Sei sulla pagina 1di 32

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 15 novembre 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 40
27/02/2004 n. 46) euro 1,30
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 40
Diocesi 7 Rubicone 13 Vita della Chiesa 16 AgriRomagna
Chiesa locale e Ici Don Tonino Benedetta Inserto speciale
“Abbiamo sempre Domeniconi Bianchi Porro 8 pagine
pagato il dovuto” e le tre parrocchie sarà presto beata dedicate
ad agricoltura
L’ economo diocesano
don Marco Muratori a
proposito delle recenti po-
G ambettola, Bulgarnò e
Bulgaria. Sono queste le
comunità guidate dal sa-
M onsignor Walter Ama-
ducci racconta la vita
della giovane nata a Dova-
alimentazione
lemiche sollevate in segui- cerdote che chiede aiuto ai dola e morta nel 1964 a soli e ambiente
to alla sentenza dell’Ue laici per la cura pastorale 28 anni

Editoriale
Un bene di gran lunga superiore
E chi lo ascolta? È forte il richiamo lanciato da papa Francesco
di Francesco Zanotti

“N
on c’è un’Italia di riserva. Se si
sbagliano i conti non c’è una
banca di riserva che ci salverà: i
danni contribuiscono a far defluire i nostri
capitali verso altri Paesi e colpiscono ancora
una volta e soprattutto le famiglie, i piccoli
risparmiatori e chi fa impresa”. Lo ha detto
lunedì scorso il presidente della Cei, il
cardinale Gualtiero Bassetti, nella sua
Il povero
grida...
introduzione ai lavori dell’assemblea
generale della Conferenza episcopale italiana
che si chiudono oggi a Roma.
La Chiesa, ai suoi massimi livelli, ancora una
volta, interviene sulle vicende italiane. Offre
un giudizio, un punto di vista sereno, pacato,
che non si nasconde nulla. Ma ama la verità.
Anzi, meglio, la ricerca della verità. Ecco
perché scruta la realtà per quella che è, nei
suoi lati oscuri, senza tacere del Paese che
comunque va avanti, pur faticando, ma
progredisce, è solidale, si fa prossimo a chi ha
meno.
È la premura del buon padre di famiglia. È il
pensiero dei pastori che guidano le comunità
cristiane presenti lungo tutto lo stivale. È la
preoccupazione di chi si fa carico dei pensieri
e dei problemi del popolo a lui affidato. È la
condivisione di chi non nasconde la mano a
chi la tende, ma anzi si prodiga perché a tutti
possano essere assicurati dignità e lavoro per
poter provvedere a se stessi e alla propria
famiglia.
Nel Paese si stanno alzando troppo i toni. “Al
posto della moderazione si fa strada la
polarizzazione, l’idea che si è arrivati a un
punto in cui tutti debbano schierarsi per
l’uno o per l’altro, comunque contro
qualcuno. Ne è segno un linguaggio
imbarbarito e arrogante, che non tiene conto
delle conseguenze che le parole possono
avere”, ha sottolineato il cardinale-presidente.
Sono messaggi chiari, senza margini per
interpretazioni o retropensieri di alcun
genere. “Stiamo attenti a non soffiare sul
fuoco delle divisioni e delle paure collettive”,
ha proseguito ancora il cardinale Bassetti. A FOTO ARCHIVIO SIR
chi e a cosa giova questo innalzamento della
polemica continua, questa rappresentazione Si celebra domenica prossima la seconda Giornata mondiale dei po-
della realtà da ultima spiaggia, come se Cesena 11 Cesenatico 12
fossimo un Paese allo sfascio, sull’orlo di un veri, indetta da Bergoglio. In Diocesi, nella diverse zone pastorali, si
disastro immane? terranno appuntamenti di preghiera e incontri di riflessione con testi- Slot e Vlt Otto per mille
Alimentare il disfattismo e il qualunquismo Via a fine Cantiere aperto
non porta da nessuna parte e non giova a monianze in grado di fare riflettere e far crescere la condivisione e la so-
nessuno. La storia italiana ci insegna dove ci lidarietà. concessione a S. Maria Goretti
ha condotti solo alcuni decenni fa. Non si “Il povero grida, il Signore lo ascolta” è il titolo scelto da Francesco. A
può fare finta di nulla e non si può dire di non
sapere. È colpevole non conoscere da dove Roma, la Giornata sarà vissuta in maniera particolare, con un presidio
siamo venuti. Seppure con opinioni diverse, sanitario solidale, allestito per tutta la settimana. Si tratta di un segno Valle Savio 14 Cultura 19
guardiamo avanti avendo a cuore il bene
comune, quello di tutti e di ciascuno. Un tangibile della carità del Papa, come sottolinea monsignor Rino Fisi- Bcc Sarsina Teatro dialettale
moltiplicatore di quanto possediamo. Un chella nell’intervista che pubblichiamo all’interno. Nuovo statuto Le rappresentazioni
bene di gran lunga superiore a cui vogliamo Primo piano a pag. 5 in assemblea parlano di Romagna
tendere.
Opinioni Giovedì 15 novembre 2018 3

SCUOLA Una scelta molto impegnativa


C
i siamo. Si sta già cominciando a pensare alle iscrizioni per il qualche eccezione, come ad
prossimo anno scolastico. Ogni volta, avvicinandosi la esempio per la scuola dell’infanzia)
scadenza dell’anno solare, ci si prepara ad un adempimento e già a partire dal mattino (ore 9) del
che è importante e decisivo per molte famiglie e per molti 27 dicembre prossimo ci si potrà
allievi che nel 2019 affronteranno l’avvio di un nuovo ciclo di registrare sul portale del Miur
istruzione. Quest’anno la novità è che le iscrizioni alle classi prime (www.iscrizioni.istruzione.it). “Chi
cominceranno un po’ prima del solito. Infatti, precisa il Ministero che ha un’identità digitale Spid (Sistema
ha appena licenziato l’apposita circolare, ci si potrà iscrivere dalle 8 pubblico di Identità digitale) -
del 7 gennaio fino alle 20 del 31 gennaio 2019. Un anticipo di pochi spiegano da Viale Trastevere - potrà
giorni (le iscrizioni precedenti erano scattate il 16 gennaio scorso, per accedere con le credenziali del
chiudersi il 6 febbraio), motivato dalla necessità di far partire prima “la gestore che ha rilasciato l’identità”.
macchina delle operazioni che servono per portare in cattedra tutti i Insomma, si parte. Con tutto il
docenti a inizio anno scolastico. corollario di preoccupazioni che
Una priorità fortemente voluta dal Ministro Marco Bussetti”. nelle famiglie accompagna la scelta
Le iscrizioni, come di consueto, saranno da fare tutte on line (con della scuola e, in particolare per
quanto riguarda le superiori, la
difficoltà di orientarsi di fronte a
Ci si potrà iscrivere dalle 8 del 7 gennaio un’offerta davvero molto ampia e
diversificata. Come fare? E qui si
fino alle 20 del 31 gennaio 2019. prova di tutto: dal passa parola tra
UN’AULA SCOLASTICA, PRONTA AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI
(FOTO PIXABAY-CREATIVE COMMONS) Il momento della scelta è occasione di riflessione famiglie all’utilizzo dei portali online
che aiutano a individuare gli istituti
e orientamento per famiglie e ragazzi di interesse. Eduscopio da anni è
uno strumento molto utile per
valutare la qualità dell’offerta
formativa delle superiori. Lo fa a
partire dalla considerazione degli
Contro le fake news La fotografia esiti successivi della formazione
secondaria, cioè dai risultati
universitari e lavorativi dei
Una battaglia quotidiana diplomati. Il Ministero ricorda che
come ogni anno resta disponibile il

“S pazio ai giornali per combattere le fake


news”. Laurene Powell Jobs, vedova di Steve
Jobs, fondatore di Apple, esprime questa
convinzione agli studenti riuniti dall’Osservatorio
portale “Scuola in chiaro” dove si
possono trovare i profili di tutti gli
istituti italiani e dal quale si possono
ricavare informazioni utili che
Giovani editori agli inizi di novembre a Firenze. Nelle vanno dall’organizzazione del
parole di una donna che ben conosce le potenzialità curricolo, all’organizzazione oraria,
e i rischi delle nuove tecnologie applicate alla agli esiti degli studenti e ai risultati a
comunicazione risuona il messaggio che i giornali, distanza sia in rapporto
così come sono stati costruiti, possono anche all’Università che al mondo del
cambiare o morire ma non deve morire il lavoro.
giornalismo. Conoscere per scegliere bene. Ma la
Non deve morire perché, nel tempo della questione della scelta ha poi molte
globalizzazione dell’indifferenza, il suo servizio è sfumature differenti in ogni famiglia,
ancor più necessario per la crescita di una società in rapporto all’età degli studenti,
dal volto umano. Deve vivere perché, nonostante i alle aspettative di adulti e ragazzi,
suoi limiti, è uno dei più efficaci mezzi di contrasto alla possibilità di incrociare, in un
alla menzogna. momento speciale, attese e
È sciocco negare che c’è un giornalismo dimezzato, prospettive.
che ignora i riferimenti etici che si è dato da sé In particolare, per quanto riguarda
stesso. Non si deve rinunciare alla critica e alla la scuola superiore, il momento
richiesta di fedeltà al compito che è la ragion della scelta può diventare
d’essere di una professione ma occorre anche COLORI E FIORI DELLE QUATTRO STAGIONI DELL’ANNO DECORANO IL PONTE DI VIALE un’occasione importante di
chiarire che gli autori delle fake news non sono ROMA A CESENATICO. LE OPERE SONO STATE REALIZZATE DAL GRUPPO “UN MARE DI riflessione e orientamento, in un’età
giornalisti, sono fabbricanti e distributori di LANA” CON LO SLOGAN “CESENATICO BELLA IN TUTTE LE STAGIONI”. LA FOTOGRAFIA particolarmente complicata per i
menzogne. È STATA SCATTATA NEI GIORNI SCORSI DALL’AFFEZIONATO LETTORE MARINO SAVOIA ragazzi, alle prese con l’adolescenza.
È allora interessante che Laurene Powell Jobs, una E allora, unitamente all’uso di buoni
donna che vive immersa nel mondo digitale, strumenti per conoscere, quello che
raccomandi ai giovani di coltivare con passione il un esercizio di professionalità, non è il sogno di anime belle. conta di più è probabilmente la
pensiero critico e siano loro a discernere tra il bene e L’antica battaglia tra la verità e la menzogna non coinvolge solo capacità di ascolto e di empatia da
il male e non siano altri a sostituirli in questo i media: la lotta diverrebbe impari senza il coinvolgimento della parte degli adulti, la disponibilità a
esercizio. coscienza della persona e della società. promuovere riflessioni e a
Il risveglio della coscienza non è un tema caro agli L’allarme suona da tempo, gridare indistintamente contro “muovere” interessi. E, ancora, la
autori delle fake news, a loro non interessa il giornalismo e fake news è il segno di una fuga dalla capacità di condividere. Ascoltare,
pensiero, non interessa l’etica, non interessa la responsabilità. È cercare un colpevole senza guardarsi dentro. discutere, confrontare… Sono questi
dignità della persona, non interessa la ricerca della Che sia Laurene Powell Jobs a ricordarlo non solo con le parole alcuni verbi che accompagnano la
verità. Interessa il nulla dello scontro, del rancore, ma con l’impegno per la formazione scolastica ai media e con i stagione delle iscrizioni e che
del disprezzo. media è un messaggio che incoraggia. Reagire alla menzogna confluiscono infine nel “decidere”
Contro l’uso della menzogna il giornalismo gioca, smascherandola e denunciandola è possibile con la forza del finale. Possibilmente insieme.
dunque, una battaglia decisiva per la propria dignità, pensiero, con la passione per il bene e per il vero. Alberto Campoleoni
per la propria credibilità, per la propria missione: è Paolo Bustaffa
Primo piano Giovedì 15 novembre 2018 5

Il dono
“ultimi, uspico che questa Giornata favorisca una
Acrescente attenzione alle necessità degli
Un riferimento, pur se indiretto, era presente nel
commento di Francesco alle due figure contrapposte
✎Conversione
totale di sé degli emarginati, degli affamati”. Questo
l’augurio finale del Papa al termine dell’Angelus di
nel Vangelo: lo scriba e la vedova. “Le bilance del
Signore sono diverse dalle nostre: Dio non misura la La seconda Giornata Mondiale dei Po-
domenica 11 novembre quando, tra le altre cose, ha quantità ma la qualità, scruta il cuore, guarda alla veri (18 novembre 2018) è occasione di
annunciato che domenica 18 novembre si celebra la purezza delle intenzioni”. A proposito della vedova, conversione.
seconda Giornata mondiale dei poveri. il Papa ha fatto notare: “Questa donna, che va a È circostanza in cui il Papa invita a ri-
Tante le iniziative “di evangelizzazione, di preghiera deporre nel tesoro del tempio soltanto due pensare al proprio rapporto con Dio e
e di condivisione” tra le quali anche in piazza San monetine, tutto quello che le restava…quel gesto con l’altro, a partire da ciò che ci con-
Pietro, ha detto il Papa, “è stato allestito un presidio pieno di sacrificio non sfugge allo sguardo attento di traddistingue: il limite, l’indigenza, la
sanitario che per una settimana offrirà cure a quanti Gesù, che anzi in esso vede brillare il dono totale di povertà, in tutte le sue forme.
sono in difficoltà”. sé a cui vuole educare i suoi discepoli”. L’uomo che scopre la propria fragilità e
la accoglie, si pone sul cammino della
salvezza; poiché la mia miseria, ab-
bracciata dal Cristo, mi può aprire a
uno sguardo rinnovato sulla condizio-
ne di chi mi sta accanto, per divenirne

Da piazza San Pietro


numerose realtà che hanno a cuore queste fratello e con il quale condividere un
persone bisognose. Poi 1.500 di loro tratto di cammino insieme verso l’Eter-
saranno ospiti del Santo Padre nell’Aula no.
Paolo VI per il pranzo - offerto da Rome Come avviene questo? Quale impulso
Cavalieri-Hilton Italia, in collaborazione spinge l’uomo a farsi portatore di cibo,

un grande abbraccio con l’Ente morale Tabor - mentre gli altri


saranno ospitati nelle mense di molte
parrocchie, università, realtà assistenziali e
associazioni di volontariato che hanno
di acqua, a vestire gli ignudi e visitare
gli ammalati e i carcerati (Mt 25,31-
46)? A partire dalla propria fame e sete
di giustizia (Mt 5,6), dalla propria nu-

ai poveri del mondo aderito all’iniziativa. Non è possibile


accogliere tutti gli ospiti in Vaticano,
perché come sappiamo l’Aula VI non è in
piano, ed è impossibile mettere dei tavoli
in tutta l’area.
dità e infermità sanata, da ceppi, ora
infranti, che limitavano la sua libertà:
è dall’apertura al Mistero grande del
Dio che si è fatto Bambino che l’uomo
si pone alla sequela di Gesù e cerca Cri-
Domenica 18 novembre si celebra la seconda Giornata Sarà un pranzo semplice, festivo, che oltre sto stesso nei bisognosi come lui.
a svolgersi qui a Roma verrà “replicato” Tre verbi chiave attraversano la medi-
mondiale dei poveri voluta dal Papa al termine del Giubileo nelle varie diocesi, che nella loro attività tazione di papa Francesco, donata alla
della Misericordia. Nel cuore di piazza San Pietro un “Presidio quotidiana sono già accanto ai poveri, ma Chiesa tutta, in occasione di questa
per un giorno sono mobilitate tutte giornata. Tre parole, tratte dai salmi e
sanitario solidale” per chi non ha accesso alle cure insieme per mettere ancora una volta i che più volte ricorrono in essi, divengo-
poveri, da protagonisti, al centro della no bussola sul nostro vivere in Cristo,
Da semplice tensostruttura, com’era lo comunità ecclesiale. narrando il rapporto profondo e neces-
scorso anno, a vero e proprio prefabbricato L’organizzazione di questa giornata è stata sario tra il fedele, che fa esperienza
di 300 metri quadri, che al suo interno resa possibile grazie anche al concreto concreta della povertà, e il suo Signore.
riproduce in tutto e per tutto, ma in scala, sostegno di alcuni benefattori: lo storico Attraverso un grido (primo verbo) il
la struttura di un ospedale. È il “Presidio Pastificio Rummo, ad esempio, distribuirà salmista trasforma una situazione di
sanitario solidale”, allestito questa ai poveri e alle associazioni di carità 9mila limite in occasione di canto di lode (Sal
settimana nel cuore di piazza San Pietro, in confezioni di pasta, corrispondenti a circa 34,7), ovvero apre l’animo - non più ri-
occasione della Giornata mondiale dei 4.5 tonnellate di pasta. piegato in sé stesso e stretto tra le corde
poveri, nata alla fine del Giubileo per del lamento - alla richiesta di giustizia,
volontà di Papa Francesco. A organizzare e Sabato sera, alle 20, è in programma la conforto e sollievo. La voce non cade
promuovere l’evento nelle diocesi di tutto il Veglia a San Lorenzo fuori le mura per i nel vuoto ma è accolta, ascoltata (se-
mondo è il Pontificio Consiglio per la volontari. Qual è il loro “peso specifico”, condo verbo) dall’abisso d’amore del
promozione della nuova evangelizzazione. nella diocesi del Papa? Dio geloso che ha risposto ad Abramo,
Abbiamo intervistato il prefetto, monsignor MONSIGNOR FISICHELLA I volontari, che quotidianamente lavorano a Mosè e ad ogni uomo che domanda
Rino Fisichella, presidente del citato (FOTO SIR/MARCO CALVARESE) nel silenzio, offrono una parte del loro la vita eterna, liberandolo (terzo verbo)
dicastero pontificio, proprio nel momento tempo per dare un aiuto nelle varie aree dal giogo del peccato. La libertà è do-
in cui ha benedetto i locali, a disposizione Gli appuntamenti: la Messa dove c’è maggiormente bisogno della loro nata all’uomo che domanda salvezza,
delle persone, italiane e straniere, che per presenza. Sono un patrimonio libertà che ha il volto della risurrezio-
le loro storie di vita hanno difficoltà a nella basilica di San Pietro, insostituibile, e qui a San Pietro svolgono la ne, che ha il sapore pasquale di una
accedere alle cure mediche. con 6mila poveri, e il pranzo loro attività nella piazza e nella zona del morte e di un limite che è stato, in Cri-
colonnato, soprattutto per le persone senza sto, definitivamente infranto.
Un momento di “evangelizzazione, pre- del Santo Padre in Aula fissa dimora. Molti di loro, inoltre, girano Su tali e decisivi nodi si apre la connes-
ghiera e condivisione” con gli ultimi, gli PaoloVI con 1.500 per Roma per intercettare le domande di sione con le provocazioni del nostro ve-
emarginati, gli affamati. Così il Papa ha aiuto in zone molto frequentate da chi non scovo Douglas riguardanti l’anno pa-
definito la Giornata mondiale dei poveri, commensali che siederanno può contare su un tetto sulla testa, come la storale, sul tema dell’educazione alla
giunta alla seconda edizione. Come è an- alla sua tavola. Sabato sera zona della stazione Termini. Nel presidio vita buona del Vangelo nel lavoro e
data lo scorso anno, e quali le novità di sanitario che abbiamo allestito per la nella festa.
questa edizione? laVeglia con i volontari Giornata mondiale dei poveri, sono tutti Il discepolo è pronto ad accogliere il
Lo scorso anno eravamo all’inizio, e si può a San Lorenzo fuori le Mura volontari: i medici che prestano la loro grido di aiuto dei poveri e a condurli
dire che abbiamo quasi “improvvisato”, in attività - provenienti dal Policlinico alla libertà che solamente Cristo può
questa iniziativa voluta dal Papa al termine Gemelli, dall’azienda ospedaliera San offrire, solo se lui stesso è stato ascolta-
del Giubileo della Misericordia. Eppure il parte del mondo, tutti coloro che si Giovanni-Addolorata e dall’Università Tor to e liberato, solo se ha percepito su di
successo è stato grandissimo, abbiamo trovano in condizioni disagiate. Vergata - così come il Corpo delle sé la Grazia della preghiera e il dina-
avuto un fortissimo riscontro non solo a Il presidio sanitario, per tutto l’arco Infermiere volontarie della Croce Rossa mismo di risurrezione che ha investito
Roma ma anche nelle altre diocesi sparse di questa settimana, sarà aperto Italiana, le “Crocerossine”, che accolgono i la propria vita.
nel mondo, nei movimenti, nelle giorno e notte, finché è aperta la pazienti all’entrata a orario continuato ed I tre verbi servono a rinnovare il soda-
associazioni e soprattutto nelle parrocchie. piazza, dalle 10 alle 22. Quest’anno eseguono un primo “triage”, insieme a un lizio d’amore tra l’uomo e Dio, tre verbi
Quest’anno ci siamo messi subito al lavoro, l’orario è stato volutamente medico, prima di indirizzare la persona alle che ritroviamo nella Santa Eucaristia,
e il Santo Padre già a giugno ha reso prolungato per andare incontro alle otto specializzazioni: medicina generale, origine della nostra salvezza. Qui sia-
pubblico il suo messaggio, dal titolo: esigenze di persone che spesso, per cardiologia, infettivologia, ginecologia e mo chiamati a vivificare e rendere at-
“Questo povero grida e il Signore lo loro diversa natura ed esigenze ostetricia, podologia, dermatologia, tuale il grido (rito penitenziale) con cui
ascolta”. Il presidio sanitario, questa volta, è preferiscono muoversi di notte. reumatologia, oculistica, oltre al ci rivolgiamo a Dio, ci disponiamo
stato collocato proprio nel cuore di piazza laboratorio di analisi cliniche, aperto dalle all’ascolto (Liturgia della Parola) del-
San Pietro, sul lato sinistro, adiacente al I due momenti in cui è articolata la 8 alle 13. Chi deciderà di sottoporsi anche l’iniziativa di Dio, per ricevere libera-
Braccio di Carlo Magno, per offrire cure Giornata di domenica sono la Messa alle analisi cliniche, potrà ritirare zione e salvezza (Liturgia Eucaristica).
gratuite a tutte le persone bisognose che celebrata dal Papa nella basilica di personalmente i risultati il giorno seguente Al cuore - la Messa - della Festa pri-
normalmente avrebbero molte difficoltà ad San Pietro e il pranzo con i poveri in o delegare le associazioni presso le quali è mordiale - la Domenica - (SC 106) si
accedervi. Aula Paolo VI. Come si svolgeranno? normalmente assistito. Un’ambulanza sarà aprono le ragioni di senso e desiderio
È un segno tangibile della carità del Papa, Per quanto riguarda la Messa con il sempre presente e disponibile presso il di un lavoro come custodi operosi di
che il Papa stesso ha voluto qui, in questa Santo Padre, in programma alle 10, la Presidio per chi avesse bisogno di cure ciò che il Signore ci ha donato (i fratelli
piazza, per poter accogliere con un basilica è già tutta piena: ci saranno particolari che non possono essere prima di tutto), per rendere evidente
abbraccio, come fa il colonnato del Bernini 6mila poveri, accompagnati dai effettuate all’interno del presidio stesso. qui ed ora, la Bellezza di Dio e la sua
ogni giorno con milioni di turisti da ogni volontari, oltre a esponenti delle M. Michela Nicolais infinita Bontà.
Emanuele Testi, diacono

Tutti gli appuntamenti momento di preghiera giovedì 15 novembre


alle 21 a San Giacomo di Cesenatico.
Stefano e Case Finali e di una persona
aiutata. Ai presenti sarà consegnato il
La zona delle Vie Cesenatico, Cervese e messaggio di papa Francesco per la
nelle diverse zone pastorali Ravennate, dopo l’incontro che si è svolto
mercoledì sera a Gattolino, dedicherà ai
Giornata mondiale dei poveri. Le Messe
domenicali saranno animate dai volontari
poveri l’adorazione eucaristica settimanale della società “San Vincenzo”.
Tanti in settimana e parrocchie della Diocesi si preparano che si terrà presso la parrocchia di La zona pastorale Sarsinate-Alta Valle del
gli incontri L alla seconda Giornata mondiale dei
poveri (domenica 18 novembre) a livello di
Sant’Egidio giovedì 15 alle 16,30.
La zona pastorale Urbana si ritroverà sabato
Savio vivrà un incontro di preghiera
domenica 18 novembre alle 15,30 presso la
in programma
sul territorio zone pastorale. La prima interessata è stata 17 alle 21 presso la parrocchia di San parrocchia di San Piero in Bagno. La zona
la zona Rubicone-Rigossa con un incontro Pietro. In programma preghiere e Valle Savio-Dismano si ritroverà a pregare
con testimonianze che si è svolto mercoledì sera a Montiano. testimonianze degli operatori della carità per i poveri lo stesso giorno alle 16,30
e momenti di preghiera Per la zona pastorale del Mare è previsto un delle parrocchie di San Pietro, Santo presso la parrocchia di Gualdo.
6 Giovedì 15 novembre 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Gruppo Nain, per chi ha perso una persona cara
Un cammino spirituale con appuntamenti mensili DEL
Il gruppo Nain, il cammino spirituale per chi ha perduto una
persona cara, è giunto al secondo appuntamento. Si terrà do-
menica 18 novembre dalle 16 alle 18, negli ambienti della par-
SIGNORE
rocchia di San Paolo Apostolo in via Giardino di San Mauro, 50
a Cesena.
Quel momento è nelle mani del Padre: di Lui ci possiamo fidare
L’invito è rivolto a quanti sentono il bisogno di un luogo in cui Domenica 18 novembre
La Parola
condividere, ascoltare, elaborare il dolore di un distacco. 33esima domenica Tempo Ordinario
un potere basato su queste divinità, tutti di ogni giorno
quei poteri che sfruttano l’uomo, che
Per informazioni: suor Cristina Dal Monte, tel. 0547 663054,
Giovanna e Marco Giannini cell. 347 6031772. anno B sottomettono l’uomo, uno dopo l’altro lunedì
Dn 12,1-3; Salmo 15; Eb 10,11-14.18; cadranno. E mentre questi falsi poteri 19 novembre
Mc 13,24-32 perdono la loro luce, emerge la vera luce, san Fausto
Ordinazione diaconale di Michele Galassi quella del Figlio dell’uomo. La potenza di Ap 1,1-5; 2,1-5;
Domenica 25 novembre alle 18 in Cattedrale Gesù emergerà sempre di più e la caduta Salmo 1; Lc 18,35-43

È
una pagina di grande dei persecutori sarà il trionfo di coloro
Durante la Messa che il vescovo Douglas presiederà domenica incoraggiamento per la comunità che sono stati perseguitati. Quindi le martedì 20
25 novembre alle 18, in Cattedrale a Cesena, il seminarista Mi- cristiana quella che Marco ci presenta sofferenze causate dall’oppressione san Benigno
chele Galassi sarà ordinato diacono. in questa domenica. Facciamo bene vedranno la fine. Ap 3,1-6.14-22;
L’ordinazione diaconale di Michele è l’ultima tappa del cammi- attenzione alle parole che pronuncia Gesù. Nella seconda parte Gesù ci consegna Salmo 14; Lc 19,1-10
no che lo condurrà all’ordinazione sacerdotale. Trentadue anni, Si tratta di un linguaggio apocalittico, tipico l’immagine della pianta del fico che con i
originario della parrocchia di Gambettola, Michele presta servi- dei profeti, usato per rivelare il senso della suoi teneri rami e le sue piccole foglie mercoledì 21
zio pastorale a San Carlo di Cesena. storia e delle cose che stanno accadendo. La che germogliano, ci invita a cogliere i presentazione
Durante la celebrazione sarà fatta memoria anche dell’ottavo parola apocalisse ha letteralmente proprio segni su cui fondare la nostra speranza. della B.V. Maria
anniversario di ordinazione episcopale del vescovo Douglas. questo significato: togliere il velo, svelare, Ci sono i segni: bisogna saper aprire gli Ap 4,1-11; Salmo 150;
rivelare cose nascoste. Questo è quello che occhi e coglierli come segni di un mondo Lc 19,11-28
Professione temporanea all’Abbazia del Monte fa Gesù oggi, con le sue parole: egli toglie il
velo che impedisce di vedere come stanno
nuovo. E infine ci ammonisce: non è
importante conoscere il momento di giovedì 22
Domenica 25 novembre alle 11 realmente le cose. quando tutto questo accadrà, ma è santa Cecilia
Andrea Sassi e Mariano Miele, benedettini, E lo fa con due passaggi successivi. In un importante sapere che quel momento è Ap 5,1-10; Salmo 149;
faranno la loro professione temporanea primo tempo descrive i fatti che sono nelle mani del Padre: di Lui ci possiamo Lc 19,41-44
nella Basilica del Monte durante la celebra- accaduti e che accadranno ai suoi discepoli e fidare.
zione di domenica 25 novembre alle 11. alla comunità dei credenti, dipingendo un È una pagina di grande speranza, di venerdì 23
quadro di grande distruzione. Parla di grande consolazione, anche per noi oggi san Clemente I papa
tribolazione e di grandi sconvolgimenti e per le nostre comunità. Anche se ci Ap 10,8-11;
Giornata diocesana del Seminario perché sole e luna si oscureranno e le stelle sentiamo schiacciati da enormi Salmo 118;
Sarà ricordata in ogni parrocchia del cielo cadranno. Sole, luna e stelle erano tribolazioni siamo certi che le nostre Lc 19,45-48
adorati come divinità dai popoli pagani e i azioni, nella misura in cui sono fedeli al
Sarà celebrata in ogni parrocchia domenica potenti della terra erano considerati divinità Vangelo, saranno efficaci, perché sono sabato 24
25 novembre la Giornata diocesana del Se- al pari di questi astri. Allora Gesù sta come luce che spazza le tenebre, come santa Flora
minario. Con il Corriere Cesenate di questa annunciando che, grazie alla diffusione del germogli che daranno i loro frutti a suo Ap 11,4-12;
settimana è allegato un dépliant a cura del Vangelo, le false divinità perderanno il loro tempo. Salmo 143;
Seminario dove si presentano i seminaristi e splendore. Quello che si credeva vero si Ornella Fiumana Lc 20,27-40
vengono indicati appuntamenti e iniziative. dimostrerà falso, tutti coloro che detengono Suore della Sacra Famiglia

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali Santo Stefano, San Paolo,


San Mauro in Valle,
Sant’Andrea in B.,
San Mamante
Cesenatico
Sabato:16 Villamarina
Mercato Saraceno
ore 18 a San Damiano di
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
a Cesena Diegaro, Torre del Moro,
San Vittore,
10.30 Santuario del Suffragio, 16,30 San Giuseppe Mercato Saraceno Sarsina
6.30 San Domenico (giovedì) Casalbono 17,30 Conv. Cappuccini, (al sabato); Concattedrale: ore 18
6.50 San Carlo Borello, San Giorgio 11.00 Santuario Addolorata, Boschetto, Santa Maria Nuova, 10; (sabato); 7 / 9 / 11 / 18;
18.30 Convento Cappuccini,
7.00 Convento Cappuccine, San Pietro, Sant’Egidio, Basilica del Monte, Santa Maria Goretti Pieve di San Damiano Casa di rip.: 16 (sabato);
Cappella dell’ospedale Santa Maria della Sper., San Domenico, 18 San Giacomo 11,30; Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
(da lunedì a venerdì) San Paolo, Sant’Egidio, 18,30 Valverde prima domenica mese: della Parola con Eucar.);
Ponte Pietra, Bulgarnò
7.30 Basilica del Monte, 19.00 Tipano San Bartolo, 20 Sala 8,30 a Montejottone e Cella; Ranchio: 20 (sabato), 11;
San Mauro in Valle, 20.00 San Pio X, Pioppa, Santo Stefano, Festivi:8 Bagnarola, San Giacomo, seconda, terza e quarta Sorbano: 9.30;
Martorano San Giovanni Bono, Villachiaviche, San Giorgio, Santa Maria Goretti domenica: 8,30 a Taibo; Turrito: 17 (sabato), 10;
7.35 Chiesa Benedettine Ruffio, Pievesestina, Calabrina, Calisese, 8,30 Sala, Boschetto terza domenica: 8,30 a San Martino in Appozzo: 9
8.00 Cattedrale, Calisese, Gattolino Gattolino, Ponte Pietra, 9 Cappuccini Ciola;Valleripa: 9; (liturgia Parola con Eucaristia);
San Paolo, Addolorata, 20.30 Ronta Madonna del Fuoco, 9,15 San Pietro Rontagnano: 9; Quarto: 10,30;
Villachiaviche
8.30 Osservanza, Messe festive San Mauro in Valle,
Pievesestina, Bulgaria,
9,30 Valverde
9,45 Cannucceto
Montecastello: 11,15
Montepetra: 8.30
Pieve di Rivoschio: 15,30;
Romagnano: 11,15;
Madonna delle Rose, 7.00 Cattedrale, San Carlo Pioppa, San Carlo, 10 Villamarina, Villalta Piavola: prefestiva sabato Pagno: 16 (seconda dom).
San Rocco, Sant’Egidio, 7.30 Santuario dell’Addolorata, San Vittore, Tipano, 10,30 Cappuccini, ore 18 (San Giuseppe), Verghereto
Santo Stefano, Case Finali, Martorano, Calabrina, Macerone, Capannaguzzo San Giuseppe 9,30 chiesa parrocchiale; ore 15 (sabato), 9;
Ponte Pietra Villachiaviche 11.10 Torre del Moro 11 San Giacomo, Sala, San Romano: 11 Balze (chiesa parr): 11,15;
9.00 Suffragio, Addolorata 8.00 Basilica del Monte, 11.15 Madonna delle Rose, Boschetto Serra: 15 Montecoronaro: 10;
10.00 Cattedrale San Pietro, San Pio X, Martorano, Diegaro 11,15 Santa Maria Goretti, Montiano Montecoronaro orat. Ville
15.00 Cappella del cimitero Santa Maria della Sper. 11.30 Cattedrale, San Pietro, Bagnarola ore 20 (sabato); 9. (al sabato): 16;
18.00 Cattedrale, San Mauro in Valle, Osservanza, San Rocco, 17,30 Cappuccini Montenovo: ore 18 Alfero: 17 (sab.); 11,15;
San Domenico, San Paolo, Calisese, Torre del Moro, Case Finali, San Pio X, 18 San Giacomo (sabato), 10,30 Pereto: 10; Riofreddo: 10;
San Rocco Madonna del Fuoco, 15.00 Cappella cimitero urbano 18,30 Zadina (hotel Zadina) Roncofreddo Sorrivoli: 11,15; Corneto: 11
18.30 San Pietro, San Bartolo, Macerone 17.00 Cappella ospedale Bufalini Civitella di Romagna
Sant’Egidio, Cappuccini, 8.30 Cattedrale, Cappuccine, 18.00 Cattedrale, San Domenico Giaggiolo: 10,15
Ponte Pietra, San Rocco, Case Finali, 18.30 Convento Cappuccini, Civorio: 9
Santa Maria della Sper. Tipano, San Cristoforo, San Pietro, Sant’Egidio, Gambettola
19.00 Tipano Gattolino, Roversano San Rocco, Ponte Pietra chiesa Sant’Egidio abate: SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA FONDATO NEL 1911
20.00 San Pio X, San Vittore, 8.45 San Martino in Fiume 19.00 San Bartolo, 8,30 / 10 / 11,15 / 17. “Un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta” (Gal 5,9)
Gattolino, 9.00 San Giuseppe (Cesena Villachiaviche Consolata: 19 (sabato);
Pievesestina, Martorano (ven.) corso Comandini), 7,30 / 9,30 Direttore responsabile Redazione, Segreteria e Amministrazione
Francesco Zanotti via don Minzoni, 47
Torre del Moro chiesa Benedettine, Gatteo ore 20 (sabato); 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
Editore e Proprietà
20.15 San Carlo
20.30 Villachiaviche,
San Bartolo, San Domenico,
Santo Stefano, San Paolo, Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30 (sab.); Associazione diocesana fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
San Mauro in Valle (merc. e ven.) Sant’Egidio, Ponte Pietra, comprensorio 10; Casa di riposo: 9.
Corriere Cesenate
via don Minzoni, 47 Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Diegaro, Pievesestina, Istituto don Ghinelli: 18,30 47521 Cesena (Fc)
Sabato e vigilie Capannaguzzo, Bagnile, Bagno di Romagna (sabato), 7,30 Presidente: Marco Muratori
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
7.30 San Mauro in Valle Santa Maria Nuova, ore 18,30 (sabato); Gatteo Mare: Consiglieri: sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro;
8.00 San Paolo San Vittore, San Carlo, 11,15 / 18,30 Festivi 8 / 11,15 Walter Amaducci (vice presidente) estero (via aerea) 100 euro.
8.30 Madonna delle Rose, Ruffio, Bulgaria, Borello San Piero in Bagno: Longiano Ernesto Giorgi (segretario)
Pier Giulio Diaco Settimanale d’informazione
San Bartolo, 9.30 Cappella del cimitero, chiesa parrocchiale Sabato:18 Longiano-Santuario; Andrea Budelacci Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
Cappella cimitero urbano Santuario dell’Addolorata, ore 17 (sabato); 18,30 Crocetta; Iscrizione al Registro nazionale
15.00 Cappella cimitero Cesena, della stampa n. 4.234
Madonna delle Rose, 8 / 11 / 17. 20 Budrio Testata che percepisce
Formignano Villachiaviche, Chiesa San Francesco: Festivi: 7,30 Longiano-Santuario, i contributi pubblici all’editoria Stampa
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Rotopress www.rotoin.it
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Montereale, San Tomaso 10 / 15,30 ore 9 Budrio; Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
9.45 Bulgarnò Ospedale “Angioloni”: ore 8,30 Crocetta; (Federazione Italiana Settimanali Cattolici)
Case Finali, ha aderito allo IAP (Istituto Associato
Luzzena (1° sabato mese), 10.00 Cattedrale, Case Finali, ore 16 (sabato) 9,30 Longiano-Santuario; dell’Autodisciplina Pubblicitaria) all’Unione
San Pietro, San Rocco, Selvapiana: 11,15 10 Longiano parrocchia, Stampa
Bora (2° sabato mese) accettando il Codice di Autodisciplina Periodica Italiana
Torre del Moro, (20 sabato); Badia, Montilgallo; della Comunicazione Commerciale.
17.30 Santuario del Suffragio Membro
18.00 Cattedrale, San Domenico, San Giorgio, Acquapartita: 9 11 Budrio; Giornale locale ROC (Registro della Federazione Italiana
Osservanza, degli operatori di comunicazione) Settimanali Cattolici
San Giovanni Bono, Valgianna: 10 11,15 Balignano,
Madonna delle Rose, Santa Maria della Sper., Bertinoro San Lorenzo in Scanno, Tiratura del numero 39 dell’8 novembre 2018: 8.025 copie
Santuario dell’Addolorata, Carpineta, Cappuccini, Santa Maria Nuova: Crocetta; Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
Villachiaviche, San Pio X, Ronta, 9 / 10,30 (19 sabato) 18 Longiano-Santuario
alle 18 di martedì 13 novembre 2018
Vita della Diocesi Giovedì 15 novembre 2018 7

A San Mauro Mare ◗ Il fine settimana è un’esperienza cui si partecipa una volta sola, non è
In breve
Un “Week end sposi” di Incontro Matrimoniale
una conferenza o una terapia di gruppo. È uno spezzare il pane della
Da venerdì 23 a domenica 25 novembre a San Mauro Mare torna il “Week end propria vita che le coppie di sposi e il sacerdote che guidano, offrono ai Convegno
sposi” di Incontro Matrimoniale. partecipanti. È semplice, ma di un’efficacia straordinaria.
Nel fine settimana (week end) si è invitati a riflettere sulla propria vita di Il fine settimana inizia dal venerdì sera alle 19,30 e si conclude la Maria Cristina di Savoia
relazione di coppia o di consacrati con la propria comunità. domenica pomeriggio alle 17,30 circa. Nuovo appuntamento promosso dal Convegno
Tre coppie e un sacerdote parlano con franchezza della propria vita e un passo In un ambiente raccolto che facilita la riflessione, il confronto, Maria Cristina di Savoia.
dopo l’altro, si addentrano in ogni aspetto del vivere quotidiano. Dopo ogni attraverso un metodo nuovo di dialogo in coppia e che aiuta a ridare o Lunedì 19 novembre alle 16, la professoressa
argomento trattato, viene dato il tempo di fermarsi a scambiare serenamente accrescere la bellezza della propria vita di relazione. Maria Assunta Biondi terrà una conferenza su
le proprie riflessioni. Lo scambio avviene solo all’interno della coppia, i Per info, calendario e preiscrizioni: “La moglie del contadino, le voglie del
consacrati dialogano tra di loro. Non ci sono momenti di riflessione di gruppo. www.incontromatrimoniale.org padrone: storie da zirudele”.
L’incontro si terrà presso la sala “E.
Cacciaguerra” della Banca di credito
cooperativo, a Cesena in viale Bovio 72.

Sentenza della Corte di giustizia Ue su Ici ed enti non profit Cammino per fidanzati
Un percorso a Longiano
FOTO ARCHIVIO
PIER GIORGIO MARINI “Cammino per fidanzati” al via domenica 18
novembre al convento del Santissimo
Crocifisso di Longiano. Gli incontri si terranno
fino a giugno 2019 ogni terza domenica del
mese dalle 17 alle 20.
Il percorso intende favorire la formazione e la
crescita della coppia nel cammino di
costruzione di una famiglia insieme. La
proposta, a cura dei frati minori conventuali,
in collaborazione con le suore francescane
missionarie di Assisi e l’Ordine francescano
secolare di Longiano, è rivolto a tutti i giovani

mo diocesano che vogliono vivere in profondità la ricchezza


del tempo del fidanzamento.

Parla l’econo Per informazioni e iscrizioni:


paola.bossari@gmail.com (Roberto e Paola);
mcovarelli@gmail.com (Christian e
Marcella); emiliamiraglia25@gmail.com
(suor Emilia); fracarlo@gmail.com (fra
Carlos).

“Abbiamo sempre pagato tutto il dovuto” Vicino al Duomo


Mercatino d’autunno
L
a Corte di giustizia Ue annulla un verdetto di un tribunale pressapochismo”.
Ue sull’Ici e gli enti non profit. In Italia parte il solito A Cesenatico, a leggere il quotidiano più letto in città, pare che la della Caritas diocesana
ritornello del recupero dell’Ici non versata dalla Chiesa, Diocesi versi l’Imu sulla scuola materna di Sala… “Finora non è aperto fino a sabato 24 novembre
quando non dal Vaticano. C’è anche chi tira in ballo papa
Francesco. Basta leggere il pezzo di Antonella Mariani su
mai accaduto - taglia corto l’economo -. Al momento la
parrocchia è in causa col Comune. Quindi, anche in questo caso,
È l’edizione autunnale del Mercatino
promosso dalla Caritas diocesana.
Avvenire di mercoledì 7 novembre: uno spasso. Il titolo più il servizio in questione non è stato del tutto preciso. Ma come si Il Mercatino è allestito nello spazio del
esilarante è quello di Libero online: “Papa Francesco sbancato fa ad affermare che la gestione di una scuola è un’attività loggiato del vescovado, di fronte alla
dall’Europa: l’Italia deve prendere tutti i soldi dell’Ici”. commerciale?”. cartoleria Bettini, a Cesena.
Nessuno o quasi (Il Foglio online scrive: “Non è solo un problema Anche i titoli utilizzati non corrispondono a quanto rilasciato dal Apertura: mattino 9-12,30;
della Chiesa”) fa presente che la sentenza dell’organismo precedente economo, monsignor Ernesto Giorgi. “Si usano pomeriggio 15-19,30.
comunitario riguarda tutti gli enti non commerciali, sia espressioni forti per vendere qualche copia in più - aggiunge don Con un’offerta minima è possibile
appartenenti a confessioni religiose riconosciute dallo Stato sia Muratori - ben sapendo che tanti lettori si fermano a quelle e acquistare capi di abbigliamento uomo-
quelli legati al mondo non profit, dai partiti alle associazioni non leggono per intero l’articolo relativo. Si tratta di illusioni in donna in un vasto assortimento.
sportive. alcuni casi o della scoperta dell’acqua calda in altri”. Il ricavato sarà destinato ai vari servizi del
“Ci sarebbe da fare una lunga lista - dice l’economo diocesano, Ogni volta che si parla di Ici o di Imu si tira in ballo la Chiesa e Centro d’Ascolto e prima Accoglienza
don Marco Muratori - dopo aver letto l’ampio servizio proposto tutto quello che non verserebbe allo Stato, confondendo spesso Caritas di via Don Minzoni, 25.
dalla redazione di Cesena del Resto del Carlino - di enti coinvolti tra Cei, Chiesa italiana e Vaticano, che non sono propriamente la
da questo giudizio della Corte europea. Noi, per quanto riguarda stessa realtà. “Ricorderei anche - dice in conclusione don Marco
la Diocesi di Cesena-Sarsina, l’Ici l’abbiamo sempre versata, per - che chiunque effettua pagamenti in nero evade e chi non
quelle attività commerciali per cui andava fatto”. emette lo scontrino pure. Su questa materia si tirano fuori
“Mi pare che non si conosca troppo bene la materia - prosegue sempre i soliti luoghi comuni solo per il gusto di gettare fango
don Marco - e le domande formulate alla gente siano state poste sulla Chiesa. Ma la Chiesa chi è? La Chiesa è la comunità dei
in maniera retorica, con la risposta già preconfezionata. Non battezzati, cioè di quasi tutti noi. La scorsa settimana abbiamo
capisco, inoltre, perché si attacchi sempre la Chiesa. Per il nostro pubblicato proprio sul Corriere Cesenate il bilancio della Diocesi,
caso specifico, ci terrei a precisare che le scuole del Sacro Cuore per dare conto di come vengono utilizzati i fondi a nostra
non c’entrano con l’ala del fabbricato ex suore della Sacra disposizione, per lo più a servizio della collettività. E non è il
famiglia di via don Minzoni a Cesena in cui ci sono gli uffici primo anno. Nonostante tutto, noi proseguiamo sulla strada
diocesani. Si tratta di due proprietà distinte. Per non dire delle della trasparenza”.
inesattezze sui termini utilizzati che lasciano trasparire non poco Francesco Zanotti

Incontro con Elena Galeassi della Caritas di Forlì-Bertinoro.“Uno stile di vita solidale nel lavoro e nel tempo della festa può fondarsi solo su un rinnovato modo di vivere le relazioni”

Per uno stile di vita solidale


“P
er uno originati. Nuovo rapporto con la natura fatta stile sobrio, che non si faccia prendere dal
stile di di beni comuni da custodire come l’aria, consumismo, che contrasti quella cultura
vita l’acqua, la terra. Nuovo rapporto con la dello scarto che è figlia di un’economia che
solidale, bisogna mondialità fatta di popoli, culture, tradizioni uccide, come ci ricorda papa Francesco.
coniugare la diverse, con la cura di alcune priorità come Alleggerire lo zaino, liberare e condividere il
solidarietà con la la giustizia sociale e la pace. Rapporti nuovi tempo, consumare etico e responsabile,
sobrietà!”. Entra con le persone all’insegna della prossimità auto-produrre, riparare-riusare-riciclare:
FOTO TERZO FOSCHI subito nel della quale bisogna essere instancabili tutti gesti che fanno la differenza. E per uno
concreto Elena tessitori, con lo stile dell’accoglienza, stile solidale e sobrio è importante creare
Galeassi, relatrice l’accompagnamento e l’ospitalità. E un una rete di famiglie e di amicizie con le quali
all’ultimo incontro dei seminari di studio sul tema “Vivere il lavoro e la festa con nuovo rapporto con Dio per avere la forza di scambiare ciò che non si usa più perché
stili di vita solidali”. rimanere fedeli agli impegni, presi nel tempo possa essere utilizzato da chi, invece, ne ha
Responsabile dell’Osservatorio delle povertà e delle risorse di Caritas di Forlì- radioso della consolazione, quando bisogno. Gesti e scelte che diventano anche
Bertinoro e componente del Tavolo Nuovi stili di vita, Elena ha guidato i presenti attraversiamo i momenti bui della impegno educativo verso le nuove
all’incontro di lunedì 5 novembre in Seminario a Cesena in un ricco percorso nel desolazione. Senza intensificare i tempi della generazioni, sempre più disarmate di fronte
quale ha intrecciato profondi contenuti col racconto di varie attività ed esperienze, preghiera non regge nessun buon proposito a un mondo che li sollecita insistentemente
molte vissute in prima persona con la sua famiglia. di vita solidale, che rende concreta quella al consumo sfrenato dell’usa-e getta in tutti i
Se la relazione è parte costitutiva di ogni persona, uno stile di vita solidale nel lavoro fraternità che ci unisce tutti, come figli di un sensi. Noi adulti, noi famiglie abbiamo una
e nel tempo della festa può fondarsi solo su un rinnovato modo di pensare e vivere unico Padre. grande responsabilità. Non eludiamola.
le relazioni e i rapporti a tutti i livelli. Un nuovo rapporto con le cose, da vedere Tanti, come detto, gli spunti e i suggerimenti Floriana e Ivan
sempre come prodotti, interrogandosi su ciò che sta dietro il processo che li ha per iniziative e scelte fatte all’insegna di uno Bartoletti Stella
Cesena Giovedì 15 novembre 2018 9

◆ L’ingresso in parrocchia alla presenza del vescovo emerito di Acerra Sabato 17 novembre
Concerto d’organo
Don Sergio Cristo nella chiesa
di San Carlo di Cesena
nuovo parroco abato
Snovembre
17

a Tipano alle
20,45,
nella
chiesa

L
a comunità parrocchiale di San Bar- par-
tolomeo Apostolo in Tipano, rocchiale
sabato 3 novembre ha accolto calo- DON di San
rosamente il nuovo parroco, don Sergio SERGIO Carlo di
Cristo, sacerdote fidei donum prove- CRISTO Cesena, la
niente dalla diocesi di Acerra (Napoli). (PRIMO A SINISTRA) INSIEME AL VESCOVO EMERITO DI ACERRA SALVATORE GIOVANNI RINALDI, scuola di musica “Savini” propone un
Don Sergio ha fatto il suo ingresso ac- E AL VESCOVO DOUGLAS REGATTIERI Concerto d’organo in onore di Santa
compagnato da Salvatore Giovanni Ri- Cecilia, eseguito dal maestro Gianni Della
naldi, vescovo emerito di Acerra che nel re e ha toccato con mano la fragilità uma- tano a lui molto caro: “Fate bene il bene”. Vittoria. Parteciperanno i cori “San Carlo
2009 lo ha ordinato sacerdote. na, esperienza che lo ha reso particolar- La comunità di Tipano intende far pro- Borromeo” e “Alio Modo Canticum” diretti
Il vescovo Douglas Regattieri ha presie- mente attento ai bisogni degli ultimi. prie queste parole per incominciare in- dal maestro Adamo Scala e accompagnati
duto la Messa solenne delle 18. Si è presentato alla comunità, che ha par- sieme un nuovo cammino, ciascuno con all’organo dal maestro Terzo Campana.
Don Sergio nella sua diocesi di origine è tecipato numerosa, citando una frase di i propri talenti e con i propri limiti, per Il ricavato sarà devoluto in beneficenza.
stato per 9 anni cappellano di un carce- San Vincenzo Romano, un santo napole- crescere insieme ed essere Chiesa.

Lotta alla violenza sulle donne. Gessica Notaro ospite al Rotary di Cesena Sabato 17 novembre
Avis Cesena
“Con questa disavventura Sessant’anni di vita
ho scoperto mio malgrado “Io dono... tu vivi: ti voglio
raccontare una storia”

nuovi aspetti della vita” DA SINISTRA, ESTER CASTAGNOLI (PRESIDENTE


ROTARY CESENA), ANDREA GNASSI (SINDACO DI
RIMINI) E GESSICA NOTARO
Convegno al Caps
Sabato 17 novembre nell’aula magna del Centro
di Addestramento della Polizia di Stato in
Cesena viale IV Novembre 303, la sezione

“A
volte, nella vita, bisogna non ribellarsi ai loro aguzzini. Poi ho capito aspettavo. Io dico che occorre imparare ad comunale Avis, nell’anno del 60esimo dalla sua
scegliere se vivere o morire. Io che può accadere a chiunque. Questi ascoltare quando c’è da capire che qualcosa fondazione, promuove e propone un convegno
ho scelto di vivere”. Così si è uomini sono dei manipolatori. Si non va. Il mio ex fidanzato era già stato scientifico e di carattere informativo aperto alla
espressa Gessica Notaro, la giovane intromettono nella tua vita e a poco a poco denunciato tante volte. Serve mettergli il cittadinanza, con tema “Io dono... tu vivi. Ti
riminese (classe 1989) all’inizio del 2017 diventano come una droga. Non riesci più vincolo di non avvicinarsi troppo?”. voglio raccontare una storia”.
sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato. a farne a meno. Ero stata tradita e non “Qualcuno mi chiede se ho paura - ha risposto Le finalità
Venerdì sera è stata ospite della conviviale volevo lasciare il mio fidanzato. Si tratta di la Notaro -. Sì, io ho paura. Le ferite dentro dell’evento
del Rotary club di Cesena presieduto da relazioni malate. Prima di avermi sfregiata non si cancellano. Quando torno a casa, vedo sono
Ester Castagnoli, svoltasi al grand hotel Da con l’acido, mi aveva sfregiata nello spirito. sbucare il mio ex da ogni parte. Ma ora posso collegate al
Vinci di Cesenatico. Si chiama sindrome della slot machine: non dire di apprezzare di più la vita e la apprezzo fatto che
“Mi è arrivata una fortissima mano dal vinci quasi mai, ma ogni tanto arriva un per quello che ho e non mi lamento più per ogni anno
Cielo - ha proseguito la Notaro -. Da amici jackpot che ti tiene vincolata, appunto quello che non ho. Ho paura anche per il nel mondo
e da parenti. A vicenda ci siamo aiutati. La come se fosse una sorta di droga di cui una prossimo intervento chirurgico che dovrò milioni di
vita è strana. Mi lamentavo per alcune persona non può fare a meno. Proprio subire a febbraio, al “Bufalini” di Cesena, il vite vengono
sciocchezze. Poi ho capito cosa vale come nelle dipendenze da gioco migliore ospedale in Italia per il centro salvate
veramente”. compulsivo”. ustionati”. anche grazie
“Gli agenti della Polizia mi hanno aiutato, “Rischiamo tutte, noi donne, anche po’ la “Il mio impegno rimarrà nel sociale: alle
questo è certo - ha aggiunto la Notaro -. Mi sindrome delle infermierine - ha detto prevenzione e tutela delle donne vittime di trasfusioni di sangue ed emoderivati. Nel corso
sono stati vicini. Bisogna anche ancora la Notaro -. Lo stalker agisce con tre violenza in un rapporto malato - ha concluso del convegno sarà tracciato l’intero percorso del
comprendere, comunque, che l’Italia non step successivi: prima ti fa terra bruciata la Notaro -. Accanto a me ci sarà un partner di sangue dal donatore al paziente. Tutto ciò
è tutta come la Romagna. In molti casi si attorno, con la famiglia, gli amici e il lavoro. prestigio che voi tutti conoscete e che non avverrà in quattro sessioni dalle 9,30 alle 16,
può migliorare. Ho notizie di situazioni in Poi con il ricatto del suicidio, anche se posso ancora svelare. Non bisogna attraverso alcune voci dei pazienti, dei
cui le donne vittime di violenza non occorre sapere che uno che lo minaccia vergognarsi di parlare, anche se oggi il vero professionisti che garantiscono la qualità del
vengono aiutate a denunciare chi fa loro apertamente di solito non lo commette. Ho problema credo risieda nel fatto che non si è sangue e ne gestiscono l’utilizzo in base a criteri
del male. Un tempo guardavo da fuori avuto un fratello suicida e purtroppo questi più capaci di dire dei no e di subire dei no. Io scientifici ed etici, delle circa 6.700 persone del
queste situazioni - è andata avanti la fatti li conosco in presa diretta. In terzo al mio ex avevo detto un no secco. E questa è nostro comprensorio cesenate che, consapevoli
Notaro nel racconto ascoltato dal folto luogo arriva un ultimo avvertimento: se non stata la risposta. Bisogna farsi rispettare, dell’importanza di questo gesto, si recano
pubblico in un silenzio tombale - e mi torni con me ti rovino la vita. È quello che dando il buon esempio. Esigere rispetto, volontariamente e gratuitamente a donare, dei
chiedevo come facessero certe donne a mi è successo. Qualcuno mi chiede se me lo dando rispetto”. volontari e dei dirigenti dell’associazione Avis
che promuovo sul territorio la sensibilizzazione
del dono di sangue e plasma.
Riporto alcune testimonianze: “Ogni giorno, in
❚❚ Giuseppe Cuna, in arte Azel, protagonista del TEDxCesena 2018 Italia, migliaia di persone sopravvivono grazie a
un gesto così semplice, ma così importante. Non
indugiamo perché ’certe cose’ non accadono
solo agli altri. Gli ’altri’ siamo anche noi”.

“Voglio far conoscere la beat box nel mondo” A inizio convegno sarà presentato uno studio
effettuato dalla psicologa Angela Torella, che
collabora con Avis Cesena. Ha sottoposto un
questionario nei punti di prelievo di sangue e

C GIUSEPPE CUNA, reare una relazione tra la musica me- disprezzare a prescindere ciò che ignoriamo per- plasma ottenendo la risposta di 916 donatori
IN ARTE AZEL, lodica e la beat box, arte vocale che ché le novità fanno il nostro bene”. Un punto di vi- abituali. L’indagine permetterà di tracciare
HA 18 ANNI consiste nella capacità di riprodurre sta che ben si relaziona alle ambizioni del giovane
E VIVE l’identikit del donatore e i livelli di gradimento
tutti i suoni di una batteria e di altri stru- talento. “Vorrei fare della beatboxing la mia pro- dell’attuale organizzazione che è parte
A BULGARNÒ
menti attraverso l’utilizzo della bocca e del- fessione: non so se dopo la maturità mi iscriverò a integrante della donazione.
la voce. È questo l’obiettivo di Giuseppe ingegneria informatica perché ho diversi progetti L’iniziativa si inquadra nel complesso delle
Cuna, in arte Azel, diciottenne di Bulgarnò in mente”. Un pozzo di idee e di originalità ’Azel’ attività che Avis propone alla cittadinanza
che al TEDxCesena 2018, evento no profit che ha iniziato a praticare quest’affascinante arte cesenate per divulgare il messaggio/ invito alla
organizzato sabato 10 novembre alla Fiera vocale all’età di 10 anni dopo aver visto un filmato donazione finalizzato a sostenere le tante
di Cesena e pensato per la promozione di su Youtube di uno dei principali esponenti mon- necessità in campo medico-chirurgico: dai
idee innovative, si è esibito davanti a una diali di questa disciplina. Quali i progetti? Sostitui- traumi emorragici alle malattie congenite del
platea di oltre 450 persone per 15 minuti. re la musica e renderla umana. “Oggi ancora non sangue (a Cesena abbiamo “adottato” 30
“L’esibizione è andata molto bene - dice il lo è - dice -. Ho bisogno di qualcosa di più sempli- pazienti talassemici), dalle malattie croniche a
giovane cesenate - è stata un’esperienza ce come un microfono che riesca a modulare in quelle che si manifestano acutamente e che
più che unica. Non avevo mai provato a suoni le sequenze che escono dalla mia bocca. Poi spesso necessitano di trasfusioni. La giornata
spiegare in maniera così approfondita e a tanta gente ciò che faccio elaborando concetti di devo rendere la beat box popolare al livello delle al- dedicata alla donazione vuole essere un
equilibrio in relazione alla musica”. tre culture musicali”. Insomma, se adesso tutte le ringraziamento ai protagonisti di questo
Il tema di questa terza edizione del format californiano portato a Cesena da Maurizio Berti energie sono da custodire per l’esame di Stato, dal- percorso, ma anche un incoraggiamento a tutti
e che la prossima primavera vedrà il primo ’TedxYouth’ italiano organizzato dagli studenti la prossima estate il beatboxer cesenate dovrà ca- coloro che possono e vogliono avvicinarsi alla
del liceo “Righi”, è stato proprio l’equilibrio. “Non bisogna estraniarsi dalle novità”, esorta lo pire cosa fare nella sua vita. Una cosa è certa: donazione di sangue ed emoderivati.
studente dell’istituto “Blaise-Pascal” anche campione nazionale 2017 di Human Beat Box. “Quando sono Azel - confessa - sto bene e mi sen- Fausto Aguzzoni
“Non si vive di schemi preimpostati. Magari possiamo rifletterci su, ma non dobbiamo mai to libero”. Alessandro Notarnicola
Cesena Giovedì 15 novembre 2018 11

Malatesta Novello M oda, sanità e informazione. Sono questi i tre settori interessati dal Premio
Malatesta Novello 2018 assegnato alla stilista Caterina Lucchi,
all’otorinolaringoiatra Claudio Vicini e al giornalista Sergio Valzania, diretto

Premio locale discendente dell’eroe garibaldino Eugenio Valzania, figura di spicco del movimento
repubblicano cesenate.
L’ambito riconoscimento, indicato dalla commissione presieduta dal sindaco Paolo

con sguardo globale Lucchi, supportato dall’assessore Christian Castorri, sarà consegnato nel corso di una
cerimonia che si svolgerà in Biblioteca Malatestiana martedì 20 novembre alle 17,
anniversario della morte di Malatesta Novello.
Il premio Malatesta Novello giunge quest’anno alla dodicesima edizione: è stato istituito
Martedì 20 novembre in Malatestiana la cerimonia di consegna alla stilista Caterina nel 2007 con l’obiettivo di rendere omaggio alle personalità cesenati o, comunque, legate
Lucchi, all’otorinolaringoiatra ClaudioVicini e al giornalista SergioValzania a Cesena, che nel loro campo hanno raggiunto traguardi importanti e hanno contribuito

a dar lustro alla città. Un intento pienamente


rispettato nel corso degli anni; per averne la
conferma basta dare una scorsa all’albo
Botta e risposta tra giunta regionale e Movimento 5 stelle."Nessuna proroga alla legge regionale che prevede d’oro dei premiati, in cui compaiono i nomi
di illustri cesenati di nascita o di adozione.
la revoca della concessione alle sale che si trovano a meno di 500 metri dai luoghi sensibili. Il concessionario è "Ogni anno - ricorda il sindaco Paolo Lucchi
però inteso concessionario di rete, le cui concessioni scadono nel 2022" - insieme alla commissione cerchiamo di
rispecchiare al meglio lo spirito del
potranno continuare a tenerle accese per riconoscimento, e devo dire che ogni volta
altri quattro anni. Una vergogna che sono felicemente colpito dal livello delle
certifica come la Giunta guidata dal candidature esaminate. È accaduto così
presidente Bonaccini abbia ceduto alle anche quest’anno: la tripletta individuata
pressioni delle lobby dell’azzardo". comprende figure di indiscutibile valore, di
Accuse rispedite al mittente cui come cesenati possiamo, a ragione,
dall’assessore regionale al Commercio andare fieri. È così per Caterina Lucchi,
Andrea Corsini: "Alla scadenza del stilista di fama internazionale e vera self
contratto col concessionario, l’esercente made woman. Va ancora a scuola quando,
deve delocalizzare se ha ’macchinette’ ed giovanissima, insieme al futuro marito
è entro i 500 metri fissati dalla nostra Marco Campomaggi realizza a mano le sue
legge. Come concessionario va inteso il prime borse e le vende in Riviera. Oggi è
concessionario di rete, le cui concessioni titolare di un polo produttivo che, a Cesena,
scadono nel 2022. Nessun colpo di dà lavoro a 130 dipendenti e realizza gli
FOTO ARCHIVIO SIR spugna o proroga, ripeto, ma articoli di tre brand di proprietà, distribuiti a
l’applicazione della legge, rispetto alla livello internazionale. È così per il professor
quale assistiamo alla ormai ennesima e Claudio Vicini, direttore del Dipartimento

Macchinette mangiasoldi nei bar abituale strumentalizzazione".


Questo perché la norma regionale (votata
nel 2013 e operativa dal 2017) non
considera il contratto con il noleggiatore
Testa-Collo dell’Ausl Romagna e che pochi
mesi fa è stato nominato presidente della
Società Italiana di Otorinolaringoiatria, dopo
aver guidato l’Associazione

Rimozione "a fine concessione" dell’apparecchio al singolo esercizio


commerciale, come ritenevano invece i 5
stelle: "Si tratta di contratti con i
Otorinolaringologi Ospedalieri. Pioniere
della chirurgia robotica applicata
all’otorinolaringoiatria, ha personalmente
concessionari di rete che scadono nel ideato e sperimentato numerose tecniche

M
anca poco al giro di vite finale nuove installazioni e la rimozione "a fine 2022 a seguito di gare nazionali e non chirurgiche innovative per il trattamento
della Regione sulle sale da gioco o concessione". certo per volontà della Regione". della Sindrome delle Apnee Notturne, e
bingo, costrette a trasferirsi Proprio sul termine della concessione il Attenzione però: anche la manutenzione rappresenta sicuramente una delle
lontano da scuole, oratori o impianti Movimento 5 stelle è partito all’attacco di un apparecchio o la sostituzione della eccellenze della nostra sanità. Meno
sportivi. Il prossimo mese verrà meno la della Giunta regionale parlando di "colpo scheda all’interno di esso viene evidente, ma altrettanto forte e significativo,
proroga concessa a quelle sale che, di spugna sulla legge contro l’azzardo" considerata dalla legge una nuova il legame fra Cesena e Sergio Valzania.
trovandosi a meno di 500 metri dai luoghi con una proroga fino al 2022 dell’entrata installazione, dunque fuori dai contratti Saggista, romanziere, pubblicista, autore
sensibili, abbiano deciso di proseguire in vigore delle norme per bar ed esercizi attuali e soggetta alle disposizioni sulle televisivo e radiofonico, insegnante di
altrove la propria attività. commerciali. Il consigliere regionale distanze minime. In questo modo, anche Scienza della Comunicazione, Valzania ha
Al di là delle sale scommesse, resta però il pentastellato Andrea Bertani, autore di la semplice riparazione di una macchina diretto per anni i programmi di RadioRai. Ed
nodo delle tante "macchinette un’interpellanza alla Giunta, accusa la ne comporta la rimozione definitiva dagli è discendente in linea diretta di Eugenio
mangiasoldi" presenti nei bar o negli Regione di aver gettato la maschera: esercizi. Il gioco attualmente più in voga Valzania, che è il suo trisnonno. Anche in
esercizi commerciali. In questi casi la "Tutti quei bar che a breve avrebbero tra Regione e mondo dell’azzardo, questo caso, un ‘figlio’ di Cesena che si è
legge regionale prevede un divieto di dovuto spegnere le slot machine dunque, resta il braccio di ferro. fatto onore fuori dai confini locali".
12 Giovedì 15 novembre 2018 Cesenatico

Nella parrocchia è in corso la costruzione di un nuovo salone polivalente Piazzetta delle Erbe
Lavori Dall’8xmille un contributo che copre il 75 per cento della spesa totale
■ Murale Masotti
Cantiere Santa Maria Goretti Il dibattito dopo il restauro

rocedono a pieno

P ritmo i lavori alla


parrocchia di Santa
Maria Goretti, nella zona
FOTO MEMASTUDIO

peep di Cesenatico. Iniziati


nella primavera 2017,
FOTO MEMASTUDIO
dovrebbero chiudersi a
maggio 2019. Gli interventi È stato ultimato la scorsa settimana lo smontaggio
riguardano il delle impalcature che sono servite per il restauro
completamento delle del grande dipinto murale “Veduta del porto
opere parrocchiali e della canale” (foto). L’opera era stata realizzata nel
canonica e la costruzione 1975 dall’artista ferrarese Walter Masotti sulla
di un nuovo salone parete di un’abitazione all’angolo tra piazzetta
polivalente, in sostituzione delle Erbe e via Fiorentini, in centro a Cesenatico.
di quello risalente agli anni Appena smontato il cantiere, è iniziato un
Ottanta, che è stato dibattito che ha coinvolto tutta la cittadina, divisa
demolito. L’imponente tra sostenitori e detrattori del lavoro svolto nei
intervento include una mesi scorsi dai restauratori. Più che di ’restauro’ è
serie di lavori per sistemare corretto parlare di vero e proprio ’rifacimento’.
il cortile della chiesa e le
condutture fognarie.
Come sostenere gli interventi L’opera, rivolta verso il mare ed esposta alle
intemperie, versava in condizioni critiche per i
Per il parroco don Sauro er sostenere i lavori sono possibili:
Bagnoli, si realizza “un
desiderio coltivato dai
P - offerte straordinarie o donazioni periodiche attraverso
un bonifico su Banca Prossima con Iban: circa 82mila euro dei 450mila
distacchi di superficie pittorica che ne stavano
compromettendo la sopravvivenza.
Già nel 1995 era stato effettuato un primo
fedeli e dei parroci che IT61 O033 5901 6001 0000 0154 500; euro previsti a carico della intervento di restauro da parte di Ginesio
tanto si sono adoperati per - lasciti testamentari; parrocchia. La quota restante Albonetti. Rispetto alle fotografie originali, i
avviare e far crescere la - donazioni mirate per apparecchiature e arredi; sarà saldata attraverso un colori erano stati alterati ed erano state aggiunte
comunità parrocchiale del - sponsorizzazioni varie e iniziative mirate. mutuo bancario”. varie porzioni di pittura prima assenti. Queste
quartiere Madonnina”, La parrocchia fa sapere che un gruppo di famiglie si è Don Sauro invita i criticità hanno fatto propendere
nell’entroterra di impegnata a versare una quota mensile; alcune persone parrocchiani a “sentirsi l’Amministrazione comunale, sentiti i pareri di
Cesenatico. hanno concesso prestiti da restituire senza interessi; in membri attivi della comunità, esperti e di residenti, per un rifacimento completo
La direzione dei lavori è occasione di funerali, le offerte in suffragio del defunto facendosi carico delle sue dell’opera per mano dei professionisti della
stata affidata allo studio Air sono state destinate dai familiari alla parrocchia. esigenze materiali e spirituali “Bottega di Betti” di Villa Verucchio, chiamati a
di Rimini, che ha e collaborando attivamente basarsi sulle fotografie originali del 1975.
progettato l’attuale chiesa per rendere più agevole la sua Spiega il sindaco Matteo Gozzoli in una lettera
parrocchiale. Tutte le ditte accresciute necessità costruzioni ecclesiastiche vita e più efficace la sua aperta: “Abbiamo scelto questa strada,
che operano nel cantiere pastorali, offriranno con fondi provenienti dalla missione”. sicuramente più coraggiosa ma, a mio avviso,
sono radicate nel territorio ulteriori opportunità per lo quota dell’8xmille, che I nuovi ambienti saranno a l’unica in grado di ridare ai cittadini la vista del
cesenate. Nella lunga fase sviluppo della vita comporta un contributo a disposizione della catechesi e Masotti del ’75, con la garanzia che il rifacimento
di progettazione sono stati comunitaria e renderanno fondo perduto di un della formazione cristiana, dell’intonaco e l’utilizzo di speciali tinte adatte
accolti i suggerimenti di l’intera area parrocchiale milione e 46mila euro che consentiranno di ampliare i all’esterno garantiscano la durevolezza
vari parrocchiani per più conforme alle va a coprire il 75 per cento servizi in campo caritativo e di dell’opera”. “L’effetto visivo del nuovo murale -
migliorare il progetto normative vigenti in della spesa totale. “A oggi - avviare nuove proposte ammette il sindaco - è molto diverso rispetto a
iniziale, rendendolo più materia di agibilità e di rende noto il parroco - culturali, espressive e quello che si era abituati a vedere, almeno dal
funzionale alle esigenze sicurezza”. grazie alla collaborazione ricreative. In più offriranno al 1995 a oggi, ma abbiamo operato con un unico
della comunità. I lavori a Santa Maria dei parrocchiani e quartiere Madonnina spazi obiettivo: fare in modo che il Masotti non andasse
“I nuovi ambienti - fa Goretti sono stati inseriti all’intervento straordinario idonei per incontri e perduto per sempre”.
sapere don Sauro - nel programma di di qualche benefattore, manifestazioni. L’inaugurazione ufficiale dell’opera è prevista nel
risponderanno meglio alle finanziamento delle nuove siamo riusciti a pagare Matteo Venturi pomeriggio di sabato 24 novembre.

Verde pubblico ◗ Sicurezza ◗ Anniversari ◗ Zona di Ponente ◗


Interventi su 1.200 alberi Controllo di vicinato Centenario Grande guerra Apre un locale per famiglie
La Giunta di Cesenatico ha deliberato Il Comune di Cesenatico è in Lo scorso 4 novembre, Giornata Un nuovo locale ha aperto i battenti a Cesenatico in via
nei giorni scorsi il piano per le procinto di avviare il Controllo di dell’unità d’Italia e delle forze Magellano, nella zona di Ponente. Si tratta dell’Atlantis
potature per il periodo 2018-2019. vicinato sul suo territorio. Il armate, gli amministratori comunali family restaurant. A realizzarlo, la società che gestisce
Previsti interventi su circa 1.200 progetto, già avviato in molti hanno consegnato ai familiari la il parco Atlantica di Cesenatico e l’imprenditore Andrea
alberature in tutto il territorio comuni dell’Emilia Romagna, ha come protagonisti i cittadini, piastrina di riconoscimento del Falzaresi. Vari gli ambienti ricreativi per bambini e
comunale e 17 abbattimenti con chiamati a collaborare in maniera più concreta e sinergica con le soldato Emilio Riciputi, originario ragazzi. Il pubblico entra pagando un prezzo fisso (19
successive ripiantumazioni. forze dell’ordine, dando vita a una comunità più unità e solidale. di Bagnarola e disperso in Russia euro per gli adulti e 10 euro per i bambini), consuma ciò
Gli interventi saranno a opera della Il progetto sarà illustrato in un incontro pubblico giovedì 15 75 anni fa, durante il Secondo che vuole e può partecipare agli eventi con la presenza
Cesenatico servizi srl. novembre alle 20,30, presso il Museo della Marineria. conflitto mondiale. costante di animatori professionisti.
a cura di
Alessandro Notarnicola

Anno 2 - n. 9 ◆ Giovedì 15 novembre 2018

Agricoltura 2 Alimentazione 3 Storie 6


Il Mercato Innovazione Dalla vita
di Cesena nella cucina a San Patrignano
cresce ancora dello chef al palco di Sky
umeri straordinari v, social e auro Alba si
N per il Mercato
Ortofrutticolo.
TTomas
consulenze estere.
Marfella passa
M racconta con un
sorriso. Sardo
Scarpellini e Magnani: con disinvoltura dai adottato dalla
"Necessaria riforma grandi marchi ai Romagna, è lui la
del comparto" progetti esteri rivelazione della pizza

Oro verde

FOTO
MATTEO VENTURI

Il punto pressione, a un brutto periodo della propria vita ed è pro-


prio grazie al suo contributo, fatto di ingredienti, sapori e
cuni limitati territori collinari della provincia di Bologna
rappresentano le uniche eccezioni più a nord, per il loro
odori, che tutto passa. Oltre all’arte dello chef star, un ruolo particolare microclima adatto alla coltura. L’olio extra ver-

O ggi cucino io. In questi nove numeri di


AgriRomagna cuochi, agrichef e amanti
del cibo, ma non meno della terra, hanno
decisivo è svolto dalle materie prime che regnano sovrane
nelle cucine. Primo fra tutti l’olio, l’oro verde. La presenza
della pianta di olivo, nel territorio che ha come riferimento
gine di oliva prodotto in Emilia Romagna viene ottenuto
quasi tutto all’interno dei territori delimitati dai discipli-
nari di produzione che fanno riferimento alle Denomina-
condiviso la propria esperienza tra i fornelli le prime colline a ridosso della “costa adriatica romagnola” zioni di Origine Protetta “Brisighella” e “Colline di
indagando le diverse sfaccettature della cu- (Rimini e Forlì-Cesena), per alcuni storici potrebbero ri- Romagna”. In questo nono numero di AgriRomagna del-
cina. Dalla tradizione all’innovazione, dalle salire all’età villanoviana. L’affermarsi della coltura è stato l’anno 2018 ospitiamo l’Antico Frantoio di Balignano di Lo-
proposte del repertorio gastronomico lo- favorito nei secoli dal clima tipico di questo areale di col- niano (in foto) diretto da Pierluca Turchi e dalla sua
cale fino alle ultimissime dall’estero. In ogni tivazione e più temperato rispetto ai territori più a nord famiglia. Nonostante l’ondata di maltempo e la lingua di
caso il buon cibo rappresenta per i suoi pro- della Romagna che risentono di un clima più rigido. Il gelo che lo scorso marzo ha colpito il territorio, la produ-
tagonisti un antidoto allo stress, alla de- comprensorio brisighellese, in provincia di Ravenna e al- zione 2018 gode di un’ottima qualità.
II Giovedì 15 novembre 2018 AgriRomagna

Mercato ortofrutticolo Resoco


nto 201
8
“Necessari catasto
e riforma barriere
sanitarie”
Tra innovazioni e nuovi investimenti
il presidente Domenico Scarpellini
e il direttore Matteo Magnani propongono
una riorganizzazione
della filiera ortofrutticola italiana
NELLA FOTO, IL PRESIDENTE DEL MERCATO ORTOFRUTTI-

I
l 27 settembre al ministero delle Politiche
agricole c’è stata la prima riunione dell’era COLO DOMENICO SCARPELLINI (A SINISTRA), INSIEME AL
Centinaio per pianificare la futura politica DIRETTORE MATTEO MAGNANI
ortofrutticola nazionale. Catasto, barriere
fitosanitarie, export e apertura di nuovi mercati Come si articola il rapporto con il consuma-
extra-Ue sono le priorità ribadite da un coro di tore finale?
voci in rappresentanza di una serie di sigle Cerchiamo di avvicinarlo progressivamente
dell’intera filiera, dalla produzione alla al consumo della frutta, attraverso iniziative
distribuzione. Coro a cui prende parte anche il come ‘L’Angolo del Mercato’ e i laboratori
Mercato Ortofrutticolo di Cesena che ha per i ragazzi garantendo l’informazione ma
registrato performance di crescita negli ultimi bisognerebbe farlo in modo più appropriato.
dieci anni. Nonostante in questo particolare Le istituzioni hanno il compito di intervenire
momento i mercati all’ingrosso abbiano nel rapporto che intercorre tra i giovani e
momenti di crescita altalenanti, per la realtà del l’alimentazione.
Mercato Ortofrutticolo di Cesena coordinata da
Domenico Scarpellini e Matteo Magnani tutto Un esempio?
procede in forma positiva. A scuola, l’introduzione di un’ora di
alimentazione nei programmi didattici.
Quali sono le vostre proposte?
Da anni sottolineiamo la necessità di creare un Come leggete l’aumento progressivo di gio-
catasto ortofrutticolo per la programmazione e vani agricoltori sul territorio locale?
la pianificazione delle produzioni; di azioni Positivamente. Dai risultati effettivi ottenuti
strutturate per sviluppare export, promotion e “Il risultato del 2018 Oltre al catasto chiedete l’abbattimento delle bar- in base a numerosi controlli sanitari si
tracciabilità; dello snellimento delle concessioni riere fitosanitarie. dimostra che tutti sono molto preparati e
per gli usi in deroga dei prodotti fitosanitari è positivo Per l’esportazione dei prodotti italiani abbiamo nessuno di loro risulta essere fuori dalla
essenziali per alcune filiere. Devono essere per e di soddisfazione bisogno che in Europa ci sia l’abbattimento di legalità. Sono professionalmente molto bravi
primi gli operatori ortofrutticoli a spingere su queste barriere. Dal punto di vista sanitario e molto seri. Con l’esperienza del passato e
questo tema, altrimenti la richiesta non verrà da parte nostra applichiamo per i nostri prodotti determinati criteri con l’applicazione delle nuove tecnologie
mai attuata. e dei produttori che non corrispondono a quelli degli altri Paesi possono ottenere grandi risultati.
Europei. Le barriere sono equivalenti a un dazio: i
Cosa cambierebbe con l’adozione di un catasto che sono abbastanza Paesi esteri per salvaguardare la propria produzione Dunque, un resoconto positivo?
ortofrutticolo? contenti dell’esito possono dire di no alla nostra. È anche vero che ogni Resoconto positivo e di soddisfazione da
Le facciamo un esempio: di recente un Paese ha diritto di adottare le misure fitosanitarie parte nostra e dei produttori che sono
agricoltore ha importato un cultivar dall’estero ottenuto nel corso che ritiene più idonee per difendere il proprio abbastanza contenti dell’esito ottenuto nel
e poi ha iniziato a promuoverlo dell’intero anno”. ’patrimonio’, ma al tempo stesso ogni misura deve corso dell’intero anno. Adesso l’obiettivo è
autonomamente. Prima di immettere sul avere una chiara giustificazione scientifica e legale e l’ottenimento della Certificazione Iso 9001.
mercato determinate varietà bisogna che ci sia L’obiettivo del mercato uguale per i Paesi europei. Abbiamo già iniziato le analisi
un ente superiore che le autorizzi. È doveroso ortofrutticolo a campione per mantenere alto lo standard
eliminare la logica del ‘fai da te’ che non Alle proposte si somma la crescita del Mercato Or- quantitativo dei prodotti che transitano
favorisce l’intero sistema. Oggi si lavora ancora di Cesena è tofrutticolo di Cesena. L’adozione di nuove tecnolo- nella nostra struttura. Inoltre abbiamo
sulla quantità perchè mossi dalla logica dei l’ottenimento gie ha influito all’ottenimento di questi risultati? avviato un dialogo con gli operatori al fine di
prezzi e degli investimenti fatti, ma abbiamo Sicuramente. Di anno in anno facciamo importanti favorire il loro lavoro per quanto riguarda gli
bisogno di qualità del prodotto per rispondere della Certificazione investimenti sul fronte infrastrutturale e non meno orari di inizio e di fine e altri aspetti più
alle esigenze del consumatore. Iso 9001 dell’informatizzazione. logistici.
AgriRomagna Giovedì 15 novembre 2018 III

Nella cucina di chef Marfella. Oltre 4 mila follower e innumerevoli estimatori. Il cesenate unisce alla
ricca tradizione romagnola ricerca e innovazione per stuzzicare i palati più sopraffini. In Italia e all’estero

Da Instagramalle materie prime


T
atuaggi, una carriera
che alla sua età
imbarazzerebbe
qualsiasi collega e una sfilza
di prodotti a km0 sul banco
da lavoro. Tutto questo, e
non solo, è Tomas Marfella,
chef cesenate di 33 anni. Sin
da quando era ragazzino si
dedica con originalità ai
sapori della sua terra e che
oggi, a capo dei fornelli della
Vineria del Popolo a Cesena,
ha l’abitudine di prendere
per la gola tutti coloro che
ancora non credono che in
cucina si apprende una vera
e propria arte. Del resto è
proprio di questo che vive
Marfella in grado di unire
sapori e benessere in
un’unica pietanza. “La LO CHEF ALL’OPERA IN OCCASIONE
cucina - confessa - è la DELLA MANIFESTAZIONE “TRAMONTO
cultura di un paese. Essa va DI VINO” A IMOLA
immaginata come una
finestra che una volta aperta
mostra agli altri cosa c’è
dentro”.
Un curriculum da capogiro: da chef e direttore È necessario concentrarsi
cottura, qualche ingrediente
e la farcitura.
del ristorante aziendale al Technogym Village sulla qualità delle materie
A trentatré anni sei un padre
e uno chef di successo ap-
per arrivare a Icook, Beach for Eat, Orogel. prime, dal biologico al
chilometro zero, in qualsiasi
Tornerai all’estero?
In previsione ci sono diverse
prezzato dai grandi marchi E ancora la scrittura di ricette e la realizzazione occasione, dalla cena di gala consulenze in Spagna per il
del territorio. Lo avresti mai
pensato?
di video per gli Stati Uniti con Pomì, a una serata trascorsa a casa
di amici.
prossimo anno.
Andrò anche a Ibiza.
Ho dato il via alla mia testimonial italiano del marchio inglese Lavorando molto
carriera frequentando la
scuola alberghiera e
di prodotti vegetariani e vegani Quorn A proposito di novità, cosa
bolle in pentola?
con le piattaforme social,
aumenterò la visibilità sulla
lavorando senza sosta nei o del francese Elinor. Sono in contatto con una rete dove tutti potranno
locali d’estate, fino ad
arrivare nella cucina
Tomas Marfella annovera collaborazioni grossa azienda locale che
fermenta frutta secca e crea
trovarmi ogni giorno.

dell’hotel Casali. Non mi con Benetton, Poste, Telecom e Associazione prodotti alternativi a questa. È Uno chef 4.0?
sono mai risparmiato e il
lavoro, se ben fatto, prima o
Vegetariani Italiani un’azienda nota e ora voglio
mettere la quarta per
Uno chef presente per tutti.
È interessante mettere a
poi ripaga. Via via mi sono promuoverla un po’ di più. disposizione degli altri la
state proposte altre Io invece ho trasformato cibo ci dà e non solo il propria arte. Quasi
esperienze importanti ma tutto in qualcosa di più sapore che andiamo a Molto del tuo tempo lo hai sicuramente da questo
ancora molte altre sono in creativo e innovativo per la creare. trascorso all’estero. Negli al- dialogo nascono anche idee
cantiere. salute del corpo. tri Paesi quanto arriva della fruttuose.
Il territorio innova, dun- cucina italiana?
Un lavoro che spesso ti por- Creatività e innovazione que? Devo ammettere che la Cosa dicono le tue figlie
ta a innovare. È così? portano a cosa? A volte i menù restano nostra cucina arriva un po’ quando ti vedono in tv?
Sono partito con la classica All’introduzione di qualcosa ancorati alla tradizione distorta e rivisitata nella Sono contente.
cucina dei ’vecchi’ chef e di inedito in cucina o alla romagnola. Partendo da chiave di lettura del paese in Hanno 10 e 3 anni. Amo
tipica della ’vecchia’ scuola. riscoperta di vecchie questo tipo di cucina cerco cui sei. Distorta non perché la giocare tra i fornelli con
Con il tempo mi sono tecniche. Oggi in cucina è sempre di innovare si vuole stravolgere, ma loro. Ci provo tanto con la
concentrato sulla salute e importante cercare proponendo piatti nuovi, perché gli altri popoli hanno grande, ma per il momento
sulla ricerca delle materie costantemente per far sì che che suscitano interesse e un palato diverso dal nostro. preferisce mangiare.
prime. Quando sono arrivato faccia bene non solo alla che grazie ai colori, ai sapori Una piadina romagnola La piccolina invece desidera
in Orogel vedevo ricette bocca, ma anche al fisico e agli ingredienti affascinino esportata, ad esempio, non tanto cucinare
tradizionali e lunghe cotture. preservando quello che il il clienti una volta al tavolo. resta così, ma cambia la insieme a me.
IV Giovedì 15 novembre 2018 AgriRomagna

Pummà e Molino Naldoni D ue marchi romagnoli, due


casate di lungo corso note in
Italia e non meno all’estero,
due famiglie rappresentate dalla

insieme per la pizza a km0 bandiera del Km0. Si tratta di


Pummà, pizzeria presente a
Milano Marittima, Bologna e Ibiza,
e del Molino Naldoni di Faenza che
con l’autunno hanno sancito il loro
IN FOTO, ALBERTO NALDONI (SECONDO DA SINISTRA) CON LA ‘FAMIGLIA PUMMÀ’ DI MI- matrimonio basato sulla genuinità
LANO MARITTIMA, GUIDATA DA MATTEO TAMBINI (PRIMO DA DESTRA)
della pizza biologica costituita
principalmente da farine a km0 e
da prodotti di filiera che arrivano
da tutta Italia (dalla burrata di
Putignano, Puglia, al prosciutto di
LONGIANO. Il frantoio Turchi produce olio da oltre cinque secoli Langhirano, Emilia Romagna).
“Diamo da mangiare alla gente: ciò
che acquistiamo lo trasformiamo

Olive, un prodotto di qualità


in farina e qualcuno lo mangia. È
molto importante quando si
acquista una materia prima avere
un’etica andando oltre le
condizioni economiche

nonostante l’ondata di gelo interessanti. Felici che un’azienda


come Pummà ci abbia scelto”. A
dirlo è Alberto Naldoni, oggi a capo
di uno storico molino che ha le
radici nel 1700 e si arricchisce con

“S
i pensava a un’annata sotto la norma, invece si sta il completamento di un nuovo
rivelando eccezionale”. A dirlo, in piena stagione olearia, è stabilimento a Faenza. Le farine
Pierluca Turchi, titolare, a Balignano di Longiano, Naldoni, a differenza di tante altre
dell’Antico Frantoio di famiglia che da oltre cinque secoli produce olio presenti sul mercato, non sono
tramite spremitura a freddo con macine di granito. Il frantoio lavora a enzimate. “Oggi si caricano farine
ritmi serrati dallo scorso 15 ottobre. Alla prima settimana di novembre i di enzimi per ottenere risultati
quintali moliti, solo in conto terzi, erano oltre 3mila. Si proseguirà con migliori. Noi non lo facciamo.
questi ritmi per un’altra settimana, poi la produzione volgerà in fase Aggiungiamo solo glutine
calante. naturale”, ha proseguito Naldoni
“La quantità è buona e anche la qualità - fa sapere Turchi -. Per gli grato a Pummà per questo nuovo
olivicoltori che seguiamo con il nostro accordo stretto nel nome della
tecnico specializzato è stato effettuato pizza.
un solo trattamento e le olive sono non solo nazionale ma anche
sane. Durante l’estate i frutti sono stati mediterranea (Spagna,
monitorati per preavvisare l’insorgere Grecia, Nordafrica)” deve
di malattie o parassiti. Con questo essere un campanello
metodo di prevenzione i trattamenti d’allarme per il consumatore,
vengono ridotti al minimo invitato a “stare particolarmente attento alle piccole realtà locali - osserva Turchi - le aiuta
indispensabile e si evita l’impiego truffe”. “L’indice di riferimento più semplice - a mantenersi in vita. Lo stesso aiuto viene
indiscriminato di antiparassitari”. spiega Turchi - è il prezzo. Per un olio di dagli agricoltori che vendono le loro olive.
Turchi si dice soddisfatto della raccolta buona qualità il prezzo non può essere Questo permette ai frantoi di lavorare e ai
nel cesenate. “La tardiva ondata di gelo inferiore ai 9 euro al litro. Nei supermercati si terreni di non venire abbandonati. È un
dello scorso marzo aveva fatto pensare trovano bottiglie di olio a 3 euro, cifra che circolo virtuoso per tutto il territorio”.
a una seria compromissione della non copre neanche i costi dell’imballaggio”. Da Turchi anche un invito alle famiglie per
produzione. La previsione si è avverata Per l’acquisto di un olio di qualità il passare una domenica alternativa: “Solo in
solo in parte. Nelle colline riminesi la consumatore è invitato a rivolgersi questo breve periodo dell’anno si ha
produzione è pressoché nulla, così direttamente ai frantoi, descritti da Turchi l’opportunità di portare i bambini a visitare il
come in tutta Italia, Puglia in primis, come “garanzie di serietà, in quanto frantoio, a vedere come si fa l’olio e sentirne
dove la produzione ha toccato il sottoposti a severissimi controlli con il profumo”. Opportunità, al giorno d’oggi,
minimo storico”. sanzioni salatissime per chi sgarra”. non sempre scontate.
Per Turchi, la “scarsissima produzione, “Il consumatore che acquista l’olio presso le Matteo Venturi
AgriRomagna Giovedì 15 novembre 2018 V

Nel centro storico è iniziata la fase sperimentale


del nuovo modello di raccolta differenziata.
I contenitori itineranti seguiranno giorni e orari
stabiliti dal calendario riportato nella mappa

Hera
Ecoself, a Cesena arriva la nuova raccolta rifiuti
P
er una Cesena più pulita, pratica per i presente da piazza del Popolo ai giardini pubblici
residenti e accogliente dal punto di vista della città, è itinerante ed ecosostenibile. Se da una
turistico. Martedì 13 novembre proprio da parte sarà presente nelle aree addette solo alcune
questo presupposto ha preso avvio l’innovativo ore, dall’altro si autoalimenta grazie alla presenza di
sistema di raccolta dei rifiuti che, dopo questa pannelli fotovoltaici installati sul tetto. Nove le
prima fase sperimentale, sarà adottato in maniera postazioni all’interno del centro storico (Biblioteca,
effettiva dal 7 gennaio 2019 e interesserà le aree del piazza del Popolo, Municipio, piazza della Libertà,
centro storico eliminando gradualmente i teatro Bonci, piazza Aguselli, via Cesare Montanari,
cassonetti urbani e i sacchetti della spazzatura via Roverella 1, piazza Almerici) che saranno
restando operativo 7 giorni su 7, domeniche destinate a un’utenza domestica e relativa alla rete
incluse. Un passo, quello presentato martedì 30 degli uffici presente nelle zone coinvolte dal
ottobre in Comune dal sindaco Paolo Lucchi, progetto pilota. Saranno 5 i mezzi che gireranno e
dall’assessore alle Politiche ambientali Francesca una volta “pieni” gli operatori Hera li riporteranno
Lucchi e da Fausto Pecci, responsabile servizi Hera alla stazione ecologica per lo svuotamento per poi
Cesena e Rimini, che andrà a completarsi con la procedere con il riposizionamento.
tariffa puntuale che consentirà a ogni utente di
pagare di fatto quanto ‘butterà’. Attenzione però, la
severità dell’Amministrazione comunale nei Assessore Francesca Lucchi
riguardi dei disonesti in materia di rifiuti non si “Questa operazione - ha spiegato l’assessore Lucchi Si tratta di contenitori abbastanza voluminosi che
placherà. Come ha precisato il primo cittadino, (nella foto) - andrà a misurare la quantità del rifiuto vanno a seconda della tipologia di rifiuto e tarati
questo progetto - che nella messa in opera è primo prodotto e si procederà nell’ottica di implementare per le volumetrie dei conferimenti. Nel retro dei 5
in tutta Italia - ha sì il doppio fine di favorire i da qui ai prossimi anni la tariffa puntuale”. contenitori si trovano altri piccoli spazi per rifiuti
cittadini e di aumentare la raccolta differenziata in In tutte quelle aree che non saranno coinvolte da marginali. Due dedicati agli olii vegetali, uno
città, ma anche di tenere monitorare la situazione. “Ecoself”, verrà implementato il sistema del porta a dedicato ai piccoli Raee (apparecchiature
“Tutti i giorni - ha informato Lucchi - arrivano mail porta. “Grazie all’estendersi del servizio di raccolta elettroniche) e un ultimo per lampade piccole e
di abbandoni di rifiuti. In città è in atto una piccola integrata di rifiuti, la raccolta differenziata è passata sorgenti luminose. La tipologia di apertura
battaglia: da una parte i disonesti e dall’altra coloro da meno del 48 per cento del 2011 al 63,8 per cento è simile ai tradizionali cassonetti, ma in questo
che desiderano più pulizia. La polizia municipale - del 2017, per arrivare al 30 settembre al 65,5”, ha caso sarà necessaria una tessera (carta smeraldo).
ha ribadito il sindaco - incrementerà i controlli proseguito l’assessore ricordando che l’obiettivo è il Si preme il pulsante, si appoggia la tessera
diretti e la possibilità di telecamere trappola dove si raggiungimento del 70 per cento al 2020. e si apre il coperto manualmente o con un pedale.
registrano gli abbandoni. C’è una percentuale Cesena è perfettamente in linea con la tabella di A quel punto si può procedere al conferimento
ridotta di cesenati che non ha il senso dei rifiuti. marcia tanto che la quota di indifferenziato è del rifiuto.
Saremo inflessibili sui controlli e sui verbali”. costantemente scesa, passando in dieci anni dalle Tuttavia, per questo tipo di informazioni e per
quasi 40 mila tonnellate del 2008 ai 24.363,4 del conoscere meglio il funzionamento del nuovo
2017, con una riduzione del 39 per cento. sistema, le modalità e i tempi di passaggio al nuovo
Ecoself servizio, oltre alla prima assemblea organizzata al
“Ecoself”, un’isola ecologica mobile che circa 1.700
utenti utilizzeranno self service grazie a una tessera,
Come si presenta “Ecoself” palazzo del Ridotto dal Comune e da Hera lunedì 12
novembre, un secondo incontro con la cittadinanza
la cosiddetta Carta smeraldo, consente a ciascun e come funziona è stato programmato per mercoledì 12 dicembre
utente di attivare l’apertura del contenitore dove Questi nuovi cassonetti presenti in città si sempre alle 20,30.
gettare il sacchetto dei rifiuti e al sistema ottico di compongono di una parte principale costituita dai Lunedì 3 dicembre Hera inizierà la distribuzione
tracciare il contenuto seguendolo nel percorso dal 5 contenitori che normalmente si trovano nelle casa per casa del kit per la raccolta differenziata
cittadino all’impianto di recupero. “Ecoself”, batterie stradali. insieme alla guida-calendario.
VI Giovedì 15 novembre 2018 AgriRomagna

“La pizza?
Ho imparato
l’arte dell’impasto
a San Patrignano”
Dalla Sardegna all’Emilia Romagna per approdare
su Sky, dove ha partecipato al nuovo format
“MasterpizzaChampion”. Mauro Alba racconta
la sua passione per la cucina bio. Oggi è alla guida MAURO ALBA NELLA CORNICE DELLA PIZZERIA QBIO IN VIA MULINI, A CESENA
delle pizzerie QBio di Cesena e di Forlì
Della sua
L
a pizza è buona solo se preparata con i Forlimpopoli, Forlì e oggi Cesena. Hai vo-
prodotti dell’orto. Non ha dubbi Mauro glia di spostarti nuovamente?
Alba, il mastro pizzaiolo di Cesena
avventura a Sky No. Sono state esperienze importanti per
diventato noto in tutta Italia per aver conclusa lunedì la mia formazione. Ho iniziato lavorando
partecipato a “MasterpizzaChampion”, un di notte e oggi sono a Cesena dove da
format Sky dedicato al piatto tipico italiano e a
12 novembre, quattro anni sono il responsabile di QBio
cui hanno preso parte 16 professionisti della dice: “Ho voluto nato dalla passione per il mondo
cucina nostrana arrivati da tutto lo Stivale. dell’alimentazione e i suoi ingredienti
Piazzatosi in finale, Alba ha di fatto vinto non
dimostrare che primari.
solo per aver condiviso con gli italiani le una persona dal
tecniche migliori per “la buona pizza” ma Una delle tue passioni è proprio la cucina
anche per la sua storia fatta di esperienze che
niente può sempre biologica. Tendenza o necessità?
lo hanno portato ad essere quello che oggi è. fare qualcosa In cucina uso solo prodotti biologici.
“Se cucino con amore lo devo a tutto quello Freschezza, tracciabilità e stagionalità
che ho vissuto. Mi sono avvicinato ai fornelli
di grande. sono le tre parole chiave del mio lavoro.
in un momento particolare della mia vita e da Un lavapiatti Niente è preconfezionato e soprattutto
quel momento ho trovato in loro la mia casa”, usiamo il lievito naturale e non quello di
confessa il 43enne di origini sarde approdato
può diventare birra che offre una digeribilità migliore ai
in Emilia Romagna nel 2009 e oggi un grande cuoco. nostri clienti. Non si tratta di una
responsabile del QBio di Cesena e di Forlì. tendenza. Già dieci anni fa la mia cucina
Ci si deve sempre era caratterizzata da questi pochi criteri di
Cesenate di adozione da natali sardi. Quanto reinventare” base.
resta della regione d’origine nella tua cucina?
Da piccolo ho avuto a che fare con la Oltre alla televisione, ci sono i tuoi ragazzi
gastronomia, ma sui fornelli tutti è nato nel e le esperienze estere. Quali sono le tue
2011. Prima ero un barman. Circa otto anni fa A cosa pensi tornando con la mente a quegli anni? ambizioni?
ho iniziato a conoscere le tecniche della Che sono stati anni necessari. Non siamo persone cattive. Abbiamo fatto È proprio al futuro che guardo quando
panificazione, della pasticceria e della pizzeria. tanti errori ma abbiamo anche il desiderio di recuperare. Alcuni sbagli si insegno ai ragazzi l’arte della
Certo qualcosa resta della mia terra, alcuni commettono perché vengono a mancare punti di riferimento come la panificazione. Mi piace avere a che fare
sapori e odori idealmente mi riportano lì. famiglia, ad esempio. Sono le persone più sensibili a non saper affrontare la con i più giovani che portano freschezza e
vita. Ti aggrappi alla droga perché cerchi appigli. Pensi ti dia una mano, ma hanno voglia di apprendere. Alcuni di loro
Qual è stata la scintilla che ti ha avvicinato al- ti butta sempre più giù. Poi hai paura di starne senza. A San Patrignano ho dopo la mia “scuola” sono andati a
la cucina? rinforzato il mio carattere: mi hanno insegnato a conoscermi. Ho imparato lavorare all’estero. Mi mostro per quello
Ho cambiato vita per necessità dopo aver ad apprezzarmi. Oggi quando entro in un negozio e la gente mi saluta e mi che sono perché in loro vedo me da
avuto problemi con la droga. Sono arrivato accoglie sono felice. piccolo. Con me lavorano ragazzi di 21
nella comunità di recupero di San Patrignano e anni. Il nostro è un lavoro sacrificante che
ho iniziato a cucinare per gli altri. Il mio Dopo l’avventura su Sky ancora di più? ti allontana dalla famiglia nei giorni di
percorso in comunità è durato quattro anni e Esatto. Questa esperienza è nata dalla voglia di non fermarmi mai. Volevo festa e ti tiene inchiodato al bancone. È un
mezzo, più lungo del solito. Non volevo mettermi in gioco e tutti mi hanno sostenuto. Ho voluto dimostrare che lavoro che scegli solo se hai passione. E io
andarmene così presto e lavoravo nella una persona dal niente può sempre fare qualcosa di grande. Un lavapiatti l’ho scelto perché mi rende felice. Per
pizzeria dello spaccio dove spesso a insegnarci può diventare un grande cuoco. Ci si deve reinventare. Ho scoperto la adesso resterò a Cesena, ma non nego che
il lavoro arrivavano maestri internazionali che televisione: oggi altre pizzerie mi contattano per collaborazioni. Mi mi piacerebbe andare fuori dall’Europa
di lezione in lezione ci hanno trasmesso invitano in tv. È stata una bellissima esperienza nel corso della quale sono per insegnare al mondo la nostra buona
questa passione. nate delle amicizie. pizza italiana.
AgriRomagna Giovedì 15 novembre 2018 VII

Il fogliettone di Gabriele Papi


I gustosi cappelletti di Giovanni Pascoli
Scorreria, senza luoghi comuni, nella tradizione romagnola di Natale

tanno per tornare le feste di Natale e con esse i tradizionali cap- IL CAPPELLETTO
S pelletti all’uso romagnolo, felice denominazione di Pellegrino
Artusi: un tempo nostra canonica minestra natalizia (oggi i cap- MATTO
pelletti si mangiano a go gò). Il “cappelletto matto” era usanza bur-
In ogni caso, schiveremo l’uggioso e vanaglorioso dibattito circa il lona, ormai dimenticata”, in uso in al-
compenso (il ripieno) dei cappelletti in rigoroso buon brodo: se cune famiglie.
cioè debba essere essere solo di fornaggio o anche con carni. La Quando le donne di casa preparavano i
bontà e la bellezza dei cappelletti nostrani (se di fattura casalinga cappelletti la vigilia di Natale talvolta ne
o artigianale) è che loro ricetta varia da borgo a borgo, spesso da forgiavano uno particolare, simile agli
famiglia a famiglia. Ragion per cui gusteremo di volta in volta sapori altri, ma con il compenso farcito di pe-
diversi. peroncino.
Una piccola meraviglia in quei nostri tempi di prodotti e sapori A chi capitava, capitava. Era divertente
omologati con i quali pubblicità e marketing pretenderebbero di vedere poi a tavola uno dei commensali
farci mangiare tutti gli stessi mangimi, quasi fossimo cocorite. che faceva la faccia di chi ha mangiato
Molto meglio l’originalità e la fantasia che, almeno, non costa insieme un fico e un’ape. Volendo si
niente. può riproporre, per benevolo scherzo.
In questo caso occhio al peperoncino.
I CAPPELLETTI dialetto contenuta in una lettera del Pascoli e dedicata al Oggi sono in commercio peperoncini
suo amato cane Gulì, un simpatico bastardo che faceva (tipo l’habanero) il cui abuso ha l’ef-
DEL NOSTRO POETA sempre gran feste al poeta. Scrive dunque il Pascoli: “La fetto sul palato di una mini bomba Mo-
La filastrocca che stiamo per riproporre non appartiene all’ampio cadnìna a l’avrò in bascoza/tlà mittrò per turner a ca- lotov. Buon senso dunque.
“corpus” delle poesie di Giovanni Pascoli, bensì al suo fitto car- sina/dov cui sarà i caplitòn caplitàzz/ brot biricòn d’un Oggi sono in libera vendita, persino ai
teggio familiare, in particolare con la sorella Mariù. La vita di Pa- urcianazz”. (“La catenina l’avrò in tasca/ te la metterò sedicenni, pericolose pistole al pepe-
scoli, grande poeta, fu segnata dal dolore. Prima l’uccisione del per tornare a casina/dove ci saranno i cappellettoni cap- roncino per la cosiddetta “difesa perso-
padre Ruggero, fattore di Villa Torlonia a San Mauro Pascoli. Un pellettacci/ brutto birichinaccio di un orecchionaccio”: il nale”.
anno dopo muore anche la madre di “Zvanì”. Poi la diaspora di cane Gulì aveva infatti le orecchie lunghe del bracco). Gran brutta storia l’elogio delle armi,
fratelli e sorelle fino al ricongiungimento, a Massa Carrara, di Gio- Occhio al riferimento ai “cappellettoni” romagnoli: il Pa- deriva “all’americana”, oggi purtroppo
vanni Pascoli con le sorelle Ida e Maria, rapporto amorevole e scoli prediligeva la buona cucina contadina ed anche il di moda in taluni ambienti della nostra
problematico. È a questo periodo che appartiene la poesiola in Sangiovese, che il poeta amava sin troppo. società.

◆ A San Piero in Bagno una serata sugli insetti


Emanuele Biggi
zioni e delle malattie che un
essere “immondo” come
una blatta porta con sé e può
quindi trasmettere alla lar-
Supplemento mensile
del settimanale Corriere Cesenate racconta la natura va? È presto fatto e la natura
ancora una volta mostra tut-
ta la sua varietà e ricchezza.
Si è infatti scoperto che la

I
nsetti e ragni lottano per la sopravvi- pungiglio- larva di vespa gioiello è in
Direttore responsabile venza. E per sopravvivere utilizzano ne tale da grado di produrre 7/8 tipi di-
Francesco Zanotti
spesso tanti accorgimenti curiosi, a colpire solo versi di sostanze “antibioti-
Redazione, Segreteria e Amministrazione volte anche utili per l’uomo, come ad una deter- che” sulle quali si stanno an-
via don Minzoni, 47 esempio quando si nutrono di larve o di in- minata cora facendo ricerche per-
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590, setti di specie nocive. parte del ché non del tutto conosciute
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it Un “campionario” di casi, esempi e foto, l’ha cervello de- all’uomo.
Conto corrente postale n. 14191472 presentato il naturalista Emanuele Biggi (nel- gli scara- C’è poi l’Aracneus quadra-
la foto) al teatro Garibaldi di San Piero in Ba- faggi, in modo da non ucciderli, ma da inibi- tus, un ragno fotografato dal naturalista sam-
E-mail: redazione@corrierecesenate.it gno, nell’ambito del ciclo di conferenze “Tra re unicamente l’istinto alla fuga e renderli co- pierano Andrea Boscherini sul pianoro di
agriromagna@corrierecesenate.it
cielo e terra” della Compagnia di Gnomo sì “zombi” al completo proprio servizio. Nasseto, che tenta di dissuadere o “impauri-
Editore e Proprietà Mentino. “Chissà cosa ne pensano i patiti della teoria re” possibili nemici con una veste che asso-
Associazione diocesana Corriere Cesenate Il teatro era pieno, per una relazione dina- dell’evoluzione”, ha commentato in sala. Lo miglia a una zucca di Halloween in miniatu-
Autorizz. Trib. Forlì mica e accattivante tenuta da Biggi, natura- scarafaggio così “anestetizzato” viene facil- ra.
Stampa
lista e conduttore della trasmissione televisi- mente trascinato dalla vespa.Lungo il suo Infine, la mantide nana europea, fotografata
Rotopress, via Brecce - 60025 Loreto (Ancona) va Geo su Rai 3. corpo viene anche deposta una larva che si sempre da Boscherini lungo le mura del cen-
www.rotoin.it Un insetto su cui il relatore si è soffermato sviluppa nutrendosi della sostanza dello sca- tro di Cesena, è un’abile cacciatrice di inset-
con ammirazione è stata la vespa gioiello, rafaggio. ti.
una specie che riesce a orientare il proprio E come la mettiamo col problema delle infe- Alberto Merendi
Valle del Rubicone Giovedì 15 novembre 2018 13

Montiano ◗ Gambettola ◗ Gambettola ◗


Il paese ricorda don Baronio e Giampaolo Canducci Corpo bandistico in festa Mostra di Bruno Comini
Due targhe saranno scoperte sabato 17 novembre a Montiano. Nella chiesa parrocchiale di Nello spazio espositivo ricavato in
Alle 11 sarà svelata un’insegna in ceramica, voluta dai cittadini di Montiano, Gambettola domenica 18 piazza II Risorgimento, angolo via
sul palazzo che, in via Cesare Battisti, ospitava i “Figli del popolo” di don novembre il corpo bandistico “Città di Gambettola” festeggerà Roma, a Gambettola, fino a giovedì 22 novembre è
Baronio. L’Istituto montianese era diretto dal parroco don Colombo Spadazzi santa Cecilia. La festa della patrona dei musicisti coincide con i possibile ammirare “Nomade psichico”, personale
e accoglieva una trentina di ragazzi. 156 anni dalla fondazione del corpo bandistico. Nell’occasione, dell’artista-viaggiatore gambettolese Bruno Comini,
In serata, al termine della Messa delle 20, saranno dedicati a Giampaolo durante la Messa delle 11,15, saranno ricordati i componenti classe 1961. Per la sua pittura, Comini utilizza
Canducci i locali sottostanti il teatro della parrocchia. Canducci, per gli amici defunti e saranno ringraziati coloro che sostengono l’associazione materiali riciclati, quali vecchie tele e piani di legno.
“Giampa”, ragioniere, alpino, sindacalista, fotografo per passione e persona musicale. Al termine della celebrazione, seguirà un momento di Le figure che popolano le sue opere sono volutamente
molto attiva in parrocchia, è morto a 78 anni il 25 ottobre di un anno fa. convivialità nei locali del centro sociale “Ravaldini”. (Ps) ridotte all’essenziale.(Ps)

Longiano e Savignano
Tra Gambettola,
operano a turno nelle tre realtà. Ogni
domenica si dividono la celebrazione delle
sette Messe (quattro a Gambettola, due a
Bulgaria e una a Bulgarnò) e a don Simone ■ Scavi archeologici
(28 anni) è stata affidata la pastorale

Bulgarnò e Bulgaria giovanile.


“Le tre comunità - spiega don Tonino -
hanno una loro storia. Sono
“autosufficienti”, nel senso che sono in
Torna alla luce antica pieve

l’amicizia cresce grado di gestire la vita parrocchiale in modo


autonomo. Non è facile tenere insieme tre
realtà abituate a camminare separatamente.
Cerco di farlo in maniera graduale per
arrivare ad alcune iniziative comuni:
Il parroco don Tonino Domeniconi e il bilancio catechesi degli adulti, unico Consiglio
pastorale, attività rivolte ai giovani”. Una città sotto la città. Un’antica pieve con un
di un anno di unità parrocchiale: “Gli impegni “Gli appuntamenti più significativi di una sepolcreto di trecento tombe, una tomba
singola parrocchia - aggiunge don Tonino -
sono tanti, bisogna responsabilizzare i laici” vengono comunicati alle altre, come
aristocratica con un corredo piceno e un terzo
reperto, forse un battistero. Tra luglio e ottobre,
l’adorazione eucaristica che si tiene a nel corso della campagna di scavi di verifica
GAMBETTOLA, 24 GIUGNO 2018 Gambettola il secondo giovedì del mese. preventiva dell’interesse archeologico, effettuati
PRIMA MESSA PRESIEDUTA DA DON SIMONE Eventi straordinari come l’ingresso di don
(AL CENTRO, TRA DON TONINO E DON ZIMMÈ) tra Longiano e Savignano sul Rubicone dalla
Simone (foto a lato) hanno coinvolto le tre Soprintendenza archeologica, contestualmente ai
comunità, così come la partecipazione alle lavori di realizzazione della “Bretella del
varie feste parrocchiali. Resta distinto il Rubicone”, il sottosuolo longianese ha donato
cammino della catechesi dell’iniziazione eccezionali ritrovamenti che andranno ad
cristiana. Solo l’inizio dell’anno catechistico arricchire il patrimonio archeologico del Museo
si è svolto in maniera comunitaria”. del Compito. Lo scavo, condotto dalla ditta
Nessuna fusione delle tre realtà all’orizzonte. Akanthos, ha interessato un’area di oltre 2 mila
La parte amministrativa rimane in capo alle metri quadri, il cosiddetto Campo di San Pietro, e i
singole parrocchie. Piuttosto, fa sapere don reperti, come sottolineato dall’archeologa
Tonino, “si cerca con gradualità di superare Annalisa Pozzi, risalgono all’epoca preromana e
la mentalità campanilista. Molti medievale. L’area, già dagli anni ’90, è interessata
parrocchiani si stanno rendendo conto che da sondaggi archeologici e un ’censimento’
bisogna portare avanti la pastorale in modo effettuato tra il 2009 e il 2010 aveva stabilito la
diverso dal passato, ma alcuni si stanno necessità di approfondire il sottosuolo. I lavori,
dimostrando chiusi ai cambiamenti. che hanno coinvolto 12 archeologi e un
Dice il sacerdote:
“P
er evitare di essere Bulgaria deve ancora metabolizzare il fatto restauratore, hanno sin da subito ottenuto i primi
sopraffatti dagli impegni, i di non avere più il parroco residente. Una
“Seguire tre parrocchie non è facile preti devono tempo c’era abbondanza di preti - spiega
storici riscontri. Il primo reperto a venire alla luce
è stata la pieve di San Pietro (due edifici
Una volta ho suonato le campane responsabilizzare i laici”. A dirlo è don don Tonino -. Col calo delle vocazioni è sovrapposti), fatta demolire nel 1587 essendo
Tonino Domeniconi, parroco a necessario cambiare mentalità e ormai un rudere. Lungo i fianchi della struttura è
a morto a Gambettola, Gambettola e a Bulgarnò dal 2016 e responsabilizzare di più i laici. La Chiesa è stato rinvenuto gradualmente un sepolcreto
mentre il funerale era a Bulgaria” amministratore parrocchiale a troppo clericale. Si cerca ancora il prete per caratterizzato da tombe semplici e prive di
Bulgaria dall’autunno 2017. A un quelle cose che può fare un laico, come la corredo. Non è chiara la natura del piccolo edificio
anno da quella data lo abbiamo recita del rosario. Ma occorre andare oltre. a pianta centrale rinvenuto a poca distanza dalla
incontrato in canonica a Gambettola - dove risiede - per fare il punto sul Serve un laicato ben formato che possa pieve, forse interpretabile come battistero,
cammino dell’unità parrocchiale. assumersi responsabilità dirette, come le importante documento della funzione legata al
Gambettola, Bulgarnò e Bulgaria sono tre parrocchie che conservano la loro pastorali della famiglia e del lavoro. Per sacramento del battesimo delle pievi. A trenta
specifica identità, ma sotto la guida di un unico parroco. Ad aiutare don Tonino evitare di essere sopraffatti dagli impegni, i metri di distanza è stata rinvenuta una tomba
a prendersi cura di circa 9.500 anime, di cui 7.100 solo a Gambettola, la preti devono responsabilizzare i laici”. principesca datata tra il 600 e il 700 aC. Si
parrocchia più grande della Diocesi, ci sono due collaboratori: don Zimmè “Fra le tre comunità - tira le somme don tratterebbe di una sepoltura (foto) priva dei resti
Sagbo, originario del Benin, e don Simone Farina, sacerdote dallo scorso Tonino - è in atto uno scambio di amicizia e del defunto e munita di un ricco corredo (elmo
giugno. conoscenze. Lo spirito di comunione e piceno, due schinieri bronzei, un carro e un ricco
“Seguire tre parrocchie - racconta don Tonino - all’inizio è stato difficile. Una collaborazione sta crescendo. Mi auguro corredo da banchetto). La tomba ritrovata a 90
volta - ride - ho suonato le campane a morto a Gambettola, mentre il funerale che, col tempo, possa crescere centimetri di profondità sarà al centro dei progetti
era a Bulgaria”. Il lavoro sulle tre parrocchie è tanto. “La scorsa settimana - dice ulteriormente”. futuri della cooperativa Koinè e per i quali sarà
don Tonino - abbiamo avuto sette funerali”. Il parroco e i due collaboratori Matteo Venturi lanciata una campagna di raccolta fondi.
Alessandro Notarnicola

Gatteo | Polizia municipale, la nuova sede Longiano | La festa del Ringraziamento

PIPPOFOTO

INAUGURATO SABATATO 10 NOVEMBRE A GATTEO LA NUOVA SEDE DELLA POLIZIA MUNICI- FESTA DEL RINGRAZIAMENTO DOMENICA 11 NOVEMBRE AL SANTUARIO DEL SANTISSIMO
PALE DEL RUBICONE. Trova posta in via Garibaldi, nei locali - ristrutturati - che in passato ospita- CROCIFISSO DI LONGIANO. Durante la Messa solenne delle 10, presieduta dal rettore fra Mirko
vano la locale stazione dei Carabinieri. Presente al taglio del nastro, fra le tante autorità, il Montaguti, gli scout e i bambini della parrocchia di San Cristoforo hanno portato all’altare i frutti
sottosegretario alla Giustizia Jacopo Morrone. I nuovi locali sono stati intitolati a Romolo Berardi, della terra per ringraziare il Signore dei doni ricevuti durante l’anno. Quanto raccolto è stato do-
comandante della Pm del Rubicone dal febbraio 2009 alla sua prematura morte avvenuta l’otto- nato a varie strutture della comunità Papa Giovanni XXIII nel territorio.
bre di quello stesso anno. Alla cerimonia erano presenti la moglie Cristina e il figlio Francesco. La festa, da antica tradizione, chiude il ciclo delle annuali manifestazioni liturgiche legate al San-
La Polizia municipale del Rubicone opera nei territori di Gatteo, Borghi, Roncofreddo, Savignano e tissimo Crocifisso. In passato si svolgeva la terza domenica di ottobre. Da 40 anni coincide con la
Sogliano, con l’auspicio che in futuro vi possano aderire i restanti comuni dell’Unione. Giornata nazionale del ringraziamento promossa dalla Conferenza episcopale italiana. (Mv)
14 Giovedì 15 novembre 2018 Valle del Savio

Domenica 18
novembre l’assemblea
dei soci al teatro
La Bcc di Sarsina guarda
Silvio Pellico. All’odg
modifiche statutarie a un solido futuro e si riassetta
D
omenica 18 volge al termine con l’imminente gruppo e quindi dalla
novembre nascita dei gruppi bancari e prevede un possibilità di sviluppo,
alle 10 al nuovo assetto nel quale ciascuna delle dalla continuità con gli
teatro Silvio 290 Bcc, pur mantenendo la propria stessi sistemi informativi
Pellico si terrà una autonomia, deve aderire a un gruppo attuali, dall’efficienza
importante bancario cooperativo. garantita per i servizi. Sono
assemblea della Le modifiche in corso sono tutti fattori necessari per
Banca di credito conseguenti alla scelta del Gruppo proseguire nella nostra
cooperativo di bancario trentino già effettuata dalla missione di cooperazione,
Sarsina, con Bcc di Sarsina nel novembre 2017”. mutualità e territorialità”.
all’ordine del Fabbretti ricorda anche i motivi che Anche la volontà di garantirsi il motivo questo di soddisfazione e
giorno alcune hanno portato la Bcc di Sarsina a massimo di solidità e tranquillità, per tranquillità per soci e clienti”.
modifiche statutarie necessarie per scegliere di aderire al Gruppo trentino un piccolo istituto da tempo Il programma della giornata di
procedere secondo quanto previsto (l’altro gruppo che si va costituendo fa classificato tra i più virtuosi, ha spinto domenica 18 prevede per i soci anche
dalla legge di riforma del credito riferimento a Iccrea, organismo già verso il Gruppo trentino. la partecipazione alla Messa in
cooperativo. precedentemente esistente del mondo “La virtuosità e la salute della banca - basilica concattedrale, alle 9, in
“La modifica dello statuto - spiega il del Credito cooperativo). conclude il presidente -, con indici memoria dei soci defunti e poi alle 13,
presidente Mauro Fabbretti - è “La scelta - sottolinea Fabbretti - è stata patrimoniali tra i più elevati tra le per chi si è prenotato, il tradizionale
necessaria per l’adesione al gruppo dettata dall’impegno a mantenere piccole banche a livello nazionale, pranzo sociale all’Albergo Miramonti
Cassa centrale banca di Trento. l’autonomia, dalla non sovrapposizione permettono di aderire al gruppo di Acquapartita.
La riforma del Credito cooperativo territoriale con altre Bcc dello stesso bancario con il miglior rating possibile, Alberto Merendi

❚❚ Fino a domenica aperta la raccolta firme a Bagno di Romagna Brevi dalla valle
■ Rotary
Non chiudete No allo spreco del cibo

anche l’ultimo
sportello
C
ontinua fino a domenica la raccol- risparmi di Forlì, che ora fa parte del grup- magna che le funzioni bancarie verranno
ta di firme dei cittadini di Bagno di po San Paolo Banca Intesa, ha colto di sor- acquisite dallo sportello di San Piero.
Romagna a sostegno della richie- presa e amareggiato i cittadini di Bagno di Con la petizione i cittadini, sconcertati Il 9 novembre ha preso il via l’iniziativa del
sta di mantenimento dell’apertura Romagna. per l’imminente chiusura dell’unico spor- Rotary Club della Valle del Savio rivolta agli
dell’unica filiale bancaria operante nella La chiusura dell’unico sportello bancario, tello bancario presente nel paese da oltre studenti di Mercato Saraceno e Sarsina, sugli
cittadina termale. per residenti e turisti, creerebbe un forte 60 anni, chiedono prima di tutto all’isti- effetti negativi dello spreco alimentare. Le
Il neonato “Comitato per i servizi del ter- disagio. tuto di credito di rivedere la propria deci- scuole partecipano a un concorso del
ritorio di Bagno di Romagna Terme” invi- Né sarà facile, con l’aria che tira nel mon- sione. Distretto Rotary Emilia Romagna con un
ta tutti alla sottoscrizione, presso la Log- do del credito, che qualche altro istituto E in seconda battuta si chiede a istituzio- disegno, un testo o un manifesto, e ricevono
getta Lippi in piazza Ricasoli, giovedì e ve- voglia aprire un nuovo sportello. ni e forze politiche, a cominciare da Mini- un manuale di corretto comportamento. La
nerdì dalle 8,30 alle 11 e dalle 15 alle 18 e Nel piano di riorganizzazione di Banca In- stero dell’Economia e delle finanze, Ban- classe vincitrice passerà una intera giornata
sabato e domenica dalle 10,30 alle 12,30 e tesa le due filiali a San Piero e a Bagno di ca d’Italia e sindaco del Comune di Bagno ospite del Parco agroalimentare Fico di
dalle 15 alle 18. Romagna vengono di fatto “riunificate”, di Romagna, di attivarsi per evitare la Bologna. È previsto inoltre, a marzo 2019,
La notizia dell’intenzione della Cassa dei col preannuncio ai clienti di Bagno di Ro- chiusura. (Al.me.) un convegno conclusivo con il professor
Andrea Segrè dell’Università di Bologna,

◗ ◗
massimo esperto in materia.
Appuntamenti Incontri con l’autore
■ Fumaiolo sentieri
richieste dei cittadini da valutare
La giunta di Bagno nella programmazione delle Mazzuca e l’Islam
attività. Gli incontri si inseriscono
sul territorio nell’attività di redazione del Soddisfazione a Sarsina per gli Cena sociale
Iniziano gli incontri di fine anno prossimo bilancio di previsione amministratori, che hanno voluto avviare
Fumaiolo Sentieri in festa. Gli amici e i soci
sul territorio con il sindaco e la 2019. Gli appuntamenti inizieranno una serie di incontri con l’autore per
sono invitati a partecipare alle cena in
giunta comunale di Bagno di martedì 20 novembre da Poggio promuovere occasioni di crescita culturale. “È stato un bell’incontro
programma sabato 24 novembre a Riofreddo
Romagna sui temi di interesse alla Lastra presso la sala della - commenta l’assessore Filippo Collinelli - quello che ha visto
al Ristorante pizzeria La boscaiola.
locale e generale e sul lavoro chiesa con inizio alle 20,30 e l’onorevole Giancarlo Mazzuca presentare il suo libro Noi fratelli, sul
Appuntamento alle 19,30, costo 20 euro,
svolto durante l’anno. proseguiranno per due settimane dialogo tra Islam e Cristianesimo, con la partecipazione del vescovo
prenotazione obbligatoria a
L’Amministrazione comunale per concludersi a San Piero in Douglas Regattieri. È un dialogo obbligatorio, si è convenuto, anche
info@fumaiolosentieri.it o tel.
accoglierà suggerimenti e Bagno il 5 dicembre. se nella storia spesso ha incontrato problemi e difficoltà”.
392/6590461.

San Piero
Ponte Giorgi Il terremoto del 1918
BRUNCH PONTE GIORGI in mostra
domenica 25 novembre arà visitabile fino a sabato
dalle 10 alle 14
Proposte salate e dolci.
S 17 novembre, nell’atrio del
palazzo comunale, la
mostra curata dal Faro di
Corzano sul terremoto del 10
Proposta celiaca novembre 1918. Testimonianze
e proposta vegana da registri parrocchiali, foto dell’epoca e spunti per una ricerca curati
dalla Soprintendenza di Ravenna, copia delle cartoline nelle quali suor
Crocifissa racconta l’accaduto al fratello, saranno visibili durante il
Piatti tipici romagnoli, normale orario di apertura degli uffici comunali. Il 10 novembre, nel
accompagnati da pizzichi di novità corso della commemorazione in piazza, promossa da Acli Altra Terra,
e voglia di scoprire sapori particolari. Faro di Corzano e Comune, la banda Santa Cecilia ha eseguito brani
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente del tempo, alcuni composti da musicisti sampierani. Sono intervenuti
anche il sindaco Marco Baccini e il rappresentante della
secondo le ricette delle nostre nonne Soprintendenza di Ravenna Marco Musmeci.
Alle 16,12, l’ora della violenta scossa, al suono delle campane la banda
si è interrotta e la piazza nel suggestivo silenzio si è raccolta nel
Ristorante Albergo Bar ricordo di vittime e sofferenze di quel durissimo periodo.
47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Praticamente tutte le abitazioni di San Piero subirono danni o vennero
giudicate inabitabili, ma fortunatamente in paese non ci furono
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 vittime; quasi tutti erano in piazza ad ascoltare la banda e a festeggiare
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto la fine della guerra. (Al.me.)
Radici&Futuro Autunno Giovedì 15 novembre 2018 15

STORIE E MITI. Loro non sollecitano mai i malati e vanno dove il bisogno le chiama.
Il loro compenso non è stabilito e consiste solo nel sentirsi dir grazie. Il vero
privilegiato “segna” recitando la formula appresa segretamente la notte di Natale

Le autentiche guaritrici non sono


da confondere con i ciarlatani COLAZIONE TRA LE RIGHE
Racconto: Serena Menghi

N
elle nostre campagne, anche oggi, si
conoscono alcune donne che hanno la rara Foto: Denise Biondi
virtù di “segnare” i mali. Queste “guaritrici” Ricetta: Marika Lombardi
sono ricercate e godono della stima e della
simpatia di una clientela sparsa e numerosa.
Della loro capacità, non amano parlare; la
tengono, quasi diremmo, segreta. In umiliazione. Preparare la tovaglia giusta e la colazione, poi
Non sollecitano mai i malati: vanno dove il unire tre sorrisi al composto.
bisogno le chiama. I loro compensi non sono certo Scegliere tra i sorrisi più dolci e sinceri: non
stabiliti e richiesti e sono normalmente costituiti servirà aggiungere lo zucchero sulla tovaglia.
da quello che il beneficato vuol dare a prova di Invitarli e accendere il fuoco sotto la moka.
gratitudine. Ma più spesso consistono solo nel A parte, montare risate e racconti da unire un
sentirsi dir grazie; e nel piacere d’aver fatto del poco alla volta all’impasto.
bene. Mettere il tutto di fronte a un camino acceso,
Queste figure lavorano con le mani scoperte e la domenica mattina.
pulite. Se, a un primo giudizio, sembrano rientrare Poi servire il caffè, con una spolverata di mu-
nella equivoca categoria di quelli che fatturano sica.
salute e disgrazia, sia con la segreta mistura di
polveri e di foglie, è facile poi collocarle a sé
quando si esamina l’origine del loro talento e, di
questo talento, la buona esplicazione.
Ora, per essere più chiari, divideremo in tre gruppi
i vari “virtuosi”. Nel primo collochiamo le
segnatrici religiose. Nel secondo mettiamo gli
empirici, o furbi, che preparano “l’unto di fuoco”
Torta ai cachi
con olio e cera e “la pillola miracolosa” con
liquirizia. Il terzo lo riserviamo alle fattucchiere e
streghe, raggruppamento foltissimo e vario, che va
dalla lettrice di carte alla preparatrice dell’infuso
amatorio.
Oggi ci occuperemo solo delle donne che segnano
i mali, e precisamente delle autentiche privilegiate.
Ricostruiremo antropologicamente il percorso che parleremo esclusivamente dei sinceri privilegiati.
consente l’acquisizione della “virtù” di guarire. La “virtù Al privilegiato, quando sia in età di capire, si confida
di segnare i mali” è acquisita o acquistata: nel primo la formula da pronunciare nel momento in cui si
caso si nasce con “la camicia della Madonna”; nel segna: e chi la confida è un altro virtuoso, che a sua
secondo, prima che venga reciso il cordone ombelicale volta l’apprese da un altro virtuoso: e così via l’uno
viene posto tra le dita della mano destra del neonato il dall’altro. La formula viene dunque dal mistero dei
Crocefisso. Questo per parlare dell’origine genuina del secoli. Forse è semplice: come è semplice una
mito della “virtù di segnare”. Perché questa “virtù” benedizione o come è semplice una favola. La
millanta comprando un pezzetto di “camicia”, sia di un confidenza si fa solo nella notte di Natale. Nessuno
virtuoso ancora vivo o già morto. Questo falso investito deve udirla, che non sia l’iniziato. Nessuno può
della virtù di segnare, non può esplicare la sua azione: tradire il silenzio. Chi lo tradisce perde la virtù di far Ingredienti:
egli non sa guarire i mali. E guarisca o no, esige sempre guarire.
lauti compensi. Ma, abbiamo già detto, noi qui Diego Angeloni 3 cachi
2 uova
200 gr di farina integrale
Una bustina di lievito
Zucchero a velo qb
Le cose dei nonni La soluzione a “Le cose dei
nonni” della scorsa settimana, è: Proverbio
rudela par tajè la spòja, o Procedimento:
I nostri lettori sprunèla (rotella tagliapasta, o Montare i tuorli con la farina e il lievito.
sono invitati a in- Intent che la pigra la bela,
speronella). Pulire i cachi e unirli al composto.
dovinare l’oggetto la perd e pcon.
La soluzione esatta è stata data Scegliere i cachi più maturi, in questo modo sa-
della memoria. Intanto che la pecora bela,
per prima da Giuseppe Bono: ranno già dolci e non servirà lo zucchero.
Che cosa è? perde il boccone.
vince il libro “Te lo do io il bar- A parte montare gli albumi e unirli al composto
La soluzione, rigo-
bone” da ritirare in redazione, via mescolando delicatamente.
rosamente in dia- Questa settimana un bel prover-
don Minzoni 47, Cesena. Mettere nella teglia e cuocere a 200° statico per
letto, va bio pastorale ci ammonisce a
Tra i partecipanti che hanno dato 30 minuti.
comunicata alla fare le cose avendo l’obiettivo
la soluzione esatta, è stata sorteg- Servire con una spolverata di zucchero a velo.
redazione ben chiaro.
(redazione@cor- giata Raffaella Rigoni. Non si possono fare due cose
rierecesenate.it, Vince un vassoio di 10 bomboloni contemporaneamente.
tel. 0547 1938590). della tradizione Non si può belare e brucare allo
Primo premio: un da ritirare presso la pasticceria stesso tempo. Quindi, prima di
libro. “Caffè le millevoglie”, costruire, progettiamo bene e
Premio a sorteggio viale Abruzzi 233 angolo via Lazio non disperdiamoci in troppe at-
fra tutti i parteci- a Cesena (zona stadio), entro il tività se vogliamo arrivare alla
panti: un vassoio mercoledì mattina successivo la meta prefissata.
di bomboloni. pubblicazione del vincitore. D. A.

Ingredienti per 4 persone


L’azdora di Romagna 2 finocchi
di Giusi Canducci 1 uovo
100 gr di pane grattato
sale, pepe
500 gr di olio di arachidi

Finocchi fritti Pulire i finocchi privandoli delle foglie esterne più dure e bollirli interi in
L a tradizione contadina dice che i finoc-
chi sono buoni consumati crudi in in-
salata solo quando hanno “preso il
acqua salata per 5 minuti. Scolarli e tagliarli a spicchi.
In un piatto sbattere l’uovo con un po’ di sale e pepe e intingervi gli spicchi di
finocchio facendoli bagnare bene di uovo.
ghiaccio”, ovvero quando hanno subito lo Passarli nel pane grattato pressando un po’ per farlo aderire bene.
sbalzo termico delle notti invernali. Quando i finocchi saranno ben panati friggerli in olio caldo; scolarli con una
Se li si vuole consumare anche prima delle schiumarola quando saranno dorati, appoggiarli su carta assorbente per
gelate è bene cuocerli. asciugare bene e salare leggermente prima di servire.
Fritti sono ottimi.
16 Giovedì 15 novembre 2018 Vita della Chiesa

A colloquio con monsignor Walter Amaducci, dalla cui penna sono nati due volumi sulla vita
della giovane nata a Dovadola nel 1936 e morta a Sirmione, in odore di santità, nel 1964

Benedetta Bianchi Porro sarà Beata


A LATO: BENEDETTABIANCHI PORRO

S
e la santità è camminare RITRATTA DA PIETRO ANNIGONI perché era andata all’università
sul sentiero per cui il per sostenere un esame. Amava la
nostro cuore è stato vita e la sua condizione non glielo
creato, magari impediva.
inseguendo le orme di chi ci ha
preceduto e se uno di questi C’è un altro episodio nella vita di
sentieri corresse a pochi Benedetta che si rivelò essere una
chilometri da casa nostra, quale grande prova umana e di fede: nel
scusa avremmo per non 1962 si recò a Lourdes per chiede-
seguirlo? Lo sanno bene gli re la grazia della guarigione.
amici di Benedetta Bianchi Cosa avvenne in quell’occasione?
Porro, dal cui nome ha avuto Avvenne che i piani di Dio, come
origine negli anni Settanta spesso accade nella vita, non
l’omonima associazione, e con coincidono con i nostri. Esistono
loro i suoi familiari e i numerosi dei perché più grandi che subito
fedeli che hanno conosciuto la non riusciamo a comprendere. É
Venerabile donna originaria di vero lei aveva chiesto la guarigione.
Dovadola, salita al cielo in Addirittura aveva fatto voto di
odore di santità nel 1964 a soli diventare suora, ma al posto suo
DOVADOLA, 17 GIUGNO 2001
28 anni. Un’esistenza, quella di MONSIGNOR WALTER AMADUCCI FRA LA MADRE
guarì per miracolo una sua amica
Benedetta, ricca di bellezza e E LA SORELLA DI BENEDETTA BIANCHI PORRO che si era recata con lei in
che, seppur breve, si è sempre pellegrinaggio e questo la mise
distinta per pienezza di vita e di davvero in crisi. Dopo molto
fede, nonostante il flagello della tempo capì la preziosità a cui Dio
malattia. Proprio i frutti di Il sacerdote: badia. Conobbi la sua storia da che amava. Quale l’aveva chiamata: essere un segno
questa testimonianza cristiana alcuni amici forlivesi di mia insegnamento possiamo vivente della croce di Cristo e lei si
hanno portato la “Benedetta amava sorella durante un campo cogliere dalla sua storia? sentiva importante agli occhi del
Congregazione delle Cause dei scuola. Quante persone mi hanno Signore per questa sua chiamata.
Santi a pronunciarsi in merito la vita e la malattia raccontato che grazie Ma noi oggi possiamo dire che se
al riconoscimento del miracolo
di intercessione di Benedetta
non glielo impediva Passarono molti anni prima
di concretizzare questo
all’amicizia con Benedetta
hanno riscoperto il gusto della
Dio avesse concesso quella grazia,
forse avremmo avuto una suora in
Bianchi Porro, avvenuto nel Siamo preziosi suo interesse… vita! Se pensiamo che negli più, ma una santa in meno e che
1986 a favore di un giovane di In effetti trascorsero vent’anni. ultimi anni della sua esistenza non avremmo questo straordinario
Genova rimasto gravemente agli occhi di Dio” Solo nel 1995 decidendo di far ella rimase paralizzata nel letto, esempio di coraggio.
ferito in un incidente stradale. conoscere la storia di Benedetta perdendo l’uso dei sensi, con la
L’annuncio giunto venerdì 8 ai miei studenti, dovendomi sola voce disponibile e il debole Eppure è trascorso molto tempo
novembre scorso corona un iter Dove si trovava quando recare a Brescia per motivi movimento della mano destra, tra l’accadimento del miracolo e il
iniziato nel lontano 1971, con la notizia l’ha raggiunta? personali, colsi l’occasione di ci sarebbe da chiedersi come pronunciamento della Santa sede.
l’apertura della Causa nella Ho appreso la notizia giovedì 7 fermarmi a Sirmione, dove fosse possibile un’esistenza Come spiegare tanta attesa?
cattedrale di Forlì, e che ora novembre, il giorno prima che Benedetta aveva vissuto gli simile. Anche questo fa parte
vede inserita la Venerabile serva fosse resa pubblica, da sua ultimi anni di vita e dove era dell’insegnamento di Dio. Non
di Dio tra i prossimi cristiani sorella Emanuela. L’indomani morta. Mi fermai a chiedere Anche quella era vita degna siamo noi a stabilire i tempi delle
riconosciuti Beati dalla Chiesa mi sono recato subito a alcune informazioni e quando di essere vissuta? sue grazie. Possiamo dire che ogni
cattolica. Eppure i segni di Dovadola sulla tomba di scoprì che sua sorella Emanuela Per Benedetta sì e lo sapeva. frutto ha la sua stagione e
questa benedizione non si Benedetta. Avevo piacere di era ancora viva, così come molti Sapeva ringraziare Dio anche Benedetta è il frutto, anzi il dono di
esauriscono con il decreto scambiare qualche parola componenti della sua famiglia, per il dono di poter sentire il cui abbiamo bisogno in questo
pontificio. Per chi sa leggere la assieme a lei nella preghiera. decisi subito di incontrarla. Da calore del sole sull’unica mano periodo storico. Da più parti oggi si
realtà con gli occhi della fede, la lì nacque una lunga amicizia sensibile. Un dono come tanti propone l’eutanasia come gesto di
beatificazione di Benedetta Quale filo speciale lega lei che dura ancora oggi e che mi altri che l’abitudine di una vita compassione nei confronti di una
giunge con forza in un a Benedetta Bianchi Porro? ha portato a scrivere un in salute spesso ci fa vita malata e sofferente. Parlare del
momento storico in cui il Si è trattato un po’ di curiosità e dramma teatrale e una dimenticare o sottovalutare. Ma dolore nel dolore ha
dibattito sul valore della vita e un po’ di Provvidenza perché biografia breve, tradotta anche ancor prima della paralisi, non un’autorevolezza diversa. Ancor
della sofferenza occupa lo certi incontri non capitano mai in inglese, sulla vita di ha mai smesso di realizzare i più se si ha il coraggio di
spazio politico e legislativo. per caso. Non ho mai Benedetta. suoi sogni o, come diceva lei, di testimoniare la bellezza della vita.
Abbiamo chiesto a monsignor conosciuto Benedetta di compiere “qualcosa di grande”. Come ci ricorda il profeta Geremia,
Walter Amaducci, vicario per la persona, ma già pochi anni La vita di Benedetta è sempre Come quando concluse due noi siamo preziosi agli occhi di Dio
pastorale della diocesi di dopo la sua morte, la fama di stata legata alla malattia fin anni in anticipo il liceo classico e Benedetta l’aveva compreso.
Cesena-Sarsina, dalla cui penna questa straordinaria ragazza era dall’infanzia, da quando la po- per iscriversi all’università o Verrebbe da chiedersi: se lei nella
sono nati due volumi sulla vita pubblica, tanto che nel 1969 dal liomielite la rese claudicante quando ancora, nel letto di sua condizione era felice, perché io
della giovane, l’importanza di cimitero di Dovadola, venne alla gamba destra. Eppure si è ospedale, la madre trovò scritto che ho tutto non lo sono?
tale pronunciamento ecclesiale. tumulata all’interno della sempre spesa per realizzare ciò in un biglietto di scusarla, Enrico Castagnoli

Il monito alla politica:“Se l’Italia rinnega la sua storia e soprattutto i suoi valori civili e democratici, non c’è un’Italia di riserva”. No a“caricature”della Chiesa

Assemblea Cei, Bassetti:“Vescovi non alla finestra”


“C
FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR ome vescovi non intendiamo stare stesso Stato è chiamato a promuovere e riserva che ci salverà”, il monito sul piano
alla finestra”. Lo ha garantito il sostenere”. Due i “principi” attorno ai quali i economico.
cardinale Gualtiero Bassetti, vescovi si riconoscono, e che fanno parte Il presidente della Cei ha anche parlato dei
arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e della storia del movimento cattolico: il giovani e tracciato un bilancio del Sinodo
presidente della Cei, che ha dedicato gran servizio al bene comune e la laicità della appena trascorso. “Siamo consapevoli che
parte della sua introduzione ai lavori politica, sull’esempio di figure come il beato molti giovani oggi non ritengono la Chiesa
dell’assemblea dei vescovi italiani, in corso in Giuseppe Toniolo e Alcide De Gasperi. un interlocutore significativo”, la presa di
Vaticano dal 12 al 15 novembre, ai temi “Ci stringiamo solidali alle Regioni più coscienza, unita alla consapevolezza che a
politici di un Paese “sospeso”, in cui “gli effetti colpite, rinnovando la nostra attenzione e la minare la fiducia delle nuove generazioni
della crisi economica si fanno sentire in nostra disponibilità”, ha detto il cardinale verso la comunità ecclesiale sono
maniera pesante, aumentando l’incertezza e Bassetti riferendosi alla “fragilità “mediocrità e divisioni, spesso alimentate ad
la precarietà, l’infelicità e il rancore sociale” e idrogeologica” di cui è stato vittima in questi arte”, e “scandali economici e sessuali”.
dove dominano “un linguaggio imbarbarito e arrogante”, che soffia sul fuoco delle giorni il nostro Paese. Ma ci sono anche altre “Ascolto, confronto e sguardo” sono state le
divisioni e delle paure collettive, a partire da quella dei migranti. fragilità che “minacciano lo smottamento tre parole consegnate, sulla scorta di papa
Bassetti ha pronunciato un “no” deciso alla “caricatura” che i media hanno di sociale”: la fragilità valoriale, la fragilità del Francesco, dal nuovo segretario generale
recente offerto “della nostra Chiesa, quasi fossimo preoccupati essenzialmente di sentimento comune e la fragilità culturale. della Cei, monsignor Stefano Russo, che ha
difendere posizioni di privilegio e tornaconto personale”. Lavoro, famiglie ferite, “Se l’Italia rinnega la sua storia e soprattutto preso la parola dopo il presidente.
anziani, scuola “che non escluda i nuovi italiani” e “ripensamento” della legge di i suoi valori civili e democratici, non c’è L’assemblea si sta occupando anche della
cittadinanza tra le priorità delle vere “preoccupazioni” della Chiesa italiana, che un’Italia di riserva”, il grido d’allarme. “Se si terza edizione italiana del Messale Romano.
“vuole contribuire alla crescita di una società più libera, plurale e solidale, che lo sbagliano i conti non c’è una banca di M. Michela Nicolais
Attualità Giovedì 15 novembre 2018 17

Gaza e Beer Sheva FOTO SIR Viaggi apostolici


FOTO SIR/CALVARESE

La preghiera unisce
R
iesplode la violenza nella Striscia di Gaza dove da domenica
si susseguono attacchi tra esercito israeliano e miliziani di
Hamas con bombardamenti ed esplosioni che hanno
provocato - ma il bilancio è provvisorio - sei morti tra i palestinesi e
uno - un alto ufficiale delle Forze speciali - tra gli israeliani.
Secondo i media locali che citano l’esercito israeliano, circa 400
razzi sono stati lanciati da Gaza
su Israele tra lunedì e martedì.
Papa Francesco in Marocco
Sofferenza comune. anche israeliani e arabi piccolissime comunità 140 fedeli. Siamo costretti in il 30 e il 31 marzo 2019
“La tensione è palpabile. Le israeliani, sta reagendo a questa cattoliche di frontiera, tutte e casa. È sconsigliato uscire. Non
autorità locali hanno dato situazione con la preghiera. Qui due sotto attacco e unite in possiamo andare in parrocchia ccogliendo l’invito di sua maestà, il re
l’avviso alla popolazione di
restare nei pressi dei rifugi e dei
ci sono persone che soffrono da
ambo le parti. Ci sono madri
preghiera per la pace. “La
maggior parte della mia
per partecipare alla Messa. Non
possiamo fare altro che pregare
“Francesco
AMohammed VI, e dei vescovi”, papa
“compirà un viaggio apostolico in
bunker”, racconta don Piotr palestinesi e israeliane che comunità è israeliana, quella di per la pace. Un’altra guerra Marocco dal 30 al 31 marzo 2019, visitando le
Zelazko, parroco di piangono con i loro figli. La Gaza è palestinese, ciascuno sarebbe un colpo mortale per città di Rabat e Casablanca”. A renderlo noto
Sant’Abramo a Beer Sheva, nel sofferenza accomuna israeliani ama il suo Paese, ma in tutta la popolazione gazawa. martedì 13 novembre è stato il direttore della
sud di Israele, città già colpita e palestinesi. Le lacrime non momenti come questi siamo Siamo uniti nella preghiera da sala stampa della Santa Sede, Greg Burke,
dai razzi di Hamas lo scorso 17 conoscono nazionalità. La tutti uniti nell’appartenenza una parte e dall’altra per precisando che “il programma del viaggio sarà
ottobre e tutt’ora minacciata Chiesa non guarda alle alla Chiesa e a Cristo. Tutti chiedere la fine della violenza e pubblicato a suo tempo”. Quello alla volta del
dalla Jihad islamica. bandiere ma a chi soffre e prega insieme invochiamo il dono una pace giusta e sostenibile”. Marocco, Paese in maggioranza musulmano, sarà
“La nostra comunità, composta per tutte queste persone”. della pace”. “A Gaza la comunità Una volta per tutte. il 26esimo viaggio internazionale di papa
da circa 120 fedeli tra i quali A Gaza e a Beer Sheva due cattolica è composta da circa Daniele Rocchi Francesco, dall’inizio del pontificato.

I numeri del Rapporto del Banco farmaceutico Informazione


■ Libertà di stampa
In mezzo milione L’Ucsi ha aderito al flash mob

senza cure sanitarie


Allarme povertà sanitaria
N
el 2018 non si sono potuti
permettere le cure mediche e i MANIFESTAZIONE
farmaci di cui avevano bisogno Blangiardo (Odf): A BOLOGNA
539mila poveri. Si tratta “Nel 2017 record Anche l’Ucsi, l’Unione cattolica della stampa
mediamente del 10,7 per cento dei italiana, ha aderito alla manifestazione
poveri assoluti italiani. La richiesta di mortalità. Legame MEDICINALI ESPOSTI IN UNA FARMACIA #GiuLeManidallInformazione, il flash mob
farmaci (993mila nel 2018) è con crisi economica?” (PIXABAY-CREATIVE COMMONS) promosso dalla Federazione nazionale della
aumentata del 22 per cento nel stampa italiana in diverse piazze del Paese. L’Ucsi,
quinquennio 2013-2018. Servono si legge in una nota, “nei suoi 60 anni di vita (che
soprattutto medicine per il sistema cento della propria spesa totale, contro Bassi, commentando il Rapporto. ricorrono nel 2019) ha sempre ritenuto che la
nervoso (32 per cento), l’apparato il 4,49 per cento delle famiglie non Per quanto riguarda la mortalità, “dal libertà di stampa, come la libertà di espressione e
muscolo-scheletrico (16 per cento), il povere. In particolare, possono più recente bilancio demografico di parola, sia un valore fondante e irrinunciabile
tratto alimentare e metabolico (13,4 spendere solo 117 euro l’anno (con un diffuso dall’Istat, nel 2017 i morti in per una democrazia matura”. “Quando si attaccano
per cento), l’apparato respiratorio (8,7 aggravio di 11 euro in più rispetto Italia sono stati 649mila, 34mila in più i giornalisti - prosegue la nota - si attacca la
per cento) e le patologie all’anno precedente), mentre il resto rispetto al 2016. Nel 2015, i morti sono libertà di un popolo, e quando il linguaggio
dermatologiche (6,3 per cento). delle persone può spendere 703 euro stati 50mila in più rispetto al 2014. diventa arrogante e offensivo si rende più fragile e
Anche quest’anno più di 13 milioni di l’anno per curarsi (+ 8 euro rispetto Nell’ultimo secolo, solo nel corso della vulnerabile l’intero corpo sociale”. Per questo,
persone hanno limitato le spese per all’anno precedente). seconda guerra mondiale (1941-1944) sottolinea l’Ucsi, “con il nostro specifico di
visite e accertamenti. È quanto emerge “Per l’Agenzia italiana del farmaco, il e nel 1929 si registrano picchi associazione di giornalisti e comunicatori
dal Rapporto 2018 “Donare per curare. cui obiettivo primario è la tutela della analoghi. Il richiamo al 1929 evoca un impegnata nella formazione e nella promozione
Povertà sanitaria e donazione farmaci”, salute attraverso i medicinali, è legame tra malessere economico e della deontologia professionale, aderiamo alla
promosso dalla fondazione Banco fondamentale realizzare sinergie tra le debolezza del sistema socio-sanitario manifestazione #GiuLeManidallInformazione,
farmaceutico onlus e Bfresearch, Istituzioni, gli enti no profit e l’intera che, pur con tutte le varianti e le condividendo la preoccupazione con cui il
realizzato dall’Osservatorio donazione filiera del farmaco con l’obiettivo di riletture indotte dai tempi moderni, presidente della Cei Bassetti ha aperto lunedì 12
farmaci (Odf, organo scientifico del eliminare quelle barriere socio- può aiutarci a capire l’altalena della novembre l’assemblea generale dei vescovi
Banco farmaceutico) e presentato economiche, culturali e geografiche mortalità su cui rischia di adagiarsi la italiani: ’Se l’Italia rinnega la sua storia e
martedì 13 novembre a Roma, presso che possono ostacolare l’accesso alle popolazione italiana”. A sostenerlo è soprattutto i suoi valori civili e democratici, non
la sede dell’Aifa. terapie. Il bisogno terapeutico è uguale Gian Carlo Blangiardo, demografo c’è un’Italia di riserva’”. In questo solco, l’Ucsi si
A causa di spese più urgenti (perché per tutti i cittadini e non può dell’Università Milano Bicocca e ritroverà venerdì 16 novembre ad Assisi per
non rinviabili), le famiglie povere conoscere limitazioni”. Lo afferma il membro del comitato tecnico- l’incontro pubblico “Raccontare la Città”, tema
destinano alla salute solo il 2,54 per direttore generale dell’Aifa, Luca Li scientifico dell’Odf. dell’ultimo numero della rivista Desk.
18 Giovedì 15 novembre 2018 Solidarietà

Giornata diritti infanzia Cesena | In cammino per vincere il diabete


Tutti in farmacia OLTRE 500 PARTECIPANTI, DOME-
NICA 11 NOVEMBRE ALLA “CAM-
per i bambini più poveri MINATA INSIEME” PROMOSSA
DALL’ASSOCIAZIONE 50&PIÙ DI
CONFCOMMERCIO.

Q
uale modo migliore di celebrare la
Giornata mondiale dei diritti Vi hanno aderito persone di ogni
dell’infanzia dando un aiuto età, fra cui il sindaco di Cesena
concreto a un bambino in difficoltà? Paolo Lucchi e il presidente di
Martedì 20 novembre torna “In farmacia Confcommercio cesenate Corrado
per i bambini”, iniziativa nazionale di sensibilizzazione e raccolta di Augusto Patrignani (in foto).
medicinali e prodotti pediatrici per i bambini in povertà sanitaria in Italia e in Il ricavato della camminata, giunta
Haiti, promossa dalla fondazione “Francesca Rava-Nph Italia onlus” (a destra alla quinta edizione, sarà devoluto
nella foto), Martina Colombari, testimonial dell’iniziativa). Le confezioni che a Diabete Romagna onlus. L’evento
quel giorno saranno acquistate e consegnate ai 2mila volontari, presenti in è stato anche l’occasione per ricor-
oltre 1.500 farmacie dislocate in tutta Italia, saranno donate a case famiglia, dare, a un anno dalla morte, Lan-
comunità per minori ed enti italiani che aiutano bambini e famiglie in franco Morganti, già presidente di
difficoltà e all’ospedale pediatrico Nph Saint Damien ad Haiti. Confcommercio e anima della
A Cesena le farmacie aderenti sono le comunali di Villachiaviche, Villarco, “Camminata insieme”. La manife-
Sant’Egidio, Giardino, Martorano e Calabrina. A Cesenatico la farmacia Grassi stazione benefica si è svolta in
e a Savignano la farmacia Lloyds. prossimità della Giornata mondiale
Secondo i dati Istat, nel 2017 l’incidenza della povertà assoluta fra i minori è del diabete (14 novembre),
pari al 12,1 per cento. Si attesta al 10,5 per cento tra le famiglie dove è quest’anno incentrata sulla fami-
presente almeno un figlio minore, rimanendo molto diffusa tra quelle con tre glia come risorsa fondamentale
o più figli (20,9 per cento). per la diagnosi precoce. In Italia
Risultano in povertà assoluta un milione e 778mila nuclei familiari. una persona su tre è diabetica ma
Fs non lo sa. In Romagna i casi accer-
tati sono oltre 74mila.

Parrucchieri cesenati pazienti che affrontano l’effetto


collaterale più temuto delle terapie, vale
a dire la caduta dei capelli. Si tratta di
uno stato difficile da accettare, con
generosità di 692 donatori e alla
promozione svolta dai parrucchieri del
territorio, furono raccolti quasi 27mila
euro. “Il rilancio della campagna - spiega

con le donne che soffrono ripercussioni sul benessere psico-


emotivo. Fornire alle pazienti una
parrucca e la consulenza di un
parrucchiere volontario significa
comprendere le loro paure ed essere al
Miserocchi - sarà utile non solo a mettere
a disposizione il “Progetto Margherita” a
quante più donne che lottano contro il
cancro, ma anche a rendere più
accoglienti e ospitali gli ambienti in cui
L’Istituto oncologico romagnolo lancia una raccolta fondi a sostegno loro fianco. avvengono gli incontri”. Saranno otto i
Nella prima parte del 2018 hanno parrucchieri di Cesena e dintorni che
del “Progetto Margherita” per regalare parrucche alle pazienti usufruito del servizio 239 donne, in esporranno, fino al 5 febbraio 2019, un
media più di una al giorno. Spiega il barattolo per le offerte a sostegno della
direttore generale Ior Fabrizio campagna: Monica Style, via Mazzoni 1;
essuno deve affrontare il cancro Miserocchi: “Il costo di una parrucca Hair Style, via Farini 723; Seventeen, via

N da solo, tanto meno una


mamma. È per tutte le donne che
lottano contro la malattia che l’Istituto
oncologica varia dai 500 euro per un
modello sintetico a 1.500 euro per un
toupet organico con capelli veri, un lusso
Allende 104; Sabry Parrucchiera, via
Pacchioni 62; Equipe Avant Garde,
contrada Uberti 8; Parrucchiera Cristina,
oncologico romagnolo (Ior) propone, in un momento in cui la famiglia è via IX Febbraio 70; Essebi Parrucchieri,
in collaborazione con la piattaforma gravata dal costo di terapie salvavita piazza Magnani 61; Chillon Parrucchieri,
Idea Ginger, l’iniziativa di costose. Per questo il “Progetto viale Trento 14, Cesenatico. Oltre alle
crowdfunding “La mia mamma è Margherita” è tanto importante e offerte in salone, chiunque potrà
bellissima”. Si tratta di una campagna dobbiamo cercare di espandere la sua contribuire con una donazione online
di raccolta fondi a sostegno del portata il più possibile”. all’indirizzo
“Progetto Margherita”, che prevede la Il lancio della campagna di crowdfunding https://www.ideaginger.it/progetti/la-
fornitura gratutia di parrucche per le è avvenuto lo scorso anno. Grazie alla mia-mamma-e-bellissima-2018.html.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Processo Aemilia a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
I sindacati contro le mafie (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
Sono 119 i condannati per reati (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
collegati alla ’ndrangheta e un totale
di 1.200 anni di carcere. Questa è la
sentenza emessa nei giorni scorsi nel ricerca di laureati da parte delle imprese,
processo Aemilia, in cui erano mediamente l’11%, e di alti profili, Attivo dei delegati di Cisl, Cgil e Uil Cesena
coinvolti 148 imputati. La Cisl Emilia- all’incirca il 16%, contro un dato
Romagna, insieme a Cgil e Uil, si era nazionale del 22%. “Questo quadro Si svolgerà lu- lazione di Silla Bucci, segretario generale Cgil Ce-
costituita parte civile perché le mafie rappresentato dalla Camera di nedì 26 novem- sena. Le conclusioni saranno a cura di Andrea Cuc-
hanno determinato danni gravissimi Commercio - afferma Filippo Pieri, bre dalle 14,30 cello, segretario nazionale Cisl. All’ordine del giorno,
ai lavoratori e alle imprese in questi segretario generale Cisl Romagna - alle 18 l’Attivo le priorità dei sindacati per la legge di bilancio 2019:
anni d’infiltrazione nella società e conferma quanto da tempo diciamo, dei quadri e dei “Proteggere il lavoro per creare lavoro”.
nell’economia della nostra regione, ovvero che i nostri territori hanno delegati di Cisl, Fra le proposte: ammortizzatori sociali e politiche
alterando il mercato e la convivenza un’economia fondata su imprese a basso Cgil, Uil Cesena attive; no ai condoni agli evasori e no alla flat tax; sì
sociale. Il sindacato continuerà il suo valore aggiunto e, conseguentemente, presso la sala alla riduzione delle tasse a lavoratori e pensionati e
impegno in questa direzione perché professionalità e redditi bassi. Occorre del circolo Arci sì alla lotta all’evasione fiscale. Si parlerà anche di
l’illegalità deve essere combattuta che le imprese e le istituzioni agiscano di Sant’Egidio, in via Madonna dello Schippo 1473, pensioni con soluzioni per giovani, donne, gravosi,
ovunque, compreso nei luoghi di finché si è in tempo”. Cesena. Presiederà l’assemblea Marcello Borghetti, di flessibilità in uscita e di sanità, povertà e politiche
lavoro.
segretario generale Uil Cesena. In programma la re- sociali con la volontà di garantire i diritti primari.
Manovra. Controproposte
Tante assunzioni entro il 2018 e assemblee coi lavoratori
Sarebbero 12.410 le nuove Cgil, Cisl e Uil hanno riunito a Roma gli propri dell’esperienza sindacale”. servizi all’infanzia e assistenza”. salire fino al 6%. Confermata la richiesta
assunzioni che le imprese di Forlì- Esecutivi nazionali per valutare il Def, la Nella manovra, fanno notare i sindacati Circa il capitolo previdenza per Cgil, Cisl, dei 41 anni di contribuzione per andare
Cesena e Rimini farebbero entro la legge di Bilancio 2019 e presentare le “mancano le risorse per gli investimenti, si Uil “è positiva l’apertura di una base di in pensione a prescindere dall’’età e lo
fine dell’anno secondo quanto loro proposte per la crescita e lo sviluppo preannunciano ulteriori tagli e si confronto su quota 100, ma manca stop al meccanismo automatico di
raccolto dalla Camera di commercio del Paese. Duro il giudizio espresso sulla introducono misure che non determinano qualunque riferimento alla pensione di adeguamento alle aspettative di vita.
della Romagna. A livello regionale manovra del Governo che “mostra creazione di lavoro ma rischiano di garanzia per i giovani, agli interventi a Critiche anche sul versante fiscale poiché
Forlì-Cesena risulta la quarta elementi di inadeguatezza ed è carente rappresentare mere politiche di assistenza. favore delle donne, ai lavoratori precoci “si sceglie di introdurre un nuovo
provincia per ipotesi di assunzioni, di una visione del Paese”. Le proposte L’ utilizzo degli oltre 22 miliardi di spesa e lavori gravosi e la separazione tra condono premiando gli evasori e non si
mentre Rimini ultima. delle tre confederazioni contenute in previsti in deficit, deve quindi mirare a previdenza e assistenza”. Per i giovani i riduce il cuneo fiscale per i lavoratori e
I settori merceologici in cui sono una piattaforma rivendicativa approvata nuove politiche che mettano al centro il sindacati chiedono una ’pensione per i pensionati, non si prevedono né
previste le entrate sono chimico, dagli esecutivi unitari, verranno lavoro e la sua qualità, in particolare per i contributiva di garanzia’ da calcolare una maggiore progressività delle
farmaceutico, trasporti, logistica e arricchite e discusse con i lavoratori, le giovani e le donne e che siano in grado di non solo in base al numero di anni di imposte e interventi sui patrimoni dei
turistico, mentre le figure lavoratrici, le pensionate e i pensionati contrastare l’esclusione sociale e la lavoro e contributi versati, ma anche dei più ricchi e non si programma un deciso
professionali maggiormente in tante assemblee nei luoghi di lavoro e povertà”. Necessario inoltre “puntare su periodi di formazione e di quelli di bassa contrasto all’evasione”. Le tre
richieste sono addetti commerciali, negli attivi unitari in tutti i territori, con processi redistributivi e di coesione nel retribuzione; per le donne, le più confederazioni chiedono quindi la
alberghieri e di ristorazione. l’intento di offrire al Governo quel Mezzogiorno”. penalizzate da quota 100, il creazione di ’’un’agenzia dedicata
Permangono invece difficoltà nel “disegno strategico” che manca al Quanto al reddito di cittadinanza i sindacati riconoscimento di dodici mesi di anticipo esclusivamente all’’accertamento e al
reperire lavoratori specializzati in rilancio del Paese e aprire un confronto sottolineano come il contrasto alla povertà per ogni figlio e il riconoscimento del monitoraggio della riscossione;
informatica, ingegneria, nella con l’Esecutivo. Nel frattempo Cgil Cisl e sia “senza dubbio una priorità per il Paese, lavoro di cura svolto in famiglia. l’’estensione della ritenuta alla fonte
progettazione e conduzione Uil si dicono pronte a sostenere le ma che “la povertà non si combatte se non C’è poi il capitolo investimenti pubblici, anche per i redditi da lavoro autonomo, e
dell’impiantistica. proprie proposte per la legge di bilancio c’è lavoro e non si rafforzano le grandi reti gli unici in grado di creare sviluppo e l’introduzionedi detrazioni per i servizi
Altra nota critica riguarda la bassa anche “con le forme e gli strumenti pubbliche del paese: sanità, istruzione e attivare occupazione, che dovranno alle famiglie.
Cultura&Spettacoli Giovedì 15 novembre 2018 19

Sipario Sette appuntamenti e un inizio imponente il 30 Legge Basaglia. A chi ama la montagna è dedicato
Cinema
novembre con l’opera per marionette di Nina Un alt(r)o Everest, storia di una scalata e di una
al Moderno Gernet La lampada di Aladino del Teatro delle
Marionette di Obraszov, patrimonio nazionale
amicizia, di e con Mattia Fabris e Jacopo Bicocchi
(ingresso ridotto per i soci Cai). Per la sezione
di Filippo Cappelli

della Russia. Si apre così la stagione teatrale di poesia, voce a Mariangela Gualtieri con Vedo
Savignano che vedrà debuttare sul palcoscenico ancora una piccola porta, accompagnata da Uci Cinemas (Savignano sul Rubicone)
del Moderno la grande danza con uno spettacolo Stefano Aiolli al violoncello. Si torna alla prosa con
di Fattoria Vittadini, Vanitas, sulla caducità della Happy Hour, spettacolo festoso del pluripremiato OVERLORD
vita e sulla morte come trasformazione. Di teatro e Cristian Ceresoli, per chiudere con la storia della
benessere psichico parla Siamo stati a Elsinore, bambinaia fotografa Gli occhi di Vivian Meier. I’m a di Julius Avery
all’interno del percorso "Teatro e salute mentale" camera di Roberto Carlone, fondatore della Banda
promosso dalla Regione nel quarantesimo della Osiris (info al numero 327 735 1223). Essere ciò che non si è. Overlord, nasce come un
War Movie. E lo resta per un po’. Il produttore J.J.
Abrams e il regista Julius Avery giocheranno su
questo fatto e per tutta la prima parte gireranno
un discreto film sullo sbarco in Normandia.
Il popolo vuol vedere IL GRUPPO
TEATRALE La trama: la storia è quella di un commando di
“LA BROZA” soldati americani lanciati in una missione sui-
se stesso rappresentato DI CESENA cida dietro le linee nemiche. Siamo all'alba del
D-Day, lo storico sbarco in Normandia. Lo
sul palcoscenico sbarco inizierà alle sei del mattino e i soldati che
sbarcheranno avranno bisogno di una massiccia
Gli spettacoli in vernacolo copertura aerea. Ma sul campanile di una chiesa
raccontano i connotati di un piccolo paese i tedeschi hanno posizionato
una contraerea che renderebbe vano l'attacco
specifici della aereo americano. I nostri eroi devono arrivare in
loco e far saltare quella torre campanaria, e farlo
socialità della Romagna prima delle sei del mattino. La difficoltà della
missione si vede dall'inizio: il loro aereo viene
abbattuto dalla contraerea tedesca e i militari
sono costretti a paracadutarsi in anticipo. Fini-
scono sparsi nei boschi, alcuni vengono cattu-

Il teatro rati. Rimane solo un manipolo, che incontra una


ragazza francese. Già in casa della ragazza, però,
notiamo qualcosa di strano. In una delle stanze
c'è una zia, malata, che non vediamo. Ma i versi

che parla che escono da quella stanza non promettono


nulla di buono. Poi, dopo i primi 45 minuti, lo
scenario muta, ed entriamo nel terreno dell'hor-
ror...Abrams e Avery hanno preso l'orrore, quello

in dialetto popolo, perché voleva


vedere se stesso
rappresentato dagli
attori sulle tavole del
o Guberti più importante delle
commedie americane e inglesi anche
se i protagonisti erano i divi della
televisione di allora.
della guerra, quello perpetrato dei nazisti, e lo
trasfigurano in horror, un genere che spesso crea
mostri e situazioni irreali per raccontare mostri e
situazioni reali. È un po' quello che ha fatto Luna

siamo noi palcoscenico, allo stesso È vero che esiste tanto di letterario e di Gualano per ‘Go Home - A casa loro’, che ve-
modo in cui i “signori” ricostruito nei testi per il teatro dremo nei primi mesi del 2019: anche qui un or-
andavano eleganti alla romagnolo, ma non si può dire che i rore quotidiano (quello del razzismo) diventa
sera al teatro “Alighieri”. nostri palcoscenici siano rimasti horror (uno zombie movie). Gli esperimenti fatti
Spogliare il cartellone indifferenti alla ricerca della verità, dai nazisti per sondare i terreni dell’occulto e
dalle rappresentazioni in allo scavo interiore dei personaggi o al creare una sorta di supersoldati sono noti, e
dialetto sarebbe come confronto con quelle problematiche sono un po' rimasti in una sorta di limbo tra re-

Q
ual è l’importanza del teatro cambiare i connotati specifici della sociali e politiche di cui è ricca la altà e leggenda. È anche da qui che trae spunto
dialettale per i romagnoli? socialità della Romagna. storia di Romagna. Potrei affermare Overlord. Tutta la prima parte del film serve a
Immaginate di svegliarvi una Il critico Icilio Missiroli negli anni tra che in mezzo a tante espressioni che creare attesa, uno dei marchi di fabbrica del re-
mattina e ti scoprire che tutte 1969 e il 1978, si era ritagliato con ben poco conoscono dell’arte teatrale, gista americano: è stata una lunga, infinita at-
le osterie tipiche e i ristoranti storici fatica uno spazio all’interno della esistono opere le quali si sforzano di tesa, la serie ‘Lost’, per cui a ogni risposta data
fossero sfrattati e che l’unica terza pagina del “Pensiero aderire con estrema fedeltà, e con spuntavano altre domande; è stato uno svela-
alternativa, in nome del modernismo, Romagnolo” dove i personaggi risultati ottimi, alla realtà romagnola mento graduale la visione del mostro al centro di
fossero i panini di una nota catena romagnoli e il teatro in dialetto erano nella sua schietta tipicità, non facendo ‘Cloverfield’; è durata praticamente tutto il film,
americana. Per quanto mi riguarda ospiti fissi. Egli difendeva le sue solamente ricorso a “caratteri” più o
diventando la storia stessa, l'attesa di una rispo-
posso ricordare la commozione degli rubriche, rivendicando senza meno buffi e grossolani, a trame
sta in ‘10 Cloverfield Lane’. Anche qui è una delle
attori di alcune compagnie dialettali cedimenti, considerazione per la appena abbozzate, bensì alla
nel comunicarmi che erano state consueta recensione settimanale. I rappresentazione di uomini e donne chiavi del film. ‘Overlord’, al netto del Nazismo, è
ammesse alle pomeridiane del teatro motivi di un tale deciso reali, con i loro problemi e le loro un film di intrattenimento puro, divertente, rit-
Rasi di Ravenna. Quella ammissione comportamento ce li dice lui stesso: gioie, con il loro spirito e la loro voglia mato e ben congegnato. Non mancano le licenze
rappresentava la realizzazione di un “Il Teatro Romagnolo è importante di vivere. Questo mondo si può vivere, poetiche, ma sono funzionali a un’opera che non
sogno, il riconoscimento di capacità e perché ci spiega chi siamo e da dove tra gli altri sul territorio, tutti i venerdì si pone come ricostruzione minuziosa di una
sacrifici, la ricompensa ad anni di veniamo. Questi articoli sono attesi sera al Cine-teatro Victor di San Vittore pagina di storia. C’è tutto: dall’aspetto confezio-
gavetta. Per non parlare, specialmente da gente che si sacrifica, che ci rimette di Cesena e, a partire da gennaio, al nale altissimo, ai bad guys che fanno cose molto
fino a qualche anno fa, del numero di tasca propria, che si impegna e teatro Bogart di Sant’Egidio di Cesena. cattive; fino ai nostri beniamini, intenti ad adot-
enorme di biciclette parcheggiate la lavora, e per questo merita Queste rassegne continuano ad avere tare soluzioni punk pur di sopravvivere quando
domenica pomeriggio nel vialetto che attenzione…”. Icilio Missiroli la fiducia di un folto pubblico che si la speranza è ormai nulla. Un applauso più che
porta al teatro: perché in considerava un lavoro dei diverte e si riconosce. dovuto alla colonna sonora e al ‘cattivissimo’ at-
quell’occasione a teatro ci andava il commediografi Gondoni, Marescalchi, Diego Angeloni tore danese Pilou Asbæk (‘Ghost in the Shell’)
per il loro contributo a rendere il viaggio tanto
entusiasmante. Godetevi lo spettacolo.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena

SCRITTI SU ETICA, FAMIGLIA E VITA VERITÀ E LIBERTÀ: dimora


(2009-2017) della persona
Carlo Caffarra Carlo Caffarra
Editore: Cantagalli (28 euro)
presentazione di Matteo Zuppi
Editore: Cantagalli (28 euro)
Il volume raccoglie alcuni interventi del cardinale Carlo
Caffarra tra il 2009 e il 2017, diversi dei quali scritti nel- In questo libro vengono proposti al lettore alcuni scritti
l'ultimo periodo della sua vita, un paio addirittura mai del cardinale Carlo Caffarra sul tema della coscienza,
pronunciati, a causa della morte improvvisa. luogo cardine nella sua riflessione teoretica e pastorale
È strumento pastorale e teologico per affrontare que- durante l'intera sua vita.
stioni impellenti tanto per la vita personale quanto per Verità e libertà sono parole tra le più abusate e oggi tra le
la società: procreazione, sessualità, cura, tecnologia, più confuse e ambigue, ridotte a una accezione pura-
medicina. mente soggettiva, autoreferenziale, che ne contraddice lo stesso significato. L'uomo
Il libro è un invito - rivolto a credenti e non credenti - a sempre più di frequente dipende dalle circostanze e dagli imput che riceve dall'esterno.
riflettere su alcuni temi decisivi del vivere personale e Il consumismo, la dipendenza affettiva, l'egoismo sono solo alcuni esempi che si pos-
civile: coscienza, natura, vita, famiglia, amore, bene co- sono fare sulla limitazione spesso inconsapevole che la libertà subisce. Per avere una
mune, politica e leggi civili. In esso traspare l'animo del piena consapevolezza di se stessi e del mondo che ci circonda, per donare un nuovo e
pastore, sensibile alle inquietudini del suo tempo e desideroso di illuminarle alla pieno significato alla nostra vita, per emanciparsi dalle dipendenze di ogni genere, per
scuola del Vangelo. recuperare una corretta capacità critica, occorre percorrere un cammino che porti
La collezione di testi raccolti in questo volume è una finestra che apre al pensiero, l'uomo a emanciparsi dalle raffinate e inconsapevoli schiavitù del XXI secolo dando
profondo e fecondo, del cardinale Caffarra, proiettando una luce, che illumina la vita compimento all'invito evangelico secondo il quale solo la ricerca della verità rende li-
della Chiesa e della società tutta. bero l'uomo.
20 Giovedì 15 novembre 2018 Cesena&Comprensorio

CESENA A Sogliano la Fiera del formaggio di fossa


i svolgerà domenica 18, 25 novembre e 2 compreso). A metà percorso concerto a cura dei
Le nuove povertà. Convegno Sformaggio
dicembre la 44esima edizione della Fiera del
di fossa con spettacoli e degustazione
“Cosmos Factory”. Domenica 18 dalle 9 alle 19
apertura degli stand gastronomici. Alle 11 al
“Non balconate”, questo l’invito agli del tipico prodotto di questo territorio. palazzo della Cultura avrà luogo un convegno su
amministratori e alle forze politiche rivolto da papa In anteprima venerdì 16 alle 20,30 al teatro “Api sentinelle del clima”. Alle 11,30 pranzo nei
Francesco in occasione della sua storica visita a comunale lo spettacolo per bambini con Mirko locali della Pro loco. Alle 15,15 concerto per
Cesena del primo ottobre 2017. Questa Alvisi e Raffaella Candoli. Sabato 17 alle 10,15 da pianoforte a 4 mani con musiche di Ravel,
sollecitazione è stata raccolta dal Partito piazza Matteotti partirà “Sentieri in musica”, un Shostakovic e Stravinskij. Alle 17 esibizione dei
Repubblicano di Cesena che, anticipando di tre trekking di 5 chilometri (10 euro, pranzo “San Leo” e “The Jackson Pollock”.
giorni la seconda Giornata Mondiale dei Poveri,
giovedì 15 novembre alle 20,30 al Palazzo del
Ridotto promuove il convegno: “Le nuove povertà,
il welfare comunale. Sostegno ai nuovi poveri in un
contesto che accolga e non escluda”.
◆ Sabato 17 e domenica 18 novembre a Cesena Fiera settanta espositori
“Vista l’importanza del tema, invitiamo tutti a
portare il proprio contributo – dice Romano Fabbri,
per una rassegna dedicata a volumi rari, stampe e cartografie
In fiera C’era una volta... il libro
segretario comunale del Pri -. Il tema potrebbe
unire laici e credenti nel tentare una soluzione al
problema, in modo che contempli dignità e
giustizia”.

È
dedicata agli introvabili e ai dimenticati, alle rarità e ai volumi le d’epoca origi-
Simbiosi tra arte e società pregiati. E dunque, alle possibili scoperte. C’era una volta… il li- nale (manifesti,
bro, è in programma a Cesena Fiera sabato 17 e domenica 18 no- documenti, arti-
Nell’aula magna della Malatestiana, venerdì 16 vembre. coli di giornale lo-
novembre alle 17, Guido Zucconi, docente allo Iuav, Sono i libri rari e ingialliti dal tempo i protagonisti di questa kermesse cali e internazio-
Istituto universitario di architettura di Venezia, che, giunta alla sesta edizione e con un pubblico di affezionati che fa nali) che si fa mo-
terrà una conferenza sul tema “La scoperta di un registrare ogni anno circa 10mila presenze, si è affermata come una nito per la memo-
Medioevo identitario e il problema dello stile delle più importanti fiere di settore in Italia. ria. A fornirci le coordinate con cui orientarci in questa raccolta sarà il
nazionale in architettura”. È alta la qualità della proposta espositiva selezionata e dal respiro in- curatore della mostra, Giovanni Luisè della Libreria Luisè di Rimini,
ternazionale: tra rari manoscritti miniati, incunaboli, cinquecentine, presente in fiera (per info e orari visite guidate: www.ceraunavoltanti-
Cultura e paesaggio libri di varie epoche e pregio, incisioni, litografie, cartografia e prezio-
sissime stampe ingiallite dal tempo, sono circa 70 gli espositori italia-
quariato.it).
La manifestazione si svolge in concomitanza di C’era una volta… an-
A cura dell’Università della terza età, venerdì 16 ni ed esteri attesi. tiquariato, la rassegna antiquaria mensile dal format inedito che, ogni
novembre alle 15,30 nella sala “Nello Vaienti” della Non stupisce nemmeno che una fiera di tale portata si svolga a Cese- terzo week-end del mese da settembre a marzo, abbina a un’eccellen-
Cisl in via Renato Serra, Giuseppe Ghini, docente na. Qui è nata 550 anni fa la prima biblioteca civica al mondo per gra- te offerta di antiquariato di pregio il fascino del mercatino di strada.
all’Università di Urbino, parlerà della zia di Malatesta Novello, oggi inserita dall’Unesco nel registro Memo- L’evento è organizzato da Blu Nautilus (www.blunautilus.it) con il pa-
“Comunicazione tra culture diverse”. Martedì 20 ry of the World. Sempre qui è stato realizzato il manoscritto più gran- trocinio del Comune di Cesena, della Provincia Forlì-Cesena e della
novembre alle 15,30 nella sala della Fondazione de al mondo (“Eroico manoscritto”), opera collettiva entrata nei Guin- Regione Emilia Romagna e in collaborazione con i siti specializzati
“Maria Fantini” in via Renato Serra, il geografo ness dei primati. Inevitabile, dunque, in questo humus vocato alla del settore Abebooks.it, Maremagnum.com e Copernicum.it
Daniele Zavalloni tratterà il tema “La Convenzione “carta” un evento rivolto alle rarità bibliografiche, alle stampe, al libro
europea del paesaggio: la nostra responsabilità nei esaurito e alla cartografia introvabile. Info: C’era una volta.. il libro, Fiera di Cesena, via Dismano 3845, Pie-
confronti del paesaggio e della sua salvaguardia”. La fiera ospita anche una mostra collaterale che, a 80 anni dalle leggi vesestina di Cesena (Fc); sabato 17 e domenica 18 novembre (ore 9-
razziali, ripercorre una delle pagine più buie della nostra storia. “1938: 19); ingresso 3 intero (gratuito fino ai 14 anni e dopo i 70). www.ce-
Commedia, film e lirica che razza di… stampa!” è il titolo dell’esposizione. In mostra materia- raunavoltantiquariato.it

al cine-teatro Victor
Al Victor di San Vittore, venerdì 16 novembre alle
21, la compagnia “Dla Zercia” di Forlì porterà in
Gambettola ◗ Gatteo ◗ Savignano sul Rubicone ◗
scena la commedia “…e sera che canzel”, tre atti Mostra e concerto Un mare di nebbia Concerto commemorativo
brillanti di Francesco Pirazzoli, con la regia di
Claudio Tura. Ingresso 7 euro. Si aprirà sabato 17 novembre alle 21 il È questo il titolo Nel Centenario della fine della Grande guerra,
Sullo schermo giovedì 15, sabato 17, domenica 18 sipario del teatro comunale con il del libro di Franca Fabbri che domenica 18 novembre alle 10 nell’aula magna
e martedì 20 novembre alle 21 il film “Il verdetto”. concerto di musica tradizionale europea presenterà domenica 18 della Rubiconia Accademia dei Filopatridi, terrà un
Ingresso 3,50 euro. dell’Orchestrona di Forlimpopoli diretta novembre alle 17 all’oratorio concerto il coro lirico “Alessandro Bonci” di Cesena,
Lunedì 19 alle 19,30 dall’Opéra national de Paris da Davide Castiglia. San Rocco a cura di “Italia diretto da Ilaria Ceccarelli.
sarà trasmessa l’opera lirica “Les Huguenots” (Gli Nell’occasione sarà inaugurata Nostra”. Al pianoforte Davide Magnani.
Ugonotti) di Giacomo Meyerbeer (Berlino 1791- la mostra fotografica permanente Con letture di Silvio Castiglioni, In programma canti e brani celebri dall’Inno di
Parigi 1864). Ingresso 10 euro. di Carlo Lastrucci sui 10 anni di attività accompagnamento musicale e Mameli alle arie di Puccini, Verdi, Ponchielli e
del teatro. brindisi finale. Rossini.

La grande arte al cinema


Al cinema Eliseo, sabato 17 novembre alle 17,30,
attraverso riprese inedite ed esclusive sarà
Gatteo ◗ Mercato Saraceno ◗
mostrata una selezione di oltre 60 capolavori di Candidature al premio Letteratura, cinema e teatro
Gian Lorenzo Bernini (Napoli 1598-Roma 1680) che “Gatteo terra dei talenti” Primo appuntamento domenica 18 novembre alle
sono esposti a Villa Borghese. Ingresso 10 euro, Si potranno segnalare fino al 24 novembre, su apposita scheda, al 16,30 al teatro Dolcini della rassegna “Lo schermo sul
ridotto 8; due ingressi al prezzo di uno per i soci del Protocollo del Comune i candidati al riconoscimento da parte leggio”, come guardare un libro attraverso un film e
Credito cooperativo romagnolo e per gli Amici dell’Amministrazione. Il premio riguarda singoli, associazioni, attività che leggere un film con un libro.
dell’arte. si siano distinti con opere concrete nel campo delle scienze, lettere, arti, Protagonista e ideatore del progetto è Ivano
nell’industria, nel commercio, nell’artigianato, nel lavoro, nella scuola, Marescotti che interpreterà il romanzo di Umberto Eco
Incontro sulle tematiche nello sport, nell’assistenza sociale, nel volontariato. Le candidature “Il nome della rosa” in relazione alle immagini tratte
dovranno essere sottoscritte da almeno 50 firmatari. La premiazione si dall’omonimo film di Jean Jacques Annaud.
energetiche svolgerà il 1° gennaio 2019. Ingresso 8 euro, ridotto 5.
Avrà luogo al circolo parrocchiale di Bulgarnò,
martedì 20 novembre alle 20,30, una serata
informativa sullo “Sportello ExC”, un servizio
gratuito del Comune per informare i cittadini sulle
tematiche energetiche nell’ambito del progetto
“Imparo a risparmiare energia in bolletta “. Tra i
CESENATICO
temi trattati il mercato libero dell’energia, cosa si
paga in bolletta, come orientarsi nella scelta dei Spettacolo comico
fornitori, chi ci può tutelare. al teatro Comunale
Si aprirà sabato 17 novembre alle 21 al
Mostra di Michele Buda Comunale la stagione teatrale 2018-2019 con
Al teatro Bonci sabato 17 novembre alle 10 e alla lo spettacolo di Maria Pia Timo “Doppio brodo
corte Zavattini alle 18 sarà inaugurata la mostra show”, manuale della donna imperfetta.
“Archivio Quasimodo” di Michele Buda, a cura di Nasce dalla commossa malinconia per le
Roberta Bertozzi. Si tratta di un’indagine nostre nonne, messe a confronto con le
fotografica dedicata all’area ex Zuccherificio. attuali figure di mogli-madri lavoratrici
Resterà aperta fino al 16 dicembre. angustiate. Con la consulenza musicale di
Anna Galletti. Ingresso palchi e palchetti 10
euro, loggione 8.
Contro la violenza
sulle donne La violenza
Si potrà visitare fino al 27 novembre a Palazzo
Albornoz, piazzetta dei Cesenati del 1377, la
nel linguaggio
mostra fotografica “Guardami!-Sheroes: donne Avrà luogo al Palazzo del Turismo, martedì 20
sfigurate dall’acido nel mondo” di Federico Borella, novembre alle 9,30, la conferenza di Vera
fotoreporter freelance. L’esposizione è curata da Gheno, socio-linguista, sul tema “Parole
come pallottole: la violenza nel linguaggio
Rotary club Cesena e gruppo Consorti Rotary
Cesena in collaborazione col Comune. Resterà
CO.M.CE. Compagnia Montaggi Cesena S.p.A. dei social e dei media”. È prevista la
aperta dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13,15; il Via G. Marinelli n. 6 - 47521 Cesena (FC) - Italy partecipazione degli studenti dell’Istituto
martedì e giovedì dalle 8 alle 17. scolastico “Leonardo da Vinci”.
www.comce.it - comce@comce.it
Sport Giovedì 15 novembre 2018 21

Bianconere e ragazze dell’Elettromeccanica le due società, e il weekend di successi

in vetta alla
L Angelini hanno consolidato la
leadership solitaria in vetta alla
classifica del campionato di serie B1
reciproci, sono stati suggellati dai capitani
Giuseppe De Feudis e Giulia Rubini, che si
sono scambiati le maglie delle rispettive
femminile domenica 11 novembre con il squadre. Le bianconere si preparano ora
classifica successo casalingo per 3-0 contro il
Conero Ancona. Una vittoria (la quinta
ad affrontare la trasferta a Pistoia sabato
17 novembre contro il Quarrata.
consecutiva) che il sestetto bianconero ha Nella foto il Cesena Fc col presidente
e nel cuore festeggiato insieme al Cesena Fc con il Patrignani assieme alle ragazze e al loro
presidente Patrignani e il capitano De presidente Morganti. Al centro Giulia
dei tifosi Feudis, i primi - fra i 900 del Carisport - ad
incitare e ad applaudire. Il gemellaggio fra
Rubini e Giuseppe De Feudis esibiscono
le maglie delle reciproche squadre.

Sammaurese
"Per te Mattia"
CALCIO SERIE D. Casadei
il gol di Bonandi sorpresa del rinato Cesena
L
aspettava da tanto e alla fine il
gol è arrivato, il primo della

M
stagione, proprio anca Ricciardo? Pazienza, c’è nostro sistema calcistico,
nell’11esima giornata, la prima Casadei. Il giovane attaccante quindi, ha anche degli aspetti
della Sammaurese senza Mattia del Cesena si sta rivelando positivi: si possono osservare
Piscaglia. E allora Thomas Bonandi decisivo nelle ultime partite, giocate giovani talenti che altrimenti
ha dedicato al 22enne senza il centravanti titolare che avrebbero difficilmente avuto
massaggiatore della Juniores dovrebbe tornare a disposizione del spazio nella squadra
deceduto nella notte tra il 6 e il 7 tecnico Angelini tra una decina di bianconera. Dopo il match
novembre per un arresto cardiaco, giorni. Casadei è giovanissimo - ha disputato mercoledì 13
un gol spettacolare, forse uno dei solo 19 anni - e proviene dal settore novembre contro una
più belli della sua carriera che ha, giovanile del Romagna Centro, con il Savignanese forte della seconda
tra l’altro, fatto saltare la panchina quale aveva disputato la sua prima vittoria casalinga di fila
di mister Nicola Campedelli, stagione in Serie D l’anno scorso, realizzata sabato scorso contro il
esonerato al termine della gara che segnando nove gol in una ventina di Real Giulianova, nel weekend si
ha visto sconfitto il Forlì per 0-1. partite. Contro l’Isernia (2-0 con gol di torna in campo in trasferta: il IL CESENA SOTTO LA CURVA MARE (PIPPO FOTO)
Che la rete di Bonandi, Casadei e Alessandro), sabato scorso, è Cesena affronterà il Pineto, una
fondamentale per sconfiggere la andato a segno due volte (salvo vedersi squadra che si trova a metà
sindrome da gol che da tempo lo annullato il primo gol, perché il classifica nel girone F e con cui sarà
affliggeva, abbia coinciso anche pallone era uscito dal campo sull’assist necessario portare a casa tre punti per non Sul sito del Corriere Cesenate si può
con la vittoria, è stato un bel segno di Alessandro); con la Jesina, due perdere il treno di testa. Aspettando il ritorno leggere il resocontro della partita Cesena-
per i giallorossi, alle prese con un settimane fa, si era preso la copertina di Ricciardo che, comunque, può recuperare Savignanese giocata al Manuzzi
lutto difficile da accettare. (Ma.Fo.) grazie a un gol bellissimo. Passare dai con comodo: Casadei lo sta sostituendo mercoledì.
professionisti alla quarta divisione del egregiamente. Andrea Pracucci

Basket/1 ◗ Basket/2 ◗ Rugby ◗ Volley ◗


Tigers col vento in poppa La Siropack Nuova Virtus Il bottino dei galletti I bianconeri del Cesena
Quattro uomini in doppia cifra, un Papa
sorride Allo Stadio del Rugby di Cesena il
tornano al successo
da 29 di valutazione con 17 punti e 11 Torna a sorridere la Siropack Romagna Rfc si è assicurato la Dopo il ko di Sassuolo il Volley
rimbalzi e la solita difesa. I Tigers Cesena Nuova Virtus Cesena dopo un quinta vittoria consecutiva, grazie al Club Cesena si è prontamente
hanno vinto così contro il Bernareggio mese avaro di successi. Domenica 38-7 sul Cus Siena. I galletti si ripreso, superando il San Giovanni
66-58 riscattandosi prontamente dalla 11 novembre la vittoria è maturata a Calendasco, portando due confermano in vetta alla classifica, in Marignano 3-1 e conquistando il secondo
sconfitta di Desio. Domenica 18 punti importantissimi per il morale e per il prosieguo del incalzati dal Florentia. Domenica 18 successo casalingo di fila. Sabato prossimo, per la
novembre di nuovo impegno casalingo campionato. Prossimo appuntamento per le virtussine sabato 17 novembre trasferta ad Arezzo, prima quarta giornata, il Volley Club Cesena giocherà a
per i cestisti cesenati che attendono il novembre alle 20,30 presso il palazzetto dello sport di Cavezzo della settimana di pausa prevista per Serravalle sul campo del San Marino (nella foto
Cremona. Poi sarà derby a Faenza. (Mo) che le vedrà di fronte al Basket Cavezzo. l’ultima domenica di novembre. Matteo Bellomo).
Sport Csi
Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
22 Giovedì 15 novembre 2018 Comitato di Cesena

IL PRESIDENTE NAZIONALE DEL CSI VITTORIO BOSIO SUI PROPOSITI DEL GOVERNO
P
ubblichiamo il testo
integrale dell’intervento di
Vittorio Bosio (nella foto),
presidente nazionale del Csi, sui
propositi governativi di
Sport a misura d’uomo:
cambiamento nei confronti delle
azioni rivolte al mondo sportivo.
“In questi giorni lo sport è al
l’oggi e il domani della nostra società
centro dell’attenzione del Governo gli ultimi provvedimenti, che l’intervento parlamentare. anche effetti benefici nella società
che ha annunciato la costituzione vanno finalmente verso un Più attenta alle necessità delle civile, nel sostegno alle famiglie e,
di una società con il compito di riconoscimento del valore delle 70mila società dilettantistiche fu infine, ma non meno importante,
gestire gran parte del patrimonio oltre 70mila società sportive attive invece la legge inserita nella anche un ruolo di sviluppo
di contributi per Federazioni ed in Italia, con una certa attenzione finanziaria 2003 perché, per la dell’economia sociale.
Enti di promozione sportiva, oggi agli aspetti più importanti dello prima volta, riconobbe la funzione In sintesi, lo sport a misura di
affidato al Coni. Si tratta di diverse sport, cioè il valore educativo, sociale e di prevenzione sanitaria persona è ormai il presente e il essere noi stessi testimoni di
centinaia di milioni di euro. La formativo, sociale, di promozione dello sport di base. E qui mi futuro della nostra società. amore e solidarietà. Con lo sport
notizia ha destato scalpore, della salute. soffermo per sottolineare Con interesse e un po’ di educativo e formativo abbiamo
preoccupazioni in alcuni e Di carne al fuoco ce n’è tanta e si l’importanza delle piccole società apprensione guardo allora a uno strumento formidabile per
interesse in altri, anche perché - torna a parlare di riforma dello sportive, diffuse su tutto il quanto sta avvenendo. Voglio avvicinarli e prenderci cura di
stando ad alcune agenzie di sport. Un tema che si ripropone territorio e gestite da dirigenti sperare che si stia lavorando per loro. E per far questo serve un
stampa - il Governo avrebbe ciclicamente, non sempre con volontari che meriterebbero più agevolare il compito delle migliaia piccolo grande esercito di
intenzione di agire in tempi stretti, risultati positivi. Qualche volta, attenzione. di dirigenti di piccole e medie dirigenti che sappiano farli
inserendo la nuova norma nella infatti, le scelte hanno avuto effetti Allo sport di base sono oggi società sportive. sentire nella società sportiva
legge di Stabilità. contrari alle aspettative. Penso ad riconosciuti ruoli fondamentali: Guardo con interesse e fiducia come a casa: accolti e amati. Non
Intanto anche il Coni si sta esempio alle norme che avrebbero quello formativo, quello anche il cammino della Chiesa. ho paura dei cambiamenti e delle
muovendo. Nei giorni scorsi ho dovuto dare più forza nel calcio preventivo per la salute, quello di Nei giorni scorsi si è concluso il nuove leggi. Chiedo però che le
partecipato a una riunione indetta alle società di Serie A e di Serie B e inclusione sociale, quello del Sinodo dei giovani. Il Papa ha nuove regole siano scritte da chi
dallo stesso Comitato Olimpico che invece hanno probabilmente contrasto alla povertà educativa. aperto loro il cuore e ha ricordato a ha veramente a cuore le sorti
che ha convocato gli Enti di favorito il dissesto economico del Oltre a tutto ciò, sono convinto che tutti noi che non possiamo dell’attività sportiva, a tutti i
promozione sportiva per illustrare sistema, tanto da richiedere allo sport vadano riconosciuti continuare a tradirli. Dobbiamo livelli”.

Al via i campionati femminili, maschili e misto. In stretta sinergia con altri comitati romagnoli Scacchi
IL SAN MARCO
CESENA
■ Torneo
PARTECIPA
AL CAMPIONATO
OPEN
di Natale
DI VOLLEY
FEMMINILE Dal 20 novembre
nella sede del circolo
scacchistico
“Paul Morphy” di Cesena
Il circolo
scacchistico
“Paul Morphy” di

adre in campo Cesena, affiliato


al comitato Csi
63 squ della nostra
città, è lieto di
proporre il
tradizionale
torneo open di Natale, giunto alla sua 21ª
edizione.
La competizione si svolgerà dal 20 novembre

Volley, le prime battute all’11 dicembre presso la sede del circolo


stesso, in via Canonico Lugaresi 202. È
aperta a tutti e prevede l’effettuazione delle
partite che si giocheranno con il sistema di
abbinamento italo-svizzero, nelle serate del

L
a prossima settimana si avvierà Rosso Volley di Casalfiumanese. maschile, che registra l’adesione di
un’importante attività sportiva, La serie “Promozione”, che è stata 16 formazioni. Per quel che riguarda martedì e venerdì, a partire dalle 21.
quella della pallavolo, collegata suddivisa in tre raggruppamenti, la serie “Eccellenza” sono iscritte 8 I turni contemplati sono sette e le
alla disputa dei campionati vede nel girone “A” presenti 8 società: Volley Cesenatico, Csi premiazioni finali (sono previsti premi anche
femminile, maschile e misto, che formazioni: Athena Rimini, Acerboli Consolini di San Giovanni in per le categorie “Over 65” e Under 18”) si
annoverano una vecchia tradizione Volley di Sant’Arcangelo di Romagna, Marignano, Rapid San Bartolo di terranno venerdì 14 dicembre alle 21, cui
all’interno del comitato cesenate del Juvenes Volley di Falciano, Just in Ravenna, Volley Lugo, Armata seguirà il 21° torneo lampo di Natale.
Csi. Volley, San Giorgio, San Marco (che Brancaleone, Mespic La Sabbiona di È vivamente raccomandata la trascrizione di
Anche quest’anno il Csi Cesena fanno riferimento a Cesena), Faenza, Aics Junior Volley e la ogni partita, sia per evitare spiacevoli
lavora in stretta sinergia con gli Arcobaleno e Cella Volley di Mercato Ruggeri Estintori di Rimini. contestazioni che per consentire la
altri comitati romagnoli Saraceno. Nel girone “B” della stessa Nella serie “Promozione” troviamo redazione di un bollettino completo del
dell’associazione - Forlì, Ravenna, serie gareggiano 10 società: Volley altrettante compagini: Apd San torneo.
Rimini, Faenza e Imola - per dare Time Mattei, Crald Ausl (entrambe di Patrignano di Rimini, l’Us Il giocatore, impossibilitato a partecipare a
vita a veri e propri campionati Ravenna), Pinguitz Volley Group, FacileVolley, Val Lamone Volley di un turno di gioco, è tenuto ad avvisare
romagnoli, vista la varia provenienza Smile, Swat Libertas, Pgs Pianta Faenza, Volley Cesenatico, Cervia, preventivamente l’organizzazione o
delle numerose squadre Blues (tutte di Forlì), Gks Santa Sofia, Cral Mattei di Ravenna, Us Rocca l’arbitro, mentre è possibile il solo anticipo
partecipanti. Asd Audace e SS. Redentore di Fregoso e Pgs Maccabeus Voltana. delle partite, previo accordo con
Partiamo dalla competizione Ravenna. Parliamo infine del campionato l’organizzazione.
femminile, cui hanno aderito Per quanto concerne il girone “C”, vi misto della zona di Rimini, che è La chiusura delle iscrizioni alla
complessivamente ben 38 società. partecipano 10 formazioni: Riolo l’unico ad aver già iniziato le competizione è fissata per lunedì 19
Nella serie “Eccellenza”, composta da Volley, Asd Reda Volley, Modivolley di competizioni e che vede la novembre alle 21 e le preiscrizioni
10 compagini, troviamo: Black Sheep Modigliana, Polisportiva Ponticelli, partecipazione di 9 formazioni che (vivamente consigliate) saranno accettate
Volley, Cusb (entrambe di Ravenna), Tati Volley Team, Zannoni, Club danno vita ad un solo fino a esaurimento dei posti disponibili e
Pontesanto e Pallavolo Mordano Sportivo Culturale Marradese, Val raggruppamento: Angolo Blu Volley, non oltre il termine già indicato.
(tutte e due di Imola), Vino & Volley, Lamone Volley, Pallavolo Faenza, Pgs Cusb One, Athena Rimini, 151 Per informazioni e preiscrizioni occorre
Seven Olimpica 2000, Pallavolo Volley 88 di Forlì e Us Bins, entrambe Riccione Volley, Us I Rimediati, rivolgersi a Patrizio Di Piazza, segretario del
Faenza, Volley Sammartinese e Us di Forlì. Pietravolo, Us Cattivissimi Noi, Drink circolo “Paul Morphy”, tel. 0547 24125,
Ciupa Friends di Forlì e Molino Passiamo ora al campionato Team e Us Rocca Fregoso. p.dipiazza@libero.it,
www.paulmorphycesena.it
Pagina aperta Giovedì 15 novembre 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


I nostri ragazzi sono così: persi nel digitale per ore
in cerca di qualcuno che li provochi ad alzare lo sguardo

Italiani bravissima gente, ma non quando devono parcheggiare. Ecco un esempio di viabi-
lità “fai da te” cui si può assistere spesso transistando in via Giovanni Pascoli, davanti alla
sede della media n. 2. Come mostra questa fotografia, vorremmo sempre tutti trovare posto
davanti alla porta del fornaio, dell’ufficio, della scuola. Mal comune, ma nessun gaudio.

“Uomini nuovi”, un’invo-


cazione dalla periferia Tipi da bar
di Diego Angeloni
Oh Signore,
facci capire che Gesù è venuto
sulla terra per vincere le forze del LA GERARCHIA
male e sconvolgere le vie dei DEL MARAFONE
malvagi, insegnandoci a offrire le
nostre vite alla Chiesa, suo corpo Il bar parrocchiale di Martorano di
mistico, perché essa, unendo le Cesena è la nostra palestra di an-
nostre sofferenze a quelle di tropologia.
Cristo, ci aiuta a diventare uomini Ricordo ancora con piacere le lezio-
nuovi che lottano per la ni del professor Domenico Volpini
costruzione di un mondo migliore quando spiegava come affrontare lo
dove tutti gli oppressi troveranno studio di aggregazioni umane to-
giustizia. talmente sconosciute.
Preghiamo perché nelle nostre La prima cosa è capire e annotare i
comunità nessuno si pavoneggi, miti e le gerarchie. Ebbene per capi-
mostrando solo avidità e ipocrisia re chi sei, quanto vali e quale posto
e desiderio di ricevere inchini, ma occupi nel bar di Martorano devi
tutti ci impegniamo perché nelle capire in quale tavolo sei ammesso
nostre comunità viviamo a giocare a marafone. Vi sono tavoli
fraternamente, aiutando Gesù a di serie “A”, “B”, “C” e quelli eterna-
rendere migliore la nostra vita mente in panchina. Il tavolo più
quotidiana, piena di solidarietà e ambito, quello che ha sempre una
di autentica carità, bandendo media di 12/16 spettatori, è quello
ogni forma di violenza e di dove militano Guerrino, Ivan, Oria-
menzogna. no e Giacomo. Si aspettano e se uno
Ricordiamoci sempre che la manca non si ammette nessun altro
nostra vita non deve seguire mai di categoria inferiore. Si preferisce
sentieri difformi dalla logica non giocare. Giacomo è stato am-
evangelica che vuole che noi ci messo da poco a questo tavolo, lo
sentiamo sempre servi inutili hanno osservato per due anni, e ul-
dopo aver fatto il nostro dovere di timamente Guerrino e Ivan hanno
cristiani, poiché siamo convinti deciso di provarlo nella massima
che la vera liberazione viene dal serie del marafone. Giacomo si im-
Signore Gesù e se lui entra nel pegna, ma l’altra sera in una parti-
nostro cuore i nostri piccoli ta tiratissima, era la “bella”, il pun-
orizzonti cadranno, e noi teggio 40 pari, sbaglia clamorosa-
riusciremo a percorrere i veri mente e per una “figura” fa perdere
sentieri che portano alla la partita al suo compagno. Gli
costruzione della vera città di Dio hanno comminato tre turni di
tra gli uomini. squalifica e ora, tristemente, fa lo
Mauro Bettini spettatore.
Sito internet
DIOCESI DI CESENA-SARSINA www.corrierecesenate.it
Siamo presenti
campagna anche su Facebook e su Twitter
abbonamenti con lʼaccount @ccesenate

2019 Per info: redazione Corriere Cesenate,


via don Minzoni, 47 - Cesena
tel. 0547 1938590
Settimanale d’informazione fondato nel 1911 redazione@corrierecesenate.it

Un nuovo anno
da vivere
insieme

in omaggio
agli abbonati
lʼedizione digitale
per pc, tablet
e smartphone
Per leggere il giornale
già dalle 12
del mercoledì

foto mema studio


cesenatico

Territorio, Chiesa, opinioni, sport, cultura, solidarietà, attualità


Ogni giovedì in edicola. Ogni settimana a casa tua
COME ABBONARSI QUOTE ABBONAMENTO (invariate)
● Utilizzando il bollettino di C.C.P. n. 14191472,
intestato a Corriere Cesenate, via don Minzoni 47, Cesena ● Ordinario: 48 euro
● Presso la redazione del Corriere Cesenate, in via don Minzoni 47, Cesena ● Sostenitore: 70 euro
● Alla libreria cattolica “San Giovanni”, corso Sozzi 39, Cesena ● Amico: 100 euro
● Con bonifico bancario. Beneficiario: Associazione Diocesana Corriere Cesenate.
Banca: Credito Cooperativo Romagnolo - Bcc di Cesena e Gatteo, sede di Cesena ● Estero: 100 euro
Iban: IT 51 S 07070 23900 000000855057