Sei sulla pagina 1di 32

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 25 ottobre 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 37
27/02/2004 n. 46) euro 1,30
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 37
Cesena 9 Attualità 17 Confcommercio Torna l’ora solare
Orogel, la meraviglia Tagli ai fondi Cesenate Nella notte
arriva per i figli dell’editoria Inserto centrale di 8 pagine tra sabato 27
dei dipendenti Interviene la Fisc e domenica 28
ottobre occorre
spostare indietro
P iù welfare per l’azienda
di Pievesestina che, nei
locali della parrocchia, av-
“L’ azzeramento delle ri-
sorse colpirà i giorna-
li piccoli”. A dirlo è don Bian-
di un’ora le lancette
dell’orologio. Termina così il periodo
via un doposcuola per ra- chi, presidente della Fede- dell’ora legale che riprenderà l’ultima
gazzi dai 6 ai 14 anni razione, in risposta a Crimi domenica di marzo

La lettera A un anno dall’invito di papa Francesco a “non balconare”, partito da Cesena


Pluralismo a rischio

Il coraggio
di Paolo Lucchi *

C
aro direttore,
ti confesso che ho letto con grande
preoccupazione il tuo intervento
su “Avvenire” del 13 ottobre, così come la
prima pagina dell’ultimo numero del
tuo giornale che, giustamente allarmato
per la sciagurata ipotesi dell’attuale
Governo di azzerare il Fondo per

di impastarsi
l’editoria, titolava “Informazione sotto
scacco”.
Già nel 2015 il Movimento 5 Stelle
propose di azzerare il Fondo per
l’editoria. In quell’occasione, il 16
gennaio, scrissi una lettera ai
parlamentari del nostro territorio in cui,
tra le altre cose, scrivevo che “la libertà
di informazione (parte integrante della
libertà di espressione) è un valore
fondamentale. Proprio per questo oggi è
necessario tenere alta l’attenzione anche
su alcune vicende italiane, poiché i loro
esiti potrebbero influenzare in modo
molto pesante il pluralismo
dell’informazione”.
Allora, per fortuna, il rischio fu
scongiurato. Ma oggi si ripresenta, e con
ancora maggiore forza, dal momento
che martedì 16 ottobre la Commissione
Bilancio della Camera dei Deputati ha
discusso una risoluzione di maggioranza
inserita nella nota di accompagnamento
al Def in cui si impegna il Governo a un
graduale azzeramento, a partire dal
2019, del Fondo pubblico per l’editoria.
Parliamo di un contributo riservato a
testate edite da cooperative di giornalisti
o da fondazioni o enti morali,
comunque senza scopo di lucro e con
l’obbligo in statuto di non dividere
eventuali utili - sono centinaia di
quotidiani provinciali e regionali, quelli
delle minoranze linguistiche, delle
associazioni dei non vedenti e dei
consumatori, oltre a un centinaio tra CESENA, 1 OTTOBRE 2017
settimanali e mensili di stampo DISCORSO DI PAPA FRANCESCO DAVANTI AGLI AMMINISTRATORI LOCALI IN UNA PIAZZA DEL POPOLO GREMITA
cattolico, editi da diocesi, (FOTO MATTEO VENTURI)
come appunto il Corriere Cesenate.
Testate che, tutte insieme, garantiscono
una capillare informazione di Da piazza del Popolo, a Cesena, il primo ottobre dello scorso anno
prossimità, vicina ai territori e ai papa Francesco lanciò il pressante invito a “non balconare”. Il suo in-
Cesena 8 Territorio 10-12
cittadini. Le testate di informazione
tervento sulla politica fu presto catalogato come “il discorso di Ce- Riapre il “Jolly” Due nuove sedi
locale, come la vostra, svolgono Tecnologie per l’Università
una funzione straordinaria nel sena”. Un testo che travalica i nostri confini e ha un valore per tutti,
raccontare e documentare la vita della
credenti e non credenti. Per tracciare un bilancio a un anno di di- e nuove idee nel cesenate
comunità, nel mantenere stretto il
contatto fra cittadini, istituzioni, stanza da quell’evento storico per tutto il territorio, nei giorni scorsi
rappresentanze associative e sociali,
contribuendo ad alimentare il dibattito
abbiamo organizzato un forum in redazione. Abbiamo chiamato at- Anniversari 11 Rubicone 13
sui temi quotidiani e sulle prospettive torno a un tavolo sindaci e politici locali con esponenti della Diocesi La San Lorenzino Gambettola
future delle città e dei territori. Il loro per tentare di capire la portata delle consegne lasciate da Bergoglio.
ruolo, il vostro ruolo, è prezioso ed ricorda gli ebrei I cittadini chiedono
insostituibile. Primo piano a pagg. 4 e 5 salvati nel 1943 più sicurezza
continua a pag. 3 ➧ ➧
Opinioni Giovedì 25 ottobre 2018 3

Giovani e Chiesa Un Sinodo “incasinato”


“F
ate chiasso, fate casino e smuovete la chiesa!”, aveva qualche modo alle istanze sollevate
raccomandato papa Francesco ai giovani partecipanti alla nel cammino presinodale. Chiedendo
Gmg a Copacabana, nel luglio 2013. perdono, per esempio, per le difficoltà
E oggi, al Sinodo su I giovani, la fede e il discernimento e i fallimenti della Chiesa nei loro
vocazionale, i giovani arrivati da tutto il mondo come “uditori” (che confronti e soprattutto per aver
seguono i lavori e possono anche prendere la parola durante le tradito la loro fiducia.
congregazioni generali, proprio come i padri sinodali) lo stanno facendo Qualche giovane poi si è rivolto
davvero un bel po’ di lío, nel senso più costruttivo del termine. direttamente ai padri, in modo
Non solo perché con le loro testimonianze fresche e appassionate, parole rispettosamente provocatorio: parlate
impregnate di vita che preme per trovare forme più adeguate a ospitarne di ascolto, di accompagnamento, di
la ricchezza plurale, hanno aperto i lavori del sinodo e ritmato il loro vicinanza. Ma quanti giovani
svolgimento, soprattutto perché hanno saputo entrare in un dialogo vero conoscete per nome?
con i padri sinodali. Un dialogo che ha preso diverse forme. Molti padri si Un aspetto, forse inatteso, colpisce
sono indirizzati esplicitamente a loro negli interventi, rispondendo in però più di tutti: il feedback
immediato, esplicito ed
educatamente rumoroso dei giovani
Qualche giovane uditore si è rivolto ai padri sinodali agli interventi dei padri sinodali, tanto
ai contenuti quanto allo stile delle
in modo rispettosamente provocatorio: parlate comunicazioni. Una rottura del
OTTOBRE 2018, UN GIOVANE UDITORE AL SINODO DEI VESCOVI
di ascolto, di accompagnamento, di vicinanza. protocollo sempre un po’ ingessato di
questi eventi, un segnale chiaro e
(FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR) Ma quanti giovani conoscete per nome? inequivocabile di ciò che i giovani
desiderano e sperano e di ciò che
invece non li tocca affatto. Una
franchezza che ha contagiato gli stessi
padri e lo stile di conduzione dei

L’ angolo
di Frensis
La lettera (continua da pag. 1)
lavori, che si è via via alleggerito
riuscendo a strappare, accanto agli
inevitabili sbadigli, anche delle risate
gustose.
L’azzeramento dei fondi all’editoria porterebbe invece alla chiusura I temi sono quelli che l’Instrumentum
Dietro dieci porte blindate di tutte queste testate, con un duplice, nefasto, effetto: un deficit di Laboris mette a fuoco, a partire da
libera informazione in decine e decine di province italiane, tra cui un’idea di vocazione che è decifrare la
er tre ore mi sono sentito fuori”. Lo dice Toni, chiamata singolare di ciascuno, per i

“P
la nostra, e la perdita di migliaia di posti di lavoro (se si considerano
53 anni, che nel complesso ha più di 20 anni di i numeri del settore e dell’indotto, sono circa diecimila i posti di percorsi più diversi e non solo quello
detenzione sulle spalle. Lo incontro nel carcere lavoro che vengono messi a rischio da questa norma: giornalisti, religioso. La questione degli abusi e
di massima sicurezza di Ascoli Piceno dove per poligrafici, tecnici, edicole, distribuzione, tipografie, collaboratori, degli scandali sessuali è stata ben
venerdì 19 ottobre è in calendario un incontro agenzie di service, ecc.). Le misure a sostegno del settore editoriale presente: nessun tentativo di
formativo per giornalisti. Non mi lascio sfuggire l’occasione e possono essere sicuramente migliorate, ma non devono essere minimizzare o circoscrivere; più
così decido di partecipare, assieme ai 50 colleghi che cancellate. Se riforma deve essere, insomma, che sia, ma a carte d’uno ha proposto di aprire con essa il
gremiscono la piccola sala riunioni della casa circondariale. ferme e senza mettere in crisi gravissima nessuno. Per questo il 21 documento finale. Chiedere scusa
Tra questi anche il direttore del quotidiano Avvenire, Marco ottobre ho scritto a tutti i parlamentari romagnoli auspicando che il non basta, occorre riparare,
Tarquinio, e il caporedattore di InBlu Radio, Andrea Parlamento, anche grazie al loro lavoro e impegno, faccia valere la cambiando e curando. Una Chiesa più
Domaschio, moderati da Giovanni Tridente della Pontificia propria autonomia e scelga di salvaguardare il pluralismo umile, più misericordiosa verso i
università della Santa Croce dell’informazione, pilastro insostituibile di una democrazia disorientamenti e le ferite dei giovani,
La mattina, proposta come quinta tappa del “Meeting liberale. più capace di empatia e più
nazionale giornalisti cattolici e non”, non delude le attese, Paolo Lucchi desiderosa di camminare insieme. Il
soprattutto quando prendono la parola i tre detenuti che la * sindaco di Cesena “ritmo salutare della prossimità” è
direttrice, Lucia Feliciantonio, ha pensato di fare intervenire. quantomai necessario oggi a una
“Ora sono qua da protagonista - dice Toni in avvio di Chiesa che vuole rinascere.
testimonianza -. Prima ero bellicoso, ma ora sono cresciuto. Anche la famiglia, sempre centrale, la
Vado a scuola per riacquistare la mia dignità. Frequento hanno a cuore un umanesimo che mette al centro la persona. La pena comunicazione digitale, la questione
anche un piccolo laboratorio di teatro e questo mi ha andrebbe interpretata come progetto di vita e il lavoro come tempo detentivo dei migranti e il ruolo-ponte che i
destabilizzato. È un mio modo per chiedere scusa a mio costruttivo, contro l’ozio in cella e l’abbruttimento davanti alla tv. Il carcere è giovani possono giocare per il dialogo
padre. Lui era analfabeta e io sono uno dei suoi sette figli. Il una risorsa e i detenuti pure. Non sono rifiuti della società”. tra le religioni sono stati temi molto
futuro ora per me è una scommessa. La mia è una vita Il vescovo di Ascoli Giovanni D’Ercole ricorda come sia stata una mattina presenti. Ma soprattutto un desiderio
incompiuta”. speciale, senza cellulari, con i presenti impegnati nell’ascolto reciproco e di protagonismo, di responsabilità e
Gli fa eco Antonio, di origini pugliesi, da sei anni in carcere. nell’attenzione ai dettagli. “Ciò che si vive da dentro non si può capire da contribuzione. Perché
“Ho sempre ammesso le mie colpe e non è la prima volta che fuori”, aggiunge con la forza di chi viene spesso qui, dietro queste sbarre, “accompagnare”, uno dei verbi chiave
entro qua. Non me la sono mai presa con la società. Ho due mentre il direttore Tarquinio ricorda come le parole possano essere usate della prima fase dei lavori, non è
figli, uno di 40 anni, l’altro di 30. Facevo l’ambulante. Ora ho contro le persone, per ferire e colpire. Una grande responsabilità per i “scortare” per essere sicuri che i
la possibilità di lavorare e di poter guadagnare anche giornalisti. giovani non sbaglino strada, ma è
qualcosa”. Al termine scattano i saluti, gli abbracci, lo scambio di piccole esperienze di entrare in un movimento di
“È la mia 18esima detenzione - dice Giampiero, 50 anni -. vita, il desiderio di una maggiore conoscenza. Parte anche una promessa di reciprocità, di compagnia (cum-panis)
Sono sempre stato irrequieto e trasgressivo. Oggi ho fatto un nuovo incontro, magari per ridare forma al giornale del carcere, fermo che trasforma, rimette in movimento
pace con me stesso. Riesco anche a occuparmi degli altri. all’edizione del 2013. tutti. Un cammino che può aprire
Non so cosa mi sia successo. Mi basta un sorriso, quello che Le emozioni sono state forti, quelle vissute dentro quelle mura, dietro dieci nuove vie e preludere a un “fruttificare
ti ripaga di tutto. Da boss a Oss (operatore socio sanitario, porte blindate che ci separano dal nostro mondo, quello libero. Si rimane e festeggiare” (Evangelii Gaudium 24)
ndr) posso dire ora, per il volontariato che svolgo”. senza parole, barcollanti, dopo incontri così intensi, senza veli. Non resta che di cui c’è grande bisogno e desiderio.
“Il pregiudizio si vince conoscendo - aggiunge la direttrice prendere la penna per scrivere una dedica: “Ascoli Piceno, 19 ottobre 2018. A Chiara Giaccardi
Feliciantonio -. Il carcere è luogo di periferia e di confine. Tra tutti i detenuti. Voi siete dentro e io fuori. Vi guardo negli occhi e mi chiedo dalla rivista Vita e Pensiero
giustizialisti e permissivisti, vorremmo collocarci tra quanti perché”.
4 Giovedì 25 ottobre 2018 Primo piano

Impastiamoci
NELLA FOTOGRAFIA, PAPA FRANCESCO A CESENA L’1 OTTOBRE 2017
DA PIAZZA DEL POPOLO IL PAPA HA PRONUNCIATO IL MONITO
A “NON BALCONARE” (FOTO PIER GIORGIO MARINI)

per andare
verso il bene
comune
La visita di Papa a Cesena un anno dopo.
Cosa rimane alla città del discorso in piazza
del Popolo? Il forum del Corriere Cesenate
per tentare un bilancio e ricordare le
consegne di Francesco alla società civile
La visita di papa Francesco a Cesena, un NELLA FOTOGRAFIA,
anno dopo. Cosa rimane in città? STEFANO SPINELLI
Soprattutto cosa resta del suo appello a E IL SINDACO
non balconare, a impastarsi per il bene PAOLO LUCCHI
comune. E anche il suo richiamo OSPITI DELLA
REDAZIONE
all’ascolto, al mettersi in discussione, alla DEL CORRIERE
forza e alla capacità di chiedere scusa, di CESENATE
ricominciare daccapo, per un bene più (FOTO SANDRA
grande oltre il proprio. E URBANO)

Abbiamo tentato un piccolo bilancio. Lo


abbiamo fatto in redazione, con uno di
quei forum che ogni tanto il Corriere Ce- solo Cesena ma l’Italia intera. Già qualche
senate ospita, condotto dal nostro diret- mese prima il Papa disse all’AC italiana
tore Francesco Zanotti. Non potendo in- "mettetevi in politica ma per favore nella
vitarli tutti, abbiamo chiamato i sindaci grande politica, politica con la ’P’
della due città che compongono il nome maiuscola". Questo seme può essere per
della nostra Diocesi di Cesena-Sarsina, la coscienza personale di ciascuno.
Paolo Lucchi ed Enrico Cangini. Con loro
due consiglieri comunali, Stefano Spi- Don Walter Amaducci: Scorgo due cerchi
nelli e Gilberto Zoffoli, che apertamente di eco: quello di chi ha partecipato
si rifanno per il loro impegno alla Dottri- all’evento e l’altro di chi ha appreso la
na sociale della Chiesa. E poi monsignor notizia nei contenuti. Siamo stati subito
Walter Amaducci, responsabile del comi- visione di insieme. La politica oggi si negativo, col quale viene meno la capacità sorpresi di questa scelta del Papa di
tato organizzatore, e Marco Castagnoli, muove con i tempi dei tweet e dei post sui di giudizio. Tutto è uguale, nessuno è più venire a Cesena quindi c’è stato un primo
direttore dell’Ufficio diocesano per i pro- social, molto rapidi ma che non lasciano significativo di un altro. Il Papa ci ha impatto di carattere emotivo. Dopo
blemi sociali e il lavoro. A loro abbiamo un pensiero concreto. È necessario richiamato a una ripresa valoriale verso il Cesena non solo facciamo più attenzione
posto due domande e abbiamo chiesto di riflettere su quelle parole, lo deve fare in mondo cattolico. Chi ha voluto intendere, ai suoi modi di intervenire ma anche ai
condensare in una parola la consegna la- primis un amministratore pensando che ha inteso: è stato molto chiaro, si è rivolto a suoi discorsi. Per me è una vera
sciata da papa Francesco col discorso di non è con il tempo dei tweet che si tutti. Mi è piaciuto moltissimo il ’consegna’: il viaggio è stato studiato nei
Cesena, un intervento sulla politica e sul- risponde alle paure delle persone, ma con collegamento "piazza" e "politica", perché dettagli. Lui ha chiesto di incontrare le
l’impegno nella società civile, di credenti una valutazione lunga che chiama in la piazza è il luogo dove si confrontano le comunità, quella ecclesiale e la civica per
e non. causa i valori personali e collettivi. Il Papa esigenze, le aspettative di un’intera invitare tutti a riflettere sul bene comune.
questo lo ha fatto attraverso due interventi cittadinanza. Il vescovo, cogliendo questo intento, poco
A poco più di un anno di distanza dalla non ordinari, ma mirati e scritti su misura dopo, era Natale, ha fatto circolare subito
visita di papa Francesco a Cesena (1 per la nostra comunità. Marco Castagnoli: Ho avvertito nelle parole i discorsi per porre uno strumento in
ottobre 2017), cosa rimane del suo del Papa una sana profezia legata al mano a tutti coloro che avessero voglia di
discorso in piazza del Popolo? Stefano Spinelli: "Non balconate". Mi ha passato ma che legge il presente in vista del rileggere gli interventi. Il 21 aprile a Roma
colpito questo invito. È significativo. futuro perché delinea principi e valori da poi c’è stata una prima eco molto bella.
Paolo Lucchi: Il Papa con i suoi interventi Ritengo che ci sia una disaffezione verso la raggiungere. Come Ufficio di pastorale La categoria di popolo, al di là della
è stato profetico: ci ha invitati a politica anche nel mondo cattolico. È un sociale abbiamo colto il valore profetico di confessionalità, dà l’opportunità a
partecipare, ad assumerci ciascuno le richiamo importante per rimpastare le questo intervento: al termine del discorso ciascuno di ritrovarsi. Il popolo è la
proprie responsabilità, ad avere la mani in una situazione liquida e difficile in piazza la gente mi ha chiesto se seconda famiglia. Cercando il bene
modestia di ammettere quello che non come quella a noi contemporanea. Il Papa avessimo anticipato noi al Papa alcuni comune, uno si mette a servizio.
funziona e ci ha esortati a tenere in si è concentrato sul bene comune che argomenti che ha sottolineato, si pensi alla
grande considerazione i giovani e gli deve essere lavorato nella "piazza" perché scuola. Il discorso alla piazza l’ho avvertito Enrico Cangini: Ricordo le emozioni di
anziani. Lo ha fatto nell’ambito di un in questo luogo si concretizza come una sorta di sigillo, di timbro con il quella giornata, che ho vissuto in prima
percorso che ha coinvolto la nostra l’armonizzazione dei desideri propri con quale il Pontefice ha invitato giovani e persona da volontario e che sono state
società in questi anni in cui sono prevalse quelli della comunità. Mi sembra che la meno giovani a prepararsi adeguatamente. determinanti nell’intraprendere il
le paure. Lo ha fatto prima di questo nostra società vada sempre di più verso Un’altra concretizzazione di questo percorso amministrativo che poi ho
ultimo anno, nel corso del quale le paure l’autodeterminazione, che suscita discorso riguarda la piazza intesa nella sua scelto. Quelle del Papa a Cesena sono
si sono rafforzate con il venire meno della individualismo, e l’egualitarismo, in accezione di rete: il nostro ufficio proporrà state parole importanti che hanno inciso
una rete tra associazioni, ecclesiali e non, sul mio agire di persona impegnata nella
una sorta di osservatorio sul mondo del cosa pubblica. Infatti nel decidere, di lì a
NELLA FOTOGRAFIA, DA SINISTRA ENRICO CANGINI, GILBERTO ZOFFOLI, lavoro. distanza di qualche mese, di candidarmi
MARCO CASTAGNOLI, STEFANO SPINELLI E PAOLO LUCCHI a sindaco più volte ho ripensato a
Gilberto Zoffoli: A un anno di distanza mi quell’invito a "Non balconare la vita" che
piace rileggere questa visita nella il Papa ci ha rivolto quella mattina in
dimensione di un dono. È stata una piazza ed in più occasioni ho fatto mie
giornata vissuta e colta pienamente da queste parole. L’eredità di quella giornata
subito. Il 26 ottobre, in occasione del primo è stata per me particolarmente concreta
consiglio comunale previsto a seguito della perché mi ha fatto riflettere su una
visita del Papa venne approvata decisione che ha segnato poi la mia vita e
all’unanimità la mozione riprendendo il mio servizio al bene comune. Quel
questi discorsi con la dimensione della giorno il Papa ha parlato di "buona
gratitudine, riconoscenza e sollecitudine. politica" ed in questo senso ricordo una
Ci fu la consapevolezza di questo dono, delle prime esortazioni che rivolse ai
nonostante alcuni consiglieri decisero di parroci "siate pastori con l’odore delle
abbandonare l’aula. Ci sono stati due pecore"; ecco, penso che trasponendolo
estremi: avere bruciato subito un dono e opportunamente questo sia un concetto
aver perso quello che ne segue che calzi particolarmente anche per i
successivamente. Nella dimensione del sindaci e che qualifichi il loro agire
dono è un seme che è stato impiantato. I quotidiano di guida della comunità.
germogli oggi ci sono già: questo discorso
rivolto alla città sulla politica non riguarda (continua a pagina 5)
Primo piano Giovedì 25 ottobre 2018 5

A un anno dalla venuta del Santo Padre il forum promosso dal Corriere Cesenate

(continua da pagina 4) a volte in maniera preconcetta - dando


NELLA FOTOGRAFIA AL CENTRO IL SINDACO PAOLO LUCCHI, ALLA SUA prova di individualismo e di scarsa
SINISTRA IL DIRETTORE DEL CORRIERE CESENATE FRANCESCO ZANOTTI E
Il Papa ha fatto un forte richiamo al dialogo tra MONSIGNOR WALTER AMADUCCI. DALL’ALTRO LATO STEFANO SPINELLI, propensione a ragionare come collettivo.
giovani e anziani. Lo ritenete possibile? Rimane MARCO CASTAGNOLI E GILBERTO ZOFFOLI (FOTO SANDRA E URBANO) Purtroppo in quest’epoca spesso i giovani
un bel desiderio o è una strada praticabile? tendono ad assimilare le vecchie
generazioni a quei modelli sociali ed
Don Walter Amaducci: Da subito ha insegnato istituzionali in cui faticano a riconoscersi.
un metodo: prima dell’applicazione è Inoltre, come ho avuto modo di dire
necessario l’ascolto. Lo abbiamo visto con i due brevemente al papa il 21 aprile in piazza
sinodi sulla famiglia e sui giovani. La nuova San Pietro, non c’è solamente una società
generazione ha un gergo, è sempre stato così. che esclude in maniera generazionale ma
Agli adulti può apparire un modo presuntuoso vi è anche un’esclusione di natura
ma così non è. Cercare di capirli vuol dire geografica tra chi vive il centro e chi vive
ascoltarli come in genere fanno un buon padre le periferie. In questo senso penso che si
e una buona madre. Il linguaggio prima di debba rimettere al centro la questione dei
essere comunicativo è riflessivo. La nostra territori montani che più di tutti
prima sfida verso i giovani è la pazienza da mantengono le tradizioni ed un
mettere in campo per cercare di capirli. Dal patrimonio culturale e valoriale autentico
punto di vista ecclesiale, e poi civico, si parla di che vale la pena di essere preservato.
vocazione. Oggi siamo testimoni di una crisi
vocazionale per i sacerdoti, per i matrimoni, per Infine, vi chiedo di condensare, in una
la politica. Si è se stessi realmente quando parola uno slogan o una breve frase la
comprendiamo il nostro posto: a questo punto come adulti lo riduciamo a un problema come noi li vediamo. Gli anziani sono cosegna lasciataci da Bergoglio con il suo
diamo il massimo di noi stessi per il bene di di strumento di contatto con loro. Mi l’unica speranza possibile per riportare in intervento in piazza divenuto in breve "il
tutti. Per fare questo e per andare incontro ai sembra di cogliere questo dialogo come campo tutti i valori sani. Non a caso il discorso di Cesena", inteso come il
giovani dobbiamo ascoltarli senza meravigliarci un invito ai giovani a riscoprire dei valori Papa dice "Giovani ascoltate gli anziani, discorso sulla politica e sull’impegno in
di nulla. Occorre pensare alla propria vita come alti e non solo come una dimensione su anziani aiutate i giovani". Salta la fascia politica.
a una chiamata. Lo stesso vale per la politica. come dialogare ma su cosa dialogare. anagrafica di mezzo che si è ritrovata a
Una persona trova se stessa se risponde a scaricare su altri i propri limiti e ad Enrico Cangini: Impegno. Francesco ci
un’altra che la chiama. Allora si diventa un bene Stefani Spinelli: Il discorso merita un acquisire le paure che questa crisi invita a tirar fuori il meglio di sé.
per gli altri. approfondimento notevole: il dialogo tra vocazionale genera. Chiede alla nostra
giovani e anziani è sempre stato difficile. generazione di riflettere sugli errori che Gilberto Zoffoli: La nobiltà dell’agire
Gilberto Zoffoli: Il Papa ha dato spazio alla La situazione che viviamo oggi sia abbiamo compiuto. Sta a noi rimettere in politico in favore del popolo, seguendo
dimensione della relazione e lo ha fatto proprio ancora più difficile perché tra i campo i valori con i quali siamo stati un metodo particolare: allargare le piazze
parlando di popolo. Cosa tiene insieme un giovani di adesso e i nostri anziani è educati mettendo un po’ da parte i social per contenere e includere.
popolo? I giovani e gli anziani. Lo colgo come successa una piccola rivoluzione perché media che la nostra fascia utilizza molto
un richiamo molto forte: non dobbiamo essere sono caduti quelli che erano i valori più di altre. I giovani interagiscono tra di Marco Castagnoli: Armonizzare,
strumenti di contrapposizione e di divisione ma condivisi. Non credo sia un problema dei loro, non hanno un profilo Facebook che impastare, avendo sempre ben presente
uno stesso popolo. La politica ha questa giovani di oggi che hanno un’energia pari però hanno i loro genitori. Questi che il tutto è superiore alla parte.
responsabilità. Le due categorie messe in luce a quella di ieri ma vivono una situazione cercano di interpretare così i propri figli,
sono le due fragilità nel cui mezzo ci sono tutti difficile. Mentre gli anziani avevano il e sbagliano. Stefano Spinelli: Realismo. La bacchetta
gli altri. Il Papa rende protagoniste questi due problema di conformarsi sui valori i magica non funziona in politica. La
estremi e sta a noi non trasformare in obiettivi giovani tutto l’opposto, devono ritrovare Enrico Cangini: Come diceva Leo politica deve servire il bene comune.
strumentali né gli e né gli altri. Ascoltare i questo significato. Se a loro diamo di Longanesi "non si può sapere dove si va
giovani e metterli in politica senza incasellarlo nuovo ideali forti per cui battersi e vivere se non si sa da dove si viene" per cui è Paolo Lucchi: Comunità. È il luogo della
in modalità poco sane. loro accettano. Oggi però non siamo in evidente che il dialogo partecipazione, della condivisione e
grado di dare loro queste scelte. intergenerazionale è fondamentale per dell’ascolto.
Marco Castagnoli: Ho colto queste due una società, però è altresì evidente che
categorie con un’intenzione di inclusione Paolo Lucchi: Non casualmente il Papa qualcosa si sia rotto. Difatti nelle nuove Don Walter Amaducci: Coraggio. Il Papa
perché nel mezzo ci finiscono tutti gli altri. Il ha citato i giovani e gli anziani perché il generazioni, a differenza di quelle riceve molti applausi, ma il vero ascolto
Papa fa riferimento ai giovani, che hanno la problema di questa società non sono ne passate, non vedo più la volontà di di quanto dice è poco, anche nella
forza di portare avanti le cose, e agli anziani, i gli uni ne gli altri ma la fascia anagrafica sapersi affidare alle istituzioni, civili e comunità ecclesiale. Occorre alzare lo
saggi. Il problema è di come trattare i giovani: di mezzo. I giovani sono molto meglio di religiose, mettendo in discussione tutto - sguardo, puntare in alto.
6 Giovedì 25 ottobre 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Fraternità diaconale, incontro in Seminario
Si terrà sabato 27 ottobre alle 15, in Seminario a Cesena, DEL
l’appuntamento formativo per la fraternità del diaconato
permanente. L’incontro approfondirà il tema proposto dal
vescovo Douglas per l’anno pastorale “Educare alla vita buona del
SIGNORE
Vangelo nel lavoro e nella festa”; in particolare sarà occasione per
riflettere su “La domenica del diacono”, con la testimonianza del Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me
diacono Giorgio Siroli e della moglie Giovanna. Domenica 28 ottobre
La Parola
30esima domenica Tempo Ordinario
al cuore compassionevole di quel di ogni giorno
Dio che sa ascoltare. Gesù mostra
Radio Maria in diretta dalla Cattedrale anno B un Dio che si ferma e ascolta. È il lunedì
Martedì 30 ottobre alle 7,30 preghiera del Rosario, Lodi e Messa Ger 31,7-9; Salmo 125; Eb 5,1-6; Dio attento della prima lettura, un 29 ottobre
Mc 10,46-52 Dio Padre per Israele, che santa Ermelinda
L’emittente cattolica internazionale Radio Maria si collegherà in accompagna il popolo, Ef 4,32 - 5,8; Salmo 1;
diretta dalla Cattedrale di Cesena e parrocchia San Giovanni accompagna il suo primogenito Lc 13,10-17
Battista, martedì 30 ottobre alle 7,30.

G
erico, ultima tappa prima alla terra promessa.
Il programma della trasmissione radiofonica comprenderà la re- dell’arrivo di Gesù a “Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà martedì 30
cita del Rosario (misteri dolorosi), le Lodi del mattino e la cele- Gerusalemme. Gerico, una di me”. Queste le parole di san Germano
brazione della Messa presieduta dal parroco don Giordano città antichissima e molto particolare Bartimeo. Queste le parole che, Ef 5,21-33; Sal 127;
Amati. perché posta sotto il livello del mare per tradizione, compongono la Lc 13,18-21
(a circa -250 metri sotto il livello del “preghiera del cuore”. Una
Il lavoro, la festa e stili di vita solidali mare). Gesù scende fino a Gerico, per
poi risalire a 754 mt sopra il livello
preghiera di contemplazione, una
preghiera povera. Una preghiera
mercoledì 31
san Lucilla
Incontro in Seminario a Cesena, lunedì 5 novembre alle 21 del mare, fino a Gerusalemme. Un che si può recitare Ef 6,1-9; Sal 144;
percorso che forse è preludio di ciò incessantemente, nella mente e Lc 13,22-30
Terzo e ultimo appuntamento della rassegna promossa dagli che succederà nelle settimane nel cuore. Parole che, se ripetute
Uffici diocesani per la famiglia, la pastorale sociale e la Caritas. successive: la sua morte e nella nostra quotidianità, giovedì 1 novembre
Lunedì 5 novembre alle 21, in Seminario a Cesena (via del resurrezione. plasmano e formano un cuore tutti i santi
Seminario, 85), si terrà l’incontro con tema “Vivere il lavoro e la Il discendere di Dio che permette a disponibile e attento all’azione di Ap 7,2-4.9-14; Sal 23;
festa con stili di vita solidali” ;relatrice Elena Galeassi della Dio di far risalire l’umanità alla sua Dio, rinnovano lo sguardo sui 1Gv 3,1-3; Mt 5,1-12
Caritas diocesana Forlì-Bertinoro e Tavoli Nuovi Stili di Vita della origine. fratelli e le sorelle, rendono attenti
diocesi Forlì-Bertinoro. Ed è in questa città che incontra un gli orecchi e tengono sotto venerdì 2
Per info: Mila e Giancarlo Guiducci, 340 2876159. cieco, non un cieco anonimo, ma controllo le parole. commemorazione
Bartimeo. Un cieco capace di gridare Com’è la mia preghiera? So di dei fedeli defunti
Preparazione alla Cresima degli adulti tanto forte da superare la voce di essere povero/a? “Grido” verso Gb 19,1.23-27; Sal 26;
coloro che gli dicono di tacere. Un Dio con fiducia e perseveranza? Rm 5,5-11; Gv 6,37-40
Al via un corso di catechesi nelle opere parrocchiali del Duomo uomo consapevole della sua povertà, Un piccolo “compito” per questa
del suo bisogno dell’Altro; un uomo settimana: proviamo a lasciarci sabato 3
Il corso di catechesi tenuto da don Giordano Amati si svolgerà che non si ferma davanti al rifiuto dei accompagnare nelle nostre san Martino
presso le opere parrocchiali della Cattedrale, a Cesena (accanto tanti, continua a gridare. giornate dalle parole di Bartimeo: de Porres
alla chiesa dei Servi, piazzetta don Ravaglia) dalle 16 alle 17 nei Bartimeo ricorda che colui che sa di “Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà Fil 1,18-26; Sal 41;
sabati 3, 10, 17 e 24 novembre; 1 dicembre. La Cresima sarà essere povero grida, grida di me”. Lc 14,1.7-11
conferita dal vescovo Douglas domenica 9 dicembre alle 18. Per incessantemente con perseveranza, Chiara Fabbri
iscrizioni: don Giordano Amati, 339 4228650. perché sa che la sua voce sa arrivare Suore della Sacra Famiglia

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali Santo Stefano, San Paolo,


San Mauro in Valle,
Ronta, Sant’Andrea in B.,
San Mamante
Cesenatico
Sabato: 17 San Giuseppe
Mercato Saraceno
ore 18 a San Damiano di
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
a Cesena Diegaro, Torre del Moro,
San Vittore,
10.30 Santuario del Suffragio, 17,30 Conv. Cappuccini, Mercato Saraceno Sarsina
6.30 San Domenico (giovedì) Casalbono Boschetto (al sabato); Concattedrale: ore 18
Borello, San Giorgio
7.00 Convento Cappuccine, 18.30 Convento Cappuccini, 11.00 Santuario Addolorata, 18 San Giacomo Santa Maria Nuova, 10; (sabato); 7 / 9 / 11 / 18;
Cappella dell’ospedale San Pietro, Sant’Egidio, Basilica del Monte, 18,30 Valverde Pieve di San Damiano Casa di rip.: 16 (sabato);
(da lunedì a venerdì) San Domenico, 20 Sala 11,30; Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
Santa Maria della Sper.,
7.30 Basilica del Monte, Ponte Pietra San Paolo, Sant’Egidio, 20,30 Santa Maria Goretti prima domenica mese: della Parola con Eucar.);
San Mauro in Valle, 19.00 Tipano, Bulgarnò San Bartolo, San Pietro, Festivi:8 Bagnarola, San Giacomo, 8,30 a Montejottone e Cella; Ranchio: 20 (sabato), 11;
Martorano 20.00 San Pio X, Pioppa, Santo Stefano, Santa Maria Goretti seconda, terza e quarta Sorbano: 9.30;
7.35 Chiesa Benedettine San Giovanni Bono, Villachiaviche, San Giorgio, 8,30 Sala, Boschetto domenica: 8,30 a Taibo; Turrito: 17 (sabato), 10;
8.00 Cattedrale, Ruffio, Pievesestina, Calabrina, Calisese, 9 Cappuccini terza domenica: 8,30 a San Martino in Appozzo: 9
San Paolo, Addolorata, Calisese Gattolino, Ponte Pietra, 9,15 San Pietro Ciola;Valleripa: 9; (liturgia Parola con Eucaristia);
Villachiaviche 20.30 Gattolino, Ronta, Madonna del Fuoco, 9,30 Valverde Rontagnano: 9; Quarto: 10,30; Pieve di
San Mauro in Valle
8.30 Osservanza, San Mauro in Valle, 9,45 Cannucceto Montecastello: 11,15 Rivoschio: 15,30;
Madonna delle Rose, Pievesestina, Bulgaria, 10 Villamarina, Villalta Montepetra: 8.30 Romagnano: 11,15;
San Rocco, Sant’Egidio,
Santo Stefano, Case Finali,
Messe festive Pioppa, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe),
Pagno: 16 (seconda dom).
Verghereto
Ponte Pietra 7.00 Cattedrale, San Mamante Macerone, Capannaguzzo 11 San Giacomo, Sala, 9,30 chiesa parrocchiale; ore 15 (sabato), 9;
9.00 Suffragio, Addolorata 7.30 Santuario dell’Addolorata, 11.10 Torre del Moro Boschetto San Romano: 11 Balze (chiesa parr): 11,15;
10.00 Cattedrale Cappuccine, Martorano, 11.15 Osservanza, 11,15 Santa Maria Goretti, Serra: 15 Montecoronaro: 10;
15.00 Cappella del cimitero Calabrina, Villachiaviche Madonna delle Rose, Bagnarola Montiano Montecoronaro orat. Ville
18.00 Cattedrale, 8.00 Basilica del Monte, Martorano, Diegaro 17,30 Cappuccini ore 20 (sabato); 9. (al sabato): 16;
San Domenico, San Paolo, San Pietro, San Pio X, 11.30 Cattedrale, San Rocco, 18 San Giacomo Montenovo: ore 18 Alfero: 17 (sab.); 11,15;
San Rocco Santa Maria della Sper. Case Finali, San Pio X, 18,30 Zadina (hotel Zadina) (sabato), 10,30 Pereto: 10; Riofreddo: 10;
18.30 San Pietro, Sant’Egidio, San Mauro in Valle, 15.00 Cappella cimitero urbano Civitella di Romagna Roncofreddo Sorrivoli: 11,15; Corneto: 11
Cappuccini, Ponte Pietra, Calisese, Torre del Moro, 17.00 Cappella ospedale Bufalini Giaggiolo: 10,15
Santa Maria della Sper. Madonna del Fuoco, 18.00 Cattedrale, San Domenico Civorio: 9
19.00 Tipano Macerone, Gattolino 18.30 Convento Cappuccini, Gambettola
20.00 San Pio X, San Vittore, 8.30 Cattedrale, San Rocco, San Pietro, Sant’Egidio, chiesa Sant’Egidio abate:
Gattolino, Case Finali, San Rocco, Ponte Pietra 8,30 / 10 / 11,15 / 18. SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA FONDATO NEL 1911
San Giovanni Bono, Tipano, San Cristoforo, 19.00 Osservanza, San Bartolo, Consolata: 19 (sabato); “Un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta” (Gal 5,9)
Pievesestina, Martorano (ven.) Roversano Villachiaviche 7,30 / 9,30
Torre del Moro 8.45 San Martino in Fiume Gatteo ore 20 (sabato); Direttore responsabile Redazione, Segreteria e Amministrazione
Francesco Zanotti via don Minzoni, 47
20.30 Villachiaviche,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini), Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30 (sab.); Editore e Proprietà 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
fax 0547 328812,
chiesa Benedettine, comprensorio 10; Casa di riposo: 9.
Associazione diocesana
Corriere Cesenate www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
San Bartolo, San Domenico, Istituto don Ghinelli: 18,30 via don Minzoni, 47
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Santo Stefano, San Paolo, Bagno di Romagna (sabato), 7,30 47521 Cesena (Fc)
Abbonamenti
Sabato e vigilie Sant’Egidio, Ponte Pietra,
Diegaro, Pievesestina,
ore 18,30 (sabato);
11,15 / 18,30
Gatteo Mare: sabato 16;
Festivi 8 / 11,15
Presidente: Marco Muratori
Consiglieri:
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro;
7.30 San Mauro in Valle Capannaguzzo, Bagnile, San Piero in Bagno: Longiano Walter Amaducci (vice presidente) estero (via aerea) 100 euro.
8.00 San Paolo Santa Maria Nuova, chiesa parrocchiale Sabato:18 Longiano-Santuario; Ernesto Giorgi (segretario)
Settimanale d’informazione
8.30 Madonna delle Rose, Pier Giulio Diaco
San Bartolo, San Vittore, San Carlo, ore 18 (sabato); 18,30 Crocetta; Andrea Budelacci Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
Ruffio, Bulgaria, Borello 8 / 11 / 18. 20 Budrio Iscrizione al Registro nazionale
Cappella cimitero urbano della stampa n. 4.234
15.00 Cappella cimitero Cesena, 9.30 Cappella del cimitero, Chiesa San Francesco: Festivi: 7,30 Longiano-Santuario, Testata che percepisce
i contributi pubblici all’editoria Stampa
Formignano Santuario dell’Addolorata, 10 / 15,30 ore 8 Budrio; Rotopress www.rotoin.it
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Madonna delle Rose, Ospedale “Angioloni”: ore 8,30 Crocetta; Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Osservanza, Villachiaviche, ore 16 (sabato) 9,30 Longiano-Santuario, (Federazione Italiana Settimanali Cattolici)
ha aderito allo IAP (Istituto Associato
Case Finali, Montereale, San Tomaso Selvapiana: 11,15 Budrio; dell’Autodisciplina Pubblicitaria) all’Unione
Luzzena (1° sabato mese), 9.45 Bulgarnò (20 sabato); 10 Longiano parrocchia, accettando il Codice di Autodisciplina Stampa
Periodica Italiana
Bora (2° sabato mese) 10.00 Cattedrale, Case Finali, Acquapartita: 9 Badia, Montilgallo; della Comunicazione Commerciale.
Membro
17.30 Santuario del Suffragio San Rocco, Torre del Moro, Valgianna: 10 11 Budrio; Giornale locale ROC (Registro della Federazione Italiana
18.00 Cattedrale, San Domenico, degli operatori di comunicazione) Settimanali Cattolici
Osservanza, San Giovanni Bono, Bertinoro 11,15 Balignano,
Santa Maria della Sper., Santa Maria Nuova: San Lorenzo in Scanno, Tiratura del numero 36 del 18 ottobre 2018: 7.505 copie
Madonna delle Rose, Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
Santuario dell’Addolorata, Carpineta, Cappuccini, 9 / 10,30 (19 sabato) Crocetta; alle 18 di martedì 23 ottobre 2018
Villachiaviche, San Pio X, San Giorgio, 18 Longiano-Santuario
Vita della Diocesi Giovedì 25 ottobre 2018 7

Cresce la scuola cattolica accoglie bimbi dai 12 a 24 mesi. In


particolare sono 1.143 (800 nel 2016) i
bambini che le frequentano, 241 (197 nel
2016) quelli iscritti alla primaria, 158 alla
dai 8.108 euro della scuola statale ai 47
euro della paritaria.
Un risparmio considerevole che potrebbe
convertirsi in un danno enorme se mai un

Tutti i numeri del territorio scuola media cattolica, anche qui cresciuti
rispetto ai 134 del 2016 e 142 al liceo
Almerici che negli ultimi anni ha fatto un
balzo in avanti raggiungendo quest’anno la
formazione di due prime classi.
giorno queste strutture dovessero chiudere.
In caso di mancanza del servizio lo Stato
potrebbe trovarsi a dover recuperare oltre 6
miliardi di euro solo per gestirle e molti di
più per costruirle.
Sono 13 le scuole dell’infanzia, di cui 8 con sezione primavera Questi istituti consentono allo Stato La legge 62 del 2000, con ministro
italiano un risparmio di circa 6 miliardi di dell’Istruzione Luigi Berlinguer, ha
In costante aumento anche il Liceo Almerici euro l’anno se si considera infatti che un garantito la parità giuridica della scuole,
alunno nella scuola statale costa, solo di ma a questa non è seguita una parità nel

L
IL VESCOVO HA INCONTRATO GLI STUDENTI E e scuole paritarie gestione, 7mila 319 euro contro i 476 poco sostegno economico. “Con la scelta della
INSEGNANTI DELLE SCUOLE CATTOLICHE, IN piacciono sempre di più che lo Stato versa per chi frequenta la scuola cattolica - scrive il vescovo della
CATTEDRALE A CESENA, GIOVEDÌ 18 OTTOBRE più. Sono 1.684 i scuola paritaria. diocesi di Cesena-Sarsina Douglas
(FOTO PIER GIORGIO MARINI) bambini e i ragazzi iscritti Nello specifico, lo Stato per un bambino Regattieri in occasione della giornata
alle scuole cattoliche della iscritto in una scuola statale dell’infanzia diocesana per la scuola cattolica che sarà
diocesi di Cesena-Sarsina, investe 6.116 euro contro i 529 della scuola celebrata il 28 ottobre - le famiglie dei
in costante crescita negli paritaria; per la primaria il dato è di 7.366 ragazzi delle nostre scuole si accollano un
ultimi anni. euro contro i 787 della scuola cattolica. impegno, soprattutto economico, non
Attualmente sul territorio Ancora maggiore il divario nella scuola indifferente. Do atto di questo sacrificio. I
diocesano ci sono 13 scuole secondaria: per un alunno alla scuola genitori sono convinti, come tutti noi, che
dell’infanzia cattoliche, di media statale il Ministero spende 7.688 valga la pena fare questo investimento per i
cui 8 con sezione primavera euro, mentre lo stesso alunno iscritto alla loro figli, certi che ne avranno un ritorno
per bimbi da 24 a 36 mesi e scuola media costa allo Stato 90 euro; per le positivo”.
una anche con il nido che superiori il valore dell’investimenti passa Barbara Baronio

Tanti giovani hanno preso parte allaVeglia missionaria che si è In breve


Ad gentes
svolta nella chiesa di Sant’Egidio. Conferito il mandato a don Manzi Giornata di “Avvenire”
e del “Corriere Cesenate”

La testimonianza dei missionari Domenica 4 novembre si celebra la Giornata


diocesana dedicata al quotidiano Avvenire e al
nostro settimanale. Per l’occasione ci sarà una
distribuzione straordinaria, in oltre duemila

il miglior annuncio da trasmettere copie, di entrambi i giornali. Avvenire ospiterà


una pagina speciale dedicata alla nostra Diocesi.

Agesci Cesena

I Assemblea di zona
l nuovo, con il suo fascino e
qualche incertezza. Il vecchio,
con le sue fatiche e le sue Si svolge sabato 27 ottobre nella parrocchia di
abitudini. Le parole del vescovo Santo Stefano di Cesena, con inizio alle 14,30,
Douglas, a conclusione della Veglia l’assemblea di zona rivolta ai capi Agesci della
missionaria, hanno riportato ai testi zona di Cesena. Dopo la preghiera iniziale,
letti del Vangelo di Marco e hanno l’assemblea procederà con la presentazione delle
richiamato le testimonianze appena candidature per le elezioni e apertura delle
ascoltate. Quella di fra Fabio votazioni. Giunge infatti al termine il mandato di
Mazzini, frate francescano Stefano Macoro e di Alessandro Stella, perciò si
originario di Bulgaria di Cesena e da procederà all’elezione di due membri del
cinque anni in Cile. Quella di Gala Comitato; si procederà inoltre all’elezione di un
Fabbri, giovane cesenate che delegato all’assemblea regionale. Alle 15,15 ci
l’estate scorsa ha vissuto sarà l’attività sulle relazioni in comunità capi, e a
un’esperienza di missione seguire la presentazione del bilancio di zona.
presso la casa delle suore
francescane della Sacra
Famiglia, in Colombia. Quella
Incontro matrimoniale
di Marco Mavuli, 35enne di
Bellaria che dopo un periodo CHIESA DI SANT’EGIDIO, VENERDÌ 19 OTTOBRE: DURANTE LA VEGLIA MIS-
SIONARIA DIOCESANA IL VESCOVO DOUGLAS HA CONFERITO IL MANDATO
Due week end sposi
vissuto in comunità
terapeutica ha trascorso di
A DON ALESSANDRO MANZI, SACERDOTE DEI MISSIONARI DEL PREZIOSIS-
SIMO SANGUE, ORIGINARIO DI SANT’EGIDIO E IN PARTENZA PER LA TAN-
in calendario
recente diversi mesi a a venerdì 9 a
Carupano, presso la missione
guidata dai sacerdoti diocesani
ZANIA. SOPRA, GALA FABBRI (FOTO TERZO FOSCHI)

Diciotto milioni di abitanti Colombia - con esperienze


D domenica 11
novembre a Idice
don Giorgio Bissoni e don per un’estensione cinque familiari difficili, di povertà (Bologna) e da
Derno Giorgetti. volte quella dell’Italia, il economica e relazionale - dove venerdì 23 a domenica
“Il nuovo apre orizzonti popolo cileno è giovane, dalla sono accolte dalle suore 25 novembre a San
inaspettati. Che ancora non forte identità nazionale e francescane della Sacra Famiglia, Mauro Mare torna il
sono chiari. Quando i tre grande solidarietà nelle sono state al centro della “Week end sposi” di
ragazzi sono partiti, chissà quante attraverso l’esperienza catastrofi naturali a cui è testimonianza di Gala, 27enne Incontro
domande! - le conclusioni del missionaria e la spesso soggetto. È un popolo impiegata di Cesena. “Ho Matrimoniale.
vescovo Douglas -. Eppure sono testimonianza di suor Carletta ferito dalla povertà e dalla pensato a questo viaggio come Nel fine settimana
partiti pieni di entusiasmo, sapendo Bondi, mia compaesana fragilità delle famiglie. un percorso di vita: un altro (week end) si è invitati a riflettere sulla
che il Signore li avrebbe guidati in missionaria in Africa. Quando “Cerchiamo di condividere lo modo di viaggiare. Ringrazio le propria vita di relazione di coppia o di
queste incertezze. La missionarietà tornava a casa, a Bulgaria, da stile francescano”. E infine, suore che mi hanno fatto toccare consacrati con la propria comunità. Tre coppie
è di tutti noi che viviamo anche qui, giovane curioso sentivo la l’invito di padre Fabio: “Dopo con mano quanto è difficile la e un sacerdote parlano con franchezza della
nella misura in cui diciamo con la necessità di andare a trovarla. questi primi cinque anni, realtà in questi Paesi, dove non è propria vita e un passo dopo l’altro, si
bocca e la nostra vita, l’esperienza La sua passione di spendersi sento di dire che è scontato fare un pasto al giorno. addentrano in ogni aspetto del vivere
che abbiamo vissuto la in una terra non sua mi un’esperienza che allarga il È stato molto bello vedere il ruolo quotidiano. Dopo ogni argomento trattato,
comunichiamo per attrazione e non affascinava e apriva il cuore - cuore e l’orizzonte. Mi sento che le suore hanno: si viene dato il tempo di fermarsi a scambiare
con spirito di propaganda. Con la ha aperto la sua cresciuto come cristiano, rimboccano le maniche e sono serenamente le proprie riflessioni. Lo scambio
testimonianza”. testimonianza padre Fabio -. come uomo, come religioso, accanto alle famiglie”. avviene solo all’interno della coppia, i
Una chiesa adornata con i colori dei Un missionario a cui mi sono come sacerdote. Non “L’irrequietezza che avevo dentro consacrati dialogano tra di loro. Non ci sono
cinque continenti quella di rivolto prima di partire per il mancano le difficoltà, ma il mi bloccava - le parole di Marco momenti di riflessione di gruppo.
Sant’Egidio di Cesena, la sera di Cile mi ha suggerito: ’Ama la Signore non si lascia vincere dopo la presentazione -. Quando Il fine settimana è un’esperienza cui si
venerdì 19 ottobre ha accolto i tanti gente con la quale stai, sii in generosità con chi è mi è stato proposto di andare partecipa una volta sola, non è una conferenza
- e molti giovani - che hanno disponibile e cura sempre il generoso. Nessuno deve qualche mese in Venezuela mi o una terapia di gruppo, è uno spezzare il pane
raccolto l’invito che la Diocesi ogni tuo rapporto con il Signore, pensare che non ha niente da sono sentito di ’buttarmi’ in della propria vita che le coppie di sposi e il
anno fa tramite l’Ufficio di perché è da lì che viene dare. C’è qualcuno che ha questa avventura. La realtà nel sacerdote, che guidano offrono ai partecipanti.
animazione missionaria di vivere un l’energia’. In punta di piedi, bisogno di te. Mi rivolgo a voi Paese è molto dura, l’impatto È semplice ma di un’efficacia straordinaria. Il
momento di preghiera, di con umiltà, prima ascoltare e giovani: se nel cuore sentite non facile. Vedere come ogni fine settimana inizia dal venerdì sera alle
condivisione e di testimonianze. imparare; poi fare qualcosa: che il Signore vi stuzzica un piccola ‘cosa’ è una battaglia, 19,30 e si conclude la domenica pomeriggio
Come già da tempo, la Veglia si queste le fondamenta che mi poco riguardo la vocazione grava tanto sulle relazioni. Mi alle 17,30 circa. In un ambiente raccolto che
svolge ogni anno in una parrocchia hanno accompagnato in sacerdotale, missionaria... sono sentito un poco inutile. facilita la riflessione, il confronto, attraverso
di una diversa Zona pastorale. Per il questi anni di missione in ascoltate questa voce, ne vale Cosa porto a casa? Nel mio un metodo nuovo di dialogo in coppia e che
2018 sono state coinvolte le Cile. Senza portare l’Italia in la pena”. ‘bagaglio’ di ritorno c’è più forza aiuta a ridare o accrescere la bellezza della
comunità parrocchiali di Cile, come mi ha suggerito un I volti di Estefany, Lina Maria, e capacità di stare solo, di non propria vita di relazione.
Sant’Egidio, San Pio X e giovane cileno: non è sempre Maria Hosè, Nicol e altre dieci vergognarmi, di non sentire il Per info, calendario e preiscrizioni:
Villachiaviche. detto che il nostro modo di bambine della casa di Hogar, giudizio”. www.incontromatrimonaile.org
“Il Signore mi ha attratto a sé pensare sia il migliore”. casa famiglia a Bogotà, in Sabrina Lucchi
8 Giovedì 25 ottobre 2018 Cesena

Basilica del Monte S


i tratta del terzo intervento sulle
mura nel corso di sei anni per il
complesso abbaziale del Monte.
Lo ricordano l’architetto Luca
dell’intero fabbricato. Per terzo vennero
rifatte tutte le fognature. Adesso tocca
alle mura. Ma il complesso abbaziale
necessita di continuo di interventi”.

Un complesso che è fabbrica Fioravanti e il geometra Gabriele


Valentini. I lavori sono ancora in
corso per questo terzo stralcio.
L’intervento di restauro è condotto
“D’altronde - aggiunge l’architetto
Fioravanti - qua stiamo parlando di
fabbricati che hanno dai 300 ai mille
anni di vita e di storia. Ecco perché
È in corso il terzo stralcio di rifacimento delle mura perimetrali dalla ditta Angelica costruzioni. occorre intervenire con costanza”.
“Si tratta di beni culturali, le mura, e Nei lavori in corso vengono smussati gli
esterne del complesso monastico di Santa Maria del Monte artistici, le cellette - dice l’architetto angoli. L’intonaco è a calce e sabbia,
Poi saranno sistemate nella parte interna, quella meno danneggiata Fioravanti -. Intervenimmo la prima senza cemento, con
volta perché ci fu un crollo. Quella impermeabilizzante e ripresa,
porzione fu ricostruita con 94 pali e idrofugo. Le parti di intonaco esistenti e
le mura furono collegate tra loro, stabili vengono mantenute, mentre
rifatte con i mattoni recuperati dai viene demolito il rivestimento applicato
cedimenti”. nel 1957. “Finita la sistemazione
Le pietre usate sono del luogo. Si esterna delle mura - ricordano
tratta di quelle di Montecodruzzo e Fioravanti e Valentini - passeremo a
di Montevecchio. E poi si usò molto sistemare le parti interne, meglio
materiale di recupero, soprattutto conservate”.
nel dopoguerra. “Sono vent’anni - Un complesso, quello del Monte, che
dicono i due tecnici - che si per i ripetuti interventi che richiede si
realizzano di continuo lavori di potrebbe definire ormai come fabbrica,
manutenzione. Prima la copertura in alla maniera dei più noti grandi edifici
coppi. Per secondo l’intonaco appartenenti alla Chiesa.

Lo spazio, chiuso dal 2002, sarà un funzionale spazio per la realizzazione e diffusione di registrazioni video Iscrizioni dal 5 novembre
per progetti sociali e formativi, artistici e teatrali. Partita una raccolta fondi tramite crowdfunding
compagnie teatrali, a gruppi e a chiunque Festa di Natale
ne faccia richiesta, servizi di produzione
video e registrazione professionale e il del Credito
STEFANO
CAMPAGNOLO
relativo montaggio; ne prevediamo la
diffusione su web streaming, pay e smart
cooperativo romagnolo
DAVANTI AL-
L’INGRESSO Tv - la presentazione a cura del cesenate di Il Credito Cooperativo Romagnolo si
DEL TEATRO adozione Stefano Campagnolo, ideatore e prepara al Natale e invita
JOLLY, IN VIA fondatore di Wwt, scrittore e attore della i figli dei soci e dei dipendenti alla
CANONICO LU- compagnia teatrale ‘From Scratch’ -. tradizionale “Festa di Natale”
GARESI. Usiamo la tecnologia per entrare nei che si terrà sabato 15 dicembre dalle 15
CREMONESE alle 17,30 presso il Dancing Orchidea a
DI NASCITA processi distributivi e rendere più
E CESENATE democratico l’accesso da parte del grande Ronta di Cesena,
DI ADOZIONE, pubblico all’arte, al sociale e alla cultura. in via Ravennate, 4150.
È L’IDEATORE Crediamo che la bellezza artistica e Il pomeriggio di festa si svolgerà
DELLA l’importanza culturale si possano all’insegna dell’amicizia e del
START UP nascondere dietro a microproduzioni dal divertimento, con l’animazione
“WORLD WIDE guidata da Roberto Fabbri
THEATRE” contenuto formativo”.
Il teatro Jolly sarà fruibile anche nella sua e con spettacoli pensati per i più piccoli: i
prima, più classica, vocazione, con la bambini troveranno
proposta di un cartellone teatrale, un regalo sotto l’albero,

Alta tecnologia e nuove idee concerti, saggi. Gli spazi concessi a Wwt distribuito da Babbo Natale
sono comprensivi di una sala a che arriverà
disposizione per corsi di ogni genere. alla festa con il suo carico di doni.
Dopo i necessari lavori di ripristino, I regali verranno consegnati

Riapre il teatro“Jolly” adeguamento e allestimento, il teatro Jolly


dovrebbe riaprire a settembre 2019. E per
un progetto dallo sguardo che va ben oltre
i confini locali, è partita una raccolta fondi
a tutti i bimbi, figli di soci
e dipendenti della banca di Credito
cooperativo romagnolo,
di età compresa tra 0 e 10 anni (quinta
elementare) che avranno confermato la

U
n nuovo - unico in Italia - polo Il cineteatro Jolly, di proprietà della sulla piattaforma di crowdfunding Eppela.
culturale in cui far confluire le nuove Congregazione dei Padri Giuseppini del Collegandosi alla piattaforma, è possibile propria partecipazione al pomeriggio
tecnologie a favore di un’esperienza Murialdo nella sede del complesso trovare il progetto World Wide Theatre per insieme e saranno presenti il giorno della
di teatro che si apre al mondo. Con un dell’istituto Lugaresi, a due passi da la riattivazione del teatro Jolly e fare una festa.
approccio aperto e condiviso che, grazie piazza del Popolo e dal ponte Vecchio, a donazione a favore del progetto attraverso L’iscrizione sarà possibile a partire da
alle tecniche e tecnologie messe in campo Cesena, riapre e cambia faccia. L’ampio carta di credito o ricaricabile Visa e lunedì 5 novembre,
(anzi, in rete) potrà dare opportunità di spazio che fino al 2002 ha funzionato Mastercard, o con bonifico bancario. È entro e non oltre
registrazioni professionali a compagnie o come sala cinema e teatro, è stato ora possibile fare donazioni da 15 a 2mila venerdì 23 novembre presso tutte le filiali
gruppi - di ogni genere, dall’artistico al affidato alla srl “World Wide Theatre”, start euro, sia da parte di privati che di aziende; e presso l’ufficio Coop.Momenti Insieme,
sociale, dal culturale al formativo - per la up innovativa che ha presentato un queste potranno accedere al ‘Bonus art’ in viale Bovio 76, Cesena
registrazione di contenuti, per la relativa progetto al passo coi tempi, che prevede che permette la deduzione del 70 per (tel. 0547 618459 -
fase di montaggio, post produzione e l’utilizzo di banda larga e cento della donazione. coop.momentiinsieme@ccromagnolo.it).
distribuzione. telecomunicazioni satellitari. “Offriremo a Sabrina Lucchi

65 anni di matrimonio
Festeggiano
Ponte
NOZZE 65 anni di
matrimonio
Giorgi
D’ORO Carla Pasini
ed Elmo
Giorgini
detto Varzi,
che
si sposarono
Il giorno 27 ottobre il 23 ottobre
1953 Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi
Giuseppina Magnani di novità e voglia di scoprire sapori particolari.
e Urbano Baldazzi Lei ha 83 anni mentre lui ne ha com-
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette
piuti 90 a luglio, hanno sempre vis-
festeggiano 50 anni suto a Bagnile, svolgendo l’attività di delle nostre nonne
di matrimonio coltivatori diretti fino a pochi anni fa.
In questo felice giorno, i figli Bruno e Ristorante Albergo Bar
Tanti auguri cari nonni Cristina con Graziella e Mirco, le ni-
poti Sara e Silvia, le pronipoti Linda
47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
e un abbraccio Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
e Adele augurano loro ancora tanti
dalla vostra nipotina Sofia anni insieme. pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto
Cesena Giovedì 25 ottobre 2018 9

Nei locali accanto alla chiesa di Pievesestina avviata una proposta educativa Ottava edizione
aperta ai bambini e ragazzi dai 6 ai 14 anni, figli dei dipendenti Orogel Domenica 28 ottobre
Pranzo senza confini
al Cantiere 411
apori e
DIRIGENTI
OROGEL,
EDUCATORI
S culture
gastronomiche
E BAMBINI da tutto il
AL “C’ENTRO”,
IL NUOVO mondo... al
DOPOSCUOLA Cantiere 411 in
NEI LOCALI via Mami, a
DELLA Cesena. La casa
PARROCCHIA delle suore
DI PIEVESESTINA francescane
della Sacra

C’entro
Famiglia si trasformerà in una grande “tavola
imbandita” dove saranno allestite numerose
’isole’ tematiche in cui famiglie e volontari di
diversi Paesi proporranno i propri piatti tipici, in
un momento di condivisione.
L’appuntamento è per domenica 28 ottobre alle
12,30.

Doposcuola aziendale
Il ricavato sarà devoluto alle attività educative
dei giovani del Cantiere 411.
Per info: 380 2120262.

in parrocchia ANNIVERSARIO
Il tempo passa,
ma per sempre ci mancheranno

L
a forza è nella flessibilità. Lo dicono gli organizzatori
del doposcuola organizzata da Orogel per i figli dei il tuo amore e il tuo affetto
dipendenti. Una novità assoluta che va ad arricchire
il welfare aziendale dell’azienda cesenate di surgelati. ampi spazi all’esterno".
Aperta per i bambini/ragazzi dai 6 ai 14 anni, questa possibilità "Per mio figlio che viene qui da un po’ di settimane - precisa
per le famiglie di lasciare in mani qualificate i propri figli e negli Filippo, un babbo - lo porto qua sempre troppo tardi e lo vengo
orari ritenuti più opportuni è una vera e propria novità. Aperto a prendere sempre troppo presto. Un segno inequivocabile che
dalle 13 alle 19, il "C’entro" è una proposta educativa che si qui si trova bene".
affianca al ruolo delle famiglie. "Desideriamo affiancarci ai La frequenza non è obbligatoria e durante i pomeriggi si può
genitori - ha detto Barbara Capellini, presidente uscire senza vincoli di orario, a seconda delle necessità e degli
dell’associazione che gestisce l’attività - puntando ai migliori impegni sportivi, parrocchiali, culturali e familiari.
servizi. Abbiamo un rapporto molto basso tra educatori e "Era da molto che ci stavamo pensando - ha detto
ragazzi da seguire. E in caso di necessità ci facciamo affiancare l’amministratore delegato di Orogel, Bruno Piraccini -. Un
da esperti. Abbiamo ascoltato le necessità delle famiglie dei doposcuola libero. Chissà, forse è la prima esperienza in Italia.
dipendenti Orogel e poi abbiamo formulato questa proposta. Al Sono tre i soggetti coinvolti in questa attività: L’Orogel, i
momento gli iscritti sono 27". dipendenti e la cooperativa C’entro che gestisce in modo Martedì 30 ottobre alle 20, in occasione
"Arrivano direttamente da scuola - aggiunge Carmelina autonomo. Qua abbiamo risistemato i locali parrocchiali, che ci del 17° anniversario della scomparsa
Labruzzo, direttore tecnico del doposcuola. Con lei ci sono vengono dati in comodato d’uso, in modo che fossero dell’amatissimo
Enrica Berti e Tommaso Degli Angeli -. Per chi lo desidera è utilizzabili allo scopo. Poi anche la parrocchia può usare gli
disponibile anche la mensa. Per lo svolgimento dei compiti, noi stessi locali nel fine settimana e alla sera. Noi invece, con il DINO CACCHI
forniamo tutto il sostegno necessario. Poi il tempo libero, per doposcuola, continueremo a occuparli nel pomeriggio, come al
socializzare e stare insieme in compagnia, anche grazie agli tempo degli oratori che per noi sono stati grandi scuole di vita".
sarà celebrata una Messa in suffragio
nella chiesa parrocchiale
di San Pio X alle Vigne.
Orogel, concorso di idee per la nuova sede direzionale I familiari ringraziano
quanti vorranno partecipare
entre sono in corso gli investimenti produttivi e Architettura dell’Università di Bologna, sede di
M della logistica per il triennio 2017-2019, per un
importo complessivo di 100milioni di euro, nel prossimo
Cesena, ha contribuito alla messa a punto delle
richieste formulate nel bando e curerà la mostra
piano di investimenti Orogel ha pianificato la e la pubblicazione dedicate agli esiti del
costruzione dei nuovi uffici centralizzati di tutto il
Gruppo. Si tratta di locali che saranno realizzati su
un’area di circa 35mila mq adiacente agli stabilimenti di
concorso.
A partecipare al concorso sono stati invitati i
seguenti studi: La Prima Stanza (Montiano),
Appuntamento ◗
Comunità scout al Carisport di Cesena
Pievesestina. Partendo da una capacità edificatoria del Ellevuelle Architetti (Modigliana), Caveja Studio
lotto di circa 11mila mq, il progetto prevede la (Forlì), Studio O2A (Cesena), Studio di Tradizionale appuntamento degli scout al Cari-
realizzazione di una sede direzionale idonea a ospitare Architettura Marilena Magalotti (Cesena), Cotta sport di Cesena, giovedì
circa 200 persone tra impiegati e tecnici, e anche tutti Solomita Architetti Pianificatori (Gambettola), 1 novembre. Il ritrovo è FOTO ARCHIVIO
quegli spazi funzionali quali una scuola di cucina, sale Marco Peroni Ingegneria (Faenza), Studio Currà per tutti tra le 8 e le
riunioni, cineteca e biblioteca. (Cesena). 8,30.
In quest’ottica Orogel ha bandito un concorso di idee per La proclamazione del progetto vincitore avverrà Alle 9 commemorazione
la progettazione architettonica della nuova sede entro il 31 gennaio 2019. Le idee raccolte degli scout defunti; alle
invitando 8 studi professionali selezionati fra giovani saranno poi la base per il progetto esecutivo 9,15 Messa celebrata
architetti del nostro territorio. Il Dipartimento di della nuova sede direzionale. dal vescovo Douglas.
10 Giovedì 25 ottobre 2018 Cesena

Amadori forma laureati nei giorni scorsi “Amadori Graduate Program”, un programma di alta formazione rivolto a
laureati e laureandi in Ingegneria gestionale, meccanica, elettronica, telecomunicazioni.
Amadori, infatti, ha deciso di mettere a disposizione 15 borse di studio a totale copertura dei
in Ingegneria costi di partecipazione.
“Amadori Graduate Program è un progetto strategico, che s’inserisce nel processo di
L’azienda con sede a l gruppo Amadori, leader del trasformazione che il nostro gruppo sta attuando nell’ambito del nuovo piano industriale - ha
San vittore mette a Ispecialista
settore agroalimentare italiano e
nel settore avicolo, con il
spiegato Gianluca Giovannetti, direttore centrale innovazione e servizi business Amadori.
Abbiamo obiettivi di lungo periodo, che vanno oltre le fondamentali azioni di talent
disposizione 15
borse di studio a supporto scientifico di Bologna management. Vogliamo contribuire a sviluppare talenti da inserire nel nostro gruppo e,
Business School, ha dato vita a un comunque, offrire loro l’opportunità di esprimersi al meglio, confrontandosi durante il
totale copertura dei progetto che mira a valorizzare percorso di formazione con una realtà complessa e in evoluzione”.
costi di giovani talenti laureati in ingegneria. Il programma durerà 9 mesi e si articolerà in due fasi: la prima, 3 mesi di formazione in aula e
partecipazione È su queste basi che ha preso il via una seconda di internship della durata di 6 mesi.

Sono 4.707 gli studenti che frequentano le tre facoltà ospitate

Aperto il nuovo campus


universitario per la città
“Ora Cesena è più bella”
Ospita le facoltà
C
ontinua e assume contorni sempre più
contemporanei la ultrasecolare storia
dell’Università di Bologna, la prima nel mondo di Architettura,
occidentale e oggi canale autentico di innovazione e Ingegneria e Scienze:
non meno di ricerca. Una storia che passa anche da
Cesena dove sorge il nuovo Campus universitario 198 docenti
inaugurato nella mattinata di venerdì 19 ottobre dal e 107 tra tecnici
rettore Francesco Ubertini, dal presidente della
Regione Stefano Bonaccini e dal presidente del e amministrativi IL TAGLIO DEL NASTRO, VENERDÌ MATTINA 19 OTTOBRE,
NELL’ AREA DELL’EX ZUCCHERIFICIO (FOTO SANDRA E URBANO CESENA)
campus Luciano Margara, che prima di portare a
compimento il mandato durato sei anni, ha coronato la nuove discipline grazie a 198 docenti e al costante universitario cesenate dal 1989 al 2013, anno in cui fu
città malatestiana di un tassello davvero importante e lavoro dei 107 tecnici e amministrativi. Ancora 7 posta la prima pietra nell’area dell’Ex Zuccherificio. Un
che si ricongiunge al 1989, anno in cui arrivò a Cesena lauree, 9 magistrali, 1 magistrale a ciclo unico. Il tutto investimento lungimirante non solo dal punto di vista
l’Università. Presenti anche il vescovo Douglas che a su una superficie complessiva di 28952 metri quadrati. strutturale ma soprattutto se rapportato alla
seguito del taglio del nastro ha benedetto la struttura e Un trionfo di cifre dovuto all’impegno di professori, formazione completa che sarà garantita a generazioni
il sottosegretario alla giustizia Jacopo Morrone. amministratori e lavoratori che in questi anni hanno di studenti. “Cesena - ha confessato il primo cittadino -
Seppur il Campus sia operativo già da alcune settimane, creduto in un progetto lungo e destinato a cambiare il sarebbe una città meno vivace e meno bella senza la
il 19 ottobre resterà negli annali dell’Unibo, ma non volto della città. Particolarmente emozionante è sua Università. Nell’epoca in cui prevale un pensiero
tutto è finito. Come sottolineato dal professor Margara risuonato l’augurio che il professor Margara ha rivolto che dura quanto un tweet è bello sapere che ci sono
“non si tratta di un traguardo, ma di una tappa”, dal agli studenti prendendo in prestito le parole di Pietro stati uomini che hanno pensato a una progetto così
momento che ben presto avranno inizio i lavori che Calamandrei che 68 anni fa definì l’Università e la durevole”. Un progetto sposato anche dagli studenti
riguarderanno la costruzione del plesso che ospiterà la scuola “organi costituzionali”. “Chiedeteci di più. rappresentati dal non meno giovanissimo Mirko
facoltà di Psicologia e lo studentato. Ben 50 milioni di Cercate - ha chiesto - senza sosta e senza mai Grammatico che ha presentato il nuovo Campus come
euro: questa la cifra complessiva necessaria al arrendervi il sole e la dignità che vi meritate”. “Come in un elemento imprescindibile dalla città in cui sorge.
completamento dei lavori. Il Campus cesenate presenta tutte le grandi imprese il risultato è il frutto della “L’Università - ha rammentato il giovane
numeri straordinari: le facoltà di Architettura, collaborazione e dello sforzo di tante persone”, ha rappresentante - deve trovare parole nuove per
Ingegneria e Scienze daranno modo a 4707 ragazzi, di detto invece il rettore Francesco Ubertini comunicare la sostanza antica del sapere”.
cui 313 studenti internazionali, di poter apprendere ripercorrendo le tappe salienti dell’insediamento Alessandro Notarnicola
Cesena Giovedì 25 ottobre 2018 11

In breve
Così a Cesena si salvò come Giusto tra le Nazioni dallo Yad Vashem di
Gerusalemme”.
A raccontare questi fatti restituendoli alla Amici del Lugaresi
la famiglia ebrea Lehrer comunità cesenate, davanti alla gremitissima
sala conferenze della clinica, è stato il ricercatore
Paolo Poponessi, direttore amministrativo della
Messa al Monte
Domenica 28 ottobre alle 9,30,
casa di cura, con il libro “Accadde a Cesena”. nell’abbazia di Santa Maria del Monte, a

Ospitati come falsi malati “L’incontro tra uno dei figli del dottor Elio Bisulli
e i nipoti dei Lehrer, figli di una di quelle
bambine nascoste in casa di cura e poi dalle
suore cesenati - ha detto Poponessi - rappresenta
Cesena, sarà celebrata la Messa di
apertura delle attività dell’anno sociale
dell’associazione Amici del Lugaresi.

alla San Lorenzino il segno più evidente e tangibile che, almeno


quella volta, settantacinque anni fa, il male fu
sconfitto da un insopprimibile desiderio di
riconoscersi uomini, fratelli”.
Messa al cimitero
degli inglesi
Cerimonia alla casa di cura di Cesena con i discendenti “La nostra nazione aveva scritto nel 1938 una Venerdì 2 novembre, giorno di
commemoriazione dei defunti, alle 15 il
dei rifugiati e il rabbino. Scoperta una targa e presentato delle pagine più buie e tristi della sua storia
- ha aggiunto Raffaele Bisulli, amministratore parroco di Sant’Egidio don Gabriele
il libro “Accadde a Cesena” di Paolo Poponessi della casa di cura San Lorenzino e figlio del Foschi celebrerà una Messa nel cimitero
fondatore -. Le leggi razziali colpivano ’degli inglesi’: il cimitero militare di
duramente gli ebrei, tradendo una storia che Cesena dove sono sepolti i soldati dei
riconosceva in questo grande popolo una Paesi del Commonwealth caduti durante
la Seconda guerra mondiale. Il cimitero è
CASA DI CURA SAN LORENZINO, DOME- a Sant’Egidio, nell’area che confina con il
NICA 21 OTTOBRE: RAFFAELE BISULLI E campo da rugby, il parco Frutipapalina e
IL RABBINO CAPO DI FERRARA E DELLE la stazione ecologica Hera. Sono 775
ROMAGNE LUCIANO MEIR CARO (FOTO tombe di militari provenienti dagli
PIER GIORGIO MARINI) attuali Regno Unito, Canada, Nuova
Zelanda, Sudafrica e India; tre tombe
appartengono a ignoti.

A
pplausi e commozione domenica 21 ottobre alla
casa di cura “San Lorenzino”, quando con i
discendenti della famiglia ebrea Lehrer si è
ripercorso il ricordo di quei fatti che permisero ai loro
genitori e nonni di scampare alle persecuzioni razziali e
fuggire in Svizzera durante la Seconda Guerra Mondiale. In occasione degli 80 anni consonanza e una comune origine. È per me una
della clinica privata, è stata inaugurata una targa all’interno della struttura, ed è stato grande gioia ricordare con una targa e un libro la
presentato il libro “Accadde a Cesena” di Paolo Poponessi che indaga sulla vicenda. vicenda nella quale il fondatore di questa casa di
Il Panathon club
Una storia che inizia a Cesena, e precisamente nella neonata Casa di Cura San cura, mio padre, fu assieme ad altri dalla parte di ricorda i soci defunti
Lorenzino, fondata nel 1938. Era quello il periodo in cui si inasprirono le quegli italiani che espressero il vero volto della
persecuzioni razziali contro gli ebrei, in Romagna come nel resto d’Italia, e chi si tradizione del nostro popolo. Ed è ancora più Il Panathlon Club di Cesena venerdì 2
offriva di aiutarli correva non pochi rischi. In quel clima di terrore, due medici significativo poterlo fare in occasione degli 80 novembre ricorderà tutti i soci defunti
cesenati come il dottor Elio Bisulli, fondatore della San Lorenzino, e il professor anni della casa di cura”. con una Messa che sarà celebrata alle 10
Achille Franchini, con grande coraggio e senso di umanità furono tra coloro che si Tra gli ospiti della mattinata, il Rav Luciano Meir in Duomo. Tra i nomi compare anche
esposero in prima persona mettendo a repentaglio la propria vita, offrendo rifugio Caro, rabbino capo di Ferrara e delle Romagne, ha quello di Azeglio Vicini, l’ex commissario
alla famiglia Lehrer in casa di cura, “ricoverandoli” come finti malati. Bisulli e ricordato come “per tutti gli ebrei italiani deportati tecnico della Nazionale di calcio morto il
Franchini collaborarono poi con il monaco benedettino Odo Contestabile c’è stato un italiano che li ha traditi e denunciati, 30 gennaio scorso e a cui sono state
dell’abbazia di Santa Maria del Monte, che organizzò la fuga dei Lehrer in Svizzera. così come per tutti gli ebrei italiani salvati c’è stato intitolate a Cesena e a Cesenatico due
“Io non sarei qui oggi insieme a mia moglie e ai miei figli e a mia sorella - ha un italiano che li ha aiutati. Ed è questo quello che rotonde. Tra i soci defunti che saranno
affermato Marco Grego, figlio di Erika Lehrer - se qualcuno come Elio Bisulli, Achille è accaduto in questa casa di cura”. ricordati, anche Vittorio Calbucci,
Franchini e dom Odo Contestabile non si fossero occupati dei miei nonni, di mia Prima dello scoprimento della targa, il Rav Marcello Chiesa, Roberto Dionigi,
madre e di mia zia, che dopo essere stati in Jugoslavia trovarono rifugio alla Casa di Luciano Meir Caro ha concluso con una Pasquale Giorgi, Edmeo Lugaresi, Rina
Cura San Lorenzino a Cesena e poi vennero accompagnati in Svizzera. La mia preghiera di ringraziamento e di benedizione Marini, Terenzio Medri, Pino Mondardini,
famiglia nutre una grande riconoscenza verso questa città. Proprio per questo delle anime di dom Odo Contestabile, Elio Bisulli Marco Pantani, Oddone Pezzi, Lidio
motivo stiamo lavorando affinché il monaco Odo Contestabile venga riconosciuto e Achille Franchini. Rocchi, Denis Ugolini, Alfredo Valentini.
12 Giovedì 25 ottobre 2018 Cesenatico

Maltempo | Forte vento sradica un pino San Giacomo Bambini e famiglie


Settimana
parrocchiale
Gli appuntamenti
in corso, presso la chiesa di San
È Giacomo, sul Porto canale, la
“Settimana parrocchiale”. Venerdì 26
ottobre è prevista l’adorazione
eucaristica continuata dalle 9 del
mattino alle 18. La giornata sarà
“Nati per essere felici”
dedicata alla preghiera per il Un omaggio ai nuovi arrivati
Venezuela. Sabato 27 ottobre
cresimati e cresimandi si sposteranno l Comune di Cesenatico dà il benvenuto ai nuovi cittadini
a Sant’Angelo per il convegno
unitario delle parrocchie della Zona
Iprogetto
con un omaggio. L’Amministrazione ha dato vita al
“Nati per essere felici”, rivolto a tutti i neonati
pastorale del mare. Domenica 28 residenti a Cesenatico e alle loro famiglie.
FOTO MEMASTUDIO ottobre a San Giacomo si festeggerà L’omaggio, con uno sguardo alle radici della cittadina,
la famiglia. Durante la Messa delle 11 comprende una borsa in tela, realizzata con l’antica tecnica
FORTE MALTEMPO DOMENICA POMERIGGIO 21 OTTOBRE A CESENATICO. Raffiche di bora oltre i saranno celebrate le coppie che delle tele di Romagna, che ha come protagonista il mare.
70 km orari hanno provocato vari danni nella cittadina. Sul lungomare Carducci, il vento ha sradi- ricordano un importante anniversario All’interno sarà inserito un libro per bambini (“La barca al
cato un grande pino marittimo (foto), danneggiando un locale (la veranda del “Re leone”). Sul di matrimonio e quelle che si sono Museo di Cesenatico”), la tessera e il modulo per l’iscrizione
posto sono entrati subito in azione la Polizia municipale di Cesenatico, i tecnici della Cesenatico sposate nell’ultimo anno. A seguire, del bambino alla biblioteca comunale.
Servizi, i Vigili del fuoco e i volontari del Radiosoccorso. Le operazioni di abbattimento e messa in il pranzo comunitario nel teatro Alle famiglie dei nuovi nati arriverà una lettera a firma del
sicurezza dell’alberatura sradicata, dopo diverse ore di lavoro a strade chiuse, si sono concluse in parrocchiale e la “super tombola” sindaco Matteo Gozzoli (nella foto) con l’invito a recarsi
serata, grazie ai Vigili del fuoco di Forlì, che sono intervenuti con una gru. con ricchi premi. presso l’Urp del Comune per ritirare l’omaggio.

Sorge nell’area portuale, in un vecchio magazzino del pesce


È in grado di ospitare circa 180 studenti
Acquacoltura e ittiopatologia
Nuova sede universitaria
N
uova sede universitaria a di Risparmio di Cesena e di una Agricoltura, caccia e pesca Simona
Cesenatico. Venerdì 19 famiglia privata. Per Gozzoli si tratta Caselli “la pesca è minacciata dai
ottobre è stato tagliato il di un “importante investimento che cambiamenti climatici e
nastro al Centro rafforza il nostro polo scientifico dall’inquinamento. La ricerca è uno
universitario di Produzioni ittiche del legato al mare con il Centro ricerche strumento essenziale per il futuro del
Dipartimento di Scienze mediche marine e Arpae”. sistema”.
veterinarie dell’Università di Si tratta dell’ultimo step di un Il Centro di Cesenatico, di primo
Bologna. percorso iniziato nella cittadina livello, è in grado di ospitare circa 180
All’inaugurazione era presente, fra le rivierasca circa 20 anni fa e che ha studenti. Ha una superficie di 1.500
tante autorità, il magnifico rettore visto i primi laureati nel 2002. metri quadri. È dotato di 3 aule, un
dell’Alma Mater Studiorum di Attualmente sono in essere una laboratorio didattico, una biblioteca e
Bologna Francesco Ubertini. laurea triennale in Acquacoltura e un’aula studio.
NELLE FOTO, SOPRA: VEDUTA ESTERNA DEL NUOVO CENTRO Il nuovo polo scientifico, dedicato igiene delle produzioni ittiche, che “Nel 2019 - hanno aggiunto Paolo
UNIVERSITARIO DI CESENATICO; SOTTO: IL TAGLIO DEL NASTRO,
ALLA PRESENZA DELLE AUTORITÀ, VENERDÌ 19 OTTOBRE alla memoria del professor Massimo raccoglie una cinquantina di studenti Bettini, direttore del Dipartimento di
Trentini, primo coordinatore del per anno, di cui il 35 per cento da Scienze mediche veterinarie
corso di laurea in Acquacoltura e fuori regione, e un Master di primo dell’Università di Bologna, e Alessio
ittiopatologia di Cesenatico, trova livello in Acquacoltura e Bonaldo, presidente del corso di
posto in un vecchio magazzino del ittiopatologia. “L’attività didattica a laurea di Cesenatico - partiranno i
pesce in disuso in via Magrini, Cesenatico gode di ottima salute - ha lavori al piano terra della struttura.
nell’area portuale, e rappresenta, detto il magnifico rettore - e il tasso di Sarà allestita un’area sperimentale
come ha ricordato il sindaco Matteo occupazione dei neolaureati è alto, dotata di vasche per la stabulazione e
Gozzoli, un “vanto per il territorio” grazie alla collaborazione con lo studio degli animali acquatici.
oltre che un “esempio di importanti enti in Italia e all’estero”. Occuperà una superficie complessiva
rigenerazione urbana”. “Il multicampus romagnolo - ha di 800 metri quadri e permetterà di
Il progetto, da oltre un milione di aggiunto Ubertini - funziona bene. sviluppare le attività di ricerca già in
euro, risale al 2012 e alla precedente Con i suoi 20mila studenti iscritti ha corso su alimentazione, riproduzione
Amministrazione. Ai contributi raggiunto le dimensioni di e salute dei pesci allevati,
dell’Ateneo bolognese si sono un’università italiana di medie consentendo agli studenti di svolgere
aggiunti quelli del Comune di dimensioni”. una notevole esperienza sul campo”.
Cesenatico, della Fondazione Cassa Per l’assessore regionale ad Matteo Venturi
1
2
3
4
5
6
7
8
Valle del Rubicone Giovedì 25 ottobre 2018 13

Al via a novembre all’ospedale di Savignano una serie di lavori di ampliamento e razionalizzazione degli spazi. In arrivo ambulatori pediatrici

Più posti letto alla Casa della Salute del Rubicone


VEDUTA DELL’OSPEDALE “SANTA COLOMBA” ovità in vista per la l’adattamento degli impianti. “Quello di Savignano - sottolinea
DI SAVIGNANO SUL RUBICONE
N
Casa della Salute del
Rubicone, l’ospedale
“Santa Colomba” di
Gli interventi porteranno, dal punto di
vista strutturale, a una nuova
distribuzione degli spazi all’interno
Marcello Tonini, direttore generale Ausl
Romagna - non è un intervento isolato,
ma è il primo del piano di riordino
Savignano. L’Ausl della della Casa della Salute del Rubicone. I ospedaliero del territorio. Il Santa
Romagna finanzia, con lavori si svolgeranno in tre fasi e Colomba non chiude, ma sarà sempre
250 mila euro, lavori di partiranno dal primo piano, dove più un Ospedale di Comunità, votato
ampliamento e troveranno posto gli ambulatori dei alla presa in carico di pazienti,
razionalizzazione degli medici di Medicina generale, prevalentemente anziani, con più
spazi che partiranno a attualmente situati al secondo piano patologie croniche o sofferenti per una
novembre. della struttura, e nuovi ambienti, quali particolare fragilità sociosanitaria”.
Al centro degli interventi quattro ambulatori di pediatri di libera Filippo Giovannini, sindaco di
ci sarà l’hospice. Con lo scelta e due sale di attesa. Savignano e presidente dell’Unione
scopo di ridurre i tempi di “I lavori si concluderanno entro il 2019 Rubicone e Mare, fa sapere che la nuova
attesa dei ricoveri (87 e non impediranno alle attività struttura sarà dedicata a Mario Molinari
dall’inizio dell’anno), sarà sanitarie il loro regolare svolgimento”, (1938-2016), storico dirigente dell’Asl,
ampliato e trasferito al secondo piano, dove potrà contare su nuove stanze fa sapere Riccardo Varliero, direttore politico locale nelle fila della Dc e fra i
di degenza con 12 posti letto complessivi, rispetto agli attuali 6. I lavori dell’unità operativa Cure primarie di fondatori del Lions club Rubicone.
prevedono anche il rifacimento dei servizi igienici esistenti e Forlì-Cesena. Matteo Venturi

Incidente mortale in via Europa. Le richieste dei cittadini al Comune Gambettola


sicurezza fanno parte l’installazione di
videocamere in punti strategici come il ■ Alert System
piazzale XV ottobre (davanti al cimitero
urbano) e in piazza II Risorgimento Nuovo servizio di allerta meteo
(davanti al palazzo comunale). Sempre a
proposito di videosorveglianza, il
sindaco ha menzionato le telecamere
posizionate in alcune oasi ecologiche, a
partire dal piazzale Don Sirolli in zona
Europa, per combattere “l’incivile
fenomeno degli abbandoni dei rifiuti
ingombranti fuori dai cassonetti”.
Durante la serata, quale triste presagio, il
silenzio è stato rotto dalle sirene spiegate Si chiama Alert System ed è un servizio di
VIA EUROPA, IN LOCALITÀ BULGARIA, A GAMBETTOLA dei mezzi di soccorso intervenuti a poca comunicazione alla cittadinanza in tempo reale
SULLA DESTRA SI INTRAVEDE UN MAZZO DI FIORI NEL LUOGO DELL’INCIDENTE distanza dal luogo dell’assemblea per il
(FOTO SANDRA E URBANO CESENA) tramite messaggi telefonici pre-registrati. È stato
grave incidente avvenuto in via Europa presentato a Gambettola sabato scorso, nel corso
che è costato la vita a Wellington di una conferenza stampa, dal sindaco Roberto

Sicurezza a Gambettola Rodriguez Da Sousa, 21enne di origini


brasiliane residente a Ravenna ma
domiciliato a Calisese. Il giovane, in sella
alla sua moto, procedeva verso Cesena
Sanulli, dal vicesindaco Eugenio Battistini e
dall’assessore ai Lavori pubblici Luigi Battaglia,
alla presenza di alcuni rappresentanti del locale
gruppo di Protezione civile “Claudio Paganelli”

Zona Bulgaria al centro quando si è schiantato contro un


camion.
Una notizia che ha turbato tutti i
presenti che proprio in quel momento
stavano chiedendo al sindaco di
(foto). Attraverso il nuovo servizio, che sarà attivo
fra pochi giorni, l’Amministrazione comunale sarà
in grado di avvisare la popolazione in caso di
allerta meteo di particolare rilievo e può veicolare
altre informazioni quali temporanee modifiche
i è svolto lo scorso 18 ottobre, nella Sanulli ha illustrato brevemente i lavori intervenire sulla pericolosità di quel

S sala parrocchiale “Don Giovanni


Sirolli” di Bulgaria, un incontro
pubblico tra l’Amministrazione
eseguiti e in fase di esecuzione durante il
proprio mandato, ponendo in particolar
modo l’accento sulla sicurezza. Fra le
tratto di strada, spesso percorsa a
velocità elevate, nonostante gli
attraversamenti pedonali protetti e la
alla viabilità, eventuali chiusure delle scuole o
interruzione dei servizi. Al momento, la società
che gestirà il servizio può raggiungere le utenze a
numero fisso presenti negli elenchi telefonici. È
comunale di Gambettola e i residenti opere elencate ci sono il tratto finale dei recente installazione di una colonnina possibile chiedere gratuitamente l’estensione del
della “zona Europa”. Alla serata, lavori nel corso Mazzini, fino al ponte Velo Ok. I residenti hanno poi richiesto servizio sul cellulare o su altri numeri di rete fissa
coordinata da Antonio Baldini, della Libertà, sul torrente Rigossa (con una pista ciclopedonale per i bambini non presenti nell’elenco telefonico, compilando
rappresentante della località, davanti a l’inaugurazione ufficiale prevista per che vanno al catechismo in parrocchia a l’apposito modulo che si può scaricare dal sito del
un numeroso pubblico, c’erano il sabato 27 ottobre), la riqualificazione di Bulgaria, telecamere di Comune o ritirare presso lo Sportello accoglienza
sindaco Roberto Sanulli, il vicesindaco via Nenni e di via Don Minzoni (in fase videosorveglianza per contrastare la del cittadino in via Garibaldi 6 (a cui va
Eugenio Battistini e gli assessori Angela di ultimazione), la messa in sicurezza microcriminalità e l’istituzione, come in riconsegnato) o presso l’ufficio Lavori pubblici
Bagnolini e Luigi Battaglia. della scuola materna “Collodi” (che sarà altri comuni del territorio, del “controllo (0547 45302). Il costo del servizio per il Comune
Nella relazione introduttiva, prima di consegnata a breve) e della scuola di vicinato”. di Gambettola è di 1.500 euro annui.
ascoltare le domande dell’assemblea, elementare di via Gramsci. Della voce Piero Spinosi Ps

Gatteo Cultura Zona pastorale ANNIVERSARIO


Eterna gioia dona a lei, o Signore,
Pino Ceccarelli I catechisti risplenda a lei la luce del Tuo volto risorto,
riposi nella pace, nell’amore
Il maestro e il suo paese vanno a scuola e nella Tua infinita misericordia, o Padre
a Gambettola
I
l Comune di Gatteo organizza
una mostra fotografica
dedicata allo storico maestro Giuseppe “Pino” Ceccarelli a Zona pastorale
(foto) nel centenario della nascita.
Nato a Gatteo il 15 novembre 1918, fu insegnante di scuola
L Rubicone-Rigossa, in
collaborazione con l’Ufficio
elementare fino al 1982. Tanti gli incarichi pubblici ricoperti. Fu catechistico diocesano, 27 ottobre 2013
presidente della gioventù di Azione Cattolica di Gatteo; Due poeti premiati organizza una serie di
fondatore e segretario della Democrazia Cristiana sezione di incontri formativi per
Gatteo; presidente del circolo Acli gatteese; presidente i è svolta lo scorso 14 ottobre catechisti ed educatori. Si 27 ottobre 2018
dell’associazione Ex allievi e amici dell’istituto “Don Ghinelli”;
vicesindaco di Gatteo negli anni ’60 e consigliere comunale dal
S a Tredozio la 28esima
edizione del premio “Poesia e
svolgeranno alle 21 presso i
locali della parrocchia di
1970 al 1980. Dopo aver speso una vita per l’insegnamento e per natura nel Parco” organizzata dal Gambettola.
mantenere viva la memoria storica e culturale di Gatteo, morì il centro culturale l’Ortica di Forlì Il primo appuntamento è in
28 febbraio 2002. Il Comune di Gatteo gli ha dedicato nel 2008 la in collaborazione con il Parco calendario venerdì 26
nuova biblioteca comunale, in via Roma 13. La stessa biblioteca nazionale foreste casentinesi. Per ottobre. Si parlerà delle Nel 5° anniversario della salita al Padre di
ospiterà, dal 28 ottobre al 17 novembre, una mostra, a cura di l’area Rubicone unici selezionati “caratteristiche qualificanti
Loretta Buda, con foto e documenti dall’archivio della famiglia e premiati, da Simona Vietina, la figura del catechista”.
Ceccarelli. Una sezione espositiva, a cura di Zaira Gobbi, sarà parlamentare e sindaco di L’incontro successivo è in
RENATA ZANELLI
predisposta presso l’istituto “Don Ghinelli”. La mostra sarà Tredozio, sono stati Antonio programma il 30 novembre. a suffragio verrà celebrata una Messa
inaugurata sabato 27 ottobre alle 17. In programma, presso la Gasperini di Montiano con la Gli appuntamenti sabato 27 ottobre alle 20
biblioteca comunale, letture, musiche e aperitivo. lirica “Sla spònda de’ fiom” e riprenderanno il 1° marzo nella chiesa parrocchiale di Budrio
Mv Giorgio Magnani di Longiano con 2019. Quarto e ultimo
“E cantir dal pesghi”. incontro il 5 aprile.
14 Giovedì 25 ottobre 2018 Valle del Savio

San Romano ricorda don Giancarlo Bertozzi Anniversario


C ’è grande attesa a San Romano Martire per le
celebrazioni in ricordo di don Giancarlo Bertozzi.
Orlando tel. 0547-693200). Sono attesi i sacerdoti
legati all’amato don Giancarlo, monsignor Alfiero ■ Rontagnano
In programma domenica 28 ottobre la santa Messa Rossi, don Rudy Tonelli, don Alessandro Forte, don
solenne alle 11.15, presieduta dal vicario don Pier Daniele Bosi. Ci saranno inoltre il sindaco di Mercato Omaggio a don Pino
Giulio Diaco e concelebrata dal parroco don Justin Saraceno Monica Rossi e il sindaco di Sarsina Enrico La parrocchia di Rontagnano e la comunità
D’Almeida e da don Edero Onofri, cui seguirà il pranzo Cangini. La Messa e i Vespri delle celebrazioni del Shalom
comunitario alle 12.30 presso il Pala Band - Centro 2017 furono trasmessi in diretta su Radio Maria omaggiano don
culturale don Giancarlo Bertozzi. Il menù prevede grazie all’interesse crescente per il processo di Giuseppe
specialità romagnole autunnali (prenotazioni Ricci beatificazione. Graziani, per
tutti don Pino,
dedicandogli
una speciale
I dati turistici di fine agosto confermano una stagione di stasi Messa nel
25esimo
anniversario
della morte
avvenuta il 1°
novembre 1993.
dati positivi sia per il comparto termale L’appuntamento
che per il turismo in Appennino. è per sabato 27
In maggiore difficoltà, in particolare, ottobre alle
sembrano le tradizionali strutture 17.30 nella chiesa di Rontagnano dove il
ricettive alberghiere, che a Bagno di vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri
Romagna nel mese di agosto perdono il presiederà la funzione.
3,7 per cento dei pernottamenti (il 3 per L’umile parroco di Rontagnano era nato a
cento da inizio anno). Giaggiolo il 12 dicembre 1910 e aveva preso
Le strutture dell’extra alberghiero, servizio nella parrocchia immediatamente dopo
invece, come gli agriturismi e i la seconda guerra mondiale, durante la quale
campeggi, realizzano in agosto il 6,1 per era stato cappellano militare sino all’ultima
cento di pernottamenti in più (il 14,4 prigionia in Africa, condividendo il dramma
per cento da inizio anno). della guerra con i parrocchiani, gran parte di
Per Bagno di Romagna anche gli ultimi essi braccianti e contadini.
mesi dell’anno sono tradizionalmente I più anziani lo ricordano come sacerdote
mesi "buoni" per le presenze turistiche, generoso e disponibile verso i più poveri,
ma è chiaro che i dati a fine agosto, a raccontando come di sovente, visitando le

Tendenza al calo due terzi della stagione, sono già


significativi.
E ci si propone il rilancio anche del
settore turistico col progetto "Alta Valle
famiglie più lontane e disperse, ritornasse poi
in canonica ora senza scarpe ora senza
cappotto. È ancora vivo il ricordo di quanto
avesse a cuore le famiglie in difficoltà, come

La Valsavio studia del Savio un’esperienza da vivere: piano


di promozione e di marketing del
territorio", progetto presentato alla
Regione dall’Unione dei Comuni, su
quella coppia di anziani senza pensione che
stentava a sopravvivere, vista l’età avanzata e
l’impossibilità di lavorare. Don Pino con l’aiuto
di alcuni parrocchiani, favorì l’intervento
iniziativa dei Comuni di Bagno di solidale degli altri pensionati, che accettarono

L’
andamento del turismo in predisposto un piano di marketing Romagna, Mercato Saraceno, Sarsina e di buon grado di destinare una parte del loro
valle tende al calo. territoriale per il rilancio di una Verghereto. emolumento agli sfortunati.
In agosto i pernottamenti nel promozione e commercializzazione Allo studio ci sono i punti di forza del “Noi - raccontano gli amici della Comunità
Comune di Bagno di integrale e integrata della valle e delle territorio e i potenziali fruitori dal punto Shalom - provenienti da un gruppo parrocchiale
Romagna registrano un -1,4 per cento e sue eccellenze. di vista turistico ed escursionistico, con giovanile di San Rocco di Cesena, eravamo
nel Comune di Verghereto sono calati I dati turistici di agosto confermano la lo scopo di far crescere presenze ancora alla ricerca di un’identità comunitaria e
del 9,7 per cento. Da inizio anno a fine realtà di una stagione turistica ferma al turistiche e indotto per gli esercizi di un cammino di fede, e conoscemmo don Pino
agosto il calo si assesta rispettivamente palo. E confermano motivi di riflessione commerciali. Sul fronte eventi si pensa alla fine degli anni ’70. Fu l’inizio di un cammino
allo 0,1 per cento e al 6,3 per cento. e necessità di analisi se confrontati con alla creazione di un calendario di amicizia e condivisione con una famiglia
Nel frattempo l’Unione dei Comuni ciò che stava avvenendo nei primi mesi condiviso per evitare sovrapposizioni e bisognosa che contribuivamo a sostenere. Don
Valle Savio, dando seguito al progetto dell’anno nell’intera Regione Emilia- per aumentarne l’efficacia. Pino ci mise a disposizione immediatamente gli
"Quale futuro per la montagna?", ha Romagna, dove invece si registravano Alberto Merendi ambienti dell’asilo parrocchiale per il campo di
lavoro che facemmo a supporto dell’attività
agricola e pastorizia di quella famiglia.
Resta ancora vivo più che mai in noi il ricordo
della Messa funebre officiata dal vescovo Lino
Garavaglia, durante la quale un frate
La Pro loco nel furgoncino francescano appena rientrato dall’Africa
testimoniò l’estrema povertà nella quale visse
La Pro loco di San Piero partecipando a eventi. contribuito, come il Don Pino, incredulo come una piccola
ha inaugurato nei All’inaugurazione, presidente Bcc di parrocchia mandasse alla missione aiuti così
giorni scorsi l’utilizzo vicino alla sede dove di Sarsina Mauro Fabbretti copiosi e generosi”.
di un furgoncino col recente si è trasferita e i rappresentanti di Il parroco don Maurizio Màcini, proprio nella
quale potrà l’associazione, hanno Eurocomach, Officine medesima chiesa in cui recentemente ha
agevolmente partecipato il sindaco Canestrini e prodotti presentato la sual ultima opera “Gesù Cristo.
promuovere iniziative e Marco Baccini e i del Fumaiolo, oltre al Appunti di una vita - Meditazioni di un parroco
prodotti del territorio rappresentanti degli presidente e ai di collina” attende grato quanti vorranno
sampierano sponsor che hanno collaboratori Pro loco. intervenire alla Messa.

Eccellenze inValle Parrocchie Fine settimana nel bosco Fondi per la cultura
Una riflessione Tutti i colori e i profumi Mercato Saraceno
sul lavoro, il riposo fa incetta
e la festa del Fall Foliage di contributi
e parrocchie della Zona ltre 63 mila euro la cultura. Un
L Pastorale Sarsinate - Alta Valle
del Savio si riuniscono domenica
O bel bottino quello del Comune
di Mercato Saraceno che, a fronte di
28 ottobre a Sarsina. una progettazione globale di quasi
L’appuntamento è alle 17 al Teatro 130 mila euro, ha intercettato tre
Il Sangiovese top Silvio Pellico insieme al Vescovo di
Cesena-Sarsina monsignor
finanziamenti regionali. Ne
beneficeranno la rassegna di
della cantina Casali Douglas Regattieri. letteratura e cinema “Lo schermo sul
L’incontro è dedicato alla Lettera leggio” che avrà luogo tra novembre
l Quartosole 2015 della Tenuta Casali di Mercato di Orientamenti pastorali del e dicembre e si aggiudica 7mila euro
IQuattro
Saraceno (nella foto lo staff) si è aggiudicato le
Viti, massimo premio della “Guida ai vini
vescovo per il 2018/2019, sul tema
del lavoro e della festa e ne
da aggiungere ai fondi comunali; i
lavori alla biblioteca Veggiani che
d’Italia Vitae 2019”. L’Associazione italiana riprende il titolo: “Lo pose nel andranno a cantiere dalla primavera
sommelier sabato 20 ottobre a Milano ha premiato giardino perché lo custodisse e lo abato 27 e domenica 28 ottobre Bagno di Romagna 2019 con il rifacimento del tetto per
la tenuta Casali insieme alla rosa ristretta di
cantine italiane che sono riuscite a conquistare
coltivasse - Educare alla vita buona
del Vangelo nel lavoro e nella
S festeggia il “Fall Foliage”. Protagonista del festival il bosco
coi suoi colori autunnali e la caduta delle foglie (nella foto di
un importo totale di 30 mila euro di
cui 15 mila di contributo; infine i
con un loro vino le ambite “Quattro Viti”, simbolo festa”. Marino Savoia). In programma mostre, laboratori, conferenze, lavori a Palazzo Dolcini che
delle produzioni top a livello nazionale. Il documento contiene anche escursioni in e-bike, uscita in bus alla Verna e Sagra della prevedono il riammodernamento
Il Sangiovese Superiore della Tenuta Casali aveva numerosi dati sulla situazione del castagna. Si comincia sabato alle 15 in Piazza Ricasoli con “La delle poltroncine, migliorie
già conquistato il diploma d’eccellenza sulla guida lavoro e delle imprese nel foresta in piazza” e laboratori, domenica si prosegue anche acustiche e tecniche per oltre 82mila
dei sommelier “Emilia Romagna da Bere”. cesenate. con Sagra della castagna a cura della Pro Loco. euro di cui 41mila finanziati.
Radici&Futuro Autunno Giovedì 25 ottobre 2018 15

STORIE E MITI. Le guaritrici erano le più consultate. A Sarsina, Rita Fusai operava in
questo modo: si fa sedere il paziente su una sedia, la guaritrice gli sta dietro e da sopra
gli deve vedere la punta del naso. Si usava anche la candela benedetta per la Candelora

I quattro metodi per guarire


dall’anima caduta COLAZIONE TRA LE RIGHE
Racconto: Serena Menghi
Foto: Denise Biondi

L
a scorsa settimana abbiamo parlato del mito Ricetta: Marika Lombardi
dell’anima caduta. Chi credeva di esserne afflitto
spesso finiva per rivolgersi alle guaritrici che Prendere un mattino di pieno ottobre e gli alunni av-
affrontavano la malattia solo e soltanto in modo magico- volti in cappotti e sciarpe.
psicologico. I metodi che vedremo potevano essere molto Aggiungere gli scarponcini tutti sporchi di fango, una
efficaci negli ammalati semplici di una volta, spesso mano nella tasca del compagno e l’altra che stringe
analfabeti, che venivano coinvolti dal rito al punto di dirsi un pezzetto di cioccolato al latte.
guariti. Riempire la giornata del ticchettio di piedini felici
Ora, con umiltà e tanto rispetto per tutti quelli che nel corso che scuotono l’arida terra d’autunno. Così fanno i
dei secoli si sono sottoposti a tali riti, proviamo a descriverli bambini, con la terra e con i cuori.
con la lente dell’antropologo. E arrivati in cima al monte, svuotare gli zainetti: più
I metodi messi in opera dalle guaritrici per riportare l’anima sorrisi, che castagne, da cuocere sul fuoco.
al suo posto, “tiré sò l’ânma cadù” erano sostanzialmente
quattro. Il primo consisteva nella misurazione del paziente,
che poteva servire anche a scopo diagnostico, per scoprire se
Frolla ripiena di cioccolato
veramente l’anima era caduta dal torace all’addome. Il e castagne
paziente veniva misurato con una cintura, in alcuni versi:
larghezza delle braccia, altezza, circonferenza del torace e
dell’addome, fino a che le sue dimensioni non fossero
tornate a posto. A San Pancrazio di Russi una guaritrice
misurava con una treccia per tre volte da un punto appena
sotto il mento fino all’ombelico, dall’ombelico alla zona
genitale e poi recitava uno scongiuro. Il secondo metodo serviva a favorire i salassi sulla cute scarificata. Si poneva
consisteva nell’esecuzione di massaggi per portare su lo sul petto del sofferente una moneta d’argento o di rame,
stomaco e raddrizzare lo sterno. La terza pratica magica sopra la quale vi era un pezzo di candela acceso,
prevedeva il ricorso alla “coppettazione”, che in origine possibilmente quella benedetta il 2 febbraio, giorno della
Candelora. La combustione provocava il vuoto all’interno
del bicchiere che sollevava la cute e la sottostante
cartilagine dello sterno. Qualche guaritrice aggiungeva
segni di croce, scongiuri o, per tenere fermo lo sterno Per la frolla: Per il ripieno:
tornato diritto, dei cerotti. L’ultimo metodo consisteva nel 180 gr di farina integrale 500 gr di castagne bollite
far “tirare su l’anima” allo stesso ammalato, facendogli 200 gr di farina 00 40 gr di zucchero
compiere inspirazioni forzate, a braccia alzate. A Sarsina, 2 uova di canna
Rita Fusai operava in questo modo: si fa sedere il paziente 100 gr di zucchero di canna 100 ml di latte
su una sedia, la guaritrice gli sta dietro e da sopra gli deve 30 ml di olio di semi 100 gr di cioccolata
vedere la punta del naso. Poi gli prende le braccia e gliele di girasole fondente
tira su finché il dorso delle mani è unito, pari pari, deve Procedimento:
combaciare esattamente, unghie comprese. Questo Preparare la frolla impastando tutti gli ingredienti e far
esercizio va ripetuto più giorni, finché non riesce riposare in frigorifero 30 minuti. Frullare le castagne,
perfettamente. A questo punto il malato è guarito. A chi unirle al latte, allo zucchero e al cioccolato e far cuocere
vuole approfondire questi temi consiglio la lettura di in un pentolino fino a quando non si crea un composto
UN GUARITORE DIAGNOSTICA ‘LANIMA CADUTA’ (FOTO TRATTA DA “Guarì Guaròss” di Giancarlo Cerasoli e Brunella Garavini omogeneo. Accendere il forno a 180° statico. Stendere
‘GUARÌ GUARÒSS. RITI E RIMEDI DELLA MEDICINA POPOLARE IN editrice La Mandragora. A disposizione anche in 3/4 della frolla e metterla nello stampo rotondo co-
ROMAGNA, EDITRICE LA MANDRAGORA) biblioteca Malatestiana. prendo anche i bordi. Riempire con la farcia e ricoprire
Diego Angeloni con un altro strato di frolla. Cuocere per 30-35 minuti.

Le cose dei nonni La soluzione a “Le cose dei nonni”


della scorsa settimana, è:
Proverbio
la giazéra (o giazìra):
ghiacciaia, mobiletto casalingo per conservare L’amor un ten drì a gnint.
alimenti con l’utilizzo del ghiaccio. L’amor l’inzghess.
La soluzione esatta è stata data per prima
da Milena Righi: vince il libro L’amore non tiene dietro a niente.
“Te lo do io il barbone” L’amore rende ciechi
da ritirare in redazione,
via don Minzoni 47, Cesena. Quanto è vero questo proverbio!
Tra i partecipanti che hanno Chi è innamorato non riesce a fare proprio
dato la soluzione esatta, nessuna oggettiva considerazione sul bene
è stato sorteggiato amato. Chi è innamorato è ben paragonato al
Giuseppe Bono. cieco che nulla riesce a vedere e valutare.
Vince un vassoio di 10 bomboloni della tradizione Appena l’amore scema, ecco che il cieco ac-
I nostri lettori sono invitati a indovinare l’oggetto della me- quista 10 diottrie e il fiuto diventa quello di un
da ritirare presso la pasticceria
moria. Che cosa è? cane molecolare in dotazione alla Polizia, ca-
“Caffè le millevoglie”, viale Abruzzi 233 angolo via
La soluzione, rigorosamente in dialetto, va comunicata alla pace di seguire una traccia per chilometri e al-
Lazio a Cesena (zona stadio), lora, arrivano i bruschi risvegli.
redazione (redazione@corrierecesenate.it, tel. 0547 entro il mercoledì mattina successivo
1938590). Primo premio: un libro. Premio a sorteggio la pubblicazione del vincitore.
fra tutti i partecipanti: un vassoio di bomboloni. D. A.

Ingredienti per 4 persone


L’azdora di Romagna 1 faraona di circa 1 Kg
1 cipolla
1 bicchiere di vino rosso
½ bicchiere di aceto bianco
di Giusi Canducci 1 mela verde 3 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 fette di pancetta sale, pepe
Faraona ripiena
Prendere le interiora della faraona (fegato e durello) ben pulite e lavate, la

I l classico arrosto della domenica prevedeva o il


coniglio o la faraona. Gli animali ruspanti di
una volta richiedevano tempi di cottura molto
cipolla, la pancetta e la mela sbucciata e tritare tutto grossolanamente.
Condire con sale e pepe e con l’impasto ottenuto farcire l’interno della fa-
raona. Far rosolare la faraona in un tegame che possa essere messo in forno
lunghi, quindi alle nove di mattina già comincia- con l’olio evo; salare e pepare l’esterno dell’animale e quando sarà ben do-
vano a sprigionarsi per tutta la casa profumi ine- rato su tutti i lati mettere il tegame in forno a 180° irrorando di tanto in
brianti. tanto con il vino e l’aceto miscelati.
La faraona comunque richiede un po’ di tempo Ultimare la cottura (dovrebbe essere sufficiente un’ora di forno, ma questo
anche oggi. Il vantaggio di questa ricetta è che la dipende dal tipo di animale scelto). Assicurarsi quindi che la faraona sia
cottura viene ultimata in forno, quindi non deve pronta forandola con una forchetta; sarà cotta quando la carne sarà mor-
essere seguita costantemente. bida.
16 Giovedì 25 ottobre 2018 Vita della Chiesa

Le parole del Pontefice all’Angelus Immigrazione


■ Don De Robertis
Papa Francesco indica “Nessuna invasione in corso”
“Un po’ è sotto gli

la via del servizio occhi di tutti la


differenza tra la realtà
dei numeri e la
’narrazione’ della
presenza nel nostro

N
el Vangelo di domenica scorsa 21 “La ricerca Paese dei migranti.
ottobre l’evangelista Marco Molti sono convinti di
riproponeva le parole di Gesù con dei primi posti contagia essere davanti a
le quali cercava di far capire ai suoi il
grande valore della sofferenza e del tanti contesti umani un’invasione, ma non è
così. Negli ultimi tre anni il numero degli stranieri
servire. e non risparmia neanche in Italia è rimasto costante”. Lo dice don Giovanni
Papa Francesco, all’Angelus, ha De Robertis (foto), direttore generale della
commentato il testo di Marco e ha i cristiani e la gerarchia fondazione Migrantes, in un’intervista rilasciata al
ricordato la domanda dei figli di ecclesiastica” settimanale della diocesi di Alessandria “La voce
Zebedeo, Giacomo e Giovanni, i quali, FOTO SIR
alessandrina”. “Un altro luogo comune - aggiunge
“mentre sono in cammino verso don De Robertis - è che i migranti siano tutti
Gerusalemme, dove i discepoli sperano il momento di “imparare la via tempi, afferma ancora il vescovo di musulmani, mentre invece sono solo il 28 per
con ansia che Gesù, in occasione della dell’amore in perdita, e al premio ci Roma: “Mentre i grandi della terra si cento. Esiste una distanza rilevante tra racconto
festa di Pasqua, instaurerà finalmente il penserà il Padre celeste”, afferma costruiscono troni per il proprio potere, della migrazione e realtà. C’è bisogno di un nuovo
Regno di Dio, si fanno coraggio, si Francesco, il quale ricorda che “amare Dio sceglie un trono scomodo, la croce, linguaggio per descrivere le cose come stanno”. Il
avvicinano e rivolgono al Maestro la loro significa lasciare da parte l’egoismo, dal quale regnare dando la vita”. direttore della fondazione Migrantes osserva che
richiesta: concedici di sedere, nella tua l’autoreferenzialità, per servire gli altri”. Ancora: “la via del servizio è l’antidoto “spesso i media comunicano una realtà distorta, in
gloria, uno alla tua destra e uno alla tua Prendere parte alla gloria di questo più efficace contro il morbo della ricerca cui alcuni elementi vengono amplificati e altri,
sinistra”. Messia umiliato è possibile solo dei primi posti. È la medicina per gli invece, vengono silenziati”. “Ma la realtà che noi
In questa loro richiesta viene alla luce, condividendo come lui l’esperienza arrampicatori, questa ricerca dei primi sperimentiamo non è quella che ci immaginiamo,
ancora una volta, il rifiuto di una sequela della Pasqua. Anche gli altri apostoli posti, che contagia tanti contesti umani anzi, quando abbiamo a che fare con persone
fatta di sofferenza, mentre prende corpo sono segnati dalla mentalità del mondo e non risparmia neanche i cristiani, il concrete, il tono cambia. Ecco perché,
il desiderio di primeggiare, di essere al di e contestano Giacomo e Giovanni. Così popolo di Dio, neanche la gerarchia paradossalmente, nei posti in cui non ci sono
sopra degli altri. Loro parlano di “troni di Gesù dice loro: “Voi sapete che coloro i ecclesiastica. Perciò, come discepoli di migranti la gente ha più paura di loro. Non li
gloria su cui sedere accanto al Cristo re”, quali sono considerati i governanti delle Cristo, accogliamo questo Vangelo come conosce, questa è la verità”. Guardando
lui, dice il Papa, “parla di un calice da nazioni dominano su di esse e i loro capi richiamo alla conversione, per all’apparato normativo, secondo don De Robertis,
bere, di un battesimo da ricevere, cioè le opprimono. Tra voi però non è così; testimoniare con coraggio e generosità è necessaria “una riforma della legge Bossi-Fini”.
della sua passione e morte”. ma chi vuole diventare grande tra voi una Chiesa che si china ai piedi degli “Il fatto che tanti migranti in Italia siano diventati
Anche loro, profetizza Gesù, berranno il sarà vostro servitore, e chi vuole essere il ultimi, per servirli con amore e ’regolari’ grazie alle varie sanatorie dimostra
suo calice, riceveranno il suo battesimo, primo tra voi sarà schiavo di tutti”. semplicità”. l’inadeguatezza della legge”.
parteciperanno alla sua croce. Per loro, è Lezione che vale per i cristiani di tutti i Fabio Zavattaro www.agensir.it

Lette in Aula le relazioni dell’assemblea dei vescovi

Per i giovani una Chiesa


“ospitale e formativa”
C
on i giovani bisogna essere
“umili e coraggiosi”. Altrimenti Il Documento finale del Sinodo sarà
il Sinodo, che la Chiesa
universale per volere di papa discusso nella Congregazione generale
Francesco ha scelto di dedicare loro, I 267 padri sinodali potranno
rischia di tradursi in “un lungo elenco
senza priorità”. È quanto emerge da uno proporre modifiche e integrazioni FOTO SIR/MARCO CALVARESE
dei tre Circoli minori di lingua italiana, le
cui sintesi - insieme a quelle degli altri 11
Circoli minori di lingua inglese, francese, spagnola, tedesca e “Ogni Chiesa locale è chiamata a trovare la propria particolare le donne, spesso ancora vittime di un
portoghese - è stata letta al termine della terza settimana del narrazione della presenza e dell’azione del Signore, maschilismo duro a morire”, ma anche “le persone affette
Sinodo dei vescovi sui giovani, dedicata all’esame della terza mediante lo Spirito, nel contesto della propria storia e da dipendenze o segnate da sofferenze fisiche o spirituali,
parte dell’Instrumentum laboris. Martedì 23 ottobre è stato della propria cultura”, la raccomandazione a proposito davanti alle quali i giovani spesso restano muti e
presentato, dall’apposita commissione incaricata di del “discernimento” e all’insegna del “primato sconcertati, quasi incapaci di reagire attivamente”.
redigerlo, il Documento finale del Sinodo, che sarà discusso dell’ascolto”. Secondo requisito di una Chiesa all’altezza Quanto al futuro, “la sfida del lavoro è dominante” e, in
nella Congregazione generale. I 267 padri sinodali potranno della sfida posta dalle nuove generazioni: l’amore per i alcuni contesti, “particolarmente drammatica”. Sul piano
proporre per iscritto richieste, integrazioni e modifiche, da poveri. “È nella prossimità ai poveri - si legge nella pastorale, la parrocchia “resta un punto di riferimento
inserire nel testo in vista della stesura definitiva che verrà relazione - che i giovani cattolici possono creare importante” per i giovani, che però hanno sempre più
votata numero per numero, con la maggioranza di due terzi, un’alleanza con gli altri giovani cristiani, con quelli bisogno di “strutture in cui possano sentirsi a casa”.
prima di essere consegnata nelle mani del Santo Padre al appartenenti alle altre religioni e anche con chi non “Un anno di noviziato sociale ed ecclesiale”, stile servizio
termine dell’assemblea, insieme a una breve “lettera ai crede”. “Solo partendo dai più poveri si può sognare e civile, che educhi i giovani “alla corresponsabilità e alla
giovani” a cui sta lavorando un’altra commissione eletta dai realizzare un mondo giusto”. collaborazione” è la proposta del Circolo minore
partecipanti. In terzo luogo, occorre “elaborare una proposta organica” moderato dal cardinale Gianfranco Ravasi. Il relatore,
Ad auspicare “una più vitale e profonda alleanza tra la Chiesa sul piano della formazione, “per accompagnare le monsignor Pietro Maria Fragnelli, ha delineato l’identikit
e le nuove generazioni” è stato monsignor Vincenzo Paglia, persone in questo percorso di discernimento, nella di una Chiesa “come ospedale da campo e palestra che
relatore del Circolo minore moderato dal cardinal Angelo De diversità delle situazioni storiche e culturali locali”. offre supporti” - dal web allo sport, dall’arte al lavoro,
Donatis. L’obiettivo verso cui tendere è quello di una Chiesa Sul compito “prioritario” di trasmettere ai giovani il dono senza dimenticare i sentimenti e le emozioni - e
“realmente ospitale e formativa, non semplicemente della fede si è soffermato anche il Circolo minore “recuperi”, come nel caso delle dipendenze dalla droga,
preoccupata della propria struttura istituzionale o della moderato dal cardinale Fernando Filoni. Tra le sfide più dall’alcol, dal digitale, dal gioco, dalle varie forme di
propria utilità funzionale nei confronti della trasmissione rilevanti elencate dal moderatore, monsignor Bruno depressione.
della fede”. Forte, “le situazioni di emarginazione, che riguardano in M. Michela Nicolais

via Kennedy, 30
47035 Gambettola (Fc)
Tel. e fax 0547 58625
promoinfissi@gmail.com
www.promoinfissi.ifortinfissi.it
Attualità Giovedì 25 ottobre 2018 17

Villaggio globale
Editoria, taglio ai fondi consistenza di aziende editoriali, e sono
quelli che in questi anni hanno ricevuto i
contributi da parte dello Stato grazie alla
legge sulla riforma dell’editoria. Si sono
attrezzati con l’assunzione di giornalisti a
di Ernesto Diaco

“Così spariranno tempo indeterminato e strutture adeguate.


AL SINODO SI PARLA
Altri, soprattutto al centro e al sud, fanno più DI PASTORALE DIGITALE
affidamento sul volontariato. Un ufficio spe-
ciale, in Vaticano,

le voci dal territorio”


Chi soffrirà maggiormente l’annunciato per mettere in
azzeramento dei contributi? rete tutte le espe-
L’impatto sarebbe gravissimo. Le realtà rienze in atto nel
editoriali più grandi e storicamente radicate,
mondo per rag-
subirebbero un danno molto serio. Come
giungere i giovani
“L’azzeramento delle risorse per il pluralismo non toccherà Fisc abbiamo seguito un percorso di
tramite la rete di-
trasparenza per ricevere i contributi, con una
i grandi giornali, ma quelli piccoli”, spiega don Bianchi, rendicontazione estremamente precisa e gitale. È una delle proposte emerse durante i
presidente della Federazione italiana settimanali cattolici una trasformazione a livello aziendale lavori del Sinodo dei vescovi sui giovani, a
secondo i parametri previsti dalla legge. Lo dimostrazione di come la “pastorale digitale”
scorso anno abbiamo chiuso anche un abbia ormai raggiunto i livelli più alti e le
CARRELLATA DI SETTIMANALI CATTOLICI accordo con l’Fnsi che estende alcune tutele Chiese di tutti i continenti.
(FOTO SIR) del contratto Aeranti-Corallo anche ai Ad avanzare l’idea è stato monsignor Joseph
giornalisti delle realtà diocesane. La legge ci Naffah, vescovo ausiliare di Joubbé, Sarba e
ha spinto in questa direzione. La mancanza Jounieh dei Maroniti, nel Libano. Il presule è
del sostegno, in un contesto di crisi della partito dalla sua esperienza e ha raccontato
carta stampata, impatterà in maniera il progetto della Chiesa maronita per contat-
importante. Molte realtà non tare i giovani libanesi costretti a lasciare il
sopravvivranno. loro Paese per trovare migliori condizioni di
vita.
Anche i settimanali diocesani stanno Per raggiungere tale obiettivo, è stato costi-
risentendo della crisi dell’editoria? tuito un Istituto di scienze religiose “online”,
Certamente, anche se forse meno rispetto arrivato ormai al quinto anno di vita. “Ab-
alle grandi testate. I giornali del territorio biamo cominciato con pochissimi studenti,
raccontano le cose del territorio che altri non e ora siamo a 550 studenti sparsi in tutto il
dicono. La crisi della carta stampata la si mondo”, ha raccontato monsignor Naffah.
avverte, ma in misura ridotta. Inoltre, quasi Tra i partecipanti all’iniziativa vi sono anche
tutti i nostri settimanali hanno una presenza alcuni giovani carcerati, che - ha spiegato il
online e sui social network. Stanno vivendo vescovo - “hanno voluto fare un cammino
la trasformazione anche dal punto di vista nuovo nella loro vita” utilizzando proprio le
della digitalizzazione. L’erosione sulla carta è potenzialità della rete. Le stesse che hanno
innegabile, anche se meno evidente. Le
permesso anche a un giovane completa-
difficoltà economiche ci sono soprattutto
mente paralitico, in grado di utilizzare solo

“S
ono fiducioso che ci possa dove le realtà editoriali hanno una certa
essere ancora un dialogo DON BIANCHI consistenza. La sopravvivenza dei giornali è due pollici, di partecipare al progetto.
con il Governo. Mi rifiuto di (FOTO SIR) però sulle spalle della carta stampata, che è Per questo, ha rivelato monsignor Naffah ai
credere che sia serio da ancora l’unica fonte di reddito grazie alla giornalisti, “ho proposto al Santo Padre che
parte della politica agire in maniera pubblicità e alle copie vendute. L’online non ci sia un Ufficio speciale che metta insieme
emotiva, senza entrare nel merito delle offre risorse sufficienti per mantenere una le diverse esperienze di pastorale digitale nei
questioni. Mi auguro si tratti soltanto di informazione di qualità. differenti Paesi, come in Francia, in Italia,
annunci. L’azzeramento del Fondo per il negli Usa”. La pastorale digitale “è la nuova
pluralismo non toccherà i grandi giornali, Perché andrebbero tutelate queste realtà agorà del terzo millennio, e la Chiesa è chia-
ma quelli piccoli. È più facile fare la editoriali? mata a essere fortemente presente in questo
battaglia parlando di taglio all’editoria, Il Fondo per il pluralismo garantisce che nel mondo”.
ma in realtà verranno tagliati soltanto i Paese ci siano voci diverse, anche quelle che Il vescovo libanese non è stato l’unico ad at-
giornali del territorio”. Così don Adriano esprimono i territori, le minoranze, le realtà tirare l’attenzione dei padri sinodali sulle
Bianchi, direttore della “Voce del Popolo” più piccole. Fonti di informazione nuove tecnologie della comunicazione.
di Brescia e presidente della Fisc veramente legate ai cittadini, che raccontano Padre Valdir José De Castro, superiore gene-
(Federazione italiana settimanali quell’Italia che le persone vivono rale della Società di San Paolo, al sinodo in
cattolici), all’indomani della conferma quotidianamente. rappresentanza dei religiosi, ha ricordato
pubblica da parte di Vito Crimi, che “l’ambiente digitale è un campo impre-
sottosegretario di Stato alla Presidenza Eppure il disegno del Governo sembra scindibile dell’evangelizzazione, e occorre
del Consiglio dei ministri con delega chiaro… adottare uno ‘stile cristiano’ in esso, che non
all’informazione e all’editoria, che Si è scatenata una tempesta. Capisco la si esaurisce soltanto nell’inserire sul web
durante la festa del Movimento 5 Stelle al necessità politica di esprimere una posizione contenuti dichiaratamente cattolici”.
Circo Massimo ha ribadito che “con la che rispecchi il programma elettorale, ma mi Le piattaforme digitali vengono condivise
prossima legge di bilancio partirà la auguro che nel merito della questione ci sia anche in Ghana, ha assicurato monsignor
progressiva abolizione del finanziamento buon senso ed equità al fine di non
pubblico a giornali”. “I contributi garantiscono disperdere un patrimonio del genere. Può
Emmanuel Kofi Fianu, vescovo di Ho, rac-
contando la sua esperienza di apostolato bi-
che nel Paese ci siano voci essere legittimo che si abbia un’idea
blico con i giovani portato avanti proprio
Qual è la situazione dei settimanali differente rispetto al Governo precedente,
diocesani? diverse, anche quelle ma non si aprano le porte a un grazie all’abbinamento tra il mondo digitale
Parliamo di circa 180 testate con che esprimono i territori, impoverimento del dibattito e del pluralismo e la pastorale biblica. “Se vogliamo stabilire
caratteristiche, storie e dimensioni nel Paese. un contatto tra i giovani e la Bibbia - ha fatto
diverse. Ci sono giornali che hanno la le realtà più piccole” Riccardo Benotti notare il vescovo - dobbiamo diffondere la
Parola di Dio in maniera digitale, anche tra-
mite il telefonino”.

Crisi Honduras
PSICOLOGIA della vita quotidiana
è il visivo. Fantasmi, simboli, luoghi lontani ignoti: il
■ In fuga a migliaia
Q uesta rubrica, tenuta da Mirella Montemurro, si pro-
pone di osservare il mondo attraverso una “lente” psi-
coanalitica. Si parla di relazioni, educazione dei figli,
sogno si permette di “vedere” ciò che sfugge alla
vista. Attraverso l’”occhio” psichico scorgiamo il no-
Una carovana di oltre 7mila migranti in fuga
verso gli Stati Uniti, dopo essere partita il 12
ottobre dalla città di San Pedro Sula, in
stro mondo interno che è fondamentale e degno di Honduras. I profughi hanno attraversato i Paesi
disagi psicologici e loro cura, fatti di cronaca locale e na-
osservazione al pari del mondo esterno. Nell'ultimo del Centroamerica e sono riusciti a entrare in
zionale. Buona lettura.
capitolo dell’Interpretazione dei sogni Freud riporta territorio messicano, trascorrendo la notte del
Sogno o son desto? un sogno raccontatogli da una sua paziente la quale
lo aveva udito a una conferenza sul sogno. È il sogno
22 ottobre a Ciudad Hidalgo, una località che si
«Nella notte, quando gli occhi sono spenti alla luce, l’uomo trova al confine con il Guatemala, nonostante
di un padre che ha vegliato a lungo il figlio agoniz- una forte presenza della polizia e il tentativo del
ne accende una per sé» (Eraclito, frammento 26). zante e che, dopo la morte di questi, si è addormen-
Nel saggio sull'Interpretazione dei sogni, Freud utilizza 182 Governo messicano di bloccare il loro cammino.
tato stremato nella stanza accanto. Nel sogno, il figlio “Accanto all’importante attività di accoglienza
sogni altrui e 46 sogni suoi, 10 dei quali ambientati in Italia giunge fino al letto del padre e lo rimprovera di- bisogna chiedersi come si è arrivati a questo,
e 4 a Roma “città dei suoi sogni”. Analizzando questi sogni cendo: “Babbo, non vedi che brucio?” Il sognatore si cosa è successo perché si scatenasse un’ondata
egli dimostra l'esistenza di collegamenti profondi tra gli sveglia accorgendosi che effettivamente una candela migratoria senza precedenti”, si chiede,
elementi in apparenza caotici della vita onirica. Freud ne è caduta sulla camicia del defunto, bruciandogli un interpellato dall’agenzia Sir, monsignor Álvaro
scopre il senso fornendo prove sempre più convincenti braccio. Il commento di Freud a questo sogno è che Leonel Ramazzini Imeri, responsabile della
sull' esistenza dell'inconscio umano. se il padre si fosse svegliato prima «avrebbe per così pastorale della Mobilità umana per la Conferenza
Ma chi sogna propriamente? Nel sogno sperimentiamo dire abbreviato di un momento la vita del figlio». episcopale guatemalteca. “Questo è il grido dei
l'alterità e la pluralità dentro di noi. Impersoniamo ruoli, popoli del Centroamerica, vittime di un modello
situazioni desiderate o temute, storie e vite possibili. Il a cura di Mirella Montemurro politico ed economico superato”, commenta
sogno “mette in scena” la realtà psichica del sognatore. Ciò mirellamontemurro@gmail.com padre Mauro Verzeletti, scalabriniano direttore
che distingue il sogno dalle altre formazioni dell'inconscio della Casa del migrante di Città del Guatemala.
18 Giovedì 25 ottobre 2018 Solidarietà

Lotta alla povertà Bagno di Romagna Cesena


Cinema e regali Defibrillatori Un giallo che finisce bene
per i senzatetto Nel territorio comunale al cineteatro Bogart di Sant’Egidio
sono quattordici
P
acchetti colorati per regali rosa e solidarietà in scena al cineteatro Bogart di
speciali. Sono quelli (foto)
che gli operatori dell’unità umenta il numero dei defibrillatori nel
P Cesena, accanto alla chiesa parrocchiale di Sant’Egidio.
Sabato 27 ottobre alle 21 la compagnia teatrale “Quinte
di strada “Via delle stelle” hanno consegnato alle persone senza fissa
dimora lo scorso 17 ottobre, Giornata mondiale di lotta alla povertà.
A territorio comunale di Bagno di
Romagna. Nei giorni scorsi la Confartigianato
strappate” proporrà “Mississippi rosso sangue”, una
riscrittura ispirata al
Fra i regali, indumenti e oggetti utili alla vita di tutti i giorni. ha donato al Comune tre defibrillatori giallo di Agatha Christie
Oltre alla consegna di questi piccoli doni, grazie alla collaborazione automatici da esterno. Sono stati collocati in “Assassinio sul Nilo”.
del Cinema Eliseo, sono stati messi a disposizione anche cento tre diverse località: a Bagno di Romagna, in Dodici gli attori
biglietti per le persone senza fissa dimora di Cesena per un ingresso prossimità di piazza Ricasoli, ad Acquapartita, coinvolti, tutti del
al cinema in una serata a loro scelta. “Spesso - dicono il sindaco presso l’area parco comunale, e a San Piero in cesenate, e alcuni per la
Paolo Lucchi e l’assessore ai Servizi per le persone Simona Benedetti Bagno, in prossimità della sede municipale. prima volta sul palco.
- si pensa che la povertà estrema riguardi solo la mancanza dei beni Sono 14 i defibrillatori in tutto il territorio Il ricavato della serata
di prima necessità. In realtà esistono altri bisogni che chi vive in comunale. “Questi tre - fa sapere il sindaco andrà alla onlus Casa
strada non può permettersi di soddisfare: coltivare una passione o Marco Baccini - vengono installati all’esterno, dell’accoglienza
un hobby, partecipare alla vita della comunità in cui vive, ma anche in luoghi pubblici, per la necessaria libera “Luciano Gentili”, che lo
svagarsi e trascorrere un paio di ore al cinema. Per questo un fruizione della collettività e saranno a impiegherà a favore delle
biglietto per l’Eliseo può rivelarsi prezioso”. disposizione della popolazione. Per questo, attività dell’oratorio
Nel corso del 2018, “Via delle stelle”, che porta conforto ai senzatetto abbiamo predisposto appositi armadietti parrocchiale di
attraverso l’attività di due operatori professionali e di 20 volontari, idonei al riparo dagli agenti atmosferici, pur Sant’Egidio. Il biglietto
ha già effettuato oltre 70 interventi in strada con 835 contatti con mantenendoli aperti e pronti all’uso”. di ingresso è di 10 euro
persone senza fissa dimora. L’unità ha distribuito più di 600 pacchi Per stimolare un uso idoneo e consapevole dei (ridotto per i ragazzi).
alimentari e oltre 150 fra indumenti e accessori. dispositivi salvavita saranno organizzati, a Per informazioni: 342
partire dal 25 ottobre, appositi corsi. 0046238.

❚❚ Solidarietà in divisa Valle del Rubicone

Allievi Polizia
Donazione
alla Pediatria Centro diritti del malato
Una cena di beneficenza
G
esto di solidarietà da parte dei 260 rimonia di giuramento che si è tenuta lo percorso di studio, di addestramento e di
allievi agenti della Polizia di Stato scorso 16 ottobre al Centro addestra- dedizione personale, in cui la realizza- l Centro per i diritti del malato “Natale
del Centro di addestramento di Ce-
sena. Gli allievi hanno deciso di devolve-
mento Polizia di Stato di Cesena (foto).
Dal dottor Stella “un ringraziamento an-
zione del singolo è a favore della comu-
nità. La scienza ha da tempo dimostrato
IunaBolognesi” con sede a Savignano organizza
cena di beneficenza con menù tradizionale
re al reparto di Pediatria e terapia inten- che a nome dell’Ausl Romagna, dei me- che la salute fisica e mentale di una po- di stagione. La serata si svolgerà sabato 10
siva pediatrica e neonatale dell’ospedale dici e degli infermieri dell’unità operati- polazione si costruisce nei primi anni di novembre dalle 19,30 presso la sala
Bufalini di Cesena la somma di 1.410 eu- va di Pediatria e terapia Intensiva neona- vita grazie alle cure ed agli insegnamen- parrocchiale di Sant’Angelo di Gatteo. Il ricavato
ro, quale ringraziamento alla città che li tale e pediatrica di Cesena, va agli agen- ti dei familiari e in generale degli adulti sarà destinato all’acquisto di materiale e
ha ospitati in questi otto mesi di attività ti di Polizia che hanno contribuito a que- che i bambini osservano quotidiana- attrezzature per il nuovo reparto dell’Ospedale
formativa prima dell’assegnazione ai va- sta generosa donazione. Il ringraziamen- mente in silenzio. L’esempio offerto dai di comunità di Savignano (vedi pag. 13). Per
ri reparti operativi. to è particolarmente sentito perché oltre giovani agenti oggi è quanto di più rassi- informazioni e prenotazioni (entro il 5
La donazione in denaro è stata conse- a essere economicamente rilevante ed curante, ispirante e protettivo si possa novembre): 335 5913285; 338 8313401; 333
gnata al dottor Marcello Stella, direttore inaspettato, ha un grande valore sociale. augurare ai “nostri” bambini. Ancora gra- 3344008. Nella foto, la donazione all’hospice a
del reparto cesenate, nel corso della ce- Questi nuovi agenti hanno terminato un zie”. seguito della cena dello scorso anno.

NOTIZIARIO PENSIONATI
In Italia i più poveri a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
sono i giovani (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
Esiste uno “zoccolo duro” di (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
disagio sociale che assume
connotati molto simili a quelli
esistenti prima della crisi assoluta i minorenni sono 1 milione
economica del 2007-2008, con la 208mila (il 12,1% del totale) e i I sindacati dei pensionati sul “caso Riace”
sola differenza che oggi il giovani nella fascia 18-34 anni 1
fenomeno è sicuramente esteso a milione 112mila (il 10,4%). Oggi “Il modello Riace non sia sman- grati che a Riace hanno trovato la
più soggetti. Si tratta di un quasi un povero su due è minore o tellato. Fermiamo questa assurda loro casa,
“esercito di poveri” in attesa, che giovane. campagna d’odio verso chi è ve- al fine di evitare il ripetersi di
non sembra trovare risposte e le L’istruzione, sottolinea il rapporto, nuto nel nostro Paese e difen- azioni che hanno come effetto
cui storie si connotano per continua a essere tra i fattori che più diamo il diritto all’accoglienza quello di alimentare il conflitto
un’allarmante cronicizzazione e influiscono (oggi più di ieri) sulla così come è previsto dai Trattati sociale contro chi viene visto
multidimensionalità dei bisogni. È condizione di povertà. Dal 2016 al internazionali e dalla nostra Costituzione. come diverso”.
quanto emerge dal Rapporto 2018 2017 si aggravano le condizioni delle Quello che sta succedendo non ci lascia indifferenti, Lo dichiarano con una nota congiunta i segretari ge-
della Caritas italiana sulla famiglie in cui la persona di ma ci obbliga a una reazione democratica. Chie- nerali dei sindacati dei pensionati Spi-Cgil, Fnp Cisl
povertà e le politiche di riferimento ha conseguito al massimo diamo al Governo di rivedere il provvedimento col e Uilp-Uil, Ivan Pedretti, Gigi Bonfanti e Romano
contrasto. la licenza elementare (passando dal quale è stato disposto il trasferimento degli immi- Bellissima.
In Italia il numero dei poveri 8,2% al 10,7%). Al contrario i nuclei
assoluti, cioè le persone che non dove il capofamiglia ha almeno un
riescono a raggiungere uno titolo di scuola superiore registrano
standard di vita dignitoso, valori di incidenza della povertà Cesena si è registrato una diminuzione di scorso 16 ottobre (nella foto sotto) il Coriaci, direttore di Confcooperative,
continua ad aumentare, passando molto più contenuti (3,6%). circa 230 furti tra il 2016 e il 2012, sindaco Paolo Lucchi; Silla Bucci, Sauro Benvenuti, segretario dell’area
da 4 milioni 700mila del 2016 a 5 seppure l’esigenza di maggiore sicurezza segretario generale Cgil di Cesena, cesenate della federazione
milioni 58mila del 2017, Videosorveglianza sia una fatto riscontrabile Filippo Pieri, segretario generale Cisl provinciale Coldiretti, Enzo Poggi,
nonostante i timidi segnali di Opportunità per il territorio quotidianamente. Cesena, Marcello Borghetti, responsabile relazioni industriali di
ripresa sul fronte economico e “Ora manca la risposta dello Stato - segretario della Uil di Cesena; Pietro Confindustria Forlì-Cesena. Presenti
occupazionale. conclude Pieri - in quanto attendiamo Manuzzi, presidente del comitato anche il vicesindaco Carlo Battistini e
Dagli anni pre-crisi a oggi, rileva “Il protocollo sulla videosorveglianza l’aumento degli organici e delle comunale di Confartigianato, Cesare il comandante della Polizia
il rapporto, il numero di poveri è che anche la Cisl Romagna ha firmato dotazioni delle forze dell’ordine locali”. Soldati, presidente di Confesercenti municipale Giovanni Colloredo.
aumentato del 182%, un dato che con il Comune di Cesena è Hanno sottoscritto il documento lo cesenate, Sandro Siboni, presidente
dà il senso dello stravolgimento un’opportunità per il territorio”. Lo di Cna Cesena Val Savio, Riparte “Generazioni” Tv
avvenuto per effetto della afferma Filippo Pieri, segretario Guglielmo Mazzoni,
recessione economica. generale Cisl Romagna dopo aver vicepresidente di Cia, “Generazioni”, la trasmissione tv dei
L’evidente particolarità di questi siglato l’intesa. “Anzitutto perché è Matteo Marchi, pensionati Cisl, va in onda in tutta la
anni di post-crisi riguarda la una positiva collaborazione tra responsabile di Legacoop regione per 10 minuti il martedì
questione giovanile. Da circa un l’Amministrazione pubblica e i Romagna, Luca Bettini, (canale 11 e 15 e 827 di Sky) alle
lustro, infatti, la povertà tende ad privati” continua il segretario “e poi presidente di Rete Pmi 19,15 e alle 22,45 e il mercoledì
aumentare al diminuire dell’età, perché è un importante strumento sia Romagna, Alverio (canale 11) alle 18,15 e sul canale
decretando i minori e i giovani per la conduzione delle indagini da Andreoli, vicepresidente 827 di Sky il martedì alle 19,15. Può
come le categorie più parte delle forze dell’ordine, sia per di Confcommercio, Carlo anche essere vista in diretta su
svantaggiate (nel 2007 il trend aumentare il livello di percezione di Carli, presidente di www.trc.tv e senza vincoli di orario su
era esattamente l’opposto). sicurezza da parte dei cittadini”. In Confagricoltura Forlì- Youtube, Facebook e Twitter, cercando
Tra gli individui in povertà base agli ultimi dati disponibili, a Cesena e Rimini, Mirco ‘pensionati cisl emiliaromagna’.
Cultura&Spettacoli Giovedì 25 ottobre 2018 19

◆ Ottava edizione per Cesena Comics. Settanta eventi in programma in trenta giorni di festival Cinema di Filippo Cappelli

In città il Festival Eliseo (Cesena)


Uci Cinemas (Savignano sul Rubicone)

del fumetto SOLDADO


di Stefano Sollima

a misura di giovani Un film di nichilismo e disperazione stri-


sciante, in una guerra in cui la droga è solo il
pretesto per una lotta di uomini, di idee, di
sangue e di sabbia. Dopo il “Sicario” diretto da
LA PRESENTAZIONE IN COMUNE

U
n festival del fumetto anomalo ri- ni di festival: 30 in biblioteca Malatestiana, Denis Villeneuve, tocca al nostro Stefano Sol-
spetto al panorama nazionale: nes- 28 nelle scuole o per le scuole, 12 narrazio- lima prendere in mano la sceneggiatura di Tay-
suna orda di fan in costume, zero ni nei diversi quartieri cittadini (più sei in- ni. “In un momento storico e sociale in cui lor Sheridan e realizzare questo secondo
stand, niente vendita. Solo tanti incontri contri-corsi all’Oltresavio), tre mostre e 38 dobbiamo confrontarci con gli altri - ha spie- capitolo spostando il centro dell’attenzione
nelle scuole, letture, spettacoli, laboratori, autori coinvolti. A gestire il tutto, 28 volon- gato la presidente di Barbablù Elisa Rocchi - dalla guerra alla droga alla parte oscura del
esposizioni, per avvicinare le giovani gene- tari supportati da 26 sostenitori e amici, per abbiamo pensato fosse un bel modo di con- cuore umano.
razioni al linguaggio e alla magia dei fu- un budget di 11mila euro (coperto dagli dividere le nostre idee con la città”. La trama: Un attentato suicida in un negozio
metti. sponsor a partire da Romagna iniziative, fi- Il festival coinvolgerà come ogni anno le di Kansas City uccide 15 persone. Il governo
È “Cesena Comics & Stories”, festival giun- no a Coop, Arci, Endas, Uisp e altri ancora). scuole (viene “adottata”, in particolare, l’ele- degli Stati Uniti risponde autorizzando
to all’ottava edizione tornato in città, per D’impatto il motto scelto per quest’anno: mentare Tonelli di Ronta), i quartieri e il cen- l’agente della Cia Matt Graver (Josh Brolin) ad
un mese intero (dal 20 ottobre al 18 no- “Le storie salvano il mondo”, a sottolineare tro storico. Il programma completo si trova
applicare misure estreme per combattere i car-
vembre), grazie all’impegno dei volontari come ci sia bisogno di buone storie per non su Facebook, nella pagina “Cesena Comics &
telli della droga messicani, sospettati di con-
dell’associazione culturale Barbablù. lasciare il mondo (e soprattutto le giovani Stories”.
Ben 70 gli eventi in programma nei 30 gior- generazioni) in balia delle cattive narrazio- Mib trabbandare i terroristi oltre confine. Graver e
il Dipartimento della Difesa decidono che
l’opzione migliore è quella di istigare una
guerra tra i maggiori cartelli, e Graver recluta il
A Cesena Fiera, dal 26 al 29 ottobre, la 22esima edizione della mostra-mercato nero operativo Alejandro Gillick (Benicio del
Toro) per la missione, la cui famiglia è stata as-
di arte moderna e contemporanea. Accoglierà una cinquantina di gallerie sassinata da un boss del cartello. Alejandro
scatenerà una vera e propria, incontrollabile
Maestro indiscusso della Pop-Art alla guerra tra bande in una missione che lo coin-
sezione di Oscar Dominguez, che dal 1999 volgerà in modo molto personale...
vive e lavora a Faenza e opera anche da Sollima conferma un talento cristallino nella
“talent scout”, apprezzatissimo dai messa in scena e nella capacità di tenere sem-
galleristi che si affidano volentieri pre altissima la tensione unitamente alle logi-
al suo fiuto. Riservato alle opere che dell’intrattenimento più muscolare –
dal costo inferiore ai 5 mila euro lo quello, per capirci, che l’ha reso appetibile ol-
spazio “C.A.T.S. - Contemporary treoceano grazie soprattutto alla produzione
Art Talent Show”, riservato a seriale con i vari “Gomorra” e “Suburra”.
gallerie, associazioni, artisti Chi ha amato Sicario di Denis Villeneuve, pro-
indipendenti e collettivi per babilmente ne porterà dentro ancora i segni,
educare un pubblico giovane le atmosfere, il sapore aspro e il suo linguaggio
all’arte e all’acquisto, con uno brutale. Percepirà ancora oggi il dolore degli
sguardo sulle nuove tendenze. Altra chicca occhi di Emily Blunt nelle battute finali, la de-
la mostra “Mario Schifano: Tele-Visioni” terminazione di Josh Brolin, lo sguardo gla-
che getta uno sguardo attento sull’opera di ciale di Benicio Del Toro, e probabilmente si
uno dei maggiori intellettuali del secolo aspetta di ritrovare tutto questo anche in “Sol-
scorso. E ancora “Come le foglie”,
dado”, sulla carta diretto sequel dell’opera del
installazione dello scultore cagliaritano
2015. Nel bene e nel male, però, i campi sono
Ignazio Fresu, sulla fragilità della vita

Arte moderna, Contemporanea umana e le opere di Gergio Bevignani.


Nello spazio delle Scuole La Nave di Forlì
domenica 28 ottobre si batterà un’asta
diversi: ritroviamo due dei personaggi origi-
nali, due attori come Josh Brolin e Benicio Del
Toro, così come siamo ancora catapultati al
violento confine fra Messico e Stati Uniti, dove

con il critico Vittorio Sgarbi benefica a favore dei bambini dell’istituto,


a partire da 50 euro. Le opere acquistabili
sono 41… più una. Il Lotto 42 sarà dipinto
dal vivo domenica dalle 16,30 alle 18,30
la guerra fra la Dea e i cartelli della droga e del
traffico di esseri umani (interessati ad attraver-
sare illegalmente i Paesi) va in scena senza
sosta. Eppure i rapporti finiscono qui. Sollima

L’
arte è divertente, la 22esima dalle tele (l’80 per cento dei pezzi sono proprio durante l’asta e poi verrà battuto
edizione di “Contemporanea” che pitture), alle installazioni, alla scultura, alla per ultimo. A realizzarlo sotto gli occhi dei si adatta bene alle nuove larghezze degli Stati
si svolgerà a Cesena Fiera dal 26 al fotografia. presenti sarà il pittore cesenate Adriano Uniti e del primo esercito del mondo la-
29 ottobre, lo sarà ancora di più. A riprova, La mostra-mercato di arte moderna e Maraldi. sciando da parte le ristrettezze dello spaccio di
l’arrivo di Vittorio Sgarbi che pur contemporanea, per il secondo anno a Contemporanea ha ospitato domenica 21 “Gomorra”. Il regista si focalizza sull’incomu-
prediligendo l’antico non manca mai di Cesena dopo vent’anni in terra forlivese, ottobre la presentazione dell’ultimo nicabilità fra personaggi, scava nei loro senti-
visitare la kermesse romagnola. accoglierà una cinquantina di gallerie, progetto del fotografo Maurizio Gabbana menti in relazione al dovere, lasciandoli
L’appuntamento con il critico d’arte è qualcosa come 400 tra autori affermati e “Con la luce negli occhi”. Sarà proprio sospesi fra ciò che bisogna fare per mestiere e
sabato 27 ottobre alle 14 ma la fiera aprirà i giovani emergenti. Le opere oltre che Gabbana (fratello di Dolce) l’autore ciò che invece sarebbe preferibile fare per non
battenti venerdì 26 ottobre alle 17 per dare esposte saranno anche in vendita. dell’immagine simbolo di Contemporanea ritrovarsi con il cuore dilaniato dalla colpa e
il via a quattro giorni di full immersion Per i visitatori le chicche sono tantissime. 2019, in un legame sempre più stretto tra dal rimorso. Insomma, un film altamente fun-
d’arte in tutte le sue sfaccettature, dalle A partire dalla mostra “Andy Warhol - Vip la manifestazione e la fotografia. zionale con una perfetta interpretazione da
forme più tradizionali alle Avanguardie, Society” (oltre 60 pezzi) sul genio del Mariaelena Forti parte dei due protagonisti. Splendido, ma per
stomaci forti in diversi punti, comunque.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena

LA PROFEZIA DEI DUE PAPI Vaticano. Le mistiche e i mistici della storia, con una parti-
colare accentuazione in Faustina Kowalska, Luisa Piccarreta
Rivelazioni sulla fine della Chiesa e Maria Valtorta, hanno tuttavia ricevuto nelle loro visioni la
ai tempi di Benedetto e Francesco conferma di quanto preannunciato a Fatima: dopo un pe-
riodo di gravi tribolazioni, la Chiesa rifiorirà.
Saverio Gaeta
Editore: Piemme (16,90 euro)
MI FIDO DI TE
Che cosa ha a che fare con le vicende attuali della Chiesa una
beata mistica di due secoli fa, Katharina Emmerick, che vide la
Ripensare l’educazione
coesistenza di due papi? E perché a Fatima la veggente Lucia Paolo Tondelli
parlò del santo padre e di un vescovo vestito di bianco percepiti
contemporaneamente come in uno specchio? E quanto le anti- Editore: Edb (12,50 euro)
che profezie di Malachia fanno realmente riferimento ai ponte-
fici dei nostri giorni, che da lui vengono definiti “gli ultimi”? In Mentre gli adulti si stupiscono dei cambiamenti che avven-
questo excursus documentatissimo le più significative rivela- gono nel mondo giovanile, i ragazzi chiedono a chi ha più
zioni relative ai tempi che stiamo vivendo vengono presentate in ogni dettaglio, mostrandone anni e più esperienza di loro di risintonizzarsi su un nuovo
le strette correlazioni e chiarendone i risvolti. In particolare, risultano di stupefacente attualità modo di vivere, di prendere contatto con le novità di cui sono portatori, con le modalità
le profezie e le apparizioni mariane più recenti: da quelle italiane di Tre Fontane e Civitavec- che adottano per comunicare e con la fatica di sognare il futuro. Poiché non è obbligato-
chia, a quelle europee di Amsterdam e Medjugorje, fino a quelle brasiliane di Anguera e Itapi- rio fare “come si è sempre fatto”, è necessario che gli adulti trovino la strada di stabilire
ranga, di Akita in Giappone e di Kibeho in Rwanda, per citarne solo alcune. Tanti i campanelli con i ragazzi relazioni corrette basate sulla fiducia e sulla capacità di credere e dimostrare
d’allarme: il dilagare dell’apostasia, cioè il rinnegamento della fede da parte di sacerdoti e laici, che è possibile fare percorsi comuni. Questo è però possibile solo se gli adulti sentono la
l’espansione della massoneria e di una lobby gay fra gli ecclesiastici, e inoltre una cruenta per- necessità di rimettersi in gioco, affrontando le fatiche e accettando i limiti che accompa-
secuzione contro i cristiani culminante con l’assassinio del Papa e un attentato terroristico in gnano l’attività educativa.
20 Giovedì 25 ottobre 2018 Cesena&comprensorio

CESENA Cesenatico ◗ Cesenatico ◗


Città libera Si parla di mare
Dio attende alla frontiera Nel 74esimo anniversario della Un altro incontro della rassegna “Parliamodimare” a cura
Liberazione della città (20 ottobre 1944) di Enrico Dalpasso e della Lega navale di Cesenatico,
Durante le Messe celebrate in Cattedrale domenica avrà luogo al teatro comunale un evento sabato 27 ottobre alle 15,30 al Museo della Marineria.
28 ottobre alle 8,30-10 e 11,30, padre Renato Zilio speciale venerdì 26 alle 20,45. Si Giancarlo Marconi, già ricercatore del Cnr, Consiglio
presenterà il suo libro “Dio attende alla frontiera” esibiranno Patrizio Fariselli degli Area, nazionale della ricerca, e presidente dell’associazione
(Ed. Emi). Sono le pagine di un diario suggerite da Lo Zoo di Berlino e i Sambene. Letture di naturalistica “Pangea”, parlerà dello stretto di Bering, la
incontri quotidiani a Parigi, Ginevra, Londra e nel Lucia Vasini. Saranno presentati due porta dell’Artico. Una narrazione scientifica di un aspetto
Sahara con persone e comunità di ’frontiera’ dove nuovi album musicali. che lega dal punto di vista ambientale la terra al mare.
si fa esperienza viva. Il libro è un invito all’ascolto,
al dialogo, al saper vivere insieme pur differenti,
con apertura di mente e di cuore. Sarà possibile
avere il libro con un’offerta libera.

Medioevo e Romanticismo
◆ Creazioni del Centro diurno “Don Oreste Benzi” di San Tomaso di Cesena a San Giacomo
L’aula magna della Malatestiana, venerdì 26
ottobre alle 17, ospiterà Francesca Roversi Monaco,
docente di Storia a Bologna, che parlerà sul tema
Non uno, né nessuno... ma centomila
“Sturm und Drang (tempesta e passione):
Medioevo romantico fra storia e letteratura”. Il
Medioevo è stato serbatoio inesauribile di
DiversaMENTE abili in mostra a Cesenatico
immagini, narrazioni, leggende fin dal

“N
on uno. Né nessuno, ma centomila”. È questo è il pinte a mano dai ragazzi del centro diurno, che
Quattrocento, ma è con il Romanticismo che il mito tema scelto dal centro diurno “Don Oreste Benzi” rappresentano il “noi”. Spiega Flora Amaduzzi,
medievale si diffonde in Europa, segnando la di San Tomaso di Cesena per la dodicesima edizio- responsabile del centro diurno: “Ognuno di noi
letteratura, l’arte, la politica e la società. ne di “Diversa Mente Abile”, l’esposizione di opere d’arte dei ra- ha una sua unicità che lo caratterizza e lo ren-
gazzi ospiti del centro, quest’anno in esposizione a Cesenatico. de diverso ma simile, capace di mettersi ’nelle
Lezioni di storia Sono due i sostantivi che la mostra vuole esprimere: valorizza-
zione e integrazione. Valorizzazione perché si vuole credere nel
maglie’ dell’altro”.
Il visitatore potrà ammirare anche una mostra
A cura dell’Ute, Università della terza età, venerdì valore di ogni “traccia” lasciata da ogni essere umano come se- fotografica di circa 120 cartoline con le foto-
26 ottobre alle 15,30 nella sala della Fondazione gno del proprio esistere. Integrazione perché se non la viviamo grafie dei ragazzi in primo piano intenti in va-
“Maria Fantini” in via Renato Serra, il docente di non diamo respiro non solo ai cosiddetti “diversi”, ma anche a ri lavori e attività. Le cartoline saranno in ven-
Storia contemporanea all’Università di Urbino, noi stessi, essendo tutti “diversi” dagli altri. dita perché, aggiunge l’Amaduzzi, “vorremmo
Sergio Pretelli, affronterà il tema “Nuove frontiere Questo tema richiama i cinquant’anni della Comunità Papa creare un virus che contagi un po’ tutti: il virus delle buone notizie. E la buo-
nell’era della globalizzazione: il caso della Giovanni XXIII e il ventennale del centro diurno che ha sede a na notizia è proprio questa: è possibile vivere una vita dignitosa, fatta di
Romagna”. Martedì 30 ottobre alle 15,30 lo storico San Tomaso, con l’intento di mettere in evidenza non l’indivi- bellezza, quando c’è un grembo sociale che ti permette di essere quello che
Giampaolo Venturi tratterà l’argomento “L’Europa duo ma il “noi”. sei, a partire dall’handicap che porti sulla pelle”.
alla fine della seconda guerra mondiale. Il Piano Il “pezzo forte” della mostra è costituito da due grandi installa- La mostra sarà allestita nel teatro della parrocchia di San Giacomo, sul por-
Marshall e altre iniziative degli anni Quaranta”. zioni. La prima è un mosaico di lampade e paralumi, metafora to canale di Cesenatico, e sarà inaugurata giovedì 1° novembre alle 16. Ri-
della realtà in cui “ognuno di noi ha una luce che deve accendere marrà aperta fino a domenica 19 novembre. Potrà essere visitata il sabato e
Commedia dialettale perché il ’noi’ si esprime con la partecipazione di tutti e la luce
di ognuno”. La seconda è una grande installazione di t-shirt di-
la domenica dalle 16 alle 19. Su prenotazione, sarà aperta a gruppi o scola-
resche il martedì mattina telefonando a Flora Amaduzzi (340 7209461).
al Victor
Al cinema-teatro di San Vittore, venerdì 26 ottobre
alle 21, la compagnia “Qvì de mi paes” di
Longiano ◗ San Piero in Bagno ◗ Sant’Angelo Gatteo ◗
Vecchiazzano presenteranno “Dént o ganasa”, tre Insieme contro la violenza Insetti, ragni e rettili Armonia in famiglia
atti brillanti di Guido Lucchini. La regia è di Ezio
Nella sala dell’Arengo del Castello
La lotta per la sopravvivenza con Pietro Lombardo
Santolini. Ingresso 7 euro. Sullo schermo giovedì
25, sabato 27, domenica 28, martedì 30 e malatestiano, Fondazione Tito Balestra Al teatro Giuseppe Garibaldi, venerdì 26 ottobre Il “Centro studi Evolution” di Verona organizza
mercoledì 31 ottobre alle 21 il film di Francesco onlus, domenica 28 ottobre alle 17,30, alle 21, nell’ambito della rassegna culturale una conferenza gratuita, aperta a tutti, a
Miccichè “Ricchi di fantasia. Domenica 28 alle 15 e avrà luogo l’incontro “La violenza come “Fra cielo e terra”, terrà una conferenza Gatteo. Si svolgerà nei locali della parrocchia di
alle 17 in visione “Dog days”. Ingresso 3,50 euro. problema culturale: stereotipi e nuovi Emanuele Biggi sul tema “Predatori del Sant’Angelo in Salute lunedì 29 ottobre dalle
miti” con Giorgia Serughetti e Annalisa microcosmo: la lotta per la sopravvivenza di 20,30. Interverrà il dottor Pietro Lombardo,
Teodorani. L’incontro “Insieme contro insetti, ragni, rettili e anfibi”. Il relatore è un noto pedagogista, fondatore e direttore del
Al Bogart la violenza” fa parte del progetto naturalista genovese con un Dottorato in “Centro studi Evolution”. Il tema trattato sarà
promosso dall’Unione Rubicone e Mare. Scienze ambientali. Dal 2013 conduce la “In famiglia come va? Come costruire l’armonia
cinema per famiglie trasmissione televisiva “Geo” su Rai3. familiare”.
Riprende la programmazione di cinema per famiglie
al cine-teatro “Bogart” di Sant’Egidio di Cesena.
Domenica 28 ottobre alle 15 verrà proiettato il film
d’animazione, tra “Hotel Transilvania 3 - Una
San Mauro Pascoli ◗
vacanza mostruosa”: un film di animazione,
commedia, family, fantasy del 2018, diretto da
CESENA Fiera di San Crispino
La 35esima edizione della Fiera di San Crispino si svolgerà giovedì 25, sabato 27
Genndy Tartakovsky, con Claudio Bisio e Cristiana
Capotondi (uscita al cinema il 22 agosto 2018. La Nona di Beethoven e domenica 28 ottobre nel centro storico con animazione, mostre, spettacoli,
musica, stand gastronomici e iniziative dedicate alla scarpa, l’elemento di
Durata 97 minuti. Distribuito da Warner Bros. Al cinema Eliseo, sabato 27 ottobre alle 17, sullo schermo eccellenza di San Mauro Pascoli. Fra le novità la mostra calzaturiera Cercal all’ex
Italia). Mercoledì 31 ottobre alle 20,45 e domenica la Nona sinfonia con l’Inno alla Gioia di Ludwig van Mir Mar. Si festeggia il patrono del paese e protettore dei ciabattini: la Messa
4 novembre alle 15 verrà proiettato “Ritorno al Beethoven interpretata dalla “Philarmoniker” di Vienna e sarà celebrata in parrocchia giovedì 25 ottobre alle 17,30. Tra i numerosi eventi
Bosco dei 100 acri” (regia di Marc Forster; genere: diretta da Christian Thielemann. Ingresso 12 euro, in programma segnaliamo la rassegna corale a cura del coro “Lorenzo Perosi”
animazione (Usa, 2018), durata 104 minuti, ridotto 10. venerdì 26 alle 21 in parrocchia. Domenica 28 ottobre alle 17 in piazza Mazzini
distribuito da Walt Disney. Ingresso per tutti: 3,50 l’Amministrazione comunale conferirà il premio “Torre d’oro 2018” a due
euro.
Sport e salute giovani designer della calzatura, Chiara Bianchini e Marco Zanuccoli. Un
riconoscimento speciale andrà a Kevin Zannoni, già “Torre d’oro 2016”,
Cinema e famiglia L’Endas di Cesena ha programmato un ciclo di tre incontri
sul tema “Per una migliore qualità della vita, più salute,
campione italiano Moto3 2018.
Prosegue la rassegna cinematografica organizzata più socialità, più sport”. Il primo si terrà venerdì 26
dalle associazioni per l’accoglienza e l’affido. ottobre alle 20,45 nella sala “Eligio Cacciaguerra” del
Martedì 30 ottobre alle 20,30 al San Biagio sarà Credito cooperativo romagnolo in viale Bovio 72. Giovanni
proiettato il film “Miracolo a Le Havre” del regista Paganelli, vicedirettore dell’Irst di Meldola e professore
finlandese Aki Kaurismaki. È la storia di due uomini ordinario all’Università di Ferrara, e la dottoressa Chiara
che sono sull’ultimo gradino della gerarchia Bennati dell’ospedale Santa Maria delle Croci di Ravenna
sociale, un lustrascarpe e un ragazzo africano parleranno dello sport come strumento di prevenzione e
immigrato che sfugge alla custodia della polizia. cura delle malattie oncologiche.
Alla fine ce la fanno, circondati dalla brava gente
della città. Ingresso 3 euro.
I Cellini da Bagnile
Omaggio ad Attilio Imolesi Nell’aula magna della Malatestiana, sabato 27 ottobre alle
17, Sarles Cellini presenterà il libro “I magnifici 13.La
Il circolo culturale, filatelico, numismatico “Ennio famiglia Cellini: 350 anni di storia di Romagna” (ediz. Il
Giunchi” di Cesena, nel centenario della prima Ponte Vecchio). In quelle pagine viene proposto l’orgoglio
guerra mondiale, organizza nei locali di Palazzo della famiglia Cellini con una storia fatta di lavoro, fatica,
Ghini la 21esima mostra filatelico-documentaria, nascite, morti, amori, figli, tradimenti. Una storia vissuta
dedicata alla figura di Attilio Imolesi (1890-1918), per 150 anni nel Ravennate e per i successivi 200 nelle
asso dell’aviazione da caccia. Si potrà visitare dal campagne del cesenate e di Bagnile in particolare. Diva e
27 ottobre all’1 novembre con i seguenti orari: dal Valerio Cellini porteranno le loro testimonianze sulla vita
27 al 31 ottobre dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle in campagna, sulla guerra e il passaggio del Fronte.
18,30; il 1° novembre dalle 9 alle 12.
Convegni
Al cinema con le associazioni
Al San Biagio, sabato 27 ottobre alle 15,30, sullo
Maria Cristina di Savoia
schermo il film di Emmannuelle Bercot “A testa Lunedì 29 ottobre alle 16, nel santuario dell’Addolorata
alta”. La storia di un bambino abbandonato dalla (chiesa dei Servi) a Cesena, iniziano le attività del
madre che viene aiutato da un giudice minorile e da Convegno Maria Cristina di Savoia. Monsignor Piero Altieri
un assistente sociale tra mille difficoltà e ostacoli celebrerà la Messa in memoria degli assistenti e delle socie
burocratici. Tra gli interpreti Catherine Deneuve. defunte.
Sport Giovedì 25 ottobre 2018 21

Prime in Per il Volley n’ora e un quarto per un gremito Carisport, al fianco del presidente risultata la schiacciatrice Alma Frangipane
Club Cesena U sbarazzarsi della Maurizio Morganti, ha fatto capolino anche con 15 punti. Ottima anche la prestazione
classifica B1 la seconda Pallavolo Empoli e mandare in
archivio il secondo successo
Augusto Patrignani, presidente del Cesena Fc.
La presenza del massimo dirigente bianconero
della centrale Camilla Gardini così come
quella della compagna di diagonale Martina
vittoria stagionale. Dopo il ha suggellato il gemellaggio fra due forti Furi, capace di mandare a referto 4 muri
consecutiva confortante debutto a espressioni dello sport cittadino. personali.
Castelfranco Sotto, l’esordio La partita non ha avuto storia. Merito Col primo posto a punteggio pieno da
casalingo dell’Elettromeccanica Angelini che ha messo difendere, l’Elettromeccanica Angelini Cesena
dell’Elettromeccanica Angelini Cesena nel subito sotto pressione Empoli fin dal servizio concederà il bis casalingo domenica 28
campionato di volley B1 femminile domenica con 7 ace complessivi. Anche il muro di ottobre al Carisport (fischio d’inizio alle 17,30
21 ottobre è stato da standing ovation. squadra (11 punti), ha fatto il suo. ingresso libero), ospitando il Perugia.
Ad applaudire le bianconere sulle gradinate di Top scorer dell’Elettromeccanica Angelini è La classifica vede in testa le bianconere.

CALCIO. Il Cavaluccio torna a giocare il 28 ottobre a Jesi Sul Filo del fuorigioco
di Filippo Cappelli
I TIFOSI DEL CESENA (PIPPO FOTO)

N
el gergo del poker la
la consapevolezza di essere una delle ‘mano del morto’ indica
squadre più forti del una doppia coppia
raggruppamento, come era stato composta da due assi e due otto
ampiamente prospettato nel di picche e fiori. Una mano del
precampionato; la prova del campo, tutto ‘nera’. Pare che il pistolero
però, non sempre conferma le ‘Wild Bill’ Hickok, il 2 agosto del
sensazioni che si provano al di fuori 1876, stesse giocando una mano
del rettangolo verde - e sta proprio sul tavolo verde nel saloon
qui il punto di forza di Angelini e “Nuttal & Mann’s” di Deadwood,
della rosa del Cesena. La squadra è nel Dakota del Sud. Il prezzolato
in grado di lottare e fare la partita, ha Jack McCall lo uccise
una caratura tecnica importante, sparandogli alla schiena.
giocatori di categoria - alcuni, come Hickok cadde lentamente e in
Valeri o Alessandro, potrebbero silenzio sul pavimento senza
tranquillamente giocare tra i perdere le carte che teneva
professionisti - e la mentalità giusta strette tra le dita: la doppia coppia nera di otto e di
per lottare nelle sabbie mobili di un assi, che da allora sarebbe entrata nell’epica e

Ora i Bianconeri campionato così imprevedibile.


Speriamo che tutto questo prezioso
capitale umano sia gestito bene
dall’allenatore: per ora non gli si può
conosciuta come la ‘mano del morto’.
Il Cesena che sabato ha battuto 4 a 0 il Santarcangelo
in trasferta ha calato un poker sul campionato con
una determinazione che ha probabilmente dato una

hanno convinto tutti eccepire nulla.


Intanto arriva la notizia che sono 11 i
tifosi del Cesena, tutti maggiorenni,
identificati e segnalati all’Autorità
scossa mortale alla serie D di quest’anno. Contro gli
uomini di Galloppa (che, per inciso, non perdevano
dalla seconda giornata) il Cesena ha corso, dominato,
giochicchiato e vinto con una facilità impressionante:

A
ncora tre punti. Contro il il match nella seconda frazione con giudiziaria per travisamento in luogo per la prima volta si è visto il nuovo Cesena, quello che
Santarcangelo, sabato il tap-in vincente di Capellini. Il pubblico e possesso di oggetti atti ad d’ora in poi dovrà mettere alle corde qualsiasi
scorso, i bianconeri hanno Cesena scala la classifica - ora si offendere, in riferimento alla partita formazione si troverà ad affrontare. La società aveva
convinto tutti vincendo trova in terza posizione del girone F, Avezzano-Cesena giocata domenica indicato proprio ottobre come il mese in cui si sarebbe
per 4-0 un derby molto sentito, in a due punti di distacco dalla 16 settembre, al termine della quale visto il vero Cesena e le sue reali potenzialità ricavate
cui è spiccato sugli altri il capolista Matelica - e conquista quattro poliziotti sono stati feriti con da una forma finalmente al top. E così è stato. Ora i
centravanti Ricciardo con la sua sempre più fiducia nei propri mezzi. sassi e bottiglie. Per tutti gli indagati bianconeri dovranno confermare di essere
tripletta, condita da un super gol Dopo la gara disputata con il Forlì nella vicenda (sono 28) il questore di l’ammazzacampionato e portare avanti ogni volta
segnato in mezza rovesciata. Già allo stadio Manuzzi, il Cavalluccio L’Aquila ha notificato provvedimenti quel percorso di crescita che da agosto il Cesena
nel primo tempo la partita era domenica tornerà a giocare in di divieto di accesso nei luoghi in cui persegue. Mentre scrivo questo commento, e il
stata sostanzialmente congelata trasferta, a Jesi, contro una delle si svolgono manifestazioni sportive settimanale va in stampa, attendo di assistere al derby
dagli uomini di Angelini, che squadre più in difficoltà in questa per 93 anni complessivi. casalingo con il Forlì. Il risultato posso solo
hanno poi definitivamente chiuso prima parte di stagione. Lo farà con Andrea Pracucci immaginarlo: ma sia quel che sia, il Cesena sta
crescendo. Ancora.

SPORT VARI. Notizie flash


■ Rugby
A Rieti il Romagna vince 40-5
Nel primo appuntamento in trasferta dell’anno il Romagna ha conquistato una vittoria
piena sugli Arieti Rieti per 40-5, confermando così l’ottimo inizio di stagione dopo il
successo di domenica 14 ottobre con il Livorno. Risultato mai in discussione per i galletti,
bravi a imporre da subito il proprio gioco e a limitare l’iniziativa avversaria in tutte le fasi
del match, scandito da 6 mete per la squadra romagnola.
Con i 5 punti conquistati a Rieti, il Romagna si è portato al comando della classifica, unica
squadra ad avere centrato il bottino pieno in queste prime due giornate. Domenica
prossima il campionato continua con il match casalingo con la Reno Rugby Bologna.

■ Volley femminile
Sconfitta per la Siropack Nuova Virtus Cesena
Le ragazze della Siropack Nuova Virtus Cesena non hanno sfigurato domenica 21 ottobre al
cospetto della corazzata Tigers Parma e sono riuscite a reggere il confronto con le più
quotate avversarie per oltre 30 minuti, di fronte al proprio pubblico amico accorso
numeroso al Palaippo per l’occasione. L’avvio di match è stato un batti e ribatti tra le due
formazioni che si sono affrontate a viso aperto.
La sconfitta era prevedibile contro una squadra che lascerà pochi punti a tutte le avversarie
del girone. Il prossimo appuntamento della Siropack Nuova Virtus Cesena è per venerdì 26
ottobre alle 21,15 al Palasport di Castel San Pietro Terme che la vedrà di fronte alla Magika
Pallacanestro.

■ Calcio a cinque
Futsal Cesena - Propatria 3-1
Una partita ostica in campo amico, quella giocata dalla Futsal Cesena in casa contro la
Propatria in un match molto acceso sin dai primi minuti. Una partita difficile, adrenalitica e
spettacolare tra due squadre infuocate e pronte a tutto. Una nota di merito va sicuramente
ai portieri, Montalti, Ciappini e anche Vinciguerra capaci più di una volta di salvare e
ribaltare il risultato. Ed è con i 3 punti che i ragazzi di Mister Mascarucci sono tornati a casa
dopo il match da fiato sospeso. In settimana si stanno preparando al meglio per la quarta di
Campionato in trasferta contro l’Athletic Calcio a cinque sabato 27 ottobre.
22 Giovedì 25 ottobre 2018 Sport Csi Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
Comitato di Cesena

Coppa di calcio a 7 maschile Cesenatico); nel girone “C” l’Atletico Flamingo Gatteo, l’Enterprise Forlì
(detentrice del titolo), il Pagigi di Cesenatico e la Pol. Sala di Cesenatico.
Il regolamento della competizione prevede che le migliori due prime classificate
Dodici le squadre iscritte dei tre gironi accedano direttamente alle semifinali; la peggior prima classificata e
le tre seconde classificate invece ai quarti di finale. Inoltre le migliori due terze
i è completato in questi giorni il quadro delle squadre partecipanti classificate dei tre gironi accedono direttamente alle semifinali del Trofeo Seven di
SLe dodici
alla Coppa di calcio a 7 maschile, giunto alla sua 13esima edizione.
compagini coinvolte, che sono in rappresentanza di vari
Savignano sul Rubicone (altra manifestazione di calcio a 7 maschile), mentre la
peggior terza classificata e le tre quarte classificate vanno ai quarti di finale
territori romagnoli, sono state suddivise in tre raggruppamenti. Nel (sempre del Trofeo Seven), e le quinte classificate sono eliminate.
girone “A” troviamo la Romagnano F.lli Soldati, il Collinello Calcio La fase preliminare della 13ª Coppa di calcio a 7 maschile avrà inizio il prossimo 3
1964, la Falegnameria Lucchi di Cesena e la Pol. Il Circolo Sarsina; nel dicembre.
girone “B” il Brugna Evolution Soccer di Bellaria, la Sala Alcolica di Nella foto, l’Enterprise Forlì,
Cesenatico, i Diavoli Rossi e l’Associazione Homo Viator (entrambe di vincitrice della Coppa di calcio a 7 maschile 2017-18.

raggruppate in un solo
Iniziata l’attività riservata alle varie categorie. Numerose le girone: la Pol. Forza
Vigne, la Pol. Aurora, il
società rappresentative del territorio cesenate e limitrofo Ponte Pietra, il
Dismano United, il San

Calcio giovanile, promesse Marco Il Fornetto, la


Nuova Virtus Cesena
(tutte in
rappresentanza di

(e speranze) in campo Cesena), l’Athletic


Poggio, il Ccs Granata,
la Pol. Longianese, la
Pol. Soglianese,
l’Athletic Poggio e il Ccs

D
a pochi giorni ha avuto inizio l’attività di calcio Saraceno; del girone “B” la Granata, campione
riservata alle varie categorie giovanili, vero e Pol. Aurora di San Giorgio uscente.
proprio fiore all’occhiello per il comitato di Cesena, il Ponte Pietra, il Nella competizione
cesenate del Csi che da sempre si è adoperato per la Dismano United e il San riservata alla categoria
promozione dello sport giovanile nel territorio non Marco Auto Moto, che “Esordienti-Under 14”
solo cesenate, ma anche rappresentativo di quelli difendono tutte i colori (per giocatori nati negli
limitrofi o più lontani. della nostra città; del anni 2005 e 2006) sono
Partiamo dal campionato rivolto alla categoria “Primi girone “C” la Borghigiana di Borghi, la Pol. Sala di presenti 8 formazioni che danno vita a un solo
calci-Under 8”, che interessa i giocatori nati negli anni Cesenatico, il Ccs Granata di Bagnarola di Cesenatico raggruppamento: la Pol. Aurora, la Pol. Forza Vigne, la
2011 e 2012, cui hanno aderito complessivamente 12 (campione uscente) e la Pol. Longianese. Nuova Virtus Cesena (vincitrice dell’ultima edizione
società suddivise in tre raggruppamenti. Del girone “A” Per quanto concerne il campionato riservato alla del premio “Fair Play”), tutte società appartenenti al
fanno parte la Virtus Cesena “A” e “B”, lo Sporting categoria “Scuola Calcio-Under 10” (per atleti nati nostro territorio, il Rimini United, il Ccs Granata, la
Galeata Giallo e il Cella Ponte Giorgi di Mercato negli anni 2009 e 2010) segnaliamo la presenza Pol. Longianese, la Pol. Soglianese e la Savignanese
complessiva di 12 formazioni Giallo Blu.
suddivise in due raggruppamenti: nel Infine, per quanto riguarda il campionato riservato
girone “A” sono iscritte la Pol. alla categoria “Giovanissimi/Allievi-Under 16” (per
Longianese “A” (vincitrice dell’ultima giocatori nati negli anni 2003 e 2004), 8 risultano le
edizione), la Pol. Aurora, il Dismano squadre partecipanti, che danno vita a un unico
United e il Rubicone Calisese, la girone: la Pol. Rumagna, la Virtus Cesena, l’Usd San
Nuova Virtus e la Pol. Forza Vigne Marco Pizzeria da Neo, il Dismano United Rubicone
(tutte società cesenati). Nel girone “B” Calisese (tutte società cesenati), il Ccs Granata, la Pol.
l’Athletic Poggio di Torriana, la Pol. Soglianese e il Forlimpopoli Calcio (l’ultima edizione
Sala, l’Asd Bakia 2008 di Cesenatico, la della competizione è stata vinta dal Torre del Moro).
Borghigiana, la Pol. Longianese “B” e il
Ponte Pietra. Nelle foto: in alto, La Pol. Longianese, vincitrice del
Proseguiamo con il campionato campionato di calcio 2017-18, riservato alla categoria
rivolto alla categoria “Pulcini-Under “Scuola Calcio”.
12”, che interessa giocatori nati negli A sinistra, la Nuova Virtus Cesena, vincitrice dell’ulti-
anni 2007 e 2008 e vede l’adesione ma edizione del “Premio Fair Play” nel campionato di
complessiva di 10 compagini calcio rivolto alla categoria “Esordienti-Under 14”.

31esima edizione del torneo di calcio dilettanti dedicato all’arbitro e dirigente del Csi Cesena. Si sono chiuse le iscrizioni

Coppa“Gianfranco Valentini”, 31 società iscritte


S
i sono chiuse le iscrizioni alla Coppa di calcio dilettanti “Gianfranco
Valentini” (intitolata alla memoria di una figura indimenticabile di un
arbitro, dirigente e presidente del Csi Cesena), giunta alla sua 31esima
edizione.
Alla competizione, che, alla pari del campionato della medesima categoria, va al di
là del livello squisitamente locale in quanto le formazioni partecipanti
provengono dai vari territori romagnoli, hanno aderito 31 società. A difendere i
colori cesenati scendono in campo il Gs Ponte Pietra, la Pol. Rumagna, l’Us
Capannaguzzo, l’Usd San Marco, l’Asd San Cristoforo 1985, la Pol. Cesuola, l’Asd
Villachiaviche 2015, la Pol. Forza Vigne, la Pol. San Carlo e la Pieve CU 29
Lattoneria.
Rappresentano invece il comprensorio del Rubicone il Quartiere Cesare di
Savignano sul Rubicone, la Pol. Sidermec F.lli Vitali di Sant’Angelo di Gatteo, il
Clubfamily Capanni, la Pol. Il Compito, la Valle ’86, l’Ac Fiumicinese.
Fanno riferimento alla zona mare l’Asics Cannucceto, la Pol. Boschetto, vincitrice
dell’ultima edizione, il Levante-Boschetto, la Pol. Sala (tutte di Cesenatico9, il
Montaletto Helville e l’Iride di Montaletto, la Pol. 2000 Cervia, l’Adp Castiglionese.
Provengono inoltre dalla Vallata del Savio e territori viciniori l’Us Mercatese 1931,
la Pol. Il Circolo Sarsina, il Gs Cella Ponte Giorgi e l’Atletico ’88 Piavola.
Completano il novero delle formazioni iscritte l’Ideal Sport Bulgaria, l’Us Budrio
Nella foto, la Pol. Boschetto, vincitrice della Coppa “Gianfranco Valentini” di calcio 1982 di Gambettola, il Club Juventinità di Forlimpopoli e il Refugium Corpolò di
dilettanti 2017-18 Rimini.
Pagina aperta Giovedì 25 ottobre 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


La televisione, i giornalisti e le parole in libertà
Quando il Papa dice il vero su aborto e dintorni

Sabato mattina 20 ottobre,


piazza Giovanni Paolo II,
a Cesena.
Turisti in città.
Qualcosa si muove,
finalmente.

Ragazzi in servizio civile in Caritas diocesana e Pastorale giovanile


Un grande “grazie” condiviso per un’esperienza unica
Martedì 9 ottobre presso la Caritas diocesana si è tenuto il saluto ai ragazzi che hanno svolto
l’anno di Servizio civile nazionale nel progetto “Giocando s’impara”, promosso dalla Caritas
diocesana.
I ragazzi che hanno fatto servizio presso gli oratori accreditati e nella sede della pastorale gio-
vanile diocesana dicono grazie per avere ricevuto l’opportunità di realizzare un progetto spe-
ciale, unico, che ha permesso loro di conoscere varie realtà diocesane e soprattutto di crescere,
sperimentandosi
nell’aiuto del pros-
simo, imparando a
mettersi sempre più
nei panni dell’altro e
ad apprezzare i gesti
semplici e i piccoli
successi, che poi si
sono rivelati fonte di
grande soddisfa-
zione.
L’anno trascorso è
stato per loro ricco di
emozioni, relazioni,
ascolto reciproco, sa-
crifici, ma anche ri-
sate e condivisione.
La Caritas di Cesena-
Sarsina vuole espri-
mere un sentito RAGAZZI CHE HANNO COMPLETATO L’ANNO DI SERVIZIO NAZIONALE NEL PRO-
GETTO “GIOCANDO S’IMPARA”, INSIEME ALLE OLP (OPERATRICI LOCALI DI PRO-
ringraziamento ai GETTO) E LA RESPONSABILE DEL PROGETTO
volontari, per il servi-
zio svolto quotidianamente, sempre con impegno, responsabilità, umanità e passione. In que-
sti mesi di servizio civile i ragazzi hanno dedicato il loro tempo testimoniando in prima persona
il concetto di cittadinanza attiva e confermando quanto sia fondamentale l’apporto dei giovani
alla costruzione di una società più coesa. Grazie al loro contributo la Caritas diocesana, le sedi
di servizio e tutti i volontari che vi operano hanno potuto rafforzare e consolidare le proprie at-
tività.
Auguriamo a loro che questa esperienza rappresenti solo l’inizio di un cammino di crescita per-
sonale e professionale.
Giulia Matassoni e le operatrici locali del progetto “Giocando s’impara” (Caritas)

Il ritrovo di classe, a cinquant’anni dal primo incontro


A distanza di 45 anni dal raggiungimento del diploma (luglio 1973) e a 50 anni dal primo in-
contro (ottobre 1968), domenica 21 ottobre si sono ritrovati presso l’agriturismo Villa Venti di
Roncofreddo i diplomati ragionieri della 5ªB 1972-73, proseguendo una tradizione iniziata
con cadenza quinquennale già
alla fine del periodo scolastico.
Al pranzo di quest’anno hanno
partecipato: da sinistra, in
basso Maurizio Sirri, Bruno
Una preghiera per i migranti defunti Giorgini, Mauro Collini, Ga-
Caro direttore, nell’imminenza delle giornate tradizionalmente dedicate al ricordo dei nostri stone Gherardi e Aldo Casavec-
cari defunti (Ottavario dei morti), un invito a pregare anche per tutti i migranti defunti lungo i chia; in mezzo, Primo
viaggi della speranza. La nostra preghiera avvolga nel silenzio l’intera famiglia di fratelli dece- Caminati, Costante Amadori e
duti in mare o in altre rotte della speranza. Una moltitudine di morti di varie fedi religiose. La Paola Rizzi; in alto, Maria An-
nostra preghiera a Dio Padre perché li accolga tutti nel Suo regno di vita eterna. gela Boschi, Novella Angelini,
Visitando i luoghi santi ove riposano i nostri cari, ampliamo la risonanza della nostra pre- Mauro Pieri, Marco Chiesa,
ghiera anche a quelle tombe di stranieri che riposano nella nostra terra, profumandole con Werther Maroni, Nevio Rossi,
un fiore soprattutto quelle disadorne e/o dimenticate. Donatella Angelini, Elvia Pra-
Ettore Rossi, diacono cucci e Maurizio Saiani.