Sei sulla pagina 1di 32

CREMASCO

Il

PICCOLO giornale del

Direttore responsabile: Sergio Cuti Societ editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19, Cremona Amministrazione e diffusione via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione via Tensini Crema tel. 0373 83041 email cremasco@cuticomunicazione.it Stampa: SEL Societ Editrice Lombarda Cremona Pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Crema n 165 del 31/05/2012 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

ANNO II NUMERO 16 SABATO 20 APRILE 2013

0,02 Copia Omaggio

Il Carroccio dar battaglia con una nuova raccolta di firme. Contrario anche Tino Arpini, consigliere di centrodestra. Stefania Bonaldi viene accusata di avere tenuto nascosto il progetto in campagna elettorale. E sar confronto duro in consiglio comunale
IL PUNTO DI VISTA/1

MOSCHEA A OMBRIANO: E SCONTRO


Quirinale: meglio un imprenditore
di Renato Ancorotti rancorotti@gmail.it a corsa di Bersani si fermata: la rivolta della base del Pd sul nome di Marini a presidente della Repubblica, chiamato il Lupo Marsicano, ha fatto implodere il suo partito. Ma al di l di come qualcun altro - non certo Gargamella - dovr rimettere insieme i pezzi di un fronte che si chiama progressista e che franato sotto le macerie, un fatto certo: il Pd non solo non pi in sintonia con il suo popolo, ma soprattutto non ha feeling con il popolo italiano, che chiedeva, per la scelta dellinquilino del Quirinale, la Svolta. Un nome che facesse gridare al cambiamento e allelezione di un uomo in grado di caricare la molla della speranza nazionale nel futuro. Invece la scelta di Marini (che non ci risulti parli alcuna lingua estera, e quelle poche e brevi frasi che ha imparato le ha apprese sulla costa romagnola, avendo come vicini dombrellone alcuni tedeschi che pasteggiavano con la birra) viene giudicata come la difesa della casta. Il Pd non sa pi vedere la rabbia che muove la societ italiana e che chiede il coraggio di abbattere scelte, schemi e consorterie che appartengono a una vecchia stagione politica. Con Bersani, DAlema, la Bindi e la Finocchiaro, oltre che a Marini, tramonta una classe politica che ha perso il contatto con la realt. E gi capitato alla guardia democristiana, socialista e rifondarola. Non abbiamo dunque bisogno di un presidente della Repubblica che pacifichi e addormenti, ma di un leader carismatico che dia impulso a un Paese che si sta smarrendo. E dal momento che almeno a parole tutti in Italia sostengono che i temi fondamentali oggi sono economia, occupazione e sviluppo, perch non eleggere al Quirinale un imprenditore di successo, apprezzato dal mondo delleconomia e della finanza mondiale (Agnelli lo era a suo tempo, per esempio), capace di esaltare i valori del made in Italy sui mercati e la reputazione del nostro Paese a livello globale, invece di perdere sempre tempo con il solito politico di turno? I nomi? Tanti: Montezemolo, Della Valle, i Barilla, i Ferrero, Del Vecchio. Solo per citarne alcuni. C solo limbarazzo della scelta.

Al sindaco va bene il centro islamico in via Milano, dentro un capannone. No deciso della Lega

oschea. Si far, come promesso dal sindaco. Sar in via Milano nella zona industriale. A darne conferma Stefania Bonaldi, che ha tenuto a precisare che non si utilizzeranno fondi comunali e che la comunit islamica finanzier loperazione. Il comune ha solo svolto il ruolo di facilitatore per consentire alla comunit dei musulmani di Crema di avere un luogo adatto per la preghiera. Nei mesi scorsi lamministrazione comunale aveva avviato un confronto per trovare unarea idonea da indicare alla comunit islamica. Due le opzioni: via Fermi nella zona industriale di Santa Maria e via Pagliari a Ombriano. Nessuna delle due ha per incontrato il favore dei quartieri che, anzi, sono insorti contro il sindaco. Gli imprenditori di Santa Maria hanno raccolto le firme, oltre 400, contro liniziativa e gli abitanti di Ombriano hanno, a loro volta, manifestato nervosamente contro lamministrazione in uninfuocata assemblea di quartiere. Il sindaco aveva, quindi, congelato la richiesta del luogo di culto islamico sino a nuovo ordine. Poco pi di un mese fa, la Lega aveva rivelato sviluppi inaspettati sulla questione. Il sindaco, infatti, aveva portato in giunta una informativa, poi secretata, sul luogo della moschea. Oggi la conferma. Saranno 200 metri quadri di un capannone in via Milano. Il compito del comune sar solo quello di svolgere le pratiche burocratiche e consentire linsediamento del centro di

preghiera. Da mesi le polemiche in merito alloperazione infiammano la politica cremasca. Secco il no della Lega Nord che ha raccolto le firme di centinaia di cremaschi. Forse ispirata dal sole di primavera, il sindaco Bonaldi ha deciso di diradare, ma non del tutto, la nebbia con la quale ha avvolto tutta la vicenda in questi mesi ironizza il segretario cittadino del Carroccio, Dino Losa. Per il numero uno di via Tensini il sindaco da mesi si arrampica sugli specchi per negare la reale natura della struttura. Prima una moschea, poi un centro islamico ora una musalla (da Wikipedia: in arabo luogo dove si compie la alt, l'oratorio islamico, la parte cio della moschea in cui i fedeli musulmani, al momento di elezione della preghiera canonica, si radunano per assolvere al loro obbligo cultuale giornaliero). A dare pi preoccupazione al Carroccio , infatti, la mancanza di trasparenza dellamministrazione. Commenta Losa: Nessuna informazione ufficiale perve-

nuta al consiglio comunale. Apprendiamo come larea individuata sia situata lungo Via Milano a Ombriano, comunque lontana dalle abitazioni. Per concludere - informa Losa - la posizione della Lega Nord sempre stata, e lo sar con ancora pi forza, di totale contrariet allinsediamento di moschee e centri islamici per motivazioni che abbiamo gi rimarcato nei mesi passati. A farsene portavoce il consigliere comunale di minoranza, Tino Arpini, della lista Solo cose buone per Crema, ex lista Agazzi.. Dopo mesi di silenzio, e passate le elezioni nazionali attacca Arpini, torna lipotesi di collocazione del luogo di culto islamico in via Milano. Limpegno del numeroso pubblico e le centinaia di firme raccolte non vengono tenute in nessuna considerazione. Il sindaco Bonaldi, da sempre, convinta che questa la strada giusta, anche se nel suo programma elettorale non parlava esplicitamente di moschea o di centro di culto islamico. Emanuele Coti Zelati consigliere comunale di Sel difende la scelta del sindaco: Non era scritto nel programma anche perch la comunit islamica ha presentato richiesta dopo. Qualora larea identificata fosse un capannone, c bisogno di una cambio di destinazione duso. E qui entra in gioco il consiglio comunale. La maggioranza su questo argomento compatta. Ma la minoranza non molla. La Lega Nord annuncia che la raccolta firme non si fermer. E gi scontro. Michela Bettinelli Rossi

Lo scontro Bersani-Renzi
di Enrico Tupone tuponee@alice.it

IL PUNTO DI VISTA/2

l Partito Democratico sta vivendo un momento difficile della propria esistenza, una fase di scontro culturale fra due impostazioni che vedono da un lato la struttura tramandatasi dal Partito Comunista, e in qualche misura anche dalla corrente di sinistra della Democrazia Cristiana, e dallaltra le nuove leve arrivate al partito grazie alle aperture verso unarea non ideologizzata ma comunque di centrosinistra. Queste difficolt sono proprie di una formazione democratica che vive del confronto continuo fra le sue anime cos come avvenne allepoca del partito laburista inglese nel momento in cui vide lirruzione di Tony Blair, portatore di una visione molto pi liberale della politica di sinistra. Ad oggi sembra che la differenza rispetto alle tribolazioni passate del Pd sia la non intenzione dei dissidenti di creare una nuova formazione politica ma di rimanere allinterno del partito utilizzando gli strumenti democratici per laffermazione delle proprie idee. Se questa la strada intrapresa non si pu che esserne soddisfatti perch siamo di fronte ad un cambiamento epocale della sinistra abituata da decenni a spaccarsi per creare nuovi soggetti sempre e comunque perdenti. Il Pd deve essere partito aperto perch questo lunico metodo accettabile di confronto con la societ, accettando contaminazioni, includendo e non escludendo nuove risorse, sfruttando la storia per divenire capaci di una nuova progettualit. E la pluriennale mancanza di uomini politici di livello si supera puntando a un cambiamento, allinserimento di coloro che sino ad ieri non si sono avvicinati alla politica attiva, e non solo per un problema di et. Nel PD uniti dunque ma diversi perch diverso il mondo di oggi rispetto a quello di ieri. Marini, DAlema? Il massimo rispetto per la loro storia ma dove la novit ?

via De Gasperi, 52

CREMA

Il piacere della conv enienza


Coca Cola al lt 0,66 Arance Tarocco di sicilia

0,99
lt 1,5
Vino Rosato Brick Maestri Cantinieri

1,58

1 Kg

1,75

al Kg
Pane Fresco di tutti i tipi TUTTI I GIORNI

0,98
lt 1
Birra Ceres Pilsner al lt 1,20

Olive giganti Dega al Kg 1,15

2,98

2,98
Asparagi Italia (Grossi)

al kg

0,77

Kg 2,60

ml 660

2,48 0,49
10 carciofi
ml 330
Fragole Vaschetta al kg 1,96

0,98

gr. 500

0,85

gr 750
Gel per capelli Ouch Bi-Phase

Birra San Miguel al lt 1,50 Croissant Lucky al kg 3,60

Aperto tutti i giorni dalle ore 8.00 alle 20.00

i g l i o t t u t Aperto

e l i r p A 25 iorno

0,75

gr 210

CREMONA
CREMONA SOLIDALE

Proteste da tutta Italia: No alla caccia alla volpe


Centinaia le lettere arrivate in redazione contro la decisione della Provincia di autorizzare lappostamento vicino alle tane

Proiezione del film di G. Regonelli

L'associazione culturale CrArt - Arte e Turismo e l'azienda speciale comunale "Cremona Solidale" presentano "Cremona 25 aprile", un lm documentario di Guido Regonelli che verr

proiettato mercoled 24 aprile alle 15.30 presso l'antica sala cinema del palazzo storico Soldi. Il lm documenta il periodo della ne della guerra e la Liberazione a Cremona.

di Martina Pugno

ono centinaia le lettere giunte in redazione per protestare contro i provvedimenti provinciali riguardanti la caccia alla volpe, estesa quest'anno fino al periodo di giugno. A destare maggiore scandalo, stando a quanto riportato dalle comunicazioni inviate da tutta Italia, la decisione di permettere l'appostamento e la caccia in tana tramite l'utilizzo dei cani: tale pratica permette di stanare direttamente le volpi con i loro cuccioli una volta individuato il loro rifugio. "Non si pu chiamare sport o hobby un atto di una violenza simile, una cosa barbara che nel 2013 non dovrebbe esistere pi. Il divertimento altro e non certo il gusto di torturare delle povere creature innocenti", il parere di molti che ci hanno contattato. Non convince neppure la spiegazione, da parte delle autorit pronviciali, legata alla necessit di contenimento del numero di esemplari di volpe presente sul territorio, per difendere la biodiversit: Ormai l'Italia contraria a queste inutili uccisioni mirate a salvaguardare gli interessi dei cacciatori (meno dell'1% della popolazione, la cui maggior parte contraria). Mi domando il senso di questo sterminio in nome della biodiversit, come del resto per le nutrie, i lucci e i gamberi di fiume. Tutelare la biodiver-

sit cos non serve e non crede pi nessuno a questo modo di agire". Tra le tante dichiarazioni anche quelle di chi afferma che, dopo essere venuto a conoscenza della notizia, non visiter pi il territorio cremonese. Una simile mobilitazione aveva gi avuto luogo in Toscana, dove la stessa decisione era stata presa e, proprio in seguito alla mobilitazione di moltissimi cittadini, in seguito sospesa per un periodo di un mese, equivalente al periodo di maggior presenza di cuccioli nelle tane. Un passo indietro solo

parziale, che si accompagna ad una nota diffusa dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, nella quale afferma: "La caccia alla volpe infatti generalmente consentita, in Italia come allestero (e anzi, dove stata vietata, come nella zona di Londra, adesso emergenza perch ce ne sono troppe) e la "deroga" della Provincia di Siena riguardava solo alcune zone di "ripopolamento e cattura" e alcune "aziende faunistico venatorie" - dove invece normalmente vietata proprio per consentire la riproduzione e la tutela di altre specie,

Lassessore Pinotti: Interventi necessari e questanno meno cruenti


Le proteste giunte da ogni parte d'Italia non hanno fatto cambiare idea all'amministrazione provinciale, che continua a ritenere il piano di contenimento della volpe strettamente necessario. Spiega l'Assessore all'agricoltura e all'ambiente Gianluca Pinotti: Le operazioni di contenimento sono limitate ad alcune aree specifiche, di ridotta estensione all'interno del territorio provinciale. Sono aree nelle quali il ripopolamento avviene in maniera spontanea, per via dell'elevata presenza di selvaggina. Il contenimento necessario e il piano stato approvato dall'Ispra, l'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. A definire il carattere di necessariet di un piano per il controllo del numero di volpi sul territorio si lega ad esigenze specifiche, sottolinea Pinotti, nelle quali in atto il ripopolamento di altre specie per la tutela della biodiversit: I provvedimenti approvati dalla volpi attirano questi predatori, che si ritrovano poi in queste aree in sovrannumero. I piani di contenimento sono fondamentali per poter mantenere un corretto equilibrio tra le diverse specie e per garantire la giusta biodiversit sul territorio. L'assessore ci tiene inoltre a puntualizzare quanto, a suo avviso, stato travisato dalle tante persone in protesta: Il periodo di caccia non stato esteso fino a giugno, ma semplicemente slittato rispetto agli anni precedenti: solitamente si apriva a gennaio e durava fino a marzo o aprile. Quest'anno si aperto pi tardi, nella seconda met di febbraio, quindi stato approvato fino a giugno. Voglio sottolineare inoltre come quest'anno le opere di contenimento siano meno cruente degli anni precedenti: abbiamo introdotto, proprio a questo scopo, anche la possibilit di posta senza i cani da parte degli operatori autorizzati.

Provincia rientrano all'interno di un preciso piano di contenimento, all'interno di aree sensibili della provincia cremonese e riserve naturali nelle quali sono attive operazioni di ripopolamento. In queste aree, l'aumento di esemplari di specie che sono prede per le

come la fauna selvatica stanziale, che la volpe naturalmente caccia. In poche parole: il provvedimento della Provincia aveva l'obiettivo di controllare la presenza di una popolazione troppo numerosa (le volpi) per riequilibrare la presenza di altre specie e favorire la tutela della biodiversit, in alcune zone delimitate". Prosegue il Presidente: "Non a caso, il Tar ha rigettato il ricorso presentato dalle associazioni ambientaliste contro questo provvedimento, che per inciso era gi stato preso da due anni. E sullo stesso provvedimento l'Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) ha dato parere favorevole sia sui numeri che sui metodi". Ma alle motivazioni legate al mantenimento dell'equilibrio naturale e della biodiversit non tutti ci credono, pur tenendo conto del fatto che anche nel cremonese le aree nelle quali la caccia autorizzata sono circoscritte e la pratica stessa stata autorizzata all'interno di un preciso piano di contenimento di queste specie animali, a fronte del ripopolamento di altre specie loro comuni prede: "Lo sapete qual il vero motivo? Per evitare che le volpi predino la selvaggina dei cacciatori! E' la cosa pi vergognosa e innaturale del mondo", il dubbio che instilla un altro lettore. Buona fede dell'amministrazione o no, una cosa certa: la scelta si rivelata decisamente impopolare.

Sabato 20 Aprile 2013

Cronaca

Davide Alberichi, tornato illeso, con la consorte dalla Maratona di Boston, ci racconta quello che ha vissuto

Scampato allesplosione quasi per puro caso


Se non avessi chiamato mia moglie la 4 volta, lei sarebbe stata su quegli spalti...
Nella foto a destra Alberichi con la moglie, sopra il traguardo prima dell'esplosione. Nella pagina accanto il traguardo dopo l'esplosione. (Reportage fotografico fatto dal maratoneta Davide Alberichi)

di Laura Bosio

volte basta un soffio per cambiare il proprio destino, per spingere la propria esistenza in una direzione o in quella opposta. In un solo istante, prendendo una decisione piuttosto che unaltra, si pu decidere, inconsapevolmente, di vivere o morire. Lo ha capito bene Davide Alberichi, rientrato gioved pomeriggio, assieme alla moglie, dalla maratona di Boston, dove ha vissuto,come tanti altri, la tragedia di un attentato drammatico e assurdo, I due coniugi sono scampati quasi per caso all'esplosione. E venuto in redazione a raccontarcelo, portando con s la medaglia conquistata nella corsa e i giornali che ha acquistato a Boston, quelli che parlano della tragedia, per non dimenticare unesperienza che, come ha detto lui stesso, un po da ricordare e un po da dimenticare. Per me questa era una maratona importante, il percorso conclusivo delle cinque pi importanti maratone al mondo - racconta Alberichi -. A volte il destino gioca scherzi strani e me ne sono reso conto solo a posteriori quando, ripensando alla cronologia degli eventi, ho capito che vi sono state diversi piccoli avvenimenti che hanno fatto s che n io n mia moglie fossimo coinvolti nel disastro. Davide aspirava da tempo a quel traguardo, che coronava un percorso importantissimo per un maratoneta. E quando quel traguardo lo ha raggiunto, 3 ore e 34 minuti dopo la partenza, ha voluto goderselo fino

in fondo. Mi sono fermato sulla linea del traguardo, ho voluto godermi gli applausi, le fotografie, tutte le emozioni di quellarrivo che sognavo da una vita. Essendo arrivato circa 20 minuti prima del previsto, ho voluto godermelo fino in fondo, un po come fa un bambino con un giocattolo nuovo. Tra laltro la mia gioia era amplificata dal fatto di aver visto mia moglie sugli spalti per la prima volta: in tutte le altre maratone a cui ho partecipato, infatti, non ero mai riuscito ad individuarla, a causa del caos che cera. Ma in quel momento l'ho individuata e ho visto che esultava per me. E stato solo molto pi tardi che mi sono reso conto che lei si trovava proprio a pochi metri da dove poco dopo esploso lordigno. Anche qui il destino ha voluto giocare a favore del maratoneta cremonese, che prima della gara aveva raccomandato alla consorte di non muoversi dalla sua posta-

zione, finch lui non lavesse contattata con il cellulare. Dopo essermi goduto larrivo, ho recuperato la mia borsa e la prima cosa che ho fatto stata chiamare mia moglie. Lei per non ha risposto al telefono. A distanza di pochi minuti lho richiamata altre due volte poi, visto che continuava a non rispondere, ho pensato di recarmi in albergo e di contattarla pi tardi. Invece, poco dopo, ho deciso di richiamarla ancora, per la quarta volta. E lei ha risposto. Le ho chiesto di raggiungermi al Parish Caf, situato a poche centinaia di metri dal traguardo. Poco dopo arrivata, felicissima e ci siamo abbracciati. E' stato in quel momento, allimprovviso, che abbiamo sentito due botti fortissimi. In un primo momento ho pensato che fossero gli scoppi legati ai festeggiamenti, poi mi sono voltato e ho visto una nube nera che si levava verso l'alto. E stato in quel momento che i coniugi hanno

capito che era accaduto qualcosa di grave. Tuttavia stato solo poco dopo, tornati in albergo, accendendo la tv e seguendo il susseguirsi di notizie alla Bbc, che si sono resi conto della portata del disastro. Abbiamo avuto paura, fin da subito, per tutto il resto del nostro gruppo di italiani, non sapendo dove fossero nel momento in cui era scoppiato l'ordigno - racconta ancora Alberichi -. Anche nostra figlia, che era rimasta a casa, si spaventata moltissimo dopo aver visto le notizie in tv, anche perch allinizio le linee non funzionavano e non riusciva a contattarci. Sono stati momenti di grande ansia. Solo verso sera siamo riusciti a rivederci tutti e a ricompattare il gruppo. La sera stessa siamo usciti tutti insieme per

Il giorno dopo cera un clima da The day after, molto surreale

mangiare qualcosa e abbiamo ritrovato una Boston decisamente diversa da quella della mattina: era spettrale, deserta, a parte il massiccio numero di poliziotti e agenti della Fbi che giravano armati. Anche la Boston del giorno dopo si presentava come una citt inquieta, turbata. Il clima era proprio quello da The day after: non era chiaro se l'allarme fosse cessato o meno, ovunque si trovavano posti di blocco, presidi, edifici circondati per qualche nuovo allarme bomba... Ci siamo recati proprio nella zona di Copley Square, dove regnava un clima surreale e inquietante. Le cose sono migliorate solo il giorno successivo, il mercoled, quando la tensione si un po allentata. La citt aveva riacquistato la voglia di

Volkswagen Maggiolino 1.6 D Anno 2012 19100 Euro

Audi A4 Avanat 2.0D Anno 2012 27700 Euro

Audi Q5 2.0 TDI Anno 2012 41900 Euro

Chrysler Sebring Cabrio 2.0 TDI Anno 2009 9990 Euro

BMW 520 D Anno 2013 43500 Euro

Land Rover Defender 110 Anno 2004 12999 Euro

Panda Easy 1.2 NUOVA 9900 Euro

Toyota RAV 4 D Anno 2004 7999 Euro

Renault Scenic 1.5 DCI Anno 2007 7999 Euro

BMW 118 D Anno 2005 6500 Euro

Lautosalone aperto dal luned al venerd dalle 8,30 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 19,00. Sabato dalle 9,00 alle 12,30 e dalle 15,00 alle 18,30

Via Castelleonese,10 - Costa S.Abramo (Cremona) - Tel. 0372.027122 - Fax 0372.027124


info@gruppokwauto.it - www.gruppokwauto.it

lottare e di andare avanti. Siamo tornati nella zona della finish line per porre un mazzo di fiori insieme a tutti gli altri. E' stato l che ci siamo resi davvero conto del pericolo scampato. Se il problemino fisico che avevo allinizio della maratona si fosse intensificato tanto da farmi rallentare, magari sarei giunto al traguardo proprio poco prima dello scoppio e ne sarei rimasto coinvolto. Se non avessi telefonato a mia moglie per la quarta volta, lei in quel momento sarebbe stata ancora sugli spalti, dove si verificata lesplosione, su cui comunque era stata seduta per quatto ore... Sono tante le cose che abbiamo pensato in quel momento. Altri italiani del gruppo di Alberichi sono arrivati in prossimit del traguardo successivamente all'esplosione e sono stati fermati un chilometro prima. Per loro credo sia stato peggio, perch allo

spavento si aggiunge lo smacco di non aver potuto varcare quel traguardo per cui tanto si erano allenati. Anche per questo sono stato fortunato. Il ritorno a casa, labbraccio con la propria figlia, hanno messo la parola fine allincubo di Alberichi, anche se il ricordo di questa tragedia rester sempre con lui. Quanto successo mi ha convinto che meglio essere fatalisti nella vita, perch non sai mai quello che potrebbe succederti - conclude il maratoneta cremonese -. E per questo che, nonostante il trauma, non rinuncer a correre. Naturalmente mi prender un periodo per superare questo momento e andare oltre, ma sto gi strizzando locchio alla maratona di Tokyo: questo evento mi ha fatto capire che devo prendermi quello che voglio quando posso farlo, poich basta un attimo per perdere tutto.

n uomo morto e laltro in fuga. Dopo una notte da Far West al Massachussets Institute of Technology la polizia alla ricerca di uno dei due uomini che avrebbero compiuto lattentato alla maratona di luned, mentre il suo complice deceduto allospedale dopo il ricovero durgenza in seguito alle ferite riportate in uno scontro a fuoco nelle prime ore di venerd. Alle 22 di gioved sera (ora di Boston), a pochi giorni dalla strage di luned, nel mirino dei due era finito il campus del Massachussets Institute of Technology. Poco prima, lFbi aveva diffuso le foto che indicavano i due soggetti come i responsabili dellattentato di luned scorso. Lallarme scattato quando una guardia dellIstituto Universitario stata uccisa nel corso di una sparatoria, dopo essere intervenuta per una segnalazione di disturbo della quiete pubblica. Poi a bordo di unauto rubata, i due presunti terroristi si sono rifugiati nel quartiere di Watertown, dove, in seguito ad una cruenta sparatoria ingaggiata con la polizia, uno dei due era stato colpito a morte e trasportato al Beth Israel Deaconess Medical Center (dalle dichiarazioni di un medico sembra vi fosse giunto gi in arresto cardiaco). I due protagonisti dello scontro a fuoco avevano con s ordigni esplosivi che un robot anti-bomba sta ora esaminando. Il soggetto deceduto, come confermato nella mattinata di ieri su Twitter dallispettore della polizia di Boston Ed Davis, sarebbe il sospettato numero 1 per la strage di luned, che nelle foto segnaletiche indossa un cappello da basket nero e occhiali da sole. Laltro, indicato dalle autorit come il sospettato numero 2 immortalato

Ucciso un terrorista, in fuga il fratello U

I colpevoli sarebbero due fratelli ceneni. Il maggiore morto in una sparatoria, caccia al pi giovane

I due sospetti venivano dallestero e si trovavano negli Usa da un anno

nelle foto con un cappello da basketball bianco indossato a rovescio: costui sarebbe riuscito a sottrarsi allarresto ma sembrerebbe avere le ore contate. La polizia infatti, dopo aver circondato Watertown ha ingaggiato una caccia al fuggiasco condotta casa per casa, battendo il quartiere palmo a palmo. Ai civili stato ordinato di barricarsi in casa e non aprire a nessuno, a meno che non si tratti di un poliziotto. Alla Nbc le autorit hanno riferito che i due sospetti venivano dallestero e si trovavano negli Usa da almeno un anno,

dopo aver ricevuto un addestramento militare. Si tratta di due fratelli ceceni: il 26enne Tamerlan Tsarnaev (deceduto) e il 19enne Dzhokhar A. Tsarnaev (in fuga). Il secondo sarebbe uno studente della Cambridge Ringe and Latin School e pare si professi islamico (la fonte di questa informazione sarebbe il profilo del soggetto su Vkontakte, il facebook russo). Nel frattempo, dopo lattentato di luned ed una notte di sparatorie ed inseguimenti, Boston divenuta una citt fantasma. I negozi, le scuole e le universit sono chiusi, il traffico veicolare sospeso (auto e mezzi pubblici) e la gente barricata in casa. La paura quasi tangibile.

Sabato 20 Aprile 2013

Cronaca

Decine di famiglie rischiano di rimanere senza casa. Caritas Cremonese: La situazione peggiore per coloro che vengono sfrattati dalle case Aler

Emergenza sfratti: si moltiplicano i casi


di Laura Bosio ecine di famiglie rischiano di rimanere senza un tetto sopra la testa, a causa dello sfratto: quanto denuncia il neonato Comitato antisfratto, sorto a livello cittadino dalla necessit di offrire un sostegno ai cittadini colpiti da atti esecutivi o di precetto. A Cremona le case vuote sono circa duemila, eppure molte famiglie rischiano lo sfratto per morosit, dichiara il Comitato. Morosit le cui cause sono spesso il licenziamento o l'oggettiva difficolt di uno o pi membri della famiglia di trovare lavoro. Per il Comitato fondamentale sottolineare l'impossibilit economica per queste persone di pagare l'affitto e le bollette, i cui costi gi elevati sono cresciuti notevolmente rispetto all'anno passato. Rendere evidente l'innocenza di queste famiglie centrale. Abitare in una casa un diritto fondamentale di tutti, che per nessun motivo pu essere negato. L'emergenza sfratti confermata anche dalla Caritas cremonese, dove sempre pi numerose sono le richieste di aiuto che arrivano quotidianamente. Le procedure di sfratto hanno iniziato ad aumentare gi dall'anno scorso spiega Alessio Antonioli, responsabile del Centro d'ascolto Caritas. La situazione davvero preoccupante, e va di pari passo con l'aumento della disoccupazione. Naturalmente i casi sono i pi diversi: Ci sono persone che, essendo state sfrattate dall'edilizia privata, riescono ad accedere in tempi brevi a quella pubblica, e vengono ricollocati nelle case popolari continua Antonioli. In alcuni casi, per, questi tempi si allun-

Il progetto: mettere in affitto le case invendute dalle imprese edili in crisi


Mettere in affitto le tantissime case non vendute dalle imprese edili in crisi. Questa la proposta portata avanti da Regione Lombardia, a risposta dell'emergenza abitativa. Il presidente Roberto Maroni, intanto, al lavoro per riformare le Aler. L'occasione rappresentata dalla scadenza dei consigli di amministrazione in calendario per il prossimo 23 aprile. La Giunta Maroni sta studiando - assieme all'Associazione nazionale dei costruttori edili (Ance), alle banche e alle associazioni - un provvedimento che metta a disposizione degli anziani e delle giovani coppie il patrimonio immobiliare sfitto e non venduto di tante imprese

di costruzione che sono oggi in difficolt: Si tratta - ha precisato Maroni a proposito dell'iniziativa da adottare di un patrimonio non utilizzato di circa 170 mila vani in Lombardia, su cui le aziende pagano l'Imu. un'assurdit: sarebbe come dire che i concessionari delle Fiat devono pagare il bollo auto sui veicoli che hanno in negozio. Mettendo a disposizione gli alloggi invenduti nel settore dell'edilizia, per Maroni sar possibile dare un aiuto concreto alle persone ma anche alle aziende: tutto questo dovr essere fatto con il contributo delle banche, che oggi sono assenti ma sono state ripetutamente chiamate in causa. bini (rispettivamente uno di cinque anni e l'altro di tre mesi) fa sapere il Comitato stesso, che nei giorni scorsi intervenuto, riuscendo a trovare una soluzione temporanea per questo nucleo familiare. Dopo una serie di incontri, fortemente richiesti all'assessore alle politiche sociali Luigi Amore, che ha pi volte rimarcato l'impossibilit da parte del comune di risolvere la situazione, il Comitato riuscito ad ottenere una posticipazione di tre mesi al massimo dalla data dello sfratto esecutivo. duro l'attacco del Comitato alle istituzioni: Non accettiamo che le politiche sociali richiedano la contribuzione economica da parte delle famiglie sotto sfratto. Non accettiamo che si dica a persone le cui vite sono appese a un filo che non sono motivate nel trovare lavoro e che lunica loro ambizione sia gravare sulle spese comunali fanno sapere i portavoce del Comitato. Numerosi casi di famiglie sotto sfratto esecutivo si stanno moltiplicando nella citt di Cremona. La portata del problema tale da non poter pi rimandare una sua immediata risoluzione.

Nasce in citt il Comitato antisfratto

gano, e capita che intere famiglie debbano essere ospitate per alcuni periodi presso la Casa dell'accoglienza o altre strutture d'emergenza. Il problema peggiore quando le famiglie finiscono per venire sfrattate proprio dalle case dell'Aler: Ci sono famiglie che, a causa della disoccupazione o di redditi comunque troppo bassi, faticano anche a pagare gli affitti dell'edilizia residenziale pubblica, tanto pi che negli ultimi anni anche questi sono aumentati spiega ancora il responsabile del Centro d'ascolto. Basti pensare che fino a qualche anno fa non superavano i 150 euro, ora invece arrivano anche a superare i 200. L'Aler molto tollerante con gli inquilini, e se vi la possibilit predispone dei piani di rientro, ma purtroppo vediamo sempre pi spesso anche sfratti dalle case popolari. Cos alcuni finiscono, almeno per il medio periodo, ospiti della Casa dell'accoglienza, altri riescono a sistemarsi ospiti presso al-

cuni parenti o amici. Spesso le associazioni di volontariato e la Caritas intervengono per sostenere le famiglie nel pagamento degli affitti, ma le richieste sono davvero troppo numerose. Sono diventate praticamente quotidiane, e rappresentano

una grossa fetta degli aiuti che eroghiamo conclude Antonioli. Parlando di casi concreti, il Comitato antisfratto segnala un caso che sta seguendo, quello di una famiglia sotto sfratto esecutivo. Si tratta di una famiglia composta da due adulti e due bam-

Cronaca

Sabato 20 Aprile 2013

Stanziato il fondo da 26 miliardi per pagare le imprese. Le associazioni di categoria sono scettiche. I pagamenti saranno autorizzati entro il 15 maggio

Lapprovazione del decreto legge sullo sblocco dei pagamenti della Pubblica Amministrazione nei confronti delle imprese (a seguito dellallentamento dei vincoli del Patto di Stabilit interno disposto in sede comunitaria) ha provocato, insieme a reazioni positive ( una boccata di ossigeno) da parte del mondo economico e produttivo, anche dubbi e perplessit, dovute soprattutto alla complessit delle procedure previste. Ma cosa prevede il decreto? In sostanza, il Patto di Stabilit interno (cio il vincolo alla capacit di spesa della P.A., previsto dalle norme europee) non riguarder i pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigi-

Varato il decreto, la Pa onora i debiti


bili (alla data del 31 dicembre 2012) per parte capitale per un importo di 5 miliardi di euro per gli enti locali, 1,4 miliardi per le regioni, mezzo miliardo per le amministrazioni centrali e 800 milioni per investimenti cofinanziati da fondi Ue. A tal fine, viene istituito un Fondo di 26 miliardi per il pagamento dei debiti di Regioni ed enti locali; lunico canale attraverso cui il Tesoro anticiper liquidit agli enti locali entro il 15 maggio 2013 sar la Cassa depositi e prestiti. Ove gli Enti locali,senza giustificato motivo, non abbiano richiesto le risorse per pagare le passivit o non abbiano proceduto, entro lesercizio finanziario 2013, ad effettuare pagamenti per almeno il 90% degli spazi concessi, verranno irrogate sanzioni pecuniarie pari a 2 mensilit del trattamento retributivo (al netto degli oneri fiscali e previdenziali) per i responsabili dei servizi interessati. Con la Legge di Stabilit 2014, in linea con le indicazioni delle Autorit europee e nel rispetto dei parametri di sostenibilit e stabilit finanziaria, potr essere autorizzato un ulteriore incremento delle risorse da destinare al pagamento dei debiti, mediante assegnazione di titoli di Stato in favore di banche o intermediari finanziari, anche per i debiti non ancora estinti. Tutte le P.A., quindi, sono obbligate a compiere un censimento completo di tutti i debiti commerciali scaduti o in scadenza ancora pendenti, stilando

un elenco completo dei debiti da onorare, senza alcun adempimento a carico delle imprese, entro il 15 settembre 2013. Comuni e Province, entro il 30 aprile, dovranno fare richiesta di autorizzazione al ministero dell'Economia per i pagamenti da effettuare. I pagamenti saranno autorizzati entro il 15 maggio e finanziati con le disponibilit liquide degli enti. Entro il 15 giugno le amministrazioni dovranno comunicare importi e tempistiche alle imprese beneficiarie dei pagamenti. Da subito, in attesa dell' autorizzazione, le Amministrazioni locali potranno iniziare a pagare i propri debiti nel limite del 50% dei pagamenti proLaura Bosio grammati.

Comprensibile la volont La Pa deve intervenire con procedure semplificate di governare questo processo L I
Professoressa Elena Zuffada (Universit Cattolica)
l decreto fa emergere una situazione, forse non interamente valutata nella sua portata, rispetto al livello di indebitamento della Pubblica Amministrazione nei confronti di fornitori di beni e servizi. Ma quali ne sono le cause? Ne parliamo con Elena Zuffada, docente di economia alluniversit Cattolica di Piacenza, ed esperta in pubbliche amministrazioni. C stato il concorso di diversi fattori, che nelle singole situazioni hanno giocato ruoli diversi. Da un lato la mala gestione di alcuni enti, che negli anni si sono indebitati senza avere la necessaria copertura economica, hanno sovrastimato le entrate o comunque hanno operato in maniera poco prudente. Dallaltro abbiamo lannoso problema del Patto di stabilit, che non permette agli enti locali di sborsare soldi che magari hanno in cassa ma che non possono spendere. Questo ha portato ad un aggravarsi notevole della situazione debitoria. Non dimentichiamo, infine, il fattore crisi, che ha colpito il privato come il pubblico, mettendo in ginocc h i o n u m e ro s e amministrazioni pubbliche. Quanto pu rivelarsi importante il decreto nella ripresa economica italiana? Secondo me questo decreto ha unimportanza vitale, in quanto permette di rimettere in circolo delle risorse che per il sistema economico rappresentano una ventata di aria fresca, per combattere la mancanza di liquidit che da tempo mette in ginocchio il nostro Paese. Da pi parti sono giunti commenti scettici rispetto a questa misura, che viene defi-

Professor Fabrizio Maiocchi (Universit Cattolica)

Questa misura permette di rimettere in circolo risorse importanti

Si devono distinguere e premiare le situazioni virtuose

nita troppo complessa. Lei cosa ne pensa? Il decreto stato emesso insieme a una serie di regole applicative e posso capire, sotto un certo punto di vista, la prudenza utilizzata a livello centrale con il voler governare questo processo. Stiamo parlando di circa 20.000 enti coinvolti da questo decreto, di cui alcuni sono realmente virtuosi, ma molti altri lo sono decisamente meno. Per questo serve molta attenzione rispetto allapplicazione del decreto, o si rischia di far collassare il sistema, soprattutto quando si parla di anticipare la liquidit a quei comuni in momentanea difficolt. Si molto discusso sulla certificazione del credito, e ci si chiede cosa ci sia ancora da attestare, ma in una situazione cos complessa comprensibile la volont dello Stato di governare la partita. Ricordiamo anche che il sistema contabile degli enti locali tale per cui da un lato non si rileva lo stock di indebitamento dellente stesso, e dallaltro non sempre i residui a bilancio esprimono leffettiva situazione di debito.

Nel futuro, sar possibile assicurare la tempestivit dei pagamenti? Diventa sempre pi pressante distinguere quali sono le situazioni virtuose, gli enti che lavorano bene: essi devono essere riconosciuti e trattati di conseguenza, mentre i casi di cattiva gestione vanno puniti. Ritengo che la spending review, gestita a livello centrale, come ha fatto il governo Monti, seppur giustificato della situazione, non sia fattibile. Il controllo della spesa pubblica va effettuato dalle singole aziende pubbliche; per questo bisogna restituire alle amministrazioni la responsabilit nella gestione delle risorse: un figlio pu crescere solo dandogli autonomia e senso di responsabilit. Lo stesso vale per gli enti, che devono diventare responsabili. E se vero che dagli anni 90 ad oggi essi hanno utilizzato male la propria autonomia, anche vero che con una regolamentazione pi stringente e sanzioni pesanti per i trasgressori, le cose potranno andare meglio. Bisogner premiare la virtuosit e liberare cos risorse per gli investimenti, tanto pi che il nostro Paese in mostruoso ritardo su diversi fronti, e questo ci rende poco competitivi.

Alberto Griffini, presidente di Confapi Cremona


I debiti sono certi, ci sono le fatture ad attestarli, e devono essere onorati. Alberto Griffini, presidente di Confapi Cremona, esorta le amministrazioni a non perdere tempo, perch di tempo ormai non ce n' pi. Se un'impresa non paga le tasse subisce un fermo amministrativo dei macchinari, se lo Stato non paga va tutto bene: per troppo tempo si accettato questo stato di cose. Oggi si deve rientrare nei canoni di convivenza civile, perch se vero che il privato deve pagare le tasse, serve anche una reciprocit da

I debiti devono essere pagati al pi presto

parte del pubblico. E' assurdo che uno Stato metta in crisi un intero sistema economico. Griffini parla anche della necessit di sburocratizzare le procedure, spesso troppo macchinose. Un esempio che la Regione ha fatto un bando di prestito agevolato per le imprese che fanno ricerca e sviluppo, ma la procedura talmente complessa e macchinosa che invece di rappresentare un beneficio diventa un problema ulteriore. Cos accade per moltissime iniziative promosse dalla pubblica amministrazione.

e categorie economiche e produttive lo hanno detto chiaramente: il decreto sblocca debiti non avr un percorso facile. Si contano, infatti, molti appuntamenti e passaggi, da qui al febbraio dell'anno prossimo, per completare le procedure. Comunque, entro il 30 aprile, i Comuni, le Province, le Regioni, i ministeri dovranno avere individuato la massa dei debiti "certi, liquidi ed esigibili". Ne parliamo con Fabrizio Maiocchi , commercialista e docente di economia presso luniversit Cattolica di Piacenza. Giorgio Squinzi, presidente di Confindustria, ha detto che necessario semplificare la complessit di questa procedura: cos? Squinzi, ha dichiarato che "In base alle informazioni che abbiamo, sono stati apportati sicuramente dei miglioramenti, ma pensiamo che i debiti della Pubblica amministrazione siano anche pi di 91 miliardi, come indicato da Bankitalia". Ovvio che di fronte ad una situazione cos imponente e nel periodo di crisi in cui siamo, ci si aspetta che si pongano in essere delle procedure per addivenire quanto prima al pagamento degli arretrati della Pubblica amministrazione verso le imprese. E un miglioramento della situazione finanziaria delle imprese pu avvenire solo se la Pa interviene con decisione e con procedure veloci e semplificate. Nel Decreto sblocca debiti sono previsti numerosi passaggi iniziali a carico degli enti locali (devono ad esempio comunicare i debiti certi, liquidi ed esigibili al 31-122012). Passaggi che sono necessari da un lato per conoscere lo stato dellindebitamento degli stessi e quindi capire quali e quante sono le risorse da allocare ai vari enti. Ma ovvio che tutto ci sposta in avanti il tempo nel quale le imprese riceveranno i pagamenti stessi. Proprio per questi motivi, a carico degli enti locali sono stati posti dei termini temporali ravvicinati per effettuare le comunicazioni ma poi necessario che lente centrale faccia il suo dovere sbloccando velocemente i trasferimenti delle risorse. La Ragioneria di Stato ha attivato una piattaforma elettronica a servizio di queste procedure e questo potrebbe deporre a favore di

una celerit operativa. Quali sono le maggiori difficolt che potrebbero incontrare le imprese nell'ottenere i pagamenti? Ricordiamo che si tratta dei pagamenti di forniture di beni, opere e servizi gi resi, che (visti i tempi di pagamento della PA) sono gi stati ampiamente pagati dalle imprese stesse ai propri fornitori. Le imprese che hanno crediti verso la Pubblica amministrazione sono i veri finanziatori della stessa. Per quanto al Decreto emanato, operativamente lente locale ora tenuto a certificare i propri debiti verso le imprese e quindi non dovrebbero sorgere problemi per le imprese circa l esigibilit dei propri crediti; le difficolt sono per lo pi temporali e possono sorgere nel momento in cui lente centrale ritarda lero-

lungo termine, a carico dei propri fornitori, allora potremo senzaltro affermare che ci si immessi sulla strada giusta ma poi bisogner percorrerla con continuit. Pare che esista una forbice netta tra esigenze di controllo della spesa pubblica da una parte, e investimenti e pagamenti dall'altra: quali sono le sue idee in merito? Proposte in tal senso difficile farle. Sono problemi che il nostro Paese ha da anni, ormai, e quindi sono talmente radicati che non semplice intervenire immediatamente e con efficacia. Vero , per, che non sono problemi sconosciuti e quindi se ci fosse una buona volont, sopratutto da un punto di vista politico ma non solo, si potrebbe intervenire quanto prima.

Le imprese che hanno crediti verso la Pa sono i veri finanziatori della stessa
gazione delle risorse agli enti locali e questi ultimi non si attivano velocemente nelleffettuare i pagamenti. Secondo lei, le misure sono sufficienti, o, almeno, costituiscono un primo utile passo? Sono sicuramente un primo passo ma per ora tempi ed importi non sono ancora sufficienti (complice anche il periodo di forte crisi in cui stiamo vivendo); necessario riportare in un alveo di normalit latto del pagamento al fornitore in tempi decenti. Viene spontaneo osservare infatti che questa manovra vista come un evento straordinario mentre invece non dovrebbe essere cos visto che il pagamento di un fornitore in tempi ordinari dovrebbe essere un atto di Ordinaria e normale amministrazione. Quando si torner a comportamenti ordinari (pagamenti certi e in tempi brevi), quando la Pa smetter di finanziarsi, a medio Abbiamo un ente centrale che assorbe risorse troppo elevate (per motivi che conosciamo tutti come ad es. le spese per le strutture, per la politica, etc.) rispetto a quelle totalmente disponibili. Ovvio che in una situazione di risorse scarse, se queste vengono assorbite per la maggior parte dal centro, in periferia (dove sono gli enti locali) arriva ben poco. E per rispondere a questa carenza, sempre maggiore e continua nel tempo, gli enti locali sono stati costretti ad azzerare gli investimenti (e quindi calo del lavoro per le aziende) e a ritardare i pagamenti alle imprese (con ovvio calo delle risorse a disposizione delle stesse cui si aggiunto, oltretutto, il calo della possibilit di ricorrere al sistema bancario). Da tutto ci si arrivati alla situazione attuale dove pagare i fornitori diventato oggetto di una manovra straordinaria.

Sabato 20 Aprile 2013

Cronaca
Oggi e domani allautosalone Bossoni sfileranno oltre 150 modelli di 18 Club di tutta Italia

Decolla questa mattina il Concorso di aeromodellismo statico giunto questanno alla 18 edizione. AllAutosalone Gruppo Bossoni Spa di via Eridano 21 (sulla tangenziale, di fronte alla Tamoil) sfileranno ben 150 magistrali riproduzioni in scala di aerei civili e da guerra ad opera di ben 18 club, provenienti da tutto il territorio nazionale. E il Casc (Club di Aeromodellismo Statico di Cremona - www.nuovocasc.it) in cabina di regia dellevento, patrocinato dal Gruppo Bossoni e da una nutrita schiera di altri sponsor (tra cui Bandiera a scacchi Modellismo di via Villa Glori). Dalle ore 10 alle 18 di oggi, sabato 20 aprile, e dalle 10 alle 15 di domani, domenica 21 aprile, nellautosalone allestito ad area espositiva, numerosi modelli di veivoli (tra cui vere e proprie

Al via il concorso di aeromodellismo statico

chicche dellaeromodellismo) saranno presenti per ripercorrere, tra arte e manualit, tutta la storia del volo: dalla fedele riproduzione in scala 1:16 dallo storico aereo in legno e tela costruito dai fratelli Wilbur e Orville Wright allinizio del secolo scorso, sino al modernissimo Boeing 737 utilizzato da Alitalia. Intelletto e manualit, progettazione e fantasia: queste le peculiarit che sfileranno al salone tra oggi e domani. Le stesse qualit che da 30 anni guidano lattivit dellentourage del Casc, il gruppo di via Bertesi 18 creato a met

degli anni settanta da Giuseppe Penzani e formato, assieme al fondatore, da Eugenio Grassi, Alessandro Tessoni, Davide Di Odoardo e Silvano Rossi. M.S.

I rifiuti di Cignone in onda sulla Rai


Michele Scolari de il Piccolo intervistato dal giornalista Rotondi assieme a Giuseppe Torchio e Maria Grazia Bonfante

Linterrogazione attende ancora di essere discussa

il caso

Domenica scorsa le riprese del Tg3 Regione sul luogo del sequestro eseguito dal Noe a febbraio
dalla Redazione
Enrico Rotondi Le riprese del Tg Regione

Sono ormai tre settimane che il consigliere Giuseppe Torchio (nella foto) ha depositato in Consiglio uninterrogazione urgente sul caso dei 60mila metri cubi di rifiuti speciali trovati a Cignone. Con la presente si interroga la Giunta per sapere urgentemente, anche a livello di competenze della Commissione consiliare, quali licenze, permessi, autorizzazioni, da quali autorit, in quali date e riferite a quali materiali, quantit e processi di smaltimento siano state rilasciate, si legge nel documento. La richiesta si presenta tanto pi urgente, sia per possibili collegamenti da parte di soggetti ed aziende interessate allo smaltimento rifiuti con realt che si potrebbero ricondurre ad ambienti della ndrangheta, sia per la viva apprensione da parte dellopinione pubblica e delle realt amministrative locali. Tra queste, il sindaco di Corte de Cortesi, Luigi Rottoli, presente sullarea assieme a due dirigenti provinciali del settore Ambiente nel giorno del sequestro eseguito dal Noe di Brescia. La discarica abusiva ben visibile dalla Provinciale e i rifiuti si accumulano gi da alcuni anni. Insomma, il caso urgente e una sua trattazione attesa con ansia dalla Giunta provinciale. Ci nonostante, la discussione dellinterrogazione in Consiglio non ancora avvenuta. Stiamo parlando di 60mila metri cubi di rifiuti speciali smaltiti illegalmente in un sito circondato da terreni agricoli. E parliamo di una vicenda per la quale nessuna pista ancora stata scartata, neppure quella della criminalit organizzata. Dunque, chiede Torchio, perch lamministrazione provinciale, sollecitata dallinterrogazione urgente firmata dal sottoscritto, non ha ancora risposto?

l caso della discarica abusiva sequestrata dal Noe di Brescia a Cignone va in onda sulla Rai. La scorsa domenica una troupe del Tg Regionale guidata da Enrico Rotondi giunta in paese per effettuare un servizio di approfondimento sulla vicenda legata ai rifiuti speciali abbandonati sul terreno di via Moro, sulla strada provinciale 86. Incuriosito dalla vicenda, Rotondi ha intervistato il consigliere provinciale Giuseppe Torchio, firmatario di uninterrogazione urgente sullepisodio (ancora in attesa di discussione) assieme al nostro giornalista Michele Scolari, autore di uninchiesta di approfondimento relativa agli intricati retroscena del sequestro, incluse alcune sospette connessioni con la criminalit organizzata di stampo mafioso (linchiesta pubblicata sulle edizioni de Il Piccolo del 23 marzo, 30 marzo, 6 aprile e 13 aprile). Al microfono ha espresso il proprio punto di vista anche il consigliere comunale di Vescovato Mariagrazia Bonfante, membro del Comitato Salviamo il paesaggio e cofirmataria del progetto Amali, mirato a ripensare i rifiuti come una risorsa, ottimizzando la raccolta ed i suoi costi. Allevento ha partecipato anche il Comitato Acqua Pubblica Cremonese, tramite Francesca Pontiggia.
Maria Grazia Bonfante (Consigliere comunale di Vescocato) Enrico Rotondi (Tg3 Regione) e Michele Scolari (giornalista)

I sigilli erano gi stati apposti allarea dal Noe nel giugno del 2010, in seguito ad un primo ritrovamento di 20mila metri cubi di rifiuti pericolosi (scarti di materiale edile macinati senza la necessaria differenziazione). Dopo lultimo sequestro, effettuato lo scorso febbraio, si scoperto che il volume dei rifiuti era esageratamente aumentato a ben 60mila metri cubi, ammassati in collinette alte sino a 4 metri.

Torchio: Fenomeno di dimensioni preoccupanti

E presente un discreto quantitativo di amianto (cumuli di materiale inerte contenenti sospetti frammenti di cemento-amianto e lastre di sospetto eternit in stato di abbandono e parzialmente interrate), ma la gamma dei rifiuti pericolosi comprende anche veicoli fuori uso, batterie esauste, solventi, sospetti oli minerali e rottami. Sin ora sono tre i soggetti che risultano indagati per abbandono incontrollato di

rifiuti pericolosi (due imprenditori edili, un bresciano e un calabrese, assieme alla titolare di una ditta di Chiari, specializzata nella riparazione di macchine agricole e per il movimento terra). Mentre le indagini del Noe bresciano proseguono a ritmo serrato, linterrogazione urgente presentata ormai tre settimane fa da Giuseppe Torchio in Consiglio provinciale attende ancora di essere discussa. Il fatto assai grave - commenta il consigliere - sia per lingente quantit di rifiuti speciali accumulata (che fa presupporre lattivit di una ramificata organizzazione), sia per leventuale coinvolgimento di aziende e persone interessate allo smaltimento dei rifiuti che potrebbero risultare colluse con ambienti e soggetti della ndrangheta: un fenomeno che non rappresenterebbe certo una novit tanto nella nostra provincia, quanto nella Pianura Padana in generale. Da tempo ormai la ndrangheta radicata nei nostri territori e quello dello smaltimento illecito dei rifiuti rappresenta uno dei suoi canali dinfiltrazione nel tessuto economico. Siamo in attesa che lArpa intervenga con analisi e carotaggi. Data lurgenza della questione e visto che le competenze in materia di rifiuti spettano alla Provincia, mi auguro che la Giunta discuta al pi presto linterrogazione urgente in materia che ho depositato lo scorso 18 marzo, quindi ormai tre settimane fa.

pick up Toyota Hilux 4x4


2 porte - posti 2+2 - cassone anno 2007 - km 98.000 - accessoriato autoradio cd - Mp3 - condizionatore - perfetto

occasione

A Soresina in mostra Colori grazie allAssociazione Artisti Cremonesi


(F.E.) Prosegue lattivit che lAssociazione Artisti Cremonesi svolge sul territorio, a testimonianza di una presenza che, da pi di mezzo secolo, si identifica con larte cremonese. Nellultima iniziativa 21 artisti, fra pittori e scultori, animano con le loro creazioni le sale espositive del Podest di Soresina. Lesposizione, il cui titolo Colori, raccoglie e presenta un centinaio circa di opere dei pi interessanti artisti legati al Cremonese, tra le quali spicca quella di Stefano Macconi. E possibile suddividere le opere in tre grandi nuclei tematici: i paesaggi, luomo e esperienze artistiche legate allarte astratta. Laura Carlino, presidente dellAssociazione Artisti Cremonesi, nel ringraziare lamministrazione Comunale di Soresina che ha promosso e sostenuto liniziativa, e la Provincia di Cremona per il patrocinio concesso, ha avuto modo di dire: La splendida cornice della Sala del Podest accoglie unassociazione che dal 1958 profonde ogni sforzo per far conoscere larte e gli artisti della nostra terra cremonese e che ha avuto tra i suoi aderenti i maggiori artisti, scultori e pittori, del XX secolo e di questo inizio del XXI. La mostra resta aperta fino al 1 maggio con questi orari: venerd e sabato ore 17.3019, domenica e festivi ore 10.30-12 e 15-19.

Tel. 340 0065677

Cronaca
Nei giorni scorsi i vicari della citt e della Federazione oratori sono intervenuti sulla situazione attuale degli oratori alla luce sia della nuova nota pastorale della Conferenza episcopale italiana, che ha rilanciato l'attenzione nei confronti di queste strutture. Gli oratori di Cremona sono espressione di storie diverse, legate alle vicende delle zone cittadine, riscontrabili anche nel tipo di strutture disponibili si legge nella nota dei vicari. Il cortile, lapertura feriale, larticolazione delle proposte (si pensi a quella sportiva) rendono gli oratori aperti, ma mai abbandonati o luoghi ostaggio. La ferialit delle famiglie e dei giovanissimi profondamente mutata in questi anni e sta cambiando ancora. Citt, quartieri, scuole e oratori ideali, dove non ci sia

Sabato 20 Aprile 2013

coscienza dei problemi e delle fatiche utopia impensabile; a meno di non innalzare barriere a volte generatrici di mentalit pericolose. Secondo i vicari, occorre quindi essere consapevoli che tanti fattori di crisi, non solo economica, ma innanzitutto culturale, educativa e relazionale, che colpiscono il tessuto familiare e gli adulti, oggi e domani saranno destinati ad aumentare e sollecitano attenzione da parte di tutti. Le parrocchie, accanto ai Servizi dellamministrazione comunale, alla Caritas e

Oratori, intervengono i vicari: Servono progetti condivisi per superare le emergenze


ad altre agenzie, constatano la durezza di molte condizioni di vita richiamano ad un nuovo senso di responsabilit. Da alcuni mesi partita una interlocuzione tra Federazione oratori, assessorati competenti e comitati di quartiere: i presidenti di questi ultimi hanno segnalato allamministrazione alcune preoccupazioni che diversi oratori cittadini condividono e che suscitano la necessit di una risposta progettuale, condivisa, sinergica. Non si tratta di gridare allemergenza per alcuni episodi di bulli-

smo o di maleducazione, ma di affrontare insieme la presenza di gruppi e singoli problematici. Gli oratori non sono n spazi insicuri n luoghi abbandonati: lo dimostra la presenza quotidiana di sacerdoti, genitori e volontari e la messa in campo da diversi anni di progetti di rilevanza educativa in relazione al protocollo dintesa con lamministrazione. Alcune situazioni problematiche spesso pi evidenti del resto ci sono e richiedono sinergia e strategie comuni. E' stata attivata quindi una collabora-

zione con la Polizia locale, alla quale stato richiesto di formulare alcune proposte per una presenza rinnovata sul territorio, in naturale e utile sinergia con gli assessorati, i quartieri e gli oratori. Non si parla quindi di allarmi, ma di un presidio che renda pi vivibile il contesto. impensabile e miope immaginare che alcuni fenomeni siano di competenza di alcuni luoghi e che esistano specializzazioni negative. Tutti gli oratori cittadini nella loro misura accanto ad altre agenzie educative svolgono un appassionato lavoro di formazione, animazione e proposta, nonostante e dentro le fatiche educative odierne. Ribadiamo con forza che il fatto educativo, comprese certe sue fatiche pi evidenti e pi forti, va condiviso, oltre le emergenze.

Sabato 20 aprile - ore 15.30, presso la Sede del Polo cremonese del Politecnico di Milano - si terr un seminario sul tema "Smart cities e territorio cremonese". Per l'occasione interverr l'ingegner Piero Pelizzaro, economista ambientale, responsabile del Kyoto Club, per la Cooperazione internazionale, per il Progetto europeo Patto dei sindaci e per le politiche di adattamento ai cambiamenti climatici. Il docente illustrer i percorsi amministrativi, legislativi e sociali per accedere ai finanziamenti indispensabili per la elaborazione di progetti smart. Nel quadro del Pacchetto europeo clima-ambiente affronter il tema delle politiche di mitigazione, tra le quali la filiera della gestione integrata del ciclo dei rifiuti e il Piano d'azione per l'energia sostenibile, il Paes, nell'ambito del Patto dei Sindaci per le energie rinnovabili e l'efficienza energetica. Affronter quindi le politiche di adattamento che riguardano il territorio, il dissesto idrogeologico, i fiumi e il ciclo dell'acqua, il destino dell'agricoltura. Infine le buone pratiche amministrative per costruire citt e ambienti "resilienti", capaci cio di assorbire l'impatto dei cambiamenti senza perdere la propria natura originaria e gli equilibri sociali. Il Seminario organizzato dalle associazioni cremonesi ParteciPolis, AmbienteScienze, CreaFuturo in collaborazione con il Polo Territoriale di Cremona del Politecnico di Milano.

Smart cities e territorio cremonese

seminario

Una soluzione abitativa a tutta tecnologia grazie alla cablatura totale di ogni appartamento
Gerardo Paloschi: Questo progetto rappresenta un passo avanti per Cremona sul terreno dellinnovazione
di Giulia Sapelli

In citt il primo condominio digitale

vanta la presenza di una bolla wi-fi autonoma preinstallata, che evita possibili interferenze e garantisce prestazioni otbitare in una casa completatimali, permettendo ladozione di servizi mente digitale, cablata e evoluti e innovativi. tecnologica: oggi diventa Ogni appartamento predisposto una realt concreta. con una propria rete dati, una propria Il primo "condominio digirete telefonica e una propria rete wiretale" della citt sta sorgendo a porta less, che permetter quindi di essere Mosa, e sar pronto entro la fine dell'anconnessi senza collegamento via cavo. no. Ogni appartamento raggiunto dalMa quali sono i benefici concreti? La la fibra ottica, garantendo ai residenti banda larga, superando tutti i limiti tecuna migliore qualit della vita. Il progetnologici e di performance legati agli imto, realizzato dall'azienda Beltrami grapianti tradizionali e garantendo la massizie al supporto tecnologico di Aemcom, ma velocit di trasmissione testimonia levoluzione del fino all'utente finale, permetterritorio verso una maggiore te lintroduzione non solo di attenzione e consapevolezza telefonia e internet veloce, nei confronti dei benefici delma la possibilit di adottare la rete a connessione veloce sistemi di telesorveglianza e ed un cambiamento culturale di domotica che caratteriz- quello tecnologico - che zeranno la casa del futuro. ormai diventa elemento inteSoluzioni che rendono lapgrante di unofferta immobipartamento pi intelligente liare evoluta. Negli ultimi ed efficiente, uno spazio dieci anni la citt si dotata Gerardo Paloschi funzionale e capace di intedi una rete in fibra ottica che ragire con i residenti dal punto di vista ormai raggiunge il 30% degli immobili. dellentertainment, della sicurezza, della Nell'ambito del progetto cremonese di praticit e del risparmio energetico. Smart City, la tecnologia entra con forza Questo progetto rappresenta un passo sempre maggiore nella vita cittadina, e avanti per Cremona sul terreno dellinnoquesto "smart billing" ne un esempio vazione e della fornitura di servizi evoluti, lampante: si tratta di un sistema di cache grazie ad iniziative di questo tipo pu blaggio totale, che rende le abitazioni diventare una Smart City a tutti gli effetti completamente tecnologiche, grazie ad dice Gerardo Paloschi amministratore una banda ultralarga, che "viaggia" fino delegato di Aemcom. a 100 Mbit/sec. Inoltre ogni abitazione

Anche in un momento di crisi bisogna investire nella qualit per offrire soluzioni avanzate e di alto pregio anche nelle abitazioni - commenta limprenditore Carlo Beltrami -. La nuova residenza di via Mosa un immobile curato in ogni dettaglio e vuole essere un eccellenza locale non solo per il design contemporaneo: una casa full digital, attenta allambiente e al risparmio energetico che, grazie alle soluzioni innovative proposte, come lutilizzo del teleriscaldamento e la presenza della connessione in fibra ottica, costituisce un valore nel tempo. Si tratta di un importante punto di svolta nello sviluppo di servizi evoluti

per i cittadini, resi possibili dalla presenza a Cremona di una rete avanzata - dichiara Mirko Grasselli, presidente di Aemcom -. Predisporre le abitazioni allimpiego della fibra ottica apre la strada ad una serie di possibili sperimentazioni sulluso della banda ultra larga nelle aree urbane, adottando sistemi di automazione degli edifici e dei parcheggi e modelli di gestione dellenergia evoluti. Un fondamentale impulso alla diffusione delle nuove tecnologie, che diventano patrimonio comune e fonte di valore per la collettivit. Aemcom diventer partner di tutti coloro che vogliono sviluppare iniziative innovative come questa.

Servimpresa organizza il corso gratuito (sia Cremona che a Crema) "Direttiva nitrati e tecniche di riduzione dell'azoto dai reflui zootecnici e dai digestati", rivolto a titolari, familiari/coadiuvanti, salariati di imprese agricole della provincia di Cremona. Nel corso si forniranno gli elementi tecnici utili a com-

Direttiva nitrati, corso gratuito con Servimpresa Un progetto per i Viaggi della memoria
prendere i principi di funzionamento, le potenzialit, i limiti ed i campi di applicazioni delle diverse soluzioni tecnologiche per la rimozione dell'azoto da flussi concentrati, come lo sono i reflui zootecnici e i digestati prodotti in ambito agro-zootecnico. Verranno in particolare presi in considerazione i processi di separazione solido/liquido, i processi di trasferimento di fase (strippaggio e precipitazione), i processi termici di evaporazione ed i processi biologici convenzionali ed innovativi. Docenti del corso saranno l'ingegner Elena Ficara, l'ingegner Davide Scaglione e Flavio Sommariva. Nei giorni scorsi i ragazzi dellI.I.S Stradivari, III IV Moda e Arredo, hanno partecipato alla realizzazione di un progetto per i Viaggi della Memorie. Dopo aver letto con interesse il libro Necropoli di Boris Pahor hanno estrapolato alcune frasi significative nelle quali veniva messa in evidenza la disumanizzazione dellessere umano allinterno dei campi di concentramento. Gli alunni, della sezione Moda hanno cercato di rendere questa idea attraverso limmagine di un deportato che mostra la sua trasformazione da uomo a non uomo. Le classi della sezione legno-arredo, hanno deciso di lavorare con lelemento a loro pi congeniale, il legno, ed hanno creato una scultura che rappresenta un prigioniero con il ventre bucato dalla fame e dallansia. Queste due immagini sono diventate magliette che i ragazzi indosseranno durante i viaggio.

10

Sabato 20 Aprile 2013

LOMBARDIA

a cura di Laura Bosio

PROGETTO

Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro

Il tema della Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro ha un ruolo di rilievo nella programmazione delle politiche regionali, con lobiettivo di accrescere la competitivit e la produttivit delle imprese lombarde e facilitare la partecipazione al mercato del lavoro. Con il "Progetto per la diffusione nelle Pmi di strumenti organizzativi a supporto della Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro", Regione Lombardia intende accompagnare le imprese lungo un percorso di acquisizione di informazioni e strumenti utili ad introdurre in azienda una cultura pi flessibile e responsabile che incorpori nella mission aziendale strategie di work-life balance. Il progetto d lopportunit alle imprese lombarde di usufruire di un servizio di consulenza specializzato che accompagna limprenditore nella definizione e sviluppo di strumenti di flessibilit e conciliazione vita-lavoro.

BANDO

Creative camp, un concorso di creativit

DoteComune, percorso formativo


UN PROGETTO PER INSERIRE 63 SOGGETTI IN DIVERSI AMBITI

l 2013 sar lanno pi duro della crisi economica internazionale che, iniziata nel 2007, gi pi lunga di quella del 29, mentre si consolida la crisi economica e industriale dellItalia e della Lombardia: con questa parole Giacinto Botti della segreteria della Cgil Lombardia, commenta i dati Inps sul primo trimestre di questanno rielaborati dal Dipartimento politiche contrattuali della Cgil Lombardia. Secondo i dati, le prospettive di crescita del Pil del nostro Paese per il 2013 sono molto pi basse della media europea, mentre la crescita della Lombardia non sar distante dalla media nazionale. Alcuni istituti come il Fmi prevedono una minore crescita del nostro Paese per il 2013 pari al -1,9%, ma in conseguenza della nostra struttura produttiva, probabile che tale forbice possa arrivare, sia per lItalia che per la Lombardia, al -2,4%, - 2,9%. Dal 2007 il nostro Paese e la nostra regione hanno bruciato rispettivamente 10 e 11 punti di Pil. La coesione sociale, se in parte ha tenuto - aggiunge Giacinto Botti - ed stato possibile attutire le conseguenze sulla popolazione di una crisi che per profondit e durata non ha eguali, solo grazie agli ammortizzatori sociali istituzionali, che hanno garantito almeno formalmente il posto di lavoro e arginato la gi significativa riduzione del nostro tessuto produttivo (oltre il 25% in Lombardia, cio nella regione di ec-

Lavoro, regione in allarme rosso

La Cgil: Il 2013 sar lanno pi duro della crisi, con una prospettiva di crescita po bassa della media europea

cellenza per la quantit e la qualit della sua produzione). E dunque indispensabile mantenere il sostegno e la copertura economica della cassa in deroga, le cui richieste nei primi tre mesi coinvolgono oltre 10.000 aziende e circa 55.000 lavoratrici e lavoratori nonostante la diminuzione della platea interessata (artigiani, Pmi, settori del commercio sotto i 50 dipendenti e aziende che hanno utilizzato tutte le possibilit di accesso alla cassa ordinaria e straordinaria), in conseguenza della scomparsa o del ridimensionamento di molte attivit e imprese. Ma vediamo i dati: complessiva-

mente nel mese di marzo 2013 si registra una crescita delle ore autorizzate di CIG del 10,14% (64.108.127 ore), una crescita della cassa ordinaria del 25,38% (28.404.409 ore), della cassa straordinaria del 47,05% % (29.252.170 ore), mentre, per le ragioni che abbiamo sottolineato, si riduce la cassa in deroga del 58,79% (6.451.548) Tutti i settori registrano tassi di crescita della cassa, ma i pi colpiti sono legati agli impianti di installazione per ledilizia (67,56%), alla meccanica (27,99%). Allindustria edile (44,66%), energia (22,26%).

Le province pi colpite, cio quelle che si collocano al di sopra della linea regionale (10,14%) sono: Varese (31,51%), Como (16,44%), Bergamo (33,93%), Pavia (65,62%), Lecco (45,81%). Se invece consideriamo il numero equivalente delle ore in cassa integrazione per occupato, cio il numero aggiuntivo di persone senza lavoro, troviamo: Bergamo al 5,22%, Brescia al 6,50%, Como al 6,99%, Cremona al 2,40%, Lecco al 10,45%, Lodi all'1,54%, Milano al 2,47%, Mantova al 2,13%, Pavia a 4,10%, Sondrio all'1,63%, Varese all'8,30%. La media regionale si colloca a 4,38%. Anche se complessivamente i licenziamenti regolati per legge, cio indennit di mobilit 223/91 e indennit di disoccupazione 236/93, tra il periodo gennaio-marzo 2013 e quello gennaiomarzo 2012, diminuiscono del 39,06%, ci dovuto esclusivamente al fatto che lindennit di disoccupazione stata sostituita dallAspi (vedi tabelle). Mentre rimane in aumento il ricorso alla 223/91 (circa del 10% con 7.824 licenziamenti) e cresce complessivamente il ricorso allAspi e allindennit di disoccupazione del 77%, con 50.870 domande complessive, delle quali 17.581 con Aspi e 33.289 con indennit di disoccupazione) (Vedi tabelle). La riduzione del ricorso alla 236/93 infatti apparente, dal momento che siamo in presenza di una modifica strutturale del sistema di rilevazione e dellintervento di sostegno.

Sostegno agli agricoltori di qualit alimentare


C' tempo fino al 30 settembre per presentare le domande nell'ambito della Misura 132 Sostegno agli agricoltori che partecipano ai sistemi di qualit alimentare". La misura sostiene il costo per i controlli delle imprese agricole che partecipano ai "Sistemi di Qualit Alimentare": agricoltura biologica, prodotti Dop e Igp, vini Doc e Docg. Possono presentare domanda tutte le imprese agricole che partecipano ai Sistemi di Qualit Alimentare. Quelli ammessi sono nell'ambito dell'agricoltura biologica, dei prodotti dop e igp, dei vini doc e docg. I costi sostenuti dal beneficiario nei confronti delle Strutture di Controllo, per laccesso e la partecipazione al sistema di qualit alimentare individuato. Per lanno 2013, per mancanza di risorse finanziarie, non sono considerate ammissibili le domande di adesione iniziale e le spese relative a produzioni non previste nelle domande finanziate. Il contributo pari al 100% della spesa sostenuta, fino ad un massimo di 3.000 euro allanno per impresa agricola e per un periodo di 5 anni. Per le domande iniziali presentate nel 2011 il periodo da considerarsi invece di 4 anni.

La creativit protagonista del bando promosso da Regione Lombardia (in collaborazione con il Politecnico di Milano) nellambito del progetto europeo Creative Companies in Alpine space (CCAlps). La Regione, a questo proposito, seleziona idee per il "Creative Camp" della Lombardia, che si svolger dal 16 al 24 maggio 2013 I destinatari del bando sono gli operatori, del settore culturale e creativo, che comprende attivit legate alle arti visive e performative, di conservazione del patrimonio storico-artistico cos come attivit legate allarchitettura, al design, alleditoria, alla radiotelevisione, al cinema e ai videogiochi, alla pubblicit e alla comunicazione sia digitale che con media tradizionali. Il bando aperto a imprese individuali, societ, organizzazioni non profit, lavoratori autonomi, liberi professionisti e chiunque altro abbia competenze documentate nel settore culturale e creativo. possibile candidarsi fino al 6 maggio 2013, compilando in inglese il form di iscrizione online. Le idee progettuali saranno presentate in occasione di un evento internazionale, che si terr il 20 giugno a Milano presso Palazzo Lombardia. I progetti pi innovativi selezionati saranno sviluppati con il supporto di un team di esperti del Politecnico di Milano fino alla realizzazione di prototipi e servizi pre-serie e di test.

Anci Lombardia ha pubblicato lavviso n. 2/2013 di DoteComune per la selezione di 63 posizioni da inserire in un percorso formativo nei Comuni della Lombardia. L'avviso sar attivo fino al 24 aprile. I partecipanti avranno la possibilit di sperimentarsi nei diversi ambiti comunali diventando, da semplici utenti, anche erogatori di servizi ai cittadini. Il progetto ha una durata di 6 o 12 mesi, con un impegno di 20 ore settimanali circa. Possono partecipare alla selezione per lassegnazione di una Dote cittadini italiani, dei paesi dell'Unione Europea ed extracomunitari con

regolare permesso di soggiorno, residenti o domiciliate in Regione Lombardia, siano essi giovani inoccupati o disoccupati, di et compresa tra i 18 e 35 anni, nonch lavoratori percettori di ammortizzatori: lavoratori in cassa integrazione guadagni straordinaria, lavoratori in cassa integrazione guadagni in deroga, lavoratori in mobilit ordinaria e in mobilit in deroga. II cittadino straniero proveniente da Paese comunitario pu svolgere in Lombardia lesperienza di tirocinio secondo le modalit previste dal presente documento. Il cittadino straniero proveniente da Paese non

comunitario e regolarmente soggiornante in Italia pu svolgere in Lombardia lesperienza di DoteComune secondo le modalit previste dal presente documento, purch in possesso della carta o del permesso di soggiorno (Decreto interministeriale 22/3/06: normativa nazionale e regionale in materia di tirocini formativi e di orientamento per i cittadini non appartenenti allUnione Europea). previsto un contributo mensile di 300 euro e la certificazione delle competenze acquisite secondo il Quadro Regionale degli Standard Professionali di Regione Lombardia.

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it

Lettere & Opinioni


Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Sabato 20 Aprile 2013

11

"

politica sotto accusa

Perch non facciamo come gli Indignados spagnoli?


Egregio direttore, tra i tre candidati (Amato, Marini e DAlema) proposti dallinciucio Pd-Pdl per salvare luomo del predellino, potrebbe avere la meglio il quarto candidato proposto dal Movimento 5 Stelle, Stefano Rodot. La situazione economico sempre pi grave, i suicidi si succedono a ritmo incalzante (nei giorni scorsi si sono tolti la vita 5 persone tra operai e imprenditori). Quello che sconcerta che la tv di Stato e non solo, continua in modo servile e strisciando ai loro piedi, a intervistare personaggi che con la loro irresponsabilit hanno messo in ginocchio leconomia del bel paese. Sugli schermi televisivi impazzano politicanti irresponsabili, venditori di fumo che cercano ignobilmente di giustificare, il loro operato, fingendo di preoccuparsi per i milioni di famiglie in gravi difficolt, mentre loro continuano a fare la bella vita, a farsi scortare e usare auto blu, per andare anche allo stadio, senza rinunciare a nessun privilegio e senza ridursi in modo cospicuo lo stipendio. Quello che mi meraviglia che ancora oggi non abbiamo deciso di incalzarli, contestando le loro assurde ricchezze immeritate, sbeffeggiandoli, con sonore pernacchie, seguendoli per strada, nei ristorante, sino a casa loro, come stanno facendo gli Indignados spagnoli. Elia Sciacca Cremona ***

Il partner non si concede scatta laddebito della separazione


Buongiorno avvocato, vorrei sapere se pu essere considerato motivo di addebito della separazione il comportamento del coniuge che si sottrae troppo spesso ai rapporti affettivi e sessuali. Martino *** Lart. 143 cod. civ. stabilisce che Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. In particolare, dal matrimonio deriva lobbligo alla fedelt, allassistenza morale e materiale, alla collaborazione nellinteresse della famiglia e alla coabitazione. Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacit di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. Per assistenza morale si deve intendere il sostegno reciproco affettivo, psicologico e spirituale. Ci significa

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*


che si deve rispettare il coniuge, riconoscergli il diritto alla privacy, alla scelta della religione e agli altri diritti personali. A ben vedere, il rifiuto ai rapporti sessuali costituisce violazione di questo dovere perch umiliante per il coniuge. Il rifiuto alla sessualit, senza alcuna giustificazione, provoca, infatti, frustrazione e disagio e d luogo alloffesa di valori primari della persona, quali la dignit ed il rispetto per la personalit del partner. Sussiste, infatti, in capo ad entrambi i coniugi un vero e proprio diritto-dovere reciproco inerente i rapporti sessuali. Diritto-dovere che deriva dal contratto di matrimonio. Di conseguenza, il comportamento del coniuge che si sottrae unilateralmente e ripetutamente a tale obbligo pu dar luogo alladdebito della separazione, in quanto sussiste-

rebbe unespressa violazione dei doveri coniugali previsti dalla normativa vigente. La Cassazione si occupata dei cos detti matrimoni bianchi, che attualmente, secondo fonti provenienti dallAmi, costituiscono il 30% dei matrimoni e con una recente sentenza (sent. n. 19112/2012) ha stabilito che quando il rifiuto del sesso diventa perdurante nel tempo, si tramuta in rifiuto della persona in toto e reca grave offesa personale al partner. Ci configura e integra violazione del dovere di assistenza morale ed causa di addebito della separazione. *Avvocato Stabilito del Foro di Milano emiliacodignola@libero.it

stituzione che vieta alla scuole private di gravare sulle finanze pubbliche. Tra il 2001 e il 2009 il buono scuola ha dirottato alle lobby dellistruzione privata quasi 400 milioni di euro, cio l80% delle risorse destinate al diritto allo studio, andando a beneficio di una piccolissima parte di studenti e di famiglie benestanti, se non addirittura ricche. E veramente uno scandalo considerando anche lo stato in cui versano le nostre scuole pubbliche, sempre pi colpite da sanguinosi tagli e mancanti ormai anche del necessario. La petizione stata promossa dallassociazione Non uno di meno ed sostenuta dalla Flc-Cgil, dalla Retescuole di Crema, dal Cidi nazionale, dal Coordinamento nazionale per la Scuola della Costituzione e dal partito della Rifondazione Comunista. La petizione si pu firmare online allindirizzo http://www.petizionepubblca.it/?pi=P2013N36325 oppure a Cremona al banchetto di sabato 20 aprile davanti alla coop di via del sale dalle 10 alle 19 o presso la sede di Rifondazione Comunista Cremona in via Cavitelli 4. Francesca Berardi Per il circolo Prc di Cremona ***

Anche molti italiani si sentono stranieri nel nostro Paese


Egregio direttore, luned 22 aprile alle ore 20.30 al Teatro Monteverdi in via Dante 149 - con il patrocinio e in collaborazione con il Comune di Cremona - verr presentato lintervento di Emergency in Italia con la proiezione del lungometraggio Life in Italy is ok, presentazione di Marisa Fugazza dellUfficio coordinamento volontari di Emergency. Nel 2012, Life in Italy is ok ha vinto il premio come 1 classificato nella sezione lungometraggi e il premio di miglior film in assoluto della VII edizione del Festival internazionale Un film per la pace di Gorizia. La serata ha lo scopo di far conoscere gli interventi di Emergency volti a garantire assistenza sanitaria gratuita ai migranti con o senza permesso di soggiorno, stranieri, poveri e a tutti coloro che ne abbiano bisogno e non abbiano accesso per vari motivi al diritto di cura previsto dalla Costituzione. Il Programma Italia ha preso avvio nel 2006 con il poliambulatorio di Palermo. Nel dicembre 2010 ha iniziato la propria attivit il poliambulatorio di Marghera e a met dicembre 2012 diventato operativo uno sportello di orientamento socio-sanitario a Sassari. Migranti, stranieri, nuovi poveri raccontano la loro vita in Italia e laiuto ricevuto dai medici di Emergency. Life in Italy is ok: a dirlo Gloria, una paziente nigeriana del poliambulatorio di Palermo. Unaffermazione quasi paradossale, comprensibile solo immaginando unaltra vita, quella che Gloria ha lasciato nel suo Paese. Hanno unopinione diversa Michele, disoccupato veneto, e Aldo, ex autista di autobus, ormai senza lavoro e senza casa, che si sentono stranieri pur essendo nati in Italia. Storie come la loro o come quella di Ousmane - bracciante agricolo da molti anni in Italia - sono al centro del documentario che racconta la vita quotidiana e le difficolt di persone diverse ma legate da un bisogno comune: la ricerca di una vita migliore. I volontari del gruppo cremonese di Emergency saranno presenti con un banchetto informativo e di raccolta fondi. Rete Donne Cremona

"

solidarieta

"

interrogazione di alloni

Importante fermare i tagli dei posti nelle Rsa


Egregio direttore, il consigliere regionale Agostino Alloni (Pd), aveva chiesto alla Giunta di sospendere e ridiscutere la delibera che stabiliva il taglio dei posti nelle residenze per anziani e disabili che, per la provincia di Cremona, in particolare, avrebbe rappresentato una mannaia su una presenza storica e preziosa per il territorio. Abbiamo presentato uninterrogazione per cercare di bloccare un processo troppo delicato per essere liquidato da una decisione frettolosa e priva di confronto, presa a pochi giorni dal termine della legislatura ha detto Alloni - . Siamo perci molto soddisfatti che la Giunta ci abbia ascoltati, optando per la sospensione della precedente delibera e pianificando di portare avanti la riorganizzazione socio-sanitaria previa approfondita consultazione degli enti gestori, delle autonomie locali, dei soggetti del terzo settore e di tutti gli altri stakeholder di riferimento. Importante, poi, che, in questa fase, si ascoltino anche i rappresentanti dei lavoratori. Ufficio Stampa del PD ***

C ancora spazio in citt per la media distribizione?


Egregio direttore, lUdc di Cremona esprime fortissime perplessit circa lipotesi di concedere ulteriori aree alla media e grande distribuzione. Sarebbe ipocrita dimostrare preoccupazione per la perdita di vitalit del centro storico e per la continua moria degli esercizi commerciali tradizionali, parte importantissima del tessuto vitale di ogni citt, se contemporaneamente si desse ulteriore spazio a piccoli e grandi centri commerciali che andrebbero ad aggiungersi ai numerosi gi sorti nella prima periferia nel corso degli ultimi anni. Questi centri commerciali sono uno dei fattori che strozzano il centro storico. Ma siamo sicuri che tutta la maggioranza di centrodestra di Cremona sia daccordo con il destinare alla media distribuzione parte della enorme area fabbricabile in prossimit di San Felice? Possibile che gli errori delle precedenti maggioranze di sinistra non abbiano insegnato nulla agli attuali amministratori? Cera la speranza che la giunta Perri interrompesse il circolo vizioso innescato dal sinistro permesso per la costruzione di Ipercoop CremonaPo, fatto di ricorsi, di altri permessi per piccola e grande distribuzione nella prima periferia e di conseguente asfissia del nostro centro storico. Chiss se ha ancora senso quella speranza? Il fatto che amministrazioni di Comuni confinanti con Cremona, anche di colore politico differente, continuino a concedere ampliamenti delle aree destinate alla grande distribuzione (ci riferiamo soprattutto a Gadesco con il raddoppio di Cremona 2), non deve essere una scusa per seguirle sulla stessa strada: lamministrazione comunale cremonese deve cercare urgentissimamente il confronto con le amministrazione dei Comuni vicini, anche attraverso la mediazione della Provincia, per coordinare luso e la destinazione delle varie aree edificabili poich evidente che le scelte di ogni amministrazione hanno ripercussioni sui Comuni limitrofi; se queste amministrazioni si sottraessero al confronto, il loro comportamento andrebbe denunciato pubblicamente affinch i cittadini cremonesi possano valutare le reali responsabilit dei vari amministratori riguardo alla gestione del territorio. Se non si cercasse il confronto o non si denunciasse il mancato confronto, sarebbe chiaro che lodierno andazzo fa comodo a tutti, anche alla giunta Perri! Ci rendiamo perfettamente conto che, dato il contesto economico attuale, i commercianti, come anche altre categorie economiche, si scontrano con una crescente difficolt nel gestire le proprie attivit;

"

la posizione delludc

non vogliamo attuare una difesa dufficio che viene fatta molto pi efficacemente e propriamente dalle associazioni di categoria, ma richiamare con forza lattenzione sul corretto utilizzo degli strumenti di programmazioni urbanistica con effetti diretti sulla vita di tanti cittadini e di tante famiglie. Segreteria Udc Cremona ***

"

questione morbasco sud

A questo punto ci chiediamo: chi tutela lambiente e i cittadini?


Egregio direttore, qualcuno ricorder sicuramente tutte le osservazioni e le proteste nate dopo lapprovazione del PII Morbasco Sud: una abnorme cementificazione edilizia che andava oltre la ragionevole espansione in lotti gi interclusi tra palazzi esistenti, violando il perimetro del Plis del Po e del Morbasco e il vincolo idrogeologico, modificando pure il piano geologico per giustificarne la scelta, senza dimenticare il danno ambientale e paesaggistico. Tutte le osservazioni furono respinte dallamministrazione comunale, a volte anche con toni rabbiosi e la costruzione dei palazzi ebbe inizio. Abbiamo chiesto in Regione un parere, documentando i nostri dubbi e la risposta ci ha colpiti. Non risulta agli atti della scrivente Direzione Generale che sia mai pervenuta, da parte del Comune di Cremona, la prescritta richiesta di parere regionale sulla compatibilit idraulica delle previsioni dello strumento urbanistico e sulla valutazione del rischio idrogeologico sopra menzionato. () Come sopra evidenziato, tuttavia, proprio il medesimo Pgt ad esser carente del parere regionale obbligatorio prescritto dalla Dgr n. 8/1566 del 22/12/2005, vigente allepoca di approvazione del Pgt, paragrafo 5.3.2 Aree a

rischio idrogeologico molto elevato. Si rammenta, inoltre, che identica prescrizione stata riproposta dal paragrafo 5.3 della Dgr 9/2616 del 30 novembre 2011, attualmente vigente, riguardante laggiornamento dei criteri per la definizione della componente geologica, idrogeologica e sismica del Pgt. Insomma, una procedura non proprio esemplare. Il problema per rimane, ed ecco la soluzione prospettata dalla Regione per limitare i possibili danni ai quali potrebbe essersi esposto il Comune: In via collaborativa, dunque, sinvita lamministrazione comunale in indirizzo a voler riconsiderare gli aspetti di criticit nelliter di approvazione del Pgt sopra evidenziati e a voler eventualmente assumere i necessari provvedimenti, in via di autotutela, al fine di ricondurre la fattispecie nella cornice normativa delineata. Il danno, per, ormai fatto e lo pagano lambiente e i cittadini, rimasti inascoltati e respinti dallamministrazione comunale che, invece, ha ancora la possibilit di autotutelarsi per gli errori commessi. La domanda a questo punto ovvia: ma allora, chi tutela lambiente e i cittadini? Luci Cremona ***

"

oggi la raccolta firme

Petizione per abrogare i buoni scuola in regione


Egregio direttore, oggi in programma una mobilitazione in tutta la regione Lombardia per la raccolta firme in calce alla petizione che chiede al Consiglio regionale di abrogare i buoni scuola o meglio la cosiddetta dote scuola per la libert di scelta. Si tratta di un finanziamento pubblico indiretto ma esclusivo alla scuola privata che assorbe la grande maggioranza delle risorse regionali lombarde destinate alla scuola, aggirando il dettato dellart. 33 della Co-

Il cablaggio di AemCom sar gatruito per tutti i costruttori?


Signor direttore, premesso che limpresa Beltrami ha in corso in via Mosa un cantiere per residenze di grande pregio per sostenibilit ed innovazione, AemCom doter tutti gli appartamento di una connessione in fibra ottica, rendendo disponibile una banda utile fino a 100 mega bit al secondo, al fine di realizzare una avanzatissima soluzione di domotica che tale soluzione arrecher un valore aggiunto notevolissimo ai suddetti appartamenti, rendendoli pi appetibili sul mercato. Si apprende per dalla stampa che AemCom si accollebbe lintero costo del cablaggio, considerato che sarebbe naturalmente auspicabile la diffusione dei condomini digitali, interroghiamo il sindaco per conoscere se la cablatura gratuita sia una generosa scelta aziendale di AemCom per stimolare la diffusione di tali condomini e pertanto da garantirsi a tutti i costruttori che intendano adottare tali avanzate soluzioni, oppure sia da considerarsi un omaggio riservato unicamente allimpresa che ha fatto da apripista. I consiglieri Maura Ruggeri, Annamaria Abbate, Caterina Ruggeri

"

interrogazione del pd

Egregio direttore, brutta serata quella di gioved sera. La Conferenza dei Comuni della provincia di Cremona ha non solo deliberato supinamente il consistente aumento della tariffa proposto dalla Aeeg, giudicato da molti illegale in quanto retroattivo; ha anche evitato di riconoscere sotto qualunque forma il diritto dei cittadini ad essere risarciti della remunerazione del capitale investito. Pochi interventi da parte di sindaci coraggiosi, a partire dal sempre lucido sindaco Venturelli di Madignano, hanno posto questo problema, ma il sacrosanto rilievo caduto nel vuoto pneumatico della politica locale. La discussione

Deliberato il consistente aumento delle tariffe!


stata peraltro accesa, registrando interventi anche validi come quelli dellex presidente Torchio o del sindaco Aldo Casorati di Casaletto Ceredano, ma a nulla sono serviti a fronte della pesante sudditanza psicologica di tanti sindaci nei confronti dellAato e della sua interpretazione delle norme. Lassemblea neppure ha sfiorato lipotesi di prendersi qualche giorno per riflettere e verificare le possibili alternative: particolarmente infausti gli interventi dei sindaci Cavalli e Silla, che dando per scontato lobbligo ad approvare la tariffa, hanno di fatto tolto nerbo ai forti malumori che ormai regnavano in sala. Meglio una squallida

FOCUS

soluzione allitaliana: approvo la tariffa ma poi chiedo allazienda di non applicarla. Come sempre, i sindaci costretti a pietire dalle loro aziende. Davvero encomiabile invece (e forse lintervento pi politico e sensato di tutta la serata) la protesta vibrata della prima cittadina di Stagno Lombardo, Donatella Mazzeo, indignata per il fatto che per lennesima volta lAato abbia chiesto ai sindaci di esprimersi con parere vincolante su materia cos delicata e complicata fornendogli la documentazione la mattina stessa della riunione. Giampiero Carotti Per il Comitato Acqua Pubblica del Territorio Cremonese

12

Sabato 20 Aprile 2013

PARTITO DEMOCRATICO

Il segretario cremasco sar, forse, Bragonzi


Mentre andiamo in stampa, il Partito Democratico si appresta a eleggere il nuovo coordinatore del circondario cremasco. Un ruolo che era ricoperto da Matteo Piloni e che, ad un anno dalla sua elezione quale presidente del consiglio comunale, il giovane democratico, costretto a lasciare. Per troOmar Bragonzi vare un sostituto, il Pd ha avviato un confronto con i 25 circoli del territorio che culminato in settimana con lultima tappa al circolo di via Bacchetta a Crema. Molti circoli hanno portato avanti una richiesta particolare: che a coordinare il territorio non sia pi una unica figura ma una sorta di triumvirato. Opzione per che sembra essere scartata. Pi si avvicina lora dellassemblea pi si fa forte la candidatura di Omar Bragonzi, sindaco di Montodine. Dopo il no di Marco Cavalli, altro sindaco cremasco, ecco prendere piede la candidatura di Bragonzi. A sostenerla anche il gruppo dei Giovani Democratici. In testa Jacopo Bassi che proprio nella assemblea di Crema avrebbe perorato la candidatura di Bragonzi. Spiega Bassi: Io credo che si lavorer per trovare un unico candidato al quale poi si affiancheranno altre persone come gruppo, come staff. Sar un ruolo totalmente gratuito e di volontariato. Io sostengo la candidatura di Bragonzi. E sono convinto che da questa assemblea usciremo con un coordinatore unico. Bragonzi il nome pi accreditato perch risponde al profilo ideale tracciato dai circoli del territorio. La richiesta giunta forte e chiara: un giovane, che abbia tempo libero, e che sia rappresentativo di tutto il cremasco e non solo di Crema. Caratteristiche incarnate perfettamente da Bragonzi che ha meno di 40 anni, in scadenza di mandato ed esponente del circolo di Montodine. Comunque vada, chi erediter il ruolo di Piloni non avr certo vita facile. Da un lato si trover alle prese con una organizzazione complessa e molto radicata sul territorio, che conta 25 circoli e parecchie centinaia di iscritti, dallaltra dovr tenere unite le fila di una partito, quello Democratico, che a livello nazionale sta esplodendo schiacciato nella lotta tra il rottamatore Matteo Renzi e lex candidato e quasi ex segretario Pierluigi Bersani.

Passi carrai: tassa (quasi) sicura


di Michela Bettinelli Rossi uesta mattina, sabato 20 aprile, si terr un nuovo tavolo di maggioranza. Al centro della discussione, ancora, il bilancio di previsione del 2013. Mancano allappello circa 5 milioni di euro e le forze politiche a sostegno di Stefania Bonaldi stanno cercando di far quadrare il cerchio. Unimpresa che sempre pi difficile e mette in luce piccole crepe nel gruppo di lavoro che racchiude i partiti a sostegno del sindaco: PD, Sinistra Ecologia e Libert, Rifondazione Comunista e le liste civiche Crema Bene Comune, Obiettivo Crema, Lavoro @ Impresa e Crema Cambia. Le proposte portate avanti dallassessore Morena Saltini non convincono la citt n tantomeno gli alleati del sindaco. La prima perplessit sul piatto laumento dellIrpef. La percentuaMorena Saltini, assessore al Bilancio

Questa mattina nuovo tavolo della maggioranza sul bilancio. Irpef: +60%?
vincere sarebbe, quindi, laumento indiscriminato della pressione fiscale senza, per il momento, la salvaguardia dei redditi pi bassi. Un tema che Sinistra Ecologia e Libert ha intenzione di porre in discussione, come confermato da Emanuele Coti Zelati. Il tavolo di maggioranza ha anche proposto un taglio ai contributi concessi al Museo, quasi 400 mila euro lanno, e alla Fondazione San Domenico per la scuola Folcioni. Ipotesi fermamente respinte dal sindaco. Per il momento non si tocca nulla. Intanto pi di 600mila euro sono stati recuperati dalle societ partecipate. Liniziativa partita da Alvaro Dellera (SeL) ed Emilio Chiodo (Obiettivo Crema) che hanno suggerito allassessore di recuperare i soldi che le partecipate devono al comune. Un gruzzoletto che per non basta. Si fa sempre pi concreta lipotesi della Cosap. Il canone di

CREMA

le si aggira a circa il 60%. Dallo 0,5 allo 0,8 per mille. Si stima una media di 44 euro in pi a cittadino. E la perplessit pi grande appunto relativa alle famiglie. Una famiglia di tre persone sarebbe quindi costretta a pagare 132 euro in pi. Una famiglia di due adulti e due bambini 176 euro in pi. A non con-

occupazione di suolo pubblico dovrebbe essere introdotto per i passi carrai e portare nelle casse del comune circa 400 mila euro. Allo stesso tempo viene posto nel cassetto laumento Imu sulla seconda casa. Oggi sotto i riflettori ci finiranno gli assessori. Eccezione fatta per il vice sindaco Angela Beretta , titolare della delega alle politiche sociali, gli altri non hanno ancora detto come vogliono strutturare il proprio programma e di conseguenza come verranno spesi i soldi recuperati. Quello che certo che la via della leva fiscale, laumento delle tasse, molto pi di unipotesi. Nella riunione di stamattina si far il punto e si cercher di chiarire tutte le perplessit sul tavolo. Ma la strada intrapresa dallamministrazione Bonaldi sta passando dallaumento delle tasse. Unopzione che crea un certo nervosismo allinterno della maggioranza.

Invasione di extracomunitari elemosinieri


Troppi extracomunitari elemosinieri. Una situazione che si sta facendo intollerabile. Su questo tema della carit pelosa ha scritto uninterpellanza il consigliere del Pdl, Simone Beretta. Che ha preso di mira la presenza fastidiosa e insistente di chi vuole racimolare, comunque, il suo gruzzoletto giornaliero, irritando i passanti. E, secondo Beretta, i cremaschi si lamentano per la criticabile invasione non solo allospedale di Crema, dove la situazione tanto evidente quanto devastante, ma anche in piazza Aldo Moro, in piazza Trento e Trieste, in piazza Duomo piuttosto che in via Mazzini o via XX Settembre. Ed in altre parti ancora. Che citt quella nella quale ad ogni angolo trovi qualcuno che ti lavora ai fianchi per sfiancarti nel tentativo di chiederti dei soldi? Si chiede Beretta. Che analizza: C chi in grado di difendersi, altri che per liberarsene danno la monetina, ma c anche chi in difficolt sia a dare la monetina che sul piano psicologico. La citt torni a respirare. Se non si interviene, sar sempre peggio e chiudere gli occhi rispetto a questa realt, facendo finta di niente, si commette un errore. Nessuno razzista, io non lo sono di certo, e sono in tanti a pensarla come me. C solo da sperare che la giovane assessore alla Cultura non abbia riempito la citt di faccioni per rendere stanziale la presenza degli extracomunitari che pretendono la monetina a Crema. Con questa interpellanza, Beretta chiede, appunto, quali contromisure si intendono adottare per non fare della nostra citt una citt ulteriormente occupata da extracomunitari elemosinieri?

Interpellanza di Simone Beretta: quali contromisure vuole prendere la maggioranza in Comune?

Lega, sezioni aperte per parlare alla gente


Dal 18 al 20 aprile in tutte le sezioni del cremasco della Lega saranno organizzate riunioni, con militanti e sostenitori, per discutere di politica e di proposte concrete da portare sul tavolo di Palazzo Lombardia e in subordine a Roma. Liniziativa denominata Sezioni Aperte e vede coinvolte nelle tre giornate tutte le 622 sezione lombarde del Carroccio. Questa iniziativa nasce dalla volont di un maggiore coinvolgimento attivo delle sezioni nelle scelte amministrative e politiche del movimento. Il senatore Roberto Mura, commissario provinciale della Lega di Crema, ha precisato che durante le riunioni verranno affrontati temi come la macroregione, le priorit per la nuova legislatura, la crisi del lavoro e le opere infrastrutturali indispensabili per l'economia lombarda, senza tralasciare la sicurezza, la sanit e il welfare. Una mobilitazione di massa dei nostri militanti ha dichiarato il segretario nazionale Matteo Salvini, che rappresenta una risposta forte agli attacchi di chi, nei giorni scorsi, ha dipinto una Lega divisa.

Troppi pass per il centro: tagli entro fine anno


Entro il 31 dicembre, lamministrazione rivedr le autorizzazioni in deroga per laccesso alla Zona a Traffico Limitato (Ztl) del centro storico. Con un primo step entro 120 giorni per alcune tipologie specifiche. Abbiamo verificato afferma il sindaco Bonaldi, che il numero di pass nella zona a traffico limitato pari a 3.314. Una cifra spropositata se si tiene conto della limitatezza dellarea in questione. A ci si aggiungano 2.300 permessi annui che vengono rilasciati in maniera temporanea per un massimo di tre giorni. Credo che, nel tempo, la situazione sia sfuggita di mano. La giunta ha perci deciso di affrontare una situazione a dir poco anomala e di ridurre i permessi. Si partir dal controllo dei pass degli aventi diritto che riguardano le categorie istituzionali, delle altre categorie denominate varie e dei pass dellassistenza domiciliare. Alla categoria Assistenza domiciliare spiega il sindaco, sono stati rilasciati 158 permessi. Quindi significa che tra via Mazzini e via XX Settembre, dovrebbero, il condizionale dobbligo, vivere almeno 158 persone bisognose di assistenza. Una situazione inaccettabile. Ai dipendenti della pubblica amministrazione e amministratori sono concessi attualmente 173 permessi in deroga, mentre alla categoria Autorizzazioni varie i pass sono 221. Sar il comando della polizia locale a verificare lidoneit delle richieste e il permanere delle condizioni che li hanno determinati; potr richiedere, nei casi dubbi, possibili restrizioni di concessione. Senza volere creare alcuno spauracchio nei confronti di chi ha diritto, come le attivit commerciali ed evidentemente i residenti con posto auto, verificheremo in ogni caso la corrispondenza dei dati in quanto evidente che siamo di fronte a numeri che destano quanto meno perplessit, quando non addirittura sconcerto.

Contro le promesse, nuova addetta stampa


Crociera COSTA MEDITERRANEA
Creta-Santorini-Mykonos-Smirne-Samos-Kos-Rodi-Creta Cabina: Interna 799 - Finestra 899 - Balcone 1050 Da aggiungere 280 che includono: Bus x aeroporto - Mance Bevande - Tasse Portuali LA QUOTA COMPRENDE: bus da Crema per laeroporto VOLO AEREO per Creta Crociera 8 giorni e 7 notti - Pensione completa - Bevande ai pasti Quote di servizio (mance) - Tasse portuali Quota iscrizione LA QUOTA NON COMPRENDE: Assicurazione annullamento 35 TERMINE PER LE ISCRIZIONI 29 MAGGIO 2013 (acconto 300 Saldo 03 agosto) Oltre tale data disponibilit e quotazione in richiesta !

7 Meraviglie in 7 Giorni dal 06 al 13 Settembre 2013

ORARIO CONTINUATO: da luned a venerd dalle 9.00 alle 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30 Da Marzo anche sabato pomeriggio 15.30 18.30

Dovremo pagare - molto probabilmente - il 60% in pi di Irpef, ma il Comune continua ad assumere: altri tre vigili urbani (questo diventato lo sport cremasco, da Ceravolo a Bruttomesso e ora alla Bonaldi, pur sapendo che non importante il numero dei vigili, ma quanti di loro escono dallufficio per stare sulle strade), e altri impiegati. Tra questi, una giornalista allufficio stampa. Nonostante le rassicurazioni contrarie in campagna elettorale. Per questo compito, il sindaco sosteneva di poter contare sul personale comunale. Nel quale, ricordiamo, opera Vittorio Vantadori che, ai tempi della giunta Ceravolo, era giudicato un genio della

comunicazione. E sembra che sia ancora considerato un fuoriclasse in questo mestiere. Allora, qual motivo del contrordine, compagni? Lo spiega il sindaco stesso: In questi 11 mesi di mandato amministrativo dichiara Stefania Bonaldi, mi sono resa conto di quanto sia vitale per i cittadini che lamministrazione comunichi in modo costante e completo. Ma visto che con le attuali forze interne al Comune questo davvero complicato, ritengo di avvalermi della collaborazione di un professionista della comunicazione che stato individuato nella dottoressa Sabrina Grilli. Che, guarda caso, tra tutti i giornalisti professio-

nisti in circolazione, la Grilli pu vantare il merito di essere gi stata candidata consigliere comunale nella lista Buongiorno Crema, una lista che faceva il tifo per la Bonaldi. Ma quanto ci coster? Avverte il sindaco: La spesa derivante dallincarico sar di 10.951 euro per lanno 2013 e di 14.602 euro lordi, allanno, nei prossimi 36 mesi. Importi che ritengo rispettosi degli interessi considerati, in equilibrio tra il dovere di comunicare con i cittadini e le risorse delle casse comunali. Auguri a Sabrina Grilli. Tutto bene, dunque? C chi non soddisfatto, per esempio, Simone Beretta, consigliere co-

Simone Beretta

munale per il Pdl. Il sindaco libero di assumere chi vuole, ma non di prendere in giro gli elettori avverte. E sottolinea: Oggi fa quello che fino a ieri vantava di non fare. E poi non neppure una bella cosa spendere soldi in questo momento, quando anche solo qualche euro potrebbe ritornare utile alle loro cause sociali tanto sbandierate.

Crema

Sabato 20 Aprile 2013

13

Furto di rame al cimitero


di Gionata Agisti

E successo a Cremosano. Alcuni abitanti sono disposti a pagare le telecamere

Gabriele Duranti, un giovane talento

axi furto al cimitero di Cremosano. Nella notte tra marted 16 e mercoled 17, sono stati sottratti diversi quintali di rame. Non la prima volta che i ladri rubano questo metallo nei diversi cimiteri del nostro territorio e non una novit nemmeno per la stessa Cremosano, visto che qualche tempo fa erano gi spariti i canali di scolo, anch'essi in rame. Questa volta, per, il furto stato molto pi ingente: il bottino raccolto ammonta a diverse migliaia di euro. A essere stati spogliati sono i tetti di otto cappelle, di propriet di altrettanti residenti di Cremosano e ad accorgersi del furto stata proprio una persona del paese, che il mattino seguente ha prontamente avvistato la polizia locale, arrivata sul posto insieme ai carabinieri di Crema. Anche altre due o tre cappelle sono ricoperte di rame ma queste, forse per mancanza di tempo, sono state risparmiate dai ladri. Altre ancora, invece, hanno una guaina meno preziosa come copertura e, pertanto, sono risultate prive di interesse, cos come alcune statue in bronzo all'interno delle stesse strutture. Il cimitero del paese si trova lungo la strada che collega Cremosano a Campagnola. Nelle immediate vicinanze, ci sono alcune cascine ma nessuno dei diversi cani da guardia ha abbaiato e quindi i proprietari non si sono accorti di nulla, nemmeno il metronotte. Ripristinare l'intera copertura richiede almeno 100mila euro, ci riferisce Antonio Cella, una delle vittime del furto. Questa volta sono obbli-

gato a mettere delle guaine pi semplici, anche se non la stessa cosa dal punto di vista estetico, ma d'altra parte non vale davvero la pena rifare le stesse coperture in rame. Il rammarico che, 5 o 6 anni fa, noi proprietari delle cap-

Antonio Cella

pelle avevamo proposto all'amministrazione comunale di posizionare delle videocamere per la sicurezza. C'era gi allerta per un possibile furto, anche perch, nel periodo precedente, si erano verificati dei piccoli episodi di vandalismo: vasi di fiori rubati, cos come piccoli oggetti di devozione. Abbiamo riferito all'amministrazione che eravamo disposti a sostenere noi stessi la spesa necessaria, tanto pi che i costi non erano elevati, ma non se ne fece niente e non ho mai capito bene il motivo: si parl di problemi legati alla privacy. Ad ogni modo, il problema non si pone pi, a maggior ragione se utilizzeremo delle guaine diverse in sostituzione del rame. Tuttavia, il vice sindaco Raffaele Perrino, a suo tempo primo cittadino, smentisce quanto sopra: Confermo che fu proposto al Co-

mune di adottare un sistema di videosorveglianza per il cimitero ma non mi risulta che i proprietari delle cappelle abbiano espresso lintenzione di coprire le spese. Sarebbe stata sciocca lamministrazione comunale a non accettare. Se ci fosse una richiesta in tal senso, potremmo parlarne anche oggi. Diversamente, le risorse comunali di cui il Comune dispone non consentono alcuna iniziativa autonoma in questa direzione, anche perch riteniamo che ci siano altre priorit a cui far fronte. Dopodich, vero: occorre verificare che non ci siano problematiche di carattere normativo, relative al rispetto della privacy, ma non credo, dal momento che il Comune potrebbe mettere a disposizione le riprese solo alle forze dellordine, in casi come quello capitato in questi giorni.

Tre anni fa, a un seggio finale dell'istituto Folcioni abbiamo scoperto un piccolo pianista di 11 anni che suonava Sogno damore di F.Liszt in modo perfetto ed emozionante, L'anno scorso addirittura abbiamo riascoltato il bambino, ormai dodicenne, in un concerto completo con un progamma massiccio e impegnativo su autori quali Prokofiev, Schumann, Liszt e il Beethoven delle 32 variazioni. Recentemente, per la chiusura dell'anno scolastico, lo abbiamo ritrovato ad affrontare addirittura la Sonata Op 2 N2 di Beethoven, che richiede 25 minuti di concentrazione intensa e grandi capacit espressive. Nel frattempo il ragazzo ha compiuto 13 anni, ma prima ha vinto uno dei pi prestigiosi concorsi nazionali: 1 premio Citt di Giussano, con grande soddisfazione di tutti: Giovanni Marotta, presidente della Fondazione San Domenico, che gestisce il Folcioni, diretto da Lupo Pasini. Va sottolineato lo stile del bravo pianista in erba, ricco di sensibilit, attento alle minime sfumature, capace nei giochi dinamici e nei contrasti che regalano vivacit alla pagina eseguita e, perch no, anche, diciamo anche della notevole preparazione tecnica. Il suo nome Gabriele Duranti. Il suo insegnante l'ottimo Enrico Tansini, pianista di vaglia e didatta capace, che ora pu raccogliere il giusto plauso per l'esito brillante del suo lavoro. Insieme a Duranti, abbiamo ascoltato la brava Eleonora Filipponi nella Sonata OP:31 N3 eseguita con profonda partecipazione e grande intensit. Molti applausi per i due ragazzi da un pubblico, attento e competente, anche se non numeroso. Non ci resta che augurare a questi giovanissimi il successo che meritano. (Eva Mai)

Crema pronta a ospitare la 37esima edizione del trofeo Angelo Dossena, dedicato alla primavera delle squadre di calcio, che andr in scena dal prossimo 16 maggio al 23 maggio, giorno della finale al Voltini. Nella serata di luned scorso, 15 aprile, presso il teatro San Domenico, si tenuto il gal di presentazione, condotto dal giornalista Marco Civoli, in tandem con Cristina Firetto e introdotto da un'esibizione degli allievi della scuola Danza U.S. Acli di Chieve di Elena Bonizzi e dai saluti del presidente del comitato organizzatore, Angelo Sacchi, e del sindaco, Stefania Bonaldi. Davanti a una numerosissima platea, stato illustrato il programma del torneo di calcio, che vede 8 squadre partecipanti: sei italiane e due straniere. Le squadre di casa nostra saranno: il Novara, in sostituzione del rinunciatario Albinoleffe - campione in carica -, l'Atalanta, il Bologna, il Brescia, il Chievo-Verona e il Milan. Il calcio internazionale sar rappresentato invece dalla Svezia, con il ritorno a Crema del Goteborg, gi presente nel 2011, e la novit Etoile Lusitana, squadra senegalese fondata dallattuale tecnico del Real Madrid, il portoghese Jos Mourinho. Due le teste di serie: il Novara e lAtalanta, che vanta uno speciale record di presenze al

Trofeo Dossena: prima le star, poi le squadre

Dossena: ben 35 su 37 edizioni. Diverse le localit sui cui campi si disputeranno le gare del torneo: Crema, Offanengo, Bagnolo Cremasco, Romanengo e Sergnano per la nostra provincia. San Paolo, Bagnolo Mella e Quinzano per quella di Brescia. Lodi, Martinengo - in provincia di Bergamo - e Vignate, nel Milanese. Un incontro verr disputato anche a Cremona, presso il centro sportivo Giovanni Arvedi. Parallelamente al Dossena, si disputer anche il trofeo Poletti, dedicato alle categoria Pulcini 2002-2003. Sul prato del Voltini, scenderanno in cam-

po l'Alba Crema, il Castelnuovo, la Pergolettese, il Crema 1908, il Grumulus, lo Standard, l'Atalantina e l'Offanenghese. A impreziosire la serata, alcuni illustri ospiti, invitati a ritirare il premio Giorgio Giavazzi - Stella del Dossena, in memoria dell'omonimo giornalista de La Gazzetta dello Sport, collaboratrice dell'iniziativa, assegnato ai giocatori e ai tecnici che, partendo dal torneo cremasco, si sono poi affermati sui palcoscenici nazionali ed internazionali. Le Stelle del Dossena 2013 sono Maurizio Ganz, Riccardo Montolivo e

Devis Mangia. Ganz, ex giocatore di Atalanta, Inter e Milan, ha partecipato al torneo con la maglia blucerchiata della Sampdoria nel 1987. Montolivo, attuale pilastro di centrocampo del Milan, nonch titolare della nazionale maggiore, prese parte al Dossena con la maglia dell'Atalanta durante l'edizione del 2003, conquistandosi la finale, poi persa contro gli argentini del Boca Juniors. Mangia, tecnico della Nazionale Under 21 ed ex allenatore del Palermo, fu alla guida del sorprendente Varese, che si distinse nell'edizione 2011. per noi un grande onore poter

consegnare questo premio a tre grandi campioni del calcio di casa nostra ha commentato Angelo Sacchi. Campioni che proprio a Crema hanno rivelato le loro qualit. D'altra parte, a noi del Dossena piace vederli prima questi campioni ancora in erba, magari per mano ai nostri figli, per insegnare loro che lo sport sacrificio, che non ti regala nulla ma che ti sa ricompensare, in primis con tanto divertimento e soddisfazione, e poi con il resto. La serata quindi proseguita con una tavola rotonda, dedicata alla crescita dei giovani nello sport. Presenti: don Alessio Albertini, consulente del Csi Nazionale, Massimo Achini, presidente nazionale del Csi, ed Emiliano Mondonico che, oltre ad essere un amico del Dossena, conosciuto per le sue esperienze su panchine importanti della Serie A e B ed ambasciatore Csi. Sempre a proposito di giovani, intervenuto anche l'ex calciatore Filippo Galli, ora responsabile del settore giovanile del Milan, per illustrare il Progetto giovani, con cui la societ rossonera intende far crescere nuovi talenti. Si tratta di presenze importanti e significative ha evidenziato Sacchi, che confermano quanto questa serata sia diventata ormai un incontro atteso e rilevante a livello nazionale. Gionata Agisti

cronaca nera

Alle ore 4,10, i carabinieri di Soncino , in via XXV Aprile, intimavano alt allautista di un autocarro Fiat Fiorino che non si fermava, abbandonava poi il veicolo e fuggiva a piedi fra le case, favorito anche dalloscurit. Lautocarro recuperato, e poi restituito al legittimo proprietario, risultato rubato lo scorso 10 aprile a Rivolta dAdda a un pensionato 64enne del luogo e denunciato ai carabinieri lo stesso giorno del furto. A bordo del veicolo sono stati trovati macchinari ed attrezzi da giardinaggio (tagliaerba a motore, decespugliatore e motosega), frutto di altri furti, e sottoposti per questo a sequestro in attesa dellidentificazione degli eventuali legittimi proprietari.

Soncino: furto, inseguimento Bar di Offanengo: e recupero di autovettura razzia di vini e liquori
A Offanengo, i carabinieri sono intervenuti nel bar New Poppinjay di M.F., 26 anni, residente in paese, dove poco prima avevano rubato varie confezioni di vini e liquori di varie marche, una macchinetta slot-machine e un cambiamonete, dandosi alla fuga a bordo di una Ford Escort di propriet di cittadino senegalese, 50 anni, residente in Comun Nuovo (Bg). La battuta eseguita permetteva di trovare il veicolo e le macchinette senza soldi nella vicina via San Francesco dAssisi.

Romeni denunciati: Enel, tentano 34enne arrestato di rubare rame per stupefacenti arnesi da scasso
I carabinieri hanno deferito in stato di libert alla locale Procura i romeni M.M. di anni 35, B.M.N. di anni 25, M.A.D. di anni 24 e B.T. di anni 25, responsabili, in concorso tra loro, di possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli. Questi personaggi sono stati fermati nella notte a Rivolta dAdda a bordo VW Golf intestata a prestanome, e trovati in possesso di arnesi atti allo scasso, poi sequestrati. I carabinieri di Romanengo, sono intervenuti alla cabina ENEL lungo la provinciale per Socino, dove ignoti, si erano introdotti al suo interno prelevando otto barre di rame per un peso complessivo di 25 chili, ma poi sono stati costrette ad abbandonarle sul posto perch era entrato in funzione il sistema allarme antintrusione. Il pomeriggio del 12 aprile i carabinieri di Crema e di Pandino, a conclusione di servizio di contrasto al fenomeno dello spaccio di stupefacenti, hanno arrestato il marocchino 34enne L.T. - residente a Vailate ma di fatto abitante a Palazzo Pignano - perch responsabile di spaccio e detenzione ai fini di spaccio stupefacenti hashish e ricettazione.

14

Sabato 20 Aprile 2013

Crema

di Redazione

uesta sera, sabato 20 aprile, alle ore 21, nella sala Alessandrini, il Corpo Bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema proporr il tradizionale Concerto di Primavera, giunto alla sua 18 edizione. Anche questanno, come consuetudine per il corpo bandistico, levento coincide con un gesto di beneficenza a favore di un'associazione cremasca attiva nel mondo del volontariato. In questoccasione, la scelta caduta sullErgoterapeutica Artigianale Cremasca-Societ Cooperativa Socialeonlus, una realt del volontariato che ha sede proprio in citt, in via Silvio Pellico. L'associazione si occupa dellinserimento lavora-

Stasera, sabato, alle ore 21, in sala Alessandrini. In favore dellassociazione Ergoterapeutica
tivo di una trentina di ragazzi e ragazze con disabilit fisiche, sensoriali e psichiche. Liniziativa stata presentata nella mattinata di marted 16, nella sede della stessa Ergoterapeutica, dal presidente del Corpo Bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema, Antonio Zaninelli, affiancato dalla presidente dell'associazione ospitante, Savina Polonini. Alla conferenza stampa, erano presenti il presidente del Consiglio comunale, Matteo Piloni, che ha portato i saluti dellamministrazione e il suo apprezzamento per la disponibilit e limpegno della Giuseppe Verdi nei confronti delle varie associazioni benefiche del nostro territorio, e il vice presidente del corpo bandistico, Giovanni Belloni, responsabile organizzativo di tutti gli eventi. Accanto al presidente, anche le gemelle Eva e Roberta Patrini, clarinettiste, oltre che direttori di orchestra. A dirigere la Giuseppe Verdi, sabato sera, sar Eva, che ha presentato al pubblico un concerto che sar caratterizzato da brani allegri e ritmati. La prima parte offrir alla platea

Il Concerto lo suona la Banda


brani come: There's no business like show business di I. Berlin, con arrangiamento di N.

Nella foto da sinistra: Roberta Patrini, Eva Patrini, Antonio Zaninelli, Savina Polonini e Matteo Piloni.

Iwai, Oregon di J. De Haan, Jungle Fantasy, sempre arrangiato da N. Iwai e Satchmo, con

arrangiamento di T .Ricketts. Nella seconda parte: il tema musicale del film di successo I Pirati dei carabi, composto da K. Badelt e arrangiato da T. Rickett, un medley di brani tratti dal film della Disney, La Sirenetta, composti da A. Menken e arrangiati da T. Hoshide. Unaltra colonna sonora a essere eseguita sar quella del film La maschera di Zorro, di J. Horner, arrangiata da T. van Grevenbroek. Infine, un medley di Glenn Miller, arrangiato da N. Iwai e un classico pezzo come When the saints go marching in, rielaborato dallo stesso Iwai. La serata sar a ingresso libero e, al termine del concerto, sar possibile acquistare piccole composizioni floreali e piante, prodotte e confezionate dallErgoterapeutica Artigianale Cremasca.

Manifestazioni del 25 Aprile: ecco il programma Corsa campestre, 150 ragazzi coinvolti
In settimana si celebra il 25 Aprile. Queste sono le manifestazioni che si svolgeranno in citt Mercoled 24: ore 21, Sala Pietro Da Cemmo, S. Agostino - Voci, volti immagini della guerra e della Resistenza. Proiezione di interviste a cremaschi sulla guerra e la lotta partigiana e lesecuzione di canti popolari eseguiti dal gruppo I giorni cantati di Calvatone. Gioved 25: raduno delle autorit in piazza Duomo (ore 9,45), messa nella chiesa di S. Bernardino (ore 10), deposizione corone ai Caduti presso il Famedio di piazza Duomo (ore 10,45), presentazione del progetto Museo della Memoria del Novecento di Crema e del Cremasco in sala Pietro da Cemmo (ore 11,15), 25 aprile in tango da Crema a Concordia (ore 17) i tanghi argentini del cremasco Domenico Uggetti rivisitati dal M Lupo Pasini. Esibizione della scuola di tango di Santa Crus.

vaiano cremasco

TRIGOLO E FIESCO CELEBRANO LANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

Sabato 13 Aprile nei giardini pubblici di via I Maggio a Vaiano si svolta la corsa campestre organizzata dalla Polisportiva Vaianesese in collaborazione con le scuole medie Giovanni Vailati, lassociazione Donatori di sangue istituto tumori di Milano e lAuser sezione di Vaiano Cremasco. Gli alunni coinvolti, circa 150 del plesso Vaianese, divisi tra maschi e femmine e in batterie in base alle classi frequentanti, si sono sfidati lungo il percorso tracciato nel giardino pubblico adiacente alla scuola. Le distanze calcolate in base alle fasce det sono state ripartite in: 500 metri per la batteria femminile di 1.a media, 900 metri per la 1.a media maschile, 2.a e 3.a media femminile, e 1000 metri per la 3.a media maschile. A supportare gli alunni, linsegnante Alberto Gobbo preposto alla preparazione dei ragazzi, i podisti Vaianesi capeggiati dal responsabile tecnico Mario Guerci, lassessore alla cultura Valdameri e allo sport Ogliari. Presente anche la Polisportiva amatori Monte Cremasco, la Croce Verde di Soncino . I primi tre classificati sono stati premiati con una meda-

glia, e alla sezione vincitrice stata consegnata una targa in ricordo della giornata, offerte dallassociazione ADSINT di Vaiano Cremasco, Auser sezione di Vaiano Cremasco, e Polisportiva amatori Monte Cremasco, sempre partecipi alle manifestazioni e ai progetti in cui sono coinvolti i bambini e i ragazzi delle scuole vaianesi. In questi anni le molteplici iniziative promosse dalla Polisportiva Vaianese, grazie anche alle istituzioni locali, tra cui le scuole e i comuni del nostro territorio, a tutti i volontari che collaborano con noi, hanno avvicinato alcuni adolescenti allattivit sportiva agonistica, anche con buoni risultati nelle varie discipline spiega il responsabile organizzativo della Polisportiva Agostino Manenti. Nellultimo anno linteresse per lo sport nei ragazzi aumentato, e tutti gli sforzi fatti sono stati pienamente ripagati. Nei prossimi mesi oltre a mantenere le ormai consolidate attivit che portiamo avanti nelle scuole da molti anni, ci saranno come sempre delle novit, con la presentazione di nuovi sport alternativi a quelli che gi conosciamo.

Si tiene gioved 25 aprile a Trigolo la commemorazione del 68 anniversario della liberazione dal nazi-fascismo con la cerimonia, organizzata dalla locale sezione combattenti, reduci e simpatizzanti in collaborazione con lamministrazione comunale, che avr inizio alle ore 9.15 con lalzabandiera in piazza del comune, la deposizione della corona dalloro al monumento ai caduti e il discorso commemorativo del sindaco Christian Sacchetti. Si former, poi, il corteo preceduto dal corpo bandistico Giuseppe Anelli, diretto dal maestro Vittorio Zanibelli, che raggiunger le scuole elementari dedicate alla medaglia doro capitano degli alpini Luciano Bertolotti dove si terr la cerimonia degli onori militari da parte delle autorit. Il corteo proseguir per il cimitero dove saranno deposti fiori al cippo commemorativo dei Caduti delle guerre mondiali e, successivamente,

raggiunger la chiesa parrocchiale dove, alle ore 10.30, il parroco don Giuseppe Ferri celebrer la messa a suffragio di tutti i caduti. A Fiesco la commemorazione dellanniversario della liberazione di gioved 25 aprile, organizzata dallamministrazione comunale e dalla locale sezione combattenti e reduci, avr inizio alle ore 10.30 con la solenne celebrazione, da parte del parroco don Angelo Rossi, della messa in memoria di tutti i Caduti presso il cimitero. Al termine si former il corteo che, percorrendo le vie principali del paese, raggiunger ledificio scolastico dove, dopo la deposizione dei fiori al monumento ai Caduti di tutte le guerre, si terr il discorso commemorativo del sindaco Giuseppe Piacentini. Anche qui, a scandire i vari momenti della mattinata sar il corpo bandistico Giuseppe Anelli di Trigolo, diretto dal maestro Vittorio Zanibelli.

Concorso fotografico in memoria di don Cantoni: premi e una mostra


Il Comitato organizzatore comunica che la cerimonia di premiazione del 4 Concorso fotografico-letterario edizione 2013 in memoria di don Agostino Cantoni si terr presso la sala conferenze della parrocchia di S. Giacomo, sabato 20 aprile, alle ore 16,30 alla presenza del sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, dell'assessore alla Cultura, Paola Vailati, del provveditore agli studi di Cremona, Francesca Bianchissi, e dei numerosi sponsor che hanno sostenuto l'iniziativa.Durante la cerimonia di premiazione verranno letti i testi letterari selezionati e premiati i vincitori di entrambe le sezioni: verr inoltre inaugurata la mostra degli elaborati del concorso fotografico che rimarr aperta anche domenica 21 aprile (orari: al mattino dalle 10 alle 12,e nel pomeriggio dalle 16 alle 19). L'ingresso aperto a tutta la cittadinanza.

Evento

Lions Day con Poster della Pace al SantAgostino


Soresina hanno organizzato una manifestazione che si svolger per lintera giornata ma che trover il suo pieno sviluppo dalle ore 16. I soci di tutti i Club saranno a disposizione del cittadini che vorranno incontrare i Lions per fornire documentazione e informazioni sullattivit dellassociazione che presente in oltre 200 paesi del mondo. Lassociazione internazionale dei Lions riesce a portare a termine ogni anno una notevole quantit di Services, quali quelli, per esempio, rivolti alle nuove povert o alle serie problematiche del territorio in cui operano. Quest'anno stato scelto di portare a conoscenza del cittadini liniziativa del Poster per la Pace, perch unisce l'esigenza, sentita da tutti, di trasmettere ai giovani questo valore universale. Si avr cos modo di apprezzare i moltissimi disegni realizzati dai ragazzi che hanno partecipato al Concorso Internazionale per lanno 2012 che verranno esposti nei chiostri del S. Agostino. La partecipazione del ragazzi, dei loro genitori e amici, degli insegnanti e degli amministratori pubblici, unita a quella del soci Lions e Leo sar la meravigliosa cornice alla manifestazione del Lions Day.

Domenica 21 aprile stata organizzata a livello nazionale la giornata del Lions Day. Con la collaborazione dellassessorato alla Cultura del Comune di Crema, nel chiostri del Sant'Agostino, i Lions Clubs Crema Host, Soresina, Soncino, Pandino Gera d'Adda Viscontea, Crema Gerundo, Crema Serenissirna, Castelleone, Pizzighettone Citt Murata, Pandino il Castello, il Leo Club Crema e il Leo Club

Crema Ci potrebbe essere questa possibilit, entro i prossimi tre anni. Lo spiegano i dirigenti di Scs

Sabato 20 Aprile 2013

15

o p p i a c o n f e re n z a stampa quella indetta da Scs Gestioni, nella sua sede, lo scorso luned 15 aprile. Prima di tutto, la presentazione del bilancio 2012, che a fine mese dovr essere approvato dalla holding Linea Group. Questo bilancio ha un sapore particolare ha sottolineato il presidente, Bruno Garatti , affiancato dal consigliere di amministrazione Giorgio Pagliari e dal direttore generale Primo Podest . Si tratta, infatti, dell'ultimo bilancio approvato da questo cda, che di fatto gi scaduto. Un bilancio che evidenzia dati molto positivi: un utile netto, post tasse, pari a 1 milione e 250mila euro, rispetto agli 880mila euro dell'anno scorso. Ma anche gli altri parametri si sono dimostrati in crescita. E continua, infatti, Garatti: Negli ultimi due anni, abbiamo messo in atto un processo di efficientamento che ha dato i suoi frutti e che ora apre all'azienda due possibilit: all'interno di Lgh si sta discutendo sul fatto che Scs possa diventare punto di riferimento dell'intero gruppo, per quanto riguarda la raccolta dei rifiuti, in un'ottica di razionalizzazione della struttura. In secondo luogo, ma non meno importante, vista la difficile situazione economica, si aperto tra noi, Lgh e i sindaci del territorio un confron-

Riduzione tariffe del 10%


di Gionata Agisti

Fate attenzione ai finti operatori

Da sinistra: Piero Lombardi, Giorgio Pagliari, Bruno Garatti, Primo Podest e Alessandra Foglio

La Scs Gestioni srl invita a non prestare il minimo ascolto a quanti si presentino porta a porta come operatori dellazienda stessa. Negli ultimi tempi si sono verificati casi del genere ma Scs ribadisce di non aver mai delegato nessuno a qualsivoglia incarico per suo conto punto d'arrivo. Si tratta di un grande spettacolo musicale, intitolato Il bosco in citt, dedicato all'ambiente e che coinvolge 2.500 alunni delle scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di Crema e di tutto il Cremasco, che hanno ricevuto ognuna un premio di 300 euro in materiale didattico. Non poco, in un periodo di crisi, in cui molte scuole navigano in cattive acque. Con alle loro spalle una scenografia, che si snoder lungo i portici della piazza e realizzata dagli stessi studenti, questi daranno vita a una coreografia originale, sulle note di brani da loro stessi scritti e cantati e musicati dal maestro Piero Lombardi , vero animatore dell'evento. Le scuole presenteranno lo spettacolo in sequenza, dividendosi in tre gruppi, preceduti da una banda musicale.

Piazza Garibaldi: pi luce e pi sicurezza


Una promessa mantenuta che accoglie e incontra le legittime esigenze dei cittadini e dei commercianti della zona. Con questo intervento di illuminazione, nel lato nord di piazza Garibaldi, abbiamo completato il potenziamento di illuminazione pubblica della piazza. Sar una piazza Garibaldi pi bella, pi fruibile negli orari serali e pi sicura. Ha detto lassessore ai Lavori Pubbblici, Fabio Bergamaschi. Gi a novembre erano stati installati tre nuovi punti luce in quanto la scarsa illuminazione, nelle ore serali, aveva determinato negli abitanti della zona un senso di insicurezza. Ad aggravare la situazione alcuni episodi, segnalati, di vandalismo, favoriti dalla presenza di fioriere che delimitavano il sagrato della Chiesa. Queste fioriere creavano involontariamente un sipario dietro il quale sostavano spesso gruppi di ragazzi pi volte ripresi dal parroco, dai cittadini e dalle forze dellordine a causa di comportamenti di disturbo e poco rispettosi. Al posto delle fioriere furono posati dei paracarri che, pur delimitando il sagrato, permettevano una maggiore visibilit nella speranza di prevenire azioni di vandalismo. Adesso il Comune ha completato lintervento di illuminazione mediante la realizzazione di quattro nuovi punti luce di 250 watt e la sostituzione dei preesistenti con lampade pi potenti. La piazza dispone ora di 7 nuovi punti luce che determinano un potenziamento dellilluminazione di immediata evidenza che la rende pi bella, decorosa, pi vivibile durante le lunghe serate estive. Piazza Garibaldi , infatti, frequentata anche fuori dagli orari diurni di apertura degli esercizi commerciali. Prosegue la politica di potenziamento dellilluminazione pubblica cittadina conclude lassessore Bergamaschi. Dopo gli interventi nel parchetto di Vergonzana, il raddoppio dei corpi illuminanti di viale Repubblica, la sostituzione dei punti luce di via del Fante e il ripristino di quelli di piazza Manziana, quersto ulteriore intervento in piazza Garibaldi sottolinea la grande attenzione dellamministrazione al tema della sicurezza, della percezione di sicurezza e del decoro

to sulla possibile riduzione delle tariffe entro i prossimi tre anni. Una riduzione che si pu ipotizzare del 10 per cento. Ricordiamo, peraltro, a fronte delle polemiche che ogni tanto vengono sollevate nei confronti dell'azienda, che gi oggi le nostre tariffe sono tra le pi basse, se non le pi basse, di tutta la provincia. La parola passata, quindi, ad Alessandra Foglio, responsabile dell'ufficio comunicazioni e al maestro di musica Piero Lombardi, che hanno presentato il secondo argomento all'ordine del giorno: l'undicesima edizione di Rifiutando e la festa che vi collegata. La manifestazione contro l'abbandono dei rifiuti si svolger domani mattina, domenica 21 aprile, anche se in alcuni Comuni stata anticipata al 14 aprile oppure ad oggi, mentre, a Casaletto Vaprio, avr luogo il 28 aprile.

Per quest'anno ha illustrato la Foglio, sono al momento 10mila le adesioni registrate, a cui se ne stanno aggiungendo altre. In particolare, si tratta di 46 Comuni, 434 associazioni e 49 scuole. I partecipanti, come sempre, saranno seguiti dai mezzi comunali e da quelli di Scs per il trasporto dei rifiuti raccolti, che verranno poi trasportati alla piattaforma pi vicina per la raccolta differenziata. A tutti gli aderenti sar regalata una confezione di sacchi in mater-bi per la raccolta dell'umido e, ai bambini, un astuccio di matite colorate. Non tutto: sabato prossimo, 27 aprile, a partire dalle 16, si terr in piazza Duomo la grande festa finale del progetto didattico, promosso da Scs e Lgh in tutte le scuole del territorio, di cui Rifiutando rappresenta il

Prima una mozione sul lavoro, approvata con voto bipartisan in Consiglio, oggi la presenza alla manifestazione dei sindacati sotto il Palazzo della Regione: il gruppo regionale del Pd, con il consigliere Agostino Alloni, ritiene il tema del lavoro una vera priorit. La Regione ha annunciato che studier come anticipare le risorse per i la-

Alloni: Allo studio come anticipare la cassa in deroga


voratori in cassa integrazione in deroga, e questo un fatto positivo frutto di una mozione bipartisan approvata in consiglio regionale una settimana fa ha spiegato Alloni a margine della manifestazione. I problemi sono ancora molti e rischiano di diventare drammatici in tempi brevi, perch le risorse previste dal governo sono insufficienti e 100mila persone potrebbero rimanere a brevissimo senza alcun sussidio. Questo stallo va superato con unazione congiunta sul governo, ha continuato il consigliere regionale del Pd, ma occorre anche che la Regione superi le vecchie e poco efficaci politiche del lavoro e ne introduca di nuo-

ve, costantemente monitorate e sottoposte a periodica valutazione, per concentrare gli sforzi in una fase cos difficile. Per questa ragione, nella scorsa seduta del Consiglio abbiamo chiesto che la prima seduta della commissione attivit produttive sia dedicata proprio alle politiche attive del lavoro.

Giocagin allinsegna dello sport per tutti e della solidariet

Questanno per la prima volta lassociazione Diabetici cambia la location presso la quale si terr lassemblea dei soci aperta a tutta la cittadinanza: sabato 20 aprile, alle ore 10, nel salone della parrocchia della Cattedrale Lassociazione ha sede in via Bartolino Terni 9, e garantisce la propria presenza nei giorni di marted, gioved e sabato dalle ore 10 alle ore 11,30; e il mercoled dalle 16 alle 17,30.

Associazione diabetici: assemblea sabato all'oratorio del Duomo

Tre nuove crocerossine: i loro nomi, gli esami superati


miere volontarie sorella Zarini e Il Comitato Cri di Crema ha della responsabile regionale della allargato la sua famiglia. Sabato formazione sorella Nosella. Gli 13 aprile si sono svolti gli esami esami, a conclusione di un perper tre nuove giovani infermiere corso di studi complesso e impevolontarie. La commissione gnativo, si sono svolti in un clima stata composta dal direttore del serio e formale, che ha contradcorso, dottoressa Irene Inzoli, distinto anche la proclamazione dal presidente del Comitato lodelle allieve che hanno superato cale Rachele Donati De Conti, Da sinistra Elisa Resteghelli, con esito positivo le prove. Il didallispettrice delle crocerossine Marina Zaghen e Anna Izzo rettore del corso, insieme alla commissione schierasorella Angela Torazzi, dai docenti del corso le vota in piedi davanti alle ragazze, le ha accolte in Crolontarie Laura Frattini e Olga Pezzetti, il capitano del ce Rossa con la formula di rito di idoneit e con un corpo militare Francesco Vanazzi e la crocerossina sentito applauso. Le tre nuove sorelle sono Anna sorella Gabriella Giovanetti, e ha potuto vantare la Izzo, Elisa Resteghelli e Marina Zaghen. presenza della vice ispettrice regionale delle infer-

Prosegue domenica 21 aprile , come da programma, presso la palestra Ombriano di via Toffetti di Crema, con la manifestazione GIOCAGIN IL DIVERTIMENTO IN MOVIMENTO, la ricca ed articolata rassegna di manifestazioni sportive promosse dallUISP provinciale con la denominazione di Primavera dello Sportpertutti e della Solidariet, che ha ottenuto i patrocinii degli Assessorati allo sport del Comune e della Provincia di Cremona. Il Giocagin cremasco costituisce la terza tappa di un percorso che ha visto la manifestazione approdare a Cavatigozzi nella data di domenica 18 marzo, e prima ancora a Casalmaggiore nella domenica del 17 febbraio. La sesta edizione cremonese di Giocagin - Festa delle ginnastiche vedr impegnate a Crema diverse societ sportive che daranno vita a spettacolari esibizioni di ginnastica artistica, danze moderne e discipline orientali che coinvolgeranno bambini, giovani e meno giovani associati ai sodalizi locali Asd Altroritmo, Oriental Mirage , Accademia Danza, e US Acli di Crema oltre allassociazione RDB di Cremona. Lingresso alla manifestazione libero e gratuito, ma prevista una raccolta fondi a favore dellAssociazione Comunit Papa Giovanni XXIII che gestisce la Casa Famiglia di via Montanaro che accoglie tossicodipendenti, disabili e donne in difficolt. Ancora una volta si rinnover, dunque, lincontro fra sport e solidariet, in perfetta sintonia con la filosofia associativa UISP.

16

Sabato 20 Aprile 2013

25 aprile
Il 25 aprile la data convenzionalmente scelta per celebrare la fine dell'occupazione nazista e del ventennio fascista, avvenuta il 25 aprile 1945, al termine della seconda guerra mondiale. Convenzionalmente fu scelta questa data perch il 25 aprile 1945 fu il giorno della liberazione di Milano e Torino. Le operazioni di liberazione proseguirono ed entro il 1 maggio, poi, tutta l'Italia settentrionale fu liberata: Bologna (il 21 aprile), Genova (il 26 aprile), Venezia (il 28 aprile). La Liberazione mise cos fine a venti anni di dittatura fascista ed a cinque anni di guerra. Questa data rappresenta anche sim-

Listituzione della festa nazionale della Liberazione


bolicamente l'inizio di un percorso storico che porter al referendum del 2 giugno 1946 per la scelta fra monarchia e Repubblica, quindi alla nascita della Repubblica Italiana, fino alla stesura definitiva della Costituzione attualmente in vigore. Dal 1946 considerata festa nazionale: in molte citt italiane vengono organizzate manifestazioni, cortei e commemorazioni in memoria dell'evento. Il primo Governo provvisorio istitu la festa, solo per l'anno 1946, con il decreto legislativo luogotenenziale n. 185 del 22 aprile 1946 ("Disposizioni in materia di ricorren-

SESTO ED UNITI

COMUNE

PIEVE D'OLMI

COMUNE

Da Pavese a Fenoglio, la Resistenza attraverso le parole dei pi grandi romanzieri italiani


di Martina Pugno

Limportanza della memoria

ze festive"); l'articolo 1 infatti recita: "...a celebrazione della totale liberazione del territorio italiano, il 25 aprile 1946 dichiarato festa nazionale". Fu poi la Legge n. 260 del 27 maggio 1949 ("Disposizioni in materia di ricorrenze festive") a rendere definitiva la festa della Liberazione. L'articolo infatti recita: "Sono considerati giorni festivi, agli effetti della osservanza del completo orario festivo e del divieto di compiere determinati atti giuridici, oltre al giorno della festa nazionale, i giorni seguenti:... il 25 aprile, anniversario della liberazione;..".

TORRICELLA DEL PIZZO

COMUNE

MARTIGNANA DI PO

COMUNE

distanza di 68 anni dalla liberazione dell'Italia da parte dei partigiani e degli alleati, il ricordo di quei fatti storici che hanno portato alla nascita della Costituzione particolarmente importante in un periodo di generale difficolt e incertezza, anchee politica, per il quale auspicabile un recupero del senso di unit nazionale e di valori comuni. Con il passare degli anni, la memoria storica , per forza di cose, sempre meno affidata ai protagonisti che presero parte e furono testimoni della Storia, mentre alle parole scritte, agli studi e alle testimonianze che occorre guardare per poter preservare la veridicit di quanto accaduto. Fare ricorso alle parole di quanti hanno vissuto in prima persona la Liberazione fortunatamente ancora possibile, se non tramite il confronto verbale, tramite la testimonianza lasciata nei testi: ad essere recuperati e recuperabili non sono solamente i fatti storici, nomi, luoghi e date, ma anche i sentimenti e le atmosfere che difficilmente prendono vita dai libri di storia. Ci che i testi di pura analisi non sempre sanno trasmettere e conservare, per stato salvato dalle parole dei grandi scrittori italiani che li hanno fatti rivivere nella propria arte. Impossibile non cominciare con i pi noti, Cesare Pavese e Italo Calvino, il primo autore de "La casa in Collina" e il secondo de "Il sentiero dei nidi di ragno". E' lo sguardo di un bambino, quello che utilizza Calvino, ma non per questo ingenuo e ignaro di ci che gli accade intorno: tra gli stretti vicoli di un paesino della Riviera di Ponente, durante la Resistenza, il giovane Pin fratello di una ragazza che fa la prostituta anche per i soldati tedeschi. Questo motivo di scherno ai danni di Pin, che ruba una pi-

stola e, trascinato dagli eventi, finisce in un carcere tedesco prima e a vivere tra i partigiani successivamente, imparando a conoscere e vivere la difficile realt della guerra. E' invece un quarantenne il protagonista del romanzo di Cesare Pavese "La casa in collina": un pavido insegnante che fa di tutto per sfuggire alla guerra, per non lasciarsi coinvolgere, per non prendere nessuna posizione, anche a costo di veder mori-

re tutti i propri cari. Eppure, il romanzo insegna che nessuno pu davvero riuscire a sfuggire alla realt storica che lo circonda e che non prendere posizioni, di fronte agli stravolgimenti storici, impossibile. Con Mario Tobino e Beppe Fenoglio, rispettivamente autori de "Il partigiano Johnny" e "Il clandestino", si ha a disposizione un ulteriore punto di vista diverso dai precedenti: sono giovani e colti i protagonisti dei due romanzi, e si

ritrovano catapultati in una realt che si rivela ai loro occhi molto pi brutale e lontana dagli ideali poetici e avventurosi che li guidano inizialmente. La vita con i partigiani, il freddo, la fame, le atrocit della guerra si dispiegano sotto gli occhi dei giovani abituati solamente a leggere di epiche battaglie, ben diverse dalla realt che si ritrovano ad affrontare. Tra le grandi firme della letteratura dedicata alla Resistenza, impossibile non citare infine Renata Vigan, autrice del romanzo, in parte autobiografico, "L'Agnese va a morire". Quella di Agnese e una tranquilla vita contadina, anche in questo caso profondamente stravolta dallo scoppio della guerra e dalla deportazione e successiva morte del marito. L'Agnese quindi resta sola con l'unica compagnia della gatta di Palita, tutto ci che gli resta di lui, ed un odio profondo nei confronti dei nazisti. Quando uno di loro uccide per gioco la gatta, Agnese lo colpisce in testa con un mitra e, credendolo morto, scappa unendosi ai partigiani e difenendo una delle organizzatrici delle operazioni della Resistenza.

UNIONE DI COMUNI LOMBARDA

PALVARETA NOVA
SOLAROLO RAINERIO VOLTIDO

SAN GIOVANNI IN CROCE SAN MARTINO DEL LAGO

Lesposizione al sole di primavera


I
Pagine a cura di Martina Pugno l primo sole quest'anno si fatto aspettare, ma finalmente arrivato: dopo il lungo inverno si possono pregustare giornale all'aperto, iniziando a prepararsi per l'arrivo dell'estate in modo tale da farsi trovare in perfetta forma e in salute. Per fare questo, per, necessario prendersi cura in modo adeguato del proprio corpo, evitando innanzitutto l'esposizione ai primi raggi solari senza le adeguate protezioni. Si talvolta portati a pensare che ad essere pericoloso sia solamente il sole pi caldo ed intenso dei mesi estivi; in realt, anche le prime esposizioni ai raggi che in questi giorni iniziano a scaldare possono essere dannose per la pelle di chi arriva da un lungo inverno. Per le pelli pi chiare e sensibili, l'utilizzo di una crema solare protettiva leggera qualora si prevedano esposizioni prolungate al sole, anche solo a copertura del volto e delle mani, potr essere molto utile per favorire i primi segni di abbronzatura evitando scottature e soprattutto evitando danni collaterali a lungo termine: l'esposizione prolungata ai raggi Uv pu essere causa di malattie della pelle come tumori e melanomi e di invecchiamento precoce, con la formazione di rughe. E' importante non farsi trarre in inganno dalle temperature: nonostante siano pi miti rispetto a quelle estive, il sole estivo colpisce la nostra pelle praticament econ la stessa intensit di quello primaverile, con la differenza che, nel secondo caso, si arriva anche da un lungo periodo di assenza all'esposizione diretta al sole e dunque la pelle pi vulnerabile. Una buona prevenzione non passa soltanto attraverso l'uso di apposite creme, ma anche attraverso sane abitudini ed una dieta ricca di elementi benefici per la pelle.

Benessere

Sabato 20 Aprile 2013

17

Li vitamine sono tra gli alleati pi preziosi: in particolare la vitamina A, C ed E: per sopperire al bisogno sar sufficiente mantenere un'ali-

mentazione sana, che preveda l'assunzione quotidiana di cinque porzioni al giorno di frutta e verdura, gli alimenti pi ricchi di questi preziosi

elementi, cos come di due minerali altrettanto importanti, ovvero il selenio e lo zinco. Un altro accorgimento importantissimo quello di bere molto: non solo per rispondere alla sete, ma anche sforzandosi di raggiungere quantit d'acqua pari a due litri quotidiani, per favorire la giusta idratazione, con benefici visibili sull'intero organismo e sulla linea, che migliorer sensibilmente pur senza ricorrere a nessun tipo di drastica dieta. Se a queste attenzioni quotidiane si aggiunge poi il regolare movimento fisico, non solo la pelle sar protetta dagli effetti negativi dei raggi solari, ma si potr beneficiare di una migliore forma fisica entro l'estate senza eccessivi sforzi e di un benessere generale che non potr che influenzare positivamente anche l'umore, per un aspetto invidiabile valorizzato anche dalla contagiosa bellezza di sorrisi e allegria.

Il ritorno del sole e della bella stagione viene sempre accolto con entusiasmo e la tentazione principale quella di trascorrere al sole il maggior tempo possibile: se per fare questo ci si ricorda di prendersi cura della propria pelle e di proteggerla dai raggi Uv, non sempre si presta la stessa attenzione ai capelli, che per possono risentire in ugual modo dell'esposizione prolungata mostrandosi meno lucenti, pi secchi e sfibrati. Anche in questo caso, sar sufficiente qualche piccolo accorgimento per evitare che la chioma si rovini e per poter sfoggiare una folta capigliatura che risplenda di riflessi. Nei periodi di maggiore esposizione, si consiglia innanzitutto di affidarsi ad un cappello che protegga i capelli, mentre per l'esposizione diretta si potr contrastare l'effetto negativo dei raggi del sole con shampoo e prodotti specifici. In questi mesi, in rapporto alla durata e alla frequenza dell'esposizione ai raggi solari, si consiglia anche di evitare di fare eccessivo uso di piastre per capelli e di prodotti che possano stressare e danneggiare i capelli, ricordando che in parte risentiranno gi dei raggi Uv. Per i capelli che tendono ad assumere un colore spento e poco brillante, la soluzione pu essere una tinta un po' pi scura di quella che si effettua nel periodo invernale, mentre per ravvivare il colore dei capelli naturali si pu ricorrere anche a qualche trucco come l'impacco con succo di limone, da tenere sui capelli in posa per qualche minuto e da risciacquare poi abbondantemente con acqua. Per i capelli lunghi sar forte la tentazione di mantenerli spesso legati: per evitare che in questo modo i capelli si rovinino, in particolare in alcuni punti, si consiglia di usare elastici e fasce molto morbidi, che non strappino i capelli, evitando di legare i capelli sempre nello stesso punto. La salute dei capelli in estate passa anche attraverso l'alimentazione: mangiare molta frutta e verdura permetter anche ai capelli di avere il necessario nutrimento per essere belli, lucenti e in salute, pronti ad affrontare senza troppi problemi lo stress dei mesi estivi.

CAPELLI LUCENTI In salute anche in estate

18

Sabato 20 Aprile 2013

Benessere

Complice il periodo prolungato dell'inverno e la conseguente poca possibilit di fare sport e movimento all'aria aperta, nonostante la palestra capita talvolta di farsi prendere un po' dalla pigrizia ed arrivare alle porte della primavera con qualche chiletto di troppo e il desiderio di rimettersi in forma. Per farlo, sar necessario affidarsi a diversi tipi di accorgimenti, dall'alimentazione all'esercizio fisico. Intraprendere uno stile di vita pi salutare, comunque, non sar difficile dal momento che gi la primavera e le belle giornate invoglieran-

La bella stagione, il periodo migliore per riprendere a fare attivit fisica Lalimentazione va regolata anche sullattivit sportiva
no ad una vita da trascorrere pi spesso all'aria aperta: la prima cosa che si pu fare quella di rirpendere l'abitudine, magari un po' lasciata da parte nel corso dei periodi pi freddi dell'anno, di camminare e spostarsi il pi possibile a piedi: senza troppo sforzo e godendo delle belle giornate di sole, le lunghe passeggiate sono il rimedio pi efficace e a prova di pigri per tonificare il corpo. Esercizi e sport, perch possano dare degli effettivi miglioramenti, dovrebbero essere praticati circa tre volte a settimana, senza esagerare con gli sforzi ma, in particolare se arrivate da un periodo di fermo, implementando gli esercizi in modo graduale. L'alimentazione moderna di per s gi carente di vitamine e minerali, perci particolare attenzione deve essere fatta in questo senso per poter fare in modo di dare al nostro organismo tutto ci di cui ha bisogno nelle giuste quantit: diete dimagranti fai da te e regimi alimentari rigidi possono risultare dannosi proprio perch comportare carenze di alcuni elementi importanti e dare effetti solamente temporanei. Meglio quindi fare in modo che il nostro organismo abbia

sempre a disposizione tutto quello che gli serve, magari arricchendo l'alimentazione con sali minerali ed integratori per dei cicli che possano compensare anche la stanchezza fisiologica percepita da molti nel periodo primaverile, con il cambio di stagione. L'alimentazione sar quindi calibrata sullo stile di vita e anche sull'attivit sportiva che si decide di intraprendere, per fare in modo che si abbiano a disposizione le risorse necessarie senza che esse siano eccessive oppure, al contrario, carenti in rapporto all'attivit svolta.

a bellezza passa dalla salute: in questo, la natura ci viene incontro attraverso la possibilit di variare l'alimentazione molto pi che nei mesi scorsi, con verdure, cereali e legumi disponibili in grande quantit e variet. Consumare frutta e verdura di stagione permetter di trarre da esse il maggior nutrimento possibile, avendo a disposizione delle risorse preziose e sempre utili per il benessere della persona, ma particolarmente importanti in questo periodo di cambiamento naturale che si far sentire anche sul bioritmo quotidiano delle persone. Accanto ad una corretta alimentazione e all'attivit fisica, per, possibile ottenere maggiori risultati prendendosi cura di s e del proprio corpo, con trattamenti di bellezza e rivitalizzanti che saranno utili sia per il corpo sia per riscoprire un po' di relax e benessere anche mentale. A mostrare i pi evidenti segni dell'arrivo della primavera potrebbe essere la pelle, probabilmente un po' pi secca del solito. Per proteggerla dall'esposizione solare, una buona crema schermante fondamentale, mentre per resti-

La cura del corpo e del viso si adatta alle caratteristiche della stagione

Benessere e bellezza naturale

tuirle brillantezza ed elasticit possibile ricorrere a molti diversi tipi di prodotti: selezionare la crema pi adatta importante per poter avere effettivi benefici. Se avete la pelle secca, dovrete usare una crema ricca di lipidi, che rinforzi la funzione di

barriera in modo da arrivare allestate con una pelle idratata e pronta per labbronzatura. Non occorre mettere molte creme, ne bastano poche ma di buona qualit e che siano effettivamente efficaci per la pelle della persona.

Fate la pulizia del viso dallestetista e poi una volta a settimana fate uno scrub e una maschera purificante: in questo modo potrete liberare la pelle da ogni forma di impurit e garantire a voi stesse l'efficacia e risultati visibili gi dopo poco dalla

prima applicazione delle creme. E' importante, qualsiasi siano le creme pi adatte alla vostra pelle, di ricordarsi di utilizzarle con la necessaria periodicit affinch i risultati siano effettivi e soprattutto duraturi, per tutti i mesi estivi durante i quali la pelle

sar messa alla prova dall'esposizione al sole. Per lo stesso motivo, sar utile selezionare anche un'adeguata crema per il corpo, che permetta di arrivare alle prime abbronzature estive con la pelle non troppo secca. Anche il passaggio alla bella stagione e all'esposizione per diverse ore al sole sar meno dannoso se graduale, quindi iniziare a prendere un po' di sole con opportune creme, man mano che le temperature lo consentiranno, sar una soluzione ideale anche per garantire una futura abbronzatura pi duratura ed omogenea, sempre accompagnata da un corretto utilizzo di creme solari. Per la notte, scegliete invece una crema con antiradicali liberi per contrastare lazione nociva dei raggi solari, mentre prima della doccia consigliata una crema esfoliante per eliminare le cellule morte e dopo una bella crema idratante e profumata. In questo modo sia la pelle del viso sia quella del corpo saranno pronte ad accogliere la bella stagione e a trarre da essa tutti i vantaggi del sole, senza incorrere in rischi e sgraditi effetti collaterali: la primavera non vi coglier impreparate e sarete pronte a trarre da essa tutto il meglio.

20

Sabato 20 Aprile 2013

CASALMAGGIORE

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Salute e sport al Rotary


SOLAROLO RAINERIO Due temi diversi per una sorta di festa in famiglia. Lultima conviviale del Rotary Club Casamaggiore Oglio Po ha visto la relazione di alcuni soci: Maurizio Mantovani e LuiMantovani, Borghesi e Minelli gi Borghesi hanno approfondito il service sulla spina bifida, Carlo Stassano ha presentato il recente libro realizzato sui primi 45 anni della A.S.D. Atletica Interflumina. Tra gli ospiti alcune presenze di spicco soprattutto in campo sportivo: i campioni italiani targati Interflumina Fausto Eseosa Desalu e Alessandra Feudatari (che ha ringraziato il club per lopportunit di partecipare al recente Ryla) e lex campione del mezzofondo Carlo Grippo, ottavo sugli 800 (il suo primato italiano sulla distanza dur 16 anni) alle Olimpiadi di Montreal 1976 e semifinalista a Mosca 1980. Oggi Grippo (laureato alla Bocconi a 23 anni) un apprezzato manager. Ad inaugurare la serata Maurizio Mantovani, il quale ha brevemente ripercorso le fasi del progetto che si propone di combattere la spina bifida, una rara malformazione del sistema nervoso che colpisce i neonati. Nato nel 2007, ha coinvolto i 6 club del Gruppo Po (cremonesi e casalaschi) con lobiettivo di diffondere il messaggio alle studentesse degli ultimi due anni delle scuole superiori, poi ha saputo espandersi sino a coinvolgere il Distretto e andare oltre. Borghesi ha spiegato perch si scelse di combattere proprio questa malattia: E una delle tante malattie rare, pur non rarissima, inoltre molto grave, comporta costi sociali notevoli e soprattutto si pu prevenire. Questo grazie ad unalimentazione adeguata e lassunzioni di specifiche vitamine. Il prossimo incontro nelle scuole si terr il 4 maggio alle ore 11 al Romani di Casalmaggiore. Successivamente il presidente Renzo Minelli ha consegnato una Paul Harris Fellow a Stelio Federici, socio del RC Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, quindi Carlo Stassano ha presentato il volume analizzando soprattutto il forte legame tra lInterflumina e il Rotary, che non mai venuto meno nei 35 anni. Il socio Mario Cozzini fu presidente ed ha ricordato come mi trascinarono le figlie agoniste. Tra il pubblico anche lex presidente Pietro Bonfatti Paini (anche lui socio del club) e il nuovo presidente Alfredo Azzoni. A chiudere, gli auguri a Desalu e Feudatari che hanno espresso le loro grandi aspettative per il 2013.

VITA NEI CLUB

Per un vizio di forma individuato dal Comune che si era opposto alla sentenza di demolizione

Caso teatro, si va al 2015


di Giovanni Gardani
L'area incriminata lungo l'Asolana, con teatro e padiglione a ridosso delle case

a questione del teatro di via Corsica destinata a durare ancora molto a lungo. Addirittura fino al giugno del 2015. I tempi della giustizia italiana non sono certo sinonimo di celerit e anche questo iter legale, in sede civile, non far eccezione. Come noto, tre famiglie che confinano con la struttura (teatro pi padiglione) avevano presentato ricorso contro il comune di Casalmaggiore, vincendo la causa in primo grado: i due edifici sono troppo vicini alle case. Una sentenza, pronunciata dal Tribunale di Cremona, che obbligava il comune ad arretrare i due fabbricati di almeno dieci metri (il che, di fatto, significa demolizione) e a pagare 67mila euro in totale tra risarcimento alle tre famiglie e spese di giudizio.

Il comune ha presentato ricorso perch, come enuncia una delibera di giunta pubblicata soltanto lo scorso 12 aprile allalbo pretorio, esiste secondo lavvocato difensore Nicolini un vizio di forma, riguardante per una sola delle tre abitazioni. Infatti larretramento recita la delibera non pu che vertere, e unicamente, le pareti finestrate dei fabbri-

cati privati insistenti sui lotti degli attori (le famiglie coinvolte); ma la sentenza ha omesso la precisazione pareti finestrate sicch lesecuzione letterale della sentenza non pu che creare iniquit; sarebbe infatti singolare procedere alla demolizione del fabbricato comunale quando, sul mappale 347 (propriet di uno dei ricorrenti, ndr) ed a confine, esiste

un fabbricato pertinenziale alla propriet privata, alto circa metri 5. E evidente come leventuale arretramento da tale fabbricato sia iniquo e configgente ai sensi dellarticolo 877 del codice civile. La notizia che la causa non verr presa in esame dalla Corte dAppello di Brescia fino al prossimo 15 febbraio 2015. Tra due anni, con una nuova amministrazione e, si presume, nuovi disagi per le tre famiglie. Non sorpreso lavvocato dei ricorrenti Paolo Damini: Il codice di rito prevede questo: conosciamo i tempi delle nostri Corti dAppello e temevamo il rinvio. Tra due anni ludienza valuter la precisazione delle conclusioni, quindi vi saranno 90 giorni di tempo per presentare memorie. Dopo di che, finalmente, si dovrebbe andare a sentenza. A maggio-giugno 2015: un presunto vizio di forma costato carissimo in termini di tempo.

Georges Courchinoux insegna la ginnastica dolce


Si costituita recentemente, presso il CSI di Mantova, lAsd Corpo e Coscienza Oglio Po con sede in Casalmaggiore. L'Associazione, presieduta da Monette Taillefer, fisioterapista, dal Segretario Carlo Stassano, dal Medico sociale Pietro Bonfatti Paini e dalla Consigliera Magda Vicini, si prefigge di promuovere Attivit di Ginnastica Dolce a tutte le persone, di qualsiasi et, che intendono accogliere una metodologia di ginnastica non tradizionale, ma che sviluppa il suo percorso attraverso il concatenarsi di esercizi semplici, adeguati al gruppo costituto ed a seconda del periodo stagionale. Lo scopo delle lezioni quello di consentire all'organismo di ritrovare gradualmente uno stato di equilibrio e di benessere psico-fisico. Per questo si tratta di attivit motoria definibile come trattamento in quanto favorisce la progressiva eliminazione delle sintomatologie algesiche pi ricorrenti: di origine artrosica, reumatica e traumatica (cervicalgia, lombalgia, sciatalgia, coxartrosi, periartrite scapolo-omerale, ecc.). L'ASD Corpo e Coscienza Oglio Po svolge l'attivit presso la Palestra Comunale di Casalbellotto, in via Tommaseo 26, struttura particolarmente idonea per una attivit motoria di qualit, dotata dei necessari servizi, in zona particolarmente tranquilla e piacevole. Attualmente sono 46 gli iscrittifrequentanti, divisi in due gruppi omogenei di lavoro, nel giorno di mercoled dalle ore 16,15 alle ore 17,30 e dalle ore 18,00 alle ore 19,15. L'Associazione sviluppa la Metodologia di Corpo e Coscienza, studiata e promossa in Italia, In Francia ed in Spagna dal Professor Georges Courchinoux che, nei giorni di sabato e domenica 20 e 21 aprile terr, sempre presso la Palestra di

Oggi e domani l'illustre professore francese sar a Casalbellotto ospite della neonata Asd Corpo e coscienza Oglio Po

Alcuni partecipanti al corso di Corpo e coscienza col presidente del Consiglio comunale Tascarella

Casalbellotto, un week-end di Salute aperto a tutti (ovviamente la quota di frequenza comprender anche l'iscrizione al CSI). Per informazioni ed iscrizioni ci si pu rivolgere alla Presidente dell'Associazione Monette Taillefer (cellulare 347/3249476; mail monette@digicolorfree.net).

Ambiente e modelli di conoscenza l'argomento dell'incontro di sabato 20 aprile, ore 17, presso l'Auditorium Santa Croce a Casalmaggiore. E' il 3 appuntamento del percorso GEA, promosso dalla Biblioteca Civica di Casalmaggiore, che ha affrontato il tema dell'ambiente da diversi punti di vista. Dopo un cultore di letteratura (Guido Conti) e un naturalista (Sergio Mantovani) ora la volta di Fabrizio Bertolino, docente di Pedagogia presso l'Universit della Val d'Aosta, Anna Perazzone docente di Didattica delle Scienze all'Universit di Torino e Annamaria Piccinelli operatore didattico, autori del libro Extraterrestri in campagna. Quando insegnanti e ragazzi sbarcano in Fattoria didattica.

Incontro in Auditorium Consorzio Pomodoro, Voltini confermato presidente Contro le autostrade


RIVAROLO DEL RE Paolo Voltini (nella foto) stato confermato dallassemblea generale che si riunita gioved sera alla presidenza del Consorzio Casalasco del Pomodoro. Con Voltini stato confermato lintero Consiglio di Amministrazione, nellottica di continuit decisionale, operativa e della filosofia innovativa che ha garantito al CCDP la posizione attuale di leader nel settore del rosso. Voltini, 40 anni di Torricella del Pizzo, imprenditore agricolo e presidente da ben 11 anni, ed inoltre presidente del Comitato Pomodoro da industria Unaproa. Esistono tutti i presupporti e le condizioni per unulteriore fase di crescita e sviluppo della cooperativa: ci che ha affermato il confermato presidente al termine dellassemblea. Negli interventi del Presidente e del Direttore Generale Costantino Vaia emerso chiaro un plauso alla volont che tutta la compagine sociale ha saputo dimostrare credendo e supportando la crescita del Consorzio Casalasco con risposte sempre positive agli stimoli portati dallo staff dirigenziale. Il Consorzio la prima struttura italiana nella produzione e trasformazione di pomodoro da industria, con un fatturato nel 2012 di 226 milioni di euro, confermando limportante ruolo di riferimento in ambito di co-packing nazionale ed internazionale, facendosi testimone della provenienza 100% italiana della materia prima e del prodotto finito.

PIADENA - Il Coordinamento dei Comitati contro le Autostrade Cr-Mn e Ti-Bre, Salviamo il paesaggio Cremonese, Cremasco e Casalasco e il Coordinamento Comitati ambientalisti Lombardia aderiscono alla manifestazione nazionale LItalia cambia strada, manifestazione per la Mobilit Nuova che si terr il prossimo 4 maggio a Milano. In vista dellevento, che si propone di osteggiare la costruzione di nuove autostrade, si invitano i cittadini a partecipare alla riunione indetta per mercoled 24 aprile alle 20,45 presso la sala civica di via Aldo Moro a Piadena, al fine di parlare dei contenuti e degli obiettivi della manifestazione e poter organizzare la trasferta.

Casalmaggiore

Sabato 20 Aprile 2013

Castelponzone si veste a festa


di Vanni Raineri La manifestazione, unica nel suo genere in Lombardia, nata da un'idea di Lia Bellingeri e di Velleda Rivaroli, assessore alla cultura del Comune di Scandolara, subito caldeggiata dal Gruppo FAI Giovani Cremona. SeMiScambi nella loro idea vuole diventare una giornata di festa e di approfondimento, ricca di appuntamenti. Vediamo le varie iniziative: ci saranno dimostrazioni pratiche di semina e coltivazione, con materiali informativi e didattici sulla flora autoctona lombarda e sulla sua conservazione. Alle 17 ci sar la presentazione delle attivit della Banca del Germoplasma dell'Universit di Pavia, a seguire dimostrazione pratica di semina e trapianto. Inoltre ci sar lesposizione didattica delle essenze lignee della provincia di Cremona, a cura delle Guardie Ecologiche Volontarie della Provincia di Cremona. Non possono mancare le visite guidate, in 5 diversi orari, al borgo di Castelponzone e alla Chiesa Vecchia di Scandolara Ravara, con un percorso affascinante fra gli strettini (vicoli) del borgo per scoprire la sua storia e lantica tradizione della lavorazione della canapa nel Museo dei cordai.

Il 25 aprile il borgo casalasco ospiter la prima edizione di SeMiScambi, con tante iniziative di contorno

SI INAUGURA IL WALLAS BAR

21

ioved 25 aprile Castelponzone, uno dei borghi pi belli d'Italia, dove si svolse la Giornata FAI di Primavera 2011, ospiter la prima edizione di SeMiScambi, manifestazione che vedr, dalle ore 10 fino alle 20, lo scambio libero e gratuito di semi di fiori, arbusti, ortaggi e piante locali, che si terr sotto i bellissimi portici. Tutto il paese sta preparando da mesi bustine di semi: di garofani dei poeti, belle di notte, zinnie, tageti, ibiscus siriacus, artiglio del diavolo, peperoni, maggiociondolo, datura suaveolens, oltre a bulbi di narcisi e giacinti. Il tutto per un originale baratto con i visitatori, che riceveranno un omaggio di semi e bulbi.

Quindi, degustazioni e vendita di prodotti tipici e cestini pic-nic a cura dellAssociazione Strada del Gusto Cremonese, poi escursioni in bicicletta (che si pu noleggiare): alle 10.30 partenza per lAcquario del Po di Motta Baluffi e alle 15 partenza per la Cascina di Cingia con visita alle coltivazioni di agricoltura biologica e vendita diretta dei prodotti. Nel magico giardino dei bambini di SeMiScambi succeder un po di tutto: una caccia al tesoro nella piazza, disegni su disegni e tanti giochi per imparare a riconoscere i semi. Alle ore 16 verr presentata l'Associazione Verdecuratoda per la promozione dell'arte contemporanea in atti ecologicamente responsabili, a cura di Ettore Favini. Per finire, nella piazza centrale sar allestita una mostra mercato di florovivaismo.

Verr inaugurato domenica 21 aprile, anche se aperto da gioved, il Wallas bar Team Caff Tubino, che Valentino Torresani e moglie hanno aperto in via dello Zucchericio 9, dopo aver posto termine alla pi che secolare attivit del bar della stazione ferroviaria. La festa si terr dalle 17 alle 19, e i titolari intendono ringraziare coloro che hanno collaborato per consentire unapertura cos rapida.

FESTA SOCIALE DELLAVIS


Domenica 21 aprile la sezione Avis di Casalmaggiore organizza la Festa sociale nel corso della quale si premieranno i volontari che hanno raggiunto importanti traguardi nel numero di donazioni. Il programma prevede alle 8,30 il ritrovo presso la sede sociale. Segnaliamo la presenza della Sezione Avis di San Giacomo delle Segnate, comune terremotato per il quale l'Avis di Casalmaggiore si impegnata con aiuti materiali e offerte di denaro per la ricostruzione della scuola materna.

Dal muro al cibo, Casalmaggiore celebra lEuropa


CASALMAGGIORE La Festa dellEuropa 2013, una prima assoluta per Casalmaggiore, prende piede tassello dopo tassello. Con qualche anteprima, ecco tutto il programma della festa; manca solo qualche dettaglio, che potrebbe essere tenuto in serbo come sorpresa. Si comincia mercoled 8 maggio presso lAuditorium Santa Croce con il seminario del dottor Paolo Marconi dal titolo Mangio sano con gusto, dalle ore 18 alle 19, per permettere ai partecipanti di entrare subito nel clima culinario dellevento. Gioved sar invece il primo giorno di piena: alle ore 10 sar inaugurata la mostra pittorica dellartista Babiscia in Pro Loco, mentre in galleria Gorni si terr la mostra La carta della dichiarazione dei diritti delluomo. In piazza Garibaldi, poi, sar presente il banco del progetto Incontro e dellEquosolidale. Sempre alle 10, sotto la tensostruttura, i ragazzi delle scuole primarie e secondarie, parteciperanno al Laboratorio del gusto con tema principale incentrato sulla colazione: una guida per iniziare bene la giornata dal punto di vista alimentare, a cura della dottoressa Chiaristella Ferrari. In piazza Turati saranno allestiti gonfiabili, mini quad, elastici e truccabimbi, mentre sempre per i pi piccoli Daniele De Leo terr uno spettacolo dal titolo Il Lupo Mangiafrutta a partire dalle 17. A seguire linaugurazione ufficiale con la banda Estudiantina che sfiler da via Cavour a piazza Garibaldi. La cena, servita dalle 19 alle 23, vedr ai fornelli tre chef: Gianluca Angelini per il men italiano, un nome da definire per il men tedesco e Arsentiy Calabrese (presente tutti i giorni) per il men bambini. Venerd nuovo appuntamento sulla prima colazione per i pi piccoli, alle ore 10, sempre a cura di Chiaristella Ferrari dal titolo Nutrienti e coccole, mentre alle 18 il dottor Marconi terr un nuovo seminario Asas Ti muovo o no?. In serata ai fornelli Marco Di Lorenzi e, in alternativa, un men austriaco. Ricca la giornata di sabato: alle 10 altro laboratorio del gusto sulla colazione con Combinazioni intelligenti per sfatare falsi miti sul primo pasto del giorno, mentre alle 10.15 levento clou della manifestazione sar il convegno, presso il teatro comunale, alla presenza di funzionari del Ministero della Salute, dellAuthority alimentare europea, dellAsl Cremona, dellAsas Roma, degli studenti del Polo Romani e della Media Diotti. Si parler di Stili di vita e giovani: consapevolezza nelle scelte e sicurezza nellalimentazione. Men a pranzo preparato da Marco Di Lorenzi (in alternativa men francese) e, nel pomeriggio, alle 17 via allo show cooking educativo sulla Dieta mediterranea, patrimonio dellumanit. Alle 18 sar presentato in Pro Loco il libro del viadanese Paolo Bergamaschi LEuropa oltre il muro, mentre

Emergono i dettagli della manifestazione che si terr dall8 al 12 maggio. Ricchi gli appuntamenti gastronomici

A DRIZZONA SI FANNO GIOCHI


DRIZZONA - La Casa delle Arti e del Gioco, fondata e presieduta dal Maestro Mario Lodi, ospita Giocando si impara, rivolto ad adulti e bambini grazie alla presenza di Roberto Papetti. Oggi pomeriggio i bambini si divertiranno costruendo giocattoli, domani anche i grandi potranno imparare giocando. Per info: tel/fax 0375/980678, cell 329/2124933. alle 18.30 la professoressa Maria Luisa Manfredi diriger lo spettacolo del gruppo Cittadini insieme in piazza Garibaldi. Cena italiana, con Maurizio Bufi, o spagnola. Domenica, ultimo giorno, sar aperto dalla Bicincitt, dai corsi gratuiti di disostruzione delle vie aeree in et pediatrica della Croce Rossa Italiana, dalle visite guidate alla Torre Littoria. A pranzo e cena grandi firme con Mauro Improta e Beniamino Bilali, che presenter le sue pizze speciali. Non si escludono sorprese: il nome pi gettonato, per il men greco, quello di Spyros Theodoridis, vincitore della prima edizione di Masterchef Italia.

IL 25 APRILE A GUSSOLA
GUSSOLA Ultimo appuntamento, venerd 26 aprile, con Una serata in compagnia dellautore presso la Sala Giovanni Paolo II. Alle ore 21 sar protagonista Katia Sassoni (intervistata da Stefano Prandini), col libro Gino Don litaliano del Granma. Si potr conoscere la storia del partigiano veneto della Resistenza che partecip, unico europeo, allo sbarco del Granma che fu linizio della rivoluzione Cubana. Presenti anche gli scrittori Gianfranco Ginestri e Roberto Occhi, autore di un libro sul Che. La serata organizzata in collaborazione col circolo Hilda Guevara dellassociazione di amicizia Italia Cuba e il circolo Anpi di Gussola, e si inserisce nellambito della commemorazione del 68 anniversario della Liberazione. Il 25 aprile alle 8 ci sar il ritrovo in piazza Comaschi a Gussola, alle 8,15 posa dei ori sui cippi, alle 10 posa della corona di alloro al Monumento di Carlo Comaschi in memoria del 90 anniversario della sua morte violenta. A seguire Benedizione e celebrazione della Santa Messa, lintervento del Sindaco Marino Chiesa, quello dei ragazzi delle scuole medie e di Giuseppe Azzoni a nome dellANPI provinciale. Chiusura afdata alle canzoni eseguite da I Giorni Cantati.

Oggi e domani a Gussola il 42 Motoraduno Angelo Bergamonti


GUSSOLA - Il conto alla rovescia finito: oggi, in piazza Comaschi a Gussola, prender il via la 42esima edizione del motoraduno intitolato allindimenticato pilota Angelo Bergamonti, scomparso il 4 aprile del 1971 in seguito ad un incidente sul circuito di Riccione, mentre contendeva il primo posto della Temporada Romagnola con Giacomo Agostini, che come il centauro gussolese viaggiava spedito in sella alla MV Augusta. Tra oggi e domani, il Moto club Bergamonti di Gussola dar vita alla tradizionale due giorni dedicata agli appassionati delle due ruote e non solo. Oggi pomeriggio le iscrizioni apriranno alle ore 15: motoconcentrazione in piazza Comaschi. Primo appuntamento, la visita al Museo della Moto di Guastalla. Al rientro, aperitivo offerto dalla Casa Giardino di Casalmaggiore, poi cena aperta a tutti con antipasti, primi piatti, rosticceria e porchetta. Il tutto, presso la sala Polifunzionale Papa Giovanni Paolo II, ex centro culturale di Gussola. A seguire, concerto degli Spingi Gonzales. Domani mattina ritrovo alle ore 9 per le iscrizioni: alle 10, centauri in strada per un giro turistico verso lAcquario del Po di Motta Baluffi. Verso mezzogiorno, i centauri si concentreranno nei pressi del monumento di Angelo Bergamonti, che sorge sulla via principale di Gussola. Nel pomeriggio, i motociclisti raggiungeranno San Martino del Lago, dove effettueranno un giro di pista presso lautodromo: a velocit moderata s'intende. Tappa successiva a San Giovanni in Croce, con aperitivo offerto dal Bar On The Rocks!. Di ritorno a Gussola, alle ore 12,30, riaprir la cucina con pasti a prezzo convenzionato. Alle 15 avranno inizio le premiazioni. Poi, i saluti. L'arrivederci a maggio, quando il moto club Bergamonti far visita a Coriano, al museo in memoria di Marco Simoncelli, che del centauro gussolese condivide il tragico destino.

Cultura &Spettacoli
Teatro amatoriale a Soresina
Domani alle 21, al Teatro Sociale di Soresina, ha luogo il primo appuntamento della rassegna di Teatro Amatoriale. Il gruppo Danimedali presenta Factum est, monologo di Giovanni Testori, con la regia di Danilo Ferrari. Il testo, strutturato in 14 parti come una Via Crucis, affronta il drammatico tema dellaborto. Nellopera parla solo il feto: colui che nella realt non ha diritto di parola, espressione, n comunicazione della propria volont.

Ultimo appuntamento con la XXV edizione della rassegna La danza del Teatro Ponchielli che, questanno, ha portato in scena ben quattro spettacoli in prima italiana. Mercoled 24 aprile, alle ore 21, il sipario cala con, appunto, la quarta prima italiana in cartellone. Conosciuti dal pubblico cremonese con lacclamato Radio and Juliet nel 2008, tornano sul nostro palcoscenico i componenti del Maribor Ballet, diretti dal loro coreografo Edward Clug. Lo spettacolo proposto, intitolato Watching others, stato cos presentato dal suo creatore: Il titolo Watching others non implica necessariamente il processo di osservazione ma si riferisce piuttosto ai principi universali della performing art. Non volevo enfatizzare o cambiare i principi e le caratteristiche generali del teatro, ma sottolineare alcuni dettagli e dedicarmi a ci che mi interessa maggiormente, ovvero il corpo umano. Lazione si svolge in un mondo surreale costituito da barriere nere e muri scorrevoli che rivelano e celano i corpi dei ballerini. I muri creano un dialogo tra il campo visibile e quello invisibile senza porsi come limite allo svolgersi dellazione. In altre parole, non rappresentano un ostacolo ma semplicemente presentano spazi separati tra loro. Le scene sono illusioni e il mio desiderio quello che limmaginazione dello spettatore e le sue immediate emozioni riempiano lo spazio tra lui e la scena. Fondamentale la scelta della musica: variazioni sul tema di due preludi di Chopin, il n. 14 in mi bemolle minore op. 28 e il n. 20 in do minore op. 28, composte da Milko Lazar ed eseguite dal vivo dal pianista sloveno Bojan Goriek.

Watching others chiude la rassegna della danza

Reality in scena stasera a Casalmaggiore


di Federica Ermete

Protagonista dello spettacolo la routine quotidiana di un donna che annotava tutto

tasera alle 21 al teatro comunale di Casalmaggiore, Planet3/Dreamachine, ZtlPro, Armunia/Festival Inequilibrio portano in scena lo spettacolo Reality, ideazione di Daria Deflorian ed Antonio Tagliarini, a partire dallomonimo reportage di Mariusz Szczygiel (nella traduzione di Marzena Borejczuk). Realt, reality senza show, senza pubblico. Essere anonimi ed unici. Speciali e banali. Avere il quotidiano come orizzonte. Come Janina Turek, una donna polacca che, per oltre cinquantanni, ha annotato minuziosamente i dati della sua vita: quante telefonate a casa aveva ricevuto e chi aveva chiamato (38.196); dove e chi aveva incontrato per caso e salutato con un buongiorno (23.397); quanti appuntamenti aveva fissato (1.922); quanti regali aveva fatto, a chi e di che genere (5.817); quante volte aveva giocato a domino

Una scena dello spettacolo

(19); quante volte era andata a teatro (110); quanti programmi televisivi aveva visto (70.042). Ben 748 quaderni trovati alla sua morte, avvenuta nel 2000, dalla figlia ignara ed esterrefatta. Mariusz Szczygiel, nel reportage che ci ha

fatto scoprire questa storia, ha scritto: Nella routine quotidiana succede sempre qualcosa. Sbrighiamo uninfinit di piccole incombenze senza aspettarci che lascino traccia nella nostra memoria, e ancor meno, in quella degli altri. Le nostre

azioni non vengono infatti svolte per restare nel ricordo, ma per necessit. Con il tempo, ogni fatica intrapresa in questo nostro quotidiano affaccendarsi viene consegnata alloblio. Janina Turek aveva scelto come oggetto delle sue osservazioni proprio ci che quotidiano e che, pertanto, passa inosservato. Quello che mette uno strano brivido addosso nello scorrere la vita nei dettagli di questa anonima casalinga di Cracovia, che non unopera artistica, non un paradosso intellettuale, non rivolto in nessun modo ad un pubblico. Per sua scelta personale, aveva cominciato, intuitivamente, a nobilitare il proprio trantran quotidiano. Perch? A chi vuole capire il teatro che si fa oggi, a chi vuole avere un'idea del teatro che si far nei prossimi anni suggerirei di non perdere lo straordinario reality Col suo parlare dimesso, falsamente naturale, la Deflorian fa sfoggio di un talento mostruoso, quasi inarrivabile... (Renato Palazzi).

E iniziata la prevendita dei biglietti del concento in programma sabato 27 aprile alle ore 21, presso il Cineteatro Giovanni Paolo II di Castelleone. Protagonista Annalisa che, dopo aver presentato al Festival di Sanremo il brano Scintille, ha scelto il Teatro di viale Santuario per la data zero del suo Non so ballare tour, che inizier il 3 maggio a Milano. Oltre ai brani dei due precedenti dischi, Nali e Mentre tutto cambia, Annalisa presenta live le canzoni del suo ultimo album Non so Ballare, pubblicato il 14 febbraio per Warner Music. Lalbum conserva una marca-

Concerto di Annalisa, al via la prevendita

ta impronta pop-rock nei brani A modo mio amo, Ed ancora settembre e Meraviglioso addio e spazia fra lo stile bandistico di Io tu e noi, larrangiamento vocale chiaroscuro di Spara amore mio, le sfumature nordiche in Alice e il blu e Torner ad amare, fino alle suggestioni della traccia finale La prima volta che si muove interamente su voce, pianoforte e violoncello. Annalisa firma il brano Tutta laltra gente. Tratta, invece, con ironia, temi delicati come la dipendenza in Alice e il blu, e come il femminicidio in Spara amore mio.

Incontro conclusivo con Fede ed etica, la rassegna con cui Cremona rende omaggio a uno dei suoi figli illustri, don Primo Mazzolari. Luned 22 aprile alle ore 21, presso la nuova sede provinciale Acli (in via Cardinal Massaia 22), viene presentata in anteprima ledizione critica dellopuscolo Della tolleranza (Dehoniane) e curato da don Bruno Bignami, presidente della Fondazione di Bozzolo. Il testo stato scritto nel marzo 1945 in piena clandestinit, mentre il parroco era ricercato dai nazi-fascisti perch accusato di organizzare la resistenza nel basso mantovano. E una meditazione sul tema della libert e del valore dellaltro. Le riflessioni sulla

Ultimo incontro di Fede ed etica

Luned viene presentato in anteprima lopuscolo Della tolleranza

tolleranza furono cos provocatorie che Mazzolari non riusc a pubblicarle in vita. Solo un anno dopo la morte, nel 1960, la pubblicazione vide la luce, ma in forma molto rimaneggiata. Ora arriva in libreria nella versione integrale e originale.

TEATRO Stasera a Pizzighettone (Casa matta 25), alle ore 21.15, la Compagnia delle Muse presenta Il rompiballe, commedia brillante di Francis Veber, con Lorenzo Sperzaga, Massimo Corengia, Nadia Zignani e Marco Falsetti. Un testo profondamente ironico e molto raffinato, che ha ispirato ben due film: uno italo-francese con la regia di Edouard Molinaro, con Lino Ventura; e un secondo con la regia di Billy Wilder, con Walter Matthau, Jack Lemmon e Klaus Kinski, con il nome di Buddy Buddy. Lo spettacolo inserito nella Stagione Teatrale Teatro alle Mura la cui direzione artistica affidata a Stefano Vanelli (Agenzia Spettacolo Live!).

Evento fantasy torna gioved a Soncino

Gioved 25 aprile dalle 10 alle 20, nella splendida cornice della grandiosa Rocca di Soncino, ha luogo il grande Evento fantasy dedicato al Medioevo fantastico. Dopo la passata edizione, che ha visto partecipare oltre 10.000 persone, anche ledizione 2013 prevede ampi spazi rivolti sia agli adulti, con tavoli gioco e spettacoli dedicati, sia ai bambini i quali, oltre ad assistere ai molti spettacoli in programma, possono partecipare alla Manifestazione truccati e vestiti con abiti a tema, venendo catapultati in un meraviglioso viaggio fuori dal tempo tra mezz'uomini, elfi, maghi e orchi. E inoltre allestita una piccola mostra composta da pezzi provenienti direttamente dal Film The lord of the rings, oltre ad abiti, armi e armature, ambientazioni, ricostruzioni e diorami.

(G.B.) Hermann Hesse, Nobel per la letteratura, arriv a Cremona la sera del 12 aprile 1913 in treno da Bergamo alloggiando in una locanda vicino allallora hotel Roma. Lo stesso giorno, cento anni dopo, allhotel Dellearti Artemio Focher, docente presso la facolt di Musicologia a Cremona, in omaggio a quellevento, che stato una pietra miliare della fama nel mondo di Cremona come citt darte, ha tenuto una splendida lezione accademica. Focher ha contestualizzato quellesperienza nella complessa vicenda culturale di Hesse che, raggiunta la piazza del Duomo attraverso il cortile del Municipio, rimase stupefatto dalla bellezza ed arditezza straordinaria della Cattedrale incredibile, che domina una piazza favolosa animata da una cristallina polifonia che incanta .

Lezione sulla visita di Hermann Hesse

Cultura&Spettacoli
musica

Sabato 20 Aprile 2013

Dopo i due album Il pane del giorno prima (2010) e Affetti speciali (2011) gi stato presentato al pubblico ed quindi disponibile il nuovo album Spetacol del cantautore cremasco Gi Bressanelli. Lui e la sua band lhanno presentato nella preziosa cornice dellAuditorum Fabrizio De Andr di Castelverde dove lalbum stato in parte registrato con la collaborazione di Mattia Manzoni (registrazione e mixaggio, pianoforte, sax, basso, fisarmonica e cori), Francesco Guerini (chitarre e cori), Paolo Simonetti (percussioni e cori), Irene Bressanelli

Il nuovo album di Gi Bressanelli

(sax soprano), Matteo Livraga (violino). Dieci storie racchiuse in dieci brani che vogliono esprimere ciascuna una piccola sfaccettatura dello spettacolo della vita: lamore, la provocazione, la meraviglia, il ricordo, la riconoscenza, la memoria, lamicizia, la guerra. Tutti brani inediti tranne A munt, gi presentato in Il pane del giorno prima e qui riproposto in una nuova versione con la partecipazione delle donne del Gruppo spontaneo di canto popolare. Lalbum prodotto, come i precedenti, dallassociazione culturale Il canto del cuc.

In scena Affinit questa sera al Galilei

23

Crema torna a promuovere larte del teatro


Giovani attori e aspiranti registi si mettono in gioco in modo serio e gratificante
Franca Marchesi. Il teatro dellassurdo di Samuel Beckett. Marted 23 aprile: ore 21 pensieri, poesie e canzoni con lo spettacolo Venti + quattro ideato, scritto, musicato, diretto e interpretato da Martin Chishimba. Emanuele Cristiani al flauto e Damiano Andrini alla chitarra. Mercoled 24 aprile: ore 21 il Cai di Crema presenta la Compagnia teatrale H.O.T. Minds di Sassuolo nello spettacolo musical Jesus Christ Superstar in versione integrale (i fondi raccolti verranno destinati ai terremotati di S. Felice e Finale modenese). Gioved 25 aprile: ore 21 commedia in due atti Un cadavere troppo ingombrante della compagnia teatrale di Soresina, scritto da Giorgio Casini per la regia di Giovanni Bolzani. Venerd 26 aprile: ore 21 Humaterra, danzando per incontrare mondi diversi. Un progetto artistico Dagipoli Dance Theater che coinvolge Grecia, Italia e Turchia. Musica e canzoni dal vivo. Tiziano Guerini

arte il 23 aprile al teatro San Domenico di Crema, la V edizione della rassegna Crema in scena, che intende promuovere larte del teatro nel territorio coinvolgendo soprattutto compagnie non di professione. Sia Giuseppe Marotta presidente della Fondazione San Domenico, sia Enrico Coffetti direttore artistico, durante la presentazione della rassegna di questanno hanno sottolineato limportanza della iniziativa che permette a giovani aspiranti attori e aspiranti registi di mettersi in gioco in modo serio e gratificante. Ledizione di questanno, poi, presenta anche spettacoli di livello professionistico, volendo in questo modo mettere sul medesimo piano di importanza ogni tentativo teatrale perch tutti accomunati dalla passione e dallentusiasmo. Ecco un primo gruppo di spettacoli. Sabato 20 e domenica 21 aprile: ore 21 Il commissario Dio Tallevi, commedia in due atti di Francesco Edallo. Due uccisioni e un tentativo di omicidio non ingannano il commissario ed alla fine uscir

Al Teatro Galilei di Romanengo questa sera alle ore 21.15 va in scena con ingresso gratuito - per il progetto artistico Giovani fontanili dautore lo spettacolo Affinit esercizi su le affinit elettive di J.W. Goethe. I partecipanti al progetto (Dario Aiolfi, Anna Carra, Nicola Costolucco, Roberta Gorini, Giovanni Massimo, Fabrizio Ruospo, e Lucrezia Terzaroli: conduzione e regia di Enzo G. Cecchi; coordinamento Michele Bozzetti) cos ne presentano le conclusioni: A conclusione del laboratorio sul tema partito nel 2012, abbiamo realizzato uno spettacolo che comunque rimane uno studio, dato che quello che ci si era prefisso non era unopera conclusa, ma la presentazione di una modalit di lavoro. Ci si avvicinati sempre di pi alle parole del romanzo di Goethe che comunque abbiamo continuato a sentire distante dalle nostre sensibilit e dalle nostre affinit. Un giardino che muta seguendo levoluzione dei sentimenti, tante parole spesso contrastanti, quattro personaggi principali, disposti quasi come un ikebana sugli altri personaggi e su di un iardino che muta in continuazione. Gli incontri le evoluzioni della vita, le fatalit forse, fino alla tragedia e il dissolvimento di due dei personaggi che forse avranno bisogno di unaltra vita e di un altro tempo per potersi ricongiungere. Dopo lo spettacolo brindisi di fine stagione.

La presentazione di Crema in scena

il colpevole. Lennesima commedia di Francesco Edallo, impegnato da oltre trentanni nella scrittura per il teatro, stavolta alle prese con un thriller milanese. Luned 22 aprile: ore 21 Aspettando Godot interpretata al femminile per la regia di

Questa sera viene inaugurata la mostra grafica di Macchi


Nella sede della Pro Loco di Crema in piazza Duomo, un appuntamento artistico importante: questa sera alle ore 17 si inaugura la mostra grafica di Gilberto Macchi dal significativo titolo Dalle alchimie di laboratorio allarmonia del segno. Lartista non ha bisogno di grandi presentazioni per Crema, essendo da anni che lavora e presenta le proprie opere nella nostra citt. Molto apprezzati i suoi quadri, dapprima ispirati al mondo della luce e dellacqua di Venezia, poi ai colori accesi ed al

viola della lavanda che riempiono le colline della Provenza: un divenire artistico che presenta elementi di continuit pur nellevolversi di esperienze di vita e di abilit tecniche. La mostra insolita nella sua specializzazione, la lastra incisa di zinco o di legno, bitume, punte di metallo, acido nitrico, carta bagnata, torchio permetter ai visitatori di entrare in un mondo di iniziati. La mostra proseguir, con apertura al pubblico negli orari dufficio, fino a domenica 28 aprile.

Per iniziativa dellassociazione Assonanze, uno scoppiettante duo, il violoncellista Marco Ravasio e lorganista Roberto Scarpa Meylougan (qui in veste di pianista) - vincitore a inizio carriera, del Concorso Internazionale di Stresa nell83 - ci presenter un singolare programma che verter su Gli impressionisti e il Jazz concerto che si tiene a Crema domani alle ore 17 in sala Bottesini presso lIstituto Folcioni con musiche di Ravel, Debussy, Faure, anonimi spirituals, Joplin, Gershwin, Piazzolla, I Beatles e composizioni dello stesso Ravasio. NON SOLO TURISTI Continua la rassegna giunta alla XIII edizione dal titolo Non solo turisti- racconti e immagini di scrittori viaggiatori, con lappuntamento di marted 23 aprile ore 21 presso la sala Alessandrini in via Matilde di Canossa a Crema. In collaborazione con lassociazione Vela Crema, Alberto Rudi presenta Il viaggio della vita Navigare in oceano alla soglia dei 70 anni.

Scoppiettante concerto domani in sala Bottesini

Tornano gli appuntamenti con le serate Cool Britannia al Covo Club di Bologna, che sabato sera a partire dalle 22 ospiter una delle band di Manchester che pi stanno facendo parlare di s: i Courteneers, che con soli due album si sono aggiudicati il successo internazionale grazie alle loro melodie che si incollano alla memoria per non abbandonarla pi. La formazione sar sul palco per presentare dal vivo i brani del pi recente album, Anna, il terzo della loro carriera e finora il pi importante, come un atto di conferma del meritato successo. Siamo un gruppo molto buono, che scrive grandi canzoni con grandi melodie - dice Liam - ma abbiamo anche avuto molte pi

Stasera dalle 22 a Bologna la band eseguir dal vivo i brani del terzo album
cose in corso di quanto si pensi. Questo certamente vero quando si tratta di un album come Anna, ha recentemente dichiarato il leader della formazione britannica Liam Fray. Gli fa eco il bassista Mark Cuppello: Anna un disco intenso. Scorre veloce, anche se il processo di registrazione stato molto pi rilassato questa volta. Abbiamo preso tutto il tempo che volevamo. Non volevamo avere fretta. Un album, dunque, curato e fatto crescere con pazienza ed attenzioni, che ora la band pronta a far gustare ai fan. Sar invece dedicata al rap la serata al Fillmore Club, con la tappa del tour di Salmo Midnite. Lalbum, a pochi giorni dalla pubblicazione, ha gi spodestato ogni concor-

I Courteneers al Covo per presentare Anna

AFTERHOUR

The Courteneers

rente nelle classifiche di vendita confermando il successo sempre crescente del rap tra i fruitori di musica. Durante gli instore partiti il 2 aprile, migliaia di ragazzi hanno affollato i vari punti sparsi per lItalia per accaparrarsi una copia autografata dellalbum. Midnite ha gi fatto storia con tredici potentissime tracce, caratterizzate dalla peculiare commistione di suoni tra rap golden age ed elettronica. Di tale successo potranno avere prova i fan che saranno presenti allesibizione di Salmo stasera al Fillmore Club, nel corso della quale alla presentazione delle nuove tracce Salmo inserir in scaletta anche alcuni dei suoi pi grandi successi. Martina Pugno

CINEMA
Programmazione settimanale settimanale Programmazione
Cremona Spaziocinema Cremonapo (0372-803674) www.spaziocinema.info Oblivion Bianca come il latte, rossa come il sangue Benvenuto Presidente Scary movie 5 Passione sinistra Come un tuono Ci vediamo domani Le avventure di Taddeo l'esploratore I Croods Attacco al potere Chaplin (0372-453005) Nella casa Filo (349.8310931) Il castello nel cielo Treno di notte per Lisbona crema Porta Nova (0373-218411) www.multisalaportanova.it Scary movie 5 Come un tuono Bianca come il latte, rossa come il sangue Oblivion Un giorno devi andare Attacco al potere pieve fissiraga Cinelandia (0371-237012) www.cinelandia.it Attacco al potere Ci vediamo domani Bianca come il latte, rossa come il sangue Passione sinistra Scary Movie 5 Oblivion

Nella casa, dal talento che nascono le rivoluzioni


La pellicola di Ozon esplora le relazioni tra autore e lettore
Molti scrivono ma solo in pochi, pochissimi, possiedono del vero talento. E il compito che capita nelle mani del professore di letteratura Germain rappresenta ci che definibile dono di natura. Claude ha una fervente immaginazione e alimenta linsaziabile sapere del suo unico lettore che, a sua volta, lo stimola a continuare a scrivere. C solo un particolare: Claude, per trovare lispirazione deve entrare fisicamente allinterno della casa dove realmente vivono i suoi personaggi. Lultima pellicola del talentuoso regista francese Franois Ozon una delle pi adorabili sorprese del cinema di questanno. Per niente scontato, Nella casa una commedia drammatica molto intelligente, che esplora il labirinto affettivo e, molto spesso asfissiante, esistente tra lo scrittore e i propri personaggi e il lettore e la storia raccontata. La nascita e lo sviluppo di questa si confondono e si mescolano alla realt intrappolando e manipolando autore e lettore, contemporaneamente, costretti a scontrarsi con lelemento decisivo per entrambi: il finale. Con una straordinaria interpretazione degli attori, Nella casa un mix di ironia, sarcasmo e beffeggiamento della Cultura, e di tutto il suo mondo circostante, senza, per, mai cadere nel ridicolo o addirittura nellauto-referenza poich se vero che con larte si mangia poco o nulla essa per anche lunica in grado di smuovere le coscienze e gettare le basi delle rivoluzioni. Federica Palmisano

Regia: Francois Ozon Genere: Drammatico Durata: 105 minuti. Cast: Fabrice Luchini, Ernst Umhauer, Kristin Scott Denis Menochet.

24

Sabato 20 Aprile 2013

Agricoltura
Alberto Boselli: Bisogna riuscire a coniugare la trattativa economica con la parte normativa

Pomodoro da industria, siglato laccordo quadro per il prezzo


E stato siglato nei giorni scorsi laccordo quadro per il prezzo di riferimento del pomodoro da industria tra le Organizzazioni di produttori del comparto e lindustria di trasformazione. Il prezzo sottoscritto di 86 euro per tonnellata inclusi i servizi contro gli 84 della precedente campagna produttiva e laccordo prevede anche una parziale revisione della tabella qualit. Bianca Maria Balestreri, presidente della Federazione Regionale Pomodoro di Confagricoltura Lombardia e vicepresidente della corrispondente Federazione nazionale ha cos commentato: Non possiamo certo dirci soddisfatti dellaccordo perch il limitato aumento del prezzo di riferimento rispetto allanno scorso non sufficiente a compensare laumento dei costi di produzione che abbiamo dovuto sostenere. Ancora una volta le difficolt della filiera si ripercuotono negativamente sulla parte agricola. Inoltre ha proseguito evidenziando che un altro grave motivo di insoddisfazione rappresentato dal fatto che, a seguito di una lunga e complessa trattativa, il prezzo sia stato stabilito solo alla met del mese di aprile: per gli agricoltori sarebbe necessario che venisse definito ben prima, in modo da poter operare le scelte colturali con una prospettiva economica sicura. Pertanto, fondamentale, che in futuro la contrattazione avvenga secondo tempi e modalit differenti, partendo dal principio che lindustria di trasformazione non pu prescindere dalla produzione nazionale che deve pertanto trovare un maggior riconoscimento ed una migliore valorizzazione.

Prezzo del latte, la situazione si complica


A cura di Libera Agricoltori n vista dellavvio delle trattative per il rinnovo del prezzo del latte, e con il fine di valutare le prospettive di mercato, si tenuta presso la sede della Libera a Cremona la sezione lattiero casearia di Confagricoltura Lombardia guidata da Luigi Barbieri. Presenti il nuovo leader di Confagricoltura Lombardia, il lodigiano Antonio Boselli, quello dellUnione agricoltori di Brescia, Francesco Martinoni, e il presidente della Libera e vice di Confagricoltura Antonio Piva. A complicare le cose sulla trattative del prezzo, anche la questione dellarticolo 62 sui tempi di pagamento dei prodotti agricoli. Argomento su cui si soffermato Boselli. La questione spinosa, e bisogna riuscire a coniugare la trattativa economica principalmente legata al prezzo con la parte normativa legata alla contrattualistica ed alle condizioni di cessione del prodotto, come previsto dallarticolo 62 e anche dal pacchetto latte. Una cosa certa: nellindicare sui contratti la quantit di latte ceduta, il nostro Paese, essendo deficitario, non ha alcun tipo di problema. Per il singolo allevatore sar sufficiente indicare tutta la quantit prodotta. Sulle condizioni di mercato intervenuto Piva, che ha ribadito le indicazioni scaturite qualche giorno prima nel convegno tenuto alla Fiera di Grumello: Le condizioni dei mercati internazionali sono positive, la richiesta di latte e derivati buona, e vi sono Paesi come la Cina che stanno acquistando latte in polvere dalla Nuova Zelanda e latte confezionato Uht in Europa; e questo genera un flusso di latte che fa aumentare anche la domanda interna. Inoltre vi sono Paesi come la Francia che hanno diminuito sensibilmente la produzione, e vi

sono prezzi in alcuni Stati europei decisamente migliori rispetto al loro standard. Tuttavia in Italia la situazione complessa, perch lindustria di trasformazione tende prima a fare accordi con la grande distribuzione e poi a regolare il frutto di tali accordi sui produttori, e questo per noi penalizzante. In Francia vi stata anche una proposta interessante fatta dal ministro Le Foll: aumentare il prezzo del latte al consumo di due centesimi per riversarlo direttamente ai produttori. Secondo Luigi Barbieri, presidente della sezione regionale, anche le condizioni del mercato interno non sono peggiorate; dunque vi sono i presupposti per riuscire a stipulare un prezzo equo per i produttori. Sulla stessa lunghezza donda Francesco Martinoni, presidente dellUnione di Brescia e anche di una cooperativa di raccolta, di cui dice: stiamo stipulando contratti di fornitura allindustria a breve

termine, con prezzi leggermente superiori rispetto a quello di 40 centesimi in vigore sino alla fine di aprile. E stato anche affrontato largomento delle produzioni Dop grana e parmigiano, che da sempre da noi fanno mercato. Il loro prezzo sceso dai picchi di qualche tempo fa ma si mantiene comunque su buoni livelli, e anche questo un segnale positivo. Ha detto Alberto Cortesi, presidente della sezione latte di Mantova: Tra qualche mese verranno immesse sul mercato le forme di grana che derivano da una produzione pi contenuta, e questo ci dovrebbe avvantaggiare. Bisogna riuscire a tenere fino ad allora. Concetto ripreso da Boselli: Nellemisfero australe c carenza di latte. Le polveri stanno salendo, e in Olanda il latte spot salito fino a 37-38 centesimi. Il mercato si presenta positivo per qualche mese, poi dovrebbero cominciare a risalire le quotazioni dei tipici.

Suini, riunione sulle nomine dei rappresentanti in Ipq e Ineq


Il presidente della sezione zootecnica della Libera, Vincenzo Marchini, ha preso parte alla riunione della Federazione regionale di prodotto degli allevamenti suinicoli di Confagricoltura Lombardia, tenutasi giorni fa a Mantova. Si discusso delle nomine dei rappresentanti dei suinicoltori nellambito di Ipq e Ineq istituti di certificazione relativi ai macelli ed agli stabilimenti di stagionatura dei prosciutti, in cui i produttori fanno fatica a far sentire le proprie esigenze dal momento che si trovano in minoranza. Altro tema affrontato, ancora relativo alle nomine, stato quello del funzionamento della Cun di Mantova in cui si rende necessario individuare un sistema che consenta allo smo individuato potrebbe essere quello dellinserimento graduale dei supplenti in sostituzione dei titolari. Infine sono stati affrontati altri due temi di particolare importanza per i produttori: quello della lotta alla malattia di Aujseszky ed altri aggiornamenti in materia veterinaria. Sul primo aspetto, nonostante gli sforzi fatti, non si riesce a far accreditare complessivamente gli allevamenti perch piuttosto oneroso. Una delegazione di produttori andr in Regione per un aggiornamento generale sullargomento. Infine stata fatta una valutazione complessiva sullapplicazione delle norme sul benessere animale e sulle problematiche legate al trasporto dei suini.

Bagno nel fiume Po? Secondo Beati si pu, ma difficile superare i luoghi comuni
Il direttore provinciale dellArpa, Giampaolo Beati ha affermato che si pu fare il bagno nel Po. Tali parole fanno per discutere: da una parte chi saluta positivamente la svolta; dallaltra chi, come gli ambientalisti, frena. Sono infatti lontani i tempi in cui i cremonesi dicevano con orgoglio che il fiume il nostro mare. Gi negli anni settanta ci si tuffava nel Po senza sapere che lacqua fosse inquinata; ma, con le leggi pi restrittive e una maggior sensibilit ecologica, sono arrivati anche i depuratori. Secondo Beati da almeno due-tre anni che la situazione migliorata. I corsi dacqua vengono classificati in cinque fasce di qualit, la prima quella delleccellenza, una prerogativa di qualche torrente di montagna e poco altro. Il Po si colloca costantemente nella seconda o terza categoria, che significano sufficienza o sufficienza piena. Pertanto, in base a quei numeri il bagno si pu fare. Difficile, per, che tale invito venga raccolto, perch il Po sporco ormai un luogo comune.

stesso tempo di avere una certa continuit insieme ad un parziale rinnovo dei commissari. Il meccani-

I MERCATI AGRICOLI - TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 19 APRILE 2013 (Fonte: Coldiretti Cremona)
PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CEREALI MINORI CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe)

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
236-240

MILANO
n.q.

MANTOVA
n.q.

BOLOGNA
(fino) 261-264 buono m. n.q. 227-231 504-512 (p.spec. 62-64) n.q. (p.spec. 66-67) 250-248 Sorgo nazionale 250-254

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo VACCHE Frisone 3 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga

UNITA DI MISURA
kg. Kg. kg.

CREMONA
p.v. 1,17-1,36 p.m 2,65-2,95 pv 0,90-1,05 pm 2,15-2,45 pv 0,66-0,82 pm 1,70-2,00 pm 2,60-3,10

MONTICHIARI
1,38-1,57 1,00-1,20 0,80-0,95

MANTOVA
da macello 1,18-1,28 1,01-1,11 0,85-0,95

MODENA

Tonn. Tonn. Tonn.

218-220 n.q. 216-220 222-227

231-232 507-510 n.q. 250-252

223-227 500-505 Fino a 65 243248 Fino a 70 249254

kg.

1,47-1,57

1,44-1,61

Vitelloni femm. da macello pez. nere (kg. 450-500) p.v. 1,451,60 pm 2,80-3,10 (45-55 kg) 1,45-1,85 (pregiate 70 kg) 3,96-4,55

Tonn.

Triticale 255-257 Sorgo 258-261 217219 160175 loietto: 160175 85-95 214215 141-151 145-150 80-92 223-226 Mag. 1 t. 140-145 Paglia di frum. casc. 75-80

kg. kg.

1,20-1,50

MONTICHIARI (1 q. 56/60 kg) 1,40-1,55 MONTICHIARI 3,85-4,00

(da 46 a 55 kg) 1,40-1,80 3,40-4,00

3,00-4,00

Tonn. Tonn.

216-217

PRODOTTO
BURRO pastorizzato

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
3,40 (dolce) 5,05-5,20

MILANO
past. 3,00 centr. 3,70 5,05-5,20

MANTOVA
2,70

MODENA
Zangolato di creme X burrificaz. 2,20 --

Tonn.

PRODOTTO
SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

UNITA DI MISURA
15 kg

CREMONA
4,340

MILANO
4,360

MANTOVA
4,280

MODENA
4,330

PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

kg.

n.q.

kg.

(piccante) 5,25-5,50 6,85-7,20

5,25-5,50

n.q.

PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 8,60-9,50 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 10,45-11,10 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 11,40-12,30

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg

3,270 3,030 2,440 1,240 1,300 1,270

3,330 3,070 2,470 1,300 1,300 1,275

3,220 2,970 2,400 n.q. n.q.

3,280 3,030 2,450 (da 144 a 156 kg) 1,245 (da 156 a 176 kg) 1, 300 (da 11,49480 kg) 1,284 kg.

6,70-7,15

6,80-7,00

kg.

8,00-8,25

7,90-8,90

8,00-8,20

Oltre 176 kg

n.q.

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il 1 e il 3 mercoled del mese. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono, per la Granaria, il marted (comparto dei cereali e derivati). Per la zootecnia da latte si porta come riferimento anche Montichiari, che quota il venerd. Il mercato di Mantova avviene il gioved. Modena il luned. Il mercato di Bologna, che con la Granaria di Milano fa da riferimento per i cereali, quota il gioved. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

SPORT

Responsabile Fabio Varesi

Rossi e Lorenzo cercano conferme nel Gp di Austin

MOTOMONDIALE
In unAmerica ancora scossa dallattentato di Boston, il motomondiale sbarca a Austin per la seconda prova iridata. Un incendio scoppiato gioved notte allinterno del box Yamaha ha causato per fortuna danni minimi, ma il week end per Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (primo e secondo a Losail) non cominciato nel migliore dei modi. In ogni caso i due fuoriclasse sono i grandi favoriti (con Pedrosa) nella gara della MotoGp, in programma domani alle 21 (diretta su Italia 1 e Italia 2).

Alla Cremo non resta che sperare


L
di Matteo Volpi a lenta agonia che far morire questa stagione in un ennesimo nulla di fatto, porta domani la Cremonese a misurarsi con la modesta Tritium. Una gara da vincere per cullare lillusione di un eventuale aggancio ai playoff, per il quale sar necessario anche gufare contro qualche avversaria. Ma i tifosi, quelli veri, la loro scelta lhanno gi fatta. Si contester fino a fine stagione, specie dopo linsano gesto di Sales di provare a zittire la curva dopo il gol di Le Noci. Qui si potrebbero aprire mille dibattiti, sui modi, sulle critiche, ma alla fine i risultati delle due fazioni parlano chiaro: il pubblico grigiorosso (che paga per andare a fare il tifo allo stadio e fa fare cassa alla societ) il secondo migliore nella classifica del girone, la squadra (che pagata per giocare) vede i primi due posti (che portano in serie B) con il binocolo. Spiace doverlo ammettere, ma non c partita. E fino a quando non ci sar partita, non ci saranno nemmeno gioie da festeggiare allo Zini e dintorni. Questo concetto dovrebbe essere chiaro a tutti, ma purtroppo non lo . Erminio Favalli, di cui si ricordato proprio ieri il quinto anniversario della morte, lui s che questo concetto lo aveva chiaro. Ora non resta che sperare in un futuro che speriamo venga forgiato AlbinoLeffe-Portogruaro Cremonese-SudTirol Cuneo-Como Feralpi Sal-Carpi Reggiana-Lecce Trapani-Pavia Treviso-Tritium V. Entella-San Marino Riposa: Lumezzane Trapani Lecce Carpi Virtus Entella SudTirol San Marino AlbinoLeffe (-6) Feralpi Sal Cremonese (-1) Pavia Lumezzane Cuneo Portogruaro (-2) Como (-1) Reggiana Tritium Treviso (-1) Carpi-Cuneo Como-Lumezzane Lecce-Feralpi Sal Pavia-AlbinoLeffe Portogruaro-Reggiana San Marino-Trapani SudTirol-Virtus Entella Tritium-Cremonese Riposa: Treviso dattesa alla ricerca di un punticino che potrebbe comunque risultare utile per tenere a debita distanza il Treviso, ormai sempre pi destinato alla retrocessione diretta, occupando da inizio stagione lultimo posto della graduatoria. DIRETTA TV La gara con la Tritium, che si giocher al Brianteodi Monza, verr trasmessa in diretta televisiva da Cremona1. PROBABILE FORMAZIONE (43-2-1): Viotti; Sales, Tedeschi, cremonesi, Visconti; Fietta, Baiocco, Buchel; Carlini, Le Noci; Djuric. All.: Beppe Scienza. 3-0 2-1 1-1 0-1 0-2 3-0 1-1 2-0 56 54 47 46 46 42 40 39 39 37 36 31 30 29 25 18 14

In campo pi per il prestigio, che per reali esigenze di classifica. Juventus-Milan, una delle grandi classiche del nostro calcio, infiamma ancora i tifosi anche se stavolta non mette in palio punti per la lotta scudetto. Il vantaggio dei bianconeri sul Napoli non concede pi speranze alla squadra di Mazzarri, anche se Conte predica prudenza, come ormai nel suo stile. A dire la verit, il Milan (privo di Balotelli) deve cominciare a guardarsi le spalle, perch la Fiorentina fa sul serio e sogna ancora i preliminari di Champions. Quattro punti di vantaggio non sono pochi, ma se il Milan dovesse cadere domenica sera a Torino e i viola riuscissero a battere il coriaceo Torino, la situazione per i rossoneri potrebbe farsi ingarbugliata, visto che dopo il ko di Barcellona,

Juve-Milan in campo per lonore


SERIE A Una delle classiche del nostro calcio conserva il suo fascino anche se non decisiva
la squadra ha perso la brillantezza che le ha permesso di realizzare una incredibile rimonta. Se la lotta al vertice pare delineata, a tenere banco la battaglia a tre per evitare la retrocessione. Situazione ancora incerta solo perch il Siena deve portarsi appresso la zavorra dei 6 punti di penalizzazione, altrimenti i giochi sarebbero chiusi. Genoa e Palermo sperano ancora, ma sono obbligate a battere rispettivamente Atalanta e Catania (in trasferta) e limpresa appare tuttaltro che agevole. Non pu scherzare con il fuoco neppure il Chievo, perch in caso di ko a Siena rischia di essere risucchiato nella bagarre. Ecco perch la sfida del Franchi cos delicata. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

SERIE B

30 GIORNATA Atalanta-Fiorentina 0-2, Cagliari-Inter 2-0, Chievo-Catania 0-0, GenoaSampdoria 1-1, Lazio-Juventus 0-2, Milan-Napoli 1-1, Palermo-Bologna 1-1, Parma-Udinese 0-3, Pescara-Siena 2-3, Torino-Roma 1-2. CLASSIFICA Juventus 74; Napoli 63; Milan 59; Fiorentina 55; Roma, Lazio 51; Inter 50; Udinese 48; Catania 47; Cagliari 42; Parma 39; Bologna 38; Sampdoria (-1), Atalanta (-2) 37; Torino (-1), Chievo 36; Siena (-6) 30; Palermo, Genoa 28; Pescara 21. 31 GIORNATA (21-4 h 15) Bologna-Sampdoria, Catania-Palermo, Genoa-Atalanta (20-4 h 18), Fiorentina-Torino, Inter-Parma (h 12.30), JuventusMilan (h 20.45), Napoli-Cagliari, Roma-Pescara, Siena-Chievo, Udinese-Lazio (20-4 h 20.45).

37 GIORNATA Brescia-Grosseto 3-1, Empoli-Juve Stabia 5-0, Livorno-Novara 1-3, Modena-Bari 0-0, Padova-Crotone 2-1, Pro Vercelli-Varese 2-1, RegginaSassuolo 0-2, Spezia-Cesena 1-0, Verona-Cittadella 0-0, Vicenza-Ascoli 1-0, Virtus Lanciano-Ternana 1-1. CLASSIFICA Sassuolo 77; Livorno 70; Verona 69; Empoli 63; Novara (-3) 59; Brescia 53; Varese (-1) 52; Modena (-2), Juve Stabia 48; Ternana, Padova 47; Crotone (-2) 46; Spezia (-1), Cesena 45; Bari (-7), Cittadella 44; Virtus Lanciano 43; Reggina (-2) 41; Ascoli (-1) 40; Vicenza 35; Pro Vercelli 31; Grosseto ( 6) 23. 38 GIORNATA (20-4 h 15) Ascoli-Padova (22-4 h 19) Cesena-Virtus Lanciano, Cittadella-Juve Stabia, Crotone-Reggina, Grosseto-Livorno, Novara-Modena, Sassuolo-Bari, Spezia-Empoli, Ternana-Varese, Verona-Brescia (22-4 h 21), Vicenza-Pro Vercelli.

Empoli scatenato, playoff al sicuro

LEGA PRO Oltre a battere la modesta Tritium, i grigiorossi hanno bisogno di qualche regalo dalle altre squadre
30 Giornata
La gioia dopo il gol di Djuric al SudTirol (foto L. Dassi)

Casalese, domani serve limpresa con lArcetana


PROMOZIONE
Lexploit di Traversetolo non ha trovato continuit in Balsenga, dove domenica scorsa per poco non ci scappava il contrappasso: 1-1, ma quanta sofferenza... La Casalese bella di notte che ha vinto, anzi stravinto nellultima trasferta parmense, ha giocato a nascondino coi reggiani, penultimi in classifica, snaturandosi fino a concedere il batti e ribatti con lanci lunghi che proprio non fanno al caso maggiorino. Il pareggio di domenica non lascia bei ricordi nella memoria di mister Agazzi e di una squadra che, forse appagata dalla scorpacciata di gol di Traversetolo, ha permesso al Fabbrico la rimonta e qualche velleit di troppo. Il pareggio mantiene in vita una concorrente diretta per la salvezza e proietta una Casalese insoddisfatta verso una settimana complicata: Arcetana domani, in trasferta, Carignano gioved 25 aprile, in casa. Due duelli, quello contro la prima della classe e quello coi parmensi ottavi in graduatoria, davvero impegnativi per una squadra biancoceleste capace di tutto, ma ancora insicura del piazzamento playout. Aprile si chiuder il 28 con unuscita a Meletole. A maggio, si decider tutto contro Ciano prima (in casa) e Bobbiese poi (fuori). CLASSIFICA (29 giornata) Arcetana 56; Meletolese 53; Montecchio 50; Castellana 48; Povigliese 45; Cadelbosco* 42; Carignano, Ciano** 40; Medesanese* 38; Borgonovese, Castelnovese, Falk 36; Brescello* 35; Casalese 31; Bobbiese*, Traversetolo 29; Fabbrico* 27; Langhiranese* 24. *una gara in meno Simone Arrighi

sempre pi dalla mano di Gigi Simoni, il cui arrivo per ora ha cambiato poco o nulla. DOMANI IN CAMPO La Tritium, penultima forza del girone con soli 18 punti allattivo, per loccasione non avr a disposizione gli squalificati Casiraghi e Riva e punter ad una gara

31 Giornata

Classifica

ECCELLENZA In palio punti pesanti

Dopo tre sconfitte consecutive, la Rivoltana ha rialzato la testa contro il Sancolombano (1-0), grazie a una rete di Sala. Tre punti forse inattesi, ma preziosi per puntare alla salvezza. E domani al Bertolotti in programma latteso derby con il Crema, che dopo il successo di Mariano (gol di Marchesini), continua a sognare laccesso ai playoff. Per entrambe le squadre cremasche la vittoria sarebbe importantissima, il che rende la sfida ancora pi affascinante. CLASSIFICA (30 giornate) Giana* 73; Ciserano 61; Sancolombano 56; Sondrio, Trevigliese 51; Crema 49; Mariano 48; Cavenago* 46; Desio 45; Valle Brembana, Base 96* 43; Ardor Lazzate, Real Milano 40; Rivoltana 37; Arcellasco 33; Zanconti 18; Giussano 12; Cant* 2 ( 3). *una gara in meno

Crema-Rivoltana, derby delicatissimo

SERIE D Sul difficile campo di Trento i gialloblu difendono il primato dalla rimonta del Pontisola
A Crema, oltre alla grande attesa per il Trofeo Dossena (in programma il 16-23 maggio), tiene banco il testa a testa fra Pergolettese (75 punti) e il Pontisola (74). Ma se la formazione guidata da Porrini riuscita a uscire vincente dalla difficile trasferta di Lecco e in rimonta, la Pergolettese ha dovuto aggrapparsi ancora una volta al bomber Amodeo per aver ragione di una coriacea Pro Sesto, che nel primo tempo riuscita ad imbrigliare la manovra dei gialloblu. Poi nella seconda parte di gara una bella incornata di Amodeo, ha permesso alla formazione di Venturato di scrollarsi di dosso paure e timori, trovando poi il raddoppio su rigore, concesso per atterramento di

Pergolettese, sfida verit domani in trasferta


Bertazzoli da parte del portiere Giussani (espulso). Ancora con Amodeo (21 gol) ha fatto centro. Sono riuscito a realizzare 2 gol pesantissimi - ha commentato lattaccante siciliano - che ci permettono di continuare ad essere in testa alla classifica con una gara in meno da giocare. Abbiamo affrontato una formazione che recentenente ha bloccato anche il Pontisola e che allinizio di stagione veniva accreditata tra le favorite e che dopo una stagione deludente, ultimamente ha raggranellato diversi punti. Il nostro successo ha quindi un doppio valore Per il Pontisola sempre l. Mi ha rovinato un po la festa. Per abbiamo sempre la consapevolezza che se riuPergolettese in festa dopo un gol

sciamo a vincere la ultime 3 partite, nessuno ci pu togliere la vittoria del campionato. Delle tre sfide, quella di domani a Trento la pi dura, contro una squadra organizzata che si rinforzata con giocatori importanti, anche di

categoria superiore. Credo che una vittoria sia fondamentale la promozione. Per squalifica mancheranno Davini, Avanzini e De Matteo, mentre per infortunio saranno al indisponibili Zoppetti, Pantaleoni e Chiurato. Recuperati, invece, Felline e Milani per un match che si annuncia molto difficile. CLASSIFICA (35 giornata) Pergolettese 75; Pontisola 74; Olginatese 68; Voghera 64; Castellana, Caronnese 56; Lecco (-3) 53; Caravaggio 50; Montichiari, A. Seriate 48; MapelloBonate 46; Seregno, Alzano Cene, Fersina Perginese 45; Darfo Boario (-1) 40; Pro Sesto 38; Mezzocorona 28; Trento (-1) 24; St. Georgen 25; SantAngelo 13. W.P.

26

Sabato 20 Aprile 2013

Sport

Mancano solo tre turni alla fine della regular season e il bilancio della squadra di Gresta gi molto positivo

La Vanoli prova a chiudere in gloria


di Giovanni Zagni Sar necessaria unaltra partita per decidere la serie tra Tec-Mar Crema e Sanga Milano. Con una prestazione tutta da incorniciare Caccialanza & C. (seppur prive della Losi) hanno giocato mercoled la partita perfetta per impegno e determinazione, piegando le milanesi sul filo di lana, pareggiando cos il ko patito in gara 1 (66-56). Ora si decide tutto nella bella di do-mani alle 18 a Milano, con le azzurre a caccia di una grande impresa: laccesso alla finale dei playoff. TEC-MAR-SANGA MILANO 65-64 (13-16, 28-38; 42-48) TEC-MAR CREMA: Conti 10, Biasini 1, Capoferri 19, Sangiovanni, Sforza, Caccialanza 21, Losi ne, Gibertini 4, Picotti 10, Lodi. All.: Giroldi. SANGA MILANO: Pastorino 3, Gottardi 13, Stabile 14, Pulvirenti 3, Falcone ne, Lepri, Zanon 16, Frantini 7, Montuori, Calastri 8. All.: Pinotti.
capitato dopo soli 7 minuti a Johnson, uno dei pi in forma del momento. Se alla sua assenza si aggiunge anche quella ormai definitiva di Harris, si deduce che le falle sono troppe da tappare nel roster, nonostante il felice inserimento di Andrea Conti. Bene comunque a Pesaro Stipanovic, il solito Vitali e Peric. La discesa finale inizia domani con Vanoli-Cimberio al PalaRadi, per proseguire con la trasferta di Reggio e lutimo turno ancora al PalaRadi con Biella. Cosa chiedere ancora ai ragazzi di

LEGA A Malgrado i tanti acciacchi, i biancoblu vogliono battere unaltra grande, la capolista Varese
27 Giornata

uando mancano tre turni alla fine della stagione regolare, il campionato ha emesso il primo verdetto definitivo: Biella retrocede in Legadue. La Scavolini Pesaro, battendo la Vanoli, ha infatti allungato le distanze dai piemontesi, condannandoli definitivamente. Resta ancora unincertezza per quel che riguarda la zona playoff, poich Caserta passata a Venezia e si portata a sole due lunghezze dai lagunari, al momrnto seduti sullultima poltrona utile (lottava), per cui nei restanti tre turni si decider chi andr agli spareggi finali e chi si accontenter di una meritata salvezza, non senza un pizzico di delusione. Il turno ha visto Varese, capolista stracciare lArmani Milano (95-81), con il solo Langford che ha cercato di tenere in scia la squadra di Scariolo. Tra i varesini di Vitucci s infortunato Polonara, che salter verosimilmente la gara di Cremona, mentre Dunston ha giganteggiato non solo per fisicit nellarea colorata. Grande impulso ha dato il giovane De Nicolao. Stando sempre a commentare i vertici, notiamo la ripresa di Cant e la conferma di Reggio Emilia, forse la pi bella sorpresa del torneo, insieme con Varese e Sassari. La Vanoli ha perso a Pesaro, mollando soprattuttoi nel terzo quarto. Probabilmente la squadra, dopo le tante belle prestazioni, un po stanca, senza dimenticare linfortunio

Serie A2 La Tec-Mar si gioca tutto in gara 3

Avellino-Reggio E. 69-78 Brindisi-Biella 101-94 Cant-Montegran. 85-61 Pesaro-Cremona 88-81 Sassari-Roma 105-87 Siena-Bologna 75-55 Varese-Milano 95-81 Venezia-Caserta 85-88 Varese Sassari Roma Siena Cant Reggio Emilia Milano Venezia Caserta Cremona Montegranaro Avellino Brindisi Bologna Pesaro Biella Avellino-Venezia Biella-Roma Brindisi-Bologna Cant-Milano Montegranaro-Siena Reggio Emilia-Cremona Sassari-Caserta Varese-Pesaro 42 38 34 32 32 32 32 28 26 22 22 22 22 18 18 12

Stipanovic a rimbalzo (foto Castellani)

Gresta? Certamente grande impegno e solidit mentale, perch sarebbe un peccato chiudere malamente una stagione in cui sono stati tra i protagonisti a dispetto di risorse economiche non eccezionali, comunque ben gestite.

BASKET A2

LAssi Manzi, non essendo riuscita sabato scorso davanti al pubblico amico a chiudere il discorso salvezza, ora costretta a tentare lennesima impresa a Valmadreara. Domani alle 18, infatti le biancorosse saranno nuovamente in trasferta in gara 3 che vede ovviamente favorita la formazione locale. C rammarico in casa biancorossa per il ko rimediato in gara 2 (53-57), che doveva servire a festeggiare la salvezza. Ora le parti si sono invertite e sar Valmadrera e dettare i ritmi e a fare la voce grossa. Al sodalizio di coach Anilonti mancata lenergia, anche a seguito di una settimana intensa. LAssi Manzi prima di Valmadrera ha avuto tre quarti della formazione impegnata nella fase finale di interzona Under 19. Giulia Bona e compagne sono chiamate domani ad una prestazione oltremodo positiva e di carattere. Marco Ravara

LAssi cerca la salvezza Piadena ospita Bergamo

BASKET DNC

Con la bella vittoria di San Bonifacio, lMgK Vis ha ipotecato il terzo posto, piazzamento utile in chiave playoff. Piadena si imposta 73-63 e soprattutto a convincere stato un ultimo quarto tempo, condotto e vinto (come singolo parziale) per 22-10, suggellato dal canestro finale, in schiacciata, di Marenzi. Stasera sfida casalinga con il Bergamo per suggellare il terzo posto. E reduce da una vittoria anche lErogasmet Crema, che ha per rischiato tantissimo contro il modesto Cittadella, battuto 77-76. Stasera a Basiglio contro il Milanotre servir unErogasmet decisamente diversa, per vincere e conservare il quarto posto. CLASSIFICA (23 giornata) Montichiari 42; Orzinuovi 38; MgK Vis Piadena 34; Erogasmet Crema, San Bonifacio 32; Lissone, Pisogne 26; Milanotre Basiglio 24; Cant 20; Bergamo 16; Bernareggio, Cittadella 14; Arzignano 10; Porto Mantovano 8. Montichiari promosso in Dnb

Si concluso a Lodi, con una larga e scontata vittoria (43-0), il campionato del Crema Rugby, con un terzo posto finale che lascia il rimpianto per le tante occasioni sprecate, per centrare un secondo posto (che dava diritto a partecipare ai playoff) decisamente alla portata della compagine neroverde. Ora in programma una lunga pausa, durante la quale la squadra continuer ad allenarsi e a parteciper a vari tornei, la cui programmazione verr definita nei prossimi giorni. Scontata anche la sconfitta del Cremona Rugby contro i Caimani (87-17), che comunque non intacca minimamente lottima stagione dei grigiorossi, terminata con un onorevole sesto posto (con 30 punti). Una buona base dalla quale ripartire nella prossima stagione. Nellaltro girone, il Casalmaggiore ha terminato il campionato con il successo sul Rugby Milano, battuto 34-14. Con questi due punti i casalaschi si sono piazzati al quarto posto con 51 punti.

Rugby Crema chiude con i rimpianti Sorridono Cremona e Casalmaggiore

SABATO 20
10.05 10.55 11.10 12.00 13.30 14.00 14.30 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10 00.10 09.25 10.10 10.40 10.55 11.35 13.00 14.00 16.25 17.10 17.50 17.55 18.50 19.35 20.30 22.35 07.50 09.10 10.10 11.00 11.30 12.00 14.00 14.55 17.00 17.15 19.00 20.00 20.10 21.30 23.30 RAI PARLAMENTO. Att APRIRAI. Att Q VERSO IL QUIRINALE. Att LA PROVA DEL CUOCO. Att TG1/TELEGIORNALE EASY DRIVER. Attualit LE AMICHE DEL SABATO.Att TG1/CHE TEMPO F A SUA IMMAGINE. Att PASSAGGIO A NORD-OVEST L'EREDIT. Game show TG1 TELEGIORNALE AFFARI TUOI. Game show ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO LA STORIA SIAMO NOI. Doc VOYAGER FACTORY. Att SULLA VIA DI DAMASCO. Att APRIRAI. Att TG2 PARLAMENTO MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO / DRIBBLING AMERICA'S CUP WORLD.Vela SEA PATROL. Telefilm SERENO VARIABILE G.P. DEL BAHRAIN DI F1 prove PIT LANE. Sport 90 MINUTO SERIE B. Sport SQUADRA SPEC. COBRA11.Tf TG2 NOTIZIE/CASTLE. Tf TG2 Notizie LO SPECCHIO SCURO. Film PAESE REALE. Attualit L'ISPETTORE DERRIK. Tf TGR BELLITALIA. Att TGR PRODOTTO ITALIA. Att TG3 Sport - Meteo / TGR TG REGIONE/METEO TV TALK. Attualit TIMBUCTU. Attualit LOVE HURTS'09. Film TG3/REGIONE/METEO BLOB CHE TEMPO CHE FA. Attualit ULISSE. Doc TG3/TG REGIONE

DOMENICA 21
10.00 10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30 00.40 06.30 10.10 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.10 18.10 19.35 20.30 21.00 23.00 01.00 01.20 11.05 11.30 12.00 12.25 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05 17.15 18.00 19.00 20.00 21.30 23.25 LINEA VERDE ORIZZONTI. Att A SUA IMMAGINE. Att SANTA MESSA RECITA REGINA COELI LINEA VERDE. Att TG1 Telegiornale DOMENICA IN - ARENA. Att TG1 Telegiornale DOMENICA IN - COS LA VITA L'EREDIT. Game show TG1 Telegiornale AFFARI TUOI. Game show UN MEDICO IN FAMIGLIA 8. Fic SPECIALE TG1. Attualit TG1 NOTTE/CHE TEMPO FA REAL SCHOOL. Att RAGAZZI C' VOYAGER. Att A COME AVVENTURA. Att MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO/METEO/MOTORI QUELLI CHE ASPETTANO. Var QUELLI CHE. Variet STADIO SPRINT. Sport 90 MINUTO. Sport SQUADRA SPEC. COBRA11.Tf TG2 NOTIZIE G.P. DEL BAHRAIN DI F1 LA DOMENICA SPORTIVA TG2 Notizie SORGENTE DI VITA TGR MEDITERRANEO. Att TGR REGIONEUROPA. Att TG3 Sport - Meteo / TGR TELECAMERE. Attualit RAI EDUCATIONAL PASSEPARTOUT. Att TG3/REGIONE/METEO in 1/2 ora. Attualit LIEGI-BASTOGNE-LIEGI.Ciclismo SQUADRA SPECIALE VIENNA PER UN PUGNO DI LIBRI. Quiz TG3/REGIONE/METEO BLOB/CHE TEMPO FA REPORT. Attualit TG3/TG REGIONE 09.35 10.35 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 17.30 18.55 19.35 20.40 21.30 23.20 01.20

SABATO 20
CARABINIERI 5. Tf COME SI CAMBIA ACCADEMY TG 4/METEO/NOTIZIE/TRAFFICO UN DETECTIVE IN CORSIA. Tf LA SIGNORA IN GIALLO. Tf TG4 TELEGIORNALE LO SPORTELLO DI FORUM.Att PERRY MASON. Tf DETECTIVE MONK. Tf TG 4 - METEO 4 TEMPESTA D'AMORE. Soap WALKER TEXAS RANGER. Tf MERCENERY FOR JUSTICE. F WOLKING TALL 3. Film TG4 NIGHT NEWS PRIMA PAGINA TRAFFICO/METEO TG5 MATTINA SUPERCINEMA. Attualit MELAVERDE. Attualit FORUM. Attualit TG 5 telegiornale - METEO 5 BELLI DENTRO. Sitcom INGA LINSTROM. Film VERISSIMO. Attualit THE MONEY DROP. Game TG 5 telegiornale - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Variet AMICI. Talent show MAI DIRE PROVINI. Variet CARTONI ANIMATI ROBIN HOOD. Telefilm STUDIO APERTO - METEO SPORT MEDIASET. Sport MR. BEAN. Film SPEED RACER. Film MAGAZINE CHAMPIONS LEAGUE. Sport STUDIO APERTO 2 BROKE GIRL. Sitcom G.P. DELLE AMERICHE PROVE MOTO 3 G.P. DELLE AMERICHE PROVE SPARTACO. Film POKER1MANIA

DOMENICA 21
07.05 07.55 09.00 10.00 11.00 11.30 12.00 13.00 14.00 14.40 15.00 18.55 19.35 21.30 23.45 07.55 08.00 08.50 09.40 10.00 11.30 12.00 13.00 13.40 14.10 18.50 20.00 20.40 21.30 23.30 07.00 07.50 10.35 12.25 13.00 14.00 17.30 17.40 19.20 21.00 21.50 22.50 01.00 TG4 NIGHT NEWS VITA DA STREGA. Sitcom BBC KNOWLEDGE. Doc SANTA MESSA LE STORIE DI VIAGGIO A...Att TG 4 TELEGIORNALE PIANETA MARE. Attualit RICETTE ALL'ITALIANA. Att TG4 Telegiornale - METEO 4 IERI E OGGI IN TV SPECIALE LE ALI DELLA VITA. Fiction TG4 Telegiornale - METEO 4 IL COMANDANTE FLORENT.Tf TIERRA DE LOBOS. Telefilm THE GIFT. Film Traffico/METEO TG5 MATTINA LE FRONTIERE DELLO SPIRITO TGCOM IL GRANDE NILO. Doc LE STORIE DI MELAVERDE.Att MELAVERDE. Attualit TG5 TELEGIORNALE/METEO 5 L'ARCA DI NO. Variet DOMENICA LIVE. Variet THE MONEY DROP. Game show TG 5 - METEO 5 STRISCIA LA DOMENICA.Var IL PESCE INNAMORATO. F BACIATI DALL'AMORE. Fic COPPIA DI RE. Sitcom CARTONI ANIMATI 2 GEMELLE QUASI FAMOSE.F STUDIO APERTO/METEO.IT SPORT MEDIASET - XXL L'ODISSEA. Film STUDIO APERTO/METEO GRAN PREMIO DELLE AMERICHE GARA MOTO 3 GRAN PREMIO DELLE AMERICHE GARA MOTO 2 GRAN PREMIO GARA MOTO GP FUORI GIRO. Attualit DOUBLE IMPACT. Film 2 BROKE GIRLS. Sitcom 06.00 07.00 09.50 11.00 11.05 12.00 12.40 13.30 14.05 14.40 16.20 17.55 20.00 20.30 23.00

RETE 4

SABATO 20
TG LA 7 - METEO OMNIBUS. Attualit COFFEE BREAK. Attualit TG LA7 - METEO L'ARIA CHE TIRA-IL DIARIO BOOKSTORE. Attualit LE INTERVISTE BARBARICHE TG LA7 TG LA7 CRONACHE. Att LE STRADE DI S.FRANCISCO THE DISTRICT. Telefilm L'ISPETTORE BARNABY. Tf TG LA7 IN ONDA. Attualit LINEA DI SANGUE. Film

28 Giornata

Classifica
LA 7
07.00 BUONGIORNO CREMONA 08.30 LA CITT DELLA MUSICA 09.00 LA PIAZZA DI CREMONA CREMA E CASALMAGGIORE 11.00 IL GIORNO DEL SIGNORE 11.30 IL BENE COMUNE Talk 13.30 TELEGIORNALE 16.00 CIAK! MOTORE! 17.30 GIOIELLI SOTTO CASA 19.00 TG/TG NAZIONALE/STORIE 20.30 IL GIORNO DEL SIGNORE 21.00 A TAMBUR BATTENTE 22.30 FATTI DARTE 23.00 TELEGIORNALE

DOMENICA 21
06.00 07.00 09.50 11.05 12.00 12.30 13.30 14.05 14.40 17.05 17.55 20.00 20.30 21.30 23.25 TG LA7 - METEO OMNIBUS. Attualit COFFEE BREAK. Attualit FUORI DI GUSTO. Attualit IN CUCINA CON VISSANI I MEN DI BENEDETTA TG LA7 TG LA7 CRONACHE MISSIONE NATURA. Doc THE DISTRICT. Telefilm L'ISPETTORE BARNABY. Tf TG LA7 IN ONDA. Attualit LA DUCHESSA. Film LA7 DOC

06.00 07.55 08.00 09.10 10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 CANALE 5 16.00 18.50 20.00 20.40 21.10 00.30 07.20 11.00 12.25 13.00 13.40 15.30 17.50

ITALIA 1 19.00
19.30 20.30 22.50 01.30

18.30

07.00 BUONGIORNO CREMONA METEO - OROSCOPO 08.10 CIAK! MOTORE! 08.30 COSA BOLLE IN PENTOLA. Rubrica cucina 09.20 IL BENE COMUNE Talk 11.00 SANTA MESSA 12.00 GIORNO DEL SIGNORE 12.30 GIOIELLI SOTTO CASA 13.30 TG DELLA DOMENICA 14.00 LA GRANDE DOMENICA sport 20.00 TG DELLA DOMENICA 21.00 TRITIUM CREMONESE 23.00 VANOLI CREMONA CIMBERIO VARESE. Basket

Sport

Sabato 20 Aprile 2013

Ramos-Rigon-Zampieri vincono a Monza


Lauto che ha vinto (foto Piech)

AUTOMOBILISMO

MONZA Prima prova del campionato di Endurance della Blancpain Series nel week end allAutodromo di Monza. Sabato si sono svolte le prove libere, domenica le prove ufficiali in mattinata e nel pomeriggio la competizione cui hanno preso parte 60 potenti sportcar derivate dalla serie. Una spettacolare gara di tre ore con partenza lanciata e cambio di pilota ai box, cui hanno partecipato 180 piloti provenienti da tutto il mondo. Al

termine dei 94 giri ha prevalso la Ferrari 458 Italia col numero 44 della svizzera Kessel Racing, condotta da Ramos-Rigon-Zampieri, davanti alla McLaren MP4-12C di Leclerc-Parisy-Soucek (della francese Art Grand Prix), giunta al traguardo staccata di oltre 18 secondi. Nella categoria pro-amatori primo posto (quinto assoluto) per la Ferrari 458 Italia della scuderia italiana AF Corse di Hammerson-Machiels-Bertolini.

Il successo in Cina ha dato grande fiducia alla Ferrari, che anche questanno punta al titolo piloti con un Alonso, sempre competitivo. Ma Vettel ancora al comando del mondiale, quindi serve un altro scossone alla classifica, grazie ad unaltra grande prestazione sul circuito Sakhir in Bahrain. Attenzione, per, al redivivo Raikkonen, che si propone come terzo incomodo nella lotta al titolo. Nelle prime libere di ieri, un Massa in crescita ha fatto segnare il miglior tempo davanti ad Alonso (4 Vettel). Nel pomeriggio, invece, il pi veloce stato Raikkonen davanti alle due Red Bull (Alonso 4). Oggi le qualifiche e domani la gara (in diretta alle 14 su Sky F1 e in differita alle 21 su Rai 1).

Formula 1 Raikkonen il pi veloce nelle libere in Bahrain. Bene le Ferrari

27

25 Giornata

na super Pom ha riaperto sul filo di lana il campionato, sbancando 0-3 (2025, 23-25, 21-25) il campo dellIgor Gorgonzola Novara. Un successo che rilancia Casalmaggiore per la vittoria finale. Abbiamo vinto emotivamente e psicologicamente - afferma mister Cuello - non era facile andare a Novara ed uscire dal campo con una vittoria cos netta. Complimenti alle ragazze per aver saputo imparare dalle sconfitte di Soverato e Varese in Coppa Italia. Questa vittoria frutto di un approccio perfetto alla gara, messo in campo da squadra, staff, societ sino ad arrivare ai tifosi. Una vittoria della sofferenza, dal saper tener duro anche e soprattutto nei momenti difficile, come quelli del secondo set quando recuperando punti dopo punto, abbiamo incrinato le sicurezze delle nostre avversarie, ormai convinte essere al sucuro. Ci siamo detti che se fossimo arrivati alla soglia dei venti punti a meno due, si sarebbe potuto tornare in corsa e cos stato. Amuleto prezioso per questa filosofia Beatrice Agrifoglio: Ho inserito Beatrice chiedendole di fare il suo gioco, subito non le riuscito e la cosa mi ha un po indispettito, ma poi le cose sono migliorate. Ma non dimentichiamo che prima di lei Corna si caricata il peso del gioco per due set, fa parte delle qualit di una titolare assumersi la responsabilit di soffrire. Quanto ha influito lutilizzo part-time di De Carne nelle file di Novara? Dal

Pom, ultimo turno ad alta tensione


Cadelbosco-Montichiari Marsala-Fontanellato Mazzano-Ornavasso Novara-Casalmaggiore Pavia-Frosinone San Casciano-Sala Cons. San Vito-Soverato Novara Pom Casalmaggiore Ornavasso Frosinone Pavia Soverato San Casciano Cadelbosco Mazzano Fontanellato (-1) Sala Consilina Montichiari Marsala San Vito Fontanellato-Pavia Frosinone-San Casciano Montichiari-Mazzano Ornavasso-Novara Pom-Cadelbosco Sala Consilina-San Vito Soverato-Marsala 3-2 3-0 2-3 0-3 0-3 3-1 0-3 60 60 59 55 43 36 35 34 34 28 28 28 16 8
La grinta della Zago (n. 13)

VOLLEY A2 Le casalasche hanno riaperto la lotta al primo posto, ma devono vincere e sperare che Novara non faccia altrettanto

26 Giornata

punto di vista delle giocatrici non al meglio eravamo in parit: Zago (che vestir a breve nuovamente la maglia azzurra) era reduce da una settimana difficile per alcuni risentimenti muscolari Campionato riaperto? Diciamo che il campo ha rimesso in ordine i valori delle squadre e ad ora dice che Novara e Pom hanno effettivamente qualcosa in pi rispetto alle altre: per sapere quale sar lepilogo, aspettiamo lultima giornata.

Non poter contare su una De Carne al meglio indubbiamente ha influito ha commentato il tecnico di Novara, Colombo ma direi che tutta la squadra non si espressa sui livelli che le sono congeniali. Abbiamo giocato sotto tono dal punto di vista psicologico e la Pom ha saputo sfruttare questo nostro handicap. A questo punto dovremo essere bravi a raccogliere i cocci e a ricompattarci in vista della gara con Ornavasso, gettare al vento un torneo quasi vinto sarebbe una sorta di beffa. Stasera alle 20.30 la Pom dovr battere Cadelbosco a Viadana (con un successo da tre punti) e sperare che non faccia altrettanto

Novara, che ha un match sicuramente pi difficile. A pari punti saranno le piemontesi a salire in A1, ma fare pronostici assai arduo. Una domenica comunque da non perdere per i tifosi della Pom. RADIO E TV Lultima gara della stagione regolare sar anche oggetto di attenzioni da parte dei media locali con la copertura radiofonica da parte di Radio Rcn Cremona che trasmette sulle frequenze Fm 92.292.4-100.3 e in streaming su www. teleradiocremona.it e quella televisiva con le riprese delle emittenti di Teletricolore Rete 7 Reggio Emilia e Cremona1, che manderanno in differita le immagini della gara.

(C.T.) Lo scorso week end si svolto a S. Giorgio di Nogaro il Meeting nazionale per le categorie Allievi, Cadetti, Ragazzi e Master. Nelloccasione hanno brillato gli equipaggi lombardi: nel quattro di coppia Cadetti, oro per Miriam Vacchelli (Baldesio) e nella stessa gara argento per larmo di Clarice Cloutier (Flora), che si era aggiudicata largento anche nel Meeting di Piediluco. Secondo posto anche il 4x di Mazzolini e Ferrari (Baldesio). Domani fari puntati sul Memorial dAloja.

Canottaggio Clarice Cloutier, altro argento dietro la Vacchelli

Una sconfitta al tie break (26-24, 19-25, 25-27, 25-20, 15-13 i parziali) che lascia per aperta a lotta alla salvezza. Il libero della Reima, Riccardo Zoadelli analizza la sfida di Mondov: Peccato per il primo set, avanti 21-17 avremmo dovuto chiuderlo. Tuttavia siamo stati bravi a reagire e a capovolgere il risultato prima che la squadra di casa riuscisse a vincere lincontro. Abbiamo sempre conquistato un punto su un campo difficile e siamo ancora in corsa. A questo punto dobbiamo giocare tre finali e la prima domenica al PalaBertoni (0re 18) contro il Brescia. Non sar facile, per dovremmo partire subito aggressivi e metterli in difficolt e conquistare i tre punti. Soprattutto, non dovremo farci condizionare dai risultati delle nostre avversarie, come SantAntioco che gioca a Milano e Asti che sfida Bergamo. CLASSIFICA (23 giornata) Cant 54; Bergamo 46; Milano 44; Genova 42; Mondov, Cagliari 39; Olbia 37; Brescia 34; Asti 29; S. Antioco 28; Reima Crema 26; Iglesias 24; Cisano 22; Brugherio 19.

La Reima resta in corsa ma deve battere Brescia


VOLLEY B1

Classifica

PALLANUOTO

Bissolati, altri due punti pesanti Il Pieve 010 ha blindato i playoff


La Canottieri Bissolati ha conquistato altri punti importanti ai fini della salvezza. I biancoazzurri hanno battuto in trasferta Treviglio per 8-4, mostrando una discreta organizzazione di gioco. I padroni di casa si sono portati a condurre 3-1, ma la Bissolati ha prontamente reagito mostrando la sua compattezza di squadra: attenzione in difesa e concretezza in attacco con le quali stata ribaltata la situazione. Il gruppo di Pasqualato e Felissari sembra abbia trovato un discreto equilibrio tattico nel collegamento tra i ruoli e lintesa tra i giocatori indubbiamente migliorata, lo si nota nello sviluppo degli schemi offensivi. Oggi chiusura del girone dandata con un'altra trasferta in terra orobica, a Osio Sotto. CLASSIFICA (10 giornata) Piacenza 27; Busto Nuoto 19; Canottieri Milano 18; Vigevano 16; Osio 15; Monza, Canottieri Bissolati 12; Treviglio 9; Aquatica Torino, Varese 6; Bocconi Sport 3. M.R. Al Pieve 010 il successo casalingo di sabato scorso per 4-3 contro Montecchio , valso la conquista matematica dei playoff. La vittoria arrivata dopo un match sofferto, molto combattuto e contraddistinto da un grande nervosismo, del quale hanno fatto le spese lallenatore Civa, Marchini e Manuele Civa, tutti espulsi. Montecchio ne ha approfittato per rimontare lo svantaggio, ma i rossoblu - una volta riordinate le idee - hanno saputo trovare la determinazione giusta per centrare la rete

HOCKEY PISTA

decisiva con Baffelli. Questa sera alle 21 in programma un ltra gara interna: a San Daniele Po arriva la capolista Viareggio per un match che si preannuncia spettacolare. CLASSIFICA (18 gionata) Viareggio 39; Correggio 35; Hockey Pieve 010 34; Pordenone 30; Sandrigo, Amatori Vercelli Roller Scandiano 29; Montecchio Precalcino 27; Roller Bassano 20; Amatori Modena 8; Cresh Eboli 7. M.R.

28

Sabato 20 Aprile 2013

Sport

CICLISMO Saltato il Gp Liberazione di Crema, lattenzione si sposta sulla corsa di Pessina riservata agli Elite e Under 23

Il 25 aprile fari puntati sulla Coppa Ardig


di Fortunato Chiodo
Christian Grazian ha vinto la Coppa Ardig 2012

utrita la locandina del ciclismo provinciale Fci. Domani sono in programma le gare dei Giovanissimi (7-12 anni) per il 4 Trofeo Gs San Bassano, organizzate dallUc Cremasca del presidente Albino Ferla. Partenza alle ore 14. Non si corre, invece, il 28 Gran Premio Liberazione del 25 aprile, classica internazionale e nazionale di Elite e Junior donne di Crema. Difficolt a reperire aiuti di enti e sponsor commerciali, sono alla base di questa dolorosa decisione degli organizzatori, nella speranza di riprendere nel 2014. Manca lufficialit, ma sembra che saltino due altre corse del calendario provinciale: tra queste il 9 trofeo Pierino Baffi di Vailate. Per fortuna, lattivit del ciclismo provinciale prosegue gioved 25 aprile, con la 63 Coppa Ardig a Pessina Cremonese riservata agli Elite e Under 23, patrocinata dal CC Cremonese 1891-Arvedi. Si corre sulla distan-

za di 140 km, con partenza della corsa alle ore 14. Direttore di corsa Antonio Pegoiani, presidente del Comitato Provinciale della Federciclismo. GUARNIERI ALLA ROUBAIX La Roubaix, monumento mondiale del ciclismo,

per i suoi muri e il mitico pav, ha trionfato lelvetico (di origini lucane) Fabian Cancellara, con la maglia della RadioShack. Partiti 198 e 118 giunti allarrivati, registriamo il 21 posto di Paolini, migliore azzurro allarrivo con un ritardo di 1. Solo 22 Pozzato, come al solito attesissimo e come al solito disperso nella polvere. Positiva la prestazione di Jacopo Guarnieri (Astana Pro Team), giunto 31 a 3 29 dal vincitore. KATUSHA AL GIRO DITALIA Si aspettava solo lok dellUci: la Katusha stata ammessa al Giro dItalia che scatter il 4 maggio da Napoli, per concludersi a Brescia domenica 26. La corsa rosa vedr al via 23 squadre, invece delle canoniche 22: 19 Pro Team e 4 Professional Team, mentre il numero dei corridori passa da 198 a 207. La deroga stata concessa dopo che la russa Katusha, inizialmente fuori dal World Tour, ha vinto il ricorso al Tas di Losanna, e il 18 febbraio rientrata in possesso della licenza che d diritto a partecipare alle corse di prima fascia. Tra i big inte-

ressati alla corsa rosa, Vincenzo Nibali, Bradley Wiggins, Ryder Hersjedal, Ivan Basso e Samuel Sanchez. IL GIRO DONNE SI FARA, IL GIRO BIO A RISCHIO Il Giro dItalia femminile salvo. Riparte dal 30 giugno fino al 7 luglio, con otto tappe dal sud al nord dItalia: partenza dalla Puglia e arrivo in Lombardia. Ci saranno tutte le migliori, capeggiate dalla maglia rosa 2012, iridata e olimpionica Marianne Vos. Il Giro Bio maschile, invece, rischia di scomparire: lorganizzatore ha chiesto alle squadre di contribuire alle spese, con esito negativo. Sempre per difficolt economiche stata annullata anche la Coppa per Nazioni Under 23. RADIOCORSA Fine della corsa per la RadioShack. Il devastante scandalo doping che ha coinvolto il texano Lance Armstrong, ha avuto un effetto determinante nel grande ciclismo. Flavio Becca, patron del team Leopard, stato lapidario: Per sedersi al tavolo con gli sponsor, servono risultati, questi finora non ci sono stati. Difficile a questo punto pen-

sare che Fabian Cancellara rinnovi il contratto per altre stagioni: la svizzera Iam e lamericana Bmc gli fanno ponti doro, dopo che con limpresa alla Roubaix balzato al comando della classifica Uci World Tour. Il suo tecnico e allenatore Guercilena lha conosciuto nel 2000 al Centro Mapei, era ancora dilettante: Mai visto uno con tanta forza di volont Credo sia quasi impossibile migliorare, Fabian ha raggiunto il top come atleta, ora bisogna tenere questo standard il pi lungo possibile. Lo svizzero stato costretto a cambiare i programmi, salter il Giro d Italia, ma dovrebbe rientrare in corsa al Giro del Belgi,o per poi puntare sul Giro di Svizzera. Anche il Tour in forte dubbio, mentre sicura la partecipazione alla Vuelta, passaggio obbligato per raggiungere il secondo picco di forma stagionale, che gli consenta di presentarsi al Mondiale su strada di Firenze nella condizione ideale per inseguire il suo sogno: vestire la maglia iridata nella gara in linea. Successo che farebbe bene a tutto il ciclismo.

bmx

Erano 250 i corridori impegnati al bike air di Vigevano per la seconda prova del Giro Nazionale Bmx. Nonostante qualche assenza tra gli Elite, stata vera bagarre tra i giovani promettenti. Un Martti Sciortino in ottima forma, ha mostrato fin dalle prime battute che pu essere una minaccia per il leader della classifica Bonini. Una serie di primi posti, lo ha proiettato al gate finale per il main

Action, buoni risultati a Vigevano Titoli provinciale a Signorini e Rossi


In 128 in gara alla Martiri

DUATHLON

E cominciato il conto alla rovescia che porta al trofeo Martiri della Libert, gara nazionale in programma gioved 25 aprile. E giunta alla sua 68 edizione questa manifestazione organizzata dalla PuntoRaffaVolo, questanno non inserita nel circuito Fib. Martiri quindi orfana di bocciofili di A1, ma non per questo sar meno avvincente e incerta del solito. Programmata a 64, sono iscritti 128 giocatori in rappresentanza di 56 societ, 20 comitati provinciali e quattro regionali. Le eliminatorie (inizio ore 9) si svolgeranno su tutti gli impianti della citt ed inoltre sui bocciodromi di Soresina, Mirabello Ciria, Verolanuova, Crema e Casalpusterlengo. Finali a partire dalle 14.30 presso il bocciodromo comunale. Direttore di gara sar il brianzolo Domenico Ferrario, assistente Ennio Clementi. IL VIOLINO SUL PO Vittoria (ma che fatica!) di Roberto Manghi e Renzo Tosca che in finale hanno superato Bobo Pedretti e Giuseppe Corbari.

Si avvia alla conclusione la stagione invernale boccistica cremasca (luned iniziata la penultima gara del calendario) ed ancora uno sforzo organizzativa della bocciofila Nuova Bar Bocciodromo, che con il comitato tecnico si adoperato ad allestire al meglio il 5 memorial Amici scomparsi. Nella categoria A/B tutti ad attendere lennesimo successo trescorese, ma ecco spuntare Riccardo Podenzana e Antonio Vannucchi a rovinare i piani della bocciofila di Comolli. Dopo aver eliminato Pellegrini-Freri (128), gli offanenghesi superavano sul filo di

Memorial Amici scomparsi a Vannucchi e Podenzana


BOCCE
lana Lanzi-Sangiovanni ed in finale avevano la meglio sui favoriti Pedrignani e Guglieri per 12-6. Al quarto posto Pezzetti in coppia con Galantini. En plein dei bocciofili stranieri nella categoria C/D e vittoria (sofferta) di Luciano Conti e G. Pietro Recanati. Gli orobici simponevano nei quarti su Cazzaniga e Lorenzetti (12-10) e successivamente superavano i cremosanesi Tedoldi e Vailati per 12-5. Conquistavano la finale anche Christian Mariani e Luigi Descap, che eliminavano Foschetti-Gatti (12-5) ed in semifinale Gatti-Riboli per 12-6. Finale equilibrata, giocata punto a punto: la spuntavano Conti-Recanati sui codognesi con il punteggio finale di 12-11. Ha diretto la gara Gianpietro Raimondi, arbitri di finale Eugenio Barbieri e Massimo Testa. GP GOTICO Successo cremasco nella gara regionale svoltasi al bocciodromo di Piacenza. Splendida performance e vittoria di Stefano Guerrini ed Andrea Zagheno che in finale hanno avuto la meglio sui ferrovieri Alberto Antonioli e Giorgio Tessadri. Quinto posto per De StefaniComizzoli, sesti i bissolatini Cironi e Ferrari. Massimo Malfatto

event: la sorte gli stata per contraria ed un contatto nei primi metri, ha messo latleta dellAction fuori dai giochi per la lotta al podio. Settimo posto con rammarico, ma soddifazione al tempo stesso per aver recuperato una condizione che da tempo mancava e che lo colloca nei posti alti abituali della classifica. Gara quasi uguale per lo Juniores Alby Bonaglia, che ha colto un buon quinto posto.

Due atlete del team Stradivari hanno centrato il podio nel Duathlon del Torrazzo, che si svolto a Cremona: Veronica Signorini giunta seconda alle spalle di Ana Maria Cretu, con terzo posto di Sara Tavecchio e quarto di Vittoria Pani. In campo maschile, ai piedi del podio arrivato Huber Rossi, quarto e ad un passo dalla top ten assoluta Marco Mangiarotti, undicesimo. Veronica Signorini e Huber

Rossi hanno il conquistato il titolo provinciale. Sulla scena internazionale, sfortunato esordio per Csaba Rendes, costretto al ritiro a Chendgu in Cina nella tappa di Asian Cup. Appuntamenti podistici, invece, per Sara Dossena e Martina Dogana: la Dossena ha trionfato nella 10 km collinari di Sesto Calende, quinto tempo assoluto per la Dogana, prima di categoria, nella 10 km di Zan.

Vannucchi e Podenzana

Incompiuta. E laggettivo che meglio definisce la bocciofila Vis Trescore e il suo campionato italiano di societ (1 categoria) giunto al capolinea nel match di ritorno con la sconfitta per 2-0 contro la Zeni, dopo la vittoria (1-0) a Crema. Sulle corsie del bocciodromo di Lodi la formazione di Sergio Marazzi apparsa svagata, ha giocato a corrente alternata ed ha pagato la cattiva giornata di alcuni suoi giocatori che giusto che vengano messi di fronte alle proprie responsabilit: non pu bastare come scusante las-

Vis Trescore sconfitta (2-0) ed eliminata


senza di Guglieri, costretto ancora a dare forfait. Il primo vero dispiacere per la formazione trescorese arrivava dalla specialit individuale dove un discontinuo Alberto Pedrignani veniva nettamente sconfitto da Jacopo Gaudenzi per 8-3 e 8-4. La terna Guerrini-Galantini-Zagheno perdeva il primo set (5-8), ma con lidentico punteggio si aggiudicava il secondo. Dopo aver vinto la sera prima la regionale di Piacenza cera parecchio ottimismo sulla coppia Guerrini-Zagheno: vincevano bene il primo game (8-3), ma trovavano disco rosso nel secondo (5-8). Dolenti note degli irriconoscibili PedrignaniGalantini, protagonisti di una prestazione nettamente al di sotto delle loro aspettative, che perdevano entrambi i

set per 8-5 e la qualificazione. In sostanza unaltra bocciofila di casa nostra stecca lennesima prova di carattere a livello nazionale ed in questa circostanza bisogna obiettare che la Vis Trescore aveva di fronte una formazione che in valore assoluto non aveva nulla pi dei trescoresi. M.M.

Salute

Sabato 20 Aprile 2013

Buon stile di vita contro le infiammazioni L


di Laura Bosio o stile di vita che andato affermandosi negli ultimi anni, basato sulla sedentariet e su un'alimentazione scorretta, porta a numerosi problemi per la salute: ne un esempio l'incremento dei problemi infiammatori delle emorroidi, un problema che si acuisce nella stagione calda. Il plesso emorroidale venoso un cuscinetto che evita lesioni durante il passaggio delle feci spiega Ernesto Laterza, direttore dell'unit operativa di chirurgia generale dell'Ospedale Oglio Po di Casalmaggiore. Esso diventa una malattia quando inizia a creare problemi, come infiammazioni, sanguinamento, arrossamento, prolasso... Esistono vari gradi di gravit per questa patologia, che vanno dal pi leggero, il primo, al pi grave, il quarto. Quali sono le cause? Sicuramente lo stile di vita e le abitudini alimentari hanno un grosso peso nell'insorgere di tali disturbi: si beve poca acqua, si consumano poca frutta e verdura e poche fibre, in favore di insaccati, cibi ricchi di sale, spezie, alcolici, che favoriscono il processo infiammatorio, anche se negli ultimi anni stato possibile evincere che una forte componente quella dell'ereditariet. Anche la stitichezza pu causare problemi di emorroidi, cos come un alvo eccessivamente diarrotico. Tra le cause, poi, individuiamo anche la postura, e abitudini sbagliate come il restare troppo a lungo seduti o in piedi. Infine, tra le concause, troviamo anche l'assunzione di determinati farmaci come ad esempio la pillola anticoncezionale. Come si previene l'infiammazione? Un buon 50% di risultato lo si ottiene modificando le abitudini alimentari, imparando a bere almeno due litri di acqua al giorno, seguendo una dieta ricca di frutta e verdura. Importante anche fare attivit fisica, anche solo passeggiate, o certi sport che aiutano a favorire la decompressione del plesso emorroidale, come lo yoga. Mantenere attivo il proprio sistema vascolare aiuta a migliorare la circolazione ed a evitare i ristangni di sangue, inoltre l'esercizio fisico contribuisce alla tonicit dei tessuti corporei.. Quali sono i principali sintomi? Il primo sintomo di emorroidi piu comune il sanguinamento subito dopo la defecazione. Questo sintomo, tuttavia, deve anche essere verificato con indagini pi approfondite, come la colonscopia, in modo da escludere eventuali patologie pi importanti, soprattutto in soggetti sopra i 50 anni. Altri sintomi che possono evidenziare la presenza di infiammazioni sono dolore e senso di pesantezza (all'altezza del canale anale), prolasso, prurito. Il dolore solitamente si manifesta nella fase acuta, ossia in presenza di forte infiammazione o di trombosi emorroidaria.

Ernesto Laterza: Per prevenire le infiammazioni emorroidali attenzione allalimentazione e allattivit fisica

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA

29

CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Il dotto Ernesto Laterza, direttore dell'Unit operativa di chirurgia generale dell'ospedale Oglio Po di Casalmaggiore

Come si cura questa patologia? Dipende dal grado di gravit della patologia. Nei casi pi lievi, in particolare primo grado, sono sufficienti semplici accorgimenti, come una frequente igiene intima, lavaggi con acqua tiepida e camomilla, o con bicarbonato di sodio. In caso di emorroidi di secondo grado, si a met strada tra una cura semplicemente medica, come una pomata, e una pi invasiva, come l'applicazione di piccoli elastici che portano alla chiusura delle emorroide. Si tratta di un trattamento da fare a livello ambulatoriale. Nei casi pi gravi, come il 3 e 4 grado, bisogner ricorrere all'intervento chirurgico. Ce ne sono di vari tipi fra cui la legatura chirurgica, o l'applicazione di un doppler che consenta di fare una legatura selettiva dei vasi emorroidali. Infine esiste una terza tecnica, che si utilizza in caso di prolasso importante, e che si concretizza nell ezione parziale delle emorroidi, attraverso una suturatrice meccanica.

E' cosa nota il legame tra lattivit sica e la salute della persona; ma fanno comunque riettere i dati con cui la letteratura scientica pi recente conferma quanto lattivit motoria possa migliorare non solo le prestazioni siche e pi in generale la qualit della vita di chi la pratica, ma anche ridurre la morbilit e la mortalit per malattie cardiovascolari. stato stimato che leliminazione di un fattore di rischio come la sedentariet pu portare ad una riduzione delle malattie cardio-vascolari del 15-39%, del cancro

Salute e attivit fisica, sperimentazioni in Lombardia


magna, Veneto e Sicilia) per testare la sostenibilit e la funzionalit di una struttura dofferta a rete della prescrizione dellesercizio sico come strumento di prevenzione e terapia. In attuazione dell'accordo con il Ministero, Regione Lombardia ha approvato un proprio progetto che coinvolge le Asl di Milano, Brescia, Como, Monza e Brianza, Varese. La sperimentazione condotta dalla Asl di Varese ha in particolare previsto la prescrizione e lerogazione di attivit sica personalizzata e nalizzata al raggiungimento e

Leliminazione della sedentariet riduce il rischio di malattie cardiovascolari

del colon per il 22-33% e di fratture ossee causate dallosteoporosi per il 18%. Per questo, il Ministero della Salute ha varato un progetto sperimentale in quattro Regioni (Lombardia, Emilia-Ro-

mantenimento nel tempo dei livelli di attivit prescritta. I medici di assistenza primaria hanno selezionato 60 pazienti obesi o affetti da diabete mellito, a cui stata proposta la partecipazione allo studio pilota: attraverso una Carta del Rischio Cardiocerebrovascolare sono stati individuati 40 pazienti a rischio medio e 20 a livello alto, questultimi indirizzati ai Centri di 2 Livello. Qui stata effettuata la valutazione funzionale e sono state fornite indicazioni individualizzate sulla tipologia di attivit sica da svolgere.

FARMACIE DI TURNO Dal 19 al 25 Aprile


CREMONA SANTAMBROGIO S.N.C. VIA FILZI, 40/E 26100 Cremona Tel. 0372-22327 RARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:15 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CREMONA - FARMACIA 4 A.F.M. DI CREMONA S.P.A. VIA MONTEVERDI, 12 26100 Cremona Tel. 0372-21450 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO SAN BASSANO VENTURELLI PIERANGELO VIA ROMA, 45 26020 San Bassano Tel. 0374-373212 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO ISOLA DOVARESE PASQUALI GIUSEPPINA VIA GARIBALDI, 83/84 26031 Isola Dovarese Tel. 0375-946126 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO

Distretto di Cremona

CORTE DE FRATI BODANA ALESSANDRO PIAZZA ROMA, 17 26010 Corte de Frati Tel. 0372-93123 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CASALBUTTANO TAIETTI MARCO VIA JACINI, 21 26011 Casalbuttano Tel. 0374-362183 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: GIOVED

CASALMAGGIORE ZANELLA AURELIO VIA CAIROLI, 2 26041 Casalmaggiore Tel. 0375 42322 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale

Casalmaggiore

A cura della Dottoressa Michela Barbieri psicologa e psicoterapeuta familiare Buongiorno, sono uninsegnante della scuola dinfanzia. Vorrei proporre al mio istituto un progetto sulla corporeit che coinvolga le insegnanti della scuola primaria. Su quali aspetti potrei lavorare per realizzare questo progetto? Grazie, MP Come studio collaboriamo molto con le insegnanti, e un punto su cui pu sicuramente lavorare lesperienza del proprio corpo come presa di coscienza della propria globalit. La corporeit integra infatti molte dimensioni: fisico-funzionale (saper fare col corpo), cognitiva (conoscere il corpo e attraverso il corpo), affettiva (amare il proprio corpo), sociale (interagire attraverso il corpo), etica (rispettare il proprio corpo). Nella scuola dinfanzia lesperienza del corpo facilitata dalla dimensione della sensorialit, del movimento e della motricit, che il bambino ricerca spontaneamente nellambiente in cui si trova. Nella scuola primaria tale esperienza pu essere ulteriormente ampliata grazie allo studio, perci i colleghi del ciclo successivo potranno lavorare su questi temi attraverso moduli didattici che coinvolgano pi aree, dalle scienze naturali (lo studio del corpo umano) alle scienze motorie. Mi sembra un progetto molto originale e la incoraggio vivamente a proseguire. Un caro saluto, Michela Barbieri
STUDIO ASSOCIATO DI NEUROPSICHIATRIA INFANTILE E PSICOLOGIA di DOTT. LOCCI GRAZIELLA, DOTT.BARBIERI MICHELA & ASSOCIATI Orari: Lun-ven:15.30-19.30 - Sab: 9.30-12.30/ 14.00-19.00 tel 0372 429208 Castelverde (CR) Via Manzoni 12 - Loc. Castelnuovo del Zappa Tel. 0372 429208 - mail: studioassociatocastelnuovo@gmail.com

LUNED

RIVAROLO DEL RE ED UNITI GHISELLINI SNC VIA APORTI, 35 26036 Rivarolo del Re ed Uniti Tel. 0375 534016 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale

SABATO

Distretto di Crema
CREMA BERTOLINI GIORGIO PIAZZA GARIBALDI, 49 26013 Crema Tel. 0373 256279 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO
CAPRALBA STRADA GIUSEPPE PIAZZA EUROPA, 4 26010 Capralba Tel. 0373 450384 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO CASTELLEONE PESADORI DI PIANTELLI VIA SOLFERINO, 5 26012 Castelleone Tel. 0374-58182 ORARI DI APERTURA Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale: LUNED DOVERA - FONTANA DI FONTANA GIOVANNI A. VIA LODI, 29 26010 Dovera Tel. 0373 94020 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale GIOVED MATTINO

30

Sabato 20 Aprile 2013

Salute

Con unordinanza rmata il 2 aprile 2013, il ministro della salute Renato Balduzzi ha innalzato il divieto di vendita delle sigarette elettroniche con presenza di nicotina, da 16 a 18 anni. Viene cos modicata lordinanza dello scorso settembre, che resta in vigore no al 23 aprile. Dopo tale data e no al 31 ottobre 2013 sar invece attivo il divieto di vendita vale per i minori di anni 18. La nuova ordinanza si resa necessaria in coerenza con la norma del Decreto Balduzzi, che dal 1 gennaio 2013 eleva a 18 anni il limite di et per la vendita dei prodotti del tabacco. Le sanzioni per linosservanza della nuova ordinanza sono quelle gi previste per la vendita di prodotti del tabacco

Sigaretta elettronica vietata fino ai 18 anni


ORDINANZA MINISTERIALE VALIDA DAL 23 APRILE FINO AL 31 OTTOBRE
a minori di anni 18. Il Ministro Balduzzi aveva chiesto allIstituto superiore di sanit un parere in merito alla valutazione del rischio connesso all'utilizzo delle sigarette elettroniche, in particolare sui minori, sulla base degli ultimi aggiornamenti scientici. LIstituto superiore di sanit ha fornito le proprie valutazioni il 20 dicembre 2012, proponendo una metodologia per la valutazione della pericolosit che prevede lapplicazione di un modello che misura lassorbimento di nicotina dalle diverse cartucce disponibili, considerando il ricorso alla sigaretta elettronica da parte di fumatori a moderata, media e forte intensit di utilizzo. Lo studio condotto dallIstituto superiore di sanit ha evidenziato come, anche per i prodotti a

bassa concentrazione, la dose quotidiana accettabile di nicotina - come determinata dallAgenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa) - superata anche solo con un uso moderato delle sigarette elettroniche. Tale evidenza ancora pi signicativa negli adolescenti. In sostanza, quindi, non si possono escludere effetti dannosi per la salute. Il Ministro Balduzzi ha chiesto in seguito un ulteriore parere al Consiglio superiore di sanit, che dovr valutare lo studio condotto dallIstituto superiore di sanit in merito alla pericolosit delle sigarette elettroniche nonch stabilire se le sigarette elettroniche, e le ricariche contenenti nicotina o altre sostanze, possano ricadere

nella denizione di medicinale per funzione, pur in assenza di unesplicita destinazione duso in tal senso da parte del responsabile dellimmissione in commercio. Il Css ha iniziato lesame della questione il 19 marzo scorso.

I dati del ministero

Pressione alta, limportanza di prevenire


n occasione della Giornata mondiale della salute, svoltasi lo scorso 7 aprile, lOms ha invitato tutti i Paesi del mondo ad intensicare gli sforzi per la prevenzione e il controllo dellipertensione, conosciuta anche come pressione alta. Si stima infatti che lipertensione colpisca in tutto il mondo almeno un adulto su tre dai 25 anni di et in su, vale a dire circa un miliardo di persone. Lipertensione uno dei pi importanti fattori che contribuiscono allinsorgere di malattie cardiache e ictus - che insieme costituiscono la prima causa nel mondo di morte prematura e disabilit. I ricercatori stimano che lipertensione contribuisca a causare circa 9,4 milioni di decessi per malattie cardiovascolari ogni anno. Inoltre, la pressione alta aumenta il rischio di malattie come linsufcienza renale e la cecit. ALCUNI DATI La prevalenza dellipertensione pi alta in Africa (46% degli adulti), mentre la pi bassa si registra nelle Americhe (35% degli adulti). Nellinsieme, i paesi ad alto reddito hanno una prevalenza pi bassa dellipertensione (35% degli adulti) rispetto ai gruppi a basso e medio reddito (40% degli adulti) grazie a efcaci politiche pubbliche multisettoriali e a un migliore accesso allassistenza sanitaria. PREVENZIONE E CONTROLLO DELLIPERTENSIONE Il primo passo per prevenire e tenere sotto controllo lipertensione la diagnosi: quindi importante tenere controllati i propri livelli pressori. Quando le persone conoscono il proprio livello di pressione arteriosa sono in grado di intervenire per tenerla sotto controllo. Lo scopo di tutto questo, come ha sottolineato l'Oms in occasione della Giornata della salute, di rendere consapevoli le persone della necessit di conoscere il proprio livello di pressione arteriosa, di prendere sul serio lipertensione e di tenerla sotto controllo. DIMINUZIONE DEL RISCHIO E' sempre l'Oms a fornire le principali indicazioni per diminuire il rischio di ipertensione. In particolare si segnalano alcune semplici azioni quotidiane: consumare meno sale, adottare un regime alimentare bilanciato, svolgere attivit sica regolare, evitare il consumo di tabacco, evitare il consumo dannoso di alcol.

Appello dellOms in occasione della Giornata mondiale della salute, svoltasi lo scorso 7 aprile

Nell'anno 2011 sono stati erogati 10.749.246 ricoveri ospedalieri, corrispondenti ad un totale di 69.417.699 giornate con una riduzione rispetto al 2010 di circa 520.000 ricoveri (-4,5%) e di circa 2.400.000 giornate (-3,5%). Sono i dati del Rapporto annuale sull'attivit di ricovero ospedaliero relativi alle Schede di dimissione ospedaliera (Sdo) del 2011, realizzato a cura dell'Ufcio VI della Direzione generale della programmazione sanitaria del ministero della Salute. La principale causa di ricorso all'ospedalizzazione in regime ordinario, pur non costituendo una condizione patologica, rappresentata dal parto con 316814 dimissioni. Escludendo il parto, le principali cause di ospedalizzazione sono riconducibili a patologie cardiovascolari e respiratorie, interventi chirurgici per sostituzione di articolazioni maggiori o reimpianto degli arti inferiori. Per quanto concerne l'attivit di Day Hospital, la principale causa di accesso rappresentata dalla somministrazione di chemioterapia (drg 410 - Chemioterapia non associata a diagnosi secondaria di leucemia acuta) con 1.917.024 di accessi (24% del totale degli accessi in day hospital).

Ricoveri ospedalieri in calo nel 2011

di Giulia Sapelli

Il primo passo tenere controllati i livelli pressori

PREVENZIONE E CONTROLLO DELLE MALATTIE NON TRASMISSIBILI Nel 2012, nellambito dellAssemblea Mondiale della Sanit, i governi hanno deciso di adottare lobiettivo globale di una riduzione del 25% dei decessi prematuri dovuti a malattie non trasmissibili entro il 2025. I leader del mondo hanno concordato sul fatto che prevenire e tenere sotto controllo lipertensione un passo importante per il raggiungimento di questobiettivo, ha detto il dr. Oleg Chestnov, vice direttore Generale dellOMS per le malattie non trasmissibili e la salute mentale. La campagna dellOms per incoraggiare le persone a misurarsi la pressione costituisce una risposta alla Dichiarazione politica delle Nazioni Unite sulle malattie non trasmissibili, adottata dai Capi di Stato e di Governo nel settembre del 2011. La Dichiarazione impegna i paesi a intensicare gli sforzi per promuovere campagne di sensibilizzazione pubblica per migliorare la prevenzione e il controllo di malattie non trasmissibili quali le malattie cardiache e lictus, i tumori, il diabete e le malattie respiratorie croniche. La diagnosi precoce dellipertensione e la riduzione del rischio di infarto e ictus sono evidentemente molto meno costose per individui e governi rispetto alla chirurgia cardiaca, allassistenza a seguito di ictus, alla dialisi e ad altri interventi che possono rendersi necessari pi avanti nel tempo se la pressione arteriosa non viene diagnosticata e curata, fa sapere l'Oms.

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentile naturopata, la scuola che ha frequentato ad indirizzo psicosomatico, potrebbe spiegarmi, brevemente, cos' l'ipertensione e alcuni atteggiamenti del soggetto iperteso? Grazie Luca Il sangue e i vasi sono complementari e hanno origine dallo stesso foglietto embriologico, dalla stessa sostanza cellulare. La prima funzione del vaso quella di racchiudere, l'altra di canalizzare affinch il sangue sia indirizzato, guidato, modulandone anche la forza grazie all'elasticit dei vasi. La pressione arteriosa data dal rapporto tra la spinta che il cuore esercita sul sangue perch questo circoli e la resistenza dei vasi. Secondo la psicosomatica il sangue fuoco che brucia, la vita che divampa, la passione e il sentimento che dilagano potenzialmente incontrollabili, il vaso raffredda questa energia, la modula, la tiene sotto controllo. Il rapporto che si stabilisce tra il vaso e il sangue trova il suo corrispettivo nella relazione che esiste tra lIO e lES. Se lES affonda le radici nell'inconscio, nel mondo delle passioni, lIO si costituisce sulla razionalit e sulle regole che col tempo disciplinano gli spazi soggettivi per ragioni sociali e morali. L'ipertensione esprime il tentativo spasmodico di mantenersi distaccati e lucidi rispetto all'irruzione di moti e impulsi che potrebbero scompaginare l'ordine costituito. L'iperteso difficilmente tollera un altro modo di " vedere "; l'imprevisto e il cambiamento lo destabilizza. Non si ferma mai, fingendo una sicurezza che grava su corpo e mente. L' iperteso pretende da s sempre il massimo ed sempre insoddisfatto, vanta di s la coerenza, in realt la impermeabilit a fattori esterni ed emozionali.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

E MESTIERI
LIBRERIA

ARTI

Qualit e personalizzazione caratteristiche pi richieste


Due sono le principali tendenze e le abitudini in ampia diffusione in questi anni: da una parte il recupero delle risorse gi a disposizione, dall'altra la ricerca della qualit. Un po' per necessit, un po' per un senso di riscoperta dei valori che interessa ogni ambito dell'esistenza, sino agli aspetti pi pratici come quelli legati alla gestione della casa, sempre pi spesso ci si rivolge a professionisti ed artigiani che siano in grado di ridare nuova vita a ci che gi si possiede. La casa, considerata dagli italiani il bene pi prezioso, un luogo da rendere sempre meno conforme a standard prestabiliti e sempre pi strutturato sulle necessit di chi vive gli spazi quotidianamente ed ha necessit di poterli adattare, nel corso degli anni, ad una famiglia in continua evoluzione. La risorsa pi preziosa, quindi, si rivela sempre di pi la presenza di artigiani e professionisti preparati in grado di portare avanti le migliori tradizioni condite con la continua ricerca innovativa, garantendo ai clienti soluzioni su misura e pensate per rispondere in modo specifico alle singole esigenze, nel rispetto dell'individualit della persona e della famiglia, con tutte le sue necessit. Un mondo, quello dell'artigianato, che con frequente passione viene esplorato ed intrapreso anche dai giovani, in cerca di lavoro e di un futuro che possa essere appagante anche nello svolgimento quotidiano. Proprio la passione la chiave del successo dell'artigianato, che nel nostro Paese si distingue come una delle realt pi significative e portanti del settore economico: la gelosa e attenta conservazione del saper fare che si accompagna ai mestieri in grado di rinnovarsi sulla scia di una tradizione che garantisce qualit e attenzione, permette al settore artigianale di essere sempre pi che competitivo e di essere custode di saperi importanti perch destinati a non diventare mai obsoleti.

IMBIANCHINO

PASTICCERIA

ABBIGLIAMENTO INTIMO

ABBIGLIAMENTO DONNA

FERRAMENTA

MACELLERIA

Per pubblicare la tua inserzione in questa pagina telefona al 0372.45.39.67


SERRAMENTI - TENDAGGI

CLINICA VETERINARIA

AGENZIA VIAGGI