Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Edizione 2016

Cesena-Sarsina

Gioved 9 giugno 2016

Gioved
9 giugno 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 23
euro 1,30

23

Chiesa

Intervista esclusiva

Ritorna la festa
diocesana
Gli appuntamenti

Carit e culto
La destinazione
dei fondi 8xmille

Abusi su minori
Motu proprio
di papa Francesco

Il contributo
essenziale dei
cattolici democratici

al 20 al 26 giugno numerosi eventi in centro


D
a Cesena. Mostre, celebra-

ubblichiamo il prospetto che riassume


P
come sono stati distribui-

nuova normativa stala scorsa settimaLnaabilita


da Bergoglio inasprisce

Presidente della ReSergio MattaIrellalpubblica


ai settimanali Fisc:

zioni, incontri per ritrovarsi insieme

ti le somme derivanti
dall8xmille

le misure nei casi di mancanza grave di diligenza

La stampa locale riveste


un ruolo importante

Editoriale
Italia dal doppio volto
di Francesco Zanotti

oto amministrativo dalla duplice


lettura. Una nazionale assimilabile a
quanto accaduto nelle grandi citt.
Unaltra, quella che riguarda il territorio e
poco o nulla pu avere riflessi politici di pi
ampio respiro. unItalia dal doppio aspetto:
uno quello che si legge sulla grande stampa
e fa notizia nei tg dei maggiori network. Laltra
quella definita minore, che compare solo
in caso di tragedie, capace di giudicare il
sindaco perch lo incrocia al bar e non si
interessa delle diatribe televisive.
Della prima Italia diremo subito che
contribuisce al distacco tra cittadini e politica,
tra la gente e lamministrazione della cosa
pubblica. Il municipio di Roma, il
Campidoglio, lontano quanto il governo
centrale. Il distacco sempre pi evidente. Il
malcontento pure, come le buche di cui sono
piene le strade della capitale. E in quel
contesto cos frammentato che cresce pi
facile la protesta verso il sistema dei partiti
tradizionali, con il voto che si indirizza sul
Movimento 5 Stelle come un tempo andato
prima a Berlusconi, poi alla Lega e poi ancora
a Renzi.
Di questultimo possiamo dire che appare
ormai terminato il periodo di innamoramento
con il popolo della penisola. Governare non
paga quasi mai e lex sindaco di Firenze lo sta
scoprendo suo malgrado. Il Pd lacerato da
lotte interne di non poco conto non comprese
dagli elettori. Inoltre, luomo solo al comando
non piace a chi abita il Belpaese.
I giudizi definitivi sono rimandati al 19
giugno, giorno dei ballottaggi. Nulla
scontato. I ribaltoni possono essere dietro
langolo, anche se un partito democratico cos
in affanno forse nessuno se lo poteva
aspettare. Se il governo non contento, il
centro-destra non pu di certo sorridere,
senza un leader riconosciuto. Grillo pare stare
meglio, ma vince davvero solo dove lo
scontento largamente diffuso.
I grillini arrancano nei piccoli centri, come
accaduto a Cesenatico e a Gatteo. Nel primo
caso il sindaco uscente Roberto Buda ha
compiuto un mezzo miracolo. Abbandonato
dalla sua maggioranza, in poche settimane ha
costituito una sua lista e si guadagnato la
sfida con Gozzoli, battendo il centro destra ex
amico e lavanzata dei cinque stelle che non
hanno sfondato come si attendevano.
Anche lottima affermazione del sindaco
Vincenzi a Gatteo dimostra come la gente sia
in grado di fornire un giudizio sul fare, pi che
sulle affermazioni di principio e i grandi
proclami. Il testa a testa di Sogliano tra due
candidati stimati conferma il medesimo
concetto: il Paese reale lontano dalle logiche
dei partiti e di schieramento e si aspetta
risposte concrete. Una lezione per tutti.

10

Trekking, territorio e incontri. Gente in cammino sui passi della fede


................
................................

La strada
si apre
camminando

UN TRATTO DEL CAMMINO


DI SANTIAGO DE COMPOSTELA
PERCORSO DAL GIOVANE
ENRICO MARTINI

Nellanno santo della Misericordia e nellanno nazionale dei cammini


indetto dal ministro Franceschini, sempre di pi sono le persone che in
compagnia o in solitaria si mettono in viaggio. In questo numero
raccontiamo lesperienza di Vanni Milandri, 69enne cesenate che, zaino
in spalla e scarponi ai piedi, il 15 giugno si metter in strada per
percorrere oltre 2.600 chilometri tra Italia, Francia e Germania.
Viaggiare a piedi significa anche riappropriarsi del proprio territorio. Il
Cammino di San Vicinio una buona occasione per unesperienza di
trekking in una natura incontaminata, attraverso i luoghi del santo patrono
della Diocesi, nei quali sono evidenti i segni dellesperienza cristiana.
Primo piano alle pagg. 4 e 5

Liceo Almerici 12 Cesena

14

Incontro
di fine anno
per dire grazie

Don Adolfo
Giorgini
prete della carit

Elezioni 15 e 16

San Piero

Cesenatico,
Gatteo e Sogliano
I risultati

Pilota militare
sui cieli
del mondo

17

Opinioni

Gioved 9 giugno 2016

La sfida vinta delle #ParrocchieAperte


Bussate
erto
e vi sar ap
FOTO SIR

e qualcuno nutrisse ancora dei dubbi sulla forza, la validit e, soprattutto, la concreta
applicazione del brano evangelico di Luca Chiedete e vi sar dato, cercate e troverete,
bussate e vi sar aperto, pu mettere da parte il cinismo e fare un bagno di generosit,
cliccando su una tra le cento e pi testimonianze che sono state raccolte in una sola
settimana di campagna #ParrocchieAperte. Allindomani dellaccorato appello di Papa
Francesco durante il Giubileo dei diaconi (A me fa male al cuore quando vedo un orario nelle
parrocchie: Dalla tal ora alla tal ora? E poi? Non c porta aperta, non c prete, non c
diacono, non c laico che riceva la gente Questo fa male), il Sir infatti andato a bussare a
pi di cento parrocchie in tutta Italia. E ha trovato risposte di misericordia tangibile. Lintento
era saggiare come dar seguito a una sollecitazione cos impegnativa, ma la realt sempre
pi avanti delle aspirazioni e le parrocchie si sono rivelate gi in pista, accoglienti e senza
agenda. Non che i problemi non ci siano, anzi: dalla necessit di sicurezza e tutela di luoghi e
persone (Ben tre furti tra le 12 e le 15), fino alla giusta richiesta dei sacerdoti di poter avere il

Dopo lappello del Papa, lagenzia di stampa Sir ha bussato a pi di cento


parrocchie in una settimana e si pu dire che il campione sul territorio fornisca
un risultato incoraggiante. Grazie alla collaborazione tra sacerdoti e fedeli,
le porte sono davvero aperte all'accoglienza e all'ascolto, con una presenza
costante declinata in molteplici modalit. La collaborazione con la Fisc.
Grandi numeri anche sui social network

Un altro femminicidio
Le fiamme hanno divorato
la speranza di relazione
n mix tragico e scioccante: crudelt atroce,
metamorfosi davvero troppo brutale e
incomprensibile di un assassino che fino al giorno
prima era un bravo ragazzo, indifferenza orribile e
colpevole di testimoni occasionali, troppo vili o troppo
distratti per trasformarsi in eroi per caso, inesorabile
sottovalutazione dei segnali e invalicabilit di un orrido
muro della non-comunicazione, barriera insuperabile tra la
vittima e chi, amico, parente o collega, avrebbe potuto
ricevere confidenze, lamenti e preoccupazioni.
Un mix che in realt riguarda tanti femminicidi, ma che il
questo caso assume la forma tragica di una interminabile
fiammata: bruciata viva. Cos morta Sara, a Roma, nel suo
vano tentativo di fuga.
La forza delle fiamme e del fuoco torna a scuotere le nostre
sonnacchiose coscienze: invadono la nostra mente calci,
pugni, strangolamenti, coltellate e i tanti efferati modi con
cui negli ultimi 3 anni quasi 500 donne hanno perso la vita
per mano di un uomo che si dichiarava innamorato di loro.
E quel tragico mix di crudelt, indifferenza e
sottovalutazione lo ritroviamo puntualmente in ogni caso. I
numeri dicono che ogni due o tre giorni una donna viene
uccisa in Italia da un ex marito o da un amante respinto.
Uomini feriti nel loro narcisismo, troppo fragili per gestire
la frustrazione relazionale, dominati dallincoercibile
bisogno di affermare se stessi attraverso la violenza. Le
vittime in genere hanno chiesto aiuto, molti sapevano, tanti
gli indizi di una tragedia incipiente: ma nessuno
intervenuto. E il copione si ripete. E ogni volta si ripete
puntuale e stucchevole il solito coro del baraccone
mediatico: ci si interroga sul perch, si indaga
morbosamente sulla vittima, quasi a cercare un particolare
che in qualche modo renda comprensibile
lincomprensibile inutilit di una violenza omicida cos
cieca, si invocano nuove misure, si fanno appelli e inviti a
denunciare, si raccomanda prudenza, mai accettare un
ultimo colloquio chiarificatore con lo stalker, si reclamano
pi servizi, pi investimenti in centri antiviolenza, si
intervistano psicoterapeute che sanno (quasi) tutto.

La fotografia
Posso confermare
che alle 8.35 c stata una deflagrazione fortissima. Labbiamo sentita distintamente anche
qui anche se siamo
a 4 chilometri in linea daria dal luogo
dellattentato. la
testimonianza di
padre
Claudio
Monge, missionario domenicano ad
Istanbul, dove marted mattina 7 giugno una bomba
esplosa al passaggio di un convoglio della polizia in piazza Beyazit, tra luniversit di Istanbul e il gran bazar. Le agenzie racconta padre Monge parlano di 11 morti e 36 feriti. Lattacco era indirizzato a un bus della polizia ed
avvenuto in una zona nevralgica per la vita civile della citt a qualche centinaio di metri dalledificio del Comune di Istanbul. Anche se la stampa internazionale ne parla poco, solo nelle ultime settimane sono state uccise
mille persone nel Sud-Est del Paese. Sono cifre mostruose.
Tutto giusto, per carit. Tutto inutilmente gridato, per.
Dobbiamo prendere atto che la postmodernit tecnoliquida, ai tempi della
grande rivoluzione digitale, si caratterizza per la pi straordinaria crisi della
relazione interpersonale e per il trionfo di una sorta di narcisismo diffuso che
impedisce lincontro autentico con laltro. Forse dovremmo spostare lasse gi
nellinfanzia verso una educazione alla solidariet e al rispetto dellaltro, parole
queste desuete e soppiantate da altre, come competitivit, successo e altre
simili. Tutto ci non pu prescindere perci da una rivisitazione dei percorsi
educativi nel loro complesso. E soprattutto da una rivisitazione dei modelli e
degli stili di vita che proponiamo. Perci,
io credo che ogni femminicidio sia una sconfitta che interpelli tutti e che segnala
la progressiva perdita di umanit,
che sembra connotare lepoca della digital mind. Ecco cosa in gioco in quella
tragica fiamma che ha avvolto e divorato il corpo di Sara: quella immagine
dolorosissima ci richiama alla necessit di riscoprire percorsi che ci consentano
di incontrare autenticamente laltro in relazioni vere e solidali. Abbiamo bisogno
tutti di tornare a scuola di umanit.
Tonino Cantelmi

tempo di riprendere fiato (Non


sequestrare il parroco!), tutto
stato messo sul piatto senza
reticenze, nella consapevolezza
della fatica di vivere un magistero
impegnativo (Un richiamo alla
nostra responsabilit). Quel che
emerso dalla viva voce dei sacerdoti
per il loro slancio, dato dalla
chiarezza del proprio mandato
(Viviamo una chiamata a missione
totalizzante) posto al servizio per
gli altri (Per non ridurre il
ministero ad un mestiere). Due
pilastri su cui fioriscono iniziative
di presenza costruite con seriet e
declinate con creativit, perch le
porte si aprono in infiniti modi e
lapporto di laici e operatori
pastorali insostituibile. Insomma,
tra la consapevolezza di raccogliere
una sfida (Una scommessa di
questo tempo) e lesigenza di
andare incontro a chi chiede
ascolto (Pastorale del campanello
pi che del campanile), lobiettivo
unanime: cerchiamo di aiutare il
prossimo in modo organizzato si
dice a Sud, per essere come la
fontana del villaggio, cui tutti
possono accedere rilancia il Nord.
Non si pu trascurare il fatto che ai
giorni nostri le persone si
incontrano anche in altri spazi, non
necessariamente fisici ma sempre
socializzanti, anzi, social, cos la
campagna stata rilanciata su
Facebook e Twitter con lhashtag
#ParrocchieAperte ad
accompagnare ogni take e ogni
parrocchia citata. Anche in questo
caso il riscontro ha superato le
aspettative.
Tenuto conto che i dati sono
parziali e relativi al solo traffico
registrato direttamente sui profili
gestiti dal Sir e che, quindi, non si
considera quello prodotto
autonomamente dalle persone che
hanno condiviso le varie notizie, le
visualizzazioni hanno toccato
numeri record. Per quanto riguarda
i tweet, un conto forfettario
generale colloca le visualizzazioni
totali di tutta la campagna ben al di
sopra delle 50mila totali. Cifre
superiori di dieci volte tanto (una
stima di 500mila visualizzazioni) su
Facebook, dove i numeri di utenti
unici su ogni singolo lancio vedono
premiate quelle zone dove si
registrata una partecipazione attiva
e condivisa tra diocesi, parrocchie e
settimanale Fisc di riferimento. In
fondo, nel virtuale come nel reale,
sono lattenzione, la collaborazione,
la disponibilit che rendono
possibile moltiplicare gli accessi
alla Chiesa.
Emanuela Vinai

Primo piano

Gioved 9 giugno 2016

na proposta per lestate, nellanno


del Giubileo. Si tratta del Cammino
della via Romea Germanica, un
pellegrinaggio che parte dalla citt di
Stade, citt tedesca al conne con la
Danimarca, e arriva a Roma dopo circa
2.200 chilometri.
Lagenzia Lord Byron Educational Tours, in
collaborazione con le associazioni via
Romea Germanica e Amici della via Romea
Germanica, ha deciso di proporre
liniziativa, occupandosi della logistica
della parte italiana del cammino, dal passo
del Brennero a Roma per un totale di 1.100

Sulla via Romea


Germanica
di Stade

Sempre pi numerose le iniziative


sui sentieri del santo

chilometri. La partenza prevista per il 26


agosto e larrivo a Roma l8 di ottobre
2016. Lagenzia cesenate si occuper delle
iscrizioni, degli alloggi, del trasporto
bagagli, delle guide specializzate e dei tour
leader. Ai pellegrini sar consegnata la
credenziale e una volta a Roma verr loro
rilasciato il Testimonium.
Lintero percorso italiano stato suddiviso
in sei itinerari della durata indicativa di
una settimana ciascuno e 44 tappe
giornaliere. Nelle principali citt italiane
(Trento, Verona, Padova, Ferrara, Ravenna,
Orvieto, Roma) prevista una visita

guidata per permettere ai pellegrini di


conoscere alcuni dei pi importanti
capolavori italiani e di attraversare, ove
possibile, la Porta Santa. Non necessario
percorrere tutti gli itinerari, anche solo
uno sufficiente per ottenere il
Testimonium. Si tratta di un programma
di turismo responsabile che prevede
contatti frequenti con le comunit locali,
alloggi in B&b, edici religiosi,
agriturismi, rispetto della natura. Il costo
complessivo dellintero percorso (44 notti)
di 3.300 euro.
Per informazioni: tel. 0547 1930015.

Nata la rete di operatori locali


con prezzi agevolati per i pellegrini

Da Cesena a Roma
Prosegue sul prossimo
numero del Corriere
Cesenate (in edicola
gioved 16 giugno) la
raccolta di testimonianze.
Lazzaro DallAcqua, il
figlio Francesco, e i
coniugi Campidelli
raccontano gli oltre 350
chilometri a piedi per
raggiungere la Capitale.

A settembre la variante
per la Pieve di San Damiano

Il Cammino di SanVicinio
tra natura, fede e spiritualit
SARSINA,
27 MAGGIO:
CAMMINATA
NOTTURNA
NELLAMBITO
DELLA
MANIFESTAZIONE
ITINERARIA

opo una prima fase legata alla strutturazione del


cammino con la mappatura dei sentieri, la
manutenzione, la messa in sicurezza dei percorsi,
per il Cammino di San Vicinio sembra giunto il
momento di spiccare il volo. Non tutto a posto, non
tutto ancora a regime. Certo che sempre di pi il
percorso ad anello di 350 chilometri pensato in occasione
del Millenario della Cattedrale di Sarsina (2008) e
dedicato al santo taumaturgo sempre pi frequentato
da comitive, piccoli gruppi, singoli. Attualmente non
abbiamo un monitoraggio sullaffluenza e non sappiamo
con precisione quante persone lo percorrano - spiega
Michele Buldrini presidente dellassociazione Il
Cammino di San Vicinio -. Dalle segnalazioni che
riceviamo e dalle sempre pi numerose iniziative che
nascono per valorizzarlo possiamo dire che c stato un
incremento in termini di presenze del numero di persone
che si mettono in marcia lungo quei sentieri.
Del resto basta guardarsi un po intorno nei territori
toccati dal Cammino per capire lalto valore
ambientalistico, storico, culturale e il ricco patrimonio di
fede e di spiritualit che racchiude. Chi vuole fare un
percorso di riscoperta legato alle radici cristiane di questa
terra rimarr colpito da luoghi straordinari che dicono di
una fede dalle origini antichissime. Partendo da Cesena, il

Duomo e labbazia del Monte, e ancora la pieve di San


Damiano, quella di Monte Sorbo, la Cattedrale di Sarsina,
proseguendo fino alleremo di SantAlberico, quello di
Camaldoli e il Santuario de La Verna. Sono luoghi che
offrono la possibilit di approfondire o scoprire la propria
fede.
Anche solo labbraccio di una natura rigogliosa rinfranca
lo spirito e allenta la tensione della quotidianit. Il
cammino interiore che si compie quando si viaggia a
piedi non dato solo dai luoghi di culto. La bellezza
stessa del Creato richiama a qualcosa di superiore. Solo
nellarea di interesse comunitario di Careste di Sarsina
sono presenti 33 tipi di orchidee. Abbiamo una variet di
flora e di fauna che muta in base allaltimetria, dal
versante romagnolo a quello toscano. C voglia di uscire
dai ritmi frenetici per cercare un po di quiete. La crisi ci
ha fatto riscoprire il gusto di fare un turismo lento,
mettendo nello zaino il minimo indispensabile. Chi
sceglie il Cammino di San Vicinio lo fa anche perch il
percorso offre la possibilit di godere di un territorio
unico, spendendo poco. Ma davvero economico il
Cammino di San Vicinio? La nascita della Rete di
operatori locali (Rol) - risponde Buldrini - va proprio in
questa direzione. Sono stati oltre trenta gli operatori del
campo ricettivo (alberghi, affittacamere, B&B, ristoranti)

che hanno dato la disponibilit ad accogliere a particolari


condizioni pellegrini e camminatori. Vogliamo convenire
con gli aderenti le condizioni migliori a vantaggio di chi si
mette in marcia e organizzare manifestazioni ed eventi
per animare il percorso. Come Itineraria, il festival del
camminare lento che ha visto unottima partecipazione di
pubblico nellultimo fine settimana di maggio. O come il
trekking in programma per domenica 19 giugno, tra
Torriana e Montebello. Le idee, insomma, non mancano.
Ritengo necessario anche coinvolgere le scuole in
progetti legati al Cammino. Non solo uscite didattiche,
ma percorsi legati alla memoria nel tratto che va da
Ranchio e Pieve di Rivoschio.
Per la realizzazione di pacchetti ad hoc di pi giorni il
responsabile Pier Luigi Bazzocchi che sta curando tutte
le attivit turistiche legate al Cammino di San Vicinio.
Una di queste liniziativa Camminare cantando con la
realizzazione di eventi musicali inseriti in un trekking
notturno.
Sempre in tema di novit in autunno verr inaugurata la
bretella pensata per valorizzare la pieve di San Damiano,
in comune di Mercato Saraceno, con la deviazione che da
Monte Sorbo arriva nel comune mercatese passando dal
borgo di Monte Sasso.
Michela Mosconi

Graffieti: A piedi per riscoprire il senso dei rapporti umani

omenica prossima, 12 giugno,


percorrer la seconda tappa de Il
Cammino di San Vicinio in otto
domeniche, lultima iniziativa in ordine di
tempo di Gilberto Graffieti, ideatore della
Mamo Camminando (Cesenatico-monte
Fumaiolo), grande camminatore e
appassionato del territorio. Per la tappa di
trentacinque chilometri da Bagno di
Romagna a Badia Prataglia sono gi una
decina le adesioni ricevute, con la
possibilit, a patto di sapere per tempo
lesatto numero di partecipanti, di
usufruire di un servizio navetta che porti i
camminatori a Bagno e li torni a prendere a
Badia. Dall8 maggio fino a ottobre
inoltrato, otto domeniche lungo i 350 km
dei sentieri di San Vicinio, e attraverso i
luoghi incontaminati di Romagna e
Toscana. Una scelta, quello di farlo a tappe
(Graffieti lo aveva gi percorso interamente
nel 2010, in dieci giorni) dettata da
esigenze economiche (pranzo al sacco e
rientro in giornata) e per favorire la
partecipazione di pi persone.
In precedenza, Graffieti stato il
promotore della 24 ore per il Signore, (4 e
5 marzo), un pellegrinaggio non stop di un
giorno intero attraverso le quattro porte
sante della Diocesi, e che si in parte

sviluppato proprio sul Cammino di San


Vicinio. Nellanno giubilare della
Misericordia sulla cui spinta il 2016 stato
proclamato anno nazionale dei cammini
dItalia, prende un sapore nuovo mettersi
in marcia. Tanto pi che il Cammino di San
Vicinio costellato, lungo il suo percorso,
di evidenti tracce dellesperienza cristiana
e spirituale per cui percorrerlo non solo
pratica sportiva riservata ad esperti
camminatori ma si trasforma in possibilit
di vivere il territorio in maniera pi
autentica, e unoccasione per compiere un
piccolo viaggio interiore.
Ne convinto anche Gilberto Graffieti per il
quale camminare innanzitutto
unesigenza spirituale. Sono convinto - ha
spiegato - che luomo non sia fatto per
stare fermo ma per andare nel senso pi
ampio del termine: andare verso laltro, o
cercare cose nuove, fosse solo scoprire cosa
si nasconde dietro una siepe o un crinale. Il
camminare metafora della vita,
paradigma del lungo viaggio che ognuno di
noi deve percorrere dentro se stesso per
conoscersi meglio e per indagare fino in
fondo il proprio io.
Ogni viandante interpreta il suo viaggiare a
piedi in maniera personale, in base alla
propria indole, ma tutti vi trovano risposte

capaci di migliorarlo. Io cammino anche


perch mi d un senso di libert infinito.
Non il percorso pi o meno lungo che si
fa, quanto la consapevolezza che in quel
momento niente proprio e nello stesso
tempo tutto ci appartiene. Una ginestra in
fiore tua perch ne godi della bellezza,
ma non tua nel senso di possesso.
Nei suoi tanti peregrinare, Graffieti ha
avuto anche modo di incontrare
unumanit varia, persone che alla
partenza risultavano sconosciute e che
poi si son fatti veri e propri compagni di
viaggio coi quali condividere non solo un
tratto di strada, ma la stessa fatica, quel
poco che si ha nello zaino. Camminare
una dimensione che concilia allapertura e
al dialogo. Si riscopre il senso dei rapporti
umani.
Chi ti a fianco si lascia andare, una cosa
quasi naturale, si parla e ci si confida anche
se non ci si conosce. Anche la dimensione
solitaria acquista un significato profondo.
Nel 2000 ho fatto Cesena-Roma da solo
perch quello stato il mio Giubileo
personale. Avevo bisogno di stare da solo,
di ritrovare un po di interiorit. Mi
piacerebbe rifarlo adesso perch amo
molto la Chiesa di Francesco.
Viaggiare a piedi per Graffieti significa

DUE NUOVE PROPOSTE


Nuove proposte di trekking e spiritualit
gi in cantiere per il prossimo anno. Gilberto Graffieti sta programmando una
coast to coast da Cesenatico al basso
Tirreno, per percorrere e riscoprire quei
sentieri e quelle strade che battevano i
pastori di Montecoronaro per portare le
greggi a svernare. Nel 2017, in occasione
del 50 anniversario della morte di don
Lorenzo Milani, in programma un trekking di quattro o cinque giorni CesenaBarbiana per rendere memoria alla figura
del grande sacerdote, insegnante ed educatore.
anche riappropriarsi del proprio
territorio. Siamo spesso preda di questo
senso di esterofilia per cui quello che
lontano, che comporta sacrificio e spesa ha
pi valore. Il nostro territorio
straordinariamente ricco. Lo stesso
Cammino di San Vicinio un percorso
straordinario sul quale la Comunit
montana allepoca invest lingente cifra di
140mila euro. La gente inizia a conoscerlo,
frequentarlo. Permangono ancora alcune
criticit sulle quali so che si sta lavorando.
Gli alloggi non alla portata di tutti, per
esempio. Nel 2010, inoltre, trovammo
difficolt a farci apporre il timbro sulle
credenziali.
Mm

Primo piano

a
Zaino in spall
e scarponi

Gioved 9 giugno 2016

Unestate in cammino, quella del cesenate Vanni Milandri: mercoled 15 giugno


partir per il cammino Miquelot (1.240 chilometri), in Francia. Con in tasca la
credenziale per le 47 tappe che uniscono Garmisch a Roma, della via RomeaGermanica. In tutto, oltre 2600 chilometri tra Italia, Francia e Germania

La fine di un cammino
sempre linizio di uno nuovo

l giro del mondo... a piedi. Andata


e ritorno. Con il passo costante del
podista, con quello rispettoso
della natura del trekker, con quello
spirituale del pellegrino. Di strada ne
ha fatta davvero tanta il 69enne
cesenate Giovanni Milandri. Ascoltare
i suoi racconti un crescendo di
passione e partecipazione che lo ha
portato in pi di quarantanni a
percorrere a piedi pi di 88mila
chilometri. Tutto ordinato e
documentato in diari di viaggio che
parlano di percorsi, incontri, tappe,
alloggi e accoglienza, amici dallo
stesso passo, zaini e scarponi, pioggia
e sole, compagni di avventura sul
sentiero e pi su...
Giovanni - Vanni per i tanti amici pensionato dopo una vita di

Podista e appassionato
di trekking, lunico
ad aver partecipato
a tutte le 44 edizioni della
podistica di San Giovanni
impiegato tecnico presso lazienda
Amadori, lunico ad aver partecipato a
tutte le edizioni della podistica di San
Giovanni, la corsa che ogni anno
coinvolge migliaia di appassionati che dal
centro di Cesena li porta fin sulle prime
colline (ledizione n. 44 partir sabato 11
giugno). Negli anni Settanta mi allenavo
correndo di notte. Non era frequente
vedere persone correre lungo le strade ed
era anzi piuttosto facile che la gente ti
invitasse ad andare ad aiutarli nellorto,
se proprio si voleva fare della fatica....
Se la podistica stato il primo amore, il
trekking stata ed la passione dellet
matura. Iscritto al Cai di Cesena dal 2006,
il passo veloce del podista si via via fatto
pi lento e attento sul Cammino di
Santiago percorso nel 2005, sul cammino
di San Francesco segnato nel 2007 con i
caratteristici Tau gialli insieme agli amici
camminatori Monique e Paolo Almerigi,
sul cammino di San Benedetto, sulla Valle
Santa percorsa con un gruppo di amici
del Cai... Tanta strada fatta, dove Milandri
trova il gusto, limpegno e anche la fatica
del cammino in un crescendo di interesse
per la cultura dei luoghi visitati, la storia
degli eremi e di chi li ha custoditi: La vita

GIOVANNI
(VANNI)
MILANDRI
ACCANTO
ALLA STATUA
DEDICATA AL
PELLEGRINO,
NELLA CITT
DI LEON,
IN SPAGNA,
SUL CAMMINO
DI SANTIAGO.
A PIEDI HA
PERCORSO
PI DI 88MILA
CHILOMETRI

di per se stessa un pellegrinaggio - dice


Milandri - e nel mio andare, nella vita
quotidiana cos come nei giorni in cui
sar in cammino, trovo conforto e
compagnia nellaffidamento alla
Provvidenza. La fine di ogni cammino
coincide esattamente con linizio di uno
nuovo - specifica - quello che rende pi
responsabili, e anche pi felici, la
consapevolezza di poter sempre contare
su questo e sulle proprie capacit.
Nellanno dedicato ai cammini, quale
stato indicato il 2016 dal ministro della
cultura Dario Franceschini, Milandri si
mette nuovamente in marcia... Dopo la
sgambata di allenamento della MAmo
camminando dal mare a Verghereto dei
giorni scorsi, zaino in spalla e scarponi ai
piedi Milandri partir da Cesena
mercoled 15 giugno per percorrere il
cammino Miquelot che da Mont Saint
Michel (dove allogger per due notti
allabbazia San Michele) arriver a Parigi
dopo aver percorso 550 chilometri per
proseguire per Vezelay per poi arrivare al
Santuario di Notre Dame di Le Puy dopo
44 tappe e 1.240 chilometri percorsi a
piedi con una media di 25-30 chilometri
al giorno. In tempissimo per il 30esimo
anno santo di Le Puy, che si celebra ogni
volta (rara) in cui la festa
dellAnnunciazione del 25 marzo
coincide con il Venerd santo.
A casa, a Cesena, nei primi giorni di
agosto ci saranno anche i nipoti ad
aspettare Vanni: Arriver in tempo per

festeggiare insieme il loro


compleanno. Pochi giorni utili per
lavare i panni, e poi di nuovo zaino in
spalla per Vanni, che si rimette in
cammino alla volta di Garmisch,
cittadina turistica tedesca da dove
parte la via Romea-Germanica. Vanni
Milandri la percorrer nelle 47 tappe
che la uniscono a Roma, con un
passaggio al passo del Carnaio, sul
nostro Appennino. L dove Milandri
ha un bungalow e l dove alcuni amici
lo raggiungeranno per percorrere un
pezzo di cammino insieme. gi nella
tasca di Milandri la credenziale n. 127
from Garmisch to Rome, uno dei
cammini pi recenti riconosciuti.
Cammina cammina, Milandri la
prossima estate percorrer oltre 2.600
chilometri tra Italia, Francia,
Germania. Cosa non mancher nel
suo ben organizzato zaino dal peso di
circa 15 chili? Ci sar lo stretto
necessario tra frutta secca e caff
solubile... e tanto spazio per gli
incontri che far e le emozioni che
vivr. A farmi compagnia ci sar un
oggetto caro ricordo di un amico caro:
la tazza da caff che don Stefano
Golinucci, cappellano di San Rocco di
Cesena morto in un tragico incidente
in montagna nellagosto del 1985,
utilizzava nella celebrazione della
Messa. Quella tazza rimasta a me e
accompagna ogni mio passo.
Sabrina Lucchi

Enrico Martini di Martorano di Cesena | Sul cammino di Santiago


ENRICO MARTINI, DI MARTORANO DI CESENA, NEI GIORNI SCORSI HA PORTATO A
TERMINE IL CAMMINO DI SANTIAGO.
Classe 1991, andato da solo sul cammino
di Santiago dopo la laurea specialistica alla
Bocconi in Management e sei mesi di stage
a Berlino alla Zalando. Nel suo profilo di Fb
ha scritto a conclusione del suo pellegrinaggio di 800 chilomentri: senza dubbio si
tratta dell'esperienza migliore e pi completa della mia vita. Ho provato a riassumerla
in
qualche
modo senza
nessun buon
risultato. Mi
basta dire
semplicemente che il
Cammino
come la vita;
ogni tanto ti
senti felice,
ogni tanto triste,
ma
l'unica cosa
che davvero
importa che
continui a
camminare.

Nuova cartoguida

Turismo
dei cammini
LEmilia Romagna
attraversata da dieci
cammini per pellegrini
Quello del turismo religioso un comparto che
ogni anno conta in Italia 5,6 milioni di presenze, di
cui il 60 per cento dallestero (pari a 3,3 milioni di
presenze, fonte Isnart, Istituto Nazionale Ricerche
Turistiche) e a cui lEmilia Romagna si rivolge forte
della presenza sul suo territorio di ben 10 storici
cammini dei pellegrini (dalla Via Francigena alla
Via Romea Germanica), per quasi 1.800 chilometri
di itinerari che la percorrono da nord a sud,
collegandola a tutta Europa e a Roma e toccando
antiche pievi, santuari, piccoli borghi e paradisi
naturali.
Al ne di offrire ai viandanti sempre maggiore
ospitalit e servizi, la Regione Emilia Romagna ha
realizzato la nuova Cartoguida Lungo le Antiche
Vie dei Pellegrini in Emilia Romagna, stampata in
lingua italiana e inglese.
E si appresta a rmare una Convenzione per la
creazione di un tavolo di lavoro congiunto tra
lAssessorato Regionale al Turismo e la Conferenza
Episcopale dellEmilia Romagna.
Il sito www.emiliaromagnaturismo.it propone,
nella sezione da scoprire, pagine dedicate al
turismo religioso e al Giubileo (per esempio con
approfondimenti sulle Porte Sante, porte delle
basiliche solitamente chiuse e che vengono aperte
esclusivamente per lAnno Giubilare), oltre a
fornire informazioni sui 10 cammini (con i link ai
relativi siti ufficiali) e la versione scaricabile della
Cartoguida in formato pdf.
Lo scopo la creazione di un circuito regionale
Turismo Religioso e dei Cammini che coinvolger
operatori turistici regionali (club di prodotto,
centri termali) con proposte di soggiorno per gli
escursionisti. Sono gi 25 gli operatori che sono
stati contattati e si sono dichiarati interessati al
progetto.
Realizzata in
10mila
copie,
Lungo le
Antiche Vie
dei Pellegrini
in Emilia
Romagna
verr
distribuita
nelle ere di
settore e, a
richiesta, nei punti informativi lungo le Vie e tra gli
operatori turistici aderenti al Circuito. Oltre ai
percorsi, la Cartoguida indica il livello di difficolt,
le tappe percorribili in un giorno di cammino, i
luoghi dove ottenere le credenziali del pellegrino,
la possibilit di accoglienza lungo i percorsi e altre
informazioni utili.
La Convenzione che verr siglata tra Assessorato
Regionale al Turismo e Conferenza Episcopale
dellEmilia Romagna mirer al coinvolgimento
delle comunit locali e delle Diocesi lungo i
cammini con lobiettivo di uno scambio di
informazioni, la creazione di una rete di referenti,
la raccolta di materiali informativi, il monitoraggio
delle vie e dei cammini di pellegrinaggio, la
realizzazioni di azioni di promo-comunicazione
mirate condivise.
CROCEVIA DEI CAMMINI DEI PELLEGRINI
Quasi 1.800 chilometri di cammini, tutti tracciati e
con segnaletica, percorribili a piedi, ma in diversi
casi anche a cavallo e mountain bike, e dotati di
luoghi daccoglienza. LEmilia Romagna vanta un
primato nazionale per essere attraversata da ben
10 storici cammini dei pellegrini, tre dei quali
europei ed antichissimi: la Via Francigena (antica
Via che nel medioevo univa Canterbury a Roma e ai
porti della Puglia), la Romea Germanica (che
collegava Stade, nella Bassa Sassonia, a Roma) e la
Via Romea Strata (dal nord e dallest Europa a
Roma). Oltre alla capitale, i cammini che
attraversano la Regione e toccano un centinaio di
comuni emiliano romagnoli collegano altri
importanti luoghi di fede, da Padova ad Assisi,
passando per lEremo di Camaldoli (Ar), La Verna
(Ar) e Monte Paolo (Fc). Le dieci Vie dei Pellegrini
che attraversano lEmilia Romagna da ovest a est
sono: la Via degli Abati (129 km in regione), la Via
Francigena (143 km), il Sentiero di Matilde (140,8
km), la Via Romea Nonantolana (208 km), la Via
Romea Strata-tratto Romea Longobarda (200 km),
la Via degli Dei (66,5 km), il Cammino di
SantAntonio (258 km), il Cammino di Assisi (72
km), la Via Romea Germanica (260 km) e il
Cammino di San Vicinio (350 km).

Vita della Diocesi

Gioved 9 giugno 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Scuola diocesana di Teologia, la consegna dei diplomi


Sabato 11 giugno alle 19,30 in Seminario a Cesena
Sabato 11 giugno alle 19,30 in Seminario a Cesena ci sar la Festa
di chiusura dellanno scolastico della Scuola di Teologia. Gli
iscritti al corso triennale sono stati 60, mentre al Master sulla Antropologia hanno aderito 23 diplomati. La festa di chiusura dellanno scolastico sar presieduta dal vescovo Douglas Regattieri.
Al termine della celebrazione dei Vespri, la consegna dei libretti,
dei diplomi e degli attestati del Master da parte del vescovo.

CHIESA INFORMA

Passi di Misercordia sulle orme di Madre Teresa Lega


Una due giorni proposta dalle suore della Sacra Famiglia
Le suore francescane della Sacra famiglia di Cesena organizzano
Passi di Misericordia, sulle orme di Madre Teresa Lega, una due
giorni di cammino nel fine settimana del 18 e 19 giugno con destinazione Modigliana.
Per sabato 18 la possibilit quella di scegliere tra due percorsi: il
pellegrinaggio lungo parte alle 16 dalla Pieve di Th (vicino a Brisighella) mentre quello corto prevede il ritrovo alle 17,45 allincrocio tra via Tramonto e via Casale. Alle 18 celebrazione del
vespro e partenza verso Modigliana. Arrivo previsto alle 20,30
cui seguir il passaggio attraverso la Porta Santa. Alle 21 cena in
fraternit presso le suore della Sacra Famiglia. Possibilit di pernottamento presso la casa delle suore per poi proseguire lindomani sui passi di San Pier Damiani e padre Daniele Badiali. Il
ritrovo fissato alle 10 alla Badia della Valle per poi proseguire
verso Gamogna. Alle 12 Messa allEremo di Gamogna e pranzo al
sacco. Alle 15,30 partenza a piedi per Marradi. Per il ritorno,
treno da Marradi. Per info e adesioni: don Mirko, 333 5202522,
suor Ornella 347 3467586.

Arciconfraternita Santissimo Crocifisso


Incontro a Longiano sabato 11 giugno
Giubileo dellArciconfraternita e di tutti i devoti al santissimo
Crocifisso di Longiano sabato 11 giugno. Il ritrovo alle 17,45 nel
piazzale del convento francescano di Longiano. A seguire processione, passaggio della Porta Santa e Messa nel santuario giubilare. Al termine della celebrazione possibile fermarsi a cena.

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Lamore vale di pi del peccato e del male commesso
soprattutto di essere stata perdonata e
salvata mentre il fariseo chiuso nella
sua concezione di giustizia. Solo chi sa di
dover essere perdonato e fa lesperienza
dellessere amato coglie il vero senso
delle parole del Signore.
a liturgia dellundicesima domenica del
Ges cinsegna, ancora una volta, a
tempo ordinario ci propone lepisodio
distinguere tra il peccato e il peccatore:
evangelico dellincontro fra Ges, la donna
Con il peccato non bisogna scendere a
peccatrice e Simone il fariseo. Non basta rimanere compromessi, mentre i peccatori cio
colpiti dal gesto misericordioso di Ges verso la
tutti noi! siamo come dei malati, che
peccatrice. Il brano pone a confronto anche due
vanno curati, e per curarli bisogna che il
modi di ragionare e su questi siamo invitati a
medico li avvicini, li visiti, li tocchi. E
riflettere e a fare un esame di coscienza: a quale
naturalmente il malato, per essere
delle due logiche ci ispiriamo? Ges stesso che
guarito, deve riconoscere di avere
rileva come il fariseo e la donna si comportino in
bisogno del medico! (papa Francesco,
modo differente esprimendosi con Tu e Lei.
udienza 20 aprile 2016). Per usare unaltra
Nei confronti della donna il fariseo pensa in un
espressione cara al Papa: Il posto
modo (vede in lei una peccatrice) e Ges in un
privilegiato dellincontro con Cristo sono
altro (vede in lei il pentimento e lamore). E cos il i propri peccati. Riconoscere i nostri
fariseo finisce per pensare male anche di Ges: Se peccati la porta che ci apre al perdono
costui fosse un profeta... saprebbe.... Simone, il
di Ges che comunque gratuito e
fariseo, aveva invitato Ges a mangiare a casa sua, sempre ci precede. Una delle difficolt
ma non aveva nessuna intenzione di coinvolgere
dei nostri giorni proprio quella dellaver
la sua vita con Lui. Giudica gli altri secondo le
perso il senso del peccato arrivando a
apparenze. La donna, invece, con i suoi gesti
negarlo e a essere convinti di non avere
esprime il suo cuore e si affida al Signore con
peccati. Forse succede questo perch non
amore e venerazione. Simone ha certamente stima accettiamo pienamente il
di Ges, ma non comprende il perch il Signore si comandamento della carit. Alla donna,
lasci contaminare dai peccatori invece di evitarli.
invece, sono stati perdonati molti
Ges si schiera con la donna ed di parere
peccati perch ha amato molto.
opposto. Secondo la logica di Ges non
La bilancia del Signore diversa dalla
prendendo le distanze dai peccatori, cio
nostra. Al centro di tutto c lamore e
giudicandoli e condannandoli, che si d gloria a
lamore vale pi del peccato e del male
Dio, ma cercandoli, accogliendoli e perdonandoli. commesso.
La donna consapevole del male commesso, ma
Marco Castagnoli

Domenica 12 giugno (Anno C)


11 domenica Tempo Ordinario
2Sam 12,7-10.13; Sal 31; Gal 2,16.19-21;
Lc 7,36-8.3

La Parola
di ogni giorno
luned 13 giugno
santAntonio
di Padova
1Re 21,1b-16; Sal 5;
Mt 5,38-42
marted 14
santEliseo profeta
1Re 21,17-29;
Sal 50; Mt 5,43-48
mercoled 15
santa Germana
2Re 2,1.6-14;
Sal 30;
Mt 6,1-6.16-18
gioved 16
santAureliano
Sir 48,1-14; Sal 96;
Mt 6,7-15
venerd 17
san Ranieri
2Re 11,1-4.9-18.20;
Sal 131; Mt 6,19-23
sabato 18
santa Marina verg.
2Cr 24,17-25;
Sal 88; Mt 6,24-34

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale,
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
SantEgidio, San Bartolo
20.00 San Giovanni Bono,
Ponte Pietra,
Gattolino, Tipano
20.30 Villachiaviche, San Pio X,
Torre del Moro

Sabato
e vigilie
15.00 Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
17.00 Cappella cimitero Cesena,
Cappella
ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Santo Stefano,
San Paolo,
Madonna delle Rose,
San Rocco,
Diegaro, Borello,
San Mauro in Valle,
San Giorgio, San Vittore
18.30 Convento Cappuccini,
Case Finali,
San Pietro, SantEgidio,
Santa Maria della Sper.
19.00 Osservanza, Villachiaviche
19.30 Bulgarn
20.00 Bulgaria, Tipano
Ruffio, Pioppa,

Pievesestina,
Ponte Pietra,
Gattolino, Ronta
20.30 San Pio X, Calisese,
San Giovanni Bono,
Torre del Moro

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina, SantEgidio,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono
11.00 Santuario Addolorata,
Basilica del Monte,
Osservanza,

11.10
11.15
11.30

17.00
18.00
18.30
19.00
20.00

San Domenico, Santo


Stefano, San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio, San Giorgio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino,
Madonna del Fuoco,
San Mauro in Valle,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
Torre del Moro
Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
Cattedrale, San Rocco,
Istituto Lugaresi,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria
della Speranza
Cappella del cimitero
Cappella
dellospedale Bufalini
Cattedrale,
San Domenico
San Pietro, Cappuccini
Osservanza
San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)
Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina,
Boschetto;

16,30 San Giuseppe;


17,30 Conv. Cappuccini,
Santa Maria Goretti,
Boschetto; 20 Sala;
20,30 San Giacomo;
21 Boschetto
Festivi:7,30 Valverde,
8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
8,30 Sala, Boschetto;
9 Cappuccini, Valverde;
9,15 San Pietro;
9,15 Cannucceto;
10 Villalta, Villamarina;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
18,30 Valverde;
21 Boschetto
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10 / 11,15 / 18.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11 / 18
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta;
20,30 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30; San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20,30 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18,30 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Sarsina
Concattedrale: 7 / 9 /
11 / 18; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica); Balze (chiesa
parrocchiale): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16; Alfero: 17
(sab.); 11,15; Pereto: 10;
Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 100 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 22 del 2 giugno 2016: 7.897 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 7 giugno 2016

Vita della Diocesi

Gioved 9 giugno 2016

Vita consacrata. Testimonianza dal pellegrinaggio al Santuario della Madonna della Corona (Verona)

Essere a servizio
secondo
il proprio carisma
I

l mondo in due pulmini. Si potrebbe sintetizzare con questo titolo il


pellegrinaggio annuale dei consacrati della Diocesi di Cesena-Sarsina con il
vescovo monsignor Douglas Regattieri e il vicario episcopale monsignor Mario Morigi.
Veramente era rappresentato un po tutto il
mondo: dallEuropa allAfrica, dallIndonesia
allIndia. In un pugno di persone la molteplicit delle etnie; in ununica fede culture diverse, abiti diversi uniti da ununica consacrazione al Signore. Un bel segno, questanno
pi nutrito del 2 giugno dello scorso anno (si
spera ancor meglio il prossimo), un segno

evidente:
lo abbiamo colto
dallo sguardo stupito di molte persone che
incontravamo nei parcheggi, negli autogrill e
anche al Santuario della Madonna della Corona dove ci siamo recati in pellegrinaggio.
Non tempo n fatica sprecata costruire insieme questo segno che evidenzia luniversalit della Chiesa e della vita consacrata nella Chiesa. Segno che non solo apparenza,
ma anche ricerca di una vera comunione tra
noi e con il vescovo. quanto soprattutto abbiamo gustato nella convivialit prima, ma

soprattutto nella condivisione alla luce di una


traccia comunicataci da don Morigi. C una
ricerca sincera di appartenere al Signore, di
essere inseriti nella Chiesa locale, di essere a
servizio di ogni uomo soprattutto i pi piccoli, bisognosi, poveri e lontani ognuno secondo il proprio carisma e secondo una pastorale che necessita sempre pi di essere integrata. In questa prospettiva il pellegrinaggio ci ha dato dei messaggi, anche semplici,
come il traffico: mentre tutti venivano al ma-

re (che fila ragazzi!) noi percorrevamo lautostrada andando


contro corrente (chi ha detto
che

pi
difficile
sempre?)probabilmente, anche per ricuperare laspetto profetico - nostra caratteristica fondamentale come dice papa
Francesco - dobbiamo dare
maggiormente alla nostra vita la
connotazione del pellegrinaggio
(siamo pellegrini e forestieri in
questo mondo, cfr 1 Pt 2,11). Andare senza paura contro corrente per incontrarci col e nel Signore, e cos manifestare meglio la sua presenza di salvezza in mezzo agli uomini (siamo tornati anche noi ai nostri lidi), per vivere e servire coloro che incontriamo e attendono da noi la buona notizia ascoltata
dalle nostre parole e vista dalla nostra vita.
In questo ci aiuter sempre Maria, la Madre
del Signore e nostra, che ha raccolto le nostre
preghiere e ringraziamenti in questo nostro
pellegrinaggio.
fra Gianluigi

Numerosi gli eventi in calendario dal 20 al 26 giugno

Festa diocesana
al via ledizione 2016

orna la Festa della famiglia diocesana. Anche


questanno si terr per eventi, come per ledizione
2015. E come avvenne 12 mesi fa si realizzer
sempre nei giorni attorno alla festa del patrono di
Cesena, san Giovanni Battista. Tutti gli appuntamenti
avranno luogo da luned 20 fino a domenica 26 giugno.
Ledizione 2016 verr aperta la sera di luned 20 giugno
alle 21. Nel salone di palazzo Ghini suor Maria Gloria
Riva presenter la mostra I volti della Miseridordia
(Edizioni Itaca) che viene riproposta anche nei giorni
della festa diocesana al piano terreno del Ghini, a
Cesena, in corso Sozzi 39. Allinterno della mostra,
avranno luogo momenti di aperitivo con testimonianze
alle 18,15 dei giorni 24, 25 e 26 giugno.
Due solenni celebrazioni eucaristiche si terranno in
Cattedrale a Cesena. La prima, quella della festa del
patrono, la mattina di venerd 24 giugno, alle 10, con il
consueto messaggio alla citt da parte del vescovo
Douglas. Poi domenica 26, alle 16 la celebrazione degli
anniversari di matrimonio. Dopo la gioiosa e numerosa
partecipazione dello scorso anno, anche per il 2016 si
festeggeranno le coppie di sposi che ricordano i 25, i 50, i
60 e oltre anni di nozze.
Serata intensa si presenta quella di gioved 23 giugno.
Con inizio alle 21, nel chiostro di San Francesco, a
Cesena, lattrice Beatrice Fazi (la Melina della serie
televisiva di Raiuno Un medico in famiglia) interverr
nel corso di un colloquio-intervista durante il quale

Tra gli appuntamenti,


lincontro con lattrice
Beatrice Fazi,
la Melina di Un
medico in famiglia

anche il pubblico potr porre domande. La Fazi autrice


del volume Un cuore nuovo nel quale racconta la storia
della sua conversione e della sua esperienza di giovane
che da Salerno, sua citt natale, arriva a Roma in cerca di
fortuna nel mondo dello spettacolo.
Sabato 25 giungo, alle 21 in Cattedrale, larcivescovo di
Ancona, il cardinale Edoardo Menichelli, presenter
lesortazione apostolica di papa Francesco Amoris
Laetitia. Anche in questo caso si tratta di un
appuntamento di grande rilievo sia per la portata del
documento di Bergoglio sia per il relatore, esperto di
questioni familiari e uno dei relatori ai due recenti sinodi
sulla famiglia.
Per tutta la durata della festa si terr ladorazione
eucaristica nella chiesa del Suffragio, in pieno centro a
Cesena, a partire dalle 8 del 23 fino alle 12 di domenica
26 giugno. Negli stessi giorni, curata dallAssociazione

italiana scout filatelia, si terr una mostra filatelica a


tematica scout in occasione dei 100 anni della nascita di
don Lino Mancini e i 90 anni dello scoutismo a Cesena.
Linaugurazione ufficiale ci sar venerd 24 giungo alle
15, con la presenza del vescovo monsignor Douglas
Regattieri e del sindaco Paolo Lucchi. Per loccasione, il
25 giugno Poste Italiane emetteranno uno speciale
annullo postale.
In programma anche il consueto Poeti a San Giovanni.
Appuntamento alle 21di marted 21 giugno, nel salone di
palazzo Ghini. Con Franco Casadei, sar ospite a Cesena
linviata del quotidiano Avvenire Marina Corradi, per la
presentazione del nuovo volume del medico-poeta La
firma segreta le cui poesie sono ispirate da articoli della
giornalista. Nella stessa serata, lo scrittore Gianfranco
Lauretano presenter il suo ultimo lavoro Di una notte
morente.

Concluso in Seminario il corso di formazione per animatori e coordinatori di centri estivi e campi scuola

Trecento ragazziTutti al centro


E

ducatori formati e pronti per linizio


della stagione estiva che vede nel
territorio diocesano migliaia di ragazzi
impegnati nei centri estivi.
Si conclusa luned 23 maggio ledizione
2016 di Tutti al Centro, il decennale corso
di formazione per animatori, educatori e
coordinatori di centri estivi e campi scuola
che questanno ha visto coinvolti circa
trecento ragazzi e undici formatori.
Liniziativa stata promossa dalla Pastorale
Giovanile diocesana.
Quattro le serate del corso, svoltosi nei
giorni del 2, 9, 16 e 23 maggio. Nel corso
della prima serata si svolto Talk Show,
uno spettacolo didattico che ha introdotto il
tema della relazione educativa in un centro
estivo. Successivamente i coordinatori e gli
educatori senior hanno continuato il loro
percorso insieme allequipe formativa di
Creativ che ha avuto come obiettivo quello

di sperimentare strumenti formativi, acquisire attenzioni e strategie per


laccompagnamento di un gruppo sui temi animativi. I pi piccoli invece sono stati
affidati a unequipe di formatori diocesani che hanno svolto tre incontri sul tema
della relazione, del gioco e dellessere squadra.

Preparazione alla Gmg


Soundcheck per Cracovia
alle Indie di Pinarella
Continuano le iniziative inter-diocesane in
preparazione alla Gmg che si terr a Cracovia il
prossimo luglio. Sono invitati a partecipare tutti gli
iscritti ma anche i giovani che, impossibilitati a
partire, vivranno levento da casa.
Si chiama Soundcheck per Cracovia e si terr
venerd 10 giugno in un luogo giovanile per
eccellenza, la discoteca Indie di Pinarella dove i
ragazzi delle sette Diocesi della Romagna si
troveranno per trascorrere una serata insieme,
sicuramente di musica e divertimento, ma anche di
riflessione e preghiera. Ogni diocesi avr un colore
che la caratterizzer. I partecipanti della diocesi di
Cesena-Sarsina indosseranno una maglia o almeno
un accessorio di colore bianco. Alle 19 ingresso alle
Indie (5 euro comprensivi di cena). Dalle 20 alle 21
prevista la cena e a seguire musica con il gruppo
The swing stars. Dalle 21 alle 22 ci sar un
momento dedicato alla Gmg insieme ai vescovi
della Romagna. Dalle 22 alle 24, Dj set. Alle 24 il
saluto finale.
Per info e adesioni: serviziopgx@gmail.com.

Vita della Diocesi

Gioved 9 giugno 2016

Otto per mille


Rendiconto riguardante la destinazione dei fondi Otto per mille che la Diocesi di
Cesena-Sarsina ha ricevuto dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI) nellanno 2015

ubblichiamo alcuni chiarimenti sui criteri di assegnazione dei fondi derivanti


dall8xmille. I criteri sono in gran parte simili a quelli adottati negli anni precedenti. Ricordiamo anche come si arriva all8xmille. Sullammontare complessivo dellIrpef (Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche) relativa a ogni anno,
presso il Ministero dellEconomia si calcola una quota pari all8xmille che viene
suddivisa secondo le apposite indicazioni date dai contribuenti allatto della dichiarazione dei redditi.
La somma destinata alla Chiesa Cattolica va alla Conferenza episcopale italiana
(Cei) che ne assegna una parte alle 225 diocesi italiane. Lassegnazione avviene
sulla base del numero degli abitanti di ogni diocesi ed ripartito in due frazioni
con precise destinazioni: una destinata a Esigenze di culto e pastorale e una
destinata a Interventi caritativi.
Dalla Cei, nellanno 2015, alla Diocesi di Cesena-Sarsina sono pervenuti fondi
per 1.083.692,17 euro.
Per il Culto e la Pastorale sono aumentati i contributi per gli interventi di conservazione e restauro di chiede e per gli uffici pastorali. Per questi ultimi si parla
soprattutto della ristrutturazione di tutto il nuovo complesso che ospiter i nuovi
uffici diocesani (edificio ex suore della Sacra Famiglia, in via don Minzoni, a Ce-

Erogazioni Cei per la carit: 513.173,90 euro


(+interessi di 27,65 euro).
Totale da erogare: 513.201,55 euro
1) Caritas Diocesana
2) Centro Aiuto alla Vita
3) Ass. Il Disegno Handicap
4) Centro Don Milani disagio giovanile
5) Centro Volontari della Sofferenza
6) Istituto di bioetica
7) Pellicano (Suore Sacra Famiglia)
8) VAR
9) Carceri
10) Banco alimentare
11) Fondo San Matteo
12) Grazia e Pace
13) Associazione San Vincenzo
14) Ass. sordomuti
15) Unitalsi
16) In favore di anziani B3
17) B5 (Suore Colombia)
18) Don Dino Cedioli (handicap)
19) Suore Allepey A3
20) Altri Bisognosi A5 (casa clero)

ASSEGNATI

EROGATI

145.000
10.000
5.000
. 4.000
3.000
1.500
1.500
1.000
2.000
3.000
4.000
16.000
3.000
500
2.000
70.673,90
20.000
2.000
35.000
64.000

145.000
10.000
5.000
4.000
3.000
1.500
1.500
1.000
2.000
3.000
4.000
16.000
3.000
500
2.000
70.000
20.000
2.000
35.000
64.000

. 393.173,90
21) A disposizione Vescovo
Totali
SALDO IN C/C AL 31/03/2016

. 120.000

. 120.000

. 513.173,90

. 512.500
. 701,55

sena). Sono stati dati contributi anche per i lavori in due Parrocchie (Ruffio e Macerone) che avevano la necessit di interventi urgenti. Continua il restauro dellalbergo Monte Fumaiolo (attrezzato per ospitare gruppi parrocchiali ai campi
scuola e ritiri, cos come singole famiglie) che, come era previsto, sar presente
ancora per i prossimi anni, vista lampiezza delledificio e dellintervento programmato. Si continuato a sostenere il centro pastorale diocesano. Si deciso
anche di contribuire sensibilmente allorganizzazione del Congresso Eucaristico,
momento importante per la nostra Diocesi.
Per gli interventi caritativi sono stati erogati contributi a sostegno della Caritas
diocesana e di tante piccole realt che operano nel nostro territorio, quali Unitalsi, Centro volontari della sofferenza (Cvs), associazioni volte al sostegno delle
persone con disabilit motorie e psichiche e associazioni giovanili. Una quota
rilevante stata erogata in favore della casa del Clero che ospita i sacerdoti anziani e bisognosi della nostra Diocesi e allassociazione Grazia e Pace, per la ristrutturazione di un immobile che accoglie ragazze madri. Da questa annualit
si presenta un contributo alle Suore di Allepey che prestano servizio in Diocesi in
molteplici settori: in aiuto alle persone malate presso le case di riposo, nelle
Chiese per garantirne lapertura (data la mancanza di sacerdoti) e in Episcopio
con il vescovo.

Erogazioni Cei per culto e pastorale:


570.518,27 euro (-interessi di 306,55 euro).
Totale da erogare: 570.211,72 euro
ASSEGNATI

EROGATI

120.000
15.000
---- ---- 5.000
3.500
2.000
5.000
.
6.018,27
30.000
4.000

120.000
14.700

190.518,27

190.200

1) Centro pastorale
2) Iniziative speciali (Congresso Eucaristico)
3) Fondo Mutui
4) Unif. Parrocchie
5) UASBEC
6) Diaconi
7) Inc. Sostegno Economico
8) Consultorio
9) Centro per la Famiglia
10) Archivio Diocesano
11) Aula S.Apollinare-Ist. Scienze religiose
12) Facolt teologica

5.000
3.500
2.000
5.000
6.000
30.000
4.000

ENTI
13) Nuova Curia
14) Albergo Monte Fumaiolo
15) Ruffio
16) Macerone

TOTALI
SALDO IN C/C AL 31/03/2016

100.000
180.000
50.000
50.000

100.000
180.000
50.000
50.000

380.000

380.000

570.518,27

570.200
11,72

Vita della Chiesa

Gioved 9 giugno 2016

In presenza di indizi seri, la nuova normativa stabilisce che la competente


Congregazione della Curia romana pu iniziare unindagine in merito, dandone notizia
allinteressato e dandogli la possibilit di difendersi con i mezzi previsti dal diritto

Motu propr
io del Papa

Papa Francesco: Rimuovere


vescovi negligenti su casi di abuso

afforzare limpegno della


Chiesa a tutela dei minori
lobiettivo del Motu proprio
Come una madre amorevole
diffuso sabato scorso da papa
Francesco. Nel documento il
Pontefice stabilisce che tra le
cause gravi gi previste dal
Diritto canonico per la rimozione
dallufficio ecclesiastico di
vescovi, eparchi e superiori
maggiori, va compresa anche la
loro negligenza relativamente ai
casi di abusi sessuali compiuti su
minori ed adulti vulnerabili. Nei
cinque articoli del testo si prevede
che in presenza di seri indizi la
competente Congregazione della
Curia pu iniziare unindagine che
pu concludersi con il decreto di
rimozione. La decisione deve
comunque essere sempre
sottomessa allapprovazione del
Papa. Come una madre
amorevole la Chiesa ama tutti i
suoi figli, ma cura e protegge con
un affetto particolarissimo quelli
pi piccoli e indifesi: si tratta di un

compito che Cristo stesso affida a


tutta la Comunit cristiana nel suo
insieme, esordisce Francesco.
Consapevole di ci, la Chiesa
dedica una cura vigilante alla
protezione dei bambini e degli
adulti vulnerabili. Tale compito di
protezione e di cura spetta alla
Chiesa tutta, ma specialmente
attraverso i suoi pastori che esso
deve essere esercitato. Pertanto i
vescovi diocesani, gli eparchi e
coloro che hanno la responsabilit
di una Chiesa particolare, devono
impiegare una particolare
diligenza nel proteggere coloro
che sono i pi deboli tra le
persone loro affidate. Ricordando
che il Diritto canonico gi prevede
la possibilit della rimozione
dallufficio ecclesiastico per
cause gravi, Francesco precisa:
tra le dette cause gravi
compresa la negligenza dei
vescovi nellesercizio del loro
ufficio, in particolare
relativamente ai casi di abusi
sessuali compiuti su minori ed

adulti vulnerabili, previsti dal


Motu proprio Sacramentorum
Sanctitatis Tutela promulgato da
San Giovanni Paolo II ed
emendato da Benedetto XVI.
Il danno, spiega il Pontefice, pu
essere fisico, morale, spirituale o
patrimoniale, e il vescovo (o i
soggetti a lui equiparabili) pu
essere rimosso solamente se egli
abbia oggettivamente mancato in
maniera molto grave alla diligenza
che gli richiesta dal suo ufficio
pastorale, anche senza grave colpa
morale da parte sua. Tuttavia, in
caso di abusi su minori o su
adulti vulnerabili sufficiente che
la mancanza di diligenza sia
grave. In presenza di indizi seri
il Motu proprio stabilisce che la
competente Congregazione della
Curia romana pu iniziare
unindagine in merito, dandone
notizia allinteressato e dandogli
la possibilit di difendersi con i
mezzi previsti dal diritto. In
seguito agli argomenti presentati
dal vescovo la Congregazione pu

FOTO SIR

decidere unindagine supplementare. Qualora,


riunita in sessione ordinaria, la Congregazione
ritenga opportuna la rimozione del vescovo,
stabilir in base alle circostanze del caso se dare,
nel pi breve tempo possibile, il decreto di
rimozione o esortare fraternamente il vescovo a
presentare la sua rinuncia in un termine di 15
giorni, oltre il quale potr emettere il decreto di
rimozione. In ogni caso la decisione finale deve
essere sottomessa allapprovazione specifica del
Romano Pontefice che prima di assumere una
decisione definitiva, si far assistere da un apposito
Collegio di giuristi.

Gioved 2 giugno nella basilica di San Paolo fuori le Mura, a Roma, papa Francesco ha presieduto il Giubileo dei sacerdoti

Il nostro popolo perdona molti difetti ai preti


salvo quello di essere attaccati al denaro
P

ossiamo
chiedere la
grazia di
gustare con Ges sulla croce
il sapore amaro del fiele di
tutti i crocifissi, per sentire
cos lodore forte della
miseria - in ospedali da
campo, in treni e barconi
pieni di gente -. Quellodore
che lolio della misericordia
non copre, ma che
FOTO SICILIANI-GENNARI/SIR
ungendolo fa s che si
risvegli una speranza. Ha
esordisce cos gioved 2 giugno papa Francesco, al ritiro spirituale guidato nella
basilica di san Paolo fuori le Mura in occasione del Giubileo dei sacerdoti, intitolata
Il buon odore di Cristo e la luce della sua misericordia. Nella Chiesa abbiamo

avuto e abbiamo molte cose non tanto


buone, e molti peccati, ma in questo di
servire i poveri con opere di misericordia,
come Chiesa abbiamo sempre seguito lo
Spirito, e i nostri santi lo hanno fatto in modo
molto creativo ed efficace. La nostra gente,
ha sottolineato il Pontefice riflettendo sulle
opere di misericordia, apprezza il prete che
si prende cura dei poveri, dei malati, che
perdona i peccatori, che insegna e corregge
con pazienza Il nostro popolo perdona
molti difetti ai preti, salvo quello di essere
attaccati al denaro perch il denaro ci fa
perdere la ricchezza della misericordia,
uccide il ministero di un prete e lo fa
diventare un funzionario, o peggio un
mercenario. Per un prete o un vescovo,

avverte Francesco, essere misericordioso


non solo un modo di essere, ma il modo di
essere. Non c altra possibilit di essere
sacerdote. Occorre quindi vedere quello che
manca per porre rimedio immediatamente, e
meglio ancora prevederlo e saper discernere
i segni dei tempi nella prospettiva di quali
opere di misericordia sono necessarie oggi
per la nostra gente. Nelle nostre opere di
misericordia siamo sempre benedetti da Dio,
ha osservato il Papa; invece altri tipi di
progetti a volte vanno bene e altre no
perch mancano di misericordia. Se, ad
esempio, un piano pastorale non funziona
perch gli manca quella misericordia che
appartiene pi a un ospedale da campo che a
una clinica di lusso.

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

TERRASANTA - Giubileo della Misericordia (8 giorni, dal 6 al 13 oobre):


IN AEREO DA BOLOGNA: Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, i Santuari del Lago di Tiberiade,
Gerico, Betlemme, Gerusalemme con il passaggio della Porta Santa nella Basilica del Getzemani sul Monte degli
Ulivi. Trasferimen per Bologna, pensione completa, ingressi, accompagnatore e guida
da 1.130 euro

SAN GIOVANNI ROTONDO: 2 giorni, il 7 e l8 oobre 2016 - Pellegrinaggio delle 7 Diocesi


della Romagna: il Volto Santo di Manoppello, San Giovanni Rotondo, Monte SantAngelo e Lanciano. In pullman G.T. - Hotel 3 stelle a San Giovanni Rotondo - pensione completa - assicurazione
130 euro

LOURDES

: 4 giorni, dal 9 al 12 seembre, dal 12 al 15 seembre e dal 15 al 18


seembre
Volo ITC da Bologna - Hotel 3 stelle - pensione completa - assicurazioni

da 595 euro

PROGRAMMI IN PREPARAZIONE

FATIMA e SANTIAGO DE COMPOSTELA


- 5 giorni, dal 18 al 22 giugno 2016 - Voli da Bologna e pullman da Rimini: Oporto, Sanago, Coimbra, Fama. Pensione completa

AD LIMINA PETRI (CEI) - Sono disponibili presso lUcio Pellegrinaggi Diocesano le Credenziali del pellegrino
per chi percorrer il Cammino di Sanago, la Via Francigena o altre anche vie di pellegrinaggio.

10

Gioved 9 giugno 2016

Attualit
usiva
l
c
s
e
a
t
s
i
v
r
Inte

Il Capo dello Stato


ai settimanali Fisc

Il contributo
essenziale dei cattolici
democratici
Il Presidente della Repubblica ha ribadito
anche il ruolo importante della stampa locale

ei giorni in cui si festeggia il 70esimo


anniversario della Repubblica italiana, la Fisc,
la Federazione italiana dei settimanali cattolici
(a cui aderisce anche il nostro giornale) ha
posto alcune domande al Presidente della Repubblica
Sergio Mattarella. I temi toccati riguardano lo stato di
salute dellItalia e del suo popolo, il valore della festa del 2
giugno e il ruolo dei cittadini credenti nella
partecipazione alla cosa pubblica.
Presidente, la Repubblica compie 70 anni. Dalle macerie
della guerra cominciata una storia democratica, di ricostruzione, di crescita civile e sociale. Tante sono state
le cadute e le ferite del Paese, tuttora sono presenti gravi
contraddizioni sociali, ma grandi potenzialit e opportunit sono aperte davanti a noi. Eppure si avverte pi del
passato la sfiducia verso la politica e le istituzioni, come
dimostra anche lassenteismo elettorale. Forse la Repubblica arrivata a settantanni in condizioni precarie di
salute?
Viviamo un cambio depoca che sta dischiudendo
orizzonti inediti e problemi nuovi per le nostre societ. La
velocit dei cambiamenti tocca il potere, gli ordinamenti,
leconomia e incide sui sentimenti stessi delluomo.
Compito di una comunit, di un popolo, esserne
allaltezza, guidare le trasformazioni, trasmettere
opportunit e dare speranza alle generazioni pi giovani.
La Repubblica ha avuto in questi decenni una capacit
unificante per gli italiani. Ha favorito e accompagnato lo
sviluppo democratico del Paese, dopo aver raccolto il
testimone di unItalia umiliata e divisa. La Repubblica la
nostra casa comune. La Repubblica ci ha reso tutti
responsabili e artefici del nostro destino. Non il luogo
che annulla le differenze, che nega il conflitto, che
cancella le contraddizioni del tempo. un patrimonio
condiviso, che pu valorizzare le nostre diversit e
renderci tutti pi forti e pi competitivi.
Molti sostengono che allItalia sia mancato il senso forte
della nazione. Il nostro il Paese dei tanti campanili
Considera questo un handicap allepoca della globalizzazione?
La Repubblica nata in una nazione divisa dalle vicende
della guerra e ha contribuito, in modo decisivo, a
ricostruirne coesione e identit. riuscita a farlo proprio
perch ha rinunciato alla vecchia retorica nazionalista,
quella che aveva sospinto lItalia verso il disastro. La forza
della Repubblica, e della sua Costituzione, sta nelle radici
piantate sui valori universali della persona,

Viviamo un cambio
depoca che sta
dischiudendo orizzonti
inediti e problemi nuovi
per le nostre societ.
La velocit dei
cambiamenti tocca il
potere, gli ordinamenti,
leconomia e incide
sui sentimenti stessi
delluomo. Compito
di una comunit,
di un popolo, esserne
allaltezza, guidare
le trasformazioni,
trasmettere opportunit
e dare speranza alle
generazioni pi giovani.
La Repubblica ha avuto
in questi decenni una
capacit unificante per
gli italiani. Ha favorito
e accompagnato
lo sviluppo democratico
del Paese, dopo aver
raccolto il testimone
di unItalia umiliata
e divisa

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


SERGIO MATTARELLA HA INCONTRATO PAPA FRANCESCO
NELLA BASILICA DI SAN PIETRO
LO SCORSO DICEMBRE
(FOTO ARCHIVIO OSSERVATORE ROMANO-SIR)

delluguaglianza tra gli uomini, della


libert, della solidariet. Con la Repubblica
gli italiani hanno visto riconosciuti i diritti
individuali e sociali e quelli delle
comunit locali, sono diventati
costruttori di una democrazia non
solo formale, ma orientata a
rimuovere gli ostacoli che
impediscono la piena attuazione
del principio di uguaglianza. un
tema che vale per le tante periferie
del nostro Paese, territoriali e
sociali. La cittadinanza
repubblicana ha il diritto di
esprimersi compiutamente in tutte
le nostre contrade! Anche in quelle
pi remote. Nella modernit
saranno pi forti i Paesi che hanno
basi etiche condivise e che, in virt di
queste, saranno aperti al mondo e
contribuiranno al governo globale. La
prova decisiva, per noi, lEuropa. Essere
italiani ed europei non in contraddizione.
Anzi, un ampliamento della nostra
identit. La sfiducia verso il potere
scaturisce in gran parte dalla crisi del
progetto europeo, dal senso di impotenza
che ne deriva e dallillusione di rifugi
nazionalistici.
Perch in Italia la festa della Repubblica
non delle pi popolari?
Bench la Repubblica sia stata un potente
vettore della ricostruzione del Paese, non
sempre le stato riconosciuto questo
merito storico. Le ragioni sono
comprensibili: il referendum istituzionale
segn una frattura nel Paese. La
preoccupazione dei principali leader
politici fu, da subito, quella di non
cristallizzare la contrapposizione
Repubblica-monarchia, di ricomporre nel
nuovo ordinamento lunit di popolo e
dello Stato. Laccento venne posto con
maggior forza sulla Costituzione e sui
principi democratici fondativi. Ma, a ben
guardare, proprio la scelta repubblicana
risult il collante pi robusto. Senza di essa
i principi della nuova Costituzione non
avrebbero avuto la forza coesiva che hanno
avuto. Il patto di cittadinanza, posto a
fondamento della Repubblica, ha
sollecitato responsabilit condivise e ci ha

reso partecipi dei beni comuni cos come


delle comuni difficolt. I venti della Guerra
fredda e della contrapposizione ideologica
hanno soffiato a lungo sui partiti, tuttavia la
consapevolezza di dover difendere insieme la
Repubblica e la sua Costituzione ha aiutato a
rafforzare la responsabilit nazionale pur in
una conflittualit a tratti molto aspra. La
scelta repubblicana, insomma, ha indirizzato
levoluzione culturale del Paese e delle sue
formazioni sociali.
Una responsabilit non secondaria nellavvio e nel consolidamento della Repubblica
toccata, fra gli altri, alla classe dirigente di
ispirazione cattolico-democratica. Lo Stato
unitario era nato nel conflitto con il Papa Re
e la ricomposizione, avvenuta sotto il fascismo, se super la questione romana, non risolse il tema della partecipazione dei cittadini credenti alla cosa pubblica.
La Repubblica stata la grande scuola di
democrazia per i cittadini italiani e per le
culture politiche che si sono diffuse nel
dopoguerra, e che hanno assunto una
dimensione popolare nei partiti di massa. I
cattolici-democratici hanno contribuito in
maniera significativa allaffermazione della
democrazia nel nostro Paese, al suo sviluppo
e a quello dellEuropa. Guardando indietro la
storia, una delle cose pi belle stata proprio
la crescita nel confronto. Le culture si sono
influenzate, hanno preso qualcosa dagli altri,
anche dagli avversari, e lhanno fatto proprio.
Quello che voi siete, abbiamo contribuito a
farvi essere, disse Aldo Moro in uno degli
ultimi discorsi pubblici. E quello che noi
siamo voi avete aiutato a farci essere.
Abbiamo affrontato enormi difficolt e
tuttora ci sentiamo inappagati. La politica
democratica deve sempre tendere al
miglioramento. Mi auguro per che non si
perda mai la consapevolezza della casa
comune. Lo dico anche pensando alla
dialettica di oggi e quella che avremo
domani. La Repubblica siamo noi: non pu
esserci conflitto politico che ce lo faccia
dimenticare. La Repubblica comunque
affidata al nostro comune impegno. Confido
anche sul contributo della stampa che trova
nella radice dellinformazione locale una
propria preziosa ragion dessere, per
sollecitare questa consapevolezza.

Attualit

Gioved 9 giugno 2016

Svolta
Marco Bentivogli, segretario generale della Fim Cisl: Non si pu
possibile fare a meno del sindacato. Ma per noi tempo di cambiare

Se il sindacalista si domanda:
Abbiamo rovinato lItalia?
H

a labitudine di parlar chiaro,


preoccupato per il futuro delle
giovani generazioni, crede nella
necessit di una vera partecipazione
democratica per il bene del Paese. E
ritiene che il sindacato abbia ancora un
ruolo centrale. Purch sappia rinnovarsi.
Marco Bentivogli, 46 anni, originario di
Conegliano, dal 2014 segretario
generale dei metalmeccanici della Fim
Cisl. Nei giorni scorsi ha presentato un
suo nuovo libro e ne anticipa i contenuti
nellintervista che segue. Il titolo
tuttaltro che scontato: Abbiamo
rovinato lItalia? Perch non si pu fare a
meno del sindacato (casa editrice
Castelvecchi).
Bentivogli, lei parte da una denuncia riguardante i luoghi comuni sul sindacato e i sindacalisti: privilegiati che difendono altri privilegiati, tutelano i fannulloni, difendono solo le pensioni di anzianit Cosa c di vero e cosa, invece,
lontano dalla realt?
Il libro comincia appunto con ci che si
dice sul sindacato nei bar, sugli autobus,
a volte anche su una parte di media,
purtroppo. Il sindacato in alcune
occasioni ha avuto dei limiti, quando non
stato capace di discernere i diritti dagli
abusi dei diritti o i laboriosi dai
fannulloni, di anticipare i cambiamenti o
di farsene promotore. C una parte
dogmatica del sindacato, attardata in
battaglie ideologiche, che si rifiuta di
ascoltare la richiesta di innovazione che
sale dagli stessi lavoratori. Oppure si
parlato spesso di giovani, ma si fatto
troppo poco per loro. Questi limiti hanno
alimentato unimmagine tanto
conservatrice quanto ideologica del
sindacato che non rende giustizia al
lavoro di tantissimi delegati e operatori
che sul campo, quotidianamente, stanno
accanto alle persone. Durante la crisi ci
sono stati 300mila licenziamenti, solo per
citare il mio settore. Con lattivit
contrattuale incessante e determinata di
tanti di noi, abbiamo salvato pi di
100mila posti e convinto numerose
aziende a tornare a investire nel nostro
Paese. I lavoratori ce lo hanno
riconosciuto: lo dimostra anche il trend
positivo di iscrizioni della Fim Cisl, da 12
anni in crescita costante, segno che si
sono sentiti meno soli grazie a noi.
Poi non trascura i luoghi comuni dentro il sindacato, le vecchie parole dordine: siamo sotto ricatto, macelleria so-

il Periscopio

MARCO
BENTIVOGLI
(FOTO SIR)

ciale, compromesso al ribasso. Qual il


sindacato di cui non si pu fare a meno oggi?
Il sindacato di cui non si pu fare a meno
quello che esce dalle retoriche morte, come
le ho definite, e da dogmi ideologici per
rappresentare le persone e la realt. Cio un
sindacato che ascolta, che studia, che fa
ricerca (come ha fatto la Fim con la grande
inchiesta operaia sul sistema World Class
Manufacturing in Fiat Chrysler,
intervistando oltre 5mila lavoratori), e che sulla base di questi approfondimenti propone soluzioni innovative. Il sindacato di
cui non si pu fare a meno anche quello
che sta lontano dalle tendenze populiste e
recupera una forte dimensione valoriale per
tornare a esercitare un ruolo educativo, che
educa appunto alla cittadinanza attiva, che
si fa promotore sociale. per questo che
stiamo rafforzando la nostra rete con il
mondo dellassociazionismo e del
volontariato pi vitale, mettendo in campo
nuove forme di lotta sindacale, come i cash
mob (il voto col portafoglio, per premiare le
imprese che promuovono legalit,
sostenibilit e partecipazione dei lavoratori)
e gli slot mob, contro la nuova piaga del
gioco dazzardo.
Una riflessione interessante riguarda il fatto
che rappresentare gli altri diventata una
delle sfide pi difficili e al contempo cruciali della societ moderna. Vale sia per il
mondo del lavoro sia per la politica e per la
societ?
In un mondo in cui si a lungo teorizzato
lindividualismo che alla fine ha lasciato sole
e impaurite le persone, il sindacato deve
essere uno di quei soggetti in grado di
portare alla societ le vitamine che fanno
bene allumanit. Queste vitamine sono: la
consapevolezza, la partecipazione e la
solidariet.
Pu dirci di pi?

Il sindacato deve aiutare a fare la


scelta sostanziale di essere persone e
non solo individui, concetto alla
base della dottrina sociale della Chiesa
e del personalismo comunitario.
Luomo, infatti, da solo destinato a
rimanere isolato, prigioniero di una
falsa libert. In realt
solo come persona, in relazione con
gli altri, pu far emergere e sviluppare
i propri valori.
Dobbiamo essere capaci di
contrapporci con forza a chi fa del
richiamo alla paura la propria
bandiera politica.
Il filo rosso del suo libro sembrerebbe
il cambiamento. Lei che ha attraversato alcune delle pi dure vertenze industriali del Paese (tra cui Ilva, Ast,
Whirlpool), pu farci un esempio di
reale capacit innovativa del sindacato in qualche recente vertenza?
In tutte le vertenze abbiamo giocato
un ruolo fuori dal coro per ricercare
soluzioni innovative - cito ad esempio
Fiat Chrysler - mettendo insieme
investimento sulle persone, nuova
organizzazione del lavoro, tecnologie.
Abbiamo riportato lavoro in Italia.
Farlo nel sud del Paese ha significato
arginare non solo la disoccupazione,
ma la camorra, il degrado.
Nel suo volume si fa riferimento a una
sorta di profilo del buon sindacalista tratteggiato a suo tempo dal cardinale Martini. Quale, dunque, lo stile,
letica del sindacalista che le sembrano necessari in questa lunga fase di
transizione?
Nella mia esperienza sindacale ho
sempre pensato che le prediche non
funzionino. Occorre invece una
testimonianza concreta perch il
valore dellesempio, come sosteneva
anche il cardinale Martini,
potentissimo ed efficace con tutti, con
i lavoratori, con la controparte, con le
istituzioni. Come si diceva una volta,
la parola suona ma il buon esempio
tuona. Lesempio presuppone unetica
che si fonda innanzitutto sullumilt di
considerarsi sempre al servizio degli
altri, sulla generosit, sullimpegno, la
gratuit, la sobriet. Oggi questi valori
originari del sindacato sono
fondamentali per ridare forza,
credibilit e reputazione alla nostra
azione.
Gianni Borsa

11

Villaggio globale
di Ernesto Diaco

IL POPOLO DI YOUTUBE:
IL PAPA MOLTO AVANTI
Se misericordia
indubbiamente
la parola chiave
del pontificato di
Francesco, la seconda potrebbe
essere comunicazione. Dopo
laccount Twitter, ereditato dal predecessore, e lesordio su Instagram, dove ha raggiunto quota 2,5 milioni di followers in
pochi giorni, papa Bergoglio non smette di
dedicare attenzione al mondo digitale. Cos,
con aria divertita e nientaffatto sorpresa, i
media internazionali hanno dato notizia nei
giorni scorsi dellincontro fra il pontefice argentino e un gruppo di 12 youtubers provenienti da tutto il mondo. Unora di dialogo
fra il papa e le giovanissime star del web a
margine del convegno della fondazione
educativa Scholas occurrentes. Al termine
non mancato limmancabile selfie di
gruppo. facile immaginare che sar la foto
pi cliccata del momento: solo i seguaci online dei 12 ragazzi sono pi di ventisette milioni. Lunica italiana del gruppo, Greta
Menchi, ha ventanni e vive a Roma. Santo
Padre ha chiesto parlando con i genitori
dei tanti ragazzi che mi seguono, mi sono
accorta che i miei messaggi hanno un forte
impatto. Come trasmettere positivit a chi si
perso?. Francesco ha risposto con un sorriso: Per parlare a chi crollato, bisogna
prendergli la mano. Come quando si fanno
le condoglianze: un abbraccio, un bacio, silenzio. Dovete aiutare il mondo a recuperare
il linguaggio dei gesti. Come dire: va bene la
Rete, ma serve anche lincontro faccia a faccia, con tutti i rischi connessi. Un messaggio
simile il Papa l'aveva gi mandato poche ore
prima, durante la messa per il Giubileo dei
diaconi, dove aveva stigmatizzato gli orari
nelle parrocchie, da tale ora a tale ora, e
aveva notato che spesso non c' porta
aperta, non c' prete, non c' laico. Questo
fa male al cuore.
Approfittando delloccasione, stata anche
presentata uniniziativa particolare: papa
Bergoglio ha accettato di rispondere ai giovani di tutto il mondo che potranno fargli
delle domande su qualunque cosa abbiano
nel cuore: dubbi, interessi, curiosit. Il Pontefice ricever gli interrogativi attraverso il
sito www.askpopefrancis.com e risponder
ad alcuni di essi in un libro che verr pubblicato nei prossimi mesi in varie lingue e
Paesi (in Italia da Mondadori, a cura di Tiziana Lupi). La ragione lha spiegata lo
stesso Francesco: E necessario favorire un
clima di incontro e di comunicazione importanti in un mondo che corre sempre il rischio di separarsi. Serve a favorire lamicizia
sociale e la cultura dellincontro. Come ha
detto la giovane youtuber italiana a chi le
chiedeva un commento: Il Papa molto
avanti.

di Zeta

Il settimanale di Imola Il Nuovo Diario Messaggero


ha pubblicato documenti inediti su uccisioni di 70 anni fa

ombre,
illazioni. Chi
crede nei valori
della
Resistenza deve
essere in prima
ulledizione del 28 maggio scorso del Nuovo Diario Messaggero, il
fila per fare
settimanale diocesano di Imola, ho trovato due paginate intere davvero
conoscere la
interessanti. Non posso non parlarne, mi sono detto. Soprattutto visto anche verit anche su
lampio dibattito che si aperto su queste colonne dopo la lettera di Roberto
questi aspetti, e
Casalini in risposta a un editoriale con il quale il nostro giornale invitava a
chi non lo fa la
riflettere su certi eccidi avvenuti sul finire della seconda guerra mondiale e nei
oltraggia, non
mesi successivi.
la difende.
Ecco uno stralcio di un servizio che merita di essere letto. Il fascismo stato una bellissimo questo commento del Nuovo Diario. Mi permetto solo di aggiungere che
dittatura. Perci stato giusto combatterlo e sconfiggerlo, come hanno fatto i
anche certe uccisioni in tempo di guerra possono essere crimini. Il testo pubblicato
partigiani accanto alle forze angloamericane, in modo da instaurare in Italia un
accanto a un documento inedito sugli eccidi a Cologna Veneta (Verona) e Imola avvenuti
sistema democratico. La Resistenza quindi uno dei pilastri su cui si fonda la
nel maggio del 1945. I fatti avvennero dopo un tragico precedente, leccidio di pozzo
nostra Repubblica. Per questo motivo non possibile porre sullo stesso piano chi ha Becca (12 aprile 1945) nel quale vennero uccise, dopo numerose torture, sedici persone
combattuto per abbattere il fascismo e chi ha combattuto per sostenerlo. La prima da parte delle brigate nere locali. Giorni tristi e difficili per tutti, di fronte ai quali diviene
causa era giusta, la seconda sbagliata. Salvo il rispetto per la buona fede di chi ha
assolutamente fondamentale ricostruire gli avvenimenti storici nella loro completezza
scelto luno o laltro degli schieramenti, purch non si sia macchiato di delitti. Gli
indispensabile per la guarigione delle ferite che il conflitto armato e il conflitto sociale
assassinii compiuti dopo la fine della guerra sono un crimine. Non sono quindi
lasciarono dietro di s, come detto dal vescovo di Imola, monsignor Tommaso Ghirelli, il
ammissibili scusanti, motivazioni politiche, personali o di altra natura. Ancora
19 aprile dello scorso anno nel 70esimo della Liberazione. In fondo aggiunse il presule
pi grave mistificare le ragioni di quegli assassinii o peggio ancora nascondere la tutti siamo convinti che si pu e si deve andare pi a fondo nella ricostruzione della
verit, soffocare il dibattito, censurare o intimidire chi chiede la verit su quegli
storia della seconda guerra mondiale, cercando di coglierne il senso ultimo, arrivando
eventi. Significa infangare la Resistenza, lasciare che su di essa gravino sospetti,
fino alla dimensione redentiva (932)

Sulla verit si deve andare fino in fondo

12

Gioved 9 giugno 2016

Cesena

i
c
i
r
e
m
l
A

o
c
i
f
i
t
n
e
i
c
S
o
Lice

Appuntamento di fine anno scolastico


per la scuola superiore con sede
presso il Seminario.
Sono oltre 50 gli studenti iscritti
negli indirizzi sportivo ed europeo

AUDITORIUM LICEO SCIENTIFICO ALMERICI, VENERD 3 GIUGNO: IL PRESIDE


TIZIANO MARIANI E LA VICE PRESIDE MANUELA AMADUCCI PREMIANO I RAGAZZI.
A DESTRA, ANDREA TASSINARI, LO STUDENTE CON LA MEDIA SCOLASTICA
PI ALTA NELLANNO SCOLASTICO 2014-2015

Lincontro tra passione e futuro


L

a gioiosa emozione degli ultimi


giorni di scuola, la forza del
gruppo di studenti, tutti uguali
e ciascuno unico nella propria
maglietta-divisa verde. Insieme
allorgoglio di esserci, con i
responsabili della scuola, per dire
grazie a chi ha dato la possibilit
agli studenti di lavorare al meglio
insieme ai ragazzi. Lauditorium del
Liceo Ludovico Almerici di
Cesena, allinterno del Seminario, la
mattina di venerd 3 giugno stato
animato da una breve cerimonia di
fine anno alla presenza del vescovo
Douglas.
Un appuntamento di condivisione
a conclusione dellanno scolastico ha specificato il preside Tiziano
Mariani - nel quale nostro
desiderio fornire una semplice
presentazione del lavoro fatto con i
ragazzi in questi due anni di storia
della nostra scuola. Ben
consapevoli come siamo che per
aprirci a nuove avventure
dobbiamo avere solide radici.
Nato nel 2014 dalla fusione tra il
Liceo della Comunicazione
Immacolata e il Liceo Scientifico
europeo del Sacro Cuore, il Liceo
Scientifico paritario Ludovico
Almerici gestito dallomonima
fondazione. Oltre 50 gli studenti
iscritti nei primi due anni del
percorso di studio che comprende
lindirizzo sportivo e quello
europeo.
Lappuntamento stato occasione
per premiare i ragazzi che si sono
distinti in vari ambiti scolastici: per
il premio All star student, che sar
assegnato ogni anno allo studente
con la media voti pi alta, il pi

bravo per lanno scolastico 20142015 stato Andrea Tassinari. Per la


migliore recensione (oltre il Liceo
Almerici, anche per Liceo
Immacolata e Liceo Sacro Cuore) al
Premio
Bancarella nelle scuole stata
premiata Maddalena Alberti. Per il
progetto presentato ad Expo,
premiati Marco Scarpellini, Matteo
Venturi, Camilla Bernabei, Stefano
Bezzi. Per gli ottimi piazzamenti al
torneo di beach di Bibione, Mattia
Rocchio, Brando Sami, Alessandro
Pari, Lorenzo Alboni, Nicol
Garganelli, Stefano Bezzi, Marco
Scarpellini. E per la 5 posizione al
campionato italiano di biliardo,
Gianluca Falchero, Roberto
Guiducci, Lorenzo Benedettini,
Nicola Bartolini; campionessa di
biliardo: Camilla Bernabei.
Un riconoscente grazie stato
espresso a rappresentanti di
aziende che hanno affiancato la
scuola nelle varie attivit sportive e
laboratoriali: lassociazione
romagnola di biliardo (Nicola
Mancini e Fabiano Braga), Renato
De Fino per la pallanuoto, Filippo
Antoniacci e Stefano Cappelletti
(Spiaggia 23), Andrea Bertozzi e
Davide Burioli (2BL), Valeriano
Biguzzi (per azienda Martini),
Filippo Biondi (Cesena Calcio),
Matteo Amaducci e Salvo Conti
(Progetto Video).
Lappuntamento si concluso con
la proiezione del video realizzato
dagli studenti allinterno del
progetto I semi delletica: un
concorso nato dalla Lega Pro di
serie B, dove ogni squadra che
partecipa al campionato di calcio di

Alla presenza del vescovo


Douglas, sono stati premiati
studenti che si sono distinti.
Un riconoscimento alle varie
aziende che hanno sostenuto
il lavoro educativo di questi
primi due anni di storia del Liceo
serie B individua una scuola con cui
avviare un gemellaggio. Il Liceo
scientifico Almerici stato scelto dal
Cesena Calcio come scuola gemella. Tre
le fasi del progetto: quella didattica, di
conoscenza delle regole e dei valori
educativi del gioco calcio; quella
sportiva con il torneo interno di calcio a
5 e la realizzazione del video che
rappresenta una buona e cattiva azione
nella vita e nel calcio. Tra le 22 squadrescuole di serie B, il liceo Almerici
stato individuato tra i primi quattro per
qualit del progetto presentato. Ci ha
dato ai ragazzi la possibilit di
partecipare a una gara sul campo che
ha visto i ragazzi impegnati in un
minitorneo di calcio a 5 che si svolto a
Roma nelle scorse settimane.
In un minuto di immagini e musica
scorre tutta la passione con cui i ragazzi
accolgono quanto proponiamo loro - ha
concluso il preside Mariani -. Da parte
nostra, siamo consapevoli che la
proposta educativa del Liceo Almerici,
come tutte le case in costruzione,
necessita di tanta vitalit ed entusiasmo.
Con lobiettivo ben delineato di mettere
a frutto i talenti dei ragazzi che ci
vengono affidati, per contribuire alla
costruzione di una giovane societ
degna dei valori delluomo.
Sabrina Lucchi

Liceo Monti

Scuola e carcere
Debutto teatrale al Bonci
con Ceci nest pas Ubu
I ragazzi del Laboratorio Teatrale del triennio del
Liceo Monti, diretto dalla regista Sabina Spazzoli e
coordinato dalla professoressa Franca Solfrini, in
collaborazione con lassociazione culturale Dante
Alighieri, hanno debuttato gioved 26 maggio
nella cornice del teatro Bonci di Cesena con
Ceci nest pas Ubu.
Come lo scorso anno, il laboratorio fa parte del
progetto La scuola incontra il carcere,
nellambito del Coordinamento Teatro Carcere
Emilia Romagna che questanno e il prossimo
affronter come argomento la Patasica di
Alfred Jarry e la drammaturgia dellopera Ubu
Roi, viste come anticipazioni del Surrealismo.
I ragazzi hanno operato una riscrittura collettiva
del testo, non solo dalle diverse suggestioni
culturali che il dialogo tra i libri ha portato (da
Macbeth ad Antigone, da La fabbrica delle
parole di Erik Orsenna a La cantatrice calva di
Ionesco), ma soprattutto attraverso lunicit di
ogni ragazzo, che ha saputo arricchire il copione
anche con le proprie fragilit e timidezze. Ecco che
allora prendono vita sulla scena i personaggi
farseschi con le loro stereotipie, tic, manie,
nevrosi che nascono dallosservazione del vissuto
quotidiano anche dello stesso laboratorio.
La regista Sabina Spazzoli ha lavorato
contemporaneamente con due gruppi, quello del
carcere e quello del Monti, che conuiranno in
un unico spettacolo (il 14 giugno alcuni ragazzi
del Liceo reciteranno nella casa circondariale di
Forl). Gli spunti offerti dai detenuti hanno
inuenzato il lavoro del laboratorio e viceversa,
facendo prendere strade inaspettate ai due testi.
Lopera di partenza, Ubu roi, si trasformata in
un giallo in cui, rovesciando la situazione
pirandelliana, lautore in cerca del suo
personaggio, ma la ricerca, fatta di equivoci,
incomprensioni, trovate surreali, si rivela un
pretesto per utilizzare i metodi di indagine della
patasica, cio della scienza delle soluzioni
immaginarie.
Questo il cast: Perla Arrigoni, Soa Buda, Cristina
Carli, Mariam Diallo, Federica DIsita, Isabel
Fischer, Liria Gaio, Giacomo Garattoni, Chiara
Giunchi, Soa Iasi, Francesca Lo Casto, Linda
Maraldi, Rachele Messina, Margherita Pepoli,
Arianna Poggioli, Laura Provenzano, Eleonora
Rossi, Bianca Spessotto, Stefania Tornani, Silvia
Venturini, Martina Ziulu; cantanti: Sara Forlivesi,
Caterina Giovannetti; musicisti: Andrea Nucci,
Davide Bosi, Matteo Brandolini; costumi: Linda
Maraldi; fotograa: Maria Goradesky; videoriprese:
Matteo Toni, Alberto Faggiotto, Tommaso Furi;
impianto tecnico: Maico; con la collaborazione di
Daniela Romanelli e Manuela Boschetti.

Cesena

Gioved 9 giugno 2016

Ledizione 2016 di Macfrut a Rimini il prossimo settembre. Nel 2017 si terr a maggio
RIMINI FIERA, VENERD 3 GIUGNO:
DA SINISTRA, CARLO BRUNI, BRUNO PIRACCINI
E JADER FABBRI

Cesena Fiera sulla strada


della privatizzazione
A

prire il capitale di Cesena


Fiera agli stakeholder del
settore, sia in ambito
locale, sia in quello nazionale. Lo ha
detto venerd della scorsa settimana il
presidente dellente che organizza
Macfrut, Renzo Piraccini, durante la
conferenza stampa che si tenuta nei
padiglioni della fiera di Rimini
nellambito della manifestazione
legata al wellness. Credo - ha aggiunto
Piraccini - che arriveremo alla

Nozze doro

privatizzazione entro i primi mesi del


2017. Toccher al Comune di Cesena
decidere. Noi faremo la nostra parte di
manager.
Intanto posso aggiungere - ha
proseguito Piraccini - che ledizione
2017 di Macfrut si terr in maggio e
che avremo a nostra disposizione 8
padiglioni della Fiera di Rimini. In
crescita dai 7 della prossima edizione
di settembre e dai 6 dello scorso anno.
Per quelli di settembre abbiamo gi

venduto il 90 per cento degli spazi e


avremo oltre 100 imprese in pi
rispetto al 2015.
Durante la conferenza stampa
intervenuto anche lesperto di settore
e presidente del Cso (Centro servizi
ortofrutticoli) Paolo Bruni il quale ha
evidenziato come il consumo di frutta
e di verdura, dopo dieci anni di
continui cali, sia da due trimestri in
controtendenza. Si registrato un pi
3 per cento nellultimo trimestre,
grazie al contributo della frutta e
della verdura di IV gamma (quella
venduta gi tagliata e pulita) e grazie
alle fragole e alle albicocche la cui
produzione si allargata a quasi tutto
lanno.
Infine, i consumi di ortofrutta
correlati ai sani stili di vita, ha
aggiunto Bruni. Con lui Jader Fabbri,
preparatore atletico e consulente
nutrizionale di tanti ciclisti
professionisti, tra cui Vincenzo Nibali,
il recente vincitore del Giro dItalia.
La frutta e la verdura devono essere al
centro dellalimentazione di ogni
persona, cinque volte al giorno.
Piraccini ha concluso la conferenza
stampa invitando tutti per il prossimo
ottobre quando verranno inaugurati
gli spazi rinnovati della Fiera di
Cesena. Avremo a disposizione
ambienti pi belli, raccolti, per eventi
qualificati. Una chance in pi per
Cesena.

Osservanza | I bambini alla Messa

13

Caritas diocesana

Servizio civile
Cinque posti
per il Centro di ascolto
Bando di servizio civile, possibilit presso la Caritas
diocesana di Cesena-Sarsina. Il sodalizio, in coprogettazione con quella di Forl-Bertinoro, propone
per il 2016 il progetto Costruttori di Pace. Possono
parteciparvi tutti i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 28
anni (28 anni e 364 giorni).
A Cesena il numero dei giovani da impegnare nel
progetto sono cinque. La sede sar quella del Centro
di ascolto della Caritas diocesana in via don Minzoni.
Il settore di intervento quello dellassistenza,
mentre larea quella del disagio adulto.
Svolgere servizio civile in Caritas - richiamano i
responsabili - signica promuovere un servizio a
favore delle persone pi svantaggiate prendendo
coscienza dei disagi della comunit del territorio,
investire, per i giovani che lo svolgono, nella propria
formazione intesa come crescita personale,
sensibilizzare a una cultura della nonviolenza, della
pace e della solidariet sociale.
Il progetto Costruttori di pace si propone di
ascoltare i bisogni e portarli a conoscenza delle
istituzioni preposti a dare loro risposte congruenti,
erogare servizi che rispondano alle necessit
primarie delle persone (mensa e accoglienza),
orientare alla compilazione dei documenti per gli
adempimenti burocratici, promuovere e coordinare
le iniziative rivolte a persone in situazione di
difficolt in collaborazione con altri enti, offrire
percorsi formativi per gli operatori.
La scadenza per la consegna della domanda il 30
giugno 2016 alle 14.
Per informazioni sul progetto contattare Caritas
diocesana Cesena-Sarsina, via don Minzoni, 1, dal
luned al venerd dalle 8,30 alle 12,30. La
referente Giulia Matassoni, tel. 0547 22423.

80 anni

Auguri don Piero!


2 giugno 2016

ETTORE E DIANA FORTI


hanno festeggiato 50 anni di Nozze
Con una bellissima festa a sorpresa
la figlia Simona con il genero Michele
e i nipoti Francesco e Alberto
li hanno festeggiati con parenti e amici

UNA CHIESA A MISURA DI FAMIGLIA. Da qualche settimana allinterno della chiesa


Santa Maria delle Grazie 'Osservanza' stato allestito uno spazio per i pi piccoli con
tavolini e sedie, dove durante le funzioni religiose possono giocare e disegnare.
Lidea del parroco monsignor Virgilio Guidi stata molto apprezzata.

Marted scorso, 7 giugno, il nostro


don Piero Altieri, per decenni al timone del Corriere Cesenate, ha festeggiato 80 anni. Un bellissimo traguardo
che desideriamo condividere con
quanti (e sono davvero tanti) lo conoscono da lungo tempo e soprattutto
con i lettori del nostro giornale.
Carissimo don Piero, infiniti auguri e
ad multos annos!

LAVO di Cesena una realt presente nel territorio dal 29 ottobre 1987, grazie alla volont e allentusiasmo di un piccolo gruppo, che poi divenne ben presto numeroso.
Attualmente i nostri volontari prestano il loro servizio a Cesena nellOspedale Bufalini, nella
Casa di Cura Malatesta Novello e San Lorenzino e nella Casa di Riposo Don Baronio, a Cesenatico nellOspedale Marconi, a San Piero in Bagno nellospedale Angioloni, a Mercato Saraceno nellospedale Cappelli, a Sarsina nella Casa di riposo Barocci, a Savignano
allHospice.
LAvo di Cesena comprende molte realt differenti tra di loro, e in certi casi anche molto distanti.
Di seguito una

testimonianza

vera e concreta del nostro caro volontario Giorgio:

Per me era bello, perch intuivo che almeno per quei secondi di risate, gli ammalati si dimenticavano dei loro malanni o dei loro problemi di salute e non solo di salute. Penso che
attraverso lamicizia, soprattutto quella nata allinterno di un reparto ospedaliero, ci possa
essere uno scambio di emozioni forti e intense. In un giorno ci sono 24 ore, i giorni della settimana sono 7, quindi in totale abbiamo 168 ore ogni settimana. Se togliamo a queste 48 ore
di lavoro settimanale, 56 ore di sonno settimanale, alcune ore per stare con la famiglia,
hobbies etc... Penso che rimangano 2 o 3 ore da impegnare per dare aiuto a chi ha bisogno,
solo questione di volont e forse un pizzico di organizzazione!.

14

Gioved 9 giugno 2016

Cesena

Un ricordo a 25 anni dalla morte. Tante le opere nate in citt grazie a lui

Don Adolfo
Giorgini
Limpegno
per la
famiglia
e per la vita

CORREVA LANNO
1966:
UN GIOVANE DON
ADOLFO GIORGINI
(FOTO ARCHIVIO
PIER GIORGIO
MARINI)

vviva la vita, evviva la famiglia".


Cos don Adolfo Giorgini
confortava e incoraggiava i suoi
in quegli anni 70 di fronte alle sconfitte
referendarie - allora sullaborto come
prima sul divorzio - e ai problemi che
segnavano sempre pi profondamente
lesperienza della famiglia. E continuer
con la passione che lo contraddistingueva
a sostenere e orientare le opere che in
quegli anni grazie a lui erano nate: il
Consultorio per la famiglia (1974), il
Movimento per la Vita (1977), il Centro di
Aiuto alla vita (1978). Lo ricordiamo in
questi giorni a 25 anni dalla morte.

Di indole decisa fino a diventare a volte


burbero, poco incline ai compromessi,
don Adolfo aveva addolcito il suo
temperamento per la grande carit e la
profonda fede. Il suo programma era fare
la verit nella carit. Quello cui oggi papa
Francesco ci richiama con nettezza, del
venire prima della misericordia rispetto al
giudizio, in qualche modo don Adolfo ha
cercato di renderlo operativo attraverso le
opere da lui fondate. Sono opere diverse,
ma accomunate dalla capacit di
accoglienza per ogni persona e per ogni
esperienza dove, senza partire da un
giudizio sulla persona, fare la verit

significa accompagnare ognuno a trovare


nella libert le risorse per superare le
difficolt o una risposta al proprio
bisogno.
Parroco laborioso in contesti difficili,
insegnante di religione apprezzato dagli
alunni e dai colleghi ai tempi della
contestazione giovanile, lascia come
testimonianza luminosa lamore e
limpegno per la famiglia e per la vita.
Nominato promotore della pastorale
familiare, nel 1971 d vita, oltre alle opere
indicate, a una serie di nuove forme di
attivit pastorale che si propagano negli
anni successivi: il primo convegno delle
famiglie si tiene nel gennaio del 1972 e
poi si ripeter a cadenza annuale. Nel
febbraio del 1973 si attivano i primi corsi
per fidanzati. Vengono invitati a Cesena i
personaggi pi significativi nellambito
della pastorale familiare, si promuove la
Festa della famiglia come ritrovo gioioso
dei suoi componenti: sposi, bambini,
anziani.
Certo la testimonianza pi significativa di
don Adolfo lo stile di vita e la profonda
fede che gli d consistenza ed energia.
Ricorda Claudio Riva, nel libro Vivere
senza alibi a lui dedicato in occasione
del decennale della morte: Chi lo
frequenta si meraviglia di notare la sua
dispensa pressoch vuota e di vederlo
consumare piatti piuttosto frugali. Chi lo
frequenta per lo trova pi facilmente in
chiesa inginocchiato o seduto davanti
allinginocchiatoio alla destra dellaltar
maggiore assorto in preghiera fin quasi a
non accorgersi di chi si avvicina, se non
allultimo istante.
Gabriele Turci

Bail-in e crisi bancarie


Incontri e confronti

ANNIVERSARIO

12/06/2005 - 12/06/2016

DON VITO GENTILI


Sono passati undici anni
da quando hai raggiunto
la Casa del Padre,
ma sei ancora vivo
nel cuore di parenti e amici
Santa Messa di suffragio
sabato 11 giugno
alle 18,30
nella chiesa di Santa Maria
della Speranza, a Cesena
(zona ippodromo)

i concluso nei giorni scorsi il ciclo di incontri sul tema


Bail-in, tutto quello che devi sapere sulle crisi bancarie
organizzato dal Credito Cooperativo Romagnolo, la
banca nata dalla fusione di Banca di Cesena e Bcc Gatteo.
Gli incontri su questa complessa normativa che nasce in
ambito Ue e che entrata in vigore in Italia il primo gennaio
scorso, nel mese di aprile
hanno fatto tappa a Gatteo e
a Cesena, mentre a maggio si
soprattutto come questa
sono svolti a Cesenatico per
situazione possa riflettersi
concludersi la settimana
sulla clientela in base alle
scorsa a Mercato Saraceno.
diverse tipologie di risparmio
Il tema del Bail-in e delle crisi o di investimento.
bancarie stato il filo
Gli incontri hanno fatto
conduttore. Nei diversi
registrare una folta affluenza
appuntamenti, il direttore
di pubblico e considerato
generale del Credito
largomento hanno suscitato
Cooperativo Romagnolo
un grande interesse con
Giancarlo Petrini ha illustrato richieste di chiarimento e di
cosa accade alle banche che
approfondimento.
dovessero entrare in uno
Dislocati nelle varie zone in
stato di difficolt, ma
cui presente il Credito

Cooperativo Romagnolo, i
diversi appuntamenti hanno
rappresentato anche loccasione
per approfondire temi di
attualit finanziaria,
e per fare alcune considerazioni
sullavvio del progetto di fusione
che ha interessato due
importanti banche locali come
la Banca di Cesena e la Bcc di
Gatteo, che hanno dato vita al
Credito Cooperativo
Romagnolo.
R. Cu.

Scout

Il Cesena 12
a Scavolino
Sabato 28 e domenica 29 maggio si tenuta a
Scavolino (Pennabilli) luscita di gruppo per
gli scout del Cesena 9 (San Domenico) e del
Cesena 2 (Duomo), che dallottobre 2015 si
sono uniti a formare il Cesena 12.
Due gruppi storici del centro hanno intrecciato
i loro percorsi, formando una comunit capi
mista di 32 membri e un clan pure misto di 22
novizi, rover e scolte. Le branche Eg e Lc, i
cosiddetti esploratori e guide (circa 90 in
totale) e i lupetti e coccinelle (circa 80 in
totale), per questanno hanno mantenuto
attivit separate.
Il filo conduttore delle attivit e dei giochi
sono stati la creazione dellAgesci tramite
lunione, avvenuta nel 1974 fra Agi,
associazione guide italiane, e Asci,
associazione scout cattolici italiani, che prima
portavano avanti un percorso separato per
quanto riguarda settore femminile e maschile,
e la resistenza clandestina delle aquile
randagie, il gruppo scout lombardo che
continu in segreto le attivit dopo
lemanazione delle leggi fascistissime che
scioglievano i reparti scout nel 1927-28. Le
aquile randagie promisero di resistere un
giorno in pi del fascismo.
Il momento culminante delluscita avvenuto
nel pomeriggio di sabato, quando tutti riuniti
in cerchio c stata la consegna dei nuovi
fazzolettoni viola rigati bianco e giallo, un
momento intenso di condivisione della strada
futura, partendo da percorsi diversi.
Purtroppo la pioggia di domenica ha impedito
la prevista conclusione delluscita con il
pranzo e la Messa con i genitori, ma qualcosa
di bello si creato. Cambiare strada non
facile, ma pu essere una svolta feconda, come
testimonia la storia dello scoutismo in Italia e
la creazione di questo nuovo gruppo di quasi
200 scout.

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028

Cesenatico

Gioved 9 giugno 2016

Bene il Pd ma non basta. Candidati al ballottaggio il 19 giugno

Elezioni

FOTO ARCHIVIO
PIERGIORGI MARINI

Ancora urne per la citt


sfida Buda-Gozzoli
B
allottaggio a Cesenatico. Alle
amministrative di domenica
scorsa, Matteo Gozzoli (Pd, Pri,
Cesenatico sport e turismo) ha staccato
tutti i candidati guadagnando il 43,12 per
cento dei voti, affermazione buona ma
non sufficiente (era necessario il 50 per
cento pi uno) per essere eletto sindaco
al primo turno.
Gozzoli andr al ballottaggio il 19 giugno
con lex primo cittadino Roberto Buda
(Lista civica per Buda) che ha ottenuto il
23,70 per cento dei voti, distanziando di
poco Roberto Papperini (Movimento
Cinque Stelle) che ha raggiunto il 21,67
per cento delle preferenze. Si fermato
all11,49 per cento Antonio Tavani (Lega
Nord, Forza Italia, Fratelli dItalia).
Nel dettaglio, il Pd il primo partito con
il 36,75 per cento delle preferenze.

Seguono la Lista civica per Buda con il


23,45 per cento, il Movimento 5 Stelle
con il 21,55 per cento, Lega Nord con il
6,92 per cento, Forza Italia con il 4,07 per
cento, Pri 3,75 per cento, Cesenatico
sport e turismo 2,74 per cento e Fratelli
dItalia con lo 0,73 per cento.
Soddisfatto Gozzoli: Dopo una lunga
corsa siamo giunti al ballottaggio e ci
arriviamo in testa di quasi venti punti.
Abbiamo ottenuto 5.608 voti e la
maggioranza in tutti i 23 seggi. Sar un
ballottaggio con Roberto Buda, ma la
citt ha gi scelto con forza e chiarezza:
prevalsa la voglia di cambiare rispetto a
chi ha governato negli ultimi cinque
anni. Il nostro progetto stato premiato
e ora non possiamo fermarci. Torneremo
porta a porta dai cittadini per dare forza
alle nostre idee. Manca lultimo sforzo, lo

dobbiamo fare per Cesenatico, non


possiamo permetterci che si confermi
sindaco chi ha immobilizzato il Comune,
creando il vuoto attorno a s, e
portandolo al commissariamento.
Sereno Buda: Devo fare i complimenti a
tutte le numerose persone che hanno
realizzato un miracolo a Cesenatico. La
lista civica Per Buda, nata pochi mesi fa
mettendo insieme tante persone
innamorate di Cesenatico, diventata la
seconda forza politica della citt. Questo
un evento incredibile ed
entusiasmante: 2.982 cittadini hanno
votato Lista civica per Buda e 3.083
hanno votato per Buda sindaco. Ora si
prospetta unaltra grande sfida:
mantenere Cesenatico libera dallo
strapotere del Pd, che ha in mano tutto
nella nostra Regione.
Commenta Papperini: Vorrei ringraziare
i 2.819 cittadini e cittadine che hanno
votato per me e per il Movimento 5 Stelle.
Vorrei inoltre ringraziare il gruppo di
attivisti e professionisti che in questi
anni, con impegno e passione civica,
hanno costruito un progetto politico
onesto e coerente, senza compromessi e
rapporti clientelari con partiti e affaristi.
Ci siamo adoperati per dare finalmente la
possibilit di votare unalternativa ai
partiti che, trasversalmente, hanno
portato al dissesto il nostro Comune.
Siamo fieri del nostro lavoro che
continuer, ancor pi deciso, allinterno
del Consiglio comunale nei prossimi
cinque anni.
Deluso Tavani: Eravamo fiduciosi. Ce
labbiamo messa tutta. Evidentemente gli
elettori hanno ritenuto le proposte degli
altri partiti migliori delle nostre. Forse
non siamo stati capiti o siamo arrivati in
ritardo. Bagnini, commercianti e
albergatori erano tutti contrari a noi
perch eravamo gli unici a proporre
limposta di soggiorno. Rimane il fatto
che abbiamo perso in malo modo. Ora
dar il mio contributo come minoranza,
ma potrei lasciare il posto in Consiglio
comunale a qualcuno pi giovane di me.
Ho sempre fatto dello sport. Il pi delle
volte ho perso. Ho imparato che bisogna
prendere tutto con filosofia.
Matteo Venturi

15

Fusioni Bcc
Nasce RomagnaBanca
Credito Cooperativo
Approvata fusione, bilancio ok e festa con i soci.
Si sono svolte due assemblee di portata storica,
sabato scorso, presso il Grand Hotel Da Vinci di
Cesenatico, tra mattino e pomeriggio, spazio sia
allannuale assemblea della Banca di Credito
Cooperativo di Sala di Cesenatico, sia
allassemblea straordinaria per deliberare il via
libera alla fusione con la Bcc Romagna est,
dando vita al nuovo istituto creditizio
RomagnaBanca Credito Cooperativo dal primo
gennaio 2017.
Allordine del giorno, in primis, cera
lapprovazione del bilancio 2015 ed era presente
anche il direttore della Federazione delle
Banche di credito cooperativo dellEmiliaRomagna, Valentino Cattani. La Bcc chiude
lesercizio annuale 2015 con dati positivi: lutile
netto stato pari a 181 mila euro, il totale degli
impieghi si attestato a 365 milioni e 611 mila
euro, mentre la raccolta totale a quota 482
milioni e 833 mila euro. La relazione di bilancio
stata illustrata dal presidente Bcc Sala,
Patrizio Vincenzi, e dal direttore generale della
banca, Diego Merli. Alta la partecipazione dei
soci, 637 tra presenti e deleghe.
Nel rinnovo delle cariche sono stati eletti i
cinque membri del Consiglio di amministrazione:
Patrizio Vincenzi, Gianluca Tappi, Barbara
Camporeale, Elmo Maraldi, e Francesco Sasseli,
mentre il presidente del Collegio sindacale
stato confermato Maurizio Battistini.
Molto positivo risultato anche il bilancio di
Romagna est, che ha chiuso con un utile di un
milione e 300 mila euro.
La nuova banca, che comincer a operare da
gennaio prossimo avr sede legale a Savignano,
e sedi amministrative a Bellaria e Sala di
Cesenatico. Le filiali sono 28, 4280 i soci, 260 i
collaboratori, operativit in 10 Comuni nelle
province di Rimini, Forl-Cesena, Ravenna. Il Cda
sar formato da 12 consiglieri (7 di Romagna est
e 5 di Bcc Sala). Il concambio delle azioni
avverr con unazione da 100 euro per ogni
azione di pari valore di Bcc di Sala e di due azioni
da 51,64 euro di Romagna est, con eventuale
integrazione dei residui.
Per i soci di Bcc Sala sabato scorso, seguita una
serata di gala, con la partecipazione di circa
1500 persone, presso la nuova Fiera di Rimini. La
serata stata allietata da varie attrazioni, tra
cui la musica, il ballo e lallegria pungente del
comico Giuseppe Giacobazzi.
Gm

16

Gioved 9 giugno 2016

Valle del Rubicone

Suor Maria Rosa | In comunit a Longiano


LA COMUNIT DELLE
SUORE FRANCESCANE
MISSIONARIE DI ASSISI, che, assieme ai
frati minori conventuali,
anima il santuario del
Santissimo Crocifisso di
Longiano, si arricchisce
di una nuova presenza.
Suor Maria Rosa Piombini ha fatto il suo ingresso domenica 5
giugno, in occasione
della celebrazione conclusiva delle attivit pastorali dellanno sociale.
Originaria di Palermo, 31
anni, entrata in convento cinque anni fa e ha
preso i voti lo scorso 14
maggio.
Nella foto, suor Maria
Rosa al centro, in
mezzo a suor Emilia Miraglia,
responsabile
della comunit delle
suore, e a fra Mirko
Montaguti, guardiano
del convento e rettore
del Santuario. (Mv)

Gambettola
Ponte sul Rigossa
Sabato 11 giugno
linaugurazione
ono giunti al termine i lavori di
costruzione del nuovo ponte sul torrente
SRigossa.
La data di inaugurazione stata
ssata per sabato 11 giugno alle 10. Sar
presente il presidente della regione Emilia
Romagna Stefano Bonaccini.
Il programma dellinaugurazione, a cui
parteciper la banda Citt di Gambettola,
prevede il ritrovo alle 9,45 in via Buozzi. A
seguire, dopo il taglio del nastro, gli
interventi del sindaco Roberto Sanulli, del
progettista e direttore lavori, Leopoldo
Raffoni, del presidente del Consorzio di
bonica della Romagna, Roberto Brolli.
Limpresa che ha realizzato i lavori la
Coromano srl.
Lintervento ha comportato un
investimento di circa 450mila euro, dei
quali 30mila nanziati dalla Regione e i
restanti 150 mila a carico del bilancio
comunale.

La sua lista civica appoggiata dal centrodestra Gatteo che vorrei si affermata con un ampio margine
di vantaggio, ottenendo il 64,45 per cento (2.879 voti)
alle elezioni di domenica 5 giugno

Gianluca Vincenzi
sindaco bis di Gatteo
G

ianluca Vincenzi stravince le


elezioni e si conferma sindaco di
Gatteo. La sua Gatteo che vorrei,
lista civica appoggiata dal centrodestra, si
affermata con un ampio margine di
vantaggio, ottenendo il 64,45 per cento
(2.879 voti). Nel 2011 Vincenzi era stato
eletto con il 43,70 per cento.
Seguono Iglis Bellavista (Bella Gatteo,
centrosinistra) con il 26,05 per cento
(1.164 voti) e Tonino Venturi (Movimento
5 Stelle) con il 9,49 per cento (pari a 424
preferenze).
I voti nulli sono stati 54 e le schede
bianche 23. Affluenza al 64,80 per cento.
Risultano eletti in Consiglio comunale,
per la Gatteo che vorrei, oltre a Gianluca
Vincenzi, Pierandrea Biagini (172
preferenze), Daniele Candoli, Roberto
Pari, Deniel Casadei, Angelo Bocchini,
Donatella Grilli, Lorenzo Campedelli e
Marianna Acquaviva.
La Bella Gatteo sar rappresentata da
Iglis Bellavista, Angelo Luigi Ramilli e
Werther Zani, il Movimento 5 Stelle da
Tonino Venturi.
Credevamo fortemente nella vittoria, ma
non in queste proporzioni - ha ammesso

La nostra responsabilit
aumenta - ha riconosciuto
Vincenzi -. Un tale risultato non
lo raggiunge una persona sola,
anche se questa pu aver dato
identit a tutto il movimento
Vincenzi allindomani del voto -. Questo
ci dimostra che il nostro lavoro stato
apprezzato e che i cittadini di Gatteo lo
hanno riconosciuto. Quando si dice di
voler essere il sindaco di tutti si viene
spesso contestati. Un risultato di questo
tipo la conferma materiale di aver agito
senza fare discriminazioni e favoritismi,
nel rispetto di tutti e di quello che noi
siamo.
La nostra responsabilit aumenta - ha
riconosciuto Vincenzi -. Un tale risultato
non lo raggiunge una persona sola, anche
se questa pu aver dato identit a tutto il
movimento. Se dietro non ci sono tanti
uomini e donne che ti seguono in tutto
quello che occorre fare e organizzare, il
risultato non si raggiunge. Poi c la
fiducia dei cittadini che in questo caso si

Gatteo
Convention Bcc
Quelli del Retail Lab
Lo scorso 27 maggio presso la sala
multimediale del Credito Cooperativo
Romagnolo di via della Cooperazione, a Gatteo,
si svolta la prima convention intitolata
Quelli del Retail Lab, che ha visto la
partecipazione dei responsabili marketing e
commerciale provenienti da 18 Bcc italiane sul
tema della vendita di prodotti e lapproccio alla
clientela retail, ovvero privati e piccole attivit
imprenditoriali. Per loccasione si sono ritrovati
anche alcuni rappresentanti di aziende del
territorio che hanno raccontato la loro
esperienza commerciale e di distribuzione,
insieme ai rappresentanti delle principali
societ prodotto legate al Gruppo Bancario
Iccrea.
Nel corso della mattinata, sono intervenuti i
responsabili marketing di alcune banche di
credito cooperativo italiane come Bcc Manzano,
Bcc Romagna Est, Bcc Alto Reno, Bcc del Garda
e Bcc Piove di Sacco, mentre nel pomeriggio,
dopo lintervento di Giancarlo Petrini e Valter
Baraghini, rispettivamente direttore generale e
presidente del Credito Cooperativo Romagnolo,
sono intervenuti Eugenio Angelino, direttore di
Promozione Alberghiera, Antonio Carasso,
coordinatore di Unione Prodotto Costa,
Emiliano Di Lullo, responsabile marketing per il
Gruppo Amadori, Maurizio Zappatore, direttore
commerciale Orogel, Alberto Moretti direttore
commerciale dei canali distributivi per Conad e
per nire Giulio Feliziani, ingegnere
aerospaziale di Leonardo Spa (ex
Finmeccanica).
Lesperienza ha dato i suoi frutti rivelandosi
unottima occasione di confronto costruttivo
mirato al futuro del mondo delle Bcc e non solo.
Ar.Al.

Sogliano al Rubicone
Quintino Sabattini
confermato sindaco
manifestata in maniera ampia.
Niente di pi bello - ha aggiunto -
continuare a lavorare per il nostro
Comune portando avanti progetti avviati
e mettendone in campo di nuovi sempre
e solo con lobiettivo di rendere migliore
la qualit della vita e far s che i gatteesi
siano orgogliosi del proprio Comune.
Vincenzi ha confessato di essersi gi
messo allopera ancora con pi voglia di
lavorare e senza perdere neanche un
secondo di questa nuova possibilit che i
cittadini mi hanno dato.
Fra le priorit: ricostruire la squadra che
former la Giunta e incontrare i nuovi
componenti del Consiglio comunale per
stabilire insieme le modalit con cui
portare avanti il lavoro quotidiano.
Matteo Venturi

Quintino Sabattini stato riconfermato


sindaco del comune di
Sogliano al Rubicone
nella tornata elettorale
di domenica scorsa. Lo
scarto stato di una
settantina di voti dallo
sdante Enzo Baldazzi. E
Sabattini, sindaco della
lista "Continuare con
coraggio" ha ringraziato
amici e sostenitori per
lassenso ottenuto. "Un immenso grazie a
tutti, a quanti hanno lavorato assieme a
noi in questi anni ed in questi ultimi mesi
di campagna elettorale, ma soprattutto
grazie mille volte grazie a tutti i nostri
sostenitori che non ci hanno lasciato un
attimo". E gi luned scorso stata festa in
piazza a Sogliano.
Cf

Giorgio Magnani racconta al Lions Rubicone la storia dellordine nella nostra regione

I templari rivivono in Romagna


U

na serata
dedicata
ai
cavalieri
templari in
Romagna: di
DA DESTRA, IL PRESIDENTE DEL LIONS CLUB RUBICONE MARIO CANTELLI,
questo
GIORGIO MAGNANI E UNA DELEGAZIONE DELLA COMPAGNIA DI SAN MIargomento ha
CHELE DI SANTANGELO DI GATTEO (NATA NEL 2007)
parlato il
giornalista Giorgio Magnani in una serata animata dalle molte domande del
folto pubblico presente, organizzata dal Lions Valle del Rubicone, nella
serata di mercoled 25 maggio.
La vicenda dei cavalieri templari molto nota al grande pubblico attraverso
tutta una serie di romanzi, pi o meno recenti, fino al famosissimo Codice
Da Vinci di Dan Brown. Era il 1309 quando tutto lordine dei cavalieri
templari fu messo sotto accusa: il re di Francia Filippo il Bello voleva
ottenere i grandi possedimenti economici dei templari, e il papa Clemente
V, un Papa debole, ostaggio del re di Francia, fu costretto ad acconsentire.
La storia dei templari, ordine cavalleresco dimportanza europea, ha anche
dei riverberi sulla storia locale. Faenza, Meldola, Forl, Cesena, Longiano,

Rimini: queste erano le sedi delle


mansioni templari nella nostra
regione.
Di fronte al numeroso pubblico, una
delegazione della Compagnia di San
Michele di SantAngelo di Gatteo (nata
nel 2007) ha riprodotto il passaggio delle
consegne fra frate Atto di Longiano e
frate Giacomo da Modena: un evento
storico realmente accaduto, che vide i
templari passare sotto le insegne dei
cavalieri di San Giovanni. Tale evento
permise ai templari in Romagna di non
essere processati, come invece accadde
in Francia.
Ci sono ancora dei tesori templari, ben
nascosti, nel nostro territorio? Giorgio
Magnani ha ricordato la chiesa dei santi
Simone e Giuda, collocata nel Bosco
(oggi Gambettola), in quello che oggi

territorio longianese. I cavalieri di San


Giovanni cambiarono nome in cavalieri
di Rodi e, oggi, cavalieri di Malta: essi
sono dunque gli ultimi eredi della
tradizione templare. A Longiano, la
chiesa dei templari fu distrutta nel 1969
per realizzare un parcheggio: i reperti di
quella chiesa si trovano oggi nella chiesa
di Santa Cleofe a Budrio. A Rimini
esisteva la chiesa di San Michelino in
Foro (oggi piazza Tre Martiri); anche di
questa chiesa oggi non rimane quasi pi
niente, se non unabside, inglobata per
in un condominio moderno. Si narrava
che da questa chiesa partisse un
percorso sotterraneo che raggiungeva i
colli di Covignano: che sia l il
misterioso tesoro dei templari
romagnoli?
Paolo Turroni

Valle del Savio

Gioved 9 giugno 2016

17

Top gun romagnolo


Ogni volo
unemozione
Gianni Ammoniaci, originario di San Piero in
Bagno, racconta la sua esperienza di pilota militare
di velivoli da caccia e collaudatore a Finmeccanica

ilota militare, prestato per una breve


parentesi agli aerei di linea e poi
collaudatore per Finmeccanica. In
totale vanta oltre 11mila ore di volo:
unenormit per un pilota nato come
militare. Ecco le originalit di Gianni
Ammoniaci, originario di San Piero in
Bagno ma, ormai da oltre 40 anni, in giro
per lItalia e per il mondo. Un curriculum
da fare invidia a chiunque, ma che
raccontato dal diretto interessato pare
quasi normale tanta la naturalezza e
lumilt con cui lo descrive. Classe 1956, a
fine anno dovr per forza di cose mettersi
a riposo, almeno per quanto riguarda il
volo attivo.
Dopo aver frequentato lIstituto
Undicimila ore di volo
aereonautico a Forl - racconta
allattivo, una formazione
Ammoniaci ripercorrendo la propria
carriera - nel 1975 sono entrato in
di alto livello tra lItalia
Accademia a Pozzuoli, vicino a Napoli e
e gli Stati Uniti
qui ho seguito il corso per quattro anni. Al
termine sono stato selezionato per il corso
senza mai dimenticare
di pilotaggio negli Stati Uniti dove ci
le proprie radici
hanno formati per diventare piloti militari
di velivoli da caccia.
Specie in quegli anni il fascino dei Top Gun (dallomonimo film statunitense di
met anni 80) alle stelle. Uno spaccato, ovviamente romanzato, che
comunque ha aspetti veritieri dato che si era in piena guerra e una realt che
Ammoniaci, partito a 19 anni dalla sua tranquilla San Piero, ha vissuto in prima
persona.
In effetti avevo poco pi di 20 anni - ricorda con un po di nostalgia - e con una
innata passione per volare. Una passione che mi ha condotto in una delle pi
importanti scuole di pilotaggio del mondo. Dopo un anno di corso sono
tornato in Italia e per 4 anni sono stato pilota Combat Ready su velivolo F-104S
del 102 Gruppo - 5 Stormo di Rimini. In pratica sono tornato,
momentaneamente, a casa.
Ma in Romagna si fermato solo per tre anni. Nel 1986 tornato negli Stati

SantAlberico
Messe alleremo
Con lavvicinarsi
dellestate sono
sempre tanti i
pellegrini, i turisti e
gli amanti del
trekking che si
avventurano nei
luoghi dellAlto Savio per trascorrere un
tempo di quiete e pace. E altrettanti quelli che
fanno tappa alleremo di SantAlberico, in
localit Capanne di Verghereto dove sono
riprese le Messe secondo un orario che sar
valido per tutto il periodo estivo fino al
prossimo autunno: si terranno ogni venerd
mattina alle 10 e la domenica pomeriggio alle
16. Saranno celebrate da don Edero Onofri,
parroco di Alfero-Riofreddo-Capanne. Fresco
di nuova nomina, don Edero da settembre
diventer collaboratore presso il santuario di
San Vicinio, a Sarsina. A custodire leremo
(oltre 1100 metri di quota sul livello del mare)
da aprile scorso stato nominato Gianbattista
Ferro, originario di Bergamo.

Uniti per il corso di pilota collaudatore


presso la Test Pilot School di Edwards Afb,
in California. E la base dove, inizialmente,
atterravano gli Space Shuttle, tanto per
capirci. Rientrato in Italia, gli incarichi
importanti si sono susseguiti con una
puntualit impressionante. Da citare, fra i
tanti, aiutante di volo del capo
dellAeronautica italiana. Nel 1995 il Capo
di Stato maggiore lo rispedisce in
America come addetto aeronautico
allambasciata di italiana negli Stati Uniti,
a Washington dove, in pratica, era
linterfaccia fra Usa e Italia sulle questioni
militari in fatto di aerei.
Nel triennio 1998-2000 stato il
comandante della base aeronautica di
Piacenza, una delle pi importanti dItalia.
E in quel periodo scoppiato il conflitto
nei Balcani e anche dalla base di Piacenza
partivano gli aerei da caccia, i famosi
Tornado.
Poi per alcuni anni - continua a
raccontare il pilota - mi sono preso una
parentesi di relax, se cos la vogliamo
definire, facendo il pilota di linea. Ma nel
2006 arrivata lopportunit di
Finmeccanica, oggi Leonardo Company,
presso la quale sono tuttora collaudatore.
Collaudare gli aerei di Finmeccanica non
cosa da poco. I piloti collaudatori sono
pochissimi e va sottolineato che lazienda
una delle pi importanti del mondo.

Calbano in festa
La comunit celebra
SantAntonio da Padova
Anche questanno ritorna, puntuale, la
ricorrenza pi amata dalla popolazione di
Calbano di Sarsina, la festa del patrono
SantAntonio da Padova. Loratorio del borgo

del castello dedicato al santo padovano


FOTO ARCHIVIO DB
almeno dal 1657. Domenica 12 giugno, alle
16, sar celebrata la Messa solenne cantata
da tutta lassemblea. Si canter il locale inno di SantAntonio scritto nella parte
melodica nel 1972 dal parrocchiano Roberto Castellucci. Al termine la solenne
processione per le vie del castello e del borgo, dove si respira unaria festosa e
accogliente. Sul sagrato si concluder con la benedizione e il bacio alla reliquia
con frammento di osso del Santo. Nel borgo si continuer col rinfresco per tutti.
Gli abitanti del borgo, oltre cento persone suddivise in 55 famiglie, sono eredi
di tanti tesori: il castello medioevale, la chiesa di SantAntonio, lArena plautina,
le fondamenta di epoca etrusca. Nel 1984 sono stati realizzati importanti lavori
di manutenzione a tutto ledificio da parte del parroco don Renzo Marini.
Calbano ha visto negli ultimi anni un aumento considerevole di persone, dopo
la costruzione di diverse ville. Da sempre i fedeli si recano nella basilica
cittadina per i servizi religiosi e in Quaresima e Avvento anche a Calbano viene
tenuto, nelle famiglie, lincontro sulla Parola di Dio con buona partecipazione.
A Calbano si rivivono tempi lontani, grazie al calore ospitale e laccoglienza
genuina.

A volte pu capitare di volare su aerei del


tutto nuovi - precisa - mentre altre volte si
tratta di provare aggiornamenti o nuovi
sistemi per i velivoli costruiti da
Finmeccanica. Abbiamo effettuato
tantissime varianti al C27J, adattandolo a
ogni situazione ambientale e per qualsiasi
scopo. E ogni volta occorrono molte ore di
collaudo.
Una vita volando, quindi, per Ammoniaci.
Con le sue 11mila ore allattivo
rappresenta probabilmente un record
nazionale considerato che ha fatto il pilota
di linea per pochissimo tempo, mentre la
maggior parte di ore le ha passate sui
velivoli militari.
Si potrebbe pensare che, per un pilota con
la sua esperienza, volare sia ormai una
routine. E invece Ammoniaci smentisce:
Ogni volta unesperienza nuova. Ogni
volo emozionante per mille motivi. Non
c mai nulla che si ripete e serve sempre
la giusta tensione. E alla fine di ogni volo
serve sempre unautocritica per capire
dove si poteva fare meglio.
Sposato e padre di tre figli, ogni tanto
torna a trovare i parenti e gli amici a San
Piero. Ho girato il mondo e oggi vivo a
Torino - conclude Ammoniaci - ma le
radici non le dimentico. Fra laltro, e lo
dico per esperienza, la Romagna davvero
uno dei luoghi dove si vive meglio.
Cristiano Riciputi

Nozze di diamante

Nozze di diamante per LINO PETRINI e


CAROLINA PETRINI di Monte Sorbo di
Mercato Saraceno.
Domenica 5 giugno alla Pieve di Monte
Sorbo i coniugi, sposi da 60 anni, hanno
rinnovato la promessa di matrimonio avvenuto il 3 giugno 1956 nella chiesa di
Ranchio di Sarsina.
Hanno festeggiato questo evento speciale
circondati dall'affetto di tutti i familiari e
dei parrocchiani di Monte Sorbo e Ciola.

18

Solidariet

Gioved 9 giugno 2016

SARSINA
E MERCATO SARACENO
La milanese Giorgia
Benusiglio ha raccontato
la sua storia. Lassunzione
di mezza pasticca di ecstasy
le ha reso necessario
un trapianto di fegato

revenzione a partire dalle classi


medie perch ci sono ragazzi che
fanno uso di droghe gi a 11 anni.
Quello della prevenzione nelle scuole
diventato pi che un lavoro per Giorgia
Benusiglio, ragazza milanese di 34 anni
che ha visto la sua vita cambiare
radicalmente a 17 anni, dopo aver
assunto mezza pasticca di ecstasy in
discoteca con gli amici. la sua
vocazione, oggi: parlare nelle scuole,
informare, promuovere una cultura
contro le droghe. la strada tracciata dal
padre Mario, che oggi non c pi, e che
allinizio le metteva paura intraprendere.
Oggi Giorgia (nei giorni scorsi stata
intervistata da tutti i Tg per la tragica
morte della sorella) gira lItalia per
raccontare la sua storia. Luned 30 e
marted 31 maggio stata a Sarsina e a
Mercato Saraceno. Ha incontrato le
classi terze delle scuole media e la sera
del 30, tutta la cittadinanza nel Centro
culturale plautino che ha partecipato
numerosa. Un evento organizzato in
collaborazione con la Consulta delle
donne di Sarsina.
Tutto ha inizio una sera in discoteca con
gli amici. Era il 1999, Giorgia assume

stata prorogata al 2016 liniziativa


Home Care Premium, il bonus erogato
dallInps destinato a dipendenti e
pensionati pubblici che sono in
condizioni di non autosufficienza o che
assistono in casa persone non
autosufficienti o con disabilit grave.
Quindi la scadenza del bonus per i
soggetti oggi beneciari di Home Care
Premium 2014, originariamente ssato
al 30 giugno 2016, stata differita al
31 dicembre 2016.
La decisione stata assunta in ragione
della moltitudine dei soggetti coinvolti
e della difficolt a disporre di dati certi

Amori solidali
Dalle nozze 19mila euro
per la ricerca

Con la droga
mai scendere
a compromessi
P

Home Care Premium


Proroga
fino al 31 dicembre 2016

Irst Meldola

LA TESTIMONIANZA DELLA
BENUSIGLIO AI RAGAZZI
DELLE CLASSI TERZE
DELLA SCUOLA MEDIA ZAPPI
DI MERCATO SARACENO,
MARTED 31 MAGGIO

mezza pasticca di
ecstasy sciolta
nellacqua. La
diagnosi spietata:
epatite fulminante
di origine tossicologica. C bisogno di
un trapianto di fegato. Lorgano le verr
donato da Alessandra, che ora continua
a vivere in me, giovane ragazza morta in
un incidente stradale perch non aveva
le cinture di sicurezza. Da quel giorno,
per lei e la sua famiglia, inizia il calvario.
Lunghe ore di intervento, la ricaduta,
una nuova operazione. Un mese e
mezzo in terapia intensiva - racconta sono arrivata a pesare 27 chili, avevo i
muscoli atrofizzati. I miei genitori
potevano venirmi a trovare solamente se
bardati dalla testa ai piedi perch avevo
le difese immunitarie basse. Ancora oggi
vive grazie allassunzione di farmaci
antirigetto, con globuli bianchi molti
bassi che la rendono pi sensibile a
qualsiasi tipo di malattia. Grazie ai
continui controlli mi hanno
diagnosticato per tempo, cos siamo
riusciti a curare un tumore maligno, altra
conseguenza dellintervento.
Vi chiedo di ricordarvi della mia storia ha detto ai ragazzi -. Provate a
immedesimarvi nella mia situazione.
Immaginate come potrebbero sentirsi i
vostri genitori. Nel loro volto vedrete
delusione mista a impotenza. Un mix

che vi assicuro vi porterete dietro per


tutta la vita. E ancora: Prendetevi cura
di voi stessi. Io ho dovuto rinunciare ai
miei sogni. Uno era la danza classica. Ho
sofferto quando ho appeso le scarpe al
chiodo. Le paure quotidiane sono
sempre con lei, quanto durer il mio
organo? Cinque, otto anni? La mia vita
ha una scadenza? Il rischio che ho corso
stato quello di smettere di sognare. Poi
linizio di un nuovo percorso, una sorta
di riscatto. Ho iniziato di nuovo a vivere
solo pensando che la vita oggi, come se
ogni giorno fosse lultimo. Fate della
vostra vita un capolavoro - ha ripetuto
pi volte -. Nessuno che ha avuto a che
fare con sostanze lo ha fatto. La droga
colpisce anche le famiglie normali,
come successo a quella di Giorgia,
apparentemente immune da questo
problema. E arrivata allimprovviso, la
ragazza milanese non era
tossicodipendente. Ma una serata di
sballo con gli amici le stata quasi fatale.
A quel tempo circolava un volantino del
Ministero della Salute che diceva pi o
meno cos: la droga fa male ma se
proprio vuoi assumerla ti diamo
indicazioni per ridurre danni e rischi.
Allora ho pensato: lo faccio una volta
cosa vuoi che mi succede? Ma con la
droga non si pu scendere a
compromessi. Mai.
Michela Mosconi

NOTIZIARIO PENSIONATI
relativi alla spesa per prestazioni
integrative e gestionali.
LHome Care Premium il progetto che mira
a valorizzare lassistenza domiciliare per le
persone disabili e non autosufficienti,
attraverso un contributo premio
nalizzato alla cura a domicilio di tali
soggetti.
Il bonus pu essere richiesto dai soli
dipendenti e pensionati pubblici per se
stessi e per i familiari conviventi o di primo
grado non autosufficienti (anziani o anche i
gli minori disabili). Il bonus erogato a

Auguri alla signora Stamura


I Pensionati della Cisl di Cesena nei giorni scorsi hanno omaggiato la
loro associata Stamura Comandini in occasione del suo centesimo
compleanno, alla presenza dei parenti e del sindaco di Montiano,
presso la casa di riposo La Meridiana a SantAndrea in Bagnolo.

Grazie alla generosit di una coppia di neo


sposi e al fondamentale supporto della
Fondazione Nadia Salcini, lIstituto tumori
della Romagna ha ricevuto una donazione di
19mila euro per le proprie attivit di ricerca
oncologica. In particolare, la somma sar
destinata a sostenere il progetto Arthe,
uninnovativa tecnica per la cura dei tumori
alla mammella messa a punto dal dottor
Giovanni Paganelli, direttore dellUnit di
Medicina nucleare Irst Irccs.
La somma il risultato di un gesto di grande
generosit da parte di una coppia di neo
sposi cesenati che ha deciso di rinunciare,
in occasione del loro matrimonio, ai regali
di nozze chiedendo agli invitati di fare una
donazione alla Fondazione che ha, a sua
volta, devoluto a Irst la somma raccolta.
Il progetto denominato Arthe, acronimo di
Avidination for radionuclide treatment,
una nuova metodica sperimentale per il
trattamento di lesioni non palpabili della
mammella identicate nellambito dello
screening oncologico e confermate come
maligne attraverso una biopsia.
La tecnica Arthe prevede una semplice
iniezione locale di una soluzione
minimamente radioattiva nella piccola
cavit creata dal prelievo di materiale della
biopsia. In questo modo si potr ottenere
una distribuzione del radiofarmaco proprio
nel sito dove si trova la massa tumorale.
Questa metodica, nella prima fase, sar
eseguita in regime ambulatoriale presso la
Prevenzione oncologica dellAusl della
Romagna sede di Forl. Dopo qualche
settimana, a seguito dellintervento
chirurgico, si potr valutare se permangono
cellule tumorali oppure se il radiofarmaco
gi stato in grado di eliminare tutte le
cellule malate. Se i risultati risponderanno
a quanto atteso, questa metodica,
minimamente invasiva, potr sostituire
lintervento chirurgico per alcuni
sottogruppi di donne con lesioni non
palpabili e che oggi devono purtroppo
subire interventi e cure particolarmente
pesanti.
La bont del progetto Arthe porr le basi
per il lo studio successivo denominato Iart.

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Dichiarazione dei redditi: c tempo fino al 23 luglio per il 730


Slitta al 22 luglio la scadenza per la
presentazione del 730 sui redditi del 2015.
La misura concede pi tempo a
dipendenti, pensionati e agli stessi centri
di assistenza fiscale per presentare la
dichiarazione dei redditi semplificata.
La proroga potrebbe riguardare, come gi
successo nel 2015, anche i 730
precompilati. In questo caso si allungano
anche i tempi dei possibili rimborsi, in
caso di deduzioni e detrazioni (mutuo e
spese mediche), da parte del Fisco. I
rimborsi nel cedolino della pensione o in
busta paga saranno nel mese successivo.
Chi ancora dovesse presentare la
denuncia dei redditi pu prenotarsi
chiamando il numero verde 800 800 730,
oppure presso le nostre sedi CISL, on line
sul sito www.cislromagna.it oppure sulla
pagina facebook Caf Cils Emilia
Romagna.
anche tempo di versamento di tributi sulla
casa: Imu e Tasi 2016.
Al riguardo, si ricorda che da questanno lImu
va pagata soltanto sulle abitazioni non adibite
favore di chi assiste anziani e disabili prevede un
contributo che oscilla tra un minimo di 400 euro al
mese e un massimo di 1.200 euro al mese. Limporto
del contributo assistenziale mensile pu subire
variazioni in base allISee del richiedente e a un
punteggio che indica il grado di autosufficienza del
soggetto beneciario. La somma massima di 1.200
euro prevista per i casi in cui i redditi annuali siano
inferiori agli 8mila euro annui.

ad abitazione principale vista labrogazione


della tassa sulle prime abitazioni.
Il versamento della prima rata previsto entro
il 16 giugno, il saldo invece sar dovuto entro il
16 dicembre 2016.

La domanda, per poter ricevere il bonus dellInps, pu essere


fatta attraverso il sito dellIstituto di previdenza con il proprio
Pin online di accesso, oppure presentando la modulistica
richiesta agli sportelli Inps del proprio territorio di
appartenenza. Il richiedente dovr avere precedentemente
presentato la Dichiarazione Unica Sostitutiva che consente la
possibile consultazione, da parte dellente, del modello Isee del
nucleo familiare nel quale risulta inserito anche il beneciario
del bonus Inps.

Cultura&Spettacoli

Gioved 9 giugno 2016

Laboratori teatrali estivi


con Paolo Montevecchi
AlBonci
di Cesena
lattore
Alessandro
Cremona

marzo, patrocinati dal Comune di Cesena. I corsi di Montevecchi toccano


sette differenti nalit teatrali e prevedono anche un incontro collettivo
gratuito mensile supplementare.
Dopo aver portato gli allievi in sala di registrazione il mese precedente, per
meglio comprendere le tecniche di registrazione della propria voce, questa
abato 28 maggio stato a Cesena lattore volta Montevecchi ha deciso di fare incontrare ai suoi allievi e al pubblico di
Alessandro Cremona, apparso al cinema
Cesena, lantagonista di James Bond, Alessandro Cremona, che ha tenuto
come antagonista dellagente James Bond nel una lezione insieme agli allievi sul palcoscenico del Teatro Bonci nel
lm Spectre, ultimo lm della saga dedicata pomeriggio di sabato, e ha incontrato il pubblico in una festa privata
alla spia inglese. La sua presenza in citt
organizzata per la serata e a cui chiunque ha potuto partecipare.
dovuta alla sua partecipazione come docente Lincontro sul palcoscenico ha permesso agli allievi di toccare con mano
speciale ai 7 Laboratori Teatrali che Paolo
tutta la parte tecnica del palcoscenico che solitamente nascosta dietro agli
Montevecchi sta tenendo a Cesena dal mese di spettacoli teatrali e al tempo stesso Alessandro Cremona e Paolo

di Filippo Cappelli
Multisala Aladdin (Cesena)
Multisala Eliseo (Cesena)
Uci Romagna (Savignano sul Rubicone)

WARCRAFT - Linizio
di Duncan Jones

MINIERE DI FORMIGNANO,
VICINO A BORELLO DI CESENA

SITO DI CORZANO
(SAN PIERO IN BAGNO)

A tutta bellezza@governo.it
S

ono stati tantissimi i cittadini del


Cesenate a mobilitarsi a favore del
recupero di siti di valenza storica,
culturale e religiosa del nostro territorio.
Lo hanno fatto aderendo alliniziativa del
Governo che ha messo a disposizione
150 milioni di euro per il recupero di
luoghi dimenticati, attraverso una
segnalazione via mail allindirizzo
bellezza@governo.it. Il termine ultimo
per linvio delle email stato il 31
maggio. Segnalazioni di tutto quel
patrimonio minore che giace,
dimenticato e in pessime condizioni, nei
nostri borghi, in quellItalia di provincia
che fatica a bucare lo schermo e a farsi
conoscere dal grande pubblico, ma non
per questo meno attraente.
DallAlto Savio al mare, tanti sono stati i
siti segnalati a Roma. Abbiamo gi avuto
modo di parlare in queste pagine della
chiesa della Beata Vergine della Vena, a
Cesenatico. vicina al tracollo statico. Si
tratta di una chiesa antica, nata nel 1674
come oratorio in seguito al ritrovamento
dellimmagine sacra della Madonna sulle
rive della vicina Vena. Si fatto carico
della segnalazione al Governo Daniele

Vaienti, presidente dellUniversit della


Terza Et di Cesena.
A Cesena, a tenere desta lattenzione su
un progetto esistente dal 2005, quello
relativo al Museo della centuriazione a
Bagnile, stata lassociazione Terre
Centuriate con il neo presidente Michele
Ceccaroni. Pi di cento le mail inviate
per il recupero dello stabile in cui far
nascere il museo, che darebbe la
possibilit di valorizzare un grande
tesoro, quello che stiamo percorrendo da
oltre 2000 anni, fatto di strade, scoli,
campi, poderi. Salendo verso la collina,
altro luogo per il quale molti cittadini si
sono mobilitati grazie anche a Pier Paolo
Magalotti della Societ di ricerca e studio
della Romagna mineraria, riguarda il
villaggio minerario di Formignano, nei
pressi di Borello. unarea di circa cento
ettari, unica testimonianza di un lavoro
che per secoli stato rilevante nel
comprensorio cesenate e ultimo sito di
archeologia industriale.
Proseguendo nella valle del Savio, a finire
sotto la lente del Governo stata lantica
chiesa di San Salvatore in Summano, la
Badia, in localit Montalto di Sarsina. Ha

Montevecchi hanno raccontato la loro


esperienza di attori cinematograci e teatrali
spiegando i trucchi e gli effetti speciali che si
celano dietro il lm Spectre.
I laboratori teatrali di Paolo Montevecchi
(nella foto) proseguiranno anche in estate.
Sono previsti dal mese di luglio corsi
trimestrali estivi in locali climatizzati, dedicati
anche ai pi giovani e non. Padronanza del
linguaggio musicale, formazione teatrale per
insegnanti, perfezionamento alla lettura in
pubblico tra i temi trattati. Info: 334 2598611.
Paolo Turroni

Cinema

Tantissimi si sono mobilitati a favore del recupero di siti di valenza


storica, culturale, religiosa del nostro territorio, aderendo
alliniziativa del Governo che ha messo a disposizione 150 milioni di
euro per il recupero di luoghi dimenticati. Segnalazioni per la chiesa
della Beata Vergine della Vena a Cesenatico, per il Museo della
centuriazione a Bagnile, per il villaggio minerario di Formignano,
per la chiesa di San Salvatore in Summano, per il sito di Corzano

Petizione

19

origini antichissime, pare anteriori


allanno Mille. documentata dal 1041,
anno in cui compare in un atto notarile.
Conserva un grande fascino sia per
larchitettura in s che per il paesaggio
che le fa da cornice. Promotrice della
segnalazione lassociazione Amici della
badia e molti cittadini simpatizzanti e
amanti del trekking. A San Piero in Bagno
anche lassociazione il Faro di Corzano
ha aderito alliniziativa governativa
facendosi portavoce della segnalazione
del sito di Corzano, con il restauro delle
rocche del castello e larea circostante di
rilievo storico, culturale e paesaggistico.
Larea ubicata lungo la direttrice della
via Romea Germanica e collegata al
paese di San Piero in Bagno da unantica
mulattiera in pietra recuperata
interamente grazie al lavoro volontario
dei cittadini e promosso dal sodalizio.
Il relativo decreto di stanziamento sar
emanato il 10 agosto prossimo. La
speranza quella che il Governo decida a
chi destinare fondi non tanto in base al
numero di mail ricevute, ma alla valenza
dei progetti.
Michela Mosconi

Era lecito nutrire


molti dubbi sulla
saga cinematografica di Warcraft. La
storia di quel che
potremmo definire
come un vero brand infatti singolare,
ricca di connessioni logiche, sottotrame,
in una commistione rara fra videogiochi,
fumetti e libri. Sarebbe stato per chiunque molto complicato ricreare quel
mondo e le atmosfere che lo caratterizzano. Per il cinema, pensavo, impossibile. E invece.
La trama: le selvagge lande di Draenor si
stanno spegnendo, vittime di un Male
oscuro, celato e palese allo stesso
tempo: non c' pi speranza per il popolo degli Orchi se non quella di trovare
una nuova terra da colonizzare. Anche
muovendo guerra agli attuali abitanti. Il
sinistro Guldan ne approfitta per confermare il suo strapotere sulle legioni
dellOrda, composta dalle varie trib di
orchi, guidandole allassalto di un
mondo rigoglioso al di l di un portale
magico, alimentato da una stregoneria
maledetta. Ed proprio al di l del portale che gli ignari umani di Azeroth si ritrovano a dover organizzare una
disperata controffensiva allinattesa invasione, con il regno di Roccavento sulla
linea del fronte
Il film non segue perfettamente la trama
originale. un difetto ragionevole: necessario rivedere alcuni avvenimenti per
renderli fruibili in una pellicola di 123
minuti. Il problema che diverse dinamiche vengono semplificate eccessivamente, fino a creare qualche crepa
logica nello svolgersi del film. C di
buono che le carenze e le lacune si fermano qui. Warcraft - L'inizio
unopera che gode di un sincero affetto
verso luniverso narrativo a cui si ispira.
Se qualcosa viene variato solo per esigenze di linguaggio. Per il resto il film
scorre piacevolmente immergendo tutti,
dal primo allultimo fan, nel grande universo di Azeroth. Il ritmo del film batte
forte, la storia appassiona e la recitazione, nonostante leffetto gommoso
degli orchi, si attesta su una qualit pi
che discreta.
Tecnicamente, poi, il film promosso a
pieni voti. La Cgi notevole e definisce
davvero un nuovo standard di qualit,
anche se in certe scene, specie i grandi
scontri o le visioni dallalto, si possono
notare delle sbavature in post-produzione. Ottime anche le scenografie, i costumi e gli oggetti di scena utilizzati.
Inoltre, ed questa la vera forza del film,
Warcraft pu contare su punti di forza
magistrali: una direzione artistica e una
fedelt allambientazione originale
senza pari. Il design superbo, con una
fotografia che persegue ed ottiene una
qualit senza precedenti. Le due ore
passano senza noia e senza escludere
nessuno. Certo, la sceneggiatura ha
qualche amnesia, eppure Duncan Jones
riesce a ricavarsi una nicchia autoriale
in un carrozzone big budget. E non era
scontato. Come non era scontato che
con un titolo del genere potesse fare
centro. Ma dopotutto, di questi tempi, la
concorrenza non un granch.

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 9 giugno 2016

Giugno nelle aie


Tre appuntamenti a Cesena
Primo incontro
venerd 10 giugno
allaziendaIl Glicine
conIl ballo e i
cantanti nella
Settimana Cesenate

na nuova rassegna di appuntamenti


U
promossi a Cesena dalla Societ
Amici del Monte. Sono tre gli Incontri
di giugno nelle aie, serate di dialogo e
coinvolgimento a pi voci.
Il primo appuntamento per venerd
10 giugno alle 21 presso lazienda

agricola Il Glicine in via Cesuola 701,


a Cesena. Africo Morellini,
vicepresidente della Societ Amici del
Monte, coinvolger i partecipanti in un
dialogo-ricordo degli anni SessantaSettanta: Il ballo e i cantanti della
Settimana Cesenate. La sarmonica di
Santino Neri interpreter brani di autori
protagonisti di quei decenni.
Lappuntamento successivo per
domenica 19 giugno alle 21 nellaia
agricola di Ceci Natale, in via Garampa
6610 a Montereale di Cesena. Poesia

dialettale, la sarmonica e la ricotta


nellaia saranno i protagonisti della
serata; parteciperanno i poeti dialettali
Maurizio Cirioni, Loris Pasini, Antonio
Gasperini, Dino Bartolini; alla
sarmonica, Santino Neri. Durante la
serata, dimostrazione della
preparazione (e degustazione) della
ricotta, a cura di Vittorio Valzania.
Terzo appuntamento per domenica 26
giugno alle 21 nellaia dellazienda
agricola Onofri Giacomo (via
Celincordia 1663, Cesena): Tutti al

Da giugno a settembre

Cesena

Estate a Gambettola
Tanti eventi
allaria aperta

ppena il tempo di mettere in archivio le


manifestazioni della Festa dello Sport
che, con il 1 Festival Canoro di Gambettola in programma sabato 12 e domenica
13 giugno dalle 20,30 in piazza Pertini a Gambettola, prenderanno il via gli eventi di Estate
a Gambettola 2016, organizzati dalle associazioni culturali del territorio in collaborazione
con lamministrazione comunale.
Nonostante le continue difficolt a reperire
le risorse - precisa il sindaco Roberto Sanulli lamministrazione comunale e le associazioni
gambettolesi hanno dato vita a un cartellone
che comprende una trentina di eventi, distri-

Premio Fidapa
Rosanna Boschi, talento
nellimpegno sociale
Sabato 11 giugno alle 10, presso la sala E.
Cacciaguerra della banca Credito
Cooperativo Romagnolo (gi Banca di
Cesena) si svolger la cerimonia di
consegna del Riconoscimento Fidapa
2016 a Rosanna Boschi, talento
nellimpegno sociale al femminile.
La cerimonia vedr lintroduzione della
presidente Fidapa di Cesena Maria Grazia
Bartolomei e gli interventi di Mara
Valdinosi, componente della Commissione
Parlamentare per linfanzia e ladolescenza
e di Valter Baraghini, presidente del
Credito Cooperativo Romagnolo - Banca di
Cesena e Gatteo. Seguir la presentazione
da parte della giornalista Raffaella Candoli
della premiata, sul cui operato verr
portata la testimonianza di Umberto
Gaggi, volontario della Caritas diocesana.
Al termine dellincontro, aperto a tutti,
verr offerto un aperitivo.

Longiano
Ginnastica nei parchi
Ginnastica allaperto nei parchi comunali di
Longiano. Liniziativa, organizzata dalla
cooperativa Around sport con il patrocinio del
Comune, stata varata luned 6 giugno e si porter
avanti no a mercoled 27 luglio.
Spiega lassessore allo sport Massimo Ciappini:
Lobiettivo promuovere il benessere attraverso
lattivit sica, aumentandone laccessibilit.
Offriamo tre attivit: latin tness, unattivit
aerobica di media intensit al ritmo di musica
latina, ginnastica dolce per la popolazione anziana
o sedentaria e pilates per migliorare la postura.
La ginnastica si svolge il luned e il mercoled nei
parchi di Budrio e Ponte Ospedaletto. adatta a
tutte le et e la partecipazione gratuita.
sufficiente munirsi di abbigliamento comodo e
bottiglietta dacqua.
Il programma prevede, nello specico, il luned alle
18,15 ginnastica dolce nel parco di Ponte
Ospedaletto e alle 19,15 latin tness nel parco di
Budrio. Il mercoled alle 18,15 ginnastica dolce nel
parco di Budrio e alle 19,15 pilates nel parco di
Ponte Ospedaletto.
Mv

mare! Anni Sessanta e Settanta: i


cesenati in vacanza nella vicina
riviera romagnola; Mario Guidazzi
ricorda e racconta; Ines Briganti
presenta il libro E i gabbiani fan
festa di Maria Carmela Gianessi.
Letture di Monica Briganti e
Maurizio Mastrandrea.
Gli appuntamenti, promossi in
collaborazione con il Quartiere
Cesuola e con il patrocinio del
Comune di Cesena, sono aperti a
tutti con ingresso gratuito.

Avis, Giornata del donatore


senate, Nonsoloruggine, il Pedale Polisportiva Gambettolese, lassociazione Antonio Ravaldini, lHobby Bike
Club Mtb, il Teatro del
Drago e il Tavolo della
Solidariet.
Dai concerti di musica rock, jazz, leggera e
bandistica, alla poesia, al teatro, al cinema e
sport allaperto e ogni genere di intrattenimento per accontentare tutti i gusti di bambini, adulti e famiglie.
Tra le novit di questanno, oltre al 1 Concorso canoro di apertura, due sono riservate agli
appassionati delle due e quattro ruote daltri
tempi: il 1 Moto GP De Bosch, rievocazione
storica delle gare in circuiti cittadini riservato
a moto depoca (nella zona artigianale Europa il 3 luglio) e Gambettola in 500, raduno per
Fiat 500 e derivati con auto in parata lungo via
Garibaldi (il 9 luglio).
Piero Spinosi

buiti tra giugno e settembre, in programma


nei parchi, nelle piazze e nelle vie della cittadina, che diventeranno luoghi di aggregazione e socializzazione.
Per questa edizione, le associazioni che hanno
offerto la loro collaborazione e alle quali va il
ringraziamento nostro e di tutta la cittadinanza, sono state: Idea Cooperativa, associazione
TreEsessanta, la Scuola di Musica Augusto
Oleandri, il Miles Davis Jazz Club, il Comitato Mostrascambio, il Corpo Bandistico Citt di
Gambettola, lassociazione Gruppo Amici della Scuola, Fiat 500 Club Italia, il Gruppo Culturale Prospettive, il Consorzio Revisioni Ce-

Gambettola
Saggio musicale

Il Corpo bandistico Citt


di Gambettola per
gioved 9 giugno alle 21
nellarena Federico Fellini
ha programmato il saggio
di ne anno da parte degli
allievi della Scuola di
musica a indirizzo
bandistico.

Gatteo

Longiano

Concerto al Petrella

Festa dinizio estate

Sar presentato sabato 11


giugno alle 21,15 lalbum In
the bloom del Gb project
quartet, composto da
Alessandro Scala al sax,
Gilberto Mazzotti al pianoforte,
Piero Simoncini al contrabbasso
e Michele Iaia alla batteria.
Ospite donore il sarmonicista
Simone Zanchini.

LIstituto don Ghinelli ha organizzato


la X edizione della Festa dinizio
estate 2016 che si svolger gioved
16 giugno dalle 10 con giochi
liberamente ispirati alle abe dei
fratelli Grimm: Biancaneve e i sette
nani, Cappuccetto rosso, Hansel e
Gretel, Cenerentola. Alle 11 giochi
senza frontiere. Il pranzo sar offerto
a tutti i partecipanti.

Gatteo a Mare

Gatteo a Mare

Festivalmar dei bambini

Festa romana

Si terr sabato 11 e domenica 12 giugno


alle 21,30 in piazza della Libert a Gatteo
a Mare il concorso canoro aperto agli
under 16, italiani e stranieri. La giuria
della prima serata sar presieduta da
Fiordaliso. Ospiti della nale e membri
della giuria Matteo Beccucci, Miriam
Masala, e Luca Regini. Presenteranno
Cristina DAvena e Andrea Prada.

Si svolger gioved 16 giugno la Festa romana con


scene di vita dellepoca di Giulio Cesare e
combattimenti tra legionari romani e celti. Dalle
19,30 cena in viale Giulio Cesare riservata agli ospiti
degli hotel aderenti al Comitato organizzatore. Poi
marce e duelli nelle vie del paese, in piazza della
Libert e assalto nale in piazza Romagna Mia. Alle
23 spettacolare rievocazione del passaggio sul
ume Rubicone.

Montiano

Bagno di Romagna

Premio Sauro Spada


Lassociazione La Casa dei Pavoni e la Pro
loco di Montiano hanno organizzato tre serate
di incontri, musica e prosa che avranno luogo
a Montenovo da venerd 10 a domenica 12
giugno. Venerd 10 alle 21 appuntamento
conclusivo della VII edizione del premio di
prosa in dialetto romagnolo dedicato a Sauro
Spada. Con accompagnamento musicale.
Sabato 11 alle 21 concerto della Giancarlo
Ronchi band che proporr musica degli anni
60 e 70. Domenica 12 alle 21 la compagnia
cesenate La Broza presenter La prdita
commedia in due atti di Antonio Guidetti.

Sogliano al Rubicone
Ori di Sogliano

Torna anche questanno a salutare linizio


dellestate la rassegna Ori di Sogliano, Il
tradizionale appuntamento dalle 18 di sabato
11 giugno con ingresso gratuito. In
programma conferenze, artisti di strada,
musica, musei aperti, giochi per bambini e
degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Tra cielo e terra

In occasione della Giornata mondiale del


donatore di marted 14 giugno, lAvis di Cesena
ha organizzato in anticipo per domenica 12
giugno alle 21 ai Giardini Savelli un concerto
con la 3Monti band di Montiano, diretta da
Alessandro Fattori. Il tema della Giornata Il
tuo sangue mi ha salvato la vita. Condividi la
vita, dona il tuo sangue.

Concerto dorgano
Prosegue in Duomo la rassegna organistica
malatestiana con il concerto dello svedese Carl
Adam Landstrom. Sabato 11 giugno alle 21
eseguir brani celebri quali Preludio e fuga in
sol maggiore. Bww 541 di Bach e il Secondo
corale di Frank. Concluder con
unimprovvisazione per cui riconosciuto come
maestro a livello internazionale.

Finalisti del Bancarella


La Biblioteca Malatestiana, venerd 10 giugno
dalle 20,30, ospiter i sei protagonisti della
64esima edizione del Premio Bancarella:
Roberto Costantini, Margherita Oggero, Lorenzo
Licalzi, Lucinda Riley, Alberto Cavanna e
Gesuino Nemus. Racconteranno di s e dei loro
libri. Lincontro a cura della Confesercenti
cesenate si svolge dopo la premiazione degli
studenti degli Istituti superiori per le recensioni
sui libri del Premio.

Concerti del Conservatorio


Altri concerti del conservatorio Bruno
Maderna. Sabato 11 giugno alle 21 nella sede
prime esecuzioni degli allievi delle classi di
Composizione e domenica 12 alle 21 nel
chiostro di San Francesco protagonisti gli
Ottoni dei conservatori di Cesena e Bologna
che proporranno musiche dal lm e non solo. Al
Museo di Villa Silvia luned 13 alle 21 musiche di
Mozart e Beethoven per piano e ati; marted
14 brani di Brahms e Rachmaninov per duo
pianistico a quattro mani e mercoled 15 nella
corte del conservatorio Bruno Maderna
ottoni, saxofoni e clarinetti eseguiranno pezzi
di Uhl, Brubek, Purcell e Norton. Ingresso
libero.

Disegni in mostra
Alla galleria Almerici nel centro storico
chiuder il 26 giugno la mostra Antichi classici
accademici. Disegni da collezioni private
italiane dal XVIII al XX secolo a cura della Mac
comunicazione gallery in collegamento con la
Biennale del Disegno di Rimini. Orari di
apertura: mercoled e sabato dalle 10,30 alle
12,30 e dalle 16,30 alle 19; gli altri giorni dalle
16,30 alle 19. Luned e gioved chiuso.

giunto alla VI edizione il ciclo di conferenze


che si propone di avvicinare e conoscere cielo
e terra. Antropologi, egittologi, archeologi,
viaggiatori e fotogra accompagneranno in
mondi scomparsi, antiche civilt e nelle
meraviglie dellUniverso e in paesi lontani.
Gioved 9 giugno alle 21 al Palazzo del
Capitano relazione di Gianni Rossi sul
Messico: la terra dei Maya.

70esimo della Repubblica

Mostra fotografica

Incontro in vista
del Referendum

Il programma espositivo Bagno darte apre


le porte allAsia. Fino al 26 giugno nelle sale
del Palazzo del Capitano si potranno
ammirare le opere della fotografa taiwanese
Gao Yuan dal titolo A women with 12
moons. Attraverso la lente dei canoni
rinascimentali riprende giovani donne della
societ cinese di oggi. Orari di apertura:
marted, venerd e sabato dalle 16 alle 18 e
dalle 20,30 alle 22; la domenica dalle 10 alle
12 e dalle 16 alle 18.

Per commemorare il 70 anniversario della


Repubblica, marted 14 giugno alle 17,30
nellaula magna della Malatestiana, sar
presentato il libro Il primo voto: elettrici ed
elette di Patrizia Gabrielli dellUniversit di
Siena. Alle 21,15 nel chiostro di San Francesco
proiezione del lm Pais di Roberto Rossellini.

In ottobre si terr il Referendum costituzionale.


Per cercare di capirne di pi, gioved 9 giugno
alle 21, nella sala riunioni della parrocchia
dellOsservanza a Cesena, lavvocato Stefano
Spinelli, presidente dellUnione giuristi cattolici
italiani - sezione di Forl-Cesena illustrer
largomento. Lincontro aperto a tutti.

pagina a cura di Terzo Spada

Sport

Gioved 9 giugno 2016

21

Lobiettivo della societ raggiungere 10mila sottoscrizioni


In breve

Iniziata per il Cesena


la campagna abbonamenti

stata presentata marted 31


maggio la nuova campagna
abbonamenti del Cesena calcio
per la stagione 2016-2017.
Lobiettivo - ha detto il presidente
Giorgio Lugaresi che aveva accanto i
due vice presidenti Graziano
Pransani e Mauro Urbini - quello di
raggiungere quota diecimila. Lo
scorso anno ne abbiamo venduti
9.715. E un traguardo raggiungibile.
Il pubblico il nostro 12esimo uomo

in campo, quello che ci pu aiutare a


mettere la palla in rete.
Ci rivolgiamo alle famiglie - ha
aggiunto il presidente - con
particolare attenzione anche al
mondo della scuola. Per questo
abbiamo previsto una riduzione del
50 per cento del costo
dellabbonamento per tutti i docenti,
dalla materna alluniversit.
Inalterati tutti gli altri prezzi che si
presentano come quelli dello scorso

Cesena capitale
del calcio giovanile
Dall11 giugno al 3 luglio protagonisti mille giovani calciatori
LOrogel Stadium ospiter quasi tutte le finali nazionali
LA PRESENTAZIONE DELLA
MANIFESTAZIONE IN COMUNE
A CESENA, LUNED 6 GIUGNO.
FOTO MAURO ARMUZZI

anno. Sconti sono previsti anche per


i residenti fuori regione.
Nel corso della conferenza stampa
Lugaresi ha dato notizia
dellacquisizione da parte della
societ calcistica di tutte le foto di
Vittorio Calbucci. A questo
proposito ringrazio i figli di Calbucci
- ha evidenziato il numero uno
bianconero - anche per laccordo
morbido che ci hanno concesso.
Penso che Calbucci meritasse questa
nostra acquisizione. Era nelle sue
volont. E noi siamo contenti di
avere ora il suo patrimonio
fotografico che riguarda la nostra
storia.
Per il rinnovo degli abbonamenti
dello scorso anno la prelazione,
iniziata il 6 giugno, durer fino al 20
giugno. Da luned 27 giugno scatter
la seconda fase. I prezzi interi vanno
da un minimo di 130 euro per la
curva mare inferiore a un massimo di
1.200 euro per la tribuna vip. Il
ridotto donna da 90 a 400 euro. Il
ridotto ragazzi da 65 a 300 euro. Il
ridotto universitari e docenti da 65 a
600 euro. Per le famiglie (padre,
madre e un figlio under 14 anni), nei
posti distinti, inferiori 235 euro,
superiori 260. Per il secondo figlio
under 14, 15 euro.
Gli abbonamenti si possono
sottoscrivere presso la sede di via
Veneto 19, a Cesena, dal luned al
venerd dalle 9 alle 12,30 e dalle 15
alle 19 e il sabato dalle 9 alle 12,30.

esena protagonista delle finali


nazionali del calcio giovanile. La citt
sar il centro operativo della
manifestazione e anche la sede dove si
svolgeranno quasi tutte le finali scudetto.
Liniziativa stata presentata luned
scorso, 6 giugno, nel corso di una
conferenza stampa nella sala del Consiglio
comunale di Cesena.
Il futuro del calcio italiano sbarca in
Emilia-Romagna grazie a un protocollo
dintesa firmato tra il Comune di Cesena e
la Figc. Insieme alle province di Ravenna e
di Rimini, si dar vita allappuntamento
pi importante e conclusivo della stagione
sportiva 2015-2016. Otto i comuni
interessati: Castelbolognese, Forl,
Ravenna, Russi, Savignano, Cervia, San
Mauro Pascoli e Bellaria Igea Marina, i cui
campi ospiteranno le partite di questa
lunga kermesse che assegner cinque
scudetti di categoria (Under 17 A e B e
Lega Pro, Under 15, Allievi e Giovanissimi
Dilettanti) nellarco di tutta la
manifestazione composta
complessivamente di sette fasi finali.

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

Ciclismo
Quinta vittoria per Gozzi
Nicol Gozzi della Sidermec-F.lli Vitali ha
trionfato nel 25 memorial Ermanno Olmi
gioved 2 giugno a Villafontana di Bologna. La
gara per juniores si disputata su 96
chilometri con arrivo in volata.
Nella corsa per allievi di 70 chilometri a
Chiarino di Recanati, gioved 2 giugno, salito
sul terzo gradino del podio Andrea Cantoni
della Fiumicinese-Fait Adriatica. E giunto 4
Saramano Sala della stessa squadra, gioved 2
giugno nella gara di 81 chilometri a BarbianaCotignola di Ravenna.

Trofeo Benedetto
Continuano le gare
Entra nel vivo la
competizione
sportiva che
vede scontrarsi,
in diverse
discipline, le
parrocchie della
Diocesi. Per
rimanere
aggiornati sulle
date delle
partite, i luoghi
e gli orari si pu
scaricare lapp
dedicata o visitare la pagina Facebook.
Ampie fotogallery a cura di Jessica Marino sul
sito www.corrierecesenate.it.

Protagonisti i circa mille giovani calciatori,


sui campi romagnoli a partire dall11
giugno con i ragazzi dellUnder 17 per poi
terminare, il 3 luglio, con le ragazze delle
rappresentative regionali Under 15.
Le date delle fasi finali sono le seguenti:
Under 17 A e B dall11 al 19 giugno, giorno
della finale scudetto (allOrogel Stadium
Dino Manuzzi, ore 17); Under 17 Lega Pro
dall11 al 20 giugno, giorno della finale
scudetto (allOrogel Stadium Dino
Manuzzi, ore 18,30); Supercoppa, tra le
vincenti delle due finali Under 17 si
affronteranno il 21 giugno (allOrogel
Stadium Dino Manuzzi, ore 18); Under 15
dal 20 al 28 giugno, giorno della finale
scudetto (allOrogel Stadium Dino
Manuzzi, ore 20,30); Allievi e Giovanissimi
Dilettanti, finale nazionale a sei squadre
dal 23 al 27 giugno, giorno delle finali
scudetto (allo stadio Morgagni di Forl
dalle 16,30 a seguire); torneo per
rappresentative regionali Under 15
femminile, inizia il 27 giugno per
terminare il 3 luglio (allOrogel Stadium
Dino Manuzzi, ore 10,30).

22

Gioved 9 giugno 2016

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Orogel Stadium Dino Manuzzi, domenica 5 giugno. Di scena al mattino le finali dei campionati
riservati alle categorie giovanili di calcio Esordienti e Giovanissimi, mentre il pomeriggio sono scesi
in campo i dilettanti per le finali della Coppa delle Coppe e della Supercoppa

Una giornata di festa e di sport


LUS MERCATESE 1931
HA VINTO LA SUPERCOPPA CSI (FOTO MAURO ARMUZZI)

na intera giornata di festa


e di sport allOrogel
Stadium Dino Manuzzi.
stata organizzata dal
comitato cesenate del Csi
domenica scorsa, 5 giugno. Il tutto
si svolto in un clima di gioia,
amicizia e di festa, che dovrebbe
contrassegnare sempre qualsiasi
evento sportivo.
Nella mattinata si sono svolte le
finali dei campionati riservati alle
categorie giovanili di calcio
Esordienti e Giovanissimi,
mentre al pomeriggio sono scesi in
campo i dilettanti per le finali della
Coppa delle Coppe e della
Supercoppa.
LE GARE DEL MATTINO
Il calcio dinizio (ore 9) lo hanno
dato i ragazzi della Virtus Cesena e
dellAsca Savignano, in campo per
la finale del campionato di calcio
Esordienti-Under 14. Ha arbitrato
Mirko Poletti, coadiuvato da
Gabriele Medri e Damiano
Misuraca. Il successo andato alla
squadra cesenate che ha regolato
gli avversari con il punteggio di 3 a
1.
Al termine del primo tempo sono
state effettuate le premiazioni dei
campionati di calcio rivolti alle
categorie Primi Calci e Scuola
Calcio e alla fine della partita
quelle dei campionati di calcio
delle categorie Pulcini e
Esordienti.
Alle ore 10,30 si svolta la finale
del campionato di calcio, categoria
Giovanissimi-Under 16, arbitrata
da Piero Ferrara, coadiuvato dai
Giuseppe Mautoni e Manuel
Capacci. Di scena la Polisportiva 5
Cerchi Macerone e la Polisportiva
Rubicone-Calisese B. Si
imposta la Polisportiva 5 Cerchi,
che si aggiudicata il titolo con un
netto 7 a 0. (Al termine della gara
sono state effettuate le premiazioni
dei campionati di calcio
Giovanissimi). Hanno solo 16
anni, ma gi da otto giocano

La Virtus Cesena si aggiudicata il campionato di


calcio Esordienti Under 14. La finale dei
Giovanissimi Under 16 stata vinta dalla Pol. 5
Cerchi Macerone. La coppa delle coppe stata
aggiudicata dallUs Mercatese 1931 B.
La Supercoppa Csi stata vinta
dallUs Mercatese 1931
assieme e si vede: cambi veloci,
tocco di prima, e lanci lunghi
sulla fascia o al centro, a
memoria, senza neanche
guardare.
Luciano Valeriani, il pap di
tutti, li ha visti crescere e
migliorare allinterno della
Polisportiva: Il primo
campionato che ha fatto questa
squadra stato nella scuola
calcio under 10 del Csi di
Cesena quando ancora avevano
otto anni. In tutto il campionato
fecero un solo gol, ed solo
quello che mi ricordo dei tanti
che hanno fatto dopo. La gioia e
la soddisfazione di quel
momento mi rimasta dentro,
perch il gruppo ha sempre
cercato il gioco al di sopra del
risultato e col tempo questo ha
portato il risultato. Questanno

hanno vinto tutto: oltre al


campionato del Csi di Cesena,
anche quello regionale Csi, che
si disputato a Cesenatico
domenica 28 maggio. Hanno
liquidato le altre due squadre
pretendenti emiliane col secco
risultato di 3 a 0, che ha
consentito alla 5 Cerchi di
partecipare ai nazionali Csi in
programma a Montecatini
Terme dal 29 giugno al 3 luglio
prossimi. Un risultato positivo a
questa competizione sarebbe
lambito suggello ad un annata
fantastica per questi ragazzi.
LE PARTITE DEL POMERIGGIO
La prima gara in programma, la
finale della Coppa delle Coppe
di calcio dilettanti, arbitrata da
Franco Ruggeri, coadiuvato da
Domenico Cappelli, Giuseppe

Salv Gagliolo, Riccardo Ulivi,


stata preceduta dallentrata in
campo, sulle note della famosa
colonna musicale del film
Momenti di gloria, dei giocatori,
accompagnati dai figli, vestiti con
le casacche e con in mano
palloncini che rimandavano ai
colori sociali del Csi: blu e arancio.
Alle 15,35 il fischio dinizio della
prima partita, che ha visto di
fronte lUs Mercatese 1931 B e la
Polisportiva Il Compito di
Savignano. La squadra di Mercato
Saraceno andata subito in rete, al
5 minuto, con un tiro secco del
proprio centravanti, che ha trafitto
il portiere avversario alla sua
sinistra. Cinque minuti dopo la
reazione del Compito, con la
respinta della palla sulla linea di
porta da parte di un difensore della
Mercatese, e al 15 con una bella
punizione deviata in angolo dal
portiere. Al 18 lincursione in area
del centravanti della Mercatese ha
prodotto un tiro che il portiere
avversario riuscito a respingere in
corner. Nel secondo tempo, al 71,
grossa occasione non sfruttata
dalla Polisportiva Il Compito su
imperfetta uscita del portiere della
Mercatese. LUs Mercatese 1931
B, vincendo per 1 a 0, iscrive cos

POL. 5 CERCHI, VINCITRICE DELLA FINALE GIOVANISSIMI UNDER 16

per la prima volta il


proprio nome
nellalbo doro della
competizione,
succedendo alla Ac
Polisportiva Ranchio.
Alle 17,40 di scena, per
la finale della
Supercoppa (arbitrata
da Daniele della
Strada, coadiuvato da
Massimo Patrono,
PierPaolo Buratti e
Paolo DelVecchio), il
Gs Pioppa, vincitore
del campionato
dilettanti nellattuale
stagione 2015/16, e
lUs Mercatese 1931,
che si era aggiudicata
la precedente edizione della
stessa competizione. Il Gs
Pioppa parte forte e al 12 il
portiere avversario para due
pericolosi tiri ravvicinati.
Replica al 37 della Mercatese
con una punizione insidiosa,
respinta a pugni dal numero
uno della formazione cesenate.
Nel secondo tempo, al 57
ghiotta occasione per il Pioppa,
con un tiro sbagliato da pochi
passi dalla linea di porta, cui
segue al 59 una punizione
velenosa della Mercatese, con
bella deviazione del portiere
avversario. La partita non si
sblocca, i tempi regolamentari e
quelli supplementari finiscono
0 a 0. La partita viene decisa ai
rigori: due parate del portiere
della Mercatese consegnano
alla propria formazione il
successo finale, con il
punteggio di 4 a 2. LUs
Mercatese 1931 iscrive per la
prima volta il proprio nome
nellalbo doro della
competizione, succedendo alla
Polisportiva Sala. Nellarco del
pomeriggio sono state
effettuate tutte le premiazioni
del 47esimo Campionato
dilettanti di calcio.

Pagina aperta

Il direttore risponde

Gioved 9 giugno 2016

23

LOcchio indiscreto

Dopo il 2 giugno e la festa per i 70 anni della Repubblica


Attenti a non mandare a fondo una baracca che tanti ci invidiano

gregio direttore, il 2 giugno abbiamo festeggiato il 70esimo della fondazione della


Repubblica Italiana. Per loccasione si
sono spese gran belle parole, ma la realt
quella che tutti conosciamo. Siamo una Repubblica e quindi una democrazia ma molto malata e in grande difficolt sul piano morale,
economico e sociale. I valori base in una democrazia dovrebbero essere fondati sui bisogni primari delle persone, che sono: il pane, il lavoro,
la casa, la sanit, listruzione, la legalit e la
giustizia. Le cronache quotidianamente ci raccontano unItalia senza un futuro certo, violenze nei confronti dei pi deboli: bambini,
anziani, donne, migranti, banche che mandano
in fumo i risparmi di onesti cittadini e furti
continui nelle abitazioni private, che mettono a
rischio la nostra sicurezza e incolumit personale. Non puoi nemmeno difenderti perch la
legge vieta lautodifesa. Succede cos che il cittadino onesto, derubato, si sente meno tutelato
del delinquente. La statistica ci dice che la quasi
totalit dei furti rimane impunita. Anche nella
societ civile non c molto rispetto per le regole,
a cominciare dal rispetto del Codice della
strada, dal rispetto per lambiente, sfruttamento
nel mondo del lavoro nei confronti dei meno
tutelati sindacalmente e per il colore della pelle
o la provenienza, etc
Per quanto riguarda Cesena le cose non sembrano andare meglio, se vero che ci sono pi
di 800 bambini poveri da aiutare. Il welfare locale viene deciso da chi comanda per cui la responsabilit, a mio parere, principalmente
solo da una parte. Domanda: sono pi importanti 858 bambini poveri o quattrocento telecamere?
Non credo che i padri costituenti potessero immaginare che la nascente Repubblica finisse
con una classe dirigente, in generale, sempre
pi distante dai cittadini e in simili condizioni
di corruzione. Pi passa il tempo e pi mi convinco che lItalia non luogo ideale per bambini, giovani, anziani e onesti.
Questo mi fa pensare provocatoriamente che,
forse, sarebbe il caso di cambiare larticolo 1

della Costituzione, in quanto Repubblica fondata


sulla corruzione e ladrocinio e, non, sul lavoro.
Grazie per lattenzione.
Marino Savoia
Egregio Savoia, magari distinto potrei anche darle
ragione. Ma se mi fermo un attimo, se ripenso a
quello che vedo girando dal nord al sud lItalia, incontrando tanta persone diverse che fanno di tutto
per tenere in piedi questo Paese cos contraddittorio, allora non le posso dare ragione. Certo, chi non
vede quel che accade tutti i giorni sotto i nostri
occhi? Disgrazie a non finire, ruberie di ogni genere, truffe, malversazioni, malasanit, mala gestione della cosa pubblica, corruzione. E lelenco
potrebbe essere allinfinito. Ma S, esiste un ma.
Guardavo proprio qualche giorno fa un quotidiano nazionale. Lo sfogliavo tentando di trovare
una notizia non scandalistica. Le confesso che ho
fatto fatica. Solo cattive notizie, tutte urlate. Tutte
pubblicate con enfasi eccessiva, con la ricerca a
tutti i costi dellinvettiva, del clamore, del disappunto per ci che non funziona. Non una pagina
da dedicare a qualcosa di positivo. Anche su questo
versante ci sono fatti che meritano di trasformarsi
in notizia, mi dico incredulo davanti a tanta ostinazione nellinsistere sul male, su ci che non funziona, sul negativo, sul peggio di noi.
E questo, mi domando allora, quello che si vuole?
E mi rispondo che proprio quello che qualcuno
cerca: lindignazione della gente, sempre e comunque. E dare addosso allItalia. Non importa se governa DAlema, oppure Berlusconi, o Prodi o Renzi.
Quel che pare contare il tornaconto personale e
demolire quel poco che si cerca di costruire insieme. Lho scritto una settimana fa. Abbiamo
perso di vista il bene comune. E non abbiamo alle
viste progetti realizzabili. In queste due mancanze
forse ci stanno parte dei nostri mali. In questo contesto non ci rimane che affidarci a quanto ognuno
di noi riesce a mettere in piedi ogni giorno. Mattoncino su mattoncino teniamo a galla questa baracca. Una baracca che tanti ci invidiano. Non
dimentichiamolo. Alla prossima.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Troppi cittadini disertano le urne


Caro direttore,
dalle elezioni amministrative di domenica scorsa, cosa emerso? Di fatto non ci sono stati dati sorprendenti. Soprattutto conferme di tendenze oramai consolidate. Un centro destra disgiunto incapace di fare
rete, eccezion fatta per Milano, citt troppo importante per presentarsi divisi. Un centro sinistra certamente pi compatto, ma senza i numeri che lo hanno contraddistinto nelle ultime amministrative. Un
voto sempre meno di appartenenza e sempre pi popolare, a tal proposito un incremento di preferenze
per le liste del M5S. A queste valutazioni, pi politologiche, se ne aggiunge poi una ancor pi importante
sul popolo elettorale, con unaffluenza media del sessanta percento. Ancora una volta esce vincente dalla
tornata elettorale un disinnamoramento per la politica. Questa percentuale la si pu leggere in termini di
elettori o in termini di astenuti. In ogni caso il dato scoraggiante. Come si pu considerare positiva la vittoria o il raggiungimento del ballottaggio di un candidato quando ai seggi si sono presentati poco pi della
met degli aventi diritto?
superficiale attribuire questo astensionismo alla sola collocazione delle elezioni nel ponte del 2 giugno,
anche se un breve approfondimento a proposito pu essere fatto. La politica ha il dovere ed il teorico interesse di permettere alla grande maggioranza degli elettori la partecipazione al voto. Domenica non stato
cos. Pare anzi lo abbia voluto scoraggiare. Allora non si pu pretendere n voto, n militanza, n interesse,
n tanto meno partecipazione quando vengono create condizioni che impediscono tutto ci. Il voto dovrebbe essere solo latto finale, pi concreto, di un dialogo costante tra politica e cittadinanza.
Il vero risultato di questa tornata elettorale sta nella difficolt dei partiti e dei politici di essere attraenti nei

La mania delle potature eccessive sta invadendo ogni citt.


Questi drastici tagli,
in via Leonardo da
Vinci a Cesenatico,
fanno s che al primo
di giugno gli alberi
siano ancora senza
chioma. Una cosa del
tutto innaturale e
controproducente sia
per le piante, sia per
l'estetica del viale.
confronti dellelettorato. Non importa chi stato eletto e chi vincer i ballottaggi
del 19 giugno. La classe politica dovrebbe interrogarsi sul perch lelettorato, in
termini assoluti, in forte diminuzione e come tornare ad essere attori di riferimento e di aggregazione dei bisogni della comunit.
Antonio Domenico Capristo

Un grazie alle ballerine di Rapsodia Danza

Caro direttore,
non mi capita spesso trascorrere un fine settimana allinsegna dellarte, della
cultura del divertimento e della bellezza. Ebbene s. Sabato 21 maggio sono stata
invitata alla presentazione di un saggio di danza, i 5 sensi presso il teatro Victor
di San Vittore di Cesena presentato da Rapsodia Danza dove si sono esibiti diversi gruppi di ballerine di ogni et. Beh, osservandole ballare, divertirsi, condividere ogni gioia ed esprimere tanta felicit, hanno suscitato in me forti
emozioni. Emozioni positive tanto da poter pensare e sperare a un mondo migliore, diverso da questo, pieno di sofferenze e di disagi.
Ho sognato guardando le ballerine esprimersi attraverso le diverse coreografie
studiate esclusivamente per loro da Teresa e Marta Garaffoni e da Elisa cantoni.
Che bello ragazze! stata una fortuna conoscervi e grazie per questo meraviglioso e costruttivo lavoro. Alle bravissime ballerine che dire? Grazie di cuore e
arrivederci al prossimo saggio.
Carmen Panzavolta

San Vittore: un piccolo gesto di accoglienza


Benvenuto nel nostro paese!
Che tu possa sentire uno sguardo
accogliente, una mano calda, un
cuore aperto!.
ci che abbiamo scritto in ciascun quaderno donato ai 15 ragazzi profughi richiedenti asilo,
che da poco pi di un mese sono
ospitati in una casa del nostro
paese di San Vittore, seguiti dalla
Associazione della Misericordia
Valle Savio.
Il nostro ritrovo di famiglie, a conclusione dell'anno pastorale, stata l'occasione
per invitarli a pranzo.
Insieme a don Carlo e a don Giancarlo abbiamo voluto far sentire loro che tutta la
comunit parrocchiale li accoglie come una famiglia, anche se non potr essere
cancellato il ricordo di chi hanno lasciato e, forse, perso per sempre.
Alla fine un piccolo dono, un quaderno, con un nome e una matita con l'augurio
che quelle pagine possano raccontare ora una storia diversa, pi serena, fatta di accoglienza, buone relazioni e conoscenza reciproca e cos la speranza di un futuro
migliore possa diventare realt.
Le famiglie della parrocchia di San Vittore di Cesena

Interessi correlati