessandra (iaia-80@libero.it), tel. 0541 621138, www.sacrafamiglia.it

Gioved 29 novembre 2012

Vita della Diocesi


Fidanzati
Corsi in preparazione al sacramento del matrimonio
stato stilato il calendario dei corsi per danzati, in preparazione al matrimonio. I corsi sono organizzati e suddivisi per Zone pastorali. - zona Valle Savio-Dismano: a San Vittore (tel. 0547 661116), al mercoled alle 21, dal 16 gennaio al 6 marzo. - zona Rubicone-Rigossa: a Budrio di Longiano (tel. 0547 57399), il luned alle 21, dal 14 gennaio al 4 marzo. - zona Urbana: a San Paolo (tel. 0547 334231), il gioved alle 20,45, dal 10 gennaio al 24 febbraio. - zona Sarsina-Alta Valle del Savio: a Sarsina (tel. 0547 94601), il venerd alle 21, dal venerd dopo le Ceneri per sei serate. - zona Urbana: a Case Finali (tel. 0547 302275), al venerd alle 21, tra aprile e maggio. Per ulteriori informazioni: presso il proprio parroco; presso il Centro Pastorale (tel. 0547 611001); www.noifamiglia.it

LUNED 26 NOVEMBRE Edo Patriarca, segretario delle Settimane Sociali dei cattolici, stato il protagonista dellultimo incontro dellottava Settimana Sociale cesenate

Giovani e volontariato. Per un nuovo umanesimo


l volontariato gratuit. Pu sembrare unaffermazione banale, ma di fronte ai rimborsi spese forfettari pagati da certe associazioni non ci si pu che indignare: "Quella dei rimborsi una malattia che va combattuta ad alzo zero. I rimborsi vanno concessi solo a fronte di spese anticipate, altrimenti sono stipendi in nero che avvelenano il mondo del volontariato. Se si vuole lavorare nel settore si pu fare altro e legittimamente, aprendo una cooperativa sociale per esempio". Questa decisa presa di posizione di Edoardo Patriarca, gi segretario del Comitato scientifico delle Settimane sociali dei cattolici italiani, consigliere del Cnel e presidente del Centro nazionale del volontariato. Come autorit del settore, a Patriarca toccato il compito di chiudere lottava edizione della Settimana Sociale diocesana, luned scorso nella sala pinacoteca della Fondazione Cassa di Riasparmio di Cesena, affrontando il tema "Giovani e

LUNED 26 NOVEMBRE, SALA PINACOTECA DELLA CASSA DI RISPARMIO DI CESENA: EDO PATRIARCA, SEGRETARIO DELLE SETTIMANE SOCIALI DEI CATTOLICI ITALIANI, HA PARTECIPATO AL QUARTO E ULTIMO INCONTRO DELLA SETTIMANA SOCIALE IN DIOCESI. SUA LA RIFLESSIONE SU I GIOVANI NEL VOLONTARIATO. NELLA FOTO (DI M. ARMUZZI), DA SINISTRA, EDO PATRIARCA, MARCO CASTAGNOLI E MONSIGNOR RIDOLFI DELLA COMMISSIONE GAUDIUM ET SPES

volontariato". Un tema gi ben inquadrato dal vescovo Douglas Regattieri nel suo messaggio alla citt in occasione della festa di San Giovanni Battista del 2011. Nel testo, ripreso da Patriarca nel corso della serata, monsignor Regattieri si chiedeva: "Siamo forse noi adulti che con il nostro stile di vita non diamo loro esempio trainante di donazione, di apertura e di altruismo? Forse contribuiamo anche noi a ingenerare lidea che fare volontariato e spendersi per gli altri possibile solo quando si va in pensione, tanto per riempire il molto tempo a disposizione?". A queste parole si riallacciato Patriarca, che ha passato in rassegna le caratteristiche del volontariato migliore, a partire dallo scandaloso (agli occhi della societ odierna) concetto di gratuit: "Benedetto XVI, nella Caritas in veritate, definisce la cultura del dono come parte costitutiva del sistema economico, non una nicchia, affermazione che ha sorpreso molti economisti. Eppure l dove c gratuit il mercato funziona meglio". "Il volontariato utile - ha proseguito quello in grado di costruire un nuovo

umanesimo, si fa per strada, dando voce a chi non ce lha. E lo si fa con fedelt e dedizione, sentendo laltro come parte di me. Oltre al semplice servizio poi, gli adulti non devono dimenticarsi di mettere in campo una proposta, perch se tutto si riduce al "fare" prima o poi lappagamento del servizio non baster pi. In questo senso il volontariato una grande scuola di virt civili, capace di insegnare che non vi sono diritti senza doveri". Eppure il mondo del volontariato molto frammentato: " simile a quello delle piccole e medie imprese. Negli ultimi anni le associazioni sono passate da 200mila a 400mila, ma il numero di volontari rimasto stabile sui 4 milioni. Bisognerebbe mettersi in rete per non sprecare risorse ed energie". La volont di fare del bene porta spesso a interrogarsi sul bene comune. qui che in molti potrebbe scattare la molla dellimpegno politico: "Il volontariato pu ricondurre la politica alla sua vera missione: la ricerca del bene comune nel segno della concretezza. La sfida che abbiamo di fronte non ci deve portare a fare i fervorini, bens a dimostrare con la nostra testimonianza, riflessione e impegno che i nostri valori sono un bene per lintera societ". Michelangelo Bucci

Bella scoperta!

rubrica a cura dellUfcio diocesano per lArte sacra e i Beni culturali


statuetta ha prodotto un culto presso lamena localit di Monte Giusto, nei pressi di Tavolicci (Verghereto), dove ancor oggi troviamo i resti della chiesa a lei dedicata e documentata nel secolo XII. La prima descrizione della statuetta ci viene da Antonio Corbara, il funzionario della Soprintendenza di Bologna che visit Monte Giusto il 26 settembre 1963 e dat al XIII secolo la Madonna con Bambino. Il 24 gennaio 1968 don Paolo Raggi di Pagno, che in quegli anni prestava servizio anche a Tavolicci, scrisse al Corbara chiedendo un parere sullopportunit di utilizzare le teste in legno della Madonna e del Bambino, da un mese trasportata a Tavolicci, per farne una statua normale in scaglioplastica o altro materiale, mentre ora vestita, cosa non conforme alle disposizioni liturgiche. Qui corre voce che lei lha stimata una delle statue della Madonna fra le pi antiche che siano al mondo. Corrisponde ci a verit?. In quella occasione don Paolo alleg la foto della processione che documenta labbandono della statuetta, portata da Monte Giusto a Tavolicci l8 dicembre 1967, per rinfrescare la memoria a Corbara. Fortunatamente per noi, il Corbara pens di tenersi quella foto (che ho reperito fra le sue carte), altrimenti destinata a finire in Kenya dove don Paolo Raggi svolse la sua attivit di missionario dal 1970 al 1994. Due giorni pi tardi Corbara rispose: La sua lettera mi ha fatto molto piacere, sentendo la premura gi presa, e spero che verr presa, per le cose di Monte Giusto, il poetico e mirabile santuario romanico purtroppo rimasto abbandonato. Ebbi limpressione di trovarmi dinanzi a uno di quei rarissimi simulacri romanici, di epoca da situare attorno al mille, di cui ben pochi esemplari si conoscono. La vostra Madonnina ha la diminuente che non di fattura molto eccellente: resta a ogni modo la rarit. Conclusione: pezzo non di fattura fine, ma molto antico. Tutto ci gi le dice che non bisogna commettere imprudenze, e non fare alterazioni, almeno prima che non si sia potuto esaminare con tutto agio il pezzo. Conosco perfettamente il problema delle statue vestite: sono, in genere, cos perch con landare del tempo il simulacreo (ligneo o di altro materiale) si era deteriorato, e non era pi presentabile. Da cui la ricopertura. Altro aspetto della situazione generale di Monte Giusto, che la statuetta a mio parere rappresenta la continuazione una continuazione antichissima di un culto nel remoto sito, trasformato in cristiano, dedicato alla Madre di Dio, da uno pi antico risalente non si pu dire a quale epoca. Da qui deriva la necessit che la chiesa, pur lasciata deserta, non venga lasciata distruggere. Una corrispondenza per noi fondamentale. La Madonnina a Monte Giusto era conservata nellancona lignea scolpita e intarsiata nel 500, eretta sopra laltar maggiore. Nel 1968 lancona e tutto il restante materiale fu trasportato in un casolare a Casalino, dove vi rimase fino al 1976 quando fu montata nella chiesa dei Caduti. Nel 1996 venne collocata nella nuova chiesa. Daniele Bosi

Eccezionale testimonianza culturale

La Madonna di Monte Giusto L

a geografia della devozione mariana veramente singolare. Se, nellambito della nostra diocesi, consideriamo la topografia storica delle immagini della Beata Vergine in rapporto alla loro antichit e al loro valore artistico, le emergenze iconografiche conducono a Carpineta (Madonna della pera), Monte Sorbo (Madonna di Monte Sorbo), Corzano (Madonna di Corzano), Balze (Madonna dellapparizione): come se da secoli la devozione a Maria avesse segnato tutte le nostre contrade, vigilato sulle popolazioni e contribuito alla conservazione della fede cristiana. La testimonianza che ci giunge da Tavolicci temporaneamente esposta nel Museo della cattedrale in attesa della sua ricollocazione nella chiesa dappartenenza conferma e ribadisce, con la forza della vetust e della preziosit del reperto, quanto detto: la nostra gente ha teneramente venerato e custodito, pi che ricambiata in conforto e protezione, la Madre di Dio. Marino Mengozzi, direttore Ufficio Arte sacra Solo quando la restauratrice Carla Castellucci ha tolto limbottitura a questa Madonna vestita da secoli di amorevole devozione la scoperta divenuta palese e ha permesso di capire loriginalit, lantichit e la rarit di questa piccola statuetta in legno policromo, alta appena 63 cm. giunta a noi come testimonianza viva della fede e devozione popolare delle nostre montagne e dellanonimo che lha pensata, scolpita e dipinta. La

Speciale
ZONA PASTORALE SARSINA-ALTA VALLE DEL SAVIO - UNIT PASTORALE N. 7

Gioved 29 novembre 2012

Corneto, Bagno di Romagna e Verghereto Quinta tappa della Visita pastorale


VERGHERETO
Verghereto il capoluogo dellomonimo comune (neanche 2mila abitanti in tutto), ultimo baluardo romagnolo confinante con la vicina Toscana e le Marche. Il paese ne conta appena 300, tutta gente buona, di cuore dice don Alfio Rossi che, dal 2004, guida anche la parrocchia di Verghereto. - Li conosco praticamente tutti. I vergheretini sono gente laboriosa e con la tempra forte delle genti di montagna, anche se il consumismo arrivato anche qui. Verghereto arroccato su uno sperone che domina la valle. Il suo abitato si nota anche percorrendo la E-45, in entrambe le direzioni. Mentre per arrivarvi, dalla vecchia statale, ci si inerpica per tornanti che percorrono la montagna con un paesaggio intorno che merita di essere ammirato. In questo luogo i monaci camaldolesi decisero di impiantarvi una chiesa. Il centro abitato del paese nasce attorno allabbazia di San Michele Arcangelo che anche il patrono. Lo celebriamo il 29 settembre. LAbbazia venne fondata da San Romualdo negli ultimi anni del 900. Poi fran e venne costruita la chiesa allinterno del paese che nel frattempo stava sorgendo. La popolazione a Verghereto per la maggior parte anziana, anche se labitato negli ultimi tempi si sta ripopolando perch le case costano poco. Ci sono giovani coppie sposate, dunque, che decidono di comprare casa e venire ad abitare qui. Il resto della popolazione pensionata, alcuni sono impiegati negli uffici pubblici, altri nel piccolo commercio. Ci sono diversi autotrasportatori e allevatori di bestiame. Come constatato dai sacerdoti delle parrocchie vicine, anche don Alfio parla di una frequentazione alla messa domenicale piuttosto bassa. Siamo nella media nazionale che non altissima. - dice -. Ci aggiriamo anche noi intorno al 20 per cento dei praticanti. Mentre piuttosto sentita la confessione. Portiamo avanti la catechesi coi giovani. In questo servizio sono aiutato da un laico e iniziamo le attivit solitamente a primavera quando la stagione migliora. I bambini, visto il loro numero esiguo, vengono uniti in pluriclassi. Portiamo avanti anche la catechesi per gli adulti, grazie allaiuto di una coppia di focolarini di Borello che una volta al mese fa servizio quass. Noi parroci di montagna cerchiamo di preparare al meglio i nostri giovani, di seminare. Ma se non c lavoro questi si spostano e vanno via. Seminiamo, ma spesso manca la soddisfazione del raccolto. A Verghereto le scuole vanno da quella dellinfanzia alle medie. Si tratta comunque di pluriclassi, visto il numero esiguo di bambini presenti sul territorio. Nel paese presente una corale che anima la messa nelle feste principali e don Alfio contento dei buoni rapporti che nel tempo si sono venuti a instaurare con lAmministrazione comunale e la Pro Loco, molto attiva specialmente in estate. A livello turistico la zona offre molto, con il monte Fumaiolo, il Tevere e la natura circostante. Nel paese presente un solo albergo, mentre il comune allargato che offre molte occasioni di svago e divertimento. A livello turistico siamo stati uno dei pochi comuni che ha riscontrato un aumento delle presenze sul proprio territorio. La bella stagione - continua il parroco - favorisce il ritorno di numerosi emigranti, che si sono spostati nel dopoguerra

Il vescovo Douglas Regattieri nella mattina di domenica 2 dicembre si recher a Corneto. Nel pomeriggio, inizio della Visita pastorale a Bagno di Romagna e a Verghereto

LA BASILICA DI SANTA MARIA ASSUNTA IN BAGNO DI ROMAGNA. SOPRA, IL PARROCO DI VERGHERETO E BAGNO DI ROMAGNA, MONSIGNOR ALFIO ROSSI

CALENDARIO VISITA PARROCCHIE DI CORNETO, BAGNO DI ROMAGNA E VERGHERETO


2-9 dicembre
Domenica 2 dicembre, a Corneto ore 10: Messa. A seguire, visita al cimitero. La Visita pastoale a Pereto verr effettuata il 28 gennaio, festa della beata Agnese. Domenica 2 dicembre a Verghereto e Bagno di Romagna ore 15: Messa di apertura a Verghereto e incontro con la comunit ore 17: Messa di apertura a Bagno di Romagna, con Cresima Luned 3 dicembre, a Bagno di R. mattino: incontro con le scuole medie ore 17,30: incontro con i ragazzi, i giovani e i genitori ore 20,30: incontro con il Movimento dei Focolari e con gli adulti Marted 4 dicembre, a Verghereto mattino: Comune e scuola ore 15,30: Messa. Visita agli ammalati ore 18,30: incontro con il Consiglio pastorale e Consiglio degli affari economici Mercoled 5 dicembre, a Bagno di R. matt.: incontro scuola materna e liceo ore 15,30: incontro con operatori turistici: termali, albergatori e ristoratori ore 16,30: Rosario ore 17: Messa ore 20,30: incontro Consiglio pastorale e Consiglio affari economici Venerd 7 dicembre, a Bagno di R. mattino: incontro con le Religiose. In Basilica, a disposizione per confessioni, dialogo, ascolto... ore 17,30: Rosario ore 18: Messa con il sacramento dellUnzione degli Infermi ore 19,30: cena con i giovani che si sono impegnati per il 600esimo anniversario del Miracolo Eucaristico e offriranno il loro servizio per accompagnare gli ammalati in Basilica. Domenica 9 dicembre, a Bagno di R. ore 11,15: Messa chiusura Visita pastorale

alla ricerca di lavoro. I vergheretini residenti a Firenze e Prato durante lestate ritornano anche perch hanno mantenuto la casa.

BAGNO DI ROMAGNA
Bagno di Romagna (labitato fa poco pi di mille abitanti) il comune con la Bandiera Arancione della valle del Savio. Lonorificenza la dice lunga sulla sua impronta, vocata al turismo e allospitalit fin da tempi antichi poich, ubicato sulla via dei Romei, il paese accoglieva i pellegrini in cammino verso Roma. Don Alfio Rossi guida, dal luglio 1988, la parrocchia che ruota attorno alla bella chiesa di Santa Maria Assunta. In citt si celebrano SantAgnese, il 29 gennaio, e la festa del Perdono il secondo venerd di marzo. La basilica custodisce il miracolo eucaristico avvenuto nel 1412, di cui proprio questanno si stanno celebrando i 600 anni. Labitato ricorda i borghi della vicina toscana con case in pietra e lenogastronomia che lo stesso don Alfio spiega essere un po un ibrido: prende il meglio di entrambe le tradizioni. Toglie il troppo grasso della cucina romagnola e arricchisce di primi piatti la cucina Toscana. Bagno di Romagna vive di turismo, grazie allottima posizione geografica e alle terme e dunque alla presenza sul proprio territorio di strutture per la valorizzazione di quelle acque: Euroterme, Terme Roseo e Terme SantAgnese. La popolazione - dice don Alfio - impiegata per la maggior parte nel comparto turitstico tra alberghi, bar, ristoranti, negozi ed altri esercizi commerciali. Al contrario di quello che si potrebbe pensare, giovani e famiglie tendono ad andarsene, lasciando il posto a una popolazione sempre pi anziana. A Bagno ci sono appartamenti concepiti per essere affittati in estate. Dunque monolocali poco adatti per una famiglia, tanto che le giovani coppie sono costrette a spostarsi. E Bagno diventata sempre pi una zona turistico-alberghiera, mentre San Piero quella pi residenziale commerciale. In questo contesto opera comunque una comunit parrocchiale viva, arricchita dalla presenza di turisti e stranieri che, specialmente in estate, frequentano la messa e si confessano. Ho notato che i villeggianti frequentano la messa domenicale con una certa costanza. Hanno voglia di essere ascoltati. Sono molti quelli che si confessano forse anche perch si sentono pi li-

VISITA PASTORALE A CORNETO-PERETO


La presentazione della comunit parrocchiale e del territorio che comprende il paese di Corneto sar pubblicata quando il vescovo Douglas si recher in Visita pastorale a Pereto (luned 28 gennaio).

beri essendo, loro, fuori dal contesto in cui vivono. Il turismo bagnese, che ha accusato un po di crisi, non pi un turismo solo di pensionati, ma si arricchito di giovani e coppie. Don Alfio parla di una comunit cristiana bagnese presente e viva che si divide tra attivit, servizio, catechesi, e che, grazie anche alle celebrazioni per il 600esimo anniversario del miracolo eucaristico ha visto persone, soprattutto, giovani, riavvicinarsi e rendersi partecipi delle attivit parrocchiali. Fanno dunque una scelta pi consapevole e un cammino di ritorno. Ad aiutare il parroco, oltre a molti laici, ci sono le suore clarisse francescane, missionarie del Santissimo Sacramento. Sono in quattro - dice don Alfio e sono presenti sul territorio dal 1891. Offrono a tutta la comunit un servizio molto prezioso. La catechesi per adulti, come a Verghereto, seguita da una coppia di focolarini che viene da Borello, mentre per la catechesi dei bambini e dei giovani mi aiutano anche alcuni ragazzi del liceo. Abbiamo un gruppo delle elementari buono. Il gruppo dei ragazzi delle medie si sta pian piano creando. Ho pi difficolt a tenerli uniti. Dopo le scuole medie, poi, sono tantissimi i giovani che abbandonano la parrocchia. A Bagno sono presenti le scuole dellinfanzia, primaria, la media e una sezione del liceo scientifico Righi di Cesena. E presente anche la scuola di italiano per stranieri Malvisi, privata, che richiama ogni anno molti studenti da tutta Europa, in particolare Svizzera, Austria, Finlandia, Svezia, Inghilterra. Anche la loro presenza va ad arricchire il tessuto sociale bagnese molto attivo sia in estate che in inverno. I rapporti con la Pro Loco e gli altri enti presenti sul territorio, e con la stessa Amministrazione comunale sono buoni, di rispetto reciproco e fattiva collaborazione, dice don Alfio che sottolinea anche il grande patrimonio artistico conservato nella chiesa di Bagno: Sono custodite opere, dipinti e affreschi di maestri come il trittico di Neri di Bicci, il Ghirlandaio, Andrea della Robbia, e di altri maestri della scuola fiorentina. Il parroco parla con orgoglioso anche di un altro gioiello, loratorio, da poco restaurato, della Madonna del Carmine, situato allinizio del paese. Si tratta di una piccola chiesa con un loggiato a tre archi, adibita anche a museo. Michela Mosconi

10

Gioved 29 novembre 2012

Vita della Chiesa


STATUA DI CRISTO REDENTORE SULLA BAIA DI RIO DE JANEIRO (BRASILE) A SINISTRA, MONSIGNOR ORANI JOAO TEMPESTA, ARCIVESCOVO DI RIO DE JANEIRO (FOTO ARCHIVIO SIR)

Giornata mondiale a Rio de Janeiro 2013 Convegno Fondazione Ratzinger: verso lincontro del Papa con i giovani

Catholica
di Stefano Salvi

SOLIDARIET NELLA PREGHIERA PER I CRISTIANI PALESTINESI


Sul sito internet www.ilsussidiario.net il 23 novembre don Vincent Nagle, che stato parroco supplente a Nablus, cos conclude larticolo: I bombardamenti sono finiti, ma cosa rimane?. [I cristiani palestinesi] chiedono disperati: I nostri fratelli cristiani dellOccidente vedono cosa realmente sta succedendo qui? Vedono noi?. Cosa fare, allora? Ripenso alla visita di Benedetto XVI nel maggio del 2009. Penso a quella gioia inaspettata tra i miei parrocchiani, che ha permesso loro di guardare al futuro con meno paura e vedere possibili passi in avanti che non pensavano esistessero. Penso che ci che ci vuole per risvegliare cuori inaspriti sia una voce che dice: Non abbiate paura, perch io sono con voi. Vi vedo e vi amo. Prego di potere contribuire a questa voce, prego perch lo facciamo tutti.

Cosa si trova nel cuore delluomo


Come si prepara la citt alla Gmg del 2013? Si prepara con un intenso lavoro che va avanti da oltre un anno. Abbiamo dedicato un intero piano della curia al quartier generale della Gmg, sotto la guida di un giovane sacerdote, don Amisio. Con lui lavora un gruppo entusiasta di 80-90 persone che organizza il grande evento del prossimo anno per il Monsignor Orani Joao Tempesta, arcivescovo di Rio: quale ci aspettiamo di La Via Crucis si terr lungo la spiaggia di Copacabana. due milionimilione giovani: un In America Latina si perdono i valori. Abbiamo bisogno da Rio e dintorni e di recuperare le basi e i fondamenti della vita cristiana un altro dal resto del Paese e dallestero. i svolto nelle scorse settimane, a Rio de Janeiro (Brasile), il convegno internazionale organizzato dalla Fondazione vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI nel quale rappresentanti di oltre novanta atenei si sono confrontati sul pensiero del Papa a partire dallinterrogativo: Cos che fa delluomo un uomo. Al termine del simposio, c stata la possibilit di incontrare larcivescovo di Rio, monsignor Orani Joao Tempesta, al quale abbiamo posto alcune domande in vista della XXVIII

PROSCIOLTA IN PAKISTAN MINORENNE CRISTIANA


LAlta Corte di Islamabad in Pakistan il 20 novembre ha cancellato laccusa di blasfemia nei confronti di Rimsha Masih, una ragazzina cristiana disabile, accusata falsamente nel mese di agosto da un iman di avere bruciato pagine con frasi del Corano. Paul Bhatti, consigliere speciale del Primo Ministro per lArmonia Nazionale, ha dichiarato ad AsiaNews: Non una vittoria, ma solo un elemento di giustizia che porta un grande messaggio: chi usa la legge per fini personali stato sconfitto; a questo, si aggiunge la certezza che chi avanza false accuse, rischia di subire analoga sorte ed essere processato. Continua, infatti, il procedimento giudiziario a carico delliman Khalid Jadoon Chishti, che ha calunniato la minorenne con lo scopo di ottenere la cacciata della comunit cristiana.

come si vedono anche a questo convegno, si pu portare il pensiero del Pontefice e il messaggio cristiano in tutto il mondo.

Una scelta controcorrente Non vuole esser di certo una provocazione, ma il luogo pi adatto per gli ampi spazi che offre. In America Latina si perdono i valori. Abbiamo bisogno di recuperare le basi e i fondamenti della vita cristiana e la Gmg si inserisce in questo percorso rinnovato. A Rio si in attesa della Gmg, dei Mondiali di calcio (2014) e delle Olimpiadi (2016): come vi preparate? Nel 2015 ci sar la celebrazione dei 450 anni della citt. Un bellinsieme di eventi che costituiranno sempre un grande lavoro per la Chiesa in favore del mondo e dei giovani, la speranza del mondo di domani. In ogni caso, occorre lavorare e servire, sempre. Da ultimo, quale la presenza della Chiesa cattolica in una societ in cui convivono grandi ricchezze e immense povert? I cattolici sono il 51 per cento della popolazione, ma di questi solo il 10 per cento frequenta, anche se ultimamente vedo pi fedeli nelle chiese. Negli ultimi anni c stata molta influenza di alcune sette di origine nordamericana e forse noi, come comunit cristiana, abbiamo lavorato pi al nostro interno che allesterno. Lo slancio della Gmg ci pu aiutare a uscire, ad andare incontro alluomo di oggi che attende un messaggio di salvezza. La chiesa presente ovunque, anche nelle favelas, dove condivide una vita dura e difficile. Comunque, resta tanto lavoro da realizzare, a servizio del Vangelo. Francesco Zanotti

COPTI CATTOLICI E ORTODOSSI E LIBERT RELIGIOSA


In unintervista ad AsiaNews del 23 novembre, padre Rafic Greiche, portavoce della chiesa della chiesa cattolica copta, ha dichiarato: LEgitto in grave pericolo, i Fratelli Musulmani ormai hanno sotto di loro tutti i poteri: legislativo, esecutivo e giudiziario. Il presidente Morsi ha atteso che liberali e cristiani abbandonassero i loro seggi; in questo modo solo gli islamismi scriveranno la Costituzione e nessuno potr fermarli. Lunica arma votare no al referendum costituzionale. Tuttavia, il 40 per cento della popolazione povera e vive nelle zone rurali, dove gli islamismi raccolgono la maggioranza dei consensi, perch comprano i voti dando in cambio sacchi di grano, carne, riso. Il partito pi acclamato dagli egiziani quello liberale, in caso di elezioni prenderebbe la maggioranza dei voti. Gli islamisti invece sono la minoranza e non vogliono andare a nuove elezioni. Intanto, i copti cattolici e ortodossi continuano le consultazioni e il coordinamento per prendere iniziative per il bene di tutto il popolo egiziano, salvaguardando la pace, la democrazia e la libert religiosa.

e la Gmg si inserisce in questo percorso rinnovato


Gmg che si svolger nella citt brasiliana dal 23 al 28 luglio 2013. Quale valore ha questo appuntamento internazionale che si svolge a Rio a meno di un anno dalla Gmg? Ringraziamo molto chi ha organizzato e pensato questo convegno perch offre loccasione per verificare cosa si trova nel cuore delluomo contemporaneo e ringraziamo anche la Puc, la Pontificia universit cattolica di Rio perch offre lopportunit di approfondire il pensiero del Papa sul mondo di oggi. Per costruire un mondo migliore, e la mia mente rivolta ai giovani, ci pu essere di aiuto il pensiero di Joseph Ratzinger che approfondiremo nei due giorni del convegno. Con laiuto di tante persone,

Quanti volontari occorreranno? Abbiamo ormai raggiunto lobiettivo che ci eravamo proposti di 60mila iscritti. Siamo a quota 59mila. Pensiamo di arrivare a 70mila volontari iscritti per accogliere come si deve tutti quelli che verranno a Rio per lincontro col Papa. Anche le parrocchie sono tutte mobilitate per ospitare i giovani nelle famiglie. Cerchiamo un milione di posti, almeno 2-3mila per parrocchia. Ci sono novit sullincontro con il Papa? Non ancora definito il luogo in cui si svolger la veglia del sabato sera e la messa della domenica mattina. ormai certo, invece, che si far la Via Crucis il venerd sera lungo la spiaggia di Copacabana.

12

Gioved 29 novembre 2012

Attualit

Non si tratta di unaquestione cattolica, ma del diritto e della libert di tutti


ORA, LA LEGGE DI PARIT SEMBRA, UNA VOLTA DI PI, DISATTESA. LE SCUOLE STATALI, INFATTI, LIMU NON LA PAGANO E DUNQUE NON SI CAPISCE PERCH DOVREBBERO PAGARLA LE SCUOLE NON STATALI UGUALMENTE PUBBLICHE (FOTO SIR)

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

EDUCAT E BEWEB, I PORTALI DELLA FEDE


Sulla Rete, si sa, i nuovi siti internet spuntano come funghi, con una progressione inarrestabile, che siano blog o servizi, pagine istituzionali o commerciali. Anche il web cattolico italiano cresce a ritmi sostenuti, come dimostra laggiornamento continuo della lista www.siticattolici.it, la cui newsletter segnala in media una ventina di novit ogni settimana. Di recente, si sono aggiunti due siti particolarmente interessanti. Il primo, avviato insieme allinaugurazione dellAnno della Fede, www.educat.it. Curato dallUfficio catechistico nazionale, contiene i testi di tutti i catechismi della Chiesa italiana da quello dei bambini al voluminoso tomo per gli adulti e del Catechismo della Chiesa cattolica, che proprio questanno spegne venti candeline. Oltre a leggere e a consultare i libri della fede firmati dai vescovi italiani, compreso il corredo di immagini e di riferimenti, il navigatore pu effettuare ricerche incrociate fra i diversi testi e cliccare sui numerosi rimandi biblici, venendo indirizzato ai brani completi della Scrittura. Facilita le ricerche un indice tematico (dalla A di Abb alla V di vocazione), mentre un tocco del mouse d accesso al Compendio della Dottrina Sociale e del Catechismo universale, cos come ai principali documenti della Cei. Unapposita sezione, inoltre, memorizza le ricerche dellutente, disegnando un percorso personalizzato su cui poter tornare. Quante volte abbiamo sentito parlare della circolarit fra parola di Dio, magistero e tradizione ecclesiale: con le tecnologie digitali i link tra essi sono quanto mai evidenti. Per coloro che la fede della Chiesa, invece di leggerla, volessero in un certo senso vederla, ecco la seconda novit appena uscita dalle mani degli informatici della Cei: il portale internet dei beni culturali ecclesiastici (www.beweb.it). Costruito pazientemente dallomonimo Ufficio nazionale, presenta linventario dei beni storici e artistici delle duecento e pi diocesi italiane. Tre milioni e mezzo di schede consultabili, una per ogni oggetto catalogato, costituiscono un immenso archivio elettronico in cui muoversi e ricercare secondo vari criteri: quello geografico o pastorale, liturgico o artistico, grazie a una redazione sparsa su tutto il territorio nazionale. Basta un clic e davanti ai nostri occhi compare un tripudio di dipinti, crocifissi, paramenti sacri, a cui col tempo si aggiungeranno anche le opere delle banche dati ecclesiastiche dei beni architettonici e librari. Completano lofferta alcuni percorsi selezionati per i pi curiosi. Si spazia tra larte del post Concilio e i santi nelle pale daltare, il Natale nellarte e i colori della liturgia.

colastica e parit s Imu

Ingiustizia e beffa L
a questione dellImu da pagare per le scuole paritarie solleva diversi problemi. Il primo riguarda levidente disparit di trattamento tra le scuole non statali e quelle statali, pur in un contesto che dovrebbe metterle sullo stesso piano. La legge di parit, infatti, nel 2000 definiva il sistema nazionale di istruzione come composto da scuole gestite dallo Stato e da altri enti e privati sullo stesso piano, paritarie appunto, fatte salve alcune condizioni di fondo, tra cui un progetto educativo in armonia con i principi della Costituzione, lapertura a tutti, linserimento di allievi con handicap. Regole precise, a stabilire un contesto generale di offerta formativa allargata e di qualit e che hanno impegnato non poco molte scuole non statali decise ad adeguarsi alle richieste. Ora, la legge di parit sembra, una volta di pi, disattesa. Le scuole statali, infatti, lImu non la pagano e dunque non si capisce perch dovrebbero pagarla le scuole non statali ugualmente pubbliche. La differenza, secondo il regolamento sullImu, la fa la retta da pagare nelle paritarie che dovrebbe essere simbolica, per evitare il fantasma del profitto. Ma anche qui si tocca una nota dolente, anzi dolentissima. Giacch la questione della retta rimanda al sostentamento economico delle scuole non statali, alla parit di fatto e non solo di diritto, alla concreta - e non solo proclamata - libert di educazione che evidentemente menomata dalla necessit che hanno le scuole paritarie di sostenersi, altrimenti chiudono. Il sostegno economico, che pure la legge di parit prevedeva, non c se non in misura del tutto insufficiente. Le rette dunque sono necessarie. Roberto Gontero, presidente dellAssociazione nazionale genitori scuole cattoliche (Agesc), categorico: Chiedere alle scuole paritarie di fornire il servizio gratis vuol dire farle chiudere. Non solo: spiega che proprio il servizio delle paritarie fa risparmiare allo Stato 6 miliardi e 200 milioni lanno, poich il costo-studente di gran lunga inferiore. Insomma, leventuale obbligo di pagamento dellImu andrebbe a costituire unulteriore, ingiustificata discriminazione per le scuole paritarie e un passo indietro sostanziale nella questione della libert di educazione in Italia che da sempre soffre di

pregiudizi ideologici e tuttora resta irrisolta. Una questione, tra laltro, spesso malintesa come rivendicazione di parte, in particolare dei cattolici e delle loro scuole, quando invece riguarda la libert di tutti e ha peso sul miglioramento del sistema formativo oltre che sulla garanzia per i diritti delle famiglie, a garanzia di libert costituzionali. Sempre Gontero, in una nota, ricordava come la sofferenza delle scuole paritarie potesse portare anche a una ricaduta pesante in termini di occupazione e di intasamento della stessa scuola pubblica per quel che riguarda gli insegnanti precari, a sottolineare i danni trasversali di una norma impropria sullImu. Non c stato governo in Italia - denuncia il presidente Agesc - dalla legge di parit in poi che abbia realmente voluto tutelare le scuole paritarie, che fanno un servizio di qualit e hanno educato intere generazioni. La beffa - conclude - ancor pi grave perch molti dei nostri politici hanno studiato in queste scuole: hanno potuto vedere la qualit e lattenzione alla formazione integrale dello studente. Servirebbe agire di conseguenza. Alberto Campoleoni

il Periscopio

di Zeta
Tutti viaggiano a velocit moderata. Sar stato fortunato, ovvio. Non vorrei dare lezioni a nessuno, ci mancherebbe altro. Non sono mai stato esterofilo n mai lo sar. Ma se altri fanno meglio, forse si fa meno fatica a copiare piuttosto che cercare soluzioni improbabili. Leggo che a Cesena il tutor della Secante, per un cavillo burocratico, stato disattivato. Resto allibito e non ci posso credere. Invece proprio questa la realt. I quotidiani ne hanno parlato marted, nella stessa giornata in cui noi abbiamo chiuso questo numero. La sicurezza prima di tutto, mi verrebbe da commentare. Ma forse non ho fiato a sufficienza per affermare che la burocrazia non pu essere contro i cittadini. Ci saranno di certo anche questioni di legge che impediscono laccensione del tutor, ma quali sono pi importanti? Il formalismo dei cavilli o la tutela degli automobilisti? Non occorre prendere altro spazio per fornire una risposta che gi data. (771)

Una decisione che sbalordisce nonostante i cavilli legali

La sicurezza prima di tutto

ualche settimana fa sono stato a Rio de Janeiro. Solo pochi giorni. Pi una corsa che altro. Ho girato parecchio in auto, trasportato da nuovi amici che si sono districati davvero bene in una traffico molto caotico. Nella metropoli brasiliana ci sono viali enormi, alcuni con quattro carreggiate e dodici corsie, sei per ogni senso di marcia. Quando non si in coda (e di file ne abbiamo fatte tante) non mi mai capitato di vedere sfrecciare qualcuno. I limiti di velocit sono presenti ovunque e le pattuglie della polizia si vedono spessissimo ai lati delle strade. vero che a Rio hanno dovuto combattere una delinquenza incredibile e ancora questo problema molto avvertito, ma posso testimoniare che non ha mai visto, nei brevi giorni della mia permanenza, nessun autoveicolo superare i limiti. Anche in Brasile c poca tolleranza verso gli automobilisti e mi stato riferito che il limite del test dellalcol posto a zero, non a 0,50 come capita in Italia. Sono rimasto molto sbalordito da questo fatto, anche perch prima della mia partenza temevo di dover andare in un Paese del terzo mondo. Le favelas attorniano Rio, verissimo, e sono una vergogna. Il resto, per, non ha nulla da invidiare allItalia, anzi. Ma non finita l. Di ritorno dal Brasile, grazie ad alcune ore disponibili per uno scalo tecnico a Madrid, ho avuto loccasione di fare un rapido

INGRESSO DEL TUNNEL DELLA SECANTE, A CESENA

giro della capitale spagnola. Grandi strade, ordinate e pulite, dopo essere uscito da un aeroporto avveniristico, con tanto di treno sotterraneo senza guidatore che collega i due sterminati terminal. Nei pressi del centro storico, la citt ha un grande tunnel, una specie di quello che a Cesena fa parte della Secante. Il limite di velocit di 70 chilometri orari. Nessuno va pi forte. Inoltre ho notato tutor ovunque, anche nelle altre vie di collegamento.

Cesena

Gioved 29 novembre 2012

13

Olio e vino per lemergenza educativa


E giunta al quarto anno liniziativa "Olio dellemergenza educativa" promossa dallassociazione Gi.Pre (Genitori insieme per una presenza) in collaborazione con Agesc. LAssociazione riunisce un gruppo di genitori che ha riconosciuto il grande valore educativo dellesperienza vissuta dai propri gli nelle scuole della Fondazione Sacro Cuore. Attraverso la vendita di questo olio proveniente dai Monti Sabini si vuole contribuire al sostegno economico del Fondo Borse di Studio messo a disposizione dalla scuola per le famiglie in difficolt. Questanno si aggiunge la vendita di vino di prodotto nel territorio cesenate. Per avere informazioni si pu contattare lindirizzo mail olioemergenzaeducativa@gmail.com oppure il numero di fax 0547/1950258. Tutti i prodotti ordinati saranno consegnati la settimana del 17 dicembre.

San Vittore
In ricordo di suor Verdiana Tappi
Pubblichiamo la testimonianza che i familiari ci hanno fatto pervenire in occasione della morte di suor Verdiana Tappi, missionaria della Consolata.
Carissima suor Verdiana "Dio ama chi dona con gioia" dice la Parola di Dio e cos pensiamo che tu sia stata molto amata da Dio. Il 19 novembre ci hai lasciati, a Venaria (Torino), dopo tanti anni spesi come suora missionaria della Consolata. Insieme alle sorelle suor Pasquita (un tempo missionaria in Tanzania per 35 anni) e a suor Eugenia Paola (attualmente in Liberia), hai fatto della tua vita una missione per portare Ges nella semplicit delle piccole cose. Tu non hai salpato grandi mari o attraversato terre lontane, ma la missione di Santit lhai vissuta fra noi e nella tua comunit religiosa sparsa per lItalia. Una profonda fede ti ha accompagnato in questi lunghi anni, iniziati nel 1930 a San Vittore dove hai maturato la tua vocazione con don Primo Scarpellini e poi trascorsi qua e l nelle varie comunit religiose, no a concluderli a Venaria. Nellomelia funebre, tuo nipote don Gian Piero Casadei ha parlato di te come della santit delle cose umili, come umile stato il tuo servizio di manutenzione della casa e di autista, di economa e anche di superiora. Dove sei passata non ha fatto notizia sui giornali, ma sappiamo che Ges lhai servito, nutrito, vestito, visitato in tutti quelli che hai incontrato sul tuo cammino. Una fede silenziosa e umile, forte e convinta, semplice eppur grande che ti portava a svolgere tutto con pazienza, amore e cura. Sapevi bene che ogni servizio fatto allaltro era fatto al Signore per cui ti sei spesa senza misura per tutti. Quando raccontavi che portavi Ges eucaristia agli ammalati, ti ardeva il cuore per un ministero cos grande e nel cuore trattenevi ogni volto. In questo ultimo periodo in cui hai vissuto maggiormente la sofferenza, sappiamo che hai perseverato nella pazienza, nella sopportazione, nella preghiera e nellofferta di ogni cosa a Lui, il tuo Signore. Hai sempre ricambiato tutti con il sorriso e il grazie. Nellultima visita che ti abbiamo fatto, facendoti notare che nella parete di fronte avevi il crocisso e limmagine della Madonna della Consolata, hai esclamato: "Come sono belli, che luce! Ci parso che gi tu fossi pronta, proiettata pi in alto, quasi pi vicina a Colui che ti attendeva e che attende tutti a braccia aperte. Grazie per la testimonianza che sei stata per tutti noi. Hai saputo unire la gura di Marta con quella di Maria, il lavoro e la preghiera. Hai raggiunto il tuo sposo, Ges, e con lui i tuoi cari. Le tue consorelle ti hanno assistito con tanta dedizione, premura e affetto fraterno. Il tuo sorriso ci lascia un testamento: servire il Signore nella gioia. Quel Signore a cui tu ora puoi dire "a te che sei stato il mio aiuto, esulto di gioia allombra delle tue ali".

Presso la struttura del Seminario

Studenti durante una gita scolastica

Liceo Scienze Umane Marted lOpen night


l liceo delle Scienze umane apre le porte per lOpen night che si terr mercoled 5 dicembre dalle 18,30 alle 20,30 nella scuola situata nella struttura del Seminario a Cesena, in zona Case Finali. "Invitiamo gli studenti di terza media spiega la preside Regina DAttanasio - e i genitori a visitare il nostro liceo. Saranno presenti diversi insegnanti e una quarantina di studenti che mostreranno gli ambienti, i laboratori, e proporranno alcuni momenti allestiti per loccasione, come un laboratorio manuale per la lavorazione dellargilla, un recital, piccoli esperimenti di scienza e fisica, unarrampicata su parete artificiale ad opera dei ragazzi dellindirizzo sportivo". Le opzioni del Liceo delle Scienze umane sono spettacolo, sportivo, musicale, artistico e linguistico. "Il nostro Liceo aggiunge la preside - mira a guidare lo studente ad acquisire una formazione polivalente finalizzata a raggiungere le competenze necessarie per proseguire alluniversit o alla frequenza di corsi professionali per un rapido inserimento nel mondo del lavoro".

Il liceo Immacolata articola lofferta formativa in pi indirizzi, fra cui quelli dello sport e dello spettacolo
Da qualche settimana iniziata una collaborazione con Videoregione, emittente nella quale alcuni studenti dellindirizzo spettacolo partecipano a una trasmissione condotta dal giornalista Matteo Amaducci. I ragazzi sono presenti in studio e sono coinvolti durante la registrazione. "Stiamo potenziando lo studio delle lingue straniere - continua la preside - e abbiamo introdotto linglese e il tedesco anche in altre materie che non siano le ore di lingua stessa. Chi frequenta lindirizzo sportivo viene preparato ad affrontare lesame per ottenere la certificazione come arbitro di calcio, volley o come salvataggio in mare. Inoltre, il professor Roberto Filippetti ha pubblicato sul suo sito (www.filippetti.eu/) unintera sezione dedicata alla mostra su Van Gogh che si tenuta lanno scorso negli ambienti della nostra scuola". Non manca luso della tecnologia: in alcune classi gi attiva la lavagna multimediale e la scuola sta cercando sostegno per acquistarne altre. Il 12 dicembre gli studenti incontreranno Marco Cortesi il quale allestir, nellauditorium della scuola, uno spettacolo sul dramma della ex Jugoslavia. Il successivo appuntamento con gli studenti fissato con lOpen day del 12 gennaio 2013 dalle 15 alle 18. Cristiano Riciputi

ANNIVERSARIO
7 dicembre 2009 7 dicembre 2012

PARTECIPAZIONE
Venite a me e io vi ristorer (Mt 11,28) La redazione del Corriere Cesenate si stringe attorno agli amici Federica e Luigi Bianchi colpiti dal dolore per la perdita della cara mamma
LIDIA PIERI di 82 anni

Cesena

Conserviamo sempre nel cuore le tue parole, lamore e la tenerezza verso ogni anima ferita, la tua passione per la Parola di Dio. Con la certezza, come dicevi tu, che nulla va perduto. La tua famiglia e quanti ti hanno voluto bene Nel 3 anniversario della nascita al cielo di

No al gioco dazzardo
Marted 4 dicembre alle 20,30, nella sala Cacciaguerra della banca di Cesena, si terr un convegno sui rischi della dipendenza da gioco dazzardo. Intruduce Filippo Pieri, segretario generale Cisl ForlCesena. Relazione dello psicologo Mauro Croce dellAsl di Verbania.

DON PINO ZOFFOLI


messe saranno celebrate venerd 7 dicembre alle 18 a SantEgidio, sabato 8 dicembre alle 10 a Villalta di Cesenatico e alle 11 a Santa Maria Goretti di Cesenatico

VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Splendidi tours esclusivi


Per il 2013 abbiamo programmato i seguenti tour, con accompagnatore dallItalia Programmi disponibili in agenzia TOUR DELLA BIRMANIA: 13 febbraio febbraio 2013, completo! Stiamo programmando il secondo gruppo! TOUR DELLA CINA: 15 giorni, dal 4 marzo, volo di linea, pensione completa Pechino, Taiyuan, Pingyao, Xian, Guilin, Suzhou, Shanghai da 2.770 euro TOUR DEL MAROCCO: le citt imperiali, tra il deserto e il mare... 12 giorni, dal 6 aprile, volo da Bologna, pensione completa Casablanca, Rabat, Meknes, Fes, Midelt, Erfoud, Merzouga, Quarzazate, Taroudant, Agadir, Essaouira, Marrakech da 1.560 euro TOUR DEL PER: ... a due passi dal cielo 15 giorni, dal 25 maggio, volo da Bologna Lima, Cuzco, valle sacra dellUrubamba, Machu Picchu, Puno e il lago Titicaca, Colca, Arequipa, Nazca, Paracas e isole Ballestas da 3.430 euro
Ecco gli altri tour 2013: TOUR DELLUZBEKISTAN - TOUR DELLISLANDA - TOUR LE PERLE DEL BALTICO - TOUR DELLA TURCHIA - TOUR DEL SUD AFRICA - TOUR DELLANDALUSIA

VACANZE, TOURS E SOGGIORNI E PELLEGRINAGGI AUTUNNO 2012


FAVOLOSE CROCIERE NEL MEDITERRANEO A PREZZI IMBATTIBILI! Grecia, Istanbul... o Spagna, Canarie, Lisbona da 365 euro per persona Da gennaio ad aprile. Affrettatevi, i posti sono limitati! ISOLE MALDIVE BRAVO CLUB ALIMATHA 9 giorni, dal 27 gennaio con volo e all inclusive (anzich 2.720 euro) Partenze 10, 17 febbraio e 17 marzo Partenza del 7 aprile KENIA MARE NELLOCEANO INDIANO (9 giorni) Club all inclusive, volo da Verona da gennaio a marzo 2013 2.160 euro da 990 euro 1.430 euro

da 990 euro

SONO IN PREPARAZIONE I PROGRAMMI DI GRUPPO DEI PELLEGRINAGGI VENERI-ROBINTUR 2013: TERRA SANTA, LOURDES, SANTIAGO DE COMPOSTELA E CAMINO...

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI, TOURS E CROCIERE AUTUNNO-INVERNO 2012

VIAGGI VENERI

Chi chiede la bolletta online fa del bene allambiente


Hera ha presentato un progetto che mira ad incrementare il numero utenti che ricevono la bolletta online, abbattendo lo spreco di carta. Ogni 50 famiglie, o aziende, che scelgono lE-mail, Hera regaler un albero al Comune di pertinenza

idurre il consumo di carta, velocizzare le operazioni, rispettare lambiente e incrementare il verde pubblico. Sono questi alcuni degli obiettivi che si pone Hera promuovendo il passaggio dalla tradizionale bolletta, la fattura cartacea spedita via posta, alla medesima bolletta ma spedita via E-mail. Attualmente sono 80mila gli utenti che sfruttano questo servizio gratuito ed Hera punta ad aumentarne il numero di 100mila unit in pochi mesi. E ogni 50 clienti che attiveranno la bolletta online, lazienda regaler un albero e si occuper della sua piantumazione e della successiva manutenzione per i primi tre anni. Per questo primo step del progetto Hera ha quindi previsto la messa a dimora di 2000 nuovi alberi distribuiti nei vari Comuni su cui opera. Il progetto stato ampiamente illustrato la scorsa settimana in Comune a Cesena, alla presenza di Roberto Sacchetti, consigliere Hera, Cristian Fabbri, Amministratore delegato di Hera Comm, del sindaco Paolo Lucchi e dellassessore Lia Montalti. La bolletta online ha detto Sacchetti - porta benefici rilevanti rispetto alle tradizionali bollette cartacee che implicano lutilizzo di un significativo quantitativo di carta, associato alle emissioni e ai consumi derivanti dalla loro produzione e trasporto. Senza dimenticare gli impatti della loro successiva gestione come rifiuti. Da sinistra Lia Montalti, assessore allAmbiente; Paolo Lucchi, sindaco di Cesena; Cristian Fabbri, Amministratore delegato di Hera Comm; Roberto Sacchetti, consigliere Hera La scelta di Hera ha proseguito Fabbri - stata quella di promuovere ladesione alla bolletta on-line con limpianto di alberi in aree verdi individuate con le amministrazioni comunali che si impegnano alla pro- dellOspitalit dellAnffas. mozione delliniziativa incentivando ladesione dei cittadini, generando cos un ul- Ogni cesenate produce in media 700 chilogrammi di rifiuti ha aggiunto lassesteriore beneficio ambientale: un albero pu assorbire nel suo intero ciclo di vita (30 sore Lia Montalti ed ogni iniziativa volta a ridurre il volume di carta e ad aumenanni) fino a 3 tonnellate di anidride carbonica. tare il verde solo da apprezzare e appoggiare. Il sindaco di Cesena Paolo Lucchi ha posto laccento sulla valenza del progetto, ri- Richiedere linvio della bolletta online semplice e veloce. Basta entrare nellarea ricordando che Cesena molto attenta alla salvaguardia ambientale. Ogni cittadino servata dei servizi on line ai clienti sul portale Hera online allindirizzo ha a disposizione 26 metri quadrati di verde pubblico, il che significa circa 260 et- www.servizionline.gruppohera.it: dalla propria home page accedere alla sezione tari. Le piante che fanno capo alla collettivit sono oltre 40mila e quelle di Hera an- Le mie bollette e i miei pagamenti, cliccare lopzione Spedizione bolletta e sedranno a implementare un progetto molto importante, quello della Casa guire le indicazioni.

Cesena e Cesenatico, ecco dove saranno piantati gli alberi


Parco dellospitalit Anffas, scuola di Sala e Pineta di Zadina
Cesena 85 alberi per la fattoria-Parco dellOspitalit. Si tratta di un'area di 10 ettari circa, situata in via Maccanone, di propriet del Comune e in gestione alla Onlus Associazione nazionale famiglie di disabili intellettivi e relazionali (Anffas) per la realizzazione del progetto "Fattoria didattica - Parco dell'Ospitalit". L'area gi in parte adibita a parco e in parte ancora in corso di rea-

lizzazione (nella foto), attualmente sono attivi lavori di costruzione di un parcheggio e delle pavimentazioni. Si prevede infatti l'inaugurazione del parco nel contesto delle opere in corso per il 2013. In questo contesto l'intervento consister nella piantumazione di 85 alberi che permetteranno l'estensione del parco, con funzioni ricreative, didattiche e sportive. Nel territorio di Cesenatico, sono state individuate due zone in cui saranno piantati gli alberi. La Pineta di Zadina, di propriet del Demanio forestale, parte della 'Riserva Naturale Pineta di Ravenna'. Ha un'estensione di circa 4 ettari, coperti da bosco di farnie, lecci, olmi, ontani. E' posta a ridosso della fascia litoranea all'estremo nord del territorio comunale, e all'interno si trovano diverse aree giochi per bimbi. L'intervento prevede di piantare 20 nuovi alberi per integrare quelli gi esistenti. A Sala di Cesenatico la scuola materna situata in via Canale Bonificazione. Dispone di un ampio giardino esterno di 3.339,21 mq, in cui sono gi presenti alberi adulti a siepi. L'intervento di propone di piantare 15 giovani alberi per aumentare l'ombreggiatura e migliorare il giardino gi esistente.

IN COLLABORAZIONE CON LUFFICIO STAMPA HERA

Cesena

Gioved 29 novembre 2012

15

A colloquio con il presidente riconfermato Luciano Terranova


Lex Lazzaretto

Referendum locali
Raccolta firme
partito il conto alla rovescia della raccolta rme per lindizione di cinque referendum consultivi promossi dal comitato civico Cesena bene comune. Lobiettivo raccogliere 4.130 rme (il 5 per cento della popolazione maggiorenne di Cesena) in 80 giorni (scadenza i primi di febbraio). In sintesi i quesiti chiedono la riduzione del consumo di territorio privilegiando il recupero dei beni culturali, architettonici e storici di propriet pubblica; la riduzione di traffico e smog attraverso il potenziamento dei mezzi pubblici, la pedonalizzazione del centro storico e la revoca del nuovo parcheggio previsto su viale Carducci; la conservazione del tratto di ume Savio fra il Ponte Vecchio e il Ponte Risorgimento evitandone la privatizzazione; la difesa dellacqua pubblica e luscita del Comune da Hera; lestensione su tutto il territorio comunale del porta a porta per la raccolta dei riuti. "Si tratta di referendum locali pensati per dare una ventata di energia positiva alla citt, per allargare gli spazi della democrazia, per risollevare le coscienze e mobilitare cittadini non rassegnati, appassionati, indignati, attivi", spiega il comitato civico. E possibile rmare al banchetto predisposto dai promotori in centro due giorni la settimana - il mercoled mattino e il sabato - e in Municipio allUfficio elettorale dal luned al sabato dalle 8 alle 13 e allUfficio autentiche dellanagrafe il marted e il gioved dalle 14.30 alle 17. Fs

Italia Nostra: ambientalisti con buon senso


esena deve riscoprire il proprio territorio, cos come deve saper valorizzare la campagna e puntare a uno sviluppo a misura duomo. Il bello utile. La citt deve rilanciarsi attraverso cultura e agricoltura". Italia Nostra, attraverso il presidente Luciano Terranova (nella foto piccola) e al Consiglio direttivo eletto in questi giorni, da sempre ha il ruolo di coscienza critica ambientalista di Cesena, cos

"C

come uno dei suoi storici presidente, Michele Massarelli, ha sempre auspicato. I progetti, le idee, le battaglie che lassociazione porta avanti sono guidati da un filo conduttore: il buon senso. "Essere contro a tutti i costi - spiega Terranova - non paga e non neppure ragionevole. Ogni proposta, da qualunque parte essa venga, deve essere discussa e messa a confronto". Poi vi sono alcune battaglie che Italia Nostra ha portato avanti, insieme ad altre realt,

come lopposizione al Conad del cimitero e al parcheggio allOsservanza. Ma pi che battaglie contro, Italia Nostra vuole portare avanti proposte. "Vorremmo che vi fossero ancora margini - continua Terranova - per piazza della Libert. Il progetto presentato dalla Giunta Conti era molto migliore di quello attuale. Presentava un edificio posto davanti al bar Roma, cos come esisteva fino al dopoguerra quando fu abbattuto per fare il parcheggio. Era intelligente anche la proposta del parcheggio sotterraneo che noi vorremmo esclusivo per i residenti e le attivit commerciali. Anche il compianto architetto Tommaso Cantori la considerava una proposta ragionevole: lui riteneva che si dovesse sfruttare il dislivello della Valdoca e far scomparire le auto sottoterra". Italia Nostra punta molto sul paesaggio naturale e rurale, quello custodito dagli agricoltori. "Non vi pi attenzione per lagricoltura - dice preoccupato Terranova - e questo un grave danno per il territorio. Gli agricoltori sono un presidio importante, specie nelle zone collinari. Dove manca il coltivatore diretto subentrano rischi idrogeologici". Negli ultimi mesi, anche grazie a Italia Nostra, la Portaccia ha avuto un intervento di messa in sicurezza. "Anche lex Lazzaretto, sulle mura, adiacente al Caps - conclude - dovrebbe essere recuperato. Prima di costruire nuovi quartieri, come il Novello, sarebbe bene salvaguardare quello che hanno costruito i nostri padri". Cristiano Riciputi

Casa di Cura Malatesta Le novit chirurgiche


Foto Mauro Armuzzi

La Casa di Cura Malatesta Novello potenzia il suo raggruppamento chirurgico grazie alla collaborazione con un nuovo professionista, che da met novembre ha preso servizio alla clinica privata. Il dottor Davide Guglielminetti, specializzato in chirurgia generale e toracica con indirizzo laparoscopico, introdurr questa metodica nel trattamento della patologia oncologica, in particolare del colon. Ci significa che lapproccio laparoscopico oltre che nei "classici" interventi gi eseguiti alla casa di cura (ad esempio malattie delle vie biliari, polipi, interventi ginecologici), verr utilizzato anche nella chirurgia oncologica. Il dottor Guglielminetti proviene dalla sanit pubblica, in anni recenti stato responsabile della struttura semplice di Chirurgia specialistica gastroenterologica presso il Dipartimento di chirurgia generale allospedale di Ravenna. Con linizio della sua attivit professionale alla Casa di Cura Malatesta Novello si apre un nuovo capitolo, con la possibilit di effettuare interventi chirurgici di maggiore complessit. La chirurgia laparoscopica una tecnica chirurgica ormai abituale, utilizzata gi da

tempo anche alla Malatesta Novello e consente di eseguire interventi senza la necessit delle classiche incisioni come nella chirurgia tradizionale. Il chirurgo opera utilizzando strumenti ottici e operativi introdotti attraverso piccole incisioni nella parete addominale, non pi con le mani "allinterno del corpo" del paziente, ma guardando un monitor, dove limmagine intraddominale molto ben definita, di dimensioni maggiori rispetto alla realt. I principali vantaggi sono legati al minor trauma chirurgico e al minor dolore postoperatorio. Lassenza di estensione delle cicatrici chirurgiche, il ridotto rischio di contaminazione e infezione delle ferite sono altri indubbi vantaggi della laparoscopia, insieme a una pi rapida ripresa delle attivit usuali e alla degenza pi breve. La novit per la Malatesta Novello consiste nel fatto che verranno effettuati interventi chirurgici con metodica laparoscopica anche per curare i casi di tumori colonrettali, quindi anche in presenza di neoplasie.

Cesena

Gioved 29 novembre 2012

17

Nel 2013 erogazioni per 2,4 milioni

Convegno
Villa Bianchi Giornata formativa
Un seminario per far conoscere le proprie attivit. La Fondazione Opera don Dino onlus opera in ambito socio assistenziale ed educativo sul territorio cesenate dal 1993. Oggi gestisce un centro socio riabilitativo residenziale e due gruppi di adulti con disabilit psico - sica media e grave. Gli ospiti provengono sia dal territorio di Cesena, che da quello regionale ed extra regionale. Il progetto della struttura residenziale ha lobiettivo di promuovere la miglior qualit di vita della persona, creando un ambiente confortevole e familiare in cui questa senta di essere a casa propria, possa utilizzare al meglio le opportunit che la struttura e il territorio offrono e possa creare legami signicativi con gli altri ospiti e con il personale. Al ne di promuovere le proprie attivit e di offrire ai propri operatori e a tutti coloro che fossero interessati, uno spazio di confronto e di approfondimento, lOpera don Dino ha organizzato una giornata di formazione per venerd 30 novembre dalle 17, dal titolo "Vivere lIstituzione tra Etica e Professionalit". Sede del seminario sar la sala convegni di Villa Bianchi, in via Comunale Sorrivoli 601, a Ponte Abbadesse di Cesena. La partecipazione gratuita e al termine del pomeriggio verr offerto un buffet. Per informazioni si pu contattare lufficio organizzativo allo 0547 21592.

La Fondazione Crc a sostegno del territorio


celte prudenti ma nellottica di garantire continuit al sostegno finanziario al territorio. Nei giorni scorsi lassemblea dei soci della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena ha espresso il proprio parere favorevole sul Documento programmatico previsionale 2013 "La congiuntura negativa in atto da diversi anni - si legge in una nota che sta incidendo pesantemente anche sulla qualit della vita della comunit locale, ha portato a un contenimento delle risorse per lo svolgimento dellattivit istituzionale. Ci collegato anche a una condivisa politica prudenziale della controllata Cassa di Risparmio di Cesena, i cui dividendi rappresentano la maggior parte dei ricavi della Fondazione, che persegue opportunamente una strategia di rafforzamento patrimoniale attraverso laccantonamento a riserve di una parte degli utili maggiore del passato".

Pi della met dei fondi per istruzione e ricerca Non mancheranno contributi a settori quali salute, arte e attivit sportive
Nel 2012, per lacquisto della prima casa a condizioni di tasso molto convenienti sono stati erogati oltre 14 milioni di euro, su un plafond di 50 milioni di euro, favorendo la vendita in poco tempo di circa 120 appartamenti gi sul mercato. Inoltre la Banca partecipa attivamente nellinsediamento di nuove aziende, per favorire loccupazione giovanile. Per le erogazioni istituzionali la Fondazione potr destinare 2,4 milioni di euro: 1,644 milioni di euro saranno destinati ai settori di rilievo come listruzione e la ricerca; il volontariato e lassistenza agli anziani. Per larte, la salute e lattivit sportiva saranno destinati complessivamente 755mila euro. "Anche per il 2013 la Fondazione continua la nota - dar il massimo impulso per lo sviluppo delleconomia e delloccupazione attraverso il potenziamento di iniziative volte a favorire lincontro fra luniversit e limpresa, come, ad esempio, il sostegno alla ricerca applicata per assicurare risultati di pi veloce effetto sia per le imprese stesse, che per loccupazione. La Fondazione intende offrire un forte segnale di fiducia per la tenuta sociale e lo sviluppo delleconomia locale".

In corsia la vivacit dei fumetti dautore


Un altro week end allinsegna del fumetto e del sorriso. Nelle scorse settimane Cesena Comics, liniziativa promossa dallAssociazione Giovani Banca di Cesena e dallAssociazione Culturale Barbabl, ha fatto visita ai bambini del reparto pediatrico dellOspedale Bufalini. Il noto autore e vignettista di satira politica Giovanni Beduschi, durante la conferenza stampa presso la sala Eligio Cacciaguerra della Banca di Cesena, cos definisce il suo lavoro e liniziativa. "Mi chiamano lartigiano del sorriso. Non la prima volta che porto larte del fumetto nei reparti pediatrici. In passato sono stato a Bologna e a Milano e non c niente di pi bello che vedere i bambini sorridere, soprattutto in un contesto come quello ospedaliero. Potremmo definire il fumetto come strumento per la diffusione del sorriso". Liniziativa Cesena Comics in tre anni di attivit ha gi raccolto nel centro storico di Cesena oltre 85 autori di fumetti di rilievo nazionale, ha svolto mostre, organizzato seminari, coinvolto tutta la cittadinanza in quasi 100 caff letterari, 40 proiezioni di film a tema, spettacoli e concerti. Questanno il festival, insignito del riconoscimento al valore culturale da parte del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha presentato numerose novit tra cui la collaborazione con il reparto pediatrico dellospedale cesenate. La terapia del sorriso oramai diffusa negli ospedali di tutto il mondo. Secondo alcune ricerche, ridere un modo per stimolare la risposta immunitaria. Pare che una sana risata possa avere effetti benefici su molte patologie. Antonio D. Capristo

Club alpino Riconfermato Rossetti


Laccompagnatore nazionale di escursionismo Fiorenzo Rossetti stato riconfermato direttore della Scuola di escursionismo della sezione di Cesena del Club alpino italiano. La scuola di escursionismo, tra le prime sorte in Italia e punto di riferimento per la provincia di ForlCesena e la Romagna, ha lo scopo di preparare i soci del Cai alla pratica dellattivit escursionistica in montagna, curandone in particolare gli aspetti e i valori culturali, le conoscenze indispensabili alla pratica in sicurezza dellattivit, mediante lorganizzazione di corsi di formazione teorico-pratici su qualsiasi terreno escursionistico, dalla semplice passeggiata ai pi severi percorsi e sentieri ferrati e allescursionismo invernale con racchette da neve. Accanto alla carica di direttore, stato eletto vice-direttore Andrea Magnani, segretario Graziano Montanari e tesoriere Roberto Bianchi, per un totale di un organico composto da 18 istruttori.

SANTA MARIA NUOVA: in palazzina di recente costr.e, appartamento al primo piano con ingresso indip. composto da soggiorno con cucina, 2 camere da letto, bagno, piccolo ripostiglio, 2 balconi (1 con barbecue) e garage doppio. Ottime finiture, riscaldamento a pavimento e predisp. aria condizionata. 195.000 / Rif. 1210 PORTA TROVA - VIA PIAVE: appartamento al quarto piano con ascensore composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto di ampie dimensioni, 1 bagno, 2 balconi, cantina e garage. 155.000 / Rif. 1198 ZONA SEMINARIO/OSPEDALE: in palazzina immersa nel verde e nella tranquillit appartamento al piano rialzato composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 3 camere da letto, 2 bagni, terrazzo, cantina e ampio garage. 255.000 / Rif. 1129 ZONA STADIO: appartamento al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone, cantina e garage doppio. 180.000 / Rif. 1128 ZONA CENTRALE: (adiacenze stazione) appartamento al 1 piano con ascensore composto da soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, balcone, cantina interrata, ripostiglio a piano terra e ampio terrazzo condominiale. 150.000 / Rif. 1114 SAN CARLO: in zona residenziale villetta a schiera dangolo con interni da rivedere composta da soggiorno, cucina con tinello, 3 camere da letto, 2 bagni, balcone, cantina, garage, cortile e giardinetto di propriet. 260.000 / Rif. 1208

CASE FINALI - RIO MARANO: in posizione verde e tranquilla nuova costruzione di villette bifamiliari con ampio giardino, ecocompatibili e ad alto risparmio energetico. Possibilit vendita di singoli lotti. Info in ufficio / Rif. 1241

CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso

18

Gioved 29 novembre 2012

Cesena
Case Finali
Settimana missionaria
Cesena su informazioni dellAgenzia delle Entrate, saranno utili per la stesura del prossimo bilancio. Il totale dei redditi dichiarati per il 2011 toccare quasi 1,47 miliardi di euro. Diviso per i 72mila e 800 contribuenti effettivi, risultano 20164 euro per dichiarazione. Rispetto al 2010, i contribuenti sono cresciuti dello 0,6 per cento e la somma complessiva dell1,6 per cento. La met dei contribuenti dichiara somme inferiori ai 16.210 euro allanno: gli uomini intorno ai 18.947 euro, le donne 13.907 euro. Da questo calcolo sono esclusi circa 12mila maggiorenni che nel 2011 non hanno presentato dichiarazione dei redditi: studenti, casalinghe o disoccupati. Contando anche loro, il reddito medio dei cesenati scende a 17.308 euro. Proseguendo nellesame dei dati emerge come 1.674 contribuenti abbiano dichiarato reddito zero (il 2,3%) mentre la quota di quanti si trovano nella "no tax area" (sotto gli 8mila euro di reddito) si attesta al 20,79%. Il 45,56% dei contribuenti cesenati sotto i 15mila euro di reddito, il 35,97% si colloca nello scaglione tra i 15mila e i 28mila euro. Lieve aumento negli scaglioni superiori: quanti dichiarano tra i 28mila e i 55mila euro sono 9.175 (il 12,6%), tra i 55mila e i 75mila sono 1.215 (1,67%), oltre i 75mila sono 1.379 (l1,89%). Quelli che dichiarano pi di 100mila sono stati 665 (lo 0,91%), in crescita rispetto al 2009, quando erano stati 633. La comunit di Case Finali si appresta ad accogliere la settimana di animazione missionaria, dall1 all8 dicembre. Promuovono levento la pastorale giovanile e i missionari del Preziosissimo Sangue. Sabato 1 dicembre alle 18 sar celebrata la messa con lannuncio missionario. Domenica 2 dicembre alle 10 si apre solennemente la settimana con la concelebrazione presieduta da don Domenico DAlia. Alle 11 il direttore e lequipe missionaria incontrano tutti gli operatori pastorali. Continua luned lappuntamento missionario con numerosi eventi, fra cui il grande raduno con i bambini dalle 15.30 alle 17. Alle 20,30 incontro con i giovani. Marted 4 dicembre dalle 17 alle 18,30 ci sar la pastorale di strada. Mercoled, fra le diverse iniziative, da segnalare il centro di ascolto per gli anziani alle 16. In serata, confessioni per tutti i giovani. Gioved mattina spazio alla pastorale di strada e, alle 20,30, solenne via Crucis per le strade della parrocchia. Venerd 7 dicembre alle 15,30 tutti i bambini sono invitati in parrocchia per una processione in onore della Madonna. Alle 20,30 si terr la solenne veglia eucaristica. Sabato 8 dicembre alle 10 sar celebrata la messa conclusiva dellanimazione missionaria. Alle 15,15 processione per le vie della parrocchia. Alle 21 la compagnia teatrale parrocchiale propone uno spettacolo. Per tutto il giorno, sia l8 che il 9 dicembre, sar aperto il mercatino di benecenza del laboratorio di cucito. Cr

Sono 665 coloro che hanno dichiarato pi di 100mila euro


Foto Giuseppe Mariggi

A Cesena si guadagnano 20mila euro (lordi) lanno


a collaborazione tra Comune e Agenzia delle Entrate continua a dare frutti, da un lato, e numeri dallaltro. Numeri da usare come semi per far crescere le scelte amministrative future. Cesena ha stretto da tempo un patto con lex Intendenza mirato a stanare gli evasori. Un simile accordo stato siglato anche con la Guardia di Finanza, alla quale il Comune passa tutte le richieste di benefici legati allIsee, dalle rette delle

scuole al trasporto pubblico. Accordi tra organi dello Stato che hanno lobiettivo non solo di far pagare il giusto a chi non paga, ma soprattutto di eliminare quella sorta di "concorrenza sleale" che ha visto fino ad oggi gli evasori scavalcare i veri bisognosi nelle diverse graduatorie di accesso ai servizi. I dati dellultimo "Rapporto annuale sui redditi di cittadini e famiglie", in corso di elaborazione da parte del Servizio informativo gestionale del Comune di

Convegno | Il vescovo Negri a Cesena

Banca di Cesena

Borse di studio per gli studenti


I migliori studenti della Banca di Cesena. Gioved 22 novembre si tenuta, presso la sala E. Cacciaguerra della Banca di Cesena, lassegnazione delle borse di studio devolute ai gli dei soci che si sono diplomati e laureati con il massimo dei voti. I diplomati premiati sono: Giada Mami, Giacomo Collini, Andrea Baldi, Lorenzo Molari, Enrico Mele, Martina Rossi e Batani Veronica. I laureati (triennale): Andrea Ceccaroni, Raffaele Berlini, Alice Petrini, Alessandro Zoffoli, Michela Mazzoni, Lorenzo Neri, Claudia Castellucci, Chiara Casadei,

La scorsa settimana il vescovo di San Marino-Montefeltro, Luigi Negri, ha tenuto un incontro in Seminario a Cesena, nellambito del ciclo di appuntamenti "Rendere cultura la fede" promosso dalla Diocesi di Cesena-Sarsina. Fra i temi toccati, il presule ha sottolineato "come la ragione moderna venga concepita a servizio del potere, mentre per mezzo della ragione noi tutti siamo chiamati a dare testimonianza alla Speranza che in noi".

Gabriele Batani. I laureati (specialistica) premiati sono: Luca Santi, Eleonora Satta, Giada Bagni, Daniela Castellucci, Pierluigi Dalla Rosa, Maria giulia Bazzocchi, Lucia Giorgini, Alessandro Montalti, Filippo Leonardi, Marcella Foschi, Giulia Severi, Barbara Corelli, Andrea Bisacchi, Margherita Magnani, Giulia Faedi. La consegna delle borse di

studio stata anche occasione per presentare ai giovani premiati, lAssociazione Giovani Banca di Cesena, una realt nata lo scorso anno, partecipata da giovani clienti e soci under 35 dellistituto, che ha lobiettivo prioritario di realizzare azioni concrete di solidariet e sviluppo sociale nei confronti della comunit in generale, ed in particolare proprio verso i pi giovani.

EURO CATERING
di Giunchi Fabio e Piraccini Davide
Via Fossa 87/c - 47042 Cesena co (Fc) tel. 0547 86470 - fax 0547 683041 - E-mail euro-catering@ scali.it

Si confezionano cesti natalizi

Cesenatico

Gioved 29 novembre 2012

19

Domenica torna il presepe della Marineria

Si accendono le luci sul presepe della Marineria. Domenica 2 dicembre alle 17 sar inaugurato il presepe sul Portocanale, vera attrattiva per tutti i turisti. Appoggiato dallAmministrazione comunale, dalle associazioni di categoria e dalle Bcc locali, linaugurazione sar seguita da una rassegna musicale. La prima statua scolpita stata quella di San Giacomo, patrono di Cesenatico a cui nel corso degli anni se ne sono aggiunte molte altre. Non si tratta solo di statue tradizionali,

ma di scorci ispirati dalla vita della gente comune di un borgo di pescatori. "Sono tante le iniziative in cantiere per il periodo natalizio - spiega don Gian Piero Casadei, parroco di San Giacomo - fra cui il voto alla Madonna l8 dicembre. Alle 20,30 si terr la processione seguita dalla messa. Il 23 dicembre in serata, in chiesa, si terr un concerto natalizio. Nel pomeriggio del primo gennaio il coro Terra promessa propone il concerto di Capodanno. Il 6 gennaio

ci sar il suggestivo arrivo del Magi dal mare preceduto, la sera del 5, dalla rassegna dei Pasquaroli". Durante tutto il periodo natalizio, a partire da sabato 1 dicembre, sar attivo in parrocchia la tenda di Natale dellAvsi con presepi dal mondo, oggetti artigianali, piccole opere artistiche. Il ricavato sar destinato ai progetti Avsi. Dal 22 dicembre a Capodanno attiva, nei locali della parrocchia, la pesca di benecenza a favore della San Vincenzo.

Lavori Inaugurazione sabato 1 dicembre alla presenza del vescovo Douglas Regattieri
na chiesa tornata a splendere. Sabato 1 dicembre sar inaugurata la rinnovata chiesa di Santa Maria Assunta in Villamarina. E infatti giunta a conclusione la prima fase dei lavori, quelli relativi allinterno delledificio. Restano da fare quelli allesterno, ovvero la tinteggiatura e il restauro delle statue. Alle 19 il vescovo Douglas Regattieri celebrer la Messa, poi ci sar la cena comunitaria cui seguir lesibizione del coro parrocchiale con un breve concerto di musica sacra di varie epoche e parti del mondo. "Sar un momento di grande festa - si legge in una nota del Comitato pro restauri - per la comunit dellAnnunciazione in Villamarina Gatteo Mare, guidata da don Derno Giorgetti, che ritrover la sua chiesa madre vestita a nuovo. Per loccasione verr anche effettuata una colletta speciale". Ledificio risale agli anni 30 del secolo scorso. Aveva subito forti danni durante la guerra, con la quasi totale distruzione dellabside, ed era stato restaurato negli anni Cinquanta. Anche a seguito della riforma conciliare aveva subito lavori nella zona absidale. Poi, negli anni Ottanta, stato rifatto il tetto e sono state apportate modifiche allinterno relative a illuminazione e amplificazione. "Da molti anni - prosegue la nota erano presenti delle crepe e ultimamente si erano sempre pi

Villamarina, chiesarestaurata

tonalit pi delicate e luminose, mantenendo i motivi decorativi che incorniciano pilastri, archi e costoloni; al restauro delle vetrate, e del rosone con limmagine dellAssunzione di Maria, che presentavano piccole fratture; alla ripulitura delle graziose formelle della Via Crucis, sporche e sbrecciate; alla levigatura dei pavimenti, in marmo e ceramica, rovinati da trattamenti impropri; alla ripulitura e al rafforzamento del portone in legno. I COSTI Grazie a varie iniziative e alla generosit di tanti parrocchiani, a maggio 2012 il Comitato era riuscito a raccogliere 16mila euro. Nonostante il preventivo per tutte le opere, pari a circa 50mila euro, si deciso di dare ugualmente il via ai lavori iniziati nel 18 giugno scorso. In corso dopera tuttavia sono emersi ulteriori problemi, legati soprattutto allumidit che aveva fortemente impregnato i muri. E stato necessario eseguire dei trattamenti lunghi e impegnativi, non programmati, che hanno fatto lievitare la cifra a 80mila euro, molti dei quali ancora da pagare. "Un ringraziamento particolare conclude la nota - va allarchitetto Errante, al geometra Mattia Teodorani, i vari volontari e volontarie che hanno messo tutto il loro impegno e la loro fantasia per raccogliere fondi, le ditte e i negozianti che hanno contribuito insieme ai semplici cittadini".

Linterno stato rivisto profondamente, con interventi agli impianti, risanamento dellumidit, consolidamento e riverniciatura

ampliate Inoltre limpianto elettrico non era a norma: questi i problemi pi urgenti, che hanno spinto il parroco, don Derno Giorgetti, a istituire, lo scorso anno, un Comitato allo scopo di programmare i lavori al meglio e di raccogliere i fondi necessari". Il Comitato, su impulso del parroco e dellarchitetto Gianluca Errante, che ha eseguito il progetto e poi seguito i lavori, ha pensato di approfittare dei ponteggi necessari ai lavori gi decisi per procedere alla ritinteggiatura, con

Sala | Pulmino per la Polisportiva

Strade | Lavori in corso


Pippofoto

Nuovo pulmino alla Polisportiva Sala. Con il contributo della Bcc Sala di Cesenatico il sodalizio sportivo si dotato di un nuovo mezzo per le varie attivit. "Nel settore calcio abbiamo 54 bambini iscritti - informa Daniele Zandoli della Polisportiva - che si dividono nelle categorie giovanissimi, pulcini, scuola calcio e primi passi, dai nati 1998 ai nati 2008. Nella pallavolo femminile abbiamo la squadra under 18 con 14 iscritte che partecipano al campionato Csi di Forli".

Lavori in corso sulla via Cesenatico. Da qualche giorno c un cantiere sul lato adiacente al Canale. Gli operai stanno realizzando un parapetto in cemento che sostituisce, almeno in parte, il guard rail metallico. Il muretto di contenimento svolger anche la funzione di argine nel caso in cui si verificasse un fenomeno di alluvione proveniente da monte.

Bagnarola, da sabato 1 dicembre apre la nuova farmacia


Ne sono responsabili i farmacisti Giovanni Casadei ed Eva Calbucci
Lamministrazione Buda porta a compimento il progetto per una nuova farmacia. Il locale designato si trova a Bagnarola in via Cesenatico 623, ed stato scelto per le particolari caratteristiche che lo rendono idoneo per questo servizio. La nuova farmacia - di cui il Comune di

Cesenatico titolare - gestita da unazienda speciale nominata dal Comune e verr diretta dal dottor Giovanni Casadei, di origine bolognese, farmacista, coadiuvato dalla dottoressa Eva Calbucci. Afferma il direttore: "Spero che questa nuova farmacia possa diventare per i cittadini e i turisti un punto informativo importante per tutto ci che riguarda la salute. Intendiamo tenere aperto dal luned al sabato compreso, con il gioved pomeriggio quale unico momento di riposo. Lorario previsto dalle 8.30 alle

12.30 e dalle 15.30 alle 19.30. La data di apertura ssata per sabato 1 dicembre". La farmacia avr vari settori: dai farmaci classici a quelli omeopatici e toterapici, dalla misurazione della pressione arteriosa alle autoanalisi ematiche (colesterolo e glicemia), dalla prenotazione di visite ed esami specialistici in regime di libera professione a prezzi calmierati. Il sindaco Roberto Buda sottolinea che per Bagnarola, zona in continuo sviluppo, la presenza della farmacia ormai era indispensabile.

20

Gioved 29 novembre 2012

Valle del Rubicone


Gambettola
Nemo propheta
Il "Nemo propheta in patria 2012?" della famiglia Abbondanza- Biondi, proprietari e gestori della "Multisala Abbondanza" (cinema Metropol e Caracol), in corso Mazzini a Gambettola. A decretarlo stato il gruppo culturale "Prospettive" che, dal 1991, ha istituito il Premio da attribuire a personaggi locali, che abbiano dato, ciascuno nel proprio campo, risonanza alla cittadina. Dal 2010 il premio "Nemo propheta in patria?", giunto alla diciannovesima edizione, viene assegnato con cadenza biennale. "Con oltre 90 anni di passione, dedizione ed un enorme amore per il cinematografo hanno arricchito e sono tuttora un valore aggiunto per la nostra comunit - citano nella motivazione del premio il presidente del sodalizio gambettolese Cristian Baldacci e la curatrice Ramona Baiardi -. Depositari di un mestiere trasmesso di padre in glio, seppur nellagguerrita concorrenza, restano a difesa della promozione e della diffusione della settima arte: il cinema. Dal 1922 offrono costantemente a ognuno, piccolo o grande, la possibilit di una parentesi dentro la quale sognare ad occhi aperti". Lattuale gestione di Sergio Biondi, coadiuvato dalla moglie Edith e dalle glie, rappresenta la quarta dinastia di cinematografari, fondata nel lontano 1922 dal nonno Luigi Abbondanza. La cerimonia di premiazione, che consiste nella consegna di un "mazzuolo" di legno (arnese usato ancora oggi dagli stampatori su tela), realizzato da un artigiano, si svolger nel cinema Metropol, venerd 30 novembre alle 21. Piero Spinosi

A Longiano presso il Santuario

Fra mostre missionarie e il presepe meccanico


n vista delle feste natalizie, riapriranno domenica 2 dicembre, presso i locali del santuario del Santissimo Crocifisso di Longiano, le mostre missionarie e il grande presepe meccanico, allestito dai fratelli Gualtieri di Montiano. "In relazione allAnno della fede - rivela padre Fabio Mazzini, rettore del Santuario, - sono state rappresentate quattro scene. Dallantico testamento, abbiamo il sacrificio di Isacco da parte di Abramo. Dal nuovo testamento ci sono lannunciazione, la nativit e la professione di fede di san Tommaso davanti al Cristo risorto". Le mostre-mercato, organizzate con la collaborazione dellassociazione "Homo Viator" di Longiano, sono concentrate nel salone che precede il presepe. Sar possibile acquistare libri, oggetti religiosi, prodotti di artigianato etnico, miele del longianese Dario Procucci, prodotti del mercato equo-solidale e prodotti provenienti dallantica farmacia del

Apertura al pubblico da domenica 2 dicembre Fra Fabio Mazzini spiega i dettagli

monastero di Camaldoli. I proventi saranno destinati alla missione francescana in Indonesia. Oltre alla beneficenza si intende sensibilizzare i visitatori a unapertura verso altri popoli e culture. Il presepe e le mostre missionarie resteranno aperti fino a domenica 27 gennaio 2014. Nel salone delle mostre sar possibile ammirare anche la riproduzione a grandezza naturale del Santissimo Crocifisso di Longiano realizzata da Roberto Bartolini (classe 1930), pittore fiorentino di origini longianesi.

Lopera stata esposta dallo stesso Bartolini durante la "Settimana longianese" dellestate scorsa, per poi essere donata ai frati di Longiano. Si tratta, al pari delloriginale, di una tela applicata su una croce di legno, che ha impegnato lautore per oltre un anno di lavoro, tanto come pittore, quanto come falegname e corniciaio. Matteo Venturi

Gambettola | Rotary solidale

Montiano | Coro 3Monti band

Tanta gente e obiettivo raggiunto: ecco il risultato della manifestazione Arte allasta organizzato domenica scorsa alla Fabbrica dal Rotary Valle del Rubicone. Le oltre 50 opere messe allasta hanno fruttato 15mila euro che serviranno allassociazione Gli Amici di Gigi per acquistare un pulmino. "Un ringraziamento - ha detto il presidente Giancarlo Biondini - agli artisti che hanno donato i quadri, a chi ha partecipato attivamente e a tutti i soci RotaryValle del Rubicone".

Nella chiesa parrocchiale di Montiano la 3Monti Band, diretta da Alessandro Fattori, ha solennemente festeggiato, domenica 25 novembre, Santa Cecilia protettrice della musica. Nelloccasione un inedito coro (nella foto col celebrante) formato da alcuni elementi della stessa Banda ha accompagnato la messa celebrata da don Domenico che alla fine ha ringraziato il coro per la sua bravura, quasi rammaricandosi di non poter chiedere il bis

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Valle del Savio

Gioved 29 novembre 2012

21

Ha iscrizione con lo stemma dei Medici

Mercato Saraceno
Una trattoria alla Prova del Cuoco
La Trattoria Savio di Mercato Saraceno, con i titolari Salvatore Campanino e Maria Sarti, parteciper gioved 29 novembre alla popolarissima trasmissione televisiva La Prova del Cuoco, in onda alle 12, nello spazio-rubrica Il Campanile. Durante la trasmissione, condotta da Antonella Clerici, la trattoria mercatese difender i colori regionali dellEmiliaRomagna sdando i rappresentanti di una trattoria della localit calabrese di Belvedere Marittimo. Lo chef Salvatore Campanino, della Trattoria Savio, preparer due piatti: strozzapreti con salsiccia, rucola e formaggio di fossa; cinghiale in salm con farro. Maria Sarti parler dei prodotti locali del territorio di Mercato Saraceno, allestendo un angolo dove ci saranno tra laltro: pagnotta dolce, brazadel, fave dei morti, piadina e guscioni, squacquerone e formaggio di fossa, miele, salami, salsiccia, ciccioli, vino ed erbe locali. La Trattoria Savio si trova a Mercato Saraceno, sulla strada che porta dal paese alla frazione di Montecastello, in via Borgo Fagnone, n. 1 (tel. 0547.690028). Maria accoglie con gentilezza i clienti nella sala che conta una trentina di posti. La cucina, curata da Salvatore, propone i piatti della tradizione romagnola con qualche innovazione. Ad accompagnare nella trasferta televisiva i titolari della Trattoria Savio ci saranno tre guranti del Palio del Saraceno, in collaborazione con la Associazione Pro Loco di Mercato Saraceno.

Sorbano: i 400 anni di una campana rara


ra il patrimonio artistico delle campane della nostra Diocesi, fra le prime in Italia per la concentrazione di opere antiche, da ricordare unopera singolare che questanno compie ben quattro secoli di vita. Si tratta di una campana importantissima e rara, in uso presso la parrocchiale di Sorbano, dedicata alla Madonna e fusa nel 1612. La grande importanza data dalla presenza, sul corpo stesso della campana, dello stemma in rilievo di casa Medici, dalla quale venne donata alla comunit sorbanese. Sul collare della campana sorretta da corona a tre oculi troviamo liscrizione: "Ihs Maria Anno Domini MDCXXII Sorbano Fiorentini". La campana, del diametro di 35 centimetri e alta 44, ornata anche dal rilievo del crocefisso e da una targa pregevole, di gusto toscano, della Madonna. Nel 1630 la chiesa di Sorbano croll a causa di una frana e fu ricostruita in nuova posizione. Nelloccasione

La chiesa, crollata ripetutamente a causa di frane, stata ricostruita pi volte, lultima volta nel 1983
venne trasferita anche la campana. Poco dopo pi di un secolo, ecco che unaltra frana distrusse nuovamente la chiesa che, nel 1780, venne ricostruita pi in alto. Ma anche qui il terreno era instabile e alla fine dellOttocento anche questa fran. I parrocchiani, ancora una volta, si rimboccarono le maniche per ricostruire una nuova chiesa, nel 1895, ma fu quella che ebbe vita pi breve. Per secoli il comune di Sorbano appartenuto al Granducato di Toscana e presso Sorbano in Alto sorgeva il Palazzo del Capitano che, ammirandolo in un disegno del 700,

lo vediamo somigliante al Palazzo del Capitano di Bagno di Romagna. Con i sassi e i resti del Palazzo del Capitano di Sorbano venne costruita la nuova chiesa nel 1895, nella quale venne trasportata la campana. Nel 1969 anche questultima la chiesa stata abbandonata per pericolo di frana e le campane sono rimaste nel campanile a vela e, dopo un tentato furto, allinizio degli anni 80 sono state smontate e collocate nella chiesa costruita nel 1983. Db

Tezzo | Ritrovo dei Ravaioli

La Verna | Lordinazione di Fra Michele

Ritrovo di famiglia. I Ravaioli si sono ritrovati presso la parrocchia di origine, a Tezzo di Sarsina, per celebrare una messa in suffragio dei loro defunti. I componenti della famiglia, ora emigrati in tante parti, sono ritornati, domenica 25 novembre al pomeriggio, alla loro chiesa, al luogo dove sono stati iniziati alla fede. Ha celebrato don Daniele Bosi.

Grande partecipazione ed emozione, sabato scorso, ha accompagnato al Santuario dellaVerna lordinazione sacerdotale del sampierano fra Michele Maria Pini, che continua il suo servizio alla Verna. Lordinazione avvenuta ad opera del cardinale Angelo Comastri, arciprete della Basilica di San Pietro inVaticano, del vescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro monsignor Riccardo Fontana, del Ministro Provinciale dei Frati Minori dellaToscana padre Paolo Fantaccini e di decine di sacerdoti, tra i quali il parroco di San Piero, don RudyTonelli, il guardiano del Convento, padre Virgilio Andrucci, lex parroco di San Piero, monsignor Onerio Manduca. (Alberto Merendi)

Per la tua pubblicit sul CORRIERE CESENATE


e sul sito www.corrierecesenate.com
La tua pubblicit SPEDITA IN ALLEGATO al CORRIERE CESENATE raggiunge gli abbonati nelle zone di Cesena, Cesenatico, Gatteo, San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Gambettola, Longiano, Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Montiano, Mercato Saraceno, Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto

contatta: 0547 300258; commerciale@corrierecesenate.com

22

Gioved 29 novembre 2012

Solidariet
Convegno a Cesena Povert ed emarginazione
Gioved 6 dicembre alla Fondazione Crc
Povert ed emarginazione sociale a Cesena il tema del convegno che si terr gioved 6 dicembre alle 20,30 nella sala convegni Biagio Dradi Maraldi della Cassa di Risparmio di Cesena, in via Tiberti a Cesena. Promotrici dellincontro, aperto a tutti, sono lassociazione Benigno Zaccagnini e la Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Dopo il saluto del presidente della Zaccagnini di Cesena Paolo Zanni e di Bruno Piraccini, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio, terr una relazione Ivo Colozzi, docente di Sociologia allUniversit di Bologna. Seguiranno interventi di: Filippo Pieri (segretario zonale Cisl), Adolfo Zanuccoli (Mater caritatis Caritas), Alessio Bonaldo (Banco di Solidariet), Ettore Lucchi (San Vincenzo de Paoli), Pier Paolo Bravin (Progetto Povert Assiprov). Le conclusioni sono affidate a Simona Benedetti, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Cesena, e Arturo Alberti, Commissione assistenza della Fondazione Crc. Lincontro promosso in collaborazione con: Acli zona Cesena, Agesci zona Cesena, Assiprov, Azione Cattolica, Banco Alimentare, Banco di Solidariet, Campo Emmaus, Cantiere 411, Mater Caritatis Caritas, Centro di Aiuto alla Vita, cooperativa Cils, Cisl zona Cesena, Fondazione Romagna Solidale, Movimento dei Focolari, associazione San Vincenzo de Paoli.

Presentati i dati sulla distribuzione dei prodotti alimentariterremotati

Bottega Campagna Amica


Carla Benelli, Caritas diocesana: Il Parmigiano solidale stato distribuito sia durante i pasti alla mensa, sia nei pacchi alimentari. In tutto sono state oltre duemila le persone aiutate

Tutta la bont del Parmigiano reggiano


l terremoto ha scatenato una corsa solidale anche nel settore agroalimentare. La Coldiretti, a livello nazionale, ha fatto in modo che 10mila forme di Parmigiano terremotato fossero messe in vendita nel pi breve tempo possibile. Anche a livello locale c stata mobilitazione. Si tirano le somme del progetto della vendita del Parmigiano Reggiano proveniente dai magazzini terremotati dellEmilia avviato da Assiprov (Centro di Servizio per il Volontariato della Provincia di Forl-Cesena) in collaborazione con La Bottega Campagna Amica di Coldiretti Forl-Cesena. A cinque mesi esatti dallavvio delliniziativa, era infatti il 9 giugno scorso quando la di Cesena-Sarsina, spiega che il Bottega di Campagna Amica di Parmigiano solidale stato distribuito Cesena metteva in vendita le prime sia duranti i pasti alla mensa, sia nei forme di Parmigiano, possibile pacchi alimentari che vengono forniti tracciare il bilancio finale del progetto alle persone disagiate. In tutto sono solidale. state oltre duemila le persone aiutate. Di fronte al dramma del terremoto e Al di l di questi risultati - conclude alla grave difficolt dei produttori di Bravin - il valore delliniziativa risiede Parmigiano Reggiano abbiamo nella collaborazione tra associazioni proposto la creazione di un Gruppo di di volontariato che intendiamo acquisto solidale - afferma Pierpaolo sviluppare in futuro per far fronte alle Bravin, coordinatore del progetto sfide dellattuale crisi, nella povert Assiprov -. Lidea era di condivisione tra il territorio di Forl e aiutare gli allevatori e i caseifici colpiti quello di Cesena dellesperienza di un dal terremoto rispondendo gruppo di acquisto, nella possibilit di contemporaneamente a un bisogno sviluppo di un positivo rapporto di locale e quindi donare il Parmigiano collaborazione con altre realt alle famiglie bisognose. associative e in una piccola ma Carla Benelli, della Caritas diocesana

concreta solidariet agli agricoltori emiliani colpiti dal sisma. La spesa salva aziende dal terremoto - sottolinea il presidente Coldiretti Forl-Cesena Filippo Tramonti - ha avuto tra i cittadini unampia adesione che ha contagiato tutti i canali a partire dalla rete dove sono stati aperti centinaia di blog per arrivare alle maggiori catene della distribuzione commerciale che hanno aderito ad azioni di solidariet fino alle pi tradizionali botteghe e ai mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove per sostenere i caseifici colpiti sono stati vendute centinaia di migliaia di spicchi di Parmigiano Reggiano e Grana Padano. Complessivamente, a livello nazionale, attraverso i canali attivati da Coldiretti - prosegue Filippo Tramonti - sono state collocate circa 10mila forme di cui 4mila attraverso le Botteghe di Campagna Amica per un valore complessivo di circa 4,5 milioni di euro. A livello locale stato acquistato Parmigiano per un valore di 8000 euro. Cristiano Riciputi

Fnp Cisl regionale: La scure sulla sanit pubblica


Duecentosessanta milioni di euro in meno dai trasferimenti statali e oltre 4mila posti letto da tagliare. Sono questi i numeri della scure che si abbatte sulla sanit emiliano romagnola, a seguito della cosiddetta spending review decisa dal governo. Inoltre, trenta ospedali saranno declassati a centri sanitari con abolizione di sale operatorie e servizi specialistici, una realt che copre un bacino di utenza tra gli 80mila e i 150mila cittadini. Da qui la preoccupazione del sindacato Pensionati Cisl (Fnp) dellEmilia Romagna per lo stato del riordino della rete ospedaliera, lidenticazione dei presidi territoriali declassati e per come il riordino si integra con lofferta sanitaria delle strutture private accreditate, senza dimenticare lobiettivo di una migliore organizzazione territoriale, domiciliarit in primis. La sanit pubblica va difesa selezionando la spesa pubblica, razionalizzando il sistema sanitario e individuando soluzioni gestionali innovative. Dunque, rinnovare lofferta sanitaria sul territorio salvaguardando il patrimonio di servizi di eccellenza esistenti in regione, attraverso una sempre maggiore complementariet tra investimento pubblico e privato. Pertanto, la Fnp emiliano romagnola sollecita la Regione a un confronto leale e concreto, nalizzato alla coesione sociale e alla partecipazione alle scelte che si renderanno necessarie, cos da vericare i processi aggregativi possibili, come ad esempio i laboratori unici di analisi biochimiche nelle aree vaste (risparmi di milioni di euro) e i

NOTIZIARIO PENSIONATI
servizi trasfusionali, sino a quelli amministrativi e informatici. Sul tavolo di confronto, ricorda il sindacato, anche il rinnovo del piano sociale sanitario regionale scaduto nel 2010. Entro il 31 dicembre le regioni devono presentare il piano di riduzione dei posti letto ospedalieri, che nel triennio 20122015 si riduce dagli attuali 4,2 a 3,7 posti letto ogni 1000 abitanti. LEmilia Romagna vanta 4,6 posti letto per 1000 abitanti, un dato superiore alla media nazionale e al tetto pressato. Leliminazione dei 18 ospedali della regione (257 nel Paese) con meno di 80 posti letto, per la Fnp non deve signicare riduzione dei servizi, bens maggiore e migliore assistenza nel territorio. Oggi il budget del bilancio regionale di previsione 2012 di 7.999 milioni di euro, di cui 7.849 sono la quota parte della regione dal Fondo sanitario nazionale e 150 milioni provenenti dalla scalit generale regionale. A questa cifra si aggiungono le entrate dirette delle aziende sanitarie e il saldo della mobilit interregionale. Da qui la necessit, evidenziata dal sindacato, di valutare gli effetti dei provvedimenti nazionali anche provincia per provincia, distretto socio sanitario per distretto.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

A dicembre viene versato limporto aggiuntivo. Ecco chi ne ha diritto


Anche per lanno 2012 verr corrisposto limporto aggiuntivo di 154,94 euro con la mensilit di dicembre ai pensionati titolari di redditi personali non superiori ai 9.379,50 euro annui; per i pensionati coniugati, il limite di reddito cumulativo di 18.759 euro lordi. Considerando la somma degli importi dellanno 2012 stato quantificato: - quando limporto complessivo delle pensioni risulta inferiore o uguale a 6.253 euro annui e risultano soddisfatte le condizioni di reddito al pensionato spetta lintero importo; - se limporto complessivo delle pensioni risulta compreso tra 6.253 e i 6.407,94 euro annui e sempre che risultino le condizioni di reddito, il pensionato ha diritto alla differenza tra 6.407,94 e limporto delle pensioni; - infine nel caso in cui limporto complessivo delle pensioni risulti superiore a 6.407,94 euro annui non spetta alcun assegno aggiuntivo.

Una battaglia di solidariet, di progresso e di democrazia


La Giornata internazionale per leliminazione della violenza contro le

donne rappresenta un momento di riessione che coinvolge, in tutto il mondo, milioni di donne e di uomini. Gi nel 2009, la Cisl ha prodotto una Piattaforma sulla prevenzione della violenza sulle donne, alla quale hanno aderito moltissime espressioni della societ civile e istituzioni. La lotta contro le disuguaglianze persistenti tra donne e uomini in tutte le sfere della societ continua a rappresentare una sda a lungo termine che ha lobiettivo, attraverso cambiamenti strutturali e comportamentali, di ridenire dei ruoli. Continuano a persistere disparit di genere a livello di tassi doccupazione, di retribuzione, di orari di lavoro, di progressioni di carriere, di condivisione delle responsabilit in materia di impegni familiari e di rischio di povert. Vincere questa sda di civilt un dovere, per contribuire assieme a

diffondere una concezione della donna che parta dal rispetto della sua dignit di persona. La violenza contro le donne e contro i minori esiste in tutti i Paesi, attraversa tutte le culture, le classi, le etnie, i livelli di istruzione, di reddito e tutte le fasce di et. una piaga globale che continua a uccidere, torturare e mutilare, sia sicamente che psicologicamente ed economicamente. una delle violazioni dei diritti umani pi diffuse, che nega il diritto delle donne e dei bambini alluguaglianza, alla sicurezza, alla dignit, allautostima e il loro diritto di beneciare delle libert fondamentali. Va combattuta su pi fronti perch su pi fronti e con mille facce si manifesta. Si manifesta anche sul fronte della cultura e dei media che tendono a mostrare modelli femminili non rispondenti alla realt delle donne,

madri e lavoratrici, o magari in cassa integrazione o che hanno dovuto lasciare il lavoro in seguito alla maternit, e del loro ruolo di cura ed educazione in famiglia. La Cisl, infatti, sperimenta un impegno in prima linea, consapevole che la violenza si alimenta anche nei posti di lavoro in forme dissimulate, con il sottosalario, la minaccia occupazionale in caso di gravidanza, lincubo del rinnovo del soggiorno, il mobbing, lo stress che diventato causa endemica di malattie professionali. In questo senso, si pu fare molto a partire dalla contrattazione di secondo livello, che pu essere lo spazio pi interessante ed efficace per sperimentare, nella concretezza delle realt produttive e dei territori, formule innovative di tutela delle donne, buone prassi da replicare anche in altre realt e altri contesti.

Cultura&Spettacoli
AllOsservanza arted 7 dicembre presso la di Santa MdellOsservanza dialle 21questannochiesa Banca diMaria Cesena si terr la 3 Rassegna dei Cori Cesenati, sponsorizzata dalla rassegna Credito Cooperativo di Sala, da sempre attenta e sensibile sociali del nostro di cori cesenati alle manifestazioni culturali eprime due edizioniterritorio. Dopo il grande successo delle (2008 e
2010,levento infatti ha una cadenza biennale) la Corale Polifonica Alio Modo Canticum di Cesena, organizzatrice della rassegna e diretta dal maestro Adamo Scala, ha rinnovato linvito a tutti i cori cesenati a ritrovarsi per cantare insieme. A questa terza edizione hanno aderito il coro lirico Araba fenice, il coro Cai, la corale La Gregoriana, la corale Vox animae, il coro lirico Alessandro Bonci, la Schola diocesana Santa Cecilia e ovviamente la corale Alio Modo Canticum. Ogni coro proporr tre brani di canti mariani o natalizi a scelta, e a conclusione della serata tutti i cori eseguiranno insieme il brano natalizioAdeste deles in unarmonizzazione a quattro voci. La rassegna rappresenta per Cesena un evento unico, in quanto riunisce eccezionalmente per una serata vari cori che si cimentano in diversi generi musicali e d la possibilit agli appassionati di ascoltare e apprezzare la ricchezza musicale del canto polifonico (classico e moderno), lirico e gregoriano.

Gioved 29 novembre 2012

23

Cinema
Uci Romagna Savignano

di Filippo Cappelli

7 PSICOPATICI
di Martin McDonagh Il film In Bruges, debutto al lungometraggio di Martin McDonagh, aveva rivelato le capacit del regista irlandese. Il nuovo film, 7 Psicopatici ne ribadisce le capacit, in un gioco autoriflessivo che stupisce per la fine intelaiatura e la studiata pulizia della regia. Senza parlare del notevole gruppo di attori diretti con ottima mano. La trama: siamo a Los Angeles. Marty (Colin Farrell), uno sceneggiatore irlandese alle prese con un copione difficile, Seven Psychopaths. lo script del film che si sta guardando perch la sua scrittura si muover in parallelo. Inoltre il suo processo di scrittura influenza la realt dei fatti circostante, tanto da rendere praticamente indistinguibile quello che va ad accadere. Cos, nellarticolato ammasso narrativo confluiscono molti rivoli Il film svela le sue carte in controluce, con una rara classe. Tutto limpianto viene quindi messo a nudo in una meta-favola in cui si incontrano le diverse anime dellautore McDonagh: le lunghe e vacue conversazioni dei suoi protagonisti (tanto che Billy, il migliore amico di Marty, gli ricorder che non sta scrivendo un film francese) sono un vezzo di chiara marca teatrale (gi In Bruges si muoveva tra Beckett e Pinter), le morti facili e sanguinose rappresentano invece il lato pulp della questione, in una chiave teorica (altra marca distintiva) consapevole e sfrontata (tanto che Billy pare uccidere solo per fornire ulteriore materiale per la sceneggiatura). Fin dallinizio i piani si confondono, ogni narrazione si attorciglia in un nodo di serpenti splendido e complesso fino al parossismo (il serial killer di serial killer; il primo degli psicopatici che coincide con lultimo). I caratteri della commedia nera sono esagerati (le donne vengono tutte maltrattate, ed il film stesso a dichiararlo), attraversa i generi con disinvoltura, fa del rapimento di un cagnolino levidente mcguffin e nello stesso tempo mischia dramma e leggerezza, farsa e comicit, teatro dellassurdo e post-tarantinismo (linizio con i killer, di cui uno Michael Pitt, che parlano a casaccio e vengono uccisi inaspettatamente). Il resto lo fanno il pool di interpreti e lo stesso regista, che esprime laffetto per i suoi personaggi senza trascurarli mai, non riducendoli a semplici figure di un teorema: essi restano sempre le creature di un dramma, ardenti e sinceri nelle loro difficolt, nei dubbi di forma, nei conflitti morali e nei dissapori della vita. Il finale, splendido per la struggente tenerezza, varrebbe da solo il dolore delle mani spellate per gli applausi.

Luned 3 dicembre al teatro Bonci di Cesena serata promossa dai club service
pi innovative grazie al trasferimento delle scoperte raggiunte dalle ricerche scientifiche. I proventi delliniziativa, come gi accaduto lo scorso anno, saranno utilizzati per migliorare e implementare i servizi svolti dal DH Oncoematologico Irst sede di Cesena (ospedale Bufalini). Da gennaio 2011 le competenze e le eccellenze dellIrst sono, infatti, a servizio di tutti i pazienti di Cesena. Grazie alla gestione diretta del Day Hospital e delloncoematologia del Bufalini da parte dellIrst, i pazienti del comprensorio cesenate possono cos avvalersi, senza doversi recare presso altre strutture, di prestazioni specialistiche, diagnostiche, terapeutiche e assistenziali altamente qualificate. Il concerto, dal titolo Il suono dellanima, i segreti dellemozione, ha come protagonisti i musicisti dellOrchestra Filarmonica Malatestiana diretta dal maestro Giorgio Babbini, la cui impronta ritmico-sinfonica ricca di colori timbrici ed energiche sonorit si alterner con la cantante statunitense Cheryl Porter. La serata musicale propone un concerto che spazier dal repertorio gospel al jazz, fino ai grandi successi della pop music. In programma, tra gli altri, Dolce sentire, dal film Fratello Sole, Sorella Luna, What a wonderful word, Fiddler on the roof (dal musical omonimo), Silent night, Imagine di John Lennon, Senza fine di Gino Paoli, Oh happy day. Per info biglietti (10-20 euro): biglietteria teatro Bonci, tel. 0547 355959 (dal marted al sabato, 10-12,30; 16,30-19).

CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL CONCERTO AL BONCI: NELLA FOTO, RAPPRESENTANTI DEGLI ORGANIZZATORI

opo il grande successo della scorsa edizione ancora una volta i sette Clubs Service del comprensorio Agor, Ladies Circle, Lions Club Cesena, Panathlon Club Cesena, Rotary Club, Rotaract, Round Table - si uniscono per continuare la lotta contro il cancro. Luned 3 dicembre alle 21, al teatro Bonci di Cesena, si svolger il gal musicale natalizio Il suono dellanima, i segreti dellemozione; presenta la serata Fabiola Denise Casadei. In occasione del Natale, il concerto a

Il suono dellanima... Concerto a favore dellIrst D

sostegno delle attivit dellIstituto Scientifico Romagnolo per lo studio e la cura dei tumori unopportunit preziosa per dare un contributo concreto allo studio di nuove terapie contro i tumori, un importante servizio per il nostro territorio e non solo. LIrst un istituto di ricerca e cura sui tumori nato a Meldola per volont delle aziende sanitarie della Romagna, dello Ior-Istituto Oncologico Romagnolo e di cinque fondazioni bancarie del territorio. La sua missione quella di offrire risposte terapeutiche tra le

Al Bonci canto e pianoforte dalcuore musicaledella Polonia enerd novembre alle 21, al A. Bonci di VCesena,30attesi protagonisti del teatrodelTchorzewski Bernadeta Sonnleitner e Jakub saranno gli palco teatro
comunale con canto e pianoforte dal cuore musicale della Polonia. Tchorzewski si esibisce per la seconda volta al Teatro Bonci di Cesena, presentando con la cantante Bernadeta Sonnleitner un programma dedicato a vari compositori polacchi, fra cui non poteva

mancare il pi grande in assoluto, Chopin. Il concerto organizzato dal Bonci in collaborazione con Associazione Polonia e Consolato Generale di Polonia in Milano. Prezzi: intero 15 euro, ridotto 12 euro, speciale Giovani, speciale Studenti Universitari e loggione: 10 euro. Biglietteria: tel. 0547 355959 info@teatrobonci.it; info 0547 355911 www.teatrobonci.it. - Anteprima al Concerto: venerd 30 alle 20,15 nella sala Morellini del teatro Bonci, anteprima a cura del professor Mauro Casadei Turroni Monti.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
LINFANZIA DI GES di Josef Ratzinger Benedetto XVI
coedizione Rizzoli-Libreria Editrice Vaticana, 2012 (17 euro) Nella premessa del libro Linfanzia di Ges di papa Benedetto XVI, pubblicato dalla Rizzoli in coedizione con la Libreria Editrice Vaticana, troviamo scritto: Finalmente posso consegnare nelle mani del lettore il piccolo libro da lungo tempo promesso sui racconti dellinfanzia di Ges. Non si tratta di un terzo volume, ma di una specie di piccola sala dingresso ai due precedenti volumi sulla figura e sul messaggio di Ges di Nazareth. [Nel primo del 2007 si affronta il periodo che va Dal Battesimo alla Trasfigurazione e nel secondo del 2011 quello Dallingresso in Gerusalemme fino alla risurrezione]. Qui ho ora cercato di interpretare, in dialogo con esegeti del passato e del presente, ci che Matteo e Luca raccontano, allinizio dei loro Vangeli, sullinfanzia di Ges (pag. 5). Questo dialogo con gli interpreti della Bibbia antichi e moderni la cosa pi importante e significativa del libro, in quanto vengono smascherati alcuni luoghi comuni che rendono difficile la comprensione vera del testo biblico. A questo proposito a pag. 138 leggiamo: I due capitoli del racconto dellinfanzia in Matteo non sono una meditazione espressa in forme di storie. Al contrario: Matteo ci racconta la vera storia, che stata meditata e interpretata teologicamente, e cos egli ci aiuta a comprendere pi a fondo il mistero di Ges. Il libro un invito a capire fino in fondo Ges, fin dal primo capitolo, intitolato appunto Di dove sei tu? (Gv 19,9). Scrive il Papa a pag. 12: Lo scopo dei quattro Vangeli quello di rispondere alle due domande che vanno inscindibilmente insieme: Chi Ges? Di dove viene? Sono stati scritti proprio per darvi una risposta. Quando Matteo inizia il suo Vangelo con la Genealogia di Ges, egli vuole da subito mettere nella giusta luce la domanda circa lorigine di Ges; la genealogia come una specie di titolo allintero Vangelo. Luca, invece, ha posto la genealogia di Ges allinizio della vita pubblica, quasi come una presentazione pubblica di Ges, per rispondere con accentuazioni diverse alla stessa domanda, anticipando ci che poi svilupper lintero Vangelo. Il secondo capitolo, Lannuncio della nascita di Giovanni Battista e della nascita di Ges, ci descrive la funzione storica di Giovanni Battista cos come viene descritta dai Vangeli: Secondo il diritto veterotestamentario il ministero dei sacerdoti legato allappartenenza alla trib dei figli di Aronne e di Levi. Quindi Giovanni Battista sacerdote. In lui, il sacerdozio dellAntico Testamento va verso Ges; diventa rinvio a Ges, annuncio della sua missione (pag. 27). A pag. 44 si dice che nei Vangeli Maria presentata come donna di grande interiorit, che tiene insieme il cuore e la ragione e cerca di capire il contesto, linsieme del messaggio di Dio. In questo modo, diventa immagine della Chiesa che riflette sulla Parola di Dio, cerca di comprenderla nella sua totalit e ne custodisce il dono nella sua memoria. Il terzo e il quarto capitolo affrontano La nascita di Ges a Betlemme e I Magi dOriente e la fuga in Egitto. C poi lepilogo su Ges dodicenne nel Tempio, che si conclude a pag. 147 con queste parole: Diventa realmente chiaro che Egli vero uomo e vero Dio, come si esprime la fede della Chiesa. Il profondo intreccio tra luna e laltra dimensione, in ultima analisi, non lo possiamo definire. Rimane un mistero e, tuttavia, appare in modo concreto nella breve narrazione sul dodicenne. Una narrazione che cos apre al tempo stesso la porta verso il tutto della sua figura, che poi ci viene raccontato dai Vangeli.

24

Gioved 29 novembre 2012

Cesena&Comprensorio
Cesena
Teatro per e famiglie
La "Bottega del Teatro" in corso Ubaldo Comadini ospiter le domeniche dal 2 dicembre al 6 gennaio alle 17 spettacoli per bambini e famiglie proposti da diverse compagnie. Ingresso 3,50 euro.

Cesena flash
Incontro sullaffido
Nella sala Einaudi della Banca popolare in corso Sozzi, gioved 29 novembre alle 21, avr luogo lincontro sul tema "Laffido familiare: il rapporto tra i propri gli e i bambini accolti". Parler la dottoressa Elisabetta Cimatti. Seguiranno testimonianze.

Cesena

Caima in festa
Lassociazione per i malati di alzheimer organizza un pomeriggio in allegria al centro sociale "Hobby terza et" nei pressi dellippodromo del Savio. Con inizio alle 15 di domenica 2 dicembre spettacolo dei ballerini di rock acrobatico del gruppo "Cara baby rocknroll" e musica dal vivo. Alle 17,30 polenta con salsiccia cucinata dagli alpini.

Cesena

Centenario di Pascoli
A cura di dellAuser, venerd 30 novembre alle 21 nella sala "Primavera 3" di via Mura Valzania, la compagnia forlivese "Dla Zercia" presenter la commedia "E gos dla cocla" di Paolo Maltoni-Spagnoli. Ingresso 6 euro. Marted 4 dicembre alle 15 Giuseppe Betti terr una conferenza su "Pascoli nel centenario della morte".

Cinema e commedia
In visione al Victor di San Vittore gioved 29 novembre, sabato 1 e domenica 2 dicembre alle 21 il lm "Skyfall", domenica 2 dicembre alle 15 e alle 17 "Ribelle - The Brave" e marted 4 dicembre alle 21 "Amour". Ingresso 3,50 euro. Venerd 30 novembre alle 21 con la commedia "Pelagalena" della compagnia "I mei dla parocia" (San Pietro di Cesena) si chiuder lVIII rassegna dialettale "Pulon Matt". Ingresso 7 euro.

Cesena

Poesie di Franco Casadei


Il programma culturale del Comitato Societ Dante Alighieri prevede per mercoled 5 dicembre alle 17, nella sala Einaudi della Banca popolare in corso Sozzi, la presentazione da parte di Franco Casadei del suo libro di poesie "Il bianco delle vele". Edito da Raffaelli-Rimini nel 2012 con prefazione di Antonia Arslan, scrittrice di origini armene.

Cesena

Mostra di pittura
Nel foyer del teatro Bonci, dal 5 al 31 dicembre, espone la pittrice Alisa Asatryan . Orari di apertura: dal marted al sabato dalle 16 alle 19. Linaugurazione si svolger mercoled 5 dicembre alle 18.

Cesenatico

Disegni di Luigi Divari


Al museo della Marineria sar inaugurata domenica 2 dicembre alle 16 la mostra "Pesci, barche e uomini di questo mare" di 60 acquerelli del veneziano Luigi Divari, esperto di barche e marinerie dellAdriatico. Si potr visitare no al 23 dicembre il sabato, la domenica e i festivi dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19; dal 25 dicembre al 6 gennaio tutti i giorni.

Lezione allUte
Sar il cardiologo Maurizio Mambelli a tenere la lezione, venerd 30 novembre alle 15,30 nella sala Fantini di via Renato Serra. Tratter il tema "Aggiornamenti in materia di prevenzione delle malattie cardiovascolari". Marted 4 dicembre nella sala Vaienti alle 15,30 Giampaolo Venturi parler di "La ne della societ tradizionale, un cambiamento epocale?"

Rotary club Cesena

Da sinistra, Rodolfo Michelucci e Giuliano Arbizzani

Mostra concorso
A cura del Comitato cesenate della Croce rossa italiana - sezione femminile, dall1 al 15 dicembre al Palazzo del Ridotto torna lappuntamento con le "Tavole apparecchiate" a scopo beneco. Titolo della iniziativa "Novecento. Come eravamo: 19001940".

Film per famiglie


Al cinema Astra, sabato 1 alle 16,30 e domenica 2 dicembre alle 15, alle 17 e alle 18,45 sar proiettato il lm "Ribelle - The Brave" (2012) a cura dellA, associazione delle Famiglie e del centro famiglie "Benedetta Giorgi". Ingresso 3,50 euro. Ingresso gratuito dal secondo glio in poi.

Romanzo di Collini
Avr luogo nella sala Verde del San Biagio, sabato 1 dicembre alle 16,30, la presentazione a cura di Sergio Buratti del romanzo del cesenate Alvaro Collini "Io odio i Rolling Stones" (Il Ponte Vecchio). Renato Mattarelli eseguir musiche al pianoforte.

l Rotary club Cesena lancia il progetto "Romagna for Africa", un progetto a favore dellUniversit fondata da monsignor Giorgio Biguzzi in Sierra Leone. "Il progetto - ha spiegato Rodolfo Michelucci, presidente commissione distrettuale sovvenzioni - vuole sostenere monsignor Biguzzi nella sua volont di istituire, in Sierra Leone, la Facolt di Agraria per permettere ai giovani del luogo di potersi affrancare definitivamente dalla miseria e soprattutto dalla fame. Il progetto in linea con la nuova visione della Fondazione Rotary International che mira a sostenere, in

Un progetto per sostenere la Sierra Leone I


particolare, progetti che portino i beneficiari ad acquisire maggiore autonomia e libert piuttosto che dipendenza continua da sovvenzioni e aiuti fine a se stessi". Il progetto vuole fornire alla Facolt di Agraria attrezzature e materiali per attivare un laboratorio e un allevamento con incubatrici alimentate grazie al fotovoltaico e attivit esterne quali scavo di pozzi e installazione di pompe a energia solare il tutto, compresi i costi di spedizione e sdoganamento, per un finanziamento complessivo di oltre 100mila euro. I Rotary Club della Romagna che partecipano a questo progetto umanitario sono Cervia-Cesenatico, Cesena, Forl, Forl Tre Valli, Rimini Riviera e Valle del Savio. Maurizio Cappellini

Cesenatico

Mostra a Casa Moretti


Opere dellartista toscano Fulvio Leoncini (2007-2009) dal titolo "In nomine Domini" saranno esposte dal 2 dicembre al 13 gennaio a Casa Moretti sul porto canale. Linaugurazione avverr domenica 2 dicembre alle 15. La mostra rester aperta il sabato, la domenica e i festivi dalle 15,30 alle 18,30.

Cesenatico

Espone Christian Nardi


La galleria comunale darte "Leonardo da Vinci", in viale Anita Garibaldi, ospiter da sabato 1 dicembre a domenica 9 la mostra "Percezioni, impressioni" di Christian Nardi con la partecipazione di Michele Pagano. Sar inaugurata sabato 1 dicembre alle 16,30.

Valle del Savio


Lavori in E45

Renzo con gli artisti


In occasione della donazione di Renzo Ravegnani alla Malatestiana, sabato 1 dicembre alle 11, nella sala lignea, sar presentato il volume "Renzo con gli artisti" a cura di Orlando Piraccini.

LAnas ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di oggi lesito della gara dappalto per laffidamento dei lavori di risanamento della pavimentazione sulla strada statale 3bis Tiberina (E45), per un importo complessivo di oltre 650mila euro. Gli interventi avranno una durata di circa due mesi a partire dalla consegna e riguarderanno tratti saltuari della carreggiata sud (direzione Roma) nel tratto compreso tra Bagno di Romagna e Cesena, nei comuni di Sarsina, Mercato Saraceno, Cesena e Bagno di Romagna.

Il sindaco Lucchi ospite del Lions club Cesena


Ospite dellultimo meeting del Lions Club Cesena al ristorante Casali stato il sindaco di Cesena Paolo Lucchi. Il primo cittadino ha esposto, ai numerosi soci presenti, i progetti che cambieranno il volto della citt nel prossimo futuro. Ha illustrato i progetti del nuovo Foro annonario, di Piazza della Libert, le nuove piazze di fronte alla Biblioteca Malatestiana, larea del ume Savio fra i due ponti e Piazzale Aldo Moro vicino alla stazione. Il sindaco si poi soffermato sui temi della semplicazione burocratica e dei tempi di risposta dellamministrazione comunale. Di interesse anche il confronto sul piano strutturale della citt con scelte pi lontane nel tempo che possano ipotizzare la Cesena del futuro con una diversa collocazione dellospedale e dello stadio. Nella foto, il sindaco Lucchi con il presidente del Lions Club Cesena Luca Porri.

Italia bene comune


Gioved 29 alle 21.15 su Teleromagna
"Italia bene comune", questo il titolo della puntata di Ping Pong in onda su Teleromagna gioved 29 novembre alle 21,15. In studio con Pier Giorgio Valbonetti si discuter delle primarie del Centrosinistra e del ballottaggio di domenica prossima tra Bersani e Renzi. A commentare lesito delle urne, per il sindaco di Firenze lex primo cittadino di Cesenatico e attuale consigliere regionale Damiano Zoffoli, per lattuale segretario del Pd il ferrarese Paolo Calvano, dirigente del Partito democratico. Fra gli intervenuti anche Veronica Zanetti e Federico Bracci per la parte di Renzi e Giulio Marabini per Bersani. Ad aiutare il conduttore nelle domande i giornalisti Elide Giordani (Voce di Romagna), Davide Buratti (Corriere Romagna) e il direttore del Corriere Cesenate, Francesco Zanotti.

Roncofreddo

Incontro a Sorrivoli

Longiano

Concerto del T

Gatteo

Incontro alloratorio San Rocco


Il centro culturale "Il Tralcio", lassociazione Scuola permanente e Var, associazione ragazzi, hanno organizzato, in collaborazione con la parrocchia e listituto Don Ghinelli, un incontro con Vincent Nagle, sacerdote missionario della fraternit San Carlo Borromeo. Avr luogo venerd 30 novembre alle 21 nelloratorio di San Rocco sul tema: "Dallebraismo, allislam, al cristianesimoLa mia ricerca della Verit". Col contributo della Bcc di Gatteo e il patrocinio del Comune.

A Casa dellUpupa, sabato 1 dicembre alle 17, Roberto Balzani, sindaco di Forl e professore universitario, presenter il suo libro "Cinque anni di solitudine. Memorie inutili di un sindaco"( Il Mulino2012).

Musica lirica domenica 2 dicembre alle 16 al teatro Petrella con Gabriella Morigi e i giovani del conservatorio cesenate "Bruno Maderna". Al pianoforte Pia Zanca. Ingresso 8 euro, ridotto 6.

Sport

Gioved 29 novembre 2012

25

Dopo due pareggi i bianconeri cercano i tre punti col Lanciano


Pippofoto
a vista, e la squadra finora ha denotato non poche difficolt. Il Lanciano della presidentessa Valentina Maio (moglie del calciatore Turchi), ha sinora ottenuto 13 punti in 16 partite e occupa il quartultimo posto in graduatoria, a 4 punti di distacco dal Cesena (sestultimo). A Lanciano legato anche il ricordo di Fabrizio Castori: lex tecnico bianconero, negli anni passati, ha lanciato proprio gli abruzzesi nel calcio che conta. Gli abruzzesi, come il Cesena, non segnano tanto (solo 12 gol contro i 13 dei bianconeri), e incassano abbastanza (23 reti al passivo contro le 25 dei romagnoli). Le vittorie rossonere sono soltanto tre, mentre sei sono sia i pareggi che le sconfitte. In un campionato che deve ancora esprimere molti dei suoi valori, non per permesso fare ulteriori passi falsi. Dal Cesena, che proveniva dal bel pareggio in rimonta di Verona, si attendeva di pi sabato scorso a Manuzzi contro lo Spezia. E invece la partita stata molto dura e in salita gi da subito, quando al 5 Sansovini portava in vantaggio gli aquilotti liguri. Ci ha pensato un colpo di testa di Succi, subentrato nella ripresa, a impattare dopo che i bianconeri non erano riusciti nemmeno a sferrare un tiro in porta. I tifosi bianconeri non hanno gradito la prestazione e si sono lasciati andare a pi di un coro di contestazione. Eric Malatesta

Cicloturismo
Bilancio Uisp
Dalla conferenza Uisp tenutasi a Cesena gioved scorso sulla stagione ciclistica, da poco conclusa, si pu trarre una conclusione: i romagnoli e soprattutto i cesenati sono molto appassionati di ciclismo. Lo testimoniano i dati presentati da Giovanni Riva, responsabile ciclismo provinciale, Davide Ceccaroni direttore Uisp ed Enzo Turci, veterano dellassociazione. Dei 3178 tesserati ben 2123 sono cesenati. In seguito si parlato dellorganizzazione dellattivit, suddivisa in tre fasce: la prima riguarda lambito agonistico dove c una classica individuale e a ne stagione viene premiato colui che ottiene il tempo migliore nella somma nale delle gare. La seconda fascia inerente allambito del cicloturismo, nel quale possono partecipare tutti i cicloturisti con premiazioni singole in base a una classica che valorizza chi partecipa al maggior numero di raduni. La novit di questanno prevede un premio alle cinque societ che presentano ai raduni la maggior percentuale di tesserati. La terza fascia riguarda lattivit turistica ambientale, promozionale e per bambini: non ci sono premi in palio, c solo la voglia di passare un pomeriggio in compagnia degli amici pedalando. Il direttore Ceccaroni ha comunicato i costi del tesseramento Uisp: in tutto sono 40 euro che comprendono lassicurazione e parte dei costi di organizzazione dei raduni. Giacomo Biondi

Trasferta abruzzese con speranza di punti


n Cesena reduce dal secondo pareggio consecutivo deciso a provare lacuto da tre punti sabato pomeriggio a Lanciano. Per la prima volta i bianconeri di Romagna affronteranno in serie B la neopromossa formazione abruzzese. Un test da non sottovalutare lungo la via che porta alla salvezza. Anzi, contro i rossoneri allenati dallex cesenate Carmine Gautieri, i ragazzi di mister Bisoli

dovranno prestare massima attenzione allinsidia rappresentata da questa "new entry" della cadetteria. Sar uno degli scontri diretti che, in questo periodo dellanno, potranno dire se il Cesena dovr continuare a sgomitare oltre modo nei bassifondi della classifica, oppure potr guardare al futuro con rinnovato ottimismo. Laltalena di risultati non lascia presagire una continuit senza la quale difficile essere lungimiranti. Si naviga

Incontro | Il vescovo e il Cesena in tv

Libro | I 40 anni del tifo organizzato


Pippofoto

Foto Mauro Armuzzi

Non solo sport, ma anche valori umani che devono essere messi al primo posto. Anche di questo ha parlato il vescovo Douglas Regattieri allincontro di gioved scorso, presso gli studi di Teleromagna, con il Cesena calcio. Il presidente del Cesena, Igor Campedelli ha ringraziato il vescovo per le parole profonde e non di circostanza e ha aggiunto che i ragazzi che compongono la squadra conoscono la responsabilit che hanno, soprattutto nei confronti dei pi giovani che li prendono come riferimento.

Tantissima gente ha partecipato, venerd scorso, alla presentazione del libro "Cesena, da 40 anni accanto a te", scritto e curato dal giornalista Giovanni Guiducci e da Diego Ridolfi, vice presidente del Centro coordinamento club del tifo bianconero. Era il 1972 quando nacque il sodalizio che raggruppa i club del tifo. Guiducci e Ridolfi ne ripercorrono la storia con foto e testi. Il libro in vendita in edicola e in libreria (o al Centro coordinamento club in via Cavalcavia 745 a Cesena) al costo di 15 euro. Parte del ricavato andr in beneficenza.

VALORE CITT srl Societ del COMUNE DI CESENA ASTE PUBBLICHE IMMOBILIARI
Nella giornata di GIOVED 20 DICEMBRE 2012 avranno luogo gli esperimenti delle ASTE PUBBLICHE relative ai seguenti BENI IMMOBILI: 1) Podere Burlia (Cesena Loc. Bagnile): terreno agricolo della superficie di circa Base dasta . 96.271 mq. 57.544. 2) Podere S. Tomaso (Cesena Loc. Madonna dellOlivo via Madonna dellOlivo): Base dasta 201.000 terreno agricolo della superficie di circa mq. 99.719. 3) Podere Bagnile 14 (Cesena Loc. Bagnile Via Masiera 1a): terreno agricolo della Base dasta 200.000 superficie di circa mq. 59.517 4) Area edificabile rotonda Case Finali (Cesena, tra via Fiorenzuola e viale Marconi): trattasi della capacit edificatoria correlata allarea suddetta, corrispondente a una Base dasta 180.000 oltre IVA SUL di circa mq. 430,35. 5) Area edificabile casello autostrada Cesena Nord (Pievesestina di Cesena via Biella/via Almerici): area edificabile (porzione di un pi ampio comparto) a destinazione polifunzionale. Superficie di circa mq. 6.873. Base dasta 275.000 oltre IVA Per informazioni relative agli IMMOBILI, BANDI DI GARA e MODALIT DI PARTECIPAZIONE: consultare il sito internet www.valorecitta.it; telefonare al numero sotto indicato, dal luned al venerd, ore 9-13, 15-19; rivolgersi allufficio di Valore Citt (c/o Comune di Cesena - settore Patrimonio, ingresso lato Rocca Malatestiana, 1 piano) nelle giornate di mercoled e venerd, ore 9,30-12. Iscrivendosi alla NEWSLETTER di Valore Citt (vedi apposita sezione presente nel sito www.valorecitta.it) sar possibile ricevere utili aggiornamenti in merito alle pi importanti novit. Lamministratore delegato Tel. 0547 356810 - Fax 0547 356821 dott. Alder Abbondanza e-mail: info@valorecitta.it

26

Gioved 29 novembre 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

uando Ges chiam a s i dodici discepoli con loro fond la Chiesa, li form personalmente, fece con loro una forte esperienza di vita e infine li mand in missione. Nacque cos il suo popolo, e fu una svolta epocale. Il Csi, volendo rinnovare il mondo sportivo, da dove e con quali persone pu ripartire? Cosa pu fare per cambiare la nostra associazione o il mondo sportivo o lo Stato o la Chiesa? Anzitutto, abbandonare le derive egoistiche dellio per scegliere il noi, lessere gruppo e lessere popolo. Pu costare molta fatica il camminare insieme e rinunciare ai primi posti, ma questa la via privilegiata. Noi siamo un popolo, un popolo di sportivi. Un concetto che certamente appartiene alla storia del Csi. Tra noi esistono molteplici storie di vita, di competenze e

RIFLESSIONE
Il Centro Sportivo Italiano Popolo di Dio nel mondo sportivo
di ruoli. Basti guardare ai differenti carismi dei primi discepoli (pescatori, contadini, esattori, oratori e dottori, ...) per comprendere quanto la diversit sia un dono, non un limite. E poi, fin dallAntico Testamento, Dio ha prediletto il suo popolo: Dio ha scelto ed educato il suo popolo. Un dirigente non semplicemente stato eletto dai tesserati, ma Dio lo ha scelto, e lo educa a essere suo popolo per portare a compimento una missione molto importante. Dobbiamo essere capaci di ricambiare questa predilezione con la fedelt ai valori religiosi, ai valori umani, ai valori dello sport che mirano a realizzare luomo nella sua pienezza. Per chi ci osserva, il volto di Dio abita nel nostro volto, siamo uomini scelti in mezzo al suo popolo. questo che caratterizza il Csi, che lo distingue da ogni altro ente o federazione: la fedelt a Dio e alla Chiesa. Non solo scelti, ma anche educati in particolare dalla Parola di Dio, che dobbiamo costantemente approfondire. A tutti i dirigenti associativi compete condurre questo popolo di sportivi, nonostante i limiti che accompagnano lumanit. Anche nello sport il

rischio di derive forte. Forse, tra gli altri fattori, incide il venir meno di consolidate, autorevoli figure di riferimento. Quanto sarebbe utile in questi tempi cos difficili e complessi, in un Csi che sempre pi apre alla responsabilit dei giovani, poter contare ancora sulla

saggezza e lesperienza di storici pionieri. Se fossero qui, cosa direbbero alle nuove generazioni di dirigenti? A noi, operatori del Csi, il dovere dellimpegno, per corrispondere col servizio alla chiamata che abbiamo ricevuto nellessere stati scelti e formati.

Fischio di inizio dei vari campionati.Trentanove le squadre iscritte al campionato di volley femminile, 19 a quello maschile e 20 del volley misto

Volley Csi, disciplina classica e sempre affascinante


on il mese di novembre ha avuto inizio lintensa attivit di pallavolo organizzata dal comitato cesenate del Csi in collaborazione con gli altri comitati romagnoli dellassociazione. Parliamo innanzitutto del campionato di volley femminile, cui hanno aderito complessivamente ben 39 societ, suddivise in quattro raggruppamenti: per la serie Eccellenza 12 sono le compagini iscritte: la SS Redentore B, il Seven Fighters, lAtletico Zolino, lOlimpia Russi, il Porto Fuori, il Volley Sammartinese, la Libertas Volley Forl, la Raggisolaris, la Reda Volley, il Pgs Pianta, il San Giorgio e la Csc Marradese. Per quanto concerne la serie Promozione troviamo nel girone A 10 formazioni: il Borgorosso, lUsd San Marco Cesena, il Cella, il Cervia Volley Endas, il Pgs Pianta Enigma, la SS Redentore A, il Cusb Cesena, il Volley Club Cesena e lArcobaleno Forlimpopoli. Nel girone B 8 squadre: il Pgs

Pianta Le Pinguine, lOtello Buscherini Forl, il Fluidifikas, il Pgs Pianata Promo, lo Swat, lAtlas Santo Stefano, la SS Redentore C e la Scs Volley. Nel girone C 9 societ: il Maccabeus Voltana, lArgenta Volley, la Zannoni Errano, il Pontesanto Cesi, la Modivolley, la Placci Bubano Mordano e la Ponticelli Itallegno. Per quel che riguarda il campionato di volley maschile, 19 risultano le compagini partecipanti che hanno dato vita a tre raggruppamenti: nel girone A le 7 societ iscritte sono la Rapid San Bartolo, la Mespic Faenza, il Maccabeus Voltana, la 2 On Tour, il Volley Lugo, lo Speed Volley e le CoseprezioseEvoluzione; il girone B composto da altrettante formazioni, il Sg Volley Rimini, la Ss Redentore, lImc

Gambettola, il Team Bota Volley, il Macerone Volley, il Volleyball Cesenatico e la Pallavolo Cervia. Nel girone C si registra la presenza di 5 squadre: il Crad Ausl, la Pgs Pianta, il Cicobilandia, la Libertas Volley, il Santa Caterina. Per il campionato di volley misto, da segnalare ladesione di 20 compagini suddivise in due raggruppamenti. Nella serie Eccellenza abbiamo 9 societ: il Ciupino, il Ciupaa Friends, lImc Gambettola, Il Reparto Ortopedia, il Forlinvolley, lAlveare, il Rainbow, il Jaint Arcobaleno e il Santa Caterina. Nella serie Promozione 11 formazioni: il Casper, il Cusb Cesena, il New Team, il Gambettola Volley, il Ps Pianta misto, la Bradipo Libertas, il SantAntonio A e B, la Dragoni Libertas, il Gks Santa Sofia, la Pallavolo Romagna.

Fiera Ruotando 2012 | Presente anche il Centro sportivo


Era presente anche il Csi di Cesena alla Fiera Ruotando 2012 che si tenuto presso il quartiere fieristico di Pievesestina, con uno stand dedicato al ciclismo la nuova attivit che il Csi intende lanciare nellanno sportivo 2012/2013. La commissione ciclismo locale composta da Fabrizio Merli e Roberto Albonetti ha gi ottenuto limprimatur regionale per lorganizzazione dellattivit 2012/13 che possa coinvolgere tutti i comitati dellEmilia Romagna. Gi operativo nel circuito Romagna Sprint, il Csi di Cesena aderisce alla manifestazione con le cinque gare in programma nel 2013, e precisamente il 24 marzo a Bellaria Igea Marina, il 28 aprile a Castrocaro Terme, il 16 giugno a Cesena gara organizzata dalla Ars et Robur, il 4 agosto a Cesena gara organizzata dalla societa Csi San Marco, per concludere l8 settembre a San Mauro Pascoli. Lofferta Csi molto vantaggiosa e contenuta nei costi offrendo liscrizione, la copertura assicurativa e labbonamento alle cinque prove del circuito Romagna Sprint a soli 30 euro. (ma) Nella foto lo stand del Csi Cesena al Ruotando 2012 con Roberto Albonetti.

Nuovifischietti Al Centro sportivo di Cesena un corso per arbitro di calcio


in fase di organizzazione corso per diventare dal gruppocalcio.uncalcio del Csi arbitro di Il corso organizzato arbitri di Cesena. Per informazioni: 339 3354945; 338 7464130; cartellinoazzurro@libero.it. Per i partecipanti al corso saranno disponibili ingressi gratuiti per le partite di calcio.

Pagina Aperta

Gioved 29 novembre 2012

27

Il direttore risponde
Nessun luogo lontano DallInghilterra, una condivisione di fede e di vita

LOcchio indiscreto

aro direttore, sono una giovane donna cesenate che si presa un anno di pausa dallinsegnamento della religione cattolica nella scuola primaria per vivere in Inghilterra, imparare la lingua inglese e per dare nuovo significato ai verbi crescere, scoprire, cambiare, confermare, sperare, sognare, accettare...e la lista potrebbe proseguire. Vivendo ora in un piccolo paesino del Kent ed essendo lInghilterra per il 72 per cento di fede anglicana, non semplice trovare un luogo dove poter coltivare quel briciolo di fede che sei riuscito a conquistarti dopo tanti anni. Nonostante la lontananza ho per la fortuna di poter vivere la mia fede perch ci sono due chiese cattoliche vicino alla mia nuova casa: Saint Ethelbert e Saint Augustines Church. ...ma chi sono San Etelberto e SantAgostino? Eccone un piccolo riassunto storico. () Oggi ho assistito al progetto From Ocean to Ocean presso la chiesa di Saint Augustine. Si tratta di un grande pellegrinaggio internazionale (sotto forma di rally automobilistico), con la Madonna Nera di Czestochowa. Fino ad oggi licona ha percorso oltre 30mila chilometri in 137 giorni; tanti ortodossi - cos come i cattolici - sono stati a salutare la Madonna. Licona partita da Vladivostok, in Russia, ha attraversato Bielorussia, Ucraina, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Romania, Slovenia, Croazia, Italia, Austria, Liechtenstein, Svizzera, Germania e ora Inghilterra per poi proseguire in Irlanda, Francia e Spagna. La Madonna arriver a Fatima, in Portogallo, giusto in tempo per Natale.... ma oggi passata da Ramsgate prima di giungere a Westminster...e io cero. stato veramente emozionante... stato un momento molto intimo anche se non conoscevo nessuno allinterno della Basilica di Saint Augustine. Ho recitato il rosario in inglese e forse proprio perch era la prima volta che mi ritrovato a ripetere una preghiera a me tanto cara e nota in unaltra lingua, sono stata costretta a pensare ripetutamente a ci che dicevo... sia per non sbagliarmi, sia per memorizzarla il prima possibile. Ve la riporto nel caso qualcuno volesse tentare un nuovo approccio: Hail Mary, full of grace, the Lord is with thee.

Blessed are thou among women and blessed is the fruit of thy womb, Jesus. Holy Mary, Mother of God, pray for us sinners now and at the hour of our death. stato un bel pomeriggio, ho sentito per la prima volta che nessun luogo lontano. Ho sentito che la presenza di Giovanni Paolo II continua a sostenermi e a guidarmi in ogni momento della mia vita. Ho sentito che la sua frase che porto tatuata sulla spalla (Nie lekaise sie!...Non abbiate paura!) riacquista senso ogni volta che mi sento un po spaesata, lontana dalla mia terra, dalla mia Romagna. Ho sentito il bisogno di condividere questa mia esperienza. Probabilmente a qualcuno di voi non avr provocato nulla...in questo caso la frase Its not my cup of tea far fare un sorriso a entrambi... Ma a chi come me, cerca non senza difficolt di coltivare la fede anche se lontana da casa, beh, oggi ne ho dato una piccola testimonianza. Ho sentito che quando ti ritrovi ad affrontare esperienze di vita importanti capita di sentirsi confusi, soli, incerti... ma c speranza, sempre. Chiedete e vi sar dato..., oggi lho toccato con mano, lho toccato con la mia vita. Cari saluti. Carlotta Carissima Carlotta, grazie mille per aver voluto condividere questa tua ricca esperienza con i lettori del Corriere Cesenate. Grazie anche per la passione che metti in ci che fai e per lesperienza di fede che cerchi di coltivare, nonostante la terra anglicana in cui ti trovi a vivere. Nessun luogo lontano e per voi giovani di oggi questo tanto pi vero rispetto a quanto accadeva un tempo a noi, universitari negli anni Ottanta. Nessun luogo lontano quando ci accompagna la presenza di Colui che ci ha pensati fin dallinizio e al quale dobbiamo rendere moltiplicato ci che abbiamo ricevuto. Nessun luogo lontano anche perch nellesperienza di fede ci sentiamo vicini anche se non ci vediamo. Il ricordo reciproco nella preghiera uno dei modi migliori per tenerci uniti, sempre e ovunque. Quindi, grazie infinite, carissima Carlotta. Torna a scriverci presto. Un abbraccio. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Abbiamo vissuto altri bei giorni di un autunno dai contorni primaverili. La temperatura assai mite e i caldi colori della campagna costituiscono un abbinamento molto gradevole. Tutto questo in attesa dellinverno, ormai alle porte dal punto di vista astronomico. Ricordiamo che il prossimo solstizio sar il 21 dicembre.

cupanti, perch accettato come dato di fatto: il modo con cui il potere viene esercitato. C la convinzione che esercitare il potere sia possibile solo mettendo in atto gesti di violenza che, in modo apparente o nascosto, cercano di annientare laltro nel suo essere e nella sua identit. Un potere che deriva da diverse situazioni: ricchezza, condizioni di vita, rappresentanza di parti (istituzioni, lobby, ecc.). Un potere che cerca solo di autoalimentarsi, perch nella sua devianza pu continuare ad esistere solo violentando. Sono le donne, i poveri, i disabili, relegati dallo stesso potere (spesso solo maschile) a essere oggetto di questo modo sbagliato di concepirsi, mentre esso altro non dovrebbe essere che lo strumento per realizzare quel bene comune che il bene di tutti. Gilberto Zoffoli www.movimentoromagnolo.it

Viaggi in treno Agi e disagi


Caro direttore, il viaggio in treno molto stancante, ci sarebbero diverse cose da migliorare. Questa la frase che spopola tra chi prende il treno molto spesso. Argomento, naturalmente il tragitto che molti cesenati percorrono in treno ogni mattina per recarsi al lavoro o alluniversit, verso Bologna. Tutti hanno riscontrato nel viaggiare in treno alcuni disagi: dal sovraffollamento dei vagoni, al ritardo in alcune circostanze, allelevata temperatura per il non-uso dellaria condizionata o il cattivo uso del riscaldamento fino a quello che stato sicuramente evidenziato come il problema pi fastidioso: lannullamento last minute di alcuni treni, che costringe chi voleva prenderli, a organizzarsi in maniera diversa. Tutto ci porta a un giudizio tendenzialmente negativo. Anche se nessuno nega limportanza di questo mezzo di trasporto per i propri spostamenti. Comunque, non si pu fare di tutta lerba un fascio: chiaramente alcuni mezzi, specialmente i regionali, creano disagi, per esempio nel caso di sovraffollamento, ma occorre ammettere che dipende dalle fasce dorario: ci sono momenti di punta in cui i treni sono pieni, altri in cui il posto a sedere si trova tranquillamente. Infine occorre anche ammettere che spesso i ritardi non dipendono da chi gestisce la compagnia. Certo, si potrebbe fare di pi per rendere maggiormente confortevole il tragitto che ogni giorno moltissime persone compiono, ma senza il treno, per tanti non sarebbe possibile spostarsi. Grazie dellospitalit. Giacomo Biondi

Violenza sulle donne: facciamo chiarezza in noi stessi


Caro direttore, il 25 novembre si celebrata la giornata voluta nel 1999 dallOnu per sensibilizzare tutti contro ogni tipo di violenza sulle donne. Tanti sono gli interventi per ricordare questa giornata; molte le manifestazioni per richiamare lattenzione di tutti su questa drammatica esistenza di violenza. Facciamo nostra questa giornata! Perch non possiamo sottrarci alla giusta condivisione verso la sofferenza e il coraggio di denuncia di tante donne, maltrattate e spesso uccise. Vorrei per che riuscissimo, insieme alla manifestazione di di-

sprezzo e di rifiuto per chi usa violenza sulle donne, a dare spazio, prima di tutto dentro noi stessi, nel capire cosa oggi contribuisce e alimenta questa assurda violenza. Facciamolo, anche, riconoscendo le forti responsabilit maschili. Porto il mio contributo, invitando chi lo volesse a dare il suo, esplicitando ci che a mio parere genera in questo tempo una cos particolare e inaccettabile violenza. Lo faccio in modo sintetico e sicuramente incompleto, ma spero utile per riflettere e provare a cambiare! Ritengo che la violenza sulle donne stia fra il rifiuto delle diversit e lesercizio sbagliato del potere. E davvero difficile accettare che chi diverso possa esprime quella ricchezza che ci completa; accettare che solo attraverso lintreccio di chi altro si pu rendere bella e vera lumanit di ciascuno. La donna per luomo, per la famiglia, per la societ quella diversit senza la quale non possibile valorizzare lidentit di ciascuno. on dimentichiamo che se vogliamo ritenerci parte di questa umanit possiamo farlo solo se ci accogliamo in profondit nel nostro essere maschi e femmine, bianchi e neri, sani e ammalati, cristiani e musulmani. Ma c anche un altro elemento, che caratterizza la violenza sulle donne. Nellattuale contesto sociale ha assunto elementi preoc-

Un sorriso e una riflessione fra le sbarre


Carissimo Francesco, grazie perch sostieni e dai voce e luce agli uomini ombra. Ti confido che oggi mi sono svegliato e ho pensato a Dio. E mi sono detto che se anche esistesse linferno sarebbe di sicuro vuoto perch non credo che Dio sarebbe cos cattivo come luomo da considerare una persona cattiva e colpevole per sempre. Un affettuoso sorriso fra le sbarre. Carmelo Musumeci - Carcere di Padova Carissimo Carmelo, diamo spazio e voce ai tuoi continui appelli per labolizione dellergastolo ostativo, quello che ha come fine pena la parola mai. Sul sito www.carmelomusumeci.com possibile leggere di questa iniziativa popolare che ha raggiunto quota 20mila firme. E ti diamo spazio molto volentieri, in attesa di incontrarci, prima o poi. Fz

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

RITROVATA ANTICA STATUETTA IN LEGNO DEL XIII SECOLO


C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2012 .