Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Chiesa

Diocesi

Gioved 3 marzo 2016

Gioved
3 marzo 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 9
euro 1,30 - contiene I.P.

Giubileo

Visita pastorale

24 Ore per il Signore


Adorazione
e confessione

Amministratori
e politici
in ritiro al Monte

Ottanta chilometri
a piedi attraverso
le 4 Porte Sante

Il vescovo Douglas
a SantEgidio
di Cesena

alla sera di venerd 4


marzo, in comunione
D
con papa Francesco, nel

ella mattina di domenica 6 marzo il tradiN


zionale appuntamento

artenza alle 7 di venerd 4 marzo da piazza


P
Giovanni Paolo II, a Cese-

a domenica 6 a domenica 20 marzo monsiD


gnor Regattieri sar nella

Santuario del Suffragio, in


via Zefferino Re a Cesena

promosso dalla Gaudium


et spes

na, per i camminatori del


Giubileo

parrocchia guidata da don


Gabriele Foschi

Editoriale
A quelli che scrivono di giovani
di Francesco Zanotti

edicato a tutti quelli che parlano dei


giovani. S, vorrei cercare di andare
controcorrente. Non una novit per
questo giornale. Anzi, questo desiderio sta nel
nostro dna: raccontare ci che altri non dicono.
Vorrei provarci anche questa settimana, dopo
che per lennesima volta stato scritto di
scristianizzazione e di poca frequenza della
Messa domenicale. Come se lappartenenza a
un Altro fosse misurabile solo in percentuali di
affluenza nelle chiese.
A quelli che scrivono che i nostri giovani non
vanno pi in parrocchia vorrei raccontare della
ventesima edizione della Gara canora (cfr pag.
7) svoltasi domenica scorsa in un Carisport
gremito di gente. Ben oltre mille persone hanno
stipato platea, tribune e spalti, in un misto di
entusiasmo, bel canto, divertimento e passione
che ha contagiato anche i numerosi adulti
presenti. Tutti coinvolti in un pomeriggio da
incorniciare, di cui non si trovata traccia nelle
cronache locali che invece dedicano spazio e
inchiostro ai giovani che non frequenterebbero
pi come un tempo.
A quelli che raccontano dei giovani
bamboccioni o mammoni oltre alla Gara canora
vorrei ricordare quel gruppetto di scout del
Cesena 1 che sabato scorso ho incontrato lungo
la via dei Gessi. A due a due, come gli apostoli
inviati da Ges, se ne andavano sotto la pioggia
fino a San Tommaso. S, perch non esiste
cattivo tempo, ma esiste abbigliamento
adeguato o no, come ci siamo detti in uno
scambio di battute al volo con il quale ci siamo
subito intesi.
A quelli che narrano dei giovani tutti dediti agli
spinelli o allo sballo, vorrei ricordare le
centinaia di ragazzi delle nostre parrocchie
iscritti per la Gmg che si terr a luglio in
Polonia, nella patria di san Giovanni Paolo II,
un Papa al quale noi genitori siamo legati, ma
che le nuove generazioni conoscono a fatica.
Eppure tanti di loro da mesi si adoperano con
diverse attivit per finanziarsi questa
spedizione nellest Europa e andare allincontro
con Francesco e con migliaia e migliaia di
coetanei dal resto del mondo. E non sto qui a
ricordare dellimpegno nei centri estivi, nel
trofeo Benedetto, nella caritativa
A quelli che descrivono i giovani sempre e solo
attaccati alle chat vorrei ricordare i tantissimi
educatori che trovano un senso nella loro vita
anche impegnandosi accanto ai ragazzi a loro
affidati. Non per buona volont, ma per
vocazione. Quella che tutti abbiamo e molti,
troppi, non osano pi ascoltare. Quella
chiamata che risponde al desiderio di felicit di
ciascuno di noi.
A quelli che non vogliono vedere questa parte
di realt dico solo che questi adolescenti sono
reali. E non sono pochi. Basta solo avere la
volont di andare a incontrarli.

Adozioni, tema di grande attualit. Diamo voce alle storie di due famiglie

La vita
un dono

FOTO AGENSIR

Un Primo piano che calza a pennello. Quello sulle adozioni lo avevamo


pensato gi da alcune settimane ed arrivato proprio nei giorni in cui
esploso il caso di un famoso politico italiano che ora pensa di avere un figlio
che in realt figlio suo non .
Ci troviamo di fronte a due parti ben distinte: da un lato ci sono mariti e
mogli che accolgono una vita come un dono, senza pretese, senza selezione,
senza cataloghi. Dallaltra si mettono in campo i diritti dei pi forti, di chi
ha possibilit economiche, di chi aggira la legge italiana, di chi pu
facilmente muoversi in ogni continente in cerca della disperazione di madri
donatrici di ovuli e di altre che vendono il proprio corpo.
Primo piano alle pagg. 4-5

Cesena

12

Giovane regista
collabora
con la Rai

Cesena
13
Assemblea
elettiva
per Confcooperative

Gambettola 16

Cultura

I primi passi
della casa
di riposo

I 190 anni
dalla nascita
di Marietta Alboni

19

Opinioni
16
0
2
r
a
c
s
O
,
Cinema
ricone
r
o
M
o
i
n
n
E
a
IL COMPOSITORE ITALIANO ENNIO MORRICONE HA
VINTO LOSCAR COME MIGLIOR COLONNA SONORA
DEL FILM THE HATEFUL EIGHT (FOTO AFP/SIR)

Gioved 3 marzo 2016

A mia moglie Maria


ella Notte degli Oscar, 28 febbraio, a Ennio Morricone andato il
prestigioso riconoscimento del valore artistico della sua opera. Dopo cinque
nomination e un Oscar alla carriera nel 2007, ha ottenuto la statuetta per la
colonna sonora di un film, il western politico di Quentin Tarantino The
Hateful Eight. Applausi interminabili allottantaseienne musicista salito sul palco
accompagnato dal figlio Giovanni.
Buonasera signori ha detto, commosso pi che mai, il maestro ringrazio
lAcademy per il prestigioso riconoscimento. Il mio pensiero va agli altri candidati e
in particolare allo stimato John Williams. Non c musica importante se non c un
grande film che la ispiri, ringrazio quindi Quentin Tarantino per avermi scelto e il
produttore Harvey Weinstein e tutta la troupe del film. Dedico questa musica e

Un valore fuori concorso per il nostro compositore 87enne che


tra i migliori realizzatori di colonne sonore per il cinema.
C qualcosa in pi perch osservando come il maestro ha
trasmesso e trasmette il suo messaggio con la musica, si pu
aggiungere che grande non solo chi raggiunge eccezionali e
meritate visibilit mediatiche.
Sono grandi un marito e una moglie che al loro amore danno la
freschezza e il profumo del pane sfornato ogni giorno. Un pane
spezzato per i figli e con quanti incontrano.

A margine delludienza a Confindustria

Il Papa: Trovarsi e fare insieme


Una rivoluzione di prospettiva
iportato integralmente dal quotidiano
Avvenire di domenica 28 febbraio, ho letto con
attenzione il discorso che papa Francesco ha
pronunciato la mattina del giorno prima ai
settemila aderenti a Confindustria che con le loro
famiglie si sono ritrovati nella sala Nervi, adiacente alla
basilica di San Pietro.
Quasi una convocazione giubilare che intende
riorientare (conversione?) il mondo della economia,
sottraendolo alle logiche perverse che attribuiscono un
valore assoluto al mercato e alle ingordigie del profitto
fine a se stesso. Logiche che hanno attivato quella crisi
devastante che ancora incombe sugli orizzonti del
pianeta. Un discorso con lo stile colloquiale cos proprio
di papa Francesco, che intende prospettare una
rivoluzione radicale del modo di vivere le responsabilit
del fare impresa realizzandola e progettandola come
fare insieme. Un fare che coinvolge, non fittiziamente,
tutte le componenti dellazienda che non possono
prescindere dallobiettivo del bene comune ben definito
e regolato dalla Carta Costituzionale, da una coerente
legislazione e da una azione di Governo, sapientemente
tallonata dalle opposizioni e stimolata con intelligenza
dalle organizzazioni sindacali. Nel saluto il presidente
Giorgio Squinzi ha sottolineato come dietro la crisi
finanziaria che ha poi travolto le componenti
delleconomia c una profonda crisi antropologica.
Il Papa ha ripercorso i capisaldi del suo magistero
sociale, dalla Evangelii gaudium alla enciclica
Laudato s pi che filippiche di condanna, accenti di
incoraggiamento: Voi avete una nobile vocazione
orientata a produrre ricchezza e a migliorare il mondo
per tutti, e siete chiamati a essere costruttori del bene
comune e artefici di un nuovo umanesimo del lavoro. Il
bene comune sia la bussola che orienta lattivit
produttiva, perch cresca uneconomia di tutti e per
tutti, che non sia insensibile allo sguardo dei bisognosi,
rifiutando categoricamente che la dignit della persona
sia calpestata in nome di esigenze produttive che

IL POST-IT DELLA SETTIMANA


di Emanuela Campanile

Quel Lazzaro con i suoi bisogni e le sue


miserie era proprio il Signore che bussava
alla porta perch il ricco aprisse il cuore e
la misericordia potesse entrare. Ma no, lui
non vedeva: per lui oltre la porta non cera
niente.
Papa Francesco,
omelia della Messa del mattino a Casa Santa Marta
(25 febbraio 2016)

mascherano miopie individualistiche, tristi egoismi e sete di guadagno.


Il mondo del lavoro chiamato a fare passi coraggiosi perch trovarsi e fare
insieme non sia solo uno slogan, ma un programma per il presente e per il
futuro, in un orizzonte globale che sia animato e vissuto nel segno della
solidariet. Una solidariet tra i popoli, una solidariet che sospinge a vivere
responsabilmente il nostro essere custodi del Creato. Una rivoluzione di
prospettive per il mondo del lavoro, per le realt concrete della impresa, ma
ancor pi unattenzione reale, non inficiata da false ideologie, allemergenza
educativa, aiutando le nuove generazioni a riscoprire il lavoro come una
componente costitutiva della persona e delle relazioni con cui essa
chiamata a costruire una citt a misura duomo. Nessuno pu tirarsi
indietro! Tutti! La famiglia, la scuola, la comunit cristiana con le sue realt
associative. Come non ricordare con riconoscenza lopera educativa dei
Salesiani di San Giovanni Bosco, qui a Cesena lopera del canonico Giuseppe
Lugaresi.
Emarginando con la forza della ragione quanti sono determinati a proseguire
in questa deriva che conduce al baratro del fallimento o comunque a quella
esplosione della collera dei poveri di cui ha scritto profeticamente papa
Paolo VI nella enciclica Populorum progressio.
Piero Altieri

questa vittoria a mia moglie Maria.


Lultima frase, la dedica del premio alla
donna che lo accompagna da sessantanni
nella vita, prende un volo, forse
imprevedibile, ma certamente altissimo.
Dedico questa musica e questa vittoria a
mia moglie Maria .
In mezzo alle mille parole, alle mille luci, ai
mille suoni questa la chiave che consente
di cogliere la bellezza interiore di un uomo
dalla quale scaturisce ogni altra bellezza,
compresa quella artistica. Mentre nei tessuti
della famiglia e dellamore per sempre tra
un uomo e una donna si colgono strappi e
lacerazioni ecco, con estrema semplicit e
senza la minima pretesa di giudizio, un
messaggio che attraversa i sentimenti per
volare verso linfinito della vita, verso il
mistero della vita.
La musica, in questo volo, spesso
maestra e compagna.
Scrivono infatti su un sito gli ammiratori di
Morricone: la musica che ha fatto
trovare Ennio e Maria che hanno sempre
preferito Roma ad altre citt. Qui sono
sempre tornati con i loro quattro figli:
Marco, Alessandra, Andrea e Giovanni.
Maria Travia stata musa ispiratrice dei
temi del Maestro ma soprattutto autrice.
Sessantanni insieme, Ennio e Maria.
Si capisce allora la profondit di quella
dedica del premio: va ben oltre il dire che
dietro ogni grande uomo c una grande
donna, oppure lesatto contrario.
Nelle parole di Morricone si pu leggere
che accanto a ogni grande uomo c una
grande donna e accanto a ogni grande
donna c un grande uomo.
C qualcosa in pi perch osservando
come il maestro ha trasmesso e trasmette
il suo messaggio con la musica, si pu
aggiungere che grande non solo chi
raggiunge eccezionali e meritate visibilit
mediatiche.
C una grandezza che appartiene alla
vita quotidiana ed fatta di valori, di ideali
vissuti nella fatica e nella speranza.
Sono grandi un marito e una moglie che
al loro amore danno la freschezza e il
profumo del pane sfornato ogni giorno.
Un pane spezzato per i figli e con quanti
incontrano.
Dedico questa musica e questa vittoria a
Maria. Non c retorica, non c
moralismo: molto bello che sia cos
perch con ancor pi intensit viene
comunicato un messaggio di libert e di
responsabilit. Un messaggio che parla
della bellezza di un film, cio della vita,
che cresce e fa crescere quando
accompagnato dalla bellezza di una
musica, cio del pensiero. Entrambi, vita e
pensiero, attraversano il tempo e, senza
nulla togliere, superano la cronaca.
Come stato, nella Notte degli Oscar, per
Ennio Morricone, anzi per Ennio
Morricone e Maria Travia Morricone.
Come stato ed per altri che, come loro,
hanno scritto e scrivono una musica che
attraversa e va oltre il tempo.
Paolo Bustaffa

Primo piano

Gioved 3 marzo 2016

Avevamo programmato questo


Primo piano da tempo. Di adozione ci siamo occupati ancora, lasciando spazio sempre a esperienze di coppie che si sono aperte, in una maniera del tutto particolare, alla vita. Lo facciamo anche in questo caso. E continueremo anche nelle prossime
settimane, con altre storie. Il caso
ha voluto che questo nostro approfondimento arrivasse nei giorni in cui si fa un gran parlare della
legge sulle unioni civili e di step-

Famiglia

| Vita accolta e vita pretesa


child adoption, un termine inglese che rimane oscuro ai pi. A tutto questo si aggiunta luned
scorso la notizia della nascita del
figlio, che figlio suo non , di Nichi Vendola, il presidente del partito Sinistra ecologia e libert, gi
governatore della regione Puglia.
Chiunque pu vedere come i casi
siano diversi e come stridano tra

di Francesco Zanotti

loro. Da una parte ci sono mariti e


mogli che hanno accolto un figlio
come un dono, senza pretese,
senza selezione, senza cataloghi.
Dallaltra si mettono in campo i
diritti dei pi forti, di chi ha possibilit economiche, di chi aggira la
legge italiana, di chi pu facilmente muoversi in ogni continente in cerca della disperazione

di madri donatrici di ovuli e di altre che affittano il proprio corpo


(come si chiama questa pratica
con cui si vende il proprio corpo?)
Non una questione cattolica, lo
abbiamo scritto anche qualche
settimana fa dando spazio alla
protesta delle femministe e delle
lesbiche francesi . Qui si tratta di

umanit. Punto. Il resto fa parte


di una retorica mistificatrice della
realt e infarcita di buonismo,
frutto di un delirio di onnipotenza. Io sono il pi forte e gli altri si
piegano a me, il pensiero non
espresso. Avanti di questo passo,
molti si chiedono, dove andremo
a finire? Le due testimonianze in
pagina ci aiutano a tornare alla
realt e alla bellezza, e anche alle
difficolt, del percorso di adozione. Da leggere dun fiato, quasi
senza commentare.

Essere genitori adottivi non un percorso facile, ma anche essere figli adottivi
non lo . La testimonianza di una coppia cesenate volata fino in Brasile

Una bimba accoglie nuovi genitori


Intense emozioni su due fronti

a dove partire? Questi due anni


insieme a Steffany sono stati i pi
intensi della nostra vita recente. Ci
cos entrata nel cuore, nella pelle, nelle
ossa, che davvero non riusciamo proprio pi a
pensarci senza di lei. Eppure, ogni giorno ci
rendiamo conto che non ci appartiene, ma
ringraziamo Dio per questo dono grandissimo
che ci ha affidato.
Accogliere una bimba forse storia nota. A me
piacerebbe raccontarvi come una bimba possa
accogliere dei nuovi genitori. E stata infatti la
mia prima preoccupazione quando, in un
freddo pomeriggio di dicembre, ci
comunicarono labbinamento. Ricordo che
non volli vederla in foto, nonostante la
curiosit. Volevo dirle di s comunque, come
succede ai genitori naturali che scoprono il viso
del figlio solo dopo il parto. Speriamo di
piacerle... - dissi a mio marito - Noi siamo in
due e invece lei da sola... E se non le
piacciamo?
Chiss cosa sar passato nella testa a Steffy
quando, in un anonimo corridoio di un
tribunale di San Paolo, ha visto arrivare questi
due sconosciuti, tra laltro in ritardo di due ore
per un disguido con lavvocato, e si avvicinata
a noi chiamandoci mamma e pap... Mamma
a chi? - ho pensato io -. Mi hai vista solo in
foto, ancora tutto da costruire... Eppure, in
quel preciso istante, credo di aver provato
quello che ogni mamma sente nel cuore
quando le mostrano per la prima volta il frutto
delle fatiche del parto. La nostra gestazione
durata diversi anni. Poi ci siamo trovati
catapultati in un taglio cesareo senza preavviso.
Un oceano di paure e di ansie, il timore di non
essere allaltezza, di dover ridiscutere equilibri
ormai assodati, di dover affrontare un ignoto
spaventoso. Ma quel primo timido abbraccio,
quella parola pronunciata proprio a me, quello
sguardo impaurito hanno fatto chiarezza

vita, desiderosa di assaporare in


pienezza ogni cosa. Ha un carattere
stupendo, che le impedisce di tenere il
muso per pi di cinque minuti e che la
sprona ad affrontare con tenacia ogni
difficolt, senza arrendersi mai. Del
resto, una specie di sopravvissuta e ha
suo malgrado - gi imparato a rialzarsi
da sola, quando cade, senza mai
piangersi addosso. Come quando ha
deciso che avrebbe imparato ad andare
in bicicletta da sola: sar rovinata a terra
cento volte, ma non ha mai accettato un
aiuto...

immediata su tutta la nebbia che avevo


nel cuore. E, come dico sempre,
proprio in fondo al cuore che Dio
nasconde il Vero. E custodito nel nucleo
pi sicuro dellanimo. Noi lo sentiamo,
capiamo che c, anche se spesso
tendiamo a soffocarlo, soprattutto
quando scomodo o disturba. Sta a noi
tuttavia farlo emergere, abbandonandoci
alla carezza di Dio che si manifesta nei
gesti pi concreti che possiamo
immaginare. Cos, davanti a quegli
occhioni pieni di speranza e di paura,
non ho pi avuto dubbi: Steffany era un
dono immenso da accogliere e da
custodire con cura.
Devo dire che da quel momento questa
certezza si consolidata continuamente.
Davvero Steffy una bimba
meravigliosamente solare, divertente,
curiosa, socievolissima e strapiena di

campag
abbona na
menti

2016

Naturalmente accanto al nostro


cammino di acquisizione della
genitorialit c stato in parallelo tutto il
suo percorso di accettazione della nuova
situazione. Io, al suo posto, sarei stata
terrorizzata: lasciare tutto per partire con
due sconosciuti... Anche se vero che
forse il suo tutto era troppo pieno di
amarezze e di dolore, al punto che in
Brasile, qualche giorno prima di
rientrare in Italia, si era infilata in una
valigia per paura che non la prendessimo
con noi. Certo, inizialmente siamo stati il
suo lasciapassare per fuggire da una
brutta situazione, poi arrivato il lavoro
duro di ridefinizione dellidentit, che
passato anche attraverso la fatica di
apprendere una nuova lingua. Mamma,
alla sera ho la testa che mi scoppia mi
diceva, soprattutto nei primi mesi non
ci stanno tutte queste parole nuove...
Litaliano da apprendere, le tante
persone da conoscere, i gusti e i sapori
differenti da assimilare, gli orari e i ritmi
diversi a cui abituarsi: questo stato
forse il suo sforzo pi evidente, almeno
in superficie. Tuttavia non possiamo
conoscere la sua vera fatica emotiva, la
lotta interiore col suo vissuto affiorante,

ma quasi mai espresso, la tensione e la


rabbia che si sono sempre nascoste
dietro alla sua esuberante vivacit.
Essere genitori adottivi non un
percorso facile, ma anche essere figli
adottivi non lo .
Siamo sempre in cammino, perch la
strada lunga e c ancora tanto da fare.
Tuttavia ogni tanto mi piace sostare un
attimo, voltarmi indietro, e assaporare il
gusto dei passi percorsi. Tutte le fatiche,
le stanchezze, le difficolt, che
comunque ci sono, perdono peso e si
sfumano di fronte alle migliaia di cose
belle che Steffy ci ha regalato. E
innegabile, il percorso non nasconde
insidie, ma sono convinta che ogni scelta
impegnativa e ogni risposta a un destino
non scelto (come la sterilit, o una
malattia, o un lutto), possa apparire
insormontabile se vista dai piedi della
montagna che ci si appresta a scalare. Se
invece ci si accontenta di preoccuparsi
solo del singolo passo, si riesce a
concentrarsi sul paesaggio e sui
compagni di viaggio, camminando senza
accorgersene e giungendo alla cima.
A quanti ci dicono che siamo stati bravi
rispondo immediatamente che noi non
abbiamo fatto proprio nulla, se non
andarla a prendere in Brasile. In realt
lei che ha fatto tantissimo, e che col suo
disarmante sorriso e con la sua allegria
ha sconvolto positivamente le nostre vite,
scuotendoci dal torpore e invitandoci a
gustare davvero ogni momento. Sono
solo due anni che Steffy con noi e non
possiamo sapere cosa ci riserver il
futuro: noi ci sentiamo di accompagnarla
per il tratto di strada che il Signore ci
doner. Ma una cosa certa: la nostra
vita ora con lei e siamo felicissimi di
questo. Non torneremmo mai indietro
perch parte di noi e il nostro cuore
batte per lei. Steffy ci ha riempito
lesistenza! Il caso non esiste, soprattutto
in queste cose cos grandi: se abbiamo
aspettato tanto per diventare genitori,
forse stato perch dovevamo incontrare
proprio lei!
Chiara e Luca

Settimanale dinformazione
fondato nel 1911
COME ABBONARSI:

Per tutti
gli abbonati,
ledizione digitale
(App)
per poter sfogliare
il settimanale
su smartphone
e tablet

- Utilizzando il bollettino di C.C.P. n. 14191472, intestato a Corriere Cesenate,


via del Seminario 85, Cesena
- Al Centro Pastorale di Palazzo Ghini, corso Sozzi 39, Cesena
- Presso la redazione del Corriere Cesenate in via del Seminario 85, Cesena
- Alla libreria San Giovanni, piazzetta Isei 13, Cesena
- Con bonifico bancario. Beneficiario: Corriere Cesenate.
Banca: Cassa di Risparmio di Cesena, sede. Iban: IT32Y 06120 23901 CC0010021712

QUOTE ABBONAMENTO:
- Ordinario: 48 euro - Sostenitore: 70 euro - Amico: 100 euro - Estero: 80 euro

Una voce locale con lo sguardo globale


Cronaca, attualit, vita della Chiesa, cultura, opinioni, solidariet, sport con lunico settimanale dinformazione del territorio. Ogni gioved direttamente a casa

Per informazioni: redazione e amministrazione, tel. 0547 300258, fax 0547 328812, via del Seminario, 85, Cesena, redazione@corrierecesenate.it

Primo piano

Gioved 3 marzo 2016

A colloquio con una coppia di Cesena che ha adottato due bambini, il secondo dopo due anni
di affido. Tante le soddisfazioni, ma non sono mancati momenti di difficolt

Affido e adozione, gioie e fatiche


Barbara Baronio

siamo tornati in tribunale e


davanti al giudice abbiamo
fatto presente la situazione
osservata in casa e visto che
gi erano passati i due anni
richiesti, abbiamo sollecitato
il giudice a prendere una
decisione (positiva o
negativa che fosse) per il
bene del bambino. Ottenuto
il tacito consenso dei nonni,
il giudice ha dichiarato
ladottabilit di Paolo che
diventato a tutti gli effetti
figlio nostro".
"Entrambi i nostri figli prosegue Elena - hanno
saputo subito di essere stati
adottati. Il pi grande non
parla quasi mai
delladozione, mentre il
piccolo dice di avere tre
mamme: quella che lha fatto
nascere, io e la Madonna.
Rispetto a questo - continua
- come madre io non vado in
crisi. Loro sono i miei figli e
io sono la loro mamma e il
bene che ho voluto e voglio,

anno deciso di
aprirsi
allaccoglienza di un
figlio. I loro 9 mesi di
attesa sono durati quasi due
anni. Hanno aspettato il loro
bambino, come una
qualsiasi coppia, senza dare
alcuna preferenza, senza
diagnosi prenatale
guardando al mistero della
vita che inaspettatamente
arriva. Hanno pazientato. Ci
hanno creduto e hanno
sperato nella possibilit di
essere genitori senza
avanzare richieste, senza
imporre pretese e
soprattutto aperti ad
accogliere il lui o la lei che
sarebbero arrivati.
E poi dopo mesi di attesa e di
domande ai diversi tribunali
italiani giunto quello che
oggi il loro ragazzo pi
grande, Davide.
Ecco la storia di Elena e Luca
(i nomi sono di fantasia per
ragioni di riservatezza)
genitori adottivi. Sono di
Cesena. "Ricordo benissimo
quando il giudice ci ha
convocati - racconta Elena -.
Noi eravamo gi stai
dichiarati idonei alla
genitorialit con un percorso
impegnativo di diversi mesi,
ma eravamo convinti che si
trattasse di un ennesimo
colloquio di verifica. E
invece, quando ci siamo
trovati di fronte al giudice,
lui ci ha dato lannuncio che
Davide, nostro figlio, ci stava
aspettando. Lemozione di
quei momenti non la
dimenticher mai."
Davide nato grazie a un
parto anonimo avvenuto in
una struttura ospedaliera
italiana. La legge italiana,
infatti, aiuta chi non vuole o
non pu tenere il figlio a
partorire in anonimato,
contribuendo cos a salvare
due vite, quella di Davide e
quella della mamma . Essa,
consapevole di non poterlo

Foto darchivio centropsicologiaclinica.org

crescere, ha scelto la vita e ha


voluto offrire un futuro al
piccolo.
"Ricevuta la notizia ci siamo
letteralmente catapultati l
dove Davide era ospitato e l,
per cinque giorni
consecutivi, siamo tornati
per essere informati di tutto.
Dal come lo si cambia, dal
come fargli il bagnetto e
come fare con il biberon. E
cos iniziata la nostra
nuova vita".
Come tutti coloro che
diventano genitori, i due
coniugi hanno imparato a
esserlo e a fare i conti con un
neonato di poche settimane.
Hanno scoperto le loro
fragilit e hanno visto
crescere il loro Davide fino a
quando, dopo qualche anno,
hanno deciso di riaprirsi
allaccoglienza di un altro
bimbo.
"Questa volta le cose sono
state totalmente diverse.

Paolo entrato nella nostra


famiglia quando aveva poco
pi di un anno. Era in una
condizione di "adottabilit a
rischio", ossia il giudice ci
chiedeva di tenerlo in affido
temporaneo, riservandosi,
dopo il periodo massimo di
due anni, di dichiararne o
meno ladottabilit.
Nellottica di tutela del
minore, si richiedeva a noi
adulti la fatica di lasciare
rientrare il bambino, in caso
di non adottabilit, per
togliere al minore la
difficolt di fare un doppio
passaggio prima con la
famiglia affidataria e poi con
la famiglia adottiva, in caso
di adottabilit.
I due sposi in questo caso
avevano deciso di fare la
richiesta di una nuova
adozione aprendosi anche
allaccoglienza di bambini e
ragazzi la cui situazione
giuridica non era ancora

definitiva. E cos hanno


accolto Paolo. Lhanno
guardato subito come figlio.
Non sono mai stati cauti
nellamarlo e lui allo stesso
modo si fatto amare e li ha
voluti.
"Lesperienza dellaffido
stata per tutti noi molto
forte. Non abbiamo mai
forzato la mano, affinch
Paolo potesse entrare a tutti
gli effetti nella nostra
famiglia. Per - ammettono i
coniugi - un giorno a tavola
il pi grande ha detto molto
candidamente al piccolo "Tu
non sei di nessuno". Questa
affermazione, compiuta
nellingenuit della
fanciullezza, ci ha fatto
comprendere come la
condizione dellaffido, se
protratta ancora per lungo
tempo, in questo specifico
caso, avrebbe rimarcato una
condizione indefinita nella
vita del nostro Paolo. Cos

"I nostri figli


pur nellamore
che provano per noi
percepiscono
un "gap" nella
loro origine"
rimarr , ma credo che
questo strappo alla nascita
per loro sia incancellabile. I
nostri figli pur nellamore
che provano per noi
percepiscono un "gap" nella
loro origine. Noi lo
compensiamo solo in parte,
facendo loro compagnia
rispetto a questa fatica.
Lungo il percorso
adolescenziale, anche per
noi, lessere padre e madre
stato messo a dura prova, ma
sicuramente compensato nel
vedere le prime albe
dellUomo che in loro".

in collaborazione con

Vita della Diocesi

Gioved 3 marzo 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Adorazione Eucaristica: 24 ore per il Signore


Al Santuario del Suffragio, dalla sera di venerd 4 marzo
Assume un carattere particolare, in questo anno giubilare
della Misericordia, liniziativa 24 ore per il Signore voluta da
papa Francesco nel venerd che precede la quarta domenica
di Quaresima.
Venerd 4 marzo alle 22,30 il vescovo Douglas Regattieri celebrer la Messa presso il Santuario di Santa Maria del
Suffragio, a Cesena, cui seguir ladorazione eucaristica durante la quale sar
possibile accostarsi al sacramento della Penitenza. Nella
giornata di sabato 5 marzo,
la preghiera sar interrotta
solo dalla Messa delle 9 e si protrarr nel pomeriggio. Alle
17,30 la celebrazione eucaristica festiva vespertina. I responsabili del Servizio diocesano di Animazione spirituale invitano
in particolare i giovani delle parrocchie e delle aggregazioni
laicali a partecipare a questa iniziativa prolungata di preghiera
e celebrazione penitenziale.

Amministratori e politici in ritiro


alla Basilica del Monte, a Cesena
Domenica 6 marzo alle 8,30, insieme al vescovo Douglas
Nella sala convegni Pio VII (ex falegnameria) del monastero di
Santa Maria del Monte, a Cesena, si terr lannuale incontro di riflessione promosso dalla Commissione diocesana Gaudium et
Spes e rivolto in particolar modo a tutti gli operatori impegnati in
campo sociale e politico.
Relatore dellincontro sar il vescovo monsignor Douglas Regattieri,
delegato allultimo Convegno ecclesiale nazionale di Firenze.
Alle ore 8,30 ritrovo e introduzione sul tema Una Chiesa in uscita
per abitare le nostre citt. Le vie verso lumanit nuova.
Alle 11 Messa in Basilica.
Tra i compiti principali della Gaudium et Spes, lanimazione secondo lo spirito e gli orientamenti della Dottrina Sociale della
Chiesa.

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Convertirsi significa cambiare sguardo su se stessi, su Dio e gli altri
Domenica 6 marzo
Quarta Domenica di Quaresima - Anno C
Gs 5,9a.10-12; Sal 33; 2Cor 5,17-21;
Lc 15,1-3.11-32

ella quarta domenica di Quaresima


ascoltiamo il brano del Vangelo che riporta
la parabola del figlio prodigo. Questo
racconto stato ritenuto uno dei pi belli di tutta
la Scrittura. Qualcuno ha anche affermato che, se
tutto il Nuovo Testamento andasse perduto
eccetto questa pagina, potremmo comunque
comprendere che cos il Cristianesimo.
La parabola ha tre protagonisti: il padre e due
figli. C innanzitutto il figlio prodigo, il figlio
minore, che la figura meglio tratteggiata in tutto
il racconto. Vuole andare via da casa per sentirsi
libero. Fin da subito notiamo la bont del padre
che asseconda il desiderio del figlio e lo lascia
andare per la sua strada. Tuttavia non cessa di
amarlo, continua ad attenderlo e al ritorno gioisce
profondamente con tutti, compreso il fratello
maggiore. Il tema centrale della parabola chiaro:
l'amore del padre. Non gli interessa che il figlio
abbia sperperato il patrimonio lontano da casa,
ma soffre per la lontananza e vive nellattesa che
ritorni. In realt il figlio non ha dilapidato solo il
suo patrimonio ma, soprattutto, la sua natura, se
stesso. E quando il giovane si ripresenta a casa,
riconoscendosi peccatore, il padre non gli lascia
neanche il tempo di parlare perch deve
abbracciarlo. questo il vero volto di Dio che
Ges ci ha mostrato e che la Chiesa chiamata a
far risplendere. Latteggiamento del padre che
abbraccia il figlio la misericordia ed la carta di

identit del nostro Dio, come ha affermato


papa Francesco nel recente libro intervista
dal titolo Il nome di Dio Misericordia. E
la Chiesa esiste proprio per permettere
questo incontro con lamore del Padre. Che
idea di Dio presente nella nostra societ?
la domanda che sorge immediatamente e
rincresce osservare fatti, anche nella nostra
citt, in cui il cristianesimo oggetto di
divisioni proprio per unerrata idea di Dio.
C' un terzo personaggio nella parabola, il
figlio maggiore che, anzich condividere la
gioia del padre, prova invidia per il fratello.
rimasto a casa, si sente giusto, ma non si
sente grato e premiato per il fatto di esserci
sempre stato. La figura del fratello
maggiore ricorda a noi che non ci
comportiamo veramente da figli se non
proviamo gli stessi sentimenti del padre.
Quante volte ci rispecchiamo nei due
fratelli! La parabola ascoltata ci invita
nuovamente, in questo tempo di
Quaresima, alla conversione. Convertirsi
cambiare sguardo su se stessi, ritornare in
s, cambiare sguardo su Dio, Padre che ci
attende e ci abbraccia, cambiare sguardo
sugli altri, nostri fratelli. La conversione il
ritorno a casa. Solo sperimentando il
perdono, riconoscendosi amati di un
amore gratuito, pi grande della nostra
miseria, ma anche della nostra giustizia,
entriamo finalmente in un rapporto
veramente filiale e libero con Dio
(Benedetto XVI, Angelus, 14 marzo 2010).
Marco Castagnoli

La Parola
di ogni giorno
luned 7 marzo
sante Perpetua
e Felicita
Is 65,17-21; Sal 29;
Gv 4,43-54
marted 8
san Giovanni
di Dio
Ez 47,1-9.12;
Sal 45; Gv 5,1-16
mercoled 9
santa Francesca
Romana
Is 49,8-15;
Sal 144;
Gv 5,17-30
gioved 10
san Simplicio papa
Es 32,7-14; Sal
105; Gv 5,31-47
venerd 11
san Costantino
Sap 2,1a.12-22;
Sal 33; Gv 7,12.10.25-30
sabato 12
san Massimiliano
Ger 11,18-20; Sal 7;
Gv 7,40-53

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della
Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza, SantEgidio
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
San Bartolo
19.00 Ponte Pietra, Tipano
20.00 San Giovanni Bono,
San Pio X,
Torre del Moro, Gattolino
20.30 Villachiaviche

Sabato
e vigilie
15.00 Cappella cimitero Cesena,
Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
17.00 Cappella
ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
San Vittore
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, SantEgidio,
Madonna delle Rose,
Villachiaviche, San Rocco,
Case Finali, Diegaro,
Torre del Moro, Borello,
San Mauro in Valle,
San Giorgio
18.30 Convento Cappuccini,
San Pietro, Bulgarn,
Santa Maria della Sper.
19.00 Ponte Pietra, Tipano
20.00 San Giovanni Bono,

San Pio X, Bulgaria,


Ruffio, Pioppa,
Pievesestina,
Calisese,
Gattolino, Ronta

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
SantEgidio,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
11.00 Santuario Addolorata,

11.10
11.15
11.30

12.30
15.00
17.00
18.00
18.30
19.00

Basilica del Monte,


Osservanza,
San Domenico, Santo
Stefano, San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio, San Giorgio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, Madonna del
Fuoco, San Mauro in
Valle, San Demetrio,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
Torre del Moro
Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
Cattedrale, San Rocco,
Istituto Lugaresi,
San Pietro, San Pio X,
Case Finali, Santa Maria
della Speranza
Torre del Moro (in inglese,
comunit nigeriani)
Cappella del cimitero
Cappella dellospedale
Bufalini
Cattedrale,
San Domenico, Osservanza
San Pietro, Cappuccini
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)

Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina;
16,30 San Giuseppe;
17,30 Conv. Cappuccini,
Santa Maria Goretti,
Boschetto;
18 San Giacomo;
20 Sala;
Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
8,30 Sala;
9 Cappuccini;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta, Villamarina;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10/ 11,15 / 17.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11,15 / 17
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta; 20 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30;
San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Sarsina
Concattedrale: 7,30 / 9
/ 11 / 17; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica); Balze (chiesa
parrocchiale): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16; Alfero: 17
(sab.); 11,15; Pereto: 10;
Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 80 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 8 del 25 febbraio 2016: 8.030 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 1 marzo 2016

Vita della Diocesi

Unitalsi, gazebi informativi


nella Giornata nazionale

delle Sottosezioni
di tutta Italia.
Nel comprensorio
cesenate saranno
allestiti gazebo in
piazza Duomo a
Cesena e domenica
6 marzo in varie
parrocchie, mentre
domenica 20 marzo sar presente
presso la Concattedrale di Sarsina una
postazione di volontari del gruppo
sarsinate.

abato 5 e domenica 6 marz lUnitalsi (Unione


S
italiana trasporto ammalati a Lourdes e ai
Santuari internazionali) vive la sua 15esima
Giornata nazionale che vedr la presenza dei suoi
volontari in migliaia di piazze italiane per far
conoscere lassociazione e offrire piantine di ulivo e
bottiglie di olio, al ne di sostenere le attivit di
aiuto ai disabili in cui sono impegnati gli aderenti

Partenza alle 7 di venerd 4 marzo dal Duomo di Cesena e ritorno la mattina dopo

Ottanta chilometri a piedi


attraverso le Porte Sante
di Cesena-Sarsina

tutto pronto per la 24 ore non


stop sui luoghi santi diocesani del
Giubileo della Misericordia. La
partenza prevista venerd 4 marzo,
alle 7 davanti alla Cattedrale, a Cesena
, in piazza Giovanni Paolo II. Il vescovo
Douglas impartir la benedizione ai
partecipanti che si dirigeranno verso la
basilica di Santa Maria del Monte. Di l
proseguiranno per il santuario del
Santissimo Crocifisso di Longiano. Poi
scendendo verso Castiglione di
Roncofreddo e su per Santa Paola, il
Farneto, Santa Maria Riopetra, solo per
citare alcune delle numerose localit
che verranno toccate dai pellegrini che
decideranno di affrontare la sfida.
Una volta a Mercato Saraceno, lungo
un sentiero interno ci si porter verso
Sarsina dove alla 20,30 in programma
la celebrazione della Messa nella
Concattedrale in cui . Dopo i primi 42
chilometri, nella citt plautina la sosta
sar pi lunga, per riprendere fiato e
forze in vista della tappa finale, la
Sarsina-Cesena, 38 chilometri tutti sul
Cammino di San Vicinio.
Il promotore delliniziativa, Gilberto

abbigliamento adeguato, scarponcini


ai piedi e mantella antipioggia.
Ricordano anche che chi vuole pu
aggiungersi anche per brevi tratti,
nella massima libert di ciascuno. Il
rientro previsto per le 7 di sabato 5
marzo, sempre davanti al duomo di
Cesena. Ad accoglierli, come in avvio
di percorso, ci sar ancora il vescovo
Douglas.
Alla partenza da Cesena ci sar una
troupe di Tv2000 (canale 28 del digitale
terrestre) che nel tragitto tra il Monte e
Longiano si collegher in diretta con i
camminatori.

Gara canora, vince larte


dei ragazzi di Gambettola-Bulgarn

In breve
Vescovo Lanfranchi
Il libretto per gli abbonati
A un anno dalla morte
avvenuta il 17 febbraio
2015, stato pubblicato
un libretto con il ritratto
del vescovo Antonio. Per
gli abbonati al Corriere
Cesenate, il libretto
ora disponibile presso la
redazione (via del
Seminario 85, Cesena),
la libreria San
Giovanni (piazzetta
Isei, Cesena) e presso il Centro pastorale di
Palazzo Ghini (corso Sozzi, Cesena). Si tratta di 48
pagine curate da Lucia Romiti e nate dalla
collaborazione tra il settimanale della diocesi di
Piacenza-Bobbio e il nostro.

Il corpo racconta il titolo del corso rivolto a


mamme e glie alle soglie dello sviluppo sessuale.
Il corso promosso dal Consultorio per la famiglia
Don Adolfo Giorgini e si terr sabato 5 e 12 marzo,
dalle 15 alle 18, nella sede del Consultorio, in via
Canonico Lugaresi 202, a Cesena.
Il corso un approccio pedagogico, ludico e
interattivo, un modo per scoprire se stessi partendo
dal corpo e dai suoi messaggi. Guider gli incontri
la dottoressa Cinzia Bagnoli, medico ginecologo,
animatrice di corsi di educazione sessuale.
Per iscrizioni e informazioni: tel. 0547 333300,
333 3732518.

Azione Cattolica, in scena al Carisport la 20esima edizione

randissimo successo per la 20esima gara canora di Azione Cattolica andata in


scena domenica 28 febbraio al teatro
Carisport di Cesena. Davvero tante le sorprese che hanno arricchito il pomeriggio, dalla
presentazione delle attivit estive per i giovani/giovanissimi, a una performance sensazionale della Presidenza Ac.
Le undici parrocchie in gara si sono date battaglia allultima nota con performance a dir
poco strepitose, degne dei migliori palcoscenici italiani. Il tutto partendo dal tema dellanno, quel Servire regnare che sembra
proprio aver lasciato il segno nelle menti e nei
cuori.
Dopo una competizione serrata, ricchissima
di emozioni e colpi di scena, ha prevalso lUnit pastorale formata da Gambettola/Bulgarn

Consultorio per la famiglia


Corso per mamma-figlia

Promotore delliniziativa
Gilberto Graffieti.
Parteciperanno, tra gli altri,
diversi camminatori esperti
del gruppo
Mamo camminando

Graffieti (cell. 333.9914258)


assieme agli amici della Mamo
camminando, ha pensato anche a una
sorta di credenziale, sul tipo di quella
proposta dai cammini pi illustri,
come quello di Santiago de
Compostela. Si tratta di una cartolina
che verr consegnata a ogni
partecipante, una specie di carta di
identit del pellegrino. In ognuno dei
quattro luoghi santi ci sar
lopportunit di raccogliere il timbro
del posto. Un ricordo e una
testimonianza al tempo stesso.
Gli organizzatori raccomandano un

Gioved 3 marzo 2016

con la sempreverde I will follow him tratta


dal musical Sister Act. Una prestazione davvero corale che ha ottenuto punteggi altissimi in tutte e quattro le categorie di voto.
Una menzione particolare anche per le altre
parrocchie premiate: San Pietro quale miglior
interpretazione canora con la canzone Hey
Soul sister; San Vittore/Pievesestina per la
miglior scenografia sulle note di Io ti aspetto;
Case Finali per le migliori coreografie che accompagnavano la canzone A modo tuo; e infine, dopo il successo dello scorso anno, Zona
Mare si aggiudicata il premio per la miglior
inerenza al tema con Servir-Roar, una rivisitazione della hit di Katy Perry che ha spopolato nellestate 2013. Completavano la griglia dei
partecipanti le parrocchie di Martorano, San-

tEgidio, Santo Stefano, San Pio X, San Paolo, Villachiaviche/San Giorgio.


Una giornata unica e indimenticabile resa
possibile grazie allimpegno di tanti volontari e allaiuto di alcuni sponsor quali Sport
Center, Pizzeria La Stalla e Supermercato
Economy. Una manifestazione che nonostante il passare degli anni non invecchia e
che ricorda a tutti come ci siano tanti giovani che hanno voglia di mettersi in gioco
nel nome di Ges.
Giacomo Battistini
CARISPORT DI CESENA, DOMENICA 28 FEBBRAIO: I PRESENTATORI DELLA GARA CANORA
GIANNI CONFICONI DELLA PARROCCHIA DI SAN
PAOLO E SARA VENTURINI DI GAMBETTOLA.
SOTTO, IL GRUPPONE DI GAMBETTOLA-BULGARN, VINCITORE DELLA 20ESIMA EDIZIONE.

AMPIA FOTOGALLERY SUL SITO


WWW.CORRIERECESENATE.IT
(FOTO
DI JESSICA
MARINO)

Convegno in Seminario
DIACONIA
DELLA CARIT
el pomeriggio di
N
domenica 6 marzo in
Seminario a Cesena (via del
Seminario, 85) si terr il
convegno Diaconia della
carit, promosso da Caritas
di Cesena-Sarsina e Fraternit del diaconato.
Il programma prevede alle 14,45 accoglienza e
alle 15 preghiera dellOra Media. Alle 15,15 il
vescovo Douglas guider la riessione Le
diaconie della carit nelle Zone pastorali; alle
15,45 il diacono Luca Gabbi, direttore della
Caritas di Imola, parler di Diaconia della
carit. Alle 16,30 previsti i lavoro nei gruppi,
per Zone pastorali; alle 17,15 condivisione in
assemblea; preghiera del vespro e conclusione
alle 17,45.

Pellegrinaggi a Longiano
nei venerd di Quaresima
Proseguono i tradizionali pellegrinaggi al Santuario
del Santissimo Crocisso di Longiano nei venerd di
Quaresima. Venerd 4 marzo alle 20,30 monsignor
Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini, presieder la
Messa alla quale sono particolarmente invitati i
fedeli della Zona Savignano sul RubiconeRoncofreddo-Borghi-Sogliano. Venerd 11 marzo
appuntamento al Santuario di Longiano con la
Messa presieduta da monsignor Giorgio Biguzzi,
cesenate, vescovo emerito di Makeni (Sierra Leone).
Alla celebrazione sono particolarmente invitati i
fedeli della Zona del Mare.

Pregare con le mani


Laboratorio artistico
Sabato 12 e domenica 13 marzo, a Modigliana, si
terr il laboratorio spirituale-artistico per giovani
dai 17 ai 30 anni Pregare con le mani, promosso
dalle suore francescane della Sacra Famiglia.
Per info: suor Alessandra, tel. 0547 334709, iaia80@libero.it

Zona Rubicone-Rigossa
pellegrina al Ss. Crocifisso
Giovani e famiglie della Zona pastorale RubiconeRigossa in cammino penitenziale, domenica 6 marzo
alle 14,45, per il tradizionale pellegrinaggio al
Santuario del Santissimo Crocisso di Longiano. Alle
14,30 ritrovo presso il campo sportivo di Crocetta di
Longiano; alle 14,45 partenza e arrivo al Santuario
alle 16,15. Nei locali del convento seguir la
condivisione della merenda. In caso di pioggia,
appuntamento alle 15,30 al Santuario.

Speciale Visita pastorale

Gioved 3 marzo 2016

ZONA PASTORALE DELLE VIE CESENATICO, CERVESE E RAVENNATE - 10 UNIT PASTORALE

SANTEGIDIO
Il vescovo Douglas in parrocchia
i avvia alla conclusione il quarto
anno della visita pastorale del vescovo Douglas impegnato, per le
prossime due settimane, nella parrocchia
di SantEgidio di Cesena.
Il quartiere quello Cervese Sud, 14mila
abitanti dei quali circa 6mila compongono labitato di San Zili. Una sorta di colosso delle parrocchie del cesenate, tra le
quali la pi popolosa. anche la parrocchia centrale tra quella delle Vigne e
di Villachiaviche, sia come posizione e anche perch la prima nata nel secondo
dopoguerra. Risale infatti agli anni 50,
spiega il parroco don Gabriele Foschi che
presta servizio qui dal febbraio del 2010
dopo aver concluso la sua esperienza a
Sarsina in qualit di responsabile del culto di San Vicinio, di esorcista e di parroco
di Quarto. stato anche uno degli artefici
delle celebrazioni per il Millenario della
Basilica Concattedrale plautina nel 2008.
Una parrocchia abitata da gente occupata
nel settore impiegatizio e operaio. Prima
era tutta campagna - continua don Gabriele -. In parte rimasta, ma la zona
ampiamente inurbata. Uno sviluppo urbano e abitativo dovuto anche al fatto che
in poco spazio
ci sono tutti i
servizi di cui si
ha bisogno.
Anche il centro
cittadino facilmente raggiungibile in
pochi minuti,
senza dimenticare la posizione strategica:
SantEgidio
ubicato vicino
alla E45 e alla
Secante, e in
poco tempo si
possono raggiungere centri
come Ravenna, Forl, Rimini. una realt
ambita. Una parrocchia viva e vivace,
grazie anche al lavoro dei parroci che
hanno preceduto don Gabriele: Il primo
parroco, don Adamo Carloni (92 anni,
ndr) ha svolto unattivit instancabile negli anni critici di forte immigrazione anche dal Sud riuscendo ad aggregare le varie provenienze in una comunit omogenea e orgogliosa di vivere lesperienza della fede. Altrettanto prezioso il servizio di
don Pino Zoffoli che ha proseguito lopera
del suo predecessore, aggiornando lattivit e le proposte pastorali.
La chiesa (risalente agli anni 50 e progettata dallo studio Piacentini di Roma) in
principio fu dedicata al Cuore Immacolato di Maria, poi, nel riordino degli anni
80, venne definitivamente intitolata a
SantEgidio, che connota anche la parrocchia stessa. in stile moderno con una
pianta a croce latina e i bracci laterali leggermente abbozzati. Gli ultimi lavori di riqualificazione risalgono allo scorso anno
quando stato rifatto il tetto, rimesso a
norma limpianto elettrico e riorganizzato
il presbiterio secondo le norme liturgiche
del Concilio Vaticano II. La festa parrocchiale ha inizio il primo settembre, giorno
liturgico del Santo Patrono celebrato con
una Messa comunitaria. questo il momento che d il via alle celebrazioni. Si
protraggono fino alla seconda domenica
del mese con momenti particolari come
la festa degli ammalati, la processione con
la Madonna per le vie del paese e si conclude con una festa ludica tra stand gastronomici e attivit varie.
Il lavoro in parrocchia tanto, ma da un
po' di tempo don Gabriele pu contare
anche sullaiuto di tre suore Adoratrici del
Sangue di Cristo (Asc) provenienti dalla
Tanzania. Un arricchimento per la nostra
comunit che si potuto concretizzare
grazie a legami con i Missionari del Preziosissimo Sangue che pi volte siamo andati a visitare proprio in Tanzania. Le

Da domenica 6 marzo fino al 20 marzo


monsignor Douglas Regattieri in Visita pastorale
nella parrocchia di SantEgidio di Cesena.
Monsignor Gabriele Foschi il parroco dal 2010.
Don Filippo Cappelli il vicario parrocchiale dal 2014

CHIESA PARROCCHIALE DI SANTEGIDIO (IN VIA CHIESA DI SANTEGIDIO, 110, CESENA). NELLA
FOTO (DI TERZO FOSCHI) LA CELEBRAZIONE DELLA MESSA DELLE PALME DELLA PASQUA
2015, CELEBRAZIONE CHE SI RIPETE OGNI ANNO ALLESTERNO.
A SINISTRA, MONSIGNOR GABRIELE FOSCHI, PARROCO DI SANTEGIDIO DAL 2010.
SOTTO, LE TRE SUORE ADORATRICI DEL SANGUE DI CRISTO CHE DA CIRCA UN ANNO ABITANO
IN UNO DEGLI APPARTAMENTI DELLA CASA DELLACCOGLIENZA LUCIANO GENTILI

La presentazione della parrocchia


di SantEgidio su queste pagine prosegue
la prossima
settimana

suore tanzaniane si dedicano con particolare


cura allattivit legata agli ammalati e alle
persone sole. La loro una presenza di aiuto. Inoltre ampliano il loro servizio attraverso
il sostegno della pastorale liturgica e della
catechesi.
Davvero variegate le proposte e le realt presenti a SantEgidio. Tra queste un posto rilevante occupato dalla casa famiglia Fabio
Abbondanza e dal centro residenziale Renzo Navacchia in via Boscone. Si tratta di due
realt legate alla cooperativa Cils di Cesena
guidata da Giuliano Galassi. La prima stata
progettata e realizzata proprio dalla cooperativa Cils, accoglie i bisogni familiari di persone disabili, orfane di genitori o con situazioni non idonee alla loro sussistenza. Ospita undici persone e, a turno, gli operatori. Il
centro residenziale, attiguo alla casa famiglia, consiste in una serie di appartamenti
autonomi che ospitano nuclei familiari con
un disabile psico-fisico o disabili adulti soli.
In linea coi temi sociali, a SantEgidio opera
da svariati anni la Caritas che nel tempo
cresciuta diventando una realt consolidata.
nel periodo di don Pino Zoffoli che si
ampliata tanto da qualificare la nostra parrocchia. Allinizio le attivit si svolgevano in
una piccola stanza parrocchiale, fino ad arrivare a una casa con tre appartamenti quale
oggi. La Caritas ospitata allinterno della
Casa dellaccoglienza Luciano Gentili (v.
prossimo numero), una Onlus che permette
di sostenere in misura maggiore i suoi pro-

getti e non solo. Qui ha


stabilito il suo centro di
ascolto e i magazzini di
pronto intervento con cibo e indumenti, questi ultimi catalogati e mantenuti in ottime condizioni
dai volontari. Gli alimenti
vengono distribuiti una
volta al mese alle famiglie
bisognose. Fino a qualche
anno fa erano solo famiglie di extracomunitari a
rivolgersi al servizio. Con
lavvento della crisi sono sopraggiunte
anche famiglie italiane tanto da poter dire
che oggi numericamente si equivalgono.
La Caritas di SantEgidio offre aiuto anche
per i pagamenti di alcuni servizi: buoni
scolastici, prestazioni mediche rivolte ai
bambini, piccoli prestiti. Importanti sono
le iniziative per sensibilizzare la comunit
a questi progetti: Una di queste labbiamo chiamata Aiutiamo Babbo Natale.
una raccolta di alimenti che permette di
aiutare le famiglie nel periodo invernale.
Tra i tanti incontri che il vescovo Douglas
avr durante la prima settimana di Visita
pastorale ci saranno anche quelli con il
gruppo di Rinnovamento nello Spirito,
che si ritrova in parrocchia dove porta
avanti momenti di adorazione, quali il
Roveto Ardente, una lode incessante al
Signore mediante lo Spirito. E incontrer
anche il Gruppo biblico: Si tratta di incontri settimanali di formazione che riguardano la dimensione biblica. Vengono
affrontati vari temi. Quello di questanno
riguardo i Dieci Comandamenti. Da
qualche tempo in parrocchia don Gabriele, insieme allAzione Cattolica, ha ripreso
gli incontri con il gruppo Amori in Corso, per accompagnare - spiega il parroco - le coppie di fidanzati, educandoli a
vivere la relazione di coppia nel miglior
modo.
(segue)
Michela Mosconi

CALENDARIO VISITA PASTORALE

SANTEGIDIO
da domenica 6 marzo
a domenica 20 marzo
Domenica 6 marzo, inizio Visita
ore 16
Incontro con Consiglio pastorale parrocchiale e Consiglio affari economici,
commissioni e gruppi
ore 18
Visita casa-famiglia Navacchia
e Abbondanza
Luned 7 marzo
ore 9,30 Incontro Caritas e volontari
ore 11
Incontro con Suore Adoratrici
del Sangue di Cristo
ore 20,45 Incontro gruppo Triennio
Marted 8 marzo
ore 20,45 Incontro Rinnovamento nello Spirito
Mercoled 9 marzo
ore 9,30-12 Visita agli anziani nelle case
ore 15,30-18 Visita agli anziani nelle case
ore 20,45
Incontro gruppo Biennio
Gioved 10 marzo
ore 9,30-12 Visita agli anziani nelle case
ore 15,30-18 Visita agli anziani nelle case
ore 20,45
Incontro Clan e Noviziato Scout
Venerd 11 marzo
ore 16,30 Incontro Gruppo Bibbia
Sabato 12 marzo
ore 15 Incontro bambini del catechismo
e catechiste
ore 21 Incontro gruppo Amori in corso
Domenica 13 marzo
ore 9
Incontro Branco e Lupetti Scout
ore 10 Incontro Reparto Capi Scout
ore 11 Messa e Festa Famiglia
ore 20,45 Incontro gruppo Giovani
LA SECONDA PARTE
DEL PROGRAMMA DELLA VISITA PASTORALE
(DA DOMENICA 13 MARZO A DOMENICA 20)
SAR PUBBLICATA SUL CORRIERE CESENATE
DELLA PROSSIMA SETTIMANA
(n. 10 del 10 marzo)

10

Gioved 3 marzo 2016

Attualit

Dopo il via libera al Ddl


UNIONI CIVILI:
stato creato
un istituto
paramatrimoniale

opo lapprovazione al Senato del


maxiemendamento che regola le
unioni civili tra persone dello stesso
sesso (cfr. pag. 11), abbiamo chiesto
un approfondimento ad Alberto Gambino
(nella foto), ordinario di diritto privato
nellUniversit Europea di Roma.
stato introdotto un nuovo istituto giuridico
nel diritto di famiglia?
Il matrimonio un rapporto di coppia dove le
regole sono sottratte alla volont dei suoi
titolari per essere affidate al legislatore: una
vicenda normativa di carattere eccezionale che
si giustifica perch il matrimonio la struttura
privilegiata di accoglienza della prole. Nel
maximendamento approvato si rilevano
molteplici richiami normativi che sottraggono
le regole dellunione civile alla volont delle
parti. Si tratta, dunque, di un nuovo istituto
giuridico che certamente si colloca nel diritto
di famiglia, poich attinge direttamente o per
analogia alla disciplina del codice civile
relativa ai rapporti coniugali.
Come si esplicita e con quali conseguenze?
Si introduce nellordinamento un istituto
elaborato ad hoc per le coppie formate da
persone dello stesso sesso, che solo
nominalmente non si chiama matrimonio, ma
disciplina effetti che sono per gran parte gli
stessi. Listituto matrimoniale non sta infatti
solo nel suo nome, ma soprattutto nelle sue
caratteristiche strutturali. Gli scenari possibili
sono una dichiarazione di incostituzionalit
della Consulta o, ancor prima, un rinvio alle
Camere da parte del Presidente della
Repubblica per manifesta incostituzionalit.
Oppure, ove il testo superi queste due
verifiche, la totale equiparazione al
matrimonio, adozioni comprese.
Quali sono le parti del maxiemendamento che
sollevano i maggiori dubbi?
La dichiarazione di unione civile alla presenza
dellufficiale di stato civile e dei testimoni,
esattamente come per il matrimonio; gli
impedimenti, che sono gli stessi per le nozze;
lobbligo reciproco allassistenza morale e
materiale e alla coabitazione (parole mutuate

SENATO DELLA REPUBBLICA


(FOTO ARCHIVIO SIR)

Le unioni civili
tra persone dello
stesso sesso
si configurano
come un nuovo
istituto giuridico
le cui norme
sono
sostanzialmente
mutuate
da quelle
del matrimonio,
spiega Alberto
Gambino,
ordinario di
diritto privato.
E attenzione alla
interpretazione
sulladozione...

dallart. 143 del codice


civile sul matrimonio);
laccordo sullindirizzo
della vita familiare e la
residenza comune
(dallart. 144);
lestensione della parola
coniuge anche alle parti
dellunione civile; lo
scioglimento automatico
in caso di rettifica del
sesso; il cognome comune. Un insieme di norme che
creano un istituto sostanzialmente
paramatrimoniale.
Rispetto alla formula classica del codice civile sparito lobbligo alla fedelt, che valenza ha nel nostro
ordinamento?
La diversit di sesso dei coniugi appartiene alla
struttura fondamentale del matrimonio, in forza del
legame tra procreazione e matrimonio. Poich
lesercizio della sessualit tra luomo e la donna
potenzialmente idoneo alla procreazione, solo in
questo caso laspetto pi intimo della vita di coppia
assume una rilevanza per lordinamento e consente
lintromissione in quella che senza dubbio una
delle forme pi private di esercizio della libert
personale. Forse proprio questo ragionamento
dietro leliminazione dellobbligo di fedelt e,
dunque, dellobbligo di esclusivit nellunione civile
tra persone dello stesso sesso.
stata espunta la stepchild adoption, ma il comma
20 sembra lasciare ampia discrezionalit ai giudici
per le adozioni.
S, qui si dice che resta fermo quanto previsto e
consentito in materia di adozione dalle norme
vigenti. Con consentito si vorrebbe far intendere
che anche le decisioni dei giudici (che consentono o
meno le adozioni) entrano in ci che resta fermo.
Gli estensori del maxiemendamento pensavano
evidentemente alle Corti dAppello di Roma e Milano,
che hanno consentito la stepchild adoption. Si
tratta per di due decisioni che operano una

forzatura del dato normativo vigente. In


realt il nostro legislatore ha inteso
garantire linteresse del minore a crescere
nel rapporto con due figure genitoriali
distinte e complementari: il padre e la
madre.
Quali sono le prospettive giurisprudenziali? Ci sono margini per interventi sostanziali della magistratura italiana o europea?
Le Corti sovranazionali, in particolare la
Corte di Strasburgo, hanno fatto propria da
tempo lidea di un divieto assoluto di
discriminazione tra listituzione
matrimoniale e listituzione prevista ad hoc
per i rapporti di coppia tra persone dello
stesso sesso. Il sistema non sembra tollerare
la presenza simultanea di forme
istituzionali distinte: come se listituzione
apparentemente pi forte, cio quella
matrimoniale, finisse fatalmente per
esercitare un potere di attrazione
irresistibile. Allo stato attuale tuttavia, non
stato riconosciuto dalle Corti alcun obbligo
di diritto europeo di istituzionalizzazione
delle unioni tra persone dello stesso sesso.
Si tratta, si dice, di una scelta rimessa al
cosiddetto margine di apprezzamento del
singolo Stato. Ma le stesse Corti
ammoniscono: una volta che in un
ordinamento sia stata accolta la logica della
istituzionalizzazione delle unioni civili,
non pi ragionevole continuare a
discriminare tra due istituti. Appena 5 anni
fa, per, la Corte costituzionale italiana ha
riconosciuto che il matrimonio, quale
unione stabile tra uomo e donna,
caratterizzata da una reciproca ed esclusiva
dedizione sessuale, rappresenta lunica
possibile forma istituzionale di
riconoscimento giuridico del rapporto di
coppia proprio perch naturalmente
preordinato alla procreazione.
Emanuela Vinai

Diocesi di Cesena-Sarsina
Commissione Gaudium et Spes per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia, la pace, la salvaguardia del Creato

Domenica 6 marzo

Amministratori e politici in ritiro al Monte, a Cesena


Domenica 6 marzo presso il monastero di Santa Maria del Monte, a Cesena, si terr lannuale incontro di riflessione promosso dalla Commissione diocesana Gaudium et Spes
e rivolto in particolar modo a tutti gli operatori impegnati in campo sociale e politico.
Tra i compiti principali della Gaudium et Spes, lanimazione secondo lo spirito e gli
orientamenti della Dottrina Sociale della Chiesa.
Relatore dellincontro sar il nostro vescovo monsignor Douglas Regattieri, delegato allultimo Convegno ecclesiale nazionale di Firenze
ore 8,30 ritrovo e introduzione sul tema Una Chiesa in uscita

per abitare le nostre citt


Le vie verso l'umanit nuova
ore 11

Santa Messa

Attualit

Gioved 3 marzo 2016

A seguito della mozione di fiducia presentata dal governo Renzi, stato approvato con 173 voti a favore e 71 contrari il
maxiemendamento che disciplina le unioni civili. Un solo articolo, composto da 69 commi, che sostituisce i 23 del Ddl Cirinn e
introduce un nuovo istituto specifico per le persone dello stesso sesso

UNIONI CIVILI

FOTO
ARCHIVIO SIR

Approvato al Senato
il riconoscimento delle coppie
dello stesso sesso
e delle convivenze

on 173 voti a favore e 71 contrari


stato approvato in Senato, a seguito
della mozione di fiducia presentata
dal governo, il maxiemendamento che
disciplina le unioni civili. Un solo articolo,
composto da 69 commi, che sostituisce i
23 del Ddl Cirinn e introduce un nuovo
istituto specifico per le persone dello
stesso sesso, ai sensi degli articoli 2 e 3
della Costituzione, e disciplina le
convivenze di fatto.
Per stipulare ununione civile, le due
persone devono essere maggiorenni e
recarsi con due testimoni da un ufficiale di
stato civile che provvede alla registrazione.
Non possibile contrarre ununione civile
per persone gi sposate o che hanno gi
contratto ununione civile; per chi stata
riconosciuta uninfermit mentale, chi sia
stato condannato in via definitiva per
lomicidio o il tentato omicidio di un
precedente coniuge o contraente di
unione civile dellaltra parte; per persone
che tra loro sono parenti. La sussistenza di
una delle cause impeditive comporta la
nullit dellunione civile e quella costituita
con la violazione di una di queste cause
pu essere impugnata da tutti coloro che
abbiano un interesse legittimo e attuale.
Cognome. Mediante dichiarazione
allufficiale di stato civile le parti possono
stabilire di assumere, per la durata
dellunione civile tra persone dello stesso
sesso, un cognome comune scegliendolo
tra i loro cognomi. La parte pu anteporre
o posporre al cognome comune il proprio
cognome, se diverso, facendone
dichiarazione allufficiale di stato civile.
Diritti e doveri. Con la costituzione
dellunione civile tra persone dello stesso
sesso le parti acquistano gli stessi diritti e
assumono i medesimi doveri e deriva
lobbligo reciproco allassistenza morale e
materiale e alla coabitazione. Entrambe le
parti sono tenute a contribuire ai bisogni
comuni. Il regime patrimoniale
dellunione civile, in mancanza di diversa
convenzione patrimoniale, costituito
dalla comunione dei beni. In materia di

il Periscopio

forma, modifica, simulazione e capacit


per la stipula delle convenzioni
patrimoniali si applica il codice civile e le
parti non possono derogare n ai diritti n
ai doveri previsti dalla legge per effetto
dellunione civile. La morte di una delle
due persone determina lo scioglimento
dellunione, cos come lo determina la
volont di scioglimento di una delle due
persone manifestata davanti allufficiale di
stato civile. In questo caso lunione si
scioglie dopo tre mesi dalla dichiarazione.
Adozioni. Il comma 20 prevede
esplicitamente che al fine di tutelare diritti
e doveri, le disposizioni che si riferiscono
al matrimonio e le disposizioni contenenti
le parole "coniuge", "coniugi" o termini
equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi,
negli atti aventi forza di legge, nei
regolamenti nonch negli atti
amministrativi e nei contratti collettivi, si
applicano anche ad ognuna delle parti
dellunione civile tra persone dello stesso
sesso. La disposizione non si applica alle
norme del codice civile non richiamate
espressamente nella presente legge,
nonch alle disposizioni di cui alla legge 4
maggio 1983, n. 184 (quella che regola le
adozioni, ndr) salvo il fatto che in questo
caso resta fermo quanto previsto e
consentito in materia di adozione dalle
norme vigenti.
Convivenze. Dal comma 36 vengono
regolate le convivenze di fatto, intendendo
per "conviventi di fatto" due persone
maggiorenni unite stabilmente da legami
affettivi di coppia e di reciproca assistenza
morale e materiale, non vincolate da
rapporti di parentela, affinit o adozione,
da matrimonio o da ununione civile.
Sono estese le norme riferite al
matrimonio nel codice civile come quelle
relative alla detenzione in carcere, la
malattia e il ricovero di una delle due
parti, il ricongiungimento familiare se una
delle due persone straniera, il congedo
matrimoniale, gli assegni familiari, i
trattamenti assicurativi. Le persone che
formulano un patto di convivenza
possono designarsi a vicenda per

Contratto. I conviventi di fatto possono


disciplinare i rapporti patrimoniali relativi
alla loro vita in comune con la
sottoscrizione di un contratto di
convivenza le cui modifiche e risoluzione,
sono redatti in forma scritta, a pena di
nullit, con atto pubblico o scrittura
privata con sottoscrizione autenticata da
un notaio o da un avvocato che ne
attestano la conformit. Il professionista
che ha ricevuto latto deve provvedere
entro i successivi dieci giorni a
trasmetterne copia al comune di
residenza dei conviventi per liscrizione
allanagrafe. Il contratto affetto da nullit
insanabile, che pu essere fatta valere da
chiunque vi abbia interesse, se concluso
in presenza di un vincolo matrimoniale, di
ununione civile o di un altro contratto di
convivenza; in violazione del comma 36;
da persona minore di et. Il contratto di
convivenza si risolve per accordo delle
parti; recesso unilaterale; matrimonio o
unione civile tra i conviventi o tra un
convivente ed altra persona; morte di uno
dei contraenti.
Tutele in caso di scioglimento. Nel caso di
recesso unilaterale da un contratto di
convivenza il professionista che riceve o
che autentica latto tenuto a notificarne
copia allaltro contraente. Nel caso in cui
la casa familiare sia nella disponibilit
esclusiva del recedente, la dichiarazione di
recesso, a pena di nullit, deve contenere
il termine, non inferiore a 90 giorni,
concesso al convivente per lasciare
labitazione. In caso di cessazione della
convivenza di fatto, il giudice pu stabilire
il diritto di una delle due parti di ricevere
alimenti qualora versi in stato di bisogno,
come per i matrimoni civili, assegnati per
un periodo proporzionale alla durata della
convivenza e nella misura determinata dal
codice civile.
Emanuela Vinai

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

DISCUTERE E RAGIONARE
AL TEMPO DEL WEB
A met febbraio ha fatto
scalpore lannuncio dello
scrittore algerino Kamel
Daoud di ritirarsi dallattivit giornalistica a causa dei ripetuti e
violenti attacchi verbali ricevuti dai media
nazionali e stranieri. Sono stanco, ha spiegato. Viviamo nellepoca dellingiunzione. O
stai da una parte o dallaltra. Ogni volta che
scrivo qualcosa, scateno reazioni eccessive,
ricevo tonnellate di insulti e minacce e, per
fortuna, anche manifestazioni di sostegno.
Ma non mi trovo a mio agio, perch non
sono un provocatore. Sono solo un uomo libero che vuole esprimere la sua opinione.
Questo non pi possibile.
Pochi giorni dopo, sul Corriere della Sera, Susanna Tamaro riprendeva la vicenda condividendo lo sfogo e ampliando il contesto. Il
medesimo gioco al massacro testimonia la
scrittrice si ripete con le stesse modalit
sullorbe terracqueo dominato ormai dalla
dittatura della comunicazione digitale immediata. Stai con me o contro di me? Questa
lampiezza di pensiero che viene concessa
nei nostri iperdemocratici tempi, ed
unampiezza che ha un solo sbocco: se non
stai con me, non hai il diritto di esistere.
Tra le ultime provocazioni lanciate dallo
scrittore e semiologo Umberto Eco, certamente uno dei pi acuti interpreti della societ massmediale, allindomani della sua
morte numerosi commentatori hanno ricordato anche la pungente constatazione di
come la Rete finisca per fare da cassa da risonanza alla stupidit". Alle volgarit e agli
insulti. La netiquette del commentatore digitale, una sorta di codice delle buone maniere
on line, non sufficiente a frenare labitudine alla derisione, all'invettiva, alloffesa.
Bastano pochi battiti di tastiera e scatta il linciaggio virulento sui media, che riescono a
spargere il loro veleno anche nei luoghi pi
sperduti.
Sono amare anche le conclusioni tirate da
Susanna Tamaro: Le parole dette e scritte
hanno un peso, si depositano nella mente e
nel cuore delle persone e l continuano a lavorare, moltiplicando il loro potenziale veleno. Lallergia al ragionamento e il trionfo
del sentimentalismo individualista dominano ormai ogni dibattito, pubblico e privato
che sia. Non solo colpa di internet, ma il
crollo verticale della padronanza della lingua
e il drastico impoverimento lessicale delle
nuove generazioni trovano terreno fertile
nella comunicazione on line. Con la conseguenza che si diventa pi poveri, conclude la
Tamaro, perch non si in grado di comprendere e di esprimere ci che si ha dentro
e dunque, per trovare sicurezza, non si pu
far altro che rivolgersi al branco e conformarsi alle sue leggi.

di Zeta

A Maiolo, nel Montefeltro, attiva una comunit terapeutica


dellassociazione Papa Giovanni XXIII fondata da don Oreste Benzi

Metti un sabato sera a cena

prendere decisioni in caso di malattia o in


caso di morte. Se una delle due persone
muore, quella che sopravvive ha diritto
alleredit e alleventuale pensione di
reversibilit.

11

n sabato sera di questo genere sarebbe da prescrivere con ricetta medica.


Farebbe molto bene a tantissima gente. Ai giovani, ma anche a molti genitori
infinite volte spiazzati da ragazzi inquieti, proprio come lo sono i giovanotti
in et adolescenziale.
Andiamo con ordine. Da lungo tempo i coniugi di Savignano sul Rubicone Gigliola
e Pippo Torroni, imprenditori del settore avicolo, mi avevano invitato per
trascorrere una serata con loro nella casa di Maiolo (Novafeltria). Un invito molto
particolare, ma di cui ci si poteva fidare, anche dopo quello che anche su queste
colonne abbiamo raccontato del rapporto tra i Torroni e la comunit fondata da
don Oreste Benzi. Non da ultimo la grande casa a San Mauro Pascoli prima
promessa e poi ceduta gratuitamente allassociazione papa Giovanni XXIII. Un
gesto non di poco conto visto anche il bene realizzato in oltre trentanni in quella
struttura: oltre mille ragazzi hanno ritrovato una senso alla loro esistenza devastata
spesso dal turbine della droga.
Ma torniamo a Maiolo. Verso il tardo pomeriggio ci avviamo lungo la Marecchiese
per andare a Secchiano. Proprio sotto la rocca di San Leo, lungo il fiume era attiva
unazienda agricola. Ora rimangono capannoni in disuso e unampia abitazione
data in comodato gratuito alla papa Giovanni XXIII. Qui ci accoglie un ragazzo con
levidente desiderio di mettersi in mostra.
Con me c mia moglie e una coppia di nuovi amici, Simonetta e Stefano. Nessuno

sa bene cosa ci pu attendere. Sappiamo di certo che


si tratta di un incontro molto particolare. Giuseppe,
questo il nome del giovane che agisce da apripista, fa
subito crollare le barriere. lui che ci introduce in
una realt a noi troppo ignota. lui che ci riporta
sulla terra, che ci fa relativizzare i nostri problemi e ci
fa comprendere cosa significano calore umano e
bisogno di affetto, di attenzione.
Parliamo con i responsabili della struttura,
Massimiliano e Mirco. Qui vengono ospitati non solo
tossicodipendenti nella loro prima fase del riscatto,
ma anche uomini che non sanno pi a chi rivolgersi.
il caso di un anziano ex alcolista, Tarcisio, di 76
anni. Oppure si tratta di Felice di Venezia, da 11 anni
in questa casa della don Benzi.
La serata scorre via tranquilla. A tavola ci siamo tutti. Ci presentiamo. Ancora una volta una
lunga litania di nomi e di volti, carichi di storie e di sofferenze. Ora sui quei visi si legge una
nota di speranza. quella che mi vuole trasmettere Francesco di Crema, 35 anni, per due
decenni nel tunnel della droga. Dopo alcune sue note personali raccontate in pubblico, mi si
avvicina e quasi si confessa. un colloquio che mi lascia senza parole. Ascolto e basta.
Ce ne andiamo dopo tre ore. Non siamo pi quelli di prima. Non abbiamo molte parole.
Scrutiamo lorizzonte. La serata nitida, come capita raramente. Pare di toccare i profili dei
monti. Da una parte il cielo, di un blu intenso. Dallaltra lAppennino del Montefeltro. La
separazione netta, come quella tra bene e male. Come si impara qui, a Maiolo, in questa
comunit terapeutica in grado di trasmettere il calore di una casa-famiglia. (919)

12

Cesena

Gioved 3 marzo 2016

Regista tv

Il Comune azzera il canone daffitto

Ex studente del liceo


Immacolata
collabora con la Rai

Larchivio di Stato
rimane in citt

ra la mossa pi logica e, alla


fine, il buonsenso ha prevalso: il
Comune di Cesena ha azzerato
il canone di affitto allArchivio
di Stato, salvando cos dalla chiusura la
sezione cesenate. Per i locali del
chiostro di San Francesco, sul retro
della Malatestiana, il Ministero per i
beni e le attivit culturali pagava
16mila euro lanno. Un canone gi
scontato rispetto ai precedenti 20mila
euro annui, ma ancora troppo alto per
il Ministero, costretto a passare per le
forche caudine della spending review.
In un primo tempo, in verit,
lAmministrazione comunale aveva
accarezzato lidea di far sgombrare
semplicemente i locali, da destinare a
deposito della Grande Malatestiana.
Cos facendo, per, il personale
dellArchivio di Stato sarebbe stato
costretto a trasferirsi a Forl lasciando
una bella gatta da pelare al Comune di
Cesena: tutto il materiale comunale
oggi ospitato gratuitamente in
Archivio. E i costi per
lAmministrazione cesenate sarebbero
stati importanti: pi di 150mila euro

Studiosi e studenti
universitari potranno
continuare a usufruire
di un servizio
importante
lanno per mantenere il servizio con
personale proprio o decine di migliaia
di euro di affitto per un nuovo
deposito.
La soluzione di azzerare il canone
daffitto, dunque, era la pi logica. In
questo modo lArchivio cesenate pu
dirsi salvo (come garantito per iscritto
da Antonia Recchia, segretario
generale del Ministero per i Beni e le
attivit culturali), studiosi e studenti
universitari potranno continuare a
usufruire di un servizio importante e il
Comune non dovr sobbarcarsi spese
folli.
Resta per un problema sul tavolo: i
locali del Chiostro di San Francesco
servono alla Malatestiana, che oggi

paga 70mila euro lanno per laffitto di


un deposito librario esterno in via
Piave. A tal fine, il sindaco Paolo Lucchi
e il direttore dellArchivio di Stato
Gianluca Braschi hanno sottoscritto, a
inizio anno, una manifestazione di
interesse per dei locali confiscati alla
criminalit organizzata nellarea
artigianale di Torre del Moro. Un
immobile di ampie dimensioni che
potrebbe accogliere tanto lArchivio di
Stato (bisognoso di spazi) quanto il
deposito librario della biblioteca
cittadina. I vertici della Direzione
generale degli Archivi hanno mostrato
molto interesse per la proposta,
attualmente in corso di valutazione.
MiB

Marcello Marano, 24 anni, ex studente


del liceo Immacolata di Cesena,
confluito nel Liceo Almerici, uno
degli assistenti al montaggio della
fiction di Rai Due LIspettore
Coliandro che
sta andando in
onda, in questi
giorni , in
televisione.
Messa in
archivio
questa prima
esperienza,
per il giovane
regista
cesenate gi
iniziata una
nuova
avventura artistica. La Verit di
Anna, un giallo poliziesco
sceneggiato da Carlo Lucarelli (stesso
autore di Coliandro) per la regia di
Carmine Elia (gi regista di alcune
edizioni di Don Matteo e altre fiction
per la Rai) che in lavorazione da
qualche giorno a Trieste. La passione
per il cinema, Marcello lha coltivata
fin dai tempi del liceo, quando ha
scelto lindirizzo spettacolo. Nel 2011,
ha coinvolto i suoi compagni di classe
nella realizzazione del corto Ipnotica
realt con il quale ha partecipato alla
rassegna dei giovani video-maker,
indetta dal centro cinema San Biagio
di Cesena.

Otto nuove socie per la Sezione cesenate della Federazione italiana donne arte professioni e affari

Fidapa, donne e valori


O
tto nuove socie per la Fidapa di Cesena.
Nella cornice del Grand Hotel Cesenatico si
svolta sabato scorso 27 febbraio la
Cerimonia delle candele, appuntamento
associativo che segna lingresso di nuove socie nella
Sezione cesenate della Federazione italiana donne
arte professioni e affari, una delle oltre trecento
distribuite in Italia per un totale di 11mila fidapine
nel nostro Paese.
Fidapa un movimento dopinione indipendente,
volto a promuovere, coordinare e sostenere le
iniziative delle donne che operano nel campo delle
arti, delle professioni e degli affari, e delle donne in
genere. Numerosi sono gli eventi - incontri, mostre,
convegni, serate di beneficenza - promossi per
approfondire e sensibilizzare sulle potenzialit e
valorizzazione delle donne nei vari ambiti di vita e
lavoro. I talenti delle donne: una risorsa per lo
sviluppo sociale, economico e politico del nostro
Paese il tema proposto per il 2016. Lassociazione
tra le fondatrici della International Federation of
Business and Professional Women e ha preso vita

dai viaggi compiuti dalle socie degli Stati Uniti


dAmerica in Europa per favorire la nascita anche
nel nostro continente e nel nostro Paese di circoli di
donne organizzate per promuovere la loro
valorizzazione nella cultura, nelleconomia, nella
politica e nella societ.
Maria Grazia Bartolomei, dal 2015 presidente della
Sezione cesenate, ha cos espresso il proprio saluto:
Accogliamo le otto nuove socie, preziosa linfa vitale
dellassociazione, con lauspicio che, pur essendoci
ancora tanto da fare, con la coesione di tutte noi
possiamo raggiungere quella vera uguaglianza delle
opportunit alla quale aspiriamo, dando pieno
valore allattribuzione del diritto di voto e della
eleggibilit alle donne italiane, di cui questanno
ricorre il settantesimo anniversario.
Alla serata, che ha trovato il coinvolgimento di
diversi consorti, ha partecipato anche la
presidente di Distretto Dora Paronuzzi, che ha
concluso il messaggio di benvenuto con la lettura
tratta da Un pensiero al giorno di papa Francesco:
La fede si trasmette, per cos dire, nella forma del

LE NUOVE SOCIE FIDAPA CESENA: (DA SIN.) MARIA TERESA BONANNI, SARA PENNACCHI, DEA FRANI, DANIELA SAVOIA, DORA PARONUZZI (PRESIDENTE DISTRETTUALE),
MARIA GRAZIA BARTOLOMEI (PRESIDENTE DI SEZIONE), SABRINA LUCCHI, MIRELLA
PIERACCINI, SERENELLA CERASOLI, ANNALISA RADUANO

contatto da persona a persona, come una fiamma si accende da unaltra


fiamma. Ha inoltre invitato ad accendere due candele in memoria dei due
giovani ricercatori italiani recentemente rimasti vittime del
fondamentalismo islamico. Candele che sono state accese dalla senatrice
cesenate Mara Valdinosi, ospite della serata.

Cesena

Gioved 3 marzo 2016

Sar eletto venerd 4 marzo durante lassemblea provinciale


A sinistra, il presidente uscente
Stefano Lazzarini
A destra, il direttore
Mirco Coriaci

Nuovo presidente
per Confcooperative

empo di rinnovo per


Confcooperative. Venerd 4 marzo
dalle 14,30, presso il Grand Hotel
delle Terme a Castrocaro,
lorganizzazione provinciale terr le
elezioni dei propri organi amministrativi.
Il presidente Stefano Lazzarini non si
ricandida, ma, in conferenza stampa, ha
annunciato che, salvo sorprese, la nuova
guida dovrebbe scaturire dallattuale
Consiglio di presidenza costituito da
Pamela Dellachiesa e Angelica Sanasavini

per il sociale, Mauro Fabbretti per il


Credito Cooperativo, Maria Giulia Fellini
per il settore culturale, Mauro Neri per il
forestale, Guido Sassi per lavicolo e
Fiorenzo Valmorri per il settore
costruzioni. Gli altri consiglieri in carica,
cos come riportato dal sito di
Confcooperative, sono Pierluigi Vincenzi,
Fiorenzo Fioravanti, Paolo Pampanini,
Lorenzo Paolucci, Paolo Piovacari,
Stefano Uguzzoni, Francesco Marianini,
Maurizio Gardini, Andrea Ferrini, Enrico

Prugnoli, Ginaldo Tontini, Andrea Bassi,


Anna Grazia Giannini, Alessandro
Gigliotti, Riccardo Petrignani, Beatrice
Balducci, Fiorenzo Castagnoli, Antonio
Rogante, Matteo Bondi, Romeo
DellAmore, Davide Benini, Marco Conti,
Giuliano Galassi, Fabio Magnani,
Gilberta Masotti, Rosanna Scalone,
Mauro Marconi, Cristina Amadori, Denis
Ermeti.
"In questi quattro anni - ha affermato
Lazzarini - abbiamo toccato con mano
lapice della crisi. Il settore edile stato
quello pi falcidiato, mentre il comparto
agroalimentare ha retto. Vi stato un
novevole ricambio con cooperative
morte e nate. Per fortuna, il saldo
positivo: quattro anni fa le cooperative
iscritte da noi erano 233, mentre oggi
sono 254. Il fatturato complessivo supera
i quattro miliardi di euro, mentre i soci
sono 37mila e i lavoratori 15660. Nel
cesenate gli addetti sono oltre 11mila,
mentre i restanti sono nellarea forlivese".
Il direttore Mirco Coriaci ha sottolineato
che alcuni settori si sono sviluppati pi di
altri, specie quelli legati alle nuove
tecnologie. Unazienda di Forl ha
acquistato dei brevetti per la messa in
sicurezza degli edifici specie in caso di
terremoti.
"Una delle nostre cooperative - ha
concluso Coriaci - stata ricevuta da
papa Francesco e unaltra ha trovato
allExpo la vetrina per presentarsi. Il
nostro territorio ancora in grado di
rinnovarsi e rilanciarsi con idee nuove".
Cristiano Riciputi

13

Incontri Afi
Smarthphone internet
Serve educare
"Educare tra reale e virtuale" il tema
degli incontri che lAfi (Associazione per
le famiglie) organizza in collaborazione
con il quartiere Oltresavio, il Centro
famiglie "Benedetta Giorgi" e con il
patrocinio del Comune di Cesena.
Mercoled 9 marzo alle 20,45 si tratter
di "Adolescenti e smartphone". Con
laiuto dello psicoterapeuta Francesco
Rasponi dellassociazione
Psichedigitale e del ricercatore Elvis
Mazzoni docente del dipartimento di
Psicologia, Universit di Bologna,
educatori e genitori cercheranno di
comprendere quando meglio regalare
uno smartphone, quali regole
introdurre per il suo utilizzo e cosa fare
per vivere in famiglia lesperienza
digitale in sicurezza e serenit.
Mercoled 16 marzo alle 20,45 sar la
volta dellincontro "Adolescenti: selfie
e social network: il bisogno di
"apparire" belli e la paura di "essere"
normali". Viviana Venturi, psicologa e
psicoterapeuta dellassociazione
"Paremi" e lo psicoterapeuta Francesco
Rasponi tratteranno la vasta gamma
delle opportunit della socializzazione
digitale e anche i rischi a essa connessi.
Gli incontri sono gratuiti e si
svolgeranno presso la sala del
"Quartiere Oltre Savio" in piazza
Magnani, 143, a Cesena. Per info: Afi,
Andrea e Bruna Vaccari 0547 28846;
Alberto Pracucci 0547 613030, oppure
afiforlicesena@afifamiglia.it.
Barbara Baronio

Villachiaviche Sar inaugurato domenica 6 marzo alle 11

Supporto artistico al tabernacolo


A Villachiaviche il tabernacolo avr, da domenica prossima, un nuovo supporto. E si tratta di unopera darte
realizzata dal maestro del ferro Carlo Strada. Voluta dal
parroco don Daniele Bosi, lopera stata realizzata nel
corso di alcuni mesi nellofficina della Ferro Esse,
azienda fondata da Carlo che ha poi passato il testimone al figlio Stefano e oggi ha sede al centro Coming.
"Lidea di un nuovo supporto - spiega il parroco don
Bosi - ci venuta prima della visita pastorale. Abbiamo
avvicinato il tabernacolo alle panche, cos che Ges
eucaristia fosse pi vicino a tutti coloro che vengono in
chiesa a pregare. Da l lo spunto per creare un sostegno
che fosse anche artistico e non un semplice appoggio".
Strada ha accettato lincarico e ha lavorato gratuitamente, senza chiedere nulla neppure per il materiale
impiegato: oltre due quintali e mezzo di ferro forgiato
a mano.
"Il tabernacolo - spiega Strada - sar sostenuto da un
tratto di vigneto alla romagnola, vale a dire con palo
maestro, fili e sostegni. Il palo a sostegno del filare vuo-

le simboleggiare il sostegno di Dio alluomo: come il filare non si regge senza i pali maestri, cos luomo non
pu sostenersi senza Dio. I tralci portano frutto, cio i
grappoli, mentre nella parte bassa vi sono le tre spighe
che simboleggiano il pane eucaristico. Sono tre come
la trinit".
Non la prima volta che lartista esegue lavori in chiesa a Villachiviche: gi presente una balaustra fatta
nello stesso stile, senza dimenticare che la croce in ferro posta sopra allingresso stata creata e donata dal
figlio Stefano.
Il nuovo supporto sar benedetto e inaugurato domenica 6 marzo durante la Messa delle 11.
Il 2016 un anno speciale per Strada in quanto, ai primi di settembre, ricorder i 50 anni di lavori come fabbro/artista. "Ho iniziato a 13 anni a battere il martello
sullincudine - dice Strada - e da allora non mi sono
mai fermato. Oggi, che sono in pensione, posso dedicarmi con pi calma anche ad opere artistiche".
Cr

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028

14

Cesena

Gioved 3 marzo 2016

San Vittore

Credito cooperativo
romagnolo: i giovani soci
di Cesena e Gatteo
sono in piena attivit
Per lestate confermata la presenza ai Concerti alla
Rocca e alla rassegna musicale A Cielo Aperto,
accanto ad altri eventi nel territorio di Gatteo

Nuova banca, nuova


associazione giovani:
le attivit 2016
si espandono e ampliano
la propria offerta

uova banca, nuova


associazione giovani: le attivit
2016 si espandono da Cesena a
Gatteo. Lassociazione Giovani
Credito Cooperativo Romagnolo
rinnova le promesse alla comunit
attraverso la presentazione del
programma davanti ai rappresentanti
della banca.
Lassociazione, regolarmente registrata
e riconosciuta, nasce nel 2010 come Associazione Giovani Banca di Cesena,
ponendosi fin da subito lobiettivo di divulgare i principi cooperativistici tra i
giovani del territorio.
Uno dei progetti di punta della nostra associazione il MOV-EU, giunto alla
sua sesta edizione - spiega il presidente dellassociazione Giovani Ccr
Massimiliano Montalti -. Questo progetto, al momento in corso, d la
possibilit ai neolaureati di fare unesperienza lavorativa di sei mesi, di cui la
met in Italia presso unazienda del nostro territorio e laltra met allestero.
Fino ad ora, al termine del periodo di tirocinio, pi della met dei partecipanti
ha avuto una proposta di lavoro.
Il prossimo 9 aprile in occasione dellevento internazionale TED X Cesena,
che si terr al Teatro Verdi, lassociazione metter a disposizione dei ragazzi la

Cesena | Auguri a nonna Santina

visione contemporanea in streaming dalla


Sala Cacciaguerra e successivamente
partir la nuova serie di incontri formativi
Workeasy, che vede ogni anno la
partecipazione di ospiti di rilievo.
Per lestate si conferma la partecipazione ai
Concerti alla Rocca e alla rassegna
musicale A Cielo Aperto, accanto ad altri
eventi in corso di ideazione sul territorio di
Gatteo.
Allattivo abbiamo una stretta
collaborazione con Uniradio, la radio degli
studenti universitari di Cesena - continua
Montalti - e per chi studia abbiamo messo
a disposizione prestiti personali senza
spese per studenti meritevoli come Mi fido
di te, oppure finanziamenti per chi vuole
fare unesperienza viaggio-studio allestero
dal titolo Impara Viaggiando. Stiamo
infine lavorando alla creazione di uno
spazio condiviso per il co-working presso il
Foro Annonario, con accesso tramite
bando.
La banca sostiene da sempre
economicamente lassociazione, senza
imporre la sua volont nelle decisioni. La
commissione infatti, composta da Valter
Baraghini, presidente del Credito
cooperativo romagnolo, dal vice presidente
Giancarlo Babbi e dal direttore generale
Giancarlo Petrini, insieme ai vice direttori
Daniele Bagni, Roberto Cuppone e
Graziano DAusilio, ha accolto di buon
grado le nuove proposte dei ragazzi. Siamo
nelle vostre mani - spiega Baraghini perch il sistema cooperativo ha bisogno di
rinnovare i propri valori attraverso i giovani
e quale mezzo migliore di un gruppo che
opera sul territorio con scopi puri, senza
secondi fini, per il bene comune e la
diffusione dei principi cooperativi. Anche
Giancarlo Babbi, vice presidente del Ccr, ha
rimarcato limportanza di coinvolgere i
giovani, in particolare quelli del territorio di
Gatteo, data la recente fusione Banca di
Cesena e Bcc Gatteo, da cui nato il
Credito cooperativo romagnolo. Oltre ai
cambiamenti formali, per noi si tratta di
una grande opportunit di crescita perch
il territorio si amplia e le idee si
moltiplicano - interviene Montalti -. Ci
aspettiamo che tanti ragazzi di Gatteo ci
contattino per partecipare alle attivit
dellassociazione o che si tengano
aggiornati attraverso la nostra pagina
facebook.
Per info: giovani@ccromagnolo.it
Arianna Alpini

Non inquiniamo la famiglia


La zona pastorale Valle Savio - Dismano
organizza, per gioved 10 marzo, un
incontro dal titolo Non inquiniamo la
famiglia. Interverr lavvocato Simone
Pillon, fondatore del Comitato Difendiamo i
nostri figli che parler di unioni civili,
gender e del futuro della societ.
Lappuntamento si terr alle 20,45 al teatro
Victor di San Vittore.

Cna
Una nuova edilizia
entra in classe
La rigenerazione urbana entra in classe il
tema del Progetto Scuola Artigianato a cura di
Cna Cesena Val Savio. Presentato nei giorni scorsi
presso la sede di Cna in piazza Sciascia, il
progetto coinvolger quattro classi per un
centinaio di studenti della scuola media di San
Giorgio e di viale della Resistenza, a Cesena.
Il 60 per cento del patrimonio edilizio stato
realizzato tra il 1945 e il 1981, quindi gran parte
degli edifici dove viviamo sono costruiti con
tecniche che non prevedono lapplicazione di
tecnologie volte al risparmio energetico - ha
sottolineato Piergiorgio Matassoni, responsabile
Cna Cesena Val Savio -. Dopo aver invitato gli
studenti, nelle scorse edizioni, a lavorare su temi
come riciclo rifiuti, lavoro e immigrati,
questanno abbiamo ritenuto opportuno
proporre un progetto che li porti a sviluppare un
pensiero sensibile al contenimento dello spreco
energetico e alla sostenibilit ambientale.
Gli studenti, coordinati dagli insegnanti, avranno
due step di partecipazione al progetto:
attraverso laboratori in classe in cui potranno
sperimentare, con luso di una telecamera
termica, cosa sono le dispersioni energetiche.
Successivamente, potranno visitare edifici
costruiti con tecniche di risparmio energetico. In
particolare, nelle vicinanze del Palazzo del
diavolo, a Cesena, visiteranno la Fiorita Passive
house, esempio di edificio (otto appartamenti)
progettato e costruito seguendo la migliore
filosofia del risparmio energetico.
Dallesperienza alla pratica: gli studenti si
cimenteranno nella stesura di elaborati che
saranno valutati da una commissione di tecnici e
artigiani. Il progetto meglio realizzato sar
premiato con un assegno di 400 euro. Cento euro
andranno a ogni classe partecipante.
Sabrina Lucchi

Donacibo | Olio per le famiglie

Ampia fotogallery e servizio su


www.corrierecesenate.it
(foto Mauro Armuzzi)

Anche il vescovo Douglas Regattieri e il sindaco Paolo Lucchi hanno


partecipato, nei giorni scorsi, alla festa per i 90 anni di nonna (e anche
bisnonna) Santina. I festeggiamenti sono stati organizzati dai figli Rosanna,
Loredana, Giuseppina,Venanzio e Gigio. Ringraziamo di cuore - dicono i figli sia il vescovo, sia il sindaco per aver accettato il nostro invito nonostante i
numerosi impegni.

E stato ricomprato lolio per 600 bisognosi. In questi giorni il Banco di


Solidariet provveder a distribuire lolio doliva che era stato rubato a fine
gennaio dai magazzini e che grazie alla solidariet di tanti stato riacquistato.
Fino al 5 marzo in 87 istituti scolastici tra Cesena,Valle Savio e Cesenatico si terr
il Donacibo, la raccolta di alimenti per i poveri assistiti dal Banco di Solidariet di
Cesena. (Bb)

Cesenatico

Gioved 3 marzo 2016

15

Paganelli: "Lobiettivo rimane quello di aumentare il sangue e il plasma raccolti"

Avis, i nuovi donatori sono quasi settanta


Per lAvis, Cesenatico si dimostra
terr di donatori. Domenica 21 febbraio presso il Circolo Acli di SantAngelo, si sono riuniti in assemblea i donatori dellAvis di Cesenatico per approvare il bilancio 2015
e tracciare gli obbiettivi da perseguire nellanno 2016. Prima del tradizionale momento conviviale, il
presidente Giancarlo Paganelli ha
illustrato ai presenti landamento
dellassociazione. I nuovi donatori
sono 67, quelli dimessi definitivamente per et o problemi di salute
80, le donazioni raccolte in tutto il
2015 sono state 1610, di cui 1227 di
sangue e 383 di plasma da aferesi.
"Il risultato conseguito - ha detto
Paganelli - stato decisamente positivo. Comunque lobbiettivo pri-

Nuovi ambulatori allospedale Marconi


Ospedale Marconi, qualcosa si muove. "Finalmente
- spiega il sindaco Roberto Buda - unottima
notizia per i cittadini di Cesenatico. Anche grazie
alle sollecitazioni della mia Amministrazione lAsl
proceder alla realizzazione di cinque nuovi
ambulatori medici che saranno collocati nellarea,
posta al piano rialzato, un tempo adibita a
laboratorio analisi e, pi recentemente, a
spogliatoio del personale che verr trasferito al

piano sottostante. I nuovi ambulatori si


inseriranno in unarea dellospedale che gi ospita
ambulatori aperti al pubblico, tra cui quelli dei
medici di Medicina Generale, per cui usufruiranno
di tutti i servizi comuni gi presenti nella struttura:
spogliatoi, depositi, locale per attivit
amministrative, spazi dattesa. Linvestimento sar
di 250.000 euro e il lavoro, gi appaltato, sar
completato prima dellestate".

Piattaforma | Key Manhattan, la pi fotografata

La piattaforma Key Manhattan dellEni, che effettua sondaggi per verificare se i giacimenti di metano possono essere ancora
sfruttati, sta diventando unattrazione turistica, o quasi. Questa foto stata scattata, con un teleobiettivo, dalle colline di Cesena,
per la precisione dallabbazia del Monte. Impressionante notare come la piattaforma sembri a riva, mentre posizionata a oltre 7
chilometri dalla costa (foto Pier Giorgio Marini).

mario rimane quello di incrementare sia


i donatori, sia le donazioni di sangue e di
plasma, per far fronte alle sempre maggiori richieste degli ospedali in relazione
alla cura delle malattie, agli incidenti, alle richieste per gli interventi chirurgici e
le prestazioni sanitarie".
A seguire si svolto il pranzo sociale, durante il quale sono stati premiati i donatori benemeriti, che questanno sono stati 102. Le benemerenze, come da consuetudine, sono state offerte dalla Bcc di
Sala di Cesenatico, istituto che sostiene
tutte le attivit principali dellAssociazione.

Intervento
Su San Cristoforo
Caro Direttore,
larticolo di Ferruccio Dominici (pubblicato
la scorsa settimana) su San Cristoforo
Martire e la chiesa di San Giacomo Apostolo
in Cesenatico mi obbliga a una non
marginale precisazione che valga a
chiarificazione per chi mi ha interpellato e
per chi avesse letto il citato articolo. Preciso
comunque che non
mi riferisco
allintero articolo
bens soltanto a
quanto segue.
Come ex arciprete
della parrocchia
dal 1990 al 2006 e
come cittadino
onorario della citt
di Cesenatico dal
2006 faccio
presente che non ho n meriti n demeriti
sul mutamento del titolo della parrocchia
dai "SS. Giacomo Apostolo e Cristoforo
Martire" a "San Giacomo Apostolo" soltanto
in quanto tale cambiamento - che per altro
non sarebbe nei poteri di nessun parroco -
avvenuto precedentemente, nel 1986 per
decisione superiore, cio della Cei e del
vescovo. Piuttosto questa confusione mi
conferma che, valorizzando la figura di
questo grande Apostolo con la festa del 25
luglio, con la processione lungo il porto
canale e la benedizione della citt, presente
il gonfalone, ho svegliato una attenzione
sopita alla figura e funzione del santo
titolare della chiesa e parrocchia e patrono
della citt. E ne godo.
Ringrazio per la ospitalit.
Don Silvano Ridolfi

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

ROMA - Giubileo della Misericordia:


- PELLEGRINAGGIO DIOCESANO presieduto dal vescovo Douglas Regaeri (un giorno, 25 aprile 2016) 50 euro
- PELLEGRINAGGIO con le parrocchie di Budrio e di Longiano (due giorni, 24 e 25 aprile 2016)
150 euro
- PELLEGRINAGGIO con lUNITALSI Cesena

(due giorni, 24 e 25 aprile 2016, iscrizioni presso Umberto e Giovanna, 329 6484489, 333 2995808) 150 euro

LOURDES
- 3 giorni, dal 16 al 18 maggio 2016 - in aereo - con la parrocchia di San Domenico di Cesena

da 540 euro

SAN GIOVANNI ROTONDO


- 3 giorni, dal 2 al 4 giugno 2016 - Monte SantAngelo e Manoppello (con il gruppo di preghieraSan Pio da Pietrelcina) 190 euro

PROGRAMMI IN PREPARAZIONE
LISIEUX: 6 giorni (inizio luglio 2016), in pullman - La sant femminile in Francia e in parcolare Santa Teresa di Ges Bambino e i suoi
san genitori Luigi e Zelia Marn - Visite a Caen, Alenon, Nevers, Paray Le Monial
TERRA SANTA: 8 giorni, dal 6 al 13 oobre 2016 - aereo - Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, Lago di Tiberiade, Gerico, Betlemme, Gerusalemme

16

Valle del Rubicone

Gioved 3 marzo 2016

Progetto per persone in crisi

Roncofreddo

Nella stessa casa


per risparmiare
sullaffitto
Manca il lavoro o si lavora solo saltuariamente? Si fa fatica a pagare affitto e bollette?
LUnione Rubicone-Mare propone una coabitazione fra persone in difficolt, in modo
da abbattere i costi. Ma non saranno lasciate a se stesse: le associazioni "Fratelli possibile", "Papa Giovanni XXIII" e "Homo Viator" coordineranno il vivere quotidiano sotto lo stesso tetto. La presentazione del progetto si svolta sabato scorso in Comune a
Savignano, alla presenza del sindaco Filippo
Giovannini, del sindaco di San Mauro Pascoli Luciana Garbuglia, di Francesca Righi
direttore del distretto Ausl Rubicone-Costa

Oasi francescana
E morta suor Paola

ed Ettore Valzania di "Fratelli possibile".


Il progetto, della durata biennale, coinvolge
sei inquilini per un costo totale di 45mila euro.
I due appartamenti si trovano in centro a San
Mauro Pascoli e a Longiano nel complesso
dei frati francescani.
"Lo scopo della coabitazione - ha affermato
Valzania - quello di ridare speranza a persone sfiduciate per spronarlE a un reinserimento sociale su tutti i fronti. Il ruolo delle
associazioni quello di fare da mediatrici
per una coabitazione il pi familiare possibile".

DA SINISTRA FILIPPO GIOVANNINI,


LUCIANA GARBUGLIA, FRANCESCA
RIGHI, ETTORE VALZANIA, ELISA ZAVOLI

Questo "Cohousing" una delle prime esperienze in regione. Piuttosto che dare un mero contributo monetario, le persone in difficolt hanno un accompagnamento sociale
e imparano a suddividere le spese con altri.
E una forma di responsabilizzazione.
I primi fruitori di questa opportunit sono
stati individuati dai Servizi sociali. Lingresso nei due apparatmenti avverr entro met
marzo.
Cristiano Riciputi

Gambettola
Entro 5 anni la struttura
dovr essere terminata
e servir un ampio
bacino dei Comuni
del Rubicone

Si pensa
alla casa
di riposo
D

opo lapprovazione della


variante al Poc (piano
operativo comunale),
avvenuta nella seduta del
Consiglio comunale di mercoled 24
febbraio, in arrivo per i
gambettolesi una "novit"
interessante: sorger una casa di
riposo per anziani.
In effetti non si tratta di vera
"novit", bens di un "ripristino"
perch, sino a poco pi di 16 anni fa
era ancora in attivit la casa di riposo
Ravaldini situata nella via omonima
di fianco alla chiesa parrocchiale.
Prima che tutto il complesso subisse
una radicale trasformazione (ai piani
rialzati sono stati ricavati dei mini
appartamenti per anziani
autosufficienti, mentre al piano
terreno ha trovato sede il Centro
Sociale per anziani), lintero
fabbricato era adibito a casa di

riposo per anziani ed era


gestito da una piccola
comunit di suore in
seguito trasferite. Da
allora tante persone
anziane bisognose di
quel tipo di assistenza
hanno dovuto cercare
una sistemazione adeguata fuori da
Gambettola. Adesso c
unassociazione di imprenditori
decisa a realizzare questo servizio in
unarea (vedi foto) compresa fra la
via Verdi e la rotatoria XXV Aprile. La
variante al Poc, oltre alla casa di
riposo per anziani conteneva cinque
richieste per aree produttive e una
per area residenziale.
"Lesigenza primaria che ci ha
guidato - ha spiegato lassessore
allUrbanistica Luigi Battaglia -
stata quella di dare risposte concrete
a quelle imprese che vogliono
ampliare la loro attivit continuando
a investire nel territorio, portando
ulteriori possibilit di lavoro a
Gambettola. Non vogliamo
costringere chi, anche in questo
periodo di crisi, continua a produrre
e creare occupazione, a cercare altre
opportunit altrove".

Dello stesso avviso stato il


capogruppo di minoranza, Luca
Cola, che nel suo intervento ha
evidenziato la convenienza della
proposta della casa di riposo, come
lo sono le proposte per le aree
produttive che rappresentano una
reale esigenza delle aziende locali.
"A prescindere dai tempi tecnici di
realizzazione della nuova casa di
riposo, per i quali stato fissato un
tempo limite di cinque anni, ha
precisato il sindaco Roberto Sanulli,
e considerato che si sta percorrendo
la strada della convenzione con il
Servizio sanitario nazionale, la nuova
casa di riposo sar a disposizione di
tutto il Distretto del Rubicone, quindi
non un servizio esclusivo solo per i
gambettolesi.
I posti letto che saranno accreditati
alla struttura rispetteranno una
graduatoria entro la quale saranno
iscritti tutti i residenti del distretto e
verranno assegnati a seconda della
gravit della malattia.
Questo per evitare inutili equivoci:
quanto si sta gi stanno facendo in
altre realt dislocate nei comuni del
Distretto".
Piero Spinosi

Longiano, si costituito il Comitato genitori


Nei giorni scorsi si costituito il Comitato Genitori
delle scuole di Longiano. Le motivazioni che hanno
spinto il gruppo promotore a formare un nuovo
Comitato sono state varie, tra cui il desiderio di
rafforzare la collaborazione fra le varie
componenti della scuola, migliorare la promozione
civile, culturale e incentivare la socialit. Sono
stati eletti Cristiana Papalia (presidente) Simona
Pinto, Roberta Calandrini, Sabrina Rossi, Federica

Branducci, Marzia Brusa. Il primo evento


organizzato dal Comitato stata una Festa presso
il centro Auser di Budrio di Longiano. Dopo una
parte allaperto nel Rio parco la seconda parte si
svolta dentro al centro Auser dove le famiglie
hanno fatto festa e seguito le evoluzioni dei
ballerini della compagnia "Arte e spettacolo
Cesena danze - Studio 524" di Cesena,
associazione sostenuta dalla Bcc di Sala.

Si spenta gioved 25 febbraio presso


lOasi Francescana di Cento di
Roncofreddo madre Paola Dragoni.
Aveva 87 anni. Da una decina danni
aveva dato vita allOasi sulle colline di
Roncofreddo aiutata dalle consorelle
suor Valeria e suor Agostina con il ne
di ospitare gruppi dediti alla preghiera
e alla meditazione, con uno sguardo
sempre attento alla catechesi e alla
cultura, nel rispetto della natura
secondo il precetto francescano.
Nata a Villanova di Bagnacavallo,
laureata in losoa e in psicologia,
Madre generale dellOrdine
Francescano, dagli anni 70 a Ravenna
ha diretto per circa tre decenni
listituto Tavelli. Animata da grande
attenzione per le nuove generazioni,
desiderosa di trasmettere
uneducazione
densa di
contenuti,
convinta che la
scuola sia il
mezzo pi
efficace per
testimoniare e
diffondere
principi cristiani
di fraternit e
condivisione, ha
dato grande
impulso
allIstituto da
lei diretto ampliandone gli spazi
parallelamente allofferta formativa,
istituendo sezioni di scuola primaria e
media in aggiunta a quelli preesistenti
della scuola materna, portando
lIstituto al lustro di cui tuttora gode.
Figura di notevole spessore
intellettuale, perennemente ispirata,
ha unito rare qualit umane di ascolto
e disponibilit a lucidit,
lungimiranza, rigore, capacit di
analisi. Una vita vissuta nella
spiritualit, nella preghiera, nella
fede, nella fedelt, nellesempio che
lascia oggi un gran vuoto nella
comunit che negli anni cresciuta
intorno a lei. Comunit che ha sempre
dimostrato di apprezzare gli stimoli
provenienti da lei e dalle consorelle e
che con ducia chiede oggi che la vita
dellOasi possa continuare, riferimento
vivo e autentico per tutti coloro che
cercano un ristoro dellanima.
Pienamente operativa e nel pieno
possesso delle proprie capacit no
quasi allultimo, si spenta
ottantasettenne il 25 febbraio poco
dopo le 12 circondata dalle consorelle.
Il funerale si tenuto a Ravenna
presso la chiesa di SantAgata e il
feretro stato traslato al cimitero del
suo paese natale.

Gatteo
Nuove strutture sportive
Scuola e sport si riconfermano uno dei
punti cardine del futuro di Gatteo: se
Gatteo Mare e SantAngelo potranno
contare nei prossimi mesi su nuove
palestre scolastiche e strutture sportive
dedicate ai ragazzi, anche a Gatteo
capoluogo gi a bilancio un signicativo
intervento di potenziamento delle
opportunit sportive. Larea adiacente la
scuola media Pascoli destinata a ospitare
un nuovo campo da calcio in sintetico
pensato per la pratica di svariate
discipline.
"Il campo in erba gi presente in zona spiega il sindaco Gianluca Vincenzi - versa
in condizioni tali da non essere utilizzabile
dagli oltre 230 alunni della scuola Pascoli
per lora di educazione motoria. Con la
realizzazione di un manto sintetico
andremo a sanare questa situazione,
cogliendo loccasione per dotare il paese
di una struttura sportiva di ultima
generazione".

Valle del Savio

Gioved 3 marzo 2016

17

Sarsina | Premiazioni Avis

Sarsina | Piazza Plauto assediata

Si svolta domenica 28 febbraio lassemblea annuale dei soci Avis della sezione
comunale di Sarsina. Sono stati premiati Licia Bosi, Matteo Colonnelli, Sonia Cortesi,
Emanuele Giannini,Tiberio Moretti, Silvia Peruzzi, MarikaValdifiori, Flavio Para (8
donazioni). Alberto Poggioli, Piero Riceputi, Sauro Salighini, Carla Sartini (16
donazioni). Lino Laurentini, Maurizio Masi, Barbara Peruzzi (24). Giovanni Mariani
(50). Mirella Rinaldi (75). Rolando Bosi (nella foto, 100 donazioni).

Ennesimo parcheggio abusivo in piazza Plauto a Sarsina. La questione di vecchia data


ormai. Davanti alla millenaria Basilica Concattedrale di Sarsina non si pu parcheggiare.
Ci sono due evidenti e non trascurabili divieti di sosta. Ma immancabilmente, con
precisione svizzera, i cartelli vengono ignorati dagli automobilisti. La sera, il sabato
mattina, sempre. Se il divieto viene perennemente disatteso bene che ci siano pi
controlli a far da deterrente. E bene anche che in una citt che si vuole turistica (il
turismo porta soldi e indotto) tutti facciano la propria parte, cittadini compresi. (Mm)

Nei giorni scorsi si concluso un corso per gli operatori locali

Mercato Saraceno: idee


per lo sviluppo turistico

i concluso nei giorni scorsi, a


Mercato Saraceno, con la
lezione finale tenutasi nella sala
consiliare del Comune, un corso
legato al marketing e allo sviluppo
turistico del territorio. Il corso era
organizzato da Cescot Cesena e
Confesercenti Cesenate.
Il percorso formativo si articolato
nellambito del progetto "Azioni a
supporto dei processi di innovazione,
sviluppo competitivo e

riposizionamento per il sistema


turistico dellEmilia Romagna" e
"Innovazione di prodotto/servizio". Le
docenze sono state effettuate da Alan
Bosi e Giuseppe Ricci, esperti di
marketing turistico con esperienza
pluriennale. Al percorso, finanziato
dalla Regione Emilia-Romagna, hanno
partecipato 17 operatori
prevalentemente del settore dei
pubblici esercizi e del commercio. Gli
incontri, che hanno previsto brevi

momenti di teoria a cui sono seguiti


analisi di casi ed esercitazioni pratiche,
hanno riguardato il marketing come
strumento di sviluppo per nuovi
"turismi" culturali, collegati e
collegabili alla cultura e alla
valorizzazione delle risorse storiche,
ambientali ed artistiche del territorio.
Alcune proposte avanzate hanno
lobiettivo di contribuire alla
valorizzazione del territorio come polo
di attrazione turistica e alla tutela del
patrimonio naturale, paesaggistico,
storico e della ospitalit per giungere a
una idea che si possa porre al servizio e
per lo sviluppo delle imprese, delle loro
aggregazioni e della intera economia
locale. Alla conclusione dellultima
lezione erano presenti anche il sindaco
di Mercato Saraceno, Monica Rossi, il
vicesindaco Luciano Casali e
lassessore alla Cultura, Raffaele
Giovannini.
Il corso dovrebbe essere propedeutico
alla realizzazione di un piano pi
articolato, per un vero e proprio patto
per la crescita del turismo a Mercato
Saraceno. La Confesercenti ha
incontrato infatti, qualche tempo fa,
lamministrazione comunale, la Pro
Loco e lassociazione culturale Fogli
Volanti, trovando condivisione
preventiva su un progetto di
informazione turistica diffusa nei
negozi e nei pubblici esercizi che
preveda un abbattimento di tasse e
imposte per gli esercenti, che dovrebbe
andare a compimento prossimamente.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Bagno di Romagna
Siti naturalistici
Risorsa da valorizzare
I Siti di interesse comunitario (Sic) che
interessano il territorio del Comune di Bagno di
Romagna sono due: il "Rami del Bidente,
Monte Marino", parzialmente in territorio di
Santa Sofia, e il "Monte Zuccherodante",
completamente in Comune di Bagno di
Romagna.
Questultimo occupa una superficie di 1.097
ettari dal crinale tra Emilia-Romagna e Toscana
alla strada dei Mandrioli e alla strada
provinciale per Verghereto.
Comprende interamente il tratto della Strada
dellAlpe, ora della Via Romea Germanica, che
dal complesso delle Gualchiere, poco oltre il
paese di Bagno di Romagna, sale al pianoro di
Nasseto e al passo Serra.
Si tratta tra laltro di un percorso che lEnte
Parco aveva gi inserito anni fa nella carta dei
percorsi "geologici" del Parco anche per le sue
curiosit e le sue caratteristiche.
Si tratta di unarea che, grazie alla disponibilit
di Fondazione Ghezzo, Comune di Bagno di
Romagna e gestione delle Foreste Demaniali,
dal 1988 racchiude la prima "area Wilderness"
italiana.
Il "confine" dellarea Sic arriva fino alla
confluenza del fosso di Becca nel Savio, e
quindi, se qui dovessero arrivare i futuri confini
del Parco Nazionale, saremmo veramente a
poche centinaia di metri dallabitato di Bagno
di Romagna.
Il Sic Rami del Bidente, Monte Marino, nella
parte in territorio di Bagno di Romagna,
comprende il borgo di Ridracoli e parte del
Bidente di Ridracoli, Strabatenza e parte del
Bidente di Pietrapazza, avvicinando di molto i
confini del Parco a Poggio alla Lastra.
Alme

18

Solidariet

Gioved 3 marzo 2016

s
a
t
i
r
a
C
e
l
l
e
n
o
Viaggi
parrocchiali

La Caritas di Budrio rivolge la sua attenzione esclusiva ai


poveri della parrocchia, il cui territorio si estende su tre
Comuni: Longiano, Gambettola e, in piccola parte, Cesena

Non un diritto, ma un aiuto


U

na Caritas
autosufficiente
grazie alla generosit
dei parrocchiani. quella di
Budrio di Longiano, attiva
dal 1998 con sede presso i
locali della parrocchia.
Spiega il responsabile
Antonio Alessandria: Ci
basta quello che viene
raccolto in chiesa, generi
alimentari e offerte in
denaro, la prima domenica
del mese. Non abbiamo
necessit di ricorrere al
Banco Alimentare. Nei casi
di particolare bisogno,
chiediamo la collaborazione
della Caritas diocesana.
La Caritas di Budrio rivolge
la sua attenzione esclusiva

Il responsabile Antonio
Alessandria:Alla base
del nostro servizio
ci sono lascolto
e la costruzione di un
rapporto con le persone
ai poveri della parrocchia, il
cui territorio si estende su
tre Comuni: Longiano,
Gambettola e, in piccola
parte, Cesena.
Il servizio che offre
completo. Si va dalla
distribuzione di indumenti
e alimenti, allaiuto in
denaro per pagare le utenze.
Tutti i venerd pomeriggio
attivo il centro di ascolto.
I volontari fissi sono
quattro. A questi si

Istituti bancari:
cos il Bail-In?
Il Bail-In un meccanismo in base
al quale, in caso di crisi bancaria,
non pi previsto lintervento
dello Stato, ma il reperimento
delle risorse tra soggetti privati,
primi tra tutti obbligazionisti e
azionisti della banca, seppur con
limiti e garanzie previste dalla
norma stessa. Lobiettivo quello
di consentire di gestire le crisi in
modo ordinato attraverso
strumenti pi efficaci e lutilizzo di
risorse del settore privato,
riducendo gli effetti negativi sul
sistema economico ed evitando
che il costo del salvataggio gravi
sui contribuenti.
In pratica il Bail-in, attraverso la
conversione di parte delle
passivit, permette di ricostruire
il capitale e consente alla banca di
continuare a operare e offrire i
servizi nanziari ritenuti
essenziali per la collettivit e
poich le risorse nanziarie per la
stabilizzazione provengono da
azionisti e creditori, non
comporta costi per i contribuenti.
LItalia ha dovuto cambiare il
meccanismo di intervento alle
banche in crisi in seguito alla
Direttiva europea in materia di
risanamento e risoluzione degli
enti creditizi. infatti dimostrato
che gli aiuti pubblici, che tale
Direttiva intende limitare, hanno
accresciuto il debito pubblico in
maniera evidente. Dunque
lEuropa ora obbliga il nostro
Paese a utilizzare il metodo del
Bail-in. Gli azionisti e creditori
non potranno in nessun modo
subre perdite maggiori di quelle

DA SINISTRA,
IL RESPONSABILE DELLA CARITAS DI BUDRIO
DI LONGIANO ANTONIO ALESSANDRIA,
IL PARROCO DI BUDRIO
DON TONINO DOMENICONI
E UNA VOLONTARIA CARITAS

aggiungono alcuni
collaboratori esterni che
danno una mano a
raccogliere quanto offerto
dai parrocchiani, a
sistemare il magazzino e a
preparare i pacchi con i
prodotti di prima necessit.
Nel 2015 sono state seguite
31 famiglie. Il Paese di
provenienza pi ricorrente
il Marocco. Si annoverano
anche sei nuclei italiani,
formati da persone adulte
con situazioni
problematiche, come i
separati, o famiglie del sud
Italia che non hanno
parenti vicini ai quali
chiedere aiuto e sostegno.
Fra gli stranieri si contano
ben 45 minori.
Prima di iniziare un
rapporto - spiega il
responsabile - controlliamo
che la famiglia abiti nel

territorio della parrocchia e


abbia la residenza a
Longiano, a Gambettola o a
Cesena, poi guardiamo
lIsee della famiglia. Non
facile conoscere le realt
che andiamo ad aiutare.
Ogni decisione presa
assieme agli assistenti
sociali, con cui abbiamo un
buonissimo rapporto.
Dal 2014 - comunica
Alessandria - abbiamo
scelto di consegnare il
pacco a ciascuna famiglia a
mesi alterni, a rotazione.
Lobiettivo di fare capire
che il pacco non un
diritto, ma un aiuto per
arrivare a fine mese. Le
famiglie sono in deficit di
circa 500 euro al mese.
Alla base del nostro
servizio - aggiunge
Alessandria - c lascolto e
la costruzione di un

rapporto con le persone.


Tuttavia, cerchiamo di tenere
sempre un certo distacco,
respingendo la confidenza che
pu avere secondi fini.
Abbiamo imparato a dire dei
no e non effettuiamo visite a
domicilio.
I parrocchiani rispondono con
generosit perch hanno
fiducia nel nostro modo di
operare. Vedono che non
diamo il pacco al primo che
passa, ma aiutiamo solo
persone veramente bisognose.
Situazioni disperate non ce ne
sono - precisa il responsabile -.
Periodicamente si presenta il
problema degli sfratti e noi ci
attiviamo per trovare una
soluzione.
La maggior parte delle famiglie
aiutate esprimono
riconoscenza per quello che
facciamo.
Matteo Venturi

NOTIZIARIO PENSIONATI
che sopporterebbe in caso di
liquidazione della banca secondo
le procedure ordinarie e, si
ribadisce, sono previste apposite
garanzie. Dal 1 gennaio entrata
in vigore tale Direttiva e il Bail-in
scatta solo nel caso di crisi
dellistituto bancario. Non
corretto affermare che verranno
prelevate somme di denaro dai
conti correnti, perch il Bail-in
prevede innanzi tutto una
svalutazione di azioni e crediti e la
loro conversione in azioni per
assorbire le perdite e
ricapitalizzare la banca in
difficolt. Da questa operazione
sono comunque esclusi i
consumatori con depositi e somme
su conti ordinari inferiori ai
100mila euro, che dunque non

Pro Etiopia
Il grazie
dellassociazione
LAssociazione Cesenate Pro Etiopia
ha donato 11.200 euro.
Questa cifra verr utilizzata per vari progetti,
fra cui: progetto per valorizzare le attivit per
le donne di Sakala, acquisto di nuove gomme
per auto di suor Assunta, cibo per bambini e per
la cooperativa di donne (suor Carla Rita a
Sakala).
Vi un altro progetto portato avanti sempre
dallAssociazione Pro Etiopia: Cibo per bambini
poveri. Lobiettivo quello di assistere
molti poveri, ma soprattutto sostenere bambini
in et compresa tra i quattro e i sette anni,
dando loro un supplemento alimentare. Si
calcola di assistere 60 bambini provenienti da
vari villaggi, spendendo mensilmente circa 60
Birr per ogni bambino.
Lassociazione ringrazia tutti coloro che hanno
inviato il pagamento delle tessere con generosi
contributi. Nella prossima primavera sar
convocata unassemblea per lapprovazione del
bilancio 2015 e delle cariche sociali. Gli iscritti
sono invitati a presentare la propria
candidatura.

SantEgidio
Dal Club "Forza Cesena"
un defibrillatore
per la parrocchia
Il Club Forza Cesena di SantEgidio di
Cesena, affiliato al Coordinamento Cesena
Clubs, in collaborazione con Stefano Fantini
dellagenzia Allianz di Cesena, ha deciso di
donare un debrillatore alla parrocchia di
SantEgidio. La breve cerimonia della
consegna del prezioso strumento avverr nel
pomeriggio di domenica 6 marzo presso i
locali parrocchiali.
Oltre al parroco don Gabriele Foschi, sar
presente anche il vescovo di Cesena-Sarsina
Douglas Regattieri che proprio quel giorno
inizier la visita pastorale presso la
parrocchia.
Il debrillatore potr pertanto essere
fruibile dalla chiesa, dal circolo, dal teatro
Bogart e, pi in generale, da tutti i locali
parrocchiali.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Rimandato ad aprile ticket per chi non disdice esami


Il pagamento del ticket per chi disdice in ritardo visite ed esami specialistici, che doveva essere
approvato nei giorni scorsi dalla Regione Emilia Romagna, stata rimandato ad aprile.
La legge sulle farmacie, allinterno della quale presente tale emendamento, stata da tempo
annunciata dallassessore alla sanit Sergio Venturi, ma ha trovato lopposizione di Fratelli
dItalia e Forza Italia che hanno costretto al rinvio.
La novit prevede che chi, anche se esente, non disdice la prenotazione almeno due giorni
prima dallappuntamento, pagher una somma pari al ticket previsto per quella prestazione.
volont della giunta introdurre la norma contemporaneamente in tutte le Ausl della Regione
e per questo sar necessaria anche una delibera di giunta per armonizzare il provvedimento
sui territori delle diverse aziende.

saranno coinvolti dal sistema Bailin.


Lentrata del Bail-in non richiede
quindi ladozione di misure

Metti al sicuro il tuo 730


Vieni al Caf Cisl
Prenota il tuo 730 telefonicamente chiamando il numero
verde gratuito 800 800 730, oppure online attraverso il
sito della Cisl Romagna www.cislromagna.it oppure sul sito
del Caf Cisl www.cafcisl.it, tutto con tre semplici click! Insieme alla prenotazione potrai trovare anche lelenco di tutti
i documenti necessari.

Per informazioni via Renato Serra, 18, Cesena: tel.


0547/20499 e fax: 054720499 0547611220.
Metti al sicuro il tuo 730, vieni al Caf Cisl!

rafforzate di autotutela, perch


ancora una volta larma principale
che ha il consumatore essere
informato e sapere come viene
gestito il proprio portafoglio in
banca (non affidandosi al
dipendente dellIstituto) e
valutando attentamente la
tipologia di prodotti in cui si decide
di investire, sapendo appunto che
il Bail-In fa salvi alcuni prodotti.
Quindi per non incorrere in pericoli
opportuno:
- evitare di investire in prodotti
nanziari e bancari ad alto rischio;
- valutare attentamente azioni,
obbligazioni della banca e altri
titoli subordinati;
- quando si fa in banca il
questionario Mid, rispondere
con sincerit, non sopravalutando
le proprie conoscenze nanziarie.
Infatti affermare di sapere di pi di

quel che effettivamente si sa tra


le cause principali di perdite
economiche in materia di
investimenti;
- nel caso di depositi superiori a
100mila euro, magari diversicare
tra pi istituti bancari in modo da
rimanere sotto la soglia
di tale cifra con la precisazione
per che anche per la parte
eccedente i 100 mila euro i depositi
delle persone siche e delle piccole
e medie imprese dal Bail-in
ricevono comunque un trattamento
preferenziale. Essi infatti
sopporterebbero un sacricio solo
nel caso in cui il Bail-in di tutti gli
strumenti con un grado di
protezione minore nella
gerarchia fallimentare non fosse
sufficiente a coprire le perdite e a
ripristinare un livello adeguato di
capitale.

Cultura&Spettacoli
Concerto
gospel
di beneficenza
a SantAgostino
di Cesena

na serata tra musica


U
spiritual e solidariet.
Sabato 12 marzo alle 21,
in centro a Cesena nella
chiesa di SantAgostino
(piazza Aguselli)
lIntercity Gospel Train
Orchestra terr un
concerto per il Centro
educativo di Cesena
Cantiere 411.
Levento, promosso

Gioved 3 marzo 2016

dallassociazione Il
Pellicano, sar con
ingresso a offerta libera.
Quanto raccolto andr
per le attivit del Cantiere
411, centro educativo per
bambini e ragazzi
promosso dalle Suore
della Sacra Famiglia.
Per info: 380 2120262,
www.cantiere411.com,
ass.ilpellicano@tiscali.it

Un ricordo e un premio a 190 anni dalla nascita della cantante

Marietta Alboni, voce cesenate


nota in Italia e oltreoceano
M

arietta Alboni: ricorre


domenica 6 marzo il 190esimo
anniversario della nascita della
grande cantante lirica che ha lasciato
nella sua Cesena e nellintero mondo
della musica unimpronta indelebile.
Ricorrenza che vogliamo condividere
con la citt, concomitante con altre
importanti date in campo musicale,
come i 170 anni dallinaugurazione del
Teatro comunale e dal debutto di una
ventenne Marietta, il 15 novembre 1846,
nel suo Teatro cittadino.
LAlboni nacque a Citt di Castello nel
1826, figlia di genitori romagnoli: il
babbo di Bagnacavallo e la mamma di
Terra del Sole. Il padre, ufficiale delle
Dogane Pontificie, ben presto torn in
Romagna e si stabil a Cesena, dove
prestava servizio.
Allieva prodigio del cesenate Antonio
Bagioli, studi a Bologna con Gioachino
Rossini e in seguito si trasfer a Parigi.
Pur naturalizzata francese, si defin
sempre cesenate.
La fama di Marietta ben presto varc
loceano ed entusiasm, durante
tourne nelle Americhe (1852-1853), il

maggiore poeta statunitense, Walt


Withman, a tal punto che lascolto pi
volte e limmortal nella sua raccolta di
poesie Foglie derba. Varie fonti
testimoniano che la nostra Marietta fu
la prima interprete che fece conoscere
la canzone pi eseguita al mondo, La
Paloma, composta dallo spagnolo
Sebastian Iradier. Alla sua morte (1894)
la Ville Lumire le intitol una via nei
pressi della Tour Eiffel e le diede
sepoltura nel Cimitero monumentale di
Pre Lachaise, dove si trova tuttora.
Da qualche anno un gruppo di
appassionati ha costituito a Cesena
lassociazione culturale Marietta
Alboni con lo scopo di far conoscere e
valorizzare la figura di questa
grandissima cantante romagnola,
rimasta troppo tempo nellombra
delloblio, e ha istituito un Premio
biennale a lei dedicato, la cui prima
edizione intitolata Contralto di donna
stato assegnato al famoso contralto
Fiorenza Cossotto il 6 marzo 2014.
La seconda edizione del Premio avverr
presumibilmente il 15 novembre
prossimo nel Teatro Bonci, in occasione

Beleza..., mostra fotografica


a Palazzo Ghini di Cesena
ue giovani fotogra cesenati, Piero Tampellini e
Francesco Girardi, hanno trascorso dieci giorni presso
D
lopera educativa Padre Giussani in Brasile fondata e
guidata da Rosetta Brambilla, una missionaria che partita
per Belo Horizonte 40 anni fa mossa dalla passione per
lannuncio di Cristo.
Hanno fatto il viaggio a loro spese per incontrare una realt

del 170esimo anniversario del debutto


nello stesso Teatro che la la vide
protagonista davanti al pubblico della
sua citt.
Della Nostra cos scriveva il
compositore francese Camille de SaintSaens:
Cesena ha pi dolci ricordi: in lei
cresciuta ed stata allevata Marietta
Alboni. l che essa apprese le prime
nozioni di unarte della quale doveva
essere una delle glorie.
Con queste parole vogliamo ricordare
una cantante che con la sua arte ha
onorato Cesena e lItalia.
Bruno Benvenuti

educativa che conoscevano per


sentito dire, ma che non avevano mai
visto coi loro occhi. Sono rimasti
colpiti molto positivamente perch
hanno potuto vedere la carit in
azione. Hanno potuto capire cosa
signica amare i bambini e metterli al
centro di ogni attivit. Cos hanno
decritto la loro avventura: Abbiamo
documentato la realt che c parsa
davanti, nulla di pi. Accolti come
gli in un mondo sconosciuto da
persone che abbiamo amato e che ci

19

Cinema
di Filippo Cappelli
Multisala Aladdin, Uci Romagna

LO CHIAMAVANO JEEG ROBOT


di Gabriele Mainetti
Vale la pena dimenticare il passo falso firmato
da Gabriele Salvatores con Il Ragazzo Invisibile, prima di approcciarsi al Jeeg Robot di
Mainetti. Se Salvatores costruiva unopera
dallalto budget ma scarsa empatia, il regista
romano invece risponde alla penuria di mezzi
con passione e creativit autentica.
La trama: protagonista Enzo Ceccotti (Claudio Santamaria, ingrassato ad hoc per il film),
criminale di quartordine, che oltre ai piccoli
furti trascorre la sua giornata tra cinema porno
e budini alla vaniglia. Sfuggendo allinseguimento di un paio di poliziotti, si immerge nel
Tevere, dove entra in contatto con dei fusti
contenenti un liquame radioattivo. Smaltita
lintossicazione, scoprir di avere guadagnato
una forza sovrumana, tanto da poter staccare
un bancomat dal muro e portarselo a casa
sotto braccio. Nel palazzone di Tor Bella Monaca dove abita risiede pure Alessia (Ilenia Pastorelli, uscita dalla 12esima edizione del
Grande Fratello), disturbata mentalmente e
convinta di vivere nel manga Jeeg Robot dAcciaio. L'ingenua ragazza elegger Enzo a suo
Hiroshi, leroe di Jeeg Robot, ma le cose saranno pi complicate del previsto: mentre
Roma bersaglio di attentati terroristici, forse
orchestrati dalla camorra in risposta al blocco
degli appalti pubblici, Enzo deve fare i conti
con la banda dello Zingaro (Luca Marinelli)
Mainetti lavora di mestiere e buona volont,
costruendo un film adatto ai fanatici di manga
giapponesi (e c spazio per il personaggio di
G Nagai) e per tutti coloro che preferiscono
un cinema pi impegnato (rubando a forza un
bancomat, Enzo diviene il simbolo della crisi
economica che comprime le classi sociali pi
basse). Gi con il solo progetto si nelloriginalit pi spinta: di solito la fantascienza
considerato un brand a uso esclusivo del cinema americano e quindi i produttori faticano
a sostenere progetti italiani che saranno considerati i parenti poveri dei grandi blockbuster. E
invece il film gioca elegantemente col genere,
mantenendo fede ai capisaldi di riferimento
come la solita sostanza radioattiva che dona i
poteri e labitudine alle nuove responsabilit.
Senza per tralasciare latmosfera tutta italiana
in generale e romana in particolare. Ne esce un
piccolo gioiello, divertente nelle continue
commistioni dei generi e specialit artistiche.

hanno amato da subito. Dallasilo


alle case, siamo entrati nelle vite
dei brasiliani, o per meglio dire
siamo stati travolti dalle loro vite, e
abbiamo provato a raccontare la
nostra esperienza come meglio
sappiamo fare: con la fotograa.
Affascinati da come in un posto
come la favela brasiliana, che
allapparenza pu sembrare un
posto abbandonato da Dio, si possa
amare ed essere amati in questo
modo. unesperienza che segner

per sempre le nostre vite....


Hanno scattato centinaia di foto e ne
hanno scelte 40 per documentare la
loro esperienza in una mostra che si
chiama Beleza.
La mostra sar aperta dal 5 al 19
marzo presso la sala esposizioni di
Palazzo Ghini, in corso Sozzi a Cesena,
dalle 16 alle 19 di ogni giorno. Sar
possibile prenotare visite guidate al
mattino per scolaresche delle scuole
medie superiori e inferiori (tel. 0547
25117, 340 2968943).

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
IL LIBRO DELLA PASSIONE
di Jos Miguel Ibanez Langlois
Casa Editrice: Ares (15 euro)
Lautore cileno ed stato membro della Commissione Teologica Internazionale, ma
questo libro tratta di teologia in versi, un vero poema in endecasillabi e nei suoi derivati
(quinari e settenari). Cesare Cavalleri che lha tradotto dice che quando si tratta di poesia
religiosa non si pu tollerare la mediocrit. E non ha timore di affermare che Manzoni
s un grandissimo narratore, ma nei famosi Inni un poeta rimbombante. ovvio che
questo Libro della Passione, a suo giudizio, un poema di altissima poesia, e io che lho
letto molte volte ne sono entusiasta, e per questo vorrei suggerirlo come meditazione
Quaresimale in preparazione alla Settimana Santa. suddiviso in nove parti: I giorni
della fine; Lultima cena; Lagonia nellorto; Il processo giudaico; Il processo romano; La
via crucis; Le sette parole; La morte; La risurrezione. La meditazione senza punteggiatura. Questo pu rendere la lettura non facile.
Cavalleri sostiene che il poema racchiuso tra due parole ricorrenti: il nulla e lInri.
La prima come limmagine sintetica del bisogno di salvezza e la seconda come limmagine sintetica della regalit salvifica di Ges, operata attraverso la croce. Il libro del
poeta-teologo va letto parola per parola tutto di seguito per coglierne meglio la ricchezza
in un colpo solo e, a mio parere dopo un po di fatica, ho limpressione che la mancanza
di punteggiatura renda ancor pi intrigante la lettura. Poi potr essere meditato, brano
per brano. Si tratta di profonda teologia e di notevolissima poesia. La teologia imperniata sulle due citazioni bibliche con cui si apre il poema che riporto: E il Verbo si fece
carne e venne ad abitare in mezzo a noi (Gv 1,14). Colui che non aveva conosciuto pec-

cato, Dio lo tratt da peccatore in nostro favore, perch noi potessimo diventare per mezzo di lui giustizia di Dio ( 2 Cor 5,21). La traduzione del
testo greco della seconda citazione, non dice peccatore, ma peccato.
Non so dire se lerrore sia una svista o voluto. Il poema infatti presenta
Ges come colui che si identificato con tutti i dolori e le malattie della
storia, a volte addirittura come fosse stato Lui stesso lautore di tutte le
atrocit della storia. Per esempio nel primo caso: E il Verbo si fece
carne,/ carne della carneficina di Auschwitz carne ebrea allingosso/
carne delle scuole elementari Gulag degli ospizi carne/ convertibile in
grasso comunista sotto la neve carne/ convertibile in Chiesa del silenzio degli arcipelaghi/ carne
della macelleria delle Follies Bergres si osservi la vetrina/ carne di lusso notti di Parigi vendita
solo al dettaglio/ carne dei suicidi che compaiono alla prima luce/ galleggiando bocconi sui
fiumi delle capitali. Nel secondo caso: Egli Adamo e il suo peccato ha oscurato il mondo/egli
stesso colp con la mano di Caino e colp e colp/ linnocente Abele fino ad assassinarlo/egli
tutti gli esseri pi ripugnanti di Sodomia e Gomorra/ un poeta maledetto peggio di Rimbaud/nella sua anima ha coltivato la depravazione/egli ha dato gli ordini perentori di Hitler e di
Stalin/ e ha liquidato milioni di vittime innocenti/ egli ha costruito le armi nucleari e a sangue
freddo le ha fatte esplodere/. Nel primo come nel secondo caso il poeta vuole comunicare il mistero della solidariet del Signore con la nostra condizione di peccatori, ma lo fa anche con il paradosso estremo. Leggendo interamente il poema non c pericolo che Jos Miguel possa essere
considerato eretico. Ci sono s tutti i personaggi negativi descritti benissimo, ma c comunque perfino il linguaggio teologico della transustanziazionee di Ges sacramentato e la piet
popolare della via crucis con il lino della Veronica. C la fede del centurione straniero. E ci
sono soprattutto la risurrezione, annunciata come linizio di una gara sportiva, e tutte le apparizioni, perfino quella alla madre Maria che non c nei Vangeli.
Rino Casali

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 3 marzo 2016

Sabato 2 e domenica 3 aprile presso i padiglioni di Cesena Fiera

Cesena

Una nuova fiera allinsegna del wellness

Danza al Bonci
La compagnia italiana Katakl, guidata
da Giulia Staccioli ex ginnasta olimpica,
sul palcoscenico del teatro Bonci, sabato
5 marzo alle 21, con lo spettacolo
"Puzzle". La compagnia si esibita in
piazza San Pietro per la XVIII Giornata
mondiale della Giovent nel 2003, alle
Olimpiadi di Sydney nel 2000, nella
cerimonia di apertura dei Giochi olimpici
di Torino nel 2006 e alle Olimpiadi della
Cultura a Pechino nel 2008.

Nella citt malatestiana la valle del


Wellness incontra quella del Cibo
sano e di qualit. Il risultato? Un
grande evento dove la parola dordine "prendere cura di se stessi".
Questo il biglietto da visita del
Wellness Food Festival, una due
giorni dedicata al mondo bio, vegan e fusion a Cesena Fiera, sabato 2 e domenica 3 aprile. Novit
del cartellone 2016 nei rinnovati
padiglioni di Pievesestina, levento si svolger in contemporanea
con Hobby Farmer, il salone degli
orti e giardini giunto alla quarta
edizione.
Wellness Food Festival apre le porte di un intero padiglione ai sapori, ai suoni e ai profumi: dallalimentazione, alla cura del corpo e
della mente, passando per abbi-

Bellezza e memoria
Una conferenza e proiezione di immagini
dedicate a Mauro Benini scultore
cesenate (1856-19159) sono in
programma per venerd 4 marzo alle 17
nellaula magna della Biblioteca
Malatestiana. Interverranno lassessore
Christian Castorri e Franco Spazzoli,
scrittore ed esperto darte. Lucia
Magnani legger pagine dei giornali
dellepoca.

DA SINISTRA: RENZO PIRACCINI PRESIDENTE DI CESENA FIERA;


ANNALISA ROMAGNOLI ESPERTA DI YOGA; VALENTINA PIRACCINI
DELLENTE FIERA; LUIGI ANGELINI DI WELLNESS FOUNDATION;
PAOLO LUCCHI SINDACO DI CESENA

Mare e archeologia

Cinema per famiglie

Tito Balestra e la Lucania

Mostra di Kengiro Azuma

Protagonista al Comunale il "Fabio Petretti airs


saxophone quartet" venerd 4 marzo alle 21 con
Fabio Petretti al saxofono, Michele Francisconi al
piano, Paolo Ghetti al contrabbasso e Stefano
Paolini alla batteria. Ingresso 10 euro, ridotto 8.
Sabato 5 marzo alle 16 la compagnia "Tanti cosi
progetti" di Ravenna presenter "I tre porcellini".
Ingresso 6 euro, ridotto 4; per il terzo glio, 1 euro.
Omaggio no ai 3 anni.

Riprenderanno sabato 5 marzo alle 18 al


Castello Malatestiano, sede della Fondazione
Balestra, gli appuntamenti con gli autori
della rassegna "Le ali della libellula" a cura
di Flaminio e Massimo Balestra. Protagonista
del primo incontro sar lo storico darte
Giuseppe Appella. Presenter il suo nuovo
libro "Arte del Novecento in Basilicata. Da
Joseph Stella a Giacinto Cerone, 1896-2004".

Al Castello Malatestiano domenica 6


marzo alle 17 sar inaugurata alla
presenza dellartista, la mostra
"Omaggio a Kengiro Azuma. Terrecotte e
opere grache", a cura di Giuseppe
Appella. Lesposizione rimarr aperta
no al 10 luglio dal marted alla
domenica e nei festivi dalle 10 alle 12 e
dalle 15 alle 19.

Anteas: misurazione gratuita di glicemia e pressione


Open day dellambulatorio sociale infermieristico
di San Mauro Pascoli, domenica 6 marzo, con
misurazione gratuita della pressione e della
glicemia per una mattinata allinsegna della
prevenzione: ecco lobiettivo della giornata.
LAnteas (Associazione nazionale tutte le et attive
per la solidariet promossa e sostenuta dalla Fnp
Cisl), in occasione della giornata del malato, in
collaborazione con la parrocchia di San Mauro

Giornata di solidariet
Il ricavato netto dal pranzo, dalla gara di
maraffone e dalle offerte di domenica 21
febbraio al circolo Acli di Calisese stato
di 1700 euro. 900 sono andati
allassociazione Amps onlus di Milano,
500 ai missionari in India padre Lorenzo
Buda e suor Maddalena Siroli, 300 alla
Caritas parrocchiale.

Cinema e teatro

Cesenatico

Al Victor di San Vittore in visione il lm di


Carlo Verdone "Labbiamo fatta grossa"
gioved 3, venerd 4, domenica 6,
marted 8 marzo alle 21 e sabato 5 alle
17. Il lm di Mark Osborne "Il piccolo
principe" sullo schermo domenica 6
marzo alle 15 e alle 17. Ingresso 3,50
euro. Sabato 5 alle 21 avr luogo la nale
di "Improvvisazione teatrale".

Pagina a cura di Terzo Spada

Cesena

Cesenatico
Concerto jazz

Al Comunale, sabato 5 marzo alle 21, la


compagnia "Dla Zercia" di Forl
presenter "Zibaldon rumagnol" due
tempi fra poesia e farsa. La rassegna "Le
favole" si concluder domenica 6 marzo
alle 16 con la aba dei fratelli Grimm
"Raperonzola" a cura dellassociazione
culturale "Rosaspina un Teatro", diretta
da Aurelia Camporesi e Angelo Generali.

E in programma al teatro comunale venerd


4 marzo alle 21,30 il concerto del "Nino
Rota ensemble" composto da Deborah Vico
al piano, Federica Torbidoni al auto,
Diletta DellAmore alloboe, Giannina
Guazzaroni al violino e Cecilia Amadori al
violoncello. Eseguiranno le musiche del
grande cinema. Ingresso palchi e platea 15
euro, loggione 10.

Spettacolo teatrale

Proseguono le rappresentazioni del XXIV


festival della commedia comicodialettale romagnola al Bogart di
SantEgidio. Sabato 5 marzo alle 21 la
compagnia "La Carovana" di Rimini
porter in scena "Una fameja
impurtenta", tre atti brillanti di Pier
Paolo Gabrielli. Ingresso 7 euro, ridotto
6.

Al Dolcini venerd 4 marzo alle 21,15 per


la II edizione di "Dolcini zapping-teatro
e musica, organizzato dal Comune,
Denis Campitelli porter in scena lo
spettacolo "Barba e capelli". Lattore
parla al mondo dalla sua barberia, il
luogo delle inquietudini e passioni di
una piccola comunit. Ingresso 15 euro,
ridotto 10.

Cesena

Tecniche per vivere bene

Mercato Saraceno

Gatteo

Avr luogo sabato 5 marzo alle 21 al


teatro "Lina Pagliughi" la prima
seminale della 33esima edizione del
festival di Gatteo. La 2^ si svolger
domenica 6 alle 16,30, la 3^ sabato 12
alle 21. La nalissima sabato 19 alle 21. Il
pubblico potr votare per mandare in
nale due cantanti. Ingresso 6 euro,
gratuito no ai 10 anni.

Unaltra conferenza del ciclo "Vivi naturale",


organizzato dal Comune, si terr nella sala
consiliare gioved 10 marzo alle 20,30.
Cristiano Bottone affronter il tema "Citt in
transizione: percorsi realistici per un futuro
possibile". Una transizione dalla logica del
consumo a un nuovo modello sostenibile non
dipendente dal petrolio e caratterizzato da un
alto livello di resilienza.

Longiano

Festival della canzone

Cesena

Pascoli, allestir lambulatorio nei locali


parrocchiali in piazza Battaglini dalle 8,30 alle 12.
Qui ci si potr recare per un controllo di routine
della pressione e della glicemia.
Lambulatorio infermieristico Anteas sorto nel
2006. Da allora le prestazioni, consistenti oltre
alla misurazione della pressione e della glicemia,
in iniezioni intramuscolo e piccole medicazioni,
sono sempre aumentate.

San Piero in Bagno

Tra commedia e favole

Commedia dialettale

Longiano

Longiano

Musica jazz e favola

Continuano le proiezioni al cinema Astra


a cura di A e del centro famiglie
"Benedetta Giorgi". Sabato 5 marzo alle
16,30 e domenica 6 alle 15 e alle 17 sullo
schermo il lm danimazione e avventura
"Il viaggio di Arlo" di Peter Sohn.

Cesena

Gambettola

Il Gruppo archeologico cesenate


organizza lincontro "Il mare come
patrimonio culturale: archeologia navale
e musei marittimi" Interverranno
Stefano Madas (Relitti della laguna di
Venezia) e Davide Gnola (Il mare oltre la
spiaggia). Appuntamento venerd 4
marzo alle 17 nella sala del Credito
cooperativo Romagnolo in viale Bovio 72,
nella sala Eligio Cacciaguerra.

gliamento, accessori e attrezzature a basso impatto ambientale. Ad


impreziosire il tutto tantissimi
spettacoli in collaborazione con
quattro prestigiosi partner: Macrolibrarsi, Molino Spadoni, Almaverde Bio e Wellness Foundation.
Ma il volersi bene anche movimento, regolare attivit, sport non
competitivo. per questo che in
collaborazione con la Wellness
Foundation (lorganizzazione non
profit fondata da Nerio Alessandri,
fondatore di Technogym, con la
missione di sviluppare e diffondere la cultura del wellness), e "Time
to move", unarea sar dedicata alleducazione fisica allinsegna del
motto "muoversi fa bene alla salute" con la collaborazione di ben 80
centri fitness.

Cesena

Marted pianistici

Assemblea Avis

Incontro con Veneziani

Convegno sul ciliegio

Ultimo concerto pianistico


nella sala " Luigi
Dallapiccola" del
conservatorio "Bruno
Maderna" in corso Comandini
marted 8 marzo alle 17,30.
Era Caushaj eseguir musiche
di Bach, Beethoven e
Schumann.

LAvis comunale terr


lassemblea annuale domenica 6
marzo nellaula magna di
Psicologia, a partire dalle 9,30.
Sar tracciato il bilancio e
saranno premiati i soci con pi
donazioni.

Lassociazione Valori e Libert


propone lincontro con lautore
Marcello Veneziani sul libro
"Comizio damore", pensieri,
immagini e musica alla ricerca
della patria smarrita. Ingresso
libero, sabato 12 marzo alle 17
nella sala 1 del cinema Eliseo.

Il Crpv e Aproccc invitano al


convegno "Innovazione tecnica
e difesa tosanitaria del
ciliegio" a partire dalle 14,30 di
venerd 4 marzo presso la era a
Pievesestina.

Tornano i corsi di Koin


Il primo a partire, luned 7 marzo, sar il
corso di cucina dedicato ai men di
famiglia. Sar tenuto presso lOsteria del
Borgo da Teresa Margheritini di Casa
Artusi.
Seguir "Psicologia e famiglia", un
percorso sul ciclo vitale della famiglia,
condotto, da marted 15 marzo, dalla
psicologa Jessica Stol. Da mercoled 16
marzo inizier il corso "Probabilit.
Calcolo combinatorio, statistica: che
probabilit ho di vincere al gioco?" a cura
di Elena Fabbri.
Lultima proposta, in collaborazione con
Agt Romagna, sar dedicata a Piero Della
Francesca. Includer una conferenza (il
27 aprile), una gita ai balconi di San Leo
(il 7 maggio) e una visita guidata alla
mostra in corso a Forl (il 14 maggio).
Per ogni corso prevista una quota di
partecipazione. possibile iscriversi
presso lUfficio turistico di Longiano o la
Biblioteca dei ragazzi di Savignano.

Sport

Elite Service Campedelli


Giovani ciclisti
pronti alla nuova
stagione agonistica
I dodici ragazzi Juniores che compongono
la formazione 2016 provengono da tutta la
Romagna. Presentazione ricordando Pantani

Gli sponsor sono


Stefano Sberlati
titolare dellElite
Service di Rimini e
Claudio Campedelli
dellomonima ditta
di irrigazione

un teatro Petrella gremito oltre ogni


previsione a fare da cornice alla
presentazione del Team Elite Service
Campedelli. Il numeroso pubblico
accorso la scorsa settimana si emoziona quando
sulle note dei Queen scorrono le immagini
dellindimenticabile Marco Pantani. La storia di
questo campione vuole ricordare il legame con
la giovane societ
sportiva grazie al team
manager Vittorio Savini
e al direttore sportivo
Claudio Savini. Il racconto per immagini della
storia del team di Cesenatico si intreccia con le
immagini delle vittorie del Pirata, e da qui il
sogno dei giovani ciclisti dellElite Service
Campedelli per un futuro di successi sportivi.
Di seguito vengono presentati i dodici ragazzi
juniores che compongono la formazione 2016:
Andrea Menghi di Novafeltria, Davide Muratori
di SantErmete, Alessandro Satta di Riccione,
Nicola Poggiali di Borghi, Michael Antonelli di

Gioved 3 marzo 2016

Fiorentino RSM, Lorenzo Barbieri di


San Giovanni in Marignano, Federico
Caputo di Gambettola, Lorenzo Casadei
di Longiano, Luca Giliberto di
Molinella, Alex Mina di Rimini,
Emanuele Paolini di Cesena, Marcello
Vigilante di Cesenatico.
Arrivano in scena il cuore e lanima del
team, il presidente Maria Sberlati e il
vice presidente Vittorio Savini, sono
visibilmente emozionati e commossi
dal ricordo di Marco e manifestano
tutto il loro amore verso questa squadra
e i suoi giovani atleti.
Segue la presentazione dello staff
tecnico composto dal direttore sportivo
Claudio Savini, dal secondo direttivo
Francesco Satta, il preparatore atletico
Stefano Bracci e il segretario Roberto
Tosi.
Gli sponsor, che danno il nome al team,
sono Stefano Sberlati titolare dellElite
Service di Rimini e Claudio Campedelli
della Campedelli impianti di irrigazione
di Savignano sul Rubicone. Si
susseguono sul palco del Petrella miss
ciclismo Asia Fornari e la campionessa
di ciclismo femminile, la professionista
Dalia Muccioli.
Alla festa dei saluti finali vengono
invitati a salire sul palco anche i
genitori di Marco Pantani, Tonina e
Paolo Pantani ed il sindaco di
Cesenatico Roberto Buda.
Ha aperto lo spettacolo il cantautore
locale Emil che ha proseguito il suo
concerto al termine dellevento
ciclistico.
La serata stata resa possibile grazie
allimprenditore Claudio Campedelli e
alle capacit artistiche di Davide Gobbi
di Idea Studio di Gatteo che ne ha
curato anche la regia.

Nuovo corso di Nordic walking


A Cesena si svolger un nuovo corso base di
Nordic walking. Sabato 5 marzo dalle 14.30 alle
17, presso i campi sportivi della Virtus Cesena
in via Falconara a Ponte Abbadesse, e domenica
6 marzo dalle 9 alle 11.30 presso il parco
Ippodromo in via Fausto Coppi, si svolger un
corso base in due mezze giornate tenuto da
Mara Fullin, istruttrice Fidal-Sinw.
Si impareranno diverse tecniche per utilizzare

correttamente i bastoncini. Per partecipare


necessaria la prenotazione scrivendo
allindirizzo mail marafullin@gmail.com
specicando: nome, cognome, luogo, data di
nascita, indirizzo e numero di telefono, o
telefonando al 335 7257707. In caso di
pioggia, il corso si svolger ugualmente,
allinterno della tensostruttura a Ponte
Abbadesse.

21

Calcio serie B
Luned posticipo
con la Salernitana
Dopo il pieno interno col Cagliari e il
viaggio infrasettimanale a La Spezia, ecco
di nuovo il Cesena di scena al Manuzzi
Orogel Stadium. In "ritardo" rispetto alle
altre squadre per, visto che i bianconeri
affrontano la Salernitana nel posticipo
della 29esima giornata, luned 7 marzo
alle ore 20,30. Contro la formazione
campana, nella quale milita lex Manolo
Pestrin, i ragazzi allenati da Massimo
Drago cercheranno di ottenere la
tredicesima vittoria casalinga. Il Cesena
pu infatti vantare un ruolino di marcia
impressionante tra le mura amiche, dove
ha inanellato ben 12 successi su 15 gare
sinora disputate. Pi altalenante invece il
cammino fuori casa dove il Cesena ha
spesso dimostrato di zoppicare. Ci
nonostante il quarto posto l a
testimoniare che la squadra costruita dal
direttore sportivo Rino Foschi, merita
quanto meno un posto allinterno della
griglia play-off. E questo Cesena lo ha
ampiamente dimostrato venerd scorso,
quando nellanticipo della 28esima
giornata di serie B, ha steso la capolista
Cagliari per 2-0. AllOrogel Stadium non
c stata storia, salvo il brivido iniziale
Pippofoto

per un rigore neutralizzato da Gomis al


cagliaritano Giannetti. Per il portiere
bianconero si tratta del terzo penalty
parato nel corso della stagione. Ad
annichilire poi la prima della classe ci
hanno pensato i guizzi di Sensi e Djuric.
Questa volta in riva al Savio approda la
Salernitana, penultima forza del torneo,
davanti solo al fanalino di coda Como.
Non sar un impegno da prendere sotto
gamba: fuori casa la formazione granata
ha gi bloccato sul pareggio anche il
Trapani di Cosmi sabato scorso in Sicilia.
Ovviamente i campani hanno bisogno di
punti per portarsi in zone pi tranquille
ed evitare la retrocessione diretta. Ecco
perch lecito attendersi una gara
complicata, nella quale i romagnoli
dovranno dare il loro meglio per venire a
capo di un avversario che vender cara la
pelle. Il Cesena vorr anche cercare
conferme davanti al pubblico amico e
strizzare locchio a quel terzo posto che
nei play-off signicherebbe partire in
"pole position", e quindi con un
vantaggio non da poco sulle altre
pretendenti alla promozione attraverso
gli spareggi.
Eric Malatesta

22

Gioved 3 marzo 2016

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Si svolta a Modena la fase finale dellaVolleyTim Cup 2016.Tra le nove formazioni in campo, il Csi Cesena Parrocchia San Giovanni

Un terzo posto di tutto rispetto e passione


D

omenica 21 febbraio a Carpi si


sono svolte le fasi regionali della
Volley Tim Cup 2016, progetto
promosso da Tim, Lega Pallavolo Serie A
Femminile e Csi Centro Sportivo Italiano.
Nove le formazioni in campo suddivise in
tre gironi per contendersi laccesso alle
semifinali dove giunto il Csi Cesena
Parrocchia San Giovanni Battista che ha
incontrato subito la squadra di casa il Csi
Carpi Parrocchia Madonna della Neve
Mondial, e la squadra del Csi Bologna
Parrocchia Sacro Cuore di Castel Guelfo
contro la squadra del Csi Modena
Parrocchia Magreta Ass. Magreta.
Sul primo gradino del podio salita la
squadra di Modena, sul secondo gradino
quella di Carpi e sul terzo gradino il
Duomo Cesena. Quarta la squadra di
Bologna.

Calcio a 5 Esordienti under 14


In palestra vince la Virtus Cesena B

Una giornata di solo volley, con tante


giovani atlete disposte a fare a lunghe
trasferte per confrontarsi con le pari et
della regione.
Un encomio alla formazione Duomo
Cesena e ai suoi dirigenti Fabio Palazzi ed
Elisabetta Piraccini per la passione con
cui seguono queste ragazze e per il
risultato conseguito assieme a loro.
Arrivederci al 2017, perch alla fase
nazionale si qualificata una sola
squadra: il Csi Modena Parrocchia
Magreta Ass. Magreta.
Ma
Nella foto: le ragazze del Duomo Cesena,
terze classificate alla fase regionale della
Volley Tim Cup premiate dal responsabile
Commissione Tecnica Regionale Pallavolo
Emilia Romagna, Davide Morstofolini.

Scacchi Csi

Le finali si sono svolte domenica 21 febbraio a Bagnarola di Cesenatico.


Seconda classificata la Pol. Forza Vigne blu
Anche questa categoria giunge
a concludere il suo
campionato di calcio a 5 in palestra
con i ragazzi gi pronti
a ripartire sui campi allaperto
grazie alla clemenza
del tempo che gi permette loro di
scendere in campo nella
prosecuzione dellattivit giovanile
di calcio a 11.
La prossima settimana si
concluder anche il campionato
della categoria Scuola Calcio-Under
10 (6 marzo), la giornata finale si
disputer sempre nella palestra di
Bagnarola.
Ma
Nelle foto:
a sinistra, la Pol. Forza Vigne blu.
Sotto, Luciano Valeriani premia la
Virtus Cesena B

omenica 21 febbraio
giunto al termine il
campionato di calcio a
5 della categoria
Esordienti-Under 14 che si
disputato presso la palestra di
Bagnarola di Cesenatico.
A contendersi il primo posto
sono giunte: Granata A, Pol.
Forza Vigne blu e Virtus Cesena
A e B.
Vince il campionato la squadra
della Virtus Cesena B che ha
battuto nettamente in finale la
Pol. Forza Vigne blu per 4 a 1.
Non da meno stata la
squadra della Virtus Cesena A
che riuscita a conquistare il
terzo posto a spese del Granata
A con un secco 5 a 1.

Inizia il circuito
Assalto alla Rocca
Domenica 6 marzo presso il Bar Mora di
Terra del Sole avr inizio la decima
edizione di Assalto alla Rocca, circuito di
tornei scacchistici attraverso la Romagna.
La competizione, che si concluder nel
mese di ottobre dopo diverse tappe e
toccher varie citt e paesi (Terra del
Sole, Sala di Cesenatico, Santa Maria
Nuova, Meldola, Montiano, Bertinoro,
Cesena, Forlimpopoli, Cesenatico,
Galeata, Gambettola, Sorrivoli, Longiano
e Forl), una sorta di master scacchistico
che accoglier linteresse dei migliori
giocatori romagnoli e dar vita ad
appassionanti sde.
Al circuito hanno sempre aderit
i soci del circolo scacchistico
Paul Morphy di Cesena,
affiliato al comitato Csi
della nostra citt, che si sono sempre
ben comportati,
riportando risultati lusinghieri
(campione uscente per la categoria
Under 14 il cesenate Kirk Kascani).
Al termine di tutti gli appuntamenti
previsti, risulter vincitore il giocatore
che avr accumulato il maggior numero di
punti, che si ottengono facendo buoni
piazzamenti e partecipando a ogni
appuntamento.
Per la cronaca, domenica 6 marzo, dopo le
iscrizioni che termineranno alle 9,20, si
effettueranno le partite (sono
contemplati 6 turni di gioco con sistema
italo-svizzero) e alle 17,30 si svolgeranno
le relative premiazioni.
Per informazioni e iscrizioni ci si pu
rivolgere al segretario del circolo
scacchistico Paul Morphy di Cesena:
Patrizio Di Piazza, tel. 0547 24125,
p.dipiazza@libero.it.

Pagina aperta

Il direttore risponde

Gioved 3 marzo 2016

23

LOcchio indiscreto

Continuiamo a distinguere il bene dal male, il vero dal falso


Al supermarket della vita nascente rispondiamo con le esperienze

arissimo direttore, stiamo precipitando a


rotta di collo verso una decadenza sociale
insopportabile. Ora riproporranno quello che
nella legge sulle unioni civili stato eliminato,
aggiungendo anche lo ius soli. Poi verranno eutanasia e poligamia per non offendere i musulmani. Qualcuno ha gi parlato di poliamore.
Poi chiederanno di eliminare dai reati la pedofilia. Ma dove sono finiti i cristiani che un tempo
difendevano in politica i veri valori voluti da
Dio? Dove sono coloro che siedono sulle poltroncine rosse di comando? Che vanno a Messa
e si dicono cattolici? A volte sono i pi accaniti
nel volere queste leggi disumane. Preghiamo.
Preghiamo tanto! Grazie dellospitalit.
Un parrocchiano di Cesena

aro direttore, addio laico, ripete a ogni occasione la stampa. Addio laico, riprendono telegiornali e mass media di ogni livello.
Questo delladdio laico (non triste, commosso,
riverente ma... laico) la categoria nuova con
cui si vuole marcare il Grande Scomparso. Una
volta era la Chiesa che giudicava sconveniente
che i fedeli partecipassero ai funerali non religiosi. Ora che la Chiesa misericordiosa si apre
a tutti sono i laicisti che ci tengono a tenere ben
distinte le cose. Chi fra i tanti cittadini presenti
nel cortile del Castello Sforzesco, si raccolto
per recitare sommessamente una preghiera,
deve essersi sentito fuori posto. Cos il pensatore, il filosofo, il semiologo, lo scrittore dal valore universale, si voluto che diventasse
appannaggio di una parte. nostro, statevene
lontani. Questo lo spirito del momento, lo
stile visto a San Remo. Forse si sarebbe voluto
che gli ospiti titolati, ammessi a portare il loro
togato saluto, si fossero presentati al microfono
stringendo in mano un nodo di nastrini colorati. Cordialit.
E. A. (Cesena)

ignor direttore, ho letto la lettera dei giovani


del Pd pubblicata sul n. 8 del 25 febbraio. Sia
chiaro, non ho la presunzione di credere sia
stata suggerita dalla mia ospitata sul Corriere
Cesenate del 18 scorso, ma desidero esporre le
mie considerazioni.
Ritengo quanto scritto un insieme di concetti
gi ribaditi che vogliono essere esplicativi per
l'opinione pubblica. A mio avviso un tentativo
non convincente, sulla falsariga del ddl Cirinn
proposto dal partito di maggioranza relativa,
pur con lo stralcio obbligato, pena la bocciatura, dell'adozione dei figli del compagno/a affidando la responsabilit al giudice, supportato

Onde gravitazionali
Aveva ragione Albert Einstein!
Caro direttore, molti scienziati non avevano dubbi
sulla esistenza delle onde gravitazionali ipotizzate
dalla teoria della relativit generale di Albert
Einstein, cento anni fa. Ma quando linterferometro
americano Ligo, in un lasso di tempo di frazioni di
secondo, ha ricevuto un consistente segnale,
intercettato anche in Europa da uno studioso
italiano, si avuta la conferma. Una
manifestazione intensissima, successivamente
diminuita e poi scomparsa: si tratta delle onde
gravitazionali, cio di increspature (vibrazioni)
dello spazio-tempo, simili alle onde che si
propagano in uno specchio dacqua, in seguito alla
caduta di un sasso. Lo spazio-tempo consiste in una
sorta di quarta dimensione, il tempo, aggiunta alle
tre coordinate spaziali che servono a individuare
un corpo qualunque. Alla velocit della luce, sia il
tempo che lo spazio si possono misurare con le
stesse unit di misura e cio in anni o anni-luce. A
causa di questa condivisione spazio e tempo, in
realt, concorrono a formare ununica entit: lo
spazio-tempo. La variazione della materia
contenuta nello spazio-tempo determina la sua

da alleati opportunisti saliti sul carro di chi, per


ora, esercita il potere.
Tornando alla lettera, a iniziare dal secondo capoverso e fino a: perci invitiamo lei direttore ho messo ben 7 punti interrogativi a
sottolineare la retorica demagogica e il romanticume basati sui soliti luoghi comuni dei diritti e
dei doveri, molto ambigui e cinici nel riferimento
ai bambini che sono il vero obiettivo, per adesso
accantonato, pur di avere l'approvazione alle Camere. () Cordiali saluti.
Sergio Villa
Che dirvi, carissimi lettori? Pare ci si avvii su
questa deriva. Non che quando cerano al governo coloro che si ispiravano direttamente ai
valori cristiani, con la Dc, sia andata tanto meglio. Ricordo le leggi su divorzio e aborto, innanzitutto. Ed eravamo negli anni Settanta e
Ottanta, anni in cui vennero celebrati i relativi
referendum popolari.
Bisogna anche essere onesti con se stessi, per.
Un mio amico prete, qualche tempo, mi ricordava che ogni generazione nel corso della storia
ha sempre pensato di essere la pi sfortunata,
quella cui toccava vederne di tutti i colori.
Stiamo attenti a non commettere questo errore
anche noi. Continuiamo, in ogni caso, a distinguere il bene dal male, il vero dal falso e a guardare la realt per quella che , senza tenere di
chiamarla con il proprio nome. Proprio come
accade in questi giorni in cui si fa una gran parlare del figlio di Nichi Vendola. Quasi nessuno
racconta la verit dei fatti. Avvenire di marted
scorso ha dedicato ampio spazio allargomento
con due editoriali in prima, uno di Marina Corradi e laltro di Francesco Ognibene. Poi il direttore Marco Tarquinio ha risposto a un paio di
lettere. Scrive il quotidiano che occorre fermare
una commedia delle ipocrisie occultata sotto la
maschera della libert dei diritti e persino dellamore. E poi ancora aggiunge, si tratta di un
intollerabile mercato, una compravendita di ci
che non si pu vendere n comprare. Noi rispondiamo a questa mistificazione della realt, ottenuta anche attraverso un mondo dei mass
media impegnato a occultare ci che accade, con
un paio di testimonianze (cfr pagine 4 e 5). Con il
racconto della bellezza, senza nascondere le fatiche, delladozione di figli che non vengono n
scelti n selezionati, n acquistati in questa
nuova sorta di supermaket mondiale della vita
nascente, ma sono accolti come un dono. Un
dono da amare e basta.
Cordialmente.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it
increspatura che si propaga nelluniverso. un po
quel che succede quando una palla incurva un
tessuto teso trasparente e si forma una sorta di buca
allinterno della quale si ferma la palla stessa.
Levento intenso occorso di recente, sembra
testimoniare ci che avvenuto un miliardo di
anni fa, in seguito allurto di due buchi neri che
ruotavano luno rispetto allaltro a una velocit
prossima a quella della luce (300.000 Km/sec), di
massa di oltre 30 volte quella solare. Le onde
gravitazionali che si sono formate derivano da
parte della massa che si liberata in seguito alla
collisione. Il segnale, studiato assieme a VIRGO
italiano, apre le porte per una nuova fisica. Essendo
in grado di interagire in maniera debole con la
materia, e con essa con i corpi costituiti appunto di
materia, sono in grado di attraversarla, di
transitare per galassie, stelle e pianeti e porre le basi
per una maggiore conoscenza delluniverso. Si
pensa che al momento dellinizio, il Big Bang, si
siano liberate enormi quantit di onde
gravitazionali. Dal loro studio si dovrebbe risalire
allinizio del tempo. La scoperta di una portata
senza precedenti. Ancora una volta si sono avverate
le ipotesi di Albert Einstein in una societ come
quella attuale enormemente tecnologica, in grado

Da un antico romantico romagnolo arrivata in redazione una fotoomaggio a tutte le donne, vista limminenza dell8 marzo. Limmagine
stata scattata in zona Settecrociari di Cesena. (foto Marino Savoia)

Ricordo di don Quinto Rubertini


prete dalla cultura straordinaria
Caro direttore,
permettimi alcune riflessioni molto personali a ricordo di don Quinto Rubertini.
Tityre, tu patulae recubans sub tegmine fagi
(Titiro, tu riposando sotto la chioma di un ampio
faggio). Questo verso mi tambureggia nella memoria fin dalla quinta ginnasio e ancora oggi dopo
53 anni da quando don Quinto, mio insegnante di
lettere, ci proponeva la musicalit della metrica leggendoci la prima ecloga delle Bucoliche di Virgilio.
E ricordo alcuni bellissimi titoli di temi che ci dava
da svolgere. Anche la nebbia ha la sua poesia fu
quello che mi fece definitivamente innamorare DON QUINTO RUBERTINI
della lingua italiana. Quando mi si chiede chi mi ha DECEDUTO LO SCORSO 18
acceso lamore per la poesia, ogni volta rispondo: FEBBRAIO A 93 ANNI DI
ET
la mia maestra Sintoni Pantera Bloriana e don
Quinto Rubertini.
La grandezza di Virgilio, Leopardi e Manzoni lho appresa da lui: da come ci
leggeva i versi latini delle Bucoliche; da come faceva diventare nostre le eterne
drammatiche domande de Il Canto notturno di un pastore errante dellAsia; da
come ci descriveva i personaggi de I Promessi Sposi, in particolare la pavidit
di don Abbondio, la tenacia nel perseguire il bene di padre Cristoforo o la tormentata notte dellInnominato.
Mi onor di un lusinghiero commento critico sul mio primo libro (I giorni ruvidi vetri), riscontrando nella luce religiosa dei temi trattati e nella loro scansione, un rimando al Salterio biblico. E fu linizio di una nuova frequentazione
dopo 40 anni. E da allora ci si sentiva e sono andato a trovarlo quando le condizioni di salute non gli permettevano pi di muoversi. E mi ha sempre gratificato dei suoi consigli e incoraggiamenti nel continuare a scrivere poesia.
Da medico, lho avuto infine come paziente, sempre disponibile e fiducioso.
La sua partenza per la casa del Padre ci rattrista, certamente, ma ci che ha seminato in tanti dei suoi allievi permane e ce lo fa sentire ancora vicino. In attesa di tante altre belle lezioni di italiano e di latino l dove il Destino vorr
farci rincontrare.
Grazie don Quinto.
Franco Casadei
ex allievo

di compiere quelle verifiche delle teorie scientifiche del secolo scorso, come quella
della relativit. Pensare che il pi grande fisico della storia di tutti i tempi, aveva
a disposizione solo carta e penna e la matematica. Parte di quella matematica
che presente nelle sue formule trov ispirazione dallingegno di un illustre
romagnolo: Gregorio Ricci Curbastro di Lugo di Romagna. Cordiali saluti.
Marco Guiduzzi (Cesena)
Caro Guiduzzi, la ringrazio di cuore per aver sminuzzato una materia
complessa in un testo che mi pare fruibile per tutti i nostri lettori. Affascinante
questa scoperta sulle onde gravitazionali che permetterebbe di risalire
allinizio del tempo, fin sulla soglia del momento in cui qualcuno avr pure
dato lavvio a tutto. S, perch si pu arrivare fin dove si vuole, ma alla fine
dove si trova lOrigine, quella con la lettera maiuscola?
A presto.
Fz