Sei sulla pagina 1di 4

PREGHIERE DI LIBERAZIONE DELLO STOMACO

Quando si prega per la liberazione da malefici, fatture, maledizioni, ecc.,


iniziare la preghiera invocando lo Spirito Santo e tenendo presente che
può essere utile citare i nomi dei presunti artefici. Se non è stata quella
persona, non vi saranno particolari reazioni negative, altrimenti si noterà
una qualche reazione. Più si agisce in modo preciso, più si è efficaci.
Nello stomaco in genere, praticano rito macumba facendo ingerire “la
sostanza maleficata” con: sangue animale, mestruale, umano, sperma,
parti di animali, ossa di defunto dannato, ecc.
Recitare le preghiere con un certo imperio a voce media, dopo aver fatto il
segno di Croce, anche una volta al giorno per lunghi periodi, fino alla
soluzione del problema. Ognuno le integri con quelle che sono le sue
esigenze personali. Più si scende nel dettaglio meglio è, più si scende nel
dettaglio più ci si libera dalla maledizione o maleficio fattoci.

Cominciare la preghiera di liberazione sempre con l’invocazione allo


Spirito Santo e diverse preghiere allo Spirito Santo (vanno bene anche le
litanie allo Spirito Santo, alla Madonna, al Preziosissimo Sangue, ai
Santi).

Esempio:
Spirito di Dio, scendi su di me, fondimi, plasmami, riempimi, usami.

Bere o far bere olio ed acqua esorcizzati per favorire il vomito e


l’espulsione attraverso le feci.
PROVA DI RITO MAGICO PRESENTE NELLO
STOMACO
Nel Santo nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue per il
quale noi tutti siamo redenti, con l’intercessione di Maria Santissima e di
tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i
Santi angeli e di tutti i Santi io spezzo e rompo, sciolgo e anniento ogni
effetto di rito magico e di stregoneria, ogni fattura, filtro e legatura, ogni
rito voodoo e macumba presente nello stomaco di… (nome della persona),
praticato da …. (nome della presunta persona che ha commissionato o
praticato il maleficio), tramite ingestione di cibo o bevande maleficate
con...(sangue, ossa, polvere di ossa, ecc.). Lo spezzo e lo rompo, lo sciolgo
e lo anniento (ripetere più volte) nel nome di Gesù Cristo, Dio vivo.

Chi vuole può muovere a rotazione la mano sullo stomaco della persona,
intingendo le dita in olio esorcizzato; taluni lo fanno, altri no. Ciò che
conta è il comando nel nome di Gesù.

NODO MAGICO ALLA GOLA


Sciogliere anche ogni nodo magico fatto sul collo di una persona per
impedirle di vomitare (fatto sul suo collo, sulla sua gola, sul suo esofago,
sulla bocca dello stomaco), massaggiando le parti con olio esorcizzato.

Nel Santo nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue per il
quale noi tutti siamo redenti, con l’intercessione di Maria Santissima e di
tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i
Santi angeli e di tutti i Santi io spezzo e rompo, sciolgo e anniento ogni
nodo magico fatto sul collo di....., sulla sua bocca, sul suo esofago per
impedirglii di vomitare qualsiasi cibo, bevanda o sostanza maleficata
presente nel mio stomaco.
Esempio: Nominare il presunto tipo di cibo o bevanda maleficata che si
ipotizza sia stato ingerito spezzando ogni patto demoniaco fatto tramite
(nome demonio) o tramite ossa di morto, ossa di cane, vino e sangue
mestruale, ad esempio.
Chi vuole può muovere a rotazione le dita sulla gola della persona,
cercando il punto in cui si trova il nodo magico, intingendo le dita in olio
esorcizzato, trovato il punto la persona avrà una reazione.A volte è
possibile avvertire al tatto la presenza del nodo magico come un
indurimento dei tessuti sottocutanei.

E’ possibile recitare la giaculatoria, ripetendola molte volte: “Maria che


sciogli i nodi, vieni a sciogliere questo nodo”.

SIGILLO SATANICO SULLO STOMACO


Nel Santo nome di Cristo Gesù, per il suo preziosissimo Sangue per il
quale noi tutti siamo redenti, con l’intercessione di Maria Santissima e di
tutti i Santi Arcangeli, in particolare di San Michele Arcangelo, di tutti i
Santi angeli e di tutti i Santi io spezzo e rompo, sciolgo e anniento ogni
sigillo santanico fatto sulla bocca del mio stomaco, sotto lo sterno, per
impedirmi di vomitare qualsiasi cibo, bevanda e sostanza maleficata
presente nel mio stomaco.
Esempio: Nominare il presunto tipo di cibo o bevanda maleficata che si
ipotizza sia stato ingerito spezzando ogni patto demoniaco fatto tramite
(nome demonio) o tramite ossa di morto, ossa di cane, vino e sangue
mestruale, ecc.

Chi vuole può muovere a rotazione la mano sulla bocca dello stomaco,
tastando lo stomaco si può cercare il punto in cui si trova il sigillo, ciò che
conta è il comando nel nome di Gesù, massaggiando con olio esorcizzato.
Di solito i sigilli satanici appaiono sulla pelle della vittima sotto forma di
rossore o ferite a forma di croce rovesciata o di pentacolo.

MALEFICIO NELLO STOMACO


Nel nome di Gesù Cristo, per il Preziosissimo Sangue di Gesù, e con
l’intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, in particolare
di San Michele Arcangelo, io comando e ordino a qualunque forza
malvagia che disturba (nome della persona): esci dal suo stomaco, esci dal
suo apparato digerente, esci dal suo collo, esci dalla gola, esci dalla sua
bocca (ripetere). Io te lo ordino nel nome di Gesù. Sputa fuori quella cosa
maleficiata (ripetere) che ha nello stomaco, sputala.
Madre Santa, Maria Santissima, poni le tue mani sullo stomaco di questa
persona, affinché possa vomitare la cosa maleficiata presente nel suo
stomaco, Santa Gemma Galgani ponile anche tu, San Padre Pio ponile sul
suo collo.

Nel nome di Gesù, per il Preziosissimo Sangue di Gesù, e con


l’intercessione di Maria Vergine e di tutti i Santi Arcangeli, io ordino a
qualunque forza malvagia che dà fastidio a (nome della persona): esci dal
suo stomaco, esci dal suo apparato digerente, esci dal suo collo, esci dalla
sua bocca, esci dai suoi capelli, esci dalla sua testa, esci dagli occhi, esci
dalle sue articolazioni, esci dalle sue gambe, esci dai piedi.

Chi vuole può muovere a rotazione la mano sullo stomaco, cercando il


punto in cui si trova annidata la sostanza maleficata ingerita,
massaggiando con olio esorcizzato e premendo a fondo. Il punto dello
stomaco in cui è annidato la sostanza maleficata si indurirà al tatto e
probabilmente comparirà una macchia rosa/violaceo sulla pelle in
corrispondenza del punto in cui si trova il maleficio.