Sei sulla pagina 1di 25

Poste Italiane spa Giovedì Giovedì 26 febbraio 2015 1

Sped. abb. postale 26 febbraio 2015


DL 353/2003 anno XLVIII (nuova serie)
(conv. in L. numero 8
27/02/2004 n. 46) euro 1,20
art. 1, DCB Forlì

8
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Memorie 3 Dialoghi 4 Diocesi 6 Speciale 11-14


Ricordi e pensieri Il cardinale La Visita pastorale In memoria
su don Gino Angelo Scola del vescovo di monsignor
e don Ezio alle 18,30 continua a Budrio Antonio Lanfranchi
ue sacerdoti che hanno iovedì 26 febbraio si al 28 febbraio all’8 mar- a scorsa settimana sono
D lasciato il segno. La loro
presenza è stata d’esempio
G apre la sesta rassegna
degli incontri promossi
D zo monsignor Regat-
tieri sarà nella comunità
Li funerali.
stati celebrati a Modena
Tanti i pensieri sul
per quanti li hanno cono- dalla Diocesi e aperti al parrocchiale guidata da vescovo Antonio arrivati
sciuti confronto con la città don Tonino Domeniconi in redazione

Editoriale
Non dividere i Comandamenti
Scuola: i numeri delle iscrizioni agli istituti superiori
di William Casanova

U
sare Dio per coprire l’ingiustizia è
un peccato gravissimo. Papa
Francesco, durante la Messa
celebrata venerdì scorso nella cappella di
Santa Marta non ha fatto giri di parole per
LA PRIMA
SCELTA
richiamarci ai rischi di un’osservanza
esteriore della fede ridotta a pura formalità.
Richiamando il profeta Isaia “nel giorno del
vostro digiuno curate i vostri affari,
angariate tutti i vostri operai” ci viene
rinnovato l’insegnamento dei dieci
comandamenti, legge verso Dio e verso il
prossimo. Costituiscono un’unità, un invito
a fare penitenza reale davanti a Dio e con il
prossimo. “Io sono un gran cattolico, padre,
mi piace tanto... Io vado sempre a Messa,
tutte le domeniche, faccio la comunione...”.
Il Papa ha risposto: “Va bene. E com’è il
rapporto con i tuoi dipendenti? Li paghi in
nero? Paghi loro il salario giusto? Versi i
contributi per la pensione? Per assicurare la
salute e le prestazioni sociali?”.
Papa Francesco insiste sul tema del lavoro
con domande pesanti come macigni. E’
intervenuto già diverse volte in questi due
anni. In questo caso si rivolge direttamente
alla nostra coscienza, per sollecitare un
impegno personale al rispetto della legalità
e della giustizia. Quanti di noi possono
essere immuni da queste domande? Chi
non ha mai incontrato il problema di
definire un giusto salario, la messa in regola
di un dipendente, l’adempimento di un
obbligo fiscale?
È una questione di dovere individuale oltre
che di legge. Nell’ultimo rapporto
sull’economia della Camera di Commercio
sono stati comunicati i dati dei controlli
della Direzione territoriale del lavoro alle
aziende del nostro territorio: nel settore
edile si è riscontrata una percentuale di
irregolarità pari al 50 per cento (in
aumento rispetto al 2012). I controlli in
materia di salute e sicurezza hanno
riscontrato una percentuale di irregolarità UNA CLASSE DELLE SUPERIORI (FOTO ARCHIVIO SIR)
pari al 90 per cento. Nel settore agricolo
l’attività ispettiva ha interessato 29 aziende
risultate tutte irregolari. Nel settore
terziario, a fronte di oltre 570 aziende Entro metà febbraio gli studenti di terza media dovevano scegliere quale scuola Cesenatico 15 Roncofreddo 16
ispezionate, sono emerse 500 posizioni frequentare il prossimo anno. È vero che saranno possibili ancora aggiustamenti,
lavorative non regolari. La dignità della
ma per lo più i giochi sono fatti. Rispetto al 2014, si registrano nel complesso una Turismo, Diffuse le regole
persona umana, la fiducia tra le per gestione idrica
generazioni, l’educazione al senso del sessantina di iscrizioni in meno, dovute al calo demografico. Fra le novità, da regi- i conti tornano.
lavoro passano attraverso il nostro modo di strare il buon debutto del liceo della Fondazione Almerici, che ha sede nella strut- Arrivi in crescita del territorio
stare nella società da padri, lavoratori,
imprenditori, politici o sindacalisti. tura del Seminario a Cesena (zona Case Finali), con 31 iscritti nella prossima prima
Il Papa ci ricorda che il cammino della articolata su due indirizzi (sportivo ed europeo). Fra le altre scuole, fanno il pieno il Solidarietà 18
Quaresima è doppio, “a Dio e al prossimo”, liceo “Righi” e l’istituto commerciale “Serra”. Leggero calo per l’Agrario, Geometri San Piero 17
e ha a che fare con evidenze molto
e il Comandini. Stabile il liceo “Monti”. E intanto all’Itt è stato aperto un museo. Al cimitero È di Gambettola
concrete. Con le nostre giornate di lavoro,
con il nostro stare in mezzo agli altri, senza Servizi a pagina 10 un riconoscimento il presidente
divisioni e “doppie vite”. del Fai di Sla Romagna
Memorie&Pensieri Giovedì 26 febbraio 2015 3

Don Gino e don Ezio, piccoli ricordi


del grande bene dato e ricevuto
Don Gino Baldacci era nato a Sogliano Don Ezio Casadei era nato a Gatteo nel 1925.
nel 1931. È morto venerdì 13 febbraio 2015 È morto giovedì 12 febbraio 2015

Il saluto degli (ex) studenti sia quello che ha stupito me: c’era un popolo che era unito da
dell’appartamento di Bologna un legame che veniva prima della parentela. Giovani, bambini,
Caro don Gino, ti saluto a nome dei 26 stu- adulti, amici, parenti, tutti generati da Ciò che costituiva la
denti universitari che hanno vissuto nell’ap- persona di don Ezio: la certezza di Gesù presente qui e ora.
partamento in via d’Azeglio 27, a Bologna, Per questo, insieme alla mia famiglia, voglio ringraziare tutti
che tu hai organizzato per permetterci di coloro che in questi giorni e in questi anni gli hanno voluto
continuare gli studi. così bene.
Diversi di noi ti hanno conosciuto prima, in- Il mio cuore è pieno di gratitudine per il dono che è stato mio
contrandoti come assistente diocesano zio nella mia vita. Per questo ho fatto mio l’invito di Carron a
dell’Azione Cattolica, altri vivendo nell’Isti- domandare alla Madonna “che un poco della fede di don Ezio
tuto Almerici diretto da te. passi anche in me”.
Ti abbiamo conosciuto, frequentato, amato. Grazie ancora di cuore.
Abbiamo condiviso con te momenti della Auguro a me e a tutti voi di continuare a godere della “sempli-
nostra vita. cità” di questi giorni.
Sei parte della nostra umanità. Giulio Casadei
Ci piace ricordarti quando, in occasione
della cena annuale del nostro gruppo, hai
voluto conoscere il percorso di vita di cia- “Grazie Billi per esserti fatto portare fino in fondo.
scuno di noi e serenamente hai apprezzato il Là c’è una croce che giustifica il cammino”
nostro unanime tributo di riconoscenza nei
tuoi confronti. Quanto pesa questa bara.
È stato comunque bello per te e per noi Da sempre lo ricordo nella mia vita. Da sempre lì, sorridente e
averti partecipe ai nostri raduni annuali “da un po’ storto; stanco quando è presto e sveglio quando è tardi.
grandi”, come siamo ormai tutti, oltre che da Poi un giorno non c’è più. C’era sempre stato, sempre. E ora
giovani, pieni solo di belle speranze, quelle non lo vedo. Guardo e non lo vedo.
stesse speranze che tu, proprio tu ci hai con- Con la spalla reggo il peso e con l’orecchio inseguo l’anima che
cretamente aiutato a realizzare. lascia il corpo. Ma tutto è silenzio. Il legno è duro, liscio, freddo.
Hai creduto nell’iniziativa dell’apparta- In sei portiamo la bara, ma il peso della morte è tutto su di me.
mento, esponendoti in prima persona, Uno è troppo alto, l’altro è troppo incerto, quello non mi aiuta,
senza imporre delle regole, confidando tutto il peso è su di me. Non importa quanti siamo a reggere la
sull’amicizia, sul rispetto reciproco e sulla morte, il peso è sempre tutto, non si divide per le schiene, è
responsabilità di noi giovani. sempre tutto su ogni spalla.
Per questa tua sensibilità e attenzione ti ab- DALL’ARCHIVIO DI PIERGIORGIO MARINI, QUESTA FOTO CHE RITRAE DON E più cammini e più pesa. Ogni passo è più pesante, ogni
biamo sempre considerato come un padre, GINO BALDACCI E DON EZIO CASADEI INSIEME metro è più pesante, ogni giorno è più pesante. E dopo tanti
un maestro di vita. anni di cammino, mi accorgo che ho ancora paura di non reg-
gere quel peso, di finire in una bara che finisce in una fossa.
Con te, caro don Gino, se ne va un pezzo Ricordo di don Ezio E questi che camminano con me? Hanno la mia schiena e le
della nostra vita giovanile nella quale hai ve-
ramente sparso “tanto bene”.
“Un miracolo dentro al dolore” mie spalle, ma tutto il peso è su di loro. Su ognuno di loro.
Un’ultima tua testimonianza ce l’hai data Quando giovedì mattina il telefono è squillato e dalla voce Sono troppo alto, sono troppo incerto e non li aiuto per niente.
pochi giorni fa, il primo febbraio, quando della Luisa l’imprevisto si è riversato improvvisamente nella Mi sa che me ne vado, sono stanco, se tutti noi finiamo al cimi-
nonostante la tua sofferenza sei voluto an- mia vita, non immaginavo minimamente quello che sarebbe tero non c’è bisogno di farsi accompagnare. Non c’è bisogno di
dare in carrozzina al capezzale della madre accaduto. farsi compagnia.
di uno di noi per benedirla, confortarlo e Non ero preparato né al dolore, né alla Grazia e non pensavo E poi alzo la testa, dalla strada, dalla bara, per un attimo, che
pregare insieme a lui. che dentro alla morte di mio zio il Mistero avesse in mente per però basta.
Grazie don Gino, il nostro ricordo è la nostra me qualcosa di grande e di buono. Là in fondo, alla fine del viale di cipressi, sopra la chiesa, c’è
preghiera, in silenzio come tu ci hai inse- Di colpo le barriere si sono azzerate: anche le persone più lon- una croce. Mi attende. Mi guarda. Mi aspetta. Ancora pochi
gnato. tane da me si sono fatte vicine; tutto immediatamente parlava passi.
Signore, grazie per averci dato don Gino. di una Presenza che andava oltre alle parole e ai caratteri di La bara è più leggera ora, tutto è più leggero quando vedi la
I “tuoi” 26 studenti, ormai “grandi”. ciascuno. meta. La vista della casa alleggerisce il viandante. E i miei com-
Massimo Riva, Giovanni Grazia, Bruno Da- Tutto era continuamente un miracolo dentro al dolore: dalla pagni? Ognuno ha la sua altezza, siamo tutti molto incerti e
vitti, Mario Gabrielli, Vincenzo Carecci, Da- lettera di Carron fino all’accompagnamento al cimitero con la non ci aiutiamo per niente, ma senza di loro non sarei mai
niele Tonti, Marino Mazzotti, Ubaldo cassa sulle spalle. Si è svelato davanti ai miei occhi che don giunto a guardare negli occhi quella croce.
Magnani, Oscar Brandolini, Roberto Bran- Ezio nella sua semplicità, e in questi ultimi anni anche nella Troppo lungo il tragitto per camminare da solo, troppo pesante
dolini, Stefano Proni, Elio Budelacci, Save- sua vecchiaia, era stato padre di tanti e aveva generato un po- quella bara per le mie spalle. Grazie Billi di esserti fatto portare
rio Raggi, Roberto Orlandi, Giovanni polo. fino in fondo; nel fondo c’è una croce che giustifica il cammino
Orlandi, Raffaele Reda, Piergiorgio Braschi, Di questo si sono accorti anche quelli delle onoranze funebri. e mi rende indispensabili quelle schiene inutili con cui l’ho
Corrado Baroncini, Gabriele Giovannini, Quando la sera sono andato da loro, mi hanno accolto dicen- condiviso.
Manlio Campana, Giuliano Brigidi, Ric- domi che un funerale del genere in quarant’anni di attività non La Tua croce e le loro schiene, di questo ho bisogno per portare
cardo Gasperoni, Miro Trebbi, Massenzio l’avevano mai visto! il mio peso fino in fondo, fino al fondo.
Montalti, Fausto Aguzzoni, Franco Pedrelli E che cosa hanno visto? Che cosa li ha così stupiti? Credo che Andrea Alberti
4 Giovedì 26 febbraio 2015 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Dialoghi con la città, incontro col cardinal Scola
Giovedì 26 febbraio alle 18,30 a Cesena
DEL
“Educazione questa
sconosciuta” è il tema
SIGNORE
dell’incontro della
rassegna “Dialoghi con la Tutta la nostra vita si trasfigura nell’Amore La Parola
città” promossa dalla
Diocesi di Cesena-Sarsina. Domenica 1 marzo di ogni giorno
Protagonista giovedì 26 2ª Domenica di Quaresima - Anno B Ogni coppia di sposi, ognuno di noi, ha
febbraio alle 18,30 sarà il Gen 22,1-2.9a.10-13.15-18; Salmo 115; urgente bisogno di recuperare la gioia e il lunedì 2 marzo
cardinale Angelo Scola, senso del bello vissuti nella propria vita, san Quinto
Rm 8,31b-34; Mc 9,2-10 perché sono una straordinaria forza che ci Dn 9,4b-10; Sal 78;
arcivescovo di Milano.

“I
I “Dialoghi” hanno per o accolgo te e, con la grazia di Dio, attira verso Dio, che è armonia, pienezza, Lc 6,36-38
tema “Senza famiglia?” e si tengono nell’aula magna della prometto di esserti fedele sempre, verità. Il Tabor esiste per tutti ed è il
Facoltà di Psicologia, a Cesena, di fronte alla stazione nella gioia e nel dolore, nella salute momento in cui, anche per un attimo, martedì 3
ferroviaria. e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti facciamo l’esperienza dell’amore infinito san Tiziano
i giorni della mia vita”. di Dio. Is 1,10.16-20; Sal 49;
Quel giorno anche noi siamo saliti sul Forse è questa la fragilità della nostra fede Mt 23,1-12
monte assieme a Gesù senza sapere cosa e la ragione della tiepidezza delle nostre
Pellegrinaggio alla Basilica del Monte la vita ci avrebbe riservato e cosa famiglie e comunità: aver smarrito la mercoledì 4
In preghiera per le vocazioni sacerdotali significasse amare come Gesù ci ha bellezza nel raccontare la fede e l’incontro san Lucio
amato. Quel giorno Dio ci ha fatto salire al con Cristo nella propria vita. Il Vangelo di Ger 18,18-20; Sal 30;
Promosso dall’Ufficio vocazioni, si terrà sabato 28 suo livello, per insegnarci a guardare il oggi ci dice che credere può essere Mt 20,17-28
febbraio (ogni ultimo sabato del mese) il pellegrinaggio a nostro coniuge con i Suoi occhi, per splendido. Nel caos e negli eccessi del
piedi dalla Cattedrale di Cesena alla Basilica del Monte. Il insegnarci a osservare bene la Luce, che nostro tempo, dove il bello è solo giovedì 5
pellegrinaggio sarà occasione di preghiera per le vocazioni c’è sempre, anche quando la visuale l’apparenza che spesso nasconde il nulla, san Adriano
sacerdotali, per i sacerdoti e la loro perseveranza nel sembra un pochino offuscata. il nostro mondo può imparare dagli sposi Ger 17,5-10; Sal 1;
servizio al Signore e alla Chiesa. Alle 6,30 partenza dalla Questo fidarsi di Dio comporta far cristiani la bellezza della gioia della fede, Lc 16,19-31
Cattedrale di Cesena, cammino a piedi verso la Basilica memoria continuamente di quel giorno, della preghiera, del silenzio, del gesto
del Monte e recita del Rosario. Alle 7,30 celebrazione della nel quale Gesù si è fatto presente in vesti d’amore verso il fratello. venerdì 6
Messa in Basilica, presieduta dal vescovo Douglas. bianche nella nostra relazione di sposi: del L’ordinario, cioè scendere dal Tabor, san Coletta
bello e della gioia vissuta, dello stupore e diventa straordinario in ogni momento se Gen 37,3-4.12-
della meraviglia delle Sue parole e dei suoi riferiamo tutto a Lui, se lo ascoltiamo e 13a.17b-28;
Giovani e adolescenti, Veglia di Quaresima doni, specialmente quando il buio ci corrispondiamo al suo amore. Così Salmo 104;
avvolge e siamo spinti a chiudere gli occhi vedremo trasfigurato il volto del coniuge, Mt 21,33-43.45-46
Venerdì 6 marzo alle 20,45 a Case Finali di Cesena di fronte alla realtà. figli e familiari, del proprio sacerdote, dei
Si terrà venerdì 6 marzo, con inizio alle 20,45, nella par- D’altro canto la trasfigurazione di due parrocchiani, amici, colleghi di lavoro, sabato 7
rocchia di Case Finali di Cesena, la Veglia di Quaresima sposi, così visibile il giorno delle nozze, ecc.. sante Perpetua
alla quale sono particolarmente invitati tutti i giovani e non appartiene al loro passato, per quanto Tutta la nostra vita si trasfigura nell’Amore e Felicita
adolescenti della diocesi. Alla Veglia parteciperanno bello: è l’anticipo del loro futuro al quale perché è proprio l’amore che è puro, come Mi 7,14-15.18-20;
i seminaristi del Seminario regionale di Bologna rimanere fedeli, anche quando si profila la le vesti candide di Gesù. Salmo 102;
“Benedetto XV”. croce. Sabrina e Andrea Delvecchio Lc 15,1-3.11-32

✎ A MESSA DOVE
Messe feriali Messe festive San Bartolo, Villachiaviche,
San Domenico,
20 Sala
Festivi: 8 San Giacomo, Bagnarola,
Linaro: 18 (sabato), 11;
Monastero di Valleripa: 9;
11 / 17;
Tavolicci: 16 (sabato);
a Cesena 7.00 Cattedrale, San Rocco Sant’Egidio, San Giorgio, Santa Maria Goretti, Montecastello: 11 Ranchio: 20 (sabato), 11;
7.00 Cattedrale, Cappuccine, 7.30 Santuario dell’Addolorata, San Giovanni Bono, Boschetto; Montejottone: 8.30 Sorbano: 9.30;
Cappella dell’ospedale Cappuccine, Calabrina, Calisese, 8,30 Sala; Montepetra: 8.30 Turrito: 17 (sabato), 10;
7.30 Basilica del Monte cappella dell’ospedale Gattolino, Madonna del 9 Cappuccini; Piavola: prefestiva sabato San Martino: 9,30;
7.35 Chiesa Benedettine Bufalini, Calabrina, Fuoco, San Mauro in Valle, 9,15 San Pietro; ore 18 (chiesa Quarto: 10,30;
8.00 Cattedrale, San Paolo, Ponte Pietra, Martorano, San Demetrio, 9,30 Valverde; San Giuseppe); Pieve di Rivoschio: 15,30;
Santuario dell’Addolorata, Villachiaviche Pievesestina, Pioppa, 9,45 Cannucceto; 9,30 chiesa parrocchiale; Romagnano: 11,15;
Villachiaviche, Santa Maria 8.00 Basilica del Monte, Ponte Pietra, Bulgaria, 10 Villalta; Pieve di San Damiano Pagno: 16 (seconda
della Speranza San Pietro, Borello, San Carlo, 10,30 Cappuccini, 11,30; domenica del mese,
8.30 Madonna delle Rose, San Pio X, San Vittore, Tipano, San Giuseppe; San Romano: 11; salvo variazioni).
San Domenico, San Rocco, San Mauro in Valle, Macerone 11 San Giacomo, Taibo: 10;
Sant’Egidio, capp. cimitero, San Giovanni Bono, 11.10 Torre del Moro Boschetto, Sala;
Santo Stefano, Case Finali, Sant’Egidio, Calisese, 11.15 Diegaro, Madonna delle 11,15 Bagnarola, Montiano Verghereto
9.00 Suffragio, Addolorata Torre del Moro, Rose Santa Maria Goretti; ore 20 (sabato); 9 . ore 16 (sabato), 9,15
9.30 Osservanza Madonna del Fuoco, 11.30 Cattedrale, 17,30 Cappuccini; Montenovo: (domenica);
10.00 Cattedrale Macerone, Capannaguzzo, Osservanza, Santa Maria 18 San Giacomo ore 19 (sabato), 10,30 Balze (chiesa
18.00 Cattedrale, Madonna Ronta, Borello della Speranza, San parrocchiale): 8,15 /
delle Rose, San Domenico, 8.30 Cattedrale, San Rocco, Rocco, San Pietro, Civitella di Romagna Roncofreddo 11,15
San Paolo, San Rocco, Case Finali, Martorano, Case Finali, San Pio X Giaggiolo: 9,30 Sorrivoli: 11,15; Montecoronaro: 9,45;
Osservanza, Sant’Egidio, Tipano, San Cristoforo, 15.00 Cappella del cimitero Civorio 9 Diolaguardia: 9; Montecoronaro
San Mauro in V. Gattolino, Roversano 18.00 Cattedrale, San Rocco, Gualdo: 18 (sabato), 11; oratorio Ville (al sabato):
18.30 San Pietro, Santa Maria 9.00 San Giuseppe (Cesena San Domenico, Osservanza Gambettola Bacciolino: 9,30 16
della Speranza, Cappuccini, corso Comandini), 18.30 San Pietro, Cappuccini chiesa Sant’Egidio abate; Alfer:o ore 17 (sabato);
San Bartolo (sabato 8,30) chiesa Benedettine, 19.00 San Bartolo,Villachiaviche 8,30 / 10 / 11,15 / 17. Sarsina 11,15
19.00 San Giovanni Bono, Tipano Santo Stefano, Consolata: 19 (sabato); Casa di Riposo: ore 16 Riofreddo: 10
20.00 Torre del Moro, San Pio X,
Gattolino
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Comuni del 7,30 / 9,30 (sabato).
Concattedrale: 7 / 9 /
Corneto: 11;
Pereto: 10
20.30 Villachiaviche Pievesestina, comprensorio Gatteo
Ponte Pietra, Bagnile, Bagno di Romagna ore 20 (sabato);
Sabato e vigilie Santa Maria Nuova, ore 17 (sabato); 9 / 11,15 / 17
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Bulgaria, San Vittore, 11,15 / 17 Sant’Angelo: 20 (sabato); DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911
15.00 Cappella cimitero Cesena, San Carlo, Ruffio San Piero in Bagno: 8, 45; Casa di riposo: 9,30
Formignano Direttore editoriale Redazione, Segreteria e Amministrazione
9.15 San Martino in Fiume chiesa parrocchiale - 11. Istituto don Ghinelli: Piero Altieri via del Seminario, 85,
16.00 Ponte Pietra 9.30 cappella del cimitero, ore 17 (sabato); 18,30 (sabato), 7,30 Direttore responsabile 47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
17.00 Luzzena (1° sabato mese), Santuario dell’Addolorata, 8,30 / 11 / 17. Gatteo a Mare: Francesco Zanotti fax 0547 328812,
Bora (2° sabato mese) Madonna delle Rose, Chiesa San Francesco: festivi: 8 / 11,15 www.corrierecesenate.it
Vicedirettore Conto corrente postale n. 14191472
17.30 Santuario del Suffragio, Osservanza, 10 / 15,30 Ernesto Diaco E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Santuario Addolorata, Sant’Egidio, Ospedale “Angioloni”: Longiano Membro della
San Vittore Villachiaviche, ore 16 (sabato) Sabato:18 Santuario Federazione Abbonamenti
Italiana
18.00 Cattedrale, San Domenico, Montereale, San Tomaso Selvapiana: 11,15 SS. Crocifisso; 19 Crocetta Settimanali annuo ordinario euro 45;
Osservanza, Case Finali, 9.45 Bulgarnò (16,30 sabato); 20 Budrio Cattolici sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
Santo Stefano, San Paolo, 10.00 Cattedrale, Acquapartita: Festivi: ore 7,30 Santuario Associato estero (via aerea) 100 euro.
San Mauro in Valle, Case Finali, San Pietro, domenica 9 SS. Crocifisso; all’Unione
Stampa Settimanale d’informazione
Diegaro, Madonna delle San Rocco, Santa Maria (sabato alle 17) 8 Budrio; 8.45 Longiano- Periodica Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
Rose, Sant’Egidio, della Speranza, Valgianna: 10 Parrocchia; 9,30 Budrio, Italiana Iscrizione al Registro nazionale
Torre del Moro, Torre del Moro, (sabato alle 16) Santuario SS. Crocifisso; della stampa n. 4.234
San Rocco, Villachiaviche, San Pio X, Cappuccini, Bertinoro 10 Badia, Balignano; Testata che fruisce
San Giorgio, Borello di contributi di cui Editore e Proprietà
Carpineta, Santa Maria Nuova: 9, 11 10 Montilgallo; Diocesi di Cesena-Sarsina
18.30 Convento Cappuccini, Sant’Andrea in B., (19 sabato) 11 Budrio, Longiano- all’art. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
San Pietro, Bulgarnò, 10.30 Santuario del Suffragio, Cesenatico Parrocchia, San Lorenzo in Stampa
Santa Maria della Sper. Giornale locale ROC Rotopress
Casalbono Sabato: ore 16 Villamarina Scanno; 11,15 Crocetta; (Registro degli operatori via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
19.00 San Giovanni Bono, Tipano 10.45 Ronta, Capannaguzzo 17 San Giuseppe 18 Santuario Crocifisso di comunicazione) www.rotoin.it
20.00 San Pio X, Bulgaria, 11.00 Basilica del Monte, 17,30 Conv. Cappuccini, Mercato Saraceno
Ruffio, Pioppa, Calisese, Addolorata, San Pietro, Santa Maria Goretti 10.00; Tiratura del numero 7 del 19 febbraio 2015: 7.864 copie
Pievesestina, Gattolino Santo Stefano, San Paolo, 18 San Giacomo Ciola: 8,30 Questo numero del giornale è stato chiuso in tipografia alle 17,30 di martedì 24 febbraio 2015
Vita della Diocesi Giovedì 26 febbraio 2015 5

● Una riflessione che parte dall’invito ● Nato nel 1994 su iniziativa del Centro
del vescovo Douglas di aiuto alla vita, il progetto aiuta madri
di sostenere il Progetto Gemma in difficoltà con l’adozione prenatale

Qualcuno che ti dice:


“Coraggio, ce la farai”
“Q
uesta Quaresima sia il tenere un figlio da soli, senza nessun di carità in Quaresima, sollecitando la verità ed è attenta e pensosa per le sorti dell’umanità”.
tempo della carità, oltre aiuto, ci dicevamo, in preda all’angoscia. nostra attenzione verso quelle mamme Benedetto XVI: “Il rispetto della vita in tutte le sue fasi, dal
che della preghiera e La mia fortuna è stata di incocciare in che hanno il bisogno, anzi il diritto, di concepimento fino al suo esito naturale, con conseguente
dell’ascolto della Parola di Dio”. una volontaria del Centro Aiuto alla Vi- portare a termine la propria gravidanza rifiuto dell’aborto procurato, dell’eutanasia e di ogni
Così dice il vescovo Douglas Regattieri ta. Quello che mi serviva, ancora prima con serenità. pratica eugenetica, rappresenta un impegno irrinunciabile
nella sua Lettera pastorale “Il vino dei soldi, era qualcuno che mi dicesse: Grazie per averci ricordato che il nostro che s’intreccia con quello del rispetto del matrimonio,
buono delle nozze di Cana. “Per questo “Coraggio, ce la farai”. Oggi non ho dub- sostegno è determinante per far come unione indissolubile tra un uomo e una donna e
propongo a ogni famiglia della Diocesi bi: senza di loro non ce l’avrei fatta”. nascere un bambino che sarà figlio di come fondamento a sua volta della comunità di vita
la collaborazione al Progetto Gemma. (Luana) (fonte: Famiglia Cristiana) un nostro atto d’amore puro e familiare”. Papa Francesco: “Ogni bambino non nato, ma
Questo nasce nel 1994 per l’adozione Da questa testimonianza disinteressato. condannato ingiustamente a essere abortito, ha il volto di
prenatale a distanza di madri in comprendiamo come il Progetto Anche i Pontefici, da Paolo VI in poi, Gesù Cristo, ha il volto del Signore, che prima ancora di
difficoltà, tentate di non accogliere il Gemma sia uno strumento efficace per hanno espresso un’attenzione nascere, e poi appena nato, ha sperimentato il rifiuto del
proprio bambino. Una mamma in aiutare mamme in difficoltà. Si tratta particolare alla vita nascente, ognuno mondo… Non si possono scartare! Allora un sì deciso e
attesa nasconde sempre nel suo dell’abbinamento tra una donna che ha con la sensibilità del proprio tempo. senza tentennamenti alla vita”.
grembo una gemma (un bambino) che deciso di rinunciare all’aborto e un Paolo VI: “Il gravissimo dovere di La famiglia è al servizio della vita. In questo anno
non andrà perduta se qualcuno fornirà benefattore che ha deciso di adottare il trasmettere la vita umana, per il quale dedicato alla famiglia accogliamo con gratitudine e amore
l’aiuto necessario”. suo bambino a distanza. gli sposi sono liberi e responsabili l’invito del nostro Vescovo perché “con la carità di questo
“Mi sono trovata incinta a neanche 24 Spesso la scelta dell’aborto è legata a collaboratori di Dio creatore, è sempre gesto possiamo raggiungere sia i vicini che i lontani,
anni mentre studiavo cinese all’Univer- condizioni della madre o della famiglia stato per essi fonte di grandi gioie, le grazie ai tanti organismi di carità della Chiesa. La
sità. Ero abbastanza spensierata nono- che non consentono spazio, tempo, cure quali, tuttavia, sono talvolta Quaresima è un tempo propizio per mostrare questo
stante la separazione dei miei, ma Fa- e spese a un nuovo nato: qualcuno può accompagnate da non poche difficoltà interesse all’altro con un segno, anche piccolo, ma
bio, il mio fidanzato, e un lavoro seppur adottare questo bimbo per un certo e angustie...”. Giovanni Paolo II: “Il concreto, della nostra partecipazione alla comune
precario in un call center per mantener- tempo, da prima a dopo la nascita, a Vangelo della vita non è esclusivamente umanità” (papa Francesco).
mi, mi davano quella giusta serenità. distanza. Nessun rapporto giuridico, per i credenti: è per tutti. La questione Attraverso il Cav (Centro di Aiuto alla Vita), come
Poi, all’improvviso, mi trovo incinta. Per nessun diritto e dovere: il solo amore della vita e della sua difesa e parrocchia, famiglia, gruppo famiglia ecc…, diamo il
prima cosa, senza neppur battere ciglio, disinteressato è molto più forte. promozione non è prerogativa dei soli nostro contributo per far nascere tutte queste gemme, per
vengo subito lasciata a casa dal lavoro. Allora ci viene spontaneo ringraziare il cristiani. Anche se dalla fede riceve luce tornare a sperare e a costruire il futuro con la stessa
La prima tentazione mia e di Fabio è nostro vescovo Douglas. e forza straordinarie, essa appartiene a energia che sprigionano queste piccole creature.
stata quella di abortire. Come possiamo Grazie per averci indicato questa gesto ogni coscienza umana che aspira alla Sabrina e Andrea Delvecchio

In breve
Azione Cattolica diocesana anche io” ( migliore coreografia/scenografia),
ha fatto capire come l’unione possa dare quel
coraggio che permette di far capire a chi non Rinnovamento nello Spirito
Gara canora crede come Gesù non sia fantasia o follia. San
Pietro, (miglior inerenza al tema), con “Il cielo
toccherò” è riuscita nell’impresa di
ambientare in chiave moderna il Vangelo
Ritiro di Quaresima
Si terrà sabato 28 febbraio, presso il convento

Musica e coinvolgimento
dei Cappuccini, a Cesena, il ritiro di Quaresima
dell’anno in cui Gesù invita i discepoli a salire animato dal Rinnovamento nello Spirito Santo.
con Lui sulla barca. Case Finali con il suo Guiderà le riflessioni don Fiorenzo Castorri. Alle
“Guerriero” (miglior interpretazione canora) è 15,30 accoglienza; preghiera carismatica;

sul ‘campo’ del Carisport


stata capace di rappresentare la figura di Gesù insegnamento (Efesini 10,13); cena insieme.
come quel guerriero che in ogni momento ci L’incontro è aperto a tutti.
protegge e veglia su di noi. San Pio X e
Martorano hanno emozionato con “Io non ho
finito” e “Conta” (colonne sonore della serie tv Dalle Zone pastorali
Tutte le interpretazioni - musicali e scenografiche - “Braccialetti rossi”) ricordandoci come l’aiuto
della Parola di Dio possa aiutare a infondere
pellegrini a Longiano
erano ispirate al tema annuale “Coraggio sono Io!”. coraggio ai pazienti malati e come, anche nei Proseguono i tradizionali pellegrinaggi al
Santuario del Santissimo Crocifisso di Longiano,
Undici le parrocchie in gara e 700 gli spettatori. momenti più brutti, Gesù ci tenda sempre
una mano per rialzarci. San Paolo con “Non nei venerdì di Quaresima. Venerdì 27 febbraio alle
Ha vinto la Zona Mare con “All’alba sorgerò” mi ami” ha ripercorso la storia di un gruppo 20,30, i fedeli della Zona pastorale Valle del
di ragazze che solo con l’arrivo Savio-Dismano sono particolarmente invitati a
di Gesù ritrova la fiducia nel partecipare alla Messa presieduta dall’arcivescovo
futuro e nel proprio percorso di di Pesaro monsignor Piero Coccia.
fede. “Fix you” cantata da Santo Venerdì 6 marzo monsignor Francesco Lambiasi,
Stefano ha riscaldato i cuori del vescovo di Rimini, presiederà la Messa alla quale
pubblico ricordandoci come sono particolarmente invitati i fedeli della Zona
l’amore gratuito di Dio, rivolto pastorale Savignano sul Rubicone-Roncofreddo-
specialmente a tutte le persone Borghi-Sogliano.
che vivono momenti difficili.
Villachiaviche-San Giorgio con Corsi per fidanzati
“Tu sarai la forza mia” ha voluto
sottolineare l’importanza in vista dell Matrimonio
dell’amore, il gesto di coraggio
- Zona pastorale Valle del Savio-Dismano (a
per eccellenza che permette di
San Mauro in Valle di Cesena): dal 3 marzo al 21
arrivare a tutte le persone,
aprile, il martedì alle 20,45. Per info: don
vicine o lontane. I campioni in
Giovanni Savini, tel. 0547 663043.
carica di Sant’Egidio con “Sono
- Zona Urbana: a Case Finali di Cesena, dal 16
DOMENICA 22 FEBBRAIO, CARISPORT DI CESENA: IL GRUPPO DELLA ZONA MARE, VINCITORE DELLA GARA Io” hanno rimarcato
aprile al 28 maggio, il giovedì alle 21. Per info:
CANORA 2015 (FOTO JESSICA MARINO). SUL SITO WWW.CORRIERECESENATE.IT LA FOTOGALLERY l’importanza di credere nei
tel. 0547 302275.
talenti donati dal Signore e di

L
a 19esima edizione della Gara canora - il Sanremo dei giovani di Azione farsi accompagnare dalle figure che ci
Cattolica - è andata in scena domenica 22 febbraio al Carisport di Cesena. vengono messe accanto. Salmodia, formazione
Come ogni anno, l’attesa era tanta e dopo oltre un mese di preparazione 11 Un pomeriggio davvero speciale che ancora
parrocchie si sono date battaglia sul palco richiamando sulle tribune del Carisport una volta ha messo in luce la voglia di buttarsi per i cori
oltre 700 persone tra giovani, adulti e ragazzini Acr. e mettersi in gioco. Perché in fondo i giovani Nel pomeriggio di domenica 1 marzo, nel teatro
I gruppi parrocchiali composti da ragazzi tra i 14 ai 30 anni si sono cimentati in di Ac hanno dentro una grande voglia di fare del Seminario a Cesena (via del Seminario, 85),
coreografie, scenografie e interpretazioni canore sensazionali, prendendo spunto, quella “sana confusione” che più volte ha si terrà un incontro di formazione sulla
nella scelta della canzone, dal tema annuale di Azione Cattolica “Coraggio sono Io!”. evocato papa Francesco nei suoi discorsi per Salmodia, aperto a tutti i coristi e interessati.
È stato davvero bellissimo vedere come tutte le esibizioni richiamassero con forza avere veramente la forza di evangelizzare Alle 14,45 accoglienza; dalle 15 alle 18,30: i
e gioia la vicinanza di Gesù e il suo amore incondizionato verso i suoi figli. tutto il mondo. E allora, tutti pronti a buttarsi Salmi della Veglia pasquale. La formazione
Un’emozione continua che ha toccato il suo apice nel momento finale di in questa grande missione senza paura prevederà una parte teorica (guidata da don
ringraziamento a don Marcello Palazzi per i suoi 23 anni di servizio come perché in fondo, come ricordano le parole Luca Baiardi, responsabile dell’Ufficio Liturgico
assistente dei giovani di Ac. della canzone vincitrice, “Cambierò, lotterò, il diocesano), insieme a una parte pratica di
Grazie a una spettacolare interpretazione sia a livello canoro che a livello coraggio troverò. Lo farò, lo farò perché sola canto. È previsto un momento specifico per i
coreografico-scenografico, la Zona Mare con “All’alba sorgerò” si è aggiudicata il non sarò. Lui è qui, sempre con me. Non sono musicisti accompagnatori, che lavoreranno con
primo posto riuscendo a entusiasmare tutto il pubblico e a trasmettere veramente più sola ormai!”. l’organista Terzo Campana. Alle 19, per chi lo
come il calore di Dio possa sciogliere il ghiaccio che troppo spesso ognuno cova Azione Cattolica diocesana desidera, preghiera del Vespro nella chiesa del
dentro sé. Lo splendido scenario realizzato da Gambettola sulle note di “Ci sono Commissione sport e tempo libero Seminario.
6 Giovedì 26 febbraio 2015 Speciale Visita pastorale

ZONA PASTORALE RUBICONE RIGOSSA - 16ª UNITÀ PASTORALE

Parrocchia di Budrio
Il vescovo prosegue nel suo itinerario
ra Longiano, Gambettola e Cesena. Da sabato 28 febbraio a domenica 8 marzo
T È la parrocchia di Budrio che si in-
contra percorrendo la via Emilia
(direzione Rimini), svoltando a destra al
monsignor Douglas Regattieri sarà in Visita pastorale
nella parrocchia di Budrio di Longiano.
semaforo di Gambettola. Poco distante Don Antonio (Tonino) Domeniconi
dal traffico dell’arteria, ma immersa nelle
prime campagne longianesi, Budrio e il è il parroco dal 2005
suo territorio contano 4.100 abitanti.
Una comunità grande e ‘sparsa’ in un ter-
ritorio ampio e disteso.
Don Antonio Domeniconi, per tutti sem-
plicemente don Tonino, svolge il suo mi-
nistero qui da nove anni (dopo essere
stato parroco prima a Bulgaria e in pre-
cedenza cappellano a Gambettola). In-
sieme alla sua comunità, don Tonino sa-
luterà, dal 28 febbraio all’8 marzo, il ve-
scovo Douglas Regattieri, che continua la
sua Visita pastorale nella zona Rubicone-
Rigossa.
“Budrio è una parrocchia sviluppatasi
in una zona di confine – spiega don Toni-
no. – Abbraccia tre comuni, su un territo-
rio in parte agricolo (poco) e in parte ca-
ratterizzato da una zona residenziale che
è quella vicina alla chiesa, la parte più
nuova”.
Una ‘dispersione’ che si nota anche guar-
dando le scuole scelte dai bambini. “Qui
c’è una scuola materna, un nido e una
scuola elementare. Ma succede che i
bambini di Budrio residenti nella zona
confinante con Gambettola si iscrivano
là. Lo stesso per chi vive nella parte del
ESTERNO DELLA CHIESA
paese vicino al comune di Cesena: è più
DI BUDRIO DI LONGIANO,
portato a iscriversi nelle scuole di Calise-
INTITOLATA A SANTA
se. Altri frequentano gli istituti a Longia-
MARIA CLEOFA
no, soprattutto le medie”.
(VIA MASSA, 2220,
La gente è occupata principalmente nelle
LONGIANO).
ditte presenti sul territorio, altri lavorano
nelle imprese di Longiano. C’è poi chi
A SINISTRA,
per lavoro va a Gambettola, chi è artigia-
DON ANTONIO (TONINO)
no, pochi sono gli agricoltori. In generale
DOMENICONI, PARROCO
si può dire che i settori di lavoro dei bu-
DI BUDRIO DAL 2005
driesi siano piuttosto vari. Nel territorio
si trovano alcune aziende di ampie di-
mensioni. “Penso alla Martini - dice don CALENDARIO VISITA PASTORALE
Tonino - che il nostro vescovo andrà a vi-
sitare. Qui è presente il primissimo im- BUDRIO
pianto del gruppo che poi si è allargato in
altre zone. O all’Apofruit. Prima c’era an- da sabato 28 febbraio
che la Technogym che, come sappiamo, a domenica 8 marzo
ha trovato miglior sistemazione a Cese-
na”.
Per quanto riguarda la sua comunità, Sabato 28 febbraio
don Tonino è soddisfatto dei suoi parroc- ganizzato e frequentato da bambini anche donò l’area per l’insediamento della • ore 16,30 Incontro con i giovani
chiani. “Ho un certo numero di persone delle zone vicine. Inizia appena finisce la chiesa parrocchiale), ed è piuttosto gio-
molto attive, si danno molto da fare. Altri scuola e arriva ad agosto inoltrato. I bambini vane: “Io sono il secondo parroco, prima
partecipano in maniera più distaccata”. stanno con noi per tutto il giorno”. La ‘vec- di me c’era don Sergio Orlandi”. L’8 set- Domenica 1 marzo
Tra gli aiuti più preziosi vi è certamente chia’ chiesina di Budrio (accanto a quella tembre 1961 monsignor Augusto Gian- • ore 11 Messa di inizio Visita pastorale
quello che arriva da don Mario Lucchi, nuova) funziona ora come ambiente di ritro- franceschi fa erigere la prima chiesa, poi
95 anni. “È infaticabile – dice il parroco – vo, mentre la cripta della chiesa principale, nel ’91 viene consacrata la chiesa grande, Lunedì 2 marzo
ha ancora la patente e viene da Longia- utilizzata per le Messe infrasettimanali, quella attuale, in stile moderno. Nel 2011 • ore 9,30 Visita agli anziani nelle case
no, dove risiede, sempre da solo tutti i comprende anche un salone piuttosto gran- vengono celebrati i 50 anni della parroc- • ore 20,45 Incontro con il Consiglio pasto-
giorni per celebrare la Messa pomeridia- de per più di 150 persone. Tra le altre opere chia e i 20 anni della costruzione della rale parrocchiale, il Consiglio per
na delle 15,30 e per darmi una mano la va annoverato anche un circolo ricreativo chiesa nuova con la presenza del cardi- gli affari economici e la Caritas
domenica mattina”. aperto solo la sera. nale portoghese Josè Martins Saraiva,
Fanno riferimento alla parrocchia la Ca- La catechesi viene curata per tutte le fasce prefetto della Congregazione dei Santi.
ritas e il centro Auser che opera a favore d’età: il sabato pomeriggio è il momento de- La festa della parrocchia viene celebrata Martedì 3 marzo
degli anziani. “La crisi economica ha ac- dicato ai bambini delle elementari, “una in settembre, e oltre alle celebrazioni reli- • ore 16,30 Incontro con l’Auser
cresciuto il numero di persone che si ri- trentina per annata”; per la Cresima gli in- giose l’occasione è buona anche per un
volge al nostro sportello della Caritas contri si tengono invece durante la settima- momento di festa insieme accompagna- Mercoledì 4 marzo
parrocchiale. Si tratta di una realtà molto na, così come per il gruppo dei ragazzi delle ta da stand gastronomici e giochi per • ore 20,30 Messa e incontro con la comu-
attiva che opera attraverso l’ascolto delle superiori. Particolare cura viene dedicata al- bambini. “In quella settimana è tradizio- nità parrocchiale
problematiche delle persone e la distri- le giovani coppie e alle famiglie, con le quali ne celebrare Messa nelle quattro zone
buzione di vestiti e generi alimentari e vengono organizzati incontri mensili. Viene geografiche della parrocchia, solitamente
Venerdì 6 marzo
agisce in maniera coordinata con gli assi- inoltre dato rilievo agli anniversari di matri- all’aperto: Gambettola, Ponte Ospedalet-
• ore 10 Incontro con i bambini e gli inse-
stenti sociali di Gambettola e Longiano. monio: “La domenica più vicina alla festa di to, quartiere nuovo di Budrio verso Badia
Anche il Centro Auser è molto dinamico. San Giuseppe – dice don Tonino – festeggia- e la zona verso Cesena”. gnanti della Scuola elementare
Prima era comunale, adesso i responsa- mo i 25, i 50 e i 60esimi anniversari di nozze. La parrocchia è giovane anche nello spi- • ore 11 Incontro con l’azienda Martini
bili sono persone della parrocchia”. Inoltre abbiamo inserito una celebrazione rito e si è dotata di strumenti pastorali
Gli ambienti parrocchiali ospitano gran anche per i 10 anni e per il primo anniversa- moderni: oltre al giornalino “Pietre Vive”, Sabato 7 marzo
parte delle attività che vengono svolte rio di matrimonio, a cui facciamo seguire un che esce con scadenza annuale in occa- • ore 14,45Incontro con i ragazzi del Cate-
durante l’anno. rinfresco insieme”. sione della festa di settembre, è attivo an- chismo
Nel campo sportivo dietro la chiesa, per La parrocchia di Budrio è intitolata a Santa che il sito internet www.parrocchiabu- • ore 16 Incontro con i catechisti
esempio, si tiene Il Vacanziere, centro Maria di Cleofa (il marchese Federico Ghini, driofc.it curato da alcune giovani fami- • ore 16,45Incontri individuali con il ve-
estivo della durata di due mesi, “ben or- la cui moglie si chiamava proprio Cleofa, glie. Caritas, catechesi, famiglie, giovani, scovo
liturgia, sono alcune delle sezioni che si • ore 18,30Incontro con il gruppo sposi e
possono approfondire consultando il cena
portale, corredato, tra l’altro, da una co-
Prossime tappe della Visita pastorale del vescovo Douglas: lorata fotogallery e da informazioni rela-
Domenica 8 marzo
tive alle Messe e agli appuntamenti più
- dall’8 al 15 marzo: Crocetta e Montilgallo importanti della comunità. • ore 11 Messa conclusiva
Michela Mosconi
Vita della Chiesa Giovedì 26 febbraio 2015 7

✎ LA DOMENICA DI PAPA FRANCESCO |


subito lo Spirito lo spinse tempo di prova e di conversione,

“E nel deserto, e nel deserto


rimase quaranta giorni,
tentato da Satana. Stava con le
di Fabio Zavattaro ricorda che a distribuirlo ci sono
un centinaio di persone senza
tetto: “Come sempre anche oggi
bestie selvatiche e gli angeli lo
servivano”. Nel deserto a lottare con Satana qui in piazza coloro che sono nel
bisogno, sono loro stessi a portarci
Ventisette parole soltanto. Eppure una grande ricchezza: la ricchezza
dietro a questa breve e sommaria
descrizione si nasconde un grande
Per fare più spazio a Dio e ai poveri nella nostra vita della nostra dottrina, per custodire
il cuore”. Prendere il libretto, è
evento, che ci tocca direttamente. bisognoso di tutto. È luogo di morte che cosa conta davvero nella mia della violenza, che rendono la vita anche invito a cogliere che questo
Quaranta giorni nel deserto. il deserto, non c’è acqua, non si può vita? È quanto chiede Francesco sempre più dura e amara. È il è il tempo della conversione e della
Quaranta come gli anni in cui il coltivare nulla, non c’è vita, e forse dicendo di tenere lo sguardo rivolto nostro deserto quotidiano dal crescita spirituale, “che parte
popolo d’Israele rimase nel deserto, viene meno anche la speranza. alla Pasqua mentre attraversiamo il quale possiamo uscire, ed avere sempre dal cuore: lì dove si gioca la
“un lungo periodo di formazione - Eppure è il luogo dove proprio deserto quaresimale. Perché la anche noi i nostri angeli cui partita delle scelte quotidiane tra
affermava Benedetto XVI - per l’essere privati di tutto porta ad Pasqua “è la vittoria definitiva di guardare: sono i poveri che bene e male, tra mondanità e
diventare popolo di Dio”; un tempo affidarsi totalmente al Signore, Gesù contro il Maligno, contro il dobbiamo aiutare, sono i nostri Vangelo, tra indifferenza e
in cui la tentazione dell’infedeltà diventando così il luogo del dialogo peccato e contro la morte”. fratelli e sorelle che dobbiamo condivisione. L’umanità ha
verso l’alleanza con il Signore era con Dio. E torna la parola deserto: “È il luogo amare. Il nostro deserto può bisogno di giustizia, di pace, di
sempre presente. Quaranta come i Non pensiamo solo al deserto dove si può ascoltare la voce di Dio e diventare luogo abitato dalla amore e potrà averle solo
giorni di cammino del profeta Elia presente in alcune aree geografiche; la voce del tentatore. Nel rumore, bontà, dal perdono, dalla ritornando con tutto il cuore a Dio,
per raggiungere il monte Horeb, il il deserto è anche nella nostra vita nella confusione questo non si può misericordia, dall’amore. “Il che è la fonte di tutto questo”.
monte di Dio. quotidiana, giornate tristi, senza fare; si sentono solo le voci deserto quaresimale - dice Quaresima, tempo per correggere
E poi il deserto. Rappresenta la amore e senza perdono. Giornate in superficiali. Invece nel deserto Francesco all’Angelus - ci aiuta a anche i “tanti difetti che tutti
nostra vita, in un certo senso, con le cui non siamo capaci di avvicinare possiamo scendere in profondità, dire no alla mondanità, agli ’idoli’, abbiamo, e fare fronte alle
sue difficoltà e le sue debolezze, con l’altro, di tendere la mano a chi dove si gioca veramente il nostro ci aiuta a fare scelte coraggiose tentazioni che ogni giorno ci
la nostra volontà di ascoltare e la chiede il nostro aiuto. Ma è proprio destino, la vita o la morte”. conformi al Vangelo e a rafforzare attaccano”, ricorda Francesco. Il
nostra incapacità di resistere alle in questo deserto che facciamo la Nei nostri deserti rischiamo sempre la solidarietà con i fratelli”. tempo è compiuto, leggiamo
tentazioni. Il deserto è il luogo del prova dell’ascolto della parola di più spesso di trovarci a fare i conti Così quando invita a prendere un ancora in Marco, e il Signore è con
silenzio, della povertà; il luogo dove Dio, quando ci troviamo a con le belve e i demoni della libricino, che regala per vivere noi nel suo amore, nella sua
l’uomo è solo, privato di tutto e rispondere alla domanda di fondo: divisione, dell’invidia, dell’odio, meglio il tempo di Quaresima, misericordia, nella sua giustizia.

“La riforma I LAVORI DEL C9


CURIA ROMANA RIUNITA
IN VATICANO IN OCCASIONE
DEGLI AUGURI NATALIZI
NEL DICEMBRE SCORSO
(FOTO ARCHIVIO SIR)

della Curia
è nella linea della
Chiesa povera”
Il segretario del Consiglio di cardinali,
Marcello Semeraro: “Si tratta di un
‘ri-pensamento’ in vista di uno snellimento
e di una semplificazione della Curia romana”
e di “una maggiore rilevanza, anche esterna”

S
i è conclusa mercoledì 11 febbraio d’informazioni e pareri - in gran parte ha occupato Penso che con papa Francesco le ’dietrologie’ siano
l’ottava riunione del Consiglio di i mesi successivi alla notificazione della decisione proprio fuor di luogo. È sempre molto chiaro! A me
cardinali, il cosiddetto C9, istituito da del Papa sino alle prime sessioni del Consiglio - si è piace leggere il processo di riforma della Curia
papa Francesco per “aiutare il Santo passati alla fase di studio e, quindi, a quella della anche nella linea di quella ’Chiesa povera’ di cui il
Padre nel governo della Chiesa universale” e per formulazione di proposte. Papa parla sin dal principio del suo ministero sulla
studiare un progetto di riforma della Curia Cattedra di Pietro. Ricordo alcune parole della sua
romana. Il 12 febbraio e venerdì 13, in Vaticano, E ora cosa resta da fare? omelia del 24 aprile 2013 nella cappella di Santa
ha avuto luogo il Concistoro del Collegio Occorre anzitutto completare questa fase. Si terrà Marta. Ne presi subito nota, perché la settimana
cardinalizio per riflettere sugli orientamenti e conto che il Consiglio ha tenuto oltre una seguente ci sarebbe stata una sessione del Consiglio
sulle proposte per la riforma della Curia. In cinquantina di riunioni raccolte in otto sessioni di cardinali. Il Papa disse: ’E quando la Chiesa vuol
quella circostanza, è stato presentato il cammino (ultima è quella in corso in questi giorni di febbraio vantarsi della sua quantità e fa delle organizzazioni,
compiuto finora dal C9, con una relazione letta 2015), ma si aggiungerà pure che la riforma della e fa uffici e diventa un po’ burocratica, la Chiesa
da monsignor Marcello Semeraro, segretario del Curia romana non è stato l’unico tema trattato. Il perde la sua principale sostanza e corre il pericolo
Consiglio di cardinali. Ecco un suo bilancio. Consiglio di cardinali è stato istituito con il primo di trasformarsi in una Ong. E la Chiesa non è una
scopo di aiutare il Papa nella sua azione di governo Ong. È una storia d’amore… Tutto è necessario, gli
Eccellenza, al Concistoro presenterà la relazio- per tutta la Chiesa e anche questo è stato fatto. Si uffici sono necessari… Ma sono necessari fino a un
ne sulla riforma della Curia. Può anticiparci pensi, solo per un esempio, alla Pontificia certo punto: come aiuto a questa storia d’amore.
qualche contenuto? Commissione per la tutela dei minori, che ha Ma quando l’organizzazione prende il primo posto,
I cardinali, che sono i primi collaboratori e concluso in questi giorni i lavori della sua prima l’amore viene giù e la Chiesa, poveretta, diventa una
consiglieri del Papa, svolgono il loro compito sia plenaria. Intanto, si delineano già alcuni risultati, Ong. E questa non è la strada’. Ritengo che non si
singolarmente nei rispettivi uffici cui sono come quelli, annunciati da tempo, sulla possibilità debba trascurare questa ’chiave’, per comprendere
chiamati, sia collegialmente quando sono “Penso che con di raccogliere alcuni Pontifici Consigli in due più anche la riforma della Curia romana.
convocati insieme per trattare alcune questioni grossi Dicasteri.
di maggiore importanza. Questo è il caso del papa Francesco C’è anche l’auspicio che queste riflessioni ricadano
prossimo Concistoro straordinario. È dunque le ‘dietrologie’ A tal proposito, si parla di due grandi poli: laici-fa- poi sulle Chiese locali…
giusto che, a distanza di poco più di un anno miglia-vita e carità-giustizia-pace. È solo una Personalmente lo auspicherei. Non è difficile notare
dall’inizio della sua attività, il Consiglio riferisca siano proprio somma algebrica del preesistente, oppure c’è un che in molti casi, sia a livello nazionale, sia a livello
al Collegio dei cardinali sul percorso compiuto e fuor diverso modo di pensare e, quindi, di agire? diocesano (e talvolta perfino parrocchiale) quanto
sul lavoro svolto. Si ricorderà che in una riunione Per fare una semplice ’somma’ non ci sarebbe di all’organizzazione si tenda a imitare… la Curia
svoltasi il 24 novembre scorso analoga di luogo”. per sé bisogno di una riforma. Si tratta, piuttosto, di romana! Avere presente il principio che
informazione fu data ai Capi Dicastero della Semplificazione un ’ri-pensamento’ in vista di uno snellimento e di l’organizzazione deve sempre essere - come dice il
Curia romana. Ai cardinali si farà una sintetica una semplificazione della Curia romana, Papa - di aiuto alla storia d’amore che ogni Chiesa
relazione sull’attività e sui criteri che hanno auspicata anche progettato pure nella fiducia che alcuni deve raccontare agli uomini del proprio tempo
guidato la riflessione dei nove membri del a livello accorpamenti di Pontifici Consigli diano a essi una sarebbe ottimo correttivo e antidoto per alcune
Consiglio con l’esposizione di alcuni risultati maggiore rilevanza, anche esterna, e dunque una tentazioni, che sempre sono in agguato.
raggiunti, perché l’ampliamento della nazionale, maggiore incidenza. La riforma della Curia,
consultazione aiuti a migliorarli. diocesano tuttavia, potrebbe prevedere anche la creazione di Sono già stati programmati i prossimi incontri del
nuovi Dicasteri, se le circostanze lo richiedono. La Consiglio per il 2015? Quali sono i tempi per la
Qual è lo status attuale dei lavori? Può sintetiz- e perfino prima istanza è l’efficace corrispondenza alla nuova Costituzione sulla Curia romana?
zare il cammino compiuto dal C9? parrocchiale missione salvifica della Chiesa. I tempi per la conclusione dei lavori non saprei
In gran parte esso è noto attraverso le dirli. Non sarà, in ogni caso, per le ’calende greche’.
dichiarazioni del direttore della sala stampa della Ma la riforma della Curia è solo un’operazione di Posso dire, tuttavia, che le sessioni del Consiglio
Santa Sede. Dopo una prima fase, che chiamerei semplificazione di strutture? Non è che papa Fran- sono in calendario sino al dicembre 2015.
’euristica’, perché dedicata alla raccolta cesco vuole comunicare anche altro? Vincenzo Corrado
8 Giovedì 26 febbraio 2015 Attualità

SANTA SEDE ALL’EXPO


IL CARDINALE RAVASI: “ALL’INTERNO DEL PADIGLIONE C’È UNA GRANDE
MENSA: UN LUNGO TAVOLO INTERATTIVO PROPORRÀ AI VISITATORI UN
ITINERARIO DI SCOPERTA DEI ‘TAVOLI’ DELLA NOSTRA VITA QUOTIDIANA E
DEL LEGAME DI SOLIDARIETÀ CHE SI CREA PERCHÉ SI POSSANO SODDISFARE
LE DIVERSE FORME DI ‘FAME’ DELL’UMANITÀ (FOTO ARCHIVIO SIR)

“Per dialogare
con tutti
gli Stati”
Il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del
Pontificio Consiglio della cultura, illustra - con tre mesi
di anticipo - il calendario degli eventi “sotto l’ombrello”
della Santa Sede, organizzati in collaborazione con la
Conferenza episcopale italiana, l’arcidiocesi di Milano
e l’ospedale pediatrico Bambin Gesù

C
irca 900 metri quadrati in tutto, simbolo del pane: da una Che tipo di eventi “animeranno” il padiglione?
all’insegna della “sobrietà”, parola- parte, la dimensione Gli eventi promossi dalla Santa Sede nei sei
chiave “legata al tema dell’Expo e al materiale, fisica, concreta, mesi dell’Expo - su quattro ambiti tematici:
pontificato di papa Francesco”. È il con tutti i problemi sociali ’un giardino da custodire’, ’un cibo da
padiglione della Santa Sede all’Expo 2015, in che comporta e, dall’altra condividere’, ’un pasto che educa’, ’un pane
programma a Milano dal 1° maggio al 31 parte, l’aspetto più che rende Dio presente nel mondo’ - sono di
ottobre sul tema “Nutrire il pianeta, energia per simbolico, quello che ha a due tipi: caritativi e spirituali. Il primo
la vita”. che fare con la complessità evento caritativo è un evento Caritas, in
Con il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente della persona umana, che ha bisogno anche di programma il 19 maggio, con la
del Pontificio Consiglio della cultura e nutrimento interiore. All’interno del padiglione, nella collaborazione di Caritas Internationalis.
commissario generale della Santa Sede all’Expo, zona centrale c’è una grande mensa: un lungo tavolo L’ospedale pediatrico Bambin Gesù proporrà
abbiamo il privilegio di fare una sorta di “visita interattivo proporrà ai visitatori un itinerario di tre incontri - il 5 giugno, il 19 settembre e il
guidata” in anteprima, scoprendo anche - con scoperta dei ‘tavoli’ della nostra vita quotidiana e del 22 settembre - sul rapporto tra bambino e
tre mesi di anticipo - il calendario degli eventi legame di solidarietà che si crea perché si possano cibo: il primo sulle allergie, il secondo
“sotto l’ombrello” della Santa Sede, organizzati Pur non essendo uno soddisfare le diverse forme di ‘fame’ dell’umanità’. sull’alimentazione, il terzo sulle malattie
in collaborazione con la Conferenza episcopale Stato, infatti, la Santa Sulle due pareti laterali, alcuni video raccontano metaboliche. La Cei, il 5 settembre, celebrerà
italiana, l’arcidiocesi di Milano e l’ospedale quello che la carità cristiana già realizza in diversi all’interno del nostro padiglione la Giornata
pediatrico Bambin Gesù. Ma “la richiesta è Sede celebra - come Paesi: c’è l’ambiente africano, con il Burkina Faso, la del creato, sul tema della destinazione
fortissima, anche da parte degli Stati”, spiega il tutti gli Stati presenti Siria, con le istantanee di un’umanità che soffre, e le universale dei beni, ma anche del creato
cardinale Ravasi, e così la Santa Sede ha alla kermesse immagini di papa Francesco con le sue dichiarazioni come ’tempio’, come componente
concesso il patrocinio a numerosi altri eventi. essenziali attorno al tema centrale. trascendente in cui l’uomo è inserito per
“Dobbiamo dialogare con tutti gli altri milanese - il suo Due grandi opere d’arte, infine, si alterneranno sulla coltivarlo e custodirlo, secondo il dettato di
padiglioni, e quindi idealmente con tutti gli “national day”: la data parete di fondo: la prima è una originalissima ‘Ultima Genesi. Tra gli eventi di carattere più
Stati, perché in ognuno di essi esiste una scelta è l’11 giugno, cena’ di Tintoretto, che viene dalla chiesa di san spirituale rientrano il ’National day’ della
presenza cattolica”, precisa il cardinale. Pur non Trovaso a Venezia, dove il tema è affrontato con Santa Sede - in programma l’11 giugno con
essendo uno Stato, infatti, la Santa Sede celebra con un momento accenti molto umani, alquanto diversi dalla sacralità a una speciale edizione del Cortile dei Gentili,
- come tutti gli Stati presenti alla kermesse istituzionale e cui ci ha abituati Leonardo; la seconda è un arazzo all’interno del Padiglione - e due eventi da
milanese - il suo “national day”: la data scelta è un’edizione speciale molto rilevante di Rubens che viene da Ancona, realizzare in città, in collaborazione con
l’11 giugno, con un momento istituzionale e sempre sulla cena di Gesù. l’arcidiocesi di Milano: uno probabilmente
un’edizione speciale del “Cortile dei Gentili”. del“Cortile dei Gentili”. al Teatro Del Verme, in centro, e l’altro in uno
Anche la Cei celebrerà a Milano la Giornata del Anche la Cei celebrerà La tavola come fulcro intorno al quale ruota la visita spazio laico - ancora da decidere - per
Creato, all’interno del padiglione della Santa a Milano la Giornata e il “protiro” come Cortile dei Gentili “ante litteram”. trattare un argomento di confronto tra
Sede, il 5 settembre. “Speriamo che ci sia già È il dialogo il modo con cui la Santa Sede ha scelto di credenti e non credenti, legato alla prossima
l’enciclica del Papa sull’ecologia”, l’auspicio del del Creato, all’interno “prendere posizione” sull’Expo? enciclica del Papa, e in particolare al tema
porporato. del padiglione della La Santa Sede non è uno Stato, è di supporto allo Stato dell’ecologia umana. All’Università Cattolica,
Santa Sede, il 5 della Città del Vaticano, però ha una caratteristica che il 7 ottobre, è in programma l’evento ’A
Eminenza, cosa vedremo visitando il padiglio- nessuno Stato può vantare: l’80 per cento del suo tavola con Dio e con gli uomini’, mentre il
ne della Santa Sede all’Expo? settembre.“Speriamo territorio è costituito da parchi e da opere d’arte, che giorno precedente, nella stessa sede, ci sarà
Prima di tutto c’è l’impatto esterno, con due che ci sia già l’enciclica sono il cibo dello spirito. Non è nella natura della ’Mind-eat’, una giornata sul tema:
scritte, che sono le due frasi fondamentali di del Papa sull’ecologia”, Santa Sede, dunque, identificarsi o caratterizzarsi per ’Alimentazione e salute mentale, tra miti e
natura biblica attinenti al tema dell’Expo e interessi particolari: dobbiamo invece dialogare pregiudizi’. Il 27 ottobre, infine, una Giornata
scelte come titolo specifico del padiglione della l’auspicio idealmente con tutti gli altri padiglioni, e quindi con a carattere interreligioso, organizzata
Santa Sede: ’Non di solo pane vive l’uomo’ e del porporato tutti gli Stati, perché in ognuno di essi esiste una dall’arcidiocesi di Milano.
’Dacci oggi il nostro pane’. Sono i due aspetti del presenza cattolica. M. Michela Nicolais

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

TORINO 25 aprile 2015: Pellegrinaggio diocesano presieduto dal nostro vescovo monsignor Douglas
Regaeri, in occasione dell’Ostensione della Santa Sindone. Pullman G.T., pranzo libero, celebrazione della
Santa Messa nel Santuario della Consolata. Le iscrizioni sono aperte 50 euro
Prenotazioni presso: Centro Pastorale, corso Sozzi, 39, tel. 0547 611001 - Parrocchie
Ufficio diocesano Pellegrinaggi, via Giovanni XXIII, tel. 0547 610280 - Unitalsi: Umberto 329 6484489; Giovanna 333 2995808

TERRA SANTA dal 6 al 13 agosto 2015: Pellegrinaggio presieduto dal nostro vescovo monsignor Douglas Regaeri.
Pullman da Cesena, volo da Verona: il Monte Carmelo, Nazareth, il Monte Tabor, i Santuari del Lago, Betlemme, Gerico, Qumran,
Gerusalemme. Hotel comodissimi, pensione completa, accompagnatore. Le iscrizioni sono aperte 1.195 euro

LISIEUX dal 6 al 9 luglio 2015: Pellegrinaggio diocesano presieduto dal nostro vescovo monsignor Douglas Regaeri,
in visita ai luoghi della famiglia dei bea coniugi Luigi e Zelia Marn, genitori di Santa Teresa di Gesù Bambino.
Caen, Lisieux, Alencon; escursione a Mont St. Michel. Le iscrizioni sono aperte 840 euro

LOURDES Partenze in aereo e in pullman da marzo a oobre voli da Bologna, Ancona, Bergamo e Verona; bus da Rimini e Cesena
SANTIAGO DE COMPOSTELA Possibilità di pellegrinaggi di gruppo o individuali. Programmi organizza o in libertà
Attualità Giovedì 26 febbraio 2015 9

l Copercom (Coordinamento delle associazioni


Ipatrocinerà
per la comunicazione - www.copercom.it)
nella gratuità dell’amore”).
Il Coordinamento “seguirà anche il momento clou
SuperAbile
anche quest’anno la Settimana della della Settimana: il Festival della Comunicazione” di Arianna Maroni
Comunicazione (10-17 maggio 2015), giunta alla (Cosenza, 10-17 maggio), organizzato in
decima edizione e promossa da Figlie di San Paolo collaborazione con la Diocesi, “attraverso il sito, le GIOCHI PER TUTTI
e Società San Paolo. “La manifestazione, nella sua pagine dei social network e la propria rete
Settimana portata comunicativa - scrive il presidente associativa”. La scorsa edizione ha coinvolto oltre I bambini con disabilità hanno il diritto di gio-
Domenico Delle Foglie ai promotori -, dà un 40 città, sostenuta da diocesi e da enti ecclesiali e care in spazi adatti alle loro esigenze. Parliamo
della significativo risalto al messaggio del Papa per la
Giornata mondiale delle comunicazioni sociali” (il
culturali. La manifestazione rappresenta un
“unicum nel panorama ecclesiale e culturale
di parco giochi inclusivi. A parlare ancora di
inclusione potremmo quasi sembrare noiosi,
17 maggio si celebrerà la 49ª sul tema “Comunicare italiano”. ma se proviamo a riempire questa parola di si-
comunicazione la famiglia: ambiente privilegiato dell’incontro Info: www.settimanadellacomunicazione.it. gnificato, scopriremmo che altro non è che la
possibilità di azioni quotidiane reali e con-
crete. Inclusione è far parte (della collettività) e
poter fare (autonomamente); è ciò che ci avvi-
cina alla realizzazione del nostro pieno diritto
di cittadini. E cittadini sono anche i bambini
ALIBI FINITI. La serie di misure messe che, in quanto tali, dovrebbero solo avere la

in campo dal governo vanno nella


olo jobs act preoccupazione di giocare. Niente di più natu-
rale che condividere uno spazio sicuro e libero

direzione giusta: liberare risorse per


le aziende e rendere più fluidi
Non s per divertirsi. Ma può bastare una carrozzina a
mettersi di mezzo e addio giochi. Prova tu a sa-
lire sull’altalena o sul sentiero pendente se sei
carrozzato! A meno che non ci troviamo in un
parco giochi per tutti, un parco giochi inclu-
i meccanismi di entrata e uscita dal sivo. Cosa sono, quindi, i parchi giochi inclu-
sivi? Sono aree attrezzate con singole giostre o
lavoro. Senza parlare dei tagli all’Irap interi spazi dove anche i bambini con disabi-
lità - fisiche o sensoriali - o con problemi di
e delle facilitazioni fiscali per assumere movimento possono giocare in sicurezza, in-
sieme a tutti gli altri. In definitiva, spazi privi di
i giovani. Tutto il Paese attende lo scatto barriere architettoniche o sensoriali per muo-
versi liberamente utilizzando strutture adatte
del mondo industriale che prevede alla fruizione da parte di piccoli che possono
(FOTO ARCHIVIO SIR) avere bisogno di ausili o avere difficoltà, siano
150mila nuovi posti di lavoro sensoriali o di movimento. Ci sono ad esempio
le altalene sulle quali si può salire con la pro-
pria carrozzina, ma anche tunnel giganti per

Ora tocca agli imprenditori giocare a nascondino, giostrine girevoli o ca-


stelli con rampe per accedervi senza difficoltà,
come pure percorsi sonori. Inutile dire che
anche l’area dovrebbe rispettare la piena ac-
cessibilità, così da essere raggiungibile da

C
on l’enorme difficoltà che costa dall’altra parte del manico: si può sfidare nuovi mercati, innovare il prodotto chiunque, senza impedimenti e barriere di
in Italia cambiare qualcosa, il assumere più facilmente, con più e promuoverlo con efficacia. Fare il sorta. C’è un gran bisogno di questi spazi, che
governo Renzi sta inanellando convenienza (fiscale) per l’azienda, con mestiere dell’imprenditore, insomma: ci attualmente in Italia sono pochi, ma inizia a
punti su punti nel tentativo di molte più probabilità per il giovane di un sono più imprese nel Nordest che in tutta diffondersi l’informazione in merito, grazie in
rilanciare l’economia italiana, pur inserimento in azienda, piuttosto che un la Russia, non possiamo aver cancellato particolare all’azione di due mamme che non
nell’assoluta carenza di risorse continuo sfruttamento nel segno del qualcosa che abbiamo nel Dna da secoli. si arrendono. Loro sono Claudia Protti e Raffa-
economiche a disposizione. Perché fare precariato. Se si pensa che la flessibilità E non è vero che tutto è impossibile. Forse ella Bedetti, mamme di Samuele, Cristian e
sontuose nozze con i fichi secchi - senza dell’ultimo decennio s’era trasformata la dichiarazione di Renzi (“la nostra Mattia. Si sono conosciute a una iniziativa pro-
cioè denari da poter spendere e spandere quasi completamente in precariato, manifattura raggiungerà quella tedesca”) mossa da Famiglie Sma (Atrofia Muscolare Spi-
- è esercizio obiettivamente difficile. Così prima lavorativo e poi quasi è una smargiassata, ma il rilancio di Fiat e nale), vivono in Romagna e sono diventate
l’esecutivo s’è mosso tramite investimenti esistenziale… Proprio in queste ore Maserati stanno a significare che, con amiche così come lo sono diventati i loro bam-
mirati, e cambiamenti di regole. Una Confindustria parla della possibilità di buone idee e rimboccandosi le maniche, bini, che avrebbero voluto giocare insieme al
sforbiciata all’Irap per far respirare le creare 150mila nuovi posti di lavoro entro siamo ancora noi gli artefici della nostra parco. Sull’altalena. Sullo scivolo. Sulla sabbia.
aziende dal punto di vista fiscale (e non un anno. Noi tutti li aspettiamo con fortuna. Il fatto che Cristian sia su una carrozzina non
farle scappare vieppiù all’estero); i famosi trepidazione. Se proprio proprio il governo vorrà dare lo permette, e anzi mette in evidenza il pro-
“80 euro” che sono stati la prima Si può fare di più? Sempre. Soprattutto, una bella propulsione al tutto, blema barriere architettoniche nei parchi gio-
restituzione di denaro in busta paga a d’ora in poi servirebbe una politica indichiamo due strade interessanti: la chi, problema col quale Raffaella combatte da
memoria di lavoratore italiano; la scelta industriale più raffinata, capace di rivoluzione del mercato dei capitali (la sempre. Che fare dunque? Claudia e Raffaella
che si avrà di trasferire volontariamente aggiustare la mira e colpire nei due-tre Borsa è minuscola, non si può passare decidono di rivolgersi alle istituzioni per sensi-
nel salario anche il Tfr; il tentativo di punti vitali per la nostra economia. La sempre attraverso le banche e c’è tanta bilizzare “dall’alto”sulla mancanza di spazi di
salvare l’Ilva, la più grande acciaieria fase emergenziale pian piano deve liquidità in cerca di occasioni). E una gioco e strutture dove tutti i bambini – anche
italiana; le mani sulla scuola italiana, cioè lasciare il posto ad una strategia di falciata - vera - alla selva di burocrazia che quelli disabili e in carrozzina – possano diver-
sulle radici dalle quali si svilupperà la rilancio per i prossimi decenni, non per i ammorba la vita degli italiani e spaventa tirsi insieme. Nella mattinata di sabato 28 feb-
buona occupazione di domani… prossimi mesi. terribilmente gli stranieri. Perché dentro braio verrà inaugurato al Parco “Campo della
Insomma, tanta carne al fuoco, Ma togliamoci dalla testa che le cose vi vedono assurdi ostacoli Fiera” di Santarcangelo di Romagna (Rm) un
soprattutto se al carico si aggiunge il Jobs possano andare bene per decreto legge. all’intraprendere, giustificati o per tenere gioco inclusivo, ovvero una giostra che potrà
Act. La politica fa la cornice, il quadro lo in vita una colossale macchina pubblica, essere utilizzata da bambini con e senza disa-
Ora l’iter legislativo s’è completato e si dovrebbero fare gli operatori economici. o per foraggiarla tramite buste bilità, in tutta sicurezza.
può assumere con le nuove regole; c’è chi Vuol dire investire, crescere in “lubrificanti” degne di un Paese del Terzo Questa installazione è il risultato della collabo-
le ha soppesate con particolare dimensioni, superare mondo. Adelante, dunque, e senza tanto razione tra l’amministrazione di Santarcangelo
attenzione dal lato dei licenziamenti, ma quell’individualismo italico che nel juicio. e di due mamme speciali Claudia Protti e Raf-
la vera portata della nuova legge sta mondo globalizzato è solo un limite, Nicola Salvagnin faella Bedetti, impegnate a far conoscere e dif-
fondere la cultura dei parco giochi inclusivi
anche attraverso il loro blog, giochipertutti.

il Periscopio di Zeta

Ancora sulla bolletta Hera. Torna il rompicapo. Pazienza. Che vuoi farci? Ma il mio amico
Un manuale aiuta il cittadino-utente-contribuente. Ma non basta Pino, sempre quello dell’altra volta, non
demorde. Ha fatto l’autolettura e nel mese
Il rebus dei consumi medi presunti scorso ha ricevuto una bolletta del tutto
accettabile. Poi, però, sempre Pino si è

I
ntendiamoci: non ho nulla contro Hera, né tantomeno contro chi in dimenticato che l’autolettura va fatta ogni
Hera ci lavora. Devo però tornare in argomento bollette. Dico devo mese e pochi giorni fa ha avuto un’altra
perchè vorrei dare voce al cittadino-utente che non può fare nulla amara sorpresa: la bolletta che lui riceve
se non adeguarsi a quanto gli capita. Provate voi a non pagare la ogni 30 giorni (è un grande contribuente!)
bolletta. Io non l’ho mai fatto, ma immagino che sarebbe assai difficile sfiora i 500 euro.
continuare a scaldarsi durante l’inverno e anche a scaldare l’acqua. Che fa Pino a questo punto? Ancora una
Torniamo a noi. Dopo il pezzo pubblicato sempre in questo spazio l’8 volta non contento, cerca di capire. Gira e
gennaio scorso, da Hera mi è arrivato via online un manualetto così rigira la bolletta. Va a fondo delle sue lauree
intitolato: “Come leggere la bolletta e le altre cose da sapere… e della sua pazienza. Poi chiama il numero
(seguono i simboli di gas, acqua, energia, igiene ambientale e verde. Al telefono con una gentile signora
teleriscaldamento)”. Si tratta di 16 paginette in cui il cittadino-utente- Ah, ecco spiegato l’arcano: Hera non c’entra scopre che in effetti gli sono stati
contribuente viene accompagnato nella guida alla lettura di una nulla. Adesso ho capito: c’entrano il Comune e conteggiati dei consumi stimati medi
bolletta che assomiglia più a un cruciverba targato Bartezzaghi che a altri enti del territorio e poi il governo. E’ con loro giornalieri un po’ fuori della norma.
un resoconto articolato dei consumi e dei relativi costi. che uno se la deve prendere se pagando la Rispetto a una media nei mesi invernali che
Il manuale avvisa subito il “gentile cliente” che, riporto testualmente, bolletta del gas scopre che il costo della fornitura va da 10 a 13,9 metri cubi al dì, al mio
“le bollette non possono essere semplici. L’importo finale è il risultato non raggiunge mai il 50 per cento di quanto si amico Pino ne sono stati conteggiati come
di un calcolo complicato di cui le dobbiamo dare conto”. E poi inizia la deve sborsare. Peccato che poi non si arrivi mai a presunti 17,5. Sì, avete letto bene: 17,5. Il
spiegazione. “Il calcolo è complicato – è scritto – perchè comprende capo di nulla. Il Comune dice che non fa i bilanci. motivo? Rimane ignoto anche a chi
una quota di tasse decisa dal Tesoro e dagli Enti Locali, ed è costruito Lo Stato è da sempre al verde e noi… lo risponde al numero verde, ma la bolletta
su parametri decisi dalle autorità di settore”. diventeremo presto. rimane da pagare. Per intero. (872)
10 Giovedì 26 febbraio 2015 Cesena

All’Istituto "Pascal" un museo sezione Tecnologia. Il Museo, oltre a una


raccolta di strumenti e attrezzature di
dai laboratori.
Presente anche una sezione di strumenti
interesse culturale, vuole essere un informatici. L’Istituto "Pascal" aveva
aperto a tutta la città documento di vita vissuta ed uno
strumento attraverso cui ripercorrere la
intuito, già dagli anni Ottanta,
l’importanza dell’Informatica, tanto da
storia dell’Istituto e l’evoluzione della aver ottenuto questa specializzazione
All’Istituto tecnico tecnologico visite guidate gratuite e ha già scienza e della tecnica. Con la visita al unica nel suo genere in tutta la provincia di
(Itt) "Pascal" (già Iti) di Cesena registrato circa 250 visitatori. museo è possibile comprendere che cosa Forlì-Cesena. E’ possibile prenotare le
apre al pubblico il Museo L’apertura al pubblico è frutto di siano l’Elettronica, le Telecomunicazioni e visite guidate telefonando allo
dell’elettronica e dell’informatica. un accordo fra l’Istituto e il Museo l’Informatica, toccando quasi con mano 0547/22792 (Itt Pascal) oppure allo
Lo spazio espositivo, attivo dal di Scienze Naturali del Comune di l’evoluzione che hanno avuto nel tempo. 0547/356442 (Museo di Scienze). Il museo
2009, da quest’anno accoglie il Cesena, del quale le sale dell’Itt Oltre a queste discipline, nel museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 12,
pubblico esterno alla scuola e “Pascal” costituiscono oggi la trovano posto altri strumenti provenienti escluso la domenica. (Bab)

In crescita il "Righi" e Ragioneria. Buon debutto per il nuovo liceo "Almerici"

C Iscrizioni:inumeri
hiuse le pre-iscrizioni, le scuole dovebbero essere confermate), cresce
superiori fanno i conti con le poi quello delle Scienze umane (+32),
scelte dei ragazzi. Nel viaggio mentre perde l’Economico sociale (-
tra chi sale e chi scende, a 35). "Il nostro liceo raggiunge un
Cesena sono lo Scientifico e numero ragguardevole di iscritti in
Ragioneria a registrare l’aumento più
forte: non dati eclatanti ma comunque
significativi, considerando il numero
inferiore di alunni di terza media
rispetto lo scorso anno.
alleSuperiori tutti i suoi indirizzi - afferma il preside
Giancarlo Domenichini -. Colpisce il
successo del classico tradizionale, in
assoluta contro tendenza rispetto al
dato nazionale. L’impegno di tanti
Complessivamente si registrano una docenti per avviare una didattica
sessantina di iscrizioni in meno per efficace e innovativa, le numerose
una questione anagrafica: i cesenati iniziative, le dotazioni all’avanguardia,
nati nel 2001 (la generazione che a il tradizionale valore aggiunto degli
settembre farà il suo ingresso alle studi umanistici portano a questo
superiori) sono 722 contro i 764 del risultato".
2000, l’anno del ’baby boom’, quando Qualche iscritto in meno anche per il
tante coppie hanno programmato un liceo linguistico, che scende da 243 a
figlio per l’inizio del millennio. 231. "La fiducia accordata è per noi la
Le iscrizioni per via telematica alle migliore conferma della bontà del
scuole superiori sono terminate il 15 percorso intrapreso per dare un profilo
febbraio, ma le famiglie ritardatarie alto e di eccellenza alla nostra scuola
avevano ancora una settimana di di recente formazione", sottolinea la
tempo per completare la procedura, preside Simonetta Bini.
rivolgendosi alle segreterie degli Tra i professionali, mantiene la
istituti. successo per la dirigente scolastica Susi dalla Fondazione Almerici: l’indirizzo posizione l’istituto Versari-Macrelli (da
Entrando nel dettaglio, il liceo ’Righi’ Olivetti sono "da un lato l’accoglienza che sportivo guadagna dieci matricole in più 184 a 176), con l’indirizzo grafico più
incassa, compresa la sede di Bagno di viene riservata agli studenti soprattutto (da 16 a 26), mentre quello europeo passa gettonato. "Il nostro trend è
Romagna, 307 neo iscritti contro i 271 del primo biennio, con una forte da 4 a 5 iscrizioni per un totale di 31 confermato. Si tratta di numeri che
dello scorso anno. "Un aumento attenzione alla persona e al suo bisogno studenti. "Un incremento importante", sono destinati a salire, a settembre,
consistente di questi tempi", di essere accompagnata nell’inserimento dice il preside Tiziano Mariani, con il passaggio degli allievi da altre
sottolinea il vice preside Marino in una nuova realtà scolastica, e dall’altro riferendosi al liceo nato dalla fusione di scuole", rileva il dirigente scolastico
Mengozzi. Fra i tecnici fa un balzo in la forte integrazione della scuola con il quello dell’Immacolata e del Sacro Cuore. Mauro Tosi. Crolla l’Iti Pascal (da 214 a
avanti l’istituto commerciale ’Serra’ mondo del lavoro". Da sempre attenta Stabile il liceo ’Monti’ che registra solo 150) l’Agrario si ferma a 203 (220
che passa da 156 a 180 iscritti, con una alle esigenze del mercato del lavoro, qualche iscritto in meno, passando da 284 l’anno scorso) e Geometri a 42 (55 nel
lieve preferenza per l’indirizzo Ragioneria ha scelto di introdurre lo a 279. Alla paventata crisi del latino e 2014). L’istituto Comandini, infine,
Amministrazione finanza e marketing studio della lingua russa. greco risponde con i numeri dell’indirizzo diminuisce da 108 a 95.
rispetto al Turismo. La ricetta del Soddisfazione anche per il liceo gestito Classico (da 78 a 76, le tre prime classi Francesca Siroli

Nuove attività Parrocchie | Festa della famiglia a Sant’Egidio


Bio-pizza in città
La pizza biologica a km zero sbarca a
Cesena. La scorsa settimana è stata
inaugurata la pizzeria Qbio in via Mulini 22,
nei locali che in passato hanno ospitato il
bar "Caino”.
Forti dei lusinghieri riscontri ottenuti nei
primi mesi di apertura di Qbio in piazzale
della Vittoria a Forlì, i soci Luca Zanotel,
Luca Montanari e Gianluca Mondardini
lanciano anche a Cesena la nuova pizzeria
Qbio, associata a Confartigianato cesenate
dei cui servizi e consulenze ha potuto
beneficiare per l’apertura dell’attività, con
impasti madre, farine biologiche, acqua
alcalina, bevande, verdure e frutta bio
proveniente dall’azienda agricola. Per i
titolari la scelta del bio non è né una moda
né un business, ma prima di tutto una scelta,
uno stile di vita e un approccio culturale
all’alimentazione fragrante e salutista. Ne è Centocinquanta gli inviti e numerosissima la partecipazione. da don Gabriele Foschi e don Filippo Cappelli ha ricordato gli
prova anche il fatto che Luca Zanotel è Domenica 8 febbraio la comunità parrocchiale di Sant’Egidio sposi che nel 2015 festeggiano particolari anniversari: sono
titolare della gelateria "Puro & Bio" in corso di Cesena ha celebrato la festa della famiglia con una Messa oltre 150 le coppie che nell’arco dell’anno ricordano i 10, 20,
Garibaldi, una delle più frequentate e nella quale tutte le coppie di sposi hanno rinnovato le 25, 30, 40, 50, 55 e 60 e oltre (c’è chi ricorda i 69!) anni di
apprezzate a Cesena. promesse matrimoniali. Nell’occasione la comunità guidata nozze.

E’ morta Addio alla signora Annunziata Pistocchi, una


delle decane della città di Cesena, morta la
vicini di casa, che le erano molto affezionati,
godevano dei suoi piccoli concerti: da
Tina si era trasferita presso la famiglia di un
nipote a Monfalcone, mantenendo
scorsa settimana all’età di 107 anni (li aveva pianista professionista qual era stata, si comunque i contatti con gli amici cesenati.
nonna compiuti pochi giorni fa) a Monfalcone, dove
si era trasferita da qualche tempo a casa di
esercitava al pianoforte praticamente ogni
giorno. Ma si dilettava anche con il
Negli ultimi tempi le forze avevano
cominciato ad abbandonarla e aveva
Annunziata un nipote. Ma fino al 2012 Tina (così tutti la
chiamavano) è stata, a dispetto delle oltre
giardinaggio, orgogliosa della bellezza e del
profumo dei suoi fiori.
rinunciato anche al pianoforte "perché non
riusciva più a suonare bene come avrebbe
100 primavere, una delle più assidue e Il suo compleanno era sempre un’occasione voluto", come racconta una vicina di casa
Aveva vivaci frequentatrici della sede della Croce di grandi festeggiamenti, come conferma il cesenate che l’aveva sentita qualche mese
Bianca, in contrada Dandini, dove si recava sindaco Paolo Lucchi, che più di una volta vi fa. Ma fino all’ultimo ha mantenuto la
107 anni quasi quotidianamente e spesso allietava gli
altri ospiti suonando il pianoforte. E anche i
ha partecipato per fare gli auguri alla
signora Tina.
prontezza di spirito che la
contraddistingueva.
Speciale Giovedì 26 febbraio 2015 11
Monsignor Antonio Lanfranchi, morto la scorsa
settimana a 68 anni a causa di una leucemia
(Foto Mauro Armuzzi)
Un grande cuore
Sei anni ricchi
e intensi
L’educazione dei giovani, la sua grande
passione. E poi la vita della città,
l’ascolto della Parola di Dio, l’unità
della "famiglia diocesana" con le sue
diversità di storie e di sensibilità. È
difficile riassumere in poche righe i
tratti caratteristici del ministero
episcopale del vescovo Antonio a
Cesena-Sarsina, sei anni intensi e
ricchi di prospettive. Questi però mi
sembrano gli aspetti salienti. E, al di
sopra di tutto e in ogni momento,
l’attenzione alle persone e la
cordialità dei rapporti con tutti.
Aveva il cuore grande, don Antonio.
Accogliente e generoso. Ma aveva
anche una acuta intelligenza e
apertura di sguardo. Le sue analisi e
indicazioni affondavano radici in studi,
letture, confronti. Sapeva chiedere
consigli e non rifiutava il dialogo con
nessuno, capace di mostrare la
bellezza del Vangelo e dell’esperienza
cristiana con grande passione e
desiderio di incontro.
Nei diversi contesti in cui si trovava,
monsignor Lanfranchi amava ripetere

Un padre, un amico
Non sono mancati i momenti difficili, come di aver trovato a Cesena una Chiesa
l’esperienza drammatica del terremoto viva. E che sentiva forte su di sé la
prima e dell’alluvione, che hanno colpito la responsabilità di far lievitare questa
nostre terre e le nostre comunità, ma anche ricchezza, soprattutto qualificandola
momenti di gioia profonda come la

"Don Antonio"
come coscienza critica e vigilante,
beatificazione di Rolando Rivi, da te capace di incidere nella vita delle
fortemente desiderata, l’inizio della visita persone e del territorio. "La Chiesa è
pastorale che tanto ti aveva entusiasmato, sempre Chiesa nella città", ribadiva
la presenza in mezzo ai giovani che avresti costantemente. "Parte integrante

sempre vicino ai fedeli dovuto accompagnare la scorsa estate in


pellegrinaggio in Terra Santa. In questo
momento sono tanti i ricordi e i momenti
vissuti insieme che affollano il nostro cuore.
Sei tu stesso che nel tuo Testamento ci
della vita del territorio e anima della
società". Come fare, in concreto? Gli
chiesi una volta. La risposta fu pronta:
"In due modi", disse. "Diventando
compagni di strada di tutti, con la
Monsignor Antonio Lanfranchi è morto martedì confidi da dove attingevi la forza e il vigore condivisione dei problemi del nostro
per il tuo ministero; così scrivevi: "Con
17 febbraio a Modena. Tantissima gente ai funerali verità devo confessare che il filo d’oro che
tempo. E radicandoci sempre più nella
relazione con Cristo nel Vangelo".
Quasi 250 tra sacerdoti e diaconi, 24 i vescovi ha unito la mia vita è l’amore Emblematico di questo spirito è
misericordioso di Dio e solo quello; amore un’altra considerazione, per certi versi
che si è manifestato nel dono della vita, sorprendente, che mi confidò alla
Modena, giovedì 19 febbraio, le esequie di monsignor Lanfranchi, della vocazione al sacerdozio, nel dono vigilia della festa di San Giovanni
presiedute dal cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna dell’episcopato, nella grazia di essere Battista nel 2004, la sua prima
vissuto nella Chiesa, nei vari presbiteri, celebrazione del patrono di Cesena. Gli
nelle comunità. Quante grazie! Tante volte avevano raccontato del centro
mi sono chiesto: Dove potresti essere ora se cittadino invaso da bancarelle e
il Signore non ti avesse chiamato? Quale attrazioni varie, forse per fargli notare
sarebbe stato il tuo destino? Ringrazio il lo stridore fra sacro e profano. Ma lui
Signore di non avermi mai abbandonato aveva un’altra visione. "Mi sembra un
con il suo amore". tratto bello - rispose - che tutto ciò sia
L’amore misericordioso del Signore che ti attorno alla Cattedrale, nel senso che
ha guidato, è l’amore misericordioso che la Cattedrale raccolga attorno a sé le
hai donato a noi come Padre e Maestro esperienze della vita, della festa,
nell’annuncio della Parola e nella dell’incontro, dello scambio. Mi piace
presidenza dell’Eucaristia, nel servizio ai perché in questo vedo da una parte la
poveri in una carità che come insegna il Cattedrale come segno della Chiesa
vangelo deve rimanere nascosta e visibile che richiama ad alzare sempre lo
solo al Padre che vede nel segreto. Ma il sguardo, e dall’altra non ha paura di
Magistero più alto e più vero ce lo hai mostrare che la fede si incarna in
donato in questi mesi con l’offerta della tua quelle che sono le manifestazioni della
sofferenza e della tua malattia per la nostra vita".
comunità diocesana! Ci hai insegnato che In quello stesso giorno si sarebbe
nulla è privo di senso e di significato se lo ricostituito il Consiglio pastorale
Migliaia di persone per il funerale del vescovo Antonio. Nel duomo di Modena, sappiamo vivere nell’amore e per amore! diocesano, per cui fu immediato
giovedì della scorsa settimana è stato dato l’ultimo saluto a monsignor Lan- Hai combattuto con forza ed energia per insistere sulla sua visione di Chiesa.
franchi, per sei anni pastore della nostra diocesi. Ha presieduto le esequie il poter riprendere a pieno ritmo il tuo "Non ho in testa una Chiesa
cardinale Carlo Caffarra, arcivescovo di Bologna. Ha tenuto l’omelia il vesco- ministero, e alla fine non ti sei arreso alla omogeneizzata, totalmente uniforme,
vo di Brescia, monsignor Luciano Monari che negli anni piacentini ha cono- malattia, ma ti sei consegnato all’amore ma una Chiesa che vive l’unità nella
sciuto molto bene "don Antonio" quando lo scelse come suo vicario generale. misericordioso del Signore. diversità, componendola dentro alla
Quasi 250 i preti e i diaconi che hanno preso parte all’Eucaristia. Ventiquattro Carissimo vescovo Antonio, vogliamo dire comunione", spiegò. "E nello stesso
i vescovi tra cui i "nostri cesenati" Regattieri, Garavaglia e Biguzzi. Molto folta a tuo nome,e a nome dei tuoi parenti, un tempo sono convinto che la fede
la partecipazione da Piacenza e dal paese natale di Lanfranchi, Grondone di grande grazie a tutti coloro che in questi esprime pienamente la sua fecondità
Ferriere. Numerose le autorità civili e militari, tra cui il vice sindaco di Cesena mesi ti sono stati vicini con tanto amore e quando si traduce in cultura, in modi
Carlo Battistini e il presidente nazionale dell’Azione Cattolica Matteo Truffel- affetto, don Giovanni e don Franco, la di vita che informano la mentalità, che
li. Diverse decine le persone provenienti dalla nostra diocesi (anche alcuni signora Carmela e la cugina Angela, i tuoi creano legami tra le persone. E dunque
diaconi) e una dozzina i sacerdoti concelebranti. Tutti indistintamente hanno fratelli e nipoti, il dott. Francesco Sala, il quando la comunione si trasforma in
manifestato un grande affetto al vescovo Antonio morto a 68 anni a causa di prof. Mario Luppi, insieme alla sua equipe, una fraternità concreta, dove ognuno
una terribile leucemia manifestatasi nel giugno 2014. Ricordiamo la telefo- che con grande professionalità e umanità ti si fa carico dei problemi, delle vicende
nata di vicinanza di papa Francesco a monsignor Lanfranchi avvenuta nel- sono stati vicini sino alla fine. Desidero degli altri". Una Chiesa non chiusa
l’agosto scorso. In queste quattro pagine speciali, tra i tanti ricordi anche il te- ringraziare di cuore anche il sindaco nelle sue mura, ma proiettata fuori di
legramma di partecipazione del Segretario di Stato, il cardinale Pietro Paro- Giancarlo Muzzarelli, per la sua vicinanza e sé. Oggi diremmo "in uscita".
lin, per conto del Pontefice. disponibilità, non solo in questi giorni. Quando nel 2008, in occasione
Di seguito pubblichiamo il testo letto al termine del funerale dal vicario gene- Caro vescovo Antonio non ti nascondiamo dell’assemblea diocesana dell’Azione
rale della diocesi di Modena-Nonantola, monsignor Giacomo Morandi. che già ci mancano le tue parole di Cattolica, volemmo raccogliere i suoi
incoraggiamento, le tue battute e anche le discorsi alla città in un’agile

"V
orrei tanto riuscire ad essere "vicario dell’amore di Cristo", e tue "tirate di orecchie", ma davanti al pubblicazione, fu facile trovare un
cogliendo il messaggio di questa IV domenica di Quaresima, Signore che scruta i cuori, ti diciamo che ti titolo che ne riassumesse lo spirito e lo
chiamata nella tradizione "in laetare", essere servitore della abbiamo e ti vogliamo bene per quanto sei stile. Una vera indicazione
vostra gioia, non di quella gioia effimera, illusoria, ma la gioia che stato e sei per tutti noi: vicario dell’amore di programmatica: "Sogniamo insieme il
nasce dalla comprensione del dono grandissimo della vita e del senso". Cristo! Ti accompagniamo all’incontro con futuro".
Carissimo Vescovo Antonio con queste parole iniziavi il tuo ministero il Signore certi di sentir risuonare le parole Ernesto Diaco
pastorale in mezzo a noi il 14 marzo 2010. Fedele a questo tuo desiderio hai consolanti e rassicuranti "Vieni, servo
camminato con noi in questi cinque anni, sostenendoci con la tua parola buono e fedele, prendi parte alla gioia del
sapiente, il tuo carattere riservato e gioviale, la tua bontà d’animo e la tua tuo Signore".
disponibilità generosa. Giacomo Morandi
12 Giovedì 26 febbraio 2015 Speciale

La partecipazione della Diocesi Al funerale


Ai funerali di monsignor Antonio Lanfranchi, a Modena pasquale, consegnano a Cristo Buon Pastore Dall’omelia di monsignor
giovedì 19 febbraio, ha partecipato una folta delegazio- S. E. MONS. ANTONIO LANFRANCHI
ne di cesenati, guidata dal vescovo Douglas Regattieri Arcivescovo Abate di Modena-Nonantola Luciano Monari
chesi era recato a Modena anche il giorno precedente, Vescovo di Cesena-Sarsina dal 2004 al 2010 La personalità di don Antonio è stata
per fare sentire la propria vicinanza. Questo il testo del grati per il servizio pastorale donato con amore e dedi- essenzialmente una personalità ecclesiale,
manifesto funebre voluto dalla Diocesi: "La comunità zione alla nostra Chiesa, nei primi anni del suo servizio quella di una persona che nella appartenenza e
diocesana di Cesena-Sarsina, il Vescovo S. E. Mons. Dou- episcopale". nel servizio alla Chiesa ha trovato tutto il senso
glas Regattieri, il Vescovo emerito S. E. Mons. Lino Ga- Nella foto, un momento della Messa in suffragio cele- della sua vita. Per quanto l’ho conosciuto, mi
ravaglia e tutto il Presbiterio, confortati dalla speranza brata domenica scorsa in Cattedrale a Cesena sembra proprio che non abbia avuto altri
interessi, hobbies, preoccupazioni, sogni,
progetti. I suoi ambiti di servizio sono stati
diversi - l’Azione Cattolica, la CEI, la diocesi di

I telegrammi del Papa e di Carròn Piacenza poi, come vescovo, le diocesi di


Cesena-Sarsina e di Modena-Nonantola; ma
l’animo è sempre stato lo stesso, quello di una
persona che poneva intelligenza e cuore al
servizio della Chiesa, per l’edificazione di
comunità cristiane autentiche attraverso la
Il testo di telegramma con le condoglian- come pure ai familiari del compianto ar- vole della grazia ricevuta attraverso don formazione di personalità cristiane mature. In
ze di papa Francesco civescovo e a quanti lo hanno amorevol- Giussani, del quale disse un anno fa: "Ab- questo atteggiamento don Antonio è stato
mente assistito, la confortatrice benedi- biamo tutti bisogno di testimoni e don sostenuto da robuste radici alle quali era
Al Vicario Generale monsignor Giacomo zione apostolica. Unisco il mio personale Giussani è davvero un grande testimone; profondamente legato: la sua famiglia,
Morandi cordoglio e la mia preghiera. per molti di voi è un padre nella fede, per anzitutto, poi il suo paese, Grondone, la sua
Appresa la notizia della scomparsa del- Cardinale Pietro Parolin tutti noi credo che sia un testimone credi- maestra, la sua diocesi, la sua Azione
l’ecc.mo monsignor Antonio Lanfranchi, Segretario di Stato di Sua Santità bile, che ci ha mostrato - per usare Cattolica… A queste origini (luoghi e persone)
Arcivescovo-abate di Modena-Nonantola, un’espressione di Papa Francesco nell’en- don Antonio tornava volentieri, sicuro di potersi
dopo grave malattia da lui vissuta con spi- ciclica Lumen Fidei - la bellezza della fede, rigenerare, di potere attingere forza per
rito di fede e di testimonianza cristiana, il Il telegramma di don Juliàn Carròn, pre- ha mostrato come la fede davvero sia una continuare il servizio alla Chiesa. E sono
Santo Padre Francesco partecipa spiri- sidente della fraternità di Cl luce che si porta su tutta la vita dell’uomo, convinto che proprio da queste radici don
tualmente al lutto che colpisce codesta su tutte le sue situazioni, le sue dimensio- Antonio ha ricevuto molto di quell’equilibrio
comunità diocesana. Egli, mentre ne ri- Reverendissimo monsignor Morandi, ni, che la fede ha una pertinenza con la vi- che lo ha accompagnato attraverso tutte le
corda il generoso e fecondo ministero, rin- insieme a tutti gli amici del movimento di ta dell’uomo". vicissitudini del ministero - che non sono state
grazia il Signore per i frutti spirituali del Comunione e Liberazione partecipo al do- Dopo averlo immedesimato con Suo Fi- poche o leggere. Anzitutto come Vicario
suo ministero di guida e di accompagna- lore della Chiesa di Modena per la salita glio in croce attraverso la sofferenza della generale di Piacenza, in un posto che dà molte
mento del Popolo di Dio e innalza fervide al Cielo del carissimo Arcivescovo Lan- malattia, il Signore conceda a monsignor responsabilità e poche gratificazioni; poi nelle
preghiere di suffragio per la sua anima. franchi. Lanfranchi la gioia definitiva di posare il Chiese dove ha servito come vescovo. Le
Con tali sentimenti Sua Santità invoca per Il suo affetto nei confronti di CL, prima a capo su Cristo, come discepolo che Gesù difficoltà, le opposizioni, i fallimenti non sono
il defunto pastore il premio eterno pro- Cesena e poi a Modena, era il segno con- amava nella struggente raffigurazione del mai riusciti a togliergli quell’ottimismo di fondo
messo ai fedeli servitori del Vangelo e im- creto della maternità della Chiesa verso i duomo di Modena. E conceda ai fedeli che è un sottoprodotto della speranza cristiana;
parte di cuore a Lei, al signor cardinale suoi figli. della Chiesa che ha guidato di vivere al- non sono mai riuscito a trovarlo disperato,
Carlo Caffarra che presiede le esequie, agli Con la Sua testimonianza ha aiutato chi l’altezza della Sua Eredità. nemmeno nei momenti più duri della malattia.
altri presuli, ai sacerdoti ed ai fedeli tutti, di noi lo incontrava a essere più consape- Don Juliàn Carròn

I messaggi inviati dai primi cittadini di Sarsina, Cesenatico e Cesena


Il vescovo Lanfranchi e il cardinale Caffarra all’apertura del Millenario
della Cattedrale di Sarsina, 25 marzo 2008
SARSINA riservava ad ogni persona resta
La comunità sarsinate ricorda, con indelebile nella mia memoria.
commozione ed affetto, il vescovo Il sindaco
monsignor Antonio Lanfranchi, uomo Roberto Buda
cordiale e umile che ha lasciato una
traccia indelebile in tanti anni di CESENA
Ministero Episcopale. Il Consiglio Ho appreso, con commozione, della
comunale, il 20 settembre 2009, ha scomparsa di monsignor Antonio
voluto conferire a Monsignor Lanfranchi, Vescovo di Cesena dal 2004
Lanfranchi, la Cittadinanza onoraria al 2010. E nella mia memoria ritorna
della Città di Sarsina, un atto vivido il ricordo della sua sollecita
simbolico ma anche l’espressione forte partecipazione alle vicende cesenati,
di una intera comunità. Il Vescovo della sua apertura al dialogo, della sua
Lanfranchi è stato un punto di costante attenzione - in quei primi
riferimento importante per la gente di anni della grande crisi - verso i più
Sarsina, che lo ricorda come persona bisognosi, con un impegno concreto
semplice e umile nei modi, vera che lo portò più volte a collaborare
testimonianza dei valori più autentici anche con l’Amministrazione
del cristianesimo. Ha promosso e Comunale. E da quell’unanimità di

Afiancodellagente
sostenuto le celebrazioni del intenti sono scaturite tante importanti
Millenario della Cattedrale, che hanno esperienze.
rappresentato un volano di sviluppo Durante quei sei anni di apostolato
economico e spirituale, nonché alla guida della Diocesi di Cesena -
occasione di riscoperta e Sarsina fu autenticamente a fianco dei
valorizzazione della sua storia religiosa cesenati, pronto ad ascoltarne le
e civile. Monsignor Lanfranchi ha istanze e non rifiutando mai l’incontro
lasciato in tutti noi il ricordo del CESENATICO e il confronto. Questa sua profonda
sacerdote per la gente e fra la gente, Mengaccini: "La comunità Come primo cittadino ed a nome di vicinanza fu ricambiata dall’affetto e
con lo sguardo vigile, rivolto agli tutta la città di Cesenatico intendo dalla stima dell’intera città e delle sue
anziani, ai bambini, agli emarginati. di Sarsina lo ricorda in particolare porgere le condoglianze alla famiglia, istituzioni, che vollero testimoniare
L’Amministrazione Comunale certa di ai parenti e agli amici del vescovo quel vincolo conferendogli la
interpretare i sentimenti di affetto per l’impegno dimostrato durante Antonio Lanfranchi. Ho avuto modo di cittadinanza onoraria poco prima della
stima e gratitudine della comunità conoscerlo personalmente ed sua partenza per Modena. In
sarsinate, lo ricorda e lo accompagna il Millenario". Buda: "Persona apprezzare la sua persona ed i suoi quell’occasione lo definii "Vescovo fra
simbolicamente nel suo ultimo viaggio modi gentili e profondi negli anni in la gente e per la gente" ed è così che
verso il cielo. gentile e profonda". Lucchi: cui è stato vescovo della Diocesi di continuerò a ricordarlo.
Il sindaco Cesena-Sarsina (dal 2003 anno della Il sindaco
Luigino Mengaccini "Era attento alle famiglie in crisi" nomina al 2010). L’attenzione che Paolo Lucchi

PARTECIPAZIONE
◆ La tua pubblicità sul CORRIERE CESENATE Caro vescovo Antonio,
tutta l’Azione cattolica di Cesena-Sarsina, dai piccoli ai grandi,
raggiunge migliaia di abbonati nelle zone di Cesena, Cesenatico, Gatteo, ti saluta con affetto e ti dice “Arrivederci in Paradiso”!
San Mauro Pascoli, Savignano sul Rubicone, Gambettola, Longiano, Ti diciamo grazie per averci preso per mano e per averci insegnato con la vita
che Sei stato Pastore attento alle persone, Pastore del sorriso e dell’incontro,
Roncofreddo, Sogliano al Rubicone, Montiano, Mercato Saraceno,
Pastore appassionato al mondo e alla tua Chiesa. La paternità non finisce qui,
Bagno di Romagna, Sarsina, Verghereto ce lo siamo detti quando sei partito per Modena e ce lo ripetiamo oggi!
Continua a custodirci con amore!
contatta: 0547 300258; commerciale@corrierecesenate.com
Speciale Giovedì 26 febbraio 2015 13

Abbiamo interpellato alcuni fra i tanti che hanno conosciuto il vescovo Antonio. Emerge
il ritratto di una persona cordiale, sempre disponibile, animata da una fede profonda

Lanfranchi, un amico del territorio


Cristiano Riciputi stato un protagonista della
vita cittadina dal 2004

T
anto dolore per la all’inizio del 2010. Ha avuto
morte di monsignor grandi meriti. Penso al
Antonio Lanfranchi. rilancio delle vocazioni, ma
Sono tante le persone anche al suo stare fra la
che nei suoi sei anni di gente. Ricordo gli incontri
ministero lo hanno che faceva con i giovani, uno
conosciuto personalmente e addirittura alla discoteca
lo ricordano con nostalgia. Vidia di San Vittore. Era un
"L’avevo sentito al telefono grande comunicatore. Non gli
qualche mese fa - spiega dispiaceva apparire, e lo dico
MASSIMO BULBI, ex nell’accezione positiva del
presidente della Provincia - e termine, vale a dire capiva
mi aveva detto della quando era opportuno
sofferenza delle cure. Ma era esserci. Avevo una grande
sereno. Sono molto stima per lui, a livello
addolorato. Era un amico e personale. Una stima che è
un amico del territorio. Era cresciuta per come ha saputo
una persona profonda, ma gestire la dolorosa vicenda
sapeva anche scherzare. del sacerdote arrestato per
Facevamo spesso battute abusi sessuali. Ricordo che si
reciproche sulla nostra presentò alla comunità di
’stazza’. Lo ricordo alla prima Gambettola dicendo ’ho
edizione della Festa della sbagliato’. Non è da tutti
famiglia diocesana. Io dissi ammettere con sincerità i
che mi sarebbe piaciuta una propri errori. Solo le persone
festa che coinvolgesse tutte le Dicembre 2005, consegna di un pulmino all’associazione Caima. Fra gli altri, oltre al vescovo, carismatiche, solo le vere
diocesi del territorio sono presenti Davide Trevisani (primo a sinistra), il vicesindaco di Cesena Fausto Aguzzoni (quarto da guide sanno essere umili e
provinciale, e monsignor sinistra) e il parroco di Case Finali don Marcello Palazzi (primo a destra) prendersi le proprie
Lanfranchi aveva colto responsabilità".
questa idea. E non posso cattedrale di Sarsina, dal 2008 esaustive per ricordarlo - dice PAOLO MORELLI è stato per
dimenticare il suo impegno a
favore delle famiglie colpite
"Era anche un grande al 2009, è stato don
GABRIELE FOSCHI, oggi
con voce commossa - perchè
rischio di essere banale. Mi
tanti anni responsabile della
cronaca locale de Il Resto del
dalla crisi". comunicatore. Seppe parroco di Sant’Egidio a hanno sempre colpito la sua Carlino. "Ricordo gli incontri
Dall’ex presidente della
provincia all’ex sindaco di
gestire al meglio la Cesena. Il sacerdote ricorda
che "quando gli parlai
familiarità, il suo farsi vicino
e annullare le distanze.
con i giornalisti in occasione
del patrono San Francesco di
Cesena. GIORDANO CONTI dolorosa vicenda del dell’idea di organizzare il Grazie al suo impulso Sales. Credo che questa bella
racconta che "fra noi era Millenario, prima volle che gli organizzammo gli incontri abitudine sia iniziata con lui.
sorta un’amicizia sincera. Io sacerdote arrestato" spiegassi bene tutto, e a quel con i giovani nelle varie zone Mi ha sempre colpito il suo
scherzavo e gli dicevo che punto sposò appieno la pastorali. Si preparava legame con il territorio di
doveva rimanere a Cesena andati a trovarlo a Modena. causa. L’ho sentito molto sempre in maniera origine. Ci offriva sempre un
almeno fino alla fine del mio La sua amicizia non era di vicino in quel periodo: non meticolosa, non dava nulla bicchiere di Ortrugo, un vino
mandato, nel 2009. Era un facciata, ma ci teneva mancò mai agli eventi più per scontato. La sua tipico piacentino. Era
uomo di grande cultura, davvero tanto. Era vicino importanti. In più ricordo testimonianza di fede orgoglioso della sua terra".
intelligente e umile allo anche al mondo dello sport e che aveva molto a cuore il accompagnata dalla gioia mi ELIDE GIORDANI, oggi
stesso tempo. L’ho sentito lo ricordo agli incontri con il pellegrinaggio al monte di rimarrà sempre accanto". giornalista del Carlino,
qualche mese fa. Era sereno. Cesena calcio, alcuni San Vicinio. Più volte mi disse Il senatore LORENZO all’epoca era alla Voce di
Mi ha detto che, quando fossi organizzati a Teleromagna. di promuoverlo specialmente CAPPELLI, sindaco di Sarsina Romagna: "Proprio in questi
passato da Modena, dovevo Non dimentichiamo le sue verso i giovani". per 51 anni, ha parole di giorni stavo rileggendo
fermarmi a salutarlo. Non ci omelie e i suoi interventi, La presidente diocesana grande affetto. "Il suo l’intervista che gli feci 6 anni
sono riuscito". semplici ma allo stesso dell’Azione Cattolica, carattere gioviale e allegro fa su ecumenismo e dialogo
Monsignor Lanfranchi più tempo densi di contenuti, CARMELINA LABRUZZO, lo affascinava. Parlare con lui interreligioso. Lì ho ritrovato
volte ha chiesto un parere a stimolo di riflessioni e ricorda come "un pastore che faceva sentire subito a il suo equilibrio, la sua
DOMENICO SCARPELLINI, sempre efficaci". ci ha insegnato la proprio agio. A Sarsina era dolcezza e tutta la sua
già presidente dell’ente fiera, "Avevo un rapporto quasi spontaneità, l’accoglienza molto amato perché si era intelligenza. Ti faceva sentire
che così lo ricorda: "Più volte fraterno - spiega gratuita, la fede salda come subito inserito nella nostra vicino. Mi è dispiaciuto
abbiamo parlato della scuola l’imprenditore DAVIDE una roccia. Aveva il desiderio tradizione. Aveva capito che davvero tantissimo sapere
cattolica, della gestione del TREVISANI di Trevi - e molto di conoscere le persone. Ha la nostra realtà era della sua morte".
Seminario, dei problemi della confidenziale con il vescovo. seguito in prima persona particolare e ci teneva ad Con l’inizio della crisi, nel
città. Mi ha coinvolto su Io lo chiamavo ’padre’ come tanti gruppi e coppie di essere presente il più 2008, grazie a monsignor
diverse di queste situazioni e ho sempre chiamato i fidanzati in cammino verso il possibile. Ricordo il grande Lanfranchi si avviò subito un
ho cercato di prodigarmi il sacerdoti del ’Lugaresi’ dove matrimonio. Speravamo nella impegno, insieme a don progetto di aiuto alle
più possibile. Di lui posso sono cresciuto. Monsignor guarigione e abbiamo Gabriele Foschi, per la buona famiglie. Lo coordinava
sottolineare la grande Lanfranchi era stato pregato, ma i piani del riuscita del Millenario. Aveva STEFANO BERNACCI,
umanità, la cordialità, la fede. l’assistente dell’Ucid a Signore erano altri". capito che era un evento sia segretario della
Quando poteva, veniva ad Piacenza, l’unione degli CINZIA AMADUZZI, religioso, sia laico. Poi ricordo Confartigianato cesenate. "Il
inaugurare il Macfrut ed era imprenditori cristiani, e mi presidente della fondazione quando, durante la solennità vescovo era molto concreto e
comunque sempre vicino ai avevano parlato molto bene Sacro Cuore, lo ricorda come di San Vicinio, in cattedrale si grazie a lui mettemmo in
problemi del territorio. La di lui. Me ne accorsi quando un pastore, un padre, un alzarono le urla di un pratica quella coesione
sua era una presenza attiva e a Piacenza, dove abbiamo amico. indemoniato. Finita la messa sociale di cui tanto si parla.
consapevole. Viveva i uno stabilimenti. Venne in "Mi colpiva il fatto che, anche volle presiedere in prima Fu un segnale molto
problemi della gente. visita già da vescovo di se lo si incontrava per pochi persona il rito dell’esorcismo. importante. Non
L’ultima volta l’ho sentito Cesena-Sarsina e fu accolto minuti, il dialogo non era mai Arrivò a pranzo dopo molto immaginavamo che la crisi
prima di Natale e mi ha da una folla di amici. E poi banale. Leggeva la tempo, tutto sudato e sarebbe durata così a lungo.
parlato della malattia con ricordo il suo arrivo a un quotidianità con gli occhi ripetendo che era stato molto Pensavamo ad un’emergenza
serenità, pur nella nostro impianto di della fede. Aveva faticoso". Cappelli poi lo temporanea. Raccogliemmo
sofferenza". perforazione in Venezuela, in particolarmente a cuore ricorda a un pellegrinaggio a cifre importanti che furono
BRUNO PIRACCINI, occasione di una visita alle l’educazione dei giovani e ci Lourdes con l’Unitalsi usate per aiutare le famiglie
amministratore delegato di missioni. La sua morte è una teneva tantissimo alla scuola "durante il quale ebbe in difficoltà rimaste senza
Orogel, mette in luce la Festa grande perdita". cattolica. Quando veniva a un’attenzione particolare per lavoro".
del lavoro: "Grazie a lui a L’ex consigliere regionale, ora farci visita, si fermava sempre ogni singolo partecipante". PIERA CECCHINI era la
livello diocesano è partita parlamentare europeo con i bambini e i ragazzi e "Quando ho saputo della sua segretaria in Curia durante il
questa bella iniziativa. La sua DAMIANO ZOFFOLI afferma rispondeva alle loro morte - conclude Cappelli - ministero di monsignor
vicinanza al mondo del che "era un pastore vero, con domande instaurando un ho provato un grandissimo Lanfranchi. Ricorda: “Era
lavoro era fortissima. Tante l’odore delle pecore. Aveva dialogo". dolore". legatissimo alla famiglia, alla
volte ha incontrato gli operai una semplicità disarmante e ELISABETTA MAGNANI, ai DAVIDE BURATTI fino al mamma. Con me si
e i dirigenti. Rimpiango tanto sapeva accogliere tutti. Ha tempi dell’episcopato di 2014 è stato capopagina del comportava come un fratello
la sua morte. Alla fine del affrontato l’inizio della crisi monsignor Lanfranchi, era quotidiano Corriere maggiore. Sono ancora
2013 insieme ad Adriano economica con interventi tra i responsabili della Romagna. Il suo punto di scossa, non potrò mai
Gentili, direttore della Cassa concreti". pastorale giovanile vista è quello del giornalista. dimenticare la sua bontà e
di Risparmio, e ad altri siamo Artefice del Millenario della diocesana. "Non ho parole "Monsignor Lanfranchi è disponibilità”.
14 Giovedì 26 febbraio 2015 Speciale

La zona Vallesavio-Dismano organizzò l’incontro al Vidia Altri ricordi


"Come agli inizi, anche oggi Cristo ha bisogno
Il vescovo Antonio in due incontri di apostoli pronti a sacrificare se stessi [...].
con i giovani nelle zone pastorali. Passò senza esitazione dalla parte del
Al Cervese Ravennate. Crocifisso e lo seguì senza ripensamenti. Visse
e, a destra, al Vallesavio -Dismano e lavorò per Cristo; per lui soffrì e morì".
per l’evento Vescovidia Rileggo con commozione queste parole
ratzingeriane con le quali il vescovo Antonio
apriva nel nome dell’Apostolo delle Genti il
pellegrinaggio diocesano in Turchia per l’Anno
paolino (2008-2009). San Paolo era
particolarmente amato da Lanfranchi: lo
conosceva bene, ne era affascinato anche
perché congeniale. E un po’ paolini sono stati i
suoi "viaggi" nelle terre di Cesena-Sarsina
(2004-2010) e di Modena-Nonantola (2010-
subito e con entusiasmo l’invito. Lui ci 2015). La sua sorrisa bontà palesava un
"vedeva lungo". Ci ha assecondati nelle "oltre", un "più in là" convinto, convincente
nostre idee e non è mai mancato nei ed educante.
momenti decisivi per i suoi giovani. Non Marino Mengozzi (direttore Ufficio
diocesano arte Sacra)

Un vescovo in discoteca a caso tra le sue prime iniziative in


Diocesi c’è stata proprio quella di
organizzare una sorta di visita pastorale,
di cui il Vescovidia è stata la seconda
“L’incontro con il Risorto e la fede in Lui ci
rendono persone nuove…è questo il cuore

Ricordi di 10 anni fa tappa, tra le varie zone pastorali della della nostra vita e il centro delle nostre
Diocesi per incontrare e conoscere i comunità”.(A.Lanfranchi,Abbiamo trovato il
giovani, scoprirne i desideri e i diversi Cristo,Lettera Pastorale,C-S,2007-2008).Grati
carismi. al Signore per il Dono di Mons.Antonio
Così domenica 6 marzo 2005 per la prima L.,nostro Pastore,Maestro e Fratello
coralmente preghiamo ricordandoLo con

S
ono trascorsi 10 anni da quei dimostrato che la Chiesa non ha volta un vescovo è entrato al Vidia Club
giorni, ma ricordo ancora molto preconcetti, che non aspetta passiva i per partecipare insieme a tanti giovani a affetto.Le/i Consacrate/i della Diocesi Cesena-
bene le facce stupite di tanti amici giovani, ma li va a cercare là dove si una festa unica e irripetibile che ha Sarsina.
quando Monica ed io lanciavamo ritrovano, dove amano stare perchè la attirato l’attenzione di ragazzi da tutta la Suor Fedora
l’invito di passare un pomeriggio di festa fede non è in antitesi con il sano zona e non solo. Era uno spettacolo
con il vescovo Antonio al Vidia rock club divertimento e la passione per la musica. incontrare tanti volti che magari la sera Le Acli della Zona di Cesena, assieme alla
di San Vittore, nota discoteca di Cesena. E così, dopo settimane di incontri che si prima erano lì a ballare sulle musiche dei presidenza Provinciale e Regionale, si
Una scelta insolita quella di unire il sono svolti principalmente nei locali grandi brani rock e al pomeriggio del uniscono alla comunità diocesana nella
vescovo, e quindi la Chiesa, al luogo del della parrocchia di San Carlo, noi giovani giorno dopo erano ancora al Vidia per preghiera che accompagnerà il nostro amato
ballo che ha visto passare intere della zona pastorale Valle Savio-Dismano cantare e ascoltare le testimonianze, vescovo Antonio al Padre di ogni misericordia.
generazioni di cesenati. Una scelta che abbiamo dato vita al Vescovidia. Ricordo dialogando con il proprio vescovo. Nel periodo in cui ha guidato la Diocesi di
ha scardinato un pregiudizio: abbiamo che il vescovo Antonio ha accettato Bab Cesena-Sarsina è stata una guida apprezzata
per il suo impegno nella formazione e nella
crescita della persone, in particolare dei
giovani. Lo ricordiamo in particolare per la sua
attenzione ai bisognosi, pronto all’ascolto di
ogni istanza e grande esempio di carità.

In nome dell’Associazione Polonia di Cesena e

"Giunto al termine
"Davanti a Te, o Signore, è la mia
debolezza, la mia fragilità, il mio peccato; della Comunità Polacca, desidero esprimere le
davanti a Te è la mia forza, quello che per mie più sentite condoglianze per la scomparsa
tua grazia mi hai dato di realizzare di dell’Ecc.za Reverendissima Antonio
bene. Questo prendilo, quello perdonalo". Lanfranchi.

di questo viaggio... Con verità devo confessare che il filo d’oro Bernadeta Grochowska
che ha unito la mia vita è l’amore
misericordioso di Dio e solo quello; amore Partecipo al cordoglio per la dipartita di un
che si è manifestato nel dono della vita, pastore che è rimasto nei nostri cuori.
Fabrizio Ricci (Gatteo)

Davanti a Te, o Dio..."


della vocazione al sacerdozio, nel dono
dell’episcopato, nella grazia di essere
vissuto nella Chiesa, nei vari presbiteri,
nelle comunità. Quante grazie!
Tante volte mi sono chiesto: "Dove
Profondo e toccante il testamento spirituale potresti essere ora se il Signore non ti
di monsignor Antonio Lanfranchi. Lo aveva avesse chiamato? Quale sarebbe stato il
tuo destino?". Ringrazio il Signore di non
Testimonianza
scritto nello scorso mese di settembre avermi mai abbandonato con il suo
amore. In Eritrea
Ringrazio la Dolcissima Mamma del Cielo,
Maria, di avermi avvolto sempre nel Ho vissuto con gioia, ed è stata una
Cesena, 10 marzo 2005, il vescovo Antonio e don Oreste Benzi: la fede
vissuta con gioia (foto Mauro Armuzzi) manto del suo grembo. fortuna, viaggiare insieme al vescovo
Ho avuto la grazia di nascere e di crescere Antonio in Eritrea alcuni anni fa. Quel
in una famiglia di montagna, povera ma pellegrinaggio è stato molto
dignitosa a cui non è mancato emozionante e ringrazio Dio per
l’essenziale, sostenuta dal dono della fede, questo grande dono. Monsignor
dove valori umani e cristiani si fondevano, Lanfranchi è stato un pastore che ha
dove parrocchia, scuola e famiglia guidato il suo gregge: guardando nei
trasmettevano una visione unitaria di vita. suoi occhi si poteva vedere Gesù
Ringrazio per la testimonianza che mi Cristo.
hanno offerto e per i sacrifici compiuti per Maria Assunta
me i miei genitori e i miei fratelli e gli altri
familiari; ringrazio gli insegnanti, gli
educatori, i parroci.
Attraverso la loro testimonianza ho
imparato a vivere nell’essenziale delle
"Chiedo perdono se ho Pubblichiamo il testamento spirituale cose semplici della vita, ad apprezzare la
che il vescovo Antonio ha redatto a ricchezza e la bellezza della vita in sé,
offeso qualcuno; ho cercato Modena il 14 settembre dello scorso affrontandola nel suo realismo.
di non mantenere rancore anno. E’ da notare come monsignor Grazia del Signore è stato il Seminario
Lanfranchi conoscesse fin da subito le Urbano, grazia è stato il Collegio Alberoni;
o odio con nessuno e se sue reali condizioni di salute. Scrive grazia sono stati gli studi a Roma e le
qualcuno si è sentito escluso, infatti: "Grazie al dono della fede ho esperienze pastorali che mi hanno
percorso il cammino della vita come permesso di amare e apprezzare tutte le
chiedo umilmente perdono" un viaggio "santo" diretto verso una vocazioni, vivendo nella Chiesa la
meta certa, che ha sostenuto la spe- corresponsabilità, la compresenza e la
ranza. Ora, giunto al termine di questo viaggio…". complementarietà dei doni dello Spirito.
Il resto è da leggere d’un fiato fino alle parole di congedo: "Tutti vorrei ab- Ringrazio il Signore del dono grande della
bracciare con amore". Chiesa che mi richiama la presenza
storica di Gesù Cristo.

A
ccingendomi a stendere il mio testamento, che vorrebbe essere Quello che ho ricordato è ben poco
"essenziale", parto dal Salmo 84: "Beato chi trova in Te la sua forza rispetto a quello che avrei dovuto dire.
e decide nel suo cuore il santo viaggio" (Sal 84,6). Chiedo perdono se ho offeso qualcuno; ho
Grazie al dono della fede ho percorso il cammino della vita come cercato di non mantenere rancore o odio
un viaggio "santo" diretto verso una meta certa, che ha sostenuto la con nessuno e se qualcuno si è sentito
speranza. escluso, chiedo umilmente perdono.
Ora, giunto al termine di questo viaggio, giunto davanti alla Maestà Divina, Tutti vorrei abbracciare con amore.
alla Gloria della Trinità, parafrasando le parole di Sant’Agostino, prego: Antonio Lanfranchi
Cesena&Cesenatico Giovedì 26 febbraio 2015 15

Cesenatico, pulmino attrezzato per la casa protetta Dalla Bcc di Sala


All’interno del progetto “mobilità garantita” la Società Maxi scuola srl. I.C.A srl, Azienda agricola Bolognesi, Soldi a tassi agevolati
Pmg Italia ha donato in uso gratuito per 4 anni Architetto Filippi Laila, Onoranze funebri Tassinari,
(comprensivi di manutenzione, assicurazione, bollo) al Nova srl). Così l’assessore ai servizi pubblici Mauro Plafond pro alluvionati, un aiuto dalla
Comune di Cesenatico un pulmino con elevatore per il Bernieri: “Ringrazio quanti si sono adoperati per Bcc di Sala. Tra giovedì 5 e venerdì 6
trasporto di anziani della casa protetta e persone con questa iniziativa lodevole. In particolare Pmg, gli febbraio scorso il maltempo ha portato
difficoltà di deambulazione della città, per il valore di sponsor e il lavoro di tutti i servizi sociali che drammatici allagamenti e mareggiate
circa 22.000 euro. Oltre a Pmg hanno contribuito 10 quotidianamente sono al servizio dei bisognosi. In un che hanno sconvolto la Romagna. E’
sponsor (Blubai srl, Boni motori marini sas di Boni momento in cui la liquidità scarseggia questi gesti stato un fenomeno meteorologico che
Enea, Ortofrutta Tosi Giuseppe srl, Eco calore di JM srl, sono davvero onorevoli”. non ha precedenti come precipitazioni
cumulate in poche ore. Il Consiglio di
amministrazione della Bcc di Sala ha
deliberato di mettere a disposizione un
plafond di 3 milioni di euro, destinato a
Oltre 440mila turisti che hanno pernottato in alberghi e camping sostenere economicamente tutti coloro
che hanno subito danni a causa di questi
violenti eventi atmosferici. "Siamo
vicini alle famiglie e alle aziende -
dichiara il presidente della banca,
pari a 289mila". Patrizio Vincenzi -. Per sostenere il
Gli arrivi negli alberghi sono stati territorio questa banca mette a
404.246 rispetto ai 384.358 del 2013. disposizione un plafond, rivolto a tutte
L’aumento è stato pari al 5,17 per le aree di riferimento colpite
cento. dall’alluvione, a seconda che si tratti di
Nei campeggi gli arrivi sono stati
36.170 rispetto ai 29.292 dell’anno
precedente.
Il "giallo" è relativo ai campeggi. "Non
è possibile - spiega Buda - che di
fronte a un aumento degli arrivi ci sia
stato un calo del 60 per cento delle
presenze, un dato che era stato
diffuso negli scorsi mesi. In realtà il
tutto è dovuto a un diverso sistema di
rilevamento che veniva effettuato per
i campeggi e che sopravvalutava le

Turismo, il 2014 segna presenze".


Intanto gli albergatori di Adac si
ritrovano per un aggiornamento.
Giovedì 26 febbraio dalle 15, presso il
imprese e privati. Le aziende possono
richiedere nuovi finanziamenti, a

un andamento positivo Grand Hotel, al centro dell’attenzione condizioni di particolare attenzione,


ci sarà il tema "Prevenzione della fino a 50.000 euro e per una durata di 5
legionella nelle strutture alberghiere". anni al tasso fisso del 2% beneficiando
Fra i relatori, medici dell’Ausl ed anche dell’azzeramento delle spese di
esperti di prevenzione. Nella giornata istruttoria. L’iter è attivabile con la
certificazione del danno. Per le famiglie

P
resenze turistiche: anche i dati "presenze" si intende il numero di precedente, mercoledì, il programma
ufficiali confermano che nel notti trascorse dai clienti negli ha previsto l’informazione dettagliata sono resi disponibili finanziamenti
2014 a Cesenatico ci sono stati esercizi ricettivi nel periodo relativa ai finanziamenti e chirografari fino a 30.000 euro con
più arrivi e presenze rispetto considerato. opportunità di investimento per gli durata fino a 5 anni, sempre a condizioni
al 2013. Lo conferma il sindaco "Dopo tante polemiche - afferma alberghi. Gli imprenditori del settore di particolare favore del 2% fisso e
Roberto Buda sciogliendo anche un Buda - sono arrivati i dati definitivi turistico avranno anche la possibilità sempre con spese di istruttoria
piccolo giallo circa le presenze nei delle presenze turistiche scorporati, di conoscere tutte le nuove offerte dei azzerate".
camping. vale a dire alberghi e campeggi nella partner commerciali di Adac L’impegno della banca è quello di
Va precisato che per "arrivi" si nostra Riviera. Le presenze in albergo Federalberghi che proporranno le favorire, attraverso la velocità nelle
intende il numero di clienti, italiani e sono cresciute del 3,46 per cento novità in appositi desk informativi risposte e l’applicazione di condizioni
stranieri, ospitati negli esercizi toccando quota 2 milioni e 226mila. presso il Grand Hotel. agevolate, il ritorno alla normalità nel
ricettivi nel periodo considerato. Per Nei campeggi le presenze sono state Cristiano Riciputi più breve tempo possibile delle zone che
hanno subito danni rilevanti.

Bravi a scrivere in lingua straniera hanno proposto alcune riflessioni in


lingua. Ecco l’elenco dei vincitori. Primi
classificati Camilla Carigi, Giorgia Pracucci,
I premiati dalla Banca di Cesena Giada Aquilotti, Marta Massaia. Secondi
classificati: Anastasia Miconi, Margherita
Martelli Emanuele Leonardi, Nicolò
Successo per la Si è conclusa la 2a edizione del Concorso di Zammarchi. Terzi classificati: Sara
seconda edizione del Scrittura Creativa in lingua straniera, Vestrucci, Alina Bovari, Sara Fattori, Giulia
concorso di scrittura rivolto agli studenti delle classi quarte Fabbri. I premi sono stati consegnati dal
creativa in inglese, delle Superiori. Sono stati premiati i primi presidente della Banca di Cesena Valter
tre classificati per le lingue inglese, Baraghini e da Cesare Bizzocchi in
francese, spagnolo e francese, tedesco e spagnolo. Con testi rappresentanza dell’Associazione Giovani
tedesco poetici e narrativi, toccanti e profondi, Banca di Cesena, sostenitori dell’iniziativa.

Incontro con i giovani del Pd Mercato | Un calcio allo spreco

Una delegazione dei Giovani democratici in redazione. E’ accaduto sabato scorso. Di fronte alla crisi l’imperativo è non sprecare e in quest’ottica anche il Mercato ortofrutticolo di
Dopo lo scambio di lettere sui giornali e online, il nostro direttore aveva invitato i Gd a Cesena cerca di contenere gli scarti. Anche nel 2014 è continuato il progetto "Un calcio allo spreco",
un incontro. Invito che si è concretizzato nei giorni scorsi. Per due ore Asia Lusini, grazie al quale frutta e verdura sono donati ad associazioni di volontariato che poi la distribuiscono
Matilde Castagnoli, Mauro J. Manzo eTommaso Pollarini (nella foto di A.D. Capristo) agli indigenti del territorio. Ogni anno aderiscono al progetto "Un calcio allo spreco’’ nuovi enti e
hanno dialogato con Francesco Zanotti su numerosi temi, a cominciare dalla associazioni locali, che affiancano le realtà da sempre presenti al Mercato fra i quali la Caritas
manifestazione delle Sentinelle per arrivare alla famiglia, al divorzio e all’aborto. Un diocesana di Cesena-Sarsina, la Comunità Papa Giovanni XXIII di Rimini e il Centro Aiuto allaVita di
confronto costruttivo che è solo l’inizio di un percorso, come è stato detto da tutti. Cervia.
16 Giovedì 26 febbraio 2015 Valle del Rubicone

Il Comune di Roncofreddo ha già divulgato il documento Montiano


Mostra di artisti
emergenti
Diciannove artisti emergenti si
mettono in mostra a Montiano. È stata
inaugurata sabato 21 febbraio presso
il centro culturale "San Francesco"
l’esposizione di pittura e scultura
"Messa in arte".
La collettiva è organizzata
dall’associazione culturale
gambettolese "NiCompany" con il
patrocino del Comune di Montiano.
"La nostra associazione - spiegano i
curatori - è un’organizzazione senza
scopo di lucro, le cui azioni sono
Lavori nella zona di Roncofreddo (foto del 7 febbraio 2015) finalizzate alla creazione di eventi
musicali, teatrali e artistici. Al centro
delle nostre attenzioni poniamo la

Manutenzioni, le regole che impone i corretti comportamenti.


volontà di dare visibilità ai giovani
artisti che sempre più spesso faticano
a trovare spazi in cui esibirsi ed
esprimersi".

del Consorzio di Bonifica In particolare, gli agricoltori sono tenuti


a mantenere le coltivazioni a una
distanza di sicurezza dagli scoli
consorziali, in modo da poter
A Montiano sono esposte opere di
Luciano Canducci, Ettore Elica, Jean
Fiorenzano, Mavis Gardella, Giuliana
Giuliani, Paolo La Bruna, Susanna
permettere l’accesso per le Lelli, Angela Maltoni, Lorenzo Nardi,

M
anutenzione e gestione degli Bonifica della Romagna - non nasce dal manutenzioni. I fossi interpoderali Sabina Negosanti, Aleksandra Popova,
scoli consorziali: il Consorzio nulla, ma è la sintesi delle diverse vanno tenuti puliti ed efficienti e Francesco Riva, Leonardo Stella,
di Bonifica della Romagna ha regole già esistenti nelle province. Ora il questo è compito dei proprietari, non Giampiero Steri, Monia Strada,
stilato un regolamento tutto è stato uniformato. Nel nostro sito del Consorzio o del Comune. Ma anche Damiano Taurino, Consuelo
uniforme per tutto il territorio. www.bonificaromagna.it, sezione i semplici cittadini devono rimboccarsi Tommassoni, Alessandro Turroni,
Il Comune di Roncofreddo ha diffuso ’documenti’, lo si può trovare completo. le maniche, ad esempio tenendo pulito Patrizio Virzì.
immediatamente il nuovo vademecum, Tutti i cittadini sono chiamati a seguire il tombino che hanno davanti a casa. Varie sono le tecniche artistiche
memore anche dei grossi dissesti le regole, aiutando il Consorzio, per "Con un comportamento attento e utilizzate in una contaminazione fra
idrogeologici causati dall’alluvione del prevenire le alluvioni". corretto - conclude Bernabini - si classico e moderno: disegni a matita,
6 febbraio. Anche in questo caso, le buone pratiche possono prevenire diversi guai in caso quadri a olio, sculture con materiali di
"Il regolamento - spiega Roberto agricole e le buone abitudini non sono di piogge eccezionali". riciclo, statue meccaniche.
Bernabini, dirigente del Consorzio di cosa recente: vi è una legge del 1904 Cristiano Riciputi La mostra è visitabile fino al 21 marzo.
Mv

Avis Gambettola, domenica registrare +7, bensì nelle donazioni che


sono state 478 contro le 507 dell’anno
alle donazioni tutti i volontari. Continuare a
promuovere anche quest’anno la campagna
precedente. di sensibilizzazione, con il nostro gazebo
l’assemblea dei donatori "Purtroppo dobbiamo constatare un
andamento negativo quasi a livello zonale -
informativo, nelle principali feste e
manifestazioni locali, sarà il nostro
precisa il presidente Enzo Sbrighi - dovuto obiettivo".
"Con un semplice gesto, puoi al superamento delle 500 in prevalenza a problematiche ambientali e Il programma della giornata dell’assemblea
salvare una vita" La sezione Avis donazioni annue, con nonostante sia stato recepito l’imput di di domenica 1 marzo prevede alle 8,30 il
di Gambettola domenica 1 marzo, l’incremento annuale di 46 nuovi cercare nuovi donatori. Abbiamo deciso di ritrovo nella chiesa parrocchiale dove sarà
nella sala convegni del centro donatori, nel 2014 si è registrato rilanciare uno slogan con importanti celebrata una Messa per tutti i donatori e
"Fellini", terrà l’annuale un arretramento. Non tanto nel testimonial sportivi (il pilota motociclistico alle 10 inizierà l’assemblea.
assemblea sociale. Dopo due anni numero dei donatori, che fra Marco Melandri e il nuotatore Fabio Piero Spinosi
consecutivi che avevano portato cancellati e nuovi ha fatto Scozzoli), per promuovere e sensibilizzare

Savignano | Popolazione in calo ❚❚ "Fuochi di marzo" protagonisti dell’escursione

Riparte "Natura Magica"


"Lom a merz" è la definizione dialettale trasformare in un fuoco benaugurante.
dei fuochi rituali di primavera che si con- Le vallate delle colline si illuminano di
cretizzeranno sui colli di Faenza e Riolo decine di falò e le aie delle fattorie di-
Terme sabato 28 febbraio e domenica 1 ventano luoghi ospitali.
marzo. Questo è il tema della seconda Partito nel 2014 con uscite di "prova", il
uscita di Natura Magica (andar narrando progetto Natura Magica ha riscosso mol-
per borghi e boschi), un progetto ideato to interesse a livello locale, regionale ed
e realizzato da Roberto Forlivesi guida addirittura nazionale, tant’è che il calen-
Agae (Associazione guide alpine escur- dario delle prossime uscite, suddiviso in
sionistiche) e Sergio Diotti (Fulèsta, nar- semestri, spazierà dalle colline roma-
ratore). Un progetto la cui proposta co- gnole alle vallate alpine. Nel futuro im-
niuga una "via dolce" al trekking. Per mediato Natura Magica verrà strutturata
prenotazioni www.naturamagica.it come associazione culturale, per garan-
L’evento è stato presentato la scorsa set- tire maggior sicurezza predisponendo un
Savignano: calo demografico nel 2014. La popolazione è passata dai 17.868 timana durante una conferenza a Gam- regolamento associativo. Per ulteriori in-
residenti di fine 2013 ai 17.771 di fine 2014, di cui 8.798 uomini e 8.973 bettola. formazioni sul calendario completo ed
donne. Positivo il saldo naturale: nel 2014 i 167 bambini nati (di cui 100 maschi I "Fuochi di Marzo" (le Focarine) sono eventuali adesioni contattare 347
e 67 femmine; 64 stranieri) superano di 22 unità i 145 deceduti. Gli ultra una delle scadenze più coinvolgenti del 4664858 (Roberto Forlivesi) o consultare
calendario agricolo romagnolo. Per set- il sito www.naturamagiga.it e profilo fa-
centenari sono 7 (5 donne e 2 uomini). Sono invece 2.874 i cittadini non italiani timane gli agricoltori hanno conservato cebook: natura magica.
residenti a Savignano. potature e stralci, nell’attesa di poterle Ps
Valle del Savio Giovedì 26 febbraio 2015 17

Sarsina, si è svolta l’assemblea sociale

Avis, in aumento
il numero dei donatori
I volontari attivi sono
T
empo di bilanci per l’Avis di Sarsina. Si è svolta
domenica 22 febbraio l’assemblea annuale dei
soci Avis della sezione comunale del paese 159. I nuovi sono 15
plautino. Nella sala del Centro culturale sono Il Consiglio punta
intervenuti, oltre ai soci, l’amministrazione
comunale di Sarsina rappresentata dal vice sindaco a sensibilizzare
Gianluca Suzzi, il vice presidente vicario dell’Avis le nuove generazioni
provinciale Forlì-Cesena Lino Morgagni, il presidente
dell’Avis di Cesena Fausto Aguzzoni e il presidente
della Banca di Credito Cooperativo di Sarsina Alberto
Giannini. E’ intervenuta anche la dottoressa Paola Pieri numerose sono state le
in qualità di direttore sanitario Avis di Cesena. Dopo il benemerenze consegnate ai
saluto delle autorità ha preso la parola il presidente Eris soci.
Bartolini sull’andamento della sezione sarsinate che, ad Diploma di benemerenza in
oggi, "conta 159 soci attivi con un incremento rispetto al rame (8 donazioni): Failya
2014, ma soprattutto con 15 nuovi donatori. La raccolta Bikkulova, Michele Buldrini,
del sangue ha registrato 257 donazioni". Grande Andrea Giannini, Elena Giorgi,
impegno è stato messo dal Consiglio del sodalizio Giancarlo Giorgi, Maria Laura
plautino nelle attività svolte nel 2014, con la Giovannetti.
realizzazione di numerose iniziative sul territorio per la Diploma di benemerenza in
sensibilizzazione al dono e alla ricerca di nuovi donatori. argento (16 donazioni): Eris
"La nostra associazione - hanno detto alcuni dei Bartolini, Simone Bartolomei,
consiglieri intervenuti - ha bisogno di incrementare il Angiolina Laurentini, Rossano
numero dei donatori. Intendiamo sensibilizzare Mambelli, Andrea Matassoni, Gianluca Menghi, Ivan Tonetti. Diploma di benemerenza in oro (50 donazioni):
soprattutto le nuove generazioni sull’importanza di Paci, Rita Ravaioli, Gabriele Stradaioli. Diploma di Settimia Mambelli. Diploma di benemerenza in oro con
questo piccolo grande gesto di solidarietà". Infine è stato Benemerenza in argento dorato (24 donazioni): rubino (75 donazioni): Arcadia Baraghini, Massimo
approvato il bilancio. Nel tradizionale pranzo dei soci, Gianfranco Boghi, Francesco Bravaccini, Pietro Casu, Rinaldi (foto).
quest’anno al ristorante "La Pieda" a Montepetra, Fabio Fusai, Maria Santa Fusai, Andrea Gregori, Mattia M.mosc.

❚❚ San Piero in Bagno, riconoscimento del Fai Mercato | Convenzione scuola-Comune

Cimitero opera d’arte


Spunta il cimitero di San Piero in Bagno cento. L’uso disinvolto dello stile ’goti-
nella classifica della 7° edizione dei ’Luo- co’ riproposto in chiave romantica, la
ghi del cuore’, il censimento dei luoghi coerenza estrema nel ricorso a materia-
italiani da non dimenticare promosso li di provenienza locale anche per la rea-
dal Fai-Fondo ambiente italiano. Con lizzazione dei raffinati apparati decora-
1.595 voti, l’elegante camposanto otto- tivi, ne fanno un intervento di notevole
centesco di San Piero in Bagno si è piaz- pregio. Il cimitero è concepito come un
zato al 195° posto su oltre 20mila segna- recinto edificato che racchiude terra
lazioni. In totale sono stati oltre un mi- consacrata. Nel 1953 l’incremento de-
lione e seicentomila i voti raccolti grazie mografico ha portato all’aggiunta di due
alla straordinaria mobilitazione popola- ali laterali, che non hanno alterano il di-
re, rendendo il 2014 un’edizione da re- segno iniziale.
cord e confermando questa iniziativa In classifica molto distanziato (497° po-
come strumento incisivo di sensibilizza- sizione con 22 voti) è presente anche il
zione in favore del patrimonio culturale fratello minore, il cimitero di Bagno di Anche per il corrente anno scolastico l’Istituto comprensivo e il Comune hanno
italiano. Romagna, anche questo opera di Spighi. previsto di realizzare il "Progetto Nuoto", destinato ai 240 alunni della scuola
Il cimitero di San Piero in Bagno fu co- Fu eretto fra 1891 ed il 1895 per questio- elementare dei plessi di Mercato Saraceno e di Piavola. Il progetto, di educazione
struito a partire dal 1888 ed è opera del- ni di mero campanilismo: gli abitanti di alla salute e al movimento, prevede la partecipazione a quattro lezioni di avviamento
l’ingegnere e architetto Cesare Spighi, di Bagno si rifiutarono infatti di far ripo-
uno dei tecnici più importanti che ope- sare i loro cari in terra sampierana. al nuoto presso la piscina comunale. Il Comune partecipa all’iniziativa con un
rarono in Toscana tra Ottocento e Nove- Francesca Siroli contributo di 1.500 euro. (Am)

PONTE ABBADESSE (Cesena): in posizione tranquilla su di un lotto di circa 320 mq


casa indipendente disposta su 2 livelli con proservizi esterni. DA RISTRUTTURARE.
€ 230.000 / Rif. 1524

SAN GIORGIO di Cesena: in zona verde e tranquilla villetta a


schiera centrale in pronta consegna con soggiorno, cucina abitabile, 3 camere da
letto, 3 bagni, tavernetta, cantina, ampia mansarda, ripostigli, garage e giardino. €
325.000 / Rif. 0986
CASE FRINI (Cesena): zona verde e tranquilla in piccola palazzina di recente co-
struzione appartamento al primo piano disposto su tre livelli composto da ampio
PIAZZA DELLA LIBERTÀ (Cesena): al terzo piano servito di ascensore ampio bi- e luminoso soggiorno/pranzo, cucinotto, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi,
locale composto da soggiorno con angolo cottura, camera da letto matrimoniale, mansarda, garage con bagno/lavanderia. € 235.000 / Rif. 1432
bagno, ripostiglio/lavanderia, balcone e cantina. Ottime finiture. NESSUNA VIGNE (Cesena): in condominio al terzo e ultimo piano servito di ascensore ap-
SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONEROSO. partamento completamente ristrutturato con materiali e finiture di ottima qualità e
€ 225.000 / Rif. 1448-1 scelta. L’immobile è in zona tranquilla e residenziale, è dotato di impianti a norma
e di riscaldamento autonomo ed è composto da soggiorno angolo cottura, 2 ca-
CESENA ZONA CENTRALE (adiacenze viale Mazzoni): in elegante palazzina di re- mere da letto, bagno con doccia, 2 balconi, garage. € 200.000 / Rif. 1512
cente costruzione appartamento al primo piano composto da soggiorno con an- MADONNA DELLE ROSE (Cesena): in buona posizione casa indipendente da ri-
golo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 2 balconi e garage. Ottime finiture. strutturare disposta su tre livelli con garage esterno su lotto di 428 mq. L’immobile
NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI A TITOLO ONE- offre all’interno 6 vani abitabili con servizi e un ampio piano interrato con cantine
ROSO. € 325.000 / Rif. 1449-2 e ripostigli. È possibile in base alle norme di PRG del Comune di Cesena poter tra-
sformare il fabbricato realizzando altri spazi e altri volumi. € 650.000 / Rif. 1438
VIA SERRAGLIO (Cesena): a pochi passi dal centro storico e dai giardini pubblici
appartamento di mq. 200 al primo piano con ascensore composto da spazioso PONTE PIETRA (Cesena): in posizione residenziale e tranquilla
ingresso, cucina abitabile, sala da pranzo, salone, 3 bagni, 3 camere da letto, porzione di villetta bifamiliare di nuova costruzione con possibilità di personalizzare gli
cabina armadio, studio, guardaroba/lavanderia, 2 terrazzi verandati, 3 balconi, interni. L’immobile è disposto su più livelli ed è composto da ingresso indipendente,
cantina e garage. Parzialmente ristrutturato. € 360.000 / Rif. 1484 cucina, sala, 3 camere da letto, doppi servizi, sottotetto, lavanderia, 5 balconi, porti-
cato/loggia, garage doppio, cantina/taverna e giardino privato. € 395.000 / Rif. 1493
18 Giovedì 26 febbraio 2015 Solidarietà

fenomeno coinvolge il 31 per cento della


Sla Romagna
TERZO RAPPORTO CARITAS popolazione residente (+6,5 per cento
rispetto alla media Ue). La Strategia di
Lisbona 2020 doveva portare l’Europa a 96,4 Maurizio Gentilini

A rischio povertà milioni entro il 2020, “ossia 20 milioni di


poveri in meno - ha precisato Walter Nanni,
responsabile dell’Ufficio studi di Caritas
italiana - i poveri sono invece aumentati.
di Gambettola
è il presidente

un europeo su quattro Viene da chiedersi se la medicina per Per volontà del referente della provincia
risanare la spesa pubblica non abbia invece di Forlì-Cesena, Maurizio Gentilini
ucciso il paziente”. Per Jorge Nuno Mayer, (ammalato di Sla) e dei suoi familiari, è
segretario generale di Caritas Europa, la stata ufficializzata la nascita

Rotta da invertire responsabilità “è di scelte politiche terribili”. dell’associazione Sla Romagna.


Dopo sette anni dall’inizio della crisi, ha La nuova associazione, che sarà il
fatto notare Paolo Beccegato, vicedirettore di riferimento delle tre province romagnole
Caritas italiana, “in tutta Europa la coesione Forlì-Cesena, Rimini e Ravenna, ha
sociale e la fiducia nelle istituzioni nominato alla presidenza Maurizio
Le strategie europee (“Lisbona diminuiscono, il rischio di razzismi e odio è Gentilini.
in aumento”. Da qui la proposta di “una “Pur rimanendo nel contesto regionale
2020”) che dovevano portare a dell’AssiSla, l’associazione nata in
revisione complessiva del modello sociale
una diminuzione di 20 milioni per una migliore giustizia sociale”. memoria di Raffaella Albertini nel 2005
di poveri hanno fallito, perché Più giovani disoccupati in Grecia e in Italia per offrire assistenza alle persone colpite
più Neet. Nei 7 Paesi vi è un tasso di da Sla (Sclerosi laterale amiotrofica) o
l’impatto della crisi, le politiche disoccupazione generale del 16,9 per cento, malattie simili in Emilia Romagna e alle
di austerity e i tagli al sociale in Europa dal 2012 al 2013 è passato dal 10,4 loro famiglie - precisa Gentilini - per
per cento al 10,8 per cento. Nei 7 Paesi spicca essere ancora più vicino ai malati e ai loro
imposti dai governi hanno familiari, abbiamo avvertito
l’esplosione dei Neet, il 18,1 per cento
aumentato la povertà e le rispetto alla media del 13 per cento nei Paesi la necessità di fondare un’associazione
disuguaglianze sociali. La rete Ue, con il triste primato dell’Italia. Nell’Ue a che comprenda le tre province romagnole,
28 nel 2014 erano più di 25 milioni i cittadini in cui vi sono circa un centinaio
Caritas - che in Italia ha dovuto privi di lavoro (8,4 milioni in più rispetto al di persone ammalate di Sla.
raddoppiare le iniziative 2008). Le persone più colpite sono quelle con In Regione sono oltre 5mila gli ammalati
colpiti da Sla (di cui 400 terminali),
anticrisi - chiede quindi bassi livelli di istruzione e i giovani (oltre 5
seguiti dall’AssiSla. L’associazione
milioni sotto i 25 anni, il 22,5 per cento). La
all’Europa di accelerare disoccupazione è particolarmente grave in guidata dal dottor Filippo Martone è
Grecia: 27,3 per cento e 58,3 per cento quella impegnata nell’integrazione sussidiaria
con l’azione delle Aziende Ausl e il

I
n Europa una persona su quattro è a rischio povertà (24,5 per cento). In giovanile. In Italia, nel 2013, il tasso di
Italia quasi uno su tre (28,4 per cento), in linea con lo standard dei 7 Paesi disoccupazione era inferiore alla media dei 7 sistema sociale, offrendo informazione,
“deboli” dell’Ue (Italia, Portogallo, Spagna, Grecia, Irlanda, Romania e Paesi deboli (12,2 per cento), ma superiore consulenza e sostegno alla ricerca
Cipro). L’Italia ha anche il triste primato dei giovani tra i 15 e i 24 anni che non alla media europea, mentre la scientifica sulle stesse malattie”.
studiano né lavorano, i cosiddetti Neet dall’acronimo inglese. In una giornata disoccupazione giovanile appare più grave Sabato 28 febbraio alle 21, nella Baracca
densa di cifre - anche l’Istat ha lanciato nei giorni scorsi l’allarme sul 23,4 per della media europea (40 per cento dei 15- dei Talenti/Teatro Comunale in piazza II
cento delle famiglie italiane in disagio economico - Caritas Europa, insieme a 24enni). Risorgimento a Gambettola, si terrà un
Caritas italiana, ha presentato il 19 febbraio a Roma il terzo rapporto sulla crisi In Italia Caritas raddoppia iniziative concerto spettacolo a beneficio
in Europa, indagando i dati in 7 Paesi “deboli”. Ne emerge una panoramica anticrisi. In Italia dal 2010 ad oggi le Caritas dell’associazione “Sla Romagna”, con la
sconfortante: le strategie europee che dovevano portare a una diminuzione diocesane sono state costrette a raddoppiare Giancarlo Ronchi Band.
della povertà entro il 2020 hanno fallito, perché l’impatto della crisi, le politiche (+99 per cento) le iniziative contro la crisi. Lo spettacolo, patrocinato dal Comune di
di austerity e i tagli al sociale imposti dai governi hanno aumentato la povertà e Più 70 per cento gli empori della solidarietà Gambettola, è stato organizzato in
le disuguaglianze sociali. Quasi come dire, paradossalmente, che i poveri che distribuiscono cibo gratuitamente in 109 collaborazione con Stefano Zani,
hanno ancor più arricchito i ricchi. La rete Caritas - che in Italia ha dovuto diocesi e più 77,7 per cento i progetti insegnante di chitarra presso
raddoppiare le iniziative anticrisi - chiede all’Europa di invertire la rotta, sperimentali per contrastare la crisi (da 121 a l’associazione “Musica in movimento”,
suggerendo tutta una serie di misure concrete. Nel rapporto si evidenzia la 215 nel 2013). Caritas ha attive 1.148 con il quale sono stati organizzati
crescita delle persone gravemente indigenti, la disoccupazione giovanile, le iniziative anticrisi: 139 sportelli diocesani di altri eventi in passato e il contributo della
famiglie in cui non si lavora come si dovrebbe (aumentano lavori precari e part consulenza al lavoro e servizi informativi sul Banca di Credito Cooperativo di Sala di
time), i giovani che non studiano né lavoro, la dispersione scolastica, disagio abitativo in 68 diocesi (+77,7 per Cesenatico.
l’impossibilità di pagare le cure mediche. cento). Nel corso del 2013 Caritas italiana ha Per informazioni sull’associazione
“Scelte politiche terribili”. Nel 2013 il 24,5 per cento della popolazione europea attivato un “fondo straordinario anticrisi” contattare: 338 4312875 (Maurizio
(122,6 milioni di persone, un quarto del totale) è a rischio di povertà o per sostenere le Caritas diocesane. Gentilini), slaromagna@gmail.com.
esclusione sociale (1,8 milioni in meno rispetto al 2012). Nei 7 Paesi lo stesso Patrizia Caiffa Piero Spinosi

NOTIZIARIO PENSIONATI
Cinque idee per la pensione a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
La Cisl lancia una serie di proposte per rivedere (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
il sistema pensionistico italiano e risolvere e per il Patronato INAS CISL
alcuni nodi. (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
Tra le cinque idee per la pensione, la Cils
rimarca la necessità di reintrodurre la
flessibilità nel sistema pensionistico. La legge
Fornero ha cancellato le pensioni di anzianità,
con effetti deleteri sul versante del Elezioni Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie) degli enti pubblici. I candidati
funzionamento del mercato del lavoro,
dell’occupazione dei giovani e della gestione Dal 2 al 5 marzo si svolgeranno le elezioni Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie)
delle crisi aziendali e creando l’insostenibile presso tutti gli enti pubblici. Nella tabella accanto, la lista dei candidati Cisl Fp di
condizione degli esodati. È indispensabile Cesena, uomini e donne che lavorano nelle varie zone della Azienda Usl della
reintrodurre meccanismi di flessibilità Romagna e il programma.
nell’accesso alla pensione per rispondere alle La lista dei candidati Cisl Fp di Cesena è composta da 30 persone; 17 donne e 13
esigenze di vita delle persone, ai problemi del uomini, e vuole rappresentare tutti i profili professionali e tutti i lavoratori che
lavoro più faticoso e pesante e ai cambiamenti operano nelle varie zone dell’Azienda Usl della Romagna. Dei 30 candidati in lista, 10
dell’organizzazione del lavoro e dei sistemi sono alla loro prima candidatura per la Rsu, a dimostrazione del loro desiderio di
produttivi, consentendo ai lavoratori e alle partecipare e dell’apertura di questa Organizzazione sindacale a forze nuove e nuove
lavoratrici di scegliere liberamente il momento energie.
di uscita dal lavoro al raggiungimento di un’età Il programma dei candidati prevede: una ridefinizione e implementazione delle
pensionabile minima o di una quota derivante competenze delle professioni sanitarie, tecnico professionali e amministrative. Le
dalla combinazione tra anzianità anagrafica e trasformazioni in atto nel Sistema sanitario nazionale come introdotte nel percorso
contributiva. dell’Atto aziendale dell’Ausl della Romagna sono evidenti. Oltre al ridimensionamento
Inoltre, il sindacato rivendica pensioni più delle strutture dedicate alle acuzie, occorre ricordare il ridisegno delle cure primarie,
giuste e adeguate. Occorre creare le condizioni l’orientamento alla continuità assistenziale ospedale-territorio; l’implementazione di
affinché il calcolo della pensione con il metodo tutte le forme di assistenza domiciliare, i cambiamenti organizzativi interni alla
contributivo venga effettuato secondo modalità struttura ospedaliera verso un modello per intensità di cura
e criteri più equi, anche per evitare che gli e la ridefinizione del supporto tecnico amministrativo e
effetti negativi della crisi economica pesino professionale.
sulla futura pensione, attraverso meccanismi di Le 22 professioni sanitarie e gli Oss nelle responsabilità già
solidarietà e garanzia in grado di proteggere il delineate dagli specifici profili professionali di riferimento
valore dei contributi versati negli anni. È sono i garanti del processo assistenziale. Per questo motivo
indispensabile garantire il diritto dei pensionati non è più rinviabile l’evoluzione professionale verso nuove
a godere della giusta pensione, oggi competenze avanzate di tipo specialistico, definendo anche
compromesso da leggi che limitano a tre anni il sotto il profilo normativo i percorsi atti a raggiungerle. “A noi -
termine entro il quale chiedere il ricalcolo della dicono i candidati nel programma - tradurre in accordi e
pensione qualora, dopo la liquidazione, ci si percorsi organizzativi l’evoluzione organizzativa
accorga della mancanza di periodi contributivi o nell’assistenza al paziente e nella prevenzione sul territorio
di errori dell’Inps nella determinazione con il supporto tecnico amministrativo adeguato. I vecchi
dell’assegno. Il potere di acquisto delle pensioni modelli non sono più performanti e il cambiamento è
in essere va tutelato, sia rimuovendo le attuali ineludibile. Vogliamo e dobbiamo rafforzare la nostra presenza
limitazioni sulla perequazione al costo della vita ai tavoli negoziali dell’Ausl della Romagna per affermare che
per le pensioni di importo superiore a tre volte il occorre un investimento forte sulle compresenze di tutte le
trattamento minimo, sia tramite la riduzione del figure sanitarie tecnico e amministrative”.
carico fiscale che grava su di esse.
Cultura&Spettacoli Giovedì 26 febbraio 2015 19

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654) Cinema
di Filippo Cappelli

Le vite dei cesenati - volume VIII Eliseo Cesena, Uci Savignano


a cura di Pier Giovanni Fabbri e Alberto Gagliardo MORTDECAI - di David Koepp
Stampare Edizioni (13 euro)
Sembra che nel finale dello splendido
I dibattiti, con relativi convegni, a proposito della ristrutturazione “Birdman”, nella originale stesura di
di piazza della Libertà, a Cesena, a ridosso dell’abside della Catte- Inarritu e Dinelaris fosse contemplato
drale (dove negli anni Cinquanta del secolo scorso, insipiente- un malinconico Johnny Depp seduto
mente, si volle creare un parcheggio abbattendo le splendide di fronte allo specchio, nella stessa
architetture del Palazzo delle Poste e di Palazzo Mori) hanno fatto posa di Keaton, rimbrottato dalla sua
registrare un sussulto di molti per rivendicare la propria responsa- nemesi, Jack Sparrow. Non è stato
bile appartenenza alla storia della città e preoccupazioni non par- possibile per ovvie coincidenze: è in
tigiane circa il patrimonio culturale e urbanistico della città. preparazione il quinto “Pirati dei Ca-
Occasione propizia per rivisitare capitoli importanti della nostra raibi”, in uscita nel 2017. Eppure sa-
storia. rebbe stato bello e di una sottile
In questo spazio che richiama i servizi della Libreria “San Gio- poesia vedere Johnny scrollarsi di
vanni” (olim di Palazzo Ghini), a Cesena in piazza Isei, richia- dosso, o almeno provarci come fa Kea-
miamo l’attenzione dei lettori sull’ultimo volume – l’VIII – del ton con Birdman (alias Batman),
l’asfissiante presenza di quel perso-
cantiere editoriale aperto e costruito da Pier Giovanni Fabbri, con
naggio ingombrante. E invece niente.
la collaborazione di Alberto Gagliardo e altri, per illustrare “Le vite
Ci becchiamo Mortdecai. Un film
dei cesenati”. Di questo ottavo volume l’editrice è la giovane casa mortificante e stucchevole, in cui si fa
“Stampare” di San Carlo di Cesena (Valle del Savio). fatica a trovare il personaggio che ri-
In appendice sono elencate le biografie e le storie trattate a partire sulti meno irritante.
da otto anni ai nostri giorni. La trama: Mortdecai (Johnny Depp) è
Cesenati, nati in città o nei paraggi che poi hanno preso le strade un mercante d’arte in bancarotta. Ha
del mondo o nostri concittadini che, approdati a Cesena, vi hanno glia; ne scrive Rita Moroni Angeli; commuovente la corrispon-
denza intrecciata con gli amici di Cesena, pagine preziose del sposato un bastone di scopa (Gwy-
profuso le loro competenze scientifiche, artistiche e di partecipa- neth Paltrow) che inorridisce al solo
zione alle vicende politiche e amministrative della città (vedi per Vangelo della carità.
Nella sezione “Le vite”: Oreste Vancini, insegnante al Liceo clas- pensiero di baciarlo a causa dei po-
esempio le biografie dei sindaci del secondo dopoguerra). sticci baffetti a manubrio (si chia-
Inoltre la ricostruzione storica di preziose istituzioni cittadine sico, travolto poi dalla crudeltà della Rsi, vicino a Bologna,
mano proprio così.
come l’ospedale del Santissimo Crocifisso, oggi “M. Bufalini” o le nell’agosto 1944 (P.P. Magalotti); Italo Farneti scrive di Carlo Te- I più curiosi potranno trovare un uti-
vicende della Malatestiana. deschi e Giulia Vastano, medici a Cesena nel primo dopo- lissimo tutorial su internet per farne
Per stimolare la curiosità, trascrivo seppur non completo, l’indice guerra. Giancarlo Biasini e Africo Morellini ricostruiscono la prosperare un bel paio). Mortdecai
dell’ultimo volume, organizzato per sezioni. Per un dizionario biografia del sindaco Antonio Manuzzi; ed è la storia di Cesena viene ingaggiato dall’ispettore Mar-
biografico: A. Golfarelli, pittore attivo nella seconda metà dell’800 tra le due guerre e nel tempo della ricostruzione. Di un grafico, tland (Ewan McGregor) per investi-
(Guia Lelli Mami); il servo di Dio don Carlo Baronio (P. Altieri); Rino Albertarelli e dell’insegnante al Classico emigrato poi a Fi- gare sulla sparizione di un Goya,
Umberto Sama figlio del gestore del famoso negozio dolciario renze Alieto Pieri, scrivono Loretta Righetti e Arnaldo Cecca- recentemente trafugato.
“Parciocal”, partecipe del Movimento anarchico (Carlotta Pan- roni. Mortdecai appare inizialmente rilut-
tani); la dottoressa pediatra Silvia Belletti (+2008), trasferitasi in Un appuntamento da non perdere. tante ad aiutare Martland, innamo-
Brasile, buona e affettuosa mamma per tanti ragazzi senza fami- Piero Altieri rato della moglie (il succitato bastone
di scopa) sin dai tempi del liceo, e ac-
cetta soltanto a patto di ricevere il 10
Sinergia tra Istituto Corelli e Associazione Scuola Jazz Cesena per un inedito progetto formativo per cento della eventuale futura ven-
dita del quadro a un mercante d’arte
americano…
‘Mortdecai’ è l’ultimo chiodo di una
bara che Depp si sta sprangando ad-
Alessandro Strada, direttore dell’Asp, dosso da una decina d’anni.
ribadisce: “Lo scopo è arricchire il E se c’è qualcuno da incolpare per la
programma del Corelli con proposte piega mediocre che ha preso la sua
integrative più specifiche, di taglio carriera, quello è lo stesso Johnny
elevato, rivolte a tutta la Romagna”. Depp. La tranquillità dei ragguarde-
Se l’Istituto Corelli mette a disposizione voli guadagni in cambio di un paio di
spazi e organizzazione, la Scuola Jazz faccette buffe e caratterizzazioni
porta la propria competenza sopra le righe ormai hanno definitiva-
individuando docenti e contenuti dei mente trasformato un ex attore di
corsi, che sono: enorme talento nella parodia manieri-
- Laboratorio rock-jazz-blues per sta di se stesso. E c’è di peggio. Il film
strumenti a fiato; Laboratorio di di David Koepp, sceneggiatore di
improvvisazione pianistica; Storia della punta di Hollywood che ha già diretto
musica dal ’900, al jazz, alla musica Depp in “Secret Window”, è un vuoto
ALL’ISTITUTO CORELLI DI CESENA moderna; Creazione ensemble chitarre esercizio di stile sul tema “action-co-
LA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA OFFERTA MUSICALE gypsy manouche jazz e Laboratorio di medy”.
armonia e ear training. Ammicca a Indiana Jones (la scena
La Scuola Jazz Cesena è attiva dal 1993 e iniziale si rifà smaccatamente a “Il
nel tempo ha formato alcuni tra i migliori tempio maledetto”), James Bond e

Nuovi laboratori musicali jazzisti italiani, quali i fratelli Nanni,


Massimiliano Rocchetta e Nicoletta
Fabbri. Senza contare gli insegnanti dei
così via, ma non ne ha né intelligenza
né carisma, e finisce per far sorridere
di tristezza solo quando cala le brache

Pubblico e privato si uniscono laboratori: Alessandro Fariselli, Luigi


Faggi Grigioni, Gabriele Zanchini,
Giovanni Belli e Stefano Travaglini.
I laboratori sono a pagamento e
nelle gag più scatologiche (come
quelle legate al vomito).
Certo Depp è bravo, e riesce anche a
far intravedere il talento, pur annac-
richiedono un numero minimo di quato in un mare di amenità. Pare

I
l Corelli amplia la propria offerta conservatorio Maderna, prosegue partecipanti. quasi che quel suo stile affettato e
musicale unendosi alla Scuola Jazz nell’opera di ottimizzazione delle risorse Maggiori informazioni sono reperibili isterico sia parte dei contratti che
Cesena per proporre sei corsi dedicati presenti nel territorio”. contattando: Associazione Scuola Jazz firma. Morale della favola:
al mondo jazz che partiranno nel mese di Elide Urbini, presidente dell’Asp (Azienda Cesena, tel. 0547 602075, lo abbiamo visto talmente tante volte
marzo. Pubblica dei Servizi alla Persona della scuolajazzcesena@virgilio.it; Istituto di in questo identico ruolo che siamo
La collaborazione, sostenuta Valle Savio), conferma: “Teniamo molto a Cultura musicale Arcangelo Corelli, tel. stufi, e Mortdecai ce lo prova una
dall’Amministrazione comunale di questa iniziativa perché mette insieme 0547 27604, volta per tutte. Nel cast, a non mac-
Cesena, si avvale delle strutture di due realtà consolidate e riconosciute corelli@aspcesenavallesavio.eu. Dettagli chiarsi di una figura barbina (ma lon-
Palazzo Nadiani, sede del Corelli. dalla Regione e due culture: quella legata sui laboratori e moduli di iscrizione sono tani dal salvare baracca e burattini),
“Accolgo con piacere questo progetto che alla formazione e promozione della scaricabili dal sito sono solo Paul Bettany e Jeff Gol-
- illustra l’assessore alla Cultura Christian musica classica e quella orientata alla www.aspcesenavallesavio.eu. dblum, incastrato però in un minu-
Castorri - dopo quello istituito con il musica più moderna”. Cinzia Mondaini taggio inconsistente. Purtroppo
neppure loro bastano a giustificare lo
strappo di un biglietto.
20 Giovedì 26 febbraio 2015 Cesena&Comprensorio

Cesena ◗ Cesena ◗ Cesena ◗ Cesena ◗


Musiche irlandesi Film a San Vittore Incontro sul melo Ridere col dialetto
Avrà luogo mercoledì 4 marzo alle 21 al In visione al cineteatro Victor, giovedì 26 Presso l’azienda sperimentale Al cineteatro Bogart di Sant’Egidio,
teatro Verdi il concerto live di musiche febbraio alle 21, "Storie pazzesche" di Damiàn "Martorano 5" in via Calcinaro, giovedì sabato 28 febbraio alle 21, la
irlandesi "A taste of Ireland". 12 canzoni Szifron. Venerdì 27, sabato 28, domenica 1 e 26 febbraio dalle 15 si terrà un incontro compagnia forlivese "Dla Zercia"
eseguite da un ensemble di 7 cantanti con martedì 3 marzo alle 21 "La teoria del tutto", tecnico sul tema "Il melo: varietà porterà in scena la commedia "E pizgor
arpa, percussioni, banjo, chitarra, film drammatico di James Marsh. Domenica 1 resistenti alla ticchiolatura". Introdurrà dla nubilté", tre atti brillanti di
contrabbasso, flauto, fisarmonica e violino. marzo alle 15 e alle 17 "Paddington" di Paul Daniele Missere. Terranno relazioni Ermanno Cola. Regia di Claudio Tura.
Ingresso 15 euro. L’incasso sarà destinato King. Ingresso 3,50 euro. Claudio Buscaroli e Davide Dradi. Ingresso 7 euro, ridotto 6.
alla scuola cardinal Otunga in Kenya, uno
dei progetti delle "Tende Avsi".

❚❚ Dal 6 all’8 marzo in centro a Cesena la terza edizione del Wine Festival Cesenatico
Tre mostre
Tre giorni dedicati al vino di qualità Il museo della Marineria propone ai
visitatori tre mostre aperte fino al 3
maggio: "Cercando Conrad" dedicata alla
vita e all’opera del celebre scrittore e

P
er tre giorni Cesena diventa la capi- terà convegni e conferenze, mentre nel vi-
tale romagnola del vino. Gastronau- cino Palazzo del Ridotto andranno in sce- capitano; "Mémoire des ports de
ti, vignaioli, giornalisti, winemaker, na le degustazioni principali con in evi- Méditérranée"( Memoria dei porti del
cuochi, degustatori e appassionati del denza i vini delle cantine romagnole, i Mediterraneo) realizzata coi dossier
ben vivere sono attesi nella città Malate- partner toscani, Chianti e Vino Nobile di presentati da Cesenatico al concorso
stiana per la terza edizione del Wine Fe- Montepulciano, e le Cantine ospiti di va- internazionale e vinto nel 2013;
stival. Da venerdì 6 a domenica 8 marzo il ri territori italiani. Terzo polo del Festival "Mediterraneo: spiritualità, mito, tempo
cuore di Cesena si trasforma nell’Agorà il Foro Annonario dove avranno luogo gli presente", opere del siracusano Luigi
del confronto fra la Romagna del vino e show cooking seguiti in una sorta di rea- Camarilla. Aperto sabato, domenica e festivi
altri territori enologici italiani di qualità. lity show dalle telecamere di TeleRoma- dalle 10 alle 12 3 dalle 15 alle 19.
Primi fra tutti quelli del Sangiovese. gna.
In programma nel prossimo week end del E ancora degustazioni di bollicine e as- Musical al teatro
gusto assaggi, degustazioni, convegni, saggi a cura dei ristoranti del Foro. Per co.
conferenze, confronti fra produttori, gior- unire i vari eventi del Festival, in Via Zef- La kermesse si apre venerdì 6 marzo dal- La compagnia teatrale "Ndo", sabato 28
nalisti e blogger, show cooking, wine& fo- firino Re verrà allestito il food market del- le 18 nei locali di mescita del centro sto- febbraio alle 21, proporrà il musical "Judas
od market per le vie del centro storico, vi- le tipicità gastronomiche romagnole che rico con gli AperiD’Hoc, momenti di in- superstar" con Alessandro Grilli alle
site guidate, pillole di analisi sensoriale, continua anche all’interno del Foro an- contro davanti al bicchiere con una serie tastiere, Stefano Zani alla chitarra, Giacomo
racconti di vino e l’attesa disfida tra il Ro- nonario. Il tutto coniugato da allestimen- di vignaioli cesenati e romagnoli che illu- Rocchi alla batteria, Andrea Abbondanza al
magna Sangiovese e i grandi Sangiovese ti e installazioni realizzate con gli imbal- streranno e faranno degustare i loro vini basso. Regia di Ivan Boschi. Ingresso palchi
dei territori toscani. Polo culturale del Fe- laggi di legno e vetrine a tema in collabo- con particolare riferimento ai vitigni del e platea 15 euro, loggione 10.
stival la Biblioteca Malatestiana che ospi- razione con gli esercenti del centro stori- territorio.

Cesena flash "Baby parking" a Savignano Cesenatico ◗


Favola per bimbi e adulti
Guerra in parrocchia Debutta a Savignano il primo ambiente domiciliare idoneo e Al teatro comunale continua la rassegna
"piccolo gruppo educativo" per certificato, il "piccolo gruppo "Favole". Domenica 1 marzo alle 16 la compagnia
La parrocchia di Villachiaviche, per ricordare i bimbi dal zero a tre anni, una educativo" è una sorta di mini "Piccole Voci" porterà in scena "Un amico per
cento anni dalla prima guerra mondiale, ha soluzione sicura che aiuta i nido per 5-7 bambini allestito Dragone", liberamente tratto da Dav Pilkey, con
organizzato per mercoledì 5 marzo alle 21 un genitori dei bimbi da zero a tre in casa e caratterizzato dalla Elena Baredi e Alex Solfrini. A cura
incontro in cui si tratteranno le cause, lo anni nella difficile conciliazione massima flessibilità oraria. La dell’associazione "Conteste". Ingresso 5 euro per
svolgimento e le motivazioni. Parteciperanno dei tempi di lavoro e vita nuova iniziativa è stata bambini e 6 per adulti.
Ines Briganti, Giordano Conti, il professor familiare. Condotto da promossa e avviata dall’Unione
Guidazzi, Gaetano Rossi, i tenenti Giuseppe un’educatrice qualificata in un Rubicone e Mare.
Crisafi e Bruno Cecconi. Ha collaborato per
l’organizzazione Rodolfo Graziani.

Commedia musicale
Al teatro Bonci, da venerdì 27 febbraio a
Longiano ◗ Longiano ◗ Gatteo ◗
domenica 1 marzo , la compagnia della Spettacolo teatrale Mostra al Castello Poesia in dialetto
Rancia presenterà una favola musicale per Al Petrella, venerdì 27 febbraio alle 21, il Alla Fondazione Tito Balestra, sabato 28 Nella biblioteca comunale, domenica 1
tutta la famiglia "Cercasi Cenerentola". Teatro dell’Argine metterà in scena lo febbraio alle 17, sarà inaugurata la mostra marzo alle 17,30, avrà luogo il dialogo
Interpreti Paolo Ruffini, Manuel Frattini, spettacolo "Un bès- Antonio Ligabue" di "Non ero a Parigi". Dipinti e disegni di Tinin sulla poesia in dialetto romagnolo fra
Beatrice Baldaccini, Laura Di Mauro, Claudia Mario Perrotta. Ingresso 15 euro, ridotto Mantegazza. Orari di apertura: dal martedì Gianni Fucci, Miro Gori e Annalisa
Campolongo, Roberta Miolla, Gianluca 12. alla domenica dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle Teodorani. Moderatrice Nanda Fattori.
Sticotti, Silvia Contenti, Luca Spadaro, 19. Ingresso libero.
Rossella Contu. Musica di Stefano Cenci.

Premio del Rotary club


Si terrà venerdì 27 febbraio alle 17 nell’ aula
magna della Biblioteca Malatestiana la
cerimonia di consegna del riconoscimento
"Paul Harris Fellow" intestato al fondatore
del Rotary. Tre i premiati: Paola Errani, Arturo
Montiano ◗ Gambettola ◗
Alberti e Giorgio Lugaresi. Premio letterario La Banca del tempo
L’associazione culturale "La Casa dei Pavoni" ha La presentazione della "Banca del tempo" si svolgerà
Marzo delle donne indetto la VI edizione del premio letterario "Sauro
Spada" per racconti brevi e inediti in lingua
giovedì 26 febbraio alle 20,45 al centro culturale
"Federico Fellini". E’ la proposta di condividere e
Saranno inaugurate due mostre per la XV romagnola. Al vincitore andranno una tela della scambiare liberamente il tempo in diverse attività.
edizione di "Marzodelledonne", sabato 28 stamperia Pascucci con illustrazione di Alberto Sughi e Interverranno Mara Zani e Vittorio Silenzi, presidenti
febbraio. Alle 16 all’ex Pescheria "Una porta 50 copie del volume contenente il lavoro che avrà rispettivamente della Banca del tempo di Cesena e
sul Cielo". Alle 17 nella sala Sozzi del Ridotto vinto e le opere segnalate dalla giuria. Il termine per l’invio delle composizioni Santarcangelo di Romagna, il sindaco Roberto Sanulli e
"Camioniste polacche ausiliare del 2° corpo è stato fissato a giovedì 30 aprile 2015. Per informazioni: Luca Cola, capogruppo consiliare della minoranza.
d’armata polacco dalla Russia all’Italia 1942- www.lacasadeipavoni.it,info@lacasadei pavoni.it, cell.327 7452486.
1946" e film "Per la nostra e la vostra
libertà" a cura dell’associazione Polonia di
Cesena e dell’istituto storico della
Resistenza.
Cesena ◗ Mercato Saraceno ◗ Cesena ◗
Lezioni all’Ute Domenica in Musica Stagione teatrale Cinema per famiglie
Nella sala Fantini in via Renato Serra, venerdì Ancora un appuntamento della rassegna L’amministrazione comunale, dopo la rassegna A cura di Afi, associazione delle famiglie e
27 febbraio alle 15,30, Rabin Chattat musicale promossa dalla Fondazione della cinematografica, ha programmato quella teatrale del centro famiglie "Benedetta Giorgi",
dell’Università di Bologna- sede di Cesena- Cassa di Risparmio di Cesena. Domenica 1 a Palazzo Dolcini. Si tratta di due commedie sabato 28 febbraio alle 16,30 e domenica 1
parlerà sul tema "La regolazione emotiva e il marzo alle 15,30 al teatro Verdi l’ensemble dialettali, uno spettacolo di poesia e musica e marzo alle 15 e alle 17 al cinema Astra sarà
benessere". Martedì 3 marzo alle 15,30 del conservatorio "Bruno Maderna" eseguirà due di prosa. Partirà venerdì 27 febbraio alle 2,15 proiettato il film d’animazione "I pinguini di
Giorgio Biondi terrà la lezione su "Come brani di Kramer, Ellington e Gershwin. con la commedia "L’è nasù cun la camisa" Madagascar". Ingresso 3,50 euro
aumentare l’autostima nelle nuove Ingresso libero. portata in scena dalla compagnia "J’armigì dla
generazioni, fondamento del processo di parochia de Burèl". Ingresso 5 euro.
responsabilizzazione".
Sport Giovedì 26 febbraio 2015 21

A Milano una sconfitta che brucia Calcio a 5


Torresavio Futsal

Cesena alla ricerca Ottima vittoria


Una Torresavio Futsal di nuovo
spettacolare e vincente si rialza subito

dei sospirati tre punti dalla sconfitta precedente col


Chiuppano e abbatte i friulani del
Monfalcone con una vittoria più netta
di quel che dica il risultato (7-4). Basti
pensare che dopo cinque minuti della
ripresa i bianconeri conducevano per
sei reti a zero senza dare scampo agli
La zona salvezza
A
rchiviata la sconfitta di San Siro avversari pressati in ogni angolo del
contro il Milan, è tempo di campo.
pensare all’Udinese. Dopo il 2-0 è ancora a 7 punti In porta intanto si è registrato il
patito a Milano, i bianconeri di Si tratta di un grosso rientro di Martini pienamente
Romagna devono ora necessariamente recuperato e in ottima forma.
ritrovare i tre punti per continuare ad divario, Gran parte della vittoria definitiva è
alimentare la speranza. Domenica 1 ma non incolmabile stata costruita nel primo parziale,
marzo alle 15 al Manuzzi Orogel chiuso dai bianconeri avanti di ben
Stadium, l’avversario di turno è quattro reti grazie alle splendide
l’Udinese di Stramaccioni. Una squadra, segnature di Pasolini, Piallini e Cesetti,
quella friulana, che naviga in acque ovviamente ogni passaggio a vuoto può vittoria sono state siglate da Bonavenura sempre più fondamentale dal punto di
tranquille a fronte dei suoi 28 punti e di incidere in maniera compromettente sul nel corso del primo tempo, e da Pazzini vista offensivo.
una gara da recuperare contro il derelitto prosieguo del cammino. All’andata al su un rigore molto generoso al 90’. Non a caso l’unica sconfitta subìta fino
Parma. La classifica per i romagnoli è Friuli, il Cesena seppe raggiungere il pari L’occasione più nitida per i bianconeri è ad ora nel 2015 dalla Futsal è venuta
sempre durissima: penultimi a 16 punti, in extremis su calcio di rigore stata una bella conclusione di De Feudis quando Antonio Cesetti era
De Feudis e compagni vedono ancora la trasformato da Cascione su un fallo respinta da Abbiati. Da segnalare che squalificato, togliendo un riferimento
zona salvezza distante 7 punti. Il veniale ai danni di Rodriguez. Domenica alla "Scala del calcio" ha esordito in fondamentale per lo sviluppo del gioco
quartultimo posto è sempre prossima al Manuzzi bisognerà ad ogni maglia cesenate il neo-arrivato di Sintuzzi e compagni.
appannaggio dell’Atalanta, che ad oggi costo cogliere la vittoria nonostante un Mudingayi che a centrocampo ha subito Dopo la straordinaria conferma anche
sarebbe la prima squadra salva con 23 avversario molto ostico. Alla rincorsa per mostrato di poter essere utile alla causa, in serie B di Simone Martini, le ottime
punti all’attivo. Contro Di Natale e soci il la salvezza il Cesena deve continuare a considerato anche il fatto che proprio prestazioni di Andrea Angeli, il
Cesena dovrà trovare quella carica e credere anche dopo la battuta d’arresto domenica scorsa Ze Eduardo ha debutto incoraggiante di Deliallisi e
quella voglia di vincere già viste contro contro il Milan. A San Siro il Cavalluccio accusato una distorsione al ginocchio. questa prova positiva di Sanulli si vede
Lazio e Juve: caratteristiche che hanno Marino ha lottato alla pari per lunghi La squadra in vista dell’Udinese è chiaramente che il lavoro di
contraddistinto la formazione allenata tratti, ma ha evidenziato ancora lacune comunque viva e desiderosa di preparazione dei portieri a cui si
da Di Carlo nelle ultime uscite che hanno portato la più esperta giocarsela fino in fondo: il pubblico dedica da anni un tecnico preparato e
casalinghe. Il tempo ancora c’è, visto che squadra guidata da Inzaghi ad avere la cesenate non è certamente da meno. volenteroso come Paolo Paganelli stia
mancano 14 gare al termine, ma meglio. Per i rossoneri le reti della Eric Malatesta dando innegabili risultati positivi.

Alla guida della squadra Maria Sberlati, presidente e Vittorio Savini, vice e team manager

Tutte le speranze dell’Elite Service team


Al ristorante "I tre Re" di Poggio Torriana Country.
è stata presentata la squadra Juniores del Alla guida del team troviamo Maria Sber-
team Elite Service Campedelli di Cese- lati, presidente e Vittorio Savini, vice e te-
natico per la stagione 2015. Sono cinque am manager. Lo staff tecnico, in parte
i nuovi di 1° anno, provenienti dalla Ju- rinnovato con l’arrivo del direttore spor-
venes Cis San Marino: Lorenzo Giorgio, tivo di terzo livello Francesco Satta, è for-
Andrea Menghi, Davide Muratori, Ales- mato da Claudio Savini e da Stefano
sandro Satta e Omar Turki, mentre i ra- Bracci, preparatore atletico e massaggia-
gazzi di 2° anno, confermati dalla stagio- tore. I due sponsor che sostengono la
ne precedente, sono: Mario Ciccioni, Mi- squadra sono Stefano Sberlati, titolare
chael Galuzzi, Cristian Ioli, Samuele Me- dell’Elite Service Import Export di Rimi-
nicucci, Alex Ottaviani ed Enrico Tosi che ni e Claudio Campedelli, titolare della
nel 2014 hanno partecipato a 40 corse Campedelli Irrigazioni di Savignano sul
con 2 vittorie di Federico Olei e molti Rubicone. La prima gara di questa sta-
piazzamenti nei primi 10. Nella forma- gione ciclistica si correrà l’8 marzo a Bor-
zione anche due Under 23: Riccardo Put- go Panigale (Bologna).
ti, ragazzo sanmarinese cui la squadra ha Nel 2015 il Team Elite Service Campedel-
dato la possibilità di proseguire in quota li corre con biciclette fornite dallo spon-
Juniores e Federico Olei che nel 2015 par- sor tecnico Rowa Bike.
teciperà ad alcune gare di Enduro e Cross Ts

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novità e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto
22 Giovedì 26 febbraio 2015 Sport Csi Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
Comitato di Cesena

Beach Tennis femminile tennis prevista per il 17 aprile 2015, il


Csi Cesena ha organizzato il
campionato misto, che vede coinvolte
sei società: lo Strube Sunflowers- Spritz

Podio per la Crb Academy Vigne, il Delfino-Under 60, il New


Team- San Marco Pizzeria Barriera, il
Bluteam-Bar Santi 1976, il Villa Rosa-
Bagno Villarosa e l’Ad Maiora-La Gang
del Bosco.
Il quartetto cesenate si è aggiudicato il “1°Trofeo Fratelli Amaducci”. Nel 4° campionato di beach tennis
maschile “1° Trofeo Lavaggio Auto
Alla gara partecipavano otto società Fausto Gabanini”, cui erano iscritte
complessivamente 18 formazioni

È
terminato il campionato di beach tennis femminile: una disciplina nuova, suddivise in due raggruppamenti,
che sta riscuotendo consensi sempre più ampi tra le giovani generazioni, siamo giunti invece alle fasi finali e il 6
promossa con entusiasmo e impegno nel comprensorio non solo della marzo avranno inizio i play-off con le
nostra città, ma anche del Rubicone e del Ravennate, da parte del comitato 16 squadre qualificate. Al termine di
cesenate del Csi. Il “1° Trofeo Fratelli Amaducci” è così giunto alla 4ª edizione. questa prima fase, nel girone “A” il
Alla competizione avevano aderito otto società, raggruppate in un solo girone. Ristorante la Caveja di Cesenatico ha
Per la terza volta consecutiva la squadra matricola del campionato si aggiudica il concluso in testa, precedendo
successo finale: si tratta quest’anno della Crb Academy di Cesena, che precede di nell’ordine il Bagno Villarosa di
ben 13 punti il New Team di Cervia, di 21 Le Margherite di Cesena; più distanziate Savignano sul Rubicone e il Bar Santi
restano il Team Delfino di Cesenatico, il Blu Team, lo Spritz Pol. Forza Vigne 1976 di Santa Maria Nuova; nel girone
(entrambe di Cesena), mentre chiudono la classifica il Villa Rosa Beach di “B” l’Under 60 ha avuto la meglio sugli
Savignano sul Rubicone e l’Ad Maiora di Gambettola. Stuntman e sullo Strube Sunflowers.
Per non lasciare inoperose le giocatrici, in attesa della festa finale del beach Tutte le squadre sono di Cesena. LE GIOCATRICI DI BEACH TENNIS DELLA CRB
ACADEMY CESENA

Un incontro JUNIOR TIM CUP


e tante
emozioni
Una delegazione di giocatori
partecipanti alla fase locale
della Junior TIM Cup (torneo
nazionale di calcio a 7 di raccomandazione è stata quella di tendere al meglio, senza che vedrà tutte le squadre partecipanti alla Junior TIM
squadre di oratori per giovani disprezzare chi perde e accettare senza drammi le sconfitte: Cup riunite presso il teatro della parrocchia Santa Maria
“Siete piccoli uomini che stanno crescendo. Importante nel Immacolata (Case Finali di Cesena) per una nuova attività
under 14), accompagnati da vostro sport è l’allenamento, ma ricordate che non siete solo denominata “Piùbellimenobulli”, un laboratorio nel quale
dirigenti e genitori, è stata muscoli, siete anche spirito e anche questo va tenuto verrà trattato il tema del cyberbullismo. Sono invitati i
allenato. Non dimenticate il Signore, se alla domenica dovete ragazzi, gli allenatori, i dirigenti, i genitori e gli educatori.
ricevuta in Episcopio dal giocare andate a Messa in altri momenti; cercate di integrare Ma
vescovo Douglas Regattieri i diversi valori, il cristianesimo non è contro lo sport”. Parole
semplici che hanno toccato il cuore di tutti.
Un sentito grazie al vescovo Regattieri che non ha mancato

È
stato un bell’incontro, e l’occasione è di sottolineare il valore dell’iniziativa Junior TIM Cup
stata creata dal Centro Sportivo esponendo la maglietta nella foto di gruppo con il logo e
Italiano Nazionale in collaborazione slogan “il bullo è una palla”. Al riguardo è stata comunicata la
con la Lega Calcio Serie A e la TIM, data, mercoledì 11 marzo dalle 17, della prossima iniziativa
dove giovani e massima istituzione diocesana
si sono incontrati, parlati, studiati. Guidati dal EPISCOPIO DI CESENA, MERCOLEDÌ 18 FEBBRAIO: IL PRESIDENTE
presidente del comitato Csi di Cesena, LUCIANO MOROSI E IL VICEPRESIDENTE DEL CSI DI CESENA RENATO
Luciano Morosi, una delegazione di giocatori QUADRELLI (RISPETTIVAMENTE ALLA DESTRA E ALLA SINISTRA DEL
partecipanti alla fase locale della Junior TIM VESCOVO DOUGLAS NELLA FOTO DI MAURO ARMUZZI) HANNO GUIDATO
Cup (torneo nazionale di calcio a 7 di squadre LA DELEGAZIONE DI RAGAZZI, DIRIGENTI E GENITORI DEI PARTECIPANTI
di oratori per giovani under 14), accompagnati ALLA “JUNIOR TIM CUP - IL CALCIO NEGLI ORATORI”
da dirigenti e genitori, è stata ricevuta in
Episcopio dal vescovo Douglas Regattieri.
Al presidente Morosi l’onere di presentare il
torneo, le sue finalità e le motivazioni della
nostra presenza avvalorata dall’adesione di sei
oratori alla fase locale della Junior TIM Cup:
parrocchia San Giovanni Bono Cesena,
parrocchia Santi Filippo e Giacomo Bagnarola,
parrocchia Maria Immacolata Cesena,
parrocchia San Martino Calisese, parrocchia
Sacro Cuore Macerone, parrocchia Sant’Egidio
Abate Cesena (tutte rappresentate
all’incontro).
Il vescovo ha sottolineato la bellezza
dell’avventura a cui i ragazzi sono chiamati,
raccomandando di vivere bene l’esperienza,
far valere al massimo i valori umani,
rispettandosi durante le gare. La
Pagina Aperta Giovedì 26 febbraio 2015 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


È partita la campagna #MenoGiornaliMenoLiberi
A rischio tanta libera stampa, settimanali cattolici compresi
aro direttore, con estremo dispiacere educazione, una possibilità di

C leggo in questi giorni che molti dei


finanziamenti - già decimati negli
anni – destinati alla stampa non-profit
verranno azzerati. Essendo un
rieducazione, una possibilità di lavoro,
una possibilità di realizzazione. Per
parafrasare lo slogan della pubblicità di
una nota carta di credito, “Tutto ciò non
collaboratore del Corriere Cesenate da ha prezzo”. Penso che nell’ottica di uno
diversi anni e avendo avuto l’opportunità Stato sussidiario questo abbia il dovere di
di conoscere le persone che animano la sostenere tutte le realtà che nel corso degli
Federazione italiana dei settimanali anni hanno movimentato la vita e le
cattolici ho la preoccupazione che possa coscienze dei suoi cittadini.
scomparire una parte delle mie “radici Antonio Domenico Capristo
giornalistiche”.
Ho conosciuto il giornalismo per “colpa
tua”. Io volevo solo pubblicare le mie foto e Carissimo Antonio,
tu mi hai chiesto di scrivere. Come un ti ringrazio davvero tanto per queste tue
umile apprendista di fronte al maestro mi belle e accorate parole. Sì, è verissimo, le
sono limitato a dire di sì. Anche se sotto redazioni dei nostri giornali Fisc sono
sotto mi sentivo privato di quella libertà palestre aperte ai giovani. Lo sono state Tra avvisi vari, una ‘raccomandazione’ si distingue all’ingresso della chiesa par-
che mi contraddistingue quando scatto i per molti oggi impegnati come giornalisti rocchiale di San Piero in Bagno...
miei reportage fotografici. su più fronti, oltre che nelle nostre testate,
La scrittura, che inizialmente vedevo solo e speriamo lo siano ancora per tanto
come forzatura e obbligo, col tempo è tempo. I tagli in corso da anni ai
diventata uno strumento di espressione contributi all’editoria mettono l’innamoramento, trattan-
personale, tantoché nella mia già in crisi non solo posti di lavoro, dolo per quel che è. So per
complessa vita ho sempre avuto il bisogno importantissimi, ma soprattutto mettono certo che dicendo ciò che
di ritagliarmi uno spazio per scrivere. Con a repentaglio la democrazia informativa. dico, mi attirerò le antipatie
i miei testi ho informato le persone Il pluralismo non può essere considerato di molti. L’innamoramento
(spero), ma innanzitutto ho formato me un optional, un lusso da praticare solo non è amore e neanche la
stesso. Qualche anno fa mi hai chiesto di nei periodi di vacche grasse. Lo scrivo fin fase preliminare. È un’altra
scrivere un pezzo sulle cure palliative. Ti troppo spesso e lo ripeto in ogni cosa, che cercherò di spie-
ho fatto credere di sapere benissimo cosa occasione: il solo mercato non può gare in queste poche righe,
fossero. Il giorno dopo ho incontrato metà regolare una materia tanto delicata come senza pretendere di convin-
dei medici cesenati perché me ne quella dell’informazione. Più voci libere cere nessuno. Quasi impossi-
parlassero. di esprimersi costituiscono un valore non bile.
La storia dei settimanali diocesani del solo da salvaguardare, ma da favorire e Dell’innamoramento e del
nostro Paese si distingue per passione, per stimolare. posto che la civiltà gli ha ri-
professione e per missione. Valori L’opinione pubblica forse ancora non servato, si potrebbe dichia-
incarnati appieno nella tua persona e in comprende la posta in gioco. Purtroppo rare: si tratta di un crimine
quella dei collaboratori del Corriere slogan urlati soprattutto sul web e in
contro l’umanità , giudicabile dai tribunali internazionali che si occupano
Cesenate. Invito tutti i lettori a fermarsi televisione fanno accomunare il peggio
anche solo qualche ora nella redazione del giornalismo nostrano ai sostegni dei misfatti più atroci.
che si trova in Seminario per comprendere pubblici all’editoria. Non è così. Ecco Voi pensate che sia una sciocca esagerazione e che in fondo,
meglio di cosa sto parlando. perché anche noi siamo fra i protagonisti due innamorati non fanno male a nessuno; ma cosa ne direste se qual-
Spero vivamente che tutto ciò non accada della campagna cuno vi dimostrassi che l’innamoramento è la condizione
perché, come già spiegato dalla petizione #menogiornalimenoliberi. Non possiamo da cui consegue l’odio per l’altro e la volontà della sua distruzione. Sem-
online #MenoGiornaliMenoLiberi, questo non esserlo, per definizione. Chiediamo a plice deduzione logica. Prendete seriamente in considerazione la frase:
avrebbe ripercussioni economiche tutti i lettori di sostenerci sia con “Non posso vivere senza di te”: se una persona si trova realmente in que-
decisamente peggiori del mantenimento l’abbonamento o con l’acquisto in sta condizione, non potrà fare a meno, prima o dopo, di considerare l’altro
in vita dei 200 giornali a rischio chiusura. edicola sia firmando la petizione online alla stregua del suo padrone, carceriere, uno che ha in pugno la sua esi-
Ma ciò che mi preme di più evidenziare cui si può arrivare dal nostro sito stenza, uno che ha potere su di lui o su di lei, di vita o di morte. Inevitabile
sono le ripercussioni dal punto di vista www.corrierecesenate.it. il passaggio all’odio, più o meno mascherato, più o meno militato. Ben che
sociale e culturale. Questi giornali Ciao. vada divorziano, mal che vada finisce nel sangue (vedi femminicidio, ma
rappresentano per tante persone una Francesco Zanotti non solo).
possibilità. Una possibilità di zanotti@corrierecesenate.it Il meccanismo psichico all’opera nell’innamoramento è rivelato
informazione, una possibilità di da queste brevi frasi: l’altro (di cui ci si innamora) serve a sostituire un
proprio, non raggiunto ideale dell’io, cioè l’altro viene “amato”,
a causa delle perfezioni cui abbiamo mirato per il nostro io e
Hooligans a Roma Paese di appartenenza è in crisi. La regola che ora, per questa via indiretta, desideriamo procurarci per soddisfare il
applicata nelle vere democrazie è sem-
È il solito scaricabarile plice: chi sbaglia paga! Nel mondo, in ge-
nostro narcisismo. Facile spiegare, per questa via, il famoso “colpo di ful-
mine”.
Caro direttore, nere, siamo considerati un Paese con poca Per quanto riguarda la mentalità dominante, non c’è tanto da dire: avendo
dopo i gravi fatti di Roma, a opera di tifosi spina dorsale dove tutto o quasi è per- innalzato le emozioni a idolo del nostro tempo e travolti dal desiderio di
olandesi, la parte mediocre della nostra messo. Diciamolo apertamente che, per non pensare, ben che vada, ci si può aspettare Sanremo: festival della stu-
classe dirigente non si smentisce mai con il certi versi, è ancora una terra di conquista! pidità della canzone italiana, con qualche rara eccezione.
solito scaricabarile delle responsabilità. L’esempio, come sempre, viene dall’alto. Innamoramento, cioè, in amore mento.
Renzi dovrebbe fare meno chiacchiere e pro- Anche se la società civile non è immune da Si potrebbe dire che in un rapporto, più innamoramento c’è e meno possi-
clami, mandando a casa immediatamente, e colpe e responsabilità. bilità ci sono che si produca qualcosa che si potrebbe chiamare amore.
per sempre, i responsabili, a cominciare dal Grazie per l’attenzione. Ha una bella voglia la Chiesa di sostenere la famiglia, se non si è ancora
ministro Alfano e, a seguire, tutta la catena di Marino Savoia messa in condizione di saper giudicare l’innamoramento.
comando e controllo, preposta alla sicurezza Cesena Nel secolo scorso è passato per questa terra qualcuno che ha detto qual-
delle persone e alla salvaguardia dell’inesti- cosa di sensato in merito e ci ha messo sulla buona strada, ma come
mabile patrimonio artistico della capitale. San Valentino e Sanremo spesso succede, nessuno gli ha dato ascolto o lo ha guardato seriamente
Credo sia corretto affermare che Islam estre- nel becco. Si chiamava Sigmund Freud.
mista e calcio siano fra le principali cause Carissimo direttore,
la festa di san Valentino è la festa nella Nel suo scritto “Psicologia delle masse e analisi dell’io”, da cui ho tratto al-
dell’imbarbarimento di chi le segue con vi- cune delle frasi precedenti, Freud ci fa osservare che lo stesso meccani-
sione personalistica, sfogando la propria rab- quale si celebra l’amore come innamora-
mento. Due innamorati... occhi negli smo che è all’opera nell’innamoramento risulta all’opera anche nella
bia e frustrazioni contro tutto e tutti fuori formazione delle masse; quelle masse (graziose) in cui c’è un capo che
anche dal proprio territorio nazionale. Ai occhi…, perdere la testa... non posso vi-
vere senza di te… ecc. Non mi meraviglia il viene individuato come ideale a cui uniformarsi, rinunciando alla propria
tempi dei romani (panem et circenses) non capacità di pensare. Ecco qua le masse acritiche che hanno dato origine ai
glielo avrebbero permesso dentro e fuori dai fatto che questa festa abbia avuto una dif-
fusione pressoché mondiale e neanche più grandi orrori del secolo passato.
circhi. Le guerre di religione ci sono state Se qualcuno si accorge che la sua vita trascorre fra un innamoramento e
nella storia, ma non comprendo la violenza che mantenga un certo seguito nella po-
polazione giovanile e meno giovane. Ciò l’altro e ha la sensazione che qualcosa in lui non va, ha pensato giusto; si
gratuita fuori e dentro gli stadi per una palla faccia aiutare, la vita può andare molto meglio di così, a beneficio suo e di
che, rotolando dentro o fuori della rete, non che mi meraviglia e mi rattrista è che an-
cora non si sia levata nemmeno una mi- quelli che gli stanno attorno.
risolve e non migliora certamente la propria Loris Presepi
situazione socioeconomica e politica se il sera voce che abbia saputo giudicare
psicoanalista (lorispresepi@libero.it)
campag
abbona na
menti 2015

DIOCESI DI CESENA-SARSINA
bbonati
G IO agli a
G )
IN OMA e digitale (App
lʼedizion phone e tablet
er sm art
p
Settimanale d’informazione fondato nel 1911

Uno sguardo sul mondo


Abbonarsi conviene: direttamente a casa
notizie locali, dallʼItalia e dallʼestero
COME ABBONARSI QUOTE ABBONAMENTO OMAGGIO AI SOSTENITORI
● Utilizzando il bollettino di C.C.P. ● Ordinario: 45 euro Per gli abbonati
n. 14191472, intestato a Corriere Cesenate, che sottoscrivono
via del Seminario 85, Cesena
● Sostenitore: 70 euro
un abbonamento
● Al Centro Pastorale di Palazzo Ghini, ● Amico: 100 euro
SOSTENITORE o AMICO
corso Sozzi 39, Cesena ● Estero: 100 euro
in omaggio un libro di
● Presso la redazione del Corriere Cesenate STORIA LOCALE
in via del Seminario 85, Cesena
(da ritirare in redazione)
Alla libreria cattolica “San Giovanni”,

piazzetta Isei 13, Cesena Siamo presenti anche su Facebook


● In parrocchia
con la pagina “Corriere Cesenate”
e su Twitter con lʼaccount @ccesenate
● Con bonifico bancario.
Beneficiario: Corriere Cesenate. Per informazioni: redazione e amministrazione: via del Seminario, 85, Cesena
Banca: Cassa di Risparmio di Cesena, sede. tel. 0547 300258, fax 0547 328812
Iban: IT32Y 06120 23901 CC0010021712 redazione@corrierecesenate.it - www.corrierecesenate.it
SCUOLA
ISCRIZIONI
ECCO LE SCELTE
DEGLI STUDENTI
Quattro pagine
di pensieri e ricordi
in memoria
del vescovo Antonio
C.I.P. - Via del Seminario 85 - Corriere Cesenate 2015