Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 25 gennaio 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 3
27/02/2004 n. 46) euro 1,30 - contiene I.P.
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 3
Visita pastorale 8 Il 27 gennaio 3 e 20 Viaggio del Papa 15 WWW.CORRIERECESENATE.IT
NUOVO SITO
Il vescovo Douglas Giornata Francesco Aggiornamenti quotidiani
a Santa Maria della Memoria in Cile e in Perù per
della Speranza Per non dimenticare Le cinque parole i lettori
onsignor Regattieri dal na riflessione nei giorni di oggi
M 28 gennaio al 4 feb-
braio sarà nella parroc-
U in cui si ricorda l’aper-
tura dei cancelli del lager di
I22due Paesi visitati dal Pon-
tefice nei giorni dal 15 al
gennaio. Una riflessio-
e di
chia guidata da don Giam- Auschwitz. Gli appunta- ne a partire da alcune
domani
piero Teodorani menti sul territorio espressioni pronunciate

Editoriale Domenica 4 febbraio si tiene la 40esima Giornata nazionale promossa dalla Cei
I cattolici, il Paese e la politica
di Francesco Zanotti

S
crutare “i segni dei tempi” per leggere il
libro del mondo. E dell’Italia. Si può
condensare in queste parole la
prolusione del cardinale Gualtiero Bassetti
pronunciata lunedì scorso in apertura dei
lavori del consiglio permanente della Cei, la
Conferenza episcopale italiana (cfr pag. 16).
Dal denso e appassionato testo che dice di
quanto i vescovi italiani vivano nella realtà e
abbiano a cuore e condividano le sorti del
Paese e di quanti lo abitano, traggo una
sorta di bussola.
Ricostruire, ricucire, pacificare sono le
azioni raccomandate dal porporato. Non c’è
solo il dopo terremoto da ricostruire in
Italia, ma anche e soprattutto il futuro delle
famiglie e la speranza di tutti in un Paese in
crisi di identità, troppo ripiegato su se stesso
e spesso occupato solo a consolidare quanto
raggiunto.
Nel ricucire c’è l’invito a tenere unito quel
che appare diviso. E ciò non vale solo per la
comunità civile, ma anche per quella
ecclesiale, per camminare insieme.
Pacificare, l’ultimo dei tre verbi, perché

Come posso
l’Italia sembra attraversata da un “rancore
sociale e dall’emergere di paure collettive”
evocati anche con “discorsi sulla razza che
pensavamo fossero sepolti definitivamente”,
come ha ricordato l’arcivescovo di Perugia.
Poi ci sono le tre priorità: lavoro, famiglia,
giovani. “Lavorare meglio, lavorare tutti”, ha
detto il presidente della Cei. Troppi sono

non celebrarti,
obbligati a “un’amara e dolorosa
emigrazione”. Troppi, diciamolo, anche qui
in Romagna. Un grido di dolore, non solo di
chi è costretto ad andarsene, ma anche di
tante famiglie che invece andrebbero
aiutate e sostenute. Una perdita per tutti i
territori. Un impoverimento per la società e

vita
il suo futuro.
Infine la politica, in vista dell’appuntamento
con le urne del prossimo 4 marzo. La
vocazione politica, “una missione e non un
trampolino di lancio verso il potere”. Una
delle forme più preziose di carità perché si FOTO
interessa del bene comune. Ce lo siamo ARCHIVIO SIR
ricordato a vicenda, negli anni, infinite
volte. Ci abbiamo creduto poco, visti i
risultati sul campo. Ora viene ribadito “L’amore dà sempre la vita… il Vangelo della vita è gioia per il mondo. La
ancora assieme alla “sobrietà nelle parole e novità della vita e la gioia che essa genera sono possibili grazie all’agire Cesena 9 Cesenatico 12
nei comportamenti”, anche perché è
divino”. Così esordisce il messaggio dei Vescovi per la Giornata per la vita Nuovo ospedale Chiesetta della Vena
“immorale lanciare promesse che già si sa
non si possono mantenere”. Come è che si celebra anche in Diocesi. Due gli appuntamenti a cui si aggiunge Dalla Regione Tanti appelli
immorale “speculare sulle paure della
quello che si farà nelle singole parrocchie domenica 4 febbraio. promessi molti soldi pochi fondi
gente”.
Per i cattolici in politica, tre forti Nel Primo piano di questa settimana proponiamo due brevi testimonianze.
raccomandazioni. La prima: gratuità e Mara Scarponi di Savignano sul Rubicone ha messo nero su bianco la sua
spirito di servizio. La seconda: guardare al
passato per costruire il futuro. La terza: storia: da farmacista giramondo che era, da dieci anni vive immobilizzata. Rubicone 13 Valle Savio 14
avere cura, senza intermittenza, “dei poveri L’altra vicenda riguarda un risveglio dal sapore miracoloso, che sarebbe I primi 98 anni Cadono sassi
e della difesa della vita”. Un breve dovuto all’intercessione della Madonna del Monte. del decano tra Romagna
vademecum che è ben più di un programma
per un intenso lavoro. In politica e non solo. Primo piano alle pagg. 4 e 5 don Mario Lucchi e Toscana
Opinioni Giovedì 25 gennaio 2018 3

27 gennaio oria
Giornata della Mem
Per non dimenticare Auschwitz
i avvicina nel calendario una data che deve rimanere - quasi pietra di inciampo! – componenti razziste dell’ideologia

S nel cuore profondo di tutto il continente europeo: sabato 27 gennaio, Giornata della
memoria. È il giorno che ricorda l’aprirsi dei cancelli del lager di Auschwitz sotto
l’avanzata dei soldati dell’Armata Rossa; correva l’anno 1945. Qualche anno prima,
nell’autunno del 1939, gli eserciti di Hitler e di Stalin si erano incontrati per spartirsi
la Polonia e altri territori ancora, ridefinendo così la carta politica dell’Europa nei segni
fascista, la “soluzione finale” sarebbe poi
dovuta abbattersi anche sui cristiani che
riconoscono il patriarca Abramo come
loro padre nella fede, responsabili
dell’“inquinamento” che avrebbe alterato
perversi della svastica e della falce e martello. A sconvolgerla ulteriormente negli anni a la primigenia e pagana storia del popolo
seguire furono il secondo conflitto mondiale e la tragedia della Shoah, anticipata nell’Unione tedesco.
sovietica dai reticolati dei Gulag, allungatisi oltre la cortina di ferro che costringerà la Chiesa a La “Giornata della memoria” deve aiutarci
vivere come “Chiesa del silenzio”. a ripercorrere, chiedendo perdono al
A Cesena diamoci appuntamento in piazza Almerici, davanti alla lapide collocata a ridosso Signore Gesù e ai “fratelli maggiori” (non
del Palazzo del Ridotto. Nei pressi, un tempo lontano, vi sorgeva la sinagoga della piccola più “perfidi giudei”!) per l’indifferenza con
comunità ebraica; recentemente sono riemersi, nei plutei della Malatestiana, alcuni codici cui i nostri padri e nonni, in Italia, nel
che forse risalgono a quei tempi: ne ha parlato Paola Errani. La lapide fa memoria dei nostri 1938, accolsero e approvarono le leggi
concittadini ebrei arrestati e avviati verso gli inferni organizzati dall’ideologia nazista, per razziali che si facevano eco di quanto
racchiudervi nelle camere a gas, con un destino di umiliazioni, sofferenze inaudite e avveniva nel Reich nazista. Ancor più
soppressione quanti erano ritenuti incompatibili con la “pura razza ariana”, presunta occorre riflettere sulla conversione vissuta
prerogativa del popolo tedesco che “solo” era ritenuto degno di costruire la storia da dalla Chiesa cattolica convocata a Roma
protagonista. E dello sterminato numero di queste vittime fanno parte milioni di donne, da papa Giovanni XXIII per il Concilio
NEL 1995 A CESENA SUL LATO DEL PALAZZO DEL RI-
DOTTO, CHE SI AFFACCIA SU PIAZZA ALMERICI, È
uomini e bambini appartenenti al popolo ebraico, radicati già da secoli nelle terre della Ecumenico. Nel documento “Nostra
STATA POSTA UNA LAPIDE CON I NOMI DEGLI EBREI diaspora. Nelle file degli aguzzini oltre alle SS tedesche, qui in Romagna si trovavano le aetate” la Chiesa “guardando al suo
CESENATI “UCCISI, GIACCHÉ PROPRIO QUI DI FRONTE Brigate Nere, di cui facevano parte anche dei cesenati. interno, desidera riscoprire il valore e la
PER CIRCA UN SECOLO, DAI PRIMI DEL 1400, VI FU LA Nei progetti demoniaci di Hitler e dei suoi seguaci, con la simpatia e la complicità delle dignità del popolo di Israele e della fede
SINAGOGA DELLA COMUNITÀ EBRAICA CITTADINA” da esso professata”.
Lo Yad Vashem, a Gerusalemme, da tempo
sta scolpendo sulle sue pareti i nomi dei
Quale maggioranza di governo? La fotografia “giusti tra le nazioni” che hanno soccorso
– a rischio della vita – gli ebrei
perseguitati. Al lungo elenco Cesena può
Elezioni politiche del 4 marzo aggiungere gesti di solidarietà ad alcune
famiglie ebree che è bene far riecheggiare
Il quadro è ormai definito nella memoria. La prima di nome Lerher,
l problema, nell'interesse del Paese, sarà costruire una la seconda, la famiglia del notissimo

I maggioranza di governo con un programma realistico e


condiviso e finora, purtroppo, la campagna elettorale
non ha fornito indicazioni rassicuranti in questo senso.
Il quadro politico complessivo entro cui gli elettori saranno
primario dell’ospedale “Maurizio Bufalini”
(già emarginato dalla professione), con la
moglie Dora. Si era nell’autunno del 1942;
dalla Germania giungevano allarmanti
chiamati a scegliere il 4 marzo adesso è definito. Certo, per notizie circa lo sterminio degli ebrei. La
conoscere esattamente i simboli che troveremo sulle schede fuga in Svizzera vide la complicità
elettorali occorrerà aspettare il 29 gennaio. Tra coloro che rischiosa dei monaci di Santa Maria del
hanno depositato al Viminale oltre 100 simboli, al di là del Monte e dei medici della casa di cura “San
folklore e delle stravaganze, ci sono infatti soggetti Lorenzino”, Elio Bisulli e Achille Franchini.
organizzati che stanno raccogliendo le firme necessarie per Nell’elenco della lapide collocata sulla
presentare le liste e se qualcuno di loro riuscisse nell’intento fiancata del Palazzo del Ridotto (in quei
avrebbe diritto a comparire sulla scheda. Ma le forze giorni sede delle Brigate nere) si legge il
principali, quelle che – con il massimo rispetto per tutti – nome dei coniugi Bernardo Brumer ed
hanno delle concrete possibilità di entrare in Parlamento, Elena Rosenbaum. Il parroco di
sono esentate dalla raccolta delle firme in quanto già Una giornata dal tempo instabile quella del 17 gennaio. In mat- Cesenatico don Lazzaro Urbini – poi
rappresentate nelle Camere o comunque collegate a gruppi morto vittima di una granata mentre
tinata a Longiano si sono alternati sole e grandine. Durante il
già presenti. E dunque, scaduto anche il termine per portava soccorso agli ammalati del locale
pomeriggio si è abbattuto un forte vento che, nel parco vicino
dichiarare le coalizioni elettorali, si può provare tracciare ospedale – li aveva raccomandati alla
una mappa dell’offerta politica in campo nella prossima alla rotonda di Badia, è riuscito a sradicare un albero (foto Mv).
propria famiglia, che abitava a San Vittore
tornata di voto. di Cesena. Qui, a seguito di una spiata, i
Il centro-destra annovera Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia e il gruppo più numeroso sarebbe quello del M5S, con il Pd che rincorre. Il Brumer furono catturati dai brigatisti neri
Noi con l’Italia-Udc (Fitto, Cesa). Il Movimento 5 Stelle, terzo gruppo, ben distanziato, sarebbe quello di Forza Italia, seguito dalla di Cesena (il 10 agosto 1944) insieme al
com’è noto, si presenta da solo e così pure Liberi e Uguali Lega. Il Pd, tuttavia, potrebbe beneficiare di un meccanismo poco noto della fratello di don Lazzaro, Adamo, un
(Grasso ecc.). Il Pd corre con +Europa-Centro democratico legge elettorale: nelle coalizioni, i voti delle liste che non arrivano alla soglia seminarista non ancora sacerdote che
(Bonino, Tabacci), Civica popolare (Lorenzin), Insieme del 3% si riversano su quelle che invece superano lo sbarramento. A prendere riuscì a sfuggire alla deportazione in
(verdi, socialisti, civici prodiani) e con Svp-Patt per il per buoni i sondaggi, ancora una volta, le liste coalizzate con il Pd al Germania grazie all’intervento del vescovo
Trentino-Alto Adige. I sondaggi – che dal 19 febbraio non momento sarebbero sotto la soglia e quindi il partito più grande potrebbe Beniamino Socche, in quel tempo nero
saranno più pubblicabili per non influenzare il voto – fare il pieno. “defensor civitatis” che tentò invano di
indicano da tempo che solo il centro-destra avrebbe la Comunque, in fin dei conti, la classifica dei gruppi avrà una rilevanza intercedere pure per la famiglia Brumer.
possibilità di arrivare alla maggioranza assoluta dei seggi relativa. Il problema, nell’interesse del Paese, sarà costruire una maggioranza Non possiamo dimenticare Auschwitz. Le
(quella dei voti è lontana anni luce da tutti). Se dovesse di governo con un programma realistico e condiviso e finora, purtroppo, la sfide dell’inferno sono sempre in agguato,
accadere, si può ragionevolmente prevedere che nonostante campagna elettorale non ha fornito indicazioni rassicuranti in questo senso. approfittando peraltro dell’azzeramento
le significative, talvolta eclatanti differenze interne, quella Resta il fatto che tutte le rilevazioni vanno prese con le pinze perché un terzo dei valori che sono alla base della nostra
coalizione elettorale diventerebbe anche una maggioranza degli elettori è ancora indeciso e incombe il timore di un ulteriore aumento coscienza – illuminata però dalla sana
di governo. Ma l’ipotesi allo stato è puramente teorica. dell’astensionismo. “Sarebbe il sintomo di un indebolimento della fiducia ragione valori che stanno a fondamento
L’esito che gli analisti considerano di gran lunga più nelle istituzioni comuni” e quindi di “uno stato di salute meno florido della dei “Principi fondamentali” della nostra
probabile è che dalle urne non esca alcuna maggioranza e democrazia”, ha sottolineato il presidente Mattarella, che ha aggiunto: Carta Costituzionale.
allora bisognerà fare i conti con la consistenza parlamentare “Nessuno deve chiamarsi fuori o limitarsi a guardare”. Piero Altieri
dei singoli gruppi. Al momento, sempre stando ai sondaggi, Stefano De Martis
4 Giovedì 25 gennaio 2018 Primo piano

L’artista gambettolese Francesca Ceccarelli è l’autrice di un ex voto


Arte e fede dedicato alla guarigione di una giovane cesenate gravemente ammalata.
L’opera fa parte della mostra “Per grazia ricevuta”

Un risveglio dal sapore miracoloso


U
na teca ovale, elegante, in le- Come quello cui è dovuto l’ex voto rimbalzo, la telefonata non ha avuto
gno, lamiera e plexiglas, che destinato alla Madonna del Monte dubbi invece sulle cause della mera-
racchiude una miniatura del- per un fatto recente accaduto a Cese- vigliosa notizia. Amici carissimi si era-
la Madonna su carta antica, un gra- na. Il 14 agosto 2017, un giorno esti- no recati al Santuario cesenate per ot-
zie immenso quanto la vita. Alla vi- vo e “speciale” perché vigilia della Fe- tenere la guarigione dell’amica pro-
ta ritrovata è dedicata l’opera di sta dedicata alla Madonna, la notizia prio il giorno prima in cui le sarebbe
Francesca Ceccarelli facente parte del “miracolo” giunge attraverso una stata “staccata la spina”. Sono gli stes-
della mostra “Per grazia ricevuta” telefonata proveniente da un ospe- si che hanno commissionato l’opera
esposta fino al 25 marzo alla Galle- dale di Dusseldorf con la quale i me- alla Ceccarelli, tra i quali persone atee.
ria comunale d’arte del Palazzo del dici comunicano alla famiglia di So- L’artista cesenate, classe 1975, che vi-
Ridotto a Cesena (vedi articolo a fia, 35enne cesenate che vi era rico- ve e lavora a Gambettola, appassiona-
pag. 19) dove, scorrendo l’accurata verata per una malattia di quelle che ta di arte antica e particolarmente
carrellata di ex voto dell’arte antica non lasciano scampo, che “non c’è sensibile alla spiritualità, negli ultimi
e contemporanea allestita da Mari- più bisogno di staccare le apparec- anni si è soffermata sugli ex voto e non
sa Zattini, si scopre come la tradi- chiature”. La ragazza ha riaperto, in- si è posta molte domande sull’ecce-
zione del ringraziamento per una spiegabilmente e contro ogni previ- zionale avvenimento. Quello che mi
grazia ottenuta sia ancora d’uso e sione medica, gli occhi dal coma pro- interessa, spiega “è porre l’attenzione
attuale. fondo e irreversibile in cui versava. sul tema del sacro, della ricerca inte-
E che i miracoli accadono anche Oggi sta bene e non reca più i segni di riore e della fede”.
nel terzo millennio. quanto accaduto. Chi ricevette, di Mariaelena Forti

LE RAGIONI FOTO ARCHIVIO SIR

DI UNA FONDAZIONE
Il valore unico
della vita umana
Voce fuori dal coro
Una nota del presidente del Movimento per la vita
italiana in occasione del 40esimo anniversario
del MpV e Centro di Aiuto alla Vita di Cesena
L’esperienza dei

Q
uarant’anni e sembra ieri. Quarant’anni fa, il 22 l’aborto è rientrato nella solitudine e nella resistendo alla deriva che tutto voleva
maggio 1978, entrava in vigore la legge 194, sulla nostri Centri di clandestinità da cui la 194 avrebbe voluto travolgere.
spinta degli inesistenti "mostri" della diossina a Aiuto allaVita ha sottrarlo. Soprattutto, essi diminuiscono Se a qualcuno ciò sembrasse poco,
Seveso e della denuncia di un iperbolico e mostrato che molte perché molte gravidanze sono impedite l’esperienza dei nostri Centri di Aiuto alla
demograficamente impossibile milione di aborti clandestini. dall’effetto abortivo precocissimo legato alla Vita ha mostrato che molte volte è
Quarant’anni fa nascevano anche il Movimento per la Vita e il volte è sufficiente cosiddetta "contraccezione" di emergenza sufficiente una mano tesa per liberare la
Centro di Aiuto alla Vita di Cesena. una mano tesa per con cui, in realtà, si impedisce l’annidamento donna dalla costrizione del bisogno e della
Niente meglio di questa coincidenza di anniversari potrebbe liberare la donna dell’embrione in utero. Un fenomeno, quello solitudine, dandole la forza di non abortire e
fotografare le ragioni che hanno dato vita alle nostre dalla costrizione del delle pillole dei giorni dopo, che denuncia di salvare, insieme al figlio, la sua stessa vita.
associazioni locali: il bisogno cioè di offrire una risposta alla bisogno e della l’emergenza educativa dell’ignoranza Certamente abbiamo fatto troppo poco,
ragioni che aveva portato all’approvazione della legge, sia sul inconsapevole, della deresponsabilizzazione, tuttavia in questi quarant’anni abbiamo
piano culturale che su quello della testimonianza. solitudine, dandole del sesso banalizzato, con partner multipli e permesso di nascere ad almeno 200mila
Quarant’anni che sembrano l’album fotografico di una serie la forza di non occasionali. bambini, abbiamo consentito alle loro
di sconfitte, anche perché, come sempre, la 194 è stata sì il abortire e di salvare, Dal canto loro, i tassi di abortività ripetuta e il 200mila mamme di non dover piangere per
prodotto di un cambiamento culturale già avvenuto nella insieme al figlio, la 30 per cento di aborti a carico di donne non la morte del figlio che portavano in grembo,
società, ma ha prodotto a sua volta un profondo sua stessa vita italiane sembrano indicare, insieme al ne abbiamo aiutate molte di più a portare a
cambiamento di mentalità, relativizzando il diritto alla vita in fabbisogno educativo, anche l’importanza termine la loro gravidanza e il periodo
Italia e riducendo inevitabilmente la possibilità di difenderlo della situazione socio-economica, successivo al parto più agevolmente. Nelle
per tutti. Così in quarant’anni abbiamo perso il referendum Il MpV e il CAV di confermando che l’aborto, prima di essere nostre case d’accoglienza abbiamo potuto
del 1981; siamo stati estromessi di fatto dai consultori, Cesena sono stati una scelta, è una coercizione e che la donna dare un rifugio a tante mamme la cui attesa
lasciando le donne in mano a professionisti poco motivati a parte di questa rete, dovrebbe essere messa anzitutto in era oggetto di pressioni o di violenze,
proporre loro alternative all’aborto; sono state favorite le fatta da uomini e, condizione di poter scegliere per la vita. oppure gravata dal bisogno.
carriere dei medici disponibili a fare aborti; è stata introdotta soprattutto, donne Dunque la sconfitta, prima che di quanti Il MpV e il Cav di Cesena sono stati parte di
la procreazione assistita ed è stata poi smantellata sono impegnati a difendere la vita, è la questa rete, fatta da uomini e, soprattutto,
progressivamente la legge 40/2004, che vietava la selezione capaci di infondere sconfitta dello Stato nelle sue garanzie di donne capaci di infondere speranza a chi è
eugenetica e limitava il numero degli embrioni ottenibili; è speranza a chi è libertà e nell’efficienza dei suoi servizi e, nella disperazione, di fare comunità lì dove
stata sdoganata l’eterologa ed è stata permessa la nella disperazione, soprattutto, la sconfitta delle donne, illuse impera l’individualismo, di offrire
compravendita di gameti da parte delle regioni, di fare comunità lì nell’esercizio di una sessualità solidarietà e compagnia dove il disagio e la
contrabbandandola come ovodonazione; sono state create le dove impera deresponsabilizzata, abusate nella ignoranza sofferenza sono vissuti nella solitudine, di
premesse per l’utero in affitto, per ora solo d’importazione; è del significato delle scelte, lasciate sole nel costruire una città per l’uomo, lì dove ci si
stato introdotto l’aborto chimico di stato con la RU-486; nel l’individualismo, di momento in cui ’l’incidente’ di percorso si accanisce a distruggere tutto ciò che è
2009 è stata lasciata morire una grave disabile per offrire solidarietà e verifica, private delle alternative alla umano.
disidratazione e denutrizione; è stato consentito il turismo compagnia dove il soppressione del figlio che portano in Quando finalmente sarà tempo di
della morte verso la Svizzera. Infine, proprio a conclusione di disagio e la grembo che pure, ipocritamente e a parole, la ricostruire, ci si accorgerà che in mezzo alle
questi 40 anni, è stata legalizzata l’eutanasia omissiva grazie sofferenza sono 194 prometteva di assicurare loro. macerie, in tutti questi anni, una umanità
alla legge sul biotestamento. In questo contesto il Movimento per la Vita è nuova non solo provvedeva anche a Cesena
Quarant’anni che vengono invece strombazzati come la
vissuti nella la voce fuori dal coro che ha tenuto desti a rabberciare le case cadenti, ma aveva già
vittoria della 194 sull’aborto, perché gli aborti legali si solitudine, di nell’opinione pubblica gli interrogativi sul incominciato a costruire la nuova città.
sarebbero ridotti da quasi 235mila a meno di 85mila nel 2016. costruire una città valore e sul significato della vita umana, che Quarant’anni vissuti di corsa, quarant’anni
Ma davvero gli aborti in Italia stanno calando? In larga parte per l’uomo, lì dove ci ha consentito a tante coscienze di non subire passati in un soffio. Quarant’anni in cui
almeno dipende dalla diminuzione del numero delle donne si accanisce a l’anestesia mentale di un processo planetario abbiamo risposto all’invito di un Santo ad
in età fertile. Inoltre, se gli aborti in ospedale calano, si assiste distruggere tutto ciò di omologazione culturale, che ha alzarci in piedi ogni volta che la vita di un
al diffondersi dell’uso fuori indicazione di prodotti ad azione salvaguardato la libertà dei medici obiettori, essere umano è minacciata.
abortiva, cioè di aborti farmacologici fai-da-te, grazie ai quali che è umano che ha fatto da argine allo tsunami culturale, Gian Luigi Gigli
Primo piano Giovedì 25 gennaio 2018 5

Venerdì 2 febbraio alle 21 al Palazzo del Ridotto, a Cesena, incontro su“Vita prenatale: nove mesi valgono un’intera Venerdì 16 febbraio
esistenza”. Sabato 3 febbraio alle 18 in Cattedrale conferimento del Battesimo e benedizione alle mamme in attesa
I PRIMI 40 ANNI
DEL MOVIMENTO PER LA VITA ■ ... in fine, vita!
E DEL CENTRO DI AIUTO Incontro con testimoni
Il Movimento per la Vita di Cesena e a Savignano sul Rubicone
il Centro di Aiuto alla Vita di Cesena
compiono 40 anni. Per l’occasione Scelte di vita in
esce in questi giorni un volumetto fine di vita.
dal titolo “40 Anni a servizio della Racconteranno
vita: 1978-2018”. Il lavoro, che di questo
documenta l’attività fin qui svolta Francesca
con storia, documenti, D’Amico, unica
testimonianze, testi e foto, è figlia di Pietro,
pubblicato dell’editrice Stilgraf, a sostituto
cura di Mario Alai, Maria Ridolfi e procuratore
Claudio Riva, con una presentazione generale di
dell’onorevole Carlo Casini. Il libro Catanzaro, 62
sarà presentato venerdì 2 febbraio anni, indagato e

La Giornata nazionale alle 21 al Palazzo del Ridotto,


nell’ambito delle iniziative per la
Giornata per la Vita 2018 e in
concomitanza con la conferenza di
assolto
nell’inchiesta
Why Not per
fuga di notizie

Le celebrazioni in Diocesi Gino Soldera “Nove mesi valgono


una vita”.
che nel 2013
decise di andare in Svizzera per una
“morte dolce”, Luisa, mamma di Mara
Scarponi, giovane savignanese autrice del

S
i celebra domenica 4 febbraio, pastorale familiare in occasione della Italiano di Psicologia e di Educazione libro “Princesa Maldita”, e suor Benedetta
nelle parrocchie, la Giornata per 40esima Giornata per la Vita indetta Prenatale”; collabora con varie riviste della Piccola Famiglia dell’Assunta di
la vita. La giornata sarà dalla Conferenza episcopale italiana mensili, come “Io e il mio bambino”, Montetauro che assiste da una decina
preceduta da due appuntamenti, nei col tema “Il Vangelo della vita gioia per “Donna e mamma”, “Dolce attesa”. d’anni don Mauro Evangelisti, ammalato di
giorni venerdì 2 e sabato 3 febbraio. il mondo”. Sabato 3 febbraio alle 18, in Sla.
Venerdì 2 febbraio alle 21 al Palazzo Gino Soldera, psicologo- Cattedrale a Cesena, il vescovo Ospiti il 16 febbraio al Cinema Teatro
del Ridotto si parlerà di “Nove mesi psicoterapeuta, svolge la sua attività Douglas Regattieri presiederà la Moderno di Savignano sul Rubicone per
valgono una vita”, con l’intervento di presso il Consultorio Familiare Messa durante il quale conferirà il un’iniziativa della Zona pastorale di
Gino Soldera, presidente Ucipem di Vittorio Veneto. Sacramento del Battesimo e Savignano sul Rubicone e San Mauro
dell’associazione nazionale di È fondatore e presidente benedirà le mamme in attesa. Alla Pascoli, i tre testimoni saranno
psicologia e di educazione prenatale. dell’Associazione Nazionale di celebrazione sono particolarmente accompagnati nel loro racconto dalla
La conferenza è proposta dalla Psicologia e di Educazione Prenatale invitate tutte le famiglie con i psicoterapeuta Elisabetta Gesmundo di
Commissione diocesana per la (Anpep). Dirige la rivista “Il Giornale bambini. Venezia e dall’avvocato cesenate Stefano
Spinelli, con l’introduzione della
giornalista del Corriere Cesenate
Mariaelena Forti.

iornata per la vita Una riflessione a partire dal messaggio dei vescovi italiani in
Il tema dell’incontro pubblico, dal titolo
“... in fine, vita!”, ha toccato con esiti
40ª G preparazione alla celebrazione.“Per un nuovo umanesimo, bisogna
opposti l’esistenza quotidiana della
signora Francesca, della giovane Mara e di
don Mauro. La signora D’Amico contesta
ripartire dall’accoglienza e dalla contemplazione del concepito” con decisione l’appoggio offerto dai
sanitari d’oltreconfine al padre, che

IlVangelo della vita gioia per il mondo secondo la figlia soffriva in realtà di un
disagio dal quale poteva “essere salvato”,
come dichiara in un’intervista rilasciata a
Tv2000. Luisa testimonierà
la propria esperienza di madre di Mara che

“ L’
amore dà da più di dieci anni vive immobilizzata a
sempre la causa di un ictus a seguito del quale il
vita… il Vangelo corpo non risponde più agli stimoli. Mara,
della vita è che era una farmacista giramondo, ha
gioia per il mondo. La novità scritto un libro, “Princesa Maldita”. Ha
della vita e la gioia che essa impiegato sei mesi per scriverlo, “un tasto
genera sono possibili grazie alla volta” raccontando, grazie a un
all’agire divino”. Così esordisce computer, pensieri e ricordi ancora
il messaggio dei Vescovi per la perfettamente intatti. Infine suor
40esima giornata per la Vita. Benedetta, che assiste don Mauro
Solo partendo dalla parola di imprigionato da dieci anni a causa della
Dio nelle Sacre Scritture, il Sla.
popolo di Dio diviene presenza Gli esperti, la psicoterapeuta Gesmundo e
visibile nella società, voce di l’avvocato Spinelli, aiuteranno i presenti a
profezia, testimonianza comprendere i delicati aspetti connessi
operosa per annunciare il alla malattia e al fine vita.
Vangelo della Vita. Inizio alle 21.
Questa testimonianza deve Ingresso libero.
scalfire una cultura egoistica,
chiusa all’incontro, in una
società incamminata verso
l’inverno demografico, nella evangelico” hanno il compito della
conoscenza, dell’accoglienza e della
concreta testimonianza, proclamando con
Il Movimento per laVita, i Centri materialismo che naturale ed evidente che Palazzo del Capitano, a Cesena, i fatti che un mondo più umano è possibile
caratterizza l’alleanza tra il fondamento della ci aiuterà a scoprire una realtà e che lo stiamo già costruendo.
di Aiuto allaVita e la comunità economia e tecnica, e famiglia è il figlio. poco conosciuta ma A Cesena il Mv e il Cav compiono 40 anni,
cristiana hanno il compito della che tratta la vita come Bisogna ripartire, per un determinante nella vita di ogni dal giorno in cui il caro don Adolfo
risorsa da sfruttare o da nuovo umanesimo, uomo. Sono oramai molte le Giorgini, con alcune persone innamorate
conoscenza, dell’accoglienza e scartare in funzione del dall’accoglienza e dalla osservazioni che mostrano la della vita, li fondò, dopo l’approvazione
della concreta testimonianza, potere e del profitto” contemplazione del stretta relazione tra alcuni della legge che legalizzava l’aborto. Nel
(papa Francesco nel concepito, “uno di noi”, tratti del carattere del bambino corso della serata sarà presentato un
proclamando con i fatti che un discorso alla Pontificia che fin dai primi giorni e le esperienze vissute dalla volumetto dal titolo “40 anni al servizio
mondo più umano è possibile e Accademia Vita). nel seno materno inizia madre durante la gravidanza. I della vita:1978-2018”, con una prefazione
Ribadisce ancora il Santo la sua vita psichica e messaggi che gli giungono, di di Carlo Casini, fondatore del Mv in Italia:
che lo stiamo già costruendo. A Padre nella lettera: forma il carattere, lungo serenità o di tensione, di il documento intende recuperare e
Cesena il Cav e il Mv compiono “Questa cultura si quei nove mesi che armonia o di squilibrio, di mantenere la memoria del servizio fin qui
esprime in violenza valgono una vita. amore o di indifferenza, svolto da queste realtà con una breve
quarant’anni.Tra i fondatori, contro la vita dei bambini Conoscendo a fondo costituiscono altrettanti ricostruzione storica, documenti,
don Adolfo Giorgini sin dal concepimento e questa realtà, non “imprinting” cui bisogna porre testimonianze, testi e foto. Dove la
degli anziani segnati da possiamo che la massima attenzione. Questa disumanità avanza, concretamente
una estrema fragilità”. abbracciare ogni figlio acquisizione nella madre ricostruiamo l’umano “trasformando la
quale mancano anche i sei In questo cammino verso sin dal primo giorno di gestante e nel padre, porterà realtà e guarendo dal dramma dell’aborto
milioni di italiani morti prima la disumanità è in gioco vita, fondamento e all’accoglienza più e della eutanasia”. “La Chiesa intera e in
di nascere, vittime della legge anche la stessa continuità dell’uomo nel consapevole della loro creatura essa le famiglie cristiane che hanno fatto
sull’aborto. Una cultura che sta definizione e natura della futuro del mondo. e del suo progetto di vita, unico proprie l’accoglienza della vita, della
generando leggi devastanti, famiglia. Afferma Carlo Gino Soldera, presidente e irripetibile, fonte di un nuovo gratuità, della generosità e del perdono
centrata sulla “dittatura del Casini, fondatore del della’associazione umanesimo. annunciano il Vangelo, l’amore materno e
desiderio” e in cui Movimento Vita e nazionale di Psicologia e Il Movimento per la Vita, i paterno che sempre dà vita, gioia ed
l’individualismo si combina presidente emerito, che di Educazione Prenatale, Centri di Aiuto alla Vita, la evince ogni tristezza”.
con lo “spregiudicato dev’essere assolutamente la sera del 2 febbraio al comunità cristiana “dal respiro Anna Maria Amaducci
6 Giovedì 25 gennaio 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


In Cattedrale la Veglia della pace
Promossa dall’Azione Cattolica diocesana per sabato 27 gennaio DEL
“Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace” è il tema
della Giornata mondiale della pace, celebrata lo scorso 1 gen- SIGNORE
naio. Lo stesso tema avrà la Veglia della pace promossa dal-
l’Azione Cattolica diocesana, che il vescovo Douglas presiederà Dal più grande male cresce il più grande bene
sabato 27 gennaio alle 21 in Cattedrale a Cesena.
Domenica 28 gennaio La Parola
4ª Domenica Tempo Ordinario - Anno B potenza del male. Qui mistero sta a dire di ogni giorno
Ufficio liturgico, incontro Dt 18,15-20; Sal 94; 1Cor 7,32-35;
una realtà che umanamente non si può
comprendere, possedere e dominare. Il lunedì 29 gennaio
Per gruppi liturgici parrocchiali e ministri straordinari della Comunione Mc 1,21-28 Male è più grande dell’uomo ed è mistero san Valerio
Domenica 28 gennaio alle 15 in Seminario a Cesena in questo senso. La presenza del Figlio di 2Sam 15,13-14.30;

I
l duro rimprovero di Gesù non è verso Dio lo svela, lo risolve, lo domina, 16,5-13; Sal 3;
Si terrà domenica 28 gennaio in Seminario a Cesena, dalle 15 l’uomo, ma si rovescia contro lo spirito imponendogli il silenzio e la cacciata, Mc 5,1-20
alle 17,30, l’incontro di formazione per gli animatori liturgici e i immondo che lo possiede e che digrigna perché tra Lui e il male c’è estraneità e
ministri straordinari della Comunione. contro il Nazareno, il santo di Dio. Per inimicizia totale: Dio non c’entra col male! martedì 30
Don Pier Giulio Diaco parlerà del tema “Celebrare la fede per questo Gesù non rimprovera l’uomo, ma lo La reazione della gente conferma la santa Martina verg.
fare esperienza di Dio”. La proposta formativa si inserisce nella spirito corrotto che lo abita. Il male è il consapevolezza che il male non è solo 2Sam 18,9-
riflessione proposta dal vescovo nelle linee pastorali “La casa di grande problema ed è difficile distinguerlo conseguenza della cattiveria, ma è mistero 10.14.21a24-25.30-1
Betania. Educare alla vita buona del Vangelo nella cura degli dall’uomo, separare il peccato dal peccatore. negativo che imprigiona, mentre Gesù ne 9,3; Sal 85;
affetti e delle relazioni”. Seguirà una comunicazione sul tema Le persone presenti nella Sinagoga, finché è il grande liberatore. Da qui lo stupore, la Mc 5,21-43
della 26esima Giornata mondiale del malato che sarà celebrata non entra Gesù, non sanno che l’uomo è meraviglia, lo spavento e la fama di Lui.
l’11 febbraio: “Mater ecclesiae: ‘“Ecco tuo Figlio... Ecco tua posseduto, né chi sia Gesù; invece lo spirito Dal punto di vista teoretico è ancora senza mercoledì 31
madre’. E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé” (Gv 19,27) impuro lo sa e glielo grida contro. A risposta il quadrilemma attribuito a san Giovanni Bosco
dominare la scena è Gesù e il suo Epicuro: Dio o vuol togliere il male e non 2Sam 24,2.9-17;

✎ CHIESA INFORMA
insegnamento (chi Lui è, non tanto quello può; o può e non vuole; o non vuole e non Sal 31; Mc 6,1-6
che fa), non lo strepito di un uomo può; o vuole e può. Se vuole e non può, è
posseduto da un demonio. debole; se può e non vuole, è malvagio; se giovedì 1 febbraio
È significativo che la liberazione dell’uomo non vuole e non può, è malvagio e debole; santa Verdiana verg.
Formazione liturgica al Santuario di Longiano avvenga in una sinagoga. Il popolo se vuole e può, come si addice a Dio, 1Re 2,1-4.10-12; 1Cr
Due incontri guidati da fra Tommaso Farné dell’antica alleanza conosceva certamente il perché esiste il male? Ciò che in se stesso è 29,10-12; Mc 6,7-13
Al via una serie di due incontri di formazione liturgica al San- mistero del male e la sua prepotenza che negativo e senza senso, Dio lo riempie del
tuario del Santissimo Crocifisso di Longiano.
imprigiona la vita. Solo Dio può liberare da più alto significato e valore. Nella venerdì 2
una schiavitù di fronte alla quale l’uomo è situazione del più grande male fa crescere presentazione
Domenica 28 gennaio si approfondirà “La spiritualità litur-
debole e vinto, incapace di affrancarsene; è il il più grande bene. L’atroce passione, fisica del Signore
gica dei tempi forti”. mistero del male, al quale è connesso il e spirituale, di Gesù diventa il luogo della Ml 3,1-4; Sal 23;
La domenica successiva, 4 febbraio, il tema sarà “La liturgia potere della morte. carità più sublime e più universale, del Lc 2,22-40
delle Ore. Santificazione del tempo e del cuore” e includerà la Dopo il battesimo e la proclamazione della dono totale di sé al Padre e agli uomini. Il
recita dei Vespri. sua persona di Figlio di Dio, Gesù è spinto supplizio terribile diventa la croce sabato 3
Gli incontri, tenuti da fra Tommaso Farné, si svolgeranno dallo Spirito nel deserto per sperimentare la gloriosa. san Biagio
dalle 16,30 alle 18 e saranno seguiti dalla celebrazione della tentazione. Anche ora, i primi discepoli sono La scena nella sinagoga è solo l’inizio. 1Re 3,4-13; Sal 118;
Messa. coinvolti nello scontro con il mistero e la Angelo Sceppacerca Mc 6,30-34

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali Diegaro, Borello, Sant’Andrea in B.,


San Mamante
Cesenatico
Sabato: 16 Villamarina
San Lorenzo in Scanno;
11,15 Crocetta;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30
a Cesena San Giorgio
18.30 Convento Cappuccini, 10.30 Santuario del Suffragio, 16,30 San Giuseppe, 18 Santuario Crocifisso Sarsina
6.30 San Domenico (giovedì) San Pietro, Sant’Egidio, Casalbono Boschetto Concattedrale: 7 / 9 /
7.00 Convento Cappuccine, Santa Maria della Sper. 11.00 Santuario Addolorata, 17,30 Conv. Cappuccini Mercato Saraceno 11 / 17; Casa di Riposo:
Cappella dell’ospedale Ponte Pietra, Bulgarnò Basilica del Monte, Santa Maria Goretti 10.00; Ciola: 8,30 ore 16 (sabato);
(da lunedì a venerdì) 19.00 Tipano San Paolo, Sant’Egidio, 18 San Giacomo Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
20.00 San Pio X, Pioppa,
7.30 Basilica del Monte San Giovanni Bono, San Bartolo, Villachiaviche, 20 Sala Monastero di Valleripa: 9; della Parola con Eucar.);
San Mauro in Valle, Ruffio, Pievesestina, Santo Stefano, San Giorgio, 20,30 Bagnarola Montecastello: 11 Ranchio: 20 (sabato), 11;
Martorano Calisese, Bulgaria, Ronta Calabrina, Calisese, Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola, Montejottone: 8.30 Sorbano: 9.30;
7.35 Chiesa Benedettine Gattolino Gattolino, Ponte Pietra, Santa Maria Goretti Montepetra: 8.30 Turrito: 17 (sabato), 10;
8.00 Cattedrale, Madonna del Fuoco, 8,30 Sala Piavola: prefestiva sabato San Martino in Appozzo: 9
San Paolo, Addolorata,
Villachiaviche
Messe festive Bulgaria,
San Mauro in Valle,
9 Cappuccini
9,15 San Pietro
ore 18 (San Giuseppe),
9,30 chiesa parrocchiale;
(liturgia Parola con Eucaristia);
Quarto: 10,30; Pieve di
8.30 Madonna delle Rose, 7.00 Cattedrale, San Mamante Pievesestina, Pioppa, 9,30 Valverde Pieve di San Damiano Rivoschio: 15,30;
San Rocco, Sant’Egidio, 7.30 Santuario dell’Addolorata, Borello, San Carlo, 9,45 Cannucceto 11,30; San Romano: 11; Romagnano: 11,15;
cappella del cimitero, Cappuccine, Martorano, San Vittore, Tipano, 10 Villamarina, Villalta Taibo: 10 Pagno: 16 (seconda dom.
Santo Stefano, Case Finali, Calabrina, Villachiaviche Macerone, Capannaguzzo 10,30 Cappuccini, del mese).
Ponte Pietra 8.00 Basilica del Monte, 11.10 Torre del Moro San Giuseppe Montiano Verghereto
9.00 Suffragio, Addolorata San Pietro, San Pio X, 11.15 Madonna delle Rose, 11 San Giacomo, Sala, ore 20 (sabato); 9. ore 16 (sabato), 9,15;
9.30 Osservanza Santa Maria della Sper. Osservanza, Boschetto Montenovo: Balze (chiesa parr): 11,15;
10.00 Cattedrale San Mauro in Valle, Martorano, Diegaro 11,15 Santa Maria Goretti, ore 18 (sabato), 10,30 Montecoronaro: 9,45;
15.00 Cappella del cimitero San Giovanni Bono, 11.30 Cattedrale, Case Finali, Bagnarola Montecoronaro orat. Ville
18.00 Cattedrale, Calisese, Torre del Moro, San Rocco, San Pietro, 17,30 Cappuccini Roncofreddo (al sabato): 18; Alfero: 17
San Domenico, San Paolo, Madonna del Fuoco, Santa Maria della 18 San Giacomo Sorrivoli: 11,15; (sab.); 11,15; Pereto: 10;
San Rocco Macerone, Borello Speranza, San Pio X Civitella di Romagna Diolaguardia: 9; Riofreddo: 10; Corneto: 11
18.30 San Pietro, San Bartolo, 8.30 Cattedrale, San Rocco, 15.00 Cappella cimitero urbano Giaggiolo: 10,15
Sant’Egidio, Cappuccini, Case Finali, Tipano, 17.00 Cappella ospedale Bufalini Civorio: 9
Santa Maria della Sper. Gattolino, 18.00 Cattedrale, Gambettola
Ponte Pietra San Cristoforo, Roversano San Domenico, Osservanza chiesa Sant’Egidio abate:
19.00 Tipano 8.45 San Martino in Fiume 18.30 Convento Cappuccini, 8,30 / 10 / 11,15 / 17. DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911
20.00 San Pio X, Gattolino, 9.00 San Giuseppe (Cesena San Pietro, Consolata: 19 (sabato); “Queste cose vi scriviamo, perché la vostra gioia sia piena” (1Gv 1,4)
San Giovanni Bono, corso Comandini), Sant’Egidio, Ponte Pietra 7,30 / 9,30
Torre del Moro, chiesa Benedettine, 19.00 San Bartolo, Villachiaviche Gatteo Direttore editoriale Redazione, Segreteria e Amministrazione
Martorano (ven.) Sant’Egidio, San Bartolo, ore 20 (sabato); Piero Altieri via don Minzoni, 47
Direttore responsabile 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
20.30 Villachiaviche,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
Santo Stefano,
Ponte Pietra, Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30 Francesco Zanotti fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Sabato e vigilie San Paolo, San Domenico, comprensorio (sabato); 10; Vicedirettore
Ernesto Diaco
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Diegaro, Pievesestina, Casa di riposo: 9.
7,30 San Mauro in Valle Bagnile, Capannaguzzo, Bagno di Romagna Istituto don Ghinelli: 18,30 Membro
8,00 San Paolo della Federazione Abbonamenti
Santa Maria Nuova, ore 17,30 (sabato); (sabato), 7,30 Italiana annuo ordinario euro 48;
8,30 Madonna delle Rose, Settimanali Cattolici
San Bartolo, San Vittore, San Carlo, 11,15 / 17,30 Gatteo Mare: Sabato 16; sostenitore 70 euro;
Cappella cimitero urbano Ruffio, Bulgaria San Piero in Bagno: Festivi 8 / 11,15 Associato di amicizia 100 euro;
9.30 Cappella del cimitero, chiesa parrocchiale Longiano all’Unione estero (via aerea) 100 euro.
15.00 cappella cimitero Cesena, Stampa
Formignano Santuario dell’Addolorata, ore 17 (sabato); Sabato:18 Santuario Periodica Italiana Settimanale d’informazione
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Madonna delle Rose, 8 / 11 / 17. SS. Crocifisso; Testata che percepisce Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Osservanza, Villachiaviche, Chiesa San Francesco: 18,30 Crocetta; i contributi pubblici all’editoria Iscrizione al Registro nazionale
Case Finali, della stampa n. 4.234
Montereale, San Tomaso 10 / 15,30 20 Budrio Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc
Luzzena (1° sabato mese), 9.45 Bulgarnò Ospedale “Angioloni”: Festivi: ore 7,30 Santuario (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) Editore e Proprietà (in corso di variazione)
Bora (2° sabato mese) 10.00 Cattedrale, Case Finali, ore 16 (sabato) SS. Crocifisso; ha aderito allo IAP (Istituto Associazione diocesana Corriere Cesenate
17.30 Santuario del Suffragio San Rocco, San Pietro, Selvapiana: 11,15 8 Budrio; 8,30 Longiano-
dell’Autodisciplina Pubblicitaria)
Santuario dell’Addolorata. accettando il Codice di Autodisciplina Stampa
San Vittore San Giovanni Bono, (20,30 sabato); Parrocchia; 9,30 Budrio, della Comunicazione Commerciale. Rotopress
18.00 Cattedrale, San Domenico, Santa Maria Acquapartita: 9 Santuario SS. Crocifisso; Giornale locale ROC (Registro via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
della Speranza, Valgianna: 10 9,45 Balignano; degli operatori di comunicazione) www.rotoin.it
Madonna delle Rose,
Osservanza, Santo Stefano, Carpineta, Cappuccini, Bertinoro 10 Badia, Montilgallo; Tiratura del numero 2 del 18 gennaio 2018: 8.083 copie
San Paolo, Torre del Moro, San Pio X, San Giorgio, Santa Maria Nuova: 9 11 Budrio, Longiano- Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
San Mauro in Valle, alle 18 di martedì 23 gennaio 2018
Torre del Moro, Ronta, (19 sabato) Parrocchia,
San Rocco, Villachiaviche,
Vita della Diocesi Giovedì 25 gennaio 2018 7

Scuola ono aperte le iscrizioni alla Scuola di


Sorganizzata
Dottrina Sociale della Chiesa
occasione della recente visita a Cesena a
prepararsi adeguatamente e a impegnarsi
telefonico all’indirizzo:
pastoralesociale@cesena-
dalla Commissione diocesana in campo politico, viene proposta questa sarsina.chiesacattolica.it oppure tramite
di Dottrina “Gaudium et Spes”.
La Commissione dell’Ufficio diocesano di
scuola a durata biennale di
approfondimento del Magistero sociale.
Sms al numero 338 4649668.
È prevista una quota di iscrizione annuale
sociale Pastorale Sociale ha fra i suoi compiti
quello di promuovere una riflessione sui
Le lezioni si svolgeranno presso il
Seminario diocesano, a Cesena, a partire
di 50 euro da versare tramite bonifico
all’IBAN IT03C0200823907000004512488
problemi socio-politici della nostra società da martedì 13 febbraio, dalle 20,30 alle (diocesi Cesena-Sarsina) specificando nella
della e suscitare iniziative di formazione alla 22,30. Al termine del biennio verrà causale “nome e cognome - Scuola di
Dottrina Sociale della Chiesa. rilasciato un attestato di partecipazione. dottrina sociale” oppure da consegnare
Chiesa A tale scopo, raccogliendo così anche
l’invito rivolto da papa Francesco in
Le iscrizioni potranno avvenire inviando
nome, cognome, indirizzo email e recapito
alla segreteria generale della Curia (Anna
Fantini) in via don Minzoni 47 a Cesena.

◆ Domenica 4 febbraio in Cattedrale la celebrazione della solennità In breve

Vita consacrata Angelina Pirini


Giornata parrocchiale
Domenica 28 gennaio, a Sala

In preghiera di Cesenatico, si terrà la


Giornata parrocchiale di
Angelina, la Serva di Dio

con la comunità
originaria di Sala, dove è
nata nel 1922 e morta nel
1940.
FOTO ARCHIVIO SIR Al mattino, Messe alle 8,30 e
11; alle 15, catechesi presso

I
l 2 febbraio la Chiesa universale nel la Casa della Serva di Dio,
celebrare la solennità della Presenta- tenuta dal parroco don Luca.
zione di Gesù al Tempio ricorda il do- per dire con la vita la novità del Regno, la complementarietà e l’unicità del dono Alle 17, in chiesa, preghiera del Vespro.
no della vita consacrata. l’essere Sua Parola, nell’oggi della storia. ricevuto e offerto al Padre. La caratteri-
Ogni diocesi si raduna intorno al proprio Quest’anno l’appuntamento sarà dome- stica profetica della vita consacrata è
vescovo per celebrare la solennità; ricor- nica 4 febbraio in Cattedrale a Cesena. l’essere una fiaccola che arde, una luce "Relazioni pericolose"
re infatti lo stesso giorno, la XXII Giorna- Alle 17,30 il Canto del Vespro con i fede- che rischiara nel buio dell’oggi, per es-
ta Mondiale della vita consacrata. li del Duomo. Seguirà alle 18 la Liturgia sere segno visibile di una Chiesa in cam-
Percorso per catechisti
Ogni anno tutte le consacrate e i consa- Eucaristica, presiederà il vescovo mon- mino dietro al Suo Signore Vivente nella Continua il percorso promosso dall’Ufficio
crati della Diocesi Cesena-Sarsina si signor Douglas Regattieri, durante la storia. catechistico diocesano dal titolo "Relazioni
danno appuntamento per dare volto al quale i consacrati rinnoveranno la loro Saranno ricordati anche i consacrati che pericolose!?! Da adulti, con gli adulti, per gli
loro essere consacrati e condividere la offerta di vita al Signore, attraverso una nel corso dell’anno celebreranno il Giu- adulti".
gioia del dono ricevuto, la bellezza della formula unitaria ma articolata a due vo- bileo di professione: 25esimo, 50esimo e Giovedì 1° febbraio alle 20,45, in Seminario a
chiamata, la gioia dello "stare con Lui" ci (femminile e maschile) per esprimere 60esimo di vita consacrata. Cesena, secondo appuntamento di formazione
proposto ai catechisti. La riflessione - con il tema
declinato nella vita quotidiana - sarà guidata

Nuove acquisizioni dalle catechiste Maria Grazia Rodella e Maria


Teresa Martinelli.

per la Diocesi Percorso di formazione


Per te
che vuoi partire...
A
cquisizioni immobiliari di fine anno per la
Diocesi. Ci riferiamo ad alcuni locali del
fabbricato ex suore della Sacra Famiglia che il na
29 dicembre scorso sono passati di proprietà dalla
Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena alla
U
opportunità
Diocesi di Cesena-Sarsina. In particolare si tratta per
degli spazi, nel seminterrato del grande fabbricato conoscere e
all’angolo tra via padre Vicinio da Sarsina e via don capire il
Minzoni, adibiti alla mensa e all’accoglienza della mondo. Un
Caritas. viaggio...
Inoltre sono stati acquisiti dalla Diocesi anche sei alla scoperta
posti dello studentato che si trova al terzo piano di possibili e
del medesimo immobile. nuovi
Per fare fronte a queste operazioni sono stati orizzonti.
necessari un milione e 700 mila euro coperti con Un’occasione
un contributo della Cei di 500 mila euro per la per
parte relativa alla mensa dei poveri. Altri 600 mila concretizzare un sogno.
euro sono arrivati dalla nuova Fondazione Il Centro diocesano di animazione
Fruttadoro-Orogel (For). Le somme rimanenti sono missionaria, AnimAfrica, le Suore
state reperite grazie all’accensione di alcuni mutui GLI SPAZI DEL SEMINTERRATO DEL FABBRICATO ALL’ANGOLO TRA VIA DON MINZONI E francescane della Sacra Famiglia, Istituto
e attingendo ai fondi dell’8 per mille alle voci VIA PADRE VICINIO DA SARSINA, A CESENA, SONO STATI ACQUISTATI DALLA DIOCESI DI CE- Missioni della Consolata e "Amici dell’Africa e
"culto e pastorale" e "carità". SENA-SARSINA. ERANO DELLA FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI CESENA dell’America Latina" propongono un percorso
di formazione missionaria: realtà, persone e
luoghi di destinazione per incontri ravvicinati
con la missione.
Corsi per fidanzati ZONA PASTORALE VALLE SAVIO-DISMANO ZONA CENTRO URBANO Le quattro tappe del percorso si terranno al
Cantiere 411 in via Mami 411, a Cesena (casa
Gli incontri si svolgeranno presso la parrocchia di San Gli incontri si svolgeranno dalle 21
in preparazione Vittore di Cesena. alle 23 presso la parrocchia di Case
suore francescane della Sacra Famiglia), dalle
15 alle 18.
Lunedì 5 - lunedì 12 - lunedì 19 - lunedì 26 marzo;
al matrimonio mercoledì 4 - lunedì 9 - lunedì 16 - lunedì 23 aprile.
Finali, in via Cardinal Massaia 60,
Cesena.
Il primo appuntamento è per domenica 28
gennaio con l’incontro dal titolo “Come gira il
Mercoledì 3 maggio: condivisione finale, preghiera e Mercoledì 14 - mercoledì 21 - mar- mondo”.
cena insieme. Ritrovo e accoglienza ore 20,45; inizio tedì 27 marzo. Mercoledì 11 - mer- Per info e iscrizioni: Milù 340 8030345,
attività e lavori ore 21. coledì 18 aprile. Giovedì 26 aprile - Francesca 328 4182363, pagina Fb Ora è
Per informazioni rivolgersi al proprio parroco oppure giovedì 3 maggio. tempo di missione Diocesi Cesena-Sarsina.
telefonare a don Giovanni Savini: 348 7228392; Mar- Per info e adesioni: don Marcello
cello e Cristina Fellini: 347 2549220 o 347 8494510. Palazzi, 349 3253962.

via Kennedy, 30
47035 Gambettola (Fc)
Tel. e fax 0547 58625
promoinfissi@gmail.com
www.promoinfissi.ifortinfissi.it
8 Giovedì 25 gennaio 2018 Speciale

ZONA PASTORALE CENTRO URBANO - Unità pastorale n. 4 (San Paolo, San Rocco, Santa Maria della Speranza)

SANTA MARIA della SPERANZA


Continua la Visita del vescovo Douglas
I Da domenica 28 gennaio a domenica 4 febbraio
l vescovo Douglas, dal 28 gennaio al
4 febbraio, sarà in Visita pastorale
alla parrocchia di Santa Maria della monsignor Regattieri sarà in Visita pastorale
Speranza. Si tratta della sesta tappa nella parrocchia di Santa Maria della Speranza, a Cesena.
della visita nella Zona pastorale urbana
iniziata nel novembre scorso, la se- Dal 1988 il parroco è don Giampiero Teodorani
conda dopo la sosta natalizia.
Santa Maria della Speranza, in via Tri-
poli, a Cesena, è la parrocchia situata
nel quartiere Oltresavio, zona Ippo-
dromo. Forma l’Unità pastorale in-
sieme alle parrocchie di San Rocco e
San Paolo con le quali confina.
La parrocchia gravita attorno a quella
che possiamo chiamare “la cittadella
sportiva”, il suo cuore pulsante. Qui
sono presenti i principali impianti
sportivi della città (se si eccettua l’Oro-
gel Stadium Dino Manuzzi in zona Fio-
rita): l’Ippodromo del Savio, il
Carisport, la piscina comunale, la pale-
stra, la pista di atletica, i campi da cal-
cetto e da tennis.
Il territorio parrocchiale include più di
3.400 abitanti, in un’area per lo più resi-
denziale dove, racconta il parroco don
Giampiero Teodorani, “gli affitti delle
case sono tendenzialmente alti anche
perché qui c’è tutto”. In effetti la zona è
ben servita dai mezzi pubblici (con 10
centesimi si va
in centro), è vi-
cina all’E45 e
in 10 minuti si
arriva all’auto-
strada. Non FACCIATA DELLA CHIESA DI SANTA MARIA DELLA SPERANZA, IN ZONA IPPODROMO
sono presenti A CESENA (VIA TRIPOLI 185, CESENA)
aziende di A SINISTRA, IL PARROCO DON GIAMPIERO TEODORANI
grandi dimen-
sioni, ma pic- folto gruppo degli è messo in gioco per offrire ai bambini
cole attività Scout, il Cesena VI, un divertimento sano, in gruppo. Per-
commerciali. presenti in città da 40 correndo di settimana in settimana un CALENDARIO VISITA PASTORALE
Sul territorio anni. Da qualche filo conduttore. Ogni sabato pomerig-
sono inoltre
attive la scuola
tempo sono uniti agli
Scout della parrocchia
gio, nei locali della parrocchia, i bam-
bini hanno possibilità di incontrarsi,
SANTA MARIA
materna
“Dell’Ippo-
di San Paolo, fanno at-
tività insieme anche se
conoscersi, confrontarsi e soprattutto
condividere nel divertimento e nel
DELLA SPERANZA
dromo”, la rimangono due gruppi gioco i loro talenti. Sempre con un oc- DI CESENA
scuola elementare “Don Milani”, la distinti. A Santa Maria della Speranza ani- chio attento alla condivisione, all’acco-
scuola media “Vicini” di viale della Re- mano la Messa e le attività parrocchiali. glienza e all’essere bambini”. da domenica 28 gennaio
sistenza. Recentemente sono stati protagonisti in Esperienza unica nella realtà diocesana a domenica 4 febbraio
“È una zona che non avrà più uno svi- occasione della visita di papa Francesco a è quella del gruppo missionaro medici-
luppo perché non ci sono più aree fab- Cesena, lo scorso 1° ottobre. “Al suo arrivo, nali: “Un gruppo di volontari raccoglie i Domenica 28 gennaio
bricabili”, sottolinea don Teodorani, quando l’abbiamo accolto appena sceso medicinali che i medici tengono come • ore 15,30 Messa di inizio della Visita pastorale
parroco a Santa Maria della Speranza dall’elicottero, ha benedetto alcuni fazzo- ‘campioni’. Vengono spediti ai missio- Incontro con gli scout e i loro genitori
dal 1988. “La parrocchia – racconta – lettoni del nostro gruppo che gli avevo nari della nostra diocesi sparsi nel Incontro con il Consiglio pastorale
venne fondata il 24 settembre 1963 dal portato – racconta don Piero -. Inoltre uno mondo, ma non solo”. parrocchiale e il Consiglio affari eco-
vescovo Augusto Gianfranceschi. La dei fazzolettoni degli Scout di Santa Maria Non manca in parrocchia il gruppo Ca- nomici parrocchiale
prima pietra della chiesa venne posta il della Speranza è stato lanciato, in centro, ritas, con la distribuzione di generi ali- Lunedì 29 gennaio
1° novembre del 1963. In quel periodo, nelle mani del Papa che è riuscito ad af- mentari una volta al mese. “Vengono • ore 9 Visita alle scuole:
infatti, incominciava l’espansione e il ferrarlo”. servite per la maggior parte famiglie materna, elementare e media
primo boom residenziale di questa Il catechismo viene portato avanti dalla II straniere, ma sono molte anche quelle
zona della città”. elementare fino alla Cresima (in I media). italiane in stato di bisogno”, aggiunge Martedì 30 gennaio
La chiesa, dal particolare tetto inclinato Due bambini del catechismo, accompa- don Piero. Presenti anche i ministri • ore 17 Incontro con il gruppo Caritas,
e spiovente, fu progettata dall’ingegner gnati dal parroco, hanno offerto a papa straordinari dell’Eucarestia, “sono una liturgico e i Ministri straordinari della
Francesco Aguzzoni, incaricato, nel Francesco, appena sceso dall’elicottero, decina e svolgono un prezioso servizio Comunione
1962, dal vescovo monsignor Gianfran- un mazzo di rose argentine. per le persone ammalate”. • ore 18,30 Messa
ceschi, di redigere il progetto. Venne In parrocchia è attivo anche un gruppo di Il gruppo liturgico si ritrova per appro- Cena
terminata nel 1984 e consacrata il 21 giovani del post-cresima e un gruppo fa- fondire l’organizzazione del servizio • ore 21 Incontro con la Co.Ca.
settembre dello stesso anno dal vescovo miglie che una volta al mese si ritrova per chiamato a svolgere: scelta dei lettori e
monsignor Luigi Amaducci. All’interno riflettere sulla lettera pastorale del ve- predisposizione dei servizi per la litur- Mercoledì 31 gennaio
spiccano le vetrate colorate opera del scovo. gia. Non mancano il gruppo decoro per • ore 15 Visita agli anziani
maestro faentino Goffredo Gaeta, raffi- Interessante appare la proposta del Gioca- la chiesa e il coro parrocchiale. Giovedì 1 febbraio
guranti l’Annunciazione e una grande torio a colori, attività pensata per chi non Tra le opere parrocchiali sono presenti • ore 20 Cena con i sacerdoti
croce simbolo di Resurrezione. Fu dedi- fa parte del gruppo Scout. È attivo dall’ot- diversi ambienti tra i quali un grande dell’Unità pastorale
cata a Santa Maria della Speranza, tobre scorso con la speranza di poterlo salone per le attività degli Scout e per il • ore 21 Incontro con il Consiglio
spiega don Teodorani, “per devozione proporre anche nel periodo estivo. “Si catechismo, un campo da calcio in di Unità pastorale
del primo parroco, don Marino Mon- tratta – spiega il parroco – di uno spazio e erba e uno da calcetto.
talti”. Dopo don Montalti, servì la par- di un tempo dedicato ai bambini dalla II La parrocchia si avvale anche di un Venerdì 2 febbraio
rocchia don Vito Gentili, a cui subentrò alla V elementare. Un gruppo di genitori si bollettino informativo, “La tenda”. • ore 10 Incontri personali
don Giampiero Teodorani, parroco da
30 anni. Sabato 3 febbraio
La festa parrocchiale viene celebrata la • ore 16,30 Incontro con i ragazzi
terza domenica di settembre con una Prossime tappe della Visita pastorale del vescovo Douglas: del post Cresima
Messa solenne. La settimana prece- - All’Osservanza, dal 4 all’11 febbraio Incontro con i catechisti
dente è caratterizzata da momenti di - A San Giovanni Bono, dall’11 al 18 febbraio Incontro con il gruppo famiglia
preghiera e riflessione, incontri, a cui si Cena
- A Madonna delle Rose, dal 25 febbraio al 4 marzo
uniscono attività culturali e ricreative,
stand gastronomici. La vita parroc- - A San Bartolo, dal 4 all’11 marzo Domenica 4 febbraio
chiale è viva, grazie ai molti gruppi pre- - A San Domenico, dall’11 al 18 marzo • ore 10 Incontro con i ragazzi del catechismo
senti. Uno di questi è rappresentato dal - Parrocchia della Cattedrale, dal 18 al 25 marzo • ore 11,30 Messa finale
Cesena Giovedì 25 gennaio 2018 9

La “Comunità l progetto “Comunità


Icittà.
accogliente” si presenta alla
“Comunità accogliente” è promosso
insieme da Caritas diocesana, Arci
gratuitamente a disposizione della Caritas da
don Marco Muratori (le utenze sono in gran
Giovedì 25 gennaio, alle solidarietà, associazione papa Giovanni parte coperte dal Comune di Cesena grazie a
accogliente” 21 al palazzo del Ridotto, a
Cesena, si terrà un incontro
XXIII, Auser Cesena, Cgil Cesena, Cisl
Romagna, Istituto Lugaresi,
una convenzione con la Caritas) ci sono 12
posti letto. La residenza rimane aperta dalle
si presenta. pubblico per presentare
l’esperienza del dormitorio
Misericordia Valle Savio e Spi-Cgil
Cesena, ed è rivolto in particolare (ma
20 alle 8 della mattina seguente e sarà così
fino al 30 aprile prossimo. Con queste persone
aperto dal primo dicembre in via non solo) ai rifugiati e ai richiedenti i volontari cercano di attivare percorsi che
Incontro Costa a Cesena e per asilo che spesso si trovano senza un possano aiutarle nella ricerca di un lavoro,
sensibilizzare tutti i cittadini alloggio e rischiano di rimanere per nell’offrire un luogo accogliente per la notte e
al Ridotto all’accoglienza.
Ricordiamo che il progetto
strada.
Nella struttura di via Costa, messa
nel favorire una crescita culturale, in
particolare insegnando la lingua italiana.

Una sorta di semaforo verde, ma senza stanziamenti effettivi In breve


“L’esperienza ci dice che i tempi di
progettazione ed esecuzione di opere di
questo genere sono più o meno equivalenti
- ha commentato il direttore Tonini - e per
“La poesia del Vangelo”
un intervento così complesso serviranno in parrocchia
non meno di tre anni a partire da oggi per a San Vittore
la progettazione. A quel punto serviranno
poco più di tre anni per l’esecuzione dei Giovedì 25 gennaio alle 20,45, nei locali
lavori”. Ad oggi, dunque, un ipotetico taglio parrocchiali di San Vittore di Cesena, si
del nastro non potrebbe avvenire prima del tiene un incontro di catechesi ed
2024. evangelizzazione tramite la poesia di
Il costo complessivo è stato stimato tra i Franco Casadei.
150 e i 155 milioni di euro di base d’asta. L’appuntamento è rivolto a giovani e adulti
Tolti i 100 milioni promessi da Bologna, della parrocchia, della Zona pastorale
all’appello mancano ancora una Valle Savio-Dismano e a tutti coloro che
cinquantina di milioni di euro: “Una possono essere interessati.
ventina saranno scontati dal ribasso, una Il tema sarà” La poesia del Vangelo”:
quindicina saranno reperiti da alienazioni poesie di Franco Casadei che descrivono
e per i venti milioni rimanenti l’Ausl personaggi e fatti del Vangelo dal Natale
Romagna accenderà mutui mettendoli in alla Resurrezione.
quota al cesenate” ha dettagliato Tonini.
Per il resto è stato confermato quanto detto
I dieci comandamenti
Per il nuovo ospedale“Bufalini” e ridetto nei due anni passati: il nuovo
ospedale occuperà 75mila metri quadrati
dei 220mila metri quadrati di proprietà
raccontati
da un bambino
la Regione promette 100 milioni dell’Ausl a ridosso della Gronda-Bretella.
Sarà un “ospedale nel verde” come recita
uno slogan di un video preparato dall’Ausl,
con torri di pochi piani connesse a una
Venerdì 26 gennaio
alle 21 nel salone di
Palazzo Ghini

N
uovo ospedale Bufalini a Villa approvato lunedì a Bologna dalla Giunta piastra servizi centrale. (corso Sozzi, 39), a
Chiaviche: la Regione coprirà almeno regionale, una delibera di “Presa d’atto Il Bufalini attuale, che presenta gravi Cesena, monsignor
i due terzi dei costi con fondi pari a dello studio di pre-fattibilità per la carenze sul piano antisismico, è stato Massimo Camisasca,
100 milioni di euro. È quanto hanno realizzazione del nuovo ospedale di Cesena, considerato troppo dispendioso per la vescovo di Reggio
annunciato martedì mattina a Cesena il approvato con delibera dell’Azienda Usl messa a norma. Ma è davvero necessario Emilia-Guastalla,
presidente Stefano Bonaccini e l’assessore Romagna”. Nell’atto regionale, la Giunta un investimento del genere? presenterà il suo
regionale alla Sanità Sergio Venturi, in una ritiene coerente l’ipotesi progettuale “Il nuovo ospedale di Forlì è stato libro “Le dieci
conferenza stampa a Palazzo Albornoz con dell’Ausl di un quadro finanziario con un inaugurato nel 2004 - ha sottolineato parole di Tullio. I 10
il sindaco Paolo Lucchi e il direttore contributo regionale di 100 milioni di euro. Tonini - il nuovo Dea dell’ospedale di comandamenti
generale dell’Ausl Romagna Marcello Una sorta di semaforo verde, dunque, ma Rimini è del 2011, mentre il rinnovo di raccontati da un
Tonini, di fronte a una pletora di senza stanziamenti effettivi: “I soldi ci Ravenna è avvenuto tra il 2012 e il 2014. La bambino”.
rappresentanti politici, istituzionali e sono - ha spiegato l’assessore regionale situazione di Cesena, all’interno dell’Ausl L’incontro è promosso dal Campo della
sindacali del territorio. Venturi - ma arriveranno quando servono”. Romagna, era di assoluto bisogno”. Stella, Fondazione Sacro Cuore e Il
L’impegno si trova in un documento Già, quando serviranno questi fondi? Mib Crocevia.

Il dottor Antonazzo nuovo primario affidate, ha svolto quella di responsabile di


Sala parto e del Percorso assistenziale alla
assessore Benedetti - e gli facciamo i
migliori auguri di buon lavoro. Il suo arrivo,
gravidanza fisiologia, oltre ad aver che si affianca a quello di altri nuovi
di Ostetricia e Ginecologia partecipato a vari gruppi di lavoro, anche in
qualità di coordinatore o referente.
dirigenti di reparto selezionati lo scorso
anno, contribuisce a rafforzare l’ospedale
Già in servizio entrato in servizio lunedì scorso il dottor Patrizio Professore a contratto dell’Università degli Bufalini. L’avvio del percorso per la
al “Bufalini”. ÈOstetricia
Giovanni Maria Antonazzo, nuovo primario di Studi di Milano, membro direttivo della costruzione del nuovo polo ospedaliero, non
Arriva e Ginecologia dell’ospedale Bufalini. È dei Società lombarda di ostetricia e ginecologia, può e non deve fermare la qualificazione dei
dall’ospedale giorni scorsi l’incontro con il sindaco Paolo Lucchi (a è stato l’unico italiano selezionato per il servizi offerti dall’attuale struttura. Tant’è
sinistra nella foto) e l’assessore ai Servizi per i cittadini programma Globe (Global leadership in che sono stati appena inaugurati i nuovi
“Sacco” Simona Benedetti obstetrics excellence). locali dell’Emodialisi, mentre a breve
di Milano Il dottor Antonazzo arriva dall’ospedale ’Luigi Sacco’ - “Siamo lieti di accogliere a Cesena il dottor partiranno i lavori per l’ampliamento e la
Polo Universitario di Milano dove, fra le mansioni a lui Antonazzo - hanno dichiarato sindaco e riorganizzazione del Pronto soccorso”.
10 Giovedì 25 gennaio 2018 Cesena

ODDO BIASINI fu un politico e partigiano cesenate nato nel


● L’Ufficio scolastico provinciale ● Partigiano e politico cesenate nato 1917 e morto nel 2009. Oltre ad essere stato insegnante di
ha dato il via libera all’intitolazione nel 1917, fu insegnante e preside del liceo latino e italiano e preside del liceo scientifico Righi di Ce-
anche se ancora non sono trascorsi scientifico “Righi”. Fu ministro per i beni sena, Biasini fu segretario nazionale del Partito Repubbli-
cano Italiano nel ’74 e vicepresidente della Camera dei
dieci anni dalla morte culturali e ambientali per due mandati deputati nell’ ‘83. Ricoprì per due volte consecutive la carica
di Ministro per i beni culturali e ambientali.

Oddo Biasini, un nome e uno stile


Gli fu assegnato, nel 2007, il premio Malatesta Novello dal
sindaco di Cesena e nel maggio del 2017 si celebrò il cente-
nario della nascita nell’aula Magna della biblioteca Malate-
stiana.

Intitolata la scuola media di San Giorgio


È
ufficiale: la scuola media di
San Giorgio diventa la scuola
“Oddo Biasini”.
Nei giorni scorsi l’Ufficio
scolastico provinciale ha dato il
via libera all’intitolazione, mentre
a fine dicembre anche la
Prefettura di Forlì-Cesena aveva
dato il suo nulla osta, a seguito
della deroga concessa dal
Ministero dell’Interno (necessaria SCUOLA MEDIA DI SAN GIORGIO
poiché dalla morte di Oddo
Biasini, avvenuta nel 2009, non
sono trascorsi ancora i dieci anni di Cesena. notizia al fratello Giancarlo
previsti dalle norme in materia di L’Amministrazione comunale, che Biasini, coinvolto fin dalle prime
toponomastica stradale e in questi casi entra in scena solo battute del percorso. E che è
intitolazione di edifici pubblici). dopo la decisione della scuola certamente condivisa dai
“Si conclude così - ricordano in interessata, non aveva esitato un cesenati, come attesta il dibattito
una nota stampa il sindaco Paolo attimo ad appoggiare la richiesta, sorto in città negli anni passati
Lucchi e l’assessore alla scuola ritenendo che questo fosse il proprio per caldeggiare questa
Simona Benedetti - l’iter avviato modo migliore per rendere soluzione. La cerimonia ufficiale
lo scorso anno con la proposta omaggio alla memoria di intitolazione sarà sicuramente
avanzata dal Consiglio d’istituto dell’onorevole Biasini, illustre un bel momento di festa per tutti,
della Scuola secondaria di I grado protagonista della vita politica e chissà che non si riesca a farlo
“Via Anna Frank” (di cui il plesso cesenate e italiana, ma anche coincidere con l’inaugurazione
di San Giorgio fa parte) a cui grande uomo di scuola. Una della nuova palestra a servizio del
aveva fatto seguito il parere convinzione che abbiamo plesso di San Giorgio, ormai
favorevole della Giunta comunale ribadito subito comunicando la ultimata”. ODDO BIASINI IN BICICLETTA DI FRONTE ALLA BIBLIOTECA
MALATESTIANA, A CESENA (1993, FOTO DI LORENZO PIERI)

Pubblicato un ampio saggio (ed. Stilgraf Cesena) a cura di Giancarlo La scuola al centro
Cerasoli e Pier Paolo Magalotti ■ Progetto
MAL DI ZOLFO “Includendo”
Oltre mille alunni coinvolti
nei diversi asili del territorio
Uno sguardo È in partenza nei plessi del 3° Circolo didattico
il progetto “Includendo”, finanziato con
44mila euro dal bando “La scuola al centro”
del ministero dell’Istruzione con fondi Pon

sulle miniere 2014-2020. Il progetto è articolato in diversi


moduli didattici, ognuno rivolto a una ventina
di bambini in orari pomeridiani e tenuti da
esperti e tutor: psicomotricità, scacchi,
musica, seconda alfabetizzazione, educazione
Nel corposo volume viene
L
a “Società di ricerca e studio alla genitorialità e gruppo Alice (consulenza
della Romagna mineraria” fornito uno spaccato sul mondo per docenti e famiglie).
festeggia trent’anni di vita, I 1.045 piccoli alunni e alunne sono suddivisi
dedicati a conoscere e divulgare il delle miniere, una realtà dura tra le scuole dell’infanzia Carducci, Ponte
mondo delle miniere di zolfo nella e spesso feroce. Documenti Abbadesse, Porta Fiume, Porta Santa Maria-
zona cesenate (Formignano, ma non ed estratti dagli archivi hanno Osservanza e le primarie Carducci, Saffi, Don
solo). Una realtà notevole, se Baronio e Mariani di Saiano. In particolare nei
pensiamo che nella seconda metà del indagato sulle condizioni di vita, plessi Carducci è molto numerosa la presenza
XIX secolo la popolazione raggiunse le malattie e le norme di stranieri: all’infanzia la media è del 53 per
la cifra di 2500 persone (1875). Oltre a cento e nella primaria del 39,5 per cento. C’è
convegni, manifestazioni, incontri, di assistenza. Pubblicate una componente prevalente che proviene
l’associazione ha dato alle stampe (il anche ristampe anastatiche dall’Africa, a seguire Bangladesh, con un
volume è stato presentato in di documenti aumento di indiani e cinesi. Ogni 21 febbraio
Biblioteca Malatestiana venerdì 12 viene celebrata la “Giornata internazionale
gennaio) l’ampio saggio Mal di zolfo, della lingua madre” proclamata dall’Unesco.
di Giancarlo Cerasoli e Pier Paolo procedimento è facilitato dalla messe di documenti, estratti dagli archivi,
Magalotti (ed. Stilgraf, pagg. 400, euro di documenti che i due storici vengono nuovamente animati, per
20). Il volume fa parte della collana forniscono al lettore. Dapprima viene farci conoscere nel dettaglio gli Inclusione sociale
“Saggi e repertori” della Società di
Studi romagnoli. Il sottotitolo esplica
fornito uno sguardo generale al
mondo delle miniere, una realtà
aspetti di un mondo che appartiene
al passato, se non prossimo, certo
Quattro incontri
il campo d’indagine dell’opera: dura, spesso feroce, come ancora non del tutto remoto della Sempre nell’ottica di favorire l’inclusione
Minatori, medici e malattie nella Valle testimoniano le parole di Francesco nostra terra. Completano il volume le sociale, il 3° Circolo didattico ha promosso
del Savio e nel Montefeltro nella Kossuth, direttore e amministratore ristampe anastatiche di importanti quattro incontri al via il 26 gennaio rivolti ai
seconda metà dell’Ottocento. delegato della “Cesena Sulphur documenti: Lavoro e carattere. genitori e insegnanti, che si terranno nell’aula
Potrebbe apparire come un saggio Company Limited”, fondata a Londra L’operaio delle miniere sulfuree, di magna in via Zara 2 alle 20,30. Relatori
per eruditi, per specialisti, in nel 1871: “I minatori, gente selvaggia Vincenzo Ciccone, il regolamento saranno Andrea Canevaro, studioso di
particolare di storia della medicina. e testarda, sfidavano apertamente della Società di mutuo soccorso fra i prestigio internazionale da sempre impegnato
Invece la realtà è diversa: studiare la non solo la direzione delle solfare, ma Liberi Muratori di Borello e lo studio sul fronte dell’inclusione scolastica e gli
storia delle malattie, in particolare lo stesso potere governativo. È di Antonio Cantù dedicato all’anemia educatori socio-pedagogici Gabriele Mori ed
quelle legate al mondo del lavoro, è significativo che per molti anni alla dei solfatari. Così facendo la “Società Enzo Lazzaro. Primo appuntamento venerdì
un ottimo strumento per verificare se Boratella (…) fu impossibile di ricerca e studio della Romagna con il cineforum “Gaby”, pellicola sulla storia
di fronte ai cambiamenti della società mantenere una caserma di mineraria” ha degnamente vera di Gabriela Brimmer, scrittrice e attivista
ci fosse anche un miglioramento carabinieri perché gli zolfatai ne festeggiato il suo trentennale, non messicana per i diritti delle persone disabili. Il
della vita dei lavoratori. In sintesi, attentavano continuamente la vita”. ricevendo un dono, ma facendolo a 22 febbraio sarà la volta del gioco “L’una
studiare l’evolversi delle malattie nel Nel secondo capitolo si indagano le tutti: studiosi, appassionati, e Luna” e il 23 marzo del gioco “Le terre di
più vasto quadro condizioni di salute dei minatori, semplici curiosi di una storia mezzo”. Ultimo incontro il 19 aprile con il film
dell’industrializzazione e della storia attraverso tre campi d’analisi: le romagnola di importanza nazionale e “La classe”, che racconta un anno di vita
del lavoro, significa indagare la storia condizioni di vita, le malattie e le internazionale. dentro le mura di una scuola multietnica della
della civilizzazione umana. Questo norme di assistenza. In questa ricerca Paolo Turroni periferia di Parigi.
Francesca Siroli
Cesena Giovedì 25 gennaio 2018 11

Unijunior | Nuovi giovani dottori e dottoresse Piazza della Libertà | Stato dei lavori

SI È TENUTA SABATO POMERIGGIO 20 GENNAIO, NELL’AULA MAGNA DI PSICOLOGIA, LA


PROCLAMAZIONE DEI DOTTORI E DELLE DOTTORESSE DI “UNIJUNIOR” CON IL LANCIO DEL
TOCCO DA PARTE DEI PICCOLI NEOLAUREATI. RIMANGONGONO ANCORA DA COMPLETARE I GRANDI LAVORI IN CORSO DA LUNGO TEMPO
“Conoscere per crescere”, questo lo slogan dell'odierna edizione Unijunior a cui ha preso parte IN PIAZZA DELLA LIBERTÀ, COME MOSTRANO LE FOTO DEL “NOSTRO” PIPPO.
anche Luciano Margara, coordinatore del Polo cesenate dell'Università di Bologna, l'assessore L'Amministrazione comunale di recente ha parlato della fine per il prossimo mese di marzo. In
alla sostenibilità ambientale e all'Europa per il Comune di Cesena Francesca Lucchi e la do- molti sperano che si possa mantenere fede a questa scadenza non troppo lontana. Intanto sul
cente Alessandra Locatelli come delegata del rettore. cantiere si procede con la posa della pavimentazione.

Tra schieramento di Polizia e contestazione dei condomini, è stata POMERGGIO MOVIMENTATO QUELLO DI SABATO 20 GENNAIO IN
aperta in via Albertini la sede del movimento politico CasaPound CENTRO A CESENA (FOTO SCATTATE DAI CONDOMINI).
NELLA FOTO GRANDE, POLIZIOTTI IN TENUTA ANTISOMMOSSA
ALL’ANGOLO TRA VIA ROVERELLA E VIA VERDONI)

Bandiere della pace


accanto a “Barbanera”
S
ulla carta si tratta di un’associazione culturale, dalla manifestazione
un’esperienza nata come centro sociale di destra e antifascista organizzata a
divenuta da qualche anno movimento politico. Ma piazza Almerici, che hanno
CasaPound, che prende il nome dal poeta americano cercato invano di avvicinarsi
filofascista Ezra Pound, non fa mistero di voler puntare a alla sede del Barbanera, per
un ordine nuovo, ispirato all’esperienza del fascismo e poi ripiegare in piazza
della Repubblica sociale italiana. Un atteggiamento che Giovanni Paolo II.
pone il movimento sulla linea sottile a cavallo tra legalità La contestazione più dura,
e illegalità, mentre i suoi leader si lanciano in comunque, CasaPound l’ha
dichiarazioni forti, ma attente al rispetto formale delle subita dai propri vicini di casa. In decine di finestre del
leggi, cosa che permetterà loro di presentarsi nuovamente condominio che ospita la loro sede sono spuntate concordati con
alle elezioni. bandiere della pace e un maxi-bandierone, mentre in una il Comune di
Questa presenza scomoda, e un po’ inquietante, nel i residenti hanno esposto una riproduzione della lapide Cesena.
panorama politico italiano ha deciso di aprire una propria collocata sul fianco del palazzo del Ridotto, quella che “Per noi è stato
sede a Cesena, inaugurata nel pomeriggio di sabato 20 ricorda gli ebrei deportati da Cesena. Un atto di resistenza impossibile
gennaio. Si tratta del centro “Barbanera” in via Albertini civile che ha attirato minacce e insulti dei militanti di uscire con la
28/d, all’angolo con via Verdoni in Valdoca (centro estrema destra. macchina o farsi
storico). All’inaugurazione era presente il segretario La resistenza dei condomini del Saladini, dove vivono raggiungere da
nazionale e candidato premier di CasaPound Simone Di circa quaranta famiglie, con una decina di bambini, ha amici o parenti -
Stefano, assieme a una ventina di propri simpatizzanti, preso anche le forme di una segnalazione ha spiegato al
che ha esplicitamente dichiarato come il movimento si all’amministratore di condominio di presunte violazioni Corriere Cesenate uno dei condomini -. Abbiamo
consideri erede del fascismo e della Repubblica di Salò. del regolamento condominiale, che vieta modifiche comunque deciso di manifestare il nostro sdegno per
Era presente anche il senatore Filippo Berselli (ex Msi e all’estetica del palazzo e sottopone i cambi di l’apertura di questa sede con l’esposizione, volutamente
An) prossimo candidato in CasaPound. destinazione d’uso dei negozi alla preventiva priva di connotazioni politiche, di bandiere della pace, tra
Ben più imponente lo schieramento messo in campo da approvazione dell’assemblea. A loro ha risposto Gaia cui un’enorme bandiera già utilizzata per la marcia
Prefettura e Questura, con blocchi a tutti gli accessi di via Righi, presidente dell’associazione di promozione sociale Perugia-Assisi. In tanti stanno sottovalutando la gravità di
Albertini per evitare il contatto tra i partecipanti Histrion (inquilina dei locali per conto di CasaPound) che quanto sta accadendo. Noi non vogliamo essere tra
all’inaugurazione e gli eventuali contestatori. Contestatori ha parlato di “persecuzione politica” dei condomini, questi”.
materializzatisi in qualche decina di persone, staccatisi spiegando che i lavori effettuati sarebbero stati Michelangelo Bucci
12 Giovedì 25 gennaio 2018 Cesenatico

LA CHIESETTA IN STATO Leggo il suo intervento accorato sul numero 1


DI ABBANDO IN TRE SCATTI dell’11 gennaio: “La chiesa è allo stremo, non ce
L’intervento del critico d’arte DI DANIELE VAIENTI la fa più... sta in piedi per miracolo... chi può
agisca”.
Orlando Piraccini pubblicato sul Nel 2016 avevo messo in piedi una richiesta alla
Presidenza del Consiglio dei Ministri, riferita a
nostro giornale dell’ 11 gennaio un fondo di 150 milioni per interventi su piccoli
manufatti (fu Renzi stesso a citare l’esempio di
scorso ha trovato il favore di “una chiesetta abbandonata” nel corso di una
trasmissione televisiva, mi pare da Fazio). La
molti lettori. Pubblichiamo richiesta la feci, ricevendo parecchie mail di
approvazione e sostegno.
due autorevoli interventi Poi da Roma nulla, come in precedenza in nulla
si era risolto il tentativo con il Ministro dei Beni
culturali Rutelli, in visita a Cesenatico, sul finire
del secondo governo Prodi, al quale, tramite

Tanti appelli:
l’assessore di Cesenatico Irma Rossi, feci avere
un dossier sulla chiesetta.
Si è spenta anche la voce del caro amico di Nello,
insegnante e poeta Leo Maltoni, che aveva unito
la sua penna con alcuni interventi sulla stampa.

“Salvate Anche il nuovo sindaco di Cesenatico Matteo


Gozzoli ha ricevuto da me (come il suo
predecessore Buda, del resto) il materiale in
almeno due occasioni. Nell’agosto del 2016 mi

la chiesetta maggio veniva


tenuta aperta, a
poco a poco è
stata lasciata
frangenti si frappongono miriadi di
pastoie burocratiche e politiche. Da parte
loro, i sindaci che si sono succeduti negli
anni, non hanno mai saputo mettere
rispondeva che: “Il recupero della chiesetta è un
punto del programma elettorale quindi resta un
obiettivo da raggiungere. Occorre trovare la
strada

della Vena”
andare in mano al restauro e così, il professor migliore per
malora. Venuto Maltoni se ne è andato senza veder pensare
meno il riaperta la tanto cara chiesetta. Alla all’intervento
vecchio colono sua inquilina, l’antica Madonna col in quell’area
(Francesco Bambino, Leo, scrittore e poeta, ha tenendo
Magnani, detto però dedicato una tenerissima poesia presente che
“Franciscon”), in romagnolo (pubblicata dal Corriere a poca

L’
accorato intervento di Orlando tutto il complesso è stato abbandonato e Cesenate giovedì 1 dicembre 2016 a distanza
Piraccini, pubblicato sul quello che un tempo faceva parte dei pagina 15) che esprime l’affetto e il dovrà nascere
Corriere Cesenate dell’11 possedimenti del marchese Almerici è rammarico per quel maldestro una grande
gennaio 2018, ha avuto un stato frazionato e passato di proprietà. Il “trasloco”. Non resta che sperare in vasca di
seguito, almeno fra i lettori. Dalle nostre colpo di grazia definitivo è avvenuto con qualcuno che, come auspica laminazione
colonne il critico d’arte lanciava un la costruzione della nuova chiesa nel Piraccini, finalmente “agisca”. già finanziata
allarme sulle pietose condizioni in cui quartiere Madonnina, dedicata a santa Ferruccio Dominici dal
versa la chiesetta della Ministero”.
Madonnina della Vena arissimo Francesco, Non mi permetto, ovviamente, di entrare nel
di Cesenatico e
chiedeva, a chi può, di
agire. In queste
C molte volte l’Università
terza età (Ute), mio
padre Nello e anche io ci
merito di azioni di governo locale, nelle quali le
priorità saranno certamente altre e di assai
maggior importanza, tuttavia i fatti parlano
settimane, alla sua siamo occupati delle tristi chiaro e, a gennaio 2018, la situazione statica si è
voce se ne sono vicende della chiesetta posta ulteriormente aggravata.
aggiunte altre. all’inizio della Vena, Leggo sullo stesso numero del Corriere Cesenate,
Pubblichiamo gli all’ingresso di Cesenatico. alla pagina successiva, che l’Abbazia di San
interventi di Ferruccio Il tuo giornale ha dato spazio Salvatore in Summano, a Montalto di Sarsina,
Dominici, storico generoso ai vari appelli che si tornerà a splendere, proprio grazie a quel bando
locale, e di Daniele sono succeduti fin dal 2004, a cui avevo “avventurosamente” iscritto la chiesa
Vaiente, presidente dando voce alle speranze di della Madonna della Vena. Nel caso di Sarsina,
dell’Università della terza età. Maria Goretti ma dove troneggia, tanta gente che alla chiesetta era l’immobile di proprietà del Comune ha avuto
collocata nell’abside dietro l’altare affezionata e che non sopporta di vederla accesso a un finanziamento di 250mila euro del
o letto l’appello del critico d’arte maggiore, proprio l’antica statua lignea crollare, giorno dopo giorno. piano di sviluppo rurale della Regione. A questo

H Orlando Piraccini per salvare la


chiesetta della Vena a Cesenatico.
Vorrei aggiungere alcune considerazioni.
della Madonna col Bambino, asportata
dalla chiesetta sulla Vena.
Ai “meno giovani” parrocchiani di
Avevo deciso di scriverti nuovamente,
anche per sollecitazione dei Soci dell’Ute
e avevo provveduto a fare alcune
si sono aggiunti i 200mila euro del
finanziamento governativo
(bellezza@governo.it). Ma lì era nato un
In primo luogo ricordo il mio servizio dal Cesenatico la cosa non è certo piaciuta fotografie che aggiornassero sull’agonia comitato di cittadini che aveva sostenuto
titolo “La purtision dla Maduneina” del ma. . . sic transit gloria mundi e alle di queste povere pietre il cui destino pare efficacemente il recupero del bene, in
giugno 2015 e pubblicato sul Corriere nuove generazioni poco importa delle non interessare che a pochissimi, anche collegamento con l’Amministrazione comunale
Cesenate (processione che da San antiche tradizioni locali e dell’affetto che nella Cesenatico di questi anni, anche nel e con l’interessamento della senatrice Mara
Giacomo arrivava fin sull’aia del podere molti ancora nutrono per quella chiesetta succedersi di diverse amministrazioni Valdinosi.
condotto da “Gigiola” Carlo Balestri), e soprattutto per ciò che essa ha comunali. Per la chiesetta ciò non è avvenuto. Si potrà fare
dove su un carro agricolo veniva rappresentato nei secoli. Il professor Poi ho saputo dell’intervento dell’amico ancora qualcosa? Sarà possibile un intervento
celebrata la Messa. Nel pomeriggio la Leonardo “Leo” Maltoni, particolarmente Orlando Piraccini, sempre attento al deciso dell’Amministrazione comunale? La
benedizione nella chiesetta addobbata devoto alla Madonna della Vena, aveva patrimonio non solo artistico, ma Diocesi non può veramente fare nulla, se non
con fiori e, ricordo bene, con alle pareti rintracciato l’attuale proprietario il quale, culturale e di tradizione del nostro assistere al crollo sempre più imminente?
appesi numerosi ex voto. Negli anni ’60, a in cambio di contropartite di carattere territorio, così spesso vilipeso e Ti ringrazio per quanto il Corriere Cesenate
causa dell’aumentato traffico, la “immobiliare”, si era reso disponibile a sottoposto all’assalto della speculazione potrà fare.
processione è stata definitivamente intervenire di tasca propria ma, come edilizia e di una buona dose di Un cordiale saluto.
soppressa e la chiesetta, che nel mese di sempre accade in Italia, in questi indifferenza (e di ignoranza). Daniele Vaienti

Solidarietà | Raccolta per i poveri nei Quartieri Credito Cooperativo Romagnolo


SI È SVOLTA SABATO SCORSO LA
PRIMA “RACCOLTA ALIMENTARE DEI
Evento su turismo e innovazione al Grand Hotel
COMITATI DI ZONA”.

I
l Credito Cooperativo Romagnolo e la web agency “Titanka spa” organizzano un
In ogni Quartiere, davanti ai supermer- evento dedicato agli operatori del settore turistico. Argomento: i sistemi di
cati, i cesenaticensi hanno trovato alcuni pagamento online. L’appuntamento è al Grand Hotel di Cesenatico (in piazza
volontari impegnati a raccogliere ali- Andrea Costa) mercoledì 31 gennaio dalle 14,30 alle 17,45.
menti e altri prodotti a lunga conserva- Si tratta di un pomeriggio di alta formazione dedicato ai titolari d’impresa e ai manager
zione. A beneficiare della raccolta la del settore ricettivo. Durante il primo “Tourism Innovation Team” - questo il nome
Caritas, la Croce Rossa e l’associazione dell’iniziativa - sarà illustrata l’offerta dei sistemi di pagamento online del Ccr e sarà
“Bambini al primo posto”, tutte con sede presentato MyReply, un sistema professionale, allo stesso tempo di vendita camere e di
in via Torino. La giornata di solidarietà, comunicazione. “I clienti di oggi e di domani - spiegano gli organizzatori - non sono
promossa dall’assessore al Terzo settore più quelli di 5 o 10 anni fa, quando bastava rispondere al telefono. È necessario uno
e volontariato Stefano Tappi, ha visto sforzo in più per essere al passo coi tempi, comunicare con strumenti innovativi,
uniti negli intenti gli otto Quartieri. coinvolgenti e soprattutto relazionali, anticipando le richieste del cliente in maniera
La foto è stata scattata davanti al su- veloce e impattante, in modo che il turista possa scegliere i nostri hotel tra centinaia di
permercato Conad di viale Gino Cec- strutture del territorio”.
chini. All’opera i volontari del Comitato Il programma della giornata formativa prevede interventi degli esperi Paolo Zanzottera
di Zona Centro-Boschetto. (“Esperienza digitale ed esperienza analogica: ha ancora senso parlarne
Ha commentato il sindaco Matteo Goz- distintamente?”), Marco Baroni (“Emozione, comunicazione, analisi: le tre fasi del
zoli: “Un ringraziamento va a tutti i citta- processo di prenotazione di un soggiorno”), Cesare Bizzocchi (“No Show, Pos virtuale e
dini che hanno dato il loro contributo e PayByMail. L’offerta dei sistemi di pagamento on line del Credito Cooperativo
Romagnolo”) Marco Montesi (“I vantaggi di MyReply. L’importanza dello strumento
un grande grazie va a tutti i volontari che
per le strutture ricettive e come fare per attivarlo”).
hanno indossato le pettorine e raccolto La partecipazione all’evento è gratuita a invito, con prenotazione obbligatoria fino a
il cibo. Cesenatico ha dato una bella esaurimento posti disponibili. Informazioni presso le filiali Ccr.
prova di solidarietà verso le famiglie più
FOTO MAURIZIO FRANZOSI bisognose”.
Valle del Rubicone Giovedì 25 gennaio 2018 13
nche il Comune di Gambettola, come documento non sarà consegnato Roberto Sanulli - considerando che ogni versatilità della Cie, che potrà essere
A avviene già in altre realtà limitrofe,
rilascerà da questa settimana la carta
immediatamente ma arriverà, entro sei
giorni lavorativi, dall’Istituto poligrafico
anno l’Ufficio anagrafe di Gambettola
rilascia circa 1.300 carte d’identità. La
utilizzata anche per chiedere un’identità
digitale sul sistema Spid, la quale darà al
d’identità solo in formato elettronico, Zecca dello Stato, all’indirizzo indicato Cie è realizzata in materiale plastico, ha cittadino la possibilità di accedere ai
eliminando definitivamente il vecchio dal richiedente al momento della le stesse dimensioni di una carta di servizi online erogati dal Comune e, in
documento cartaceo. richiesta. La carta d’identità elettronica credito ed è dotata di sofisticati elementi generale, dalle Pubbliche
L’Ufficio anagrafe del Comune, passata la (Cie), sia alla prima richiesta sia a ogni di sicurezza e di un microchip che Amministrazioni. Entro il primo semestre
fase di sperimentazione, si è organizzato successivo rinnovo, avrà un costo di 22 memorizza i dati del titolare. Come già di quest’anno - conclude Sanulli -
A Gambettola per gestire il nuovo servizio, che sarà
possibile attivare solo con un
euro e sarà valida 10 anni per i
maggiorenni, 5 anni per i ragazzi da 4 a
avviene da oltre un anno nel nostro
Comune, al momento della richiesta del
l’Amministrazione attiverà il Portale del
cittadino, al quale sarà possibile

la carta d’identità appuntamento chiamando lo 0547


45307. Il cittadino dovrà presentarsi di
persona all’Anagrafe con la
18 anni e 3 anni per i bambini da 0 a 3
anni. ”Anche il nostro Comune è pronto a
introdurre questa importante
nuovo documento, sarà sempre possibile
manifestare l’assenso alla donazione
degli organi. Un altro aspetto
accreditarsi tramite Spid, per accedere ai
servizi e alle informazioni che
l’Amministrane pubblicherà”.
elettronica documentazione richiesta. Il nuovo innovazione - sottolinea il sindaco importante - aggiunge il sindaco - è la Ps

L’orchestra di Ponte Ospedaletto di Longiano, fondata il 17 gennaio 1968 dai fratelli Mario e Luigi Galbucci, ha ricordato il mezzo secolo di storia

“Mirka e Mario Galbucci”, cinquant’anni in musica


inquant’anni di attività lunga data Luca Sardella, motivando la punte di 33 spettacoli in un mese. Negli

C per l’orchestra “Mirka e


Mario Galbucci” di
Ponte Ospedaletto di
sua assenza per motivi di lavoro e
annunciando, a sorpresa, la prossima
registrazione di un suo programma con i
anni Ottanta e Novanta ha partecipato a
numerose trasmissioni televisive sulle
emittenti nazionali, tra queste “Bis” e
Longiano. Lo scorso 17 Galbucci. “Tris” con Mike Bongiorno su Canale 5 e
gennaio, all’Hotel ristorante L’orchestra, fondata dai fratelli Mario e “Domenica in” con Toto Cutugno su
“Cesare” di Savignano, circa Luigi Galbucci, ha debuttato a Raiuno.
cento persone, fra amici ed Gambettola il 17 gennaio 1968, giorno del Nella sua cinquantennale carriera
ex orchestrali, si sono compleanno di Mario (nato a Vignola di l’orchestra ha inciso nove dischi e
ritrovate per celebrare il Sogliano il 17 gennaio 1949). Nel 1970 ha centinaia di brani, su tutti il grande
mezzo secolo di storia fatto il suo ingresso la cantante Mirka successo “Paradiso in Romagna” (1974).
musicale di una delle Foschi. Nel 1978 Luigi ha lasciato Nel nuovo Millennio, a seguito della crisi
orchestre di liscio più l’ambiente musicale e l’orchestra ha del liscio e della chiusura di numerosi
longeve della Romagna. La cambiato il nome dapprima in “Mario locali da ballo, i Galbucci lavorano come
festa è stata presentata da Galbucci” e poi in “Mirka e Mario duo con, all’occorrenza, vari supporti.
Fabio “Paro” Parolini, Galbucci”. Nel 1997 Mirka e Mario, oggi entrambi
storico conduttore Negli anni del boom del liscio la cavalieri al merito della Repubblica
dell’orchestra. formazione, allora con una decina di italiana, si sono sposati. Uniti nella
Durante la serata è arrivata elementi, si è esibita in prestigiosi locali e musica e uniti nella vita.
la telefonata dell’amico di piazze, dalla Sicilia alla Svizzera, con Matteo Venturi

❚❚ Don Mario ha festeggiato i 98 anni, l’anniversario del battesimo e l’onomastico Budrio di Longiano

Tre feste in una per il decano dei preti


C
SANDRA E URBANO on la celebrazione della Messa e un all’8 ottobre 1995. A lui si deve la traduzione dal
FOTOGRAFI (CESENA) momento conviviale offerto dai pa- latino di gran parte di un manoscritto storico
renti, don Mario Lucchi, anzi monsi- su Longiano. Dal 1995 ha continuato il suo ser-
gnor Mario Lucchi, il decano dei sacerdoti vizio di sacerdote in aiuto ai parroci di Budrio.
della diocesi di Cesena-Sarsina, ha festeg- Quando il vescovo Vincenzo Gili lo chiamò per “Una comunità unita”
giato sabato scorso il 98esimo compleanno, la nomina a parroco a Longiano, don Mario gli a parrocchia di Budrio ha celebrato domenica 21
l’anniversario del battesimo e l’onomasti-
co.
chiese quanto tempo avesse per dire se accet-
tava o no. Ma il vescovo gli rispose che doveva
L gennaio la festa di sant’Antonio abate e ha
vissuto un momento conviviale. Al termine della
Nato a Montiano il 15 gennaio 1920 da Cle- essere a Longiano alle 16 di quello stesso gior- Messa delle 11 si è svolta, nei locali parrocchiali, il
to e Teresa Paganelli, fu battezzato due gior- no. Era il 27 agosto del 1950. Allora il giovane pranzo comunitario a base di baccalà. Si tratta di
ni dopo, il 17 gennaio, col nome di Mario, in prete infilò la biciletta e corse a Longiano per una tradizione ormai consolidata che ha registrato
onore del Santo martire la cui festa si cele- rendersi conto della situazione dopo la guerra. quest’anno la partecipazione di ben 200 persone. A
bra il 19 gennaio (al quale Pio VI dedicò a Era un disastro. Tornò dal vescovo con l’inten- intrattenere i presenti il mago Cotechino, al secolo
Roma una nuova chiesa nel 1789). zione di rinunciare, ma poi accettò l’incarico. Italo Colinucci, che ha ripreso l’attività dei giochi di
Entrò nel seminario di Cesena il 1° ottobre Per poter portare con sé la mamma e la sorella magia. Lo stesso mago ha presentato la tombola di
del 1933 e fu ordinato sacerdote in Catte- occorreva sistemare la canonica. La mamma fu beneficenza il cui ricavato è andato a favore della
drale a Cesena il 29 giugno del 1945 dal ve- costretta a vendere una mucca per pagare i de- Caritas parrocchiale. “Sono molto contento del
scovo Beniamino Socche. Dal 26 luglio del biti. La parrocchia non aveva una lira. Non si successo di questa iniziativa - ha detto il parroco
1945 fino al 26 agosto del 1950 fu cappella- contano gli innumerevoli lavori fatti per la don Filippo Cappelli -. Con noi c’erano molte
no a San Pietro, a Cesena. Nel contempo in- chiesa e le opere parrocchiali da allora fino al persone anziane e sole che hanno vissuto un
segnava italiano ai seminaristi. Fu poi par- 1995. pomeriggio di svago in compagnia. Budrio si è
roco a Longiano dal 27 agosto del 1950 fino Terzo Spada sentita comunità unita”.

Lavori in corso Montiano Montiano


La parrocchia celebra
in Municipio sant’Agata e le famiglie
a comunità di Montiano e Montenovo si

L
avori di miglioramento sismico in
corso al palazzo comunale di
Montiano. L’importo complessivo,
L appresta a vivere la festa della famiglia e
a celebrare sant’Agata, martire a cui è
dedicata la chiesa parrocchiale di Montiano.
determinato sulla base dei prezzi di Venerdì 26 gennaio alle 20,45 nel teatro “don
mercato vigenti, ammanta a 417.815 euro. È Alfredo Paganelli” sarà possibile ascoltare la
finanziato con un contributo statale di testimonianza dei coniugi Emilio e
408.729 euro e, per 9.086 euro, con risorse Francesca Zarrelli di Cesenatico sul tema “Con l’amore e il perdono si può
proprie dell’Unione dei Comuni Valle del sempre ricominciare”.
Savio. Iniziati a novembre 2017, gli Sabato 3 febbraio, stesso luogo e ora, è in programma una sfilata di abiti da
interventi, concentrati finora all’interno sposa delle nonne e delle mamme indossati da figlie e nipoti. L’ingresso è a
della struttura, interesseranno a breve la offerta libera. Il ricavato andrà a favore del progetto “Teresa” promosso
parte esterna, per la quale è in fase di della famiglia Caldari di Montiano che, per superare il dolore della perdita
montaggio l’impalcatura. La fine dei lavori è “Al termine dei l’ufficio di Polizia di una figlia piccola, ha avviato una raccolta di fondi per acquistare
prevista per il prossimo maggio. lavori - anticipa municipale e l’ufficio un’incubatrice da donare all’ospedale di Rimini.
“Mettere in sicurezza la sede storica del Molari - il Comune tributi. Al primo piano Domenica 4 febbraio, durante la Messa solenne delle 10,45, si celebrerà la
Comune - afferma il sindaco Fabio Molari - avrà una nuova troveranno posto gli patrona sant’Agata e saranno festeggiate tutte le famiglie della parrocchia.
è un valore aggiunto per tutta la comunità. I organizzazione. Il amministratori e In particolare saranno ricordate le coppie che ricordano un importante
disagi - ammette il primo cittadino - non piano terra sarà l’Ufficio tecnico. Al anniversario di nozze (10, 25, 50 e 60 anni). Alle 12,30 seguirà il pranzo
mancano, sia per i dipendenti sia per i dedicato al pubblico secondo piano ci comunitario presso il ristorante “Il Parco” di Bagnolo di Sogliano. Per info e
cittadini. L’ingresso principale del e all’accoglienza dei saranno la biblioteca e prenotazioni: 347 1999972 (Giorgio Fagioli) o 333 3449934 (Sabrina Molari).
Municipio è stato provvisoriamente chiuso cittadini con lo la sala consigliare”. Mv
ed è stata aperta un’entrata laterale”. Sportello facile, Mv
14 Giovedì 25 gennaio 2018 Valle del Savio

Mercato Saraceno Bagno di Romagna Sarsina in festa San Piero in Bagno


Ancora Bandiera Compleanno storico Storie di San Giovanni
arancione
l Comune di Bagno di Romagna,
per la Bcc che fa 105 anni
IArancione,
che dal 2005 vanta la Bandiera
ha visto riconfermato a Banca di Credito Cooperativo di Sarsina compie
l’importante riconoscimento che
premia la qualità e l’accoglienza dei
borghi dell’entroterra.
L 105 anni in salute.
Tanti ne sono trascorsi dalla ormai storica
fondazione avvenuta il 27 gennaio 1913 quando nel Associazione Il Faro di
“Un orgoglio per la nostra comunità teatro cattolico di Sarsina ora “Silvio Pellico” i canonici L ’ Corzano ha consegnato al
Un nuovo pulmino - commenta il sindaco di Bagno,
Marco Baccini - e un ulteriore
don Candido Marinelli, don Ugo Gori, don Durante Tosi,
insieme a don Colombo Bondanini e ad altri 13 tra
comitato di Somalborgo una serie
di depliant illustrativi del ciclo di
per la Protezione Civile riconoscimento al lavoro che agricoltori e artigiani costituirono la Cassa Rurale di pitture “Le storie di San Giovanni”
insieme agli operatori e ai cittadini Sarsina. dipinte dall’artista sampierano
l Gruppo Alpini ha “inaugurato” un nuovo mezzo viene portano avanti Successivamente la banca è cresciuta ed è divenuta Carmelo Puzzolo all’interno della
IProtezione
in dotazione, il pulmino destinato alle attività di
Civile e della colonna mobile regionale
quotidianamente nel comune
tentativo di rendere il nostro
Cassa Rurale ed Artigiana di Sarsina, poi con il Testo
unico bancario del 1993 è diventata l’attuale Banca di
Chiesa di San Giovanni. Alla
presenza dell’artista, del sindaco
pronta a intervenire, come già avvenuto, in aiuto territorio sempre più attrattivo. credito Cooperativo di Sarsina. Marco Baccini e del parroco don
delle popolazioni colpite da eventi sismici. Per Quest’anno il riconoscimento è Oggi con la sua solidità e salute rappresenta tra le Rudy Tonelli, i rappresentanti del
l’occasione hanno preso la parola per un saluto il ancor più fondato, in considerazione piccole banche una vera perla nel panorama bancario Faro hanno consegnato il
capogruppo Staron Sldistaw, il presidente della Bcc del fatto che è stato oggetto di nazionale e opera su tutta la Valle del Savio e nei materiale al comitato, con
di Sarsina Mauro Fabretti, il vicepresidente Avis di valutazione anche l’impianto della comuni limitrofi. l’auspicio di una migliore
Mercato Bracci e il vicesindaco Luciano Casali. Il centrale a cippato di Bagno, come Per ricordare l’evento e in onore dei soci defunti che conoscenza e valorizzazione della
parroco don Claudio Canevarolo ha benedetto il un esempio di produzione di energia tanto hanno contribuito alla crescita e sviluppo della chiesetta, restaurata a cura degli
pulmino e la cantina Casali ha offerto un brindisi green a basso impatto ambientale e banca sarà celebrata una Messa domenica 28 gennaio abitanti del rione.
augurale. paesaggistico”. alle 11 nella Cattedrale di Sarsina. Al.Me.
Al.Me.

Il Comitato Mandrioli raccoglie firme Notizie flash


per sostenere la richiesta di interventi ■ Feste, che stress
Interclub Rotary e Lions
Cadono massi in strada
tra Toscana e Romagna
C
ade a pezzi verso il dirupo a Per “spronare” enti
valle, tra muretti di protezione e autorità ad agire per la messa
che si sbriciolano e rischio in sicurezza si è recentemente
smottamenti. costituito il “Comitato Il 19 gennaio si è svolto il tradizionale interclub
Dall’alto precipitano dei bei “pezzi” di Mandrioli”, con sede a Badia fra il Rotary Valle del Savio e il Lions Valle del
pietra sulla carreggiata dalla parete a Prataglia, che ha cominciato a Savio. Nel corso della serata Valentina Rasi,
monte. raccogliere firme sia a Badia farmacista presso le farmacie comunali Alliance di
Nel mese di dicembre la strada dei Prataglia che a Bagno di Cesena (nella foto
Mandrioli è rimasta chiusa qualche Romagna per sostenere la con i rispettivi presidenti Marzio Gori e Andrea
giorno per la caduta di notevoli massi. richiesta di interventi. Bono), ha tenuto una brillante relazione
La manutenzione e la messa in sicurezza Il sindaco di Bagno di Romagna ha E gli amministratori romagnoli sull’alimentazione, dal titolo “Festività… che
della strada, in particolare nel tratto manifestato la sua disponibilità a sottolineano anche che il traffico pesante stress”. La conviviale ha suggellato lo stretto
romagnolo, dove la competenza è collaborare per cercare di trovare una che coinvolge la strada dei Mandrioli (e rapporto di stima e di amicizia, che dura già da
provinciale (mentre nel tratto toscano la soluzione. in gran parte dovuto ad aziende della alcuni anni, fra i due Club insediati nella vallata
competenza è regionale), sono La consigliera regionale Pd Toscana) contribuisce in maniera del Savio.
particolarmente problematiche e Lia Montalti ha presentato particolare, col peso dei mezzi e le loro
impegnative.
Ma la strada, la cui realizzazione si è
avviata a partire dal 1870, è un
un’interrogazione in Regione per
chiedere che si valutino le possibilità di
intervento, in collaborazione con la
vibrazioni, all’usura della carreggiata e
dei muretti di protezione, come a dire
che i costi di manutenzione sono
■ Contributi
importante collegamento tra Valle del Provincia. “dovuti” in particolare al traffico toscano. Trasporto casa lavoro
Savio e Badia Prataglia e Casentino, sia La Lega Nord col consigliere regionale L’auspicio è che si prenda a cuore con L’Unione dei Comuni Valle Savio destina contribuiti
per le attività economiche e i residenti Massimiliano Pompignoli dal canto suo decisione la questione del collegamento per il rimborso delle spese di trasporto casa-
che per lavoro si recano da una valle ha manifestato tutto il proprio sicuro tra Valle del Savio e Casentino e lavoro. Possono fare richiesta persone con
all’altra, che per i collegamenti di tipo scetticismo sul possibile intervento per un collegamento di questo tipo, tra disabilità di tipo fisico che abbiano difficoltà negli
turistico da e per Bagno di Romagna o regionale ricordando come già a febbraio due zone importanti di due Regioni spostamenti e che risiedano nei Comuni di Cesena,
per immergersi più direttamente 2017 a una sua interrogazione la Regione confinanti, sembrerebbe opportuno uno Montiano, Mercato Saraceno, Sarsina, Bagno di
nell’ambiente del Parco Nazionale delle avesse risposto sostanzialmente specifico impegno delle amministrazione Romagna e Verghereto. Il termine per la
Foreste Casentinesi, per andare verso la segnalando di non avere le necessarie regionali. presentazione delle domande scade il 28 febbraio
Lama o verso Camaldoli, ad esempio. disponibilità finanziarie. Alberto Merendi alle 12.

San Martino
Per Sant’Antonio
A Pereto una festa che sa di antico
si torna a casa con laude e inni per la beata Agnese
C
ontinuano le feste di

G
Sant’Antonio Abate nelle rande festa per la comunità di Pereto Buio di Cosa sappiamo della vita di Agnese? Sul sito del Corriere
parrocchie del sarsinate. Verghereto, piccola frazione posta appena sopra Cesenate, nella pagina della Valle del Savio, la ricostru-
Fino a vari decenni fa si iniziava il fiume Para, che celebra la festa di beata zione storica a cura di don Daniele Bosi
a festeggiare Sant’Antonio il 16 Agnese, della quale ha il privilegio di conservare in
gennaio e si andava avanti, di chiesa i resti mortali. LA PROCESSIONE DEL 2017
parrocchia in parrocchia, ogni Sabato 27 gennaio, giorno dell’antica festa
giorno fino al 31 gennaio. Questo liturgica spostata nel proprio diocesano
per permettere ai sacerdoti delle parrocchie circonvicine di recentemente al 29 di gennaio, ci sarà la Messa
trovarsi insieme, celebrare l’Eucarestia e condividere il pranzo, cantata alle 11, concelebrata da vari sacerdoti,
talvolta coi parrocchiani. Ora, essendo varie le comunità guidate seguita dalla processione con la statua della Beata.
da un solo sacerdote, le feste di Sant’Antonio si sono svolte la Si canteranno i secolari Inno e Laude alla Beata,
domenica pomeriggio, continuano domenica 28 gennaio a San dalla musica e testo più unico che raro. Alle 15
Martino e termineranno domenica 11 febbraio a Pagno. Alle 15 un’altra Messa, seguita dal rinfresco davanti al
sarà celebrata la Messa cantata, terminata la quale ci sarà il camino della canonica, in un’atmosfera che sa di
rinfresco pubblico e la musica degli storici altoparlanti “Geloso”. antico.
Sarà un prezioso momento per rivedere gli ex parrocchiani Lunedì 29 gennaio, alle 9, la Messa in suffragio dei
trasferitisi per lo più a Sarsina. defunti già iscritti alla “Compagnia della Beata
Daniele Bosi Agnese”, dove si canterà la Messa da Requiem
Notizie storiche su San Martino in Appozzo a cura di don Da- gregoriana. Seguirà la tradizionale colazione in
niele Bosi si possono leggere sul sito del Corriere Cesenate canonica, con le locali frittelle e prosciutto, come
(www.corrierecesenate.it) nella pagina della Valle del Savio. tornando indietro nei secoli.
DaB
Vita della Chiesa Giovedì 25 gennaio 2018 15

Monsignor Livio Corazza Concordia Sagittaria, di San Pio X, a Teson, e di


San Giuseppe operaio, a Sindacale. Ne ha dato
incarichi. All’inizio del suo ministero è
stato assistente provinciale dell’Agesci, poi
notizia martedì 23 gennaio alle 12 la Sala Stampa nominato direttore dell’Ufficio diocesano
nuovo vescovo di Forlì-Bertinoro della Santa Sede.
Monsignor Livio Corazza è nato a Pordenone il 26
per la Pastorale sociale e incaricato per la
Pastorale del mondo del lavoro, dal 1990
La nomina, da parte apa Francesco ha accettato la novembre 1953. Dopo aver compiuto gli studi al 2000, e delegato diocesano per la
di papa Francesco,
è di martedì
Pdiocesi
rinuncia al governo pastorale della
di Forlì-Bertinoro, presentata
classici presso il Seminario vescovile, ha
proseguito i corsi di Filosofia e Teologia presso lo
Pastorale sociale e del lavoro dal 2003 al
2007. È stato, inoltre, assistente
23 gennaio alle 12. da monsignor Lino Pizzi e ha nominato Studio Teologico dello stesso Seminario. In ecclesiastico della Consulta delle
Succede vescovo della stessa diocesi monsignor seguito, ha frequentato i corsi dell’allora Istituto aggregazioni laicali e segretario generale
Livio Corazza, del clero della diocesi di regionale di pastorale e di liturgia pastorale della curia vescovile e direttore dell’Ufficio
a monsignor Lino Concordia-Pordenone, finora parroco presso S. Giustina di Padova. È stato ordinato diocesano per la pastorale dei migranti e
Pizzi del duomo di Santo Stefano, a sacerdote il 21 giugno 1981. Ha ricoperto vari degli itineranti.

Papa in Cile e Perù


Cinque parole
per ripercorrere il viaggio
Ripercorriamo il 22esimo viaggio apostolico
di papa Francesco attraverso cinque parole
pronunciate nei due Paesi visitati dal 15 al 22 gennaio

E
nsimismada, cioè chiusa in se stessa.
È la parola che spesso è utilizzata per
definire la Chiesa in Cile. E il viaggio
di papa Francesco (15-22 gennaio) voleva
proprio essere un modo per dare una
nuova energia a una realtà che in pochi anni SOPRA: PUERTO MALDONADO, 19 GENNAIO: PRANZO NEL CENTRO APAKTONE (VATICAN MEDIA/SIR)
ha perso quella stima che l’accompagnava
negli anni della dittatura del generale A SINISTRA: LIMA, 19 GENNAIO: VIAGGIO APOSTOLICO IN CILE E PERÙ (15-22 GENNAIO); IL PAPA
Pinochet. Da voce profetica, di condanna dei SALUTA I FEDELI PRESSO LA NUNZIATURA (VATICAN MEDIA/SIR)
soprusi e delle violenza, la Chiesa cilena si è
trovata ad essere percepita come distante dal reclamano da noi l’olio (del Vangelo) che estrattivismo” e la forte pressione di grandi
popolo, Chiesa autoreferenziale. Così abbiamo per farvi fronte”. interessi economici, che vanno dal petrolio, al
Francesco, nel suo viaggio ha detto a vescovi gas, al legno, e oro. L’Amazzonia, dice
e sacerdoti che la Chiesa “non è e non sarà Photoshoppare. Ormai siamo abituati ai Francesco, “non è una dispensa inesauribile”
mai una élite di consacrati, sacerdoti o neologismi che papa Francesco inventa per cui attingere senza scrupoli e, soprattutto,
vescovi. Non possiamo sostenere la nostra vita, la nostra vocazione o ministero senza raggiungere con una immagine chi lo ascolta. senza tener conto dei suoi abitanti, “mai tanto
questa coscienza di essere popolo… La mancanza di consapevolezza di appartenere E proprio di immagine si tratta, nelle parole minacciati come oggi”; e le popolazioni
al popolo fedele di Dio come servitori, e non come padroni, ci può portare a una che rivolge ai giovani in occasione indigene “non sono un ingombro né un
delle tentazioni che arrecano maggior danno al dinamismo missionario che siamo dell’Angelus, ricordando che ci sono situazioni ostacolo”. Amazzonia nostra la chiama il Papa,
chiamati a promuovere: il clericalismo, che risulta una caricatura della vocazione difficili in cui “possono venire pensieri per dire che “la difesa della terra non ha altra
ricevuta”. negativi”, situazioni che ci vengono addosso e finalità che non sia la difesa della vita”. A
che ci fanno sentire fuori dal mondo. Così in Trujillo ricorda la violenza sulle donne e per la
Pappagalli. I laici, dice nel suo discorso ai vescovi cileni, “non sono i nostri servi, né i Cile fa il confronto con il cellulare scarico, il prima volta usa la parola femminicidio. A
nostri impiegati. Non devono ripetere come ’pappagalli’ quello che diciamo … Il rischio di non essere connessi. Nei momenti Puerto Maldonado condanna “certe politiche
clericalismo dimentica che la visibilità e la sacralità della Chiesa appartengono a difficili “senza la connessione con Gesù che promuovono la conservazione della
tutto il popolo fedele di Dio e non solo a pochi eletti e illuminati”. finiamo per annegare i nostri sogni”. E in Perù natura senza tener conto dell’essere umano”,
aggiunge: “È molto bello vedere le foto e in nome di questa conservazione della
Tempeste. Nel suo viaggio in Perù papa Francesco va a Trujillo, seconda città del ritoccate digitalmente, ma questo serve solo foresta “si appropriano di grandi estensioni di
Paese, colpita l’anno scorso da inondazioni dovute al niño costiero. Alle persone che per le foto, non possiamo fare il ’photoshop’ boschi e negoziano su di esse generando
lo ascoltano Francesco ricorda che, come per gli apostoli, anche loro hanno agli altri, alla realtà, a noi stessi … Ci sono foto situazioni di oppressione per i popoli
conosciuto “la forza della natura e avete sperimentato i suoi colpi”. Ferite ancora che sono molto belle, ma sono tutte truccate, e originari per i quali, in questo modo, il
evidenti e, per questo, il Papa ha voluto essere in questa località per pregare. lasciate che vi dica che il cuore non si può territorio e le risorse naturali che vi si trovano
Mantenere sempre viva la speranza, dice Francesco, perché ci sono altri scossoni, ’photoshoppare’ perché è lì che si gioca diventano inaccessibili”.
altre tempeste “possono sferzare luoghi e persone”: “Si chiamano violenza l’amore vero, è lì che si gioca la felicità”. No dunque a colonialismi ideologici
organizzata, come il ’sicariato’ (cioè gli omicidi delle bande criminali su mascherati da progresso. E citando l’Esodo, le
commissione) e l’insicurezza che esso crea; la mancanza di opportunità educative e Dispensa inesauribile. È stato il primo parole del Signore a Mosè dice: “Togliti i
di lavoro, specialmente tra i più giovani, che impedisce loro di costruire un futuro appuntamento del suo viaggio in Perù: Puerto sandali dai piedi, perché il luogo sul quale tu
con dignità; la mancanza di un alloggio sicuro per tante famiglie costrette a vivere in Maldonado, i popoli indigeni, l’Amazzonia stai, è suolo santo”.
zone di alta instabilità e senza accessi sicuri … inondazioni che investono l’anima e una terra disputata da forme di “neo- Fabio Zavattaro

DIOCESI DI CESENA-SARSINA
Per info: redazione Corriere Cesenate,
Sito internet www.corrierecesenate.it via don Minzoni, 47 - Cesena
Siamo presenti anche su Facebook e su Twitter tel. 0547 1938590
con lʼaccount @ccesenate redazione@corrierecesenate.it

Ordinaria e straordinaria
campagna 8
abboname
nti 201 in pagina la vita del territorio
Cronaca, attualità, vita della Chiesa, focus, sport, lettere
Per sentirsi protagonisti e compagni di viaggio. Ogni settimana a casa tua
COME ABBONARSI QUOTE ABBONAMENTO
● Utilizzando il bollettino di C.C.P. n. 14191472,
intestato a Corriere Cesenate, via don Minzoni 47, Cesena ● Ordinario: 48 euro
● Presso la redazione del Corriere Cesenate, in via don Minzoni 47, Cesena ● Sostenitore: 70 euro
ati
agli abbon ● Alla libreria cattolica “San Giovanni”, corso Sozzi 39, Cesena
in omaggio
fogli ile
a b ● Amico: 100 euro
lʼedizionpheosne, tablet e pc Foto Sandra e Urbano
● Con bonifico bancario.
Beneficiario: Diocesi di Cesena-Sarsina per Corriere Cesenate.
per smart Cesena ● Estero: 100 euro
Banca: Credito Cooperativo Romagnolo - sede di Cesena
Iban:IT 78 W 07070 23900 000000810433
16 Giovedì 25 gennaio 2018 Vita della Chiesa

CONSIGLIO PERMANENTE. Il presidente della Cei Bassetti, in avvio dei lavori, parte da
tre verbi - ricostruire, ricucire e pacificare - per chiedere alla politica la ricerca del bene
comune. Sulla vita dice che “non si uccide, non si compra, non si sfrutta e non si odia”

Per ritrovare la misura alta della politica


T
re imperativi -
“ricostruire la speranza,
ricucire il Paese,
pacificare la società” -
per ritrovare la misura alta della
politica, che parte dal lucido
coraggio di chi sa chiamare la
realtà con il suo nome e trova
nel bene comune la sua misura.
Perché la politica è vocazione,
non “un trampolino di lancio
verso il potere”.
È il cuore della prolusione del
cardinale Gualtiero Bassetti,
arcivescovo di Perugia-Città “Come vescovi ci uniamo
della Pieve e presidente della innanzitutto all’appello del Capo
Cei, al Consiglio permanente, ROMA, 22 GENNAIO: dello Stato a superare ogni motivo
che si chiude a Roma il 24 IL CARDINALE di sfiducia e di disaffezione per
gennaio. “Unire la comunità GUALTIERO BASSETTI partecipare alle urne con senso di
ecclesiale, unire il Paese: da TIENE LA PROLUSIONE responsabilità nei confronti della
AL CONSIGLIO EPISCOPALE
Lampedusa ad Aosta, da Trieste PERMANENTE comunità nazionale”.
a Santa Maria di Leuca”, l’invito, (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR) È questo l’appello della Chiesa
che per i politici cattolici italiana per le prossime elezioni
implica la capacità di vivere la politiche. Bassetti richiama “il
politica come gratuità e valore morale e democratico del
servizio, di guardare al passato Ai candidati alle equivoci, incomprensioni e l’obiettivo da porsi per voto” e puntualizza che “la Chiesa
per costruire il futuro, di contese. affrontare quella che è “una non è un partito e non stringe
prendersi cura senza soluzione prossime elezioni “I poveri, tutti i poveri, anche vera emergenza sociale, resa accordi con alcun soggetto
di continuità dei poveri e della
vita.
chiede sobrietà e ai quelli forestieri di cui non
sappiamo nulla, appartengono
ancora più impellente dai dati
relativi alla disoccupazione
politico”. “Dialogare, non
negoziare”, la direzione di rotta
Il presidente dei vescovi italiani cittadini di andare a alla Chiesa per diritto giovanile”. indicata da Romano Guardini,
- che cita ripetutamente Paolo evangelico”, ricorda il cardinale Paolo VI e papa Francesco.
VI - non si sottrae a nessuno dei
votare. Migrazioni, citando ancora Paolo VI: “In Dai giovani, i nuovi emigranti, “Sobrietà, nelle parole e nei
temi di stringente attualità - antisemitismo e virtù di questo diritto sale un grido di dolore che “va comportamenti”, l’invito per la
migrazioni, antisemitismo e evangelico - e non certo in raccolto e va fatto nostro”, la campagna elettorale. La bussola di
xenofobia, lavoro, famiglia, xenofobia, lavoro, nome di una rivendicazione promessa relativa al prossimo tutti i candidati deve essere la
scuola, pace nel Mediterraneo -
e in vista delle elezioni ormai
famiglia, scuola, pace sociale - ogni cristiano è
chiamato ad andare verso di
Sinodo dei vescovi.
Dalla Settimana sociale di
ricerca sincera del bene comune,
non a parole ma con i fatti.
imminenti chiede ai cittadini di nel Mediterraneo: i temi loro con un atteggiamento di Cagliari, sono emerse alcune Tra gli ambiti privilegiati su cui
andare a votare e a tutti i
candidati sobrietà. Perché “è
di attualità comprensione e compassione”. proposte concrete sul lavoro:
un’esperienza positiva da non
impegnarsi, Bassetti raccomanda
la scuola, di cui “sono parte
immorale lanciare promesse “L’antisemitismo è sprecare, ma anzi da rafforzare integrante e qualificata le scuole
che già si sa di non riuscire a nella discordia”, in un Paese in cui inammissibile”, e “noi siamo e far crescere, tenendo presente pubbliche paritarie”.
mantenere”, e “altrettanto domina il rancore sociale. spiritualmente semiti”. Sono le gli obiettivi da raggiungere: “Vivete la politica con gratuità e
immorale è speculare sulle parole coraggiose di Pio XI, “Creare lavoro, combattere la spirito di servizio. Guardate al
paure della gente”. Poi dedica parole alle migrazioni. rilanciate dal presidente della precarietà e rendere passato per costruire il futuro.
“Bisogna reagire a una ’cultura Cei insieme a quelle della compatibile il tempo di lavoro Abbiate cura, senza intermittenza,
“Ricostruire, ricucire e della paura’ che, seppur in taluni Populorum progressio contro il con il tempo degli affetti e del dei poveri e della difesa della vita”.
pacificare”, sono i tre verbi da casi comprensibile, non può mai razzismo. L’Italia è un esempio riposo”. Sono queste infine le tre
riformulare, presi della tramutarsi in xenofobia o virtuoso in questo senso, “Se si fermano le famiglie, si indicazioni ai cattolici in politica
sapienza antica del libro del addirittura evocare discorsi sulla ricorda Bassetti ringraziando ferma il motore sociale del con cui il cardinale ha concluso la
Qoélet. razza che pensavamo fossero Francesco per le parole di Paese. Smette di battere il cuore prolusione. “La vita non si uccide,
L’urgenza morale è “ricostruire sepolti definitivamente. Non è gratitudine verso il nostro Paese della società”. “Aiutare, curare e non si compra, non si sfrutta e non
ciò che è distrutto”, il chiudendo che si migliora la adoperate nel recente discorso sostenere, in ogni modo si odia!”, il monito di Bassetti anche
patrimonio di un Paese bello e situazione del Paese”, ammonisce il al Corpo diplomatico. possibile, le famiglie italiane” è riguardo alle Dat. Durante il Cep,
fragile, come sanno le persone cardinale, rilanciando quanto Per la Chiesa italiana - spiega l’unica cura possibile, ha annunciato il presidente, verrà
che hanno perso tutto con il affermato dal Papa nella Giornata Bassetti ringraziando il garantisce Bassetti definendo il affrontata, tra l’altro, una proposta
terremoto. L’urgenza del migrante: “Avere dubbi e timori presidente Mattarella per avere “patto per la natalità” proposto che, “in un orizzonte davvero
“spirituale” è “ricucire ciò che è non è un peccato”, il peccato “è definito il lavoro, nel discorso di dal Forum delle famiglie un europeo, riguarda il rilancio
sfilacciato”: la comunità lasciare che queste paure fine d’anno, una priorità - passo positivo, che ha ricevuto dell’impegno per la pace nel
ecclesiale e il Paese. L’urgenza determinino le nostre risposte”, in “lavorare meno per lavorare un consenso trasversale tra tutti Mediterraneo”.
sociale è “pacificare ciò che è un clima politico che alimenta tutti” non è uno slogan, ma gli esponenti di partito. M. Michela Nicolais

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novità e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto
Attualità Giovedì 25 gennaio 2018 17

Missionario oblato di Maria Immacolata, è in Corea dal 1990 e si Economia


occupa della pastorale degli homeless e ragazzi di strada ■ Forum Davos
Il tedoforo “L’enorme flusso di dati
il bene più grande oggi”
“Viviamo in un mondo che è una rete di reti

padre Bordo: complesse, un mondo che deve affrontare sfide


nuove, poiché vive una trasformazione spinta
dalla tecnologia. Essa ha il potere di piegare,
rompere ma anche legare. L’enorme flusso di

“Opportunità dati è il bene più grande oggi. Per cui chi li


saprà controllare, sarà colui che dominerà il
mondo”. In poche battute Nirendra Modi, primo
ministro dell’India, ha delineato i tratti del

per ricominciare nostro tempo, nella sua prolusione al 48esimo


Forum economico mondiale di Davos (Svizzera).
Il prestigioso appuntamento che si svolge
attorno al tema “Creare un futuro condiviso in

un dialogo Olimpiadi in
un mondo frammentato” vede presenti gli
esponenti più influenti al mondo per quanto
attiene l’economia e la politica.
Corea Secondo Nirendra Modi lo sviluppo tecnologico,

positivo” scientifico economico “offre strade per portare


l’umanità alla prosperità”, ma allo stesso tempo
generano “nuove barriere e fratture che
infliggono ferite molto dolorose” e rendono
“più difficile la strada per la pace e la
È stato scelto per portare la torcia dagli Bordo si occupa opportunità, un nuovo inizio nella vita: prosperità”. Nascono allora alcune domande,
della pastorale degli mangiare, lavorare e dormire, che Nirendra ha elencato: “il nostro ordine
organizzatori dei giochi olimpici invernali homeless e ragazzi supportato da tanti servizi globale aumenta le distanze? Quali sono i poteri
di PyeongChang (9-25 febbraio 2018) di strada. indispensabili in questo reinserimento che danno spazio all’isolazionismo contro
Nonostante deve nella vita. Dare una nuova dignità ha l’armonia, prediligono il conflitto anziché la
correre da una chi l’ha persa. Tra l’altro, abbiamo cooperazione? Quali mezzi abbiamo per

“P
ronto, qui è il Comitato comunità a un’altra affidata alle sue anche quattro case per ragazzi di strada eliminare le fratture e le distanze e realizzare il
Olimpico della Corea che cure per celerare la messa, trova un dove ospitiamo 40 ragazzi, e un sogno di un futuro armonico?” Citando i libri
parla”. attimo per raccontarci la sua storia. favoloso Bus, che va in giro di notte, sacri della tradizione indiana, Nirendra ha
Penso subito: “Si sono accorti delle mie dalle 18 alle 24 per cercare, curare, parlato del “mondo come una famiglia”: “Tutti
doti ciclistiche e mi convocano a far Adesso sarà tedoforo. incontrare i tanti ragazzi che vivono noi siamo legati come una famiglia, il nostro
parte del team nazionale”. Mi ha colpito che il Comitato Olimpico sulla strada. destino ha un filo comune che ci lega”, ma, a
Questo pensiero mi passa per la mente mi abbia chiamato per portare la torcia differenza di quanto avviene solitamente in una
come una saetta, poi una seconda in quanto sono straniero. Il loro Come può lo sport unire in un Paese famiglia, oggi c’è “mancanza di consenso” e le
riflessione: “Ma ai Giochi Olimpici messaggio era questo: gli stranieri non diviso? “differenze tra noi rendono più difficile la lotta
invernali non c’è il ciclismo. Allora?”. Mi solo sono parte integrante di questa I giornali locali parlano dello sport contro le sfide”, che sono “tante e pericolose”. Il
concentro ed ascolto con più società ma anche contribuiscono alla come un ’cavallo di Troia’. Con la scusa premier indiano ne ha citate tre: il terrorismo; il
attenzione chi mi sta parlando. Che si crescita del Paese e alla storia coreana. e l’opportunità dello sport sarà magari cambiamento climatico, minaccia verso la quale
tratti di uno scherzo?”. possibile riprendere un dialogo che si è “avremmo dovuto mostrare solidarietà, ma non
“La chiamiamo - continua il mio Questo il significato della scelta fatta di interrotto da ben due anni con picchi di è avvenuto”: pochi sono i “Paesi che agiscono”
interlocutore - perché desideriamo che coinvolgerla? tensione altissima. Quindi queste concretamente ed effettivamente e “abbiamo
sia uno dei portatori della torcia Sì, la Corea ha dimostrato grande olimpiadi sono viste una buona perso il senso del nostro essere figli della terra”,
olimpica, un ’tedoforo’”. attenzione agli stranieri. Non sono una opportunità per ricominciare un per cui viviamo “un consumo che si basa sulla
“Mi scusi -replico - ci deve essere un minaccia, ma un’opportunità. dialogo positivo e costruttivo. nostra felicità anziché sui bisogni”. La terza
errore. Io sono Vincenzo Bordo e sono Qual è la sua missione in Corea? sfida è il fatto che i “Paesi si concentrino su se
un italiano”. Sono arrivato nel 1990 e da allora come Quali risvolti? stessi e le forze del protezionismo alzino la
“Sì, lo sappiamo”. missionario Oblato di Maria La Corea ha investito molto su queste testa per evitare la globalizzazione e invertirne
“Ma io sono uno straniero - continuo -”. Immacolata mi sono impegnato per le Olimpiadi e spera non solo in un il corso”. A lungo, Nirendra Modi ha descritto
“Sì, è proprio per questo che la ’nuove povertà’ nella periferia della ritorno economico, ma anche in un l’azione del suo governo in India, dove la
convochiamo. Lo spirito dei giochi città di Seong Nam, giusto alle porte di ritorno di immagine per crescere come democrazia è vissuta “non solo come sistema
olimpici è uno spirito di fratellanza Seoul. Ho dato avvio a un Centro, ’Casa un Paese prospero, sicuro e sul quale si politico, ma come uno stile di vita”, perché
universale e di accoglienza e con questo di Anna’ (i primi passi sono stati mossi può fare affidamento anche per gli “nutre la diversità ma offre l’ambiente per
gesto vorremmo dire ai nostri nel 1998, ndr), che offre ogni giorno 500 investimenti stranieri. portare a compimento le speranze delle
connazionali che tutti quelli che vivono pasti serali ai poveri, più i servizi di persone”. I “valori democratici e la crescita
e lavorano qui sono parte di questo doccia, donazione di vestiti, di È difficile fare il sacerdote in Corea? economica possono riparare le fratture se si
popolo, senza discriminazioni o dormitorio per 30 homeless, È stupendo. La gente è buona e fanno “sforzi collettivi per una crescita
pregiudizi e fanno parte di questa consulenza legale, per il lavoro, generosa. Sono disponibili al nuovo e inclusiva”. Quattro le strade indicate: i grandi
stupenda storia che stiamo costruendo educazione all’alcool, una scuola non si richiudono nella paura dello poteri vivano relazioni di cooperazione e la
insieme”. settimanale, una piccola fabbrica. sconosciuto, del diverso. Inoltre la competitività fra di loro non diventi divisione; si
È andata proprio così la telefonata tra Chiesa è aperta non solo al suo interno aderisca a un ordine giuridico internazionale; si
gli organizzatori dei giochi olimpici Un sostegno ai tanti poveri, insomma? ma anche alla missione. Ormai sono lavori per riformare le istituzioni mondiali in
invernali di PyeongChang (9-25 Non si tratta di dare da mangiare a dei centinaia e centinaia i sacerdoti e i ambito politico, economico e della sicurezza; si
febbraio 2018) e padre Vincenzo Bordo poveri che vivono sulla strada ma religiosi che sono impegnati in altri usi la velocità del progresso del mondo
(nella foto), missionario oblato di Maria desideriamo, mentre rispondiamo ai Paesi di missione. È una Chiesa giovane. innescata da tecnologia e digitale per
Immacolata. In Corea dal 1990, padre bisogni primari, donare loro una nuova Fabio Mandato combattere la povertà e la disoccupazione.
18 Giovedì 25 gennaio 2018 Solidarietà

Tanto incremento FOTO OXFAM


Diseguaglia
e povertà nze
di ricchezza nelle mani
di pochi ricchissimi
Già era noto il dato per cui l’1 per cento della popolazione possiede
quanto il 99 per cento del resto del pianeta. Il nuovo rapporto di Oxfam
aggiunge un’ingiustizia in più: l’82 per cento dell’incremento di
ricchezza globale registrato lo scorso anno è finito tutto nelle mani di
quella ristretta élite (l’1 per cento), mentre la metà più povera del mondo,
pari a 3,7 miliardi di persone, non ha avuto un centesimo. In pratica ogni
due giorni c’è un nuovo miliardario, mentre i poveri diventano sempre
più poveri e i lavoratori vedono diminuite tutele e salari

I
ricchi diventano sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri (e i lavoratori sistema economico globale la La disuguaglianza preoccupa anche in
con meno diritti e salari più bassi). È quanto emerge anche quest’anno dal remunerazione della ricchezza di pochi Italia. La quota di ricchezza dell’1 per cento
nuovo rapporto di Oxfam Ricompensare il lavoro, non la ricchezza, diffuso alla rimarrà un obiettivo predominante rispetto più ricco degli italiani superava
vigilia del Forum economico mondiale di Davos. Già era noto il dato per cui l’1 per alla garanzia di un lavoro dignitoso per tutti, di 240 volte quella detenuta
cento della popolazione possiede quanto il 99 per cento del resto del pianeta. Il non sarà possibile arrestare la crescita di complessivamente dal 20 per cento più
nuovo rapporto aggiunge una ingiustizia in più: l’82 per cento dell’incremento di questa estrema e ingiusta disuguaglianza”. povero della popolazione.
ricchezza globale registrato lo scorso anno è finito tutto nelle mani di quella Nel periodo 2006-2016 la quota di reddito
ristretta élite (l’1 per cento), mentre la metà più povera del mondo, pari a 3,7 Le donne lavoratrici sono le più sfruttate. nazionale disponibile lordo del 10 per cento
miliardi di persone, non ha avuto un centesimo. In pratica ogni due giorni c’è un Le principali vittime di queste più povero degli italiani è diminuita del 28
nuovo miliardario, ma questo “non è certo sintomo di un’economia fiorente - disuguaglianze sono le donne lavoratrici, per cento, mentre oltre il 40 per cento
denuncia Oxfam - se a pagarne il prezzo sono le fasce più povere e vulnerabili che in tutto il mondo guadagnano meno dell’incremento di reddito complessivo
dell’umanità”. Nei prossimi 20 anni le 500 persone più ricche del pianeta degli uomini e in condizioni di scarse tutele registrato nello stesso periodo è fluito verso
lasceranno ai propri eredi oltre 2.400 miliardi di dollari, un ammontare superiore e sicurezza. Nei grandi marchi il 20 per cento dei percettori di reddito più
al Pil dell’India, uno dei Paesi più popolosi del pianeta con 1.3 miliardi di abitanti. dell’abbigliamento che producono in elevato. Nel 2016 l’Italia occupava la
Anche in Italia le disuguaglianze non sono da meno: a metà 2017 il 20 per cento Bangladesh, ad esempio, in quattro giorni ventesima posizione su 28 Paesi Ue per la
più ricco deteneva oltre il 66 per cento della ricchezza nazionale netta, il 60 per un amministratore delegato guadagna disuguaglianza di reddito disponibile.
cento più povero appena il 14,8 per cento della ricchezza nazionale. quanto una lavoratrice in un’intera vita.
“In Vietnam le lavoratrici del settore Le proposte di Oxfam per ridurre le
Nel mondo premiati solo azionisti e top manager. Su scala globale, si legge nel dell’abbigliamento non vedono i loro figli disuguaglianze: “Incentivare modelli
rapporto, tra il 2006 e il 2015 la ricchezza a nove zeri è cresciuta del 13 per cento per mesi, perché non possono tornare a imprenditoriali che adottino politiche di
all’anno, 6 volte più velocemente dell’incremento annuo salariale, di appena il 2 casa per colpa delle lunghissime giornate maggiore equità retributiva e sostengano
per cento, che ha riguardato i comuni lavoratori. Negli Stati Uniti un lavorative e delle paghe da fame che livelli salariali dignitosi; introdurre un tetto
amministratore delegato percepisce in poco più di un giorno una cifra pari al percepiscono - prosegue Iachino -. Negli agli stipendi dei top-manager
reddito medio che un lavoratore della compagnia da lui amministrata percepisce Stati Uniti abbiamo scoperto che alle ed eliminare il gap di genere; proteggere i
in un anno. È quindi un sistema economico che premia pochi azionisti e top lavoratrici dell’industria del pollame non diritti dei lavoratori, specialmente
manager mentre peggiora le condizioni dei lavoratori e riduce i salari. “Basti era consentito di andare in bagno ed era delle categorie più vulnerabili; assicurare
pensare che oggi il 94 per cento degli occupati nei processi produttivi delle imposto di indossare i pannolini. Sia in che i ricchi e le grandi corporation paghino
maggiori 50 compagnie del mondo è costituito da persone ’invisibili’ impiegate in Canada sia in Repubblica Dominicana, la giusta quota di tasse; aumentare
lavori ad alta vulnerabilità senza adeguata protezione - spiega Maurizia Iachino, molte donne di servizio nel settore la spesa pubblica per servizi come sanità,
presidente di Oxfam Italia -. Le persone che confezionano i nostri abiti, alberghiero di lusso ci hanno raccontato di istruzione e sicurezza sociale a favore
assemblano i nostri cellulari, coltivano il cibo che mangiamo vengono sfruttate aver deciso di non denunciare le molestie delle fasce più vulnerabili della
per assicurare la produzione costante di un gran volume di merci a poco prezzo e sessuali di cui sono vittime per paura di popolazione”.
aumentare i profitti delle corporation e degli investitori. Fino a quando per il perdere il lavoro”. Patrizia Caiffa

NOTIZIARIO PENSIONATI
Pensioni: a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
gli aumenti per il 2018 (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
L’Inps ha comunicato gli (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
adeguamenti degli importi delle
prestazioni pensionistiche e delle
attività correlate per l’anno 2018,
in relazione all’indice di solidarietà prevista dalla legge Fornero per
rivalutazione definito con decreto
del 20 novembre 2017 del Ministero
le pensioni superiori a 5 volte il trattamento
minimo corrisposti dagli ex fondi elettrici,
Guardando a ieri, viviamo oggi,
dell’Economia di concerto con il
Ministero del lavoro, che è stato
telefonici, autoferrotranvieri, il fondo volo,
l’ex Inpdai.
progettiamo il domani
stabilito nella misura dell’1,1 per
cento in via previsionale per il 2018 Il Coordinamento donne dei pensionati più grande campo di concentramento,
Ludopatici triplicati Cisl Romagna, in occasione della Gior- quello di Auschwitz e da quel giorno per
e dello 0,0 per cento per il 2017 in in sei anni
via definitiva. nata internazionale della Memoria, or- la prima volta tutto il mondo venne a co-
L’importo del trattamento minimo L’Emilia-Romagna all’avanguardia in Italia ganizza l’incontro “Guardando a ieri, noscenza dei terribili stermini avvenuti.
mensile a gennaio 2018 rispetto al nella lotta al gioco d’azzardo patologico, una viviamo oggi, progettiamo il domani”, La Cisl Emilia Romagna dal 2015 orga-
2017 torna quindi a crescere vera e propria malattia per centinaia di martedì 30 gennaio alle 9,30 nizza viaggi della memoria, ad Au-
leggermente ed è pari a 507,42 persone anche in Emilia Romagna. Sono presso la Cisl di Forlì sita in piazza del schwitz e in Bosnia dai quali sono nati
euro mensili mentre l’importo infatti poco meno di 1.400 quelle seguite dai Carmine 20. due video che verranno proiettati il 30
annuo è di 6.596,46 euro. Servizi per le dipendenze, erano 512 nel Dal 2005 l’Assemblea generale delle Na- gennaio durante l’incontro. Saranno
L’assegno sociale invece passa a 2010. zioni Unite ha istituito una giornata in- presenti alcuni dirigenti Cisl che hanno
453 euro mensili e 5.889 euro La Regione ha varato un Piano d’azione ternazionale per commemorare le partecipato al viaggio della memoria a
annuali. In relazione a tale regionale contro la ludopatia approvato dalla vittime dell’Olocausto il 27 gennaio, per- testimoniare la loro esperienza.
variazione sono ovviamente Giunta dopo il via libera ottenuto ché proprio quel giorno di settantatre Il Coordinamento donne dei pensionati
modificati anche i limiti reddituali. dall’Osservatorio nazionale per il contrasto anni fa sono stati abbattuti i cancelli del Cisl invita tutti a partecipare!
Poichè tra il valore previsionale e il della diffusione del gioco d’azzardo. L’Emilia
definitivo del 2014 si era verificato Romagna è tra le quattro regioni italiane -
un differenziale di -0,1 per cento il insieme a Friuli Venezia Giulia, Basilicata e
cui recupero è stato rinviato da Umbria - il cui Piano è stato approvato sostenendo progetti e iniziative con ragazzi e d’azzardo lecito entro 500 metri da scuole,
successive leggi per due anni in dall’Osservatorio, ottenendo l’autorizzazione studenti e tutelando i luoghi sensibili come scuole e centri giovanili e luoghi di culto.
ragione dell’indice di rivalutazione da parte del ministero della Salute ospedali. Sono gli obiettivi del Piano regionale a cui Molte amministrazioni si erano adeguate, ma
pari a 0,0 per cento stabilito per il all’utilizzo della quota del Fondo per il gioco si aggiunge il rafforzamento della qualità qualcuno ha dovuto ritirare il provvedimento
2016 e il 2017, ora a fronte d’azzardo patologico già attribuito alla dell’assistenza per i soggetti con problemi di perché i propri cittadini andavano a
dell’indice di rivalutazione positivo Regione: 3 milioni e 712mila euro per il dipendenza vera e propria, rendendo scommettere nei comuni limitrofi. A rafforzare la
tale differenziale sarà recuperato in periodo 2017-2018. definitivamente omogeneo, efficace e di qualità il legge arriva ora il Piano d’azione.
sede di conguaglio per l’anno Le risorse serviranno in gran parte (3,6 percorso diagnostico e terapeutico. Senza Le risorse saranno distribuite alle varie aziende
precedente in unica soluzione sulla milioni) a realizzare interventi di carattere dimenticare di aumentare la consapevolezza sui sanitarie: alla Romagna 909.512 euro, a
mensilità di gennaio per importi territoriale, pertanto verranno trasferite alle fenomeni da dipendenza e favorire un approccio Bologna 708.661 euro, a Modena 568.092 euro,
fino a 6 € e in due rate di pari aziende sanitarie sulla base della consapevole e critico al gioco, con particolare a Reggio Emilia 431.065 euro, a Parma 362.221
importo sulle mensilità di gennaio popolazione residente all’1 gennaio 2017 (in riferimento al mondo della scuola e alle famiglie. euro, a Ferrara 282.605 euro, a Piacenza
e febbraio per i conguagli superiori quanto titolari di competenze in tema di Contro la ludopatia la lotta è difficile. La Regione ha 232.140 euro, a Imola 107.915 euro. La Regione
a 6 euro. prevenzione e cura del Gioco d’azzardo). Fare emanato una legge che vieta l’apertura e l’esercizio si riserva una quota residua di 110mila euro alle
Da segnalare che dal 2018 cessa la più prevenzione, avvicinando le persone a delle sale gioco e delle sale scommesse, ma anche attività di formazione dei soggetti che a vario
trattenuta per contributo di rischio e le loro famiglie ai servizi sanitari, la nuova installazione di apparecchi per il gioco titolo si occupano del problema.
Cultura&Spettacoli Giovedì 25 gennaio 2018 19

◆ Proiezione mercoledì 31 gennaio alle 21 al cine-teatro Victor di San Vittore di Cesena Cinema di Filippo Cappelli

I GIORNI DELL’IRA Eliseo Cesena


Uci Cinema (Savignano sul Rubicone)

Gli alpini e la guerra ELLA E JOHN


The Leisure Seeker

in un documentario di Paolo Virzì


Il nuovo film di Virzì pare un sontuoso
castello di carte. Altissimo, a sette piani,

sulla grande ritirata con ogni carta al suo posto. Eppure estre-
mamente precario, tanto che basterebbe
solo toglierne una per far cadere la co-
struzione. Eppure l’intera bellezza si

U
n documentario storico per ricorda- sena presentan-
re. Nel 75esimo anniversario della do quel momen- fonda proprio su quell’equilibrio preca-
battaglia di Nikolajewka in cui gli al- to storico e pro- rio, difficile, spesso rischioso. Questa
pini riuscirono a sfondare con ripetuti at- iettando sul grande schermo il documenta- Con linguaggio drammatico e avvincen- volta però il regista livornese (che porta al
tacchi la famosa “sacca” che permise a rio storico realizzato da Tommaso Magalotti e te, sono raccontati episodi di quei terribili cinema il libro “In viaggio contromano”
quanto restava dell’Armir di tornare a casa, Franco Raggi, ambedue alpini, l’uno della Tri- avvenimenti, tratti dal libro-testimo- di Michael Zadoorian) può contare su
il Gruppo Alpini “Carlo Mazzoli” di Cesena, dentina, l’altro della Cadore. “I giorni dell’ira” nianza “Scritto sulla neve” del cappellano due speciali “collanti”, e cioè due prota-
in collaborazione con la Cooperativa Cul- è il titolo della pellicola che ricorda un even- degli Alpini della Tridentina don Carlo gonisti che la storia raccontata l’hanno
turale “Amicizia” di San Vittore, farà memo- to storico del gennaio 1943, che ha permesso Chiavazza, compagno d’arme e di Divi- cucita addosso con la leggerezza degli
ria di quei fatti mercoledì 31 gennaio alle a numerosi soldati italiani di iniziare il lungo sione dell’oggi “beato” don Carlo Gnoc- anni e la dolcezza dell’essere.
21 al cine-teatro Victor di San Vittore di Ce- cammino del rientro in Italia. chi. La trama: “The Leisure Seeker” è il so-
prannome del vecchio camper con cui
negli anni ’70 Ella e John Spencer in gio-
ventù andavano in vacanza coi figli. Una
La mostra, nel corridoio lapidario della Malatestiana a Cesena e nella galleria d’arte mattina d’estate, sotto la minaccia di al-
cune cure mediche che li terrebbero lon-
comunale, resterà aperta fino al 25 marzo FOTO
tani (lui per una perdita progressiva della
memoria, lei per un tumore), la coppia
SANDRA E URBANO

Per grazia ricevuta (CESENA) sale a bordo di quel veicolo anacronistico


per scaraventarsi avventurosamente giù
per la Old Route 1, destinazione Key
West. Incomincia così un viaggio fatto di

Ex voto in una doppia sorprese, ma pieno di vita. Che è fatta,


nonostante tutto, anche delle solite qui-
squilie quotidiane...

e notevole esposizione In rassegna opere votive


C’è una bellezza e una poetica che stupi-
sce nel nuovo film di Virzì. Che racconta
il dramma della fragilità umana raccor-
dandolo con una coppia di splendidi at-

“P
er grazia ricevuta, fra arte
antica e contemporanea”. È tori (Helen Mirren e Donald Sutherland).
questo il nome della mostra di ieri di oggi. Francesca I due bisticciano, si cercano, si perdono e
di ex voto inaugurata lo scorso sabato Ceccarelli, Gregorio si ritrovano, restringendo tutti i desideri
di una vita e forse il suo intero racconto
nella Sala lignea della biblioteca
Malatestiana, a Cesena. La rassegna è Ravaioli eVittorio nel pacchetto di minuti di un film in-
dedicata agli ex voto - opere artistiche D’Augusta gli artisti sieme. Il loro è un partire per continuare
create per omaggiare Dio e la a ritrovarsi, nello spendore di un abbrac-
Madonna - di ieri e di oggi. contemporanei cio che i due condividono da 50 anni. E
La mostra è divisa in due sezioni. Il per riassaporare, ogni sera, nei campeggi
corridoio lapidario della biblioteca appartenenti alle collezioni “Floriano senza tempo il concetto di rendere e sotto le stelle su cui si fermano a dor-
Malatestiana è interamente dedicato a Bodini” e “Caroline Vezzani” - sia omaggio a Dio attraverso l’arte. mire, la loro storia attraverso i ricordi che
Ilario Fioravanti, scultore e architetto opere moderne dipinte da tre artisti Alle 18 di venerdì 16 febbraio verrà pian piano sbiadiscono ma lasciano la-
cesenate tra le figure più interessanti contemporanei di diverse presentato un catalogo in tiratura crime e sorrisi, imprimono diapositive,
della storia dell’Arte italiana. La generazioni. Tutti utilizzano uno stile limitata nella sala lignea della donano carezze.
collezione esposta, creata dall’artista unico per rivisitare il tema delle opere biblioteca Malatestiana. Il catalogo La bellezza del film è quella di un mes-
nel 2003 dietro richiesta dell’amico votive. La giovane artista Francesca contiene informazioni delle opere saggio che, come papa Francesco ricor-
Tonino Guerra, è stata concessa Ceccarelli pone la spiritualità al presentate nella mostra, testi critici e dava nella sua visita a Cesena, richiede di
dall’abbazia del Monte. centro dei propri dipinti. Vittorio una testimonianza di monsignor Piero accogliere il tempo (e gli anziani) come
“La tradizione - commenta la D’Augusta incentra le sue opere sulle Altieri, amico di Ilario Fioravanti. una ricchezza da cui possa fluire memo-
curatrice Marisa Zattini, art director “grazie non ricevute”. Gregorio La mostra sarà aperta al pubblico tutti ria e saggezza. Il film fa tutto questo, par-
de “Il Vicolo” - può porsi al contempo Ravaioli aggiunge un pizzico di ironia i giorni fino a domenica 25 marzo, lando della vecchiaia, della malattia e
come confine e sorgente. Così accade ai suoi ex voto. secondo questi orari: martedì, giovedì
della perdita dell’autosufficienza senza
per l’arte popolare degli ex voto È proprio l’accostamento di opere e venerdì dalle 16 alle 19; mercoledì,
antichi, fonte d’ispirazione per l’arte completamente differenti tra loro sabato e domenica dalle 10 alle 12,30. pietismi e scelte retoriche. E soprattutto
colta contemporanea”. Nella sezione nello stile e nell’approccio, realizzato Nella giornata di lunedì, la mostra per lasciarsi raccontare ancora una volta
della galleria comunale d’arte sono da artisti di svariate generazioni, ciò rimarrà chiusa. che cos’è e quanto valga la pena di essere
esposti sia ex voto antichi - che fa capire quanto sia universale e Francesco Forti vissuta la vita. E con essa l’amore.
Il film ha già conquistato la mostra del ci-
nema di Venezia.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena
La presente edizione, aggiornata e aumentata, è arricchita da uno studio sull’enciclica
INTRODUZIONE Laudato si’ e da un’ampia Appendice storica sui cinquant’anni di post-concilio, dove l’au-
ALLA DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA tore mette in risalto la eccezionale “spinta” al rinnovamento impressa da papa Francesco.
di Bartolomeo Sorge
Edizioni Queriniana (26 euro) UN MIRACOLO PER LA VITA
Una panoramica completa, sintetica, aggiornatissima, che co- L’ultimo dono di don Oreste Benzi
stituisce un vero e proprio sussidio all’impegno sociale e poli- di Matteo Bruramonti, Helvia Cerrotti
tico. “Un testo veramente prezioso, che non solo distilla anni di Paoline Editoriale Libri (14 euro)
ricerca e di verifica, ma orienta anche credenti e non credenti a
vivere o a riconoscere la presenza originale, ma necessaria, Helvia è felice, sta aspettando una bambina, ma una notte
della fede nella società” (G. Ravasi). si rompono le acque. I medici non la illudono: un aborto
Che cosa è la Dottrina sociale della Chiesa? Come si è formata e terapeutico salverà la mamma e porrà fine alle sofferenze
sviluppata? È legittimo l’intervento della Chiesa in campo so- di una bimba che non nascerà sana. Helvia non sopporta
ciopolitico? Qual è il contributo specifico della Dottrina sociale un dolore che ha già vissuto. A diciannove anni, infatti, era
della Chiesa al rinnovamento della società? Che cosa pensa la rimasta incinta e aveva abortito. Inizia per lei un cammino
Chiesa del capitalismo, del marxismo, del neoliberismo, del re- di immobilità, un tempo di redenzione. Manca poco alla
lativismo etico? Come si pone la Chiesa di fronte alla democra- nascita della bambina; dopo tanta fatica, Helvia precipita
zia e allo Stato sociale? Che significa fare politica da cristiani in nello sconforto; in quel momento arriva la telefonata:
una società laica, secolarizzata e pluralistica? Come affrontare i temi della crisi economica e “Devi essere serena, perché Susanna è una protetta della
della crisi ecologica? L’opera non solo risponde a questi e ad altri interrogativi di fondo ma, Madonna, io l'ho vista e la rivedrò presto. Vedrai, nascerà
attraverso un’esposizione sistematica del Magistero sociale, presenta il pensiero della Chiesa sana e libera!”. Era don Oreste Benzi, che morirà pochi
sui temi più concreti del dibattito attuale: questione ambientale, globalizzazione, guerra e giorni dopo. Susanna nascerà sana. Helvia ha deciso di ri-
terrorismo, manipolazione genetica, pena di morte, rapporto tra etica e ricerca scientifica, velare e raccontare la grazia ricevuta tramite don Oreste Benzi, fondatore dell'Associa-
rapporti con l’islam, ruolo dell’Unione europea. zione Papa Giovanni XXIII.
20 Giovedì 25 gennaio 2018 Cesena&Comprensorio

CESENA Cesenatico ◗ Longiano ◗ Gatteo ◗


Musica classica La comicità al Petrella Incontro con l’autore
Al teatro comunale, domenica 28 gennaio Alessandro Bergonzoni presenterà in anteprima il La biblioteca comunale
alle 17, avrà luogo un concerto di musica suo nuovo spettacolo (titolo da definire) venerdì 26 “Giuseppe Ceccarelli”,
Prosa e concerto classica col “Trio Sdt”: Luca Troiani al gennaio alle 21. La filodrammatica longianese giovedì 1 febbraio alle 21,
clarinetto, Claudia D’Ippolito al “Hermanos”, domenica 28 gennaio alle 15, metterà ospiterà lo scrittore Eraldo
al Bonci pianoforte e Ginevra Schiassi, soprano, in scena la commedia dialettale in 3 atti “Quand e Baldini per la presentazione del
Lo spettacolo di teatro contemporaneo eseguiranno brani di Schumann, nas un vec” di Giusi Canducci. suo libro “Fantasmi
“Copenaghen” di Michael Frayn sarà Schubert, Wolf e Spohr. Organizza Interpreti Giusi Canducci, Patrizia Bissoni, Pio e luoghi ‘stregati’ di Romagna.
presentato venerdì 26 e sabato 27 alle 21 l’associazione culturale “Crescendo” con Rocchi, Patrizia Ronchi, Gianluca Casali, Elisa Tra mito, leggenda e cronaca”
al Bonci con Umberto Orsini, Massimo la direzione artistica di Thomas Cavuoto. Zanotti, Mirco Procucci e Mario Ronchi. Ingresso 6 (Società editrice Il Ponte
Popolizio e Giuliana Lojodice. La regia è di Ingresso 10 euro. euro. Vecchio).
Mauro Avogadro.


Da giovedì 1 febbraio a sabato 3 alle 21, a
domenica 4 alle 15,30 in scena “Il senso
della vita di Emma” di Fausto Paravidino.
Domenica 28 gennaio alle 21 daranno un
Gatteo ◗ Roncofreddo
Racconti e musica
Convegno sull’Urbanistica
concerto il trombettista sardo Paolo Fresu
e il pianista cubano Omar Sosa. Si terrà venerdì 26 gennaio dalle 20,30 al teatro parrocchiale “Lina Al Museo di arte sacra si terrà nel pomeriggio di domenica 28
Pagliughi” un convegno organizzato da Legambiente sul tema gennaio l’incontro sulla “Tabula Pacis” ivi esposta.
“Confronto e idee sulla sostenibilità ambientale alla luce della nuova Si tratta di un oggetto liturgico del XVI secolo
Corali in concerto legge urbanistica regionale e principi fondamentali, ai sensi che era legato allo scambio della pace fra i fedeli
Nella chiesa di San Domenico, domenica dell’articolo 9 della Carta costituzionale”. Parteciperanno Filippo durante la Messa, trasformatosi nel tempo fino a oggi nel
28 gennaio alle 16, saranno eseguiti la Giovannini, sindaco di Savignano e presidente dell’Unione dei gesto della stretta di mano.
“Missa dolorosa” di Antonio Caldara e Comuni Rubicone e Mare; Lorenzo Frattini, presidente regionale di L’appuntamento organizzato dalla parrocchia e condotto
brani polifonici sacri da coro e orchestra Legambiente; Matilde Casa, sindaco di Lauriano (Torino) che dagli “Amici del Museo” si compone di una narrazione storica
Accademia MusiCaesena, in presenterà il suo libro “Il suolo sopra tutto”. Coordinatore del alla ricerca di antichi gesti di pace e di un concerto del
collaborazione con l’Ensemble armonie dibattito Mirco Paganelli di Tr24. Le conclusioni saranno tratte da Lia chitarrista Davide Rocchi.
bizantine, diretti da Silvia Biasini; da Montalti in rappresentanza della Giunta regionale. Al termine sarà fatta una visita guidata al Museo.
“Gamma Chorus” diretto da Luca Buzzavi.
Interpreti saranno il soprano Silvia
Vajente, il mezzosoprano Daniela Pini, il
tenore Simone Cucchiarini e il baritono
Gianandrea Navacchia. ◆ Ricorre il 27 gennaio, giorno di liberazione dei superstiti ad Auschwitz.
Reading poetico
Gli appuntamenti a Cesena, Gatteo e Montiano
L’ultimo evento collaterale alla mostra
“Fragilis mortalitas” di Erich Turroni e
Mattia Vernocchi, a Casa Museo Renato
Giorno della Memoria, le celebrazioni
Serra in viale Carducci, si svolgerà sabato Gli appuntamenti
27 gennaio alle 16 nella sala lignea della
Malatestiana. Si tratta di un reading di a Cesena
poeti legati alla rivista trimestrale di Arte Un ricco programma di iniziative ha
& Letteratura “Graphie” e della visita predisposto il Comune di Cesena per
finale alla mostra accompagnati dalla il Giorno della Memoria, la ricorrenza
“Banda città di Cesena”. internazionale e italiana della Shoah
che si celebra ogni anno il 27 gennaio.
Si commemorano le vittime dell’Olo-
Commedia dialettale causto, il giorno della liberazione dei
superstiti nel lager di Auschwitz il 27
e cinema al Bogart gennaio 1945 da parte delle truppe ria “Bruno Munari” con letture e azio- no proiettati al San Biagio due film. Sabato
Al cineteatro Bogart di Sant’Egidio, russe. Si ricordano le leggi razziali, la ni sceniche. Il gruppo musicale “Si- 27 alle 10 “La signora dello zoo di Varsavia”
sabato 27 gennaio alle 21, l’associazione persecuzione in Italia dei cittadini man Tov duo” eseguirà brani di musi- di Niki Caro e lunedì 29 alle 10 “Storia di una
culturale “Accademia reggiana del ebrei, i deportati e i morti italiani. ca Klezmer. Alle 17 alla Malatestiana ladra di libri” di Brian Percival.
vernacolo” porterà in scena due tempi Venerdì 26 gennaio alle 10 nell’aula si terrà lo spettacolo “Musiche e pa-
comici di Antonio Guidetti “Missione magna della Biblioteca Malatestiana role per non dimenticare” con Gian- Giorno della Memoria
impossibile (sci dur non)”. Lo spettacolo sarà presentato il libro “Il volontario franco Gori, il quartetto d’archi “Me- a Gatteo
sarà preceduto dalla letture di poesie di Auschwitz. Una storia vera” di Wi- tamorphosen” del conservatorio Il Comune ha programmato lo spettacolo
dialettali. Ingresso 7 euro, ridotto 6 (info told Pilecki”. Parteciperanno il proni- “Bruno Maderna” che eseguirà il con Roberto Mercadini “Fuoco nero su fuo-
e prenotazioni, 342 0046238). pote dell’autore, Krzysztof Kasior, il quartetto numero 8 di Shostakovic co bianco”. Si terrà sabato 27 gennaio alle 21
Domenica 28 gennaio alle 15 e alle 17 console di Polonia Adrianna Siennic- “Alle vittime del fascismo e della guer- nell’oratorio di San Rocco. L’attore farà un
sullo schermo il film d’animazione ka, lo storico Marco Patricelli, autore ra” e saranno proposti canti popolari ’viaggio’ nella Bibbia ebraica. Il libro di Gio-
“Capitan Mutanda” di David Soren. de “Il Volontario” e Malgorzata Kupi- ebraici. Alle 20,45 di lunedì 29 genna- na è la rotta di questa navigazione attraver-
Ingresso 3,50 euro. szewska, presidente della “Fundacja io al teatro Verdi lo spettacolo “Note so il tempestoso mare della sapienza ebrai-
Gdzie”. di Memoria. La forza del ricordo…in ca. A ogni capitolo si tocca un porto e si spa-
Sabato 27 gennaio alle 11 in piazza the name of love” di Donatella Missi- lanca il mondo.
Film al San Biagio Bufalini sarà posta una corona alla la- rini con la partecipazione degli alun-
Si concluderà sabato 27 gennaio al pide dedicata ai cittadini ebrei depor- ni della media “Giovanni Pascoli” in Giorno della Memoria
cinema San Biagio la rassegna “R- tati negli anni 1943-1944: Bernard collaborazione con il Conservatorio e a Montiano
esistenze. Viaggio nel mondo degli affetti Brumer, Elena Brumer-Rosenbau, An- l’Auser. Fino al 4 febbraio alla Mala- Al centro culturale San Francesco, giovedì 25
e delle relazioni” organizzata dall’Ufficio na Forti, Elda Forti, Lina Forti, Lucia testiana sono esposti i sette codici gennaio alle 21 avrà luogo un incontro su
catechistico diocesano e da Cesena Forti, Diana Iacchia, Dina Iacchia, ebraici e carte appartenenti alla fa- “La modernità di Auschwitz”. Interverranno
Cinema. Alle 16,30 sarà in visione il film Amalia Saralvo Levi, Giorgio Saralvo e miglia cesenate di origine ebraica Sa- il sindaco Fabio Molari e Massimo Ludovici,
“La luna di Kiev” della regista Marcella Mario Saralvo. Parteciperanno i bam- ralvo. del Comitato scientifico dell’Istituto per la
Piccinini. Racconta la storia del viaggio bini e le bambine della scuola prima- Per gli studenti delle superiori saran- storia della Resistenza e dell’Età contempo-
delle donne ucraine per venire a lavorare ranea di Forlì-Cesena.
in Italia come ’badanti’. Ingresso 3 euro.

Conferenze all’Ute
Pro Rubicone | “Diletto Dialettando” A Montiano il 27 e 28 gennaio
Nella sala della Fondazione “Maria
Fantini” venerdì 26 gennaio alle 15,30
Festa del maiale
esta del maiale” a Montiano. La
Maurizio Ridolfi, docente di Storia
all’Università di Viterbo, tratterà il tema “organizzata
Ftredicesima edizione della kermesse,
dalla Pro loco con il patrocinio del
“Per un calendario civile: rituali pubblici e
giorni della memoria”. Martedì 30 Comune, si svolgerà sabato 27 e domenica 28
gennaio alle 15,30 Giorgio Biondi, psico- gennaio. Ad aprire il programma sarà, dalle 15
pedagogista, terrà una conferenza dal di sabato, il terzo aperaduno in via Cesare
titolo “Da San Donato a Barbiana: il Battisti con premi ai ciclomotori a tre ruote più
cammino educativo di don Lorenzo originali. Durante il pomeriggio, da via
Milani” nel 50esimo anniversario della Clementina Maldolesi, partiranno due
morte. “camminate invernali” organizzate dal gruppo
“Rubicone Gran Trail”, un percorso più facile (6
chilometri con 180 metri di dislivello) e uno più
Cinema a San Vittore complesso (13 chilometri e 320 metri di
In visione al cineteatro Victor, giovedì 25, dislivello). Dalle 18 funzionerà lo stand
venerdì 26, sabato 27 e martedì 30 gastronomico al coperto della Pro loco per i
L’ASSOCIAZIONE CULTURALE “PRO RUBICONE” HA ORGANIZZATO DOMENICA SCORSA LA partecipanti alle camminate e all’aperaduno.
gennaio alle 21, il film “Napoli Velata” del 25ESIMMA EDIZIONE DI “DILETTO DIALETTANDO”, POMERIGGIO CULTURALE PER LIRICHE
regista Ferzan Ozpetek, turco di origini, Domenica 29 la festa inizierà alle 10 di mattina
IN ITALIANO E DIALETTO. con un mercatino lungo le vie del centro. Fra le
naturalizzato italiano. Ingresso 3,50
euro. All'appuntamento, presso il circolo parrocchiale di Calisese, erano presenti 14 poeti e un folto varie bancarelle sarà possibile acquistare ciccioli
pubblico. La manifestazione è stata condotta dal presidente della “Pro Rubicone” Paolo Turroni prodotti con metodi artigianali.
e dal presidente emerito Rino Zoffoli. Al tavolo della presidenza anche Ottorino Bartolini ricerca- Alle 12 riaprirà lo stand gastronomico della Pro
PAGINA A CURA DI TERZO SPADA tore di storia locale. Erano presenti i poeti Giorgio Magnani (Longiano), Antonio Gasperini e Loris loco con piadina e piatti a base di carne di
Pasini (Montiano), Maurizio Maraldi (Forlimpopoli), Anna Maria Pedrelli (Forlì), Gianfranca Paci maiale. In piazza Maggiore, dalle 15, sarà
(Sarsina), Nivarda Raffoni e Ramades Garoia (Bertinoro), poi i cesenati Loris Babbini, Dino Bar- possibile ascoltare i canti dei pasquaroli e, dalle
tolini, Franca Sacchetti, Oscar Zanotti e Margherita Daltri. 16,45, giocare con la “Tombola in piazza”.
Sport Giovedì 25 gennaio 2018 21

CALCIO SERIE B.Il 27 gennaio il Cesena va in trasferta aVenezia Campioni in erba

passati in vantaggio dopo 13 minuti


grazie a una bella rete di Laribi, i
romagnoli venivano raggiunti solo ad
inizio ripresa per via di un maldestro
autogol siglato di testa dal neo-arrivato
Suagher. Il punto ottenuto contro i
pugliesi allenati dall’ex campione del
mondo Fabio Grosso ha permesso a
Perticone e compagni di lasciarsi alle
spalle 5 squadre, restando quindi fuori
Mirco Faggioli sul podio
dalla zona play-out di un punto. Il Cesena dello spinning da riva
ha infatti 24 punti conquistati in 22 gare,
uno in più del Brescia quintultimo, e 3 di 13 anni è già campione italiano, dopo
TUTTO IL CESENA SOTTO LA CURVA (PIPPO FOTO) vantaggio sulla Ternana, ad oggi la prima
retrocessa diretta virtuale. Il Venezia
A aver conquistato non il titolo juniores,
ma quello assoluto. Stiamo parlando di Mirco
invece staziona a metà classifica con 29 Faggioli che a fine 2017 ha trionfato nel
punti all’attivo a due lunghezze di Campionato italiano individuale disciplina

In Laguna il carnevale distanza dalla zona play-off. I lagunari


guidati da Inzaghi sono usciti dalle prime
otto della classifica dopo avervi
soggiornato per lunghi tratti. Ecco
Catch and Release - Spinning da Riva in Lago,
imponendosi su 120 avversari - molti dei
quali ben più grandi - provenienti da tutta
Italia. Alcuni giorni fa, un pomeriggio,

scherza in bianconero dunque un avversario che avrà tanta


voglia di rimettersi in gioco per le
posizioni che contano. Segna poco la
squadra dell’ex milanista, solo 24 centri,
appena uscito da scuola (frequenta la terza
media a San Giorgio), il giovanissimo
campione, che gareggia per i colori
dell’associazione sportiva dilettantistica
contro però le pochissime reti subite: “Romagna Fishing”, è salito a Palazzo

A
Venezia, col Carnevale, il Cesena vorranno vestire i panni dei guastafeste appena 22. Non sarà un compito Albornoz dove lo hanno accolto il sindaco
vuole tirare un brutto scherzo al contro gli arancio-neroverdi del semplice per Jallow e soci là davanti, ma Paolo Lucchi e l’assessore allo sport
Venezia di Pippo Inzaghi. Dopo il presidente italo americano Joe Tacopina. dopo i tre gol incassati all’Arechi, i veneti Christian Castorri che si sono complimentati
brillante pareggio di sabato Un test probante quello nel capoluogo appaiono più vulnerabili. Per non con lui per il prestigioso traguardo.
scorso al Manuzzi col Bari (1-1), i veneto: di fronte c’è una squadra, il affondare in Laguna, i cesenati dovranno Ad accompagnare Mirco c’erano i genitori e
bianconeri sono attesi dalla trasferta in Venezia, che deve leccarsi le ferite dopo il mostrare ancora una volta compattezza e alcuni rappresentanti di “Romagna Fishing”.
Laguna. Si gioca sabato 27 gennaio alle kappaò di Salerno (3-2 per i campani), solidità difensiva. Il colpo esterno però è
ore 15 allo stadio Penzo, situato dall’altra un Cesena carico e pimpante nel mirino, e una vittoria di prestigio al
sull’isolotto di Sant’Elena, all’estremità dopo il confortante pareggio interno col vetusto Penzo darebbe nuova linfa per
est della città dei Dogi. Guarda caso, in
corrispondenza del primo giorno di
Bari. Al Manuzzi arrivava una delle
corazzate del campionato, ma il Cesena
proiettarsi sempre più fuori dalla zona
che scotta.
Notizie flash
carnevale: ecco perché i ragazzi di Castori non si era fatto trovare impreparato. Anzi, Eric Malatesta
Luca Pacioni in Gabon
Il ciclista professionista Luca Pacioni domenica
21 gennaio ha vinto in volata la settima e
ultima tappa della corsa “Tropicale Amissa

❚❚ La giovane gambettolese si racconta al centro Fellini il 9 febbraio


Bongo” in Gabon di 135 chilometri da Bikélè a
Libreville, la capitale del paese africano sulle
coste dell’Atlantico. Il 24enne gatteese si era
classificato tra i primi cinque in altre tappe

Chiara Magni, in bicicletta a Capo Nord della gara svoltasi dal 15 al 21 gennaio. Ha
conquistato la prima vittoria per la sua nuova
squadra Wilier Triestina-Selle Italia con la
quale ha firmato un contratto biennale e

I
l sindaco Roberto Sanulli ha consegnato una matiche a parte, durante il viaggio tutto è proce- parteciperà al prossimo Giro d’Italia, dopo aver
targa alla gambettolese Mara Magni a ricordo duto senza intoppi, fatta eccezione di un piccolo gareggiato per l’Androni-Sidermec.
della sua impresa: 25 giorni in bicicletta per guasto (si è rotta una pedivella) che un meccani-
raggiungere Capo Nord. La sobria cerimonia co del posto mi ha riparato consentendomi di
si è tenuta sabato scorso. La giovane gambettole- proseguire e terminare il mio lungo viaggio". Vittoria del Romagna Rfc
se, partendo da Bologna ha fatto tappa anche in "La consegna della targa - ha precisato il sindaco Domenica 21 gennaio i galletti del Romagna Rfc
alcune delle più famose Università del Nord Eu- Sanulli - testimonia l’ammirazione della comu- si sono imposti per 25-7 sul Rugby Bologna
ropa (Innsbruck, Monaco, Copenaghen, Stoccol- nità gambettolese, non solo per la valenza spor- 1928 e ora possono finalmente festeggiare il
ma e Turku). "Sono partita da Bologna nell’agosto tiva dell’impresa che l’ha vista percorrere in bici- primo successo esterno della stagione, condito
dello scorso anno - ha affermato Mara Magni - cletta 4 mila km in 25 giorni, ma anche per aver da 5 mete. Prossimo incontro il 28 gennaio alle
accompagnata da altri due ragazzi e da alcuni abbinato al suo viaggio, incontri scientifici con ri- 14,30 a Cesena contro il Civitavecchia rugby.
dubbi sulla riuscita dell’impresa che ci accinge- cercatori di alcune fra le più importanti Universi-
vamo a compiere armati solo di bicicletta. Poi so- tà del Nord Europa. Incontri che le hanno per-
no stata coinvolta dai panorami e dal viaggio a tal messo di approfondire ulteriormente le temati- La Nuova Virtus
punto da non accorgermi dei chilometri che scor-
revano. I confini fra i sette Stati che ho attraver-
che inerenti lo sviluppo sostenibile, argomento
di grande attualità internazionale, che è stato og-
ci ha messo il cuore
sato (Italia, Austria, Germania, Danimarca, Sve- getto dei suoi studi universitari". Mara Magni il- In attesa del recupero contro Rimini la Siropack
zia, Norvegia e Finlandia), rappresentavano del- lustrerà le fasi salienti del suo viaggio, con filma- Nuova Virtus Cesena ha concluso 47 a 43 il
le mete intermedie che ogni volta mi hanno emo- ti e aneddoti, in un incontro pubblico che si svol- girone d’andata contro il Budrio. Il prossimo
zionato. Ogni sera informavo i miei genitori sulla gerà venerdì 9 febbraio nella sala conferenze del appuntamento è per sabato 27 gennaio alle 20
mia posizione e guardavo stupita sulle carte do- centro Fellini, in corso Mazzini a Gambettola. con il Basket Academy Mirabello.
IL SINDACO SANULLI CON LA MAGNI
ve mi trovavo in quel momento. Condizioni cli- Piero Spinosi
22 Giovedì 25 gennaio 2018 Sport Csi Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
Comitato di Cesena

I due campionati sono al momento fermi.Tredici e ventidue le società iscritte, suddivise in due raggruppamenti, che rappresentano territori del Cesenate, del Rubicone, di Forlì e Forlimpopoli

Calcio a 5 e Calcio a 7, attività punto e a capo del Rubicone e ai comprensori di Forlì e per il momento la prima posizione,
Forlimpopoli. Nel girone “A” detiene il distanziando di due lunghezze il Fumaiolo
primato il Santa Sofia Bulls che precede di (che deve però recuperare una partita), di tre
una sola lunghezza i Los Blancos, anch’essi il Gp Vigne di Cesena e di quattro la Pol. Il
di Santa Sofia, di quattro il Double D Dozza Circolo Sarsina (anch’essa con una gara in
& Domus e di sei il Futsal San Zeno; meno). Più staccate risultano i Grandi del
chiudono nelle ultime posizioni la Pol. 1980 Piccolo di San Piero in Bagno, il Romagnano
di Santa Maria Nuova e il Mazapegul F.lli Soldati, lo Zenit San Pietro, che fa
Brewpub C/5 di Civitella di Romagna. Il Gsd riferimento alla nostra città e l’Fc Sofi,
Cella Ponte Giorgi guida la classifica del mentre si posizionano negli ultimi posti
girone “B” con cinque punti di vantaggio nei della classifica la Falegnameria Lucchi di
confronti della Pol. Soglianese, con otto sulla Cesena, il Collinello Calcio 1964 e il Club
Pol. Il Circolo Sarsina e con 15 sulla Pol. Juventinità di Forlimpopoli. Nel girone “B”
Diegaro 2017; più lontane il Go Green di l’Enterprise Forlì è in testa e ha un solo
Savignano sul Rubicone, il Team Bota e i punto di vantaggio su Sala Alcolica di

L’
attività di calcio maschile a 5 e a 7 si sta concentrando sulla disputa del Granata di Bagnarola. Cesenatico, sei sull’Associazione Homo
primo turno delle relative Coppe, per cui i rispettivi campionati sono Per quanto riguarda il campionato di calcio a Viator di Longiano e otto nei confronti del
attualmente fermi. 7 maschile troviamo ventidue società, Montenovo Montiano II. Ancora più lontane
Ne approfittiamo pertanto per dare uno sguardo alla situazione delle classifiche suddivise in due raggruppamenti, che sono il Pinarella/Iride, il Brugna Evolution
generali. corrono per il successo finale e difendono i Soccer, la Nuova Virtus Cesena e la Fossa Ca’
Alla competizione rivolta al calcio a 5 hanno aderito tredici società, suddivise in due colori di varie zone della Romagna. Nel de Bè Bertinoro di Cervia, l’Us Pagigi, il Badia
raggruppamenti, che rappresentano diversi territori, da quello cesenate alla zona girone “A” il Montenovo Montiano I occupa Diegaro Cafè e l’Atletico Flamingo.

● Rese note le sette date ● La Pedivella Asd organizza un


del Tour “Pedalando con gusto” ciclo-pellegrinaggio sul Cammino
e altre manifestazioni di Santiago di Compostela

Ciclismo su strada
Il calendario definitivo
L
a commissione ciclismo del Anche quest’anno le proposte su strada gli ultimi due eventi: il
comitato cesenate del Csi, non tradiranno i desideri degli “Saraghina Tour”, giunto alla
coordinata dall’infaticabile atleti, in quanto ogni gara sua terza edizione è promosso a
Fabrizio Merli, ha reso noto prevederà la colazione alla Viserba di Rimini il 2 settembre
il calendario definitivo del Tour partenza, percorsi rispettosi dall’Asd Viserba Bike Team e
“Pedalando con gusto”, che delle normative, divertenti e la”Ciclosolidale” a Forlì il 15
interesserà nel 2018 le gare ben segnalati, un adeguato settembre, indetto dal Csi di
ciclistiche su strada riservate alle numero di rifornimenti, ricchi quella città.
società affiliate alla Federazione in assortimento e bontà, Da segnalare infine che
Ciclismo o a uno degli Enti di nonché pasta party o l’attività proposta non si limita
promozione sportiva abbondanti buffet, al termine. al Tour che abbiamo illustrato,
convenzionati con questa. Sette sono gli appuntamenti ma interessa altre
La partecipazione a ogni singola previsti dal Tour 2018: si manifestazioni: nel mese di
manifestazione è aperta a tutti gli comincia con l’1 maggio a aprile infatti, con data ancora
atleti in regola con il tesseramento Fratta Terme, a cura del da individuare, vi sarà la “Dieci
per l’anno in corso. Oltre alle comitato forlivese del Csi, cui Ponti sul Marecchia”, giunta
premiazioni previste per ogni seguiranno l’evento di Cesena il alla sua seconda edizione, a
evento, ve ne saranno anche al 2 giugno, promosso dal Cc cura del Rimini Off Road Show,
termine del tour: le prime 10 Racing Asd, la tradizionale Gran con partenza dall’ingresso Sud
società della classifica generale Fondo Cicloturistica “Città di della Fiera di Rimini e percorsi
con il complessivo maggior Cesena” il 29 luglio, indetta guidati di 10, 20 e 40 chilometri,
numero di iscritti, le prime 5 dall’Usd San Marco, la tappa adatti a tutti. Il 2 giugno invece
società della classifica delle della Panighina di Bertinoro il 5 è in programma la “Piacenza-
società Csi con il complessivo agosto, organizzata dal Bike Groppallo”, mediofondo
maggior numero di iscritti e i Corner Asd e “L’inferno di dell’Alta Val Nure di 96 UNA IMMAGINE DELLA previsto il Ciclo-Pellegrinaggio del
GRAN FONDO CITTÀ DI
primi 5 uomini e donne con il Romagna” a Forlì, a cura del chilometri, che celebra la sua CESENA DEL 2017 Cammino di Santiago di
maggior numero di comitato forlivese del Csi. nona edizione, mentre con date Compostela, organizzato dalla
partecipazioni. Chiudono la stagione ciclistica e percorrenze da stabilire è Pedivella Asd.

el mese di gennaio iniziano a disputarsi i primi turni Per quel che riguarda invece la Coppa di calcio a 7
N delle Coppe di calcio a 5 e a 7 maschile, giunte segnaliamo l’adesione di sedici formazioni che danno
Calcio rispettivamente alla loro decima e dodicesima edizione. vita a quattro raggruppamenti: nel girone “A” troviamo
Per quanto concerne la competizione riservata al calcio il Fumaiolo, il Romagnano F.lli Soldati, I Granbdi del
a 5 registriamo la presenza di tredici società, suddivise Piccolo e l’Fc Sofi; nel girone “B” lo Zenit San Pietro, il
a5ea7 in tre raggruppamenti: del girone “A” fanno parte il
Double D Dozza & Domus, il Futsal San Zeno, il Santa
Gp Vigne, l’Enterprise Forlì, la Falegnameria Lucchi;
nel girone “C” il Badia Diegaro Cafè, l’Associazione
Avvio Sofia Bullos, i Los Blancos e il Mazapegul Brew Pub C/5; Homo Viator, la Sala Alcolica, il Brugna Evolution
del girone “B” il Gsd Cella Ponte Giorgi, la Pol. Diegaro Soccer e nel girone “D” il Pinarella/Iride, l’Atletico
2017, la Pol. 1980 e la Pol. Il Circolo Sarsina e infine del Flamingo, la Ca’ de Bè Bertinoro e l’Us Pagigi.
delle Coppe girone “C” il Team Bota, i Granata, il Go Green e la Pol.
Soglianese. Nella foto, il Santa Sofia Bulls.
Pagina aperta Giovedì 25 gennaio 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


Papa Francesco in un carcere in Cile: “Non lasciamoci cosificare”
Parla un uomo-ombra, l’ergastolano Carmelo Musumeci

Incontri ravvici-
nati di un certo
tipo... sul per-
corso ciclopedo-
nale che
costeggia viale
Carducci, a Ce-
sena (Pippofoto)

Il Corriere Cesenate nei bar


Caro direttore, credo che il nostro apprezzato settimanale diocesano meriti una dif-
fusione ancora più capillare anche tramite la presenza dei bar della città e in quelli di
periferia e di campagna. E se fosse possibile, anche in quelli che si trovano negli altri
comuni della Diocesi di Cesena-Sarsina. Lei pensa che possa essere realizzabile que-
sto mio sogno? All’inizio di un nuovo anno, mi faccia guardare avanti con un po’ di ot-
timismo.
Grazie per l’ospitalità.
Arnaldo Barocci – Cesena

Carissimo Barocci, grazie infinite per la stima e l’amicizia con le quali lei segue il no-
stro giornale. La ringrazio davvero di cuore. Il tema della diffusione nei bar del Cor-
riere Cesenate è un argomento del quale abbiamo parlato spesso in redazione. Anni
fa ci provammo per un po’ di mesi, poi l’esperimento andò esaurendosi. Ora, come
lei suggerisce, si potrebbe riprovare. Tengo per buono il suggerimento.
Alla prossima. (Fz)

Aneddoti e tradizioni Il meteo e la luna


In attesa di poter divulgare gli esiti mati “Nozzient” che incomincia-
dell’attenta osservazione delle “ca- vano a farsi vedere dal vespro alla
lende” da parte degli ospiti della mezzanotte.
casa di riposo Fondazione Maria Nelle campagne era usanza molto
16 GENNAIO: VIAGGIO APOSTOLICO Fantini di Cesena, che terminerà il diffusa quella di osservare il cielo
IN CILE E PERÙ (15–22 GENNAIO) 25 gennaio, “San Paolo dei segni”, dal tramonto alla prima ora di notte
PAPA FRANCESCO HA VISITATO tenterò di raccontare come i nostri allo scopo di trarne auspici. Se si
UN PENITENZIARIO FEMMINILE
A SANTIAGO DEL CILE nonni si orientavano durante scorgevano nell’aria strisce di co-
(FOTO VATICAN MEDIA/SIR) l’anno senza le dettagliate previ- lore giallo oppure nero a forma di
sioni meteo dell’aereonautica. Mi trave, erano segni sicuri di terre-
sono anche chiesto come potevano moti; come pure la presenza di
i nostri predecessori essere così nebbie dal colore tendente al sulfu-
tempestivi nelle incombenze di reo. La vicinanza di Marte alla sfera
tutti i giorni senza l’uso dell’orolo- solare era portatrice di burrasche in
gio. La necessità di orientarsi nelle mare. Se fosse piovuto negli ultimi
ore del giorno come in quelle della tre giorni di marzo e nei primi tre
notte, attivò fin dai tempi più re- d’aprile, l’estate sarebbe stata
moti i contadini ai più complessi brutta. La pioggia avrebbe domi-
ragionamenti per essere aggiornati nato tutto l’anno se il 25 gennaio
sul trascorrere del tempo e poter l’aria fosse stata rossa. L’arco cele-
così realizzare tutti i lavori nelle ste era per i contadini un segnale
condizioni opportune. Essi erano a profetico: se in esso abbondava il
perfetta conoscenza dell’ora esatta colore giallo significava molto
anche senza orologio, desumen- grano; se il rosso, molta uva; se il
dola durante il giorno dal moto del verde, molto olio. Se appariva una
sole, e durante la notte, dal nascere cometa in cielo, presagivano di-
e tramontare degli astri. Istruendosi sgrazie contro le quali ci si difen-
di generazione in generazione, i no- deva con reliquie e preghiere.
stri nonni osservando il cielo stel- Poteva accadere che una stella tra-
lato e in particolare una sformata in razzo dopo aver per-
costellazione che chiamavano corso un lungo tratto del cielo
“Chioccia” riuscivano a conoscere andasse a perdersi improvvisa-
le ore precise nell’arco dell’intera mente; al vedere ciò i nostri avi
notte. La stella lunare “Espero”, de- avrebbero esclamato “ecco che
nominata “Sterlone”, incominciava muore uno!”. Questo perché si cre-
a farsi vedere dal tramontare del deva che alla nascita di ogni uomo
sole fino all’alba. Ritirata questa, apparisse una nuova stella in cielo
appariva un’altra stella denominata ai cui influssi fosse regolata la sua
“Secondo Sterlone” detta anche intera vita, e che al mancare di que-
“Pirbors” la quale giungeva due ore sta anche la sua esistenza venisse a
prima dell’alba e scompariva al tra- finire.
monto. Vi erano poi gli astri chia- Diego Angeloni

via Kennedy, 30
47035 Gambettola (Fc)
Tel. e fax 0547 58625
promoinfissi@gmail.com
www.promoinfissi.ifortinfissi.it