Sei sulla pagina 1di 20
 
Direttore responsabile Sergio Cuti • Direttore editoriale Daniele Tamburini • Società editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19 Cremona • Amministrazione e diffusione: via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione via S.Bernardo 37/a Cremona tel 0372 454931 • email redazione@ilpiccologiornale.it • stampa SEL Società Editrice Lombarda Cremona • pubblicità: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it  Aut. del Tribunale di Cremona n° 357 del 16/05/2000 • Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 – Cremona • Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it
PICCOLO
il
Giornale
www.ilpiccologiornale.it
 pagine 3 e 10 
Edizione del Mercoledì 
Anno XII n°78
MERCOLEDÌ 14 NOVEMBRE 2012
 
Periodico • € 0,02 copia omaggio
 Non riceve alcun finanziamento pubblico
 I sondaggi Sgw danno il Movimento 5 Stelle al 18%, il Pd al 27% e Lega al 15%. Crollo del Pdl, che scende al 12,5%
 Alessandro Tegagni, portavoce cremonese: «La gente ci vota perché si è stancata dei partiti, che non rispettano le promesse»
GRILLO, LOMBARDIA COME IN SICILIA?
 
CASALMAGGIORE  LAVORO
 a pagina 10  a pagina 3
 Argine colabrodo,un rischio se il Podovesse esondareContratto di apprendistato, spreco o risorsa?
CONCERTO A FEBBRAIO
 a pagina 17 
I Pooh “raccontano”Opera Secondaal Teatro Ponchielli
ULTIM’ORA 
l freddo invernale non è certo amico di cani e gatti, special-mente quando non godano di un riparo o di una casa calda e accogliente. Un problema che dun-que in questo periodo, e in previsio-ne del brusco abbassamento delle temperature previsto già dalla pros-sima settimana, è particolarmente sentito, come sottolinea Lorenzo Croce, presidente di Aidaa. «Pur-troppo il problema degli animali che rimangono senza casa è sempre in aumento. Da un lato a causa della crisi, che mette molte persone nella condizione di non riuscire più a sop-portare il mantenimento del proprio amico a quattro zampe; dall'altro la-to, c'è un problema che puntualmen-te si presenta nel periodo successivo alle festività natalizie: si tratta di ani-mali che vengono incautamente ac-quistati come regalo ma che spesso risultano non graditi, e finiscono in mezzo alla strada, o in un canile se va bene». Anche per questo motivo, Aidaa ha lanciato un appello al Governo, chiedendo di proibire la vendita di cuccioli nel periodo natalizio, pro-muovendo invece le adozioni presso canili e gattili. «Purtroppo spesso l'animale viene visto come un ogget-to da regalare e non come un essere vivente che necessita attenzioni». continua Croce. Intanto l'appello del-le associazioni animaliste è di avere un occhio di riguardo per gli animali che in inverno rischiano di morire di freddo. «A questo proposito abbiamo recentemente realizzato un decalogo, affinché tutti nel loro piccolo possa-no aiutare i randagi a non morire di freddo: raccomandiamo di lasciare cibo e acqua al riparo dal gelo, di pre-parare delle coperte per i cani e di lasciare aperte le cantine per i gatti. Si possono aiutare anche i volatili, lasciando fuori casa delle piccole mangiatoie, in luoghi riparati, in cui possano sostare e nutrirsi». La città di Cremona, rispetto alla situazione nazionale, si rivela una piccola isola felice, come spiega Vir-na Denti, presidente dell’Associa-zione zoofili cremonesi, che gestisce il canile. «I cani in entrata quest’an-no sono diminuiti rispetto agli anni scorsi, e le adozioni aumentano» spiega. «In questo aiuta molto la mi-crochippatura, che ormai si sta dif-fondendo e che viene praticata a tutti i cani che arrivano al canile». Intanto, con l’arrivo del freddo, l’ap-pello dell’associazione è per tutti i cittadini: «Ci servono coperte calde per i nostri animali: ne ospitiamo ben 130 e dobbiamo cambiare spesso le cucce, perché in questa stagione si crea subito umidità».
 Laura Bosio
I
DONNA SCOMPARSA LUNGO IL PO
 Edizione chiusa  alle ore 21
 Aidaa: Crisi economica e scarsa educazione favoriscono il fenomeno dell’abbandono di cani e gatti
 L’APPELLO DELLA CGIL LOMBARDIA
 a pagina 8
«Non si taglinogli ammortizzatorisociali»
L’INVERNO DEGLI ANIMALI SENZA CASA 
«Purtroppo spesso il cucciolo viene visto come un oggetto utile per un regalo e non come un essere vivente che necessita attenzioni»
 Ricerche a vasto raggio nella gior- nata di ieri da parte di Polizia e Vigili del Fuoco sulle rive del Po per la  scomparsa di un’anziana 75enne.  L’ipotesi è che possa essersi gettata  in acqua. La donna sarebbe stata av-vistata in mattinata da alcuni pescato- ri nella zona del Pennello, dietro le Colonie Padane, dove è stata effetti-vamente ritrovata la sua bici. Dopo la denuncia della scomparsa inoltrata  alla Questura dai parenti, le ricerche si  sono immediatamente attivate.
 
ono 13 i milioni di euro che la Giunta regionale lombar-da si appresta ad assegnare a Province e Comuni per la realizzazione di progetti per la sicurezza stradale. Lo ha annun-ciato l'assessore alla Polizia locale e Sicurezza
Nazzareno Giovannelli
, intervenendo, a Palazzo Marino, al convegno organizzato dall'Associa-zione vittime della strada "Dalla parte delle vittime della strada. Quali politi-che urbane, locali e nazionali".«Da sempre» ha detto Giovannelli «Regione Lombardia è impegnata a mettere in atto politiche e attività volte alla prevenzione e alla riduzione drastica degli incidenti stradali. E proprio in questa direzione devono andare anche i fondi che il Piano na-zionale sulla sicurezza stradale, ela-borato dal Ministero dell'Interno, ci ha assegnato, da ripartire poi fra le Province e i Comuni con i tassi più alti di incidentalità, con il chiaro obiettivo di migliorare le reti viabilisti-che più critiche. Non di-mentichiamo poi l'impor-tanza di azioni di preven-zione come gli "Smart", che ripetiamo più volte durante l'anno, per evita-re le stragi del sabato se-ra. Proprio oggi, in 441 Comuni della nostra regione, daremo vita, grazie al coinvolgimento e alla preziosa collaborazione di tutte le Forze dell'ordine e delle Polizie locali, alla più grande operazione di questo tipo che abbiamo mai organizzato, con un unico obiettivo: tutelare l'in-columità degli automobilisti, dei pe-doni e prevenire altri reati".La Lombardia ha già quasi rag-giunto l'obiettivo europeo di ridurre la mortalità stradale del 50 per cento rispetto al 2001: -47,3 per cento. Dalle ultime elaborazioni risulta infatti che ben cin-que province - Lodi (-68 per cento), Brescia (-55,7 per cento), Sondrio (-55,3 per cento) Monza e Brianza (-55,4 per cento) e Como (-52,1 per cento) - abbiano già raggiunto e su-perato il traguardo verso il quale an-che tutte le altre stanno compiendo enormi passi avanti, facendo regi-strare una riduzione media comples-siva del 47,3 per cento. «La nostra media» ha sottolineato l'assessore «è nettamente migliore rispetto a quella nazionale. Ma tutto ciò non basta: tutti insieme, dalle istituzioni alle For-ze dell'ordine sino ai rappresentanti della società civile, dobbiamo com-piere un ulteriore sforzo, per debella-re quella che può definirsi una vera e propria piaga sociale. Il sogno è ri-durre a zero la mortalità sulle nostre strade». Gli stessi dati dicono inoltre che, nel primo decennio del 2000, sul ter-ritorio lombardo, vi è stata una ridu-zione notevolissima anche degli inci-denti, che sono passati da 51.744 a 39.322; quelli mortali da 1.074 a 565; la riduzione dell'indice di mortalità, dal 2,08 al 1.44; il decremento dell'in-dice di gravità degli incidenti, dall'1,45 al 1,04.
«Servono azioni mirate, per inter-venire soprattutto nelle ore notturne e nei fine settimana» ha concluso Giovannelli «per aumentare la tutela delle fasce deboli, (pedoni e i condu-centi di veicoli a due ruote), per limi-tare la circolazione dei veicoli più vecchi e incidere sui punti critici del-le infrastrutture. Ma è allo stesso tempo imprescindibile che chi si mette alla guida sappia che dalla sua prudenza, o imprudenza, dipende la vita dell'altro».
La Regione Lombardia promuove un Bando per la presentazione di Pro-getti di comunicazione digitale per il business delle micro, piccole e medie imprese lombarde, e per l'inserimento lavorativo di giovani professionisti del settore. In particolare il bando vuole incentivare progetti di investimento in strategie di marketing innovation da parte di micro, piccole e medie impre-se lombarde che intendono sfruttare tutte le nuove forme e tecnologie di comunicazione digitale per aumentare il proprio business, aggiungere valore ai propri prodotti e servizi e trovare nuovi mercati attraverso internet e gli strumenti web.Sono previste 2 misure. La prima è inerente i progetti di comunicazione digitale volta a finanziare l’introduzione in azienda di progetti di comunicazio-ne e marketing digitale finalizzati a sviluppare nuovi processi comunicativi e/o nuovi modelli di business; la se-conda riguarda il tema “Giovani per la creatività digitale" e vuole favorire l’in-serimento professionale dei giovani e la stabilizzazione professionale di la-voratori già presenti in azienda per re-alizzare progetti di comunicazione di-gitale finalizzati ad innalzare la compe-titività delle aziende in ambito locale, nazionale e internazionale. Complessivamente vengono stan-ziati 1.700.000 euro, di cui 1.150.000 per ls misura a (il contributo concesso a fondo perduto copre il 50%delle spese sostenute fino a un massimo di 25.000 euro) e di 500.000 per la misura b (il contributo dipende dalla tipologia di assunzione e può variare tra 5.000 3.000 euro).
S
 La Lombardia ha già raggiunto l’obiettivo europeo di ridurre la mortalità per incidenti del 50% rispetto al 2001
13 milioni per la sicurezza stradale
Un bando per la comunicazione digitale
Lombardia 
Mercoledì 14 Novembre 2012
2
È stato pubblicato sul Bollettino Uffi-ciale Regionale del 29 ottobre 2012 il Decreto n. 9460 del 24 ottobre 2012 contenente disposizioni integrative rela-tive all’avviso Dote Lavoro Riqualifica-zione e Ricollocazione.Le integrazioni introdotte intendono favorire il reinserimento occupazionale dei lavoratori che si trovano in condizio-ni di svantaggio per effetto di crisi azien-dali, estendendo il target dei destinatari anche ai lavoratori provenienti da unità produttive/operative, ubicate in Lom-bardia, che si trovino in cassa integra-zione guadagni straordinaria (Cigs) per cessazione parziale. In attesa dell’im-plementazione sul sistema informativo regionale, i lavoratori appartenenti a ta-le target, potranno essere profilati nell’ambito della Cigs con causale: ces-sazione totale.
 Al via Exhibitioni-st, il ciclo di incontri tra innovatori di fiere e di eventi aperti agli operatori del settore e organizzati da Fondazione Fiera Milano con la colla-borazione di Regio-ne Lombardia, Ca-mera di Commercio di Milano e Meet The Me-dia Guru. Caratterizzato da un format innova-tivo, Exhibitionist è pensato con lo scopo di condividere innovazioni di pratiche e di pen-siero e per concepire e realizzare eventi busi-ness. Il primo appuntamento è fissato per il prossimo 27 novembre alle 18.30 al Grattacie-lo Pirelli. Maria Grazia Mattei, ideatrice di Me-et the Media Guru, intervisterà Luc Courche-sne, Direttore Ricerca al Society Art of Tech-nology di Montreal.
IN BREVE
 Al via Exhibitionist
Lavoro, nuove disposizioni
 PROMUOVERE IL LAVORO DEI GIOVANI 
Giovannelli:«Servono politiche di prevenzione»
Una misura per l’introduzione in azienda di nuovi progetti, la seconda per promuovere la creatività digitale dei giovani 
Esenzione pagamento ticket, nuovi parametri
L'esenzione dal pagamento del ti-cket sanitario per esami, visite e farma-ci, per disoccupati e cassintegrati, vie-ne confermata anche per il 2013. Cam-biano, a partire dal 1 gennaio dell'anno prossimo, i requisiti per ottenere questa esenzione. E' quanto prevede una deli-bera approvata dalla Giunta regionale, che modifica e aggiorna il provvedi-mento varato lo scorso 25 ottobre. Dal 1 gennaio 2013 dunque, saranno esen-ti dal pagamento del ticket: i disoccu-pati iscritti agli elenchi dei centri per l'impiego con un reddito familiare pari o inferiore a 27.000 euro all'anno; le per-sone in cassa integrazione straordina-ria o in deroga o in mobilità (compresi i familiari a carico) che percepiscano una retribuzione corrispondente ai massi-mali mensili previsti dalla circolare Inps n. 20 dell'8 febbraio 2012, per il periodo di durata di questa condizione; le per-sone con contratto di solidarietà che percepiscano una retribuzione, com-prensiva dell'integrazione salariale, corrispondente ai massimali mensili previsti dalla circolare Inps n. 20 dell'8 febbraio 2012 per la cassa integrazio-ne, per il periodo di durata di questa condizione.I gatti più belli del mondo all'Esposizione Inter-nazionale Felina che si terrà a Maleo (Lodi) nel fi-ne settimana di sabato 17 e domenica 18 novem-bre. Oltre 150 gatti di razza si contenderanno il ti-tolo di "gatto più bello del mondo" al Palazzetto dello Sport di Via Papa Giovanni XXIII. Dalle ore 10 alle ore 19 sia del sabato che della domenica i visitatori potranno ammirare i campioni interna-zionali delle varie razze feline che, sotto l'egida della Fiaf (Federazione italiana associazioni feline) verranno giudicati da giudici internazionali Wcf (World cats federation) nel Best in Show in pro-gramma al pomeriggio di entrambe le giornate ove verrà decretato il “ gatto più bello del mondo". Collateralmente all'Expo Felina vi sarà anche una Mostra “particolare” dedicata agli animali più mi-steriosi ed affascinanti del Pianeta: stiamo parlan-do di "Reptilia Expo: l’affascinante mondo dei ret-tili", ricca di esemplari, che espone tanti serpenti tra i più belli ed affascinanti provenienti da tutto il mondo tra cui spicca un esemplare di pitone in-diano albino di sei metri per oltre 120 kg di peso.Regione Lombardia ha previsto una misura straordinaria per sostenere i cittadini che risiedo-no in affitto nei Comuni della provincia di Manto-va colpiti dal sisma del 20 e 29 maggio scorsi. Dal 26 novembre al 21 dicembre il termine per la presentazione delle domande.Il contributo, ad integrazione del Fondo soste-gno affitto, è finalizzato a ridurre il disagio abita-tivo delle popolazioni colpite dal sisma e a soste-nere la ripresa economica dei Comuni terremota-ti. Destinatari della misura di sostegno sono i cittadini in affitto residenti nei Comuni terremota-ti della Provincia di Mantova, in possesso dei requisiti per accedere all’Fsda 2012, con un Isee-fsa non superiore a 12.911,42 euro ad esclusione dei soggetti che hanno già usufruito del contributo Fsda 2012. La domanda di parte-cipazione deve essere presentata dal 26 novem-bre 2012 al 21 dicembre 2012, presso il proprio Comune di residenza o presso un Caaf conven-zionato con il Comune.
IL BANDO
Misura straordinariaper i terremotati lombardi
17-18 NOVEMBRE
I gatti più belli del mondo in esposizione a Maleo
La regione Lombardia, nell'ambito del progetto "Vivere in Italia", propone la forma-zione specialistica per l’insegnamento dell’italiano a stranieri, finalizzata al conse-guimento della Certificazione Ditals di I livel-lo/profilo immigrati, promosso dalla Fonda-zione Ismu. I corsi avranno una durata obbli-gatoria di 30 ore e, indicativamente, si svol-geranno in orario pomeridiano. Per iscriversi bisogna compilare la scheda on line, segna-lando la sede territoriale prescelta.I docenti coinvolti potranno accedere ad una sessione straordinaria d’esame Ditals I livello, già programmata dall’Università per Stranieri di Siena per lunedì 27 maggio 2013. Chi, invece, vorrà sostenere il II livello lo farà regolarmente nella sessione del 15 luglio 2013. Sono ammessi al corso preparatorio i docenti che hanno svolto almeno 30 ore di attività didattica o di tirocinio pratico-osser-vativo in Italia o all’estero.
Insegnare agli stranieri
Dal 17 al 19 novembre, a Milano, si svolgerà la rassegna di cultura e gu-sto "Golosaria Milano", giunta alla sua 7ª edizione, quest’anno raddop-pia e si rilancia come uno degli even-ti più interessanti di avvicinamento all’Expo 2015. La nuova location di Palazzo del Ghiaccio - Frigoriferi Mi-lanesi ospiterà i 100 migliori produt-tori di cose buone del Golosario, il ba-edeker del gusto di oltre 1.000 pagine di Paolo Massobrio e - novità di quest’anno - i 100 produttori di vini selezionati tra i 1.000 premiati in que-sti dieci anni e raccontati nella nuova edizione de L’Ascolto del Vino di Pa-olo Massobrio e Marco Gatti. Il concept dell’edizione 2012 sarà “L’irrinun-ciabile qualità” ed è proprio per questo che gli eventi ruoteranno intorno ai temi del benessere, degli stili di vita e del vivere, non rinunciando al gusto anche in un periodo critico e saranno proposti attraverso incontri, dibattiti, presentazioni, anteprime, assaggi, degustazioni, lezioni di cucina. Cinque le aree tematiche a disposizione dei visitatori: il salone dell’artigianato ali-mentare, l’area lounge con piatti della tradizione lombarda, show cooking, il temporary shop e l’area top hundred wines.
Golosaria Milano dal 17 al 19 novembre
 a cura di Laura Bosio
 Ben cinque province che hanno raggiunto l’obiettivo: Lodi, Brescia, Sondrio, Monza e Brianza, Como
 
Contratti di apprendistato, spreco o risorsa?
di Martina Pugno
ontratti più stabili e che pos-sano favorire l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro: questo l'obiettivo del ministro
Elsa Fornero
, che ha pensa-to di dare il via ad una campagna pub-blicitaria che possa incentivare le aziende e gli imprenditori alla stipula di contratti di apprendistato. Se nel resto d'Europa, infatti, la lotta alla disoccu-pazione giovanile e alla crisi economica passa in modo massiccio attraverso l'apprendistato, in Italia vengono anco-ra ampiamente preferite varie tipologie di contratto a termine, che comportano una riduzione dei costi per le aziende ma non in-cludono percorsi di formazione e un con-creto investimento sulle risorse umane a lungo termine.Secondo l’ultima analisi degli annunci di lavoro destinati ai giovani laureati realizzata dall’Ufficio Studi Bachelor, solo il 4,6% delle pro-poste offre, come forma contrattuale, un apprendistato. Alle scarse offerte di lavoro per questa tipologia di contrat-to, quando esso viene stipulato sorgo-no altri problemi, come sottolinea Do-nata Bertoletti (Cgil): «Nonostante che la formazione sia obbligatoria e nono-stante che le aziende possano usufru-ire di sgravi e incentivi, spesso ai gio-vani apprendisti non viene data la pos-sibilità di fare formazione, perché vie-ne vista dagli imprenditori come ore sottratte al lavoro”. In questo modo, il rapporto di apprendistato risulta però snaturato e viene sfruttato semplice-mente per ridurre i costi legati al singo-lo lavoratore, al pari delle forme di contratto a tempo determinato che il ministro vorrebbe invece contrastare. «Il contratto di apprendistato rientra nella categoria dei contratti a tempo indeterminato - prosegue Bertoletti - e riflette la scelta di investire sul capitale umano. Molti imprenditori, però, non lo riconoscono come tale e non vogliono rapporti che allonta-nino i lavoratori du-rante il percorso for-mativo». Di fronte ad una situazione global-mente difficile, dun-que, aziende e im-prenditori non sembrano guardare all'apprendistato come ad un investi-mento a lungo termine, quanto piutto-sto come ad un rapporto che compor-ta troppi oneri e doveri: “Bisogna fare i conti con la realtà, anche con maggio-ri controlli e penalità per chi non fa fare formazione, anche per evitare una for-ma di concorrenza sleale. Gli incentivi sono giusti in periodo di crisi, ma le imprese devono mantenere il proprio impegno. E' il momento di affrontare l'argomento in modo efficace in sede provinciale, tenendo conto delle pro-blematiche degli imprenditori ma sen-za dimenticare l'utilità e l'importanza della formazione». Investire sulla formazione garanti-rebbe vantaggi diretti per le aziende anche a breve termine: «Se c'è un cor-retto rapporto di apprendistato anche il lavoratore viene fidelizzato. Ma se la formazione viene fatta male e conside-rata un peso allora verrà vista come uno spreco di tempo anche da parte del lavoratore. E' un dato di fatto – sot-tolinea la sindacalista -, le aziende che resistono meglio alla crisi sono quelle che investono nella formazione e nella ricerca. Occorre investire nella qualità per riuscire a stare nei mercati. Altri-menti la battaglia può essere condotta solo sul costo del lavoro, ma non se ne esce, perché ci sarà sempre un Paese in grado di produrre a costi minori. Non è questa la via per la ripresa. Si deve intervenire su un fattore culturale, l'apprendistato deve essere ricono-sciuto come una forma di investimento da parte delle aziende. E' necessario un cambio di mentalità». Uno spot pubblicitario sarà sufficiente per pro-durlo?
C
 Rapporto di lavoro con formazione, il Ministero del Lavoro punta su sgravi e incentivi, ma anche spot pubblicitari 
«Ai giovani ho destinato tutte le risorse dispo-nibili», ha dichiarato il Ministro Elsa Fornero a commento della misure adottate per la Riforma del Lavoro. Una posizione, quella del Ministro, che traspare in modo chiaro dalle misure adotta-te con la legge 92/2012 e che non lascia spazio a fraintendimenti: stop alla procrastinazione infi-nita dei contratti simbolo del precariato, come co.co.co, contratti a progetto, contratti a chia-mata, in favore invece dell’apprendistato come forma di accompagnamento e di formazione ai nuovi ingressi nel mondo lavorativo che si vuole far diventare tipologia prediletta per la sommini-strazione di contratti a termine, nonostante al momento in Italia non goda di ampia diffusione.  A questo proposito, nei giorni scorsi il Ministero ha diramato una circolare che specifica come l’intervallo tra un rapporto e il successivo possa essere ridotto, dai 90 giorni – per i contratti oltre i 6 mesi – o dai 60 – per quelli più brevi – rispet-tivamente a 30 o 20 giornate, possibilità peraltro già anticipata dal decreto sviluppo 92/2012. A stabilirlo, secondo il documento, dovrebbe essere la contrattazione collettiva nazionale, che dunque arginerebbe eventuali ingerenze del go-verno. Anche questa misura, però, non è esente dallo scatenare polemiche, perchè molte cate-gorie tra i contratti in scadenza a fine anno non rientrano in tale regolamentazione. Così, circa 400mila contratti prossimi al termine non potran-no sfruttare l'introduzione di questa novità: si tratta, soprattutto, di dipendenti della pubblica amministrazione. Sull’apprendistato, invece, quello che resta è una convinta incentivazione al ricorso a questa forma di rapporto, soprattutto per mezzo di alcuni sgravi alle aziende che ne aprono di nuovi e che ne confermano, nell’arco di tre anni, una quota superiore a un terzo trami-te formalizzazione dell’assunzione definitiva. In particolare, questi bonus vengono riconosciuti qualora l’azienda investa in modo chiaro nella crescita del giovane lavoratore, sostenendone la formazione e il suo ottenimento di una qualifica riconosciuta.
- Lotta contro i contratti a termine, le novità contenute nella Riforma del Lavoro
CREMONA
Sabato 17 novembre a partire dalle 21 presso la sala corsi della Croce Verdi il G.h.t ghost hunter team, gruppo di esperti che collabora con la tra-smissione Mistero di Italia 1, presenta una serata su teorie, ipotesi e racconti e descriverà la propria attività con materiali audiovisivi tratti dalle indagini più significative. Il gruppo mostrerà inoltre le pro-prie attrezzature. L'incontro si svolgerà ad ingres-so gratuito. Per informazioni è possibile contattare il numero 328 18 55 418.
G.h.t. ghost hunter, il gruppo si presenta
L’INCONTRO
I tipi di contratto di apprendistato attualmente in vigore sono tre, distinti per finalità e tipologia di lavoratori.
 APPRENDISTATO PER LA QUALIFI-CA E PER IL DIPLOMA PROFES-SIONALE.
 Possono essere assunti, in tutti i settori di attività e anche per l'assolvimento dell'obbligo scolastico, i soggetti che abbiano compiuto 15 anni fino al compimento del venticin-quesimo anno di età. La regolamenta-zione dei profili normativi è demanda-ta alle Regioni previo accordo in Con-ferenza permanente tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome, sen-tite le associazioni dei datori di lavoro secondo la definizione della qualifica o diploma professionale, la previsione di un monte ore di formazione e il rin-vio ai contratti collettivi di lavoro delle modalità di erogazione della formazio-ne aziendale nel rispetto degli stan-dard generali fissati dalle Regioni.
 APPRENDISTATO PROFESSIO-NALIZZANTE O CONTRATTI DI ME-STIERE.
 E’ finalizzato al consegui-mento di una qualifica professionale a fini contrattuali. Possono essere as-sunti i soggetti di età compresa tra i 18 anni e i 29 anni. Per chi è in pos-sesso di una qualifica professionale il contratto può essere stipulato dal di-ciassettesimo anno di età. Alla forma-zione per l’acquisizione delle compe-tenze tecnico-professionali e speciali-stiche, si affianca l’acquisizione di competenze di base per 120 ore di formazione.
 APPRENDISTATO DI ALTA FOR-MAZIONE E DI RICERCA.
Possono essere assunti i soggetti di età com-presa tra i 18 e i 29 anni per la specia-lizzazione tecnica superiore, per il praticantato per l'accesso alle profes-sioni con ordine professionale o per esperienze professionali. La regola-mentazione e la durata del periodo di apprendistato di alta formazione sono stabilite dalle Regioni, per i soli profili che attengono alla formazione, in ac-cordo con le associazioni dei datori di lavoro più rappresentative, le Univer-sità, gli Istituti tecnici.In assenza di regolamentazioni regionali l'attivazio-ne dell'apprendistato è rimessa a con-venzioni tra i datori di lavoro e le istitu-zioni formative.
 Le Tipologie di contratto
LA NORMATIVA
 Investire sui lavoratori è l’unica strada per la ripresa

Premia la tua curiosità

Tutto ciò che desideri leggere.
Sempre. Ovunque. Su qualsiasi dispositivo.
Annulla in qualsiasi momento
576648e32a3d8b82ca71961b7a986505