Sei sulla pagina 1di 32

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 22 novembre 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 41
27/02/2004 n. 46) euro 1,30
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 41
Diocesi 8 Cesena 11 Chiesa 25 Speciale I-IV
Nuova struttura Una serata Papa Francesco Inserto a cura
Il 24 novembre in difesa Stare con i poveri della Fondazione
apre il dormitorio della vita non è una moda Sacro Cuore
I ntitolata a Consilio e Bru-
na Pistocchi, la casa di M usica, poesia e testimo-
nianze con il Centro di N ella Giornata mondiale
a loro dedicata, il Pon- Ssionecuola materna, ele-
mentari e medie: la pas-
educativa accompa-
accoglienza notturna sarà Aiuto alla Vita, venerdì 30 tefice ha pranzato con i bi-
inaugurata negli spazi del- novembre nel teatro del Se- sognosi. “No alle braccia gna i ragazzi alla scoperta
l’ex curia minario conserte” dei propri talenti

Editoriale
Ridestarsi dal torpore Domenica 25 novembre alle 18 in Cattedrale Michele Galassi verrà ordinato diacono
di Francesco Zanotti

L
o abbiamo già detto e scritto. Lo
ridiciamo, convinti che ne valga la pena.
Sì, perchè ci piace guardare in faccia la
realtà per quella che è, per non vivere di facili
illusioni capaci di durare una stagione o poco
di più. Nonostante molti non credano a quel
Un sì
al disegno di Dio
“al lupo al lupo” che più di uno indica, noi ci
proviamo, per l’ennesima volta. Non solo per
il bene nostro, ma anche per tentare di fornire
chiavi di lettura utili per chi ha a cuore le sorti
di questo nostro Paese e di chi lo abita. In
particolare pensando alle generazioni future.
“Noi andiamo avanti, anche se l’Ue ci
richiama. Anche se ci farà una procedura di
infrazione”. Questo ripetono in coro il
presidente del Consiglio Giuseppe Conte e
con lui i suoi vice, Salvini e Di Maio. Con loro
anche il ministro dell’economia Tria, all’inizio
più prudente, oggi allineato con i suoi capi,
contro l’Europa colpevole, a loro dire, di
imporre parametri restrittivi, senza ascoltare
le ragioni del governo italiano.
È vero quanto chiedono gli alleati continentali
e i loro vertici, oppure hanno ragione quanti
guidano l’esecutivo gialloverde? La domanda
non è banale, anche se non occorrono master
nelle migliori università del mondo per
rendersi conto che uno spread oltre 300 punti
si sta mangiando i possibili benefici di un
allargamento del deficit, quel 2,4 su cui si è
intestardito il gabinetto Conte con i suoi
ministri. Lo ha scritto molto bene
l’economista Leonardo Becchetti
nell’editoriale pubblicato su Avvenire martedì
scorso. “Invece di cercare sempre
responsabilità negli altri (vero sport nazionale)
potremmo domandarci perché siamo gli
ultimi della classe. Finora siamo solo riusciti
nel capolavoro di far aumentare lo spread di
200 punti nella fase di riscaldamento prima FOTO DI GRUPPO DEI SEMINARISTI DELLA DIOCESI,
ancora di iniziare la partita”. INSIEME AL RETTORE DON MARCELLO PALAZZI.
Fin troppo eloquente il giudizio DA SINISTRA, LUCA VEZZON, MICHELE GALASSI,
dell’opinionista del quotidiano cattolico che FABIO PAGLIARANI,
alimenta la dose, mettendo nero su bianco ENRICO VENTURI, ANTONIO VALENTE,
quanto molti pensano, ma non tutti hanno il GIANNI CAPPELLI
coraggio di esprimere. “Il populismo alimenta
aspettative irrealistiche – scrive Becchetti – e
quando arriva al potere e scopre di non poter Si celebra domenica prossima, 25 novembre, in tutta la Diocesi la Gior-
realizzare quei risultati cerca continuamente
nemici e avversari per non perdere il consenso nata per il Seminario, luogo centrale nella vita della Diocesi, come l’ha Cesena 9 Cesenatico 19
degli elettori in una vera e propria campagna definito il vescovo Douglas. Padre Pio Pasini Pisciatello
elettorale permanente”. Una vita Nuovi fondi regionali
Sarebbe molto meglio ridestarsi dal torpore e Nello stesso giorno, il 33enne Michele Galassi di Gambettola riceverà
dall’ubriacatura diffusa. Dall’inganno di poter il primo grado del sacramento dell’Ordine, in vista del sacerdozio. Un in Giappone per la ciclovia
governare l’italica barca grazie alla falsa evento importante per la nostra Chiesa locale. Una risposta alla chia-
democrazia del web e all’illusorio
apprezzamento ricevuto sui social dagli amici mata del Signore per il seminarista, come racconta nell’intervista pub-
degli amici. Sarebbe molto meglio essere blicata nel Primo piano. Rubicone 21 Solidarietà 26
onesti, concreti, realisti. Con il pensiero
rivolto al domani. Sempre domenica 25 verranno ricordati gli otto anni di episcopato di Terremoto Colletta alimentare
Si metta da una parte il pensiero del consenso. monsignor Regattieri a Cesena-Sarsina dal 12 dicembre 2010. Tanta paura Sono coinvolti
Si rimetta al centro il bene di tutti e di Primo piano a pag. 5
ciascuno, a partire dagli ultimi.
nessun danno 1.150 punti vendita
Opinioni Giovedì 22 novembre 2018 3

Scuola Torniamo a parlare di bullismo


“Z
appando” tra i siti di informazione, nei giorni scorsi si con associazioni che fanno molto -
poteva incontrare questa notizia: “Bimba tenta il suicidio una su tutte Telefono Azzurro - i media
prima del suo compleanno. Veniva bullizzata a scuola”. E la che ne parlano, le istituzioni che si
prima parola che colpisce è “bimba”, perché lascia attrezzano a cominciare dalla
immaginare una vittima molto piccola. In effetti si tratterebbe (il formazione degli educatori.
condizionale è motivato dalla difficoltà di verificare la notizia, che su un Un nuovo segnale in questa direzione
sito è anche bollata come “fake”) di una bambina di 10 anni, inglese, la è la recente riunione al Ministero
quale - secondo la cronaca - avrebbe preso delle pillole e sarebbe per dell’Istruzione dei referenti degli
questo finita in ospedale. La causa, a detta della madre, sarebbe da Uffici scolastici regionali per il
cercare in atti di bullismo subiti a scuola. bullismo e il cyberbullismo con
Vera o no che sia la notizia, è indubbio che non si possa far calare l’obiettivo di aggiornarsi sugli ultimi
l’attenzione sul tema del bullismo - e del cyberbullismo - nelle aule dati relativi alle attività della
scolastiche e non solo. Come noto, si tratta di fenomeni diffusi e nei piattaforma dedicata agli insegnanti
confronti dei quali proprio la scuola può e deve operare in difesa dei più nell’ambito del progetto “Generazioni
piccoli. Da tempo è in atto una mobilitazione importante sull’argomento, connesse”, per l’uso consapevole del
web e la sicurezza su internet,
programma coordinato dal Miur e co-
Da tempo è in atto una mobilitazione importante finanziato dalla Commissione
europea. Nel biennio 2017-2018 -
RAGAZZO BULLIZZATO SI CHIUDE IN SOLITUDINE
sull’argomento, con associazioni che fanno molto, questi i dati diffusi dal Ministero -
sono stati 7.331 i docenti che si sono
(FOTO PIXABAY-CREATIVE COMMONS) media che ne parlano, istituzioni che si attrezzano iscritti alla piattaforma.
Sul sito internet
www.generazioniconnesse.it si trova
tra l’altro un interessante
vademecum, una “Guida operativa
per conoscere e orientarsi nella
Televisione e politica La fotografia gestione di alcune problematiche
connesse all’utilizzo delle tecnologie
digitali da parte dei più giovani”.
Che fine ha fatto la satira? Riporta in modo organizzato
informazioni e indicazioni operative

C’ era una volta - nella televisione italiana - la


satira politica. E forse c’è ancora. O forse no.
Se nei primissimi anni di vita della Rai era
impensabile che la tv di Stato e di Governo prendesse
rispetto a problematiche quali il
cyberbullismo, i siti pro-suicidio, i siti
pro-anoressia e pro-bulimia, il gioco
d’azzardo online, la pedopornografia
in giro i massimi rappresentanti istituzionali, dalla online, l’adescamento online, il
fine degli anni Sessanta e, soprattutto, nel corso degli sexting, il commercio online, i
anni Settanta, il rispetto acritico verso il potere videogiochi online e la dipendenza da
costituito si è progressivamente allentato, anche Internet. Non solo, in una seconda
grazie alla presenza scenica di Alighiero Noschese. parte, il vademecum raccoglie -
Le sue imitazioni dei vip del tempo non raggruppandoli a livello regionale - i
risparmiavano, fra gli altri, esponenti politici come riferimenti dei servizi a cui ci si può
Amintore Fanfani, Ugo La Malfa, Marco Pannella e rivolgere qualora ci si trovi a dover
Giovanni Leone. affrontare e gestire le diverse
Negli anni Ottanta la Rai, dovendo combattere problematiche ricordate sopra. Per
contro la sempre più serrata concorrenza del polo genitori e insegnanti e in generale per
Fininvest (oggi Mediaset), si è fatta più spregiudicata chi opera come educatore la Guida è
anche su questo versante e la satira è diventata uno strumento molto utile.
sempre più pungente. Grande spazio in questo Utile è anche - per la formazione dei
“campo” hanno avuto in quegli anni personaggi IL CALO TERMICO DEI GIORNI SCORSI HA GIÀ FATTO DIMENTICARE UN AUTUNNO IN- docenti e il monitoraggio del
come Roberto Benigni e Beppe Grillo, seguiti da SOLITAMENTE CALDO. DOMENICA 18 NOVEMBRE, COME MOSTRA QUESTA FOTO DI fenomeno del cyberbullismo - il
Paolo Rossi, Daniele Luttazzi, Sabina Guzzanti, la MARCO PAOLUCCI, HA FATTO CAPOLINO, IN ALTA VALLE DEL SAVIO, LA PRIMA NEVE portale Elisa (acronimo di E-Learning
compagnia del Bagaglino (Pippo Franco, Oreste DELLA STAGIONE. NEL TERRITORIO, TEMPERATURE IN PICCHIATA, VENTO E PIOGGIA. degli insegnanti sulle strategie
Lionello, Leo Gullotta & co.) e altri attori quasi tutti antibullismo), avviato nell’ottobre
provenienti dal mondo della comicità. scorso alla Fiera Didacta e dedicato
Negli ultimi anni la verve satirica contro il potere 2009), “Ballarò” (Rai3, 2007-2014), “Italialand” (La7, 2010), soprattutto a corsi teorici e pratici, ma
costituito nel Belpaese si è notevolmente affievolita e “Crozza nel Paese delle Meraviglie” (La7, 2012-2016). Il in grado anche di contribuire alla
oggi a fare satira politica vera e propria sono rimasti programma si sostanzia di una serie di imitazioni e parodie, che raccolta dati sul fenomeno, grazie a
davvero in pochi. Anzi, forse soltanto uno: Maurizio prendono spunto dall’attualità politica, attingono alle cronache indagini statistiche mirate cui
Crozza. Il quale ha buon gioco nel prendere in giro i settimanali e rileggono il teatrino della politica in modo del possono partecipare le scuole.
governanti di questi tempi, spesso essi stessi vere e tutto particolare. Anche di questo si è parlato nella
proprie macchiette per il modo in cui (non) Gli altri spazi dell’attuale satira politica sono soprattutto quelli riunione al Ministero, come a
interpretano il proprio ruolo istituzionale, dei tg satirici. Per molti anni questo genere è stato coperto quasi sottolineare la volontà di mantenere
lasciandosi andare sempre più spesso ad esclusivamente da “Striscia la Notizia” (Canale 5, ore 20.45), oggi alta l’attenzione su problematiche che
atteggiamenti, comportamenti e “sparate” che solo il palinsesto propone anche programmi come “Rai dire niùs” talvolta sfociano in vere e proprie
qualche anno fa sarebbero stati impensabili da parte (Rai 2) e le trasmissioni di Diego Bianchi, in arte Zoro, costruite tragedie, documentate dai media, e di
di qualunque carica politica. soprattutto sulle presenze “politiche” nel mondo dei social. fronte alle quali il mondo della scuola
“Fratelli di Crozza” (canale Nove, venerdì alle 21,25) Finché la classe politica di governo non tornerà a essere seria e continua a mettere a disposizione
segue la fortunata scia del formato “one man show” attendibile, la satira politica che “castigat ridendo mores” informazioni e formazione.
che negli anni scorsi lo ha visto protagonista di (corregge i costumi ridendo) farà fatica a trovare i suoi bersagli. Alberto Campoleoni
“Rockpolitik” (Rai1, 2005), “Crozza Italia” (La7, 2006- Marco Deriu
Primo piano Giovedì 22 novembre 2018 5
ella festa di san Carlo DOMENICA 25 NOVEMBRELA GIORNATADELSEMINARIO. ILMESSAGGIODELVESCOVO
N Borromeo (4 novembre),
patrono dei Seminari, scrivo
questo messaggio per la Giornata Luogo centrale nella vita della Diocesi
Per sostenere il Seminario
In Seminario tutte le domeniche
dalle 18 alle 19 si tiene un momento
del Seminario che in Diocesi si di preghiera con Vespri e Adorazione.
celebrerà domenica 25 novembre Sono possibili settimane di
2018. Affido a questo grande Santo incontrano migliaia di persone. sacerdoti. Per loro tornare in possiamo fare a meno del convivenza per ragazzi e giovani.
il nostro Seminario, tutte le attività Celebrare questa ricorrenza Seminario è come tornare a casa; Seminario; perciò c’è bisogno di Il Seminario chiede aiuto attraverso
pastorali che in esso si svolgono, i significa ridire a tutti che il nella loro formazione vi hanno sostenerlo, con la preghiera, l’organizzazione di momenti di
nostri seminaristi e i nostri Seminario è luogo centrale nella trascorso gli anni più belli della con la stima e anche con l’aiuto preghiera comunitaria in parrocchia
sacerdoti. Chiedo alla sua vita della Diocesi, ne è come il giovinezza; ora è luogo di incontro economico. o nelle case, invitando i giovani a
intercessione di non farci mancare cuore, perché: per i loro ritiri spirituali, per Non si fanno più le Giornate del interrogarsi sulla propria vocazione.
sacerdoti necessari per la nostra - in esso si pone attenzione ai l’aggiornamento e anche per Seminario come una volta. Invita a non stancarsi di pregare
Comunità diocesana. Sono sei ragazzi e ai giovani che si mettono momenti di convivialità fraterna; Sono cambiati i tempi, ma resta perché il Signore mandi operai nella
attualmente i nostri seminaristi. in cammino per un percorso di - l’offerta dei suoi spazi evidenza l’impegno di tutti di sentire sua messe e a sostenere il percorso
Alcuni, in questi ultimi mesi, discernimento vocazionale; gli l’importanza della dimensione come proprio questo luogo dei seminaristi attraverso le borse di
hanno ricevuto ministeri, uno è incontri vocazionali, l’esperienza educativa, con la presenza degli benedetto dal Signore. studio e la possibilità di far celebrare
stato ammesso tra i candidati al di Porta Giovani, l’adorazione alunni delle scuole medie del sacro Invochiamo anche san Messe in suffragio per i propri
diaconato e al presbiterato e uno, eucaristica e il vespro della Cuore e del liceo Scientifico Giovanni XXIII, a cui il nuovo defunti o intenzioni varie. Il
Michele Galassi, sarà ordinato domenica sera, sono iniziative che ’Almerici’. Il Seminario dà così a Seminario fu intitolato negli Seminario si fa carico totalmente
diacono domenica 25 novembre. più di tutte evidenziano tanti giovani l’opportunità di una anni ’60, perché il Signore delle spese per gli studi e della retta
Preghiamo per loro. l’importanza di questi percorsi; crescita umana, intellettuale e benedica questo luogo, i per la permanenza presso la
Celebrare la Giornata del - in esso sostano i nostri spirituale; superiori, i seminaristi e i tanti Propedeutica di Faenza e presso il
Seminario significa coinvolgere le seminaristi quando, tornando da - in esso pulsa la vita pastorale che lo frequentano. Sto Regionale di Bologna. Per ogni
nostre comunità parrocchiali, le Bologna - dove nel Seminario della Diocesi perché gli uffici pensando in questo momento seminarista, la cifra ammonta a
associazioni e i movimenti Pontificio regionale trascorrono pastorali, le associazioni e i anche ai diversi laici e laiche 15mila euro annui.
ecclesiali nel far crescere la tutta la settimana - trovano lì spazi movimenti, i religiosi e i diaconi che generosamente e Per donazioni: IBAN
consapevolezza che il Seminario è per la distensione, il riposo e la trovano lì spazi adeguati per la loro gratuitamente prestano il loro IT28D0623023935000030000275;
al crocevia di tanti percorsi di preghiera; formazione. servizio in questa struttura. Conto corrente postale: 10569473
spiritualità e di formazione. Lì si - è luogo di incontro per i Per tutti questi motivi non Douglas,vescovo

Incontro al Signore
Una vocazione
nata in parrocchia
Michele Galassi, classe 1985, gambettolese, verrà
ordinato diacono, in vista del sacerdozio, domenica
25 novembre alle 18, in Cattedrale a Cesena

M
ichele Galassi, classe 1985, verrà ordinato diacono, in vista del sacerdo-
zio, domenica 25 novembre alle 18, in Cattedrale a Cesena. Originario
di Gambettola, è cresciuto in parrocchia dove ha compiuto il percorso CESENA, 1 OTTOBRE 2017: I SEMINARISTI IN CATTEDRALE IN ATTESA DELL’ARRIVO DI PAPA FRANCESCO. DA SINI-
dell’iniziazione cristiana e poi ha frequentato i gruppi dell’Acr e dell’Acg. Di sé STRA: DON SIMONE FARINA (ORDINATO SACERDOTE NEL GIUGNO SCORSO), MICHELE GALASSI, ANTONIO VALENTE,
racconta: "Ho lasciato la scuola a 16 anni. Dopo qualche anno di lavoro in GIANNI CAPPELLI, FABIO PAGLIARANI, ENRICO VENTURI
fabbrica ho svolto l’anno di servizio civile presso la Caritas e la Pastorale giova-
nile diocesana. Prima di entrare in seminario ho recuperato gli anni di studio quella vocazione, quel seme che il Signore ha Come vedi la tua vita, ora, in vista
lasciati indietro e ho conseguito il diploma di Dirigenti di comunità. Il 22 feb- messo nel nostro cuore non cresce da solo, ha del sacerdozio?
braio di quest’anno ho conseguito il Baccalaureato in teologia presso la Facol- bisogno di essere coltivato, con fatica e tanta Il cammino non termina con l’ordinazione
tà teologica dell’Emilia-Romagna. I miei genitori si chiamano Gabriele e Mi- pazienza. diaconale, e ora mi sento sempre più chiamato
rella. Ho un fratello più piccolo di due anni che si chiama Damiano". a conformare la mia vita a Cristo: nella
Come si può pensare, al giorno d’oggi, di preghiera, nell’ascolto, nel servizio, nella carità.
Michele, prima di tutto, racconta come è nata la tua vocazione? dedicare tutta l’esistenza al Signore? Quale La formazione continua perché sono chiamato
La mia vocazione è nata nella quotidianità della vita parrocchiale. È un la molla? Quale l’incontro decisivo? a entrare sempre più nel cuore di Gesù, a fare
percorso che dura da anni. Dopo la Cresima mi ero allontanato dalla Credo che la decisione di donare la vita al miei i suoi sentimenti, il suo amore, la sua
parrocchia. Andavo a Messa perché ci andavano i miei genitori, ma senza Signore e alla sua Chiesa non sia il frutto di misericordia, per essere un segno concreto della
alcun interesse. Solamente diversi anni dopo ho iniziato a riavvicinarmi alla calcoli. Non si tratta di scegliere un lavoro. Si sua presenza nel mondo.
parrocchia e alla vita di fede. Un riavvicinamento frutto di tanti incontri con dona la vita al Signore perché è avvenuto
persone attraverso le quali il Signore mi ha ripescato e mi ha riavvicinato a l’incontro con Lui, perché attraverso Quali i pensieri alla vigilia dell’ordinazione?
Lui. Da qui ho iniziato a frequentare il gruppo giovani e, successivamente, ho quell’incontro si scopre di essere stati Il primo pensiero è la gratitudine verso il
iniziato a prestare servizio come educatore. È stato un cammino fatto di perdonati, salvati senza alcun merito. Perché si Signore per questo grande dono e verso tutti
piccoli passi. Piccoli passi nei quali, solo guardandomi indietro dopo essere scopre che solo in Lui c’è la Vita. Un incontro coloro che mi accompagnano in questo
entrato in seminario, ho potuto scorgere un disegno di Dio sulla mia vita, la concreto, che avviene attraverso le persone che cammino. Accanto a questa gioia, però, c’è
sua presenza che mi guidava. La mia vocazione non è stata una caduta da il Signore mette sulla nostra strada e ci aiutano anche un po’ di timore, perché so che questo
cavallo, ma semplicemente il camminare incontro al Signore insieme alle ad alzare lo sguardo verso di Lui, ad ascoltare la dono è infinitamente più grande di me,
tante persone che mi ha messo accanto, alla mia comunità. C’è stato un sua Parola. Un incontro in cui intuiamo che infinitamente più grande delle mie forze. Ma ho
momento, durante l’anno di servizio civile, in cui nel mio cuore è nato il quella presenza risponde ai desideri più la certezza che il Signore non mi chiede di
desiderio di donare la mia vita al Signore e dal quale è iniziano il profondi del nostro cuore. È quello che ho contare sulle mie forze, ma sulla sua grazia che
discernimento, ma questo momento non è accaduto come fatto isolato, ma sperimentato in questi anni, attraverso le tante non mi farà mai mancare, perché è Lui che
faceva parte di quel cammino iniziato anni prima e che mi ha insegnato ad persone che mi hanno accompagnato e mi agisce, è Lui che mi sostiene. E questa certezza
ascoltare la voce del Signore che mi chiamava a seguirlo. hanno trasmesso la gioia che nasce da di averlo accanto mi consola e mi riempie
quell’incontro, dal dimorare in Lui. Un incontro ancora di più il cuore di gratitudine.
Che significato ha oggi per un giovane la vita del seminario? che sperimento ogni giorno nella Messa. Non
Quell’intuizione, quel desiderio di donare la propria vita al Signore trova nel vado a Messa perché devo, ma perché ne ho La tua famiglia che dice? E i tuoi amici?
seminario il luogo per crescere, per purificarsi, per capire da dove viene e se è bisogno. Perché è solo nell’incontro con Lui che La mia famiglia e i miei amici mi hanno sempre
veramente il Signore che sta chiamando. Il seminario è il luogo in cui il la mia vita acquista significato, che acquista uno sostenuto e incoraggiato in questo cammino e,
cammino di discernimento della vocazione presbiterale si compie, in cui la scopo. Dono la mia vita a Lui per rispondere al ora, condividono con me la gioia di questo
Chiesa, attraverso i formatori, ci accompagna. Un discernimento che si suo amore e perché attraverso la mia grande passo che sto per compiere.
compie nella preghiera, nella vita fraterna, nello studio, nel servizio. Perché testimonianza anche altri possano incontrarlo. Fz

l Sinodo appena concluso, nel suo come strumento vocazionale? che caratterizza da sempre la vita che rendono possibile le svariate
Iilluminare
documento finale, si lascia
dall’esperienza dei
Come Gesù e con Gesù:
- Attraverso tante modalità e tempi,
dell’uomo, trovando in essa la forma
essenziale dell’accompagnamento
iniziative proposte durante tutto
l’anno.
discepoli di Emmaus nel passaggio farsi compagni di viaggio come culla vocazionale. I giovani Ringrazio i responsabili del
graduale verso la chiarificazione di (accompagnare) di ragazzi e ragazze hanno bisogno di vivere la bellezza Seminario regionale di Bologna che
direzione e di riavvicinamento alla nella ricerca della loro vocazione in della vita cristiana come sinfonia dal 1919 raccoglie le giovani
comunità cristiana. Anche oggi i tutte le età del percorso formativo; variegata e accessibile a tutti, sia a vocazioni provenienti dalle otto
giovani chiedono di essere - Promuovere percorsi personalizzati livello del gruppo, che a livello di diocesi della Romagna e quelli
INGRESSO DEL SEMINARIO interrogati e coinvolti in cammini di di spiritualità, fraternità e tutta intera la comunità. dell’esperienza propedeutica di
ricerca di senso. Questo nostro è un discernimento vocazionale; Vorrei ringraziare il vescovo Douglas, Faenza.
Camminava con loro... tempo favorevole. - Riferirsi alla Scrittura come il costantemente presente nel Lo Spirito Consolatore guidi tutti noi
Cosa possiamo e dobbiamo fare tutti "Libro delle Vocazioni" mediante cammino della vita di seminario, i alla verità tutta intera.
a tutte le età della vita noi come comunità ecclesiale
chiamata a sostenere il seminario
catechesi bibliche;
- Sostenere la nostalgia di comunità
nostri meravigliosi seminaristi
teologi, i tanti educatori vocazionali
Marcello Palazzi
rettore del Seminario diocesano
6 Giovedì 22 novembre 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Giornata del Seminario
Ordinazione diaconale di Michele Galassi domenica 25 novembre
Giovedì 29 novembre, per i presbiteri, incontro in Seminario
DEL
La giornata del Seminario sarà celebrata in
SIGNORE
ogni parrocchia domenica 25 novembre.
Nel Corriere Cesenate della scorsa setti- Dio è il re dell’universo. Per Gesù regnare significa servire
mana era allegato il depliant informativo a
Domenica 25 novembre
La Parola
cura del Seminario. In questo giornale, a
pagina 5, i lettori trovano l’approfondi- 34esima domenica Tempo Ordinario - anno B
d’Israele e i re che si sono succeduti sul di ogni giorno
trono di questo popolo non potevano
mento con il messaggio del vescovo e l’in- Dn 7,13-14; Salmo 92; Ap 1,5-8; mai dimenticarsi che il potere lunedì
tervista al seminarista Michele Galassi che Gv 18,33-37 apparteneva solo a Dio. Dio è il re 26 novembre
domenica 25 novembre alle 18 in Catte- dell’universo, cantano numerosi Salmi. san Corrado
drale a Cesena sarà ordinato diacono, ul-

S
e proviamo a immaginare la scena Ma di quale potere si tratta? Di quale Ap 14,1-3.4-5;
tima tappa del cammino che lo condurrà evangelica che la Liturgia, nella regalità si parla? Noi continuamente mal Salmo 23; Lc 21,1-4
all’ordinazione sacerdotale. solennità di Cristo Re dell’universo, ci interpretiamo cosa sia il potere e cosa
Nell’auditorium del Seminario di Cesena propone, forse ci viene da sorridere, pur significhi regnare. Il potere ci affascina e martedì 27
(via del Seminario, 85) si celebra giovedì 29 nella drammaticità degli eventi. Gesù è ammalia; per esso siamo disposti ai più martiri giapponesi
novembre la Giornata del Seminario. L’ap- davanti a Pilato, durante il primo degli grandi sacrifici e, purtroppo, di Nagasaki
puntamento è rivolto in particolare a tutti i interrogatori che subisce dopo il suo commettiamo le più atroci ingiustizie. Ap 14,14-19;
presbiteri. Dopo la recita dell’Ora Media arresto, preludio della condanna che Questo ci insegna la nostra storia. Gesù Salmo 95; Lc 21,5-11
(alle 9,30) seguirà l’introduzione del ret- riceverà e della pena capitale infamante è venuto a rivelarci l’unico potere di cui
tore don Marcello Palazzi su “I giovani, la della crocifissione che gli sarà inflitta. Si Dio si fa portatore esclusivo: quello di mercoledì 28
fede e il discernimento vocazionale nella trova davanti a Pilato perché i capi dei un amore senza limiti, misure e confini, san Giacomo
nostra diocesi”: interventi dei seminaristi e Giudei e i sacerdoti, vedendo in lui un quello di un servizio che è dono totale della Marca
dei delegati di pastorale giovanile delle sovvertitore della legge, un eretico, una della propria vita, l’unico capace di Ap 15,1-4; Salmo 97;
Zone pastorali. Seguiranno domande e, alle 12, la relazione minaccia per il loro potere, glielo “dare testimonianza alla verità”. Mentre Lc 21,12-19
della segreteria economato. Alle 12,15 conclusioni del vescovo consegnano perché emetta la sentenza e per noi “potere” troppe volte va a
Douglas e pranzo. tolga di mezzo questo “agitatore delle folle”. braccetto con inganno, sopruso, giovedì 29
Ma Pilato si trova davanti a un “povero”, menzogna e prevaricazione (chi ha san Saturnino m.
Vescovo Douglas, vescovo da otto anni senza servitori, senza nessuno che lotti per potere è, per antonomasia, colui che Ap 18,1-2.21-23; 19,1-
lui, che prenda le sue difese, può arbitrariamente fare ciò che vuole), 3.9; Salmo 99;
Nella celebrazione di domenica 25 novembre alle 18 in Catte- completamente in balia dei suoi accusatori. per Gesù regnare, essere re, vuol dire Lc 21,20-28
drale, durante la quale il seminarista Michele Galassi diventerà Un uomo che, lo capisce subito, non servire, essere consegnato, occupare
diacono, verrà fatta memoria anche dell’ottavo anniversario di rappresenta nessuna minaccia e, come dirà l’ultimo posto. Questo è l’unico venerdì 30
ordinazione episcopale del vescovo Douglas. poi, non ha commesso nessuna colpa per potere che non crollerà mai, come ci sant’Andrea apostolo
cui essere condannato. ricorda la prima lettura di quest’ultima Rm 10,9-18; Salmo 18;
Professione temporanea all’Abbazia del Monte Nel dialogo tra colui che rappresenta il domenica dell’anno liturgico, l’unico Mt 4,18-22
Domenica 25 novembre alle 11 potere del tempo e Gesù, emerge tutta la potere che noi ereditiamo da Gesù,
distanza tra il regno che Gesù è venuto ad come sottolinea la seconda lettura, sabato 1 dicembre
Andrea Sassi e Mariano Miele, benedettini, faranno la loro pro- annunciare e inaugurare e “i regni”, così l’unico potere che ci è lecito rivendicare, sant’Eligio
fessione temporanea nella Basilica del Monte durante la cele- come noi li intendiamo. in nome di Dio. Ap 22,1-7; Salmo 94;
brazione di domenica 25 novembre alle 11. In tutta la scrittura viene proclamata Ornella Fiumana Lc 21,34-36
continuamente la regalità di Dio: Dio è il re Suore della Sacra Famiglia

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali San Mauro in Valle,


Diegaro, Torre del Moro,
San Mamante
10.30 Santuario del Suffragio,
Cesenatico
Sabato:16 Villamarina
Mercato Saraceno
ore 18 a San Damiano di
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
a Cesena San Vittore,
Borello, San Giorgio
Casalbono 16,30 San Giuseppe Mercato Saraceno Sarsina
6.30 San Domenico (giovedì) 11.00 Santuario Addolorata, 17,30 Conv. Cappuccini, (al sabato); Concattedrale: ore 18
6.50 San Carlo 18.30 Convento Cappuccini, Basilica del Monte, Boschetto, Santa Maria Nuova, 10; (sabato); 7 / 9 / 11 / 18;
San Pietro, Sant’Egidio,
7.00 Convento Cappuccine, Santa Maria della Sper., San Domenico, Santa Maria Goretti Pieve di San Damiano Casa di rip.: 16 (sabato);
Cappella dell’ospedale Ponte Pietra, Bulgarnò San Paolo, Sant’Egidio, 18 San Giacomo 11,30; Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
(da lunedì a venerdì) San Bartolo, 18,30 Valverde prima domenica mese: della Parola con Eucar.);
19.00 Tipano
7.30 Basilica del Monte, 20.00 San Pio X, Pioppa, Santo Stefano, 20 Sala 8,30 a Montejottone e Cella; Ranchio: 20 (sabato), 11;
San Mauro in Valle, San Giovanni Bono, Villachiaviche, San Giorgio, Festivi:8 Bagnarola, San Giacomo, seconda, terza e quarta Sorbano: 9.30;
Martorano Ruffio, Pievesestina, Calabrina, Calisese, Santa Maria Goretti domenica: 8,30 a Taibo; Turrito: 17 (sabato), 10;
7.35 Chiesa Benedettine Calisese, Gattolino Gattolino, Ponte Pietra, 8,30 Sala, Boschetto terza domenica: 8,30 a San Martino in Appozzo: 9
8.00 Cattedrale, 20.30 Ronta Madonna del Fuoco, 9 Cappuccini Ciola;Valleripa: 9; (liturgia Parola con Eucaristia);
San Paolo, Addolorata,
Villachiaviche Messe festive San Mauro in Valle,
Pievesestina, Bulgaria,
9,15 San Pietro
9,30 Valverde
Rontagnano: 9;
Montecastello: 11,15
Quarto: 10,30;
Pieve di Rivoschio: 15,30;
8.30 Osservanza, 7.00 Cattedrale, San Carlo Pioppa, San Carlo, 9,45 Cannucceto Montepetra: 8.30 Romagnano: 11,15;
Madonna delle Rose, 7.30 Santuario dell’Addolorata, San Vittore, Tipano, 10 Villamarina, Villalta Piavola: prefestiva sabato Pagno: 16 (seconda dom).
San Rocco, Sant’Egidio, Martorano, Calabrina, Macerone, Capannaguzzo 10,30 Cappuccini, ore 18 (San Giuseppe), Verghereto
Santo Stefano, Case Finali, Villachiaviche 11.10 Torre del Moro San Giuseppe 9,30 chiesa parrocchiale; ore 15 (sabato), 9;
Ponte Pietra 8.00 Basilica del Monte, 11.15 Madonna delle Rose, 11 San Giacomo, Sala, San Romano: 11 Balze (chiesa parr): 11,15;
9.00 Suffragio, Addolorata San Pietro, San Pio X, Martorano, Diegaro Boschetto Serra: 15 Montecoronaro: 10;
10.00 Cattedrale Santa Maria della Sper. 11.30 Cattedrale, San Pietro, 11,15 Santa Maria Goretti, Montiano Montecoronaro orat. Ville
15.00 Cappella del cimitero San Mauro in Valle, Osservanza, San Rocco, Bagnarola ore 20 (sabato); 9. (al sabato): 16;
18.00 Cattedrale, Calisese, Torre del Moro, Case Finali, San Pio X, 17,30 Cappuccini Montenovo: ore 18 Alfero: 17 (sab.); 11,15;
San Domenico, San Paolo, Madonna del Fuoco, 15.00 Cappella cimitero urbano 18 San Giacomo (sabato), 10,30 Pereto: 10; Riofreddo: 10;
San Rocco Macerone 17.00 Cappella ospedale Bufalini 18,30 Zadina (hotel Zadina) Roncofreddo Sorrivoli: 11,15; Corneto: 11
18.30 San Pietro, San Bartolo, 8.30 Cattedrale, Cappuccine, 18.00 Cattedrale, San Domenico Civitella di Romagna
Sant’Egidio, Cappuccini, San Rocco, Case Finali, 18.30 Convento Cappuccini, Giaggiolo: 10,15
Ponte Pietra, Tipano, Tipano, San Cristoforo, San Pietro, Sant’Egidio, Civorio: 9
Santa Maria della Sper. Gattolino, Roversano San Rocco, Ponte Pietra Gambettola
20.00 San Pio X, San Vittore, 8.45 San Martino in Fiume 19.00 San Bartolo, chiesa Sant’Egidio abate: SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA FONDATO NEL 1911
Gattolino, 9.00 San Giuseppe (Cesena Villachiaviche 8,30 / 10 / 11,15 / 17. “Un po’ di lievito fa fermentare tutta la pasta” (Gal 5,9)
Pievesestina, Martorano (ven.) corso Comandini), Consolata: 19 (sabato);
Torre del Moro chiesa Benedettine, 7,30 / 9,30 Direttore responsabile Redazione, Segreteria e Amministrazione
Francesco Zanotti via don Minzoni, 47
20.15 San Carlo San Bartolo, San Domenico, Gatteo ore 20 (sabato); 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
Editore e Proprietà
20.30 Villachiaviche,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
Santo Stefano, San Paolo,
Sant’Egidio, Ponte Pietra, Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30 (sab.);
Associazione diocesana fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Diegaro, Pievesestina, comprensorio 10; Casa di riposo: 9.
Corriere Cesenate
via don Minzoni, 47 Conto corrente postale n. 14191472
Sabato e vigilie Capannaguzzo, Bagnile, Istituto don Ghinelli: 18,30 47521 Cesena (Fc) E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
7.30 San Mauro in Valle Santa Maria Nuova, Bagno di Romagna (sabato), 7,30 Presidente: Marco Muratori annuo ordinario euro 48;
8.00 San Paolo San Vittore, San Carlo, ore 18,30 (sabato); Gatteo Mare: Consiglieri: sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro;
8.30 Madonna delle Rose, Ruffio, Bulgaria, Borello 11,15 / 18,30 Festivi 8 / 11,15 Walter Amaducci (vice presidente) estero (via aerea) 100 euro.
San Bartolo, 9.30 Cappella del cimitero, San Piero in Bagno: Longiano Ernesto Giorgi (segretario)
Pier Giulio Diaco Settimanale d’informazione
Cappella cimitero urbano Santuario dell’Addolorata, chiesa parrocchiale Sabato:18 Longiano-Santuario; Andrea Budelacci Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
15.00 Cappella cimitero Cesena, Madonna delle Rose, ore 17 (sabato); 18,30 Crocetta; Iscrizione al Registro nazionale
Formignano della stampa n. 4.234
Villachiaviche, 8 / 11 / 17. 20 Budrio Testata che percepisce
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) i contributi pubblici all’editoria Stampa
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Montereale, San Tomaso Chiesa San Francesco: Festivi: 7,30 Longiano-Santuario, Rotopress www.rotoin.it
Case Finali, 9.45 Bulgarnò 10 / 15,30 ore 9 Budrio; Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
10.00 Cattedrale, Case Finali, Ospedale “Angioloni”: ore 8,30 Crocetta; (Federazione Italiana Settimanali Cattolici)
Luzzena (1° sabato mese), ha aderito allo IAP (Istituto Associato
Bora (2° sabato mese) San Pietro, San Rocco, ore 16 (sabato) 9,30 Longiano-Santuario; dell’Autodisciplina Pubblicitaria) all’Unione
Stampa
17.30 Santuario del Suffragio Torre del Moro, Selvapiana: 11,15 10 Longiano parrocchia, accettando il Codice di Autodisciplina Periodica Italiana
18.00 Cattedrale, San Domenico, della Comunicazione Commerciale.
San Giorgio, (20 sabato); Badia, Montilgallo; Membro
Osservanza, San Giovanni Bono, Acquapartita: 9 11 Budrio; Giornale locale ROC (Registro della Federazione Italiana
Madonna delle Rose, degli operatori di comunicazione) Settimanali Cattolici
Santa Maria della Sper., Valgianna: 10 11,15 Balignano,
Santuario dell’Addolorata, Carpineta, Cappuccini, Bertinoro San Lorenzo in Scanno, Tiratura del numero 40 del 18 novembre 2018: 9.328 copie
Villachiaviche, San Pio X, Ronta, Santa Maria Nuova: Crocetta; Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
Santo Stefano, San Paolo, alle 18 di martedì 20 novembre 2018
Sant’Andrea in B., 9 / 10,30 (19 sabato) 18 Longiano-Santuario
Vita della Diocesi Giovedì 22 novembre 2018 7

In piazza del Popolo a Cesena l’omaggio In breve


della Diocesi a Maria Immacolata Cammino di fede
n occasione della festa mariana, sabato 8 dicembre alle 16 per separati
IMadre
si rinnoverà l’atto di venerazione e di affidamento alla Vergine Maria,
di Gesù e della Chiesa.
Venerdì 23 novembre alle 21, presso la parrocchia
di Case Finali (via via Cardinal Massaia, Cesena)
In piazza del Popolo, a Cesena, il vescovo Douglas guiderà un momento di prosegue, con il secondo incontro, il cammino di
preghiera mariana. Sarà poi collocata una corona di fiori alla statua di Maria fede del gruppo diocesano per separati.
Immacolata posta sulla facciata del palazzo comunale. L’avvio del percorso è stato vissuto lo scorso mese
Nella foto (archivio Pier Giorgio Marini), la collocazione della corona di fiori presso il Santuario del Santissimo Crocifisso di
da parte dei Vigili del Fuoco, l’8 dicembre 2017. Longiano. In quell’incontro è stata presentata la
finalità del cammino, quella, cioè, di trovare nel
giardino della propria vita le tracce dell’opera di
La riflessione dei coniugi Nicoletta e Davide Oreglia al 31esimo convegno diocesano delle famiglie Dio per poter gustare la possibilità di liberare la
speranza. È un cammino in cui a ogni passo si
poserà lo sguardo del cuore su un valore, un

esta e lavoro “seme” piantato da Dio, che è da custodire e da

Famiglia, f
coltivare. Si tratta di alcuni valori che possono
aiutare a recuperare e irrobustire la speranza nella
propria vita.
In particolare, ci si è soffermati sul “seme” della
stima, di sé e degli altri.
“Come è possibile vivere la festa In questo secondo incontro l’attenzione sarà sul
anche in quei momenti in cui c’è “seme” della libertà e della corresponsabilità.
Come in tutti gli incontri anche questa volta ci farà
’una curva a gomito’? O quando da guida la Sacra Scrittura, un brano della Genesi e
ci sentiamo nel sepolcro e un brano di San Paolo apostolo, in modo da avere
come dei fari che illuminano i passi perché si possa
abbiamo paura?”È possibile procedere con fiducia e abbandono.
perché Gesù ci dona la Speranza. L’iniziativa del percorso rimane aperta a tutte le
persone che vivono la separazione della coppia e
E, nelle“morti grandi o piccole che desiderano fare un cammino di fede, di
della nostra vita”, è sempre bello DA SINISTRA, I CONIUGI MILA spiritualità e di condivisione.
Per info: suor Emilia Miraglia, 345 2397934;
festeggiare la Resurrezione di E GIANCARLO GUIDUZZI (RE-
SPONSABILI DELL’UFFICIO diacono Riccardo Paolucci, 333 4393188,
una pace e un perdono ritrovati PER LA PASTORALE FAMI-
LIARE) E I CONIUGI NICO-
riccpaolucci@gmail.com; Antonella e Alan Bosi,
338 2044430.
fra noi” LETTA E DAVIDE OREGLIA
(FOTO TERZO FOSCHI)
Accanto al Duomo
Temi che si incrociano e non fanno lotta Mercatino d’autunno
della Caritas diocesana
“Oggi siamo qui per vedere come Gesù si allaccia i sandali!”. Così ci hanno introdotto i camminando e facendo qualcosa di aperto fino a sabato 24 novembre
coniugi Nicoletta e Davide Oreglia di Mondovì al 31esimo convegno diocesano delle
famiglie.
buono”.
Infine, ci sono due tipi di lavoro: quello
È l’edizione autunnale del Mercatino
promosso dalla Caritas diocesana.
Famiglia, festa e lavoro: tre temi “che si incrociano e non si fanno lotta”. produttivo, giustamente salariato, e Il Mercatino è allestito nello spazio del loggiato
I coniugi Oreglia ci hanno accompagnato a cogliere che per “godere della festa, quello creativo che “crea” la famiglia. del vescovado, di fronte alla cartoleria Bettini,
bisogna avere uno sguardo che sappia coglierla e coltivarla nel feriale”. “Il cuore e il Entrambi necessari. Infatti, il “lavoro a Cesena.
segreto della festa è avere l’incontro con Dio e con l’altro e, nelle relazioni, è saper speciale” che ci aspetta come coppia è Apertura: mattino 9-12,30;
gioire del successo altrui e avere uno sguardo amabile come quello di Gesù che non si quello di “custodire la nostra intimità di pomeriggio 15-19,30.
ferma sui nostri limiti (AL 95 - 100). sposi”. Con estrema simpatia e ironia, ci Con un’offerta minima è possibile acquistare
“La spiritualità dell’amore familiare è hanno reso più consapevoli del nostro capi di abbigliamento uomo-donna in un vasto
fatta di migliaia di gesti reali e concreti” e nelle “morti grandi o piccole della nostra essere profondamente diversi: uomo e assortimento.
proprio in questo amore c’è la vera festa vita”, è sempre bello festeggiare la donna, con canali comunicativi e Il ricavato sarà destinato ai vari servizi del
e la presenza viva di Gesù. Ci hanno Resurrezione di una pace e un perdono linguaggi differenti. Centro d’Ascolto e prima Accoglienza Caritas di
sottolineato che, pur valorizzando la ritrovati fra noi. Questo può essere molto arricchente, ma via Don Minzoni, 25.
festa nelle sue poche e grandi occasioni, Siamo poi stati provocati sui rischi che comporta un costante impegno. È un
possiamo viverla dilatandone la gioia nel possiamo correre nel vivere il lavoro: “lavoro” continuo e prezioso da fare per
quotidiano.
I relatori ci “attivavano” in brevissimi
identificarsi, disprezzarlo, subirlo,
dedicarvi a tempo pieno, viverlo in
prenderci cura delle nostre relazioni.
In conclusione abbiamo colto, attraverso
Radio Maria in diretta
“giochi di coppia”, stimolati a recuperare maniera arrivista, concorrenziale, slegato la Parabola del grano e della zizzania, che dal carcere di Ravenna
l’intimo di coppia e comunicarci nel dal nostro essere cristiani. Ci hanno il nostro compito di sposi è cogliere il L’emittente radiofonica internazionale Radio
dialogo: ora un episodio, ora un gesto o richiamato a recuperarne il vero buon grano nella nostra coppia, gioirne e Maria si collegherà, per l’11esimo anno, con la
una parola di gratitudine, di fedeltà o di significato: “Tutte le opere la vita aprirsi alla lode e al ringraziamento al casa circondariale di Ravenna mercoledì 28
festa. coniugale e familiare, il lavoro giornaliero Signore per il buon grano attorno a noi e novembre alle 16,40. L’arcivescovo metropolita
Ma come è possibile vivere la festa anche se sono compiute nello Spirito diventano continuare a innaffiarlo con la preghiera Lorenzo Ghizzoni presiederà la Messa;
in quei momenti in cui c’è “una curva a sacrifici spirituali graditi a Dio per mezzo della nostra vita unitiva, anche se concelebra il cappellano don Sergio Peano. I
gomito”? O quando ci sentiamo nel di Gesù Cristo” (CCC 901). crescerà insieme alla zizzania. Perché, se detenuti, guidati dalla responsabile Settore
sepolcro e abbiamo paura? È possibile Valorizzando la fatica stessa come una c’è il buon grano, è merito dello Sposo. Caritas Maria Flavia Brunetti, animeranno con il
solo perché Gesù ci dona la Speranza e, “benedetta fatica”, ci dice che stiamo Patrizia e Giovanni Sintini canto la litugia.
8 Giovedì 22 novembre 2018 Vita della Diocesi

SONO 14 I POSTI DISPONIBILI PER UN BISOGNO ANCORA IMPELLENTE


A
bbiamo fatto coincidere, di vescovo, un sacerdote, un diacono,
proposito, la celebrazione una famiglia, un religioso, un laico,
della 2ª giornata mondiale per tutti “è riconoscersi mendicanti
dei poveri con l’apertura del nuovo
dormitorio diocesano. L’anno
La casa di accoglienza notturna sarà intitolata di salvezza, fratelli e sorelle di tutti,
ma specialmente dei poveri,
scorso la Giornata - voluta da papa
Francesco al termine del Giubileo a Consilio e Bruna Pistocchi prediletti dal Signore” (papa
Francesco, Omelia 2ª Giornata dei
della Misericordia - ha visto il poveri, 18 novembre 2018).
pranzo coi poveri nella chiesa di La casa di accoglienza notturna assegnare a una nazione dev’essere Il dormitorio sarà intitolato alla
sant’Agostino. Quest’anno la Caritas calibrato non sulle curve alte e i memoria di Consilio e Bruna
diocesana nell’organizzare l’evento
“Consilio e Bruna Pistocchi” picchi del benessere oppure sui Pistocchi. Non credo sia necessario
ha percorso strade diverse. negli spazi dell’ex Curia parametri medi che uniformano, ma spiegare le ragioni di questa scelta.
La prima è stata quella di sarà inaugurata sabato 24 novembre alle 11 sull’attenzione riservata proprio agli È stato spontaneo trovarci
coinvolgere le zone pastorali. Perciò in via Vescovado, 9 accanto alla Cattedrale ultimi” (Ravasi). Il dormitorio vuole d’accordo e condividere
in ciascuna di esse si sono tenuti essere per la nostra Chiesa e per la all’unanimità la proposta di
incontri di sensibilizzazione, di Città un’ulteriore sollecitazione per intitolare la struttura al loro nome
preghiera e di animazione sul tema Ancora tanti fratelli e sorelle non accoglienza notturna per chi ne ha tutti perché cresca questa attenzione (lei deceduta nel 2010, lui nel
della Giornata. La seconda sarà sanno dove dormire. E l’inverno è di bisogno (con una disponibilità di 14 ai poveri: per noi cristiani ciò è parte 2012). Questa ‘coppia diaconale’ si
l’apertura del dormitorio, sabato 24 nuovo alle porte. Perciò, i locali della posti). costitutiva della nostra fede. Senza la è spesa per i poveri con
novembre. A questo riguardo, Curia, resisi liberi dopo il “Si dice che non si conosce carità effettiva la fede è vuota. ammirevole ed esemplare
ricordo che l’anno scorso alcune trasferimento degli uffici nell’edificio veramente una nazione finché non si L’attenzione ai poveri non è “la moda dedizione.
associazioni, compresa la Caritas, ex Sacra Famiglia (via don Minzoni, sia stati nelle sue galere. Una nazione di un pontificato”, ha affermato papa La nostra Chiesa si arricchisce di
vista l’emergenza-inverno, 47), in parte sono stati destinati, dal dovrebbe essere giudicata da come Francesco domenica 18 novembre un’ulteriore opera-segno di carità.
organizzarono con grande settembre scorso, all’accoglienza di tratta non i cittadini più prestigiosi, durante la Messa in San Pietro. Ma non è e non vuole essere un
tempestività ed efficacia una famiglia della papa Giovanni ma i cittadini più umili”. Queste Traducendo quest’espressione nella motivo di vanto e di puro orgoglio:
l’accoglienza temporanea notturna XXIII, che a sua volta ospita bambini parole di Nelson Mandela (1918- nostra situazione, verrebbe da dire bensì un permanente appello a
in una casa privata, in città. e persone disagiate. Ora, il resto degli 2013), il noto leader del movimento che l’amore ai poveri non è la moda tutti perché, vedendo le opere,
Terminato l’inverno la casa è stata spazi, al primo piano, sarà occupato contro l’apartheid in Sudafrica, di un episcopato, non è la moda di un rendano gloria a Dio (cfr Mt 5, 16).
chiusa. dal dormitorio diocesano che vuole evidenziano con chiarezza e parroco o di un’associazione. È Douglas Regattieri
Ma non è terminato il bisogno. essere una struttura permanente di incisività che “Il volto di civiltà da esigenza della vita cristiana; per un vescovo

La Provvidenza c’è LA FAMIGLIA DI SIMONA ED EZIO NOBILI CON IL VESCOVO DOUGLAS


IN OCCASIONE DELL’INAUGURAZIONE DELLA CASA-FAMIGLIA
IN VESCOVADO, A CESENA (24 GIUGNO 2017)

e arriva sempre.
Prima chiede tutto
A un anno dall’arrivo a Cesena, parlano
i coniugi-genitori della famiglia che vive
in vescovado. Insieme ai loro quattro figli,
animano la casa della Papa Giovanni XXIII”
ricavata nei locali dell’ex Curia.
“La nostra vocazione è l’accoglienza”.
L’appello di Simona: “Ora ci serve
un frigorifero. Quello che abbiamo,
invece di raffreddare, congela”

“Q
ui c’è sempre un posto”. Lo dice alle chiamate del Cesena come vi guarda? “Dalla città, dalla
Simona Sarti, la mamma della Per chi volesse aiutare Signore. Poi si fa parrocchia e dalla Diocesi ci siamo sentiti
casa-famiglia della Comunità la casa-famiglia in vescovado discernimento nel accolti - dicono Ezio e Simona -. A iniziare
papa Giovanni XXIII che da poco più di un nucleo e il nostro dal vescovo che viene qui da fratello, anche
anno vive in episcopio, accanto a Cesena, per l’acquisto del frigorifero o per altre ne- responsabile di zona per le feste di compleanno e ogni volta che
all’appartamento del vescovo. Era il 7 cessità: Comunità Papa Giovanni XXIII, Iban IT 08 C conferma e garantisce arriva qualcuno di nuovo. È uno di famiglia.
settembre del 2017 quando la famiglia di 08542 13205 067000248016; Codice BIC che la chiamata è del Quando può è qua con noi. A Natale dello
Ezio e Simona è entrata nei locali ricavati ICRAITRRF20, mettendo nella causale Donativo per Signore, nel cammino scorso anno, si fece il pranzo nel corridoio
dalla ex curia. La decisione fu presa per la casa di accoglienza e preghiera “Regina della fa- della Chiesa che ci è del vescovado. Eravamo più di trenta.
volere di monsignor Regattieri. Dopo i miglia”. madre”. Ognuno portò del suo. Fu una festa
lavori di ristrutturazione, si realizzava poco “La Casa di preghiera – si legge tra l’altro al n. 34 “Ora qui in casa con noi familiare, molto privata”.
più di un anno fa un disegno fortemente della Carta di fondazione, statuto e direttorio della - aggiunge Ezio nel “La nostra vocazione - tiene a precisare Ezio
voluto e desiderato dal vescovo Douglas. Comunità papa Giovanni XXIII fondata da don Ore- racconto della vita - è l’accoglienza, di certo. Siamo anche
“Qua si fa accoglienza e si vive anche una ste Benzi – è una realtà comunitaria dove si mettono familiare - c’è un molto impegnati nel cercare di rimuovere le
intensa esperienza di preghiera - prosegue al centro la preghiera e la contemplazione... giovane del Mali. Sta cause che provocano l’ingiustizia, come è
Simona -. Eravamo in 12 fino a pochi giorni Coloro che vivono nella Casa devono garantire a se cercando di fare un nell’ispirazione della Comunità papa
fa. C’era Olga, una nostra amica spagnola. È stessi dei momenti di preghiera, in coerenza con la percorso di Giovanni XXIII. In essa operiamo entrambi.
stata qui una settimana. Non voleva scelta fatta e momenti di formazione specifici per le integrazione. È in Io nel servizio famiglia e vita e giustizia
andarsene. Poi è partita con le lacrime agli Case di preghiera, oltre che garantire agli ospiti dei possesso del permesso internazionale, mentre Simona
occhi. Aveva trovato il suo posto. Ci ha momenti di preghiera stabiliti in modo preciso. Essi di soggiorno per cinque nell’educazione e nella formazione”.
aiutato in casa, in tutto quello che c’è da sono mani alzate verso Dio”. anni. La guerra gli ha “Qui viviamo di Provvidenza - dice in
fare. Ha fatto anche del turismo, visto che portato via tutta la sua chiusura Simona -. Se ci fossero dei
era in Italia, visitando Firenze e Bologna. famiglia. Ha bisogno di volontari con del tempo da dedicarci,
Qui ci sta tutto. Nulla è escluso”. In questo anno diverse persone accompagnamento, di sentire calore umano. potrebbero aiutarci nella relazione con le
Come è possibile essere sempre così aperti - per età, situazione, religione - È un musulmano praticante. In questi casi si persone. Stiamo facendo il percorso per
e disponibili? “In realtà è il Signore che sperimenta il bello di ogni religione. Si scopre l’accreditamento pubblico della nostra
compie ogni cosa - dicono i due coniugi -. sono state ospitate il valore di tanti segni diversi. Si dona e ci si struttura. Ciò significa che per ora chi viene
Lui permette la relazione fraterna grazie alla nella casa-famiglia. responsabilizza. Ciascuno è responsabile per da noi non è coperto da nessun sussidio
quale una persona si sente voluta bene per “Ciascuno è responsabile un suo pezzo di vita in casa, in famiglia, in statale o comunale. L’appartamento ci è
quello che è. Tentiamo di mettere insieme i casa-famiglia. Si parte dalla responsabilità stato affidato in comodato gratuito. Ed è già
talenti. Si cerca di camminare assieme”. per un suo pezzo di vita in casa - concreta, per puntare sulla relazione”. tanto. Per il resto siamo sulle spalle della
I loro quattro figli sono ancora dicono Simona ed Ezio - in Negli ultimi tempi è stata ospite anche una Comunità papa Giovanni XXIII. Anzi, a
relativamente piccoli. “Uno frequenta la famiglia, in casa-famiglia. Si parte giovane mamma asiatica con una bimba di questo proposito ne approfitto per dire che
scuola elementare ‘Carducci’, un crogiolo di appena sette giorni. “Sono rimaste con noi tre ci serve un frigo da incasso: quello che
nazionalità, dove si impara subito a dalla responsabilità concreta, mesi - riprende Simona -. Per noi sono abbiamo ora invece di raffreddare, congela.
convivere con le diversità, un valore per per puntare sulla relazione. occasioni preziose di integrazione, di scambio Anche la nostra cucina viene da un
tutti - dice Ezio -. Un valore aggiunto per i di culture. Tutto ciò non avviene in maniera mercatino dell’usato (non sembra per nulla,
bambini. Due sono alla media ‘Plauto’, Tutto ciò non avviene in maniera automatica, ma è comunque arricchente. Si tanto è bella, ndr). Ce l’ha sistemata un ex
all’indirizzo musicale. Una è a Cesenatico al automatica, ma è comunque tratta di un patrimonio per tutti, reciproco. La tossicodipendente, già falegname, che si
Liceo delle scienze umane. Una scelta non arricchente. Si tratta di un nostra famiglia si apre e si chiede la stessa trovava in una comunità terapeutica.
facile, andare da Cesena a Cesenatico, di cui apertura a chi viene qui. Infine è stata la volta Questo atteggiamento è per noi uno
siamo finora molto contenti”. patrimonio per tutti, reciproco. La di una 18enne con grosse difficoltà in casa. strumento di conversione continua. La
Dopo otto anni vissuti in Spagna, ora è la nostra famiglia si apre e si chiede Siamo aperti alle emergenze. Doveva fermarsi Provvidenza c’è e arriva sempre, anche se
volta di Cesena. “Il nostro atteggiamento -
prosegue Simona - è quello di rispondere la stessa apertura a chi viene qui” da noi una settimana. È rimasta qui quattro
mesi”.
prima chiede tutto”.
Francesco Zanotti
Cesena Giovedì 22 novembre 2018 9

Villachiaviche ◗ prenderli all’uscita, talvolta in più turni.


San Domenico ◗
Tredici ragazzi in canonica Burraco di beneficenza
Dopo il pranzo insieme, i ragazzi hanno
La scorsa settimana la parrocchia di avuto modo di studiare. Anche questa Si terrà domenica 9 dicembre (ritrovo
Villachiaviche ha svolto la convivenza esperienza è servita per legare alle 14,45, inizio alle 15) un torneo
dei ragazzi del triennio delle superiori, maggiormente i ragazzi tra loro e aiutarli di burraco di beneficenza presso
13 ragazzi che hanno abitato nella nel loro cammino di fede. l’istituto Lugaresi (via Canonico
canonica (dove sono allestite 4 camere). La giornata proseguiva con la cena e la Lugaresi, 202, Cesena). Il torneo
I ragazzi ospitati iniziavano la giornata Messa alle 20,30, seguite dalle serate prevede premi e buffet. Il ricavato
con la preghiera seguita dalla colazione. insieme. I parrocchiani hanno seguito andrà in favore delle opere
Il parroco don Daniele Bosi poi li portava l’esperienza con disponibilità e parrocchiali di San Domenico.
a scuola col pulmino, tornando a generosità. Per info e iscrizioni, 335 5420139.

Missionario saveriano originario di Cesena


Padre Pio Pasini
da cinquant’anni in Giappone
Una vita nel lontano oriente
PADRE PIO
PASINI
INSIEME
AI BAMBINI
DELL’ASILO.

H
a compiuto 80 anni lunedì 19 novembre padre Pio Massachusetts, anche per SOTTO,
Pasini, saveriano, che dal 1967 è missionario in imparare l’inglese. La mia CERIMONIA
Giappone. Ha festeggiato il compleanno nella sua tappa iniziale in Giappone è DI BATTESIMO
DI UNA BAMBINA
nuova parrocchia di Cristo Re nella città di Minami della stata la città di Kobe, vicino E LA CHIESA
prefettura di Miyazaki che si trova nell’isola di Kyushu, la più a Osaka, per apprendere la DI MINAMI
meridionale della quattro grandi isole che formano lingua. Poi sono andato MIYAZAKI
l’arcipelago giapponese. come cappellano in varie
Quinto di otto figli, è nato da Iolanda e Angelo a Bologna dove parrocchie nei
si erano trasferiti da Cesena perché il padre, ingegnere, dintorni, tra “Sì. L’asilo è
lavorava al Genio civile. La sua famiglia ha cambiato cui Kagoshima, frequentato da
nuovamente la residenza andando a vivere dal 1945 al 1955 a fino al 1972- un centinaio di
Rimini, sempre per seguire gli impegni del babbo. Dopo le 1973. bambini da 0 a
scuole elementari, Pio ha frequentato le medie e il ginnasio Successiva- 6 anni, dalle 7
nel Seminario di Rimini, poi è passato al Liceo del Seminario mente mi alle 18,30. Le
regionale a Bologna, mentre la famiglia nel 1955 si era hanno maestre sono
trasferita definitivamente a Cesena. Ha conseguito il diploma nominato giapponesi,
di maturità anche da privatista al liceo statale, portando tutte parroco a Saito non cattoliche.
le materie del triennio. Dopo la maturità decise di passare dal e Nichinan, Ma seguono il
Seminario regionale al noviziato dei Saveriani a San Pietro in nella prefettura nostro
Vincoli di Ravenna. Di lì è arrivato alla Casa madre dell’ordine di Miyazaki. Da regolamento.
a Parma, dove è stato ordinato sacerdote dopo gli studi di pochi mesi Pensa che a
teologia. sono a Minami nella chiesa di Cristo Re, della diocesi di Natale preparano la recita a Gesù. L’asilo funziona con i
L’ho incontrato a Cesena durante un breve periodo di riposo Oita, una delle 16 diocesi del Giappone, guidate tutte da contributi delle famiglie e dello Stato”.
in famiglia e gli ho chiesto di raccontare in quali parrocchie ha vescovi giapponesi”.
svolto il suo impegno missionario di oltre 50 anni in Quali sono i vostri rapporti come Saveriani col vescovo?
Giappone, dove ha pure ricoperto l’incarico di superiore So che, oltre agli impegni di parroco (uso il ’tu’ perché “Nel passato ogni vescovo contattava gli ordini religiosi e
regionale dei Saveriani. siamo compagni di studi liceali) come li assolvono tutti i affidava loro un territorio da gestire pastoralmente. Ora il
“Prima di essere inviato nel Paese del Sol Levante nel 1967, parroci del mondo, sei anche direttore dell’asilo parroc- vescovo li incontra e nomina lui i parroci nelle varie zone”.
sono stato cinque anni nella Casa dei novizi nel chiale. Terzo Spada
10 Giovedì 22 novembre 2018 Cesena

Arriva
Friday”
E i negozi si attrezzano con l’e-commerce
il“Black
È
tempo d’autunno, ma anche di saldi e di Natale. Sì perché il ’Black
friday’, importato dagli Stati Uniti, è quel giorno dell’anno in cui
iniziano ufficialmente le offerte, dai prodotti hi-tech
all’abbigliamento, dando inizio alla stagione degli acquisti. Tutti i
commercianti apparecchiano la propria tavola in vista della particolare
giornata che generalmente corrisponde al penultimo venerdì di
novembre, anche se in Italia, rispetto agli altri Paesi europei, ci sono
meno adesioni. Per molti esperti sarebbe proprio la giornata, o il fine
settimana, del ’black friday’ a decretare l’andamento delle spese che
anticipano i saldi invernali. Anche a Cesena gli esercenti del centro si
sono attrezzati per dare il via a un weekend di iniziative e di occasioni
imperdibili. “Da qualche anno notiamo localmente una graduale critico, ossia la sua vicinanza alle
attenzione a questo tipo di giornata soprattutto legata al negozio fisico. vendite natalizie. Di recente però al
Nel 2017 ha registrato grandi numeri e anche quest’anno avrà lo stesso ‘venerdì nero’ non aderiscono solo i
impatto positivo”. A dirlo è Graziano Gozi (nella foto, a sinistra), direttore negozi di vicinato, ma anche le
della Confesercenti cesenate, che se da un lato ravvisa in questo giorno piattaforme online. “Sempre più -
un’ottima occasione di mercato, dall’altro ne sottolinea l’aspetto più informa Gozi - i piccoli commercianti
abbracciano la sfida delle vendite
Amazon guarda a Cesena come possibile realtà online anche su nostra proposta. Li
esortiamo a non guardare
dove poter aprire una sede di riferimento passivamente questo tipo di vendita”.
per tutta la Romagna Inoltre, proprio Cesena
rappresenterebbe per Amazon
un’ottima piazza dove poter rafforzare
la propria linea. La particolare
inclinazione all’e-commerce e la
10° ANNIVERSARIO buona regolarità nei pagamenti
Irst (Istituto scientifico romagnolo per lo studio e la cura dei tumori) e Coldiretti rispetto alle proposte del gruppo
americano potrebbero essere le basi
insieme per sperimentarne gli effetti. Nasce il progetto“Bio-distretto” per l’apertura di una sede per la
Romagna. Tuttavia, se da un lato le

Alimentazione simbiotica. Quali effetti? vendite online crescono a vista sul


territorio, tanto che sono gli stessi
esercenti a propendere verso questa
nuova frontiera del mercato, dall’altro
Lo studio analizza la variazione
Q
uali sono gli effetti del consumo di è davvero essenziale difendere
prodotti provenienti da agricoltura della flora intestinale dei partecipanti l’identità dei negozi di vicinato.
biologica e simbiotica sul “Senza queste realtà un centro
microbiota umano? Una domanda a cui che per trenta giorni seguiranno urbano morirebbe”. Chiara la visione
tenta di rispondere lo studio promosso un regime alimentare con prodotti di Roberto Vignatelli (nella foto, a
dall’Istituto scientifico romagnolo per lo provenienti da agricoltura simbiotica destra), vicepresidente di
MAURIZIO BIASINI studio e la cura dei tumori (Irst), Irccs, in Confcommercio Forlì-Cesena che
Mendocino (California) collaborazione con l’Università di grazie alla sinergia tra le stesse imprese, invita il territorio a vivere il centro
29 novembre 2008 Bologna, Consorzio eco-simbiotico e Coldiretti ed enti locali, si è puntato sulla storico. “Qui ha vita la socializzazione.
Te ne sei andato così, senza un Coldiretti Forlì- Cesena. Si tratta di uno valorizzazione della biodiversità e del settore Si possono creare situazioni astratte
saluto. studio che analizza la variazione della agricolo, più precisamente di un sistema di come l’e-commerce, ma bisogna
E noi, dal giorno in cui ci arrivò la flora intestinale dei partecipanti, che per agricoltura sostenibile capace di creare sviluppo rivalutare l’importanza della cultura
notizia della tua tragica scomparsa, trenta giorni seguiranno un regime economico nel pieno rispetto dell’ambiente. che il piccolo imprenditore mette nel
siamo rimasti a vivere con questo alimentare con prodotti provenienti da Con questo studio Irst, oltre a contribuire dal proprio negozio”. Vignatelli dunque
grande vuoto e con il desiderio agricoltura simbiotica. punto di vista scientifico alle indagini chiede una rivalutazione dei veri
struggente di sentirti, di sognarti Il dato verrà messo a confronto con riguardanti l’alimentazione, prosegue nella sua valori del lavoro anche perché, spiega,
almeno per dirti le parole che non ci quello ottenuto dai campioni raccolti nei azione di utilità sociale coinvolgendo, per la “il pubblico che si rivolge alle grandi
eravamo mai detti. trenta giorni precedenti l’inizio del prima volta l’intero “sistema territoriale” e i piattaforme online non ha la stessa
Sono passati dieci anni da quel trattamento alimentare, in cui gli stessi piccoli produttori agricoli custodi del territorio parità di trattamento”. “L’e-commerce
giorno ed è sempre lo stesso dolore, soggetti hanno seguito il loro abituale stesso. - continua il vicepresidente
ma con un amore più grande. Ci regime alimentare. In questo modo ogni Al centro di tutto - ha spiegato la dottoressa provinciale - è importante e non va
solleva solo il pensiero che un giorno caso è il controllo di se stesso. Paganelli, coordinatrice scientifica del progetto contrastato. Confcommercio però
ci rivedremo e ci abbracceremo e “Lo studio - ha spiegato Patrizia Serra, per Coldiretti Forlì-Cesena - l’agricoltura richiede che sia regolamentato:
sarà gioia senza fine. coordinattrice Data Manager Unità di simbiotica, sistema di coltivazione basato non è equo che ci siano piattaforme
Prega per noi Maurizio, caro amore Biostatistica e Sperimentazioni cliniche sull’utilizzo di un complesso microbico con tassazioni diverse
nostro, perché tutti in famiglia, Irst - è stato appena avviato dopo aver costituito da lieviti, funghi e batteri, che in dai negozi di vicinato. È una disparità
compresi giovani e bambini, possano completato il consueto iter autorizzativo simbiosi con le radici della pianta ne migliorano che pesa”. Dall’altra parte
accettare la verità, unica liberante, al quale tutte le progettualità Irst sono lo sviluppo aiutandola nell’assorbimento di l’associazione, così come la
dell’amore di Dio e della vita eterna. sottoposte, al fine di garantire la qualità e preziose sostanze nutritive presenti nel terreno. Confesercenti cesenate, trova
La tua famiglia scientificità dei risultati ottenuti”. Tale processo, all’interno del quale uomo, interessante che, in un momento
Cuore dello studio, la Valle del Bidente animali e vegetali riescono a co-esistere in un storico in cui “la crisi morde”, i
Una Messa in suffragio di Maurizio che identifica il primo “Bio Distretto della rapporto di mutua soddisfazione e in ideale commercianti locali allarghino il
Biasini sarà celebrata nel decennale Val Bidente”. Qui, grazie ad aziende equilibrio biologico, è il principio chiave sul proprio commercio anche a canali
della sua morte, giovedì 29 agricole che hanno adottato il sistema di quale si basa il progetto del Bio Distretto della non tradizionali di vendita come può
novembre alle 18,30 nel convento agricoltura eco-simbiotica, ma anche Val Bidente”. essere il mercato 4.0.
dei Cappuccini, a Cesena Alessandro Notarnicola
Cesena Giovedì 22 novembre 2018 11

IL GRUPPO MUSICALE OSPEDALIERO Serata promossa In breve


“BSS BRUTTI SBARBI SANITARI”
dal Centro “Perché femmina”
di Aiuto alla Vita, Contro la violenza
venerdì 30 novembre verso la donna
nel teatro In occasione della giornata contro la
violenza sulla donna, sabato 24 novembre
del Seminario diocesano. alle 21, al cineteatro Victor di San Vittore, la
compagnia "Il Garbuglio" metterà in scena
Con testimonianze, "Perché femmina. Voci di vittime dell’essere
femmina", per la regia di Silvia Severi. In
la partecipazione scena: Arianna Maroni, Caterina Canali,
Giulia Valbonetti, Linda Renda, Luana
del medico-poeta Franco Mazzoni, Martina Celi, Sibilla Foglia, Silvia
Casadei e del gruppo Severi, Susanna Bianchi, Valentina Togni e le
ballerine di Rapsodia Danza. Ingresso 10
musicale ospedaliero euro.

“Bss Brutti sbarbi sanitari” “Educare è l’inizio


contente di tenere la loro creatura. Il dello sviluppo?”
compito di noi volontari è anche quello
Incontro con Cesana
L’ALBA DELLA VITA di vivere in pienezza la nostra vita così
da essere testimoni in prima persona
del grande dono che il Signore ci ha
dato”.
Con l’intervento di Giancarlo Cesana si
conclude giovedì 22 novembre alle 20,45
presso la sala conferenze “E. Cacciaguerra”

In parole e musica Intanto, dal giugno scorso grazie alla


convezione triennale stipulata con
l’Ausl della Romagna, il Centro di aiuto
alla vita ha aperto uno sportello di
della banca di Credito Cooperativo
Romagnolo, in viale Bovio 76 a Cesena, il
quarto ciclo del “Percorso elementare di
Cultura” proposto dall’associazione “Il

P
oesie, testimonianze e musica figli, e anche alcuni di questi ultimi ascolto all’ospedale Bufalini di Cesena. Crocevia”.
per difendere il valore della vita diventati adulti. Il tutto sarà allietato La sede è quella messa a disposizione Giancarlo Cesana, corresponsabile laico per
che sboccia, fin dal minuscolo dalla band “Bss Brutti sbarbi sanitari” delle associazioni di volontariato (nel più di un decennio del Movimento di
cuore che batte nel ventre di una composta da Massimo Bertozzi, corridoio di fronte alla chiesa, sulla Comunione e Liberazione ai tempi di don
donna. Il Centro di aiuto alla vita (Cav) Claudio Turci, Ranieri Gaio, Costantino sinistra dopo l’ascensore) ed è aperta Giussani, parlerà di educazione e cultura.
di Cesena, che celebra nel 2018 i Mastronardi e Maurizio Rebecchi, tutti i venerdì dalle 8,30 alle 10,30.
quarant’anni della fondazione, sanitari dell’ospedale “Bufalini” per “Siamo lì per accogliere e sostenere le
organizza per venerdì 30 novembre alle lavoro e musicisti per passione. donne in gravidanza e le loro famiglie. Cna col cuore
20,45 al teatro del Seminario diocesano “Per la nostra associazione l’alba della Il dottor Antonazzo, nuovo primario di Al Verdi con Paolo Cevoli
l’iniziativa “L’alba della vita”. vita è il concepimento, e fino alla morte Ostetricia e ginecologia, ha conosciuto
Parteciperanno, tra gli altri, il medico e naturale - spiega Maria Ridolfi, l’attività del Centro aiuto alla vita alla La fusione dei Comuni piace agli
poeta Franco Casadei e Mario Alai, instancabile volontaria del Centro di clinica Mangiagalli di Milano e ci ha imprenditori. Lo dice il 73,6 per cento degli
professore associato di Filosofia aiuto alla vita, che risponde il modo accolto con favore”, spiega Stefania intervistati per un sondaggio di Cna Cesena
teoretica dell’Università di Urbino, che concreto alla necessità delle donne che Santarelli, presidente del Cav di Val Savio proposto a circa 125 aziende delle
presenterà il volume “40 anni al vivono una gravidanza difficile o Cesena. 1.200 dei comuni di Cesena, Montiano,
servizio della vita”. Durante la serata, a inattesa -. Non c’è un diritto all’aborto: La sede del Cav in corso Cavour 132 è Mercato Saraceno, Verghereto, Bagno di
ingresso gratuito e condotta dalla il bambino non ancora nato va tutelato. aperta nei pomeriggi di lunedì, Romagna e Sarsina. Il tema sarà al centro
giovane volontaria Angela Jin Chen, Se le mamme incontrano ostacoli mercoledì e venerdì dalle 16,30 alle dell’assemblea annuale di giovedì 22
ripercorreranno la loro esperienza insormontabili vedono l’aborto come 18,30. Per informazioni, tel. 0547 29153 novembre alle 19 al Teatro Verdi. La serata
alcune mamme che, grazie al sostegno l’unica soluzione, ma se - 349 0981604, www.cavcesena.it. prevede una cena di Gala offerta da Cna con
del Cav, hanno dato alla luce i propri adeguatamente aiutate son ben Francesca Siroli la collaborazione dei ristoratori cesenati
associati e alle 21,45 lo spettacolo di Paolo
Cevoli "Flesdens, una breve storia del cinema
Centro di Aiuto alla Vita e Movimento per la Vita dai cavernicoli a fastendfurius". L’ingresso
sarà aperto a tutti. Nell’occasione sarà
Quarant’anni a servizio dei più deboli consegnato anche il premio "Cna col Cuore"
dedicato a un personaggio del territorio che
nel 2018 si è distinto a livello nazionale o
uarant’anni fa nascevano a Cesena il Movimento per la Vita e il Centro di Aiuto alla così un ruolo
Q Vita, ciascuno con propri compiti specifici, ma entrambi al servizio della vita in tutti
i suoi momenti, entrambi inseriti un vasto movimento nazionale, ma radicati nel
riconosciuto nella
rete dei servizi socio-assistenziali del nostro
internazionale, in campo scientifico,
culturale o imprenditoriale.
territorio locale per rispondere ai suoi bisogni specifici. territorio.
Nel 1978 con l’introduzione della legislazione abortista per la prima volta in Italia
veniva legalizzata e programmata la soppressione della vita nascente. Oggi, mentre la
Mentre si conclude il 2018, le due associazioni
prendono nuovamente spunto da questo
Premio Sauro Spada
crisi economica e il degrado culturale seminano sempre maggiori ostacoli anniversario per riflettere sulla propria storia Nell’aula magna della Malatestiana,
all’accoglienza dei nuovi nati, anche il diritto alla vita dei malati, disabili ed anziani è quarantennale e ricavarne indicazioni e domenica 25 novembre alle 17, saranno
minacciato sempre più esplicitamente e violentemente con le campagne politiche e motivazioni per l’impegno futuro. Allo stesso presentati i vincitori del Premio "Sauro
massmediali per l’eutanasia, la presentazione di una proposta di legge che la tempo, esse desiderano riproporre alla Spada" con letture dei loro saggi. L’incontro
legalizzerebbe, e la porta lasciata aperta dalla stessa Corte Costituzionale. cittadinanza l’urgenza dei problemi che ci è organizzato dall’associazione "Te ad chi sit
Di fronte a questi drammi il Movimento per la Vita ha operato con la sensibilizzazione, fronteggiano, le motivazioni del loro e’ fiol" in collaborazione con "La Casa dei
l’educazione e l’azione politica. Il Centro di Aiuto alla Vita di Cesena ha aiutato le madri volontariato e la sempre maggior necessità del Pavoni" di Montenovo che indice ogni anno il
in difficoltà in modo concreto e costante, sia sul piano umano che su quello materiale, sostegno, in ogni forma, da parte di tutte le Premio, selezionando i migliori racconti brevi
permettendo loro di accogliere e crescere serenamente i propri bambini, ed assumendo persone di buona volontà. Mario Alai in dialetto romagnolo. Presenterà Maurizio
Balestra.

❚❚ Fibra ottica e videosorveglianza, scalo merci e ritardi


Cesena, città che avanza e aspetta
N
uova fibra ottica e futuro del tuali (spostate entro il prossimo anno punti di accesso Open Fiber saranno
vecchio scalo merci: il Consiglio nell’ex dopolavoro ferroviario). In fu- aperti gratuitamente al Comune.
comunale della settimana scor- turo, nell’ex scalo merci troveranno L’interpellanza pentastellata ha chie-
sa ha discusso di temi importanti per posto, oltre all’autostazione, una ve- sto se l’intervento di Open Fiber possa
Cesena, con aggiornamenti sul futuro lostazione (bike-sharing, parcheggio comportare risparmi e di che tipo. Eco-
dell’area stazione e i costi della rete cit- bici, ciclo-officina, turismo sostenibi- nomie stimate dal vicesindaco Battisti-
tadina per l’Internet ad alta velocità. le su pedali) e un centro aggregativo- ni in 85mila euro per il solo costo della
L’area dell’ex scalo merci ferroviario educativo per i giovani. fibra (22 chilometri di posa risparmia-
(oggetto di un’interpellanza del de- Il Movimento 5 stelle ha voluto ap- ta) e 300mila euro di opere civili. Con-
mocratico Sebastiano Castellucci), profondire invece, con un’interpel- nettere la rete Man a Open Fiber avrà
avrebbe dovuto accogliere da tempo lanza di Natascia Guiduzzi, la que- solo dei costi di manutenzione “a chia-
la nuova stazione delle autolinee. Ma stione della Rete a fibra ottica. Come è mata” (400 euro) in caso di disservizi.
l’opera, parte del più ampio piano del noto il Comune sta sviluppando la In ogni caso, mentre Open Fiber met-
“Quartiere Europa”, sconta i ritardi propria rete municipale a fibra ottica terà la propria Fibra ottica a disposi-
dell’intervento privato. Così il Comu- (Man), destinata alla video sorve- zione dei diversi operatori (la società
ne si è messo in contatto con Rete fer- glianza e non solo: 140 chilometri di non si rivolge agli utenti finali), il Co-
roviaria italiana (Rfi), che si è detta di- rete, dal centro alle frazioni, con 450 mune userà la propria Man solo per
sponibile a cedere gli immobili per telecamere per la sicurezza. L’arrivo in scopi pubblici: videosorveglianza,
un’operazione di rigenerazione urba- città di Open Fiber però vedrà la posa controllo targhe, servizi di controllo
na. Comune e Rfi stanno preparando di altri 565 chilometri di cavi in fibra del territorio in un’ottica di smart city,
un accordo di programma per attuare ottica, per cablare 35mila unità im- connessioni scolastiche, di sedi di
il progetto, da avviare quando i locali mobiliari, con un investimento di ol- quartiere e di edifici pubblici.
saranno liberati dalle attrezzature at- tre 13 milioni di euro. E cinquanta MiB
Radici&Futuro Autunno Giovedì 22 novembre 2018 13

IL MITO DEL SOPRANNOME IN ROMAGNA. Gli anziani non rispondevano, anzi,


sparivano per tre giorni. Se il nome non lo sceglieva il padre, il bambino poteva
morire a pochi anni. Anacleto, Dalma, Fidalma, Tito Yuri, Ubalda e Iader i più comuni

Se ti chiamavano per nome e cognome


era meglio darsi alla macchia COLAZIONE TRA LE RIGHE
Racconto: Serena Menghi

I
n Romagna il soprannome personale e quello
della “casata” era un vero mito. Cinquant’anni Foto: Denise Biondi
fa, quando si voleva identificare qualcuno, non Ricetta: Marika Lombardi
si doveva pronunciare il nome e il cognome perché
si correva il rischio di non farsi capire. I cognomi
esistevano, ma servivano solo per gli uffici
pubblici. Specialmente in campagna l’unico modo Sciogliere in un pentolino un sogno, insieme a
di individuare una persona era il soprannome. Di forza e costanza.
solito se una persona veniva chiamata col proprio A parte, sbriciolare le convinzioni che remano
nome e cognome, allora era prudente non contro e mescolarle alla consapevolezza.
rispondere, erano quasi sempre le guardie, e si A questo punto è possibile unire il tutto, senza
sarebbero passati comunque dei guai. Gli anziani paura.
ricordano ancora le raccomandazione degli avi, i Mettere l’impasto a nudo, dando forma al-
quali suggerivano: “Quand av santì ciamè cum e l’obiettivo.
cugnom dasìv alla màcia / Quando vi sentite Ricoprire di quotidianità e riporlo in freezer,
chiamare col vostro cognome datevi alla macchia: potrebbero volerci molti giorni.
sparite!”.
Ricordarsi di toglierlo per indossarlo, prima di
Nel ravennate, terra particolarmente contraria alla
uscire.
monarchia, erano ancora più prudenti. Vi era un
uso molto comune, che mi ha colpito in quanto
vicino al concetto attuale che abbiamo di
“privacy”: era l’abitudine di non chiamare e non Salame al cioccolato
farsi chiamare col proprio nome. Così, se il marito
voleva chiamare sua moglie, diceva: “Su mà”, cioè rivisitato
“sua madre” (riferendosi al figlio). Se questa voleva
nominare il marito, diceva: “Su bà”, vale a dire,
“suo babbo”.
A ulteriore conferma di ciò che ho riferito vorrei
aggiungere: se un contadino, vedendo un altro da
lontano, fosse stato nella necessità di chiamarlo,
non avrebbe proferito il suo nome, ma avrebbe
urlato verso di lui: “Ohi, tan ma bed”, che significa:
“Oh, non mi dai retta?”. Enea, Fabiola, Fanny, Fidalma, Fiorello, Florio, Gilda,
Avete già capito che non sarebbe stato facile a quel Gioele, Iames, Jader, Mentana, Metella, Nara, Nives,
tempo raccogliere informazioni su eventuali “teste Osanna, Natale, Oberdan, Odetta e Ombretta,
calde”. Va aggiunto che si consideravano molto Ortensio e Ramona, Raoul e Riziero, Rodingo,
fortunati quei bambini ai quali si fosse messo il nome Rosella, Tarcisio e Tatiana, Ubalda, Valter, Wagner,
uguale al cognome. Il nome, poi, non poteva proporlo William e Zaira. E se qualcuno stesse decidendo il
la madre. La tradizione in questo caso è molto chiara: se nome per il proprio figlio, posso ancora suggerire:
il nome non l’avesse proposto il padre, il bimbo sarebbe Nelide e Milvia, Benitia, Rometta, Vasinto (nessuno
morto. sapeva come si scrive Washington), Ivonne, Natascia,
Vediamo allora alcuni dei nomi più gettonati: Adele, Tatiana, Vitalba, Tito Yuri, Elmo, Leopoldo, Nazaria,
Adua, Africo, Alieto, Altero, Anacleto, Argia, Aurelia, Ivan, Redente e Velia. E per finire, l’impagabile Ingredienti:
Azelio, Benita e Benito, Decio, Denise, Derna, Diva, Eurosia conosciuta ai seggi elettorali.
Daura, Dalma, Edo, Egisto, Elettra, Elide, Elma, Elvezia, Diego Angeloni 150 gr di cioccolato fondente
100 ml di latte
1/2 tazzina di caffè
150 gr di fette biscottate

Le cose dei nonni La soluzione a “Le cose dei Proverbio 15 gr di nocciole

nonni” della scorsa settimana, è: Fond afité, fond arviné. Procedimento:


e’ banchet di spus, o bazulén Sora l’afett un i tempesta.
I nostri let- (banco utilizzato in chiesa in oc- Podere affittato, podere rovi- Sciogliere in un pentolino il cioccolato insieme
tori sono in-
casione della celebrazione di ma- nato. al latte e al caffè.
vitati a
trimoni). Sull’affitto non tempesta. A parte sbriciolare le fette biscottate e mesco-
indovinare
La soluzione esatta è stata data Questo lunedì ho abbinato due larle alle nocciole.
l’oggetto
per prima da Floriana Fabbri: proverbi in apparente contraddi- Unire il composto di cioccolato, latte e caffè e
della me-
vince il libro “Te lo do io il bar- zione. La terra che non si lavora e mescolare tutto.
moria. Che
bone” da ritirare in redazione, via si dà in affitto è certamente desti- Mettere l’impasto ottenuto nella pellicola tra-
cosa è?
don Minzoni 47, Cesena. nata a non rendere come se fosse sparente e pressarlo dando la forma di un “sa-
La solu-
Tra i partecipanti che hanno dato il padrone a “guardarla”. L’affit- lame”.
zione, rigo-
la soluzione esatta, è stata sorteg- tuario cercherà il massimo pro- Ricoprire con carta stagnola e mettere in free-
rosamente
fitto col minimo sforzo senza zer almeno 5 ore.
in dialetto, giata Vitalba Bagnolini. Vince un
avere riguardi per gli impianti. È Può essere conservato per diversi giorni.
va comuni- vassoio di 10 bomboloni della tra-
però vero che, una volta affittato Ricordarsi di toglierlo dal freezer 10 minuti
cata alla redazione dizione da ritirare presso la pa-
il proprio podere, alla grandine e prima di servirlo.
(redazione@corrierecesenate.it, sticceria “Caffè le millevoglie”, alla tempesta non bisogna più
tel. 0547 1938590). viale Abruzzi 233 angolo via Lazio pensare. All’alea del raccolto so-
Primo premio: un libro. a Cesena (zona stadio), entro il stituiamo la certezza del bonifico
Premio a sorteggio fra tutti i partecipanti: un mercoledì mattina successivo la dell’affitto presso la banca.
vassoio di bomboloni. pubblicazione del vincitore. D. A.

Ingredienti per 4 persone


L’azdora di Romagna 1 kg di castagne
di Giusi Canducci 2 cipolle rosse
2 cucchiai di salsa di pomodoro
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale, pepe, rosmarino
Intagliare la buccia delle castagne (per evitare che scoppino) e passarle
Minestra di castagne velocemente su una fiamma vivace per bruciacchiarne la buccia in
modo che si sbuccino facilmente.
A novembre, quando il duro lavoro dei campi
concedeva un po’ di tregua ai nostri conta-
dini, era tradizione passare un’intera giornata
Una volta pulite le castagne, tagliare a listarelle le cipolle e rosolarle
nell’olio. Aggiungere le castagne e coprirle di acqua.
con tutta la famiglia in montagna per andare a Far bollire il tutto per circa un’oretta o fino a quando le castagne comin-
“castagnare”. ceranno a spappolarsi. Aggiungere la salsa di pomodoro, il sale e il pepe
A fine giornata si tornava con un ricco bottino e e profumare con un rametto di rosmarino.
le castagne raccolte diventavano l’ingrediente di A cottura ultimata, la minestra dovrà risultare piuttosto densa.
tantissime ricette. Tra cui questa minestra. Servire caldissima.
F Inserto a cura

Sacro Cuore Informa


della Fondazione
del Sacro Cuore
S di Cesena

C Novembre 2018

La parola
Chi ogni giorno si impegna sul fronte dell’educazione in
a un genitore
Tenere acceso ambito scolastico, nel momento in cui raccoglie questa sfida,
è consapevole di come condurre i giovani a questa
consapevolezza possa essere solo il frutto, mai scontato, di
un dialogo che, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria, sia
teso a far emergere e mantenere vivo quel desiderio di vero,

il desiderio
di bello, di bene che alberga nel cuore di ognuno, ma che
troppo spesso il frastuono massmediatico della
contemporaneità tende a ottundere.
Il dialogo nella scuola è autentico quando intreccia il
cammino di conoscenza proposto dalle discipline con le
domande che in modo ingenuo o più consapevole emergono
Il Sinodo ci ha invitato a metterci in dai ragazzi, ponendosi in un ascolto attento che faccia
sentire bambini e ragazzi protagonisti del loro percorso di
ascolto dei giovani, delle loro domande crescita. I nostri alunni infatti, come afferma Luigi Giussani
e dei desideri più profondi del loro cuore in “Realtà e giovinezza. La sfida” - il bel libro che abbiamo
presentato in questo mese - hanno bisogno di ragioni che
diano loro uno scopo per cui vale la pena venire a scuola,

V
i è stata durante il recente Sinodo sui giovani, come si studiare, impegnarsi nei rapporti, vivere ogni giornata con
evince dal documento conclusivo, una particolare entusiasmo e speranza. FESTA DEGLI ANGELI CUSTODI
E DEI NONNI
insistenza sul compito decisivo e insostituibile della Questo può accadere solo se trovano di fronte a loro adulti
scuola, e in particolare delle istituzioni educative appassionati che li coinvolgano in esperienze significative,

I
cattoliche che “sono chiamate a proporre un modello di quali quelle che nello snodarsi dei mesi gli insegnanti l posto giusto per i miei figli. È questa
formazione che sia capace di far dialogare la fede con le cercano di pensare per loro, per far incontrare la loro innata la sensazione che ho ogni mattina
domande del mondo contemporaneo, con le diverse prospettive curiosità con la bellezza dei luoghi che si visitano durante le quando affido il mio piccolo Dario
antropologiche, con le sfide della scienza e della tecnica, con i gite, le scoperte dei laboratori scientifici e dei giochi agli amorevoli abbracci delle maestre
cambiamenti del costume sociale e con l’impegno per la matematici, il fascino della lettura dei grandi libri, Elisa e Daria e quando sistemo lo zaino
giustizia”. A esse è rivolto l’invito a riservare un’attenzione l’esplorazione delle personali risorse espressive nei della mia Adele che con l’entusiasmo di
particolare “alla promozione della creatività giovanile”, affinché i laboratori teatrali, artistici e musicali. La speranza, coniugata chi si accinge ad intraprendere una
giovani siano accompagnati a “scoprire i loro talenti e metterli con la pazienza, è che per ognuno scatti il momento in cui grande avventura sorride alla sua mae-
poi a disposizione della società per il bene di tutti”. dire con consapevolezza “io” di fronte alla realtà, stra Benedetta, pronta a gustare un altro
comprendendo la grandezza a cui sono chiamati. giorno di scuola.
In questa direzione è di fondamentale importanza l’alleanza Esco da quelle mura contenta e certa che
GITA DI INIZIO ANNO: con i genitori, che della loro crescita rimangono i primi i miei bambini saranno sempre guardati
I RAGAZZI DELLE MEDIE responsabili, che più di ogni altro sono protesi al loro bene, per quello che sono nella loro unicità. La
SALGONO ALLA ROCCA ma che, come anche gli insegnanti, devono sforzarsi di non scuola di cui sto facendo esperienza in
DI BRISIGHELLA guardare i loro figli solo nella prospettiva dei risultati, ma in questi anni al Sacro Cuore è quella che
una più ampia apertura verso l’affiorare dei loro talenti e il ha al centro il bambino con i suoi biso-
realizzarsi del loro destino. Per questo si sono rivelati centrali gni, i suoi desideri e i suoi talenti. Non
i momenti di incontro, particolarmente curati in questo trovo scontato che ogni soggetto coinvol-
inizio di anno scolastico, con personalità come Adele to nella crescita e nell’educazione dei
Tellarini, Nicoletta Sanese, Mariella Carlotti, Silvio Cattarina, miei figli li chiami per nome e ogni gior-
Elena Ugolini, che hanno rilanciato con la loro no li saluti e sorrida loro. Dall’ingresso
testimonianza la grandezza ideale del compito educativo. fino al pranzo e poi nelle attività pome-
Paola Ombretta Sternini ridiane Adele e Dario sono accolti, segui-
preside delle scuole del Sacro Cuore ti e ascoltati.
La scoperta della lettura, la gioia nel
In queste settimane le scuole successo di un calcolo matematico, l’ac-
del Sacro Cuore si aprono alla città. quisizione di autonomie e l’assunzione
di piccole responsabilità nella gestione
✔ Sabato 24 novembre, dalle 10 dei libri, dei quaderni e del compito a
alle 12,30 , l’Open day della Scuola Primaria casa sono momenti che mi hanno stupi-
(a Cesena, in via don Minzoni, 57) ta.
Tutto in questi mesi di primaria di Adele
✔ Sabato 21dicembre, dalle 10 alle 12,30 mi è sembrato naturale e corrispondente
e dalle 15,30 alle 17 l’Open day alle aspirazioni della mia bambina. Allo
della Scuola Media (a Cesena, in via del Seminario, 85) stesso modo il piccolo Dario che sorpren-
dentemente si è lasciato andare alle pro-
✔ Sabato 12 gennaio, dalle 10,30 alle 12 poste nella sua nuova sezione delle Coc-
l’Open day della Scuola dell’Infanzia cinelle ha mostrato delle abilità e degli
interessi nuovi. Questo è stato possibile
(a Cesena, in via Don Minzoni, 57) grazie al rapporto con le loro maestre,
✔ Open Week Primaria e Media senza di esso poco o nulla sarebbe passa-
(lezioni a porte aperte su appuntamento) to. Perché l’educazione c’è quando si
mette in gioco il cuore e di questo sono
dal 3 al 15 dicembre e dal 9 al 19 gennaio molto grata.
Barbara Baronio

L’INCONTRO DI INIZIO ANNO DELLA SCUOLA PRIMARIA CON LA PSICOPEDAGOGISTA NICOLETTA SANESE
E
ssere genitori, oggi, è un
compito grandioso, una
sfida all’altezza di
uomini e di donne che hanno Scuola e famiglia si alleano
un’eredità da trasmettere ai
figli, che sono la parte più
bella dell’umanità. Ai figli si
per condividere il delicato compito educativo
regala il mondo e lo si fa Il tema che la dottoressa Sanese che diventa prestazione, di
consapevoli che questo significa ha affrontato quest’anno nasce rispondere subito a tutte le
vedere tutta la potenzialità del dal titolo del progetto annuale domande. È importante far
proprio bambino e tutta la che coinvolge tutti i bambini capire che desiderare è
straordinaria portata della realtà delle classi della Primaria: “Il bellissimo, che anche noi adulti
del mondo stesso. Papa cielo è pieno di stelle che fan siamo pieni di desideri, che
Francesco, incontrando il sognare le cose più belle”. stiamo in loro compagnia per
mondo della scuola fatto di Le sono state rivolte alcune augurare che siano sempre veri e
insegnanti e genitori insieme, ha domande: i nostri bambini seri, che possano essere fieri in
citato un detto africano che desiderano ancora incontrare le quello che fanno. Tutte le INSEGNANTI
E GENITORI
dice: “Per educare un ragazzo, ci cose più belle? Come accendere esperienze, vissute dentro un AL LAVORO
vuole un villaggio!”. Ecco quindi il desiderio di conoscenza? Quali legame così, alimentano il PER L’OPEN DAY
il motivo per cui negli ultimi esperienze accendono i desiderio. Attraverso gli occhi
anni la nostra scuola primaria fa bambini? Quali sono le dei genitori, i figli imparano a
precedere la prima assemblea di responsabilità della scuola e guardare dove guardano loro, parlava il Papa: alla scuola il terreno comune, che è il
classe da un momento di della famiglia? senza tecniche e senza regole compito di avere a cuore i bambino, l’azione della scuola e
dialogo e di confronto con la La dottoressa ha risposto imposte da seguire, ma bambini e il loro desiderio il compito della famiglia
dottoressa Nicoletta Sanese, spostando subito il punto da cui attraverso un’educazione attraverso le discipline e la agiscono senza sovrapposizioni,
psicopedagogista, maestra e partire: non si tratta di come all’amore. L’energia affettiva, didattica; alla famiglia il senza conflitti, ma con stima
madre, persona in grado di accendere, ma di come non infatti, è capace di cambiare il compito grande della reciproca per l’unico compito
sostenere famiglie e insegnanti spegnere i desideri che ogni mondo. Ed ecco che si compagnia ai figli, davvero umano: educare.
nel grande e delicato compito bambino ha. Occorre mettersi al evidenziano i caratteri diversi, gli immedesimandosi con quello Carla Agostini
educativo. fianco dei figli, senza la pretesa, aspetti del “villaggio” di cui che il figlio ha dentro. Su questo insegnante Scuola Primaria
II Giovedì 22 novembre 2018 Speciale Fondazione Sacro Cuore

PROGETTO ANNUALE
Con gli occhi
rivolti al cielo
Le uscite all’aria aperta e le visite al Planetario
dei primi mesi di scuola hanno condotto
i bambini a uno sguardo pieno di stupore

S
ettembre è un mese particolarmente bello perché segna l’inizio di un nuovo
anno scolastico. Si ricomincia un cammino e ci si chiede dove vogliamo
andare. Ci si pongono le domande di fondo: da dove ripartire? Come
accompagnare i nostri alunni in un’esperienza che li coinvolga a scoprire il
significato di sé e del mondo? A settembre, in modo ancor più potente del solito, si Scuola Prim
accende nello sguardo degli insegnanti il desiderio di mettere a punto una
proposta carica di attrattiva, di bellezza e di significato.
aria
Quest’anno l’ideazione del progetto d’Istituto è nata proprio dal tentativo di
rispondere a tali domande. “Il cielo è pieno di stelle che fan sognare le cose più
belle” è il titolo del progetto. Il tema attorno al quale si dipanano tutti i percorsi
delle singole classi è dunque “il cielo”, emblema della bellezza e della grandezza
della realtà. Affermare infatti che “Il cielo è pieno di stelle” significa riconoscere la
grandezza e la bellezza di cui la realtà è fatta; ed è proprio l’impatto col reale che stellata durante le uscite al Planetario di momento della conoscenza c’è
accende nel bambino il desiderio di “cose belle”, anzi “le più belle”. Ravenna, hanno aperto le porte della un’esperienza unitaria di sensi e intelletto,
Il nostro percorso educativo prende avvio da questa provocazione. Siamo certi che conoscenza ai bambini delle classi terze, di azione e di pensiero. Nel particolare che
sia necessario, oggi più che mai, prendersi cura del bisogno dei nostri bambini di quarte e quinte. I bambini di prima e si incontra, su cui ci si imbatte e si lavora in
penetrare il segreto di questo mondo. Come? Innanzitutto osservando insieme le seconda, invece, guardano ogni mattina il classe, c’è il nesso con il significato del
cose. Don Luigi Giussani commenta la frase di Cesare Pavese: “Ti ride negli occhi cielo, ne osservano i colori e le forme delle Tutto.
la bellezza di un cielo che non è il tuo”, affermando “Ti ride negli occhi: sei fatto nubi “con gli occhi dello scienziato” e con Ci auguriamo che il desiderio di conoscenza
del cielo, per il cielo, da un Altro; e questo ti ride, perché il cuore è sete di felicità e quelli dei poeti e degli artisti e poi ognuno dei nostri alunni, impegnati nel percorso
di bellezza...”. Questa esperienza sta accadendo nelle aule della Primaria del Sacro disegna nel quaderno “il proprio pezzetto di didattico di quest’anno, possa ardere come
Cuore in questi primi mesi di scuola, mentre ogni insegnante muove i primi passi cielo”. “Com’è il cielo oggi, maestra?”. Di un fuoco nei loro cuori.
nell’attuazione della progettazione di classe. Lo studio dell’origine dell’Universo e fronte alla semplicità di questa domanda Mirella Amadori
dei miti greci, l’esperienza dello stupore di fronte all’osservazione della volta noi insegnanti riconosciamo che nel vicaria Scuola Primaria

Prendere G ià da cinque anni la nostra scuola propone a tutti gli alunni delle classi
della Primaria un approfondimento dello studio della lingua inglese,
attraverso un’ora settimanale di Clil, guidata da un insegnante
confidenza madrelingua. Il Clil arricchisce la proposta didattica, perché si aggiunge alle ore
curricolari di inglese, svolte da un’insegnante specialista laureata in lingue.

con la lingua L’insegnamento di una disciplina in modalità Clil (Content and Language
Integrated Learning), consente ai nostri piccoli alunni di acquisirne alcuni
contenuti, attraverso l’esperienza viva di un’altra lingua, appunto la lingua inglese.

Clil e Certificazione Cambridge Young Learners


in modo In questi anni, i bambini di tutte le classi si sono accostati con entusiasmo allo
studio di contenuti di altre discipline e hanno svolto percorsi di educazione fisica e

alla fine della Quinta naturale geografia in contesti motivanti e creativi. Grazie al grande coinvolgimento dei
bambini e alla loro grande capacità di memorizzazione, tipica dei nostri

giovanissimi studenti, è stato possibile per


ognuno di loro familiarizzare con la lingua
in modo divertente e naturale. I bambini
Formarsi per rinnovare il metodo di insegnamento hanno infatti sviluppato le abilità di
ascolto e comprensione dell’inglese,
vivendo un’esperienza di totale

Una Matematica immersione nei suoni originari della lingua


per un’ora alla settimana. L’approccio
operativo, attraverso l’esperienza del Clil,
ha facilitato pertanto le acquisizioni più

che si cala specifiche della lingua inglese.


Il Clil viene proposto in modo
continuativo: accompagna l’intero ciclo
della scuola di base, dalla prima alla

nella realtà quinta. Dall’approccio orale immediato e


semplice, attraverso filastrocche e canzoni,
a cui vengono introdotti i bimbi di prima,
si giunge a effettuare l’esperienza della

N
oi maestre della scuola Primaria al computer, comunicazione, in modo sempre più
abbiamo sentito l’esigenza sempre problemi consapevole e specifico, negli ultimi anni
più urgente di rinnovare il nostro matematici che della primaria. Si consolidano così le
modo di fare matematica, affinché i diventano storie, orologi e calendari… sono mancate: alcuni bambini, che se strutture linguistiche di base e si
bambini potessero gustare e apprezzare Queste attività abituano gli scolari a dovevano eseguire una serie di incrementa in modo rilevante il bagaglio
la bellezza di questa materia. essere curiosi, a porre domande e operazioni in colonna o di equivalenze... lessicale. Il curricolo che proponiamo,
Lo scorso anno scolastico alcune di noi interrogativi e li stimolano a provare a sbagliavano quasi tutto, in questi test infatti, ha la pretesa di offrire ai nostri
sono arrivate a un corso di dare una risposta, abituandosi ad riuscivano a risolvere quesiti anche alunni le abilità necessarie per inserirsi in
aggiornamento organizzato da Diesse a argomentare e ad ascoltare gli altri, impegnativi da soli, iniziando a prendere una società multiculturale e quindi
Bologna, dal titolo “La Bottega della incrementando così il ragionamento e la fiducia nelle loro capacità. Altri scolari si multilingue, maturando la consapevolezza
matematica alla scuola Primaria”, costruzione di un loro percorso mentale sono rivelati ottimi osservatori e dell’appartenenza alla propria cultura e
proprio col desiderio di trovare una matematico. risolutori di quesiti Invalsi, perché hanno tradizione, proprio attraverso il confronto
nuova strada per raggiungere i bambini. La formazione poi è proseguita grazie alla cominciato anche un po’ a “osare”, a con un’altra lingua.
“La Bottega” è stata veramente partecipazione di alcune insegnanti al uscire dagli schemi e a mettere in atto Infine, la proposta che viene fatta
eccezionale e illuminante. La formatrice, Corso on-line “Piste didattiche di tutte le conoscenze che avevano. nell’ultimo anno della scuola primaria è
Giovanna Mora, ci ha fatto assaporare matematica per la scuola Primaria” e, I buonissimi risultati ottenuti dagli quella di poter sostenere la certificazione
con molta umiltà e cordialità, un modo addirittura, le tanto temute Prove Invalsi alunni della Fondazione del Sacro Cuore Cambridge Young Learners. Gli alunni
di spiegare l’aritmetica e la geometria sono diventate un’importante occasione nelle Prove Invalsi che si sono svolte lo vengono preparati per affrontare gli esami
che ci corrisponde così tanto da farci di crescita. Abbiamo scelto dall’”Archivio scorso maggio ci hanno confermato la che testano i livelli delle quattro abilità,
venire la voglia di rivedere il metodo di Prove Invalsi” situazioni ed esercizi e bontà di questo lavoro! Questa è la strada secondo le competenze del Quadro
insegnamento che seguiamo da tanti abbiamo lavorato in classe con gli allievi a che vogliamo percorrere ed è la Comune Europeo di riferimento per le
anni. gruppi, a coppie o anche singolarmente. dimostrazione che anche le maestre, lingue straniere: listening, reading, writing
Le lezioni ci hanno mostrato una Questa attività si è rivelata gratificante quando fanno il loro mestiere con e speaking.In questi anni i nostri bambini
matematica che si cala nella realtà, che non solo per i più intuitivi, ma anche per i passione, continuano sempre “ad andare hanno raggiunto risultati eccellenti che ci
riesce ad “allenare” la mente in maniera “meno portati”, perché nessuno diceva a scuola”, aperte a imparare e a confermano la positività dell’esperienza
ludica e pragmatica, utilizzando una cosa sbagliata, ma ciascuno poteva migliorare con i loro bambini. fatta e ci stimolano a proseguire il percorso
cannucce, scontrini, portafogli ed euro, raccontare come aveva ragionato ed era Nicoletta Tonelli intrapreso.
disegni colorati, programmi di geometria sempre interessante. E le soprese non insegnante Scuola Primaria Nadia Marini
insegnante Scuola Primaria
Speciale Fondazione Sacro Cuore Giovedì 22 novembre 2018 III

Le pietre dell’Abbazia Concorso nazionale


Scuola Media sono tessere ■ Sulle “Vie d’Europa”
di un mosaico L’edizione 2018 del concorso nazionale “Le Vie
d’Europa”, a cui da anni la nostra scuola partecipa, è
antico dodici secoli tutta incentrata su J.K. Rowling, creatrice del
personaggio di Harry Potter. “Sono le nostre azioni a
dire chi siamo, molto più delle nostre abilità” è il
una profonda dignità umana, visto e vissuto come titolo di quest’anno. Per volontà della sua stessa
un’occasione per l’uomo di realizzare i propri autrice Harry Potter è da sempre un simbolo di
desideri e di mettere a frutto le proprie abilità. uguaglianza e inclusività. Non è un eroe senza
Pensiamo all’arte dell’erboristeria e alla tecnica di macchia e senza paura: è un ragazzo che ha un destino
scrittura amanuense, dove la perizia si è molto più grande di lui da compiere ma che da solo
affiancata al senso di ospitalità, di dono e di non muoverebbe un passo. Da solo Harry Potter
gratuità. sarebbe solamente uno studente mediamente bravo a
Come ha affermato Erio Castellucci, arcivescovo scuola, diventato famoso in circostanze tragiche.
Abate di Modena-Nonantola: “Le pietre Invece i suoi amici, gli “ultimi” della scuola e del
dell’Abbazia di Nonantola sono tessere di un mondo magico, e i suoi professori sono al suo fianco in
mosaico, antico dodici secoli e mezzo […] che tutte le sfide della vita scolastica e della lotta contro il
parlano di uomini e donne del popolo e della male. Dalle impossibili lezioni di Pozioni del professor
nobiltà, poveri e ricchi, santi e peccatori; sono Piton alla lotta contro il Basilisco nella Camera dei
testimonianza di culture e società succedutesi Segreti Harry Potter ha sempre Ron, Hermione, il
nelle diverse epoche storiche; danno voce professor Silente e tantissimi altri pronti a dargli man
all’intimo dei cuori di schiere di pellegrini forte nelle sue battaglie. È la rivincita dei piccoli e
viandanti. Sono segni […] della Chiesa di “pietre degli ultimi, di chi vive una situazione familiare
vive” […]”. difficile, di chi non ha amici per via della sua
I ragazzi hanno visitato il Museo benedettino e stranezza, di chi non è accettato perché sentito
diocesano, che conserva codici e pergamene, “diverso”. Non è solo una rivincita contro i bulletti: è
alcuni dei quali firmati addirittura da Carlo una rivalsa contro le situazioni più difficili della vita,
Magno (sono libri preziosi non solo per il loro che si possono affrontare e vincere insieme guidati da
contenuto, ma anche per la precisione delle grandi maestri, è una vittoria contro il male che cerca
decorazioni e la ricchezza dei materiali usati) e di dividere e di distruggere tutto ciò che di buono e di
hanno poi sperimentato il fascino dello scrivere e vero si è costruito. Nel discorso ai laureati di
del decorare una pagina di pergamena, Cambridge del 2008 è la stessa Rowling a riconoscere

In gita a Nonantola partecipando ai laboratori “Fabbricazione di una


pergamena e scrittura carolina” e “Realizzazione
di un capolettera miniato”. Divisi in gruppi, hanno
imparato a impugnare il pennino di canna e a
che senza i suoi amici non sarebbe riuscita a
sopravvivere agli anni difficili della morte della madre
e dell’indigenza nella quale si è trovata a vivere prima
che Harry Potter venisse alla luce. La scelta di
affrontare con i ragazzi la letteratura fantasy rafforza

sulle tracce della storia squadrare una pagina, a dosare la quantità di


inchiostro da utilizzare, a tenere un’andatura
decisa e un’inclinazione adeguata della mano, per
lasciare sul foglio un tratto chiaro ed elegante,
ulteriormente questo messaggio. Questo genere, che
affonda le sue radici nel medioevo anglosassone con il
ciclo di Artù, si sviluppa con Shakespeare e fiorisce
nella seconda metà del Novecento con Tolkien e la

C
ome gita di inizio anno, le due classi prime si sono recate in visita proprio come voleva essere la calligrafia carolina.
all’Abbazia di Nonantola. L’attenzione e l’impegno sono stati ripagati dal Rowling per insegnarci “l’ordinario attraverso lo
In linea con lo spirito educativo della scuola, lo scopo di questa risultato, come a sottolineare che la tensione straordinario”. Così è il mondo degli hobbit e degli elfi
iniziativa è stato duplice: da una parte, permettere ai ragazzi di verso cose belle e grandi permette di realizzare che ci insegna ad essere uomini, è il vincolo di
conoscersi meglio e di socializzare, qualcosa di più bello e di più grande rispetto alle amicizia, dalla Compagnia dell’Anello ai piccoli maghi
vivendo l’esperienza della condivisione; fervore cristiano. Guidati dal proprie aspettative. di Hogwarts, che manda in tilt le forze del male. Cosa
dall’altra introdurre temi e avviare motto benedettino “Ora, lege Anche per questo motivo, si è deciso di dedicare rende allora un personaggio eroe e un altro un
riflessioni cardine dello studio che si et labora”, i monaci, con la un’aula dell’Open Day proprio al monachesimo, furfante? La scelta che fanno tutti i giorni di prendere
affronta in prima media. loro preghiera e il loro dove i ragazzi esporranno i loro lavori e una strada invece che un’altra: questo è il grande
Il monachesimo, diffusosi in Europa a lavoro, non hanno guideranno i bambini e i genitori in visita in un insegnamento che i ragazzi hanno tratto dalla lettura
partire dal VI secolo, ha contribuito in solamente conservato la viaggio attraverso gli spazi e le attività dei primi dei primi tre romanzi della saga della Rowling. I venti
maniera sostanziale a costruire conoscenza del passato, ma monasteri, luoghi di irraggiamento di cultura, ragazzi delle seconde che, dopo aver lavorato in classe
un’identità e un senso di appartenenza hanno anche prodotto nuovi identità, scienza. su queste tematiche, hanno deciso di partecipare al
che hanno rappresentato una delle saperi, tramandando Filippo Pistocchi laboratorio opzionale pomeridiano, hanno
manifestazioni più affascinanti del tecniche e dando al lavoro insegnante Scuola Media individuato i temi più interessanti dei libri letti, anche
guidati dalle tracce proposte dal comitato promotore.
Il taglio che quest’anno abbiamo voluto dare ai nostri
elaborati per il concorso è molto laboratoriale per
sviluppare, oltre alle competenze di analisi letteraria,
L’incontro con i racconti e i luoghi di Giovannino Guareschi, creatore dei due indimenticabili personaggi anche quelle pratiche e manuali. Stando insieme e
aiutandosi i ragazzi stanno approfondendo il valore
delle scelte come discernimento del cammino della

Nel“mondo piccolo”di don Camillo e Peppone propria vita, le caratteristiche della nostra scuola, il
bisogno di avere accanto degli adulti che non li
lascino soli, la necessità di inclusione e tolleranza del
diverso. Chiara Balestri e Lidia Dradi

N
el primo periodo dell’anno scolastico, i ragazzi comunista. Il
di terza media della Fondazione Sacro Cuore commissario federale insegnanti Scuola Media
hanno incontrato, attraverso la lettura dei suoi che nella casa di una
racconti e la visita ai suoi luoghi, Giovannino famiglia affamata
Guareschi. Scrittore, giornalista, uomo comune come getta dalla finestra il
lui amava definirsi, Guareschi è il celebre creatore degli pacco di viveri
indimenticabili Peppone e don Camillo.
Probabilmente lui non sarebbe d’accordo con l’epiteto
arrivato dall’America,
grazie al Piano
PROGETTO TEEN STAR
di creatore, lui che ha sempre detto di non aver creato Marshall, perché il Nei primi mesi di questo anno scolastico i
nessuno, ma di avere incontrato quei personaggi nella capofamiglia non ha ragazzi di Terza Media del Sacro Cuore hanno
Bassa, di averli presi sottobraccio e fatti passeggiare su obbedito ai dettami seguito il progetto Teen Star che ha come scopo
e giù per l’alfabeto. del Partito, non ha un l’educazione alla consapevolezza di sé, del
La Bassa e l’alfabeto, queste sono le coordinate nome proprio, né un proprio corpo, dei propri sentimenti. Essa si
all’interno delle quali agiscono i personaggi di soprannome. Viene basa sulla conoscenza degli apparati riproduttori
Guareschi: uomini sanguigni, tipici di quei posti, indicato col freddo femminile e maschile di cui viene osservata
uomini come se ne incontrano anche oggi tra nome comune di l’anatomia e di cui si cerca di capire la fisiologia,
l’Appennino e il Po, segnati da grandi passioni che si commissario. Non ha a partire dagli ormoni che si mettono in
stemperano davanti a un bicchiere di vino, I RAGAZZI una vita sua, un movimento nell’età della preadolescenza.
INCONTRANO A RONCOLE Acquisiti questi dati fondamentali, si cerca poi di
caratterizzati dalla ricerca della giustizia e dall’avverarsi IL FIGLIO mondo di affetti, il
di un’amicizia rude, che si innesta nelle ragioni del DI GIOVANNINO GUARESCHI suo essere è mettere a fuoco la diversità psichica e
cuore, a partire dalla diversità che non è cancellata, ma costituito dalle regole comportamentale femminile e maschile nella
che diventa un’occasione sempre nuova, proprio come imposte dalla consapevolezza che essere attenti alla differenza
accade ai due protagonisti. E l’alfabeto, perché c’è una dirigenza del suo gruppo politico, lui è, appunto, il commissario. è alla base del rispetto e dell’accoglienza
sapienza linguistica nella scrittura di Guareschi che I fatti del secondo dopoguerra sono rispecchiati in questi racconti in reciproci. Questa attività è stata seguita con
emerge nella semplicità del raccontare: il comunista cui la realtà, spesso drammatica, di quegli anni, è raccontata con una interesse da tutti i ragazzi che hanno
intransigente scorbutico, sempre accigliato e piegato sottile ironia fatta di ripetizioni, di situazioni che si gonfiano a poco a partecipato volentieri alle varie proposte sia
sulla disciplina del Partito diventa Spocchia e nel poco, di personaggi dai nomi “parlanti”: lo Smilzo, il Brusco, Straziami, durante la fase di ascolto, che durante gli esercizi
soprannome è condensato un mondo. Il ragazzino che Fulmine, solo per citarne alcuni. Leggendo questi racconti si ride e si veri e propri. In particolare essi hanno guardato
si presenta a Peppone per chiedergli una croce in ferro piange, ci si immedesima, si vorrebbe essere lì, ad ascoltare don con attenzione e meraviglia il filmato che
battuto da porre nel luogo in cui il babbo è sepolto, Camillo che parla col Cristo dell’altar maggiore, a guardare Peppone presenta le varie fasi di sviluppo del bambino
luogo che solo Peppone conosce, sembra un che va in canonica di notte per non farsi vedere dai suoi compagni di all’interno dell’utero materno. Molti sono rimasti
personaggio biblico: arriva improvvisamente, non c’è Partito, per immergersi in quella realtà semplice e vera in cui l’amicizia, colpiti e affascinati dal fatto che dall’incontro e
sfondo dietro di lui, la sua consistenza è tutta nella pur nella diversità, si impone vittoriosa sull’ideologia. dalla fusione di due cellule possa svilupparsi una
richiesta che porge a Peppone; chiede, spiega, sussurra, Forse i ragazzi non hanno capito tutto, ma Guareschi, ancora una volta, vita. Diverse sono state le domande poste e ad
non si muove finché il grosso sindaco, meccanico e ha buttato alcune parole che il lavoro attuale e la vita poi faranno esse è stato risposto con delicatezza e precisione
fabbro del paese, non lo esaudisce. La sua figura esile diventare concrete e piene di significato. scientifica nello stesso tempo. In conclusione:
porta sulle spalle l’antico male del mondo, redento da Maria Cristina Ricci una proposta che aiuta a capire se stessi e gli altri
una croce in ferro battuto, forgiata da un sindaco insegnante Scuola Media e a rendersi conto del mistero insito in ognuno.
IV Giovedì 22 novembre 2018 Speciale Fondazione Sacro Cuore

Scuola
dell’Infanzia
Vieni, ti accompagneremo
a scoprire il mondo
I
l cammino educativo che intendiamo affrontare in questo nuovo anno scolastico, prendendo suggerimento dal Convegno promosso dalla Fism a inizio settembre in cui è stato
messo a fuoco il valore della cura educativa in ogni aspetto della compagnia al bambino, ha a cuore la crescita del rapporto educativo in cui il bambino vede, si accorge e scopre il
mondo perché un adulto lo accompagna e gli indica la strada da seguire. Lo psicologo russo Vygotskij descrive l’educazione come “la funzione del dito indice”: è un’esperienza
elementare, che facciamo o abbiamo fatto tutti quando prendiamo in braccio un bambino e, di fronte a una realtà bella, diciamo: “Vieni a vedere!”.
In questa funzione del dito indice si evidenzia la nostra intenzione educativa: l’introduzione alla realtà attraverso lo sviluppo della sensibilità che il bambino apprende a scuola vivendo
attività globali quali il gioco, la relazione, le routine quotidiane ed esperienze altamente stimolanti mediate da buone letture o dal contatto diretto con la natura.
Ogni giorno i maestri accompagnano ogni piccolo alunno preparando il cammino dell’esperienza che fa da sostegno alla cura dello sguardo, favorendo la trasmissione di un patrimonio
linguistico-gestuale-figurativo-artistico che rimanda a una Tradizione a cui attingere ancora e sempre per conoscere meglio il mondo e la storia del mondo, per volare, viaggiare, sognare,
gustare la bellezza attraverso la parola, i numeri e i segni artistici in un contesto continuamente esplorativo.
Alle famiglie e alla scuola, coinvolte insieme nella compagnia alla crescita, così come la dottoressa Nicoletta Sanese ha magistralmente spiegato durante l’assemblea iniziale, in cui è
stato presentato il nuovo progetto educativo, la responsabilità di educare lo sguardo di ogni nostro bambino, di andargli incontro e di prenderlo per mano, affinché impari a osservare
con attenzione, a farsi domande e si apra a tutto ciò che gli viene incontro e che progressivamente lo aiuterà ad accorgersi che in questa realtà, così bella e grande, c'è anche lui!
Emanuela Casali
direttrice Scuola dell’Infanzia e Scuola Primaria

INSIEME AMICI: un’esperienza di pregrafismo occhi grandi e curiosi dei


bambini. E così, seduti sulla
Un nuovo anno scolastico è appena iniziato e negli occhi dei nostri bambini delle sezioni
sabbia, abbiamo iniziato a
Pirati e Pesciolini brilla una luce diversa: siamo i grandi della scuola, nella bellezza dei loro
leggerlo. Parlava di noi, di
sguardi, il desiderio e la gioia di ritrovarsi e di raccontarsi. A volte basta un abbraccio, una
personaggi buffi, speciali e
carezza, uno sguardo per sentirsi più grandi, più amici, per vedere il proprio cuore aprirsi
molto diversi che un giorno
all’altro.
si incontrano per caso, un
È a partire da questo desiderio di stare insieme che una mattina di inizio ottobre abbiamo
po’ come è successo ai Pirati
deciso di intraprendere un viaggio diverso da quello di tutti i giorni. Saliti sul pullman con
tre anni fa, quando ancora
grande eccitazione, siamo arrivati a Cesenatico. In spiaggia ci attendeva un sole splen-
non si conoscevano e ora
dente, che abbracciava il mare con i suoi caldi raggi. La nostra Elena, sempre molto at-
sono amici inseparabili.
tenta, ha notato qualcosa di piccolo, ma prezioso “C’è un libro sotto il tuo braccio,
Ecco arrivare dalle pagine
maestro!”. Un libro molto speciale era pronto infatti per essere sfogliato, osservato dagli
del libro Punto e Linea che

diventano: Insieme Amici. I bambini sono stati rapiti dalla


storia e la sabbia è divenuta quella pagina bianca in cui far
rivivere le avventure dei protagonisti. E così, tra le pagine di
un libro, seduti sulla spiaggia tranquilla dell’autunno, in
mezzo agli amici, non solo il nostro cuore si è mosso ma
anche la nostra mente e le nostre piccole dita, che instanca-
bili hanno realizzato punti e linee, segni e impronte e la-
sciato le prime tracce di un percorso che da oggi ci
accompagnerà fino alla scuola primaria. E mentre i giochi
sulla sabbia continuavano, più intense erano le parole dei
bambini, ecco Maria Chiara: “Tutti noi siamo amici, anche
se ci succede di litigare", e Vittorio con un sorriso sicuro
conferma: “Certo, ma dopo ci diciamo scusa!”. Storie, pa-
role, segni, giochi e la buona compagnia dei maestri e degli
amici sono per i nostri Pirati gli ingredienti perfetti per di-
ventare grandi e viaggiare alla scoperta della realtà.
Alberto Braschi
insegnante scuola dell’Infanzia

Gli insegnanti si affiancano ai genitori


Sempre di più ci rendiamo conto, nella nostra compagnia ai
bambini, di quanto sia importante per ognuno di loro, dal
momento dell’accoglienza al mattino, al pranzo, durante le
esperienze quotidiane, il sentirsi accolto, guardato, amato e
riconosciuto. L’io e il tu insieme sono parte di un noi che ge-
nera il senso di sicurezza che permette al bambino di sco-
prire sé e aprirsi alla realtà che si spalanca di fronte a occhi
curiosi e un cuore colmo di desideri.
Non si può fare a meno dell’altro: quando un bambino sa di
appartenere al suo papà e alla sua mamma e progressiva-
mente all’insegnante che lo guarda, impara, cresce, si
muove verso la realtà con tutta la sua persona, sentendosi
importante, scoprendo sé e dove sta andando.
Adulti e bambini condividono la stessa umanità, dignità, va-
lori, destino e desiderio di bellezza, come ci ha spiegato la
dottoressa Nicoletta Sanese durante l’incontro di presenta-
zione alle famiglie del progetto educativo della scuola del-
l’infanzia. Il bambino ha bisogno di un adulto che
comunichi attraverso i gesti e l’esperienza un modo di es-
sere e che faccia comprendere che incontrare il mondo è
bello. L’adulto accanto al bambino diventa testimone di
un’esperienza buona e vera che aspetta di essere vissuta.
Per questo ogni giorno ognuno di noi desidera incontrare
ogni piccolo alunno infondendo fiducia, rassicurando, gui-
dando, incoraggiando, cercando di far vivere la scuola come
un posto sicuro a cui fare ritorno, ogni mattina, lasciando
tranquillamente la mano della mamma o del babbo per
prendere quella del maestro.
Se la famiglia è la compagnia certa che indica quale cam-
mino intraprendere e trasmette le prime nozioni di verità,
insegna cosa vuol dire amare ed essere amato e cosa signi-
fica essere persona, l’insegnante affianca la famiglia nel per-
corso di crescita, si prende cura del bambino ossia fa in
modo che la scuola diventi una seconda casa dove sentirsi
preso sul serio, credendo in lui e offrendo la motivazione a
non mollare. Da qui la necessità per la nostra scuola e per le
nostre famiglie di collaborare, confrontarsi e dialogare in
maniera significativa, affinché ci si sostenga senza sosti-
tuirsi al bambino, senza risparmiargli anche la fatica, oltre
la meraviglia, di crescere per trovare risposta a quelle do-
mande che nascono nel suo cuore e nella sua mente.
Con questa intenzionalità educativa, anche quest’anno ci
mettiamo in cammino insieme, desiderosi di condividere
un pezzo di storia che porterà ogni bambino a scoprirsi
ogni giorno più grande, rispecchiandosi negli adulti che lo
accompagnano “verso il proprio destino, verso il reale, verso
il significato delle cose” (Franco Nembrini).
Erika Cangini
insegnante scuola dell’Infanzia
Cesenatico Giovedì 22 novembre 2018 19

Maltempo
“Alert system”
Natale in piazza Costa FOTO MEMASTUDIO

Servizio in arrivo Pattinaggio e casette


C
esenatico, assieme ad
MARE GROSSO AL MOLO

N
altri comuni atale si avvicina. A Cesenatico fervono i preparativi per
DI LEVANTE (PIPPOFOTO)
dell’Unione Rubicone l’allestimento del tradizionale Presepe della Marineria
e Mare, ha attivato nel suo (foto), la cui inaugurazione è prevista per domenica 2
territorio un innovativo servizio di allertamento della dicembre. Intanto sta per arrivare, in piazza Andrea Costa, una
popolazione. Sarà utilizzato in caso di maltempo e pericolo per nuova attrazione: il “Cesenatico Ice park & Christmas village”.
le persone, le cose e le abitazioni. “Alert system” - questo il nome Le società organizzatrici, con il contributo del Comune, sono
- è uno strumento che permette di creare e gestire le Made eventi, Delphi international e Engi events.
comunicazioni con la popolazione tramite messaggi vocali o Il nuovo luogo di aggregazione farà la gioia di bambini e
sms, con un servizio gratuito, garantito 24 ore su 24. A famiglie. Nella piazza del grattacielo sarà realizzata una pista di
Cesenatico le comunicazioni riguarderanno eventuali chiusure pattinaggio circolare affiancata da uno scivolo parabolico
delle scuole, modifiche straordinarie della viabilità, chiusura lungo 66 metri. La pista sarà aperta dal 1° dicembre 2018 al 13
delle Porte Vinciane ed eventi meteorologici di portata anomala. gennaio 2019, dalle 10 alle 12,30, dalle 14 alle 19 e dalle 20,30
Due le modalità per l’iscrizione al servizio: consegna all’Urp del alle 23. Le tariffe vanno da 2 a 8 euro. Simon e Mago Bondes. Il pomeriggio
modulo cartaceo che il Comune sta inviando a ogni famiglia Accanto alle attrazioni ludiche sorgerà un vero e proprio del 15 dicembre arriveranno le favole e
residente o registrazione online all’indirizzo villaggio di Natale, con 14 chioschi in legno bianco e tetti rossi. i burattini della Compagnia degli Asini
https://registrazione.alertsystem.it/cesenatico. Le “casette” ospiteranno produttori e distributori di articoli volanti. Sabato 22 dicembre, dalle 10
“In passato - ricorda il vicesindaco Mauro Gasperini - il Comune natalizi, oggettistica e prodotti enogastronomici da tutta Italia. alle 13 e dalle 14 alle 19, i bambini
aveva messo a punto un sistema di allertamento specifico per le Il “Christmas village” sarà aperto nei fine settimana dall’1 saranno accompagnati dai personaggi
aree del Porto canale con allarmi sonori (sirene e campane) e dicembre e tutti i giorni dal 21 dicembre al 6 gennaio. Ogni del film Disney “Frozen” in un vero e
sms. Il cambiamento delle condizioni meteo e le innovazioni sabato il villaggio ospiterà alcuni eventi. Si parte l’1 dicembre proprio “Regno di ghiaccio”. La
tecnologiche avevano reso tale sistema non più adeguato”. alle 15,30 con il concerto inaugurale delle “Sisters & friends”. Si giornata di sabato 29 dicembre sarà
proseguirà l’8 dicembre, dalle 14 alle 19, con le magie di Mago dedicata ai giochi in legno del passato.

Risorse per completare il percorso LA PARTE DEL PERCORSO


LUNGO IL PISCIATELLO
GIÀ REALIZZATA

Ciclovia Cesena-Cesenatico
Si farà con fondi regionali
Finanziamenti della Regione
L’
uggioso novembre non invita
a inforcare i pedali, eppure
per i ciclisti emiliani e anche a Cesena. Potenzieranno
romagnoli c’è più di un motivo per la rete ciclopedonale di via Cervese
sorridere. Dalla Regione sono in
arrivo dieci milioni di euro a sostegno e via Emilia, oltre a garantire
di 36 interventi. Di questi, due sono la manutenzione straordinaria
in territorio cesenate: a Cesena e
lungo il percorso Cesena-Cesenatico. del viadotto Kennedy
Per il completamento della ciclovia
del torrente Pisciatello tra Cesena e Cesenatico (più la
ricucitura di piste ciclabili esistenti a Cesenatico) la di cui 1,37 milioni destinati alla riqualificazione ai progetti prima classificati).
Regione ha stanziato un finanziamento di 400mila euro a strutturale del cavalcavia e già inseriti nel piano degli Le risorse in arrivo da Bologna (grazie a fondi europei Fsc
fronte di un costo stimato di un milione di euro. Mentre a investimenti, mentre la quota restante servirà per 2014-2020) sono il frutto di un bando del giugno scorso,
Cesena i finanziamenti regionali potenzieranno la rete realizzare la pista ciclopedonale e i lavori nella parte in attuazione della legge regionale sulla mobilità
ciclopedonale della via Cervese e della via Emilia, oltre a superiore del cavalcavia. L’inizio dei lavori è previsto nel ciclistica approvata all’unanimità dall’Assemblea
garantire la manutenzione straordinaria del viadotto 2019, in anticipo di un anno rispetto a quanto in legislativa nel maggio 2017.
Kennedy (400mila euro su un costo totale precedenza programmato”. Negli stessi giorni la Regione ha deliberato la concessione
di 1,16 milioni). Va peggio, invece, ai progetti del Rubicone. Restano a di ulteriori fondi per il “secondo programma ciclabili” in
Entusiasti i primi cittadini: “Si tratta di una grande bocca asciutta, infatti, Gambettola (322mila euro attuazione del Piano nazionale sicurezza stradale (Pnss).
notizia per tutto il territorio - commenta soddisfatto il richiesti, a fronte di 460mila euro di lavori, per raccordare Il provvedimento non prevede nulla per il territorio
sindaco Matteo Gozzoli - dato che grazie a questo le ciclabili del centro storico alla stazione ferroviaria cesenate, limitandosi a inserire nella lista degli eventuali
progetto riusciremo a collegare Cesenatico e Cesena tramite viale Carducci) e Longiano, che confidava nei “riservisti” il progetto del Comune di Savignano “Dalla
attraverso una delle più belle ciclovie del cesenate, fondi regionali per il secondo stralcio della pista collina al mare lungo il Rubicone” (250mila euro richiesti
valorizzando anche in chiave turistica il nostro forese”. ciclopedonale lungo la via Badia (112mila euro richiesti a a fronte di una spesa di 500mila euro).
“La pista ciclopedonale che la Regione co-finanzierà è fronte di lavori per 160mila euro). Oggi la quota di spostamento in bici in Emilia-Romagna
parte di un più generale intervento di riqualificazione Queste ultime due domande, escluse per mancanza di è alta, pari al 10 per cento, il doppio rispetto al resto
dell’intero viadotto Kennedy - spiega il sindaco di Cesena fondi, sono state inserite in una graduatoria di riserva d’Italia. La Regione vuole raddoppiare ulteriormente
Paolo Lucchi - che comprende una manutenzione alla quale la Regione potrà attingere nell’eventualità che questo dato portandolo al 20 per cento nel giro di pochi
straordinaria della struttura. Abbiamo approvato a inizio si rendano disponibili risorse finanziarie aggiuntive (o anni. Ci sarà da pedalare.
settembre il progetto di fattibilità per 2,5 milioni di euro, nel caso di rinuncia o revoca dei finanziamenti assegnati Gf
Valle del Rubicone Giovedì 22 novembre 2018 21

Il custode del Sacro convento di Assisi nei giorni scorsi è stato a Longiano Longiano
PADRE MAURO GAMBETTI ALL’INCONTRO
ORGANIZZATO DALL’ASSOCIAZIONE “HOMO VIATOR”
custode del Sacro convento di Assisi
questo è vero solo in parte perché “tutti, ■ Bilancio 2019
anche se in forma non aggregata, fanno
SABATO 17 NOVEMBRE AL CONVENTO DI LONGIANO
del volontariato. La gratuità nasce con Arriva l’addizionale Irpef
l’uomo e si impara in famiglia”. Il
problema è che questo atteggiamento
“appartiene al nostro essere, ma non
sempre fa parte del nostro operare”.
Fra gli ostacoli, quello di una società che
ha smarrito “l’idea della linearità del
tempo”, per cui “siamo sempre di fretta”.
“In ambito economico, tutto tende a
essere misurato in cash, in rendimento
immediato” e anche “i politici non Longiano aumenta la pressione fiscale. Lunedì
ragionano più a lungo termine”. scorso l’Amministrazione comunale ha presentato
“Il servizio non è solo per il tempo libero. ai quartieri il bilancio di previsione 2019. La
Deve essere un atteggiamento della vita parte corrente si aggira sugli 8 milioni e 924mila

Padre Gambetti:“Fretta che trova modi concreti per esprimersi in


ogni momento”, ha detto padre Gambetti,
citando Baden-Powell, il fondatore degli
scout.
euro, di cui 4 milioni di entrate tributarie. Di
queste, 550mila euro vengono dall’Irpef. È il
primo anno che il Comune di Longiano applica
l’imposta sul reddito. Le aliquote andranno da un

nemica del volontariato” “Per dare concretezza al volontariato - ha


continuato - bisogna avere passione per
l’umanità, voglia di cambiare il mondo e
fare rete, con la consapevolezza che i
minimo di 0,4 a un massimo di 0,8 per cento con
una no tax area per redditi annui inferiori a
10mila euro. Restano invariate le aliquote delle
altre imposte e le tariffe dei servizi.
a gratuità si impara da piccoli. promuovere relazioni fondate su risultati non arrivano subito, ma che

“L Da grandi, deve strutturarsi”.


L’ha detto padre Mauro
Gambetti, custode del Sacro convento di
solidarietà e reciprocità attraverso il
volontariato. Monica Ricci, presidente di
Homo viator, ha introdotto l’incontro
quello che si sta facendo lo si fa per un
futuro migliore del presente”.
Per padre Gambetti, il volontario deve
Fra le motivazioni spiegate dal sindaco Ermes
Battistini e dall’assessore al bilancio Mauro
Graziano c’è la volontà di operare alcuni
investimenti, per i quali sono in arrivo fondi
Assisi, sabato 17 novembre a Longiano. ricordando che “l’associazione rivolge la “sgombrare il campo dalle ricchezze regionali che necessitano della
Nel convento dei frati minori sua particolare attenzione ai bambini e ai legate a un io che vuole contare qualcosa compartecipazione alla spesa con risorse proprie
conventuali, di cui è stato guardiano dal giovani, collaborando alla realizzazione nella storia. Deve passare dalla figura del Comune. Per il 2019 gli interventi ammontano
2005 al 2009, ha tenuto un incontro sulla di varie attività fra cui il doposcuola evangelica del “giovane ricco”, che fa del a 960mila euro. Di questi, 350mila euro, di cui
“bellezza del servizio e del volontariato”. “Direamici”, il sostegno allo studio bene, ma non va fino in fondo, a quella 112mila euro dalla Regione, vanno per la
L’appuntamento è stato promosso “Abcdislessia”, il centro di aggregazione del “servo inutile”, che somiglia a Gesù”. riqualificazione dell’arredo urbano di via Borgo
dall’associazione “Homo viator. Per giovanile noto come la “Saletta”, e offre “Dentro questa logica - ha concluso Fausto (rifacimento di sottoservizi, marciapiedi e
l’umanità in crescita”. La onlus, che opportunità di Servizio civile e tirocini padre Gambetti - il servizio non ha asfalto); 165mila euro per il completamento della
gravita attorno al santuario del formativi”. bisogno di alcuna ricompensa. Il pista ciclopedonale di via Badia; 135mila euro per
Santissimo Crocifisso di Longiano, è nata Padre Gambetti ha aperto il suo volontario, in libertà, fa quello che deve interventi al padiglione sportivo del capoluogo;
nel 2002 grazie a varie persone, fra cui lo intervento constatando che “le statistiche fare e questo gli dà gioia”. 120mila euro per la manutenzione straordinaria
stesso padre Gambetti, con lo scopo di danno il volontariato in calo”. Per il Matteo Venturi delle strade, a partire da via Cerreto.

Montiano Terremoto Montiano | Una targa per don Baronio


Paura per una scossa
di magnitudo 4.2
Epicentro nel riminese
a scossa si è sentita nitidamente,
L dal Cesenate al Riminese. Di quelle
che per qualche giorno non dimentichi.
Domenica 18 novembre poco dopo l’ora
di pranzo - erano le 13.48 - la Romagna
Un presepe della famiglia Gualtieri ha tremato. Una “scekerata” di
magnitudo 4.2 con epicentro a 4 km a
a Natale sarà esposto in Vaticano est di Santarcangelo (zona Santa
Giustina), a 43 km di profondità,
Gualtieri espongono in Vaticano. La famiglia di Montiano avvertita intensamente anche nel
IRomagna,
(foto), che da 60 anni allestisce presepi meccanici in
quest’anno sarà presente alla “Mostra dei 100
territorio del Rubicone. Spavento per
molti, ma per fortuna non ci sono stati
presepi in Vaticano”, organizzata dal Pontificio consiglio per danni a persone o cose. Già dal
la promozione della Nuova evangelizzazione. L’opera, pomeriggio di domenica sono scattati i “AL CANONICO DON CARLO BARONIO CHE IN ANNI BUI E TRISTI QUI OPERÒ PER I PIÙ DE-
selezionata fra centinaia di proposte, è una Natività sopralluoghi da parte dei Comuni, BOLI. I MONTIANESI RICONOSCENTI”. Recita così una targa in ceramica dedicata al “prete
meccanica costruita da Quarto Gualtieri, deceduto un anno specialmente nelle scuole. La scossa è dalle scarpe rotte” svelata e benedetta sabato 17 novembre a Montiano. È stata collocata sul
fa, con personaggi di un metro di altezza. stata seguita nelle ore successive da palazzo, di proprietà della parrocchia di sant’Agata, che, in via Cesare Battisti, ospitava i “Figli
“Siamo orgogliosi - fanno sapere i Gualtieri - perchè è il altre più leggere e rilevabili solo dalle del popolo” di don Baronio. L’Istituto montianese era diretto dal parroco don Colombo Spa-
riconoscimento di tanti anni di lavoro e di passione. Porterà strumentazioni. L’ultimo devastante dazzi. All’evento erano presenti, fra i tanti, il sindaco Fabio Molari, il parroco don Domenico Al-
visibilità al nostro presepe maggiore, quello della città di terremoto che ha colpito il riminese tieri, Enrico Ghirotti e Luca Brasini, rispettivamente presidente e direttore della fondazione
Cesena, ospitato nell’ex Pescheria dal 1° dicembre”. risale al 16 agosto del 1916. (MaFo) Opera Don Baronio onlus di Cesena e il montianese Giorgio Bastoni, promotore dell’iniziativa.

Canapa protagonista 10° ANNIVERSARIO

Eventi a Gambettola
elle vie e nelle piazze del centro storico di Gambettola, sabato

N 24 e domenica 25 novembre, torna l’Antica fiera della canapa,


giunta alla 14esima edizione.
Previsti due giorni di eventi, esposizioni e appuntamenti
enogastronomici. A far da preludio sarà “A cena con la canapa”,
gastronomia tipica romagnola rivisitata con farina, oli e semi di UN’EDIZIONE PRECEDENTE DELLA FIERA DELLA CANAPA
(FOTO ARCHIVIO MARIO GAMBETTOLA) 27.11.2008 - 27.11.2018
canapa in programma venerdì 23
novembre alle 20,30 nella sala Martedì 27 novembre
polivalente del nuovo centro illustrato “Il bosco degli in corso Mazzini, dove troveranno posto Bertozzi e Pascucci, e saranno esposti alle 18,30
parrocchiale “Fulgor” (con struzzi”. la rassegna espositiva e didattica “La arazzi in stampa a ruggine. al Santuario della Consolata
prenotazione obbligatoria al 348 Novità di questa edizione sarà nuova vita della canapa” e laboratori e Il “baule della nonna”, con i corredi di Gambettola
8601887). Una seconda “cena con la presenza della fattoria dimostrazioni di carta canapa, stampa a privati delle nonne di Gambettola, si
la canapa” è prevista, con le stesse didattica “Il pagliaio” di ruggine e tessitura su antico telaio. Nella potrà ammirare nella sala espositiva sarà celebrata una Messa
modalità, il giorno successivo. Sarsina, allestita in una parte di sala mostre “Massimo Guidi”, al secondo ricavata in piazza II Risorgimento, in suffragio di
L’inaugurazione ufficiale della piazza Pertini, dalle 9 alle 20 di piano, troveranno posto arazzi di canapa angolo via Roma. Non mancherà il LUIGI CASANOVA
fiera, con l’accensione delle sabato e domenica, e di una ispirati al racconto di Tinin Mantegazza mercato ambulante di artigianato e
luminarie natalizie, avverrà sabato macchina scavezzatrice, attiva “Il Bosco allegro” in collaborazione con prodotti tipici, lungo le vie del centro,
24 novembre alle 16 in piazza in piazza foro Boario dalle la Bottega Pascucci. Nel palazzo e il “mercatino elementare”, a cura Sei sempre
Pertini. A seguire, alle 17, 10,30 alle 12 e dalle 14,30 alle comunale sarà allestita la mostra delle scuole elementari, per nei nostri cuori
all’interno della Stamperia 17 di sabato e domenica. mercato dei lavori realizzati dagli alunni l’autofinanziamento, in piazza II La famiglia
Pascucci, in via Verdi 18, Tinin Cuore della manifestazione dell’Istituto comprensivo di Gambettola, Risorgimento.
Mantegazza presenterà il racconto sarà il centro culturale “Fellini” con la collaborazione delle stamperie Piero Spinosi
Valle del Savio Giovedì 22 novembre 2018 23

SARSINA.L’Assemblea dei soci riunitasi domenica scorsa


ha approvato le modifiche al regolamento
Adesione, ma con prudenza
a Cassa centrale banca
Bancomat a Verghereto
L’
Assemblea della Banca di attività di direzione, coordinamento e Abbiamo sempre teso ad avere il
credito cooperativo di Sarsina controllo della capogruppo, e le massimo di autonomia, ma dobbiamo
ha approvato all’unanimità le reciproche garanzie in solido tra banca comunque adeguarci alla legge
modifiche al regolamento e capogruppo e partecipanti. esistente.
a Banca di credito allo statuto necessarie per l’adesione al “La Bcc di Sarsina - ha sottolineato Qual’è la scelta migliore per la nostra

L cooperativo di
Sarsina si
conferma come banca
Gruppo bancario cooperativo nazionale
di Cassa centrale banca.
Il percorso di adesione a uno dei gruppi
Fabbretti - si colloca nel gruppo di
banche con la minor classe di rischio e
questo significa garantirsi maggiori
banca - ha continuato il presidente - per
avere il più alto grado di autonomia?
La scelta è stare in buona salute, e così
legata al territorio e nazionali, come previsto dalla legge di margini di autonomia in caso di all’interno del gruppo avrà un più alto
attenta alle esigenze riforma del credito cooperativo, è soluzioni non condivise. grado di autonomia.
anche delle piccole praticamente concluso, anche se manca La operatività del nuovo gruppo è Siamo leader nella Valle del Savio. Il
comunità, in un l’atto finale della sottoscrizione del prevista col primo di gennaio. bilancio 2018 sta confermando gli ottimi
momento in cui per i contratto di adesione al gruppo, il Le modifiche al regolamento e allo risultati dello scorso anno.
piccoli paesi e non cosiddetto contratto “di coesione”. statuto non entrano immediatamente in Le grandi banche stanno
solo (si veda il caso di E le notizie dei giorni scorsi su eventuali vigore, ma lo saranno al momento della abbandonando il territorio e noi
Bagno di Romagna) si modifiche alla legge di riforma hanno ufficiale costituzione e partenza del cerchiamo di essere attenti ai bisogni dei
va verso la chiusura indotto l’Assemblea a invitare il nuovo gruppo”. cittadini.
dei servizi. Consiglio all’attesa e a un’attenta Numerosi e insistenti nel corso Abbiamo aperto un bancomat a
Dopo la chiusura verifica di ciò che dovesse avvenire a dell’assemblea gli interventi dei soci che Verghereto, siamo stati coinvolti per
dell’unico sportello livello nazionale, prima di procedere hanno fatto riferimento alle notizie di problemi a Sant’Agata Feltria e a Bagno
bancario esistente formalmente alla sottoscrizione. emendamenti e di possibili modifiche di Romagna.
nell’abitato di Verghereto cittadini, associazioni e Il presidente Mauro Fabbretti ha alla legge che impone la obbligatorietà E comunque il Consiglio, prima di
istituzioni si sono rivolti alla sensibilità della Bcc di illustrato ai numerosi soci presenti la della costituzione dei gruppi, pena il passare ad ulteriori adempimenti come
Sarsina, unica Banca cooperativa con sede nella situazione ricordando che la decisione non rinnovo della licenza per l’attività la sottoscrizione del patto di coesione,
Valle del Savio, per poter disporre almeno di uno di aderire al gruppo Cassa centrale bancaria. potrà verificare se il percorso normativo
sportello bancomat. banca era già stata adottata. “A oggi è in vigore la legge che impone degli emendamenti si è concluso o ha
Dopo le opportune valutazioni la banca ha attivato Il “contratto di coesione” tra le banche l’adesione - ha spiegato Fabbretti -. apportato modifiche sostanziali”.
il servizio. (Al.me.) aderenti e la capogruppo sancisce le La legge oggi ci impone questo. Alberto Merendi

Oltre 500 studenti San Piero in Bagno


La Giornata
in visita alle aziende del Musicante
per Santa Cecilia

E
rano 500 tra studenti di Istituti tecnici e Licei del
territorio e 18 aziende i protagonisti del Pmi day,
nona edizione della Giornata nazionale delle piccole
e medie imprese organizzata da Piccola industria di
Confindustria Forlì-Cesena per raccontare le imprese, il loro
ruolo produttivo e sociale, mostrare come nasce un
prodotto o un servizio, come un’idea si trasforma in
progetto.
Venerdì 16 novembre i ragazzi hanno visitato gli rispettivamente studenti dell’Istituto tecnico aeronautico Baracca
stabilimenti produttivi e visto da vicino l’impegno degli e dell’Istituto tecnico Pascal Comandini.
imprenditori, dei loro collaboratori e di tutti coloro che Una classe dell’Istituto Pascal Comandini ha raggiunto la Righi ome tradizione in occasione
partecipano alla vita dell’azienda e contribuiscono alla
crescita economica del territorio.
“Vogliamo trasmettere ai ragazzi la nostra passione e la
Elettroservizi di Mercato Saraceno (nella fotografia).
“Aprire le fabbriche ai giovani e alle comunità - ha concluso
Giacomo Gollinucci, vice presidente di Confindustria Forlì-
C della festa di Santa Cecilia,
patrona dei musicisti, la
Banda comunale “Santa Cecilia”
nostra identità, raccontare la storia delle nostre imprese e i Cesena con delega a Scuola, università e formazione - è un festeggia la Giornata del musicante.
loro cambiamenti, perché questi ragazzi, oggi studenti, momento molto importante. Oggi più che mai abbiamo bisogno Alle 11 nella chiesa parrocchiale di
saranno le risorse delle imprese nel futuro e protagonisti del di ragazzi preparati e motivati”. San Piero la celebrazione della
mondo del lavoro tra qualche anno” ha detto Andrea Erano presenti l’assessore allo Sviluppo economico e Giovani del Messa sarà accompagnata dalla
Maremonti, neo presidente di Confindustria Forlì-Cesena e Comune di Cesena Lorenzo Zammarchi e il sindaco di Mercato esecuzione di brani da parte del
imprenditore di Alea Fashion Industries. Saraceno Monica Rossi. complesso bandistico. Al termine
Protagoniste del territorio di Cesena e della Valle del Savio Sponsor dell’iniziativa Samorani Group, Grafiche Mdm e Camac. musicanti, famiglie e amici si
le imprese Mwm e Next Energia, che hanno ospitato ritrovano per il pranzo sociale.

Ponte Giorgi Brevi notizie dalla Valle


BRUNCH PONTE GIORGI ■ Lavori sulla E45
domenica 25 novembre In corso fino al 30 aprile
Altri cinque mesi e mezzo di passione per gli automobilisti in transito sulla E45,
dalle 10 alle 14 all’altezza di Montecoronaro, ma con la speranza (è proprio il caso di dirlo) di
Proposte salate e dolci. vedere questa volta la luce in fondo al tunnel.
Lo comunica Anas che ha rescisso i lavori al precedente appaltatore riaffidandoli
Proposta celiaca ad un’altra ditta. Si tratta di completare l’adeguamento delle strutture e degli
impianti all’interno della galleria Montecoronaro (chilometro 165 della
e proposta vegana superstrada). La chiusura della carreggiata in direzione Roma, con deviazione del
traffico sulla carreggiata in direzione Ravenna tra il chilometro 164,750 e il 166,
Piatti tipici romagnoli, durerà dunque fino al 30 aprile 2019 (salvo ulteriori complicazioni).
accompagnati da pizzichi di novità
e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
■ Scuola media“Valgimigli”
secondo le ricette delle nostre nonne Finanziamenti in arrivo
Proprio nei giorni in cui si sta avviando il concorso di progettazione della sede
della Scuola media “Manara Valgimigli”, il Ministero dell’Istruzione conferma un
Ristorante Albergo Bar finanziamento per 2,88 milioni di euro sui 4,2 milioni di spesa complessiva
47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) prevista. A darne notizia è il sindaco del Comune di Bagno di Romagna Marco
Baccini. La Programmazione unica nazionale 2018-2020 in materia di edilizia
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 scolastica, che conferma i piani regionali contenenti i progetti di Province e
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto Comuni, vede quello della Valgimigli al primo posto in provincia di Forlì-Cesena.
Vita della Chiesa Giovedì 22 novembre 2018 25

S
ovvenire alle necessità della gratitudine per una missione
Chiesa prevede l’impegno e
la partecipazione di tutti i
DOMENICA 25 NOVEMBRE | Sacerdoti, Giornata del Sovvenire ecclesiale con frutti ben visibili e
a tratti consolanti. Fare, oggi,
fedeli per le opere di culto e un’offerta liberale deducibile per
pastorale, per la carità e anche né moneta di rame nelle vostre L’essere sacerdote richiede di dignitosamente. i sacerdoti, può essere un gesto
per il sostentamento del clero. cinture, né bisaccia da viaggio, né dedicarsi a tempo pieno per la Le cronache anche in Italia per dire un piccolo-grande
Quest’ultimo nasce da un invito due tuniche, né sandali, né comunità e per i fedeli, come di sottolineano a volte scandali e “grazie” e magari, per chi si è
diretto ed esplicito di Gesù che, bastone, perché l’operaio ha fatto avviene per tantissimi difficoltà nella Chiesa. Diamo a distratto, per fare un buon
rivolgendosi ai discepoli nel dare diritto al suo nutrimento” sacerdoti oggi in Italia. Per questo tutti i nostri sacerdoti un segno di richiamo a una fiducia per cui è
indicazioni riguardo a una loro (Matteo 10,8-10). diventa importante, se non vicinanza, di condivisione e di importante che un sacerdote dia
prima esperienza missionaria, L’idea che sta alla base di questo necessario, che vi possa essere corresponsabilità. Lo sguardo più sempre il “tempo pieno”.
diceva: “Gratuitamente avete invito di Gesù è che il sacerdozio una condivisione di forze per un ampio all’impegno complessivo Gli incaricati diocesani
ricevuto, gratuitamente date. non è un mestiere: non si fa il sostegno materiale che aiuti un di circa 35mila sacerdoti in Italia, del Sovvenire
Non procuratevi oro, né argento, sacerdote, ma si è sacerdoti. sacerdote a vivere porta ad anteporre un senso di Regione Emilia-Romagna

Domenica 18 novembre il Pontefice ha condiviso il pranzo con i bisognosi Villaggio globale


di Ernesto Diaco
FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR da volontari e da esponenti delle
numerose realtà caritative che li
assistono quotidianamente.
Nella parte finale dell’omelia, il ALLA MESSA CI VADO CON L’APP
Pontefice ha esortato ad ascoltare il È stata presentata durante il Sinodo sui
grido dei poveri. “È il grido strozzato - giovani dello
ha detto - di bambini che non scorso mese di ot-
possono venire alla luce, di piccoli tobre e non si
che patiscono la fame, di ragazzi tratta certamente
abituati al fragore delle bombe di un caso. A ide-
anziché agli allegri schiamazzi dei arla sono stati
giochi. È il grido di anziani scartati e quattro studenti
lasciati soli. È il grido di chi si trova ad universitari di Mi-
affrontare le tempeste della vita senza
lano: Alessandro e
una presenza amica. È il grido di chi
deve fuggire, lasciando la casa e la Angelo, iscritti ad
terra senza la certezza di un approdo. ingegneria, Federico (Giurisprudenza) e
È il grido di intere popolazioni, Giacomo (Design).
private pure delle ingenti risorse Stiamo parlando di “DinDonDan”, la
nuova applicazione per i telefonini che

Vivere a contatto coi poveri naturali di cui dispongono. È il grido


dei tanti Lazzaro che piangono,
mentre pochi epuloni banchettano
con quanto per giustizia spetta a
consente di localizzare la chiesa più vi-
cina, vedere gli orari di apertura dei di-
versi luoghi di culto e consultare gli orari

non è la moda di un Papa tutti”. delle Messe feriali e festive. È possibile


All’Angelus, commentando il Vangelo inoltre sapere quando i sacerdoti sono
del giorno (Marco 13,24-32 ) papa disponibili per le confessioni.
Francesco ha sottolineato che la I nativi digitali non avranno più scuse:
storia dei popoli e quella dei singoli una Messa a portata di mano - o meglio

D
i fronte al grido dei “tanti cammino”, che sa navigare nella vita hanno un fine e una meta da di clic - si trova sempre. Si può forse un
Lazzaro” nel mondo, “il perché c’è Gesù a bordo, nonostante raggiungere: “l’incontro definitivo po’ sorridere sul nome o far notare che il
cristiano non può stare a “la tempesta del momento”. con il Signore”, quando non ci criterio della comodità di luogo e di ora-
braccia conserte”, perché “vivere a “L’ingiustizia è la radice perversa saranno più “giudeo né greco, non più rio non dovrebbe essere quello che ci fa
contatto coi bisognosi non è della povertà”, ha ribadito Francesco, schiavo né libero”, e forse, potremmo scegliere la Messa, essendo da privile-
un’opzione sociologica, non è la che ha stilato un elenco dettagliato dire, né ricco, né povero. giare l’appartenenza a una comunità e la
moda di un pontificato”. Nell’omelia del grido dei poveri nel mondo, “ogni Dopo l’Angelus, il Papa ha pranzato partecipazione viva ai suoi momenti ce-
della Messa celebrata domenica 18 giorno più forte, ma ogni giorno sedendosi a tavola con 1.500 poveri lebrativi. Resta il fatto che, nell’epoca in
novembre, nella basilica di San Pietro, meno ascoltato, sovrastato dal nell’aula Paolo VI (foto), mentre altri cui c’è un’applicazione da scaricare per
per la seconda Giornata mondiale dei frastuono di pochi ricchi, che sono bisognosi sono stati accolti in altre qualsiasi cosa, i fedeli 2.0 non potevano
poveri, il Papa ha tracciato l’identikit sempre di meno e sempre più ricchi”. strutture della diocesi di Roma, così restare senza un servizio loro dedicato.
del cristiano, “viandante agile Seimila i poveri che hanno come è avvenuto, in contemporanea, Il funzionamento è molto semplice: l’app
dell’esistenza”, e di una Chiesa “in partecipato alla Messa, accompagnati in molte altre diocesi del mondo. individua la posizione dell’utente, gli
mostra le chiese più vicine e riporta gli
orari delle Messe che vi si celebrano, per-
mettendogli di vedere quelle a cui può

Terra dei fuochi ancora partecipare. C’è perfino la fun-


zione “filtro”, che permette di selezionare
i giorni e gli orari e avere così una mappa

Parla don Patriciello personalizzata.


Grazie alla voce “Segnalazione modifi-
che” l’app consente agli utenti di segna-
lare eventuali modifiche agli orari, il che
a lotta per il diritto al respiro, alla salute, a un ambiente la rende continuamente aggiornata e

“L sano nelle province di Napoli e Caserta non conosce sosta.


I cittadini non hanno mai smesso di protestare, alzare alta
la voce per farla arrivare dentro i palazzi del potere. Le delusioni in
IL GOVERNO DOPO LA FIRMA A CASERTA DEL PIANO D’AZIONE
partecipativa. Con l’opzione “Aggiungi
chiese” si possono indicare chiese e orari
non ancora presenti nel database, così
questi anni sono state tante, i bocconi amari ingoiati tantissimi. La PER IL CONTRASTO DEI ROGHI DEI RIFIUTI (FOTO SIR)
da renderlo più completo. C’è poi una
perseveranza, però, non è mai venuta meno”. Lo scrive don sezione con testi di papa Francesco ri-
Maurizio Patriciello, parroco di guardanti il significato della Messa. In
Caivano (Napoli), in un questo modo, l’utente ha a portata di
editoriale pubblicato martedì contro le 22mila tonnellate di ministro Matteo Salvini non “Domenica - fa sapere - ho smartphone non solo il «dove» e il
20 novembre su Avvenire, a rifiuti industriali, ai quali sono, non possono essere, la chiesto ai fedeli di pregare per «quando» della Messa, ma anche il «per-
commento del protocollo occorre aggiungere altre 6mila soluzione”. questo incontro. Ci credo. ché».
siglato il giorno prima dal tonnellate di rifiuti industriali di Il protocollo firmato, ricorda Continuo a crederci. Davanti al L’app si può scaricare gratuitamente sia
Governo sulla “Terra dei cui si perdono le tracce perché nell’editoriale Patriciello, “non palazzo della Prefettura tanta per i telefonini Apple sia per quelli che
fuochi”. prodotti in nero. Basterebbero prevede inceneritori, ma gente protesta. Ognuno fa la adottano il sistema operativo Android. Al
Il sacerdote era stato invitato a questi numeri per farci capire militari, droni, controllo delle sua parte. La cosa importante è momento, “Din Don Dan” mostra solo le
Caserta dal premier Giuseppe che il vero problema non sono i industrie che lavorano in nero e raggiungere la meta”. E chiese di Milano e dintorni, ma siamo
Conte per un incontro, insieme rifiuti delle case ma quelli delle ditte in subappalto. conclude: “Non voglio peccare certi che in breve il servizio di allargherà
ai ministri del suo Governo. “In dell’industria, disonesta, Inoltre, controllo delle d’ingenuità, ma sono fiducioso.
verso altre diocesi d’Italia.
Campania - ha denunciato don sempre in combutta con la discariche abusive, del traffico A noi cristiani è vietato smarrire
Patriciello durante l’incontro - camorra. Questo dato ci dice illecito, delle strutture la speranza. Ce lo chiede Per informazioni, chiarimenti e segnala-
si producono 5mila tonnellate che gli inceneritori cui ospedaliere e delle bonifiche. Si l’Uomo-Dio nel quale zioni si può scrivere all’email:
di rifiuti urbani al giorno, accennava pochi giorni fa il inizia? Lo speriamo”. crediamo. E occorre obbedire”. dindondanapp@gmail.com.

Terza edizione del Messale Romano il profilo teologico, pastorale e stilistico,


nonché alla messa a punto della
Signore: “Tutta la vita, con i suoi
linguaggi, è coinvolta nell’incontro con il
“Presentazione” del Messale. Mistero: in modo particolare, si
Approvata nuova traduzione italiana Nei lavori assembleari è emersa la
necessità di un grande impegno
suggerisce di curare la qualità del canto e
della musica per le liturgie”. Il testo della
Assemblea generale della Cei ha formativo. In quest’ottica “si coglie la nuova edizione è stato sottoposto alla
Andranno in vigore
le rinnovate L ’ approvato nei giorni scorsi la
traduzione italiana della terza edizione
stonatura di ogni protagonismo
individuale, di una creatività che sconfina
Santa Sede per i provvedimenti di
competenza, ottenuti i quali andrà in
versioni del Gloria del Messale Romano, a conclusione di un nell’improvvisazione, come pure di un vigore anche la nuova versione del Padre
e del Padre nostro percorso durato oltre 16 anni. In tale arco freddo ritualismo, improntato a un nostro (“non abbandonarci alla
(“non abbandonarci di tempo, si legge nel comunicato finale estetismo fine a se stesso”. La liturgia, tentazione”) e dell’inizio del Gloria
alla tentazione”) dell’Assemblea, vescovi ed esperti hanno hanno evidenziato i vescovi, coinvolge (“pace in terra agli uomini, amati dal
FOTO SIR lavorato al miglioramento del testo sotto l’intera assemblea nell’atto di rivolgersi al Signore”).
26 Giovedì 22 novembre 2018 Solidarietà

Longiano Volontariato Cesena


Concerto gospel Crocerossine cercasi
per il Cile in Santuario Aperto il reclutamento
oncerto di beneficenza per i per il corso di formazione
C poveri del Cile. Si terrà sabato
1° dicembre alle 21 al
santuario del Santissimo A perto il reclutamento per le iscrizioni al
corso di formazione per infermiere
Crocifisso di Longiano. A esibirsi volontarie Cri. Le domande dovranno essere
sarà il coro “Intercity gospel train orchestra” di Forlì (nella foto, in una precedente presentate entro venerdì 30 novembre presso
esibizione al Santuario di Longiano), diretto dal maestro Valerio Mugnai. La l’Ispettorato di Cesena (via Zuccherificio 85). Il
formazione amatoriale, costituita da circa 50 elementi, è accompagnata da
musicisti professionisti. Si esibisce dal 1994 in teatri, piazze e chiese di tutta Italia,
percorso formativo prevede una durata
biennale con lezioni teoriche e pratiche atte a
Dalla chiesa Avventista
accostando spesso il proprio nome a varie iniziative benefiche e solidali. fornire competenze in ambito sanitario. Al fondi contro il bullismo
A Longiano proporrà un repertorio di canti gospel, spiritual e brani popolari con il termine del corso sarà consegnato il diploma di
coinvolgimento del pubblico. L’evento, a offerta libera, è organizzato dalla Caritas Infermiera volontaria della Croce Rossa resso i locali della chiesa Avventista del
parrocchiale e dalle comunità dei frati minori conventuali e delle suore francescane
missionarie di Assisi. I fondi raccolti andranno a sostegno delle famiglie povere del
italiana.
Questi i requisiti richiesti: cittadinanza italiana;
P Settimo giorno, in via Gadda a Cesena, si è
svolta la consegna del ricavato della Festa
Cile, dove i frati francescani guidano tre missioni (Copiapò, Santiago del Cile e età compresa tra i 18 e i 55 anni; possesso del solidale 2018. Sono stati donati al comitato
Curicò) e dove, da alcuni anni, svolge il suo servizio fra Fabio Mazzini, originario titolo di studio di scuola secondaria di secondo genitori della scuola secondaria di primo grado
della parrocchia di Bulgaria e già guardiano del convento longianese. grado; aver frequentato e superato il corso base “Tito Maccio Plauto” oltre 6mila euro per
Si tratta della quarta edizione dell’iniziativa benefica. Nel 2015 i fondi andarono a per volontario della Croce Rossa italiana; sana e sostenere iniziative di prevenzione al bullismo.
favore dei profughi di Arbil, in Iraq. Nel 2016 venne aiutata la popolazione di robusta corporazione. Con i fondi donati sarà possibile sviluppare lo
Aleppo, in Siria. Lo scorso anno quanto raccolto andò a sostegno dei terremotati Il corpo delle Infermiere volontarie, ausiliare sportello d’ascolto, già attivo, per prevenire il
di Amatrice. delle forze armate, opera portando aiuto e disagio, e avviare, con la figura di un esperto,
Mv supporto in caso di conflitti armati e missioni incontri in tutte le classi, rendendo i ragazzi più
umanitarie. consapevoli del fenomeno.

L’appuntamento, proposto dalla fondazione Banco alimentare onlus, si terrà sabato 24 novembre. Coinvolti nella nostra regione 1.150 punti vendita

Torna la Colletta alimentare nei supermercati


I
FOTO ARCHIVIO SIR n Italia lo scorso anno erano 5 Forlì-Cesena il dato si è attestato sulle 80 grandi catene di distribuzione. “Non
milioni le persone in povertà tonnellate, raccolte in un totale di 123 intendiamo - spiega Federico Bassi,
assoluta secondo l’Istat. supermercati aderenti, coinvolgendo responsabile della Colletta - proporre una
L’emergenza fame nel territorio 2.290 volontari e raggiungendo 93 modalità alternativa alla colletta fisica di
nazionale non desiste e la strutture caritative accreditate che sabato 24 novembre, che rimane e che ha
fondazione “Banco alimentare seguono 13.281 bisognosi. tutto il suo valore di incontro e
onlus” ripropone, sabato 24 In Emilia Romagna la Colletta si terrà testimonianza con le persone che
novembre, la 22esima edizione sabato presso 1.150 punti vendita. incontreremo, ma semplicemente
della Giornata nazionale della Attualmente sono 800 le strutture intendiamo dare una possibilità in più
Colletta alimentare. In oltre 13mila caritative convenzionate in regione che per raccogliere cibo anche a tutti coloro
supermercati, 145mila volontari distribuiscono i prodotti ricevuti dal che per i motivi più diversi scelgono oggi
inviteranno a donare alimenti a Banco alimentare. La Colletta in Diocesi di fare la spesa tramite Internet. La
lunga conservazione come inizierà alle 7,30 presso la Basilica del colletta online sarà attiva per più giorni.
alimenti per l’infanzia, tonno in Monte dove i volontari parteciperanno Con Esselunga da giovedì 22 a lunedì 26
scatola, riso, olio, legumi, sughi e pelati, biscotti. Nei mesi successivi verranno alla Messa. novembre, con Carrefour fino a sabato 24
distribuiti a 8.042 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, Per intercettare e coinvolgere il maggior novembre e con Auchan da venerdì 23 a
banchi di solidarietà, centri d’accoglienza) che aiutano più di un milione e numero di persone quest’anno, per la venerdì 30 novembre”.
580mila persone bisognose in Italia, di cui quasi 140mila bambini. Lo scorso prima volta, sarà possibile aderire alla Per informazioni sulla Colletta nel
anno sono state 38 le tonnellate di alimenti raccolti nei supermercati di Cesena Colletta alimentare anche facendo la territorio cesenate: 348 5838932.
e del comprensorio in occasione della Colletta alimentare. Nella provincia di spesa online sulle piattaforme di alcune Barbara Baronio

NOTIZIARIO PENSIONATI
Emilia Romagna, in tanti a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
in cura per la ludopatia (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
Per combattere il gioco d’azzardo, (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
all’Emilia Romagna vanno 7,4 milioni
di euro per gli anni 2018-2019.
Parere positivo dalla conferenza delle all’interno del Piano d’azione
Regioni al decreto che ripartisce i regionale contro la ludopatia. Lavoratori e pensionati romagnoli più poveri
100 milioni del fondo nazionale e
soddisfazione da parte del nostro Operatori fiscali “I lavoratori e i pen- “La prima è la necessità di agire insieme tra i co-
sindacato. Al via i corsi per il 2019 sionati romagnoli nel muni delle tre province romagnole. La possibilità di
"Con queste risorse - chiosa 2017 hanno dichia- redigere un Piano strategico romagnolo, come ab-
l’assessore regionale alla Sanità, Ogni anno centinaia di persone in rato una media di biamo recentemente dichiarato, è una priorità e va
Sergio Venturi - sarà possibile tutta Italia si uniscono a Cisl per reddito inferiore a assolutamente realizzata per favorire lo sviluppo e
proseguire nel percorso di fornire assistenza fiscale nel quella regionale, a di- attirare investimenti.”
qualificazione dell’assistenza alle periodo della campagna delle mostrazione che è “La seconda - prosegue il segretario - è quella di atti-
persone con problemi dichiarazioni necessario migliorare vare un volano con istituzioni, università e parti so-
di dipendenza dal dei redditi. la qualità del lavoro ciali che indirizzi le nostre imprese verso attività ad
gioco d’azzardo Se vuoi nei nostri territori per alto valore aggiunto. Solo così potremo migliorare la
patologico e, al tempo candidarti poter aumentare qualità dell’economia romagnola, distribuire più ric-
stesso, portare avanti compila il tuo
anche la capacità reddituale.” È questa l’estrema sin- chezza ai lavoratori e ai pensionati, costruire un wel-
tutta l’attività di curriculum
prevenzione, rivolta online e potrai tesi fatta da Filippo Pieri (foto), segretario generale fare adeguato ai nuovi bisogni.”
all’intera popolazione partecipare al della Cisl Romagna, nel presentare il dossier “I red- “La terza proposta - conclude il leader cislino - è
regionale, e fatta nostro corso di diti 2017 in Romagna” realizzato dal sindacato su un adeguare i premi di
assieme ai Comuni formazione per campione di 54.531 dichiarazioni dei redditi del- produttività per i la-
all’interno dei Piani di zona. operatori stagionali e alla l’anno 2017 effettuate presso i Caf Cisl del territorio voratori all’anda-
Proseguiamo così su una strada già successiva selezione degli romagnolo nel 2018. mento positivo delle
tracciata. Come Regione - chiude operatori che lavoreranno nelle L'analisi per singola provinicia porta a proposte co- imprese tramite la
Venturi - siamo impegnati da anni su nostre sedi romagnole. muni per il territorio romagnolo. contrattazione anche
questo fenomeno che ha forti Questi i dettagli: “I numeri che emergono da questo dossier confer- per godere delle age-
connotazioni sanitarie e sociali e che Corso per Addetti/e Assistenza mano le tre proposte che come Cisl Romagna soste- volazioni fiscali pre-
interessa indistintamente giovani e Fiscale e Dichiarazione dei niamo con decisione” dichiara Pieri. viste”.
anziani. E proprio perchè si parla di Redditi 730
’dipendenza’, non abbasseremo la Requisiti richiesti:
guardia". Nel 2017, in Regione sono Diploma o Laurea in materie
state 1.521 le persone con problemi economiche, giuridiche, gennaio 2019 e al superamento del test con tutti i firmatari del Patto per il utilizzati sono l’orientamento, gli
di dipendenza da gioco patologico umanistiche finale di selezione. Si offre un contratto lavoro del 2015, tra cui anche la Cisl, spazi (coworking, fablab, sale
prese in carico dai servizi competenti attitudine al lavoro in team e al part-time e uno full time Ccnl mette a disposizione 260 milioni di prove), la formazione, il credito
delle aziende sanitarie della contatto con il pubblico, buona Commercio e terziario a tempo euro a favore dell’occupazione facilitato e altri che si possono
Regione. Per quanto riguarda la dimestichezza nell’utilizzo pc determinato. giovanile. trovare su
prevenzione e le attività di contrasto (Internet e pacchetto Office), L’obiettivo è aiutare i giovani nel http://www.regione.emilia-
all’indebitamento, tutti e 38 i disponibilità ad orario di lavoro Fondi per l’occupazione cercare o creare un lavoro di qualità, romagna.it/giovanipiu.
distretti, nell’ambito dei Piani di flessibile. dei giovani in Regione non precario e con la giusta Questa è l’ulteriore prova concreta
zona appena approvati, hanno messo L’assunzione sarà subordinata retribuzione. In concreto, gli dell’impegno della Cisl verso i
nero su bianco i progetti da realizzare alla formazione che si svolgerà da La Regione Emilia Romagna, in accordo strumenti che potranno essere giovani.
Cultura&Spettacolo Giovedì 22 novembre 2018 27

Coro“Araba Fenice” ◗ Opera lirica ◗ di Floria Tosca nei tre atti sarà
accompagnato dall’orchestra Cinema
Concerto di Santa Cecilia Raffaella Battistini è Tosca di Filippo Cappelli
“Città di Ferrara” diretta dal
Sabato 24 novembre alle 20.45 la chiesa Maria Per una sera Cesena tornerà al 14 gennaio 1900, maestro Lorenzo Bizzarri. A
Immacolata di Case Finali ospiterà il Coro lirico quando per la prima volta in assoluto Giacomo questa si affiancheranno il coro
“Araba Fenice”, diretto da Barbara Amduzzi per la Puccini portò in scena al teatro Costanzi di “San Rocco” di Bologna e il Uci Cinemas (Savignano sul Rubicone)
nona edizione del concerto di Santa Cecilia. Un Roma “Tosca”. Considerata l’opera più “Maria Callas” di Cesena
interesassante preludio dell’atmosfera natalizia, drammatica di Puccini, “Tosca”, sabato 1 rispettivamente guidati dai NOTTI MAGICHE
che ha il contributo di Allianz Assicurazioni dicembre sarà presentata alla platea cesenate maestri Marialuce Monari e
Lungarini, con il soprano Monica Boschetti, il del teatro Bonci alle 21 con la regia di Lorenzo Lucchi. Protagonisti di Paolo Virzì
tenore Paolo Gabellini e il Pia Zanca al Giammaria Romagnoli. Interpretato dalla saranno anche gli studenti
pianoforte. Ingresso a offerta libera. straordinaria Raffaella Battistini, il personaggio cesenati. (An) Film sul cinema e sulle storture di un mondo
fatto di geni ampollosi, vecchi logorroici, anziani
disillusi e speranze tradite. Mentre sullo sfondo
l’Italia del calcio si sveglia bruscamente dal
sogno.

Le vite dei Cesenati. Pubblicato il 12esimo volume dell’opera La trama racconta di notti magiche che virano in
drammi. È il 3 luglio 1990: si consuma una delle
più cocenti delusioni del nostro immaginario

Un’intera città
collettivo recente. È la semifinale di Italia-Argen-
tina del campionato mondiale di quell’anno.
Zenga sbaglia il tempo dell’uscita su Caniggia
che pareggia: si tratta di un errore entrato nella

attraverso il vissuto
memoria collettiva dei calciofili, come racconta
il vertiginoso scontro con Varriale a Stadio
Sprint. Poi i rigori e la sconfitta. E parte proprio
da quella sequenza fatale il nuovo film di Paolo

dei suoi protagonisti Virzì, che omaggia sin da subito la hit di Gianna
Nannini ed Edoardo Bennato, colonna sonora di
quegli infuocati giorni di calcio. La telecronaca
di Bruno Pizzul risuona per le strade di Roma e
racconta di quei rigori della speranza. Ecco che
La raccolta presenta
L’
Aula magna della
in quell’istante, mentre tutti sono intenti a guar-
Biblioteca Malatestiana di
Cesena era gremita, le biografie dare la partita e a bestemmiare, un’auto cade giù
sabato 10 novembre, per di personaggi illustri dal ponte e finisce nel fiume. Ci scappa il morto,
la presentazione del dodicesimo Leandro Saponaro, produttore cinematografico
volume delle “Vite dei cesenati”. La di Cesena e passa con l’acqua alla gola, metaforicamente e letteral-
pubblicazione, ideata da Pier in rassegna luoghi e temi mente. Scattano le indagini e si arriva (subito) a
tre giovani aspiranti sceneggiatori, finalisti del
Giovanni Fabbri, ora è portata
avanti da Giancarlo Cerasoli, Rita sull’identità cesenate premio Solinas... È solo il preambolo di Notti
Dell’Amore, Paola Errani, Alberto magiche, la cornice di genere che funziona da
Gagliardo. Com’è tradizione di protagonisti dell’opera. È Biblioteca Popolare Cattolica, pretesto narrativo, mentre le partite dei mondiali
questa particolare forma di ricerca d’altronde lo stesso motivo che già Giancarlo Biasini e Franco Fabbri dettano il ritmo dei giorni e delle notti, con le te-
storica, il volume annuale da un in epoca antica spinse gli scrittori a ripercorrono la vicenda del Circolo lecronache che si trasformano in una specie di
lato presenta delle biografie di raccontare vite, e non storie, come Goliardico cesenate e del giornale colonna sonora. Forse è questa l’intuizione più
personaggi illustri di Cesena o che già fece nel II secolo Plutarco di “Stracittadino”, Franco Dell’Amore interessante del film, la trovata che accorda il
hanno legato parte o la totalità della Cheronea con le sue “Vite parallele”. analizza la vicenda che portò il Teatro racconto a un immaginario condiviso, mentre
loro vita a Cesena, dall’altro passa Venendo al dettaglio dell’opera, comunale, nel 1927, a prendere il restituisce credibilità a un’ambientazione anni
in rassegna alcuni luoghi, alcuni come sempre troviamo delle nome di Alessandro Bonci, fatto raro ’90 che, nei fatti, si ferma alla superficie, a pochi
temi che rappresentano aspetti biografie, nella sezione “Per un di un’intitolazione realizzata con il tratti abbozzati: qualche esterno preso ‘fuori
dell’identità cesenate. Come ha dizionario biografico” (che già dal protagonista ancora in vita (Bonci tempo’ dalla luce di Vladan Radovic, il look, i co-
fatto notare Stefano Pivato titolo evoca l’enorme “Dizionario sarebbe morto solo nel 1940). Per la stumi… Si tratta fin dall’inizio di una operazione
(Università di Urbino) durante la biografico degli italiani”): sezione “Ricordi” si parla di nostalgia che paga. Le lacrime fanno capolino
presentazione del volume, c’è una Raimondo Zazzeri, Achille Giampiero Giuliucci, Daniele dai visi di chi quegli anni li ha vissuti, anche per-
profonda differenza fra la Franchini, Caterina Baratelli, Denis Angelini, Giobbe Gentili, le radio ché in controluce saltano fuori personaggi del
monumentale “Storia di Cesena” Ugolini, Azeglio Vicini sono i libere degli anni Settanta. Lelio cinema e non che la memoria ha salvato. Per il
pubblicata dagli anni Ottanta per protagonisti di questa parte del Burgini racconta le strade della cinema c’è Mastroianni che piange per la De-
volontà della Cassa di risparmio di volume. Nella sezione “Le vite” Cesena di un tempo, quando si neuve, ci sono Fellini e Benigni sul set de La voce
Cesena e questa pubblicazione, che troviamo invece ricerche di diverso viaggiava in carrozza, mentre le foto
della luna’ Mario (Monicelli), Lina (Wertmuller),
dopo dodici anni comincia a respiro: la scuola violoncellistica d’epoca ci mostrano interpreti lirici e
tanti altri personaggi riconoscibili da un detta-
diventare un “classico” della ricerca cesenate raccontata da Franco ponti fotografati nel XIX secolo.
romagnola. La differenza principale Dell’Amore, Alfredo Vantadori Completano il quadro le immagini di glio. Fino a Saponaro, l’emblema di un intero
sta nella solennità direttore della Malatestiana dal Maurizio Bufalini, schede mondo. Virzì torna ai tempi dei suoi esordi. Rac-
dell’impostazione della “Storia di 1927 al 1959 narrato da Loretta bibliografiche e recensioni librarie. contare del periodo del declino, quanto tutti i
Cesena”, che passa in rassegna i Righetti, la parentesi cesenate nella Come si vede, un crogiolo di notizie grandi interpreti erano ormai anziani e tenevano
grandi temi della società, della vita di Rosa Calzecchi Onesti molto diverse fra loro, che hanno in in scacco l’industria più che fomentarla come
politica, della cultura; le “Vite dei (Silvano Bedei), mentre Maurizio comune la volontà di raffigurare, avevano fatto in passato, quando ancora era isti-
cesenati”, invece, raccontano le Balestra racconta la vita di Alma attraverso vari spunti, la vita lungo i tuzionalizzato il ruolo del ‘negro’ (cioè il gho-
stesse cose, però passando Novella Marani e Franco Bazzocchi secoli della città di Cesena. stwriter che scriveva quel che i grandi nomi
attraverso il vissuto delle persone, e si dedica a Franco Mescolini. Terza firmavano). Lo sguardo di Paolo Virzì, Francesca
perciò presentano una storia molto sezione dell’opera, “Le storie”: Rita Dell’Amore, Paola Errani (a cura Archibugi e Francesco Piccolo ha il merito di
più vicina al lettore, che in molti Elisabetta Ricci scrive sulla di), “Le vite dei cesenati”, XII, provare affetto per quelle figure, come qualcosa
casi (almeno per i personaggi più fondazione del monastero di San Stampare, Cesena 2018, pagg. 576, che non c’è più eppure rincorre, nell’ombra e
recenti) può addirittura avere Paolo a Porta Ravegnana, Claudio illustrazioni 153, euro 17. nell’alba di quelle notti. Mentre si sta facendo
conosciuto o incontrato per via i Riva racconta la storia della Paolo Turroni giorno, mentre tutto cambia. Forse con un po’ di
autocompiacimento, ma lo si può perdonare.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena

LA BIBBIA DEI NON CREDENTI I GIOVANI, LA FEDE E IL DISCER-


Curatore: F. Antonioli NIMENTO VOCAZIONALE. Docu-
Editore: Piemme (17,50 euro) mento finale /Lettera ai giovani. (1)
Editore: Libreria Edititrice Vaticana (5 euro)
«Questo non è certo un libro di esegesi biblica, e neanche
una raccolta di meditazioni “laiche”. Mi pare piuttosto uno
Dall’introduzione
stimolo, offerto a credenti e non credenti in due direzioni
estremamente importanti, oggi forse più che mai. Da tempo
«Su tutti effonderò il mio Spirito; i vostri figli e le vostre
si parla della Bibbia come “grande codice” della civiltà occi-
figlie profeteranno, i vostri giovani avranno visioni e i vo-
dentale, ma questo cosa significa in concreto? Quali episodi,
stri anziani faranno sogni» (At 2,17; cfr. Gl 3,1). È l’espe-
quali volti, quali immagini bibliche hanno plasmato l’oriz-
rienza che abbiamo fatto in questo Sinodo, camminando insieme e ponendoci in
zonte simbolico e culturale di generazioni di uomini e di
ascolto della voce dello Spirito. Egli ci ha stupito con la ricchezza dei suoi doni, ci ha col-
donne nate e cresciute in una società che non poteva non
mato del suo coraggio e della sua forza per portare al mondo la speranza.
dirsi cristiana? E quali di questi racconti, di queste vicende,
“…”. Abbiamo camminato insieme, con il successore di Pietro, che ci ha confermato
di questi personaggi storici o leggendari parlano ancora oggi, come parlano, per
nella fede e ci ha rinvigoriti nell’entusiasmo della missione. Pur provenendo da contesti
esempio, le figure immortali del teatro classico? Ancora più importante il secondo
molto diversi dal punto di vista culturale ed ecclesiale, abbiamo avvertito fin dall’inizio
“spazio” visitato da queste pagine: la lotta anti-idolatrica, cioè il combattimento quo-
una sintonia spirituale, un desiderio di dialogo e una vera empatia. La presenza dei gio-
tidiano per affrancarci da vecchie e nuove schiavitù. Perché se esiste una frontiera tra
vani ha segnato una novità: attraverso di loro è risuonata nel Sinodo la voce di tutta una
fede e non fede, tra libera adesione a una realtà altra e più grande di sé e asservi-
generazione. Camminando con loro, pellegrini alla tomba di Pietro, abbiamo sperimen-
mento al proprio egoismo e alla mentalità dominante, questa non segue confini di
tato che la vicinanza crea le condizioni perché la Chiesa sia spazio di dialogo e testimo-
stati o di epoche, non separa confessioni religiose o correnti di pensiero, ma passa
nianza di fraternità che affascina. La forza di questa esperienza supera ogni fatica e
nel cuore di ogni persona, credente o non credente: è lì, non altrove, che il seme può
debolezza. Il Signore continua a ripeterci: Non temete, io sono con voi.
germogliare».
28 Giovedì 22 novembre 2018 Cesena&Comprensorio

“1984”, il romanzo di Orwell giorno rettifica libri e quotidiani già pubblicati, modificando la storia e inverando così
l’infallibilità del “leader” del Paese, il Grande Fratello. In Oceania infatti qualsiasi opinione,
in scena al teatro“Bonci”di Cesena gesto, sentimento o desiderio è controllato e indirizzato, grazie a teleschermi-spia, delazioni,
riti di “sfogo” collettivo e una sistematica riduzione del linguaggio e del pensiero. Winston però
ra il 1948 quando George Orwell pubblicò quello che, insieme alla tradisce e, in segreto, tiene un proprio, “veritiero”, diario, attività vietata dal regime: ogni
E “Fattoria degli animali”, è il suo testo più famoso: per indicare la data mattina appunta il ricordo di ciò che nel mondo accade. Il romanzo di Orwell oggi è stato reso,
futuristica in cui era ambientato gli bastò invertire le date finali dell’anno e forse, realtà, dai social media: più che mettere in contatto gli esseri umani fra loro, possono
nacque “1984”. Il romanzo è stato adattato e tradotto da Matthew Lenton e essere usati per manipolare e spingere un gran numero di persone verso il pensiero unico.
Martina Folena. La regia è dello stesso Lenton, a cui Emilia Romagna Teatro Lo spettacolo, della durata di due ore, andrà in scena al “Bonci” di Cesena da giovedì 22 a
ha commissionato l’opera. Al centro di “1984” è la vicenda di un funzionario domenica 25 novembre. Prezzi: intero euro 25, ridotto euro 18, speciale Giovani e loggione euro
di partito, Winston Smith, impiegato al Ministero della Verità dello stato- 15, speciale scuola euro 10. Info: biglietteria 0547 355959 - info@teatrobonci.it -
continente Oceania. Il pianeta, dopo un lungo conflitto, è diviso in tre cesena.emiliaromagnateatro.com. Da venerdì mattina sul sito del giornale sarà disponibile la
grandi Stati totalitari: Oceania, Eurasia ed Estasia. Winston per lavoro ogni recensione dello spettacolo.

CESENA ◆ In fiera a Cesena sabato 24 e domenica 25 novembre


Tra logica e diritto
Secondo appuntamento venerdì 23 novembre alle
Ruotando, si accende la passione
10,30 nella sala lignea della Malatestiana della
rassegna “Dimensione scienza” organizzata dal
Comune e dall’Università di Urbino. Un percorso
per le due e quattro ruote
didattico per conoscere le relazioni tra le diverse

R
uotando sposa la rivoluzione: quella innovativa della mobili- rante la fiera nel palco
discipline scientifiche. Angelo Costanzo, tà sostenibile, quella creativa dell’universo kustom. “Terra di centrale diversi esposi-
consigliere della Suprema Corte di Cassazione, mezzo” tra queste due proposte, un ricco carnet di iniziative tori presenteranno le
tratterà il tema “Verità storica e verità tra esibizioni dal vivo su strada, prove di guida, drifting cars, taxi ral- loro novità (vespa elet-
processuale. Il limite della illogicità manifesta”. ly, sfilate, musica, il contest Ducati, il Campionato italiano di HiFi trica, camion elettrico,
Car e molto altro. colonnina rifornimen-
Opere di Sughi al Ridotto Appuntamento a Cesena Fiera sabato 24 e domenica 25 novembre to, ebikes, motoelettri-
con la 18esima edizione della kermesse dedicata alle due e quattro che).
Nel 90esimo anniversario della morte dell’artista ruote, che richiama nella città malatestiana migliaia di persone da A Ruotando anche il meglio della Kustom Kulture per un’immersione
Alberto Sughi (Cesena 1928-Bologna 2012) alla tutta Italia. nell’american style a ritmo di rock. All’interno dei padiglioni, sfilate,
città sono state donate dall’Archivio Sughi 80 Saranno oltre 200 gli espositori da tutta Italia, insieme alla presenza musica dal vivo, il pin up contest, il burlesque, le curiosità e i trend sti-
opere grafiche che saranno esposte fino al 6 di concessionari, team, associazioni, costruttori, merchandiser e ac- listici, i pezzi introvabili e da collezione, le ingegnerie più creative per
gennaio alla galleria del Ridotto. L’inaugurazione cessoristica. Ad affiancare la parte espositiva, tanti eventi all’insegna una full immersion nel motorismo creativo per eccellenza.
si svolgerà sabato 24 novembre alle 17. La mostra dell’originalità, con la Ruotando Arena pronta a ospitare nell’ampia In fiera di danno appuntamento Car Club da tutta la Penisola e il Cam-
sarà aperta il mercoledì, il sabato e la domenica area esterna le prove su strada da brivido, gli stuntman con le loro esi- pionato italiano di Hi-Fi Car curato da Emma Italy.
dalle 10,30 alle 12,30; tutti i giorni, lunedì bizioni, taxi rally, drifting car show insieme a una trentina di piloti, Servizio Navette gratuito. Nella due giorni di Ruotando sarà attivo
escluso, dalle 16,30 alle 19,30. L’ingresso è libero. ape car show, freestyle DaBoot sulle due ruote, senza dimenticare un servizio navetta gratuito in Fiera a Cesena con passaggio ogni 30
momenti di educazione stradale con le prove di guida. minuti. Due le fermate: Via Dismano (parcheggio zona Ex Arrigoni) a
Commedia e cinema Novità di questa edizione la presenza di un’area dedicata all’Emob re-
volution. Di scena il mondo della mobilità elettrica a 360 gradi con
partire dalle 9,30; via Dino Rondoni (parcheggio zona Coop) a parti-
re dalle 9,45.
La compagnia cesenate “I mei dla parocia” venerdì l’esposizione delle novità delle due e quattro ruote del settore, im- Info e orari. Sabato 24 e domenica 25 novembre dalle 9,30 alle 19,30.
23 novembre alle 21 al Victor di San Vittore preziosite dalle prova su pista con i test drive di auto e moto elettri- Ingresso 10 euro, pacchetto 2 giorni: 14 euro (il secondo giorno 4 eu-
porterà in scena la commedia “Una damigena che nella pista su strada, e i test drive di e-bike nella pista su terra. Du- ro). Parcheggio auto gratuito. www.ruotando.com
vecia”, tre atti brillanti di Pier Paolo Gabrielli. La
regia è di Luciana Berretti. Ingresso 7 euro.
Giovedì 22, domenica 25 e martedì 27 alle 21 sullo
schermo il film drammatico di Isabel Coixet “La
casa dei libri”. Domenica alle 15 e alle 17 il film
Bagno di Romagna ◗ Gambettola ◗ CESENA
Parco Foreste casentinesi, due mostre Spettacolo in dialetto
d’animazione “Zanna bianca”. Ingresso 3,50.
Fino al 2 dicembre sono allestite al Palazzo del Capitano due Al teatro comunale, Condottieri di Romagna
Dialogo tra scienza e filosofia mostre dedicate alla storia del territorio del Parco nazionale delle
Foreste casentinesi. La prima si intitola “1914-2014. Cento anni
venerdì 23 novembre alle 21,
spettacolo del Teatro Zigoia Sergio Spada presenterà sabato 24 novembre
Nella sala “Nello Vaienti” della Cisl in via Renato di Foresta casentinese acquisita dallo Stato” con immagini con Denis Campitelli alle 17 nell’aula magna della Malatestiana il
Serra, venerdì 23 novembre alle 15,30, a cura storiche e antichi documenti cartografici. che presenterà suo libro “Condottieri di Romagna I-Il
dell’Università della terza età, Mario Alai, docente La seconda “Le millenarie Foreste casentinesi” è una mostra “A trebbo con Shakespeare” Duecento e il Trecento”. Introdurrà Marzio
di Filosofia all’Università di Urbino, parlerà su fotografica che propone un viaggio nel Parco naturale, al monte liberamente tratto Casalini. In questo primo volume sui
“Confronto e dialogo: essenziali in scienza e Falterona e alla Campigna. Si potranno visitare il venerdì e il da “Shakespeare condottieri e mercenari di Romana si scrive, tra
filosofia”. Martedì 27 novembre alle 15,30 Silvia sabato dalle 16 alle 18,30 e dalle 20,30 alle 23; la domenica e i in dialèt” di Franco l’altro, di Uguccione della Faggiuola, della
Bartoli Bassi terrà una lezione su “Il Museo festivi dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18. L’ingresso è gratuito. Mescolini. battaglia di Marino contro i bretoni,
archeologico di Forlimpopoli Tobia Aldini. Storie protagonisti dell’eccidio di Cesena del 2
nella Storia”. febbraio 1377, di Giovanni Ordelaffi, Carlo e

Bambini migranti
Longiano ◗ Mercato Saraceno ◗ Pandolfo Malatesta.

Dramma musicale al Petrella Racconto e cinema La tragedia


Al circolo Endas di Ronta, venerdì 23 novembre
alle 20,45, avrà luogo l’incontro su “Minori In anteprima nazionale sarà messo in scena sabato Il teatro Dolcini, domenica 25 novembre alle del Venezuela chavista
migranti di ieri, minori migranti di oggi”. Dopo la 24 novembre alle 21 al teatro Petrella il dramma 16,30, ospiterà il comico bolognese Vito con Da Cesena uno sguardo al mondo. Martedì al
presentazione di Antonella Medri, Nicoletta musicale “Queen Lear” di Claire Dowie, tratto da la sua interpretazione de “Il piccolo Nicolas palazzo del Capitano è stata inaugurata la
Bortolotti presenterà il suo libro “ Chiamami Shakespeare”. Interpreti Alessio Calciolari, Gianluca e i suoi genitori”, tratto dai racconti di René mostra “Nel nome del popolo. La tragedia del
sottovoce”, una storia di difficile integrazione in Di Lauro, Sax Nicosia, Lorenzo Piccolo e Ulisse Goscinny e Jean-Jacques Sempé. Sarà Venezuela chavista”, una rassegna fotografica
Svizzera a fine anni ’70. La serata vedrà il Romanò. Musiche di Enrico Melozzi. La tragedia accompagnato dalle immagini del film di Graziano Bartolini, reporter che da oltre
coinvolgimento di “Save the Children”, shakespeariana viene calata nella realtà di oggi: la omonimo (2009) del regista francese trentadue anni viaggia per l’America Latina. La
un’associazione che opera in tutto il mondo con vecchiaia, la malattia, la morte e un futuro incerto. Laurent Tidard. Ingresso 8 euro, ridotto 5. rassegna illustra il volto di Caracas, una città
progetti a favore dei minori in situazioni di guerra verticale e una città obliqua. “Sono stato


o emergenza. invitato dell’ambasciata italiana in Venezuela
Gambettola per realizzare un lavoro sulle architetture che
Cinema per famiglie Metrofestival: 7 film di qualità a 7 euro
progettisti italiani costruirono negli anni ’50.
Mi sono trovato davanti a una dura realtà. Non
Afi, Associazione delle famiglie italiane, sezione di Torna alla multisala Abbondanza, in corso Mazzini a Gambettola, il Metrofestival. La rassegna potevo girarmi dall’altra parte”. A spiegarlo è
Cesena, in collaborazione con il centro famiglie propone, nelle serate del giovedì e del venerdì, alle 21, la visione in abbonamento di 7 pellicole Bartolini il quale spiega che la mostra si
“Benedetta Giorgi” ha programmato una serie di d’essai al costo di 7 euro. Si parte giovedì 22 e venerdì 23 novembre con “Te lo dico pianissimo”. In compone di 30 fotografie e una decina i
film in visione all’Astra in viale Osservanza. Sabato sala saranno presenti Pasquale Marrazzo, regista, e Stefano Chiodaroli, protagonista del film. A pannelli che compongono il percorso
24 novembre alle 16,30 e domenica 25 alle 14,30 seguire: giovedì 29 e venerdì 30 novembre “La casa dei libri” di Isabel Colxet; il 6 e il 7 dicembre espositivo. La mostra, che resterà aperta al
e alle 16,30 sarà proiettato il film d’animazione “Un affare di famiglia” di Koreleda Hirokazu; il 13 e il 14 dicembre “Il complicato mondo di pubblico fino al 20 dicembre, sarà visitabile
“Gli incredibili 2” di Brad Bird. Ingresso 3,50. Nathalie” di David e Stèphane Foenkinos; il 20 e il 21 dicembre “Don’t worry” di Gus Van Sant; il 27 martedì, giovedì e venerdì dalle 16 alle 19 e
Ingresso gratuito dal 4° componente. e il 28 dicembre “Una storia senza nome” di Roberto Andò; giovedì 3 e venerdì 4 gennaio “The wife mercoledì, sabato e domenica dalle 10,30 alle
-Vivere nell’ombra” di Bjorn Runge. Per informazioni 0547 53249. (Ps) 12,30 e dalle 16 alle 19.

via Kennedy, 30
47035 Gambettola (Fc)
Tel. e fax 0547 58625
promoinfissi@gmail.com
www.promoinfissi.ifortinfissi.it
Sport Giovedì 22 novembre 2018 29
Prossimo incontro
in casa
contro il Campobasso
CALCIO SERIE D. Cesena-Pineto MISTER ANGELINI (PIPPO FOTO)

domenica
25 novembre alle 14.30 Una sconfitta da non ripetere
I
l calcio è un fenomeno che sull’unico tiro della squadra
Dal Rubicone risponde a regole specifiche: se di casa - con l’attaccante
giochi meglio degli avversari avrai Tommasini facilitato anche
Bel gioco in campo più probabilità di vincere, se nella
tua squadra ci sono attaccanti dagli
da un tocco del centrale
bianconero Ciofi. In
e doppio pareggio istinti offensivi molto spiccati ci sono superiorità numerica, vista
possibilità maggiori di segnare e così l’espulsione di Amadio, il

A
ltra bella prestazione della via. Cavalluccio ha avuto tante
Savignanese domenica 18 Nel calcio, come nella vita, però, esiste occasioni - una clamorosa
novembre, raggiunta in zona una discriminante casuale - il con Cappellini - ma non è
Cesarini sull’1-1 dall’Olympia cosiddetto “episodio”, il caso o come lo mai riuscita ad agguantare
Agnonese a Martorano. Con 19 punti si vuole chiamare. Il famoso film il pareggio.
(la capolista Matelica ne ha 33) i “Sliding doors” spiega bene questo Così il Cesena è stato
gialloblu domenica 25 novembre concetto: una semplice azione - sconfitto per la terza volta
affronteranno il Castelfidardo. prendere la metropolitana - può creare in stagione, perdendo
Pareggio anche per la Sammaurese, due scenari opposti se la si svolge nel ulteriore terreno dalla
2-2 contro la Recanatese. Sontuosa modo giusto oppure in quello sbagliato. capolista Matelica, trionfante sul Campobasso, domenica alle 14.30. I
la prestazione di un grande Pieri, Ecco: il Cesena contro il Pineto, campo del Santarcangelo. cinque punti di distacco dal primo
tornato al gol dopo oltre un anno. domenica scorsa, ha provato sulla sua Patrignani nel post-partita ha posto sono un gap importante ma non
Sabato 24 anticipo di un derby da pelle cosa significa perdere una partita confermato assoluta fiducia nel tecnico incolmabile: da questo weekend, però,
non perdere contro il Santarcangelo. per un episodio negativo e sfortunato. Il Angelini, che sta preparando la diventa obbligatorio vincere.
gol degli abruzzesi, infatti, è arrivato prossima partita in casa contro il Andrea Pracucci

Il Romagna Rfc batte il Vasari 38-0 Sul Filo del fuorigioco di


i allunga la striscia portando così a sei la campionato in Filippo Cappelli
S di successi del
Romagna Rfc (nella
fila di vittorie
consecutive di questa
programma domenica
prossima. Alla ripresa,

V
fotografia di Filippo prima parte della il 2 dicembre, i galletti oglio un colpevole. Qui,
Venturi), che anche ad stagione. Chiusa saranno impegnati nel adesso, esigo una testa su
Arezzo si è assicurato il questa prima metà del big match con il un piatto d’argento. Un
bottino pieno girone, il Romagna può Civitavecchia, insieme sacrificio punitivo per lo
battendo il Vasari con ora riprendere fiato al Florentia, l’altra scempio assistito durante la
un secco 38-0 e grazie alla pausa del contendente al vertice. totale mancanza di gioco e idee
a cui si è assistito sul campo del
Pineto. Una tragedia in due atti
in cui i bianconeri, pur in
superiorità numerica fin dal

❚❚ Domenica 25 novembre a Cesena la corsa solidale


primo tempo, hanno subito
attacchi fino alla giusta
sconfitta senza neppure
l’ombra di una reazione. Un

WiRun corre copione a cui il cavalluccio è


abituato da un bel po’ di tempo.
Ora serve un capro espiatorio.
Anzi, meglio una domanda:

da quattro anni serve un capo espiatorio? E se


sì, quale? Il bersaglio più facile
sarebbe mister Angelini: eppure da settimane gridava ai
quattro venti che la coperta corta del Cesena era troppo

per le donne NELLA FOTOGRAFIA L’ASSESSORE


FRANCESCA LUCCHI E IL SINDACO PAOLO
corta. E venuto a mancare Ricciardo lì davanti sono saltati
tutti i punti di riferimento. I giovani, su cui una squadra di
serie D dovrebbe investire per riuscire a galleggiare, hanno
disatteso molte delle aspettative. La scelta di farcire il

A
nche quest’anno a Cesena arriva riveranno alla fontana di Martorano e un LUCCHI CON GIORGIO BORGOGNONI panino dei numerosi under (necessari per il particolare
WiRun, l’appuntamento che or- ultimo da 11 chilomentri. “WiRun è una E BELINDA RONDONI DI WIRUN regolamento) con giocatori di categoria superiore (De
mai da quattro anni unisce sport e manifestazione di successo allargatasi Feudis, Biondini…) non ha pagato. Sui social e intorno alla
solidarietà e che solo nel 2017 ha visto anche a livello solidale perché nasce in Ciascuno dovrà pagare 10 euro per squadra si respira malumore (e vabbè…) e un desiderio
lungo il Savio la partecipazione di oltre occasione della giornata nazionale della l’iscrizione. I ragazzi che non hanno malsano di individuare i colpevoli di questa squadra
mille runner le cui quote di iscrizione violenza sulle donne. Quest’anno - ha compiuto i 16 anni non pagheranno. Al slegata e con poca anima. Ma al netto degli errori (su tutti,
hanno raggiunto la complessiva somma annunciato Belinda Rondoni, referente momento sono circa 300 gli iscritti, ma è cominciare un campionato lungo come la D senza un
di 2500 euro devoluta al Centro donna di territoriale WiRun - abbiamo ottenuto previsto che fino a domenica se ne ag- sostituto di Ricciardo che appare ora in tutta la sua
Cesena. Diverse sono le novità che ca- anche il patrocinio del comune di Cese- giungeranno molti altri. Infine, prima evidenza suicida) la ricetta per ripartire è ora altrettanto
ratterizzeranno questa quarta edizione natico perché l’iniziativa è stata allarga- della partenza, prevista per le 9,30 al semplice: attendere una decina di giorni per il mercato di
attesa per domenica 25 novembre. Le ga- ta al Centro donna di Cesenatico”. Ad piazzale Ambrosini dell’Ippodromo, i riparazione e provare a sistemare le carte; sperare che il
re non competitive da due passano a tre: ogni partecipante sarà consegnato un runner potranno scaldarsi a suono di Matelica, ora a 5 punti, prima o poi faccia un passo falso. E
un percorso di 4 chilometri, uno da 10 pacco gara con alcuni gadget, tra questi musica dando così avvio alla corsa. guardarsi in faccia tutti per scoprire amici e alleati. Non
per i camminatori che lungo il fiume ar- la pettorina, una maglietta e lo zainetto. Alessandro Notarnicola colpevoli.

Pallacanestro serie B Calcio a cinque Volley serie B femminile Basket donne


Baby calcettisti L’Elettromeccanica Angelini La giallonere
arruolati da Futsal della Nuova Virtus
per l’Under 15 resta ancora in vetta lottano
elle novità in arrivo. È nata rosegue senza soluzione di continuità la marcia spedita a Siropack Nuova Virtus
B l’Under 15 della Futsal
Cesena con un roster composto
P dell’Elettromeccanica Angelini Cesena in vetta al
campionato di serie B1 femminile. Le bianconere hanno
L Cesena dopo la ritrovata
vittoria di Calendasco, sabato 17
da baby calcettisti sotto età espugnato con grande autorità anche il campo di Quarrata novembre ha sfoderato a
rispetto l’età massima grazie ad un emblematico 0-3, portato a casa in poco più di Cavezzo una delle sue migliori
Tigers Cesena stellari consentita, in linea con la
filosofia della società. Nella
un’ora e un quarto di gioco. Oltre ad aver mantenuto
l’imbattibilità stagionale (6 vittorie su 6 e un solo set
prestazioni stagionali. La partita
per tutta la prima metà del
al Carisport gremito di tifosi rosa saranno presenti un perso), le cesenati hanno anche sfruttato il risultato dello primo quarto si è svolta sui
giocatore classe 2004, sette scontro diretto fra le due più immediate inseguitrici binari dell’equilibrio.
a partita giocata domenica 18 novembre al classe 2005 e due classe 2006. (Macerata-Capannori 3-1) per allungare il passo e per Nell’ultima frazione, la maggior
L Carisport dai Tigers Cesena contro una Juvi
Cremona mai doma è stata sofferta, sostenuta
Gli allenamenti sono svolti
insieme ai giovani atleti
portare il margine di vantaggio sulla seconda, da 1 a 3 punti.
L’esito del match non è mai stato in discussione. Il sestetto
esperienza e caratura tecnica
della prima della classe ha avuto
dal tifo e alla fine vinta per 86-72. Sugli scudi dell’Under 17 sotto la gestione di coach Simoncelli ha mantenuto saldamente in mano la meglio sulle romagnole, che
uno stellare Andrea Dagnello, un ottimo De di mister Matteucci. I l’inerzia fin dai primi scambi, mettendo in risalto ottime hanno lottato alla pari fino ai
Fabritiis ma soprattutto un’ottima squadra. collaboratori/allenatori che percentuali in attacco (41%) e in ricezione (38%). secondi finali e facendo faticare
Un match ben più complicato per Cesena di seguiranno l’Under 15 nelle In attesa degli scontri diretti, l’Elettromeccanica Angelini più del previsto le modenesi.
quanto il risultato finale non dica, sostenuto gare saranno Sara Quadrelli e Cesena si concentra ora sul match che, domenica prossima, rossimo appuntamento con le
dagli oltre 700 tifosi del Carisport in costante Ryuji Kagiya. Il campionato alle 17,30, al Carisport, vedrà di scena il Montespertoli, giallonere domenica 25
crescita. Un buon viatico per la trasferta di composto da 6 squadre terzultimo della classe. L’obiettivo è quello di proseguire in novembre alle 18,30 presso il
domenica 25 novembre con il Rekico Faenza. dovrebbe iniziare a metà un cammino che, giornata dopo giornata, sta appassionando Pala Ippodromo di Cesena contro
gennaio. la città. la Libertas Basket Bologna.
30 Giovedì 22 novembre 2018 Sport Csi Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
Comitato di Cesena

Uno stand del Centro sportivo prove di guida, trial bike, sfilate, musica,
spettacoli, concorsi, le curiosità e i trend
ciclistica, che verrà presentata per
l’occasione nella sua ricchezza di
stilistici, i pezzi introvabili e da conferme e novità.
alla fiera “Ruotando” collezione, le ingegnerie più creative.
Insomma, tutti gli ingredienti principali
I due punti fermi importanti per l’attività
promossa per la stagione 2019
La kermesse dedicata orna per la 18esima edizione a Cesena di questa manifestazione dedicata al consistono nell’essere sempre al servizio
al mondo delle T“Ruotando”.
Fiera il 24 e il 25 novembre 2018
La manifestazione si
motorismo e al ciclismo d’eccellenza che
ne hanno decretato il successo.
delle Società organizzatrici degli
appuntamenti del prossimo anno, perché
due e quattro ruote
si terrà negli spazi propone come un appuntamento fisso per La commissione ciclismo del Csi Cesena, motori fondamentali del movimento
gli appassionati romagnoli delle 2 e 4 coordinata dall’infaticabile Fabrizio Merli, cicloturistico su strada e mountain bike e
di Cesena Fiera ruote, e non solo, che da semplici curiosi ha all’interno della fiera uno stand a favore di ogni appassionato di ciclismo,
sabato 24 e domenica diventano protagonisti. insieme agli amici con cui verrà per vivere insieme giornate di grande
25 novembre Auto e moto da sogno, esibizioni dal vivo, approntata la prossima stagione sport.

Novantuno tra bambini e ragazzi hanno partecipato al 5° Trofeo San Martino al Palaippo di Cesena

I
l pattinaggio artistico a rotelle del Cialabrini, Jennifer Leanza.

Quattro rotelle...
Centro sportivo italiano di Cesena ha Petali (2012): Emma
fatto quasi 100. Erano ben 91 gli Bartolini, Giada Mazzotti,
allievi/e presenti alla manifestazione Crystal Alessandri Rossi.
organizzata domenica 11 novembre Gemme (2011): Nicolò
presso il Palaippo di Cesena per la gara Zamagna, Mya Mordenti,
dedicata ai principianti e denominata “5° Victoria Romei.
Trofeo San Martino”. Frutti (2010): Luce
Due le società presenti: il Csi Cesena e il Evangelisti, Sara Letizia
Pattinaggio Cervia, che hanno mandato Biguzzi, Ascanio Milantoni.
in pista gli allievi di prima iscrizione, Fiori (2009): Iulia Buratti,
quelli cioè che da poco hanno messo i Ilaria Urbini, Linda Dall’Ara.
pattini ai piedi. Girasoli (2008): Emma
Sotto gli occhi attenti degli istruttori Casadei Lucchi, Francesca
Marco Garelli, Greta Nicoletti e Tanja Suzzi, Lucia Bucci.
Lenaz per il Csi Cesena e Laura Greco del Tulipani (2007 e 2006): Sara
Pattinaggio Cervia, sono stati presentati Amaducci, Viola Pavirani.

che divertimento!
esercizi individuali da eseguire davanti al Percorso 2: Castagne (2011):
numerosissimo pubblico e all’attenta Giorgia Renna, Sofia Pezza,
giuria, composta da Alice Zocca, Grazia Emma Bersani.
Greta e Susanna Ceccarelli, per la Noci (2010): Martina Collina,
conquista del podio finale: sono state Ginevra Ravagnan, Mia
premiati infatti i prime tre classificati con Riciputi.
medaglia dedicata e tutti i partecipanti Giuggiole 2009:
con medaglia ricordo. Giorgia Aiello,
A conclusione della giornata, lo Barbara Lombardi,
“staffettone” con tutti i presenti divisi in 9 Lucia Severi.
squadre a disputarsi la qualifica per la Mirtilli (2008): Giada
finalissima a tre. Il successo è arriso alla Ghetti, Nicole Zoffoli,
squadra Blu, composta da Giada Gioia Lucchi.
Mazzotti, Emma Santarcangelo, Ascanio Lamponi (2007
Milantoni, Iolanda Brasile, Olivia Giunta, e2006): Chiara Estela
Matilde Gravina, Sara Amaducci, Perla Bellagamba, Eminy
Manuzzi, Melissa Lubrano, Elisa Stoppa. Tomescu, Emma
Sono saliti sul podio, suddivisi nelle varie Borgognoni.
categorie, i seguenti allievi. Kiwi (Atlete
Percorso 1, Germogli (anno 2014): Sofia avanzate): Greta
Bernacci, Nina Bersani, Noemi Montalti. Benucci, Sara Zoffoli,
Boccioli (2013): Cecilia Testa, Elena Perla Manuzzi.

PALLACANESTRO. È giunta alla sesta edizione il torneo indetto dai comitati Csi di Cesena, Faenza, Forlì e Ravenna.Trentasette le società iscritte nei tre gironi

Palla a spicchi Campionato romagnolo al via


H
a avuto inizio da poche settimane Marghe All Star, in rappresentanza
LA SQUADRA CESENATE LIVIO NERI il campionato dilettanti di dell’area di Forlì, il Beer Blessed San
PARTECIPA AL 6° CAMPIONATO ROMAGNOLO pallacanestro, giunto alla sua sesta Benedetto, il Fit Ziria Cervia, il Progetto
DI BASKET CSI edizione e indetto dai comitati Csi di Romagna, l’Electric Eels Cervia, gli
Cesena, Faenza, Forlì e Ravenna. Il Alumni Cusb e il Basket Cervia.
campionato interessa l’intero territorio Per il girone “Sud” parliamo di nove
romagnolo. compagini che difendono i colori del
Tre sono i gironi previsti con gare di forlivese e del cesenate: il Forlì No Stop,
andata e ritorno, cui hanno aderito l’Us Signorini, gli Angeli Neri e gli Ugly
complessivamente 37 società. Birds (tutte di Forlì), il San Piero in
Nel girone “Ovest” sono presenti dieci Bagno, il Forlimpopoli, la Virtus Cesena,
formazioni in rappresentanza dei la Pallacanestro Cesena e la Livio Neri,
territori imolesi e ravennati: il Dst che fanno riferimento a Cesena.
Faenza, il Modigliana, il San Rocco Infine, per quanto concerne il girone
Bakers Faenza, la Polivalente Barbiano, il “Nord”, nove sono le società iscritte in
Mystere Lugo, il Massa Basket 2010, il rappresentanza dei territori ravennati e
Grifo Imola Bonetti, lo Slam Drunk, il ferraresi: il Russi, l’Hacker Ravenna, i
BigMama e il Brisighella 3 Colli. Warriors e l’Us Sirio (che difendono i
Il girone “Est” registra l’adesione di nove colori ravennati), l’Alfonsine Boars, il
squadre in riferimento all’area ravennate Delta Comacchio, la Stella Rossa di Casal
e forlivese: i Cava69ers, l’Aics Forlì, le Borsetti, l’Us Cruseri e il Fusignano.
Pagina aperta Giovedì 22 novembre 2018 31

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


Un doppio vandalismo, di
Dopo l’intervista a Spinelli interviene Zoffoli quelli che costano tempo
e soldi pubblici oltre che
Prosegue e si allarga il dibattito in vista delle elezioni procurare sconforto nei
cittadini.
Probabilmente nella
notte tra venerdì e sabato
scorsi qualcuno ha pen-
sato bene di posizionare
sottobraccio al Giulio Ce-
sare collocato sul ponte
Romano a Savignano sul
Rubicone il contenitore
del velo ok, già divelto e
abbandonato a terra nel
campo lato monte di via
della Resistenza.
Sabato mattina gli operai
del Comune hanno pron-
tamente rimosso lo scem-
pio, già fotografato e
postato dai cittadini.

Dopo Rocco Casalino e le polemiche sui Down

Si ritrova dopo 25 anni la 5E dell’Istituto Agrario di Cesena


Nei giorni scorsi la classe 5°E dell'Istituto tecnico Agrario di Cesena si è riunita per una cena
a 25 anni dall'estate 1993, anno del diploma. Molti di loro non si erano più visti una volta
terminati gli studi.
Se per i ragazzi della 5°E quello fu l'anno del congedo dall'Itas, per il preside Gian Ferruccio
Brambilla fu il primo anno alla guida dell'Agraria. E durante la serata il preside è stato
raggiunto al telefono per un saluto reciproco.
Nella foto, da destra a sinistra sedute: Ilenia Foschi, Claudia Biondi, Michela Zavalloni, Silvia
Gallinucci, Erika Romagnoli, Patrizia Garaffoni. In piedi da destra a sinistra: Christian
Preghiamo per le vocazioni alla vita consacrata Stacchini, Davide Da Forno, Marcello Severi, Francesco Domeniconi, Michele Cattani,
Ermes Missiroli, Federico Pasini, Massimo Mazza, Alessandro Zaccanti, Raffaele Caporali,
Domenico Vittori, Adler Lucchi, Stephane Neri, Marco Paolini, Cristiano Riciputi.
FOTO SIR
Sito internet
DIOCESI DI CESENA-SARSINA www.corrierecesenate.it
Siamo presenti
campagna anche su Facebook e su Twitter
abbonamenti con lʼaccount @ccesenate

2019 Per info: redazione Corriere Cesenate,


via don Minzoni, 47 - Cesena
tel. 0547 1938590
Settimanale d’informazione fondato nel 1911 redazione@corrierecesenate.it

Un nuovo anno
da vivere
insieme

in omaggio
agli abbonati
lʼedizione digitale
per pc, tablet
e smartphone
Per leggere il giornale
già dalle 12
del mercoledì

foto mema studio


cesenatico

Territorio, Chiesa, opinioni, sport, cultura, solidarietà, attualità


Ogni giovedì in edicola. Ogni settimana a casa tua
COME ABBONARSI QUOTE ABBONAMENTO (invariate)
● Utilizzando il bollettino di C.C.P. n. 14191472,
intestato a Corriere Cesenate, via don Minzoni 47, Cesena ● Ordinario: 48 euro
● Presso la redazione del Corriere Cesenate, in via don Minzoni 47, Cesena ● Sostenitore: 70 euro
● Alla libreria cattolica “San Giovanni”, corso Sozzi 39, Cesena ● Amico: 100 euro
● Con bonifico bancario. Beneficiario: Associazione Diocesana Corriere Cesenate.
Banca: Credito Cooperativo Romagnolo - Bcc di Cesena e Gatteo, sede di Cesena ● Estero: 100 euro
Iban: IT 51 S 07070 23900 000000855057