Sei sulla pagina 1di 9

Nelledizione

di oggi il primo
INSERTO 2015
Resoconto

Quotidiano della Provincia di Siracusa

Sicilia

Nelledizione
di oggi il primo
INSERTO 2015
Resoconto

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 3 gennaio 2016 Anno XXVII N. 1 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
www.libertasicilia.it

Speciale. Ecco le tappe essenziali dellanno che abbiamo salutato

A ritroso in cronaca
Riviviamo il 2015
Da Gettonopoli a Fantassunzioni alla giustizia
Questo che avete tra le
mani il primo di due
numeri del quotidiano
Libert che potrete conservare perch racchiude i fatti salienti accaduti nel corso del 2015.
In questo primo numero abbracciamo i primi
cinque mesi dellanno,
con gli articoli che hanno fotografato la cronaca di Siracusa che
domani sar la storia.
Buona lettura con questo primo numero speciale.

gennaio 2015

Tagli
Comuni
spenti

Luci spente a Palazzo Ducezio ed in parte del centro storico, buio assoluto
per protestare contro i
continui tagli del Governo
Nazionale ai Comuni ed
al Mezzogiorno dItalia.
IlComune di Noto aderisce alle manifestazioni
di protesta che dovranno condurre ad un tavolo
istituzionale,
promosse
dallordine del giorno
del Consiglio Regionale
dellANCI (Associazione
Nazionale Comuni dItalia). Le denunce dellAnci
relative ad una politica di
tagli eccessiva nei conA pagina quattro

marzo 2015

febbraio 2015

Commissione Usura,
protocollo in
antimafia
Confindustria
a Siracusa

GENNAIO 2015

Gettonopoli
Un caso
nazionale

febbraio 2015

Fantassunzioni
A giudizio sei
ex consiglieri

Il gup ha emesso il decreto che dispone il giudizio


a carico di sei ex consiglieri comunali e di sette
imprenditori, coinvolti a
vario titolo nellinchiesta
portata a termine dagli uomini della Digos.

La gettonopoli siracusana ancora prima delle attenzioni dei Grillini, cui va il riconoscimento della pubblica opinione per un lavoro davvero sublime, era gi da
qualche tempo caduta sotto lattenzione della Digos. Gli
uomini della Sezione politica della Questura di Siracusa.

A pagina nove

A pagina sette

Il Siracusa al fotofinish
approda in serie D

La commissione nazionale antimafia ha concluso


intorno alle ore 16 le audizioni dei rappresentanti.

Una targa stata scoperta


in occasione dellacerimonia di sottoscrizione del
protocollo dintesa.

E festa per le strade


della citt. Ancora
pi bella perch arrivata quando tutti
meno se lo attendevano. La partita fra
Siracusa e San Pio X
era finita da dieci.

A pagina otto

A pagina sei

A pagina cinque

Resoconto 1 parte 2
2 gennaio 2015
La conta dei danni
del maltempo
Si fa la conta dei
danni allormeggio
del molo santa Lucia, dove a causa del
forte vento di grecale, che si abbattuto
nella giornata di ieri
su Siracusa, almeno
una ventina di barche sono affondate
o comunque si sono
danneggiate. Leccezionale ondata di
maltempo ha reso
difficili anche lintervento da parte dei
soccorritori, che hanno potuto soltanto limitare il pi possibile
i danni, senza per
evitare che una buona parte di imbarcazioni, ormeggiate al
pontile, urtassero tra
di loro o finissero per
colare a picco. Alcuni esperti sostengono
che le forti raffiche di
vento abbiano messo
in crisi un troncone
del pontile dello sbarcadero santa Lucia
che ha di conseguenza reciso le cime, per
cui le imbarcazioni
sono rimaste senza
un sicuro ormeggio,
completamente alla
deriva.
Tra la giornata di
ieri e questa mattina
molti dei proprietari
delle imbarcazioni si
sono recati al pontile:
si chiedono chi possa
loro risarcire il danno
procurato. Danni che
ammonterebbero al
oltre 300 mila euro.
C
costernazione
anche tra i gestori del
pontile, che hanno
subito danni proprio
a causa delleccezionale ondata di maltempo.
10 gennaio 2015
Doppio incidente
stradale mortale
Due persone hanno
perso la vita in altrettanti incidenti stradali avvenuti sulle
strade della provincia
di Siracusa. Il primo
incidente si verificato sllormai famigerata Ragusana, la
statale 194 che miete
vittime ormai da tempo a causa della sua
insicurezza.
Nello
scontro frontale tra
due automobili, ha
perso la vita il francofontese
Rosario
Piazza di 48 anni,

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

3 gennaio 2016, domenica

Leccezionale
ondata di maltempo ha reso
difficili anche
lintervento da
parte dei soccorritori, che hanno
potuto soltanto
limitare il pi
possibile i danni, senza per
evitare che una
buona parte di
imbarcazioni,
ormeggiate
al pontile

Neve a Siracusa
Danni ingenti
nelle campagne
padre di due figli in
tenera et. Luomo,
secondo una prima ricostruzione, ad opera
delle forze dellordine, a bordo della sua
iat Uno si scontrato
frontalmente per cause tutte al vaglio degli
investigatori con una
Bmw che viaggiava
con senso di marcia
verso Catania. Il sinistro avvenuto alle
porte di Lentini. Sul
posto sono arrivati i
soccorritori, che hanno trasportato i due
occupanti della Bmw
allospedale di Lentini, dove sono ricoverati ma con prognosi
non rilevanti. Invece,
non c stato nulla
da fare per il 48enne
stuccatore, che rimasto incastrato tra
le lamiere della sua
utilitaria. Sono dovuti intervenire i vigili
del fuioco del locale
distaccamento
per
disincastrare il cadavere delluomo che
adesso si trova allobitorio del nosocomio
lentinese, in attesa di
essere sottposto ad
autopsia come disposto dalla Procura
della Repubblica di
Siracusa.
Laltro incidente stradale con esito letale,

In foto, gli assessori Gasbarro e Coppa col sindaco Garozzo.

si verificato sempre ieri sera intorno


alle ore 22 lungo la
strada statale 115
Avola-Noto. A perdere la vita stata Silvia Di Rosa, 22 anni.
Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza
viaggiava a bordo
della propria utiloitaria e stava tornando a
casa da Pachino dove
seguiva un corso professionale. Per cause
tutte al vaglio degli
inquirenti, pare che
nellimboccare una
curva la donna abbia perso il controllo
della vettura che
uscita fuori strada.
Nel violento impatto,
la donna ha perso la
vita. Inutili i soccorsi
prestati dai vigili del

fuoco e dalla polizia


stradale. La donna era
deceduta sul colpo.

10 gennaio 2015
Coppa e Gasbarro
nuovi assessori
Pietro Coppa, 46
anni, avvocato, e Teresa Gasbarro, 45
anni, imprenditrice,
sono i due nuovi assessori nominati in
sostituzione di Maria Grazia Cavarra e
Silvana Gambuzza.
Il sindaco, Giancarlo
Garozzo, ha firmato
oggi la determina e
i due nuovi componenti di Giunta hanno
giurato, subito dopo,
nelle mani del segretario generale, Danila
Costa.
Nella stessa determina indicata una

diversa distribuzione
delle deleghe. Questo
il dettaglio: Giancarlo
Garozzo, ad interim,
Sviluppo economico, Ufficio Europa
ed energia, Risorsa mare; Francesco
Italia, vice sindaco,
Centro storico, Beni
e politiche culturali,
Turismo, Spettacolo,
Unesco; Pietro Coppa, Politiche sportive,
Personale, Politiche
ambientali e sanitarie; Teresa Gasbarro,
Attivit produttive,
Agricoltura e pesca,
Verde pubblico, Servizi demografici; Antonio Grasso, Polizia
municipale, Mobilit,
viabilit e trasporti, Protezione civile,
Decentramento, Rapporti con il consiglio

comunale; Gianluca
Rossitto, Infrastrutture, urbanistica e pianificazione territoriale,
Tutela del paesaggio,
Legalit e trasparenza; Liddo Schiavo,
Politiche sociali e
abitative, Famiglia,
Volontariato, Periferie; Gianluca Scrofani, Bilancio, Tributi,
Patrimonio, Contenzioso; Valeria Troia,
Politiche scolastiche,
educative e giovanili, Infanzia, Universit, Decoro urbano,
Informatizzazione
e modernizzazione,
Pari opportunit, Beni
comuni.
Gli assessori Gasbarro e Coppa dichiara il sindaco
Garozzo validi professionisti siracusani,
sono rispettivamente
espressione del movimento del Megafono
e del Partito democratico. In particolare,
lavvocato Coppa, di
area Pd il frutto di
un ritrovato dialogo
allinterno del partito grazie al lavoro
svolto dal segretario regionale, Fausto
Raciti. Un percorso
ormai avviato che
punta, nelle prossime
settimane, alla ricomposizione del quadro
politico in tutto il territorio della provincia
di Siracusa.
Ringrazio per il
lavoro svolto ha
continuato il sindaco Garozzo i due
assessori
uscenti,
impegnati nellAmministrazione
sin
dallinsediamento:
Silvana Gambuzza,
che riuscita a migliorare il sistema
della mobilit e dei
trasporti, con le rotatorie di viale Santa
Panagia, con i bus
elettrici e con il servizio Go-bike; Maria
Grazia Cavarra soprattutto per lazione
di rilancio dellattivit sportiva, grazie alle
tante iniziative e al
proficuo dialogo con
le societ impegnate
nelle diverse discipline.
12 gennaio 2015
Romano confermato
presidente
Confcommercio
Sandro Romano stato confermato alla
segue

Sicilia 3

Resoconto 1 parte

muore il 14 gennaio lex presidente di confindustria

In ricordo di Di Stefano
Imprenditore di successo

guida di Confcommercio Siracusa. La nomina


avvenuta ieri nel corso
della riunione del Consiglio per eleggere il quadro
dirigente per il prossimo
quinquennio 2015-2019.
Romano ha ottenuto lunanimit dei consensi,
mentre la squadra dirigenziale stata cambiata per
due terzi. Vice presidente
vicario Sebastiano Fontana; vice presidente amministratore, Vincenza Privitera; componenti Andrea
Campisi, Antonio Midolo,
Francesco Diana e Carlo
Gigli.
In foto, Alvaro Di Stefano.
Romano ha composto una
squadra dirigenziale for- Beatrice Basile torna
mata essenzialmente da sovrintendente
giovani per affrontare le Dopo la decisione del trisfide che il momento sto- bunale di Siracusa, che
rico impongono: Non ha disposto la reintegra,
stato facile fare una scel- la dottoressa Beatrice
ta di sei componenti ha Basile tornata a sedere
detto vista la qualit di nella poltrona di soprintanti dirigenti di cui oggi tendente ai beni culturali
si sostanzia la nostra asso- di Siracusa. Le fa posto il
ciazione, ma il taglio che soprintendente ad interim,
ho tentato di dare chiaro. Calogero Rizzuto, che era
Soltanto due componenti stato nominato lo scorso
confermati (i due vice pre- settembre dalla direzione
sidenti) e poi tutti giovani del Dipartimento regionale
con importanti esperienze ai Beni culturali a seguito
professionali ed accademi- della Basile, allontanata
che alle spalle. Dobbiamo insieme con altri dirigenti,
rinnovarci ma guardando anchessi reintegrati.
sempre al nostro passato, Con il reintegro, da parte
alla nostra storia, alla tra- dellassessorato regionadizione, orendendo il me- le ai Beni Culturali, della
glio per trasferirlo ai nostri Soprintendente Beatrice
giovani.
Basile e dei dirigenti LanLa
Confcommrcio teri e Spadaro, la SoprinSiracusa, rispetto agli anni tendenza di Siracusa torna
precedenti, crescita in ad unoperativit improntermini di partecipazione, tata a legalit e serenit
di progettazione e di visi- commenta la parlamentare
bilit creando settori inno- regionale Msrika Cirone
vatici e mettendo in rete il Di Marco -. Il ritorno alle
turismo, i trasporti e le atti- loro funzioni di dirigenvit portuali.
ti apprezzati da una vasta
La nostra mission ora- area culturale e politica
mai delineata dice Ro- della provincia siracusana,
mano sostenere le atti- smantella limpalcatura di
vit tradizionali, fornendo un disegno grossolano ed
strumenti di innovazione supporto per la riabilitazioper cambiare il metodo di ne piena di quanti, a livello
organizzazione e di vendi- politico ed amministrativo,
ta alimentando, al contem- vi hanno contribuito. Penpo, le nuove attivit che so allex Assessore regiosi affacciano al business, nale Maria Rita Sgarlata e
avendo una tendenza pro- alla dottoressa Alessandra
duttiva verso il turismo, Trigilia.
lambiente, i trasporti, lin- Esprimo tutta la mia
formation e la communica- soddisfazione per il ritortion technology.
no, alla guida della Soprintendenza di Siracusa,
14 gennaio 2015
della Dott.ssa. Basile.

Cos LOn. Sofia Amoddio deputato nazionale


PD. Giustizia fatta.
Il reintegro della Basile
evidenzia lerrore nella rotazione dei dirigenti
proposta dallAssessorato
Regionale ai Beni Culturali. Alla dott.ssa Basile vanno i miei migliori
auguri per il difficile e
fondamentale compito di
salvaguardia del nostro
territorio.
14 gennaio 2015
Scompare Alvaro
Di Stefano
morto Alvaro Di Stefano e con lui un pezzo
della storia dellindustria
siracusana. Si spento
allet di ottantacinque
anni dopo una malattia.
I funerali si svolgeranno
sabato prossimo ale ore
11 presso la chiesa di san
Nicol di Melilli.
Era nato a Melilli nel
1930. Fondatore della
T.I.ME. SpA, societ leader nel Settore Industria
della Sicilia operante nella Logistica e Trasportida lui fondata nel 1970;
acapo di un gruppo dimprese di servizi integrati
nel settore cementiero e
in vari settori industriali.
La sua attivit imprenditoriale, iniziata con unazienda di trasporti merci a
livello regionale,divent
in pochi anni una realt
industriale di dimensioni
internazionali, con 234
dipendenti. Lazienda di
trasporti negli Anni 70
stata trasformata in societ per azioni e, in seguito

allo sviluppo di nuove attivit e allaggregazione


di altre aziende, nel 1990
stata riorganizzata come
holding. Sotto il marchio
Teamnetwork, il Gruppo
diventa leader nella progettazione e costruzione
dimpianti e macchinari
destinati prevalentemente allindustria cementiera ed specializzato in
manutenzioni industriali,
meccaniche e civili, costruzioni e montaggi industriali, e in particolare in
carpenterie e costruzioni
meccaniche. inoltre attivo nella coltivazione di
cave per lestrazione di
materiali da utilizzare per
la produzione di cemento
e calcestruzzo. Il Gruppo
stato sempre presente
in maniera attiva in Italia, con sedi a Siracusa,
Barletta, Roma, Torino e
Bergamo, sia allestero,
Francia, Spagna, Tunisia e
nei Balcani, oltre ad avere rappresentanze in Sud
America e Medio Oriente. Negli anni lattivit si
estesa anche al di fuori
dal settore industriale:
limmobiliare, il turisticoalberghiero con Athena
Palace Spa, fino al campo
delle energie rinnovabili,
sia con il fotovoltaico sia
con gli impianti di cogenerazione a biomassa,
dove opera con Teamnetwork Energia. Nel 1986,
attraverso T.I.ME., entrato nellazionariato della Cementeria di Augusta
SpAdella Famiglia Agnelli, di cui stato da sempre
in rapporti di profonda

amicizia e stima, e nel


1999 nella subentrante
Buzzi Unicem, ricoprendo
la carica di consigliere di
amministrazione dal 1987
fino al 2011. Tra la fine
degli Anni 80 e i primi
Anni 90, per conto della
T.I.ME. e della Cementeria di Augusta, con lincarico di presidente, ha
promosso e sviluppato la
SICICAL SpA, poi confluita in UNICAL SpA,
societ appartenente al
Gruppo Buzzi Unicem.
Con la Cementeria di
Augusta e il Calcificio La
Ferla nel 1991 ha fondato
la PremixSpA, leader in
Sicilia nella produzione
industriale di malte premiscelate per intonaci e murature. Dal 2005 al 2009
stato presidente di Confindustria Siracusa. Nella sua
attivit imprenditoriale si
distinto per il contrasto
alla criminalit organizzata, resistendo a tentativi
estorsivi in maniera energia e decisa. Da consigliere di amministrazione di
Buzzi Unicem Alvaro Di
Stefano acquist titoli della stessa societ cementiera per oltre 770 mila euro.
In particolare comprsul
mercato 95.564 azioni a
8,0777 euro ciascuna. E
subito dopo10.500 azioni
della stessa Buzzi Unicem per un controvalore
complessivo di 89.765,81
euro. Operazione conclusa
dal 24 e 27 ottobre 2008.
Enzo Ferrari, di cui era
buon amico, defin Alvaro
Di Stefano il pi grande
appassionato, fissato, di
motoristica, dauto depoca; infatti, crelAssociazione culturale Motorismo dEpoca a Siracusa
che svolge lattivit di
museo con lobiettivo
della promozione e la divulgazione della storia
dellautomobile e di altri
mezzi di trasporto.Un museo dinamico con le funzioni espositive integrate
da altre attivit culturali
complementari. Un museo
famoso in tutta Europa e
che sovrintende alla conservazione delle vetture.
Tutti i mezzi esposti nel
museo sono funzionanti e
alcuni di questi sono utilizzati per i raduni storici.
Presidente del Motorismo dEpoca, larchitetto
Eleonora Di Stefano, figlia
del grandeLeoneAlvaro
Di Stefano. Nel giugno del
2012 il presidente della
Repubblica, Giorgio Napolitano lo ha nominato
cavaliere del lavoro.

Resoconto 1 parte 4

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

Clamorosa iniziativa di parecchi enti siracusani

Tagli del governo


Comuni a luci spente
15 gennaio 2015
Sovrintendente
dellInda
Il nuovo sovrintendente della Fondazione Inda,
Gioacchino Lanza Tomasi.
Il sovrintendente e il presidente della Fondazione
Inda, Giancarlo Garozzo,
incontreranno i giornalisti
nel corso di una conferenza
stampa in programma luned 19 gennaio nel salone
Amorelli di Palazzo Greco
in corso Matteotti.
Alla conferenza saranno
presenti anche i componenti del consiglio damministrazione della Fondazione, Walter Pagliaro,
Arnaldo Colasanti, Antonio Presti e Paolo Giansiracusa.

19 gennaio 2015
Rilasciati due
motopesca sequestrati
Sono stati rilasciati i due
motopesca (dei quali uno
siracusano),
sequestrati
dalle autorit egiziane nella mattinata di ieri e fino
a poche ore fa trattenuti ad
Alessandria dEgitto. La
notizia stata resa nota da
Fabio Micalizzi, presidente regionale dellAssociazione pescatori marittimi
professionali (Apmp), che
ha contattato al telefono
satellitare il comandante
dellAlba Chiara, Raimondo Sodano. I due pescherecci non torneranno a casa
ma continueranno la battura di pesca perch il pescato fino a quel momento in
stiva, stato totalmente sequestrato dalle autorit egiziane. I primi segnali del
rilascio dei due motopesca
era nellaria gi nel primo pomeriggio quando un
componente dellequipaggio del motopesca Alba
chiara. Ai pescatori, stata contestato lingresso in
un tratto di mare commerciale. La Farnesina e il ministro dellAgricoltura, in
trasferta proprio in Egitto,
erano intervenuti presso il
governo egiziano per sollecitare una celere liberazione dei due motopesca.
Si apre un fronte di polemica ma anche di denuncia
sulla posizione reale dei
due motopesca. Micalizzi
ribadisce che lAlba chiara

Montecitorio.

di Siracusa e il Jonathan di
Cagliari di stanza a Riposto, si trovavano in acque
internazionali, come dimostra la strumentazione
satellitare di bordo. Ma
al Ministero degli Esteri
avanzano lipotesi che in
realt i due pescherecci si
trovassero in una zona economica esclusiva per cui i
due motopesca avrebbero
potuto essere sanzionati
dalle autorit egiziane.
22 gennaio 2015
Si profila la morte
delle circoscrizioni
I presidenti dei consigli di
quartiere avviano un confronto istituzionale sulla
paventata
soppressione
della stragrande maggioranza delle circoscrizioni.
Lo fanno coinvolgendo il
prefetto Armando Gradone, al quale si sono rivolti
per chiedere di farsi unico
garante istituzionale.
La motivazione addotta dal
coordinamento dei presidenti che mentre tutti si
preoccupano di riformare
le Circoscrizioni, gi di
recente profondamente riformati con delibera consiliare del 5 giugno 2012,
nessuno si preoccuperebbe
o farebbe qualcosa per farli
funzionare come dovrebbero preoccupandosi di far
adottare il regolamento sul
decentramento
amministrativo.
Il Coordinamento dei Presidenti si sta battendo affinch il decentramento si
attui per fornire pi servizi possibili ai cittadini

essendo parte integrante


dellamministrazione comunale, come previsto
dalle leggi.
Gli stati generali delle Circoscrizioni, infatti avevano ed hanno questo scopo.
Molti oggi parlano di sprechi, ma evidentemente n
leggi in materia n principi di sussidiariet pongano
la questione.
Lintendimento dei Presidenti non quello di polemizzare, ma occuparsi
dei problemi della gente e
si dicono pronti a svolgere
il loro mandato con spirito
di sacrificio e nel rispetto
dei ruoli. Alla presenza del
Prefetto intendono confrontarsi ci confronteremo
su come una citt con un
vastissimo territorio possa
assicurare servizi puntuali
ed efficienti ai propri cittadini.
23 gennaio 2015
Promozione turistica
protocollo dintesa
E stato siglato il protocollo dintesa tra i comuni di
Siracusa, Noto e Avola per
la promozione turistica del
territorio e la partecipazione alle fiere internazionali.
Erano presenti, i sindaci
dei tre comuni, Giancarlo
Garozzo, Corrado Bonfanti e Luca Cannata, lassessore alla Cultura, Turismo
e spettacoli, Francesco
Italia, e gli assessori al
Turismo di Noto e Avola,
Francesco Terranova e
Giuseppe Morale. Con
la firma di questo protocollo afferma il sindaco Garozzo avviamo

un programma congiunto
che mira alla promozione
turistica internazionale di
unintera area geografica
ricca di eccellenze e dotata
di un patrimonio culturale
unico. Insieme presenteremo alle fiere internazionali di Bruxelles, Monaco
di Baviera, Berlino, Goteborg, e Londra la storia,
la cultura, i prodotti tipici, lenogastronomia e le
tradizioni del nostro territorio, che rappresentano i
punti cardine di un nuovo
rilancio economico.
Per lassessore Italia,
nostra intenzione attuare
un programma che ci consenta di conquistare nuove
fette del mercato turistico.
Un rilancio del settore che,
attraverso la promozione
di iniziative culturali e artistiche condivise, possa
produrre ricadute positive
per le nostre attivit produttive. Comincia a concretizzarsi un percorso
iniziato nel 2014 insieme
ai comuni di Noto e Avola
nellottica della condivisione delle risorse e del
potenziamento dellofferta.
28 gennaio 2015
Tagli del governo
Comuni a luci spente
Luci spente a Palazzo Ducezio ed in parte del centro
storico, buio assoluto per
protestare contro i continui
tagli del Governo Nazionale ai Comuni ed al Mezzogiorno dItalia. IlComune di Noto aderisce alle
manifestazioni di protesta
che dovranno condurre

3 gennaio 2016, domenica

ad un tavolo istituzionale, promosse dallordine


del giorno del Consiglio
Regionale dellANCI (Associazione Nazionale Comuni dItalia). Le denunce
dellAnci relative ad una
politica di tagli eccessiva
nei confronti degli locali, trovano oggi conferma
autorevole nelle posizioni
espresse dalla Corte dei
Conti, questo quanto si
legge in fase di premessa
nel documento dellAnci.
I comuni sono al collasso
occorre prendere la situazione in mano, Noto, come
detto, aderisce pienamente
ed oggi, 28 gennaio, cos
come proposto dallAnci,
dalle ore 19 alle ore 19,05
verranno spente le luci di
Palazzo Ducezio e di parte
dellilluminazione pubblica dichiara il Primo Cittadino Corrado Bonfanti-.
Cinque minuti di buio per
lanciare forte anche da
Noto la mobilitazione che
come
Citt ci apprestiamo a
fare sino a quando non si
avranno risposte credibili
e concrete. Sono diverse le questioni sollevate
in premessa dal consiglio regionale dellAnci,
immediatamente
sposate dallAmministrazione
Bonfanti, che attuer, prima fra tutte quella di oggi,
le manifestazioni di dissenso deliberate. Ci sar,
infatti, anche da mettere
la bandiera della Regione
Siciliana a mezzasta in attesa dellavvio di un tavolo
istituzionale di confronto
dove sciogliere i nodi irrisolti, a partire dallattuazione della legge 42/2009
(federalismo fiscale) e poi
il Consiglio Comunale, a
Noto gi convocato, per
il 9 febbraio per discutere
proprio della delibera regionale dellAnci.
28 gennaio 2015
Archiviata linchiesta
sulla villa dellassessore
La Procura della Repubblica di Siracusa ha inoltrato presso il competente
Ufficio del Giudice per
le Indagini preliminari
unarticolata richiesta di
archiviazione nellambito
del procedimento penale
relativo ai lavori di riconfigurazione del parco, realizzazione di locale tecnico
e di una piscina prefabbricata fuori terra, in un lotto
di terreno sito in territorio
di Siracusa, c.da Isola, via
Faro Massolivieri, n. 16,
di propriet dellOn. Maria
Rita Sgarlata, ed alla con
segue

Sicilia 5

Resoconto 1 parte
Diventa esecutiva la sentenza del Tar
di Catania,
che ha ammesso la lista
Rinnoviamo Siracusa
adesso
al Consiglio
comunale
In foto, la seduta del
consiglio comunale.

Cambiamenti in consiglio
dopo la decisione del Tar

seguente ispezione
regionale sulloperato dei funzionari
della Soprintendenza
ai Beni Culturali di
Siracusa,
allesito
della quale veniva
disposta la sospensione dallincarico
del Soprintendente
di Siracusa, successivamente reintegrata
a seguito di annullamento giurisdizionale del summenzionato provvedimento,
e di alcuni altri funzionari del medesimo
organo.
Le indagini, condotte dallUfficio con
la collaborazione dei
Carabinieri
Tutela
Patrimonio Culturale, e del Corpo Forestale dello Stato,
si sono dispiegate
sia sullanalisi della
copiosa
documentazione
depositata
presso gli Uffici del
Comune di Siracusa
e della Soprintendenza ai Beni Culturali,
sia attraverso attivit
di sopralluogo e di
assunzione di informazioni testimoniali. Gli atti istruttori
compiuti approfonditamente sui vari
aspetti della vicenda,
hanno permesso di
evidenziare che i funzionari della Soprintendenza di Siracusa
e dei competenti Uffici del Comune di
Siracusa che hanno

Nuovo comandate a Marisicilia, lammiraglio


De Feice subentra a Camerini

emanato i provvedimenti autorizzatori


richiesti dalla dott.
ssa Sgarlata hanno
operato nel pieno
rispetto della normativa urbanistica,
edilizia e di settore
oltrech nellosservanza di disposizioni
amministrative interne.
Lattivit investigativa non ha riscontrato,
per altro verso, alcuna rilevanza penale
sulle asserite irregolarit segnalate dalla
relazione a firma del
Dirigente
generale del Dipartimento
dei Beni Culturali
presso lAssessorato regionale ai Beni
Culturali, a seguito
della citata indagine ispettiva urgente,
trasmessa per competenza territoriale
a questUfficio dalla
Procura della Repubblica di Palermo.
28 gennaio 2015
Nuovo comandante
a Marisicilia
Presso il comprensorio di Terravecchia
ad Augusta avr luogo la cerimonia di
avvicendamento del
Comando Marittimo
Sicilia (MARISICILIA) tra il Contrammiraglio Roberto Ca-

merini (cedente) ed
il Contrammiraglio
Nicola De Felice (accettante) nella foto.
Alla cerimonia militare, presenziata dal
Comandante Logistico della Marina
Militare Ammiraglio
Ispettore Capo Stefano Tortora, saranno
altres presenti le Autorit civili e militari
di vertice della Regione, le Associazioni combattentistiche
e darma di Siracusa
ed Augusta nonch le
rappresentanze della
Marina Militare di
tutta la Giurisdizione.
AllAmmiraglio Camerini, che lascia il
Comando di Marisicilia dopo 2 anni
per assumere il prestigioso incarico di
Comandante Marina
Nord con sede a La
Spezia, subentrer
lAmmiraglio
De
Felice proveniente
dallo Stato Maggiore
Marina Reparto Piani, Operazioni e Strategia Marittima.
Il Comando Marittimo Sicilia ha piene
attribuzioni territoriali nel campo logistico, amministrativo, della difesa e
sicurezza delle infrastrutture, della prote-

zione e difesa civile,


dellantinfortunistica
e della tutela ambientale.
Nellespletare
tali
funzioni, si colloca
come elemento di
interfaccia tra i Comandi centrali della
Marina Militare e le
autorit governative
ed
amministrative
locali, e tutti coloro
che, sempre a livello
locale, abbiano esigenza di interagire
con la Forza Armata.
30 gennaio 2015
Agguato a Siracusa
Arrestati due autori
Sono comparsi dinanzi al Gip del tribunale di Siracusa i
due indagati siracusani, arrestati domenica
sera perch ritenuti
gli autori dellagguato ai danni di un diciannovenne.
Il giudice per le indagini preliminari del
tribunale di Siracusa,
Stefania Scarlata, ha
convalidato larresto dei due presunti
autori del tentativo
di omicidio ai danni
del
diciannovenne
Emanuele Gallaro,
avvenuto domenica
scorsa in viale Zecchino a Siracusa,
dispondendone
la

misura cautelare in
carcere. Il ventitreenne Carmelo Bianca e il diciannovenne Mattia Greco,
entrambi siracusani,
assistiti dallavvocato Junio Celesti, si
sono anche sottoposti allinterrogatorio
di garanzia. Bianca
ha sostanzialmente
ammesso di avere
esploso il colpo di
pistola contro Gallaro, ma ha ribadito
di non avere avuto
alcuna intenzione di
ucciderlo ma solo
di spaventarlo. Tanto pi che avrebbe
sparato, quando la
vittima, accorgendosi della sua presenza, si nascosto
in casa. Bianca ha
anche confermato di
avere avuto qualche
giorno prima un diverbio con la vittima dellagguato. Ha
rigettato ogni addebito, invece, Greco,
che, pur ammettendo
di trovarsi alla guida del ciclomotore,
ha sottolineato di
non avere avuto il
sentore che lamico
avesse
intenzione
di sparare. Greco fu
arrestato dai carabinieri qualche ora
dopo il tentativo di
omicidio, mentre sin
trovava in compagnia della fidanzata,
mentre Bianca si
costituito presso la

caserma dei carabinieri. I due erano entrati in azione in sella


a un ciclomotore, che
secondo gli investigatori, sarebbe stato
guidato da Greco,
mentre Bianca avrebbe premuto il grilletto del revolver con
il quale avrebbe dovuto colpire Gallaro.
Questultimo, affacciato alla finestra per
fumare, avendo visto
la presenza dei due
per strada e vedendosi puntare contro
larma, si nascosto,
e schivando il cilpo
esploso al suo indirizzo. Si sta verificando cosa sia realmente
accaduto tra vittima e
aggressore.
31 gennaio 2015
Cambio
in consiglio
comunale
Diventa esecutiva la
sentenza del Tar di
Catania, che ha ammesso la lista Rinnoviamo
Siracusa
adesso al Consiglio
comunale di Siracusa,
detronizzando quella
per la quale sono stati eletti in un primom
momento altre tre
consiglieri comunali.
Il Tar ha proclamato
eletti Tonino Trimarchi, Santino Armaro
e Loredana Spuria.
Decadono, di conseguenza,
Gaetano Favara, Cristina
Merlino e Marina
Zappulla, eletti nella
lista Con Garozzo
sindaco. A distanza
di un anno e mezzo il
civico consesso cambia alcuni soggetti
ma non la geografia
politica, se si esclude
la posizione di Favara, che si era avvicinato allopposizione.
Il Tribunale amministrativo regionale ha
infatti proceduto alla
proclamazione
dei
tre nuovi consiglieri
comunali, stabilendo
contestualmente la
decadenza di altrettanti tre esponenti
che dalle ultime elezioni amministrative
hanno ricoperto la carica di consiglieri comunali. Nelle prossime ore il giuramento
e il 5 febbraio prossimo sinsedieranno in
Consiglio comunale.

Resoconto 1 parte 6
31 gennaio 2015
La declaratoria
per calamit
naturale
Arriver la declaratoria della giunta regionale per lo stato
di calamit naturale,
a seguito dei danni
subiti dalle aziende di
Pachino e Portopalo
per la nevicata di capodanno. Ieri mattina
nella sede della Condotta agraria di Noto
a fare il punto della
situazione cerano i
funzionari
dellassessorato regionale
allAgricoltura, Vincenzo
Cusumano,
dirigente dei Servizi
a supporto delle imprese, Gaetano Cim,
dirigente
dellarea
Programmazione, il
dirigente dellIspettorato di Siracusa,
Michele Giglio, le
associazioni provinciali di categoria, i
rappresentanti
dei
produttori, gli amministratori dei comuni
di Pachino, Portopalo
e Noto e il consigliere
comunale di Pachino,
Sebastiano Spataro,
presidente della commissione consiliare
Agricoltura. Vista
limpellenza e lo stato di necessit ha
dichiarato il sindaco, Roberto Bruno
-, sono stati ridotti i
tempi: da 60 giorni a
20 giorni per arrivare alla declaratoria:
infatti lo stato di calamit sar dichiarato
dalla giunta regionale
presieduta da Rosario Crocetta alla prima riunione prevista
dellesecutivo, molto probabilmente la
prossima settimana.
Sono interessati, per
intero, i territori di
Pachino e Portopalo e
tutte le zone di Noto
dove insistono interventi serricoli. Inoltre, da colloqui avuti
con lassessore regionale allAgricoltura,
Nino Caleca, si sta
ragionando di un ristoro di 5 milioni di
euro disponibili dal
fondo di solidariet
regionale, destinato
alle aziende che hanno subito i danni. E
per sollecitare lintervento della Regione,
il consiglio comunale di Pachino, nella
seduta di gioved 29

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

3 gennaio 2016, domenica

Tale sportello
rafforza la rete
antiracket e
antiusura gi
operativa con
gli sportelli
presenti in
Confindustria
Sicilia e in
Confindustria
Centro Sicilia
nellambito
del PON
Sicurezza
La sigla del protocollo.

Usura: un protocollo
in Confindustria

gennaio 2015, allunanimit ha approvato la deliberazione


per lattivazione del
fondo di solidariet
regionale.

sto, la Polizia di Stato, che ha avviato le


indagini prediligendo
ovviamente la pista
del racket delle estorsioni.

2 febbraio 2015
Attentato
incendiario
a un cantiere
Non sembrano esservi dubbi sulla matrice
dolosa dellincendio
che ha danneggiato
due escavatori. Lallarme scattato poco
dopo le ore 21 di ieri
sera. Alcuni passanti hanno segnalato
il rogo al 115. Una
squadra dei Vigili
del Fuoco della sede
centrale intervenuta
in viale Lido Sacramento, in contrada
Isola, per estinguere lincendio che ha
coinvolto due grossi escavatori parcati
allinterno di un cantiere nel quale sono
in corso lavori di
sbancamento. Lavori
che riguardano la costruzione di un locale
pubblico sui ruderi di
unaltra struttura preesistente.
Avuta ragione delle
fiamme, che hanno
distrutto le cabine
dei due grossi mezzi,
i Vigili del Fuoco, in
considerazione della
dinamica del rogo,
non hanno escluso
il dolo allorigine
dellevento. Sul po-

9 febbraio 2015
Usura: sottoscritto
un protocollo
Una targa stata scoperta in occasione
dellacerimonia di sottoscrizione del protocollo dintesa per
aiutare le imprese a
orientarsi nellambito della denuncia di
estorsioni ed usura.
Estato firmato nella
sede di Confindustria
Siracusa il protocollo
dIntesa per il contrasto al racket e allusura tra Confindustria
Siracusa e la Federazione Antiracket Italiana. E stato altres
inaugurato lo Sportello per lassistenza agli
imprenditori vittime
di fenomeni criminali.
Tale sportello rafforza
la rete antiracket e antiusura gi operativa
con gli sportelli presenti in Confindustria
Sicilia e in Confindustria Centro Sicilia
nellambito del PON
Sicurezza.
Hanno
partecipato il Commissario di Confindustria Siracusa Ivo
Blandina, il Presidente nazionale della FAI
Giuseppe Scandurra,
il Delegato provin-

ciale della FAI Paolo


Caligiore, il Direttore
di Confindustria Centro Sicilia Carlo La
Rotonda, il Prefetto
di Siracusa Armando Gradone e il Vice
Presidente di Confindustria Ivanhoe Lo
Bello.
Presenti le massime
autorit civili e militari della provincia di
Siracusa e molti imprenditori. Con ilprotocollo sottoscritto in
Cinfindustria, la Fai
simpegna a svolgere
unattivit di supporto a favoe delleassociazioni
aderenti
a Confindustria per
assicurare assistenza
agli imprenditori interessati da fenomeni estorsivi e,piin
generale, da forme
di condizionamento
mafioso. Nellintesa
si fa anche riferimento alla possibilitdi
sottoscrivere appositi
protocolli da stipulare tra le strutture
territoriali della Confindustria e della Fai.
La federazione antiracket si impegna ad
assistere con le sue
strutture territoriali
quegli imprenditori
segnalati dallassociazione degli industriali
che sono oggetto di
richeste estorsive o di
qualunque altra forma
di
cndizionamento
criinalicome limposizione di servizi,di

manodopera e similari. In particolare, il


Fai assiste le imprese ne rapporto con
leforze dellordine,
anche al fine diindividuare modi per ridurre lesposizione
diretta;assicura una
costante valutazione delle esigenze di
sicurezza da rappresentare al Prefetto per
leventuale adozione
delle idonee misure
di protezione; segue
leventuale procedimento giudiziario a
partire dalla denuncia sino alla chiusura
delle indagini;assiste
limpresa nel procedimento amministrativo per la concessione dei benefici del
Fondo di solidariet
antiracket e antiusura.
La Fai, perilcoordinamento delle attivit,
delega il coordinatore provinciale Paolo
Caligiore, referente di
Confindustria.
Dal suo canto lorganizzazione
degli
industriali siracusani
assicura allaFai la disponibilit dellapropria sede nella quale
la stessa Fai potr
organizzare uno sportello perfornire assistenza tecnica alleimprese che vorranno
denunciare.
13 febbraio 2015
Far west
in ospedale

Si sono vissute scene


di panico allospedale Di Maria di Avola.
Un uomo ha fatto irruzione allinterno del
pronto soccorso pretendendo che il medico di turno gli consegnasse siringhe e
metadone. Alla risposta negativa, ha cominciato a urlare. Poi
uscito per recarsi in
auto, dove avrebbe
preso un fucile rientrato dentro il pronto
soccorso ed ha sparato. Lepisodio da far
west avvenuto dopo
pranzo, luomo si
recato presso il Pronto Soccorso dellOspedale di Avola per
richiedere alcune siringhe.
Al diniego del personale sanitario, Corrado Scala di 43 anni si
allontanato momentaneamente per farvi
ritorno dopo alcuni
minuti con imbracciato un fucile automatico calibro 12 con cui
ha esploso un colpo
alla presenza di numerose persone contro la
vetrata dello sportello
del triage, dandosi poi
ad immediata fuga a
bordo della propria
vettura in direzione Siracusa. Scattato
lallarme, in raccordo
tra le Centrali Operative dei Carabinieri
di Siracusa e di Noto
stato attivato un dispositivo sul territorio
per la caccia al fuggitivo. Luomo stato
bloccato dai militari
sulla S.P. 38, nei pressi
dellIppodromo, dove
a causa della forte velocit aveva perso il
controllo del mezzo
terminando contro un
muretto a secco ai lati
della carreggiata. Prima di impattare, Scala
ha anche investito un
ciclista,
cagionandogli vari traumi per
cui stato trasportato
allOspedale Umberto primo di Siracusa
ove rimane ricoverato per accertamenti
ma non in pericolo di
vita. La perquisizione
locale ha consentito di
rinvenire il fucile, con
quattro colpi nel serbatoio, e dodici cartucce cal. 12, gettati
dallarrestato
nelle
campagne circostanti
allo scopo di disfarsene.

Sicilia 7

Resoconto 1 parte

in febbraio lassemblea generale

Giustizia aretusea
al collasso
Proteste e missive
17 febbraio
Bandiera subentra
a Sala dErcole
Edy Bandiera torna a sedere tra gli scranni di Sala
dEercole. Il Tribunale civile di Palermo, infatti, ha
accolto appieno il ricorso
del parlamentare regionale
siracusano, reintegrandolo
nel posto che fino a oggi
era occupato dal deputato
Pippo Sorbello. Bandiera, come si ricorder, nel
gennaio dello scorso anno
aveva preso il posto di
Sorbello in qualit di primo dei non eletti nella lista dellUdc. Sorbello era
stato sospeso per 18 mesi
a partire dal 23 dicembre
2013 in attesa di definizione della vicenda giudiziaria che lo riguardava, per
la sentenza di condanna a
4 mesi di reclusione, inflitta in primo grado per il reato di abuso dufficio. Nel
dicembre scorso stata
confermata la sentenza di
condanna anche dalla Corte di Appello di Catania.
La legge Severino a questo
punto prevede un ulteriore
periodo di sospensione di
12 mesi, ma mentre certo
lo stop in Consiglio comunale, lo meno in sede di
Assemblea regionale siciliana.
Grazie allimpiego di tre
legali abbiamo vinto su
tutto il piano ha commentato il deputato forzista
Avevo ragione di ricorrere
per sostenere le mie tesi. Il
tribunale ci ha dato ragione. Sono pronto a riprendere il percorso interrotto
che legato a risolvere i
problemi in agricoltura,
allo sviluppo del territorio
e a tutte le questioni che
avevo avviato durante il
mio periodo di attivit parlamentare. Si attende la
trasmissione dellordinanza del tribunale di Palermo
alla presidenza dellArs,
per sancire il nuovo cambio e il reingresso a Sala
dErcole di Bandiera al posto di Sorbello.
19 febbraio 2015

In foto, il peso della giustizia.

Intanto, scoppia il caso gettonopoli che pone


Siracusa al centro di polemiche nazionali
Giustizia siracusana
in pieno collasso
La Giustizia siracusana
al collasso a causa della
carenza di funzionari e di
personale amministrativo.
Per gli avvocati la misura
colma occorre unazione significativa per
fare comprendere quale
sia il reale disagio vissuto
al palazzo di Giustizia, a
cominciare da uno sciopero bianco. Il messaggio
stato lanciato in occasione
dellassemblea, richiesta
da magistrati, avvocati e
personale amministrativo
e raccolta dal presidente
del Tribunale, Antonio
Maiorana, che lha presieduta nellaula di Corte
dAssise.
La base su cui discutere
la deludente risposta del
ministro della Giustizia,
Andrea Orlando, allinterrogazione dellonorevole
Sofia Amoddio. Alla sollecitazione di un intervento per colmare la lacuna
di funzionari, il Guardasigilli ha ribattuto sostenendo che al Tribunale
di Siracusa operano 139
unit con varie qualifiche
rispetto a un organico che
ne prevede 132, per cui
vi sarebbe anche un esubero di personale del 5%.
Il bando sulla mobilit
del personale esterno nel
quale non destinata alcuna unit al Tribunale di
Siracusa spiega il presidente Maiorana trova
una giustificazione nel
fatto che lorganico nel
suo complesso non presenta alcuna scopertura.
Si deve, per, tenere conto che vi un esubero nel
personale ausiliario, ch
non esclude il fatto che le
sofferenze maggiori sono
state individuate nel personale amministrativo.
Fra pensionamenti e trasferimenti, nei fatti mancano 3 direttori amministrativi e 20 funzionari
giudiziari che non pos-

sono essere sostituiti da


personale con qualifiche
inferiori.
Noi avvocati siamo costretti a farci da soli le
fotocopie commenta
il presidente dellOrdine degli avvocati di
Siracusa, Alvise Troja a
fare lunghe file alle cancellerie per ottenere documenti, verbali, persino le
liquidazioni per il gratuito
patrocinio, mentre siamo
costretti anche a scriverci da noi i verbali delle
udienze civili proprio per
la carenza di personale.
Se vero che non abbiamo alcun problema
logistico, considerato che
il palazzo di Giustizia di
Siracusa tra i pi allavanguardia dItalia dice
Antonio Nicastro, componente dellAnm distrettuale altrettanto vero che
accusiamo vuoti nellorganico dei magistrati e in
quello delle cancellerie.
Laccorpamento ha triplicato il contenzioso civile e penale mentre molti
funzionari sono andati in
pensione senza esserci
stato il relativo ricambio.
Questo ha comportato un
gravame maggiore sui pochi cancellieri in servizio
e inevitabili tempi lunghi
per la giustizia. Hanno
ridotto le ferie a noi magistrati ma non hanno
aumentato il numero dei
cancellieri. Le risposte di
efficienza che vorremmo
dare si scontrano con le
oggettive difficolt, per
cui, malgrado limpegno
di tutti, i faldoni giacciono lungo i corridoi e questa non unimmagine
decorosa che diamo della
Giustizia.
19 febbraio 2015
Omicidio Tringali
Ergastolo per Giarracca
La Corte dAssise ha
emesso sentenza di condanna allergastolo a carico
dellimprenditore

priolese Francesco Giarracca, ritenuto responsabile delluccisione con un


colpo di pistola alla tempia dellex socio in affari, laugustano Giancarlo
Tringali, avvenuto nella
notte del 25 marzo 2012
allinterno della stanza
105 del Residence dello Sport di contrada San
Foc a Priolo Gargallo,
gestito proprio dallimputato.
23 febbraio 2015
Scompare il penalista
Giuseppe Bozzanca
Lavvocato
Giuseppe
Bozzanca stavolta ci ha
lasciati per sempre. Era
solito dire, me ne
vado, quando seduto al
bar Splendor di piazza
Adda, dove amava incontrarsi e discutere con gli
amici, quando era ora di
ritornare a casa per pranzo
o per cena. Parlava sempre di politica e dei fatti
pi scottanti della citt e
raccontava le storie inedite siracusane. Conosceva
uomini e cose della sua
citt, ma criticava lincapacit di una classe politica che perennemente non
risolveva le mille controverse e le questioni insorte, come i tanti problemi
della comunit; conosceva
le mille sfaccettature della
politica; fu componente la
Commissione provinciale di controllo, e dopo la
loro eliminazione provava
sempre a fare la differenza
con il nuovo sistema che,
secondo il suo punto di
vista, era fallimentare. Stimato professionista, uomo
di sana cultura che amava
leggere, scrivere studiava
di continuo; era considerato un liberale.
Ebbe unavventura editoriale con la testata Gazzetta di Siracusa cui aveva creduto fin dalla sua
nascita; .

4 marzo 2015
Scatta gettonopoli
al palazzo Vermexio
La
gettonopoli
siracusana ancora prima
delle attenzioni dei Grillini, cui va il riconoscimento della pubblica opinione
per un lavoro davvero sublime, era gi da qualche
tempo caduta sotto lattenzione della Digos. Gli uomini della Sezione politica
della Questura di Siracusa,
avevano captato gi
qualcosa tra i segreti,
della politica al Vermexio;
una condizione che a prima vista non sembrerebbe
in regola con la normale
degenza e il valore del rispetto che gli uomini della
politica dovrebbero avere per il denaro pubblico,
oltre che per la Giustizia,
procedendo nellazione di
polizia giudiziaria collegata allobbligatoriet della
notizia criminis;raccolto
indiscrezioni e indizi per
sviluppare la conseguente
comunicazione della notizia di reato alla competente
autorit giudiziaria.
Nella fattispecie, i riscontri oggettivi e obiettivi, per
tentare di dare una chiave
di lettura alla triste quando indecente condizione
che si sviluppata senza
limiti nel processo di putrefazione della politica,
potrebbero apparire in una
lettura chiara come il sole
del mattino di una giornata destate; ma insistono
aggravanti di merito, tutti
al vaglio degli inquirenti
e ben protetti dal segreto
istruttorio, che non potranno mai giustificare tale
siffatta condizione in un
comportamento che sembrerebbe di primo acchito
scientificamente studiato
e organizzato per lucrare
e non per amministrare la
cosa pubblica. A ben vede
e a ben sentire, tutta la vicenda pu sembrare molto
pi grave dei danni assunti
verso i cittadini della citt
di Agrigento dal consiglio
comunale licenziato poco
tempo fa.

Resoconto 1 parte 8

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

La commissione antimafia
a Siracusa per interrogare

6 marzo 2015
Commissione
antimafia
a Siracusa
La commissione nazionale antimafia ha
concluso intorno alle
ore 16 le audizioni
dei
rappresentanti
delle istituzioni pubbliche locali, delle forze sociali che
operano sul territorio siracusano. Un
lavoro iniziato alle 9
del mattino con laudizione del prefetto
Armando Gradone,
il quale ha illustrato le parti salienti
del lavoro svolto da
magistratura e forze
di polizia in provincia, e concluso con i
segretari provinciali
delle organizzazioni
sindacali.
Bonifiche nella zona
industriale, gestione dellemergenza
immigrazione, gestione dei centri di
prima accoglienza,
lappalto sui rifiuti
a Siracusa, la debolezza del sistema
amministrativo pubblico e la carenza di
organico sia nella
magistratura sia nelle forze dellordine
sono stati gli argomenti attorno ai quali la commissione
antimafia ha cercato
di comprendere e di
approfondire.
Cosa nostra e altre mafie in Sicilia
ancorch indebolite
dal lavoro faticoso
fatto da magistratura e forze dellordine e dalla forte lotta
alla mafia sociale e
civile da parte delle
associazioni
antiracket che ha portato grandi risultati
dono tuttaltro che

Giuseppe Bianca
Direttore Responsabile

Sicilia

Direzione e Redazione
Uffici amministrativi:
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Fax 0931 60.006 Libertasicilia@gmail.com
Pubblicit diretta: Poligrafica S.r.l.
Via Mosco 51 Siracusa Tel. 0931 46.21.11
Per la pubblicit sono previsti sconti
Editrice e Stampa: Poligrafica S.r.l.
Registrazione Tribunale di Siracusa
n.17 del 27.10.1987

Lorgamismo politico, presieduto da Rosy Bindi, ha fatto un escursus


su tutte le vicende che ribollono nella nostra provincia

In foto, la presidente della commissione antimafia, Rosy Bindi.

sconfitte ha detto
la presidente della
Commissione, Rosy
Bindi La loro presenza ancora forte
e ancora capace di
intimidire e di incidere nella vita sociale ed economica di
questa regione. Cosa
nostra presente nei
trasporti, nello smaltimento dei rifiuti,
nella tratta degli esseri umani, nellimmigrazione,
nella
gestione dei centri
di accoglienza, nella droga, nellusura, nelle estorsioni,
nellutilizzo dei finanziamenti, nella
capacit di inserirsi negli appalti. Le
forze sociali hanno
voluto sottolineare
che lindebolimento
complessivo dovuto
anche alla crisi del
settore industriale e
produttivi, lemergenza lavoro sempre pi forte, sono
presupposto di rischio di una presa
di terreno della mafia dallaltro anche
una predisposizione
maggiore per una
societ che sindebolisce rispetto a potere mafioso, capace

di esercitare una
forte pressione.
Ci sentiamo ad
invitare tutti a non
abbassare la guardia a non negare la
presenza della mafia, perch, laddove
c, va chiamata per
nome e non si deve,
va combattuta non
bisogna avere paura
di riconoscerla perch questo un presupposto importante per combatterla.
Grande attenzione
riteniamo
dovere
chiedere ai settori pi delicati. In
questa provincia, la
crisi del polo industriale, gli appalti,
le amministrazioni locali, la sfida
dellimmigrazione
che non solo un
enorme problema
economico e sociale, ma anche di sicurezza. Ci hanno
detto che una grande concentrazione
dellimpegno della
magistratura e delle forze dellordine
verso la sfida alla
questione. Se non
si danno risposte in
termini di potenziamento degli organici, si finisce per

provocare
distrazione rispetto alle
altre emergenze che
sono tuttaltro che
trascurabili in questa provincia come
nelle altre province
della Sicilia. Serve
una grande opera di
prevenzione. Il tanto lavoro che stanno
facendo i magistrati potrebbe essere
qualche volta alleggerito dalla nostra
capacit politica e
sociale coi controlli amministrativi di
evitare
limpiego
della magistratura.
Sulle intimidazioni
ai danni di alcuni
consiglieri comunali della provincia, la
biondi ha commentato: E un classico
esempio di come la
ceiminalit locale
utilizzi metodi mafiosi.
6 marzo 2015
A Lentini funerali
per migranti morti
Si celebra al cimitero di Lentini il
funerale delle dieci
vittime del ribaltamento in mare del
barcone stracarico
di immigrati. Sar

un rito funebre interreligioso, cattolico e musulmano,


cos come comunicato dalla Prefettura di Siracusa.
Intanto, potrebbero
essere molte di pi
le persone annegate in mare a seguito del ribaltamento
del gommone dove
avevano trovato posto 121 immigrati di
varia nazionalit, in
fuga dai paesi dorigine. La testimonianza dei superstiti, giunti la sera di
mercoled scorso al
porto di Augusta,
dopo essere stati
soccorsi dalla nave
della Marina Militare Italiana Dattilo,
frammentaria e
per certi versi contrastante ma sembra
proprio che, purtroppo, non possano
essere solo dieci le
vittime di quel naufragio, avvenuto nel
Canale di Sicilia, vicino alle coste libiche da dove partito
il barcone stracarico
di migranti.
Dalle dichiarazioni testimoniali c
la sensazione che
i deceduti possano
essere molti di pi
afferma il sostituto procuratore Antonio Nicastro, che
sta coordinando le
indagini su questo
nuovo, tragico sbarco Alcuni di loro
sostengono che in
mare siano rimasti
i corpi di almeno
dieci persone, altri
ancora
sostengono che allappello
mancherebbero una
ventina di migranti
che si trovavano sul
barcone, finendo in
mare e rimanendoci. Non sar semplice per noi scoprire
quanti siano gli altri
cadaveri dispersi in
mare.
Le operazioni didentificazione

dei 349 migranti, sbarcati al porto


di Augusta si sono
conclude allalba di
ieri. Tra i migranti
figurano 14 minori,
trasferiti al vicino
centro di accoglienza di Augusta. Gli
altri profughi, molti
dei quali interi nuclei
familiari, sono stati
trasferiti una parte
allistituto Umberto
primo di Siracusa,
altri a Messina e altri ancora in diversi
centri di accoglienza
dItalia, a disposizione del Ministero
dellInterno per decidere se concedere
o meno lo status di
rifugiato.
Nellambito
dello
sbarco di 437 migranti, avvenuto ieri
nel porto commerciale di Augusta,
Agenti della Polizia
di Stato, in servizio
alla Polizia di Frontiera di Augusta, in
collaborazione con
personale del Gruppo Interforze Contrasto Immigrazione
clandestina e con
altre forze di polizia,
hanno eseguito due
fermi di indiziato di
delitto nei confronti
di Ben Nsar Khaled
di 22 anni e di Hechiche Housam di
37 entrambi tunisini,
accusati di favoreggiamento dellimmigrazione clandestina.
10 marzo 2015
Cancellerie
in subbuglio
Magistrati ed Avvocati denunciano
linsostenibile situazione sopra descritta
e, nellattesa di una
auspicata riqualificazione di tutto il
personale di Cancelleria,
invocano
risposte immediate
e risolutive, prima
fra tutte la modifica
del provvedimento
di mancata assegnazione di alcuna unit di personale delle
soppresse Province.
Preannunciano, qua
Segue

3 gennaio 2016, domenica

lora la situazione
permanesse irrisolta,
iniziative di protesta,
anche eclatanti, volte a restituire dignit
alla giustizia di questa citt
e del suo circondario.
La nota stata inotrata al Ministero della
Giustizia, al Consiglio superiore della
Magistratura, al presidente della Corte
dAppello di Catania
e al Consiglio nazionale forense. Qui di
seguito il documento
integrale del document, ceh fa seguito
allassemblea di tutto
il personale, che si
tenuta nell settimane
scorse.
Gli operatori della
giurisdizione del circondario del Tribunale di Siracusa, Magistrati e Avvocati, a
seguito dellassemblea congiunta tenutasi in data 18.2.15
e del successivo incontro del 23.2.15,
hanno fatto proprio il
deliberato che segue:
ritenuto che lufficio del Tribunale di
Siracusa afflitto
da una gravissima
carenza di organico in relazione alle
figure professionali
di: Direttore Amministrativo (in servizio quattro su sette,
con scopertura del
42,9%; funzionario
giudiziario (in servizio dieci su trentuno
previsti, scopertura
del 67,7%); conducente di automezzi
(in servizio tre su sette previsti, scopertura
del 57,1%);
che gravi scoperture
si ravvisano anche
presso la locale Procura della Repubblica quanto alle figure
di Direttore Amministrativo (presente
solo uno su tre previsti scopertura del
66.7 %) e funzionari
giudiziari (presenti
quattro su otto previsti, scopertura del
50%);
che tale situazione,
destinata ad aggravarsi con il pensionamento ed il prossimo trasferimento
di altri dipendenti
aventi qualifica professionale di funzionario giudiziario, impedisce gi adesso,

Sicilia 9

Resoconto 1 parte
Mentre a
Siracusa la
magistratura
va avanti sul
filione dei
reati contro la
pubblica amministrazione,
a Priolo
scoppia
un altro caso
gettonpoli

sizione di altri quattro


amministratori
pubblici siracusani,
avanzata dalla Procura della Repubblica
del capoluogo, per
compararla a quella
degli attuali imputati.
Linchiesta scattata
nel luglio del 2013 e
ha portato al sequestro di una somma
complessiva di 657
mila 965 euro (provvedimento in quella
circostanza confermato dal tribunale del
Riesame di Catania).
Al vaglio del giudice
monocratico presso il
Tribunale di Siracusa
In foto, palazzo Vermexio. vi sono complessivamente cinquanta
presunti episodi di
truffa singolarmente
e a vario titolo contestati agli imputati a
cui va ad aggiungersi
la contestazione di
falso ideologico.

Fantassuzioni: sei
ex consiglieri a giudizio
a prescindere dalle
ulteriori imminenti
carenze, il normale
funzionamento dei
servizi del Tribunale, sia in area civile
che in area penale
e causa gravissimi
disagi non solo agli
operatori della giurisdizione, impossibilitati a far fronte
ad una domanda di
giustizia in continua
crescita ma soprattutto allutenza, che
viene privata di un
servizio essenziale e funzionale alla
crescita economica ed alla sicurezza
di questa citt e dei
comuni del circondario;
che la situazione,
divenuta assolutamente insostenibile,
risulta incompatibile
con la dignit della
funzione professionale svolta da Magistrati ed Avvocati
e costringe, da tempo, il personale di
cancelleria residuo a
tollerare un inesigibile carico di lavoro;
che,
nonostante
limpegno della Presidenza del Tribunale, dellOrdine degli
Avvocati e delle
associazioni
rappresentative
della
categorie coinvolte,
il problema persiste
drammaticamente;
che da ultimo, il Mi-

nistero di Giustizia,
chiamato a rispondere ad interrogazione parlamentare ha
comunicato, in termini
freddamente
burocratici ed inaccettabili, che la gravissima carenza dei
funzionari non rileva
in termini problematici poich compensata da un elevato
numero di dipendenti
con mansioni di ausiliario;
che tale risposta, platealmente inadeguata, non tiene conto
del normale funzionamento di un ufficio giudiziario ove i
compiti sono distribuiti sulla base di
competenze professionali estremamente
diversificate, dalle
quali derivano precise responsabilit
e dellimpossibilit
giuridica di far svolgere i delicati compiti di cancelliere o
funzionario a personale ausiliario;che la
recente scelta del Ministero di non assegnare alcuna unit di
personale delle soppresse Province al
Tribunale di Siracusa
(bando di mobilit
volontaria esterna
Gazzetta
Ufficiale
del 20.1.15), rappresenta lennesimo atto
di disinteresse ed abbandono di questi uf-

fici e frustra le legittime aspettative dei


cittadini in ordine al
normale funzionamento del servizio
giustizia.
19 marzo 2015
Gettonopoli
anche a Priolo
La Procura della Repubblica ha aperto,
su comunicazione di
notizia di reato del
Commissariato della Polizia di stato di
Priolo, unindagine
riguardante laumento dei gettoni di presenza dei consiglieri
comunali di quella
localit. Sono stati
denunciati 30 persone che hanno rivestito cariche elettorali
negli ultimi anni.
Lindagine ha preso
le mosse dai rilievi
mossi dalla Corte dei
Conti sulla tematica.
Sono stati acquisiti nella giornata di
oggi atti e documenti
negli Uffici del Comune.
20 marzo 2015
Fantassunzioni
In nove a giudizio
il Gup del tribunale, Stefania Scarlata,
ha emesso il decreto
che dispone il giudizio a carico di sei ex
consiglieri comunali
e di sette imprenditori, coinvolti a vario

titolo nellinchiesta
portata a termine dagli uomini della Digos della Questura di
Siracusa e accusati
del reato di truffa ai
danni del Comune di
Siracusa nellambito
delle cosiddette fantassunzioni, legate a
presunti contratti di
lavoro subordinato
ma fittizi per ottenere
dal Comune capoluogo i relativi rimborsi
previsti dalla normativa regionale.
Il rinvio a giudizio
stato notificato nei
confronti di Sergio
Bonafede,
Adolfo
Mollica, Piero Maltese, Riccardo Cavallaro, Riccardo De
Benedictis, Franco
Formica, tutti consiglieri in carica fra il
2008 e il 2013, e agli
imprenditori, nella
qualit di datori di
lavoro di questi ultimi, Natale Calafiore,
Giuseppe Serra, Sebastiano Solerte, Roberto Zappal, Paolo
Pizzo, Marco Romano, Maurizio Masuzzo.
Nel corso delludienza di ieri mattina, il
collegio della difesa
ha avanzato la richiesta, accolta dal giudice per le udienze preliminari, di allegare
agli atti del processo
la richiesta di archiviazione della po-

20 marzo 2015
Vincenzo Monaco
trionfa in Tv
Giovani Imprenditori di CNA Siracusa
Vincenzo Monaco
Orgoglio del territorio, la vittoria su
Rai1 motivo di vanto
per lartigianato locale La vittoria di oggi
del giovane Vincenzo
Monaco, giovane pasticcere della storica
pasticceria Corsino
di Palazzolo Acreide non lestemporanea affermazione
di un conterraneo in
un qualsiasi talent,
rappresenta la colore
assoluto di una delle
migliori tradizioni del
nostro territorio, la
pasticceria. Vincenzo
incarna questo indubbio valore e rappresenta il volto giovane
di un pezzo eccellente del nostro paese,
il continuum di una
tradizione che si lega
indissolubilmente al
territorio. Abbiamo
bisogno di queste storie afferma Gianpaolo Miceli coordinatore dei Giovani di CNA
per dimostrare il
valore dei nostri luoghi e lintraprendenza
dei nostri giovani che,
nonostante tutto, credono nella propria terra. Nel nostro piccolo
premieremo Vincenzo, perch inorgoglisce
Palazzolo,
Siracusa e la Sicilia.

Resoconto 1 parte 10
30 marzo 2015
Rosalba Scorpo
nuovo assessore
Rosalba Scorpo, 32
anni, laureata in psicologia, educatrice
e responsabile del
settore scuola in una
comunit per minori,
il nuovo assessore
alle Politiche sociali
ed abitative, Famiglia,
Volontariato
e Periferie, carica
prima occupata da
Liddo Schiavo. Si
insediata stamattina
dopo avere giurato
nelle mani del segretario generale, Danila
Costa.
Sempre stamattina il
sindaco, Giancarlo
Garozzo, ha firmato
la determina di nomina; con lo stesso
atto il sindaco ha affidato allassessore
Schiavo le deleghe
alle Infrastrutture e
urbanistica, Pianificazione territoriale,
Tutela del paesaggio,
Legalit e Trasparenza, prima assegnate
a Gianluca Rossitto
che si dimesso nei
giorni scorsi per motivi personali.
Rosalba Scorpo
commenta il sindaco
Garozzo entra in
Giunta su indicazione di Sinistra ecologia e libert, partito
che, a parte una breve
parentesi, ha sempre
condiviso a pieno titolo questa esperienza di governo della
citt. Il dialogo stato riallacciato approfondendo i punti del
programma elettorale a cominciare dagli
interventi urbanistici,
come la revisione a
volumi zero del piano regolatore generale e la realizzazione
del parco della Neapolis. Ricomponiamo cos il quadro politico, anche in vista
dei prossimi impegni
che attendono il consiglio comunale per
proseguire lazione
di rilancio della citt.
2 aprile 2015
Scompare lavvocato
Giuseppe Brandino
Ancora lacrime e
commozione in Corte dAssise dove si
tenuta la commemorazione dellavvocato Peppe Brandino,

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

La squadra
azzurra vince in
casa allultima
partita, mentre
lo Scordia pareggia contro
la Virtus Igea
ma poi viene
ripescata
in quarta serie

In foto, a fuanco,
la festa allo stadio.

Il Siracusa promosso
in serie D in extremis
scomparso marted
sera allet di 46
anni. A mezzogiorno
sono state sospese
le attivit giudiziarie per consentire ad
avvocati, magistrati
e a tutti gli operatori della Giustizia
di partecipare alla
commemorazione. Il
fratello Luca ha ricordato limpegno e
la passione di Peppe
Brandino per la professione forense e
lo ha descritto come
una persona sensibile al di l della sua
apparente espansivit.
Il presidente del Tribunale, Majorana,
che ha presieduto
lassise straordinaria, ha ricordato i
suoi rapporti professionali con il penalista e lamicizia che
coltivava con tutte
le persone di ogni
estrazione sociale.
Lo dimostra la folla
che ieri sera ha partecipato ai funerali
dellavvocato Brandino in cattedrale,
colma sotto ogni ordine di posti e anche
pi. A ricordarlo con
particolare affetto i
suoi colleghi. Il collegio
dellOrdine
degli avvocati stato vicino ai familiari
dimostrando sincero
dolore per la scomparsa di un avvocato
che si distinto nella

sua carriera per correttezza professionale e per dedizione.


Anche il mondo della politica ha espresso il proprio cordoglio. Brandino ha
affiancato Ezechia
Reale nella sua corsa
alla poltrona di sindaco ed egli stesso
stato candidato al
consiglio comunale. Poi ha sposato
la linea politica di
Sal, affiancandosi al
deputato regionale
Giambattista Coltraro. Vicinanza hanno
espresso anche diversi esponenti sindacali e del mondo
dello sport per una
scomparsa che ha lasciato increduli.
10 aprile 2015
Agguato a Milano
Udienze sospese
Udienze
sospese
questa mattina al
palazzo di Giustizia
di Siracusa per osservare un minuto
di raccoglimento in
memoria delle vittime dellagguato di
ieri mattina al Tribunale di Milano. La
principale cerimonia
si tenuta presso
laula della sezione
penale del Tribunale di Siracusa, dove
il componente della
giunta distrettuale
dellassociazione nazionale dei magistra-

ti, Antonio Nicastro,


ha letto un documento esitato ieri sera
dalla Giunta, riunita
in seduta straordinaria. Nel documento
si esprime cordoglio
per luccisione del
giudice della sezione
Fallimentare e delle altre vittime, e si
chiede maggiore sicurezza nei palazzi
di Giustizia. La questione sicurezza stata al centro di un pi
approfondito esame
in chiave locale. Il
palazzo di Giustizia
di viale Santa Panagia ha triplicato le
presenze quotidiane
con la soppressine
delle sedi distaccate
di Avola, Augusta e
Lentini e i due accessi sono spesso affollati di gente. I magistrati hanno auspicato
che ogni operatore
giudiziario possa autodisciplinarsi e transitare per il metal
detector, in modo da
dare un esempio.
12 aprile 2012
Festa allo stadio
Siracusa in serie D
E festa allo stadio De
Simone. E festa per
le strade della citt.
Ancora pi bella perch arrivata quando
tutti meno se lo attendevano. La partita
fra Siracusa e San Pio
X era finita da dieci

minuti e i calciatori azzurr,dopo avere scambiato alcune


battute con i tifosi sugli spalti,si sono diretti negli spogliatoi,
convinti di dovere disputare i play off. Ma
proprio quando cercavano di trovare un
senso a questo pomeriggio sportivo, ecco
esplodere il tripudio
dei tifosi che avevano appena appeso la
notizia del pareggio
dellIgea Virtus contro lo Scordia. Un gol
di Biondo,infatti, ha
regalato al Siracusa
la serie D diretta senza passare dai play
off, che invece dovr
fare lo Scordia.
E stata una domenica da incorniciare per
il calcio siracusano.
Gli azzurri dovevano
recuperare un punto
allo Scordia, impegnato a Barcellona.
Appena due minuti
di gioco ed ecco che
Contino mette a segno il gol del vantaggio. La notizia del gol
degli azzurri arriva
subito a Barcellona
e lo Scordia sembra
come scosso. Bravo
il portiere di casa a
respingere in diverse
circostanze. Per quasi tutto ilprimo tempola situazione era
quella auspicata, con
ilSiracusa in vantaggio e pareggio fra
Igea Virtus e Scordia.

3 gennaio 2016, domenica

Ma al 47 un calcio di
punizione di Bertolo
cambia le carte in tavola. Scordia avanti
di un punto rispetto
al Siracusa. Nei minuti finali subentra il
parapiglia e Bertolo
viene espulso. Nella ripresa Scordia
(seguito in trasferta
da quattrocento tifosi) con un uomo in
meno.
LIgea Virtus ha attaccato a testa bassa
ma ha trovato una
vera e propria saracinesca nella difesa
catanese. Poi intorno
alla mezzora lungo
stop alla partita, a
causa di un malore
che ha colpito il calciatore Di Stefano,
trasportato in ambulanza in ospedale
dove poi si riprender
anche se rimasto in
osservazione. Mentre
a Siracusa la partita
finita sul 2-0, con gol
di Fichera, a Barcellona si continuato
a giocare per una decina di minuti ancora
per recuperare il tempo perso. E in questi
minuti accaduto di
tutto con il portiere
dello Scordia Fagone
che ha parato anche
limpossibile e quando non c arrivato
lui lo ha salvato il
palo. Quando ormai
le speranze sembravano finite, ecco la
zampata di Biondo
per i giallorossi che
ha dato il tripudio a
Siracusa. E serie D
per il Siracusa che
ritorna in un campionato che conta. Una
vittoria da dedicare
a Mascara, capitano
di questo Siracusa,
che ha voluto essere
in campo malgrado la
perdita dello zio.
18 aprile 2015
Gettoni dimezzati
Risparmi alle scuole
I risparmi realizzati
con la nuova organizzazione dei lavori del
consiglio comunale
saranno destinati alla
manutenzione scolastica. La soluzione prospettata nelle
scorse settimane comincia a prendere
corpo grazie alla decisione, presa stamattina dalla conferenza
segue

Sicilia 11

Resoconto 1 parte

Il carico di polverino stoccato in discariche locali

Arriva la nave dei veleni


provenienti da Taranto

dei capigruppo, di convocare i rappresentanti degli


istituti comprensivi per un
confronto. La riunione si
terr venerd prossimo (24
aprile) alle 12.
La conferenza di oggi era
stata convocata dal presidente Leone Sullo che, nei
giorni in cui si completava
liter sulla riforma delle
commissioni
consiliari,
aveva ricevuto una lettera
dai presidenti dei consigli
di istituto: Alla luce delle
intenzioni da voi manifestate sul possibile taglio
del gettone di presenza,
si leggeva nella missiva, chiediamo di voler
considerare lopportunit di destinare al settore
delledilizia
scolastica
la somma cumulata. La
richiesta stata valutata
positivamente stamattina
dai capigruppo, che hanno deciso di incontrare i
rappresentanti scolastici
per un approfondimento.
Ricevuta la lettera spiega il presidente Sullo ho
avviato i contatti informali
con i presidenti dei consigli di istituto per preparare
la riunione di stamattina
e definire con i capigruppo un percorso condiviso.
La disponibilit affinch
si destinino alle scuole i
tagli dei gettoni dei consiglieri unanime, ragione
per cui passiamo alla fase
operativa.
Incontrate le scuole, sar
compito dei capigruppo
conclude il presidente Sullo coinvolgere i
consiglieri comunali per
mettere a punto un atto
di indirizzo che impegni
lAmministrazione. Poi
toccher agli uffici rendere i soldi disponibili per le
manutenzioni. Porteremo
avanti questo impegno
nellinteresse dei nostri
ragazzi, che hanno il diritto di studiare in strutture
dignitose e funzionali, e
per continuare a meritate
la fiducia dei siracusani.
18 aprile 2015
Il Csm assolve
il pm Campisi
La commissione disciplinare del Csm (presidente
Maria Alberti Casellati,

In foto, la nave proveniente da Taranto.

componenti
Giuseppe
Fanfani, Luca Palamara,
Nicola Clivio, Lorenzo
Pontecorvo, Maria Rosaria Sangiorgio) ha prosciolto da tutte le accuse
il sostituto procuratore
generale Roberto Campisi. Dopo il sostituto
Maurizio Musco, che il
23 aprile prossimo torna
a occupare la stanza al
quinto livello del palazzo
di Giustizia di viale Santa
Panagia, la commissione
ha emesso il verdetto nel
primo pomeriggio di ieri
allunanimit aggiungendosi allassoluzione che
il Gup delTribunale di
Messina aveva pronunciato per lo stesso alto
magistrato per la vicenda prettamente penale. Il
procuratore Campisi non
avrebbe commesso alcuna
irregolarit nella vicenda
relativa alliscrizione al
registro degli indagati di
due calciatori del Catania
calcio, per la quale fin
sotto processo insieme
con ilsostituto Musco.
Era una sentenza attesa
dal magistrato siracusano, che ha sempre sostenuto la propria estraneit
ai fatti che gli sono stati
contestati dalla Procura
di Messina e per i quali il
giudice lo aveva assolto
in sede penale. Campisi,
alla stessa stregua di Musco, potr adesso vantare
il rientro a Catania nella
poltrona di procuratore

aggiunto vicario,vale a
dire il vice del procuratore Giovanni Salvi, posto
che attualmente vacante. Roberto Campisi fu
coinvolto nellinchiesta
coordinata dalla Procura
della Repubblica di Messina, relativamente alla
vicendaVeleni alla Procura di Siracusa. Lalto
magistrato siracusano fu
sospeso proprio a seguito di tali vicende e assegnato a titolo provvisorio
alla Procura di Siracusa.
Vinse sia il ricorso al Tar
del Lazio sia quello successivo al Consiglio di
Stato. La segnalazione
del magistrato Scavo,che
ambiva alla stessa poltrona del palazzo catanese,
costrinse lex procuratore
capo della Repubblica di
Siracusa ad ottenere un
giudizio di ottemperanza
che fu sospeso proprio
per consentire di diradare
ogni nuvola sul capo del
magistrato.Non si tratta
di un pas-saggio automatico, ma come accaduto per Maurizio Musco,
anche per il procuratore
Campisi si attende il provvedimento del Csm per la
riassegnazione presso la
Procura di Catania. Intanto, stato fissato per il 28
aprile prossimo linsediamento del procuratore aggiunto di Siracusa Fabio
Scavone.
21 aprile 2015

Arriva il carico
di polverino dallIlva
In arrivo da Taranto al
porto commerciale di
Augusta, il primo carico
di rifiuti speciali, circa
10 mila tonnellate provenienti dalla nota acciaieria Ilva. La nave Rita
Br gi attraccata in banchina, pronta a scaricare
il polverino degli elettrofiltri trattenuti dagli altiforni dellIlva, dove verranno sbarcati e smaltiti
nella discarica Cisma, a
met strada tra Augusta e
Melilli. Lallarme stato
lanciato da Legambiente
Augusta che si domanda:
Con quale criterio le autorit competenti hanno
autorizzato il trasferimento di questi rifiuti dalla
Puglia alla Sicilia per poi
smaltirli in unarea ad
alto rischio ambientale
che ha impellente e vitale bisogno di bonificare
e di eliminare i propri rifiuti industriali piuttosto
che accogliere quelli di
altri. Chi ha pensato di
bonificare le discariche
interne dellILVA spedendo i rifiuti ad Augusta ha
valutato che questa operazione toglier impatti
da Taranto per caricarli per sulla martoriata
zona di Augusta, Priolo
e Melilli? prosegue il
portavoce Enzo Parisi
La Commissione dindagine sulle ecomafie che
nei giorni scorsi stata a

Siracusa, non ritiene sia


necessario indagare cosa
sta succedendo e cercare di comprendere come
mai le bonifiche da queste
parti non iniziano ed anzi
si creano i presupposti per
non avviarle mai?. Legambiente Augusta chiede alle amministrazioni
locali, al governo Crocetta, ai deputati regionali e
nazionali di attivarsi subito in difesa della salute dei cittadini dellarea
Augusta, Priolo , Melilli.
E di non permettere che
unaltra violenza venga
commessa nei confronti
della popolazione e del
territorio
21 aprile 2015
Iniziano le riprese
a Noto
del commissario
Montalbano
La fortunata fiction di Rai
1 Il Commissario Montalbano sta caratterizzando i venerd sera della
programmazione televisiva, ma la produzione ed il
regista sono gi a lavoro
per i prossimi episodi,
grazie alla vena sempre
accesa dello scrittore Camilleri dalla cui pena il
personaggio ha preso vita.
Proprio ieri sono iniziate
le riprese che porteranno
il cast capitanato da Luca
Zingaretti tra gli studi di
Cinecitt e la Sicilia, e
proprio a Not saranno tre
i giorni (nella prima parte di maggio) di riprese.
Palazzo Ducezio, Loggia
del Mercato, palazzi e vie
e bar del centro le location scelte ma occorre anche trovare le comparse e
quindi proprio in queste
ultime ore la Noto Film
Commission comunica
che la Societ Brahma
Corporation, per conto
della casa di produzione
Palomar, organizza il casting relativo alle prossime riprese della 15^
edizione de Il commissario Montalbano. Lappuntamento per quanti
volessero
partecipare
alla selezione venerd
24 aprile 2015 dalle ore
9:30 alle ore 13:00 e dalle
ore 15:30 alle ore 18:00
presso la sala Dante del
Teatro comunale Tina
Di Lorenzo. Le richieste
della Produzione, legate
alle esigenze del copione,
sono: donne dai 60 ai 70
anni con attitudine ginnica; uomini e donne di
varia et, si specifica che
non sono richiesti minori.

Resoconto 1 parte 12

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

IN VARIE CITTA' VA IN SCENA una protesta particolare

Insegnanti in lutto
contro buona scuola
21 aprile 2015
Si ritorna a navigare
a remi al porticciolo
Il Consiglio comunale ha
approvato latto dindirizzo
con il quale viene ripristinato il servizio di traghettamento a remi da Ortigia
alla Borgata santa Lucia.
Il provvedimento stato
adottato in accoglimento
della proposta avanzata
dal consigliere comunale
Massimo Milazzo. Con il
servizio di traghettamento
rigorosamente a remi e tramite i caratteristici gozzi
siracusani tra lo sbarcadero Santa Lucia e riva della
Posta, Siracusa si riappropria di una fetta della sua
storia e del suo folklore
incentivando al contempo
il turismo, loccupazione
e i trasporti dice Milazzo
Il servizio dei barcaioli
a remi tra la borgata Santa Lucia e lisola di Ortigia
deve essere svolto di continuo nelle ore diurne ed anche in quelle serali durante
la stagione turistica primaverile/estiva. Appare manifesto il fascino per siracusani e turisti di spostarsi
da una sponda allaltra del
porto piccolo al chiarore di
una lampara nelle sere della primavera e dellestate.
Il ripristino dellattivit dei
barcaioli a remi tra la Borgata ed Ortigia, del quale
tanti siracusani ricordano
con affetto e nostalgia lestrema utilit, presenta i
seguenti vantaggi: agevola,
in maniera ecocompatibile,
i movimenti di tutti coloro
che dal resto della citt vogliono raggiungere Ortigia
o viceversa, alleggerendo
il traffico veicolare e lautotrasporto pubblico; aiuta
i commercianti di Ortigia
ed in particolare i tanti ambulanti del mercato di via
De Benedictis, che spesso soffrono una penuria
di clienti legata alle difficolt di raggiungimento
dellisola e di parcheggio;
incrementa lofferta turistica della citt, fornendo
ai visitatori uno strumento
facile ed affascinante per
recarsi alla borgata Santa
Lucia e conoscere un quartiere bellissimo; sviluppa,
in un momento di gravissima emergenza economi-

La protesta delle insegnanti a Noto.

ca, loccupazione, creando


nuovi posti di lavoro sia
legati al diretto esercizio
dellattivit di barcaioli sia
legati allindotto che ne
consegue.
Alla luce di quanto innanzi evidenziato, convocato
il Consiglio Comunale su
tale atto di indirizzo,si rivolge formale indirizzo
allAmministrazione Comunale affinch, anche
avvalendosi dei proventi
dellimposta di soggiorno,
deliberi di: destinare una
sovvenzione annua in favore degli esercenti, privati
o persone giuridiche, il servizio di barcaioli a remi tra
lo sbarcadero Santa Lucia
e la riva della Posta; subordinare la concessione
della sovvenzione annua
alla previa dimostrazione dellespletamento del
servizio per almeno 300
giorni nellanno solare;
procedere a regolamentare
gli orari ed il costo del servizio per lutenza, le zone
di attracco, i requisiti che
barcaioli ed imbarcazioni
devono possedere.
23 aprile 2015
Sequestrati i beni
a Nunzio Salafia
La Guardia di Finanza di
Siracusa unitamente alla
Direzione
Investigativa
Antimafia di Catania ha
eseguito un provvedimento
di confisca dei beni appartenenti a Nunzio Salafia, il
cosiddetto patriarca, tra gli
esponenti del clan AparoNardo-Trigila. Salafia, 64
anni, nella sua biografia
criminale, annovera diver-

se condanne per associazione a delinquere di stampo mafioso, reati contro il


patrimonio, sequestro di
persona ed estorsione.
Limpegno degli Organi
di Polizia sul fronte della
lotta allaccumulo di illecite ricchezze dei clan mafiosi si concentrato sulla
verifica delle modalit di
acquisizione del patrimonio di Salafia ed culminato con linoltro di due
distinte proposte di misura
di prevenzione allAutorit Giudiziaria che le ha
pienamente accolte emettendo il provvedimento di
confisca. Il Tribunale di
Siracusa, ha, positivamente valutato sia il curriculum criminale, rilevandone
la pericolosit sociale, sia
lesito degli accertamenti patrimoniali che hanno
permesso di constatare
lassenza di risorse lecite
idonee a giustificare gli investimenti posti in essere,
affiancata da una cospicua
e generalizzata sproporzione tra i redditi dichiarati
ed i patrimoni posseduti.
Con il provvedimento eseguito, sono stati posti sotto
sequestro i beni riconducibili a vario titolo, anche
attraverso prestanomi,
al predetto Nunzio Salafia
complessivamente stimati
in oltre 500 mila euro. I
beni, considerati il provento dellattivit illecita svolta, consistono in 2 aziende
con sede a Siracusa e Melilli operanti nel settore del
commercio dei materiali
da costruzione ed alimentare; 3 veicoli tra cui anche

mezzi pesanti per autotrasporto; attrezzature utilizza


24 aprile 2015
Insegnanti in piazza
contro la buona scuola
Segnale di presenza ed
appartenenza ad una categoria, quella delle insegnanti, che alza la voce
contro il Decreto Legge di
Renzi in tutti i suoi dodici punti. Scuola statale:
patrimonio da difendere
con lobiettivo dichiarato,
scendendo in piazza, di
suscitare coinvolgimento
emotivo e partecipazione dellopinione pubblica
sulla lenta agonia della nostra scuola statale.
Questo quanto hanno
dichiarato ieri sera le insegnanti di Noto che accanto a quelle di tutta la
nazione si sono presentate
puntualissime alle 20,15
in piazza Municipio, in
abiti total black, e con
un lumino rosso che alle
20,30 hanno acceso proprio davanti al Palazzo
di Citt, in silenzio, e per
cinque minuti. Un segnale
che ha legato tutte le insegnanti della scuola statale,
di ogni ordine e grado,
insieme e contemporaneamente nelle piazze dello
Stivale perch manifestare un disagio assoluto verso il nuovo Decreto Renzi, gridare no ai suoi 12
punti, tutti da rigettarre in
pari misura. Roma, piazza
di Spagna, Napoli, piazza del Plebiscito, Milano,
piazza Gae Aulenti, Torino, piazza Castello, Ge-

3 gennaio 2016, domenica

nova, piazza de Ferrari, Firenze, piazza della signoria,


Bologna, piazza Maggiore,
e tante altre ancora; in Sicilia: Palermo, Acireale,
Giarre, Catania, Siracusa e
Noto.
8 maggio 2015
Il ministro Galletti
Persi 50 milioni
l Ministro dellAmbiente,
On. Gian Luca Galletti,
rispondendo ad una interrogazione
parlamentare,
ha certificato la perdita di
50 milioni di euro da parte
della Regione Siciliana per
la bonifica della zona industriale della provincia di
Siracusa.
Nel suo intervento al question time, il Ministro ha
ripercorso liter della perdita dei finanziamenti, che
coincide con quanto dichiarato la scorsa settimana dallon. Enzo Vinciullo.
Dei 106 milioni di euro,
allo stato sono disponibili
solo 56 milioni, pi quasi 6
milioni provenienti dallatto transattivo sottoscritto
con la societ ISAB. Alla
luce di questa ulteriore dichiarazione, che conferma
quanto da me dichiarato, invito ha commentato lOn.
Vinciullo i rappresentanti
sindacali e la Deputazione
nazionale e regionale ad un
incontro, al fine di tutelare
gli interessi della provincia
di Siracusa e la salute dei
cittadini.
12 maggio 2015
Scompare il presidente
del Coni, Corso
E scomparso nelle scorse ore a causa di un male
incurabile lavvocato Pino
Corso, presidente e poi delegato del comitato provinciale del Coni di Siracusa. I
funerali si svolgono domani
alle ore 9.30 presso la chiesa della Sacra Famiglia.
Lo ricorda lUssi, lunione
stampa sportiva di Siracusa
come uomo di sport attento alle dinamiche della comunicazione, rispettoso del
lavoro svolto dai giornalisti
sportivi.
Un uomo per bene che si
speso fino alla fine dei suoi
giorni per la crescita e la
promozione dello sport in
citt e in tutta la provincia.
Sono le parole del sindaco,
Giancarlo Garozzo, per ricordare Pino Corso a nome
della citt e dellintera amministrazione comunale.
Appresa la notizia delle
scomparsa, il sindaco ha inviato un messaggio di cordoglio alla famiglia.
Fine prima parte

17 marzo 2014
Omicidio La Porta
Svolta alle indagini
Quattro persone sono
state fermate dai carabinieri ieri mattina
al culmine delle indagini relative allomicidio di Nicola
La Porta, il 45enne
floridiano, il cui cadavere stato ritrovato il 3 marzo scorso
in una discarica nei
pressi del cimitero di
Floridia, dopo essere
stato attinto da numerosi colpi di arma
da fuoco. Il provvedimento
restrittivo
stato emesso dal
Gip del tribunale di
Siracusa, Vincenzo
Panebianco, a carico
di Osvaldo Lopes, siracusano di 38 anni,
Giuseppe Genesio,
avolese di 26, Leonardo Maggiore, siracusano di 19 anni
e Salvatore Mollica
di 31, originario di
Catania. A coordinare le indagini sono i
sostituti procuratori
Andrea Palmieri e
Tommaso Pagano, i
quali hanno delegato i carabinieri del
nucleo radiomobile
della compagnia di
Siracusa.
La svolta alle indagini avvenuta qualche giorno dopo il
ritrovamento del cadavere di La Porta.
La visione e lo studio
dei frame di alcune
immagini della videosorveglianza hanno
permesso agli investigatori di identificare i quattro presunti
autori dellomicidio.
Le accuse maggiori
ricadrebbero su Lopes, che oltre ad essere lorganizzatore
sarebbe anche lesecutore materiale del
delitto. Omicidio che,
secondo gli inquirenti, sarebbe matuirato nellambiente del
traffico delle sostanze
stupefacenti.
Come si ricorder, la
vittima era scomparsa venerd 28 febbraio da casa ed stato
ritrovato il luned
successivo in una discarica del cimitero
floridiano.
Secondo
quanto
emerso dallesame
autoptico, luomo sarebbe stato dapprima
attinto da numerosi

Sicilia 13

Resoconto 1 parte

Nicola
La Porta fu
ucciso dopo
essere stato
attirato in una
trappola. La
Procura della
Repubblica
di Siracusa
ha coordinato
le indagini
dei carabinieri

La vittima,
Nicola La Porta.

Omicidio a Floridia:
presi i quattro autori
colpi di arma da fuoco per poi abbandonarlo nel luogo non
lontano dal campo
santo.
La morte risalirebbe
a sabato 1 marzo,
come stabilito dal
medico legale Francesco Coco.
Questa mattina
previsto linterrogatorio di garanzia
dinanzi al Gip Panebianco per Lopes,
che ha affidato la
difesa allavvocato
Junio Celesti. Lopes
era stato coinvolto nelloperazione
antimafia legata alle
presunte estorsioni
ai danni di un autosalonista siracusano
ad opera del clan
Bottaro-Attanasio.
Ma stato poi scarcerato dal tribunale
del riesame di Catania.
24 marzo 2014
Istituito il parco
di Leontinoi
E una realt il Parco
Archeologico di Leontinoi, il cui riconoscimento avvenuto
con un decreto, datato 20 marzo, dellassessore ai Beni Culturali della Regione,
Mariarita Sgarlata.
Lo ha comunicato
ieri mattina nella
sala del Comune di
Lentini lo stesso assessore Sgarlata ai
sindaci di Lentini

Alfio Mangiameli e
di Carlentini Pippo
Basso, consegnando
la copia del decreto
in attesa di pubblicazione nella Gazzetta
Ufficiale. Anche per
questo territorio inizia cos il percorso
che dar al parco, una
volta istituito, una
sua autonomia finanziaria per la gestione
e la valorizzazione.
Si tratta del settimo parco decretato
da quando iniziato
il mio incarico- afferma l'assessore -,
testimonianza concreta dell'impegno di
questi pochi mesi per
quel diffuso patrimonio culturale siciliano, cos diverso dagli
altri italiani ed europei ma cos unico e
straordinario.
E' per me, e per
quelli che lavorano
quotidianamente al
raggiungimento
di
obiettivi mai centrati, motivo di orgoglio
aver impresso concretezza all'attuazione di quel sistema dei
parchi archeologici
stabilito dalla legge
20 del 2000 che, oltre al Parco Archeologico di Agrigento,
non ha ancora visto la
luce in Sicilia.
E stato, come sempre, un percorso condiviso - ha detto la
Sgarlata- con i sindaci, con la Soprin-

tendente di Siracusa
Beatrice Basile e con
la responsabile dell'unit operativa archeologica Rosa Lanteri,
ma soprattutto con
le associazioni e la
cittadinanza
attiva
che non ha abbassato
la guardia sul bene
comune parco. Perimetrare un parco
significa
tutelarlo,
salvaguardare il paesaggio dentro e fuori
dal parco e metterlo,
tra l'altro, al centro di
progetti di valorizzazione, che potranno
intercettare la prossima programmazione
europea.
Ringraziamo l'assessore Sgarlata per il
salto di qualit che ha
assicurato alla nostre
citt - hanno commentato i due sindaci
Mangiameli e Basso
- e ancora per lattenzione e linteresse
costante per un territorio come il nostro.
Il riconoscimento del
parco di Leontinoi
porter alla migliore salvaguardia dei
nostri beni culturali
perch garantir una
autonomia finanziaria e di gestione sganciata dalla burocrazia
regionale a cui finora
era destinato il 70 per
cento degli introiti. Tale percentuale
sar gestita dal Parco
stesso come sta gi
avvenendo ad Agri-

gento con la Valle dei


Templi". Da qui a
qualche mese, quando l'iter si concluder - ha commentato la
soprintendente - sarete voi ad essere i soggetti interessati a gestire e valorizzare il
parco. In un momento di crisi, dovranno
essere messe in campo tutte le forze e le
sinergie in grado di
assicurare una vita
nuova al parco archeologico di Leontinoi,
capaci di renderlo un
attrattore
culturale
unico del vostro territorio.
2 aprile 2014
Nuovo direttore
generale dellAsp 8
Salvatore Brugaletta
il nuovo direttore
generale dellAsp 8
di Siracusa. La nomina avvenuta ieri sera
a conclusione della
riunione della giunta
di governo regionale che ha approvato
il nuovo piano dei
manager della sanit
siciliana. Brugaletta,
che fino a ieri era in
servizio allazienda
sanitaria provinciale
di Ragusa, prende ilo
posto del commissario straordinario, Mario Zappia, destinato
a dirigere lAsp di
Catania.
Lassessorato alla salute ha tenuto conto
dei seguenti criteri

di scelta: la presenza di tutti i designati allinterno della


lista dei selezionati
dallapposita commissione di valutazione; che tutti i manager provenissero
dalla sanit pubblica.
Hanno tutti esperienza ospedaliera.
I nomi nella quasi
totalit non hanno
ricoperto incarichi
precedenti di manager, eccetto tre. La
scelta del governo
si basata sulla necessit di rinnovare
profondamente
e confermare tra i
manager precedentemente in carica solo
coloro che si fossero distinti, oltre che
per i criteri prescelti
dalla commissione,
per le performance di
gestione e in particolare la riqualificazione dei servizi e per
lottimizzazione della spesa. Spending
review e rinnovazione sono infatti obiettivi prioritari dei
manager. Nei nuovi
contratti il governo
inserisce anche la
valutazione basata
sul controllo degli
obiettivi di spesa e
del miglioramento
dei servizi, che fanno
parte integrante della
valutazione annuale
dei medesimi.
Il presidente Crocetta ha voluto prima
effettuare una scelta
prima della ricomposizione degli assetti di giunta, per
rimarcare il fatto che
la decisione degli incarichi non possono
essere assolutamente
oggetto di mediazione politica, ma vanno
effettuati sulla base
delle professionalit
e della trasparenza.
Crocetta ha dichiarato questa una
vera rivoluzione, si
rompe con il vecchio
sistema e si lancia un
nuovo metodo che
quello che chiedono
i cittadini. Ringrazio con particolare
riconoscenza
lassessore Borsellino e
il suo staff per avere
instancabilmente lavorato per una selezione che oggettiva
e finalizzata solo alla
tutela degli interessi
degli utenti.

Nel

Siracusano 14

Sicilia 3 gennaio 2016, domenica

3 gennaio 2016, domenica

TACCUINO
Il diritto alla mobilit significa la abolizione del permesso di soggiorno e
della conseguente
concessione della cittadinanza:
luomo e la donna I siracusani hanno festeghanno il diritto di giato larrivo del nuovo
anno, in migliaia, in piazza
fissare ovunque
Duomo. La serata inizialo vogliano il loro
terminata
luogo di abitazio- tafinoallealle224 deled mattino.
ne, di crescita,
Un connubio di musica ed
emozioni hanno caratterizdi educazione

Piazza Duomo
affollata dai
siracusani per
salutare il 2016

La Carta di Palermo, il popolo


siciliano e i cittadini del mondo
Mi

di Titta Rizza

ha incuriosito un
trafiletto di Corrado Piccione su Il Cammino di
qualche settimana fa; scriveva di una Carta di Palermo a cui i media nazionali ed internazionali
non avevano dato risalto.
Ora quando Corrado
Piccione scrive bisogna
inforcare gli occhiali e
saper scrutare quello che
dice.
La Carta di Palermo
per me era una Carneide,
eppure sono un attento
lettore di giornali e di tanto in tanto ascoltatore di
notiziari televisivi, ma di
Carta di Palermo non
ne avevo letto n ascoltato alcunch.
Mi son messo a fare ricerche ed trovato che il cat-

tolico Leoluca Orlando,


sindaco di Palermo, nel
marzo scorso ha riunito a
Palermo politici, sociologi, economisti di tutto il
mondo autorevoli espressioni del mondo delle
chiese, delle sinagoghe
e delle moschee che tutti
insieme hanno partorito
un principio che prima
o dopo dovr diventare
integrazione della Carta
dei Diritti Fondamentali
dellUomo del 1948.
La Carta di Palermo ha
preso facilmente atto che
luomo non ha il diritto
di scegliersi il luogo dove
nascere ma che appena
nato diventa titolare del
diritto alla mobilit.
In altre parole il diritto
alla mobilit deve diventare diritto della persona
umana, come quello alla

Controlli antidroga dei carabinieri di avola

Un arresto per detenzione ai fini


di spaccio di sostanze stupefacenti

Nel corso della serata


di venerd i Carabinieri
della Compagnia di Noto
hanno posto in essere
un articolato servizio di
controllo del territorio
nellambito del Comune
di Avola finalizzato alla
prevenzione e repressione del fenomeno dello
spaccio di sostanze stupefacenti: raccogliendo
le segnalazioni di alcuni
cittadini che hanno riferito di insoliti via vai di
persone in alcune zone
del paese, i Carabinieri hanno organizzato un
mirato servizio con personale in uniforme supportato da militari in abiti
civili, ponendo in essere
una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca

di sostanze stupefacenti,
sfruttando la calma tipica
del pomeriggio di capodanno per agire in maniera
concreta ed incisiva.
Nello specifico, i Carabinieri della Stazione di
Avola hanno tratto in arresto in flagranza del reato di
detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti
Lazzaro Antonino, avolese
classe 1985, gi noto alle
forze dellordine per i suoi
precedenti di polizia.
Nel corso delle operazioni
i Carabinieri hanno rinvenuto
complessivamente
60 grammi di hashish, un
bilancino elettronico di
precisione nonch materiale vario per il confezionamento dello stupefacente.
In particolare, debitamen-

libert e alla parit di dignit aldil di razze e religione garantiti dalla Carta
dei Diritti dellUomo del
1948.
Il diritto alla mobilit significa la abolizione del
permesso di soggiorno e
della conseguente concessione della cittadinanza:
luomo e la donna hanno
il diritto di fissare ovunque lo vogliano il loro
luogo di abitazione, di
crescita, di educazione.
E un principio rivoluzionario che viene intuito da
un grande popolo che
il siciliano, perch praticamente fa delluomo un
cittadino del mondo.
La elaborazione di un tale
principio viene effettuata
dal un popolo, lo ripeto
il siciliano, che ha vissuto e vive la drammaticit
te occultati sotto il bidet
del bagno al piano terra
dellimmobile, i militari
rinvenivano il bilancino,
un frammento da 35 grammi circa di hashish nonch 5 dosi della medesima
sostanza, per ulteriori 10
grammi circa, pronte per
essere cedute. Gli ulteriori
15 grammi circa di stupefacente, suddivisi in due
dosi da 1 grammo ciascuno ed in un frammento da
13 grammi circa, venivano
rinvenuti occultati allinterno di due paia di ciabatte
da uomo riposte sui gradini
delle scale che conducono
al secondo piano dellabitazione.
Il tutto stato sottoposto a
sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio
del caso.
Larrestato, come disposto
dallAutorit Giudiziaria
con decreto motivato, veniva rimesso in libert non
sussistendo lesigenza di
richiedere lapplicazione di
misure cautelari coercitive.

dei migranti che sbarcano sulle coste dellIsola


e lo fa in un momento in
cui lEuropa costruisce
muri, come lUngheria,
ai migranti che vogliono
solo attraversare il paese
per raggiungere zone pi
ospitali del Nord Europa;
quando gli stati dEuropa
si azzuffano sul numero
dei migranti da accogliere, quando in America
riscuote successo il senatore Trump candidato dei
repubblicani alla Casa
Bianca che vuole vietare
laccesso dei musulmani
negli USA.
Vi immaginate lo sfogo di
parolacce del nostro Salvini a leggere la Carta di
Palermo?.
Ma non saranno n un
Salvini n un Trump, n il
presidente della repubbli-

Si chiama Rosario
il primo arrivato
del 2016 a Siracusa
Si chiama Rosario il
primo nato del 2016 in
provincia di Siracusa.
Il parto avvenuto al
reparto di ostetricia e
ginecologia dellospedale Umberto primo
di Siracusa. Il primo
vagito del piccolo Rosario avvenuto tre
minuti dopo le ore 7 di
ieri mattina per la gioia
di mamma Immacolata
Franza di 23 anni, del
pap Andrea Ricupero
di 28, entrambi residenti a Priolo Gargallo,
i quali hanno trascorso
la notte di fine anno e
le prime ore del nuovo
in concitata quanto ansiosa attesa della nascita della loro creatura.
Rosario un bel bambino di 3 chili e 400
grammi,
terzogenito della coppia, dopo
Mattias di 4 anni e
Chiara di 2 anni.

ca ungherese a bloccare il
cammino della storia: potranno solo rallentarlo ma
mai fermarlo per sempre.
La prima met del secolo
scorso ha fatto maturare
in ogni continente della
terra il principio dellauto determinazione dei
popoli che potevano cos
dichiarare la propria indipendenza:
sembrava
eterno limpero di sua maest britannica eppure si
frantumato; le grandeur
della Francia impediva
lindipendenza di unAlgeria o di una Tunisia o
di un Vietnam eppure se
pur col fragore delle armi
ha dovuto accettare che le
sue colonie diventassero
stati indipendenti con cui
trattare da pari a pari.
La seconda met del secolo scorso ha fatto diventare patrimonio comune
di ogni uomo lanticipo
principio greco della democrazia: fino a meno
di trenta anni fa cera un
blocco monolitico di assoluta dittatura che comprendeva met dei paesi
europei eppure crollato
insieme al muro di Berlino. Resta la Cina; ma
inevitabile che prima o
dopo il colosso orientale
dovr aprirsi alla democrazia come ha fatto lIndia che ha relegato al folclore i passati sultani.
Io non ci sar ma faccio
una facile profezia: questo
secolo vedr che la Carta
di Palermo andr ad integrare la Carta dei Diritti
dellUomo del 1948.
Sar merito del popolo
siciliano, sar merito di
ciascuno di noi se avremo
contribuito a far lievitare
nella coscienza dei nostri
figli e dei nostri amici la
consapevolezza che ogni
uomo ha il diritto di scegliersi il posto del mondo
dove andare a vivere.

zato le performance canore di Angela Nobile e dei


10Hp. A salutare il nuovo
anno come consuetudine
l'Arcivescovo di Siracusa,
Salvatore Pappalardo, che
per parte della serata rimasto ad osservare la piazza e ad ascoltare la musica.
Un premio ai volontari di
Emergency per il lavoro
svolto dagli instancabili
lavoratori e volontari da
sempre presenti sulla frontiera dell'immigrazione,
al caseificio Borderi, Carmelo Maiorca, gli ideatori
di Ces, app di supporto in
caso di calamit naturali e
Cettina Marziano
Ha funzionato bene questo
Capodanno tutto fatto in
casa, genuino e semplice,
presentato da Elisa Lisitano e Sebastiano Fazzina e
organizzato dal gruppo di
Siracusa news. A Massimo Tuccitto e Federica
Miceli che hanno permesso di portare un po' di teatro anche in piazza l'ultimo
dell'anno con la loro comicit.

Polizia: 11 persone
denunciate

Agenti della Polizia di


Stato in servizio alle
Volanti della Questura
di Siracusa, nellambito
dei servizi finalizzati al
controllo di coloro che
in citt sono sottoposti
a misure restrittive della
libert personale, nella
serata di ieri, hanno denunciato nove persone
per inosservanza agli obblighi cui sono sottoposti. A Lentini gli agenti
in servizio al Commissariato hanno denunciato
S.S. 37 anni, residente
a Carlentini, per i reati di detenzione ai fini
di spaccio di sostanze
stupefacenti e per guida
senza patente. Lo stesso
ritenuto responsabile,
altres, dei reati di furto
aggravato e continuato
e di danneggiamento. In
particolare, mentre percorreva appiedato alcune arterie centrali della
citt, luomo sradicava
la targa.

Sicilia 15

Nel

La cerimonia presso la sala consiliare del comune di Palazzolo Acreide

Siracusano
artigianato

Al via il IX Premio Pippo Fava


riconoscimento a Di Modica

Il CNA Siracusa
traccia
il bilancio
di fine anno

Giunto alla nona edizione, il


Premio Giuseppe Fava Giova-

di numerose classifiche sulla


qualit della vita, sullo sviluppo del nostro territorio e
che ha consegnato alla nostra
provincia un triste primato
in termini di numero di fallimenti di imprese.
Al contempo si segnala una
certa vivacit nella natalit di nuove imprese che ha
portato ad un saldo positivo
tra il numero di aziende cessate e quelle neo-iscritte alla
CCIAA, dato che si scontra
con quello dellartigianato in
cui il saldo rimane purtroppo
negativo con numerose cancellazioni.
Loccasione della conferenza
stampa dunque un momento utile per stilare un piano di
priorit per il prossimo anno,
un corpo di proposte tese al
rilancio del nostro territorio.
stato un anno estremamente
complicato su numerosi temi
come l'accesso al credito con
il ridimensionamento di istituti importanti come la CRIAS che ha visto assottigliarsi
ulteriormente il proprio fondo
di rotazione senza alcun intervento da parte della Regione
Siciliana lo stesso per quanto
riguarda i consorzi fidi che
viaggiano con condizioni patrimoniali precarie anche per
la scellerata scelta di non utilizzare i fondi europei per una
strategica campagna di patrimonializzazione degli stessi,
il 2015 stato un anno altalenante in cui abbiamo avuto
l'illusione di una riduzione
della tassazione locale che si
poi scontrata con l'impatto
della TASI che ha riportato
il livello di tassazione media
nella nostra provincia tra le
pi alte d'Italia dopo un leggero calo nel corso del 2014.
La tassazione media da noi
sfiora il 70% ci vuol dire
che le nostre imprese sono
costrette a lavorare sino il 6
di settembre per pareggiare
i conti con il proprio socio
di maggioranza che lo Stato.
Come noto quest'anno si
registrato un ulteriore calo dei
pubblici appalti che impatta
ancor di pi in un settore in
grande difficolt come quello
delle costruzioni, su questo
fronte unica nota positiva
rappresentata dalla conferma
degli sgravi per le riqualificazioni ma al contempo un forte impatto negativo dettato
dallo split payment applicato
dello Stato.
Il ruolo della Regione Siciliana stato assolutamente
nefasto, la totale incapacit
di stabilizzare lazione di governo ha delle ripercussioni
fortissime sul tessuto imprenditoriale ed il continuo cambio di giunte e di dirigenti
sta immobilizzando lintero
territorio.

i chiude un anno estremaDomani nella sala consiliare dibattito con l'autore teatrale vincitore, i magistrati Smente
difficile per le nostre
imprese, un anno che ha porGiordano e Ardita, lex dirigente di polizia Angelo Migliore e Claudio Fava
tato Siracusa agli ultimi posti

ni verr assegnato allattore e


autore teatrale Alessio Di Modica. La premiazione si terr
luned prossimo, 4 gennaio alle
ore 18.00 nell'aula consiliare
del comune di Palazzolo Acreide, citt natale del giornalista e
scrittore siciliano ucciso dalla
mafia a Catania nel 1984. L'iniziativa, organizzata dal Coordinamento Fava Palazzolo
Acreide con la collaborazione
della Fondazione Fava di Catania, beneficia del patrocinio
dellAssociazione Antiracket
Palazzolo, del Comune di
Palazzolo e dell'Assostampa
di Siracusa.
Questanno, come nel 2010
quando il riconoscimento fu
assegnato a Giulio Cavalli,
si premia un attore e autore
teatrale impegnato nel teatro
civile ed educativo. Fava amava immensamente il teatro e la
sua produzione letteraria era
giudicata di matrice verista,
fondata sullesigenza di indagine sulla societ come la andava
scoprendo l'occhio attento del
cronista. Egli appare sin da
subito un grande estimatore
del teatro civile, impegnato
nel mettere in scena i mali
che attanagliano la societ del
suo tempo ed, in particolare, il
teatro di Fava caratterizzato
da "una sorta di malinconia
poetica dove mescola i vari
generi teatrali: dalla ballata
buffa alle clownerie, dal teatro
dei fantocci a quello dei pupi,

In foto, Alessio Di Modica.


dalla farsa metafisica alla finzione teatrale.
Alessio Di Modica, il vincitore di questanno, un artista
che ama definirsi cuntautore. Alessio, nasce e cresce
ad Augusta in provincia di
Siracusa nel bel mezzo del
polo petrolchimico pi grande
dEuropa. A un certo punto,
dopo anni di lavoro sul territorio, comprende limportanza
e la gioia di vivere nella sua
terra e decide di dare vita a
un percorso artistico significativo e radicato. Lincontro
e lo studio con maestri come
Pippo Del Bono, Mimmo
Cuticchio, Dario Fo, Eugenio

Barba, Peter Schumann, Jango


Edwards gli permetteno di
sviluppare uno stile personale
e originale sia nella messa in
scena che a livello di pedagogia
teatrale. Sperimenta e ricerca
un linguaggio che arriva dalla
contaminazione di diverse
tecniche teatrali.
Una parte del suo tempo
Alessio lo passa in strada tra
gli anziani ad ascoltare le loro
storie e a recuperare le memorie sepolte dalla storia ufficiale,
per dare luce alla letteratura
orale che oggi sembra perduta
ma per cui ancora c speranza.
Dal 2011 Alessio fa parte della
rete internazionale di narratori

e ripercorre per certi versi, a


nostro avviso, il pensiero teatrale di Fava, poich esprime
un teatro originale dimpegno
civile e sociale, senza impedimenti, n censure.
Oggi alle 18:30 nella sala
consiliare del comune di
Palazzolo, si metter in scena
Ossa dal racconto popolare
dellosso che canta la storia di
Placido Rizzotto produzione
Area Teatro - con Alessio Di
Modica. Il giorno dopo, il 4
gennaio alle 18:00 (sempre nella sala consiliare di Palazzolo
Acreide) si svolger il dibattito
dal titolo La mafia in casa
nostra. La mafia tra storia e
attualit, quella odierna, che
agisce sottotraccia e s'insinua
e si mimetizza nell'economia
e nella politica e che adotta la
strategia dell'"inabissamento"
e delle collusioni, e quella degli
anni 80 e 90.
Parteciperanno al dibattito, moderato dal segretario
provinciale di Assostampa
Siracusa, Damiano Chiaramonte: Francesco Paolo
Giordano, procuratore capo
della procura della Repubblica
di Siracusa; Sebastiano Ardita
procuratore aggiunto della
procura della Repubblica di
Messina (autore del recente libro Catania bene, la storia di
un modello mafioso, la Catania
dei lontani anni Ottanta); Angelo Migliore (Dirigente della
Polizia di Stato in pensione)
autore del libro "Come nasce la
mafia nella provincia babba".

Alessandro Maiolino traccia un bilancio delle attivit, iniziative e denunce/proposte svolte durante lanno 2015

Bilancio di fine anno


di Giovani per Siracusa

Il presidente del comitato Giovani per Siracusa, Alessandro Maiolino traccia un bilancio delle attivit, iniziative e denunce/proposte svolte durante lanno che
sta per concludersi. A qualche ora dalla conclusione
del 2015 dichiara Alessandro Maiolino, Presidente di
Giovani per Siracusa sento il piacere di ricordare tutto quello che stato fatto in questo anno, ma non per
vanagloria ma per dare testimonianza di come i giovani
sono attenti alla propria citt e si impegnano in prima
persona per tutelarla. Ricordo le numerose denunce per
situazioni di degrado in alcuni monumenti, pensi alla
Porta Urbica, al totem city app delle Terme Bizantine,
allArsenale Greco e ai frequenti atti vandalici al Monumento ai Caduti dAfrica. Grazie ai Lions Club Eurialo,
oggi la Porta Urbica si presenta ai turisti e ai cittadini
in buono stato mentre per il totem delle terme abbiamo
chiesto alla Sovrintendenza ai Beni Culturali di riparare la targa perch quella rotta non presenta di certo un
bel biglietto da visita per i turisti visitano il sito. Per il
Monumento ai Caduti abbiamo chiesto al Comune chi
si riattivi limpianto di video sorveglianza e che vi sia
un maggiore controllo da parte della Polizia Municipale. Denunce anche per il rispetto dellambiente, infatti
abbiamo posto in evidenze la presenza di alcune lastre
di eternit nei pressi del passaggio a livello Santa Teresa

Longarini e per questa problematica abbiamo proposto


che il Comune stipuli una convenzione con una societ
specializzata per lo smaltimento delle lastre. Abbiamo
pi volte segnalatola presenza di erbacce e segnaletica divelta alla Pista Ciclabile. Auspichiamo che tutte
le nostre segnalazioni siano esplicate in questo 2016
che ci apprestiamo ad accogliere, in ogni modo siamo
contenti per come la cittadinanza ha reagito al nostro
impegno. Dalla denuncia siamo passati ai fatti, infatti
il 4 luglio, coinvolti dallAssociazione Sicilia Turismo
per Tutti, abbiamo partecipato alla pulizia dei siti archeologici dellArsenale Greco e delle Terme Bizantine. Nostro obiettivo anche quello di far conoscere
sempre pi la nostra citt, per questo dal 20 giugno al 3
luglio abbiamo organizzato una mostra: Immagini di
Siracusa, tenutasi a Palazzo Guttadauto, sede di Italia
Nostra che ha registrato pi di 300 presenze. La mostra
stata impreziosita da tre conferenze che hanno trattato
i seguenti temi: Siracusa e il suo territorio, tenuta da
Lucia Acerra, La fondazione INDA tenuta da Enrico
Di Luciano e Santa Lucia tra devozione e tradizione
tenuta da Giuseppe Piccione. Numerose saranno le attivit che i vedranno impegnati nel nuovo anno, volte
sempre alla conoscenza del territorio, ma ci occuperemo in prima persona di tutelare piccole zone della citt
e tanto altro. Desidero ringraziare per tutto questo la
mia vice presidente Annalisa Romano grazie alla quale
tutto ci si reso possibile ma anche le numerose associazioni che hanno accettato il nostro invito a collaborare penso a Italia Nostra, Sicilia Turismo per Tutti e la
Deputazione della Cappella di Santa Lucia.

Aste Giudiziarie 16

Sicilia 3 GENNAIO 2016, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

PROSSIMA INSERZIONE:

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI


COME PARTECIPARE

Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in busta
secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10Tel. del prezzo offerto,
quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa procedura,
linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare corrispondente
alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai lotti, la cui gara
si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. Nella domanda
lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le societ), il proprio cod.
fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si trova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente (che consenta allo stesso
lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome del giudice senza nessuna
altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di fare lofferta leggere la perizia
e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in calce ad ogni annuncio dopo
lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale allufficio Vendite Immobiliari.
Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; se non indicati inviare richiesta
per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio Vendite Immobiliari - Viale Santa
Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e recapito tel. Lufficio comunicher la
richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode. La partecipazione allincanto disposta
dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit sul quotidiano di Siracusa Libert. Le
vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale di competenza; o, su delega di questultimo,
da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

INSERZIONI GRATUITE
CASECITTA' AFFITTO
CERCO/OFFRO
TRE vani ristrutturato
Via Piave affittasi E 400.
C.E. G Tel. 095/370606
- 339/2018727
TREMMILIA affittasi mansarda in villetta familiare
mq 70, completamente
arredata, con pompe
di calore, termosifoni,
terrazzino, posto auto, E
500 no condominio - no
acqua - solo luce. C.E. G
Tel. 340/1075238
PRESSI C.so Gelone, affittasi bivani soleggiato a
non residenti e a persone
referenziate, ammobiliato, 1 piano. Comp. da
camera da letto matrimoniale grande, cameretta,
soggiorno grande con
cucina con soffitto con
farett, grazioso bagno nuovo con vasca + doccia,
lavabiancheria e aria condizionata, grande terrazzo a livello. Classe energetica C Tel. 0931/24112
- 320/8129773
V.LE TUNISI affittasi
appartamento arredato,
porta blindata, cucina
abitabile, doppio servizio,
panoramico e soleggiato.
Posto macchina, cancello
automatico, contesto
signorile. Classe Energetica G Tel. 0931/879747
VIA PO affittasi bilocale
uso ufficio, studio o anche
abitazione, accessoriato
di bagno + piccolo ripostiglio Tel. 0931/414578
- 333/3536577 ore pasti
VIA MILANO affittasi
appartamento al pian terreno, ammobiliata, comp.
da cucina-soggiorno, camera da letto, bagnetto.
Solo con busta paga. Referenziati. Max 2 persone.
Classe Energetica G Tel.
338/5944717
VIA GROTTICELLE affittasi monovano arredato, climatizzato, con
posto auto. C.E. G Tel.
338/8687856
VIA FILISTO, in piccolo

codominio recintato, affittasi attico trivani, luminoso, termoascensorato,


con ampia terrazza livello.
Possibilit posto altro.
C.E. G Tel. 0931/30459
VIA FILISTO affittasi mini
appartamento tipo chalet
di montagna, con giardinetto e posto macchina
Tel. 0931/30459
VIALE TICA angolo Viale
Zecchino, affittasi bilocale
luminoso, arredato e
ristrutturato. Classe Energetica G Tel. 320/4427992
VILLAGGIO MIANO, affittasi appartamento composto da camera da letto,
cameretta, cucina, bagno
e rip con veranda. C.E. G
Tel. 0931/740594
ZONA S. Giovanni affittasi quadrivani arredato
elegantemente, solo a
referenziati. C.E G Tel.
338/3898065
ZONA ALTA, Via Monteforte, affittasi ampio app.
to 8 vani + servzi, mq 250,
4 piano ascensorato,
con terrazzo vista mare,
libero, luminosissimo,
panoramico. Sia per abitazione, studio professionale associato. Affarone
E 500 (per abitazione)
C.E. G Tel. 347/4439498
ZONAARENELLA affittasi villetta arredata, 50mq,
composta da camera da
letto, cameretta, soggiorno con angolo cottura e
servizi. Fuori con veranda
coperta, piscina in muratura di 32 mq. Tutto immerso su 1000 mq di prato
curato e alberato. Solo
trasfertisti non residenti
C.E. G Tel. 329/5967176
- 388/3459883
ZONA Panagia affittasi
appartamento in villetta
piano terra, ammobiliato,
composto da camera da
letto, cucina + servizi,
ampie verande. Classe Energetica G Tel.
0931/759993
ZONA Scala Greca, affittasi delizioso app.to

TRIBUNALE DI SIRACUSA
Sezione Fallimenti
Procedimento n. 56/90 R.F.

Si rende noto che il 30/3/16, ore 12.00, nella


sala di udienze della Sezione Fallimenti del
Tribunale di Siracusa, avanti il G.D. dott. Giuseppe
Artino Innaria, si proceder allesame delle
offerte di acquisto senza incanto, e se del caso
allaggiudicazione, dei seguenti beni: LOTTO 1:
stacco di terreno agricolo sito ad Augusta nella
c.da Castelluccio, esteso complessivamente
are 22.05; in catasto Fg. 6 p.lle 527 e 531. Sono
compresi nella vendita i 195/332 di are 3.32 (in
catasto Fg. 6 p.lla 537) destinati a sede stradale
posta a servizio del terreno suindicato. Prezzo
base dasta 1.446,08. Valore minimo dellofferta
a pena di inefficacia della stessa ex art. 571 c.p.c.
1.084,56. Minima offerta in aumento 1.000,00.
LOTTO 2: stacco di terreno agrumetato - con
annessi due fabbricati rurali - sito a Lentini nella
c.da Percettore, esteso complessivamente Ha.
4.95.22; in catasto Fg. 73 p.lle 46, 47 (fabbricato
rurale) e 82. Sono compresi nella vendita i 222/720
di un pozzo fraetico (in catasto Fg. 73 p.lla 182).
Prezzo base dasta 75.460,00. Valore minimo
dellofferta a pena di inefficacia della stessa ex art.
571 c.p.c. 56.595,00. Minima offerta in aumento
4.000,00.
Le offerte per lacquisto degli immobili sopra indicati
dovranno essere depositate in busta chiusa, presso
la cancelleria del Tribunale di Siracusa, Sezione
Fallimenti, entro le ore 12.00 del giorno precedente
a quello fissato per la vendita, accompagnate da
cauzione del 10% e deposito spese del 20%, con
2 assegni circolari non trasferibili intestati allavv.
Giuseppe Librizzi, Curatore del fallimento in
epigrafe. Avviso integrale e relazione dellesperto
disponibile sul sito www.astegiudiziarie.it ovvero
presso la cancelleria.
Il Cancelliere
mansardato in villa con
ingresso indipendente,
arredato, risc. autonomo
ed isolamento termico, mq 100 coperti +
100 mq veranda, tutti
comfort, a non residenti
referenziati. Disponibile
da febbraio. C.E. G Telefonare per informazioni
al numero 0931/492171
- 377/1935747
ZONA San Giovanni affittasi bivani ammobiliato,
3 piano, ascensorato
con porta blindata, ampio
soggiorno, camera letto
climat., cucina, bagno
e ripostiglio/lavanderia.
Luminoso e con elettrodomestici nuovi in via
San Sebastiano E 490,
Buone referenze e fuori
sede. Solo privati. Classe
En. G Tel. 333/8139144

ZONA Borgata (Via Milano) affittasi appartamento


mq 90, composto da camera da letto, cameretta,
soggiorno-cucina, ripostiglio, cucinino e bagno, climatizzata, ammobiliato.
Ben rifinito e ristrutturato
E 450 non tratt. Solo con
busta paga. C.E. G Tel.
345/5781060
ZONA ZECCHINO affittasi appartamento composto soggiorno con
divano letto e angolo
cottura, camera da letto
e bagno, balconato, arredatissimo. E 400 + spese.
No residenti e solo con
busta paga C.E. G Tel.
335/7365690
ZONA Sc. Greca via
Modica, di fronte Ist. Insolera, affittasi delizioso
appartamento in villa,

06/01/2016
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
- dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catastale sono interamente a carico della procedura. Per gli
immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lesecuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno

inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

www.astetribunale.com

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso di vendita
Procedura esecutiva n. 574/94 R.E.I.
Si rende noto che giorno 17/2/2016, ore 12.00,
presso il proprio studio sito a Siracusa nel viale
Santa Panagia 136/N, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder allesame delle offerte di acquisto
senza incanto, e se del caso allaggiudicazione,
dei seguenti beni:
LOTTO 1: appartamento sito ad Augusta in
via Roma 127, 2 piano, esteso mq. 145 ca.,
vani 6, cat. A\3; in catasto Fg. 91 p.lla 3759
sub 7 (ex Fg. 95 p.lla 384 sub 7). Prezzo base
dasta 94.668,75. Valore minimo dellofferta
a pena di inefficacia della stessa ex art. 571
c.p.c. 71.001,56. Minima offerta in aumento
5.000,00. LOTTO 2: appartamento sito ad
Augusta in via Roma 127, 3 piano, esteso
mq. 125 ca., vani 6,5, cat. A\3; in catasto Fg.
91 p.lla 3759 sub 9 (ex Fg. 95 p.lla 384 sub 9).
Prezzo base dasta 79.200,00. Valore minimo
dellofferta a pena di inefficacia della stessa
ex art. 571 c.p.c. 59.400,00. Minima offerta
in aumento 4.000,00. Nel caso in cui il G.E.
dovesse ordinarlo, il 27/4/16, ore 12.00, sempre
presso il proprio studio, lavv. Giuseppe Librizzi
proceder alla vendita allincanto dei suddetti
beni. In entrambi i casi, le offerte o domande
di partecipazione dovranno essere depositate
(previo appuntamento telefonico) in busta chiusa,
presso lo studio del suddetto professionista, entro
le ore 12.00 del giorno precedente a quello fissato
per la vendita, accompagnate da cauzione del
10% e deposito spese del 20%, con 2 assegni
circolari (non postali) non trasferibili intestati
allavv. Giuseppe Librizzi. Avviso integrale e
relazione dellesperto disponibile sul sito www.
astegiudiziarie.it ovvero presso lo studio predetto.
Il Professionista Delegato
Avv. Giuseppe Librizzi
bilocale, mq 50, finemente arredato e di nuova
costruzione, con tetto
coibentato e parquet,
elettrodomestici doppia
classe A, termocopertura.
Massimo due persone,
no cani e no condominio
E 380. Riscald. autonomo Telefonare per info
393/6926689 chiamare
dopo le 14 oppure montypatty64@libero.it
ZONA GELONE affittasi
esclusivamente a studenti/sse appartamentino con due camere pi
cucina e bagno. C.E. G
Tel. 329/7121449
ZONA alta affittasi miniapp.to ammobiliato,
posto al 1 piano, in villa
indipendente, con terrazzo, a donna referenziata,
max seriet, 350 mensili.

Classe Energetica G Tel.


347/9040347
ZONAAKRADINA, solare
pentavani, mq 150 c/a,
ristrutturato, con cucina
abitabile doppi servizi,
termoascensorato, affittasi. Disponibile da subito.
C.E. G Tel. 339/4927453
- 0931/39747
ZONA centrale affittasi
app.to climatizzato, 1
piano, con balcone, vista
citt, comp. da ingressosogg. con divano matrim.,
cucina completa con
terrazzino, c. matrimoniale, bagno con doccia.
Posti letto 2+2. Completo
di accessori: tv, frigo,
forno, robot, lavatrice,
lavastoviglie e biancheria
completa. A non residenti.
Per brevi periodi C.E. G
Tel. 338/6320133