Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 14 marzo 2013


anno XLVI (nuova serie)

numero 11 - contiene I.P. euro 1,20

1 1

Primo piano
Studio e lavoro Esperienze di emigrazione
estero di pi. Raccontiamo Lstorie diattira sempre le chi studia o lavora lontano da casa

4-5

Speciale
Il vescovo Douglas incontra i fedeli di Sarsina
San lultima della VisiInsieme atappaMartino ta pastorale nel territorio della Valle del Savio

Lelezione del Papa sul sito www.corrierecesenate.it


Il Corriere Cesenate segue in diretta lelezione del Pontefice con articoli, aggiornamenti, curiosit e commenti sul proprio sito internet. Basta collegarsi allindirizzo www.corrierecesenate.it

Editoriale Gli impegni con lEuropa


di Francesco Zanotti

a politica in panne. Nessuno poteva immaginare una tale situazione di stallo. Non si vedono prospettive, mentre aumentano le ripicche, le scomuniche, i veti incrociati, gli strali sulla Rete a suon di diktat che lasciano solo minimi margini di manovra. Si susseguono le dichiarazioni in direzioni opposte, col Paese che osserva sbalordito, quasi incredulo. Alcuni titoli di marted scorso sono emblematici. Avvenire, il quotidiano di ispirazione cattolica, scrive Collasso da evitare. Gli fa eco lagenzia di stampa Sir, quella a servizio dei settimanali diocesani e sostenuta dalla Cei, che con la nota politica rmata dal direttore Domenico Delle Foglie parla dei partiti paralizzati dalla paura. Racconta di unItalia bloccata Il sole 24 ore nelleditoriale di marted scorso. Un Paese al buio che balla sul Titanic il titolo del pezzo rmato da Guido Gentili che ricorda la peggiore recessione mai vissuta dal Belpaese. Un remember importante, perch durante la campagna elettorale non si sono affrontati i temi concreti, ma si andati solo alla spasmodica ricerca del consenso con argomenti da piazza del mercato. Massimo Gramellini sulla Stampa ci mette del suo e narra degli indignados in doppiopetto, facendo riferimento alla protesta messa in scena luned scorso dai deputati del Pdl davanti al tribunale di Milano. Se un terzo abbondante del nostro Paese scrive Gramellini seriamente convinto che il problema pi importante, il primo di cui occuparsi, non sia il lavoro che latita o la corruzione che esagera, ma liter processuale di Berlusconi, signica che stiamo smarrendo la speranza: non di formare il governo, ma di rifondare una comunit. Sullo stesso argomento, Danilo Paolini su Avvenire afferma, nello stesso pezzo citato in apertura, che il livello di guardia stato superato con lentrata dei parlamentari del Pdl dentro il tribunale. Che fare in questo marasma? Il problema resta del tutto aperto. Anzi, per assurdo ancora pi ingarbugliato rispetto al recente passato. LEuropa ci segue con attenzione. Al prossimo vertice dei capi di Stato e di governo che si terr a Bruxelles il 14 e il 15 marzo si parler di certo della situazione italiana. Ci siamo presi degli impegni nel 2011 che dobbiamo onorare. Siamo tra i fondatori della Comunit europea. La banca centrale guidata da Mario Draghi solo pochi mesi fa intervenuta con un pesante acquisto di nostri titoli di Stato. Rischiamo la memoria corta, ma forse bene ricordare che non siamo e non possiamo essere la repubblica delle banane. Sarebbe bene riprenderne esatta coscienza.

L a P rov i n c i a al bivio

Veduta aerea di Cesena e del territorio circostante (foto Giuseppe Mariggi)

Dovevano essere accorpate o abolite ma, alla fine, non se ne fatto nulla. Le Province stanno attraversando una fase critica, con i trasferimenti statali ridotti al lumicino e la spesa corrente che cresce. Il presidente di Forl-Cesena, Massimo Bulbi, stato chiaro: non ci sono soldi e la manutenzione alle scuole potr continuare solo vendendo degli immobili. Non ci sono neppure i fondi per chiudere le buche delle strade provinciali. Almeno una buona notizia c: i fornitori che vantavano crediti sono stati tutti pagati. Vengono accantonati i grandi progetti, come la via Emilia bis. Servizio a pagina 13

Cesena 12 Grandi eventi per la parrocchia di SantEgidio Verghereto 17 La Cella: unacqua sconosciuta ma salutare

Cesenatico 15 Il Centro dascolto e daccoglienza compie ventanni Cesena 20 Commercio selvaggio: raccolta di firme

SPECIALE PARTENZE DI MARZO


EGITTO - MAR ROSSO (Berenice) viaggio di 8 giorni/7 notti Hotel Lahami Bay Beach Resort pensione completa con bevande
Informazioni e prenotazioni

740 euro

KENYA - TClub the Sands at Chale viaggio di 9 giorni/7 notti volo da Bologna pensione completa

990 euro

CESENA - Gall. Almerici, 3 - Tel. 0547 618511 www.viaggimanuzzi.it

MAURITIUS - Hotel Ambre Resort viaggio di 9 giorni/7 notti volo da Milano/Roma pensione completa 1.250 euro

ZANZIBAR - Hotel Karafuu Beach Resort viaggio di 9 giorni/7 notti volo da Bologna trattamento all inclusive 990 euro

Opinioni

Gioved 14 marzo 2013

Educazione e Tv. Una battaglia mpari


H
Basta una stagione televisiva su ragazzine trasgressive e finte per mettere a rischio lo sforzo educativo di una vita e vanificare qualsiasi discorso sul bene comune futuro

Riflessione dopo lincontro dei politici al Monte

La fotograa

La parabola del seminatore e le preoccupazioni del potere


alla meditazione di don Franco Appi, tenuta domenica scorsa ai politici allabbazia del Monte a partire dalla parabola del seminatore, ancora una volta ho avuto al conferma che tutto riconducibile solo a Dio. Dio fa conoscere luomo alluomo e tutto quello che ci rivela a misura duomo. Solo riconoscendo la nostra dignit e quella di chi ci sta accanto, di ogni uomo, possiamo comprendere ed operare per il bene comune. La parabola del seminatore, per, ci mette di fronte alla realt: le preoccupazioni del mondo, linganno della ricchezza e i piaceri della vita induriscono il cuore delluomo. Se il cuore delluomo diviso, falso, chiuso agli altri non capace di comprendere la Parola di Dio e di operare per il bene comune. Mentre un cuore unito, puro e semplice capace di mettersi in relazione con Dio nella Trinit, e quindi con tutti gli uomini. Potere e ricchezza, due condizioni che potrebbero essere indipendenti fra loro ma che in genere sono indissolubili, possono essere degli ostacoli al raggiungimento del bene di ogni uomo. Sia il potere che la ricchezza possono rappresentare dei rischi. Infatti il potere che nasce dalla tentazione della divisione certamente non opera per il bene comune. Mentre c un potere buono, cio quello esercitato per il bene dei fratelli finalizzato al bene comune. Cos anche la ricchezza deve essere considerata un diritto di ognuno a possedere per il bene di tutti, in quanto luomo custode dei beni che riceve da Dio. Al contrario, se questi strumenti vengono utilizzati assieme per linteresse di pochi possono indurre ad utilizzare qualsiasi mezzo, slealt e menzogna, per imporre la propria volont e fare solo il proprio interesse. Per questo motivo nellesercizio del potere politico fondamentale lo spirito di servizio, che solo, unitamente alla necessaria competenza ed efficienza, pu rendere trasparente o pulita lattivit degli uomini politici, come del resto la gente giustamente esige Christfideles laici 42, Giovanni paolo II -. Tutti noi cristiani abbiamo lobbligo morale di un impegno socio-politico per affrontare i grandi problemi delluomo e della societ. Vi un crescente divario fra ricchi e poveri e un aumento della disoccupazione, soprattutto giovanile. Qualsiasi buon go-

Mass media e Chiesa: gli occhi di tutto il mondo si sono focalizzati sulla Chiesa e sul successore di Pietro che in questi giorni sar eletto Papa tra i 115 cardinali (foto Sir)
verno deve occuparsi dei pi poveri. Con la Caritas in Veritate, Benedetto XXVI, rileva che il mondo soffre per mancanza di pensiero. Don Franco Appi ha anche sottolineato limportanza di rinnovare la cultura del lavoro che superi il solo aspetto del reddito e ne migliori la qualit umana e il valore antropologico. Lo ha fatto segnalando limportanza del Progetto Policoro, presente nella nostra Diocesi da due anni e nel sud Italia da diciassette anni, come strumento per creare una nuova cultura del lavoro che coinvolga tutto il tessuto sociale. La crescita integrale delluomo deve essere al centro di un nuovo concetto di sviluppo. Infine, Appi ci ha invitato soprattutto a metterci in dialogo con chi non credente utilizzando il Magistero della Chiesa non come dogma, ma come frutto della ragione, che comunque riporta necessariamente a Dio e alluomo nella sua interezza. Giovanna Santoro

Gioved 14 marzo 2013

Primo piano

Tecnologo alimentare, Matteo Carboni ha aperto un locale ad Angaston


Cristiano Riciputi
Australia molto gettonata dai giovani emigranti romagnoli. Tutti per scelgono le grandi citt. Io mi trovo ad Angaston, un paesino che sar grande come, che so, Ronta". Matteo Carboni, faentino di nascita, cesenate dadozione in quanto ha studiato Scienze e tecnologie alimentari a Villa Almerici a Cesena. Nel piccolo paese australiano, che si trova a 80 chilometri dalla grande citt di Adelaide, il tecnologo alimentare ha aperto "Casa Carboni", un negozio in cui vende prodotti tipici italiani, vino, prepara la colazione, offre piccola ristorazione la domenica a pranzo e degustazioni allaperitivo. In pi organizza frequentatissimi corsi di cucina italiana e romagnola. Lo abbiamo intervistato via Skype, domenica mattina alle 8 ora italiana, quando ad Angaston erano le 17,30 e aveva appena chiuso il negozio. "Oggi abbiamo servito venti coperti, a pranzo dice Carboni mentre in sottofondo si sente il tintinnio delle stoviglie rimesse a posto -. Mia moglie Fiona australiana e abbiamo due bambini: Sofia di due anni e mezzo e Filippo di nove mesi. A met novembre abbiamo aperto questo locale che ci sta dando buone soddisfazioni. Siamo ancora allinizio, ma le prospettive di crescita non mancano". I corsi di cucina sono i pi gettonati,

"L

Matteo Carboni e la moglie Fiona nel proprio locale

Il sogno australiano
"Insegno a fare la piadina romagnola agli australiani. Sono venuto qua perch in Italia avevo poche prospettive.Vorrei aumentare la vendita di prodotti alimentari della nostra terra"
come si evince anche dal sito internet www.casacarboni.com.au. Ai corsi Carboni insegna a fare la piadina, le tagliatelle al rag, i ravioli. In pi, indica i migliori abbinamenti con i vini locali e italiani. "Sono arrivato in Australia per una serie di coincidenze. Alla base di tutto, per, sta il fatto che in Italia non vedevo grandi prospettive. Dopo la laurea ho avuto il primo contatto con questo continente in quanto, tramite lUniversit, ho passato alcuni mesi qua

in unazienda viti-vinicola durante la vendemmia. Poi sono tornato in Italia: ho lavorato a Parma, presso laccademia Barilla e in estate ho lavorato in Riviera dedicandomi alla mia grande passione, quella di cuoco. In un locale mi pagavano in nero e facevo orari assurdi, ma cos era se si voleva lavorare". Ad Angaston Carboni lunico italiano e il suo locale desta la curiosit di tutti. Aprirlo stato facile: la burocrazia snella, basta pagare le tasse dovute e in pochi giorni, se tutto in regola, si pu aprire. E una zona con un discreto flusso turistico, ma vi anche un movimento di lavoratori che va in loco durante la vendemmia. "Cerco sempre di inventarmi qualcosa di nuovo per ampliare lattivit. Mia moglie lavora con me e quindi dobbiamo ricavare dal locale il reddito per tutta la famiglia. In pi, ogni due anni, devo mettere da parte i 5000 euro che occorrono per il ritorno in Italia di tutta la famiglia. Non posso stare troppo tempo lontano dai miei cari dorigine e dagli amici di sempre". Integrazione fra cucina romagnola, italiana e australiana: questo uno degli obiettivi di Carboni. Non a caso fa ampio uso, nei piatti, di erbe spontanee locali. "A volte sostituisco gli spinaci dei ravioli con lortica che, trattata nelle dovute maniere, rappresenta un ottimo alimento. Poi abbondo con le eccellenze italiane: aceto balsamico, formaggi, vino. Il Made in Italy - conclude - fa molta presa da queste parti".

Simone Bianconi, studente di Ingegneria energetica a Bologna, ora si trova in Svezia in Erasmus. E uno dei pochi ammessi al Collegio dellAlma Mater

Bologna, veduta aerea

La scommessa metterci sempre tanta passione


ra in Svezia, ma studia a Bologna. Frequenta il terzo anno della facolt di Ingegneria Energetica presso lUniversit di Bologna ed stato anche ammesso al prestigioso Collegio superiore, scuola di eccellenza dellateneo felsineo. Ecco il cesenate Simone Bianconi, classe 1991, originario del quartiere Fiorenzuola che, dopo il diploma al liceo Righi, nel 2010 ha intrapreso questa avventura universitaria. "Per la scelta degli studi devo ringraziare i miei due zii ingegneri e i miei professori del liceo. Il resto stato solo frutto dellinteresse che ho sempre avuto per la scienza e per tutte le sue applicazioni. E comunque non si pensi che sia stata una scelta facile: sono un convinto sostenitore della teoria per cui la scelta delluniversit pi una scommessa che altro, dal momento che davvero difficile, dopo

cinque anni di liceo, avere una anche minima idea di quello che ti riserva il futuro accademico n tanto meno quello lavorativo. Si fa la scommessa, si ascolta quello che si sente dentro e tutto il resto sta nel mettere gioia e passione in quello che si studia. E posso dire di essere stato molto fortunato perch non cambierei la mia scelta per nessun motivo al mondo" Ad oggi Bianconi in Svezia per un progetto Erasmus. Qui oltre a frequentare luniversit svedese, sta imparando la lingua e approfondendo quella inglese. Per accedere al Collegio di Bologna lo studente deve superare una rigida selezione. "Lammissione al Collegio - continua Bianconi - improntata sulla meritocrazia: si tratta di un complesso test dingresso, che si svolge in due o tre differenti sedute cui partecipano fra i 350 e i 400 studenti ogni anno per 12-14 posti disponibili. N il reddito n il voto di maturit sono menzionati, e la segretezza garantita. In pi uno studente del Collegio deve dimostrare in ogni momento di valere quei 15mila

euro allanno che luniversit investe su di lui, mantenendo una media di voti negli esami, naturalmente da superare in corso entro la fine dellanno accademico, sempre superiore ai 28/30 e superando tutti gli esami aggiuntivi del Collegio con un voto superiore ai 27/30". Questo collegio si definisce come la "scuola deccellenza dellUniversit di Bologna", proprio come larcinota Scuola Normale Superiore di Pisa. La somma di tutte queste esperienze diverse ha portato Simone in Svezia. "Quello che sto facendo qui non altro che il progetto Erasmus, lo stesso che ogni anno porta circa 25mila giovani italiani a trascorrere un periodo di studio allestero. Per ora sto lavorando ad una tesi sulle applicazioni mediche delle torce al plasma, che mi porter al mio ritorno in Italia a lavorare al fianco di un gruppo di ricerca della mia facolt. Sono consapevole di aver scelto una strada e una carriera che mi porter probabilmente allestero. Ci che certo - conclude lo studente - che rimarr con il cuore sempre saldamente ancorato a casa, e se poi ragioni personali un giorno mi detteranno la strada di partire o quella di restare sono pronto a seguire gioiosamente entrambe le possibilit".

La preparazione
"Mi sento molto stimato e rispettato come italiano - precisa Bianconi -. Posso sostenere che la preparazione italiana fra le pi profonde e complete che si possano trovare sul panorama europeo e forse mondiale. La comprensione approfondita degli argomenti, la loro giustificazione rigorosa sono il punto di forza di un italiano al confronto con il resto del mondo". "Quello su cui siamo gravemente carenti invece - aggiunge lo studente - sono le risorse complementari, tutto ci che serve a fare di una brava mente un ingegnere, o, tradotto, a rapportarsi con il mondo che esiste al di fuori delluniversit. Ho avuto modo di conoscere ingegneri tedeschi che alla mia et hanno gi preso parte a progetti per la costruzione di macchine utili in ambito industriale. Un ingegnere olandese ha gi pubblicato svariati articoli scientifici e tanti studenti svedesi sono pieni di opportunit e fiducia in quanto lo Stato paga la loro universit 30mila euro allanno per ciascuno. Qui il rapporto con i professori una delle cose che mi ha colpito di pi: lalta considerazione che hanno e soprattutto il tempo che spendono per lo studente".

Primo piano

Gioved 14 marzo 2013

Il lavoro per i giovani? Va cercato in tutto il mondo


Emiliano Zavagli, 24enne di Cesena, dopo unesperienza a Pechino oggi si trova a Shangai E laureando in Economia alla Bocconi di Milano
Barbara Baronio
opo aver frequentato il liceo Righi di Cesena ha conseguito con lode la laurea triennale in Economia e commercio allUniversit degli studi di Bologna, nella sede di Forl. Attualmente sta completando a Milano la laurea specialistica in Amministrazione, finanza e controllo presso lUniversit Bocconi. La frequenza di questa universit deccellenza gli ha concesso lopportunit di entrare nellexchange program presso Peking University Guanghua School of Management (Pechino). Si tratta di Emiliano Zavagli, 24enne cesenate, che dopo aver trascorso un periodo a Pechino, oggi si trova a Shangai. Quali sono i suoi obiettivi professionali? Dipende di quali obiettivi si parla. Per quanto riguarda il breve periodo mi piacerebbe trovare un ambiente di lavoro stimolante, nel quale potere esprimere al meglio quanto appreso in questi anni di studio. Chi o cosa stato decisivo per la scelta del suo percorso di studi? Ritengo che gli studi economici siano i pi adatti per il mio carattere e per il mio modo di affrontare ogni situazione nella vita. Mio padre mi ha sicuramente ispirato nella scelta di studiare economia. Dopo la triennale ho deciso di continuare gli studi in Bocconi perch oggi una laurea con il massimo dei voti, in ununiversit che non sia una business school di livello, non pi sufficiente per distinguersi sul mercato del lavoro a livello nazionale e internazionale. Prima Pechino e ora Shangai, per quali ragioni ha scelto la Cina? La Cina il futuro e, aggiungerei, anche il presente. Mentre in Italia la recessione piuttosto scoraggiante, in questi mesi sento nellaria opportunit e crescita e sono continue le occasioni per imparare da un popolo completamente diverso dal nostro. Ho avuto la fortuna di vivere nelle due citt pi importanti, Pechino prima e ora Shanghai. Devo ringraziare la Bocconi sia per lopportunit dellexchange sia per linternship program tramite il quale ora sono nella capitale finanziaria della Cina. Attualmente di cosa si sta occupando? A Shanghai sto facendo uno stage presso una societ di advisory. Lavoro nel dipartimento finance e accounting a stretto contatto con i contabili e i revisori

Equipe di lavoro in Cina Al centro, Emiliano Zavagli

cinesi e con altri laureati provenienti da diverse parti del mondo (Stati Uniti, India, Australia e Thailandia). Il principale obiettivo che mi sono prefissato quello di accrescere la mia conoscenza della cultura cinese e di imparare a lavorare in un contesto internazionale. Ci sono stati momenti positivi o negativi che lei non dimenticher? In sette mesi, di momenti belli ce ne sono stati davvero tanti ed difficile raccontarne uno in particolare. Ho vissuto una situazione spiacevole a Pechino il giorno in cui dovevo riottenere la cauzione di 600 euro pagata per laffitto. Ci sono volute sette ore di chiamate e litigi con il landlord, tutto in Cinese e quindi laiuto di una mia amica pechinese stato fondamentale, prima di riavere il denaro. In Cina possibile esprimere la propria fede? La religione cattolica non molto diffusa in Cina. Rispetto al numero di abitanti ci sono poche chiese (di qualunque religione siano). Tuttavia, con la buona

volont anche qua possibile vivere da cristiani e incontrare cristiani. La sua preparazione in linea con gli altri colleghi incontrati a Pechino e a Shangai? C sempre un livello di conoscenza superiore. Ribadita questa verit, ritengo che la mia preparazione non sia inferiore a quella dei miei coetanei provenienti dalla Cina e da qualunque altra parte del mondo. Non inferiore, ma diversa; la differenza principale let alla quale ci si affaccia sul mondo del lavoro. Noi italiani abbiamo una preparazione pi accademica rispetto al resto del mondo e percorsi di studi pi lunghi. Per questo iniziamo a lavorare pi tardi, ma con basi teoriche forti. Desidera trovare un lavoro a Cesena, oppure mira a unoccupazione allestero? Oggi piuttosto velletairo pretendere di lavorare dietro casa. Il mercato a disposizione il mondo intero e le opportunit da cogliere sono da ricercare non a livello di citt/provincia, ma a livello di stato/continente.

Interprete

Chiara Gasperoni ha trovato in Lussemburgo unoccupazione inerenti ai suoi studi e che la soddisfa pienamente

Sa quattro lingue, traduce per lUnione


Ha vinto la selezione per un posto presso il Centro di traduzione degli organismi dellUnione europea con sede nella citt di Lussemburgo e da 4 anni lontana dalla sua amata Cesena. Si tratta di Chiara Gasperoni, classe 1978. Da tempo vive e lavora in Lussemburgo, dove ha potuto trovare unoccupazione in linea con le sue aspirazioni e attitudini. Dopo aver frequentato il liceo Righi di Cesena, Chiara, spinta dal suo forte interesse per le lingue, ha scelto di studiare alla Facolt di interpretazione e traduzione dellUniversit di Bologna con sede a Forl. Attualmente parla e scrive correttamente quattro lingue straniere: inglese, tedesco, spagnolo e francese. "Avevo come obiettivo - spiega Chiara Gasperoni - di lavorare nelle istituzioni dellUnione europea o in altre organizzazioni internazionali. Non appena ho vinto la selezione per questo posto di traduttrice, traduco da inglese, tedesco, spagnolo e francese allitaliano, mi sono trasferita in Lussemburgo e conto di restarci a lungo, perch mi piace stare allestero e aspiravo proprio a unoccupazione in altro Paese dellUnione. Qui mi sono sempre sentita stimata sia come italiana, sia per la mia preparazione che non ha nulla da invidiare ai miei colleghi europei". Le ragioni la portano a restare in quella nazione sono molteplici. "Innanzitutto la retribuzione: qui molto pi alta che in Italia. Poi il mio mestiere pi rispettato e il contesto sociale in cui vivo molto vario, meno noioso e pi aperto rispetto allItalia. Qui ho anche contatti con tante persone provenienti da paesi diversi". In questi 4 anni lontano dal Belpaese Chiara, oltre a lavorare molto, ha sviluppato un forte interesse per le attivit sportive e le manifestazioni culturali. "Tra le esperienze pi belle ricordo con tanto piacere un fine settimana trascorso in montagna con gli amici conosciuti in Lussemburgo. Qui sto molto bene e non ho avuto grosse difficolt, se non durante il periodo invernale perch praticamente non ci sono voli per tornare a Cesena". Bab

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Vai su facebook e clicca mi piace!

Gioved 14 marzo 2013

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Missionari martiri, Giornata di preghiera e digiuno


In Cattedrale, Messa sabato 16 marzo alle 18
Il vescovo emerito di Makeni (Sierra Leone) il cesenate monsignor Giorgio Biguzzi presieder la messa in memoria dei missionari martiri che sar celebrata sabato 16 marzo alle 18 in Cattedrale a Cesena. Ricorre domenica 24 marzo la ventunesima Giornata di preghiera e digiuno in memoria dei missionari martiri.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Grandi cose ha fatto il Signore per noi
Domenica 17 marzo Quinta domenica di Quaresima Anno C Is 43,16-21; Salmo 125 Fil 3,8; Gv 8,1-11
Gli scribi e i farisei sanno che Ges pu leggere nella coscienze, perci non possono fingere di essere senza colpa. Cos se ne vanno, cominciando dai pi anziani fino agli ultimi. Alla fine rimane Ges solo con la donna l in mezzo. Ges lunico che potrebbe scagliare la pietra contro la donna. Nessuno ti ha condannata. Nessuno. Neanchio ti condanno. Vai, e dora in poi non peccare pi. Queste parole sono diventate per lui un programma di vita, libera dal peccato. Anche Paolo, prima, pensava di fare una cosa buona perseguitando i cristiani. Ora capisce che in realt stava facendo una cosa ingiusta. Essendo stato conquistato da Cristo, capisce che ormai tutte le cose perdono importanza. Tutto io reputo una perdita di fronte alla sublimit della conoscenza di Cristo Ges. Tutte queste cose le considera come spazzatura al fine di guadagnare Cristo. Lunico tesoro di Paolo Cristo e di essere salvato da Lui, non con una mia giustizia derivante dalla legge, ma quella che deriva dalla fede in Cristo. Paolo capisce che Cristo veramente il Salvatore e che per essere salvati bisogna seguirlo e aderire al suo mistero pasquale. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 18 marzo san Cirillo di Gerus. Dn 13,1-9.15-17.1930.33-62; Sal 62; Gv 8,12-20 marted 19 san Giuseppe sposo della B.V. Maria 2Sam 7,4-5a.1214a.16; Sal 88; Rm 4,13.16-18.22 mercoled 20 santAlessandra Dn 3,14-20.4650.91-92.95; Cant Dn 3,52-56; Gv 8,31-42 gioved 21 san Filemone Gen 17,3-9; Sal 104; Gv 8,51-59 venerd 22 san Benvenuto Ger 20,10-13; Sal 17; Gv 10,31-42 sabato 23 san Turibio de M. Ez 37,21-28; Cant Ger 31,10-12b.13; Gv 11,45-56

Scuola, Messa di Pasqua per studenti e genitori


Luned 25 marzo alle 12 in Cattedrale a Cesena
Il vescovo Douglas Regattieri celebrer la Messa di Pasqua per il mondo della scuola, luned 25 marzo alle 12 in Cattedrale a Cesena. Sono particolarmente invitati studenti, genitori, docenti e tutto il personale scolastico.

QUARESIMA DI CARIT- PASQUA 2013


Quando sono debole allora che sono forte (2Cor 12,10) La Quaresima di carit andr per la nuova mensa Caritas. Il vescovo accoglier il contributo dei singoli, degli enti e delle comunit parrocchiali durante la Messa crismale di mercoled 27 marzo alle 20,30, in Cattedrale a Cesena. Le offerte si raccolgono anche presso: Caritas diocesana di Cesena-Sarsina, corso Sozzi 39 (Palazzo Ghini), tel. 0547 22423. Oppure con versamento su c/c bancario IBAN IT62 B061 2023 901C C001 0012 130

ggi la liturgia ci invita ad accogliere le cose nuove che il Signore vuole fare per noi. Cos fa la prima lettura. Anche la seconda lettura ci riferisce una cosa nuova, che la conversione di Paolo. E anche il Vangelo ci riferisce unaltra cosa nuova, che la liberazione della donna adultera. Isaia scrive nel tempo in cui il popolo peccatore si trova in esilio a Babilonia e sembra che il ritorno in patria sia impossibile. Ma egli promette a nome di Dio un nuovo esodo, una nuova liberazione. Nel Vangelo, Ges non venuto per giudicare, ma per salvare. Una donna stata sorpresa in flagrante adulterio. I farisei sono preoccupati di condannarla e farla morire. Secondo la legge di Mos, deve essere lapidata. Chiedono il parere di Ges. Chi di voi senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei. Cos Ges pone una condizione. Chi vuol giudicare e condannare devessere senza colpa.

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Gattolino, Tipano, San Cristoforo, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, Bulgaria, San Vittore, San Carlo, Ruffio, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo Basilica del Monte, Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, Martorano, San Demetrio, Bulgaria, San Mauro in Valle, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, San Pietro, Osservanza, San Pio X, Istit. Lugaresi, Case Finali, San Rocco Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale, San Rocco, Osservanza, San Domenico 18.30 San Pietro, Cappuccini 19.00 San Bartolo, Villachiaviche 10 San Giacomo, Villamarina; 10,30 Cappuccini, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Sala, Villalta; 11.15 San Giacomo, Santa Maria Goretti, Boschetto, Gatteo Mare; 17,30 Cappuccini; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, Longiano-Parrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 18,30 (sabato); 9 / 11.15 / 17 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8,30 / 10 / 11,15 / 17 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; San Romano: 11.00; Taibo: 10; Pieve di San Damiano 11,30; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11;
DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 15.00 Cappella del cimitero 16.30 Istituto Lugaresi 17.00 Cappella dellospedale (no al sabato) 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza, SantEgidio 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, Cappuccini, San Bartolo 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse), San Pio X 20.30 Villachiaviche

Sabato e vigilie
15.00 Cappella del cimitero, Formignano 15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.30 Istituto Lugaresi 17.30 Santuario del Suffragio, Santuario dellAddolorata, San Vittore 18.00 Cattedrale, San Domenico, Santo Stefano, San Rocco, SantEgidio, Villachiaviche, Case Finali, Osservanza, Bulgarn, San Mauro in Valle, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Borello 18.30 San Pietro, Cappuccini, San Bartolo, Santa Maria della Speranza 19.00 San Giorgio, Tipano, Ponte Pietra 20.00 San Giovanni Bono, San Pio X, Gattolino, Bulgaria, Calisese, Ruffio, Pievesestina, Pioppa

Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 18 (sabato, chiesa San Giuseppe), 9,30 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9 / 11 / 17; Tavolicci: 16 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8 / 11; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Pieve di Rivoschio: 16 Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30

San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 17 (sabato); 11.15 / 17; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 15 (sabato), 9.15 (domenica); Balze: 16 (sabato), 11.30; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola: 9.30; Capanne: 11.00

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7.30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, Ponte Pietra, Villachiaviche 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Mauro in Valle, San Giorgio, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Macerone, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Villamarina; 17,30 Cappuccini, Santa Maria Goretti; 18 San Giacomo; 16 San Giuseppe; 20 Sala; 20,30 Villalta; Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini; 9,45 Cannucceto, San Pietro;

11.10 11.15 11.30

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70 euro; di amicizia 100 euro; estero (via aerea) 80 euro. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

15.00

Tiratura del numero 10 del 7 marzo 2013: 7.700 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 20 di marted 12 marzo 2013

Vita della Diocesi

Gioved 14 marzo 2013

La serata si tenuta luned scorso nellaula magna di Psicologia

Brevi
In ricordo di Chiara Lubich
In occasione del 5 anniversario della morte di Chiara Lubich, la comunit di Cesena dei Focolari invita alla partecipazione della Messa presieduta dal vescovo monsignor Douglas Regattieri, domenica 17 marzo alle 18 in Cattedrale a Cesena.

Dialoghi
intervenuto il magnifico rettore delluniversit di Bologna, Ivano Dionigi Prossimo appuntamento luned 8 aprile con lastrofisico Marco Bersanelli

La serata dei Dialoghi per la citt Nel riquadro, il rettore Dionigi (foto Mauro Armuzzi)

Convegni Maria Cristina


Luned 18 marzo alle 16, il professor Filippo Bergonzoni, docente di Filosoa e pianista, relazioner sul tema Larte pianistica di Claude Debussy. Lincontro, promosso dai Convegni Maria Cristina di Savoia, si terr nella sala Biagio Dradi Maraldi della Cassa di Risparmio, in via Tiberti a Cesena. Ingresso libero.

Pastorale familiare
- Il gruppo Nain Allombra della sua mano (Is. 49,2), che propone un cammino spirituale per chi ha perduto una persona cara, si incontrer per il consueto appuntamento mensile sabato 16 marzo dalle 16,30 alle 18 presso il seminario a Case Finali di Cesena, per la celebrazione della messa. Per chi lo desidera ci sar la possibilit di confessarsi. Per info: Marco e Giovanna Giannini, tel. 0547 91204, 347 6031772. - Il gruppo dei separati si ritrova per lappuntamento mensile per riettere su Sempre amati sino alla ne. Fu crocesso per noi, mor e fu sepolto. Lincontro, organizzato dallUfficio di Pastorale familiare, si terr luned 18 marzo alle 21, in seminario a Case Finali di Cesena. Per info: don Virgilio 339 3191586; Floriana e Ivan 388 6186867.

Vita e morte visti dai classici


agli stoici agli epicurei, da Platone a Seneca, passando per SantAgostino e Alcmeone di Crotone. Una vera lezione magistrale quella tenuta dal professor Ivano Dionigi, magnifico rettore dellUniversit di Bologna, ai Dialoghi per la citt organizzati dalla diocesi di Cesena-Sarsina. Luned scorso, nellaula magna di Psicologia a Cesena, il rettore ha aperto una strada di riflessione sul Vitam vivere, ossia su quale possa essere il miglior modo di affrontare la vita per un essere umano, creatura consapevole del suo limite e della morte che lo attende inesorabilmente. Affondando a piene mani nella classicit di cui maestro (insigne latinista, Dionigi ha concentrato i suoi studi su Lucrezio e nellorizzonte classico, nel solco di due filoni. Seneca), il rettore ha posto per prima Il primo di weltanschauung, visione o cosa una serie di domande, mettendo concezione del mondo, classica. Laltro sul in luce come, sin dai secoli antichi, gli rapporto della vita con il suo contrario, e uomini si siano divisi nel dare forse il suo doppio, la morte. risposte. Il professore ha prima approfondito il La natura fonte di uguaglianza o di disuguaglianza? E davvero necessario concetto del ritorno (lideologia del cerchio del nostos, ossia la ciclicit del tempo e istituire leggi? Cosa giusto secondo limpossibilit di determinare una esatta fine natura? E come si deve intendere la o inizio), la particolare concezione del tempo vita, come zo (vita qua vivimus, per i classici (si pensi solo a Seneca, alla vita naturale, essenza del vivente) o qualit di vita in contrapposizione alla bos (vita quam vivimus, come quantit, e agli istanti in grado di contenere, viviamo quotidianamente)? ciascuno, linfinito) e infine la signoria del Dopo un breve excursus sulle tre presente (definita simpaticamente da navigazioni platoniche, e alla Dionigi una specie di carpe diem degli rilettura operatavi da SantAgostino, stoici) ossia il considerare positivamente il Dionigi ha cambiato rotta: Questa finitum e negativamente linfinutum: Ai sera vorrei piuttosto seguire un altro classici non piaceva il concetto di aldil. percorso, pur rimanendo

Una concezione opposta a quella cristiana: la negazione dellidea di speranza, considerata fonte di turbamento contro natura in un mondo, come quello classico, che dava massimo valore al rimanere saldi nelle tradizioni. In opposizione allo stoicismo, SantAgostino ribadir poi che non la voluntas salva luomo, bens la grazia. Sul rapporto della vita con il suo contrario, Dionigi ha sottolineato come la sapienza classica, quella biblica e quella orientale convergano tutte sulla vita come limite (anche Ulisse lascia la ninfa Calipso rifiutando il sempre giovane). Per arrivare alla domanda delle domande, la magna quaestio di SantAgostino: perch si muore? Mi verrebbe da dire con Empedocle: solo uomini dal pensiero lungo possono affrontarla. Dopo aver citato il medico Alcmeone, gli uomini muoiono perch non possono ricongiungere larch (il principio) con il telos (la fine), Dionigi ha chiuso tornando appunto al cerchio: In greco basta cambiare un accento e la vita (bos) diventa arco (bis). Larco della vita appunto. Michelangelo Bucci

Incontro Matrimoniale
La comunit di Incontro Matrimoniale si d appuntamento per lincontro mensile in preparazione alla Pasqua, sabato 16 marzo alle 20,45 presso la parrocchia di Martorano di Cesena. Sar attivo un servizio di babysitting. Per info: Marco e Giovanna Giannini, tel. 0547 91204, 347 6031772.

Sul sito del Corriere Cesenate


Sul sito www.corrierecesenate.com sono pubblicati tre interventi-testimonianze su appuntamenti signicativi della vita diocesana: gli Esercizi Spirituali di Quaresima, guidati dal vescovo Douglas; la serata nella chiesa di SantAgostino sul Concilio; lincontro al Victor di San Vittore a dieci anni dalla morte di don Aldo Casadei.

Gioved 14 marzo 2013

Speciale Visita pastorale

ZONA PASTORALE SARSINATE-ALTA VALLE DEL SAVIO - UNIT PASTORALE N. 5

Parrocchie di Sarsina e San Martino Dodicesima tappa della Visita pastorale


Sarsina, citt di Plauto e del patrono diocesano San Vicinio, si conclude la visita pastorale del vescovo Douglas Regattieri dedicata alla Valle del Savio. Il capoluogo plautino, gi sede vescovile e con un seminario attivo fino al 1965, attualmente conta circa 3.700 abitanti, una storia ricca e una parrocchia ben strutturata grazie alle innumerevoli persone che hanno deciso di dedicarvisi e al parroco don Renzo Marini, che qui ha iniziato come cappellano nel 1968, per poi assumerne la guida vera e propria nel 1984. La parrocchia di Sarsina quella di Santa Maria Annunziata (celebrata il 25 marzo), cui dedicata anche la millenaria Concattedrale che sorge in piazza Plauto. uno dei fiori allocchiello del paese (insieme al Museo Archeologico Nazionale, per esempio, e al Museo dArte sacra e alla rassegna del Plautus Festival), sia dal punto di vista religioso (in migliaia accorrono ogni anno per venire a pregare davanti alla tomba del santo taumaturgo) che da quello storico e artistico (si tratta di un bellissimo esempio di stile romanico con un interno solenne e austero). Responsabile del culto di San Vicinio stato nominato, da qualche anno, don Fiorenzo Castorri che nellaccoglienza ai pellegrini e in tutte le attivit legate ad essi legate, coadiuvato dal parroco don Renzo e da don Giuseppe Calandrini, a Sarsina dallo scorso ottobre. A pochi passi dalla chiesa Concattedrale, sempre in pieno centro storico, sorge la chiesa del Suffragio rimessa a nuovo. Oggi viene utilizzata in particolare nella domenica delle Palme, in occasione della benedizione dei rami dulivo, per la festa dellAddolorata (la terza domenica di settembre) e in altre occasioni. Durante le celebrazioni del millenario della Concattedrale (2008) tra le altre cose ha ospitato anche diverse mostre darte. Nel territorio sarsinate ci sono altri luoghi di culto cui i sarsinati sono molto legati. Parliamo principalmente dei vari oratori dislocati a Calbano, Pagno e Tomba. Il parroco don Renzo amministratore parrocchiale anche di San Martino, Monteriolo e Tavolicci, parrocchia di un centinaio di abitanti. Sono localit bellissime, in mezzo alla natura nelle nostre colline dice il parroco ma che negli ultimi anni hanno subto di uno spopolamento molto forte. Vado a celebrare messa una volta al mese. San Martino e Tavolicci (questultima in comune di Verghereto) sono raggiunte tutte le domeniche da due accoliti, Giampaolo Bernabini e Michele Buldrini, che l si recano celebrando la liturgia della Parola e portando la Comunione. La parrocchia di Sarsina si sempre caratterizzata per le numerose attivit svolte e le strutture messe al servizio della cittadinanza: la scuola materna parrocchiale Santa Annunziata, per esempio, e il cine-

Continua la Visita del vescovo Douglas Regattieri nella Zona pastorale Sarsinate-Alta Valle del Savio. Luned 18 marzo la Visita si apre con laccoglienza del vescovo nella Concattedrale e celebrazione della Messa alle 20,30
FACCIATA E INTERNO (SOTTO) DELLA CONCATTEDRALE DI SARSINA (FOTO ARCHIVIO CLAUDIO PAGLIARANI)

CALENDARIO VISITA SARSINA E SAN MARTINO


dal 18 al 25 marzo
Luned 18 marzo ore 20,30: nella Concattedrale accoglienza del vescovo e Messa Marted 19 marzo ore 9: visita alla scuola materna statale; alle 10,30: scuola elementare; alle 11,30: scuola media ore 18: Messa a Sorbano ore 20,45: incontro a Sarsina con famiglie Mercoled 20 marzo ore 9: incontro con la Bcc di Sarsina nel centesimo anno di fondazione ore 10: incontro con lamministrazione comunale ore 15: visita agli ammalati ore 18: Messa a San Martino ore 20,45: il vescovo incontra: Consiglio pastorale ed economico, catechisti, lettori, ministri straordinari dellEucaristia Gioved 21 marzo ore 9,30: Messa nella Casa di Riposo. A seguire, visita agli ammalati ore 11: benedizione della nuova Via Crucis da Sarsina a Calbano ore 15: visita agli ammalati ore 20,45: incontro: Caritas, Misericordia, Avo, Pro Loco Venerd 22 marzo ore 9: Messa nella Concattedrale ore 10: visita alla fabbrica Vossloh e incontro con le maestranze ore 16: incontro con il mondo del lavoro Sabato 23 marzo ore 9,30: Messa a Pagno e incontro con la popolazione ore 10,30: Messa a Tavolicci ore 16: incontro con i genitori dei bambini della Prima Confessione, Prima Comunione e Cresima ore 17,15: incontro con i giovani ore 18,45: i giovani a cena con il vescovo Domenica 24 marzo ore 10,45: incontro nella chiesa del Suffragio, benedizione dei rami di ulivo e processione ore 11: Messa nella Concattedrale ore 12,30: a pranzo con il vescovo nel salone Silvio Pellico Luned 25 marzo ore 17: visita oratorio SantAntonio in Calbano e Rosario ore 20,30: Messa nella Concattedrale e conclusione della Visita pastorale

teatro parrocchiale Silvio Pellico. Questultimo un edificio molto caro ai sarsinati che hanno contribuito alla sua ristrutturazione. Si sviluppa su tre piani e viene utilizzato in svariati modi. Ospita i bambini del catechismo, nei pomeriggi del sabato e della domenica si apre alle attivit della Casa del Giovane con possibilit di giochi, svago e divertimento. La sala inferiore utilizzata per pranzi o cene comunitarie. Lattivit pi problematica pare essere il cinema. Aderente allAcec (Associazione Cattolica Esercenti Cinema), negli ultimi tempi, non ha riscontrato molta fortuna in paese, riuscendo purtuttavia a mantenere proiezioni con un

occhio di riguardo ai bambini. La catechesi si svolge, con regolarit, per tutte le fasce det, adulti compresi. Con questi ultimi ci troviamo una volta al mese. E nei periodi di Avvento e Quaresima sono attivi gruppi di lettura della Bibbia. Nonostante un calo vistoso della partecipazione alla messa domenicale (ha coinvolto soprattutto le generazioni pi giovani), don Renzo pu ritenersi soddisfatto delle presenze che ritiene in percentuale maggiori rispetto alla media nazionale. Le celebrazioni, quattro solo la domenica, sono spesso animate dalla corale cittadina e negli ultimi tempi arricchite anche dalla presenza del coro parrocchiale giovanile dei Controcanto. Molto partecipati in parrocchia sono i campeggi estivi e invernali organizzati in varie localit del territorio e non solo, per bambini e adulti: Balze, Alfero, Monteriolo, Puglia, Trentino, Rivaverde sono alcune delle mete presenti e passate. La cittadinanza ha risposto sempre molto bene anche alle diverse proposte di pellegrinaggio che abbiamo portato avanti in questi anni. Esperienze bellissime a Lourdes, Fatima, Czestochowa, sia dal punto di vista del rafforzamento della fede che dal punto di vista umano. Il rapporto con il mondo dellassociazionismo sarsinate (molto vario grazie alla presenza sul territorio di innumerevoi realt quali la Pro Loco, lAvis, la Misericordia, la Banda musicale, i vari gruppi sportivi) , a detta del parroco, molto buono. I vari gruppi non sono mai in contrasto con le nostre attivit, cerchiamo sempre la massima collaborazione. In paese c molto rispetto per la parrocchia, anche da parte di chi non frequenta la chiesa. Michela Mosconi

Vita della Chiesa

Gioved 14 marzo 2013

A Chioggia dall11 al 13 aprile il convegno nazionale dei periodici cattolici


FOTO SIR

Catholica
di Stefano Salvi

ATTACCHI CONTRO I CRISTIANI IN AFRICA


Padre Piero Gheddo, giornalista e missionario del Pime, intervistato il 10 marzo sul sito www.ilsussidiario.net sulluccisione in Nigeria di sette ostaggi occidentali, ha cos risposto: La guerra globale del terrore si spostata dallEuropa allAfrica Nera. Negli ultimi cento anni larea sud-sahariana ha assistito alla conversione a Cristo pi massiccia e imponente di tutta la storia del Cristianesimo. ovvio che ci che ad Al Qaeda dia molto fastidio, ed per questo che sta facendo di tutto per creare un clima di paura in Nigeria. Ha poi ribadito che a sud del deserto del Sahara, dal Senegal alla Nigeria, i cristiani sono quasi il doppio degli islamici. Un terzo dei cristiani di questa area geografica, pari a 470 milioni, sono cattolici, per un totale di 170 milioni di persone. Al Qaeda punta quindi a terrorizzare i cristiani, a farli fuggire o a istigare una loro reazione violenta contro tutti i musulmani. Per questo motivo, di recente abbiamo assistito a sequestri e attacchi contro le chiese non soltanto in Nigeria, ma anche a Zanzibar, Tanzania, Kenya e Uganda.

Sulla nuova frontiera


I settimanali diocesani e la sfida consulente nazionale dellUcsi. Ci che ne iornali, rotocalchi, riviste da una del web. Il presidente della Fisc, uscito riguarda la convinzione che la rete parte; siti web, chat, blog, tweet, social network e informazione senza la carta stampata non ha Francesco Zanotti: Giornali online dallaltra: questa linformazione autorevolezza, perch un ambiente e internet sono destinati odierna con una specie di "guerra" tra i indistinto; ma anche i giornali senza la rete a viaggiare insieme due campi che potrebbe durare a lungo e il non raggiungerebbero un pubblico molto cui vincitore non ben chiaro, anche se pi ampio dei loro lettori abituali, specie i Monsignor Tosello: In rete ipotizzabile una sorta di meticciato giovani. per essere pi popolari informativo. Il giornalismo sta vivendo una Cos giornali e rete sono destinati a crisi strisciante, tra testate che chiudono o viaggiare insieme, non distruggendosi riducono il personale, siti internet che cannibalizzano i fogli in reciprocamente ma collaborando. edicola, contributi pubblici alleditoria che vengono sempre pi ridotti e potrebbero addirittura sparire. In questo contesto Come portare nella rete la tipicit della stampa cattolica dellinformazione si trova anche la Fisc (Federazione italiana diocesana? settimanali cattolici), forte delle sue 186 testate di cui 1 I settimanali diocesani hanno rappresentato da sempre la voce quotidiana ("Il Cittadino di Lodi"), 128 settimanali, le altre della comunit cattolica sul territorio che univa il vescovo, le quindicinali e mensili oppure online, legate alle diocesi e dalle parrocchie, i fedeli laici, i credenti impegnati nel sociale e radici storiche molto profonde. Una netta maggioranza dei poneva in dialogo la Chiesa con le altre componenti sociali. giornali ha gi compiuto o si avvicina al secolo di vita. Lultimo stato un compito storico molto importante per la crescita del in ordine di tempo che si avvicina al compleanno "Nuova Paese. Noi siamo convinti che sia un patrimonio che non si Scintilla" di Chioggia, la diocesi alle porte di Venezia. Per pu disperdere. Quindi al nostro interno diciamo che cartaceo ricordare i 100 anni dalla fondazione, il giornale ha promosso, e on-line devono sostenersi a vicenda, interagendo. insieme alla Fisc, un convegno a Chioggia su "Informazione in rete: carta stampata e web" (11-13 aprile). Luigi Crimella per il Qual il grado di sviluppo dellon-line tra le testate cattoliche Sir ha raggiunto il presidente nazionale della Fisc, Francesco diocesane italiane? Zanotti, per raccogliere alcuni pensieri sul giornalismo Oltre 70 delle nostre testate hanno il proprio sito internet, cattolico oggi e i problemi da affrontare. alcune molto strutturate come Toscana Oggi, IncrociNews di Milano, ValliBBT di Acqui Terme, RomaSette, Il Cittadino di Presidente Zanotti, anche la stampa cattolica "sotto Lodi e altre. Stiamo ragionando insieme agli uffici della Cei per pressione" col web che si diffonde? le comunicazioni sociali e informatico su un progetto da S, il tema lo abbiamo scelto consapevoli di quanto sta allargare alle altre testate, a partire dal Sir con cui gi avvenendo. Il web sta mettendo in discussione il nostro modo collaboriamo strettamente, cos da offrire su scala nazionale di fare i giornali. Ne parliamo da diverso tempo, lo abbiamo un servizio interattivo che permetta al navigatore in rete di fatto anche recentemente a Cesena, nel 2011, riflettendo sul cogliere la grande ricchezza della stampa diocesana. rapporto tra internet e il territorio, come pure nei recenti convegni Cei sui testimoni e sugli abitanti digitali svolti a Monsignor Vincenzo Tosello il direttore della Nuova Roma e Macerata. La rete sta cambiando in maniera radicale il Scintilla, settimanale diocesano di Chioggia che, al traguardo nostro modo di porci, di fare giornalismo. dei cento anni, si trova a dover affrontare la sfida del web. Siamo in rete anche noi precisa il direttore -. Abbiamo fatto la Che stimoli ricevete, come testate diocesane, da questa scelta di mettere su internet tutto il giornale e questo non solo situazione cos fluida? non ha danneggiato la vendita nelle edicole, ma ha aumentato I problemi ci sono, inutile negarlo. Ma una considerazione si i lettori raggiungendo anche chi non ci compra se non impone: sia i giornali, sia la rete sono chiamati ad andare saltuariamente. Questa scelta ha reso Nuova Scintilla pi insieme, affiancandosi. Il problema come. Su questo ci popolare e apprezzato. vogliamo interrogare per non trovarci impreparati. Lo abbiamo E per non perdere loccasione propizia, aggiunge il direttore, fatto recentemente con un incontro del consiglio nazionale abbiamo anche deciso di essere presenti su Twitter e Fisc allargato a tutti i direttori, svolto a Roma con ospite padre Facebook dove registriamo migliaia di contatti. Si tratta di una Francesco Occhetta della Civilt Cattolica, che anche grossa sfida e un grande impegno. Ma ne valsa la pena.

INTENSIFICATI GLI ATTACCHI IN EGITTO


Secondo lagenzia AsiaNews dell8 marzo, in Egitto un professore dellUniversit islamica, famoso per le sue posizioni radicali, il 6 marzo ha fatto la proposta di obbligare gli aderenti a religioni non islamiche a pagare la jizya, la tassa versata per secoli dai cristiani a califfi e sultani per avere salva la vita e nessuno potrebbe pi perseguitarli, come avviene ora. Infatti, da gennaio sono stati assaltati da estremisti islamici quattro villaggi cristiani incendiando chiese e abitazioni. Ad Alessandria un commando di salafiti ha ucciso cinque persone sospettate di costruire una chiesa.

FONDAMENTALISTI ISLAMICI BRUCIANO CASE


Secondo lagenzia AsiaNews, il 9 marzo in Pakistan sono state bruciate oltre cento case di cristiani e almeno trentacinque persone sono state ferite dopo un litigio fra un giovane cristiano e un barbiere islamico, che lo ha accusato di avere insultato Maometto. Il ragazzo stato arrestato e per laccusa di blasfemia rischia lergastolo.

FONDAMENTALISTI IND ATTACCANO IN INDIA


Il 9 marzo lagenzia AsiaNews ha riportato la notizia che nello Stato indiano del Karnataka si avuto il sesto attacco di fondamentalisti ind dallinizio dellanno contro i cristiani. Questa volta stata attaccata una comunit pentecostale che si apprestava a iniziare una veglia di preghiera notturna. Sono state ferite otto persone in modo grave. Il motivo di questi attacchi laccusa falsa di conversioni forzate.

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

ARREDI SACRI DI SEMPRINI


Gabriele e Severino
sas

via Alberti, 3/a tel. e fax 0541 21424 Rimini

10

Gioved 14 marzo 2013

Vita della Chiesa


omelia, ha citato il Papa emerito, la folla dei fedeli esplosa in un lungo applauso, durato circa due minuti. Anche noi oggi con tale atteggiamento interiore vogliamo offrirci con Cristo al Padre che sta nei Cieli per ringraziarlo per lamorosa assistenza che sempre riserva alla sua Santa Chiesa ed in particolare per il luminoso pontificato che ci ha concesso con la vita e le opere del 265 successore di Pietro, lamato e venerato Pontefice Benedetto XVI, al quale in questo momento rinnoviamo tutta la nostra gratitudine, le parole del cardinale decano, dopo le quali scattato fragorosamente lapplauso. Missione di misericordia. Secondo il cardinale Sodano, quella affidata da Cristo ai Pastori della sua Chiesa una missione di misericordia. Una missione, questa, che impegna ogni sacerdote e vescovo, ma impegna ancor pi il Vescovo di Roma, Pastore della Chiesa universale, a cui spetta il compito di pascere il gregge del Signore. questamore - ha detto il decano citando le parole di Ges a Pietro nel vangeli di Giovanni (Pasci i miei agnelli) e il commento che ne fa santAgostino - che spinge i Pastori della Chiesa a svolgere la loro missione di servizio agli uomini dogni tempo, dal servizio caritativo pi immediato fino al servizio pi alto, quello di offrire agli uomini la luce del Vangelo e la forza della grazia. La preghiera finale. Preghiamo perch il Signore ci conceda un Pontefice che svolga con cuore generoso tale nobile missione. Glielo chiediamo per intercessione di Maria Santissima, Regina degli Apostoli, e di tutti i Martiri ed i Santi che nel corso dei secoli hanno reso gloriosa questa Chiesa. Si conclusa con queste parole lomelia del cardinale Sodano, che nellultima parte si soffermato sullatteggiamento fondamentale dei Pastori della Chiesa, che lamore, quellamore che ci spinge ad offrire la propria vita per i fratelli. Latteggiamento fondamentale di ogni buon Pastore dare la vita per le sue pecore, ha detto il decano: Questo vale soprattutto per il Successore di Pietro, Pastore della Chiesa universale. Perch quanto pi alto e pi universale lufficio pastorale, tanto pi grande deve essere la carit del Pastore. Nel solco di questo servizio damore verso la Chiesa e verso lumanit intera - ha fatto notare il porporato gli ultimi Pontefici sono stati artefici di tante iniziative benefiche anche verso i popoli e la comunit internazionale, promovendo senza sosta la giustizia e la pace. Preghiamo perch il futuro Papa possa continuare questincessante opera a livello mondiale.

INIZIO CONCLAVE Lauspicio espresso dal cardinale Sodano, decano del Collegio cardinalizio, al termine dellomelia della messa Pro Eligendo Romano Pontifice, marted 12 marzo. Allinizio il grazie al Papa emerito

FOTO SICILIANI/GENNARI-SIR

Un Papa dal cuore generoso


i conclusa dopo circa unora e cinquanta minuti, con il canto in latino dellAve Regina, marted mattina 12 marzo la messa Pro Eligendo Romano Pontifice, atto dinizio - di fronte a tutto il popolo di Dio, che ha gremito la basilica con una fila per entrare cominciata gi qualche ora prima - dei riti per lelezione del 266 successore di Pietro. Al centro della celebrazione, lomelia del cardinale decano del Collegio cardinalizio, Angelo Sodano, che nel pomeriggio - alle 16.30 era in programma la processione dei 115 elettori dalla Cappella Paolina alla Cappella Sistina non entrato in Conclave, per raggiunti limiti di et. Lingresso dei cardinali e labbraccio dei fedeli. La lunga processione dei 180 cardinali concelebranti - tra elettori e non elettori - che hanno fatto il loro solenne ingresso, alle 10, nella basilica di san

Pietro durata circa quindici minuti. Il rosso delle porpore ha attraversato longitudinalmente tutta la basilica per disporsi poi in cerchi concentrici attorno allAltare della Cattedra, subito prima baciato singolarmente da ogni porporato. A fare da contrappunto, limmensa schiera dei fedeli che ha gremito i banchi: quasi due abbracci, simbolo della Chiesa popolo di Dio, unita intorno ai suoi pastori in questo momento cos importante di passaggio di pontificato. Il coro della Cappella Sistina - insieme al Coro guida Mater Ecclesiae, ai rappresentanti del Pontificio Istituto di Musica Sacra e al suono dellorgano - ha intonato le antifone dingresso, poi il cardinale decano ha dato inizio alla messa, seguito dal canto del Kirye eleison e del Gloria. Poi la colletta, dedicata specificamente al nuovo Papa: O Dio, pastore eterno, che governi il tuo popolo con la sollecitudine di padre, dona alla tua Chiesa un pontefice a te accetto per santit di vita, interamente consacrato al servizio del suo popolo. Le letture della messa sono state in inglese, italiano e spagnolo. Cinque le lingue per le intenzioni delle preghiere dei fedeli: francesi, swahili, portoghese, malayalam, tedesco. A distribuire la comunione cerano 110 sacerdoti.

Il grazie al Papa emerito, lapplauso della folla. Vogliamo offrirci con Cristo al Padre che sta nei Cieli per ringraziarlo per lamorosa assistenza che sempre riserva alla sua Santa Chiesa e in particolare per il luminoso Pontificato che ci ha concesso con la vita e le opere del 265 Successore di Pietro, lamato e venerato Pontefice Benedetto XVI, al quale in questo momento rinnoviamo tutta la nostra gratitudine. iniziata con un grazie al Papa emerito lomelia del cardinale decano Angelo Sodano. Allo stesso tempo - ha proseguito - oggi vogliamo implorare dal Signore che attraverso la sollecitudine pastorale dei Padri Cardinali voglia presto concedere un altro Buon Pastore alla sua Santa Chiesa. Ci sostiene in questora la fede nella promessa di Cristo sul carattere indefettibile della sua Chiesa, ha assicurato citando le parole che Ges disse a Pietro: Tu sei Pietro e su questa pietra edificher la mia Chiesa, e le porte degli inferi non prevarranno contro di essa. Allinizio dellomelia, il porporato ha usato le parole del canto risuonato presso la tomba dellApostolo Pietro in questora importante della storia della Santa Chiesa di Cristo: sono le parole del Salmo 88, che introducono alla contemplazione di Colui che sempre veglia con amore sulla sua Chiesa, sostenendola nel suo cammino attraverso i secoli. Appena il cardinale Sodano, allinizio della sua

Il 30 marzo. nellAnno della fede e perlAnno della fede che si propone lostensione
orna la Sindone, questa volta non solo per Torino ma per il mondo intero. Lostensione televisiva di sabato 30 marzo si presenta come un grande evento multimediale, destinato a catturare lattenzione degli spettatori italiani e di tutte le reti tv che saranno collegate con lemissione di Rai Uno. In questi ultimi decenni linteresse per la Sindone cresciuto, in ogni senso. Durante le ostensioni pubbliche e solenni (1978, 1998, 2000, 2010) Torino ha accolto milioni di pellegrini e anche di curiosi, richiamati da un enigma che non solo scientifico. Ma cresciuto anche il dibattito degli scienziati (veri) per conoscere meglio un oggetto che sembra svelare, pi che le contraddizioni della religione, le incertezze della scienza, come not Giovanni Paolo II nella sua riflessione del 1998. cresciuto ancora, ma era inevitabile, il mercato sindonico, fatto dimprobabili scoop giornalistici ed editoriali, dimpropri collegamenti tra il Lenzuolo di Torino e tutte le possibili sette religiose che hanno popolato i venti secoli di cristianit... In questo speciale campo del vasaio, la Sindone diventata un oggetto quasi mitologico, come il Graal... Il vero mistero, altrove. Come ha ricordato mons. Cesare Nosiglia, arcivescovo di Torino, custode pontificio della Sindone, attraverso i

Torna la Sindone

FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR

Grande evento multimediale: Sabato Santo, su Rai Uno, la prima ostensione televisiva del nuovo millennio. Saranno i malati ad essere protagonisti

segni della sofferenza impressi nel corpo dellUomo della Sindone che si manifesta la gloria del Signore. E dunque saranno i malati ad essere protagonisti di questa ostensione televisiva, la prima multimediale del nuovo millennio. Anche perch la sofferenza di queste persone (le poche che saranno in duomo, e i milioni di uomini e donne provati dal dolore del corpo) in qualche modo il contrappeso estremamente concreto, fisico, a quel mondo virtuale che pure ci attira e ci coinvolge. Lostensione attraverso la televisione (tenutasi finora una sola volta, nel 1973), prima e pi che un evento mediatico, o una presentazione scientifica, si colloca completamente in un contesto di fede e di Chiesa. nellAnno della fede e per lAnno della fede che si propone lostensione. Proprio perch il carattere pi vero e profondo di quellimmagine rimane il suo richiamo fortissimo al Signore, alla sua Passione e allo straordinario, misterioso silenzio del Sabato Santo, un giorno intero in cui Dio morto, ma in cui proprio la Sindone ci aiuta a ricordarne la presenza solenne, misteriosa, affascinante. Marco Bonatti direttore La Voce del Popolo (Torino)

Attualit
MEZZOGIORNO Gli investimenti culturali nel Sud Italia valgono pi di mille arresti e di mille processi

Gioved 14 marzo 2013

11

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

SACROSANTI CINGUETTII
Oltre alle tre encicliche, ai libri su Ges di Nazaret e alle centinaia di discorsi, catechesi e omelie, lopera integrale di Joseph Ratzinger da Papa comprende anche fatto del tutto inedito fra i sacri palazzi trentotto messaggini. Sono i cinguettii, come vengono chiamati dal nome inglese del social network in questione, che Benedetto XVI ha lanciato sulla Rete dal 12 dicembre 2012 al 28 febbraio scorso. Lultimo, infatti, stato digitato poche ore prima della chiusura del portone di Castel Gandolfo: Grazie per il vostro amore e il vostro sostegno. Possiate sperimentare sempre la gioia di mettere Cristo al centro della vostra vita. 132 caratteri in tutto, qualcuno in meno dei 140 permessi da Twitter, su cui papa Ratzinger era iscritto con laccount @Pontifex, presto a disposizione del suo successore. Padre Antonio Spadaro, che ha approfondito il contenuto dei messaggi di Benedetto XVI, nota che tra i tweets del Papa non ci sono soltanto affermazioni, ma anche molte domande su come vivere la fede nel mondo di oggi. il riconoscimento che la comunicazione, soprattutto in Rete, non va ridotta a semplice trasmissione, ma diventa condivisione, spiega il gesuita. Fra i termini pi ricorrenti si trovano: Dio, fede, preghiera, gioia, cuore, fede, speranza. Una delle parole maggiormente utilizzate sempre prosegue Spadaro . Credo che il Papa con questo vocabolo abbia voluto insistere molto sulla persistenza e la solidit dellamore di Dio. Non sono mancate, inoltre, le confidenze personali, come il tweet della vigilia di Natale: Il presepe che si faceva insieme nella nostra casa mi dava grande gioia. Aggiungevamo figure ogni anno e usavamo muschio per decorarlo. In attesa di vedere quale dimestichezza avr con il web il nuovo pontefice diversi fra i cardinali in conclave hanno gi un proprio account sui social network anche la Segreteria di Stato sbarcata su Twitter e ha inviato i suoi primi messaggi. Laccount @TerzaLoggia, dallubicazione allinterno del Palazzo Apostolico. I primi a intervenire sono stati monsignor Dominique Mamberti, ministro degli esteri vaticano, e monsignor Silvano Tomasi, che rappresenta la Santa Sede presso gli uffici Onu a Ginevra. Nonostante gli alti prelati e la tecnologia si diano ormai del tu, il recinto dellelezione pontificia sar del tutto isolato da internet: sono state infatti predisposte barriere sofisticate per evitare che il conclave possa essere violato da strumenti informatici. Lera digitale appena nata, ma c gi un precedente: nel 2005, grazie a un cardinale tedesco, una tv della Germania riusc ad anticipare di poco lHabemus Papam del protodiacono.

Ricostruire la Citt della Scienza


n fumo, il nostro sogno di sapere e di conoscenza, hanno scritto i bambini che frequentavano la Citt della Scienza di Napoli, costruita sui ruderi e sui capannoni dellarea bonificata di Bagnoli, dove dallinizio del secolo scorso sorgeva lItalsider. Un polo culturale, nato da unidea di Vittorio Silvestrini, fisico e docente dellateneo Federico II, attuale presidente della Fondazione Idis, dotato di spazi museali - tra i quali, il primo Museo interattivo di nuova generazione realizzato in Italia, che accoglieva strumenti scientifici provenienti da tuttEuropa - un planetario, un centro congressi, unarea dedicata alla formazione quale incubatrice di imprese, con 160 dipendenti e che veniva visitata ogni anno da oltre 350mila persone, con un fatturato che nel 2011 stato di oltre 6,4 milioni di euro. Dodicimila bambini e ragazzi, ogni giorno, frequentavano quegli spazi, di aggregazione e di divulgazione, che rappresentavano uno dei pochi simboli della possibile rinascita di una citt che negli ultimi decenni apparsa martoriata - cos lha definita larcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe - dalla mancanza di lavoro, dallinquinamento, dallassenza della speranza, che pur stata culla della civilt europea e sede, nel 1224, ad opera dellimperatore Federico II, della prima Universit statale e laica italiana.

A bruciare sono stati gli ex capannoni industriali della Perfosfati-Fertilgest, risalenti ai primi del 900, e della vetreria LeFevre, del primo 800, reperti di archeologia industriale recuperati e sottoposti a un restauro che aveva rispettato la struttura originaria delle alte capriate di legno e dei vetri. A salvarsi, solo il Teatro delle Nuvole e il complesso per i convegni. Gli inquirenti indagano per incendio doloso e sembra che questa sia lipotesi pi attendibile. Del resto, gli interessi in gioco sono enormi, perch enorme larea occupata dalla Citt della Scienza (12mila mq.) e molti potrebbero avere lobiettivo di recuperare quellarea per restituirla allurbanizzazione selvaggia e quindi alla speculazione o ad attivit pi consone al dominio del territorio, come del resto avveniva nei secoli passati, quando sincendiavano i poli religiosi e culturali dei Monasteri e le terre che intorno ad essi facevano da cornice, per restituirle alle esigenze pagane. Mentre si esclude la pista terroristica, il ministro degli Interni fa ipotesi legate al ruolo della camorra. Il sogno di cultura, e quindi di libert, di quei bambini, viene infranto da una mano nemica, insidiosa e soprattutto consapevole che proprio la sete di sapere e di conoscenza a dover essere annientata. Nel Sud - in tutti i Sud del mondo - la mancanza di cultura a generare la povert, la disoccupazione e le lacerazioni sociali. Su questo presupposto sinnesta lattivit dellorganizzazione criminale, che non

pu consentire - pena la sua estinzione - che gli esseri umani non siano pi oggetti, attivi o passivi di consumo, ma persone capaci di respirare una realt diversa, di nutrire la consapevolezza che un futuro nuovo sia possibile. Di formarsi, innanzitutto, per vivere con dignit in un mondo globalizzato, che richiede studio, specializzazione, innovazione e competenze inedite rispetto al passato. Molto meglio, per le organizzazioni criminali, agire - avvalendosi dinevitabili complicit - perch tutto questo sia spazzato via e tutto torni nella normalit, nel giogo del controllo sociale che intendono esercitare. Proprio per questo motivo, gli investimenti culturali dello Stato e dei privati, soprattutto nel Sud, valgono pi di mille arresti e di mille processi. Perch si contrappongono a quellideologia che vuole soggiogare le coscienze ai propri interessi. I venti milioni di euro che il Governo e le istituzionali locali, con fatica e in accordo con lEuropa, stanno tentando di rendere disponibili per lavvio del processo di ricostruzione della Citt della Scienza, probabilmente non saranno sufficienti. Ne occorreranno molti di pi. Bisogner fare presto e bene, rilanciando un piano strategico, di cui faccia parte questo polo culturale e che poggi sulle fondamenta antiche, e per questo nuove, delleducazione, della creativit e della cultura napoletana. Roberto Rea

il Periscopio

di Zeta
Spartacus dallalto, anche lui come il suo antagonista, di un comodo anonimato. Mi sembra che tutti facciano i conti senza loste. Sorrido nel leggere (non lo faccio ogni settimana) la nota politica di Spartacus. anche divertente, a volte. Lo confesso: mi piacerebbe sapere chi si cela dietro il nome dello schiavo che si ribell a Roma. Vorrei sapere anche chi si nasconde dietro il nome del figlio di Ulisse: pare uno in attesa di vedere che se ne vadano ospiti indesiderati, per troppo tempo in casa altrui. Tra questi eroi di epoche lontane, e dai nomi cos altisonanti, io vorrei essere un po come Gian Burrasca. Un ragazzo indisciplinato che non sta negli schemi che altri gli cuciono addosso. Lui vuole la pappa col pomodoro, invece della solita minestra ricavata dagli avanzi di una settimana. uno che si batte per un obiettivo piccolo, ma importante, concreto e raggiungibile, a beneficio di tutti. Gli si perdonano scherzi e marachelle perch sa rischiare in prima persona, trascinando altri con la sua esuberanza. Un semplice eroe del quotidiano. (785)

Il dibattito politico locale si anima dopo gli interventi di Spartacus e Telemachos

Semplicemente Gian Burrasca

on in fermento soltanto la politica nazionale. Anzi, mi correggo: quella nazionale non in ebollizione per nulla. Vive una fase di stallo dovuta alla vittoria morale da parte del Movimento 5 stelle, quello fondato dallex-comico Beppe Grillo, diventato di colpo il nuovo eroe nazionale. Lui e i suoi seguaci sono gli autentici protagonisti di un dopo-elezioni che nessuno, o quasi, immaginava cos tormentato. Ma veniamo ai fatti di casa nostra, comunque condizionati dalla bufera uscita dalle urne del febbraio scorso. Si scaldano i motori in vista delle amministrative del prossimo anno e c gi chi da tempo fa previsioni su liste e candidature. La stampa locale si sbraccia andando in cerca di figure pi o meno note da immolare sulla locale piazza mediatica con lo scopo pi o meno dichiarato di alimentare un dibattito politico altrimenti asfittico. Tutti adesso hanno il sacro timore di finire stritolati dai 5 stelle. Londa lunga delle politiche potrebbe riversarsi anche sulle votazioni della primavera 2014. Non finita qui lascesa dei grillini. Anche perch allorizzonte, se il Presidente della Repubblica non si prender il difficilissimo onere di incaricare il sig. Grillo per la formazione del prossimo governo, non si intravvede una soluzione

possibile. Dopo gli stop reciproci di queste ultime settimane, non pare praticabile alcuna via. A livello cesenate tiene banco Spartacus. Da tempo interviene ogni settimana e ne ha per tutti. Bacchetta a destra e al centro, meno a sinistra. Ci ha anche tirati in ballo, un po di tempo fa, ma ho preferito lasciare perdere. Negli ultimi giorni intervenuto anche Telemachos, un altro buontempone che si occupa di politica e controbatte al pi famoso

12

Gioved 14 marzo 2013

Cesena
eucaristica, incontri con i giovani, via crucis per le strade di SantEgidio, liturgia penitenziale e anche uno spettacolo teatrale. Tutto compreso fra due solenni concelebrazioni eucaristiche ad aprire e chiudere la settimana, che si concluder domenica 24 marzo, per lasciare il posto alla Settimana santa. Il parroco don Gabriele Foschi commenta cos questa iniziativa, fortemente voluta: "Questa missione legata alle celebrazioni del 60 anniversario della nostra parrocchia: vuole essere un motivo per risvegliare e rinverdire la nostra appartenenza anche in occasione dellanno della fede. Saranno presenti 28 missionari: 3 sacerdoti, 2 suore, 7 seminaristi, 11 giovani e una famiglia, ai quali si aggiungeranno altri 6 ragazzi e ragazze per lo spettacolo Anastasis: torna a vivere del 24 marzo, in anteprima nazionale". Il parroco continua: "Lanimazione sar rivolta a tutte le categorie e presente ovunque, anche dove la gente abita e vive, quindi nei bar e nei centri di aggregazione". Accanto alla pastorale di strada e ai centri dascolto troveranno spazio alcune serate di riflessione e adorazione. Una particolare attenzione andr anche agli ammalati: "Al momento gi circa 80 persone hanno richiesto la visita in casa", spiega don Foschi. "In parrocchia c grande fermento, grazie alla collaborazione e alla disponibilit di tanti abbiamo trovato case dove alloggiare tutti, altri cucineranno pranzi e cene per i missionari, che mangeranno nei locali parrocchiali". Saranno tre settimane intense, a SantEgidio: la missione parrocchiale, la settimana santa e la Pasqua, con le celebrazioni del 60. Il 1 aprile il vescovo Douglas Regattieri celebrer la messa, durante la quale sar chiesta lammissione di quattro parrocchiani al diaconato permanente. Festa grande il 5 aprile, che corrisponde allentrata in vigore del decreto emanato nel 1953 dal vescovo Gili (allora era il giorno di Pasqua), con la celebrazione eucaristica presieduta dal cardinale Angelo Comastri. Una primavera spirituale di gioia e comunione attende SantEgidio. Claudia Coppari

SantEgidio La parrocchia festeggia i 60 anni


Domenica 17 marzo si apre la missione popolare coi missionari del Preziosissimo Sangue. Il 5 aprile la messa sar presieduta dal cardinale Angelo Comastri

San Giuseppe
Festa al Lugaresi
Tutto pronto al "Lugaresi" (zona Ponte Vecchio) per la festa del patrono San Giuseppe. Lassociazione Amici del Lugaresi ha approntato un programma denso di iniziative. Si parte gioved 14 marzo con la testimonianza di don Firmin Adamon, parroco a San Domenico. Venerd 15 marzo al mattino i ragazzi del centro di formazione professionale Engim partecipano al torneo di calcio. Nel pomeriggio, dalle 17, caccia al tesoro per tutti i giovani del centro Ragazzilandia. Sabato 16 alle 19,30 c lappuntamento nel cortile interno del Lugaresi con degustazione di polenta e sangiovese. Alle 21, nelladiacente sala Jolly, commedia dialettale del gruppo De Bosch di Gambettola. Domenica 17 si avr il clou della festa. La messa sar celebrata alle 10, mentre dalle 11 scattano i tornei di calcetto e minivolley organizzati dal Csi. Dopo il pranzo comunitario, alle 15 iniziano i festeggiamenti con lorganizzazione degli Scout. Seguono le danze popolari dal mondo e la merenda organizzata dalle mamme dei bambini di Ragazzilandia. Alle 17, al Jolly, spettacolo di burattini. Alle 19 si terr la tradizionale focarina di San Giuseppe con vino e piadina a cura dello stand gastronomico. Dal 21 al 23 marzo si terr il Lugalive, festival Rock organizzato dagli Amici del Lugaresi. Gli aggiornamenti possono essere seguiti anche su facebook.

er festeggiare il 60 anniversario della fondazione della parrocchia, SantEgidio ha messo in piedi un programma ricco e sfaccettato. In primissimo piano una grande missione popolare: una settimana di animazione a cura dei missionari del Preziosissimo Sangue, dal titolo "Progetta con Dio: abita il futuro", e poi la pubblicazione di un libro, celebrazioni comunitarie, un musical con giovani e giovanissimi. Da mesi tutta la comunit sta preparandosi, recitando ogni domenica la "preghiera per la parrocchia", composta ad hoc, e domenica 17 marzo si apriranno le attivit della settimana di missione: lodi mattutine, pastorale di strada, oratorio tutti i pomeriggi con bambini e ragazzi, centri di ascolto presso diverse famiglie, colloqui e confessioni, veglia e adorazione

Il primo aprile, alla presenza del vescovo Regattieri, ci sar la candidatura di 4 parrocchiani al diaconato permanente

Villachiaviche
Festa del patrono
La parrocchia di San Giuseppe Artigiano di Villachiaviche si prepara a vivere un momento di festa in onore del patrono San Giuseppe, venerato il 19 marzo come "Sposo di Maria". Sabato 16 marzo alle 20.30 inizier il Triduo di preparazione, con Rosario ed omelia. Alle 21 seguir la tombola. Per domenica 17 alle 15 prevista luscita delle famiglie a Dovadola, in visita alla casa natale e al sepolcro di Benedetta Bianchi Porro. Alla sera, in parrocchia, alle 20.30 sar recitato il Rosario per la seconda sera del triduo. Luned alle 20.30 sar celebrata la messa animata dal coro dei giovani e seguita dalla grande focarina, accompagnata dalla polenta, preparata dal gruppo Alpini. Nel giorno della ricorrenza liturgica, le messe avranno lorario feriale: 8 e 20.30. Alle 21 Ilaria Prete e Anastasia Macini, della parrocchia, faranno una testimonianza sulla loro esperienza missionaria compiuta a Dawro Konta in Etiopia.

Pi tutela per i pedoni


Cesena diventa una "citt amica dei pedoni". Lo scorso 8 marzo lAmministrazione comunale ha aderito (insieme a Faenza, Forl, Ravenna e Rimini, con cui ha promosso il 10 marzo scorso la prima domenica ecologica della Romagna) al Manifesto gi sottoscritto da una quarantina di Comuni al nord e al sud Italia. A differenza di tanti altri paesi europei, dove il pedone "sacro", in Italia chi cammina viene troppo spesso percepito come un intralcio da parte di chi guida. Lo confermano i dati: nel 2011 sono state uccise 589 persone che camminavano a piedi e 21mila quelle rimaste ferite. Chi aderisce al documento si impegna a costruire isole di traffico per facilitarne lattraversamento, abbattere le barriere per favorire la mobilit dei disabili, consentire ai bambini di recarsi a scuola a piedi e incentivando lutilizzo del trasporto pubblico e della bicicletta.

Cesena
Trasferimenti Bilancio al lumicino, votato manutenzioni a rischio a maggioranza Sospeso il progetto via Emilia bis

Gioved 14 marzo 2013

13

Massimo Bulbi: "Le province? Senza soldi meglio abolirle"


Michelangelo Bucci
e province non saranno state abolite n accorpate, ma sono comunque, nella loro forma attuale, agli sgoccioli. Come agli sgoccioli il loro bilancio, con le entrate da trasferimenti statali ridotte ormai al lumicino. Il consiglio provinciale di ForlCesena ha approvato il bilancio dellente per il 2013 lultimo giorno di febbraio, dopo due mesi di esercizio provvisorio (per la prima volta nella storia della presidenza Bulbi) cos come avvenuto a Cesena per il Comune. A favore del bilancio si sono espressi Pd, Idv, Rifondazione e gruppo Misto, contrari Pdl, Lega, Udc. In sintesi il bilancio prevede entrate e uscite pari a 75,3 milioni di euro: 54,1 milioni di entrate correnti, 17,7 milioni da alienazioni e trasferimenti, 3,5 milioni da nuovi mutui; 46,2 milioni di spese correnti, 21,3 milioni di spese in

conto capitale e 7,8 milioni di rimborsi quote capitale di mutui e prestiti. Le uscite sono diminuite del 36 per cento rispetto a 8 anni fa. "A differenza del bilancio 2012 - ha commentato il presidente Massimo Bulbi - che presentava un avanzo primario di oltre 2 milioni di euro per interventi prioritari, come la manutenzione straordinaria di edifici scolastici e altri immobili, il bilancio 2013 non presenta, purtroppo, avanzo primario. La manutenzione straordinaria degli edifici scolastici potr essere finanziata solo con i proventi di alienazioni immobiliari nel forlivese". Bulbi si augura anche che possa essere superata lattuale situazione che vede le province "n carne n pesce", a seguito della riforma interrotta del governo Monti: "Sarebbe meglio, dopo questa lunga via crucis, abolire davvero e al pi presto le province italiane. Ci troviamo, invece, ancora qui, a redigere un bilancio di previsione

per lultimo anno di mandato. Un bilancio che, a causa dei tagli orizzontali generalizzati, vede sempre pi limitata la nostra capacit di programmare investimenti. Oltre ai tagli ai trasferimenti, che questanno diminuiranno di circa 10 milioni di euro rispetto al 2010, abbiamo visto appesantirsi sempre pi i vincoli posti dal Patto di Stabilit, che nellultimo triennio ha provocato la riduzione di un quarto delle spese in conto capitale". Vengono riposti nel cassetto, dunque, i grandi progetti infrastrutturali, come la via Emilia bis. Ma i fornitori delle piccole opere sono stati saldati: "Per tutto il 2012 - ha spiegato Bulbi - ci siamo prodigati per pagare tutti i piccoli fornitori. Chiuso lanno, non abbiamo una piccola e media impresa che attende un pagamento da noi. Cos facendo, per, non abbiamo pi soldi per chiudere le buche e mettere a posto le strade". Critica invece la situazione

IL TERRITORIO PROVINCIALE DI FORLCESENA

finanziaria legata del casello del Rubicone, per il quale la societ Autostrade ha chiesto il pagamento immediato dei 10 milioni di euro di contributo provinciale. La Provincia confida di poter riuscire a rateizzare il pagamento. Il bilancio prevede investimenti per 21,3 milioni, di cui 17,9 milioni per lavori pubblici. La diminuzione della spesa per investimenti rispetto alla previsione 2012 di 7,3 milioni (-25 per cento).

Rio Eremo, parcheggio e linea dellautobus


Ma se la linea di trasporto pubblico non sar sufficientemente utilizzata, a giugno sar soppressa
La linea 5 dei bus urbani, quella che collega Ponte Abbadesse alla stazione ferroviaria passando per il centro storico di Cesena, dalla settimana scorsa tocca anche Rio Eremo. Si tratta di un ritorno: erano 15 anni che dalla frazione mancava un collegamento al centro con i mezzi pubblici. Tre corse al mattino e tre corse al pomeriggio proseguono il percorso dal capolinea di via Chieti e, seguendo via Sorrivoli, raggiungono il nuovo parcheggio

realizzato accanto al circolo Arci di Rio Eremo. Le partenze del bus da Rio Eremo (in direzione centro e stazione) sono alle 7.12, 9.22, 11,22 in mattinata, 15.22, 17.22, 19.32 nel pomeriggio. I cittadini della frazione, comunque, dovranno dimostrare il loro attaccamento ai mezzi pubblici: "Il prolungamento della linea ha un costo - ha ammonito lassessore Maura Miserocchi inaugurando il nuovo tratto - e tra tre mesi, l8 giugno, verificheremo lutilizzo effettivo di queste corse". Il parcheggio dove si attesta il nuovo capolinea, da 15 posti auto, stato realizzato su di unarea di 900 metri quadrati. Nelloccasione stato messo in sicurezza il torrente Cesuola (con un argine in pietra naturale) ed stato ricostruito il sistema fognario circostante, con la realizzazione di unarea di decantazione. Rifatta anche lilluminazione pubblica in zona, mentre la linea aerea dellEnel stata interrata. A fare le spese dellintervento, come spesso capita, stato un gruppo di alberi, abbattuti per

lasciar spazio alle auto e ai bus. Il costo complessivo dei lavori a Rio Eremo, eseguiti dalla ditta Scot in qualit di subappaltatrice di Polo Autotrasporti, stato di 300mila euro. Nel suo percorso la linea 5, operata un tempo con mezzi elettrici e servita ora dai "Kitty-bus" fucsia a metano, raggiunge anche il parcheggio di piazzale Puglisi, nel lato sud del cimitero. Qui, nel maggio scorso, il Comune ha istituito il terzo parcheggio scambiatore della citt, dopo quelli dellIppodromo e del Montefiore. I numeri del terzo scambiatore sembrano lusinghieri: in 10 mesi sono stati 11mila gli utenti del bus, con una crescita costante, dai 375 di maggio ai 2218 di febbraio. Bisogna dire per che, a differenza degli altri scambiatori, il parcheggio di piazzale Puglisi non presidiato dagli operatori Atr. In questo modo non possibile sapere quanti siano gli effettivi utenti dello scambiatore e quanti i residenti di Ponte Abbadesse attirati dal biglietto bus promozionale a 10 centesimi. MiB

VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Splendidi tours esclusivi


Con accompagnatore dallItalia, ecco i prossimi
GRAN TOUR DEL MAROCCO: le citt imperiali, tra il deserto e il mare... secondo gruppo: dal 13 al 24 aprile, volo da Bologna, pensione completa da 1.560 euro TOUR DEL PER: ... a due passi dal cielo (ultimi posti!) 15 giorni, dal 25 maggio, volo da Bologna da 3.430 euro

NOVIT PRIMAVERA ESTATE I viaggi firmati in pullman da Cesena


da giugno a settembre, viaggi da 5 a 11 giorni (programmi in agenzia)
TOUR TOUR TOUR TOUR TOUR SPAGNA E VALENCIA: Costa De Azahar, cultura e relax GERMANIA: Lungo lElba, Dresda e Amburgo POLONIA E LAGHI MASURI: Riserva del Bisonte Europeo DELLA VALLONIA: citt darte, birra, cioccolato... FRANCIA: Loira, vigneti e castelli; Borgogna: arte e gastronomia

TOUR DELLUZBEKISTAN: il paese di Tamerlano, dal 7 giugno (8 giorni) da 1.655 euro TOUR DELLISLANDA: terra di ghiaccio e di fuoco, dall8 luglio (8 giorni) Trasferimento in bus da Cesena per Milano. Ultimi posti! da 2.575 euro

VIAGGI DA 5 A 11 GIORNI, CON ACCOMPAGN. E VISITE, A PARTIRE DA 810 EURO


PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA CON LA PARROCCHIA DI SAN DOMENICO (CESENA) da Nazareth, a Betlemme, a Gerusalemme... 8 giorni dal 29 agosto al 5 settembre 2013. Le prenotazioni sono gi aperte! Il programma disponibile in agenzia e in parrocchia da 1.210 euro

ECCO GLI ALTRI TOUR 2013: TOUR LE PERLE DEL BALTICO - TOUR DELLA TURCHIA TOUR DEL SUD AFRICA - TOUR DELLANDALUSIA

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI, TOURS E CROCIERE PRIMAVERA-ESTATE 2013

VIAGGI VENERI

14

Gioved 14 marzo 2013

Cesena
Venerd 15 al Monte
Un incontro sui temi del lavoro
"Letica del lavoro" il tema dellincontro che si terr venerd 15 marzo alle 15 nella sala conferenze Pio VII presso lAbbazia di Santa Maria del Monte, a Cesena. Promosso dallAbbazia, dalla Societ Amici del Monte e da Unindustria ForlCesena, lappuntamento vuole essere un focus e un punto di partenza di un dialogo tra diverse realt e situazioni che convergono nel mondo produttivo e lavorativo del territorio locale e, in modo pi ampio, romagnolo. "Ora et labora, Prega e lavora uno dei

Certe mete causano la sospensione temporanea del donatore


diminuito di una trentina di unit. Domenica 17 marzo si terr lassemblea per il rinnovo delle cariche che si svolger a Diegaro presso lHollywood Caf Ristorante. Alle 10 ci sar lapertura del seggio elettorale. In assemblea interverranno Vicini e la dottoressa Rita Santarelli, responsabile del Servizio trasfusionale dellAsl di Cesena. Seguiranno la premiazione dei soci benemeriti. Riceveranno la massima onorificenza Giovanni Severi di Pievesestina (153 donazioni) e Colombo Casadei di Cesena (122 donazioni). Con 100 donazioni saranno premiati Manuela DAltri, Davide Fusconi, Alessandro Pagliarani, Paolino Pantani, Riccardo Pieri, Emanuel Placuzzi, Andrea Tomasini, Davide Turci, Maurizio Moscatelli, angela Tanganelli, Claudio Cantoni, Massimiliano Corelli. Con 75 donazioni: Ettore Campana, Luigi Cassiano, Silvano Cucchi, Matteo Dal Muto, Gianluca Farabegoli, Riccardo Farneti, Maria Concetta Foschi, Andrea Guglielmi, Andrea Landi, Alberto Magalotti, Stefania Marinelli, Vittorio Mercuriali, Davide Minghini, Franco Narducci, Francesco Sirchia, Stefano Pasini, Carola Werner, Michele Zanuccoli, Monica Golinucci, Giorgio Gianessi, Mauro Zavalloni, Massimo Brunelli, Riccardo Caligari, Fabrizio Rossi, Matteo casalboni. In precedenza , venerd 15 marzo alle 19,30 nella chiesa di San Mauro in Valle, sar celebrata una messa in memoria di tutti i donatori defunti. Cristiano Riciputi

I viaggi esteri esotici penalizzano lAvis


i viaggia di pi, in paesi esotici, e ci comporta meno donazioni. Questo uno dei concetti riportati sullultimo numero del bollettino Avis Notizie inviato a tutti i soci donatori di sangue di Cesena. "Per la prima volta dopo molti anni scrive il presidente uscente Giorgio Vicini - nel 2012 c stato un leggero nelle donazioni di sangue. Si tratta di piccole variazioni, per non dobbiamo sottovalutarle. Linvecchiamento della popolazione, e quindi la sua impossibilit di donare sangue, esami del sangue

sempre pi accurati e viaggi sempre pi frequenti in paesi esotici, con conseguente sospensione momentanea del donatore, hanno portato a una certa diminuzione di volontari attivi e di donazioni". Nel 2012 le donazioni di sangue sono state 5649, in calo di 55 unit rispetto allanno precedente. I volontari che hanno donato per la prima volta sono stati 397, segno che lattivit di divulgazione fra i giovani ha dato i propri frutti. Nonostante questo, il numero di donatori

Gruppo archeologico in assemblea


Si tiene marted 19 marzo lassemblea dei soci del Gruppo archeologico cesenate, coordinato dal presidente Dimitri Giorgini. Dopo la relazione del presidente, si proceder con lapprovazione del bilancio, la discussione dei progetti, il rinnovo delle tessere sociali. Lassemblea aperta non solo ai soci, ma a tutti i simpatizzanti che intendono avvicinarsi al gruppo. Le quote ssate sono pari a 10 euro per gli amici, 35 per i soci, 100 per i sostenitori triennali. Lassemblea si svolge a partire dalle 20.30 nella sede di piazza San Domenico 1. La nostra attivit - spiega il presdiente - rientra in quella cosiddetta di volontariato archeologico. Non possiamo, e non ne avremmo neppure le competenze, cimentarci in scavi impegnativi. Per la Soprintendenza, in momenti di estrema necessit e per sopralluoghi relativamente semplici, pu affidarci degli incarichi di indagine e anche di scavo.

fondamenti della regola di San Benedetto - ha specicato il presidente della Societ Amici del Monte, Luciano Almerigi - e per questo, come associazione, sosteniamo riessioni di questo tipo, in un periodo storico in cui il lavoro deve essere riportato in una giusta ed etica dimensione". Interverr labate primate dei Benedettini Nortker Wolf, il presidente di Conndustria Ravenna e presidente della Comunit Ebraica di Bologna Guido Ottolenghi, e Simone Balduino, gi direttore del Caps di Cesena, attuale dirigente del Dipartimento di Pubblica sicurezza presso il Ministero dellinterno. Aperto a tutti, lappuntamento rivolto in modo particolare a chi, per sensibilit e attitudini professionali, attento alle tematiche che riguardano il mondo produttivo e del lavoro.

ANNIVERSARIO

ANNIVERSARIO

PRIMO ANNIVERSARIO

Sabato scorso allHotel Dante di Cervia

Banca di Cesena: la convention di amministratori e dipendenti


19/03/2006 - 19/03/2013 Nel settimo anniversario della morte di ANGELINA BIANCHI (Irma) vedova Romboli i figli Cesarina, Giancarlo e Idarella la ricordano con immutato affetto Una messa di suffragio sar celebrata nella chiesa di San Carlo marted 19 marzo alle 7

VITO BARTOLINI Domenica 17 marzo alle 9 sar celebrata una messa di suffragio nella chiesa di San Tomaso, ricordando il suo 80esimo compleanno

gioved 21 marzo primo anniversario della scomparsa di

AUGUSTO CAPELLI
Sei sempre con noi La famiglia
Una Messa a suffragio sar celebrata gioved 21 marzo alle 20 nella chiesa parrocchiale di San Pio X (Vigne), a Cesena

"Il prezzo della professionalit": questo il titolo della sesta convention di Banca di Cesena svoltasi sabato 9 marzo presso lHotel Dante di Cervia, riservata a tutti i dipendenti e amministratori dellIstituto. Lappuntamento che annualmente la banca dedica ai propri collaboratori, si pone come obiettivo la crescita della persona, la condivisione di valori, principi e costruttivi momenti di dibattito. E stato un momento improntato su temi dattualit quali lottimizzazione della strategia commerciale e organizzativa interna, per poter soddisfare le esigenze bancarie dei clienti, durante il quale si

sono susseguite varie riessioni, avvalorate dalle considerazioni di Giulio Magagni, presidente della Federazione Bcc Emilia Romagna, oltre che dagli interventi del presidente, direttore e vicedirettori di Banca di Cesena.

Cesenatico

Gioved 14 marzo 2013

15

Momento celebrativo sabato 16 marzo alle 17.30 al Museo

Anniversario
Radio Soccorso al servizio della citt
Radio soccorso ricorda i 20 anni di attivit. Sabato 2 marzo si sono svolti presso il Museo della Marineria di Cesenatico i festeggiamenti per il ventennale. Questa unit di volontari della Protezione Civile con sede in via Saffi 92, nata nel 1992, svolge un ruolo fondamentale per Cesenatico. Questa, in sintesi, la storia di questi ventanni. Un gruppo di amici, appassionati di radio trasmissioni decidono di fare qualcosa per la citt. Era il 1992, nasce Radio Soccorso. Nel 1996 nasce un rapporto che far denitivamente crescere il gruppo: la Ccils ospita Radio Soccorso. In quello stesso anno una drammatica alluvione mette alla prova Cesenatico e Radio Soccorso diventa improvvisamente un "soggetto adulto": circa 10 giorni di lavoro intenso, 200 volontari impegnati nelle

Caritas

Il pranzo organizzato dal Centro dascolto il 6 gennaio (foto Orlando Poni)

Il Centro dascolto ricorda ventanni di attivit


n ventanni ha pi che raddoppiato il numero delle persone aiutate, passate da 1998 dei primi anni 90 a 5027 del 2011. E il Centro di ascolto e prima accoglienza di Cesenatico che sabato 16 marzo festeggia i primi 20 anni di attivit. Il momento celebrativo si terr a partire dalle 17,30 presso il Museo della Marineria di Cesenatico. Saranno presenti don Gian Piero Casadei, parroco di San Giacomo, Augusto Battaglini direttore del centro, il vescovo Douglas Regattieri e il sindaco Roberto Buda. Il fautore del Centro stato monsignor Silvano Ridolfi, allora parroco di San Giacomo. Il diacono Antonio Campedelli, morto pochi mesi fa, ha diretto la struttura fino al 2005 quando gli numeri sono aumentati. Nel 1993 i dati subentrato Augusto Battaglini ci parlavano di 801 africani, 698 colonnello in congedo della Guardia di europei e 499 italiani. Riguardo agli finanza. europei allinizio si trattava per lo pi "Il centro di ascolto - spiega il di albanesi, mentre oggi in testa vi responsabile Battaglini - ha sede in via sono bulgari e romeni". Saffi 183. Nel 2011 abbiamo ricevuto e "Il centro di ascolto - scrive il vescovo dato aiuto a 1086 italiani, 2630 europei Douglas nellintroduzione al libro per il per lo pi dellest e 1311 africani. Nel ventennale - e vuole essere questo: 2012, anche a causa della crisi, questi

luogo di incontro e di ascolto dei bisogni e anche di risposta alle diverse necessit. Esige la collaborazione di tutta la comunit; anzi, dovrebbe essere espressione della vita ecclesiale e porsi in collaborazione e in sinergia anche con le istituzioni civili". "Ogni mattina don Silvano - scrive Luciano Natali, sindaco di Cesenatico dal 1990 al 1997 - saliva le scale del Comune e veniva nel mio ufficio per coordinare le attivit da svolgere e indirizzava cos in modo prezioso anche le nostre iniziative, rendendo il lavoro di tutti pi efficace". "Quando andavo a far visita al Centro entravo quasi in punta di piedi - dice lex sindaco Damiano Zoffoli - per non disturbare il miracolo dellincontro fra volontari e la complessa umanit in attesa". Anche Nivardo Panzavolta, sindaco dal 2006 al 2011, ha parole di apprezzamento: "Il Centro rappresenta tuttora un punto di grande aiuto per tante persone e un sollievo per i servizi del Comune che purtroppo non sono in grado di soddisfare tutte le richieste". "Non eroismo, ma carit", commenta lattuale sindaco Roberto Buda. "Il Centro scaturisce dallenorme tesoro culturale e sociale dellesperienza cristiana". La zona pastorale del Mare coinvolta nel sostegno al Centro. Uno dei momenti unitari quello del 6 gennaio con il pranzo organizzato presso i locali della parrocchia di Santa Maria Goretti. In occasione dei 20 anni stato pubblicato un libro che sar distribuito gratuitamente sabato. Dopo gli scritti del vescovo e dei sindaci, e lintroduzione di monsignor Ridolfi, vi sono riportate le testimonianze di alcuni volontari, di missionari che hanno ricevuto aiuti e di persone sostenute dal centro. Non manca poi la descrizione di come vengono raccolte le offerte e la pubblicazione dei bilanci degli ultimi anni. Ricco anche il corredo fotografico. Cristiano Riciputi

operazioni, 800 pasti giornalieri serviti per sconggere gli oltre 5 milioni di metri cubi di acqua che avevano invaso la citt". "Questa drammatica esperienza - ha detto il sindaco Roberto Buda - ha fatto fare il salto di qualit al gruppo: dalla buona volont si passati ad una conoscenza specica degli interventi di Protezione Civile. Oggi posso vedere come vi siano rapporti procui con gli uffici comunali e con tutti gli enti che abbisognano della Protezione Civile. Dal 2001 lAmministrazione comunale concede la nuova sede in via Saffi segno tangibile del sostegno delle amministrazioni per Radio Soccorso. Da non dimenticare limportante aiuto che questa associazione compi in importanti manifestazioni come la "Nove colli" e gli eventi estivi oltrech gli interventi svolti a livello nazionale per esempio nel terremoto dellAquila".

Un opuscolo per valorizzare la Cattedrale delle foglie


Stampato in 20mila copie, sar distribuito ai turisti Lopera si trova vicino ai "Frutti perduti"
La "Cattedrale delle foglie" diventa il simbolo di Cesenatico. E stato presentato nei giorni scorsi allhotel "Miramare" un nuovo opuscolo sullultima opera del poeta Tonino Guerra che stata inaugurata la scorsa estate, nel tratto compreso fra le vie Ferrara e Pasubio, accanto al giardino dei

"Frutti perduti". I promotori delliniziativa hanno realizzato un opuscolo, stampato in 20mila copie, che verr distribuito negli uffici Iat, alberghi e stabilimenti balneari, e sar utilizzato nelle ere turistiche nazionali e internazionali. La "Cattedrale delle foglie" nata da unidea di Sergio Guidi, responsabile di Arpa Forl-Cesena per le biodiversit, e Adamo Guidi, vice presidente dellAssociazione albergatori (Adac) per far nascere in riva al mare, a Cesenatico, "il frutteto dei sapori nascosti". E il poeta

Tonino Guerra ha dato la "Cattedrale delle foglie" in lascito a Cesenatico. La realizzazione pratica della scultura toccata allartista Aurelio Brunelli. Alla nascita della "Cattedrale delle foglie" hanno contribuito Andrea Battistini, il sindaco di Cesenatico Roberto Buda, la Bcc Sala di Cesenatico e il suo presidente Patrizio Vincenzi, limprenditore Antonio Lami e la Cooperativa dei bagnini di Cesenatico, che hanno messo assieme esperienze e risorse. Giorgio Magnani

ZONA STADIO (Cesena): in condominio servito di ascensore al quinto piano appartamento completamente ristrutturato composto da salotto, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con doccia e lavanderia, ripostiglio, balcone e cantina. Ottima luminosit e spazi generosi. 178.000 / Rif. 1277 ZONA OSSERVANZA (Cesena): in condominio servito di ascensore al secondo piano appartamento da ristrutturare composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 camere da letto, bagno, ripostiglio, disimpegno, balcone, cantina e garage. 215.000 / Rif. 0905 CASE FINALI - RIO MARANO: in posizione verde e tranquilla nuova costruzione di villette bifamiliari con ampio giardino, ecocompatibili e ad alto risparmio energetico. Possibilit vendita di singoli lotti. Info in ufficio / Rif. 1241 PONTE PIETRA: su un lotto di circa 2.000 mq porzione di villa bifamiliare in costruzione composta al piano terra da ampia zona giorno, bagno, servizi, garage doppio e porticato; al piano primo 3 camere da letto, 2 bagni e balconi. Possibilit di acquistare limmobile grezzo o finito. Info in ufficio / Rif. 1250 SAN MAURO IN VALLE (Cesena): bilocale di recente costruzione al primo e ultimo piano composto da soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, bagno, 3 balconi, cantina e posto auto riservato. 165.000 / Rif. 1216 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. SAN MAURO IN VALLE: in zona esclusiva con affaccio sul parco in complesso residenziale realizzato con materiali ad alto risparmio energetico possibilit di bilocali e quadrilocali a piano terra con tavernetta e giardino o allultimo piano con ampio sottotetto. OTTIME FINITURE. Nessuna spesa di mediazione in quanto mandatari a titolo oneroso AFFITTO, ZONA CENTRALE (Cesena): a pochi passi dal centro e dai principali servizi appartamento al piano terra di recente costruzione composto da ingresso indipendente, soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, giardino privato e ampia veranda. Posto auto scoperto di propriet. 800 mensili / Rif. 1290 AFFITTO, ZONA VIGNE (Cesena): in condominio servito di ascensore appartamento in ottimo stato all'ultimo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina abitabile, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi, cantina e garage. ARREDI MORDERNI. 700 / Rif. 1289

16

Gioved 14 marzo 2013

Valle del Rubicone


Montiano
"Sotto il segno dei pesci" il titolo dato allevento organizzato dai ragazzi di "Montiano in Musica" per sabato 16 marzo alle 20.45 al salone delle feste della parrocchia. Il ricavato sar destinato per comprare i mobili che arreder un locale della parrocchia stessa dedicato al ritrovo dei bambini. Ci sar una "fagiolata party", ma il clou della serata sar con latteso ritorno della "Ricioti Saint Band": dopo ventanni sul palco salir alla batteria Franco Salvi che sar accompagnato da Romano Borsari alla chitarra, Bruno Signorini al contrabbasso, Renato Mattarelli al piano, Luciano Lombardi al basso, Bruno Castagnoli al pianoforte e voce, Giovanni DAngelo e Piero Focaccia. Il benvenuto agli ospiti affidato a Michelangelo Severi. La degustazione dei piatti della serata sar curata da due chef, Guido Lucchi e Fausto Bianchi con salamelle in umido di fagioli, sangiovese e dolcetti tradizionali preparati dalle donne di Montiano. Per informazioni e prenotazioni 339/1880390. (Cf)

Appuntamento per l1 e il 7 aprile

Gambettola si prepara ai Corsi mascherati


Gambettola circolavano voci circa una battuta darresto per i Corsi mascherati di primavera. Sebbene in formato ridotto, invece, anche questanno il Carnevale avr le sue due consuete edizioni: il primo aprile (luned di Pasqua) e la domenica successiva 7 aprile alle 15,30". Cos afferma Davide Ricci, presidente dellassociazione Gambettola Eventi organizzatrice della manifestazione. "A causa dei lavori di riqualificazione che stanno interessando un tratto di corso Mazzini sino a via Gramsci precisa Ricci -, di comune accordo con lAmministrazione comunale, abbiamo convenuto di ridimensionare il percorso dei carri, per dare modo alla ditte impegnate nei lavori, di non ritardare i tempi di consegna. Il nuovo circuito vedr la partenza allaltezza del cinema Metropol lungo corso Mazzini, proseguir nelle vie Pascucci, Buozzi e Matteotti e, anzich continuare lungo via Garabaldi, per la prima volta girer a destra in viale Carducci per poi ritornare su corso

"A

Ledizione 2013 vuole essere a misura di famiglia Tanti gli omaggi per i bambini
Mazzini". Non solo il circuito sar ridotto. Anche i carri in concorso sono diminuiti e in questa edizione saranno quattro: "I Vichinghi- i draghi del Nord" (Asd Bar Malatesta), "I Lego Star Wors" ( I SantangioLesi), "Step Up 4" (I Giovani Tonici) e "La pi bella del mondo" (Gruppo amici della scuola). A questi si aggiungeranno quello dapertura curato dagli organizzatori e uno da Cotignola, le bande musicali di Gambettola e Civitella, maschere e gruppi folkloristici da tutta Italia. "Vogliamo portare la manifestazione alle famiglie, ritornando alla formula classica delle due uscite pomeridiane escludendo quella in notturna, prediligendo in special modo i bambini. Infatti le novit di questa edizione sono rivolte soprattutto a loro. Sono stati riconfermati i prezzi dingresso a 7 euro per gli adulti e gratuito per i bambini fino agli 11 anni. Ad ogni bambino verr consegnato allingresso un buono per il ritiro di un pallone nel punto di distribuzione dislocato lungo il percorso, oltre ad un biglietto omaggio per lItalia in Miniatura di Rimini, un bracciale della Panini e un libro da colorare di Bimbobell. Allinterno del circuito ci saranno ad attenderli artisti di strada, mangiafuoco, clown, truccabimbi e tanto divertimento". Piero Spinosi

Gambettola

Morto lex sindaco Maestri


Gambettola ha dato laddio, la scorsa settimana, allex sindaco Berto Maestri, deceduto allet di 92 anni nella casa di cura Malatesta Novello di Cesena, dove era ricoverato da diverso tempo. Mestri era molto conosciuto a Gambettola perch in due occasioni, dal 1961 al 1965 e dal 1971 al 1976 aveva ricoperto la carica di sindaco eletto nelle le dellallora partito comunista. (Ps)

Gatteo Avis comunale, riconfermata la presidente


La scorsa settimana presso la sede di SantAngelo dellAvis comunale di Gatteo, si svolta la riunione del nuovo Consiglio direttivo eletto in occasione dellAssemblea dei soci del 22 febbraio scorso, in carica per il quadriennio 2013-2017. Il Consiglio ha riconfermato presidente uscente, Mariangela Barbone, e nominato Rita Sambi, vice-presidente; Matteo Vincenzi, segretario; Torelli Simone, tesoriere; Pietro Venturi, revisore contabile; Claudio Furgiuele, consigliere e delegato provinciale; Giuditta Tenaglia e Denis Bartolucci, referenti del gruppo giovani.

Terre del Rubicone, le novit

Budrio | Si ritrovano dopo 35 anni

Amministrazioni unite per un turismo del territorio


"Terre del Rubicone" un progetto che risale al 2005 e vede alleati i Comuni di Borghi, Longiano, Montiano, Roncofreddo, Savignano e Sogliano per favorire una promozione turistica di rete, che sappia integrare mare ed entroterra. Nei giorni scorsi si tenuta a Savignano sul Rubicone, ente capola del progetto, una conferenza stampa per fare il punto della situazione. "Le iniziative del 2012 - ha detto la coordinatrice Alessandra Brocculi - hanno richiesto un investimento pari a 19mila e 400 euro, che sono scaturiti dalle quote di ciascun Comune partecipante e dal contributo dellassessorato al turismo della Provincia di Forl-Cesena". Sono state poi presentate le iniziative in serbo per il 2013: la messa in rete dei musei del territorio (con attivit didattiche per famiglie), la distribuzione di un video promozionale (da proiettare in strutture ricettive, sagre e ere), la presenza, per almeno quattro mesi, di un punto informativo presso il centro commerciale "Romagna Center" di Savignano a Mare, e lattribuzione del marchio "Terre del Rubicone" a prodotti enogastronomici di qualit. Matteo Venturi

La terza elementare della scuola di Budrio di Longiano, anno scolastico 1977/78, si ritrovata qualche giorno fa, dopo 35 anni. "E stata una forte emozione - ha detto uno dei partecipanti - e pareva quasi che il tempo non fosse passato". Da sinistra a destra: Cristina Casanova, Benilde Battistini, Romina Guerra, Michela Ricci, Lorella Guidi, Laura Scaini, Stefania Masini. Sotto, Fabrizio Della Vittoria, Urbano Donini, Massimiliano Pagliarani, Gianfranco Sandrolini.

Valle del Savio

Gioved 14 marzo 2013

17

Ranchio si prepara alla festa di San Giuseppe


Fervono gi i preparativi a Ranchio per la festa di San Giuseppe che si celebrer il 19 marzo. Tutta la comunit ranchiese si ritrover per la Santa Messa alle ore 19,30 che sar celebrata dal parroco don Rafael Rojas. Seguir la cena, con offerta libera, presso la taverna parrocchiale. E unoccasione, molto attesa, per festeggiare i pap di cui ricorre la festa e dei quali San Giuseppe il patrono: "sublime modello di vigilanza e provvidenza". "La tradizione di festeggiare San Giuseppe - si legge in una nota inviata dalla comunit - molto sentita e resiste inossidabile ai tempi del modernismo. Anche se la festa nazionale stata da tempo abrogata, continua ad essere per le parrocchie e le famiglie, una giornata per celebrare e onorare il caro santo e insieme a lui tutti i pap".

Sarsina
Per due domeniche la Sagra della pagnotta
La Sagra della pagnotta pasquale torna a Sarsina nelle domeniche 17 e 24 marzo. Nella centrale Piazza Plauto saranno presenti stand gastronomici con assaggio gratuito della pagnotta che potr poi essere acquistata presso i fornai locali: forno pasticceria Bacciocchi Romano & glio, panicio pasticceria "La Corte di Raffaello" di Rossi Raffaello, pasticceria "Walter" di Rossi Roberto e Laura. Saranno inoltre presenti altri stand con
Foto Pagliarani

Verghereto, in zona SantAlberico

Acqua "La Cella" terapeutica e diuretica


nacqua dalle ottime qualit diuretiche la cui concessione in corso di rinnovo. Si tratta della fonte La Cella, in territorio del Comune di Verghereto, non lontano dalleremo di SantAlberico. Le propriet terapeutiche dellacqua minerale "La Cella di SantAlberico" sono state riconosciute dal Ministero della Sanit con decreto del 15/02/1991 e la Giunta della Regione Emilia-Romagna (presidente Pierluigi Bersani) aveva rilasciato la concessione (per venti anni) della sorgente in data 21/01/1992. Ora dai titolari stata attivata la procedura di Valutazione di impatto ambientale (Via) per il rinnovo della Concessione di Coltivazione di Acqua Minerale "La Cella di SantAlberico". Il fabbisogno idrico previsto viene indicato in circa mille metri cubi di acqua allanno e con un massimo di 0,5 litri al secondo. Lopera di presa e le strutture murarie sono gi esistenti.

E in corso, da parte dei titolari, la richiesta alla Regione Emilia Romagna di rinnovo della concessione
Con concessione edilizia del 1999 agli stessi proprietari, e successive proroghe e varianti, il Comune di Verghereto aveva concesso lautorizzazione per il recupero dellex monastero camaldolese denominato La Cella di SantAlberico - "San Giovanni Inter Ambas Paras". Il rinnovo della concessione della sorgente viene richiesto per uso idropinico "e per uso extradomestico" nellambito dellex monastero. nellambito dellex monastero. Il riconoscimento da parte del Ministero della Salute della qualifica di "acqua minerale naturale" si accompagnava, nel 1991, alla indicazione che nelle etichette venisse riportata la dicitura: "Pu avere effetti diuretici". La prima concessione rilasciata dalla Regione autorizzava anche limbottigliamento e la commercializzazione dellacqua, ma a questa fase non si mai arrivati per le difficolt derivanti dalla mancata previsione nel Piano Strutturale Comunale del Comune di Verghereto della possibilit di realizzare lo stabilimento per limbottigliamento. Alberto Merendi

prodotti tipici della gastronomia e dellartigianato romagnolo. Giochi del folclore popolare vedranno coinvolti i visitatori, attrazioni, artisti di strada e gruppi musicali itineranti faranno da cornice a questa festa di inizio primavera. Sarsina propone ogni anno la rinomata sagra, evento dedicato alla tradizionale pagnotta dolce che viene preparata durante il periodo di Quaresima. Si tratta di una tradizione molto sentita in questa localit, un dolce servito in occasione della Pasqua insieme alluovo benedetto. In occasione delle due domeniche che precedono le festivit pasquali la citt di Sarsina proporr appuntamenti speciali con la gastronomia locale e la tradizione per permettere di scoprire o riscoprire le gustose tradizioni locali. Questa usanza, derivata dalla popolazione povera e contadina, ora un importante avvenimento che si tiene ogni anno. Oltre a questo dolce tradizionale, disponibile con ottimi assaggi, saranno presenti anche produzioni tipiche del territorio, sia di gastronomia che di artigianato.

Alfero, lAvis premia i donatori e rinnova le cariche sociali


Presidente Michela Mosconi e vicepresidente Emanuele Bernabini
La scorsa settimana, nel corso del pranzo sociale, lAvis di Alfero ha premiato i donatori e tra questi Tiziano Betti (arrivato a 100 donazioni) e Alfredo Fraternali, Gilberto Bartolini ed Annibale Nuti (50 donazioni). Nella foto, accanto alla presidente

Michela Mosconi, sono rispettivamente Fraternali, Bartolini, Betti e Nuti. E stata anche consegnata ai familiari una targa in ricordo del donatore Roberto Gabelli. Vicepresidente stato eletto Emanuele Bernabini, delegata al Consiglio provinciale Avis Marta Cavalieri, segretario Ennio Rossi, revisore dei conti Natascia Bussi; gli altri consiglieri sono Davide Ambrogetti, Luca Giovannetti e Donatella Quercioli. Alme

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

18

Gioved 14 marzo 2013

Solidariet
ASIA BIBI, LA CRISTIANA PAKISTANA DI 45 ANNI, MADRE DI CINQUE FIGLI (DI CUI UNO DISABILE), ACCUSATA DI BLASFEMIA, LA PRIMA DONNA AD ESSERE CONDANNATA A MORTE PER AVER OFFESO IL PROFETA MAOMETTO DURANTE UNA LITE TRA CONTADINE (FOTO ARCHIVIO SIR)

ASIA BIBI
Sempre la luce sulla cristiana pakistana
La petizione per liberare la giovane donna ha superato le 30mila firme. Il direttore di Avvenire Tarquinio: Abbiamo consegnato le lettere. Lambasciatore pakistano si impegnato a farle avere alle autorit del suo Paese
illetrecentocinquantanove giorni, 32.616 ore dietro le sbarre del carcere pakistano di Sheikhupura, nella provincia del Punjab, una delle terre pi fertili del pianeta. Per Asia Bibi, giovane donna cristiana accusata di aver offeso il profeta islamico Maometto, si sono aperte dal giugno del 2009 le porte di una cella senza finestre nellattesa impietosa che si compia la sua condanna a morte. Dal penitenziario, per, non ha smesso di sperare: Vivo con il ricordo di mio marito e dei miei figli e chiedo a Dio misericordioso che mi permetta di tornare da loro. Per sostenere la liberazione di Asia Bibi, il quotidiano Avvenire ha lanciato una petizione che ha superato le 30mila sottoscrizioni. Impacchettate in due scatoloni, le firme sono state consegnate il 6 marzo alla signora Tehmina Janjua, ambasciatore della Repubblica Islamica del Pakistan in Italia. Per fare il punto della situazione Riccardo Benotti, per il Sir, ha intervistato Marco Tarquinio, direttore di Avvenire. Com nata lidea della raccolta firme? Gi da due anni e mezzo abbiamo scelto di porre un bollo nella pagina degli editoriali e sul sito internet con lo slogan Salviamo Asia, per ricordare a tutti una vicenda che stenta a trovare la luce dei riflettori. L8 dicembre 2012 abbiamo pubblicato come editoriale della prima pagina la lettera scritta dal carcere ai suoi familiari: una testimonianza straordinaria per intensit, bellezza e dolore. Questo editoriale ha suscitato numerose lettere di risposta. La campagna partita quasi da sola, perch abbiamo ritenuto che valesse la pena dare un seguito a questo movimento dal basso. Ci siamo offerti come punto di raccolta. Cristiani, fedeli di altre religioni, non credenti: chi ha aderito alla campagna? Tanta gente semplice, uomini e donne di Dio, persone consacrate, intellettuali, scrittori, giornalisti, uomini e donne del mondo dello spettacolo. Un universo di persone trasversale anche dal punto di vista religioso, con firme che sono arrivate da personalit legate al mondo islamico ed ebraico. Anche alte cariche istituzionali, a cominciare dal messaggio del presidente del Consiglio Mario Monti e dai presidenti dei due rami del Parlamento, Gianfranco Fini e Renato Schifani. Tuttavia la petizione ha soprattutto parlato al cuore dei cristiani italiani e stranieri. Allultimo istante, ad esempio, siamo riusciti ad inserire nel pacco 332 firme arrivate dalla Repubblica di San Marino. Qual la situazione in Pakistan? Abbiamo lanciato questa campagna con un sentimento di rispetto e di amicizia verso un grande Paese, che nasce da un anelito alla convivenza tra religioni diverse.
MARCO TARQUINIO, DIRETTORE DEL QUOTIDIANO AVVENIRE (FOTO ARCHIVIO SIR)

Era questo uno degli ideali dei padri fondatori. Per anni, pur con le difficolt tipiche di una societ a forte maggioranza islamico-sunnita, si proceduto con passo sicuro in avanti. Un traguardo ottenuto anche grazie alliniziativa delle minoranze che hanno saputo riunirsi attorno a quella straordinaria figura che stata Shahbaz Bhatti, il ministro per le minoranze che ha perso la vita per aver difeso Asia Bibi. Anche il governatore del Pujab, Salman Taseer, stato assassinato per lo stesso motivo. molto importante, dunque, ricordare che c unanima pakistana profondamente legata al dialogo e al rispetto delle religioni. Cosa vi stato detto dallambasciatore del Pakistan in Italia? Abbiamo consegnato gli scatoloni con le lettere cartacee e in formato digitale. Lambasciatore si impegnato con noi a farle avere alle autorit del suo Paese, attraverso il ministero degli affari esteri e la presidenza della Repubblica. Le autorit italiane ed europee si stanno ancora interessando al caso di Asia Bibi? La questione stata al centro dellultimo incontro tra i ministri degli affari esteri italiano e pakistano. Anche le autorit europee hanno battuto un colpo trovando il coraggio che a lungo lEuropa non ha avuto. Per anni abbiamo registrato lincapacit di aggiungere laggettivo cristiano alle persecuzioni in atto contro le minoranze nel mondo, perch non si aveva il coraggio di affermare che si parlava di minoranze cristiane. Da questo punto di vista lazione

italiana stata significativa, in particolare da parte dellallora ministro degli affari esteri Franco Frattini che stato capace di suscitare sconcerto tra i colleghi e contribuire a modificare lorientamento dellUnione europea. Nel caso di Asia Bibi c la fatica di premere senza suscitare reazioni negative, che potrebbero essere lette come ingerenze nelle vicende interne. Certo che in Pakistan in vigore una legge terribile sulla blasfemia che fino ad oggi ha prodotto circa 4mila condanne a morte di persone cristiane, cattoliche, evangeliche e di tutte le altre minoranze. La persecuzione dei cristiani una ferita profonda per la Chiesa Noi che viviamo in un Occidente in pace apparente, perch insidiato da altri pericoli e guerre contro la visione cristiana della vita, sentiamo lontane tante realt che invece ci riguardano da vicino. Il cattolicesimo, che oggi la religione di circa 1 miliardo e 200 milioni di persone sulla faccia della terra, ha quasi 1 miliardo di fedeli che vivono lontano dallEuropa in condizioni spesso critiche. Ci sono Chiese che crescono nel sangue dei martiri e vivono questa condizione con una forza, una speranza e una tenacia che pu insegnare molto a noi cristiani e cattolici di pi antica tradizione. Aprire gli occhi su questi casi ci aiuta a capire meglio che cosa significa essere cristiani.

Fnp Romagna, una Federazione di 40mila iscritti


Attenzione allo stato sociale, pi sostegno per la non autosufficienza, un rafforzamento dei rapporti con gli altri sindacati e una presenza costante dei sindacati nei comuni e nei distretti: ecco alcuni punti su cui si concentrer la neonata federazione Fnp Cisl Romagna. La Fnp Cisl Romagna riunisce oltre 40mila pensionati che ora potranno contare su un unico organismo. Questa riorganizzazione - spiega Luigi Brancato - stata voluta dalla Cisl allo scopo di rendere pi efficace la sua azione nelle nuove condizioni politiche, economiche e sociali e di ottimizzare limpiego delle risorse nanziarie e umane. Meno dirigenti e pi persone a servizio degli iscritti, ecco la nalit principale del sindacato. E questo gi si notato dalla segretaria generale, che passata da 9 a 5 persone. Dal Congresso - evidenzia Brancato -

NOTIZIARIO PENSIONATI
emersa una forte preoccupazione per lo stato economico e sociale del Paese, che determina situazioni di precariet e di disagio per i pensionati, in particolare per coloro che hanno basse pensioni e per i giovani che non trovano occupazione. Abbiamo auspicato che le istituzioni trovino soluzioni di governo per rilanciare leconomia e provvedere alle necessarie riforme per il bene comune e per mettere in campo lequit e la solidariet quali valori fondanti della democrazia. Il congresso inoltre conda in una forte azione di pressione unitaria al movimento sindacale per sostenere le giuste rivendicazioni a tutela della condizione economica sociale di pensionati e anziani, la cui valorizzazione un bene culturale e Luigi Brancato il nuovo segretario della neonata Fnp Cisl Romagna. Lelezione si tenuta in occasione del Congresso territoriale Fnp Romagna riunitosi per la prima volta a Rimini lo scorso 7 e 8 marzo. Il Congresso ha segnato la nascita della Fnp Cisl di Romagna, che riunisce i territori di Forl-Cesena, Ravenna e Rimini della Federazione Nazionale Pensionati della Cisl. Ad affiancare Brancato, gi segretario della Fnp Forl-Cesena, nella guida della Fnp Romagna ci sar la segreteria composta Giovanna Camorani di Forl, Domenico Forte e Alessandro Zanotti di Ravenna e Domenico Tramonti di Rimini. Sono stati 134 i delegati che hanno eletto il direttivo composto da 61 persone provenienti dai tre territori. Questo parlamentino ha poi scelto Brancato che ha proposto quattro collaboratori.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Luigi Brancato eletto alla guida della Fnp Cisl Romagna

sociale. Per la Fnp Cisl laccorpamento dei territori loccasione per rilanciare lesperienza sul territorio anche attraverso il potenziamento degli organismi locali di rappresentanza. Inoltre, la nuova segreteria sar impegnata per operare unazione pi marcata nei confronti di istituzioni locali sulle politiche dello stato sociale. Gli anziani - conclude Brancato - si aspettano una valorizzazione dei distretti sanitari al ne di migliorare lerogazione dei servizi prioritari legati alla medicina di

base e anche in favore della non autosufficienza. Il sindacato continuer a lavorare per limitare il pi possibile le rette delle strutture protette, si batter per il versamento dellassegno di cura a quanti ne necessitano e inne per lassistenza medica domiciliare. Attualmente sono tanti i pensionati che vivono in condizioni di forte disagio. Nel Paese sono 7,2 milioni (dati Inps) i pensionati che vivono con una cifra inferiore a quella che viene considerata la soglia di povert relativa (1011,03 euro mensili per una

famiglia di due componenti). Non possiamo certo tollerare ancora il blocco della perequazione automatica delle pensioni no a tre volte il minimo in vigore dal 2012, che ha provocato una perdita no a tre volte il minimo in vigore dal 2012, che ha provocato una perdita del potere dacquisto di una media di 40 euro al mese nel 2012 e di altri 30 nel 2013, dunque 910 euro allanno, a sei milioni di pensionati e che non saranno pi recuperati. Chiediamo la revisione del blocco immediata almeno per le pensioni no a otto volte il minimo.

Cultura&Spettacoli
Dalla Edb Bibbia per la formazione cristiana
uscita, da unaEdizionequalche settimana, nuova edizione della Bibbia per le Dehoniane di Bologna. Si tratta della Bibbia per la formazione cristiana (euro 33), unopera molto apprezzata in prima edizione e subito esaurita, che si presenta con uninvitante vesta graca per un volume che non pu mancare in nessuna famiglia, soprattutto in questo anno dedicato alla Fede. Un ulteriore passo per un ascolto sempre pi quotidiano della Parola di Dio. Nellanno del cinquantenario di fondazione, le Dehoniane ricordano quei momenti iniziali (settembre 1962), coincisi in maniera casuale con lapertura del Concilio Vaticano II (ottobre 1962) per il quale le Edb furono un punto di riferimento determinante. I ricordi e i momenti di festeggiamento andranno avanti no al prossimo settembre.

Gioved 14 marzo 2013

19

Cinema
Uci Romagna Savignano

di Filippo Cappelli

IL LATO POSITIVO
di David O. Russell Tratto dal romanzo di Matthew Quick dal titolo Lorlo argenteo delle nuvole, lultimo film diretto dal regista Russell conta nel cast la partecipazione di diversi attori di grandissimo talento. Gli americani ci hanno insegnato che il cinema fatto di geometrie, moduli narrativi rigidi, macchine produttive corazzate, scaltrezze commerciali e perfezione nella fattura. Tutte cose che ritroviamo in Russell, ma che da sole non spiegherebbero il vortice di flussi emotivi sotterranei che il film innesca. La trama: Pat (Bradley Cooper) un adulto bipolare. Dopo otto mesi trascorsi in un istituto psichiatrico, luomo ha un solo obiettivo: riconquistare la moglie, che per ha ottenuto unordinanza restrittiva nei suoi confronti. Chi scommetterebbe sul buon esito dellimpresa? Non lo psichiatra che lo ha in cura, n gli amici che pure lo sostengono e nemmeno i genitori, che ritengono poco convincente la guarigione del figlio: del resto, come dovrebbero giudicarla quando vengono svegliati in piena notte mentre inveisce contro la vena depressiva di Hemingway e lancia il suo Addio alle armi dalla finestra? Pat parecchio confuso e solo unaltrettanto disturbata potrebbe dargli credito. Una come Tiffany (Jennifer Lawrence), appunto. Arrivato nelle nostre sale forte dellesito degli Oscar, il film rimette ai nostri occhi giudizi condizionati: salta subito agli occhi la tanto decantata bravura degli attori. Il rapporto tra Pat e Tiffany indiscutibilmente il fulcro del film, la colonna portante sulla quale si basa tutto il contorno. Cooper, e soprattutto la meravigliosa Lawrence, sono maestosi nelle loro interpretazioni. Il loro un incontro/scontro salutare, un sorreggersi a vicenda. Pat motivato a recuperare il rapporto con la moglie, non trova altro motivo per svegliarsi la mattina. Si fa carica del karma che lesperienza dellistituto psichiatrico gli ha fornito: excelsior, proprio quel lato positivo che gli consente di vedere sempre la parte migliore delle cose. Tiffany pi giovane, determinata, bellissima, qualit che passano in secondo piano quando si rimane vedova di un marito poliziotto morto prematuramente. In comune hanno tanto. Il film brulica di particolarit e densit dei rapporti, ma sempre Tiffany a trovare il giusto ago della bilancia. Tiffany che urla, Tiffany che promette, Tiffany che pretende, Tiffany che intriga. Fedele pi ai tumulti del cuore che alle regole di un genere, Russell aggancia script e mdp alla mente elettrica dei suoi personaggi, scende fino in fondo al disagio per poi impennarsi spinto da nuove, insperate risorse. La verit, e anche la forza del film per quanto usuale, che il film abolisce ogni parametro, ci dichiara tutti compromessi perch la normalit a essere folle. La cura quindi semplice: venire a patti con quello che siamo, liberarsi dalla necessit di perfezione, camminare senza temere troppo di inciampare. E vedere il lato positivo della vita. E, nonostante ogni happy end, del cinema.

Novit editoriale Nel libro, lautore Giuseppe Rusconi intende evidenziare quanto sia estesa, diversificata e incisiva la fantasia delle opere concrete che il mondo cattolico offre

Non un corpo estraneo ma un grande mosaico


a Chiesa in Italia non un corpo estraneo alla dinamiche civili e sociali, anzi profondamente presente a vari livelli, e offre un contributo considerevole che va ben al di l di quanto, spesso, si conosce. Lo ha detto Giuseppe Rusconi qualche settimana fa, allincontro di presentazione del suo volume Limpegno svoltosi a Roma. Come la Chiesa italiana accompagna la societ nella vita di ogni giorno edito da Rubbettino. Ho raccolto nel volume opere ecclesiali e numeri in ambito sociale, mostrando come siano parte integrante di un unico grande mosaico. Non ho inteso polemizzare con chi, anche in tempi recenti, ha suggerito con i suoi scritti lidea di una Chiesa parassita dello Stato, ha spiegato lautore. Intento del libro evidenziare quanto sia estesa, diversificata e incisiva la fantasia delle opere concrete che il mondo cattolico offre alla comunit civile italiana e questo, ha aggiunto, mi sembra un fatto tanto pi rimarchevole in tempi come i nostri di palese sfiducia e scollamento tra cittadini e istituzioni, in cui nessun altro ente in grado di assolvere con continuit ed efficacia a compiti assistenziali. Nel suo volume, Rusconi si basato su unampia documentazione raccolta tra gli organismi della Cei e degli enti e servizi connessi, oltre che con

indagini e contatti con realt diocesane, parrocchiali, di enti, associazioni e movimenti, case di cura e altro. Il risparmio annuale di cui beneficia lo Stato italiano, grazie alla presenza della Chiesa cattolica con la sue opere sociali che integrano il welfare state, ammonta ad almeno 11 miliardi di euro: questa la cifra, approssimata per difetto, stimata da Rusconi. Le principali voci di questo intervento della Chiesa sono: mense dei poveri (27 milioni), fondi di solidariet diocesani (50 milioni), scuola paritaria cattolica (4,5 miliardi di euro, la voce principale), lotta alla droga (800 milioni), migranti (2 milioni), Prestito della speranza (a famiglie in crisi, 30 milioni), post-terremoto Aquila (35 milioni) e Italia del nord (13 milioni). Altre voci sono: oratori (210 milioni), Caritas parrocchiali (260 milioni), Banco alimentare (650 milioni), formazione professionale (370 milioni), sanit (1,2 miliardi), lotta allusura (1,2 milioni), volontariato (2,8 miliardi), beni culturali (140 milioni), Progetto Policoro (1 milione). Rusconi sostiene che sono miriadi le opere non censite che hanno un risvolto economico e sociale, di solidariet, oltre che di assistenza: basti pensare a lotta alla tratta, anti-pedofilia, recupero excarcerati, sostegno a nomadi, poveri, senza-tetto.

Il risparmio annuale di cui beneficia lo Stato italiano, grazie alla presenza della Chiesa cattolica con la sue opere sociali che integrano ilwelfare state, ammonta ad almeno11 miliardi di euro: questa la cifra, approssimata per difetto, stimata da Rusconi

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
DARWIN E IL PAPA. Il falso dilemma tra evoluzione e creazione
di Gianfranco Ravasi Edizioni Dehoniane Bologna (Edb), 2013 (5,50 euro) Per le Edizioni Dehoniane Bologna (Edb) uscito il testo del cardinale Gianfranco Ravasi su Darwin e il Papa. Il falso dilemma tra evoluzione e creazione. Si tratta della rielaborazione dellarticolo Luomo biblico e la scienza moderna uscito sul numero 1-2 del 2012 della rivista Ricerche Storico Bibliche sul tema Genesi 1-11 e le sue interpretazioni: un caso di teologia biblica, pubblicato sempre dalla Edb a cura di Ermenegildo Manicardi e Luca Mazzinghi. Nella premessa il cardinale afferma: Le pagine che seguiranno, pur tenendo conto della ricerca contemporanea nel settore del dialogo fra scienza e fede ambito particolarmente affollato e segnato anche da reazioni non di rado accese su entrambi i fronti adottano un taglio divulgativo e quindi di sintesi, di semplificazione e di mediazione. necessario, per, in premessa, ribadire che linterrogativo sulla struttura metafisica del mondo fisico sboccia quasi con la stessa nascita della cultura, costituendo poi uno dei capisaldi della filosofia, consapevole che in tutte le cose della natura che qualcosa di thaumastn, cio di meraviglioso, ma anche di indecifrabile, come affermava Aristotele nel suo scritto sulle Parti degli animali (I, 5). Nel primo capitolo, In principio Dio cre, affronta il tema della creazione come categoria biblica e teologica, tenendo conto del fatto che come spesso si ripete nellapproccio scritturistico il primato riservato alla storia pi che al cosmo come sede della Rivelazione divina, tant vero che la stessa creazione viene integrata allinterno della storia, mostrando un interessante intreccio tra spazio e tempo, tra essere ed esistere. Nel secondo capitolo, A sua immagine, affronta il tema specifico della creazione delluomo e della donna, ribadendo che la finalit del testo sacro squisitamente teologica, pur riconoscendo che per elaborare un simile abbozzo gli autori ricorrono ai modelli scientifici antropologici propri del loro tempo. Nel terzo capitolo, Scienza e teologia, dopo un breve excursus storico, il cardinale afferma che oggi ci si muove sempre di pi secondo un reciproco e coerente rispetto tra i due campi: la scienza si dedica ai fatti, ai dati, alla scena, al come; la metafisica e la religione si consacrano ai valori, al fondamento, ai perch, secondo specifici protocolli di ricerca. Nel quarto capitolo, Evoluzione e creazione, distingue fra la posizione di Darwin, che non voleva entrare in conflitto con laltra Bibbia, quella sacra e i darwinisti come Ernst Heinrich Haeckel (1834-1919), per il quale levoluzione diventava una categoria filosofica capace di spazzar via i vari sistemi teologici e lo stesso Dio, sarcasticamente chiamato il Vertebrato aeriforme. Nel quinto e ultimo capitolo, Evoluzione e teologia, dopo avere ricordato che non fu mai messo allIndice il saggio di Darwin sulla Origine delle specie, descrive il pensiero di Giovanni Paolo II contenuto nel discorso del 22 ottobre 1996 per il LX anniversario della Pontificia accademia delle scienze, e quello di Benedetto XVI, prendendo in considerazione lincontro col clero delle diocesi di Belluno-Feltre e Treviso ad Auronzo di Cadore il 24 luglio 2007.

20

Gioved 14 marzo 2013

Cesena & Comprensorio


Cesena
Baldini allImmacolata
Lincontro con lo scrittore Eraldo Baldini, nellanteatro del Liceo "Immacolata" a Cesena, si terr venerd 15 marzo alle 14,45. Parler del suo romanzo "Luomo nero e la bicicletta blu".

Gambettola

Incontro sulla famiglia


Il gruppo famiglie della parrocchia di Gambettola organizza venerd 15 marzo alle 20,45, nella sala conferenze del centro culturale "Fellini", in corso Mazzini 75 a Gambettola, un incontro pubblico sul tema "La famiglia: quale risorsa per la societ?". Lincontro avr come relatori Andrea Olivero e Serena Branducci del Sermig-Arsenale della Pace di Torino e nella veste di moderatore Francesco Zanotti, direttore del settimanale diocesano Corriere Cesenate.

Gatteo

Gara ciclistica
Partir da Gatteo la settimana internazionale "Coppi e Bartali"Trofeo UniCredit in programma dal 20 al 24 marzo. Mercoled 20 marzo si sono svolte due semitappe nel territorio del comune e gioved 21 avr luogo la seconda tappa con partenza da Gatteo per Sogliano.

Cesena flash
Festa della famiglia
La parrocchia di Calisese , domenica 17 marzo, celebra la festa della famiglia. Alle 11 la messa con la partecipazione delle coppie che celebrano anniversari di matrimonio. Gioved 14 alle 21 sar proposto il recital spettacolo "Miriam/Maria allimprovviso donna". Voce di Liana Mussoni, al pianoforte Fabrizio Flisi, alla sarmonica, ai auti e alle percussioni Tiziano Paganelli.

Roncofreddo
Visita al museo

Longiano

Incontri formativi
Nella sala del convento francescano, gioved 14 marzo alle 20,45, si terr un incontro di formazione sul tema "Associazioni, comunit, famiglie e adulti che accolgono nel nostro territorio". Relatori Carla Benelli, Stefania Meschiari e fra Valerio Folli. Domenica 17 marzo dalle 15 alle 18 la dottoressa Annalisa Marinoni terr una relazione su "Famiglia, intrecci di relazioni solide in ambiente liquido".

Longiano

Comune e associazioni
Il Comune ha programmato per marted 19 marzo alle 20,30 un incontro pubblico. Si terr nella sala San Girolamo sul tema "Organizzazione delle manifestazioni turistico-culturali. Rapporto tra Pro loco, Amministrazione comunale e associazioni".

Domenica in Musica
Ultimo concerto della rassegna musicale promossa dalla Fondazione della Cassa di Risparmio di Cesena. Domenica 17 marzo alle 15,30 al teatro Verdi, Giovanni Sollima al violoncello e lorchestra Bruno Maderna eseguiranno brani di Luigi Boccherini e di Giovanni Sollima. Ingresso libero no a esaurimento dei posti.

Lopera in terracotta policroma di Ilario Fioravanti "Compianto sul Cristo deposto" si potr ammirare al museo di Arte sacra la domenica e nei festivi in quaresima e nelle feste pasquali dalle 15 alle 18 o su prenotazione allo 0541 949154. Il gruppo scultoreo stato concesso dalla vedova dellartista.

Sviluppo della sanit


Confcooperative di Forl-Cesena ha organizzato per luned 18 marzo dalle 15 alle 18, nella sala "Eligio Cacciaguerra" della Banca di Cesena in viale Bovio, un incontro sul tema "I bisogni sociali, il decreto Balduzzi e la sussidiariet della Cooperazione". Interverranno Pierlorenzo Rossi, Giuseppe Milanese, Giuseppe Guerrini, Marco Ragazzini, Maria Basenghi, Paolo Lucchi.

La raccolta anche domenica mattina a Cesena

Firme contro il "commercio non-stop"


Continua anche nel cesenate la raccolta firme "liberaladomenica" la campagna con la quale si chiede di far tornare alle Regioni la scelta sulle aperture domenicali delle attivit commerciali. La campagna stata avviata qualche mese fa da Confesercenti nazionale con il sostegno della Conferenza episcopale italiana e dei sindacati Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil. E possibile firmare presso gli uffici anagrafe di tutti i Comuni del cesenate, negli orari di ricevimento del pubblico. In pi, nella mattinata di domenica 17 marzo saranno allestiti due tavoli di raccolta firme fuori dalle chiese del Duomo e di San Vittore di Cesena. Lobiettivo non quello di vietare aperture festive e domenicali, ma di renderle compatibili con effettive esigenze degli imprenditori e dei consumatori. La determinazione della Confesercenti rafforzata dalla lunga crisi che sta falciando le piccole imprese e i redditi delle famiglie. Le previsioni per il prossimo anno sono indicative: Pil, spesa, reddito, investimenti, vendite hanno tutti segni meno; crescono solamente disoccupazione, fallimenti, investimenti e le imprese che chiudono. "Per noi - dichiara Graziano Gozi direttore della Confesercenti Cesenate - prioritario far crescere lItalia in maniera pi armonica e pi incisiva, tutelando quindi le piccole imprese che non sono in grado di garantire unapertura continuativa della propria attivit. Per assicurare benessere e occupazione, senza alzare barriere discriminanti e tutelando valo-

Cinema e conferenze
A cura di A e centro famiglie "Benedetta Giorgi", sabato 16 e domenica 17 alle 15 e alle 17 al cinema Eliseo sar in visione il lm "I Gladiatori di Roma". Ingresso 3,50 euro. Per genitori, educatori e insegnanti, gioved 14 marzo dalle 17 alle 19 nella sede del quartiere "Oltre Savio" in piazza Magnani, Enrica Maffi, psicologa-psicoterapeuta, terr una conferenza sul tema "La coppia diventa famiglia".

Marzo delle donne


Continuano gli appuntamenti di "Marzo delle donne", promosso dal Comune. Il 14 alle 20,45 nellaula Monty Banks sar proiettato il documentario "Licenziata" di Lisa Tormenta sulle operaie licenziate dallOmsa di Faenza. Sabato 16 marzo alle 17,30 alla galleria ex Pescheria verr inaugurata una mostra presentata da Antonio Dal Muto con canti e danze delle donne del Burkina Faso. Aperta no all1 aprile dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19, luned escluso.

ri e cultura del nostro Paese". Uniniziativa condivisa anche da alcune Regioni, come Veneto, Toscana, Piemonte ed Emilia-Romagna. attivo anche un sito ufficiale della campagna: www.liberaladomenica.it.

Savignano

Conferenza allAccademia
Gianfranco Angelucci, domenica 17 marzo alle 10 nellaula magna della Rubiconia Accademia dei Filopatridi, converser sul tema "Lamicizia e la collaborazione artistica di Federico Fellini e Tonino Guerra nella ricorrenza dei 40 anni dalla realizzazione di Amarcord".

Sogliano

La voce di fra Reali


Il Comune, i Cappuccini emiliano-romagnoli, lassociazione culturale "Agostino Venanzio Reali" hanno organizzato una mattinata per il frate artista. Domenica 17 marzo alle 9,30 si far visita alla tomba del cappuccino nel cimitero di Montetiffi cui seguir la messa nella millenaria abbazia. Alle 11,30 la poetessa Paola Lucarini di Firenze legger poesie scelte di fra Agostino Venanzio Reali.

Montiano

Focarina di San Giuseppe


La Pro loco ripropone la "Focarina di San Giuseppe". Sar accesa presso la nuova Circonvallazione luned 18 marzo. La serata sar animata dal gruppo storico "Brunoro II" di Forlimpopoli alle 21, magia di ritmi e bandiere. Dalle 22 musica con il gruppo "Macola & Vibronda". Dalle 19 funzioner lo stand gastronomico.

Film a San Vittore


Al Victor terzo appuntamento della rassegna "Film Family", cineforum condotto da Filippo Cappelli. Sullo schermo, gioved 14 e venerd 15 marzo alle 21 "Un giorno questo dolore ti sar utile" di Roberto Faenza. Per la programmazione abituale, sabato 16, domenica 17 e marted 19 alle 21 in visione il lm "Il principe abusivo". Domenica 17 alle 15 e alle 17 sar proiettato "Frankenwennie". Ingresso 3,50 euro.

Cesenatico
Libretti per Tonino Guerra
A Casa Moretti dal 16 marzo al 5 maggio sono in esposizione libretti darte realizzati per Tonino Guerra dalla stamperia di Federico Santini. Linaugurazione della mostra avverr sabato 16 marzo alle 16 con lettura di brani poetici dello scrittore e musiche di Giuseppe Dal Bianco.

Sarsina | Inaugurazione Via Crucis

Cesena
Conferenze allUte
Nella sala Vaienti della Fnp-Cisl in via Renato Serra, venerd 15 marzo alle 15,30, il dottor Renato Bocchini parler sul tema "La gastrite: sempre colpa sua?". Marted 19 marzo alle 15,30 nella sala del Conservatorio, il direttore Adriano Tumiatti svolger la terza parte di "Un percorso attraverso il Romanticismo europeo".

Spettacolo a teatro
Al Comunale, sabato 16 marzo alle 21, andr in scena "Open Day" di Walter Fontana con Angela Finocchiaro e Michele Di Mauro. Regia di Ruggero Cara. Ingresso palchi e platea 15 euro, loggione 10.

Commedia dialettale
Al Bogart di SantEgidio, sabato 16 marzo alle 21, la compagnia riminese "Jarmidied" metter in scena " A rub po us va in galera", tre atti brillanti di Stefano Palmucci. Ingresso 7 euro, ridotto 6.

Il mare in un quadro
Al museo della Marineria, sabato 16 marzo alle 10,30, sar presentato il quadro di Giuseppe Casali "I pescatori, il porto, la mia memoria".

Gioved 21 marzo, nellambito della visita pastorale, il vescovo Douglas Regattieri proceder alla benedizione (alle 11) della nuova via Crucis, partendo dalla prima stazione realizzata in pietra serena e installata nel giardino dedicato al vescovo Carlo Bandini. Le altre edicole religiose (quindici in tutto), dislocate nella strada che porta a Calbano, sono state realizzate in legno ad opera di Secondo Zattini, che stato anche lideatore del progetto. (Mm)

Focarina di San Giuseppe


La parrocchia di Borello in collaborazione con la Pro loco ha programmato per luned 18 marzo alle 20,30 la Focarina di San Giuseppe. Segue buffet.

Sport

Gioved 14 marzo 2013

21

Cesena, due sconfitte che incidono su classifica e morale


Venerd 15 marzo alle 19 il Cesena affronta la Reggina in una partita basilare per le sorti del campionato di entrambe le squadre

Succi in azione contro lAscoli (Pippofoto)

Volley Club
Sconfitta prevedibile
Il Volley Club non centra limpresa miracolosa ed esce scontto dalla gara con la capolista in quattro set(3-1). Lallenatore locale Berti si affida alla palleggiatrice Sostegni, in diagonale con lopposto Cheli, alle schiacciatrici Pianorsi e Santini, alle centrali Brandini e Sgherri e al libero Bettarini. Coach Bazzocchi ritorna al sestetto base con Poggiali in regia, Parenti opposto, Zebi e Di Fazio in banda, Cancellieri e Gardini Camilla al centro e Fabbri libero. Dirige lincontro la coppia formata da Claudio Rosadoni e Ilenia Rossi, entrambi provenienti dalla sezione arbitrale di Grosseto. Nel primo set partono meglio le padrone di casa che subiscono per un ritorno, nella fase centrale del seti, da parte delle romagnole. Nel nale per sale in cattedra Santini che trascina le sue al successo con un attacco e tre ace consecutivi (25-21). Si assiste poi a una reazione rabbiosa delle romagnole in avvio di secondo parziale, sfruttando anche due ace di Devetag (confermata come opposto per Parenti) e un attacco di Di Fazio (2-5). Cesena mantiene il vantaggio no al 7-11, quando parte la rimonta locale che costringe coach Bazzocchi ad utilizzare uno dei time-out discrezionali a disposizione (11-12). Bazzocchi tenta anche la carta Gardini Serena al posto dellomonima Camilla al centro, ma ancora una volta la palleggiatrice toscana Letizia Santini a fare la parte del leone e a trascinare le sue no ad ottenere due lunghezze di vantaggio (1715). Cancellieri e compagne hanno per tutta la voglia di riequilibrare il set e con un parziale di quattro punti volano sul 19-23. Sul cambio palla, va in battuta Cheli che mette in seria difficolt la ricezione cesenate e riporta in parit le montelupine (23-23). In un nale punto a punto, per la squadra di Bazzocchi a spuntarla alla seconda occasione con un attacco in lungo linea di Di Fazio. (2426) Nel terzo e nel quarto set si impongono le locali (25-21 e 25-11) senza che Cesena riesca mai ad imporsi. Ora i play-off sono a quattro lunghezze, con la possibilit per di giocarsi lo scontro diretto tra le mura amiche del Minipalazzetto. Per farlo non bisogna pi sbagliare, a partire dal match casalingo di domenica prossima contro Calenzano.

I bianconeri romagnoli sono reduci dalla doppia sconfitta con lAscoli (in casa) e il Crotone (in trasferta)

opo i rossobl crotonesi, ecco i granata reggini per unaltra trasferta nella punta dItalia. I bianconeri di Romagna vogliono a tutti i costi tornare con pi punti possibili dalla trasferta nella punta dello "stivale" per tirarsi fuori dalla zona rossa di classifica. Stessi calcoli vorr fare la Reggina che occupa il quartultimo posto in classifica, penalizzata a inizio stagione di 2 punti. La formazione allenata da Dionigi, con un complessivo di 32 punti, non pu certo dormire sonni tranquilli e cercher di fare il possibile per invertire la tendenza. Un segnale confortante per il futuro comunque giunto da Livorno durante lo scorso week-end. La Reggina uscita infatti indenne dalla Toscana, pareggiando per 3-3. La partita Reggina-Cesena si gioca venerd 15 marzo alle 19. Nelleconomia di classifica bianconera invece, non ci voleva la doppia

battuta darresto con Ascoli e Crotone. Il Cesena contava molto nel recupero, con lAscoli, della giornata precedentemente rinviata per neve, per staccare quasi definitivamente le inseguitrici. La sconfitta per mano di una doppietta dellascolano Zaza, ha fatto tornare nuvole oscure sul cammino di mister Bisoli e i suoi ragazzi. Anche a Crotone le cose non sono andate bene. A decidere la gara un gol dellex Matute arrivato al 36 della ripresa. I bianconeri erano in 10 dal primo tempo per espulsione di Parfait avvenuta al 38 del primo tempo. Sempre nella prima frazione di gioco stato annullato un gol allattaccante bianconero Succi. Pi volte lo stesso tecnico Pier Paolo Bisoli ha ribadito quanto sia importante la salvezza della squadra romagnola. Nata tra mille difficolt, questa stagione si sta rivelando molto difficile. Ecco perch centrare lobiettivo della salvezza sar come vincere un campionato. Lallenatore bianconero ha, finalmente da qualche mese, la squadra che voleva per raggiunmgere il traguardo. Il gruppo unito e ruota nella direzione indicata dal proprio condottiero. Importante sar ottenere di pari passo la salvezza anche fuori dal campo. La societ bianconera, con laiuto del progetto messo in campo da Giorgio Lugaresi sta cercando di sopravvivere grazie anche al sostegno di imprenditori locali e tifosi. Eric Malatesta

TELE STAMPATE A MANO


Antica Stamperia Pascucci (Gambettola) e prodotti naturali per il corpo

UNO SPAZIO FAIDATE in


cui il cliente viene guidato a realizzare in base ai propri gusti ed esigenze le decorazioni in sapone. Laboratori creativi coi saponi per bambini e adulti realizzati sia nella propria sede che in altri contesti (scuole, centri pomeridiani, quartieri, strutture turistiche, associazioni, feste di paese, ecc...)

Dalle tradizioni romagnole prodotti naturali per il corpo e oggetti di artigianato


PRODOTTI NATURALI PER IL CORPO realizzati grazie alla collaborazione con lerboristeria La Mandragola (Cesena) LISTE NOZZE COLLABORAZIONI CON ASSOCIAZIONI NOPROFIT sostenendo la realizzazione in autonomia di oggetti da regalo di sapone, nalizzati allautonanziamento PROSSIMI LABORATORI: FESTA DEL PAP I laboratori si svolgono il marted, gioved e sabato pomeriggio dalle 16,30 alle 18. gradita prenotazione

BOMBONIERE
anche fai-da-te, molto stimolanti se realizzate dai bambini in occasione della loro Comunione

CERAMICHE DIPINTE A MANO


Leo Bartolini, Gambettola

TEGLIE DI MONTETIFFI FESTA DEL PAP


idee regalo

SAPONI NATURALI PER IL CORPO


rielaborati anche in decorazioni profuma-ambienti

RICORDI DI ROMAGNA

Corso Ubaldo Comandini, 4 - Cesena


cell. 348 1796689 info@ricordidiromagna.com presenti su FACEBOOK www.ricordidiromagna.com

22

Gioved 14 marzo 2013

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Romagna Sprint: a Case Finali il 4 agosto la quartafrazione


LA SQUADRA USD SAN MARCO DI CESENA

Brevi
Calcio a 5 maschile, playoff e playout
A partire dalla met del mese di marzo ha inizio lultima fase del campionato di calcio a 5 maschile (una vera e propria competizione romagnola, vista la svariata provenienza delle societ iscritte) con la disputa dei playoff e dei playout: nei primi le squadre sono state suddivise in due raggruppamenti. Nel girone A si affrontano la Pol. 1980, il Real Circolo, la Dinamo Rontagnano e nel girone B il Parkins Cesenatico, il Circolo United, il Borgorosso Circolo 09. Per quanto concerne i playout, che vedono anchessi lo svolgimento di due raggruppamenti, nel girone C sono presenti il G.S. Cella- Ponte Giorgi, il Bar Circolo Futsal, il Borgorosso Senior, La Torre e nel girone D la Pol. Soglianese, il V.S. Team San Zaccaria, lAtletico Circolo e la Pol. Savio 5-4 Fighting. La prima classicata di ogni girone disputer la nale per il 1 e 2 posto e la seconda la nale per il 3 e 4 posto.

smo Csi Cicli

Bicicletta che passione


ar Case Finali a ospitare domenica 4 agosto la quarta prova del Circuito di granfondo cicloturistiche Romagna Sprint: la 7 Sport Per Crescere Insieme. Tre i percorsi: il lungo di 110 chilometri (2.050 metri di dislivello), che presenter alcune interessanti modifiche; il medio di 85 chilometri (1.100 metri di dislivello) e il corto di 60 chilometri (750 metri di dislivello). Una grande festa del buon ciclismo, targata Usd San Marco, che tra i suoi ingredienti prevede pacco gara, colazione alla partenza, ricchi ristori, grande buffet finale, premi per le societ con pi iscritti, con almeno tre donne abbonate al Romagna Sprint e con il maggior numero di abbonati al Romagna Sprint. Previsti anche premi individuali a sorteggio. Grande novit di questedizione sar lorganizzazione, in collaborazione con lAsd Csi Cesena, del Giro del Buongustaio di 32 chilometri (350

metri di dislivello), in cui saranno garantiti colazione, ristori e buffet. Anche in questa occasione premi per le societ con il maggior numero di iscritti e con almeno tre donne iscritte e premi individuali a sorteggio. consigliabile sottoscrivere labbonamento che dar diritto a partecipare a tutte le cinque manifestazioni del Romagna Sprint, che vuole offrire unalternativa a chi ama pedalare e battagliare con gli amici, assaporando buon cibo e ammirando bei paesaggi: il 24 marzo la 10 Granfondo Mareterra a Bellaria Igea Marina, il 28 aprile la 6 Granfondo Fondriest-Terme di Castrocaro a Castrocaro Terme, il 16 giugno la 12 Granfondo Memorial Antonio Corzani a Cesena, il 4 agosto la 7 Granfondo cicloturistica Sport Per Crescere Insieme a Case Finali di Cesena e l8 settembre la 6 Granfondo cicloturistica Memorial Giovanni Pascoli a San Mauro Pascoli. Va ricordato che la Mareterra, la

Fondriest e il Memorial Pascoli saranno anche prove del Criterium italiano Gf cicloturistiche Uisp, mentre il Memorial Pascoli sar anche ultima prova del Circuito Tricolore Uisp. a Sport Per Crescere Insieme, invece, sar valevole anche come prova unica del primo Campionato regionale Emilia Romagna di Granfondo cicloturistiche del Centro Sportivo Italiano e come ultima prova della kermesse Pedalando con Gusto, che contempla come altri appuntamenti il 14 aprile a Faenza la Gran Fondo Le Cime di Romagna, il 21 aprile a Russi (Ravenna) la Gran Fondo Strada dei Vini e Sapori dei Colli di Forl e Cesena, il 19 maggio a Imola la Gran Fondo La Vallata del Santerno, il 2 giugno a Bologna la Gran Fondo Le Valli Bolognesi, il 9 giugno a Massa Lombarda la Gran Fondo La Ercole Baldini, il 23 giugno a Medicina la Gran Fondo Citt di Medicina.

Beach Tennis, le classifiche


Il comitato cesenate del Csi si caratterizza da sempre per la sua ampia disponibilit a proporre le pi svariate discipline sportive, incentivando la nascita di quelle nate recentemente, che non hanno avuto ancora spazio nel nostro territorio. il caso del beach tennis, il cui campionato giunto questanno alla sua seconda edizione. Nella competizione femminile, cui hanno aderito complessivamente otto formazioni, troviamo in testa alla classica il Team Puma, con tre lunghezze di vantaggio nei confronti del Team Delno e del Team Bota; molto pi distanziate risultano Le Margherite e lo Spriz Pol. Forza Vigne. Nel campionato maschile, che vede la partecipazione di sette compagini, lAdriatica detiene il primato precedendo di otto punti una coppia formata dal Team Caccia e dal G.P. Vigne-Nolorico e di dieci lUs Tanta Roba.

Scacchi, torneo semilampo del cioccolato


Sabato 16 marzo, presso la sede del circolo scacchistico Paul Morphy di Cesena, affiliato al comitato cesenate del Csi, si svolger il tradizionale torneo semilampo di scacchi. La competizione, riservata agli Under 18, avr inizio alle 15,30 e prevede leffettuazione di sei partite con lapplicazione del sistema italo-svizzero e un tempo di riessione di dieci minuti a testa. Larbitro di gara sar Patrizio Di Piazza, segretario del circolo.

| Csi cesenate: un po di storia

La foto di questa settimana al Torneo di pallavolo femminile disputatosi nel cortile dellIstituto Lugaresi, durante la festa sportiva del Csi (2 luglio 2004)

Pagina Aperta

Gioved 14 marzo 2013

23

Il direttore risponde
Se conosco bene Beppe Grillo succeder quanto segue.... C di che pensare

LOcchio indiscreto

aro direttore, lasceranno al Pd il compito di comporre un programma di inizio legislatura con le tappe su poche cose, prioritarie, da fare per governare il paese. Fra queste dovranno esserci alcune proposte simboliche o di sostanza che possono essere approvate in tempi brevi. Fra tutte, labolizione della legge ex-Cirielli, (magari la reintroduzione del reato di falso in bilancio), una bozza di legge sul conflitto di interessi, leliminazione dei contributi pubblici ai partiti e alleditoria, il rifinanziamento della scuola pubblica (exGelmini), e soprattutto una nuova legge elettorale che garantisca un premio di maggioranza congruo al senato. Non credo ci saranno i tempi per approfondire il reddito di cittadinanza, la riforma della Rai, una nuova legge anticorruzione, e altre modifiche di livello costituzionale come rivedere il patto di stabilit. Il Pd ha il compito di proporre, M5S di valutare caso per caso. Se il Pd dichiarer in modo convincente di porre sul piatto, senza retorica, dei provvedimenti pratici di immediata attuazione, anche a sostegno delle piccole imprese, avr la fiducia di 5 stelle. Fiducia che si dovr riguadagnare su ogni singolo provvedimento futuro. Grazie per lospitalit. Paolo Marani (dal sito)

Carissimo Marani, riprendo un suo intervento sul nostro sito che ho pubblicato senza risponderle subito. Ho fatto trascorrere qualche giorno per vedere levoluzione della situazione politica. Lei dice se conosco bene Beppe Grillo e poi fa una serie di richieste, tutte da verificare una per una per assicurare un eventuale sostegno in Parlamento. Mi sembra una bella situazione di comodo. Anzi, fin troppo comodo. Con un tocco di bacchetta magica si ha una nuova legge elettorale, la riforma della Rai, una norma anticorruzione, unaltra sul conflitto di interessi e leliminazione dei contributi pubblici ai partiti e alleditoria. Cos, come se lattivit parlamentare fosse una banalit, un gioco a carte, uno scherzetto che nulla ha a che vedere con regolamenti e tempi stabiliti in oltre 60 anni di storia repubblicana. Benissimo, allora, e il gioco fatto, anche per la stampa, messa assieme ai partiti, in un unico calderone che fa piazza pulita di ci che era prima del 25 febbraio, la data di inizio di una nuova era. Via i giornali, via i giornalisti, via il pensiero contrario, tutti daccordo fino a raggiungere il 100 per cento dei consensi, come mi pare qualcuno abbia detto qualche giorno fa. Sar anche questa la nuova moda, carissimo Marani, ma mi perdoni: io non mi adeguo. Saluti. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

Neve, pioggia, sole e ancora pioggia. La variabilit climatica di queste ultime settimane stata da montagne russe. E nel bel mezzo, ecco un sempre affascinante arcobaleno fare allorizzonte, sopra il cimitero urbano, a Cesena. La foto stata scattata da Barbara Baronio domenica 10 marzo a mezzogiorno.

Luciano Navacchia in mostra al Palazzo del Ridotto, a Cesena


Carissimo direttore, finalmente una bella mostra a Cesena. Il primo giorno dellesposizione tanta gente affollava le sale del Palazzo del Ridotto, in centro a Cesena, sala mostra che ben si presta ad allestimenti prestigiosi, con gli alti soffitti a cupola e la diffusione della luce. Con lartista Navacchia scambio qualche battuta: Perch sei passato dalla pittura alla scultura?. per via della ricerca - mi risponde -. Il lavoro ti porta alla tridiminsionalit e quindi al tutto tondo della scultura. Questo lavoro su ferro anche un ritorno al passato. Ero da tempo affascinato da questo esperimento e ho scelto lAfrica come motivo ispiratore. Egitto e Africa sono allorigine della nostra civilt che ormai manca di valori, soprattutto artistici. Perch predilige soggetti femminili? La donna - prosegue Navacchia - d origine alla vita e questo completa il mio quadro di ricerca. Classe 1946, Luciano Navacchia cesenate doc. Lavora da cinquantanni nello studio vicino allo stadio Manuzzi, dove amici e colleghi lo trovano ogni giorno allopera. Ora quello studio si anima di figure a tutto tondo e i pennelli sono sostituiti dalla fiamma ossidrica. Luciano ti accoglie sempre con un sorriso e puoi star l ore a chiacchierare di tutto un po. un buon raccoglitore, oltre che restauratore. Sempre accogliente e mai noioso, modesto nel valutare i suoi lavori. Una mostra meritata questa del Palazzo del Ridotto, nella sua citt. Visitabile fino a domenica 17 marzo. Grazie per lospitalit. Milena Mondini

La lezione del Conclave alla politica nostrana


Caro direttore, ma che razza di Italia siamo, che razza di uomini siamo che preferiamo mandare tutto alla malora piuttosto di trovare una via comune? E cos invece di cercare una maniera di fare le cose per bene, di fare il bene comune, di mettersi d'accordo anche temporaneamente, si dice "con questo mai!". Prigionieri del proprio stesso schema ideologico di odio assoluto. Ecco, questa la vera definizione, il vero esempio di cosa sia l'ideologia: si pone avanti uno schema mentale, e si preferisce che il reale vada a ramengo piuttosto di vederlo. La Chiesa Cattolica, questa realt oscurantista, che ha anchessa tanti e difficili problemi da affrontare, alla fine ha trovato un modo in grado di decidere che funziona da secoli. Ma non pensabile mettere i nostri parlamentari sotto chiave finch scelgano la strada migliore, perch mentre nel Conclave c lo Spirito Santo che guarda e veglia, qui a sorvegliare, temo, ci sarebbero solo pubblici ministeri e giornalisti. Grazie per lattenzione. Tommaso Marcatelli Caro Marcatelli, noto che ci ha annoverato tra le categorie a rischio partigianeria. Mi pare unaccusa un po gratuita, visto che non viene circostanziata. Ma forse il riferimento era per altri. Ci si riferisce sempre ad altri. Condivido laccostamento tra il Conclave e limpasse della politica italiana. Io ci aggiungerei anche la rinuncia di papa Benedetto: che lezione per tantissimi, noi compresi. Abbiamo solo da imparare e da ringraziare chi ci guida con autentico spirito di servizio. A presto. Fz aro direttore, mi riferisco alla lettera di alcuni docenti del "Righi", pubblicata sul Corriere Cesenate del 28 febbraio scorso, con la quale essi hanno manifestato la loro "indignazione" nei confronti dellincontro del 2 febbraio con il professor Noia. Lincontro non avrebbe rispettato "il libero e aperto confronto delle idee nel rispetto delle diversit, allinsegna del pluralismo e delle spirito critico". Essi affermano: "Non si pu trattare, nella scuola pubblica (anzi, statale, come hai ben precisato in risposta), un argomento cos sensibile in modo unilaterale". Scusate, ma di cosa stiamo parlando? direbbe Bersani. Premetto subito che non credo nella neutralit educativa. Ritengo che leducazione sia la capacit di trasmettere allo studente ci che veramente significativo per la vita della persona, e tale consapevolezza non mai neutrale. Senza tener conto del fatto che non saprei proprio cosa si vorrebbe fare: forse, come per le elezioni politiche, un tot

La Confraternita Amiche del burraco


Caro direttore, ho una piccola buona notizia. Siamo un gruppetto di amiche che ama giocare a burraco. Abbiamo giocosamente fondato una Confraternita Amiche del burraco. Siccome i contenuti dellamicizia che lega le persone hanno un peso nella stessa amicizia, abbiamo desiderato unire il divertimento del gioco allaiuto a situazioni di bisogno, facendo unofferta libera ogni volta che ci ritroviamo. In occasione del Natale le nostre offerte sono andate a un progetto di Nuovi orizzonti. Adesso stiamo raccogliendo per il progetto Gemma,... prossimamente, su suggerimento di una di noi, rivolgeremo la nostra attenzione a qualche bisogno locale. Sono gesti piccolissimi, chicchi di grano da macinare nel gran forno di Dio, ma le consorelle si affidano, e ringraziando Dio, giocano e ridono! Buon lavoro. A. R. Cesena Gentilissima Antonietta, la ringrazio per questo suo desiderio di condivisione fatto attraverso le pagine del Corriere Cesenate. un modo per sentirci uniti. Continui a tenerci aggiornati A presto. Fz

Metti una serata con il Rettore


Caro direttore, stata eccezionale la serata di luned scorso ai Dialoghi per la citt con il rettore Dionigi: con tanta nostalgia del liceo e di quella profondit, ho ascoltato in silenzio le parole di ieri sera. Volevo anch'io domandare, ma l'emozione mi ha frenato: il pensiero classico si concentra nella domanda di Pilato: Cos la verit. Pilato ha davanti un fatto totalmente nuovo che parzialmente riconosce. Quel fatto nuovo (sono daccordo con lanalisi del rettore Dionigi) risponde alla domanda di tutto il mondo classico, ma qualcosa di inaspettato e inatteso. Non per, una verit cristallizzata, ma presente e viva. Buon lavoro. A. B. matrimoni gay diventa paladino della nuova morale laica e civile. Un esempio? Nella Francia di Hollande, letica pubblica diventata materia da insegnare obbligatoriamente nella scuole. In conclusione, credo che far ricorso a neutralit e pluralismo a senso unico nasconda intolleranza verso chi la pensa diversamente e non si adegua al pensiero unico. Sono sicuro che i proff. del Righi, firmatari della famosa lettera, e chiunque sia intervenuto criticamente, non mancheranno di farne altre per stigmatizzare pubblicamente loperato dellUniversit di Padova, degli asili di Milano, della Rai. Stefano Spinelli Carissimo Spinelli, siamo pervasi dal pensiero unico. Grazie per lattenzione e per il contributo portato al dibattito in corso. Vediamo se altri avranno il desiderio di dire la loro. Il Corriere Cesenate, nel limite di spazi ridotti, offre ospitalit a tutti. Cordialit. Fz

Leducazione la capacit di trasmettere ci che significativo per la vita della persona


di minuti a testa? Ma qui vorrei segnalare che la neutralit viene sempre usata strumentalmente a senso unico. Luned scorso, presso la facolt di legge dellUniversit di Padova (istituzione pubblica) gli studenti del secondo anno, che pensavano di assistere a una lezione ordinaria di diritto, non hanno trovato il loro prof., ma la deputata del Pd, onorevole Concia, la quale ha parlato loro di "diritto alla felicit" e ha fatto ovviamente un comizio a favore del matrimonio tra omosessuali. Nella moderna ed emancipata Milano di Pisapia, molte scuole hanno aderito a un progetto rivolto a bambini dai 3 agli 8 anni, che li porta a vedere lo spettacolo Piccolo Uovo allo storico teatro Litta di Corso Magenta. Lo spettacolo parla di famiglie diverse, anche "con due mamma o due pap": "famiglie per diversamente felici - recita linvito - perch la felicit non a senso unico". Mi hanno anche parlato di una presunta "pubblicit sociale" promossa dal ministero e trasmessa in ogni orario sulle reti nazionali, in cui si propongono diversi tipi di coppie: due donne o due uomini, che sostengono limportanza delluso del preservativo. E potrei fare mille altri esempi. Eppure non ho sentito nessuno dei paladini della neutralit educativa, del pluralismo istituzionale, della laicit dello Stato, tanto scandalizzati per il prof. Noia, indignarsi davanti a tali evidenti e impudenti violazioni dei principi di imparzialit delle istituzioni pubbliche! Mi sorge allora il fondato sospetto che i paladini della neutralit educativa intendano per pluralismo il fatto di poter insegnare e comunicare solo il politicamente corretto, ci che viene indicato dalle moderne lobbies di pensiero come nuova conquista civile, silenziando invece chi la pensa diversamente come anti-pluralista. Cos, chi si esprime in pubblico a favore della vita e della famiglia viola neutralit e pluralismo. Un esempio? Nella Spagna non si pu pi criticare il matrimonio gay approvato dal governo Zapatero. successo addirittura al ministro dellInterno Diaz, che, per averlo fatto, rischia la sfiducia. Invece, chi parla per sostenere il diritto allaborto e i

IL PROFESSOR NOIA AL LICEO RIGHI, UNA RIFLESSIONE

DIOCESI DI CESENA-SARSINA
CENTRO MISSIONARIO DIOCESANO
Il 24 marzo 1980, mentre celebrava lEucaristia, venne ucciso monsignor Oscar A. Romero, vescovo di San Salvador nel piccolo stato centroamericano di El Salvador. La celebrazione annuale di una Giornata di preghiera e digiuno in ricordo dei missionari martiri, il 24 marzo, prende ispirazione da quellevento sia per fare memoria di quanti lungo i secoli hanno immolato la propria vita proclamando il primato di Cristo e annunciando il Vangelo fino alle estreme conseguenze, sia per ricordare il valore supremo della vita che dono per tutti. Fare memoria dei martiri acquisire una capacit interiore di interpretare la storia oltre la semplice conoscenza

A CESENA Messa in Cattedrale sabato 16 marzo alle 18


celebrata da S.E. monsignor Giorgio Biguzzi vescovo emerito di Makeni (Sierra Leone)

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

GIOVANI CESENATI CERCANO FORTUNA ALLESTERO


Commercio non-stop Raccolta di firme