Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Diocesi

Assisi

Gioved
22 settembre 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 34 - contiene I.P.


euro 1,30

34

Parrocchie

11

Cesena

13

Pietro Campitelli
minore del Vangelo
per sempre

Sete di pace
Religioni e culture
in dialogo

Settembre
mese di feste
in tante comunit

La materna
di Case Finali
compie 60 anni

l cesenate, 29 anni, ha
fatto la professione perIpetua
sabato scorso nel

i concluso marted 20
settembre lo storico inScontro
fra leader, a tren-

el prossimo fine settimana appuntamenti a


N
Villachiaviche, San Paolo,

scuola parrocchiale
ospita 110 bambiLni,aoggi
20 nella sezione pri-

convento di Pavullo nel Frignano (Modena)

tanni dallinvito di papa


Giovanni Paolo II

San Vittore, Pievesestina,


San Martino in Fiume

mavera e 90 nella scuola


dellinfanzia.

Editoriale
Una luce che illumina

A colloquio con il vescovo di Cesena-Sarsina monsignor Douglas Regattieri

di Francesco Zanotti

o scoramento sempre in agguato.


Rischia di impadronirsi, se non di tutti,
di molti. Anche i pi solidi rischiano di
farsi travolgere da unonda depressiva che
non invita a essere ottimisti. La confusione
regna ovunque, alimentata da una valanga
comunicativa che travolge e confonde. Non
abbiamo quasi pi certezze. Non sappiamo
neanche pi distinguere un matrimonio da
una unione civile, come avvenuto con il
recente caso di Savignano sul Rubicone.
Captiamo paure ovunque, alimentate da un
individualismo esasperato. Eppure Lo devo
scrivere e ripetere. Per fortuna si pu anche
dire ancora eppure. S, perch non vogliamo
farci condizionare dal male che sembra
divorare il mondo e pare seminare a piene
mani discordia nelle famiglie e tra le nazioni.
No, ci diciamo a bassa voce, ma convinti: non
pu essere cos. C anche dellaltro, quello di
cui nessuno scrive e racconta. C unaltra
realt che rischia di rimanere nel silenzio, ma
che merita di essere conosciuta.
Non dico questo per facile buonismo. Le
metto nero su bianco dopo aver riflettuto a
lungo sul tema a cui dedicare questo spazio. E
ho preso questa decisione dopo aver letto e
chiuso ormai tutto il giornale che voi lettori
avete in mano in questo momento. Un foglio
stracolmo di vita autentica dalle nostre
comunit locali che in tantissime occasioni
festeggiano in parrocchia il santo patrono.
Si tratta della variet di una proposta che
stupisce a ogni ricorrenza. E mi piacerebbe
che si stupisse anche chi ci segue ogni
settimana. Non per una rassegna delle feste
sotto il campanile, ma per raccontare del
desiderio di mettere insieme ci che si ha di
pi bello e affascinante. Come la vedova che
ritrova la moneta perduta e chiama le vicine
di casa a festeggiare.
il nostro quotidiano farci prossimo che
condividiamo anche da queste pagine
interpretate e vissute come una agor. Non
alziamo muri, casomai costruiamo piazze, ha
detto il vescovo Douglas domenica scorsa
durante lassemblea diocesana di avvio
dellanno pastorale e lo ha ripetuto anche
nellintervista riportata nel Primo piano.
Nella piazza la gente si incontra e si scambia
la vita. Insieme agli amici, ci si ritrova per
condividere le esperienze. Abbiamo un
tesoro in vasi di creta, il titolo dellanno
pastorale. S, vero, in un contenitore
fragile, ma si tratta pur sempre di un tesoro,
qualcosa di prezioso da custodire, ma anche
da frazionare. Il cristiano d ragione della
speranza che vive, scriviamo a pagina 5. La
sua testimonianza una speranza in atto, per
dirla con la Spe salvi di papa Benedetto. Ecco
perch la realt acquista unaltra luce. Una
luce che illumina questi anni altrimenti fin
troppo bui.

In ascolto
della citt

FOTO MARIGGI

Si apre lAnno Pastorale, dedicato alla fragilit umana, che indica la bellezza di
quanto la comunit cristiana vive e anche la difficolt che si incontra in un mondo
che appare in direzione opposta. Il vescovo Douglas ne parla a tutto tondo in
unintervista nella quale affronta diversi argomenti che riguardano la Chiesa
locale: dalla scelta preferenziale per i poveri, alla visita pastorale, dallAnno Santo
della Misericordia alla Chiesa in uscita, dalla diminuzione del numero dei
sacerdoti al buon numero dei seminaristi. Farsi prossimi con tutti: uno dei temi
pi presenti nelle linee pastorali del prossimo quinquennio e sul quale monsignor
Regattieri ha indicato, quale strumento dazione, quello del Questionario. Una
iniziativa dei prossimi mesi, volta ad ascoltare la gente.
Primo piano alle pagg. 4 e 5

Macfrut
Dopo il successo
si pensa gi
al futuro

Valle Savio

14 Cesenatico

15

Sala in festa
Si apre una nuova
Porta Santa

17 Cultura

19

Padre Amorth
Nuovo libro
e basilica di Sarsina del montianese
Un lungo legame
Giorgio Bolognesi

Opinioni

Eutanasia

Riscoprire il significato della sofferenza


N

(FOTO AFP/SIR)

Gioved 22 settembre 2016

o. Non possibile restare indifferenti. E non possibile non provare un brivido di


fronte al giubilo di qualcuno che in queste ore celebra il Belgio come un faro di civilt
per aver registrato un (triste, tristissimo) primato, quello di essere il primo Paese in cui
un minorenne ha subito leutanasia. Gi, il Belgio, dove un adolescente su 5 pensa al suicidio.
E 1 su 10 lo fa. Dove la prevalenza lifetime della sofferenza mentale , insieme ad Olanda e
Francia (tutti paesi in cui c una qualche legge che consente forme di eutanasia) la pi alta
della cosiddetta Europa evoluta: 29 per cento (in Italia: 18 per cento). Uno studio europeo sul
consumo di cocaina in 19 grandi citt colloca lItalia al nono posto (Milano). E chi c al primo
posto? Il Belgio (Anversa), con 2 chili e mezzo al giorno ogni 1000 abitanti! Per la cannabis
stravince lOlanda (Amsterdam). S certo, gli studi che basano la felicit sul Pil dicono altri
dati. Ma questo il punto: quella specie di felicit, basata sul Pil e su una presunta sensazione
di libert, una parodia dellumano. E guarda caso, dove il Pil alto, anche la sofferenza
mentale lo . E puntualmente fa capolino leutanasia.
Si sono affrettati a dire che la prima vittima minorenne delleutanasia non fosse depressa,
anzi che ha espresso un consenso pieno e con lei anche i genitori. Davvero? Un adolescente,

Quella specie di felicit basata sul Pil e su una presunta sensazione di libert una parodia
dellumano. E, guarda caso, dove il Pil alto anche la sofferenza mentale lo . E puntualmente
fa capolino leutanasia, specchio di una societ triste dove la depressione dilaga

Carlo Azeglio Ciampi


Limpegno sul valore dellidentit
nazionale e lapertura europea
n fin dei conti se abbiamo sdoganato il tricolore e
cantiamo senza ritegno linno nazionale lo
dobbiamo proprio a Carlo Azeglio Ciampi: uno dei
pochi e comunque lultimo presidente della
Repubblica eletto con voto unanime.
Questo impegno sui segni, i simboli e il valore
dellidentit nazionale tuttavia lontanissimo da ogni
retorica. Gli derivava dalla identit profonda di servitore
dello Stato e delle istituzioni, nei vari incarichi di vertice
che ha occupato. Ed era accompagnato da una
altrettanto naturale e
coerente apertura
europea.
Caratteristiche che
esprimono anche il
vissuto di una
generazione, quei
giovani passati
attraverso una guerra
devastante che hanno
poi vissuto tutta la storia
repubblicana. Una generazione ormai passata che per,
anche nel concreto della vita delle famiglie e delle
comunit locali italiane pu rappresentare un
riferimento prezioso.
Governatore, presidente del consiglio, ministro, capo
dello Stato: sempre con quella disponibilit di servizio
che lo ha reso sobriamente popolare. Forse con Pertini,
dal quale era cos diverso, il pi amato: non a caso luno
e laltro, ma soprattutto Ciampi e la signora Franca,
molto legati a Giovanni Paolo II.
Segno eloquente della radice cristiana dellidentit
italiana espressa con serena laicit.
Nella cosiddetta seconda Repubblica, quella del
bipolarismo assoluto e un po caricaturale, delle
alternanza per disperazione, rappresenta la concreta
possibilit di un baricentro fondato sul rispetto e la
promozione delle istituzioni. Ovviamente con le sue
idee, la sua storia, la sua sensibilit politica: pur mai

La fotografia

Il folto gruppo di spingitori della podistica Easy Runner di Mercato


Saraceno. Hanno partecipato alla Maratona Alzheimer del 18 settembre
scorso, in compagnia di Domenica. Sono partiti dalla pieve di San Damiano
insieme agli altri atleti, e hanno corso fino al parco di Levante a Cesenatico
in 3 ore e 50 minuti. Non si sa se siano stati i podisti a spingerla in carrozzina
al traguardo o se sia stata lei a trascinarli con il suo entusiasmo.
eletto in Parlamento, non fu mai un algido tecnocrate, ma appunto un
tecnico nel senso alto di civil servant, servitore dello Stato.
Nelle democrazie il rapporto tra tecnica e politica, tra sapere e
rappresentanza decisivo.
Ecco dunque le tre lezioni che ci ricorda la sua scomparsa: sullidentit
italiana ed europea, sulla necessit di un largo consenso istituzionale e
costituzionale anche e soprattutto in caso di sistemi maggioritari e
infine sul servizio pubblico.
LEuropa di Maastricht dei tempi di Ciampi lontanissima da quella
del dopo Brexit. LItalia della fine della seconda Repubblica mai nata
lontanissima e molto pi povera, cos come lEuropa in cui inserita,
dallItalia della fine della prima Repubblica. Queste tre lezioni, anche
se molti attori della politica di oggi sembrano nati imparati, restano
essenziali. Se vogliamo affrontare impegni gravosi con prospettiva
adeguata.
Francesco Bonini

che non viene ritenuto capace di


votare, di sposarsi, di trattare affari
economici e persino di gestire la sua
sessualit, davvero cos maturo
per esprimere una volont tanto
complessa come scegliere di
morire? E davvero un adolescente (e
i suoi genitori) provato da una
malattia devastante pu essere
sereno, di buon umore, certamente
non depresso, come si sono
catapultati a sostenere? E ucciderlo
davvero lunico modo per
consentirgli una morte dignitosa,
come se le cure palliative e la
gestione medica del dolore non
fossero efficaci? Io mi sento di
rispondere no: non credo alla libera
e autentica scelta da parte di
persone cos duramente provate e
vulnerabili.
Credo che la risposta dignitosa sia
unaltra: non lasciare solo chi si
trova in queste drammatiche
vicende. Le scelte eutanasiche
rispondono a logiche di
depressione, di disperazione, di
solitudine. E a logiche economiche.
Forse le logiche economiche
sfruttano la disperazione: stiamo
creando le premesse per una societ
dove non ci sar posto, per esempio,
per le persone affette da Alzheimer
(come accade appunto in Belgio ed
Olanda), persone la cui mente
abitata da una straniera bizzarra, la
demenza, davvero gli ultimi degli
ultimi, indifesi e economicamente
inutili (oltre che costosi).
Leutanasia lo specchio di una
societ triste, dove la depressione
(cos recita lOms) sar la principale
causa di invalidit entro 3-4 anni.
E infine: non credo che la sofferenza
sia di per s priva di senso e di
significato. Ho visto nelle agonie
ricomporsi relazioni autentiche e
sperimentare momenti di intensa
vicinanza, di riscoperta dellaltro e
di amore.
Ho visto, anche per esperienza
personale, oltre che professionale,
persone con Alzheimer provare
momenti di rinnovata felicit. Ho
visto famiglie riscoprire lautenticit
attraverso il dramma. Ho visto
persone morire con una dignit
autentica e solenne.
Dico che a questo dovremmo
guardare e tendere, a questo morire
dignitoso, rispettoso della persona,
piuttosto che colludere con la
costruzione di una societ
mortifera.
Non scontato e nientaffatto
semplice, ma in definitiva credo che
per dire di no ad ogni forma di
eutanasia, occorra riscoprire il
senso e il significato della
sofferenza.
Tonino Cantelmi

Gioved 22 settembre 2016

Primo Piano

INTERVISTA. In occasione dellapertura del nuovo anno pastorale, a colloquio col vescovo
Douglas. Numerosi i temi affrontati, tra cui i giovani, la fede, le periferie, le vocazioni

La Chiesa, presenza gioiosa nella societ


Francesco Zanotti
llavvio del nuovo anno pastorale abbiamo posto diverse domande al vescovo Douglas. Numerosi i temi trattati: dalla
scelta preferenziale per i poveri alla
visita pastorale, dallAnno Santo
della Misericordia alla Chiesa in
uscita, dalla diminuzione del numero dei sacerdoti al buon drappello di seminaristi. Monsignor Regattieri non si sottratto a nessun argomento. Abbiamo un tesoro in vasi di creta - educare alla fede nella
fragilit il tema del nuovo anno
che indica la bellezza di quanto la
comunit cristiana vive e anche la
difficolt che si incontra in un mondo che appare in direzione opposta.
Il Papa ci invita a essere costruttori di ponti, ricorda il presule nellampio colloquio che segue.

Eccellenza, si parte con un nuovo


anno pastorale dedicato alla
fragilit umana. Noi abbiamo un
tesoro in vasi di creta. Educare
alla fede nella fragilit, questo il
titolo scelto per il 2016-2017. Che
significato pu avere e su che
strade ci dobbiamo incamminare
visto il tema cos in prima linea,
ma anche cos vasto?
Col tema della fragilit abbiamo
voluto riprendere uno degli
ambiti del Convegno di Verona
(Il Convegno si svolse a met del
decennio 2000-2010 a Verona dal
16 al 20 ottobre 2006). Tema
portante di quel Convegno fu la
cosiddetta questione
antropologica, sempre pi legata
alla questione sociale. La
domanda di fondo verteva
attorno alla possibilit per i
cristiani italiani di quale servizio
offrire al Paese in quanto
testimoni di speranza, quanto e
come incidere ed essere presenti
nel tessuto della societ. Tale
testimonianza
cristiana si sviluppava
nelle cinque grandi
aree dellesperienza
personale e sociale,
chiamate i cinque
ambiti. Essi furono la
vita affettiva, il lavoro
e la festa, la fragilit
umana, la tradizione,
la cittadinanza. E
indubbia la valenza
antropologica di questa
impostazione. Abbiamo ritenuto
giusto e fecondo riprendere
queste tematiche (ogni anno del
prossimo quinquennio 20162021 metteremo a fuoco un
ambito), perch ognuno di essi
interpella tutti: credenti o non
credenti. Oggi la questione
antropologica (chi luomo?)
rimane in tutta la sua
drammaticit. Il Convegno di
Firenze, successivo a quello di
Verona, a met del nuovo
decennio 2010-2020, svoltosi a
Firenze dal 9 al 13 novembre
2015 col titolo: In Ges Cristo il
nuovo umanesimo,
ha continuato e approfondito la
riflessione sulluomo,
svelando che la sua autentica
identit sta nellincarnare nella
sua vita le tre caratteristiche
dellUomo nuovo, che Ges
Cristo: umilt, disinteresse e
beatitudine-gioia dentro le
cinque vie della Chiesa: uscire,
annunciare, educare, abitare e
trasfigurare.

CESENA, CHIESA DI SANTAGOSTINO,


DOMENICA 18 SETTEMBRE
IL VESCOVO DOUGLAS CON LA FAMIGLIA
DELLASSOCIAZIONE PAPA GIOVANNI XXIII
CHE ABITER IN EPISCOPIO

La scelta preferenziale dei


poveri e degli ultimi come
viene vissuta in diocesi di
Cesena-Sarsina?
Direi che possiamo
considerare tre livelli di
attuazione di questa opzione
preferenziale che papa
Francesco fa sua nella
Evangelii gaudium, (n. 198),
ma che risale, come

Per accogliere non


basta riempire le
canoniche vuote. Non
ridurre il discorso al solo
aspetto economico
sappiamo, a san Giovanni
Paolo II (Sollicitudo rei
socialis, n. 42). E ancor prima
al Concilio. Ricordo un radio
messaggio di san Giovanni
XXIII, alla vigilia del Concilio:
La Chiesa si presenta quale
e vuole essere, come la Chiesa
di tutti, e particolarmente la
Chiesa dei poveri.
Il primo livello quello
personale. Ogni credente si
misura e deve misurarsi coi
poveri: di casa sua, dei vicini,
della sua comunit, del paese
e anche del mondo intero. Ci
sono a questo livello iniziative
che possiamo dire eroiche.
Penso ai sacerdoti, religiosi e
laici che anche dalla nostra
diocesi sono partiti e si
spendono per i poveri in
diverse parti del mondo. E il
martirio della carit, del dono
di s che ci interroga molto.
Segue il livello delle comunit
cristiane (parrocchie,
associazioni e movimenti).
C ancora molto da fare;

tuttavia ci sono segni e gesti


molto belli e concreti di
attenzione agli ultimi. Penso
in questo momento al
problema dei profughi. Ho
visto tanta disponibilit dei
nostri cristiani a collaborare
anche con le istituzioni
nellaccoglienza. E penso
adesso a quello che potremo
fare per i fratelli terremotati.
C infine il livello diocesano.
Ho per questo a disposizione
una struttura, un organismo
che la Caritas diocesana, la
quale nelle sue ramificazioni
pi periferiche (parrocchiale,
unit e zona pastorale) cerca
di dare risposte ai bisogni di
tanti fratelli. Abbiamo dato
alla Caritas anche una
struttura fisica pi adeguata
per assolvere ai suoi compiti.
Ma soprattutto ho apportato
alcune novit nel suo
organigramma, proprio per
renderla pi capillare sul
territorio: listituzione delle
diaconie della carit. Su
questo pubblicher una nota
pastorale durante il prossimo
anno (forse in Quaresima)
che ne delinea lidentit e la
missione.
LAnno Santo della
Misericordia stato ed
ancora un momento propizio
per il ritorno di tanti alla
fede? Come stato vissuto il
sacramento della
riconciliazione? Che riscontri
ha avuto dai sacerdoti e dalle
chiese giubilari?
difficile dire se aumentato
(o diminuito) il numero dei
fedeli che sono tornati alla
fede. La fede una realt cos
profonda, misteriosa e
nascosta nei cuori degli
uomini che non si pu
misurare. Certo si pu dire se

le persone sono aumentate di


numero in chiesa. Ma
questo il criterio per dire che
c pi o meno fede? Penso di
no. Tuttavia segnalo due fatti.
Diversi confessori mi hanno
detto che in questanno
giubilare sono arrivate in
confessionale persone che da
anni non si confessavano e
che lo facevano - molti - in
forza di questo Papa. Al
Monte - che chiesa giubilare
- mi diceva un monaco:
abbiamo registrato molte pi
persone dellanno scorso nel
periodo che va dal 15 agosto
all8 settembre. Segnali
postivi? Certamente. Tuttavia
quando affrontiamo questo
aspetto, non dobbiamo mai
dimenticare che da noi l80
per cento dei battezzati non
si sente legato alla comunit
cristiana. E questo un
problema grande.
Specialmente in riferimento
ai giovani! Nel quinquennio
pastorale che iniziamo
dovremmo sbilanciarci un po
di pi nelle attivit pi
missionarie, anche qui da
noi.
Papa Francesco invita
appunto la Chiesa a uscire, a
farsi prossima con tutti, a
stare nelle periferie
geografiche ed esistenziali.
Come si traduce questo
invito del Pontefice in
diocesi? Quali gesti concreti
sono stati messi in campo?
La casa famiglia in episcopio
e la canonica di Bagnile sono
atti forti. E le parrocchie? Ci
sono ancora tante canoniche
vuote e inutilizzate. Che altro
si potrebbe fare?
Per la prossimit alla gente,
che uno dei temi pi
presenti nelle linee pastorali

di questanno e del prossimo


quinquennio, indico liniziativa
del Questionario. Si tratta di una
iniziativa volta ad ascoltare la
gente, raccogliere pareri,
indicazioni, proposte su temi
inerenti alla vita della nostra
Chiesa locale. Lo stiamo
predisponendo e nel corso
dellanno si far. Poi non posso
non fare leva sulla
presenza/vicinanza dei pastori
alla loro gente: benedizione delle
case e non solo Personalmente
cercher di vivere in questa
prospettiva (come del resto ho
cercato di fare per le altre zone
pastorali) la Visita pastorale che
far alle parrocchie del mare dal
prossimo novembre alla Pasqua
del 2017. La nuova Caritas di cui
ho gi detto e le diaconie della
carit sul territorio diocesano,
sono un altro segno di questa
prossimit. Ricordo anche la
nuova mensa per i poveri
recentemente aperta per la zona
di Cesenatico (a Bagnarola). Poi
abbiamo lesperienza della
canonica di Bagnile. Vorrei che
altre parrocchie/canoniche si
aprissero a questa accoglienza.
Ma dobbiamo fare i conti anche
con le nostre risorse
economiche. Per accogliere non
basta dire: riempite le canoniche
vuote Quali canoniche,
dignitose e regolari per
accogliere? Ristrutturiamo: ma
conosciamo quali vincoli
burocratici ci vengono imposti?
Ma soprattutto con quali e
quante risorse economiche (che
non abbiamo) lo possiamo fare?
Non vorrei ridurre il discorso al
solo aspetto economico. C
anche quello pi relazionale,
esistenziale e culturale riguardo
allaccoglienza. Persiste - lo
dobbiamo ammettere - ancora
tanta diffidenza verso chi viene
da fuori. Bisogna superare anche
questo muro! La Chiesa credo
che si stia spendendo molto nel
parlare, nelleducare e nel
sensibilizzare le coscienze. Non
ci si pu dire cristiani e tenere (o
mettere) alla porta chi fugge dal
suo paese per la guerra o la fame
o chi non vive dignitosamente la
sua vita per mancanza di cibo, di
vestito, di casa e di lavoro!
Eccellenza, i giovani e la fede,
tema a lei molto caro. Dopo il
sinodo a loro dedicato che si
muove nel territorio?
Lintento di continuare coi
giovani lopera educativa e
missionaria. Abbiamo le
associazioni e i movimenti che
sono una ricchezza e una
bellissima realt ecclesiale.
Anche se minoritaria, la loro
presenza significativa. Non
dobbiamo preoccuparci del
numero. Piuttosto della qualit.
Bisogna rendere i giovani forti e
convinti della loro fede - pur nel
cammino di crescita che li
caratterizza -. Diventeranno nei
loro luoghi (scuola, universit,
tempo libero, ecc..) testimoni
credibili e trascinatori. La
prospettiva missionaria - cos ci
siamo detti nel Sinodo - dovr
coinvolgere ancora una volta i
nostri giovani in una missione
dei e per i giovani. Si vedr cosa
lo Spirito suggerir.

continua a pag. 5

Primo piano

Gioved 22 settembre 2016

Il cristiano
d ragione
della speranza
che vive
Sulla visita pastorale: un momento speciale
per stare in mezzo alla gente. Ho scelto di non
correre, ma di dedicare tempo e spazio a tutti.
La gente ha bisogno di essere ascoltata
e di sentire vicino il proprio vescovo
prosegue da pag. 4

pastorale, permettendomi
Sia papa Benedetto che papa Francesco
di parlare con le persone e
ricordano che la fede si trasmette per
di vedere di persona le
attrazione. Quale strada deve ancora
situazioni, stata ed
percorrere la chiesa di Cesena-Sarsina su
determinante per queste
questo versante?
scelte. Da ultimo
In unomelia a santa Marta il Papa ha detto
sottolineo limportanza
che attrazione vuol dire la bellezza della
del ruolo dei consiglieri
testimonianza. E la testimonianza che il
del vescovo e dei suoi pi
cristiano mette in atto ogni giorno che attrae
stretti collaboratori.
nuovi cristiani, che rende prolifici. E questa
la promessa di diventare un popolo fatta da
Il seminario e i
Dio ad Abramo. Il cristiano deve parlare
seminaristi. Una risorsa
dritto al cuore delle persone, deve
(viste le sei presenze) e un
testimoniare la Parola, ma senza voler
problema al tempo stesso,
imporre la propria verit. Come San Paolo
tenuto conto dei numeri
bisogna essere costruttori di ponti e non
risicati rispetto al reale
costruttori di muri. Benedetto XVI, in un
bisogno. Quale sar la
testo diventato famoso, ha detto che nei
parrocchia del futuro? I
primi tempi la Chiesa non aveva una
sacerdoti che vengono
strategia pastorale, organizzativa e
dallestero come si
programmatica circa levangelizzazione, ma
integrano nel nostro
semplicemente si faceva forte della
contesto?
In omaggio
testimonianza. A quel tempo era il martirio
Il problema delle
che parlava. Oggi le cose sono diverse.
vocazioni sacerdotali
con
il
Corriere
Cesenate
Tuttavia dobbiamo ritornare a mettere al
uno dei pi urgenti e
di questa settimana le linee pastorali
primo posto - nel dinamismo missionario
dolorosi. Considerato il
del vescovo Douglas
che questanno ci deve contraddistinguere passato non lontano ci
per il 2016-2017.
la nostra personale testimonianza di fede:
colpisce molto vedere
Noi abbiamo un tesoro in vasi di Creta.
essa si concretizza nellamore fraterno, nella
sempre pi numerosi i
Educare alla fede nella fragilit
comunione ecclesiale, nella presenza
sacerdoti anziani e pochi i
il titolo del documento.
significativa dentro le realt di questo
giovani. E triste vedere
Le ultime pagine sono dedicate
mondo. Uno strumento che di aiuto a vivere
chiese e canoniche chiuse
agli appuntamenti in calendario
la propria testimonianza di fede con
per la mancanza del
per il nuovo anno pastorale
continuit e perseveranza, sentirsi parte
parroco non pi residente.
viva di una comunit. Dunque,
Credo che le strategie
testimonianza personale, s, ma sostenuta, custodita e rafforzata in un
pastorali debbano concentrarsi di pi su
contesto comunitario. Da soli - ancora una volta ce lo dobbiamo dire unazione pi sollecita del discernimento che i
prima o poi si soccombe.
sacerdoti sono chiamati a fare coi giovani,
sulla preghiera per le vocazioni pi continua,
Una nuova casa per la curia e gli uffici diocesani. Una bella novit.
sulla testimonianza personale (dei laici, dei
Quali i vantaggi che potranno venire per tutti a servizio della Diocesi?
sacerdoti e delle nostre comunit) che siano Un investimento che avr i suoi ritorni?
come si diceva sopra - pi attraenti, e su una
Tre vantaggi sono da rilevare circa questa operazione che giunge
strutturazione pastorale che solleciti un lavoro
finalmente in porto dopo tanto tempo e tanto penare a causa del
pi in rete (tra parrocchie, unit e zona
blocco del cantiere con annessa la sua vicenda giudiziaria. Il primo
pastorale). E poi non andare in depressione
vantaggio pastorale ed il pi importante. La sistemazione di tutti gli
per la situazione, ma continuare ad alimentare
uffici in un unico edificio certamente favorir un miglior
la speranza in Colui che guida la sua Chiesa, lo
coordinamento in ordine allazione pastorale diocesana. Consapevoli
Spirito Santo e rafforzare la nostra gioia di aver
per che non sono i muri a fare comunione, ma le persone. Tuttavia i
incontrato Ges (Cfr. Evangelii gaudium, 1). I
muri possono favorire ed essere di aiuto. Questo nelle nostre
sacerdoti stranieri - alcuni incardinati (n.7),
speranze. Il secondo che il nuovo complesso della Curia vescovile
altri fidei donum (n.7) -, sono poco pi del 10
lascia liberi alcuni spazi che possono essere utilizzati per altre finalit.
per cento del totale. Sono un aiuto e una
In primis laccoglienza della Casa-Famiglia in vescovado. E poi tutto il
risorsa. Tocca a noi aiutarli a integrarsi, con la
complesso di palazzo Ghini (piano terra e primo piano) diventer sede
stima e laffetto, farli sentire parte viva del
dellerigendo Museo diocesano di arte sacra. E terzo: la prossimit con
nostro presbiterio. Certamente anche loro
la gente. Poich il centro storico - come si sa - sempre pi
devono fare uno sforzo di adattamento.
inaccessibile - i nuovi locali - con i posti parcheggio che saranno a
disposizione - potranno essere facilmente raggiungibili e accessibili al
Eccellenza, tra poco lei riprender la visita
pubblico.
pastorale. Ha gi annunciato che appena
terminata questa, ne avvier subito unaltra.
Tra poche settimane ci sar un bel valzer di parroci. Quali i criteri che
Perch questa scelta? La gente che incontra
guidano il vescovo in queste scelte e come rispondono sacerdoti e
cosa le manifesta, cosa le dice, le confida?
comunit?
Quali i bisogni pi grandi incontrati? Quali le
Non dico che questa operazione sia stata facile. C voluta molta
urgenze, le solitudini, le emergenze?
pazienza e tanta fede e fiducia in Dio prima di tutto e anche nelle
Terminata una visita se ne inizia unaltra,
persone. Colgo loccasione per ringraziare i confratelli sacerdoti che si
perch la visita uno dei doveri pi importanti
sono resi disponibili. Cambiare sempre un bene per s e per la gente,
del vescovo (Direttorio per il ministero
specialmente se il trasferimento avviene dopo diversi anni. Anche se
pastorale dei vescovi, 220). Il magistero di
costa. Il distacco porta sempre con s qualche ferita. Ma dobbiamo
papa Francesco mi ha stimolato molto nel
guardare con gli occhi della fede anche queste operazioni umane. Il
modo di impostare e di vivere la visita. Essa si
bene dei fedeli, le esigenze dei sacerdoti, il bisogno di rinnovare, di
configura principalmente come uno stare con
smuovere un po le acque che rischiano dopo tanto tempo di
e vicino alla gente. Ai sacerdoti in primis. Ho
ristagnare, sono tutti fattori ed elementi che concorrono a rendere
scelto di non correre nel fare la visita, ma di
possibile una qualche forma di rinnovamento. Devo dire che la visita
dedicare tempo e spazio a tutti. La fretta

SABATO 17 SETTEMBRE
UN MOMENTO DELLINAUGURAZIONE
DELLA NUOVA CURIA.A DESTRA DEL VESCOVO,
IL SINDACO DI CESENA PAOLO LUCCHI
(FOTO PIERGIORGIO MARINI)

cattiva consigliera. La gente ha bisogno


di essere ascoltata e di sentire vicino il
pastore. chiaro che la visita tocca
soprattutto quel 10-15 per cento di
praticanti. Ma ci sono anche momenti
missionari molto belli che certamente
lasciano tracce di bene. Penso alla visita
nelle fabbriche, nelle scuole e soprattutto
nelle case, dove si incontrano anche
quelli che non vengono in Chiesa. Qui
importante lo stile pi che la parola e i
bei discorsi.
Da ultimo, chiesa e territorio. Come
essere sale nella pasta e luce sul moggio?
Non si corre il rischio di una fede
intimista, che non incide nella vita, e la
Chiesa non viene spesso scambiata per
un ente di volontariato, unassociazione
che si dovrebbe limitare alla cura dei
poveri , ma poi deve tacere sulle scelte
della vita concreta? La famiglia, la vita, la
persona, il lavoro, il rispetto del creato,
dellambiente in cui viviamo, solo per
citare alcuni versanti caldissimi e di
attacco a valori non solo cristiani, ma
che attengono alla dignit umana.
La presenza sul territorio di persone
indifferenti (pi che contrarie)
allannuncio del Vangelo, immersi in un
clima di totale secolarizzazione, invita
noi credenti non a ingaggiare battaglie di
contrapposizione o di difesa di chiss
quale interesse. Richiede piuttosto una
presenza che sia - come ho detto sopra il pi autenticamente cristiana possibile,
allinsegna della gioia. Ci vogliono anche
i documenti e le prese di posizione su
singoli temi e problemi pi emergenti (in
questo la Chiesa non difetta certamente).
Ma pi urgente, come dice il Papa
nellEvangelii gaudium, una presenza forse anche silenziosa - ma premurosa
verso tutti, una testimonianza che nulla
ceda al compromesso col mondo o
attenui le esigenze della propria fede, ma
vada fino in fondo magari controcorrente
e realizzi quanto san Pietro dice nella
prima lettera: Adorate il Signore, Cristo,
nei vostri cuori, pronti sempre a
rispondere a chiunque vi domandi
ragione della speranza che in voi.
Tuttavia questo sia fatto con dolcezza e
rispetto, con una retta coscienza, perch,
nel momento stesso in cui si parla male
di voi, rimangano svergognati quelli che
malignano sulla vostra buona condotta
in Cristo (1Pt 3, 15-16). A questo
proposito il n. 35 dellEvangelii gaudium
chiaro e illuminante: Una pastorale in
chiave missionaria non ossessionata
dalla trasmissione disarticolata di una
moltitudine di dottrine che si tenta di
imporre a forza di insistere.
Quando si assume un obiettivo pastorale
e uno stile missionario, che realmente
arrivi a tutti senza eccezioni n
esclusioni, lannuncio si concentra
sullessenziale, su ci che pi bello, pi
grande, pi attraente e allo stesso tempo
pi necessario. La proposta si semplifica,
senza perdere per questo profondit e
verit, e cos diventa pi convincente e
radiosa.
Francesco Zanotti

Vita della Diocesi

Gioved 22 settembre 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Caritas, assemblea volontari e operatori


Sabato 24 settembre
alla colonia Cardinal Schuster di Cesenatico
La Caritas diocesana invita tutti i volontari e gli
operatori Caritas allassemblea che si terr alla colonia
Cardinal Schuster (viale Cristoforo Colombo, 20,
Cesenatico), sabato 24 settembre.
Alle 8,45 accoglienza e alle 9 Messa presieduta dal
vescovo Douglas. A seguire, riflessione del vescovo su
Ottava opera di misericordia: abbi cura della casa
comune (condivisione in assemblea e comunicazioni).
Dopo il pranzo (offerto da Caritas), alle 14: Emporio: un
nuovo modo per servire: esperienze in atto a confronto,
con Sauro Bandi (direttore Caritas di Forl) e Andrea
Vorabbi (Emporio Solidale di Cervia). Alle 15,45
preghiera conclusiva e saluti.

CHIESA INFORMA

Comunione e Liberazione, pellegrinaggio


per il Giubileo straordinario della misericordia
Alla Basilica del Monte, sabato 1 ottobre
In occasione dellAnno Santo della Misericordia, sabato
1 ottobre il movimento di Comunione e Liberazione di
Cesena, insieme alle comunit di Forl e di Ravenna, si
recher in pellegrinaggio alla Basilica del Monte, a
Cesena. La partecipazione aperta a tutti (famiglie, Clu
e Gs) e linvito pu essere esteso a ciascuno. Questo
gesto il modo con cui Cl inizia lanno sociale.
Punto di ritrovo, alle 14,15 di sabato 1 ottobre, sar nel
parco Cesuola (ingresso via don Dossetti, traversa di via
padre G. Genocchi). Alle 14,30 letture e canti. Alle 15
partenza a piedi per la Basilica e recita del Rosario; a
seguire, celebrazione della Messa prefestiva.
Le offerte raccolte alla fine del pellegrinaggio saranno
devolute per la carit del Papa.
Per le persone disabili sar predisposto un servizio
navetta.
Per informazioni: tel. 0547 29355 (dalle 17 alle 19).

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Ignorare il povero significa disprezzare Dio
Domenica 25 settembre (Anno C)
26 domenica Tempo Ordinario
Am 6,1a.4-7; Sal 145; 1Tm 6,11-16; Lc 16,19-31

l Vangelo della XXVI domenica del tempo


ordinario ci offre la parabola delluomo ricco e
del povero Lazzaro. un racconto, molto
attuale, diviso in due parti. La prima si svolge in
questo mondo e presenta i due personaggi le cui
condizioni di vita sono contrapposte. Il ricco vive
nellagiatezza in mezzo a quotidiani banchetti
mentre, fuori dalla sua porta, il povero Lazzaro
affamato e trascurato da tutti. La seconda parte,
invece, ambientata nella vita ultraterrena e
ricorda che la storia delluomo non finisce con la
morte, ma avr un esito definito, vero, giusto.
Questa parabola ci fa riflettere sulla qualit della
vita cristiana e cinterroga sulla nostra attenzione
verso gli altri e sulla capacit di misericordia. La
tragica sorte delluomo ricco ci invita, riprendendo
il Vangelo di domenica scorsa, a considerare Dio
come il solo Signore da servire. Luomo ricco si
condannato non tanto perch si godeva la vita,
quanto perch, chiuso in se stesso, aveva
identificato tutte le sue aspirazioni e tutte le sue
speranze nel suo benessere terreno. Tale situazione
aveva reso cieco il suo cuore al punto di non
accorgersi di avere accanto un fratello nella miseria
e nella sofferenza. condannato, quindi, non tanto
per quello che ha fatto, ma per il bene che non ha
compiuto e per non aver aiutato chi era nella
necessit. Ha ignorato il povero e in diverse
occasioni papa Francesco ha affermato che
ignorare il povero disprezzare Dio. La parabola
non nomina Dio direttamente, ma ci insegna che

la misericordia di Dio verso di noi legata


alla nostra misericordia verso il prossimo.
Lavvertenza finale riguarda il fondamento
della fede e della vita cristiana che non va
ricercato in fatti prodigiosi e straordinari,
ma nella forza della Parola di Dio che
chiama ad amare Dio e il prossimo.
Nellenciclica Deus Caritas est al n. 31
troviamo: Il programma del cristiano un
cuore che vede. Questo cuore vede dove
c bisogno di amore e agisce in modo
conseguente. necessario quindi formare
il nostro cuore perch sia consapevole che
tutto nasce dallAmore di Dio che per
primo ci ha amati e continua ad amarci.
Un cuore cos formato diventa capace di
riconoscere anche laltro secondo la
prospettiva di Ges. La testimonianza di
Santa Teresa di Calcutta molto chiara.
Attingeva la sua capacit di amare il
prossimo, in modo sempre nuovo, dal suo
incontro con il Signore nellEucarestia e,
reciprocamente questo incontro ha
acquisito il suo realismo e la sua
profondit proprio nel loro servizio agli
altri (Deus Caritas est, 18). Chiediamo al
Signore la grazia di vedere sempre, come
diceva papa Francesco in una delle omelie
presso la Casa Santa Marta, i Lazzari che
sono alla nostra porta, i Lazzari che
bussano al cuore e di uscire da noi stessi
con generosit, con atteggiamento di
misericordia, perch la misericordia di Dio
possa entrare nel nostro cuore.
Marco Castagnoli

La Parola
di ogni giorno

luned
26 settembre
santi Cosma
e Damiano
Gb 1,6-22; Sal 16;
Lc 9,46-50

marted 27
san Vincenzo
de Paoli
Gb 3,1-3.11-17.2023; Sal 87;
Lc 9,51-56
mercoled 28
san Venceslao
Gb 9,1-12.14-16; Sal
87; Lc 9,57-62
gioved 29
santi arc. Michele,
Gabriele e Raffaele
Dn 7,9-10.13-14;
Sal 137; Gv 1,47-51
venerd 30
san Girolamo
Gb 38,1.12-21; 40,3-5;
Sal 138; Lc 10,13-16
sabato 1 ottobre
santa Teresa
di Ges Bambino
Gb 42,1-3.5-6.12-16;
Sal 118; Lc 10,17-24

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, Osservanza,
San Rocco
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
SantEgidio
20.00 Ponte Pietra,
Gattolino, Tipano
20.30 San Giovanni Bono,
San Pio X

Sabato
e vigilie
15.00 Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Capp. ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santo Stefano, San Paolo,
Madonna delle Rose,
San Mauro in Valle,
Diegaro, Borello,
San Giorgio, San Vittore
18.30 Convento Cappuccini,
Case Finali, San Rocco,
San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 Tipano, Ruffio, Calisese,
Pioppa, Pievesestina,
Ponte Pietra,
20.30 San Pio X,
San Giovanni Bono,
Torre del Moro, Gattolino,
Ronta, Bulgaria

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
Calisese, Torre del Moro,
Gattolino, Bulgaria,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina, SantEgidio,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono, Bulgaria
11.00 Santuario Addolorata,
Basilica del Monte,
Osservanza,
San Domenico
Santo Stefano,
San Paolo, San Pietro,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, San Giorgio,

11.10
11.15
11.30

17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

Madonna del Fuoco,


San Mauro in Valle,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
Torre del Moro
Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
Cattedrale,
Istituto Lugaresi,
San Rocco,
Santa Maria della
Speranza, San Pio X
Cappella ospedale Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, San Rocco,
Cappuccini
Osservanza
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)
Cesenatico
Sabato: 17,30 Conv. Cappuccini,
Boschetto,
Santa Maria Goretti;
18,30 Valverde,
San Giuseppe;
20 Sala;
20,30 Santa Maria Goretti;
21 San Giacomo,

Boschetto
Festivi:7 San Giacomo,
7,30 Bagnarola;
8 Santa Maria Goretti;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini,
San Giuseppe;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti;
17,30 Cappuccini;
18,30 San Giuseppe,
Zadina Park Hotel;
21 San Giacomo

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe),
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30;
San Romano: 11;
Taibo: 10

Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9

Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10 / 11,15 / 17.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo Mare: Sabato 18
20,45; Festivi 7, 8, 9, 11,
18, 20,45
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta;
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30

Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15;
Balze (chiesa parr): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16;
Eremo di SantAlberico:
domenica, ore 16;
Alfero: 17 (sab.); 11,15;
Pereto: 10;Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 33 del 15 settembre 2016: 7.946 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 20 settembre 2016

Vita della Diocesi

Gioved 22 settembre 2016

DAL 6 AL 13 OTTOBRE IL PELLEGRINAGGIO DIOCESANO | di Pier Giulio Diaco

Inizio corsi il 4 ottobre


Scuola di Teologia
per operatori pastorali

al via un nuovo anno per la


scuola diocesana di
teologia.
Il corso triennale, con durata
annuale di 25 giorni di lezione per 100 ore complessive.
Le lezioni si tengono ogni marted dalle 19,30 alle 22,30,
nei locali del seminario diocesano, a Cesena.
Le iscrizioni verranno accolte marted 4 ottobre alle 20,
nella sede della scuola. Linizio delle lezioni ci sar sempre
il 4 ottobre alle 21, mentre linaugurazione dellanno
accademico si terr marted 11 ottobre alle 21.
Per informazioni ci si pu rivolgere a don Pier Giulio
Diaco (tel. 0547 20548), Valeriano Biguzzi (tel. 0547
333395), Giulio Fantini (tel. 0547 302480) o presso la curia
vescovile allo 0547 1938511, signora Anna Fantini.
Oltre al corso triennale di teologia, in calendario anche
un master (per chi ha gi frequentato la Scuola di
Teologia, e anche per chi interessato) per 30 ore
complessive suddivise in 15 giorni di lezione che si
terranno al marted dalle 21 alle 22,30. Linizio delle
lezioni previsto per marted 11 ottobre alle 21. Il tema
approfondito nellanno San Paolo.

Andare in Terra Santa


Perch?

a condizione dei
cristiani quella di
essere pellegrini. Mi
colpiscono le parole del
cardinale Carlo Maria Martini,
lette in questi giorni, mentre cercavo
di rispondere alla domanda che mi
era stata rivolta da alcune persone:
Perch si dice che ogni cristiano deve
andare in Terra Santa, almeno una
volta nella sua vita?. Il viaggio in Terra
Santa assume, pi di ogni altro, la
dimensione del pellegrinaggio e
ricorda a chi lo compie che la vita
cristiana un itinerario, un
muoversi, partire da un posto per
arrivare ad un altro passando per
tappe intermedie. Sono ancora
parole di Martini.
Oltre a poter ammirare la bellezza di
paesaggi straordinari che la regione
del Medio Oriente offre ai visitatori,
ad avere contatti con mondi e
popolazioni interessanti, a gustare
sapori e conoscere tradizioni storiche
e religiose di queste culture, con le
visite a vari siti archeologici, per un

credente il pellegrinaggio in Terra


Santa , prima di tutto, unesperienza
di fede.
Significa, cio, poter ripercorrere le
strade e i luoghi dove Ges di
Nazareth passato, dove Dio ha
voluto assumere e condividere la vita
stessa degli uomini, dove ha
compiuto il suo progetto di salvezza
universale e con la Pasqua di morte e
risurrezione ha indicato a tutti il
destino della Gerusalemme celeste.
Trovarsi nella Citt santa, come a
Betlemme, a Nazareth, sul lago di
Tiberiade, a Cafarnao, sul monte
Tabor significa per un cristiano
poter vedere quei luoghi, riascoltare
quelle parole, meditare quei fatti che
hanno Ges come protagonista e che,
oltre alla storia, appartengono al
cammino di fede di ciascuno.
Anche ricordarsi dei cristiani che

La testimonianza del giovane cesenate che ha emesso professione perpetua al convento di Pavullo nel Frignano (Modena)
FRA PIETRO, 29 ANNI,
ORIGINARIO DELLA PARROCCHIA
DI SAN DOMENICO
dal titolo Il dono della fraternit nelDI CESENA

Pietro Campidelli
frate minore del Vangelo
S

abato scorso, il cesenate


Pietro Campidelli, di 29 anni
(la mamma Rita Ricci, ex
presidente del consiglio
comunale di Cesena;
il babbo Mauro lavora in banca)
al convento di
Pavullo nel Frignano ha fatto
la professione perpetua come frate
minore del Vangelo.
Pubblichiamo di seguito una sua
testimonianza.

Sono cresciuto nella parrocchia di san


Domenico. Ho iniziato il cammino di
vita religiosa attraverso la professione
semplice nel 2006, nella fraternit dei
frati minori del Vangelo a Brisighella.
In questi anni ho rinnovato annualmente i voti di povert, castit e obbedienza. Allinterno di questo periodo
di formazione ho frequentato per sei
anni lo Studio Teologico SantAntonio
a Bologna, conseguendo il Baccalaureato in Teologia, discutendo la tesi

la vita di Francesco dAssisi. Et postquam Dominus dedit mihi de fratribus.


Gli anni di studio sono stati faticosi,
sia per la vita da pendolare, disseminata dagli inseparabili ritardi di treni
e autobus (che mi hanno fatto comprendere cosa intendeva san Francesco
quando parlava di Perfetta letizia!)
ma anche ricchi di tante soddisfazioni: la filosofia inizialmente incomprensibile servita per avere un nuovo
sguardo sulla realt, lapprofondimento della Sacra Scrittura, nuove
amicizie con altri frati e seminaristi.
Due anni fa abbiamo lasciato il convento di Brisighella e ci siamo trasferiti nel convento dei frati minori Cappuccini a Pavullo nel Frignano, in
provincia di Modena.
In questi 10 anni ho avuto occasione
di incontrare tante persone, condividendo con loro gioie, dolori, fatiche,
incomprensioni e cercando di essere
loro vicino con un sorriso, una mano
tesa, cosciente che non ero io ad aiutarle, ma erano loro ad arricchirmi.
Il discernimento fatto e che continuo a
compiere consiste nellaccoglienza di
quello che sono, della mia debolezza e
nel desiderio di donarmi pienamente
al servizio di Dio e dei fratelli, e ci significa mettere da parte legoismo e
condividere con gioia quello che sono
e quello che faccio.
Auguro a tutti voi, con le parole di
Francesco dAssisi, pace e bene.
Pietro Campidelli

In via don Minzoni, a Cesena. Ospita gli uffici amministrativi e pastorali.Tra poco anche ilCorriere Cesenate

Nuova Curia diocesana


Linaugurazione
degli ambienti

bbiamo finalmente un luogo


aperto alla cittadinanza in cui sono raccolti tutti gli uffici diocesani. Lo ha detto il vescovo Douglas sabato 17
settembre allinaugurazione della nuova Curia diocesana in via don Minzoni, nellex stabile delle suore della Sacra famiglia. Alla cerimonia del taglio del nastro era presente
anche il sindaco di Cesena Paolo Lucchi.
senza dubbio - ha evidenziato il vescovo
- non solo un modo per migliorare il lavoro
degli uffici e laccesso da parte dei cittadini,
ma si tratta anche di unoccasione pastorale. Il personale potr cos confrontarsi e comunicare di pi.
La nuova curia gi operativa da diversi me-

si: infatti le realt diocesane si sono trasferite dallinizio dellestate nellala del fabbricato che si affaccia su via don Minzoni, allangolo con via padre Vicinio da Sarsina.
Nella struttura trover posto fra qualche
settimana anche la redazione del Corriere
Cesenate che attualmente si trova in seminario. Anche il vescovo Douglas avr un suo
ufficio in via don Minzoni, dove ricever
ogni luned.
Sono passati diversi anni da quando si ipotizz di poter ampliare la curia - ha raccontato don Marco Muratori da giugno 2016
nominato economo diocesano -. Ricordo
che ero in auto con monsignor Lanfranchi,
lallora vescovo della diocesi quando mi

LA NUOVA CURIA OCCUPA UNALA


DELLEX ISTITUTO SACRO CUORE
(FOTO PIER GIORGIO MARINI)

chiese dove si poteva spostare la curia.


Subito mi venne da suggerire lo stabile
delle opere parrocchiali del Duomo di
Cesena, ma il vescovo non mi parve molto entusiasta. Allora gli proposi il complesso della Sacra Famiglia e accett la
proposta. I lavori sono iniziati nel giugno 2014. Si tratta di una curia efficiente che si dotata di tutti i mezzi tecnologici e ricostruita tenendo conto di tutte
le novit abitative che consentono il
maggior risparmio energetico. Sono presenti tre sale riunioni dedicate ai vescovi di Cesena e di Sarsina Bandini, Amaducci e Lanfranchi.
Barbara Baronio

vivono in Terra Santa e recarsi a far


visita alle loro chiese e ai loro pastori
un segno di comunione nella fede.
Si soliti parlare del pellegrinaggio in
Terra Santa paragonandolo ad un
corso di esercizi spirituali. E
unintensa esperienza di vita
interiore, quella proposta con le
celebrazioni, i momenti di riflessione
e di preghiera nei vari luoghi toccati
dallitinerario.
In questo anno santo della
misericordia, infine, la visita in Terra
Santa, assume il carattere proprio del
pellegrinaggio giubilare. La Basilica
del Getsemani, alle pendici del monte
degli Ulivi, consente di attraversare
lunica porta santa presente a
Gerusalemme.

PER INFO
PROGRAMMA
PELLEGRINAGGIO
IN TERRA SANTA
vedi inserzione a pagina 17

In breve
Anniversari
sacerdotali
Domenica 25 settembre verr festeggiato il
25esimo anniversario dellordinazione
sacerdotale di don Stefano Paolini e di don
Gian Piero Casadei, ordinati il 28 settembre
1991.
Alle 18, in Cattedrale a Cesena, il vescovo
emerito, monsignor Lino Garavaglia,
presieder una Messa. In precedenza, alle
16,30, a Palazzo Ghini (corso Sozzi, 39 Cesena) ci sar un incontro con le Suore
Missionarie di San Carlo, dopo dieci anni dal
loro inizio a Roma, a partire dal grande legame
che unisce la comunit di Cl con la Fraternit
San Carlo. Dopo la Messa, seguir un
apericena e un momento di festa a Palazzo
Ghini.

Date da ricordare

Nuovi parroci
I prossimi ingressi
elle prossime settimane saranno diversi gli
N
spostamenti di parroci che interesseranno
diverse comunit parrocchiali, secondo le
nomine che il vescovo Douglas ha fatto nello
scorso mese di giugno.
- Don Giovanni Damoc ad Alfero, sabato 1
ottobre.
- Padre Giovanni Bianchi a Ponte Pietra,
domenica 2 ottobre.
- Don Claudio Turci a San Pio X, domenica 6
novembre.
- Don Tonino Domeniconi a Gambettola,
sabato 12 novembre.
- Don Filippo Cappelli a Budrio di Longiano,
sabato 19 novembre.
A breve, don Alessandro Forte sar in forza
alla parrocchia di Santo Stefano di Cesena.

Corso di ebraico
e greco biblici
Evanghlion-Tanak, iniziano venerd 7
ottobre, a Cesena (presso il Seminario,
lezioni ogni venerd sera), i corsi annuali di
ebraico e di greco biblici. I corsi sono di 1
livello (principianti) e 2 livello
(avanzato).
A introduzione dei corsi, venerd 30
settembre alle 19, nellaula magna della
Biblioteca Malatestiana, a Cesena, si terr
lincontro Incontro alla Regina. Linno
ebraico sullo sposalizio del sabato.
Relatore Saverio Campanini, professore
ordinario di Lingua e Letteratura ebraica
(Universit di Bologna).
I corsi, proposti dalla Comunit monastica
Piccola Famiglia della Resurrezione, per il
suo amore e la dedizione alla Parola di Dio,
sono aperti a tutti (offerta di
partecipazione a un corso: 50 euro; a due
corsi: 70 euro).
Per info e iscrizioni: Tiziano Ugolini, 345
5048044, tizianougolini@gmail.com;
Comunit monastica in Valleripa: tel. 0547
693090, pfrvalleripa@gmail.com

Attualit

guerra dappertutto
Ma il mondo ha bisogno
di pace

Gioved 22 settembre 2016

isi
s
s
A
d
a
i
s
o
i
Leader relig

Ad Assisi lincontro "Sete di Pace. Religioni e culture in dialogo".


AllAssemblea dinaugurazione ha partecipato anche il Presidente della
Repubblica italiana Sergio Mattarella. AllAngelus papa Francesco ha
esortato il mondo a "pregare unito per la pace"

ellera della terza guerra mondiale a pezzi, in cui la guerra


"dappertutto" e il terrorismo ha travolto la vita quotidiana delle persone,
il dialogo tra le religioni, tra credenti e non credenti, vitale per smontare
i disegni di chi vuole dividere usando il nome di Dio. Soffia ancora
potente lo Spirito di Assisi. Da intuizione, diventata profezia. Sono passati 30 anni
da quello storico giorno - era il 27 ottobre 1986 - in cui Giovanni Paolo II convoc
nella citt di San Francesco i leader mondiali delle religioni per una preghiera corale
per la pace. I tempi sono cambiati e il mondo ha conosciuto una spirale di violenza
diffusa che ha travolto il Medio Oriente, lAfrica, lAsia, lEuropa. Una lunga scia di
sangue che ha toccato Parigi, Bruxelles, Nizza, fino a colpire una piccola chiesa di
periferia in Francia, a Rouen. Il mondo ha sete di pace e si chiede: quante morti
ancora? Quante vittime innocenti e dove?
Ad Assisi oltre 500 leader delle religioni mondiali hanno accettato linvito della
Comunit di SantEgidio, della diocesi di Assisi e delle famiglie francescane per
invocare il dono della pace. Per le strade della citt del poverello, passeggiano e si
stringono la mano rabbini, imam, patriarchi, vescovi e pastori evangelici di tutto il
mondo. Ci sono anche il patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo e
larcivescovo di Canterbury Justin Welby. Papa Francesco si unito a loro marted 20
settembre.
"Oggi pi che mai abbiamo bisogno di pace in questa guerra che dappertutto nel
mondo. Preghiamo per la pace!", ha detto Francesco dopo la preghiera dellAngelus
in piazza San Pietro domenica 18 settembre. Ed ha aggiunto: "Sullesempio di san
Francesco, uomo di fraternit e di mitezza, siamo tutti chiamati ad offrire al mondo
una forte testimonianza del nostro comune impegno per la pace e la riconciliazione
tra i popoli. Cos marted, tutti uniti in preghiera: ognuno si prenda un tempo, quello
che pu, per pregare per la pace. Tutto il mondo unito".
Il presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella entra sorridente nel teatro
Lyric di Assisi dove si svolge lassemblea inaugurale. Saluta uno ad uno i leader
religiosi presenti, si siede in prima fila, in ascolto, senza prendere la parola. Ma poi
uscendo pronuncia parole importanti:
"Il dialogo tra le religioni, tra credenti e non credenti, il dialogo della cultura pu
molto, pi di quanto sembri. Perch lo scontro contro la violenza estremista anche
uno scontro culturale. Quindi la cultura pu prevalere sulloscurantismo".
E Andrea Riccardi a tessere la lunga storia di questi 30 anni che ha visto la Comunit
di SantEgidio in prima linea nel portare nel mondo, soprattutto laddove dove pi
ferito da guerre e povert, lo spirito di Assisi . "Molte volte - dice - di fronte agli atti
terroristici, di fronte a conflitti, ci siamo sentiti dire: ma a che serve il vostro dialogo?
A che serve la preghiera?". E aggiunge: "Come sarebbe vuoto il mondo! Come
sarebbe terribile il mondo senza il dialogo e la preghiera! La preghiera segretamente
illumina il mondo, mentre il dialogo tiene insieme la realt sempre a rischio di
frammentarsi in odi e incomprensioni".
Non ci sono qui ad Assisi piani e strategie per dare una svolta definitiva al corso del
tempo. Questi uomini e donne di fede, vestiti con i loro abiti tradizionali, con i colori
di tutti i paesi del mondo, sono perfettamente consapevoli che la religione una
forza debole, "aliena dalle armi, dal denaro, dal potere politico". "San Giovanni Paolo
II - ha ricordato il vescovo di Assisi Domenico Sorrentino - intu, trentanni fa, con
liniziativa dello spirito di Assisi, che, per costruire la pace, bisogna far leva proprio
sulla forza della preghiera".
Ha ragione il patriarca Bartolomeo quando dice che anche "il pi piccolo seme di
pace pu avere un impatto grandissimo sul mondo" e che "lunica domanda alla
quale siamo chiamati a rispondere oggi : Vogliamo guarire?. Se non lo vogliamo,
rimarremo immobilizzati e incapaci a dare una risposta alla sofferenza paralizzante
attorno a noi".
Sul palco del teatro Lyric si alternano le testimonianze di chi ha vissuto sulla propria
pelle il dolore della morte e ha deciso intraprendere il difficile cammino della
rinascita. C larcivescovo di Rouen Dominque Lebrun che con voce rotta dalla

il Periscopio

commozione racconta lo choc provocato


dalla morte di padre Jacques Hamel e ha
chiesto davanti a una platea in silenzioso
ascolto, la grazia del "perdono" non solo
per i due assassini ma anche per i loro
"mandanti". C monsignor Domenico

Pompili di Rieti che ha parlato della


"devastazione" che il terremoto ha lasciato
quella terribile notte del 24 agosto alle 3 e
36 e della grande sete di rinascita che
custodita ora nei cuori della popolazione.
Maria Chiara Biagioni

Linvocazione della pace per 27 Paesi del mondo


Uninvocazione per il dono della pace e la cessazione di ogni violenza e ostilit. 27 sono i
Paesi nominati nel corso della preghiera ecumenica dei cristiani nella basilica inferiore
del Sacro Convento di Assisi, nel pomeriggio di marted 20 settembre.
A ciascun nome stata accesa una candela. Si pregato per la Repubblica democratica
del Congo; per la fine della tensione tra Corea del Nord e Corea del Sud, per la riconciliazione tra lEtiopia e lEritrea, per la cessazione delle violenza in Gabon, per la pace in
Messico, ferito dal narcotraffico, per la pace e la fine di ogni violenza in Siria, in Iraq, in
Libia, nel Nord del Mali, nella regione del Mindanau, nelle Filippine, in Somalia, in
Ucraina, nello Yemen, in Terra Santa; per la fine degli scontri nella regione del Kashmir,
per la pacificazione degli armeni e gli azeri nel Nogorno-Karabach, per la cessazione del
terrorismo in Pakistan, per la pace in Senegal, per la fine di ogni violenza in Sud Sudan, la
pace e la fine delle tensioni in Venezuela, e per tutte le altre terre contaminate dal virus
dellodio e del conflitto. Nelle intenzioni di preghiera, si rivolto un pensiero anche ai
sacerdoti rapiti in Terra Santa, padre Paolo DallOglio, il vescovo siro-ortodosso di
Aleppo, Youhanna Ibrahim, e quello greco-ortodosso di Aleppo e Iskanderun, Boulos alYazij.

Papa Francesco: Implorano pace le vittime delle guerre


Implorano pace le vittime delle guerre che inquinano i popoli di odio e la Terra di armi;
implorano pace i nostri fratelli e sorelle che vivono sotto la minaccia dei bombardamenti
o sono costretti a lasciare casa e a migrare verso lignoto, spogliati di ogni cosa. la meditazione pronunciata da papa Francesco durante la preghiera ecumenica dei cristiani
che si svolto ad Assisi, nella basilica inferiore di San Francesco. Nel pomeriggio i fedeli
delle diverse religioni si sono divisi in diversi luoghi della citt per pregare, ciascuno nella
propria tradizione religiosa, per la pace. Le parole di Ges ha affermato papa Francesco rivolgendosi ai responsabili di tutte le Chiese cristiane ci interpellano, domandano
accoglienza nel cuore e risposta con la vita. Nel suo Ho sete possiamo sentire la voce dei
sofferenti, il grido nascosto dei piccoli innocenti cui preclusa la luce di questo mondo,
laccorata supplica dei poveri e dei pi bisognosi di pace. Tutti costoro ha detto il
Papa sono fratelli e sorelle del Crocifisso, piccoli del suo Regno, membra ferite e riarse
della sua carne. Hanno sete. Ma a loro viene spesso dato, come a Ges, laceto amaro del
rifiuto. Chi li ascolta? Chi si preoccupa di rispondere loro? Essi incontrano troppe volte il
silenzio assordante dellindifferenza, legoismo di chi infastidito, la freddezza di chi
spegne il loro grido di aiuto con la facilit con cui cambia un canale in televisione. Il
Papa ha chiamato i cristiani a contemplare il mistero dellAmore non amato e a riversare misericordia sul mondo. Come Maria presso la croce, ci conceda il Signore di essere uniti a Lui e vicini a chi soffre - ha concluso -. Accostandoci a quanti oggi vivono da
crocifissi e attingendo la forza di amare dal Crocifisso Risorto, cresceranno ancora di pi
larmonia e la comunione tra noi.

di Zeta

Dopo la tragica fine della ragazza stritolata dai social network


i genitori si inquietano e si interrogano. Fino a dove si pu arrivare?

Spinti, fino allorlo del baratro

CELEBRAZIONE EUCARISTICA DURANTE LINCONTRO INTERRELIGIOSO


SETE DI PACE. RELIGIONI E CULTURE IN DIALOGO
(ASSISI, 18 SETTEMBRE 2016)
FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR

a padre mi interrogo. Dopo la tragica fine di Tiziana, stritolata dalla valanga


internettiana che lha sbattuta sui social di mezzo mondo come una donna di
facili costumi, in tutti i genitori rimbalza una domanda: ma come faccio io a
sapere se anche i miei figli appartengono a certe giri? Come riesco a capire se fanno i
bulli online o se ne sono vittime? Come si possono intercettare, capire, intuire
malesseri, disagi, prevaricazioni, atteggiamenti da fermare e condannare subito con
decisione?
chiaro che non ho risposte per nessuno. Cerco di farmi aiutare da chi pi esperto
e di certo pi bravo. Leggo, mi informo, cerco di comprendere, ma poi mi devo
necessariamente affidare e fidare. Leducazione una sfida continua ed anche un
circolo perpetuo: non esiste chi educa solo o chi solo educato. Ci si educa sempre a
vicenda, grandi e piccoli insieme, figli e madri e padri tra loro.
Come possibile, dopo il suicidio di Tiziana finita nello schiacciasassi per un video
da lei postato tra amici, che alcune ragazzine a Rimini possano avere avuto il
coraggio di filmare una loro amica ubriaca in mano a un ventenne che la stava
violentando? No, non possibile che ci accada, ci diciamo sbigottiti.
Invece succede proprio qui vicino a noi. Il problema che oggi scrive Alberto
Campoleoni per lagenzia Sir ci troviamo spesso ad avere strumenti di grande
potenza e, purtroppo, ancora troppo poca dimestichezza con essi. Internet e i social,
ad esempio, sono un vero e proprio mondo, amplificano a dismisura lo spazio e il
tempo degli uomini e delle donne di oggi, dei ragazzi e delle ragazze, i quali spesso

non sono preparati ad


FOTO SIR
affrontarli. In sintesi,
sarebbe come dare una
Ferrari a un neopatenato.
Robe da matti.
Sembra un mondo senza
senso, nel quale prevale un
individualismo sfrenato ed
esagerato. Ci sono solo io al
centro e degli altri chi se
importa pi. Fino allorlo del
baratro di fronte al quale
alcuni cedono per sempre.
Allora non ci sono pi amici
n istituzioni che contano
che difendono che prendono
posizione. Anzi, diversi
girano le spalle, altri filmano
scene truci, apocalittiche si potrebbe dire. Per cosa, in fondo? Per avere attenzione,
ammirazione nellassurdo capitalismo delle emozioni citato da Chiara Giaccardi su
Avvenire di venerd scorso.
Allora, che fare? Con una frase a effetto potrei dire: dare ali capaci per volare. Semplice da
dirsi, arduo da realizzare, in un contesto che sembra giocare contro. Solo lesempio pu
pagare. Quindi a cominciare da noi. Meno smartphone e pi relazioni, pi ascolto, pi
condivisione. In famiglia, tra amici, a scuola, nella comunit. Non costa nulla tentare questa
strada. (943)

Cesena

Le comunit
parrocchiali
diVillachiaviche,
San Paolo, SanVittore,
Pievesestina
e San Martino in Fiume
vivranno giornate
ricche di appuntamenti
e momenti di relazione

Parrocchie

Gioved 22 settembre 2016

11

In BREVE

FOTO
ARCHIVIO

Fertility day
Fino a domenica
25 settembre
LAmber (Associazione metodo Billings Emilia
Romagna) promuove nei giorni 19-25 settembre
il Fertility Day: porte aperte ai Centri di
insegnamento del metodo Billing in Emilia
Romagna, sullo slogan Fatti un regalo! Scopri la
bellezza della tua fertilit: i suoi segni, i suoi
ritmi, in ogni stagione della tua vita di donna.
Il Fertility Day istituito dal Ministero della
Salute con il Piano nazionale della fertilit.
A Cesena, possibile rivolgersi al Consultorio
per la famiglia Don Adolfo Giorgini, via
Canonico Lugaresi 202, tel. 0547 333300.

qui la festa

Villachiaviche

settembre alle 20,30 confessione


Si aprir con la proiezione di un film
comunitaria. Gioved 29 alle 20,30
realizzato dai ragazzi della parrocchia la
processione mariana per le vie della
settimana di festa alla comunit di
parrocchia (con partenza area verde
Villachiaviche. In particolare sabato 24
adiacente Via Versilia per proseguire verso
settembre alle 21 ci sar la presentazione
piazza Anna Magnani, via De Sica e nel
del film comico Tu la conosci Silvia.
retro piazza Rossellini).
Domenica 25 settembre festa dellanziano La settimana di festa proseguir venerd 30
e dellammalato alle Messe delle 7,30, 9,30, settembre con la Messa alle 18 e il
11 e 20 sar impartita lunzione degli
cineforum del laboratorio giovani alle 21.
ammalati e degli over 75 che la richiedono. Sabato 1 ottobre le attivit avranno inizio
Alle 14,30 partenza per la camminata da
dalle 14,30 con la fiorita dei bambini alla
Romagnano per Sapigno a Fanante. Da
Madonna del Popolo, la ripresa del
luned a venerd 30 settembre ogni giorno catechismo e le confessioni. Alle 18 sar
alle 7,30 sar recitato il Rosario, le Messe
celebrata la Messa e alle 19 lhamburger
saranno alle 8 e alle 20,30. Dalle 9,30 alle 12 cena. La serata sar animata alle 21 dal
visite agli ammalati nelle case e in
CantInsieme, la gara canora con i vari
ospedale. Dalle 15,30 alle 19,30 e dalle 21
gruppi parrocchiali. Domenica 2 ottobre,
alle 23 adorazione e confessioni.
festa della Madonna del Popolo, le Messe
Luned 26 alle 21 in programma il
saranno alle 9 e alle 11. Alle 12,30 si terr il
calcetto dei ragazzi. Mercoled alle 21
pranzo insieme. Dopo la preghiera delle
partita tra giovani leve e vecchie glorie.
14,30 ci sar un pomeriggio ricreativo
Venerd 30 settembre alle 16 festa al Centro (pesca-lotteria, musica con i Jackpot,
anziani e a seguire la pizza per gli anziani
trenino delle stelle, giochi, stand dei
(offerta dalla parrocchia) alle 18. In serata
gruppi). Dalle 18 cena comunitaria e alle
lattrice Beatrice Fazi (conosciuta come
20,30 prevista lestrazione dei premi della
Melina della fiction Un medico in
lotteria e la conclusione della festa.
famiglia) porter la sua testimonianza.
Sabato 1 ottobre alle 17,30 ci sar la
La settimana di festa alla parrocchia di San
benedizione degli automezzi presso la
scuola elementare. Alle 21 si terr la sfilata Vittore prender il via con la festa di tutte
comica dei ragazzi delle medie e superiori. le famiglie. Alle 11 ci sar la Messa per
Domenica 2 ottobre alle 7,30 la Messa sar festeggiare le nuove famiglie e ricordare i
celebrata dal Vicario generale, quella delle grandi anniversari di matrimonio.
9,30 sar celebrata dal parroco di Gattolino Presieder il parroco don Carlo che
nelloccasione ricorder i suoi 50 anni
e alle 11 presieder la celebrazione il
dallordinazione sacerdotale; alle 12,30
parroco di SantEgidio. Alle 17 in
seguir il pranzo comunitario.
programma la fiorita alla Madonna e alle
Mercoled 28 settembre la comunit si
17,30 grande spettacolo del Frate Mago,
ritrover alla Fratta per salutare la
rettore del santuario della Madonna
dellAmbro nelle Marche reso inagibile dal Madonna del Rosario; venerd 30 alle 20
terremoto del 24 agosto. Parte del ricavato dopo la Messa si terr ladorazione
eucaristica silenziosa. Sabato primo
della serata di sabato sar devoluto al
ottobre alle 14,30 ci sar la fiorita dei
rettore. Alle 19 Messa e alle 21 karaoke e
ragazzi alla Madonna e le confessioni per
variet dei ragazzi del camposcuola. In
tutti. Alle 18 sar celebrata la Messa
caso di pioggia le cene si svolgeranno
vespertina e alle 21 sotto il tendone in
ugualmente sotto la tensostruttura a
programma la sfilata degli abiti da sposa.
partire dalle 18,30. Sabato e domenica
saranno attivi anche la pesca della fortuna, Domenica 2 ottobre Festa della Beata
Vergine del Rosario le Messe saranno alle
il mercatino e lo spazio con i gonfiabili.
7, 9 e 11. Alle 15,30 ci sar la processione
per le vie Settecrociari, Perugia, Tessello
La vita in carcere: ecco il tema al centro
accompagnata dai canti in onore della
dellincontro testimonianza di apertura
Madonna. Alle 16,30 animer il
della festa parrocchiale a San Paolo. Sabato pomeriggio il concerto bandistico e alle 18
24 settembre dopo la Messa delle 18 in
si terr lesibizione della band musicale
serata, alle 21, in programma in chiesa la E45. Alle 19 serata dedicata la ballo della
veglia Rover organizzata dal Clan Alce
pizzica con il gruppo Antidotum.
Nero (Cesena 6) dal titolo Vita in
Durante al festa saranno attivi la lotteria
carcere: alcuni alcuni ragazzi della Casa
con sorprese, una mostra sulla comunit
Madre del Perdono della Comunit Papa
di San Vittore e giochi per ragazzi e piccini.
Giovanni XXIII racconteranno la loro
Saranno offerti a tutti anche ciambella,
esperienza. Domenica 25 alle Messe
biscotti e albana.
votazioni per lelezione del Consiglio
pastorale parrocchiale. Alle 11 Messa e
unzione degli ammalati. Seguir alle 12,30 Pievesestina in festa: cos si intitola la
settimana di appuntamenti che partir dal
il pranzo con i nonni e un momento
ricreativo. Alle 15,30 preghiera comunitaria 25 settembre e coinvolger le comunit
dellunit pastorale di Pievesestina, San
e la celebrazione dei battesimi.
Cristoforo e SantAndrea in Bagnolo.
Luned 26 settembre alle 20,30 in
Domenica 25 settembre le Messe saranno
programma il pellegrinaggio giubilare al
alle 9 e alle 11; durante questultima sar
Santuario del Santissimo Crocifisso di
Longiano e marted 27 settembre alle 20.30 conferito il mandato ai ministri
straordinari, ai catechisti e ai lettori. Alle 18
si potr assistere allincontrofiorita e processione alla Madonna del
testimonianza dei giovani che hanno
Rosario. Alle 19 cena insieme.
partecipato alla Giornata mondiale della
Marted 27 settembre alle 20 sar la
giovent a Cracovia. Mercoled 28

San Vittore

San Paolo

Pievesestina

celebrata la Messa per operatori della


festa; alle 21 incontro formativo sul tema
Alimentazione per la salute, quale stile
scegliere guidato dal medico Elena
Olivieri. Mercoled 28 settembre sono in
programma le confessioni alle 15 e alle
15,30 Messa e sacramento dellunzione
degli infermi per ammalati e anziani e a
seguire merenda in compagnia di
Sgabanaza e Mauro.
Gioved 29 settembre si terr la Messa alle
20 e alle 21 seguir lincontro con Marina
Corradi, giornalista del quotidiano
Avvenire che tratter Scegliere il bene
anche quando buio: segni di
misericordia in un mondo che cambia.
Da venerd a domenica 2 ottobre sar
attivo lo stand gastronomico a partire
dalle 19.
Venerd 30 settembre alle 17 esposizione
del Santissimo, alle 19 ladorazione
eucaristica con Messa e alle 21 la sfilata di
moda. Sabato 1 ottobre alle 15
lassociazione Papa Giovanni XXIII insieme
con gli artisti della Piccola piazza dArti
presenter ai bambini del catechismo
Questo dove lo butto? e il progetto Il
ponte dellamicizia. Alle 19 Messa e alle 21
serata musicale I figli del vento del mare
impetuoso presenteranno Movies
music: le pi belle colonne sonore dei
film.
Domenica 2 ottobre le Messe alle 9 e alle
11 con presentazione dei cresimandi. Alle
15 il gruppo di cammino Pieve cammina
propone Le Pievi camminano insieme,
con ritrovo nel piazzale della chiesa; alle
20,30 Variet fat in c con i ragazzi che
presenteranno la Curida de la Pieve.
Chiuder la festa lestrazione dei premi
della lotteria.

San Martino in Fiume


Porta... il tuo cuore il titolo di San
Martino in Festa, che la comunit vivr da
domenica 25 settembre fino al 3 ottobre.
Alle 15 di domenica 25 settembre, Giochi
senza frontiere e cena con i partecipanti.
Alle 20,30 di luned 26 settembre,
processione per le vie del paese. Mercoled
28, dopo la Messa delle 20, momento di
condivisione e testimonianza sul tema
della Accoglienza insieme alla Papa
Giovanni XXIII dal titolo La canonica di
Bagnile un sogno di Ges.
Venerd 30, alle 16,30 giochi insieme al
Cesena Rugby; alle 20 barzellette di nonno
Sergio e alle 20,30 cena con delitto con
Tuttotondo. Alle 21, commedie dialettali
I Fasl e Qui dla Madona.
Sabato 1 ottobre alle 17, il gruppo cinofilo
Cri Forl-Cesena far una dimostrazione
del soccorso cinofilo e testimonianza sul
servizio ai terremotati del Centro Italia.
Alle 20,30 spettacolo con il gruppo Cesena
Danze. Domenica 2 ottobre, alle 11 Messa
e Fiorita dei bambini. Nel pomeriggio,
dopo la recita del Rosario (ore 15),
spettacolo insieme a Roberto Fabbri; alle
15,30 sfilata canina amatoriale (seconda
edizione) e lancio dei palloncini. Alle 20
spettacolo con Duo solare ed estrazione
della pesca e lotteria.
Luned 3 ottobre alle 19 pizzata con Enzo
della pizzeria Araba Fenice,
intrattenimento e karaoke.
a cura di Barbara Baronio

Mercatissimo
dellusato
A SantEgidio
dal 23 al 25 settembre
Una tre giorni tra oggetti che profumano di
storia e di vita. Si tiene da venerd 23 a
domenica 25 settembre la sesta edizione del
Mercatissimo dellusato nellampio cortile.
possibile trovare biancheria per la casa
direttamente dai bauli delle nonne, capi
dabbigliamento, scarpe e borse, bigiotteria,
argenteria, vasellami, bici e cyclette, libri,
quadri, piccoli elettrodomestici, giocattoli,
mobili in buono stato, ceramiche, cartoline e
santini. Tutto allestito con cura e fantasia in
grandi isole tematiche dove poter curiosare
alla ricerca delloggetto originale o ancora
attuale.
Dopo lapertura alle 8,30 di venerd 23
settembre, il Mercatissimo rester visitabile con
orario continuato fino alle 19. Stesso orario per
le giornate di sabato 24 e domenica 25
settembre.
Lintero ricavato sar devoluto per le necessit
della parrocchia.
Per info: Rosanna Bugli 349 1602916.

Amicizia
sentimento nobile
Incontro a Pievesestina
venerd 23 settembre
Lamicizia un sentimento nobile che nasce dal
cuore. Si terr venerd 23 settembre alle 20,45,
negli spazi delloratorio della chiesa
parrocchiale di Pievesestina di Cesena,
lincontro-confronto con lo psicoterapeuta
Francesco Rasponi sui principi dellamicizia:
rispetto, considerazione, umilt, sincerit,
voglia di dire bene (benedire), e non dire male
(maledire), stima, fiducia, disponibilit,
solidariet.
Lincontro aperto a tutti.

Scrivi
la tua ricetta
E vinci un anno di spesa
Basta scrivere la propria ricetta, imbucarla
nellurna alle casse dei supermercati oppure
compilare il form sul sito
www.scrivilatuaricetta.it. Poi non resta che
confidare nella fortuna, perch per la prima
ricetta estratta a sorte tra tutte quelle raccolte,
in palio un cospicuo premio. Funziona cos il
concorso Scrivi la tua ricetta che sta
riscuotendo successo tra i clienti dei
supermercati A&O e Famila, uniniziativa
lanciata negli 80 punti vendita presenti tra la
Romagna e le Marche e gestiti dal Gruppo Arca
spa di Longiano. C tempo fino a gioved 28
settembre per partecipare al concorso, scrivendo
e inviando una o pi ricette ispirate alla
tradizione culinaria romagnola e marchigiana.
possibile farlo ritirando la scheda agli ingressi
dei negozi A&O e Famila, compilandola e
imbucandola nellurna predisposta.
Il primo premio ammonta a 2.500 euro ed
equivale a un anno di spesa gratis nei punti
vendita A&O e Famila. Inoltre, sono in palio
anche 60 buoni spesa del valore di 20 euro
ciascuno da spendere nei negozi delle insegne
coinvolte.

Cesena
Riparte
laNanny
school
per tate
e non solo

Gioved 22 settembre 2016

13

iparte il 27 settembre a Cesena la Nanny


promuovendo attivit ludico-educative mirate e
R
School, il percorso di formazione per tate.
avendo come ne ultimo il benessere del bimbo
Il corso nato per coniugare due diversi bisogni: nel suo ambiente e nella relazione bimbo-tata-

e vogliano farlo con maggior consapevolezza


del loro operato.
Verranno trattate temi relativi
lesigenza da parte delle famiglie di personale famiglia. Ai ni lavorativi il corso d la
allalimentazione e al primo soccorso
qualicato cui lasciare i propri gli da un lato, e possibilit di proporsi alle famiglie come gura pediatrico con incontri pratici. Le aspiranti tate
la necessit di chi si occupa di bambini di poter professionale qualicata, con alle spalle una
potranno mettersi alla prova con giochi di
emergere dallimmensa offerta di babysitter
quipe di supporto formata dagli specialisti del sviluppo e coordinamento e imparare attivit e
dallaltra. Obiettivo del corso formare tate che poliambulatorio Kimeya.
laboratori da riproporre in casa o allaperto.
sappiano prendersi cura, in maniera
Il corso aperto sia a persone che intendano
Info: Insieme per Crescere c/o Poliambulatorio
professionale e consapevole, dei bambini a loro lavorare come tate, sia a persone che si trovano Kimeya, via Rasi e Spinelli 194, 47521 Cesena,
affidati: in armonia con la famiglia, tenendo
ad accudire bambini non a ni lavorativi, ma in tel 392 9630813, nannyschool@kimeya.it,
conto delle tappe di sviluppo dei bambini,
supporto alla famiglia (es. una nonna o una zia) www.kimeya.it/nannyschool.

La scuola dellinfanzia Maria Immacolata di Case Finali di Cesena compie sessantanni


DIVERSIFICATE LE PROPOSTE CHE
LA SCUOLA DELLINFANZIA PROPONE AI BAMBINI (FOTO ARCHIVIO ASILO MARIA IMMACOLATA)

on possiamo
calo di iscrizioni negli anni
sempre fare
Ottanta don Gino non si
grandi cose nella
mai arreso e con
vita, ma possiamo fare
determinazione e tanto
piccole cose con grande
cuore ha tenuto viva
amore: sono le parole di
questa esperienza
Santa Madre Teresa di
educativa.
Calcutta che ogni mattina
Oggi la scuola ospita 110
accolgono i bambini e i
bambini: 20 nella sezione
genitori che entrano alla
primavera e 90 nella scuola
scuola di Maria Immacolata
dellinfanzia. Le sezioni
di Case Finali di Cesena.
portano il nome dei fiori
La scuola materna
(margherite, primule,
questanno compie 60 anni.
tulipani, girasoli).
Per festeggiare questo
La scuola - sottolinea don
speciale compleanno in
Palazzi - si colloca
programma alla parrocchia
allinterno della parrocchia
di Case Finali il 25 settembre
di Case Finali: gran parte
alle 10 la Messa animata dai
dellutenza proprio
bambini della scuola a cui
quella delle famiglie della
seguir in teatro il pranzo
parrocchia e dintorni. Data
insieme. A questo momento
la capacit di accoglienza
conviviale parteciperanno le
della scuola e il desiderio
famiglie dei bambini che
di essere aperta a tutti,
frequentano la scuola ed ex
sempre pi nel tempo il
studenti.
bacino della nostra utenza
La scuola dellinfanzia
si allargato. La vocazione
Maria Immacolata nasce
rimasta per quella
nel 1956 grazie alla tenacia e
parrocchiale, propria di
alla generosit di monsignor
una scuola cattolica: un
Luigi Fusaroli, fondatore e
clima accogliente e
gestore per tanti anni della
festoso, dove al centro
scuola. Dallanno scolastico
viene posta la cura della
Domenica 25 settembre alle 10 Messa animata dai bambini e pranzo insieme alle famiglie. La scuola famiglia e il bambino, con
2001/2002 si trasferita in
ad oggi ospita 110 bambini: 20 nella sezione primavera e 90 nella scuola dellinfanzia. Don Marcello il suo bisogno di
via Cardinal Massaia, in una
struttura molto pi ampia e
attenzioni, di stimoli, di
Palazzi, parroco: La vocazione rimasta quella parrocchiale, propria di una scuola cattolica: un
funzionale capace di
esperienza e di relazione.
clima
accogliente
e
festoso
dove
al
centro
viene
posta
la
cura
della
famiglia
e
del
bambino
accogliere un numero
La proposta pedagogica e
maggiore di bambini e dallo
didattica variegata: oltre
stesso anno diventa una scuola
anni cinquanta-sessanta. Dopo la guerra bombe avevamo portato nelle case dei
alla programmazione annuale ricca di
paritaria. Da diversi anni offre anche il
- spiega il parroco di Case Finali don
cesenati, nelle famiglie di tanti piccoli e
stimoli ed esperienze, i bambini
servizio di accoglienza di bambini 24-36
Marcello Palazzi, gestore della struttura
nellintera comunit che si ritrovava
esplorano il territorio urbano e limitrofo
mesi: la sezione primavera. Dal 2012 la
educativa - le parrocchie si sono
disgregata e povera. La scuola nata nei
utilizzando i mezzi pubblici per
scuola affiliata allassociazione di
impegnate molto per la ricostruzione
locali della parrocchia con lobiettivo di
spostarsi come abitanti della propria
scuole cattoliche Le CoMete.
morale della societ civile. Da qui la
rispondere alle esigenze di tante
citt. Sono presenti ogni anno esperti
la scuola di unintera comunit. Oggi
nascita di circoli Acli, cinema e la
famiglie che, non avendo una scuola
che completano la proposta educativa
ex studenti, diventati nonni,
rifioritura di proposte educative e sociali vicino casa, erano costrette a portare in
della scuola, proponendo attivit di
accompagnano alla materna della
rivolte alle famiglie. Si trattava di anni
citt i bambini. A quei tempi la zona di
psicomotricit funzionale, arte, musica,
parrocchia i propri nipoti. Si tratta di
duri e difficili in cui era necessario
Case Finali era considerata lontana
acquaticit. Grande valore viene dato
unistituzione nata da una scelta
offrire una serie di opzioni educative in
periferia. Poi, nel tempo, sono sorte le
alla lettura ad alta voce.
pastorale della Chiesa di Cesena negli
grado di rimarginare le ferite che le
scuole statali e comunali e nonostante il
Bb

Unesperienza educativa collettiva

14

Cesena

Gioved 22 settembre 2016

In centro a Cesena
Camminata
per il volontariato
Sabato 24 settembre
Promossa da Assiprov, si svolger sabato 24
settembre a Cesena Viaggio attraverso il
volontariato. Il ritrovo per le 16,30 in piazza
San Domenico, vicino a piazza del Popolo.
Traghettati dal cantastorie Roberto Fabbri,
la festa del volontariato si svolge lungo le vie
del centro storico di Cesena: una passeggiata
accessibile a tutti che permetter ai
partecipanti di conoscere le associazioni.
Alla partenza verranno consegnati i gadget e il
passaporto del volontario, timbrandolo a
ogni isola che verr visitata lungo il
percorso. Allarrivo si ricever in omaggio un
buono per una piadina al chiosco dei Giardini
Savelli.
Liscrizione (gratuita) da effettuare entro
venerd 23 settembre, prendendo contatti con
Assiprov.
LE ISOLE DEL VOLONTARIATO che saranno
via via visitate sono: piazza del Popolo Isola
del Sanitario; piazza Almerici Isola del
Sociale; piazza Giovanni Paolo II Isola della
Terza Et; piazza Guidazzi Isola
dellAmbiente e della Protezione Civile; corte
del Volontariato Isola delle Diverse Abilit.
Alle 19 arrivo ai Savelli; chiusura del viaggio;
saluto delle autorit e concerto degli
Sbidonatori della Tam Tangram Band.
Alle 21 sempre presso i Giardini Savelli in viale
Carducci, concerto acustico dei Nobraino.
In caso di maltempo la manifestazione verr
rinviata a sabato 1 ottobre.
Per informazioni e iscrizioni: tel 0547
612612, info@assiprov.it, 335 7859410.

Tempo di riprogettualit e nuovi obiettivi: la Fondazione si trasformer in una sorta di think tank, un serbatoio di idee
e progettualit, un catalizzatore di iniziative e di incontri.Tra ricollocazione di personale e cessioni di immobili

Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena


Nella nebbia spunta lasso nella manica

ppannata, schiacciata dai debiti e senza pi alcun potere,


ormai, sulla banca alla quale era storicamente legata.
Eppure viva e vegeta, con qualche margine dazione e,
addirittura, un asso nella manica.
Parliamo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena. Prima
delleccezionale svalutazione dei titoli dellistituto bancario
omonimo (passati dai 14-16 euro ad azione ad appena 50
centesimi) la Fondazione controllava la Cassa per mezzo di un
pacchetto azionario pari al 48 per cento. A seguito del maxi
aumento di capitale da 280 milioni di euro, sottoscritto dal
Fondo interbancario di tutela dei depositi, la Fondazione
scesa al 2,28 per cento di partecipazione in Carisp. E, cosa
peggiore, il suo patrimonio si ridotto da 110 milioni di euro a
una cifra compresa tra i 7 e gli 8,5 milioni di euro, mentre la
liquidit scarseggia.
Vero che, in futuro, la Fondazione potrebbe cedere 53 milioni
e mezzo di warrant (diritti sulle azioni, ricevuti gratuitamente),
al momento non valutati. Mentre, sul fronte del patrimonio,
lente pu contare su immobili importanti ma difficilmente
monetizzabili (come il Palazzo Oir, acquistato quando ancora si
credeva possibile la creazione di ununica pinacoteca cittadina).
Una situazione molto pesante da gestire, dunque, che stata al
centro allassemblea dei soci convocata lo scorso sabato a
Cesena. In quella sede il presidente Bruno Piraccini ha
comunicato una ulteriore riduzione dei costi della struttura,
con lazzeramento dei compensi per gli amministratori e la
ricollocazione di parte del personale (due persone in altre
aziende, unaltra alla Carisp) e una riduzione di orario per gli
altri tre dipendenti. Saranno inoltre cedute partecipazioni in
altre societ, mentre sono in corso contatti per la vendita della
porzione di immobile del complesso ex Sacra Famiglia (via

Il Consiglio di amministrazione
Padre Vicinio da
Sarsina), adibito in parte della fondazione prender in
a studentato e in parte a
esame un progetto che prevede
mensa gestita dalla
la costituzione di un fondo a soCaritas. Anche sulle
erogazioni gi deliberate stegno delle famiglie indigenti,
in corso una verifica,
anche in collaborazione con
per ulteriori tagli dei
altre istituzioni, alimentato in
costi.
gran parte dalla generosit di
Nei prossimi anni le
qualche privato. Sar evitato in
associazioni del
territorio non potranno
questo modo un fermo degli
pi contare sulle
stanziamenti
elargizioni di un tempo,
mentre la Fondazione si trasformer in una sorta di think tank,
un serbatoio di idee e progettualit, un catalizzatore di iniziative
e di incontri.
Ma non tutto perduto sul fronte delle erogazioni. A breve,
infatti, il Consiglio di amministrazione della fondazione
prender in esame un progetto che prevede la costituzione di
un fondo a sostegno delle famiglie indigenti, anche in
collaborazione con altre istituzioni, alimentato in gran parte
dalla generosit di qualche privato. Sar evitato in questo modo
un fermo degli stanziamenti, un blocco che appariva ormai
inevitabile visti i dati di bilancio, ma che avrebbe interrotto la
secolare missione della Fondazione Carisp.
Continuer poi lazione per il coordinamento dellattivit di
recupero e di utilizzo delle eccedenze alimentari, come avviene
con lesperienza del Banco Alimentare, e il sostegno al nascente
campus universitario tramite Serinar.
Mib

Si chiusa venerd 16 settembre, nei padiglioni della fiera di Rimini, ledizione 2016

Macfrut, un bilancio
che guarda al futuro

erminato un Macfrut gi si pensa allorganizzazione del prossimo. Nel


2017 la rassegna dellortofrutta promossa da Cesena Fiera si terr dal 10
al 12 maggio, quindi non c molto tempo a disposizione. La scorsa
settimana, dal 14 al 16 settembre, lattenzione del comparto
ortofrutticolo si focalizzata sui padiglioni di Rimini e non si pu dire che
non sia stata unedizione di successo. Migliaia i visitatori, con un incremento
di quelli esteri. Il presidente Renzo Piraccini e il coordinatore Luigi Bianchi
hanno espresso soddisfazione per il buon esito dellevento. Non era scontato,
in quanto una certa atmosfera di crisi ancora permane, ma le aziende hanno
dato fiducia alla kermesse che
Una fiera ha pochi ma precisi scopi:
lunica in Italia e la terza in Europa
far incontrare gli imprenditori al fine
per importanza dopo Berlino e
di concludere affari, fare il punto
Madrid. Levento stato inaugurato
sulla ricerca, presentare le novit. E
dal ministro alle Politiche agricole
Macfrut riuscito in tutto questo.
Maurizio Martina il quale ha ribadito
Interessante lincontro Russia-Italia
la propria fiducia in Macfrut quale
che si svolto nella seconda
unico volano fieristico italiano per il
giornata. Al meeting hanno
settore dellortofrutta e del suo
partecipato imprenditori agricoli
indotto.

della regione di Krasnodar, un territorio che si


trova alla stessa latitudine del centro-nord
dItalia.
Questa zona produttiva - ha affermato la
consulente Evgenya Kravchenko - in grande
espansione. Lo scorso anno il tasso di crescita
stato del 116 per cento. In pochi anni sono
stati realizzati decine di ettari di serre. I
frutteti sono oltre 100 ettari e sono in
continuo aumento. Logisticamente, la zona
ha un aeroporto e a 100 chilometri vi un
porto navale.
La parola poi passata agli imprenditori
agricoli. Il responsabile dellazienda
Emelyanov ha sottolineato che sono alla
ricerca tecnologie allavanguardia, ad
esempio di impianti a goccia interrati. Un
altro imprenditore ha posto laccento sulla
necessit di rinnovare il panorama varietale
orticolo e anche quello delle fragole.
Macfrut anche innovazione. Ha stupito
larea in cui sono stati fatti volare dei droni a
dimostrazione della mappatura dei campi e
delle colture effettuabile tramite foto aeree.
Ma i cinesi sono pi avanti: in uno stand di
operatori della Cine erano esposti alcuni
droni per i trattamenti aerei. Si tratta di bassi
volumi con soluzioni concentrate: il serbatoio
ha una capacit di 20 litri e il trattamento
dura al massimo 10 minuti. Il drone ha
unautonomia di volo di 12-15 minuti.
Laltezza da cui possibile irrorare avendo la
massima efficacia attorno ai 10 metri per
una velocit di volo fino a 8 metri al secondo.
Nei 10 minuti di volo il drone pu coprire 5
chilometri lineari. Al momento indicato per
colture estensive tipo cereali e orticole.
Sono davvero soddisfatto di come andata la
fiera - ha spiegato il presidente Renzo
Piraccini - e dei riscontri che abbiamo avuto.
Il lavoro svolto durante tutto lanno ha
permesso di avere in fiera tanti stand
stranieri, cos come visitatori oltre confine che
sono aumentati del 30 per cento rispetto al
2015. Per il 2017 abbiamo tante novit gi
programmate: Cina paese partner, Basilicata
come regione sotto i riflettori, la fragola come
focus coltura. E poi uno spazio apposito per
il biologico e per i vegetali trasformati.
Insomma, ottimo il Macfrut 2016, ma ormai
noi siamo gi proiettati alledizione del 2017.
Cristiano Riciputi

ANNIVERSARIO

26 settembre 2015-26 settembre 2016

Nellottavo anniversario
del ritorno alla casa del Padre di

PATRIZIA SALVI
il marito Davide, le figlie Chiara e Sara,
i genitori Giulio e Alba,
le sorelle, il fratello
e i parenti tutti la ricordano
con immutato affetto
A suffragio verr celebrata
una Messa nella parrocchia
di Madonna del Fuoco
luned 26 settembre alle 20,30

ANNIVERSARIO

25 settembre 2015-25 settembre 2016

ANNA ALTIERI
in Porcelli
gi trascorso un anno! Ma tu sei
sempre con noi; aiutaci con laffetto
che sempre ci hai donato. Riascoltiamo
con tanta nostalgia le tue ultime parole: Carissimi tutti, non rattristatevi.
Non vi ho lasciati: vi aspetto in cielo
Sabato 24 settembre alle 18,30
Messa di suffragio
nella chiesa parrocchiale di Case Finali

Cesenatico

Gioved 22 settembre 2016

Liniziativa della Cooperativa Armatori

15

FABIO LACCHINI AL LAVORO


FOTO CRISTIANO RICIPUTI

Pesce trasformato
la nuova frontiera
N

on solo pesca, ma anche produzione e


trasformazione dei prodotti ittici. lidea
messa in campo da Fabio Lacchini presidente
della Cooperativa Armatori di Cesenatico per
distinguersi sul mercato, per non sciupare il
prodotto del mare, per valorizzare il territorio.
Lacchini e i suoi sono i primi, a Cesenatico, in
qualit di pescatori, a dedicarsi a questo tipo di
attivit.
Si tratta - spiega Lacchini - di unesigenza che
nasce dal fatto che in alcuni periodi dellanno,
specialmente in primavera, il pesce difficilmente
commerciabile per due motivi: le condizioni meteo
marine sono positive in tutto il bacino del
Mediterraneo e questo comporta pi prodotto sul
mercato rispetto allinverno. Di conseguenza cala la
richiesta perch c pi produzione e i prezzi di
vendita sono bassi. Inoltre il pesce ha le uova e si
vende di meno e si rischia di buttarne in grosse
quantit.
Loperazione prender il via dalla primavera
prossima quando il mare avr alici (il prodotto che
verr trasformato) in abbondanza e di misura grande,
proprio perch con le uova, dunque meglio
lavorabili.
Piuttosto che vendere le alici a un prezzo stracciato,
Lacchini e la sua cooperativa hanno deciso di
trasformarle visto che si tratta di un prodotto di

Il presidente Lacchini:
per distinguersi
sul mercato, per non
sciupare il prodotto
del mare, per valorizzare
il territorio
qualit. In questo modo non butto via pesce azzurro
che solitamente deve essere smaltito subito perch
altrimenti va a male, ma lo trasformo. Tenendolo nei
vasetti riesco a piazzarlo sul mercato e se non lo
vendo questa settimana posso farlo quella
successiva.
La trasformazione delle alici non sostituisce il
pescato del commercio principale, ma ne va a
integrare la vendita. In questo modo abbiamo un
prodotto buono, diamo un servizio alla gente, e
creiamo un valore aggiunto perch mangiamo alici
pescate nel nostro mare, e non quelle pi famose del
mar Cantabrico, tra Spagna e Francia. La
trasformazione del prodotto ittico consiste nel
rendere le alici in filetti, per il consumo sotto sale o
marinate. Questa operazione avverr presso
laboratori della zona, attraverso una lavorazione

effettuata a mano, con prodotti buoni e della filiera


italiana, rispettando tutte le normative igienico
sanitarie previste. Il risultato deve essere un prodotto
di qualit. stato creato anche un marchio che
identifica il pesce e la citt, con le lettere della parola
Cesenatico seguite da un punto.
Sul fronte della commercializzazione verranno
cercati partner che condividano linteresse a
valorizzare il prodotto italiano e locale. Porteremo
avanti anche la vendita al dettaglio grazie alla rete
Campagna Amica di Coldiretti alla quale siamo
associati. Ha circa 1800 punti vendita in tutta Italia e
anche allestero. Cercheremo anche di utilizzare gli
eventi che portiamo avanti con la Cooperativa
attraverso il progetto La tavola dei pescatori,
andando a cucinare nelle fiere del pesce.
Michela Mosconi

A Sala di Cesenatico, in occasione della solennit della dedicazione della chiesa alla Madonna del Rosario

Festa parrocchiale e apertura della Porta Santa


U

naltra Porta Santa in diocesi. Dopo


lapertura delle cinque Porte in Cattedrale a Cesena, in Concattedrale a
Sarsina, presso la Basilica del Monte, al
Santuario di Longiano, e alla Basilica dellAssunta a Bagno di Romagna, venerd 30
settembre a Sala di Cesenatico il vescovo
Douglas aprir la sesta Porta giubilare. La
celebrazione si terr in occasione della solennit della dedicazione della chiesa alla
Madonna del Rosario alle 19,30 e sar seguita dalla Messa in ricordo della serva di
Dio Angelina Pirini. questo uno dei primi
appuntamenti religiosi della festa a Sala
che prevede un ricco programma di iniziative dal 27 settembre al 9 ottobre.
In particolare marted 27, alle 20, la comunit si ritrover per la Messa in ricordo della morte di don Teo. Mercoled 28 settembre, dopo la Messa delle 20, i sacerdoti saranno a disposizione per le confessioni.

Sabato 1 ottobre, alle 16, durante la Messa


il vescovo Douglas impartir il sacramento
della Cresima e domenica 2 ottobre, festa
della Madonna del Rosario, le Messe saranno alle 8,30 e alle 11 con recita della
supplica e animazione dei cori parrocchiali. Alle 15,30 sar recitato il Rosario.
Una festa ricca di momenti religiosi, ma
anche ricreativi che prenderanno il via gioved 29 settembre con il torneo di scala
quaranta (alle 20,30) presso il bar parrocchiale. Venerd 30 settembre, alle 21,15, i
parrocchiani si ritroveranno per una cena
comunitaria (prenotazione obbligatoria
entro il 26 settembre). Sabato 1 ottobre la
serata sar animata dai giovani di Sala e
dalla Radioline band. Domenica 2 ottobre, dalle 16,30 sono in programma, nel
piazzale della chiesa, giochi per i bambini
con Pompieropoli, attivit in compagnia
dei Vigili del fuoco. Saranno organizzati an-

che momenti ludici della tradizione come la


pentolaccia, la corsa coi sacchi e il tiro alla fune. Saranno presenti anche truccabimbi e il
carretto dei gelati. La serata vedr, a partire
dalle 20, lesibizione dellorchestra Moreno e
il grande vento. Chiuder la domenica di festa lestrazione dei biglietti vincenti della sottoscrizione a premi. Durante la giornata saranno attivi lo stand gastronomico e la pesca
di beneficenza.
Nella settimana che va dall1 all8 ottobre ogni
mattina alle 8 sar celebrata la Messa e ci sar
un confessore per il sacramento della riconciliazione. Loccasione dellAnno santo e lapertura della Porta santa ci incoraggiano a fare
esperienza della Misericordia di Dio, dice don
Luca Baiardi, parroco di Sala.
Gli appuntamenti della seconda settimana di
festa saranno pubblicati nel prossimo numero del Corriere Cesenate.
Bb

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028

16

Valle del Rubicone

Gioved 22 settembre 2016

Longiano accogliente ospita 10 profughi


ongiano ospita da qualche settimana dieci
profughi africani. Lannuncio stato dato
sabato scorso sul palco del teatro Petrella, in
occasione della serata introduttiva della
2xBene, da Stefania Meschiari, responsabile
della Caritas locale.
Dallanno scorso - ha detto Meschiari - in
collaborazione con i frati francescani, abbiamo
raccolto 4mila euro per un campo profughi in Iraq.
Questanno abbiamo in cantiere un progetto di

aiuto per la Siria. Da qualche settimana - ha


aggiunto - viviamo lesperienza dei profughi nel
nostro territorio. Sono dieci, un ragazzo e nove
ragazze. Provengono tutti dalla Nigeria. Stiamo
creando un ponte di accoglienza.
Due di questi, una giovane coppia di sposi
cristiani, sono ospitati in un appartamento
attiguo al santuario del Santissimo Crocisso,
messo a disposizione, in comodato gratuito, dai
frati minori conventuali. (Mv)

Longiano

Gambettola

Don Claudio, sacerdote da 40 anni

Il saluto a don Damoc

In occasione del 40 di sacerdozio di don


Claudio Turci, domenica 25 settembre, prevista
alle 17 la Messa nella chiesa parrocchiale di
Gambettola cui seguir un momento di festa
insieme con una merenda. La celebrazione sar
animata dalla corale Antonio Vivaldi. Alle
20,30, in chiesa, curato dal coro dei giovani di
Bulgarn e alla presenza del vescovo Douglas, il
concerto dal titolo Labbraccio che ti salva.

La comunit parrocchiale saluta don Giovanni


Damoc. Domenica 25 settembre alle 11 sar
celebrata la Messa di ringraziamento. Seguir un
momento di fraternit nel salone parrocchiale.
Da sabato 1 ottobre don Damoc sar il nuovo
amministratore parrocchiale di Alfero-Riofreddo.
La parrocchia di Longiano sar guidata da don
Giorgio Bissoni, che il prossimo 3 ottobre far
rientro dalla missione in Venezuela. (Mv)

Societ colombofila

Interventi in paese e a SantAngelo

Turoni centra il tris

A Gatteo le scuole
si rifanno il look
G

atteo investe sulle scuole. Al rientro


in aula, i bambini della scuola
dellinfanzia il Girasole di
SantAngelo hanno trovato una nuova
area verde con praticello. Larea giochi
stata ripavimentata con apposita
superficie smorza caduta. Qui sono stati
installati un gioco a molla e alcuni
pannelli didattici in legno, in aggiunta al
castelletto con scivolo. Un capillare
impianto di irrigazione a scomparsa
garantisce il corretto apporto dacqua
serale al nuovo prato.
Lavori allarea esterna anche per la scuola
elementare Edmondo De Amicis di
Gatteo. stato ripavimentato lo spiazzo
prospiciente la scuola che si affaccia sulla
via Roma, recentemente riqualificata.
Alla nuova pavimentazione si aggiungono
il marciapiede rifatto, che fa angolo con
via Mazzini, e sei panchine bianche in
pietra.
Prima del rientro sui banchi, si
provveduto a porre rimedio al problema
delle infiltrazioni in unaula,
intervenendo su una parte di tetto con
una nuova guaina in grado di garantire la
giusta impermeabilizzazione.

I lavori pi consistenti
riguardano la
costruzione della nuova
scuolaPinocchioCollodi, investimento
da 3 milioni di euro
ormai pronto il nuovo campo da calcio
in sintetico dietro la scuola media
Giovanni Pascoli. Sar presto a
disposizione sia degli alunni sia delle
associazioni.
I lavori pi consistenti sono quelli iniziati
nei giorni scorsi a Gatteo Mare, dove
partita la costruzione della nuova scuola
Pinocchio-Collodi, per un investimento
totale di circa 3 milioni di euro.
Il vecchio fabbricato era stato demolito la
scorsa primavera. Il nuovo edificio,
realizzato secondo i pi moderni
parametri di sicurezza, funzionalit e
risparmio energetico, sorger di fronte al
mare. Le aule e gli altri ambienti scolastici
saranno dislocati su due piani. Ospiter
la scuola dellinfanzia e la scuola primaria
e sar predisposto per accogliere

2xbenea Longiano
In sella la solidariet
Premiati il campione Alessandro Petacchi, il direttore sportivo
Giuseppe Martinelli, e la montianese Sofia Fattori, campionessa
italiana nella gara di velocit su pista

i rinnovato lo scorso fine


settimana a Longiano il successo
della 2xBene, evento ciclistico a
scopo benefico, organizzato dalla societ
Fausto Coppi di Cesenatico in
collaborazione con il Panathlon club di
Cesena.
A vincere la gara Lui e Lei, un percorso
misto di 13 chilometri con arrivo in
salita, stata la coppia formata dal
cesenate Christian Barchi e da Barbara

LA SCUOLA
ELEMENTARE
DE AMICIS

uneventuale sezione di scuola media.


Sar munito di palestra, utilizzabile
anche per iniziative extra-scolastiche.
In attesa del nuovo plesso, gli alunni della
materna frequentano lanno scolastico a
Capanni e quelli della primaria a
Villamarina.
Un altro intervento importante
riguarder la scuola Moretti-Girasole di
SantAngelo. Nei prossimi giorni, senza
intaccare lattivit didattica, partiranno i
lavori di ampliamento con un nuovo
corpo di 500 metri quadri, che ospiter
aule, mensa per il tempo pieno e palestra
con accesso indipendente. Allo stesso
tempo, il vicino campo da tennis verr
coperto e sar a disposizione delle scuole
e delle associazioni.
Matteo Venturi

Lancioni di Filottrano (Ancona), con il


tempo record di 19 minuti e 26 secondi.
Alla Lancioni andata anche la medaglia
dargento in coppia con Oswaldo
Fernandes, testimonial di Soffia la vita
e vincitore della scorsa edizione.
Soddisfatto lavvocato Roberto Landi,
patron della manifestazione, che parla di
un grande successo in termini di
partecipanti e di pubblico. Domenica
mattina - spiega Landi - nonostante le
infelici condizioni metereologiche,
centinaia di amatori hanno concorso
alla mediofondo Tutti x Bene
organizzata dalla Medinox di Savignano.
Nel pomeriggio il sole ha
miracolosamente illuminato le 109
coppie in gara per la cronocoppia. Erano
presenti grandi campioni quali Petacchi,
Motta, Pellizzotti, Gavazzi, Bernal, Torres
e Mazzoleni, oltre a una ventina di
diversamente abili in tandem o
handbike, mariti con mogli e genitori
con figli. Da sottolineare la
partecipazione di due coniugi
ultrasessantenni venuti appositamente

Due nuovi defibrillatori


per la spiaggia di Gatteo
Donati dal Credito
Cooperativo
Romagnolo
durante la serata
Gatteo per
Amatrice

i svolta domenica 4 settembre a


Gatteo a Mare Gatteo per Amatrice
una manifestazione di solidariet a
favore delle popolazioni recentemente
colpite dal terremoto. Una colossale
spaghettata allAmatriciana, condita
anche dalla musica dellorchestra di

Si sta avviando alla conclusione la stagione


agonistica della Societ Colombola
Romagnola di Cesena (che partecipa a gare
riservate a colombi viaggiatori adulti o
senior), a cui affiliato Giovanni Turoni. Il
gambettolese per il terzo anno consecutivo si
aggiudicato il primo posto nella classica
assoluta.
Lultima parte della stagione (5 gare di cui
lultima il 1 ottobre) riservata ai novelli,
ovvero i colombi nati questanno e che in
futuro gareggeranno nelle prove riservate ai
senior. Alla sezione novelli partecipano gli
iscritti da poco sia per fare esperienza
personale che ai propri colombi.
Per stilare la classica assoluta vengono presi
in considerazione i piazzamenti ottenuti dai
colombi nelle 11 gare con le distanze pi
lunghe (tra parentesi sono le distanze medie in
chilometri) che si sono svolte a: Ortona (260),
Termoli (320), Foggia (390), ancora Termoli
(320), Bari Nord (490), Carovigno (590),
nuovamente a Termoli (320), Lecce (650),
Vasto (290), Ostuni (590) e San Severo (350).
A prescindere dalle diverse tipologie di gara
(velocit a/b, medio fondo e fondo) la
classica assoluta delle prime sette posizioni
la seguente: primo posto per Giovanni Turoni
con 1630,42 punti, secondo Arnaldo
Domenichini con 1524,06 punti, terzo Jon
Roman con 1440,13 punti, quarto Adriano
Morghenti con 1386,59 punti, quinto Edoardo
Ruscelli con 1165,26 punti, sesto Sandro
Masini con 1132,65 punti, settimi Aldino e
Thomas Montanari con 1089,34 punti.
Si mi consentita una simpatica analogia afferma Turoni - vorrei poter fare come la
Juventus nel calcio cio arrivare a cinque
vittorie consecutive.
Piero Spinosi

dal nord della Francia.


Nellambito della manifestazione, sabato
sera, in un teatro Petrella gremito, stato
conferito il premio alla carriera sportiva
Citt di Longiano ad Alessandro
Petacchi, fra i corridori italiani con pi
vittorie da professionista nel proprio
palmars, e a Giuseppe Martinelli,
direttore sportivo di campioni quali
Pantani, Garzelli, Simoni, Cunego e
Nibali. stata premiata anche la
montianese Sofia Fattori, campionessa
italiana nella gara di velocit su pista.
Ha presentato la serata il giornalista
sportivo Giorgio Martino. Nelloccasione
stato presento le-book La mia vita di
corsa, inedita autobiografia di Fausto
Coppi, a cura di Salvatore Giannella.
Il ricavato della manifestazione sar
devoluto alla comunit terapeutica San
Luigi di Balignano, alla Caritas di
Longiano, alla fondazione La nuova
famiglia di Cesenatico e alla casafamiglia Papa Giovanni XXIII di Santa
Paola di Roncofreddo.
Matteo Venturi

Moreno il biondo & Friends.


La serata stata anche loccasione per
parlare di sicurezza, in questo caso di
sicurezza della spiaggia e della
balneazione, un tema a cui la Cooperativa
Bagnini di Gatteo a Mare-Villamarina
dedica da sempre una particolare
attenzione. Nel corso della serata sono
stati consegnati ufficialmente (anche se
erano stati messi a disposizione gi ad
inizio stagione) due nuovi debrillatori
donati dal Credito Cooperativo
Romagnolo. Grazie alla collaborazione

della banca, che ha una sua liale proprio


nella centralissima piazza di Gatteo a
Mare, cuore pulsante delle manifestazioni
estive, la spiaggia di Gatteo e di
Villamarina pu contare sei debrillatori
a disposizione del gruppo di salvataggio
composto da 13 persone di cui due
operatrici di primo soccorso.
Nella foto il vice presidente del Credito
Cooperativo Romagnolo Giancarlo Babbi
consegna i debrillatori al presidente della Cooperativa Bagnini di Gatteo a MareVillamarina Massimo Bondi.

Valle del Savio

Gioved 22 settembre 2016

17

Il ricordo dellesorcista paolino morto nei giorni scorsi nelle parole di don Fiorenzo Castorri

Padre Amorth, un legame forte con la Basilica sarsinate


L

a notizia della morte di padre Gabriele


Amorth, lesorcista paolino di fama
mondiale, ha in qualche modo toccato
anche Sarsina. La citt conosciuta per il patrono Vicinio, santo taumaturgo con fama di
scacciadiavoli e guaritore dei fedeli da infermit fisiche o dellanima. A Sarsina si compiono ancora esorcismi. Sono migliaia ancora oggi le persone che si recano in preghiera presso la Concattedrale dove possono
trovare sacerdoti pronti ad ascoltarli, consolarli e confessarli. Uno di questi, don Fiorenzo Castorri, anche esorcista diocesano
e durante il suo percorso di formazione ha
pi volte incrociato la figura di padre
Amorth.
Era molto legato alla nostra Basilica - ricorda don Castorri -. La stimava e conosceva la
vita di San Vicinio e il potere della catena.
Nelle trasmissioni radiofoniche di Radio Ma-

ria invitava a venire a Sarsina. Lui stesso lha


visitata. Alcuni anni fa, io non ero ancora
qui, ha fatto un esorcismo. Vi assistette il parroco don Renzo Marini che era di turno
quella mattina.
Lesorcista sarsinate stato un suo allievo.
Ho frequentato molte sue lezioni in videoconferenza a Bologna, presso listituto Veritatis Splendor. Una settimana di formazione,
ogni anno, per tre anni in cui lui era uno dei
pi autorevoli maestri. Non lho mai conosciuto personalmente, ma ci sentivamo
spesso per telefono. stato il mio maestro e
se ho imparato qualcosa di questo fenomeno lo devo a lui. Lo ricordo come persona
molto disponibile, aveva un cellulare solo
per gli esorcisti. Se avevamo bisogno, lui era
sempre a nostra disposizione.
Di lui don Castorri dice che stato un profeta inascoltato. Prima non era compreso poi

si verificato vero quello che diceva. Si scagliato contro la festivit di Halloween. Sosteneva che abbiamo ridotto il Cristianesimo a una vita umana, mancante di profezia
e che ormai la gente ha scelto pi il diavolo
che Dio. Il mondo di oggi nelle mani di Dio,
ma luomo ha scelto il Diavolo.
Personalmente mi ha aiutato a capire meglio il fenomeno della vessazione, uno dei
quattro modi di presenza del demonio insieme a possessione, ossessione, infestazione dei luoghi. Io non ero molto preparato,
lui mi ha aiutato a leggere questa invasione
diabolica dandomi tutti gli elementi scientifici per capire.
La sua esperienza - conclude - stata importantissima e gliene sono grato. Mi aveva
dato il nominativo di un veggente cattolico
che aveva ricevuto dal Signore alcuni doni
particolari sulla presenza demoniaca e quin-

SARSINA. Idee in campo dopo il successo della commedia popolare

Plauto e la cultura classica


per creare posti di lavoro
P

lauto e la cultura classica sempre pi protagonisti a Sarsina grazie ai


sarsinati. andata in scena sabato 17 settembre allArena di Calbano la
22esima commedia plautina. Cos piace chiamarla agli attori e agli
sceneggiatori, cittadini sarsinati, attori non professionisti, ma con caratteri
veri, rispecchiati nei personaggi interpretati. Si sono cimentati nello spettacolo
Pieda - il Miles Gloriosus di Piazza Plauto. Una commedia popolare in latino,
italiano, dialetto, inglese, dove i protagonisti hanno trasformato piazza Plauto
in unarena perch, spiega Lucio Cangini, sceneggiatore, la vita quotidiana
drammaturgia, teatro. Alcuni di
loro sul palco hanno messo in scena
se stessi, nei ruoli che nella vita
briciole. Noi vogliamo invertire questa
reale rivestono allinterno della
scaletta. Vogliamo ribaltare la scala di
comunit sarsinate. Un Plauto
valori. Vogliamo che il lavoro torni a
adattato alla contemporaneit,
essere realizzazione umana e non
insomma, con un obiettivo preciso.
riempimento della pancia. La nostra
Fare comunit culturale - spiega
commedia vuole essere testimonianza
Cangini -. Solo cos possibile
di questo.
trasformare una visione di utopia
Il testo della commedia andata in
progettuale in economia e posti di
scena sabato 17 settembre ha
lavoro stanziali. Per fare di Sarsina
partecipato a un bando di concorso
una polis di cultura teatrale sorgiva europeo di scrittura teatrale ad alti
che crei indotto e lavoro perch la
scopi sociali (viene affrontato, per
cultura deve tornare al centro.
esempio, il tema dei migranti),
Siamo in un momento storico riservato a quattro nazioni: Italia,
continua lex primo cittadino - nel
Spagna, Romania, Inghilterra.
quale a comandare la finanza.
Chiederemo al comune di Sarsina,
Leconomia corrompe la politica e la con la valutazione del Teatro platino
cultura fa da tappetino e raccoglie le europeo - svela Cangini - che venga

inserita nel prossimo cartellone del


Plautus Festival. Intanto, stiamo gi
scrivendo la 23esima commedia e la
reciteremo in piazza il prossimo anno.
Su questa scia si inserisce anche il
lavoro del Teatro platino europeo (Tep)
che proprio in questi giorni ha ricevuto
un importante riconoscimento. Il
progetto Plauto nelle scuole, gi
patrocinato dallAssociazione Italiana
di Cultura Classica, ha ricevuto il
Patrocinio della Commissione
Nazionale Italiana per lUnesco. Un
riconoscimento importante per il
lavoro svolto a favore della diffusione
del patrimonio della cultura classica
che il Tep porta avanti dal 2013 in tutte
le scuole dItalia.

di per me stato un grande regalo perch


poi mi sono avvalso anche dei doni che questo fratello aveva, in caso di dubbio. Sento di
dover lodare il Signore per aver incontrato
padre Amorth perch stato un grande maestro e tutto quello che mi ha insegnato lo
tocco nellesperienza di esorcista. stato il
primo a livello mondiale a studiare il fenomeno anche dal punto di vista scientifico.

Linaro in festa
Il borgo celebra la Madonna
Lantica parrocchia di Linaro, da sempre sotto la
diocesi sarsinate, festeggia la Madonna, com
tradizione, lultima domenica di settembre.
Sabato sera, 24 settembre, alle 20,30 si terr la
Messa. A seguire la processione per il castello con
la statua della Madonna. Domenica 25 settembre
alle 11,15 la Messa solenne celebrata dal parroco
di ranchio don Vincent De Paul.
Il toponimo Linaro deriva da Castrum Linarii,
cio castello di qualcuno che anticamente
lavorava il lino, termine rintracciabile solo in
unopera di Plauto. Nel 1021 si hanno le prime
notizie del castello, del quale ancora oggi le
abitazioni hanno mantenuto la conformazione.
La prima chiesa, millenaria, era posta pi in
basso sul ume Borello, gi dedicata a San
Giacomo. La parrocchia aveva sede presso la
chiesa del convento degli agostiniani, edicio ora
adibito a casa privata che mantiene ancora
diverse tracce del luogo sacro. Visto lo stato di
degrado dello stabile, nel 1842 la sede della
parrocchia viene spostata nelloratorio del
castello, costruito dai signori Aguselli proprietari
del castello no al 1586. Nel 1958 vengono fuse
le due campane ottocentesche aumentandone il
peso, formandone tre nuove della ditta Broili di
Udine. Nel 1971 loratorio, ricco di affreschi
allinterno dei quali restano fotograe, viene
completamente demolito e viene ricostruita la
moderna chiesa, acquistando una piccola parte di
propriet privata per potervi costruire il
transetto sinistro ampliando notevolmente lo
spazio per i fedeli altrimenti piuttosto ridotto. Da
ricordare la gura di don Luigi Giannessi,
originario di Linaro, parroco dallordinazione
sacerdotale del 1928 alla morte del 1984, che
visse i momenti terribili del passaggio del fronte
documentando dettagliatamente gli avvenimenti
in un diario.
Daniele Bosi

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

PELLEGRINAGGIO GIUBILARE
IN TERRA SANTA
Oo giorni dal 6 al 13 oobre 2016
Passaggio della Porta Santa
nella Basilica del Getzemani
sul Monte degli Ulivi
Trasferimento in pullman per Bologna, aereo da Bologna: Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, i Santuari del Lago di Tiberiade,
Gerico, Betlemme, Gerusalemme.
Pensione completa, ingressi, accompagnatore e guida,
assicurazione sanitaria e annullamento.
Guida spirituale del pellegrinaggio sar don Pier Giulio Diaco,
vicario generale della Diocesi di Cesena-Sarsina
da 1.130 euro

18

Solidariet

Gioved 22 settembre 2016

bre
m
e
t
t
e
s
8
1
a
c
i
Domen
la 5 edizione

Attenzione e partecipazione per la manifestazione promossa dallassociazione Amici di Casa Insieme di


Mercato Saraceno. Dalla collina a Cesenatico, tra runner e camminatori, un lungo biscione solidale. 500
i volontari lungo i 42 chilometri del percorso. La festa al Village allestito al parco Levante di Cesenatico

Maratona Alzheimer, in 4mila alla partenza


La pioggia non ferma la solidariet

tantissimi runner e camminatori


solidali non si sono lasciati intimorire
dal tempo non troppo favorevole delle
prime ore del mattino di domenica 18
settembre. Quattromila i partecipanti a
tutte le iniziative della tre giorni Maratona
Alzheimer, tra cui i 500 volontari senza i
quali una manifestazione cos complessa e
articolata non si sarebbe potuta svolgere. A
questi si aggiungono familiari,
accompagnatori, sostenitori e amici che
hanno presenziato al Village allestito in
maniera del tutto nuova al Parco di Levante
di Cesenatico.
Si aggira intorno al migliaio il numero di
atleti, fra le tre gare competitive e la 10
miles non competitiva, registrando un
record di presenze rispetto alle precedenti
edizioni alla Maratona e alla 30 km.
Il sorriso e la grinta di Giuseppe Del Priore
(Asd Dinamo Sport) accompagnano
questanno la sua miglior prestazione: si
aggiudica infatti per la quarta volta
consecutiva il primo posto della Maratona
Alzheimer, con un tempo di 2:36:18. Per
quanto riguarda la gara femminile vince il
titolo Judith Varga (Edera ATL. Forl), nuovo
volto dellevento sportivo-solidale della
Romagna, atleta di alto livello, specializzata
in ultramaratone, che varca la striscia
darrivo con il tempo di 2:54:51.
La gara dei 30 km, partita da Borello, ha
visto invece protagonista maschile
Gianluca Borghesi (Atl. Avis Castel San
Pietro), che ha impiegato 1:48:19 per
raggiungere il traguardo. Cavalcata solitaria
anche per Martina Facciani (Calcestruzzi
Corradini Excels.), accompagnata in bici
dalla gemella nazionale, con il tempo di
1:53:31.
Lesordio della 10 km ha visto sul podio pi
alto Nicholas De Nicol (Asd Dinamo
Sport) che ha di poco superato la mezzora
(0:34:21), mentre medaglia doro femminile
Paola Braghiroli (Gs Gabbi) che ferma il

Red 2012-2013
Revoca prestazioni
LInps nel mese di agosto ha inviato ai
pensionati interessati una lettera di
revoca delle prestazioni erogate
collegate al reddito, poich non
stata ricevuta la documentazione Red
2013/2014, relativa ai redditi
2012/2013.
La lavorazione centrale ha valutato la
situazione reddituale memorizzata in
archivio del soggetto interessato, e se
rilevante alla prestazione anche
quella del coniuge.
Lelaborazione ha avuto in oggetto
linadempienza della comunicazione
dei dati relativi a i redditi diversi non
registrati nel "Casellario Pensioni".
Tuttavia dalla revoca delle prestazioni
collegate al reddito non sono
interessati i trattamenti di famiglia.
Lultima data utile ssata per coprire
linadempienza scaturita dalla
mancata presentazione delle
dichiarazioni reddituali, sia per il 2012
che per il 2013, da parte dei soggetti
interessati il 14 ottobre 2016.
Nei casi in cui per gli anni successivi a
quelli omessi non risulta presentata
alcuna dichiarazione, linformazione
della sospensione dellanno non
dichiarato proiettata anche per gli
anni successivi. Infatti con le
operazioni di rinnovo per il 2017 verr
modicato anche limporto in
pagamento per lo stesso anno.

Festival delle Generazioni:


Firenze 13-15 ottobre
Dal 13 al 15 ottobre a Firenze torna il
Festival delle Generazioni.
La manifestazione della Fnp Nazionale
giunta alla sua terza edizione.
Il tema di questanno "Oltre le

hanno superato le 2.500 presenze. Da


quelle culturali in centro a Cesena a
quelle naturalistiche sui sentieri di San
Vicinio, dal nordic walking sulle spiagge
di Cesenatico al fiume di camminatori
partiti dallo Stadio di Cesena, quello che
rimane impresso lo spirito di festa e
solidariet che trasuda dai volti delle
persone, una partecipazione davvero
variegata che ha sfidato la pioggia e il
tempo minaccioso. Tra queste
evidenziamo la Kids Run che ha
registrato 150 presenze e la Walking in
Cesenatico, con oltre 300 iscritti.
Apprezzatissima la 10 Miles, che
questanno ha visto sfidarsi tra loro i
sindaci della Valle del Savio: Paolo
Lucchi, sindaco di Cesena e Marco
Baccini, sindaco di Bagno di Romagna
(giunti insieme sul traguardo), Matteo
Gozzoli, sindaco di Cesenatico e Filippo
Giovannini, sindaco di Savignano sul
Rubicone. Un plauso allassessore allo
Sport di Cesenatico, Gaia Morara, che ha
corso la 30 km in 3 ore e 15 minuti

Lotteria Alzheimer, i biglietti vincenti


el pomeriggio di domenica 18 settembre, allinterno delle manifestazioni conclusive
N
sportivo-solidale della Maratona Alzheimer, si svolta lestrazione della lotteria che
vedeva come primo premio in palio una Fiat 500.
STADIO DI CESENA, DOMENICA 18 SETTEMBRE,
ORE 9,30: PARTENZA DELLA 10 MILES (CON I
SINDACI IN PRIMA LINEA). A DESTRA, IL PRESIDENTE DI AMICI DI CASA INSIEME STEFANO
MONTALTI SALUTA IL VINCITORE DELLA MARATONA ALZHEIMER GIUSEPPE DEL PRIORE

cronometro a 38 minuti e 47 secondi.


Come da tradizione di Maratona
Alzheimer, grande partecipazione di
spingitori. Tra questi, lonorevole Laura
Coccia, madrina di questa edizione, che
ha premiato la Podistica San Vittore e gli
Amici della Fatica, per il loro impegno
profuso da anni come spingitori di atleti
disabili, in ricordo dellamico Paolo
Turroni, detto Vona.
I pi grandi tratti distintivi della
Maratona Alzheimer continuano a
essere le camminate, che questanno

Di seguito i numeri vincitori. possibile ritirare i premi presentando la ricevuta del biglietto
presso la sede di Amici di Casa Insieme, in via Garibaldi, 3 a Mercato Saraceno, previa
telefonata allo 0547 691695 in orario mattutino.
1 premio: Fiat 500: n. 34
2 premio: occhiali da sole Persol (Ottica Calbucci, San Piero in Bagno): n. 2.202.
3 premio: Hotel Terme Roseo Bagno di Romagna (soggiorno in mezza pensione per due,
formula spa): n. 1.431.
4 premio: Hotel Casali Cesena (private spa per due persone con kit Spa): n. 2.640.
5 premio: Terme di Cervia, ingresso + due trattamenti: n. 4.095.
6 premio: Occhiali da sole Ray Ban (Ottica Calbucci, Mercato Saraceno): n. 9.979.
7 premio: buono prodotti Alce Nero da 150: n. 276.
8 premio: buono spesa Conad da 150, n. 10.675.
9 premio: Wellness Ball Technogym, n. 6.684.
10 premio: buono prodotti Alce Nero da 100 euro, n. 9.860. 11 premio: buono spesa Conad
da 100 euro, n. 8.316. 12 premio: buono prodotti Alce Nero da 50 euro, n. 1.532.
13 premio: buono spesa Conad da 50 euro, n. 9.850. 14 premio: pettorale Maratona
Ravenna, n. 6.443. 15 premio: pettorale Maratona Rimini, n. 11.123. 16 premio: pettorale
Maratona Russi, n. 5.009. 17 premio: buono prodotti Alce Nero da 25 euro, n. 3.248.
18 premio: buono prodotti Alce Nero da 25 euro, n. 2.936. 19 premio: buono spesa Conad
da 25 euro, n. 3.552. 20 premio: buono spesa Conad da 25 euro, n. 4.098.

NOTIZIARIO PENSIONATI

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Informativa dei pensionati Cisl della Romagna

frontiere: generazioni e culture", con un


chiaro riferimento alle frontiere
geograche, ma anche quelle anagrache
e sociali.
In programma spettacoli, incontri su
salute, scuola, lavoro, memoria, scienza e
ricerca, maratone tra letteratura e
musica, laboratori di arte, cultura digitale
e tecnologia.
Per saperne di pi:
http://www.festivaldellegenerazioni.it

Ricordo della Cisl


per il presidente
Carlo Azeglio Ciampi
"Ciampi stato un grande Presidente
della Repubblica, amato dai cittadini
italiani per le sue straordinarie virt
umane, di equilibrio ma anche di
fermezza nella difesa delle istituzioni
democratiche", cos Annamaria Furlan
ricorda il Presidente Emerito della
Repubblica Ciampi. "Fu il padre della
concertazione e un convinto sostenitore
coerente e responsabile degli accordi
sulla politica dei redditi che salvarono
lItalia dalla bancarotta e che
consentirono al nostro Paese di entrare in
Europa. Ciampi stato nella sua vita e

La Fnp-Cisl Romagna informa i propri associati e


i pensionati eventualmente interessati che, a
partire dal prossimo 22
settembre, i propri uffici
saranno a disposizione
per predisporre le istanze
interruttive dei termini
di prescrizione relativamente alla questione del
blocco (totale o parziale)
della perequazione automatica della pensione,
dichiarato illegittimo
dalla Corte Costituzionale con sentenza n. 70 del 2015.
Poich i benefici non corrisposti interessano gli anni dal 2012 al 2016, a evitare la prescrizione (attuabile gi dal 2017) consiglia di attivarsi contattando gli uffici territoriali della Fnp-Cisl Romagna.
Si ricorda che sono interessati i pensionati che nel 2011 ricevevano una pensione superiore a tre
volte il minimo Inps (1.405,05 lordi ) e che tale importo mensile deve essere calcolato cumulando
tutte le pensioni percepite, quella ordinaria e quella eventuale di reversibilit.

nella sua lunga attivit


istituzionale un interlocutore
attento e sensibile del sindacato,
consapevole del ruolo
indispensabile delle parti sociali
per la coesione sociale e la tutela
dei pi deboli nella societ
italiana. I lavoratori e la Cisl lo
ricorderanno sempre con grande
affetto e riconoscenza,
indicandolo alle giovani
generazioni come un esempio

illuminato di un grande servitore


dello Stato, competente, sobrio ed
equilibrato".
"Piangiamo un grande Presidente
Emerito della Repubblica che ha fatto
tanto per il proprio Paese". Lo
dichiara in una nota il segretario
generale della Cisl Pensionati, Gigi
Bonfanti, alla notizia della scomparsa
di Carlo Azeglio Ciampi. "Con
orgoglio, fermezza e determinazione
era riuscito a far prevalere

limportanza della concertazione nel


perseguimento di scelte importanti
per il Paese, riconoscendo alle parti
sociali il ruolo di un punto di
riferimento importante per la societ.
Ci stringiamo alla moglie Franca e a
tutta la famiglia - conclude Bonfanti ricordando con affetto un uomo delle
istituzioni che, prima di essere
Presidente della Repubblica, stato
un grande cittadino italiano,
integerrimo e lungimirante".

Cultura&Spettacoli

35 spettacoli per 70 serate


Teatro Bonci, riparte
la campagna abbonamenti
Levan Tsuladze, Anna Peschke,
solo per citarne alcuni, danno
vita a uno straordinario
mosaico di eventi, con i giganti
della storia della drammaturgia
(Shakespeare, Pirandello,
Goethe) e speciale attenzione ai
pi sensibili autori del presente.
A cui si aggiungono due
progetti speciali (fuori
abbonamento) delle compagnie
di produzione cesenati che
continuano a scrivere la storia
della ricerca scenica, la Societas
di Chiara Guidi e il Teatro
Valdoca di Mariangela Gualtieri

Venerd 23
settembre alle 21
al Centro culturale
San Francesco
di Montiano
la presentazione
del libro
di Giorgio Bolognesi

Ho piangiuto tanto
La storia di Oghogho (Felicit)

o piangiuto tanto il titolo


del 18esimo libro del
montianese Giorgio
Bolognesi, classe 1938, storico locale, il
primo che raccoglie una testimonianza
diretta e non ricerche darchivio.
Il volume sar presentato a Montiano
venerd 23 settembre alle 21, al centro
culturale San Francesco, alla presenza
di Giovanni Paolo Ramonda, presidente
dellassociazione Papa Giovanni XXIII e
autore della prefazione.

e Cesare Ronconi.
Per la musica sono
attesi prestigiosi
nomi della
classica: Giuseppe
Albanese, Mario
Brunello, Gabriele
Pieranunzi,
Roberto Prosseda,
ospiti deccezione
come Noa e
Nicola Piovani,
lastro nascente
del jazz Sarah McKenzie e il
virtuoso della chitarra Manuel
Barrueco, oltre al raffinato trio
costituito da Laura Marinoni,
Alessandro Nidi e Marco
Caronna.
La sezione danza prevede una
tappa del nuovo tour italiano di
Parsons Dance, il tradizionale
balletto russo e la coreografia
contemporanea.
Da ottobre 2016 a aprile 2017
sono in programma 35 titoli per
un totale di 70 serate di
spettacolo.
La campagna abbonamenti
riapre mercoled 28 settembre.
FAUST
(PH.
ZHANG
XINWEI)

milia Romagna Teatro Fondazione compie 40 anni nel 2017:


un traguardo importante a cui ci si avvicina con le nuove
stagioni dei teatri che compongono la geografia di questo
Ente, dove si privilegia la qualit, scegliendo alcune della novit pi
significative del panorama italiano e internazionale, indagando i
linguaggi e le poetiche della
scena contemporanea, senza
trascurare il necessario
scenario attuale.
radicamento nella tradizione.
Capofila del teatro italiano
Dentro a questo disegno, la
come Gabriele Lavia, Franco
stagione 2016-17 del Bonci Branciaroli, Elio De Capitani,
che conclude nel 2017 anche le
Luca Zingaretti, Fabrizio
celebrazioni per il 170esimo
Bentivoglio - accanto a talenti
dalla inaugurazione del Teatro riconosciuti come Michele
si annuncia come un ricco
Riondino, Filippo Dini, Enzo
carnet di proposte di teatro,
Vetrano e Stefano Randisi,
musica e danza che,
Elena Bucci e Marco Sgrosso,
contaminando stili e generi, si
Leonardo Capuano - e, fra i
muove fra tradizione del
registi, lex Rigola, Alessandro
classico ed esplorazione dei
Gassmann, Michele Placido,
territori artistici pi vivaci dello
Pietro Babina, Valerio Binasco,

Gioved 22 settembre 2016

Il libro, edito dal settimanale diocesano


il Ponte di Rimini, racconta la storia di
Oghogho (Felicit), ragazza nigeriana,
classe 1981, partita per lItalia 15 anni fa
con il sogno di trovare un lavoro
dignitoso e invece buttata sulla strada,
subendo varie umiliazioni dopo essersi
rifiutata di prostituirsi.
Determinante per Oghogho - racconta
lautore - stato lincontro con don
Oreste Benzi, che lha presa con s e,
attraverso la Comunit da lui fondata,

lha affidata a famiglie buone che le


hanno garantito linserimento nel
mondo del lavoro.
Alla morte di don Benzi, il 2 novembre
2007, mi caduto il mondo addosso. Ho
piangiuto tanto, ha confidato la donna
allautore in un italiano non perfetto. Da
qui il titolo del libro.
In Italia Oghogho ha potuto mettere su
famiglia con un suo connazionale e ha
avuto tre bambini. Dopo varie vicende,
dal 2013 al 2015 vissuta a Montiano,
lavorando saltuariamente e vivendo in
condizioni di estrema povert.
Bolognesi si subito interessato di loro,
per il fatto di avere lavorato da giovane
per un certo periodo in Nigeria. Per
ogni bisogno questa famiglia si
rivolgeva a me, racconta lautore che
cita madre Teresa di Calcutta: Molti
parlano di poveri, ma pochi parlano con
i poveri.
Il 19 aprile 2015 c stato il battesimo dei
figli di Oghogho. Una data storica per la
chiesa parrocchiale di SantAgata di
Montiano - dice Bolognesi - poich mai
prima di allora si erano accostati al
fonte battesimale tre fratelli assieme, fra
laltro di genitori nigeriani.
Pochi giorni dopo, nonostante gli sforzi
di sindaco, parroco e Caritas, avvenuto
lo sfratto. Oghogho ora vive sola con tre
bambini ed in cerca di sistemazione.
La ospita momentaneamente unamica
a Ravenna.
Durante la serata del 23 settembre,
promossa dalla Pro loco con il
patrocinio del Comune, sar possibile
acquistare, a offerta libera, il volume di
Bolognesi. Il ricavato andr alla
protagonista del libro.
Matteo Venturi

Cinema
di Filippo Cappelli
Multisala Aladdin (Cesena)
Uci Romagna (Savignano sul Rubicone)

MAN IN THE DARK


di Fede Alvarez
Dove c Raimi, c casa. O perlomeno
quella casa: la dimora degli incubi, della
paura, dei timori ancestrali; dai pavimenti di
legno che scricchiolano, i segreti nascosti
dalle botole e il vicinato invisibile. Negli anni
80 lomonimo film fece di Sam Raimi lindiscusso maestro del genere, e nel 2013 ne
stato fatto un reboot assai apprezzato, prodotto e pubblicizzato da Raimi stesso. Il regista, giovanissimo e coraggioso vista la
delicatezza di ridare lustro a uno dei titoli pi
cult al mondo, con perdipi solo qualche cortometraggio alle spalle, era Fede Alvarez. A
quellimpresa si aggiunge oggi Dont Breathe, ancora prodotto da Raimi e diretto dal
suo pupillo, che in Italia tradotto col suggestivo Man in the Dark.
La trama: dopo qualche furtarello di poco
conto, tre ragazzi senza troppi scrupoli pianificano il colpo milionario. Le premesse sembrano perfette: casa isolata allinterno di un
quartiere abbandonato, abitata solo da un
uomo anziano e per di pi cieco. Luomo per
un reduce di guerra, ha un bel po di segreti
sulle spalle e ancor pi pelo sullo stomaco...
La prova, ancora una volta, superata a pieni
voti. Sia sul piano narrativo, come nella messinscena vera e propria, Alvarez conduce con
maestra il suo giocattolo realizzando sequenze dal ritmo perfetto e colpi di scena a
non finire, giocando col non-visto, il limite
dellinquadratura e lo spettatore. Se nel buon
Evil Dead la morale raccontava della dolorosa e lacerante redenzione dalla droga, Man
in the Dark critica invece lavidit per il denaro, e infatti i tre ragazzi vengono puniti per
gradi a seconda dell'assuefazione a quel desiderio smodato. Alvarez mantiene tutto sul
livello del thriller, anche se non mancano momenti davvero pesanti (da urlo quello a rischio inseminazione) e allentando la presa
solo per ripartire con pi decisione appena
un passo pi avanti. Inoltre il cast, in genere
piuttosto sconosciuto, diretto egregiamente.
Un richiamo va alla stratificazione testuale
sufficientemente meditata: buona lidea del
confronto generazionale (il vecchio veterano
di guerra che non si fa mettere sotto dai tre
sfaccendati), la cornice economica (una Detroit cos depressa da apparire fuori dal
tempo)... Un paio di twist di troppo e qualche
passaggio per niente chiaro (perch il gas soporifero non fa effetto?) non appesantiscono
troppo il risultato finale. Resta da capire
quanto il film sia debitore a Raimi: il morboso
interesse della macchina da presa per gli occhi
impauriti e sgranati tutto suo, come le mani
che si dimenano in modo convulso e linsistenza su oggetti che avranno poi il loro significato. Fino al tema della casa stessa. Manca
ancora la prova del nove per il giovane Alvarez,
ovvero il film in cui dovr dimostrare di saper
camminare con le proprie gambe. Per ora pu
comunque godersi questo lavoro egregio e un
altro buon successo al botteghino.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI nuova sede: corso Sozzi 39, Cesena (tel. 0547 29654)
SERVITORE DI DIO E DELLUMANIT
La biografia di Benedetto XVI
di Elio Guerriero
Mondadori (euro 24)
Amato e discusso in ogni fase della vita, Joseph Ratzinger stato
uno dei grandi protagonisti della seconda met del Novecento e
della svolta del millennio. Nato in Germania nel 1927, la sua vita
venne segnata dallascesa del nazismo, dalla guerra, dal comunismo,
come quella di Giovanni Paolo II che, dopo la sua sorprendente elezione, lo volle insistentemente al suo fianco. Eletto a sua volta Papa
nel 2005, Ratzinger decise di chiamarsi Benedetto XVI a indicare la
scelta per Dio, la via della pace operosa nel rispetto degli uomini e
del creato. Alla Chiesa, colpita dagli scandali sessuali e finanziari,
propose un percorso di purificazione; allEuropa sugger ripetutamente di valorizzare le radici cristiane; alle religioni domand un atteggiamento di dialogo al servizio dei popoli e delle nuove urgenze
dellumanit. Da molti non compreso, nel 2013 Benedetto XVI stup il mondo con le dimissioni dal papato, un gesto clamoroso che a tanti sembr il segno del tramonto del cattolicesimo. Era, al contrario, il seme sotto la neve, il passaggio obbligato per aprire la Chiesa a una
dimensione pi universale, a un rinnovamento cui sta lavorando il suo successore, Francesco.
Elio Guerriero, che da molti anni ha un rapporto di consuetudine con il Papa emerito, ha tracciato un ritratto a tutto tondo del pensatore e uomo di Chiesa che molti hanno appreso ad
amare e rispettare dopo le sue dimissioni. Prefazione di papa Francesco.

Alla Libreria San Giovanni

GRANDE VENDITA
PROMOZIONALE
CON SCONTI
dal 40% al 80%
di oggetti regalo,
santini, icone
da luned 12 a sabato 24 settembre
dalle ore 10 alle 12 e dalle 17 alle 19
(per info tel. 0547 29654 libreria)

19

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 22 settembre 2016

Giornate
europee
del
Patrimonio

CESENA
Lezioni allUte
Sar il vescovo monsignor Douglas Regattieri a tenere
la prima lezione del 29esimo anno accademico
dellUniversit della terza et nella sala Fantini in via
R. Serra. Venerd 23 settembre alle 15,30 parler di
Elogio della fragilit. Marted 27 alle 15,30 Vincenzo
Andreucci parler di Vigilia di Referendum.

Raccolta di poesie
Nella sala Dallapiccola del Conservatorio in corso
Ubaldo Comandini, venerd 23 settembre alle 18,30
sar presentato il libro di Pier Marco Turchetti, poeta,
losofo e pianista, Ineventi (Il Vicolo editore).
Introdurr Marisa Zattini. Interverr il losofo
Giovanni Barberini. Lautore improvviser alcuni
brani al pianoforte.

Alzheimer, arte e psicologia


Venerd 23 settembre alle 18, a Cesena nella galleria
Ex Pescheria (allinterno della mostra Qui tutto
oro) lo psicotepeuta Francesco Baldinini proporr
una riessione sulle diverse sfaccettature
dellAlzheimer. Lincontro, promosso da Caima,
aperto a tutti.

Scienza e fantasie letterarie


Laula magna della Malatestiana, marted 27
settembre alle 17, ospiter Massimo Polidoro,
scrittore ed esperto nel campo del mistero, che terr
la relazione Sherlock Holmes e il mistero di Jack lo
Squartatore. Un viaggio nella Londra vittoriana sulle
tracce del pi inafferrabile degli assassini.

In compagnia del dialetto


Lassociazione culturale Te ad chi sit e ol ha
organizzato un altro ciclo di incontri sul dialetto
romagnolo che avranno luogo la domenica dalle 17
alle 19 nellaula magna della Biblioteca
Malatestiana. Domenica 25 settembre Gianfranco
Camerani presenter la raccolta di poesie Cun e vet
in faza di Antonio Sbrighi (Tunaci). Leggeranno,
oltre allautore, Maurizio Cirioni e Francesco Gobbi.

Arte e letteratura
Lassociazione Amici dellarte di Cesena ha
presentato i corsi 2016-2017 di arte e letteratura. Si
terranno nellaula magna della Biblioteca
Malatestiana dalle 17. Mercoled 28 settembre Renzo
Golinucci illustrer la Storia della colonna infame
di Alessandro Manzoni.

Quattro passi per larte


A cura dellassociazione Valori e Libert, domenica
25 settembre dalle 9,30 si svolger una corsa ad
andatura libera di 8 chilometri con partenza e arrivo
presso il ristorante Ca ad Pancot in via Benzi, 514,
a SantAndrea in Bagnolo (Cesena). Il contributo
minimo di 5 euro con possibilit di pranzo buffet in
giardino per 10 euro. Tutto il ricavato sar destinato
al restauro della celletta di San Benedetto nella mura
dellAbbazia di Santa Maria del Monte.

Film al Victor
Sul grande schermo del cineteatro di San Vittore,
gioved 22, venerd 23, sabato 24, domenica 25 e
marted 27 settembre alle 21 sar proiettato il lm
dellamericano Richard Linklater Tutti vogliono
qualcosa (2016). Si tratta della storia del giovane
Jake, giocatore di baseball, che vive con alcuni
compagni di squadra in un college di una universit
del Texas. Ingresso 3,50 euro.

Incontro con lautore


in programma per gioved 29 settembre alle 18
nellaula magna della Biblioteca Malatestiana
lincontro con Luca Mercalli, presidente della Societ
di meteorologica italiana, giornalista scientico,
docente e ricercatore sulla storia del clima e dei
ghiacciai. Parler di Un sapere sprecato: perch
ignoriamo lallarme ambientale.

l primo week end dautunno allinsegna


Ipatrimonio.
della cultura con le Giornate europee del

di SantEgidio saranno impegnate in un


laboratorio didattico.
A SARSINA protagonista il museo
A CESENA, allArchivio di Stato, situato nel
archeologico, lunico statale nella Provincia e
chiostro di San Francesco, visitabile sabato
uno dei pi importanti dellItalia settentrionale
mattina la mostra Cesena citt dacqua,
per la ricchezza e variet di reperti. Qui sabato
iniziativa commemorativa dellalluvione
alle 21 partir la visita guidata Cuspidi tra
dellArno a Firenze, avvenuta cinquantanni fa. terra e cielo che approfondir gli aspetti di
Tra documenti e cartograe, sar esposto anche simbologia funeraria dai mausolei a cuspide
il modellino ligneo settecentesco del Ponte, a
sarsinati. Altre visite al museo si terranno
opera di Domenico Cipriani. Durante la mattina domenica alle 10.30 e alle 16.30.
due classi della scuola primaria Bruno Munari A LONGIANO, nella giornata di domenica, si

potranno visitare la Fondazione Tito Balestra


con le sue collezioni e la mostra Marcello
Mascherini. Segno e scultura 1927-1980 e,
solo nel pomeriggio, il Museo italiano della
Ghisa della Fondazione Neri.
Inne a RONCOFREDDO nel piccolo oratorio
della Madonna dei trotti sar allestita, sabato
e domenica, una mostra fotograca sui paliotti
in scagliola (rivestimenti decorativi del fronte
dellaltare), presenti nelle chiese di Santa
Paola, Cento e Musano.
Fs

Dal 23 al 25 settembre. Iniziative a Cesena e a Bagno di Romagna

ConVivi il verde
alla scoperta dei giardini
G
iardini, parchi e aree urbane
verdi protagonisti nel week
end dal 23 al 25 settembre.
Torna la manifestazione Vivi il verde. Alla scoperta dei giardini dellEmilia Romagna organizzato dallIstituto beni culturali regionale.
A Cesena lassociazione Viaterrea
organizza sabato liniziativa La citt nascosta e i suoi giardini: al
via alle 15,30 dal museo di Scienze
naturali (in piazza Zangheri 6) un
trekking urbano alla scoperta dei
giardini e della biodiversit urbana. Dalle 17 visita al Giardino di
Casa Savoia, a SantEgidio di Cesena (via Sana, 981), per conoscere le
oltre quattrocento specie botaniche qui presenti. Domenica la scena si sposta al Parco della Rimem-

branza che circonda la Rocca


malatestiana, che venne realizzato nel 1924 in seguito alla costruzione del sacrario ai Caduti
della prima guerra mondiale.
Ricco di esemplari rari e significativi che formano un vero orto
botanico, il parco un polmone
verde di 4 ettari al centro della
citt ed percorso da numerosi
sentieri che salgono fino alla fortezza. Oltre alle visite guidate
che si susseguiranno per tutto il
giorno, alle 16,30 si tiene Cappuccetto rosso o
lattraversare il bosco dei segreti: esperienza
interattiva itinerante allinterno del parco dedicata a grandi e piccini (costo 9 euro, a cura dellassociazione Aidoru).
A Bagno di Romagna, il Palazzo del Capitano
ospita nei tre giorni la mostra Fiori nel parco.

Trekking e fede

Nellanno dedicato ai Cammini, una proposta del Comune di Chiusi della Verna
che invita appassionati camminatori a raggiungere il sacro monte di La Verna
per rendere omaggio a San Francesco.
Diverse le partenze per un unico punto di arrivo. Per il comprensorio cesenate,
la proposta della camminata di sabato 24 settembre, sulla via Romea
Germanica: con partenza da Bagno di Romagna (zona Gualchiere, subito oltre
il bivio per il Passo dei Mandrioli), si passa dal Passo Serra e poi, sulla Giogana
di crinale dopo 23 chilometri si arriva al Santuario di La Verna (partenza alle
8,30 e arrivo alle 16 circa).
A disposizione bus navetta per il rientro.

San Piero in Bagno

I cammini si incontrano a La Verna

Longiano

Esplorazioni fotografiche nelle aree


naturalistiche dellAppennino romagnolo, promossa dal Comune in collaborazione con i fotografi del territorio e la consulenza del Parco nazionale delle Foreste casentinesi (ingresso
gratuito).

Gatteo

Festa della Liberazione

Si celebrer sabato 24 settembre dalle 9 in piazza Martiri il 72esimo


anniversario della Liberazione del Comune dal nazifascismo.
Interverranno Stefano Bonaccini, presidente della Regione,
il sindaco Marco Baccini e Mirta Barchi, presidente dellAnpi dellAlto
Savio. Accompagner la cerimonia il concerto della banda comunale
Santa Cecilia
Parteciperanno gli studenti dellIstituto comprensivo e del Liceo
scientico. Nelloccasione sar posata la foto commemorativa di Luigi
Berni, medaglia doro al valor militare.

Sarsina

Sogliano al Rubicone

Incontro con lautore

Il Palio dei barrocci

Mostra di pittura

Sagra de savor

Nella Giornata europea del


patrimonio, sabato 24
settembre alle 18 al Castello
malatestiano, sede della
Fondazione Balestra, per la
rassegna Le ali della
libellula, Angela Sanna
converser sul libro da lei
curato Manifesti, scritti,
interviste di Lucio Fontana.

Nel campo sportivo


parrocchiale di SantAngelo,
gioved 29 settembre avr
luogo la VI edizione del Palio
dei barrocci in programma
alle 21, dopo lo spettacolo
dei trampolieri. Alle 22,30
chiusura della
manifestazione con i fuochi
darticio.

Nella sala esposizioni del Centro


studi plautini allestita no al 2
ottobre la personale di Terino
Romagnoli Spazio, forma,
colore, a cura di Lia Briganti.
La mostra rientra nella rassegna
Colori plautini
organizzata dalla Pro loco col
patrocinio del Comune e della
Bcc di Sarsina.

Si svolger dal 23 al 25 settembre a Montegelli la


28^ sagra de savor. In programma gioved 22 alle
20 la Messa e processione. Venerd 23 dalle 21 lo
spettacolo Dilettanti allo sbando alla corrida di
Montegelli. Sabato 24 dalle 21 serata con
lorchestra La storia di Romagna. Domenica 25
alle 10 e alle 16 Santa Messa. Al pomeriggio e la
sera musica con lorchestra La tradizione. A
disposizione lo stand gastronomico, degustazioni
gratuite delle specialit, mostre.

Sarsina

Plauto, Truculentus e Vidularia


Un appuntamento per celebrare i 2200 anni della morte del
commediografo Tito Maccio Plauto. Sabato 26 settembre,
nella sal del Centro Studi Plautini (via IV novembre 13,
Sarsina), si svolger una giornata di studi sulle commedie
Truculentus e Vidularia. Relazioni alle 10,30 e alle 15,30.
Tra gli interventi, Renato Raffaelli e Maria Cristina Zerbino.

Forl

Incontro con Carrn e Bertinotti


Mercoled 28 settembre alle 21, al teatro Diego Fabbri in
corso Diaz a Forl, ci sar la presentazione del libro La
bellezza disarmata (ed. Rizzoli), con interventi di Fausto
Bertinotti e dellautore Julin Carrn; coordina il giornalista
Gianni Riotta.

Bridge

Corso gratuito
Un gioco di carte che stimola la concentrazione, esercita la
memoria e aiuta la mente. Inizia mercoled 28 settembre
alle 20, nella sede dellassociazione Bridge di Cesena
(corso Mazzini, 46) un corso gratuito aperto a tutti.
Per info: Roberto Soglia, 333 4801877.

Gambettola

ANNIVERSARIO

Corsi musicali
a orientamento bandistico
Il Corpo Bandistico Citt di Gambettola organizza
anche per il 2016/2017 dei Corsi Musicali a
orientamento bandistico.
I corsi sono rivolti a tutti quelli che intendono
cimentarsi con lo studio e la pratica musicale di uno
strumento senza limiti di et. Linsegnamento
affidato a insegnanti professionisti.
I corsi musicali sono rivolti allo studio dei seguenti
strumenti: auto, clarino, saxsofono, tromba,
trombone e percussioni. Gli insegnanti sono Blanca
Corderlo (ance, 347 7360330), Lorenzo Rocculi
(ottoni, 392 7156277), Massimiliano Montanari
(ottoni, 347 3154863) e Giovanni Pistocchi
(percussioni, 333 9553068). Le lezioni si
svolgeranno da ottobre a maggio presso la sede del
Corpo BandisticoCitt di Gambettola in via
Garibaldi 8 a Gambettola. La presentazione dei corsi
si terr marted 27 settembre alle 17 presso la sede.
Per info e iscrizioni, contattare linsegnante dello
strumento scelto, oppure il presidente Antonio
Baldini 393 4996595 o il referente Mirko Ortolani
347 1819970.

27 settembre 1997
27 settembre 2016

Pio Alfredo Zamagni


Nel 19esimo anniversario
della morte i familiari
lo ricordano con preghiere
e immutato affetto

Sport

Gioved 22 settembre 2016

21

Calcio a 5. Si inizia il 1 ottobre alle 17

Futsal, vacanze finite


Al via la nuova stagione
T

empo di campionato anche per la Futsal


Cesena, la squadra di calcio a 5 impegnata nel
campionato di Serie B 2016/2017 dove, per il
terzo anno consecutivo sar lunica rappresentante
regionale del proprio girone senza altre squadre
emiliano-romagnole. Nel girone trover otto
compagini marchigiane, due umbre e tre abruzzesi.
I bianconeri svolgeranno la preparazione fino al
termine di settembre, per cominciare il
campionato il 1 ottobre in casa contro il Tenax
Sport Club, team di Castelfidardo (Ancona) tra le
candidate a vincere il campionato. Le partite
casalinghe dei bianconeri si disputeranno al Mini
Palazzetto in zona Ippodromo alle 17 di sabato.
Per i ragazzi di mister Davide Placuzzi, confermato
sulla panchina bianconera, sar il terzo anno
consecutivo nel campionato nazionale di serie B,
segno che la societ ogni anno lavora per
permettere alla squadra di affrontare nel miglior
modo possibile la nuova stagione.
Il raduno della prima squadra si tenuto il 23
agosto scorso nel campo sportivo di fianco alla
chiesa di Torre del Moro. I ragazzi e lo staff di
mister Placuzzi sono apparsi carichi in vista di
questa nuova sfida. Questanno il girone non ha
sorriso alla Futsal, che si vedr costretta ad
affrontare formazioni molto attrezzate. A tal
proposito il diesse Paolo Ionetti intervenuto

Nel girone dei cesenati


nessuna squadra
emiliano-romagnola.
Questanno partir
anche la compagine
degli Allievi

LA ROSA DELLA FUTSAL CESENA CHE INIZIERA IL CAMPIONATO SABATO 1 OTTOBRE


AL MINI PALAZZETTO IN ZONA IPPODROMO

dicendo che "il valore tecnico delle squadre


abruzzesi pi elevato di quelle emilianoromagnole. Civitella, Castelfidardo, Angelana,
Porto San Giorgio e Montesilvano sono le cinque
squadre che secondo me lotteranno per vincere il
campionato. Il resto delle compagini dovr giocarsi
gli obiettivi rimanenti: play off, salvezza e play
out".
Tra gli obiettivi dichiarati della societ "quello di
far crescere e lanciare i giovani in prima squadra".
A testimonianza di queste parole c laggiunta alle
squadre giovanili gi presenti, Juniores e Under 21,
della squadra Allievi che ha iniziato la preparazione
il 5 settembre scorso agli ordini di mister Gabriele
Smeraldi.
Quella in procinto di iniziare sar la prima stagione
in cui i bianconeri si presenteranno al via con

quattro squadre. il terzo anno che la Futsal nella


sua storia avr la squadra Allievi, tradizione
interrotta qualche anno fa, ma ripresa questa
stagione per permettere a tutti i giovani ragazzi di
poter conoscere e vivere la realt del calcio a 5.
Luned 12 settembre si sono riunite a Torre del
Moro anche le ultime due squadre della Futsal
Cesena che ancora non avevano iniziato la
stagione. Si tratta della Juniores, guidata da
Roberto Pini, e dellUnder 21, allenata da Rudy
Rambaldi. Matteo Casanova sar lallenatore dei
portieri di entrambe le squadre. La societ in estate
ha cercato di rafforzare le rose del settore giovanile
poich " certo - conclude Ionetti - che il futuro sia
mettere in campo questi ragazzi, sperando che un
domani molti di essi possano essere aggregati alla
prima squadra".

Atletica leggera, Memorial Fantinelli

Calcio Serie B. Sabato contro la Pro

Romagna Centro

Buoni piazzamenti
per gli atleti dellEndas

A Vercelli per vincere

Derby amaro

Atletica Endas Cesena sugli scudi. Al "Memorial Fantinelli" di


Faenza, mercoled 14 settembre, tanti podi per i ragazzi. Marco
Neri, classe 2002, nella disciplina del lancio del disco, ha vinto
con la misura di 25,41 metri aggiudicandosi loro e il record
personale (migliorato di oltre un metro). Neri, nel salto in alto,
con 1,75 metri anche il secondo cadetto della regione e il
20esimo in Italia.
In evidenza anche la cadetta Laura Sgoifo, classe 2001. Ha
conquistato largento gareggiando nel salto in lungo e siglando il
personale di 50 centimetri con ben -1,7 di vento contrario. Ha
saltato 4,81 metri portandosi al 10 posto in Regione fra le
cadette, settima fra quelle della sua et.
La Sgoifo ha sfoderato una grande prestazione anche il 17
settembre a Reggio Emilia dove si laureata campionessa
regionale nel Pentathlon cadette, risultato che le dar la
possibilit di partecipare ai campionati italiani a ottobre.
Al "Fantinelli" arrivato largento anche per Lorenzo Sacchetti,
classe 2002, che puntava al personale nel salto in lungo. Lorenzo
si dovuto fermare a 5,86 metri non aiutato dal vento contrario di
-1.3. Sacchetti anche un bravo velocista. Infatti il suo 9"32 sugli
80m lo pone al terzo posto in regione e al 16 posto in Italia.

inalmente di sabato. In un campionato di Serie B che non concede


sosta, dopo due venerd in anticipo e un luned, sempre in anticipo, ma
di un turno infrasettimanale, il Cesena fa il suo "esordio" stagionale col
sabato pomeriggio. E lo fa a Vercelli sabato 24 settembre alle 15, sul campo
di una Pro che tester il secondo Cesena da trasferta in questo avvio di campionato cadetto. Dopo la sconfitta di Bari per 2-1 di venerd scorso, i bianconeri di Romagna si sono presentati davanti al pubblico amico luned sera contro la Salernitana. In un match ricco di occasioni sprecate per il Cesena, i ragazzi allenati da Massimo Drago si sono dovuti accontentare di un
pareggio che va stretto. I granata di mister Sannino sono saliti al Manuzzi
Orogel Stadium con la ferma intenzione di strappare un punto, imbastendo un gioco difensivo arcigno, ma remissivo allo stesso tempo. Tanto gioco, ma zero gol per Djuric e compagni, che vorranno rifarsi gi da questo
sabato in Piemonte. Contro i bianconeri di Vercelli guidati da Longo non sar comunque facile. Le insidie quando si gioca lontani dal rettangolo amico sono sempre nellaria, ma stavolta il Cesena vuole ripartire dalla prestazione di Bari vista nella ripresa. A parte lo sciagurato rigore di Ligi, il Cesena aveva dimostrato di poter dire la sua anche in trasferta. Ecco, proprio
in viaggio che il Cesena dovr costruire continuit di risultati.
Eric Malatesta

Il Romagna Centro riparte dallAsd Pineto


Calcio. I biancazzurri di mister Muccioli
sfideranno, domenica 25 settembre, gli
abruzzesi tra le mura amiche. Un match
che i romagnoli cercheranno di fare loro
anche per dimenticare in fretta la brutta
sconfitta (3 a 0) maturata nel derby
contro la Sammaurese di domenica
scorsa.
La partita viene segnata dallespulsione
di Amati del Romagna Centro che, per
proteste, al 29 lascia la squadra in dieci.
La partita tutta in salita. La
Sammaurese chiude i primi 45 minuti di
gara in svantaggio per due reti a zero in
seguito ai gol siglati da Errico al 41
(piatto destro in area) e Santoni al 44
(gran tiro dal limite dellarea). A chiudere
il match il rigore messo a segno da
Bonandi al 16 della ripresa. Il Romagna
Centro rimane fermo a quota due in
classifica.

VALORE CITT srl in liquidazione


Societ del COMUNE DI CESENA

ASTE PUBBLICHE IMMOBILIARI


Rende noto che nella giornata di GIOVED 13 OTTOBRE 2016
avranno luogo gli esperimenti delle ASTE PUBBLICHE relative ai seguenti BENI IMMOBILI:
1) Ex scuola elementare San Cristoforo (Cesena Loc. S. Cristoforo Via S. Cristoforo n. 4200): immobile recuperabile a uso residenziale, commerciale e terziario. SUL di circa mq. 740 con possibilit di ampliamento.
Base dasta . 373.000 oltre IVA
2) Ex scuola elementare Ponte Cucco (Cesena Loc. Ponte Cucco Via Prov.le Cervese n. 1818): immobile recuperabile a uso residenziale. Sup. comm.le di circa mq. 217. Sup. territoriale complessiva di circa mq. 810.
Base dasta . 115.000 oltre IVA

7) Lotto Martorano 4 con annessi fabbricati (Cesena Loc. Martorano Via Violone di Gattolino n.ri 70 e 240): lotto di
terreno con annessi n. 1 fabbricato ad uso residenziale, n. 2 capannoni di servizio e n. 1 attrezzaia, per una superficie fondiaria di circa mq. 4.404.
Base dasta . 290.000 oltre imposte come per legge
8) Ex colonia marittima Pinarella di Cervia (Pinarella di Cervia, viale Italia, 332): immobile di considerevoli dimensioni che
costituisce porzione di un pi ampio comparto della Citt delle Colonie, recuperabile a uso ricettivo (70%) e residenziale
(30%). Volume di circa mc. 6.9278. Superficie territoriale pari a circa mq. 4.245.
Base dasta . 1.350.000 oltre IVA

4) Casa colonica S. Lazzaro (Cesena loc. Case Castagnoli, uscita Secante Via Emilia Levante n. 3067): fabbricato
recuperabile a usi diversi fra i quali alberghi, pubblici esercizi, artigianato di servizio e produttivo, commercio allingrosso,
industria, ecc., insistente su di una sup. fondiaria complessiva di circa mq. 2.208. Base dasta . 260.000 oltre imposte

9) Bar-ristorante-appartamento-uffici Centro Servizi Torre del Moro (Cesena loc. Torre del Moro via Guido Rossa,
140): fabbricato composto da locali ad uso bar-ristorante posti al piano terra (sup. commerciale di circa mq. 330) e da un
appartamento-uffici posti al piano primo (sup. commerciale di circa mq. 180), dotato di corte esterna (superficie di circa
mq. 800).
Base dasta . 400.000 oltre imposte come per legge
10)Area edificabile via Kuliscioff (Cesena loc. Pievesestina angolo via Kuliscioff/via Civinelli): terreno edificabile a
destinazione polifunzionale (usi ammessi: servizi di interesse sovracomunale e di quartiere) della superficie catastale complessiva pari a mq. 6.412.
Base dasta . 320.000 oltre imposte come per legge

5) Negozio in corso Comandini (Cesena corso U. Comandini, 10/A): unit immobiliare a uso commerciale e terziario
posta nel centro storico di Cesena. Sup. di circa mq. 60.
Base dasta . 75.000 oltre IVA

11) Area edificabile Aiuole (Cesena loc. Pievesestina via del Commercio): terreno edificabile a destinazione polifunzionale della superficie catastale complessiva pari a mq. 15.643.
Base dasta . 590.000 oltre imposte come per legge

6) Podere Cesuola (Cesena, vicinanze ex discarica di Rio Eremo): terreno agricolo in zona collinare a prevalente estensione boschiva della superficie di circa mq. 35.651.
Base dasta . 15.000

12) Area edificabile San Lazzaro (Cesena loc. Case Castagnoli svincolo Secante): terreno edificabile a destinazione polifunzionale della superficie catastale complessiva pari a mq. 20.140. Base dasta . 735.000 oltre imposte come per legge

3) Ex scuola elementare Pioppa (Cesena Loc. Pioppa Via Cervese n. 7180): immobile recuperabile a uso residenziale. Sup. comm.le di circa mq. 495 (piano rialzato) e mq. 495 (seminterrato). Superficie territoriale complessiva di circa
mq. 1.390 (fabbricato escluso).
Base dasta . 277.000 oltre IVA

Per informazioni relative agli IMMOBILI, BANDI DI GARA e MODALIT DI PARTECIPAZIONE: consultare il sito internet www.valorecitta.it; telefonare al numero sotto indicato, dal luned al venerd, ore 9,00-13,00 15,00-19,00; rivolgersi allufficio di Valore Citt
(c/o Comune di Cesena settore Patrimonio ingresso lato Rocca Malatestiana 1 piano) nella giornata di mercoled, ore 9,3012,00.

Iscrivendosi alla NEWSLETTER di Valore Citt (vedi apposita sezione presente nel sito www.valorecitta.it) sar possibile ricevere
utili aggiornamenti in merito alle pi importanti novit.
Tel. 0547 356810 Fax 0547 356587 e-mail: info@valorecitta.it
Il Liquidatore
Dott. Francesco Pasqualicchio

22

Sport Csi

Gioved 22 settembre 2016

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Il Campionato Dilettanti
alle porte. La prima
giornata si giocher
nei giorni 24-26 settembre.
Tutti i nomi dei direttori
di gara.
Si presenta un nuovo anno
pieno di sfide

Larbitro deve
sapersi mettere
sempre in gioco

condivisione
hanno un peso
rilevante
(riunioni e
incontri formativi
riescono a fargli
respirare un clima associativo che
sostiene il suo servizio nei campi).
Diventare arbitro vuol dire mettersi
continuamente in gioco, formarsi e
crescere: i regolamenti cambiano, la
richiesta di impegno, professionalit e
competenza gli impongono di fare un
passo in pi, per essere sempre pronto
ad affrontare le infinite variabili di
gioco.
Ogni partita arbitrata consente di
incontrare gente nuova, che condivide
la passione per uno sport di valore e
ci permette di intessere relazioni, di
conoscere e condividere la bella
esperienza sportiva, che si sta vivendo
insieme.
Nessuno dovrebbe essere obbligato a
fare larbitro: dirigere una partita deve
essere sinonimo di divertimento nel
vedere ragazzi e adulti giocare uno
sport che ha sempre entusiasmato in
prima persona.
Il gruppo arbitri di calcio del Csi
cesenate si prepara ad affrontare un
nuovo anno pieno di gare e di sfide.
La prima sfida rappresentata dalla

ta per iniziare la stagione


calcistica 2016/17, che
interesser, oltre a un numero
cospicuo di societ e di atleti, anche
una ragguardevole quantit di arbitri.
Crediamo sia pertanto opportuno fare
alcune riflessioni su questa importante
figura che il Csi ha sempre valorizzato
e tenuto in grande considerazione,
poich chi sceglie di diventare arbitro
si impegna a far s che tanti altri,
giovani e adulti, possano sperimentarsi
sui campi da gioco e apprezzare la
bellezza dello sport, che deve essere
giocato secondo regole condivise.
Educare a una disciplina sportiva
significa aiutare a rispettare laltro, ad
accettare non solo la vittoria, ma
anche e soprattutto la sconfitta, che
non potrebbe essere mai imputata
unicamente a un errore arbitrale, ma
pure a sbagli o mancanze della
squadra, in modo tale da permettere di
crescere e migliorarsi.
Larbitro si trova poi a vivere una
dimensione comunitaria dove il
confronto, il supporto e la

conoscenza delle modifiche al


regolamento del calcio, che entra in
vigore gi dallinizio dei campionati
2016-2017. La prima circolare
interpretativa, di ben 38 pagine, deve
essere studiata e assimilata per fare in
modo che si possa giungere a
ununivoca interpretazione. La
difficolt maggiore che si prospetta
quella relativa alle conoscenze dei
giocatori e dirigenti che, basandosi
sulle vecchie regole, pretenderanno
comportamenti non pi consoni alle
nuove direttive. compito degli arbitri
studiarsi le modifiche, cos come loro
compito applicarle e farle rispettare in
campo.
Il Campionato Dilettanti del Csi alle
porte, la prima giornata sar
calendarizzata per il fine settimana del
24-26 settembre per cui rimane un
solo gioved per gli aggiornamenti
tecnici. Quarantaquattro squadre sono
pronte a dar vita a una nuova
entusiasmante annata sportiva,
servono direttori di gara in forma e
aggiornati.
Ecco dunque lorganico del gruppo
arbitri di calcio del Csi cesenate, che
affronter limminente stagione
sportiva:
- Responsabile: Valerio Fabbri.
- Consiglio: Novella Razzani, Massimo

Gregori, Angelo Macchini, Giovanni Della


Strada, Del Vecchio Paolo.
- Revisori dei conti: Andrea Lucchi , Vito
Perna.
- Arbitri: Sara Amati, Gabriele Agostini,
Mauro Armuzzi, Simon Babini, Giuseppe
Balduccio, Giordano Bardi, Eden Bartolini,
Massimiliano Barzanti, Lassaad Bassem,
Michele Bassenghi, Simone Battistini,
Davide Bertaccini, Valerio Bertozzi, Pier
Paolo Buratti, Manuel Capacci, Domenico
Cappelli, Piero Casanova, Giuseppe Corzani,
Giuseppe Degli Angeli, Paolo Del Vecchio,
Daniele Della Strada ,Giovanni Della Strada,
Raffaele Di Censo, Manuel Donati, Marino
Donati, Valerio Fabbri, Mirco Fantozzi, Piero
Ferrara, Adriano Flamminj, Fausto Gabanini,
Clavio Gianessi, Gabriele Giuliani, Massimo
Gregori, Emanuele Guazzarini, Franco
Inchico, Andrea Lucchi, Angelo Macchini,
Giuseppe Mautone, Gabriele Medri,
Damiano Misuraca, Alessandro Montalti,
Domenico Montalti, Luciano Morosi,
Augusto Nicolini, Paola Onofri, Raffele
Onofri, Andrea Pandolfi, Maurizio Pasini,
Massimo Patrono, Vito Perna, Denis
Pieraccini, Mirko Poletti, Novella Razzani,
Giovanni Ricchello, Roberto Riceputi,
Edoardo Ridolfi, Franco Ruggeri, Giulio
Saccaro, Giuseppe Salv Gaggiolo, Cheich
Sankhare, Emilian Tokrri, Riccardo Ulivi,
Graziano Valdinosi, Giovanni Zani, Massimo
Zoffoli.

Scacchi, i vincitori
del torneo semilampo
el pomeriggio di sabato 17 settembre, presso il Caff Lillo di
N
Cesena (via Saffi 65), si svolto il torneo semilampo di scacchi
di settembre, organizzato dal circolo scacchistico"Paul Morphy",
affiliato al comitato cesenate del Csi.
Il primo posto stato ottenuto da Claudio Gigli di SantArcangelo
di Romagna, che ha preceduto nella classica nale Rino
Giovanardi di Gambettola. Kirk Kacani ha invece conquistato la
prima piazza nella categoria "Under 14".

Pattinaggio artistico a rotelle


Iscrizioni aperte

Sono aperte le iscrizioni per lattivit di pattinaggio artistico relativa alla


stagione 2016/17. La societ cesenate di pattinaggio, affiliata al comitato Csi
della nostra citt, rende noto che viene organizzata per loccasione una giornata
"Open Day" domenica 25 settembre dalle 16 alle 18 presso la pista polivalente
dellIstituto Lugaresi di Cesena. loccasione giusta per tutti quanti fossero
desiderosi di avvicinarsi a questa disciplina sportiva cos affascinante.
Per informazioni occorre rivolgersi a Stefano (tel. 335 395536) o alla segreteria
del Csi cesenate (tel. 0547 600383) dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19 (mercoled
mattina e sabato pomeriggio chiusa).

6 Campionato
di Beach Tennis Indoor amatoriale
Discipline: doppio maschile, doppio femminile, doppio misto
Il campionato si svolger con gare di andata e ritorno presso i Centri
sportivi scelti dai teams.
Inizio campionato: ottobre 2016.
Per ulteriori informazioni:
Giuseppe Corzani, 349 1875058, corzanigiuseppe@libero.it
Teresa Bandieri, 338 45626625, terrybandieri@gmail.com
Csi Cesena, 0547 600383, segreteria@csicesena.it

Pagina Aperta

Il direttore risponde

Gioved 22 settembre 2016

23

LOcchio indiscreto

Week end per coppie di fidanzati e di sposi


Unesperienza non solo da raccontare, ma da vivere

aro direttore, prendiamo loccasione


del Corriere Cesenate per proporre
un week end per coppie di fidanzati
che si terr dal 30 settembre al 2 ottobre.
Il WeekEnd Fidanzati unopportunit offerta da Incontro Matrimoniale a coloro
che si stanno preparando a vivere insieme
la loro vita con responsabilit e amore.
Il fine settimana per fidanzati animato da
due coppie di sposi e un sacerdote che parleranno ai giovani con franchezza di alcuni
aspetti della loro vita, per aiutarli a riflettere sulla loro relazione. In poche e intense
ore, e solo in coppia, essi avranno modo di
confrontarsi su aspetti quali:
Conoscere se stessi e lasciarsi conoscere da
chi ti ama.
Amare: non solo questione di sentimenti
ma di scelte da riprendere ogni giorno.
Costruire lunit di coppia con la capacit
del perdono reciproco.
La nostra relazione e Dio.
Il Matrimonio Sacramento come segno
dellamore di Dio per il mondo.
Per maggiori informazioni potete andare
sul sito della nostra associazione www.incontromatrimoniale.org oppure rivolgervi
direttamente alla coppia di cui trovate sotto
i riferimenti.
I posti a disposizione stanno finendo, per
cui se davvero volete farvi un grande regalo
chiamate al pi presto per iscrivervi, ma se
non riuscite adesso, non disperate perch ci
saranno tante altre occasioni.
Noi due, come sposi, abbiamo vissuto questa esperienza dalla parte degli animatori e
siamo diventati spettatori della metamorfosi di alcune coppie di ragazzi che si sono
presentati, la prima sera, molto dubbiosi e
un po scettici e se ne sono andati la domenica pomeriggio carichi di emozione e gratitudine per quello che hanno vissuto.
Ricordiamo, tra i tanti, una ragazza che lo
scorso anno ha partecipato su forte insistenza dei genitori e prima di vivere questa
esperienza ci ha chiamato pi volte per capire meglio di cosa si trattasse. Bene,
quando ci siamo salutati non smetteva pi
di ringraziarci affermando che mai si sarebbe aspettata di ricevere cos tanto da
questo fine settimana.
Noi avvertiamo sempre i partecipanti che
non si tratta certo di un weekend di svago,

ma di due giorni di intenso lavoro. Un impegno che comincia da subito a dare i


primi frutti nella misura in cui ci si riesce a
coinvolgere, a dare fiducia al team degli
animatori ma soprattutto luno allaltro
nella coppia.
Noi che siamo sposi da tanti anni, sappiamo bene quanto sia importante acquisire gli strumenti giusti per poter vivere
insieme con gioia, per questo sogniamo che
tutte le coppie di fidanzati possano fare
questa esperienza di crescita e trovare coppie di sposi ed amici che fanno il tifo per
voi due insieme per sempre.
Concludiamo dicendo che questa esperienza pi che essere raccontata,
va vissuta... per questo vi aspettiamo.
Marco e Gianna Giannini
Per informazioni e iscrizioni: Giannini
Marco e Gianna, tel. 0547 91204, 347
6031772.
Carissimi Marco e Gianna, grazie per la
vostra lettera con la quale illustrate e invitate le coppie di fidanzati a frequentare
un week end non di vacanza, ma denso e
indelebile che anche a voi, mi pare di
avere cos inteso, ha cambiato la vita. Grazie per lopportunit che offrite e grazie
anche per la condivisione di questa esperienza. Col Corriere Cesenate seguiremo,
durante lanno, le date dei vostri fine settimana perch possano essere occasioni di
crescita per tutte le coppie di fidanzati e di
sposi.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Come si evince dalla foto scattata luned 19 settembre, con linizio della scuola e
in una giornata piovosa si accentua il problema della viabilit intorno alla rotonda dello stadio, a Cesena.

Auguri
don Walter
La comunit di
Maria Immacolata in Case Finali
(Cesena) si unisce
alla gioia di don
Walter nel giorno
del suo 40esimo
anniversario di
sacerdozio (25
settembre).
Ricorda grata gli
anni spesi con generosit a servizio
di questa comunit e invoca su
lui labbondanza
dei doni dello Spirito.
Nella foto, da sinistra: don Walter insieme a monsignor Luigi Fusaroli, don Giordano Amati,
padre Giuseppe Fusaroli e padre Dario Tisselli.