Sei sulla pagina 1di 9

www.libertasicilia.it mail: libertasicilia@gmail.

com Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987


Cultura
Progetto Glbt
a scuola: lassessore
prende le distanze
A pagina quattro
M5S sta raccogliendo dati e statistiche
Il Siracusa ottiene 3 punti
e passa il turno in Coppa
Due provvedimenti
a favore del Citt di
Siracusa. Rigettato
il ricorso del Mister-
bianco e accoglie il
reclamo degli azzurri
contro il Vittoria.
A pagina sedici
CRONACA CRONACA
CRONACA PD-SINDACO
Cronaca
Incidente in autostrada
La Filt chiede
maggiore sicurezza
A pagina due
La conferma di questa logica il gran numero di addetti che aumentano
Era diventato lincubo
dei bagnanti e dei turisti.
Bastava, infatti, che vi fos-
se un parcheggio.
A pagina sette
Rubava
nelle auto
Condannato
Stanno raccogliendo le statistiche sulle presenze e sui
rimborsi erogati dal Comune di Siracusa sia ai consi-
glieri comunali sia a consiglieri di quartiere. Il Movi-
mento cinque stelle torna alla carica.
La criminalit punta forte su questo business
Siracusa, allarme droga e usura
due piaghe che preoccupano
Entrata a gamba tesa da
parte dei parlamentari del
Pd, Bruno Marziano e
Pippo Zappulla i quali ri-
tengono sbagliata la scel-
ta del Sindaco di Siracusa
di accettare l'offerta for-
mulata dal Consorzio di
Imprese aggiudicatarie
della gestione temporanea
del servizio idrico. Ci ap-
pare, infatti, singolare che
si possa svolgere contem-
poraneamente il ruolo di
controllore e controllato.
Per i due parlamentari
essere nel Cda signifca ,
giuridicamente e politica-
mente.
Sullacqua
di nuovo
scontro
di Concetto Alota
La droga ormai l'unico
bene dove il consumo igno-
ra persino l'aumento dei
prezzi in piena congiuntura
dell'economia e della fnan-
za, specie qui da noi al Sud;
il comparto diventato
oggi il perno delle attivit
della malavita organizzata,
occupando il posto di altri
reati, un tempo pi comune
e diffuso, come i rapimenti,
le rapine, gli scippi, i furti
in netta crescita.
A pagina dodici
A pagina quattro
gioved 16 ottobre 2014 Anno XXvii n. 238 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafca S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50
Dopo Palermo, scat-
tata loccupazione della
sede del Ciapi di Priolo
Gargallo.
A pagina due
Occupato
il Ciapi
di Priolo
Consuma un rapporto
sessuale con una prostituta
dalla quale pretendeva uno
sconto. Al diniego della
donna, lavrebbe presa a
calci e pugni, lanciando
sassi.
A pagina cinque
Aggredisce
due prostitute
Arrestato
A caccia dei costi
della politica
al Vermexio
A pagina tre
Quotidiano della Provincia di Siracusa Sicilia
CRONACA DI SIRACUSA 2 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Dopo Palermo,
scattata loccupazione
della sede del Ciapi di
Priolo Gargallo. Sono
arrivati anche da Ca-
tania e Messina per
unirsi ai loro colleghi
di Siracusa. Insieme,
questa mattina, hanno
occupato simbolica-
mente la sede del Cia-
pi di Priolo.
Sono i lavoratori della
Formazione profes-
sionale che, a causa
del mancato avvio dei
progetti, vivono una
crisi grave.
Il progetto Prometeo,
bandito il 20 dicem-
bre del 2013, avrebbe
dovuto collocare 1415
operatori licenziati o
sospesi. A loro, se-
condo un impegno
del presidente della
Regione, dovevano
aggiungersi altri lavo-
ratori con occupazio-
ne temporanea e per
pochi mesi al Ciapi.
E invece niente
di tutto questo ha
commentato Patrizia
Epaminonda, segreta-
rio generale aggiunto
della Cisl Scuola Ra-
gusa Siracusa Que-
sti lavoratori attendo-
no ancora lavvio dei
corsi e quindi restano
senza alcun tipo di
emolumento da diver-
si mesi.
La folta delegazione,
presente anche il se-
gretario generale della
Ust territoriale, Paolo
Sanzaro, stata rice-
vuta dal presidente del
Ciapi, Egidio Ortisi,
che si era prodigato
nei mesi passati a fare
partire ogni tipo di
programma e di ini-
ziative volte al recu-
pero dei docenti della
formazione professio-
nale.
I corsi Prometeo non
partono perch man-
cherebbero gli studen-
ti ha riferito allu-
scita dallincontro la
Epaminonda Resta
diffcile capire di chi
sono le responsabilit
di quanto sta accaden-
do. Sembra che nel
tragitto di competenze
tra Palermo e Priolo si
siano perduti decisio-
ni, studenti, progetti e
quella coscienza rivo-
luzionaria che voleva
cambiare a parole.
Gli allievi interessati
ai singoli corsi dieci
mesi fa, oggi non si
sarebbero ritirati se ci
fosse stata una pro-
grammazione legata al
territorio. Per questo
riteniamo necessario e
determinante limpie-
go di quanti, in questo
settore, hanno real-
mente agito nella For-
mazione professionale
su base provinciale.
Conoscere il territorio,
le richieste professio-
nali e le aspettative del
mercato ha concluso
la segretaria della Cisl
Scuola determi-
nante per riavviare la
Formazione professio-
nale e renderla strate-
gica per lo sviluppo.
Lasciare questi lavora-
tori nel limbo rischia
di ingrossare a dismi-
sura le emergenze so-
ciali di questa terra.
Vivere senza stipendio
da 10 mesi non da
paese civile.
La Cisl siciliana lo
sta gridando ormai da
tempo. Crediamo ve-
ramente sia giunto il
momento che la poli-
tica torni ad assumere
decisioni concrete.
Manifestazione
dei lavoratori
della formazione
al Ciapi di Priolo
Stabilizzati
i lavoratori
del Comune
di Buscemi
OCCUPAZIONE SIMBOLICA DELLA SEDE
POLITICA
Stabilizzati, al termine di una tratta-
tiva tra Amministrazione e Sindaca-
to, i 22 lavoratori precari del Comu-
ne di Buscemi.
Lepilogo positivo nella tarda serata
di ieri. I precari del comune monta-
no lavoreranno, da oggi, stabilmen-
te per lamministrazione.
Il comune di Buscemi ha facilitato
questo percorso aderendo completa-
mente alla proposta sindacale ha
commentato Letizia Ragazzi, re-
sponsabile del Dipartimenti Enti Lo-
cali della FP Cisl territoriale Tutti
i lavoratori saranno stabilizzati a 24
ore, sacrifcando pochissimo nella
fascia di applicazione del contrat-
to. Una qualifca che, per, assicura
Lungo lautostrada Catania-Sira-
cusa in gestione ANAS si verifcata
lennesima strage di lavoratori impe-
gnati in interventi di manutenzione
stradale. Durante i consueti interventi
di ordinaria manutenzione sulla cor-
sia di emergenza della nuova auto-
strada Catania-Siracusa tra gli svin-
coli di Lentini e Augusta, un tir ha
investito il cantiere di lavoro presen-
te tra le Gallerie Agnone I e Agnone
II, causando la morte di tre operai e
il ferimento di un quarto dellImpre-
sa Covir incaricata dallANAS per la
manutenzione del tratto. Cos inizia
una nota della Filt la federazione dei
lavatori dei trasporti della Cgil re-
gionale. Come emerso dalle indagini in
corso, si trattato di un evidente errore
umano del conducente del mezzo che
risulta unico indagato per omicidio col-
poso plurimo a cui si aggiunta la tra-
gica fatalit della presenza degli operai
a bordo della carreggiata. La FILT se-
gnala ancora una volta come i continui
tagli alla spesa pubblica sono comun-
que incidenti sul livello di sicurezza
perch hanno determinato un fortissimo
calo degli investimenti nella ordinaria
manutenzione delle strade e costretto
spesso le Imprese, per la notevole crisi
del settore, ad aumentare i ribassi nelle
gare dappalto per accaparrarsi i pochi
lavori rimasti. Queste per ridurre i costi
Incidente in autostrada
La Filt: Pi sicurezza
nei cantieri dellAnas
di gestione tagliano spesso le spese per
la sicurezza nei cantieri e costringono
gli operai a maggiori carichi di lavo-
ro e a turni massacranti che determina
mancanza delle minime condizioni di
sicurezza degli operatori addetti alle at-
tivit lavorative in presenza di traffco
veicolare. LANAS poi alle prese con
i nuovi stringenti vincoli di legge recen-
temente emanati dal governo che la ob-
bligano a signifcativi risparmi sui costi
di gestione (del 2,5% nel 2014 e del 4%
nel 2015) e permanendo il blocco delle
assunzioni, esternalizza sempre pi le
attivit di manutenzione ordinaria con
il rischio di esporre a maggiori peri-
coli i lavoratori delle imprese private,
In foto, la manifestazione di ieri al Ciapi di Priolo.
16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 3 CRONACA DI SIRACUSA
Sar presentato, nel pomeriggio presso lHotel Parco delle
Fontane di viale Scala Greca alle ore diciotto, il libro Orizzonti
in Versi. Poesia di tutti, poesia per tutti di Massimo Arcangeli
e Stefania Rabuffetti.
La presentazione sar arricchita dalla voce di Edda Cancelliere
e dalla chitarra di Nello Alessi. Lincontro e gli autori saranno
Arcangeli: Orizzonti in Versi.
Poesia di tutti, poesia per tutti
Il M5S a caccia dei costi
della politica locale
Rimborsi
e presenze
di consiglieri
comunali
e di quartiere
IL DEPUTATO STEFANO SITO AL VERMEXIO PER ACQUISIRE DATI
Stanno raccogliendo le
statistiche sulle presenze
e sui rimborsi erogati dal
Comune di Siracusa sia ai
consiglieri comunali sia
a consiglieri di quartie-
re. Il Movimento cinque
stelle torna alla carica su
uno degli argomenti che
pi infammano la piazza,
quello del costo della poli-
tica e in questo caso della
macchina amministrativa.
Nei giorni scorsi il depu-
tato regionale pentastella-
to Stefano Zito, si recato
presso gli uffci comunali
di palazzo del Vermexio
per acquisire i tabutali e
i resoconti di quanto ha
richiesto diciotto giorni
addietro.
Alluffcio della Presiden-
za del Consiglio comuna-
le ha raccolto i dati rela-
tivi ai consiglieri, mentre
presso lassessorato al
Decentramento ha acqui-
sito quelli dei presidenti e
dei consiglieri delle nove
circoscrizioni.
E nostra intenzione pub-
blicare gli emolumenti
ricevuti dai singoli con-
siglieri, come abbiamo
fatto qualche anno fa in
occasione della preceden-
te consigliatura - afferma
il deputato Zito - per poi
farne un raffronto con le
presenze nelle sedute del
civico consesso. Credo
che sia un diritto di tutti
noi cittadini sapere come
funziona la macchina am-
ministrativa e come sono
spesi i soldi pubblici. Il
nostro movimento, una
volta acquisiti tutti i dati
richiesti, avr modo di
proporli allopinione pub-
blica.
Mancano per alcuni dati
per completare la ricerca
effettuata dal Movimento
cinque stelle siracusano.
Abbiamo chiesto anche
allUffcio Ragioneria
del Comune capoluogo
di fornirci i rimborsi alle
societ private per servizi
erogati - spiega Zito - Ma
i funzionari si sono pre-
si trenta giorni di tempo
prima di fornire i dati di
quanto avevamo richie-
sto. Crediamo, quindi,
che ragionevolmente tra
una ventina di giorni avre-
mo il quadro completo dei
costi della politica anche
in questa nuova fase della
sindacatura.
F.N.
Il direttore generale
dellAsp di Siracusa Sal-
vatore Brugaletta ha di-
sposto la costituzione
dellAlbo di avvocati fdu-
ciari esperti in materia di
responsabilit medica per
la difesa in giudizio dei di-
pendenti dellAzienda.
Lavviso pubblicato nel-
la sezione bandi del sito
internet www.asp.sr.it e
scadr il prossimo 29 ot-
tobre.
Dall1 luglio scorso ab-
biamo avviato, in ese-
cuzione di disposizioni
assessoriali ed in conse-
guenza della scadenza
anticipata del preesistente
contratto di assicurazione
per la RCT/O, sottoli-
nea il direttore generale
Salvatore Brugaletta - la
gestione diretta dei sini-
stri per la responsabilit
civile verso terzi e verso
gli operatori, in via speri-
mentale e al fne di testare
la scelta innovativa voluta
dallAssessorato regio-
nale della Salute rispetto
alla pregressa esperien-
za assicurativa. Dovendo
potenziare gli Uffci de-
dicati a svolgere lattivit
di gestione e liquidazione
dei sinistri per la RCT/O
e considerata lassenza in
organico di dirigenti avvo-
cati dipendenti, lAzienda
ha necessit di dotarsi di
un albo avvocati fduciari
dalla comprovata espe-
rienza in materia di re-
sponsabilit medica.
I requisiti per la partecipa-
zione al bando sono conte-
nuti nellavviso scaricabile
dal sito. Le istanze devono
essere indirizzate al diret-
tore generale, presentate a
mano al Protocollo gene-
rale o spedite a mezzo pec
allindirizzo direzione.
generale@pec.asp.sr.it o a
mezzo raccomandata.
LAsp 8
istituisce
lalbo
dei legali
di fducia
Nessuna novit sul fronte dellinchiesta
relativa allExpo e alle intercettazioni in
cui si parlava anche del futuro fnanzia-
mento dellospedale di Siracusa e degli
interessi accarezzati dagli imprenditori
del Nord verso questopera.
Del resto - afferma il deputato regiona-
le Stefano Zito, che ha sollevato la que-
stione Ecpo a Sala dErcole - non vedo
quale reato sia confgurabile quando in
realt non esiste nemmeno il fnanzia-
mento. E a proposito di nuovo ospeda-
Asp e Comune in ritardo
le, Zito lancia un appello agli enti pubblici
locali. Piuttosto - dice - sarebbe bene che
lamministrazione comunale e lAsp 8 si
decidessero una volta per tutte e in fretta
sull'area da destinare per la costruzione del
nuovo ospedale. Se per assurdo, infatti, gi
domani il Ministero della Salute dovesse
stanziare la somma di 150 milioni di euro,
promessa e prevista, rischieremmo di per-
dere tempo prezioso ai fni del recepimento
immediato della somma e dellallestimento
del cantiere.
ZITO A PROPOSITO DEL FINANZIAMENTO DEL NUOVO OSPEDALE
In foto, il deputato regionale Stefano Zito.
SOTTACCUSA I RIBASSI DASTA NEGLI APPALTI
presentati dalla Presidente del
Comitato di Siracusa della
Societ Dante Alighieri, Gioia
Pace. Levento si concluder
con un cocktail che permette-
r a tutti di intrattenersi con
autori e interpreti, e di parlare
con loro di orizzonti inversi e
in versi, speculari e comple-
mentari, poetici e critici.
stabilit, certezza del lavoro e mag-
giore serenit per il futuro di queste
famiglie. La stabilizzazione dei
lavoratori del Comune di Buscemi
ha commentato il segretario gene-
rale della FP Cisl Ragusa Siracusa,
Daniele Passanisi la dimostra-
zione che la strada indicata dalla
Cisl quella vincente.
CRONACA DI SIRACUSA 4 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Progetto scuola, nessun patrocinio
del Comune alliniziativa di Glbt
Nessun patrocinio, nessun progetto e nessun con-
tributo per attivit da svolgersi nelle scuole. Esiste
solo uninterlocuzione con Arcigay e GLBT per la
stesura di progetti, che devono necessariamente coin-
volgere i dirigenti scolastici, fnalizzati ad affermare
il principio delluguaglianza tra le persone e non certo
a toccare temi di educazione sessuale.
Lo dichiara lassessore alle Politiche scolastiche, Va-
leria Troia, in riferimento ad una presa di posizione
del consigliere Salvo Sorbello in merito ad attivit da
svolgersi nelle scuole di competenza del Comune.
Il consigliere comunale Sorbello ha rivolto uninter-
rogazione per conoscere nel dettaglio il contenuto del
Progetto Scuola di Arcigay, che sarebbe patrocinato
dall'Assessorato comunale alle politiche scolastiche e
che sarebbe rivolto sia alle quinte elementari/prime
medie con il nome "L'altro da me", sia alle superiori
con il nome Scuola arcobaleno.
Salvo Sorbello chiede inoltre di poter sapere se e in
che modo stato previsto il coinvolgimento delle fa-
miglie.
Se da un lato infatti necessario riaffermare il dis-
senso verso ogni tipo di discriminazione rileva Sor-
bello - dallaltro si ritiene non sia accettabile qualsiasi
forma di indottrinamento ideologico nelle scuole. I
bambini e gli adolescenti non devono ricevere une-
ducazione sessuale di Stato ed a ciascuna famiglia
devono essere riconosciute la libert e la possibilit
di scegliere come educare alla sessualit i propri fgli.
E ci vale soprattutto in fasce det particolarmente
delicate, nelle quali lidentit, anche quella sessuale,
non ha raggiunto una piena maturazione.
16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 5 CRONACA DI SIRACUSA
Aggredisce
due prostitute
40enne arrestato
PROVVIDENZIALE LINTERVENTO DEI CARABINIERI
Consuma un rapporto
sessuale con una prostituta
dalla quale pretendeva uno
sconto. Al diniego della
donna, lavrebbe presa a
calci e pugni, lanciando
sassi anche contro la col-
lega che era venuta a darle
manforte.
Provvidenziale larrivo
dei carabinieri, che hanno
arrestato luomo.
Lepisodio avvenuto nella
tarda serata di ieri quando
i Carabinieri della Radio-
mobile della Compagnia
di Siracusa hanno tratto in
arresto in fagranza per il
reato di lesioni personali e
resistenza a Pubblico Uff-
cio un 40enne siracusano
con precedenti di polizia
di poco conto a proprio
carico.
Secondo quanto ricostruito
dagli investigatori, linda-
gato, durante un rapporto
sessuale a pagamento nei
pressi di viale Ermocrate,
vicinanze.
Ha cominciato a scagliarle
contro le due donne una
delle quali stata colpita
allaltezza del ginocchio.
Subito dopo si allonta-
nava imbattendosi nelle
vicinanze in un posto di
controllo dei Carabinieri
ai quali chiedeva di inter-
venire perch a suo dire
era stato aggredito da al-
cune prostitute. Una volta
giunti sul posto, nonostante
la presenza dei militari,
luomo ha cominciato
nuovamente ad aggredire
le due donne tentando di
scagliarsi contro di loro. A
quel punto soltanto linter-
vento dei militari, anches-
si spintonati dallo stesso,
ha permesso di bloccarlo
e ridurlo alla ragione.
Le due donne, trasportate
allospedale Umberto
primo, hanno riportato
rispettivamente cinque e
dieci giorni di prognosi a
causa delle lesioni subite
nella colluttazione e del
lancio di sassi, e sono state
dimesse.
Luomo, una volta accerta-
to che presentava un tasso
alcolemico superiore al
limite consentito, stato
sottoposto al regime degli
arresti domiciliari.
R.L.
S concluso con la condanna dellimpu-
tato il processo a carico di uno stalker si-
racusano. Il giudice monocratico Giusep-
pina Storaci, ha infitto 1 anno e 6 mesi di
reclusione a carico di Vittorio Di Falco di 51
anni. Limputato, che ha affdato la sua dife-
sa allavvocato Angelo De Melio, stato as-
solto, invece, dallaccusa di maltrattamenti
nei confronti della moglie.
La vicenda risale al 22 ottobre 2009 quando
limputato ha ricevuto il ben servito dalla
moglie, che aveva deciso di troncare la rela-
Stalking: 51enne condannato
zione avviando le pratiche per la separazione
giudiziale. A tale ipotesi l'uomo si sempre
dimostrato contrario e avrebbe in qualche cir-
costanza manifestato la propria avversit ag-
gredendo la consorte.
La donna stanca di subire angherie, sarebbe
andata via di casa per rifugiarsi presso una pa-
rente. Luomo, per, anzich rassegnarsi, ha
continuato a cercarla, formulando spesso mi-
nacce di morte, di ritorsioni personali al punto
da incutere nella malcapitata un grave disagio
psicologico oltre che un timore per la propria
IL GIUDICE GLI INFLIGGE UN ANNO E MEZZO
A un anno di distanza dallavvio dellope-
razione Mare Nostrum, Save the Children,
lorganizzazione dedicata dal 1919 a salva-
re i bambini e a promuovere i loro diritti in
tutto il mondo, e la Marina Militare, hanno
siglato un protocollo dintesa che preve-
Un accordo
per sostenere
i minorenni
NELLAMBITO DELLOPERAZIONE MARE NOSTRUM
de la presenza degli operatori professionali
dellOrganizzazione a bordo delle Unit Na-
vali impiegate nel dispositivo, allo scopo di
fornire supporto, orientamento, informazione
legale e mediazione culturale per i minori.
Laccordo prevede che nei giorni di perma-
nenza a bordo delle Unit Navali venga for-
nito il necessario supporto ai bambini e agli
adolescenti soccorsi in mare. Questo accor-
do consentir ai nostri operatori di svolgere
sulle navi le attivit di mediazione culturale,
ma anche di identifcare eventuali bisogni dei
minori, come nel caso di vittime di violenza,
tratta o sfruttamento - ha dichiarato Valerio
Neri, Direttore Generale di Save the Children
Italia.
In foto, azione da stalker.
luogo solitamente fre-
quentato dalle prostitute di
colore, avrebbe dapprima
proposto di pagare la don-
na meno di quanto la stessa
chiedeva per la prestazione
sessuale e successivamen-
te avrebbe iniziato a colpir-
la con calci e pugni. Le urla
della malcapitata hanno
richiamato lattenzione di
unaltra connazionale che
si trovava nelle vicinanze,
costringendo luomo ad
allontanarsi anche se solo
momentaneamente.
Pochi minuti dopo, infatti,
quando le due donne stava-
no ripredendosi dallo choc,
si ripresentato portando
con se alcune pietre pro-
babilmente raccolte nelle
Sopra, operazione Mare Nostrum.
Sotto e a fanco, pattuglia dei carabinieri. Prostitute
incolumit personale e di quella del fglio mi-
norenne.
Entrata a gamba tesa da
parte dei parlamentari del
Pd, Bruno Marziano e
Pippo Zappulla i quali ri-
tengono sbagliata la scel-
ta del Sindaco di Siracusa
di accettare l'offerta for-
mulata dal Consorzio di
Imprese aggiudicatarie
della gestione temporanea
del servizio idrico. Ci ap-
pare, infatti, singolare che
si possa svolgere contem-
poraneamente il ruolo di
controllore e controllato.
Per i due parlamentari
essere nel Cda signifca
, giuridicamente e poli-
ticamente, condividerne
le scelte e le iniziative in
un percorso di pieno coin-
vogimento dell'Ammini-
strazione e del Comune.
Percepiamo, inoltre, la
'sensazione' di un ritorno
al passato con riedizioni
sotto mentite spoglie di
gestioni che prefgurano
scenari limacciosi per il
futuro. Ammettiamo che
cos facendo si legittima-
no tutti i cattivi e inquie-
tanti pensieri sulla reale
volont del Sindaco e del-
la sua maggioranza.
Poi lanciano la proposta:
L'attuale fase transito-
ria deve essere, a nostro
avviso, utilizzata per in-
In foto, palazzo Vermexio.
Attaccano i deputati Pd
Contrattacco del sindaco
Marziano e Zappulla: Comune controllore controllato
garozzo: nellattesa, garantito un servizio alla gente
SULLO SFONDO LA QUESTIONE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO
dividuare le soluzioni
giuridiche, economiche
e politiche giuste in tale
direzione. Condividiamo,
infne, la richiesta avan-
zata dalle organizzazioni
sindacali unitarie al Pre-
fetto di trovare le neces-
sarie garanzie occupazio-
nali per tutti i lavoratori.
Invitiamo il Sindaco, in
tal senso, a occuparsene
seriamente invece di com-
piacersi della nascita di
'sindacatini' gialli con alla
testa autonominati, im-
barazzanti e improbabili
masanielli di giornata".
Pronta la replica da par-
te del sindaco Garoz-
zo: attacca innanzitutto
Marziano, sostenendo di
avere la memoria corta e
di non ricordare che egli
era il presidente dell'Ato
idrico che avall la scel-
lerata scelta di affdare la
gestione alla Sai 8, nono-
stante la macchia legata al
versamento della fdejus-
sione: un mistero che non
si mai riuscito a chiarire
fno in fondo. Eppure,
sotto gli occhi di tutti che
i problemi per Siracusa
sono iniziati proprio con
la gestione di Sai 8 (con
il corollario di presunti ar-
ricchimenti e illegalit sui
quali si aspetta il giudizio
della magistratura) con-
tro la quale non ricordo
epiche battaglie da parte
degli onorevoli Marziano
e Zappulla che adesso
LA REPLICA DELLASSESSORE TROIA ALLE SOLLECITAZIONI DI SORBELLO
danno lezioni di morale
a differenza di quan-
to facevamo dai banchi
dellopposizione in consi-
glio comunale.
Garozzo ricorda anche
che fno ad oggi nessun
passo concreto stato
fatto dallo Stato e dalla
Regione per la pubbliciz-
zazione dellacqua. La
Regione - incalza - ha vo-
tato una striminzita legge
che si limita a fssare un
principio ma non asse-
gna alle esangui casse dei
comuni un solo euro per
avviare la gestione pub-
blica del servizio. Nep-
pure per garantire il posto
ai lavoratori della Sai 8,
rispetto ai quali Zappulla
e Marziano prospettano
soluzioni tutte da verif-
care".
Davanti a tanta incer-
tezza e demagogia, dice
il primo cittadino, l'am-
ministrazione comuna-
le di Siracusa ha deciso
di prendere il toro per le
corna e di farsi carico del-
la gestione del servizio
idrico per assicurarne la
continuit. Non oso pen-
sare cosa poteva succe-
dere durante l'estate, e
con una rete fatiscente,
senza questa assunzione
di responsabilit e senza
i fondi stanziati, tra mille
diffcolt, dall'Ammini-
strazione con il consenso
del consiglio comuna-
le. Garozzo incalza poi i
due parlamentari perch
diano la svolta decisiva
che la situazione richiede.
Intanto assicuriamo un
servizio alla cittadinanza
e un posto di lavoro ad
oltre la met degli ex la-
voratori Sai 8. E se non
stato possibile assorbirli
tutti, visto che da tempo
ormai, come anche i due
parlamentari sanno, non
si scavano i pozzi con le
mani, ci dovuto al fatto
che la gestione riguarder
solo due comuni e non pi
i dieci di prima.
Quanto alla partecipazio-
ne del Comune al Cda del
Consorzio che gestir di
servizio, Garozzo accu-
sa: Zappulla e Marziano
dimostrano ancora una
volta di avere una visio-
ne vecchia della politica.
Loro temono che sia un
posto di sottogoverno;
per noi una garanzia per
evitare che vengano com-
piute scelte sulla testa dei
siracusani. Lo capiranno
quando comunicheremo
il nome del componente.
Siamo ancora allinizio
della questione. Altri ca-
Lopposizione
potere". il titolo
di un manifesto fat-
to affggere anni or
sono dall'avvocato
Glauco Reale du-
rante una delle tante
campagne eletto-
rali dove lo stesso
era candidato nelle
fle del MSI. Quel
manifesto fu pre-
miato dalla stampa
locale quale miglior
messaggio politico-
pubblicitario messo
in campo. L'affer-
mazione in sintesi
contenuta in quel
manifesto davvero
effcace. Maggio-
ranza e opposizione
sono due condizioni
simili nella funzione
parlamentare, si tratti
della Camera, del Se-
nato, della Regione o
del civico consesso,
ma la tattica opera-
tiva diversa, anzi
oppone a volte una
necessaria alleanza
per portare a termine
progetti o interessi
di gruppo. E non
vero che tutto scorre
liscio e senza intop-
pi, anche tra le fle
della maggioranza.
Pi quest'ultima li-
tigiosa, pi l'opposi-
zione deve diventare
pressante.
La condizione affn-
ch la maggioranza
riesca a far funzio-
nare il consiglio co-
munale, per rimane-
re nel nostro brodo,
deve essere compo-
sta di uomini pen-
santi, tenuti insiemi
da giuste e ragionate
convinzioni sia di na-
tura politica, sia mo-
rale, oltre ad essere
tolleranti, ma sempre
con il desiderio del-
la discussione, delle
buone maniere de-
mocratiche e pronte
a sostenere il proprio
esame di coscienza
per la verifca del-
le proprie ragioni,
nell'ottica dell'inte-
resse collettivo; ma
tutto ci non deve
essere visto come
un ostacolo al buon
funzionamento della
macchina del gover-
no, e soprattutto deve
resistere alla confu-
tazione continua, a
volte strumentale,
dell'opposizione, che
a sua volta pu ave-
re del buono e del
giusto in quel che
Lopposizione potere
Uno slogan che fece
storia a Siracusa
presenta e propone.
Non deve bastare la
sola condizione del-
la maggioranza dei
numeri per conti-
nuare nel governo a
ogni costo, e quindi
annientare l'opposi-
zione fno a far fnta
che non esiste. Ci
non una maggio-
ranza parlamentare,
ma una "coopera-
tiva" o una societ
"privata". Le ragioni
della maggioranza e
dell'opposizione de-
vono avere sempre
pari diritti, e l'atteg-
giamento deve ne-
cessariamente avere
un senso "diplomati-
co" e non un atteg-
giamento mafoso,
arrogante. Entrambi
devono rispettare i
ruoli assegnati dal
voto popolare e ave-
re sempre la convin-
zione dell'utilit del
confronto. La regola
vuole che entrambi
perseguano l'obiet-
tivo di tentare di an-
nientarsi a vicenda;
sacrosanto, ma ci
deve avvenire nel
rispetto delle regole
democratiche.
L'opposizione, a dif-
ferenza della mag-
gioranza, deve essere
la protagonista della
vita politica, la forza
propulsiva capace di
tenere vivo il dibatti-
to politico con garbo
e seriet e respon-
sabilit, informando
e denunciando alla
pubblica opinione le
magagne, i furti e tut-
to il resto.
Occorre una forte
capacit, buona vo-
lont, diretta a ricon-
durre il dibattito nei
canoni della civile
convivenza dei ruo-
li assegnati dal po-
polo sovrano. Ma a
volte non si riesce a
distinguere chi la
maggioranza e chi
l'opposizione; ma il
tutto deve avvenire in
una linea netta di de-
marcazione esente da
ambizioni, isterismi,
no che stato cucito
su misura dai gover-
nanti del passato, con
l'indebitamento senza
regole per la logica
che chi verr paghe-
r.
Il senso reale della
politica si percepisce
solamente durante la
campagna elettorale;
e non c' novit se i
candidati cercano al-
leanze anche nell'al-
tro schieramento, o
voti in altri ambiti,
pur di "fregare" i pro-
pri "nemici" all'in-
terno dello stesso
partito o movimento.
Come nella logica
dello scrittore G.M.
Cipolla: "... lo stupi-
do raggiunge la sua
massima soddisfazio-
ne quando pur di far
del male a te, se lo fa
pure lui". Si consi-
dera la straordinaria
situazione al limite
del compromesso
con la possibile mag-
gioranza a condizioni
di mantenere i propri
interessi integri con
i soldi della gente,
quelli pubblici. E non
importa quanto dan-
no sar causato alla
collettivit, gli inte-
ressi personali sono
al primo posto. Ecco
perch l'attivit poli-
tica-amministrativa
dell'opposizione deve
diventare potere, con
ogni pressione pos-
sibile, ogni avvento
che possa condizio-
nare l'attivit truffal-
dina di una sola parte
della maggioranza.
La tutela degli inte-
ressi della gente una
priorit per gli uomi-
ni dell'opposizione.
Proprio al Vermexio
abbiamo assistito al
teatrino della sparti-
zione della"torta", at-
traverso il tentativo,
pur passati all'oppo-
sizione, di continua-
re ad ogni costo di
controllare lo sport,
gli asili nido, le case
popolari, la raccolta
dei rifuti, la gestio-
ne dell'acqua, i lavori
pubblici e tutto il re-
sto. Una perfdia, una
lotta che non crea n
vinti n vincitori, ma
provoca tanti danni
alle casse della col-
lettivit, come un
nemico che punta di-
rettamente sulla testa
del popolo.
Concetto Alota
narcisismi e tutto il
resto, nell'ottica delle
priorit per la comu-
nit che si governa
da entrambi i punti di
vista e posizioni poli-
tiche.
Di solito si cavalca
"la tigre" politica che
in quel momento cor-
re di pi. Diventa ne-
cessario analizzare a
fondo le disgrazie del
passato create alla
citt, alla gente, per
scelte orientate da in-
teressi personali, per
scegliere il miglior
presente nell'interes-
se del miglior futuro
comune, diffcile da
metter in atto, specie
quando quegli ammi-
nistratori sono ancora
in grado di condi-
zionare, ricattare, sia
la maggioranza sia
l'opposizione. Ci
vuol dire che occorre
trovare altre formule
oltre a quelle gi spe-
rimentate. La conqui-
sta del potere ad ogni
costo, ma non fuori
delle regole di legge,
fa parte della regola
democratica, poich
fan tutti cos, ci nel-
la sostanza non pu
essere esauriente,
ma risolvere tutto in
maniera ideologica
estremamente diff-
cile.
Oggi non tempo di
ragionamenti floso-
fci, ma occorre tro-
vare il giusto respiro
politico per risolleva-
re le sorti di un desti-
E il titolo
del manife-
sto politico
elettorale
fatto affg-
gere tanti
anni or sono
dallavvo-
cato Glauco
Reale, allora
candidato
nel Msi
CRONACA DI SIRACUSA 6 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Rubano
confezioni
medicinali
Condannati
Mentre uno distra-
eva la proprietaria,
laltra si affaccen-
dava tra gli scaffali
per rubare prodotti
per la cura della
cellulite. Lazione
non sfuggita alla
telecamera della vi-
deosorveglianza e la
coppia fnita sotto
processo.
Il giudice monocra-
tico del tribunale,
Giuseppina Storaci,
ha difatti emesso
sentenza di condan-
na a 6 mesi di reclu-
sione oltre al paga-
mento di 200 euro
di quota ciascuno,
a carico di Corrado
Navarra, siracusano
di 43 anni, e Daniela
Petrolito, siracusana
di 33. I due imputati,
assistiti dagli avvo-
cati Junio Celesti e
Giampiero Nassi,
sono stati processati
per il reato di furto
aggravato.
Il fatto risale al 13
settembre 2010. I
due si erano pre-
sentati alla farmacia
Fichera di corso
Gel one. Ment re
luomo intrattene-
va la proprietaria
chiedendole un ri-
medio per la tosse
e il mal di gola che
diceva accusare, la
donna, distogliendo
di fatto lattenzione
della farmacista dal-
la donna, la stessa
in fretta si sareb-
be impossessata di
cinque confezioni
di un noto un medi-
cinale che combatte
la cellulite sul corpo
delle donne per un
valore complessivo
di 250 euro. Dopo
averli custoditi nella
borsa, ha fatto un
cenno al compagno
per andare via.
Le telecamere han-
no per inchiodato i
due alle loro respon-
sabilit e adesso
giunta anche la
condanna da parte
del giudice mono-
cratico.
Ruba su auto in sosta
a Vendicari: 8 mesi
Questa la
condanna
che il giudice
monocratico
ha infitto a
carico di un
avolese di
43 anni, sor-
preso nella
fagranza
del reato
Era diventato lin-
cubo dei bagnanti e
dei turisti. Bastava,
infatti, che vi fosse
un parcheggio a pa-
gamento in una zona
balneare, perch
entrasse in azione
per impossessarsi di
quanto le ignare vit-
time avevano lascia-
to dentro le loro auto.
Lo scorso mese di
giugno aveva preso
di mira le automo-
bili parcheggiate
nellarea riservata a
ridosso della riserva
orientata di Vendica-
ri.
Qui ha fatto man-
bassa di vari oggetti
lasciati incustoditi
dentro le vetture. In
quella circostanza,
per, incappato
in un servizio coor-
dinato effettuato in
zona dai Carabinieri
del nucleo operativo
e radiomobile della
compagnia di Noto.
I militari dellArma,
alertati da altri simi-
li episodi avvenuti
nelle zone balneari
netine, si erano con-
fusi tra quanti quel
giorno si sono recati
al mare in quella ri-
serva orientata.
Dopo poco i mili-
tari hanno visto un
uomo, noto per i suoi
precedenti specifci,
avvicinarsi con fare
circospetto ad alcune
auto in sosta; assicu-
ratosi che nessuno lo
osservasse, con fare
repentino, luomo ha
infranto il fnestrino
per asportare quanto
contenuto nei veico-
li. Lintervento dei
militari ha permesso
di arrestare Diego
Vaccarisi di 43 anni.
Ieri limputato, di-
feso dallavvocato
Alvise Troja, stato
condannato dal giu-
dice monocratico del
tribunale di Siracusa,
Giuseppe Tripi, alla
pena di 8 mesi di re-
clusione e 450 euro
di multa, che dovr
scontare in regime di
arresti domiciliari ai
quali era stato desti-
nato gi allindomani
del suo arresto.
I fatti si sono con-
sumati il 9 giugno
scorso. Vaccarisi
si era spinto fno al
parcheggio delloasi
di Vendicari e, dopo
averne osservate al-
cune posteggiate, ha
rotto il vetro della
vettura di un cittadi-
no tedesco da dove
ha prelevato un navi-
gatore satellitare ed
una busta contenente
biscotti e frutta. Non
contento ha forzato
la vettura di un turi-
sta spagnolo da dove
ha prelevato un altro
navigatore satellita-
re del tipo tom-tom.
Terza auto presa di
mira e alla quale ha
frantumato il vetro,
quella di un turista di
Berlino, da dove ha
prelevato soltanto un
paio di scarpe da gin-
nastica. Questultima
azione predatoria non
passata inosservata,
perch in zona vi era-
no i carabinieri che,
vedendolo aggirarsi
con fare sospetto, lo
hanno bloccato, tro-
vandogli in mano la
refurtiva poi conse-
gnata ai legittimi pro-
prietari.
Il fenomeno dei furti
sulle auto ai parcheg-
gi non custoditi delle
zone balneari della
zona Sud della pro-
vincia di Siracusa,
stata oggetto di
ulteriori interventi
da parte delle forze
dellordine soprattut-
to nella stazione bal-
neare di San Lorenzo
a Noto.
R.L.
In foto, loasi naturale
di Vendicari.
Viol il Daspo
Tifoso azzurro
condannato
IL GIUDICE MONOCRATICO LO HA CONDANNATO A 1 ANNO DI RECLUSIONE
Avrebbe dovu-
to presentarsi in
Questura come
ogni domenica, per
scontare la misura
del Daspo che gli
era stata sommini-
strata dal Questore
di Siracusa. Quella
domenica, per, ha
eluso il controllo
ed stato denun-
ciato. A distanza
di quattro anni e
a conclusione del
processo, un tifoso
del Siracusa incap-
pato nella condanna
a 1 anno di reclusio-
ne oltre alla multa di
10 mila euro. Prota-
gonista della vicenda
S.D.M. di 39 anni,
il quale, assistito
dallavvocato Liliam
Sacc, stato proces-
sato per la violazione
del Daspo.
Il provvedimento gli
era stato infitto il 4
maggio 2010. L'im-
putato non poteva
seguire le partite del
Siracusa calcio. Ma
l8 settembre 2010,
invece di presentarsi
in Questura allora
coincidente con li-
nizio della partita di
Coppa Italia Milaz-
zo-Siracusa, si rese
uccel di bosco.
Il legale della dife-
sa ha sostenuto nel
corso dellistruttoria
dibattimentale che il
suo assistito andava
assolto perch, vero
che non si era pre-
sentato in Questura,
ma altrettanto vero
che non poteva avere
seguito la squadra del
cuore, perch quella
partita si era disputata
a porte chiuse. Per il
giudice Carmen Sca-
pellato, per, questa
avanzata dalla dife-
sa non era una prova
suffciente a scagio-
nare il tifoso. Per la
cronaca, quella parti-
ta la vinse il Siracusa
2-1 con doppietta di
De Angelis.
A fianco, lavvocato
Glauco Reale.
16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 7 CRONACA DI SIRACUSA
CRONACA 8 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Ad un anno di di-
stanza dallavvio
d e l l o p e r a z i o n e
Mare Nostrum, Save
the Children, lorga-
nizzazione dedicata
dal 1919 a salvare
i bambini e a pro-
muovere i loro dirit-
ti in tutto il mondo,
e la Marina Mili-
tare, hanno siglato
lo scorso 7 ottobre,
un protocollo din-
tesa che prevede la
presenza degli ope-
ratori professionali
dellOrganizzazione
a bordo delle Uni-
t Navali impiegate
nel dispositivo, allo
scopo di fornire sup-
porto, orientamento,
informazione legale
e mediazione cultu-
rale per i minori.
Laccordo preve-
de che nei giorni di
permanenza a bordo
delle Unit Navali
venga fornito il ne-
cessario supporto ai
bambini e agli adole-
scenti presenti a bor-
do delle imbarcazio-
ni soccorse in mare.
Questo accordo con
la Marina Militare
importantissimo
perch consentir
ai nostri operatori
di svolgere gi sul-
le navi le attivit di
mediazione cultu-
rale, informazione
e orientamento, ma
anche di identifca-
re eventuali bisogni
specifci dei mino-
ri, come nel caso di
vittime di violenza,
tratta o sfruttamen-
to, e di fornire un
supporto adeguato
- ha dichiarato Va-
lerio Neri, Direttore
Generale di Save the
Children Italia - Per
la nostra Organizza-
zione, che dal 2008
opera in collabora-
zione nellambito del
progetto Praesidium,
coordinato dal Mini-
stero dellInterno, a
Lampedusa, in Sici-
lia, Calabria, Puglia,
signifcher di fatto
estendere alla fase di
soccorso in mare le
attivit di supporto
ai minori gi svolte
fno ad oggi a terra.
A margine della sot-
toscrizione dellac-
cordo, in rappresen-
tanza della Marina
Militare, lammira-
glio Claudio Gaudio-
si, Sottocapo di Stato
Mare nostrum: siglato
protocollo tra la marina militare
e Save The Children nata nel 1919
Maggiore della Ma-
rina ha dichiarato:
La presenza a bordo
delle navi della Ma-
rina Militare degli
operatori di Save the
Children consentir
ai nostri equipaggi
di svolgere ancora
meglio il diffcile
compito nel quale
sono impegnati ogni
giorno, trovandosi a
dover assistere cen-
tinaia di persone in
condizioni fsiche
e psicologiche dif-
fcili. In particolare
con donne incinte,
bambini anche molto
(International Orga-
nization for Migra-
tion) e Croce Rossa
Italiana nellambito
del progetto Praesi-
dium, coordinato dal
Ministero dellInter-
no e fnanziato dallo
stesso ministero e
dallUnione Europea.
Le attivit, in parti-
colare quelle svolte
con i minori soli non
accompagnati, hanno
lobiettivo di fornire
informazione, con-
sulenza legale, me-
diazione culturale,
garantire la loro cor-
retta identifcazione
e protezione, moni-
torare gli standard di
accoglienza in Italia
e facilitare, nel caso
esistano le condizio-
ni, la riunifcazione
familiare con parenti
residenti in Italia o in
altri Paesi.
Save the Children
opera inoltre a Mila-
no e Roma, due dei
principali luoghi di
transito dei minori
stranieri non accom-
pagnati e dei nuclei
familiari con bam-
bini, attraverso due
centri diurni a Roma
e Milano, in partner-
ship con la Coopera-
tiva Civico Zero, e il
centro notturno A28 a
Roma, in partnership
con Intersos.
Secondo i dati uf-
fciali e le stime di
Save the Children,
pi del 15% dei mi-
granti arrivati via
mare dal 1 gennaio
ad oggi costituito
da minori, 22.500
in totale, tra i quali
almeno 11.650 soli,
senza alcun adulto di
riferimento. Si tratta
spesso di minori in
particolari condizio-
ni di vulnerabilit,
con unet compresa
tra i 15 e i 17 anni,
ma anche di 12 o 13,
originari principal-
mente di paesi come
l Eritrea, lEgitto o la
Somalia, che hanno
vissuto terribili espe-
rienze nel corso del
loro viaggio, durato
in alcuni casi mesi o
anni, tra violenze di
ogni tipo. Molti sono
i bambini provenienti
dalla Siria che viag-
giano con i propri
genitori e che han-
no bisogni peculiari
legati alla loro et e
vulnerabilit
Prevede la
presenza de-
gli operatori
professionali
dellOrga-
nizzazione a
bordo delle
Unit Navali
impiegate nel
dispositivo
Momenti salienti
delloperazione Mare
Nostrum e accordo
Save the Children.
piccoli o adolescenti
senza adulti di riferi-
mento. Loperazione
Mare Nostrum, vede
la Marina Militare
impegnata ormai da
quasi un anno nelle
acque del Mediter-
raneo. Attraverso la
presenza a bordo di
operatori umanitari
di Save the Children,
avremo la possibilit
di offrire la migliore
assistenza possibile a
bambini e adolescen-
ti che dopo essere
fuggite da confitti,
guerre o situazioni
terribili, rischiano la
loro vita in mare per
raggiungere il nostro
Paese e lEuropa.
Save the Children
presente sulle co-
ste del sud Italia
dal 2008, e opera
in collaborazione
con UNHCR (Uni-
ted Nations High
Commissioner for
Refugees), IOM
16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 9 SOCIET
Occorre dotare Melilli
di una postazione del 118
un
problema
reale che
ogni giorno
mette
seriamente
in pericolo
la vita delle
persone
Presto unaudizione in Commissione
Attivit produttive dellArs
Riceviamo e pubblichia-
mo una nota del Segreta-
rio provinciale SEL, Vin-
cenzo Vitale.
Il Sindaco Garozzo ha
perso una buona occa-
sione per tacere. SEL,
come hanno dichiarato i
nostri Consiglieri in aula,
ha sollevato una serie di
questioni programma-
tiche e politiche, le pri-
me attinenti il mancato
sviluppo di una serie di
azioni riformatrici e di
novit, sia rispetto alla
conduzione della macchi-
na amministrativa sia con
riguardo alla gestione del
territorio.
Inutile fargli notare, perch
dovrebbe esserne coscien-
te, i tanti malumori che
esistono sia nellapparato
amministrativo che fra i
Cittadini rispetto a queste
due questioni. Per quanto
riguarda la politica con la
A maiuscola, avremmo
voluto soprassedere su una
Mancato sviluppo
di una serie di azioni
serie di elementi che sotto-
lineeremo in seguito, anche
con riferimento allincredi-
bile trasversalismo politico
introdotto nel Comune, che
caratterizzano il vecchio
che avanza nella gestione
dello stesso. Ricordiamo
al Sindaco Garozzo, come
disse Pablo Picasso a dei
presuntuosi incapaci, che
ci vuole molto tempo per
diventare (veramente) gio-
vani.
Vincenzo Vitale
TANTI MALUMORI CHE ESISTONO NELLAPPARATO AMMINISTRATIVO
Non si ferma
limpegno per do-
tare il Comune di
Melilli di una po-
stazione del 118.
Lon., segretario
della commissio-
ne Attivit pro-
duttive dellArs
e presidente del
movimento Sal,
Sviluppo, autono-
mia, lavoro, dopo
diverse istanze
presentate allas-
sessorato regiona-
le della Salute, ha
chiesto - e ottenuto
- unaudizione in
commissione Ser-
vizi sociali e sani-
tari, in programma
la prossima setti-
mana. Allappun-
tamento parteci-
peranno anche il
coordinatore Sal
di Melilli, Andrea
Castelli, il respon-
sabile del Coordi-
namento cittadino
per il 118, Vincen-
zo Girgenti e il re-
sponsabile provin-
ciale della sanit
di Sal, Francesco
Ossino che, assie-
me allon. Giam-
battista Coltraro,
da tempo si adope-
rano per raggiun-
gere questo impor-
tante traguardo.
La nostra sot-
tolinea il deputato
regionale Giam-
battista Coltraro
una battaglia
di civilt. La man-
canza di una po-
stazione del 118 a
Melilli un pro-
blema reale che
ogni giorno mette
seriamente in pe-
ricolo la vita del-
le persone che, in
caso di incidenti
o malori, sono co-
strette ad aspettare
per tanto, troppo
tempo unambu-
lanza. E una simi-
le situazione pu
anche avere tragi-
che conseguenze.
Per questo non
ci fermeremo fn
quando non otter-
remo un servizio a
nostro avviso indi-
spensabile.
Testimoni
di Geova:
Cerchiamo
la pace e per-
seguiamola
Circa 2000 Testi-
moni di Geova di
Siracua e provin-
cia, si raduneran-
no il 19 Ottobre
2014 ad unas-
semblea dal tema:
Cerchiamo la
pace e perseguia-
mola, presso la
Sala delle Assem-
blee di Siracusa
in contrada Spina-
gallo 59 Cassibile
(SR).
Le sessioni inizie-
ranno Domenica
alle 9:40 e termi-
neranno circa alle
16:00.
Questo congresso
metter in eviden-
za attraverso le sa-
cre scritture come
poter trovare la
vera pace con Dio
e con il prossimo,
e come possia-
mo promuoverla,
inoltre verr for-
nita la risposta ad
importanti inter-
rogativi sulla pace
come ad esempio:
Cosa essen-
ziale per provare
vera pace?
Perch dovrem-
mo promuovere la
pace?
Qual la fonte
della vera pace?
Alcune fasi
dellincontro sa-
ranno dedicate ai
giovani e alle loro
pr obl emat i che,
inoltre unaltro
aspetto saliente
del programma
sar il battesimo
dei nuovi Testi-
moni in program-
ma alle ore 11:35.
I testimoni di
Geova invitano
tutti ad assiste-
re allassemblea
per saperne di pi
sulla giuda che la
Parola di Dio pu
dare per trovare
la pace. Come per
tutti gli incontri
dei Testimoni di
Geova, lingresso
libero e non si
fanno collette.
In foto, tabella di
guardia medica
e laspettativa di
avere la postazione
del 118 a Melilli.
L'Unicef incon-
tra i bambini della
Scuola "Edmon-
do De Amicis"
di via Algeri in
Contrada Mazza-
rona.
L'incontro po-
meridiano che si
svolto marted
scorso stato or-
ganizzato per pro-
muovere il valore
del colloquio fra
docenti e bambi-
ni, di questi con i
genitori e i non-
ni attraverso la
lettura di favole,
racconti, la con-
divisione di fatti
educativi.
La manifestazio-
ne, la quale ha
visto la partecipa-
zione di diverse
classi e di inse-
gnanti, di genito-
ri e nonni, stata
aperta dal cordia-
le saluto della Re-
sponsabile della
Scuola Professo-
ressa Giovanna
Gozzo, la quale
ha evidenziato la
presenza fattiva
dell'Unicef nel
territorio siracu-
sano, nel campo
scolastico..
Ha fatto seguito
l'intervento del-
la Professoressa
Itria Peluso, Pre-
sidente della Fida-
pa, la quale ha po-
sto l'accento sulla
presenza insosti-
tuibile dei nonni
per migliorare l'a-
spetto morale di
una societ nella
crisi di valori che
si registra nell'at-
tuale momento
socioeconomico.
Quindi ha preso
la parola la Presi-
dente Provinciale
Unicef Profes-
soressa Carmela
Pace, la quale ha
voluto ricordare la
nascita della ples-
so scolastico "De
Amicis" avvenuta
nel 1982, proprio
per il suo tenace
impegno perch i
bambini e gli in-
segnanti potessero
avere la sede giu-
sta per educare e
preparare alla vita
le nuove genera-
zione come indi-
vidui e cittadini.
E ci non soltanto
con lo studio delle
materie secondo i
previsti percorsi
disciplinari, anche
con una connes-
sione fra alunni e
docenti nel condi-
videre pensieri e
opinioni, sogni e
aspirazioni, favo-
le e racconti con
le loro istruttive
metafore.
Allo scambio di
letture fra adulti
e bambini hanno
partecipato Rosa-
ria Arcucci e Fran-
ca Valenti, com-
ponenti Unicef,
Filippo Di Natale,
nonno di uno dei
piccoli scolari,
SOCIET 10 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Il valore del colloquio
con la lettura delle favole
Lincontro ha
visto la par-
tecipazione
di diverse
classi e di
insegnanti,
di genitori
e nonni
In foto, il presidente
Unicef, Carmela Pace.
strAde dissestAte
Via Parlato
come
una gruviera
A rischio
le proprie
caviglie
Riceviamo una nota perve-
nutaci in redazione da un
nostro lettore che pubbli-
chiamo volentieri.
All'inizio di viale S. Pa-
nagia, esiste una via che e'
stata intitolata a Giuseppe
Parlato. Chiamare strada
quella via e offesa al pub-
blico pudore, tanto quella
striscia di asfalto sconesso e
pena di buche, e solo buona
per fare una prova di Rally
sullo sterrato. Se una mac-
china o un ciclomotore pas-
sano da quella via, metteno
a repentaglio gli ammortiz-
zatori, per non parlare dei
malcapitanti residenti, che
dovendo pecorrerla per for-
za di cose mettono a rischio
le proprie caviglie, cosa che
purtroppo successo ad un
residente di quella terrazza
cittadina, ha dovuto fare ri-
corso ai sanitari del Pronto
Soccorso dell'Umberto I.
Per questo stata segna-
lata la pericolosit di Via
G. Parlato, eppure questa
strada e a due passi della
residenza del Sindaco pro-
tempore Dott. Garozzo.
Ella Sig. primo cittadino
non Vede?
Quello sconcio di Via, mal-
grado che Ella costretto
per recarsi a casa e passare
due volte al giorno davanti
quella Via. Basta un tantino
di buon senso e un camion
di asfalto, per togliere il pe-
ricolo. Questo servirebbe
a dire Grazie da parte dei
residenti a Lei e all'Asses-
sore alla Viabilit Dott.ssa
Silvana Gambuzza, qualora
facesse intervenire gli ope-
rai addetti alla manutenzio-
ne stradale. Inoltre rende
noto che nell'immediate
vicinanze di detta Via esi-
ste una fermata di Auobus
(Viale S. Panagia), la qua-
le naturalmente e priva di
pensilina e cosa pi impor-
tante non esistono striscie
pedonali, cosa assai grave,
poich le persone che de-
vono attraversare la strada
rischiano la Vita o fosse
prima ci deve scappare il
morto. Come spesso succe-
de quando la segnalazione
vengono fatte da semplici
cittadini, non sono prese
in considerazioni da parte
dell'Amministrazione As-
sessore in nome del buono
vivere corra ai ripari, prima
che accada l'imperrabile.
Roberto Giuffrida
Si tenuto ieri pomerig-
gio nel salone Borsellino
di Palazzo Vermexio il
convegno- semi nar i o
di psicologia giuridica
Sex offenders: profling
e trattamento. Congiun-
tamente promosso dalla
Rete Centri Antiviolen-
za fondata e diretta da
Raffaella Mauceri e dal
Coordinamento Don-
ne Siciliane (C.D.S.),
il seminario vanta il
patrocinio dellOrdine
nazionale degli Psico-
logi, nonch quello del
Comune di Siracusa e
dellOrdine degli Avvo-
cati del foro siracusano
che ha rilasciato cinque
crediti formativi. Scopo
dellincontro, approfon-
dire la dinamica dei cri-
mini a sfondo sessuale,
focalizzando lattenzio-
ne sul proflo ed il trat-
tamento dei soggetti re-
sponsabili di tali crimini,
defniti in gergo tecnico
da psicologi e operatori
penitenziari "sex offen-
ders". Hanno introdotto
i lavori la presidente re-
gionale del C.D.S. Raf-
faella Mauceri, il procu-
Il convegno-seminario di psicologia giuridica Sex offenders: profling e trattamento
Un seminario al Vermexio: Sex
offenders: profling e trattamento
Scopo dellincontro di ieri, approfondire
la dinamica dei crimini a sfondo sessuale
PROMOSSO DALLA RETE CENTRI ANTIVIOLENZA E DAL COORDINAMENTO DONNE C.D.S.
ratore della Repubblica
Francesco Paolo Giorda-
no, il presidente dellOr-
dine degli avvocati Alvi-
se Troja e dellassessora
alle Pari Opportunit del
Comune di Siracusa Sil-
vana Gambuzza. Hanno
relazionato sul tema:
-Sofa Milazzo - psicolo-
ga master in Criminolo-
gia Il proflo crimino-
logico dei sex offenders
-Pilar M.D. Castilla - av-
vocata del Foro di Cata-
nia e vice presidente del
C.D.S. Elementi giuri-
dico-legislativi dellabu-
so sessuale.
-Marcello La Bella - di-
rigente della sez. Poli-
zia Postale e delle Co-
municazioni di Catania
Aspetti investigativi
della pedopornografa.
-Fulvio Giardina presi-
dente naz. Ordine degli
Psicologi - La consu-
lenza psicologica in am-
bito penale.
-Laura Uccello psi-
cologa, psicoterapeuta,
master in Psicologia giu-
ridica - Il trattamento
psicologico per gli auto-
ri di reati sessuali
-Antonio Nicastro so-
stituto procuratore del-
la Repubblica presso il
Tribunale di Siracusa
- Alcuni casi esempli-
fcativi.
Scuola di Formazione Teologica di Base Giovanni XXIII
UNINIZIATIVA VOLUTA DALL'ARCIVESCOVO, MONS. SALVATORE PAPPALARDO
Vivere la fede in maniera autentica.
Il messaggio cristiano cos pu arri-
vare al cuore di ogni uomo. Don
Salvatore Spataro tiene nel salone
"Giovanni Paolo II" del Santuario
della Madonna delle Lacrime la
prima lezione della Scuola di For-
mazione teologica di base Giovanni
XXIII", giunta al terzo anno.
Uniniziativa voluta dall'Arcive-
scovo, mons. Salvatore Pappalar-
do, per promuovere la formazione
teologica dei fedeli. In particolare
gli operatori pastorali sono invita-
ti ad approfondire la conoscenza
della dottrina cristiana in vista di
un arricchimento personale e di un
qualifcato servizio ecclesiale. Sul
tema Chiesa e Regno di Dio nella
escatologia delle Costituzioni Con-
ciliari Lumen Gentium e Gaudium
et spes, don Spataro, direttore della
Scuola, ha spiegato: Come Chiesa,
membra di un unico corpo e parte di
un unico popolo, rifetteremo, sulle
tematiche del Regno di Dio in una
prospettiva che presenteremo come
esigenza del Vivere la fede. La Chiesa
non mai chiusa in se stessa, ma
aperta al perenne vivendo la storia
presente, un tempo che impegna
tutti i suoi membri in cammino di
conformazione a Cristo, di impegno
nella vita temporale per la salvezza
oltre il tempo. Il Magistero, oramai
pi attento a non formulare errori,
ma a farsi modello e indicatore della
vera via che conduce alle pienezza di
ogni esistenza creata, esprime chia-
ramente che la Chiesa deve essere
anchessa pastorale. Il messaggio
cristiano cos pu arrivare al cuore
di ogni uomo e la Chiesa si pu fare
autentica portatrice della volont
salvifca di Dio che in Cristo, per
mezzo dello Spirito, inaugura un
Regno che non avr mai fne.
Dopo la rifessione ha avuto la ce-
lebrazione Eucaristica presieduta
dall'Arcivescovo Pappalardo nella
Basilica Santuario.La Scuola di
Formazione Teologica di Base
articolata in tre distinti anni di corso
ai termini dei quali sar rilasciato,
a seguito di una verifca fnale, un
attestato di merito.
Angela Saccone
Rizza, scrittrice di
due pubblicazioni
di poesie "Emo-
zioni e Sensazio-
ni" e "Vuci da me
terra".la quale nel-
la sua nuova poe-
sia ha illustrato le
qualit dei nonni.
A seguire sono
stati i bambini a
leggere le loro
favole, lettere e a
cantare una can-
zone indirizzata in
particolare ai non-
ni per ringraziarli
del loro amore e
aiuto. Nell'occa-
sione l'Unicef ha
donato alla scuo-
la materiale di
cancelleria ed es-
sendosi l'incontro
tramutato in festa,
com' era prevedi-
bile, si concluso
con una buona,
dolce merenda.
Giovanna Marino
Tasi, gi
pagata
a giugno
il saldo
a dicembre
Tassa sui servizi
indivisibili, anco-
ra caos e preoccu-
pazione fra i con-
tribuenti. La Uil
di Siracusa arriva
in soccorso, con
gli sportelli Caf
di via Arsenale,
per chiarimenti e
modalit di paga-
mento.
La prima rata
della TASI sta-
ta versata entro
il 16 giugno nei
Comuni che han-
no pubblicato en-
tro il 31 maggio
la delibera con le
aliquote sul sito
del Ministero del-
le Finanze (fra cui
Siracusa) mentre
dovr essere ver-
sata entro il 16
ottobre 2014 (cio
entro domani) nei
Comuni che han-
no pubblicato la
delibera dopo il
31 maggio. Per
la seconda rata
la scadenza fs-
sata al 16 dicem-
bre 2014. Non
ancora stata fatta
chiarezza in tal
senso sottolinea-
no dagli uffci Caf
(Centro assistenza
fscale) della Uil
Siracusa e in
questi giorni sia-
mo stati subissati
di telefonate e di
contribuenti che
hanno manifesta-
to preoccupazione
per tasse che si
ripresentano con
sempre maggiore
frequenza. Siamo
ancora in corso
con i pagamen-
ti della Tari, la
tassa sui rifuti, e
non sarebbe stato
possibile mettere
sul piatto dei con-
tribuenti una nuo-
va tassa. Sarebbe
scoppiato il caos.
Per la Tasi se ne
parler a dicem-
bre con il saldo
degli acconti ver-
sati a giugno.
16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 11 SOCIET
SPECIALE 12 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED 16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 13 SPECIALE
La droga e usura due piaghe
da debellare nella societ
La conferma di questa logica il gran numero di
addetti che ogni giorno aumentano sempre di pi
IL COMPARTO DELLA DROGA IN ASSOLUTO IL BUSINESS PI CONVENIENTE
di Concetto Alota
La droga or-
mai l'unico bene
dove il consumo
ignora persino
l' aumento dei
prezzi in pie-
na congiuntura
del l ' economi a
e della finan-
za, specie qui
da noi al Sud;
il comparto
diventato oggi
il perno delle
attivit della ma-
lavita organizza-
ta, occupando
il posto di altri
reati, un tempo
pi comune e
diffuso, come
i rapimenti, le
rapine, gli scip-
pi, i furti, tutti in
netta e costante
diminuzione. Il
comparto della
droga in asso-
luto il business
pi conveniente
per le "bande" e
le "aziende" cri-
minali, che mi-
nacciano, cos
come struttura-
ti, addirittura il
benessere so-
ciale; un male
che come un
cancro si diffon-
de velocemente
in tutti gli strati
della societ a
vari livelli, senza
distinzione tra i
ricchi e i poveri.
La conferma di
questa logica
il gran numero
di addetti che
ogni giorno au-
mentano sem-
pre di pi, e che
hanno raggiunto
in tutta Italia un
numero eleva-
tissimo che nes-
suno conosce
ancora, oltre alla
coltivazione di-
retta, in proprio,
di marijuana e
hashish; deci-
sione legata sia
alla pronta prov-
vista, sia al mag-
gior guadagno
derivante dall'ef-
fetto di un bu-
siness, dove lo
stesso soggetto
sia produtto-
re, sia commer-
ciante. Le zone
di produzione
sono per lo pi
nell' entroterra
siciliano e cala-
brese, ma an-
che in Sardegna
e Campania.
La delinquenza
comune di-
ventata pi qua-
lifcata, "pi ele-
gante", alzando
il proprio grado
sociale tra la co-
munit. Inoltre,
un gran numero
di persone, vi-
sto il favorevole
business, ha de-
ciso d'investire
nel l e "azi oni "
delle "societ"
che trafficano
in stupefacenti;
il tutto diven-
tato un motore
economico del
cri mi ne orga-
nizzato senza
precedenti , e
dove la movi-
mentazione di
denaro in forte
aumento.
L' espansi one
es ponenz i a-
le dei consumi
delle droghe ha
portato il "fattu-
rato" oltre ogni
aspettativa, tan-
to che nessuno
in grado oggi di
stimare la quan-
tit di denaro
che circola nel-
le varie fasce
del l o spacci o
degli stupefa-
centi. Nella solo
terri tori o del -
la provincia di
Siracusa la mas-
sa di denaro che
circola mensil-
mente aumenta
a dismisura, e
dove sempre pi
numerosi diven-
tano gli iscritti
nella lista d'at-
tesa per essere
assunti "attivi-
sti" nelle varie
mansioni legate
alle attivit de-
gli stupefacenti,
dove le tattiche
di spaccio e tra-
sporto cambia-
no di continuo,
per tentare di
confondere le
forze dell'ordi-
ne, che a sua
volta adeguano i
supporti investi-
gativi con nuovi
metodi sempre
pi tecnologiche
e scientifche. E
chi prima era un
semplice "gre-
gario" addetto
allo spaccio o al
trasporto, oggi
diventato un "im-
presario" in pro-
prio, con tanto di
aiutanti di cam-
po e molti soldi
a disposizione; il
tutto senza con-
fni e limitazio-
ni di sorta, con
una crescente
pot enzi al i t .
Un processo di
trasformazione
che non cono-
sce limiti all'am-
pliamento del
campo d'azione
per i nuovi "clan"
della droga in
cerca di nuovi
mercati con al-
tri prodotti gi
in circolazione,
come le tante
sostanze sinteti-
che psicoattive,
molto pi facile
da reperire e da
smerciare.
La nuova cri-
minalit oggi
alla ricerca di
un'identit che
spara solo se
necessari o o
per emergere da
una realt dove
la concorrenza
forte, o per
difendersi per-
ch "attaccato",
dove la conse-
gna dell'ordine
dall'alto impar-
tito il silenzio
assoluto.
La gran quantit
di denaro diven-
ta un'occasione
per allargare il
proprio raggio
d'azione, dove
i tanti "commer-
cianti" gi nel
passato aveva-
no investito so-
pratutto sull'ac-
quisto di bar,
supermercati ,
rivendite di pane
e altre attivit di
sicuro interes-
se, specie dove
per il contante
sicuro giornal-
mente, anche
se non in regola
con i proftti e
i ricavi, cio in
perdita. Rimane
comunque una
delle condizio-
ni preferite per
investire i tanti
soldi dei proven-
ti, insieme agli
appartamenti, i
terreni e le ville.
Ma tutto questo
minaccia come
una grave ma-
lattia sociale l'in-
tera economia,
in una societ
come la nostra
che oggi stenta
a tirare avanti,
poich, nei fatti
pratici, si tratta
di un riciclaggio
puro dei soldi
sporchi prove-
nienti dagli af-
fari della droga,
con un danno
erariale diretto
e sinistro dan-
noso per tutta
la gente. Era la
logica del giu-
dice Giovanni
Fal cone, per
colpire il crimine
organizzato nel
suo cuore pul-
sante, cio nella
massa di denaro
liquido e sporco
da trasformare
in pulito e lega-
le, seguendo la
movimentazio-
ne sia di uomini,
sia di documen-
ti, sospettati di
essere entrati
nell'indotto ma-
fioso e a pi
livelli, a comin-
ciare proprio dal
prestanome co-
difcato in ban-
ca. Anche nel
piccolo territorio
siracusano, tale
logica gi da
qualche tempo
in atto. Sono
molti i titolari di
licenze in attivi-
t commerciali,
industriali, nella
gestione di bar e
panetterie, nel-
le macchinette
mangiasoldi e
tanto altro an-
cora, riconduci-
bili a personaggi
legati a doppio
filo al crimine
organizzato, o
come pure indi-
viduale, anche
nella scarsit
di elementi che
provano per l'i-
ter della Giusti-
zia tale siffatta
condizione; c'
stato negli ultimi
anni un proli-
ferare di rogiti
per il passaggio
di mano nelle
licenze d'attivit
o quote di so-
ciet di capitali
in quasi tutti i
settori produt-
tivi, compreso
il "concordato"
silenzioso per gli
imprenditori che
sono incappati
negli artigli de-
gli strozzini, dei
"prest asol di ",
dove un croce-
via da sempre
la cittadina di
Floridia. Localit
che rimane sotto
l'attenzione del-
le forze dell'or-
dine per tutte le
partenze e gli ar-
rivi d'ogni traccia
economica con
risvolti criminali
e malavitosi. La
presenza stori-
ca di un nume-
ro illimitato di
"prestasoldi" in
contanti a tas-
si altissimi, ha
reso famosa la
cittadina dedita
per lo pi all'a-
gricoltura e al
commercio, con
qualche indu-
stria nel setto-
re della pasta
e dell'olio, che
vanta anche il
numero pi alto
di residenti che
si sono recati in
America per far
soldi, tornare e
aprire cos la
tanta sognata
"banca privata",
dove si fanno
tanti soldi presto
e bene, senza
tasse e libri con-
tabili. Nel pas-
sato la cronaca
foridiana stata
pi volte sotto
i rifettori delle
forze dell'ordine
e dei media per
delitti collegati
a soldi, al sesso
e alla droga. Il
passato ritorna
sempre.
Sopra, il business della marijuana.
Arnaldo da Villanova
del parroco Lo Bello
Studi medicina
con gli arabi della
Spagna, come
pure fsica, chi-
mica, astrologia,
flosofa, teologia.
Dopo di essere
stato allievo alla
celebre Scuola di
Montpellier, ne
divenne esimio
docente
di Arturo Messina
Sintomatico e sempre
discusso, ma ancora
oggi pregno di attualit
Arnaldo da Villanova,
personaggio del Medio-
evo (nacque a Valencia
nel 1236 e mor nel
1311) per lambivalen-
za della sua personalit,
ma soprattutto per la
lucidezza di certe sue
deduzioni scientifche (
che sono apparse antici-
pare il nostro tempo) e
il suo modo originale di
interpretare- fu chierico
ma non prete- la fede
cattolica.Spirito in-
quieto e profondamente
meditativo nello stesso
tempo.
Studi medicina con
gli arabi della Spagna,
come pure fsica, chimi-
ca, astrologia, flosofa,
teologiaDopo di esse-
re stato allievo alla cele-
bre Scuola di Montpel-
lier, ne divenne esimio
docente, soprattutto nel
campo dellalchimia
che a quei tempi era una
delle branche scientif-
che pi in voga. Dimor
molto in Spagna ( dove
fu anche alla corte di
Federico II dAragona),
in Francia, in Italia (alla
Corte Pontifcia, dove
fu persino medico del
Papa Clemente V e di
Benedetto XI) conqui-
standosi fama soprat-
tutto nel campo dellal-
chimia. Scrisse diversi
trattati di medicina e di
alchimia, parecchi dei
quali sono per di dub-
bia mano, oltre a diver-
se traduzioni di opere
arabe: il famoso libello
De tribus impostori-
bus, oltre che a lui e
ad altri, venne attribuito
anche a Federico II; ma
sicuramente suo il li-
bellus de improbatione
malefciorum, in cui,
pur affermando la realt
dei sortilegi, contestava
che i demoni si metta-
no a disposizione degli
stregoni, sostenendo
che i cosiddetti casi di
stregoneria non sono
che casi morbosi, ma
sempre umani.
Comunque, tutti con-
cordano nel fatto che
egli abbia molto contri-
buito al progresso della
chimica e della medici-
na: il suo breviarium
praticae (che fu stam-
pato a Venezia nel 1483)
e il suo Commentario al
regime salernitato (pub-
ne di alcuni suoi opu-
scoli religiosi, che gli
procurarono la riprova-
zione dellInquisizione
e la condanna al carcere
da parte dellUniversit
di Parigi, che lo accus
di avere scritto concetti
contro la Chiesa!
Egli intese dimostrare
la sua ortodossia catto-
lica scrivendone una-
pologia intitolata : De
cymbalis Ecclesiae che
fece pervenire al Papa
Bonifacio VIII, speran-
do che la Chiesa cattoli-
ca non si opponesse alla
per cui egli insistette
nei suoi concetti e scris-
se altri libelli in cui ag-
giungeva anche attacchi
vivacissimi contro il
clero e contro certi Or-
dini Religiosi (ne aveva
tutti i torti?..); il Papa
ne ordin la confsca e
alcuni anni dopo la san-
ta Inquisizione condan-
n ben tredici dei suoi
opuscoli, elencando i
principali errori della
sua eterodossia.
Le sue opere sono sta-
te pi volte pubblicate
in varie edizioni ma in
zione, che Don Rosario
Lo Bello stato il primo
parroco da Lui nomina-
to a Siracusa
Vorrei aggiungere che
egli stato gi da quan-
do frequentava il Liceo
Scientifco Corbino un
modello esemplare di
studente integrale, de-
dito, anzi appassionato
allo studio, ma anche
al volontariato, alla-
postolato, impegnato
pienamente nellambito
scolastico e anche fuori:
nel giugno del 1993, fu
anche uno della dozzi-
na di miei studenti lice-
ali (nel ruolo del bidello
Costantino) che recita-
rono con cento bambi-
ni dellVIII Circolo
didattico, egregiamente
diretto dal dr. Mario
Macaluso, di via Cala-
tabiano, (meravigliosa
operazione didattica-
artistica-sociale!) nella
messinscena della mia
faba musicale Sbricio-
lino-Miliardino, la cui
coreografa fu Bice Car-
ta: doveroso ricordar-
lo, visto che nessuno,
purtroppo, ha notato il
suo recente ritorno alla
casa del Padre!
Interessante e arguta la
frase iniziale del chia-
rissimo presentatore,
che ha cominciato a
parlare ampiamente
dellopera di Arnaldo
da Villanova e dellec-
cellente ripropositore
di quellenigmatico ma
sublime personaggio,
parafrasando il celeber-
rimo detto latino Simi-
les cum similibus con-
faciuntur con il detto
siciliano che sua nonna
gli diceva da bambino:
Ogni simili so simili
sazzicca, per dire che
vi sono parecchie affni-
t tra Arnaldo da Villa-
nova e il nostro giovane
ma tanto apprezzato
pievano-scrittore, che
lha studiato a fondo e
ne ha saputo cogliere i
pi reconditi meandri
delle meditazioni e del-
le illuminazioni, che ne
fecero un personaggio
eccezionale, sui generis,
il pi eminente scienzia-
to della medicina me-
dioevale , da un canto,
sommo amatore delle
tematiche esegetiche e
teologali dallaltro, che
lo portarono al pi acuto
attrito con la Chiesa di
allora Che, ad onor del
vero, non era immune
da pecche
le 1907), come pure
lopera del tedesco P.
Diepgen Arnold v. Vil-
lanova als Politiken und
Laicutheologe (Ber-
lino 1909); ma il suo
nome rimasto sem-
pre tra i pi importanti
personaggi che hanno
suscitato il massimo
interesse tra gli studiosi
per le loro antiveggenti
intuizioni, che anche ai
nostri tempi, anzi di-
remmo proprio ai nostri
tempi, lasciano pensare.
Della pi grande at-
tualit, pertanto, il li-
de il modo di vivere, di
agire e di pensare del
poverello dAssisi in
un mondo come il no-
stro, cos privo dideali
veri e cos pieno de-
goismo e darrivismo.
Non a caso lo stesso
arcivescovo Salvatore
Pappalardo, nel pren-
dere la parola dopo la
presentazione fatta dal
rev. P. Giuseppe Lom-
bardo (anche per conto
della casa editrice da
lui rappresentata) ha af-
fermato, con evidente e
ben motivata soddisfa-
blicato ancor prima, nel
1479) dimostrano che
egli ebbe davvero un
raro spirito dosserva-
zione scientifca. Ci
che invece lo allontan
dal consenso teologico
cattolico fu la diffusio-
sua affermazione, fatta
attraverso calcoli da lui
con estrema precisione,
sulla fne del mondo,
che sarebbe avvenuta
nel 1376 con lappari-
zione dellAnticristo. Il
Papa non si pronunzi,
nessuna sono contenuti
tutti gli opuscoli teolo-
gici, n quelli scienti-
fci. Tra le pi recenti
pubblicazioni c la
Rassegna di studi sto-
rici, in Rivista dIta-
lia, di G. Volpe (apri-
bro dellintrepido ed
ammirevole parroco
della chiesa di S. Pa-
olo, allApolleon, uno
dei rari preti nuovi,
come nuovo gi ap-
parso Papa Francesco,
che non a caso ripren-
E stato presentato nella sede dellIstituto Nazionale del Dramma Antico, alla presenza
dun folto uditorio, tra cui lArcivescovo Poppalardo e il sindaco Garozzo
In alto, l'arcivescovo Pappalardo
e il tavolo della presidenza;
A fanco, il parroco Lo Bello
e l'Arcivescovo Pappalardo;
Sopra, gli intervenuti alla presentazione
del libro di Rosario Lo Bello.
CULTURA 14 Sicilia 16 OTTOBRE 2014, GIOVED 16 OTTOBRE 2014, GIOVED Sicilia 15 SPORT SIRACUSA
Manco il tempo
di raccogliere la
voce insistente di
un dopo Milazzo
caratterizzato da
turni pi abborda-
bili dopo un ini-
zio di campionato
non certo facile,
ed ecco la gros-
sa sorpresa della
quinta giornata
che arriva proprio
dal Giarre che sul
terreno di gioco
di Trecastagni ha
battuto addirit-
tura la corazzata
Igea Virtus grazie
ad un gol-capola-
voro di Massimo
Sottile .
Ed ecco che quel-
lo che doveva es-
sere il momento
di tirare il fato si
trasforma allim-
provviso in un
prol ungament o
degli impegni da
tenere docchio,
secondo una tra-
dizione, o una
iattura, fate voi,
che vuole squadre
appena cos cos
trasformarsi in
pericolose mine
vaganti al solo
a ppr os s i ma r s i
dellincontro col
Siracusa .
E allora la setti-
mana, gi agitata
dallattesa del-
le decisioni del
giudice sportivo
sui reclami pro e
contro presentati
in tempi diversi,
si trasforma in
unallerta genera-
le sia per la rosa
dei titolari, sia per
chi deve sceglie-
re la squadra da
mandare in cam-
po . Il problema
comune a quasi
tutti i tecnici di
Eccellenza, al-
meno siciliana,
che nel novanta
per cento dei casi
non dispongono
di osservatori e
quindi gli avver-
sari che il calen-
dario presenta
domenica dopo
domenica sono
degli sconosciuti
il cui rendimento
in partita desti-
nato a rappresen-
tare una sorpresa.
Non dato sape-
re se il Siracusa
disponga o meno
di osservatori,
ma lo stesso fatto
che Anastasi in
diverse occasio-
ni sia stato colto
di sorpresa ci fa
pensare che da
quel lato la socie-
t sia sguarnita .
Intanto dopo la
pausa del luned
e gli esercizi in
palestra di mar-
ted, la squadra
ha iniziato la pre-
parazione vera e
propria per la par-
tita di domenica,
prologo allin-
contro di met
settimana con la
juniores che a
sua volta prece-
der le sedute di
rifnitura previ-
ste per venerd e
sabato. Maurizio
Romeo, tecnico
dei giallobl, che
con la vittoria
sulla capolista si
rilanciato agli
occhi dei tifosi,
mantiene un pro-
flo basso, ma non
diffcile preve-
dere che, sotto
sotto, medita il
colpaccio al De
Simone . Anastasi
avvertito . La-
sciare ai giarresi
la possibilit di
irretire il Siracusa
con la ragnatela
del possesso pal-
la a centrocampo
significherebbe
fare il loro gioco e
rischiare poi nelle
Anastasi ha dato il via
alloperazione Giarre
squadra imprevedibile
I giallobl domenica scorsa si sono sbarazzati della capolista
Igea Virtus e si ripromettono di rappresentare nel corso del
campionato una pericolosa mina vagante
Calcio Siracusa, Vitale:" Contro il Giarre
un derby da vincere a tutti i costi"
Tornato titolare in quel di Milazzo, Virgilio
Vitale, ha sfruttato nel migliore dei modi
la sua occasione. Domenica da incornicia-
re l'estremo difensore azzurro. Decisivo in
almeno tre circostanze ad inizio gara, ri-
sultato tra i migliori in campo.
Ma lui, abituato ai complimenti, non fa
una piega. E pensa gi alla prossima gara
contro il Giarre per un derby che torna al
De Simone dopo diversi anni. Partita
da vincere a tutti i costi. Contro il Giarre
in campo per ottenere il massimo escla-
ma Vitale - vogliamo raggiungere la vetta
della classifca il prima possibile.
Con Pandolfo, col quale si divide il ruolo
di "primo", nata una vera amicizia. Sia
io che Pandolfo siamo a disposizione del
mister. Il nostro compito quello di farci
trovare sempre pronti. Quando ci sar bi-
sogno del senior ci sar io, dovesse invece
servire l'under tra i pali toccherebbe a Pan-
dolfo che bene sta facendo. nfne com-
menta cos questa prima fase di stagione.
I campioni d'Italia e medaglia
di bronzo ai Campionati europei
per club di canoa polo della Kst
Siracusa, hanno fatto una visita
di cortesia al Comando della Ca-
pitaneria di porto. All'incontro
hanno partecipato gli atleti, l'al-
lenatore ed il presidente della so-
ciet. Tutto per suggellare i buoni
rapporti che intercorrono tra la
Kst Siracusa e la Capitaneria.
CanoaPolo, la KST
in visita alla Capitaneria
ripartenze con il
veloce Aleo o con
il folletto Sottile,
abile questul-
timo nel saltare
luomo e fondare
a rete. Per questo
serve domenica il
miglior Siracusa,
una squadra con-
sapevole che da
qui alla fne del
campionato non
ci saranno incon-
tri facili anche
perch storia
vecchia contro
gli azzurri tutti
giocano la partita
della vita.
Armando Galea
E' un campionato abbastanza equilibrato,
perch sono davvero tante le squadre at-
trezzate e in grado di poter dire la loro in
questo torneo. Tra queste, naturalmente, ci
siamo anche noi. Lotteremo per vincerlo.
La squadra, dopo la consueta riunione tec-
nica del marted, ha svolto lavoro di forza
in palestra, riprender gli allenamenti ieri
pomeriggio al Nicola De Simone dove
per oggi prevista l'amichevole di met
settimana contro la Juniores.
In foto, Virgilio Vitale
In foto, mister Anastasi.
SPORT PAGINA 16 16 OTTOBRE 2014, GIOVED
Sicilia
Eccellenza, rigettato il reclamo
del Misterbianco: tre punti al Siracusa
Il Misterbianco
aveva avanzato
ricorso avverso
la decisione del
commissario
della Lnd di non
fare disputare la
partita contro il
Citt di Siracusa
Inviato alla Societ Misterbianco il preavviso di recupero
della somma dovuta, mediante incasso coattivo
Basket,
Bordieri:
"E' stata
una prova
di carattere
da parte
dei miei
ragazzi"
Una sconftta con
tanti rimpianti
ma, soprattutto
con buon indica-
zioni per il pro-
seguo di questo
campionato. La
base su cui la-
vorare c e aver
messo paura a
una delle big del
torneo segno di
carattere e vitali-
t. E stata una
prova di carat-
tere da parte dei
ragazzi- spiega
Luigi Bordieri- i
miei ragazzi non
mollano mai. Ab-
biamo avuto una
buona partenza,
poi venuta fuori
la qualit di alcuni
giocatori del Pat-
ti, Mori su tutti, e
complice la fretta
dei miei giocato-
ri, abbiamo subito
un break che ci ha
portato allinter-
vallo lungo sotto
di dodici.
La scelta di pas-
sare a zona e di
giocare con tre
lunghi- prose-
gue il coach- , ci
ha consentito di
recuperare pun-
to dopo punto, e
di fare in modo
che linerzia del-
la gara passasse
dalla nostra par-
te, sino al pari e
quindi al sorpas-
so con la tripla
pi tiro libero di
Bonaiuto. Resta
il rammarico di
non aver sfruttato
lultimo attacco.
C comunque la
consapevolezza
che possiamo fare
bene, e speriamo
di cominciare a
fare punti gi da
domenica prossi-
ma contro Ragu-
sa.
La commissione
disciplinare ha di-
chiarato inammissi-
bile il reclamo avan-
zato dalla Societ
del Misterbianco,
che aveva eccepito
sulla questione rela-
tiva alla non disputa
della partita contro
il Citt di Siracusa,
a causa del manca-
to pagamento della
tassa discrizione,
La Disciplinare ha
confermato, quindi,
la vittoria a tavolino
per il Siracusa 3-0,
la penalizzazione di
un punto in classif-
ca e lammenda di
Euro 500,00 (1.ma
rinuncia).
Il Misterbianco ave-
va avanzato ricorso
avverso la decisio-
ne del commissario
della Lnd di non
fare disputare la
partita contro il Cit-
t di Siracusa per il
mancato pagamen-
to della riscossio-
ne coattiva posto a
carico della Societ
MIsterbianco. Con
reclamo ritualmente
proposto la Societ
Misterbianco chiede
che venga deliberata
la ripetizione della
gara in oggetto, non
disputata a causa del
mancato pagamento
del prelievo coattivo
posto a carico della
stessa. La societ del
Misterbianco sostie-
ne essere stato di-
satteso, da parte del
Comitato regionale
Sicilia della L.N.D.,
il dettato dellart.
30, comma 5, del
Regolamento che
prescrive, ai fni del
prelievo coattivo
che lesazione deb-
ba essere disposta
con un preavviso di
almeno sette giorni.
La Societ Citt di
Siracusa, a seguito
della comunicazio-
ne da parte di questo
Organo di Giustizia
della data di decisio-
ne del reclamo, ha
fatto pervenire una
nota con la dichia-
razione di non aver-
ne ricevuto copia
al proprio indirizzo
di corrispondenza;
circa questultima
segnalazione, da
dire che la Societ
Misterbianco ha cor-
rettamente inviato il
reclamo in questione
presso la sede dal-
la Societ Citt di
Siracusa.
Il reclamo in oggetto
va comunque rite-
nuto inammissibile;
lo stesso, infatti,
relativo a fattispecie
che attengono alla
organizzazione ed
allo svolgimento dei
campionati che sono
di esclusiva com-
petenza, nel caso in
specie, del C.R. Si-
cilia della L.N.D. e
che quindi esulano
dalla competenza
di questo Organo di
Giustizia.
Peraltro, con pro-
pria nota, luffcio di
Segreteria del C.R.
Sicilia ha dichiarato
di avere inviato alla
Societ Misterbian-
co il preavviso di
recupero della som-
ma dovuta, median-
te incasso coattivo
in occasione della
gara in oggetto, in
data 18/09/2014 a
mezzo posta prio-
ritaria; va poi detto
che, contrariamente
a quanto sostenuto
dalla reclamante,
lart. 30, comma 5,
del Regolamento
della L.N.D. nulla
prescrive in ordine
alle modalit di co-
municazione della
disposizione dellin-
casso coattivo.
In foto, azione di gioco
del SiracusaaMisterbianco
Accolto il reclamo,
il Siracusa passa
il turno di Coppa Italia
Il Giudice sportivo
ha accolto il recla-
mo avanzato dal
Citt di Siracusa che
aveva segnalato la
posizione irregolare
del calciatore Santo
Privitera, schierato
dalla Societ Citt
di Vittoria nellulti-
ma partita di Coppa
Italia, sebbene squa-
lifcato.
Il giudice sportivo
ha deciso di infig-
gere alla Societ
Citt di Vittoria la
punizione sportiva
della perdita del-
la gara in epigrafe
con il punteggio di
0-3; di escludere la
il Citt di Vittoria
dal prosieguo della
manifestazione. Di
infiggere al dirigen-
te accompagnatore
della Societ Citt di
Vittoria, Giuseppe
Impellizzeri, la san-
zione dellinibizio-
ne fno a tutto il 15
novembre prossimo;
di infiggere al cal-
ciatore della Socie-
t Citt di Vittoria,
Santo Privitera una
ulteriore giornata di
squalifca. Privitera
era stato squalifca-
to per una giornata
quando era tessera-
to per lOrlandina
nella partita contro
il Noto del 25 ago-
sto 2013. Squalifca
che di fatto non ha
mai scontato. Alla
luce della delibera,
il Siracusa passa il
turno senza giocare
la partita di ritorno.
Azione di gioco