Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 31 maggio 2012


anno XLV (nuova serie)

numero 21 euro 1,20 - contiene I.P.

21
10 Calcio scommesse
Quando letica a essere sconfitta
Pizzul, storica voce Intervista a Bruno Rai e telecronista sportivo

Primo piano
Economia: ci sono anche settori che tirano
imprenditori che Interviste ad alcuni stanno creando occupazione

4-5

Milano
Le famiglie incontrano papa Benedetto
oltre cento perDa Cesena-Sarsina sone per il Family 2012

DopoTodi
Non un partito ma un approccio culturale nuovo
per tornare a creLa buona politica scere, questo lo slogan del Forum

11

EDITORIALE Un bene da realizzare


di Francesco Zanotti
i troviamo di fronte a tempi difcilissimi. E inutile nasconderselo. Anzi, la responsabilit di essere adulti impone una seria presa di coscienza. LEuropa trema al solo pensiero delluscita della Grecia dalla moneta unica. Adesso si pensa a un accompagnamento verso il ritorno alla dracma. Quello che appariva come uno spauracchio da evitare in maniera assoluta, ora pare diventata una strada praticabile, anche se continua a inquietare i sonni di molti. Non ci sar la corsa agli sportelli bancari, speriamo, di certo cade un mito per il quale ci siamo impegnati, e non poco, negli ultimi anni. Per lEuro abbiamo pagato tasse particolari e abbiamo condiviso con gli altri Paesi del continente misure dure da accettare. Non sono mancati numerosi vantaggi, a cominciare dai bassi tassi di interesse, non sfruttati a dovere per abbattere il pesantissimo debito pubblico. La profonda crisi economica impone scelte inevitabili. Impone anche un cambio di rotta. Da ogni parte si chiede meno centralismo e pi ricorso alla sussidiariet, il principio che regola tutta larchitettura dellUe. Occorre snellire, stare pi vicino ai cittadini, sostenere quanto di buono esiste gi, e non poco. Ci vuole anche un cambio di mentalit che abbia a cuore il futuro del vecchio continente, troppo bloccato per guardare avanti con ducia e coraggio. Bisogna dire basta ai privilegi, a qualunque livello. Chi aspira ai primi posti, si faccia servitore: diventi questo un assillo per chi si propone alla guida di qualsiasi struttura pubblica, piccola o grande che sia. Si deve ricercare con passione il bene comune, non come invocazione generica dietro la quale si mascherano latitanze di idee. In cima allagenda delle priorit va posto quellinsieme di condizioni della vita sociale che permettono sia alla collettivit sia ai singoli membri, di raggiungere la propria perfezione pi pienamente e pi celermente possibile, come riportato dal n. 164 del Compendio della Dottrina sociale della Chiesa. Il bene comune non n un insieme di beni dei singoli n un benessere genericamente inteso o diffuso. E un insieme di condizioni, un clima favorevole che punta alla perfezione delle persone e delle comunit in cui le persone sono inserite. Il bene comune uno stravolgimento dellorizzonte verso il quale volgere lo sguardo. E per la perfezione, quindi per il meglio di quanto pu capitare a ogni uomo e a ogni donna. Non c altro da aspettare: il bene comune da realizzare, adesso, qui e subito.

Marted scorso di nuovo un forte terremoto in Emilia

Ancora scosse

Un capannone crollato a Finale Emilia - Mo (foto Nostro Tempo, Modena)

La terra trema ancora in Emilia fino alla Romagna e oltre. Lintensit della scossa di marted mattina nel Cesenate stata minore rispetto allepicentro che si avuto nel Modenese, ma tutti lhanno avvertita distintamente. Il Comune di Cesena si subito attivato per verificare la staticit degli edifici pubblici, in primo luogo le scuole. Due agenti della Polizia municipale di Cesena si trovano da sabato a Merolla (uno dei paesi pi colpiti dal sisma) per dare una mano alle forze dellordine di quel territorio. Presenti anche dei Carabinieri della Compagnia di Cesena. Anche gli scout si stanno organizzando per andare nelle zone colpite. Servizi alle pagg. 10 e 13

Cesena 13 Il 3 giugno al via il Trofeo Benedetto Sarsina 15 Remedia, il paradiso delle erbe officinali

Mercato 14 Un caso di burocrazia e bimbi disabili Sport 21 A Cesena un importante torneo di tennis

GIUGNO 2012: SOLUZIONI PER UNA SETTIMANA DI VACANZA...


CRETA - villaggio 5 stelle trattamento all inclusive RODI - villaggio 4 stelle trattamento all inclusive
Informazioni e prenotazioni

da 677 euro da 680 euro

FORMENTERA - in hostal trattamento di mezza pensione TUNISIA - villaggio 4 stelle trattamento all inclusive

da 590 euro da 380 euro

CESENA - Gall. Almerici, 3 - Tel. 0547 618511 www.viaggimanuzzi.it

PALMA DI MAIORCA - villaggio 4 stelle trattamento all inclusive da 487 euro MINORCA - villaggio 4 stelle trattamento all inclusive da 490 euro

ITALIA/PUGLIA - Bravo Club Village trattamento pensione completa da 347 euro ITALIA/CALABRIA - Bravo Club Village trattamento pensione completa da 270 euro

Opinioni

Gioved 31 maggio 2012

giugno, festa della Repubblica. Un appuntamento significativo per una riflessione urgente e necessaria: fare memoria (non solo ricordare!) di una stagione fondativa della nostra identit come Nazione. Per riassumere senza ipocrisie e smemoratezze le responsabilit che sono assegnate a ciascuno, nella misura in cui dobbiamo riprendere coscienza della nostra appartenenza storico-culturale a quella patria che i padri hanno forgiato lungo il corso dei secoli. Segnando quella terra dei padri con un patrimonio di arte e di sapiente lavoro, eredit preziosa che rischiamo di disperdere. E proiettando la patria nel cuore del mar Mediterraneo e agganciandola al grande continente dellEuropa. Rileggendo i Principi fondamentali della Costituzione repubblicana si pu ben comprendere non solo da quale tragedia si era riemersi, ma quali erano e devono rimanere le fondamenta su cui ricostruire la grande casa cos devastata dalle violenze della guerra e delle contrapposizioni ideologiche. A Camaldoli, uno dei luoghi dello spirito europeo (la guerra non era ancora finita), uomini di alta statura intellettuale e spirituale, definirono le regole cui bisognava attenersi perch il futuro del Paese fosse nella verit e nella giustizia, nella solidariet e nelle libert. Da ventanni a questa parte e le responsabilit sono molteplici, non solo non c stata una crescita economica importante, ma a confronto di una pesante denatalit, le forze politiche, i partiti, pi che mirare al bene comune si sono abbandonati stoltamente a quelle libidini di potere che negano futuro alle nuove generazioni. Censurato lorizzonte della trascendenza, rimossa la presenza di Dio nella storia di ogni giorno, prevalso il particolare del tutto e subito che trova triste riscontro dalla cintola al ginocchio. Dal Papa, (quanta

Festa del 2 giugno, per ricominciare con impegno responsabile e coraggioso 2


amarezza per per le squallide vicende che lo hanno circondato in questi ultimi tempi ma la casa fondata sulla roccia non crolla, quandanche tornasse, seppure con modalit diverse, un altro 20 settembre 1870!) dal Papa e dai nostri vescovi torna forte il richiamo per un impegno responsabile e coraggioso per riprendere la costruzione della citt, dove gli uomini di buona volont si giocano, ogni giorno e nei giorni delle scelte strategiche. Ritornando allessenziale, deposte le famose illusioni del consumismo, possono intessere quella amicizia civica che non teme il confronto, anzi lo vede come un ulteriore passo in avanti. Sono necessarie e urgenti alcune riforme che diano maggiore coesione e stabilit agli organi rappresentativi della democrazia (in primis la legge elettorale), ma sarebbe tutto vano, delusione che presenta il conto in tempi brevi se non si riattiva un rapporto fecondo con le antiche radici, nella serena riscoperta di quei valori fondativi che non sono frutto della genialit delluomo, ma che la genialit della sua ragione pu e deve,

laicamente, riscoprire per agire alla loro luce. Ricominciando dalla famiglia, cos come i padri costituenti di ogni estrazione ideale lhanno vista, cos come lha pensata fin dallinizio dei giorni il Creatore. Facciamo attenzione, partecipiamo al grande incontro mondiale delle famiglie che dal 30 maggio al 3 giugno si svolge a Milano. In tanti anche da Cesena. Ci sar cos un futuro anche per lEuropa. Piero Altieri

Amarezza e speranza. Perch ci che Ges ha fatto c gi

La fragilit segreta delluomo serio di oggi


ggressivi e scontrosi. con questi due aggettivi che il Papa domenica scorsa ha definito gli uomini che oggi si lasciano avvelenare dal sospetto, in contrasto con la Pentecoste, festa della comunione. C evidentemente nelle parole del Santo Padre il dolore per ci che sta avvenendo in Vaticano, ma ancor di pi la preoccupazione per gli uomini del nostro tempo, che sono diventati addirittura pericolosi gli uni per gli altri. ormai lampante il grande male di vivere che

La Vignetta

la nostra societ sta sperimentando. Laggressivit e la scontrosit che ci fanno guardare come belve riverbera anche allinterno del singolo, tanto che a quellessere pericolosi gli uni per gli altri verrebbe da aggiungere: e per se stessi. Troppo facile il riferimento, lennesimo, ai tragici, dolorosissimi suicidi di cui continuiamo a essere informati, anche nella nostra citt, troppo facile concludere che la crisi economica ha solo scoperchiato un male di vivere che bolle nel cuore delluomo contemporaneo da tempo. Il fatto che dietro i lustrini di una societ che si liberata di tutto (e innanzitutto del destino buono a cui siamo chiamati) molti dei nostri fratelli uomini vivono una cupa solitudine. Mica che manchino le relazioni: siamo pieni di amici, di conoscenti, di confidenti. Ma cosa ci unisce? Intorno a cosa si dovrebbe fondare la comunione che il Papa ci ricordava come conseguenza festosa della Pentecoste? Ecco, non lo sappiamo. Ogni occasione buona per trovarci, i bar i ristoranti le discoteche sono pieni di gente che convive e si relaziona, ma tutto senza uno scopo, un destino, un compito alto. come se si stesse insieme per passare il tempo, anzi per non veder passare il tempo, in attesa della morte, che ogni tanto arriva in anticipo per qualcuno di noi, scuotendoci un attimo, prima di tornare al vuoto trascorrere del tempo di tutti i giorni. Per molte persone, oggi, il problema che stiamo ponendo qui incomprensibile: non ci sono le categorie per comprenderlo. Che nella vita ci sia un destino, un compito affidato da Dio, una chiamata, un Battesimo, assolutamente indifferente. Neanche si combatte contro la religione, semplicemente la cosa non interessante, i problemi sono altri, cio quelli economici, per i quali le questioni di fede non possono farci nulla. Luomo serio oggi pensa a tuttaltro, salvo poi ritrovarsi in una fragilit segreta, un abisso non detto nel cuore, che lo tiene a due passi da un baratro in cui qualcuno, con sempre maggiore e tragica frequenza, decide volontariamente di buttarsi. Lunica speranza tornare a quel destino buono. In fondo ci che Ges ha fatto c gi, avvenuto prima di tutto: noi siamo stati voluti, amati, chiamati primo di ogni dolore ed errore, aldil di ogni fragilit. Dio morto e risorto, asceso al cielo e ritornato come Spirito Consolatore prima di tutto il resto, questo ci che ci definisce e restituisce senso al tempo, dandoci il nostro vero volto e vero cuore. Gianfranco Lauretano

Gioved 31 maggio 2012

Primo piano
Economia: in queste due pagine abbiamo ascoltato alcuni imprenditori che operano in settori attivi dove la crisi, tutto sommato, non si fatta sentire. Oppure, grazie a spiccate capacit imprenditoriali, le ditte in questione stanno riuscendo a lavorare positivamente. Non cos per tutti, per. Lultimo aggiornamento della Camera di Commercio, marted 29 maggio, fotografa una situazione ancora difficile per le imprese provinciali, soprattutto nel settore manufatturiero. I dati, riferiti al periodo gennaio-marzo 2012, confermano cali generalizzati sia rispetto al trimestre precedente, sia rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno e valori in ulteriore rallentamento per la maggioranza dei settori analizzati, nellarco degli ultimi 12 mesi. Le performance produttive risultano negative per mobili, confezioni, alimentare, legno e chimica e plastica, mentre restano contrassegnati da segno positivo i settori calzature, prodotti in metallo e macchinari. Questi dati sono confermati in tutte le classi dimensionali e sui principali indicatori (produzione, fatturato, ordinativi interni); una nota incoraggiante viene invece dallandamento degli ordini esteri (+2,9 per cento). A fronte della situazione generale cos delineata risultata bassa anche la percentuale delle imprese in crescita: solo il 34,5 per cento ha dichiarato un aumento della produzione, rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno, contro il 43,5 per cento che ha indicato una diminuzione.

Economia: la Camera di Commercio segnala dati contrastanti

Per piccole quantit ci si pu arrangiare ma solo seguendo una procedura

Eternit, settore chetira


In genere per bene rivolgersi alle ditte specializzate. Quando unimpresa viene incaricata del lavoro, fa la comunicazione allAsl. Durante la rimozione, viene sempre effettuato un controllo da parte dei referenti dellAsl. Occhio al "fai da te" E chiaro che arrangiandosi da soli ci si risparmia qualcosa. Il Comune di Cesena ha stilato un vademecum da seguire nel caso si voglia asportare in autonomia leternit. Prima di tutto occorre indossare una tuta "usa e getta" con copricapo per proteggere gli abiti, una maschera per polveri di tipo P3 per proteggere le vie respiratorie, guantimonouso per la protezione delle mani e scarpe antiscivolo. Poi si deve riempire una pompa manuale a bassa pressione (come quelle per spruzzare gli antiparassitari nellorto di casa) con acqua e materiale incapsulante al 20 per cento (colle viniliche), aggiungendo qualche goccia di colorante a tinta vivace (rosso, blu) per evidenziare le zone trattate. Si procede spruzzando i materiali con tale soluzione e pu essere necessaria lapplicazione di due o tre strati successivi. Si deposita il materiale contenente amianto su un pallet di legno, e occorre rivestire con un telo di plastica e sigillare con un nastro adesivo. Ogni pacco andr contrassegnato con unetichetta indicante la presenza di amianto. Dopo aver pulito larea di lavoro, i materiali possono essere smaltiti consegnandoli direttamente presso la Piattaforma ecologica attrezzata di Hera di Forl in via Carlo Grigioni 28, il mercoled dalle 10 alle 12. In caso di impossibilit al trasporto con mezzi propri, i materiali potranno essere ritirati a domicilio da Hera telefonando al numero verde 800 999 500. Il limite massimo per la consegna ad Hera di 300 chilogrammi di eternit.

Fabio Buda, di Longiano, titolare dellomonima azienda: "Negli ultimi tempi sono aumentate le richieste anche a causa dei crolli del nevone"
Cristiano Riciputi
un settore che, per diverse ragioni, sta conoscendo un periodo di sviluppo. E quello dello smaltimenti delleternit, materiale che contiene fibre damianto. Leternit, di per s, non pericoloso, ma lo possono diventare le fibre di amianto che si liberano dalle lastre rotte o in disfacimento. Molti studi hanno appurato che respirare continuamente

fibre damianto pu provocare tumori. E per questo che la legge prevede la rimozione delle lastre dalle coperture in deterioramento, e il continuo monitoraggio dei tetti in eternit. La presenza di eternit in un edificio non comporta di per s un pericolo per la salute degli occupanti, se il materiale in buono stato. Se, al contrario, le superfici diventano friabili ed iniziano a sfaldarsi, allora necessario rimuoverle. A causa delle nevicate di febbraio e dei crolli di numerosi capannoni e strutture precarie, molte coperture sono rovinate a terra rompendosi, con un aumento del rischio di fibre damianto liberate nellaria. "Dopo il nevone le richieste di intervento sono aumentate", spiega Fabio Buda, titolare dellomonima impresa di Longiano. "La nostra ditta opera nel settore della rimozione di eternit da 15 anni. La neve di febbraio ha fatto crollare molti capannoni e la messa in sicurezza delle coperture deve essere svolta nel pi breve tempo possibile. Ecco perch, soprattutto negli ultimi tempi, il lavoro aumentato". A parte la questione della neve, le ditte

sono chiamate spesso a intervenire in caso di ristrutturazione di vecchi edifici. Non mancano casi in cui leternit sia tolto sfruttando i fondi messi a disposizione dalla Regione nel caso in cui sui tetti siano posti pannelli fotovoltaici. Smaltire leternit ha un certo costo che pu essere quantificato o al metro quadrato o a peso. Buda spiega che il costo vivo dello smaltimento pari, al metro quadrato, a 7,50 euro per grandi quantit e 10 euro per piccoli interventi. Smaltita in Germania Ma che fine fa leternit una volta tolto dai tetti e imballato nei sacchi sigillati? Buda chiarisce il mistero: "Nella maggior parte dei casi viene inviata in Germania, attraverso trasporto su rotaia. L vi sono ditte specializzate che lo rendono inerte". E vietatissimo smaltire leternit se non secondo procedure standard. Un privato, se ha piccole quantit, pu toglierlo dai tetti seguendo tutte le precauzioni del caso e, dopo averlo reso inerte con una vernice apposita, lo pu smaltire consegnandolo ad Hera.

A colloquio con Paolo Foschi (Righi Group) e Mauro Bonacci (Amico Sole)

Fotovoltaico, tutti lo vogliono prima del cambio regole


Il settore ha ancora ampi margini di sviluppo. Stiamo parlado del fotovoltaico, il sistema che permette di produrre corrente elettrica sfruttando il sole, e a confermarlo sono i referenti di due aziende del territorio, la Righi Group di Mercato Saraceno e Amico Sole di Cesena. "In questo momento c la corsa ad allacciare gli impianti - spiega Paolo Foschi di Righi Group - in quanto a breve dovrebbe scattare il nuovo conto energia, il quinto, e non si conoscono lentit e le caratteristiche. Non escludo che vi saranno altre riduzioni degli incentivi e altre regole". Il prossimo conto energia dovrebbe favorire gli impianti medio-piccoli, penalizzando quelli molto grandi. Negli anni scorsi cera stata una corsa agli impianti costruiti a terra e, dopo aspre contestazioni, oggi questi sistemi non possono essere pi realizzati. "Forse - aggiunge il referente - prima era stata lasciata troppa libert e ora si passati a una esagerazione opposta, bloccando tutto". Ad ogni riduzione degli incentivi si sono verificate, puntualmente, diminuzioni del prezzo dei pannelli fotovoltaici. Se due anni fa ogni chilowatt, per un piccolo impianto di casa, veniva a costare oltre 4200 euro, oggi siamo esattamente alla met. "La nostra realt - aggiunge Foschi - di dimensioni piuttosto grandi e lavoriamo in tutta Italia. Ad oggi abbiamo installato pi di 50 megawatt. Si conquista il mercato non con limprovvisazione, ma con la seriet. E dal 2005 che operiamo in questo settore". Mauro Bonacci, titolare della ditta Amico Sole che ha sede a Pievesestina di Cesena, ottimista e guarda gi al futuro. "In questo periodo stiamo lanciando il kit fotovoltaico Amico Sole. Si tratta di un impianto, da 3 o 6 chilowatt, in grado di accumulare in batterie lenergia solare prodotta. Lanciamo questo kit perch nel giro di breve, forse un paio danni, non converr pi vendere allEnel lenergia, ma sar pi remunerativo tenersela in casa e utilizzarla quando serve e quando ci sono i maggiori consumi". Amico Sole annovera una ventina di addetti, fra tecnici, ingegneri e installatori. "Siamo in attesa del quinto conto energia - conclude Bonacci - che, probabilmente, andr a penalizzare gli impianti di maggiori dimensioni. Ma fino a luglio sar difficile sapere cosa ci attende". Cr

Primo piano

Gioved 31 maggio 2012

Sicurezza in rete Azienda cesenate si fa spazio


La "Collini Consulting" partita nel 2001 come piccola ditta di consulenza informatica e ora propone prodotti allavanguardia a tutela dei minori e della produttivit
Michelangelo Bucci
na realt cesenate conosciuta in tutta Italia per i suoi filtri Internet. Uno speaker radiofonico e del "mondo della notte" che anche imprenditore e tecnico informatico. Sono questi gli ingredienti della "Collini consulting" di Cesena, partita nel 2001 come piccola societ di assistenza informatica e divenuta nel giro di pochi anni una realt di primo piano tra chi si occupa di sicurezza in Rete. Fondatore della societ, che oggi conta 10 persone tra dipendenti e collaboratori, Francesco Collini, meglio conosciuto come "Franz" dagli ascoltatori di Radio Centrale e dai frequentatori dei locali notturni della riviera romagnola: "Lattivit della societ mi assorbe completamente, trattandosi di un lavoro impegnativo e delicato. Le serate in discoteca e lattivit in radio mi aiutano a staccare". Ma in che cosa consiste lattivit di filtraggio su Internet? E perch certi contenuti andrebbero bloccati, rendendoli

I filtri proposti dalla "Collini consulting" sono adatti ad aziende, pubblica amministrazione, privati e scuole (foto archivio Corriere Cesenate)

La societ si specializzata nei filtri che bloccano a monte laccesso a siti vietati ai minori

altro che affidarsi a dei filtri che blocchino "a monte" la navigazione: "Le nostre soluzioni permettono di impostare filtri diversi per diverse postazioni, utenti o categorie di utenti. Monitoriamo inoltre il traffico di rete e la sicurezza della navigazione in genere". Filtri Internet La societ si specializzata proprio nei filtri Internet e il titolare ne spiega i motivi. "E stata quasi una necessit - continua Collini - per chi come noi si occupava principalmente di assistenza ai server. Verso la fine del 2001, con lestensione dei collegamenti a banda larga Adsl, uno dei nostri clienti ci chiam lamentando blocchi a quasi tutti i computer. Si trattava dellIstituto tecnico commerciale Serra che, appena connessi i propri Pc allAdsl, si ritrov le postazioni piene di virus o materiale non adatto ai minori. Passammo due giorni a ripristinare tutti i computer, poi realizzammo per loro un prototipo di filtro Internet. Il successo di questo software al Serra ci fece arrivare richieste dinstallazione da altre scuole superiori della provincia, dal ravennate e dal riminese. Infine, anche la Provincia di Forl-Cesena adott i nostri filtri

inaccessibili alla navigazione? "Le motivazioni sono diverse - spiega Collini - ma sempre valide. Per le scuole, e i luoghi frequentati da minorenni in genere, c lesigenza di vietare laccesso a contenuti non adatti ai minori. Per le aziende, invece, le motivazioni sono legate alla produttivit. Alcune statistiche evidenziano come gran parte del tempo speso in Rete sul lavoro sia dedicato a siti relativi al tempo libero, agli annunci e alla tecnologia. Solo una minima parte della navigazione non controllata dedicata a siti relativi allattivit lavorativa". Lo Statuto dei diritti dei lavoratori e le norme a tutela della privacy vietano allazienda di controllare direttamente il dipendente. Questo vale anche per la lista dei siti visitati in Internet. Per questo, se si vuole salvare la produttivit garantendo al tempo stesso ai propri dipendenti il diritto alla privacy, allazienda non resta

nel 2005, abbandonando le soluzioni di una grossa multinazionale del settore. Da allora ci siamo specializzati in questo campo, pur non rinunciando allassistenza nei confronti dei nostri clienti storici". Sullesperienza della Collini consulting, e sul filtro Flashstart nello specifico, stata scritta nei mesi scorsi anche una tesi di laurea in "Marketing strategico" ad opera di Jacopo Ravaioli, dottore in Economia e gestione aziendale allUniversit di Bologna. Ma qual il rapporto tra questa giovane societ e il mondo universitario? LUniversit davvero scollegata dalle imprese, come denunciano da anni le associazioni di categoria? "Penso che oggi, in ambito informatico, ci sia troppa teorizzazione e poca pratica commenta Collini - troppi corsi, troppe certificazioni, troppi "bollini per banane". A ventanni, dopo un anno passato nel corso di laurea in Scienze dellInformazione, mi dissero che non ero portato per lInformatica. Oggi i programmi universitari sono pieni di matematica, utile per certi profili e meno per altri. Quella che davvero serve, nella maggior parte dei casi, una grande passione e la voglia di sporcarsi le mani".

Grande sviluppo per la ditta Bakery

Cesena capitale del pane fresco confezionato


uando dalla via Dismano Giovanni Beccari: "Nel nostro si imbocca via Parri, settore fondamentale dopo poche decine di metri si investiti da un saper coniugare qualit a aroma fragrante e avvolgente di ricerca e sviluppo. Cos come pane fresco. Eppure non si vede linsegna di alcun panificio. Il lelasticit di fronte alle richieste" profumo viene da un capannone che ospita una delle maggiori realt italiane del settore che Durante la nostra visita, nello stabilimento si rifornisce aziende come Autogrill, oltre a molte stavano producendo le focacce. Il ciclo molto catene della Gdo, la Grande distribuzione semplice: da una parte arrivano gli ingredienti organizzata. Stiamo parlando di Bakery, ditta principali (farina, acqua, sale) che vengono cesenate che produce prodotti da forno surgelati impastati e una macchina d la forma voluta. Poi come panini, baguette, pizze e focacce. alcuni operatori, a mano, lavorano la focaccia "Abbiamo due stabilimenti - spiega Giovanni conferendo i caratteristici buchi superficiali e Beccari, uno dei titolari -. Quello di Cesena aggiungono lolio. "Questo passaggio - precisa specializzato per lo pi nel fare il pane, mentre in Beccari - d ad ogni singola focaccia un aspetto quello di Fermo, in provincia di Ascoli Piceno, ci particolare: non pi solo un prodotto industriale concentriamo sulle basi per pizza. In tutto abbiamo ma assume dei connotati di artigianalit". una settantina di dipendenti". Vi poi la fase di lievitazione naturale seguita dalla Lazienda sbarca a Cesena nel 2004 rilevando una cottura che, in questo caso, dura 19 minuti. La precedente ditta che faceva prodotti analoghi. Da cottura non definitiva: toccher poi al barista o alla quel momento lascesa continua e ad oggi il lavoro massaia a casa terminarla attraverso una passata in continuativo, con tre turni giornalieri da 8 ore forno di pochi minuti, cos da donare la fragranza ciascuno. La produzione si ferma solo la domenica e del pane appena sfornato. Le focacce, una volta ogni giorno dai due stabilimenti escono oltre 500 uscite dal forno, proseguono la loro "corsa" quintali di prodotto.

attraverso un sistema di ventilazione che ne abbassa la temperatura. A questo punto entrano nel canale di surgelazione per essere poi confezionate singolarmente, messe nelle confezioni e spedite ai clienti. Fra i dipendenti dello stabilimento di Cesena vi sono anche tre giovani tecnologhe alimentari, laureatesi a Cesena. "Crediamo molto nello sviluppo e nellinnovazione, per questo ci avvaliamo di ricercatori giovani che portino nuove competenze ed entusiasmo. Una delle nostre ricette per superare la crisi sta nelladattamento alle esigenze dei clienti. Quando ci chiedono delle modifiche, in genere siamo in grado di rispondere alle richieste in poco tempo. Ritengo che lelasticit della propria capacit produttiva sia una componente fondamentale per imporsi sui mercati." Cristiano Riciputi

Gioved 31 maggio 2012

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Solenne celebrazione diocesana del Corpus Domini


Gioved 7 giugno alle 20,30 in Cattedrale a Cesena
Il vescovo Douglas Regattieri presieder la concelebrazione eucaristica del Corpus Domini, gioved 7 giugno alle 20,30 in Cattedrale a Cesena, alla quale sono invitati tutti i sacerdoti. Seguir la solenne processione con questo percorso: corso Mazzini, via Carbonari, via Cesare Battisti, chiesa di San Domenico. In preparazione, luned 4, marted 5 e mercoled 6 giugno: solenne adorazione della Santissima Eucaristia. Al mattino: Messe alle 7, 8, 10 e adorazione fino alle 11,45. Al pomeriggio: alle 15,30 adorazione; alle 16,30 ora di adorazione comunitaria guidata; Vespro; alle 18 messa.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Beato il popolo scelto dal Signore
Domenica 3 giugno - Anno B Santissima Trinit Dt 4,32-34.39-40; Salmo 32; Rm 8,1417; Mt 18,16-20
corpo di Cristo. In Lui i cristiani diventano membri gli uni degli altri. La Chiesa sulla terra icona della Santissima Trinit. perci la Chiesa comunione. Anche le nostre famiglie sono chiamate ad essere comunioni quali piccole chiese domestiche. sempre attuale linvito del Papa dopo il Giubileo del 2000 a fare della Chiesa la casa e la scuola della comunione. la preoccupazione pi grande di Ges al momento delladdio ai suoi, quando chiede al padre che i suoi discepoli siano una cosa sola, come io e te o Padre siamo una cosa sola. lesempio della prima comunit di Gerusalemme. questa comunione che rende credibile la predicazione del Vangelo: essere uniti perch il mondo creda. Bisogna combattere legoismo, non basta neppure la simpatia o lamicizia, bisogna conformarsi alla Santissima Trinit. LEucaristia il sacramento della comunione. Dobbiamo fare nostri gli atteggiamenti di Cristo come scrive san Paolo ai Filippesi. La preoccupazione di Cristo per lunit sia anche tutti i giorni la nostra preoccupazione per le nostre comunit e per ciascuno di noi, per essere sempre costruttori di comunione. Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 4 giugno san Quirino 2Pt 1,2-7; Sal 90; Mc 12,1-12 marted 5 san Bonifacio 2Pt 3,11b-15a.17-18; Sal 89; Mc 12,13-17 mercoled 6 san Norberto 2Tm 1,1-3.6-12; Sal 122; Mc 12,18-27 gioved 7 san Sabiniano 2Tm 2,8-15; Sal 24; Mc 12,28b-34 venerd 8 san Pacifico 2Tm 3,10-17; Sal 118; Mc 12,35-37 sabato 9 santEfrem 2Tm 4,1-8; Sal 70; Mc 12,38-44

Ministri straordinari dellEucaristia


Ritiro in seminario, mercoled 6 giugno
In preparazione alla celebrazione del Corpus Domini - che sar vissuta gioved 7 giugno in Cattedrale con il vescovo e la comunit diocesana e domenica 10 giugno nelle parrocchie si terr mercoled 6 giugno dalle 21 alle 22,30 in seminario a Cesena il ritiro spirituale per i ministri straordinari dellEucaristia. Sono invitati a partecipare tutti i ministri, unendosi ai venticinque che concluderanno la loro formazione gioved 7 giugno. Guider la riflessione don Mario Morigi. Ad oggi, sono circa 280 i ministri straordinari della Comunione che prestano il loro servizio in diocesi; i primi furono incaricati dal vescovo Luigi Amaducci nel 1982. Durante la celebrazione di gioved 7 giugno, riceveranno il mandato i nuovi ministri: Maria Grazia Battiato (parrocchia di Cannucceto-Villalta), Francesco Cicero (CannuccetoVillalta), Sara Tamagnini (Case Finali), Anna Tisselli (Case Finali), Maurizio Canduzzi (cimitero urbano), Laura Dogana (Crocetta-Montilgallo), Enrico Venturi (Madonna del Fuoco), Cristina Borghesi (Osservanza), Gabriele Paganelli (Osservanza), Costantino Berardi (Ronta-San Martino in Fiume), Maria Anna Pirini Casadei (Ronta-San Martino in Fiume), Guerrina Rasponi (Ronta-San Martino in Fiume), suor Assunta Marolla (San Giacomo), Marcello Pagliarani (San Giacomo), Morena Sasselli (San Giacomo), Jessica Vitali (San Giacomo), Fabio Bonoli (San Pietro), Fernanda Magnani (San Pietro), Antonio Amadori (Villamarina-Gatteo Mare), Sabrina Botticelli (Villamarina-Gatteo Mare), Francesco Bottari (San Bartolo), Cristina Stambazzi (San Bartolo), Altenio Benedetti (Macerone).

l nostro Dio Trinit: non una persona sola o solitaria, ma una famiglia di tre persone e ciascuna con la sua missione e in profonda comunione fra di loro. Sono un unico Dio. Le unisce un amore perfetto. Dio amore. Ciascuno di noi stato creato a immagine e somiglianza di Dio. Lamore appartiene al nostro Dna. La comunione la nostra vocazione. Siamo stati battezzati nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, secondo il comando di Ges. Siamo cos diventati tempio della Santissima Trinit. Ci partecipa la sua stessa vita divina. la prima preghiera che ci stata insegnata con il segno della Croce. Ogni volta ci ricorda che siamo chiamati ad essere comunione, famiglia. Le nostre radici sono in alto, in Dio Trinit. Il Concilio Vaticano II ci ha insegnato che la Chiesa in Cristo sacramento, ossia segno e strumento dellintima unione con Dio e dellunit di tutto il genere umano. La Chiesa un popolo adunato nel nome della Santissima Trinit, come scriveva san Cipriano. La Chiesa il

A MESSA DOVE
8.45 9.00 Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano San Giuseppe (corso U. Comandini) Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, Bulgaria, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa San Martino in Fiume Madonna delle Rose, Osservanza, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, San Mauro in Valle, Bagnile, Casale Rio Marano, Bulgarn Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del cimitero, Santa Maria della Speranza, Torre del Moro, San Pio X, Cappuccini, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta Santuario del Suffragio, Casalbono, Borello Ronta, Capannaguzzo Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Gattolino, Bulgaria, Madonna del Fuoco, San Giorgio, San Demetrio, San Mauro in V., Martorano, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, Borello, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio Torre del Moro Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli Cattedrale, Osservanza, San Rocco, Santa Maria della Speranza, San Pietro, Case Finali, 17.00 17.30 18.00 18.30 19.00 20.00 San Pio X, Basilica del Monte, Istit. Lugaresi Cappella del Cimitero Cappella osp. Bufalini Cattedrale, San Rocco, San Pietro, Cappuccini, San Domenico, Osservanza San Bartolo Festivi: 8 Santa Maria Goretti, San Giacomo, Gatteo a Mare; 8,30 Bagnarola, Sala, Boschetto; 9 Cappuccini di Cesenatico; 9.30 Villalta; 10 San Giacomo, Valverde; 10,30 Cappuccini di Cesenatico, San Giuseppe; 11 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Sala, Cannucceto; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 18 San Giacomo Longiano Sabato:18.00 Santuario SS. Crocifisso; 19.00 Crocetta 20.30 Budrio Festivi:ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10 Badia, Balignano; 10 Montilgallo; 11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18 Santuario Santissimo Crocifisso Gatteo ore 20 (sabato); 9 / 11.15 / 18 SantAngelo: 20 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gatteo a Mare: ore 17 (sabato); 8 / 11.15. Villamarina: 16 (sabato), 10. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 8.30 / 10 / 11.15 / 18 Consolata: 19 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.30 (sabato, chiesina del castello), 10,30. Mercato Saraceno 10.00; Cella: 8.30, 11.15; San Damiano: 11.30; San Romano: 11.00; Taibo: 10.00; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11.00; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 17.00 (sabato, chiesa San Giuseppe), 10.00 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 7.30 / 9.00 / 11.00 / 18.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30 Bagno di Romagna ore 17.30 (sabato); 11.15 / 17.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10 Verghereto ore 15 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16; Montecoronaro: 17 (sab.), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe feriali a Cesena


7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, SantEgidio, Cappella cimitero 9.00 Suffragio, Addolorata 9.30 Osservanza 10.00 Cattedrale 17.00 Cappella del cimitero Cappella dellospedale (no al sabato) 17.30 Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Paolo, San Rocco, Osservanza 18.30 San Pietro, Santa Maria della Speranza, SantEgidio, San Bartolo, Cappuccini 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche), San Pio X

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 16.00 Formignano 17.00 Cappella del cimitero 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi, Santuario dellAddolorata 18.00 Cattedrale, Osservanza, Santo Stefano, San Vittore, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, Torre del Moro, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 18.30 San Pietro, San Domenico, SantEgidio, San Rocco, Cappuccini, Case Finali, Santa Maria della Speranza 19.00 San Bartolo, San Giorgio 20.00 Gattolino, Tipano, Bulgaria 20.30 San Giovanni Bono, Ponte Pietra, Ruffio, Villachiaviche, San Pio X Santa Maria Nuova, Pievesestina, Pioppa, Bulgarn, Calisese, San Cristoforo, Borello

9.15 9.30

9.45 10.00

10.30 10.45 11.00

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale, San Rocco 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, San Pio X, Gattolino, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 San Giuseppe; 17 Gatteo a Mare; 17,30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 18 San Giacomo; 20,30 Sala, Villalta

11.10 11.15 11.30

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70; di amicizia 100; estero (via aerea) 80. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 20 del 23 maggio 2012: 8.000 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 29 maggio 2012

Vita della Diocesi

Gioved 31 maggio 2012

A piedi

Dalle pagine del Corriere Cesenate le origini di un appuntamento diocesano sempre molto partecipato

In breve
Sulle orme di madre Teresa Lega
Le suore francescane della Sacra Famiglia invitano al tradizionale Cammino sulle orme di madre Teresa Lega, fondatrice dellIstituto, che si terr sabato 9 giugno. Alle 16 partenza in auto dalla casa di via Mami, a Cesena. Alle 17,30 ritrovo alla Casa del vento, a Brisighella; alle 21 conclusione del pellegrinaggio a Modigliana con cena in fraternit. Per informazioni e adesioni: suor Ornella, tel. 0546 941033, suor Chiara 0541 621138.

AlMonteafinemesedimaggio Storiadelpellegrinaggiomariano
a trentacinque anni in pellegrinaggio alla Madonna del Monte, come gesto diocesano. Ripercorriamo in questo breve excursus attraverso le pagine del settimanale diocesano, la storia di questa particolare salita che si segue il 31 maggio di ogni anno, recitando e commentando il Santo Rosario.

Il programma del 31 maggio


a diocesi di Cesena-Sarsina il tradizionale pellegrinaggio Lallabbazia della raduno allepromuoveviachiusura delCesena;mariano. Madonna del Monte, a mese Gioved 31 maggio, 20,45 in Pascoli, a partenza alle 21 e rosario meditato durante il tragitto; in basilica, dopo il canto delle litanie, la parola e la benedizione del vescovo Douglas. La consueta colletta che verr fatta al termine sar devoluta al Fondo di solidariet per le famiglie promosso dalla Caritas diocesana. Il pellegrinaggio si far anche in caso di pioggia. Sul Corriere Cesenate del 7 giugno 1980, nellarticolo Unite in Cristo mille persone marciano pregando, si legge: Sabato 31 maggio i vari movimenti religiosi e le associazioni presenti in diocesi (lAzione Cattolica, lAgesci del Cesena III, IV e V unitamente al comitato di zona, Comunione e Liberazione, il movimento dei focolari, la conferenza di San Vincenzo) si sono dati convegno alle ore 20,45 presso il cortile interno delle Suore dellistituto Lega delle Suore della Sacra Famiglia, per iniziare il pellegrinaggio al Santuario di Santa Maria del Monte, retto dai monaci benedettini. Nel cortile si sono radunate circa mille persone, che hanno ascoltato una breve meditazione, svolta da don Marino Budelacci, sulle motivazioni del momento di preghiera. In quel luogo era stato preparato un altare sul quale era stata posta limmagine della Madonna del Popolo, che fra poco visiter tutte parrocchie della nostra diocesi, in occasione della Peregrinatio Mariae. Quasi tutti i convenuti erano muniti di candele accese, simbolo della fede. Dopo la meditazione del primo mistero glorioso, si snodata la processione, che procedeva recitando il rosario e cantando inni popolari in onore della Vergine Maria. Durante il cammino verso il Monte, si sono fatte quattro soste, nel corso delle quali si sono meditati altrettanti misteri gloriosi. bene segnalare limportanza di un gesto diocesano come questo, in quanto si potuta sperimentare una comunione visibile fra tutti i gruppi e i movimenti, che vivono una vita di fede nella nostra diocesi. infatti il riconoscimento che lunica cosa che unisce ogni cristiano la fede viva in Ges Cristo, il motivo per cui si fatto questo pellegrinaggio e per cui si continua a testimoniare Cristo nella vita di tutti i giorni, anche se con carismi diversi. Il percorso era quello attuale: via Giovanni Pascoli e via Comunale del Monte, diventando dal 1981 espressione dellintera Diocesi, con meditazioni di don Lino Mancini e conclusioni del Vescovo, come risulta dallarticolo Un popolo in cammino sul Corriere Cesenate del 6 giugno 1981. Nel 1986 il pellegrinaggio stato anticipato al 9 maggio per la presenza a Cesena di papa Giovanni Paolo II. Per lanno mariano del 1988 allo scultore Leonardo Lucchi sono state commissionati i 5 bronzi della Via Mariae che raffigurano lAnnunciazione, la visita di Maria ad Elisabetta, la nascita di Ges, Maria sotto la croce, la Pentecoste. Stefano Salvi

dal 16 al 18 agosto

Dal Corriere Cesenate del 10 giugno 1978 si apprende che Mercoled 31 maggio proposto dal Gruppo Scout Cesena V e dal movimento di Comunione e Liberazione si svolto un pellegrinaggio, che partendo dai pressi della Chiesa dellOsservanza ha

bene segnalare limportanza di un gesto come questo, in quanto si potuta sperimentare una comunione visibile fra tutti i gruppi e i movimenti che vivono una vita di fede nella nostra diocesi
portato i partecipanti al Santuario del Monte, attraverso il tradizionale cammino seguito dai pellegrini (via delle Scalette). Durante il cammino sono state effettuate cinque soste nel corso delle quali gruppi di ragazzi hanno commentato i seguenti cinque misteri del rosario: lAnnunciazione; la Visitazione; la morte di Cristo in croce; la Resurrezione; la Discesa dello Spirito Santo. I passanti sono stati colpiti sia dalla moltitudine dei convenuti (fra i quali molti adulti e diverse persone provenienti da Cesenatico), sia dalla loro compostezza, durante tutto il cammino, illuminato dalle fiaccole e dalla recita del Rosario. Nel Santuario monsignor Vescovo ha salutato i convenuti pregando con loro a conclusione di questo mese di maggio cos denso

di avvenimenti tragici. Lidea di fare un momento comune di riconoscimento fra i cristiani presenti nella scuola in coincidenza della fine dellanno scolastico era venuta a Roberto Iacuzzi, del Cesena V, accolta dai responsabili di CL, fra i quali don Ezio Casadei e la professoressa Paola Piraccini che hanno proposto il pellegrinaggio al Monte. Sul Corriere del 26 maggio 1979 stato pubblicato con il titolo 30 maggio il seguente avviso: NellAbbazia della Madonna del Monte, con inizio alle 20,45, si terr un momento diocesano di preghiera a conclusione del mese di Maggio e dellanno scolastico. Sono invitati particolarmente gli studenti, le famiglie, gli insegnanti e il personale non docente. Tale momento suddiviso in due parti: nella prima, attraverso letture, canti e scene sacre si mediter sulla Annunciazione, sulla Morte e Resurrezione e Pentecoste. Nella seconda parte, guidata da mons. Vescovo, si pregher e si far una breve meditazione.

Al Centro Pastorale continuano le iscrizioni


La diocesi di Cesena-Sarsina propone - dal 16 al 18 agosto - un pellegrinaggio a Fatima (Portogallo), guidato dal vescovo Douglas Regattieri. Quota individuale complessiva: 650 euro. Per info e iscrizioni: Centro Pastorale di Palazzo Ghini, Cesena, tel. 0547 611001 .

Cuore misericordioso, riflessione a Martorano


Un convegno teologico spirituale in preparazione alla festa del Sacro Cuore del 15 giugno. La parrocchia di Martorano, la cui chiesa santuario diocesano ed centro di Apostolato della preghiera, propone due appuntamenti sul tema Il cuore di Cristo segno di Misericordia. Marted 12 giugno alle 21 don Erio Castellucci proporr un approfondimento teologico sul Cuore misericordioso di Cristo. Gioved 14 giugno alle 21, il vescovo Douglas Regattieri parler di Spiritualit e riparazione.

Albergo Monte Fumaiolo ***


Lalbergo MONTE FUMAIOLO (1.200 mt. slm) in localit Balze, situato in posizione tranquilla e in mezzo al verde. il punto ideale di partenza per escursioni e passeggiate e per vivere a stretto contatto con la natura. Si trova a 300 metri dalle sorgenti del Tevere. facilmente raggiungibile dalla superstrada E45. Il men del pranzo e della cena a scelta tra le due proposte dello chef. Buffet di verdure fresche a scelta.

Per le vostre vacanze... scegliete le sorgenti del Tevere... al Fumaiolo


dal 10/06 al 17/06 dal 02/09 al 09/09 prezzi per persona mezza pensione pensione completa 30 euro 38 euro dal 17/06 all1/07 dall1/07 al 29/07 dal 19/08 al 02/09 37 euro 45 euro dal 29/07 al 19/08

34 euro 42 euro

47 euro 55 euro

PER CAMERE SINGOLE O DOPPIE USO SINGOLA: SUPPLEMENTO + 15%

LHOTEL DISPONE DI QUESTI SERVIZI: sala bar, sala tv, sala colazioni, parcheggio, terrazzi, telefono in camera. PER GRUPPI contattare lhotel.

ALBERGO MONTE FUMAIOLO: via Tevere, 26 - 47028 Balze di Verghereto (Fc) - tel. 0543 906614 cell. 393 9234448
www.hotelmontefumaiolo.it info@hotelmontefumaiolo.it

Gioved 31 maggio 2012

Vita della Chiesa

Il comunicato finale della 64esima Assemblea generale della Cei

Catholica
di Stefano Salvi

Insieme contro la crisi


Monsignor Crociata: necessario mobilitarci tutti per il rilancio della crescita. Bisogna orientare lazione facendo appello alle risorse morali e spirituali di cui il nostro popolo portatore. Le risorse pi vive e vitali stanno dentro le nostre coscienze
esponsabilit e speranza: sono queste le due parole-chiave del dibattito svolto nei giorni scorsi in Vaticano nella seconda giornata della 64 assemblea generale della Cei. Ne ha parlato ai giornalisti il segretario generale, monsignor Mariano Crociata, durante la prima conferenza stampa presso lAula Nervi. Responsabilit e speranza ha detto monsignor Crociata - come atteggiamento di fondo e impegno non di poche persone o di ristrette categorie, ma di tutti nei confronti di tutti. Solo con questo impegno comune hanno detto i vescovi intervenuti in assemblea sar possibile superare questo momento di crisi. Il segretario generale ha proseguito: Non solo necessario mobilitarci tutti per superare la crisi del debito e per il rilancio della crescita, ma bisogna orientare lazione facendo appello alle risorse morali e spirituali di cui il nostro popolo portatore. Le risorse pi vive e vitali stanno dentro le nostre coscienze e da l deve partire la ripresa per il nostro Paese. Riferendosi alla comunit cristiana ha affermato che la Chiesa chiamata a non perdere di vista la pastorale ordinaria nelle parrocchie, perch da l che si pu e si deve ricominciare. Nel territorio si coltivano rapporti immediati e diretti che possono permettere che rinasca una societ capace di superare ogni crisi a partire dai valori fondanti. Colpire i responsabili. A proposito del documento Linee guida per i casi di abuso sessuale nei confronti di minore da parte di chierici, discusso e approvato questa mattina in assemblea da parte dei Vescovi, monsignor Crociata ha affermato che esso si colloca nella linea a suo tempo indicata dalla Santa Sede agli episcopati di prendersi cura delle vittime, prevenendo al contempo il ripetersi di simili comportamenti delittuosi. Occorre uno sforzo collettivo - ha proseguito - per lottare contro questa piaga, la cui estensione quantitativa nella popolazione enorme e riguarda

LA SITUAZIONE IN SIRIA
Mentre continua la guerra in Siria con stragi di innocenti, necessario fare il punto sulla presenza dei cristiani in quel Paese ora cos martoriato. Secondo lagenzia AsiaNews del 16 maggio, in un testo intitolato Non guerra contro i cristiani, ma fra alawiti e sunniti, in Siria prematuro parlare di odio religioso contro i cristiani. In un anno di conflitto gli estremisti islamici non hanno attaccato nemmeno una chiesa. Laggressione dell11 maggio contro padre George Louis, parroco della chiesa greco cattolica di san Michele di Qara, avvenuta per estorcergli denaro e la cacciata, lo stesso giorno, di dieci famiglie cristiane dal villaggio di Al Borj Al Qastal, sono fatti molto gravi. Tuttavia sono frutto del clima di guerra, di violenza e assenza di legge di cui vittima il Paese. A tuttoggi le relazioni fra cristiani e musulmani sono uno dei pochi aspetti positivi in un clima di violenza efferata. La posizione ufficiale della Chiesa cattolica si trova nel messaggio dei vescovi siriani del 25 aprile sulla situazione del Paese, pubblicato dalla newsletter di Oasis n. 7 del 2012. Nel primo punto di esso si afferma: Siamo a fianco del nostro popolo, nella ricerca di una vita dignitosa, dellunit nazionale, della solidariet fra i diversi gruppi che costituiscono le realt sociali, religiose e nazionali, nel perseguire un diffuso, efficace processo di riforma che deve essere effettuato sul campo, nei servizi e nella sfera politica, sociale e culturale, coordinando gli sforzi di tutti i siriani governo, partiti, opposizione costruttiva, specialisti - nel quadro di unit nazionale e partecipazione attiva al dialogo nazionale (assolutamente indispensabile per qualsiasi riforma e senza il quale essa rimarrebbe una speranza vana), riconoscendo che questo il modo migliore per sfuggire al ciclo della violenza e della repressione.

DURANTE LASSEMBLEA GENERALI DEI VESCOVI STATO DISCUSSO E APPROVATO IL DOCUMENTO LINEE GUIDA PER I CASI DI ABUSO SESSUALE NEI CONFRONTI DI MINORE DA PARTE DI CHIERICI (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR)

decine di migliaia di attori. Da parte nostra - ha assicurato riferendosi al clero - faremo di tutto per colpire i responsabili e metterli in condizione di non reiterare il loro comportamento delittuoso. La casistica italiana, descritta da monsignor Crociata, di preti coinvolti in casi di pedofilia la seguente,: negli anni dal 2000 al 2011 si sono verificati 135 casi, con 52 condanne, 4 assoluzioni, 77 denunce, 22 condanne in primo grado, 17 in secondo grado e 12 archiviazioni. I responsabili di questi crimini - ha assicurato saranno allontanati dal servizio pastorale diretto, sottoposti a trattamento terapeutico, custoditi in comunit e se pentiti potranno assumere servizi pastorali che per escludano totalmente il contatto con minori. Quanto alle vittime - ha detto - c limpegno dei vescovi a essere vicini per contribuire al recupero della fiducia nellumanit e del rapporto con Dio. Riforme ormai imprescindibili. Prendere atto delle decisioni degli elettori che appaiono significative in termini non soltanto politici e amministrativi, ma anche sociali, culturali, morali e, per quanto ci

compete, ecclesiali: cos monsignor Crociata ha risposto ai giornalisti che, a margine dei lavori della 64 assemblea generale dei vescovi in corso in Vaticano, chiedevano un commento sulla tornata elettorale amministrativa dei giorni scorsi. Dobbiamo tutti sentirci responsabili del delicato passaggio che la vita della nostra nazione sta compiendo ha proseguito - mentre prendiamo atto che le difficolt non sono soltanto di natura economica. Come ha ricordato il cardinale presidente occorre prendere le decisioni necessarie per attuare quelle riforme che sono ormai imprescindibili. Questo invito serio e impegnativo e deve rappresentare un motivo di riflessione per tutti. A proposito dellimpegno dei cattolici in politica, ha affermato che a motivo della fede c una ragione in pi, oggi, per farsi carico di questa responsabilit tanto chiaramente enunciata nella dottrina sociale della Chiesa. Ha richiamato, a questo riguardo, che gioved i vescovi ascolteranno una apposita relazione su questo tema. Sul caso di Emanuela Orlandi e il coinvolgimento di un presbitero ha auspicato che venga fuori tutta la verit che c da mettere fuori. Luigi Crimella

CONDANNATI QUATTRO CATTOLICI IN VIETNAM


Un tribunale vietnamita ha condannato: Dau Van Duong a 42 mesi di carcere e 18 mesi di libert vigilata; Tran Huu Duc a 39 mesi di carcere e 1 anno di libert vigilata; Chu Manh Son a 36 mesi di carcere e 1 anno di libert vigilata; Hoang Phong a 18 mesi di carcere. Sono giovani cattolici, studenti universitari o neolaureati di Vinh, nel nord del Paese. Sono stati accusati di propaganda contro lo Stato per avere collaborato in modo attivo alla rete di informazione Redemptorist News ed essere volontari del movimento Pro-Life, che si batte a tutela della vita umana. Su AsiaNews del 25 maggio leggiamo: A dispetto dei mesi di carcere preventivo in attesa di processo, i quattro attivisti hanno ricevuto sostegno e solidariet dai cattolici vietnamiti, dallopinione pubblica interna - che apprezza il lavoro svolto a favore della societ e dei poveri - e della comunit internazionale.

Vita della Chiesa


I volontari impegnati nei vari servizi sono 2.700
FAMIGLIE DAL MONDO I cardinali Angelo Scola ed Ennio Antonelli hanno presentato lIncontro mondiale di Milano (30 maggio-3 giugno)
Mantova, Livorno, Foggia, Chiavari, Potenza e due torpedoni dalla Svizzera. In segreteria sono state coinvolte 300 persone, mentre per il Helvia Recina di Macerata con la messa celebrata servizio accoglienza stato toccata quota 800, alle 20,30 dal cardinale Mauro Piacenza, prefetto con giovani, provenienti oltre che dalle della Congregazione per il Clero. Coinvolti 2.700 Marche, anche da Abruzzo, Emilia Romagna e volontari per assicurare un buon andamento Lombardia. Pi di 100 persone impiegate nel dei numerosi servizi. I numeri sono ancora una coro, 130 nel servizio liturgico (con 18mila volta in crescita, a riprova di una ostie da utilizzare), 100 per lallestimento partecipazione sempre pi convinta allinterno stadio, 30 per lufficio stampa, 450 volontari del Comitato Pellegrinaggio. Settanta i tra personale medico e paramedico (tra cui 50 pullman, con presenze da Cuneo, Chioggia, medici), con limpiego di 60 ambulanze, dieci roseguono i preparativi in vista del PPellegrinaggio a piedigiugno presso34esimo Macerata-Loreto in programma per sabato 9 lo stadio

Gioved 31 maggio 2012

punti di primo intervento e quindici postazioni mobili. Lamplicazione sar dotata di ben 16 squadre per oltre 250 persone, mentre sono 30 le persone tra podisti, accompagnatoti e speaker impiegate con la accola della pace. Centosettanta le presenze che giungeranno da Pesaro per curare il servizio di ristorocolazione la mattina prima di raggiungere Loreto, con la preparazione di 4mila litri di th, 3mila di caff, 36mila merendine, 15mila bottigliette dacqua e sette quintali di dolci fatti a mano.

LA CONFERENZA STAMPA DI APERTURA DEL FAMILY 2012 SI TENUTA MARTED 29 MAGGIO ALLA FIERAMILANOCITY. A DESTRA, LA FACCIATA DEL DUOMO DI MILANO (FOTO SIR)

Family 2012 Lascer il segno


oglio esprimere con una formula lo scopo di questo grande lavoro compiuto in vista del VII Incontro mondiale delle famiglie: un evento straordinario, voluto, pensato e programmato per potenziare la vita ordinaria della Chiesa. Con queste parole il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano, ha ufficialmente inaugurato marted 29 maggio, presso gli spazi del MiCo Fieramilanocity, il Family 2012, che si tiene dal 30 maggio al 3 giugno (info: www.family.2012). La presenza del Papa. Il centro dellevento, naturalmente, sar la presenza di papa Benedetto XVI, che ha voluto inserire una vera e propria visita pastorale alla diocesi di Milano. Questa presenza preziosa, secondo il cardinale Scola, segna gi la strada perch levento rifluisca poi nellordinario, dentro la vita personale di ogni cristiano e di ogni comunit cristiana. Nella prospettiva dellarcivescovo, la scelta del tema La famiglia: il lavoro e la festa permette un approfondimento che non sar soltanto

intellettuale, ma sar espresso anche attraverso i gesti liturgici, le forme artistiche, la conoscenza reciproca, la condivisione. Il cardinale Scola sottolinea la rilevanza dellevento anche attraverso il numero straordinario di giornalisti accreditati, che un segno importante come lo la risonanza che le testate dellItalia e del mondo hanno dato allevento. Il valore dellevento. Il Family 2012 richiama allattenzione del mondo la realt della famiglia: Al centro del desiderio e della realizzazione concreta degli uomini e delle donne di oggi sta il modello di famiglia che i sociologi chiamano normocomposta o normocostituita, che ha il suo ideale nel rapporto fedele e aperto alla vita tra un uomo e una donna. Proprio questa famiglia rilanciata attraverso il Family 2012. E questo - il commento dellarcivescovo - mi sembra un bene. Ricordando il grande impegno organizzativo avviato circa tre anni fa per preparare lappuntamento, il cardinale Scola sottolinea che si tratta di un evento destinato a durare nel tempo: In casi come questi, con troppa superficialit si dice che simili eventi impiegano molte energie e poi finiscono in nulla. un

giudizio superficiale, perch essi nascono da un lavoro capillare, coinvolgono nella fase preparatoria moltissime migliaia di persone, molte realt di parrocchie, migliaia di volontari, centinaia di relatori provenienti da tutto il mondo. Nucleo solido e felice. Il cardinale Ennio Antonelli, presidente del Pontificio Consiglio per la famiglia, ricorda dal canto suo che lobiettivo generale del Congresso teologico pastorale, che fa parte del programma del Family 2012, la trattazione del tema dellevento - La famiglia: il lavoro e la festa - nella prospettiva teologica e antropologica. Si metter in evidenza che la cosiddetta famiglia normocostituita, ovvero la coppia stabile, magari con figli, pi felice e pi vantaggiosa per la societ. Anche se questo tipo di famiglia ha meno disponibilit sotto il profilo economico, in realt pi ricca di relazioni umane, produce capitale umano per il lavoro, il mercato e le imprese e sa creare la festa in casa, nella comunit religiosa e nellambiente sociale. In tempi di crisi e di sofferenza urgente comprendere la situazione di sofferenza delle persone e promuovere una famiglia solida e non ibrida, necessaria per la felicit delle persone e per il vantaggio della societ.

Motore propulsivo
Le tre giornate del VII Incontro mondiale delle famiglie partono dalla vita quotidiana per aprirla al mondo, insistendo sulla famiglia come luogo di apertura alla societ e sulla societ come spazio che deve considerare la famiglia come motore propulsivo. Al centro dellattenzione sono le relazioni familiari che, da un lato, sono da collocare realisticamente nelle forme attuali con cui lavoro e tempo libero influiscono sulla vita di coppia e leducazione dei figli ma, dallaltro, potranno diventare occasione per trasformare il mondo mediante il lavoro e per umanizzare il tempo mediante il senso cristiano della festa, in particolare della domenica. Grande lattesa per lesito positivo dellincontro: Ci aspettiamo che lesperienza delle diverse nazioni e dei diversi continenti possa mostrare un panorama differenziato con cui famiglia, lavoro e festa sintrecciano.

10

Gioved 31 maggio 2012

Attualit
Terremoto in Emilia Nuovi forti scosse la mattina di marted 29 maggio

Tra paura e speranza. Cosa aspettarsi?


Si sperava di non dover pi piangere uomini o donne morti nel crollo dei luoghi dove lavoravano. Non cos: almeno 15 sono le nuove vittime, diverse delle quali rimaste proprio sotto le macerie di quei capannoni dove ogni giorno passavano le ore necessarie a garantire sostentamento alle loro famiglie e a dar ragione delloperosit di questo lembo dEmilia, bench anche qui la crisi avesse fatto sentire i suoi morsi. Tra le vittime, da registrare pure un sacerdote, don Ivan Martini, parroco a Rovereto sul Secchia: era rientrato in chiesa per verificare i danni e portare al sicuro la statua di Maria quando stato colpito da una pietra. Si sperava di poter mettere in sicurezza quanto era rimasto di chiese e campanili, torri e castelli, patrimonio secolare di queste terre, identit e cuore di queste comunit. Lo speravano gli abitanti di San Felice sul Panaro, la cui torre dellorologio ha seguito, stamattina, la triste sorte della "Torre dei modenesi" di Finale Emilia. Lo speravano i parroci e le comunit che da generazioni si ritrovavano nelle pievi di campagna. Uno tra tutti, don Carlo Bellini, parroco di Mortizzuolo, la scorsa settimana spiegava come il continuare dello sciame sismico aggravasse la situazione. La punta del campanile era crollata sfondando il tetto e finendo sullaltare, e "a ogni nuova scossa ne cade un pezzo", raccontava, auspicando che si potesse giungere a un punto fermo, che le scosse terminassero in modo da poter "mettere in sicurezza" quel campanile che chi percorre la strada per giungere al paese vede (anzi, vedeva) fin da lontano. Ora il campanile non c pi, come altri campanili, chiese, case. La gente ha paura, non sa pi cosa sperare, cosa aspettarsi. Gi la scorsa settimana aveva paura a rientrare nella propria casa, anche se era stata dichiarata agibile; ancor pi ha paura adesso e preferisce una tenda ai muri. Si sente smarrita, vede sgretolarsi quei punti di riferimento - la chiesa, la casa, il municipio - che per ciascuno sembrano inossidabili. Eppure, nel dolore e nella difficolt si fa anche esperienza della solidariet, dellaiuto reciproco, di piccoli e grandi gesti che portano a riscoprire legami daffetto, damicizia, di vicinanza che la vita quotidiana pare nascondere. Anche la fede sembra venire riscoperta, come testimoniavano in questi giorni le messe feriali affollate, bench in luoghi di fortuna, o la partecipazione ai rosari in pi luoghi organizzati per il mese mariano. Oltre le macerie c una speranza che non pu venir meno, con la quale non c avversit che non possa essere affrontata, casa o chiesa che non possa essere ricostruita.

i sperava che il peggio fosse passato. Cos non stato. Una nuova ondata di violente scosse ha colpito nella mattinata di marted scorso lEmilia: 5,8 gradi richter alle 9; 5,3 alle 12.55 e 5,2 alle 13. Mirandola, Medolla e Cavezzo sono nomi che, in breve, hanno fatto il giro del mondo, come la scorsa settimana si parlava di SantAgostino ferrarese e San Felice sul Panaro. Questa volta non era notte e, soprattutto, il nuovo terremoto ha sferrato un colpo devastante alla terra emiliana gi ferita.

CATTOLICI E POLITICA. Limpegno del Forum dopo il seminario di Todi


on un programma politico per un partito che voglia presentarsi alle prossime elezioni, ma un approccio culturale nuovo che parta da valori condivisi, per costruire una visione della politica che abbia un orizzonte di medio-lungo periodo. Cos Natale Forlani, portavoce del Forum delle persone e delle associazioni dispirazione cristiana nel mondo del lavoro (www.forumlab.org), organismo promotore del seminario tenutosi lo scorso ottobre a Todi, ha presentato nei giorni scorsi a Roma il manifesto La buona politica per tornare a crescere, frutto di sei mesi di lavoro delle sette sigle aderenti al Forum (Cisl, Confartigianato, Mcl, Acli, Confcooperative, Coldiretti e Compagnia delle Opere). Assieme al manifesto, gli atti del seminario e un volume che raccoglie contributi per un programma di buona politica. Esigenza di cambiamento. Tutto partito da quellappuntamento a Todi, il 17 ottobre 2011. Gi allora avevamo la convinzione - ha affermato il portavoce del Forum - che insieme alla crisi economica si fosse aperta unesigenza di cambiamento nella politica italiana dove non poteva mancare il contributo dei corpi intermedi del mondo cattolico. Parlavamo di fine di un ciclo, di ripensare la politica, evocando una fase di transizione. Lelaborazione culturale approdata al manifesto e al volume, e non intende fermarsi. Crediamo che nel Paese ci sia sfiducia diffusa, carenza di

Serve un pensiero
ottimismo e mancano progetti per il futuro, ha sottolineato il presidente di Confartigianato, Giorgio Guerrini. Ecco, dunque, i valori dai quali ripartire: la centralit della persona nella societ, nel lavoro, nelleconomia; la sacralit della vita in ogni sua fase; la famiglia come elemento fondamentale. Investire sui giovani la chiave per dare speranza. Serve un pensiero. Le sigle aderenti al Forum, nel manifesto, avanzano proposte concrete, come ridurre lindebitamento pubblico per non dissipare risorse a scapito delle generazioni future, ha illustrato Guerrini; ripensare lazione politica per passare dalla democrazia delle aspettative a quella delle responsabilit; ma anche avere una proiezione internazionale, e va in questa direzione lappello per gli Stati Uniti dEuropa. La politica s persa perch ha perso le proprie cornici di senso, ha argomentato il sociologo Mauro Magatti presentando i 31 saggi che compongono il volume. Unopera per invitare alla riflessione, dal momento che al di l di twitter serve un pensiero, ha puntualizzato il sociologo evidenziando il radicamento antico e profondo del sentire cristiano. Un richiamo alle radici del Paese per guardare avanti, consapevoli che dalla crisi si esce solo innovando, non possibile tornare a una situazione precedente al 2008.

No a passi indietro. Siamo a un bivio, un passo indietro sarebbe verso il baratro, ha rimarcato Sergio Marini, presidente della Coldiretti, enunciando come il manifesto - al quale singoli e associazioni possono aderire, via web o recandosi presso i Forum regionali - sia la base di partenza per Todi 2, che vogliamo organizzare, sempre a Todi, il prossimo ottobre. Nel frattempo, lappuntamento il 25 giugno a Montecassino per uniniziativa relativa allimpegno che vogliamo prestare per la costruzione degli Stati Uniti dEuropa. Anche nelledificazione della casa comune europea non si pu retrocedere, e dal momento che il nostro un Paese in cui il senso europeista ancora forte, lItalia - secondo Marini - pu giocare un ruolo da protagonista. Risorse disponibili. Lopera del Forum non intende confluire in un partito, o crearne uno; piuttosto in questo modo lassociazionismo cattolico mette in moto una disponibilit di risorse nel Paese a cui pu attingere chi vuol riformare lofferta politica, ha evidenziato il presidente delle Acli, Andrea Olivero. Il vero problema, oggi, la legge elettorale, ha rimarcato Paolo Mezzio, segretario confederale della Cisl, segnalando lesigenza di ridare protagonismo e cittadinanza agli elettori. Non c pi tempo da perdere ha concluso Olivero rivolgendosi alle forze politiche in Parlamento - per colmare quella necessit di cambiamento e di riforma dellofferta politica.

Attualit

Gioved 31 maggio 2012

11

Unulteriore conferma del cedimento educativo di uno sport popolare

SuperAbile
di Arianna Maroni

dalo calcio Scan

SOTTACQUA SIAMO TUTTI UGUALI


Diventare un sub esperto non unimpresa facile per nessuno. Ma tutti possono provarci. Per dimostrarlo, lItalian diving university (Idu) di Firenze, promuove corsi di immersione per disabili, non importa con che tipo di disabilit. Lassociazione, insieme a La nuova rotta' di Carrara, propone a disabili e non di cimentarsi in questo sport a Reatech Italia, levento dedicato a disabilit e innovazione di cui abbiamo parlato anche la volta scorsa, che si chiusa domenica 27 maggio alla fiera di Reatech. I visitatori che si sono prenotati si sono immersi in una piscina profonda circa tre metri, montata per loccasione nel padiglione della fiera. Sottacqua siamo tutti uguali - spiega Mario, uno dei buddy', ovvero le figure qualificate per preparare e assistere i disabili nelle immersioni - e per le persone con difficolt motorie l'acqua un ambiente pi familiare. La vasca accessibile a tutti. Le persone in carrozzina vengono accompagnate in cima a una scala, dove avviene la preparazione. Un buddy si occupa di vestire il disabile con lattrezzatura necessaria, prima di aiutarlo a tuffarsi nella vasca e iniziare limmersione, che dura una decina di minuti. Idu e La nuova rotta, sono specializzate in corsi per adulti disabili, ma anche per bambini. Insegniamo a bambini autistici, down, ciechi e con disabilit motorie - spiega Mario -. Iniziamo in piscina, con lobiettivo finale di portarli in mare. Secondo i dati diffusi dallassociazione Handy Superabile di Follonica, in provincia di Grosseto, che si occupa di turismo accessibile, anchessa presente a Reatech Italia, il 79 per cento dei disabili italiani segnala difficolt nellaccesso alle spiagge. Proprio per rispondere a questa esigenza e spingere gli stabilimenti balneari ad adottare buone pratiche che permettano a tutti di accedere alle strutture, lassociazione ha ideato il progetto Mare senza barriere. Ha stilato un elenco con una serie di requisiti per le spiagge: i parcheggi riservati a disabili, pavimentazioni adatte alle carrozzine con segnali tattili per i non vedenti; passerelle sulla sabbia di una certa larghezza, servizi igienici attrezzati, laccesso al mare e alla piscina garantito da una sedia anfibia o da un discensore con sedile, che aiutino le persone in carrozzina. Alcune spiagge di Toscana, Liguria, Marche e Calabria si sono gi attrezzate - spiega Stefano Paolicchi, presidente di Handy Superabile - e altre si stanno adeguando. Inoltre, lassociazione ha avviato un progetto con Alpitour, Anglat e lAic, lassociazione italiana celiachia per fornire una lista aggiornata delle strutture alberghiere in Italia e allestero, che siano accessibili a tutti.

PROSEGUE LINCHIESTA SUL CALCIO SCOMMESSE (FOTO ARCHIVIO SIR)

Quando letica ad essere sconfitta


Lo storico telecronista sportivo Bruno Pizzul: La prima risposta che mi viene, distinto, : fermiamoci! Certo, fermare il calcio in Italia non facile, ma c una corrente di pensiero, forse paradossale, che comincia a esprimersi in questo senso
salute morale del nostro calcio questa situazione dei nostri vertici calcistici, davvero devastante, non consente invece di utilizzare la pratica sportiva come un percorso di crescita, per i giovani, non solo agonistica e tecnica, ma anche civile e morale. Quali potrebbero essere, allora, le proposte per cercare dinvertire la tendenza? La prima risposta che mi viene, distinto, : fermiamoci! Certo, fermare il calcio in Italia non facile, ma c una corrente di pensiero, forse paradossale, che comincia a esprimersi in questo senso. Ed un segnale da non lasciare cadere. Sicuramente non ci aiuta, in questa direzione, il fatto che gli organi che stanno ai vertici del calcio, cio la Federazione e la Lega, siano caratterizzati da un tasso di litigiosit esasperato, perch concentrato solo sulle cose da fare per reperire risorse finanziarie, scavalcando in questo modo tutte le regole del fair play.... Michela Nicolais

no scandalo "devastante", che arriva addirittura alla formulazione di capi dimputazione come "associazione a delinquere" e che - per la prima volta in Italia - contiene "implicazioni anche di denaro riciclato in Paesi lontani". lennesimo scandalo che ha travolto il mondo del calcio, con arresti di importanti giocatori di serie A, coinvolgimento di allenatori, perquisizioni in casa di presidenti, fino alle incursioni delle forze dellordine nel ritiro della Nazionale di calcio a Coverciano, dove gli azzurri si allenano a pochi giorni dagli Europei. A descriverlo in questi termini Bruno Pizzul, storico telecronista e Questo che stiamo attraversando commentatore sportivo. Lo abbiamo certamente un momento intervistato. particolarmente difficile, ma direi che c stato un movimento quasi Come valutare quello che leggiamo anticipatorio dei fatti di questi in questi giorni sul giorni. Il Gip di Cremona, ad "calcioscommesse"? esempio, mentre ancora sta Purtroppo si tratta di unulteriore indagando, ha gi parlato della conferma del momento di grave necessit di unamnistia generale, crisi, del deficit di carattere etico che che a suo avviso lunico modo per caratterizza il nostro calcio. Ormai uscirne. Ma il lavoro di Cremona non possiamo dire che si tratta di isolato: si sta lavorando anche nei situazioni ricorrenti, ma stavolta la Tribunali di Napoli e di Bari, e siamo sensazione che siamo in presenza ancora alle prime avvisaglie.... di qualcosa di ancora pi grave. In precedenza, infatti, si trattava di Quali conseguenze pu avere lo aggiustamenti di partite, di accordi scandalo che ha travolto i vertici truffaldini allinterno del movimento calcistici, sui giovani che praticano calcistico nostrano. Adesso si parla questo sport? addirittura di associazione a Noi tutti comprendiamo che in un delinquere con implicazione - ed mondo come quello di oggi, dove la prima volta in Italia - anche di sono ormai caduti i valori riciclaggio di denaro in Paesi fondamentali, difficile individuare lontani. Quello a cui assistiamo agenzie educative. Lo sport, se viene sicuramente un fenomeno molto praticato in maniera giusta, pu inquietante, ferma restando la diventare anche un percorso prudenza nel valutare la situazione e educativo, se non altro perch i suoi sviluppi. insegna il rispetto delle regole e rappresenta un corretto approccio Secondo lei si tratta di un fenomeno verso la legalit. Al di l dello stato di che si poteva prevedere?

il Periscopio

di Zeta
Pantani, poco pi di un viale di campagna ora asfaltato, che arrivano a toccare il 22 per cento e hanno costretto i ciclisti ad andature da pedoni. Uno spettacolo meraviglioso, con questi ragazzi in sella a mostrare il meglio del loro repertorio e della loro resistenza. Non c solo cattiva televisione, mi sembrerebbe il minimo da aggiungere. Basta saper scegliere, si potrebbe chiosare. Come accaduto anche marted 22 maggio, alla vigilia del ventesimo anniversario della strage di Capaci, quando Raiuno ha trasmesso la fiction dedicata al magistrato amico di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, pure lui vittima della mafia in via DAmelio, a Palermo. Si trattato di una buona ricostruzione, almeno vista da chi non frequenta tutti i giorni quelle situazioni e quel territorio. Anzi, lo sceneggiato ha avuto il merito di rendere note a chi ha meno di 25 anni alcune pagine di storia italiana recente che le nuove generazioni rischiano di non conoscere per nulla.

Non ci sono solo gli scandali Sullo schermo le imprese al Giro e buone fiction

Televisione da non perdere

orna il calcio-scommesse e tornano clamorosi arresti di calciatori famosi. C anche il coinvolgimento di nomi eccellenti, fino al coinvolgimento della Nazionale, alla vigilia del Campionato europeo. Di nuovo fa capolino linquietudine che troppo spesso vede il mondo dello sport implicato in vicende giudiziarie che poco dovrebbero avere a che fare con uomini che tutti vorrebbero campioni anche nella vita privata. Le notizie di luned scorso gettano ombre su personaggi di altissimo profilo e tutto lambiente ne subisce conseguenze incalcolabili. Anche il ciclismo spesso al centro di polemiche e di questioni legate al doping. Nonostante tutto gli appassionati continuano a percorrere le salite pi dure delle Alpi pur di seguire i loro beniamini, come successo anche lo scorsa settimana durante le ultime tappe del Giro dItalia. Dallo schermo della televisione si potuto godere uno spettacolo unico. Larrivo in salita, agli oltre 2700 metri di quota dello Stelvio ha fatto rivivere una corsa epica, appartenente ad altri momenti storici. Gli interminabili tornanti, per fortuna dei corridori con pendenze non elevatissime, che si snodano fra la neve e due ali di folla immensa hanno incollato al video milioni di telespettatori. Per non dei muri del Mortirolo, la salita dedicata al nostro Marco

LA FICTION I 57 GIORNI ANDATA IN ONDA SU RAI UNO DOMENICA 27 MAGGIO

Lo stesso ragionamento vale anche per le due puntate andate in onda domenica e luned scorsi. Lolimpiade nascosta traccia uno spaccato della vita dei prigionieri di guerra che molti neppure si immaginano. Tra esecuzioni sommarie, fame e privazioni, il cuore delluomo ha sempre qualcosa in cui credere e sperare. Un messaggio sempre attuale e da rilanciare, soprattutto verso chi immagina un mondo nel quale la sofferenza e il dolore non dovrebbero essere compresi. (749)

12

Gioved 31 maggio 2012

Cesena

Opportunit per conoscere il mondo del lavoro

Career Day: lincontro fra studenti e aziende


niversit, aziende, crisi, "Un ottimo sistema territorio: questi e altri i per superare la crisi temi toccati luned 28 maggio alla conferenza e permettere ai giovani stampa di presentazione del Career di trovare quanto prima Day, frutto della sinergia dei Corsi di Studio di Ingegneria e Scienze il loro posto" informatiche dellUniversit di Cesena, Unindustria e Fondazione della Cassa di Risparmio di Cesena hanno costituito un passo importante per favorire presente allincontro con il presidente Bruno Piraccini. inserimento e rapporti degli studenti con le aziende Giunto alla sua seconda edizione, il Career Day ancora prima della laurea, in modo che queste ultime li rappresenta limportante possibilit di un incontro tra possano identificare preventivamente". gli studenti di Ingegneria e Scienze informatiche e le Quanti i neolaureati assunti tra i partecipanti dello aziende del nostro territorio. scorso anno? "Il 98 per cento - risponde Margara -, ma "Questanno in particolare - precisa il presidente dei il nostro primo obiettivo non banalmente cercare Corsi di Studio, Luciano Margara - interviene un lavoro, bens di innestare un circolo virtuoso personaggio importante delle Tecnologie universit-aziende: dopo la laurea e le prime dellinformazione, Fabrizio Renzi di Ibm". esperienze lavorative, gli studenti tornano poi Lentusiasmo tanto, con 348 studenti e 76 aziende nelluniversit dorigine per presentare quanto di coinvolte; 200 in pi gli studenti coinvolti rispetto allo meglio possa offrire il territorio romagnolo agli scorso anno e un terzo in pi le aziende. Le sue interessati al settore. Le aziende cos da un lato modalit vengono introdotte da Paolo Casadei, selezionano preventivamente gli studenti che rappresentante dei Servizi Informatici Unindustria: "Il ritengono pi preparati, ma anche gli studenti dallaltro 7 marzo sono partiti i corsi settimanali che abbiamo hanno la possibilit di scoprire quale azienda risponda chiamato I Mercoled con le imprese, vere e proprie meglio alle loro esigenze". lezioni universitarie coordinate e programmate dai "Il nostro interesse - aggiunge il presidente di docenti, di cui il Career Day la conclusione, che

Unindustria, Massimo Balzani - sta nel creare un dialogo non banale n semplice tra aziende e studenti, nel pieno rispetto delle esigenze di praticit per i primi e di studio per i secondi. E il connubio perfetto per superare quei momenti di attenzione esclusiva al proprio mondo che crea poi il distacco e un ottimo sistema per superare la crisi e permettere a giovani di trovare quanto prima un posto. Non si parla semplicemente di un lavoro post laurea: quella che offriamo una vera e propria qualificazione, perch spesso sono proprio le aziende locali quelle che offrono le migliori possibilit. E cos che si costruiscono le eccellenze: conoscersi lelemento fondamentale". "Questo un periodo strano - conclude Margara -, le opportunit sono enormi anche per le piccole aziende, proprio perch dotate di idee e flessibilit che i grandi hanno perduto". Francesco Zamagni

La Fotonotizia | Macellaio in pensione


Edgardo Ricci (a destra nella foto) ha avviato la sua attivit di macelleria fin dal 14 ottobre 1969 a SantEgidio a Cesena, ha sviluppato nel corso degli anni le dimensioni e la qualit del negozio affermandosi in tutto il territorio cesenate fra le pi quotate e innovative attivit di macelleria e gastronomia.Titolare insieme a Maurizio Calbucci (a sinistra) del negozio "Millecarni" in via Cerchia. Venerd 1 giugno, inizia la sua nuova avventura di pensionato e passa il testimone ad un altro nipote: Stefano Boni che entra in societ con Maurizio Calbucci, costituendo la "Nuova Millecarni ". Ricci da anni impegnato in prima linea nelle iniziative ed eventi organizzati dalla Federcarni della Confcommercio di Cesena, nella quale ricopre con competenza, passione e professionalit la carica di presidente.

La Fotonotizia | Banca di Cesena

Domenica 13 maggio la Banca di Cesena ha tenuto lassemblea dei soci, presso laula di psicologia. Presenti oltre 700 soci. Sono stati eletti Valter Baraghini, Luca Bettini, Silvano Bettini, Romeo DellAmore, Loris Golinucci, Graziano Gozi, Italo Macori, Massenzio Montalti, Roberto Romagnoli, Adamo Zoffoli. Presidente del collegio sindacale Stefano Lucchi. I sindaci effettivi sono Jacopo Casanova, Marco Vicini. Probiviri: Maurizio Gardini e Paolo Giunchi. Durante il primo Consiglio Baraghini stato confermato presidente e DellAmore vice presidente per il mandato 2012-2014

Cesena

Gioved 31 maggio 2012

13

A Martorano dal 3 giugno all8 luglio

Trofeo Benedetto ai nastri di partenza


llenamenti, amichevoli, ritiri. Parlano alcuni dei protagonisti: Il Trofeo Benedetto alle "E unoccasione per divertirsi porte e le squadre partecipanti non vogliono e conoscere nuove persone". farsi trovare impreparate allevento. Attesa per il terzo tempo Per il sesto anno consecutivo il trofeo vede confrontarsi giovani provenienti conviviale dalle diverse realt parrocchiali della diocesi, dal mare alla montagna. Un evento di chiesa, quella giovane tempo stata accolta positivamente da tutta la mia stavolta, che attraverso lo sport "vuole dare un squadra". Santo Stefano partecipa alla competizione di messaggio di speranza, vuole comunicare Cristo, calcio a 7: in tutto sono undici i ragazzi che prenderanno favorendo la conoscenza e lo scambio tra giovani delle parte alle gare. "Partecipiamo con una sola squadra, il varie parrocchie e di chi, tra i partecipanti, non ancora gruppo storico della parrocchia. Siamo presenti al Trofeo coinvolto nei gruppi parrochiali". per il quarto anno. Si tratta di una bella occasione per Venti squadre iscritte per il calcio a 7, quattro per il calcio a 5 femminile, dodici per la pallavolo mista. Sono i vedersi anche al di fuori della parrocchia e allungarne le attivit durante il periodo estivo". numeri delledizione che inizier domenica prossima, 3 La parrocchia di Santa Maria Nuova partecipa in massa giugno, fino all8 luglio presso il Centro sportivo di al Trofeo Benedetto con un dispiego di giocatori e Martorano. giocatrici tali da coprire tutte e tre le discipline sportive. Si confronteranno giovani atleti da tutta la diocesi, in "Puntiamo a vincere non tanto il torneo, ma le relazioni gare sportive che prevederanno, tra le altre cose, anche dice Mattia Della Corna, educatore e giocatore -. A un "terzo tempo" conviviale post partita. Un piatto di creare legami saldi e nuovi fra di noi e con ragazzi che spaghetti in seconda serata o una piadina sempre non conosciamo". Il gruppo parrocchiale di Santa Maria nellottica di favorire lincontro tra le parrocchie. Nuova copre una fascia di et dai 16 ai 45 anni. "Siamo contenti della novit introdotta questanno "Abbiamo pensato di coinvolgere le famiglie - continua dice Giovanni Fabbri, educatore e giocatore nella Mattia -. Ci muoveremo in massa proprio per fare parrocchia di Santo Stefano -. La proposta del terzo

parrocchia, comunit. Abbiamo creato delle magliette che ci caratterizzaranno e che indosseremo nelle gare". Le ragazze biancoverdi della parrocchia di Sarsina sono le vincitrici del torneo dello scorso anno nel calcio a 5 femminile. Hanno iniziato a dare calci al pallone per la prima volta proprio in occasione delledizione 2011 del trofeo. "Lo scorso anno abbiamo accettato questa proposta con entusiasmo. E stata anche una sfida per noi - raccontano Beatrice, Benedetta e Giorgia -. Abbiamo iniziato con qualche allenamento e poi abbiamo vinto il torneo. Forti della bella esprienza dello scorso anno abbiamo deciso di partecipare ancora. Domenica ci presenteremo un po meno numerose dello scorso anno ma con lo stesso entusiasmo. Non so se riusciremo a fare il bis. Puntiamo a vincere il premio tifoseria, supportando i nostri amici del gruppo parrocchiale di Sarsina impegnati nel calcio a 7". Michela Mosconi

Nelle prossime settimane

Altre scosse
Una forte scossa di terremoto avvertita nitidamente anche in Romagna. Marted mattina, alle 9, la terra ha tremato: magnitudo 5.8 con epicentro in Emilia, fra Mirandola e San Felice sul Panaro. Nel momento in cui scriviamo, in Emilia sono state accertate 15 vittime e 7 dispersi e numerosi crolli a capannoni, edici, chiese. A Cesena la scossa ha spaventato molta gente: al Cubo diversi studenti e insegnanti sono usciti dalla scuola. Una delle zone pi danneggiate Carpi, diocesi di origine del vescovo Douglas Regattieri. Antonio Domenico Capristo, collaboratore del Corriere Cesenate, lavora proprio nella citt emiliana. "Tutta Carpi per strada, noi compresi ci ha detto Capristo pochi minuti dopo il sisma di marted mattina-. Dalle 9 alle 13 ci sono diverse scosse molto forti. So di scuole e ospedale evacuati. Le vie sono un sussulto continuo di sirene. Attorno a me vedo tante persone impaurite, ma unite e disponibili". (Cr)

Scout cesenati in Emilia


Dove c richiesta di aiuto, ecco arrivare gli scout. Le squadre di volontari della protezione civile Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani) dellEmilia Romagna, formate per intervenire in situazioni di emergenza, si sono da subito organizzate per intervenire nei luoghi colpiti dal sisma del 20 maggio scorso, su richiesta del coordinamento dellAgenzia regionale di protezione civile. Al momento sono stati allertati un centinaio di capi scout in tutta la regione, pronti a partire per garantire la continuit dellassistenza alla popolazione e il supporto logistico. "A Cesena sono una decina gli scout che hanno dato la propria disponibilit, soprattutto di Macerone e della parrocchia di Santo Stefano", spiega il responsabile di zona Paolo Zoffoli, che sottolinea che per il momento non stato chiesto loro di raccogliere generi di supporto. Nella prima fase dellemergenza, i capi scout dei gruppi dei paesi direttamente coinvolti (Massa Finalese, Cavezzo, San Felice, Medolla, Mirandola, come anche nel bolognese e nel ferrarese), su richiesta del sindaco, hanno da subito prestato la loro opera per rispondere alle prime necessit delle persone sfollate. Nel sisma sono coinGLI EFFETTI DEL TERREMOTO NEL FERRARESE (FOTO MARIGGI)

volte anche la Diocesi di origine del vescovo Douglas Regattieri (Carpi) e quella di nuovo servizio del vescovo Antonio Lanfranchi (Modena). "In queste fasi difficili - conclude Zoffoli - il vero valore aggiunto del servizio reso dagli scout la capacit di portare un sorriso e una parola di conforto alle persone in difficolt, che oltre alle cose materiali si sentono spogliate della speranza". Francesca Siroli

I NOSTRI TOURS E VIAGGI CON ACCOMPAGNATORE - ESTATE 2012


TOURS IN FRANCIA, BRETAGNA E NORMANDIA
volo da Bologna, bus da Cesena, dall8 al 15 luglio da 1.340 euro

VIAGGI-SOGGIORNI E PELLEGRINAGGI 2012


FATIMA: pellegrinaggio diocesano dal 16 al 18 agosto 2012 (in aereo) guidato
dal vescovo Douglas Regattieri. Iscrizioni e programma presso il Centro Pastorale di Palazzo Ghini (aperto le mattine dal luned al venerd, dalle 9 alle 12). Informazioni e programmi: Viaggi Veneri, dal luned al sabato. 650 euro SI CHIUDONO LE ISCRIZIONI! AFFRETTATEVI!

TOUR DELLA MONGOLIA E DESERTO DEL GOBI

con pernottamento in tipiche yurte, volo da Milano, bus da Cesena, 11 giorni dall1 all11 settembre da 2.670 euro

TERRA SANTA: pullman da Cesena, volo da Verona. Otto giorni dal 30 agosto

I VIAGGI DI GRUPPO FIRMATI ROBINTUR Tours esclusivi con accompagnatore dallItalia


STATI UNITI, un viaggio nella leggenda: dal 6 luglio, 15 giorni, ultimi posti! SCOZIA, tour magiche atmosfere: dal 5 agosto, 8 giorni, volo da Bologna. INOLTRE: Kenia e Tanzania, i parchi (14 settembre)
India del Nord, magnifico tour (11 ottobre) - Tour della Thailandia (15 novembre) da 3.735 euro

da 1.795 euro

al 6 settembre 2012 con il Monte Carmelo, Nazareth, il Monte Tabor, la traversata del Lago di Tiberiade, Cafarnao, la Valle del Giordano, Gerico, Qumran e il Mar Morto, Qumran, Ein Karem, Betlemme, Hebron e Gerusalemme. Accompagnatore e guida spirituale, alberghi a pochi passi dai santuari. VIAGGIO CONFERMATO. AFFRETTATEVI PER LE PRENOTAZIONI! da 1.090 euro NUOVA DATA PELLEGRINAGGIO IN TERRASANTA: programma come il precedente, dal 25 ottobre al 1 novembre 2012. Programma in preparazione... Compreso: viaggio bus, traghetti, pensione completa e bevande Totale per tutta la famiglia 4 persone 2 adulti + 2 bambini da 1.430 euro

SOGGIORNI ESTIVI, SPECIALE FAMIGLIE: Isola dIschia, giugno e luglio, 8 giorni.

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it/viaggi-veneri


VI INVITIAMO A VISITARE IL NOSTRO SITO INTERNET WWW.ROBINTUR.IT PER LE NOSTRE OFFERTE DI VIAGGI, SOGGIORNI E CROCIERE PRIMAVERA-ESTATE 2012

VIAGGI VENERI

14

Gioved 31 maggio 2012

Valle del Savio

La burocrazia si abbatte sui bambini con disabilit


La vicenda riguarda tre famiglie della zona di Mercato Saraceno

A Mercato Saraceno alcune famiglie chiedono la presenza di un insegnante di sostegno per ogni bambino con difficolt, in rapporto di uno a uno
presentare il ricorso al Tar. Il 12 dicembre viene depositato, ma un mese dopo arriva lesito riportato in avvio di articolo. "Affranti, ma non sconfitti - dice Francesco Tappi, a nome delle famiglie - decidiamo di non fermarci e di rivolgerci al Consiglio di Stato". Ma il 14 febbraio anche il Consiglio respinge lappello con la seguente motivazione che lascia alquanto perplessi: "rilevato che lanno scolastico quasi terminato cosicch un eventuale accoglimento dellistanza cautelare non potrebbe arrecare alcuna sostanziale utilit agli alunni". Dopo i mesi segnati da richieste di documenti, spesso inevase o evase tardivamente, da attese dovute a tempi tecnici, da procedure e burocrazie varie, "ci sentiamo presi in giro - chiosa Francesco Tappi -. Per noi, oltre al danno psico-fisico ed economico (quasi seimila euro di spese) c la beffa, una beffa tremenda. Quella del Consiglio di Stato unargomentazione inaccettabile perch sappiamo tutti limportanza di un pronunciamento favorevole, soprattutto in previsione dei futuri anni scolastici". Poi una nota finale, colma di amarezza, sempre dalle famiglie. "La nostra una ferma denuncia di una realt che ha dellinverosimile. Ecco come vengono trattate le famiglie in Italia, anche quelle che ogni giorno affrontano, con grande dignit e coraggio, difficolt considerevoli". "Noi non ci fermeremo qui - conclude Francesco Tappi -. Per il prossimo anno vogliamo preparare un ulteriore ricorso collettivo, che coinvolga diverse famiglie. Lamore per i nostri figli ci sospinge".

motivi di impugnazione dedotti non inducono a una previsione di accoglimento". In perfetto burocratese questa la motivazione con la quale il Tar dellEmilia Romagna ha respinto il ricorso presentato da alcune famiglie di Mercato Saraceno. La storia presto detta. Ci sono tre piccoli disabili che frequentano la medesima scuola dinfanzia, a Montecastello, in comune di Mercato Saraceno. Hanno tre anni e mezzo, quattro e mezzo e sei. Tutti e tre hanno bisogno di un insegnante di sostegno, con il rapporto di uno a uno. La documentazione prodotta dalle famiglie lo conferma, viste le difficolt derivanti dalle patologie di cui soffrono: lautismo e la sindrome di Down. A settembre scorso, per seguire i tre bambini vengono assegnate due sole insegnanti: entrambe per 25 ore settimanali, ma una maestra ha lorario ridotto a 20 ore fino a dicembre per un permesso dovuto allallattamento. Ad ogni bimbo spettano, mediamente, 16,66 ore settimanali, contro una necessit che, a detta delle famiglie interessate, si presenta per 25 ore reali. Le tre famiglie giudicano la situazione del tutto insoddisfacente. A loro avviso la legge consente, in presenza di gravi handicap, lassunzione di docenti di sostegno con contratto a tempo determinato, in deroga al rapporto docenti-alunni di uno ogni due. Il dirigente scolastico, Loredana Aldini, si dimostra subito disponibile e gi a settembre chiede la deroga allufficio scolastico provinciale che a sua volta la gira al competente ufficio regionale con la richiesta di ulteriori 12 ore e mezzo di sostegno in deroga. Passa il tempo, ma la situazione non si sblocca. Le famiglie decidono di

"I

Autismo
Nei primi mesi del 2011 si incontrano alcune famiglie emiliano-romagnole con figli affetti da autismo. Si stringono legami, nasce unamicizia. Quando si parla di autismo ci sono due possibili posizioni contrapposte. La prima quella di chi teorizza sulla "filosofia dellautismo", sul cammino umano che ne nasce per il figlio e per la famiglia, spesso perdendo il contatto con la realt e con la concretezza dellesperienza personale e diretta. La seconda posizione invece quella di chi si rifugia nella tecnica manifestando una fiducia cieca in metodi e strumenti. La tentazione quella di dividere, di contrapporre. La sfida invece quella di unire, di tenere insieme queste posizioni, di farne una sintesi efficace. Nasce cos lAssociazione di volontariato Facciamo A.B.A in Emilia Romagna (Faier), con sede legale a Mercato Saraceno. La particolarit quella di sostenere lAba-Vb come strumento efficace per rendere i bambini "meno disabili" e farli camminare sulla via dellautonomia. LAba (Applied behaviour analysis), in particolare nellapproccio del Verbal Behaviour, una scienza conosciuta in tutto il mondo e la sua efficacia sostenuta da una solida ricerca scientifica. La Sinpia (Societ italiana di neuropsichiatria dellinfanzia e delladolescenza) nelle linee guida per lautismo, del 2005, ha indicato lAba come una delle metodologie dintervento maggiormente accreditate nellabilitazione-educazione dei soggetti autistici. Queste indicazioni sono state rafforzate dalle recenti linee guida, del 2011, dellIstituto Superiore di Sanit.

Il Tar prima e il Consiglio di Stato poi bocciano le richieste delle famiglie Un genitore: "Quella del Consiglio di Stato unargomentazione inaccettabile perch sappiamo tutti limportanza di un pronunciamento favorevole, soprattutto in previsione dei futuri anni scolastici"

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA IPPODROMO: in palazzina dei primi anni 90 appartamento di ampie dimensioni composto da soggiorno, cucina abitabile, 3 letto, 2 bagni, 2 balconi, taverna con predisposizione cucina e garage doppio. Trattativa riservata. / Rif. 0056 SAN MAURO IN VALLE: a pochi passi dal centro, immersi nel verde appartamenti di nuova costruzione ad alto risparmio energetico. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE ZONA STADIO: appartamento al primo piano composto da ingresso, soggiorno, cucina, 2 letto, bagno, balcone, cantina e garage doppio. Buono stato di conservazione. 180.000 / Rif. 1128 CASE FINALI: in zona verde e tranquilla appartamenti di nuova costruzione di varie tipologie con giardino o sottotetto, ottime finiture con riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA LOCAZIONI CESENATICO: a due passi dal mare al secondo piano appartamento ristrutturato composto da soggiorno con angolo cottura, 2 letto, bagno, balcone e posto auto. ARREDAMENTO NUOVO. Affitto 6.000 da maggio a settembre / Rif. 1160 IPPODROMO: appartamento su due livelli di ampie dimensioni in contesto da 3 unit composto da ampio soggiorno con camino e angolo cottura, 3 letto matrimoniali, 2 bagni, lavanderia, balcone, ampia mansarda con terrazzo e 2 posti auto esterni. NON ARREDATO. Affitto 950 / Rif. 1094

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

LONGIANO: Palazzo storico completamente ristrutturato con 6 unit abitative, tavernetta e relativi servizi. Corte interna e caratteristiche architettoniche di pregio. Trattativa riservata. / Rif. 0018

MILANO MARITTIMA: in splendida posizione a pochi passi dal centro appartamento composto da soggiorno, cucina in nicchia, camera da letto, bagno, ripostiglio, terrazzo di 40 mq circa e 2 posti auto riservati. Trattativa riservata. / Rif. 1016 CENTRO STORICO: appartamento con impianti autonomi composto da soggiorno, cucina, camera matrimoniale, bagno. Pavimento in cotto e travi a vista. 180.000 / Rif. 0925

Valle del Savio


Sarsina Il 3 giugno lazienda festeggia i ventanni dalla fondazione

Gioved 31 maggio 2012

15

2 giugno
Sabato 2 giugno la parrocchia di Monteriolo e il Comune di Sarsina, in collaborazione con il Gruppo Alpini Alta Valle del Savio e Bertinoro e la parrocchia di Santa Maria Nuova, fa festa sul Monte Rocchetta in occasione della Festa della Repubblica. Alle 15.30, la cime del Monte Rocchetta che, per laltitudine di 812 metri sul livello del mare il pi alto del Comune di Sarsina, sar celebrata la Messa dal parroco di Sarsina don Renzo Marini. Sulla vetta del Monte vi si trova una croce in cemento e ferro, che venne costruita nel 1958 in ricordo dei caduti della montagna, dal Consorzio Idroelettrico dei comuni di Sarsina e Sorbano. Precedentemente cera una croce in legno, presso la quale si giungeva in processione al termine delle "Quaranta Ore" durante la festa di Pentecoste. Il traliccio ferreo della croce inizialmente era ricoperto dal vetro e conteneva dei neon allinterno, ma col passar del tempo divenne fuori uso, dopo le inltrazioni dacqua e la rottura dei vetri. Nel 2003 si risistem la croce e si ripul la vetta del monte, ripristinando anche lilluminazione, nuovamente rinnovata nel 2010. Dopo la messa si terr la deposizione della Corona ai piedi della Croce e il sindaco far il saluto di circostanza, prima di spostarsi alla chiesa di Monteriolo dove la Banda di Sarsina terr un concerto e vi sar la maccheronata per tutti con vino e dolci.

atura, profumi, sole, colori. E Remedia, azienda a due passi dal lago di Quarto. Cinquecento metri sul livello del mare, si espande su una superficie di 34 ettari, di cui una ventina coltivabili. Esposizione soleggiata e terreno particolarmente adatto alla coltivazione di piante aromatiche ed officinali (circa 130 specie diverse): ci le ha permesso di conquistarsi, nel tempo, un posto di rilievo in campo nazionale nel settore dei preparati erboristici da coltivazioni biologiche. Avviata nel 1992 da Lucilla Satanassi ed Hubert Bosch utilizzando un podere di propriet della famiglia, lazienda ha una storia ventennale (per domenica 3 giugno fissato il RemediaFest che intende celebrare proprio i venti anni di attivit dellazienda). Sar proprio lamore e la passione per le piante e la natura a far incontrare Hubert, austriaco, e Lucilla. Loccasione un convegno universitario sullapplicazione dellomeopatia nellagricoltura con Hubert relatore e Lucilla proiettata, dopo la laurea in Agraria, verso una brillante carriera universitaria. Poi la vita prende una piega diversa e nasce Remedia. "Non avrei mai immaginato di ritirarmi in questo angolo di montagna con questo barbone austriaco - scherza lei -. Allinizio non stato facile. Il terreno era incolto. Abbiamo piantato e messo a dimora 600 piante con lobiettivo di

Con "Remedia" pi salute grazie alle erbe officinali


rendere un terreno inospitale favorevole per la coltivazione di erbe officinali. E stata anche una sfida: noi ci saremmo occupati del terreno, che ci avrebbe dato da vivere". Hubert e Lucilla iniziano a frequentare i primi mercatini del biologico presenti in Riviera e dunque a far conoscere i loro prodotti, entrando cos nella fase della distribuzione e attivando, grazie ad una felice intuizione, la vendita per corrispondenza. Lazienda poi cresciuta, ma sempre nel rispetto della natura e dei suoi ritmi. "La raccolta viene effettuata nel periodo pi adatto per ogni singola specie. Nel laboratorio, costruito secondo i criteri della bioedilizia, vengono preparati prodotti nel settore dellerboristeria, della cosmesi naturale e degli alimenti". Tutto fatto in casa, persino le etichette dei prodotti, pochi i macchinari, giusto quelli essenziali. Sono mille i prodotti preparati a Remedia. Il settore erboristico quello che maggiormente caratterizza lazienda e particolare importanza rivestono i gemmo derivati. Tra i prodotti di cosmesi naturale si trovano creme, oli, shampoo, tonici, mentre nel settore alimentare farro, liquori, tisane, miele. Senza contare che col marchio Humusedizioni pubblica libri ed una rivista quadrimestrale, Remedia News, che parla di salute vista con gli occhi della natura. Ultimo arrivo, tra le novit, Beijaflor, "capi dabbigliamento con tessuti biologici e tinte vegetali profumate e fatte a mano". Lazienda d lavoro a 24 persone. "La maggior parte sono del posto, ma qualcuno viene anche da Cesena". Uno degli aspetti di forza di Remedia quella di investire sul territorio. "Cerchiamo di fare in modo che la ricchezza prodotta rimanga qui, per far girare leconomia locale", conclude Hubert. Ecco perch motivo di orgoglio per Lucilla lapertura di un punto vendita proprio a Sarsina. "Sono grata alle persone del mio paese. La nostra proposta stata accolta da tutti, giovani, adulti, anziani. Con molti sono iniziate anche delle belle collaborazioni". Michela Mosconi

Pagno
Domenica 3 giugno, a Pagno di Sarsina, si celebra una ricorrenza civile e religiosa. Si onora la memoria del parrocchiano Italo Tersi, disperso in Russia durante il secondo conitto mondiale. Nel 1988 il fratello ha eretto in sua memoria un monumento a anco dellingresso del cimitero e i nipoti, residenti a San Vittore ma originari di Pagno, ogni anno celebrano questa ricorrenza anche con la presenza delle autorit. Alle 16 sar celebrata la messa, alla quale seguir il breve corteo a piedi no al cimitero e la deposizione della Corona presso il Monumento, per continuare la festa sul sagrato della chiesa con il rinfresco preparato dalla famiglia Tersi. Daniele Bosi

San Piero: in ricordo di Manuela Camagni


Un anno e mezzo fa moriva a Roma, investita da unauto, Manuela Camagni, sanpierana, Memores Domini, una delle quattro assistenti laiche dellappartamento di papa Ratzinger. Pubblichiamo la prima parte di un ricordo inviato da Elisabetta Galeffi. Il testo integrale si pu leggere sul sito www.corrierecesenate.it, sezione "Dal Territorio"
Ci sono persone nella vita che siamo destinati a conoscere. Anche se per poco. Manuela Camagni non poteva che entrare nella mia vita: sanpierana come una parte, importante, di me e soprattutto Camagni. Famiglia simbolo di questo piccolo paesino dellAppennino tosco-romagnolo, per il coraggio e la forza dei suoi molti componenti. Gente capace di grandi fatiche sempre rallegrate dal buonumore romagnolo e di grandi sogni, coronati spesso dal successo. Persone tenaci come impongono le montagne impervie di lass. C una storia su Manuela che molti a san Piero ti raccontano: il suo babbo, quando aveva gi tre gli, decise di andare in pellegrinaggio a san Giovanni Rotondo. La sua ditta, un supermercato dove si trovava di tutto in paese, era ben avviata, ma lui, durante la guerra aveva avuto uninfezione che comprometteva il buon funzionamento del suo cuore. Tre gli gi nati, la Beba, Giorgio e la Flora e una moglie ancora giovane, la benedizione di padre Pio doveva permettere a Gerardo Camagni di custodire per qualche tempo ancora, tutta la sua famiglia. E la benedizione, al terzo viaggio, arriv. Padre Pio per fece di testa sua, ricorda il fratello Nello che sempre lo accompagnava. "Togli tua glia Beba dal collegio e riportala a San Piero" tuon il monaco, senza saper niente n di gli n di collegi "vai a casa e datti da fare, che arriver il quarto erede. Lei sar la consolazione della vostra casa". Cos and. Poco pi di nove mesi dopo nata Manuela Camagni, suo padre non le sopravvisse che qualche anno. "Lhanno raccontata anche a te questa storia? "si schermiva, lei, quando le ho chiesto conferma, per non ha mai detto che non era vera. Da San Piero, Manuela se ne andata presto, per frequentare le superiori a Cesena come tanti ragazzi della sua epoca. La strada di allora, tra San Piero e Cesena, con la neve che imbianca gli inverni da queste parti, non permetteva ai ragazzi sanpierani di tornare dalle proprie famiglie molto spesso. Qualcuno ricorda che al liceo Manuela aveva avuto un momento di passione politica, nelle tendenze pi in voga tra la conclusione degli anni sessanta e i primi settanta, ma la vocazione religiosa non si era fatta attendere e aveva preso presto il sopravvento. Con lo stesso furore giovanile. Continua su www.corrierecesenate.it

ALLIANZ RAS - AGENZIA CESENA MALATESTA di LUNGARINI


Via Piave, 135 - Cesena (Fc) - tel. 0547 27059 - fax 0547 25784 www.allianzcesena.com - info@allianzcesena.com

16

Gioved 31 maggio 2012

Valle del Rubicone


Longiano
Sala consiliare gremita per la seduta di insediamento del nuovo Consiglio comunale di Longiano. "Spero che la grande partecipazione di pubblico continui anche le prossime volte - ha detto il sindaco Ermes Battistini -. Continueremo a lavorare perch, oltre alle polemiche, c tanto da fare". "Come lista "Aria fresca", vogliamo innanzitutto porre il nostro in bocca al lupo a tutto il Consiglio comunale e al sindaco Battistini - ha sottolineato, dallopposizione, Giacomo Pasini -. Ci auguriamo che la nuova formazione guidata dal sindaco Battistini, o chi per lui, sappia sorprenderci positivamente". Alla convalida dei consiglieri eletti e al giuramento del Sindaco seguita la costituzione dei gruppi consiliari. Il gruppo di maggioranza "Insieme per Longiano" ha come capogruppo Simona Raggi che, alle amministrative del 6 e 7 maggio, ha ottenuto pi preferenze di

Gambettola dall11 giugno al 20 luglio

E gi ora di pensare al centro estivo


ncora pochi giorni dimpegno scolastico e per la popolazione giovanile studentesca giunto il tempo di "staccare la spina". Il difficile momento di profonda crisi che si sta attraversando condiziona non poco leventuali scelte delle famiglie su dove e come far trascorrere il tempo estivo ai propri figli. Un suggerimento in tal proposito viene dalle proposte che parrocchie, ed ora anche realt "comunali", organizzano per tale periodo, istituendo "Centri estivi" modellabili a seconda delle esigenze familiari. Per il territorio di Gambettola due sono le proposte principali: la prima a cura della parrocchia negli spazi di via Ravaldini e la seconda dellassociazione Circolo Tennis (in collaborazione con lAmministrazione comunale) nei propri spazi di via Curiel. Parrocchia: la proposta del "Centro estivo" rivolta ai ragazzi dalla prima elementare alla terza media a

LAzione Cattolica parrocchiale propone il camposcuola Acr dal 4 al 14 luglio


partire dall11 giugno fino al 20 luglio (dal luned al venerd 7,30-12 e 14-18,30), suddiviso in due turni: dal 11 al 29 giugno e dal 2 al 20 luglio. Per informazioni 0547/53183. Le quote per ogni singolo turno sono popolari e modulabili a seconda delle esigenze delle famiglie. Nella quota non sono comprese le uscite settimanali e a mezzogiorno possibile consumare il pranzo al sacco in parrocchia con la presenza di uno o pi responsabili. Camposcuola: per i ragazzi delle medie, lAzione cattolica parrocchiale, dal 4 al 14 luglio, propone lesperienza del Campo scuola al Passo Falzarego presso lhotel Sasso di Stria. Informazioni allo 0547/53183. Circolo Tennis Gambettola: con la collaborazione del Comune di Gambettola, del Csi (Centro sportivo italiano), del Coni, della cooperativa Mongolfiera, lImc Volley Gambettola e di Eurocamp, Rallerskate club e Basket Cesenatico, organizza per il 14esimo anno il centro estivo "Gioco, sport e creativit", rivolto a tutti ragazzi dai 6 ai 13 anni. Per informazioni rivolgersi a 0547/53592, Andrea Fabbri 3483163720 Piero Spinosi

A Savignano sul Rubicone

Nasce il parco del Rubicone


Nascer entro breve il "Parco del Rubicone". stata approvata infatti alcune settimane fa dallamministrazione comunale savignanese una delibera di giunta per la "riqualificazione e valorizzazione del corso dacqua che attraversa il centro storico tra lantico Ponte Romano e la briglia di via Togliatti". "Rientra tra le linee programmatiche di questa amministrazione effettuare delle azioni al fine di realizzare progetti per la cittadina - commenta lassessore Matteo Tosi con delega al decoro urbano, lavori pubblici e ambiente -. In particolare rafforzare la qualit ecologica ed ambientale tramite lidentit territoriale e la coesione sociale del nostro territorio". La progettazione del nuovo Parco Rubicone rientra dunque in un percorso storico e culturale proprio della cittadina; per ora il tratto designato ai lavori in buona parte incolto e non permette comunque a tutti di potere accedere ad un percorso sicuro, visto che da anni in molte sue parti non stato ripulito da grovigli di rovi e canneti. Lopera comunque rientra allinterno delle pertinenze fluviali avendo una connotazione idraulica e dunque di competenza della Regione e del Servizio Tecnico di Bacino. "Diamo inizio cos ad una progettazione per la riqualificazione ambientale ed urbana del fiume Rubicone - continua Tosi - a cui bisogner dare seguito con la ricerca di fondi e finanziamenti per la realizzazione dellopera. Il nostro intento quello di creare un vero e proprio giardino urbano lungo il fiume con piste ciclo -pedonali che rendano fruibili le golene del corso dacqua e la creazione di punti di vista panoramici". Cristina Fiuzzi

tutti. In minoranza si trovano i gruppi "Aria fresca" (capogruppo Giacomo Pasini) e "Longiano per bene" (capogruppo Flaviano Zandoli). Fra gli adempimenti burocratici del primo Consiglio, la nomina della Commissione elettorale comunale, formata dal Sindaco e da 3 componenti effettivi (Roberto Bagnolini e Luca Orlandi della maggioranza e Valerio Antolini della minoranza), pi 3 supplenti (Filippo Zani e Fabio Natali per la maggioranza e Giacomo Pasini per lopposizione). stata costituita anche la Commissione comunale per la formazione degli elenchi dei giudici popolari. Ne faranno parte il Sindaco e 2 consiglieri: Valentina Fabbri (maggioranza) e Valerio Antolini (opposizione). Come ultimo ordine del giorno sono state messe ai voti, fra le candidature pervenute per la carica di revisore dei conti per il triennio 2012-2015, quelle di Fabio Forti, sostenuto dalla maggioranza, e poi eletto, e di Grazia Zeppa, a cui sono andate le preferenze dellopposizione. Per Antolini ("Aria fresca") stato dato "un compito di controllo a uno che era in lista con il Pd nel 2009". Per Natali (maggioranza) "Fabio Forti non svolge lo stesso compito in altri enti come fanno gli altri candidati". Matteo Venturi

La Fotonotizia | Studenti premiati

La Fotonotizia | Coro vincente


Dopo il successo ottenuto qualche giorno fa a Bardolino, il coro voci bianche Citt di Gambettola, ha vinto il primo premio al 10 concorso internazionale Luigi Zanuccoli svoltosi a Sogliano al Rubicone. Unesibizione, seppure in formazione leggermente ridotta rispetto alla precedente, impeccabile, caratterizzata dalla perfetta sintonia fra con il direttore Mauro Rediano Cacchi e laccompagnamento dellorganista Jessica Palladini. Una soddisfazione che condividiamo con tutte le famiglie precisa Sanzio Zamagni, presidente del coro gambettolese-, che nel corso degli anni si sono avvicendate a seguire i propri figli in questo loro impegno, riconoscendone il valore delle finalit educative e formative di aggregazione e socializzazione. Aver conseguito un prestigioso successo a pochi giorni di distanza ha contribuito a rendere palpabile a molti genitori le emozioni che si vivono in una competizione canora, che auguriamo di poter provare ancora. Piero Spinosi

Premio del Rotary club Valle del Rubicone. A riceverlo stato il Cercal, il Centro di ricerca e scuola internazionale calzaturiera di San Mauro Pascoli. Erano presenti quasi tutti i calzaturifici di San Mauro: Pollini, Casadei, Gianvito Rossi, Baldinini, Zamagni, Giovagnoli, Cavalli Giosu. Erano presenti anche il governatore Pier Luigi Pagliarani e lassistente Giovanna Coppo.

Cesenatico

Gioved 31 maggio 2012

17

Il sindaco Buda ha sospeso labbattimento

Gli alberi di Boschetto salvi fino allautunno


ioved 31 maggio i Confronto e dialogo: i prossimi capigruppo in consiglio mesi saranno destinati comunale a Cesenatico si riuniscono per definire allillustrazione dei progetti lincontro del consiglio comunale e alla ricerca di una soluzione che dovrebbe essere convocato il 6 giugno, quando si discuter il condivisa progetto di viale Torino, che nei giorni scorsi ha sollevato le proteste dei residenti del quartiere di Boschetto, degli ambientalisti e di varie durezza della maggioranza. Il progetto non condiviso e per questo motivo i cittadini si forze politiche. ribellano. La protesta non per i venti alberi, bens Tutto rimandato a settembre, con il sindaco per un principio di democrazia, in quanto non si Roberto Buda e lassessore Giovannino Fattori pu sacrificare il verde pubblico per fare dei determinati ad andare avanti con i lavori, che parcheggi a favore dei privati". prevedono il diradamento dei platani e degli aceri, Il vicesindaco Bruna Righi, esponente del Pri, dopo la piantumazione di 26 giovani alberi di frassino e essersi anchessa schierata dalla parte dei cittadini, larretramento della recinzione dei parchini, per spegne le polemiche ma decisa sulla linea: "Il ricavarvi pi posti auto e mettere in sicurezza la sindaco ha fatto bene a sospendere il taglio degli strada. alberi per vari motivi. Noi siamo per il confronto ed E i capigruppo cosa ne pensano, quali ragioni il dialogo, abbiamo appena eletto i Comitati di porteranno in consiglio comunale? zona e dobbiamo ascoltarli". Riccardo Vernocchi del Pdl sposa la linea del Alberto Papperini (Movimento 5 Stelle), il pi sindaco: "Lintervento valido, in quanto agguerrito: "Viale Torino stata la classica goccia garantisce maggiore sicurezza e una migliore che ha fatto traboccare il vaso. qualit del verde" Matteo Gozzoli del Pd, critica invece loperato della QuestAmministrazione ha metodi autoritari e personalistici, non ascolta i quartieri, le giunta: "Siamo stupiti dallatteggiamento di

associazioni e tantomeno i cittadini. Siamo contrari al taglio degli alberi e proponiamo la realizzazione di parcheggi scambiatori a monte della ferrovia". Renzo Baredi (Udc), annuncia nuove proposte: "I platani in viale Torino erano stati piantati troppo fitti. Su questo problema far una relazione dettagliata, ragionando su dati oggettivi. Riguardo il problema dei parcheggi, presenter una mia idea innovativa. Appoggio il sindaco nella decisione di rinviare il progetto dopo la stagione estiva, anche per non creare problemi di ordine pubblico". Pierluigi Donini della Lega Nord, difende a spada tratta il progetto dellAmministrazione comunale: "Il progetto va portato avanti perch valido. Chi ci attacca sono i soliti ambientalisti ed esponenti della sinistra". Giacomo Mascellani

Un evento musicale proposto dal primo circolo didattico e Bcc di Sala

Notizie flash
Convegno in rete
Sono disponibili sul sito www.teleosservanza.it le riprese dell incontro Crisi economica: opportunit possibile? che si svolto gioved 10 maggio presso la parrocchia di San Giacomo con il professor Stefano Zamagni come relatore.

Ottocento bambini cantano per i diritti


Connubio canti-diritti allombra del grattacielo con 800 alunni. Successo per la manifestazione "I diritti delle bambine e dei bambini In-canto" svoltasi alcini giorni fa, in piazza Andrea Costa. La direzione didattica del 1 Circolo di Cesenatico, in collaborazione con lAmministrazione comunale, e la Bcc di Sala, nellambito delle iniziative connesse ali progetti "Musica" e "Con un libro...mi libro", ha promosso il particolare evento musicale aperto alla cittadinanza con lo scopo di approfondire argomenti di attualit attraverso le canzoni. "Le scuole indirizzano la riflessione sulle regole di convivenza - sostiene la dirigente scolastica del 1 circolo, Maria Stella Grandi- fondamentali in una societ civile perch permettono di vivere, crescere, progredire nel rispetto di tutti: importante imparare a conoscerle e metterle in pratica fin da piccoli. Il concetto di convivenza civile si concretizza nel vissuto dei bambini sensibilizzandoli ad agire in modo corretto". Nei canti selezionati, gli alunni di scuola primaria hanno fatto risaltare alcuni articoli della Convenzione sui diritti per linfanzia, promulgata, il 20 novembre 1959, dallAssemblea generale delle Nazioni unite. Liniziativa del 1 Circolo di Cesenatico "intende far meditare grandi e piccini sul fatto che ciascuno di noi un esempio per gli altri e che tutti insieme dob-

Incontro coi terremotati


Sabato 26 maggio stata per il sindaco Roberto Buda una giornata ricca di appuntamenti. Prima si recato ala maratona organizzata dai genitori dei bambini della scuola primaria di Villamarina. A pranzo ha incontrato alcune famiglie provenienti dalle zone terremotate, ospitate nel campeggio. Alle 15 ha presenziato al convegno con "Tata Lucia". Poi ha inaugurato la mostra di "Nanni". Dopo aver salutato gli amici del gruppo Radar riunito presso la parrocchia San Giacomo, e aver festeggiato con la moglie Maeba lanniversario di matrimonio, si recato al saggio dellEndas.

biamo essere portatori di valori di solidariet". Tra le autorit presenti alla manifestazione: Patrizio Vincenzi, presidente della Bcc Sala di Cesenatico, Roberto Buda, sindaco di Cesenatico. Giorgio Magnani

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

18

Gioved 31 maggio 2012

Solidariet
produzione, la cooperativa non ha registrato un adeguato aumento del numero delle persone disabili assunte. In sostanza la Cils ha dimostrato di poter essere competitiva per qualit e prezzo dei servizi offerti, ma le nuove commesse non hanno consentito nuovi inserimenti di persone con disabilit. Inoltre, si sono verificati risultati di bilancio negativi in alcuni settori, quali il settore vendita fiori, i settori assistenziali (Cto e comunit residenziali) e la litografia. Questultima ha risentito particolarmente della crisi economica e dellelevato numero di persone disabili assunte. LAssemblea dei soci ha eletto anche il nuovo Consiglio di Amministrazione e il Collegio Sindacale. Questi i nomi in carica in cda per i prossimi tre anni: Giorgio Andreucci, Mara Biguzzi, Carlo Biondi, Daniele Butteri, Davide Ceccaroni, Italo Collinucci, Silvia DAltri, Annalia Maroni, Giorgio Manuzzi, Luigi Mondardini, Maria Cristina Montanari, Domenico Settanni, Jader Sozzi (Biguzzi, Montanari e Settanni i tre nuovi ingressi). Il collegio sindacale composto da Andrea Zanfini (presidente), Silvia Caporali, Lisa Casadei. Riconfermato presidente Giuliano Galassi, vicepresidente Emanuela Zani. Galassi lancia un monito: La crisi economica non metta in crisi il welfare. Le scelte del Governo Monti tese al risanamento economico del Paese e alla riduzione del debito pubblico - dichiara il presidente a nome di tutto il consiglio rischiano di penalizzare la fasce pi deboli e di azzerare conquiste sociali ormai date per acquisite, quali il diritto al lavoro, alla tutela sanitaria, alla casa e ai servizi sociali. Si sta diffondendo nellopinione pubblica la convinzione che la tutela delle fasce deboli sia un lusso che non possiamo pi permetterci e che il sistema del welfare sia un freno allo sviluppo ed alla crescita economica. Noi siamo invece convinti che se cresce il welfare, cresce lItalia. Non pi sostenibile una prospettiva che veda nel welfare un mero costo e un freno alla crescita economica. Gli attori politici, economici e sociali devono cominciare a ragionare su un nuovo patto sociale, una nuova idea di responsabilit collettiva, che tenga insieme libert, uguaglianza, sviluppo economico, sviluppo sociale e giustizia redistributiva.

Il welfare non un lusso ma un diritto


Presentato il bilancio della cooperativa sociale cesenate Cils. In crescita produzione e numero degli occupati a tempo indeterminato

Avsi Sostegno a distanza


Un sorriso per sempre
Uno di famiglia. Sostegno a distanza con Avsi: un caff al giorno, due lettere allanno e un sorriso per sempre: questo lo slogan della campagna lanciata dalla Fondazione Avsi per promuovere il Sostegno a distanza. Protagonista la famiglia che, grazie a un piccolo contributo economico (meno di un caff al giorno, 312 euro lanno), accoglie nel suo nucleo un amico lontano. Il Sad una forma di aiuto che raggiunge la persona e perci un reale strumento di sviluppo, un esempio di sussidiariet e di cooperazione dei popoli e tra i popoli dice Franco Argelli, responsabile del Sostegno a distanza di Avsi - La crisi economica e il diffuso clima di pessimismo stanno generando delle difficolt e alcuni sostegni sono stati chiusi. Indubbiamente il momento critico, ma il bisogno nel mondo cresce. La campagna si declina su stampa, web e radio. prevista anche la partecipazione allincontro internazionale della famiglia a Milano che culmina con lincontro con il Papa. Mobilitata anche la rete di oltre 600 gruppi di sostegno di Avsi, che organizzeranno incontri e iniziative su tutto il territorio nazionale. Avsi sostiene a distanza oltre 33mila bambini e ragazzi in trentaquattro Paesi nel mondo. Il sostegno a distanza di Avsi destinato a un bambino o ragazzo ben identicato che viene aiutato in un percorso personalizzato che coinvolge il bambino, la sua famiglia, la sua comunit. Insieme alla possibilit di andare a scuola e agli aiuti materiali, il bambino partecipa di un accompagnamento educativo, con la presenza di adulti che lo seguono nel suo percorso e che non si sostituiscono ma aiutano la famiglia a vivere la propria responsabilit. Per informazioni sul Sostegno a distanza: tel. 0547 360811, e-mail: sostegno.distanza@avsi.org, www.avsi.org

GIULIANO GALASSI, PRESIDENTE DELLA COOPERATIVA CILS. ALLA SUA DESTRA, LA VICEPRESIDENTE EMANUELA ZANI

Il presidente Galassi: Siamo convinti che se cresce il welfare, cresce lItalia. Non un costo, n un freno alla crescita economica

ei giorni scorsi la cooperativa sociale Cils di Cesena ha presentato ai propri soci e dipendenti il bilancio del 2011 durante la partecipata assemblea annuale. I risultati sono positivi, in controtendenza rispetto al panorama nazionale di difficile crisi economica: in crescita il valore della produzione (10.948.000 euro, + 800mila euro sul 2010), il risultato netto dellesercizio (312.000 euro), lerogazione di un salario variabile a tutti i lavoratori (619,74 euro lordi a ciascun lavoratore) come previsto dallaccordo integrativo aziendale per una somma totale di 233mila euro. Il risultato pi confortante laumento del numero degli occupati: 409 lavoratori, un aumento di 30 unit rispetto al 2010, dei quali 78 lavoratori con disabilit complessa, 8 svantaggiati e 86 invalidi. Inoltre, cresciuto di 12 unit il numero dei contratti a tempo indeterminato, portando il dato complessivo a 81,4 per cento del numero degli occupati (di cui le donne rappresentano il 61,1 per cento dei lavoratori). In un quadro incoraggiante dato dalla positivit dei numeri, emergono per anche punti di criticit: a fronte dellaumento del valore della

Il sindacato unico rappresentante delle famiglie


In occasione della Giornata internazionale della famiglia la Cisl e la Fnp hanno analizzato i risultati di una ricerca puntuale e molto dettagliata sulla reale situazione delle politiche di sostegno alla famiglia nelle otto regioni sotto esame prese a modello di riferimento (Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Campania, Sicilia), dove si dimostra un reale peggioramento delle famiglie italiane. La ricerca inoltre evidenzia una differenziazione marcata fra le diverse regioni esaminate, la spesa sociale delle regioni analizzate, infatti, si attesta sui 146 euro per abitante, con un forte squilibrio nazionale, tra la prima della classe (la regione Veneto con 245 euro) e il fanalino di coda (la regione Campania con 54 euro). Comunque anche le Regioni considerate pro-family presentano una scarsa attenzione e incidenza sui reali bisogni delle famiglie che sono spesso lasciate sole nella gravit delle varie situazioni e difficolt, quali mancanza di lavoro e non autosufficienza. La Cisl con questo strumento intende rappresentare e sostenere i reali bisogni delle famiglie con obiettivi precisi e concreti essendo il sindacato confederale, unico vero rappresentante della complessit delle famiglie italiane.

NOTIZIARIO PENSIONATI
battaglia contro la sofferenza inutile deve vedere impegnati non solo il mondo sanitario, ma le famiglie e i cittadini. La presa in cura del malato deve essere totale, ossia non fermarsi al solo aspetto sanitario, ma anche a quello delle relazioni personali e soprattutto accompagnare il paziente e le famiglie lungo il percorso della malattia. La giornata ha anche come obiettivo quello di diffondere la cultura delle cure palliative, al ne di umanizzare i vari tempi della malattia. L'ambulatorio Anteas (associazione nazionale Terza Et attiva per la Solidariet) del quartiere Oltresavio ha festeggiato il suo quinto compleanno. Per l'occasione si tenuta lo scorso 25 maggio un'apertura straordinaria dell'ambulatorio con controllo gratuito della pressione. Alla mattinata di festa hanno partecipato: Roberto Ambroni, presidente Anteas Cesena, Simona Benedetti, l'assessore alle Politiche per il Benessere dei cittadini del comune di Cesena, per la Fnp Cisl Edmondo Spinelli, segretario della lega di distretto di Cesena e tanti volontari Anteas. L'ambulatorio, che nel 2011 ha registrato 2034 accessi per un totale di 3001 prestazioni, aperto tutti i giorni dal luned al venerd dalle 8,30 alle 10. Qui infermieri professionali gratuitamente sono a disposizione per piccole medicazione (abrasioni, ferite da taglio, piccoli

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Compleanno speciale per l ambulatorio Anteas dellOltresavio

Lavoro volontario: dal 2013 lIstat quantificher il valore


Dal 2013 si potr monetizzare il lavoro volontario in Italia: ad annunciarlo l'Istat che lo inserir nel rapporto sugli stili di vita. In questo modo sar possibile denire quanto incide sul Pil il lavoro di volontari e della rete informale di cura delle famiglie. La denizione dei criteri e delle metodologie di valutazione del peso economico del lavoro gratuito una novit che arriva dall'organizzazione internazionale del lavoro che ha presentato il manuale di riferimento, stilato con la collaborazione del Centro europeo per il volontariato, forum del terzo settore e Acri. Un insieme di criteri e metodi per valutarlo che l'Italia inserir con un modulo di indagine che si affiancher al censimento no prot. Fino ad oggi infatti esistono solo stime

traumi), iniezioni intramuscolari e sottocutanee, misurazione pressione arteriosa, determinazione capillare della glicemia ed elementi di educazione sanitaria. L'ambulatorio si trova in viale Gramsci (ex cabina Enel davanti all'ippodromo di Cesena), tel. 0547 602414.

Sostegno psicologico e sociale nella malattia


Si svolta domenica 27 maggio la XI Giornata del sollievo. In tutte le regioni del Paese sono state organizzate un totale di 130 iniziative. La giornata stata loccasione privilegiata perch la

prudenziali del peso economico del lavoro volontario: 400 miliardi di dollari. Tanto sarebbe insomma il contributo no prot all'economia del globo dei 140 milioni di persone, il 12 per cento della popolazione adulta, che in 37 Stati svolge attivit non

retribuita. IL volontariato, non solo muove risorse economiche rilevanti ma, secondo Andrea Olivero, portavoce del Forum: va a dare nuovo signicato al modello economico che andremo a costruire. Non vogliamo trasformarci in enti economici, ma dare forma a una

nuova economia sociale determinante per uscire dalla crisi. Ci sono oltre 3 milioni di volontari in Italia; conoscere il loro apporto economico non serve solo a ni statistici, signica riservargli l'attenzione che merita soprattutto delle istituzioni e della politica.

Cultura&Spettacoli
Un nuovo libro dalla Editrice Missionaria Italiana

Gioved 31 maggio 2012

19

Cinema
Eliseo, Uci

di Filippo Cappelli

in libreria da pochi mesi Dio attende alla frontiera di Renato Zilio. Riflessioni, come pagine di diario, suggerite a Renato Zilio dagli incontri quotidiani con i migranti, le persone "di frontiera" in cui - a Londra come in Marocco o a Parigi - lAutore rinviene tracce del volto di Dio. "In emigrazione, a contatto con mondi culturali diversi - afferma padre Zilio si capisce quanto nella nostra cultura e nel nostro spirito siano rimaste annidate abitudini antiche. Ormai, in un mondo dal pensiero sistemico e globalizzante, la sinergia diventata una parola-chiave per vincere. Saper collaborare con chi la pensa diversamente, con chi su unaltra sponda: questo pensare al bene comune, anzi un agire comune. il messaggio dei nostri emigranti italiani allestero in situazioni di emergenza come questa, lattuale: saper lottare per una causa comune" (da perfettaletizia.blogspot.com). Renato Zilio missionario scalabriniano, una congregazione fondata sul precetto "Ero straniero e mi avete accolto": nata per accogliere i

Il volto di Dio raccontato in un diario


Lautore Renato Zilio racconta e medita su tanti episodi della sua lunga esperienza in terra di missione, proponendo quadri di vita vissuta

COSMOPOLIS
di David Cronenberg Continua la poetica esistenzialista di Cronenberg che ancora una volta, partendo da una visione surreale del corpo, si spinge verso tematiche metafisiche profonde. La trama: un miliardario vaga sulla sua limousine progettata per essere una residenza autosufficiente in cui c tutto (perfino la toilette) e che costringe chiunque lo voglia incontrare a entrarvi dentro. Il film inizia con lidea del protagonista di andare dal barbiere allaltro capo della citt, dove era solito farsi tagliare i capelli il padre. Il viaggio che ne consegue una lenta disgregazione del mondo fuori e dentro la limousine... Come ai tempi de La mosca, (ma solo come rimando da causa efficiente) il mutamento cronenberghiano si esprime su due direttrici parallele: decadenza di una persona singola e di una societ che gli sta intorno. I ratti che portano il largo contagiano, le caotiche rivolte, il vandalismo e ancora il funerale con bara di vetro, le donne, il sesso e infine il grande confronto. Un film che preannuncia unApocalisse silenziosa, la fine delluniverso come lento adagiarsi nel sonno. Il riferimento narrativo continuo (e probabilmente pi implicito che palese) di Croneberg chiaramente al capolavoro di Ingmar Bergman, Il posto delle fragole: il viaggio del protagonista verso la propria infanzia (il barbiere del padre), con un percorso esteriore che diviene odissea interiore. Il tutto restituisce unatmosfera rara di decadenza e fine imminente. Se Godzilla era la paura dellatomica e della distruzione furiosa, Cosmopolis la paura della crisi economica, sociale e politica occidentale. il punto di non ritorno, la zona morta di Cronenberg. Forse qualcuno non apprezzer questa decisa accelerazione, ma si tratta della sua evoluzione naturale. Il frutto di uno stesso metodo. Dangerous. Dopo aver devastato corpi e carne, il novello Cronenberg arriva al profondo, allumano. Il nuovo mutante ben vestito e viaggia in unauto di lusso, solo che non vivo, o non lo pi (lauto mezzo di spostamento o, in questo caso, sarcofago postmoderno?). lumanit delle opere di Rotko (citato nel film): totalmente anaffettiva e fredda. Una delle critiche al film di essere eccessivamente verboso. In realt lo in modo voluto e programmatico: il limite del parossismo verbale il silenzio, il linguaggio significante che non rimandando pi a nulla se non a se stesso perde il suo valore di segno. Dentro un veicolo che pare una sala di regia, si siede Croneberg stesso, appena fuori dallinquadratura che insiste su Pattinson. Brindando con un prezioso calice colmo dacqua di rubinetto, il regista brinda alla fine del capitale e del capitalismo, vi corre incontro, sorpassando la violenza, la morte e probabilmente il cinema stesso. Da sinistra. Fino a fermarsi, dopo lamore per il potere creativo delluomo, nei territori vacui della feroce angoscia nichilista. Buon Niente a tutti.

migranti italiani in terra straniera, nel corso dei decenni, ha declinato la propria opera a favore di tutti i migranti. Dio attende alla frontiera racconta e medita su tanti episodi della lunga esperienza dellautore in missione in diversi Paesi proponendo, con il suo stile nitido, gradevole e a tratti soffuso di poesia, quadri di vita vissuta, guardata con locchio attento e libero di chi sa andare oltre lapparenza e arrivare alla vera essenza di situazioni umane. Lautore Renato Zilio nato a Dolo (Ve) nel 1950

e presta la propria opera nel clima multiculturale e multireligioso di Londra. Ha fatto studi universitari a Padova, in campo letterario, e a Parigi in teologia, conseguendo un titolo di master in teologia delle religioni. Ha fondato e diretto il Centro interculturale di Ecoublay nella regione parigina, e diretto a Ginevra la rivista Presenza italiana. Attualmente vive a Londra, al Centro Interculturale Scalabrini di Brixton Road e collabora con la rivista La perfetta letizia. Con lEmi ha gi pubblicato Vangelo dei migranti (2010).

A San Giacomo di Cesenatico domenica 3 giugno alle 21

Alio Modo Canticum in concerto


omenica 3 giugno alle 21 nella chiesa parrocchiale di San Giacomo di Cesenatico la Corale Polifonica Alio Modo Canticum di Cesena, diretta dal maestro Adamo Scala, animer la messa con lesecuzione della Missa Brevis (Kyrie, Gloria, Credo, Sanctus, Benedictus e Agnus Dei) dedicata a San Giovanni di Dio di Joseph Hayd, essenziale punto di riferimento per musicisti come Mozart e Beethoven. Lautore austriaco si esprime con un linguaggio dotto, ma anche estremamente comunicativo e nelle sue com-

posizioni sacre traspare unanima spiritualmente elevata e ricca di fede. Al termine della messa la corale terr un concerto, in cui eseguir il Te Deum di Marc Antoine Charpentier, per coro e soli. Charpentier, musicista del 600, formatosi alla scuola italiana, uno dei massimi esponenti della musica barocca francese e nel Te Deum troviamo accanto a momenti ispirati a magnificenza, tipici del gusto barocco, brani di squisita dolcezza e intimit, che rimandano a un animo profondamente religioso. Il coro cesenate sar accompagnato alle tastiere da Caterina Scala e Massimo Navarra e si giover dellintervento di cinque solisti: Raffaella De Ponte soprano I, Kelly Mc Clendon soprano II, Stella Bilancioni contralto, Simone Cucchiarini tenore, Filippo Pollini basso.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI a Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
DOVE LA DOMANDA SI ACCENDE
a cura di Camillo Fornasieri e Tommaso Lanosa Ed. Itacalibri (15 euro, comprensivo di un Dvd sulla storia del Centro Culturale di Milano Cmc) Itacalibri ha pubblicato, curato da Camillo Fornasieri e da Tommaso Lanosa, il libro Dove la domanda si accende che contiene il testo integrale di 12 conferenze promosse dal Centro Culturale di Milano (CMC), fondato nel 1981, con il nome di Centro Culturale San Carlo. Lo scrittore Luca Doninelli, nella prefazione a p. 8, ricorda che Il CMC fu fondato da persone pi vicine ai 20 che ai 30 anni, e fu una specie di trabocco di vita, la necessit cio di creare un luogo dove gli incontri fatti e le riflessioni che da esse erano nate potessero svilupparsi sistematicamente. Il libro diviso in 4 capitoli. Nel primo capitolo, Il dramma di Dio e il dramma delluomo, ci sono gli interventi del teologo Hans Urs von Balthasar (21 aprile 1983) su Dio e il dramma del mondo che metta a tema il problema della libert, dello scrittore Giovanni Testori (13 marzo 1989) su Conversazione con la morte. Dieci anni dopo e di don Luigi Giussani (9 ottobre 1980) su Dal senso religioso a Cristo. Nel secondo capitolo, Intercettati dalla verit stessa, ci sono gli interventi di don Julin Carrn (26 ottobre 2006) su Lurgenza della ragione, fatto a commento dellintervento di papa Benedetto XVI allUniversit di Ratisbona, del saggista francese Alain Finkielkraut (25 marzo 1998) su XX secolo, il volto tragico di uneredit. Tutto comincia dalla persona? e del matematico francese Laurent Laffargue (26 ottobre 2009) su Amore e conoscenza. Nel terzo capitolo, I lineamenti di un volto comune, ci sono gli interventi del Premio Nobel per la letteratura del 1980 Czeslaw Milosz (gennaio 1990) su Lerosione dellimmaginazione religiosa, dello scrittore e rabbino americano Chaim Potok (14 settembre 1998) su Modernit e tradizione, esperienza e fede e del politologo francese Pierre Manent (30 marzo 2009) su Desideri, autodeterminazione, convivenza. Che cos la democrazia?. Nel quarto capitolo, Immersi nella storia, troviamo il dibattito (29 novembre 1984) fra gli scrittori Alberto Moravia e Giovanni Testori su Il romanzo e la storia. Dio e popolo nei Promessi Sposi, la testimonianza (31 maggio 1990) di padre Giovanni Baravalle su Il Pavese sconosciuto. Parla un testimone e la presentazione (15 marzo 2011) fatta dal teologo protestante Rainer Riesner del libro di papa Benedetto XVI Ges di Nazareth. Dallingresso in Gerusalemme fino alla risurrezione. Allegato al libro c il DVD della durata di 37 minuti CMC In campo aperto: una storia scritta a Milano e vissuta nel mondo che contiene, oltre a filmati, interviste allo scrittore ebreo Aharon Appelfeld, al critico darte Marco Bona Castellotti, a don Julin Carrn, agli scrittori Luca Doninelli e Franco Loi, alla regista Andre Ruth Shammah, alleconomista Giulio Sapelli, a Carlo Tognoli, a Camillo Fornasieri e Giorgio Vittadini.

20

Gioved 31 maggio 2012

Cesena & Comprensorio


Cesenatico
Scuola di vela

Cesena flash
Festa della Repubblica
Momento culminante del 66esimo anniversario della Repubblica italiana sar il concerto in piazza del Popolo sabato 2 giugno alle 17. Dopo lintervento del sindaco Paolo Lucchi, echeggeranno dal "Campanone" 20 rintocchi come il 2 giugno 1946. Poi inizier il programma musicale con il coro lirico "Marietta Alboni", diretto da Matteo Unich, la banda di Cesena, guidata da Jader Abbondanza. Solisti Gaia Matteini, soprano, Antonio Corian, tenore, accompagnati al piano da Antonio Salerno. Saranno eseguite brani di Verdi, Rossini, Puccini, Bellini, Leoncavallo,. Bizet, Lehar e Morricone. Presenter Maja Ricci.

Cesenatico

Festa della Repubblica


Nel 66esimo anniversario della Repubblica italiana, sabato 2 giugno alle 21 in piazza delle Conserve, insegnanti e studenti della scuola media "Dante Arfelli" proporranno un recital. In caso di maltempo lo spettacolo si terr al teatro comunale.

Cesenatico
Incontri di poesia

Il Museo della Marineria e lIstituto italiano di Archeologia, con il supporto di Gesturist, ripropongono la scuola di vela con barche tradizionali. Il corso durer tre giorni, da gioved 7 a sabato 9 giugno, con un massimo di 18 partecipanti. La direzione scientica affidata a Stefano Medas, archeologo e storico navale.

Torna nel giardino di Casa Moretti e in altri luoghi della citt la rassegna "Serenata delle zanzare". Il 2 giugno alle 18,30 nel giardino di Casa Moretti, a cura di Stefano Simoncelli e Valter Valeri, sar proposto il recital di Guido Monti, Marco Pivato, Adelelmo Ruggeri e alle 21,30 quello di Davide Argnani, Franco Casadei, Nives De Marchi e Miro Cortini. Altro appuntamento domenica 3 giugno alle 18,30: in scena, fra gli altri, Roberto Mercadini. Accompagnamento musicale degli allievi della scuola "Italo Caimmi" diretti da Marzio Zoffoli.

Gatteo

Concerto per Nicole


Con il concerto polifonico del coro Magnicat, diretto da Ludovico Buonamano, si concludono le esibizioni per la raccolta di fondi a favore della famiglia Forlivesi che affronta onerose spese mediche per la glia Nicole. Si terr alloratorio di San Rocco alle 21 di sabato 2 giugno.

Gambettola

Festa in parrocchia

Gatteo a Mare
Coro tedesco

Mostra di Gino Balena


Sar inaugurata venerd 1 giugno alle 18 alla galleria comunale darte al Palazzo del Ridotto la mostra "Atlante" di Gino Balena a cura di Sabrina Foschini. Lallestimento scenograco di Cesare Ronconi. Rester aperta no al 24 giugno con i seguenti orari: mercoled, sabato e domenica dalle 9,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 19,30; marted e venerd dalle 16,30 alle 19,30.

La parrocchia di SantEgidio ha programmato per domenica 3 giugno alle 16 la festa per anziani e ammalati con la celebrazione della messa e lunzione degli infermi. A seguire merenda, musica in allegria presso i locali parrocchiali. Per necessit di trasporto si pu telefonare allo 0547 53183.

Lassociazione "La Siola doro" ricorda ancora una volta Lina Pagliughi. Sabato 2 giugno alle 20,45 in parrocchia sar celebrata una messa in suffragio della celebre cantante lirica. Il coro della Polizia del Saarland, uno dei sedici Lnder tedeschi, eseguir la "Missa in F.op.190" di Josef Gabriel Rheinberger. Levento rientra nellambito della XIV edizione della rassegna "Musica inCanto". Col patrocinio del Comune e della Provincia.

Ute: si chiude lanno


Nella sala Vaienti della Cisl in via Renato Serra, venerd 1 giugno alle 15,30 Libero Riceputi terr lultima lezione a conclusione dellanno accademico 2011-2012 dellUte, Universit della terza et -Fnp Cisl Cesena. Il tema "La scuola poetica dialettale di Romagna: Tonino Guerra".

A Longiano sabato 2 giugno

Una sagra di sole ciliegie


Sagra della ciliegia a Longiano. Le vie del borgo ospiteranno, dalle 15 alle 24 di sabato 2 giugno, mercatini di prodotti di stagione, cucina tipica, mostre, spettacoli, concerti e animazione. Nel centro storico saranno allestiti mercatini delle ciliegie, degli hobbisti e dellartigianato artistico. In via Oberdan lo stand gastronomico con cucina tipica romagnola a cura della Pro loco e "Langoloso", con dolci, torte, crostate e confetture a base di ciliegie del forno pasticceria Farabegoli. Nella saletta polivalente di via Borgo Fausto esporr le sue opere il pittore Paolo Canducci. Presso il Bar giardino la mostra "Pittura e paese" di Nicola Fabbri. Alle 15 in piazza Tre martiri, dopo linaugurazione della Sagra, lo spettacolo di Bimbobell per i pi piccoli. A seguire merenda con pane e nutella offerta dalla Pro loco. Dalle 16, nel giardino del teatro Petrella, la compagnia "Mons Jovis" di Santarcangelo far rivivere le atmosfere medioevali con musiche, balli e spettacoli. Dalle 17,30, prima lungo via Borgo Fausto e poi in piazza Tre martiri, il duo comico e goliardico dei "Clerici vagantes"
UNA CONFEZIONE DI CILIEGIE DELLE COLLINE DEL CESENATE

Architetture
Si svolger luned 4 giugno alle 17,30 nellex chiesa dello Spirito Santo in via Milani la cerimonia di inaugurazione della mostra "Architetture" di Jos Paulo Dos Santos e Jos Fernando Gonalves. E curata dalla Facolt di Architettura "Aldo Rossi" sede di Cesena. Si potr visitare dal luned al venerd dalle 16,30 alle 19,30; sabato e domenica anche dalle 10 alle 13.

Mostra ad Artexplora
A Santa Lucia di Cesena presso il parco tematico Artexplora dal 2 al 29 giugno saranno esposte opere di Massimo Pulini & Massimiliano Fabbri. Linaugurazione ssata per sabato 2 giugno alle 17,30. Orari di apertura: marted- gioved e domenica dalle 16 alle 19. Ingresso bimbi 3 euro, adulti 5.

presenteranno rime, pantomime e parodie. Previsto anche lo spettacolo di magia comica del "Mago Katorcio" (alle 18,30 in piazza San Girolamo e alle 20 in piazza Tre martiri). Chiuderanno la serata i dilettanti allo sbaraglio de "La corridas" (ore 21 in piazza Tre martiri). Lingresso gratuito a tutti gli spettacoli. Matteo Venturi

Montiano

Confartigianato Day
"Salviamo la piccola impresa" il tema della serata organizzata per il 4 giugno alle 20,30 a Cesena dalla Confartigianato, presso la sede di via Ilaria Alpi a Torre del Moro. Partecipano Raffaello Vignali (commissione attivit produttive alla Camera dei deputati) e Cesare Fumagalli segretario Confartigianato imprese.

Incontro con volontari


LAmministrazione comunale organizza per gioved 7 giugno alle 21 al centro culturale "San Francesco" una serata dedicata alla solidariet con il popolo africano. Interverranno Barbara Presepi, volontaria nel villaggio di Niaogho in Burkina Faso per la realizzazione di un centro per la salute e la maternit, e i coniugi Gabriella e Michelangelo Severi, promotori della costruzione di una scuola nel villaggio di Nkol Ebae in Camerun. Saranno proiettati lmati.

Cesena

Raccolta fondi
Lassociazione culturale Line.Out organizza, per venerd 1 giugno al Teatro Verdi alle 21, una serata per raccogliere fondi grazie ai quali portare avanti progetti di solidariet in orfanotro di Lettonia e Lituania.

Sarsina

Colletta per gli anziani


La Pro Loco di Sarsina promuove, per domenica 3 giugno, una colletta per donare alla Casa di via Barocci una nuova televisione, rubata pochi giorni fa. Volontari dellassociazione plautina saranno presenti domenica mattina in piazza facendo opera di sensibilizzazione tra la popolazione. (Mm)

Giula Party
La parrocchia francescana dellOsservanza conclude lanno pastorale con la festa del "Giula Party", in programma il 3 giugno nel parco adiacente al convento. Dopo la celebrazione della messa, alle 19, tutti a cena negli stand gastronomici. La serata prosegue poi alle 21 con il saggio degli allievi del corso di chitarra della parrocchia e alle 21.15 il concerto di Michele Fenati che interpreter i brani dei grandi cantautori riarrangiati per voce, pianoforte, violino e violoncello. Diverse sono le attivit estive organizzate dalla parrocchia. Il 14 giugno in programma il pellegrinaggio alla basilica di SantAntonio di Padova e visita alla cappella degli Scrovegni. Dall8 al 17 luglio si svolge il campo dei ragazzi e dal 26 agosto al 2 settembre le vacanze per le famiglie. E poi i due pellegrinaggi in Terra Santa: i periodi sono dal 4 all11 settembre e dal 22 al 29 ottobre. Per informazioni: tel. 0547.611200.

Un parco per padre Locatelli

Rubicone
Con la cerimonia di consegna della "Youth Declaration", la carta dei volontari, nata lassociazione dei "Pionieri del Rubicone", una sorta di Croce rossa volontaria che collaborer con le altre associazioni presenti sul territorio e le istituzioni. "Il documento rmato costituisce la carta dei valori in cui crede questa componente - ha detto Paolo Briganti dei Pionieri di Gatteo-. Una carta che racchiude la strategia dei giovani, descritte come una serie di sde da vincere: povert, conitto, violenza, migrazione, malattia, discriminazione e cambiamento climatico. Tutti questi sono elementi condivisi anche dalle altre componenti Cri, ma i giovani e lintero Movimento, costituito da Croce Rossa e Mezza Luna Rossa, riconoscono che vi deve essere uno spazio bene delineato in cui i giovani possano crescere e far crescere le condizioni dei soggetti vulnerabili". (Cf)

A Piombino un parco intitolato a padre Fiorenzo Locatelli, francescano di San Piero in Bagno che fu sacerdote nella cittadina toscana dal 1971 al 1985. Il parco Orto dei Frati di via Giovanni Pascoli stato inaugurato ad inizio maggio, dopo che molti cittadini si erano mobilitati perch venisse intitolato al francescano di origini romagnole che da queste parti ha lasciato un forte segno tra la gente per il "grande lavoro svolto e lamore dedicato al prossimo". (Mm)

Sport

Gioved 31 maggio 2012

21

La finale si giocher sabato 2 giugno

Doppio Campedelli
Nicola Campedelli, fratello del presidente Igor, il nuovo allenatore del Cesena. La presentazione ufficiale si tenuta la scorsa settimana allo stadio Dino Manuzzi. Mi sento pronto ad affrontare questa avventura ha detto il neo allenatore e so di essere stato scelto non per favoritismi, ma per una decisione tecnica. Volevamo un Mister che valorizzasse i giovani e puntasse alla concretezza ha detto il vice presidente Luca Mancini doti

A Cesena un torneo di tennis di alto livello


l grande tennis a Cesena. E partito sabato scorso il torneo internazionale di tennis maschile organizzato a Cesena dal Circolo Ippodromo. La cosa eccezionale che il montepremi da 15mila dollari (pi ospitalit) posiziona il torneo cesenate, in questa settimana, al secondo posto in ordine di importanza Atp dopo il Rolland Garros di Parigi. Gli altri tornei in programma a livello mondiale in questo periodo sono Futures di livello inferiore. Il direttore della competizione Giovanni Pacchioni che, poche settimane fa, si laureato, nel torneo svoltosi a San Diego (Stati Uniti), campione mondiale over 45, in una squadra tutta romagnola. Questanno il torneo ha fatto un salto in avanti: oltre al montepremi stata aggiunta anche lospitalit gratuita ai 32 tennisti del tabellone principale e questo fa aumentare di un livello il torneo. Allo stesso modo i tennisti avranno pi punti Atp in caso di vittoria o piazzamento. Il tabellone annoverava, in un primo

In campo anche Diego Junqueira, numero 171 della classifica mondiale Atp
momento, Alund Martin, argentino, numero 153 al mondo seguito da Haider Andreas (154). Dopo il forfait di questi due, diventato testa di serie Diego Junqueira, numero 171 della classifica mondiale ma tre anni fa capace di entrare fra i top 70. Fra gli intaliani sono scesi in campo, fra gli altri, Simone Vagnozzi (211), Matteo Marrai (263), Enrico Burzi (269). LEntry List si chiude con Daniele Giorgini, numero 302 al mondo. Lanno scorso questa lista si chiudeva con il numero 480 al mondo. Durante la settimana, al Club Ippodromo, si giocheranno le partite dalle 17 del pomeriggio e fino a tarda sera. La finale si disputer sabato 2 giugno alle 21. "Il costo totale del torneo - ha spiegato il direttore Pacchioni - ammonta a 50mila euro. Questanno abbiamo voluto fare un salto di qualit e la presenza di certi giocatori di alto livello ci ha ricompensati di tale impegno. Questanno la nostra competizione garantisce 33 punti Atp contro i 25 dellanno scorso. Al secondo classificato ne vanno 19 e 9 al terzo". Andrea Razzani, delegato provinciale Fit Forl-Cesena, ha confermato che in Regione il torneo cesenate uno dei pi importanti. Solo il Challenger di San Marino, con una dotazione di 100mila dollari, di livello superiore. Cristiano Riciputi che ci sono mancate nella scorsa stagione. Campedelli sar affiancato da Adriano Piraccini e da Simone Groppi, due ex giocatori del Cesena di epoche ben diverse. Il Mister ha gi annunciato che la squadra si allener sempre sul sintetico. Gi a Bellaria, dove ha allenato nelle due ultime stagioni in serie C2, la sua squadra si allenava e giocava sul prato articiale. Un allenamento alla settimana si terr a Ronta, su uno spazio ricoperto da una sabbia speciale. "E una tecnica che abbiamo collaudato gi nellultima stagione col Bellaria - ha spiegato Campedelli-allenatore - e serve a rafforzare la muscolatura e prevenire gli infortuni". (Cris. Ric.)

Calcio Grandi soddisfazioni per gli Esordienti dellAsd Romagna Centro di Martorano

Squadra in finale
Nella foto i ragazzi della squadra del 1999 dellAsd Romagna Centro. La formazione allenata dal mister Silvio Budelacci ha conquistato, a livello provinciale, il campionato della categoria Esordienti. Imbattuta sul campo, sabato scorso ha disputato le qualifiche interprovinciali, svoltesi sul terreno di gioco di Martorano (Cesena). Alla fine del triangolare, i giocatori di Budelacci, grazie a un pareggio con lIgea Marina e a una perentoria vittoria per 3 a 0 sul Virtus Faenza, si sono guadagnati laccesso alla finale regionale a tre che si terr a Cesenatico il prossimo 10 giugno. Ecco i nomi dei giovani calciatori e dei dirigenti del Romagna Centro. Portieri: Jacopo Elmi, Federico Golinucci; difensori: Gianmarco Stendardo, Francesco Tosi, Lorenzo Ceredi, Pietro Spinelli, Luca Zanotti, Giacomo Bianchi; centrocampisti: Alessandro Rossi, Luca Gherardi, Alberto Frazzoli, Samuele Gasperoni, Lorenzo Dipr, Andrea Bonandi; attaccanti: Francesco Campagna, Mattia Gasperoni, Gianmaria Battistini, Francesco Brigliadori. Allenatore: Silvio Budelacci (nella foto, secondo da destra), allenatore portieri: Simone Placuzzi. Accompagnatori: Andrea Mazzocchi, Cristian Gasperoni, Armando Brigliadori.

via Marinelli, 6 - 47521 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:


PETROLCHIMICI AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI in ITALIA... nel MONDO

22

Gioved 31 maggio 2012

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Vuole valorizzare la missione educativa dell'associazionismo sportivo cattolico


una testimonianza personale fatta di stili di vita positivi, alla vera emergenza educativa che sta interessando in modo particolare i giovani. Proprio per questo, la Scuola di Pensiero dedica il secondo anno di attivit a una serie di riflessioni sul tema Dalleducazione alla ricerca di Dio. Il primo appuntamento stato dedicato allo sport come moderno Cortile dei Gentili, animato da due autorevoli esperti del Pontificio Consiglio della Cultura: monsignor Sanchez, sottosegretario, e dapadre Laurent Mazas, direttore esecutivo del Cortile dei Gentili. Ogni parrocchia, si detto, potrebbe aprire uno spazio sportivo che accoglie tutti, credenti e non credenti, alla stregua del Cortile dei Gentili, che era originariamente uno spazio dellantico tempio di Gerusalemme, al quale tutti potevano accedere, indipendentemente dalla cultura, dalla lingua e dallorientamento religioso di appartenenza. Oggi assistiamo al fatto che ci sono tanti giovani sportivi per i quali la religione una cosa estranea, ma che non vogliono rimanere semplicemente senza Dio. Infatti, molti di loro sono profondamente delusi dai tanti idoli che il sistema sportivo odierno ha loro proposto. Occorre dunque in questa situazione (commenta a tal proposito Massimo Achini) aiutare gli atleti a incontrare Dio non ai margini della loro vita sportiva, ma dentro lesperienza sportiva. Gli atleti, di solito, non colgono pienamente i valori educativi dello sport. Giocano in effetti perch piace loro giocare, ma difficilmente si rendono conto dei perch: perch bello giocare, perch si sente lesigenza di competere, da dove nascono lansia di vincere e i bisogni profondi di infinito, di felicit, di libert, di giustizia. In questo caso, lesperienza sportiva pu diventare una lettura e una risposta, in chiave umana e di fede. Come disse Giovanni Paolo II al Csi, lo sport deve contribuire a rispondere a quelle domande profonde che pongono le nuove generazioni circa il senso della vita, il suo orientamento e la sua meta.

Csi Cesena
Il punto sullattivit sportiva
Gran parte delle competizioni, che hanno preso avvio allinizio dellanno sportivo 2011/12, sta volgendo al termine. In questi giorni infatti si concludono i vari campionati di calcio dedicati alle categorie giovanili e lattivit di pallavolo, rivolta ai giovani e agli adulti (maschi, femmine e misto). Per quanto concerne la Coppa del nonno, relativa al calcio Over 35 in lizza per la nale valevole per il 1posto (che si disputa nel momento in cui il giornale va in stampa) sono rimasti il San Colombano Italtex, che ha scontto, dopo i calci di rigore, per 4 a 3 la Pol. Sala, e il Club Forza Forl, che ha battuto nettamente nel turno precedente il Ruffio Moreno & C. La nale della Coppa delle Coppe, riservata alla categoria dilettanti di calcio, avr luogo il 2 giugno allo stadio Dino Manuzzi di Cesena e vedr di fronte il Refugium Corpol, che ha superato in seminale col punteggio di 5 a 1 la S.S. Acquapartita, e la Pol. Il Compito, che ha avuto la meglio col parziale di 4 a 2 sullA.C. Fiumicinese. Per quel che riguarda inne la Supercoppa di calcio dilettanti la nale di domenica 26 maggio al campo sportivo di Diegaro ha visto il successo della Pol. Forza Vigne, che ha piegato di misura, 2 a 1, il Badia.

Una Scuola di Pensiero per uno sport pi vero


a Scuola di Pensiero, uno sport per luomo aperto allAssoluto, promossa da don Mario Lusek, direttore dellUfficio Sport della Cei con la Sezione Chiesa e Sport del Pontificio Consiglio per i Laici e il Pontificio Consiglio della Cultura e sostenuta fortemente dal Csi, ha lo scopo primario di rigenerare la cultura sportiva in Italia, mettendo in risalto la missione educativa dellassociazionismo sportivo cattolico. Un gruppo di sessanta persone, composto tra gli altri da dirigenti, allenatori, docenti universitari, sacerdoti e studenti provenienti da tutta Italia, si propone,con un fitto calendario di incontri, di proporre un nuovo modello educativo e sistema sportivo e al calcio in di cultura sportiva da mettere a particolare. Lobiettivo formare disposizione dellassociazionismo dirigenti e allenatori che non cedano sportivo italiano. alle seduzioni del doping, del denaro e Lesigenza fondamentale, sottolinea della vittoria a tutti i costi. Educatori Massimo Achini, presidente nazionale sportivi, che siano anche persone del Csi, che solo uno sport che umanamente e spiritualmente rimette al centro il bene ultimo mature, come chiede papa Benedetto dellatleta, la sua dignit e la questione XVI, che sappiano far fronte, attraverso educativa, pu ridare credibilit al

Csi Cesena | Un po di storia

Due appuntamenti

Torneo di Calcio a 5 femminile e Scacchi a favore del Caima


2 TORNEO CALCIO A 5 FEMMINILE La Polisportiva 1980 Asd (Santa Maria Nuova), in collaborazione con il Centro Sportivo di Cesena, organizza il secondo Torneo di Calcio a 5 femminile. Il torneo inizier il 25 giugno e il montepremi di 1.000 euro in buoni. Il torneo prevede la partecipazione minima di otto squadre suddivide in due gironi con partite di solo andata. La quota discrizione di 60 euro, comrpeso tesseramento free sport. Le iscrizioni termineranno domenica 17 giugno e al momento delliscrizione si dovranno versare 120 euro come garanzia della partecipazione e dellavvenuta iscrizione. La riunione per sorteggi e calendario si terr marted 19 giugno alle 21 presso la sede della Polisportiva 1980 in via Palestra, a Bertinoro. Ogni squadra al momento delliscrizione dovr presentare una lista di massimo 15 calciatrici; possono fare parte di questa lista al massimo due tesserate Figc che possono andare contemtemporaneamente in distinta. Per info, iscrizioni, regolamento e tesseramento Csi: Polisportiva 1980 Asd, polisportiva1980@gmail.com, 393 2898142 (Giovanni), www.polisportiva1980.it TORNEO DI SCACCHI Il circolo scacchistico P. Morphy organizza per venerd 8 giugno un torneo di scacchi che si svolger nella sede in via C. Lugaresi, a Cesena. Il ricavato andr completamente donato allassociazione Caima, che si prende cura dei malati di Alzheimer e dei loro familiari. Si applicher il regolamento semilampo. Inizio torneo: ore 21,15; premiazioni: ore 23,30. Per info e preiscrizioni: Patrizio Di Piazza, tel. 0547 24125, p.dipiazza@libero.it

La foto di questa settimana ritrae il G.S. Cella, che partecip al campinato di pallavolo femminile nella stagione sportiva 2004/05.

Pagina Aperta

Gioved 31 maggio 2012

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

In politica occorre stare molto attenti ai segnali che vengono dalla gente
dello stato e meno centralista (impostazione peraltro da sempre propugnata dal cattolicesimo); di riforma della P divenuta spesso un .A., pachiderma ingovernabile; di eliminazione delle Province, ente territoriale di livello intermedio di cui si potrebbe fare a meno; di riforma elettorale, con la reintroduzione delle preferenze; di distinzione tra giustizia requirente e giudicante; di rafforzamento della funzione di governo con lintroduzione della sfiducia costruttiva (se ne parlava gi pi di venti anni fa nella commissione per le riforme costituzionali Bozzi). Con questo, credo che si migliori la situazione ma che non si ricostruisca il tessuto connettivo della societ. Nonostante cio', ho dei dubbi che chi si richiama allo spirito costituente intenda realmente porsi il problema di cambiare. Allora, si lascia spazio a chi chiede il cambiamento chiamandosi fuori dal sistema, come dimostra l'affermazione dei grillini alle ultime amministrative, peraltro ampiamente aiutati dal comportamento dei partiti che hanno fatto di tutto per non impedire la caporetto. Credo che il compito di tutti, ma soprattutto dei cattolici, oggi come oggi, non sia quello di richiamarsi a valori costituzionali condivisi (nei quali purtroppo ci sta tutto e il contrario di tutto), bens di affermare, uno per uno, per nome, i valori che consideriamo essenziali per perseguire il bene di ciascuna persona, anche della pi piccola e indifesa. Stefano Spinelli Carissimo Stefano, ripartire dagli ultimi, scrivi in chiusura e non posso che essere daccordo con te su questa linea, come pi volte scritto e riscritto anche su queste stesse colonne. Condivido anche gran parte della tua lettera. Per quanto mi riguarda, il mio era un richiamo allo spirito che anim i padri costituenti. Non era certo un generico riferimento al buonismo o alla rinuncia della propria identit. Non vedo dove tu trovi queste mie affermazioni. Fare processi alle intenzioni non serve a nessuno e non costruisce nulla di buono. Come tu sottolinei, lapparato statale va snellito, senza alcun dubbio. Il responso uscito dalle urne delle recenti amministrative indica una strada di cambiamento radicale, voluto dalla gente che con un voto cosiddetto di protesta desidera manifestare limmenso disagio vissuto in ogni angolo del Paese. Sostegno alla famiglia, lunica prevista dalla costituzione, e ampio ricorso alla sussidiariet sono di certo fra le priorit da mettere subito in campo, se si vuole uscire da un tunnel che appare senza sbocchi. Certo la crisi economica impone misure a volte drastiche e anche odiose, come lImu che tu ricordi, ma lurgenza di sistemare i conti pubblici, prima di un possibile disastro, ha suggerito interventi di certo impopolari, divenuti assolutamente necessari, dopo gli anni del bengodi. Mi fermo qui. Nelleditoriale rifletto sul bene comune e su come esso debba essere inteso e praticato e non solo sbandierato. Andiamo avanti col confronto, convinti che ognuno di noi abbia idee positive da mettere in campo per la crescita e la convivenza civile, a partire dalla nostra comunit locale. Cordialmente. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

aro direttore, ringrazio tuo tramite il sindaco Paolo Lucchi che ha riscontrato la mia precedente lettera (cfr. Corriere Cesenate n. 18 del 10 maggio). Permettimi una considerazione. Entrambi fate riferimento alla carta costituzionale e alla necessit di una nuova ricostruzione di valori condivisi come fu per la fase costituente nel dopoguerra. La cosa mi coglie un po di sorpresa. Da pi parti, soprattutto nel centro sinistra, si sostiene invece che la costituzione non deve toccarsi, che non necessario rifondare il fondamento istituzionale del paese. Almeno, qualsiasi tentativo proposto in tal senso stato sinora considerato un attentato al paese. Mi chiedo: venuta meno la pregiudiziale antidemocratica di chi vorrebbe aggiornare la carta? condivisa veramente la necessit di ammodernare lItalia? Perch questo il primo quesito. Se la risposta che la costituzione un totem che incarna lunica via democratica possibile (e, per quanto mi riguarda, essa stata la migliore possibile per molti anni della storia italiana), il continuo richiamo allo spirito costituente oggi un esercizio puramente storico, estetico o retorico. Sospetto, anzi, che quando si dice di voler ritrovare il medesimo spirito costituente si voglia in realt dire di rinunciare alle rispettive diverse identit storico-culturali, per lasciare sostanzialmente le cose come stanno. Ma possibile lasciare che la carta costituzionale sia continuamente oggetto di interpretazioni che la stravolgono fin dalle fondamenta? La famiglia naturale fondata sul matrimonio ormai una chimera; il diritto alla vita cede di fronte a un assoluto diritto di autodeterminazione che non esiste in nessuna parte della costituzione; la libert di far propaganda della propria fede (s, cos dice la carta) considerata pratica intollerante e fondamentalista; la presunzione di innocenza dellimputato fino a sentenza definitiva un reperto archeologico; persino il diritto alla privacy affoga in miliardi di intercettazioni; la separazione dei poteri dello stato, tra legislativo e giudiziario, che risale addirittura al Montesquieu, si affievolisce grazie alle sentenze creative dei giudici che legiferano anche in assenza di norme; il diritto alla giustizia del cittadino si infrange in anni di inutile attesa (ma alcuni processi politici sono pi veloci e pi uguali degli altri per citare Orwell); le misure economiche che dovrebbero agevolare la formazione delle nuove famiglie si riducono a miseri assegni familiari e, quando si decide di mettersi attorno a un tavolo per discutere di un serio sostegno alle famiglie, subito viene avanzato il problema dellestensione dei benefici anche alle coppie di fatto; dovrebbe favorirsi, secondo la costituzione, laccesso del risparmio alla propriet della casa e lodierna IMU fa esattamente il contrario; la sussidiariet anche citata nellart. 118, ma come se non lo fosse; il cittadino concorre alle scelte del paese attraverso i partiti, e non come ora attraverso i tecnici. Mi fermo qui ma potrei proseguire. Per quanto mi riguarda, ricostruire i valori condivisi di un paese significa riaffermare questo orizzonte costituzionale, ma dubito che in genere si intenda questo. Avrei piacere di sbagliarmi. Nella migliore delle ipotesi, quando ci si riferisce a un nuovo spirito costituente sintende lesigenza di approdare a riforme istituzionali, discutendosi tuttal pi di unaccelerazione in senso federalista

Una rotonda da completare e dossi figli di un dio minore. I due scatti riportati in pagina mostrano un paio di tratti della via Capannaguzzo, a Macerone di Cesena. Allintersezione con la via provinciale Sala che viene da Ponte Pietra e Ruffio, da tempo in costruzione una rotonda al posto dellincrocio nel quale trov la morte, il 5 gennaio 2007, il giovanissimo Maicol Bocchini che abitava nella vicina frazione di Bulgarn. I lavori sono fermi da tempo e le erbacce ostruiscono la vista sui cartelli stradali, appoggiati alla meglio e sistemati peggio. La seconda foto immortala un dosso a Macerone, direzione Capannaguzzo. Agli abitanti di Bulgarn, che da tempo ne fanno richiesta, sempre stato detto che, per motivi di vie di fuga, sulla via Capannaguzzo non si possono installare i dissuasori del traffico. La stessa via, a Macerone e a Capannaguzzo, deve avere altri santi in paradiso.

In ricordo di Ornella Dominici Pivi mamma santa di otto figli


Grande folla venerd 25 maggio, nella chiesa parrocchiale di SantEgidio di Cesena, per i funerali di Ornella Dominici in Pivi, scomparsa mercoled 23 a Cesena al termine di unestenuante malattia. "Cara Mamma". Il momento pi toccante stata la testimonianza resa dagli otto figli Gabriella, Grazia, Arianna, Simone, Alessandro, Maria, Rossella e Anna, saliti sullaltare a ringraziare la madre scomparsa per il dono della vita e della proposta della fede in Cristo". "Cara mamma" La chiesa parrocchiale di SantEgidio di Cesena, dedicata al Cuore Immacolato di Maria, non piccola. Eppure, il 25 maggio scorso era strapiena, famiglie intere con ORNELLA DOMINICI IN PIVI DEfigli, giovani e anziani, congiunti stretti e semplici conoscenti, tutti a dare lestremo CEDUTA IL 23 MAGGIO NELLA SUA CASA A SANTEGIDIO DI CEsaluto ad Ornella Dominici in Pivi. Ornella ha chiuso per sempre gli occhi il 23 SENA. AVEVA 72 ANNI maggio, nella propria abitazione, al termine di un calvario estenuante iniziato 22 anni fa con un primo intervento chirurgico, seguito da altre operazioni, terapie e tante privazioni. Sono qui Signore, questa la mia vita. Ornella se n andata offrendo sino allultimo al Signore limmane sofferenza provocata dalla malattia, attorniata dagli 8 figli e dai 23 nipoti, oltre che dal marito Romano Pivi, per anni responsabile della filiale cesenate della Banca Popolare dellEmilia-Romagna. Non stata una liturgia qualunque. A cominciare dagli 11 sacerdoti celebranti, giunti anche da citt lontane, amici di Ornella e Romano, coppia straordinaria capace di investire tutto e a buon titolo sullamore coniugale, ma anche degli otto figli, tutti sposati e residenti fuori Cesena a parte due. Tre giorni prima che lei volasse in cielo, avevano chiamato il parroco don Gabriele Foschi perch celebrasse i cinquantanni di matrimonio nellabitazione di via Lugo, nonostante Ornella fosse gi in punto di morte. Il momento pi toccante della messa esequiale stata la testimonianza resa da Gabriella, Grazia, Arianna, Simone, Alessandro, Maria, Rossella e Anna, gli otto figli della coppia, saliti sullaltare a ringraziare la madre per il dono della vita e della fede in Cristo. Cara mamma - interviene fra le lacrime Alessandro - ti ringrazio per averci insegnato ad amare la Chiesa, da te amata come una figlia, perch la Chiesa padre e madre e ci dona il corpo e il sangue di Ges che tu andavi a ricevere ogni giorno. Sono accorsi in centinaia a salutare Ornella e ad abbracciare Romano, lex direttore di banca (Ho lavorato tanto, vero, ma solo per educare i miei figli e dare loro un futuro) che, di battaglie per la famiglia come agenzia educativa e formativa, ne ha fatte tante e a tutti i livelli. Cara mamma - dice Rossella - tu non sei stata solo una bravissima mamma, ma anche e soprattutto una mamma santa. Sin da piccoli scherzavamo sul fatto che il tuo nome non fosse scritto fra i santi del calendario e dicevamo che saresti stata la SantOrnella che mancava". Cara mamma - interviene Arianna - vorrei ricordare in particolare il dono della fede, che, insieme allamore, porta vera gioia nella nostra vita. Mamma, oggi sono qui grazie a te. Perch il tuo amore per noi e la tua grande fede in Dio sono andate oltre la cattiveria della persone che ti dicevano che otto figli erano troppi. Cara mamma - conclude Gabriella in questi giorni, mentre tu ti spegnevi, abbiamo invocato il dono dello Spirito, abbiamo pregato e cantato per superare e vivere questo dolore. Carissimi mamma e babbo, ci avete testimoniato un amore grande, lungo 56 anni. Vi abbiamo visti a volte litigare ma sempre saper far pace, darvi un bacio e scambiarvi una carezza, essere uniti nelle risposte alle nostre domande. Cari Ornella e Romano - aveva esordito don Gabriele - questa chiesa cos piena di venerd pomeriggio, la prova tangibile del tanto amore seminato per la famiglia e per la vita. Non dubitare - recita la lettura del giorno - Dio ti protegge e non ti abbandona". Cara Ornella chiude il celebrante - tu sei licona pi grande della profondit del mistero della sofferenza e della gioia. Dal 25 maggio, Ornella Dominici riposa nella tomba di famiglia del cimitero di Ronta, alla periferia nord di Cesena. Piero Ghetti

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale

SETTIMANALE DI INFORMAZIONE DELLA DIOCESI DI CESENA-SARSINA

ECONOMIA I SETTORI CHE CREANO LAVORO


La burocrazia si abbatte su bimbi disabili
C.I.P - Corso Sozzi 39 - Corriere Cesenate 2011 .