Sei sulla pagina 1di 9

Inda

Portopalo

Scelta la triade
di candidati
a sovrintendente

Sequestrati 70 chili
di giochi dartificio
dalle fiamme gialle
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina sette

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 29 novembre 2014 Anno XXVII N. 276 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Sanit. Su tutto il territorio siracusano in attesa di verificare le cause delle morti Episodio sventato da un passante

Ritirati 15.650 dosi


di vaccini antinfluenzali

Lassessore Borsellino: Non c ragione di diffondere panico


15.650

COMMENTI

Quei 5 colpi
contro
Pippo Fava
I

di Concetto Alota

l nostro viaggio sulle vittime della mafia siracusani


dedicata alla straordinaria
figura di Giuseppe Fava;
uomo carismatico e apprezzato per la professionalit e
il suo modo di vivere, che ha
dedicato la sua vita all'affermazione della verit e della
giustizia, a raccontare quegli anni non sono solo gli
amici e i familiari di Pippo
Fava, ma anche la testimonianza, eccezionale e inedita
di Angelo Siino, il pentito di
Mafia (arrestato nel 1991)
che stato definito il Ministro dei Lavori Pubblici di
Cosa Nostra.

re persone sono state


denunciate a vario titolo
per tentata estorsione, tentato furto e simulazione.

A pagina sei

A pagina cinque

cronaca

Tentata
estorsione
e furto
T

POLITICA

Cetty Vinci
con Fratelli
dItalia

E Cetty Vinci, il misterioso consigliere comunale, del quale si cercavano


le tracce.
A pagina due

Tenta il suicidio
e di uccidere
il figlio disabile

POLITICA

dosi di vaccino
antinfluenzale sono stati
sequestrati nelle strutture
sanitarie pubbliche della provincia di Siracusa.
Sull'allarme vaccini antinfluenzali, dopo la registrazione di due decessi
avvenuti uno ad Augusta
e l'altro a Siracusa, stata
convocata oggi d'urgenza
la Commissione regionale vaccini, un organismo
multidisciplinare che analizzer i dati.

iam, Servizio Integrato


Acque del Mediterraneo,
gestir il Servizio idrico e
della conseguente depurazione da gennaio del 2015.
Il raggruppamento dimprese che ha vinto l'appalto per
Siracusa e Solarino.

A pagina tre

A pagina quattro

Servizio
idrico
e magistratura

enta di farla finita e con le si era trascinata il figlio


disabile psichico. Larrivo provvidenziale di un passante, incuriosito per il tubo di scappamento dellauto
che era collegato artigianalmente con labitacolo, ha
evitato il peggio. Il fatto accaduto ieri mattina.
A pagina due

I beni di Elvira Leone


destinati al S. Angela Merici
E stato reso noto
il contenuto del testamento rinvenuto
nellappartamento al
sesto piano del palazzo di piazza della
Repubblica.
A pagina due

Cronaca di Siracusa 2
politica

Cetty Vinci
aderisce
a Fratelli
dItalia

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

E Cetty Vinci, il misterioso con-

sigliere comunale, del quale si cercavano le tracce. E lei, infatti, che


ieri sera si presentata al tavolo di
Fratelli dItalia. Insieme con lei, il
leader del movimento civico Michele Mangiafico, che ha partecipato stasera alla kermesse di Fratelli
dItalia alla presenza dellon. Fa-

29 novembre 2014, sabato

bio Rampelli, capogruppo di FdlAlleanza Nazionale alla Camera dei


deputati. Sono molto motivata e
decisa ad andare avanti per la mia
strada ha commentato la Vinci
Ho aderito a questo movimento perch sposa le mie tesi che sono tutte
rivolte alla crescita sociale della citt. Oggi lamministrazione comuna-

le ci ha delusi su tutto il fronte. Per


cui, serve unazione di critica costruttiva nei confronti dellesecutivo di palazzo Vermexio per stanare
magagne. Orgoglioso il responsabile cittadino del movimento,
Alessandro Spadaro, il quale ha
commentato: Si vuole aprire una
stagione di ampliamento.

enta di farla finita


e con le si era trascinata il figlio disabile psichico. Larrivo
provvidenziale di un
passante, incuriosito
per il tubo di scappamento dellauto che
era collegato artigianalmente con labitacolo, ha evitato il
peggio. Il fatto accaduto ieri mattina e
trae spunto dal gesto

di una madre che insieme al figlio minorenne con problemi


legati ad una disabilit psichica dopo
essere uscita di casa
stamattina si diretta
a bordo della propria
autovettura in localit Marina di Priolo
per tentare il suicidio
e condannare a morte
certa anche il proprio
figlio. Tutto questo

stato appunto evitato


grazie allintervento
di un passante trovatosi li, in quanto
proprietario di una
piccola imbarcazione ormeggiata nelle
vicinanze. Lo stesso
incuriosito dalla macchina apparentemente abbandonata ma
soprattutto dal tubo
di scappamento che,
avvolto in un nastro

adesivo finiva allinterno dellautovettura


tramite un prolungamento, provvedeva
immediatamente
a
far fuoriuscire i gas
di scarico ormai presenti nellabitacolo e
chiamare il 112.
A quel punto sul posto giungevano in
pochissimi minuti le
macchine della Stazione Carabinieri di

to SantAngela Merici di Siracusa,


fondata da monsignor Gozzo, che si
occupa di assistere i ragazzini con
disagio sociale. Un legato testamentario riguarda il fratello della donna,
uno padre Staffile e un altro ancora
alcune sue amiche.
Il testamento stato rinvenuto dagli
investigatori del Ris dei carabinieri di Messina, che hanno eseguito
approfondite indagini allinterno
dellappartamento dove si consumato lassassinio della donna.
Le indagini procedono parallelamente. I carabinieri stanno scavando sul recente passato della vittima,
atteso che sarebbe stata lei ad aprire

AllAsp di
Siracusa ritirati oltre 15 mila
dosi di vaccino
antinfluenzale

Qui sopra, Marina di Priolo.

Priolo unitamente ad
altro personale e a
due autoambulanze
del 118, per soccorrere le due persone
ormai in stato di semi
coscienza. I Carabinieri intervenuti dai
primi
accertamenti
constatavano che la
donna uscita di casa
da Siracusa in mattinata si era munita di
un tubo di plastica e

I beni di Elvira Leone


destinati allistituto
SantAngela Merici
testamento rinvenuto nellappartamento al sesto piano del palazzo
di piazza della Repubblica, dove il
3 aprile scorso si consumato lomicidio della professoressa Elvira
Leone. Il documento stato aperto
e letto dal notaio Alessia Di Trapani alla presenza del fratello della
vittima e del sostituto procuratore Antonio Nicastro, che sta coordinando le indagini sullomicidio
dellanziana.
La professoressa Leone ha destinato il suo appartamento con gli
arredi, lautomobile, i gioielli e un
conto corrente bancario allistitu-

di vista operativo che commerciale che vede coinvolti i lavoratori


di ogni ordine e ruolo, oltretutto quotidianamente esposti agli effetti
contrattuali e di legge conseguenti alle proprie attivit svolte in un
contesto di generale inadempienza causato e persino indotto dallazienda stessa; n ambito Servizi Postali, con i lavoratori abbandonati
a se stessi, qualit dei servizi in caduta libera, organici in continua
flessione, utilizzo distorto delle risorse TD, centinaia di carenze strutturali gravanti sulle zone di recapito, improvvisazione organizzativa
in assenza di un minimo di programmazione, insufficienza di risorse
addette ai servizi interni, carenza degli strumenti indispensabili.

Non c ragione
di avere panico

la donna fu uccisa il 3 aprile scorso

E stato reso noto il contenuto del

l prossimo 1 dicembre partir anche a Siracusa la programmazione delle assemblee che interesseranno tutti gli Uffici Postali ed i Centri di Recapito di
tutta la Provincia di Siracusa che a seguito di tale programmazione tutti gli
Uffici Postali del Capoluogo apriranno al pubblico alle ore 10,30, giorno 2
Dicembre sar interessato il territorio di Avola e cos a seguire per tutto il territorio. In ambito Mercati Privati, gravi disagi negli Uffici Postali sia dal punto

Cronaca di Siracusa

SANIT. intervento dellassessore regionale Borsellino

provvidenziale lintervento di passante

Tenta di suicidarsi
e di uccidere
il figlio disabile
Donna arrestata

I lavoratori degli uffici postali


aderiscono allo scopero di luned

Sicilia 3

la porta per fare entrare i suoi assassini dentro casa. Linsegnante in


pensione dellistituto nautico stata
strangolata con il cavo elettrico di un
abat-jour. Ci avevano provato prima
infilandole un sacco di plastica in testa, dimostrando che il loro obiettivo
sarebbe stato quello di far tacere per
sempre lanziana. Forse, la sua condanna a morte stata decisa perch
la vittima sarebbe stata in grado di
identificare i rapinatori. Siamo, per,
nel campo delle ipotesi investigative,
che i carabinieri stanno vagliando
per trovare la soluzione al mistero
dellassassinio di Elvira Leone.
F.N.

di un nastro adesivo,
utilizzati in seguito
per attuare il proprio
piano, inoltre la stessa
poco prima di giungere a Marina di Priolo
aveva ingerito circa
dieci compresse di
un forte ansiolitico,
il Tavor facendone ingerire la stessa
quantit al figlio. Infine, sempre allinterno
dellautovettura i Carabinieri trovavano un
foglietto di carta sul
quale la donna aveva
scritto le sue ultime
volont
palesando
quindi i propri intenti suicidi. Dai primi
accertamenti condotti
dai Carabinieri, non
si esclude che la donna soffrisse di crisi
depressive, anche se
tutto ci risulta ancora da verificare. La
donna accompagnata
in ospedale insieme al
figlio, fortunatamente non in pericolo di
vita, stata successivamente dichiarata
in stato di arresto per
tentato omicidio e
trattenuta in camera
di sicurezza allinterno dellospedale
Umberto I in attesa di
giudizio, cos come
disposto dalla Procura della Repubblica di
Siracusa.
R.L.

15.650

dosi di vaccino
antinfluenzale sono stati
sequestrati nelle strutture
sanitarie pubbliche. Sull'allarme vaccini antinfluenzali, dopo la registrazione
di due decessi avvenuti
uno ad Augusta e l'altro a
Siracusa, stata convocata
oggi d'urgenza la Commissione regionale vaccini, un
organismo multidisciplinare che analizzer i dati per
dare valutazioni anche a livello regionale. La sospensione di alcune partite di
vaccini avvenuta a scopo
cautelativo mentre la campagna delle vaccinazioni
prosegue, si rischierebbero davvero delle morti se
fosse sospesa". La sospensione di alcune partite di
vaccini avvenuta a scopo
cautelativo mentre la campagna delle vaccinazioni

In foto, vaccinazione.

prosegue, si rischierebbero
davvero delle morti se fosse sospesa.
Non c ragione per cui si
debba diffondere il panico. Queste le parole con le
quali lassessore regionale
alla Sanit, Lucia Borsellino, ha utilizzato a margine
del vertice che si tenuto
questa mattina a palazzo
dOrleans sul caso delle
morti sospette. I vaccini
continuano ad essere dei
presidi tra i maggiormente
studiati e monitorati sia dal

punto di vista legislativo


che da quello della sorveglianza. Si tratta di prodotti
ipercontrollati, infatti, ancor prima che se ne diffonda lutilizzo, perch si tratta della strategia principale
sul fronte della tutela della
salute pubblica, inclusa
nelle strategie di prevenzione di massa, alle quali
non ci si deve sottrarre,
specialmente nei casi degli
anziani. Deve essere ancora accertata la connessione
causa-effetto tra la sommi-

nistrazione dei prodotti ed i


decessi avvenuti, ma molto
spesso si tratta di reazioni
soggettive .
Dopo lallerta di ieri tutte le
farmacie sono state informate da Federfarma del divieto disposto dallAifa di
utilizzo di due lotti (142701
e 143301) del vaccino antinfluenzale Fluad. Il Fluad
Monodose, somministrato soltanto agli over 65,
stato nel dettaglio sospeso presso gli ambulatori
vaccinali di Siracusa (Asp

anche la rinegoziazione dei mutui con la Cassa depositi e prestiti

Ex Provincia, approvato il bilancio dellente


I

l commissario ad acta dellex Provincia regionale di Siracusa Nicol


Lauricella ha approvato il bilancio
dellEnte insieme con il Piano triennale delle opere pubbliche. Si tratta
di una manovra da 125 milioni di
euro. Tra gli atti approvati in mattinata, anche la rinegoziazione dei
mutui con la Cassa depositi e prestiti. Un provvedimento, quello esitato
questa mattina, approvato nel rispetto dei principi contabili previsti dal-

le normative che riguardano gli Enti


locali. Gi dalla scorsa settimana il
commissario Lauricella aveva predisposto tutti gli atti per la firma grazie
anche alla intensa collaborazione tra
il Dipartimento regionale e lex Provincia regionale oggi libero consorzio
comunale. Una sinergia indispensabile per lapprovazione dello strumento
finanziario in vista di alcune scadenze
tra cui il pagamento degli stipendi al
personale dellEnte.

servizio igiene pubblica);


Augusta (Asp ospedale Muscatello; Mascalucia (Asp
Catania Servizio igiene pubblica); Lentini (Asp Siracusa
farmaceutica); Augusta (Asp
ospedale Muscatello); Noto
(Asp ospedale Trigona). Intanto, la Procura di Siracusa
ha confermato lesistenza
di uninchiesta sul caso per
morte dopo una vaccinazione avvenuta ad Augusta il 7
novembre scorso. Linchiesta era stata aperta a seguito della morte di un 70enne
megarese, che ha avuto un
improvviso arresto cardiaco
dopo che il medico curante gli aveva somministrato
un vaccino antinfluenzale.
La magistratura ha disposto il sequestro del lotto di
farmaci
nellambulatorio
e disposto lautopsia, oltre
che ad analisi tossicologici e virali sul farmaco. La
Procura ha iscritto nel registro degli indagati il medico
curante che ha potuto cos
nominare un perito di parte
per partecipare allautopsia.
Linchiesta della Procura di
Siracusa mira ad accertare
se ci siano collegamenti tra
la morte dellanziano e la
somministrazione del farmaco, che potrebbe essere
stata vittima di un infarto al
miocardio. Laltro caso si
verificato nel capoluogo e la
vittima unanziana di 87
anni dopo aver fatto il vaccino antinfluenzale. Ha fatto
il vaccino dal medico curante, assieme alla moglie, che
non ha avuto alcuna reazione, ed deceduto meno di
un quarto dora dopo. la
ricostruzione della morte del
sessantottenne di Augusta,
al centro dellinchiesta della Procura di Siracusa, secondo il legale della famiglia delluomo, lavvocato
Beniamino DAugusta che,
annuncia, si costituir parte civile nelleventuale processo. Secondo lavvocato
DAugusta, il suo assistito
non aveva patologie che
sconsigliavano la somministrazione del vaccino e
la tempistica, meno di un
quarto dora, sembra mettere in correlazione la somministrazione del farmaco e il
decesso.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

POLITICA. motivo di scontro l'ipotesi di turbativa dasta

Servizio idrico sul tavolo


della magistratura

iam, Servizio Integrato


Acque del Mediterraneo,
gestir il Servizio idrico e
della conseguente depurazione da gennaio del 2015.
Il raggruppamento dimprese che ha vinto l'appalto
per Siracusa e Solarino,
una compagine imprenditoriale composta dalla spagnola Dam, rappresentata a
Siracusa dal suo consulente,
lIng. Giuseppe Marotta,
ex amministratore delegato della Sogeas Spa, e dalle italiane Ligeam e Onda,
e prender possesso degli
impianti dal prossimo mese
di gennaio. Un ritardo fuori
programma che stato causato da una serie di adempimenze amministrativi finalizzati alla propedeutica
condizione necessaria per
stipulazione del contratto
che sar firmato a giorni.
Siam dovr provvedere, per
obbligo di gara all'assunzione del personale nella
misura degli ottantacinque
dipendenti dellex Sogeas,
gi transitati nella fallita
Sai8, e la gestione del Servizio idrico da contratto
per un anno, con la possibilit di essere rinnovabile per
altri due. La compagine che
gestir il Servizio idrico nei
comuni di Siracusa e Solarino, organizzer il proprio
quartier generale nei locali
dellex sai8 di viale Santa Panagia, per il pubblico
al piano terra, come per il
passato, e al quarto piano
dello stesso edificio per gli
uffici dirigenziali e amministrativi. Ma non finita per

In foto, palazzo di Giustizia.


niente a tarallucci e vino,
come auspicato dalle varie
parti politiche avverse, sia
dello stesso partito, come
fuori dal sacco dellopposizione, la polemica legata
alla gara d'appalto per la
gestione del Servizio Idrico
del Comune di Siracusa e
del Comune di Solarino, ma
con una montagna di carta
bollata; come anche con le
lunghe schermaglie velenose tra la maggioranza e le
opposizioni sulla vicenda,
sia in consiglio comunale
sia attraverso i media. Attacchi che sono state a volte
violente e che serpeggiavano gi da parecchi mesi, fino
a non trovare pi un minimo
spazio per un dialogo dalla
levatura politica valida e

intellettualmente e onesta
per gli interessi della citt
dell'intera comunit.
Da un lato una buona parte
dell'opposizione aveva parlato in quei giorni al politichese, di possibili risvolti
giudiziari, senza formularne
mai le fondamenta giuridiche e gli ipotetici notizie
di reato, dall'altra l'amministrazione comunale dava
i segni di un aperto possibile dialogo senza voler
stravolgere la struttura del
bando di gara; ma i toni si
sono riaccesi di colpo e il
Comune di Siracusa annunci e formalizz, attraverso
il primo cittadino, un'esposto-querela alla competente
Procura della Repubblica
di Siracusa (notitia crimi-

nis) per i fatti accaduti e


che sembrano palesare cos
il medesimo reato ai sensi e per gli effetti dell'art.
353 del Codice Penale, che
recita: " ...chiunque, con
violenza o minaccia, o con
doni, promesse, collusioni
o altri mezzi fraudolenti,
impedisce o turba la gara
nei pubblici incanti (534,
576-581; 264) o nelle licitazioni private per conto di
pubbliche Amministrazioni,
in altre parole ne allontana
gli offerenti, punito con
la reclusione da sei mesi a
cinque anni e con la multa
da centotre euro a milletrentadue euro...". Stessa cosa
fatta dallopposizione.
Si tratta nella buona sostanza di ben cinque bandi

La cassa extra legem attiva anche in provincia di siracusa

Accordo sindacale per costituire


un fondo per indennit integrative

Cassa Extra legem operativa. Presentato ieri

laccordo sindacale per la costituzione di un fondo per


lerogazione di indennit integrative a quelle di legge
(maternit, malattie e infortuni) per i lavoratori agricoli (con rapporto a tempo indeterminato, determinato, compartecipanti, piccoli coloni), dipendenti da
aziende agricole della provincia di Siracusa e per la
riscossione del contributo di assistenza contrattuale
provinciale.
Nella sede Cisl di via Arsenale intervenuto il comitato di gestione del Cimi (Cassa integrazione Malattia e infortuni) e il presidente Salvatore Alf (di Flai
Cgil) ha spiegato finalit e obiettivi di questa cassa a
sostegno dei lavoratori agricoli. Sono per intervenuti
anche gli altri membri del comitato, il vice-presidente
Massimo Franco (unione provinciale agricoltori) e i

componenti Sebastiano Di Pietro (Uila Uil) e Giuseppe Linzitto (Fai Cisl). E uno strumento di welfare contrattuale hanno ribadito i vari rappresentanti
durante i loro interventi e attraverso questa cassa si
potranno gi presentare le istanze per ottenere il contributo. I lavoratori potranno presentarsi direttamente
o attraverso gli enti di patronato presenti nelle varie
organizzazioni sindacali che hanno allestito degli uffici appositi per venire incontro alle esigenze dei lavoratori stessi.
Come da statuto, la Cassa Extra Legem avr sede in
viale Montedoro 66 e la sua durata stata stabilita
senza prefissione di termini.
Allincontro di ieri sono stati presenti anche i tre segretari territoriali, Paolo Zappulla della Cgil, Paolo
Sanzaro della Cisl e Stefano Munaf della Uil.

29 novembre 2014, sabato

di gara per dei servizi in


concessione, di cui tre per
gli asili nido, che le cooperative, Util Service, Socosi
e Stes, che dal 2001 gestiscono per conto del Comune in concessione con la
condizione esternalizzata e
affidati senza la gara d'appalto, dove sono utilizzati
anche dei lavoratori ex Lsu,
tra cui gli asili nido che dal
'95 restano in regime di accredito, senza l'evidenza
pubblica, e il Servizio Idrico, dove a partecipare furono tre grosse aziende, la
spagnola Dam depuracion
de Auguas del Mediterraneo
di Valencia, l'Acquereggine
Spa di Reggio Calabria e la
Seven Trent Italia di Desenzano sul Garda Italia e che
si conclusa con lassegnazione della gara per un anno
al Siam.
Sar una pura e semplice
combinazione
burocratica, non dettata dagli ultimi
eventi, ma le tre imprese
impegnati a partecipare alla
gara per l'affidamento per il
Servizio idrico in concessione contemporanea nei due
comuni consorziati, chiesero e ottennero una proroga
per la presentazione della
documentazione di gara fino
al 29 settembre al Comune
di Siracusa finalizzata, a
loro dire, all'acquisizione di
altre informazioni utili per
poter meglio formulare le
relative offerte; ma ora dopo
gli esposti e i contro esposti
e gli articoli sui giornali il
tutto finito sul tavolo della magistratura inquirente,
con lacquisizione di tanti
documenti da confrontare,
verificare, raffrontare in una
logica di equa e garantista
giustizia tra chi denuncia e
chi denunciato. La difesa
di unintrinseca forma di
danneggiamento alla collettivit, sempre bene accetta, ma occorre trovare i
colpevoli, specie nel caso
in cui il risultato era stato
a priori ampiamente indovinato, assegnato, da qualcuno che sapeva e voleva
che a questo punto fosse l
arrivato.
Ma i toni di questa vicenda,
specie quella legata al Servizio idrico, sono apparsi
all'esterno a volte in tantino
fuori le riga e dalla ragione
d'essere per la nobile politica, nel rispetto dei reciproci
interessi tra l'opposizione
e la maggioranza, anche
se quasi sempre contro gli
interessi della gente, del
popolo, ma soprattutto del
mancato dialogo per partito preso e non per gli interessi di tutta la comunit
siracusana. Una cosa certa: su buona parte di tutte
queste vicende saremo, giocoforza, costretti ancora a
scrivere della cronaca, sia di
quella politica, sia di quella
giudiziaria.
Concetto Alota

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

Tre persone
denunciate
a Pachino
a seguito di
un tentativo
di furto
di pomodori.
Operazione
portata
a termine
dai poliziotti

Forza
un posto
di blocco
Arrestato

In foto, pattuglia della


polizia.

Tentata estorsione, furto


e simulazione di reato
T

re persone sono
state denunciate a
vario titolo per tentata estorsione, tentato
furto e simulazione
di reato. Ad operare
sono stati gli agenti
del Commissariato
di Pachino, i quali
hanno denunciato in
stato di libert M.G.,
avolese, di 28 anni,
bracciante agricolo,
e D.S. avolese di 24
anni ,disoccupato,
anchegli gi noto
alle forze di polizia,
per il reato di tentato furto e tentata
estorsione, nonch

una donna C.D., di


Avola, di 20 anni,
per simulazione di
reato. La vicenda ha
avvio nella serata del
21 novembre scorso
quando, a seguito di
segnalazione, i poliziotti sono recati in
contrada Bufalefi per
la segnalazione di un
tentativo di furto.
Ignoti, dopo aver caricato su unautovettura alcune cassette
di pomodoro, scoperti dai proprietari, non
riuscendo a portare a
compimento lazione
criminosa, si dava-

no alla fuga facendo


perdere le loro tracce per le campagne
limitrofe,
abbandonando sul posto
lautovettura.
La
mattina successiva,
si presentava per il
ritiro del mezzo C.D.
che aveva in uso il
veicolo, asserendo
daver sporto denuncia di furto presso
il Commissariato di
Polizia, del luogo di
residenza. Nella circostanza, il mezzo,
veniva riconsegnato.
Nei giorni successivi, due individui si

presentavano nellazienda della vittima,


avanzando pretese
estorsive e pretendendo, con minaccia,
il risarcimento dei
danni riportati dal
veicolo in loro uso (a
loro dire oggetto di
furto e trovato nella
propriet di contrada
Bufalefi).
La vittima si rifiutava di dar corso a tale
pretesa. Gli approfondimenti investigativi permettevano
di chiarire i contorni
di tutta la strana vicenda evidenziando

le responsabilit penali dei due uomini, odierni indagati,


quali autori del tentato furto e tentata
estorsione e della
donna per simulazione di reato avendo, in
complicit e concorso coi primi due, denunciato artatamente
il furto dellautovettura, intestata alla
madre ma in uso a
lei, solo dopo che
lazione predatoria
nellazienda agricola
di contrada Bufalefi non era giunta a
buon fine.

provvedimento adottato dal tribunale del riesame

Siracusana
torna libera
a Lecce

l Tribunale del
Riesame di Lecce, accogliendo il
ricorso proposto
dallavvocato Aldo
Ganci, ha disposto
la
scarcerazione
della
siracusana
Scalora Elena Rasizzi di 41 anni
nata a Siracusa.
La donna era stata
raggiunta da ordinanza di custodia
cautelare in carcere, emessa dal

Gip del tribunale


leccese, Vincenzo
Brancato perch accusata di tre furti in
abitazione, a danno
di anziani, commessi a Galatina in provincia di Lecce.
Il Tribunale del Riesame ha accolto il
motivo principale
di
impugnazione,
in quanto il giudice
per le indagini preliminari aveva notificato lordinanza di

In foto, il tribunale di Lecce.

custodia cautelare
mancante di due pagine nelle quali era
riportata la motivazione; secondo il tribunale della libert

da ritenersi nullo
il
provvedimento
cautelare notificato all'imputata con
consegna di copia
mancante di alcune

pagine,in quanto
ci si risolve in un
difetto di motivazione che viola il
diritto di difesa.
R.L.

orza un posto
di controllo ma
viene acciuffato
dai poliziotti
dopo un inseguimento per
le strade del
capoluogo. Sono
stati gli agenti dellUfficio
Volanti della
Questura, nella
serata di ieri, a
intercettare in
corso Umberto, Sebastiano
Pugliara (nella
foto) di 21 anni
siracusano, gi
noto alle Forze
di Polizia.
Il giovane indagato, alla vista
dei poliziotti, anzich rallentare,
fuggito a bordo
di uno scooter
Honda SH. Dopo
un lungo inseguimento per le vie
cittadine, stato
bloccato ma, per
evitare il controllo degli agenti,
opponeva una
strenua resistenza e li aggrediva.
Pugliara stato
immobilizzato e
trovato in possesso di tre coltelli e, pertanto,
scattato larresto con laccusa
di violenza, minaccia e resistenza a pubblico
ufficiale, guida
senza patente e
porto di coltelli e
posto agli arresti
domiciliari.

Cronaca di Siracusa 6
di Concetto Alota

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

Continua il
viaggio attorno alle
vittime illustri
siracusane
della mafia.
Oggi tocca al
palazzolese
giornalista
che sfid i
cavalieri del
lavoro catanesi sospettati
a suo dire di
collusione

Il nostro viaggio sul-

le vittime della mafia


siracusani dedicata
alla straordinaria figura di Giuseppe Fava;
uomo carismatico e
apprezzato per la professionalit e il suo
modo di vivere, che
ha dedicato la sua vita
all'affermazione della
verit e della giustizia,
a raccontare quegli
anni non sono solo gli
amici e i familiari di
Pippo Fava, ma anche
la testimonianza, eccezionale e inedita di
Angelo Siino, il pentito di Mafia (arrestato
nel 1991) che stato
definito il Ministro
dei Lavori Pubblici di
Cosa Nostra e inoltre
uomo di riferimento
del clan dei Santapaola.
Giuseppe Fava nasce a
Palazzolo Acreide, in
provincia di Siracusa,
il 15 settembre 1925
da due maestri di scuola elementare. Nel '43
si trasferisce a Catania
dove si laurea in giurisprudenza per poi
diventare giornalista
professionista due anni
dopo. Nel 1956 viene
assunto dall'Espresso sera e ne diventa il
caporedattore fino al
1980 anno in cui gli
viene preferito un altro giornalista perch
considerato 'pi governabile' rispetto a lui. In
questi anni inizia a occuparsi di teatro, cinema e letteratura e poi a
Roma anche di radio.
Intanto scrive la sceneggiatura di 'Palermo
or Wolfsburg' per il
film di Werner Schroeter tratto dal suo terzo
romanzo Passione di
Michele che nell'80
vince l'Orso d'Oro di
Berlino.
In quella primavera
torna in Sicilia per dirigere il Giornale del
Sud rendendolo un
quotidiano
spregiudicato grazie anche
alla collaborazione di
giovani giornalisti che
lo seguono nella sua
denuncia dei traffici
illegali di Cosa Nostra
e delle collaborazioni
con la politica, soprattutto attraverso il clan
dei Santapaola. Tra
le inchieste che porta avanti c' la ferrea
battaglia contro l'installazione di una base
missilistica a Comiso e
la sua presa di posizione a favore dell'arresto
del boss Alfio Ferlito.
Ma ben presto Fava
costretto a lasciare
anche questo giornale
dopo l'arrivo di una

Lagguato e sotto il
giornalista Pippo
Fava.

Cinque colpi per fermare


la penna di Pippo Fava
nuova cordata di imprenditori: Salvatore
Lo Turco, Gaetano
Graci, Giuseppe Aleppo e Salvatore Costa,
apparentemente persone qualunque volte
solo al business editoriale ma che ben presto
si rivelarono amici
stretti dei boss di Cosa
Nostra catanesi e che
avevano il compito di
licenziarlo.
Ma Fava non si d per
vinto; fonda una cooperativa, e con molti
sforzi riesce a pubblicare nel novembre del
1982 un nuovo mensile I siciliani le cui
inchieste
diventano
subito un caso politico, talvolta nazionale.
Quello che in particolare segner il futuro
di Fava il suo articolo I quattro cavalieri
dell'apocalisse mafiosa, ovvero un'inchiesta sulle attivit illecite
di quattro imprenditori
catanesi, Carmelo Costanzo, Gaetano Graci,
Mario Rendo e Francesco Finocchiaro, e
di altri personaggi tra
cui Michele Sindona
che Fava collega con
il clan del boss Nitto Santapaola. Dopo
questa sua denuncia
infatti Fava inizia a
essere sempre pi isolato anche dagli stessi
intellettuali.
il 1982 e in quellanno muoiono tra gli
altri, Pio la Torre prima e il generale Dalla
Chiesa. Il pentito Angelo Siino ricorda: In
quel periodo non c'era
una voce a favore di
Fava.

Scrive Fava:"Io vorrei


che gli italiani sapessero che non vero che
i siciliani sono mafiosi.
I siciliani lottano da
secoli contro la mafia. I mafiosi stanno in
parlamento, i mafiosi
sono ministri, i mafiosi sono banchieri,
sono quelli che in questo momento sono al
vertice della nazione.
Nella mafia moderna
non ci sono padrini, ci
sono grandi vecchi i
quali si servono della
mafia per accrescere
le loro ricchezze, dato
questo che spesso viene trascurato. L'uomo
politico non cerca attraverso la mafia solo
il potere, ma anche la
ricchezza personale,
perch dalla ricchezza personale che deriva il potere, che ti permette di avere sempre
quei 150mila voti di
preferenza. La struttura della nostra politica
questa: chi non ha
soldi, 150mila voti di
preferenza non riuscir
ad averli mai! I mafiosi non sono quelli che
ammazzano,
quelli
sono gli esecutori. Ad
esempio si dice che i
fratelli Greco siano i
padroni di Palermo, i
governatori.
Non vero, sono solo
degli esecutori, stanno
al posto loro e fanno quello che devono
fare. Io ho visto molti
funerali di Stato: dico
una cosa che credo io
e che quindi pu anche
non essere vera, ma
molto spesso gli assassini erano sul palco
delle autorit".

La sera del 5 gennaio


1984 Giuseppe Fava
lascia la redazione de
I Siciliani con la sua
Renault 5 per andare
a prendere sua nipote
che recitava in 'Pensaci, Giacomino! al Teatro Verga di Catania.
Ma non fa in tempo a
scendere dalla macchina che viene freddato
da cinque proiettili
sparati alla nuca.
Le autorit, contro
ogni evidenza, preferiscono etichettare
l'omicidio come delitto passionale prima e
come omicidio legato
a un movente economico poi (I siciliani
aveva diversi problemi
economici). Anche le
istituzioni con il sindaco Angelo Munzone
in testa, danno peso a
questa tesi, tanto da
evitare di organizzare
una cerimonia pubblica alla presenza delle
pi alte cariche cittadine.
Al funerale tenutosi

Sicilia 7

29 novembre 2014, sabato

nella piccola chiesa


di Santa Maria della
Guardia a partecipare
sono soprattutto giovani e operai. Tra i politici gli unici presenti
sono il questore, alcuni
membri del PCI e il
presidente della Regione Sicilia il siracusano Santi Nicita.
Per arrivare a considerare
l'omicidio
di Fava un delitto di
mafia sono trascorsi
tantissimi anni. Fava,
infatti, sembra dar fastidio anche da morto: e qualcuno vuole
impedire che diventi
un simbolo della lotta
contro la mafia. Adriana Laudani, legale famiglia Fava racconta:
Finalmente dopo 12
anni da quel 5 gennaio del 1984, il pentito
Maurizio Avola parla e
si accusa dell'omicidio
Fava e questo il punto di svolta. Solo dopo
queste dichiarazioni e
la condanna; si riapre
il caso Fava e sinizia

un'azione da parte della magistratura catanese che nel frattempo,


per fortuna, si era rinnovata.
Angelo Siino: Non
pu essere stato semplicemente un omicidio di mafia, di questo
ne sono certo. Perch
al di l degli articoli,
Fava ai mafiosi faceva
danno s ma non straordinario. Ne faceva
molto di pi all'imprenditoria coinvolta e
ai politici.
Catania 1988 si conclude il processo denominato Orsa Maggiore 3: per l'omicidio
Fava vengono condannati Nitto Santapaola
come mandante, Aldo
Ercolano e Maurizio
Avola come esecutori
materiali. Santapaola
ed Ercolano vengono
condannati
all'ergastolo mentre Avola
ottiene 7 anni per
patteggiamento.
La
procura di Catania ha
inoltre avviato un procedimento contro Gaetano Graci che per
si dovuta concludere
prematuramente per
la sopraggiunta morte dell'imputato. Per
quanto riguarda Carmelo Costanzo gli elementi di responsabilit
sono emersi in un momento successivo alla
sua morte e quindi non
stato possibile procedere contro di lui.
Elena Fava, figlia di
Giuseppe: Ci sono
due possibilit: una
che ti ammanti di questa cosa e te la metti
addosso come un cappotto chiedendo compassione e considerandoti vittima, oppure
lasci questa vita alle
spalle e inizi una vita
nuova dimenticando il
male ricevuto.
La terza possibilit
quella che nella nostra
famiglia ci siamo posti
inconsciamente: di non
lasciar trasparire il dolore, non considerarci
vittime, ma raccontare
la nostra rabbia e mantenere viva la memoria perch quando una
persona muore in questa maniera non appartiene solo alla famiglia
ma appartiene a tutti.
Dal 2007 stato istituito un premio nazionale intitolato proprio a
Giuseppe Fava per chi
si distinto nelle inchieste giornalistiche.
Dovete lottare: questo il testamento
spirituale di Giuseppe
Fava, il testamento di
un uomo che ha lottato
fino alla morte per la
verit, per la libert e
per la democrazia.

Cronaca di Siracusa

adesso la scelta finale tocca al ministro

Sovrintendente
Inda: nominata
triade di candidati
Sono Andrs Neumann,

Gioacchino Lanza Tomasi e Orazio Torrisi i


tre nomi individuati dal
consiglio damministrazione della Fondazione
Inda per la selezione del
nuovo
sovrintendente.
La terna sar adesso presentata al ministero dei
Beni culturali che dovr
effettuare la scelta finale.
Dopo la pubblicazione
del bando erano state 40
le domande di partecipazione alla selezione per
ricoprire il prestigioso
incarico.
Il consiglio ha dichiarato il presidente
della Fondazione Inda
Giancarlo Garozzo ha
votato allunanimit la
terna di nomi da proporre al ministero dei Beni
culturali. Mi piace sottolineare la grande compattezza allinterno del
consiglio nella scelta di
figure di spessore nazionale e internazionale per
un ruolo di grande prestigio e cos delicato come
quello di sovrintendente.
Neumann un produttore
teatrale boliviano che ha
portato avanti la propria
attivit in tutto il mondo,
dallUruguay alla Francia allItalia. Con la propria casa di produzione
e distribuzione di spettacoli darte, la Andrs
Neumann International
ha realizzato eventi con
la partecipazioni di arti-

In foto, lInda.

Sono Andrs Neumann, Gioacchino Lanza


Tomasi e il catanese Orazio Torrisi
sti quali Dario Fo, Vittorio Gassman e Marcello
Mastroianni e spettacoli
di grande successo come
il Mahabarata di Peter
Brook, lHamlet di Ingmar Bergman e Palermo
Palermo di Pina Bausch.
Nel 1986 stato nominato Chevalier de lOrdre
des Arts et des Lettres.
Oggi continua la collaborazione con il Tanztheater Wuppertal Pina
Bausch ed stato cofondatore e consulente arti-

stico del Funaro centro


culturale di Pistoia.
Gioacchino Lanza Tomasi, musicologo, considerato uno dei pi importanti studiosi del teatro
dopera. Ha pubblicato
numerosi saggi su autori
contemporanei e a lungo
si occupato dellopera
di Vincenzo Bellini. Ha
collaborato con figure
come Arnaldo Pomodoro, Roberto De Simone e
Michelangelo Pistoletto
e nel 2009 ha ricevuto il

premio Ignazio Buttitta.


E stato sovrintendente
del teatro San Carlo di
Napoli dal 2001 al 2006,
ha diretto dal 1996 al
2000 lIstituto italiano
di cultura di New York
e ha curato la direzione
artistica del Teatro Massimo di Palermo, del Teatro dellOpera di Roma
e del Teatro comunale di
Bologna.
Orazio Torrisi attore,
regista e sceneggiatore catanese ha ricoperto

lincarico di diretto artistico del Teatro Ambra


Jovinelli di Roma e del
Teatro stabile di Catania,
uno dei pi antichi e importanti teatri pubblici
italiani con un programmazione che ha toccato
tutte le capitali italiane
ed europee. Ha ricoperto
anche la direzione artistica del progetto internazionale Giubileo 2000
e della Rassegna nazionale teatrale del Teatro
Ambasciatori di Catania.
Ha fondato e dirige il Teatro di citt e ha fondato
la Cooperativa Alfa con
Pippo Fava.

In foto, Andrs Neumann, Gioacchino Lanza Tomasi

Loperazione portata a termine a Portopalo dalla guardia di finanza

Sequestrati
70 chili
di giochi pirici
8.600 botti di Capodanno sono stati seque-

strati dalla Guardia di Finanza a Portopalo.


La Compagnia di Siracusa, in collaborazione con la Tenenza di Noto, ha sequestrato
effetti pirotecnici illegali, per un peso di

circa 70 chili composti da razzi esplodenti,


batterie e petardi, tutti potenzialmente pericolosi per gli eventuali incauti acquirenti.
La merce, priva di qualsiasi certificazione
idonea per essere commercializzata, stata
rinvenuta, e sottoposta a sequestro, in un
garage del centro abitato di Portopalo di
Capo Passero.
Lindagato, di origine ragusana, stato segnalato alla Procura della Repubblica presso
il Tribunale di Siracusa per la violazione
inerente il commercio abusivo e lomessa
denuncia di materiale esplodente.

societ 8

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

29 novembre 2014, sabato

25 novembre, lepilogo
di una settimana perfetta

a Rete ha messo
a segno due straordinarie manifestazioni: la mattina corteo e flash
mob, con tanto di
angeli blu (i vigili urbani) che
proteggevano le
manifestanti dal
traffico e scrosci
di applausi per la
strada, e il pomeriggio un incontro
a Villa Reimann
con la prof. Priulla, sociologa della
comunicazione.
Di mattina alle
dieci il corteo
partito dal Tribunale, dove la presidente Raffaella
Mauceri, ha letto
un documento ufficiale,
(riportato qui di seguito)
prosegue per viale
S. Panagia, viale
Teracati e corso
Gelone sbarrando
il traffico ai semafori, fa sosta davanti all'ospedale
Umberto 1 con lo
slogan: "Violenza
sulle donne crimine di stato! non
vogliamo essere
il corpo del reato!". Ultima sosta
al Santuario per
rendere onore ad
un'illustre vittima
di femminicidio,
Santa Lucia.
"Dieci anni fa
lOnu istituiva la
Giornata Internazionale contro la
violenza alle donne, da allora la violenza cresciuta
inarrestabilmente
assumendo i connotati di una autentica mattanza,
di una implacabile
e sistematica strage. 179 le vittime
assassinate
solo
nel 2013. E in
atto unaltra caccia alle streghe, un
altro olocausto!
E in questo eccidio

Per dire alle donne che devono contare


sulla solidariet, sulla seriet e la volont di vivere
di massa, lItalia
ha il vergognoso
primato europeo.
Perch lItalia ha
una storia bimillenaria di disprezzo,
discriminazione,

mo per tutelare i
diritti e lintegrit, il rispetto per
le donne. E siamo
stanche si assistere allindifferenza, allinefficien-

nega e a chi gliela


spezza!
"Lha uccisa perch era geloso
Lha uccisa perch
voleva lasciarlo
.Lha uccisa per-

Sappiamo
bene
che portare un
cambiamento radicale nella cultura della violenza di genere
sulla quale si reg-

Portare un
cambiamento
radicale nella
cultura della
violenza di
genere sulla
quale si regge
lordinamento
patriarcale,
una sfida e una
fatica immane

In alto, il corteo sosta davanti il tribunale di


Siracusa; a sinistra, il movimento donne si sposta
presso lospedale Umberto I;
sopra, lincontro a Villa Reimann con la prof.
Priulla, sociologa della comunicazione.

sottomissione, ingiustizia e violenza sulle donne.


E
oziosamente,
ipocritamente, disonestamente ci
si continua a chiedere perch mai ci
sono uomini che
le uccidono!
Siamo le volontarie della Rete
antiviolenza
di
Siracusa.
Da
ventanni lottia-

za, allignoranza,
alla demenza di
enormi pezzi delle istituzioni che
giocano con la
vita delle donne,
dimenticando che
sono le donne a
dare la vita! Dimenticando che le
donne hanno dato
la vita anche a chi
questa vita gliela
rende un inferno,
anche a chi gliela

ch era deluso"
Basta! Non vogliamo pi sentire
queste oscenit.
Dora in poi su
tutti i giornali vogliamo
leggere:
"Lha uccisa perch si credeva il
suo padrone! Lha
uccisa ed stato
condannato a 30
anni senza patteggiamenti e senza
sconti!".

ge lordinamento
patriarcale, una
sfida e una fatica
immane. Ma noi
non ci arrendiamo
e siamo di nuovo
qui per gridare il
nostro e dolore e
la nostra infinita
rabbia. Siamo qui
per dire alle donne
che possono contare su di noi, sulla
nostra solidariet,
sulla nostra serie-

t e la nostra volont di vivere al


di l della violenza
maschile e dellingiustizia istituzionale che subiamo
da duemila anni!
Diciamo NO alla
violenza.
Diciamo
basta!
basta basta!
Nel
pomeriggio
alle ore sedici: tutte a Villa Reimann
per il seminario
"Parole tossiche".
Perch ad un uomo
che ti sorpassa a
destra si dice "cornuto"? Che cosa
c'entra sua moglie? E perch ad
una donna che ti
sorpassa a destra
si dice "puttana"?
Che cosa c'entra
la sua reputazione
sessuale?
E' soltanto un
esempio per capire
quanto sessista sia
la lingua italiana e
come ultimamente
la volgarit e la cafoneria, sempre e
soprattuto a detrimento del genere
femminile, siano
state sdoganate a
tutti i livelli, ivi inclusi i luoghi della
politica.
Noi siamo le parole che usiamo dice la prof. - Alla
volgarit delle parole corrisponde la
volgarit del pensiero".
E, deliziando l'uditorio che gremiva la sala, andata
avanti snocciolando con magistrale
ironia, il comune
turpiloquio quotidiano mai udito
dalle
sbalordite
pareti di villa Reimann. Un seminario arricchente,
dissacrante, divertente. Un epilogo
perfetto alla giornata del 25 novembre.

Sicilia 9

Un riconoscimento tangibile dell'impegno


dell' amministrazione
comunale
contro
la criminalit
organizzata
A sinistra il locale
consegnato
al Comune
di Floridia

Immobile sequestrato alla mafia


consegnato al Comune di Floridia
L'amministrazione Sar utilizzato quale sede dell'Osservatorio
comunale ha ottenuto con decreto a
firma del Direttore
dell'Agenzia
Nazionale per l'Amministrazione e la destinazione dei beni
sequestrati e confiscati alla criminalit organizzata il
trasferimento al patrimonio indisponibile del Comune di
Floridia dellimmobile ubicato al C.so
Vittorio Emanuele
n.488.
In data 3 settembre

Permanente per la Legalit

u.s. l'Amministrazione comunale, infatti, ha manifestato


alla suddetta Agenzia Nazionale l'interesse all'acquisizione dell'immobile
per fini sociali, ed
in particolare per essere utilizzato quale
sede dell'Osservatorio Permanente per
la Legalit.
E inoltre volont
dellamministrazio-

ne comunale affidare i locali, frutto


della lotta alla criminalit organizzata, anche alla Associazione Antiracket
e Antiusura Falcone e Borsellino Solarino e Floridia.
Un riconoscimento
tangibile dell'impegno dell' amministrazione comunale
contro la criminalit
organizzata che si

concretizza con questo primo decreto di


assegnazione di un
immobile.
Il
Comune
di
Floridia, in questi
ultimi due anni, in
diverse occasioni,
sia attraverso manifestazioni pubbliche
che attraverso atti
concreti, ha manifestato - unitamente
alle altre istituzioni
presenti nel territo-

rio - il proprio impegno e la propria


volont contro ogni
forma di criminalit
organizzata.
Inoltre, il Sindaco
stato invitato a partecipare per giorno
28 novembre alle
ore 20,30 dalla suddetta Associazione
presso il Comune di
Solarino, alla quale
comunicher la trasmissione del decreto e la individuazione del luogo dove la
stessa potr svolgere
la propria attivit.

svoltasi il 21 e il 25 Novembre

Festa dellAlbero 2014


Legambiente pi efficace
nellavvicinare i cittadini

anta gioia alla Festa dellAlbero


2014, svoltasi il 21 e il 25 Novembre
a Floridia ist.compr. A. Volta e Solarino ist. compr. Elio Vittorini, una delle
campagne di Legambiente pi bella
ed efficace nellavvicinare i cittadini,
grandi e piccoli, ai temi ambientali e
allassociazione. Lalbero ha da sempre rappresentato la natura, il verde e,
in qualche modo, lo stato di salute e
bellezza degli ambienti che abitiamo e
fruiamo. Negli anni la Festa dellAlbero ha permesso di affiancare al tema
del verde sempre nuovi contenuti e
consapevolezze: agli inizi era solo

leducazione ambientale, in seguito il


risanamento di aree degradate delle citt
e negli ultimi anni la festa dellalbero si
legata agli obiettivi internazionali legati alla riduzione delle emissioni di gas
serra e alla lotta ai mutamenti climatici.
La piantumazione di alberi servita non
solo per rendere i luoghi in cui viviamo
pi belli, verdi e respirabili ma serve ad
educarci alla prevenzione del dissesto
idrogeologico ed anche unoccasione
per focalizzare lattenzione sullimportanza che il verde riveste nel mantenimento degli equilibri ambientali del
Pianeta.A tal proposito proprio per dar

seguito a queste affermazioni , chiediamo allamministrazione di Solarino di


dar seguito agli impegni assunti durante
la manifestazione e cio lindividuazione di unarea idonea da rimboschire con
alberi destinati ad ogni bambino che nasce nel nostro territorio e istituendo da
subito una giornata di coinvolgimento
delle famiglie di tali bambini. Ringraziamo infine per la partecipazione attiva dei
giovani dei vari istituti con i propri docenti e dirigenti, nonch la partecipazione dei rappresentanti dellamministrazione comunale di Floridia e Solarino e
del corpo Forestale dello stato.

societ

Stagione
Concertistica
13a dalla
fondazione

Si accosta in gio-

vane et allo studio


del pianoforte e a
12 anni, dopo aver
superato brillantemente lesame di
ammissione, entra
allIstituto Superiore di Studi Musicali V. Bellini
di Catania. Qui,
nell Ottobre 2014,
consegue lesame
di compimento superiore di pianoforte col massimo
dei voti e la lode
sotto la guida della
M.stra Maria Pia
Tricoli, che rimane il suo punto di
riferimento artistico e didattico. Ha
partecipato a masterclass con maestri di chiara fama
quali S. Perticaroli,
F. Scala, A. Delle
Vigne, B. Canino,
M. Marvulli, S.
Bollani e ha vinto
il primo premio in
svariati concorsi (P.
Mandanici, S. Gioia, G. Raciti, ecc.).
Presente pi volte
al Troina Fesival
(Enna), al Norma
Festival (Latina) e
ai Seminari di Tecnica ed Interpretazione organizzati
dalla Beethoven
A.C.A.M. di Crotone, ha ottenuto
sempre ampi consensi dei maestri
e del pubblico. E
stato protagonista
di numerose iniziative benefiche suonando per conto di
associazioni e club
service quali Rotary Club ed Inner
Wheel. In occasione del RYLA 2013
(corso di formazione internazionale
sulla leadership) si
esibito alla Maison de lItalie della Cit Internationale Universitaire
di Parigi e nel marzo 2014 ha suonato
per lassociazione
catanese Cromatismi del Mediterraneo.

societ 12

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

29 novembre 2014, sabato

Adesione del Comune di Melilli


alla strategia rifiuti zero 2020
Con questa
delibera si
tracciano le linee guida che
lente attuer
in via prioritaria per ridurre
e prevenire
la produzione
di rifiuti

ella Seduta del


Consiglio Comunale del 27 novembre
scorso, il consesso
civico ha provveduto
ad approvare ladesione del Comune di
Melilli alla strategia
rifiuti zero 2020.
Con questa delibera
si tracciano le linee
guida che il Comune
di Melilli attuer in
via prioritaria per ridurre e prevenire la
produzione di rifiuti e la loro nocivit.
Limpegno che lamministrazione comunale - dichiara Salvo
Midolo
Assessore
Comunale - mirer
alla promozione del
recupero dei rifiuti
per ridurre la quantit
destinata allo smaltimento e di risparmiare risorse naturali, in
particolare mediante
reimpiego, riciclo,
compostaggio e recupero dellenergia dai
rifiuti.
Una maggiore riduzione del rifiuto da
confluire in discarica

comporter una minore spesa economica per il Comune, che


equivale direttamente
a un minor costo del
servizio a carico dei
cittadini del nostro
Comune.
Il percorso intrapreso sui Rifiuti zero
ci porter al raggiungimento del 55% di
raccolta differenziata entro il 2015, del
60% per il 2016 e del
65% per il 2020. La
strategia rifiuti zero,
- dichiara lAssessore Salvo Midolo
- non solo un servizio che il Comune deve erogare, ma
principalmente una
Cultura da far crescere e condividere con
tutti,
fondamentale la collaborazione
che chiederemo alle
scuole, che gi stanno
lavorando autonomamente per trasmettere
agli alunni limportanza del riciclaggio
sia dal punto di vista
ambientale che sul
risparmio economi-

co. Dopo ladesione,


il prossimo obiettivo sar la modifica
del piano di raccolta
dei rifiuti, - obiettivo cui sta collaborando lAvv. Emma
Schembari, esperta in
materia di politiche
ambientali e sviluppo
sostenibile - passando
alla differenziazione
della raccolta, infatti,
si chieder ai cittadini di iniziare differenziando per tipologia
di rifiuto, per giornate
dedicate a una singola
tipologia di rifiuto da
smaltire e soprattutto
stabilendo gli orari
in cui sar possibile conferire. Per un
buon successo della
raccolta differenziata
ed il raggiungimento degli obiettivi di
Rifiuti zero 2020
gran parte della raccolta si svolger con
il sistema del porta a
porta, che ha sempre
dato ottimi risultati
l dove si applicata.
In questambizioso
progetto rientreranno

quante pi tipologie
di rifiuti che giornalmente escono dalle
case dei cittadini, dal
vetro che sar smaltito presso un centro
di smaltimento che lo
trasformer in sabbia
di vetro riutilizzabile
anche nelledilizia,
dalla plastica, dal ferro, agli sfalci di potatura, agli oli esausti provenienti dalle
nostre cucine o dalle
attivit commerciali. Il tutto mirato alla
salvaguardia dellambiente ed al risparmio
economico. Nei tre
centri abitati - dichiara
lAssessore
Salvo Midolo di
Melilli, Villasmundo e Citt Giardino
dovranno nascere tre
magazzini del riuso
per potenziare la raccolta differenziata ma
anche per promuovere la cultura del
riciclo e del riutilizzo di vecchi oggetti
ancora in buono stato di conservazione
e sempre funzionali.
Un buon inizio di lavoro che inaugurato
con un finanziamento da parte dellAssessorato Regionale
allenergia a seguito
di partecipazione del
Comune di Melilli al
bando Regionale P.O.
FESR 2007/2013, per
la fornitura di mezzi
e attrezzature in applicazione al Piano
di raccolta integrata
dei rifiuti urbani nel
Comune di Melilli, per un importo di
545.410,95 Euro.

Il Vescovo molto amareggiato da quanto ascoltato e visto

Analisi del grave periodo


storico di crisi economica
Tutte le problematiche sociali che stanno
attanagliando migliaia di famiglie siracusane

I eri

In foto, Tassi e Cappadocia

Lentini: Paesaggio, natura


e cultura. Futuro del Mezzogiorno

aesaggio, natura e cultura. Futuro del Mezzogiorno: questo il tema della conferenza
dibattito che si svolger domenica, 30 novembre 2014 alle 16,30 nellaula conferenze del
Liceo Classico Gorgia di Lentini. Liniziativa,
organizzata da Comitato Parchi Nazionali,
Pro Natura, FederEscursionisti Sicilia e Associazione Intercomunale Agnone Bagni,
inserita in un percorso di valorizzazione del
territorio, con particolare attenzione al Lago
di Lentini e al litorale di Agnone Bagni. Alla
conferenza interverranno il Capo di gabinetto
dellAssessorato Regionale al Territorio e
Ambiente Carmelo Frittitta, la sub Patrizia
Maiorca, il naturalista Luigi Lino, il docente
di Botanica Pietro Minissale, il componente
dellIspettorato Foreste di Catania Valentina
Tamburino, il dirigente della Ripartizione
Faunistico Venatoria di Siracusa Francesco
Moscuzza e il presidente dellassociazione di
Agnone Bagni Rosario Magnano. La relazione
introduttiva verr svolta dal responsabile del
Centro Parchi Internazionale Franco Tassi,
recentemente invitato dal Consiglio dEuropa,
nellambito della Convenzione sul Paesaggio,
a illustrare i benefici della salvaguardia del
paesaggio vivente, mentre il coordinamento
verr assicurato da Carmelo Nicoloso. La
Tutela, per come stata concepita secondo
giustizia ha detto Valentina Tamburino,
Agronomo paesaggista presso lispettorato
Ripartimentale delle Foreste di Catania dovrebbe essere sistematica e preventiva, ha
lobiettivo di rendere sicuro il patrimonio e di
consegnarlo inalterato alle generazioni future,
custodia di un bene comune che riguarda
tutti. Il governo di un bene comune non pu
essere sottoposto solo allautorit politica e
alla ricerca del consenso, deve essere affidato
alla comunit della conoscenza. Questo territorio, con il Lago del Biviere ha aggiunto
Carmelo Nicoloso, coordinatore Sud Italia
Comitato Parchi e il lungomare di Agnone
Bagni pu essere inserito in un attraente itinerario nazionale, capace di richiamare i turisti e
gli appassionati della natura. Per risollevare
le sorti del Mezzogiorno conclude Franco
Tassi non c miglior soluzione che invitare
lItalia, lEuropa e il resto del mondo a venire
nel Sud, per riscoprirne gli straordinari tesori.
E tempo che tutti concorrano a rilanciare un
nuovo Grand Tour.

mattina presso l
Arcidiocesi di Siracusa
i rappresentanti del Comitato Riprendiamoci
Siracusa con Carmelo
Pugliara, lAssociazione
Italiani in Movimento
con Peppe Giganti , e
Siracusa La Rinascita
con Maurilio La Gioia e
Lucia Messina , sono stati
ricevuti , dal Vescovo di
Siracusa Monsign. Salvatore Pappalardo.
Durante lincontro voluto
fortemente dai rappresentanti delle varie associazioni , sono stati esposti al
Vescovo , tutte le problematiche sociali che in questo grave periodo, storico
di crisi economica , stanno
attanagliando migliaia di
famiglie siracusane.
Abbiamo illustrato al
Vescovo , materiale fotografico raccolto nei giorni
precedenti , attestanti le
condizioni di assoluta
povert in cui sommessamente e abbandonati da
tutti vivono persone nel
silenzio e nellangoscia ,
concittadini che dormono
in auto , che dormono nei
vagoni dei treni abban-

In foto, lass. Italiani in Movimento con larcivescovo Pappalardo.

donati , nelle grotte della


Balza Acradina e in rifugi
di fortuna sparsi nella citt.
Ci siamo rivolti a S.E.
il vescovo ha dichiarato
Peppe Giganti , per avere
un supporto di solidariet ,
e per farci portavoce di un
grido di dolore , per poter
minimamente aiutare a
dare un tetto e un letto a
questi nostri concittadini

, che per varie cause ,


si trovano in condizioni
disumane , abbandonate
nel disinteresse generale
, da una politica ed amministrazione sorda
alle problematiche sociali
, che costringe a vivere
nella depressione interi
nuclei familiari , anche
con bambini .
Il Vescovo molto amareg-

giato , da quanto ascoltato


e visto, ci ha promesso
un suo interessamento
, e dichiarato di essere
disponibile e a disposizione a trovare luoghi di
accoglienza di propriet
della chiesa , ad ogni
nostra segnalazione , e a
tutte quelle persone che
chiedono aiuto , per poter dare un momento di

ogni 30 novembre anniversario della prima abolizione della pena di morte

Levento Cities for Life presso


la Chiesa dei Cavalieri di Malta
L

a Comunit di SantEgidio ha
presentato ieri pomeriggio presso
la Chiesa dei Cavalieri di Malta,
levento: Cities for Life.
Un avvenimento mondiale annuale che ricorre ogni 30 novembre,
anniversario della prima abolizione della pena di morte in uno stato
europeo: era il 1786 e il granduca
di Toscana Pietro Leopoldo firm
il codice leopoldino preparato dal
giurista Pompeo Neri; il Granducato di Toscana divenne cos
il primo territorio con la pena
capitale abolita.
La manifestazione stata organizzata dalla comunit di Sant'Egi-

dio e vi aderiscono molte citt a


livello mondiale che illuminano
un proprio monumento in simbolo
di opposizione alla pena di morte.
Anche la citt di Siracusa, tramite
la persona del Sindaco Giancarlo
Garozzo, ha aderito a questa giornata per i diritti umani.
L'iniziativa promossa dalla Comunit di Sant'Egidio viene sostenuta da molte organizzazioni,
associazioni, organizzazioni e
chiese. Molti sono anche i testimonial del mondo dello spettacolo,
della politica, dello sport e della
cultura.
p. Rosario Lo Bello

Sicilia 11

societ

cinema

AAA Regina
Cercasi,
protagonista
Film Gelone
regia Gianni
Virgadaula
AAA Regina Cercasi. Il ruolo
femminile da sempre pi ambito in un film certamente
quello di interpretare una
Regina. Bellezza, fascino e
stile sono solo alcuni degli
aspetti di cui una degna Regina
ne simbolo. Ma quando si
parla della prima Regina di
Sicilia (e forse anche d'Italia)
allora l'aspirante attrice si
trova davanti un ruolo che ha
tutte le responsabilit del caso.
Parliamo della Regina Damarete, a dire il vero poco nota ai
Siracusani, Moglie di Gelone
(Corso principale di Siracusa).
Una Regina buona moglie di
un tiranno famosa sopratutto
poich pretese a conclusione
della battaglia di Imera (480
a.C.), che vide i siracusani
combattere e vincere contro i
cartaginesi, ed ottenne che nel
trattato di pace fosse inclusa
una clausola che proibiva una
volta per sempre ai cartaginesi
di sacrificare al loro dio Baal
i primogeniti giunti al decimo
anno di et: Per la prima volta,
dunque, la voce di una donna
si levava in difesa dei bambini.
LIstituto Culturale di Sicilia
per la Cinematografia realizzer in primavera il film "Gelone"
Regia di Gianni Virgadaula
(regista che ha gi girato a
Siracusa il film di Santa Lucia)
e apre i casting a Siracusa
giorno 6 dicembre dalle ore 9
alle ore 17 presso il Museo del
Ciname in Via Alagona. Si ricerca Protagonista, ragazza di
et compresa fra i 25 e i 35 anni,
che possa interpretare appunto
il ruolo della regina Damarete
Caratteristiche fisiche: Lineamenti mediterranei, misure
classiche, taglia 42-44, altezza
minima 1.68 . Si chiede buona
dizione ed eventuale curriculum. Quindi casting aperti
anche alle prime esperienze
puch si trovi l'attrice che pi
di tutte rispecchi il ruolo della
Regina. Si ricercano inoltre
15 uomini di colore. Ragazzi,
ragazze di et compresa fra i
9 e i 13 anni.
Ragazzi, ragazze di et compresa fra i 14 e i 17 anni.
Giovani di ambo i sessi di et
compresa fra i 18 e i 29 anni.
Adulti e adulte di et compresa
fra i 30 e i 70 anni. 3 danzatrici
del ventre. 30 uomini dal fisico
atletico di et compresa fra i
19 e i 45 anni. Tutti i candidati
dovranno pervenire muniti di
una foto tessera e di curriculum
(per chi ha avuto gi esperienze
artistiche o recitative).

attualit 12

Sicilia 29 novembre 2014, sabato

29 novembre 2014, sabato

LOSSERVATORIO

Crocetta illustra il protocollo dintesa con gli operatori di settore

Trivellazioni e piattaforme
dibattito marted allArs

Chiarimento fra i Pd Bruno Marziano e Marika Cirone Di Marco

Salvatore Maiorca

i trivellazioni e
piattaforme petrolifere in Sicilia si
discuter marted
mattina nel gruppo
parlamentare del
Pd allAssemblea
regionale e nel pomeriggio in aula.
AllArs il presidente
della Regione, Crocetta, illustrer il
protocollo dintesa
firmato con Assomineraria, Edison,
Irminio srl. ed Enimed.
Con loccasione il
deputato regionale
Pd Bruno Marziano,
nel ribadire il proprio assenso a questo
protocollo, chiarisce
il malinteso insorto
con la sua collega
di partito Marika
Cirone Di Marco.
La Di Marco ha
infatti assunto sulla
vicenda delle trivel-

lazioni la posizione
degli ambientalisti
di Greenpeace: no

si tratta di attivit
a impatto zero.
Dalla conversazio-

equivoco: avevamo
attribuito la qualificazione di impatto

su tutta la linea.
Marziano invece
per il s in quanto

ne telefonica con
il deputato Pd era
peraltro scaturito un

zero alla presa di


posizione della Di
Marco. Provocan-

Si discuter di tutta questa materia la mattina


nel gruppo parlamentare del Partito
democratico e nel pomeriggio in aula

done il risentimento.
Chiarisce Marziano:
La mia definizione
a impatto zero era
(ed ) riferita alle
trivellazioni e alla
costruzione delle
piattaforme petrolifere. Non certo
alla dichiarazione
della mia collega.
E aggiunge: La collega Di Marco tiene
nel giusto conto la
contrariet espressa da una fascia di
popolazione. Non
so se si tratti di una
fascia maggioritaria
o minoritaria. Affermo peraltro che
si tratta di una preoccupazione seria e
legittima.
E allora? Allora
ribadisce Marziano
discuteremo di
tutto questo marted: prima nel nostro
gruppo e poi in aula.
Io, da parte mia, non
potr che sostenere

cultura Convegno alla Scuola di Architettura per celebrare levento


Il Centro internazionale di studi sul
barocco
compie
trentanni. E per celebrare il bel compleanno la Scuola di
Architettura dellUniversit ha organizzato un evento di
rilievo: una lezione
extra di Lucia Trigilia, docente di Storia
dellarchitettura nella
stessa universit nonch direttore scientifico del Centro, con
la discussione di due
suoi colleghi: Corrado Fianchino e Zaira
Dato.
Levento stato celebrato nello spazio
mostre della stessa
Scuola di Architettura. Ed stato seguito
con estremo interesse, sia dagli allievi
della Scuola che da-

Il Centro studi sul barocco


ha compiuto trentanni

Interventi di Lucia Trigilia, Corrado Fianchino e Zaira Dato


gli stessi docenti che
infine anche dal pubblico presente.

Ma cos il Centro
internazionale
di
studi sul barocco?

quando e come nasce? cosha fatto in


questi
trentanni?

come stato accolto dai personaggi di


maggiore rilievo nel
settore? Una prima
risposta viene dallo
stesso convegno nella Scuola di Architettura. Ma ci sono
anche testimonianze,
che qui riportiamo, di
personaggi di assoluto rilievo nel mondo
dellarchitettura
e
della cultura pi in
generale.
Il centro internazionale di studi sul
barocco nasce nel
1984,
realizzando
i voti formulati nel

I motivi del s: nei 27 anni di esercizio della


Vega non c mai stato uno sversamento di
greggio in mare, e intanto la Regione potr
incassare le royalty e quote di tributi, aspettando le accise quando Roma le riformer
la posizione di assenso al protocollo
dintesa. Questa posizione, fra laltro,
lho gi espressa e
motivata nel mio
ruolo di presidente
della Commissione
Attivit produttive
dellArs.
Ma ecco i motivi
del consenso espresso e sostenuto da
Marziano. Innanzitutto afferma il
deputato regionale
Pd partiamo dal
dato della pluridecennale esperienza
della piattaforma
Vega. Nei 27 anni di
esercizio della Vega
non c mai stato
uno sversamento di
greggio in mare. E
ci non dovuto a
mero caso.
Questo risultato
dovuto alla peculiarit del sistema
Vega. Infatti la piattaforma collegata,
mediante una tubazione sottomarina, alla petroliera
di stoccaggio. Ed
da questa (non
direttamente dalla

piattaforma) che si
riforniscono le petroliere le quali poi
portano il greggio
alle raffinerie. Aggiungiamo la puntualit e correttezza
delle operazioni,
sia di esercizio che
di manutenzione.
E la garanzia per
sicurezza, salute e
ambiente assicu-

1980-81 dal Comitato nazionale beniniano, istituito presso


l'Accademia nazionale dei Lincei, e dal
Comitato scientifico
siciliano per le manifestazioni di "Arte e
Cultura nell'Italia del
Seicento".
Il Centro fu costituito grazie all'azione
dei tre enti promotori e fondatori (il Comune, la Provincia
regionale e la Camera di commercio
di Siracusa) nonch
dell'Associazione
"Centro internazionale di studi sul barocco in Sicilia" denominata dal 1999
"Centro internazionale di studi sul barocco" (CISB). Sede
legale a Palazzo del
Senato di Siracusa e
uffici nellex Convento del ritiro.
Ma soprattutto il

Centro nato e vive


grazie alla iniziativa e allattivit della
professoressa Trigilia.
Fin dalla sua fondazione il Centro fa
parte della rete italiana di centri di studi
sul barocco, unica al
mondo, collegati col
Centro di studi sulla
cultura e limmagine
di Roma (con sede
in Palazzo Corsini
a Roma). In seguito
hanno aderito all'Associazione i Comuni
di Noto (1985), Ragusa (1986) e Scicli
(1996).
Il Centro studi ha
ottenuto nel 2004
il
riconoscimento
giuridico. Nel corso
della sua attivit ha
svolto
programmi
in collaborazione e
con il patrocinio di
istituti culturali e di
ricerca nazionali e

rata. Questi 27 anni


trascorsi indenni da
incidenti lo dimostrano: operazioni a
impatto zero.
A ulteriore garanzia
per la tutela di salute,
sicurezza e ambiente
il deputato regionale
Pd cita un altro elemento: Listruttoria e le decisioni in
questa materia ri-

attualit

corda saranno soggette alla vigilanza


permanente di un
comitato paritario
tecnico-politico che
sar composto da
rappresentanti degli
assessorati regionali
dellEnergia, delle
Attivit produttive, del Territorio e
ambiente, dei Beni
culturali e del Turismo, nonch da
rappresentanti dei
sottoscrittori del
protocollo dintesa: Assomineraria,
Edison, Irminio srl
ed Enimed.
Sar questo assicura Marziano - lo

Da snistra la piattaforma petrolifera Vega e i deputati regionali del Pd Marika Cirone Di Marco e Bruno Marziano

internazionali, universit,
soprintendenze, associazioni
per la tutela, organizzazioni nazionali ed
estere, enti nazionali

Sicilia 13

e regionali. Ha collaborato col progetto


Unesco Les espaces
du baroque e col
progetto del Consiglio dEuropa Itine-

La professoressa Lucia Trigilia. A sinistra una immagine


simbolo del Centro internazionale di studi sul barocco

strumento pi efficace di garanzia per


tutti e sotto ogni punto di vista: sicurezza,
salute e ambiente,
ma anche sviluppo,
sfruttamento di una
risorsa della quale
la Sicilia dispone,
vantaggi economici
prodotti innanzitutto
dalle royalty che la
Regione incasser e
dalla fiscalit.
Tutte le societ
operanti in questo
settore dovranno
infatti avere sede
legale in Sicilia. E
qui dovranno versare le loro imposte.
Sempre aspettando
inoltre che Governo
e Parlamento na-

zionali si decidano
a riformare la disciplina delle accise lasciandone una
quota sul territorio
di produzione.
Infine la questione
lavoro: Costruire
le nuove piattaforme
ricorda Marziano
significa portare
opportunit di lavoro alle basi metalmeccaniche di Punta
Cugno e Marina di
Melilli, oltre che ai
Cantieri navali di
Palermo: significa
soprattutto rilanciare il nostro polo
metalmeccanico di
eccellenza, apprezzato nel mondo ma
rimasto piuttosto in

stand by in questi
ultimi anni; anche
con la possibilit
di costruire nuove piattaforme da
esportare in ogni
dove, come negli
anni Ottanta.
Intanto listruttoria
per la piattaforma
Vega B al ministero dellAmbiente
data per quasi conclusa. E per quanto
ci riguarda conclude Marziano debbo
ricordare che gi da
un anno il soprintendente Tusa, titolare
della Soprintendenza del mare, ha gi
espresso parere favorevole.

rari culturali europei


Routes du Baroque. Ha allattivo
lorganizzazione di
mostre,
convegni,
seminari e corsi internazionali, progetti
di ricerca, pubblicazioni, viaggi di
studio, consulenze e
supporto scientifico
agli enti locali.
Pubblica gli Annali
del Barocco in Sicilia, che si avvale di
un Comitato scientifico internazionale, ed ha pubblicato
numerosi volumi sul
barocco
siciliano.
Nel 2009 ha costituito lArchivio di
documentazione iconografica sulle Feste
in Sicilia e nel 2011
lArchivio di documentazione iconografica sulle citt del
Val di Noto in occasione della mostra
itineranteLe cartoli-

ne storiche raccontano la citt. Siracusa e


il suo territorio nelle
fotografie della prima met del Novecento. Ha promosso
nel 2012 il progetto
Ortigia, nellambito del quale ha realizzato e donato al
Comune di Siracusa
un gruppo di insegne turistiche per via
Maestranza, installate davanti a edifici di
origine nobiliare.
Ha realizzato tante
mostre itineranti in
varie citt dItalia e
allestero. E in corso nel nuovo spazio espositivo della
galleria di palazzo
Bellomo,
nellex
convento di santAgostino la mostra su
Rosario Gagliardi.
I disegni di architettura della collezione
Mazza. Una grande
raccolta del Settecen-

to siciliano. Il Centro internazionale di


studi sul barocco non
pi sostenuto dalle
quote associative dagli enti fondatori.
Per contro testimonianze sulla importanza del Centro e
sulla necessit della
sua azione sono state rilasciate da personaggi come Carlo
Truppi, preside della
facolt di Architettura di Siracusa, Concetta Ciurcina, gi soprintendente ai Beni
culturali di Siracusa,
Marcello
Fagiolo
della Universit di
Roma La Sapienza,
Cesare De Seta della
Universit di Napoli,
Angela Marino della
Universit dellAquila, direttore dottorato
di Recupero, Paola
Pelagatti (Accademico dei Lincei).
s.m.

Cultura 14

La terra sopra Scibili

di Arturo Messina

Del poeta scrittore


Corrado Di Pietro, degno nipote del compianto poeta Salvatore
Di Pietro che dal suo
modesto paese natio, Pachino, port a
Viterbo-dove una diecina danni addietro si
spense, dopo desservi
vissuto per tanti anni,
nonch a Roma e in
tutto il Lazio lincanto
della nostra terra, facendolo ammirare con
i suoi stupendi versi-
stato presentata la pi
recente delle sue opere, La terra sopra Scibili, edita dalla romana Fondazione Maria
Luzi Editore.
Alla presentazione
intervenuto un folto
uditorio (tra cui, ovviamente, tanti pachinesi,
tra cui il noto tenore
Benito Nastassi, fondatore e presidente di
Arcadia 88, nonch
un altro Salvatore di
Pietro, cantante e direttore del gruppo musicale Nsemmula)
nellampio ed elegante
salone del Pala Holimpia Village, in contrada
Spalla, presieduto dal
dr. Messina, che volentieri ha accolto una
performance culturale
di tale livello culturale nonch artistico,
dato che ad animare
lincontro sono stati Paolo Greco per il
commento musicale,
Gianna Parisi che ha
meravigliosamente
(diremmo pure seducentemente?) danzato
durante tutta la lettura
scenica dellVIII capitolo, fatta dallo stesso
autore che si ancora
una volta confermato
anche ottimo dicitoree durata circa 10 minuti, nonch la sintetica
ma straordinaria sfilata
dei due protagonisti
nei costumi depoca
dellatelier di Stefania
Federico.
A presentarla stata la
prof.ssa Maria Nivea
Zagarella, nota docente
di lettere e critica darte, affiancata come coordinatore, dallo scrittore Pippo Bufardeci,
naturalmente anchegli
della terra del pesce e
del vino.

29 novembre 2014, sabato

Sicilia 29 NOVEMBRE 2014, SABATO

Al Pala Holimpia Village, contrada Spalla, stata presentato dalla prof.ssa Maria Nivea
Zagarella la pi recente opera del noto poeta scrittore Corrado Di Pietro

Abbiamo voluto intervistare per la circostanza lamico poeta


scrittore Corrado Di
Pietro che con il suo
consueto e risaputo
garbo ha risposto alle

c nel romanzo?
Direi che stata
unoperazione tuttaltro che superficiale.
Se, per esempio, il
Manzoni al titolo de
I promessi sposi ag-

Da questo procede
raccontando che ci
avvenne dopo il terremoto del 1693, quando
tantissimi paesi vennero semidistrutti, per cui
nel Settecento avvenne

lepopea di un popolo
che da diverse parti
si concentra in quello
che poi sar Pachino
Un sintomatico compendio non solo della
narrazione ma anche,

Pachino fu un
nuovo nucleo urbano
dovuto anche a gente
proveniente da altre
locali, come quelli
provenienti da Malta
che, sebbene parecchi
perirono durante la
traversata, approdarono a PortoPalo, come
il principe Antonio
Sciaraba, principe di
Giardinello, assieme
al suo fratello Vincenzo, che poi sar il
famoso marchese di
Rudin

In alto, un momento della presentazione del libro;


A fianco, la copertina del libro;
Sopra, il poeta Corrado Di Pietro.
nostre domande, la prima delle quali stata:
-Dato che non si tratta
dun romanzo giallo
n dun romanzo rosa,
generi entrambi che si
basano quasi esclusivamente su unaccesa
fantasia creativa, bens
dun romanzo storico,
genere che ovviamente richiede se non una
ricerca certosina dei
documenti che sostengono se non del tutto
la veridicit della narrazione, quanto meno
unaccurata
ricerca
delle fonti che percentuale di fatti storici

giunse quello di storia


milanese del 600, io
ho messo il titolo che
fa ovviamente presupporre di quale terra, di
quale storia e di quale
periodo si tratta.
A questo punto ha fatto
notare come lincipit
del romanzo gi dica,
in una felice sintesi, si
pu dire tutto sullorigine della narrazione:
Da Malta part una
tartana con vela gonfia
e con sfumato mare
Portava, il battello, un
carico di pena e di speranza, un senso di angoscia e di mistero.

la loro ricostruzione
come pure la nascita
di altri paesi, ad opera
dei feudatari: Pachino
fu un nuovo nucleo
urbano dovuto anche
a gente proveniente da
altre locali, come quelli provenienti da Malta
che, sebbene parecchi
perirono durante la traversata, approdarono
a Porto Palo, come il
principe Antonio Sciaraba, principe di Giardinello, assieme al suo
fratello Vincenzo, che
poi sar il famoso marchese di RudinPossiamo quindi definirlo

e a buon diritto, dello


stile narrativo dellintero romanzo (che
ben diverso, ben pi
avvincente, di quello
dei romanzi gialli o
rosa) dovizioso com
da un lato di momenti
descrittivi, di paesaggi
sia naturali che interiori, dallaltro della
pi appropriata aggettivazione, delle pi
originali metafore, che
lelevano al livello,
potremmo anche dire,
lirico con i suoi cos
appropriati e pregevoli
cromatismi linguistici.
Che vi sia una marcata

distanza dai romanzi


gialli, devasione, si
evince dalla rigorosa fedelt agli eventi;
non solo, ma anche e
soprattutto ai personaggi che agiscono nel
corso dello sviluppo
avvincente delle vicende, legate strettamente
alla realt sociale, che
era diversa dal periodo
storico in cui avvennero, un secolo prima, i
fatti milanesi. Al don
Abbondio manzoniano del Seicento, ad
esempio, servitore dei
signori potenti baldanzosi, licenziosi come
Don Rodrigo, egli oppone un parroco della
seconda met del Settecento, P. Cristoforo,
come quello manzoniano, tutto dedito ai
suoi umili parrocchiani
di cui diventa paladino. C una grande
differenza anche se
vi un omicidio, proprio nellVIII capitolo,
ma come I promessi
sposi, finisce anche
questo intarallucci e
vino.
-Da dove stata tratta
la documentazione?
Da tante parti: da documenti parrocchiali,
da libri, da biblioteche,
da archivi storici
Da essi ho ricostruito
la storia dei tantissimi personaggi, tra cui
quella della famiglia
Sciaraba, che ancora
esiste, aggiungendone
molti altri.
-Nei Promessi sposi
c la peste; nel tuo romanzo?
S; ma sai cos la
peste in questo romanzo? Lacqua! Essa, dal
naufragio, presente
in tutti i capitoli, come
elemento di morte ma
anche di vita e alla fine
di purificazione!
-In quanto tempo lhai
scritto?
Per tanto tempo, direi anche anni, che mi
sono scervellato per
impostarlo e svilupparlo, ho incontrato quello
che posso definire il
mio suggeritore, o anche narratore: don Antonino Maria Tedeschi,
unarca di sapere e di
bont, e in soli 5 mesi
ho fatto ci che non
avevo fatto in parecchi
anni!

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Dopo la delusione per luscita dalla Coppa Italia

Scurdammoce o passato
e battiamo lIgea Virtus

La tendenza quella di voltare decisamente


pagina e trasformare un evento negativo
in una buona opportunit per concentrare
sul campionato tutta la possibile attenzione

on sappiamo se
nel calcio la figura
dellosservatore sia
stata abolita. Quel
che sappiamo che
una volta cerano ed
erano di grande utilit, soprattutto per
gli allenatori, ai quali, dopo aver visto
allopera la domenica precedente lavversaria della domenica successiva,
consegnavano la loro
brava relazione con
tutte le osservazioni
possibili e immaginabili sul conto dei
singoli e della squadra. Se oggi non se
ne parla pi le cose
possono essere due.
O questa figura, di
solito rappresentata
da un intenditore di
calcio, stata abolita, o la sua funzione

cos segreta da non


apparire mai. E ignorando un particolare
cos importante, non
possiamo sapere se,
ad esempio, Anastasi, ha avuto modo
di capire il sistema
di gioco praticato dallIgea Virtus,
prossima ospite del
De Simone e quindi
di conoscere quali
sono i suoi eventuali punti deboli, ammesso che ce ne siano. N da dire che
la possibilit di dare
una sbirciatina fra le
file avversarie non ci
sia stata, e per giunta a due passi dalla
nostra citt, essendo
stata impegnata la
compagine giallorossa domenica scorsa a Rosolini ove i tifosi della squadra di

casa stanno ancora


imprecando per un
arbitraggio, a loro
dire, pessimo, che
avrebbe facilitato la
vittoria della panzerdivision ospite, una
delle candidate alla
promozione. Tutto
questo nellottica di
fornire allallenatore
tutti gli strumenti,
nessuno escluso, per
varare le strategie
migliori in vista di
unincontro che per
il futuro degli azzurri riveste grande importanza. In primo
luogo perch proietterebbe Mascara e
compagni verso quel
primato solitario che
il primo obiettivo
del Siracusa.
Un
obiettivo che successivamente andr
difeso partita dopo

Pallamano A1/M, lAlbatro vola a Gaeta


a caccia della terza posizione
Dopo la vittoria nel derby

contro lAlcamo, lAlbatro di mister Vinci, vola in


trasferta in terra laziale per
affrontare il Gaeta di mister Bettini.
In casa Albatro alcune novit. In arrivo a rinforzare
le fila aretusee un centrale
ed un portiere. Il presidente Laudani tornato sul
mercato, per rinforzare la
sua squadra, sperando di
cogliere quella qualificazione in Coppa Italia che
tutti i tifosi aretusei sperano. I nomi dei due nuovi acquisti sono, Murga
italo argentino , giocatore
versatile che pu essere
impiegato in tanti ruoli
e il portiere uruguaiano
proveniente dal Bozzano di mister Fusina, Manuel Adler Bonifacio. Nel
match di oggi in campo,

per, scender solo lestremo difensore. Per vedere


in azione Murga, bisogna
aspettare il match casalingo contro il Fondi il 6 dicembre. Speriamo di poter gi dal match di oggi la
terza posizione-ha dichiarato mister Vinci-cercando
di non perdere pi terreno
avvicinandoci alle prime
due posizione che per noi
significherebbero la qualificazione di Coppa Italia
che si svolger a Siracusa
ed a cui non vogliamo
mancare
La classifica del girone C:
Junior Fasano 24 pti, Dorica 21*, Fondi 18, Teamnetwork Albatro 15, Conversano 9, Benevento 9*,
Geoter Gaeta 9, TH Alcamo 3, Lazio 0.
*una gara in meno
Salvatore Cavallaro

In foto, uno dei migliori atleti dell'Igea Virtus il portiere Galip

partita, con accorgimenti di volta in volta diversi, ma finalizzati allo stesso scopo
che poi quello di
vincere il campionato senza passare dai
play-off, un passaggio particolarmente
indigesto al Siracusa
che, in materia, ha
accumulato una tradizione fortemente
negativa. A prescindere per dal fatto
che Anastasi abbia le
idee chiare su come
affrontare al meglio
i barcellonesi o sia
costretto ad operare
alla cieca, il caso di
rivolgere la massima
attenzione allo stato

di salute della squadra, sia per quanto


riguarda il suo punto di riferimento che
e resta Giuseppe
Mascara, sia per
capire se leliminazione dalla Coppa
abbia lasciato segni
sul morale degli azzurri. In mancanza
di un bollettino medico, dellavvenuta
guarigione di Mascara dallinfortunio
subto, si sa poco o
nulla.
Da come per labbiamo visto muovere
nellincontro di met
settimana col Giarre
non c parso al meglio delle sue ancora

grandi
possibilit,
tanto da spingerci a
domandarci perch
mai sia stato forzato il suo rientro. Per
quanto riguarda invece le conseguenze
psicologiche di unevitabilissima eliminazione, bisogner
vedere allopera la
squadra per capire
se sia riuscita ad assorbire la delusione
o in quale misura
abbia inciso sul suo
rendimento. Anche
se la migliore medicina resta quella di
battere lIgea per intonare Scurdammoce o passato.
Armando Galea

Calcio, netini in difficolt Chi ha promesso


deve onorare gli impegni commenta Rizza

Situazione

delicata in casa
Noto, nella conferenza che si
tenuta allo Stadio G. Palatucci emerso lo stato di difficolt
in cui si trova la societ granata.
Impegni presi e non rispettati,
promesse fatte e disattese sono
stati i temi principali.
A parlare per tutti il capitano
della squadra granata Giuseppe
Rizza:"Gi la scorsa settimana
con i miei compagni avevamo
fatto un gesto eclatante allenandoci in Piazza Municipio per
far comprendere il nostro disagio. La situazione peggiorata
e cos non possibile scendere
in campo domenica, aspettiamo
segnali entro domani, segnali
che fino ad oggi non sono arrivati.
La societ aveva un progetto che mi ha fatto esclamare
Tanta roba! ma deve essere
messa nelle condizioni di poterlo realizzare. Non arrivato

il contributo comunale, importante e molto atteso che avrebbe


permesso di sanare parte della
situazione. In queste condizioni come possibile andare in
trasferta?". Alle domande incalzanti sulla dirigenza il capitano
Rizza ha risposto con piglio deciso: "La dirigenza siamo noi
calciatori, che stiamo facendo
i professionisti pur essendo in
una categoria dilettantistica.
Tutti i giorni ci alleniamo tra
mille difficolt, ogni volta in un
campo diverso, ogni domenica
scendiamo in campo facendo
del nostro meglio perch amiamo questa citt e rispettiamo i
nostri tifosi. Cos a rimetterci
siamo noi e non giusto, vogliamo che chi ha promesso
onori gli impegni. Vogliamo
che la societ venga messa nelle condizioni di poter attuare
limportante progetto che aveva
strutturato".

Sicilia

SPORT PAGINA 16 29 novembre 2014, sabato

Bisogna fare
i complimenti
ai ragazzi per
la dedizione
con cui
si dedicano
agli allenamenti

Calcio a 5,
al PalaJonio
arriva per
lAugusta
la Partenope

In foto, la formazione
del Pantanelli

La Pantanelli batte anche il Catania


e consolida la prima posizione
I

mportante vittoria quella di ieri


degli Allievi Regionali della Pantanelli che battono
i forti pari et del
Catania
Calcio
per 1-0 e consolidano, in solitario,
la prima posizione in classifica.
Bellissima partita,
a tratti esaltante
quella giocata dai
ragazzi di mister
Culotti. Un primo
tempo nel qua-

Bellissima gara, a tratti esaltante quella giocata


dai ragazzi di mister Culotti

le sono andati in
vantaggio ed hanno sprecato numerose palle gol,
in particolare un
paio, a tu per tu
con il portiere. Nel
secondo tempo invece, la partita
stata molto equilibrata ma senza registrare occasioni
nitide da entram-

be le parti.Una
prova di forza
importante quella
della Pantanelli,
ormai abituata a
confrontarsi senza
timori o soggezione con societ
professionistiche
e blasonate come
il Catania.
Cos si espresso
il Presidente della

Pantanelli in merito alla partita:


Una bellissima
partita giocata dai
nostri ragazzi e
finita 1-0 solo per
colpa delle numerose occasioni sprecate ed un
portiere avversario decisamente in
giornata. Bisogna
fare i complimen-

Pallanuoto A2/M, la 7 Scogli carica


contro la President Bologna
Ancora

un match casalingo per la 7Scogli alla


ricerca dei primi punti,
oggi al Paolo Caldarella
di Siracusa valevole per la
terza giornata del campionato cadetto di pallanuoto
maschile.
Avversario di turno la President Bologna corazzata
del campionato guidata da
Fabrizio Salonia che parte
sicuramente con i favori
del pronostico. Per gli aretusei di mister Aldo Baio
sar vietato commettere
errori e annullare i cali di
concentrazione fatali nel

precedente incontro esterno di Salerno.


Sono consapevole, dichiara mister Baio, che
stiamo pagando a caro
prezzo linesperienza di
alcuni elementi e la mancanza di amalgama e conoscenza tra i giocatori
considerato che 8 elementi
su 13 sono nuovi rispetto allanno scorso.Non
ancora al top della forma Zovko Deni, ancora
assente Mauro Bordone
infortunato, tra gli uomini
pi esperti che potrebbero
garantire tempi e ritmi di

gioco in grado di mettere in difficolt il Bologna.


Per tali ragioni, spesso,
la gestione della partita
discontinua. Inoltre, let
media della squadra di
soli 23 anni. Tutto questoprosegue Baio- spiega ancora questi cali di concentrazione durante la partita.
In settimana per la Set Marine 7 Scogli importanti
test match contro la Nuoto
Catania e contro lOrtigia
Siracusa registrando ulteriori passi in avanti rispetto
alle settimane scorse.
Salvatore Cavallaro

ti ai ragazzi ed al
loro mister non
solo per la prestazione di ieri ma
anche e soprattutto per lapplicazione e la dedizione con la quale si
allenano e giocano.
Il massimo dirigente ha poi concluso
dicendo:
volevo estendere
i complimenti ai
genitori ed ai tanti
spettatori presenti, anche catanesi.
Hanno fatto un
gran tifo, rimanendo
sempre
civili, educati e
rispettosi dellavversario.
Infine, opportuno
segnalare
lencomiabile
iniziativa che ha
preceduto il bigmatch,
quando
i ragazzi della
Pantanelli
hanno indossato una
maglietta con la
scritta Forza Ser
per augurare una
pronta guarigione
al proprio compagno di squadra
Alessio
Palma,
gravemente infortunatosi nei giorni
scorsi.

Nella
decima
giornata di A2
girone B, attenzioni
inevitabilmente
concentrate sul
big-match
tra
Salinis (priva di
Nardacchione)
e Atletico Belvedere di fronte sul neutro di
Ruvo di Puglia
con fischio d'inizio alle ore
18.
Spettatrici interessante
il Catania (che
rischia di non
avere
anche
Fantecele e Rizzo a Catanzaro)
e la Carlisport
Cogianco
(attesa a Policoro
dalla
Libertas
Eraclea). LAugusta
riceve
la
Partenope
e pu staccare
la Futsal Isola,
che
osserver
il proprio turno
di riposo. LOdissea 2000 cercher di sfruttare lincostanza
dellAcireale
per risalire la
china della classifica. La Roma
Torrino dovrebbe
presentare
finalmente
Poltronieri (al
ritorno con la
casacca
bianco verde) nella
sfida-salvezza
con il Borussia
Policoro.