Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 26 aprile 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 15
27/02/2004 n. 46) euro 1,30
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 15
Cesena 11 Rubicone 13 Vita della Chiesa 16 Attualità 17
Quartiere Novello Don Giorgio Bissoni La visita del Papa Giornalisti Fisc
Nuove polemiche Il missionario nei luoghi in visita
sui lavori torna dal Venezuela di don Tonino Bello all’Europarlamento
U na volta pronto il primo
lotto di alloggi, il se-
condo potrebbe essere co-
D opo 15 mesi di assenza,
ha trovato “un Paese di-
strutto”. Rientrato a Lon-
A 25 anni dalla morte
del servo di Dio un
Pontefice per la prima
Ll’Emilia
a testimonianza dei
rappresentanti del-
Romagna e del
struito nel giro di circa tre giano denuncia la grave cri- volta rende omaggio a Triveneto: “Bruxelles non
anni si vissuta dalla popolazione un vescovo in Italia è poi così lontana”

Editoriale L’incontro a Roma di sabato 21 aprile: Bologna e Cesena-Sarsina da Francesco


Cercasi Governo
di Francesco Zanotti

S
iamo alle prese con un secondo mandato
esplorativo. Dopo quello affidato alla
presidente del Senato, Elisabetta Alberti
Casellati, andato a vuoto, il presidente della
Repubblica, Sergio Mattarella, ha invitato il
presidente della Camera dei deputati, Roberto
Fico, a compiere un altro giro di consultazioni.
Il clima generale non è di certo dei migliori. I
vari schieramenti prendono tempo e cercano
L’abbraccio
del Papa
di smussare gli spigoli di una campagna
elettorale fin troppo dura nei toni, nelle
parole, nei modi.
L’esito delle elezioni regionali in Molise, con
un arretramento del Movimento 5 stelle e una
netta vittoria del centrodestra all’interno del
quale la Lega non si conferma come primo
partito, non aiuta una soluzione in tempi
rapidi. Potrebbe, comunque, essere vero anche
l’esatto contrario. Il fatto che l’elettorato si
sposti con tanta facilità potrebbe fare
comprendere a più di un leader in campo che
nulla è acquisito una volta per tutte, specie in
una fase così liquida come l’attuale.
La gente, il cittadino medio, quello che ogni
giorno tira la carretta di questo Paese e poi si
reca alle urne per esprimere una preferenza, si
aspetta risposte rapide e concrete in modo da
rimettere in carreggiata l’Italia con il resto del
continente. E le attende in un momento in cui
la debole ripresa parrebbe avviarsi su binari
più che discreti.
È vero che buona parte delle decisioni
nazionali vengono assunte oltre confine. Ma è
anche vero che il governo ha pur sempre un
certo peso e può fare sentire la propria voce
nelle sedi istituzionali, da Bruxelles fino a
quelle più sovranazionali come la Nato e
l’Onu, solo per citare le più note al grande
pubblico.
Usciamo da un equivoco. È bene ricordarsi che
qualunque governo ottenga la fiducia
necessaria, sarà sempre un esecutivo con
mandato parlamentare, come prevede la
nostra Costituzione. È nelle Camere che
occorre trovare la maggioranza. Il voto
popolare, che non ha assegnato maggioranze
in grado di stare in piedi da sole, ha detto con
chiarezza che occorre dare vita a coalizioni per
sostenere un esecutivo. È stata di certo un’altra giornata storica. Quella di sabato 21 aprile in Cesenatico 12 Valle Savio 14
È inutile e stucchevole continuare a ripetere piazza San Pietro a Roma segna una data che rimarrà negli annali delle
che l’esito del voto è stato chiaro. È stato diocesi di Bologna e di Cesena-Sarsina. La restituzione della visita dello Lutto nel clero Maltempo
chiaro nel non assegnare a nessuno una È morto Bagno di Romagna
maggioranza in grado di non dover chiedere
scorso primo ottobre ha fornito l’occasione per un altro incontro
sostegni ad altri. Questo è stata la risposta ravvicinato con il successore di Pietro. don Pietro Fantini conta i danni
inequivocabile giunta dalle urne del 4 marzo Il Pontefice è stato accolto da oltre 13 mila fedeli provenienti dall’Emilia
scorso. Gli schieramenti in campo sono tre, e Romagna e dai due vescovi. Nel suo saluto, il vescovo Douglas ha voluto
ben definiti. Le schermaglie fanno parte del
gioco. In Germania ci sono voluti sette mesi fare sentire a Francesco tutto l’affetto possibile. “Le vogliamo bene”, ha Solidarietà 18 Sport 21
per trovare un accordo tra le forze politiche. ricordato in conclusione dopo aver detto, fuori testo, che subito aveva Dalla 2xBene Cesena Calcio
Speriamo non ci tocchi la stessa sorte. pensato di andare a Roma per ringraziare, ma “mai avrei immaginato una
Anche perché noi non siamo come i nostri piazza così”. 12 mila euro Spettro retrocessione
vicini tedeschi e di un governo sentiamo il in beneficenza Bisogna vincere
bisogno. Primo piano alle pagg. 4-5-6-7
.
Opinioni Giovedì 26 aprile 2018 3

25 aprile Una riconoscente memoria


elebrare la “Liberazione” (25 aprile 1945) comporta la convocazione di tutta la “città” (in (urgente) del governo della

C ogni città e paese d’Italia) per fare memoria della presa di coscienza che animò gli italiani
sul significato del consenso, dato a suo tempo, al regime fascista, condotto poi alla tragica
alleanza con il nazismo hitleriano. Una consapevolezza maturata nel violento II conflitto
mondiale, nel succedersi dei mesi che videro le brigate partigiane contrastare, dopo l’8
settembre 1943, le violenze degli aderenti alla Rsi, aiutando così nelle retrovie delle armate tedesche
Repubblica.
L’anniversario della “Liberazione” ci
richiama alla riconoscenza per
quanti pagarono anche con la vita la
lotta contro Hitler che aveva tentato
l’avanzata degli Alleati. Senza di questa sarebbe stato impossibile far risalire oltre il Po, aldilà delle di sovvertire l’identità dell’antico
Alpi, la macchina bellica del Reich hitleriano. E fu “guerra civile” e ancor più, in profondità, continente per costruire il progetto
“resistenza”; premessa necessaria, seppure pagata a caro prezzo, della ricostruzione materiale e neopagano del Reich millenario.
politica del nostro Paese, approdato ben presto alla Costituzione della Repubblica italiana. Doverosa perciò a Cesena la
In quei mesi la dialettica dei partiti, nell’ambito dell’Assemblea costituente, pur schierandosi su memoria attorno al monumento di
ideologie di quasi opposto significato, seppero dare in tempi brevi al nostro popolo quella Carta che viale Carducci, alle lapidi e ai cippi in
ancora oggi, pur necessitando di opportuni aggiornamenti, rimane punto fermo nei “Principi ricordo di crudeli rappresaglie, al
L’ANNIVERSARIO DELLA “LIBERA- fondamentali” che la introducono. I lavori dell’Assemblea erano elaborati da gente temprata cimitero dei caduti della VIII Armata
ZIONE” CI RICHIAMA ALLA RICONO-
SCENZA PER QUANTI SI moralmente, che riusciva a mettere al di sopra dei particolari interessi di “parte” l’obiettivo del bene lungo la via che conduce a
IMPEGNARONO, PAGANDO ANCHE comune. Alla faccia dei “giochi” e dei “teatrini” che ritardano, ai nostri giorni la formazione Sant’Egidio di Cesena. Il più anziano
CON LA VITA, A SCONFIGGERE LE non aveva raggiunto i 30 anni.
ARMATE CON LE QUALI HITLER La presa di coscienza degli italiani sul significato del consenso dato a Una sosta nel fianco del Palazzo del
AVEVA TENTATO DI SOVVERTIRE Ridotto ci ricorda i nostri
L’IDENTITÀ DELL’ANTICO CONTI- suo tempo al regime fascista maturò nel violento II conflitto mondiale. concittadini ebrei, catturati dalle
NENTE COL PROGETTO NEOPAGANO
DEL REICH MILLENARIO La “resistenza” fu premessa necessaria per la ricostruzione del Paese Brigate Nere e avviati verso
Auschwitz, ma che in verità furono
trucidati e sepolti nelle buche del
campo di aviazione di Forlì.
Quei nomi ci ricordano il generoso
Bullismo e giustificazionismo La fotografia tentativo di salvarne alcuni del
parroco di Cesenatico don Lazzaro
Urbini che li aveva ospitati nella casa
Quei ragazzi che superano i confini della sua famiglia a San Vittore di
sono sfuggiti di mano a tutti Cesena. Generosità che si trasformò
in tragedia, nonostante il coraggioso
interessamento del vescovo

I l video lo abbiamo visto tutti e la levata di scudi è stata


unanime. L’adolescente che inveisce sulla faccia del
professore inerme e, reclamando una sufficienza, non
esita a mortificarlo davanti alla classe, senza curarsi né
della differenza di età tantomeno del ruolo che egli
Beniamico Socche, davvero
“defensor civitatis”. Una particolare
citazione: alle prime perplessità della
madre di don Lazzaro (con loro il
non ancora sacerdote don Adamo
ricopre. C’è molto in quel video, ci sono delle risposte e Carloni) nel timore di rappresaglie (e
anche delle domande piuttosto urgenti. infatti poi ci furono!), don Lazzaro la
L’attenzione è catturata dai gesti tracotanti dello studente, rassicurò dicendole: “Mamma, è il
che arriva perfino a sfilare il registro dalle mani del Papa che lo vuole!” (e questo ancora
professore e dalle sue parole urlate, condite da turpiloquio. una volta per chi maliziosamente
Sembra il monologo di un attore, unico protagonista al parla dei silenzi di Pio XII).
centro della scena. Unico sì, perché l’interpretazione non E come non fare memoria
considera affatto l’interlocutore, che diventa una sorta di riconoscente del rischioso
pretesto; ciò che conta è esibirsi davanti al resto della accompagnamento oltre il confine
classe fomentando il proprio ottuso narcisismo e la LA FOTOGRAFIA DI QUESTA SETTIMANA È DEL NOSTRO AFFEZIONATO LETTORE MA- svizzero organizzato salvare alcune
propria maleducazione. I compagni, d’altro canto, dal RINO SAVOIA. QUALCHE GIORNO FA, DURANTE UN’ESCURSIONE SUL FUMAIOLO, HA IM- famiglie ebree dai monaci di Santa
posto ridono e riprendono. La scena è ritenuta divertente. MORTALATO QUESTO FIORE SPONTANEO I CUI COLORI PARLANO DA SOLI. Maria del Monte, in collaborazione
Il professore, invece, appare spiazzato. Non sembra aver con i medici della Casa di cura San
contezza del fatto che lo stiano riprendendo. Non fondo il gioco che sta giocando e questa è la cosa grave. Non ha alcuna Lorenzino, il dottore Elio Bisulli e il
proferisce parola, questo colpisce molto. Resta attonito in consapevolezza del luogo dove si trova e della persona che ha di fronte. professore Achille Franchini (si veda
piedi. Incapace di qualsiasi azioni di contrasto. Molti diranno che si tratta di una eccezione e che i ragazzi, per fortuna, al proposto l’appendice al libro di
Pare non fosse la prima volta, in queste ultime ore è uscito non sono tutti così. Vero, ma non basta a rasserenare gli animi. E che sia Placido Zucal “Clausura violata”)
un secondo video in cui lo stesso docente viene preso a una eccezione è da vedere. Lo è nella forma estrema, ma la tendenza a consegnato all’archivio dello Yad
testate dall’alunno, che stavolta indossa un casco da contrastare i docenti, a denigrare la scuola e il suo progetto, è fin troppo Vashem di Gerusalemme.
motociclista. diffusa ormai. Abbiamo “psicologizzato” molti casi in questi anni, Un’ultima sosta appena fuori
Una classe di scuola superiore allo sbando, dunque. Un troppo. E spesso psicologizzare ha coinciso con giustificare. Quei Ravenna, a Piangipane, al cimitero di
docente in balia dei suoi studenti. ragazzi, che superano i confini del lecito con un docente o i compagni guerra contrassegnato dalla Stella di
Quanto sconforto. Eppure questa è la cruda realtà. E non si stessi, sono abituati a farlo anche a casa. Sono completamente sfuggiti Davide: vi riposano i caduti della
provi a etichettare il giovane come “bullo”. Ultimamente ci di mano alla famiglia, o spesso la famiglia è sfuggita loro. Ma queste Brigata Ebraica, giunti sulla linea del
piacciono le etichette e abbiamo definizioni per tutte le criticità dei singoli dovrebbero trovare all’interno del sistema sociale e fronte (l’argine destro del fiume
stagioni. Il ragazzo non è affatto un bullo. E’ una scheggia scolastico una possibile soluzione, non dovrebbero travolgerli e Senio) nella primavera del 1945.
impazzita ed estrema di un sistema che fa acqua da tutte le destabilizzarli. Assistiamo a questo, invece. E i docenti sono sempre più Espressione eroica di quella
parti. E il sistema non è affatto la scuola, o almeno non da demotivati e disarmati davanti a critiche diffuse (spesso anche portate “resistenza” che fin dagli inizi della
sola. E’ l’intera società nel suo ruolo educativo. avanti dai media), che poi in alcuni casi, come questi, diventano Shoah mosse tanti ebrei a opporsi in
In piedi, a sbraitare è il nuovo Frankenstein che dal sepolto aggressioni. La scuola, l’educazione, la formazione dei nostri ragazzi ne tutta Europa ai deliranti progetti del
cimitero delle regole e della educazione abbiamo evocato. fanno le spese. A che serve aderire ai progetti europei o strutturare Reich millenario.
Uno zombie, che sbraita in preda a una delirante e l’alternanza scuola-lavoro, parlare di futuro se il materiale umano è Piero Altieri
inconsapevole frenesia. Non capisce neppure lui fino in questo? Silvia Rossetti
4 Giovedì 26 aprile 2018 Primo piano

Il saluto del vescovo Douglas SAGRATO DI PIAZZA SAN PIETRO, SABATO 21 APRILE:
IL SALUTO INIZIALE DEL VESCOVO DOUGLAS A PAPA FRANCESCO
(FOTO SABRINA LUCCHI)

a Bergoglio in piazza San Pietro


“Grazie papa Francesco
Le vogliamo bene”
Il presule a braccio, nel saluto iniziale dell’Udienza privata che il
Pontefice ha dato alle Diocesi di Cesena-Sarsina e di Bologna, ha
aggiunto: “Subito abbiamo pensato a questa udienza, ma non
immaginavo una piazza così”

P
ubblichiamo
FOTO SA.L. integralmente il
messaggio di saluto
che il vescovo Douglas
ha rivolto a papa
Francesco in apertura
dell’udienza speciale per visita ha presso avvio una serie di piena di speranza che offre una
la restituzione della visita incontri formativi per laici sui temi soddisfazione spirituale
che il pontefice ha della Dottrina sociale della Chiesa, non incomprensibile secondo i criteri
tenuto a Cesena e a lasciando così cadere il suo invito a mondani. (…) Non sto parlando della
Bologna lo scorso 1 ’non balconare’, ma di essere tutti gioia consumista e individualista così
ottobre. protagonisti della vita sociale della presente in alcune esperienze culturali
nostra città. 2) E in cattedrale - tra le di oggi. Il consumismo infatti non fa

C
aro papa Francesco, tante importanti sollecitazioni pastorali che appesantire il cuore; può offrire
mi unisco ai che Ella ci ha dato - ne raccolgo una, piaceri occasionali e passeggeri, ma
ringraziamenti espressi dall’arcivescovo di simpatica, ma non meno impegnativa: non gioia. Mi riferisco piuttosto a quella
Bologna e mi faccio portavoce di tanti fedeli, sacerdoti, diaconi e l’invito che Ella ha fatto ai preti di non gioia che si vive in comunione, che si
consacrati che hanno goduto della sua presenza - durata solo due ore - lo fare colazione con l’aceto, ma di condivide e si partecipa, perché “si è
scorso 1° ottobre a Cesena. Come vescovo di questa amatissima Chiesa prendere un buon caffè-latte; fuor di più beati nel dare che nel ricevere” (At
particolare credo che non avremmo potuto ricevere un dono più grande, metafora, di essere sempre gioiosi, 20,35) e “Dio ama chi dona con gioia” (2
più bello e più prezioso: la sua parola che è risuonata forte e profetica perché - toccati dall’incontro con Cor 9,7) (Gaudete et exsultate,
nella nostra piazza e in cattedrale; i suoi gesti così eloquenti e carichi di Cristo - non si può non essere nella 122.125.128).
passione per l’uomo specialmente quello più sofferente, gli anziani, gli gioia. Leggiamo infatti nella sua recente
ammalati, i bambini. Ricordo il momento in cui un papà mentre Ella si esortazione Gaudete et exsultate: “Il Insomma, Padre santo: qui davanti a lei
dirigeva verso l’ippodromo per prendere il volo per Bologna, riuscì a farmi santo è capace di vivere con gioia e oggi, nella cornice solenne di questa
avere tra le mani la sua piccola bambina di pochi mesi e gliela porsi per senso dell’umorismo. Senza perdere il piazza che ci intimorisce un po’,
una benedizione. Ricordo la tenerezza con cui Ella la baciò e la benedisse. realismo, illumina gli altri con uno vogliamo dirle che ci impegniamo a
Grazie, santo padre, per la sua vicinanza, la sua prossimità di padre, di spirito positivo e ricco di speranza. (…) stare dentro alla vita da autentici
pastore e di fratello. Un conto è per la gente vederla in televisione - così Ci sono momenti duri, tempi di croce, cristiani, con il sorriso in volto perché
tanti mi hanno detto - e un’altra cosa è ascoltarla a pochi metri e ma niente può distruggere la gioia illuminato da Cristo, nostra unica
incontrarla nella propria città. soprannaturale, che “si adatta e si speranza.
trasforma, e sempre rimane almeno
Siamo venuti oggi per ringraziarla e le voglio dire che non come uno spiraglio di luce che nasce Le vogliamo dire, davvero con il cuore,
dimenticheremo le sue parole; abbiamo raccolto le sue indicazioni; le dalla certezza personale di essere ancora una volta: grazie, papa
consideriamo una traccia autorevole e provvidenziale per il nostro infinitamente amato, al di là di tutto”. È Francesco, le vogliamo bene!
cammino di Chiesa diocesana. Due ne vorrei ricordare: 1) Dopo la sua una sicurezza interiore, una serenità vescovo Douglas

DA CESENA PELLEGRINI IN UDIENZA DA PAPA FRANCESCO. In piazza le testimonianze del vice sindaco Carlo Battistini e di Liviana Siroli, del Centro volontari della sofferenza

Impegnati in politica e nel sociale a partire dalla realtà


“M
ricordando alcuni brani dei due discorsi
I SINDACI DI BAGNO DI ROMAGNA anco pronunciati dal Pontefice in piazza del
MARCO BACCINI E DI CESENA PAOLO da Popolo e nel Duomo, ha confessato di aver
LUCCHI CON GIANNI MORANDI E DON Roma dalla compreso che “quanti si impegnano in
WALTER AMADUCCI (FOTO P.G. MARINI) canonizzazione di politica o, come me, si trovano ad
Pio XII”. Sono amministrare pro tempore la propria
partiti all’alba del comunità, non devono più guardare al
21 aprile da diversi passato per individuare le soluzioni ai
punti di Cesena i problemi o per individuare le scelte, ma IL VICESIN-
DACO DI CE-
35 pullman su cui guardare alla realtà di oggi e provare a SENA CARLO
hanno viaggiato i costruire un futuro che sia per tutti e non BATTISTINI E
circa 1200 per pochi”. LIVIANA SI-
pellegrini cesenati La naturalezza e la semplicità del Pontefice ROLI, DURANTE
con il fazzoletto hanno ispirato anche la testimonianza di LE LORO TESTI-
giallo al collo. Il Liviana Siroli che, memore della carezza MONIANZE
(FOTO
viaggio è stato che il Papa ha riservato agli ammalati P.G. MARINI)
animato da incontrati a Cesena, ha composto
canzoni e ricordi l’intervento letto davanti a circa 15/20 mila
dell’ultima volta in cui qualcuno aveva visitato Roma, come quella donna - che persone assieme ai disabili di ’Volontari
un po’ confusa - ha rammentato una mancata canonizzazione, ma poco della sofferenza’. Voluta dal vescovo
importa perché quello che conta è il fervente desiderio di poter rivedere Douglas in persona, Liviana Siroli con la
Francesco gridando “Ciao Papa”. “Ti vogliamo bene, papa Francesco”, ha detto sua testimonianza ha esortato i pellegrini a
alla fine del suo saluto il vescovo Douglas, e questo affetto i 13 mila fedeli valorizzare maggiormente gli ammalati e
arrivati da Cesena-Sarsina e da Bologna lo hanno reso tangibile sul sagrato e per le malattie stesse perché in esse - ha
l’intera piazza san Pietro. A un tratto, con l’arrivo di Gianni Morandi il centro rammentato - sono presenti le stesse
della cristianità ha dato forma a un grande flash-mob sulle note di “Romagna sofferenze patite da Gesù. Il suo, infatti, è
mia” con cui si è dato il benvenuto al Papa. stata una vera e propria ode alla vita e un
Particolarmente significative le testimonianze del vice sindaco Carlo Battistini e incoraggiamento a viverla sempre e
di Liviana Siroli del Cvs (Volontari della sofferenza), due momenti di riflessione comunque nonostante le difficoltà dovute
sulla vita e sul rapporto tra fede e politica. Ed è proprio al mondo della politica a una patologia. “Che cosa ha di bello una
che la Siroli si è rivolta invitando i politici alla sua destra, tra loro Romano Prodi, vita noiosa? Ha che nonostante tutto è la
Pierferdinando Casini e il ministro Gian Luca Galletti, a tacere. “I politici stiano mia vita. Ha che nonostante
un po’ zitti”, ha detto staccandosi dal testo e facendo sorridere l’intera piazza. tutto io vivrò”, ha ricordato citando una
Proprio sul legame fede-politica si è concentrato Carlo Battistini che, vecchia canzone.
ripercorrendo i punti salienti della visita di papa Francesco a Cesena e Alessandro Notarnicola
Primo Piano Giovedì 26 aprile 2018 5

Sabato 21 aprile, Udienza particolare in piazza San Pietro. Papa Francesco ringrazia
Bologna e Cesena-Sarsina e invita le due comunità a non stancarsi mai di cercare Dio
e di mettersi a servizio dei fratelli

Laviadellasantità,ilcamminodapercorrere
P
ubblichiamo il testo solamente del cibo materiale, ma anche di
integrale del discorso quello "che dura per la vita eterna" (Gv 6,27).
che papa Francesco ha Cari fratelli e sorelle, gli uomini e le donne del
tenuto sabato 21 aprile in nostro tempo hanno bisogno di incontrare Gesù
occasione dell’udienza Cristo: è Lui la strada che conduce al Padre; è
concessa alle Diocesi di Lui il Vangelo della speranza e dell’amore che
Bologna e Cesena-Sarsina rende capaci di spingersi fino al dono di sé.
come restituzione della visita Ecco la nostra missione, che è ad un tempo
del primo ottobre scorso. responsabilità e gioia, eredità di salvezza e dono
da condividere. Essa richiede generosa

C
ari fratelli e sorelle, disponibilità, rinuncia di sé e abbandono
vi saluto tutti con fiducioso alla volontà divina. Si tratta di
affetto. Grazie per la compiere un itinerario di santità per rispondere
vostra presenza festosa! Con con coraggio all’appello di Gesù, ciascuno
questa visita presso la tomba secondo il proprio peculiare carisma. "Per un
di Pietro voi ricambiate cristiano non è possibile pensare alla propria
quella da me compiuta alle missione sulla terra senza concepirla come un
vostre Comunità diocesane il cammino di santità, perché "questa infatti è
1° ottobre dello scorso anno. volontà di Dio, la vostra santificazione" (1 Ts
Ve ne sono molto grato. 4,3). Ogni santo è una missione; è un progetto
Saluto l’arcivescovo di del Padre per riflettere e incarnare, in un
Bologna, monsignor Matteo momento determinato della storia, un aspetto
Zuppi, e il vescovo di Cesena- del Vangelo" (Gaudete et exsultate, 19).
Sarsina, monsignor Douglas
Regattieri, tanto premurosi
durante la mia visita. Vi FOTO
ringrazio, cari fratelli, per le PIER GIORGIO MARINI
vostre parole che ravvivano
in me il ricordo di quella
giornata. Porgo il mio
benvenuto alle autorità civili
qui presenti, come pure ai sacerdoti, alle
persone consacrate e ai fedeli laici, con evangelizzatori, siete chiamati a nel vincolo dell’amore e
un pensiero speciale per tutti coloro che proseguire su questa stessa strada, della speranza. Il Signore
si uniscono spiritualmente a questo impegnandovi generosamente ad Gesù l’ha istituita perché
pellegrinaggio, in particolare per i malati annunciare il Vangelo ai vostri rimaniamo in Lui e
e i sofferenti. concittadini e testimoniandolo con le formiamo un solo corpo,
Conservo viva la memoria degli incontri opere, che non necessariamente devono da estranei e indifferenti
che ho vissuto nelle vostre città. Non essere grandi. I cristiani sono lievito di gli uni agli altri
dimentico l’accoglienza che mi avete amore, di fraternità, di speranza con diventiamo uniti e
riservato e i momenti di fede e di tanti piccoli gesti quotidiani. fratelli.
preghiera che abbiamo condiviso, ai L’occasione della visita a Bologna fu L’Eucaristia ci riconcilia e
quali hanno preso parte fedeli offerta, come voi ben sapete, dalla ci unisce, perché alimenta il rapporto Vi incoraggio a far risuonare nelle vostre
provenienti da ogni parte delle vostre conclusione del Congresso Eucaristico comunitario e incoraggia atteggiamenti comunità la chiamata alla santità che riguarda
rispettive Diocesi. È stato un dono della Diocesano. Il fervore suscitato da di generosità, di perdono, di fiducia nel ogni battezzato e ogni condizione di vita. Nella
Provvidenza per confermare e rafforzare quell’evento ecclesiale, che ha raccolto prossimo, di gratitudine. L’Eucaristia, santità consiste la piena realizzazione di ogni
il senso della fede e dell’appartenenza numerose persone intorno a Gesù che significa "rendimento di grazie", ci aspirazione del cuore umano. È un cammino
alla Chiesa, che chiede necessariamente eucaristico, possa prolungarsi nel fa percepire l’esigenza del che parte dal fonte battesimale e porta fino al
di tradursi in atteggiamenti e gesti di tempo, non affievolirsi ma accrescersi e ringraziamento: ci fa capire che "si è più Cielo, e si attua giorno per giorno accogliendo il
carità, specialmente verso le persone più portare frutti, lasciando un’impronta beati nel dare che nel ricevere" (At Vangelo nella vita concreta. Con questo
fragili. I vostri vescovi hanno indelebile nel cammino di fede della 20,35), ci educa a dare il primato impegno e con questo slancio missionario,
sottolineato come la mia visita pastorale vostra Comunità cristiana. Come ho all’amore e a praticare la giustizia nella destinato a ridare nuovo impulso
sia stata motivo di rinnovato impegno ricordato nella recente Esortazione sua forma compiuta che è la all’evangelizzazione delle vostre Diocesi, darete
da parte di tutte le componenti delle apostolica Gaudete et exsultate, misericordia; a saper ringraziare sempre, un seguito concreto alle esortazioni che vi ho
vostre comunità. Ringrazio Dio per "condividere la Parola e celebrare anche quando riceviamo ciò che ci è rivolto nel corso della mia visita. Non stancatevi
questo e vi esorto a continuare con insieme l’Eucaristia ci rende più fratelli e dovuto. Il culto eucaristico ci insegna di cercare Dio e il suo Regno al di sopra di ogni
coraggio nel cammino intrapreso. ci trasforma via via in comunità santa e anche la giusta scala dei valori: a non cosa e di impegnarvi al servizio dei fratelli,
Nella città di Cesena abbiamo missionaria" (n. 142). L’Eucaristia, mettere al primo posto le realtà terrene, sempre in stile di semplicità e di fraternità. La
commemorato il terzo centenario della infatti, fa la Chiesa, la aggrega e la unisce ma i beni celesti; ad avere fame non Vergine Maria, "la santa tra i santi, la più
nascita del papa Pio VI, con un pensiero benedetta, colei che ci mostra la via della santità
anche per Pio VII. Il ricordo di questi due ROMA, PIAZZA SAN PIETRO, SABATO 21 APRILE: e ci accompagna" (ibid., 176), sia il sicuro punto
vescovi di Roma, entrambi cesenati, ha IN ALTO, IL SAGRATO CON PAPA FRANCESCO E SULLO SFONDO I 13MILA PELLEGRINI DI di riferimento nel vostro itinerario pastorale e
costituito per voi che componete quella CESENA-SARSINA E DI BOLOGNA ARRIVATI IN PIAZZA SAN PIETRO PER L’UDIENZA SPE- missionario.
Comunità diocesana un’occasione CIALE A LORO DEDICATA, IN RESTITUZIONE DELLA VISITA CHE PAPA FRANCESCO HA Vi ringrazio ancora per questo incontro. Vi
propizia per riflettere sul cammino FATTO NELLE DUE CITTÀ LO SCORSO 1 OTTOBRE 2017 (FOTO VATICAN MEDIA/SIR) chiedo per favore di continuare a pregare per
dell’evangelizzazione percorso fino ad SOTTO, LA PRIMA FILA, CON I VICARI DON PIER GIULIO DIACO E DON WALTER AMA-
me, e di cuore vi imparto la benedizione
oggi e sui nuovi traguardi missionari che DUCCI, IL PREFETTO FULVIO ROCCO DE MARINIS, IL SINDACO PAOLO LUCCHI E IL VICE- apostolica, che estendo a tutti coloro che
vi attendono. Eredi di queste e altre SINDACO CARLO BATTISTINI CON LE RISPETTIVE MOGLI (FOTO PIER GIORGIO MARINI) compongono le vostre Comunità diocesane.
importanti figure di pastori e di A DESTRA, DON ALFIO ROSSI E DON MARCO MURATORI PORGONO IL SACRO CORPORALE papa Francesco
DI BAGNO DI ROMAGNA A PAPA FRANCESCO (FOTO PIER GIORGIO MARINI)
6 Giovedì 26 aprile 2018 Primo Piano

“Volete andarvene anche voi? D ouglas


scovo
Signore, dove vuoi Il ve
nell’omelia
che andiamo?
Solo tu puoi darci
una parola viva”
E poi l’invito ad abbandonarsi in Lui. “È
l’atto della fede - ha aggiunto
monsignor Regattieri - che ora noi
ripetiamo: Signore, io credo in Te. Mi
affido a te”

P
ubblichiamo il testo dell’omelia che il vescovo Douglas ha Oggi più che mai impazienti e ansiosi, ma da ministri del
pronunciato durante la Messa presieduta dall’arcivescovo evangelizzare vuol dire Vangelo la cui vita irradii fervore, che
di Bologna Matteo Zuppi in piazza San Pietro, a Roma, testimoniare una vita abbiano per primi ricevuto in loro la gioia
sabato scorso 21 ottobre. La celebrazione si è tenuta dopo nuova, trasformata da del Cristo’” (n.10).
l’udienza avuta con papa Francesco. Dio, e così indicare la
strada” (11 ottobre “Tu hai parole di vita eterna!”
I fallimenti 2012). L’esperienza del Così anche la pagina evangelica proclamata
La storia di coloro che si sono avventurati nel seguire il Maestro fallimento della dal diacono (cfr Gv 6, 60-69). In Pietro e negli
di Nazareth è segnata da successi, ma anche da fallimenti. predicazione continua altri apostoli e discepoli si mescolano
Sembra tuttavia che questi ultimi siano prevalenti. I vangeli non ancora oggi nel suo fallimenti e successi. Giovanni non ha paura
hanno timore a registrarli: nei giorni della passione, per corpo mistico, la di evidenziarlo: “Questa parola è dura! Chi
esempio, “tutti lo abbandonarono e fuggirono” (Mc 14, 50); ma Chiesa. può ascoltarla?” (v. 60); “i suoi discepoli
non tutti, in verità: Pietro e Giovanni lo seguirono. Pietro arriva mormoravano” (v. 61); “tra voi vi sono alcuni
fino al cortile del sommo sacerdote; Giovanni, amato da Gesù e I successi che non credono. Gesù infatti sapeva fin da
amante di Gesù, arriva fino in fondo, fin sotto la croce. Sono gli I CAMPANARI Ma dopo l’effusione dello Spirito, tutto è in principio chi erano quelli che non credevano
IN PIAZZA
stessi due apostoli che dopo Maddalena, attestano e vedono il SAN PIETRO salita: ed ecco qualche successo, per fortuna! e chi era colui che lo avrebbe tradito” (v. 64);
sepolcro vuoto (Cfr Gv 20, 5-6). Ma uno vede e possiamo E LA Ecco la Chiesa che cresce nel cuore della “Da quel momento molti dei suoi discepoli
presumere che continuasse a dubitare, l’altro vede ma crede (Cfr PROCESSIONE gente; la vera evangelizzazione, quella che tornarono indietro e non andavano più con
Gv 20, 8). E gli altri? Nonostante le apparizioni del risorto, D’USCITA tocca e scende nei cuori, è quella che è lui” (v. 66);”Volete andarvene anche voi?” (v.
conservano in loro un misto di entusiasmo e di incredulità; lo DELLA MESSA fondata sulla testimonianza; il vangelo si 67). A Gesù è bastata quella domanda di
afferma Marco candidamente, nel chiudere il suo vangelo: “Alla (FOTO diffonde per attrazione (cfr Francesco, Pietro per sentirsi ripagato di tutti i rifiuti e di
P.G. MARINI)
fine apparve anche agli Undici, mentre erano a tavola, e li Evangelii gaudium, 14). La pagina che ci ha tutte le contestazioni accumulate durante il
rimproverò per la loro incredulità e durezza di cuore, perché descritto un quadretto della vita della chiesa ministero: Signore, dove vuoi che andiamo?
non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risorto. E primitiva ce lo conferma (cfr At 9, 31-42). La Solo tu puoi darci una parola viva! (Cfr Gv 6,
disse loro: “Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo a Chiesa cresce come un piccolo seme, come 68).
ogni creatura” (Mc 16, 14-15). Incredibile! A questi increduli, un granello di senape. È un passa parola che Qui nella casa di Pietro, anche noi oggi con
Tommaso compreso che Gesù definisce appunto come diffonde sempre più la bella notizia. I casi di lui, con papa Francesco, ringraziandolo per
’incredulo’ (Cfr Gv 21, 27), il Signore affida la missione di Enea e di Tabità - lo abbiamo ascoltato nella averci accolti, vogliamo gridare a Cristo: Solo
annunciare nel mondo il suo vangelo! Ma quale direttore di prima lettura - fanno il giro delle città. Tutti tu hai parole che riempiono il nostro cuore!
azienda, quale responsabile di associazione, quale dirigente si gli abitanti di Lidda e del Saròn si
contornerebbe di persone non convinte e non entusiaste del convertirono al Signore (Cfr At 9, 35) e “la L’abbandono non di Lui, ma in Lui
lavoro da compiere? cosa fu risaputa in tutta Giaffa, e molti Questa parola di Pietro, in realtà, è una resa
Fallimenti dunque. Sono passati 2000 anni, ma continua il credettero nel Signore” (At 9, 42). La vera incondizionata, ma convinta ed entusiasta, a
rifiuto, l’indifferenza verso il Maestro di Nazareth, anche nel chiave del successo - seppure lento e Gesù. Dopo la resistenza, la resa, cioè
nostro mondo; oggi la chiamiamo ’desertificazione spirituale’ impercettibile - è la testimonianza attraente, l’abbandono: non di Lui ma in Lui. Pietro
(cfr Francesco, Evangelii gaudium, 86).) Per questo papa attrattiva e coinvolgente. Papa Francesco ce l’aveva abbandonato nei giorni bui della
Benedetto XVI indisse un Anno della fede constatando come lo ha ripetuto nell’Evangelii gaudium: passione, ma ora si abbandona in lui. Si
una vasta area del mondo sia toccata da un deserto spirituale e “Recuperiamo e accresciamo il fervore, ’la arrende incondizionatamente. È l’atto della
viva come se Dio non esistesse. “In questi decenni - dolce e confortante gioia di evangelizzare, fede, che anche noi ora, con entusiasmo e
commentava Benedetto XVI, aprendo l’Anno della fede - è anche quando occorre seminare nelle con profonda convinzione, facciamo come
avanzata una “desertificazione” spirituale. (…) È il vuoto che si è lacrime […] Possa il mondo del nostro se fossimo in compagnia di Pietro: Signore,
diffuso. Ma è proprio a partire dall’esperienza di questo deserto, tempo - che cerca ora nell’angoscia, ora nella io credo in Te! Mi affido a Te! Ci
da questo vuoto che possiamo nuovamente scoprire la gioia di speranza - ricevere la Buona Novella non da abbandoniamo in Te!
credere, la sua importanza vitale per noi uomini e donne. (…) evangelizzatori tristi e scoraggiati, vescovo Douglas

I ragazzi della Papa Giovanni XXIII di Bagnile dal Papa all’udienza di sabato 21 ottobre Ex voto

“Papa Francesco è uomo di pace” A l termine dell’udienza di sabato scorso a


Roma, il Papa ha firmato un ex voto che gli è
stato presentato da monsignor Walter Amaducci,
vicario episcopale per la pastorale. Si tratta di

P
er i cesenati ritrovare il Papa è stata una grande un’opera dell’artista Gabriele Giombetti che ritrae
festa. Dopo la storica visita del 1° ottobre scorso la Anna Paglierani, presidente diocesana Cvs (Centro
diocesi di Cesena-Sarsina, assieme alla comunità volontari della sofferenza) che il Papa ha
diocesana bolognese, si è recata a Roma con il vescovo benedetto. Il quadro verrà portato alla Basilica del
Douglas per prendere parte all’udienza speciale di papa Monte di Cesena la sera del 31 maggio, a
Francesco. conclusione del consueto pellegrinaggio
Tra i 2.200 cesenati erano presenti anche i 12 migranti diocesano.
ospitati dalla Comunità Papa Giovanni XXIII.
Accompagnati da Giorgio Pollastri, tra loro anche una
ragazza, hanno vissuto con particolare emozione FOTO
P.G. MARINI
l’incontro con il Papa. “Per loro è stata la prima volta. Non
avevano mai visto Roma e neppure il Papa. Eccetto uno di
loro che è cattolico, tutti gli altri sono musulmani”, spiega
Giorgio Pollastri. “Quando ho proposto loro il
pellegrinaggio a Roma - aggiunge Pollastri - hanno subito
accettato perché vedono il Papa come una brava persona e
un uomo di pace”. I 12 ragazzi, con un’età compresa tra i
19 e i 29 anni, sono a Cesena da molto tempo. Tutti si sono
integrati socialmente e professionalmente anche grazie a
un progetto messo a punto dalla Caritas a Ronta.
Alessandro Notarnicola
Primo piano Giovedì 26 aprile 2018 7

Le testimonianze a caldo dei pellegrini dopo l’incontro con il


LAURA
Pontefice. Le attese e la commozione E CHIARA VINCENZI
L’udienza e l’abbraccio con Francesco. Una corista: "È stata
un’esperienza unica. Eravamo in tanti, ma con una sola voce,
quella del cuore"

VERDIANA ZANOTTI
DI GATTOLINO

FABIO PACIFICO
SUSY MONTI DI PIEVESESTINA
AL MOMENTO
DELL’EUCARISTIA

ELENA BRASINI
(QUARTA DA SINISTRA)
INSIEME AD ALCUNI
PARROCCHIANI PELLEGRINI

Una giornata memorabile


U
na gioia che si rinnova e un abbraccio capace di gente che non frequenta la Chiesa assiduamente, ma il dimostrato così... anche quando le parole non escono”. “È
andare oltre le distanze, il tempo, i ruoli. E così la Papa raccoglie il bene e le aspettative della gente. È questo stato un pellegrinaggio di famiglia, insieme alla famiglia
comunità diocesana di Cesena-Sarsina - insieme a che la gente si aspetta da un Papa, che è Padre”. diocesana - la parola passa a Chiara, sorella di Laura e sua
quella di Bologna - ha assaporato il nuovo dono di “Questo cappellino rosso fa più ombra - mostra orgogliosa accompagnatrice nel saluto a papa Francesco, a Roma
incontrare papa Francesco a casa sua, in quella piazza San il ricordo dell’udienza dell’aprile del 2016 vissuto insieme insieme al marito Alessandro e a Ismaila -. Quando siamo
Pietro che proprio come un abbraccio ha visto riuniti al Corriere Cesenate a Roma in occasione del 50esimo della arrivati, ci siamo sistemati sul sagrato, insieme al gruppo.
circondati dal colonnato del Bernini, la comunità Federazione dei settimanali diocesani Verdiana Zanotti, Ma poi ci hanno detto che con la carrozzina dovevamo
diocesana guidata dal vescovo Douglas e il Santo Padre. sempre di Gattolino, in piazza San Pietro insieme al marito spostarci giù in piazza. Subito non abbiamo accolto bene
Forti le emozioni di chi qui è giunto per diverse strade e Pierino Foschi. “È stato un momento di bella condivisione, questo, ma poi ho pensato che se il Signore ci ha spostato
motivazioni. Per tutti - dopo una ’levataccia’ e tante ore di comunità. Ho apprezzato le parole riportate dal lì, era perché ci voleva fare un regalo. Ho chiesto aiuto allo
sotto il primo ’solleone’, tra nasi rossi e capocce accaldate - vicesindaco Carlo Battistini che ha ricordato il messaggio Spirito Santo, che ci aiutasse a vivere al meglio il momento;
nel cuore la consapevolezza di un incontro speciale, di una che papa Francesco ci ha lasciato in piazza del Popolo: nell’attesa, abbiamo pianto come due fontane, ma poi ci
parola che si è fatta messaggio, di uno sguardo che si è vivere con un’attenzione particolare alla carità. Il dire più siamo rasserenate. Quando il Papa ha stretto la mano a
fatto tenerezza. E poco importa se la foto sullo smartphone spesso ‘grazie’, la felicità della gratitudine. Vivremmo Laura, ha poi cercato la mia mano, con discrezione. Il suo
è venuta sfuocata, o se si sperava in una mano sfiorata. meglio tutti, e invece a fasem quel cus pè! Gianni Morandi è sguardo era proprio su di me e anche se per pochi istanti
Sentirsi attesi e accolti da papa Francesco, in più di 2mila stato simpatico: bello vedere come questi personaggi si mi ha trasmesso il bene e la comunione della Chiesa”.
della propria comunità diocesana, insieme al vescovo e fanno persone al canto di ’Si può dare di più!’”. “Quando il 1° ottobre Papa abbiamo vissuto il grande
parroci, a fratelli, amici, figli, genitori, è stata una grande Laura Vincenzi di San Mauro Mare, insieme alla sorella regalo di cantare davanti alla Cattedrale e accogliere così
gioia condivisa. Chiara, è stata tra le prime a essere salutata personalmente papa Francesco davanti al Duomo - sono le parole di
A Roma insieme al marito Simone e a una ottantina di da papa Francesco, quando di buon passo dal sagrato si è Gabriela Gramigna, di Sant’Egidio, una delle
parrocchiani, guidati da don Luciano Zanoli, è Elena spostato tra i ’suoi amici preferiti, gli ammalati’, come centocinquanta tra coristi e musicisti del coro Alma Canta
Brasini, della parrocchia di Gattolino. “Siamo partiti un ricorda Bergoglio. Ed è stata una sorpresa ’dell’ultima ora’ che ha animato la mattinata - di certo non immaginavo
poco delusi dal fatto che l’organizzazione iniziale fosse per lei che si è unita al gruppo di disabili, in piazza, pur che saremmo poi andati a San Pietro. La nostra direttrice
cambiata (sala Nervi, più raccolta), ma alla fine l’emozione avendo raggiunto Roma con il gruppo di Gattolino: “Io non Nicoletta Bettini ci diceva: ’Pregate, e abbiate fede’. Quando
è stata tanta, anche se il Papa è stato con noi poco. Ci ha frequento tanto la Chiesa, ma questo Papa avvicina tutti abbiamo iniziato a cantare, una grande serenità ha
lasciato qualcosa di nuovo su cui riflettere. Quel poco di perché è semplice, non ha cerimoniale. E questo permette cacciato qualche ansia e preoccupazione. Il sole, il caldo, la
delusione alla fine si è aperto in un piacere di così tanta a ciascuno di avvicinarlo e di sentirsi rassicurato, che mai si sistemazione non ottimale non erano un problema:
gente con cui condividere l’emozione. Ho già incontrato è soli. Non sono riuscita a dirgli niente se non a sorridergli eravamo lì, insieme e con il nostro Papa. Chi canta prega
papa Francesco a Cesena come volontaria, ero molto e stringergli la mano. La mia stima e affetto per lui l’ho due volte, e cantando noi eravamo felicissimi. Ringrazio
vicina sul percorso... ma ogni volta ti per l’esperienza che ci ha fatto crescere
lascia emozioni e sensazioni diverse, come persone, come coro e comunità
nonostante lui sia sempre lui e io sempre in cammino. È stata un’esperienza
io, ma ogni volta è nuova. È una persona unica: eravamo in tanti, ma con una
vicina al cuore di tutti, e riscuote così il sola voce. Quella del cuore”.
bene di chi non frequenta tanto la Sabrina Lucchi
Chiesa. Nello stesso nostro gruppo, c’era

“I
l Papa ci ha fatto sentire a casa. soddisfatto in tanti richiamano i
Come un padre amorevole ci passaggi del discorso del Papa. “Mi ha
ha regalato una carezza, un colpito il clima di festa - spiega Paola
atto di affetto nei confronti della nostra Botteghi da Madonna del Fuoco - e il
famiglia e dei giovani che erano con noi. desiderio di ognuno di noi di essere
Aveva il volto raggiante di gioia e ce l’ha sereni e di ascoltare chi ci sa dire
SARA E ANDREA ZOFFOLI CON IL PICCOLO PIETRO
donata”. Questo raccontano Sara, E IL GRUPPO POST CRESIMA DI MADONNA DEL FUOCO qualcosa di grande e che fa da volare
Andrea e Pietro Zoffoli della parrocchia in alto. Per qualche ora non si pensa
di Madonna del Fuoco hanno potuto solo alla vita quotidiana. Per una
salutare di persona papa Francesco.
“Questa opportunità - continuano - data Tantissime le emozioni giornata ci siamo dedicati interamente a
Chi ci dà la carica”. Tra il gruppo dei
alla nostra famiglia e anche ai ragazzi
del nostro gruppo di catechismo è stata
l’ennesima conferma dell’amore
a stretto contatto con papa Francesco pellegrini tanti sono gli sposi in viaggio.
“Quando è venuto a Cesena eravamo in
Cattedrale come membri dell’ufficio
personale e intimo che la Chiesa ha per offrirgli tutto quello che ci succede sorridenti e gioiosi. Amici che come me famiglia - spiegano Patrizia e Giovanni
noi”. affinché Lui li renda migliori. La preghiera hanno vissuto un’esperienza spirituale e Sintini della comunità di Villamarina e
In tanti, nonostante il sole e la fatica, quotidiana ci può aiutare in questo “fisica” intensa e meravigliosa. Per noi del Gatteo Mare -. Lo scorso anno abbiamo
hanno resistito e non si sono persi un incontro. Tutto quello che ci succede è coro non era una semplice “trasferta”, ma raggiunto il felice traguardo dei 25 anni di
attimo dell’incontro con il Papa. “Ci ha voluto da Dio per farci crescere e diventare era l’occasione di poter nuovamente matrimonio, ma non siamo riusciti ad
colpiti - dicono Paolo e Luca Indini del delle persone migliori, per farci capire qual pregare con il nostro amato Santa Padre lì andare a Roma. Volevamo recarci a Santa
gruppo post cresima di Madonna del è la vera realtà”. dove la nostra fede trova la più profonda Marta, così, saputo del pellegrinaggio,
Fuoco-San Tommaso - quando ha detto Di ritorno sul pullman del coro Alma spiritualità. E alla fine quello ci resta è abbiamo deciso di partecipare perché
che “gli uomini e le donne del nostro Canta Fabio Pacifico di Pievesestina proprio questo: il nostro canto, il nostro l’occasione era per noi più che propizia e il
tempo hanno bisogno di incontrare Gesù raccoglie le sue emozioni: “Stanchi, provati modo di pregare e ringraziare il Signore nel modo più bello per festeggiare il nostro
Cristo”. Forse si rivolgeva ai politici, agli da una giornata lunga vissuta buona parte modo più gioioso che conosciamo, ci ha anniversario”.
attori, ai ragazzi di oggi lontani dalla fede. sotto un sole meraviglioso. Non abbiamo fatto sentire ancora più uniti ai nostri “Papa Francesco ti arriva al cuore - afferma
Ma si è rivolto anche a noi cristiani lì in visto nemmeno una nuvola per tutto il fratelli presenti. Un’esperienza unica e quasi commossa Susy Monti, docente di
piazza. Questo ci dice che non dobbiamo giorno e non solo a livello meteorologico. irripetibile che nei nostri cuori resterà religione cattolica della diocesi di Cesena
stare troppo attaccati ai giochi o allo Già, perché a volte a quest’ora della indelebile e che ci ha dato ancora una Sarsina -. È uno di noi ed è questo che lo
studio, ma che abbiamo bisogno di trovare giornata si hanno l’animo e la mente piena volta prova di come il Signore parla alla rende tanto speciale. Ci consegna grandi
nella giornata anche un minuto solo da di nuvole: il lavoro, le preoccupazioni per i nostra anima e ci dà mille occasioni per verità teologiche con un carisma che
dedicare a Dio per ringraziarlo del suo figli, i mille impegni. Invece oggi mi sono essere felici uniti in Lui”. colpisce e attira”.
aiuto nei momenti belli e più difficili e per guardato in giro e ho visto solo volti Ancora molto affaticati, ma con il volto Barbara Baronio
8 Giovedì 26 aprile 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Pastorale giovanile, gli appuntamenti
AnimiAmo il futuro, festa degli oratori DEL
Si terrà nel
pomeriggio di
SIGNORE
venerdì 27 aprile, nel
parco della Alcune potature ci sono necessarie per portare frutto
parrocchia di Domenica 29 aprile
Sant’Egidio di
Cesena, la festa 5ª domenica del Tempo Ordinario - anno B La Parola
diocesana degli At 9,26-31; Sal 21; 1Gv 3,18-24; Gv 15,1-8 di ogni giorno
oratori “AnimiAmo il lunedì 30 aprile

L
futuro”. a credibilità e la fiducia si frutto. san Massenza
conquistano con i fatti: è Capiamo allora che alcune e At 14,5-18; Sal 113;
Veglia l’esperienza di Paolo che per essere frequenti potature ci sono Gv 14,21-26
di preghiera accolto tra i discepoli di Gesù ha bisogno necessarie perché la vita sia
per le vocazioni della tenace e bella figura di Barnaba, la veramente tale e Dio, che vive in martedì 1 maggio
cui testimonianza vince i pregiudizi e la noi, possa continuare a generare san Giuseppe
Venerdì 27 aprile alle fama di persecutore che lo precedeva. frutti. lavoratore
21, in Cattedrale a Paolo, dal momento in cui ha incontrato È necessario attingere alla Vite, a At 14,19-28; Sal 144;
Cesena, il vescovo il Signore, vive letteralmente per Lui, e Gesù; è necessario cibarsi della Gv 14,27-31
Douglas presiederà Barnaba lo conferma, raccontandone il Sua Parola; è necessario evitare
la Veglia diocesana coraggioso cammino di conversione. ciò che avvelena, tagliare ciò che mercoledì 2
per le vocazioni, dal Non c’è dialettica, né finzione che tenga: è di più e rallenta il passaggio sant’Atanasio
titolo “Dammi un la verità di ciò che siamo si esprime nella della linfa, eliminare ciò che At 15,1-6; Sal 121;
cuore che ascolta”. concretezza dei gesti e delle scelte disperde il nutrimento, ciò che Gv 15,1-8
quotidiane. non sazia e non nutre veramente.
Tutti al Centro! La nostra vita di cristiani parla Non è azione drastica fatta una giovedì 3
Corso dell’amore che ci origina, ci volta per tutte, ma, come la vite, santi Filippo
di formazione accompagna, ci abita, ci conquista, ci abbiamo bisogno di azioni e Giacomo app.
spinge? Non sempre! consapevoli e premurose, guidate 1Cor 15,1-8; Sal 18;
per animatori Così anche la mia vita, a volte, è come un dalla gioiosa certezza del Gv 14,6-14
ed educatori tralcio secco staccato dalla vite. Non ha e raccolto.
non dà gusto! Dio è più grande del nostro cuore venerdì 4
Anche quest’anno Il tralcio vive della vita della vite e nel ed è a quel livello che ci parla, sant’Ada
viene proposto il frutto rigenera e dona se stesso. La mentre ripete a ciascuno: e sant’Antonia
corso di formazione vitalità della vite si esprime nei frutti, “Rimanete in me e io in voi”. At 15,22-31; Sal 56;
“Tutti al centro” per animatori, educatori e coordinatori dei altrimenti la vite è morta. Questo è portare frutto e le Gv 15,12-17
centri estivi, campi scuola e oratori. Il corso, gratuito, si terrà La potatura o il taglio si riferiscono a nostre vite parlino di Lui alla
negli spazi del seminario diocesano (via del Seminario 85, quel pezzo di tralcio che resta o meno generazione che viene. sabato 5
Cesena) nelle serate del 2, 7, 14 e 21 maggio. attaccato alla pianta. Ciò che viene tolto suor Chiara san Pellegrino m.
Il corso sarà articolato con laboratori diversificati. muore, ma la vite rinvigorisce e il tralcio delle Suore della Sacra Famiglia At 16,1-10; Sal 99;
Iscrizione entro il 30 aprile a serviziopgx@gmail.com potato orienta tutte le sue energie nel Gv 15,18-21

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali Borello, San Giorgio 10.30 Santuario del Suffragio,


Casalbono
16,30 San Giuseppe
17,30 Conv. Cappuccini, Mercato Saraceno
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 17; Casa di Riposo:
a Cesena 18.30 Convento Cappuccini,
San Pietro, Case Finali, 11.00 Santuario Addolorata, Santa Maria Goretti, 10.00; Ciola: 8,30 ore 16 (sabato);
6.30 San Domenico (giovedì) Sant’Egidio, Basilica del Monte, Boschetto Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
7.00 Convento Cappuccine, Santa Maria della Sper. San Paolo, Sant’Egidio, 18 San Giacomo Monastero di Valleripa: 9; della Parola con Eucar.);
Cappella dell’ospedale Ponte Pietra San Bartolo, Villachiaviche, 20 Sala Montecastello: 11 Ranchio: 20 (sabato), 11;
(da lunedì a venerdì) 19.00 Tipano, Bulgarnò Santo Stefano, San Giorgio, 20,30 Bagnarola Montejottone: 8.30 Sorbano: 9.30;
7.30 Basilica del Monte 20.00 San Pio X, Pioppa, Calabrina, Calisese, Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola, Montepetra: 8.30 Turrito: 17 (sabato), 10;
San Mauro in Valle, San Giovanni Bono, Gattolino, Ponte Pietra, Santa Maria Goretti Piavola: prefestiva sabato San Martino in Appozzo: 9
Ruffio, Pievesestina,
Martorano Ronta Madonna del Fuoco, 8,30 Sala ore 18 (San Giuseppe), (liturgia Parola con Eucaristia);
7.35 Chiesa Benedettine 20.30 Gattolino, Calisese Bulgaria, 9 Cappuccini 9,30 chiesa parrocchiale; Quarto: 10,30; Pieve di
8.00 Cattedrale, San Mauro in Valle, 9,15 San Pietro Pieve di San Damiano Rivoschio: 15,30;
San Paolo, Addolorata, Pievesestina, Pioppa, 9,30 Valverde 11,30; San Romano: 11; Romagnano: 11,15;
Villachiaviche
8.30 Madonna delle Rose, Messe festive Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
9,45 Cannucceto
10 Villamarina, Villalta
Taibo: 10 Pagno: 16 (seconda dom.
del mese).
San Rocco, Sant’Egidio, 7.00 Cattedrale, San Mamante Macerone, Capannaguzzo 10,30 Cappuccini, Montiano Verghereto
cappella del cimitero, 7.30 Santuario dell’Addolorata, 11.10 Torre del Moro San Giuseppe ore 20 (sabato); 9. ore 16 (sabato), 9,15;
Santo Stefano, Case Finali, Cappuccine, Martorano, 11.15 Madonna delle Rose, 11 San Giacomo, Sala, Montenovo: Balze (chiesa parr): 11,15;
Ponte Pietra Calabrina, Villachiaviche Osservanza, Boschetto ore 18 (sabato), 10,30 Montecoronaro: 9,45;
9.00 Suffragio, Addolorata 8.00 Basilica del Monte, Martorano, Diegaro 11,15 Santa Maria Goretti, Montecoronaro orat. Ville
9.30 Osservanza San Pietro, San Pio X, 11.30 Cattedrale, Case Finali, Bagnarola Roncofreddo (al sabato): 18; Alfero: 17
10.00 Cattedrale Gattolino, San Rocco, San Pietro, 17,30 Cappuccini Sorrivoli: 11,15; (sab.); 11,15; Pereto: 10;
15.00 Cappella del cimitero Santa Maria della Sper. Santa Maria della 18 San Giacomo Diolaguardia: 9; Riofreddo: 10; Corneto: 11
18.00 Cattedrale, San Mauro in Valle, Speranza, San Pio X Civitella di Romagna Gualdo: 18 (sabato), 11;
San Domenico, San Paolo, San Giovanni Bono, 15.00 Cappella cimitero urbano Giaggiolo: 10,15 Bacciolino: 9,30
San Rocco Calisese, Torre del Moro, 17.00 Cappella ospedale Bufalini Civorio: 9 Sarsina
18.30 San Pietro, Sant’Egidio, Madonna del Fuoco, 18.00 Cattedrale, Gambettola
Cappuccini, Ponte Pietra, Macerone, Borello San Domenico, Osservanza chiesa Sant’Egidio abate:
Santa Maria della Sper. 8.30 Cattedrale, San Rocco, 18.30 Convento Cappuccini, 8,30 / 10 / 11,15 / 18.
19.00 Tipano Case Finali, Tipano, San Pietro, Consolata: 19 (sabato);
20.00 San Vittore, Gattolino, San Cristoforo, Roversano Sant’Egidio, Ponte Pietra 7,30 / 9,30 DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911
Torre del Moro, 8.45 San Martino in Fiume 19.00 Villachiaviche Gatteo
“Queste cose vi scriviamo, perché la vostra gioia sia piena” (1Gv 1,4)
Martorano (ven.) 9.00 San Giuseppe (Cesena 20.00 San Bartolo ore 20 (sabato);
20.30 San Giovanni Bono, corso Comandini), 9 / 11 Direttore editoriale Redazione, Segreteria e Amministrazione
Villachiaviche, San Pio X,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
chiesa Benedettine,
Sant’Egidio, San Bartolo, Comuni del Sant’Angelo: 18,30
(sabato); 10;
Piero Altieri
Direttore responsabile
via don Minzoni, 47
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
Santo Stefano, comprensorio Casa di riposo: 9. Francesco Zanotti
Vicedirettore
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Ponte Pietra, Istituto don Ghinelli: 18,30 Conto corrente postale n. 14191472
Ernesto Diaco
Sabato e vigilie San Paolo, San Domenico,
Diegaro, Pievesestina,
Bagno di Romagna
ore 17,30 (sabato);
(sabato), 7,30
Gatteo Mare: Sabato 16; Membro
E-mail: redazione@corrierecesenate.it

7,30 San Mauro in Valle della Federazione Abbonamenti


Bagnile, Capannaguzzo, 11,15 / 17,30 Festivi 8 / 11,15 Italiana annuo ordinario euro 48;
8,00 San Paolo San Vittore, San Carlo, San Piero in Bagno: Longiano Settimanali Cattolici
8,30 Madonna delle Rose, sostenitore 70 euro;
San Bartolo, Ruffio, Bulgaria chiesa parrocchiale Sabato:18 Santuario Associato di amicizia 100 euro;
9.30 Cappella del cimitero, ore 18 (sabato); SS. Crocifisso; all’Unione estero (via aerea) 100 euro.
Cappella cimitero urbano Stampa
15.00 cappella cimitero Cesena, Santuario dell’Addolorata, 8 / 11 / 18. 18,30 Crocetta; Periodica Italiana Settimanale d’informazione
Formignano Madonna delle Rose, Chiesa San Francesco: 20 Budrio Testata che percepisce Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Osservanza, Villachiaviche, 10 / 15,30 Festivi: ore 7,30 Santuario i contributi pubblici all’editoria Iscrizione al Registro nazionale
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Montereale, San Tomaso Ospedale “Angioloni”: SS. Crocifisso; della stampa n. 4.234
Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc
Luzzena (1° sabato mese), 9.45 Bulgarnò ore 16 (sabato) 8 Budrio; 8,30 Longiano- (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) Editore e Proprietà
Bora (2° sabato mese) 10.00 Cattedrale, Case Finali, Selvapiana: 11,15 Parrocchia; 9,30 Budrio, ha aderito allo IAP (Istituto Associazione diocesana Corriere Cesenate
17.30 Santuario del Suffragio San Rocco, San Pietro, (20,30 sabato); Santuario SS. Crocifisso;
dell’Autodisciplina Pubblicitaria)
18.00 Cattedrale, San Domenico, accettando il Codice di Autodisciplina Stampa
Madonna delle Rose, San Giovanni Bono, Acquapartita: 9 9,45 Balignano; della Comunicazione Commerciale. Rotopress
Santuario dell’Addolorata, Santa Maria della Sper., Valgianna: 10 10 Badia, Montilgallo; Giornale locale ROC (Registro via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
Carpineta, Cappuccini, Bertinoro 11 Budrio, Longiano- degli operatori di comunicazione) www.rotoin.it
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, Torre del Moro, San Pio X, San Giorgio, Santa Maria Nuova: Parrocchia, Tiratura del numero 14 del 19 aprile 2018: 7.447 copie
San Mauro in Valle, Torre del Moro, Ronta, 9 / 10,30 (19 sabato) San Lorenzo in Scanno; Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
San Rocco, Villachiaviche, Sant’Andrea in B., Cesenatico 11,15 Crocetta; alle 17 di lunedì 23 aprile 2018
Diegaro, San Vittore, San Mamante Sabato: 16 Villamarina 18 Santuario Crocifisso
10 Giovedì 26 aprile 2018 Cesena

Madonna del Fuoco |In festa con le famiglie In breve


Villachiaviche in festa
Una tre giorni di festa per la parrocchia di
Villachiaviche che da domenica 29 aprile a
martedì 1 maggio, in occasione della festa del
patrono San Giuseppe artigiano, ha organizzato
una serie di iniziative che vedranno protagonisti
oltre alla popolazione il vescovo Douglas
Regattieri e il sindaco Paolo Lucchi.
La serie di incontri avrà inizio domenica 29 aprile
NOZZE D’ORO alle 18 con la presentazione del libro
Sabato 28 aprile, a Sant’Egidio di “Villachiaviche: tracce di vita” che sarà arricchita
Cesena, festeggiano il 50esimo an- dalla testimonianza di un parrocchiano di 98
niversario di matrimonio anni che racconterà la sua esperienza durante il
secondo conflitto mondiale. Lunedì 30 aprile alle
GIOVANNINO LUCCHI 20,30 sono previsti i Vespri solenni seguiti dalla
e GIOVANNA CAMPANINI processione presieduta dal vescovo e animata
celebrato a Pievesestina di Cesena DOMENICA 15 APRILE LA COMUNITÀ DI MADONNA DEL FUOCO, INSIEME AL PARROCO DON LO- dalla banda “Città di Sarsina”. Tutta la
da don Emilio Zoffoli. RENZO ARAKKATHARA, HA CELEBRATO LA FESTA DELLA FAMIGLIA. SONO STATE RICORDATE LE popolazione è invitata a partecipare alla
Per noi figli Giampiero, Sabrina COPPIE DI SPOSI CHE NEL 2018 CELEBRANO PARTICOLARI ANNIVERSARI DI NOZZE. processione. A seguire è previsto un rinfresco a
50 anni di matrimonio: Urbano Baldazzi e Giuseppina Magnani, Terzo Baldini ed Emilia Della Vittoria, base di dolci e allietato dalle note della banda.
e Mirco, insieme alle famiglie, è
Pio Campana e Silvana Coli, Roberto Farabegoli e Giuseppina Zani, Gino Golinucci e Anna Barbieri, La festa interesserà anche le serate di domenica
felice occasione per dire GRAZIE 29 aprile e di martedì 1 maggio con una cena a
per i tanti Sì detti in cinquan- Enzo Mazzini e Giuliana Bartolucci, Beniamino Pistocchi e Rita Broccoli, Rinaldo Ridolfi e Ivana Ba-
iardi, Renzo Vitali e Giovanna Bevoni. 25 anni: Emanuele Brigliadori e Milena Pistocchi, Marco Cam- base di specialità locali.
t’anni di vita assieme e per la te- Martedì 1 maggio la Messa sarà celebrata alle
stimonianza di costanza e fedeltà. panini e Roberta Dell’Amore, Loris Rissi e Natalia Esmenskaia, Sanzio Tentoni e Paola Botteghi, Tiberio
Zanelli e Mirta Pagliarani, Massimo Zanotti e Monica Onofri. 7,30 e alle 9,30;, in occasione della celebrazione
delle 11 saranno presentati i bambini della
confessione e della comunione assieme ai ragazzi
della cresima. Il calendario degli eventi prevede,
Ritrovata a Fano una fotografia che ritrae i soldati cesenati Pietro poi, la recita del Rosario e la benedizione alle 17.
Alle 17,30 attesa la tradizionale “Pentolaccia”
Angeloni e Nino Valzania. Entrambi combatterono nella prima guerra per i bambini, altri giochi con i vigili del fuoco e
con i somarelli della fattoria “Il Pagliaio” di
mondiale e vissero da vicino gli ultimi istanti di vita dello scrittore Sarsina. In serata sarà il momento della musica
sulle note del “Trio agricolo” e della pesca con

Ricerche e sorprese
ricchi premi resa possibile grazie al contributo e
alla generosità dei negozianti di Villachiaviche.
Sarà attivo anche il mercatino del centro anziani.

Gli amici di Renato Serra Almaverde bio


Renzo Piraccini
lascia dopo 18 anni
Copia della foto recuperata è stata Nuovo presidente
D
a un archivio sconosciuto un
frammento di storia cesenate, legata donata alla Biblioteca Malatestiana
al nome di Renato Serra. Ce ne parla
da Sergio Garaffoni, nipote di Angeloni
Ilenio Bastoni
il cesenate Sergio Garaffoni, già impiegato Almaverde Bio ha un nuovo presidente. Si tratta
di banca, volontario presso il Campo di Ilenio Bastoni, già direttore generale di
Emmaus, guida presso Casa Serra e socio Apofruit, il quale prende il posto di Renzo
dell’associazione Pro Rubicone, nonché anche a Cesena e fu incaricato dal Piraccini, presidente di Cesena Fiera e di Macfrut.
grande appassionato di storia locale, in Comando di portare gli effetti “E’ stata una bellissima esperienza sia umana
particolare delle vicende di Renato Serra. personali di Serra alla sua famiglia. Fu che professionale - afferma Piraccini - una delle
“Circa un mese fa - racconta Garaffoni - anche l’ultima persona che Serra più coinvolgenti ed entusiasmanti della mia
tramite l’amico Vittorio Angeloni, mi è salutò mentre stava per marciare, al lunga carriera. Ringrazio tutti i miei colleghi di
giunta fra le mani una foto che riguarda la comando della sua compagnia, verso Apofruit, in particolare Paolo Pari ed Ernesto
mia famiglia. Con l’aiuto di Angeloni sto la trincea in prima linea, dove avrebbe Fornari che hanno lavorato operativamente su
realizzando il mio albero genealogico, e trovato la morte. Salutò mio nonno con Per recuperare il corpo, rigido e pesante, questo progetto fin dal primo giorno. Ringrazio
durante queste ricerche l’amico mi ha queste parole: “Ciao, Pierino, ci vediamo Valzania si servì di una fune, e sotto le tutti i soci del Consorzio che mi hanno dato il
segnalato una fotografia proveniente da questa sera”. Ho sentito queste parole pallottole nemiche riuscì a trascinare le privilegio di incontrare imprenditori straordinari
Fano, dove vive una parte della mia infinite volte dalla viva voce di mio nonno, spoglie di Serra dentro la trincea italiana. che mi hanno insegnato tanto”. Piraccini, inoltre,
famiglia. Nella foto, che potremmo che ricordando l’amico scomparso ha Quella corda, o almeno un suo frammento, rivolge i suoi auguri al nuovo presidente certo
definire un’immagine che trasuda storia, si instillato in me la curiosità prima e giunse al notaio Cino Pedrelli, che la che con lui Almaverde Bio raggiungerà altri
vedono due soldati. Essi fanno parte della l’amore poi verso questo personaggio”. conservò nel suo vasto archivio”. È proprio prestigiosi traguardi.
quarta compagnia, undicesimo La fotografia, però, non è solo un ricordo il caso di dire che le vie della ricerca sono “Siamo stati tra i pionieri del biologico ed è
reggimento di fanteria, quella comandata personale di Sergio Garaffoni, perché infinite, e sempre nuovi frammenti dal grazie alla visione di Renzo Piraccini che oggi
dal tenente di complemento Renato Serra”. anche l’altro soldato effigiato passato giungono per illuminare alcuni viviamo una realtà di grande successo, con
Serra concluse la sua giovane vita, com’è nell’immagine ebbe a che fare con Renato aspetti della grande e della piccola storia. prospettive di crescita ulteriori”. Lo ha dichiarato
noto, il 20 luglio 1915, alle 15,30, sul Serra. “L’altro soldato si chiamava Nino Sergio Garaffoni ha realizzato un duplicato da parte sua il neo presidente Bastoni che ha
Podgora, durante la seconda battaglia Valzania, di Pieve Sestina, e fu quello che, della fotografia e l’ha donato alla cominciato la sua attività professionale proprio
dell’Isonzo. “Il soldato di sinistra - con grande ardimento, recuperò il corpo Biblioteca Malatestiana di Cesena, in Canova, la società specializzata del Gruppo
prosegue Garaffoni - si chiamava Pietro di Serra che era stato abbandonato per tre ulteriore tassello dell’archivio serriano. Apofruit in ortofrutta fresca biologica, numero
Angeloni, mio nonno. Era amico di Serra giorni nella terra di nessuno fra le trincee. Paolo Turroni uno in Italia.
Cesena Giovedì 26 aprile 2018 11

Una volta pronto il primo lotto di alloggi, il secondo potrebbe essere costruito nel giro di 34 mesi. Ma ci sarà davvero La crisi della speranza
necessità di tutte queste case? Proprio la sostenibilità economica dell'intervento ha ritardato più volte l'avvio del progetto
SOPRALLUOGO
■ Bibbia Festival
NELL’AREA DOVE SORGERÀ
IL QUARTIERE NOVELLO
Appuntamenti promossi

abitazioni dalla Chiesa Avventista


300 del 7° giorno
Dopo l’esordio con la lettura continuativa del
Nuovo Testamento, la staffetta della Parola, la
riflessione sull’innovazione e il lavoro, continua il
percorso di Bibbia Festival che da giovedì 26 aprile
a sabato 28 aprile si arricchirà di una serie di
iniziative letterarie che vedranno al centro delle
riflessioni e dei dibattiti l’arte, la natura e la
scienza. Giovedì 26 aprile, nella Sala Endas (Via
Mazzini, 46 a Cesena) dalle 15 alle 20 si terrà
l’evento intitolato “L’Arte come simbolo di
speranza”, una rassegna di dipinti e sculture degli
artisti Adriano Maraldi, Luciano Navacchia,
Roberto Casadio ed Elisabetta Venturi.
Venerdì 27 alle 20,30 sarà il momento di “Noi e la
terra: un’identità da (ri)-costruire” presso la sala
lignea della biblioteca Malatestiana. L’incontro
moderato dal direttore del “Corriere Cesenate”

Quartiere Novello, lo vogliamo ancora? Francesco Zanotti si concentrerà sulla formazione


di una coscienza per la tutela del pianeta.
Interverranno Alfonso Cauteruccio, GreenAccord, e
l’ingegnere Andrea Lucarelli del Cern.

I
n quanto a polemiche Il Novello di giovani coppie, "non abbastanza povere" ha ritardato più volte l’avvio del progetto, Per sabato 28 aprile sono due gli incontri previsti
Cesena non è pari al ponte sullo per accedere ai bandi dell’edilizia costringendo il fondo immobiliare a rifare alle 11 e alle 16. Al mattino sarà la volta de
stretto di Messina, ma poco ci manca. popolare. più volte i calcoli, dato che i valori di “L’Apocalisse dei distruttori” con il pastore
Il progetto di questo nuovo quartiere, che Le circa 300 abitazioni saranno immerse mercato sono ben diversi da quelli Giuseppe Cupertino della Chiesa Avventista di
sorgerà nell’area dell’ex Mercato nel verde e l’intero quartiere avrà solo precedenti la crisi. Cesena. Nel pomeriggio, intorno alle 16,
ortofrutticolo, è pronto dal 2008 e da percorsi pedonali o ciclabili, le auto Al momento sono ipotizzati prezzi di l’ingegnere Andrea Lucarelli e il professore Simone
allora, a intervalli regolari, fioccano finiranno in posteggi interrati. Al posto vendita pari a 1710 euro al metro Morandini della Facoltà Teologica Triveneto di
critiche sulla sua utilità o possibilità di dell’attuale semaforo all’incrocio con via quadrato di superficie complessiva nella Padova spiegheranno il rispetto del creato
venire effettivamente realizzato. Togliatti sorgerà una grande rotonda di prima unità (inferiori dunque al tetto di dispensando riflessioni “per una terra di speranza”.
I lavori per i sei ettari di verde pubblico accesso al quartiere. 1850 euro al metro quadrato fissato dal Sabato 5 maggio sarà la giornata commemorativa
(con un migliaio di alberi) e le piste La variante al Piano regolatore, che Consiglio comunale). Per il secondo per la Chiesa Cristiana avventista del 7° giorno che
ciclabili nell’area (due chilometri) sono permetterà l’avvio dei lavori, è in fase di blocco di appartamenti si ipotizza un ricorderà i 100 anni di presenza protestante a
già in corso e saranno pronti entro fine adozione. Dopo di che ci saranno altri prezzo di 1850 euro al metro quadrato, Cesena. Alle 11, nella sala di via C.E. Gadda 300, a
anno. A quel punto potrebbe partire la passaggi burocratici in Provincia. L’intero ma il valore sarà da confrontare con Cesena, il pastore Stefano Paris, presidente
costruzione dei primi alloggi in social investimento è pari a 53,38 milioni di quanto chiederà il mercato a quel tempo. dell’Unione italiana chiese cristiane avventiste,
housing, pronti salvo intoppi entro la fine euro, gran parte dei quali (42,8 milioni) in Il canone di locazione sarà invece pari a 5 proporrà la riflessione “La sete di conoscenza
del 2020. Questo è quanto emerso nel carico alla Cassa depositi e prestiti. Il euro al metro quadrato (calcolati sulla determina il cambiamento”; alle 16, celebrazione
corso di un sopralluogo sul campo svolto, Comune di Cesena contribuirà con superficie complessiva) o 3,6 euro al commemorativa in ricordo della presenza
nel pomeriggio del 17 aprile, da diverse terreni del valore di 10 milioni, mentre metro quadrato negli alloggi con protestante a Cesena, con la partecipazione dei
commissioni consiliari del Comune di mezzo milione di euro verrà dal Credito possibilità di riscatto. Prezzi inferiori a sindaci di Cesena dal 1985; in sala sarà allestita
Cesena. cooperativo romagnolo. quelli del vicino comparto Europa che, ha una mostra fotografica. Alle 19, conclusioni con
Social housing non vuol dire case Una volta pronto il primo lotto di alloggi, comunicato l’Amministrazione in buffet.
popolari: si tratterà di abitazioni scontate il secondo potrebbe essere costruito nel risposta alle sollecitazioni dei consiglieri,
rispetto ai prezzi di mercato (alcuni affitti giro di 34 mesi. Ma ci sarà davvero ha prezzi che variano da 2400 a 2500 euro
avranno la possibilità di essere riscattati) necessità di tutte queste case? Proprio la al metro quadrato.
destinate a quelle famiglie, come le sostenibilità economica dell’intervento MiB

Lavori pubblici, edilizia scolastica pigliatutto


pere pubbliche per 39 milioni di euro nel 2018 a Cesena, contando quelle euro), la riqualificazione delle tre piazze Almerici, Bufalini e Fabbri (3,3
O appena concluse o in corso (una trentina di interventi per 17 milioni di
euro) e la ventina in fase di appalto. Ben il 40 per cento di queste (14
milioni di euro). Lavori antisismici interesseranno le materne di San Mauro e
Macerone e le elementari Fiorita, Martorano e Sant’Egidio.
milioni) riguarda l’edilizia scolastica. Le opere concluse comprendono la Saranno eseguiti durante l’estate (quando l’attività dell’impianto si
130 GIOVANI DELLE PARROCCHIE DI SANTO STE-
tanto attesa palestra di San Giorgio, la sistemazione del Palazzo comunale trasferisce all’aperto) i lavori di risanamento della copertura della piscina FANO E CASE FINALI, E DELLE COMUNITÀ AVVEN-
(500mila euro), la manutenzione straordinaria del teatro Bonci (100mila comunale (280mila euro). Si approfitterà del periodo caldo anche per TISTA SI SONO RITROVATI, ALL’INTERNO DEL
euro), il rifacimento del tetto dell’ex casone di Villa Silvia (180mila euro). mettere mano allo Stadio e prepararlo così ad ospitare gli incontri degli BIBBIA FESTIVAL, PER APPROFONDIRE IL MONDO
Tra i lavori in corso, spiccano Casa Bufalini e il Parco del Novello (due milioni Europei 2019 Under 21 di calcio. L’importo complessivo dei lavori previsti è DELLE PICCOLE TRIBÙ. LABORATORI E RIFLES-
di euro entrambi) e il primo lotto della rete di videosorveglianza cittadina, di 2 milioni di euro, di cui 1 milione e 300mila euro a carico del Comune, SIONI PER CONOSCERE GLI INSETTI CHE DETER-
oltre alla messa in sicurezza di numerose strade (come via Cervese), fermate mentre la quota restante sarà a carico dell’Ac Cesena. MINANO LA NOSTRA ESISTENZA. L'ENTEMOLOGO
CLAUDIO VENTURELLI HA COINVOLTO I RAGAZZI
di autobus e scuole. Interessato dai lavori anche il malandato Palazzo Guidi, Tra gli interventi in fase di progettazione, invece, fanno parte la nuova PER CONOSCERE E PREVENIRE GLI EFFETTI NEFA-
attuale sede del Conservatorio. scuola primaria di San Vittore (4 milioni) e gli interventi per il STI DELLE ZANZARE, E LA VITA, L’ORGANIZZA-
A breve partiranno i cantieri del terzo lotto della Malatestiana (circa 3 miglioramento antisismico della scuola elementare Saffi (400mila euro) e ZIONE DI UN ALVEARE ASPETTI ESSENZIALI E
milioni di euro), il recupero dell’ex Conad di Ponte Abbadesse (550mila della scuola media di viale della Resistenza (830mila euro). SIGNIFICATIVI DELLA VITA DELLE API
12 Giovedì 26 aprile 2018 Cesenatico

Villalta | La solidarietà di “Chi Burdél” Convegno nazionale Lutto nel clero


Le alleanze
tra Comuni e famiglie ■ È morto
al Palazzo del Turismo don Pietro Fantini
i svolgerà domenica 29 aprile, dalle Lunedì scorso i funerali
S 9,15 alle 12,30, al palazzo del
Turismo di Cesenatico il convegno a San Giacomo
nazionale dell’Afi, Associazione delle Sul finire della scorsa
famiglie, su “Le alleanze tra Comuni e settimana è morto il
famiglie”. Durante la mattinata, che ha sacerdote don Piero
il patrocinio del Comune, si discuterà Fantini, da alcune
“per un’economia civile e un lavoro settimane ricoverato
dignitoso per tutti”. nell’hospice di
Interverranno Diego Bellardone, Savignano. Don Piero
presidente nazionale Afi, Matteo era nato l’1 gennaio
PIPPO FOTO Gozzoli, sindaco di Cesenatico, 1926. La sua famiglia
Damiano Zoffoli, parlamentare abitava nella
“CHI L’HA DETTO CHE CHI NON PUÒ CAMMINARE NON POSSA GODERSI UNA PASSEGGIATA IN europeo, Vera Negri, economista parrocchia di Sala di
BICICLETTA O UNA CAMMINATA AVVENTUROSA TRA I BOSCHI?”. dell’Università di Bologna, Cesare Cesenatico ed è in
È la domanda (retorica) che si pone, in un post sui social, il sindaco di Cesenatico Matteo Gozzoli Palombi, presidente di Afi famiglie quella fervorosa comunità che ha mosso i primi
che sabato 21 aprile ha accompagnato il gruppo “Chi Burdél” di Villalta a Rimini, dove è avvenuta milanesi e briantee, Gigi De Palo, passi di quell’itinerario che ben presto lo avrebbe
la consegna di due mezzi speciali. Si tratta di una bici elettrica capace di trasportare una carroz- presidente del Forum nazionale delle condotto in seminario. Ad accompagnarlo il
zina e di un mezzo adatto a trasportare un passeggero sui sentieri acquistate grazie ai proventi associazioni familiari, Bruna parroco monsignor Giuseppe Marchi.
della manifestazione organizzata la scorsa estate e intitolata “Villalta fa festa e 8”. “È stato vera- Bergognoni, presidente Afi Forlì- Frequentò il liceo nel seminario diocesano,
mente bello vedere Irene e Alessandro sorridere per i due nuovi mezzi”, commenta Gozzoli. Cesena. situato, allora, tra via Verdoni e via Roverella.
Terminata la guerra, rimanendo ancora chiuso il
seminario regionale di Bologna, i nostri
seminaristi frequentarono i corsi di teologia ospiti
Appuntamento dal 27 aprile all’1 maggio FOTO MAURIZIO FRANZOSI del Pontificio seminario regionale di Fano.
Fu ordinato sacerdote dal vescovo Vincenzo Gili in
cattedrale. Era la festa di san Pietro del 1949. Da
subito mise a buon frutto i talenti maturati

“Azzurro come il pesce” durante gli anni del seminario, servendo come
cappellano (allora si chiamavano così i
collaboratori del parroco) nelle parrocchie di san
Giorgio, poi di Borello. Nel 1953 fu economo della

Stagione turistica al via parrocchia di Montevecchio. Il metodo pastorale,


soprattutto per i giovani, era dato dalle indicazioni
trasmesse con competenza ed entusiasmo dal
centro diocesano dell’Azione cattolica in stretto
collegamento con i centri nazionali di Roma. Fu
l via la stagione turistica a Tante le novità annunciate.
A
nel 1955 che il vescovo Giuseppe Amici gli chiese
Cesenatico con una novità in Dal 29 aprile partirà di aiutare il parroco di Casalbono ormai alla fine
campo promozionale. Dal 29 aprile
partirà sulle reti Mediaset una campagna
una campagna del suo lungo ministero, in questa piccola
comunità che viveva agli inizi della valle del
pubblicitaria che è finanziata dal pubblicitaria Borello verso Linaro. Fu parroco di questa
Comune con le entrate dell’imposta di sulle reti Mediaset. parrocchia dedicata a santa Margherita vergine e
soggiorno. Torna “Ribalta marea” martire fino al 2001 quando, raggiunti i limiti di
Il primo appuntamento in calendario età, ha lasciato l’incarico, continuando comunque
sarà la rassegna gastronomica “Azzurro a celebrarvi la Messa nei giorni festivi e questo
come il pesce”. Dalla cena di venerdì 27 internazionale del cicloturismo “Ciclo & all’hip hop in piazza Spose dei Marinai, fino a un anno fa, quando le energie fisiche non
aprile a quella di martedì 1° maggio, Vento”, in calendario il 18 e il 19 maggio dove, il 23 agosto, si svolgerà la 18esima l’hanno più sorretto. La parrocchia nel frattempo è
lungo il Porto Canale, nelle piazze e nelle in piazza Costa, e la 48esima edizione edizione del “JuJuMemorial”, festival del stata affidata a don Emilio Solis parroco di Borello.
vie del centro storico, trionferanno della gran fondo “Nove Colli - Selle Italia” jazz in ricordo del batterista Trasferitosi in una sua casa a Cesenatico, dal 1965
grigliate, fritture e piatti della tradizione fissata per domenica 20 maggio. cesenaticense Giulio Capiozzo. prestava servizio pastorale alla colonia “Cardinal
marinara. L’evento è organizzato dal Grande novità dell’estate 2018 sarà la Dal 26 al 29 luglio in piazza Ciceruacchio Schuster” diretta dalle suore Orsoline di Gandino.
Comune di Cesenatico in collaborazione serata di apertura della “Notte del Liscio”, alcuni dei più noti autori italiani di Ospite della loro mensa per tanto tempo, ha
con Confesercenti, Confcommercio e con con Cesenatico che ospiterà, venerdì 8 “gialli”, come Carlo Lucarelli, Stefano Tura goduto della loro assistenza assieme alle famiglie
il sostegno di Gesturist. giugno in piazza Costa, il concerto e Marcello Fois, interagiranno col del fratello e delle sorelle, negli ultimi tempi della
A conferma della volontà di tutti i soggetti dell’orchestra di Mirko Casadei. pubblico e racconteranno storie ed malattia. È ricordato con affetto a Casalbono e
coinvolti di promuovere il prodotto Altra novità sarà “Wow Cesenatico”, aneddoti legati ai loro bestsellers durante nelle comunità della riviera dove don Piero non ha
locale, è stato stilato un disciplinare che festival in programma dal 16 al 23 giugno, l’inedito evento “Cesenatico Noir”. fatto mancare la sua opera di buon prete. Così
non ammette l’utilizzo da parte degli con protagonisti youtubers e star del web, Per gli appassionati di teatro e musica pure è per i ragazzi, oggi adulti, che lo hanno
operatori di pesce di importazione. idoli dei giovanissimi. Per i più piccoli, d’autore, a luglio e ad agosto riaprirà i avuto insegnante di religione. Il congedo
A far da cornice alle degustazioni, il dal 29 giugno al 5 luglio, saranno dedicati battenti il teatro all’aperto di largo presieduto dal vescovo Douglas nella chiesa
centro storico sarà animato dalle sette giorni di eventi alla Pimpa, la Cappuccini che ospiterà, dopo cinque parrocchiale di san Giacomo a Cesenatico, è stato
bancarelle del mercato ambulante e via cagnolina nata dalla matita di Altan. anni di assenza, la rassegna “Ribalta un addio riconoscente di tutta la comunità
Fiorentini ospiterà un’area con giochi e Il mese di luglio si aprirà con la “Notte marea” che prenderà il via il 9 luglio con diocesana. Significativo il suo desiderio di essere
laboratori per famiglie. rosa” fissata per venerdì 6 luglio e Elio (delle Storie Tese) protagonista sepolto nel cimitero di Sala, accanto al santuario
Maggio sarà dedicato allo sport, e, in proseguirà, dal 9 al 15 luglio, con una dell’Opera da tre soldi. dove ha avuto inizio il suo incontro con il Signore
particolare, al ciclismo con la fiera settimana dedicata alla street dance e Mv Gesù e con la Chiesa.
Piero Altieri
Valle del Rubicone Giovedì 26 aprile 2018 13

Premio“Marietta ad honorem” motivazione, il comitato scientifico di Casa


Artusi di Forlimpopoli ha deciso di
punto di incontro del “buono e del bello”.
Nella sua lunga storia, non era mai
assegnare il premio “Marietta ad honorem capitato che il premio fosse assegnato a
alla bottega Pascucci di Gambettola 2018” alla storica stamperia Pascucci di
Gambettola. La consegna del prestigioso
qualcuno più “anziano” del manuale “La
Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”
uale storia aziendale e familiare di riconoscimento avverrà domenica 24 di Pellegrino Artusi (1891). L’antica
“tramandare,
Qstraordinario valore, avendo saputo
di generazione in
giugno a Casa Artusi, a Forlimpopoli, in
occasione della Festa artusiana. Il premio
stamperia Pascucci è stata fondata nel
1826 e ancora oggi, a distanza di quasi due
generazione, con passione e creatività, “Marietta ad honorem” viene attribuito a secoli, i suoi discendenti sono ancora lì,
l’arte delle tele stampate a mano. Una personalità che, con modalità differenti, dentro le stesse mura, sulle stesse pietre, a
tradizione fortemente radicata nel nostro contribuiscono alla diffusione della impugnare ancora il mazzuolo e a battere lo
TIPICA TOVAGLIA STAMPATA territorio anche come atto d’amore verso la conoscenza della cultura del mangiar bene stampo sulla tela con la stessa arte.
DALLA BOTTEGA PASCUCCI tavola e la cucina domestica”. Con questa e della tavola come momento conviviale, Piero Spinosi

Parla il missionario rientrato a Longiano 31 MARZO 2018


DON GIORGIO BENEDICE
LA COMUNITÀ AUTOPRODUTTIVA
che lancia l’allarme viveri e medicine A GUIRIA, DIOCESI DI CARUPANO

Don Giorgio Bissoni:


“Venezuela, paese distrutto”
“D
opo quindici mesi di assenza, ho trovato
un paese distrutto”. A dirlo, riferendosi al
Venezuela, è don Giorgio Bissoni, 78 anni,
missionario diocesano “fidei donum”, per
anni in forza alla parrocchia di “San Rafael” di Playa
Grande, nella diocesi di Carupano. Da qualche giorno è
rientrato a Longiano, sua cittadina natale, dopo aver
trascorso tre mesi in Venezuela, Paese che aveva lasciato ”
nel 2016, dopo oltre mezzo secolo di servizio in America
latina.
“Nessuno sa spiegarsi come abbia fatto un Paese con tanto in tanto, interviene laddove è più conveniente cinquecento persone, soprattutto bambini.
tante ricchezze come il Venezuela a ridursi alla fame. Di mantenere la pace sociale ed elargisce un sacchetto con Lo stesso don Giorgio ha inaugurato il 31 marzo scorso,
certo si è lasciato condurre in un cammino sbagliato. Gli beni di prima necessità (farina, riso, zucchero, latte in Sabato santo (foto sopra), a Guiria, nella diocesi di
avevano promesso il progresso, ma ha avuto il regresso”, polvere) a prezzi molto popolari”. “Di fatto - chiosa il Carupano, una “comunità agroproduttiva”, che, oltre a
osserva il sacerdote puntando il dito contro le politiche sacerdote - bisognerebbe cambiare il sistema economico, offrire lavoro, produce granoturco, banane, pomodori,
socialiste del presidente Maduro. che è sballato, se pensiamo che la benzina costa solo un peperoni e mandioca a prezzi accessibili.
Il primo dei problemi del Venezuela è la mancanza di bolivar al litro”. Da parte sua, don Giorgio si dice sicuro: “Ritornerò in
viveri. “Il poco che c’è - fa sapere don Giorgio - si trova al Altro grave problema riguarda la mancanza di medicinali. Venezuela. Credo di essere più utile là che in Italia. È
mercato nero, a prezzi inaccessibili. Tutti si stanno “Le farmacie sono vuote - fa sapere don Giorgio -. necessario animare il popolo cristiano a non avvilirsi e a
adeguando a questa logica. Per esempio, il contadino Servono soprattutto antibiotici, anticonvulsivi e confidare nell’aiuto del Signore e nella buona volontà di
vende le sue patate non al prezzo di produzione ma a antimalarici. Malattie che erano state debellate sono molte persone”.
quello di necessità”. tornate alla ribalta. Nei mesi in cui ero presente, nella Dal 7 all’11 maggio sarà in Italia Jaime Villarroel
La moneta venezuelana non ha alcun valore ed è molto nostra parrocchia, che sorge in una zona acquitrinosa, si Rodríguez, vescovo di Carupano. Per don Giorgio “sarà
volatile. “Attualmente - spiega il missionario - un euro sono presentati settecento casi di malaria”. un’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla
equivale a 800 mila bolivar. Con uno stipendio medio In mezzo a tanta miseria, il missionario intravede “piccoli situazione del Venezuela, tema di cui si parla troppo
mensile di 2 milioni e 500 mila bolivar (circa 3 euro, ndr) segni di solidarietà” come la “pentola comunitaria”, dove poco”.
si acquistano tre chili di pane. Le paghe non sono “ognuno porta il poco che ha e lo condivide”. Una “particolare benedizione sul popolo venezuelano” ha
sufficienti - aggiunge don Giorgio -. Tutti si sono La mensa diocesana di Carupano, con gli aiuti che chiesto don Giorgio a papa Francesco, stringendogli la
impoveriti. Se aumentano gli stipendi, aumentano anche vengono da Cesena-Sarsina e dalle Pontificie opere mano sabato scorso in piazza San Pietro.
i prezzi. La gente aspetta l’intervento dello Stato che, di missionarie (Pom), offre ogni giorno un pasto a Matteo Venturi

Crocetta | In festa con le famiglie Montiano Longiano


Primo maggio Tutto pronto
Festa insieme per il controllo di vicinato
per quattro Comuni l sindaco di Longiano Ermes Battistini ha

Comuni di Montiano,
IRoncofreddo
Longiano, Gambettola e
I sottoscritto nei giorni scorsi il “Protocollo
d’intesa controllo di vicinato” con la
Prefettura di Forlì-Cesena.
festeggeranno Stando al documento firmato, i cittadini
assieme il 1° maggio. interessati dovranno “svolgere una mera attività
A ospitare la festa del lavoro di osservazione riguardo fatti e circostanze che
sarà la piazza Maggiore di accadano nella propria zona di residenza” e
Montiano. “comunicare alle forze di polizia le
Dalle 10 di martedì prossimo, informazioni”. Il progetto si prefigge lo scopo di
per le vie del paese, è in “promuovere una sicurezza partecipata
programma la sfilata di carri attraverso formule e modalità di reciproca
FOTO VITERBOFOTOCINE agricoli imbandierati. A seguire, attenzione”, favorendo la “coesione sociale e
il saluto dei quattro sindaci e solidale”. “Nei prossimi giorni - fa sapere il
LE PARROCCHIE DI CROCETTA E MONTILGALLO HANNO FESTEGGIATO LE FAMIGLIE. l’intervento di un sindaco Ermes Battistini - l’Amministrazione
Durante la Messa delle 11 di domenica 15 aprile, celebrata a Crocetta dal parroco don Alessan- rappresentante sindacale sul comunale organizzerà un incontro con tutte le
dro Nava, sono stati ricordati gli anniversari di matrimonio delle coppie che hanno aderito all'invito. tema “Festa del lavoro, festa di persone interessate per formalizzare la
Giuseppe Rinaldi con Teresina Santucci e Giovanni Bentivegni con Maria Domeniconi hanno ricor- solidarietà. La collaborazione costituzione dei “Gruppi di controllo di
dato i 60 anni di nozze. Cinquant’anni di matrimonio per Vittorio Lontani con Anna Mattei; 40 anni tra le generazioni per un futuro vicinato” e individuare i rispettivi coordinatori.
per Carlo Sfreddo con Rosamaria Paravano e Antonio Lami con Tiziana Sacchini; insieme da 30 più giusto”. Sarà cura del Comune di Longiano predisporre
anni Verter Rocchi con Antonella Brighi e Alessandro Di Furia con Monia Mazzini. La mattinata si concluderà con e installare l’opportuna cartellonistica nelle
La giornata si è conclusa all’agriturismo “Le Spighe” di Roncofreddo con il taglio della torta nuziale un rinfresco offerto a tutti i strade cittadine interessate dal progetto”.
a fine pranzo. Alle coppie festeggiate sono stati donati un fiore e una pergamena. partecipanti.
14 Giovedì 26 aprile 2018 Valle del Savio

Mercato Saraceno ◗ Aldini, insegnanti e una rappresentanza di soci del Lions


Il Lions club regala una Lim club e di genitori degli alunni.
Nel corso degli anni il club è intervenuto in varie località
Bagno di Romagna
alla scuola primaria di Piavola della valle del torrente Borello: due importanti quadri del
Il Lions club “Valle del Savio” ha donato
una lavagna Lim alla scuola primaria di
pittore Michele Valbonesi sono stati restaurati a San
Romano e Ranchio; attrezzature per giochi all’aperto a ■ L’intervista
Piavola. Piavola.
Il dono costituisce uno dei “service” Negli ultimi anni sono state invece donate lavagne Lim a Ben 436 mila euro
dell’anno sociale 2017 - 2018. Erano varie scuole dei comuni di Sarsina, Mercato Saraceno e spesi per il maltempo
presenti alla cerimonia di consegna il Bagno di Romagna.
sindaco Monica Rossi, l’assessore Marica Al termine della cerimonia gli scolari si sono esibiti in un Per fronteggiare i gravi problemi di
Gusman, il dirigente scolastico Loredana saggio musicale. dissesto idrogeologico provocati dalla
recente ondata di maltempo nel territorio
dell’Unione Valle Savio, i sindaci dei
comuni coinvolti si sono messi all’opera
per avviare i lavori di manutenzione delle
zone colpite. Per l’intero territorio il
Nel 2017 il turismo vola in Valsavio quadro si presenta abbastanza critico,
con un alto numero di frane,
specialmente nei territori montani. È
questo il caso di Bagno di Romagna che

Verghereto al top non è stato risparmiato dal meteo già da


metà dicembre, come sottolinea il
sindaco Marco Baccini. “E’ stato un
inverno caratterizzato da una serie

l’estero langue diversificata di eventi atmosferici. Poco


prima di Natale abbiamo avuto giornate
con venti straordinari. Da febbraio,
invece, l’ondata di gelo ha causato una
serie ingente di danni per un ammontare
complessivo di 400 mila euro per il solo
comune di Bagno di Romagna”. “Alle

I
dati definitivi sull’andamento Emilia-Romagna.
turistico 2017 sono certamente E’ pienamente soddisfatto operazioni di sgombero neve sono stati
positivi per le località della valle del Giuseppe Crociani, che ha destinati ben 156 mila euro. Cifra ingente
Savio, con Verghereto che in termini presentato il territorio e le se si considera che negli ultimi tre anni
percentuali registra + 26,6% nei opportunità della valle a decine abbiamo speso 50 mila l’anno”. Inoltre,
pernottamenti e Bagno di Romagna + di operatori provenienti da prosegue il primo cittadino, “altre opere
5,6%. Brasile, Stati Uniti, Francia, di ripristino sono state necessarie”. “Le
Verghereto risulta il territorio col maggior Spagna e altri paesi europei. asfaltature delle strade comunali e
incremento in provincia e Bagno di Con capofila il portale di limitrofe - spiega - hanno richiesto un
Romagna passa addirittura al terzo posto, “Emotionsvalley” intervento di 280 mila euro”. Terminate le
dopo Cesenatico e Gatteo, come numero (www.emotionsvalley.com) e la Sul fronte delle novità in ambito termale copiose nevicate, è stato il momento
assoluto di pernottamenti. collaborazione tra gli altri di strutture con il 2018 Terme Santa Agnese, lo delle frane e degli smottamenti che
Netta la controtendenza rispetto a ricettive di tutta la valle, del Consorzio stabilimento delle storiche terme romane hanno causato ulteriori danni non solo
quanto avviene nelle altre località termali Natura e Natura, di Acli Altra Terra, di di Bagno di Romagna, ha avviato due alle infrastrutture ma anche a persone.
e appenniniche della Provincia che un’agenzia viaggi, della Confcommercio nuovi ambienti. “Bagno di Romagna è stata interessata da
complessivamente comunque chiude cesenate, della Scuola di italiano per Nell’Herbarium, biosauna alle erbe, ad due frane di rilevanti dimensioni che
con + 7,9%. stranieri, si sono predisposte specifiche una temperatura di 60° vengono diffusi hanno coinvolto due nuclei familiari
Un punto debole, o comunque su cui proposte. “E’ emerso il grande interesse nell’aria gli aromi delle erbe delle Foreste subito evacuati dalle loro abitazioni: la
lavorare, rimane quello delle presenze di vivere italiano, in maniera friendly - Casentinesi. Poi, come facevano i romani prima famiglia si è trasferita in un’altra
estere, sempre molto basse. spiega Crociani - con la possibilità di 2.000 anni fa, si passa al Frigidarium, la casa di proprietà, la seconda ha trovato
Anche per questo un’aggregazione di condividere la vita quotidiana dei paesi. stanza del freddo. Il percorso continua alloggio in un agriturismo per la quale il
gruppi e operatori della valle ha Sono molti i tour operator che cercano con le grotte termali tepidarium e Comune sostiene le spese”. Tuttavia,
recentemente partecipato al Buy Emilia- territori ancora non molto conosciuti calidarium, alimentate da due sorgenti Baccini si dice fiducioso perché con la
Romagna, la più importante all’estero. Abbiamo stabilito contatti e d’acqua termale di 39° e 45°, e si dichiarazione dello stato di emergenza
manifestazione in Regione organizzata soprattutto abbiamo invitato gli operatori completa con il massaggio termale saranno riconosciute le risorse per il
da anni da Confcommercio e Apt che stranieri a vivere in prima persona la Valle romano, eseguito con lo stesso metodo ripristino delle zone franate e una parte
consente l’incontro tra chi vende e chi del Savio e le sue esperienze; noi li praticato 2.000 anni fa. delle risorse sarà stanziata dalla
compra soggiorni ed esperienze in ospiteremo”. Alberto Merendi Regione.
Alessandro Notarnicola

Sarsina
Giovani in pista
Un’intera giornata LA STRADA DEI MANDRIOLI

per le elezioni? sui Cammini


M
entre la lista civica

I
“Sarsina Nostra”, n occasione della 10° Giornata nazionale dei cammini
con candidato francigeni si ripete in Alto Savio l’appuntamento alla riscoperta
sindaco l’assessore uscente delle antiche vie di pellegrinaggio e di collegamento.
Enrico Cangini e sostenuta Acli altra terra aderisce all’iniziativa della Rete dei cammini
dal centrodestra, si è programmata da sempre per la prima domenica di maggio e
presentata ufficialmente, promuove una giornata “tra via Romea Germanica e strada dei
alla presenza dei Mandrioli”.
parlamentari del territorio, continua il lavoro per il programma e la Per domenica 6 l’appuntamento è alle 9 alle Gualchiere, poco oltre
lista nell’area del centrosinistra. Bagno di Romagna, per una riscoperta e una passeggiata che L’obiettivo della giornata sta
Ci sarebbe anche un gruppo di giovani intenzionato a presentare comprende tutta la vasta area tra strada dei Mandrioli, passo dei anche nella migliore
una lista unitaria di comunità, un po’ sull’onda dell’idea presentata Mandrioli, passo Serra, Nasseto e le Gualchiere. conoscenza di un territorio
dall’ex sindaco Lucio Cangini e accompagnata da proposte Dalle Gualchiere in auto ci si trasferisce al passo dei Mandrioli, con ormai quasi completamente
programmatiche. Si avvicina la data per il rinnovo del Consiglio soste lungo le principali emergenze dei 10 chilometri di strada abbandonato, ricco di
Comunale e l’elezione del nuovo sindaco, fissata per il 10 giugno, e (Racetto, Scalacce, Casa del Pittore, il Raggio). emergenze ambientali,
c’è fermento. C’è tempo fino alla prima settimana di maggio per Dal passo dei Mandrioli comincia l’escursione a piedi per passo geologiche, storiche e culturali,
presentare candidature e programmi. In particolare, sulla base di Serra, per poi scendere lungo la via Romea descritta dal monaco e per il quale si sta progettando
un programma condiviso da cittadini che fanno riferimento all’area Alberto di Stade nella prima metà del ’200, costeggiando l’area l’inserimento all’interno dei
di centrosinistra e di sinistra, cui aderiscono anche Pd e Liberi e Wilderness Fosso del capanno, per la conclusione con ristoro confini del Parco nazionale
Uguali, si stanno definendo i dettagli per la presentazione di una all’agriturismo delle Gualchiere e visita all’antico complesso. delle foreste casentinesi.
lista di questa area. I partecipanti sono invitati a scattare foto lungo il percorso per una Per informazioni ed iscrizioni:
Al.me. successiva serata di ritrovo dedicata al tema della valorizzazione di 3421332152.
percorsi ed area. Al.me.

La Banca di casa tua!


Radici&Futuro Giovedì 26 aprile 2018 15

LA ROMAGNA TRA MITI E TRADIZIONI. Emilio Prantoni è il “Perozzi” di


Giugnola. Il regista Mario Monicelli si è ispirato ai personaggi del piccolo
borgo per le “zingarate” contenute nel film “Amici miei”

Due ragazzi di città ne faranno


le spese: scherzi anziché morose COLAZIONE TRA LE RIGHE

S
e il regista Mario Monicelli avesse dovuto girare la
serie di "Amici miei" in Romagna avrebbe scelto Racconto: Serena Menghi
senza dubbio il paese di Giugnola e invece del Foto: Denise Biondi
"Perozzi", voce narrante degli scherzi dei cinque Ricetta: Marika Lombardi
inseparabili protagonisti, avrebbe scelto senza pensarci
troppo il nostro professor Emilio Prantoni testimone di Sciogliere i malumori di una settimana terri-
trentacinque anni di "supercazzola" giugnolese. bile e scendere in cucina, dopo un bel bagno
Facciamoci allora raccontare dal Prantoni lo scherzo caldo.
incorso ai due ragazzi cittadini che pensavano di
Mescolare panni da stirare e faccende da sbri-
sollazzarsi con due ragazze di Giugnola nel 1950.
gare con olio di gomito e fretta q.b.
Strombazzando alla prima curva del paese annunciava il
suo arrivo, sempre puntuale, era la più antiquata e Infornare la cena, che da sola non si prepara,
malridotta corriera che faceva la spola due volte al giorno e poi aggiungerla alla lista.
da Piancaldoli a Bologna. Curare con amore qualche ginocchio sbuc-
A quei tempi scendeva sempre qualcuno. I ragazzi e ciato, un bel voto mancato o un cuore che
qualche curioso erano sempre alla fermata a cogliere duole.
qualche novità o a vedere volti nuovi. L’arrivo della Buttare dentro una litigata al telefono col ma-
corriera era dunque l’avvenimento del giorno. Quella nera, SCORCIO DI GIUGNOLA (IMOLA) IN UNA FOTO STORICA E, A SINISTRA, rito e qualche schiamazzo dei bambini.
IN UNA IMMAGINE RECENTE Arrivare a sera, esausta e finalmente sedersi.
fredda, ventosa serata dicembrina qualche novità la
portava: si intravedevano attraverso i vetri annebbiati della L’impasto è riunito: guardarlo mentre gioca,
fiancata due dunque nell’osteria, fra gli sguardi un po’ sorpresi di alcuni mentre legge il giornale sul divano, mentre ti
sagome che avventori, chiesero informazioni su un podere detto il abbraccia e ti racconta la sua giornata. Di-
facevano trasparire Poggiolaccio. In quella casa abitava e’ Ggher, con sua moglie menticarsi della fatica e rendersi conto che
il bianco della ma con, soprattutto, due figliole in età da marito, molto carine niente è come casa.
camicia e una certa e "molto"ospitali. I due dissero, con quella dizione sbracata
eleganza nell’abito nelle vocali finali, che li faceva ritenere di Imola, che erano
scuro. I due stati invitati a cena, con possibile pernottamento al Bustreng (a modo mio)
personaggi, due Poggiolaccio, da due belle ragazze che avevano conosciuto in
giovanotti, scesero, una serata danzante a Borgo Tossignano. All’udire quelle
girarono lo sguardo parole, Ilario e il Mimino si diedero un’occhiata d’intesa e si
attorno e, parlando offrirono come volontari accompagnatori essendo la strada
sommessamente, si un "po’ difficoltosa". Fu così che in quella notte buia, fredda e
diressero verso ventosa, i due paesani, seguiti dai due cittadini, si
quello che dava avventurarono a raggiungere il Poggiolaccio. È questo un
l’idea di essere piccolo casolare rustico con il tetto asimmetrico e poco alto
l’osteria del paese. tanto che da un lato ci si può salire sopra. Naturalmente Ilario
Il fatto di avere un e il Mimino si guardarono bene dal prendere quel sentiero
cappotto li faceva che, abbastanza comodamente, e soprattutto in poco tempo,
ritenere cittadini di portava alla meta! Quei due malcapitati dovettero attraversare
un certo spessore. rii, pozzanghere, siepi di rovi, campi dove le scarpe
Infatti, affondavano nel fango, sempre col conforto dei due esperti
quell’indumento che li attendevano sempre un po’ più avanti
era pressoché tranquillizzandoli: "Ormai ci siamo!". (continua, e ne vedremo
sconosciuto ai delle belle). Ingredienti:
paesani. Entrarono Diego Angeloni 70 gr di pangrattato
90 gr di farina integrale
70 gr di farina di mais
50 gr di miele

Le cose dei nonni La soluzione


a “Le cose dei nonni” della Proverbio 40 gr di zucchero di canna
1 uovo
scorsa settimana è: e’ fer de pa- Löda e’ mer e tént a la tèra; 125 ml di latte
I nostri lettori sono sadén (lo strumento utilizzato in löda è mont e tent e’ pian 125 ml di acqua
invitati a indovi- cucina per fare i passatelli). Loda il mare e tieniti a terra; 25 ml di olio extravergine d'oliva
nare l’oggetto della loda il monte e tieniti al piano ½ cucchiaio di bicarbonato
La soluzione esatta è stata data 50 gr di uvetta
memoria. Che cosa per prima da Monica Zignani che La pratica saggezza di un tempo 50 gr di albicocche disidratate (si possono uti-
è? vince il libro “Te lo do io il bar- non finirà mai di stupirci. lizzare anche fichi secchi o prugne disidratate)
La soluzione, rigoro- bone” da ritirare in redazione, via 1 mela
La più grande fortuna che si po-
samente in dialetto, don Minzoni 47, Cesena. tesse avere una volta, era quella di
va comunicata alla
coltivare un grasso podere di pia-
redazione Tra i partecipanti che hanno dato Procedimento:
nura; quindi per non sfidare la
(redazione@corrie- la soluzione esatta, è stato sorteg- sorte ecco che si era pronti a lo- Sciogliere il miele a bagnomaria o in micro-
recesenate.it, giatoMarco Magalotti: dare e fingere di invidiare i pesca- onde. Mescolare le farine con il pangrattato, il
tel. 0547 1938590). vince un vassoio di 10 bomboloni tori che avevano il mare e i miele, l’uovo, il latte, l’acqua, il bicarbonato e
Primo premio: un della tradizione da ritirare montanari che avevano il pano- l’olio.
libro. presso la pasticceria rama, salvo sentirsi dei privile- Sbucciare una mela e tagliarla a cubetti, infari-
Premio a sorteggio “Caffè le millevoglie”, giati per avere i piedi ben saldi a narla e aggiungerla all’impasto. Unire anche
fra tutti i parteci- viale Abruzzi 233 angolo via Lazio terra e la comodità di arare la fer- l’uvetta e le albicocche disidratate, mettere
panti: un vassoio di a Cesena (zona stadio). tile terra di pianura. nello stampo e infornare a 170°, forno statico
bomboloni. D.A. già caldo, per 35-40 minuti.

Ingredienti per 4 persone

L’azdora di Romagna 8 carciofi


500 gr. di piselli freschi
1 ciuffetto di prezzemolo
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
di Giusi Canducci 100 gr. di passata di pomodoro sale
1 spicchio d’aglio pepe
In un tegame, possibilmente di terracotta, mettere l’olio extra vergine
Carciofi con piselli di oliva con l’aglio; far rosolare per qualche istante, poi eliminare
l’aglio. Aggiungere i carciofi interi ben puliti (quando si puliscono i
carciofi non commettere l’errore di buttare i gambi: sbucciati bene,
Q uesto è un piatto tipicamente primaverile. Con
l’arrivo della bella stagione nelle nostre campa-
gne si cominciava a raccogliere i primi frutti dell’orto,
tagliati a tocchetti e cotti assieme ai carciofi, sono ottimi!). Far roso-
lare alcuni minuti, poi aggiungere la passata di pomodoro, un bic-
chiere d’acqua e coprire con un coperchio. Lasciar sobbollire per 15
tra i quali spiccano sicuramente i carciofi e i piselli. minuti, poi aggiungere i piselli sgusciati, il sale e il pepe, mescolare e
Un piatto leggero ma saporito, adatto ai primi caldi poi coprire nuovamente col coperchio. Lasciare cuocere per circa
che può essere utilizzato come contorno, ma anche un’ora o fino a quando i carciofi risulteranno morbidi, ma senza me-
come portata principale. scolare per evitare che si rompano. Pochi minuti prima che la cottura
sia ultimata cospargere con prezzemolo tritato.
16 Giovedì 26 aprile 2018 Vita della Chiesa

onianza Per la prima volta, il 20 aprile, il Papa ha reso omaggio a un vescovo in Italia
Testim

Papa Francesco e don Tonino


Un’ala di riserva. "Quando è morto, ci ha
lasciato un cumulo di debiti", sorride il
fratello Trifone riportando alla memoria
l’immagine del tragitto che Tonino faceva

Due sentieri che si incrociano


dalla casa materna alla chiesa, durante il
quale, spesso insieme alla mamma,
"dilapidava il patrimonio", scherza a
proposito dei gesti di aiuto verso chi si
rivolgeva a lui nel momento del bisogno.

P
apa Francesco e don Tonino Anche l’altro fratello, Marcello, traccia un
Bello: il 20 aprile, a 25 anni dalla ritratto assolutamente privo di retorica:
morte del "servo di Dio", i loro "Non è stato niente di speciale durante i
sentieri si sono incrociati: per la primi anni di vita: ha giocato con noi a
prima volta, nelle sue visite pastorali in sassate, a spade di legno, a pallone…Poi è
Italia, Francesco ha reso omaggio a un entrato in seminario, più come ripiego
vescovo, sostando in preghiera sulla sua per una madre vedova con tre figli maschi
tomba che è quotidianamente méta di e senza lavoro che voleva farlo continuare
pellegrinaggio da ogni parte d’Italia e del a studiare, perché prometteva bene".
mondo. Per la gente di Alessano, il paese Dopo 5 anni ad Ugento, don Tonino è
natale che conserva le sue radici e dove andato a Molfetta per gli studi liceali ma
ha voluto essere sepolto, questo incontro "l’esplosione è avvenuta pienamente a
viene percepito come assolutamente Bologna", all’Onarmo (Opera nazionale
naturale: "Se don Tonino fosse diventato assistenza religiosa e morale degli operai)
Papa, oggi sarebbe papa Francesco", con il cardinal Lercaro: "In quel periodo
azzarda addirittura con un sorriso don ha dato tanto di sé e c’era già in lui quello
Gigi Ciardo, parroco della Collegiata "SS. FOTO ARCHIVIO SIR che sarebbe stato di lì a poco, da
Salvatore", la chiesa madre di Alessano, di vescovo".
fronte alla casa natale di don Tonino. Stefano è il nipote di don Tonino e ricorda
All’indomani della sua morte quella casa uno zio che lo consolava quando da
è diventata una Fondazione che porta il nel profilo di don Tonino, uomo "Rimango solo e sento una gran voglia di bambino aveva una giornata storta e lo
suo nome, per volontà di don Tonino e appassionato della vita che viveva le cose piangere. Il seme della nonviolenza aiutava nelle versioni di latino, così
grazie all’impegno della sua famiglia e del con passione: attecchirà se i poveri lo vorranno". prendeva bei voti il giorno dopo. "Mi ha
presidente della Fondazione don Tonino "L’ho visto anche piangere, come quando insegnato a guidare e a nuotare nel mare
Bello, Giancarlo Piccinni, cresciuto con ha visto scorrere al telegiornale le Porte aperte. Gli ultimi passavano da di Leuca, mi teneva sulle spalle. Poi ho
don Tonino di cui prima è stato allievo al immagini della guerra in Iraq. Diceva che casa sua, "condivideva con il povero dovuto studiare il suo pensiero, è morto
liceo e poi ha sperimentato l’amicizia e la in ogni guerra c’è sempre una grande anche la povertà", racconta Giancarlo a quando avevo 20 anni: ho dovuto vivere
paternità spirituale anche negli anni bugia, e più una guerra vuole dimostrare proposito della decisione - anche questa negli anni successivi al don Tonino
dell’episcopato a Molfetta, che hanno il contrario più la bugia è grossa. Il divario profetica rispetto al pontificato di vescovo, che ha aperto le porte del
conciso con i suoi anni di studio a tra il Nord e il Sud del mondo, che lui Francesco - di aprire le porte della sua vescovato grazie alla sua Chiesa col
medicina. denunciava, era il primo pezzo della casa alle vittime della "cultura dello grembiule e mi ha insegnato che la
guerra mondiale a pezzi di cui parla oggi scarto". convivialità delle differenze non è
Sentieri scomodi. Oggi Giancarlo è uno papa Francesco". "Mi ricordo quando andavo a trovarlo e un’astrazione teorica, ma qualcosa da
stimato cardiologo, ma la sua agenda fitta Il viaggio a Sarajevo, con la marcia lui mi invitava a cena. Apparecchiava per vivere, da osare insieme, abbracciandosi
di impegni non gli impedisce di portare pacifica di protesta contro la guerra pochi bene la tavola, apriva gli sportelli della insieme".
avanti con lo stesso fervore la sua opera mesi prima di morire, era mosso da dispensa e si accorgeva che erano vuoti: Come fanno i due angeli con una sola ala
di trasmissione della memoria. "Don un’urgenza interiore. "Devo andare, mi non c’era più niente… così il più delle nel bassorilievo della chiesa madre di
Tonino ci diceva che dal cielo non ci devo spendere fino all’ultimo giorno per volte uscivamo a prenderci un pizza". Alessano, da cui don Tonino ha tratto
arriva nulla: anche la speranza la tutti, per mostrare che la violenza non "Ci voleva liberare delle tre p: potere, ispirazione per la sua celebre
dobbiamo organizzare". La dimensione porta da nessuna parte", le parole di don profitto e prestigio", dice il presidente composizione "un’ala di riserva": "Gli
orizzontale della fede, per il prete Tonino, che al ritorno scrive sul suo della Fondazione, facendo emergere il uomini sono angeli con un’ala soltanto:
salentino, "incrocia sentieri scomodi". diario, in un passo pubblicato - come altri ritratto di don Tonino educatore dei possono volare solo rimanendo
Ironia, autoironia e sano distacco dalle inediti - sull’ultimo libro di Giancarlo giovani, all’insegna della libertà dal abbracciati".
cose: sono tre tratti per Piccinni essenziali Piccinni, "Don Tonino sentiero di Dio": fascino perverso del denaro. M. Michela Nicolais
Attualità Giovedì 26 aprile 2018 17

I giornalisti Fisc di Emilia Romagna e Triveneto all’Europarlamento Villaggio globale


di Ernesto Diaco

Siamo tutti noi LA VERA NOTIZIA


È LA PACE

quell’Europa Si celebra fra pochi


giorni, domenica 13
maggio, la Giornata
mondiale delle co-

Crediamoci di più municazioni sociali,


da 52 anni appunta-
mento annuale per
riflettere – nella
festa dell’Ascen-

Istituzioni sione – sulla mis-


sione della Chiesa
di evangelizzare at-
traverso i media.
A commento del messaggio scritto da papa
Francesco per la Giornata, l’Ufficio per le co-
municazioni sociali della Cei ha pubblicato
un libro a firma del direttore dell’Ufficio, don
I GIORNALISTI DELLA FISC EMILIA ROMAGNA Ivan Maffeis, e di Pier Cesare Rivoltella, pro-
DAVANTI ALLA SEDE DELL’EUROPARLAMENTO A BRUXELLES.
TRA LORO L’EUROPARLAMENTARE DAMIANO ZOFFOLI fessore ordinario di Didattica e tecnologie
E IL DIRETTORE DEL CORRIERE CESENATE FRANCESCO ZANOTTI dell’istruzione all’Università cattolica di Mi-
lano. Il titolo ricalca quello scelto dal ponte-
fice per l’appuntamento: “Fake news e
"tempo" diverso: quadrati. giornalismo di pace” (ed. Morcelliana).
Ripartiamo dall’Europa. Quella realtà perché solo dopo Bruxelles è un vero modello di “La diffusione della comunicazione – si legge
il distacco puoi integrazione sociale: è frequentissimo
che troppo spesso sentiamo lontana davvero elaborare camminare per strada o sedersi in un
nell’introduzione dei curatori – ha guidato il
passaggio dalla società dell’informazione alla
responsabile e al contempo assente le emozioni locale fra persone di diverse società informazionale, ovvero da una società
provate e quanto nazionalità.
che fatica a decollare. Avviciniamola. questa città ti ha L’atmosfera mitteleuropea, il
in cui l’informazione è importante a una so-
cietà fatta di informazioni”. In questa società,
Bruxelles non è poi così lontana… saputo dare. bellissimo Palais Royal, l’imponente spiegano ancora Maffeis e Rivoltella, “eventi e
Le giornate Cathedrale di Sts Michel et Gudule, la discorsi si mischiano, la realtà e i commenti si
vissute con i Grand Place, un capolavoro
confondono: la totale trasparenza non genera

R
accontare l’esperienza vissuta colleghi si sono concentrate architettonico, simbolo da sempre
a Bruxelles, con i colleghi soprattutto dentro il Parlamento della sontuosità di Bruxelles e definito libertà, ma nuovo occultamento. Se tutto è in-
giornalisti Fisc di Emilia europeo, a contatto con da Jean Cocteau "il più ricco teatro del formazione, ciò comporta che non si riesca
Romagna e Triveneto, europarlamentari (siamo stati invitati mondo". E infine il palazzo a quattro più a distinguere quello in cui sia giusto cre-
significa raccontare innanzitutto una da Damiano Zoffoli, già sindaco di ali della Comunità Europea. Qui noi dere (come nelle fake news)”. Di conse-
città, anzi una capitale. Abbandonato Cesenatico), addetti stampa, persone giornalisti ci siamo confrontati, guenza, “quel che si apre non è uno spazio di
quell’alone di grigio che dello staff. abbiamo imparato quali sono i libertà, ma di disorientamento e possibile
l’immaginario attribuisce a Bruxelles, Ma già il solo tragitto a piedi per complessi meccanismi alla base del manipolazione”.
e non solo per le condizioni arrivare alla innovativa struttura ci ha funzionamento della macchina Si tratta di un giudizio severo, che oltre a voler
climatiche, la città appare nei suoi consentito di respirare l’aria di questa europea, abbiamo espresso opinioni, mettere in guardia dai potenziali inganni na-
colori, bellissima, cosmopolita e che da molti viene considerata non ricevuto risposte. scosti nelle pieghe della comunicazione,
multirazziale. soltanto una grande città, ma la Sulla via del ritorno, riecheggiano le cerca di rovesciare l’accusa di intolleranza ri-
Ma significa soprattutto raccontare "capitale d’Europa". Architetture parole "l’Europa siamo noi". volta a chi si mette in ricerca della verità. La
una emozione: Bruxelles ti entra diverse si avvicendano, testimoni Quell’Europa che troppo spesso violenza a cui assistiamo, nei social network
dentro e ti cambia. Ti costringe ad fedeli del trascorrere delle varie storie. sentiamo lontana, responsabile e al come nel dibattito politico e nel sistema me-
abbandonare ogni visione limitata e ti Basta passeggiare per le vie e contempo assente, quell’Europa che diatico, prosegue il testo, “non è il risultato
accompagna ad aprire la mente. Una osservare le facciate delle case per fatica a decollare. Eppure siamo anche dell’assenza di comunicazione o del trionfo
città dinamica, pullulante di giovani, vedere, accanto a monumenti talvolta noi quell’Europa. della verità, ma esattamente il contrario: la
frenetica ma al tempo stesso molto antichi, testimonianze di tutte Ripartiamo da qui. Da Bruxelles, dai violenza è spesso figlia della comunicazione
rispettosa. Bruxelles ti fa respirare le tendenze dell’arte architettonica suoi giardini e dalla sua energia: polverizzata e dell’impossibilità di trovare in
l’Europa; quell’Europa cui europea del XX secolo. ripartiamo con la consapevolezza del essa una verità”.
apparteniamo ma che troppo spesso Gli edifici di Victor Horta, sommo nostro ruolo di europei. Crediamoci di Il fatto che tutti possano facilmente espri-
non consideriamo, mettendola quasi maestro del Liberty in Belgio, sono i più in questa Europa. mersi non comporta, infatti, il rispetto auto-
sottintesa. più famosi. Noi giornalisti abbiamo una missione: matico di chi la pensa diversamente, ma
Eppure noi, anche noi, siamo Come ci hanno spiegato in dare voce, fare conoscere. Il nostro conduce spesso all’assolutizzazione del sin-
l’Europa. Ecco, Bruxelles ha questo Parlamento, il cosmopolitismo è impegno sarà quello di dare voce, golo punto di vista, e chi dissente finisce per
grande merito: ti fa sentire cittadino imperante a Bruxelles: nelle giornate soprattutto nelle nostre testate locali, essere inteso non come qualcuno che vede le
europeo, o meglio, ti obbliga a di pieno lavoro, oltre quattromila a quello che accade in Europa, dentro
cose diversamente, ma come un nemico che
ricoprirti tale. persone orbitano dentro al al palazzo del Parlamento. Perché le
Spesso noi giornalisti scriviamo di Parlamento, che diventa esso stesso decisioni dei "grandi" sono decisioni in quanto tale va attaccato. Nasce da qui il bi-
getto gli articoli, magari in treno o in una autentica città, con tutti i servizi: che riguardano ognuno di noi e sogno che i giornalisti, invece di alimentarli,
aereo: capitalizzare il tempo e dal supermercato alla palestra. In avranno ripercussioni sulle realtà che siano i primi a disinnescare i conflitti, met-
immortalare le notizie ancora fresche. ascensore si possono ascoltare in viviamo. Avviciniamo l’Europa. tendosi a servizio delle persone e della loro
Ecco, l’esperienza dei tre giorni intensi contemporanea otto lingue diverse: Bruxelles non è poi così lontana… capacità di ragionare, andare alle cause, ap-
a Bruxelles invece richiede un trovi tutta l’Europa in pochi metri Maria Silvia Cabri profondire. Convinti insomma che “la pace è
la vera notizia” e che fa vendere più della
guerra.

PSICOLOGIA
della vita quotidiana onnipotente, che cerca una mediazione tra
scuno di noi. Ha diviso il nostro apparato psichico
in tre parti. Primo fra tutti l’Io: collegato al mondo le forze che lo minacciano e che si combat-
esterno che si estende per buona parte dell’intera tono tra loro.
uesta rubrica, tenuta da Mirella Montemurro, si propone di os- Lo scopo dell’Io è quello di effettuare una
Q servare il mondo attraverso una “lente” psicoanalitica. Si par-
lerà di relazioni, educazione dei figli, disagi psicologici e loro cura,
personalità. L’Io rappresenta la ragione. Poi ha in-
dividuato l’Es: dove risiedono affastellati gli im-
pulsi irrazionali, quelli che chiama pulsioni. Infine
buona mediazione tra Es e Super-Io per non
rischiare di soccombere: «alla tentazione di
fatti di cronaca locale e nazionale. La Rubrica avrà uno spazio c’è il Super-Io, esso racchiude da un lato i valori diventare servile, opportunista e bugiardo,
nell’ultima settimana di ciascun mese. Buona lettura. etici dell’individuo, e dall’altro ne osserva, giudica, un po' come un uomo di Stato che pur es-
approva o punisce la condotta. Sostanzialmente sendo consapevole di come stanno effettiva-
Laureata con lode in Psicologia clinica e di comunità presso Sapienza Univer-
sità di Roma, la psicologa Mirella Montemurro ha conseguito la specializza- nel Super-Io vi sono i dettami genitoriali e le re- mente le cose, intende comunque
zione in Psicologia clinica e psicoterapia individuale e di gruppo. Svolge a gole sociali. Queste tre parti sono spesso in con- conservarsi il favore della pubblica opi-
Cesena e Rimini attività di psicoterapia individuale, di coppia e di gruppo a flitto tra loro. L’equilibrio della persona si nione».
orientamento psicoanalitico.
mantiene grazie a una comunicazione tra queste Se riusciamo a seguire questo battagliare
parti. Nel suo celebre saggio l’Io e L’Es Freud scrive che c’è in noi, non soltanto vivendolo ma ar-
che l’Io è il cavaliere, che deve cercare di tenere a rivando ad assisterlo come spettatori di noi
Teatrino interno freno il suo cavallo ribelle, l'Es, e lottare contem-
poraneamente contro uno sciame di api infuriate,
stessi, «restiamo perpetuamente a teatro»,
scriveva Cesare Musatti. Nel nostro teatrino
La persona è poliedrica. Dentro di noi ci sono più parti autonome. interno.
Alcuni psicoanalisti descrivono il mondo interno come una rappre- il Super-io, che gli ronzano intorno. Esposto alle
angosce legate a questi pericoli, l’Io, secondo a cura di Mirella Montemurro
sentazione teatrale. mirellamontemurro@gmail.com
Freud ha tentato di individuare i “personaggi” che agiscono in cia- Freud, è un negoziatore assediato, tutt’altro che
18 Giovedì 26 aprile 2018 Solidarietà

In 120 alla serata conviviale durante la quale sono stati consegnati i fondi raccolti nell’edizione 2017
Bando regionale
■ Servizio civile
Longiano in Caritas a Cesena
Per giovani fino ai 29 anni
I dodicimila euro È uscito venerdì 20 aprile il bando di selezione
pubblica per la partecipazione ai progetti di Servizio
sono stati destinati civile regionale.
alla comunità terapeutica La Caritas di Cesena-Sarsina ha presentato, insieme
“San Luigi” di Balignano, alla Caritas di Forlì-Bertinoro, il progetto Insieme
per aiutare. A disposizione ci sono 2 posti per
alla Caritas di Longiano, Cesena, con sede di servizio presso il Centro di
alla fondazione “La nuova ascolto della Caritas diocesana Cesena-Sarsina, in via
don Minzoni 25, e due posti per Forlì, presso il Centro
famiglia” di Cesenatico di ascolto e prima accoglienza Buon pastore, in via
e alla casa famiglia Fossato vecchio.
“Papa Giovanni XXIII” Possono presentare domanda i giovani cittadini
italiani o provenienti da altri Paesi, senza distinzione
di Santa Paola di sesso o di appartenenza culturale o religiosa, di
ceto, di residenza o di cittadinanza, che alla data di
presentazione della domanda abbiano compiuto il
diciottesimo e non superato il ventinovesimo anno di

Ciclismo e solidarietà. È la 2xbene età. Tra i requisiti richiesti, non aver riportato
condanne penali, essere residenti o domiciliati in
Italia o, per i giovani provenienti da altri Paesi,
essere in regola con la normativa per il soggiorno dei
comunitari e degli stranieri in Italia.

S
erata conviviale della 2xBene, la manifestazione che a Longiano unisce Giovanni XXIII” con sede nella
ciclismo, solidarietà e volontariato. La cena, durante la quale sono stati canonica di Santa Paola di Il servizio prenderà avvio il 3 settembre e avrà durata
consegnati i fondi raccolti nell’edizione 2017, si è svolta la sera di venerdì Roncofreddo. “Grazie alla solidarietà - 9 mesi con un impegno di 20 ore settimanale. Il
20 aprile presso il ristorante degli Ulivi di San Lorenzo in Scanno. ha detto - quest’anno tagliamo compenso previsto è di 288 euro mensili. La scadenza
Presenti 120 persone, fra amici e collaboratori della manifestazione importanti traguardi: l’apg23 compie per la consegna delle domande è fissata alle 14 del
organizzata ogni anno dalla società “Fausto Coppi” di Cesenatico e dal 50 anni, la cooperativa sociale “La 21 maggio.
“Panathlon club” di Cesena, sotto l’egida dell’Acsi e la regia dell’avvocato fraternità” festeggia i 25 anni di PER INFORMAZIONI: Caritas diocesana Cesena-
Roberto Landi. attività e il centro diurno di San Sarsina, via don Minzoni, 25 - Cesena, dal lunedì al
Dodicimila euro il ricavato, che è stato devoluto in parti uguali a quattro realtà Tomaso 20”. venerdì dalle 8,30 alle 12,30. Referente: Giulia
benefiche del territorio: la comunità Fra i presenti alla cena, Maurizio Matassoni, tel. 0547 22423.
terapeutica “San Luigi” di Balignano, referenti della Caritas longianese -. Bertozzi, fondatore di Isoltema, uno Svolgere servizio civile in Caritas significa:
la Caritas di Longiano, la fondazione Ogni mese aiutiamo 25 famiglie, tutte degli sponsor della 2xBene, che ha promuovere un servizio a favore delle persone più
“La nuova famiglia” di Cesenatico e la con figli a carico. I fondi ricevuti sono proposto di destinare parte dei fondi svantaggiate prendendo coscienza dei disagi della
casa famiglia “Papa Giovanni XXIII” preziosi, dal momento che gli aiuti della prossima edizione alla missione comunità del territorio; investire nella formazione
di Santa Paola. provenienti dal Banco alimentare diocesana di Carupano, in Venezuela, intesa anche come crescita personale; opportunità
Per la comunità di Balignano, che sono diminuiti”. da lui di recente visitata assieme al per condividere l’esperienza con altri giovani;
ospita una quindicina di ragazzi con Beneficenza anche alla “Nuova missionario don Giorgio Bissoni. sensibilizzare a una cultura della nonviolenza, della
problemi di dipendenza, ha ritirato famiglia onlus” di Cesenatico, che si A tavola, fra i tanti, il sindaco di pace e della solidarietà sociale.
l’assegno la responsabile Sofia prende cura di disabili adulti e Longiano Ermes Battistini che ha Il progetto “Insieme per aiutare” si propone di:
Brigliadori, che ha ringraziato gli anziani privi di assistenza familiare. annunciato la riqualificazione della ascoltare i bisogni e portarli a conoscenza delle
organizzatori della 2xBene per la “Senza questi aiuti - ha detto il “fontanella di via IV Novembre, alla istituzioni e dei soggetti preposti a dare loro risposte
“vicinanza”. “In comunità sto presidente della fondazione Roberto quale tutti i cicloturisti che salgono a congruenti; erogare servizi che rispondano ai bisogni
prendendo di nuovo la mia vita in Casali - non riusciremmo a fare molte Longiano si fermano a riempire la primari delle persone; orientare per avviare al
mano”, ha testimoniato uno dei delle nostre attività. È difficile fare borraccia”. Sarà accompagnata da mondo del lavoro, alla compilazione dei documenti
ragazzi presenti alla serata. capire all’esterno che il volontariato una targa con i nomi dei ciclisti per gli adempimenti burocratici; promuovere e
“Il contributo della 2xBene è una ha dei costi da sostenere”. professionisti insigniti del premio coordinare le iniziative e le attività rivolte a persone
manna - hanno detto Stefania Dello stesso avviso Franca Franzetti, “Città di Longiano”. in situazione di bisogno in collaborazione con altri
Meschiari e Gian Paolo Seraceni, referente della casa famiglia “Papa Matteo Venturi attori che, sul territorio, possono intervenire sul
medesimo problema; offrire percorsi formativi per gli
operatori.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Elezioni Rsu: Cisl Fp a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
e Cisl Scuola si confermano (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
sindacati di riferimento e per il Patronato INAS CISL
dei lavoratori pubblici (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
La Cisl Fp risulta prima nelle
votazioni dell’Ausl Romagna del febbraio scorso. Circa 1,2 milioni di solidarietà civile e sociale.
comprensorio cesenate e in quella dipendenti avranno diritto alle novità Forse non tutti sanno che i volontari
dell’Unione dei Comuni Valle Savio, previste dal nuovo contratto, Anteas hanno erogato 12.807 prestazioni
nonché conferma la maggioranza compresi gli aumenti retributivi sanitarie, a San Piero in Bagno hanno
assoluta nell’Unione dei Comuni previsti e gli arretrati: un aumento consegnato 2.828 pasti, nella zona del
Romagna Faentina e negli Enti medio di 96 euro mensili lordi a cui si Rubicone 828 persone non automunite
Centrali quali Inps Cesena, mentre aggiungono circa 400 euro di sono state accompagnate in auto per
all’Inps di Forlì si è giunti al 37% e arretrati. 19.863 km e altro ancora.
alla Camera di Commercio si è sfiorato Tutto questo è svolto gratuitamente,
il 49%. Primo maggio nello spirito solidaristico che è alla base
Anche la Cisl Scuola ha ottenuto una Festa dei lavoratori dell’Anteas, che ha una delle sue sedi a
importante conferma nella provincia Cesena.
di Forlì-Cesena, dove i lavoratori Come ogni anno la festa dei Anteas si propone di contrastare ogni
delle scuole hanno ancora una volta lavoratori è una giornata ricca di forma di esclusione sociale, migliorare la
espresso grande fiducia nei confronti appuntamenti. A Cesena dalle 7 avrà qualità della vita, diffondere la cultura e
dei candidati Cisl, attribuendo 1.500 inizio la dodicesima prova di medio la pratica della solidarietà perché ogni
preferenze che consentono di fondo e fondo d’la Caveja 2018, un età abbia un valore e ogni persona un
superare il 30% dei voti complessivi. raduno ciclistico in collaborazione suo progetto di vita attraverso cui
Filippo Pieri, segretario della Cisl con Uisp Cesena. Dalle 14,30 classico diventare una risorsa per sé e per gli
Romagna, è soddisfatto per il appuntamento per tutti in piazza del altri.
risultato provinciale che "valorizza la Popolo, con l’esposizione di carri La sua porta è sempre aperta: per chi
proposta portata avanti dai nostri agricoli e moto d’epoca, allietati vuol donare un pò del suo tempo e della
candidati che rappresentano un dalla musica dell’orchestra Vincenzi e sua buona volontà a per chi ha bisogno di
sindacato confederale che vede il alle 16 l’intervento del segretario un piccolo aiuto i riferimenti sono:
lavoratore come parte della comunità generale Cisl Emilia Romagna Giorgio via Renato Serra, 15, Cesena.
in cui opera e vive". Graziani. Tel. 0547 22803 Fax 0547 367784
Email: anteas.cesena@gmail.com
Firmati gli aumenti I volontari Anteas
per i lavoratori della scuola danno i numeri VOLONTARI ANTEAS

Giovedì 19 aprile, Cisl Scuola, insieme Anteas, Associazione nazionale tutte


a Cgil e Uil, ha firmato il nuovo le età attive per la Solidarietà (ex
contratto di lavoro del comparto Associazione nazionale terza età
istruzione. Si tratta dell’ultima tappa, attiva per la solidarietà), nata nel
dopo l’ok della Corte dei Conti 1996 sotto la spinta di esperienze
sull’ipotesi di rinnovo del contratto locali di volontariato sostenute e
del comparto - che comprende supportate dalla Fnp Cisl, è promossa
Scuola, Università, Alta formazione dagli anziani ed è aperta all’incontro
artistica, musicale e coreutica, con i giovani e con tutti coloro che
Ricerca - che era stata siglata il 9 condividono l’impegno della
Cultura&Spettacoli Giovedì 26 aprile 2018 19

Portfolio “Mentimenti” | Arte e musica protagoniste Cinema di Filippo Cappelli

Multisala Aladdin (Cesena)


Uci Cinema (Savignano sul Rubicone)
GHOST STORIES
di Andy Nyman, Jeremy Dyson
Non è per nulla male questo “Ghost Stories”.
Anzi. Un genere piuttosto asfittico come
l’horror sembra ritrovare nuova linfa pro-
prio in film come questi che si basano su
uno schema classico e risaputo: e questa
volta l’intero progetto del film si fonda su
una grande promessa, e cioè che tutto
quello che si vedrà sarà in grado di far ricre-
dere uno scettico sulla possibilità di pre-
senze ultraterrene.
La trama: il professor Philip Goodman
SABATO POMERIGGIO 21 APRILE NELLA SALA DEGLI AMICI DELL'ARTE DELL'EX LIBRERIA BET- (Andy Nyman), è un docente di psicologia e
TINI IN VIA VESCOVADO, A CESENA SI È SVOLTA LA PRESENTAZIONE DEL PORTFOLIO "MENTI- noto debunker. Noto a tutti per il suo pro-
MENTI" CON OPERE DEL PITTORE SILVANO BARDUCCI , SILVANO TONTINI, DEL POETA STEFANO verbiale scetticismo nei confronti di qual-
SIMONCELLI E LE FOTOGRAFIE DI SANDRA, siasi evento sovrannaturale, conduce un
all'interno dell' evento sono intervenuti i musicisti di strada il musicista Silvano con il suo insepa- programma televisivo nel quale smaschera
rabile cane , il fisarmonicista Arquile E la poeta Cliary Celeste. notevole l'affluenza di pubblico che false sedute spiritiche, sedicenti sensitivi,
alla fini ha gradito, divertendosi, il buffet CON lupini e gassosa (fotoservizio Sandra e Urbano Ce- truffatori di ogni genere. Quando, tramite
sena) una misteriosa lettera, gli viene affidato il
compito di indagare su tre sconcertanti casi
di attività paranormale, Goodman inizia a
scavare sempre più a fondo, ignaro del fatto
Il We reading festival si allarga a Gatteo che i tre casi finiranno per rivelare, ciascuno
a suo modo, dei misteri terrificanti, ben
oltre la sua stessa immaginazione. Finché,

I cantanti leggono via via, attraverso un viaggio alla scoperta di


ciò che non può essere spiegato razional-
mente, non giungerà a un'angosciante e
scioccante conclusione che lo riguarderà

Rodari, Kafka personalmente...


Il film si mantiene fin dall’inizio su uno
stato di grande tensione. Mantiene la sua
natura di film episodico (è l’adattamento di

Genna e Pasti Nove date dal 27 aprile al 3


uno spettacolo teatrale di grandissimo suc-
cesso), e quindi si divide su tre filoni narra-
tivi, funziona cioè su tre storie autonome
che tuttavia hanno legami e mostreranno
Nove incontri con artisti che si alla fine il loro filo comune. La linea narra-
metteranno alla prova in letture non giugno tra Gatteo, tiva principale si mantiene comunque su
convenzionali. uno stile estremamente classico, fatto di ru-
Torna We reading festival, alla seconda
Savignano mori, buio e apparizioni, che fanno sempre
edizione, con tappe a Gatteo, Savignano e Santarcangelo. la loro figura. I due registi danno l’impres-
sul Rubicone e Santarcangelo di
Romagna.
Tra i big, Lodo Guenzi sione di aver lavorato molto e bene sulla tra-
sposizione dal teatro al cinema, e sembrano
A partire dal 27 aprile e fino al 3 giugno e Bebo Guidetti aver colto con grande precisione le scelte fo-
approderanno in alcuni luoghi simbolo di cali della vicenda. Ad esempio nel film ricor-
questo lembo di Romagna personaggi Cesena e Gatteo e come sponsor la catena leggono Giuseppe Genna alla Chiesa del rono molto spesso inquadrature specifiche
piuttosto noti del panorama artistico e Eataly e il consorzio Romagna Iniziative. Suffragio a Savignano sul Rubicone. che tendono a lasciare lo sfondo sfocato ma
culturale del momento, da Lodo Guenzi e Faranno parte del "cast" l’attore Giorgio Sempre a Savignano il 16 maggio gli Ex al centro dell’inquadratura (con il soggetto a
Bebo Guidetti de Lo Stato Sociale, freschi Montanini, famoso per le sue incursioni Otago leggeranno Umberto Pasti. Venerdì fuoco spostato quindi da una parte), dando
vice vincitori di Sanremo 2018, allo televisive irriverenti su Nemico Pubblico, 18 maggio i lettori saranno gli Interno 4 al sempre l’idea che da un momento all’altro
storico chitarrista dei Cccp Fedeli Alla Ballarò, Le Iene, e il cantante dei Musas di Santarcangelo mentre il 23
qualcosa stia per accadere proprio lì dove
Linea Massimo Zamboni, al sindacalista e Nobraino Lorenzo Kruger in compagnia maggio e il 30 maggio protagonisti alla
ex assessore Arturo Zani, e tanti altri. dell’attore cesenate Giacomo Garaffoni, il Chiesa del Suffragio di Savignano saranno non si riesce a vedere bene.
La manifestazione, che gode del supporto rapper Moder, e un altro volto cesenate, rispettivamente Giorgio Montanini e Certo, qualche errore e scarsa precisazione
di Credito cooperativo romagnolo, Eataly l’attore Michele Di Giacomo. Moder con Giacomo Toni. Si torna quindi persiste, proprio per la natura particolare di
e Romagna iniziative, è nata nel 2017 a Il primo appuntamento è al teatro al Lavatoio a Santarcangelo sabato 2 questo film. L’eccessiva frammentazione
Savignano sul Rubicone e ora si allarga ai Lavatoio di Santarcangelo il 27 aprile con giugno con Lorenzo Kruger e Giacomo delle linee di lettura ad esempio, e forse un
vicini di casa in location suggestive come "Zamboni legge Kafka"; mercoledì 2 Garaffoni che leggeranno di Gianni retrogusto difficile da digerire, come di un
l’ex Oratorio di San Rocco a Gatteo, il maggio Michele Di Giacomo e Arturo Rodari e in chiusura, domenica 3 giugno, film che si vorrebbe dire bello ma con poca
teatro del Lavatoio a Santarcangelo e la Zani all’oratorio di San Rocco di Gatteo Lodo Guenzi e Bebo Guidetti. sostanza di novità. Ma la verità, per tutti gli
chiesa del Suffragio a Savignano. daranno vita a letture sul ’68, un evento Tutti gli eventi sono a ingresso libero, appassionati, starà nel mezzo. Un film di
La rassegna ha come main sponsor il speciale per il 50esimo anniversario dello inizio alle 21. questo genere deve saper fare bene due
Credito cooperativo romagnolo - Bcc di storico anno. Il 9 maggio i Camillas Mariaelena Forti cose: divertire e spaventare. Ed è probabile
che qualcuno, dopo la visione, dormirà con
la luce accesa.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena
colpevole quando non raggiunge determinati tra-
IL PINGUINO guardi, sa come considerare le proprie aspirazioni.
CHE IMPARÒ A VOLARE Solo riuscendo a individuare i nostri più autentici de-
sideri potremo conquistare la felicità, a patto di non
Anthony De Mello restare inerti ad attendere che qualcuno faccia il mi-
Editore: La Scuola, 13,50 euro racolo per noi e al nostro posto. Occorre alimentare la
scintilla di coraggio che abita in noi, ansiosa di diven-
editore: Piemme (14,90 euro) tare fuoco. “E all’improvviso la vita non sarà più l'in-
cubo che sembrava. Svegliatevi!”.
Con la sua impareggiabile freschezza, Anthony De
Mello racconta storie, recupera parabole, rievoca
miti per insegnarci a trovare una strada nel labirinto
delle nostre emozioni, riabbracciando il gusto per
I LIBRI DI HERVÈ TULLET
una vita ardita, appassionata, capace di inseguire e Autore e illustratore di libri per ragazzi. Il suo primo
realizzare l’impossibile. libro risale al 1994 e in breve tempo l’autore è diven-
“C’era una volta, fra i ghiacci dell'Antartide, un pin- tato famoso come il “re dei libri prescolari”. I suoi libri
guino che dipingeva gli iceberg e credeva nei suoi puntano sull’invito a pensare in modo creativo e indi-
sogni...” (Anthony De Mello). pendente, tale da sollecitare e sprigionare l’immagi-
Ciascuno di noi guarda la realtà da un’angolazione nazione dei bambini.
diversa. E spesso queste prospettive sono errate, in-
ficiate da pregiudizi, diffidenze e paure. Una mente Il grande colouring book Euro 13,50
lucida - non intimidita e aperta alle novità - conosce Un grande albo da colorare, insolito, pieno di idee
i propri limiti, ha imparato a fare i conti con essi, e originali e tante sfide, in perfetto “stile Tullet”!
non si lascia scoraggiare in caso di fallimento. Una mente in equilibrio non è affannata, sa Il bambino è stimolato a disegnare e a colorare usando pennarelli e fantasia, ma anche a
come utilizzare il tempo e lo impiega in funzione di pochi obiettivi precisi, non si giudica pensare in modo creativo!
20 Giovedì 26 aprile 2018 Cesena&Comprensorio

CESENA Cesenatico ◗ Cesenatico ◗


Olimpiadi di matematica Storia d’Italia a teatro
La bellezza delle scienze Si svolgerà presso la colonia Agip dal 4 al 6 maggio la XXXIV edizione L’associazione culturale “Compagnia Marco Gobetti”, lunedì 30 aprile
nazionale delle Olimpiadi di matematica, organizzate dall’Unione alle 21, metterà in scena al Comunale lo spettacolo “Carlo, Ettore, Maria
Nell’aula magna della Malatestiana, venerdì 27 matematica italiana, col patrocinio del Comune. Alla gara e la Repubblica. Storia d’Italia dal 1945 a oggi” liberamente ispirata al
aprile alle 17, avrà luogo l’ultimo incontro della parteciperanno 300 studenti delle scuole superiori italiane. La prova è volume “Raccontare La Repubblica/ storia italiana dal 1945 a oggi:
rassegna “La bellezza delle scienze”. Daniele valida per la selezione della rappresentativa italiana che prenderà sette testi da interpretare a voce” (Edizioni Seb27). Con Marco Gobetti e
Gouthier, docente alla Sissa, Scuola parte alla finale mondiale in programma dal 3 al 14 luglio a Cluj- Beppe Turletti. Le musiche originali sono di Beppe Turletti. L’ingresso è
internazionale superiore studi avanzati di Trieste, Napoca in Romania. Avrà luogo anche la competizione a squadre con libero con prenotazione. Domenica 29 aprile alle 21, a cura della Ndo,
autore di saggi e del libro di testo “Il bello della settecento concorrenti italiani e stranieri che si sfideranno il 4 maggio New dance organization” di Ivan Boschi, sul palco la compagnia Qaos di
matematica”(Pearson Bruno Mondadori) al palazzetto dello Sport e nella palestra del liceo classico “Enzo Forlì che presenterà il musical “La leggenda di un amore” di Alberto
presenterà il suo volume “Dar la caccia ai numeri. Ferrari”. Le premiazioni saranno fatte domenica 6 maggio alla colonia Sebastian Ricci. Ingresso palchi e platea 16 euro, ridotto 11.
Enigmi, problemi e giochi matematici”(Dedalo, Agip dalle 9,30.
2017).

Spettacolo di Chiara Guidi


La compagnia cesenate Societas, domenica 29
◆ Nella gara fra i dipendenti Amadori ha vintoYari Zoffoli
aprile alle 21 al teatro Bonci, nell’ambito della
rassegna “Puerilia”, metterà in scena lo spettacolo
con Chiara Guidi “Lettere dalla notte”,
liberamente tratto dai testi di Nelly Sachs, premio
SanVittore di Cesena
Nobel per la Letteratura nel 1966, sul suo
rapporto epistolare con un altro grande poeta
ebreo, Paul Celan. La musica originale dal vivo è di
In migliaia
Natàn Santiago Lazala.

Un’opera sul Medioevo


alla Corsa dei Polli
La Biblioteca Malatestiana, domenica 29 aprile a “Corsa dei Polli” è tornata domenica 22 ha visto partecipare quasi 300 bambini, di cui famiglia Amadori con Francesco, Flavio,
alle 17, ospiterà Silvia Ronchey per la
presentazione del suo libro “La cattedrale
sommersa. Alla ricerca del sacro perduto”(Rizzoli,
L aprile a far correre grandi e piccini, cese-
nati e non, che hanno invaso le strade e i
percorsi sterrati attorno a San Vittore di Cese-
oltre un centinaio figli di dipendenti Amado-
ri. Folto, come sempre, il gruppo dei Peopoll
Runners, i dipendenti Amadori provenienti da
Andrea e Francesca che hanno festeggiato
insieme ai dipendenti e premiato i vincito-
ri. Il sindaco Paolo Lucchi ha portato i sa-
2017). L’autrice è docente di Filologia classica e na, per vivere insieme una domenica di festa tutte le sedi aziendali d’Italia, che hanno colo- luti della città di Cesena, dopo avere parte-
Civiltà bizantina all’Università di RomaTre. e sport. La 39esima edizione della podistica ha rato la giornata col rosso della speciale maglia cipato alla gara competitiva.
registrato numeri da record. Oltre 3mila per- realizzata per l’occasione. Per la cronaca, i vincitori della gara com-
Lo studio delle molecole sone hanno preso parte ai tre percorsi, rispet- Da non dimenticare gli oltre cento volontari petitiva di 17 km sono stati Michele Bellu-
tivamente di 3, 7 e 17 km, tutti partiti come della Podistica San Vittore - Pida e Sanzves, che schi (Atletica Recanati) e Ana Nanu (Grup-
Sarà Vincenzo Balzani, professore emerito di tradizione dalla sede di Amadori, in via del Rio hanno seguito tutte le fasi della corsa. Per tut- po sportivo Gabbi). Tra i Peopoll Runners
Chimica all’Università di Bologna, a tenere una a San Vittore di Cesena. ta la mattinata il piazzale antistante la sede vincitore, per il secondo anno consecuti-
lezione, venerdì 27 aprile alle 15,30 nella sala Agli atleti competitivi si sono affiancati tantis- dell’azienda si è trasformato in un grande spa- vo, è stato Yari Zoffoli (nella prima foto con
“Nello Vaienti” della Cisl in via Renato Serra, a simi corridori e camminatori non competitivi. zio di festa con musica, animazioni per bam- Francesco Amadori), impiegato del canale
cura dell’Università della terza età. Tratterà il Grande successo per la gara dei più piccoli che bini e degustazioni. A fare gli onori di casa la ingrosso presso la sede di Cesena.
tema “Leggere, scrivere e ricordare con le
molecole”. Mercoledì 2 maggio con la guida di
Sergio Pretelli, già docente di Storia
contemporanea all’Università di Urbino, sarà fatta
una gita nella città ducale.
Longiano ◗ Sant’Angelo di Gatteo ◗ Mercato Saraceno ◗
Concerto jazz al Petrella Quiz del Rubicone Musica al Dolcini
Sarà il duo “John De Leo & Fabrizio Puglisi” L’Avis di Gatteo ha organizzato il “Quiz del Terranno un concerto sabato 28 aprile alle
Ritratti di personaggi a presentare lunedì 30 aprile alle 21,30 il Rubicone” che si terrà nel salone parrocchiale 21,30 al teatro comunale i “Radio*Zastava”
romagnoli nuovo album “Sento doppio” nell’Unesco di Sant’Angelo venerdì 27 aprile alle 21. La gara da Gorizia. Sul palcoscenico Gabriele Cancelli
international jazz day”. Sul palcoscenico del sarà preceduta dalla cena a base di piadina e (voce e tromba), Nico Rinaldi (sax contralto),
Nell’aula magna della Malatestiana, venerdì 4 teatro longianese John De Leo, già voce dei prosciutto. Le squadre saranno composte da 4 o Leo Virgili (voce e trombone), David Cej (voce
maggio alle 17, l’associazione Valori e Libertà Quintorigo, e il pianista Fabrizio Puglisi. Al 6 persone. La quota d’iscrizione è a offerta e fisarmonica), Predrag Pijunovic (topan),
presenterà il libro di Pier Mario Fasanotti “Tra il termine degustazione dei vini della Fattoria libera, partendo da 5 euro. Premi per tutte le Stefano Bragagnolo (percussioni), Marco
Po, il monte e la marina. I Romagnoli da Artusi a Paradiso in collaborazione con “La strada squadre. Il primo premio consiste in un Kappel (helicon) e Walter Grison (sax tenore
Fellini”. La Romagna ha dato i natali a personaggi dei vini e dei sapori dei colli di Forlì e soggiorno di una settimana per 4 persone. Le e baritono)
rilevanti nell’arte, nella letteratura, politica, Cesena”. Ingresso 15 euro. iscrizioni al 348 6431989. Ingresso 8 euro, ridotto 5.
cucina, nel cinema e nello sport. Dialogherà con
l’autore Riccardo Chiesa.

Film al Victor
Sullo schermo del cineteatro di San Vittore,
Montiano ◗ San Piero in Bagno ◗
giovedì 26, sabato 28, domenica 29 aprile e Rombo & rock Rapiti dallo smartphone
martedì 1 maggio alle 21 il film di Giancarlo La Pro loco in collaborazione con L’Altra Romagna organizza la IX edizione Nell’ambito del ciclo degli incontri sulle dipendenze, rivolto in
Fontana e Giuseppe Stasi “Metti la nonna in di “Rombo & rock on the road” con diversi eventi. Venerdì 4 maggio alle particolare a famiglie, insegnanti ed adolescenti, per giovedì 3
freezer”. Una giovane restauratrice in crisi 21 terrà un concerto il gruppo “Raga & Roll” cover band Litfiba. Sabato 5 maggio alle 20,30, a San Piero in Bagno nella sala consiliare, si
lavorativa vive con la pensione della nonna. Alla alle 21 si esibiranno i “Margo’80”. Domenica 6 alle 9 ci sarà il raduno di svolgerà l’incontro “Rapiti dallo smartphone”, sulle dipendenze
sua morte, per evitare la bancarotta, insieme alle auto d’epoca; alle 10 il “Vesparaduno” in collaborazione con il Vespa club tecnologiche. Presenta l’argomento Francesco Rasponi, psicologo-
amiche e colleghe decide di conservarne il Cesena; alle 16 una camminata al lago di Monteleone, alle 17 una psicoterapeuta.
cadavere per continuare ad assicurarsi la camminata di 7 chilometri e la chiusura della manifestazione alle 21 con L’iniziativa è promossa dall’Amministrazione in collaborazione col
pensione. Escogita stratagemmi per tenere la musica dei “The Beetales”. Lo stand gastronomico sarà aperto venerdì 4 Sert Cesena dell’Ausl Romagna, nell’ambito del progetto prevenzione
nascosta la verità. Ingresso 3,50 euro. e sabato 5 dalle 19, domenica 6 dalle 12. dipendenze nella Valle del Savio.

IN BREVE DALLA VALLE DEL SAVIO San Vittore di Cesena


San Piero in Bagno, Terra del Buon Vivere
“X-Victor”, al via la rassegna
Per il ciclo di “Incontri con l’autore”, promosso dall’Amministrazione di Bagno di gruppi teatrali locali
di Romagna, sabato 28 alle 17 nella Sala Consiliare verrà presentato il libro
“Terra del Buon Vivere”, con la partecipazione delle autrici Cristina Casadei, oberto Fabbri & Friends presentano al
Nicole Poggi e Monica Fantini.
Il libro è dedicato alla terra di Romagna, raccontata attraverso un viaggio nel
tempo e nell’anima delle sue genti.
R cineteatro Victor di San Vittore la VI edizione
della rassegna di gruppi teatrali locali che
proporranno sette serate dal 27 aprile al 25 maggio
alle 21. Salirà sul palco venerdì 27 aprile la Compagnia delle Vigne con lo
spettacolo “Tu sei fatto per me” diretto da Marcello Amadori. L’amore di una
Sarsina, Escursione all’Acquacheta ragazza cambia la vita di Danny. Ingresso 6 euro. Venerdì 4 maggio La Cumpa
La Polis Il Circolo organizza per domenica 29 una escursione all’Acquacheta e proporrà “Il formidabile viaggio di Danny O’Connell”, scritto e diretto da
alla cascata cantata da Dante nell’Inferno. Marcello Brambini della Scuola di canto, teatro e musica di Gatteo Ctm
Il ritrovo dei partecipanti è per le 7 presso la sede dell’associazione e alle 7,30 Accademy. Ingresso 5 euro. Toccherà alla compagnia Alterego venerdì 11,
in piazza Allende a San Piero in Bagno, per il trasferimento a San Benedetto in sabato 12 e domenica 12 con la commedia musicale e divertente “La rivincita
delle Milf” con la regia di Veronica Plazzi. Ingresso 13 euro, 10 euro per i
Alpe, da dove parte l’escursione alla cascata, ai Romiti e all’Eremo dei Toschi.
ragazzi fino ai 12 anni. La commedia brillante “Il bello, il brutto e il bugiardo”,
Per info e iscrizioni: 335299279.
diretta da Franco Ceredi, sull’avarizia di Orazio, giunto ormai alla fine dei
suoi anni, che dovrà lasciare le sue ricchezze alle avide nipoti; anche la sua
anima è contesa fra un angelo che lo vuole in Paradiso e un dispettoso
Bagno di Romagna, Progetto T.r.o.t.a. diavoletto che lo vuole all’inferno. Ingresso 6 euro. La conclusione della
Giovedì 3 maggio alle 20,30 al Palazzo del Capitano il Parco Nazionale delle rassegna è affidata alla compagnia teatrale “Gli smollati” che porterà in scena
Foreste Casentinesi presenta i risultati delle attività svolte presso l’incubatoio venerdì 25 maggio lo spettacolo “Come coniugare il verbo amare” scritto e
ittico di Premilcuore e le novità riguardanti la fauna ittica nel Parco. diretto da Giovanni Tomassini della Scuola di canto, teatro e musica di
Il progetto T.r.o.t.a. si pone l’obiettivo della salvaguardia delle trote native Gatteo Ctm Accademy.
dell’Appennino Tosco-romagnolo. Ingresso 5 euro.
Sport Giovedì 26 aprile 2018 21

Mattia Casadei sul primo gradino del podio Notizie in breve


onquista la prima vittoria stagionale, dopo allievi. Mattia Casadei si era classificato al 5° posto
■ Lo sport benefico
C ottimi piazzamenti, l’allievo della
Fiumicinese-Fait Adriatica, Mattia Casadei di
Calisese di Cesena.
a 22" dal vincitore, sabato 21 aprile nella gara a
cronometro a Piosina di Città di Castello. Una corsa
di 6 chilometri e mezzo alla media dei 46 orari. Il StraCesena, iscrizioni
Domenica 22 aprile con uno sprint tiratissimo ha giovane atleta si era classificato secondo domenica aperte fino al 20 maggio
superato il veneziano Mattia Garzara e il veronese 15 aprile nel gran premio Gran Fondo Riccione ed
Filippo Gaspari nella gara di 51 chilometri percorsi era salito sul terzo gradino del podio domenica 8 Sono aperte
alla media oraria dei 43,119 disputata a Cagnola di aprile nella gara di Villamarina a Cesenatico. fino al 20
Cartura (Padova). Alla corsa hanno partecipato 153 Terzo Spada maggio le
iscrizioni alla
quarta edizione
della

Calcio, serie B. Sabato 28 aprile arriva a Cesena il Frosinone StraCesena,


manifestazione
di solidarietà e
sport in
programma a Cesena il 27 maggio.
Divertimento, aggregazione, beneficenza e
Rondinelle allenate da Boscaglia. Un sport saranno le parole d’ordine dell’evento
rigore negato per parte ha rispecchiato che inizierà con una prima parte ludico
l’andamento della gara, per un motoria, in cui si potrà scegliere tra una
pareggio a reti bianche quasi camminata di 5 km o una corsa di 12 km con
annunciato. I problemi sono giunti partenza da piazza del Popolo e arrivo alla
però dagli altri campi, dove molte delle Rocca di Cesena. Ad attendere i partecipanti al
dirette concorrenti hanno ottenuto traguardo ci sarà una festa con aperitivo,
bottino pieno. Squadre come Ascoli, spuntini, musica e tanto divertimento. Il
Entella, Pescara e Ternana hanno ricavato di quest’anno aiuterà i progetti di
rialzato la testa e ora per il Cavalluccio "Pediatria a misura di bambino" dell’ospedale
Marino le acque si fanno sempre più Bufalini. StraCesena è l’occasione per fare del
torbide. Con 39 punti in 37 gare sinora bene, divertirsi tutti assieme, darsi a una
UN MOMENTO DI STANCHEZZA A FINE PARTITA disputate, la squadra allenata da rigenerante corsetta o a una rilassante
(PIPPO FOTO) Castori è scivolata nella zona rossa passeggiata tra i luoghi più belli della città.
della retrocessione immediata. Dietro La manifestazione è organizzata da Matilde
infatti ci sono solo Ternana a 37 e Pro Studio, Uisp Forlì-Cesena e Gruppo Saraghina,
Vercelli a 34. L’asticella della salvezza con il patrocinio del Comune di Cesena ed è

Rischio retrocessione non è però lontana: un punto più sopra presente nel calendario della Wellness week di
i bianconeri, a quota 40 ci sono infatti 3 Wellness valley.
formazioni appaiate (Novara, Entella e Le iscrizioni sono aperte on line sul sito
Avellino). L’Ascoli, a pari punti col www.stracesena.it oppure presso gli uffici Uisp

Aaa, vittoria cercasi Cesena, staziona invece in zona play-


out per via degli scontri diretti a
proprio vantaggio nei confronti dei
romagnoli. Alla luce di un quadro di
di via Cavalcavia 709 o l’ufficio Iat del Comune
di Cesena, in piazza del Popolo, 9. Il costo
dell’iscrizione è di 7 euro (sotto i 14 anni la
partecipazione è gratuita). Per i dettagli sulle
modalità di preiscrizione:
classifica piuttosto inquietante, ma allo
www.stracesena.com/iscrizione.

V
ietato sbagliare. E’ quello che rocambolesco 3-3 dell’andata, che stesso tempo incredibilmente
deve avere in testa il Cesena a 5 aveva lasciato non pochi strali polemici equilibrato, il Cesena non può più fare
giornate dal termine del per l’arbitraggio, i romagnoli avranno calcoli: deve innanzitutto fare la corsa
campionato di serie B.
Terzultimi in classifica, e a oggi
tutte le intenzioni di rifarsi ai danni dei
ciociari allenati da Longo. Dopo lo 0-0
su se stesso, cercando di incamerare
più punti possibili. Tentare il colpo ■ Futsal Cesena
virtualmente retrocessi in Lega Pro, i di sabato scorso al Rigamonti contro il grosso sul Frosinone sarebbe già una
bianconeri di Romagna attendono un Brescia, la situazione molto precaria di grossa iniezione di fiducia in vista del Mister Placuzzi lascia
cliente molto scorbutico. Sabato 28 classifica ha fatto precipitare sotto i "rush finale". Un ulteriore passo falso, La Futsal Cesena comunica la separazione dal
aprile alle 15 al Manuzzi Orogel tacchi il morale ai sostenitori cesenati. farebbe al contrario precipitare nello tecnico Davide Placuzzi dopo cinque
Stadium arriva il Frosinone, una delle Una squadra ancora una volta troppo sconforto tutto l’ambiente. Vittoria bellissime stagioni. Oltre ai positivi risultati,
squadre più accreditate per il ritorno rinunciataria in trasferta, si è cercasi dunque, e al più presto. mister Placuzzi è anche riuscito a lanciare
nella massima serie. Dopo il accontentata di un punto contro le Eric Malatesta diversi giovani bianconeri nel panorama del
calcio a 5 nazionale.

Scuola All star school ono aperte le iscrizioni Bcc di Cesena e Gatteo, main sponsor dell’evento. così come la condivisione di un obiettivo: in questo

e volley
il primo torneo
di volley misto
del Credito
S alla prima edizione di
"All star school 2018",
torneo misto di pallavolo
Venerdì 1° giugno si terranno le finali e le
premiazioni e a conclusione ci sarà una festa
studentesca al teatro Verdi la sera stessa. La
senso la pallavolo funge da scuola di vita,
insegnando lo spirito di aggregazione e di squadra.
La collaborazione tra il Volley club Cesena e il
destinato ai ragazzi e alle kermesse, tre giorni di sport e divertimento, è nostro istituto di credito è consolidata ormai da
cooperativo ragazze delle scuole superiori organizzata dal Volley club Cesena e ha come scopo tempo e siamo orgogliosi di avere nel territorio
romagnolo della provincia di Forlì-Cesena principale quello di coinvolgere tutti i giovani della un’associazione sportiva tanto virtuosa."
che si disputerà mercoledì 30 città in un sano spirito aggregativo. Le iscrizioni sono gratuite e aperte fino al 15
e giovedì 31 maggio al Carisport e al Minipalazzetto "Il Credito cooperativo romagnolo sostiene lo sport maggio chiamando la segreteria del Volley club
di Cesena. e gli sportivi e soprattutto desidera diffonderne la Cesena al numero telefonico 0547 612180
L’iscrizione al torneo è gratuita grazie alla cultura tra i giovani - dice il presidente Valter (whatsapp 347 9080856) oppure scrivendo a
collaborazione col Credito cooperativo romagnolo Baraghini -. L’educazione allo sport è importante, segreteria@volleyclubcesena.it.

DONA
IL TUO Ogni centesimo donato viene destinato

5 X 1000
alla prevenzione e diagnosi precoce e in particolare a:
◆ Contributo per borsa di studio medico o.r.l. Ausl Cesena
◆ Finanziamento progetti IRST
◆ Formazione gratuita su alimentazione
ai ragazzi delle scuole primarie
inserisci nella tua dichiarazione dei redditi
ARRT è in via Cavalcavia 288, Cesena
CODICE FISCALE 90001280404 Tel. 0547 29125 www.arrt-cesena.it
22 Giovedì 26 aprile 2018 Sport Csi

Q ✎ INTERVENTO DEL PRESIDENTE NAZIONALE CSI VITTORIO BOSIO


ueste sono le parole del attività dedicate ai giovani. Lo
messaggio che Vittorio faremo prossimamente - e mi
Bosio (nella foto), piacerebbe possa davvero
presidente nazionale del Csi, ha essere una grande festa -
voluto rivolgere alla
popolazione marchigiana, Vicini alle Marche per ricreare comunità quando a Tolentino, ricettiva
cittadina nel cuore della
colpita di nuovo nei giorni regione marchigiana, sono in
scorsi dalle scosse telluriche.
“Quando mi sono arrivate le
attraverso lo sport programma altre due azioni-
gol. Prima l’amichevole a tinte
prime telefonate dagli amici speciali in Tv, di nuovo Camp rivolto a bambini e nerazzurre che vedrà impegnati
che vivono nelle zone protagonista quella ragazzi dai 6 ai 14 anni, così i giocatori di “Inter Forever”,
marchigiane non volevo popolazione, quella “povera come le indimenticabili vecchie glorie della Beneamata.
crederci: un nuovo terremoto, le gente” straordinariamente ricca giornate di formazione. Siamo Poi con l’inaugurazione di un
Marche che tornano a soffrire di di coraggio, che ho conosciuto sempre pronti oggi a impianto polisportivo e
un dolore mai finito. Dopo la in questo lungo anno in cui, riabbracciare, ancora con più polifunzionale, donato alla
forte scossa dei giorni scorsi, attraverso il progetto “Un gol forza, i nostri amici del centro comunità marchigiana anche
con epicentro Muccia, si torna per ripartire”, il Csi ha voluto Italia, sportivi e non. Dopo un grazie al contributo del
ora a parlare di zona rossa, di accompagnare ed essere anno, costantemente e Comune di Tolentino. Sarà un
danni, rischio crolli, di famiglie prossimo a quelle comunità del regolarmente vissuto dal Csi luogo dove cresceranno nuove
che tremano ogni notte maceratese già pesantemente accanto al territorio, sta infatti generazioni, sperando davvero
rivivendo un incubo che taglia segnate dalle scosse di due anni per andare in scena la partita che siano finiti questi brutti
l’anima e non concede tregua. fa. Sappiano i marchigiani che più significativa di “Un Gol Per ricordi di un terremoto infinito.
Ecco presto riaccesi i riflettori noi ci siamo sempre stati e Ripartire”, la campagna di Nessuna scossa sarà mai in
su quello splendido territorio saremo sempre vicini. Siamo solidarietà per le popolazioni e grado di mettere un punto alla
d’Italia che, attraversato dal andati più volte a segno con sé attività e animazione, le zone colpite dal sisma del forza e al cuore pulsante di chi,
Chienti, disegna angoli attraverso lo sport, grazie garantendo così l’accesso alla 2016 in Centro Italia. Insieme ai come il Csi, saprà ripartire
pittoreschi dall’Appennino all’azione sostenuta da Suning pratica sportiva in ruoli in cui la colori nerazzurri abbiamo sapendo di non essere solo.
camerte fino ai paesi dei Sports e dall’Inter, con il stessa sarebbe stata voluto contribuire alla rinascita Nessuno è solo nella speciale
Sibillini e della Valnerina. Ludobus nerazzurro, van impossibile. In estate quanti sociale e sportiva delle province famiglia del Centro sportivo
Ricompaiono, puntuali, gli itinerante che ha trasportato sorrisi dietro ai palloni nel marchigiane attraverso tante italiano.

Progetto sportivo Ciclismo su strada


di inclusione. Attività
personalizzate ■ Pedalando con gusto
e finalizzate
Il tour parte da Fratta Terme
a migliorare Martedì 1 maggio a Fratta Terme parte il Tour
l’autonomia “Pedalando con gusto”, che per il 2018 interesserà,
e l’autostima grazie all’organizzazione dei comitati cesenate e
forlivese del Csi, le gare ciclistiche su strada riservate
dei ragazzi, anche alle società affiliate alla Federazione Ciclismo o a uno
degli enti di promozione sportiva convenzionati. La
attraverso momenti partecipazione a ogni singola manifestazione è
di gioco con i coetanei aperta a tutti gli atleti in regola con il tesseramento
per l’anno in corso.
del settore giovanile Oltre alle premiazioni previste per ogni evento, ve ne
del Cesena Calcio saranno anche al termine del tour: le prime 10 società
della classifica generale con il complessivo maggior

esena Calcio” numero di iscritti, le prime 5 società della classifica

lC delle società Csi con il complessivo maggior numero

“Adozione de
di iscritti e i primi 5 uomini e donne con il maggior
numero di partecipazioni.
Anche quest’anno le proposte non tradiranno i
desideri degli atleti, in quanto ogni gara prevederà la

Protagonisti nella vita


colazione alla partenza, percorsi rispettosi delle
normative, divertenti e segnalati, un adeguato
numero di rifornimenti, nonché pasta party o
abbondanti buffet, al termine.
Sette sono gli appuntamenti previsti dal Tour 2018:
dopo Fratta Terme seguiranno l’evento di Cesena il 2

I
l Centro sportivo italiano comitato di Cesena, in nell’intervento socio/educativo rivolto a soggetti in situazione di giugno, promosso dal Cc Racing Asd, la tradizionale
collaborazione con l’associazione italiana allenatori calcio e disabilità; gli stessi infatti, possono in quest’ambito, trovare Gran Fondo Cicloturistica “Città di Cesena” il 29
comitato italiano paraolimpico-Comitato Emilia Romagna, elementi di successo e valorizzazione personale. Gli obiettivi luglio, indetta dall’Usd San Marco, la tappa della
ha organizzato con la speciale “Adozione del Cesena Calcio” e principali, perseguibili attraverso l’attività sportiva, riguardano Panighina di Bertinoro il 5 agosto, organizzata dal
con la Direzione tecnica di Aiac onlus (associazione italiana primariamente l’accrescimento delle potenzialità individuali, Bike Corner Asd e “L’inferno di Romagna” a Forlì, a
allenatori calcio) un progetto sportivo di inclusione sociale di 15 come lo sviluppo delle capacità innate e l’acquisizione di nuove cura del comitato forlivese del Csi.
appuntamenti dedicati allo sviluppo del Calcio Integrato. e diverse abilità, oltre che l’integrazione in un contesto di vita Chiudono la stagione ciclistica su strada il “Saraghina
Il progetto mira a prevenire e contrastare condizioni di ricco di relazioni significative. Fin da bambino il disabile Tour”, giunto alla sua terza edizione e promosso a
emarginazione delle persone con disabilità intellettiva, sperimenta nella quotidianità una serie di difficoltà, sia dal Viserba di Rimini il 2 settembre dall’Asd Viserba Bike
favorendo la socializzazione e l’integrazione con particolare punto di vista dell’autonomia personale che nella sfera socio- Team, e la”Ciclosolidale” a Forlì il 15 settembre,
attenzione allo sviluppo delle capacità relazionali e di affettiva. Purtroppo, anche in ambito educativo le esperienze di indetto dal comitato Csi della stessa città.
comunicazione. Le attività motorie hanno un ruolo importante insuccesso e di frustrazione sono spesso abituali, soprattutto La prova di Fratta Terme, organizzata dal Csi forlivese,
laddove non vengono fornite “occasioni di espressione” prevede le iscrizioni e la partenza dalla chiesa della
adatte alla sua diversa abilità. Il disabile possiede diverse stessa località, dalle 7,30 alle 9,30, con la proposta di
abilità che gli permettono di sostituire la disabilità con altre tre diversi itinerari.
abilità complementari, in modo da poter essere Il primo, lungo, per cicloamatori, è di 93 Km e
protagonista della propria vita, protagonista nella vita presenta un dislivello di 1.990 mt, passando da San
assieme agli altri. Lorenzo, Rocca San Casciano, San Zeno, Galeata,
È per questo motivo che le attività proposte sono Meldola e ritorno a Fratta. Il secondo, medio, sempre
personalizzate e finalizzate a migliorare l’autonomia e per cicloamatori, è di 70 Km e ha un dislivello di 1.550
l’autostima dei ragazzi, attraverso innumerevoli momenti di metri: la variazione rispetto al precedente itinerario è
gioco con i coetanei del settore giovanile del Cesena Calcio. il passaggio a Predappio, con proseguimento sino a
Un’opportunità significativa del progetto i ragazzi l’hanno Meldola e arrivo finale a Fratta. Il terzo, corto,
vissuta domenica 8 aprile all’Orogel Stadium, durante segnalato per cicloturisti, è di 51 Km, con un
l’intervallo della gara di calcio di serie B Cesena-Entella, dislivello di 540 mt, e tocca le località di Meldola,
quando sotto l’incitamento della “curva mare” hanno Castrocaro, Vecchiazzano, Predappio, San Martino, di
potuto dimostrare tutte le abilità acquisite nell’esecuzione nuovo a Meldola e ritorno a Fratta.
del percorso con il tiro in porta conclusivo. Scroscianti gli Per informazioni: Stefano Gurioli, 347 0777268
applausi a sottolineare un momento di autentica felicità. e-mail gurio63@gmail.com.
Pagina aperta Giovedì 26 aprile 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


Bomba demografico e sano sviluppo della città
Dove sono finiti il valore e il senso della vita?

Facce da pellegrini (consacrati in servizio nella nostra Diocesi) sul sagrato di piazza San Pie-
tro (Roma), sotto il sole a picco di sabato 21 aprile (foto Pier Giorgio Marini)

Da San Pio X in gita a Milano e a Como


Un nutrito gruppo di famiglie e di giovani della parrocchia di San Pio X alle Vigne, con 74 par-
tecipanti, ha trascorso un piacevole weekend all'insegna dell'amicizia, della cultura e del-
l'arte. Prima tappa Milano con la visita guidata al Duomo e la salita alle sue splendide
terrazze dalle quali si è potuto godere di una magnifica vista sulla città. Visita alla galleria Vit-
torio Emanuele II e al Castello Sforzesco. Pernottamento a Lecco e giornata seguente visita
alla città di Como, passeggiata sul lungo lago e Messa nello splendido Duomo della città.
Un sentito ringraziamento da parte di tutti agli organizzatori Manuela, Marcello e Roberto.

Aneddoti e tradizioni La festa di Santa Croce


Può sembrare strano ma una volta, il 3 mag- di poter placare la tempesta, gettavano nel-
gio, era festa grossa: si onorava la “Santa l’aia la catena del pozzo insieme alle “mor-
Croce” che proteggeva i campi dalle tempe- decchie” degli animali della stalla e se
ste. Un tempo il nostro arzdor, unico titolare necessario si scoprivano gli attrezzi da la-
della fatica comune con la responsabilità di voro e si recitavano versetti di intonazione
non far morire di fame la propria famiglia, religiosa. Altre volte l’uomo stesso benedi-
quando vedeva addensarsi le cupe nubi del ceva, per la serenità, l’uragano, nel nome di
temporale, aveva a sua disposizione solo la Dio. Ed era l’uomo più vecchio della casa
fede, lo scongiuro e la cieca disperazione. Gli che aveva facoltà di benedire. Fermo sul-
scongiuri che, nell’abitudine popolare, ci re- l’uscio, nell’urlo della tempesta, la mano sua
stano contro il flagello della grandine si ca- santificata dal lavoro, segnava una croce
ratterizzano per il loro profondo senso verso il cielo. L’orazione che accompagnava
religioso. tale gesto era segreta nel suo cuore. Ma
Quando in cielo urlava la tempesta, comin- anche al più giovane e innocente della casa
ciavano i rintocchi della campana più greve era, per tradizione, consentito di intercedere
delle pievi, alla quale per lunghi tratti si as- contro gli uragani. E perciò la tradizione in-
sociava il suono spiegato delle altre cam- segnava di raccogliere, fra i primi grani di
pane: esaltazione di una preghiera grandine che cadevano, un chicco, e di ri-
singhiozzata. Dai campanili si sgranava la porlo in seno all’innocente. Perché come al
corona dei rintocchi che le mani ferite dalla calore della sua vita senza colpa la tempesta
fatica raccoglievano accostate in preghiera. si discioglieva, Dio fosse clemente per lui e
La palma benedetta era un “talismano” con- al calore della divina provvidenza discio-
tro la grandine, una fogliolina di ulivo inne- gliesse il flagello nella buona pioggia fecon-
stata a una canna a forma croce veniva datrice.
piantata all’inizio e a metà di ogni campo, Le fonti sono i racconti di mia nonna Iolanda
perché li proteggesse. Le canne così prepa- Albina, classe 1906, vissuta fino alla soglia
rate dovevano, secondo tradizione, essere dei 102 anni.
collocate all’alba del 3 di maggio, giorno de- Chi volesse approfondire può accedere alla
dicato all’esaltazione della croce cristiana. sezione studi romagnoli della biblioteca
Quando la tempesta era in atto non si esitava Malatestiana e consultare i resoconti di Mi-
ad accendere il cero della “Candelora”, chele Placucci in “Usi,e pregiudizi de’ conta-
quello che potendo illuminare le agonie dini della Romagna”.
umane, si pensava potesse illuminare anche A giovedì prossimo.
il fosco cielo della sciagura. Altri, credendo Diego Angeloni