Sei sulla pagina 1di 32

il

www.ilpiccologiornale.it

PICCOLO
Edizione del Sabato
Non riceve alcun finanziamento pubblico

Giornale

Direttore responsabile Sergio Cuti Direttore editoriale Daniele Tamburini Societ editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 email redazione@ilpiccologiornale.it stampa SEL Societ Editrice Lombarda Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n 357 del 16/05/2000 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Edizione chiusa alle ore 21

Anno XII n83 SABATO 1 DICEMBRE 2012

Periodico 0,02 copia omaggio

Caos sulla gestione del servizio idrico. Alcuni Comuni e il Comitato pronti a ricorrere al Tar

Il Carroccio accusa Pdl e Pd di inciucio. Rifondazione replica alla Lega: Benvenuti su questa terra

ACQUA, LAFFARE SI INGARBUGLIA


di Daniele Tamburini

pagine 8-9

he cosa dovrebbe assicurare lo Stato? Essenzialmente, tre cose: il diritto al lavoro, il diritto all'istruzione, il diritto alla salute. Ora, il lavoro, nel nostro Paese, allo stremo. Un'emorragia continua di posti, uno stillicidio di licenziamenti, di imprese che chiudono. Il premier insiste: ci sono segni di ripresa, anzi la vedremo nel 2013. Speriamo e lavoriamo perch questo possa accadere. Intanto, sar un Natale durissimo per molti. E la scuola? Disastrata, senza fondi, ridotta all'osso. Gli studenti e i docenti vanno in piazza, e protestano. Nei convegni e negli incontri i politici dicono loro: siete il futuro del Paese, contiamo su di voi. S, ma con quale futuro? Con quali prospettive? Ma veniamo alla sanit, la sanit pubblica, punto molto dolente. Il premier Monti, giorni fa, ha lanciato un allarme: La sostenibilit futura del Servizio Sanitario nazionale potrebbe non essere garantita". Ho pensato al fatto che una delle poche certezze della nostra esistenza era il servizio sanitario nazionale. Ho pensato alla paura ed all'incertezza di chi si ammala e dei parenti, a cui forse dovr aggiungersi la paura e l'incertezza sulla possibilit' di curarsi. Per, poi, Monti ha detto di essere stato male interpretato e che nessuno vuole privatizzare la sanit. Una marcia indietro? Un vezzo ereditato dal suo predecessore? Il metodo del bastone e della carota? Non che si vuol fare come quel famoso re dellantichit, Mitridate, che si immunizzava dal veleno assumendone piccole dosi quotidiane? Non che, con questi annunci, ci vogliono assuefare al timore, all'incertezza, alla rassegnazione? Caro premier, non si scherza col fuoco. Non si scherza con la salute. Non si scherza con la vita.

Non scherziamo con la salute

LEDITORIALE

FIGLI NATURALI E LEGITTIMI, FINALMENTE GLI STESSI DIRITTI

RIORDINO DELLE PROVINCE

pagina 5

OSTIANO VORREBBE PASSARE CON BRESCIA


SOSTA AGEVOLATA, LA FIAB CRITICA LA DECISIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
a pagina 7

MOBILIT SOSTENIBILE

a pagina 6

Hub del nord, svanisce il sogno di Caprotti

AEROPORTO DI MONTICHIARI

UNA SVOLTA STORICA NEL DIRITTO DI FAMIGLIA. MICHELE SESTA: UNA DECISIONE DI ENORME PORTATA

SPORT
CON VENEZIA AL PALARADI PRIMA DEL MATCH CONTRO LA TRITIUM

a pagina 4

I Comitati di quartiere, realt in forte crescita

INTERVISTA A CLAUDIO DEMICHELI

a pagina 3

Domani la Vanoli dovr essere poco... Umana


a pagina 28

In regalo Per la Cremo il magazine la partita a tutti i tifosi della verit pagine 27 biancoblu

a pagina 15

Simulazioni militari nel parco Golena?

CASALMAGGIORE

Aspettando il Natale

Comitati di quartiere, realt in crescita


Unesperienza che coinvolge 15 quartieri e tantissime persone in tutta la citt
LE ZONE COINVOLTE
Quartiere 1 (zona nord - ovest) Risorgimento - Sant' Ambrogio - Incrociatello - via Sesto. Quartiere 2 (zona nord - ovest) Boschetto - Migliaro. Quartiere 3 (zona nord - ovest) Cavatigozzi - S. Predengo. Il Comitato di Quartiere in fase di attivazione. Quartiere 4 (zona nord - ovest) Cambonino. Quartiere 5 (zona nord - est) Borgo Loreto - S. Bernardo - Naviglio Quartiere 6 (zona nord - est) Zaist - Stadio - Lucchini - Annona Quartiere 7 (zona nord - est) Maristella Il Comitato di Quartiere in fase di attivazione. Quartiere 10 (zona sud - ovest) Po - Parco - Canottieri - Trebbia. Quartiere 11 (zona sud - est) Cascinetto - Villetta - Concordia. Quartiere 13 (zona sud - est) Porta Romana - Largo Pagliari Il Comitato di Quartiere in fase di attivazione. Quartiere 14 (zona sud - est) S. Felice - S. Savino Quartiere 15 (zona sud - est) Bagnara - Battaglione - Gerre Borghi Il Comitato di Quartiere in fase di attivazione. (I numeri mancanti sono quelli dei comitati ancora da definire).

CREMONA

Sabato 1 Dicembre 2012

L'assessore De Micheli: Partecipazione e coinvolgimento, i cittadini cooperano con il Comune

Benessere, attenzione agli abusivi


CNA

di Laura Bosio

odici quartieri (ma presto saranno quindici) e tante persone coinvolte: la realt dei Comitati di quartiere sta diventando un fenomeno importante. Mancano solo il Maristella, Gerre Borghi e Bagnara, e stiamo lavorando per realizzarli spiega l'assessore Claudio Demicheli. E' stato un lavoro lungo, ma ci ha permesso di raggiungere tutti i cittadini e di creare una linea diretta di dialogo tra l'amministrazione e le varie zone della citt. Ci siamo prefissati di fare un'opera importante per ogni quartiere, entro la fine del nostro mandato. L'obiettivo dell'Amministrazione comunale stato quello di creare degli organi rappresentativi di ciascuna delle quattro aree in cui la citt stata suddivisa, per conoscere da vicino le problematiche e le criticit cittadine e quindi formulare delle risposte mirate. Ad esempio allo Zaist realizzeremo la barriera anti-rumore, che i cittadini della zona chiedono da tempo. Al Boschetto abbiamo invece realizzato la pista ciclabile, concordandone il percorso direttamente con i residenti, che durante alcuni incontri hanno potuto esprimere il proprio parere. A Gerre abbiamo fatto in modo di far arrivare l'acqua potabile dell'acquedotto, e prossimamente vorremmo intervenire anche sulle condotte fognarie. Molte, del resto, sono le cose ancora in programma, a partire da una nuova pista ciclabile per Cavatigozzi, dove stato recentemente eletto il nuovo presidente. Entro la fine dell'anno il comitato sar formato sottolinea l'assessore. In questa zona lavoreremo anche per il miglioramento del cimitero, am-

Claudio Demicheli

pliando i parcheggi e acquistando un montacarichi per i disabili. Del resto, i problemi segnalati dai vari quartieri sono molteplici: dal verde alle piste ciclabili. A San Savino ad esempio si sta discutendo sull'eliminazione dei passaggi a livello, e stiamo valutando l'allargamento e la riqualificazione della strada che transita verso la citt e che oggi obsoleta e stretta spiega ancora De Micheli. La Giunta durante lultimo anno si recata in ognuno dei quartieri, per ascoltare i cittadini e dare loro risposte. Non stato facile e spesso ci aspettavano duri attacchi, ma siamo sempre riusciti a creare un dialogo. Ma i comitati di quartiere hanno un altro ruolo fondamentale: quello di realizzare una sorta di "pronto intervento" pronto ad agire sulle segnalazioni dei cittadini. Da un lampione guasto a una buca nella strada, all'erba troppo alta in un'aiuola. La manutenzione del verde senza dubbio tra le priorit di questa iniziativa: oltre agli organi direttivi del comitato e all'assemblea votante, il Comitato di quartiere prevede diverse figure di citta-

dini che si rendono disponibili volontariamente a tante piccole attivit, come appunto quella di tagliare l'erba, di curare le aiuole, di ripristinare le zone colpite da atti vandalici o da semplici gesti di incivilt di altri cittadini. Le persone che si mettono a disposizione sono una grande ricchezza per il Comune, e permettono di risparmiare soldi pubblici afferma Demicheli. Un po' alla volta stiamo assicurando tutte le persone che si sono rese disponibili, e diamo loro gli attrezzi di cui possono aver bisogno (ad esempio il tagliaerba). Il contatto tra Comune e cittadini, grazie all'esperienza del Comitato, pi diretto e immediato. Stiamo cercando di rispondere a tutte le richieste che ci pervengono. Molti ad esempio chiedono i mercati rionali, altri la farmacia, come al Cambonino, dove le persone anziane non si spingono fino al Cremona Po. Grazie a questa esperienza il Comune anche in grado di individuare con pi puntualit i problemi sociali. Ad esempio ora abbiamo chiesto ai parroci di tutta la citt di indicarci quali siano le famiglie pi bisognose: per Natale regaleremo loro un cesto di generi alimentari.

Estetiste e parrucchiere abusive, non qualificate, che lavorano a domicilio senza pagare le tasse: un fenomeno in crescita, come denuncia Cna Benessere e Sanit Cremona. In questo modo le abusive riescono a fare prezzi pi bassi per le loro prestazioni e danneggiano le estetiste vere attuando una concorrenza sleale e un atto fuori dalla legge afferma Nevio Mainardi, responsabile di Cna Benessere e Sanit. Abbiamo denunciato ai vari xindaci alcuni casi eclatanti che ci sono stati segnalati dalla categoria, avvisando il Comune di appartenenza e trovando nella grande maggioranza dei casi la collaborazione che ci apettavamo, in altri casi non abbiamo avuto risposte. In quasti casi ci siamo rivolti alla Guardia di Finanza che sta agendo con i suoi mezzi per verificare le seganlazioni ricevute. Cna Benessare e Sanit, fa un appello ai Comuni, chiedendo una maggior attenzione nel rilascio delle licenze: Ci vuole un maggiore controllo sulle qualifiche professionali, un maggiore controllo sulla presenza in azienda di persone qualificate qualora la titolare non sia in possesso di qualifica specifica dice Mainardi. E proibito alle estetiste praticare la propria attivit in modo ambulante, mentre molte abusive lo fanno.

Figli naturali e legittimi, finalmente gli stessi diritti


M
Michele Sesta: Ora la parentela esiste indipendentemente dalla circostanza che la filiazione sia avvenuta all'interno del matrimonio
di Laura Bosio lettura dall'aula di Montecitorio. Il nuovo testo di legge mira ad eliminare dallordinamento le residue distinzioni tra figli legittimi e figli naturali, affermando il principio dellunicit dello stato giuridico dei figli, indipendentemente dal vincolo giuridico o meno dei loro genitori. Ci sul presupposto della palese incostituzionalit della distinzione tra figli legittimi e figli naturali, che era ormai obsoleta e contrastava con il comune sentire sociale e con il diritto europeo. La legge sui figli naturali composta da sei articoli e modifica il Codice Civile con l'obiettivo di eliminare le distinzioni tra status di figlio legittimo e status di figlio naturale. Niente pi figli di serie A e di serie B, quindi, grazie una decisione che rappresenta una vera e propria rivoluzione culturale del diritto di famiglia. Ma quali sono ile effettive ricadute? Ne abbiamo parlato con Ne abbiamo parlato con il professor Michele Sesta, avvocato e professore ordinario di Diritto civile e docente di Diritto di famiglia nella Facolt di Giurisprudenza dellUniversit di Bologna. La portata della decisione presa dalla Camera davvero grande spiega. Da un lato un'importanza ideologica, per cui non c' pi una differenziazione tra i figli legittimi e naturali. Questo rappresenta un momento storico: il superamento di una concezione che aveva sempre distinto in maniera marcata le due tipologie di figlio. Infatti, anche se la riforma del 1975 aveva parificato le due categorie, vi erano ancora delle discriminazioni residue tra le stesse. Dall'altro lato questa legge sminuisce l'importanza del matrimonio, che giuridicamente era nato proprio per sancire la differenza tra figlio legittimo e naturale. io figlio soltanto naturale, per la crudelt duna legge antiquata e per la malvagit duna donna, che mi ha rovinata lesistenza e impedisce la legittimazione per pura cattiveria, avendo la legge dalla sua e servendosene come duno strumento di male: cos recitava un vecchio e divertentissimo sketch di Achille Campanile, "Acqua minerale", in cui, con un arguto gioco di parole, si mette in risalto la difficolt di un padre nel gestire la situazione di un figlio naturale. Tuttavia, da mercoled quella "legge antiquata" finalmente superata. La Camera ha infatti dato il via libera al testo unico che eguaglia i diritti dei figli naturali (nati da genitori non coniugati) a quelli dei figli legittimi (nati all'interno del matrimonio). Il disegno di legge stato approvato in terza

Sabato 1 Dicembre 2012

Cremona

La Camera dei deputati ha approvato unaa legge che elimina le distinzioni tra figli legittimi e non. Una svolta storica

Una decisione di enorme portata per la societ

Quali sono le principali novit introdotte da questa legge? Quella principale senza dubbio l'aspetto legato alla parentela naturale, soprattutto collaterale, come fratelli, zii e cugini. Prima infatti il figlio naturale poteva vantare parentela solo con i genitori, con il paradosso che i fratelli naturali non erano giuridicamente tali a tutti gli effetti. La nuova legge dispone invece l'eliminazione di qualsiasi oggettivazione del sostantivo "figlio", sancendo che tutti i figli hanno lo stesso stato giuridico, e fissa il principio secondo il quale la parentela esiste indipendentemente dalla circostanza che la filiazione sia avvenuta all'interno del matrimonio. Un'altra novit aver sancito il diritto del figlio naturale a essere mantenuto, educato, istruito e assistito moralmente dai genitori, nel rispetto delle sue capacit, delle sue inclinazioni naturali e delle sue aspirazioni. Ha fatto discutere il riconosci-

come e cambiata la legge


La legge sulla equiparazione tra figli legittimi e naturali composta da sei articoli: Lart. 1 reca le nuove disposizioni, sostanziali e processuali, in materia di filiazione, ispirate al principio per cui tutti i figli hanno lo stesso stato giuridico; Lart. 2 delega il Governo alla modifica delle disposizioni vigenti per eliminare ogni discriminazione tra figli legittimi, naturali e adottivi, indicando i principi e criteri direttivi da seguire; Lart. 3 ridefinisce le competenze fra Tribunali ordinari e Tribunali dei minorenni in materia di procedimenti di affidamento e mantenimento dei figli, dettando, inoltre, disposizioni a garanzia del diritto dei figli agli alimenti e al mantenimento; Gli artt. 4 e 5 recano disposizioni transitorie e in materia di stato civile; Lart. 6 reca la clausola di invarianza finanziaria. Questi, in sintesi, gli aspetti legislativi: a) parentela: viene affermato espressamente, mediante la sostituzione dellart. 74 c.c. che la parentela il vincolo tra le persone che discendono da uno stesso stipite, sia nel caso in cui la filiazione avvenuta allinterno del matrimonio, sia nel caso in cui avvenuta al di fuori di esso, sia nel caso in cui il figlio adottivo. Nessun vincolo di parentela, invece, nei casi di adozione di persone maggiorenni, b) riconoscimento: modificato lart. 250 c.c., che consente il riconoscimento del figlio naturale ad opera della madre e del padre, anche se gi uniti in matrimonio con altra persona allepoca del concepimento. Il riconoscimento pu avvenire congiuntamente o separatamente e produce effetti sia per il genitore che lha effettuato che per i parenti di esso (art. 258, co. 1, c.c.);

mento del figlio nato da relazioni tra consanguinei... Questo un tema controverso. Riguarda bambini nati da persone con vincolo di parentela o affinit in linea diretta (padre-figlia, suocero-nuora) o di parentela in linea collaterale di secondo grado (fratello-sorella). Tuttavia, perch tale riconoscimento sia possibile, deve esserci la piena autorizzazione del giudice, in quanto talvolta tali figli nascono da situazioni di violenza, per cui il riconoscimento potrebbe rivelarsi pi un male che un bene. Questa normativa vale anche per i figli gi nati? S, in quanto ha effetto retroattivo. Quali sono gli effetti dal punto di vista processuale? Viene ridimensionata la competenza del tribunale per minorenni, ai quali sono state sottratte, in favore dei giudici ordinari, tutte le controversie in materia di affidamento e di mantenimento dei figli minorenni nati fuori dal matrimonio, anche se non conviventi. Questo semplifica notevolmente le procedure giudiziarie, e questo un bene, perch i tribunali minorili non erano attrezzati per questo tipo di procedimenti.

Cronaca

Sabato 1 Dicembre 2012

Ostiano preferisce Brescia?


Passare sotto la Leonessa: unidea che, nata da alcuni cittadini, ha raccolto oltre 400 firme
ono dieci o undici i Comuni che potrebbero passare sotto la Provincia di Brescia e, tra questi, c anche Ostiano. Originatasi da un gruppo di cittadini, lidea ha incontrato il favore di una parte consistente della cittadinanza, come stanno ad indicare le oltre quattrocento firme depositate nei giorni scorsi al municipio. La proposta ha incontrato il favore del consigliere di minoranza Sergio Tironi (Lista Civica) nonch dello stesso sindaco Lorenzo Locatelli, che per sottolinea come il percorso non sia per nulla facile. Le cose non sono cos semplici come possono sembrare. Indubbiamente vi sono degli innegabili vantaggi, che riguardano in particolare i consorzi di bonifica, le infrastrutture (la possibilit di collegarsi con Gambara e, da l, con lautostrada e laeroporto di Montichiari) e la possibilit di creare nuovi insediamenti produttivi (molti ostianesi si sono gi trasferiti stabilmente sul bresciano per lavoro). Insomma, nella provincia di Brescia vediamo senzaltro molto dinamismo. Ma al contempo ci sono delle premesse da fare. Anzitutto, liter burocratico lungo (si parla di anni), tortuoso e complesso. Secondaria-

Il sindaco Locatelli: Vi sono dei vantaggi ma la strada lunga e tortuosa. Torchio: Perdita grave

Consorzio Dugali, Vacchelli, Adda-Serio si va alle elezioni

di Michele Scolari

mente, un passaggio di Ostiano sotto Brescia lascerebbe isolata Volongo, frammentandone le infrastrutture: anche questo un problema che induce a riflettere. Il passaggio dunque non impossibile, ma la strada alquanto in salita. Contrario invece si dichiara il consigliere di minoranza Dario Domaneschi (Lista Civica) che si chiede quali siano i reali vantaggi di una simile operazione, anche a fronte del fatto che, in passato, la provincia di Cremona non ha mancato di aiutare il paese. E perplesso si dichiara anche lex presidente della Provincia, Giuseppe Torchio. Quella di Ostiano

sarebbe una grave perdita. In passato i risultati ottenuti insieme con il paese sono stati assai rilevanti: ad esempio, i fondi per la ristrutturazione della sinagoga o lingresso nel Gal Oglio Po. Ora la Provincia di Cremona si dovrebbe interessare alla situazione, instaurando un dialogo con il Comune e provvedendo a pianificare azioni future condivise. Del resto, lex presidente della Provincia aveva gi fatto notare non molto tempo fa come avrebbe avuto pi senso che lintera provincia di Cremona (assieme a Mantova) si fosse unita con quella di Brescia. Al municipio del paese sono state

consegnate 424 firme a favore del passaggio sotto lo stemma della Leonessa: il doppio di quelle richieste dallo Statuto comunale per chiedere un referendum consultivo che, probabilmente, potrebbe avvenire in contemporanea alle prossime elezioni regionali. E non escluso che lesempio dei cittadini di Ostiano non venga seguito in altri Comuni del territorio. Mentre infatti il paese attende il referendum, a Robecco dOglio il sindaco Marco Romeo Pipperi starebbe meditando, sia pur ancora cautamente, la possibilit di seguire la stessa strada, unendosi in sinergia con Pontevico per la gestione dei servizi municipali.

CAMERA DI COMMERCIO

Concerto per i 30 anni dellAssociazione Diabetici


diretto da Ilaria Geroldi. Da pi di dieci anni il Coro di Bonemerse ha fatto suo il lavoro di recupero e di nuova dignit sonora dei vecchi (in alcuni casi antichi) canti della tradizione religiosa. E un lavoro che ha portato, con il prezioso aiuto di Marco Ruggeri che ha curato le armonizzazioni, alla pubblicazione per San Paolo Multimedia di tre dischi di canti della tradizione religiosa popolare, attraverso i quali il Coro si creato una sorta di repertorio specialistico che li ha portati ad esibirsi in tutta Italia giungendo lestate scorsa ad una prestigiosa esibizione al Festival di Ravenna.

Per celebrare il trentennale della sua nascita e per un gioioso scambio di auguri attraverso la musica, lAssociazione Diabetici Cremonesi organizza presso lAuditorium della Camera di Commercio un concerto Domenica 2 dicembre alle ore 17. Ad esibirsi sar il Coro Don Natale Bellani di Bonemerse

La prossima settimana si terranno le elezioni per il consiglio direttivo del Consorzio Dugali, Vacchelli, Adda-Serio; si tratta di un nuovo ente consortile che dallo scorso 15 novembre racchiude i principali consorzi del territorio: il Vacchelli, il Dugali e lAdda-Serio. Attualmente lente viene gestito da un funzionario delle Regione Lombardia, ma con le elezioni verr eletto lorgano direttivo. Dei 15 membri, 3 verranno nominati dalla Provincia, altri tre dal Consorzio Adda-Serio, e i restanti nove verranno eletti dai tutte le persone che fanno parte del comprensorio e che sono soggetti a contribuzione (sono poco meno 50mila). La popolazione contribuente divisa in tre fasce, in basa alla fascia di contribuenza (Fascia 1: elettori con contribuenza fino a 109,72 euro; Fascia 2: elettori con contribuenza da 109,73 a 1,232,16 euro; Fascia 3: elettori con contribuenza oltre 1.232,17 euro): la prima e la seconda fascia hanno diritto a eleggere 2 consiglieri, la terza 5. Nella prima fascia ci sono tre liste: Per Cremona (composta da comuni cittadini), Coldiretti, Libera Agricoltori. Nella seconda e nella terza vi sono solo le liste delle associazioni agricole. Questanno la prima volta che c una lista composta da semplici cittadini spiega Giuseppe Ferrari, portavoce della lista Per Cremona. Le elezioni si svolgeranno: il 3 dicembre a Pescarolo ed Uniti (oratorio piazza Garibaldi); il 4 dicembre a Piadena (Palazzo Comunale); il 5 dicembre a Cremona (sede del Consorzio - via Ponchielli, 5); il 6 dicembre a Soresina (Sala multimediale V. Gazza viale Matteotti, 4); Il 7 dicembre a Fontanella (oratorio Centro Giovanile via Scotti - Bergamo).

Sabato 1 Dicembre 2012

Cronaca

La Catullo Spa risponde al patron di Esselunga: Pensiamo alla concessione e a riportare il bilancio in attivo. Pi voli merci nel futuro dello scalo

Hub del Nord, il sogno di Caprotti gi svanito


VARATO IL PIANO PER UN BILANCIO IN ATTIVO ENTRO DUE ANNI
La societ Catullo Spa ha recentemente approvato il piano gestionale decennale: accanto alle strategie di snellimento ed efficientamento della societ stessa, stato approvato un piano per il potenziamento dell'aeroporto D'Annunzio di Montichiari al fine di riportare in attivo il bilancio della societ entro il prossimo biennio. Si punta, prevalentemente, sul trasporto delle merci: delle 1,39 mln di tonnellate di merci made in Italy, solo il 50% parte da aeroporti italiani, fa sapere il gruppo. Delle 1,2 mln di tonnellate prodotte nel Nord Italia, circa 600mila tonnellate raggiungono via camion i grandi hub del Nord Europa per essere da l spediti in tutto il mondo. Le statistiche del Cargo Accounts Settlement Systems confermano la capacita' del mercato italiano delle merci a supportare volumi di crescita ulteriori (252,1 mln euro revenues stimate). La strategia prevista per Brescia Montichiari quella di utilizzare questa opportunit di mercato massimizzando il potenziale inespresso di crescita dello scalo, che, con le infrastrutture esistenti, pu gestire fino a 150.000 tonnellate di merci, per poi continuare a crescere in modo progressivo, sfruttando le opportunit che il settore cargo presenta nel medio termine. Condizione imprescindibile di sviluppo, ha sottolineato la societ Catullo Spa, la concessione quarantennale non ancora rilasciata dal Governo, per consentire il coinvolgimento di un partner industriale, che potrebbe fare ingresso nella compagine sociale di Brescia Montichiari, attraverso una gara ad evidenza europea. Una volta ottenuta dal governo la concessione quarantennale per lo scalo controllato di Montichiari, la Catullo spa intende creare una nuova societ cui conferire il ramo dazienda dellaeroporto bresciano, per poi metterla a gara con una base dasta di 75 milioni di euro. Cerchiamo un partner industriale, ovvero un gestore di sistemi aeroportuali; dobbiamo ancora decidere se metteremo a gara il 49 per cento o il 51, quanto dichiarato dal direttore generale Carmine Bassetti nel corso della presentazione del piano decennale per i due scali della societ.

l sogno di vedere l'aeroporto di Montichiari diventare l'hub del Nord Italia, caldeggiato recentemente dal patron di Esselunga Bernardo Caprotti, si infranto in tempi brevi: la societ Catullo Spa, che ha in gestione l'aeroporto insieme a quello di Verona, ha infatti varato un piano decennale che prevede, s, un implemento del traffico aereo e l'apertura a nuovi voli, ma che ancora lontano dal trasformare lo scalo bresciano nel cuore pulsante del traffico aereo da e verso l'Italia. Una prima risposta arrivata da Paolo Arena, presidente della societ: Capire se Brescia Montichiari un domani possa diventare un hub, credo assolutamente che, per quanto ci riguarda, sia un esercizio mentale troppo complesso. Sicuramente prosegue Arena - il Brescia Montichiari, nel breve periodo, ha gi grandi opportunit dal punto di vista delle merci, e nel medio lungo periodo, anche per i

di Martina Pugno

passeggeri. Ma pensare che si possa buttare via un investimento cos importante, fatto a livello nazionale su Malpensa, credo sia molto difficile. Indietro dunque non si torna, ma anche se per l'aeroporto bresciano sfumano le concrete possibilit di costituire un concorrente competitivo nei confronti dello scalo milanese, molto pu essere ancora fatto per valorizzare quello che in termini di struttura e dimensioni ha poco da invidiare ad altri importanti scali internazionali, ma che attualmente penalizzato da un traffi-

co limitato e un bilancio in pesante deficit. In quest'ottica, sottolinea la direzione della societ, sar possibile crescere solamente con il rilascio della tanto attenta concessione quarantennale da parte del Governo: La Catullo Spa ha investito in Montichiari 80 milioni di euro negli ultimi anni. Oggi Brescia uno scalo in grado di accogliere e gestire fino 150.0000 tonnellate di merci. Ostacoli burocratici, come il continuo

Arena: Montichiari non pu competere con Malpensa

rinvio del rilascio della concessione, non ci consentono di valorizzare uno degli asset della societ, qual Montichiari. Vogliamo lavorare con il sistema Brescia su basi industriali per agganciare le opportunit concrete che ci sono nellimmediato, soprattutto trattenendo parte delle 567 mila tonnellate di made in Italy che escono dallItalia verso i grandi hub europei per essere l imbarcate e spedite in tutto il mondo.

Dal potenziamento dello scalo quindi non trarrebbe giovamento soltanto il territorio o i viaggiatori che per praticit preferirebbero poter partire e atterrare a Montichiari: qui si discute, come sottolinea il presidente Arena, dello sfruttamento di potenzialit gi presenti con ripercussioni positive sull'economia nazionale. Possiamo trattenere in Italia almeno il 20% di merci in fuga, grazie alle infrastrutture e alla tecnologia di cui Montichiari gi dotato. Gli aeroporti di Verona e Brescia operano in un area che, con Londra, Ile de France, Baden Wurtenberg, Rhone Alpes e la Catalunia, ritenuta una tra le regioni che guideranno lo sviluppo economico europeo nel prossimo futuro. E necessario lavorare per cogliere oggi le opportunit che il mercato offre. Il mercato c, noi abbiamo le infrastrutture e la tecnologia per intercettarlo e il progetto industriale per attuarlo. Il Governo deve metterci nelle condizioni di poter attuare i nostri piani di crescita. Ma l'hub, per ora, resta un miraggio.

Cremona

Sabato 1 Dicembre 2012

calcioscommesse Dichiarazione shock dello Zingaro davanti al gip Salvini: In Italia si comprano partite da ventanni

Alla fine si costituito, tornato in Italia per raccontare la sua verit sul calcioscommesse. Quello di Almir Gegic, ritenuto colui che pagava i giocatori italiani per la manipolazione di numerose partite, alcune anche di serie A, stato un arrivo pi volte annunciato ma sempre smentito. Da tempo latitante, raggiunto da unordinanza di custodia cautelare nellambito dellinchiesta cremonese sul calcioscommesse, lex calciatore del Chiasso e membro del sodalizio criminale degli Zingari, si presentato davanti al giudice Guido Salvini alle 15.50 di ieri, scortato dagli agenti della

Interrogatorio fiume di Gegic


polizia penitenziaria. Collaborativo, cos il legale del calciatore serbo, Roberto Brunelli, ha definito latteggiamento del proprio assistito. E contento di essersi costituito, ha fatto sapere ai cronisti assiepati fuori dal tribunale. Uninterrogatorio fiume di sei ore nel quale Gegic, esponente del gruppo degli Zingari, ha parecchio da raccontare al gip, a cominciare dal modo in cui ha creato lorganizzazione, i match di serie A comprati e i giocatori con i quali ha avuto a che fare. Ma soprattutto, davanti al gip rilascia una dichiarazioneshock: quella secondo la

quale non abbiamo inventato niente, da ventanni che in Italia si comprano le partite. Non ceravamo solo noi ha proseguito lex calciatore - ci sono anche altri gruppi che gestiscono le scommesse. E, a proposito di terze persone, Gegic parla anche del fantomatico Mister X, che lui e Hristijan Ilievski avrebbero incontrato un paio di volte, presentato loro da Bellavista. Il particolare che ricorda il calciatore serbo che luomo, tuttora senza identit, aveva dieci telefonini ed era un signore sulla sessantina. Con lui ci siamo visti allhotel Tocqueville a Milano, quello dove vanno i calciatori. Vo-

leva venderci parite di serie A nelle quali erano coinvolte squadre del Sud, Catania, Palermo, Lecce e Napoli. Gegic non ricorda il nome dellillustre sconosciuto, anche se ha ammesso di poterlo riconoscere in una fotografia. Lex del Chiasso avrebbe riferito al giudice anche la storia dellorganizzazione, dai tempi della primissima operazione, siglata a Mendrisio, in un bar vicino al centro commerciale Fox Town, sino allingresso di Ilievski, amico dinfanzia di Gegic, subentrato in un secondo momento quando il giro daffari era diventato ingestibile per il solo ex giocatore serbo. Il legale Brunelli ha inoltre aggiunto ai cronisti che si stanno prendendo in esame le partite che sono state contestate, anche di serie A.

Sosta agevolata, Fiab boccia la decisione della Giunta


L
di Michele Scolari idea di aiutare il commercio con tariffe agevolate sui parcheggi per il periodo natalizio non incontra il favore di Fiab Cremona, che, per Natale, presenter alcune proposte alternative. La pessima idea, con la scusa di aiutare il commercio, di fare sconti sulle tariffe di sosta alle auto, anche se limitati ad alcuni parcheggi corona, pur sapendo che in centro non c posto per sostare a causa dellenorme numero di permessi in deroga, viene una settimana dopo la mia proposta di incentivare gli acquisti venendo in centro in bicicletta, fa sapere Piercarlo Bertolotti, presidente dellassociazione. Ecco allora liniziativa di Fiab, che, tra laltro, ha appena concluso al Teatro Monteverdi di Cremona (davanti a 130 partecipanti) la Conferenza nazionale dei presidenti sul tema La crescita efficace. La crescita associativa e l'efficacia delle nostre azioni per una politica probici. Posizioneremo un gazebo in Piazza Stradivari in cui chiunque lo voglia potr lasciare la sua bicicletta custodita come in un regolare parcheggio e dedicarsi tranquillamente allo shopping nelle botteghe del centro. E non solo: per i pacchetti dei regali o della spesa non c da preoccuparsi prosegue Bertolotti - glieli porteremo a casa noi, gratuitamente, con un triciclo elettrico. Per loccasione, lassociazione proporr anche il kit di sicurezza (targa, bici e lucchetto) ad un prezzo estremamente conveniente. Non siamo contro lauto - sottolinea Bertolotti - ma ci battiamo perch dellauto ne venga fatto un uso consapevole e per limitare il numero degli incidenti. Rendere il centro pi vivibile a pedoni e ciclisti ormai una prassi consoli-

Bertolotti: Vogliamo incentivare gli acquisti ma andando in centro in bicicletta

iN BReVe abrogati 32 regolamenti comunali

Tariffe ridotte per i parcheggi fino a gennaio

Liniziativa del Comune

Tariffe agevolate per favorire lo shopping ed aiutare il commercio cittadino: la decisione attuata dalla Giunta comunale nella seduta di gioved. Durante il periodo natalizio le tariffe verranno agevolate per i parcheggi cittadini in strutture gestite da Aem. Liniziativa stata studiata per incentivare la serie dei servizi localizzati nel centro storico cercando di venire incontro a tutte le diverse fasce orarie di utilizzo da parte dei cittadini ha fatto sapere Francesco Zanibelli, assessore comunale allUrbanistica (nella foto). In particolare, nei parcheggio Quartier Novo di via Santa Maria in Betlem verr raddoppiato il tempo di sosta a parit di importo pagato. Nei parcheggi di via Villa Glori e via Massarotti, la prima ora di parcheggio sar gratuita, ovvero la tariffa scatter al termine della prima ora di sosta.

Prosegue incessante e spedita lazione del Comune di Cremona nel percorso della semplificazione amministrativa. La Giunta comunale ha deciso infatti di sottoporre allattenzione del Consiglio comunale la proposta di deliberazione che prevede labrogazione di ben 32 regolamenti. Tale azione segue labrogazione di ulteriori 11 regolamenti comunali, per un totale di 43 sui circa 140 esistenti, avvenuta nel corso dellultimo periodo, assumendo un significato politico-amministrativo di estrema rilevanza nellottica della semplificazione amministrativa e della delegificazione. La proposta di deliberazione sottoposta allattenzione della Giunta comunale stata voluta e coordinata dallassessore allInnovazione Amministrativa Maria Vittoria Ceraso e dal Segretario Generale Pasquale Criscuolo. A tale risultato, fa presente il Segretario Generale Criscuolo, si pervenuti grazie ad un qualificante lavoro di squadra che ha visto coinvolti tutti i Settori dellEnte chiamati ad individuare, con il supporto degli uffici della Segreteria Generale, i testi regolamentari ormai obsoleti, superati dalle sopravvenute normative di settore, non pi in linea con i tempi e con il mutato interesse generale della collettivit.

musical al Teatro monteverdi

Piercarlo Bertolotti, Fiab

data in Europa e negli Usa. Ma le iniziative non si fermano qui. In progetto c anche un albero di Natale alto 2,5 metri con luci led colorate. La curiosit, e al contempo il messaggio, consiste nella modalit di alimentazione della struttura. Il circuito elettrico sar infatti collegato ad una bicicletta e i bambini che lo vorranno, pedalando su una bicicletta preparata appositamente, produrranno lenergia sufficiente per illuminare tutte le luci. Non una novi-

t assoluta, ma il messaggio sempre quello: l'uso della bicicletta per divertimento ma anche per mantenersi in forma combattendo malattie che ti limiterebbero per il resto della vita, ed anche per un risparmio energetico. Quella poca energia sufficiente per ricaricare il proprio telefonino, lipod, il pc, ed allora perch non dedicare qualche minuto della propria giornata per ottenere due cose fondamentali: attivit fisica (gratuita oltretutto) e quindi benessere, e ri-

sparmiare energia elettrica? Questo il presente ed il futuro - conclude il presidente di Fiab Cremona -. Allegria e serenit, nonostante la crisi, devono essere i motivi che spingono le persone in centro per far compere. Un ambiente invitante, la sicurezza di non farsi rubare la bici, un posto parcheggio sempre ed ovunque gratuito, e, se anche compera qualcosa di ingombrante, nessun problema: il modo pulito e sostenibile per averlo a casa c.

I volontari dellAssociazione Ocepad in collaborazione con Parole di Vita sono lieti di invitarvi Sabato 15 Dicembre 2012 alle ORE 16 presso il Teatro Monteverdi in via Dante 149 ad assistere ad un musical dal titolo Lultimo eroe del Titanic. Il Musical racconta con video e testimonianze, quello che accadde la notte del 14 Aprile 1912 al Transatlantico, tutto questo accompagnato da buona musica. Il Musical soprattutto mette in risalto la testimonianza di un vero eroe di cui il film e il mondo non ha mai raccontato. Lingresso e totalmente gratuito. Dallinizio del 2012 lassociazione attraverso il progetto Non sei il solo, in collaborazione con ha contribuito a donare un aiuto alimentare a famiglie bisognose indicate dai servizi sociali del Comune di Cremona.

Lambasciatore del Congo a Cremona


Nella mattinata di ieri, alle 11, stato inaugurato in via Bergamo l'Ufficio di Consulenza Economica e Commerciale della Ambasciata della Repubblica democratica del Congo. Presente lambasciatore del paese africano, Albert Tshiseleka Felha, che, nel suo intervento, dinanzi al primo cittadino Oreste Perri, ha spiegato la presenza dellUfficio a Cremona in quanto citt immersa in un ampio ed articolato tessuto economico. Nel corso del suo intervento, lambasciatore ha manifestato la volont del Congo di acquisire le proprie enormi ricchezze al controllo del proprio governo per metterle a disposizione del partenariato con il mondo.

Sabato 1 Dicembre 2012

PDL NEL CAOS, SCONFESSATA ANCHE LA LINEA DEL PRESIDENTE SALINI

Gestore dellacqua, in Provincia maggioranza vicina alla rottura


di Federico Centenari
Nelle foto in senso orario: Matteo Soccini, Simone Bossi e Federico Lena

l Pdl in pezzi, il presidente della Provincia sconfessato da una quota del suo stesso partito e la Lega che si smarca accusando Pd e Pdl di inciucio. La partita per la gestione del servizio idrico cremonese , ancora una volta, il terreno di scontro e insieme la cartina di tornasole dello stato di (mala)salute della politica locale. Marted sulla gestione dellacqua sono stati scritti due nuovi, complessi capitoli. Sul tavolo, da mesi, c la riforma del servizio idrico provinciale, per la cui futura gestione stato deciso laccorpamento delle sette sorelle (le societ che gi gestiscono lacqua in provincia di Cremona) sotto lombrello di Padania Acque Spa, societ dei Comuni e della Provincia di Cremona per la gestione del ciclo idrico integrato. Sar di fatto Padania Acque, in veste di societ unica provinciale, a muovere investimenti per 380 milioni di euro per la gestione del ciclo idrico territoriale. Il nodo sta nel modello di gestione della societ. E su questo campo che la battaglia prosegue da mesi tra i sostenitori del modello in house (gestione interamente pubblica, in linea con quanto delineato dal referendum del 2011) e i sostenitori del modello misto, a dire societ pubblica con apertura ai privati. Ebbene, la Lega Nord in Provincia ricorda di avere sempre dichiarato la necessit che il modello (di gestione) prevedesse il mantenimento del presidio pubblico, attuabile per mezzo della presenza diretta degli enti locali nel capitale della societ di gestione. S dunque alla societ mista, ma a condizione che il pubblico mantenga il controllo. Su questa stessa linea, sostiene la Lega, si era attestato il presidente Salini, che avrebbe fornito ai leghisti precise garanzie in tal senso. Sabato scorso, per, il colpo di

Servizio idrico, la Lega accusa Pdl e Pd di inciucio


scena: in un incontro tra le segreterie di Pdl e Lega e in assenza di Salini, fanno sapere i leghisti, gli esponenti del Pdl hanno informato di non ritenere opportuno lingresso nella compagine societaria di Padania Acque dei sindaci, sconfessando lintero operato e le rassicurazioni pi volte espresse dal presidente Massimiliano Salini, arrivando a dichiarare che il presidente non il Pdl e pertanto non poteva essere considerato come interlocutore per la societ di gestione del servizio idrico integrato. Immediata la contromossa del Carroccio, che nella seduta del Consiglio provinciale di marted ha presentato una mozione per impegnare il presidente a far s che nella futura societ di gestione dellidrico la parte pubblica sia rappresentata da un unico soggetto giuridico partecipato dagli enti locali o da societ integralmente possedute da un unico ente locale. Alla prova del voto, la mozione stata respinta dal Consiglio con i voti di Pdl, Pd, Rifondazione e Lista Torchio. Perch? Per i leghisti presto detto: Pdl e Pd intendono mantenere un forte presidio politico sulla gestione dellacqua utilizzando gli esponenti del corporativismo delle societ municipalizzate a proprio gradimento e a scapito dei cittadini. In una parola: inciucio. Di pi, inciucio dettato sul versante Pdl anche da logiche riconducibili a battaglie interne, tra le distinte anime del partito giunto ormai alla resa dei conti sullonda del caos scoppiato a livello nazionale. La prova? Basta guardare i giornali di mercoled, dice lassessore leghista Matteo Soccini. Il riferimento va ai titoli sullassemblea dei sindaci di Padania Acque, tenutasi giusto marted sera per eleggere i vertici della societ. Ben quattro i candidati alla presidenza indicati dal Pdl, poi ridotti a due: Ercole Barbati (sostenuto dallex

Non hanno voluto lingresso dei sindaci in Padania Acque

assessore regionale Gianni Rossoni e dalla sua componente) e Giovanni Leoni (sostenuto da Salini e dallarea pidiellina vicina al presidente). Alla fine lha spuntata la componente rossoniana, grazie anche al passo indietro di Leoni concordato con Salini, costretto a incassare la sconfitta. Prova, questa, dice la Lega, della sconfessione del presidente da una parte del Pdl. Ma non tutto. La vicepresidenza di Padania Acque andata ad Alessandro Lanfranchi, in quota Pd. Di qui, sempre a giudizio della Lega, la prova dellinciucio. Tira le fila Federico Lena, vicepresidente della Provincia in quota Lega: Pd e Pdl sono nella presidenza di Padania Acque. Formalmente il Pd sostiene il modello pubblico di gestione dellacqua, mentre il Pdl sostiene il modello misto. Uno dei due, evidentemente, mente. Di qui il sospetto di inciucio. A fronte di un simile quadro politico, ci si attendeva lo strappo definitivo della Lega dalla maggioranza in Provincia. Ma mercoled, in conferenza stampa, quello strappo non arrivato. Non strumentalizziamo questo tema per logiche di campagna elettorale ha detto il segretario Simone Bossi -, ma nemmeno sottostiamo a questo imbarazzante inciucio. Per questo il Carroccio tenta unultima carta e nel prossimo Consiglio provinciale presenter una nuova mozione per impegnare il presidente Salini a modificare il modello gestionale della societ per la gestione dellacqua, adottando a titolo sperimentale (ossia per 3 anni anzich i previsti 20; ndr) il modello in house. Classica mozione spalle al muro. Sulla quale le singole forze politiche in primis il Pd dovranno venire definitivamente allo scoperto prendendo una posizione chiara: gestione pubblica o apertura al privato. Mozione che, comunque vada, rischia di mandare del tutto in frantumi lunit di una maggioranza gi fortemente sfibrata.

Affidata ad una nota stampa la presa di posizione del Pd a seguito delle accuse di inciucio da parte della Lega. In questi mesi la Lega ci ha abituati a dire tutto e il suo contrario osserva il capogruppo in Provincia, Andrea Virgilio : esattamente un anno fa sostiene in Consiglio Provinciale la proposta di una gestione interamenAndrea Virgilio te pubblica del servizio idrico, tre mesi dopo, con il cambio dei suoi vertici, si accoda alla volont di Salini per lingresso dei privati, oggi invece ritorna a invocare il modello in house. Nel corso di questi mesi nulla ha detto sulle pesanti forzature messe in atto dal cda dellAzienda Speciale a danno dei sindaci del territorio. Ora, in vista dei prossimi appuntamenti elettorali, questo silenzio viene interrotto, la Lega si risveglia da un lungo letargo e si accorge che le cose non vanno. Solo adesso, a fronte di una giunta ormai distaccata e dimissionaria, pretende di cancellare anni di subalternit alle scelte del Presidente della Provincia. Prosegue Virgilio: La delibera dellAto che soltanto oggi la Lega mette in discussione, risale all11 ottobre 2012 e dopo ben un mese e mezzo improvvisa una mozione nella quale chiede, con grave ritardo, di rivedere quella scelta senza tuttavia mettere in discussione il modello di societ mista. Il Pd voter sempre per mantenere interamente pubblica la gestione dellacqua conclude lesponente del Pd , per questo abbiamo votato contro lattuale proposta della Lega, perch nella sua formulazione resta ancora aperta la logica della privatizzazione, se la Lega ora ha ribaltato la sua posizione presenti, come ha annunciato in consiglio, una richiesta pienamente coerente allesito referendario, noi ci saremo nella piena consapevolezza che la sua indignazione comunque frutto di un semplice istinto di sopravvivenza e di una resa dei conti allinterno di un centrodestra ormai in frantumi.

Il Pd sempre stato per lacqua pubblica

Il commento di Virgilio

La mozione leghista parte dal presupposto della societ mista. Io sono per il pubblico
Prot. Gen.: 56306-12 AVVIO DEL PROCEDIMENTO RELATIVO ALLA VERIFICA DI ASSOGGETTABILITA ALLA VALUTAZIONE AMBIENTALE (VAS) DEL PIANO ATTUATIVO PER LAMBITO DI TRASFORMAZIONE A.S.-3.2 AMBITO A OVEST DEL Q.RE INCROCIATELLO IN VARIANTE AL VIGENTE PGT Visto larticolo 4, comma 2bis della Legge regionale 11 Marzo 2005 n. 12 per il Governo del Territorio; Visti gli Indirizzi generali per la valutazione ambientale (VAS) approvati con D.C.R. 13 marzo 2007, n. VIII/351 e gli ulteriori adempimenti di disciplina approvati dalla Giunta Regionale con deliberazione n. VIII/6420 del 27 dicembre 2007 e successive modiche e integrazioni; Visto il decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 Norme in materia ambientale come modicato dal Decreto legislativo 16 gennaio 2008 n. 4 e dal Decreto legislativo 29 giugno 2010 n. 128; SI RENDE NOTO che la societ Immobiliare Incrociatello s.r.l. ha presentato la proposta di piano attuativo per lAmbito di trasformazione A.S.-3.2 Ambito a ovest del q.re Incrociatello, in variante al vigente PGT. La variante al Piano dei Servizi e al Piano delle Regole, soggetta al procedimento di verica di assoggettabilit alla valutazione ambientale VAS, come previsto dallarticolo 4, comma 2bis della legge regionale n. 12/2005 e s.m.i., avviato con Delibera della Giunta Comunale n. 206 del 29 novembre 2012. Gli enti territorialmente interessati, i soggetti competenti in materia ambientale, i singoli settori del pubblico interessati dalliter decisionale saranno successivamente individuati con apposito atto dellAutorit procedente e invitati a partecipare alle diverse fasi del procedimento. Cremona li, 29 novembre 2012 Il Dirigente del Settore Gestione Territorio dott. Massimo Placchi

E Torchio spiega il perch del suo voto contrario


Da sempre si dichiara a favore dellacqua pubblica, ossia del modello di gestione del servizio idrico in house. Da sempre sta dalla parte dei comitati e si oppone alla societ mista. Perch allora il consigliere Giuseppe Torchio marted ha votato contro la mozione della Lega Nord? In effetti il dato sembra anomalo. Se la Lega chiede al Consiglio di garantire il controllo pubblico sulla gestione dellacqua, perch Torchio non dovrebbe essere daccordo? Lo spiega il diretto interessato, con queste parole: La ragione semplice. Io sostengo e ho sempre sostenuto il modello pubblico, mentre la Lega per la societ che si creata con la mozione della Lega non era affatto chiara. Si partiva, ripeto, dal presupposto di una societ mista. Per questo ho votato contro. Inoltre prosegue lex presidente anche con i voti della mia lista la mozione non sarebbe passata. Che senso avrebbe avuto votare inutilmente in una situazione non chiara? La societ mista va avanti anche senza quel voto. E poi teniamo conto che sono gi pronti i ricorsi al Tar contro quel modello di gestione. Di qui il voto contrario di Torchio e di Giampaolo Dusi (Prc), ai quali si sono aggiunte le astensioni degli altri due consiglieri della Lista Tor-

Giuseppe Torchio

mista. La mozione della Lega partiva proprio da questo presupposto: garantire il controllo pubblico nellambito di una societ mista. Allora, una societ o al 100% pubblica o mista. La situazione

chio: Giovanni Biondi e Massimo Araldi. Mossa meramente tattica, per Torchio, quella della Lega. Tantopi che il Carroccio, fa notare lex presidente, dopo quella bocciatura in Consiglio sembrava dovesse rompere con la maggioranza, ma non lha fatto. Informato della prossima mozione della Lega (a favore del modello pubblico), Torchio assicura: Se, come dicono, la presenteranno nella prossima seduta del Consiglio, voter a favore. Magari la integrer per renderla ancora pi esplicita, ma se il senso della mozione sar quello di mantenere pubblica la gestione dellacqua, voter a favore.

Comuni e comitati pronti a ricorrere al Tar contro lAato

LINIZIATIVA

Qualcuno parla di quattro Comuni, altri ne danno per certi solo due al momento Torre de Picenardi e San Daniele. Fatto che contro la delibera con la quale lAato (lauthority provinciale per lacqua) lo scorso 11 ottobre modificava lorientamento dellassemblea dei sindaci e la delibera del consiglio provinciale che in marzo apriva allingresso dei privati nella gestione dellacqua, sono gi partiti i ricorsi al Tar. Ai Comuni (oltre a Torre e San Daniele ci sarebbero Solarolo e Motta Baluffi, ma altri ancora potrebbero aggiungersi) si unisce il Comitato Acqua Pubblica, da sempre in prima linea su questa battaglia, che giusto venerd sera si riunito per decidere se presentare ricorso al Tar per bloccare liter di apertura al privato avviato dallamministrazione provinciale. Nei prossimi giorni si dovrebbero conoscere i dettagli del ricorso da parte del Comitato, che conta di presentare liniziativa in un conferenza stampa.

Il circolo Rosa Luxemburg di Rifondazione Comunista d il benvenuto su questa terra alla segreteria provinciale della Lega Nord. Rifondazione sceglie lironia per commentare lo strappo della Lega sulla vicenda del servizio idrico. Se la Lega avesse davvero voluto lacqua pubblica come ora va proclamando prosegue Rifondazione in una nota stampa avrebbe avuto in passato fior di occasioni per bloccare gli scintillanti progetti del presidente Salini. Guarda, Bossi (riferito al segretario provinciale del Carroccio; ndr), che da gennaio non ci sar pi neppure un consiglio provinciale in cui poter ancora far valere le regole democratiche! Non corretto nei confronti dei cittadini sventolare bandiere fuori tempo massimo: la delibera dellufficio dambito

Rifondazione alla Lega: Benvenuta su questa terra


oggi tanto vituperata dai solerti e nostrani leghisti da chi stata votata? Dal presidente baffo Denti, fedelissimo di Salini, dallinsuperabile assessore alla coerenza Bordi e, guarda guarda, da Rastelli, tecnico coraggio di parte leghista. Dovera il segretario Bossi quell11 ottobre 2012? Non poteva suggerire (bastava un sms) al povero Rastelli qualcosa di sensato tipo: Vieni via e non votare, non facciamo figuracce che poi chi li sente i nostri elettori?. Prosegue la sinistra: E poi questo piano dambito cos poco rispettoso del voto dei cittadini come mai stato ossequiosamente votato anche da alcuni assessori provinciali leghisti? Se la memoria vi fa difetto, era il 22 dicembre 2011: delibera di giunta 587 votata allunanimit, compresi lassessore Bongiovanni e nientepopodimenoch il vicepresidente Lena: forse non avevano capito cosa stavano votando? O la pagliuzza pi corta toccata a loro quella volta, condannati alla magra figura di tenere a galla il naufrago Salini dalle turbinose acque di quel finale d'anno, sollevando dalla responsabilit gli assenteisti colleghi di partito, gli assessori Soccini e Schiavi?. E ancora, ci siamo dimenticati, ricorda Rifondazione, del giorno prima, il 21 dicembre 2011, quando una pattuglia di vostri consiglieri si rifiutata di votare un vostro odg in consiglio provinciale che azzardava una timida preferenza per la soluzione pubblica, provocando poi le giuste scuse in aula del povero giovane consigliere leghista che non sapeva come giustificare luscita burrascosa dei suoi pi attempati colleghi in fuga?. Conclude la nota: Quellordi-

Ironica ma dura presa di posizione del Prc sullo strappo leghista

ne del giorno per quanto sgangherato e migliorabile poneva comunque un importante punto fermo nella discussione e nelliter del piano dambito e labbiamo votato, tutti, minoranze e maggioranze, superando gli egoismi di bottega e cercando di dare attuazione al voto espresso dai cittadini. Le proposte, specie quelle che hanno ad oggetto temi trasversali come lacqua, vanno giudicate nel merito: se sono votabili si votano altrimenti sono solo una presa in giro dei cittadini. O peggio, se di inciuci vogliamo parlare.

Ora siamo Non privatizzate il servizio idrico integrato un accordo trapassatieaPd? Lega
all1,20 del bar ai pochi centesimi del supermercato. Lacqua in bottiglia un vero business in Italia. Pi in generale, in Lombardia luso che si fa del rubinetto veramente tra i pi alti nel Paese: la regione al terzo posto nel consumo di litri erogati al giorno per abitante (dati 2008). Insomma, una risorsa preziosa il cui utilizzo, quando si tratta di servizio idrico integrato, non va privatizzato. Lo ha detto Agostino Alloni, consigliere regionale del Pd, durante lultimo convegno del Partito democratico sul tema acqua. Durante il convegno di venerd scorso il Pd e i relatori se lo erano chiesti: meglio lacqua del rubinetto o quella in bottiglia? E il consumo critico quanto pu incidere per regolare lutilizzo delle preziose fonti senza disperderne eccessivamente? Il Gruppo regionale del Partito democratico ha fatto un cavallo di battaglia di usi, consumi e soprattutto sprechi della risorsa acqua. Dopo il nostro primo convegno di maggio, seguita lapprovazione in Aula consiliare, il 31 luglio, di una risoluzione sul servizio idrico integrato, che ha recepito nel dispositivo gran parte delle richieste presentate da noi, e pi volte sollecitate, gi a partire da aprile 2011, spiega Alloni, tra gli organizzatori del convegno, intitolato Acqua 2.O Quale futuro tra fabbisogno alimentare e sviluppo, dove si sono affrontati gli aspetti dellacqua e del consumo critico, appunto,

Secondo Agostino Alloni, bisogna adeguare i canoni di concessione delle acque minerali

Il commento dellUdc

Agostino Alloni

Non esistono impedimenti alla gestione in house

ma anche gli aggiornamenti sulle criticit che coinvolgono il servizio idrico integrato e le proposte e le possibili prospettive per dare concreta attuazione allesito referendario. Abbiamo fornito dati sui consumi e sulle azioni promosse dal Pd per favorire un adeguamento dei canoni di concessione delle acque minerali, perch crediamo che il sovra consumo di risorse ambientali ed economiche impongano, anche su questo tema, una maggiore informazione che favorisca su pi fronti la riduzione degli sprechi e scelte pi consapevoli continua Alloni . Per quanto riguarda il servizio idrico integrato e il fabbisogno di interventi infrastrutturali, il quadro di aggiornamento reso noto dalla Regione ci consente di fornire qualche dato rassicurante: le procedure di approvazione dei piani dambito, che prevedono la programmazione delle opere necessarie a evitare linfrazio-

ne comunitaria e a garantire il miglioramento della qualit del sistema di depurazione delle acque, si stanno completando e auspichiamo che si concludano sui singoli territori entro la fine dellanno. Dieci sono, infatti, i Piani dambito gi approvati dalle 12 province, fa sapere Alloni: Sette sono le delibere degli Aato che hanno gi determinato la costituzione del gestore unico. Sono invece 36 gli agglomerati lombardi in contenzioso e nessuno in provincia di Cremona. Sono 84 quelli in pre-contenzioso e solo 7 nel cremonese. La Provincia di Cremona lunica che a oggi abbia deciso di procedere nella direzione di privatizzare il servizio idrico integrato attraverso la costituzione di una societ mista. Durante il convegno Alloni ha sottolineato con forza la scelta provinciale, chiedendo al centrodestra di tornare sui suoi passi. Tra laltro, proprio oggi, marted

La nostra Provincia lunica ad aver deciso di privatizzare

27 novembre 2012, convocata lassemblea dei sindaci e il Pd auspica che optino per fermare la decisione del presidente Salini, aggiunge Alloni. Alloni ricorda che a oggi non esistono impedimenti e restrizioni che impediscano la scelta della gestione in house, quindi pubblica, del servizio. Dunque, e esperienze virtuose in questo senso vanno sostenute. Il Pd ha inoltre contribuito a promuovere i referendum e condivide lesigenza di adeguare la normativa allesito del voto democratico, ma nella consapevolezza dellimportanza e del valore inestimabile della risorsa in tutti i suoi aspetti, sociale, ambientale ed economico conclude Alloni . Credo anche che la proposta di lavorare a una legge che disciplini la materia in tutti i suoi aspetti sia una sfida da cogliere e un impegno importante da mettere in campo per la prossima legislatura.

Non c dubbio che laver costituito una sola societ di gestione del servizio idrico, superando la parcellizzazione delle sei societ esistenti nel nostro territorio, un risultato che va ascritto a tutti coloro che ci hanno creduto e che con tenacia han lavorato per realizzare questo obiettivo dichiara il segretario provinciale dellUdc Giuseppe Trespidi. Era questo il primo passo che secondo lUdc andava fatto per arrivare a determinare linizio del processo di affidamento del servizio da parte dellUfficio dambito. Il secondo passaggio sar quello dellapprovazione del Piano dambito e del modello di gestione da parte del Consiglio provinciale. Ed qui che potrebbe verificarsi un altro accordo trasversale tra Lega e Pd. Che sia avvenuto il primo ho dei dubbi mentre sul secondo dipende da ci che far la Lega. Sar in grado prosegue Trespidi non di presentare una mozione ad hoc per attuare il modello in house ma di bocciare il Piano dambito e il relativo modello di gestione mista pubblicoprivato che sar portato allapprovazione del Consiglio provinciale? Lo vedremo perch dalla mozione presentata limpressione che la Lega sia solo alla ricerca di un posto in CdA. Saranno comunque i fatti che chiariranno le reali intenzioni. Riguardo al voto favorevole espresso dallUdc sulla mozione della Lega, Trespidi chiarisce che da parte nostra abbiamo da subito sostenuto il modello di gestione in house ovvero una societ pubblica partecipata dai soli Comuni. Una scelta che ha al centro il Cittadino. Una scelta in cui prevalga

Societ mista solo se il pubblico non in grado di fare gli investimenti


il suo diritto ad avere un servizio efficiente, adeguato, al minor costo possibile ed in linea coi tempi e non rispetto alle aspettative che possono o potrebbero avere le aziende pubbliche del territorio. Si tratta per lUdc di perseguire una scelta che sia in linea con il risultato referendario con lintento di non confondere i fini (i cittadini) con i mezzi (le aziende pubbliche). Solo nel caso in cui con questo tipo di societ non sia possibile realizzare gli investimenti che sono ritenuti necessari a dare un servizio adeguato per impedimenti dovuti al Patto di stabilit o a difficolt nel reperire finanziamenti adeguati, come seconda scelta abbiamo indicato la societ mista pubblico-privato - conclude Trespidi -. Ovviamente una societ mista composta dai 115 Comuni e dalla Provincia, pi da un socio privato da scegliere con gara pubblica. Il voto a favore della mozione della Lega stato dato perch in linea con questultima opzione.

10

Sabato 1 Dicembre 2012

Domenica: tango e canyengue all'Arci S.Maria

M
Domenica 2 dicembre, si svolger la Milonga (ore 21.15) di Santacrus, allArci di Santa Maria. La Milonga sar preceduta (ore 19,4521) dallo stage di Canyengue, con i maestri Roberto e Jolanda. La Milonga si baller sulle note della bravissima Patty. Per concludere il 2012 in bellezza sta stata programmata unaltra domenica ...spumeggiante! Cio unaltra Milonga per domenica 16 dicembre: grande festa di Natale e pomeriggio di stage con i maestri Alberto Scarico e Sabrina Rovelli.

I grillini contro Giuseppe Bettenzoli. Poi, Antonio Agazzi contro il sindaco sulle municipalizzate
di Michela Bettinelli Rossi

Nuovi scontri in consiglio comunale


Da sinistra: Giuseppe Bettenzoli, Stefania Bonaldi, Antonio Agazzi, Christian Di Feo

CREMA

omenti di tensione in consiglio comunale tra i rappresentanti del movimento Cinque Stelle e la Federazione della sinistra, Comunisti Italiani. La miccia che ha acceso la discussione: un ordine del giorno presentato da Mario Lottaroli e Pier Giuseppe Bettenzoli, entrambi esponenti di Federazione della sinistra, per sollecitare il governo a reintrodurre la tassa di successione per patrimoni sopra il milione di euro e a sostituire lImu attraverso lintroduzione di una tassa patrimoniale pari all1%, per patrimoni sopra il milione di euro, aumentando progressivamente laliquota con laumentare del patrimonio. E proprio sulla presunta inutilit di licenziare in consiglio comunale un atto non amministrativo come questo scoppiata la

lite tra i consiglieri Boldi e Di Feo del M5S e Pier Giuseppe Bettenzoli. Si tratta di una mozione a carattere nazionale ha spiegato Di Feo, motivando il voto contrario del movimento Cinque Stelle, e il Comune di Crema non la sede adatta per discutere di questi argomenti. Avanti di questo passo continuiamo solo a sottrarre del tempo prezioso alla discussione di problematiche locali. Una dichia-

razione che ha fatto andare su tutte le furie il consigliere dei comunisti Bettenzoli che sbottato: Non accetto lezioni che partono da considerazioni di tipo qualunquistico. Tanto pi da due ragazzini come i consiglieri Boldi e Di Feo. Qualche minuto prima dellexploit di grillini e comunisti anche Antonio Agazzi e il sindaco Stefania Bonaldi hanno avuto il loro momento di tensione. In di-

scussione, linterpellanza di Agazzi sul riordino delle partecipate. La Bonaldi ha risposto snocciolando tutti passaggi e tutte le date che lhanno portata alla sostituzione di alcune figure chiave e alla revisione, seppur parziale, del sistema. Elencher con dovizia di particolari, tutti i passaggi che ho compiuto - ha detto il sindaco citando le nomine di Martinazzoli in Scrp, Bettinelli a Cremasca Servizi ed in-

fine di Ervin a Scs Servizi Locali - e vorrei ricordare al consigliere Agazzi che le difficolt che ho incontrato nella fase di riordino non sono certo volute dalla sottoscritta ma imposte dalla mancata collaborazione delle stesse persone che hanno sostenuto lui come candidato sindaco. Il consigliere comunale Antonio Agazzi nella sua replica ha alzato i toni della discussione: Non sono assolutamente soddisfatto della replica del sindaco che non sta rispettando quanto scritto nel suo programma elettorale in materia di societ partecipate. Poi ha affondato: Signor sindaco, fino a quando i cittadini contribuenti dovranno farsi carico del tenore di vita dellingegner Bruno Garatti del Partito Democratico? Fino a quando dovremo farci carico di Giorgio Pagliari, membro del Cda dai tempi dei DS? E potrei citare altri nomi! Quando far il cambiamento che lei dice di avere nel cuore?.

FERMARE IL DECLINO

Giannino il 4 dicembre in sala Alessandrini

Torna il monumento a Vittorio Emanuele II


Tino Moruzzi, responsabile del Comitato promotore per la restituzione alla citt di Crema del monumento a Vittorio Emanuele II, si augura che il restauro dell'opera possa essere completato entro la prossima primavera, sebbene molto dipenda dalla rigidit dell'inverno, perch temperature troppo fredde non sono l'ideale per questo tipo di lavori. Il costo dell'opera supportato interamente da donazioni private, molte delle quali provenienti da gente comune, cremaschi orgogliosi del proprio passato e della propria storia. Nessun soldo pubblico verr speso per il restauro, al termine del quale la statua di re Vittorio Emanuele, primo sovrano dell'Italia unita, verr ricollocata in piazza Moro, nella sua posizione originaria. Nei giorni scorsi, per, sono state avanzate delle polemiche da parte di Rifondazione comunista, che hanno rimesso in discussione l'operazione. C indignazione, contrariet e sconcerto tra i cittadini di Crema, antifascisti e repubblicani, per la posa in piazza Aldo Moro della statua del monarca Vittorio Emanuele II di Savoia commentano Mario Lottaroli e Pier Giuseppe Bettenzoli. Ma purtroppo, a questa decisione, assunta dalla precedente amministrazione comunale (e confermata da quella attuale n.d.r.) siamo stati i soli ad opporci, nella Commissione Ambiente e territorio. Rifondazione motiva la sua contrariet alla posa della statua, ricordando le gravi responsabilit della famiglia Savoia dal Risorgimento in avanti. La famiglia Savoia stata una sciagura per questo Paese, per cui sarebbe stato meglio che la statua rimanesse chiusa in qualche magazzino o in qualche giardino privato. Nella citt di Berlino, qualche settimana fa, stato inaugurato il monumento in memoria della comunit Rom, vittima dei lager nazisti. Ad Affile, nel Lazio, si innalzato invece un memoriale al generale Rodolfo Graziani, criminale di guerra, aderente alla Repubblica di Sal. Ora, a Crema, si vuole ridare lustro alla casata Savoia. questa la differenza che corre tra un popolo che ha fatto i conti con la propria storia e chi, invece, non ha alcuna intenzione di farli.

Il costo dellopera supportato da donazioni private, Rifondazione contraria


A evitare di prestare il fianco alle polemiche lo stesso Moruzzi: L'iniziativa nata l'anno scorso, in occasione del 150esimo anniversario dell'Unit d'Italia, e va vista come la restituzione ai cremaschi di un monumento che loro stessi avevano finanziato nel lontano 1888. Riteniamo che il popolo italiano si sia riconciliato con il suo passato molti anni fa, durante la stagione della ricostruzione democratica e del boom economico e, a dimostrarlo, sono le tante donazioni che i cremaschi ci hanno elargito per restaurare questa statua. Un restauro, tra l'altro, non comune, visto che tecnicamente si tratta di una restituzione con integrazione, perch non tutti i pezzi originali si sono conservati. Sul totale delle spese manca all'appello solo il 25%, ma abbiamo motivo di essere molto fiduciosi in proposito. di Gionata Agisti

Guido Conio, Patrizia Piarulli, Cristian Tacca e James Zerbi

Arriva anche a Crema, Fermare il declino, il movimento lanciato da Oscar Giannino. Siamo gi in 25 ha spiegato il portavoce del movimento Guido Conio, e da qualche giorno siamo attivi anche sul territorio cremasco e cremonese. Dirigente dazienda e cremasco dadozione, Conio spiega: Possono far parte di Fermare il declino tutti coloro che non hanno ricoperto cariche elettive o politiche nel corso degli ultimi 15 anni, gente nuova, quindi. Che ha voglia di mettersi a disposizione e che soprattutto non ha carichi pendenti con la giustizia. A presentare il movimento assieme al portavoce, Patrizia Piarulli, James Zerbi e Cristian Tacca, vice presidente della Libera Artigiani. Il prossimo 4 dicembre Oscar Giannino torner a Crema e alle ore 21 in Sala Alessandrini, presenter il manifesto di Fermare il Declino. Fermare il declino non un partito spiega Conio. Abbiamo cercato nelle scorse settimane di fare delle alleanze in

previsione delle prossime elezioni regionali, ma per vari motivi loperazione non andata a buon fine. Non escludiamo di presentarci con liste autonome, ma nulla ancora stato deciso. Nel Paese lattenzione verso il movimento di Giannino alta. Il fondatore del movimento impegnato da settimane nella promozione del manifesto delliniziativa e riscuote ogni volta grande successo. I punti che stanno alla base del progetto di Fermare il declino sono 10: si va dalla riduzione del debito pubblico, alla riduzione della pressione fiscale complessiva di almeno 5 punti in 5 anni passando per la liberalizzazione di settori non ancora concorrenziali. Limpostazione del programma fondamentalmente liberale ma con aspetti di solidariet ed attenzione alla famiglia, al lavoro ed alla scuola molto significative. Per queste ragioni il movimento si dichiara trasversale agli attuali schieramenti, superando la vecchia concezione di destra e sinistra.

Pneumatici, vendita e assistenza. Ma non solo


In questo periodo di crisi e recessione economica, c' comunque chi decide di investire sul futuro, puntando ad allargare la propria clientela. il caso della carrozzeria Fratelli Tarenzi, il cui progetto di ampliamento punta sulla convinzione che la mobilit sia uno di quei settori a cui, crisi o non crisi, non possibile rinunciare. E, del resto, allude a questo il nome della nuova azienda del gruppo, inaugurata l'anno scorso: Promet sta per Professional mobility evolution trust, in pratica un modo per esorcizzare i tempi bui e rimanere ancorati alla fiducia nella capacit del settore di resistere a ogni contraccolpo, nonostante il calo del 36% fatto registrare dal comparto carrozzeria e pneumatici e quello relativo al consumo di carburante, che si attesta attorno all'8%. Attiva dal 1 settembre 2011, la Promet di Ombriano si occupa sta maturando tra i clienti l'idea che un unico interlocutore dia una migliore garanzia. D'altronde, dalla prospettiva dell'imprenditore, sicuramente vero che, se hai un cliente su pi fronti, devi prestargli molta pi attenzione. Quindi, non abbiamo fatto altro che accorgerci di questo cambiamento e trarre le debite conclusioni. Ma gli obiettivi della Promet sono ambiziosi e non finiscono qui: In futuro, spero entro il pi breve tempo possibile, intendiamo chiudere il cerchio, andando a coprire tutti gli ambiti del settore mobilit. Quella che ci manca la parte burocratica: vorremmo inglobare anche l'attivit di rilascio del patentino, in partnership con i soggetti che se ne occupano. Auspichiamo di riuscire a coinvolgere in questa operazione gli altri soggetti della filiera: autoscuole e gruppi assicurativi. GA

PROMET DEI FRATELLI TARENZI

di vendita e assistenza di pneumatici per automobili, moto e veicoli di trasporto leggeri, di cerchi in lega e assetti sportivi e, pur trattando ogni marchio, concessionaria ufficiale della Bridgestone. Il nuovo capannone della Promet occupa pi di mille metri quadrati e sorge a poca distanza dalla storica carrozzeria Tarenzi, sulla breccia da 35 anni: Una garanzia dal punto di vista economico, sottolinea il titolare, Daniele Tarenzi, anche perch di questi tempi, con la crisi che c', senza una solida

struttura avviata a coprirti le spalle fai fatica a diversificare e ad aprire nuove attivit. Come ci spiega Tarenzi, l'idea di dar vita a questa nuova societ nasce dalla presa d'atto che, nel comparto della mobilit, l'utenza ha sempre pi necessit di avere a che fare con un unico soggetto, per quanto riguarda tutte le attivit che ruotano attorno alla manutenzione del veicolo. Dopo l'abitazione principale, l'automobile il bene di maggiore impatto sul bilancio familiare e, proprio in questi ultimi anni,

Crema

Sabato 1 Dicembre 2012

I risultati del primo turno. Bersani fa il pieno, tranne che a Crema centro e in alcuni (pochi) paesi del Cremasco

11
VOta a Via Vailate

Primarie, dove votare per il ballottaggio


RENZi - 35,46% voti: 688 BERSaNi - 47,16% voti: 915

domenica, i seggi nel cremasco

COMUNE agNaDELLO BagNOLO CREMaSCO (Chieve) CaMiSaNO (Castelgabbiano) CaPERgNaNiCa (Casaletto Ceredano) CaPRaLBa CaSaLEttO VaPRiO CaStELLEONE (Fiesco) CREDERa RUBBiaNO CREMa - CENtRO CREMa - SaBBiONi/OMBRiaNO

SEggiO N Sala Consiliare Centro Culturale Di Bagnolo Cr. Municipio - Sala Consiliare Piazza Del Comune Comune Ex Chiesa - Sala Vecchia Biblioteca Di Castelleone - Sala a. Moro Municipio Sala Comunale Di Porta Ripalta gazebo Sala Comunale Sala Comunale gazebo (al Mattino) Sede Pd (al Pomeriggio) Sala alessandrini Municipio Cascina Comunale S.Rocco Biblioteca Comunale Municipio Di Montodine Scuole Elementari Sala Civica Sede Pd Di Pandino Centro Diurno Piazza Dante Centro Sociale - Sala giovanni Xiii Casa Del Volontariato Di Romanengo Salone Civico Sede Pd Di Sergnano gazebo Municipio - Sala Consiliare Biblioteca Comunale C/O Scuole Medie Di trescore Cr. Sala 2 giugn0 - C/O Municipio

Piazza Roma Piazza Maggiore Piazza iV Novembre Piazza Europa; 3 Piazza Della Chiesa Via Roma Via Roma Via Matteotti Piazza Benvenuti Via Battaglio Via Brescia Piazza Fulcheria Via Bacchetta Via M. Di Canossa Piazza Xxv aprile Via S. Rocco Piazza Portici Piazza Xxv aprile Via Caprotti Piazza Patrini Via Milano Via Roma Piazza Dante Via Stefano Renzi Via Fratelli De Brazzi Via giana Piazza garibaldi Piazza Xxv aprile Via Vittorio Veneto

VENDOLa - 12,42% voti: 241

PUPPatO - 4,43% voti: 86

taBaCCi - 0,51% voti: 10

CREMa - SaNta MaRia CREMa - SaN BERNaRDiNO/CaStELNUOVO CREMa - CREMa NUOVa/S. CaRLO CREMa - CREMa NUOVa/S. CaRLO CREMa - PERgOLEttO/S. BaRtOLOMEO DOVERa iZaNO MaDigNaNO MONtODiNE (Ripalta arpina, Ripalta guerina) MOSCaZZaNO OFFaNENgO (Ricengo) PaNDiNO (Palazzo pignano) PiaNENgO (Campagnola Cremasca) RiPaLta CREMaSCa RiVOLta D aDDa ROMaNENgO (Casaletto Sopra, Salvirola) SERgNaNO (Casale Cremasco) SONCiNO (ticengo, Cumignano) SPiNO D'aDDa tRESCORE CREMaSCO (Quintano, Pieranica)

risultati Primarie - 1 turno - crema


Sala alessandrini Piazza Benvenuti San Bernardino CREMa - totale 915 10 86 241 688 1 10 23 84 Piazza Duomo Crema Nuova

di Michela Bettinelli Rossi

rimarie del centrosinistra: in provincia di Cremona hanno votato in totale 15.083 persone. Siamo molto soddisfatti commenta il coordinatore provinciale del Pd, Titta Magnoli. Tutto si svolto senza intoppi e un grosso complimento va fatto a chi ha organizzato tutto. Domenica prossima si terr il ballottaggio che vedr a questo punto contrapposti Renzi e Bersani qualora il dato dovesse essere confermato anche a livello nazionale. Conferma Magnoli: I risultati provinciali vedono Bersani trionfare su Renzi, con queste percentuali: Bersani 48,7%, Renzi 33,75%, Vendola 12,48%, Puppato 3,89%, Tabacci 1,17%. Domenica prossima ci sar il ballottaggio fra Renzi e Bersani. Ecco i dati nazionali: Bersani al 44,9%, Renzi al 35,5%, Vendola al 15,6%, Puppato al 2,6% e Tabacci all'1,4%.

Santa Maria

BERSaNi taBaCCi PUPPatO VENDOLa RENZi Voti Validi Bianche Nulle Votanti tot.

179 2 27 51 193 452 1 2 452

175 2 11 38 103 329 1 2 329

82 3 13 33 66 197 2 4 199

122 2 13 40 81 258

236 0 12 56 161 465

121

239 1940

% 47,16 0,515 4,433 12,42 35,46

261

465

240 1946

VaiaNO CREMaSCO (Monte Cr.) VaiLatE (torlino)

Biblioteca Di Vaiano Cr. Piazza gloriosi Caduti Via giana

CREMONA, IL PI VOTATO E BERSANI

I dati provinciali sono confermati anche a Cremona citt, dove Bersani ha vinto collezionando 1883 preferenze, Renzi 1256, Vendola 544, Puppato 221 e Tabacci 33. Cinque i candidati: Matteo Renzi, Laura Puppato e Pierluigi Bersani del Partito Democratico, Nichi Vendola per Sinistra Ecologia e Liberta e lex Udc Bruno Tabacci. Grande lo sforzo organizzativo messo in campo dal comitato provinciale con pi di 500 volontari. I primi coommenti del segretario del Pd Magnoli li abbiamo raccolti verso mezzogiorno: La gente che passata a votare davvero tanta. E una grande giornata. E ancora: Di solito le pre iscrizioni rappresentano un terzo del totale. Quindi se facciamo un rapido calcolo potremmo arrivare a 10 mila votati totali. Le previsioni non solo sono state confermate, ma hanno superato le attese dal momento che i votanti finali sono stati oltre 15mila.

Nei 33 seggi sparsi nel cremasco, hanno votato 5.988 persone. Le schede valide sono 5.977. Queste le percentuali di voto: Bersani 48,2% (2879 voti), Renzi 34,9% (2083 voti), Vendola 12,7 % (759 voti), Puppato 3,3% (196 voti) e Tabacci 1% (60 voti). A Crema citt il voto delle primarie ha confermato le aspettative. Sono stati infatti 1946 i residenti che si sono presentati allappuntamento. 1940 le schede valide con una netta preferenza per Bersani con 915 voti contro le

CREMA, LA SORPRESA

sole 688 preferenze per Matteo Renzi. Di tutto rispetto il risultato per Nichi Vendola che a Crema citt ha raccolto le preferenze di oltre 240 residenti mentre nel cremasco ha guadagnato la fiducia di 759 votanti. Bersani si conferma il leader del PD in quasi tutte le sezioni ad accezione di rari casi come: al seggio di piazza Duomo, a Capergnanica, a Cremosano, a Madignano, a Offanengo dove viene sconfitto da Matteo Renzi per una manciata di voti. Soddisfatto il coordinatore

cremasco del Pd Matteo Piloni. Lui sostiene Bersani, ma prima di rilasciare commenti preferisce attendere il risultato nazionale. E stata una grande giornata ha commentato. Siamo molto soddisfatti per il risultato raggiunto. Il numero dei votanti a Crema citt un grande risultato.

A CASALMAGGIORE VINCE RENZI

Grande sorpresa a Casalmaggiore, dove la spunta Matteo Renzi per una

manciata di voti. Le primarie del Pd a Casalmaggiore vedono una pi che discreta affluenza al seggio aperto nei locali dell'ex ufficio anagrafe. 671 i votanti che sin dalla mattina hanno pazientemente fatto la fila al seggio e sbrigato (per chi non lo aveva fatto prima) le formalit burocratiche. Dicevamo dei risultati. Renzi primo a Casalmaggiore con 245 voti. Bersani si ferma a 241. Briciole per gli altri tre candidati. Vendola 73 voti, Tabacci 33 e la Puppato si ferma a 25.

12

Sabato 1 Dicembre 2012

Crema

Inaugurazione del nuovo tratto. Parata di big: Salini, il prefetto, il governatore Formigoni, Raffaele Cattaneo, Gianni Rossoni. E anche Giuseppe Torchio

agostiNo aLLoNi (pd): asseNza coN poLemica


Il consigliere regionale del Pd, Agostino Alloni, volutamente non presente alla cerimonia, tiene a precisare: E ovviamente una buona notizia dichiara, ma qualcuno in Regione si domandato cosa succeder quando verr completata tutta la Paullese? Ad oggi, in pochi mesi, abbiamo assistito a tre inaugurazioni delle opere compensative accessorie, ma ancora nessuno ha affrontato seriamente il nodo del collegamento tra la parte cremasca e quella milanese allaltezza di Spino DAdda. Ancora una volta insisto sulla necessit di imbastire un progetto esecutivo che colleghi il lotto cremasco e quello milanese e di costruire il nuovo ponte sullAdda. Senza questo si creer, inevitabilmente, un collo di bottiglia insuperabile per coloro che saranno costretti a percorrere questo tratto ed anche per le popolazioni che si affacciano lungo la stessa. E la situazione peggiorer ulteriormente con linizio dei lavori e poi con lentrata in funzione della Tem.

Paullese: Monte-Vaiano, fatta


di Michela Bettinelli Rossi

i tenuta luned mattina la cerimonia ufficiale di inaugurazione del nuovo tratto della Paullese in localit Monte-Vaiano. Un chilometro e seicento metri, a quattro corsie, che scorre sul cavalcavia antistante la concessionaria dauto Nini Car. Parata di big per il taglio del nastro. A fare gli onori di casa il presidente della provincia di Cremona, Massimiliano Salini, che ha accolto oltre al prefetto Tancredi Bruno di Clarafond anche il governatore della Lombardia Roberto Formigoni e gli ex assessori regionali Raffele Cattaneo e Gianni Rossoni. Oggi inauguriamo unopera importante per tutto il territorio ha detto Salini. E qui con noi anche il mio predecessore Giuseppe Torchio con il quale questa opera nata e che noi abbiamo portato a termine. Salini ha poi ringraziato per la sua presenza, Roberto Formigoni E proprio dalla Regione ha sottolineato Salini, che abbiamo avuto i finanziamenti necessari che sono serviti per completare lopera. Presenti anche i sindaci dei comuni che hanno sede sullasse della Paullese. Soddisfatto il governatore Formigoni: Porteremo a termine numerosi progetti importanti: la Pedemontana, la Bre.Be.Mi, la Paullese e la Teem, la tangenziale esterna est di Milano. Nonostante uno Stato centrale che affama i comuni e taglia le province. Ma noi in Lombardia abbiamo labitudine di portare a termine i lavori. E oggi lo dimostriamo. Linaugurazione di luned lultima del primo lotto, costato quasi 69 milioni di euro, per il quale nei mesi scorsi erano gi stati inaugurati: il 7 luglio

Nella foto sopra l'inaugurazione con la presenza delle autorit. A lato, ecco la nuova tratta della Paullese Monte-Vaiano

2,5 km tra lo svincolo di Vaiano Cremasco e la ditta Sipral di Bagnolo Cremasco, il 7 settembre il quadruplicamento di 800 metri, sempre vicino alla ditta Sipral, e il 22 ottobre il tratto di 2,3 Km tra Dovera e Monte Cremasco. Nel corso degli anni, a causa dei fallimenti di alcune

,delle societ che si erano aggiudicate lappalto per il raddoppio della statale, il progetto ha subito numerosi rallentamenti, sino al subentro della ditta Carron, che ha realizzato e condotto i lavori consegnando questa ultima porzione di riqualificazione del primo lotto con 40 giorni danticipo.

Ne aveva gi assuNti 15 a giugNo. L'impegNo deLLe istituzioNi


Come spiega l'assessore provinciale al Lavoro, Paola Orini, si tratta di uno dei primi progetti del genere in tutta la Lombardia: stiamo parlando dell'accordo di partenariato tra diversi soggetti del territorio, pubblici e privati, per ricollocare 16 dipendenti della cooperativa sociale L'Alternativa, che chiuder entro l'anno e che conta 170 lavoratori. Il progetto, per cui stato firmato l'accordo mercoled, nella sede dell'amministrazione provinciale di via Matteotti, finanziato interamente dalla Regione ed diverso dai normali percorsi di dote formativa, in quanto prevede l'effettivo reinserimento lavorativo dei beneficiari. Questo comporta un lavoro di rete tra Provincia, Comune di Crema, in qualit di canale privilegiato per la diffusione delle informazioni a livello territoriale e per la valorizzazione delle risorse locali, lAssociazione industriali, la Camera di commercio e le forze sindacali, oltre allagenzia per il lavoro Ali e al capofila del progetto: l'ente di formazione professionale Ial, che opera sul territorio dal 1973, con unit organizzative dislocate in tutta la Regione. Il progetto non si sarebbe per potuto concretizzare, senza l'individuazione di un'azienda bersaglio, disponibile a ricollocare i lavoratori: in questo caso, si tratta della Ancorotti Cosmetics srl. Quella di Renato Ancorotti

Ancorotti ne prende altri 16 dell'Alternativa

RiLaNcio deL ceNtRo Lucchi


Il Centro Gabriele Lucchi voleva rilanciarla. E la presentazione delle sue attivit riuscita a coinvolgere i cremaschi ben pi di quanto avvenuto nelle precedenti edizioni. Con l'organizzazione di Elisa Zaninelli, a dare un tocco di freschezza alla proposta ambientata nella chiesa di San Bernardino auditorium Manenti, alcuni brani tratti dal musical La piccola matita di Dio di Michele Paulicelli. Subito dopo don Gianfranco Mariconti, presidente del Centro culturale, che ha sostituito Cesare Alpini

iN BReve

assente per motivi di salute nella presentazione del settore artistico. I 12 fiammiferi sono quindi rientrati in scena con Casa, preludio all'illustrazione del percorso musicale tenuta da Marcello Palmieri. Fu tanto tempo fa ha riportato sul palco La piccola matita di Dio, poco prima che le parole di Giorgio Natale Carniti svelassero il programma 2012/2013 del settore cineforum. Rosario Bottari in sostituzione di Fausto Lazzari ha spiegato la prospettiva che ispira il percorso teatrale del Lucchi.

Le aBitudiNi aLimeNtaRi si possoNo camBiaRe


un'azienda giovane, nata nel 2009, ma con un fatturato in crescita esponenziale, a dimostrazione che imprese di qualit nel nostro territorio non mancano. Abbiamo aderito volentieri a questo progetto interviene Ancorotti, perch crediamo nella flessibilit solo quando temporanea e porta poi alla stabilizzazione dei dipendenti. Non vogliamo disperdere i talenti e le professionalit del territorio, talenti che L'Alternativa in grado di offrire e, per questo, gi lo scorso giugno abbiamo assunto altri 15 lavoratori provenienti dalle sue fila. L'augurio, ora, che possano seguire altri esempi positivi di collaborazione tra istituzioni e imprese. Altri due accordi di partenariato sono del resto alle porte e potrebbero portare all'assunzione di un'altra quarantina di persone. Il lavoro da fare, per, ancora tanto e a sconcertare l'assessore Orini il fatto che, nell'ambito della riorganizzazione degli enti locali, non si sia ancora stabilito a chi andr la competenza in materia di lavoro. Nel frattempo, la Provincia avr comunque il compito di supervisionare l'andamento del progetto, insieme alle parti sociali, mentre l'attivit di direzione, gestione e rendicontazione sar in capo a Ial Lombardia che, insieme all'agenzia Ali, si occuper dell'erogazione dei percorsi di riqualificazione. Tutti i partner coinvolti nella rete metteranno a disposizione risorse interne, dedicate al monitoraggio del progetto. Sar inoltre prevista la creazione di un gruppo di lavoro, che avr il compito di riunirsi periodicamente, per permettere di reindirizzare e rimodulare il piano, nel caso in cui dovessero essere necessarie delle azioni correttive.
LIstituto Comprensivo di Trescore Cremasco ha aderito alla Settimana di Educazione allo Sviluppo Sostenibile 2012 promossa dallUnesco dal 19 al 25 novembre. Il tema affrontato questanno era: Madre Terra: alimentazione, agricoltura ed ecosistema. Gli alunni delle scuole primarie dellIstituto consumeranno frutta e verdura di stagione negli intervalli di tutti i giorni di questa settimana. Le famiglie sono state preventivamente informate delliniziativa in modo da poter preparare i salutari spuntini secondo i suggerimenti forniti dalla campagna internazionale di Sostenibilit Ambientale (frutta e verdura di stagione, possibilmente a Km 0, con imballaggi riutilizzabili e recupero dei rifiuti umidi). LIstituto comprensivo di Trescore Cremasco si pone come obiettivo di contribuire alla modifica in positivo delle abitudini alimentari di alunni e famiglie.

madigNaNo, pReoccupazioNi deLLa miNoRaNza


Rimane viva in noi minoranze la preoccupazione circa la destinazione della somma relativa allalienazione dellarea di via Repubblica per la realizzazione di una Rsa (circa 900.000 euro,) che questa amministrazione vuole utilizzare per lacquisto dellAbbazia. Grazie alle continue sollecitazioni, oggi abbiamo finalmente capito come il Comune intende riconvertire limmobile: si parlava in passato di sedi per le associazioni (pro-loco, orientagiovani, biblioteca, archivio comunale), oggi si fa trapelare la possibilit futura di destinare limmobile a municipio. Costo delloperazione completa circa 1.600.000 euro cui vanno aggiunti i costi di riconversione dellattuale municipio in spazi necessari alla scuola (in passato venivano ipotizzati circa 200.000 euro). Perci esprimiamo la nostra assoluta contrariet a questa acquisizione: lAbbazia un bene storico ed corretto che venga salvaguardato

Crema

Sabato 1 Dicembre 2012

Imprenditori presi in giro


di Gionata Agisti on la prima volta che a Cremosano si discute di traffico e viabilit: prima, la questione relativa alla strettoia nel centro del paese, pericolosa perch riguardante una strada a doppia corsia. Quindi, la decisione di limitare laccesso ai mezzi pesanti, onde evitare incidenti e la conseguente protesta degli imprenditori della zona industriale, che si sono visti a rischio isolamento. Ora, una nuova controversia, che interessa sempre la zona industriale. Da circa un mese, stata inaugurata una nuova corsia di svincolo sulla provinciale che da Crema conduce allabitato, per mettere in sicurezza quanti devono attraversare quel tratto di strada per raggiungere i capannoni. Non tutti gli imprenditori locali hanno per gradito questa scelta: pur ammettendo che la situazione migliorata, ritengono che la risposta sia stata insufficiente, rispetto al risultato che si sarebbe ottenuto con la realizzazione
Raffaele Perrino Giuseppe Fontanella

Da Crema a Cremosano: una strada pericolosa. Basterebbe un rond all'altezza dell'area industriale

13

La lista dattesa degli asili nido


In occasione della Giornata Internazionale per i diritti dellInfanzia, le strutture comunali di via Dante/Pesadori e di via Braguti hanno aperto le porte al sindaco, Stefania Bonaldi, e allassessore al Welfare, Angela Maria Beretta. Unesperienza di straordinaria soddisfazione afferma il sindaco, Stefania Bonaldi. Sono rimasta colpita dal clima sereno, tranquillo, gioioso e laborioso che si respira. Attualmente in via Dante prosegue lassessore Beretta - sono accolti 32 bambini , in via Braguti, 68; il massimo per la capienza disponibile. Sono rimasti dei bambini in lista dattesa, il che conferma la necessit delle famiglie di avere sempre pi luoghi e servizi come questi a disposizione. Al piano superiore, la struttura comunale di via Dante offre la ludoteca, uno spazio che accoglie 16 bambini e permette alle mamme di beneficiare di un servizio fruibile due, tre o cinque giorni a settimana, nella fascia oraria del mattino.

La visita di sindaco e vice

di una rotonda. Tanto pi che la strada in questione una provinciale e di rotatorie, ormai, ne vengono costruite un po da tutte le parti. E, tuttavia, lassessore provinciale ai Lavori pubblici, Giuseppe Fontanella, precisa che dal Comune di Cremosano non giunta alcuna richiesta di rond: Il Comune ci ha chiesto di intervenire con una segnaletica orizzontale ed quanto abbiamo fatto. Sul mio tavolo non arrivata nessuna richiesta di rotonda ed compito del Comune avanzarla, perch se vero che

la strada in questione provinciale, tuttavia si trova allinterno dellabitato. Da parte nostra, non c alcuna pregiudiziale in merito alla possibilit di una rotatoria, per cui per occorrono dei requisiti ben precisi. Non tutto, comunque. A fornire un quadro completo del motivo per cui, in questo caso, una rotonda non possibile, ci pensa lassessore comunale ai Lavori pubblici ed ex sindaco di Cremosano, Raffaele Perrino: Il fatto che ogni intervento su quella strada interamente a

carico del nostro Comune. Per questo non abbiamo mai avanzato la richiesta per una rotonda: non perch non fossimo daccordo ma perch il suo costo almeno 200mila euro al di l della nostra portata. Sembra che, pi o meno trentanni fa, quando Cremosano ha realizzato la sua zona industriale, ci sia stato un accordo con lallora amministrazione provinciale, per cui qualsiasi cosa fosse stata fatta in quel punto sarebbe stata a carico del Comune. Condizione che mi stata ribadita qualche anno fa, quando ero sindaco. Perrino continua: Lopzione dello svincolo, per quanto non ideale, quantomeno una messa in sicurezza di quel tratto di strada. costato allincirca 80mila euro ma la spesa stata messa a carico di un lottizzante, che aveva chiesto un ampliamento della zona industriale. Per il momento, la segnaletica ancora provvisoria, perch siamo in attesa che venga sistemato il necessario tappetino, ma i lavori dovrebbero essere completati per questa primavera.

I tecnici e la lettura dei contatori


SCS Gestioni informa gli utenti del Comune di Crema che nelle prossime settimane i tecnici aziendali provvederanno alla lettura dei contatori acqua relativi ai consumi del quadrimestre settembre-dicembre 2012 di tutte le utenze della citt. Pertanto non si rende pi necessaria lautolettura da parte degli utenti poich, appunto, la lettura dei contatori acqua verr effettuata direttamente dallazienda.

scs Gestioni informa

Patronato anmiL e Uici

Presenti a Crema ogni 15 giorni

Bagnolo, tutte perplessit del gruppo di minoranza


Appena affrontato lassestamento di bilancio ed un ampiamente discusso piano di lottizzazione Brede 2, il gruppo di minoranza Rinnova Bagnolo esprime un giudizio negativo sulloperato della giunta. Purtroppo luned stato approvato lennesimo Piano di Lottizzazione, privo di visione dinsieme del paese. Precisa il capogruppo Luca Zuccotti: Come nel caso della prima parte dellarea Brede, denominata Brede 1, lamministrazione ha effettuato scelte viabilistiche dubbie, che porteranno notevoli problemi in futuro soprattutto su Via Manzoni. Si aggiunga che anche in questo caso si scelto di non puntare sulledilizia convenzionata, a discapito di giovani coppie che in questi momenti avrebbero preferito prezzi agevolati.

Scelte viabilistiche che procureranno problemi. La questione della Casa Padronale


Dicembre sar ricco di altri temi scottanti. Presenteremo uninterpellanza in merito a un grave errore di valutazione che avrebbe potuto creare notevoli danni al Comune prosegue Zuccotti. La Casa Padronale stata messa in vendita attraverso asta pubblica andata deserta, cui seguito un intervento della Soprintendenza che ha bloccato la procedura di alienazione.

In data 15 novembre, il Patronato Anmil-Ente costituito dallassociazione Nazionale Mutilati e Invalidi del Lavoro ha siglato con lUici , Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti, un accordo che prevede l utilizzo da parte dei soci Uici, dei servizi offerti gratuitamente dal Patronato Anmil, tra cui invalidit, cecit, reversibilit, disoccupazioni, maternit, eccetera Si informa inoltre che da gennaio 2013 lUici sar presente con cadenza quindicinale presso la sede Anmil di Crema Viale De Gasperi, 60 con uno sportello informativo rivolto ai soci Uici e futuri tali del territorio Cremasco. Sicuri di aver fatto cosa gradita ai soci Anmil e Uici, confidiamo ampiamente in una collaborazione proficua e duratura

Luca Zuccotti

14

Sabato 1 Dicembre 2012

Tutti i seggi del Casalasco


Sono parecchi i seggi allestiti nel casalasco per il ballottaggio del centrosinistra. Sotto l'elenco completo. Fabrizio Aroldi, coordinatore del Circolo Casalasco del PD, soddisfatto di come stanno andando le cose: Sono convinto che il partito uscir compatto da questa consultazione e sar in grado di favorire la nascita di una vera alternativa al centro-destra. Anche i dati dell'affluenza hanno rappresentato motivo di grande soddisfazione. Si vota dalle ore 8 alle 20 a: C d'Andrea (sala polivalente piazza Vittoria), Calvatone (ex ufficio collocamento piazza Donatori Sangue), Casalmaggiore (sala ex anagrafe piazza Garibaldi, doppio seggio), Casalbellotto (sala civica), Cingia de' Botti (sala civica via 24 aprile), Drizzona (Sala biblioteca via Libert), Gussola (sala Vaia vicino bar Coop piazza Comaschi), Isola Dovarese (sala centro Auser via Garibaldi 5), Martignana di Po (saletta p.t. palazzo municipale via Cavour), Motta Baluffi (sala consiliare piazza Gaboardi), Piadena (centro civico via Aldo Moro 9 e sala ex scuole di Vho), Rivarolo del Re (ingresso teatro comunale via Gardani 6), San Giovanni in Croce (saletta terza primavera via Grasselli Barni), Scandolara Ravara (sala consiliare via Marconi 68), Spineda (sala comunale piazza Libert 1), Torre de' Picenardi (saletta Pertini piazza Roma), Tornata (sala civica di Romprezzagno piazza don Mazzolari), Tornata (sala civica via Roma 23), Torricella del Pizzo (sala ex asilo via Roma 4), Voltido (sala ex scuola materna via Roma).

QUI SI VOTA

Il primo cittadino Claudio Silla sostiene Bersani. Gardani appoggia Renzi, incontrato a Firenze
Il sindaco: Il segretario luomo giusto Il capogruppo di minoranza: Avanti le idee nuove
di Vanni Raineri lambizione di guidare il paese dovrebbe evitare. Il confronto sembrava allinsegna del fair play, poi i toni duri hanno iniziato a prevalere. Ci stanno i confronti duri, ricordiamo che le primarie le abbiamo scoperte solo ora. Limportante, ripeto, che poi si vada tutti ventre a terra per sostenere chi uscir vincitore. Negli Stati Uniti, dove il confronto durissimo, poi si vedono tutti i sostenitori appoggiare il candidato di coalizione che esce vincitore. Vorrei accadesse da noi la stessa cosa. Parole sante, anche se per la verit la stessa cosa accade a chi governa il paese, che dal momento dellelezione appoggiato dallintera nazione. Un fatto di cultura che ancora, purtroppo, non ci appartiene. Chi sostiene Renzi lo fa giustamente, ma non devono esserci dubbi nella convinzione di restare comunque vada nella coalizione, proprio per misurare la seriet di questo sostegno. In chiusura, Casalmaggiore citt tra le poche che al primo turno ha dato una preferenza (limitatissima per la verit: solo 4 voti) a Renzi. Confida che, complice lappoggio a Bersani da parte dei tre candidati bocciati, nella citt che lei amministra si possa assistere al sorpasso del segretario nazionale? Domenica scorsa si registrato un sostanziale pareggio, confido in un pronunciamento a favore di Bersani.

Ballottaggio in salsa casalese


L
a porti un bacione a Firenze. E lei magari porti pure qualche voto. Potrebbe essere stato questo il dialogo, breve ma intenso, tra Matteo Renzi, che cerca la rimonta sul segretario Pierluigi Bersani alle primarie Pd 2012, e Carlo Gardani, capogruppo del Listone. Marted il consigliere comunale era a Firenze e ha incontrato, insieme a circa 200 sostenitori da tutta Italia, il sindaco di Firenze. Renzi non un rottamatore di persone - precisa Gardani - ma di idee vecchie o di politici senza spunti. Mi considero un talent scout calcistico: spero di esserlo anche dal punto di vista politico. Renzi un giovane, che ha voglia di confrontarsi, di metterci la faccia con spirito partecipativo. E sa ascoltare la gente: a Firenze marted ha dialogato con tutti. Il premier Monti ci ha tenuti al di qua del baratro, ora ai tecnici devono affiancarsi i politici. Sono le idee di Renzi ad essere giovani. E poi basta con la scusa della gavetta: un giovane bravo va lanciato. Subito. Il Listone, insomma, si schiera. Noi siamo da sempre un gruppo trasversale, nato non contro i partiti ma per consentire ai partiti di rimettersi in sesto, dopo 20 anni da barzelletta, nessuno escluso. Il Listone torna a sposare una linea perch vede la persona giusta: Matteo Renzi. Ho apprezzato molto anche Giorgia Meloni del centro-destra, che si elevata rispetto alla Gelmini, alla Santanch e a Lupi, tutti membri di una politica vecchia e stantia. Questo per confermare la nostra trasversalit, laddove si notino capacit. Usciamo allo scoperto con la raccolta firme chiusa - spiega Gardani - per essere al di sopra di ogni sospetto: soltanto gioved al gazebo in piazza Garibaldi sono giunte 52 persone in due ore. Segno di un fermento rinato. Peccato che il Pd stia perdendo una grande occasione per dimostrarsi davvero democratico: pare che molti firmatari non

CASALMAGGIORE

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

ra i sostenitori di Bersani al ballottaggio di domani c il sindaco di Casalmaggiore Claudio Silla, che cerca di stemperare i toni sin troppo accesi delle ultime ore tra i due sfidanti. Credo che Bersani abbia le carte in regola per vincere, e soprattutto per candidarsi alla guida del paese. E un uomo che ha maturato diverse esperienze e che si costruito un profilo che gli d ampie credenziali per poter ambire a questo importante ruolo. Le polemiche dei giorni scorsi con Bersani che accusa Renzi per la pubblicit pro-sottoscrizione e Renzi che lamenta lostracismo verso una maggiore partecipazione popolare al ballottaggio? Ricordiamo che si vota per stabilire chi sia maggiormente idoneo per guidare il paese, altre cose lasciamole stare, per non far torto allintelligenza di nessuno. Tanti sono coloro che devono dare il proprio contributo per costruire una coalizione a guida del Partito Democratico. Importante che poi tutti si sentano coinvolti. Il primo cittadino casalese si spiega meglio: Spiacerebbe vedere gente che era pro Renzi e che non sosterrebbe poi un eventuale candidatura di un Bersani vincente. Sarebbe una conferma dellelemento di personalizzazione che chi ha

Carlo Gardani stringe la mano a Matteo Renzi

verranno accettati al seggio. Evidentemente la paura di perdere va a contagiare il principio stesso della partecipazione. C chi ribatte con i regolamenti. Renzi a Firenze ha rivelato pubblicamente che quando sono state dettate le regole al tavolo delle trattative era presente solo il comitato di Bersani. Nessun rappresentante di Renzi, Vendola, Puppato e Tabacci. Ho detto tutto. Infine la stoccata, che rimanda al locale. Se qualcuno critica il Listone perch si schiera, dovrebbe ricordarsi che Ferroni nato come gruppo alternativo al Pdl, e non il Pdl, che nel cda della farmacia c chi, scelto dal sindaco, non ha rappresentanza in consiglio comunale (Michela Scaramuzza di Fli, ndr) e che la lista Silla non si presentata, pur essendo molto schierata, come Pd, bens come lista civica. Quando parlo di idee vecchie penso pure a questa amministrazione. Un esempio? La mozione sullacqua pubblica dellassessore Pasotto, che noi abbiamo pubblicamente appoggiato, stata trasformata in interrogazione urgente, quando invece doveva essere votata come punto allordine del giorno del consiglio. Guarda caso, qualche settimana dopo questo sgarbo, a livello provinciale stato svelato linciucio Pd-Pdl sulla stessa questione.

REGIONALI, M5S PRESENTA I CANDIDATI


Il Movimento 5 Stelle presenter oggi pomeriggio, alle ore 17 presso la Casa del Mutilato di Casalmaggiore (in via Bixio 50) i propri candidati alle elezioni Regionali 2013. Sono otto i nomi in lizza per la corsa al Pirellone: Matteo Della Noce, Massimo Alghisi, Paride Crotti, Maria Lucia Lanfredi, Leonardo Del Priore, Anna Sari, Gianpaolo Fattori e Stefano Spotti. La serata, spiegano gli organizzatori, servir a conoscere meglio gli otto candidati sulla graticola: fra questi infatti usciranno i tre nominativi da inserire nel listino provinciale. Sar possibile seguire levento in diretta streaming sul sito www.ustream.tv/ user/gfattori o intervenendo da casa chiamando con Skype il contatto alessio_aramu. Ad una breve presentazione dei candidati far seguito una serie di domande a cui tutti dovranno rispondere entro un tempo prestabilito, per finire con un dibattito libero in sala, nel quale i presenti potranno sottoporre i loro quesiti ai candidati.

BUSI, ECCO IL CENTRO DIURNO FIORELLA


Verr presentato oggi alla cittadinanza il nuovo centro diurno integrato Fiorella, della Fondazione Conte Carlo Busi Onlus di Casalmaggiore. La sede, in via Romani 52, completamente ristrutturata e comprende sale riposo, sala da pranzo, cucina, palestra, bagno clinico, ambulatorio medico, locali personale e stanza a due letti con servizi per la Comunit Socio-Sanitaria. Il nuovo centro diurno integrato avr 25 posti disponibili, per una superficie di 560 mq. Non solo: la struttura, di fatto lex mensa comunale, gode anche di un giardino interno ed collegata alla comunit alloggio per disabili I Girasoli. Il costo complessivo dellopera si assesta intorno ai 900mila . Sostanzioso il contributo di 100mila assegnato da Regione Lombardia nellambito del progetto Gal Oglio Po di Valorizzazione e recupero del patrimonio storico-culturale-architettonico. Oggi alle 10 si alzer il sipario sul centro intitolato allindimenticata animatrice Fiorella Localetti.

AZZURRI DITALIA, 4 ATLETI CASALASCHI


Andrea Devicenzi sar lunico atleta disabile fra gli oltre 30 sportivi cremonesi che saranno premiati dalla sezione provinciale dellAssociazione Nazionale Atleti Olimpici e Azzurri d'Italia. Al campione martignanese di paratriathlon sar consegnata unonorificenza per aver indossato per la prima volta la casacca azzurra della nazionale italiana ad una manifestazione sportiva internazionale: Devicenzi ha partecipato questanno agli Europei di ParaTriathlon (in Israele) e ParaDuathlon (in Francia), prima di volare ai Mondiali di ParaTriathlon (in Nuova Zelanda). Oltre a lui, il territorio casalasco sar rappresentato da altri tre atleti: Simone Raineri, Gabriele Cagna e Laura Scaravonati verranno premiati dal presidente Renato Bruni per aver vinto un titolo italiano nelle rispettive discipline (canottaggio i primi due, orienteering mtb la terza). La cerimonia si terr il 21 dicembre alle ore 20 alla Canottieri Baldesio di Cremona.

POLIZIA LOCALE, PREMI DAL PIRELLONE


Arriva direttamente dal Pirellone la volont di riconoscere un premio agli operatori della Polizia Locale che, nello svolgimento del proprio servizio, abbiano evidenziato doti di alto valore, compiendo azioni encomiabili sul piano professionale e sociale nel corso dellanno 2012. Grata per limpegno prezioso e insostituibile e spesso non visibile dei corpi e servizi di Polizia Locale, in ottemperanza a quanto stabilito dallart. 7 della D.G.R. 2395/2000, Regione Lombardia ha offerto lopportunit al Comune di Casalmaggiore, ai cittadini e alla stessa Polizia Locale di inviare entro il 10 gennaio 2013 le proposte di conferimento delle onorificenze allindirizzo: Direzione generale Protezione Civile, Polizia Locale e Sicurezza - U.O. Polizia Locale Interventi Integrati per la Sicurezza, Piazza Citt di Lombardia 1, 20124 Milano. Le segnalazioni possono essere formulate anche da almeno cinquecento cittadini e cinquanta operatori della Polizia Locale.

In Breve

lucidatura auto - riparazione, sostituzioni e oscuramento vetri sanidicazione e lavaggio degli interni - ripristino fari ingialliti ripristino sedili in pelle/stoffa - gestione sinistri - sostituzione lampade

Riparazione auto, moto, scooter multimarche e attrezzatura da giardinaggio Revisioni-Collaudo auto e moto Vendita al dettaglio Ricambi accessori moto e attrezzature da giardino Abbigliamento sportivo motociclistico Assistenza gare cross

Softair nel parco Golena?


di Simone Arrighi della golena nei pressi di Fossacaprara (localit Vallotto) per la pratica del softair, unattivit ludico-ricreativa molto in voga negli ultimi anni. In qualit di comitato consultivo la pratica deve esser sottoposta a sindaco e giunta in quanto organismi direttivi del Parco Golena, ndr abbiamo richiesto garanzie in merito ad assicurazioni su eventuali danni e giorni di pratica: spiega Ferroni. Il softair, una simulazione militare che implica lutilizzo di armi ad aria compressa, potrebbe comportare dei rischi per lecosistema golenale? quanto si sono domandati in commissione: Abbiamo richiesto un programma dettagliato prima di dare un parere sulla questione. Di certo sar inibito lutilizzo di mezzi meccanici e la pratica non dovr ovviamente coincidere con i giorni di caccia: puntualizza Ferroni. Il consigliere di minoranza in capo al Pdl locale ha inoltre portato allattenzione della commissione alcune problematiche ambientali legate al dissesto dellarea vicina al porto fluviale: La recinzione andrebbe rimossa, perch parzialmente distrutta e rischiosa per la viabilit. Sempre in prossimit del porto, vi sono residui di strumenti meccanici e gru che lultimo affittuario dellarea ha abbandonato. Vanno asportati, se non lo fa chi ne responsabile il comune dovr muoversi di conseguenza. In fase di valutazione la proposta, portata avanti dal consigliere con delega al turismo Valenti, di valorizzare larginello che va dal bosco di Santa Maria a Torricella del Pizzo, come via preferenziale per il cicloturismo. Dovesse andare in porto questo progetto spiega Ferroni si potrebbe considerare la possibilit di riaprire al traffico largine maestro. Sempre pi imminente il passaggio di propriet al comune della cava di Santa Maria, propedeutico allassegnazione del sito al Carp Fever Team di Casalmaggiore, che

Casalmaggiore

Sabato 1 Dicembre 2012

Riunita la commissione: al vaglio la richiesta di simulazioni militari. Cava al carpfishing

DOMANI LA MARATONINA DI SANTA LUCIA

15

Minestron Band in udienza dal Papa


In occasione della festa in Vaticano degli artisti di strada. Pullman da Torricella con 80 partecipanti
TORRICELLA DEL PIZZO Papa Benedetto XVI accoglie questa mattina in udienza particolare il mondo degli artisti di strada, e una folta rappresentanza casalasca partita ieri mattina alla volta di Roma. Si tratta del gruppo Minestron Band e degli amici del museo di musica meccanica di Torricella, che hanno coinvolto tanti conoscenti sino ad organizzare un pullman che ieri ha trasportato nella Capitale circa 80 persone. Un pullman accompagnato da due furgoni contenenti strumenti di musica meccanica. Lorganizzazione del pellegrinaggio promossa dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti, in collaborazione con la Fondazione Migrantes, della Conferenza Episcopale Italiana, Diocesi di Roma e Associazioni di categoria. Levento si aperto ieri pomeriggio, alle 17,

oftair, percorsi ciclopedonali, transito auto e una cava ai pescatori: sono solo alcuni degli argomenti discussi dalla commissione del Parco Golena, riunitasi questa settimana. Col presidente (e tecnico) Uber Ferrari, hanno risposto alla convocazione Gabriele Borini della Coldiretti, Marino Zardi dellATC (Ambito Territoriale Caccia), il rappresentante della Provincia di Cremona Simone Balbo e Orlando Ferroni in qualit di esperto. Presente anche Carlo Sante Gardani, in veste di guardia ecologica volontaria. Dopo mesi di sollecitazioni, finalmente siamo stati chiamati a riunirci in commissione: cos Orlando Ferroni. Numerosi i punti allordine del giorno, a cominciare dalla valutazione della proposta presentata (a giugno) dal Lion Softair Team di Viadana di poter utilizzare unarea

ne diverrebbe gestore: un progetto in cantiere dallamministrazione Toscani e che pare di prossima realizzazione. Le Gev, rappresentate da Carlo Sante Gardani, hanno portato allattenzione della commissione la necessit di regolamentare laccesso delle auto in golena: le restrizioni attuali risalgono ad unordinanza troppo permissiva che non tutela ciclisti e pedoni, oltre a non prevedere aree di sosta per le macchine. Tutto al vaglio dei tecnici e potrebbe esser portato presto allattenzione della giunta e degli organi competenti, come lAipo.

CASALMAGGIORE - Ritorna lormai tradizionale appuntamento con la Maratonina di Santa Lucia: domani, alle ore 10, lo start dal listone di Casalmaggiore. Un Fiume in Corsa il titolo della manifestazione giunta questanno alla nona edizione. Il ne, oltre che salutare, anche beneco: il ricavato verr devoluto allassociazione Amici dellOspedale Oglio-Po. Abbiamo scelto di aiutare ancora lOglio-Po perch lospedale di Casalmaggiore e di tutto il nostro territorio: cos il presidente del consiglio comunale con delega allo sport Calogero Tascarella. Trattandosi di manifestazione podistica non competitiva, la maratonina aperta a tutti e non richiede certicato medico. Tre i percorsi tracciati sullargine che attraversano i comuni di Casalmaggiore, Martignana di Po e Gussola: uno da 5km, uno da 10 e il pi lungo da 21. Ogni tracciato privo di barriere architettoniche e pu quindi essere affrontato con carrozzine, passeggini o handbike. Tutti possono prendere il via spiega Tascarella . dai pi giovani ai pi anziani, dalle famiglie con bimbi piccoli nel passeggino ai gruppi sportivi, dai corridori ai camminatori. Sullo start prevista la presenza di alcuni dei pi importanti atleti casalaschi, oltre ai rappresentanti dellamministrazione comunale, ad una squadra dellArma e ai gruppi di cammino. La quota di partecipazione di 3 per il percorso pi breve, 5 per gli altri. Lungo il tragitto vi saranno diversi punti di ristoro. Allarrivo, rinfresco e premiazioni ai primi classicati. Il ritrovo ssato per domani alle 8,30 in Piazza Garibaldi.

IL RUGBY FINALMENTE A CASALMAGGIORE?


CASALMAGGIORE Potrebbe presto trovare casa a Casalmaggiore la locale squadra di rugby che, in soli tre anni di vita, ha gi ottenuto una promozione (nella primavera 2012) ed attualmente terza a 5 punti dalla vetta in serie C Regionale. Luned scorso alcuni dirigenti della societ, come si dice in gergo, hanno battuto i pugni sul tavolo, reclamando uno spazio allinterno del territorio comunale: il club della palla ovale, infatti, gioca le partite interne ormai da tre stagioni a Colorno. Gioved pomeriggio, in Giunta, la questione stata discussa e pare che nalmente il nodo possa sciogliersi: lintenzione quella di afdare il campo sportivo di Casalbellotto, attualmente utilizzato solo per il calcio, ad una associazione ad hoc, che poi gestisca e mantenga la struttura. Tale associazione potrebbe poi afttare il campo proprio al club di rugby che troverebbe cos casa in casa. Per quanto concerne il campo da rugby ricavato in zona Lido Po, invece, tutto ancora in stand-by: i lavori infatti sono legati alleventuale piena del ume (che ieri aveva gi raggiunto il piazzale esterno che ancheggia largine) e inoltre oggi si terranno le elezioni del consiglio direttivo. Facile presumere che una conferma di Paolo Antonini, presidente attuale degli Amici del Po e appassionato di rugby, possa accelerare i lavori al campo.

Arts, artisti cremonesi da domani al museo Diotti


LAssociazione Artisti Cremonesi chiude un anno intenso e di grandi soddisfazioni con una collettiva al Diotti di Casalmaggiore. "ARTS. Collettiva dellAssociazione Artisti Cremonesi" il titolo della mostra e del relativo catalogo che si aprir domani dicembre alle 17 allo Spazio Rossari, sala dedicata alle mostre temporanee dellattivo e vivace Museo casalasco di via Formis 17. Fortemente voluta dallAssessore alla Cultura Ettore Gialdi e sostenuta con entusiasmo dal sindaco Claudio Silla, la collettiva a tema libero comprende 37 opere di 18 artisti: Tiziana Bernardi, Alberto Besson, Romano Boccali, Elena Bocchi, Anna Bolognesi, Angelo Cauzzi, Franco Cimardi, Giordano Garuti, Andrea Ghisoni, Ulisse Gualtieri, Isaia Lazzari, Carlo Lucchini, Enrico Miglioli, Giorgio Mori, Pierantonio Pedroni, Enrico Peretto, Mirella Valenti, Francesco Vitale. La campagna cremonese e il Listone, classiche maternit ed astrazioni cromatiche, forme scultoree plastiche o stilizzate ci accolgono in una galleria di stili personali e di interpretazioni straordinariamente variate. Nel catalogo che accompagna lesposizione i colori intensi, saturi, o delicati e preziosi delle opere pittoriche si alternano alle sculture, quasi tutte calde terrecotte naturali o policrome. Le struggenti poesie della giovanissima poetessa cremonese Carlotta Pederzani fanno da contrappunto, qua e l, alle immagini, senza necessariamente cercare un rapporto con esse: semplicemente, un diverso sguardo ora sulla realt, ora sul mondo interiore, che si esprime attraverso la parola, il suono e il ritmo invece che con la luce, il colore o la forma. Ut pictura poesis, per citare Orazio. Liniziativa si fregia del Patrocinio della Provincia di Cremona e del Comune di Casalmaggiore, e non sarebbe stata possibile senza la preziosa collaborazione della dirigente del Museo dottoressa Roberta Ronda; a lei e alla disponibilit dellAmministrazione di Casalmaggiore lAssociazione Artisti Cremonesi esprime un sincero ringraziamento. La mostra, con ingresso libero, rimarr aperta fino al 13 gennaio con il seguente orario: da marted a venerd dalle 8 alle 13; sabato e festivi dalle 15,30 alle 18,30; chiuso il luned, Natale e Capodanno.

con la Santa Messa nella Basilica di San Pietro, mentre in serata tutti gli artisti si sono esibiti in piazza del Popolo. Oggi, sabato 1 dicembre, alle 7.30 del mattino gli artisti itineranti si raduneranno

presso Castel SantAngelo. Alle 8,30 partir il corteo alla volta di piazza San Pietro. Alle 10, in Aula Paolo VI, inizier lo spettacolo Aspettando il Papa, coordinato da Alessandro Simone e presentato da Ambra Orfei. Larrivo di papa Benedetto XVI per lUdienza previsto per le 12. Sono previsti circa 7.000 partecipanti, provenienti da Austria, Belgio, Francia, Germania, Italia, Lussemburgo, Olanda, Portogallo, Romania, Russia, Spagna, Svizzera, Ungheria e Stati Uniti dAmerica. La Minestron Band (nella foto) un gruppo musicale cabarettistico che da oltre 20 anni circuita nelle strade e piazze dItalia cercando di riproporre e valorizzare la musica tradizionale della bassa padana, esibendosi con costumi tipici dellantico mondo contadino. E' certo che anche a Roma susciter linteresse di passanti e curiosi.

A TORRICELLA SI DISCUTE DI ECOLOGIA


TORRICELLA DEL PIZZO Lassociazione Democratici del mondo promuove un incontro pubblico presso la Sala Civica del Comune di Torricella. Alle ore 21 di marted 4 dicembre si parler di Economia, Ecologia, Democrazia. Dopo lintroduzione del sindaco Emanuel Sacchini, il giornalista Vanni Raineri intervister don Bruno Bignami, docente di Teologia Morale e recente autore del libro Terra, aria, acqua e fuoco. Riscrivere letica ecologica, e Marco Pezzoni, ex senatore e deputato, del Centro Studi Politica Internazionale e coordinatore del Movimento Federalista Europeo.

OGGI INAUGURA TESORI DELLA MAGNA GRECIA


Oggi, sabato 1 dicembre alle ore 16,30, presso il Museo del Bijou sar inaugurata la mostra Tesori della Magna Grecia by Cosimo Vinci Design. Le corone-ghirlanda realizzate dal designer pugliese verranno proposte in Sala Zaffanella no a domenica 27 gennaio 2013, con ingresso gratuito.

Una delle opere in mostra: Canoista di Angelo Cauzzi

Bar Giulia GR2 di Rivieri Gianfranco Fermata KM Polo Romani Via Pascoli Sportime Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Distrib. carburante ENI Distr. carburante Ariete Rist. Pizz. Piccolo Paradiso Cartoleria Alim. Tabacch. Tosi Remo Bar La Nuova Luna Portici del Comune Portici Caff Roma Edic. Tabacch. Camozzi Edic. Tabacch. Lorenzini Bar Time Out Sido Caf Fermata KM Tabaccheria Venturini

angolo Conad Casalmaggiore via Guerrazzi 4 Casalmaggiore via Trento 20 Casalmaggiore via Giovanni Pascoli 28 Casalmaggiore via E. Fermi 19 Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Commerc. Padano Casalmaggiore via Repubblica rotonda Diotti Casalmaggiore via Repubblica Vicobellignano via Molossi 47 Vicobellignano via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Canzio 100 Roncadello via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Mazzini 3 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Matteotti 113 San Giovanni in Croce via Giuseppina 103 Cingia de' Botti via della libert 46/b Martignana di Po via Bardellina Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Roma 93 Gussola

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de

16

Sabato 1 Dicembre 2012

Speciale Edilizia

IL DECRETO STABILIT MANTIENE GLI INCENTIVI

Per interventi di manutenzione , ordinaria e straordinaria, realizzati su immobili residenziali, previsto un regime agevolato, che consiste nellapplicazione dellIVA ridotta al 10%: stato infatti evitato l'aumento inizialmente previsto nel decreto stabilit. Tuttavia, nel caso di beni di valore significativo, laliquota agevolata al 10% si applica soltanto fino alla concorrenza del valore della prestazione considerato al netto del valore dei beni stessi. A titolo di esempio, beni di valore significativo, possono essere gli ascensori e i montacarichi, gli infissi esterni e interni, le caldaie, i video citofoni, le apparecchiature di condizionamento e riciclo dellaria, i sanitari e la rubinetteria dei bagni, gli impianti di sicurezza. Non tutti i materiali impiegati nei lavori di manutenzione possono usufruire del regime IVA ridotto.

Iva agevolata al 10%, evitato laumento

Inarcassa pronta ad investire


etraibilit fiscale e strumenti finanziari accessibili sono gli obiettivi richiesti dalla platea dei costruttori e dei liberi professionisti nel corso del Convegno ''il mestiere del costruire'', promosso da Inarcassa e recentemente svoltosi a Roma. ''Per favorire la ripresa dell'apertura dei cantieri di edilizia privata e pubblica urge l'adozione della massima detraibilita' delle spese dei privati per ristrutturazioni e recupero del patrimonio edilizio esistente'', ha dichiarato il presidente dell'Autorita' di vigilanza sui contratti pubblici, Sergio Santoro. Un'esortazione che da parte di Inarcassa gi si trarsformata in un impegno concreto per il rilancio di un settore, quello edi-

Non si applica lIVA agevolata al 10% ai materiali o ai beni forniti da un soggetto diverso da quello che esegue i lavori; ai materiali o ai beni acquistati direttamente dal committente; alle prestazioni professionali, anche se effettuate nellambito degli interventi finalizzati al recupero edilizio; alle prestazioni di servizi resi in esecuzione di subappalti alla ditta esecutrice dei lavori. In tal caso, la ditta subappaltatrice deve fatturare con IVA al 21% alla ditta principale che, successivamente, fatturer la prestazione al committente con lIVA al 10%, se ricorrono i presupposti per farlo. Lapplicazione dellIVA al 10%, senza alcuna data di scadenza, prevista per tutti questi tipi di intervento di recupero edilizio. Laliquota IVA al 10% si applica, inoltre, alle forniture dei cosiddetti beni finiti, vale a dire quei beni che, bench incorporati nella costruzione, conservano la propria individualit (ad esempio, porte, finestre, sanitari, caldaie, infissi esterni, ecc.). Lagevolazione spetta sia quando lacquisto fatto direttamente dal committente dei lavori, sia quando ad acquistare i beni la ditta o il prestatore dopera che li esegue.

A disposizione 1.100 milioni di euro per ledilizia


lizio, in grado di trascinare il Paese sulla via della ripresa. L'ente di previdenza degli ingegneri e degli architetti liberi professionisti infatti pronto a stanziare, nel corso del 2013, 1.100 milioni di euro per il rilancio del settore edile. Vogliamo finanziare la crescita, utilizzando il risparmio per creare occasioni di lavoro per i nostri 160mila iscritti ha dichiarato la presidente di Inarcassa, Paola Muratorio promuovendo una maggiore qualit nell'integrazione della filiera delle costruzioni attraverso interventi di riqualificazione dell'immenso patrimonio immobiliare italiano. La strategia presentata dall'ente di previdenzapunta a costituire fondi immobiliari chiusi per la valorizzazione, il recupero e la sostenibilit del costruito. Progetto pilota l'intesa per il Fondo Scuole (realizzata nell'ambito del Progetto di edilizia scolastica sostenuto dal Miur e finanziato con fondi Cipe), siglata lo scorso 10 ottobre con il Comune di Bologna per la riqualificazione degli edifici scolastici esistenti e la costruzione di nuove strutture architettoniche polifunzionali, capaci di coniugare spiega Inarcassa - qualit estetica, innovazione, risparmio energetico e didattica evoluta. Tra le altre proposte della Cassa c' la nuda propriet reversibile: uno strumento finalizzato al sostegno economico degli anziani proprietari che consente di monetizzare parte del valore immobiliare mantenendo sia il diritto d'uso sia la possibilit di riacquistare l'immobile. Recentemente, stata approvata la Riforma Previdenziale di Inarcassa, che rappresenta un passaggio molto importante per il metodo contributivo e la soste-

Pagine a cura di Martina Pugno

nibilit a 50 anni. La nota stata approvata da parte del Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, dopo aver superato con difficolt i vari test. Secondo il Presidente Paola Muratorio, il contributivo offerto una rivoluzione che pone allavanguardia di molti paese europei. Grazie a questa integrazione, sar possibile raggiungere una sostenibilit struttura, ovvero un equilibrio stabile e perenne tra entrate e uscite previdenziale. La riforma va a riconoscere la previdenza e lassistenza nel nome dellequit globale. Allinterno della nuova normativa, sono state salvate tutte le aspettative, riguardante lattuale sistema previdenziale come il mantenimento della pensione minima e il riconoscimento di un accredito figurativo relativo alle contribuzioni ridotte degli iscritti giovani.

POSSIBILIT DI SCALE DETRAZIONE FI PER SERRAM ENERGETICO

5 DEL 5A RI% MIO SPAR TI EN

Speciale Edilizia

Sabato 1 Dicembre 2012

Tipologia e materiali stabiliranno le possibilit di ricevere sgravi fiscali

gravi fiscali ed incentivi non interessano solamente i grandi interventi di riqualificazione energetica e l'installazione di specifici impianti: con la Risoluzione n. 71 dello scorso 25 giugno lAgenzia delle Entrate ha pubblicato alcuni chiarimenti relativi alla possibilit di applicazione delle detrazioni fiscali Irpef del 55% e dellIva agevolata al 10% per ristrutturazioni edilizie ad interventi relativi alla posa in opera di pavimenti. La Risoluzione nata in risposta al quesito posto da un contribuente, il quale doveva svolgere alcuni interventi edilizi presso la civile abitazione dove avrebbe poi fissato la propria residenza al termine dei lavori, e voleva conoscere lapplicabilit delle detrazioni del 55% a tali interventi e la possibilit di usufruire dellaliquota Iva agevolata. La posa in opera dei pavimenti con struttura flottante, infatti, infatti, rientra nella normativa che riguarda i materiali da rivestimento e quindi rientra nel caso di applicazione dellaliquota ordinaria dellIva. LAdE ha infatti chiarito che si intendono quali beni finiti quelli che anche dopo la realizzazione dellintervento non perdono la propria individualit, seppur incorporandosi nellintervento. Per intenderci quei beni come le porte interne, gli infissi esterni, i sanitari, le caldaie, gli ascensori, i montacarichi, i prodotti per gli impianti idrici, elettrici, a gas, ecc. Il pavimento flottante, invece, composto da singoli listoni che possono anche essere smantellati e ricomposti in altro luogo, formato da elementi che seppur dotati ciascuno di una propria autonomia, perdono le proprie caratteristiche strutturali di pavimentazione se presi singolarmente. Questo tipo di lavorazione deve pertanto essere assoggettata allali-

Posa dei pavimenti ed incentivi

17

porte interne ed esterne: le agevolazioni fiscali


La nuova installazione o la sostituzione di porte esterne esistenti con altre aventi sagoma o colore diversi pu beneficiare della detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie. Qualora la nuova porta delimiti linvolucro riscaldato delledificio, verso lesterno o verso locali non riscaldati, si pu valutare, in alternativa, la detrazione fiscale per gli interventi mirati al risparmio energetico. E per necessario, per questultima detrazione, che la porta rispetti determinati requisiti di trasmittanza termica, che sono stati definiti dal Decreto del Ministero per lo Sviluppo Economico dell11 marzo 2008 e successivamente modificati col Decreto del 6 gennaio 2010. E bene ricordare che nel caso in cui lintervento possa beneficiare di entrambe le detrazioni fiscali citate (ristrutturazioni edilizie ed interventi per il risparmio energetico), bisogna scegliere solo una delle due opzioni, poich non sono cumulabili. Linstallazione su edifici esistenti di porte blindate o rinforzate pu rientrare nella detrazione fiscale per le ristrutturazione edilizie, che ammessa per gli interventi mirati a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, come ad esempio il furto, laggressione o il sequestro di persona. E bene specificare che per quanto riguarda le porte blindate esterne si pu accedere alla detrazione sia per la nuova installazione che per la sostituzione di una porta blindata esistente, ma con un'altra avente sagoma o colori diversi. Per le porte interne prevista invece solamente la nuova installazione, in cui rientra il caso di sostituzione di una porta esistente tradizionale con una blindata. Possono beneficiare della medesima detrazione fiscale anche lapposizione o la sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci o spioncini. Non quindi necessario per queste opere sostituire lintera porta e modificarne altre caratteristiche. Le porte interne sono un argomento delicato, che merita la giusta attenzione. Nel caso di sola sostituzione di una o pi porte interne, senza ingrandimento o spostamento delle aperture, lAgenzia delle Entrate ha specificato che questo tipo di intervento non agevolabile. Non lo nemmeno se si cambiano le caratteristiche materiche delle porte, ad esempio sostituendo delle porte in legno tamburate con delle porte in legno massiccio. Il discorso un po diverso se ad esempio si installa al posto di una porta interna tradizionale una porta blindata. Anche quando si apre un nuovo vano porta per unire due unit immobiliari o altri locali si pu applicare la detrazione fiscale per le ristrutturazioni edilizie, sia per quanto riguarda le opere edili di demolizione e di finitura della sagoma nel muro che per la fornitura e posa della nuova porta. Stesso tipo di detrazione possibile anche quando allarghiamo i vani di porte interne esistenti e di conseguenza dobbiamo installare una nuova porta con misure differenti.

quota Iva ordinaria, quella del 21%. La posa in opera di un pavimento contro terra riconducibile, invece, a quel genere di interventi edilizi che possono usufruire delle detrazioni fiscali del 55%. Infatti si tratta sostanzialmente di un pavimento rivolto verso lesterno, che fa quindi parte dellinvolucro delledificio, e pu pertanto

usufruire delle agevolazioni fiscali destinate agli interventi di riqualificazione energetica, purch, ovviamente, vengano rispettati i limiti di trasmittanza termica imposti dall'allegato B al decreto del ministro per lo Sviluppo economico dell11 marzo 2008. A proposito del pavimento, lallegato precisa proprio che tali ele-

menti fanno parte delle strutture orizzontali che compongo linvolucro opaco delledificio se rivolti verso locali non riscaldati o verso lesterno, come nel caso in esame. Del resto anche lEnea, che lente proposto al riconoscimento dei requisiti richiesti per poter accedere alle agevolazioni individua nellelenco pubblicato sul proprio sito, lipotesi di pavimento contro terra. Anche il rifacimento dei pavimenti, dunque, pu essere soggetto ad agevolazioni ed incentivi, ma prima di fare richiesta o di effettuare la propria scelta fondamentale informarsi per scoprire in quale categoria pu rientrare l'intervento, in base alle caratteristiche specifiche del pavimento e anche in base ai tipi di materiale prescelto. Entrambi i fattori, infatti, possono incidere notevolmente sulla dispersione termica e di conseguenza anche sui consumi. Una corretta informazione non sar utile solamente per poter usufruire di tutte le agevolazioni disponibili, ma anche per poter verificare notevoli risparmi in bolletta dovuto alla ridotta disper-

18

Sabato 1 Dicembre 2012

Speciale Edilizia

Incentivi per la sicurezza


Con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale n. 147 del 26 giugno 2012 Supplemento Ordinario n.129 del Decreto Legge n. 83 del 22 giugno 2012 "Misure per la crescita del paese" (Sviluppo Economico) - stato decretato laumento al 50% della detraibilit dallIRPEF degli interventi di ristrutturazione delle unit residenziale ad uso privato effettuati fino al 30 giugno 2013, fino al tetto massimo di 96.000 euro. Tra gli interventi che riguardano la sicurezza fisica e che usufruiscono di tali maggiori incentivi, si segnala linstallazione di rilevatori di apertura e di effrazione dei serramenti; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati (ndr: ossia sistemi di videosorveglianza); apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; casseforti, porte blindate, serrature ed altri mezzi di sicurezza passiva. Sar quindi possibile recuperare fino a 48.000 euro per unit abitativa sotto forma di credito di imposta da usufruire in sede di dichiarazione dei redditi in 10 rate annuali di importo uguale, per le spese pagate tra il 26 giugno 2012 ed il 30 giugno 2013. Il periodo di recupero ridotto a 5 ed a 3 anni per i contribuenti che hanno compiuto rispettivamente 75 ed 80 anni. Potranno godere dellagevolazione anche coloro che hanno iniziato i lavori prima dellentrata in vigore del decreto, ma che effettueranno i pagamenti successivamente. I pagamenti dovranno avvenire mediante bonifico bancario o postale, indicando la causale con gli estremi della fattura, il codice fiscale del soggetto pagante e la partita iva del beneficiario. Nella prima met del 2012, le agevolazioni hanno ricevuto grande riscontro,che probabilmetne proseguir anche nel corso dei prossimi mesi, in particolare con l'approvazione della Riforma condominiale che per la prima volta considera come proprio oggetto di diritto anche l'installazione di elementi per la videosorveglianza e la sicurezza. Invariata dal 1942, la Riforma agevola ora gli interventi anche per quanto riguarda le parti comuni dell'edificio e no solo i singoli appartamenti, purch avvenga il rispetto della privacy. Sar quindi pi snella, grazie ad un quorum meno impegnativo (la maggioranza degli intervenuti in assemblea, che rappresentino almeno la meta' dei millesimi), la procedura per deliberare l'installazione di impianti di videosorveglianzacio.

endere sicura la propria casa sempre possibile, ma non tutti sanno che anche tali interventi rientrano tra quelli oggetto di incentivi statali, secondo le norme rese definitive con il decreto legge nr. 201/2011 (art. 4). Lagevolazione fiscale si riferisce in linea generale alle opere di ristrutturazione della propria abitazione, comprendendo nello specifico gli interventi relativi alladozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, tra cui appunto rientra lacquisto e linstallazione di un impianto antifurto per la propria casa, oltre ad una serie di misure aggiuntive sempre orientate alla sicurezza, come ad esempio recinzioni murarie, grate alle finestre, porte blindate, ecc. Non sono invece compresi nellagevolazione eventuali contratti speciali effettuati con gli istituti di vigilanza. Limporto della detrazione per questa tipologia di intervento, fino al 26 Giugno 2012, stata pari al 36% del costo sostenuto, fino ad una spesa massima dellintervento pari a 48.000 euro. Il Decreto Legge nr. 83/2012, denominato Misure urgenti per le infrastrutture, ledilizia ed i trasporti, ha successivamente portato la detrazione al 50% del costo sostenuto, alzando anche il limite massimo di spesa su cui calcolare la detrazione fino a 96.000 euro. Tale maggiorazione si applica per le spese sostenute dal 26 Giugno 2012 al 30 Giugno 2013. Per tutti gli interventi effettuati a partire dal 1 gennaio 2012, indipendentemente dalla fascia di et, la detrazione fiscale sar ripartita in 10 rate annuali di pari importo. Possono usufruire dellagevolazione tutti i proprietari o nudi proprietari, gli usufruttuari, i locatari o anche il familiare convivente del possessore o detentore dellimmobile su cui viene effettuato lintervento, a patto che vengano intestati a lui sia i bonifici che le relative fatture di spesa. A partire dal 13 maggio 2011 la procedura di richiesta, per chi intende usufruire delle agevolazioni, si decisamente semplificata: non pi necessario comunicare allAgenzia delle Entrate n la data di inizio lavori n il costo della manodopera come voce separata in fattura. Oltre alla detrazione irpef sopra citata inoltre presente uninteressante agevolazione legata allIVA, infatti possibile richiedere allin-

Detrazioni Irpef fino a giugno 2013


Gli interventi per la protezione della casa soggetti a sgravi fiscali

stallatore dellimpianto antifurto lapplicazione di unaliquota iva ridotta al 10% (anzich laliquota ordinaria del 21%) su una parte dei beni significativi utilizzati per la realizzazione del sistema di allarme. Per chiarire il calcolo, nella guida Ristrutturazioni Edilizie Le agevolazioni fiscali redatta dallAgenzia delle Entrate, presente un esempio: costo totale dellintervento 10.000 euro, di

cui: per prestazione lavorativa 4.000 euro; costo dei beni significativi (ad esempio rubinetteria e sanitari) 6.000 euro. Su questi 6.000 euro di beni significativi, lIva al 10% si applica solo su 4.000 euro, cio sulla differenza tra limporto complessivo dellintervento e quello dei beni significativi (10.000 6.000 = 4.000). Sul valore residuo (2.000 euro) lIva si applica nella misura ordinaria del 21%.

Speciale Edilizia

Sabato 1 Dicembre 2012

ai come con l'arrivo dell'inverno ci si rende conto di quanto sia importante la presenza in casa di una caldaia in grado di garantire la migliore efficienza. Un impianto ben funzionante e adeguato per le dimensioni e la composizione dell'abitazione permetter il riscaldamento rapido e notevoli risparmi anche dal punto di vista economico. Per queste ragioni, la scelta della caldaia deve essere effettuata in base alle caratteristiche della casa, a quelle dell'impianto presente e al tipo di utilizzo che si prevede di farne. L'impianto di riscaldamento un sistema in grado di trasformare una materia combustibile in energia termica. Al pari di qualsiasi altro sistema ha caratteristiche in termini di potenza, consumo e rendimento. Questi tre fattori devono essere presi in conto con molta attenzione prima di scegliere la caldaia migliore per le proprie esigenze. La potenza della caldaia la capacit del sistema di riscaldamento di produrre energia termica. La potenza di una caldaia misurata in termini di chilo calorie (kcal) di produzione. Quanto maggiore la potenza di una caldaia, quante pi stanze e ambienti riuscir a riscaldare a parit di tempo. La potenza della caldaia deve essere commisurata all'impianto di riscaldamento e ai vani da riscaldare. E' del tutto inutile acquistare una caldaia molto potente (e costosa) per riscaldare un appartamento

Scegliere la caldaia in base alle esigenze della casa

Potenza, consumo e rendimento: le valutazioni prima dellacquisto

condominiale composto da sole due stanze. Si tratterebbe dunque di un dispendio economico che non troverebbe un reale riscontro nei consumi e nell'utilizzo dell'impianto stesso. Nello stesso tempo, per non rischiare di restare al freddo dentro casa di fondamentale importanza evitare di acquistare una caldaia meno potente del necessario. Come ogni 'macchina' anche la caldaia pu essere vista come un sistema con un fattore in input (gas o altro combustibile) e un prodotto in output (calore). Il fattore X del sistema dato dalla tecnologia della caldaia. Come per le automobili anche le caldaie hanno ca-

ratteristiche e tecnologie diverse che incidono notevolmente sui livelli di consumo del combustibile a parit di prodotto finale. Le caldaie pi virtuose nei consumi costano di pi al momento dell'acquisto ma consentono nel corso degli anni di risparmiare in percentuale sulla spesa della bolletta. Al momento della scelta occorre poi tenere conto del rendimento. Il rendimento della caldaia la capacit della caldaia di trasformare l'energia del combustibile in energia termica. Il rendimento misurato in termini percentuali ed sempre un valore inferiore al 100%. Ad esempio, leggere che una caldaia ha un rendimento pari al 70%

equivale a dire che la caldaia 'spreca' il 30% dell'energia del combustibile che avete acquistato. In conclusione, quanto maggiore il rendimento della caldaia tanto minore lo spreco di energia andata perduta nel sistema. Ovviamente, le prestazioni della caldaia non vengono condizionate solamente dalle caratteristiche proprie dell'elemento scelto come cuore pulsante della propria casa, ma anche dalla corretta manutenzione e dall'attenzione nell'utilizzo. Affinch la caldaia mantenga le proprie caratteristiche e garantisca un buon rendimento a lungo nel tempo,. infatti, deve essere sottoposta a regolari controlli che permettono innanzitutto il mantenimento a norma dell'impianto, nonch l'intervento immediato in caso di problemi. Ad una caldaia efficiente occorre poi accompagnare un impianto che possa soddisfare le esigenze dell'abitazione e che sia studiato per ottenere le massime potenzialit dal punto di vista del riscaldamento riducendo i consumi al minimo ed evitando il pi possibile gli sprechi. Alcuni accorgimenti per il corretto uso dei termosifoni e degli impianti faranno poi ulteriormente la differenza, dall'evitare di posizionare oggetti e tendaggi davanti ai termosifoni rendendo difficoltosa la diffusione del calore all'interno della stanza, sino all'importazione di una temperatura adeguata.

Le abitudini quotidiane possono fare notevole differenza sui consumi in termini di riscaldamento: spurgate l'aria dai radiatori per tenerli sempre alla massima efficienza. L'aria presente nelle tubazioni dell'impianto tende a depositarsi nei radiatori impendendone il pieno riscaldamento e provocando un inutile lavoro per la caldaia. I vecchi termosifoni potrebbero non avere una valvola di sfiato dell'aria, in questi casi non coster molto farle installare tramite un semplice intervento da parte del vostro termoidraulico di fiducia. Abbassate le tapparelle nelle ore notturne per mantenere calda la casa. I vetri provocano una grande dispersione del calore interno raffreddando la stanza. Regolate la temperatura a 19. Per limitare i consumi della caldaia fate in modo che la temperatura interna della casa oscilli intorno ai 19. Per un solo grado di temperatura interna superiore aumenterete i consumi del 8%. Quando soffrite la calura d'inverno e siete costretti ad aprire le finestre state facendo lavorare la caldaia spendendo inutillmente molti euro di gas in pi. Abbassare la temperatura di 1-2 gradi e indossare qualche maglione una scelta intelligente. Evitate di coprire i termosifoni con mobili o tende. I termosifoni sotto la finestra aiutano a riscaldare le pareti strutturalmente pi fredde ma tendono a lavorare di pi. Per aumentare l'efficienza in questi casi sufficiente porre una tavola di materiale isolante tra parete e termosifone. Nelle ore notturne spegnete la caldaia o regolate il timer per farla riaccendere due ore prima di quando ci si dovr alzare. In caso di ambienti particolarmente freddi comunque sufficiente regolare la temperatura interna notturna a soli 16. Tenete chiusa la porta delle stanze e dei locali non utilizzati come i ripostigli o la stanza degli ospiti eviter di far circolare l'aria calda e fredda anche in queste stanze facendo lavorare meno la caldaia. Quando nelle stanze il caldo eccessivo o il riscaldamento inutile abbassate al minimo il livello del radiatori.

Consigli per luso dellimpianto nei mesi invernali

19

Cultura Spettacoli &


La tragedia di Giovanna dArco gioved prossimo a Casalmaggiore Sul palco gli attori della Compagnia Teatro del Carretto G
di Federica Ermete
ioved 6 dicembre alle ore 21, la Compagnia Teatro del Carretto porta in scena al Teatro Comunale di Casalmaggiore Giovanna al rogo. Lo spettacolo, con adattamento e regia firmati da Maria Grazia Cipriani, non ha la pretesa di comprendere il personaggio di Giovanna e neppure quello di abbandonarsi a letture basate su convinzioni personali. La sua vicenda reale, infatti, si perde nel mare delle interpretazioni, il pi delle volte fantasiose o dettate dallideologia, sorte intorno al personaggio che, nel corso del Novecento, divenuto oggetto di nuove attenzioni, sia dal punto di vista artistico, con le molte versioni che ci hanno lasciato il cinema, la musica, il teatro sia in termini storici, con la sua santificazione. Quella che abbiamo potuto vedere una figura tragica, mistica, visionaria, stretta dai vincoli della rigida societ del tempo, tradita, perseguitata e arsa viva dai potenti. Quello che abbiamo compreso che la sua storia, dal processo di condanna a morte come eretica, a quello di riabilitazione, fino alla sua stessa santificazione, stata, e ancora continua ad essere, oggetto di appropriazione e strumentalizzazione per finalit politiche di ogni genere. Anche per questo

Bubola stasera al Bellini

Stasera alle 21, il Teatro Bellini di Casalbuttano accoglie Massimo Bubola che propone, con la Eccher Band, un concerto in anteprima. In formazione acustica e a distanza di qualche anno da Ballate di terra e acqua, il cavaliere elettrico

ritorna al Bellini per presentare un album di canzoni nuove. In alto i cuori, questo il titolo del progetto, un disco pieno di elettricit e chitarre, sanguigno e aggressivo come le pagine pi rock del repertorio dellartista.

Un momento dello spettacolo motivo la vicenda di Giovanna resta attuale, fonte di suggestioni e domande aperte che, pur cambiando i tempi, mantengono una forza e una verit universale: quella di chi vittima dellabuso di qualsivoglia potere. Lintento dello spettacolo ha spiegato la regista - quello di ripercorrere le pi significative versioni letterarie, supportate dalle fonti disponibili sulla vita di Giovanna dArco, per approdare ad una proposta drammaturgica la cui struttura costruita con lalternarsi del tempo presente, in cui la protagonista sente e soffre la condanna ormai prossima, e il tempo passato, da lei rivissuto quale estrema ricapitolazione della propria esistenza.

Lassessorato alle Politiche Educative e della Famiglia, in collaborazione con il Franco Agostino Teatro Festival, presenta domenica 9 dicembre alle 15.30 a Palazzo Cittanova lo spettacolo di Santa Lucia dal titolo Una luce per il mattino. La storia di una lampada che ha perso la luce e i viaggi che un bambino cresciutello deve affrontare per capire come riportare il prezioso fuoco a casa, perch il buio d'inverno lungo e freddo. E soprattutto senza una lucina che indica la casa, Santa Lucia non riuscir mai a vederla, dispersa com nel niente dei campi. Lunico modo incontrare altri bambini e chiedere a loro. Magari una scintilla ciascuno e si crea una bella luce! Lo spettacolo una produzione di Cippi Guitti Compagnia di Teatro di Strada e di Cortile, con la regia di Nicola Cazzalini (lingresso aperto a tutti ed gratuito). In questo spettacolo, Santa Lucia la figura di una donna forte, che porta la luce. Per tradizione, la festa del 13 dicembre, che segue la notte pi lunga dellanno, dedicata ai bambini, che riscoprono la luce del mattino insieme ai balocchi che la Santa ha portato per loro. Ma la preparazione lunga e faticosa: bisogna esser stati bravi, bisogna preparare la stanza, pensare al fieno per l'asinello, correre a letto presto e chiudere gli occhi, aspettare nel buio. Lo spettacolo verr proposto in anteprima, per gli alunni delle classi del primo ciclo delle scuole della citt di Cremona venerd 7 dicembre, sempre a Palazzo Cittanova. Un attore racconter una storia che viene da lontano che parla di buio e nebbia, di terra e di radici, di voglia di scoprire e di ritrovare. Parla di desideri da lasciare a San Lucia con lievit e speranza. Appuntamento dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 14 alle ore 16 (riservato alle scuole primarie su prenotazione, tel. 0372-407917).

Spettacolo di S. Lucia in arrivo al Cittanova

Domani, alle ore 17 presso lAuditorium dellex Filanda di Soncino, ha luogo lappuntamento conclusivo della rassegna I concerti spiegati. Liniziativa, complessivamente costituita da 8 incontri, stata ideata e messa a punto dal violoncellista, compositore e direttore dorchestra milanese Marco Ravasio. Grande didatta di musica da camera al Conservatorio di Milano, Ravasio ama raccontare storie perch convinto che laffabulazione stia alla base di ogni tipo di cultura; da qui lidea di spiegare periodi e stili musicali con loriginale approccio proposto

Concerti spiegati domani a Soncino

Marco Ravasio e Michela Le Fauci eseguono musiche di grandi autori

durante i suoi incontri. Il concerto di domenica si intitola Gli Impressionisti e il jazz. Marco Ravasio al violoncello, in duo con larpista Michela La Fauci (nella foto), esegue musiche di Ravel, Debussy, Faur, Gershwin,

Piazzolla, nonch di anonimi compositori di spirituals e blues. Obiettivo di questa maratona musicale di stili ed epoche diverse quello di proporre incontro e analogia tra generi diversi nati nello stesso tempo.

Appuntamento conclusivo, almeno per il 2012, con Il salotto dautore, la rassegna patrocinata dallassessorato alle Politiche Giovanili e organizzata da Claudio Ardig e Fabio Canesi. Oggi, presso la libreria Feltrinelli, lincontro con Carla Menaldo, giornalista, scrittrice, editor della casa editrice Marsilio, che ci parla del suo nuovo libro Sangue di drago (Cleup). E la storia di una donna e della sua fuga in Portogallo, di sua nonna madrilena, forte,

Carla Menaldo nel salotto dautore


che non usciva di casa senza una cosa rossa, perch tutto quel che conta nella vita rosso. Lautrice ha dichiarato: Scrivo perch non posso proprio farne a meno. Perch ci sono tante vite possibili, e lunico modo per non lasciarle da sole a vivere da qualche parte senza di me senza di voi provare a inchiostrarle in una realt osservabile e interpretabile, e proporle a chi mi legge come diverse, possibili, curiose alternative. La rassegna riprender nel 2013.

La scrittrice presenta da Feltrinelli il suo nuovo libro Sangue di drago

Appuntamento al teatro San Domenico di Crema per un nuovo spettacolo della rassegna Domenica per le famiglie: domani alle ore 16 in programma La musica e laria, spettacolo di Maurizio DellOlio per la regia di Nuvola De Capua, con musiche eseguite dal vivo dal maestro Alessandro Lupo Pasini. Rispetto dellambiente e fonti energetiche alternative sono il messaggio dello spettacolo, presentato alle

Cultura CREMA Spettacoli La musica e laria domenica a teatro

&

Sabato 1 Dicembre 2012

21

nuove generazioni con un linguaggio semplice e fantastico. Un viaggio ideale fra inquinamento, veleni ed impurit che si concluder felicemente con laiuto di musica, aria e sole. Principali interpreti: Davide Grioni, Elisabetta Casali, Maruska Ronchi, Monica Gentile, Nicola Cazzalini. Spettacolo a cura del gruppo Energei di Crema in collaborazione con lassociazione culturale Adamo Iotti.

Da Bach ai Beatles con Marco Ravasio

Un nuovo volume sulla storia di Crema


ggi alle ore 16.30, il Centro Ricerca Galmozzi presenta in sala Alessandrini di via Matilde di Canossa a Crema, un proprio nuovo volume sulla storia recente di Crema, che si affianca ai ormai numerosi titoli che negli anni sono stati via via prodotti contribuendo in modo determinante ad illustrare in modo serio, approfondito e analitico, fatti e personaggi del 900 cremasco. Il titolo del nuovo lavoro Nel turbine del dopoguerra Crema e il Cremasco 1919-1925 di autori vari coordinati dal professor Romano Dasti. Molte ed esaurienti le tematiche affrontate: dagli aspetti socioeconomici del periodo (autori Aldo Parati, Romano Dasti, Marita Desti), agli aspetti politicosindacali (autori Guido Antonioli, Simone Ribaldi, Luca Donarini Francesca Fantuzzi, Piero Carelli e ancora Aldo Parati Marita Desti e Romano Dasti); terzo capitolo dedicato agli aspetti culturali (autori Gianmario Valvassori, Giancarlo Innocenti, Vittorio Dornetti, Matteo Piloni). In quegli anni il Cremasco fortemente segnato dalle lotte contadine che portano il territorio alla ribalta nazionale, dallacceso dualismo tra i cattolici ed i socialisti in progressiva crescita di consensi, mentre il mondo liberale in preda ad un forte disorientamento. In un contesto di fortissimi contrasti compie i primi passi e si afferma il movimento fascista che tra il 1921 e il 1922, con l appoggio della borghesia agraria e di una larga fetta del mondo liberale e con un utilizzo sistematico della violenza, riesce a prendere il potere. Cos ci presenta il complesso lavoro, il curatore Romano Dasti: Con diciotto saggi di dodici autori diversi, con una cronologia essenziale degli avvenimenti e con un lungo indice di nomi e di luoghi, il libro costituisce un approfondimento di una fase cruciale della storia italiana e del nostro territorio. Alla presentazione del volume interverr il prof. Luigi Ganapini. Esecuzione di canti popolari da parte del gruppo musicale I giorni cantanti, letture dal volume di Graziella Della Giovanna e di Andrea Bellani. Tiziano Guerini

Il Centro Galmozzi presenta il libro Nel turbine del dopoguerra Crema e il Cremasco 1919-1925
Col patrocinio del Comune di Crema, assessorato alla Cultura, domani alle ore 17 nella sala Pietro da Cemmo del Museo cittadino in piazza Terni de Gregory, si rappresenta lo spettacolo Da Bach ai Beatles, monologo pensato, scritto, recitato suonato e cantato di Marco Ravasio. Lo spettacolo si rappresenta dal 1988 ed ha raggiunto con successo le mille repliche. Celebri melodie sulle quali si innestano temi politici, storici, musicali, biografici, umoristici. Bach, Vivaldi, Mozart, Beethoven ma anche la musica country americana, gli spirituals, il blues, il jaaz fino ai mitici Beatles. Unora e mezza di spettacolo tutto da godere.

Musica dal vivo per il mese di dicembre ad Alice nella citt. Lassociazione culturale con sede in via Cappi a Castelleone, propone per questa sera alle ore 22, il rock strumentale del trio cremasco Hellekin Mascara e la musica folk del gruppo milanese The Pease con i brani del loro ultimo album dal titolo Bitter gospels along the Riverside. MOSTRA ALLA PRO LOCO Alla Pro Loco di Crema in piazza Duomo 22, aperta da gioved 29 novembre la mostra di acquarelli La gioia dei colori di Rosalba Perucchini. La presentazione ufficiale in programma stasera alle ore 16.

Rock strumentale e folk stasera ad Alice nella citt

Conferenza stampa della Fondazione San Domenico con il presidente Giovanni Marotta, il consigliere Antonio Chessa e il consulente artistico Enrico Coffetti. Anzitutto la proposta di Regala un posto a teatro come momento di promozione attraverso la proposta di due abbonamenti speciali: abbonamento Cinque stelle con cinque appuntamenti da dicembre a marzo e abbonamento Super tre con tre appuntamenti. Naturalmente linteresse non sta solo negli spettacoli proposti (e di cui daremo notizia di volta in volta) ma anche nel costo molto contenuto. La seconda notizia non coglie del tutto di sorpresa, perch gi cerano state avvisaglie al riguardo: si tratta della decisione di annullare la stagione dopera Tutto Verdi dellOrchestra Filarmonica Italiana dopo le prime due delle otto rappresentazioni in programma. Motivo? Nella diretta consta-

Annullata Tutto Verdi per motivi di spazio

tazione che la sala del San Domenico male si presta allesecuzione di opere liriche nella loro interezza, mancando in particolare lo spazio adeguato e specifico per una vera orchestra. E stato un tentativo - commenta il consulente artistico - che abbiamo voluto provare anche per dare spazio a iniziative artistiche giovani e sperimentali, ma che forse avrebbe bisogno di pi tempo e di maggior preparazione. Comunque il nostro interesse per lopera lirica non viene meno e certamente ci saranno altre occasioni meglio valutate in coerenza con la sala di cui disponiamo. Intanto, su questa strada, il teatro San Domenico si accinge a proiettare in diretta sul proprio schermo venerd 8 dicembre alle ore 18, lopera Lohengrin con musica di Richard Wagner, per la direzione del maestro Daniel Barenboim, che apre la stagione lirica della Scala di Milano.

Per la rassegna Il sipario e lo sguardo, mercoled 5 dicembre alle ore 18 presso il teatro San Domenico, in programma la conferenza dal titolo Storia del teatro. Si tratta di cinque conversazioni sulla storia del teatro al di l della suddivisione artificiosa dei libri, cavalcando invece unenorme onda di poesia da non immaginare nella ciclicit di un cerchio che si chiude, ma piuttosto come spirale... dove ognuno pu esplorare nuove ipotesi, realizzare a sua volta diverse connessioni e possibilit: provare a gettare uno sguardo alla disperata bellezza, a quella bellezza terribile, pericolosa che si nega tra le pieghe di un sipario, quella bellezza amara di cui parlava Rimbaud, per cui anche la grande tragedia bella.

Conferenza sulla storia del teatro

Lalpinismo in diapositive
Nuova interessante serata organizzata dal Club Alpino Italiano (Cai), sezione di Crema. Questa sera alle ore 21 nella sede del Club in via Franco Donati 10 a Crema, Sergio Doldi presenta una serie di diapositive dal tema Come eravamo: pezzi di alpinismo cremasco alla fine del secolo scorso (lingresso libero).

DOMANI AL GALILEI
Prende il via la IV edizione di Teatri di Pianura, la rassegna promossa dal Piccolo Parallelo che questanno festeggia 25 anni di attivit. Domani alle 16 al Teatro G. Galilei di Romanengo, viene presentata lintera stagione che, coinvolgendo i Comuni di Romanengo, Soncino, Torre Pallavicina e Pumenengo, prevede un susseguirsi di spettacoli inquietanti, spiazzanti e suggestivi. Danio Manfredini, col concerto-spettacolo Incisioni, e Arianna Scommegna col testoriano Mater Strangoscias, sono i due felici ritorni

A Romanengo presentazione di Teatri di Pianura


al Galilei; la danza di Maruska Ronchi e Silvia Alfei con Keep in touch riflette sulle modalit di relazione nella societ digitale; il trio Madame Rebin con Il paziente affronta il tema della morte. Approda, per la prima volta al Galilei, il Teatrino Giullare col pluripremiato La stanza che moltiplica i personaggi del testo con una moltitudine di maschere. A gran richiesta, il maestro delle bolle di sapone Michele Cafaggi ritorna col sorprendente Ouvertures des Saponettes. Ed ancora, gli spettacoli che coinvolgono il Piccolo Parallelo e altri artisti: la camminata Il respiro del fiume aderisce al Rebirth-Day dellartista visivo Michelangelo Pistoletto; affine a questa un focus sul Pianalto di Romanengo con interventi critici, immagini e letture; Il Dio dei Masi di Enzo G. Cecchi; La Passione secondo Giovanni, suggestiva let-

tura-concerto del vangelo giovanneo con Marco Zappalaglio e Marco Ravasio; lo storico Caravaggio rappresentato nella giornata Millumino di men alla luce di candele e fiaccole. In chiusura Affinit con un gruppo di giovani attori formatosi a Romanengo col progetto Giovani Fontanili dAutore. Al termine della presentazione, Sorgente 90 e Piccolo Parallelo mettono in scena Il Dio dei masi con

Camillo Caresia. Si tratta del terzo spettacolo di una trilogia prodotta nel 2011 che ha trovato la sua forma pi compiuta nell'estate 2012. La trilogia, creata per il Festival Masi In... visibili in Trentino, si struttura come la ricostruzione della memoria storica di un territorio, la Valle di Cembra, da parte di uno straniero Enzo Cecchi appunto, che ne descrive con amore, incanto e disincanto, le sue genti, le vicende, le peculiarit culturali e ambientali. A seguire aperitivo benaugurale. Federica Ermete

22

Sabato 1 Dicembre 2012

Programmi Tv
domenica 2
10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.35 00.40 01.05 09.00 09.55 10.10 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.10 18.10 19.35 20.30 21.05 21.45 22.35 a sua immagine sanTa messa angelus linea verde. att Tg1 Telegiornale domenica in-arena. att Tg1 Telegiornale domenica in. att l'erediT. game Tg1 Telegiornale/sporT affari Tuoi. game l'isola. fiction speciale Tg1 Tg1 noTTe/che Tempo fa cinemaTografo baTTle dance. Talent carToni animaTi ragazzi c' voyager a come avvenTura mezzogiorno in famiglia Tg2 giorno/meTeo/moTori quelli che aspeTTano. var quelli che. variet sTadio sprinT 90minuTo. sport cops-squadra speciale.Tf Tg2 noTizie ncis. Telefilm hawaii five-0. Telefilm la domenica sporTiva

Sabato 1
11.10 12.00 13.30 14.00 14.30 15.30 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.30 21.10 00.40 00.55 09.20 09.45 10.05 10.15 10.55 11.35 13.00 14.00 15.00 15.35 17.10 18.05 19.35 21.05 21.50 10.15 11.00 12.00 12.55 14.00 14.40 14.55 17.00 17.20 19.00 20.00 20.15 21.05 23.20 23.40 dreams road 2012. doc la prova del cuoco.att Tg1/Telegiornale easy driver. attualit linea blu. attualit le amiche del sabaTo.att Tg1/che Tempo f a sua immagine passaggio a nor ovesT. doc l'erediT. game Tg1 Telegiornale affari Tuoi. game Ti lascio una canzone Tg1 noTTe/che Tempo fa viaggio eleTTorale. doc carToni animaTi serius amazon. reality aprirai. attualit sulla via di damasco TerriTori. attualit mezzogiorno in famiglia Tg2 giorno / dribbling Teen manager. reality caTasTrofi nel mondo.doc squadra spec. lipsia.Tel sereno variabile. att 90 minuTo serie b cops. Tf / Tg2 notizie casTle. Tf body of proof. Tf l'ispeTTore derrick. Tf Tgr belliTalia Tg3 sport - meteo / Tgr Tgr ambienTe iTalia. att Tg3/regione/meTeo 3 Tg3 pixel Tv Talk. attualit TimbucTu. attualit la volpe e la bambina. film Tg3/regione/meTeo blob. attualit sTanlio e ollio. film ulisse. doc Tg3 regione TelepaTia. attualit

Sabato 1
09.50 carabinieri 7.Telefilm 10.50 riceTTe di famiglia. att 11.30 Tg 4/meTeo/noTizie/Traffico 12.00 un deTecTive in corsia. Tf 12.55 la signora ingiallo. Tf 14.45 lo sporTello di forum.att 15.30 poiroT. film 17.00 deTecTive monk. Telefilm 18.00 pianeTa mare. attualit 18.55 Tg 4 - meTeo 4 19.35 TempesTa d'amore. soap 20.00 scene da un maTrimonio 20.40 le indagini di padre casTell 21.10 law & order los angeles. Tf 23.15 law & order. Tf Traffico/meTeo Tg5 maTTina finalmenTe arriva kalle. Tf melaverde. attualit forum. attualit Tg5 Telegiornale/meTeo 5 cougar Town. Telefilm amici. Talent verissimo. attualit avanTi un alTro. game Tg 5 telegiornale - meTeo 5 sTriscia la noTizia The winner is. variet scrivimi una canzone. Tel Tg5 noTTe carToni animaTi el cid. film sTudio aperTo - meTeo sporT mediaseT charlie's angels. film i goonies. film magazine champions sTudio aperTo - meTeo carToni animaTi scooby doo 2. film mosTri conTro alieni.film Tremors 2. film poker1mania sporT mediaseT sTudio aperTo

domenica 2
08.35 09.20 10.00 11.00 11.30 12.00 13.10 14.00 14.40 15.25 17.05 18.55 19.35 21.30 07.55 08.00 08.50 09.40 10.00 10.30 11.50 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40 21.15 23.20 07.00 07.55 10.35 12.25 13.00 14.00 17.55 18.30 19.00 19.30 21.25 00.20 02.15 pianeTa dinosauri.doc magnifica iTalia. doc sanTa messa le sTorie di viaggio. att Tg 4 Telegiornale pianeTa mare. attualit nuove scene da un maTrimonio. attualit Tg4 come si cambia. att lo sperone nudo. film downTon abbey. fiction Tg4 Telegiornale - meTeo 4 il comandanTe florenT. film downTon abbey 2. fiction Traffico/meTeo Tg5 maTTina le fronTiere dello spiriTo. att Tg com belli denTro. sitcom benvenuTi a Tavola melaverde. att Tg5 Telegiornale - meTeo 5 l'arca di no. variet domenica live. variet avanTi un alTro. game Tg 5 - meTeo 5 sTriscia la domenica il paradiso all'improvviso. f il giudice masTrangelo2 la viTa secondo jim. sit carToni animaTi beeThoven 5. film sTudio aperTo/meTeo sporT mediaseT le isole dei piraTi. film TuTTo in famiglia. Telefilm sTudio aperTo/meTeo la viTa secondo jim. film The librarian 2- riTorno alle miniere di re salomone. film archimede. attualit melissa p. film poker1mania 06.00 07.00 10.00 11.05 11.45 13.30 14.05 15.00 16.00 18.00 20.00 20.30 22.30 00.25 01.25

rete 4

Sabato 1
Tg la7 omnibus. attualit booksTore. attualit madama palazzo. att josephine ange gardien. Tf Tg la7 i men di benedeTTa cuochi e fiamme. att 4 donne e un funerale. f il commissario cordier.Tf Tg la7 in onda. attualit l'ispeTTore barnaby. Tf omnibus noTTe. attualit Tg la 7 sporT

domenica 2
06.00 07.00 10.00 11.25 11.45 13.30 14.05 15.40 18.00 20.00 20.30 21.30 23.35 00.40 00.50 Tg la 7 - meTeo - oroscopo omnibus. attualit Ti porTo io. variet Ti ci porTo io in cucina. var josephine ange gardien.Tf Tg la7 le colline blu. film The disTricT. Tf l'ispeTTore barnaby.Tel Tg la7 in onda. attualit il volo della fenice. film omnibus noTTe. att Tg la7 sporT counTdown dimensione.f

07.55 08.00 08.50 09.55 11.00 13.00 13.40 14.10 16.00 18.50 canale 5 20.00 20.40 21.10 23.50 02.00 07.20 11.00 12.25 13.05 13.40 15.45 17.55 18.30 19.00 italia 1 19.20 21.10 22.55 00.55 01.45 02.10

la 7

09.35 l'ispeTTore derrick. Tf 10.15 rai educaTional 10.45 Tgr esTovesT. attualit 12.00 Tg3 / meteo3 / Telecamere 12.25 Telecamere saluTe. att 12.55 rai educaTional 13.25 passeparTour. rubrica 14.00 Tg regione/meTeo/Tg3 14.30 in 1/2 h. attualit 15.05 alle falde del kilimangiaro 19.00 Tg3 - Tg regione - meTeo 20.00 blob. variet 20.10 che Tempo fa. att 21.30 reporT. attualit 23.20 Tg3 regione

07.00 08.30 20.30 21.00 22.00 00.30 00.30

le nosTre regioni roTocalco rubrica religiosa: il giorno del signore roTocalco commedia iTaliana: racconTi romani felTri senza filTri il punto del direttore con vittorio feltri conduce viaggio senTimenTale nelliTalia dei desideri viTTorio sgarbi ci porTa a conoscere le nosTre ciTT arTisTiche

07.00 07.30 11.00 13.30 20.00 21.15 23.00 01.00

le nosTre regioni roTocalco sanTa messa in diretta dal duomo di cremona rubrica religiosa roTocalco commedia iTaliana souvenir ditalie parTiTa vanoli cremona- umana reyerv viaggio senTimenTale nelliTalia dei desideri viTTorio sgarbi ci porTa a conoscere le nosTre ciTT arTisTiche

Agricoltura

Sabato 1 Dicembre 2012

Latte, dichiarato lo stato di agitazione N


Dura presa di posizione da parte di Confagricoltura Lombardia. In programma nuovo incontro con il ministro Catania
A cura di Libera Agricoltori onostante gli industriali della trasformazione lattiera casearia abbiano definito il 2011 lanno doro del latte, per gli allevatori - soprattutto quelli che hanno consegnato il latte allindustria - il 2012, che sta volgendo al termine, non pu ritenersi soddisfacente, a causa di una serie di problemi di carattere economico, normativo e tecnico organizzativo che sempre pi pesano sulla gestione delle aziende zootecniche. In merito ai problemi di carattere normativo la riforma della Pac e lintegrazione al reddito la discussione in pieno svolgimento sui tavoli di Bruxelles. La proposta del Commissario ha finito per scontentare pi o meno tutti i Paesi, al punto che ipotizzabile un rinvio della applicazione, e adesso il dibattito al centro dellattenzione si sta svolgendo sul bilancio di previsione Ue del prossimo settennato. Ma, vista la complessit del sistema e le diverse esigenze dei Paesi membri, ogni decisione al riguardo stata rinviata al 2013. La questione pi spinosa e urgente quella economica: sempre aperto il fronte relativo al prezzo del latte. Gli industriali lombardi hanno rifiutato di sedersi al tavolo con temi pretestuosi e Confagricoltura Lombardia ha preso una posizione dura e netta nei loro confronti. In questo quadro di tensione poco edificante, in attesa di riuscire ad applicare le indicazioni suggerite dal Pacchetto latte, il ministro dellAgricoltura Mario Catania ha incontrato i rappresentanti delle organizzazioni agricole per sentire le loro ragioni in tema di prezzo del latte e costi di produzione. Il Ministro stesso al termine dellincontro ha comunicato lintenzione di convocare un ulteriore incontro anche con la parte industriale. In attesa degli sviluppi con il ministro, Confagricoltura Lombardia ha dichiarato lo stato di agitazione. Italatte nelle scorse settimane ha inviato una lettera ai suoi conferenti con cui ha comunicato loro che a partire dallo scorso mese di ottobre applicher un prezzo di 380 euro per 1000 litri di latte, a conferma della quotazione degli ultimi quattro mesi. Italatte nella sua comunicazione si dilungata sugli aspetti positivi di questo prezzo, lamentando di non potere andare oltre a causa delle condizioni di mercato che non consentono ulteriori valorizzazioni. Gli argomenti addotti francamente sembrano un po pretestuosi dichiara la Libera, dal momento che i consumi lattiero caseari a livello mondiali sono in crescita, cos come anche le previsioni delle quotazioni. Il fatto che a 38 centesimi gli allevatori non coprono i costi di produzione mentre gli industriali vorrebbero fare anche del 2012 un altro anno doro per il latte. Ovviamente ancora dal loro punto di vista.

23

Nuove risorse economiche per le aziende lombarde

PAC

Apa Cremona rivendica la propria autonomia


Il sistema zootecnico nazionale legato principalmente al ministero dellAgricoltura ed ai suoi finanziamenti attraverso loperativit della struttura degli allevatori (Aia Nazionali Apa). Tale sistema sta soffrendo da tempo della ristrettezza delle risorse pubbliche che lo ha retto fino a poco tempo fa con contributi intorno al 75% delle spese complessive. Le cose stanno cambiando e il sistema entrato in sofferenza. Il governo centrale del sistema allevatori sta cercando soluzioni di tipo economico e tecnico che per non trovano tutti daccordo. Riccardo Crotti, presidente di Apa Cremona, sottolinea come la zootecnia altamente professionale sia basata su avanzati concetti imprenditoriali con elevati investimenti aziendali, in particolare in Pianura Padana e in Lombardia; lApa di Cremona controlla il 40% dei capi con il 25% delle risorse, svolgendo una serie di servizi agli allevatori particolarmente apprezzati dagli associati. Servizi che si basano soprattutto su due presupposti: frequenza delle visite in azienda e tempestivit nella comunicazione dei report sullandamento aziendale. Diverso il discorso di altre aree del Paese, come la montagna o il sud, dove la zootecnia assume un ruolo importante di gestione e controllo del territorio. In termini di risorse dedicate ai servizi la proposta avanzata da Aia di portare i controlli a 45 giorni sta ad indicare che per nostra zootecnia i controlli passerebbero da 11 a 9 nellarco di una anno, che determinerebbe una considerevole perdita di informazioni preziosissime ai fini della gestione. In alternativa alle proposte del ministero lApa di Cremona ha rivendicato la propria autonomia; le associazioni provinciali con oltre 100mila capi controllati potranno continuare ad essere autonome sul territorio, prendendo di conseguenza le decisioni pi opportune anche ai fini gestionali.

Piano dazione per lenergia sostenibile: cinque Comuni cremonesi coinvolti


E stato presentato nei giorni scorsi presso lauditorium di Vescovato il Paes (Piano di azione per lenergia sostenibile) messo a punto dopo mesi di intenso lavoro da cinque Comuni del Cremonese, Vescovato, Pieve San Giacomo, Isola Dovarese, Cicognolo e Gabbioneta Binanuova. Il Paes, nato per sfruttare le energie alternative e combattere il problema dellinquinamento atmosferico, stato finanziato dalla Fondazione Cariplo: con il programma unitario i cinque paesi avranno pi possibilit di accedere a fondi regionali ed europei. Si tratta di un documento dettagliato con riportati tutti gli obiettivi da centrare entro il 2020, come previsto dal patto dei sindaci dellUnione Europea, che punta a ridurre le emissioni di anidride carbonica nellatmosfera. Nei cinque paesi, dunque, sono in arrivo pannelli solari, impianti di riscaldamento allavanguardia, illuminazione a led e interventi per ridurre i consumi energetici degli edifici pubblici. Ma non solo: sono previste anche campagne di sensibilizzazione sui temi ambientali e sconti sugli oneri per i privati che punteranno sullo sfruttamento delle energie rinnovabili. Si tratta di un piano virtuoso che arriva dopo mesi di analisi e incontri. Soddisfatti i sindaci dei cinque Comuni coinvolti, che hanno sottolineato limportanza delloperazione; lattenzione dei Comuni verso i temi ambientali deve essere massima, e il Paes importante perch prevede interventi di natura pubblica e strategie per invogliare i privati a puntare sulle energie rinnovabili.

A partire da luned 3 dicembre 31.000 aziende agricole lombarde potranno contare su un ulteriore anticipo della Pac di 200 milioni di euro, che Regione Lombardia ha stabilito di erogare, anticipando cos alle aziende agricole il 90% dei fondi Pac 2012. Si tratta infatti di un ulteriore 40% di anticipo, che va ad aggiungersi al 50% gi erogato nel luglio scorso. Una forte iniezione di liquidit (in tutto 450 milioni di euro). Da notare che era gi stato disposto, nella prima met di agosto, il pagamento del 90% della Pac alle aziende localizzate nei Comuni mantovani colpiti dal sisma, attraverso una misura che ha concretamente e in tempi brevissimi aiutato molte imprese danneggiate dal terremoto. La decisione presa dalla Regione conferma ancora una volta il costante impegno nei confronti del comparto agricolo, che rappresenta uno dei settori trainanti delleconomia lombarda e che si trova ad affrontare una crisi molto difficile. I fondi erogati dalla Commissione europea sono un importantissimo sostegno per unagricoltura rispettosa del territorio e attiva nella salvaguardia dellambiente, nella tutela dei lavoratori e del benessere degli animali e Regione Lombardia ha deciso di utilizzare velocemente questi fondi nonostante sia ancora in corso laggiornamento della consistenza dei terreni aziendali, necessario per garantire la massima equit e trasparenza nella concessione dei contributi europei. Lagenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea), per conto della Commissione europea, sta infatti verificando, mediante foto satellitari, le reali estensioni dei terreni agricoli e la loro corrispondenza con le superfici dichiarate, ai fini dellaccesso ai contributi della Pac. Una rilevazione che avviene ogni tre anni ma che, a causa dei ritardi nella consegna delle fotointerpretazioni (la procedura interessa oltre 1milione di particelle catastali), rischiava di rallentare o bloccare il pagamento del saldo del contributo. Solo il restante 10% sar trattenuto, fino allaggiornamento dei dati ed allapprofondimento dei singoli casi di incongruenza tra superfici dichiarate e superfici eleggibili che si dovessero evidenziare, per le eventuali compensazioni sul contributo. Comunque, entro gennaio, tutte le aziende che non avranno situazioni di anomalia riceveranno anche lultima tranche del pagamento.

TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 22 NOVEMBRE 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe)

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg ) frisona VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
252-256

MILANO
n.q.

MANTOVA
n.q.

BOLOGNA
(fino) 277-280 buono m. n.q. 257-261

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
p.v. 1,10-1,29 p.m 2,50-2,80 pv 0,88-0,97 pm 2,10-2,25 pm 2,50-3,00

MONTICHIARI
1,05-1,25

MANTOVA
da macello 1,15-1,25 0,96-1,06

MODENA
--

Kg.

MONTICHIARI 0,75-0,85 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,32-1,47 MONTICHIARI (1 q. 56/60 kg) 1,00-1,10 MONTICHIARI 3,85-4,00

Tonn. Tonn. Tonn.

245-246 n.q. 228-232 233-238

258-259 507-510 n.q. 266-268

250-255 505-510 Fino a 65 254259 Fino a 70 260265 in sacchi 248-251 Mag. 1 t. 140-145 Paglia di frum. casc. 45-50

kg.

1,40-1,57

Vitelloni femm. da macello pezz. nere (kg. 450-500) p.v. 1,451,60 pm 2,80-3,10 (45-55 kg) 0,75-1,55 (pregiate 70 kg) 3,56-4,70

(p.spec. 62-64) n.q. (p.spec. 66-67) 257-270 211-212

kg. kg.

1,00-1,10

(da 46 a 55 kg) 1,20-1,35 4,15-3,90

3,00-4,00

Tonn. Tonn.

220222 155 170 loietto: 155 170 85 95

210211 141-151 145-150 80-92

PRODOTTO
BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
2,90

MILANO
past. 2,60 centr. 3,30 5,05-5,20

MANTOVA
2,30

MODENA
Zangolato di creme X burrificaz. 1,95 -PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 8,90-9,10 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,10-11,40 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 12,65-13,05

Tonn.

kg.

PRODOTTO
SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

UNITA DI MISURA
15 kg

CREMONA
3,790

MILANO
3,790

MANTOVA
3,800

MODENA
3,790

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q.

kg.

5,25-5,50

n.q.

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg Oltre 176 kg

2,750 2,400 2,130 1,510 1,570 1,540

2,840 2,450 2,170 1,600 1,600 1,575

2,740 2,430 2,120 n.q. n.q. n.q.

2,730 2,440

kg.

7,15-7,40

6,95-7,35

7,00-7,25

kg.

8,10-8,35

8,25-9,10

8,35-8,60

2,130 (da 144 a 156 kg) 1,535 (da 156 a 176 kg) 1,590 (da 176 a 180 kg) 1,574

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il 1 e il 3 mercoled del mese. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono, per la Granaria, il marted (comparto dei cereali e derivati). Per la zootecnia da latte si porta come riferimento anche Montichiari, che quota il venerd. Il mercato di Mantova avviene il gioved. Modena il luned. Il mercato di Bologna, che con la Granaria di Milano fa da riferimento per i cereali, quota il gioved.Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www.cremona.coldiretti.it.

24

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.

Poca sensibilizzazione sullAids


Dal 3 al 7 dicembre consulenza telefonica dedicata alle malattie sessualmente trasmesse. In occasione della XX Giornata Mondiale contro lAids, lIstituto di sessuologia clinica di Roma si mette al servizio di quanti desiderano ricevere informazioni relative alla patologia. Una decisione che prende il via dalla constatazione di quanto i dati siano oggi apreoccupanti: si stima che le persone sieropositive in Italia siano oltre 140.000, con circa 4.000 nuove infezioni allanno. Allarmante anche il fatto cheun sieropositivo su 4 sia inconsapevole di esserlo. L'iniziativa costa quanto una telefonata urbana se si chiama da Roma o interurbana per chi chiama da fuori Roma. Chi volesse approfittarne, dal 3 al 7 dicembre, dalle ore 15 alle 19, i numeri di telefono per porre domande sono i seguenti: 0685356211- 0685355507.

Angelo Pan: Nel nostro Paese c scarsa informazione soprattutto verso i giovani

Uniniziativa per la Giornata mondiale

PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

A sinistra il dottor Angelo Pan, direttore dell'unit operativa di malattie infettive dell'Ospedale Maggiore di Cremona

el nostro Paese l'informazione sull'Hiv scarsa e poco diffusa. Una realt che fa riflettere, soprattutto in vista della Giornata mondiale di lotta contro l'Aids, che sar sabato 1 dicembre. Da tempo non si fanno campagne di informazione sull'argomento, e la paura per questa patologia si riduce gradualmente afferma Angelo Pan, direttore dell'unit operativa di malattie infettive dell'Ospedale di Cremona. Quelle che pi sono state ricordate sono quelle di Lupo Alberto e del profilo viola, ma risalgono a moltissimi anni fa. Questa assenza di informazioni comporta atteggiamenti meno prudenti, soprattutto nei giovanissimi, che sempre pi spesso hanno rapporti sessuali a rischio e non protetti, con la conseguente possibilit di contrarre l'infezione. Il numero dei malati aumenta ogni anno, in maniera costante. Oggi nella nostra unit operativa ne seguiamo circa 500. Perch questa assenza di eventi di sensibilizzazione? Perch a livello nazionale manca una strategia di prevenzione. Non si fanno campagne e non si mettono in campo iniziative che possano interessare e raggiungere tutta la popolazione, da quella pi giovane a quella adulta. Invece purtroppo in Italia manca la cultura della prevenzione, sia per quanto riguarda l'Aids che per le altre malattie; essa viene vista come qualcosa di secondaria importanza. Cos ci troviamo con malati sempre pi giovani, poco pi che ventenni. Quattro anni fa avevo pensato di organizzare

di Laura Bosio

una campagna di prevenzione a livello locale, dopo che mio figlio, allora 15enne, mi aveva detto che l'Aids un problema dell'Africa. E quanto costa la patologia, in termini di cura? Solo in Lombardia circa 200

prevederebbe l'assunzione di un solo farmaco anzich tre, con vantaggi per il paziente - assumere un solo farmaco ben diverso che assumerne tre - ma anche per la societ, in quanto i costi sarebbero decisamente inferiori.

milioni ogni anno. Se si investisse nella prevenzione questi costi sarebbero sicuramente abbattuti. Basti pensare che l'aspettativa di vita di una persona malata di 25-30 anni di circa 40 anni, in quanto le cure hanno migliorato notevolmente le aspettative di vita. Dunque ogni nuovo malato un costo permanente, che si potrebbe evitare se si investisse nella prevenzione. Parliamo della cura. Oggi molto efficace e, come dicevo prima, ha migliorato molto le aspettative di vita dei pazienti. Essa consiste nell'assunzione quotidiana di tre farmaci antiretrovirali. Negli ultimi anni si sta studiando una semplificazione di tale regime di cura, che

Prima parlava dell'importanza della prevenzione. Vogliamo ricordare come si attua? L'Approccio utilizzato oggi quello dell'Abc: abstinence (astinenza dalle attivit sessuali); Being faithful (essere fedeli al proprio partner); Condom, (uso del preservativo se si ha un comportamento sessuale a rischio). Quali sono i sintomi dell'infezione? La fase acuta ha dei sintomi molto simili a quelli della mononucleosi: mal di gola, febbre, ghiandole gonfie, macchie. Essa dura solo per un periodo limitato.

Manca una strategia nazionale di prevenzione

La malattia invece si manifesta anni dopo la fase acuta, con vari disturbi: calo del tono, dimagrimento, candida in bocca, esami del sangue alterati. Il calo delle difese immunitarie pu provocare, successivamente, il via libera alle cosiddette infezioni opportunistiche, ossia quelle causate da germi che normalmente le difese immunitarie rendono innocui. L'Hiv pu provocare anche la polmonite da polmonite da pneumocystis jiroveci (un fungo normalmente presente nell'ambiente, e che in condizioni normali non crea problemi). O ancora pu portare alla comparsa di tumori. Come si arriva a una diagnosi? Attraverso un esame del sangue o della saliva. Controlli che bene fare nel momento in cui si consapevoli di non aver tenuto comportamenti sessuali protetti. Quanto pu essere importante una diagnosi precoce? E' fondamentale. Prima si diagnostica l'infezioni, migliori sono le possibilit di cura e le aspettative di vita. Inoltre se viene diagnosticata subito si abbatte il rischio di contagio. Il problema che ancora oggi la stigma nei confronti di questa malattia fortissima. E' un problema di cui si fa fatica a parlare, e per questo difficile anche trovare finanziamenti per promuovere la prevenzione. Chi sieropositivo non ha interesse a farlo sapere, mentre chi ha un tumore o chi malato di cuore spesso diventa portavoce di chi ha lo stesso problema.

La Lav propone il Mercoled Veg


abato 1 e domenica 2 dicembre dalle ore 9 alle ore 19 la Lav di cremona sar presente in piazza Stradivari (portici Camera di Commercio) per presentare il Mercoled Veg, scelta responsabile per salvare il pianeta. Con un menu senza prodotti di origine animale una volta a settimana per un anno gli italiani possono ridurre le emissioni di co2 corrispondenti a un miliardo e 600 milioni di km percorsi con un Suv spiegano i promotori dell'iniziativa. Ai tavoli della Lav i cittadini potranno rmare un Impegno a provare il "Mercoled Veg" per un periodo a scelta, e riceveranno un esclusivo ricettario di alta cucina Vegan, curato dallo Chef Simone Salvini, da anni impegnato con successo nella formulazione di piatti senza prodotti di origine animale, e una piccola guida pratica per conoscere e praticare un'alimen-

Appuntamento in piazza Stradivari sabato 1 e domenica 2 dicembre. Verr distribuito il ricettario Vegan

25
Rubrica a cura della Dott.ssa Annalisa Subacchi Nutrizionista albo Sez. A n 061604 Master in Nutrizione Fitness e Sport www.nutrizionistabiologo.it Diete personalizzate, test intolleranze alimentari, celiachia, breath test al lattosio tel . 366-4759134

di Giulia Sapelli

Lassociazione chieder ai ristoranti di proporre men vegani un giorno alla settimana


tazione cruelty free, sana e bilanciata. Il Mercoled veg permetter di risparmiare tonnellate di emissioni di anidride carbonica, tra i principali gas responsabili del riscaldamento globale e dei cambiamenti climatici spiegano ancora i promotori. Scegliere pasti privi di ingredienti di origine ani-

male almeno una volta a settimana permetter, inoltre, di salvare migliaia di animali da una vita di sofferenza e una morte impietosa. Ma anche le scelte individuali sono importanti: se una sola persona adottasse il mercoled veg per un anno, risparmierebbe l'equivalente del consumo di una lampadina accesa ininterrottamente per 277 giorni. Inoltre, secondo una ricerca diffusa durante la Settimana mondiale dellacqua, entro 40 anni tutti dovranno passare a unalimentazione vegetariana, per poter conservare un minimo di indispensabili risorse idriche. Limpegno della Lav, per, non rivolto soltanto ai cittadini: lassociazione chieder infatti ai gestori della ristorazione collettiva aziendale privata e pubblica di realizzare menu vegan per un giorno alla settimana. Chiunque potr imparare a preparare il proprio VegDay visitando il sito www. cambiamenu.it, che verr arricchito di una nuova sezione ad hoc.

Gentilissima dottoressa Subacchi, sono mamma di una bambina di 10 anni. Sono molto preoccupata in quanto mia glia alta 1,30 cm e pesa gi 40 kg. Anche il pediatra mi consiglia di metterla a dieta ma non troppo giovane per la sua et? Mamma Sara. Gentile Sara, dieta signica saper ed imparare a mangiare correttamente. E lo stile di vita che tutti dovrebbero adottare per star bene e non ingrassare. Non esistono piu diete ferree solamente a base di petto di pollo e verdura. Per i bambini, come per gli adulti parliamo di associazioni buone ed associazioni cattive, si parla di spuntini sani e spuntini meno sani (esempio merendine confezionate o piene di zuccheri). Si cerca cio di garantire tutti i nutrienti positivi al corpo per poter sfruttare al meglio lenergia e bruciare grassi. Solitamente per i bambini consiglio un test genetico per valutare la loro predisposizione allobesit, in tal modo riusciamo a capire se il loro aumento di peso transitorio, dovuto per esempio allo sviluppo puberale , oppure genetico, nel senso che dovranno fare molta attenzione ai cibi per tutta la vita e imparare a mangiare correttamente ed a fare sport. Poi vengono valutati i loro parametri nutrizionali e di massa grassa e magra, oltre allo studio del loro metabolismo (veloce oppure lento). Da cio si insegna che cosa consumare e quando. I bambini imparano in fretta e ottengono risultati veloci e duraturi. Una scorretta alimentazione n dallet puberale puo portare a serie conseguenze poi nellet adulta.
La dottoressa Subacchi riceve presso: Poliambulatorio MEDICENTER, Cremona via Giuseppina 21 (0372-434988) Poliambulatorio MED Gadesco Pieve Delmona c/o Ipercremona2 0373-803801 Poliambulatorio SANTA CLAUDIA Crema c/o ipercoop GranRond 366-4759134

Luned 3 dicembe alle 14 al Piccolo teatro Memo Bortolozzi di Manebrio si terr un convegno sul tema "Il progetto di vita delle persone con disabilit". L'appuntamento avviene in occasione della Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilit. Ogni persona ha un proprio progetto di vita. Ogni genitore pensa per i propri gli a un progetto di vita. Per molte persone con disabilit pensare e realizzare un proprio progetto di vita difcile, a volte impossibile. comunque la sda pi grande che la disabilit pone alla persona, alla famiglia e a tutta la comunit. Una persona con disabilit, per realizzare il proprio progetto di vita, necessita dellaiuto di tutti, della famiglia e della societ dicono gli organizzatori. Su quali servizi e interventi sociali e sanitari pu contare la persona con disabilit? Chi accompagna e sostiene la persona con disabilit nella realizzazione del proprio progetto di vita? Come le viene garantito il diritto ad una vita autonoma e indipendente? Quali problemi? Quali proposte?.

Un convegno sul progetto di vita dei disabili

LUNED 3 DICEMBRE A MANERBIO


IL PROGRAMMA Ore 14 - Marco Faini. Operatore Anfas Brescia Onlus - La Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilit. Ore 14.30 - Maria Carlotta Bragadina. Presidente Assemblea dei Sindaci Ambito n. 9 - "Quali sono i servizi e gli interventi sociali per le persone con disabilit garantiti dal Piano di Zona?". Ore 15 - Sindaci Ambito n. 9 - "Cosa fa il suo Comune per le persone con disabilit? Quali problemi e quali proposte?". Ore 16 - Paolo Gualtieri - Responsabile Piano di Zona Ambito n. 9 - "I progetti di vita per le persone con disabilit quali prassi operative? Quali procedure? Quali collaborazioni e responsabilit dei soggetti coinvolti?" Ore 16.30 - Mariarosaria Venturini - U.O. Disabilit Asl Brescia - "La collaborazione interistituzionale nel processo della presa in carico e nella realizzazione del progetto individualizzato". Ore 17 - Dibattito. Ore 18 - Chiusura convegno.

di Ermanna Allevi Diplomata presso la


Stimatissima sig.ra Ermanna leggo da tempo la Sua rubrica e mi piace il Suo modo di affrontare le varie problematiche. Ho 45 anni, sposato con figli e da anni tutto quello che riesco a mangiare riso in bianco . Non ne posso pi! Ho fatto una quantit di esami, sia per tipo che per numero, infinita, non ho nulla clinicamente ma io sto veramente male. Mi sono ricordato di alcuni Suoi articoli, quando scrive della lettura psicosomatica... e allora ho pensato di sottoporLe il mio problema. Lei la mia ultima speranza per ritrovare quel sorriso che ho ormai dimenticato. Grazie Luca

scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


Gentile Luca, in psicosomatica si chiama "dimensione d'organo" ed l'organo attraverso il quale viene manifestato, nel fisico, un disagio che si trova da un'altra parte. Secondo questa lettura ogni organo o tessuto depositario di immagini arcaiche e di funzioni primarie, la dimensione dello stomaco la disponibilit ad accogliere e digerire. Quando si presenta un sintomo, l'organo in cui esso insorge ci pu raccontare pi cose e questo aiuta la comprensione, che porter ad un miglior equilibrio e quindi ad una maggior sintonia con s stessi ed il mondo circostante. Lo stomaco considerato la" grande fucina alchemica", che quotidianamente fornisce nutrimento vitale per ogni distretto dell'organismo. Esso si fa carico simbolicamente di tutto ci che in rapporto con l'elaborazione del nutrimento, compresi affetti, legami, emozioni. Sembra evidente che Lei non abbia "digerito" qualcosa, che qualcosa non voglia seguire il passaggio della trasmormazione, che sarebbe irreversibile ( ci che passa dallo stomaco va all'intestino e non pu ritornare allo stato precedente). La domanda : Quale misterioso progetto nasconde questo disagio? Sono a Sua dispozione per qualsiasi chiarimento.

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

26
"

Sabato 1 Dicembre 2012

Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Lettere & Opinioni


invertire il senso unico di via Renzo Da Ceri ad Ombriano e mi chiedo su quali basi si fonda. Invertendo il senso unico pi che logico che si legittimerebbe un aumento del traffico in via Renzo Da Ceri, che invece stata alleggerita rispetto al passato, facendo in modo che il traffico si riversasse su altre strade, come la via Pandino o la via Milano. Inoltre, la via Renzo Da Ceri, bene ricordarlo, una strada con dei servizi importanti per il quartiere, come le due scuole materna e primaria. Certo, c la necessit di alleggerire il carico di traffico nelle vie Cerioli, Chiesa, Cazzulli e Torre, che vengono per utilizzate da chi arriva da Lodi per entrare ad Ombriano. A questo proposito esistono delle proposte che nella scorsa amministrazione il gruppo consiliare del Pd aveva avanzato e che sono state riportate sui tavoli degli attuali assessori per trovare soluzioni serie. Non di certo portando il traffico su via Da Ceri che si risolve il problema delle altre vie. Anzi, cos facendo i problemi aumenterebbero. Infine mi preme sottolineare che la risposta dellassessore Schiavini stata di assoluto buonsenso e per nulla burocratica, al contrario di quanto asserisce Arpini. Una risposta nella quale si prevede uno studio preciso rispetto alla viabilit e al traffico nel quartiere di Ombriano, cos come in altre zone critiche della citt, per addivenire a soluzioni serie ed utili. Gianluca Giossi Capogruppo del Pd a Crema ***

precisazione

Leggo il piccolo di mercoled, mi sono perso qualcosa?


Caro direttore, nel numero di mercoled scorso del il Piccolo, ho letto con interesse le classifiche sulla qualit della vita; ho scoperto con sorpresa che lultimo posto nella classifica ordine pubblico occupato da Littoria. Littoria? Devo essermi perso qualcosa degli ultimi anni di storia italiana. Al di l delle sviste, grazie per lottima qualit del il Piccolo. sante Betti cremona (F.V.) ovviamente un refuso. Grazie della segnalazione e stia tranquillo, da noi non c alcun nostalgico... ***

Fotovoltaico in un condominio, ecco come fare


Buongiorno avvocato, abito in un condominio di 12 appartamenti e vorrei mettere un impianto fotovoltaico sul tetto comune per la produzione di energia elettrica per il mio appartamento. Come devo procedere per poterlo installare? E necessaria unassemblea? E quali sono le maggioranze necessarie per la relativa delibera assembleare? Michele *** La legge italiana prevede la possibilit di installare un impianto fotovoltaico anche su una superficie condominiale, previa naturalmente lautorizzazione dellassemblea condominiale. Giova, a tal proposito, premettere che esistono due casi di installazione fotovoltaica in ambito condominiale, ossia: linstallazione da parte del condominio; linstallazione da parte del singolo condomino. In particolare, linstallazione fotovoltaica da parte del condominio rappresenta uninnovazione diretta al miglioramento o alluso pi comodo o al maggior rendimento delle

"

poLitica itaLiana

Ma qualcuno pensa anche alle questioni importanti?


Caro direttore, visto che gli italiani affrontano le competizioni politiche con lo stesso esasperato tifo con cui gli ultras vivono le partite di calcio, prepariamoci ad una stagione, tra primarie, regionali, politiche, di inevitabili liti, accuse, scoop giornalistici , attacchi politici e personali, ecc. Un assaggio lo abbiamo avuto allannuncio dei primi risultati delle primarie del centrosinistra, dove i candidati ed i loro supporters hanno fatto la figura dei polli di Renzo di manzoniana memoria. A destra, invece sono tutti in apnea (qualcuno gi paonazzo, altri che stanno tirando calci allaria come gli impiccati) in attesa di sapere se il padre-padrone decida se concedersi o no questo giro. Mi permetto di chiedere ai gladiatori nostrani (ma anche al popolo spettatore-elettore): qualcuno sta pensando che le decisioni pi grandi e importanti (ambiente, energie, macroeconomia, moneta, debiti, ecc.) si prendono in Europa? Quale di questi pugnaci guerrieri allaltezza? Meditate gente, meditate... anselmo Gusperti cremona ***

cose comuni. La relativa delibera dovrebbe essere presa con un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei partecipanti al condominio e 2/3 del valore dell'edificio, ex art. 1136, 5comma. Tuttavia, al fine di favorire l'uso delle energie rinnovabili, il comma 2 dell'art. 26 della L. 10/1991 ed in seguito l'art. 123 DPR 380 del 6 giugno 2001, si stabilito che sufficiente deliberare con la maggioranza semplice delle quote millesimali, rappresentate dagli intervenuti in assemblea. Resta salva la facolt dei condomini dissenzienti, qualora l'innovazione sia notevolmente gravosa dal punto di vista economico, di essere esonerati dalla spesa. E' chiaro che i condomini che chiedono l'esonero dalla spesa non trarranno alcun vantaggio dall'impianto fotovoltaico. Per questi ultimi, tuttavia, esiste una sorta di diritto di ripensamento, ex art. 1121 c.c., che permette loro di rientrare nell'investimento chiedendo di partecipare ai

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*

vantaggi, naturalmente contribuendo alle spese occorse per la costruzione e manutenzione dellimpianto. Per quanto concerne linstallazione dellimpianto fotovoltaico da parte del singolo condomino, dato che lo spazio di esclusiva propriet del condomino quasi sempre insufficiente per linstallazione dei moduli fotovoltaici, linteressato dovr richiedere al condominio lautorizzazione ad installare limpianto sulle parti comuni. Autorizzazione che, ex art. 1102 c.c. (uso della cosa comune), potr essere validamente deliberata, a patto che resti la possibilit anche ai dissenzienti di poterne installare uno di medesima potenzialit (non ci si pu appropriare dello spazio quota-parte degli altri). La delibera assembleare sar adottata a maggioranza, se la costruzione del fotovoltaico in favore del singolo non impedisca agli altri di fare parimenti uso di uneguale superficie. Laddove, invece, il posizionamento dellimpianto del

singolo comporti limitazioni per gli altri condomini, essa dovr essere assunta allunanimit. Con la riforma del condominio approvata in data 20-11-2012 stato modificato lart. 1120 c.c. relativo alle innovazioni, tra le quali sono ora espressamente menzionate anche le opere e gli interventi per il contenimento del consumo energetico, nonch per la produzione di energia mediante fonti solari. Ebbene, per tali tipi di interventi ora prevista la maggioranza di cui all'art. 1136, 2 comma c.c., ossia la maggioranza degli intervenuti e almeno la met del valore delledificio e non pi come in passato la maggioranza qualificata, pi difficile da raggiungere. *avvocato stabilito e Mediatore civile emiliacodignola@libero.it

"

conferenza deLLa fiaB

per due giorni cremona stata la capitale delle due ruote


Egregio Direttore, mi rivolgo alla signora De Bona e desidero esprimere i miei pi sinceri e sentiti ringraziamenti per la relazione presentata in occasione della conferenza ed al signor Elio Conzadori per avermi fornito il materiale necessario per far conoscere Cremona ai nostri ospiti sia italiani che stranieri. Non senza orgoglio posso affermare che sono stati due giorni storici per la nostra associazione: abbiamo avuto lonore di ospitare la Conferenza dei presidenti Fiab pi partecipata degli ultimi anni. Pi di 44 citt hanno aderito, inviando oltre 130 partecipanti per una due giorni di lavoro intensi e gratificanti. Presenti anche giornalisti di riviste nazionali e tre ospiti stranieri di fama internazionale, tra cui Wolfgang Dvorak (direttore di Velocity 2013) che ha presentato ufficialmente la manifestazione che si terr a Vienna lanno prossimo. Il tema era La crescita efficace e si parlato di cicloturismo sostenibile, di maggior sicurezza delle strade, di campagne per incentivare allutilizzo della bicicletta sia i bambini in et scolastica, sia i grandi nel percorso casa-lavoro, oltre ad altri aspetti fondamentali per una mobilit veramente sostenibile per il bene della salute e dellambiente. Agli ospiti stranieri stata fatta visitare la citt ed ammirare palazzi, monumenti e chiese. Li abbiamo accompagnati anche in una breve visita di Palazzo comunale e della sala dei violini, per stupirli con effetti speciali. Agli ospiti italiani (purtroppo non tutti per mancanza di tempo) abbiamo fatto salire i gradini del Torrazzo per ammirare Cremona dallalto e, con l'aiuto degli amici di Cremona Sotteranea, anche la parte nascosta di Palazzo Trecchi per ammirare le bellezze antiche. E tutti rigorosamente in bicicletta o a piedi. A tutti sono state offerte confezioni di torrone e mostarda cremonese. Organizzare questo evento ha significato, oltre ad un immane lavoro per me ed il ristretto gruppo di collaboratori, far conoscere Cremona ad un rilevante numero di persone e ci si traduce in circa 150 pasti consumati in tre ristoranti diversi, un servizio catering presso il Teatro Monteverdi per 130 persone, il pernottamento per sei notti di ospiti stranieri presso l'Hotel Dellearti ed oltre 90 pernottamenti presso lAlbego Visconti, lOstello LArchetto e lHotel Ibis. Spero che l'assessore al Turismo ed il signor sindaco gradiscano il mio impegno per Cremona ed accettino con me la prossima sfida per il Cicloraduno nazionale previsto dal 19 al 23 giugno 2013, in cui centinaia di cicloturisti transiteranno da Cremona. piercarlo Bertolotti, Presidente di Fiab Cremona

"

pd di casaLMaGGiore

speriamo che lentusiasmo resti anche dopo le primarie


Gentile direttore, leggendo lintervista a Luciano Toscani, coordinatore del Comitato Renzi provinciale, nonch ex-sindaco di Casalmaggiore, emergono spunti di riflessione interessanti. Quello appena effettuato il primo turno delle elezioni primarie per la scelta del candidato premier del centrosinistra, non del segretario nazionale del Pd, non del sindaco di Casalmaggiore e tantomeno quella del coordinatore locale del Pd. Mi sfugge quindi il ragionamento secondo il quale qualcosa, qui a Casalmaggiore, dovrebbe cambiare in base all'esito delle votazioni, tra laltro neppure concluse. Chi ha votato ha espresso una preferenza nei confronti di esponenti nazionali, non di futuri o attuali amministratori locali. Come coordinatore del Pd di Casalmaggiore (nominato da una regolare assemblea degli iscritti) ci tengo a precisare che, indipendentemente dalle elezioni, la porta della sede sempre stata aperta, gli inviti alle riunioni, assemblee e iniziative pubbliche sono sempre state inviate anche a coloro i quali oggi lamentano chiusura nei loro confronti. La mano sempre stata tesa verso di loro e continuer ad esserlo, indipendentemente dallesito del ballottaggio. Mi spiace doverlo dire, ma se per lamico Luciano che senza confronto e contatti con il circolo casalasco porta avanti la bandiera del Pd - il partito solo un taxi per raggiungere altre mete, questo non il modo in cui io intendo la politica e al quale non ho alcuna intenzione di associarmi. Approvo totalmente la scelta della Giunta comunale di non concedere luso delle scuole pubbliche per aprire pi seggi. Le elezioni primarie sono uno straordinario strumento di democrazia interna ad una coalizione di partiti e trovo che utilizzare sedi istituzionali per questo scopo sia poco corretto e rispettoso verso chi non si riconosce nel centrosinistra. Il nostro timore era una - peraltro condivisibile -

strumentalizzazione dalle altre forze politiche; mai ci saremmo aspettati fuoco amico. Nonostante il numero ridotto di seggi rispetto alle ultime consultazioni laffluenza stata comunque alta (in proporzione addirittura pi alta), sono quindi estremamente soddisfatto dellesito e credo che a posteriori rifarei la stessa scelta. In conclusione sono convinto che il risultato di queste primarie sia stato eccezionale, non solo sotto il profilo dei dati numerici, ma anche del coinvolgimento e dellentusiasmo che ha portato con s. Mi auguro che, una volta designato il candidato premier, tutto questo entusiasmo non vada perso ed anzi, unendo le forze con chi oggi si sente escluso dal Pd, si possa tornare a lavorare insieme e con pi motivazione per gli anni a venire. edoardo Borghesi Coordinatore Circolo del Pd di Casalmaggiore ***

punto il lavoro, il Welfare, la coesione sociale. E un uomo che con la sua politica unisce e non divide come Renzi. Confrontiamoci quindi su questo. Sui contenuti e sulla coesione. Evitiamo scomuniche rituali, non servono. Quindi domenica riandr a votare e sosterr Bersani anche se ha pi di 60 anni. E la sua politica che mi piace e penso sia pi vicina alla mia idea di societ coesa e solidale. Gian carlo storti cremona

povera italia, non si merita un supplizio cos crudele


Egregio direttore, al ballottaggio delle primarie del centrosinistra auspico la vottoria di Renzi sebbene ci sar linevitabile linciucio, vedi lintroduzione del ballottaggio, studiato a tavolino, da Bersani con Vendola, limmortale Tabacci che da oltre quarantanni sulla scena politica e la Puppato che non si esprime, per stroncare il sogno di Renzi. C bisogno di un cambio epocale di classe dirigenziale, non se ne pu pi di vedere da oltre 30 anni le stesse persone, che ci fanno i predicozzi e impazzano in continuazione da una tv allaltra con la complicit delle emittenti pubbliche i cui dirigenti e direttori sono stati nominati dai partiti, non ne posso pi di vedere la casta Bindi, Livia Turco, DAlema, Veltroni (ma non doveva andare in Africa?) e altri politicanti da quattro soldi che da trentanni occupano le poltrone e non intendono mollarle nemmeno davanti al plotone di esecuzione, Un senso di nausea pervade i cittadini e il capo dello Stato continua a chiedere invano e pateticamente la nuova legge elettorale, ma loro gli intoccabili sono convinti di essere degli dei greci, quindi immortali e inamovibili. Sul fronte del centrodestra non ci sar nessun cambiamento, dovremo sorbirci sino alla morte Berlusconi, Bossi, Formigoni, Gasparri, La Russa, la Santanch, la Mussolini, Castelli, Calderoli ecc. Povera Italia, non si meritava un supplizio cos lungo e crudele. elia sciacca cremona ***

"

poLitici neL Mirino

"

BaLLottaGGio

Bene fa Bersani a puntare soprattutto sui contenuti


Gentile direttore, i dati della prima giornata delle primarie sono ormai noti. Bersani, come prevedibile, non raggiunte il 51% e si va al ballottaggio con Renzi (domenica 2 dicembre). Il risultato della partecipazione al voto stato notevole anche a Cremona. Insomma, le primarie del centrosinistra sono state una risposta allantipolitica di questo ultimo periodo. Perfino potenziali elettori di Grillo sono venuti a votare in queste primarie. Le carte si mescolano e si mescoleranno di nuovo. I commenti di Rosy Bindi per non mi sono piaciuti. Renzi non un corpo estraneo al Pd, ma una componente che si misurata su una linea politica liberal-democratica in alternativa a quella di Bersani, pi ispirata alla tradizione socialista e socialdemocratica europea. Ha ragione in questo Titta Magnoli, segretario provinciale del Pd cremonese. Ormai queste due linee si confrontano e si confronteranno sempre di pi nel partito e nel suo elettorato. Certo dopo vi sono cadute di stile, leccessivo protagonismo, ma la sostanza questa. Dipingere Renzi come un infiltrato nel Pd non giova a Bersani. Lo stesso Bersani ha impostato e sta impostando la sua campagna su un terreno pi elevato. Ha messo al centro i problemi del lavoro, del Welfare, della socialit e della coesione sociale. E su questo terreno che Bersani pu vincere il ballottaggio e pensare di costruire una coalizione in grado di governare il paese. Non perch conceder a sinistra ed alla politica di Vendola, ma perch il sui assi di riferimento sono ap-

"

punto di vista

non possiamo permetterci di abbandonare la scuola pubblica


Gentile direttore, non sono contraria alle scuole private, ma la scuola pubblica viene prima. Leggo dalla rassegna stampa di oggi alcune dichiarazioni di Umberto Ambrosoli riguardo il tema della scuola pubblica-scuola priva-

ta, da cui si evince, come per la sanit, una sua equidistanza fra pubblico e privato. Come per la sanit, ribadisco che la mia posizione differente. E necessario, anche nella scuola, un riequilibrio a favore del pubblico. I contributi alle scuole private, scuole spesso utili e di livello, vanno elargiti solo dopo aver garantito adeguate risorse alle scuole pubbliche. Soprattutto in un momento di sempre maggiore scarsit di risorse. In particolare sono contraria ai voucher regionali alle famiglie per liscrizione dei figli in istituti privati. Vorrei che tutti noi tenessimo sempre ben presente e rendessimo nuovamente attuale, larticolo 33 della Costituzione Italiana che riporto: La Repubblica detta le norme generali sullistruzione e istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole... senza oneri per lo Stato. In un momento di grande crisi, listruzione, la formazione e la cultura, sono gli unici strumenti per garantire ai nostri giovani un futuro. Bisogna continuare a investire in una istruzione gratuita per tutti e di qualit. Se non lo faremo, non solo creeremo cittadini di serie A e di serie B nel nostro Paese, ma condanneremo i nostri giovani e quindi l'Italia, alla serie B rispetto al resto del mondo. Con una competizione internazionale sul lavoro e sulle imprese sempre pi forte e spesso giocata solo al ribasso, la qualit delle risorse umane lunica leva per poter competere. E quello che questo Paese ha fatto dal dopo guerra a oggi e che ci ha portato a diventare una delle nazioni pi ricche, nonch una di quelle con il sistema sanitario e scolastico fra i migliori del mondo. In periodi di crisi si tende a focalizzarsi solo sullimmediato, a ragionare solo in termini di risorse economiche da tagliare. Un tempo molti di noi avevano un sogno, il sogno di una societ che credesse nelleguaglianza e nellequit, capace di costruire un futuro di felicit per i propri cittadini, tutti. La crisi ci porta a cedere alla disillusione e ad accettare compromessi sempre pi al ribasso. Ma solo chi punta in alto pu pensare di farcela, sempre stato cos e continua ad esserlo. Concludo con due frasi del cardinal Martini che trovo illuminanti: Per paura delle decisioni ci si pu lasciare sfuggire la vita... Andiamo verso il futuro, la giovent in testa, e cerchiamo nuove strade per gli uomini. alessandra Kustermann Candidata alle primarie lombarde del Pd ***

senso unico in via renzo da ceri assurda la proposta di arpini


Gentile direttore, non nascondo che faccio un po fatica a capire la proposta del consigliere Arpini di

"

repLica a creMa

lo
Scolari striglia la Seleao
BRASILE 2014

SPORT

a cura di Fabio Varesi

Il Brasile quindi tornato allantico, sostituendo Mano Menezes con Felipe Scolari, il ct dellultimo titolo vinto dalla Seleo datato 2002. La Federazione ha deciso di andare sul sicuro, nel tentativo di vincere il mondiale casalingo, appuntamento fallito nel 1950. Appena arriva-

to Scolari ha fatto subito chiarezza su quali siano le sue intenzioni: I nostri giocatori sanno che sar uno dei titoli pi importanti mai conquistati dal Brasile e se non sopportano la pressione, possono andare a lavorare al Banco di Brasil, invece di scendere in campo....

Finalmente tornato. Diciamo la verit, un po ci mancata la stracittadina della Mole, tra la Juve quasi sempre favorita e un Toro mai domo e spesso capace di sovvertire il pronostico. I granata arrivano al derby nel momento pi favorevole: sono reduci da unottima prestazione offerta contro la Fiorentina, mentre i bianconeri hanno accusato a S. Siro una preoccupante battuta darresto. Il pronostico tutto per la squadra di Conte, ancora incerto su chi inserire in attacco, ma non ci stupiremmo se il Torino strappasse un risultato positivo. Molto interessato alla sfida dello Juventus Stadium il Napoli, tornato miracolosamente in corsa per lo scudetto, malgrado quattro punti persi maldestramente al S. Paolo. Lesperienza avr sicura-

Pericolo granata per una Juve in calo


mente insegnato ai partenopei che non si pu scherzare col fuoco e quindi vedremo una squadra super concentrata anche con il Pescara ultimo in classifica. Esame di maturit per la Roma, su un campo molto difficile come quello di Siena. Senza la penalizzazione, i toscani sarebbero a met classifica e anche in Coppa Italia hanno confermato il loro attimo stato di forma. Passare al Franchi per i ragazzi di Zeman vorrebbe dire iniziare a pensare in grande. Lo stesso discorso vale per i cugini della Lazio, rilanciati dal successo sullUdinese e pronti a concedere il bis con il Parma, per agganciare il treno della lotta per la Champions. Infine, fari puntati anche su S. Siro, dove lInter prova a scacciare la crisi contro un Palermo

SERIE A Derby molto delicato per i bianconeri dopo la deludente prova di S. Siro

uori lorgoglio, fuori gli attributi. Dopo due sonore sconfitte consecutive, la Cremonese chiamata ad una prova dappello nella gara interna in programma domani allo Zini contro la Tritium. Una sfida assolutamente da vincere, attraverso la quale gli uomini di Scienza avrebbero loccasione di rifiatare dopo le due ultime brutte figure, al cospetto, peraltro, di un avversario molto giovane e tra i maggior indiziati insieme a Treviso e AlbinoLeffe (comunque in ripresa) per la retrocessione. La Tritium, infatti, dopo il cambio in panchina che ha visto lavvento di Oscar Magoni, al timone della squadra da tre settimane a questa parte, riuscita a cogliere la sua prima vittoria solo domenica scorsa, contro il derelitto Treviso. Una gara alla portata quindi, soprattutto per una Cremonese che deve dimostrare di non valere la posizione in classifica da playout che al momento occupa. La truppa grigiorossa reduce, peraltro, da una settimana tuttaltro che facile. Dopo la sconfitta di Bolzano, infatti, nonostante il pubblico mea culpa di Zocchi, la posizione di mister Scienza risultata a lungo a rischio e da un momento allaltro anche lattuale tecnico potrebbe seguire le orme di Brevi per dare spazio ad una soluzione interna (Zanchetta o il solito Montorfano). Come se non bastasse, arrivata anche la mano pesante del giudice sportivo che ha fermato Cangi per due turni e Djuric, appena rientrato, addirittura per tre gare. Due defezioni gravi, specie quella del centravanti, potenziale elemento cardine dellattacco, ma di fatto ancora

LEGA PRO Gara interna delicatissima contro la Tritium, da affrontare senza gli squalificati Cangi e Djuric
di Matteo Volpi AlbinoLeffe-Pavia Cremonese-Tritium Cuneo-Carpi FeralpiSal-Lecce Lumezzane-Como Reggiana-Portogruaro Trapani-San Marino Virtus Entella-SudTirol Riposa: Treviso Lecce Carpi SudTirol Trapani Virtus Entella Pavia San Marino Lumezzane Portogruaro Como (-1) Cuneo Reggiana Cremonese (-1) Feralpi Sal Tritium AlbinoLeffe (-10) Treviso (-1) 29 24 21 19 19 18 17 17 16 15 15 12 12 12 7 6 2

La Cremo deve mostrare gli attributi


14 Giornata
E un super Crema formato champagne quello che, settimana scorsa, dinanzi ad un folto pubblico, rilanciando le legittime (la rosa di valore) ambizioni playoff, ha vinto (3-0) e convinto con la Rivoltana nel derby dEccellenza. Mister Maurizio Lucchetti, sin qui ha fatto un lavoro egregio, mentre Federico Cantoni, secondo copione, ha rescisso il contratto per approdare, una volta aperto il calciomercato invernale, al Palazzolo. Nel frattempo, lontano da occhi indiscreti, il direttore sportivo Ennio Vanelli (sotto il suo raggio dazione ci sono la prima squadra e la Juniores, il resto del settore giovanile ha una gestione a parte, ndr) prosegue nellopera di dare una fisionomia davanguardia allorganigramma societario. Domenica al Voltini annunciato larrivo del Cant, mentre la Rivoltana (la salvezza non dovrebbe essere unimpresa impossibile) far visita allArdor Lazzate impegno, sulla carta, abbordabile. CLASSIFICA (14 giornata) Giana 36; Sancolombano, Ciserano 28; Cavenago 25; Mariano, Trevigliese, Sondrio 22; Crema 21; Desio 20; Base 96 19; Ardor Lazzate, Arcellasco, Rivoltana 18; Valle Brembana 15; Real Milano 12; Zanconti 10; Giussano 4; Cant 2. S.M.

contraddittorio, capace di travolgere il Catania, ma di farsi eliminare dal Verona in Coppa Italia. 15 GIORNATA (2-12 h 15) Bologna-Atalanta, Catania-Milan (30-11 h 20.45), Fiorentina-Sampdoria (h 20.45), Genoa-Chievo, Inter-Palermo, Juventus-Torino (1-12 h 20.45), Lazio-Parma, Napoli-Pescara (h 12.30), SienaRoma, Udinese-Cagliari. CLASSIFICA Juventus 32; Napoli 30; Fiorentina, Inter 28; Lazio 26; Roma 23; Parma 20; Catania 19; Milan, Atalanta (-2) 18; Udinese, Cagliari, Sampdoria (-1) 16; Torino 15; Palermo 14; Genoa, Chievo 12; Siena (-6), Bologna, Pescara (-1) 11. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Indubbiamente il match clou si gioca oggi pomeriggio a Brescia, dove le rondinelle ospitano il Verona (reduce dallexploit in Coppa Italia a Palermo). Dopo lottima prestazione con il Sassuolo, il Brescia cerca di rientrare a pieno titolo nella lotta per i playoff, ma per farlo gli serve solo la vittoria. 17 GIORNATA (1-12 h 15) Bari-Sassuolo, Brescia-Verona, Empoli-Spezia, Juve Stabia-Cittadella, LivornoGrosseto, Modena-Novara, Padova-Ascoli, Pro VercelliVicenza (h 18), Reggina-Crotone (3-12 h 20.45), VareseTernana, Virtus Lanciano-Cesena. CLASSIFICA Sassuolo 38; Livorno 35; Verona 32; Padova (-2) 25; Juve Stabia 24; Brescia, Varese (-1) 23; Modena (-2) 22; Cittadella, Empoli (-1) 21; Spezia 20; Bari (-7), Ternana 18; Crotone (-2), Vicenza, Ascoli (-1) 17; Cesena 15; Reggina (-3) 14; Lanciano 13; Pro Vercelli 11; Novara (-4) 10; Grosseto (-6) 8.

Serie B Oggi il Brescia cerca gloria col Verona

Il derby ha incoronato un Crema champagne


ECCELLENZA

Classifica

Dopo Bolzano, Djuric stato squalificato per tre giornate (foto Ivano Frittoli)

oggetto misterioso, complici le tante assenze per infortuni e squalifiche. Molto probabile anche il forfait di Marotta, altro elemento deludente in fase di realizzazione, anche se senza dubbio salvabile in termini di impegno e grinta profusi. Alla luce dei recuperi di Le Noci e della scelta quasi obbligata di Bonvissuto come centravanti, Scienza, potrebbe anche osare qualcosina in pi rispetto alle ultime uscite, riproponendo un tri-

dente offensivo con Carlini e Le Noci sugli esterni e Bonvissuto appunto centrale. A centrocampo prevista la presenza di Degeri, rientrato in extremis dagli impegni con la rappresentativa giovanile, cos come quella di Alfonso tra i pali, dopo il turno di squalifica. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3): Alfonso; Sales, Moi, Cremonesi, Visconti; Degeri, Baiocco, Buchel; Carlini, Bonvissuto, Le Noci. All. Scienza.

(S.A.) Carignano ormai dietro langolo e per la Casalese rappresenta pi dun esame di maturit: domani, su di un campo stretto e corto della periferia di Parma, i biancocelesti cercheranno conferme dopo i quattro punti raccolti nelle ultime gare con Fabbrico e Arcetana. I neopromossi parmensi galleggiano a met classifica, ma non possono permettersi passi falsi: la zona calda due punti sotto. Per contro, due sono anche le lunghezze che separano i maggiorini dal terzultimo posto, il primo approdo utile per accedere ai playout e poter sperare nella salvezza. Ad Agazzi il compito di tenere i suoi sul pezzo, come domenica scorsa. CLASSIFICA (13 giornata) Meletolese 29; Castellana 26; Arcetana 24; Montecchio 22; Castelnovese 20; Medesanese 19; Falk, Brescello, Povigliese 18; Cadelbosco, Carignano 17; Ciano 16; Borgonovese, Langhiranese 15; Bobbiese 14; Fabbrico, Traversetolo 11; Casalese 9.

Casalese a Carignano per sperare ancora


PROMOZIONE

SERIE D Anticipo con la Pro Sesto per la formazione gialloblu reduce da due sconfitte consecutive
Lo scorso week end, senza rubare nulla, il MapelloBonate allenato dal quel marpione di Bolis, alla fine di un match non entusiasmante ha espugnato 1-0 lo stadio Voltini, infliggendo al Pergo la seconda sconfitta consecutiva. Sempre vittoriosi negli scontri diretti con gli squadroni o presunti tali, evidentemente i gialloblu cremaschi soffrono le piccole compagini che si chiudono e giocano di rimessa. Sicuramente i ragazzi di Venturato faticano assai nelle cosiddette fasi di stanca, caratterizzate da palle inattive e alte, ma sin qui, tutto sommato, considerando dove e come sono partiti, il rendimento soddisfacente. La vetta tuttora nel mirino, ma Caronnese, Pontisola, Lecco, Olginatese e Voghera non mollano, per questo sar importante affrontare, col piglio giusto, limminente parentesi del calcio-

Pergolettese oggi a Sesto per scacciare la crisi


Alessandro Chiurato

mercato invernale: tagliare qua e l e rinforzare la rosa sar lobiettivo del general manager e deus ex machina, Cesare Fogliazza. A mister Roberto Venturato e ai suoi collaboratori non si pu imputare nulla, ma aspettando i

botti dal mercato, assolutamente indispensabile non perdere il contatto dalla vetta e dalla zona playoff. Ergo, oggi pomeriggio, a Sesto San Giovanni, nellanticipo con la Pro Sesto, altra nobile decaduta del girone, bisogna provare a vincere, ma pure un punticino alla causa gioverebbe per invertire il recentissimo trend negativo. Passando a faccende burocratiche, il giovane imprenditore cremasco Massimiliano Marinelli, vale a dire colui il quale nellagosto scorso, pubblicamente, dallo stesso Fogliazza era stato proclamato presidente, in realt sulla poltrona presidenziale non si ancora seduto e non si sieder presumibilmente mai. Ebbene, questo aspetto, cos come lassenza di Max Aschedamini alla festa degli ottantanni e laffaire sobrio dei marchi acquistati dal ragionier Mario Macalli, al

popolo cannibale andrebbero spiegati: se si pretendeva chiarezza ieri, la trasparenza doverosa anche oggi e chiss, assimilate le spiegazioni, magari le gradinate del Voltini torneranno a riempirsi di pathos e pubblico come ai tempi del Pergo che fu, quello allenato da Maurizio Lucchetti prima e da Falsettini dopo. Detto questo, congratulazioni al buon Cesare Fogliazza per quanto ha fatto e far, lui un grande uomo di football. CLASSIFICA (15 giornata) Caronnese, Pontisola 33; Voghera 32; Pergolettese 30; Olginatese 26; Lecco (-3) 24; Caravaggio 23; MapelloBonate 20; St. Georgen 19; Seregno, Montichiari 18; Seriate, Pro Sesto Alzano Cene, Castellana 17; Fersina Perginese 15; Mezzocorona, Darfo Boario (-1) 13; SantAngelo 12; Trento 6 (-1). Stefano Mauri

28

Sabato 1 Dicembre 2012

Sport

Tec-Mar allassalto del Biassono


E stata una vera e propria impresa quella delle ragazze dellAssi Manzi, che sono tornate alla vittoria contro la quotata formazione del Sanga Milano. Due punti doro, i primi in trasferta, arrivati grazie alla miglior partita fin qui disputata. Alessia Smaldone stata lassoluta protagonista del finale con i due liberi della vittoria a 2 dalla sirena, dopo uno 0/4 dalla lunetta. Ma tutte le ragazze di Anilonti hanno fatto una grande partita per tutti i 40 lasciando a Milano solo il primo quarto (12-9), confermando di essere vive e di poterci provare anche contro la quotata Umana Venezia, stasera alle 21 alla Spettacolo. E tornata a sorridere anche la Tec-Mar Crema, vittoriosa sul campo di Selargius per 78-64. Le azzurre

BASKET A2 Cremasche favorite contro la penultima, un po meno lAssi con lUmana

Norma Rizzi (Tec-Mar Crema)

hanno ripetuto gli exploit di Marghera e Udine, ma se allora non avevano nulla da perdere contro avversarie sulla carta di ottimo livello, sul parquet isolano le azzurre non hanno tradito le attese. Una grande prova di maturit da parte di tutto il gruppo, che guarda al futuro con ritrovato ottimismo, a partire dallimpegno casalingo di domani alle 18 contro il Biassono, penultimo in classifica con due soli punti. Unottima occasione per scalare ancora la classifica. CLASSIFICA (9 giornata) San Martino di Lupari 18; Venezia 16; Milano, Marghera 14; Tec-Mar Crema 12; Muggia 10; Alghero, Broni Udine 8; San Salvatore, Valmadrera 6; Assi Manzi Cremona 4; Biassono 2, Virtus Cagliari 0.

A Sassari la formazione biancoblu piaciuta, nella speranza che si possa ripetere domani contro lUmana Venezia

LEGA A Con coach Gresta la Vanoli ha avuto la reazione che ci si aspettava, ma ora servono i punti
di Giovanni Zagni

La strada imboccata quella giusta


Bologna-Pesaro Caserta-Cant Cremona-Venezia Milano-Sassari Montegranaro-Biella Reggio Emilia-Brindisi Roma-Varese Siena-Avellino Varese Siena Sassari Cant Emilia Bologna Roma Milano Brindisi Caserta Biella Avellino Venezia Cremona Pesaro Montegranaro 18 14 14 12 10 10 10 10 8 8 6 6 6 4 4 4
Venezia (avversario di domani al PalaRadi alle 18.15) si presentata a Biella senza poter schierare i suoi giocatori pi determinanti poich, causa infortuni, n Clark n Diawar hanno potuto essere in campo. Biella ha vinto e probabilmente questi due punti saranno decisivi nella lotta-salvezza. Ci interrogavamo su cosa centrasse la fortuna e ne abbiamo forniti due esempi. Bastano no! Cosa ci dobbiamo augurare per domani? Forse che Clark e Diawara continuino a stare in panchina a guardare i compagni o piuttosto che la Vanoli sfoderi una super prestazione al cospetto di tanto avversario, attrezzatissimo sia nel quintetto che in panchina e ne metta a tacere le importanti ambizioni? Certamente per il bene dello sport auspichiamo che gli infortunati guariscano, ma se teniamo conto delle fortune di Biella, ci auguriamo il contrario. Il che non sportivo, ma servirebbe a parigliare il conto. Al di l della cabala o delle circostanze, diciamo di aver apprezzato la Vanoli a Sassari, capace di colpire dove doveva, lucida e determinata nonostante le rotazioni accorciate e qualche uomo in difficolt (Jackson) per ragioni estranee, purtroppo, al basket giocato e qualche altro (Kotti), fermo per

Reduce dalla prova di carattere sfoderata a Lissone, che fruttata il quarto successo stagionale, lMgK Vis cerca il bis stasera a Piadena contro Milanotre Basiglio, che vanta in classifica gli stessi punti dei piadenesi. Un match sulla carta incerto, ma non impossibile per la squadra di Andrea Pedroni. Impegno in trasferta, invece, per lErogasmet Crema, reduce dal successo sul Bernareggio, dopo due sconfitte consecutive. I ragazzi di coach Galli sono di scena domani a Porto Mantovano contro il Bancole, formazione di bassa classifica e alla portata dei cremaschi, che nellultimo turno hanno sfoderato una bella prova, fatta di tanta difesa e veloci ripartenze, giocando il solito primo quarto ad altissimo livello, terminato con quei sette punti di vantaggio che poi tra alti e bassi sono rimasti pressoch invariati fino alla fine. Buono lesordio di Benedetto Persico, centro di due metri che ha portato chili, centimetri e rotazione molto utili ai biancorossi. CLASSIFICA (7 giornata) Montichiari, San Bonifacio 12; Cant, Crema, Pisogne 10; Milanotre Basiglio, Piadena Lissone 8; Orzinuovi, Bernareggio 6; Bergamo 4; Cittadella, Bancole 2; Arzignano 0.

LErogasmet chiede strada domani al debole Bancole

DNC

a Vanoli ha perso a Sassari solo sul filo di lana (80-78). Nel frattempo aveva sostituito coach Caja col suo vice, Luigi Gresta. Non cambiato nulla dunque, considerando che Conti e compagni erano quasi abituati ad uscire dal campo senza aver preso i due punti in palio. Ma non stato proprio cos, anche se a dire il vero la classifica rimasta quella deficitaria (anche se non ancora drammatica) della settimana prima. A Sassari, invece, abbiamo rivisto la Vanoli che tutti vorremmo vedere sempre, magari anche approfittando della stanchezza dei sardi, impegnati in EuroCup, oltre che in un eccellente cammino in campionato. Una Vanoli concentrata, vogliosa, capace di tenere la Dinamo ai suoi minimi di realizzazione, nel contempo particolarmente efficace sotto i tabelloni, pur perdurando linfortunio di Kotti. Ma cosa centra la fortuna in tutto questo? Il basket non scienza esatta, almeno negli episodi e noi aggiungiamo fortunatamente, altrimenti sarebbe troppo scontato nei risultati. Si metta il caso che lottimo Harris avesse deciso di passar palla, anzich cercare il

Harris, in azione contro Milano, un ex dellUmana Venezia (foto Castellani)

pareggio sullultimo tiro, magari ad Huff che era libero in angolo per un possibile tiro da tre punti e questultimo lavesse messo espugnando cos il Palaserramidigni! Sarebbe stato il trionfo dei gioca-

tori, di Gresta e della Vanoli tutta. Non successo ed a noi sta bene anche cos, siamo contenti di aver visto una reazione importante dopo qualche prova sbiadita. Sempre a proposito di fortuna, lUmana

un malanno ad una spalla. Chiss che il pubblico abbia apprezzato lo sforzo di tutti per uscire da una situazione difficile e che le truppe di Gresta siano cos tanto affamate da saper dare un calcio alla sfortuna e prendersi due punti pesantissimi per la classifica e per il morale. A Sassari hanno dimostrato di non essere un gruppo di mediocri, ma di poterci stare in questo campionato, per cui la strada imboccata ci pare quella giusta, perci gridiamo forza Vanoli! VANOLI CREMONA 4 Hrvoje Peric, 7 Luca Vitali, 11 Tuukka Kotti, 13 Jarrius Jackson, 14 Francesco Belloni, 19 Andrea Conti, 20 Fabio Ruini, 21 Aaron Johnson, 22 Lance Harris, 24 S. Christopher Huff, 31 Andrij Stipanovic, 33 Roberto Cazzaniga. All.: Gresta. UMANA VENEZIA 5 Keydren Clark, 6 Massimo Bulleri, 7 Yakhoube Diawara, 8 Denis Marconato, 9 Ivan Zoroski, 10 Szymon Szewczyk, 13 Alvin Young, 14 Tommaso Fantoni, 15 Timothy Bowers, 16 Guido Rosselli, 18 Daniele Magro, 31 Eric Williams. All.: Mazzon. ALLENATORI Mentre Scariolo ha dato laddio alla Nazionale spagnola, per meglio concentrarsi sullArmani, Pesaro ha sostituito Ticchi con Zare Markovski.

Classifica

10 Giornata

BOCCE

Dopo lappuntamento cremasco, la manifestazione si concluder a Cremona il 16 dicembre

BOXE

Una giornata di divertimento, un caldo momento di allegria e spensieratezza presso il bocciodromo comunale di viale Indipendenza a Crema, teatro delle la sesta ed ultima tappa della manifestazione promossa dalla Fib Lombardia e Special Olympics. Questo torneo, che ha attirato numeroso pubblico, stato unaltra splendida occasione per dimostrare che lo sport un mezzo meraviglioso per favorire linclusione sociale delle persone con disabilit. Da evidenziare che oltre agli eventi sportivi queste coppie di atleti si allenano tutto lanno socializzando e condividendo il tempo libero. Alla tappa cremasca di gara di bocce unificate, hanno partecipato 35 coppie formate da un atleta con disabilit intellettiva ed un atleta partner senza disabilit, provenienti da diverse zone della Lombardia.

Un successo la gara di Special Olympic Poche riunioni per colpa della crisi
In evidenza la coppia cremasca formata da Rosetto Corso e Raffele Cagni e quella composta da Rosangela Martinenghi e Fabio Monaci. Alla manifestazione erano presenti, tra gli altri, il professor Claudio Bizzari, il responsabile regionale Special Olympics, Claudio Minervino con il tecnico Nicola Bettinelli ed il presidente del comitato cremasco Franco Stabilini che si adoperato per la buona riuscita della manifestazione. La degna conclusione di questa manifestazione, domenica 16 dicembre sulle corsie del bocciodromo comunale di Cremona. SCANNABUE Ieri conclusione (cat. A-B) della gara regionale organizzata dalla bocciofila Scannabuese, mentre questa sera epilogo della categoria C/D. Massimo Malfatto Riprende, se pur con molta fatica, lattivit pugilistica in questo fine di stagione. Pochissime, purtroppo, le manifestazioni che si svolgono in questo periodo con quasi tutti i pugili dilettanti al palo in un periodo in cui, per contro, lo scorso anno si combatteva moltissimo. La crisi economica e la mancanza di sponsor si sta facendo sentire pi del previsto. Per i ragazzi dellAbc, che hanno visto oltre utto annullare due riunioni, rispettivamente a Massa e a Marina di Carrara - in cui avrebbero dovuto partecipare - a causa delle inondazioni che hanno colpito la zona danneggiando

Si torna sul ring il 16 dicembre a Mantova: impegnati Colombi e Bouchara


gli impianti sportivi e rendendoli inagibili per qualche settimana. Il prossimo appuntamento fissato per il 16 dicembre a Mantova, dove saliranno sul ring i superleggeri Kevin Colombi e Hamza Bouchara e successivamente il 26 dicembre a Reggio Emilia, con un programma ancora da definire. Attivissima, comunque la palestra dove si stanno forgiando i giovani talenti. Numeroso il gruppo dei tredicenni che saranno chiamati ad esordire il prossimo anno nella categoria Schoolboys, ma anche Juniores e Youth non mancano agli allenamenti che si svolgono ogni sera alla Palestra spettacolo.

CALCIO A 5

E lassociazione sportiva Videoton 1990 a organizzare la finale di Coppa Lombardia di calcio a 5 tra Bergamo e Saints Pagnano (Merate), programma domani alle 18 presso la palestra Donati di via Toffetti di Ombriano. Limpegno del Videoton ad ospitare lincontro di chiusura della competizione, che lha vista uscire anzitempo contro il forte Pavia ad inizio stagione, finalizzato a promuovere il calcio a 5 nel territorio, accendendo i riflettori sullo sport pi praticato in assoluto in Italia, in modo agonistico e non. Cos la societ presieduta da Igor Severgnini, dopo aver avuto lonore da parte della Lnd di fare da cerimoniere allevento, ha stilato un programma di assoluto rilievo per coinvolgere gli appassionati di futsal. Tutto inizia alle 17, quando a rispondere allappello saranno le formazioni dei Pulcini di Pergolettese e Cremonese, le quali daranno vita ad una esibizione di calcio a 5. RUGBY Sfide bresciane per Cremona e Crema: i grigiorossi ospitano il Bassa Bresciana, mentre i neroverdi sono impegnati a Desenzano. Nellaltro girone, Casalmaggiore gioca in Valtellina.

A Crema la finale di coppa

Il 2013 sar un anno particolarmente importante per la citt di Cremona in ambito sportivo, visto il titolo di Citt Europea dello Sport che la citt onorer con una serie di manifestazioni che avranno una particolare attenzione ai legami dello sport con salute, cultura, scuola, disabilit. Ecco unanticipazione del programma che verr ufficialmente presentato il 18 gennaio al Teatro Ponchielli, accompagnato da note musicali dellorchestra di Cremona e dal suono dei violini. Dal 1 febbario al 31 marzo la mostra Donna e sport dal 1861 al 2013 al Centro Culturale Santa Maria Piet; sabato 9 e domenica 10 febbraio, Campionato regionale di pattinaggio rtistico e sincroniz-

Tante iniziative per Cremona Citt Europea dello Sport


MANIFESTAZIONI
zato al PalaRadi; domenica 17 febbraio, 12 memorial Rossini, gara nazionale di scherma a Cavatigozzi; 10 marzo La corsa rosa, gara nazionale podistica del Dopolavoro Ferroviario; 17 marzo grande festa della ginnastica per ragazzi; 20-21 aprile 24 Ore di mountain bike, a cura dei Kula Mula; 28 aprile Vivicitt dellUisp e campionato europeo Automodelli radiocomandati a S. Felice; il 4 e 5 maggio 3 Formula Challenge di Rally auto. Il 5 maggio spazio al ciclismo con il Circuito internazionale del Porto. Il 12 maggio per Bicincitt, Campionato europeo dellUisp; il 18 maggio la mitica la Mille Miglia, dal 31 maggio al 2 giugno World Cup Karate Wuko, dal 31 maggio al 2 giugno Coppa interna-

zionale di calcio per Esordienti anno 1999 al Centro Arvedi; dal 7 al 9 giugno campionato italiano di baskin alla palestra Spettacolo; il 15 e 16 giugno Calcio a 5 cobn lEuropean Cup per disabili del Pepo Team; 15 e 16 giugno il festival di arti marziali e sport da ring dedicato a Giorgio Sozzi. Dal 18 al 22 settembre campionato europei di bocce, il 22 ottobre la 11 Maratonina di CremonaCampionato europeo di Podismo; 16 novembre partita della nazionale italiana di rugby. Rimangono ancora da inserire le date della World League di pallanuoto della nazionale italiana ed una gara amichevole della nazionale di calcio Under 23 allo stadio Zini. Cesare Castellani

Sport

Sabato 1 Dicembre 2012

stata davvero unimpresa quella realizzata domenica scorsa dellIcos Crema: per la squadra di coach Leo Barbieri ha colto a Conegliano la prima vittoria stagionale lontano dal PalaBertoni, conquistata con una formazione priva delle due bande titolari (Lehtonen e Okaka out per infortunio) e dopo essere stata in svantaggio 2-1. Due punti preziosi per la classifica, ma anche per il morale delle violarosa, che domani cercano conferme contro il Giaveno, formazione di pari livello, quindi i punti in palio diventano ancora pi importanti. Dopo la maiuscola prestazione di domenica a Conegliano, lopposto violarosa Tereza Rossi-Matuszkova balzata in vetta alla classifica delle migliori realizzatrici del campionato di A1 femminile. Trascorse sole sei giornate, la ceca ha messo a terra ben 118 palloni, lasciando dietro di s giocatrici del calibro di Chiara di Iulio e Valentina Diouf (entrambi della Foppapedretti Bergamo), rispettivamente seconda e terza con 113 e 110 punti. Nei numeri dellultima giornata, lIcos Crema compare spesso, sia a livello individuale che di squadra. Oltre alla Rossi-Matuszkova, indubbiamente miglior finalizzatrice di giornata con i suoi 40 punti, troviamo nella classifica del miglior attacco Iuliana Nucu, che ha rag-

LIcos si affida a unincontenibile Tereza


VOLLEY A1 Dopo la prova superlativa di Conegliano, la Rossi-Matuszkova la miglior realizzatrice del torneo
Chieri-Busto Arsizio Villa Cortese-Urbino Piacenza-Bologna Bergamo-Modena Pesaro-Conegliano Icos Crema-Giaveno Bergamo Busto Arsizio Piacenza Chieri Modena Conegliano Villa Cortese Giaveno Crema Pesaro Urbino Bologna

29

13 13 12 11 11 10 10 8 8 7 4 1

Tereza Rossi Matuszkova

giunto un ottimo 72% (Tereza si trova qui al quinto posto con il 65%). A livello individuale troviamo ancora la Rossi-Matuszkova prima in classifica per quanto riguarda il maggior numero di ace: nei cinque set giocati con lImoco, ne ha messi a segno ben 4. LIcos si piazza al primo posto anche per il maggior numero di punti fatti (89) e per il miglior attacco: 49%. Ecco le parole di Tereza Rossi-Matuszkova sul suo primato individuale: Sono contentissima di essere

la prima realizzatrice del campionato, ho dietro grandi attaccanti che meriterebbero sicuramente il primato tanto quanto me. Prima della partita con Conegliano ero al sesto posto, mi pare e tra i miei obiettivi cera anche quello di scalare questa classifica, ma non credevo di arrivare in cima. E sicuramente una bella soddisfazione, spero di mantenere sempre questo livello di rendimento. Lo spera soprattutto il tecnico Barbieri, per puntare alla salvezza.

Finalmente la Reima tornano a fare punti (anche se uno solo) dopo un lungo digiuno e lo ha fatto contro Asti, squadra decisamente esperta con giocatori del calibro di Rabezzana ed Agilagos, con alle spalle tanti anni di serie A2. Il punto conquistato dopo due ore e mezza di battaglia, porta la firma di Bobo Corti (top player del match con 31 punti) e di Giulio Silva, che torna finalmente in campo a pieno regime disputando una buona gara. Il rientro di Giulio molto importante per tutta la squadra - commenta il vice presidente Sante Barbati - ha dato sicurezza e fiducia al gruppo, anche se purtroppo il suo rientro coincide con lindisponibilit di Andrea Binaghi, colpito da un forte attacco influenzale,. Per siamo ben contenti di rivedere Giulio in campo non solo in seconda linea, ma anche in attacco. Ora dobbiamo ritrovare serenit e continuit, perch la squadra ha i mezzi per risollevarsi e risalire la china. Purtroppo anche stasera alle 21 (la gara stata anticipata per la concomitanza della gara interna dellIcos) sar difficilissimo strappare punti, visto che il S. Antioco ha appena tesserato Mikal Cardona, giocatore che ha militato per 15 anni in A1 e che in B1 ovviamente fa la differenza nel ruolo di opposto: domenica ha trascinato la squadra ad una facile vittoria contro Bergamo, per cui sar davvero dura. Il pubblico chiamato al PalaBertoni perch si tratter di una partita che, se vinta, potr segnare una tappa importante verso la risalita dei blues. CLASSIFICA (7 giornata) Cant 19; Genova, Milano 16; Bergamo 15; Asti 14; Cuneo 11; Olbia 10; S. Antioco 9; Brescia, Brugherio 8; Cagliari, Iglesias 6; Reima Crema 5; Cisano 4.

Una Reima Crema rinfrancata prova a far male al S. Antioco


SERIE B1

SERIE A2
La Pom esulta dopo un punto

Archiviata positivamente la trasferta di Pavia, la Pom si rimessa al lavoro in vista di un altro passaggio fondamentale della stagione, la gara con le Terre Verdiane Fontanellato. Dopo i derby con formazioni lombarde come Montichiari e Pavia, il calendario propone alla formazione di Gianfranco Milano un match non meno sentito e dai chiari risvolti campanilistici, come quello con le ragazze di Botti (in programma domani a Fidenza). Dai tempi della B1 la gara tra le casalasche e le parmensi, garanzia di spettacolo ed agonismo. A tale proposito va menzionato il quarto set del match di ritorno dellultima stagione, quando la Pom si impose 3-1 in trasferta, chiudendo lultimo parziale con un 40-38 passato agli annali della serie A. La squadra in salute, ovviamente con le eccezioni

Altro derby per la Pom, domani con il Fontanellato


del caso (vedi Nardini e Zago che comunque procedono spedite verso il recupero dai rispettivi infortuni). Ha fatto piacere rivedere la centrale friulana nelle fasi di riscaldamento del match con la formazione pavese esibirsi a rete, sintomo che i problemi al legamento collaterale del ginocchio sinistro si stanno riassorbendo. Per Zago il riacutizzarsi dei guai agli addominali, richieder un po pi di tempo, ma conoscendo il carattere della giocatrice, non sembrano esserci dubbi su un suo ritorno alla piena disponibilit. La vittoria sulla Riso Scotti ha messo in mostra una Pom tonica e positiva in tutti i fondamentali, il che fa ben sperare anche per limpegno di domani in terra emiliana. TROFEO MIMMO FUSCO La Pom prender parte, per il secondo anno consecutivo, alla presti-

Classifica

7 Giornata

giosa manifestazione in programma a Roma ad inizio gennaio. Questanno gli organizzatori hanno esteso linvito, oltre che alla formazione casalasca, a due squadre di A1 (Urbino e Conegliano) e alla nazionale italiana. Gioved 3 gennaio alle 15.30, la Pom sfider le azzurre, mentre il giorno dopo ci saranno le finali. 9 GIORNATA (25-11 h 18) Fontanellato-Pom Casalmaggiore, Frosinone-Mazzano, Marsala-Ornavasso, Sala Consilina-Pavia, San Casciano-Montichiari, San Vito-Cadelbosco, Soverato-Novara. CLASSIFICA Novara 23; Ornavasso 20; Pom Casalmaggiore 19; Mazzano 15; Montichiari, San Casciano 13; Pavia 12; Frosinone 11; Cadelbosco, Soverato 10; Sala Consilina 8; Fontanellato 6; Marsala 5; San Vito 3.

CICLISMO
Mai era successo che si avesse una cos forte crisi economica del nostro Paese, che blocca lentusiasmo delle persone e rimescola i sogni. Dicono che il ciclismo non muore mai perch basta un uomo in fuga per dare alla gente una scossa demozione spontanea e irresistibile. Non forse cos anche nella vita? Che il momento sia tra i pi delicati della storia ciclistica, lo si capisce anche dalla partecipazione record al summit dellItalici di Salsomaggiore, che la Lega del ciclismo professionistico ha chiamato a raccolta: la situazione complicata negli occhi e nelle parole di tutti. Adesso Lega, Fci, corridori, direttori sportivi, squadre e organizzatori, chiedono a gran voce un cambiamento, con riforme vere e un ciclismo credibile. E cominciato il conto alla rovescia, il ciclismo nel 2013 porter a Firenze il campionato del

mondo che sar assegnata sulle strade che hanno visto grandi campioni scrivere pagine leggendarie, la Toscana che ha dato i natali a straordinari campioni del calibro di Gino Bartali, Fiorenzo Magni, Gastone Nencini, Mario Cipollini e Paolo Bettini. Un bacione a Firenze, che dovr rappresentare per tutto il ciclismo della tradizione una dimostrazione della grandiosa bellezza di questo sport. Una settimana mondiale dal 22 al 29 settembre 2013, che toccher ben sei citt (Firenze, Lucca, Montecatini Terme, Pistoia, Prato e Fiesole), uninfinit di Comuni, mentre tutte le gare si concluderanno al Mandela Forum di Firenze. Un tracciato estremamente duro, quello in linea dei professionisti (Lucca-Firenze di 279,6 km) anche per

Mondiali a Firenze ricchi di fascino


via di un dentello e un dislivello complessivo di poco superiore ai 3.000 metri. Sar una corsa insidiosa, perch il tratto che da Lucca (sede di partenza) dopo 113 chilometri porter al circuito (16, 6 km da ripetersi dieci volte), presenta tre strappi (quello di Montecarlo di Collodi e di Montecatini) e una salita vera quella del San Baronto, che nel finale potrebbe restare nelle gambe. E poi il circuito cittadino, rende la corsa dura e selettiva, con la salita verso Fiesole e i due strappetti (quello di via Salviati e quello di via Trento) saranno infatti pane per i denti degli scalatori. Chi vincer sar davvero il pi forte: questo poco, ma sicuro. FIRENZE 2013 Domenica 22-9: cronosquadre donne Elite (Pistoia-Firenze

di 36,6 km); cronosquadre uomini Elite (Montecatini Terme-Firenze di 50,3 km). Luned 23-9: crono individuale donne Junior (Firenze Cascine-Firenze di 14,6 km); crono individuale Under 23 (Pistoia-Firenze di 41,8 km). Marted 24-9 Crono individuale uomini Junior (Firenze Cascine-Firenze di 21,75 km); crono individuale donne Elite (Firenze Cascine-Firenze di 26,20 km). Mercoled 25-9: Crono individuale uomini Elite (Montecatini Terme-Firenze di 55,5 km). Venerd 27-9: prova in linea uomini Junior (Montecatini TermeFirenze di 134,7 km). Prova in linea donne Elite (Montecatini Terme-Firenze di 134,7 km). Sabato 28-9: prova in linea donne Junior (Firenze-Firenze di 66,4 km); prova in linea Under 23

(Montecatini Terme-Firenze di 184,5 km). Domenica 29-9: prova in linea Elite (Lucca- Firenze di 279, 6 km). CONGRESSO LOMBARDO Si sono concluse le assemblee elettive ordinarie con il rinnovo delle cariche presidenziali dei comitati provinciali della Federciclismo lombarda. Alla guida del Comitato di Brescia stato eletto Gianni Pozzani, a Mantova ha vinto Giovanni Redini, a Lecco stato riconfermato il presidente uscente, Alessandro Bonacina, a Como per il quarto mandato stato riconfermato Franco Bettoni, a Varese stato eletto invece un nuovo presidente, Massimo Rossetti. Il congresso per il rinnovo delle cariche del Comitato Lombardo programmato oggi a Carate Brianza, mentre lassisi nazionale convocato nei giorni 12 e 13 gennaio a Levico Terme. Fortunato Chiodo

30
GUIDA SICURA

Sabato 1 Dicembre 2012

Attrezzatura invernale per lauto


N
di Martina Pugno el bagagliaio o nel cruscotto della propria auto, ci sono oggetti che proprio non possono mancare, soprattutto nei periodi invernali, quando prendersi cura del proprio veicolo particolarmente importante per garantire la sicurezza della guida. Lantigelo fondamentale per la difesa del motore della nostra auto, , quando la temperatura scende anche al di sotto dello zero. Per poter esprimere tutta la sua efficacia, lantigelo deve essere miscelato con lacqua presente nel radiatore in una percentuale del cinquanta per cento, quindi attenzione a non aggiungere acqua in eccesso nel radiatore stesso. Attenzione anche al tipo di antigelo utilizzato: consigliabile leggere attentamente, prima dell'acquisto, i dati delle istruzioni presenti sulla confezione riguardanti i punti di congelamento ed ebollizione, normalmente compresi tra meno quaranta e pi centodieci gradi. Altro accessorio importante in questa stagione sono le catene da neve. Durante i mesi invernali d'obbligo averle sempre a bordo in assenza di pneumatici invernali: si consiglia, con l'avvicinarsi della brutta stagione,. di premunirsi con pneumatici e catene a bordo, in modo tale da avere sempre la certezza di un veicolo completamente sicuro. Il raschiaghiaccio un altro utile accessorio, che dovremmo sempre avere nel nostro equipaggiamento invernale, questo per non abusare oltremodo dello sbrinatore della nostra auto eper potersi mettere pi rapidamente alla guida dopo periodi di sosta del veicolo. Se ne trovano di tutti i tipi e con una spesa minima. Possiamo procurarci per la protezione della nostra auto, sopratutto se non si possiede un garage dove parcheggiarla, anche un telo protettivo impermeabile, resistente a tutti gli agenti atmosferici, con il quale ricoprirla quando non vie-

Speciale Motori

In inverno c' poca luce e tutto ci che migliora la visibilit va mantenuto in perfetto stato. Curare quindi la pulizia di proiettori, fanali e cristalli e verificare il funzionamento di tergi e lavavetro un'operazione fondamentale. Inoltre, bene sfruttare le possibilit dell'impianto di climatizzazione per eliminare l'appannamento del parabrezza e dei cristalli laterali. Tenete presente, per, che con temperature esterne inferiori a 5 C il compressore del condizionatore non si attiva per evitare che si danneggi. Si devono tenere sempre d'occhio le condizioni dell'asfalto, visto che la formazione di ghiaccio sempre in agguato. La guida in condizioni di scarsa aderenza dev'essere improntata alla massima prudenza e alla dolcezza: acceleratore, freni e sterzo vanno usati con misura e in caso di sbandamenti si deve controsterzare prontamente. A bordo conviene tenere una piccola dotazione d'emergenza per far fronte alle nevicate, come una scopetta per rimuovere la neve, una spatola per raschiare il ghiaccio dai cristalli. Bufere di neve, fitta nebbia, ghiaccio, pioggia e scioglimento della neve spesso sono condizioni che rendono la guida invernale imprevedibile e pericolosa. Se vi trovate a guidare in una delle condizioni atmosferiche appena citate, guidate con cautela evitate di reagire in maniera eccessiva per mantenere il controllo totale della vettura. Nelle automobili con sistemi di antibloccaggio freni (ABS), i freni vengono automaticamente pompati per voi in una situazione di slittamento. Dovreste sentire il pedale del freno pulsare. Se si guida una macchina senza ABS, applicare una leggera pressione con un movimento di pompaggio ai freni. In caso di incidente, mantenere la calma, seguite questi suggerimenti per la sicurezza, e chiedere aiuto. Cercate di raggiungere il lato destro della strada, il pi lontano dal traffico. Restate in auto con la cintura di sicurezza. Accendere le luci di emergenza per farvi notare dagli altri automobilisti. Richiamate l'attenzione al vostro veicolo.Se rimanete nella neve, raddrizzare le ruote e accelerare lentamente. Evitate di girare le gomme e scavare pi a fondo. Muovete il veicolo avanti e indietro.

Come muoversi in caso di ghiaccio

ne usata e durante le ore notturne quando la temperatura scende maggiormente. Anche questo accessorio facilmente reperibile in commercio.

Il detergente per i lavavetri dell'auto in vendita gi pronto da versare o da diluire, nella apposita vaschetta. Nei mesi invernali non

necessita aggiunta di antigelo, ma sono in vendita delle tipologie apposite per queste stagioni. Pu tornare molto utile in certe situazione avere a portata di mano una bomboletta di deghiacciante, il quale riesce a togliere dai vetri della nostra auto anche spessori notevoli di ghiaccio e brina, senza intaccare le spazzole tergicristallo e senza ungere i vetri, permettendo di liberare l'auto dal ghiaccio in pochissimo tempo e permettendo una visuale libera da fastidi e problemi di ridotta visibilit. Per i viaggi o le vacanze in mete soggetti a pesanti nevicate, in commercio sono disponibili piccole pale pieghevoli che occupano poco spazio ma che possono rivelarsi molto utili in caso di estremo bisogno. Per chi invece si dedica allo sci, dobbligo avere un portasci. Ve ne sono di diversi tipi: si va dal classico portasci a barre, fino a quello magnetico: importante selezionare un modello che si adatti alle caratteristiche dell'auto e possa garantire massima sicurezza.

CROCIERA Egitto Israele - Giordania con MSC ARMONIA dal 23 Febbraio al 02 Marzo 2013
CABINA INTERNA 750 + 300 include:
bus x aeroporto-mance-bevande-tasse bus x aeroporto-mance-bevande-tasse bus x aeroporto-mance-bevande-tasse

CABINA FINESTRA 870 + 300 include: CABINA BALCONE 1090 + 300 include:
LA QUOTA COMPRENDE: bus da Crema per laeroporto Volo aereo - Crociera 8 giorni e 7 notti - Pensione completa Bevande ai pasti consumo illimitato - Mance - Tasse portuali Crociera in collaborazione con la Banca Cremasca

ULTIME CABINE!!!

ORARIO CONTINUATO: da luned a venerd dalle 9.00 alle 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30