Sei sulla pagina 1di 9

Nelledizione

di oggi il primo
INSERTO 2014
Resoconto

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

Nelledizione
di oggi il primo
INSERTO 2014
Resoconto

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 28 dicembre 2014 Anno XXVII N. 298 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50

Speciale. Ripercorriamo le tappe essenziali dellanno che salutiamo

2014 fra politica


cronaca e curiosit

Dalla visita di Matteo Renzi al centenario Inda


Questo che avete tra le
mani il primo di tre
numeri del quotidiano
Libert che potrete conservare perch racchiude i fatti salienti accaduti nel corso del 2014.
In questo primo numero abbracciamo i primi
tre mesi dellanno, con
gli articoli che hanno
fotografato la cronaca
di Siracusa che domani sar la storia. Buona
lettura con questo primo numero speciale.

gennaio

Siracusa
piange
Nicita

Siracusa piange quello che


fra tutti fu luomo politico
con una lungimiranza invidiabile, che riusc ad essere granitico nelle scelte
politiche anche quelle pi
scomode.
Da giornalisti ricordiamo
il suo travaglio interiore
quando, costretto dagli
eventi che deponevano a
suo sfavore, decise con
una mossa repentina e
dopo un colloquio con i
maggiorenti nazionali, di
lasciare la Democrazia
Cristiana per candidarsi
allultimo momento alle
elezioni regionali.
A pagina due

marzo

marzo

Il premier Omicidio
a Floridia
arriva
presi 4 autori
in citt

GENNAIO 2014

Inchiesta
sui brogli
elettorali

febbraio

La guerra
sulla tassa
di soggiorno

No alla tassa di soggiorno. Numerosi albergatori


siracusani si trovano in disaccordo con la decisione
dellamministrazione comunale di introdurre un ticket per ciascun turista che
pernotti in citt.

La Procura della Repubblica di Siracusa ha aperto un fascicolo sui presunti brogli elettorali a
Siracusa in occasione delle elezioni Regionali del
29 e 30 ottobre del 2012. Titolare dellinchiesta il
procuratore capo Francesco Giordano.

A pagina sette

A pagina due

Radioterapia Fondo
Eternit in primo piano

Renzi ha incontrato i sindaci della provincia di


Siracusa. Alla presenza del
sottosegretario.

Quattro persone sono state


fermate dai carabinieri ieri
mattina al culmine delle indagini relative allomicidio.

La donazione del
Fondo sociale Eternit
spiega Mario Zappia giunge a conclusione dopo un incontro preliminare che
si svolto nei giorni
scorsi nella sede

A pagina tredici

A pagina quattordici

A pagina cinque

resoconto 1 parte 2
4 gennaio 2014
Falso medico arrestato dai carabinieri a Floridia
I Carabinieri della
Tenenza di Floridia
hanno tratto in arresto Nazzareno Puglisi, 66enne di Solarino, gi gravato da
precedente specifico
risalente
allanno
2011, poich ritenuto responsabile di
abusivo esercizio di
una professione, sostituzione di persona
e truffa aggravata.
Luomo, spacciandosi per medico ortopedico e fisioterapista, unitamente ad un
complice sedicente
assistente/collaboratore, A.M., 47enne
di Francofonte ma
residente a Floridia,
incensurato, effettuava a domicilio visite somministrando
dei medicinali.
Il corrispettivo per
ogni visita era di circa 25 euro a visita e
15 per ogni infiltrazione praticata. Lultima visita effettuata
risale al tardo pomeriggio del 31 dicembre scorso, ma il sedicente medico non
sapeva che ad aspettarlo in casa della paziente che aveva gi
in cura da due settimane vi erano i Carabinieri che lhanno tratto in arresto.
I militari dellArma
hanno appurato che
a mezzo infiltrazioni il falso medico
somministrava
un
farmaco cortisonico
depomedrol, prescrivibile solo con
ricetta, che alleviava
momentaneamente i dolori articolari
patiti dagli ignari
pazienti, creando un
vero e proprio effetto
placebo che faceva
ritenere efficace e
risolutiva la terapia
praticata dal Puglisi,
accrescendone nelle
persone la fiducia.
Proprio grazie a
questa fiducia, lindagato riusciva ad
estendere la sua
clientela. Nel caso
accertato dai Carabinieri, il Puglisi era
riuscito ad arrivare
allanziana paziente
proprio contattando
allinterno dei locali
dellAsp di Floridia
la figlia, l recatasi

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

28 dicembre 2014, domenica

E il 5 gennaio
e lex presidente della Regione Sicilia ci
lascia dopo una
lunga malattia.
Sul piano politico una perdita importante
rimarcata da
tutti coloro che
hanno condiviso la strada
politica.

A gennaio la politica
siracusana piange
la scomparsa di Nicita
per ritirare il foglio
di esenzione ticket,
presentandosi
in
modo distinto con la
valigetta. Nel corso
delle perquisizioni,
i Carabinieri hanno
rinvenuto e sottoposto a sequestro anche
unapparecchiatura
per ultrasuoni ed altre scatole del medicinale.
Luomo,
inoltre, non stato in
grado di esibire alcuna documentazione
attestante labilitazione allesercizio
della
professione
medica e nessun titolo di laurea. I due
indagati sono stati
convalidati dal Gip:
il Puglisi permane in
regime di arresti domiciliari, mentre per
il suo collaboratore
stato disposto lobbligo di presentazione alla PG.
5 gennaio 2014
Nicita, politico
di lungimiranza
Siracusa piange oggi
quello che fra tutti fu
l uomo politico c o n
una lungimiranza invidiabile, che riusc
ad essere granitico
nelle scelte politiche
anche quelle pi scomode. Da giornalisti ricordiamo il suo

In foto, Santi Nicita, qui sopra, lospedale Umberto primo.

travaglio interiore
quando,
costretto dagli eventi che
deponevano a suo
sfavore, decise con
una mossa repentina
e dopo un colloquio
con i maggiorenti
nazionali, di lasciare
la Democrazia Cristiana per candidarsi
allultimo momento
alle elezioni regionali per il partito
socialdemocratico,
stringendo un patto
donore con il leader di quel partito,
Biagio Cantone, che
divenne parlamentare alla scadenza dei
due anni e mezzo di
legislatura,
grazie
alle dimissioni di Nicita. Lo ricordiamo
nei momenti difficili
della sua carriera po-

litica, quando, giunto


allapice della sua
notoriet e saggezza
parlamentare, fu eletto presidente della
Regione Sicilia. Era
il 1983 e il governatore fu raggiunto da
un avviso di garanzia, relativo ad unindagine eseguita dalla
Procura della Repubblica di Siracusa sul
caso dellIsab. Oggi,
qualsiasi
politico
raggiunto dallo stesso
provvedimento
giudiziario non batte
ciglio e non si dimette da alcuna carica.
Anzi, grida al complotto, alla congiura
politica. Lui no. Nicita il giorno stesso
avere appreso dalla
stampa la notizia, decise di porre fine al

suo mandato di presidente della Regione


per affrontare il processo. Nicita viene
oggi ricordato come
il padre della legge
speciale per Ortigia,
che proprio in questi
giorni viene rifinanziata. Ma anche lideatore ed ispiratore
di leggi e norme che
hanno favorito nel recente passato l'assunzione di migliaia di
persone. Quando noi
parliamo dell
esigenza d i
politici capaci di far
fare il salto di qualit
alla nostra comunit,
ci riferiamo a coloro
che come Santi Nicita si sono spesi per
la nostra provincia,
additato spesso come
il vecchio drago della

Sicilia 3

resoconto 1 parte

politica che avrebbe


voluto riciclarsi. Ha
aderito al Pd e si allineato alle posizioni
di Renzi.
Fino
all ultimo ha lottato
perch il Pd ritrovasse coesione e unit.
Suggerimento rimasto inevaso.

a gennaio scatta linchiesta della procura aretusea

Puerpera e neonata
muoiono insieme
Una puerpera floridiana e la sua bimba
sono decedute nel
giro di poche ore
luna dallaltra. I sanitari
dellospedale Umberto primo,
dove la donna di 33
anni stata ricoverata venerd mattina,
hanno tentato il tutto
per tutto per strappare alla morte madre e
figlia, ma non ci sono
riusciti a causa della gravit del quadro
clinico con cui sono
giunte in ospedale.
Secondo i primi rilievi ancora tutto da verificare, sembra che
la puerpera, al nono
mese di gravidanza,
abbia accusato un
malore mentre si trovava in casa. E stato
il marito, rientrando
dal lavoro intorno
alle 10 del mattino,
ad accorgersi che la
moglie era riversa per
terra e non respirava.
A quel punto sarebbe stato chiamato il
118 ma lambulanza
giunta nellabitazione non era medicalizzata. Sarebbe stato,
quindi,
necessario
attendere larrivo di
unaltra vettura, con
la quale stata trasportata allospedale
Umberto primo.
Notata la drammatica situazione clinica
della donna, stato
eseguito nel reparto
di neonatologia lintervento per lestrazione della neonata,
che purtroppo era gi
morta a causa della
mancanza di ossigeno alla placenta che
ha determinato una
necrosi. Anche per la
donna le condizioni
di salute al momento
del ricovero al nosocomio siracusano
erano ormai definite
critiche. Per troppo
tempo non vi stato
afflusso di sangue e
di ossigeno a causa
dellarresto cardiaco che aveva colpito

la sfortunata puerpera, e i
medici che si sono prestati per tentare di strappare
alla morte anche la donna
non sono riusciti nel loro
intento malgrado diversi
interventi chirurgici coordinati da dottori Bucolo,
dal chirurgo Tin e dal chirurgo vascolare Vasquez.
Il cuore della donna ha
cessato di battere durante
il corso della notte tra venerd e ieri. Disperato il
marito che fino a venerd
mattino gongolava dalla
felicit per quella figlia
che avrebbe dovuto nascere di l a poco. In un mi- In foto, urna elettorale.
scuglio di sentimenti poi
precipitato nella rabbia e fici prefettizi, nonostante
costernazione non solo per il termine perentorio che
la perdita della primogeni- era stato fissato dai giuta ma anche per la scom- dici amministrativi. Non
parsa della moglie in un conosco nei dettagli cosa
modo cos assurdo.
sta accadendo in Procura
a Siracusa dice Gennu8 gennaio
so Ovvero se sono stati
Brogli elettorali
sentiti i responsabili o i
Inchiesta della Procura complici di questa vicenLa Procura della Repub- da, se ci sono indagini apblica di Siracusa ha aperto profondite per il presunto
un fascicolo sui presunti allagamento che, secondo
brogli elettorali a Siracusa le nostre informazioni,
in occasione delle elezio- non c stato. Ci sarebbe
ni Regionali del 29 e 30 stato soltanto un intervenottobre del 2012. Titola- to esterno per lespurgo di
re dellinchiesta il pro- un pozzetto della rete focuratore capo Francesco gnante. Sappiamo soltanto
Giordano, che ha quindi che quei plichi sono stati
intenzione di vederci chia- fatti sparire a regola darro attorno alla vicenda te. E di questo increscioso
denunciata dallex parla- episodio il Cga ne dovr
mentare allArs dellMpa tenere conto nelludienPippo Gennuso. Questi, za fissata per la prossima
dopo il voto aveva pre- settimana. Intanto, lon.
sentato due ricorsi, vinti, Gennuso denuncia che
davanti ai giudici del Con- nella serata di domenica
siglio di Giustizia ammi- scorsa sera sul suo profilo
nistrativa di Palermo.
Facebook ha diffuso una
I magistrati dopo gli espo- conversazione telefonica
sti presentati da Gennu- avuta con un politico di
so e le richieste ispettive Melilli.
formulate ai Ministri del- Questo il testo: Sono
la Giustizia e dellInterno sconvolto per una televogliono vederci chiaro fonata che ho ricevuto
sulla vicenda dei verbali questoggi alle 17,21. Un
e delle schede sparite dal personaggio politico di
piano 2 del tribunale di Melilli mi ha riferito che
Siracusa.
le elezioni Regionali del
Si tratta, proprio dei plichi 29 e 30 ottobre del 2012
elettorali che il Cga a fine sono state truccate. La mia
ottobre del 2013 aveva or- mancata elezione allArs
dinato di verificare, dando stata il frutto d i u n a
mandato alla prefettura di vera e propria congiura.
Siracusa. In tutto sei se- Linterlocutore al telefono
zioni di Pachino e tre di mi ha riferito che in quelRosolini. La verificazione la circostanza, sono stati
non stata possibile an- cambiati i verbali, camche per i ritardi degli uf- biando conseguentemente

Brogli e tangenti: politica


siracusana sotto scopa

i numeri a mio sfavore.


Sono pronto a
denunciare
alle autorit competenti quanto mi
stato riferito. R i b a d i sco
che contro di me
stata fatta una porcata
non degna di uno Stato
civile e democratico.
9 gennaio 2014
Tangenti ricostruzione
Nei guai un siracusano
E il filone giudiziario dei
lavori in edifici religiosi,
quello nel quale incappato limprenditore di
origini siracusane Massimo Vinci, al quale la
Procura della Repubblica
di LAquila, che sta coordinando la maxi inchiesta
sulle presunte tangenti
legate alla ricostruzione
post sisma, ha notificato
un avviso di garanzia e
risulta nellelenco degli
undici indagati a piede
libero.
Vinci, che si stabilito
gi da diverso tempo a
San Demetrio in provincia di LAquila e la cui
abitazione stata oggetto
di perquisizione da parte
degli investigatori, responsabile dellimpresa
Cai, a cui il parroco della
chiesa di santa Maria Paganica, don Renzo Narduzzi, deceduto nel mese
di dicembre scorso, aveva affidato i lavori di ricostruzione della chiesa,
sventrata dal sisma e di
quattro unit immobiliari
adibite ad appartamenti,
oltre che delle parti comuni. Allimprenditore
siracusano, cos come

anche agli altri dieci indagati, fra dirigenti e dipendenti dei beni culturali, un
prelato e alcuni imprenditori gravitano nel mondo
curiale aquilano, vengono
contestati a vario titolo i
reati di corruzione e turbativa dasta. Le indagini,
eseguite dagli uomini della Squadra Mobile dell'Aquila in collaborazione
con quelle delle Questure
di Perugia e Teramo, hanno permesso di accertare,
anche con intercettazioni
ambientali e telefoniche,
l'esistenza di un presunto
sistema di tangenti, radicato nel tempo e nel territorio, in particolare per i
lavori di messa in sicurezza di edifici danneggiati.
L'entit delle presunte
tangenti contestate di
500 mila euro, mentre
stata accertata l'appropriazione indebita, attraverso la contraffazione
della
documentazione
contabile, da parte di alcuni indagati, della somma di 1 milione 268 mila
euro, relativa al pagamento di alcuni lavori.
Condotte
attraverso
presdi tecnici, in particolare intercettazioni ambientali e telefoniche, le
indagini per gli inquirenti
hanno mostrato l'esistenza di un presunto sistema corruttivo, in base al
quale alcuni imprenditori interessati ai lavori
per la ricostruzione post
terremoto pagavano tangenti, sia in denaro che
attraverso veri e propri
m.a.p. (moduli abitativi

provvisori), nei confronti


di funzionari pubblici, per
l' aggiudicazione di alcuni appalti relativi a lavori di messa in sicurezza.
Le misure cautelari sono
state disposte dal giudice
per le indagini preliminari
Giuseppe Romano Gargarella, su richiesta dei
sostituti procuratori della
Repubblica dell'Aquila
Antonietta Picardi e David Mancini, coordinati
dal procuratore della Repubblica Fausto Cardella.
Buon compleanno
campo scuola
Si festeggiano in questi
giorni i 50 anni di vita del
campo scuola Pippo Di
Natale. Lamministrazione comunale ha inteso
celebrare
l evento
con una serie di iniziative
in programma nei prossimi giorni. Levento stato
presentato ieri mattina in
occasione di una conferenza stampa, tenuta
dall assessore comunale
allo Sport, Maria Grazia
Cavarra, che ha puntualizzato sugli aspetti storici
dellimpianto di atletica.
Il campo scuola racconta non soltanto la storia
dello sport ma anche della
citta di Siracusa dice l
assessore g e n e r a zioni di atleti o di semplici praticanti transitata
per quella pista. Anchio
ho speso ore ad allenarmi.
Ecco perch ci sembrato
importante celebrare levento del cinquantenario
del campo scola con una
serie di convegni, riunioni
e soprattutto un documentario che ripercorre la vita
di quest impianto
sportivo voluto perch la
giovent siracusana crescesse sana e con i valori
dello sport.
Abbiamo ritenuto importante realizzare un documento con il quale si
ripercorre la storia e si riconoscono i personaggi e
le glorie sportive che sono
transitati per il campo
scuola. Un documentario
che faremo girare anche
nelle scuole della citt.
Dalla storia si passa per
anche alla dura realt. Il
campo scuola necessita di
un intervento di manutenzione straordinaria spiega
lassessore Cavarra Da
quando ci siamo insediati
ci occupiamo stabilmente
dellimpianto sportivo. E
in fase di elaborazione il
nuovo regolamento che
dar una migliore funzionalit alla struttura.

resoconto 1 parte 4

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

diversi parlamentari siracusani coinvolti

A Palermo inchiesta
sulle spese folli
11 gennaio 2014
Muore monsignor
Salvatore Nicolosi
E morto Mons. Salvatore
Nicolosi, Vescovo emerito
di Noto. Sua Eccellenza
Mons. Antonio Staglian,
i Vescovi emeriti Mons.
Giuseppe Malandrino e
Mons. Mariano Crociata,
il Presbiterio, i Diaconi
e il Seminario Vescovile, annunciano che ieri
alle ore 6,00 il Signore ha
chiamato a s nel giorno in
cui la liturgia della Parola
nella Celebrazione Eucaristica propone il suo motto
episcopale: questa la
nostra vittoria che ha sconfitto il mondo: la nostra
fede (1Gv 5,4). Mons.
Salvatore Nicolosi, Vescovo emerito della nostra
Diocesi, allet di92annie51annidiepiscopato. Riconoscenti per i suoi 28 anni
di ministero episcopale,
prodigato con paterna sapienza a servizio della
nostra Comunit Diocesana sulle orme del concilio
Vaticano II, essendone stato padre conciliare, lo affidiamo alla misericordia
di Dio Padre ed eleviamo
la nostra corale preghiera
di suffragio per la sua anima. Si invitano i fedeli a
partecipare o a unirsi alla
Veglia di preghiera sabato
11 gennaio alle ore 20,00
e alla Celebrazione Eucaristica di suffragio, concelebrata dagli Arcivescovi e
Vescovi di Sicilia, insieme
ai Presbiteri e Diaconi, luned 13 gennaio alle ore
16.00 nella medesima Cattedrale, dove da domani
mattina verr allestita la
Camera ardente. Di seguito la biografica di Mons.
Salvatore Nicolosi. Nato a
Pedara il 20 febbraio 1922,
viene ordinato sacerdote il
22 ottobre 1944; Vescovo di Lipari il 25/3/1963;
consacrato Vescovo il 21
aprile 1963 viene trasferito dal Papa Paolo VI alla
sede vescovile di Noto
il 27 giugno 1970. Entra
ufficialmente a Noto il 28
agosto 1970. Ha guidato
la Diocesi per 28 anni. Ha
promosso e condotto con
determinazione e lungimiranza lattuazione del
Concilio Vaticano II, a cui

Lassemblea regionale siciliana.

partecip da giovane Vescovo. stato convinto assertore nel coinvolgimento


attivo e responsabile dei
laici.

14 gennaio 2014
Il sindaco di Siracusa
al 36 posto in Italia
La Governance Poll 2013,
il sondaggio di IPR Marketing per il Sole24Ore, colloca il sindaco di Siracusa,
Giancarlo Garozzo, al
36esimo posto nella classifica di gradimento dei
primi cittadini dei Comuni
capoluogo dItalia. Garozzo, nel periodo oggetto del
sondaggio, settembre dicembre 2013, ha riscosso
il consenso del 54% dei
siracusani, con un incremento dello 0,7% rispetto
al giorno della sua elezione.
Non il caso di enfatizzare un dato pur sempre
lusinghiero dichiara Garozzo atteso che solo il
35% dei sindaci italiani
ha avuto un incremento
di consenso. Dico solo
che andiamo avanti con il
programma che abbiamo
pensato e che vogliamo
realizzare per la crescita
della citt. Nella precedente rilevazione Siracusa
era al 76 posto, ha dimezzato quindi il gap e dopo
tante classifiche negative
adesso non possiamo che
essere felici per questo
dato positivo. E innegabile come sul dato nazionale
abbia pesato la pressione
tributaria che ha trasformato i sindaci in esattori
per conto dello Stato. Ma

la metodologia usata, con


un giudizio complessivo
sulloperato del Sindaco
ed una specifica domanda
sullintenzione o meno di
rivotarlo qualora si andasse al voto per le Comunali, per Siracusa conferma
un dato incontrovertibile:
la cittadinanza sta capendo il grande sforzo che
come Amministrazione
stiamo facendo per cambiare la citt.
16 gennaio 2014
Tutte le spese
contestate ai deputati
Sono fissati gi a partire
da luned prossimo gli interrogatori delle persone
indagate. La Procura della
Repubblica di Palermo ha
intenzione di sentire tutti
i parlamentari coinvolti a
vario titolo nellinchiesta
sulle spese pazze all
A ssemblea
regionale
siciliana. Intanto,
sono 13 milioni lanno le
spese finanziate ogni anno
dallArs per i vari gruppi
parlamentari. La met di
queste, secondo quanto
emerso dallinchiesta dei
magistrati palermitani sarebbero illegittime. Variano gli importi contestati a
ciascuno degli indagati.
Fra gli ex ed attuali parlamentari siracusani, quello
che a pi degli altri viene
contestato la pi alta somma di denaro speso Bruno Marziano con 12.813
euro; seguono Pippo Gennuso e Pippo Gianni con
una spesa pari a 5 mila
810 euro ciascuno; Mario
Bonomo con 4.918 euro;

Roberto De Benedictis
con 4.653 euro. Mentre
la Procura indaga per peculato, la Corte dei conti
dovr stabilire se c' stato
danno erariale. "L'indagine complessa poich
difficile accertare il reato
spiega il procuratore aggiunto Leonardo Agueci
dato che la zona grigia tra
lecito e illecito ampia".
La legge infatti prevede
che i fondi siano utilizzati per l'attivit politica
dei gruppi e all'epoca non
vigeva l'obbligo di rendicontare. "Ad esempio dicono gli investigatori una
cena elettorale potrebbe
rientrare nell'uso lecito
di questi fondi". Secondo
Agueci l'inchiesta " solo
all'inizio". "La Guardia di
Finanza ha lavorato per
pi di un anno su migliaia di carte, documenti,
scontrini, fatture spiega
Agueci un lavoro incredibile fatto da soli otto
uomini del Nucleo tutela spesa pubblica delle
Fiamme gialle. Ci sono
molte spese sostenute dai
gruppi parlamentari che
vanno tutte verificate, va
valutato cosa pu essere
stato destinato per spese
per attivit politica e cosa
no". Agueci sottolinea poi
che "sono coinvolti tutti i gruppi parlamentari
dell'Ars della scorsa legislatura". Sono tutti i gruppi ad avere effettuato delle spese "pazze". Sotto la
lente di ingrandimento degli investigatori non solo
gli acquisti fatti da alcuni
deputati, dai fumetti Dia-

28 dicembre 2014, domenica

bolik, alla biancheria intima, dal pagamento di una


multa a un gioiello, a una
borsa Vuitton. "Stiamo facendo anche degli accertamenti dice Agueci sull'attivit svolta dai gruppi e le
spese legate alla politica,
come l'affitto di un immobile per un partito, tanto
per fare un esempio. Dobbiamo fare uno screening
approfondito". "Bisogna
verificare caso per caso
spiega ancora Agueci Le
spese per la politica previste dalla legge sono per
l'attivit politica non certo
per il sostentamento di chi
la fa". Il riferimento alla
spesa di oltre 4.700 euro
per l'acquisto di cialde di
caff, oppure per il pagamento di pranzi o cene al
bar dell'Assemblea regionale siciliana.
17 Gennaio 2014
Vicenda Rit, patteggiano
gli amministratori
Hanno deciso di ricorrere
al rito del patteggiamento
con il quale hanno chiuso
la partita con la Giustizia
i due principali imputati nella vicenda della Rit
(Robotica
Informatica
Telematica) e della Rit
Engeenering, la societ
siracusana di informatica
che aveva lappalto con il
Comune di Siracusa per
la digitalizzazione dei documenti, accusati dei reati
di falso e altri reati di natura finanziaria. Il Gup del
tribunale, Michele Consiglio, ha applicato la condannaa1annoe10mesiacarico di Pietro Durante, 53
anni, procuratore della Rit,
mentre ha inflitto 1 anno e
7 mesi di reclusione al padre Eugenio Durante di 79
anni, amministratore delle
due societ. Per entrambi
gli imputati, che hanno affidato la difesa allavvocato Ezechia Reale, il giudice ha concesso il beneficio
della sospensione condizionale della pena. La posizione dei due congiunti
stata stralciata rispetto
a quella dellex consigliere comunale e dipendente dellInail di Siracusa
Claudio Fortuna di 50,
assistito dallavvocato Ettore Randazzo; di Michele
Di Franca di 43 anni, difeso dallavvocato Silvestre
Costanzo;del larchitetto
Salvatore Virz di 48 anni,
difeso dagli avvocati Sebastiano Grimaldi e Giuseppe Cappello
e
dell imprenditore Pietro
Oddo di 67 anni, assistito
dallavvocato Antonello
DellAquia. Nel mirino

Sicilia 5

resoconto 1 parte

Sempre
a gennaio
scorso, la
Fondazione
degli ex lavoratori dellamianto dona
un assegno
da 500 mila
euro

provvedendo, com
noto,
con
i fondi europei del
programma Po- Fesr
2007- 2013 destinati dal governo
della Regione siciliana all acquisto
di attrezzature
diagnostiche di alta
tecnologia e ad investimenti strutturali
per linnalzamento
della salubrit delle
strutture ospedaliere. Lacquisto degli
accessori, tra i quali
la Tac di centraggio
con centratore laser,
il sistema lamellare
per il miglioramento
In foto, lospedale
della collimazione e
Rizza di Siracusa.
precisione del fascio
radiante, il tavolo
con caratteristiche
moderne per un trattamento pi efficiente sotto il profilo tecnico, permetter all
Azienda di offrire
ai pazienti oncolote, ha suggerito un gici una assistenza
rinvio delludienza radioterapica avansenza espletare alcu- zata, dotata di tutte
na attivit. La prima le strumentazioni di
udienza, quindi, ultima generazione.
stata fissata per il 30 L Azienda rivolge un
ringraziamento per la
marzo prossimo
sensibilit dimostrata dal Comitato del
21 Febbraio 2014
Fondo sociale che ha
Radioterapia,
inteso soddisfare il
Fondo Eternit 500
desiderio degli ex lamila euro
voratori di contribuper strutture
ire al miglioramento
L iter d e l l a
dei servizi sanitari
donazione del
Fondo sociale Eter- del territorio a favonit spiega Mario re di tutta la cittadiZappia giunge a nanza. Il Comitato,
conclusione dopo un nato a seguito della
incontro preliminare transazione tra la
che si svolto nei societ svizzera che
giorni scorsi nella negli anni 70 ha gesede dell
As- stito lo stabilimento
sessorato r e - Eternit di Siracusa e
gionale della Salute gli ex lavoratori socui ha fatto seguito vrintende alla distriuna riunione tecnica buzione delle somme
a Siracusa, alla pre- riservate dal titolo
senza del legale del istitutivo del Fondo
Fondo sociale Paolo sociale Eternit alla
Ezechia Reale e dei promozione di attidirettori sanitario e vit di pubblico inteamministrativo An- resse nel settore della
selmo Madeddu e sanit e della tutela
Vincenzo Magnano. della salute pubbliIl tavolo tecnico ha ca, con riferimento
definito nel detta- alle problematiche
glio il fabbisogno rilevanti nei settori
delle
attrezzature delloncologia e delcomplementari, che la pneumologia. Prosar coperto con la seguono le tappe per
donazione Eternit, attivare entro la fine
per laggiornamento del 2014 il servizio
del capitolato dap- di Radioterapia. Il
palto. Alla realizza- commissario Zappia
zione della struttura conferma che la ditta
e allacquisto dell aggiudicataria, dopo
acceleratore l i - aver consegnato il
neare si s t a progetto.

Radioterapia al Rizza
La donazione di Eternit

della
magistratura
siracusana, rappresentata dal sostituto
procuratore Martina
Bonfiglio ci sono una
serie di reati che vanno dalla truffa al falso oltre che di natura
finanziaria. Secondo
laccusa, i due responsabili della Rit e
della Rit Engineering
service
avrebbero
omesso di versare le
ritenute
previdenziali ed assistenziali
dei dipendenti della
societ
dallaprile
2008 al giugno 2010
ed avrebbero omesso di versare Iva dal
2003 al 2008 per un
ammontare di 697
mila e 330 euro fino
al 30 settembre 2009.
Non solo, i Durante
sono anche accusati
di avere ceduto un
ramo
dellazienda
per sottrarsi al pagamento dellIva nel
giugno 2009. Padre
e figlio dovevano
anche rispondre del
reato di falso ideologico perch avrebbero rilascia-to dichiarazioni mendaci
nella dichiarazione
sostitutiva e con la
tenuta irregolare delle scritture contabili
della societ, sottraendo beni alla Rit,
dissipando i beni con
acsuisti
personali,
distraendo 76 mila
euro
occultandoli
dai proventi della Rit

Per la legge Severino, il sindaco di Melilli,


Pippo Cannata viene sospeso

alla quale il Comune di Siracusa erogava 923 mila euro


allanno per lerogazione del servizio.
Coinvolti Di Franca
e Fortuna, i quali
avrebbero secondo
laccusa ricevuto da
Pietro Durante la
promessa di 5 mila
euro per il rilascio
del Durc nellottobre
2008, con il quale
avrebbero attestato
falsamente la regolarit dei pagamenti
di contributi e dei
tributi da parte della
Rit. Virz ed Oddo
sono accusati, invece, di truffa per
avere rilasciato fatture per opere edili
mai eseguite oltre
ad avere simulato un
apporto di capitale
alla Rit per ottenere
dalla Regione un finanziamento di 406
mila euro nel 2009.
Al processo si costituita parte civile
lInail con il patrocinio dellavvocato
Salvatore Racioppo.
18 Gennaio 2014
La legge Severino
Sospeso il sindaco
La legge Severino
fa altre vittime illustri in provincia
di Siracusa. Questa volta tocca al

sindaco di Melilli,
Pippo Cannata e ai
consiglieri comunali Antonino Scollo,
Salvatore La Rosa e
Sebastiano Gigliuto, che si erano gi
autospesi, a subire
gli effetti deflagranti
del provvedimento
dellex ministro della Giustizia. A questi
si aggiunge il consigliere
comunale
Pippo Sorbello, gi
sospeso dalla carica
di deputato regionale
proprio a seguito della legge Severino.
In foto, la vista di
Steve Martin al
consorzio Amp di
Siracusa.
Il provvedimento
stato eseguito dal
prefetto di Siracusa,
Armando Gradone
e notificato al presidente del consiglio comunale Salvo
Sbona che ha poi riferito ai consiglieri
comunali. In sostituzione del sospeso
Cannata, la carica di
sindaco sar assunta
dalla vice Arcangela
Palmeri.
Pippo Sorbello proprio ieri mattina ha
tenuto una conferenza stampa nel
corso della quale
ha parlato della sua
vicenda personale,

sostenendo di essere
assolutamente sereno che in secondo
grado possa uscirne
assolto dallaccusa
di avere violato la
norma sulle elezioni
per il quale reato ha
subito la condanna in
primo grado a 4 mesi
di reclusione. La vicenda risale al 2007
ed , come si ricorder, legata alla stampa
e alla distribuzione
di un depliant a fini
elettorali di consiglieri comunali e sindaco. Allepoca dei
fatti Pippo Sorbello
era sindaco di Melilli
e gli assessori sospesi facevano parte della sua Giunta.
Sorbello ha ricordato
che la sua sospensione ha efficacia retroattiva dal 5 gennaio
2013. Ha rimarcato
come sia stato lattuale parlamentare
Edy Bandiera a sollecitare i provvedimenti di sospensione
al Commissario dello
Stato. Nel frattempo
si avviato in tribunale il, processo a
carico di Pippo Sorbello ed altre quattro
persone,
accusate
di voto di scambio.
La precariet della
composizione
del
collegio
giudican-

resoconto 1 parte 6

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

Intanto
sempre ad
Augusta, viene arrestato
un ufficiale
della Marina
Militare nel
giorno in cui
il,ministro
Mauro in visita alla base
insieme con
il ministro
sloveno

25 Gennaio 2014
Arrestato ufficiale
Marina Militare
Proprio nel giorno in cui il ministro
per la Difesa, Mario
Mauro, si trovava
ad Augusta, in visita
insieme al primo ministro sloveno, alla
base della Marina
Militare, i carabinieri
facevano scattare le
manette nei confronti di un alto ufficiale
della Marina Militare, in servizio a Com.
For.Pat di Augusta, in
esecuzione di unordinanza di custodia
cautelare degli arresti
domiciliari, emessa
dal Gip del tribunale
di Siracusa. Lufficiale era stato arrestato nella flagranza
del reato di concussione luned scorso
dai carabinieri della
Stazione di Augusta.
Lufficiale, che responsabile dellUfficio servizi del
Comforpat, avrebbe
approfittato
della
propria posizione e
del connesso incarico
di controllare e certificare il corretto svolgimento dei lavori
eseguiti dalle ditte
aggiudicatarie di appalti, per pretendere
da un imprenditore
catanese, aggiudicatario dei lavori edili
ed elettrici da eseguire allinterno del
comprensorio militare, il pagamento
di una somma pari
al 10% del valore
dellappalto,
chiedendo in garanzia il
rilascio di un assegno
bancario.
La vittima ha per
denunciato
tutto
ai carabinieri ed
scattato l arresto
e
successivamente lemissione della
misura cautelare per
lalto ufficiale della Marina Militare
che adesso si trova
in regime di arresti
domiciliari. Preme
sottolineare scritto in una nota della
Procura di Siracusa
ancora una volta, che
la fiducia dei cittadini nelle Istituzioni
fondamentale per
potere reprimere efficacemente fenomeni
criminali come quello appena descritto.
29 Gennaio 2014

28 dicembre 2014, domenica

Il porto di Augusta

Porto di Augusta: firma


per i lavori dei lotti

Un operaio precipita nel vuoto e muore


La Procura della Repubblica di Siracusa
ha aperto uninchiesta sulla morte di un
operaio di 44 anni,
Pietro
Raccuglia,
originario di Caltagirone, avvenuta in un
incidente sul lavoro
mentre, per conto di
una ditta metalmeccanica, era impegnato nel collaudo di un
capannone di un'azienda che si occupa di solidificazione
dello zolfo liquido
ad Augusta. La magistratura siracusana
vorr comprendere
per quale motivo si
sia verificata lennesima morte bianca.
L'indicente si verificato intorno alle
12.30 di ieri mattina.
Secondo quanto
stato possibile appurare anche attraverso
la testimonianza dei
compagni di lavoro
dello sfortunato operaio calatino, luomo
sarebbe precipitato
al suolo mentre stava
eseguendo un intervento in cima al capannone.
30 Gennaio 2014
Traffico vite umane
Prese undici
persone
I migranti eritrei,
che arrivavano a
Siracusa, potevano
contare su una cellula

che, dietro compenso


in denaro, li rifocillavano e garantivano
loro il trasferimento
in altre citt italiane
oppure nei paesi del
Nord
dellEuropa.
Ognuno dei migranti
pagava dai 200 ai 400
euro in prima istanza
per il trasferimento
a Roma o a Milano.
Qui venivano presi
in consegna da altre
cellule, che, dietro il
pagamento di somme
variabili trai2milaei2mila e 500 euro li
destinavano in Svezia, Francia, Svizzera o Regno Unito. Il
traffico di immigrati
stato scoperto dai poliziotti della squadra
mobile di Siracusa,
che dalla scorsa primavera, a seguito dei
continui sbarchi che
avvenivano in provincia di Siracusa,
hanno puntato i riflettori su alcune persone
che avrebbero organizzato le operazioni
di accoglienza e di
successivo trasporto
dei migranti.
Loperazione,
denominata Tesse,
scattata questa mattina con il
c o ordinamento
della
Procura distrettuale
antimafia di Catania.
Lordinanza di custodia cautelare stata
emessa dal Gip del
tribunale di Catania
a carico di undici in-

dagati, due dei quali


Melake Anderbhan di
25 anni e Angosom
Resom di 32, sarebbero le cellule che
operavano a Siracusa,
i quali si trovano
adesso agli arresti
domiciliari, mentre
gli altri han-no il solo
obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, tre, infine,
sono tuttora ricercati.
Loperazione stata
eseguita, oltre che dai
poliziotti della mobile aretusea, anche
da operatori del servizio centrale operativo e della squadra
mobile di Catania.
Gli indagati devono
rispondere del reato
di associazione per
delinquere finalizzata
alla permanenza irregolare sul territorio
italiano ed europeo
di immigrati clandestini. Le indagini
scattano nella primavera dello scorso
anno quando i poliziotti, in servizio
di vigilanza nei vari
centri di accoglienza degli immigrati, hanno constatato
uno strano fenomeno
di persone che, con
la scusa di accusare
malori, si recavano
presso lospedale di
Siracusa dove, per,
erano prelevati dai
due loro connazionali
eritrei, di stanza nel
capoluogo, che, pre-

vio p a g a m e n t o
della somma pattuita, acquistavano il
biglietto del treno e
consentivano loro di
andare alle destinazioni preferite. Dalle
successive intercettazioni, gli investigatori sono riusciti a
ricostruire la trama
ordita dalle cellule a
Siracusa ma primancora nei paesi dorigine e successivamente
a Roma e Milano.
Dalle intercettazioni
telefoniche, effettuate dagli investigatori, emerge un chiaro
segnale di soddisfazione da parte di uno
degli indagati che
dice allinterlocutore
di insistere nellaffare perch sarebbe
riuscito a guadagnare
anche 2 mila euro al
giorno se solo fosse
riuscito a inviargli
nuovi clienti che
manifestavano lintenzione di recarsi in
Nord Europa e quindi
di spendere soldi.
1 Febbraio 2014
Porto di Augusta
Firmato il contratto
LAutorit portuale di
Augusta ha firmato il
contratto con la ditta
vincitrice dellappalto per lesecuzione
dei lavori del primo
e secondo stralcio
della terza fase del
porto commerciale di
Augusta Banchine

container. Lo rende
noto il commissario dellEnte, Enrico
Maria Puia. Un atto,
come lo stesso precisa, che stato compiuto in ottemperanza
alla normativa di cui
al Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo
dello scorso anno recante riordino della
disciplina riguardante
gli obblighi di pubblicit, trasparenza e
diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni. I lavori
sono stati affidati, lo
scorso autunno, alla
RTI Societ Italiana
Condotte
dAcqua
S.p.A. ( m a n d a t a ria), P i a c e n t i n i
ostruzioni
S.p.A.
(mandante) Cosedil
S.p.A.
(mandante
cooptata). Limporto
di aggiudicazione
stato di 1.895.209,27
euro di c u i
39.567.238,76 euro
per l'esecuzione dei
lavori al netto degli
oneri della sicurezza, di 525.000,00
euro per la progettazione esecutiva ed
1.802.970,51
euro
per oneri per la sicurezza, con un ribasso complessivo di
16.559.585,38 euro.
Durata previsti degli
interventi: 840 giorni.
Si tratta conclude
il commissario della
Port Authority di
importanti lavori di
infrastrutturazione
del porto che renderanno lo scalo augustano ancora pi
competitivo.
Lavvio dei lavori di ampliamento del porto
appaltati, durante la
presidenza di Aldo
Garozzo, stato ritenuto da pi parti
improrogabile
per
fronteggiare la grave
crisi occupazionale.
Sulla questione, nei
giorni scorsi, sono intervenuti il deputato
regionale Vincenzo
Vinciullo e il segretario generale della
Filca Cisl Ragusa
Siracusa, Paolo Gallo. Lorganizzazione
sindacale si appellata al prefetto e ha
chiesto fermamente
allAutorit portuale
di convocare le parti
sociali per stipulare
un protocollo dintesa

Sicilia 7

resoconto 1 parte

in febbraio la controffensiva

Tassa soggiorno
Non piace
agli albergatori
4 febbraio 2014
Monitoraggio dellaria
Ambientalisti in Procura
Sono stati ricevuti ieri
mattina dal procuratore
capo della Repubblica di
Siracusa, Francesco Giordano. I Verdi e gli attivisti di Green Italy hanno
consegnato un dossier con
il quale puntano il dito
contro il sistema di rilevamento della qualit dellaria soprattutto nella zona
industriale siracusana.
Abbiamo
consegnato
un esposto dettagliato in
cui abbiamo evidenziamo criticit allarmanti
che attengono il monitoraggio dellinquinamento nella zona industriale
siracusana ha riferito Angelo Bonelli, presidente
nazionale dei Verdi -. La
conseguenza diretta che
ha sulla salute e sull'eventuale contaminazione
delle falde e dei terreni.
Siamo stati invitati dal
Procuratore ad esercitare
riserbo rispetto allesposto
con dati, studi in merito ed
abbiamo chiesto lazione
dellautorit giudiziaria.
Da mesi un silenzio inquietante calato sulla
vicenda e sul destino della riserva della Pillirina
afferma Sos Siracusa -, da
ultimo rotto dalle indiscrezioni sulla presentazione
di un nuovo progetto riguardante la realizzazione
del resort, rimodulato
rispetto a quello originario.
Ci chiediamo cosa ci si
debba aspettare da un assessore che decide di
non decidere, sinventa
improbabili tavoli tecnici e blocca il regolare iter
amministrativo, e da un
altro assessore regionale,
la siracusana Maria Rita
Sgarlata che, dopo avere
costruito la sua credibilit politica sulla tutela
del paesaggio, continua a
nicchiare e a non esprimere una posizione netta
su progetti che circolano,
pi o meno segretamente,
nelle stanze della Soprintendenza, del Comune.

In foto, un noto albergo cittadino.

Intantio, un monitoraggio sullinquinamento viene


portato a conoscenza della Procura di Siracusa
Si vuole ritagliare la
riserva (in particolare
larea di pre-riserva) ad
uso e consumo degli interessi dei proprietari dei
terreni? O forse si vuole
fare decadere il vincolo
biennale di tutela, gi rinnovato lo scorso luglio e
non pi prorogabile?
SOS Siracusa, nel richiamare gli enti al rigoroso
rispetto delle procedure
istituzionali, chiede a tutti
i deputati regionali e nazionali, al sindaco e agli
assessori di esprimere ci
che pensano a riguardo.
SOS Siracusa pronta a
una nuova mobilitazione
per la salvaguardia della
Pillirina collegata a un
modello di sviluppo che
sia realmente sostenibile,
rispettoso delle risorse
del territorio e propositivo anche in termini di
nuove possibilit di lavoro.
Lassenza di una rete
di monitoraggio che rispetti i requisiti della
normativa di legge direttiva europea sulla qualit
dellaria continua Bonelli
Ci significa che alcuni
inquinanti devono essere
monitorati. C lobbligo
per la Regione Sicilia di
attivare dei siti attraverso
i quali il cittadino costantemente possa attingeche sta respirando o sulla
presenza degli inquinanti. Mancano gli inquinanti di un certo rilievo assenti. Solo due centraline
dellArpa monitorano il
benzene, elemento peraltro, che schizza in alcuni
giorni a valori e parametri decisamente superiori
alla norma. Mancano,
per esempio, gli idrocarburi policiclici aromatici
e ci chiediamo per quale motivo non sono stati
monitorati in questi anni?
Questi sono obblighi di
legge che in questo caso
non vengono rispettati.
E un interrogativo che

ci inquieta e che soltanto


lazione della magistratura pu accertare. Gli
ambientalisti non mancano di tirare le orecchie al
presidente della regione
Sicilia, Crocetta, che sulla questione del monitoraggio si era detto favorevole ad un intervento
celere e risolutivo. Abbiamo molto insistito
sullesigenza di avere un
metodo di lavoro ha fatto eco il leader di Green
Italy, Fabio Granata.
5 febbraio 2014
Guerra sulla
tassa di soggiorno
No alla tassa di soggiorno. Numerosi albergatori
siracusani si trovano in
disaccordo con la decisione dellamministrazione
comunale di introdurre
un ticket per ciascun turista che pernotti in citt.
Gli operatori del settore
sono passati al contrattacco impugnando al Tar
il provvedimento della
Giunta Garozzo. Il parlamentare regionale Edy
Bandiera si schiera con
gli albergatori siracusani, ricordando come da
consigliere comunale, il
sindaco Garozzo aveva
votato contro la proposta
avanza tata dallallora
giunta Visentin. Trovo
questa decisione insensata e nociva per diversi
motivi dice Bandiera
anzitutto perch giunge
senza una concertazione
necessaria con gli operatori del settore, unici soggetti e vera interfaccia
con i turisti, che quindi
possono formulare i giusti indirizzi in materia di
creazione e implementazione dei servizi al turismo.
Bandiera, quindi, invita lamministrazione a
darsi un metodo di lavoro nuovo che fa leva
sullopportuna concertazione e a voler rifor-

mulare
lapplicazione
di questa tassa dopo un
effettivo confronto con
gli operatori del settore.
Lassessore al Bilancio,
Santi Pane bolla come
strumentali ed inutili le
polemiche di questi giorni. Non sar certamente
qualche euro alla settimana a dissuadere i turisti
dalla visita delle nostre
straordinarie bellezze artistiche, archeologiche e
naturalistiche dice Piuttosto, albergatori, ristoratori e bar (questi ultimi in
particolare) dovrebbero
pensare ad applicare politiche commerciali ed
incentivi per attrarre e
mantenere il pi possibile i visitatori. Lassessore
Pane ricorda che limposta di soggiorno una
tassa di scopo, nel senso
che lintero suo gettito
destinato esclusivamente, con precisi capitoli di
spesa, a finanziare migliorie nei servizi turistici
della citt. Non si comprende, alla luce di ci, il
ricorso dellAssociazione
degli Albergatori n linsistenza pretenziosa nel
volere a tutti i costi prendere parte alla gestione
del gettito di tale entrata.
Anche lassessore al Turismo ha voluto puntualizzare alcune cose sulle
dichiarazioni rilasciate
dallonorevole Bandiera.
Assicuro afferma
che la concertazione c
stata, anche in occasioni pubbliche. Abbiamo
istituito come consiglio
comunale, con il placet
dellamministrazione, un
tavolo tecnico permanente non con una parte degli
albergatori, ma con tutti
i soggetti interessati. Le
parti in causa sono state e
verranno tenute in considerazione prosegue lassessore come dimostra
la decisione di istituire
una consulta permanente. Il regolamento della

tassa di soggiorno individua specificatamente, cosa


che non avviene in tutte le
citt, anche le aree di intervento in cui impiegare i
fondi provenienti dal gettito. Bandiera dice che questa citt priva di servizi
turistici, ed vero.
6 Febbraio 2014
Scomparso il giornalista
siracusano Giorgio Italia
E scomparso tragicamente il giornalista siracusano
Giorgio Italia. La tragedia
si consumata a Buscemi,
nella sua residenza. Da
una prima dinamica dei
fatti, sembra che Italia abbia approfittato della momentanea assenza della
donna con la quale conviveva per farla finita utilizzando unarma da fuoco.
Lallarme stato lanciato
dalla stessa convivente,
che si era alzata dal letto
per bere un sorso dacqua.
Mentre si trovava in cucina, ha sentito un botto
provenire dalla camera da
letto. Si precipitata nel
vano soprastante, ma era
gi troppo tardi. Sul posto
sono giunti i carabinieri
della locale stazione che
hanno constatato il decesso dell uomo. Il
medico legale Francesco
Coco ha eseguito lispezione cadaverica, dalla
quale stata confermata la
triste realt. A coordinare
le indagini sulla morte del
giornalista siracusano il
sostituto procuratore Marco Bisogni. Italia stato
per anni collaboratore del
quotidiano La Sicilia.
Per lemittente televisiva Teleunotris, ha curato
la trasmissione dal titolo
Velocemente, dedicata
ai motori ma soprattutto
al rispetto del codice della
strada. La scorsa estate ha
partecipato a diverse trasmissioni di Informare
dedicate alla politica e non
solo. Nei suoi programmi
futuri cera un ritorno sugli schermi proprio con
quella trasmissione molto
apprezzata.
Coloro che hanno avuto

resoconto 1 parte 8

Trasporti, ancora un taglio


ai treni da e per Siracusa

modo di incontrarlo
negli ultimi giorni,
apparso sereno e voglioso di
fare. In tantissimi
hanno postato messaggi sul suo sito
facebook, che frequentava costantemente intrecciando
discussioni con i
numerosi amici che
aveva conosciuto in
rete. Lascia un vuoto
incolmabile nella sua
famiglia, nel padre
Mario, nel fratello
Dario, gi provati per
la prematura scomparsa del figlio e fratello Sergio. Giorgio
Italia lascia una bambina in tenera et. I
funerali si celebrano
domani sera alle ore
16 nella chiesa del
Bethania allIsola.

7 Febbraio 2014
Cancellati altri
sei treni sulla
Siracusa-Gela
Trenitalia in Sicilia
continua a fare tagli
allofferta commerciale. Dopo i tagli
di dicembre relativi
al cambio orario, si
aggiungono gli ultimi tagli riguardanti
la soppressione dal
primo febbraio di
sei treni sulla tratta
Siracusa Gela. A
denunciare la continua politica dei tagli messa in atto da
Trenitalia in Sicilia,
sono Amedeo Benigno Segretario Generale Fit Cisl Sicilia
e Domenico Perrone
Segretario regionale
Fit Cisl Responsabile
Dipartimento Mobilit del sindacato, in
una lettera inviata al
Responsabile direzione passeggeri di
Trenitalia in Sicilia,

Giuseppe Bianca
Direttore Responsabile

Sicilia

Direzione e Redazione
Uffici amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafica S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafica S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987

Una situazione davvero paradossale per una provincia che lamenta


il minimo del sistema infrastrutturale nel settore dei trasporti
di Rfi Spa, allassessore regionale ai Trasporti e ai capigruppo dellAssemblea
regionale siciliana.
In diversi territori aggiungono i
due Segretari assistiamo a continue
riduzioni dellofferta commerciale che
hanno comportato
una vera e propria
desertificazione di
alcune aree ad alto
potenziale per flusso
di pendolari e turisti. Alla riduzione
dellofferta commerciale programmata si
aggiunge il problema
delle continue soppressioni giornaliere
per carenza di materiale rotabile e di
personale mobile.
Una situazione, denunciano dalla Federazione Trasporti
della Cisl , ad oggi
non pi sostenibile,
che scarica sullutente finale, i cittadini,
tutte le inefficienze e
carenze del trasporto
ferroviario regionale.
I due segretari concludono: Riteniamo indispensabile
la costituzione di un
tavolo congiunto per
valutare le risorse
disponibili, i tempi
per la riattivazione
delle linee e tutti gli
interventi da mettere
in atto per garantire
un servizio degno
di un paese europeo. Risulta necessario prima di tutto,
la sottoscrizione del
contratto di servizio
fra Regione e Trenitalia, che oltre ad
apportare le risorse
necessarie per garantire lefficienza del
servizio, definisca
regole e sanzioni a
tutela dei cittadini siciliani, per un servizio essenziale che ad
oggi risponde solo a
logiche di bilancio
aziendale.

28 dicembre 2014, domenica

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

7 febbraio 2014
Depuratore di Sai
8: chiamato in giudizio anche lAto
idrico
Il giudice monocratico Andrea Migneco ha ammesso
la costituzione di
parte civile quattro
associazioni
ambientaliste e tre
enti pubblici al processo a carico di dirigenti e tecnici della Sai 8, che devono
rispondere dei reati
in materia ambientale a causa del cattivo funzionamento
del depuratore di
contrada Canalicchio.
Dopo lunga discussione sulla legittimazione degli ambientalisti, il giudice
ha accolto la richiesta di costituzione
di parte civile di Legambiente Siracusa
(avvocato
Danila
Tuttoilmondo), del
comitato regionale
di Legambiente (avvocato Paolo Tuttoilomndo), del Wwf
Italia
(avvocato
Pierfrancesco Rizza), di Natura Sicula
(avvocato Glauco
Reale), del Comune
di Siracusa (avvocato Bruno Leone),
della Provincia regionale di Siracusa
(avvocato
Alvise
Troja) e dellAto
idrico aretuseo. Proprio su quest ultimo consorzio
per pende una richiesta di chiamata
in giudizio come responsabile civile per
non avere vigilato
sull'operato
della
societ di gestione.
Su questa richiesta
il giudice dobrebbe
sciogliere le riserve
in occasione della
prossima
udienza, fissata per il 12
febbraio. Imputati alla sbarra sono
Alessandro Aiello,
Riccardo Lo Mona-

co, Rosario Fiore,


Gianpiero Pappalardo, Salvatore Torrisi, Marzio Ferraglio.
In particolare, Ferraglio, nella qualit di
amministratore Delegato (dal 26 marzo
2009); Lo Monaco,
residente del Consiglio di Amministrazione e legale
rappresentante (dal 4
giugno 2008); Aiello, responsabile delle Infrastrutture (dal
25 giugni 2006) e di
Procuratore Speciale (dal 21 settembre
2011); Pappalardo,
responsabile del Coordinamento del servizio Gestioni (dal
3 ottobre 2011) e di
Procuratore Speciale (dal 25 ottobre
2011);
lingegnere Torrisi, direttore
Generale Gestioni
Reti ed Impianti
(dal 15 novembre
2010), di procuratore Speciale (dal 21
settembre 2011) e di
co-Amministratore
Delegato (dal 15
novembre
2011);
Fiore, responsabile
della manutenzione
del depuratore (dal
2 settembre 2008);
perch
avrebbero
immesso rifiuti speciali non pericolosi
nelle acque superficiali, smaltendo i
fanghi provenienti
dal ciclo di depurazione dell
impianto di contrada
Canalicchio immettendoli direttamente nelle acque del
torrente Grimaldi (e
conseguentemente
nel mare) invece di
provvedere al loro
regolare smaltimento. Il reato contestato negli anni
2010, 2011 e fino
al settembre 2012
(periodo nel quale la manutenzione
ordinaria e straordinaria dellimpianto
da parte del custode
nominato a seguito

del sequestro del 24


marzo 2012 consentiva di ricondurre
limpianto al corretto funzionamento).
Gli imputati sono
accusati a vario titolo anche di avere
depositato in modo
incontrollato presso il depuratore di
contrada Canalicchio (nelle vasche
di sedimentazione
primaria e nei digestori, utilizzati come
impropri serbatoi di
stoccaggio) il vaglio
ed i fanghi provenienti dal ciclo di
depurazione dellimpianto di contrada
Canalicchio per un
volume complessivo
superiore ai 30 metri
cubi e per un periodo di oltre tre mesi,
invece di provvedere al loro regolare
smaltimento fino al
settembre 2012.
Sono accusati anche in concorso tra
loro di avere gettato nelle acque del
torrente Grimaldi e
conseguentemente nel mare i fanghi
provenienti dal ciclo
di depurazione dell
impianto di
Canalicchio idonei ad
imbrattare il corso
dacqua e a molestare proprietari degli immobili situati
nelle vicinanze dello
stesso torrente Grimaldi. Ed ancora,
gli imputati devono
rispondere del reato ambientale per
avere gettato illecitamente nelle acque
del torrente Grimaldi e conseguentemente nel mare i
fanghi provenienti
dal ciclo di depurazione dellimpianto
di contrada Canalicchio, danneggiando
e deteriorando sia
le acque del torrente
Grimaldi sia quelle
del Porto Grande di
Siracusa, determi-

nando cambiamenti nella colorazione


delle acque, presenza
di sospensioni scure gelificate, cattivi
odori, proliferazione
della flora acquatica tali da disturbare
lo svolgimento delle
normali attivit connesse allutilizzo dello specchio dacqua
prospiciente il Porto
Grande (navigazione da diporto, visite
turistiche balneazione). Avrebbero anche
alteravano le bellezze naturali di beni
sottoposti a speciale
protezione dellautorit e di interesse
paesaggistico e nello
specifico il bacino
del Porto Grande di
Siracusa (dichiarato
di notevole interesse
pubblico e sottoposto a vincolo paesaggistico con decreto
assessoriale del 30
settembre
1988),.
Avrebbero
anche
omesso di adempiere agli obblighi derivanti dal contratto
di servizio e affidamento del Servizio
Idrico Integrato stipulato con lATO
Idrico della Provincia di Siracusa ed in
particolare: facevano
mancare opere necessarie allo svolgimento del pubblico
servizio. In particolare mantenevano limpianto in esercizio
nonostante il malfunzionamento delle
seguenti
apparecchiature: sedimentatori primari (del tutto
fuori servizio); sedimentatori secondari
(inefficiente sistema
di ripartizione sui tre
sedimentatori); digestori (completamente
fuori servizio e senza
centrifuga in efficienza). Lultimo capo
dimputazione connesso alla presunta
frode nellesecuzione
della convenzione di
gestione del Servizio Idrico Integrato e
segnatamente, nonostante la percezione
da parte degli utenti

del corrispettivo previsto per lattivit,


non avrebbero adempiuto agli obblighi
negoziali relativi alla
corretta gestione e
smaltimento dei rifiuti (in particolare di
quelli liquidi provenienti dagli impianti
di smaltimento delle
acque reflue urbane)
immettendoli, almeno in parte, direttamente nellaffluente
(torrente Grimaldi),
omettendo di eseguire lattivit di trattamento e corretto
smaltimento dei fanghi e risparmiando
cos sui costi di depurazione.
9 Febbraio 2014
Neapolis: nasce lassociazione Gruppo
mamme a Siracusa
Conferenza
stampa per la nascita del
"Gruppo Mamme a
Siracusa", associazione sociale senza scopo di lucro.
Lincontro si terr
il 9 febbraio a partire dalle 9.30 fino
alle 11.30, in piazza
Adda.
Parteciper
anche lassociazione sociale Astrea,
nata in memoria di
Stefano Biondo, che
creer per i piccoli
presenti momenti di
animazione, truccabimbi, e giochi vari.
All'incontro parteciperanno anche gli
assessori comunali Liddo Schiavo e
Alessio Lo Giudice,
rispettivamente con
deleghe alle Politiche sociali e Lavori
Pubblici, il rappresentante di quartiere
Neapolis Peppe Culotti e Carmen Castelluccio, presidente
della commissione
consiliare alle Politiche sociali. L'idea
nasce nel 2011 durante la mia prima
gravidanza quando,
frequentando il corso pre-parto, dice
Concy Nucifora, fondatrice del gruppo
emersa in maniera chiara l'esigenza
di un confronto tra
madri e di fare rete,
nonch di rivestire
il ruolo di educatrici degli adulti del
domani>. Il Gruppo
nasce concretamente
il 16 Gennaio 2014,

Sicilia 9

resoconto 1 parte

La vicenda
anche con
risvolti giudiziaria, si riferisce ai maniufatti che
sertvono per
rafforzare le
banchine del
porto grande
di Siracusa

vo di 7 milioni e 830
mila euro. In buona
sostanza, per lassessore Bartolotta tale
problematica riguarda lesecuzione dei
lavori, la cui responsabilit rientra nelle attribuzioni dell
ente a t t u a t o r e .
Non solo, lassessore Bartolotta specifica che "Questo dipartimento ha preso
atto della perizia di
variante suppletiva
dellimporto complessivo di 28 milioni e 650 mila euro,
perizia revisionata il
3 aprile 2012 e quindi in data successiva
In foto, i cassoni
al dissequestro dei
in cemento armato.
cassoni. Tale perizia,
tuttavia, nella sostanza non evidenzia necessit finanziarie o
di lavori, connessi al
problema dello spostamento dei cassoni.
Per lassessorato regionale alle Infradi
M
a
r
i
n
a
fondamentalmente
anche l'aspetto edu- di Melilli al porto strutture, insomma,
cativo e psicologico. grande di Siracusa. la necessit di impeIl padre della psi- Questa in estrema gnare la somma di
coanalisi, Sigmund sintesi la risposta circa 800 mila euro
Freud ha fondato che lassessore re- per il trasporto dei
una scuola di pensie- gionale alle Infra- cassoni in cemento
ro e terapia su questo strutture, Antonino armato alla banchiaspetto della rela- Bartolotta ha reso na del Foro Italico,
zione madre-figlio alla specifica inter- avrebbe dovuto essee sulle conseguenze rogazione dellon. re evidenziata nella
patologiche che ne Enzo Vinciullo, il perizia di variante e
appropossono
derivare. quale aveva chiesto suppletiva,
Anche la psicoana- al Governo regiona- vata in linea tecnilista svizzera Alice le un proprio inter- ca dal Rup ed in via
Miller (1923-2010) vento economico per amministrativa dal
analizzava
questo coprire la spesa di Comune di Siracusa.
rapporto in molti dei circa 800 mila euro, Tutte le somme, indinecessari per lo spo- viduate nel finanziasuoi scritti.
Il concetto di ge- stamento dei cassoni mento dellopera in
nitorialit e di re- dissequestrati con questione sono state
lazione genitoriale decreto del Tribu- impegnate, per cui la
assume particolare nale di Siracusa il 2 Regione Sicilia allarga di fatto le braccia
importanza con la marzo 2012. Nella
sostenendo di non
sua
risposta
l

nuova legge sull'affidamento dei figli assessore Bartolotta avere nessuna ulche rende prioritaria fa notare come gli teriore risorsa nelle
la relazione dei figli interventi di riqua- disponibilit attuali.
con entrambi i loro lificazione funzio- Il problema dello
genitori, indipenden- nale delle banchine spostamento dei castemente dalla rela- del porto grande di sonetti e dellonere
zione affettiva o di Siracusa siano ripre- derivante, rimane del
convivenza dei geni- si il 7 giugno scorso, tutto irrisolto. Anzi,
tori. In precedenza si mentre il 24 ottobre viene nuovamente
faceva riferimento al successivo la Regio- ribaltato nei conne ha comunicato al fronti del Comune di
termine coniugi.
Comune di Siracusa Siracusa, che adesso
di avere accreditato dovr trovare le som11 Febbraio 2014
Al Comune lonere la somma di un mi- me necessarie per
lione e 106 mila euro affrontare a proprio
dei cassoni
Non potr esservi per lesecuzione dei carico il trasferimenun intervento econo- lavori finalizzati in to via mare dei casmico da parte della gran parte per il pa- soni dissequestrati
Regione Sicilia per gamento dello stato da riporre i manufatti
reperire i fondi ne- di avanzamento la- in fondo al mare del
cessari per lo spo- vori a tutto il 12 set- porto grande per il
stamento dei cassoni tembre scorso per un consolidamento delle
dall attuale
base importo complessi- stesse.

I cassoni ritornano
a spese del Comune
con l'apertura della
pagina Facebook e
una mail dedicata
(gruppomammeasiracusa@gmail.
com).
<Inizialmente il numero delle mamme
era di 100 circa continua Nucifora con il
web in pochi giorni
siamo giunti a quasi
400, di et compresa trai25ei45anni.
Siamo in linea con
le principali citt
italiane, dove alle
mamme pi intraprendenti riconducibile un servizio di
"supporto" morale e
concreto.
Anche a Siracusa il
gruppo dovr diventare un teatro che
affianchi la mamma
nel suo percorso
iniziale e successivo alla nascita del
bambino. Tutto
possibile attraverso
la creazione di un
sistema di agevolazioni che possano
rendere pi fruibili i servizi legati al
mondo dell'infanzia
(negozi, sanitarie,
laboratori, corsi vari
dedicate alle attivit pi diverse, dalla
cucina alla creta, dal
fumetto alla musica,
dalla cartapesta al
mosaico, dall'ippoterapia al giardinaggio). Ma anche consigli medici di primo

livello, di una rete di


esperti attraverso incontri che si terranno
in apposite strutture e
che saranno comunicate di volta in volta.
Il desiderio spiega
Eleonora Zuppardi a
nome dellassociazione nasce da una
constatazione: nella
nostra citt non ci
sono strutture che
diano un reale aiuto
sia alle neomamme
sia ai bambini, basti
pensare alla carenza
di parchi o di ambienti in cui i piccoli possano dedicarsi
alle attivit ludiche.
Per questo confermiamo la necessit di fare "rete", di
sostenerci nei gesti
quotidiani. A breve,
saremo presenti nei
principali
giardini
delle citt a diffondere l'idea del nostro
Gruppo, avvalendoci
del contributo volontario di Associazioni,
di animatori e intrattenitori per bambini e una successiva
conferenza stampa
illustrer i dettagli
dell'Associazione.
Nell'essere umano
la figura della madre sempre stata
di fondamentale importanza perch oltre
a presiede all'accudimento primario e
fisico (come nell'animale), ne influenza

resoconto 1 parte 10
11 febbraio 2014
Spese pazze
Cappadona sereno
Proseguono a l l a
Procura della Repubblica di Palermo
gli interrogatori dei
parlamentari regionali, coinvolti a vario titolo nellormai
famosa vicenda delle
spese pazze da parte
dei gruppi parlamentari allArs. Nella
giornata di ieri toccato allex deputato
regionale siracusano
Nunzio Cappadona
recarsi a Palermo
per sottoporsi alle
domande del pubblico ministero Luca
Battineri. In realt, il
colloquio dellonorevole Cappadona con
il magistrato durato
pochi minuti, il tempo necessario di notificare di volersi avvalere della facolt di
non rispondere. L'ex
capogruppo di Alleanza per la Sicilia
nella scorsa legislatura stato assistito
in questa circostanza
dall'avvocato Amato.
Nel mandato a comparire nei confronti
di Cappadona, i magistrati palermitani
fanno r i f e r i m e n to all'elargizione
di contributi a favore
di associazioni di volontariato. Per quanto
riguarda la provincia
di Siracusa, l'associazione Marlin club
di Siracusa avrebbe
ottenuto 2 mila euro
come la coop La
famiglia c o lorata di Siracusa,
mentre la Siracusa
Giovani
avrebbe
ottenuto 900 euro,
ed il Centro ascolto
oncologico simultaneo di Siracusa mille euro. Tra le altre
spese attribuite a
Cappadona, 700 euro
per un necrologio e
alcuni versamenti ai
deputati e catalogati
alla voce contributo
per organizzazione
attivit congressistiche di cui avrebbero usufruito lo stesso
Cappadona, Mario
Bonomo, Giovanni
Cristaudo.
L'ex d e p u t a t o
Cappadona ha diffuso alla stampa una
nota con la quale
spiega la propria posizione: Ho corret-

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

In tanti fanno
notare questa
mancanza da
parte della Regione Sicilia,
che coincide
nellanno in cui
viene festeggiato anche il
50 degli spettacoli classici
al teatro greco.
In foto, a fuanco,
la Bit di Milano.

Inda assente alla Bit


nellanno del centenario
tamente impiegato il
denaro ricevuto
rispettando la normativa in vigore
scritto nella nota Ho
monitorato le spese
degli altri componenti del gruppo attraverso l'acquisizione delle relative
ricevute, pertanto attendo fiducioso che
l'iter delle indagini si
concluda. Sono sereno poich le accuse
mosse nei miei confronti sono prive di
fondamento.

13 Febbraio 2014
Scomparso lex
dirigente Mobile
E s c o m p a r s o
allet di 82 anni il
commendatore Andrea Padova, molto noto a Siracusa
perch per un lungo
periodo tra la fine
degli anni Sessanta e
il 1982 ha ricoperto
la carica di dirigente
della squadra mobile della Questura.
Padova era dirigente
superiore della Polizia di Stato ed
ricordato come un
investigatore capace di tenere a freno
il fenomeno della
criminalit nel capoluogo che a quei
tempi era caratterizzata dal contrabbando di sigarette e dallo sfruttamento della
prostituzione. I primi
malavitosi siracusani

si dedicavano anche
alla gestione delle
bische clandestine.
Il dottore Padova ha
poi vissuto in prima
linea la nascita delle
prime forme di criminalit organizzata,
nate timidamente nel
1973 a seguito della
chiusura forzata del
carcere borbonico di
via Vittorio Emanuele, ed il trasferimento temporaneo dei
detenuti alla vecchia
casa di reclusione di
Augusta, dove nacque il primo sodalizio tra due figure
storiche della malavita siracusana, Agostino Urso detto u
prufissuri, in carcere
per avere accoltellato tre marocchini
al culmine di un litigio, Nunzio Rizza,
che doveva scontare
una condanna a 5
anni di reclusione
per
unestorsione
consumata a Torino
e per il ferimento
di
unautomobilista che aveva avuto
lardire di superarlo
a bordo di una Fiat
500, lui che viaggiava su una Maserati, e
Totuccio Schiavone.
Nacque
allepoca
la prima banda che
camuffava gli affari
illeciti dietro linsegna di un club culturale sito in via Crispi
denominato
Circolo degli arditi.

Circolo che era nato


in contrapposizione
a quello gestito da
Emanuele Germano,
il quale minacci gli
avventori del circolo
di via Crispi diffidandoli a frequentare la
sala. Lepisodio non
pass inosservato e
in occasione dellinaugurazione di una
propria sala giochi
alla Borgata santa
Lucia, Germa-no fu
affiancato da tre individui, due dei quali lo
tenevano per le braccia, mentre un terzo
lo gambizz. Fu uno
dei fatti pi clamorosi avvenuti durante il
periodo in cui Padova
dirigeva la squadra
mobile di Siracusa.
15 Febbraio 2014
Inda assente alla Bit
in corso a Milano
LInda esclusa dalla
Bit in programma in
questi giorni a Milano. La Regione
Siciliana, sta partecipando alla Borsa Internazionale del Turismo con uno stand
importante di oltre
300 metri quadri. Sul
sito della Regione
Siciliana Assessorato Turismo era stata
pubblicata, in data
31 gennaio scorso la
richiesta di partecipazione riservata agli
operatori
culturali
con presentazione richiesta entro il 4 feb-

Sicilia 11

28 dicembre 2014, domenica

braio. Nelle edizioni


che vanno dal 1996
al 2011, la Fondazione istituto nazionale
del dramma antico
stata sempre protagonista, ospitata con
uno spazio a lei riservato allinterno dello
stand dellarea della
Regione Siciliana,
nel rispetto della sua
storia e dei risultati
unici in Europa che
lIstituto siracusano
ogni anno assicura.
Dal programma delle conferenze, ha denunciato lon. Enzo
Vinciullo invece, si
evince che ieri, nello
stand della Regione, si tenuta una
conferenza stampa
sul tema Cultura e
teatri di pietra alla
presenza dellAssessore ai Beni Culturali
nonch il Direttore
Artistico della Fondazione Euro Mediterranea di Roma, ed
stata, invece, esclusa lINDA, cosa che
non accadeva da numerosi anni a dimostrazione che spesso
i non siracusani amano la nostra Citt e le
nostre Istituzioni culturali pi di coloro i
quali amano definirsi
siracusani. Mi pare
di capire, quindi,
continua Vinciullo
che la Regione si stia
preparando a sostituire la Fondazione
INDA con la fon-

dazione Euro Mediterranea, che non ha


sede in Sicilia e che,
fino a prova contraria, non credo possa
rappresentare la citt
di Siracusa e la Sicilia in una manifestazione cos importante
quale quella della
Borsa internazionale
del Turismo".
25 Febbraio 2014
Intesa per valorizzare citt darte
siciliane
Unintesa per valorizzare e rilanciare le
citt darte della Sicilia. Questo il senso
delliniziativa intrapresa dallassessore
regionale ai Beni culturali e i sindaci delle
citt siciliane, riconosciute per la loro
propensione allarte.
Le citt darte italiane sono il pi importante insediamento di
patrimonio culturale
e per questo ricoprono i primi posti nella graduatoria delle
citt pi vivibili e
attirano pi del 33%
del turismo, con una
quota maggioritaria
di visitatori stranieri.
Nonostante abbiano
quindi collezionato
in questi anni risultati
significativi, le citt
darte necessitano di
continue cure, di una
politica di valorizzazione adeguata ai
mutamenti della domanda internazionale
cos come dei bisogni
dei cittadini residenti.
L Associazione delle
Citt dArte e Cultura (CIDAC), che
associa le principali
citt darte del nostro
Paese, ha condotto,
insieme al Ministero
per i beni culturali
e il turismo, unarticolata politica di
valorizzazione
del
patrimonio culturale,
dei centri storici, dei
musei e delle aree archeologiche. Fino ad
ora la Sicilia, e le sue
citt darte, erano rimaste escluse per via
della competenza in
materia affidata alla
Regione. Da oggi,
grazie alla firma del
Protocollo dintesa,
lattivit di valorizzazione delle citt
darte sar estesa alla
Sicilia.

resoconto 1 parte

determinante la testimonianza del pentito troia

Per lomicidio del portalettere


condannato un ex pugile

26 Febbraio 2014
Mafia nella zona Sud
Inflitte 24 condanne
Si concluso con una sentenza di condanna a carico di ventiquattro imputati il processo dappello
scaturito
dalloperazione Nemesi per mafia,
estorsioni, droga e bische clandestine scaturito
dall'omonima operazione
portata a termine nel luglio 2008 dalla polizia ad
Avola. La Corte dAssise
dAppello ha accolto anche se in parte le richieste
dettate a conclusione della
requisitoria dal sostituto
procuratore generale Romina Cantone.
I giudici hanno irrogato la
pena di 22 anni in continuazione con la sentenza
del processo Mangusta a
carico del presunto boss di
Avola, Michele Crapula,
per ilo quale la pubblica
accusa aveva sollecitato la
condanna a 30 anni di reclusione. Si vista ridurre
la condanna da 13 anni e
8 mesi a 11 anni e mezzo
Francesco Alota, in arte
Profeta Francois (18
anni era la richiesta del
pm). Riformata in meglio
anche la pena a carico del
netino Angelo Monaco,
condannato a 9 anni (11
anni in primo grado); 8
anni sono stati inflitti anei
confronti di Sebastiano
Catania, appena sei mesi
in meno rispetto al primo
grado; 7 anni e mezzo di
reclusione sono stati inflitti a carico di Massimo
Liggeri (9 anni e 4 mesi in
primo grado) e Antonino
Carb (10 anni in primo
grado); 6 anni per Biagio
Sesta (tre mesi in meno);
6 anni e 4 mesi per lunica
donna coinvolta nelloperazione, Carmela Quadarella (da 9 anni e 4 mesi).
Ridotta da 7 anni a 3 anni
e mezzo la condanna per
Gaetano Liuzzo Scorpo,
mentre a carico di Giuseppe Cancilla la riforma
della pena a 3 anni di reclusione (3 anni e mezzo
in primo grado). Si vista
dimezzare la pena Piero
Puglisi, che da 6 anni in
primo grado adesso ne
dovr scontare 2. Conferma della pena, invece, per

In foto, il luogo del ritrovamento del cadavere di Salvatore Giacona.

tutti gli altri imputati alla


sbarra: 21 anni a carico di
Antonino Di Stefano, 20
anni di reclusione a carico di Marco Di Pietro e
Corrado Ferlisi, 19 anni
di reclusione, in continuazione, sono stati inflitti Zafer Yildiz, 14 anni
e 4 mesi per Carmelo Lo
Giudice, 10 anni e mezzo
di reclusione Innocenzo
Buscemi, 10 anni per Salvatore Celesti, 8 anni e 2
mesi per Renzo Macca, 7
anni per Corrado Morana,
3 anni di reclusione per
Antonino Di Rosa Zagarella. 2 anni per Benedetto
Cannata, Davide Russo,
Giovanni Tumminello.
Loperazione Nemesi
scattata il primo luglio
2008. Secondo quanto
accertato dagli investigatori del commissariato
di pubblica sicurezza di
Avola il clan Pinnintula si
era riorganizzato attorno
ad alcune figure che avevano preso il posto dei
capi da tempo ormai in
carcere in regime di 416
bis. Estorsioni, racket dei
videogiochi, traffico di
sostanze stupefacenti, le
attivit illecite principali
attorno alle quali si sarebbero alimentate le casse
della cosca mafiosa. Lindagine dei poliziotti del
commissariato di Avola,
con il coordinamento della direzione distrettuale
antimafia di Catania, hanno permesso di fare luce

su una serie di episodi,


ma soprattutto di leggere
la nuova mappa del clan
Trigila, che opera nella
zona Sud della provincia
di Siracusa. Diverse le
ipotesi di reato.

27 Febbraio 2014
Omicidio Giacona:
ergastolo per ex pugile
Antonino Linguanti non
il mandante dellomicidio
del portalettere Salvatore Giacona, consumato
nelle campagne di Cassibile per il quale stato
assolto. Ma lo stesso presunto esponente del clan
Aparo-Trigila, stato riconosciuto mandante ed
esecutore dellomicidio
di Salvatore Bologna, avvenuto nel febbraio 2002,
e per tale motivo stato
condannato a 30 anni di
reclusione. La sentenza
stata emessa ieri pomeriggio, dopo cinque ore
di camera di consiglio,
dalla Corte dAssise di
Siracusa (presidente Maria Concetta Spanto, a
latere Stefania Scarlata).
Sentenza di condanna al
carcere a vita anche per
il coimputato, lex pugile siracusano Salvatore
Battaglia, riconosciuto
colpevole dellomicidio
di Giacona. Una sentenza
che delude le aspettative
del collegio difensivo:
lavvocato
Domenico
Mignosa aveva chiesto
lassoluzione per Batta-

glia, producendo una corposa memoria contenente


anche un dispositivo della
Corte di Cassazione che
per il Battaglia aveva
escluso il suo coinvolgimento nellassociazione
mafiosa. Per il legale di
Battaglia, non vi sarebbero stati quindi, i presupposti ed il movente per
uccidere il portalettere
cassibilese.
Di diverso avviso i giudici della Corte d Assise,
che hanno
ritenuto
credibili le dichiarazioni
del collaboratore di Giustizia, Sebastiano Troia,
che dellomicidio Giacona si autoaccusato e che
per tale motivo si visto
infliggere la condanna a
16 anni di reclusione E
proprio
il Troia che, recandosi
alla stazione dei carabinieri di Cassibile, racconta le modalit di uccisione
del Giacona, avvenuta il
primo aprile 2009 a colpi
di pistola prima di
appiccare lincendio alla
sua vettura dentro la quale rimasto carbonizzato
il cadavere della vittima.
Ma ci che pi incide sul
coinvolgimento del Battaglia sono le impronte
digitali rinvenute nella
pistola e nel sacchetto
dentro al quale era stata custodita. Arma che il
collaboratore di Giustizia
ha fatto ritrovare agli investigatori. In foto, una

pattuglia dei carabinieri.


Linguanti stato per
condannato a 30 anni di
reclusione per lomicidio
del cassibilese Salvatore
Bologna e dellomicidio
di Giacona.
Esplode impianto
ad Isab Sud Fiamme
e panico fra la gente
Unesplosione e poi delle
fiamme altissime che si
sono notate distintamente per chilometri. Lincidente accaduto ieri
sera intorno alle ore 18
alla raffineria Isab Sud
di Priolo Gargallo. Lallarme scattato quando
uno spostamento daria
stato avvertito nei centri
abitati di Belvedere, Citt
Giardino, Priolo e in tutta larea petrolchimica.
Sul posto sono accorse le
squadre dei vigili del fuoco aziendali e quelle della
sede centrale di Siracusa.
Secondo i primi riscontri,
sembra che sia esploso
il compressore nellimpianto 500 power former
per la produzione di benzina dello stabilimento
Isab Sud. Ci ha provocato uno sfiaccolamento
piuttosto visibile in tutta
la zona industriale. Lesplosione e le successive
fiamme hanno destato
preoccupazione tra i residenti delle comunit
vicine ma anche in tutti
i lavoratori degli stabilimenti che operano nel
petrolchimico priolese.
La statale 114 stata
bloccata per poche decine
di minuti per consentire
ai mezzi di soccorso di
intervenire. Non si registrano danni a persone,
mentre lincendio, tenuto
sotto controllo, in fase
di spegnimento. L'impianto collocato all'interno del Petrolchimico
di Priolo rispetto al quale
come Verdi abbiamo gi
presentato un esposto alla
magistratura in merito
alla qualit dell'aria". Lo
dichiarano il leader nazionale dei Verdi Angelo
Bonelli e Giuseppe Patti,
responsabile dei Verdi di
Siracusa. "Chiediamo al
Ministero dell'Ambiente
e alla Regione Siciliana
di fornire immediatamente informazioni ai cittadini su quello che sta accadendo perch i video che
arrivano da Priolo sono
francamente impressionanti. Il fatto che tutto
questo avvenga in una
delle bombe ecologiche
italiane moltiplica.

resoconto 1 parte 12

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

politica. a marzo il passaggio dellex parlamentare

Edy Bandiera passa


con Forza Italia
2 marzo 2014
Le pretese della mafia
nei confronti dellIgm
Ho deciso di presentare
una specifica interrogazione parlamentare perch
non pu passare sottovoce
o, peggio, nel silenzio una
vicenda che potrebbe avere risvolti davvero importanti per i cittadini e il comune di Siracusa. Queste
le dichiarazioni del parlamentare nazionale del Pd,
Pippo Zappulla, a proposito di quanto emerso da una
operazione della Dia di
Catania del 27 novembre
scorso relativa ad una inquietante rete di estorsione
ai danni di una delle imprese pi importanti della
provincia da tempo gestore del servizio di raccolta
dei rifiuti urbani in citt e
non solo. Dalle scarne notizie giornalistiche si evince un sistema estorsivo
consolidato a favore della
famiglia Santapaola- Ercolano di Catania.
E chiaro che non mia
intenzione n potrei entrare nel merito delle operazioni della Magistratura e
delle successive fasi giudiziarie afferma Zappulla
ma, a pochi mesi dalla
nuova gara dappalto su un
servizio cos importante e
delicato per lintera comunit, lecito, oserei dire
doveroso, chiedere lumi.
Stiamo parlando di uno
dei servizi pi importanti
per i siracusani sia per la
qualit della vita che per le
ricadute economiche sulle
famiglie. Come risaputo
lultimo contratto con il
comune di Siracusa per il
servizio di raccolta dei rifiuti urbani risale al 2003
con scadenza nel 2008 e la
previsione massima di un
ulteriore anno di proroga.
Dal 2009 si pertanto in
regime di proroga e il prossimo bando dalle informazione fornite dallamministrazione comunale non
potr e, a mio avviso, non
dovr andare oltre pochi
mesi ancora.
Sono convinto che il bando che sar definito ed
elaborato fornir tutte le
garanzie possibili ma ritengo fondamentali dice
Zappulla la qualit del

Edy Bandiera.

servizio per un citt che


merita di essere pi pulita
e pi organizzata; la raccolta differenziata vera;
un contenimento dei costi
guardando con particolare
attenzione alle fasce pi
deboli della societ; la tutela delloccupazione e il
rispetto dei diritti dei lavoratori impegnati.
Il nostro un territorio,
peraltro, gi turbato dal
fallimento della Sai 8 per
un servizio altrettanto
strategico per la vita dei
cittadini e delle famiglie
e, nonostante gli indubbi
successi conseguiti dalla
Magistratura e dalle forze
dellordine, rimane alta
lattenzione contro la sempre possibile recrudescenza criminale, affaristica e
mafiosa.
In riferimento ai fatti giudiziaria, pur esprimendo
comprensione umana per
le imprese vessate e sottoposte a pressioni malavitose, la scelta inequivocabile
non pu che essere quella
della denunzia e della collaborazione con le forze
dellordine e la Magistratura.
Ritengo, pertanto, fondamentale fare luce sullintera vicenda a garanzia
dellintera comunit. Ho
chiesto, quindi, al Ministro dellInterno, magari
attraverso la nomina di
una specifica commissione
ispettiva, di approfondire
lintera vicenda a sostegno della legalit e della
trasparenza. A sostegno e
a conforto delle decisioni e delle delicate scelte a

cui saranno chiamati gli


amministratori e lintero
consiglio comunale della
citt.
2 marzo 2014
Scoperta maxi evasione
da 2 milioni e mezzo
Una maxi evasione milionaria stata scoperta dalla Guardia di Finanza di
Siracusa, a seguito delle
indagini di polizia tributaria e giudiziaria. Scovata
unorganizzazione,
che
catalizzava in capo ad una
societ inattiva di Carlentini i debiti nei confronti
dellErario e degli Enti
Previdenziali ed Assistenziali, relativi al personale
ingaggiato ma che, di fatto, veniva utilizzato abusivamente da altra societ
operante in Augusta.
Le Fiamme Gialle erano
riuscite infatti ad accertare
che quella carlentinese era
una societ costituita per
il solo fine di assumere il
personale e, conseguentemente farsi carico dei
relativi oneri fiscali e previdenziali, che poi, di fatto, operava alla diretta ed
esclusiva subordinazione
dellaltra societ megarese.
Con tale manovra elusiva il sodalizio criminoso,
creato artatamente dalle
due imprese aretusee, in
violazioni ai principi della
normativa giuslavoristica,
aveva evaso, tra ritenute
fiscali e contributi previdenziali, anche mediante
lemissione e lutilizzo di
fatturazioni di operazioni
inesistenti, un cospicuo

valore a danno alle casse


dello Stato. 85 i lavoratori assunti dalla societ di
Carlentini; ci ha consentito di contestare alle due
societ il distacco illecito e la somministrazione
abusiva di manodopera
che ha comportato ingenti
sanzioni amministrative
Era stata accertata anche
unevasione per oltre cinque milioni di euro che
ha portato alla denuncia
alla Procura della Repubblica di Siracusa dei due
rappresentanti legali delle
societ.
Ed proprio a seguito
delle attivit di indagine
svolte dai finanzieri della
Compagnia di Augusta,
che la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siracusa ha emesso il provvedimento di
sequestro preventivo per
equivalente di immobili,
terreni, motoveicoli, conti correnti bancari quote
sociali di diverse societ
e titoli azionari per un valore complessivo di oltre
due milioni di euro, di cui
euro 400 mila gi immediatamente cautelati.
3 marzo 2014
Ucciso un disoccupato
a Floridia
Era scomparso venerd
scorso da casa. Malgrado
le ricerche e la relativa
denuncia da parte dei familiari, nessuno era riuscito ad avere sue notizie.
Finch nella mattinata di
ieri il suo cadavere stato
rinvenuto in una discarica
nei pressi del cimitero di

28 dicembre 2014, domenica

Floridia. La vittima si chiamava Nicola La Porta di 54


anni, il quale si allontanato da casa senza pi dare
alcuna notizia di se. Sul
posto del ritrovamento del
cadavere sono giunti i carabinieri della Tenenza di
Floridia che hanno eseguito il riconoscimento. Da un
primo sopralluogo sul luogo del delitto, eseguito dal
medico legale, Francesco
Coco, sembra che luomo
sia stato attinto da un colpo
di arma da fuoco al cranio.
Molto probabilmente si
tratta di una vera e propria
esecuzione.
Se ne sapr, comunque, di
pi nella mattinata odierna
quando lo stesso medico
legale, su disposizione del
pubblico ministero Tommaso Pagano, effettuer
presso lobitorio dellospedale Umberto primo di
Siracusa una prima ispezione cadaverica e anche i
raggi X.
4 marzo 2014
Edy Bandiera annuncia
Passo con Forza Italia
La notizia rimbalza da Palermo e non coglie di certo
impreparati i conoscitori
del mondo politico siracusano. Il deputato regionale
Edy Bandiera, infatti, lascia il gruppo Udc all'Ars
per aderire a quello di Forza Italia allAssemblea Regionale Sicilia.
L'annuncio ufficiale sar
dato questa mattina alle
ore 10, nella sede di Catania dellArs, in via Etnea,
a Palazzo Minoriti. All'appuntameto saranno presen
ti il coordinatore regionale del Movimento politico
Forza Italia, Vincenzo Gibiino, con Stefania Prestigiacomo, Bruno Alicata,
il capogruppo in Regione
Marco Falcone e lintera
deputazione regionale di
Forza Italia.
Bandiera, che si era anche candidato a sindaco
uscendo al primo turno,
deputato regionale supplente dallo scorso 5 gennaio al posto di Pippo Sorbello, deputato regionale
dellUdc, sospeso temporaneamente dal mandato parlamentare a causa
dell'applicazione della legge Severino essendo stato
condannato in primo grado
a quattro mesi di reclusione e allinterdizione per un
reato di abuso dufficio risalente al 2006. Primo dei
non eletti nelle liste Udc
di Siracusa, Bandiera alle
scorse regionali aveva ottenuto 4.500 voti.

Sicilia 13

resoconto 1 parte

Il presidente
del Consiglio
dei ministri
trascorre una
giornata in
citt fra piccoli alunni e
incontro con
gli amministratori al
Vermexio
In foto, il presidente
Renzi a Siracusa.

Il presidente Matteo Renzi


a Siracusa: Inviatemi sms

5 marzo 2014
Matteo Renzi
a Siracusa
Renzi ha incontrato i
sindaci della provincia di Siracusa. Alla
presenza del sottosegretario Graziano
Del Rio e del governatore Crocetta, il
premier ha ascoltato
le istanze di alcuni
primi cittadini, come
nel caso del sindaco di Lentini, Alfio
Mangiameli, che ha
illustrato la situazione paradossale del
suo Comune legata
al pignoramento dei
fondi da parte del
tribunale di Siracusa
e limpossibilit di
pagare gli stipendi al
personale. Mangiameli ha annunciato
di volere incatenarsi
domattina
dinanzi
allingresso del palazzo di Giustizia di
Siracusa.
Anche i sindaci di
Rosolini,
Corrado
Calvo, di Solarino,
Sebastiano Scorpo e
quello di Canicattini e vice presidente
Anci, Paolo Amenta
hanno messo in evidenzia problemi legati al federalismo fiscale e alle difficolt
dei piccoli comuni a
tirare avanti. Amenta ha evidenziato
anche il problema
dellaccoglienza dei
minori stranieri non
accompagnati per i

quali i comuni sono


costretti ad anticipare somme che si aggirano sui 70 euro a
bambino.
Anche il sindaco di
Avola, Luca Cannata, ha messo in evidenza le lungaggini
burocratiche
che
bloccano i finanziamenti per gli interventi contro il dissesto idrogeologico.
Al sindaco di Avola,
Renzi ha risposto di
insistere perch proprio per i problemi
idrogeologici sono
disponi bili pi di un
miliardo e mezzo di
euro. Il presidente
del consiglio dei ministri ha incoraggiato i sindaci, invitando quello di Lentini
a non incatenarsi.
Ha poi fatto riferimento al Mediterraneo, cuore dellEuropa, citando La Pira
e si soffermato
sulla scuola. Il nostro vuole essere un
investimento culturale ed educativo
ha detto Non c
stabilit burocratica
senza stabilit delle
aule scolastiche. Ha
cos annunciato per
mercoled prossimo
il varo della job acts
e la disponibilit di
2 miliardi per ledilizia scolastica.
Anche in piazza Duomo, allingresso di palazzo

Vermexio, un folto
gruppo di persone,
tra le quali esponenti della destra e di
Fronte Nuovo hanno
inscenato una manifestazione di protesta
con bandieroni e cartelli.

6 marzo 2014
Il sindaco di Lentini
sincatena
Ha sospeso la protesta il sindaco di
Lentini, Alfio Mangiameli che questa
mattina si era incatenato allingresso del
palazzo di Giustizia
di Siracusa. La decisione di interromoere la manifestazione
dovuta alla convocazione da parte del
prefetto
Armando
Gradone, per approfondire la questione
relativa alle difficolt del Comune lentinese di fare fronte ai
servizi e agli stipendi
del personale dipendente, a causa del
pignoramento delle
somme
depositate
alla Tesoreria comunale. La protesta
di Mangiameli, che
ha ricevuto la solidariet di molti suoi
colleghi sindaci e
anche da parte della
parlamentare regionale Marika Cirone
Di Marco, durata
poco pi di tre ore.
Poco prima delle ore
14, infatti, ha ricde-

vuto la comunicazione del massimo


rappresentante del
governo in provincia
di Siracusa che lo ha
convocato in Prefettura. Mangiameli
aveva annunciato la
sua azione clamorosa di protesta in occasione dellincontro
di mercoled scorso
con il presidente del
Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi.
In occasione del suo
intervento a palazzo
Vermexio, Mangiameli ha fatto notare
come la situazione
economica del comune di Lentini sia
drammatica. In pi ci
si messa la sentenza del tribunale civile che ha disposto il
pagamrnto di debiti
pregressi per un ammontare di circa 4
milionid i euro e ci
bastato per non fare
pi tornare i conti.
Al punto che da una
settimana i dipendenti comunali sono
sul piede di guerra
ed hanno organizzato sit-in, manifestazioni, assemblee per
capire come uscire
fuori dalla situazione
preoccupante in cui
sono caduti.
Intanto, nelle ultime
ore sembra in qualche modo essersi risolta la problematica
relativa alla liquidit
del comune di Lenti-

ni. Vi sarebbero, infatti, dei fondi pari a


circa 700 mila euro,
che erano stati accantonati e che potrebbero essere messi a disposizione dei
dipendenti, per risolvere il pagamento degli stipendi del
mese di febbraio.
12 marzo 2014
Preso lautore
dellomicidio
Liotta
Sarebbe stato ucciso
per interessi legati
al traffico di armi
giocattolo modificate Mario Liotta,
il camionista di 41
anni, ucciso l8 novembre scorso ed il
corpo carbonizzato
e abbandonato nelle
campagne di Avola
allinterno di un involucro di plastica.
Le manette sono
scattate ai polsi di
Claudio Caruso, 32
anni, avolese, incensurato, di propfessione muratore anche se da qualche
tempo disoccupato,
il quale accusato
dellomicidio di colui che era un suo
amico e con il quale
aveva intrattenuto
frequentazioni nei
luoghi di ritrovo.
Lesecuzione di una
ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip Patricia
Di Marco, su ri-

chiesta della procura


della Repubblica di
Siracusa, stata effettuata dai militari
dal Nucleo Operativo
e Radiomobile della
Compagnia
Carabinieri di Noto. Le
indagini sono state
svolte con il lausilio di intercettazioni
ma soprattutto con i
riscontri di laboratorio da parte del Ris
di Messina su tracce ematiche e sulla polvere da sparo
rivenuta sui luoghi
del delitto. Le indagini non sono state
semplici sia perch
era trascorse oltre 24
ore dalla scomparsa
del camionista fino
al suo ritrovamento.
Numerosi i sospetti
ma poco di costrutto se non il tentativo
di riallacciare le fila
delle amicizie e delle conoscenze di un
camionista sempre in
giro con il suo mezzo. Un primo riscontro stato dato dalla
visione di alcune
immagini tratte dal
sistema di videosorveglianza di alcuni
locali pubblici. La
traccia del possibile traffico di armi,
che a giudizio degli
inquirenti
sarebbe
quella per la quale
avrebbe un senso il
movente dellomicidio, lavrebbe suggerita agli investigatori
la convivente della
vittima, che avrebbe
riferito di una pistola
giocattolo modificata
che Caruso e Liotta
detenevano in compropriet. Su queste
circostanze il Caruso
stato gi interrogato dal pm Guarnaccia
e dagli investigatori
in sede di indagine.
Per gli inquirenti,
quindi, il movente
dellomicidio Liotta
sarebbe da ricercare
nel traffico di armi
nel quale sarebbero
stati entrambi coinvolti. Domani previsto linterrogatorio
dellindagato.

resoconto 1 parte 14
17 marzo 2014
Omicidio La Porta
Svolta alle indagini
Quattro persone sono
state fermate dai carabinieri ieri mattina
al culmine delle indagini relative allomicidio di Nicola
La Porta, il 45enne
floridiano, il cui cadavere stato ritrovato il 3 marzo scorso
in una discarica nei
pressi del cimitero di
Floridia, dopo essere
stato attinto da numerosi colpi di arma
da fuoco. Il provvedimento restrittivo
stato emesso dal
Gip del tribunale di
Siracusa, Vincenzo
Panebianco, a carico
di Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni,
Giuseppe Genesio,
avolese di 26, Leonardo Maggiore, siracusano di 19 anni
e Salvatore Mollica
di 31, originario di
Catania. A coordinare le indagini sono i
sostituti procuratori
Andrea Palmieri e
Tommaso Pagano, i
quali hanno delegato i carabinieri del
nucleo radiomobile
della compagnia di
Siracusa.
La svolta alle indagini avvenuta qualche
giorno dopo il ritrovamento del cadavere di La Porta. La
visione e lo studio
dei frame di alcune
immagini della videosorveglianza hanno
permesso agli investigatori di identificare i quattro presunti
autori dellomicidio.
Le accuse maggiori
ricadrebbero su Lopes, che oltre ad essere lorganizzatore
sarebbe anche lesecutore materiale del
delitto. Omicidio che,
secondo gli inquirenti, sarebbe matuirato nellambiente del
traffico delle sostanze
stupefacenti.
Come si ricorder, la
vittima era scomparsa venerd 28 febbraio da casa ed stato
ritrovato il luned
successivo in una discarica del cimitero
floridiano.
Secondo
quanto
emerso dallesame
autoptico, luomo sarebbe stato dapprima
attinto da numerosi

28 dicembre 2014, domenica

Sicilia 28 dicembre 2014, domenica

Nicola
La Porta fu
ucciso dopo
essere stato
attirato in una
trappola. La
Procura della
Repubblica di
Siracusa ha
coordinato le
indagini dei
carabinieri

La vittima,
Nicola La Porta.

Omicidio a Floridia:
presi i quattro autori

colpi di arma da fuoco per poi abbandonarlo nel luogo non


lontano dal campo
santo.
La morte risalirebbe
a sabato 1 marzo,
come stabilito dal
medico legale Francesco Coco.
Questa mattina
previsto linterrogatorio di garanzia
dinanzi al Gip Panebianco per Lopes,
che ha affidato la
difesa allavvocato
Junio Celesti. Lopes
era stato coinvolto nelloperazione
antimafia legata alle
presunte estorsioni
ai danni di un autosalonista siracusano
ad opera del clan
Bottaro-Attanasio.
Ma stato poi scarcerato dal tribunale
del riesame di Catania.
24 marzo 2014
Istituito il parco
di Leontinoi
E una realt il Parco
Archeologico di Leontinoi, il cui riconoscimento avvenuto
con un decreto, datato 20 marzo, dellassessore ai Beni Culturali della Regione,
Mariarita Sgarlata.
Lo ha comunicato
ieri mattina nella
sala del Comune di
Lentini lo stesso assessore Sgarlata ai
sindaci di Lentini

Alfio Mangiameli e
di Carlentini Pippo
Basso, consegnando
la copia del decreto
in attesa di pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale. Anche per
questo territorio inizia cos il percorso
che dar al parco, una
volta istituito, una
sua autonomia finanziaria per la gestione
e la valorizzazione.
Si tratta del settimo parco decretato
da quando iniziato
il mio incarico- afferma l'assessore -,
testimonianza concreta dell'impegno di
questi pochi mesi per
quel diffuso patrimonio culturale siciliano, cos diverso dagli
altri italiani ed europei ma cos unico e
straordinario.
E' per me, e per
quelli che lavorano
quotidianamente al
raggiungimento
di
obiettivi mai centrati, motivo di orgoglio
aver impresso concretezza all'attuazione di quel sistema dei
parchi archeologici
stabilito dalla legge
20 del 2000 che, oltre al Parco Archeologico di Agrigento,
non ha ancora visto la
luce in Sicilia.
E stato, come sempre, un percorso condiviso - ha detto la
Sgarlata- con i sindaci, con la Soprin-

tendente di Siracusa
Beatrice Basile e con
la responsabile dell'unit operativa archeologica Rosa Lanteri,
ma soprattutto con le
associazioni e la cittadinanza attiva che
non ha abbassato la
guardia sul bene
comune parco. Perimetrare un parco
significa
tutelarlo,
salvaguardare il paesaggio dentro e fuori
dal parco e metterlo,
tra l'altro, al centro di
progetti di valorizzazione, che potranno
intercettare la prossima programmazione
europea.
Ringraziamo l'assessore Sgarlata per
il salto di qualit che
ha assicurato alla
nostre citt - hanno
commentato i due
sindaci Mangiameli e
Basso - e ancora per
lattenzione e linteresse costante per
un territorio come il
nostro. Il riconoscimento del parco di
Leontinoi porter alla
migliore salvaguardia
dei nostri beni culturali perch garantir
una autonomia finanziaria e di gestione
sganciata dalla burocrazia regionale a cui
finora era destinato
il 70 per cento degli
introiti. Tale percentuale sar gestita dal
Parco stesso come
sta gi avvenendo

ad Agrigento con la
Valle dei Templi".
Da qui a qualche
mese, quando l'iter si
concluder - ha commentato la soprintendente - sarete voi
ad essere i soggetti
interessati a gestire e
valorizzare il parco.
In un momento di
crisi, dovranno essere
messe in campo tutte
le forze e le sinergie
in grado di assicurare una vita nuova al
parco archeologico di
Leontinoi, capaci di
renderlo un attrattore
culturale unico del
vostro territorio.
2 aprile 2014
Nuovo direttore
generale dellAsp 8
Salvatore Brugaletta
il nuovo direttore
generale dellAsp 8
di Siracusa. La nomina avvenuta ieri sera
a conclusione della
riunione della giunta
di governo regionale che ha approvato
il nuovo piano dei
manager della sanit
siciliana. Brugaletta,
che fino a ieri era in
servizio allazienda
sanitaria provinciale
di Ragusa, prende ilo
posto del commissario straordinario, Mario Zappia, destinato
a dirigere lAsp di
Catania.
Lassessorato alla salute ha tenuto conto
dei seguenti criteri di

scelta: la presenza di
tutti i designati allinterno della lista dei
selezionati dallapposita commissione
di valutazione; che
tutti i manager provenissero dalla sanit
pubblica. Hanno tutti
esperienza ospedaliera.
I nomi nella quasi
totalit non hanno
ricoperto incarichi
precedenti di manager, eccetto tre. La
scelta del governo
si basata sulla necessit di rinnovare
profondamente
e confermare tra i
manager precedentemente in carica solo
coloro che si fossero distinti, oltre che
per i criteri prescelti
dalla commissione,
per le performance di
gestione e in particolare la riqualificazione dei servizi e per
lottimizzazione della spesa. Spending
review e rinnovazione sono infatti obiettivi prioritari dei
manager. Nei nuovi
contratti il governo
inserisce anche la
valutazione basata
sul controllo degli
obiettivi di spesa e
del miglioramento
dei servizi, che fanno
parte integrante della
valutazione annuale
dei medesimi.
Il presidente Crocetta ha voluto prima
effettuare una scelta
prima della ricomposizione degli assetti di giunta, per
rimarcare il fatto che
la decisione degli incarichi non possono
essere assolutamente
oggetto di mediazione politica, ma vanno
effettuati sulla base
delle professionalit
e della trasparenza.
Crocetta ha dichiarato questa una
vera rivoluzione, si
rompe con il vecchio
sistema e si lancia un
nuovo metodo che
quello che chiedono
i cittadini. Ringrazio con particolare
riconoscenza lassessore Borsellino e
il suo staff per avere
instancabilmente lavorato per una selezione che oggettiva
e finalizzata solo alla
tutela degli interessi
degli utenti.

TRIBUNALE DI SIRACUSA

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

Sicilia 15

ASTE GIUDIZIARIE

PROSSIMA INSERZIONE:

31/12/2014
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lecalce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
CASEVACANZE
CERCO/OFFRO
AFFITTO
AFFITTASI in Ortigia
Zona Matteotti appartamento composto da
4 posti letto, arredato,
per periodo estivo a
turisti. Weekend o intere settimanalmente.
Classe Energetica G
Tel. 331/4554812
AFFITTASI villetta arredata composto da due
appartamenti con due
ingressi indipendenti,
composta da 2 vani + cucina, bagno e veranda,
con p. macchina + condizionatore. Zona Monasteri. Periodo estivo,
A 8 km dal mare. Anche
per operai in trasferta.
Anche per fine settimana. Occasione C.E. G
Tel. 333/9400440
AFFITTASI villino Zona
scogliera Plemmirio,
ammobiliato, climatizzato, n. 2 camere, sogg.,
pranzo, cucina, bagno
con doccia, ripostiglio,
doccia esterna, verande, verde. Massimo 6
posti letto. Brevi o lunghi
periodi. No residenti,
bustapaga e/o referenziati. No perditempo. Classe Energetica
G Tel. 0931/464132
- 368/3954597
AFFITTASI nei mesi
estivi di giugno, luglio e
agosto, appartamento
arredato in villetta via
Isole Molucche. Distanza dal mare 300 mt circa.
C.E. G Tel. 0931/36009
- 347/0001158
AFFITTASI o VENDESI
n. 2 villette a Fontane
Bianche x tutto lanno,
anche settimanalmente, quindicinalmente,
mensilmente. Sconto
del 50 per cento. Classe Energetica G Tel.
0931/496676
AFFITTASI zona San
Domenico villetta ammobiliata, a 10 minuti
dal mare, composta da

3 camere da letto, cucina-soggiorno, bagno


e una grande veranda
+ giardino. Disponibile
annualmente, o brevi
periodi anche luglio,
agosto e settembre. C.E.
G Tel. 0931/721715 333/4002608
AFFITTASI villetta in
zona Calabernardo (Balata di Noto), fronte
mare, zona servita. Ben
arredata con 6 posti letto. Classe Energetica G
Tel. 329/7799015
BIVANI ideale per studenti affittasi. C.E. G Tel.
347/4439498
CASA vacanze: affittasi
villa a Fontane Bianche
a 250 mt dal mare con
5/7 posti letto, composta
da 2 camere da letto
matrimoniali (con aria
condizionata) + ampio
soggiorno/cucina con
divano letto (con aria
condizionata) + bagno,
(lavatrice) E 600 sett
E 2.000 mensile (luglio); E 700 sett E
2.400 mensile (agosto).
Restanti periodi a E
500. Classe Energetica
A Tel. 0931/790517 340/5580463
CERCASI in affitto villa
arredata, zona balneare
per brevi o lunghi periodi
Tel. 338/9587635
MONOLOCALE servizi
in complesso residenziale Giardini Naxos
vicino Taormina a mt
200 c/a dal mare affittasi.
C.E. G Tel. 329/7799015
- 0931/414936 ore pasti
SIRACUSA F. Bianche
affittasi anche settimanalmente e weekend
villetta e bungalow 6-4-2
posti letto, ben arredati,
accessoriati, climatizzati, con giardino, 200 mt
dal mare, ottimi prezzi. Classe Energetica
G Tel. 0931/790987 368/7439729
VIA FILISTO in palazzina residenziale, zona
verde e tranquilla, affit-

tasi termoascensorato
appartamento luminoso,
libero o arredato, composto da tre camere, cucina
abitabile + servizio. Riscaldamento autonomo.
Possibilit posto auto.
C.E. G Tel. 0931/30459
ZONA scogliera Plemmirio affittasi villino pochi mt
dal mare, climatizzato,
ammobiliato, due camere, pranzo- sogg. con angolo cottura, bagno con
doccia, lavanderia-rip.,
ampie verande, verde attrezzato con doccia. Max
8 posti letto. Brevi lunghi
periodi. No residenti.
Busta paga e/o referenziati. No perditempo.
Classe Energetica G Tel.
331/4725056
CASEVACANZE
COMPRO/VENDO
OGNINA a 150mt dal
mare, 1100mq di terreno,
due starde, vendesi struttura su 3 livelli, 90mq c/a
ciascuno. Oneri assolti.
Divisibile bifamiliari Tel.
338/7581571
PRIVATO vende villa
recentissima costruzione a Fontane Bianche
a 250 mt dal mare,
composta da p. terra:
2 c. letto matrimoniali
con aria condizionata +
ampio soggiorno/cucina
(con aria condizionata)
+ bagno, veranda; 1
piano: mansarda di 65
mq (possibilit di realizzare ulteriore bagno,
ampia camera da letto
e ripostiglio) con balcone di 15 mq impianto
fotovoltaico sul tetto in
tegole. C. E. A progetto
approvato per realizzare piscina E 210.000
tratt Tel. 0931/790517
- 340/5580463
VENDESI zona Plemmirio villa composta
da 7 camere da letto,
salone, cucina, 4 bagni,
5000mq di terreno, adatta per B&B. C.E. G Tel.
0931/753949
TERRENI
AFFITTO terreno di

TRIBUNALE DI SIRACUSA

PROCEDIMENTO ESECUTIVO IMMOBILIARE N. 428/2012 R.G.E.I.


LAvv. Stefania Sapuppo, con studio in Siracusa, v.le Teocrito n. 77, delegato
ai sensi dellart. 591 bis c.p.c. dal Giudice Esecuzioni, Dott. Mangano,
con ordinanza depositata il 10/10/13, AVVISA che presso il Tribunale di
Siracusa (o altra sede designanda) si vender il 17/02/2015 alle ore 12:00,
senza incanto o, nel caso in cui la vendita senza incanto non abbia luogo
per qualsiasi motivo, il 24/02/20145 ore 12:00, con incanto, il seguente
bene:
Lotto Unico: Fabbricato per civile abitazione sito nel Comune di
Pachino (SR), Via Plebiscito n. 44, sviluppantesi su tre elevazioni fuori
terra, avente accesso dal piano terra mediante scala interna, di propriet
esclusiva, composto da due unit immobiliari distinte poste a piano
terra e piano primo e lastrico solare abusivo considerato pertinenza del
primo piano, a piano terra composto di ingresso, tre camere da letto,
disimpegno, cucina, bagno, soggiorno, due camere da letto, cucina, due
bagni e due balconi al primo piano e di due vani ed accessori allo stato
rustico al secondo piano. Nel NCEU al foglio 15, mappali 6380 sub. 1,
vani 3,5, mappale 6380 sub. 2, vani 3,5, mappale 6380 sub. 3. Parte
dellimmobile stato realizzato in assenza di concessione edilizia, pertanto
risulta abusivo, con possibilit di sanatoria ed sprovvisto del certificato
di abitabilit. Prezzo base: 89.000,00 gi detratti i presumibili costi per
sanatoria, accatastamento ultima elevazione e abitabilit. Minima offerta
in aumento: 5.000,00.
Limmobile viene posto in vendita nello stato di fatto e di diritto in cui si
trova, cos come identificato, descritto e valutato dallesperto nella relazione
di stima, anche in relazione alla legge n. 47 del 1985 e sue successive
modificazioni e/o integrazioni. Inoltre, si dichiara espressamente di non
essere in grado di verificare se tutti gli impianti (elettrici, idrici, sanitari,
radiotelevisivi, riscaldamento, gas, ecc.) posti a servizio degli immobili
sopra descritti siano conformi alle normative vigenti. Detto immobile,
pertanto, anche relativamente ai suddetti impianti, verr venduto nello
stato di fatto in cui questultimo oggi si trova e relativamente al quale viene
espressamente esclusa la garanzia di legge. Limmobile sprovvisto di
licenza edilizia e sprovvisto del certificato di abitabilit, ma esiste una
pratica di Sanatoria Edilizia ai sensi della L. 47/85 (pratica n1054/86).
Ogni concorrente, per partecipare, dovr depositare presso lo studio del
professionista delegato e previo appuntamento telefonico (0931.465948483696), entro le ore 18:00 del giorno antecedente la vendita, domanda
in bollo in busta chiusa, unitamente a copia del proprio documento
didentit, in caso di persone fisiche, lo stato civile e, se del caso, il regime
patrimoniale e, se necessario, valida documentazione comprovante i poteri
o la legittimazione a partecipare ed assegno circolare non trasferibile
intestato al professionista delegato, quale cauzione, pari al 10% del prezzo
proposto, comunque non inferiore al prezzo base, o, in caso di vendita
con incanto, al 10% del prezzo base dasta fissato. Nel caso di vendita
senza incanto lofferente dovr depositare, altres, nel termine suddetto
dichiarazione contenente lindicazione del prezzo, del tempo e modo
del pagamento ed ogni altro elemento utile alla valutazione dellofferta.
Per la vendita con incanto laumento minimo stabilito in . 5.000,00.
Laggiudicatario dovr depositare il prezzo di aggiudicazione, dedotta la
cauzione, nelle forme previste per i depositi giudiziari entro il termine di gg.
60 dallaggiudicazione. Tutte le spese successive allaggiudicazione sono a
carico dellaggiudicatario. La relazione di stima e quelle integrative trovasi
pubblicate sul sito www.astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni presso il
delegato (0931/465948-483696-3493158082).
Siracusa, l 11.12.14
Il Professionista Delegato

Avv. Stefania Sapuppo
3500mq recintato, situato su un punto strategico.
Addetto per qualsiasi
attivit commerciale Tel.
330/847391
TERRENO mq 18.000,
c.da Cugni (km 4 da
Cassibile), 3 lotti, a corpo, favolosa posizione

panoramica, prezzo affare, vendesi a prezzo ribassato Tel. 0931/36514


- 333/9590258
TREMILIA vendesi terreno di 17.500 mq (sulla
strada) P.R.G., zona C4,
possibilit realizzare n.
8 ville in lotti da 2000

mq. Prezzo ribassato,


ottimo affare Telefonare
338/1378751
VENDESI terreno agricolo c.da Puzzoni (zona
Floridia)di c/a 6000 mq,
con alberi di olive e carrube E 20.000 tratt Tel.
324/9949913

societ 16

Sicilia 28 dicembre 2014, DOMENICA

Pregi e difetti
della pubblicit

Lintento di acquisire nuovi clienti attraverso la pubblicit, perde la sua efficacia


Ognuno di noi, ad
ogni ora del giorno,
viene aggredito dalla
pubblicit.
La pubblicit oggigiorno ha invaso tutti i settori di comunicazione: Giornali,
radio, televisione,
computer.
E facile sfuggire alla
pubblicit su di un
giornale, pi difficile su di un computer
ed una televisione,
quasi impossibile su
di una trasmissione
radio.
Lintento di acquisire nuovi clienti attraverso la pubblicit,
perde la sua efficacia
e diviene esasperante, quando reclamizza prodotti gi da
tempo sul mercato.
Lo diviene ancora
di pi quando essa
noiosa, ripetitiva
e di cattivo gusto.
Purtroppo spesso
volgare, invadente e
fastidiosa.
E convinzione generale che essa induca la gente a sperperare in beni non
necessari il denaro
che dovrebbe spendere in beni primari.
Pur tuttavia la pubblicit assolve un
compito utile quando serve a far conoscere nuovi prodotti,
come direbbe Funari: Quando essa
reclame.
Secondo alcuni eco-

nomisti la pubblicit
accelera ed aumenta
la vendita, permettendo al commerciante di ridurre i
prezzi, diminuendo
cos la sua percentuale di guadagno,
senza tuttavia ridurre
il suo profitto complessivo.
Per quanto riguarda
il lato industriale,
uno dei fattori che
rende possibile la
produzione in gran
serie e quindi condurre ad una diminuzione dei costi.

Tutti questi pregi


della pubblicit, purtroppo
spariscono
quando viene presentata con composizioni tipografiche di
cattivo gusto, con fotografie banali, con
una prosa pubblicitaria sciatta accompagnata da canzoncine
demenziali. Quando,
anche per un prodotto per ligiene
del bagno, vengono
inserite foto di donnine nude e pronte
allamplesso.
Pertanto, per conclu-

dere, la pubblicit
per essere efficace,
deve curare la presentazione dei prodotti, non essere ripetitiva e non inviare
messaggi sublimari
che riguardano sempre e solo il sesso.
Credo che noi tutti
abbiamo nostalgia
dei famosi caroselli ove i prodotti
erano presentati con
gustose scenette e
garbati slogan che
rimanevano impressi nella memoria.
Giorgio Guarnaccia

Dal nuovo anno


un risoluto risveglio

Con il Santo Natale ancora vivo in noi, opportuno


adesso prepararci allavvento del quindicesimo anno di
questo secondo millennio. Forse motivata la voglia
di cacciare in fretta il vecchio complice delle nostre
ultime vicissitudini, emarginandolo decisamente per
non averci collaborato a sufficienza nel gestire con
maggior equilibrio le amarezze sofferte, e le gioie forse
appena assaporate. Lattesa dellalternanza accentua la
nostra brama di valutare qualcosa di ancora inedito ma
arcano, perch limminente trasferimento nel passato
del vecchio duemilaquattordici ci fa sperare, o illudere,
che il nuovo ospite possa per un suo specifico compito,
tramutare ogni nostro desiderio in gradita realt.
Le ore ventiquattro di questo trentuno dicembre
cimporranno di certo un pimpante duemilaquindici,
incapace per come i suoi precursori, di adeguarsi
con riservatezza alle esigenze dei nostri tempi. Inutile
attendersi quindi una sua differente diplomazia fin dalla
sua chiassosa comparsa, magari pi gradita se un tantino pi discreta, poich ormai da troppo tempo questo
suo assordante modo di agire divenuto una risoluta
regola. Lattesa del nuovo ospite sempre copiosa di
forzate buone aspettative, da realizzarsi durante il suo
breve impero. Vorremmo consigliargli di condire con
risoluto ottimismo la nostra esistenza, certi che la sua
collaborazione, seppur modesta, potrebbe alimentare
in noi quellopportuna serenit per esaminare da una
pi rassicurante prospettiva certi nebbiosi orizzonti,
che talvolta ostacolano la visione pi limpida ed ideale
dei nostri giorni.
Anno novello vita rinnovata, quanto ci auguriamo
sempre ogni trentuno dicembre a mezzanotte. Fra i tanti
dilemmi, vorremmo intanto avviati a giusta soluzione
quelli scaturiti dalle esigenze della civile convivenza,
che attendono da noi ormai da troppo tempo delle
efficaci soluzioni, per mutare celermente parecchie
inaccettabili realt quotidiane. Nulla cambier mai
senza il nostro spontaneo apporto, per lattuazione
del doveroso rispetto per le esigenze altrui, obiettivo
trainante anche per un maggior riguardo per le nostre
urgenze. Fra pochissime ore, dunque, dovremo ospitare questo esuberante pivello, con un brindisi ad un
appagante destino delle nostre prossime cinquantadue
settimane. Se potessimo dettare le condizioni per una
pacata convivenza con il nuovo anno, vorremmo ripartire con lui alla grande, proprio dalla mezzanotte,
dedicandoci seriamente ad evolvere la nostra vita
e magari migliorare quella altrui, non soltanto con
qualche buona intenzione. Quindi continuiamo pure
a divulgare ovunque il nostro buon esempio, sar di
certo trascinante per gli altri nel compiere quel loro
decisivo primo passo.