Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Cronaca

Scabbia a Siracusa
primi casi
La gente allarmata

Tentano di rubare cavi


in una galleria
Presi tre catanesi
A pagina cinque

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina cinque

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 27 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 72 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. Presidente del Consiglio e capigruppo spiegano la manovra

Risparmio da 290 mila


euro per il Comune

Fondi destinati a riqualificazione citt e scuole


I

mare rosso

Mercurio
ancora
in mare
U

di Concetto Alota

na delle inchieste giudiziarie contro linquinamento selvaggio delle industrie


pi dirompenti in Italia
stata Mare Rosso; fu un
impegno davvero notevole
per gli inquirenti della Procura della Repubblica di
Siracusa e gli investigatori
della guardia di finanza.
E tutto questo, come dir
a caldo nella conferenza
stampa il procuratore capo
di allora, Roberto Campisi: con grande disprezzo della vita umana nello
smaltimento dei rifiuti.

Si sottoposto a interrogatorio di garanzia ieri


mattina per lavolese Domenico Loreto di 47 anni.

In occasione della Settimana della Legalit, la


Fondazione Siracusa
Giustizia ieri mattina.

A pagina quattro

A pagina sette

A pagina nove

omicidio romano

Non sapeva
delluso
dellarma

EVENTI

Antimafia
Studenti
a confronto

l presidente del Consiglio comunale e alcuni


capigruppo
consiliari
hanno spiegato alla stampa il senso della modifica
al regolamento che consente di abbassare di una
buona percentuale il costo della politica. Si cerca in tutti i modi di chiudere una partita, quella
sfociata nella cosiddetta
gettonopoli siracusana,
che sfuggita di mano e
di confine.

Progetto Siracusa e di
Sicilia Democratica, non
abbiamo, come Martin
Luther King, paura della
cattiveria dei malvagi, ma
del silenzio degli onesti.
Questo sostiene Reale.

A pagina due

A pagina due

Nel parco archeologico

Questa sera
la Via Crucis
siracusana

politica

Stamattina
la protesta
al Vermexio

Sar la voce narrante della Via Crucis in programma

questa sera al teatro greco di Siracusa. Lina Sastri, lattrice di origini siracusane, si preparata con grande dovizia allappuntamento. Mio nonno era di Siracusa - ha
detto - per me quindi una cosa speciale.
A pagina sette

Limpianto solare non si fa


Salva la strada del vino
Nessun pericolo,
nessun allarmismo,
solo approssimazione, ignoranza e pressapochismo. Questa
la replica da parte del
sindaco di Noto.
A pagina tre

Cronaca di Siracusa 2
prima litalia

Un tavolo
per i valori
del matrimonio
naturale

Sicilia 27 marzo 2015, venerd

La

direzione provinciale del movimento Prima


lItalia,dopo aver preso posizione contro la teoria Gender in difesa di valori non negoziabili quali la difesa
della Vita dal concepimento fino alla morte naturale,il
rifiuto delladozione di bambini da parte di coppie
omosessuali, la difesa della famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna, ha costituito un
Tavolo tecnico formato da un gruppo di studio che
approfondir le origini e il fondamento giuridico del

27 marzo 2015, venerd

matrimonio naturale, le unioni civili e le unioni di fatto, limportanza e la complementariet delle figure genitoriali. Responsabile e coordinatrice stata nominata
lAvv.Teresa Magro che sar affiancata da Giulia Canovaro, Sonia Bascetta Lucia Ganci,Lucia Gentile, Gianna
Testolino, Laura Bracco, Chiara Ganci, Sebastiana Cocuzza e Veronica Presti. Il movimento Prima lItalia ha
costituito un laboratorio che studier tematiche di grande
attualit e di grande impatto sociale e culturale.

politica. consiglieri alla riscossa

cosiddetta gettonopoli
siracusana, che sfuggita di mano e di confine, approdando nelle
tv nazionali a causa di
un maldestro tentativo
di giustificare lingiustificabile.
Adesso si cambia registro, lo stesso presidente Leone Sullo,
gi da qualche tempo
si era tagliato lin-

dennit, poi ritoccata


per portarla al 50%.
Il Consiglio comunale ha fatto il resto
con una manovra che
va verso il sentire comune, nel tentativo di
porre un riparo alle
polemiche che in questi giorni sono montate
da pi parti. Non solo,
bisogna anche dare un
segnale per linchiesta

Se oggi, la societ
non realizzer
limpianto per
lintervento di mediazione del sindaco

Nella foto, la conferenza stampa di oggi.

che comunque stata


avviata con il coordinamento della Procura della Repubblica di
Siracusa con delega
alla Digos della Questura del capoluogo.
Alcuni consiglieri comunali si sono presentati in conferenza
stampa per dire a chiare lettere che il corso
politico amministra-

tivo cambiato e che


loro per primi vogliono dare un segnale forte e chiaro alla cittadinanza. Un risparmio di
289 mila euro lanno.
Una somma che loro
stessi hanno detto che
sar destinata ai progetti di riqualificazione per la citt, con
unattenzione particolare alla manutenzione

Va in scena oggi
la manifestazione
davanti al Palazzo

cratica, non abbiamo, come Martin


Luther King, paura della cattiveria
dei malvagi, ma del silenzio degli
onesti. Questo sostiene Ezechia
Paolo reale, nel motivare ladesione
alla manifestazione di questa mattina
davanti al Vermexio.
Noi non siamo abituati a manifestare, ma una maggioranza, che tale
solo nellaula del Vermexio ma di
certo non tra i siracusani e che evidentemente non ha preso coscienza
degli errori del passato, si arroccata
dentro il palazzo, indifferente ai gravi danni provocati allimmagine della citt ed ha rifiutato qualunque confronto di idee, scegliendo di portare
avanti una riforma relativa ai gettoni

zioni penale e civile del Tribunale. Lulteriore controllo


stato disposto dallIspettorato Generale del Ministero
della Giustizia e si tratta di un completamento rispetto
allispezione ordinaria, eseguita tra i mesi di novembre e
dicembre scorso. Per la cronaca, gli ispettori ministeriali nella precedente visita al palazzo di Giustizia di viale
Santa Panagia, avevano completato la visione degli atti
relativi allattivit della Procura della Repubblica di
Siracusa. Da quanto si evince dalla relazione ispettiva,
lesito della stessa stata positiva e soddisfacente.

Nessun pericolo in vista


Limpianto non si far

partecipa anche Progetto siracusa

Progetto Siracusa e di Sicilia Demo-

li ispettori ministeriali continuano la loro permanenza al palazzo di Giustizia di Siracusa per continuare la verifica dellandamento della macchina giudiziaria. Cinque ispettori (tre dei
quali erano gi stati a Siracusa nel dicembre scorso) da due
giorni stanno vagliando tutta la produzione documentale presso gli uffici del giudice per le indagini preliminari, presso le se-

Cronaca di Siracusa

politica. il sindaco di Noto replica agli ambientalisti

La cura
dimagrante
ammonta
a 289 mila euro
l presidente del Consiglio comunale e alcuni capigruppo consiliari hanno spiegato
alla stampa il senso
della modifica al regolamento che consente
di abbassare di una
buona percentuale il
costo della politica.
Si cerca in tutti i modi
di chiudere una partita,
quella sfociata nella

Ispettori del Ministero in Tribunale


per proseguire con i controlli

Sicilia 3

di presenza ed alle commissioni di mera


facciata, priva di misure realmente idonee a contenere quelle spese che i cittadini di Siracusa e lItalia tutta hanno gi
giudicato eccessive e sproporzionate.
Noi condividiamo la giusta protesta dei
cittadini per le gestione poco oculata e
dispendiosa dei lavori delle commissioni consiliari e prendiamo atto dellimpossibilit, dopo le decisioni assunte
ieri dal Consiglio Comunale, di ripristinare dallinterno il circuito di fiducia tra
cittadini e istituzioni.
Sono state, infatti, ridotte da otto a cinque le commissioni consiliari, ma aumentando da nove a sedici il numero
dei componenti di ogni commissione,
in modo che se prima potevano maturare per ogni seduta sino a 72 gettoni

di presenza (8 commissioni x 9 componenti), da oggi potranno maturarne sino


ad 80 (5 commissioni x 16 componenti).
Il tetto massimo mensile di somme percepibili da ciascun consigliere comunale stato diminuito, s, da 1.694,05 a
1.129,37, ma gi la settimana scorsa,
il 20 marzo, la Giunta Regionale della Sicilia con la delibera numero 78
ne aveva approvato labbattimento ad
1.223,48. Solo un piccolo sconto di
meno di 100,00 euro, quindi, e nulla
di pi rispetto a quanto da qui a breve si
applicher nellintera Sicilia.
La nostra proposta di dimezzare a quattro le commissioni consiliari senza aumentarne il numero di componenti
stata respinta in aula, come lo erano sta-

scolastica. E soltanto
una delle novit annunciate questa mattina, dal presidente del
Consiglio comunale
Antonio Sullo e dai capigruppo consiliari nel
corso di un incontro organizzato per illustrare
il nuovo Regolamento delle Commissioni
consiliari approvato e
reso immediatamente
esecutivo ieri dal Consiglio comunale.
Una seduta nel corso
della quale stata inoltre approvata la proposta che ridetermina le
indennit ai consiglieri
per le partecipazioni
alle riunioni del civico
consesso e delle Commissioni: anche per
questa deliber stata
approvata limmediata esecutivit. Il tetto
massimo di presenze
per le indennit stato
fissato a 16 e non pi a
26, mentre i capigruppo possono partecipare
alle Commissioni ma
senza percepire alcun
gettone o rimborso per
la ditta per cui lavorano. Le Commissioni si
riuniranno due volte a
settimana e, con 4 assenze, il consigliere
decadr dalla Commissione.
Tutto questo, per, non
potrebbe bastare a placare gli animi.

Nessun

pericolo, nessun allarmismo, solo approssimazione, ignoranza


e pressapochismo. Questa
la replica da parte del sindaco di Noto, Bonfanti, a
proposito delle accuse e
le preoccupazioni manifestate dai Verdi di Siracusa.
In una nota, ripercorre la
vicenda. Il progetto stato
regolarmente autorizzato,
in data 20.12.2013, attraverso il procedimento della
Conferenza dei Servizi alla
quale ha partecipato lAssessorato allEnergia della
Regione Siciliana. Avverso la determinazione della
Conferenza dei Servizi e

In foto, il sindaco di Noto, Bonfanti.

successiva determinazione SUAP, stato proposto


ricorso, con istanza cautelare, al Tar Sicilia, Sezione di Palermo, da parte
di un privato, dellAssociazione Strade del Vino e
del Consorzio Tutela Vini

Doc Eloro. Con Ordinanza


n.266/2014 del 21/3/2014 il
Tar respingeva la domanda
di sospensione dellefficacia dei provvedimenti impugnati non evidenziando
elementi di danno grave
e irreparabile agli interes-

si privati dei ricorrenti.


Avverso la predetta Ordinanza, i ricorrenti adivano
il CGA della Regione Sicilia il quale con Ordinanza
n,.367/2014 del 10/7/2014,
respingeva la domanda di
sospensione degli atti impugnati, affermando ancora
una volta che non sussistevano i presupposti per laccoglimento dellistanza di
sospensione. L Assessorato
dellEnergia e dei servizi
di pubblica utilit con circolare del 23 ottobre 2014
- Procedura abilitativa semplificata ai sensi dellart. 6
del D.lgs. 3 marzo 2011,
n. 28 come richiamato
dallart. 3 del regolamento
approvato con D.P. Reg.
Sic. 18 luglio 2012, n.48
Direttiva, nellimporre linee guida alla complessit
delliter riguardante la Procedura Autorizzativa Semplificata, ha disposto alla
lettera G) Norma transitoria
e comunicazioni, che le
norme del regolamento si

applicano, ai sensi dell'art.


13, comma 1, anche ai procedimenti in corso non definiti da conferenza di servizi
decisoria alla data di entrata
in vigore del Regolamento medesimo (1 settembre
2014). Da quanto sopra,
risulta lapalessiano, il corretto operato del Comune di
Noto e laltrettanto diritto
vantato dalla societ richiedente. Se oggi, la societ
non realizzer limpianto
solo per lintervento di mediazione del Sindaco Bonfanti, che ancora una volta
dimostra con atti e fatti concreti, linteresse a tutelare i
diritti di tutti anche di chi,
nonostante le sonore bocciature giudiziarie e linconsistenza normativa delle
argomentazioni ancora oggi
addotte, manifestano con la
loro lotta attaccamento al
territorio.
Un plauso alla Societ
Freesun Srl, nella persona
delling. Sebastiano Falesi,
per avere interpretato, attraverso la rinuncia allinvestimento, le sollecitazioni
protese alla salvaguardia
della nostra contrada Bonivini. Per quanto riguarda
le speculazioni e strumentalizzazioni politiche, il Sindaco Bonfanti si dichiara
dispiaciuto per la gratuit e
infondatezza delle posizioni assunte dai Verdi.

laccusa avanzata dai Verdi nei confronti del sindaco di noto

La strada del vino intralciata


dal progetto di impianto solare
L

a strada del vino della provincia di Siracusa,


quella che congiunge Pachino a Rosolini, ancora sotto scacco di imprenditori senza scrupoli
e di politici inadeguati. Limpianto solare termodinamico in contrada Buonivini ancora incombe
sulle eccellenze vitivinicole siciliane e su quegli imprenditori che hanno deciso di investire in
quellarea, impiantando i vitigni per la produzione dei loro migliori vini.
Il 10 gennaio di questanno stato presentato un
esposto nei confronti del Comune di Noto per
la mancata ottemperanza alla circolare dellassessore regionale allEnergia che impone, per gli
impianti di solare termodinamico, il rilascio di
autorizzazioni regionali e non la richiesta a mez-

zo della procedura amministrativa semplificata. Il sindaco


Bonfanti aveva poi comunicato che lautorizzazione era
stata ritirata. A distanza di due mesi e mezzo i Verdi hanno appreso dal Comune di Noto che la concessione autorizzativa ancora attiva. Alla luce di questa risposta gli
ambientalisti hanno deciso di controfirmare lesposto alla
Procura della Repubblica di Siracusa, perch riteniamo
che dietro a questa vicenda si celerebbero interessi poco
chiari. Come componenti della coalizione di centrosinistra afferma il consigliere nazionale della Federazione
dei Verdi, Peppe Patti chiediamo al Partito Democratico di ritirare lappoggio al Sindaco Bonfanti e di avviare
un nuovo percorso per la scelta del prossimo Sindaco di
Noto, che sia pi coerente nella difesa del paesaggio e del
territorio non solo a parole ma con atti concreti.
Peppe Patti.

Cronaca di Siracusa 4

na delle inchieste giudiziarie contro


linquinamento selvaggio delle industrie
pi dirompenti in Italia stata Mare Rosso; fu un impegno
davvero notevole per
gli inquirenti della
Procura della Repubblica di Siracusa e
gli investigatori della guardia di finanza.
E tutto questo, come
dir a caldo nella
conferenza stampa il
procuratore capo di
allora, Roberto Campisi: con grande
disprezzo della vita
umana nello smaltimento dei rifiuti con
tanta arroganza e
uninaccettabile logica.
Nel mese di gennaio
dellanno 2003 scatt
unoperazione,
definita una delle pi
clamorose di mezza
Europa, nel triangolo
industriale di Priolo,
Augusta,
Melilli,
denominata
Mare
Rosso, portata a termine dalla Guardia di
finanza al comando
dellallora il colonello Giovanni Monterosso,
coordinata
dal procuratore capo
della Repubblica di
Siracusa del tempo
Roberto Campisi e
condotta dal pm Maurizio Musco. Furono
arrestate diciassette
persone tra dirigenti e dipendenti dello
stabilimento ex Enichem, ora Syndial, tra
i quali il precedente
e lallora direttore,
lex vicedirettore e i
responsabili di numerosi settori aziendali,
insieme a un funzionario della Provincia
regionale di Siracusa
preposto al controllo
della gestione dei rifiuti speciali prodotti
nellarea industriale.
Il principale capo
dimputazione contestato agli accusati dalla Procura
della Repubblica di
Siracusa stato il delitto ambientale previsto dallarticolo 53
bis del Decreto Ronchi, oggi art. 260 del
Codice ambientale,
per aver costituito
una associazione per
delinquere finalizzata al traffico illecito
dingenti quantit di
rifiuti pericolosi contenenti
mercurio.

Sicilia 27 marzo 2015, venerd

Rada Augusta,
mercurio ancora
in fondo al mare

In foto, lex procuratore capo di Siracusa, Roberto Campisi.


Secondo laccusa il
mercurio era scaricato
nei tombini delle condotte di raccolta delle
acque piovane e da l
finiva in mare. Unaltra via per liberarsi
illegalmente dei rifiuti, secondo gli inquirenti, era quella della
falsa classificazione
e dei falsi certificati
di analisi: in questo
caso lo smaltimento
avveniva in discariche
autorizzate, ma non
idonee a raccogliere
quel genere di rifiuti.
Lindagine stata resa
possibile grazie anche
alle intercettazioni telefoniche e ambientali
compiute anche nei
locali allinterno del
petrolchimico. Dopo
il sequestro giudiziario e un lungo fermo
limpianto Cloro Soda
ripart con una sola
delle tre linee per essere poi fermato definitivamente nel novembre 2005: troppo
inquinante.
Nel frattempo era
partito un altro filone dindagini a carico della Montedison,
proprietaria dellimpianto di Cloro Soda
che, a leggere alcuni documenti segreti
ritrovati
allinterno
degli archivi della stessa societ, dal
1958 al 1980 avrebbe

scaricato in mare oltre 500 tonnellate di


mercurio. La scoperta
bast a far decadere buona parte delle
accuse allEnichem
dellindagine denominata Mare Rosso, in
particolare lassociazione per delinquere, lavvelenamento
doloso del mare e
del pesce, le lesioni
personali per le malformazioni neonatali.
Restava solo il traffico illecito dei rifiuti.
Ma i vertici dellEnichem sotto la pressione giudiziaria, nonostante fosse caduta
laccusa delle lesioni
per le malformazioni,
decise di corrispondere alle famiglie dei
bambini malformati,
e alle donne che avevano preferito abortire prima della nascita
di un figlio destinato a
nascere malformato,
un rimborso variabile in base alla gravit
della malformazione,
tra i quindici mila e
un milione di euro.
Un caso unico, dove
una societ gravemente accusata, poi
prosciolta, decide di
risarcire le vittime di
un inquinamento. Ma
secondo
qualcuno
nelle tematiche legate
al caso Enichem-mercurio si troverebbero

i primi semi di alcuni


fatti sfociati nel Palazzo di Giustizia di
Siracusa e che portarono alla fine al filone
Veleni in Procura.
La giustizia penale
non fu la sola a occuparsi del triangolo
petrolchimico Priolo,
Melilli, Augusta. Gi
la legge 426/98, prima delle varie inchieste aveva dichiarato
la rada di Augusta e
il territorio del Petrolchimico siracusano
Sito dinteresse nazionale ai fini di bonifica (SIN Priolo).
Restava da capire,
per, a chi spettava
sborsare i costi necessari per bonificare
il territorio e il mare
di tutta quellenorme
quantit di veleni.
Malformazioni a parte; infatti, linquinamento rimane e tutte
le societ del petrolchimico siracusano
vi hanno contribuito in mezzo secolo
dindustrializzazione
selvaggia. Lo Stato
voleva fargli pagare
il conto salato, ma ha
trovato unopposizione dura e basata sul
principio: poich non
chiaro quanto ogni
societ ha inquinato,
non si pu stabilire in
che modo spartire gli
oneri della bonifica e

Con Mare
rosso, lex
procuratore
capo Roberto Campisi
e il sostituto
Maurizio
Musco smascherarono
uno scarico
di mercurio
da parte
di Enichem
buonanotte ai suonatori. Lallora Ministro
per lAmbiente, la
siracusana Stefania
Prestigiacomo, aveva trovato unaltra
soluzione pur di fare
le bonifiche. Siccome hanno inquinato
tutti, paghino tutti i
danni. Cio una buona parte lo Stato e la
rimanente somma le
industrie, mettendo a
disposizione nellottobre 2008, la somma
770 milioni di euro di
denaro pubblico. La
richiesta di pronunciamento della Corte
di Giustizia europea,
fatta dal Tar Sicilia in
merito ai ricorsi di Erg
Raffinerie Mediterranee, Eni/Polimeri Europa ed Eni/Syndial,
analoghi a quelli fatti
prima di Dow e Sasol,
precedente alla decisione del Ministero
di far pagare la spesa
sia alle industrie, sia
ala collettivit, quindi
non fu presa in considerazione e ancora
una volta buonanotte
ai suonatori.
C da chiedersi se
mai le bonifiche si
faranno visto che c
un nuovo problema.
Chi tira fuori i soldi; quindi non detto
che si possano fare
anche con i finanziamenti aperti da parte

27 marzo 2015, venerd

dellEuropa. Il dubbio
sarebbe stato insinuato
dalle stesse societ che
in origine avrebbero
dovuto pagare per ripulire il fondale della
Rada di Augusta. La
risposta, con questi
lustri di luna, simile
a quella scritta nelle
cartelle dei condannati
allergastolo alla voce
fine pena: mai.
Il problema, dicono i
giudici amministrativi, che sul fondo c
tanto di quel mercurio
che se si prova a rimuoverlo, si rischia di
rimetterlo in circolo e
spargerlo ancora di pi
a causa delle correnti.
Fu questa la motivazione tecnica giuridica dei magistrati del
Tar chiamati in causa.
La soluzione, secondo
questa teoria, sarebbe
pi deleteria del male
stesso. La cosa molto
interessante, che si creda oppure no, lipotesi
del rimescolamento,
che il Tar ci ha creduto
davvero; nella sentenza 1254 del 20 luglio
2007 si legge che la
tipologia e le modalit
degli interventi come
imposti dal Ministero,
sarebbero affidate a
tecniche non efficienti, non efficaci e/o comunque irrealizzabili
e come tali anche pericolosi per lambiente
e per la salute umana.
Ma non proprio cos.
Peccato che il progetto del Rigassificatore
nellambito della rada
di Augusta non sia
andato in porto; sarebbe stato un modo
per scoprire, durante
il necessario dragaggio per realizzarlo, in
quella parte della Rada
di Augusta dove sono
ancora depositati i veleni nei fondali marini
di quello specchio di
mare dallapparenza
pulita, dove giace invece una montagna di
veleni che sarebbero
venuti a galla, e far
capire cos a tutti la
vera portata del danno
che hanno provocato
le industrie in pi di
mezzo secolo dinquinamento selvaggio, di
traccheggi politici e di
giochetti giudiziari in
danno alla vita umana,
alla flora, alla fauna e
allAmbiente in generale.
Concetto Alota

apprima i due
casi di malaria registrati poco tempo fa
allospedale Umberto
Primo, dove migranti giunti sulle coste
siciliane si presentarono allospedale di
Siracusa con i sintomi della malattia; poi
si aggiunsero dei casi
di scabbia, sempre in
migranti; ora la notizia dei casi di scabbia verificatisi in una
classe delle elementari dellIstituto comprensivo Costanzo
di Siracusa.
Il dito puntato verso i migranti che arrivano e invadono in
nostro territorio senza la certezza di una
condizione igienica
primaria, di base. La
cosa certa che laffluenza ormai fuori controllo; stessa
cosa per il sistema
organizzativo per far
fronte allemergenza
dei clandestini che ha
dimostrato le sue carenze e non si riesce
pi ad arginare una
situazione ormai definita da molti una vera
emergenza sanitaria.
E la conferma viene
dai tanti morti dopo
gli sbarchi, compreso un marittimo deceduto a Pozzallo
poco tempo fa per i
postumi della malaria
contratta in mare. La
scabbia un'infezione contagiosa della
pelle che si verifica
tra gli esseri umani e
negli animali. stata
classificata dallOrganizzazione Mondiale della Sanit come
una patologia legata
all'acqua. causata

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

SANITA.
Dopo il caso
riscontrato in
una scuola
siracusana,
anche nei
luoghi dove
la presenza
di immigrati
forte, c
tanta paura
In foto, un medico
a lavoro.

Scabbia: primi casi


La gente allarmata

Si impone una soluzione al caso attraverso listituzione


di un presidio destinato ad accogliere le persone infette

da un parassita molto piccolo e di solito


non direttamente visibile chiamato acaro
Sarcoper scabiei, che
sinocula sotto la pelle del soggetto colpito
e provoca un prurito
allergico molto fastidioso. L'infezione negli animali si chiama
rogna sarcoptica ed
causata da specie di
acari simili.
La malattia pu essere trasmessa anche
da oggetti, come banconote, indumenti e
altro, ma pi spesso

dal contatto diretto


pelle-pelle, con un
elevato rischio dopo
un contatto prolungato. Linfezione iniziale richiede da quattro
a sei settimane per
diventare sintomatica.
Poich si riscontrano
sintomi allergici, oltre
al ritardo nella presentazione si ha anche un
significativo ritardo
nel sollievo dopo che
i parassiti sono stati
sradicati. La scabbia
crostosa, in precedenza conosciuta come
scabbia norvegese,

una forma pi grave


dinfezione
spesso
associata allimmunosoppressione.
La situazione nei
presidi ospedalieri siracusani si presenta
drammatica, da vera
emergenza. La promiscuit del ricovero
che mettono in contatto diretto o indiretto extracomunitari
e degenti del luogo
diventato un disastro
dal punto di vista sanitario. Peggiore il
comportamento degli
extracomunitari che

rovistano nei bidoni della spazzatura


in cerca di qualsiasi
cosa per poi rientrare negli ospedali; ma
da un po di tempo si
registra la presenza di
tanti italiani sorpresi
a cercare anche loro
nei cassonetti della
spazzatura per la crisi economica che non
risparmia
nessuno.
Ma sarebbero tanti i
Virus arrivati insieme
coi migranti e che si
sono diffusi in lungo
e in largo. Allospedale Rizza i ricoverati

parlano di situazione
insostenibile, oltre i
limiti di guardia. Si
registra un numero
elevato di extracomunitari nei corridoi
e nei locali, dove i
medici dermatologici
lavorano a fatica con
guanti, mascherine e
a distanza durante le
visite ai degenti. La
paura di essere contagiati forte. Per non
parlare del fetore che
si respira dove tutto
appare come in una
situazione da Terzo
mondo.
Bambini e anziani ricoverati o in visita ai
parenti a rischio di
un contagio fastidioso e lungo da curare,
ma con tutte le possibili
conseguenze
dove limponderabile
sempre in agguato.
La forma che prova
tale siffatta condizione, diventa parallela
con un addetto di un
centro di accoglienza
che stato contagiato
poco tempo fa e che si
ammalato seriamente. Di primo acchito
la situazione sembra
senza controllo, pi
per la logistica che per
incuria del sistema sanitario dove dirigenti, tecnici e addetti si
sforzano di risolvere
ogni emergenza; ma
non basta. Occorre
separare i presidi medici che interessano le
cure per gli immigrati
con quelli dei degenti
del territorio, e questo
non per una condizione di razzismo, ma
per la semplice salvaguardia della nostra
salute pubblica.
Concetto Alota

Operazione di commissariato e Polstrada di Lentini

Tentano di rubare cavi elettrici


in galleria: arrestati tre etnei
Adottando

una tecnica consolidata, avevano tentato di trafugare cavi di


rame, che servivano per lalimentazione
dellimpianto di sicurezza di una galleria dellautostrada Siracusa-Catania. Ma
questa volta, come la precedente, i ladri
di cavi elettrici sono stati intercettati e arrestati. E stata stroncata sul nascere lintenzione di tre catanesi di impossessarsi
delloro rosso mettendo a repentaglio
la sicurezza allinterno di una delle gallerie dellautostrada Siracusa-Catania, che
altrimenti sarebbe rimasta completamente al buio.
Lennesimo episodio, legato al furto di
cavi contenente rame, avvenuto nel corso della notte scorsa. I poliziotti del commissariato di Augusta, in collaborazione

con quelli della Polstrada di Lentini, hanno


sorpreso nella flagranza del reato Daniele
Giuseppe Di Stefano di 39 anni, Michele
Di Benedetto di 31 e Orazio Tomarchio di
30 tutti catanesi e gi noti alle forze di polizia. Viene loro contestato il reato di furto
aggravato in concorso.
Lintervento dei poliziotti scaturito questa volta a seguito di una segnalazione da
parte dei tecnici dellANAS. Le pattuglie
si sono precipitate sul luogo in cui era
stata segnalata la presenza del terzetto di
presunti ladri, sorpreso a rubare cavi di
rame dalla galleria Serena sita nel tratto autostradale, allaltezza del chilometro
17, tra gli svincoli di Lentini e Augusta,
allaltezza della quale nellottobre scorso
persero la vita tre operai, travolti da un

Tir. Alla vista delle pattuglie, i tre indagati hanno cercato di fuggire a piedi ma
sono stati bloccati dagli agenti e tratti in
arresto. Sul posto sono stati rinvenuti e
sequestrati gli attrezzi del mestiere:
una tronchese professionale e due paia di
guanti termici.

societ 6

Sicilia 27 marzo 2015, venerd

Studenti dellEinaudi
si cimentano in un quiz

Nella giornata del Pi greco, i liceali siracusani hanno ricordato Archimede


Il 14 marzo 2015 non

stato un giorno qualunque, e non vale


neanche la battuta:
ci sono giorni, no!
stiamo parlando di
un giorno speciale,
il giorno del super
Pi Day. La giornata
del 14/03/15, meglio
se la decliniamo con
unaltra sequenza numerica, cio 3/14/15,
stata la pi precisa del secolo. Infatti
per trovarne unaltra
uguale bisogna che
di anni ne passino
100 e questo avverr esattamente il 14
marzo 2115.
Il , il 3,14, il numero
pi famoso del mondo stato celebrato,
con le iniziative pi
consone, ma anche
pi bizzarre in tutti
i paesi del mondo.
Nella patria delluomo che ha contribuito a renderlo famoso,
Archimede
di Siracusa, il Liceo
Scientifico
Luigi
Einaudi ha fatto la
sua piccola parte, lo
ha celebrato coinvolgendo tutti i ragazzi
delle classi 2/3/4/5
in un gioco/quiz, per
classi parallele. Il
vero senso di questa
giornata promuovere linteresse per
la matematica ha
dichiarato Elisabetta
Strickland, vicepresidente dellIstituto
Nazionale di Alta
Matematica
(INdAM) e docente di
algebra alluniversit
di Roma Tor Vergata.
La preside dellEinaudi di Siracusa, Teresella Celesti, unitamente ai professori
del Dipartimento di
Matematica e Fisica
e ad altri insegnanti,
con una piccola cerimonia hanno consegnato alle classi
classificatesi al primi
posti un piccolo attestato ed i biglietti,
per le intere classi,
per assistere, gratuitamente, al film La

In foto, gli studenti dellEinaudi. Sotto, lintitolazione della sala a Rocco Chinnici.

teoria del tutto.


Per le seconde classi,
prima classificata la
2A, per le terze la
3A, per le quarte la
4C, per le quinte la
5A.
Qualche piccola curiosit. Esiste una
gara di memoria per

vedere chi ricorda


pi cifre della serie
infinita del Pi Greco, il record ancora
oggi detenuto da un
cinese che nel 2007
ne ha recitate ben
67.890. C voluto
pi di un giorno per
ripeterle tutte. Non

dato sapere con quale tecnica!!. Primo


tra gli italiani un
ingegnere friulano,
capace di ricordarne
appena 6935. Chi
riesce a dirne almeno
cento ha diritto di entrare nel club australiano degli Amici

del Pi greco. Questi


ed altri dati sono stati
raccolti da Anna Cerasoli nel libro Tutti
in festa con Pi greco
(Giunti).
Qualcuno si chiesto
quanti siano i numeri
successivi al 3,14?, si
stenta a crederci: se

tutti i tronchi e tutte


le foglie fossero riempiti con migliaia
di cifre, le foreste
della Terra non sarebbero
sufficienti
per rappresentare per
intero il numero Pi
Greco, infatti nei calcoli ci si deve sempre
fermare per approssimazione. Anche
per questo motivo la
matematica definisce
il Pi Greco un numero reale, irrazionale,
trascendente. Ed ora
un quiz/paradosso:
se un podista corresse lungo una linea
che disegna a terra
un cerchio perfetto quanta strada fa
quando ha compiuto
esattamente un giro?
Risposta: non potr
mai fare esattamente
un giro. A proposito,
Il 14 marzo stato
anche lanniversario
della nascita di Albert Einstein.
Salvatore Spallina

La cerimonia protocollare ad Augusta alla presenza della figlia del magistrato

Intitolata a Rocco Chinnici


il salone di rappresentanza

Intitolata a Rocco Chinnici, il magistrato ucciso dal-

la mafia nel 1983 Palermo, il salone di rappresentanza del Comune di Augusta alla presenza della figlia
Caterina Chinnici. Come si sapr lente augustano
stato commissariato dal 2013 per infiltrazioni mafiose. Alla cerimonia di intitolazione sono intervenuti
le massime autorit civili e militari, il procuratore
capo della Repubblica di Siracusa Paolo Francesco
Giordano, il procuratore aggiunto della direzione
Antimafia di Catania Adamo Bertoni, il presidente
della commissione regionale antimafia Nello Musumeci, la coordinatrice provinciale di "Libera, Renata Giunta. La intitolazione del salone di rappresentanza in memoria di Rocco Chinnici, che ricade
in concomitanza con
la conclusione del nostro mandato commissariale,
un monito per chi verr ad amministrare questa
citt ha dichiarato il prefetto Maria Carmela Librizzi, componente della commissione straordinaria
del Comune di Augusta ma vuole essere anche uno
sprono a tutta la comunit augustana che non deve
delegare agli altri il proprio futuro. Il procuratore
capo della Repubblica di Siracusa, Paolo Francesco
Giordano, nel suo intervento, ha evidenziato il lavoro
svolto dalla Commissione straordinaria di Augusta
e ricordato il carattere forte e innovativo gi alle-

Sicilia 7

27 marzo 2015, venerd

Cronaca di Siracusa

Appuntamento al parco archeologico

Stasera Via Crucis


con voce narrante
Lina Sastri
Sar la voce narrante del-

la Via Crucis in programma questa sera al teatro


greco di Siracusa. Lina
Sastri, lattrice di origini
siracusane, si preparata con grande dovizia
allappuntamento. Mio
nonno era di Siracusa ha detto - per me quindi
una cosa speciale avere
accolto linvito di don Saraceno ed essere qui nel
tempio della grecit e del
teatro classico che invoco
perch anchio un giorno
possa essere chiamata a
recitare. Voce narrante
sar anche lattore augustano Davide Sbrogi,
mentre evidente la soddisfazione del vice sindaco Francesco Italia e della
dottoressa Musumeci della Sovrintendenza ai Beni
culturali.
Sar 'Passione nelle case
di Ges - La consolazione di Dio ha posto la sua
dimora in mezzo a noi" il
tema della Via Crucis cittadina promossa dall'Arcidiocesi di Siracusa, dalla Basilica Santuario della
Madonna delle Lacrime,
in collaborazione con il
Servizio regionale Parco
archeologico della Neapolis.
La rappresentazione sacra avr luogo venerd
22 marzo, alle ore 19.30.
Nell'anno pastorale che il
Santuario dedica al tema
della consolazione, si inserisce l'evento della Via

Lina Sastri ieri in conferenza stampa.

Qualora il tempo dovesse essere inclemente


la rappresentazione si sposta al Santuario
Crucis, momento di preghiera e di meditazione,
nel Parco Archeologico,
ed particolare al Teatro
Greco, luogo assai suggestivo che parla della commozione e delle tragedie
degli uomini.
'Ges trova casa solamente quando in spirito e verit gli uomini si lasciano
da Lui abitare - ha detto
don Luca Saraceno, retto-

re della Basilica Santuario della Madonna delle


Lacrime -. Abbiamo scelto dodici case nelle quali
Ges ha voluto sostare
e per le quali la consolazione di Dio ha raggiunto e posto la sua dimora
in mezzo agli uomini. E
abbiamo chiesto a dodici
famiglie, in questo anno
dalla nostra Arcidiocesi di
Siracusa a loro dedicato,

di ospitare Ges nelle loro


case attraverso il dono di
alcune brevi riflessioni su
alcuni brani di Vangelo,
nei quali appare chiaro
sullo sfondo Ges, la casa
di Dio, che discretamente
entra dentro le case degli
uomini, per consegnare
se stesso e iniettare vita.
Cos la via crucis si far
casa crucis: Ges muore,
viene sepolto e risorge nei

focolari domestici delle


nostre case'. La Via Crucis
sar presieduta dall'Arcivescovo Mons. Salvatore Pappalardo. Undici
le stazioni all'interno del
teatro greco, l'ultima nel
Santuario della Madonna
delle Lacrime.
Qualora il tempo questa
sera non dovesse essere
clemente, la rappresentazione della Via Crucis
sar interamente inscenata alla basilica del Santuario della Madonnina delle
lacrime.

provvidenziale lintervento da parte dei carabinieri

Simpossessa di un telefonino
sottratto a un cittadino somalo

Si sarebbe impossessato del telefonino cellulare, strappato a un extracomunitario ma stato


arrestato dai Carabinieri dellaliquota Radiomobile della Compagnia di Siracusa. In manette finito in flagranza per il reato di furto
aggravato, Alkali Suwareh di origini senegalesi di 18 anni, incensurato. Dopo aver avuto
un diverbio con due soggetti di origini somale,
aveva sottratto dalla tasca del giubbotto di uno
dei due, il telefono cellulare tentando di darsi
alla fuga.
E stato bloccato dai due nel tentativo di recuperare quanto rubato. Il pronto intervento dei
Carabinieri che si trovavano a transitare lungo
la strada ha permesso di evitare che laccesa discussione degenerasse in una violenta lite. Da
un controllo stato recuperato il telefono cellulare pochi attimi prima sottratto con destrezza e
restituito al legittimo proprietario.

interrogatorio di garanzia per domenico loreto

poca del magistrato Rocco Chinnici, inventore del


pool antimafia. Devo dare atto che con il lavoro
svolto da questa Commissione prefettizia comunale,
in conclusione della sua opera bonificatrice, si
dato un segnale di normalit volto allinsegna della
legalit. Intitolare con una una targa alla memoria
del magistrato Rocco Chinnici, inventore del pool
antimafia ha concluso simbolicamente rappresenta un segnale concreto contro tutte le mafie e le
illegalit.
G.F.

Modific larma per Caruso


senza sapere a cosa serviva

Il cadavere di Mario Liotta.

Si sottoposto a interrogatorio di garanzia ieri


mattina per lavolese Domenico Loreto di 47
anni, arrestato dai carabinieri perch ritenuto
responsabile del reato di detenzione illecita
di proiettili per pistola e di avere modificato
artigianalmente una pistola a salve in arma
clandestina semiautomatica. Loreto, assistito
dallavvocato Simona Vaccarisi, ha ribadito
dinanzi al Gip del Tribunale di Siracusa, Patricia Di Marco, di avere fatto modificare una

pistola a salve che poi avrebbe consegnato a


Claudio Caruso senza per sapere luso che
ne doveva fare. Vaccarisi, infatti, gi nel dicembre 2013 in sede di interrogatorio, dinanzi
al pubblico ministero, chiar la sua posizione
sostenendo che con lomicidio del camionista
Mario Liotta, non centra nulla. La difesa ha
gi avanzato al Gip istanza di scarcerazione.
Ha avanzato ricorso al tribunale del riesame
per lannullamento dellordinanza.

SOCIET 8
Dal 4 al 26 Aprile
2015, presso la Galleria Civica Montevergini di Siracusa,
si terr lesposizione
personale dellartista Salvatore Mauro:
W Santa Lucia - La
sua luce nellombra a cura di Domenico Scudero.
Il progetto W Santa
Lucia nasce da unidea dellartista, che
trae ispirazione dai
festeggiamenti
di
Santa Lucia, martire
celebrata a Siracusa,
e si pone in comunicazione con la citt e
le sue tradizioni.
Le opere di Salvatore Mauro affrontano
il problema del Vedere e del non vedere la luce, elemento
che si carica di significati molteplici
e che dal 2005 costituisce la sua cifra
stilistica. Lartista
tramite il linguaggio
dellinstallazione,
riflette sul legame
che come un ponte
unisce il presente e
il passato, il terreno
e il trascendentale, il
conosciuto e lignoto, il buio e la luce,
lindividuale e il collettivo.
Il percorso espositivo comprende otto
opere dellartista di
cui tre installazioni
inedite. Linstallazione Luce che mi
confonde, protagonista di un progetto itinerante che
attraversa lItalia da
Nord a Sud. Lopera
comprende un trittico di tre lightbox,
sovrastati dalla scritta neon intermittente
che si basa sulla frase gridata da Goethe
in punto di morte:
Mehr Licht, pi
luce. Di fronte al
neon lartista inserisce tre poggiagomiti
mentre una composizione sonora si ripete in loop. Lopera
stata esposta senza lightbox (Mehr
Licht) presso lArchivio di stato di Torino dal 15 dicembre
2014 al 15 gennaio
2015; a Roma il 6
marzo 2015, in occasione dellevento
Luce che mi confonde Volume I, II, III,
lartista scompone
linstallazione e col-

27 marzo 2015, venerd

Sicilia 27 MARZO 2015, venerd

A cura
di Domenico
Scudero
Galleria Civica
Montevergini
di Siracusa
Dal 4 al 27
aprile 2015
Inaugurazione
4 aprile 2015,
h. 19.00

W Santa Lucia
La sua luce nellombra
di Salvatore Mauro
loca ogni lightbox,
per un solo giorno,
in un punto diverso
della citt per attivare una fruizione
casuale e non programmata dellopera. A Siracusa linstallazione conclude
il suo percorso e
verr esposta per
la prima volta nella
sua completezza.
Lopera Scintille di
Luce si concentra
invece sulla negazione della luce,
aspetto trattato da
Salvatore
Mauro
durante il workshop
Un volto senza la
vista condotto in
collaborazione con
lUnione
Ciechi
italiani sezione provinciale di Siracusa
e Fishhouse Art, negozio di ceramica,
dal 9 marzo al 27
marzo 2015. Durante il workshop le
persone non vedenti
sono state invitate a
plasmare lipotetico volto della Santa, protettrice della
vista. Le sculture
realizzate saranno
esposte in una sala
della Galleria Civica Montevergini
allinterno di casse

di legno, il visitatore
potr solo toccare e
non vedere le opere
che saranno visibili
solo alla fine della
mostra.
In
collaborazione con la scuola
di Architettura di
Siracusa | S. D. S.
dell' Universit di
Catania | e con il
corso di Progettazione Ambientale
del professor Carlo
Truppi, lartista conduce un progetto di

ricerca storica sul


ponte che unisce gli
ambienti
dellexconvento
Montevergini e la Chiesa
di Santa Lucia alla
Badia che conserva
lopera Il seppellimento di Santa Lucia di Caravaggio
e che rester aperta
con orario prolungato fino alle 22.00
il giorno dellinaugurazione 4 Aprile
2015. Linstallazione W Santa Lucia

In foto, ponte
che unisce le due
strutture
di Salvatore Mauro
rivisita il capolavoro
di Caravaggio, lopera costituita da
una struttura cubica,
met legno, met
ferro, dove nella
parte inferiore la
scritta luminosa W
Santa Lucia, evoca
il corpo della Santa
giacente ritratta nel
dipinto.
Quando
Salvore
Mauro
m'illustr
questo suo progetto
mi ritornarono in
mente alcune immagini che a volte,
quando sono preda
della
malinconia,
accompagnano
i
ricordi degli anni
che ho vissuto a
Siracusa. Col tempo
i ricordi si sono affievoliti e di questa
mia esperienza fon-

dante adesso solo


un concentrato visivo, lo splendore di
una luce, una particolare brillantezza
del cielo, un celeste
assoluto, la chiarezza enfatizzata dai
riflessi della pietra
bianca. In poche
parole, la mia idea
di Siracusa nella
sua particolare luce.
Non mi sembra un
caso che la mostra
W Santa Lucia di
Salvore Mauro dica,
pretenda, maggiore
luce. Possiamo dire
che si tratti metaforicamente di una
luce nata su una
sorgente luminosa, e
che questa sorgente
luminosa, o la sua
totale idealizzazione, sia il timbro stesso della citt da cui
si emana, la sua storia culturale, la sua
leggenda. La luce
degli specchi ustori di Archimede, la
luce nello sguardo di
Santa Lucia cancellata dalla lama violenta, la rifrazione
luminosa sulle strade della Siracusa
contemporanea, il
chiarore accecante
delle vestigia millenarie. Siracusa
nella luce. La luce
ideazione. Successivamente
la
luce anche l'arte,
l'illuminazione attraverso l'oggetto
simbolico che ambisce di svelare quelle verit altrimenti
nascoste. Il progetto si riserva alcune
insidiose aperture,
come quella al celebre Seppellimento di
Santa Lucia (1608).
L'opera del Caravaggio adesso
conservata presso
la Chiesa di Santa
Lucia alla Badia,
collegata all'antico
Monastero Montevergini, sede della
mostra, con un passaggio che sovrasta
l'angusto vicolo che
separa le due costruzioni.
Salvore
Mauro ha proposto
alle autorit ecclesiastiche che per la
sera dell'inaugurazione la chiesa fosse
aperta.
estratto dal testo
critico di Domenico
Scudero

Sicilia 9

Un vero
giornalista non
sta mai dietro
una scrivania,
ha rispetto
per la gente
con cui parla
e buone fonti

Bolzoni: Possibile fare il giornalista


con la schiena anche in Sicilia
Cinque

classi
siracusane dei Licei
Corbino- Gargallo e
dellIstituto Rizza,
oggi, per un giorno
si sono incontrate
allISISC, per discutere e riflettere
sul tema Informazione democratica
antimafia. Per iniziativa della Fondazione Siracusa Giustizia, presieduta da
Ezechia Paolo Reale con lapporto di
Loredana Faraci, in
occasione della Settimana della Legali-

Uniniziativa della Fondazione Siracusa


Giustizia, presieduta da Ezechia Paolo Reale

t, anche gli studenti siracusani hanno


potuto partecipare
alla videoconferenza
in diretta streaming
con il Centro Pio La
Torre di Palermo. A
presiedere il dibattito Vito Lo Monaco,
direttore del Centro
palermitano accanto ad Attilio Bolzoni (la Repubblica),
Stefano Corradino
(Art.21) e Federico

Piana di Radio Vaticana.


La commistione criminalit
mafiosa,
affari e politica al
centro della riflessione iniziale di Lo
Monaco a cui si sono
susseguiti spunti e
riflessioni di Bolzoni
sul giornalismo dinchiesta in Italia. Suo
il monito pi forte
della giornata agli
studenti. Chi vuol

fare il giornalista in
Italia, in Sicilia, lo
pu fare, non ci sono
redattori o testate
giornalistiche o politici di turno che tengano o trattengano.
Ci vuole solo tanta
passione, buon allenamento fisico. Un
vero giornalista non
sta mai dietro una
scrivania, ha rispetto
per la gente con cui
parla e buone fon-

Comune di Melilli opera ispezioni a sorpresa

Minori stranieri
nelle strutture
monitorati dai gestori
Dopo

le recenti notizie
apparse su alcuni quotidiani locali inerenti la denuncia da parte di unAssociazione locale circa un
episodio verificatosi la
scorsa settimana a Melilli
che ha riguardato la protesta posta in essere dai
minori stranieri alloggiati
in una struttura del luogo,
interviene lAmministrazione Comunale di Melilli
che tiene a precisare quanto di seguito:
Gli Uffici dei Servizi So-

ciali del Comune di Melilli monitorano, anche


attraverso ispezioni a
sorpresa, le Strutture destinatarie di finanziamenti pubblici che ricadono
nel nostro territorio. Nel
caso specifico, i giovani stranieri, per delle incongruenze sorte tra loro
e i gestori della struttura
ospitante, informavano
i nostri uffici del caso, i
quali sono intervenuti, riconciliando le parti e predisponendo apposita rela-

zione volta ad informare


prontamente dellaccaduto gli Organi giudiziari di
competenza.

In foto, lincontro
di ieri mattina.

ti. Sono arrivato a


Palermo 25 anni fa
ha concluso Bolzoni il numero dei
morti di mafia e di
vittime della mafia
era impressionante,
di cosa dovevo trattare se di mafia?
Attenzione a non
confondere la realt
con la finzione ha
aggiunto Corradino
sulle parole di Roberto Saviano il
vero pericolo rimanere
spettatori
passivi. Il giornalista di Rai3 ma anche
direttore del giornale web indipendente,
Art.21, non a caso
ha chiamato la sua
testata
ispirandosi allarticolo della
Costituzione
italiana sul diritto dei
cittadini alla libera
espressione, senza
condizionamenti e
censure.
Numerosi i docenti ha infine commentato Loredana
Faraci coordinatrice
delliniziativa per
Siracusa Giustizia
che hanno accompagnato gli studenti
siracusani. Unoccasione importante per
riflettere ma anche
un primo approccio
che porter in futuro ad aprire ancora
di pi le porte della Fondazione con
seminari laboratori
e incontri-dibattito
con le scuole su temi
fondamentali come
la legalit e la giustizia, concetti su cui
sempre necessario
discutere e non pure
astrazioni

societ

Noto, torna
la luce alle
rotatorie
allingresso
della
citt
D

a ieri sera
tornata la luce
alle due rotatorie dingresso alla citt ed
a parte delle
vie circostanti.
Dopo il sopralluogo
tecnico
di ieri mattina con verifica del corretto
funzionamento
dellimpianto si
riporta in condizioni di maggiore sicurezza la
zona che dopo
laccensione
avvenuta qualche mese fa era
stata oggetto di
un guasto tecnico che ne aveva
compromesso
la funzionalit.
Il Sindaco Corrado
Bonfanti, presente ieri
proprio
nelle
rotatorie, ha potuto verificare
la sistemazione e, dunque,
la riaccensione
delle luci. Ringrazio i geometri Smeriglio e
Russo, dellufficio Provinciale, che insieme
con la nostra
ditta di fiducia
hanno
risolto il problema.
Inoltre annuncio che presto
si provveder a
raggiungere la
taratura massima dellimpianto cos da avere tutta la zona
dingresso alla
Citt e le vie che
collegano le altre porzioni del
territorio comunale, illuminate
ed in sicurezza.

societ 10

Sicilia 27 marzo 2015, venerd

Vialle Reimann, sabato chiuso


un tratto di via Grotticelle

27 marzo 2015, venerd

La poesia di Pina Santamaria


di Priolo nella raccolta Gocce
di emozione... nella mia vita

Ad eccezione
dei mezzi di
soccorso, delle
forze di polizia e dei quelli
utilizzati
dalla ditta

chiuso al
traffico,
sabato
prossimo, un tratto di via Necropoli
Grotticelle
per consentire un
intervento di sistemazione e messa
in sicurezza nel
giardino storico di
villa Reimann. I
lavori sono stati disposti dal servizio
Verde pubblico e il
provvedimento di
interdizione scatter alle ore 9 per
finire alle ore 17.
Ci rendiamo conto afferma lassessore al Verde
pubblico, Teresa
Gasbarro che ci
sar qualche disagio e ci scusiamo
con i cittadini. Le
auto saranno dirottate nelle vie vicine, ma lintervento
necessario per ragioni di sicurezza,
perch si lavorer
sugli alberi posti

Al via il nuovo esecutivo di Rosolini


nominato vice sindaco Latino
Adesso si riprende il lavoro interrotto da
circa un anno, a causa delle tristi vicende

Eda qualche giorno al

In foto, villa Reimann.

Sar

Contestualmente al giuramento sono state attribuite loro le deleghe

lungo il confine
della villa e dunque
ci sono rischi per
lincolumit
dei
passanti. Il tratto
chiuso al traffico e
quello che costeggia il muro di cinta, tra viale Rizzo
e via Agati. Ad eccezione dei mezzi
di soccorso, delle
forze di polizia e
dei quelli utilizzati
dalla ditta, i veicoli

provenienti da via
Necropoli Grotticelle con direzione
in discesa per viale
Teracati effettueranno il seguente percorso: via
Agati, via Broggi,
via Holm, via Rizzo, via Necropoli
Grotticelle, viale
Teracati. I veicoli
provenienti da via
Necropoli Grotticelle con direzio-

ne in salita verso
viale Rizzo, giunti allintersezione
con questultimo,
avranno lobbligo
di proseguire dritto. In via Agati, nel
tratto
interposto
tra via Necropoli
Grotticelle e via
Broggi, sul lato destro del senso unico
di marcia, ci sar il
divieto di sosta con
rimozione coatta.

tutto Gocce di emozione...nella mia


vita il titolo della piccola raccolta di poesie di Pina Santamaria di Priolo Gargallo.
Da tempo Pina accarezzava il sogno di fissare sulla carta i sentimenti che affiorano
alla mente nel ricordare i genitori, gli amici,
l'amore di una madre per i figli.
E ora riuscita nell'intento. E ci grazie
allo stimolo, all'incoraggiamento che ha ricevuto frequentando i corsi di letteratura e
di poesia presso l'Universit della terza et
del suo paese diretta dalla Presidente Maria
Luisa Vanacore.
La raccolta semplice ma elegante nella sua
struttura tipografica in linea con la tematica delle liriche si presenta curata fin dalla
copertina, sulla quale si legge una frase di
Stendhal arricchita da un'immagine alquanto appropriata: "L'amore un bellissimo
fiore, ma bisogna avere il coraggio di coglierlo sull'orlo di un precipizio".
Concludiamo le nostre osservazioni riportando una poesia di Pina Santamaria, contenuta nella citata raccolta,
nella quale ripercorre la sua infanzia trascorsa in un minuto paese di montagna del
messinese,Montalbano Elicona.
"I miei ricordi di bambina":
Piccolo paese di montagna/ strade senza
asfalto/ con pietre larghe, ruvide/ da rendere difficile il cammino./Estate mite, inverno gelido, ghiaccioli/ pendenti dalle tegole
dei tetti./ Oltre le finestre gli uccellini raccoglievano/ le briciole di pane/ stavo l a
guardarli/ anche loro si adattavano./ Giochi
inventati da noi bambini/ bambole di pezza d'estate e pupazzi/ e palle di neve d'inverno./ Si andava a scuola con cappottini
leggeri/ e scarpe qualche volta bucate/ ma
per noi era tutto normale/ ricordi difficili da
cancellare./ Ricordo mamma e pap che di
buon mattino/ con il freddo gelido andavano/ a lavorare nei campi/ rimanevo da sola
ad aspettare la sera/ erano lunghe quelle ore
da passare/ ma quando li vedevo ritornare
a casa/ il mio cuore si riempiva di gioia/ e
ritornavo a essere felice e serena.
Cosa dire in proposito? Quante riflessioni
impone questa lirica sull'infanzia di ieri che
sembra storia di oggi guardando ai piccoli
centri dell'interno della Sicilia, dell'Abruzzo nell'era nella quale si poteva stare bene
tutti, se soltanto quelli che non vollero essere uomini, lo fossero.
Giovanna Marino

lavoro il nuovo esecutivo comunale rosolinese


presieduta dal primo
cittadino Corrado Calvo.
Nel giorno del suo insediamento il sindaco
Calvo ha nominato con
propria determina gli
assessori comunali conferendo loro anche le rubriche. Francesca Ciccazzo, Orazio Cicero, Maria
Gugliotta, Salvatore Latino, questi i nomi dei
neo assessori, cos come
prevede la legge hanno
prestato giuramento in
presenza della Segretaria
Generale Maria Albino.
Contestualmente al giuramento sono state attribuite loro le deleghe. A
Francesca Ciccazzo i Servizi Sociali Asilo Nido
Politiche per la Famiglia Pubblica Istruzione
- Edilizia Scolastica; a
Orazio Cicero, Bilancio
e Finanze Sviluppo
Economico Patrimonio Programmazione
Economica - Igiene e
Sanit Sport, Turismo
e Spettacolo; a Maria
Gugliotta, Artigianato
Attivit promozionale
Commercio Servizi

La nuova giunta di Rosolini.


Cimiteriali - Gestione Il primo cittadino si
e manutenzione- Verde riservato le competenPubblico; a Salvatore La- ze relative a : Lavori
tino, vanno Agricoltura Pubblici Urbanistica
e Sviluppo rurale Ge- Protezione Civile
stione del territorio rurale Territorio e Ambiente
Annona Polizia Muni- Viabilit Trasporti.
cipale Risorse Umane iCon la nomina degli
Ecologia Cultura e assessori - afferma il
beni Culturali Politiche primo cittadino lAmGiovanili Ufficio Euro- ministrazione Comunale
pa. Allo stesso Latino di fatto operativa per
stata altres attribuita la riprendere il lavoro interdelega di vice Sindaco.
rotto da circa un anno, a

Rappresenta un danno per il territorio

Ufficio di Collocamento di Sortino


un movimento locale dice no alla chiusura
I Sortinesi saranno
costretti a percorrere 35 chilometri per
qualsiasi documento.
Il Movimento "Sortino al Centro" di
ce no alla chiusura
dell'ufficio di Collocamento. "Pi che ad
una semplificazione
dei servizi, siamo davanti al taglio totale
di essi. Dopo la riduzione delle giornate
di apertura a soli due
giorni alla settimana,

del Centro per lImpiego di Sortino - afferma il Movimento


- adesso ci aspetta la
chiusura totale ed il
conseguente trasferimento nella sede
di Siracusa. Tutti
sappiamo quanto sia
importante questo ufficio in tempi di crisi
dove il servizio andrebbe raddoppiato
per le tante esigenze:
lavoratori in continuo aumento e disoccupati in cerca

di impiego. Questa
tipologia di tagli per
le Istituzioni rappresentano un risparmio
della spesa pubblica
ma in realt solo un
danno per i cittadini,
che saranno costretti
a percorrere 35 chilometri ed un giorno
di assenza dal lavoro
(con relativa spesa a
proprio carico), anche per il pi banale
dei documenti che
questo ufficio rilascia.

causa delle tristi vicende


che hanno interessato la
nostra citt, e lo facciamo
con lo stesso entusiasmo
e rinnovato vigore di
quanto abbiamo iniziato,
consapevoli di prendere
una citt ridotta in macerie ma con la certezza di
poter contare su uomini
e donne capaci di affrontare con determinazione
le future sfide che ci
attendono.

Sicilia 11

societ

evento

Cippo marmoreo
in memoria dei
caduti nella
battaglia
di Capo Matapan
Si

svolger domattina
alle 10, la cerimonia di
collocazione di un cippo
marmoreo nellaiuola dello slargo tra viale Tunisi,
via Sicilia e via Algeri, gi
intitolato nellottobre del
2007, ai Caduti nella battaglia di Capo Matapan.
Alla cerimonia, saranno presenti, il sindaco
Giancarlo Garozzo, lassessore alla Polizia municipale, Antonio Grasso, il
comandante della Capitaneria di Porto, Domenico
La Tella, e le maggiori autorit civili e militari della
citt. Tra i 2.329 marinai
caduti nella notte tra il 28
e il 29 marzo del 1941, anche il siracusano Nazareno Bramante.
Alle 19:50 del 28 marzo
1941, mentre la flotta italiana, con la nave da battaglia Vittorio Veneto al
centro, gravemente danneggiata, stava rientrando
alle proprie basi, l'incrociatore Pola fu colpito
dal siluro lanciato da un
Fairey Albacore decollato dalla portaerei inglese
Formidable. Poco dopo il
Pola si arrest incapace
di muoversi e manovrare, disarmato. Questo fu
l'inizio della battaglia di
Capo Matapan, tragedia
per migliaia di marinai ed
una delle pi gravi disfatte
della Marina Italiana.
La missione assegnata da
Supermarina all'ammiraglio Iachino, intercettare
convogli nemici nell'Egeo da e verso la Grecia,
era fallita. La sorpresa su
cui si faceva affidamento era subito svanita per
la pronta individuazione
della flotta da parte di un
ricognitore inglese, il supporto aereo di ricognizione e copertura sollecitato
e promesso quasi completamente assente, l'attivit
di intelligence carente.
L'ammiraglio
Iachino,
sulla Vittorio Veneto, non
aveva mai potuto contare,
sin dall'inizio della missione, su una conoscenza
sufficientemente esatta.

SPECIALE 12

Sicilia 27 MARZO 2015, VENERD

27 MARZO 2015, VENERD

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

Democrazia. Per evitare svarioni


parolaie interpretative da chicchessia,
prendiamo a sussidio la Treccani

Forma di governo in cui il


potere risiede nel
popolo. Paese
retto democraticamente, come
concezione politico sociale e
come ideale etico,
che si fonda sul
principio della sovranit popolare,
sulla grazia della
libert e delluguaglianza di tutti
i cittadini.
Chiediamo scusa
ai nostri lettori per
questo non breve riporto della
Treccani, come
abbiamo accennato prima, per
dare seguito alla
nostra speculazione socio politica, a confronto
con quanto accaduto in Italia dal
2009 al 2014, in
sede istituzionale
e socio politico
nazionale e internazionale.
E necessario che
per ragione di opportunit pratica,
in questa sede
ci limitiamo agli
accadimenti, piloni portanti di
quanto poi accaduto. I dettagli,
tutti documentati,
sono nel libro di
Alan Friedman
Ammazziamo
il gattopardo.
Per dare un senso dellassieme
di quanto manipolato, citiamo
unespressione di
Obam, chiamato
dai congiurati
a soccorso: Non
ci sporchiamo le
mani di sangue
italiano.

Di contro, il tessitore della trama


che doveva portare alla violazione
dellart. 1 e dopo
dellart. 25 del-

la Costituzione,
sin dal 2009 si
articolava con
Monti per mandare a casa il Governo voluto dal

Popolo, contravvenendo al suo


mandato di custode e garante della
Costituzione. Qui
torna il sostantivo

democrazia di
cui sopra. Per non
risultare tediosi, con volo pindarico andiamo
ai giorni nostri.
Come le conflagrazioni armate
alla loro conclusione comportano
sempre dei travolgimenti, non solo
geografici, anche
socio politici;
cos com accaduto nel periodo
sopra indicato,
anche se non s
trattato di guerra
calda, non
stata meno travolgente socio economico politico,
con la determinazione nellambito
dei singoli partiti,
di fare uso e abuso
del nobile istituto
democratico, status questo emerso
dalla frammentazione politica,
del sistema Stato
conseguito col

superamento del
dettato costituzionale. Domani
gli storici diranno
che la trama che
ha portato al superamento del valore democrazia in
Italia, per prima
conseguenza lha
umiliata, e ha avviato i partiti a
un sistema al loro
interno di estrema
confusione.
Nessuno escluso. Si sono fatti
influenzare dal
sistema instaurato dal grande
vegliardo.
Quando affermiamo questo pensiamo, anzi siamo
convinti, di non
esagerare. In linea
socio filosofica,
la realt politica
italiana presenta
due stati di convergenza, che se
nellambito di
ognuno c sempre una differenziazione di prassi,
quasi sempre irrilevante, tuttavia si
dovrebbe sempre
trovare convergenza.
Questa democrazia, invece no.
Questa situazione
di contro sollecita i protagonisti
ad uscire dalla
dialettica interna
e darsi una sigla
di comodo per non
accettare la volont, o lindirizzo
espresso nella pi
qualificata sede di
partito, o addirittura saltano
il banco e si associano ad altro
soggetto politico,
nella certezza di
trovare pi spazio. Per la verit
questa classe
pi degradante,
ossia i voltagabbana.
Tu t t o q u e s t o
trauma psico
politico, per verit
storica, avviene
fra coloro che si
definiscono di destra, di sinistra, e
poi c un altro
settore che si de-

finisce di centro,
ossia quelli che
guardano a occhio
fisso, la lancetta
magnetica che
tempo fa.
Siamo lontani
dal pensare che
questo status
socio politico
filosofico sia
emerso, o quanto
meno abbia dato
inizio, il grande
travaglio di cui
sopra, innescato
dal grande timoniere, che non si
disdegnato da
fare di timoniere e declassare la
democrazia, con
violazione di norme costituzionali,
di cui sopra e, se
non poco, anche
la colonna portante del diritto:
nullum crimine,
nulla poena sine
lege. C dubbio
che la conosciuta
legge Severino
successiva ai fatti
contesta?! E il custode della Costituzione come ha
potuto fare finta
di niente di quanto
si stava tramando
contro la volont popolare? Gli
storici, quando i
pennivendola si
saranno disintossicati, avranno che scrivere.
Il formicaio
della politica ha
trovato indirizzo
e sostegno psicologico, a lasciare
fuori dalluscio
del loro ambiente
la democrazia,
ammesso e non
concesso, che
qualche volta lavessero rispettata.
Questo sostantivo
serve ai sudetti a
farne uso e abuso,
come di solito
avviene.
Questa endemia
non si ferma ai
soggetti partitici,
sta invadendo anche larea sindacale, la granitica
CGIL. Il sig. Landini , che s visto
abbandonato dai
suoi fedelissimi,

notato che con


la sua azione dirompente con le
imprese, non solo
i pi importanti
soggetti come la

FIAT e prima ancora FERRERO,


hanno lasciato
lItalia per altri
Paesi, dove la democrazia e il dia-

logo costituiscono modo di vita,


ha creato un altro
soggetto, lui dice
di collaborazione,
ha trovato il rife-

Sicilia 13

rito della Camusso. Per dare un


punto di riscontro
a chi continua
a credere che i
protagonisti di

speciale

questo stato, detto democratico,


ma caos e pura
anarchia, possono
offrire loro un
riscontro dove la
democrazia un
punto sacro e di
riferimento inalienabile a tutti i
livelli, per tutti.
U.S.A. Due partiti, repubblicano
e democratico. E
possibile pensare
che nellambito
di questi grandi
raggruppamenti
c pace assoluta senza contrapposizione per
diverse opinioni risolutive per
la soluzione dei
problemi, che
certamente sono
ineguagliabili rispetto a quelli
c h e e m e rg o n o
nellambito dei
partiti italiani?
Certamente no.
La risposta una:
negli U.S.A. la
democrazia vera
e le contrapposizioni si affrontano
e discutono democraticamente,
e nessuno pensa
di andare oltre e
nessuno pensa di
mandare a casa
il Presidente e/o
il Congresso. In
Italia vige il mercato dei piazzisti e
dei voltagabbana.
Pace allanima
loro, in omaggio ai perseguitati per eccesso
di coerenza. Il
problema della
massima seriet,
e non c dubbio.
Tanto per sollevare lumore dei
lettori, verrebbe
di chiudere questa
riflessione, intrisa
di malessere etico, con le note di
una canzone degli
anni 50: Dove sta
zazz . bellezza
mia . Come fa
zazz . Senza
Isaia..
Come farebbero i
malfattori a vivere
senza le ruberie
.?

Cultura 14

Sicilia 27 MARZO 2015, VENERD

Dopo la musica sacra


quella degli anni 60

di Arturo Messina
Lassociazione culturale musicale e teatrale
Due pi per la citt
che vorrei, presieduta
dal dott. Sergio Pillitteri, sempre pi sta
confermando la validit della sua istituzione, delle motivazioni
che hanno ispirato la
sua fondazione, quale quella di suscitare
quanto pi possibile
lattenzione e laffezione, dei siracusani e
di chi siracusano non ,
per Siracusa.
Lo sta confermando
con un suo programma di iniziative piuttosto consistente come
quantit, come qualit
e come realizzazione,
non solo nellambito
locale, ma anche extra
moenia. Valide iniziative di vario genere
come quelle svolte in
questo mese, che vanno dalle visite guidate
al teatro, dal convegno
alla mostra fotografica,
al restauro degli organi, dal concerto di musica sacra al concerto
di musica leggera.
Di tale cos consistente
e valida attivit ci ha
parlato lo stesso presidente del lodevole
sodalizio nella breve
intervista che ci ha
concesso alla fine dello stupendo spettacolo di musica leggera,
intitolato Quei meravigliosi anni 60.
Ovviamente non potevamo non domandargli
comera andato il concerto per organo e voce
tenuto dal m Gaetano
Ruggeri e dalla soprano Isabella Calleri la
sera precedente nella
chiesa di San Martino,
dove io tantissime volte, ai tempi del parroco
Salonia, negli anni 50,
ho suonato proprio
quellorgano,
come
tante volte ho suonato
quello della chiesa del
collegio, quando cera il parroco gesuita
Padre Ciacera, quando a tirarmi i mantici
era Enzo Bottiglieri,
il padre del ben noto
chitarrista
Ermanno
Bottiglieri, e a cantare
veniva Lino Puglisi,
quello che poi divent
il pi celebre baritono
del mondo, con ben 16
stagioni a La Scala di
Milano!

Dal concerto per organo e voce nella chiesa di S. Martino allo spettacolo
musicale de The smile night nella sala daudizione dellIstituto Musicale G. Privitera
A presentare lo spettacolo di musica leggera
che si svolto il giorno 20 scorso nella sala
daudizione dellIstituto Musicale Giuseppe Privitera, stata la
vicepresidente, che ha

struttura musicale, per


largomento, per i cantanti o le cantanti che
le lanciarono), dallottimo
percussionista
Santi Fidone e dall
eccellente, grande chitarrista Nino Grande,

cos fedelmente riproduce.


Nel presentare il gruppo la presentatrice ha
affermato che si tratta
dun gruppo piuttosto
nuovo ma gi tanto
affermato: E nato

religiosi, come quello


che ancora vige nella
parrocchia della Madonna del Carmine, in
via Mirabella.
Certo che riassumere
in un concerto di circa 90 minuti la storia

Bene ha fatto
Pino Cultrera con
il suo gruppo a
fare rievocare alla
memoria quellirripetibile musica,
quellindimenticabile periodo in cui
la musica italiana
godeva di tanto
prestigio

In alto, il gruppo The smile nigth;


A fianco, la cantante del gruppo;
Sopra, Presidente e Vicepresidente.
reso ancor pi interessante la musical performance premettendo
una presentazione ad
ogni brano eseguito dal
tastierista Pino Cultrera e il suo encomiabile
gruppo, formato dalla
brava cantante Maria
Lacucina, che si fatta
meritatamente e calorosamente applaudire
alla fine di ogni canzone sia per la qualit del
suo strumento vocale
che per la pregevole
interpretazione di musiche cos varie (per la

che spesso dal ruolo


di controcanto, di contrappunto, di accompagnamento, assurto a
quello di primo piano,
lasciando che a quello
di accompagnamento
si limitasse solamente
la pregevole tastiera
Korg che avrebbe potuto pi egregiamente
emergere ora con uno
ora con un altro dei
tanti ottoni, dei tanti
legni, dei tanti archi,
dei tanti altri strumenti
che possiede elettronicamente ma anche

nel 2010- ha detto fra


laltro- e ha voluto
assumere il nome alla
moda, alla maniera
inglese, come si cominciava a usare dagli
anni 50, ossia quando
la musica leggera americana aveva gi conquistato il primo posto
anche nel gusto degli
europei. Ha anche
fatto presente che per
Pino Cultrera ha gi
unattivit
cinquantennale ed ha formato
altri gruppi musicali,
sia folcloristici che

de I meravigliosi
anni 60 sarebbe impossibile, anche se si
volessero citarne solamente i nomi e accennarne almeno i motivo
di qualcuna delle loro
innumerevoli canzoni
che hanno avuto il pi
grande successo, a cominciare, ad esempio
da Mina, Rita Pavone
con Tedy Reno, Caterina Caselli, Claudio
Villa, Luciano Tajoli,
Domenico Modugno,
Al Bano con Romina
Power, Fausto Leali,

Claudio Baglioni, Nino


Reitano, Gianni Morandi, fino ad arrivare
a Lucio Dalla per ricordarne la recente dipartita ma i baldi componenti de The smile
night con la bravissima e spigliata cantante
lo hanno fatto e in un
modo veramente encomiabile: la difficolt
maggiore
evidentemente stata quella di
Maria Lacucina, che ha
saputo rendere spigliatamente, meravigliosamente, sia le canzoni
che furono rese celebri
cantate da maschi, sia
quelle che furono rese
celebri cantate da donne.
Pertanto il singolare
concerto che proponendo la carrellata delle migliori canzoni del
periodo pi glorioso
della musica leggera
italiana, ha riscosso il
pi lusinghiero successo e lo ha fatto anche
stuzzicando lo scelto
pubblico a fare un confronto con le canzoni di
questi ultimi anni del
Festival di Sanremo e
fare quindi rimpiangere quello che fu veramente il periodo doro
della canzone italiana.
Oggi la canzone italiana, che prima veniva
cantata dovunque, anche allestero e anche
da cantanti non italiani,
essendosi oggi in buona
parte americanizzata non solo non viene
cantata allestero, ma
non la cantano nemmeno i nostri ragazzi,
mentre quelle degli irripetibili anni Sessanta,
venivano cantate anche
per istrada da quelli che oggi sono della
terza e della quarta et.
Bene ha fatto quindi
Pino Cultrera con il
suo rispettabile gruppo a riproporle, a fare
rievocare alla memoria
quellirripetibile musica, quellindimenticabile periodo in cui non
solo la musica italiana
godeva tanto prestigio,
ma anche la societ italiana era ben diversa,
pimusicale di quella di oggi! Hanno fatto
altrettanto bene lassociazione presieduta dal
dott. Sergio Pillittere a
proporre questa meravigliosa iniziativa e la
vicepresidente a presentarla.

27 marzo 2015, venerd

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Ultimi spiccioli di speranza per la malcapitata tifoseria azzurra

Pu succedere ancora di tutto


ma non sar pi la stessa cosa
Gli increduli supporters aretusei non hanno perdonato
le tante leggerezze che hanno determinato la perdita del
primo posto a due sole giornate dalla fine del campionato

ellevidente
calo del Siracusa
che ha favorito
il sorpasso dello
Scordia e a monte
dei pareggi interni con Viagrande e Milazzo, di
quello esterno di
Castelbuono
e
della sconfitta di
Barcellona, a parte i limiti tecnici
propri della categoria, il Siracusa
ha denotato un
pauroso calo fisico, in alcuni
elementi
cardine dello schieramento
azzurro,
che chiamano in
causa anche la
preparazione. Insomma, impressione
generale

che limpalcatura
societaria, irrobustita in ogni suo
ruolo rispetto al
passato, abbia ceduto in pi punti,
finendo col perdere il controllo
della situazione
che andata, via
via, precipitando.
E non il solito,
italico, comodo
escamotage che
porta alla conclusione di tutti
colpevoli,nessun
colpevole, bens
il riconoscimento di una concomitanza di fattori, tutti di segno
negativo, anche
se prevedibili ed
evitabili, che ha
fatto da zavorra

al cammino del
Siracusa, costringendolo a cedere
il trono del primato che a due
giornate dalla fine
sar un problema riconquistare.
Ammenoch
il
Siracusa non vinca i due incontri
che restano da
giocare e lo Scordia ne pareggi o
ne perda almeno
uno. Ad arbitrare
questa
decisiva
partita a distanza
chiamata lIgea
Virtus che se non
vuole vanificare
la sua perentoria
risalita in classifica deve tentare di
vincere entrambi
gli incontri che

restano da disputare, quello con lo


Scordia compreso. Ma ammesso che, una volta
tanto, la fortuna
arrida al Siracusa,
avr lo stesso senso vincere il campionato per meriti altrui anzich
per meriti propri
? Ci sar pure
chi non far differenza, ma nella sua generalit
quella siracusana
una tifoseria
particolare
che
bada
anche
a

quelle che per altre tifoserie sono


solo sottigliezze.
Ecco perch non
bisognava deluderla se non proprio tradirla, con
conseguenze che
andando al di l
della perdita del
primo posto hanno comportato la
vanificazione di
quelloperazione
simpatia che aveva contribuito a riportare allo stadio
tanta gente che se
nera allontanata. Ora tutto nel

grembo di Giove,
pardon, dellIgea
Virtus con la parola promozione
ormai senza significato e alla
quale solo un miracolo potr dare
un senso visto che
passa da tutta una
serie di calcoli, di
probabilit e di
alchimie. Mancano per il momento le coincidenze
astrali, ma chiss
che qualcuno non
scomodi
anche
quelle.
Armando Galea

Tennis serie C, parte bene


Pallanuoto, World League
lavventura del club Match Ball a Siracusa il 31 marzo

Si svolta oggi sui campi del TC Match

Ball Siracusa la seconda giornata di


campionato di Serie C maschile, dopo il
riposo della prima giornata.
La squadra aretusea formata da Giuseppe Bongiovanni, Salvatore Buccheri, Ivan
Caracciolo, Salvatore Caschetto, Luca Di
Trapani, Ermes Giglio, Luigi Lopez, Santi
Moncada, Alessio Siringo capitanata da
Toni Troia, affrontano il TC Vela Messina.
La manifestazione prevede la disputa di 4
singolari e due doppi. Gli accoppiamenti e
i risultati dei quattro singolari sono stati:
Singolari:
Buccheri s. vs Didio : 6/4-6/0
Lopez L. vs Bombaci: 4/6-7/6-6/1
Caschetto vs Villari: 6/3-3/6-6/3
Di Trapani vs Maccarone:2/6-6/1 -0/6
Doppi:
Caschetto/Bongiovanni vs Villari/DiDio :
6/2-6/1
Giglio/Di Trapani vs Bombaci/Maccarrone: 1/6-1/6
Al termine dellincontro quindi il risultato finale stato 4 a 2

Grande attesa per il il 31 marzo per

la gara di Worl Leaguen in programma a Siracusa valida per la nona giornata del girone C europeo (alle 18 in
diretta su Rai Sport 1). Il CT Sandro
Campagna ha dichiarato:" La tappa
di Siracusa avr un sapore particolare
per me, tornare in un impianto che mi
ha visto crescere ed allenare sempre
emozionante. Sar l'occasione per per
riabbracciare tanti amici con cui ho
condiviso anni importanti per la mia
carriera di giocatore ed allenatore. I
convocati di mister Campagna sono:
Lorenzo Bruni, N. Presciutti e Marco
Del Lungo (AN Brescia), Alessandro
Velotto (CC Napoli), Luca Damonte
(Carisa Savona), Valentino Gallo e
Vincenzo Renzuto Iodice (CN Posillipo), Stefano Luongo (Carpisa Vis Nova), Francesco Di Fulvio e
Yamamay Acquachiara), Tomma- Andrea Fondelli (Pro Recco), Franso Busilacchi e Paolo Oliva (Como cesco Coppoli (RN Florentia).
Nuoto), Cristiano Mirarchi (Roma
Salvatore Cavallaro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 27 marzo 2015, venerd

La Bianca
Rammarico
per non aver
giocato tutte
le gare come
domenica

In foto, unazione
di gara

Calcio a 5 A1/F, le Formiche


in Puglia a casa della capolista
Dopo

il pari di
domenica di domenica delle Formiche
Siracusa
contro
il Real
Five Fasano nella
24 giornata del
girone C di Serie
A del campionato
di calcio a 5. Una
prova difficile per
le blu aretusee che
nella terz'ultima
giornata della stagione, contro una

Adesso per Basile e compagne trasferta difficilissima


in casa della capolista Italcave Real Statte

formazione di piena zona play off,


ritrovano concretezza e danno vita
ad una gara avvincente e combattuta
sino alla fine che
con un pizzico di
fortuna avrebbero persino potuto
vincere.
Adesso

per Basile e compagne


trasferta
difficile contro la
capolista italcave
Real Statte. Alle
mie ragazze avevo
chiesto una partita con la stessa
intensit di quella
espressa con lIron
Team due settima-

Rugby Syrako

Listituto Corbino
a scuola di Rugby
B

ellissimo allenamento in
compagnia di tanti studenti del Corbino di Siracusa
e di alcuni studenti olandesi di Rotterdam presenti
in occasione dello scambio culturale tra le due
scuole. Tra gli obbiettivi
dello scambio culturale
bisognava far provare uno
sport per il gemellaggio,
ringraziamo la scuola
Corbino per la scelta del
Rugby e per la fiducia ac- la scuola ha organizzato
cordataci. A conclusione un bel terzo tempo, come
dell'allenamento\partitella da tradizione rugbistica.

ne fa dichiara
mister La Bianca
a fine gara e la
risposta c stata. Sono riuscite a
mettere in campo
una
prestazione
tutta grinta e cuore
con buone giocate ma soprattutto
con una squadra
compatta che si
aiutata e ha voluto raggiungere
lobiettivo. Il rammarico, - conclude
La Bianca - non
tanto per non aver
vinto
domenica
ma per le occasioni perse in questa
stagione perch,
se si fossero giocate tutte le partite
con questa intensit, sicuramente
adesso avremmo
diversi punti in
pi.
In serie C, fine
settimana positivo
anche per le ragazze guidate da
Isabella Colombo
che domenica ottengono la vittoria a tavolino, 6-0

sull'Atletico Cefal. Un risultato


importantissimo
che consente loro
di racimolare tre
importanti punti e
portarsi a quota 8 in
classifica. In serie
D Femminile,bella
vittoria per le giovani della serie D,
vittoriose per 3-2
sull'ASD
PRO
Melilli. Un tassello importante
anche per loro in
chiave classifica
per aspirare ad una
tranquilla salvezza. Prossimo impegno domenica
29 marzo in casa
dell'ASD S. Sofia
Sortino.
In serie D Maschile, ancora una
vittoria per i ragazzi guidati dal
duo Sarci-Bianchini che battono in casa con il
risultato finale di
9-4 il Belvedere
-Citt Giardino e
mantengono saldo in classifica il
posto di vice capolista. Prossimo
appuntamento sabato 28 sul campo
dell'Akrai.

Calcio
playoff,
Olimpia
Priolo
inseconda
categoria

L O l i m p i q u e

Priolo pareggia
0-0 dopo i tempi supplementari
contro lo Sporting Augusta e
conquista la Seconda Categoria
in virt del miglior piazzamento in campionato.
Non sono bastati
120 minuti agli
ospiti per ribaltare la situazione, festeggiano
invece i padroni
di casa che avevano chiusto al
secondo
posto
il campionato a
pari punti con
i rivali odierni
superati solo per
la differenza reti
negli scontri diretti.
"Ci
abbiamo
provato in tutti i
modi - ha dichiarato il presidente
dello
Sporting
Augusta, Casertano, a fine gara
- ci ' mancato
solo il gol, per
coronare
una
prestazione
di
grande qualit e
cuore. Negli spogliatoi mi sono
complimentato
con i miei ragazzi per quanto hanno saputo
dimostrare oggi.
Complimenti ed
auguri anche al
Priolo, che ha
saputo sfruttare
bene il vantaggio di avere a
disposizione due
risultati su tre:
e' stato pratico
e determinato a
difendere il pareggio. Adesso
punteremo alla
Seconda categoria con il ripescaggio".