Sei sulla pagina 1di 1

ORATORE E SEGRETARIO NON SIEDONO ALL'ORIENTE

Nell'introduzione al Rituale dei lavori in Camera di Apprendista, edizione 1998, si legge:


“Sempre all'oriente, alla destra del maestro Venerabile, il tavolo dell'Oratore e, alla sinistra,
quello del Segretario”.
In molte logge accade perciò che, quando il Maestro Venerabile, in apertura dei lavori, dice
“Per coloro che siedono all'Oriente rispondo io”, Segretario e Oratore si alzano in piedi e dan­
no il segno. Nulla di più errato.
Molto semplicemente, si può affermare che siede all'Oriente chi volge le spalle all'Oriente. E
ancora, citando dal Rituale di Installazione, il Maestro Venerabile installa l'Oratore e il Segreta­
rio e, assegnandoli al proprio posto, afferma che il primo siederà alla testa della colonna degli
Apprendisti, cioè a nord, il secondo alla testa della colonna dei Compagni, quindi a Sud.
Il discorso potrebbe concludersi qui. Ma vi sono pure altre argomentazioni a conforto della
tesi esposta.
Il Tempio massonico è un macrocosmo, come testimoniato dai segni zodiacali disposti lun­
go il perimetro. Ogni astro simboleggia certe qualità, che sorreggono la funzione della carica
con la conseguenza che ad ognuna di queste corrisponde un segno zodiacale ed uno soltanto.
Dalla figura seguente si evince che a est, dove siede
il Maestro Venerabile, corrisponde il segno zodiacale
dell'Ariete. Con questo segno incomincia la primavera,
l'Ariete dà impulso al nuovo anno – anticamente l'anno
in­ cominciava all'equinozio di Primavera, così era an­
che nel G.O.I. – parimenti, il Maestro Venerabile dà im­
pulso ai lavori di loggia.
A Nord – Nord­Est siede l'Oratore, sotto il segno dei
Gemelli. Il Segretario siede invece a Sud – Sud­Est,
sotto il segno dell'Acquario.
Per completare il discorso dobbiamo vedere a quali
pianeti corrispondono queste cariche. Adotteremo la sequenza caldaica, prettamente tradizio­
nale, che aggiungeva, ai cinque pianeti allora conosciuti, il Sole e la Luna, per raggiungere il
numero 7. Dall'alto verso il basso: Saturno, Giove, Marte, Sole, Venere, Mercurio e Luna.
Al Maestro Venerabile corrisponde Giove, all'Oratore il Sole, al Segretario la Luna. Riassu­
mendo: il M. V. è sotto l'influenza dell'Ariete, segno di Fuoco – razionalità, ardore – e di Giove
– giustizia, tutela dell'armonia – l'Oratore dei Gemelli, segno di Aria – comunicazione – e del
Sole, luce – il Segretario dell'Acquario, segno di Aria – diplomazia, genialità – e della Luna, in­
tuizione.
Ritenere pertanto che Oratore e Segretario siedono all'Oriente è come dire che un unico se­
gno zodiacale ed un unico pianeta influenzano cariche, quindi: funzioni, assolutamente distinte
e diverse fra loro, il che non è possibile. Essi siedono sul podio.
Giovanni Lombardo