Sei sulla pagina 1di 16

Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

Gran Loggia News


Semestrale dinformazione delle Logge della G.L.R.I.
Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

Gran Loggia Regionale


Abruzzo e Marche

detto tepidario e un Impluvium, il tutto sotto


volte a cielo di carrozza che sono esattamente
quelle in mattoni e fattezze originarie, seppur abil-
mente e pazientemente restaurate.
Il locale riservato al Tempio, di oltre 100 mq, risale
anchesso al II Secolo A.C. ed stato ristrutturato
Gioved, 8 Giugno 2017 ed arredato, sotto la guida del Maestro Venerabile
Loggia Ver Sacrum n.271 assieme al generoso sostegno di tutti i Fratelli di

L a nuova Casa Massonica di via Grazia Mancini


Pierantoni 1 in Chieti, che si propone di diven-
tare un polo di accoglienza non solo dei Fratelli del
Loggia, riservando attenzione alla corretta alloca-
zione dei simboli e dei contenuti esoterici e, al con-
tempo, salvaguardando, con sapiente soluzione
Distretto Marche-Abruzzo, ma di tutti i Fratelli tecnica, lampia porzione di pavimentazione a mo-
aderenti alla GLRI, corona un sogno coltivato ca- saico romano, facente originariamente parte delle
parbiamente dallOttobre 2014. Terme Romane.
La nuova sede ubicata in pieno Centro Storico, Il desiderio di disporre di pi ampi ed idonei locali
nellAcropoli dellantica Teate - oggi Civitella -, an- al fine di realizzare la nuova Casa Massonica hanno
tico borgo risalente al II Secolo A.C. Infatti allin- riposto le radici in quel che stato lo stimolo con-
terno del locale che precede lingresso nel Tempio ferito dal Gran Maestro di svolgere le riunioni in
presente un piccolissimo vano, con seduta, al- contesti logistici adeguati alla correttezza rituale e
lepoca mantenuto a temperatura tiepida, il cosid- alla dignit dellOrdine.

Gran Loggia Regolare dItalia 2


Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

i segreti pi intimi del suo essere.


Questo suo lavoro sulla Luce importante per Eric
che dice c un lato magico e vivo ma, soprattutto, la Luce
pu avere anche un significato pi filosofico e spirituale, pu
rappresentare lo spirito di una persona.
E per questo che un buon numero dei suoi quadri
ha due facce, una di esse appare nelloscurit rima-
nendo nel segreto di colui al quale appartiene
lopera : un simbolo, una immagine, sono presenti,
ma invisibili.
Gran Loggia Regionale La produzione del pittore notevole, pi di mille
della CALABRIA composizioni in un anno, una gran parte di essi
sono dipinti su spartiti musicali di opere del XIX
secolo ed i delle sue opere sono venduti in Fran-
cia e anche negli Stati Uniti dove quelle sul tema
Danze Macabre sono tra le pi apprezzate in
quanto paradossalmente si pu rilevare una rappre-
sentazione della vita.
Tratto da GRANUM la rivista della E membro della Massoneria Francese, fortemente
Gran Loggia Regionaledi Calabria
n.4 -maggio 2017

Eric Cousin:
Il fascino della Luce

L e maschere: credete siano diverse? No.. che


cambiano a seconda che vengano guardate di
giorno o di notte, come molte persone
Eric Cousin nato nel 1964 nella regione di Parigi,
affacciandosi al mondo delle 7 note molto giovane.
Infatti a 12 anni faceva parte di un gruppo Les
Poppys studiando per 10 anni al conservatorio
violino chitarra e pianoforte. I suoi genitori si sono
trasferiti a Moncontour ed ha apprezzato subito la
vita tranquilla del villaggio ma col passare del
tempo i suoi studi in farmacia lo allontanarono dal
tranquillo borgo e, ricordando quei colori, inizi a
dipingere. Il suo lavoro sulla Luce lo porta ad essere
il solo Alchimista dellarte per labilit con cui me-
scola gli elementi alchemici ai colori.
Qui si incanta, smette di dipingere e la sua arte evo-
luta passa dal figurativo allastratto perch colpisce
la sensibilit grazie a qualcosa che non esiste, la trovo pi
personale spiega. impegnato nellArte Sacra, la sua ispirazione lo in-
Era conosciuto come il piccolo chimico e a forza coraggia a lavorare sui simboli
di piccole esperienze, ha trovato che il fosforo po-
teva essere utilizzato nelle sue composizioni : inse- Fr. F. P.
rendolo nelle sue sculture o nelle sue tavole quando Loggia Sangraal, n. 249
vengono esposte alla luce del sole immagazzinano Reggio Calabria (RC)
la luce e la notte la restituiscono.
Lopera cos completamente diversa rivela a pochi

3 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

stesso Gran Maestro irlandese Ill.mo e Ven.mo Fr.


Douglas T. Grey e lActing Grand Secretary
Ven.mo Fr. Philip Davey. Per espressa autorizza-
zione della Gran Loggia, la Loggia lavora con il ri-
tuale irlandese in lingua originale. Di conseguenza,
sia la cerimonia di costituzione che linstallazione
del primo Maestro Venerabile, Ven.mo Fr. Peter
Fellows-McCully (foto 2), sono state svolte in in-
glese e secondo il rituale irlandese da un team di
Gran Loggia Regionale Grandi Ufficiali della GLRI, la cui competenza,
capacit e passione stata ripetutamente sottoli-
dellEmilia Romagna neata da ambo i Gran Maestri, sia al termine delle
cerimonie che nel corso del successivo Welcome
Dinner.
La Colomba e il Cigno esprimono lidea di un le-
game permanente tra la cultura irlandese e quella
italiana, per il tramite del bardo e premio Nobel ir-
landese William Butler Yeats (1865-1939) e del fi-
losofo italiano Giambattista Vico. Cos, la Loggia
Venerd, 26 Maggio 2017 Dove & Swan si data il compito di rappresentare
Loggia Dove & Swan n.286 materialmente la salda amicizia che lega le due
Grandi Logge italiana e irlandese, arricchendola di

P resso il Grand Hotel Westin Excelsior di


Roma si tenuta la cerimonia di costituzione
della Loggia Dove & Swan di Bologna, n 286, alla
occasioni permanenti di scambio e visita, sotto il
segno dellantica benedizione irlandese:

presenza del Gran Maestro della GLRI, del Gran Che la strada si alzi per venirti incontro, Che il vento
Maestro della Gran Loggia dIrlanda e delle dele- soffi sempre alle tue spalle, Che il sole ti illumini e ti
gazioni straniere giunte per attendere alla Comu- riscaldi
nicazione di Gran Loggia del giorno successivo. E la pioggia cada piano sui tuoi campi fino al momento
La nuova Loggia formanta sia da membri italiani in cui ci ritroveremo.
che da membri provenienti da tutta lIrlanda, che E che Dio ti tenga lieve sul palmo della sua mano.
hanno costruito sin dallanno 2007 un rapporto di
fraterna amicizia, alimentato con lo scambio di vi- ***
site annuali. Tra i membri fondatori, vi sono lo

Gran Loggia Regolare dItalia 4


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

Fori Imperiali, osservando dalle terrazze la splen-


dida veduta dellantico Foro romano e del Palatino
culla della Roma romulea.
Il terzo appuntamento si terr il 17 settembre, il
giorno successivo alla Gran Loggia del Marchio,
con una passeggiata da Piazza del Popolo e Piazza
di Spagna. Fra Seicento e Settecento la citt diviene
centro dirradiazione dellarte barocca di cui sono
massimi esponenti Bernini e Borromini, ma anche
della cultura ermetica che fa riferimento alla regina
Gran Loggia Regionale Cristina di Svezia. Da piazza del Popolo un itinera-
della LAZIO rio attraverso architetture fortemente simboliche,
presenze rosacrociane e personaggi misteriosi, fino
al quartiere massonico di Piazza di Spagna dove
vengono esaltati tutti gli elementi cosmici.

Eventi vari

Con lobiettivo di costituire momenti di aggre-


gazione anche al di fuori dei lavori di Loggia e
di dare la possibilit di far conoscere la nostra realt
anche allesterno, La Gran Loggia Regionale di
Lazio, Campania e Molise ha ripreso lorganizza-
zione delle visite culturali della Citt di Roma.
Le visite, aperte a parenti ed amici, sono caratteriz- Loggia di Ricerca Musicale
zate da una particolare attenzione agli aspetti meno Santa Cecilia n.180
noti della simbologia esoterica e massonica pre-
sente nei monumenti e nei quartieri della Citt A concerto dai Liberimuratori
Eterna.
Guida deccezione il Prof. Roberto Quarta,
esperto e studioso della Roma esoterica, guida tu-
ristica e autore dei libri Roma esoterica e Roma
L a Gran Loggia Regionale di Lazio, Campania
e Molise e la Loggia di Ricerca Musicale Santa
Cecilia n 180, in occasione dei 300 anni della na-
massonica. scita ufficiale della Libera Muratoria inglese mo-
La prima visita si tenuta in aprile al monumento derna, hanno organizzato una serie di tre concerti
a Vittorio Emanuele II di Piazza Venezia da titolo che si sono tenuti nei mesi di marzo, aprile e mag-
Il Vittoriano cattedrale massonica e icona della gio 2017 presso la sede di Viale dei Parioli a Roma.
Terza Roma mazziniana. Dopo aver delineato la Nellintento di avvicinare nuovi possibili candidati
storia del monumento pi discusso di Roma, stata e di mostrare uno dei tanti begli aspetti della Libe-
percorsa la scalinata da piazza Venezia alla sommit ramuratora nostrana, purtroppo spesso oscurata
del Vittoriano illustrando dettagliatamente la com- da luoghi comuni , le colonne di Viale dei Parioli
plessa simbologia scultorea e architettonica. sono state attraversate da mogli, parenti, amici e co-
La visita stata replicata a favore di Fratelli venuti noscenti di diversi Fratelli.
dalla Sardegna in occasione della Gran Loggia Na- Le musiche, selezionate dalla Loggia Santa Cecilia,
zionale del 27 maggio. appartengono ad un vasto repertorio di autori del
Secondo appuntamento, la domenica successiva alla 700, in gran parte italiani, che aderirono alla Libe-
Gran Loggia Nazionale, ha interessato larea del ramuratora in Italia, come anche a Parigi e Londra,
Campidoglio e dei Fori Imperiali: da Piazza del e sulle quali sono state redatte in questi anni diverse
Campidoglio ombelico della citt e del mondo dove tavole presenti nellarchivio della Loggia allinterno
siamo avvolti da una foresta di simboli, si scesi ai del sito internet della GLRI.

Gran Loggia Regolare dItalia 5


Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

Il primo ed il secondo concerto sono stati dedicati dove, nel 1778, fu iniziato il Fr. Felice Giardini in-
rispettivamente al Violino e al Flauto e due musici- sieme ad altri musicisti e artisti italiani.
sti, esterni alla Fratellanza, sono stati accompagnati Proprio per rinsaldare i legami con la Loggia in-
alla Viola e al Clavicembalo dal MV della Loggia glese, lo scorso 28 marzo il Fr. G. B. si recato a
Santa Cecilia, il Fr. G. B.; il terzo concerto ha visto, Londra, in occasione della cerimonia dInstalla-
invece, la partecipazione di ben 5 fratelli oltre a zione del nuovo Maestro Venerabile della Nine
Bottiglioni, M. F. R. (baritono), A. M. (chitarra), A. Muses Lodge 235, tenutasi presso la Mark Mason's
C. (clavicembalo) e A. C. (organo) - tutti affiliati alla Hall in St. James's Strett.
Loggia di ricerca musicale che riunisce, quattro Al Fr. G.B. stato chiesto di suonare l'organo ed
volte lanno, i Fratelli musicisti o appassionati di stata una emozione ed occasione unica perch nep-
musica. pure il Fratello pi anziano aveva ricordo di una
Le note di Geminiani, Haendel, Pugnani, Giardini, riunione accompagnata dalla musica dal vivo e que-
Mozart, Paganini e molti altri hanno reso ancora sto era un grande rammarico per la loro Loggia
pi magico il concerto di simboli muratori pre- dove, nei prima anni di vita, vide la presenza fra le
senti nella sala e fatto rivivere le serate musicali alla proprie colonne di moltissimi musicisti.
Freemason Hall di Londra, ideate ed organizzate
per la prima volta dal Fr. Christian, ultimo figlio del
grande Johann Sebastian Bach, negli anni 80 del Ven. Fr. G. B.
700. MV Loggia di Ricerca Musicale
Alcune copie del CD sono ancora disponibili in Santa Cecilia n.180
Gran Segreteria ed i Fratelli possono farne richiesta
contribuendo cos ad aiutare le opere della Gran
Benevolenza.

Il Fr. Felice Giardini, ponte fra


lItalia e lInghilterra anche dopo 300 anni

I l 20 dicembre 2016 la Gran Loggia Regolare


dItalia ha festeggiato i 300 anni della nascita del
compositore, violinista e Liberomuratore torinese,
Marterd, 16 Maggio 2017
Loggia Heredom n.35
Felice Giardini. Levento si tenuto grazie alla col-
laborazione fra la Gran Loggia Regionale di Pie-
monte e Valle dAosta e la Loggia di Ricerca
Musicale Santa Cecilia n 180. Momento principale
A lla presenza del Gran Maestro Regionale di
Lazio, Campania e Molise Ven.mo Fr. E. P. e
di alcuni suoi grandi ufficiali, si tenuta la consa-
della serata stata la presentazione del CD Felice crazione del nuovo tempio di Caserta. Il nuovo
Giardini - Quartetti da camera inciso da un noto Tempio, situato nel centro della citt campana,
quartetto darchi italiano insieme ad un altrettanto stato scelto, restaurato, arredato e fortemente vo-
famoso flautista, al cembalista Fr. A. C. ed al Fr. luto dai fratelli della Loggia Heredom n.35 di Ca-
G. B., violista e autore del booklet. Per loccasione serta. Questo Tempio permetter di dare nuovo
sono stati eseguiti dal vivo tre dei cinque quartetti lustro alla Loggia Heredom e allintera regione
presenti nel CD che stato successivamente distri- Campania. Il GMR ha passato il maglietto al Mae-
buito ai partecipanti. La serata stata resa speciale stro Venerabile della Loggia, Ven. Fr. A. I., che in-
dalla presenza dellIll.mo e Ven.mo Gran Maestro, sieme a tutti i fratelli presenti, visibilmente
Fr. F. Venzi, del Ven.mo Gran Maestro Regionale emozionati, hanno cos dato inizio ad una nuova
del Piemonte, Fr. R. C., e di molti altri Grandi Uf- importante tappa del proprio cammino.
ficiali, Fratelli ed amici; inoltre era presente, insieme
alla consorte, il Ven.mo Fr. Ian Foster, Segretario
della Nine Muses Lodge 235 di Londra, la Loggia

6 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

i Fratelli della G.L. di Svezia; stata sede di una


Gran Loggia Regionale con lonore della pre-
senza dell Ill.mo e Ven.mo Gran Maestro, Fr.
Fabio Venzi.
Attulamente la Loggia presenta a pi di lista 15
Fratelli e dal suo interno gemmata, nel 2014, la
Loggia Kybalion n 270 di Ventimiglia: la Loggia
Acropolis si trova quindi baricentrica rispetto alle
altre logge consorelle del Ponente Ligure, con cui
intrattiene rapporti di stretta collaborazione.
Gran Loggia Regionale Negli stessi locali di Albenga hanno sede anche
della Liguria le Logge MMM e RAM Acropolis n 1969 del
Distretto Italia.
Questanno, in occasione della Tornata Regolare
del 18 Aprile, oltre allinstallazione del Maestro
Venerabile Fr. B.P. (con deroga richiesta da tutti
i Fratelli e concessa dall Ill.mo e Ven.mo Gran
Maestro) per il suo terzo mandato consecutivo, si
tenuta la festa di anniversario della Loggia, cui
hanno voluto partecipare, oltre al G.M. Regio-
Marterd, 18 Aprile 2017 nale, numerosi Fratelli di altre Logge liguri ed un
Loggia Acropolis n.89 Fratello ospite della G.L. of Maurice.
GLRI Regionale: Ven.mo Fr. G.P., Gran Maestro

I l 19 Aprile 1995, V.L. 5995, veniva consacrata


nei locali di via Assarotti in Genova la Loggia
Acropolis n89 di Albenga.
Regionale.
Loggia Unione e Verit n193: Ven.Fr. R.T.,
Ven.mo Fr. F.C., Ven.Fr. M.DA:, Fr. F.C., Fr. S.M..
Presenti alla Consacrazione, oltre ai Fratelli Fon- Loggia Janua n 255: Ven.Fr. C.G., Fr. C.T..
datori, anche lattuale Gran Segretario della Loggia Kybalion n 270: Ven.Fr. S.P., Ven.Fr. F.A.,
G.L.R.I, Ven.mo Fr. F.C. in qualit di Gran Cap- Ven.Fr. G.G., Fr. S.D.L., Fr. F.R.
pellano Regionale. Loggia Aldebaran n 13: Fr. F.T:
Dopo vari passaggi in altre sedi, la Loggia Acro- Grande Loge de Maurice: RF G.D.L.
polis ha ora una Casa Massonica fissa in reg. LAgape rituale a seguito dei Lavori di Loggia ha
Torre Pernice n2. visto una nutrita partecipazione di Fratelli.
Con il passare del tempo rimasto a pi di lista Durante la stessa Agape il Maestro Venerabile ha
della Loggia solo uno dei Fratelli Fondatori: il Ven. ripercorso le tappe del cammino percorso, rimar-
Fr. B.P., attualmente Maestro Venerabile in carica. cando la presenza assidua e molto partecipativa
Negli anni la Loggia Acropolis stata sede e pro- di giovani membri, segno della salute della Log-
motrice di molteplici iniziative in campo masso- gia e del giusto modo di lavorare in armonia che
nico per la G.L.R.I., tra cui il primo incontro con stato raggiunto nel corso degli anni.

Gran Loggia Regolare dItalia 7


Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

1 Comunicazione
Milano, 18 Gennaio 2017

Nella spettacolare cornice della nuova Casa Mas-


sonica di Milano, in Via Veniero 4, alla presenza di
circa 75 fratelli MM, sabato 8 Aprile 2017 alle ore
10.30, alla presenza del Gran Maestro l Ill.mo e
Ven.mo fr. Fabio Venzi e di numerosi Grandi Uf-
ficiali Nazionali, si tenuta la 1 Comunicazione
della Gran Loggia Regionale di Lombardia. Du-
Gran Loggia Regionale rante i lavori di Gran Loggia, stato sottolineato
della Lombardia

Marterd, 18 Gennaio 2017


Consacrazione Casa Massonica di Milano

L a nuova Casa Massonica di Milano, sita in Via


Veniero n.4, stata Consacrata. Presenti circa
80 fratelli appartenenti a tutte le logge della Lombar-
dia, il GMR Ven.mo fr. P. C., coadiuvato dal team
dei Grandi Ufficiali Regionali Consacratori, ha pro- dal GM grande apprezzamento e compiacimento
ceduto alla solenne cerimonia di Consacrazione del per la bellissima nuova sede di Milano ringraziando
Tempio Muratorio di Milano. La nuova sede di circa tutti i fratelli che, con grande impegno e dedizione,
250mq, con due templi attigui e spazi particolar- hanno fatto s che ci si realizzasse per il bene della
mente curati, accoglier per i lavori liberomuratori libero-muratoria Milanese, della Lombarda e della
ed eventi ad essi collegati le cinque logge milanesi. Gran Loggia Regolare dItalia.

8 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

gliari, ma anche alla GLRI.


Questi, dopo aver ringraziato tutti i presenti per la
loro partecipazione, ha evidenziato limportanza
della coesione e condivisione di intenti fra tutte le
Logge della Sardegna.
La nuova Casa Massonica si sviluppa su una super-
ficie di 350 mq. ed accoglie ben tre Templi, una area
Agape, locali di Segreteria e un area spogliatoio
oltre ai locali di servizio. Tutti e tre i Templi com-
Gran Loggia Regionale pletamente arredati per il loro uso, sono destinati
ad accogliere, le Logge del CRAFT nel Tempio
della Sardegna Principale, un altro ai Comp. dei Capitoli dellArco
Reale e laltro ai Fr. delle Logge dei Mark Master
Masons e del Royal Ark Mariner.
La progettazione della nuova casa massonica, nel
rispetto della tradizione massonica, stata realizzata
dal Ven. le Fr. Andrea M.S. Gran Porta Stendardo
Regionale, con la stretta collaborazione del Ven. le
Fr. Antonio M. Gran Segretario Regionale, e dal
Sabato, 18 Marzo 2017 Ven. le Fr. Cristiano C. Pres. Gran Benevolenza Re-
Consacrazione Casa Massonica di Cagliari gionale.
La particolarit della progettazione del Tempio

L a nuova Casa Massonica di Cagliari stata


inaugurata. Presenti oltre al Gran Maestro Re-
gionale della Sardegna, diversi Ufficiali Nazionali,
Principale del Craft, in stile Neoclassico e lesecu-
zione dellimpianto luci, filodiffusione e cielo stel-
lato, nonch arredi e corredi, consente a tutti i
Ufficiali Regionali e tantissimi Fratelli provenienti Fratelli durante le varie cerimonie una notevole at-
da diverse Logge isolane. mosfera coinvolgente ed una emozionante parteci-
Il GM Reg. Ven. mo Fr. Salvatore F. ha manifestato pazione dei Fratelli nello svolgimento della ritualit.
il suo ringraziamento e compiacimento per la Gli oltre 50 Fratelli presenti hanno manifestato
buona riuscita della realizzazione della nuova casa soddisfazione e interesse per la realizzazione della
massonica, che da lustro non solo alle Logge di Ca- nuova Casa Massonica di Cagliari.

Gran Loggia Regolare dItalia 9


Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

sincera amicizia fraterna.


Dopo la cerimonia seguita una Agape in un clima
festoso e tutti i Fratelli si sono lasciati
in grande armonia, in una atmosfera di grande aggre-
gazione di tutti i Fratelli.

Sabato, 18 Marzo 2017


Loggia Plotino n.216

N el nuovo suggestivo Tempio della nuova Casa


Massonica di Cagliari, ha avuto luogo la cerimo-
nia di Installazione del nuovo Maestro Venerabile e i
festeggiamenti della ricorrenza decennale della Loggia
Plotino 216 di Cagliari. Il M.V. installato Ven. le Fr.
Antonio I., dopo la nomina degli Ufficiali di Loggia,
ha dato la parola al Ven. le Fr. Gianfranco B., primo
Maestro Venerabile Fondatore della L. Plotino, che ha
ricordato le tappe che hanno segnato il percorso della
Loggia nei primi dieci anni trascorsi.
Numerose sono state le delegazioni con tanti Fratelli
rappresentanti le Logge dellisola, Loggia Artakene,
Loggia Ilisso, Loggia Olbios, Loggia Landmarks, Log-
gia Sangraal, Loggia Pitagora, Loggia Giordano Bruno
di Arezzo, dando come risultato la buona riuscita del-
levento con ben circa 60 presenze.
Erano presenti alla riunione il G.M. Regionale, Ven.
mo Fr. Salvatore F., che con il suo intervento ha ma-
nifestato il suo compiacimento per la presenza di tanti
Fratelli provenienti dal Nord Sardegna, di Cagliari e
dalla Toscana. Il Ven. mo Fr. Luciano. D. AGM., ha
portato i saluti dellIll.mo e Ven. mo Fr. Fabio Venzi,
presenti inoltre,il M.to Ven. le Fr Antonio G.L. GSL,
il Ven. le Fr. Guido I. DGSL, il Ven. le Fr. Enrico M.
GD On, il Ven. le Fr. Gianni M. GD. On.
Presenti inoltre anche tantissimi Ufficiali Regionali,
tra cui lAGMR Ven.le Fr. Salvatore B., il GTR Ven.
le Fr. Raimondo C., il GSR. Ven. le Fr. Antonio M., il
GDCR Ven. le Fr. Gianfranco B., il GSLR Ven. le
Fr.Mario C. e il G.P.R. Ven. le Fr. Andrea M.S. Era
inoltre presente una delegazione di Fratelli della Log-
gia Giordano Bruno 23 di Arezzo, con il Ven. mo Fr.
Vittorio N. Past A.G.M., Ven. mo Fr. Paolo M. Past 1
GS e il Ven. le Fr. Massimo N., Maestro Venerabile di
Loggia e il Ven. le Fr. Claudio C, che con la Loggia
Plotino intrattengono stretti rapporti di Fratellanza e

10 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

armonia e tutti i Fratelli hanno partecipato con


emozione e trasporto alla nuova edificazione.
Completata la Cerimonia di Consacrazione si pro-
ceduto alla Cerimonia di Installazione del Maestro
Venerabile Designato, il Ven. Fr. N. I. La Cerimonia
stata attuata tenendo conto che il Ven. Fr. N.I. era
gi un Maestro Installato.
Dopo lInstallazione il Maestro Venerabile ha proce-
duto allinvestitura degli Ufficiali Designati e alla no-
mina e investitura degli ufficiali di Loggia, come da
Gran Loggia Regionale art. 81 delle Costituzioni e Regolamenti della G.L.R.I.,
della Sicilia sia Ufficiali Regolari sia Ufficiali Addizionali.
Completata lInvestitura di tutti gli Ufficiali i rap-
presentanti delle Logge intervenute hanno portato
i saluti e omaggiato con alcuni presenti i Fratelli
della nuova Loggia Eloro n. 288 di Avola.
Il Maestro Venerabile ha donato loro, in nome e in
rappresentanza di tutti i Fratelli della Loggia, un
quadro con riportato lEmblema Araldico Esote-
Venerd, 05 Maggio 2017 rico della Loggia con annessa sia la descrizione aral-
dica dello stesso sia lillustrazione simbolica.
Loggia Eloro n.288
Il presente stato gradito da tutte le Logge.

P resso lHotel Helios sito in Contrada Eloro,


provincia di Siracusa, alla presenza di oltre 100
Fratelli, si svolta la Cerimonia di Consacrazione
Completati i Lavori tutti i Fratelli hanno condiviso
lAgape, in clima di grandissima serenit e armonia
e dopo i Brindisi Rituali ogni Fratello ha fatto ri-
della Loggia Eloro di Avola, iscritta al numero 288 torno alla propria dimora.
del Registro della Gran Loggia Regolare dItalia. Unaltra pagina di Massoneria per la Regione Sicilia
Levento stato salutato da quasi tutte le Logge stata scritta, da Fratelli che da sempre sono stati,
della Regione Sicilia e da alcune Logge della Re- e saranno, strumenti della Gran Loggia Regolare
gione Calabria, nonch dai Grandi Ufficiali Nazio- dItalia.
nali e Regionali intervenuti.
Alle ore 17.30 tutti i Fratelli della Loggia Eloro
hanno ultimato la predisposizione del Tempio, ac-
certandosi che ogni cosa fosse pronta e idonea al-
limminente Cerimonia.
Fino alle 19.30 si proceduto alla fraterna acco-
glienza di tutti i Fratelli visitatori, alla firma del re-
gistro delle presenze e agli adempimenti come da
Art. 98 delle Costituzioni e Regolamenti della
G.L.R.I.
Alle 19.30, dopo aver fatto accomodare il conside-
revole numero dei Fratelli Visitatori, si dato il via
ai Lavori previsti con il Corteo di ingresso degli Uf-
ficiali Consacratori.
La scelta degli Ufficiali Consacratori caduta sui
Maestri Venerabili delle Logge che hanno contri-
buito alla creazione della nuova Loggia, cos da san-
cire anche simbolicamente ledificazione della
nuova costruzione.
Dopo il corteo dingresso si proceduto con i Lavori
previsti e la relativa Consacrazione della Loggia.
Tutta la Cerimonia si svolta in un clima di gioiosa

Gran Loggia Regolare dItalia 11


Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

il pi piccolo teatro storico del mondo ed at-


tualmente propriet del F.A.I.. Si tratta di una bel-
lissima bomboniera, molto ben restaurata e di
vivace attivit culturale.
Sul palco si sono esibiti quattro musicisti di grande
fama diretti dal Fr G. B., i quali hanno eseguito un
programma comprendente, tra gli altri, brani com-
posti da due musicisti lucchesi, entrambi liberi mu-
ratori, che agli inizi del Settecento si recarono a
Londra in cerca di fortuna: Bersanti e Geminiani.
Gran Loggia Regionale Questultimo fu il primo italiano iniziato nella Gran
della Toscana Loggia dInghilterra.
La giornata stata molto apprezzata da tutti i par-
tecipanti per la location, per la musica e per la pos-
sibilit di trascorrere una giornata tra F.lli, mogli,
figli e amici.
Il tema musicale scelto si inserisce in un progetto
pi ampio di approfondimento del 2 Grado che
abbraccia le Arti Liberali.
Questo primo evento vorrebbe essere seguito da
Domenica, 14 Maggio 2017
altri, nei quali la musica continuer ad avere un
Loggia Galileo Galilei n.188
ruolo centrale: un punto di partenza per sviluppare
ulteriormente il nostro percorso di crescita ed ele-
vazione.
P resso il teatrino di Vetriano (LU) si tenuto un
affascinante evento musicale.
Il concerto stato organizzato e proposto dalla
Loggia Galileo Galilei N. 188 di Pisa, patrocinato e
cofinanziato dalla Gran Loggia Regionale di To-
scana con la collaborazione del Ven. Fr. G. B., M.V.
della Loggia di ricerca musicale Santa Cecilia di
Roma e Grande Organista della G.L.R.I..
Il Teatro di Vetriano, con i suoi ottantaquattro posti

12 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

impegno da parte di tutti i fratelli del Triveneto per


aumentare ancora la qualit delle riunioni di Loggia
invitandoli, nel contempo, a visitare le altre logge
del territorio e delle regioni limitrofe.
Al temine si tenuto un piacevole ed abbondante
pranzo nei locali attigui con un menu ad esclusivo
tema greco, per sottolineare il sopraggiungente pe-
riodo vacanziero, che stato molto gradito da tutti
i fratelli.
Gran Loggia Regionale
del TRIVENETO

1 Comunicazione
Trieste, 10 Giugno 2017

O spitati dalla comunit greco-ortodossa di


Trieste, nei locali adiacenti al Chiesa di San
Nicol dei Greci, in riva al mare, lo scorso sabato
10 giugno si riunita la prima Gran Loggia Regio-
nale del Triveneto 2017, organizzata dalla Loggia
Prometeo n.72 di Trieste.
Gi dalle prime ore del mattino i fratelli del Trive-
neto si sono ritrovati per lallestimento del Tempio
liberomuratorio con rinnovato entusiasmo per dar
inizio di buonora alla cerimonia di Consacrazione.
Ospiti alcuni GrandUfficiali della Lombardia ed al-
cuni rappresentanti le logge della Sicilia, in un clima
ormai estivo.
Il Gran Maestro Regionale Ven.mo Fr. L.A. ha sot-
tolineato, nella sua allocuzione, la necessit per tutti
i fratelli di mantenere sempre il carattere iniziatico
che contraddistingue il nostro Ordine e, dopo aver
nominato i nuovi GrandUfficiali Regionali, ha rias-
sunto limportante buon lavoro svolto dalle logge
negli ultimi mesi, che ha visto come risultato un in-
cremento rilevante delle iniziazioni sia nel Veneto
sia in Friuli Venezia-Giulia.
Ha ricordato, inoltre, il lavoro svolto dalla Gran
Loggia Regionale che, tra le altre cose, ha posto le
basi concrete per la realizzazione delassociazione
regionale ed ha realizzato il nuovo stendardo del
Triveneto.
Ha poi preannunciato le iniziative informali previ-
ste per i mesi estivi e quelle formali alla ripresa dei
lavori liberomuratori. Ha quindi chiesto maggior
Gran Loggia Regolare dItalia 13
Gennaio - Giugno 2017 Gran Loggia News - Anno VIII n22

tegabbione, tra Orvieto e Citt della Pieve. E detta


la Buzziana o Buzzinda,dal nome del suo ideatore
lingegnere-architetto Tomaso Buzzi, nato nel 1900
(morto nel 1981) e laureatosi al Politecnico di Mi-
lano, nel 1923.
Luogo sacro, fondato da S. Francesco nel 1218, su
una collina in mezzo a un bosco di querce, lecci, gi-
nepri, vicino a delle piante di scarza che France-
sco utilizz per costruirsi una capanna come rifugio
e luogo di preghiera. Successivamente, secondo la
Gran Loggia Regionale tradizione, vicino a un cespuglio di alloro e di rosa
dellUMBRIA cre una fonte che tuttora esiste ed luogo devoto
per molte persone.
Da scarza il nome Scarzuola.
Successivamente, in ricordo dellavvenimento, i
Conti di Marsciano vi fecero costruire una chiesa
(dove sarebbero stati sepolti) e successivamente un
convento, affidandoli ai Frati Minori che vi rima-
sero fino agli ultimi anni del 700, quando i Mar-
Parte di una maggiore tavola che sar presentata
chesi Misciattelli di Orvieto, proprietari del castello
alla costituenda Loggia di Ricerca di Arte
di Montegiove ne presero il controllo.
ed Architettura Antonello da Messina
Fu proprio un Misciattelli, Paolo, a suggerire lac-
quisto del complesso abbandonato da tempo e ri-
dotto a ruderi, a met degli anni 1950, a Tomaso
La Scarzuola Buzzi, che era alla ricerca di un luogo speciale,
Percorso esperenziale come rifugio, romitorio.
Notte San Giovanni Battista Buzzi venne letteralmente catturato dalla sacralit
e magia del luogo e inizi il recupero del Convento,
per poi passare al verde intorno che, da orti dei frati
Ven.mo Fr. L. B. e bosco, trasform in un fantastico habitat florido
Gran Maestro Regionale quale oggi possiamo ammirare.
dellUmbria Realizz cos il sogno della sua vita: una citt ideale,
concepita come una fantastica macchina teatrale,

L a Scarzuola, giardino incantato fa parte dei


Grandi Giardini Italiani, citt onirica, ubicata
nella frazione di Montegiove del comune di Mon-
sempre viva(ma che doveva divenire, trasformarsi
come la vita), ispirata allideale umanistico di com-
binazione armonica tra natura e cultura.

14 Gran Loggia Regolare dItalia


Gran Loggia News - Anno VIII n22 Gennaio - Giugno 2017

La citt ideale fu a partire dal Quattrocento, infatti, uno esprimono tutto il suo sapere architettonico, ma
dei grandi temi ispiratori (caratteristici di quel tempo) anche storico, filosofico e sapienziale. Sapienza da
su cui si concentr la riflessione dellarte, dellarchitet- risultare oscura ai pi, tranne che ai pi preparati,
tura e dellurbanistica rinascimentale, che volevano co- esperti o iniziati, in un certo modo.
niugare esigenze funzionali e sensibilit estetica. Vi lavor dal 1956 al 1978 (morir a Milano nel
Cos Buzzi, ispirandosi alle esperienze del passato, 1981) lasciando la sua creatura incompiuta ed espri-
Villa Adriana, Villa dEste a Tivoli, il parco di Bo- mendo un desiderio Che la natura ne prenda pos-
marzo, e avendo a mente i modelli dellAlberti, del sesso, la divori e ne faccia un insieme di belle
Filarete, di Andrea Palladio, Vincenzo Scamozzi, rovine!
Sebastiano Serlio, cre una sequenza di ben 7 teatri, Per nostra fortuna questo non avvenne e grazie al-
combinati con siepi di varie essenze, fiori rari, per- lamore e al lavoro del nipote Marco Solari (che
golati, statue, costruzioni di edifici, macchine fan- lebbe in eredit) che da oltre 20 anni vive alla Scar-
tastiche, quinte e oggetti di scena, ricchi di simboli zuola, seguendo e completando i lavori, secondo
complessi. gli schizzi e gli appunti di progetto dello Zio.
Egli stesso la defin unantologia in pietra, viva, Lopera diventata la sua ragion dessere e il sotto-
realizzata con un materiale particolare, quale il tufo scritto, che lo conosce da almeno 15 anni, ha po-
che, sia per il colore, che da lontano faceva sem- tuto cogliere la passione e levolversi della sua
brare le costruzioni come di sabbia, che per la con- interpretazione simbolica.
sistenza,estremamente friabile sotto lacqua e le Solo camminando e percorrendo lintero cammino,
gelate, doveva evolversi e deteriorare nel tempo, che antiorario e programmato, si pu entrare

come il nostro corpo. nello spirito e nel mistero delle sue allegorie e sim-
Lo stile che pi si avvicina e interpreta il suo lavoro boli che via, via ti accompagnano fino alla scena -
il neo-manierismo che egli traduce in un uso spro- teatro finale.
positato di scale, scalette di varie dimensioni, mem- Buzzi la viveva (a detta del nipote) come la sua casa
brature architettoniche classiche, ma anche onirica, diversa dalle sue residenze fisiche di Milano
oniriche, volutamente sproporzionate, esecuzioni e Roma, una sorta di casa, dove lui si rifugiava tal-
rustiche e non finite, composizioni di arte topiaria volta di notte, per ricaricare la sua vena creativa, il
allArcimboldi, sovrapposizioni di edifici, di monu- suo Didimo, di Foscoliana memoria. Quasi se, con
menti, unesecuzione in alcuni casi surreale, antro- il suo Corpo Sognante potesse continuare la sua Ri-
pomorfica, geometrica, labirintica, quasi magica cerca dellAssoluto e con il Corpo Naturale a fare
nelle sue evocazioni. Una summa di opere che lArchitetto.

Gran Loggia Regolare dItalia 15


Gran Loggia News
____________ __________________
anno VIII n.22
____________ Gennaio - Giugno 2017
__________________

Semestrale di informazione
delle Logge della Gran Loggia Regolare d'Italia

a cura del Comitato di Redazione della:

G.L.R.I.
Lungotevere dei Mellini, 17
00193 - Roma
tel. +39 06 36001607
fax +39 06 36001604

Inviare eventuali contributit a:

redazione.glnews@glri.it

Responsabile di Redazione: Ven.mo Fr. Franco Costa | G.S.


Assistente di Redazione: Ven. Fr. Guido Iafrate | Dep.G.Sovr.Lav.
Assistente di Redazione: Ven. Fr. Francesco Ciavola | Ass.G.Sovr.Lav.