Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Sanit

Squadra contestata
dai tifosi
molto delusi

Avranno maggiore
attenzione i malati
di epatite C
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mercoled 25 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 70 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Cronaca. Il Consiglio superiore della magistratura vota allunanimit

Csm assolve Pm Musco


che ritorna a Siracusa

Nessuna rilevanza disciplinare nella sua condotta


veleni procura

di Giuseppe Bianca

Processo
dappello
a giugno

di Concetto Alota

iniziato lundici marzo scorso, ed stato subito


rinviato al 12 giugno del
corrente anno, il processo
dappello per il troncone dei
Veleni in Procura, dove
rimasero coinvolti tre magistrati e un ispettore del
Nictas, tutti in forza presso
il Tribunale di Siracusa, un
avvocato e un imprenditore.
In primo grado furono emesse quattro assoluzione e due
non luoghi a procedere con
le stesse motivazioni: Perch il fatto non sussiste. Fu
questa la secca sentenza del
GUP di Messina.
A pagina tre

SOCIET

siracusa

La diocesi
Macch
esorcismo

Poliziotto
premiato
al Vermexio

sunto episodio di esorcismo avvenuto in un Comune.

rozzo, nel corso di una


cerimonia nella sala Verde di palazzo Vermexio.

A pagina sei

A pagina cinque

In merito al recente e pre- Il sindaco, Giancarlo Ga-

Processo omicidio La Porta

Non riuscii
a convincerlo
a sparare

politica

Gettonopoli
Elezioni
dietro langolo

on avrebbe commesso
alcun illecito di natura
disciplinare il magistrato
Maurizio Musco, che era
stato trasferito dalla Procura di Siracusa, perch
ritenuto
incompatibile
con lambiente siracusano. Il Consiglio superiore della magistratura ha
mandato assolto il sostituto procuratore Musco
da tutti i fatti.

a triste vicenda legata


alla Gettonopoli ha riacceso i toni della politica e
non sono mancati i segnali forti e a volte violenti,
compreso il puntuale ripresentarsi.

A pagina due

A pagina quattro

Si va a grandi passi verso la conclusione del processo con

il rito abbreviato scaturito dallarresto dei quattro presunti autori del delitto del muratore di Floridia. Nelludienza
celebrata ieri mattina stata la volta di uno dei quattro
imputati, rilasciare dichiarazioni.
A pagina cinque

I Gargallini in coro
Salvate ledificio storico
La

collaborazione
piena fra Fai e Provincia regionale
servita a riportare in
primo piano la necessit di ultimare al pi
presto lopera.
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
arte

Salvatore
Mauro
espone
a Siracusa

Sicilia 25 marzo 2015, mercoled

Salvatore

Mauro, artista siracusano trapiantato a


Roma, torna in citt con una mostra dedicata a santa
Lucia e ai suoi tanti significati religiosi. Un evento articolato che, nella fase preparatoria, ha visto lartista impegnato in alcuni workshop per la sezione provinciale
dellUnione italiana ciechi. Titolo dellesposizione:
W santa Lucia La sua luce nellombra.
Levento, patrocinato dal Comune, sar presentato
alla stampa gioved prossimo (26 marzo) alle 10,30

25 marzo 2015, mercoled

con una conferenza che si terr nella sala Archimede,


in piazza Minerva 5. Interverranno, oltre a Mauro, lassessore alle Politiche culturali, Francesco Italia, la presidente provinciale dellUnione italiana ciechi, Rosalba
Cicero, il presidente della Deputazione della Cappella di
Santa Lucia, Pucci Piccione, e Bernadette Lo Bianco di
Sicilia turismo per tutti. Lesposizione si terr alla Galleria civica darte contemporanea Montevergini e sar
inaugurata il 4 aprile alla 19.

GIUSTIZIA. nessuna rilevanza disciplinare

Il Csm assolve
il magistrato
siracusano
Maurizio Musco
di Giuseppe Bianca

Non

avrebbe commesso alcun illecito


di natura disciplinare
il magistrato Maurizio
Musco, che era stato
trasferito dalla Procura di Siracusa, perch
ritenuto incompatibile
con lambiente siracusano.
Il Consiglio superio-

re della magistratura
ha mandato assolto il
sostituto procuratore
Musco da tutti i fatti
che gli erano stati contestati. La decisione
stata assunta ieri sera
dalla sezione disciplinare del Csm dopo una
camera di consiglio risoltasi allunanimit.
Lazione disciplinare
nei confronti del ma-

gistrato priolese, era


stata avviata a seguito
dellormai famosa vicenda dei Veleni alla
Procura di Siracusa,
che aveva provocato
nel settembre 2012 un
autentico terremoto
con il trasferimento
sia di Musco, oggi in
servizio alla Procura
della Repubblica di
Palermo, sia dellal-

Scade marted, 31 marzo prossimo, il termine ultimo per accedere a nove

mesi di assistenza domiciliare gratuita per soggetti non autosufficienti destinata ai dipendenti e ai pensionati pubblici. Home Care Premium 2014,
progetto finanziato con fondi Inps Gestione dipendenti pubblici, rivolto
anche ai parenti di primo grado degli Statali entra dunque nell'ultima
settimana utile per la presentazione delle domande. C' ancora spazio per

la selezione di ulteriori beneficiari.

Ripercorriamo
le tappe principali
di uninchiesta
giudiziaria che ha
fatto epoca in citt

Nella foto, il Pm Maurizio Musco.

lora procuratore capo


Ugo Rossi, su disposizione del ministro della Giustizia, Severino.
Il caso del Pm Musco
era stato sollevato a
causa di una serie di
notizie di stampa e in
alcune interrogazioni parlamentari che
avevano sollevato il
dubbio che il magistrato, nellesercizio

dio Vaticana Introduce e modera:Vito


Lo Monaco presidente Centro Studi
Pio La Torre di Palermo Dalla Sala
Conferenza dell'ISISC di via Logoteta gli studenti del Liceo Classico
T.Gargallo e del Liceo Scientifico
O.M.Corbino di Siracusa e dell'
lIstituto Tecnico Commerciale Alessandro Rizza di Siracusa, potranno
non solo ascoltare tra le voci pi autorevoli del mondo giornalistico ma
anche significativamente riflettere sul
tema dell'informazione, oggi, in tutti i
suoi aspetti.
Un'occasione importante che la Fondazione Siracusa Giustizia, in collaborazione con lISISC, ha rivolto agli
studenti siracusani (molte altre scuole
parteciperanno da tutta la Sicilia alla

Home care premium: scade


il termine il 31 marzo prossimo

Veleni in Procura: il 12 giugno


il processo di secondo grado

delle sue funzioni, avesse potuto in


qualche modo favorire lavvocato Piero
Amara.
Dopo anni di accertamenti, tutti i fatti
contestati per il Csm
si sarebbero rivelati,
quindi, infondati. Il
Consiglio superiore
della
magistratura,
nellesito dellistrut-

Settimana della legalit


Appuntamento domani
allIsisc di Siracusa

occasione della Settimana della Legalit la Fondazione Siracusa


Giustizia domani mattina alle
ore 9 nella Sala Conferenze dellISISC, insieme a docenti e studenti
degli Istituti T.Gargallo, O. M.
Corbino e A. Rizza di Siracusa,
parteciper in diretta col Cinema
Rouge et Noir di Palermo alla V
Conferenza del Progetto Educativo
Antimafia
2014-2015 promossa dal Centro
Pio La Torre di Palermo
Il tema della conferenza sar Linformazione democratica antimafia
Relatori: Attilio Bolzoni (nella foto)
La Repubblica; Stefano Corradino
Art. 21; Santo Della Volpe Libera
Informazione Federico Piana Ra-

Cronaca di Siracusa

GIUSTIZIA. prima udienza saltata per difetto di notifica

Incontro su informazione antimafia

In

Sicilia 3

diretta) e che stata accolta con grande entusiasmo dai docenti e dai dirigenti scolastici interpellati.
Un momento significativo e speriamo
formativo per tutti i nostri studenti
commenta Loredana Faraci membro
del Comitato Scientifico della Fondazione e coordinatrice del progetto
a Siracusa - perch riflettere su temi
come l'informazione e l antimafia e,
in particolare, sul tema della legalit
e della giustizia, oggi, vuol dire non
dimenticare i veri valori su cui le future classi dirigenti dovranno formarsi,
qualunque strada professionale decidano di intraprendere. I nostri giovani
sono la speranza pi grande di questa
citt che spesso fatica a trovare risposte ai bisogni anche pi elementari.

toria, ha motivato la
propria sentenza con
il fatto che Musco abbia svolto le sue funzioni con assoluta
correttezza. Sentenza
che il magistrato ha
intenzione di produrre in occasione della
prossima udienza al
processo dappello,
iniziato l11 marzo
scorso ma subito rinviato al 12 giugno.
Il processo in primo
grado, dinanzi al Gup
del Tribunale di Messina, si concluse con
lassoluzione dei due
magistrati, impugnata
dal Procuratore capo,
Guido Lo Forte e dal
sostituto Antonio
Cherchietti. Processo
che scaturito sempre
dalla vicenda Veleni
in Procura (vedi articolo a fianco).
Il verdetto del Csm,
di fatto, riapre le
porte a un ritorno di
Maurizio Musco alla
Procura della Repubblica di Siracusa, non
sussistendo pi motivi ostativi e incompatibilit ambientale.
Ho sempre avuto fiducia nella magistratura ha commentato
il magistrato allesito
della sentenza - e avr
sempre fiducia nella
magistratura, che la
mia vita.

E iniziato lundici marzo

scorso, ed stato subito rinviato al 12 giugno del corrente anno, il processo dappello
per il troncone dei Veleni
in Procura, dove rimasero
coinvolti tre magistrati e un
ispettore del Nictas, tutti in
forza presso il Tribunale di
Siracusa, un avvocato e un
imprenditore.
In primo grado furono emesse quattro assoluzione e due
non luoghi a procedere con le
stesse motivazioni: Perch il
fatto non sussiste. Fu questa
la secca sentenza del GUP di
Messina, Monica Marino, per
il processo in cui erano imputati per abuso d'ufficio l'allora
procuratore capo Ugo Rossi
della Repubblica di Siracusa,
il suo predecessore Roberto
Campisi, e il sostituto Maurizio Musco, oltre a un ispettore del Nictas, Giancarlo
Chiara. Per tutti, a conclusione del rito abbreviato, il GUP
dispose l'assoluzione nonostante le richieste di condanna sollecitate dalla Procura di
Messina: 4 mesi per Rossi, 5
mesi per Roberto Campisi,
un anno e due mesi per Maurizio Musco e un anno per
Giancarlo Chiara. Lo stesso
GUP dispose l'archiviazione
dell'inchiesta per l'avvocato
Piero Amara e l'imprenditore Alessandro Ferraro, per i
quali era stato sollecitato il
rinvio a giudizio. Al centro
dell'inchiesta il penalista, ex
legale del Catania Calcio,
e poi alcuni suoi parenti e
amici, con un'interfaccia, secondo la tesi dell'accusa non
accolta dal GUP, coltivata per
anni proprio in Procura con

In foto, il palazzo di Giustizia di Siracusa.

presunti favoritismi.
Per tutta una serie di fatti,
conglobati e inseriti nel fascicolo chiamato Veleni in
Procura, il 20 settembre del
2012 la sezione disciplinare
del CSM trasfer d'ufficio,
con provvedimento d'urgenza, su richiesta del ministro
della Giustizia, Ugo Rossi a
Enna e Maurizio Musco a Palermo, come sostituti procuratori; il tutto scaturito dopo
uno scontro tra la politica,
una parte della magistratura
e un gruppo di avvocati. Su
decisione del CSM, Maurizio
Musco, gi sostituto procuratore a Siracusa fu trasferito a Palermo; Ugo Rossi,
gi procuratore capo della
Repubblica di Siracusa, trasferito a Enna in qualit di
sostituto procuratore, per il
suo coinvolgimento nell'inchiesta; Roberto Campisi,
ex procuratore di Siracusa al
momento dei fatti si trovava
gi aggiunto a Catania per la
normale rotazione della sua
carriera; lispettore di polizia,
Giancarlo Chiara ha chiesto
il trasferimento dal Nictas ad
altro incarico.
Avevano tutti deciso di essere processati con il rito
abbreviato. Contestualmen-

te lo stesso GUP ha deciso


il non luogo a procedere per
l'avvocato Piero Amara e per
l'imprenditore
Alessandro
Ferraro.
La richiesta di condanna riguardava quattro capi dimputazione, mentre per altri
sei era stata chiesta l'assoluzione. In particolare, tutti gli
imputati sarebbero stati, a
giudizio del pubblico ministero, responsabili del reato
di abuso dufficio nella famosa vicenda del Catania calcio
risalente al 2007 con liscrizione nel registro degli indagati dei calciatori Gianluca
Falsini ed Armando Pantanelli, per i quali era stato ipotizzato il reato di frode sportiva,
svolgendo per le indagini
in difetto di competenza e
rifiutandosi in un primo momento di trasmettere gli atti
alla Procura di Catania. Il
secondo capo dimputazione
per il quale il Pm aveva chiesto la condanna per Maurizio
Musco e Giancarlo Chiara e
il rinvio a giudizio per Piero
Amara, riguardava l'inchiesta legata alla pratica edilizia
della suocera dellavvocato
Piero Amara. Il terzo capo
dimputazione coinvolgeva il
solo Ugo Rossi, relativamen-

te alla vicenda Sai 8 per la


quale ha disposto nel giugno
2012 la coassegnazione del
procedimento penale al sostituto procuratore Giancarlo
Longo.
Un atto di sfiducia, secondo
l'accusa, nei confronti del collega Marco Bisogni, titolare
dellinchiesta. Lultimo capo
dimputazione stigmatizzava
la coassegnazione di diversi
fascicoli, i cui titolari erano
Marco Bisogni e Delia Boschetto, al pm Giancarlo Longo. Secondo l'accusa, che non
ha retto, dietro la scelta cerano due esposti. Uno di Piero
Amara e laltro del presidente
del Cda della Sai 8, che da
Amara era assistito. Accuse
respinte in toto dai legali della difesa che alla fine hanno
avuto ragione gli avvocati,
Claudio Gallina Montana,
Alberto Gulino, Silvio Pellicane, Carmelo Peluso, Luigi Latino, con l'assoluzione
perch il fatto non sussiste;
ma la Procura della Repubblica di Messina, appell la sentenza di assoluzione di primo
grado emessa nei confronti
dei magistrati Ugo Rossi, Roberto Campisi, Maurizio Musco e dellispettore Giancarlo
Chiara, che avevano scelto di
essere giudicati con il rito abbreviato ed ha anche proposto
ricorso per Cassazione contro
il non luogo a procedere pronunciato per Piero Amara e
Alessandro Ferraro; la Cassazione respinse il ricorso della
Procura contro l'assoluzione
dell'avvocato Piero Amara e
dell'imprenditore Alessandro
Ferraro, mandandoli assolti.
Allesito della fase dibattimentale di primo grado la
stessa Procura di Messina
aveva chiesto lassoluzione
per diversi capi dimputazione.
L atto di appello, inaspettato, firmato dal Capo della
Procura di Messina, Guido
Lo Forte e dal Sostituto che
ha sostenuto laccusa innanzi
al GUP Antonio Carchietti,
muove numerose censure in
punto di diritto alla sentenza

assolutoria di primo grado,


ma diventa un atto dovuto per
le intervenute dichiarazioni
del pentito di mafia, Fabrizio
Blandino. Infatti, la Procura
di Messina, ritenendole utili
per meglio sostenere laccusa
nel giudizio dappello, ha allegato le dichiarazioni dellex
consigliere comunale Fabrizio Blandino, condannato in
primo grado per associazione
mafiosa, divenuto collaboratore di Giustizia e al momento
detenuto ai domiciliari in una
localit protetta. Avrebbe anche raccontato di riunioni periodiche tenutosi presso studi
professionali della citt megarese con molti consiglieri
comunali dellepoca appartenenti a diversi schieramenti
politici al fine di condizionare lattivit amministrativa del Comune di Augusta;
infine avrebbe anche riferito
di influenze su certa stampa
e di condizionamenti su certi funzionari pubblici; ma,
a detta dei tanti, alcune verit di Fabrizio Blandino a
tratti apparirebbero falsate
da interessi sconosciuti. Ma
la Procura della Repubblica
di Messina considerando attendibili le sue dichiarazioni,
ha chiesto nello specifico lesame testimoniale di Fabrizio
Blandino.
Il processo dappello iniziato il giorno undici del mese di
marzo scorso con unudienza
brevissima innanzi alla Corte di Appello di Messina per
quel troncone del processo
denominato Veleni alla Procura, relativamente agli ex
Procuratori Capo della Procura di Siracusa Ugo Rossi e
Roberto Campisi, il Sostituto
Maurizio Musco e lispettore
del Nictas Giancarlo Chiara.
La Corte di Appello di Messina, chiamato il processo,
non ha potuto fare altro che
rilevare il difetto di notifica
per alcuni degli imputati e
rinviare ludienza al 12 Giugno prossimo; un processo
che fin dal primo momento
apparso pi formale che
sostanziale, e che prende le
mosse dallinchiesta Oro
Blu; ma a sotterrare lascia
di guerra stato il nuovo presidente del Collegio degli avvocati di Siracusa, Francesco
Favi: Siamo certi di poter
continuare a tenere un forte
e reciproco scambio di collaborazione con i magistrati,
convinti di avere messo alle
spalle le vicende passate.
Concetto Alota

Cronaca di Siracusa 4

a triste vicenda
legata alla Gettonopoli ha riacceso i
toni della politica e
non sono mancati i
segnali forti e a volte
violenti, compreso il
puntuale ripresentarsi dei tanti veleni nascosti nelle ampolle
delle vendette legate
al passato, come la
richiesta delle dimissioni dellesecutivo
comunale e dove la
risposta in termini
politici stata veloce ed equivalente.
Laffermazione di
chi vorrebbe nel proprio animo nascosto
lo scioglimento del
consiglio comunale,
si sposa l dove si
sono verificati fatti alquanto gravi e
che se confermati
dalla magistratura
inquirente rasentano
il Codice penale in
una serie di articoli
abbastanza chiari e
gravi, specie quando si assoggettano i
fatti denunciati alla
probabile
reiterazione del reato in
concorso con altri,
in una condizione
simile alle consorterie, dove luno favorisce laltro e viceversa. Ma il Prefetto,
nell'esercizio dei poteri conferitigli dalla legge o a lui delegati dal Ministro,
e delle successive
modificazioni e o
integrazioni, qualora ritenga, sulla base
di fondati elementi
comunque acquisiti,
che esistano tentativi dinfiltrazioni di
tipo mafioso o fatti
similari, anche da
persone non legate
a unorganizzazione mafiosa, nelle
attivit riguardanti
gli amministratori
della cosa pubblica nei generis, cos
come nella gestione
degli appalti, concessioni, subappalti,
cottimi, noli a caldo
o contratti similari
per la realizzazione
di opere e di lavori
pubblici in generale, o come anche
lappropriazione di
denaro pubblico in
forme analoghe e
logiche nella messa
in atto del costrutto
prima elencato, anche in maniera indiretta della violazione

Sicilia 25 marzo 2015, mercoled

Da Gettonopoli
al possibile scioglimento
del consiglio comunale
Con questo
clima politico teso
e dannoso
per tutta
la comunit qualcuno
dice meglio andare
al voto
In foto, palazzo Vermexio.

delle norme di legge;


quando sia necessario assicurare il regolare svolgimento
delle attivit delle
pubbliche amministrazioni,
richiede
ai competenti organi statali e regionali
gli interventi di controllo e sostitutivi
previsti dalla legge;
cos entrerebbe a
forza anche la subordinata condizione
di un carattere del
tutto
straordinario
ed eccezionale, che
lo scioglimento dei
consigli
comunali
pu essere disposto
solo nei casi e per i
motivi tassativamente previsti dalla legge.
In questottica trova
applicazione il clima teso che si da
qualche tempo registrato tra i banchi
del consiglio comunale siracusano, ma
laggravante specifica che si avvicina a
fatti similari dettati
dalla legge e che interessano lattivit
dellente pubblico e
quindi dei consiglieri
amministratori,
nel caso il Comune
di Siracusa e i consiglieri comunali, dove
sono gravi le diverse
minacce
registrate e denunciate che
sfociarono con una
serie di recrudescenze e violenti scontri

apparentemente politici ma che avrebbero interessi diversi nelle tematiche


sulla gestione della
cosa pubblica, con
testimoni
oculari,
dichiarazioni
alla
stampa e altro, fino
allepilogo dellatto
intimidatorio messo
in gioco in maniera
plateale ad un consigliere comunale;
fatti e risvolti, che se
confermate, sarebbero collegati direttamente al fenomeno
della
Gettonopoli
poi scoppiata, quindi
legando lattivit degli amministratori,
nellinsieme dei fatti
accaduti gli interessi
di gruppo, quindi entrando cos a pieno
titolo nella speciosa
condizione di cui
parla a tratti il dettato della legge, e dove
possono configurarsi
i tanti motivi validi
per lo scioglimento
del consiglio comunale. Lapplicazione
della norma non
sibillina ma chiara e
diretta verso gli interessi sottaciuti di
chi aveva in un certo
senso accalorato la
tesi del silenzio, della continuit di una
reiterazione di fatti e circostanze che
hanno danneggiato
le casse pubbliche,
e nel frattempo creato un doppio danno

alla comunit amministrata. Ma il comportamento tenuto


non sposta di una
virgola il costrutto
giuridico, e sinnesta con la decisione di aver voluto in
maniera capziosa e
separatamente oscurato il diritto allinformazione alla pubblica opinione, con
il vietare le riprese
televisive per non
dare la possibilit
di conoscere le tante verit ai cittadini,
sfiorando la violazione della libert
e di comunicare la
semplice
cronaca
dei fatti, oltre al diritto allinformazione verso la popolazione amministrata.
Secondo la vigente
normativa, lo scioglimento disposto
per diversi ordini di
motivi, tra cui per il
compimento di atti
contrari alla Costituzione o per gravi e
persistenti violazioni
di legge, nonch per
gravi motivi di ordine pubblico, ipotesi
questultima concernente la tutela della
sicurezza e dellordine pubblico, che
resta di competenza
degli organi dello
Stato; per impossibilit di assicurare
il normale funzionamento degli organi
e dei servizi, ipotesi

tipizzata dalla legge


in caso di dimissioni
del sindaco, impedimento permanente,
rimozione, decadenza o decesso dello
stesso,
dimissioni
di oltre la met dei
consiglieri, riduzione del consiglio alla
met dei componenti per impossibilit
di surroga, mancata
approvazione del bilancio, approvazione
di una mozione di
sfiducia; come anche
per lo scioglimento
dei consigli comunali per il verificarsi
di fenomeni dinfiltrazione e di condizionamento di tipo
mafioso come anzi
descritto, anche senza il coinvolgimento
di elementi appartenenti alle mafie.
Nella fattispecie e
nella trattazione di
questargomento si
tenuto conto, in
quanto ancora attuali e compatibili con
la nuova disciplina,
delle interpretazioni
nella stessa giurisprudenza, sentenze, pareri e circolari,
che sono intervenuti, anche in questa
fattispecie, che riguarda la violazione di legge; una
violazione che se
qualificata per la
sua particolare gravit pu giustificare
un provvedimento

25 marzo 2015, mercoled

lesivo dellautonomia dellente locale,


come ad esempio
quello di tutto ci
che si riflette direttamente sulle posizioni giuridiche soggettive dei cittadini
amministrati, o che
compromettono la
stessa funzionalit
dellente
inquinato, o la funzionalit
complessiva del sistema dei pubblici
poteri. Il Prefetto di
Siracusa
potrebbe
attivare la formulazione prevista e raffrontare al Governo
il clima politico amministrativo siracusano divenuto ormai
fuori controllo e che
ha scosso la pubblica
opinione, senza considerare i possibili
risvolti giudiziari ancora in fase di svolgimento, e attuare
quindi le procedure
per lo scioglimento
del consiglio comunale, mettendo fine a
questa mattanza mediatica che, di fatto,
ha bloccato lattivit
amministrativa della
citt, e creato inoltre
una serie di danni a
tutta la collettivit e
che potrebbe ancora riflettersi in una
ulteriore grave perdita dei valori della
democrazia e della
libert.
Concetto Alota
La vita dei lavoratori nelle fabbriche
della morte non vale
niente. Occorre riprendersi la dignit
perduta, attivando
le norme di legge, e
quando occorrono le
proteste in piazza;
ma la crisi ci costringe a continuare a fare
le pecore e i conigli,
a renderci umili di
fronte alla potenza del denaro delle
multinazionali della
chimica e della raffinazione. Il governo
nazionale nell'ambito della sicurezza
sui luoghi di lavoro stanzi nell'anno
duemila circa 600
miliardi per favorire le imprese nei
programmi necessari per aumentare la
sicurezza nei luoghi
di lavoro, tutto fin,
come al solito, a tarallucci e vino.
Concetto Alota

Si va a grandi passi

verso la conclusione
del processo con il rito
abbreviato
scaturito
dallarresto dei quattro presunti autori del
delitto del muratore di
Floridia.
Nelludienza celebrata
ieri mattina stata la
volta di uno dei quattro imputati, rilasciare
dichiarazioni. Avrebbe
cercato in tutti i modi
di convincere Osvaldo
Lopes a non mettere in
atto il proprio insano
intento, quello di uccidere Nicola La Porta,
loperaio floridiano di
45 anni, il cui cadavere
crivellato di colpi di pistola, stato rinvenuto
ai primi di marzo dello
scorso anno nelle campagne limitrofe al centro abitato di Floridia.
E stata incentrata tutta
sulla testimonianza di
Leonardo
Maggiore
ludienza preliminare
di ieri, dinanzi al Gup
del Tribunale, Andrea
Migneco, per il processo a carico dei presunti
autori di quellomicidio. Maggiora, assistito dallavvocato Paolo
Germano, ha ricostruito i momenti salienti
di quella tragica serata.
Ha riferito di avere accompagnato in auto Lopes allappuntamento
con Salvatore Mollica.
Lopes avrebbe illustrato loro il proprio disegno criminoso e i due
avrebbero cercato di
convincerlo a desistere. Lopes era armato di
pistola e con Maggiora
si sarebbe messo sulle
tracce di La Porta, che
nel frattempo si era fatto dare un passaggio in
moto dallavolese Giu-

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Nuova udienza al processo
col rito abbreviato per limicidio di Nicola
La Porta per
il quale sono
imputate quattro persone
In foto, Nicola
La Porta.

Tentai di convincere
Lopes a non uccidere
seppe Genesio (assistito dagli avvocati Rizza
e DAngelo), anchegli imputato in questo
processo. Maggiora ha
raccontato anche che
la vittima, ignara di
quanto stesse accadendogli, salita in auto
allinvito di Lopes, con
la scusa di recarsi da un

certo Massimo. Giunti


nei pressi del cimitero
di Floridia, Lopes ha
manifestato lintenzione di nascondere in un
cespuglio la pistola che
portava con se. Ma una
volta scesi dallauto,
Maggiore ha raccontato
di avere sentito una serie di esplosioni. Poco

dopo, Lopes rientrato


in auto e Maggiore non
ha potuto fare altro che
allontanarsi dal luogo
in cui stato ucciso La
Porta.
Con le dichiarazioni
rilasciate dallimputato, ascoltato in video
conferenza dai due collaboratori di Giustizia

In foto, lincontro tra La Porta e i suoi sicari.

Benemerenza al sovrintendente Alberto Napoleone

Svent una rapina: premiato


un poliziotto dal Sindaco
Il sindaco, Giancarlo Garozzo, nel cor-

so di una cerimonia nella sala Verde di


palazzo Vermexio ha consegnato lattestato di civica benemerenza al soprintendente capo della Polizia di Stato,
Alberto Napoleone.
Il sottufficiale, il 30 dicembre dello
scorso anno, fuori dallorario di servizio, era riuscito a sventare una rapina
allinterno di un ristorante dell centro
storico. In quella circostanza, un extracomunitario fece irruzione allinterno
del ristorante, pretendendo i soldi dal
titolare e anche da alcuni avventori,
presenti in quel frangente dentro il locale pubblico.
Il poliziotto, che si trovava seduto al
tavolo con alcuni familiari, intuendo la

difficolt del proprietario e soprattutto


la situazione che si era venuta a creare,
intervenuto perentoriamente per bloccare il malvivente e arrestarlo.
Nella motivazione della benemerenza si
ricorda il profondo senso del dovere, lo
spirito di abnegazione e lo sprezzo del
pericolo al servizio della collettivit dimostrati dal sottufficiale.
Alla cerimonia, che si tenuta ieri mattina, erano presenti anche il dirigente
della sezione Volanti, il vice questore aggiunto Francesco Bandiera, ed il
consigliere comunale Alberto Palestro,
estensore della bozza del Regolamento
per la concessione delle civiche benemerenze.
R.L.

Lopes e Mollica (difesi


dagli avvocati DAmelio e Barbera), si
chiusa la fase distruttoria
dibattimentale
del processo con il rito
abbreviato per passare
alla discussione. Nella prossima udienza,
infatti, fissata per il 16
giugno, i due pubblici ministeri Andrea
Palmieri e Tommaso
Pagano, svolgeranno
la propria requisitoria
dettando al giudice per
le udienze preliminari, la propria richiesta
di condanna a carico dei presynti autori
dellomicidio avvenuto
alle porte della citt di
Floridia.
R.L.

ecco tre
operazioni
di polizia
G

li agenti della
Polizia di Stato,
in servizio alle
Volanti della Questura di Siracusa,
hanno denunciato
in stato di libert F.E. (classe
1967) siracusano,
W.A.F.S.I (classe 1981) nato in
Sei Lanka e S.K.
(classe 1959)
tunisino, per inosservanza allobbligo di dimora.
Agenti della
Polizia di Stato,
in servizio al
Commissariato di
pubblica sicurezza di Noto hanno
denunciato in
stato di libert un
giovane (classe
1997), residente a
Noto, per possesso, senza giustificato motivo, di un
coltello. Nellambito del servizio
di controllo del
territorio, denominato Trinacria,
Agenti della
Polizia di Stato, in
servizio al Commissariato di P.S.
di Avola, insieme
a personale della
Polizia Municipale di Avola, hanno
identificato 47

societ 6

Sicilia 25 marzo 2015, mercoled

Macch esorcismo, era


un ragazzo con problemi

La diocesi di Noto interviene e chiarisce sul caso del giovane di Scicli


In merito al recente e

pervertitore. Terripresunto episodio di


bile realt!. Anche
esorcismo avvenuto
oggi lesistenza del
in un Comune della
demonio si perceDiocesi di Noto, da
pisce da moltissiparte di un sacerdomi indizi: non solo
te esorcista che ha
della
possessione
regolare e legittimo
diabolica, che esimandato del Vescoste ed verificabivo per lesercizio
le, ma tante assurde
del suo ministero,
forme di schiavit,
la Curia Vescovile
disagi,
sofferenze
di Noto fornisce le
nelle quali luomo
opportune informacade distruggendo
zioni sulla materia
la propria dignit.
in questione.
La Chiesa, in parStanno
circolanticolare con i suoi
do versioni del fatministri, vicina ad
to non veritiere che
ogni uomo piagaledono la dignit di
to nel corpo e nello
chi soffre. Stamatspirito. E presentina accaduto che La diocesi di Noto.
te con la medicina
un giovane, in stato
della misericordia,
di shock, si reca- conclude don Tonino la dignit di ogni lUfficio per le Co- soltanto la Parola di con la sollecitudine
to allinterno di un Lorefice. La Curia persona. Proprio in municazioni Sociali Dio pu dire qual- fraterna e quando il
palazzo al quartiere Vescovile concorda questultimo
caso ha sentito il Vicario cosa di sicuro e de- caso lo richiede con
Jungi di Scicli, dan- con le dichiarazio- che descrive don To- Generale della dio- finitivo. Secondo il la preghiera di libedo in escandescenze. ni del sacerdote ed nino non si trattato cesi, Mons. Angelo Vangelo il demonio razione. Esprimo a
Sono stato contat- esorta gli operatori di un vero e proprio Giurdanella che, in- una persona reale e don Tonino Lorefice
tato dai genitori del dei media a rispettare esorcismo ma di ma- formato dei fatti, ha orientata liberamen- e don Paolo Gradanragazzo, e mi sono quanto la Chiesa in- nifestazione di vici- dichiarato: purtrop- te contro Dio. Papa ti, sacerdoti delegati
recato tempestiva- segna circa la pratica nanza, damicizia e po molti dicono: Il Paolo VI un gior- dal vescovo per il
mente sul luogo. e le norme che rego- di preghiera insieme demonio non esiste, no ebbe a dire:il ministero di esorciNessuna Messa, nes- lano lesorcismo, a ai familiari per que- e per certi aspetti male non soltanto sta, la vicinanza e il
suna pratica esorci- tutelare la privacy di sto giovane che vi- fa comodo pensare una deficienza, ma sostegno e assicuro
sta, mi sono solo li- quanti vivono que- veva una situazione che non esista. Ma unefficienza; un la preghiera dellinmitato a far calmare ste vicende doloro- di particolare disa- il Vangelo chiaro: essere vivo, spiri- tera Chiesa locale di
il ragazzo ed evitare se, a salvaguardare gio. A tal proposito, su simili questioni tuale, pervertito e Noto.
che desse ulteriormente in escandeTanta gente alla rappresentazione teatrale a Noto a cura degli studenti
scenze. Non vero
che sono arrivati i
carabinieri allertati
dalle urla. Quando
sono arrivato nel
palazzo gli uomini
dellArma erano gi
Teatro pieno ieri sera in occasione dello spettacolo
l, come anche lamRitratti di donne a cura degli studenti dellIstituto
bulanza del 118. E
Matteo Raeli allinterno del progetto Semaforo Rosa
non c stato nessun
2015. Proposta pensata per il mese di marzo con lintenesorcismo precisa
to di approfondire, e non semplicemente festeggiare,
lesorcista solo un
luniverso femminile partendo dallincontro-confronto
intervento amicheper arricchirci delle nostre reciproche differenze (cit.
vole di una persona
Paul Valery). Cos grazie alle docenti Corrada Fatale,
che sta seguendo un
Santinella Fortuna e Sally Tardonato, le coreografie di
ragazzo che soffre,
Federica Carnemolla e la regia di Giuseppe Parisi, sono
facendolo rinsavire
state scelte alcune figure femminili per uno spettacolo
ed evitando degegradevole tra interpretazioni, danze e musica. Educare
nerazioni pericolose
misconosce o dimentica. Vogliamo dare forza al prinalla differenza di genere le nuove generazioni significa
per lui e per gli altri.
cipio di equilibrio ed equit nella ferma certezza che
concorrere attivamente alla ricomposizione armonica
Ritengo che in citt
una societ pu dirsi civile quando in grado di accodi un universo umano, socioculturale, politico ed ecosi stia strumentalizgliere e valorizzare tutte le differenze. Al pensiero di
nomico in cui luomo e la donna partecipano in pari mizando la cosa. Michi, lAssessore Raudino, ha fortemente voluto anche
sura alla sua definizione spiega lAssessore alle Pari
stificare i fatti per
questanno larticolata proposta di un intero mese deOpportunit Cettina Raudino-. Grande apprezzamento
creare scalpore e difdicato a questi temi, e possiamo gi annunciare che
e sostegno va al lavoro delle docenti che, attraverso lo
fondere dati sensibili
non finisce qui, si aggiunge il messaggio del Dirigente
strumento, potente, del teatro e delle emozioni, hanno
delle persone inteScolastico dellIstituto Raeli, Concetto Veneziano: Il
voluto ridare voce alle donne che la Storia ufficiale
ressate non saggio,
traguardo da raggiungere, ed il cammino lungo.
ma poco rispettoso,

Ritratti di donne, e il teatro


si riempie di spettatori

Sicilia 7

25 marzo 2015, mercoled

Cronaca di Siracusa

ordine dei dottori commercialisti

Conigliaro nuovo
coordinatore
regionale
M

assimo Conigliaro
il nuovo Coordinatore
Regionale degli Ordini dei dottori commercialisti e degli esperti
contabili della Sicilia
per il prossimo biennio.
Allesito delle elezioni
tenutesi sabato scorso
ad Agrigento, giunto quindi un prestigioso riconoscimento per
lOrdine di Siracusa,
che assume la guida a
livello regionale delle iniziative comuni da
portare avanti a tutela
degli 8.500 commercialisti siciliani.
Alla carica di Vice Coordinatore stato chiamato il Vice Presidente
dellOrdine di Trapani
Giuseppe Martinico. Il
primo tema da affrontare con urgenza riguarda
i revisori degli enti locali con la necessit di
chiarire con lassessorato competente i criteri di
nomina dei revisori ed il
numero di componenti
degli organi di controllo
dei Comuni con meno
di 15 mila abitanti.
Programmazione
regionale in materia di
fondi strutturali, armonizzazione dei sistemi
contabili degli enti locali, rapporti con la Direzione Regionale delle
Entrate e Riscossione
Sicilia sono gli altri argomenti allordine del
giorno sui quali, alle-

Massimo Congliaro.

Lesito favorevole elle elezioni dellorganismo


avvenuto sabato scorso ad Agrigento
sito del confronto fra i
15 Ordini regionali, si
attiveranno tutte le iniziative utili alla tutela
dellinteresse pubblico
ed alla valorizzazione
dellattivit professionale svolta.
E un riconoscimento
importante dichiara
Massimo Conigliaro

che testimonia la bont


di quanto realizzato dal
Consiglio di Siracusa e
la capacit di relazionarsi con gli altri Presidenti degli Ordini della
regione. Avverto nel
contempo la responsabilit di portare avanti
azioni utili a tutela dei
nostri iscritti. Non c

dubbio che presentarsi al cospetto degli enti


regionali con una voce
unica, in rappresentanza di tutta la Sicilia,
consente una migliore
interlocuzione ed una
maggiore possibilit di
incidere sulle scelte da
adottare.
R.L.

lo sostiene il parlamentare regionale

Avranno maggiore attenzione


gli affetti da epatite C
Rispondendo alla mia interrogazione
n.1839, del 28 febbraio 2014, con la
quale chiedevo allAssessorato regionale della Salute di attivarsi, al fine di
realizzare un servizio di assistenza meglio distribuito e in linea con la media
nazionale, capace di consentire a tutti
i pazienti siciliani affetti da epatite c
di beneficiare delle cure innovative, lo
stesso Assessorato ha convenuto col
sottoscritto, dichiarando che il Sovaldi, farmaco di ultima generazione anti
epatite c, stato inserito nel Prontuario
Terapeutico Ospedaliero Regionale in
data 11 dicembre 2014. Lo comunica
lOn. Vincenzo Vinciullo.
LAssessorato ha convocato la Commissione regionale per la Gestione delle Epatiti da virus C, che ha elaborato
un documento finalizzato a ridefinire il
modello organizzativo per la gestione
della patologia in argomento.

Tale modello, unico in Italia, ha proseguito lOn. Vinciullo, prevede


limplementazione di una piattaforma web-based, che permette di avere
importanti informazioni circa lepidemiologia della patologia, garantendo,
al contempo, lappropriata eleggibilit
dei pazienti al trattamento, unitamente
alla compilazione del Registro di Monitoraggio AIFA.
Il documento, unitamente allindividuazione dei centri abilitati alla
prescrizione di terapie a base di sofosbuvir, stato approvato in data 12
febbraio 2015.
Un passo avanti, ha concluso lOn.
Vinciullo, per quei siciliani affetti da
epatite C, che potranno recarsi in centri specializzati e ben organizzati, senza la necessit di lunghi viaggi, che
permetteranno di ricorrere alle cure di
ultima generazione.

albero
di latta
a scuola
di via
asbesta
Si chiuder con una

conferenza
stampa
che si terr oggi alle
ore 10,30, presso
lundicesimo istituto
Comprensivo
Archia di Via Asbesta,
il progetto Eco sostenibile un Albero di
Latta per Quartiere
Natale 2014. Nelloccasione, la Societ
SIBEG di Catania,
che commercializza
la Coca Cola in Sicilia, per donare a tutte
le scuole che hanno
aderito alliniziativa,
62 contenitori per la
raccolta differenziata di carta, plastica e
alluminio. Alla conferenza stampa, che
si terr alla scuola di
via Asbesta, saranno
presenti il sindaco,
Giancarlo Garozzo,
lassessore al Decoro, Valeria Troia, i
dirigenti scolastici, i
presidenti delle circoscrizioni e il responsabile della societ
Sibeg. Prevista anche
la partecipazione del
funzionario.

dopo le visite in occasione delle giornate del fai

I gargallini: Necessario
ripristinare ledificio

La collaborazione piena fra Fai e Provincia

Il liceo classico Gargallo.

regionale servita a riportare in primo piano


la necessit di ultimare al pi presto lopera di
riqualificazione del liceo classico Tommaso
Gargallo. Lo hanno chiesto i siracusani e, soprattutto, i gargallini. Lo sottolineano oggi
i rappresentanti provinciali del Fai, Gaetano
Bordone e Sergio Cilea, che hanno fatto ripulire il sito per renderlo accessibile, e il Commissario della Provincia regionale, Rosaria

Barresi. Nessuno, per, ha stabilito ancora la


nuova destinazione duso del Gargallo. Anzi.
I lavori di riqualificazione e lo stesso progetto vanno nella direzione di adibirlo, una volta
ultimati i lavori, a sede dello storico liceo.
Lattenzione mostrata dai tanti visitatori per
lo storico edificio del 1650 delloratorio della
congregazione dei Filippini annesso alla secentesca chiesa divenuta poi sede del liceo
classico Gargallo.

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 25 MARZO 2015, MERCOLED

TRIBUNALE DI SIRACUSA

25 marzo 2015, mercoled

Titolo del prossimo incontro


sar Autonomia alimentare, autonomia
energetica,
solidariet:
I Monasteri del
terzo millennio

PROSSIMA INSERZIONE:

29/03/2015

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI www.astetribunale.com


TRIBUNALE DI SIRACUSA
ESEC. IMM. N. 237/12 R.G.E.

Lotto unico - Comune di Augusta (SR), Via Marzabotto, 7. Appartamento al p. 2, int. 7 composto da 4 vani ed accessori di ca. mq. 86,21. Prezzo base: Euro 57.493,13. Vendita senza incanto:
29/05/2015 ore 12.00, innanzi al professionista
delegato Avv. Alessandra Cerbino presso lo studio in Siracusa, V.le Scala Greca, 406. Deposito
offerte entro le ore 12 del 28/05/2015 presso lo
studio del delegato. In caso di mancanza di offerte vendita con incanto: 19/06/2015 ore 12.00
allo stesso prezzo base aumento minimo pari al
5% del prezzo base. Deposito domande entro
le ore 12 del 18/06/2015. Maggiori info presso il
delegato tel. 095532383 tutti i lun. e gio. h. 10 12 e su www.tribunalesiracusa.it, www.giustizia.
catania.it, www.corteappellocatania.it e www.
astegiudiziarie.it. (A262282).

TRIBUNALE DI SIRACUSA

PROC. ES. IMMOBILIARE n. 254/2008 RGE


Immobile per civile abitazione sito in
Pachino, via Giuseppe Garibaldi 109, piano
terra e primo, vani 3,5, al NCEU fg. 15, p.lla
7406, cat. A6, cl. 2^.
Il prezzo base (ribassato) stabilito in
41.132,81, con aumento minimo di .
1.200,00. Lunit immobiliare viene posta in
vendita nello stato di fatto e diritto in cui si
trova, come descritto nella perizia in atti.
Il Cancelliere avvisa che presso il Tribunale di
Siracusa, dinanzi il G.E. dott.ssa C. Salamone,
giusta ordinanze del 15/10/10 e 26/02/15, si
proceder alla vendita senza incanto del
superiore immobile il 21.05.2015 ore 11,30.
In caso di esito negativo, la vendita con
incanto avr luogo il 28.05.2015 ore 11:30.
A pena di inefficacia, per entrambe le vendite,
lofferta, non inferiore al prezzo base, va
presentata con dichiarazione o istanza in bollo,
recante le indicazioni del tempo e modo di
pagamento, nonch ogni informazione utile
alla sua valutazione, da depositarsi presso
la Cancelleria Esecuzioni Immobiliari del
Tribunale di Siracusa entro le ore 12:00 del
giorno antecedente ogni vendita, in busta
chiusa contenente assegno circolare non
trasferibile intestato alla procedura pari al
10% del prezzo proposto e/o offerto, a titolo di
cauzione.
Per la vendita senza incanto, la cauzione
sar trattenuta in caso di rifiuto dacquisto o di
mancata comparizione dellofferente. Lofferta
irrevocabile, salvo che il G.E. disponga
lincanto e comunque qualora non sia accolta
entro 120 gg. dalla presentazione. In caso di
pi offerte valide, si proceder a gara ed il
bene verr aggiudicato a chi avr effettuato
laumento pi alto.
Per la vendita con incanto, ai sensi dellart. 580
c.p.c. gli offerenti che non si presenteranno
senza giustificato motivo allasta, avranno
restituita la cauzione solo nella misura di 9/10.
Il versamento del saldo del prezzo di
aggiudicazione in uno agli oneri, diritti e spese
per lemissione del decreto di trasferimento
entro 60 gg. dallaggiudicazione. Tutte le
spese successive al decreto sono a carico
dellaggiudicatario.
Pubblicazione
sul
sito
http://www.
astegiudiziarie.it. Maggiori informazioni in
Cancelleria.
Siracusa, l 20/03/2015
Il Cancelliere

TRIBUNALE DI SIRACUSA
Avviso dAsta pubblica
Proc. es. n. 276/03 +80/04

LAvv. Marilena Messina avvisa che giorno


20/05/2015 alle ore 09.30 presso il suo studio in
Siracusa Corte Cesare Gaetani 2, proceder alla
vendita senza incanto del lotto unico di seguito
descritto.
1.
LOTTO UNICO
Complesso immobiliare sito in Siracusa nel Viale
Ermocrate n. 24 costituito da:
1. fabbricato, distinto in Catasto al foglio 44 part.
238, cat. D/1 classe 4, superficie lorda di mq 570
costituito da un grande locale adibito a garage di
circa mq 360 compreso il vano per la riparazione
gomme di circa 15 mq; da unofficina di due vani
e un ripostiglio di superficie netta complessiva
pari ad mq 75; da uno spogliatoio con servizi di
superficie pari a mq 24; un laboratorio di mq 9
e da unarea di pertinenza del fabbricato priva
di copertura con una superficie netta di mq 29.
2. fabbricato, distinto in Catasto foglio 44, part.
501, cat. D/1 classe 4 , superficie lorda di mq
94 costituito da tre vani adibiti ad ufficio: i primi
due con una superficie netta di 19 mq mentre il
terzo con una superficie netta di 23 mq, oltre un
disimpegno, un ingresso e un W.C.
3. Terreno di pertinenza circostante, distinto
in Catasto al foglio 44, part. 500, superficie
catastale di mq 2.155 di cui mq 645 circa coperti
dalle costruzioni.
Il tutto ricadente nella zona D 2 del P.R.G.. Non
sono presenti vincoli urbanistici. Fabbricati dotati
di certificato di agibilit. Non si ha notizia sulle
certificazioni degli impianti. escluso dal lotto e
non oggetto di vendita limpianto centrale di
betonaggio.
Prezzo base dasta ulteriormente ribassato :
euro 173.699,75
Minima offerta in aumento: euro 9.000,00
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 27/05/2015 ore 09.30 presso il
Tribunale di Siracusa avr luogo la vendita con
incanto del medesimo lotto.
In entrambi i casi le offerte o domande di
partecipazione, redatte in conformit alla legge
ed allavviso integrale, cui espressamente si
rinvia, dovranno essere depositate in busta
chiusa, presso lo studio dellavv. Marilena
Messina, entro le ore 12,00 del giorno precedente
fissato per la vendita, accompagnate, a pena di
inefficacia, da una cauzione del 10% e da un
fondo spese del 20% con assegni circolari N.T.
Intestati a avv. Marilena Messina.
Il predetto complesso immobiliare viene
venduto a corpo e non a misura, nello stato
di fatto e di diritto in cui si trova, con tutte le
pertinenze, accessori, ragioni e azioni, eventuali
servit attive o passive cos come descritte
pi dettagliatamente nella consulenza tecnica
depositata in procedura e pubblicata sul sito
www.astegiudiziarie.it cui espressamente si
rinvia.
Versamento del prezzo di aggiudicazione
dedotta la cauzione del 10% del prezzo offerto
dovr avvenire entro e non oltre 60 giorni
dallaggiudicazione, mediante assegno circolare
non trasferibile intestato a avv. Marilena Messina.
Imposte e tributi relativi al trasferimento degli
immobili aggiudicati e importi, borsuali e
compensi, occorrenti per la cancellazione delle
formalit gravanti sul complesso immobiliare
restano a carico dellaggiudicatario. Il presente
bando regolato dalle norme vigenti in materia
di vendita forzata immobiliare. Maggiori
informazioni presso URP del Tribunale di Sr
(0931/752227) o presso studio del delegato
(0931/464290).Custode
del
complesso
immobiliare lo stesso delegato, reperibile al
suddetto indirizzo.
Siracusa il, 11/03/2015
Il professionista delegato
Avv. Marilena Messina

Le ASTE GIUDIZIARIE saranno inserite dalla data di pubblicazione del bando fino alla data prevista per l'asta sul sito:

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Avviso dasta pubblica


Procedura esecutiva n. 322/2002 R.G. Es. Imm.
Lavv. Marilena Messina avvisa che giorno
20.05.2015 alle ore 9.30 presso il suo studio in
Siracusa Corte Cesare Gaetani 2 proceder alla
vendita senza incanto degli immobili di seguito
descritti.
Lotto I: Casa sita in Avola via Foscolo 70, mq.
110 circa, composta da vani 3 al piano terra,
vani 2 al primo piano e terrazza sovrastante.
In Catasto Fabbricati al foglio 80 particella 39
categoria A/4. Modificata e sopraelevata in
conformit del progetto approvato con nulla osta
del 30.08.1963 del Comune di Avola. Non stato
possibile verificare eventuali variazioni rispetto al
progetto originale. Pertanto, qualora vi fossero
situazioni suscettibili di sanatoria, ai sensi
dellart. 46 D.P.R. n. 380/2001, laggiudicatario
dovr presentare domanda di permesso in
sanatoria entro centoventi giorni dalla notifica del
decreto emesso dalla autorit giudiziaria.Non si
ha notizia riguardo alle certificazioni relative agli
impianti di cui al D.M. 22.01.08 n.37.Prezzo
base dasta: euro 42.570,00;
Minima offerta in aumento: euro
1.000,00
Lotto II: Terreno (mandorleto) sito in c.da Martello
di Avola esteso Ha 0.14.80 (mq. 1480). In catasto
al foglio 28 particella 68. Secondo il P.R.G.,
approvato con D. Dir. n. 425 dell8 aprile 2003, la
predetta particella ricade: in Zona agricola E, in
zona sismica (grado sismicit = 9) ai sensi del D.
M. 23.09.1981, in area di protezione del nastro
stradale, ai sensi D.M. 01.04.1968 n. 1404 e
D. lgs. n. 285/1992 e D.P.R. n. 495/1992, ed
soggetta alle norme di cui al R.D. n. 1775/1933 e
alla l. n. 64/1974. Sulla predetta particella insiste
un piccolo fabbricato abusivo non sanabile.
Prezzo base dasta: euro 922,5.
Minima offerta in aumento: euro 200,00
In caso di esito negativo della vendita senza
incanto, il 27.05.2015 alle ore 9.30, stesso
luogo, si proceder alla vendita con incanto dei
medesimi immobili.
In entrambi i casi le offerte o domande di
partecipazione, redatte in conformit alla legge
ed allavviso integrale, cui espressamente si
rinvia, dovranno essere depositate in busta
chiusa, presso lo studio del professionista
delegato, entro le ore 12,00 del giorno precedente
fissato per la vendita, accompagnate, a pena di
inefficacia, da una cauzione del 10% e da un
fondo spese del 20% con assegni circolari N.T.
intestati a avv. Marilena Messina.
Le predette unit immobiliari vengono vendute
a corpo, nello stato di fatto e di diritto in cui si
trovano, come descritto pi dettagliatamente
nella consulenza tecnica depositata in procedura
e pubblicata sul sito www.astegiudiziarie.it cui
espressamente si rinvia.
Versamento del prezzo di aggiudicazione,
dedotta la cauzione del 10%, entro il termine
perentorio di gg. 60 dallaggiudicazione,
mediante assegno circolare N.T. intestato allavv.
Marilena Messina.
Imposte, tributi relativi al trasferimento degli
immobili aggiudicati e importi, borsuali e
compensi, occorrenti per la cancellazione delle
formalit pregiudizievoli gravanti sugli stessi
immobili restano a carico dellaggiudicatario.
Il presente bando regolato dalle norme
vigenti in materia di vendita forzata immobiliare
e che tutte le attivit che, a norma degli artt.
571 e segg. c.p.c. devono essere compiute in
cancelleria o davanti al Giudice dellesecuzione,
o dal cancelliere o dal giudice dellesecuzione,
sono eseguite dal sottoscritto delegato presso il
suo studio.
Maggiori informazioni presso URP del Tribunale
di Siracusa (0931/752227) o presso lo studio del
delegato (0931/464290)
Custode degli immobili lo stesso delegato,
reperibile al suddetto indirizzo.
Siracusa, 11/03/2015
Il professionista delegato
Avv. Marilena Messina

Sicilia 9

Siracusa resiliente affronta


leconomia sociale e civica
D

opo il grande
successo ottenuto
dal primo incontro
con Marco Bersani di Attac Italia,
continua il ciclo di
seminari programmato da Siracusa
Resiliente,
nome
che riunisce varie
associazioni
che
agiscono nel territorio della provincia di Siracusa
che, partendo da
unanalisi della crisi attuale, vogliono
confrontarsi sulla

Lincontro previsto per il prossimo venerd


alle 17 presso laula magna del liceo scientifico

costruzione di programmi e azioni


concrete di economia sociale e civica;
i temi fondamentali
sono la centralit
dell'uomo, la partecipazione diretta
dei cittadini, la riappropriazione e la
gestione dei beni
comuni, il risparmio
energetico,
lautosufficienza

alimentare, la diffusione della democrazia solidale e di


prossimit, la finanza
internazionale
vero dominus della
crisi.
Titolo del prossimo
incontro sar "Autonomia alimentare, autonomia energetica, solidariet: I
Monasteri del terzo
millennio", relatore

(e autore del saggio


dallo stesso titolo)
Maurizio Pallante,
fondatore del Movimento per la Decrescita Felice, membro del comitato
scientifico di "Millumino di meno",
campagna sul risparmio energetico giunta alla sua
undicesima edizione. Animeranno la

In foto, Maurizio
Pallante

discussione Paolo
Zappulla segretario
provinciale
della
CGIL e Pierpaolo
Coppa
assessore
allambiente al Comune di Siracusa.
Enzo Moscuzza e
Giovanni Romano
presenteranno alcune esperienze imprenditoriali alternative che si sono
sviluppate in questi
anni nel territorio
della provincia di
Siracusa.
L'appuntamento
per venerd prossimo alle 17 presso
l'aula magna del
liceo
scientifico
Corbino. Previsti
interventi e testimonianze sul tema
e il dibattito fra il
pubblico.

menzione speciale ricevuta dal noto agronomo

Premio paesaggio del consiglio Europeo


al siracusano Antonino Attardo
La sezione di Siracusa dellassociazione nazionale

per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale, Italia Nostra esprime soddisfazione per la
menzione speciale ricevuta dal noto agronomo siracusano Antonino Attardo, nellambito del Premio
Paesaggio del Consiglio Europeo.
Apprendiamo dichiara la presidente della locale
sezione, Lucia Acerra - che tra i dieci progetti di
eccellenza ritenuti meritevoli
della Menzione
speciale alla candidatura italiana al Premio Paesaggio del Consiglio dEuropa 2014-2015, figura
quello della Regione Siciliana: Recupero degli
antichi percorsi e valorizzazione dei Paesaggi delle
Cave nel Val di Noto curato da Antonino Attardo.
Italia Nostra prosegue la presidente Acerra - esprime tutta la sua soddisfazione per questo riconoscimento ed esprime anche un senso di gratitudine al

dottore Attardo che ha illustrato proprio ai soci di


Italia Nostra il progetto lo scorso 22 gennaio al
Circolo Unione nellambito della programmazione
culturale dellassociazione.

societ

Programmi
dellAcit
proiezione
di film
del XIX
secolo

l prossimo venerd alle ore


18, presso il Museo del Cinema
di Via Alagona
45, verr proiettato il film I
Buddenbrooks
di Heinrich Breloer (Germania
2008). Biglietto
di ingresso euro
4. I Buddenbrook narra la storia
e le vicissitudini
di una ricca famiglia di mercanti tedeschi di
Lubecca che, nel
XIX secolo, attraverso quattro
generazioni passa da una grande
prosperit economica al declino,
rispecchiando
cos lincapacit
dei protagonisti
ad adeguarsi ed
a reagire alla trasformazione della societ tedesca
dellepoca ed al
cambiamento
dei valori da essa
sottesi. H. Breloer e prima di lui
T. Mann ci raccontano in maniera avvincente
il destino, la storia, le passioni, la
politica, la rivoluzione, lascesa
e la decadenza
di una famiglia
e di unintera societ. Con i debiti parallelismi,
riscontriamo
analogie inquietanti: allora la
primavera
dei
popoli, oggi la
primavera araba,
in passato la caduta della grande
borghesia commerciale tedesca,
ai giorni nostri
lo sgretolamento
progressivo
ed
inarrestabile del
ceto medio europeo.

societ 10

Sicilia 25 marzo 2015, mercoled

I Qbeta a Modica lundici aprile


per la festa di Crisci ranni
Il concerto
offerto dalla
Fondazione
di Comunit
Val di Noto

In foto, levento.

Qbeta si esibiranno in piazza Matteotti la sera di sabato


11 aprile, a conclusione della festa di
Crisci ranni 2015,
in un concerto offerto dalla Fondazione
di Comunit Val di
Noto.
Questultima
sostiene il cantiere
educativo
Crisci
ranni con il progetto Citt inclusiva
che, grazie al supporto di Fondazione
con il Sud, permette
oggi di consolidare
quanto avviato negli anni precedenti.
Sono in tutto diciotto i progetti avviati
nel suo primo anno
di vita dalla Fondazione di Comunit
Val di Noto -grazie
al sostegno di Fondazione con il Sud,
Caritas Italiana, le
diocesi di Noto e
Siracusa, e grazie
anche al raccordo tra

diverse realt del terzo settore- con lintento di mettere insieme le esperienze
pi vive e un pensiero rivolto soprattutto alle nuove generazioni: a dare loro
segni di speranza,
coniugando insieme
un sociale promozionale e uneconomia
solidale per rigenerare comunit e far
ripartire il Sud.
In questo nostro Sud
affonda le radici il
progetto
musicale dei Qbeta, la cui
formazione
nasce
da generi musicali
diversi che condividono la cultura e la
rivalutazione dei ritmi e delle armonie
tipici delle musiche
mediterranee. Da qui
la scelta di elaborare
i testi anche in lingua
siciliana, sposandoli
con i tempi e le melodie frenetiche e contemplative proprie

della passionalit del


popolo
mediterraneo. Il mandorlo
in fiore e io che sogno un viaggio nel
mondo la frase
che ha in s il senso
intero del lavoro del
gruppo musicale. Il
mandorlo un albero che adorna i movimenti irregolari ed
aspri della nostra terra. Nelle sue radici
scorre la linfa della
Sicilia stessa spiegano - Ma il mandorlo anche albero
aperto, innestabile
con altri frutti...ed
ci che cerchiamo
di fare all'interno del
nostro percorso creativo. Un mandorlo
con le radici ben infisse in Sicilia, ma
che si nutre anche di
terra ocra d'Africa,
di vento meticcio latino americano, ritmi
sanguigni dei Balcani, solarit mediterranea. Un grande

mandorlo vigoroso,
ricco di essenze e
umori del Sud.
Sabato 11 aprile il
concerto, offerto dalla Fondazione di Comunit Val di Noto,
avr inizio alle 21.30
in piazza Matteotti,
dove alle 18 si rinnover il rito con cui
la citt lancia in alto
i bambini e accoglie
gli slanci dei giovani per crescere come
citt bella, giusta e
fraterna.
La festa di Crisci ranni, che questanno si
sposta in citt concentrando attenzione
e passione educativa
sul tema La Casa
nella citt, la Citt
a misura di casa...,
avr inizio alle 15.30
allAtrio comunale
con gli itinerari narrativi per bambini
a cura del Piccolo
Teatro. La storia di
Nino il personaggio creato e curato
da Dada Iacono che
negli anni cresciuto
insieme al Cantiere
educativo sar narrata in cinque tappe
nelle vie del centro
storico. Lultimo racconto in piazza Matteotti, dove -dopo
il tradizionale rito
Crisci ranni- la festa
proseguir fino a tarda sera con il concerto dei Qbeta offerto
dalla
Fondazione
di Comunit Val di
Noto.

25 marzo 2015, mercoled

Successo di pubblico
per De Angelis e la sua
Donna nella Storia

si sensibilizzano i cittadini a tenere pulito il territorio

Tessere magnetiche per il ritiro


dei kit per le deiezioni canine
Presentata venerd scorso a Priolo liniziativa
nella sala conferenze del centro diurno per anziani

Sono stati consegnati ai

'Auditorium di Palazzo Barone di Giarratana ha fatto il pieno di spettatori per lo


Spettacolo Teatrale Multimediale di e con
l'attore e regista Agostino De Angelis.
Protagoniste dell'evento le donne: colpevoli, vendute, amate ed innamorate, donne madri, streghe, vittime ed ancora donne fragili,
potenti, sofferenti, donne regine o meglio
come disse la grande Merini "sempre regine
voi, luce e inferno e poi, anche il male non
pu farvi del male."
Donne con la bellezza nel corpo e negli occhi, con la bellezza dell' anima.
Diverse tra loro per indole e periodo storico,
per condizione e scelte di vita.
Un adattamento teatrale quello di De Angelis che ha saputo, come sempre sapientemente, mescere la parola, la musica, il canto, la moda e l'immagine. Un impeccabile
connubio sulla scena tra la voce recitante
di De Angelis, del giovane talento Martina Lauretta, le note della chitarra di Valerio Massaro, le melodie del tenore Dario
Adamo, il mimo delle indossatrici di Aurora
Boreale Atelier di Stefania Frasca; il tutto
accompagnato da una scenografia essenziale ma suggestiva alla quale ha fatto da
cornice la proiezione di incantevoli opere
d'arte della nostra storia. Anche i giovanissimi dell' Istituto Comprensivo "L.Capuana"
hanno dato il loro contributo teatrale con
i loro piccoli interventi. "La Donna nella
Storia tra Amore e Tragoedia" ha riscosso anche il plauso del Sindaco Giaquinta
di Giarratana, dell Assessore Pagano, del
Preside Linguanti dell'Istituto Comprensivo, del Vicesindaco Dott.ssa Turcis e dell
Assessore Cascone di Chiaramonte Gulfi,
della Presidentessa dell'Avis Sig.ra Frasca
che hanno speso parole delogio e di gratitudine per lottima riuscita dello spettacolo.
Una mostra artistica e dartigianato tutta al
femminile, accompagnata da una piacevole
degustazione di prodotti tipici iblei ha poi
deliziato i presenti nelle adiacenti sale del
Palazzo. Il trucco e le acconciature di Arte
in Testa con Erica Balsamo.
L'evento, patrocinato dal Comune di Giarratana e dalla Regione Siciliana, stato organizzato da TerraAntica con Extramoenia e
ArcheoTheatron.

proprietari di cani. indentificabili con il microchip.


le tessere magnetiche
che consentono di ritirare gratuitamente dai
distrbutori automatici i
kit per raccogliere le deiezioni canine. E stato il
sindaco Antonello Rizza,
insieme al comandante
della Polizia Municipale,
Giuseppe Carpinteri, ed
ai rappresentanti delle
associazioni delle guardie
ambientali a presentare liniziativa, venerd
scorso, nella sala conferenze del centro diurno
per anziani. Al termine
dellincontro la consegna
delle tessere ad un primo
elenco di proprietari. Un
elenco destinato, ovviamente, a crescere perch
deve essere ulteriormente
aggiornato.
Sono sette i distributori automatici da cui si potranno
ritirare i kit con le tessere
magnetiche, installati nei
parchi e nei luoghi in cui
maggiormente si registra
la presenza di cani.
In questa maniera, si sensibilizzano i cittadini a
tenere pulito il territorio e
vengono evitate le salate

Il sindaco accanto al diatributore di Kit.


multe previste per chi por- tonello Rizza ormai ci
ta a passeggio il proprio sar tolleranza zero peramico a quattro zampe ch i proprietari dei cani
senza essere munito di kit. sono stati forniti dei kit
Per il controllo e la ricarica e non hanno pi alcuna
dei distributori, in ausilio giustificazione. Le multe
al Comando della Polizia arriveranno puntuali e saMunicipale, stata attiva- late. Complessivamente
ta una convenzione, per un prevista una spesa di
anno, con le associazioni 27.000 euro.
delle guardie ambientali Si tratta di una somma
presenti nel Priolese.
prevista nel capitolo di
Le guardie ambientali spesa degli acquisti spiehanno soprattutto lim- ga Antonello Rizza non
portante compito di con- poteva essere destinata
trastare il fenomeno delle ad altri fini, come alcuni
deiezioni canine dice oppositori di questa iniil Sindaco di Priolo, An- ziativa hanno strumental-

il coordinamento fava e libera presentano il libro di migliore

Come nasce una mafia - nelle


viscere della provincia babba
Come nasce una mafia
- Nelle viscere della provincia babba il titolo
del saggio di Angelo Migliore che il Coordinamento Giuseppe Fava e
Libera Siracusa, con il patrocinio dellAssociazione Antiracket Palazzolo,
del Comune di Palazzolo
e della sezione siracusana
dell'Associazione Siciliana della Stampa, presenteranno nel pomeriggio alle 18.00, nella
Sala Verde del Comune
di Palazzolo Acreide. In-

terverranno lautore, Angelo Migliore (dirigente


della Polizia di Stato in
pensione), Renata Giunta
(coordinatrice di Libera
Provinciale) e Paolo Caligiore (coordinatore delle
Associazioni Antiracket
Siracusa) modera il dibattito il giornalista Damiano
Chiaramonte, segretario
provinciale
dell'Assostampa di Siracusa.
Il libro di Migliore ci fa
comprendere come nasce
e si insedia la mafia nella
provincia di Siracusa, in

particolare nella citt capoluogo, il suo evolversi e


la lotta delle forze dellordine e della magistratura.
Una ricostruzione fedele di una delle pagine
pi nere della storia di
Siracusa e della sua provincia, vissuta in prima
linea dallautore, arricchita dalle testimonianze
dirette degli uomini delle
forze dell'ordine e della
magistratura, che hanno
vissuto quei momenti, che
l'hanno analizzata, conosciuta, e combattuta.

mente richiesto. LAmministrazione Comunale


di Priolo installer nel
centro urbano anche sei
fontanelle automatiche
predisposte per fare bere
i cani. Si tratta di fontane
temporizzate, dalle quali,
nella parte alta, possono
bere le persone.
In basso, invece, hanno
una ciotola destinata ai
cani. Serviranno, anche e soprattutto, per
i cani di quartiere. Per
tutti quei randagi che
sono stati reimmessi sul
territorio, in ossequio
alle norme vigenti e su
input dellAsp, la quale
chiede che gli animali
vengano costantemente
monitorati, controllando
le condizioni di vita ed il
loro stato di salute.
Continua, cos, la politica ambientalista del
Comune di Priolo, molto
sensibile alle problematiche dei possessori di cani
ed alle esigenze degli
animali domestici. Da
ricordare, in tal senso, la
spiaggia riservata ai cani,
a Marina di Priolo.
E una spiaggia unica
nel suo genere sottolinea Antonello Rizza
questanno abbiamo
avuto utenti da tutta
la Sicilia, persone che
hanno avuto, nel nostro
territorio, un punto di
riferimento per portare
i loro cani liberamente
al mare senza rischiare
salate multe.
Ma ci sono anche altri
progetti che arricchiscono le iniziative animaliste dellamministrazione
priolese. E in programma la realizzazione di un
cimitero per esseri viventi
non umani annuncia,
infatti, il sindaco Rizza
un luogo in cui seppellire
non soltanto i cani, ma
anche gatti, canarini o
qualunque altro tipo di
animale domestico a cui
si affettivamente legati
e di cui si vuole conservare il ricordo dopo la sua
morte.

Sicilia 11

societ

Enti locali

Servizio civile
nazionale
Due i progetti
approvati
a Canicattini
Il

sindaco di Canicattini
Bagni, ha reso noto, con
manifesti pubblici e tramite
il sito Internet istituzionale
dellEnte, che il Comune ha
avuti approvati dallUfficio
Nazionale del Servi-zio
Civile due progetti denominati rispettivamente:
Nonni in prima linea
2014 che prevede limpiego di 8 giovani volontari; e
Canicattini in tour 2014
che prevede limpiego di 6
giovani volontari.
In totale 14 giovani di et
compresa tra i 18 e i 28 anni.
I progetti avranno la durata
di mesi 12, i volontari saranno impiegati per circa
30 ore settimanali con un
totale di 1400 ore nellanno.
La domanda di partecipazione in formato cartaceo,
indirizzata al Comune di
Canicattini Bagni, via XX
Settembre n 42 - CAP
96010 o tramite PEC comune.canicattinibagni@
pec.it, dovr perveni-re
entro le ore 14,00 del 16
Aprile 2015.
Il modello per la domanda
di ammissione, la dichiarazione per i titoli, il bando,
lelenco dei Comu-ni, e le
schede dei due progetti,
possono essere scaricati dal
sito Internet del Comune
www.comunedicanicattinibagni.it cliccando sul
relativo banner nella Home
Page o dal men Atti e
Documenti nella sezione
Avvisi e Domande.
Per maggiori informazioni
sui progetti o per richiedere
la documentazione, ci si
potr rivolgere alla Sig.
ra Simona Ferla al piano
terra del Municipio presso
lUfficio Anagrafe.
Per approfondire le informazioni sul Servizio Civile
Nazionale si pu consultare
il sito www.serviziocivile.
gov.it. I 14 volontari di questi due nuovi progetti si aggiungono ai 6 gi selezionati con un precedente ban-do
per il progetto Tutti pazzi
per lAmbiente 2014, per
un totale di 20 giovani che
verranno im-pegnati nel
2015 a Canicattini Bagni.

attualit 12

Sicilia 25 marzo 2015, mercoled

25 marzo 2015, mercoled

LOSSERVATORIO

Una sorta di nuovo gioco di societ sulla zona industriale

Centrale Enel Tifeo


Si chiude. Che farne?

possibile per i 38
dipendenti Enel, i
quali potranno, in
parte, essere riqualificati per la gestione delleventuale
museo e, in parte,
esser trasferiti in
altri siti. Pi difficile
pare invece la salvaguardia dei posti di
lavoro dellindotto,
che sono circa 25 e
di tuttaltro genere
di quel che possa servire per la gestione
di un museo e di un
centro multimediale.
Si dice daccordo
per lopzione museo
il presidente della
commissione Attivit produttive dellAssemblea regionale,
Bruno Marziano.
Contrario invece
Emanuele Sorrentino, segretario della
Uiltec Siracusa-Ra-

gusa-Gela, il quale
dichiara di non voler
far perdere al territorio lopportunit di
avere un nuovo sito
produttivo, capace
di generare lavoro e
sviluppo veri e permanenti.
Ma bisogna ormai
fare i conti con la
consolidata ostilit
del territorio nei confronti dellindustria.
Con una generalizzazione che fa di tutta
lerba un fascio e
finisce per provocare
effetti autolesionistici.
La prima ipotesi era
la costruzione di un
termovalorizzatore,
dopo la dismissione,
la bonifica e la messa
in sicurezza della
vecchia centrale. Gi
nel 2003 cera stato
un accordo fra Enel e
Falck. LEnel avrebbe ceduto a Falck
la vecchia centrale
Tifeo e Falck avrebbe

mo" per la narrativa,


di cui autore uno
scrittore affermato
in campo nazionale:
Massimo Maugeri.
Di Carmelinda Gentile bisogna anche
dire che, oltre ad
aver calcato le sceLadattamento per il teatro
ne del Temenite, ha
acquistato ulteriore
curato da Manuel Giliberti
notoriet anche in
televisione, recitando nella serie "Montalbano" di Andrea
Camilleri. Ma a sottolineare la bravura
professionale e le
capacit espressive
di Carmelinda Gentile soccorre quanto
un critico teatrale
ha scritto al termine
della rappresentazione di "Raptus" a
Messina.
" con un applauso
- scrive il recensore
- che sembra non
voler terminare che
una platea affollata
e rapita sancisce il
Carmelinda Gentile e Giorgio Alber- successo di Raptus.
tazzi in due recenti performance
E mentre il pubblico

continua a battere le
mani, la protagonista, una straordinaria
Carmelinda Gentile,
interprete intensa
dell'autenticit della
storia, si commuove
fino alle lacrime".
Dunque un atto unico drammatico, ma
non solo: perch l'eloquio volutamente
sgrammaticato che
Maugeri inventa per
la protagonista conosce anche ripetuti
momenti di ilarit.
Carmelinda Gentile
ha saputo cogliere
l'occasione del testo
per dare vita e sentimenti ad una donna
della quale rende
ogni sfumatura con
talento e maestria.
Pertinente la regia
di Manuel Giliberti,
ormai aduso a cimenti sempre impegnativi, cos come le
musiche di Antonio
Di Pofi, e le scene
e i costumi di Lidia
Agricola.

Ipotesi in campo: museo o impianto a biomasse?


di Salvatore Maiorca

Una sorta di nuovo gioco di societ


sta per aprirsi sulla
zona industriale per
la dismissione della vecchia centrale
Enel Tifeo. Una sola
cosa certa: entro
questanno lEnel
la chiude; e assicura
che vi spender 52
milioni di euro per
la bonifica e la messa
in sicurezza. Il resto
tutto da scoprire.
Che fare del sito bonificato? Tesi diverse
si contrappongono.
E c il rischio che,
anche in questo caso,
finisca come si ormai soliti vedere su
questo territorio: non
se far proprio nulla.
Staremo a vedere.
LEnel vorrebbe
farne un museo di

archeologia industriale e centro mul-

timediale, garantendo comunque i livelli

occupazionali. Cosa
che, in verit, pare

LEnel assicura che vi spender 52 milioni


di euro per la bonifica e la messa
in sicurezza. Il resto tutto da scoprire

teatro Nell'atto unico "Raptus" da un racconto di Massimo Maugeri


di Aldo Formosa

Andr in scena sa-

bato 28 alle ore 21


e domenica 29 alle
ore 18 lo spettacolo
incentrato sull'atto
unico "Raptus" che
vedr come protagonista Carmelinda Gentile, lattrice
siracusana che vanta
ormai numerosi successi personali tra i
quali l'avere recitato
al fianco di Giorgio
Albertazzi.
Il palcoscenico sar
quello dell'Antico
Mercato.
"Raptus" un adattamento per il teatro
operato da Manuel
Giliberti, che ne cura
anche la regia, ed
originariamente un
racconto tratto dal
libro "Viaggio allalba del millennio",
vincitore del Premio
"Sebastiano Adda-

C il rischio che, anche in questo caso,


finisca come si ormai soliti vedere su questo territorio: non se far nulla. Staremo
a vedere. Lipotesi museo lascerebbe
i 25 lavoratori dellindotto disoccupati

Carmelinda Gentile protagonista


sul palcoscenico dellAntico mercato

costruito, sul sito dismesso e bonificato,


un termovalorizzatore.
Manco a dirsi esplose subito il no di ambientalisti e comitati
vari. La cessione del-

la vecchia centrale a
Falck non avvenne.
Non si fecero le bonifiche. Enel continu
a tenere la vecchia
centrale a produzione ridotta. E scoppi
una battaglia legale

Sicilia 13

tra Enel e Falck per


la bonifica dellarea
di Augusta, essendo
stati messi in discussione gli accordi stipulati nel 2003. Nel
2008 tra i due colossi
si combatteva ancora
una guerra di carte
bollate.
E un fatto: il termovalorizzatore non
stato costruito, il sito
non stato bonificato; e ora si chiude,
definitivamente.
Marziano prefigura
anche ipotesi di alternative industriali

Da sinistra a destra, tre diverse immagini della vecchia centrale Enel Tifeo
di Augusta. La sua costruzione risale al 1953.

con la costruzione di una centrale


elettrica a biomasse
che utilizzi il legno
del boschi cedui di
eucalipti sparsi in
Sicilia. E sarebbe una
ipotesi niente affatto
peregrina. Ma dove
la mettiamo lopposizione preconcetta
del territorio?
Si accettano scommesse. Non se ne
far nulla sotto il
profilo meramente
industriale. Se tutto
andr bene, dopo
la dismissione della
vecchia centrale e la
bonifica del territo-

rio, potrebbe nascere


il museo di archeologia industriale
con annesso centro
multimediale. Con
buona pace dei 25
lavoratori dellindotto che finiranno in
disoccupazione. Se
questo che si vuole
questo sia. Salvo poi
a piagnucolare per il
lavoro che non c
pi.
Siamo alle solite.
Nessuno investe pi
su questo territorio,
passato ormai dalliperpermessivismo di
un tempo alla iperostilit di oggi.

costume Due performance di primo piano: un debuttante e un veterano

La

ristorazione palazzolese in primo piano


agli onori della Prova
del cuoco, il programma
condotto da Antonella
Clerici su Rai uno. Oggi
con il giovane pasticciere Vincenzo Monaco
il vincitore di Dolci
dopo il tigg, ieri con
il ristoratore Andrea Al.
E la ristorazione uno
dei punti di forza della
economia palazzolese.
Forse il principale punto
di forza. Con buona
pace di musei e siti archeologici, che pure non
mancano e sono carichi
dinteresse.
Vincenzo un rampollo
della storica pasticceria
Corsino. Andrea un
ristoratore giovane ma
gi di lunga e ricca esperienza: Appassionato
da sempre dellarte culinaria, carico di volont e
ricco di idee, ho iniziato
la mia avventura nel
lontano 1996 ricorda
lui stesso. E sottolinea:

La gastronomia palazzolese
agli onori della tv nazionale
Portabandiera il pasticciere Vincenzo Monaco e il ristoratore Andrea Al

Il pluripremiato ristoratore palazzolese Andrea Al nella sua cucina

Fin da allora la mia


filosofia di cucina
proporre nei piatti i
prodotti del territorio
ibleo seguendo la sta-

attualit

gionalit, la storia e
le tradizioni di queste
terre.
Andrea ama anche mettere le sue idee a con-

fronto con quelle dei


suoi colleghi chef. E in
uno scambio di idee (e di
appetitose ricette) sar
impegnato nel prossimo

appuntamento con il
suo collega Emanuele
Russo di Marsala: le
cucine di mare e monti
sincontrano.
I piatti di Andrea sono
un concerto di armonie
intrecciate fra tradizione
e innovazione: la tradizione della territorialit
e della stagionalit,
come sottolinea Beppe
Bigazzi, e linnovazione
dettata dalla fantasia
creativa dello chef.
Un tipico esempio di
questo concerto di tradizione, innovazione e
fantasia , per citarne
uno soltanto, il dessert
con mousse di ricotta al
tartufo e allolio di oliva. E possibile, direte,
un simile connubio?

La originaria centrale termoelettrica Tifeo era stata costruita


nel 1953.
Era, alimentata con
olio combustibile
fornito dalla vicina
Rasiom (Raffineria
siciliana olii minerali) che nel 1972
stata poi acquisita
dalla Esso.
Nel 1962, con la
nazionalizzazione
dellenergia elettrica, la centrale Tifeo,
come tutte le altre
dItalia, passa al neonato Enel. E oggi si
chiude. Senza idee
chiare per il futuro.
Ebbene, non solo possibile ma il risultato
eccellente: un autentico
capolavoro del gusto.
La bont comincia dal
pane, prodotto dallo
stesso Andrea in vari
tipi e servito caldo di
forno. Da non perdere
una fetta di pane di tumminia (lantica farina
integrale scura quanto
buona) con un filo
dolio di oliva Tonda
iblea. Per non parlare
delle sfizioserie che si
possono gustare dagli
antipasti ai primi ai
secondo ai dessert. Per
non parlare della ricca
cantina interregionale.
In sala preziosa lopera della moglie Lucia e
della piccola deliziosa
Chiara, che descrivono ciascun piatto con
maestria e simpatia.
E un sicuro punto
di riferimento della
enogastronomia palazzolese. Conosciuto e
apprezzato anche oltre
Stretto.
s.m.

SOCIET 14
Ippolito Pestellini Laparelli, 35 anni, architetto messinese residente a Rotterdam, in
Olanda, stato selezionato come direttore di Re-building the
future - Spunti di arte
contemporanea per
trapassare il futuro,
progetto che punta
a creare momenti ed
elementi di richiamo
in ambiti e zone poco
frequentate dal turismo e dalla cultura.
L'iniziativa prender
il via nelle prossime
settimane e riguarder il quartiere Grottasanta, coinvolgendo
anche Mazzarrona,
e si svilupper lungo
tutto il tracciato della
pista ciclabile.
I requisiti principali
erano la competenza
in arte contemporanea e un'esperienza
a livello internazionale; Pestellini Laparelli, che nel 2012
ha firmato il design
della scenografie delle Rappresentazioni
classiche della Fondazione Inda, collabora e ha collaborato
con importanti istituzioni culturali anche
fuori
dell'Europa:
Biennale di Venezia,
Fondazione PRADA,
Galleries Lafayette
Paris, Hermitage San
Pietroburgo,
New
Museum New York,
Shenzen Hong Kong
Biennale of Urbanism and architecture.
Undici in tutto le candidature presentate;
i curricula sono stati esaminati da una
commissione composta dal segretario generale, Danila Costa,
nella veste di presidente, dalla dirigente
del settore Politiche
culturali e Turismo,
Rosaria Garufi, e dal
responsabile dell'Ufficio
programmi
complessi, l'architetto
Giuseppe Di Guardo.
Il progetto siracusano, redatto dall'Ufficio
programmi
complessi, prevede
diverse iniziative che
culmineranno nell'istallazione di 10 sculture. stato finanziato dalla Regione
con 600 mila euro,
32 mila dei quali, al
lordo delle competenze, rappresentano
il compenso del di-

25 marzo 2015,mercoled

Sicilia 25 MARZO 2015, MERCOLED

Progetto
darte contemporanea
destinato al
quartiere Grottasanta che
punta a creare
momenti ed
elementi di
richiamo in
ambiti e zone
poco frequentate dal turismo e
dalla cultura

Un giovane architetto
messinese selezionato
per Re-building the future
rettore artistico. Suo
compito sar di selezionare 2 artisti di
fama internazionale
e 8 emergenti; realizzare 4 laboratori creativi per giovani del
quartiere Grottasanta
e di Mazzarrona; organizzare un festival
d'arte contemporanea
con eventi, workshop e conferenze
e un concorso per
giovani architetti.
Pestellini Laparelli,
raggiunto telefonicamente, ha accolto
con grande piacere
la notizia e si detto
onorato di lavorare a
Siracusa e di dare un
contributo alla sua
terra siciliana. Per il
sindaco, Giancarlo
Garozzo, il progetto
destinato a portare
alla citt ulteriore arricchimento culturale, soprattutto perch
non si esaurisce con
un importante evento ma coinvolge in
maniera particolare
un intero quartiere
e i suoi giovani. Ci
sono le condizioni
afferma ancora il
sindaco perch il
progetto abbia risonanza internazionale;
soprattutto aspetto

di vedere il risultato
del connubio tra arte
contemporanea e un
sito che richiama
alla storia antica di
Siracusa. Esprime
soddisfazione per la
scelta lassessore alle
Politiche culturali e
al Turismo, Francesco Italia. stato
emozionante scoprire
dichiara un giovane architetto siciliano
dotato di un curriculum di cos alto profilo, dal quale emerge

una forte competenza


nellarte contemporanea ma declinata
in svariate maniere.
Siracusa, oltre che
con la cultura classica, si pu rilanciare
attraverso larte contemporanea
come
importante occasione
di marketing territoriale. Il progetto un
esempio di come, con
le produzioni culturali originali, possiamo
attirare talenti con
esperienze allestero

In foto, Ippolito
Pestellini

ma anche trattenere i
nostri talenti offrendo occasioni di crescita professionale.
Nonostante il bando
fosse molto esigente dal punto di vista
dei titoli spiega la
dirigente delle Politiche culturali, Garufi abbiamo ricevuto
candidature di alto
valore da tutta Italia, con esperienze
maturate al fianco di
importanti artisti e in
istituzioni internazionali. Da questo punto
di vista, lo strumento
della selezione stato molto utile perch
ha consentito di richiamare lattenzione
di professionalit del
mondo culturale e ci
consente di misurare
il grado di attrazione
della citt.

CURRICULUM
Ippolito
Pestellini
Laparelli laureato
in Architettura al Politecnico di Milano ed
partner e direttore
artistico dello studio
OMA-AMO di Rotterdam. Il lavoro e la
ricerca di Pestellini
spaziano dalla curatela alla scenografia,
dall'architettura alla
conservazione, dal
design alla grafica,
dall'allestimento di
mostre agli eventi,
dalla moda alle pubblicazioni e portali
web. Attualmente si
occupa della riconversione e design del
Fondaco dei tedeschi
a Venezia; ha curato
e sviluppato per la
Biennale di Venezia
Monditalia, una mostra multidisciplinare
sull'Italia che ha messo insieme per la prima volta la Biennale
di architettura con la
Biennale di danza,
musica, teatro e cinema. Recentemente ha
curato il disegno di
TOOLS FOR LIFE,
il design delle scenografie per il Teatro
Greco di Siracusa
nella stagione 2012 e
ha curato tutti i progetti di eventi, mostre
di arte, architettura
e design commissionate allo studio
OMA-AMO.
Dal
2010 responsabile
di tutte le collaborazioni di OMA-AMO
con e per PRADA,
che includono la direzione artistica delle
passerelle PRADA e
MIU MIU a Milano
e a Parigi, gli eventi
speciali e le pubblicazioni. Contribuisce
allo sviluppo curatoriale, alla direzione
artistica e al design
di numerosi progetti della Fondazione
PRADA come la mostra inaugurale di CA
CORNER DELLA
REGINA, a Venezia,
WHEN ATTITUDES
BECOM
FORM:
1969/2013, e, sempre a Ca Corner, alla
imminente
mostra
inaugurale della nuova Fondazione Prada
di Milano, SERIAL
CLASSICS E PORTABLE CLASSIC,
che aprir a maggio
2015 in concomitanza con l'EXPO.

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Speranze al lumicino per un ribaltamento in extremis delle posizioni

Siracusa, un flop annunciato


e i miracoli non si ripetono

Gli azzurri che erano riusciti a sopperire alle evidenti


lacune di gioco, si sono afflosciati nelle ultime giornate
perdendo non solo il primato ma forse il campionato

Fossimo stati mini-

mamente ascoltati,
oggi non staremmo
a sperare nel miracolo. Ma cos va il
mondo. Tu gridi al
lupo, al lupo e la
gente fa finta di non
sentire e magari si
gira dallaltra parte,
salvo a svegliarsi di
soprassalto e scoprire che il lupo cera davvero, e quando si tenta di salvare
il gregge ci si accorge che troppo
tardi. Ora possiamo
prendercela con chi
vogliamo: con larbitro che non ha
concesso il rigore,
col palo che ha centrato Mascara, con
la grossa occasione
sprecata da Arena,
con il colpo di testa, sempre, guarda
caso, di Mascara,

Due azioni del Siracusa e dellIgea Virtus.

tolto dalla rete da un


intervento sulla linea di un difensore,
con le quattro maglie azzurre che erano davanti a Biondo nellazione del
gol, nessuna delle
quali os per fare
un passo avanti per
murare lavversa-

rio, ma non riusciremo mai a spiegare


come si possa perdere alla chetichella
un campionato gi
vinto.
Un
campionato
che la matematica
ci dice che ancora
non perduto, ma
che se si dovesse

davvero
perdere
sarebbe un delitto
che comporterebbe
la individuazione
dei colpevoli. Anche perch leventuale fallimento di
questanno, giunto
probabilmente nel
momento in cui tutti ormai pensavano
al trionfo finale, si
porterebbe
dietro
le ultime gocce
dentusiasmo che
hanno permesso a
Cutrufo di ritentare
dopo il flop dello
scorso anno e con
esse la possibilit di
fare ancora calcio a
Siracusa. E intanto,
per quanto tardiva,
partita la caccia

Mister Vinci convoca 4 atleti


dellAlbatro alla area Sicilia
N

uovoweekend di gare per il progetto delle Rappresentative Federali di


Area varato dalla FIGH (Federazione
Italiana Giuoco Handball) e rivolto
agli atleti del biennio 1998-99.
Dopo gli impegni di sabato e domenica scorsi per i ragazzi delle selezioni
Centro e Sud, tocca allArea Sicilia scendere in campo sul 4020
di Enna, dove i ragazzi guidati dal
tecnico Giuseppe Vinciaffrontano in
due occasioniproprio i padroni di casa
dellHaenna, gi matematicamente
prima forza del Girone E della Serie
A2.
Sono 14 gli atleti convocati e che
scenderanno in campo nel fine settimana e di questi ben quattro, oltre al
tecnico Peppe Vinci, provengono dal
vivaio dell'Albatro di Siracusa.
Gli aretusei della'Albatro convocati
sono: Carini Luciano, Lo Bello Alessio, Proietto Mattia e Vinci Gianluca. Il programma prevede un primo
match sabato pomeriggio con fischio
dinizio alle ore 19:30. Si replica domenica mattina (h 11:00).

Basket, Anastasi analizza


il match contro il Capo d'Orlando

Una prova di intensit notevole quella


della squadra di Alessandro Anastasi di
domenica, capace prima di dominare in
lungo e in largo il forte avversario, e
poi di resistere alla veemente reazione.
Un ottimo viatico in vista delle altre
due sfide casalinghe con Reggio Calabria domenica prossima e Green Paler-

agli errori commessi, da quello di


non aver dato n un
volto n un gioco a
questa squadra che
andata avanti per
un intero campionato
rinunciando
letteralmente al reparto di centrocampo e quindi ad ogni
possibilit di costruzione del gioco.
Il secondo, gravissimo errore stato
quello commesso
a Dicembre, allorch tutte le squadre,
bene o male si sono
rafforzate,
meno
il Siracusa che ha
preso elementi che
alla resa dei conti
si sono rivelati net-

tamente al di sotto
delle
aspettative.
Ora non c altro
da fare che tentare di vincere le due
partite che restano,
quella di Rosolini
e quella interna di
fine campionato col
San Pio e sperare
che lIgea Virtus
vinca o pareggi con
lo Scordia per ribaltare le posizioni
di testa. Solo che a
questo punto non
bisognava arrivare
prestando un minimo di attenzione
alle critiche mosse
in diverse occasioni
da qualche solitario
grillo parlante.
Armando Galea

mo nellultima giornata del 19 aprile.


Alessandro Anastasi sta ripagando nel
migliore dei modi la fiducia della societ.
Era una vittoria che volevamo- commenta il tecnico- e sono felice per i
ragazzi, i dirigenti, con in testa il presidente, e naturalmente i nostri meravigliosi tifosi che ci hanno sostenuto sino
alla fine.
Abbiamo battuto un roster fortissimo,
che era secondo in classifica, e che veniva da otto successi consecutivi. Era
stata una settimana difficile, con il nuovo infortunio di Casiraghi e qualche
defezione nelle sedute di allenamento.
Nonostante tutto, ci abbiamo creduto
e abbiamo vinto con merito. Questo
un gruppo che sa soffrire, e domenica
scorsa c stata lulteriore conferma.
Mi ha fatto piacere vedere il Palakradina pieno e appassionato- conclude
Anastasi - segno che la gente sa apprezzare la nostra pallacanestro. Abbiamo
raggiunto con largo anticipo lobiettivo stagionale che era rappresentato dal
sesto posto. Domenica con Reggio sar
un altro test duro ma nello stesso tempo
stimolante.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 25 marzo 2015, mercoled

Laudani
e Vinci:
Vogliamo
continuare
a stupire

Pallavolo
B1/F, per
l'Holimpia
troppo
forte
la Cisterna
N

In foto, un'azione
di gara

Pallamano, per lAlbatro


adesso tutto pu succedere

Adesso

lecito
cominciare a fare
dei calcoli. La
terza giornata di
andata della poule
scudetto che, sulla carta, doveva
essere favorevole al Fondi nella
corsa al secondo posto, ha visto capovolgersi
ogni pronostico.
LAlbatro Teamnetwork Siracusa
ha mandato ko i
campioni dItalia
dello Junior Fasano mentre ad
Ancona il Dori-

LAlbatro a mandato a ko i campioni d'Italia ed adesso


tutto pu acadere, anche una qualificazione diretta
ca si imposto
sulla compagine
laziale. A met
percorso,
dunque, il vantaggio
in classifica degli
aretusei sulla terza posizione si incrementa da tre a
sei punti. Impensabile, o quasi, se
si considera che i
bianconeri avevano debuttato nella
post-season con
una netta sconfitta

sul campo di Fondi, vedendosi raggiungere


subito
al secondo posto
dalla compagine
che si era classificata terza nella
stagione regolare.
Classifica
alla
mano, tutto pu
ancora accadere,
compresa anche
una qualificazione diretta dei siracusani alle semifinali scudetto.

Basket femminile serie C

La Trogylos passa
sul campo della Ad maiora
N

ella ottava di ritorno del


campionato di serie C basket femminile, la Nuova
Trogylos Priolo trionfa
contro la padrona di casa
AD MAIORA Ragusa,
con il risultato finale di 61
63.
Arbitrato
dell'incontro,
Esposito e Filesi di Ragusa.
Dopo una partenza a rilento, col passare dei minuti
le biancoverdi sono andate
in vantaggio al terzo quarto con ottime giocate di

Scollo e Mbombo.Partita
eroica, delle sole sei atlete disponibili, vinta in
rimonta nel terzo quarto
riferisce il coach Bianca quando abbiamo superato
le avversarie, che solo nel
finale hanno accorciato le
distanze. Tutte da elogiare
le nostre ragazze conclude il tecnico - decisivi
i due canestri da tre punti
di Massei e Vicario, oltre
alla solita Mbombo. Bene
anche Quadarella, Benincasa e Scollo.

Decisiva,
sotto
questo
aspetto,
la gara di sabato
prossimo a Fasano. Non facciamo voli pindarici
dice il presidente Vito Laudani
-. E chiaro che
andremo in Puglia per provare a
ripetere limpresa
casalinga, ma sar
ancora pi complicato perch incontreremo
una
squadra arrabbiata per la sconfitta di Siracusa e,
soprattutto, per il
gol non concesso,
a mio avviso giustamente, del possibile
pareggio,
dato che quella
rete era arrivata
qualche
istante
dopo il suono della sirena.
Albatro con il
morale alle stelle
e decisa a continuare a stupire.
Contro lo Junior
siamo stati grandi
sottolinea il tecnico Peppe Vinci
-. Dopo le difficolt della partita iniziale contro
Fondi, abbiamo
saputo
reagire,

mettendo insieme
due vittorie di fila
e rilanciando le
nostre
ambizioni di superare la
prima fase. Noi ci
siamo e lo abbiamo dimostrato.
I ragazzi sono stati pi forti di ogni
avversit e mi riferisco soprattutto
ad una direzione
arbitrale che, contro i campioni dItalia, non sempre
stata equilibrata
perch in pi di un
episodio ad essere
penalizzati siamo
stati noi, non gli
avversari.
Abbiamo
messo in campo tutto
quello che avevamo preparato durante la settimana.
La squadra non
si mai smarrita,
lottando sempre
con grande determinazione. Con
questo spirito, potremo andare lontano.
Oggi intanto lAlbatro
Siracusa
sar spettatore interessato della sfida Fondi-Dorica,
anticipo
televisivo della quarta
giornata.
Il match sar trasmesso in diretta
su Raisport 2 alle
19.

ulla da fare.
Troppo forte la
capolista
Omia
Volley per unHolimpia Siracusa
che, a dare fastidio alla squadra
di Cisterna, ci ha
provato, sfiorando
anche la vittoria
di un set. Santino Sciacca non
pu rimproverare
nulla alle sue ragazze dal punto
di vista dellorgoglio e della grinta
perch ce lhanno
messa
davvero
tutta. Nel primo
hanno totalizzato 17 punti, nel
secondo la stanchezza si fatta
sentire, le ospiti
hanno continuato a giocare ad
alti livelli e lHolimpia arrivata
appena in doppia
cifra: undici punti. Intenso, bello e
combattuto il terzo parziale, giocato punto a punto e
chiuso sul 25-23
dalla
capolista,
che ha dovuto sudare non poco per
evitare di allungare il match.
A cinque partite dalla fine del
campionato
di
serie B1 di pallavolo femminile, la compagine
aretusea resta penultima, a quota
6 punti, uno in pi
del Volley Group
Roma, che ha
perso a Terracina.
Entrambe devono
per ancora riposare. Delle quattro
gare che disputer, solo una lHolimpia la giocher
in casa, il prossimo 25 aprile contro Palmi.