Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Sped. abb. postale DL 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.

1, DCB Forl Redazione: via del Seminario, 85 47521 Cesena tel. 0547 300258 fax 0547 328812

Gioved 8 settembre 2011


anno XLIV (nuova serie)

numero 31 - contiene I.P . euro 1,20

31
11 Parrocchie
Nelle comunit proseguono le feste
Ronta Con illaentra in Rock, musica giovane parrocchia a tutto ritmo

Diocesi
Un salvagente per i matrimoni in difficolt
etrouvaille, un programma di sostegno per coppie che vogliono ritrovarsi

Ad Ancona
Congresso eucaristico nazionale
il Passione per11 prossimo: si chiude domenica settembre la 25esima edizione

10

Ricordo
Martinazzoli, uomo mite e intelligente
egretario del Snato mortoriPartito popolare, a Brescia il 4 settembre scorso

14,16,17

EDITORIALE Credibilit cercasi


di Francesco Zanotti
o, cos non va. Non cos che si mettono insieme manovre nanziarie credibili. I mercati ci dicono picche e i nostri titoli vanno a fondo, Btp compresi. Cresce lo spread con i Bund tedeschi e cala lafdabilit del nostro sistema paese. Il rating dellItalia vacilla e le agenzie di valutazione ogni giorno rivedono al ribasso la nostra posizione. da luglio che se ne parla. Prima c stato un intervento. Poi ne seguito un altro su sollecitazione dei cugini europei che non hanno creduto alle nostre buone intenzioni. Ci hanno imposto il pareggio di bilancio da raggiungere entro il 2013. Il governo in pochi giorni ha messo insieme un ulteriore pacchetto di interventi, su cui iniziato il consueto balletto degli emendamenti. Non si parla pi di riduzione del numero delle province. E sparito il contributo di solidariet. Non esiste pi il blocco delle tredicesime. Il dimezzamento dei parlamentari stata rimandato. E rimasta, con grandissima enfasi, la lotta allevasione, dopo la grancassa sul dagli alluntore che ha colpito, giustamente, chi non paga le tasse dovute. Non c un progetto di lunga gittata. Non esiste una strategia che guardi avanti per alcuni anni. Si vive alla giornata e si agisce in base alle emozioni e su sollecitazione di chi grida pi forte. Pressati dalle esigenze di trovare fondi per ridurre il debito, il governo naviga a vista, cercando di tagliare senza subire troppi contraccolpi elettorali. Lopposizione non da meno e cavalca, senza lungimiranza, lo scontento generalizzato. Quasi nessuno prende il coraggio di raccontare la verit. Stiamo ballando sul Titanic: questa immagine ritorna spesso, soprattutto fra chi si intende di un minimo di economia. Non ci rendiamo conto, ma la barca vacilla, fa acqua da tutte le parti. Prima che sia troppo tardi, ciascuno di noi dovr prendere coscienza che a qualcosa occorrer rinunciare. Non pi sufciente evitare i sacrici e sperare che colpiscano altri. I mercati, davvero implacabili, dicono che non credono a ci che facciamo, mentre scivoliamo nelle classiche di Moodys. Occorre tirare la cinghia per liberare risorse in modo da rimettere in moto un circuito virtuoso che inneschi una ripresa ancora possibile. Spingere sul consumismo sfrenato non utile a nessuno. Bisogna investire sul futuro, in infrastrutture, in nuove iniziative imprenditoriali che generino posti di lavoro, con uno sguardo che vada oltre linteresse immediato e personale, ma abbia a cuore un bene molto pi vasto, per un tornaconto comune.

Il Liceo Europeo si trasferito nello stabile del seminario a Cesena

Scuola, ci siamo

Foto Claudio Pagliarani

Le lezioni stanno per ripartire. Il 19 settembre suona la campanella per tutte le scuole del cesenate. Con alcune novit, soprattutto fra quelle cattoliche. Il Liceo Europeo, della Fondazione del Sacro Cuore, trasloca nelle aule del seminario, sempre a Cesena. Lo stesso stabile gi ospita unaltra scuola superiore cattolica, il Liceo delle Scienze umane. Negli ultimi giorni ci sono state diverse discussioni sul tema della sicurezza degli edifici scolastici. Il preside Brambilla afferma che linizio delle lezioni non in dubbio. Primo Piano alle pagg. 4-5

Cesena 13 La Centuriazione romana riemerge a Gattolino Gambettola 16 Il progetto sul centro non piace ai commercianti

Cesenatico 15 Per gli allevatori di cozze un marchio di qualit Sport 21 Riparte lavventura del Cesena Il Napoli al Manuzzi

Opinioni

Gioved 8 settembre 2011

11 settembre, la storia cambiata?


Lanniversario purtroppo importante. Sono passati dieci anni dallattentato che ha colpito e distrutto le Twin Towers e la stampa di tutto il mondo si sta preparando a celebrarlo in un triste trionfo di immagini e testimonianze. In una gara un po stucchevole ad arrivare primi, anche quella italiana ha avviato la commemorazione pubblicando ampi dossier sugli attentati con dieci giorni di anticipo. Ci prestiamo anche noi a questo rito perch la data rilevante, ma chiedendoci se davvero quellevento abbia cambiato la storia, come titolano molti media. A seguito dellattacco alle due Torri, come si ricorder, lesigenza di giustizia argomentava il consenso intorno ad unazione che punisse i colpevoli. Si intervenne cos in Afganistan, senza peraltro avere la certezza della presenza di Obama Bin Laden. Ottenuta la caduta dei talebani, ci si spost in Iraq contro Saddam Hussein, anche se questi non aveva rapporti con Al Qaeda. Per giustificare lintervento militare vennero presentati - persino davanti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite - studi e prove certe dellesistenza di armi di distruzione di massa, in seguito rivelatisi falsi e costruiti ad arte. La presidenza Bush era arrivata alla Casa Bianca con ambizioni internazionali grandiose e temerarie. Dopo anni di concessioni alle Nazioni Unite era ora che lAmerica giocasse di nuovo il

FURONO QUASI 3MILA I MORTI NEGLI ATTENTATI CHE COLPIRONO NEW YORK L11 SETTEMBRE 2001

La caduta delle due Torri non orienta conseguenze precise nemmeno nel mondo musulmano. La situazione mediorientale rimane un rompicapo

Borse in caduta libera Estate molto calda, anche per i nervi dei risparmiatori cesenati
arrivato settembre, il caldo torrido dellestate sembra stemperato dalle prime brezze che anticipano lautunno. A Cesena, come nel resto dItalia, ritorna il tran tran quotidiano. Qualcuno sospira ricordando le ferie oramai trascorse. Per molti, per, agosto decisamente un mese da dimenticare, per via della bufera finanziaria che ha colpito i mercati. E i primi giorni di settembre non mostrano di certo uno scenario meno preoccupante: nel primo luned del mese tutte le Borse europee hanno chiuso con una giornata da profondo rosso. Il DAX 30 di Francoforte ha ceduto il 4,9 per cento, il FTSE 100 di Londra il 3,24 per cento, il CAC 40 di Parigi il 4,56 per cento. Particolarmente pesante Piazza Affari, con il FTSE MIB in calo del 4,83 per cento e il FTSE IT All Share del 4,35 per cento. Le turbolenze finanziarie di queste settimane non vanno per confuse con leconomia reale che sta mostrando segnali di ripresa. LItalia non pu essere paragonata a nessuno dei Pigs (Portogallo, Grecia, Irlanda e Spagna). In Italia, il debito del settore pubblico senzaltro alto (129 per cento del Pil secondo le previsioni dellOcse per il 2011), ma va considerato che non ci sono bolle immobiliari speculative a rischio esplosione e il livello di indebitamento da parte del settore privato tendenzialmente basso (137per cento del Pil rispetto alla media europea del 169 per cento). Da ultimo, il nostro Paese ha un debito estero relativamente contenuto (20 per cento del Pil) e non dimentichiamo il forte tasso di risparmio delle famiglie. verosimile, quindi, che la crisi del debito avr implicazioni limitate sul potenziale di crescita economica del Belpaese. Quello che emerge piuttosto un problema di fiducia. Ci che spaventa i mercati, insomma, non tanto il deterioramento degli indicatori sulla qualit del debito, quanto la fiducia nella capacit della classe politica di fare scelte efficaci e appropriate. E i cesenati come hanno vissuto questo agosto nero e come si sono comportati? Certamente nellinvestitore tipo cambiata la percezione dellinvestimento nei titoli di stato, considerato tradizionalmente tranquillo. Dialogando con i funzionari delle principali banche della citt e raccogliendo pareri e commenti tra la gente, continua a emergere

La Vignetta

il profilo del cesenate grande risparmiatore e investitore assennato. Vista la situazione di instabilit dei mercati, chi pu cerca di accumulare per il futuro, non investe e attende tempi migliori. Per molti il risparmio in conto corrente o in un deposito appare come un porto sicuro, psicologicamente pi tranquillizzante. Lauspicio di tutti che con lautunno arrivi una nuova iniezione di fiducia che porti con s anche un po di serenit in chi ha voglia di ricominciare a investire. I primi giorni di settembre, a dire il vero, rendono questa speranza ancora piuttosto labile. Manrico Lucchi

suo ruolo storico. Nellavvio del nuovo secolo, definitivamente battuto il comunismo, gli Usa avrebbero dovuto promuovere la democrazia e il libero mercato nel mondo, assumendo senza pavidit le necessarie responsabilit militari. in quellambito che nacque lidea di esportare la democrazia con le armi, ben prima che le Torri venissero colpite. Di fronte a queste scelte lattentato non cambi realmente la storia, ne rese solo pi rapido lo sviluppo. Il successo dellesportazione della democrazia con le armi sotto gli occhi di tutti. A Bagdad e Kabul la situazione tuttora irrisolta e il rapporto tra Occidente e mondi arabo e musulmano sono gravemente peggiorati, recuperati oggi solo dalla rottura col passato operata da Obama. N gli Usa si sono affermati storicamente. Anzi, proprio quella stagione politica, con la liberalizzazione selvaggia del mercato finanziario, ha creato le premesse per la drammatica crisi finanziaria che stato lultimo regalo dellAmministrazione Bush. La caduta delle due Torri non orienta conseguenze precise nemmeno nel mondo musulmano. La situazione mediorientale rimane un rompicapo, il consenso verso il fondamentalismo non si consolidato e il fermento arabo degli ultimi mesi nato lontano da Bagdad e Kabul e in tensione con le prediche fondamentaliste. C una dimensione in cui, invece, l11 settembre segna una cambiamento netto: quella della lotta alla povert. Gli ultimi anni del 900 e il Giubileo avevano segnato una straordinaria stagione, con la campagna per la cancellazione del debito estero e il lancio degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio da raggiungersi nel 2015 per dimezzare la povert nel pianeta. Una seria impressionante di Conferenze Internazionali delle Nazioni Unite aveva ritmato lo sviluppo di un impegno internazionale condiviso verso lo sviluppo e la lotta alla povert. Lattentato ha di fatto congelato gli impegni e cambiato le priorit nellagenda internazionale. Senza quellevento forse oggi gli Obiettivi del 2015 non sarebbero cos lontani. Riccardo Moro

Gioved 8 settembre 2011

Primo piano

La Provincia ha portato avanti i controlli che riguardano la staticit degli edifici e il rispetto delle leggi in materia di terremoti

Norme antisismiche Scuole sotto verifica


olte scuole del cesenate non sono a norma con le pi recenti leggi antisismiche. Fra gli istituti superiori, solo quelli di pi recente costruzione, come il Cubo (dove hanno sede il Classico e i Geometri), pu superare i test relativi ai terremoti. Per gli altri, restano dei dubbi. A sollevare il problema sono stati i consiglieri provinciali del Pdl Stefano Gagliardi e Isabella Castagnoli, i quali hanno presentato uninterrogazione in Consiglio provinciale. Le nuove norme nazionali antisismiche prevedono che i solai resistano a un carico minimo di 300 kg per metro quadrato e su questo parametro le scuole del territorio, a parte il Cubo a Cesena, non sono in regola. "Ma la nuova legge - spiega Gian Ferruccio Brambilla, dirigente scolastico dellAgrario, di Geometri e, da questanno, anche dellAeronautico di Forl - va riferita agli edifici di nuovo

LISTITUTO AGRARIO DI CESENA (FOTO GIUSEPPE MARIGGIO)

costruzione. Quelli costruiti in precedenza rispettano, ovviamente, i limiti previsti nel periodo di costruzione. E un po come per le automobili e la normativa Euro: ogni nuovo limite si applica alle auto di nuova immatricolazione, e non si va a cambiare il motore alle auto gi in circolazione". Quando si tratta di sicurezza, ovviamente lattenzione ai massimi livelli. Laltro parametro da tenere in considerazione quello della staticit. E su questo Brambilla chiaro: "Sono indispensabili, cos come avviene regolarmente, i controlli da parte degli enti pubblici sulla staticit degli edifici scolastici. Anche perch occorrono manutenzioni precise e puntuali. Io posso parlare per gli edifici che conosco meglio e per i quali sono stati eseguiti i controlli. Allistituto Agrario, ad esempio, il convitto che del 1975 risponde appieno alle leggi di quellepoca ma anche a tutti i parametri di staticit attuali. E anche lo stabile della scuola vera e propria, il cui nucleo originario del 1880 circa, non tradisce problemi di staticit. Non sono un esperto, ma chi lo mi ha assicurato che i muri e i solai

furono costruiti pensando alla destinazione finale e quindi senza fare economie". Per Brambilla, quindi, il 19 settembre le lezioni possono partire regolarmente e senza intoppi. La conferma viene anche da Massimo Bulbi, presidente della Provincia: "I controlli dei nostri uffici ci sono e sono continui. Non si possono collegare le norme pi recenti agli edifici di 40 o 50 anni fa. Occorre valutare caso per caso e verificare se possono esserci dei rischi oppure no. Ma nella nostra realt le verifiche sono sempre continue e di edifici a rischio non ce ne sono. Fermo restando che occorre anche utilizzare il buon senso. Rispetto ai carichi per i solai, una scuola al piano terra ha peculiarit diverse da una con tre piani". Senza dimenticare che nel territorio non ci sono solo le scuole superiori, ma anche le medie e le elementari, oltre alle materne. Anche in questi casi, occorrono controlli continui soprattutto per verificare la staticit e lo stato del cemento armato. La Provincia ha dimostrato, in passato, di essere rigorosa in merito alla sicurezza in ambito scolastico. Lanno scorso, a seguito dei controlli di routine, stata chiusa la scuola Saffi a Forl. Cristiano Riciputi

Ripresa
Con settembre, il pensiero di moltissime famiglie corre verso linizio dellanno scolastico. Si ritirano i libri ordinati prima delle ferie. Ci si prepara allo studio con unultima sfogliata ai compiti delle vacanze. Si torna ai ritmi consueti in modo da arrivare preparati allinizio delle lezioni. Il 19 settembre entreranno nei locali del seminario gli studenti del Liceo scientifico europeo del Sacro Cuore. Una novit che metter a stretto contatto i ragazzi delle due scuole cattoliche superiori del nostro territorio. Le attese sono molte, come non mancheranno le attivit comuni, soprattutto a livello cittadino, per farsi apprezzare anche da chi non conosce queste realt. C anche la "novit" della stabilit degli edifici scolastici. Tanto rumore per nulla, verrebbe da dire, leggendo il commento del presidente della Provincia, Massimo Bulbi. E pi che evidente che a strutture esistenti non si possano applicare normative successive, a meno che non ci si trovi di fronte a pericoli oggettivi. Il buon senso, siamo sicuri, alla fine prevarr, e il ritorno in classe sar regolare nelle scuole del nostro territorio. Poi ci sar solo tempo per crescere e studiare. Fz

Istruzione Un doposcuola per aiutare i bambini delle elementari e le loro famiglie

Gatteo punta sui centri educativi pomeridiani


Nuovi centri educativi pomeridiani a Gatteo. Lo aveva anticipato Stefania Bolognesi assessore gatteese con delega a scuola e cultura. "Vogliamo istituire dei dopo scuola per i bambini frequentanti le elementari - aveva annunciato lamministratore nel luglio scorso -. Come giunta cerchiamo di progettare alcuni pomeriggi settimanali a favore dei bambini che frequentano le elementari di Gatteo capoluogo e SantAngelo; pensiamo come Ente di dare un contributo mettendo a disposizione i locali e pagando le utenze. Si tratta in questo caso di un servizio nuovo che vorremmo iniziasse ad ottobre prossimo sperimentalmente con tre pomeriggi settimanali. In questo modo si potrebbero aiutare le famiglie che per ragioni lavorative non hanno la possibilit di collocare i figli presso parenti o comunque seguirli nel pomeriggio durante lo svolgimento dei compiti". Ebbene quel progetto divenuto realt: da ottobre prossimo in concomitanza con lavvio del nuovo anno scolastico - notizia di oggi - sar attivo un nuovo servizio a supporto delle famiglie e dei bambini in et scolare. Sono infatti in corso, da parte delUnione dei Comuni del Rubicone, le procedure di selezione del soggetto gestore dei Centri Educativi Pomeridiani, rivolti a bambini della fascia di et 6-11 anni, che saranno attivati a Gatteo e SantAngelo a partire dal prossimo anno scolastico. Presso il Centro Educativo Pomeridiano sar offerto ai bambini un supporto sia di tipo didattico che educativo: lattivit sar infatti organizzata alternando servizi di "accompagnamento scolastico", durante il quale si supportano gli alunni nello studio e nello svolgimento dei compiti (indicativamente nella prima met del pomeriggio) ad attivit ricreative strutturate (esempio: laboratori, progetti e gioco libero da realizzarsi in piccoli gruppi) per la seconda met dello stesso con supporto di educatori qualificati. LAmministrazione comunale e lIstituto comprensivo di Gatteo hanno messo a disposizione gratuitamente due locali, a SantAngelo in via Leonardo da Vinci, presso il centro sociale "VitaInsieme" e a Gatteo, presso la sede della scuola primaria Edmondo De Amicis, per ospitare questo nuovo servizio. Il servizio che si svilupper in tre pomeriggi settimanali sar attivo dalle 13,30 alle 18,30. Sar ammessa una flessibilit nella fruizione del servizio da parte dei bambini in relazione alle esigenze delle famiglie (ad esempio, la frequenza per alcuni giorni al mese), con conseguente riduzione proporzionale della retta di frequenza. LUnione dei Comuni del Rubicone metter a disposizione un contributo a parziale abbattimento della retta. Cristina Fiuzzi

FOTO CLAUDIO PAGLIARANI

WWW.CORRIERECESENATE.IT
Ogni giorno dal territorio Vai sul sito internet e informati con le ultime notizie nella sezione BREVI QUOTIDIANE

Cesena

Gioved 8 settembre 2011

Al Liceo delle Scienze Umane un anno con molte sorprese


In programma un grande evento di stampo culturale
Al Liceo delle Scienze Umane, gi liceo della Comunicazione, lanno scolastico 2011-2012 si prospetta tranquillo ma con una serie di iniziative gi in cantiere. "Abbiamo in allestimento alcuni eventi - spiega la preside Regina DAttanasio che saranno di rilevanza

cittadina. In particolare, ma ancora in via di denizione, stiamo pensando a un importante evento culturale che coinvolgera alcune classi della nostra scuola, sulla falsariga di quanto gi organizzato negli anni scorsi. La peculiarit del nostro Liceo sta, infatti, nelle scienze umane alle quali noi diamo il taglio di un umanesimo cristiano". Naturalmente avranno il proprio spazio e i propri momenti anche gli altri indirizzi della scuola, come quello sportivo e quello degli spettacoli, fermo restando

la continua interazione fra tutti questi. Larrivo del Liceo del Sacro Cuore negli spazi del Seminario visto molto positivamente dalla preside. "La collaborazione gi iniziata. Abbiamo programmato alcuni corsi di aggiornamento per docenti organizzati insieme. Cos come iniziative fra i ragazzi. Di certo il confronto e soprattutto la condivisione del progetto educativo di due scuole cattoliche sar arricchente per entrambe le realt". Cr

Liceo del Sacro Cuore Tutto pronto per linizio della scuola
Il Liceo Scientifico europeo trova casa presso il Seminario a Cesena, in attesa della ripresa dei lavori nella sede prevista in via Padre Vicinio da Sarsina
l Liceo Scientifico europeo del Sacro Cuore cambia sede. Dallattuale struttura in via don Minzoni, dove lo scorso anno sono stati presenti tutti gli ordini di scuola della Fondazione del Sacro Cuore, il liceo passer nei locali del seminario di Cesena, vicino allospedale Bufalini. "La crescita del liceo e il blocco di lavori, che ne ha ritardato inevitabilmente la conclusione - spiega la presidente della Fondazione del Sacro Cuore Cinzia Amaduzzi - ci hanno portato ad avere la necessit di nuovi spazi. Quando la scorsa primavera si presentata lopportunit Ombretta Sternini: di trasferirsi in seminario, dopo "Manterremo la lavagna unattenta verifica ed un adeguato confronto con tutte le famiglie dei interattiva in ogni aula: abbiamo pensato di si tratta di uno strumento nostri studenti, occasione. Pensiamo cogliere questa multimediale che genera che condividere degli spazi con il Liceo Comunicazione un lavoro in classe molto della molto positivo". possa essere un fatto "Il nostro primo interesse - spiega la fruttuoso" preside del Liceo Scientifico europeo, Ombretta Sternini - stato quello di garantirci che tutto ci che avevamo creato in questi anni fosse mantenuto. Abbiamo verificato che con lo spostamento si potevano sviluppare nuove opportunit. Manterremo la lavagna interattiva in ogni aula: si tratta di uno strumento multimediale che genera un lavoro in classe molto

LINGRESSO DEL SEMINARIO A CESENA LO STABILE OSPITA LE DUE SCUOLE SUPERIORI CATTOLICHE DELLA CITT

fruttuoso. Infatti possibile effettuare simulazioni, accedere istantaneamente ad internet facendo dellaula un vero e proprio laboratorio. Inoltre avremo un ampio laboratorio informaticolinguistico e si potr contare su un laboratorio di scienze e fisica molto pi ampio rispetto a quello precedente un po pi sacrificato. Infine potremo condividere degli spazi con il Liceo della Comunicazione "Immacolata", come la palestra, lauditorium, laula multimediale al piano terra e la grande biblioteca". Il Liceo Scientifico europeo del Sacro Cuore, che conta questanno cinque classi per un totale di 51 studenti e un corpo docenti di 15 insegnanti, dopo aver avuto come sede il palazzo Nadiani, in via Dandini e quella in via don Minzoni, occuper tutto il secondo piano dellala del seminario lasciato libero dal Liceo della Comunicazione "Immacolata". "Il nostro liceo - spiega la preside Sternini - sar completamente distinto dal Liceo della Comunicazione, poich si tratta di due

scuole autonome. Oltre alle aule di lezione, anche la sala insegnanti, la segreteria e gli uffici saranno separati dallaltra scuola. La coabitazione di due licei allinterno dello stesso edificio consentir di creare una vera e propria rete nella formazione degli insegnanti e nellorganizzazione di attivit culturali, aperte anche alla cittadinanza. Le famiglie e gli studenti - continua la preside - hanno accolto in maniera positiva la scelta di cambiare la sede. Sono stati individuati locali estremamente idonei e da sempre destinati alleducazione. Lunico problema la posizione del liceo che in seminario sar meno centrale rispetto alla sede di via don Minzoni. Ci stiamo organizzando per cercare di ridurre al minimo questo disagio". Barbara Baronio

Gioved 8 settembre 2011

Vita della Diocesi

NOTIZIARIO DIOCESANO

Domenica 18 settembre lAssemblea diocesana degli operatori pastorali


A Palazzo Ghini di Cesena. Messa in Cattedrale
Alla ricerca del tesoro (Mt 13,44-46). Educare alla fede i fanciulli e i ragazzi il tema dellAssemblea diocesana di tutti gli operatori pastorali che si terr domenica 18 settembre nel salone di Palazzo Ghini, in corso Sozzi a Cesena. AllAssemblea diocesana sono invitati i membri del Consiglio pastorale diocesano e dei Consigli pastorali parrocchiali e delle Unit pastorali, i sacerdoti, i diaconi, le famiglie religiose, i rappresentanti delle aggregazioni laicali e gli operatori pastorali parrocchiali. Lappuntamento per le 15; dopo la preghiera iniziale, il vescovo Douglas Regattieri presenter le Linee pastorali per il biennio 2011-2013 Alla ricerca del tesoro. Educare alla fede i fanciulli e i ragazzi; presentazione del programma dellanno pastorale 2011-2012 (a cura di monsignor Walter Amaducci). Alle 16,30 testimonianze sulla sperimentazione di diversi itinerari catechistici in atto. Alle 18, in Cattedrale a Cesena, solenne celebrazione eucaristica presieduta dal vescovo Douglas e consegna delle Linee pastorali alla diocesi.

IL GIORNO DEL SIGNORE


Il Signore buono e grande nellamore
ci ha detto di andare a riconciliarci con il fratello prima di portare lofferta allaltare e ci ha insegnato a pregare: Rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori. Beati i misericordiosi, perch troveranno omenica scorsa Ges ci misericordia. Ricordiamo il valore parlava della correzione dello scambio della pace, prima di fare fraterna. Oggi ci raccomanda la comunione. La prima lettura di oggi il perdono. Pietro domanda ci dice che completamente quante volte deve perdonare e azzarda incoerente chiedere di essere una proposta secondo lui molto perdonati da Dio e nel contempo generosa: fino a sette volte. Ges gli rifiutare il perdono ai fratelli. risponde: fino a settanta volte sette, Perdonare non facile: dobbiamo fare cio sempre. E poi esemplifica con i conti con il nostro orgoglio e con una una parabola, quella del re mentalit che applaude alla vendetta. misericordioso e del servo spietato. Il Ma noi per primi siamo stati re, Dio, generoso e al primo servo perdonati da Dio. Il cristiano colui condona un debito ingente. Mentre lo che fa di tutto per perdonare di cuore, stesso servo perdonato non perdona fino a dimenticare le offese ricevute. Il al suo collega un debito piccolissimo. perdono gratuito, segno di umilt, Con questo contrasto Ges evidenzia lespressione pi alta dellamore quanto grande il perdono di Dio e cristiano. La famiglia una grande quanto meschino il nostro cuore. Ci palestra di perdono. Educare al costa perdonare anche una cosa perdono fin da piccoli insignificante. La caratteristica fondamentale. Nella preghiera propria di Dio quella di perdonare. chiediamo a Dio di darci un cuore Lo stesso devono fare i suoi discepoli. simile al suo, sempre pronto a il nuovo stile di vita di Ges. Ges ha perdonare il nostro prossimo, come perdonato i suoi carnefici. E ci ha Lui fa con noi sempre. Una vita vissuta ammonito: Cos anche il Padre mio allinsegna del perdono, sar una celeste far a ciascuno di voi se non grande testimonianza, ma anche una perdonerete di cuore al vostro vita serena e felice. fratello. Nel discorso della montagna Sauro Rossi

La Parola di ogni giorno


luned 12 settembre santissimo Nome di Maria 1Tm 2,1-8; Sal 27; Lc 7,1-10 marted 13 San Giovanni Crisostomo 1Tm 3,1-13; Sal 100; Lc 7,11-17 mercoled 14 esaltazione S. Croce Nm 21,4b-9; Sal 77; Fil 2,6-11; Gv 3,13-17 gioved 15 Beata Vergine Maria Addolorata Eb 5,7-9; Sal 30; Gv 19,25-27 venerd 16 Santi Cornelio e Cipriano 1Tm 6,2c-12; Sal 48; Lc 8,1-3 sabato 17 San Roberto Bellarmino 1Tm 6,13-16; Sal 99; Lc 8,4-15

Domenica 11 settembre XXIV Domenica Tempo Ordinario - Anno A Sir 27,33-28,9; Salmo 102; Rm 14,7-9; Mt 18,21-35

Due giorni biblica per gli operatori pastorali


Nelle serate di luned 26 e marted 27 settembre
In seminario a Cesena, dalle 21 di luned 26 e marted 27 settembre, si terr una due giorni biblica per tutti gli operatori pastorali. Monsignor Giancarlo Biguzzi guider le riflessioni sul brano di Matteo 13,44-46, Parabole del tesoro nascosto e della perla preziosa.

A MESSA DOVE
8.45 San Giuseppe (corso U. Comandini) 9.00 Santo Stefano, San Bartolo, San Paolo, San Domenico, Diegaro, Pievesestina, Ponte Pietra, chiesa Benedettine, Santa Maria Nuova, San Vittore, San Carlo, Macerone, San Tomaso, Diolaguardia, Valleripa 9.15 San Martino in Fiume 9.30 Madonna delle Rose, Osservanza, Boccaquattro, SantEgidio, Villachiaviche, Santuario dellAddolorata, San Mauro in V., Formignano, Bagnile, Casale 9.45 Rio Marano, Bulgarn 10.00 Cattedrale, Case Finali, San Rocco, Cappella del Cimitero, Santa Maria della Speranza, San Pio X, Cappuccini, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi, SantAndrea in Bagnolo, Carpineta 10.30 Santuario del Suffragio, Cappella del cimitero, Torre del Moro, Casalbono, Borello, Bulgaria 10.45 Ronta 11.00 Santo Stefano, San Paolo, San Bartolo, San Pietro, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Addolorata, San Domenico, SantEgidio, Calabrina, Calisese, Capannaguzzo, Gattolino, Madonna del Fuoco, San Giorgio, San Demetrio, San Mauro in V., Martorano, Pievesestina, Pioppa, Ponte Pietra, Santa Maria Nuova, San Martino in Fiume, San Carlo, San Vittore, Tipano, Macerone, Ruffio 11.15 Diegaro, Madonna delle Rose, Sorrivoli 11.30 Cattedrale, Osservanza, San Rocco, Santa Maria della Speranza, San Pio X, Basilica del Monte, Istituto Lugaresi 17.00 Cappella del Cimitero 17.30 Cappella osp. Bufalini 18.00 Cattedrale 18.30 San Domenico, San Rocco, San Pietro 19.00 Osservanza, San Bartolo Boschetto; 9.00 Cappuccini di Cesenatico, San Pietro, San Giuseppe, Valverde; 9.30 Villalta; 10,30 Cappuccini di Cesenatico, San Giuseppe; 11.00 Bagnarola, Santa Maria Goretti, Sala, Cannucceto; 11.15 San Giacomo, Boschetto, Gatteo a Mare; 17.30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 17.45 San Giuseppe; 18.30 Valverde, Zadina (Park Hotel); 18.45 San Giuseppe; 21 San Giacomo, San Pietro, Boschetto Longiano Sabato: 18.00 Santuario SS. Crocifisso; 20.00 Crocetta; 20,30 Budrio Festivi: ore 7,30 Santuario SS. Crocifisso; 8.00 Budrio; 8.45 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio, Santuario SS. Crocifisso; 10.00 Badia, Balignano; 10.15 Montilgallo; 11.00 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in Scanno; 11.15 Crocetta; 18.00 Santuario Santissimo Crocifisso. Gatteo ore 20.00 (sabato); 9 / 11.15 / 18.00 SantAngelo: 20.00 (sabato); 8, 45 Casa di riposo, 9,30 - 11. Istituto don Ghinelli: 18,30 (sabato), 7,30. Gatteo a Mare: ore 17.00 (sabato); 8.00 / 11.15. Villamarina: 16.00 (sabato), 10. Gambettola chiesa SantEgidio abate: 20.30 (sabato), 8.30 / 10.30 / 18.00 Consolata: 19.00 (sabato); 7,30 / 9,30. Montiano ore 20.00 (sabato); 9 / 11. Montenovo: ore 20.00 (sabato, chiesina del castello), 8,30 / 11. Mercato Saraceno 10.00; Cella: 8.30, 11.00; San Damiano: 11.30; San Romano: 11.00; Taibo: 10.00; Montejottone: 8.30; Montecastello: 11.00; Montepetra: 8.30; Linaro: 18.00 (sabato), 11; Piavola: 17.00 (sabato, chiesa San Giuseppe), 10.00 (chiesa parrocchiale); Ciola: 8.30 Sarsina Casa di Riposo: ore 16 (sabato). Concattedrale: 18 (sabato), 7.00 / 9.00 / 11.00 / 17.00; Tavolicci: 16.00 (sabato); Ranchio: 20,30 (sabato), 8.00 / 11.00; 9.30; Sorbano: 9.30; Turrito: 17 (sabato), 10; San Martino: 9.30; Quarto: 10.30; Romagnano: 11,15; Pagno: 16 (seconda domenica del mese, salvo variazioni); Corneto: 11.00; Pereto: 10 Civitella di Romagna Giaggiolo 16 (sabato), 9.30; Civorio 9.30 San Piero in Bagno chiesa parrocchiale ore 17 (sabato); 8.30 / 11 / 17.00. Chiesa San Francesco: 7 / 10 / 15,30. Bagno di Romagna ore 17.30 (sabato); q11.15 / 18.30; Selvapiana: 11,15; Acquapartita: 16 (sabato) Alfero ore 18 (sabato); 11.15 / 17.30; Riofreddo: 10.00. Verghereto ore 16 (sabato), 9.15; Balze: 16 (sabato), 11.30; eremo di SantAlberico: 16.00; Montecoronaro: 17 (sabato), 10.30; Ville: 9.30; Trappola 9.30; Capanne: 11.00

Messe feriali a Cesena

7.00 Cattedrale, San Rocco, Cappuccine, Cappella dellospedale; 7.30 Basilica del Monte; 7.45 Chiesa Benedettine; 8.00 Cattedrale, San Pietro, San Bartolo, San Paolo, Santuario dellAddolorata; 8.30 Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Santo Stefano, Case Finali, Cappella cimitero; 9.00 Suffragio, Addolorata; 9.30 Boccaquattro, Osservanza; 10.00 Cattedrale; 17.00 Cappella dellospedale (no al sabato); 17.30 Istituto Lugaresi, San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche); 18.00 Cattedrale, Madonna delle Rose, San Domenico, San Rocco, Osservanza; 18.30 San Pietro, SantEgidio, Santa Maria della Speranza, San Bartolo 20.00 San Giovanni Bono (Ponte Abbadesse) 20.30 San Pio X (Vigne).

Sabato e vigilie
15.30 Macerone (Casa Lieto Soggiorno) 17.00 Cappella del Cimitero, Luzzena (1 sabato ), Bora (2 sabato) 17.30 Santuario del Suffragio, Istituto Lugaresi 18.00 Cattedrale, Cappuccini, Santuario dellAddolorata (chiesa dei Servi), Santo Stefano, Diegaro, Madonna delle Rose, San Paolo, San Vittore 18.30 San Pietro, San Rocco, San Domenico, SantEgidio, Case Finali, Santa Maria della Speranza, San Bartolo 19.00 Osservanza, San Giorgio 20.00 Tipano, Calisese 20.30 San Pio X, San Giovanni Bono, Villachiaviche, Borello, Ponte Pietra, Ruffio, Torre del Moro, Santa Maria Nuova, Pievesestina, Gattolino, Bulgaria, San Cristoforo, Bulgarn, Pioppa

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Messe festive
7.00 Cattedrale 7,30 Santuario dellAddolorata, Cappuccine, Cappella dellospedale Bufalini, Calabrina, San Mauro in Valle, Ponte Pietra, Macerone, San Giuseppe Artigiano 8.00 San Pietro, Santa Maria della Speranza, San Giorgio, Gattolino, San Pio X, San Giovanni Bono, SantEgidio, Basilica del Monte, Calisese, Torre del Moro, Capannaguzzo, Bulgaria, Ronta, Borello 8.30 Cattedrale, San Rocco, Case Finali, Martorano, Cappella del cimitero, Madonna del Fuoco, Tipano, San Cristoforo, Ruffio, Roversano

Comuni del comprensorio


Cesenatico Sabato: ore 16 Boschetto; 17 Gatteo a Mare; 17,30 Santa Maria Goretti, Cappuccini di Cesenatico; 18,30 Valverde; 18,45 San Giuseppe; 19 camping Cesenatico; 20,30 Villalta, Sala; 21 San Giacomo, San Pietro (Ponente), Boschetto Festivi: 7 San Giacomo; 7.30 San Giuseppe, Valverde; 8.00 Santa Maria Goretti, Gatteo a Mare; 8.30 Bagnarola, Sala,

Direttore editoriale Piero Altieri Direttore responsabile Francesco Zanotti Vicedirettore Ernesto Diaco
Membro della Federazione Italiana Settimanali Cattolici Associato allUnione Stampa Periodica Italiana

Testata che fruisce di contributi di cui allart. 3 comma 3 della legge n. 250 del 7/8/1990 Giornale locale ROC (Registro degli operatori di comunicazione)

Redazione via del Seminario, 85, 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258, fax 0547 328812, www.corrierecesenate.it Segreteria e Amministrazione corso Sozzi, 39, Palazzo Ghini, Cesena, tel. e fax 0547 27234. Orario: feriali ore 9-11,30. Conto corrente postale n. 14191472 E-mail: redazione@corrierecesenate.it Abbonamenti annuo ordinario euro 45; sostenitore 70; di amicizia 100; estero (via aerea) 80. Settimanale dinformazione Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale della stampa n. 4.234 Editore e Propriet Diocesi di Cesena-Sarsina Stampa Galeati Industrie Grafiche spa www.galeati.it via Selice, 187/189 - 40026 Imola

Tiratura del numero 30 dell1 settembre 2011: 7.900 copie Questo numero del giornale stato chiuso in tipografia alle 18 di marted 6 settembre 2011

Vita della Diocesi

Gioved 8 settembre 2011

Testimonianza dalla settimana di spiritualit coniugale alla casa La Roccia

In breve Padre Guglielmo


Incontro di preghiera
Gioved 15 settembre alle 21, al convento dei Cappuccini a Cesena, si terr lincontro mensile di preghiera del gruppo Amici di padre Guglielmo Gattiani, il frate cappuccino tanto amato nel comprensorio cesenate, deceduto nel 1999. Il processo diocesano di beaticazione iniziato nel novembre 2006 (postulatore monsignor Bruno Benini) e si concluder il 10 dicembre prossimo.

a Verna aL

FOTO DI GRUPPO DEI PARTECIPANTI ALLA SETTIMANA DI SPIRITUALIT PER FAMIGLIE CHE SI TENUTA A MET AGOSTO A LA VERNA PRESSO LA CASA LA ROCCIA DELLE SUORE FRANCESCANE DELLA SACRA FAMIGLIA. IL VESCOVO DOUGLAS SI RECATO IN VISITA AL GRUPPO

Famiglia e il sapore dellAmore


i sono momenti in cui vale la pena fermarsi e riflettere su come lAmore di Dio si manifesta continuamente nelle nostre famiglie, offrendoci nutrimento fisico e spirituale. Cos, dal 10 al 14 agosto, in occasione del nostro decimo anniversario di matrimonio, abbiamo deciso di vivere, insieme ai nostri tre figli, unesperienza di preghiera, fraternit e condivisione con altre famiglie presso la casa di spiritualit La Roccia a Chiusi della Verna (Arezo), dalle Suore Francescane della Sacra Famiglia. Abbiamo raccolto linvito dellUfficio per la Pastorale della Famiglia, pubblicato sul Corriere Cesenate, ed abbiamo subito aderito con entusiasmo, anche perch, fra le altre motivazioni, nellanno 2000 al santuario della Verna ci eravamo fatti la promessa di matrimonio. Durante il percorso, intitolato Il sapore dellAmore, nella casa la bont di Dio, abbiamo affrontato il tema della presenza di Dio, sotto forma dei vari alimenti che, da sempre, rappresentano, nella storia della cristianit momenti di unione con il Creatore ed essenziale nutrimento per tutti noi. Gli approfondimenti hanno riguardato: il Vino, lamore riversato in noi; il Sale, il sapore della nostra vita; lolio, lesperienza della fragilit; il Pane, lessenziale per vivere; il latte e il miele, la dolcezza della vita; il lievito, cittadini del cielo sulle strade del mondo. difficile restituire in poche righe la ricchezza di unesperienza che abbiamo vissuto cos profondamente, perch si corre il rischio di non trasmettere appieno tutto il valore e

stata unesperienza che ci ha fatto riscoprire, nella quotidianit e nella semplicit, la profondit delle cose essenziali. Ci siamo anche emozionati
lintensit che ci hanno accompagnato in questo cammino. stata unesperienza che ci ha fatto riscoprire, nella quotidianit e nella semplicit, la profondit delle cose essenziali. Ci siamo anche emozionati: il clima creato tra le famiglie, gli argomenti affrontati, il sottofondo festoso dei bambini, il tutto valorizzato dai momenti di preghiera, ha toccato, in noi corde profonde. Ci che emoziona, del resto, ci che scegliamo di vivere, ci che per noi importante. E cos abbiamo capito che si e si diventa ci che si ama e che lAmore di Dio per noi ci che permette di amare ed essere amati, ed solo amando Lui che possiamo amare veramente. In particolare ci piace ricordare la graditissima visita del nostro vescovo Douglas Regattieri e del suo vicario don Virgilio Guidi nel giorno della festa dedicata a Santa Chiara. Il vescovo Douglas e don Virgilio, dopo aver celebrato la messa presso il santuario, sono rimasti con il nostro gruppo per tutta la giornata. Dopo aver cenato insieme, attorno al fal abbiamo avuto un momento di preghiera dedicato alla Madonna; anche tutti i bambini presenti, oltre a unirsi in preghiera insieme agli adulti, hanno giocato e cantato rendendo latmosfera ancora pi gioiosa. Al santuario abbiamo avuto la

possibilit di partecipare, ogni giorno, allEucarestia, che in occasione della festa del beato Giovanni della Verna si celebrata in mezzo al bosco di faggi, presso la cappella a lui dedicata. Questo luogo santo, che trasmette pace a tutti i pellegrini, ci ha regalato momenti di intensa preghiera in armonia con la natura. Infine, vorremmo ringraziare le Suore Francescane della Sacra Famiglia che ci hanno accolto, ospitato e donato i loro sorrisi, facendoci sentire come fratelli. Con loro abbiamo recitato e cantato le lodi e i vespri, e abbiamo condiviso la preparazione dei pasti. In loro compagnia i momenti di relax sono stati veri momenti di accoglienza, ascolto e amicizia. Merita un ringraziamento particolare suor Tilli, che ha curato, per tutto il nostro cammino, gli approfondimenti e i riferimenti alle Sacre Scritture. Un grazie sincero a suor Daniela, suor Alessandra, suor Nadia e suor Marta per esserci state vicino e averci trasmesso la loro gioia, chiarissima esperienza viva dellAmore di Dio. Un grazie a Ivan e Floriana che, oltre a guidarci e stimolarci, hanno condiviso con noi le loro esperienze di genitori, di sposo e di sposa, contagiandoci nellincontro con Dio, e testimoniando come la famiglia possa rappresentare una piccola Chiesa domestica. Un saluto, infine, ai nostri compagni di cammino. Anzi, un arrivederci alle prossime iniziative diocesane, e, al pi tardi, sicuramente a La Verna, la prossima estate 2012. Nazario e Barbara Venzi parrocchia San Giuseppe Artigiano (Villachiaviche di Cesena)

Gioved 15 settembre

Festa dellAddolorata al Santuario dei Servi


ioved 15 settembre al Santuario GdellAddolorata aMissionari(chiesa dei Cesena Servi, retta dai padri del Preziosissimo Sangue) si celebrer la festa della Beata Vergine Addolorata. Al mattino messe alle 8, 9 e 11; alle 17,30 coroncina dei sette dolori di Maria e alle 18 messa celebrata da monsignor Virgilio Guidi, vicario generale della diocesi. In preparazione alla festa, dall8 al 14 settembre: messe alle 8 e 9; alle 17,30 coroncina dei sette dolori di Maria e alle 18 messa con omelia (predicatore don Domenico Altieri, rettore del santuario). Domenica 11: messe alle 7,30, 9,30, 11 e 18; alle 17,30 coroncina dei sette dolori di Maria. Mercoled 14 settembre, esaltazione della Croce: dalle 9,30 alle 11 e dalle 15 alle 18: adorazione eucaristica e preghiere per tutti i sacerdoti e per le vocazioni; alle 11 messa per tutti i malati e disabili.

Il vescovo Douglas Regattieri ha incontrato lquipe del catecumenato, guidata da monsignor Mario Morigi

Far scoprire il tesoro a chi desidera diventare cristiano


llinizio del nuovo anno del cammino dei catecumeni che riceveranno i sacramenti dellIniziazione cristiana nella veglia pasquale del 7 aprile 2012, il vescovo Douglas Regattieri nelle scorse settimane ha incontrato lquipe - guidata da monsignor Mario Morigi - che si prende cura della preparazione di questi fratelli che chiedono di diventare cristiani dopo un cammino di due anni. Base di partenza del momento di ascolto e di confronto stata la Parola di Dio che fa da sfondo al cammino pastorale dei prossimi due anni: Alla ricerca del tesoro, in particolare i versetti 44-46 e 51-52 del capitolo 13 di Matteo. Il vescovo Douglas ha insistito sul fatto che la Parola del Vangelo si applica in primis a tutti i cristiani che sono tali dalla nascita per il battesimo che hanno ricevuto, e che devono, forse, riscoprire quel tesoro nascosto: questo il tema oggetto della nuova rievangelizzazione che riguarda tutta la

Chiesa. Coloro che chiedono di diventare cristiani dovranno essere aiutati con la nostra testimonianza e credibilit ad abbandonare il modo di pensare e la logica del mondo di oggi, per seguire qualcosa e Qualcuno che li aiuta a guadagnare la vera vita: quella di Cristo. Nel dialogo con il vescovo sono emerse le gioie e le difficolt che si incontrano e che accompagnano questo importante impegno, con particolare riferimento alla necessit inderogabile che le comunit parrocchiali si accorgano di questi fratelli e li accolgano aiutandoli a inserirsi progressivamente nel tessuto della parrocchia e nei vari gruppi, consentendo in questo modo una crescita, una testimonianza e un

arricchimento reciproco. Un invito, infine, viene rivolto ai parroci: sarebbe bene segnalare per tempo a monsignor Mario Morigi i nominativi delle persone che fanno richiesta di ricevere i sacramenti dellIniziazione cristiana, nonch i nominativi degli accompagnatori che potranno aiutare nel cammino di fede questi Catecumeni, per poter predisporre il programma dei prossimi due anni. Un grazie particolare al vescovo Douglas cos attento a questo importante e delicato compito che tutta la nostra Chiesa deve fare proprio, perch parte integrante della sua missione. Marilena Montalti e Valeriano Biguzzi

Gioved 8 settembre 2011

Vita della Diocesi

Maestre Pie dellAddolorata, eletto il nuovo consiglio


Superiora generale stata eletta la gatteese suor Carla Bertani
madre Carla Bertani, 59 anni, originaria di Gatteo (Fc), la nuova superiora generale dellIstituto Maestre Pie dellAddolorata per il sessennio 2011-2017.

Da trentanni al servizio nella missione della Louisiana (Usa), madre Carla, gi allinterno del consiglio generalizio da diciotto anni come consigliera generale, eredita il compito di guidare lIstituto da madre Lina Rossi. Le delegate al trentatreesimo Capitolo generale hanno eletto anche il nuovo Consiglio generalizio che affiancher madre Carla Bertani: suor Anna Maria Iannetti, vicaria generale; suor Serena Pinotti, segretaria generale; le due

consigliere generali, suor Carla Raggini, di Gatteo, gi missionaria in Brasile, e suor Elvira Ariemma, questultima inserita nella missione in Brasile da 23 anni. Tutto lIstituto si stringe attorno alla nuova madre e al suo consiglio, e augura un lavoro sereno e procuo per il bene della Congregazione e della Chiesa, camminando verso un futuro di speranza nel solco del carisma della beata Elisabetta Renzi.

Programmi di sostegno Quando la famiglia in crisi, un valido aiuto per coppie che vogliono ritrovarsi
u capitare che un matrimonio conosca momenti di crisi. Pu capitare che allinterno di una coppia non si riescano pi ad affrontare serenamente i problemi, che ogni piccola questione diventi fonte di contrasti e litigi. Pu succedere che, tra marito e moglie, ci si senta freddi, soli, distanti. Pu capitare, in queste situazioni, che si pensi alla separazione o al divorzio. A chi ci si rivolge in casi come questi? A volte basta poco, basta una scintilla che riaccenda il dialogo, basta qualcuno che aiuti a ritrovare un clima di accoglienza e di rispetto reciproco. Ma dove trovare tutto questo? In un mondo che non sembra darsi peso per la fine di migliaia di matrimoni, con sofferenze e disagi che coinvolgono in modo particolare i figli, una risposta a queste domande nata allinterno della Chiesa cattolica. Anche in Italia infatti arrivata da dieci anni lesperienza di Retrouvaille (una parola francese che significa ritrovarsi). Una realt nata in Canada e ormai diffusa in diversi Paesi del mondo. Anche in Emilia Romagna sono ormai molte le coppie che sono ricorse a questa organizzazione, tanto che da alcuni anni anche nella nostra regione sono state individuate alcune coppie incaricate di raccogliere richieste e dare informazioni. Lidea, spiegano Maria Cristina e Andrea Zurli, responsabili per la regione Toscana dellassociazione, quella di un salvagente (che anche limmagine scelta come simbolo di Retrouvaille) che viene gettato alle coppie in crisi, per salvare i matrimoni che rischiano di naufragare. Lesperienza aperta a tutte le coppie, ma viene proposta in particolare a quelle (sposate, ma anche conviventi con figli) che soffrono gravi problemi di relazione, che stanno pensando alla separazione o gi separate, e che intendono tentare di ricostruire la loro relazione damore. Lassociazione nata in ambito cattolico, ed ha solide radici nella dottrina cristiana sul matrimonio e sullamore di coppia; i suoi servizi per vengono offerti a chiunque ne faccia richiesta, senza fare distinzioni. Gli strumenti sono molto

Scheda
Il programma di RETROUVAILLE
costituito da un weekend e un post-weekend della durata di circa quattro mesi. Il weekend inizia alle 20 del venerd e termina alle 18 della domenica. Il postweekend prevede un incontro settimanale in piccoli gruppi, tenuto nella regione di appartenenza.

ouvaille Retr

Per contattare Retrouvaille


Referenti diocesi Cesena-Sarsina: Sandro e Marcella Crociani, cell 348 3963710

Referenti regione Emilia Romagna: Arianna e Graziano Cicognani, cell 349 7392590 numero fisso); (Nord)

Un salvagente per matrimoni in difficolt


Attiva da dieci anni in Italia, arrivata anche in Emilia Romagna lassociazione che propone programmi di sostegno per le coppie che voglionoritrovarsi. Gli strumenti sono semplici: ascolto, perdono, dialogo. Semplici, ma straordinariamente efficaci: la percentuale delle persone che alla fine decidono di tornare insieme altissima
semplici: ascolto, perdono, dialogo. Semplici, ma straordinariamente efficaci: tra le coppie che si rivolgono a Retrouvaille, sottolineano Maria Cristina e Andrea, la percentuale di quelle che tornano insieme altissima. Il meccanismo prevede che il primo contatto avvenga attraverso una telefonata. Dopo un primo ascolto, viene deciso se e quando iniziare il programma: perch il percorso sia efficace, entrambi i coniugi devono essere daccordo a partecipare anche se spesso capita che sia uno dei due a insistere, mentre laltro inizialmente viene coinvolto con scarsa convinzione. Il programma Retrouvaille spiega Andrea - si propone di prendere la coppia dal punto dove si trova (anche il pi basso) e farla muovere passo dopo passo, fino alla guarigione completa, attraverso una serie di passaggi ben precisi, codificati (nulla lasciato al caso, ma tutto studiato e calibrato alle coppie) che lesperienza trentennale doltreoceano ha messo a punto in modo definito. Il momento forte, con cui le persone iniziano il loro cammino in Retrouvaille, un week end in cui diverse coppie si ritrovano insieme, in luoghi isolati, lasciando a casa figli, telefonini e qualsiasi altra distrazione. Tre giorni intensi in cui le coppie lavorano per ritrovare le basi del proprio stare insieme cercando la guarigione del proprio matrimonio ferito. qui, nel week end, con laiuto, il sostegno e la testimonianza di altre coppie e di un sacerdote, che in genere i due ricevono quella scossa di cui avevano bisogno. Durante questa esperienza, si trovano messi a nudo di fronte alla propria situazione e vengono spinti a cercare, in fondo al loro cuore, la volont di ripartire. I risultati, spiegano Maria Cristina e Andrea, sono impressionanti: capita di vedere persone che arrivano al week end separatamente, che chiedono camere separate e che alla fine vanno via con il desiderio di ritrovare una vita di coppia. Persone che toccano il fondo della propria disperazione,

Numero verde 800 123958 (da 346 2225896 Laura e Antonio 340 3389957 Dario e Pina (Cen-

tro, Sud, isole) Sito internet: www.retrouvaille.it

Prossimi week end Retrouvaille


16-18 settembre a Macerata 23-25 settembre a Folgaria (Tn)

trovando il coraggio di risalire. Persone che riescono a confessarsi cose mai dette, e che nella sincerit (anche se dolorosa) trovano la forza di aprirsi allaltro. A questo primo incontro segue il post-week end, una fase di incontri a cadenza settimanale, poi mensile, poi sempre pi diradati fino a che la coppia pu lasciare Retrouvaille. A meno che non decida (come succede a tantissimi) di restare nellorganizzazione per offrire la propria testimonianza a coppie che vogliono iniziare il loro stesso cammino. Noi oggi siamo qui a testimoniare - affermano Maria Cristina e Andrea - che c una possibilit per le coppie di ripartire... perch labbiamo visto in tante situazioni, le pi disparate e disperate; ma soprattutto perch, grazie allinsistenza dei nostri amici, abbiamo accettato di percorrere anche noi la stessa esperienza, mettendoci in gioco fino in fondo... e ne abbiamo trovato un enorme giovamento.

Vita della Chiesa

Gioved 8 settembre 2011

Angelus La conversione fraterna nelle parole di papa Benedetto XVI


imentica loffesa ricevuta, non la ferita di un tuo fratello. Le parole di SantAgostino tornano nella riflessione di papa Benedetto allAngelus, commento alle letture bibliche di questa prima domenica di settembre. Con lapostolo Paolo il Papa ricorda che tutta la legge di Dio trova la sua pienezza nellamore, cos che, nei nostri rapporti con gli altri, i dieci comandamenti e ogni altro precetto si riassumono in questo: amerai il tuo prossimo come te stesso. Facile amare una persona cara, che ci vuole bene, con la quale condividiamo pensieri e gesti; meno facile quando laltro distante da noi per parole, gesti; difficilissimo quando da questa persona riceviamo unoffesa. Ma il comandamento dellamore non conosce distanze: non c un prossimo da amare e un altro da tenere distante, da non amare. Questa la grande sfida cui il cristiano chiamato: proprio in questo amore reciproco che il cristiano scopre il potere della misericordia divina; scopre che il fratello non pu essere abbandonato. In questo amore che supera il rifiuto, che non conosce distanze, che si apre allaltro, si sgretolano tutti i muri e crollano le barriere

Catholica
di Stefano Salvi

Responsabili

LA TESTIMONIANZA DEGLI EGIZIANI AL MEETING 2011


Durante lultima edizione del Meeting per lamicizia fra i popoli di Rimini emersa con evidenza la certezza che solo guardando al cuore delluomo ci pu essere una vera fraternit fra persone di religioni e opinioni diverse. questa la grande testimonianza data dalla numerosa delegazione egiziana presente, della quale facevano parte anche il cardinale patriarca dei copti cattolici, il vescovo segretario del papa copto ortodosso, il presidente delluniversit Al Azhar, la pi grande del mondo islamico, e un ex parlamentare dei Fratelli Musulmani. Al termine della conferenza stampa del 23 agosto Wael Farouq, di religione islamica, professore alla American University del Cairo e traduttore in arabo del Senso religioso di don Giussani, ha confermato che in lingua egiziana il termine cuore indica un insieme di ragione e di sentimento. Avendo presente la totalit della persona possibile allora un dialogo che superi listintivit e aiuti a valorizzare laltro, senza il pregiudizio delle proprie personali opinioni.

degli altri
non ascolta? La risposta sempre nelle parole di Ges riportate da Matteo, che indicano una gradualit: Prima torna a parlargli con altre due o tre persone, per aiutarlo meglio a rendersi conto di quello che ha fatto; se, malgrado questo, egli respinge ancora losservazione, bisogna dirlo alla comunit; e se non ascolta neppure la comunit, occorre fargli percepire il distacco che lui stesso ha provocato, separandosi dalla comunione della Chiesa. Tutto questo indica che c una corresponsabilit nel cammino della vita cristiana: ciascuno, consapevole dei propri limiti e difetti, chiamato ad accogliere la correzione fraterna e ad aiutare gli altri con questo particolare servizio. C una frase di madre Teresa di Calcutta che torna alla mente a commento di questo brano evangelico. Diceva: non capita anche a vostro figlio di sbagliare? E voi cosa fate quando vi dice: pap ho sbagliato. Non prendete forse vostro figlio tra le braccia e lo baciate? Questo il vostro modo di dirgli che lo amate. Dio fa la stessa cosa: Se noi abbiamo peccato o abbiamo commesso un errore, facciamo in modo che ci ci aiuti ad avvicinarci a Dio. Diciamogli umilmente: so che non avrei dovuto agire cos, ma anche questa caduta, te la offro. Dio un padre che ha piet. La sua misericordia pi grande dei nostri peccati. Egli ci perdoner. Altro aspetto - frutto della carit nella comunit - che Matteo mette in risalto nel suo testo la preghiera concorde. Dice infatti Ges: Se due di voi sulla terra si metteranno daccordo per chiedere qualunque cosa, il Padre mio che nei cieli gliela conceder. Perch dove sono due o tre riuniti nel mio nome, l sono io in mezzo a loro. Qui ci troviamo di fronte a un altro grande tema: lunit. In primo luogo lunit della comunit dei credenti, anche della pi piccola: se due di voi Dice il Papa: Dobbiamo esercitarci sia nella correzione fraterna, che richiede molta umilt e semplicit di cuore, sia nella preghiera, perch salga a Dio da una comunit veramente unita in Cristo. Ma c anche un altro aspetto di questa unit che chiama in causa i credenti in Cristo e li sprona - lo ricordava sempre papa Benedetto in un Angelus del 2006 - a domandare insieme a Dio quella piena unit fra di loro, per la quale Cristo stesso ha pregato nellultima cena. Si capisce bene, allora, quanto sia importante che noi cristiani invochiamo il dono dellunit con perseverante costanza. Se lo facciamo con fede, possiamo essere certi che la nostra richiesta sar esaudita. Non sappiamo come, n quando, perch non spetta a noi conoscerlo, ma non dobbiamo dubitare che un giorno saremo una cosa sola. Fabio Zavattaro

Lamore fraterno comporta anche un senso di responsabilit reciproca, per cui, se mio fratello commette una colpa contro di me, io devo usare carit verso di lui e, prima di tutto, parlargli personalmente, facendogli presente che ci che ha detto o fatto non buono. Questo modo di agire si chiama correzione fraterna
che noi stessi spesso abbiamo eretto. Cos allAngelus, con le parole del vangelo di Matteo, il Papa ricorda che lamore fraterno comporta anche un senso di responsabilit reciproca, per cui, se mio fratello commette una colpa contro di me, io devo usare carit verso di lui e, prima di tutto, parlargli personalmente, facendogli presente che ci che ha detto o fatto non buono. Questo modo di agire si chiama correzione fraterna: essa non una reazione alloffesa subta, ma mossa dallamore per il fratello. Perch colui che ti ha offeso il commento di SantAgostino, ha inferto a se stesso una grave ferita, e tu non ti curi della ferita di un tuo fratello?... Tu devi dimenticare loffesa che hai ricevuto, non la ferita di un tuo fratello. Il Papa si pone la domanda: e se il fratello

INTERVISTAAL PAKISTANO PAUL JACOB BHATTI


Sul Quotidiano Meeting del 25 agosto a pag. 2 Paul Jacob Bhatti, consigliere del Primo Ministro del Pakistan per le minoranze religiose, si presentato nel seguente modo: Mi sono laureato in medicina allUniversit di Padova. Non mi ero mai occupato di politica direttamente, ma qualcosa che ho sempre vissuto da vicino. A partire da mio zio, da mio padre e in ultimo da mio fratello. Shahbaz sospettava di andare incontro alla morte nella sua lotta per i diritti dei cristiani e di tutte le minoranze oppresse in Pakistan. Riceveva quotidianamente minacce. Il timore non lo ha mai fermato perch quello che lo muoveva era il servizio a Cristo, ai pi deboli e ai cristiani della nostra terra. Aveva ottenuto un consenso internazionale: era riuscito a unire tutte le minoranze (ind, cattoliche, protestanti ) perch combatteva una sola cosa. Non politica, ma umanitaria. Ho sempre osservato il lavoro di mio fratello e dopo la sua morte mi si presentata una grande scelta. Continuare il suo sacrificio, e quindi portare avanti la lotta per la difesa delle minoranze cristiane e altre, ancora pi intimorite dopo il suo assassinio [avvenuto il 2 marzo 2010 a Islamabad], oppure continuare la mia vita come se non fosse mai successo niente. Alla fine ho deciso di proseguire la marcia di mio fratello perch non fosse vana la sua vita. Durante la conferenza stampa di quello stesso giorno al Meeting 2011 gli stato chiesto: Come cambiata la sua vita dopo la morte di suo fratello minore Shahbaz?. Ha risposto: Tutto cambiato in modo radicale.

DIPLOMI - RECUPERO ANNI SCOLASTICI


DA ANNI NELLA TUA CITT

via Marinelli, 6 - 47023 CESENA (Fc) tel. +39 0547 29730 - fax +39 0547 21141 e-mail: comce@comce.it Web: www.comce.it

CENTRO STUDI CARTESIO


Sono aperte le iscrizioni allanno scolastico 2011-2012 - VUOI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI PERDUTI? - TI SERVE UN DIPLOMA PER INSERIRTI NEL MONDO DEL LAVORO?
IL CENTRO STUDI CARTESIO TI OFFRE LA POSSIBILITA DI CONSEGUIRE UN DIPLOMA E DI RECUPERARE GLI ANNI SCOLASTICI, CON LAIUTO DI DOCENTI QUALIFICATI E CON GRANDE ESPERIENZA NEI SEGUENTI INDIRIZZI:

Progettazione e fornitura chiavi in mano Impianti:

PETROLCHIMICI

AGROALIMENTARI ECOLOGIA DEPURAZIONE ACQUEDOTTI METANODOTTI

GEOMETRA - RAGIONERIA - LICEO SCIENTIFICO - DIRIGENTE DI COMUNIT LICEO CLASSICO - ITI - LICENZA MEDIA - LICEO SOCIO PSICO-PEDAGOGICO CONTATTACI PER INFORMAZIONI tel. 0547 24700 - Viale Mazzoni 31/A 47521 Cesena (Fc) Cell. 347.9761004 e-mail: centro.cartesio@libero.it www.paginegialle.it

in ITALIA... nel MONDO

10

Gioved 8 settembre 2011

Vita della Chiesa


Il porporato ha fatto una riflessione Tema affettivit: la testimonianza sulle tante forme della Casa di accoglienza di fame delluomo La Tenda di Forl

In apertura del convegno la messa celebrata dal cardinale Paolo Romeo

25esimo Congresso eucaristico di Ancona (3-11 settembre)

Passione per il prossimo

a comunit ecclesiale ha il dovere, oggi pi che mai, di assumere con delicatezza e discrezione quello stile eucaristico della raccolta dei pezzi avanzati nellumanit della gente. Lo ha detto il cardinale Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo, nellomelia della celebrazione eucaristica del pomeriggio del 5 settembre, nella cattedrale di san Ciriaco ad Ancona. Nella terza giornata del Cen, il cardinale si soffermato sulle tante forme di fame delluomo, e sullo stile eucaristico di Ges, che si appassiona tanto alla nostra fame da svelarla per quella che veramente: bisogno di salvezza. Commentando lepisodio evangelico della moltiplicazione dei pani e dei pesci, cos come viene narrato da Giovanni, il cardinale ha fatto notare che anche nellEucaristia Ges si appassiona ancora della fame delluomo, che non mai soltanto una fame materiale, ma fame di futuro, di salute, di felicit, di vita di pace, di giustizia, di superamento delle discriminazioni, di vittoria sulle povert, di dignit e di rispetto della persona. Di qui la necessit di chiederci se la fame degli altri mi appassiona, i loro bisogni mi interpellano. LEucaristia ha detto il cardinale Romeo ci educa e ci sprona ad appassionarci del nostro prossimo, impegnando il poco o il molto che ci ritroviamo in mano, ma consegnando i nostri propositi e i nostri progetti in mano a Ges. La fame delluomo e lo stile di Ges. Lo stile di Ges, plasticamente concretizzato nella prassi eucaristica ha spiegato il cardinale che nulla vada perduto: le nostre comunit hanno la responsabilit di rintracciare, cercare e raccogliere tutte quelle componenti umane che nella societ contemporanea caratterizzata da relazioni liquide, appaiono frammentate, prive di centri di unit. Componenti soprattutto affettive che non si possono superficialmente relegare nellambito del privato, ma a cui deve essere riconosciuta la capacit di orientare scelte, di creare e rafforzare le relazioni, di nutrire valori e costruire vita e futuro. Questa intensa opera di raccolta di frammenti, a prima vista non rilevanti ha precisato il porporato potr talvolta essere la raccolta di brandelli di umanit, segnati dalla storia di fragilit e di peccato. Ma la speranza cristiana che ci invita a

dialogare con questi ambiti, sperimentando la sfida di riorientarli cristianamente, in vista del compimento delluomo. Lumanit, anche la pi ferita e la pi problematica, ci sta davanti come una grande opportunit di annuncio. Trovati e raccolti i frammenti ha concluso il cardinale Romeo dovremmo essere in grado di orientarli nel senso di una vita che, come lEucaristia, si fa dono, che assume la responsabilit di essere non superficiale emozionalismo del momento, ma motore di costruzione delluomo e del suo futuro.
IN FASE DI SVOLGIMENTO AD ANCONA IL 25ESIMO CONGRESSO EUCARISTICO NAZIONALE (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR)

Otto per mille, famiglia e bene comune. Grazie ai fondi dellotto per mille, si riescono ad aiutare anche le famiglie in difficolt, non solo economica. Se ne parlato durante la tavola rotonda organizzata dal Servizio Cei per la promozione del sostegno economico alla Chiesa e dallUfficio nazionale per la pastorale della famiglia e condotta dal giornalista Rai, Raffaele Luise, a conclusione della giornata del Cen dedicata allaffettivit. A portare la sua testimonianza stata Angela Fabbri, da ventanni responsabile della Casa di accoglienza La Tenda di Forl, una struttura del Centro di aiuto alla vita (Cav) della citt romagnola, dove vengono accolte e aiutate le ragazze madri in difficolt che non vogliono abortire, ma anche i neonati abbandonati al momento del parto, prima di essere dati in adozione. Con i fondi dellotto per mille, la villa che ospita La Tenda stata ristrutturata e ora accoglie cinque mamme con i loro otto bambini. La vita ha il presidente osservato il presidente del Movimento per la vita, Carlo Casini non solo una questione di coscienza, perch ha a che fare con il bene comune Di qui la necessit di fare della vita una priorit politica, in modo da poter costruire un domani pi giusto. Senza figli, anche il sistema pensionistico diventa insostenibile e la societ intera perde, priva dellapporto dei giovani, la capacit innovativa e creativa. Accanto alle povert tradizionali, oggi necessaria unattenzione privilegiata nei riguardi delle nuove povert, ad esempio di chi ha paura di accogliere una nuova vita, ha difficolt a vivere in pienezza il rapporto con il proprio marito o la propria moglie, a educare i propri figli ad una vita ricca di significato. Cos don Paolo Gentili, direttore dellUfficio Cei per la famiglia, ha motivato la collaborazione tra il Servizio per il sostegno economico alla Chiesa e la pastorale familiare. Le buone notizie non fanno notizia, ha concluso Matteo Calabresi, responsabile del Servizio per la promozione del sostegno economico alla Chiesa: Lotto per mille invece interviene in tante situazioni e contribuisce cos a costruire una societ pi a misura duomo. Al termine della serata, i partecipanti al Cen hanno assistito allo spettacolo Bene comune di Mimmo Muolo, gi rappresentato con successo di pubblico alla recente Settimana sociale di Reggio Calabria. M. Michela Nicolais

LEucaristia, il baricentro del mondo


Italia una nazione "afferrata allaltare". Si aperto con questa immagine dello storico Andrea Riccardi il 25esimo Congresso eucaristico nazionale, nella suggestiva cornice della citt di Ancona, porta verso lOriente e cuore di una terra, le Marche, da sempre crogiolo di spiritualit e fede di popolo. Tra santuari, cattedrali, oratori, confraternite e opere dellingegno cristiano, sorte tra lAppennino e lAdriatico, non difficile scorgere quel nesso tra leucaristia e la vita quotidiana che costituisce il tema di fondo attorno a cui costruito lappuntamento anconetano. Non a caso nel primo momento dei lavori stato ripercorso il nostro passato, in felice sintonia con le celebrazioni per il 150esimo dellunit politica del Paese. "La storia non solo guerre, governi ed economia: c anche una

dimensione spirituale", ha ricordato Riccardi. "La sua vitalit sta in altre fonti. Leucaristia ha segnato il sentimento degli italiani". Come scriveva il poeta David Maria Turoldo, "il baricentro del mondo e della storia qui: in un nulla di ostia". Che leucaristia sia una presenza vitale fra le case degli italiani lo diranno con efficacia gli otto giorni di preghiera e riflessione sugli ambiti dellesistenza. Amore, lavoro e festa, fragilit, incontro fra le generazioni, cittadinanza. Lintento di fondo quello di delineare una "cultura eucaristica", per usare unespressione di Benedetto XVI: un modo originale di guardare e di pensare la vita e la convivenza, scaturito dalladorazione del mistero del Dio che si fa pane e vino. Se la mentalit diffusa scivola verso lindividualismo e la riduzione dellesperienza umana, il banchetto

eucaristico mette davanti al valore sacro di ogni vita, per cui spezzato quel corpo, parla di comunione e di unit, difende luomo dalladorazione di se stesso. Quellostia un dono che apre gli occhi su tutti gli altri doni ricevuti e svela la contemporanea fragilit e grandezza della nostra condizione. Con unampia proposta di mostre e percorsi artistici, la cultura eucaristica disegnata dal Congresso di Ancona incrocia in particolare la "via della bellezza" tanto cara a Benedetto XVI, che lha riproposta anche nelludienza generale del 31 agosto scorso. Se, per citare le parole di Marc Chagall richiamate dal Papa in quelloccasione, "i pittori per secoli hanno intinto il loro pennello in quellalfabeto colorato che la Bibbia", il pane eucaristico ha fatto sorgere cattedrali, ispirato inni e affreschi, formato il pensiero e

sostenuto la ricerca della pace e della giustizia. Non a caso i vescovi italiani aprono i loro orientamenti sulleducazione con il racconto di Ges che moltiplica i pani e si offre come alimento per il cammino. Dalle giornate marchigiane proviene un forte messaggio per lintera nazione. Il Congresso eucaristico dice che il futuro dellItalia si gioca prima di tutto nella riscoperta della presenza di Dio in mezzo al suo popolo. Come scriveva lindimenticato vaticanista Domenico Del Rio, alla vigilia del Congresso eucaristico internazionale del 2000: "Nel giorno della festa del Dio in forma di pane c da pensare non solo alla moltitudine degli affamati nel mondo che continuano a non avere pane, ma anche ai sazi di consumi e di cultura che ostentano di non aver fame di Dio". Ernesto Diaco

Attualit

Gioved 8 settembre 2011

11

Un amico-professore traccia un ricordo di Mino Martinazzoli

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

Uomo mite e intelligente


Il deputato, senatore e pi volte ministro, ultimo segretario della Democrazia Cristiana e primo segretario del rinato Partito popolare, morto a Brescia il 4 settembre
n uomo e un credente intelligente, profondo e soprattutto mite. Un politico mite. Tino Bino ha vissuto una lunghissima e stretta amicizia con Mino Martinazzoli e ne descrive il tratto privato, la personalit, la formazione e le letture, la fede. Bino, anchegli bresciano, studioso, docente allUniversit Cattolica, a sua volta impegnato politicamente, fra laltro autore della prefazione a uno degli ultimi libri di Martinazzoli (Orzinuovi, 30 novembre 1931 - Brescia, 4 settembre 2011; deputato, senatore, pi volte ministro, fu lultimo segretario della Democrazia cristiana e primo segretario del rinato Partito popolare italiano nel 1994; in seguito fu sindaco della Leonessa), intitolato Elogio di Nicodemo. Professor Bino, si pu essere miti in politica? La mitezza stata il tratto essenziale dellesistenza di Martinazzoli, Si chiedeva accentuatasi negli ultimi tempi. E il personaggio di Nicodemo in parte lo come i cattolici rappresentava. Essa si esprimeva nel potessero modo di vivere, di pensare, di comportarsi avere ancora di Mino. Il quale ha sempre dimostrato una certa distanza dal potere, che un un peso aspetto della politica. Anche negli anni di nella cultura massimo impegno a Roma come a Brescia politica egli mostrava quasi un timore fisico per il potere. E questo forse stato un suo limite. In che senso? Per essere chiari: pur essendo un democristiano, Martinazzoli non ha mai dato vita a una sua corrente, a un suo gruppo o a una rivista di parte. Pi chiaro ancora? Non ha mai fatto - ne sono certo una telefonata per raccomandare qualcuno, non ha mai pagato una cena elettorale. Quali le doti personali che spiccavano in Martinazzoli? Era un uomo di intelligenza acuta, dimostrata anzitutto nel suo essere, professionalmente, un finissimo penalista. Ma la sua vera natura, se posso dire, era quella del letterato. Un letterato prestato alla politica? Un letterato politico. Si legga, in questo senso, il suo scritto intitolato Pretesti per una requisitoria manzoniana. Inoltre Mino era un oratore notevole. Il suo modo di utilizzare la parola e la scrittura resteranno nel tempo, forse pi ancora degli incarichi sostenuti nellagone politico. Si tratta di aspetti che andranno studiati e approfonditi. Dunque possibile conciliare la cultura con la politica? una domanda che rimane aperta.
FERMO MINO MARTINAZZOLI (ORZINUOVI, 30 NOVEMBRE 1931 - BRESCIA, 4 SETTEMBRE 2011) STATO PI VOLTE MINISTRO DELLA REPUBBLICA NELLE FILE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA. STATO SENATORE DAL 1972 AL 1983 E DAL 1992 AL 1994 E DEPUTATO DAL 1983 AL 1992 (FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR, 5 SETTEMBRE 2011)

EDUCAZIONE E SCUOLA AL TEMPO DEL WEB


Fra pochi giorni nelle scuole italiane di ogni ordine e grado, come si dice nellambiente, torner a suonare la campanella. Accompagnato dallabituale corredo di incertezze e discussioni, il nuovo anno scolastico prender il via tra inossidabili tradizioni e auspicate innovazioni. Suscitano linvidia di molti coetanei, ad esempio, gli allievi della quarta L del liceo Lussana di Bergamo, che gi dallanno scorso hanno sostituito i libri di testo e i quaderni con la tavoletta elettronica di casa Apple. Il bilancio sembra positivo: gli studenti che usano liPad in classe rivelano i docenti responsabili del progetto sono nettamente migliorati rispetto al primo quadrimestre dellanno precedente, con un innalzamento dei risultati in tutte le materie. Sono per soprattutto i social network a infiammare il dibattito sul rapporto fra educazione e nuove tecnologie. Poco prima delle vacanze estive aveva fatto scalpore la notizia che il collegio dei docenti delle scuole pubbliche dellOntario, in Canada, aveva ufficialmente vietato ai suoi 230mila insegnanti di accettare le richieste di amicizia su Facebook da parte dei propri studenti. Non si trattava in realt di una chiusura allintero universo delle reti sociali: eventuali pagine o gruppi on line sono tuttora permessi per la didattica in classe o per la comunicazione tra il docente e lintera classe, al fine di condividere materiali, fare ricerche, discutere insieme. Quello che viene per fermamente richiesto agli adulti di mantenere labito di professionisti delleducazione in ogni momento e contesto. Dentro laula e nelloceano del web. Ogni comunicazione con gli adolescenti, dunque, deve avvenire durante il giorno e mai attraverso canali non ufficiali o chat private. Una decisione che, oltre a far discutere di qua e di l dellAtlantico, stata invece bocciata nello Stato americano del Missouri, dove i social network sono fra i principali mezzi di comunicazione tra gli insegnanti, gli studenti e le loro famiglie. Un docente che si trova del tutto a suo agio nellambiente digitale il giovane professore di italiano e latino Alessandro DAvenia. lui infatti il Prof 2.0 dellomonimo sito internet (www.profduepuntozero.it). La fortunata attivit di scrittore di DAvenia, autore del bestseller Bianca come il latte, rossa come il sangue, d allo spazio web un profilo pi ampio, ma luniverso educativo costantemente presente nel dialogo che prende forma sul blog. Da cliccare, anche da parte di chi si da tempo congedato dal ferreo suono della campanella.

Certamente Martinazzoli ci ha provato e, anche per questo, ha ricevuto attacchi pesanti nel corso della vita. Ricordo ad esempio che negli ultimi tempi era impressionato, atterrito dallo sbracamento, per cos dire, della politica attuale. Inoltre si interrogava spesso su come i cattolici potessero tornare ad avere un peso nella cultura politica del Paese. Del Martinazzoli credente cosa ricorda? Anzitutto una coerenza profonda tra la sua fede, mai ostentata, e la sua vita personale, professionale, politica. Aveva un grande rigore morale, appariva semplice e sobrio, composto. Il suo era un cattolicesimo esigente. Tra i suoi punti fermi citerei la passione per Manzoni e per Rosmini, quindi quella per don Primo Mazzolari, per il suo cristianesimo tutto dun pezzo. Penso si possa definire Martinazzoli come un cattolico di ispirazione liberale. Credeva alla libert, al pensiero forte, alla laicit della politica, allimpegno personale al servizio della convivenza civile. Era convinto che ai cristiani di oggi occorresse tornare a un impegno civile forte e motivato, dal quale

sarebbe poi emerso un rinnovato impegno politico diretto. Alcune sue scelte, specie negli ultimi anni, non sono state condivise da tutte le persone che gli erano vicine, me compreso. Ma certo tendevano a cercare strade nuove per dare significato e rilevanza al cattolicesimo democratico nellambito politico. Qualche episodio da sottolineare? Parlava talvolta di un incontro con papa Wojtyla. Dopo il momento ufficiale, diceva, Giovanni Paolo II gli aveva offerto un pranzo frugale in una cucina, in Vaticano. Era un ricordo particolarmente caro. E se dovesse indicare qualche altro punto di riferimento del Martinazzoli politico? Ricordo personalmente una giornata con Aldo Moro, nella casetta che lo statista aveva preso per unestate in montagna. Furono ore intense. Il pensiero di Moro lo affascinava, anche se poi le scelte politiche non furono sempre le stesse. Ma si pu considerare Mino come uno dei pi fini esegeti del pensiero moroteo. Gianni Borsa

il Periscopio

di Zeta
questo accada, soprattutto durante una crisi cos acuta come quella che stiamo vivendo. Apro il depliant e mi balza allocchio un titoletto in rosso: Esenti dal ticket (circa il 60 per cento dei cittadini). Non pagano, giustamente, i bambini fino a sei anni e gli over 65, se con reddito familiare lordo inferiore a 36.152 euro. Gi ho scritto la scorsa settimana sulla questione del reddito familiare lordo e quindi non star qui a ripetermi. sulla percentuale degli esentati che vorrei porre laccento. La Regione parla di circa il 60 per cento, una percentuale bulgara. La faccenda, a mio avviso, va capovolta: chi paga il ticket, se il 60 per cento esente? Chi sono questi sfortunati che rientrano sotto il nuovo capestro? fin troppo semplice affermare che si tratta dei soliti noti, il classico luogo comune che non aggiunge nulla di nuovo. Fatto sta che per cercare di calmierare limpatto del nuovo balzello occorre presentare tanto di moduli compilati in cui il paziente ( proprio il caso di dirlo) autodichiara quanto si guadagna nella sua famiglia, tutti insieme e al lordo degli oneri deducibili. Il che significa che devo manifestare, non so davanti a chi, se allimpiegato dellAsl o alla farmacista che mi vende

Il 60 per cento dei cittadini esentato dal nuovo balzello

Ticket per pochi intimi

uovi ticket sanitari. Il governo obbliga le Regioni a introdurre nuove tasse sulla salute. LEmilia Romagna sceglie un sistema pi equo a tutela dei cittadini. Comincia con questo slogan da comizio elettorale lopuscoletto predisposto dal Servizio sanitario regionale. La nostra Regione prende le distanze e getta le colpe tutte sullesecutivo. Io, cittadino ignaro, leggo e non comprendo. Cerco di approfondire. So che c in corso una manovra lacrime e sangue, che da qualche parte occorre trovare un po di denaro per fare quadrare conti che non vogliono tornare. Poi mi dico che forse anche giusto che qualcosa si paghi in tema di sanit, se non altro per cercare di frenare gli sprechi. Confessiamolo: le nostre abitazioni sono stracolme di farmaci che nessuno usa e che vengono gettati una volta superata la data di scadenza. Non bello che

laspirina, ma di certo in pubblico, la mia situazione reddituale. Con buona pace della legge sulla privacy. Anche su questo versante, lo devo ammettere, c qualcosa che non mi torna. Intanto impazzano i moduli e, in coda davanti agli sportelli dedicati, brontolano i contribuenti. (713)

12

Gioved 8 settembre 2011

Cesena

Economia

In ballo c lo spostamento del Macfrut a Rimini. Gli imprenditori vedono bene questa ipotesi ma chiedono che sia comunque organizzato da Cesena
romagnole? Va nella direzione giusta e, soprattutto, potrebbe dare a Macfrut la forza necessaria per competere con le altre grandi manifestazioni internazionali. A scriverlo in una lettera giunta oggi al Sindaco Paolo Lucchi sono i rappresentanti di quattro delle maggiori aziende dellagroindustria cesenate: lAmministratore delegato di Aprofruit Renzo Piraccini, lAmministratore delegato di Orogel Bruno Piraccini, il direttore generale della F.lli Graziani Packaging Roberto Graziani, Andrea Mercadini, direttore generale di Sorma Group. Nella lettera i quattro manager sottolineano la straordinaria importanza della ventennale esperienza di Macfrut per la filiera ortofrutticola non solo cesenate, ma italiana, ed esprimono apprezzamento per limpegno profuso da Cesena Fiera - a cominciare dal Presidente Domenico Scarpellini e dal Consiglio di Amministrazione che ha permesso alla manifestazione di raggiungere livelli di assoluta eccellenza. Macfrut 2011 sar la prima grande occasione per tutto il "Tuttavia settore di effettuare una serie di riessioni su questa aggiungono - lo importante liera delleconomia mondiale, europea ed sviluppo di italiana. A Cesena da mercoled 5 a venerd 7 ottobre (con manifestazioni lanticipazione dell European Fruit Summit di marted 4) si concorrenti come ritroveranno protagonisti e tecnici, compratori e Fruit Logistica a produttori. Gi esauriti gli spazi espositivi a disposizione Berlino e Fruit delle aziende. Attraction a Madrid, e la caratteristica sempre pi internazionale delle settore fieristico nazionale. fiere di settore, hanno evidenziato i Condividiamo questa impostazione limiti di una manifestazione che ha perch ci pare offra gli strumenti pi nella sua dimensione strutturale la adeguati per raggiungere il nostro principale fragilit". obiettivo di fondo: salvaguardare il Di fronte a questo quadro, per ruolo primario delle nostre fiere come assicurare a Macfrut capacit strumenti di supporto e stimolo alle competitiva e prospettive di sviluppo, imprese del territorio, e in particolare a dunque, occorre inserirlo in un contesto quelle del comparto agroindustriale e di pi ampio respiro e giovarsi cos della avicolo". fortissima capacit organizzativa che ne scaturirebbe e che, altrimenti, non IL PARERE DEGLI IMPRENDITORI potrebbe essere messa in campo per Il progetto di integrazione delle fiere una sola grande fiera annuale.

Intese fra le fiere romagnole I giochi sono ancora tutti aperti


iera di Cesena e polo romagnolo: i giochi sono ancora tutti aperti. Negli ultimi mesi la Regione ha insistito affinch vadano a formarsi tre poli fieristici: Parma, Bologna e Rimini. Subito si sono rincorsi interventi, polemiche, pareri e, a volte, anche molte chiacchiere e imprecisioni. Allo stato attuale, la situazione questa: la Regione ha dato le sue indicazioni e, prima o poi, si arriver alla definizione di un piano che, dal punto di vista della logistica e delle strutture, punter sulle tre citt indicate. Le altre fiere non saranno cancellate, ma dovr essere predisposto un piano per unintegrazione corretta. A decidere dovranno essere i proprietari delle fiere che, a Cesena ad esempio, il Comune. "La Regione invita a ragionare su una nuova organizzazione - spiega Domenico Scarpellini, presidente di Cesena Fiera - e noi intendiamo sederci a un tavolo e confrontarci. Poi a decidere saranno i politici dato che il pacchetto di maggioranza detenuto dallente pubblico. E il primo incontro ufficiale di confronto previsto attorno alla met di settembre. Non c altro da aggiungere". Per Cesena la questione ruota attorno al Macfrut: la fiera, nonostante gli anni di crisi, in continua crescita e gli spazi di Pievesestina sono ormai un fattore limitante. Spesso alcuni espositori non sono stati accettati per mancanza di posto. Rimini, per contro, ha una struttura bellissima, spaziosa e allavanguardia. Ecco allora che Cesena potrebbe affittare i padiglioni di Rimini continuando a organizzare in prima persona la rassegna. Unorganizzazione e una gestione oculata che ha portato

Macfrut 2011 Tutto pronto

Cesena Fiera ad avere, raro esempio nel panorama fieristico nazionale, il proprio bilancio in attivo, mentre tutte le altre, o quasi, navigano nei debiti e devono far ripianare i conti dalle amministrazioni pubbliche. "Bisogna confrontarsi con un quadro ampio - dicono il sindaco di Cesena Paolo Lucchi e il presidente della Provincia Massimo Bulbi - e cio quello della riorganizzazione dellintero sistema fieristico regionale, che prevede lo sviluppo di tre grandi poli: uno in Romagna aggregato attorno a Rimini, il secondo con baricentro su Bologna e il terzo attorno a Parma. Questa scelta di fondo trova la sua ragione nella volont di cercare, attraverso la creazione di solide sinergie territoriali, la formula pi efficace per mantenere, e se possibile rinvigorire, la competitivit di fronte a una crisi che ha colpito anche il

Segnali di timida ripresa per il settore manifatturiero


Dai dati della Camera di Commercio per il secondo trimestre
Settore manifatturiero provinciale: c una ripresa. I dati confermano una crescita tornata ai tassi di prima della crisi, ma insufficiente per colmare in breve tempo i volumi produttivi persi dal 2008. Nellarco degli ultimi 12 mesi la maggioranza dei settori analizzati

presenta risultati di segno positivo: le performance produttive risultano stazionarie per altre industrie e leggermente negative per legno. La tendenza a performance positive si vericata in tutte le classi dimensionali e sui principali indicatori (produzione, fatturato, ordinativi); senza alcuna eccezione. La percentuale di imprese in crescita leggermente pi elevata: infatti, il 58,2 per cento ha dichiarato un aumento della produzione rispetto allo stesso trimestre

dello scorso anno contro un 24,7 per cento che ha indicato una diminuzione. Nel corso di questo trimestre, fra le imprese intervistate, loccupazione leggermente cresciuta. Le aspettative per il terzo trimestre rispetto al secondo auspicano complessivamente un ulteriore lievissimo miglioramento dei livelli occupazionali; tuttavia, la quota di imprese che prevedono una riduzione di personale (11,9 per cento) sale mentre quella di coloro che lo assumeranno (12,4 per cento) scende.

Cesena

Gioved 8 settembre 2011

13

Limpegno dellassociazione Terre Centuriate

GLI SCAVI DI HERA IN VIA MEDRI A GATTOLINO

Gattolino: riemerge la strada romana


lavori di Hera a Gattolino Durante i lavori di Hera trovato hanno fatto riemergere dal lantico percorso, a 60 centimetri terreno alcuni tratti dellantica strada romana. Lo comunica di profondit. Eseguito il rilievo lassociazione Terre Centuriate con la laser-scansione coordinata da Giancarlo Brighi. Lo scavo per il rifacimento del sistema fognario, in via Targhini e via Medri, ha incrociato, a 60 centimetri di profondit, uno strato di sassi che rappresentava lantica via della centuriazione. Si tratta dellEmilia Romagna, ha utilizzato la tecnica digitale della laserscansione. di un manufatto del tutto simile a quello che visibile "E unevoluzione innovativa - ha aggiunto il nei pressi della rotonda della cervese, di fronte coordinatore - della quale non siamo in grado di allazienda La Cesenate. apprezzarne appieno le enormi potenzialit. Grazie a "Come Associazione culturale - spiega Brighi questa scelta e dopo aver immagazzinato tutti i dati abbiamo apprezzato lintervento di un gruppo di cittadini di Gattolino per raccogliere e salvaguardare le necessari, si potuto rimuovere con celerit il cantiere lungo la via Targhini". testimonianze della loro storia. Vogliamo proporre "La strada riemersa - aggiunge Brighi - che coincide questo interesse come esempio e stimolo per le altre con lattuale reticolo, era il probabile collegamento frazioni in modo da far crescere la sensibilit nella viario dalla via Emilia, (fondovalle fra Montiano e cura del proprio territorio anche al fine di iniziare Sorrivoli) alle saline di Cervia Vecchia, forse sorta dopo lallestimento di un eventuale museo diffuso e nel 709, quando la citt di Ficocle venne distrutta fin distribuito nellintero territorio cos proprio come lo dalle fondamenta. Fino a mezzo secolo fa il cardine la Centuriazione". (ora appunto via Targhini) collegava il PisciatelloI lavori non potevano fermarsi troppo a lungo, ma allo Rugone a Gattolino, Calabrina, Pontecucco, poi stesso tempo non si poteva pensare alla perdita totale lambiva la pieve di San Pietro in Cerreto da cui del manufatto. Per questo lassociazione, in accordo piegava verso la via del Confine per immettersi nel con la Soprintendenza per i beni archeologici

sottostante cardine cervese di via Cervara per Villa Inferno ed infine le saline al cui interno vi era Cervia". Il territorio cesenate si conferma ricco di storia che riemerge a pochi centimetri di sottosuolo. Non vanno mai dimenticate le fornaci romane riemerse in via Fornasaccia a Ronta nel 2005, ora al sicuro sotto terra. Lassociazione continua la propria attivit di tutela del territorio centuriato e divulgazione culturale. Di recente si occupata del ripristino di parti di alcuni pannelli del percorso turistico-culturale. "E questo a spese nostre - ci tiene a precisare Brighi - attingendo a quanto, per fortuna, abbiamo accantonato e risparmiato in passato. In ottobre sar convocata unapposita assemblea rifondativa per il rinnovo delle cariche e per delineare i nuovi obiettivi con le relative strategie. Chi fosse interessato pu contattarci al 3406226207". Cr

ANNIVERSARIO
Nessuno ha un amore pi grande di colui che d la vita per i suoi amici
GV 15,13

Fra i docenti ancheValentino Bianchi e Andrea Costa (Quintorigo) e la violoncellista Cecilia Biondini

Scuola di musica sul modello americano


Una scuola di musica di nuova concezione ispirata al modello accademico americano. Si presenta cos Accademia 49. Officina delle musiche e della arti, che aprir i battenti nelle prossime settimane nella storica sede dellOfficina 49 (in via Roncofreddo, zona Stadio). "Questo progetto - spiega Alessandro Medri, 28enne direttore e coordinatore didattico nasce dalla volont di creare un centro artistico polivalente capace di rispondere alla sempre crescente domanda di alfabetizzazione, musicale e delle arti in genere, per far fronte a gap culturale delle giovani generazioni in ambito artistico". Chitarrista e co-fondatore della band cesenate Mamasita, Alessandro Medri vanta nonostante la giovane et unesperienza decennale in didattica musicale. "La scuola rivolta a tutte quelle persone che vogliono approcciarsi per la prima volta o approfondire lo studio di uno o pi strumenti musicali - prosegue compresi gli strumenti che fanno capo alle nuove tecniche e ai nuovi linguaggi contemporanei, nonch a forme darte collaterali alla musica: teatro, fotografia, fonico live, regia e tecnica cinematografica, pittura, dj". Nello specifico, per principianti e intermedi sono previste, da ottobre a giugno, lezioni frontali di strumento e lezioni di gruppo per teoria e solfeggio a cadenza settimanale, pi due lezioni mensili di musica dinsieme. Ai professionisti e avanzati sono rivolti invece corsi, masterclass e stage di durata variabile. Accademia 49 vanta un nutrito gruppo di docenti affermati in ambito nazionale e internazionale: tra questi Valentino Bianchi e Andrea Costa (rispettivamente sassofonista e violinista dei Quintorigo), Cecilia Biondini (violoncellista dellorchestra del Festival di Sanremo), Angela Josephine Corti (cantante, attrice e ballerina londinese di musical), Marco Venturi (batterista, chitarrista e oboista con esperienza trentennale in didattica musicale), Lorenzo Bassano (regista di cinema, televisione e pubblicit) e lo stesso Medri. Linaugurazione della scuola si terr nel week end del 17 e 18 settembre. Per informazioni: www.accademia49.it, segreteria@accademia49.it. Francesca Siroli

Nel secondo anniversario della morte del carissimo


CAV. ARNALDO

BIONDI

la moglie Emma e i familiari lo ricordano con immutato affetto La messa di suffragio sar celebrata luned 12 settembre alle 20,30 nella chiesa parrocchiale di Ronta

Cari futuri sposi,


vi invitiamo a visitarci per offrirvi le nostre splendide proposte per la vostra LUNA DI MIELE: viaggi, soggiorni, crociere. Sconti fino a 400 euro a coppia e la vostra lista di nozze da noi gestita gratuitamente. Vi aspettiamo in agenzia per ritirare il nostro bel catalogo a voi dedicato! VIAGGI VENERI ROBINTUR CESENA SIAMO SPECIALISTI IN VIAGGI DI NOZZE

I NOSTRI VIAGGI E PELLEGRINAGGI DI GRUPPO VIAGGI VENERI-ROBINTUR


LOURDES: pellegrinaggio con volo speciale da Rimini
3 giorni dal 19 al 21 settembre e dal 13 al 15 ottobre da 560 euro

VIAGGI DI GRUPPO A NEW YORK

6 giorni, ponti di novembre e dicembre 2011 dal 27 ottobre al 1 novembre e dal 6 all11 dicembre Voli da Milano e Roma, visite della citt, cena, assistenza Ponte di di novembre: 25 ottobre-5 novembre 2011 Grecia, Israele, Turchia (12 giorni)

da 1.430 euro

TEMPO DI CROCIERE! RITORNO IN TERRASANTA

da 670 euro

LA LUNGA ESTATE NELLA MAGNIFICA ISOLA DI ISCHIA

Hotel 3 stelle a Forio dIschia, 8 giorni/7 notti. Viaggio in pullman da Bologna compreso! Partenza 23 ottobre e 30 ottobre (ponte), pens completa e bevande 660 euro

VIAGGI VENERI

- CESENA - via S. Quasimodo, 256 Tel. 0547 610990 - veneri@robintur.it - www.robintur.it

PRENOTA DA NOI LE TUE VACANZE CON I NOSTRI PREZZI BLOCCATI&FINITI


NON PAGHERAI NEPPURE UN EURO IN PI PER SUPPLEMENTI CARBURANTE, VISTI, SPESE DAGENZIA, ECC: TUTTO COMPRESO!

14

Gioved 8 settembre 2011

Cesena
Santa Maria Nuova
Per le famiglie un ricco programma
Mercatino delle adozioni a distanza con lavori artigianali, pesca di benecenza, giochi a sorpresa per grandi e piccini nel nuovo parco giochi, musica dal vivo con Enny Monaco-Francesca, spettacolo di danza classica, Modern-Jazz, Hip Hop contemporaneo, gioco danza e ancora la cuccagna. E poi ancora: il Piadina Day ovvero il concorso di Azdore per la realizzazione della migliore piadina romagnola, la degustazione del Sangiovese di Bertinoro con la partecipazione di 25 cantine del territorio, lesibizione della scuola di ballo Csc Athena Studio di Cesena e Santa Maria Nuova, e la Campestre Scarpaza. Questa solo una parte del nutrito programma che la parrocchia di Santa Maria Nuova, guidata da don Aldo Menghi, ha preparato per festeggiare, l11 settembre, la festa della famiglia. Alle 11 don Menghi accoglier le coppie di sposi sul sagrato della chiesa. Alla cerimonia saranno presenti anche rappresentati delle istituzioni e della Banca Romagna Cooperativa. Seguir alle 12,30 il pranzo conviviale offerto dalla comunit a tutte le coppie di sposi con, al termine, la consegna dei Diplomi ricordo ai festeggiati. E unimportante occasione per stare insieme e per riettere sullimportanza delle parrocchie e delle loro strutture nel tessuto sociale del territorio. Basti ricordare quale importante servizio offre alla collettivit la parrocchia di Santa Maria Nuova con lasilo nido e la scuola materna paritaria "G. Nadiani". "Negli organi di informazione si leggono spesso interventi contrari allerogazione di contributi pubblici alle scuole paritarie. A tale proposito - ha spiegato in un suo intervento Oriano Zoli, presidente provinciale della Fism (Federazione italiana scuole materne ) - si ricorda che un bambino che frequenta la scuola dellinfanzia statale costa allo Stato 6.116 euro allanno contro i 584 euro, contributo rimasto immutato da 10 anni, per un bambino frequentante una scuola dellinfanzia paritaria. E se lo Stato volesse sostituire le scuole dellinfanzia non statali, dovrebbe spendere poco meno di 4 miliardi di euro allanno soltanto per la spesa corrente". Maurizio Cappellini

Festa della parrocchia a Ronta e a Madonna del Fuoco


UN MOMENTO DEL RONTA ROCK DEL 2010

Musica

Quando di scena il rock


onta si prepara alla festa della scuola di ballo Crisa Dance. Nelle giornate del 12, 13 e 14 parrocchia. Si parte l8 Domenica 11 settembre, giorno della settembre dalle 15 alle 19 si terr settembre con la processione, festa, alle 15,30 sar celebrata la ladorazione Eucaristica, alle 20 la per le vie del paese, alle 20,30. messa. Alle 17 inizier lo spettacolo recita del Rosario e alle 20,30 la Al termine, ci saranno la tombola di di arte varia seguita dal cabaret di messa. Gioved 15 settembre la recita fine estate e la spaghettata. Venerd 9 Valbonesi. In serata si potr cenare del rosario sar anticipata alle 17,30 si terr levento pi importante, il con lo stand gastronomico e con messa alle 18 e alla sera dalle 19 Ronta Rock. La manifestazione divertirsi con le farse della apriranno gli stand gastronomici che musicale per giovani giunta alla compagnia dialettale De Bosch. Al resteranno attivi fino alla domenica quarta edizione e questanno vedr termine, fuochi dartificio. 18 settembre. Nella serata di gioved sul palco Lazy Brain, White Russian, Cr 15 si terr una serata dedicata alla Molotov, Esattori delle tasse, The solidariet per la raccolta di fondi paradiso della brugola. Il Ronta Rock MADONNA DEL FUOCO per la costruzione dellospedale nel si terr nel campo adiacente alla Settimana ricca di iniziative religiose villaggio di Niaogho in Burkina Faso. chiesa parrocchiale ed organizzato e ricreative quella in programma Venerd 16 alle 14,30 si terranno le dal gruppo dei giovani. Oltre alla dall11 al 18 settembre alla confessioni per elementari, medie e musica, si potr approfittare dello parrocchia di Madonna del Fuoco. superiori, alle 17,30 il rosario e alle stand gastronomico. Lingresso Domenica 11 settembre prende il via 18 la messa. Alle 21 si svolger la libero. la tradizionale festa parrocchiale con "Corrida, dilettanti allo sbaraglio", "Ronta Rock sta assumendo una rosario e benedizione eucaristica alle con accompagnamento musicale del valenza sempre pi ampia - spiega 15 e alle 20,30 la grande caccia al gruppo "Fuori orario". Lazzaro DallAcqua, coordinatore tesoro per tutti. Sabato 17 settembre In serata la della festa e presidente del Compagnia dei Lazzaroni locale circolo Acli - e presenter la commedia questanno avremo ben dialettale "Pacalejn e la cinque gruppi che si ragaza speciela" di Dino esibiranno sul palco. Si Bartolini. Domenica 18 La comunit di Diegaro sta vivendo la festa parrocchiale. Gioved 8 tratta di giovani del settembre dopo le messe alle 20 si svolge la processione con la statua della Madonna per le vie territorio ai quali diamo delle 8,30 e delle 11 e la del paese. loccasione di esibirsi sul benedizione eucaristica Venerd 9 dopo la messa delle 20, seguir il concorso della "Torta pi palco di un evento ormai delle 15,30 le attivit bella e buona" e la serata continuer con lo spettacolo "Stasera Mi di un certo livello. proseguiranno alle 19 con Butto". Sabato 10 la messa sar alle 18 poi, dalle 19,30, cena Questanno abbiamo il la musica dei "Fuori insieme e musica del gruppo "Margo 80". Ci sar anche il gioco patrocinio del Comune e Orario", la sfilata di della Ruota della Fortuna. La festa si concluder domenica 11 con la lappoggio di numerosi animali da affezione, con messa alle 9 e alle 11,15. Poi, dalle 16, ci saranno tornei e gare amici-sponsor". la premiazione sportive, giochi vari, merenda e la conclusione del torneo di Sabato 10 settembre alle dellanimale pi simpatico calcetto. Dalle 19 si potr cenare con piadina e affettati, per 18 si giocher il torneo di (alle 21,30) e alle 22,30 concludere in serata dalle 20,30 con il musical "Grease" organizzato pallavolo, promosso dalla estrazione dei premi della dai ragazzi della Waka Band del "Vacanziere" - Centro estivo delle locale sezione dellAvis. lotteria. Per info: parrocchie di Diegaro e Torre del Moro. A seguire esibizione dei Alle 21 spazio alla sfilata di 0547/301428. "Zumba Fitness" della Scuola Mondo Cubano. Per tutto il weekend moda "Sfiliamo labito Barbara Baronio sar presente il famoso gioco dei "Pacchi Sorpresa". dallarmadio". A seguire ci sar lo spettacolo della

Festa a Diegaro

PARTECIPAZIONE Nel trigesimo della morte di ANGELA MAESTRI il Corriere Cesenate esprime condoglianze ai figli don Mario e Ugo Baldi

viale Carducci, 49 47521 Cesena tel. e fax 0547 22211 cell. 336 548370

ZONA OSPEDALE In palazzina al primo piano con ascensore appartamento di mq. commerciali 135 composto da salone, cucina abitabile, 3 letto, 2 bagni, balcone, ampio garage. OTTIMO STATO. 320.000 euro / Rif. 0988

info@agenziamedri.com

maurizio@agenziamedri.com

CASE FINALI immerso nel verde appartamento nuovo a piano terra con ingresso indipendente e spaziosa corte privata. Riscaldamento a pavimento, aspirazione centralizzata, predisposizione aria condizionata. Informazioni in ufficio. ZONA OSSERVANZA in condominio ben conservato servito di ascensore appartamento al secondo piano internamente da ristrutturare composto da ampio ingresso, soggiorno, cucina, bagno (possibilit di secondo bagno), ripostiglio, 2 letto, balcone, cantina e garage. 235.000 euro / Rif. 0905 IN ZONA OSSERVANZA, MONTE, MADONNA DELLE ROSE: VENDESI SOLUZIONI ABITATIVE DI PRESTIGIO

MADONNA DELLE ROSE Trilocale al quinto piano con loggia panoramica composto da soggiorno, cucina, letto matrimoniale, bagno, cantina e garage. In parte da rivedere 180.000 euro / rif. 1017 ZONA CENTRALE - VIALE CARDUCCI In condominio ben conservato al piano terzo con ascensore appartamento internamente da rivedere composto da ingresso, soggiorno di mq. 30, cucina, 2 letto matrimoniali, disimpegno, bagno, balcone, cantina. Impianti Autonomi. 260.000 euro / Rif. 0963 ZONA VIGNE in contesto tranquillo e ben servito appartamento al 1 piano con ascensore composto da cucina abitabile, ampio salotto, 2 letto matrimoniali, 2 bagni, 2 balconi, garage. Aria condizionata, impianti autonomi e a norma. 200.000 euro / Rif. 1069 TIPANO 2 villette in bifamiliare con spaziosa zona giorno, 3 letto, 3 bagni, sottotetto, portico, ampio giardino con attrezzaia. Info in ufficio. / Rif. 0564

LOCAZIONI
ZONA CENTRALE appartamento anno 2004 con soggiorno-angolo cottura, 2 letto, 2 bagni, 2 balconi, garage. Impianti autonomi. ARREDATO. 650 euro RIO MARANO villetta abbinata ben rifinita e di circa 150 mq. con a piano terra sala con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, giardino, portico e posto auto; al piano interrato ampia taverna, cantina, ripostiglio, lavanderia. NON ARREDATA. 1100 euro / Rif. 1037 ZONA STADIO in casa bifamiliare appartamento al piano primo recentemente ristrutturato composto da soggiorno-cucina, 2 letto, bagno, balcone, posto auto. Arredato solo di cucina. 700 euro / Rif. 1044

Cesenatico

Gioved 8 settembre 2011

15

Due giorni di festa al quartiere Madonnina-Santa Teresa


Il quartiere di Madonnina Santa Teresa per la quinta volta scende in strada. Lappuntamento per venerd 9 e sabato 10 settembre. Una festa che ha come connotato la partecipazione, il divertimento, lo stare insieme e la solidariet. "Tutti gli abitanti si debbono sentire coinvolti da questa festa, sia quelli che da tempo vi risiedono, come pure quanti pi sono venuti ad abitarvi di recente", esordisce Otello Guidi, componente del comitato promotore della festa. Il quartiere residenziale popolato da seimila persone. Diverse le imprese, i consorzi produttivi e i commercianti del luogo che collaborano alliniziativa, cos come la parrocchia di Santa Maria Goretti. Il programma della festa ha inizio venerd alle 17,30 in piazza Pio La Torre con il Leggio "Spazio del libero pensiero" e lo spettacolo di burattini a cura della compagnia "Gira e frulla... siamo sempre noi". Alle 19 alpini e pescatori si mettono allegramente a cucinare e servire la cena al pubblico; a seguire c la musica affidata al complesso "Radioline". Sabato si ricomincia: le associazioni onlus del territorio (Ccils, guardie ecologiche volontarie, fondazione "La nuova Famiglia") aprono i loro stand; i pescatori di "Tra il cielo e il mare" e gli alpini saranno di nuovo alle prese con i fornelli. Gran nale alle 20,30 con lo spettacolo musicale di "Chicco Capiozzo Quartetto". Antonio Lombardi

Pesca Gli allevamenti al largo di Cesenatico offrono mitili di alta qualit


e cozze di qualit sono certificate. Ottenuto il bollino di qualit certificata, i produttori di Cesenatico si accingono a lanciare una robusta campagna promozionale per incentivare il consumo del sapido mollusco bivalve, ingrediente base di ogni buon piatto di gastronomia marinara. E che, lungo la costa dellEmilia-Romagna, per lo pi allevato in vivai posti in mare aperto e rigidamente controllati. La produzione dei mitili stata questanno apprezzabile, ma non cos i prezzi allingrosso, sempre alle prese con oscillazioni al ribasso causa la concorrenza internazionale. I vivai di mitili al largo della costa, cio quelli che fanno capo alle cooperative di produzione "Copralmo" e "Promittica" (38 gli allevatori occupati, pi di una dozzina le barche asservite agli impianti) puntano ora su certificazione di qualit e marchio, per sopravanzare la concorrenza greca e spagnola. In questo periodo la raccolta su larga scala ferma, in attesa che le cozze, tra poco pi di un mese, siano nuovamente pronte per essere tolte dallacqua e vendute. Nel corso dei primi otto mesi dellanno Copralmo e Promoittica hanno prodotto pi di 3,2 milioni di chilogrammi di cozze, a fronte dei 2,7 milioni del 2010. Il controvalore economico realizzato

Cozze col marchio

Vengono esportate anche in Francia e Olanda Il nodo resta il prezzo: 0,50 euro il chilo non garantisce un reddito soddisfacente

stato di circa un milione e settecentomila euro. Allestero sono state vendute in Francia e Olanda, mentre sul mercato interno in Sardegna, Sicilia, Puglia, Campania. "Abbiamo realizzato un buon raccolto, i nostri vivai hanno dato buoni frutti - dichiara Nevio Boschetti, segretario dallAssociazione produttori pesca -. Dai dati di questanno mancano ancora quanto si andr raccogliere a novembre. Lincognita con la quale

dobbiamo fare i conti sono tuttavia i prezzi, sempre pi spesso al ribasso". Attualmente un chilo di cozze alla produzione viene pagato 0,50 - 0,55 euro al chilogrammo. "Per presentarci nel migliore dei modi sui mercati - confida Boschettisiamo consapevoli di dover spendere al meglio la certificazione di qualit, il marchio ottenuto". I produttori di mitili a Cesenatico si sono sottoposti a doppia certificazione: sia riguardo modalit di produzione e di allevamento sia in ordine allo sbarco e alla commercializzazione. In tal modo stato possibile accrescere ulteriormente la tracciabilit delle cozze allevate nei vivai, come anche la garanzia offerta per sicurezza alimentare e qualit e ci, tutto a vantaggio dei consumatori. "Sottoponendoci a certificazione, ci siamo impegnati a svolgere e mantenere un lavoro accurato sulle nostre produzioni - spiega Paolo Polini, un allevatore di cozze di Cesenatico -. Garantiamo cozze ben pulite, della stessa pezzatura, senza incrostazioni, ben controllate e avviate sistematicamente ai centri di raccolta. I controlli in mare, sulla qualit dellacqua vengono svolti ogni quindici giorni dal Centro studi ricerche marine di Cesenatico. Noi ve ne aggiungiamo un altro specifico, in modo da avere controlli ogni settimana". Antonio Lombardi

AVillalta una festa a scopo benefico


Festa beneca di successo. La seconda edizione di "Villalta fa festa" va in archivio con note molto positive. A vincere sono stati soprattutto soprattutto la benecenza e il progetto "Pediatria a misura di bambino" e le cure per il piccolo Daniele. Hanno partecipato alla manifestazione i nuovi

amministratori comunali di Cesenatico e praticamente tutta la comunit di Villalta. Ad animare la festa anche la sezione femminile della Croce rossa di Cesenatico, con il sostegno di alcuni sponsor, tra cui in primis la Bcc Sala di Cesenatico. Unanimemente apprezzato il lavoro dei numerosi volontari di Villalta per le varie attrazioni messe in campo. Giorgio Magnani

16

Gioved 8 settembre 2011

Valle del Rubicone


Longiano Famiglie: laiuto Caritas
E stata unestate dura per le cinquanta famiglie che a Longiano vivono un grande disagio economico e sociale; di queste nove con sfratto esecutivo senza nessuna forma di sostentamento. Un trend negativo nettamente in aumento se si pensa che a ottobre scorso i nuclei che si rivolgevano allassociazione beneca erano trentanove. Sembra un paradosso per un Comune con 7.500 abitanti, da sempre considerato ricco per leconomia e che si trova sempre nei primi posti delle classiche stilate per il benessere della popolazione residente. Eppure anche a Longiano i poveri ci sono; sono quelli che non riescono ad arrivare a met mese con lunico stipendio disponibile e che hanno arretrati sulle utenze e sugli affitti, tant che si parla di sfratti esecutivi. La Caritas, unico punto di riferimento di questa precaria realt si suddivide in Longiano capoluogo - Crocetta e Budrio presso la parrocchia di Santa Maria di Cleofa. "Attualmente stiamo fornendo aiuto a 18 famiglie che a settembre diverranno 24 perch in questo periodo alcuni hanno trovato lavoro a tempo determinato nella zona del mare spiega la referente Stefania Meschitelli -. Abbiamo inoltre tre casi davvero precari perch siamo in presenza della mancanza di unabitazione e queste persone, temporaneamente, si stanno appoggiando a parenti. Forniamo a tutti il pacco alimentare mensile, ma la situazione non rosea". "Stiamo aiutando 26 famiglie tutte numerose e con bambini molto piccoli dove solo una persona ha lavoro continua Antonio Alessandria della Caritas di Budrio -. Tra affitto, utenze e generi di prima necessit non arrivano a ne mese. Poi abbiamo laggravante di sei sfratti esecutivi; i proprietari delle abitazioni hanno anche dilazionato i pagamenti ma purtroppo, nonostante la buona volont, la situazione rimane critica . Cerchiamo di aiutare questi nuclei pagando loro qualche utenza con le donazioni in danaro che ci vengono fatte - conclude Alessandria -. In parrocchia c sensibilit e dunque ognuno cerca di donare quello che pu, ma siamo in presenza di nuclei numerosi con molti bambini in tenera et che necessitano di aiuto costante ". Chi volesse fornire un aiuto lo pu fare chiamando Antonio Alessandria al 338 6178170. Cristina Fiuzzi

A Gambettola pi di mille firme raccolte fra cittadini e commercianti


sindaco Iader Garavina, aveva precisato che il progetto redatto dallarchitetto Franco Puccetti di Lucca non era blindato, ma allo stesso tempo, non intendeva stravolgerlo. Per la Giunta guidata da Garavina, il tormentone estivo creato da questo progetto sta diventando una sorta di boomerang, difficile da afferrare prima che diventi pericoloso. A tener banco sono soprattutto le piazze II Risorgimento, Pertini, Cavour e il giardinetto dello Straccivendolo. I clamori sembrano aver sortito i primi effetti. Per quanto riguarda la piazza II Risorgimento, il progetto iniziale ha gi subito una sostanziale modifica, rispondente alla domanda degli esercenti interessati. Anche il Giardinetto dello Straccivendolo e la piazza Cavour si spera non vengano intaccati dalla riqualificazione, se non in maniera marginale, sebbene negli anni 80, al momento della creazione furono etichettati come "giardin-sasso", ora sono diventati un pezzo della storia della comunit gambettolese. Rimane incerta al momento la destinazione duso di piazza Pertini e il numero dei parcheggi e degli alberi lungo corso Mazzini, sui quali il dibattito rimane ancora aperto. Tanti sono stati i commenti della gente. "Non toglieteci il nostro muretto - ha affermato Maria Teresa Galassi, a nome di un gruppo di anziani che si trova sempre in centro - e lasciateci spazio per stare insieme e conversare". Piero Spinosi

Il progetto per il nuovo centro storico non piace


uesto progetto non sha da fare. O, almeno, cos com. E quanto sostengono le oltre mille persone che hanno sottoscritto la petizione popolare lanciata dal comitato spontaneo "Gruppo di cittadini per il centro", coordinato da Romeo Casalini, e quelle dei negozianti di piazza II Risorgimento e corso Mazzini. Il motivo del contendere sono i lavori in centro storico che andrebbero a stravolgere lattuale fisionomia. O a

migliorarla, come sostengono quelli che sono a favore. Cresce il malcontento fra la popolazione gambettolese e, giorno dopo giorno, i toni e i numeri stanno assumendo una valenza quasi plebiscitaria, che invita quanto mai a una ulteriore riflessione sul progetto. Nella sala Giunta, per due venerd consecutivi, prima della pausa estiva, in presenza degli assessori al completo e di una folta rappresentanza di cittadini, il

Festa a Budrio
Festa grande a Budrio di Longiano, dove ci si prepara a festeggiare un paio di importanti anniversari: i 50 anni della parrocchia, sorta nel settembre 1961, e i 20 anni della nuova chiesa, consacrata il 26 ottobre 1991. Il programma religioso prende il via marted 13 settembre con la messa delle 20,30. Messa alla stessa ora, anche mercoled 14, seguita dalladorazione eucaristica. Gioved 15, alle 20,30, la processione con limmagine della Madonna, a partire dal bivio di via Fontanazze con via Olmadella, no a via della Pace, dove, nella piazzetta, sar celebrata una messa Domenica 18 settembre, giorno della festa parrocchiale, le messe saranno celebrate alle 8 e 9,30. Alle 11 la messa solenne sar presieduta dal cardinale Jos Saraiva Martins, gi prefetto della congregazione per le cause dei santi. Alle 16, messa vespertina seguita dalla processione eucaristica lungo via Massa, via Fratta, via Aldo Moro e ritorno in parrocchia. Degno di nota anche il programma ricreativo. Venerd 16, alle 21, la compagnia lodrammatica "Hermanos" di Longiano presenta "Se ui da garavl a veng enca me", commedia dialettale di Giusi Canducci. Sabato 17 alla stessa ora, lo spettacolo musicale con i "Lasand". Domenica sera, lorchestra spettacolo "Bucci band". Durante i giorni della festa saranno allestiti una pesca di benecenza, un banco libri e uninteressante mostra fotograca sulla storia della parrocchia. Nelle serate del 16, 17 e 18 settembre funzioner anche uno stand gastronomico con specialit romagnole. I festeggiamenti riprenderanno dal 22 al 30 ottobre, settimana in cui la nuova chiesa compir 20 anni, con la missione popolare guidata dai fratelli di san Francesco. Matteo Venturi

La consegna del riconoscimento a Bruxelles

Un Comune davvero sportivo


Savignano Comune Europeo dello Sport 2012. La ratifica del titolo avvenuta a seguito della riunione dellEsecutivo riunitosi in Scozia il 4 agosto scorso. A comunicarlo il presidente di Aces Europe, Gianfranco Lupattelli che unitamente alla ratifica del titolo ha fatto pervenire linvito alla cerimonia di consegna delle bandiere che si terr mercoled 30 novembre a Bruxelles presso la Sede del Parlamento Europeo. Il titolo di Capitale dello Sport 2012 stato assegnato a Istanbul. "Questo riconoscimento - ha detto lassessore allo Sport Piero

Garattoni - conferma la buona qualit del lavoro fatto in questi anni sia sul fronte dellimpiantistica sportiva del territorio che della proficua attivit svolta dalle Associazioni Sportive. Lo accogliamo con orgoglio e come ulteriore stimolo di crescita. Stiamo gi pensando ad un percorso da proporre alle associazioni per dare maggior impulso al settore dello Sport sviluppando il tema Savignano sul Rubicone European Town of Sport". Molti gli elementi che hanno colpito favorevolmente gli ispettori dellAces. Fra questi unimportante tradizione sportiva, una rilevante attivit dedita allo sport per tanta gente, una ricca dotazione di impianti tra i quali si ricordano 5 campi da calcio di quartiere, 2 aree polisportive idonee allattivit agonistica, 3 palestre scolastiche e il centro sportivo Seven Sporting Club. E in costruzione il Palazzetto dello Sport dellistituto di Istruzione Superiore Marie Curie ed in fase di progettazione un campo da calcio in erba sintetica Cf

Longiano, la ridistribuzione delle deleghe


Le deleghe di Delia Serra, non pi in giunta dallo scorso 16 agosto, passano allassessore Paolo Lombardini. Lo ha annunciato il sindaco Sandro Pascucci durante il consiglio comunale di mercoled 31 agosto. Lombardini, gi assessore con delega alla tutela dellambiente e alla polizia municipale, assumer anche le deleghe servizi sociali, scolastici e socio-sanitari. Passa al vicesindaco Pia dAloja la delega al turismo. Nella stessa seduta stata rinnovata, con voto unanime, la convenzione del 2006 con la provincia di Forl-Cesena per lassunzione di personale mediante concorsi unici. Ci permetter di risparmiare nei costi di gestione dei concorsi, utilizzando le graduatorie della provincia. Varato, fra i dubbi dellopposizione, anche lo spostamento del chiosco della piadina di Crocetta da via Ponte ospedaletto a via 11 settembre. Mv

Valle del Savio

Gioved 8 settembre 2011

17

Appuntamenti da Balze a Mercato

Tutta la vallata festeggia la piadina romagnola


a Valle del Savio, con i Lazienda agricola La Clorofilla comuni di Verghereto, preparer un pranzo a base di Bagno di Romagna e Mercato Saraceno, piadina e gli ospiti potranno partecipa con iniziative provare impastarla e stenderla gastronomiche e pacchetti di soggiorno ai "Piadina Days", la manifestazione che per il secondo anno coinvolge tutta la provincia di Forl-Cesena e non 2011": chiunque potr partecipare alla gara delle solo. Ne rimasto fuori unicamente il comune di "sfogline" e preparare la piadina con lacqua del Sarsina. Il comune di Verghereto e la Pro Loco di Tevere ed i tortelli alla lastra. Balze hanno organizzato un intenso week-end che Piadina e tortelli saranno distribuiti gratuitamente parte sabato prossimo 10 settembre coi men a al pubblico. base di piadina romagnola, tortelli alla lastra ed Una giuria di esperti valuter piadine e tortelli e altri prodotti tradizionali proposti in tutti i sceglier il vincitore del "Piadina Days Fumaiolo ristoranti del comune. Domenica 11, a Balze, si 2011". comincer, alle 10, con unescursione ed una visita I premi consisteranno in certi di prodotti tipici guidata al "Mulino di Balze", di propriet locali. Per le iscrizioni ci si potr rivolgere allufficio dellAlbergo Sorgente del Tevere, dove avverr una della Pro Loco di Balze o provvedere domenica dimostrazione di macinatura del grano coltivato stessa, entro le ore 16, in piazza XVII Luglio. nella zona per la produzione di farina biologica da A Bagno di Romagna la piadina sar "termale e utilizzare per la preparazione della piadina. multietnica", con volontari del Centro Sociale di Alle 11 invece in programma unescursione alla San Piero e Pro Loco che dalle 10, in piazza Sorgente del Tevere, per lapprovvigionamento Ricasoli, daranno il via a "corsi di piadina" con dellacqua che sar utilizzata per la preparazione acqua termale e ricette etniche a cura degli delle piadine. Alle 17 scatta la "Gara di piadina e tortelli Fumaiolo studenti del corso di italiano per stranieri.

Sono per solo due le strutture aderenti alliniziativa, con lalbergo-ristorante Al Tiglio, a Bagno, che propone un men a tema e visita guidata al Sentiero degli Gnomi, e col ristorante "Giardino", a S.Piero, anchesso con men a base di piadina. A Mercato Saraceno, infine, dall8 settembre parte la Festa Patronale, con stand gastronomico della Pro Loco e piadina in piazza. Il 10 e l11 le degustazioni di piadina si accompagneranno alla tradizionale e divertente corsa delle "caratelle". Partecipa al "Piadina Days" la fattoria didattica ed Agriturismo "Clorofilla", con la cena del sabato ed il pranzo di domenica a base di piadina e la possibilit di provare a farla. Alberto Merendi

Nella foresta a caccia (fotografica) dei maestosi cervi


A Bagno di Romagna c tempo di prenotarsi fino al 14 settembre
Ascoltare il bramito dei cervi nella foresta. Tutto il territorio del comune di Bagno di Romagna rientrante nel parco, ma anche le aree limitrofe, ne saranno coinvolte, e la valle di Pietrapazza, in particolare, risulta molto frequentata dal "regale" ungulato.

Labbondanza di cervi nora registrata ne sta inoltre favorendo lesportazione verso altri parchi. C tempo no al 14 settembre per iscriversi e ci sono ancora posti disponibili per unesperienza affascinante, che si pu vivere allinterno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, a diretto contatto con la natura e con esperti del Parco e del Corpo Forestale dello Stato. Sono circa 700 gli operatori, tra esperti e volontari, che nelle notti del 22, 23 e

24 settembre parteciperanno al censimento e che, oltre al ricordo di unesperienza suggestiva, si porteranno a casa un attestato per il contributo offerto, con la loro partecipazione, alla conservazione di una delle specie pi importanti del Parco. Ci si pu iscrivere attraverso lapposito portale http://cervo.parcoforestecasentinesi.it , dove riportato il regolamento delliniziativa.

Domenica 11 alle 15,30 messa allaperto

Viadotto Fornello
Sono iniziati mercoled scorso i lavori dellAnas per la demolizione e ricostruzione del viadotto Fornello, sulla E45, in localit Verghereto. Per consentire lo svolgimento di alcune lavorazioni necessaria la deviazione provvisoria dei veicoli in direzione nord (Cesena) sulla strada provinciale 137, con uscita obbligatoria allo svincolo di Canili e rientro allo svincolo di Verghereto (dal km 162,800 al km 168,800) no a venerd 16 settembre 2011. Il traffico in direzione sud (Roma) invece continua a transitare sulla E45, con scambio di carreggiata e transito sulla sola corsia di marcia della carreggiata nord in corrispondenza del viadotto (dal km 167,792 al km 167,572), come indicato dalla segnaletica di cantiere presente sul posto. La deviazione necessaria per consentire la posa in opera delle lastre prefabbricate che costituiranno il supporto per la successiva fase di armatura e getto della soletta del viadotto che sar completata dalla pavimentazione stradale. Sul viadotto Fornello, lungo complessivamente circa 219 metri, sono in corso i lavori per la demolizione del vecchio impalcato in calcestruzzo, realizzato tra il 1968 e il 1970, e per la realizzazione del nuovo moderno impalcato in acciaio. Nellambito dellintervento, avviato nel 2007 per un investimento complessivo di circa 10 milioni di euro, sono state completate no ad oggi le fasi pi delicate e tecnicamente complesse come il trasporto e il preassemblaggio dei conci del cassone direttamente sullimpalcato esistente e la traslazione laterale della struttura cos completata e lappoggio della stessa su pile provvisorie appositamente realizzate.

A Tomba una festa tutta da vivere


Anche questanno il caseggiato e la piccola chiesetta di Tomba di Sarsina, in parrocchia di Pagno, riprendono vita per la settimana di festa della Madonna Addolorata. Gioved 8 si concluder il Triduo di preparazione con Messa e canto delle litanie, con la melodia cos cara alla gente di questa zona, alle 20.30. Vista la straordinaria partecipazione di popolo, questanno si sono voluti iniziare i festeggiamenti gi nella serata di venerd 9, con apertura stand gastronomico con specialit di piadina alle 19. alle 21.30 animazione col gruppo "Marg 80". Sabato alle 19 apertura stand con specialit di crescioni e piadina, allietati dalla musica dellorchestra "Raffaella e Rossano". Seguir alle 23 la maccheronata gratuita come da tradizione. Domenica 11 settembre alle 15.30 messa solenne allaperto e processione, apertura della pesca di beneficenza, pentolaccia gratuita per tutti i bambini. Alle 17 apertura dello stand con piadina, fornarina e crescioni. Allieter il pomeriggio e la serata "Luca Olivieri" con la sua orchestra. Alle 23

Il piccolo oratorio privato venne costruito nel 1792 dalla famiglia Baldassarri
spettacolo pirotecnico del "Centro Pirotecnico di Cesena" offerto dalla ditta P.I.2000. Sar allestita anche una mostra fotografica. Il piccolo oratorio privato, addossato allantico palazzo padronale attorniato da costruzioni pi recenti, venne costruito nel 1792 dalla famiglia Baldassarri per riuscire a partecipare pi di frequente allEucaristia, in quanto era difficile recarsi dinverno nella parrocchiale di Pagno che dista 3,5 km, con un dislivello di quasi 400 metri. Nel 1935 la famiglia Marini, attuale proprietaria, acquist tutto il grande edificio e la chiesetta dalla famiglia Giannini. Lultimo intervento di restauro che ha interessato la chiesa e il primo piano delledificio del 1999. Nel 2007 viene donato alla chiesetta un originale dipinto a olio su tavola della Madonna con Bambino. Viene spontaneo chiedersi il perch la localit si chiami Tomba. Il motivo un altro, lo apprendiamo dal volume "Romagna" di Emilio Rossetti, dove vi si legge che "Tomba" significa possedimento o tenuta con casa padronale, anche circondato da siepi e fossato, un inizio di castello. C ancora una piccola torre di difesa. Una trentina di volontari tra cui molti giovani, dal 1977 si passa il testimone di padre in figlio per continuare questa occasione di ritrovo: coordinatore del gruppo il giovane Paolo Bartolini. Daniele Bosi

18

Gioved 8 settembre 2011

Solidariet

La Caritas di Madonna del Fuoco (Cesena) sostiene la costruzione di un ospedale nel Paese africano

In aiuto
DALLALBUM DI VIAGGIO DI BARBARA PRESEPI: A SINISTRA UN GRUPPO DI BAMBINI IN UNO DEI VILLAGGI DEL BURKINA FASO. SOPRA, ALCUNE CASE. SOTTO, IL DISPENSARIO IN FASE DI COMPLETAMENTO

del Burkina Faso


Gioved 15 settembre, in occasione della festa parrocchiale, i volontari Caritas consegneranno il frutto di una raccolta fondi
n moderno reparto maternit, una farmacia interna, nuovi alloggi per gli infermieri, ambulatori e una grande sala dattesa: ecco alcuni dei servizi che saranno presenti nel nuovo ospedale in costruzione nel principale villaggio del comune di Niaogho, in Burkina Faso. A contribuire alla realizzazione di questa struttura, voluta e promossa dalla comunit del Burkina Faso (Arni onlus) presente in

provincia di Forl-Cesena, ci sar la Caritas della parrocchia di Madonna del Fuoco. Nella serata di gioved 15 settembre, in occasione della festa parrocchiale, la Caritas consegner alla comunit del Burkina Faso un contributo frutto della raccolta di fondi organizzata durante lanno. I volontari della Caritas di Madonna del Fuoco - spiega Barbara Presepi, parrocchiana che partir per lAfrica per seguire i lavori - si sono impegnati in un mercatino della solidariet che ha contribuito in buona parte alla raccolta del denaro necessario per proseguire i lavori di costruzione delledificio. Gioved 15 settembre sar possibile incontrare una folta rappresentanza della comunit del Burkina Faso che dopo la visione di un breve documentario sul Paese africano offrir a tutti gli intervenuti il Bissap, bevanda tipica africana simile al

Karkad, dal colore purpureo. Il villaggio di Niaogho, in Burkina Faso, il pi grande dei nove presenti nellomonimo dipartimento. Attualmente lassistenza sanitaria gestita da un centro di Primo Soccorso, fatiscente e assolutamente insufficiente. Proprio per questo si pensato di costruire un nuovo ospedale in una posizione centrale che servir tutti i villaggi. Il costo totale del progetto di 90mila euro. Molto gi stato fatto, ma ora occorre terminare con rapidit la struttura e realizzare il collegamento con lenergia elettrica. Grazie allinteressamento di un cesenate potremo dotare tutto lospedale di un impianto fotovoltaico. Questo progetto continua la Presepi - stato anche inserito nei piani di finanziamento quinquennali dello Stato del Burkina Faso. In questo modo sar il

Ministero a fornire i contributi necessari per lo stipendio del personale, lacquisto dei farmaci e la manutenzione della struttura. Si tratta infatti di un ospedale necessario, poich quello pi vicino ai villaggi dista 80 chilometri. Una distanza eccessiva: occorre infatti considerare che la maggior parte dei 25mila abitanti di questa porzione dAfrica si muove a piedi, e quindi impiega anche pi giorni per raggiungere lospedale e non pu contare su ambulanze efficienti, poich il cattivo stato delle strade le rende il pi delle volte inutilizzabili. Io partir a met ottobre per rimanere nello Stato africano sei mesi, per seguire da vicino la costruzione dellospedale e continuare nella definizione di progetti di cooperazione internazionale. Barbara Baronio

Le priorit della Fnp romagnola


Il comitato esecutivo della Fnp dellEmilia Romagna, riunito a Bologna il 2 settembre, ha esaminato la situazione politico-sindacale alla luce della manovra aggiuntiva allesame del Parlamento e ha evidenziato come la Cisl abbia svolto un ruolo fondamentale per cercare di introdurre nelle manovre alcuni obiettivi da tempo perseguiti. Alcuni risultati importanti sono stati conseguiti con cambiamenti di rotta, ma nel complesso il giudizio negativo. Sui provvedimenti si evidenziano contenuti di forte iniquit. Il risanamento non pu essere sostenuto dai soliti percettori di reddito sso, da chi ha sempre pagato le tasse senza un concomitante intervento sui processi di ridistribuzione della ricchezza, basati su di un forte contrasto allevasione e allelusione. Gli interventi penalizzanti per i dipendenti del pubblico impiego, per le pensioni e per la cooperazione sono indici di una pervicace ostilit. La Fnp emiliano romagnola sostiene con forza la linea della Cisl nella difesa di alcuni baluardi: la priorit alla riforma del sco per lequit, per alleggerire il prelievo su pensioni e salari. Senza riforma scale impraticabile qualsiasi ipotesi di interventi sullIva o di revisione del sistema delle esenzioni. Poi la lintoccabilit della previdenza; reperire risorse aggiuntive tra gli evasori e tra i detentori delle grandi ricchezze, mobiliare e immobiliare; la drastica riduzione dei costi della politica, disboscare e razionalizzare aree di spreco, di clientelismo e di sottogoverno e privilegi e inne, ma non meno importanti, la ferma contrariet ai nuovi ticket sanitari che vanno sostituiti con altre forme di prelievo su ricchezza o consumi non primari.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Manovra: primi risultati, ma c ancora tanto da rivedere
Il segretario generale Cisl Forl-Cesena Antonio Amoroso intervenuto in questi giorni sulla manovra rilasciando questo comunicato. La pressione di Cisl e Uil sostenuta dai propri delegati e dirigenti sindacali in tutta Italia comincia a dare i primi frutti sulla correzione della manovra nanziaria. stata tolta innanzitutto lodiosa cancellazione del riscatto degli studi laurea e il riconoscimento del servizio militare ai ni della maturazione del diritto a pensione. Sono state ripristinate le festivit civili che rappresentano insieme la storia del riscatto del nostro Paese dopo la tragedia della guerra e lemancipazione dei lavoratori: il 25 aprile il 1 maggio e il 2 giugno. Come avevamo chiesto stata cancellata lassurda previsione del mancato pagamento della tredicesima mensilit ai pubblici dipendenti; la penalizzazione verr posta come pi corretto in capo ai dirigenti, decurtando la loro indennit di risultato. stato tolto laumento dellIva che fatto nel modo previsto ad Arcore con il patto dei rigatoni del 29 agosto senza la riduzione dellIrpef, per i lavoratori dipendenti e i pensionati avrebbe costituito un aggravio di tasse senza alcuna contropartita favorevole per la nostra gente. Grazie alle pressioni di Cisl e Uil che insistono da tempo, il Governo sembra stia introducendo regole pi stringenti sullevasione scale, non male visto

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL (tel. 0547 644611 - 0547 22803) e per il Patronato INAS CISL (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Manifestazioni Cisl e Uil a Forl e a Bologna


Dopo il presidio di Cisl e Uil del primo settembre a Roma, davanti al Senato, prosegue la mobilitazione nazionale per cambiare nel segno dellequit la manovra economica. Cils e Uil manifesteranno venerd 9 settembre dalle 10 alle 12 con un presidio davanti alla Prefettura di Forl. Sabato 10 settembre alle 10 in programma la manifestazione regionale a Bologna, in piazza Roosvelt (sede prefettura). quanto dichiarava il Presidente del consiglio a inizio legislatura: Gli evasori sono giusticati perch la pressione scale troppo alta. Ovviamente non basta. Ci stiamo mobilitando in questi giorni in tutta Italia con la Uil perch ben altro va fatto. Venerd ci sar il presidio davanti alla Prefettura di Forl e consegneremo le nostre proposte al Prefetto e sabato saremo in piazza a Bologna per una manifestazione regionale con la Uil. Questa la nostra strategia, confronto e capacit di proposta: volont di dialogo con tutti, senza atteggiamenti di contrariet a prescindere, come ha chiesto il Presidente della Repubblica. Invitiamo i lavoratori e i pensionati a darci e darsi una mano venerd 9 alle 10 in piazza davanti alla prefettura di Forl e ad aderire numerosi alla manifestazione regionale di sabato a Bologna organizzata da Cisl e Uil. Vogliamo ottenere il massimo dei risultati, possibilmente senza chiedere alla nostra gente di perdere un giorno di stipendio, essendo gi in difficolt a far quadrare i bilanci familiari. Il Governo e la politica vivono molto di consenso, se facciamo sentire insieme che gli viene a mancare, come successo in questi giorni e lo facciamo sotto bandiere di organizzazioni capaci di dire dei no ma anche dei s, quando ci sono soluzioni soddisfacenti per i lavoratori e i pensionati, abbiamo migliori possibilit di essere ascoltati e raggiungere i risultati che ci preggiamo.

La Cisl su ticket e Isee: Lusenti riconvochi le parti sociali


Chiediamo allassessore Lusenti di riconvocare tempestivamente il tavolo di trattativa per rendere praticabile limpegno che insieme ci siamo assunti: sostituire lautocerticazione con uno strumento diverso. Strumento che noi riteniamo essere lIsee. quanto ribadisce Giorgio Graziani, segretario generale della Cisl Emilia Romagna, intervenendo sulle polemiche relative allapplicazione dei ticket sanitari che in queste ore monopolizzano i mezzi dinformazione regionale. Daltro canto, la posizione della Cisl in merito al ticket aggiuntivo sempre stata chiarissima, n dal primo momento, e non mai cambiata: - da subito ha apprezzato lintervento

regionale teso a migliorare la norma, peraltro non condivisa dalla stessa organizzazione, di aumento del ticket di 10 euro a ricetta imposto dalla Manovra di luglio; - ha sempre ritenuto inadeguato lo strumento dellautocerticazione del reddito familiare scelto dalla Regione e chiesto lapplicazione dellIsee come strumento pi equo e puntuale. Inoltre - continua il segretario cislino con laccordo sottoscritto da Cgil Cisl Uil e Regione il 23 agosto scorso, abbiamo rmato un impegno fra le parti per superare lo strumento dellautocerticazione e adottarne uno diverso, indicando nellIsee lo strumento da cui far partire il confronto. Il massimo dirigente della Cisl emiliano romagnola sottolinea che laccordo va applicato immediatamente e indica lIsee come lo strumento immediatamente praticabile. Strumento molto pi equo e funzionale a misurare il reddito delle famiglie dellEmilia Romagna, poich tiene conto non solo del reddito, ma anche delle propriet mobiliari (titoli, azioni, ecc.) e immobiliari e della cosiddetta componente della famiglia. Fattore indispensabile, questultimo, per dare ad esempio delle garanzie a quelle famiglie che nel proprio nucleo abbiano un componente disabile o non autosufficiente. Precisando, inne, che lIsee, ad oggi, risulta essere il pi affidabile indicatore per misurare i redditi reali e quello pi appropriato per la caccia agli evasori.

Cultura&Spettacoli
a Bagno di Romagna

Gioved 8 settembre 2011

19

Domenica 18 settembre a Sogliano il Premio nazionale di poesia

DallAfrica alla pittura in mostra opere di Gino Balena


ar inaugurata sabato 10 settembre nel SPalazzo del Capitanopittura. Opere dialle 17,la di Bagno di Romagna, mostra DallAfrica alla Gino Balena. La mostra stata realizzata dallassociazione Benigno Zaccagnini e dal Comune di Bagno di Romagna, sotto il patrocinio dellIstituto regionale dei beni culturali e della Fondazione Cr di Forl. In mostra anche una lunga tela che si estende per 26 metri. Uninstallazione in cui lo spettatore costretto ad entrare e a far parte della scena. Allinaugurazione sar distribuito gratuitamente il catalogo delle opere esposte.

a giuria del Premio nazionale di Poesia Agostino Venanzio Reali, organizzato dallomonima associazione culturale, composta da Bruno Bartoletti (presidente), Roberta Bertozzi, Narda Fattori, Gianfranco Lauretano, Maria Lenti, Anna Maria Tamburini, ha comunicato nei giorni scorsi i risultati del premio. Sono risultati vincitori: Sezione A Poesia Adulti (premi: euro 1000, 500 e 250, pergamena e prodotto artigianato): 1 premio a Fabio Franzin di Motta di Livenza (Treviso), con la lirica Mi hai chiesto; 2 premio Celestino Casalini di Piacenza, con la lirica Luci dangolo; 3 premio Esther Grotti di Capezzano Pianore (Lu) con la lirica Lora della sera. Premio speciale della Giuria (pergame-

AgostinoVenanzio Reali, tutti i vincitori L


na e prodotto artigianato): Paolo Polvani di Barletta, con la lirica Le tracce del vento intorno ai campanili; Paolo Sangiovanni di Roma, con la lirica Elogio dei decimali; Marco Bellini di Verderio Superiore (Lecco) con la lirica Il filo dei sacchi neri; Mario Novarini di Genova, con la lirica Olio su tela daria; Renata Morresi di Macerata, con la lirica Compagni; Anna Maria Salvini di Vigevano (Pv), con la lirica Galline; Franco Casadei di Cesena, con la lirica La donna della carrozzina bianca. Sezione B Poesia Giovani (premi: euro 300, 200, 100, pergamena e prodotto artigianato): 1 Premio Sara Pasini di Borghi (Fc), con la lirica Analisi in chiave di sol; 2 Premio Alessia Nardi di Pineto (Teramo), con la lirica Deve essere questa la felicit; 3 Premio Valentina Maggi di Strabella (Pv) con la lirica Imita-

zione. Premio speciale della Giuria (pergamena e prodotto artigianato): Laura Fabbri di Borghi (Fc), con la lirica Uno stivale giovane 150 anni; Sara Di Stefano, di Roseto Degli Abruzzi, con la lirica Oggi non ho voglia di pensare; Letizia Zaffini di Pesaro con la lirica Autoroute en Septembre. La premiazione si terr domenica 18 settembre alle 11, dopo la relazione su Agostino Venanzio Reali prevista per le 9,30, tenuta da Carmelo Mezzasalma, direttore della rivista Feeria, sul tema: Per il nostro trepido mistero. Poesia come preghiera in Agostino Venanzio Reali. Il verbale, la relazione della giuria e le poesie premiate sono pubblicate sul sito del Comune www.comune.sogliano.fc.it.

La ventesima edizione si tiene dal 9 all11 settembre

Lappuntamento unico nel panorama nazionale

Su savignanoimmagini.it le opere dei fotografi selezionati

Cinema di Filippo Cappelli


Uci Savignano, Multisala Aladdin

Fotografia Fragile, a Savignano sul Rubicone apre il Si Fest 2011


ragile come il vivere contemporaneo. Un tema complesso quello della ventesima edizione del Festival di Fotografia di Savignano sul Rubicone intitolata appunto Fragile, in programma dal 9 all11 settembre, una proposta di lettura di paesaggi fisici, umani e immaginari a partire dalla esplorazione della fragilit come dimensione degli stati pi intimi dellessere, del vivere quotidiano e delle relazioni tra lambiente e luomo. Compie ventanni lappuntamento settembrino con la fotografia promosso dal Comune e dallIstituzione Cultura. Un traguardo unico nel panorama nazionale. Oggi il Festival di fotografia di Savignano sul Rubicone rappresenta un punto di riferimento per il mondo dellimmagine nel suo complesso e un polo privilegiato di osservazione sullevoluzione della societ. Curano il Si Fest 2011 Stefania Rssl

COME AMMAZZARE IL CAPO E VIVERE FELICI


di Seth Gordon Dopo il successo di Una notte da leoni la complicit maschile sembra essere tornata in forma e aver trovato nuova linfa nella commedia veloce. Goliardia e cameratismo sono gli ingredienti per questa nuova commedia dedicata ai maschi di mezzet. Ed infatti proprio lei la protagonista, quellet di mezzo misto di concretezza ed evasione, di malinconia e menefreghismo, di sfumature e mezzi toni. Se poi aggiungiamo un pizzico di astio del dipendente nei confronti del proprio datore di lavoro, la condivisione diviene universale e il botteghino festeggia. La trama: esplicitamente sintetizzata nei titoli, la storia segue il tentativo di tre amici impegnati a organizzare lassassinio dei rispettivi capi colpevoli di vessarli con pratiche da aguzzini. A eliminarli ci penser ognuno di loro avendo cura di farlo nei confronti del datore di lavoro dellaltro (siamo dalle parti di Delitto per delitto di Alfred Hitchcock). Tra appostamenti e incontri ravvicinati la vicenda si complicher quando unuccisione imprevista rischier di mandare allaria il piano di Nick, Dave e Kurt coinvolgendoli in unescalation degna di una vera crime story. Come gi nel film sulle (dis)avventure alcoliche a Las Vegas, non mancano le volgarit che a volte, come nel caso dellamico Kenny, sconfinano nel cattivo gusto. Inoltre probabile che qualche spettatore non avvezzo a commedie di pancia storcer il naso di fronte allopera di seduzione molto esplicita dellAniston alle prese con un ruolo alla Edwige Fenech. Ma il regista Gordon si salva bene grazie alla sua solida carriera di serie Tv: conosce i tempi comici e gestisce bene il meccanismo degli equivoci. In genere il pasticcio funziona e si comporta bene. Immerso in unatmosfera notturna, quasi interamente girato in interni, Horrible bosses (questo il titolo originale del film), perde solo qualche colpo nello sviluppo della storia. Bravissimo invece lintero cast e soprattutto i personaggi di contorno che rendono impossibili le normalissime vite dei protagonisti. La sexy dentista Jennifer Aniston, il tremendo e volubile Kevin Spacey, larrogante e strafatto Colin Farrell (dallimprobabile riporto) sono volti che colpiscono per la loro grottesca riconoscibilit, al pari con lo strepitoso Jamie Foxx nei panni del sedicente killer Dean Jones. Non sar una commedia da ricordare nella storia del cinema, ma il film punta a far divertire il pubblico in una calda serata estiva e ci riesce con continuit e ritmo crescente, dote non da poco per un film comico.

e Massimo Sordi della Facolt di Architettura Aldo Rossi di Cesena, che compongono il Comitato Direttivo insieme allassessore alla Cultura Antonio Sarpieri, al direttore dellIstituzione Cultura Savignano Paola Sobrero, Mario Beltrambini presidente del circolo fotografico Cultura e Immagine di Savignano e Gianmarco Casadei e Alessandro Arcangioloni curatori della Notte bianca per la fotografia. Le opere dei fotografi selezionati per le mostre (il dettaglio sul sito www.savignanoimmagini.it), le tavole rotonde e le conferenze degli esperti e degli autori invitati approfondiranno gli aspetti legati al tema proposto e cercheranno di guardare a nuovi possibili equilibri tra luomo e il suo territorio. Il Si Fest offrir loccasione di vedere per la prima volta nella sua versione integrale la mostra Carlo Scarpa. Tomba Brion di Guido Guidi, che arriva a

compimento dopo pi di dieci anni di lavoro. Altra chicca di questo ventennale, la retrospettiva dedicata al fotografo ceco Miroslav Tich recentemente scomparso. Sar possibile ammirare le sue eteree figure femminili al confine tra la realt e lonirico e febbrile mondo dellautore. Tra i protagonisti di questa edizione anche opere inedite di fotografi affermati e giovani autori, nazionali e internazionali, provenienti da Stati Uniti, Olanda, Inghilterra, Francia, Germania, Svezia, Repubblica Ceca, Cile, Russia. Confermata anche la collettiva Global Photography con la terza edizione, dopo che ledizione 2010 stata esposta a Milano, Roma, Bologna e Rovigno. Questanno la mostra si intitola Occupancy (tra gli autori: Frank Breuer, Frederic Delangle, Alexander Gronsky, Bas Princen...).

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI


LA SAGRADA FAMLIA SECONDO GAUD. COMPRENDERE UN SIMBOLO

via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)

comprende la vita di Ges, tra lincarnazione, legata alla nascita, e la redenzione, particolarmente collegata alla mortedi Armando Puig i Tarrech, Ed. San Paolo, euro 22 risurrezione-ascensione; un terzo itinerario, Padre Armand Puig i Trrech, noto biblista spagnolo, ha scritto nel circolare, inizia e termina in corrispondenza 2010 il libro La Sagrada Famlia secondo Gaud. Comprendere un della porta principale, dopo avere percorso, simbolo, pubblicato dalla San Paolo, con prefazione del cardinale cominciando dal lato destro, linterno della Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura. basilica: la navata, la facciata della Nativit, il Scrive lautore nella prefazione alle pp. 11 e 12: Ho ammirato la centro della crociera, il presbiterio con laltare e il precisione del particolare, la qualit dellevocazione, la forza del deambulatorio, la facciata della Passione e ancora la navata, per simbolo, il carattere atemporale di una costruzione che vuole essere terminare nella porta principale. Questo itinerario pu essere la nuova Gerusalemme, e vi riesce! Gaud non un fabbricante di chiamato via ecclesia (via della Chiesa). Esso include gli altri sensazioni, ma un ricreatore della natura e delluomo, un credente due, poich la Chiesa corpo mistico di Cristo e si conforma a che cesella nella pietra il Vangelo. Non vi pu essere nulla di eccessivo lui (secondo itinerario lineare) e, daltro canto, la Chiesa si o di opprimente in una costruzione che si eleva al cielo e che, come identifica con lumanit creata da Dio e salvata da suo Figlio una madre, apre le braccia a tutti. Vedere la Sagrada Famlia sentire Ges Cristo (primo itinerario anchesso lineare). La via della la Chiesa e con la Chiesa, questa madre che, come Maria, si nutre Chiesa doppia: percorre circolarmente la navata, che lo della parola del Figlio di Dio. Alle pp. 79 e 80 leggiamo: Tre sono gli spazio dellilluminazione, e, parallelamente, segue il chiostro itinerari concettuali che si possono stabilire allinterno della Sagrada perimetrale, che lo spazio della peregrinazione. La Chiesa Famlia: un primo itinerario, lineare, va da un estremo allaltro della riceve la luce dalla grazia sacramentale (navata) e cammina per basilica, fra la facciata principale (o della Gloria) e labside. Pu il mondo come peregrinante (chiostro). Questi tre itinerari sono, essere chiamato via humanitatis (via dellumanit); un secondo in sostanza, spiegazioni del Credo o Simbolo della fede, che sar itinerario, anchesso lineare, va da unestremit allaltra del transetto iscritto nelle grandi lanterne della facciata della Gloria. o crociera, tra la facciata della Nativit e la facciata della Passione. Il libro si avvale, in appendice, di una ventina schemi grafici che Pu ricevere il nome di via Christi (via di Ges Cristo) poich aiutano a comprendere il testo.

20

Gioved 8 settembre 2011

Cesena & Comprensorio


Cesena
Mostra di Alberto Burri
Sar inaugurata sabato 10 settembre alle 18 alla galleria comunale darte al Palazzo del Ridotto la mostra dellartista umbro "Rosso Nero Oro". A partire dagli anni 70 si dedicato ai cosiddetti "Cellotex", pannelli forgiati su una base di materiali compressi per uso industriale.

Notizie flash Cesenatico


Torneo di scacchi
Si svolger no a sabato 10 settembre il XV torneo internazionale di scacchi Bcc di Sala presso la scuola media in viale Torino. La novit per il torneo 2011 rappresentata dallutilizzo di scacchiere elettroniche.

Mercato

Concerto di campane
Nellambito della festa parrocchiale, venerd 9 settembre alle 21,15. si terr il concerto delle sei campane del campanile. Campanari scelti tra gli abitanti di Mercato Saraceno dal musicista spagnolo Llorenc Barber e dalletnomusicologa e cantante messicana Montserrat Palacios eseguiranno lo spartito preparato dai due artisti.

Borello

Festa in parrocchia
Luned 12 settembre la comunit di Borello in festa per ricordare i 100 anni della parrocchia. Alle 20,30 tutti i sacerdoti che hanno prestato servizio in comunit concelebreranno la messa. A seguire si terr la processione a partire dallArena degli orti.

Bagno
Concerto in basilica
Il soprano Ljuba Bergamelli e il pianista Attilio Bergamelli, domenica 11 settembre alle 21 nella basilica di Santa Maria Assunta, proporranno musiche di Monteverdi, Debussy, Schoenberg, Schumann e Piatti. Lingresso libero.

A Longiano sabato 10 e domenica 11

Gatteo
"Scopri SantAngelo"
Sar inaugurato dal sindaco e dalla giunta comunale, sabato 10 settembre alle 16,30, il nuovo centro in via Allende a SantAngelo. In programma giochi per i bambini e dalle 20,30 terr un concerto il gruppo "Umagroso" cui seguir lo show di Giuseppe Giacobazzi. Lingresso libero.

Antichi organetti protagonisti in centro


Ritorna a Longiano il Festival internazionale dellantico organetto. Giunta alla sua decima edizione, la rinomata manifestazione, una delle pi importanti al mondo nel campo della musica meccanica, sar questanno dedicata al Risorgimento e ai 150 anni dellUnit dItalia. Sabato 10 settembre, dalle 16 alle 23, e domenica 11, dalle 15 alle 19, suonatori di organetto e figuranti provenienti da tutta Europa torneranno a esibirsi lungo le vie del centro storico, ricreando latmosfera dei tempi che furono. Alle 16 di sabato, la parata di apertura da piazza Tre Martiri fino al castello malatestiano. Alla stessa ora sar inaugurata la mostra-scambio di grammofoni, radio e dischi da collezione, attiva per tutta la durata del Festival. Fra gli eventi in programma, una fantasia di canti risorgimentali e operette in via Oberdan, un concerto dorgani di Barberia nella chiesa parrocchiale (alle 17 di sabato e di domenica) e lo spettacolo di

Sarsina
Sagra del biologico
La Pro loco di Quarto ha programmato per domenica 11 settembre la IV sagra del biologico e dellecologia. Dalle 10 saranno esposti alimenti, indumenti, prodotti e detersivi ecologici e si far una passeggiata lungo il lago. Dalle 14 si svolgeranno attivit ludico-sportive per piccoli e grandi e a seguire musica tradizionale eseguita con la piva emiliana. Alle 21 avr luogo un convegno spettacolo sulle parlate del territorio "Parla com th imparat la tu m".

Alle 21,30 di sabato, sulla scalinata del santuario del Santissimo Crocifisso, il "Gran gal dellorganetto"
burattini "Jos e Anita Garibaldi: recital per due organi" al teatro Petrella. Nella piazza Malatestiana, alle 17 e alle 19 di sabato e alle 16 e alle 18 di domenica, lo spettacolo "Una tata perfetta", rappresentazione del musical "Mary Poppins", accompagnata dal suono degli organetti e presentata dalla compagnia teatrale "Il garbuglio" di Cesena. Alle 21,30 di sabato, sulla scalinata del santuario del Santissimo Crocifisso, il "Gran gal dellorganetto", che si chiuder alle 23 con cori, musiche, inni e marce legate allUnit dItalia. Domenica mattina, in Santuario, la messa delle 9,30 sar accompagnata dal suono degli organetti dellAmmi (Associazione italiana musica meccanica). Alle 19 la chiusura del Festival con una grande parata finale. In concomitanza con la manifestazione musicale, avr luogo anche a Longiano, come nel resto della Romagna, liniziativa "Piadina days". I visitatori potranno assaggiare la piadina romagnola e osservarne dal vivo la preparazione presso il punto di ristoro in piazza XI ottobre. Matteo Venturi

Cesena
Giro in bicicletta
Partir da piazza Guidazzi il giro in citt "A spas in bicicleta cun la donaint canon", sabato 10 settembre alle 15. Sono previsti il gioco della gimkana ai Giardini di Serravalle, il gioco della settimana ai Giardini Savelli, la recita in dialetto ai Giardini Pubblici. Il giro si concluder in piazza del Popolo.

Cesena

Europeo alla Francia


Un pienone allIppodromo del Savio per la chiusura della stagione di trotto con il Campionato Europeo Trofeo Hera. Una sda a due nella nale tra Linda di Casei condotta da Alessandro Gocciadoro e Renomme dObret guidata da Pierre Vercruysse. Si aggiudicata la bella con uno sprint esplosivo la cavalla francese.

Mercato Saraceno
Il Palio a Monte Castello

Gambettola
Trekking serale

Gambettola
Mostra darte
Nella sala mostre "Massimo Guidi" del centro culturale "Federico Fellini" visitabile no a domenica 11 settembre lesposizione di pittura e arti plastiche "Mani Amanti". Alla collettiva partecipano Patrizia Budini, Bruno Comini, Leonardo e Simona Faedi, Valentina Melis. La mostra aperta dalle 18 alle 22,30.

Gioiele Bartolucci si aggiudicato per Monte Castello il Palio del Saraceno nella sda con i sette cavalieri che rappresentavano gli altri castelli del comune. Un pubblico numeroso ha assistito alla gara, al corteo storico con centinaia di guranti in abbigliamento medievale, allesibizione degli sbandieratori.

A partire da gioved 18 settembre dalle 20,30 alle 22,30 per tutti i gioved riprenderanno gli appuntamenti di "Gambettola cammina" con ritrovo al Giardinetto dello Straccivendolo, uscite di trekking serale guidate da guide del Cai di Cesena, rappresentate localmente da Carlo Branducci. Liniziativa proposta dallassessorato allo Sport. (Ps)

San Piero

Cesenatico
Tende al mare 2011
Sullarenile di piazza Andrea Costa sono esposte no a domenica 11 settembre le Tende dipinte da Tonino Guerra con stampa della Bottega Pascucci di Gambettola. Dall11 al 20 settembre alla galleria comunale darte in via Anita Garibaldi si pu visitare la mostra collettiva a cura del centro sociale Anziani. Apertura dalle 16 alle 20, sabato e domenica anche dalle 10 alle 12.

Festa a Montegranelli
Comincia gioved 8 il triduo di preparazione alla festa del Beato Carlo, a Montegranelli. Gioved, venerd e sabato, alle 20,30 ci sar la recita del Rosario nella Chiesa dedicata a San Biagio. Domenica 11, per la festa, la Messa ssata per le 17, animata dalla corale parrocchiale. Seguir la processione con la musica della banda Santa Cecilia.

Forlimpopoli
Arcieri di Cesena

Gambettola
Abiti originali

Si svolgr dal 8 al 11 settembre la festa Rinascimentale Un d int la Roca ad Frampul organizzata dalla Pro loco di Forlimpopoli. Durante le giornate vi saranno visite guidate alla Rocca e al museo civico archeologico, la cena rinascimentale, il torneo di calcetto storico e combattimento sulle travi. Inoltre il torneo di tiro con larco fra contrade organizzato dal gruppo di arcieri medioevale la Confraternita della Fenice di Cesena. Per informazioni 347 5635534 info@brunoro.net.

I negozi "Nonsoloruggine" col contributo della Bcc di Gatteo, domenica 11 settembre alle 21 in piazza II Risorgimento, propongono "Vestirsi darte" e "Larte di vestirsi". Ambra Fabbri presenter le sue creazioni realizzate con materiale di riciclo, trasformato in abiti unici e originali.

Cesena
Incontro con lautore
Nella sala lignea della Malatestiana, venerd 9 settembre alle 17,15, Roberto Casalini e Gabriele Papi presenteranno il libro di Marina Salvi "Il senso di appartenenza. Ricordi di luoghi, di uomini e donne nella Romagna di antichi giorni" (Il Ponte Vecchio).

Aertecnica alla conquista della Cina


Unazienda cesenate conquista la Cina. Aertecnica, costruttrice di impianti di aspirazione centralizzata conosciuti col marchio Tub, ha completato la fornitura prevista nella citt di Harbin (Provincia di Heilongjiang). Ora che tutte le 1600 centrali sono state consegnate, lintero complesso pu iniziare a respirare aria pi pulita grazie al sistema aspirapolvere centralizzato Tub di Aertecnica. Il primo carico era partito da Cesena gi allinizio di luglio, diretto al porto di Tianjin, il secondo carico invece salpato allinizio di agosto. Tutti i sei container contenenti le centrali aspiranti Tub sono cos arrivati a destinazione: gli impianti sono quindi pronti per essere installati nei numerosissimi appartamenti e villette che stanno sorgendo allinterno del complesso Majesty Kingdom.

Sport

Gioved 8 settembre 2011

21

Calcio serie A Il Cesena affronta di nuovo lavventura nella massima serie ospitando il Napoli
iecco il campionato di serie A: stavolta si gioca sul serio. Dopo la prima giornata saltata causa lo sciopero dei calciatori, il Cesena pronto al battesimo di stagione con un sontuoso antipasto. I bianconeri allenati da mister Gianpaolo, sono di scena al Manuzzi sabato 10 settembre alle 20.45 contro il Napoli di Mazzarri. Sar uno stadio particolare quello che troveranno i tifosi romagnoli: innanzitutto il manto in sintetico. La squadra del presidente Campedelli sar assieme al Novara una delle due compagini a giocare su questo tipo di terreno. E poi gli spalti che, soprattutto nel settore distinti, consentiranno una migliore visibilit agli spettatori. Un pubblico da sempre appassionato quello del Manuzzi, che questanno ha deciso ulteriormente di concedere la propria fiducia al sodalizio di Corso Sozzi. Le oltre 12mila tessere di abbonamento staccate, testimoniano tutto lamore del popolo bianconero nei confronti dei propri beniamini. A fronte anche di un progetto ambizioso che la societ del cavalluccio marino vuole mettere in atto. Sono arrivati molti volti nuovi, ma soprattutto di qualit e di richiamo. Perch se prima di tutto lobiettivo sempre quello di salvarsi, lo si vuole fare anche attraverso il bel gioco. Ecco perch stato scelto un allenatore giovane e dalle idee chiare come Gianpaolo che a sua disposizione avr una rosa competitiva e ricca di talento. A partire dallacquisto pi mirabolante: quello di

Ora si fa sul serio


Lo stadio "Dino Manuzzi" si presenta con il nuovo campo in sintetico con pi posti in gradinata e senza alcune barriere
Adrian Mutu. Il fuoriclasse rumeno avr il compito di trascinare la squadra con i suoi gol ma anche con il suo carisma ed esperienza. A 32 anni lex fiorentino ha la possibilit di programmare il suo finale di carriera in un ambiente tranquillo, dove potersi esprimere al meglio. Il rumeno non stato il solo innesto di spessore: sono arrivati anche il centravanti brasiliano Eder dal Brescia via Empoli, lesterno dattacco uruguaiano Martinez dalla Juve nellaffare che ha portato Giaccherini a Torino, laltro uruguaiano

Rodriguez (difensore centrale dal Penarol di Montevideo), il laterale destro Comotto dalla Fiorentina, il centrale Rossi e lattaccante Ghezzal dal Bari, i centrocampisti Guana dal Palermo e Candreva dal Parma. A corredare la rosa sono arrivati anche giovani stranieri di prospettiva come il croato Livaja (di propriet dellInter), lo slavo di passaporto svedese Djokovic, il lituano Gilnics e un altro slavo, Tibor Cica pescato nei campionati svedesi. Una conferma che sa di grande acquisto, quella di Marco Parolo che rimasto in riva al Savio, ma che di qui a gennaio sar sotto stretta osservazione del Chelsea. Anche la conferma di Bogdani sar unarma in pi in avanti, visto che lalbanese lunica punta di peso e centimetri sullo scacchiere bianconero. Intanto, dopo la qualificazione in Coppa Italia, e lultimo test di sabato scorso a Novara (2-2), il Cesena deve fare sul serio contro il Napoli. Limpegno contro gli azzurri del patron De Laurentis si preannuncia duro, ma non impossibile. Lo scorso anno fu infatti il Milan a lasciarci le penne al Manuzzi in avvio di stagione. I partenopei che hanno arruolato tra gli altri anche lex interista Pandev e lex udinese Inler, si confronteranno questanno con la ribalta europea della Champions League. Davanti alla cornice da tutto esaurito del Manuzzi servir un Cesena motivato, compatto e aggressivo. Eric Malatesta

Sport alternativi Calcio a 5, basket, volley, rugby: le squadre cesenati inseguono sogni di gloria

Fra settembre e ottobre partono tutti i campionati


Sar la Torresavio Futsal calcio a 5 Cesena ad aprire la nuova stagione sportiva a Cesena. La compagine bianconera che disputer il campionato di serie C1, esordir sabato 10 settembre alle 15 nel nuovo Palasport in via Fausto Coppi, davanti al Carisport. Dopo lottimo terzo posto della passata stagione, i ragazzi del confermatissimo mister Castellani proveranno a ripetersi grazie anche al rafforzamento della squadra nella campagna acquisti. (nella foto il presidente Ceccarelli) Grande attenzione questanno anche per il Romagna RFC Rugby che, dopo lentusiasmante conquista della serie A avvenuta lo scorso anno, prover a confermarsi anche in questo nuovo campionato che si preannuncia molto combattuto soprattutto per quello che riguarda la lotta per non retrocedere. La societ ha optato per la riconferma sostanziale del gruppo che ha conquistato la promozione, pi linnesto di giocatori di esperienza e qualit. I galletti romagnoli esordiranno in serie A domenica 2 ottobre alle 15.30 contro il Club Catania, presso limpianto sportivo di via Montefiore a Cesena. Completata anche la rosa della B2 femminile del Volley Club Cesena. La societ ha deciso di affidare la guida tecnica al nuovo coach Giorgio Raggi e di confermare lossatura della squadra della scorsa stagione, aggiungendo un paio di elementi con esperienza anche in categorie superiori e qualche giovane promettente. La squadra cesenate stata inserita nel girone F di categoria ed esordir il 15 ottobre sul campo della Sibillini Madebus Fermo. Inizio dei lavori anche per il Cesena Basket 2005 di Coach Pierpaolo Senni reduce dalla promozione in serie C regionale. La squadra cesenate, rinnovata nel roster, sar impegnata venerd 9 settembre sul campo del Bellaria nel primo turno della Coppa Emilia Romagna Trofeo Marchetti. L inizio del campionato di serie C previsto invece per il weekend dell 8-9 ottobre. Stagione ricca di sport quella che si appresta a vivere la citt di Cesena. Lauspicio di tutti gli sportivi che le squadre locali possano disputare una grande stagione confermandosi sui livelli degli ultimi anni. Mirko Giordani

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi di novit e voglia di scoprire sapori particolari. Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc) Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636 pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

22

Gioved 8 settembre 2011

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano Comitato di Cesena

Messaggio di Morosi, presidente comitato di Cesena

Estate 2011 Tornei, ultimi verdetti


Lestate 2011 per il comitato cesenate del Csi stata caratterizzata, alla pari degli altri anni, da una serie assai consistente di competizioni che hanno interessato in modo particolare il calcio a 7 e il calcio a 5, entrambi maschili. Per quanto concerne la prima disciplina, le ultime tre manifestazioni hanno fatto registrare il successo nale nel 37esimo Torneo Urgoun (organizzato dallAsd Rubicone Calisese) dei F.lli Pirini Off che, dopo aver superato in seminale per 7 a 4 La Fonderia, ha prevalso col parziale di 6 a 5 sulla Piazzetta, che aveva avuto la meglio nel turno precedente per 10 a 5 sul F.C.T. Scarsus. Nel 4 Torneo di calcio a 7 maschile Kick Off , curato dallomonima societ di Villachiaviche, La Pieda ha vinto per 5 a 3 sul Kich Off Bar nella nale dei play-off, mentre il Bronx Vigne ha battuto col parziale di 8 a 6, dopo i calci di rigore, lElba Costruzione nella nale dei play-out. Chiude il panorama delle iniziative del calcio a 7 maschile il Torneo Citt di Cervia, disputatosi nel Parco 5 Pini, che ha visto laffermazione dellex Ravenna, 4 a 2, ai danni della Minerva 2000 nella nale per il 3 posto e del Rock Pizza Birra, 5 a 3, a spese del Cervia Carni nella nale per il 1 posto. Quattro sono state le competizioni riservate al calcio a 5 maschile: per il 21 Torneo notturno che si svolto a Quarto, presso la parrocchia di QuartoSarsina, lAut. Bragagni, dopo aver battuto in seminale di misura (5 a 4), la Locanda Giuditta, ha prevalso in nale, sempre con un solo goal di scarto (6 a 5), sullA.C. Ranchio, vittoriosa in seminale col punteggio di 5 a 4 sullA.C. Picchia. Nel 1 Torneo dei Bar Citt di Gambettola curato dal Circolo Tennis Gambettola, il Bar Circolo Tennis Kashmire ha scontto largamente per 9 a 5 il bar Bosco Verde, conquistando cos il terzo posto; il Bar Raro Loco ha regolato per 3 a 1 il Bar Circolo Tennis 3, ottenendo la prima piazza. Per il 10 memorial A. Benvenuti di Capannaguzzo, organizzato dalla Pol. Don Bosco, il Bagno Ambasciata ha dominato il Gattolino col parziale di 12 a 1 e si aggiudicata la terza posizione e lOsteria Da Nadia, superando di misura (6 a 5), la Zeta 3, ha raggiunto il successo nale; nel 12 Torneo Fiumicino, a cura del Circolo Acli Fiumicino, lArancia Meccanica, dopo aver piegato il Danza KUduro in seminale col punteggio di 5 a 4, ha prevalso per 5 a 3 sullA.C. Bell, che a sua volta nel turno precedente aveva avuto la meglio, sempre per 5 a 4, sulla Prevenzione. Marco Fiumana

Pronti? ... via! Inizia la stagione associativa Csi


arissimi presidenti, dirigenti, allenatori, atleti, arbitri, operatori tutti del Centro Sportivo Italiano di Cesena: a nome della presidenza e del consiglio direttivo del nostro comitato, desidero darvi il ben ritrovati alla ripresa della nuova stagione associativa. Mi auguro che durante lestate abbiate potuto riposarvi e ricaricato, come si suol dire, le batterie. Come sapete ci attende un anno impegnativo, bello, faticoso ma entusiasmante che inizier circa a met settembre con i primi calci al pallone e lattivit di pattinaggio. Seguiranno la pallavolo, il nuoto, gli scacchi e tutte le altre discipline che ci vedono tradizionalmente impegnati in ogni stagione sportiva. In questo quarto e ultimo anno del mio mandato (come passa il tempo: sembrava ieri il giorno in cui ho cominciato questa avventura), affido a voi le sfide, i sogni, gli obiettivi, le speranze che lassociazione ha per la stagione 2011/2012. So che non potrei affidarle a cuori e mani

Ci attende un anno impegnativo, bello, faticoso ma entusiasmante che inizier con i primi calci al pallone e lattivit di pattinaggio. Seguiranno la pallavolo, il nuoto, gli scacchi e tutte le altre discipline che ci vedono tradizionalmente impegnati in ogni stagione sportiva
migliori Credo di conoscere bene la fatica e i sacrifici che accompagnano la vita dei gruppi sportivi e delle societ sportive. Tra mille difficolt siete chiamati a fare miracoli ogni giorno per far vivere i veri e grandi valori del Csi. Il bello che a vivere questa esperienza con il sorriso e la gioia nel cuore sono centinaia di migliaia di persone gravitanti nelle societ sportive e nei comitati dellItalia intera, e tutti sanno a cosa vanno incontro Non facile educare un ragazzo o una ragazza in una squadra; non ci sono segreti o scorciatoie per far funzionare una societ sportiva; molto impegnativo guidare un gruppo arbitri, amministrare la giustizia sportiva, inventare la formula vincente nellorganizzazione dei campionati, tornei o manifestazione sportive. necessario mettere in gioco tutto noi stessi e tutta la passione che abbiamo nel cuore giorno dopo giorno con pazienza, determinazione, senza mai scoraggiarsi per vincere queste affascinanti sfide. Occorre sostanzialmente metterci al servizio dei nostri giovani per aiutarli a crescere, ad amare se stessi e la vita.

LUCIANO MOROSI PRESIDENTE DEL COMITATO CSI DI CESENA DA QUASI QUATTRO ANNI

Colgo loccasione anche per annunciare che durante questa stagione sportiva intenzione mia e della presidenza Csi di Cesena di continuare la bella esperienza della visita a domicilio, cio lincontro con voi sul vostro territorio, a casa vostra, nellambito in cui operate, magari raggruppando insieme le societ sportive di quella zona, con lo scopo principale di ascoltare i vostri problemi, i vostri suggerimenti e le proposte che certamente non mancheranno per migliorare il lavoro comune. Con questi incontri, in sostanza, vorrei raccogliere dati importanti e concreti da sottoporre allattenzione della presidenza e del consiglio, allo scopo di essere pi efficaci nellindividuare e possibilmente risolvere le problematiche che caratterizzano le varie realt territoriali. Saluto infine tutti gli operatori della nostra associazione che compongono le varie commissioni tecniche e disciplinari, della formazione e dellinformazione, il personale della segreteria e dellamministrazione, il giudice unico e i suoi collaboratori: a tutti voi laugurio di una stagione associativa ricca di valori autentici. Luciano Morosi presidente Csi Cesena

Csi Cesena | Un po di storia

Il 17 e 18 settembre il via alle gare

Dilettanti, le squadre iscritte al campionato di calcio a 11


opo la riunione del 29 DCampionato provincialeagosto, risultano iscritteeal 43esimo Dilettanti di calcio 2011/2012 44 societ. Questa si presenta ogni anno come un vero proprio campionato romagnolo della categoria amatoriale, sia per lelevato numero delle squadre partecipanti che per la diversit dei territori di provenienza (Cesena, Valle del Savio, Rubicone, Forl, Cervia, Cesenatico, Gatteo, Longiano, Roncofreddo). Il quadro attuale delle iscrizioni il seguente: A.S. Diegaro, Pol. Forza Vigne, Asics Cannucceto, Asd Montaletto, Pol. Cesuola, Usd Due Emme Scot, S.S. Nanni Sampierana, Pol. Sala, Asd San Colombano Italtex, Pol. San Mauro in Valle, A.S. Badia, A.S. Valle 86 Savignano, S.S. Body Art, Real Bacciolino, A.S. Pol. 5 Cerchi, Pol. Bulgarn, Pol. Il Compito, Pol. Sidermec, Asd Rubicone Calisese, G.S. Ponte Pietra, Pol. Forza Vigne II, U.S. Capannaguzzo, Pol. Boschetto, G.S. Pioppa, Asd San Cristoforo, Torp. Montecastello, A.S. Real Cesena 2004, Edilcasanova Montecastello, Refugium Corpol, Asd Mastri Wollas San Piero, La Pieve Lattoneria Lucchi, Ideal Sport Bulgaria, Pol. 2000 Bar Times, Quartiere Cesare, A.C. Fiumicinese, Pol. 2000 Cervia, Usd Budrio 1982, Idrotermica Altosavio, Coosmonda Quarto, S.S. Acquapartita, G.S. Santa Paola, Asd Calcio Ponente, Pol. Ponte Abbadesse, AsdVilla Chiaviche. Il campionato inizier il 17 e 18 settembre.

Sede di Cesena Riunioni e scadenze iscrizioni


Pubblichiamo lelenco delle scadenze iscrizioni e relative riunioni dei dirigenti, secondo calendario: - Campionato Calcio a 5 maschile: venerd 16 settembre (riunione dirigenti ore 21). - Campionato Calcio a 5 femminile: venerd 16 settembre (riunione dirigenti ore 21). - Campionato Calcio a 7 maschile: luned 19 settembre (riunione dirigenti ore 21). - Campionati Calcio Over 35: marted 20 settembre (riunione dirigenti ore 21). Ogni iscrizione pervenuta dopo il termine indicato, sar accettata con riserva.

Ritorna per qualche settimana la rubrica fotografica che ripercorre, a scatti, la storia del comitato cesenate del Centro sportivo italiano (forza, guardate bene nei vostri album in bianco e nero!). La foto si riferisce al torneo a squadre di ping pong giovanissimi, anno 1972-73. Da sinistra: Guido Valzania, Massimo Bocchini, Marco Paolucci, Francesco Zanotti; accompagnatore dirigente: Giuseppe Degli Angeli.

ROMAGNA INIZIATIVE
per lo sport e il sociale

Pagina Aperta

Gioved 8 settembre 2011

23

Il direttore risponde

LOcchio indiscreto

Se il Macfrut trasloca, Cesena non pu restare a guardare


Macfrut. E diventato, negli anni, un appuntamento per tutti gli addetti del settore agricolo e a quelli ad esso collegato. Ora, forse, la rassegna giunta a un punto in cui ha bisogno di unulteriore spinta per contrastare la concorrenza di altri poli fieristici (Berlino in particolare) che rischiano di calamitare tutta lattenzione degli interessati. La Fiera di Rimini pu costituire un buon asso da calare, almeno in relazione alla struttura, allattrattiva della citt e al sistema di collegamenti che pone la provincia a noi vicina in una condizione di indiscusso vantaggio rispetto a Cesena. Per il nostro territorio si tratterebbe senzaltro di una perdita, anche se stiamo ragionando di un paio di giorni, il tempo nel quale si consuma il Macfrut. Il Cesenate deve mantenere la sua vocazione, ma deve cercarne anche di nuove, come ha fatto la vicina Rimini. Non possiamo permetterci di restare fermi. Chi si arresta, arretra. Dobbiamo avere fantasia e giocare le carte delle nostre peculiarit, a cominciare dalla filiera (compreso anche il settore agricolo) legata al wellness che da noi ha aziende di assoluto rilievo nazionale e internazionale. Cordialit. Francesco Zanotti zanotti@corrierecesenate.it

arissimo direttore, in merito al dibattito emerso sul possibile trasferimento del Macfrut a Rimini vorrei esprimere la mia opinione. A mio avviso rappresenta un grave errore sotto il profilo strategico; se questa manifestazione dal nulla si creata a Cesena un motivo ci sar pure! La vocazione di un territorio deve essere sempre preservata perch assicura a quel luogo un carattere distintivo; pare ovvio che il carattere del nostro territorio abbia profonde radici nellortofrutticoltura e pare altrettanto palese che questa Fiera ne fornisca la visibilit esterna; privarsi di tutto ci illogico; capisco le volont politiche che provengono dalla Regione ma necessario, di fronte a questi indirizzi, porre una difesa; sotto questo profilo pare che la nostra amministrazione sia particolarmente labile; troppi amministratori, a mio parere sono legati a doppio filo alle logiche Errani. E quindi necessario che gli stessi possano avere un sussulto di dignit e sappiano opporsi a questi indirizzi verticistici generati da un pensatoio troppo lontano dalle realt locali. Cordiali saluti. Marco Casali (dal sito) Egregio Casali, lei ha ragioni da vendere. La realt, comunque, va affrontata. Alla nostra citt va dato il merito, e in particolare allopera instancabile del presidente di Cesena Fiera Domenico Scarpellini, di avere fatto nascere e decollare il

Vicolo Sgallara di Bulgaria, un bel rompicapo questo toponimo. Non solo per individuare dove si trova, ma perch, come recita il dizionario De Mauro, edizione Utet, la parola vicolo significa via stretta e di secondaria importanza, in un centro urbano, non certo quindi, in mezzo ai campi, come mostrano le foto in pagina. In questi casi sarebbe pi corretto parlare di viottolo. E di vicoli, nella campagna cesenate, non c solo quello di Sgallara di Bulgaria.

Rette: aumenti alle materne


Carissimo direttore, a proposito di aumento di rette delle materne cesenati, mi pare si possa dire che si tratta di modo vergognoso modo per fare cassa. Se il Comune ha bisogno di fondi, li reperisca diversamente, non prendendo dalle famiglie medie, la fascia pi diffusa, e non certo benestante, oltre 900 in un anno. A me sembra che si sia oltrepassato il limite del buonsenso. Propongo di astenere i bambini dalla scuola per linfanzia a singhiozzo, facendoli frequentare un mese si ed uno no, in modo da dare un chiaro segno di disapprovazione a chi di dovere. Credo sia giunta lora di alzare la testa e di non limitarsi pi a subire passivamente queste amministrazioni, e non mi riferisco solo a questultima. Marcello (dal sito) Carissimo Marcello, condivido il suo disappunto per la stangata che ha colpito le famiglie con i figli alle scuole materne. Su queste colonne siamo stati dello stesso avviso. Aggiungo, come pu leggere anche nelleditoriale, che dobbiamo prendere atto, tutti quanti, che la realt mutata e che con questa dobbiamo imparare a convivere. Ci che era vero fino a giugno scorso ora non lo pi, che ci piaccia o meno. Certo, tutti dovremo pagarne le conseguenze. Non pi tollerabile che vengano colpiti sempre gli stessi. Cordiali saluti. Fz

Cesena, labbandono della Portazza


Caro Francesco, dunque, da molti mesi ogni volta che esco da Piazza SantAgostino (il vero nome Piazza Aguselli, non vorrei venir ripreso per questo, avendo diretto il Servizio Toponomastica per oltre 30 anni !) e percorro la Via Riciputi Scevola mi trovo di fronte la mole malridotta della Portazza.

Il punto di accesso del Cesuola, tombinato da decenni, nella cerchia delle mura, manufatto significativo della fine del 300, uno dei pochi residui di tale epoca offerti alla nostra vista distratta (lignavia di cui sopra). Per mesi, ogni volta, mi dico che i segni dellabbandono sono sempre pi evidenti: cornicioni cadenti, tegole in frantumi, lerba che cresce sul tetto, un evidente profilo del tetto stesso che da orizzontale ormai decisamente concavo. Debbo fotografarlo e dire qualcosa in Comune: non lo faccio. Non posso fermarmi con lauto, non ho la macchina fotografica con me, ci penser ben qualcuno, i tecnici del Comune ne saranno a conoscenza, il Comune cos vicino...e via rinviando. Eppure conosco bene il manufatto, lho fotografato in passato, si vede ancora una lapide con il segno del livello del Cesuola, ricordo le fotografie degli anni 30 di Agostino Lelli Mami e i quadri di Giordano Severi conservati nella Pinacoteca Comunale. E ricordo la vicenda della Farmacia che doveva trasferirsi e che sfum...e come allora la cosa mi apparve inspiegabile Nelle scorse settimane ho letto del crollo del tetto e del comunicato di Italia Nostra. La memoria vola a Michele Massarelli e a mio padre Nello, ai tanti e tanti interventi per la salvaguardia e la conservazione del nostro patrimonio: e non si tratta solo di pietre, di cose. Ben altro in gioco, credo: la memo-

ria, la nostra storia che non sta solo nei grandi monumenti o nelle emergenze pi importanti, ma anche negli edifici superstiti, nelle mura che si sfracellano nella indifferenza generale, nei tratti di selciato coperti con leggerezza da una striscia di asfalto [ben altra la cura nel mantenerli, ad esempio, a Ferrara o a Mantova], nei manufatti sui quali incombe la stessa sorte della Portazza. Ma il discorso sarebbe troppo lungo Un solo esempio, dunque, fra i tanti: la sistemazione della piazza Bufalini venne reclamata dalla voce di Cino Pedrelli sul finire degli anni 60 (in particolare per lindecente condizione in cui versava il monumento a Renato Serra! Reclamavano lui e poi Renato Turci e Michele Massarelli e Nello: ripresero il problema decine e decine di volte e Nello ha raccolto un vero e proprio dossier che fu anche da stimolo allopera di rilievo e progettazione che promosse diversi anni fa la Fondazione della Cassa di Risparmio. Tutto inutile, verrebbe da dire, nonostante lamore alle cose malatestiane dellex Sindaco Conti, nonostante lindubitabile sensibilit del Sindaco Preger, anche lui architetto... Locchio della superstite finestra ogivale della chiesa di San Francesco distrutta negli anni 40 dell800 (uno dei rari, se non lunico avanzo fra 200 e 300 a Cesena) continua ad aprirsi su un cantiere eterno, su macerie, sulla scomparsa progressiva del giardino (parte per cause naturali, parte per le potature criminali ormai dilaganti a Cesena che riducono lecci maestosi a tondeggianti vasi di gerani). Il muro che cela lavanzo dellabside sembra reggere ancora...sembra, appunto... [come per secoli hanno retto le mura della Rocca Vecchia nei pressi della Porta Montanara e le mura del Monastero Benedettino del Monte, da non dimenticare oggi, festa dellAssunta]. Labside nascosta nel cortile interno di Palazzo Bufalini che chiude, come una cortina di vergogna, il lato che sarebbe potenzialmente il pi interessante. Il Palazzo di propriet comunale: invito tutti a verificarne lo stato, sia sul fronte del Giardino che sul Vicolo Masini. E Bufalini, come dice il monumento, rese gloria a Cesena, qui nascendo, con scarsa riconoscenza della citt, verrebbe da dire... So gi la risposta: occorre attendere lultimo stralcio di interventi per la Grande Malatestiana: quando? forse nellarco di qualche decennio? Gi mezzo secolo trascorso dalle prime richieste di intervento: quanti imponenti lavori si sono fatti in cinquantanni in altre parti della citt? Un caro saluto Daniele

Il nostro impegno per chi si impegna


Il leasing della

FEDERIMPRESE EMILIA-ROMAGNA

e degli Istituti Azionisti: Cassa di Risparmio di Cesena Banca di Romagna Banca CRV Cassa di Risparmio di Vignola Cassa di Risparmio di Cento Cassa di Risparmio di Rimini Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana Emil Banca Socit Gnrale