Sei sulla pagina 1di 28

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via

ia San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 - fax 0372 597860


Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it
Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it
PICCOLO
il
www.ilpiccologiornale.it
Anno I n. 31 SABATO 2 AGOSTO 2014 Periodico 0,02 copia omaggio Non riceve alcun finanziamento pubblico
Edizione chiusa
alle ore 21
SETTIMANALE
La tariffa mi costa il triplo rispetto allo scorso anno. Non posso pagare, dovrei licenziare un dipendente
Le associazioni di categoria presenteranno al Comune un documento unitario per chiedere di ampliare il fondo di solidariet
TARI, COMMERCIANTI IN RIVOLTA
PARCHEGGI, PROTESTE DEI CITTADINI
INTANTO IL COMUNE PRENDE TEMPO
a pagina 3
PIZZETTI RISPONDE A RAVELLI
a pagina 2

Caso Tamoil
Nessuna
genuflessione
volte, conservo delle pagi-
ne di quotidiani con arti-
coli che mi hanno colpito
e che mi riprometto di ri-
leggere con calma. Spesso, ovvia-
mente, non ci riesco e le pagine si
accumulano, finch non decido di
fare spazio. Ma, mentre i titoli passano sotto gli
occhi, capita di avere (amare) sorprese. Era
laprile 2010 e un grande quotidiano nazionale
riportava la notizia di un convegno di grandi eco-
nomisti, organizzato da Gorge Soros, dedicato ad
un confronto sul dopocrisi. Perch lamarezza?
Primo: nel 2010 si parlava di dopo crisi, oriz-
zonte di cui, oggi, nessuno si sente pi di parlare,
se non in termini probabilistici e, al massimo, spe-
ranzosi. E poi, leggiamo queste parole: Gli invi-
tati concordano che i paradigmi economici domi-
nanti negli ultimi decenni, improntati alla ritirata
dello Stato regolatore perch il mercato garanti-
sce una sua razionalit ed efficienza superiori,
devono cambiare. I venticinque di Bedford af-
fermano che la disciplina economica nelle univer-
sit stata manipolata dal mercato e si di-
staccata dal pianeta Terra, quindi non riflette pi
il mondo reale. Bene, sono pienamente daccor-
do! E per dove siamo, quattro anni e passa dopo,
almeno qui da noi? Il capitalismo finanziario det-
ta ancora legge: il suo continua ad essere un vero
e proprio strapotere. Le banche continuano a rap-
presentare il fulcro di quellemergenza-credito
che contribuisce a strozzare ogni possibilit di
ripresa. Altri Paesi (la Spagna, la stessa Grecia!)
iniziano a ripartire: e noi? Cito alcuni titoli di un
rapporto del Centro Studi di Confindustria dello
scorso giugno: La partenza ritardata e lenta.
Investimenti penalizzati da incertezza e redditivi-
t ai minimi; le banche hanno stretto fortemente
le condizioni per la concessione di prestiti a sca-
denza ravvicinata... Questo anello mancante nel-
la catena di normale trasmissione dei meccanismi
del riavvio della produzione (che parte dal ritorno
della fiducia e dal miglioramento delle aspettati-
ve) fornisce una convincente spiegazione del ri-
tardo con cui la ripartenza delleconomia italiana
sta avvenendo. E continuer a essere un ostacolo
. Faccio una domanda al governo: non sareb-
be meglio lavorare su questi ambiti, piuttosto che
incaponirsi nella riforma del Senato?
Buone vacanze.
A
Perch la Spagna
in ripresa e noi no?
LEDITORIALE di Daniele Tamburini
Molte le lamentele per i costi troppo alti
e per lo scarso numero di posteggi liberi
AUTOVELOX
a pagina 4

Cna: Stop agli


apparecchi installati
per fare cassa
MANAGER
a pagina 8

Cottarelli padre
e figlio: le missioni
impossibili
TURISMO
a pagina 6

Viaggiare costa
meno: niente pi
bollo sul passaporto
CICLISMO a pagina 26
Atleti provinciali
fanno incetta
di titoli su pista
BASKET SERIE A a pagina 24
E una Vanoli
che punta
sugli americani
CALCIO LEGA PRO a pagina 23
La Cremonese
dei giovani
si fa apprezzare

a pagina 5
SOTTOPASSO
V
IA PER
SIC
O:
-74 GIOR
N
I
ALLA FIN
E
DEI LAV
OR
I
Cari lettori e care lettrici, anche il Piccolo
va in ferie. Vi auguriamo buone vacanze, ci
rivediamo sabato 30 agosto.
CASALMAGGIORE
NUOVA PISCINA,
NESSUNA GARANZIA
SUI FONDI DISPONIBILI
a pagina 12

Anche Legambiente Lombardia ma-


nifedsta grande per la notizia per il risul-
tato del processo Tamoil. Un risultato
che lassociazione ambientalista non
fatica a definire storico perch premia
limpegno di chi da sempre combatte
contro i nemici dellambiente.
Da molto tempo attendevamo que-
sta sentenza - dichiara l'avvocato Ser-
gio Cannav, del Centro di azione giuri-
dica di Legambiente Lombardia e fi-
nalmente si sono stabilite le responsabi-
lit nei confronti di chi per anni ha inqui-
nato i terreni di Cremona, mettendo in
pericolo la salute dei cittadini, e che ora
dovr risarcire la popolazione dei danni
causati dalla propria condotta.
Nonostante le tante difficolt, deri-
vanti da un quadro normativo non parti-
colarmente efficace in materia ambien-
tale e dalle lungaggini per la messa in
sicurezza e bonifica dell'area, oggi
stato rispettato il principio del chi inqui-
na paga.
In questo processo Legambiente
Lombardia si costituita parte civile in-
sieme al Dopolavoro Ferroviario, ad
alcuni soci delle societ canottieri Bis-
solati e Flora e al cittadino di Cremo-
na Gino Ruggeri, che intervenuto in
sostituzione dell'amministrazione co-
munale. Dal processo sono emerse al-
cune importanti verit prosegue Can-
nav - come ad esempio lo stato di to-
tale degrado del sistema fognario della
raffineria che si protratto fino al 2009 o
la poca incisivit con cui gli enti di con-
trollo hanno partecipato al procedimen-
to amministrativo volto alla messa in si-
curezza e alla bonifica dell'area. Pren-
diamo atto di questo risultato positivo,
ma continuiamo a chiedere quelle rifor-
me necessarie per realizzare una piena
tutela penale contro le pi gravi forme di
inquinamento: l'introduzione dei delitti
contro l'ambiente nel nostro ordinamen-
to, la drastica riduzione dei tempi della
giustizia penale e la revisione dell'istitu-
to della prescrizione.
Legambiente: Occorre
stabilire le responsabilit
per chi ha inquinato
di Laura Bosio
essuna genuflessione al po-
tere, da parte nostra. Cos
risponde il sottosegretario
alle Riforme, on. Luciano
Pizzetti, alle dure dichiara-
zioni sulla vicenda Tamoil rilasciate dai
radicali la scorsa settimana, proprio at-
traverso le pagine de Il Piccolo.
La vicenda della crisi e della chiusu-
ra di un'impresa come Tamoil, nonch
la grave parentesi dell'inquinamento,
sono senza dubbio lo specchio di un
sistema che, se in passato probabil-
mente stato genuflesso, nel momento
del bisogno ha avuto la forza di alzarsi e
di prendere di petto la crisi, per poi risol-
verla - evidenzia il sottosegretario -.
Abbiamo agito, a differenza di chi se ne
sta costantemente seduto sugli spalti a
criticare i giocatori in campo. Siamo
stati in grado di produrre un risultato
concreto.
Ma laccordo stato da pi parti
criticato ...
Vi sono due cose, in particolare, che
vorrei sottolineare: le dinamiche di diffi-
colt ambientali, in questa fase, non si
sono associate alla grave crisi sociale
che era in atto. In una piccola citt co-
me Cremona la perdita di 300 posti di
lavoro e del relativo indotto, senza alcu-
na misura presa per ammortizzare il
colpo, avrebbe messo in ginocchio al-
trettante famiglie. Il nostro accordo ha
fatto s che questo non accadesse, im-
ponendo a Tamoil un investimento pari
a 30 milioni di euro. Cos dei 300 lavora-
tori, 270 sono stati ricollocati, mentre gli
altri 25 sono ancora nella fase di ricerca,
ma hanno comunque avuto degli am-
mortizzatori che hanno garantito loro un
reddito.
Altri 30 milioni, invece, l'azienda li ha
investiti sul fronte ambientale, per ga-
rantire la bonifica. Senza questo accor-
do, le societ canottieri che migliaia di
cremonesi frequentano quotidianamen-
te, sarebbero state a rischio chiusura.
Infine abbiamo ottenuto anche un
contributo di 200mila euro per il Fondo
occupazionale della Provincia.
Si tratta di un accordo talmente buo-
no che stato considerato pilota a livel-
lo nazionale, tanto che ora a Mantova,
con la vicenda della Ies, vogliono utiliz-
zare la stessa procedura, cos come
nella vicenda della Danone.
C' anche la questione della man-
cata costituzione del Comune come
parte civile del processo...
Credo che sia una cosa abbastanza
lampante: se la mano sinistra fa un ac-
cordo, la destra non pu, in contempo-
ranea, mettere in atto un'azione che di-
struggerebbe i presupposti di tale ac-
cordo. Non avremmo mai ottenuto nulla
se ci fossimo messi contro l'azienda.
Tutto questo naturalmente non assolve
Tamoil da quello che ha fatto. Noi ab-
biamo affrontato la crisi sociale e am-
bientale, cercando di trovare delle solu-
zioni, indipendentemente dal processo.
Se avessimo atteso i tempi della giusti-
zia, magari non avremmo ottenuto nulla;
ricordiamo infatti che vi sono tre livelli di
garanzia da superare: dopo la prima
sentenza, vi sono la Corte dAppello e la
Cassazione. E non abbiamo idea di co-
me andr a finire. Il processo a Berlu-
sconi, ad esempio, ci ha mostrato come
una sentenza possa essere completa-
mente ribaltata. Senza contare che una
volta acclarata la colpa, il processo civi-
le prosegue, e in quella sede il Comune
pu sempre inserirsi. Dunque con il no-
stro accordo non abbiamo precluso al-
cuna strada, e chi lo dice mente. Del
resto il nostro compito istituzionale e
amministrativo non era quello di emet-
tere sentenze, ma quello di salvaguar-
dare una situazione critica. E lo abbia-
mo fatto.
So quanto hanno fatto i radicali per i
diritti civili del Paese, e mi levo il cappel-
lo di fronte ai loro risultati. Tuttavia in
questa vicenda in campo a cercare una
soluzione ci eravamo noi. E' facile parla-
re quando devi solo guardare e non hai
il fiato sul collo delle centinaia di fami-
glie che rischiano di trovarsi senza un
reddito.
Noi, nonostante la difficilissima situa-
zione, abbiamo lavorato bene. Non criti-
co Gino Ruggeri, che ha fatto quanto si
sentiva, ma siamo di fronte a un milione
di euro ottenuto contro i 60 che abbia-
mo ottenuto noi. Se a lui viene data la
cittadinanza onoraria, a tutti coloro che
hanno lavorato per questo accordo - da
me alla giunta Perri e tutti coloro che si
sono impegnati - ci vorrebbe la cittadi-
nanza onoraria dell'Onu. Rivendico con
forza quello che abbiamo fatto, tutti in-
sieme, risolvendo un problema che altri-
menti avrebbe rischiato di restare senza
soluzioni.
Non era neppure possibile portare
avanti un'azione conservativa dei beni
Tamoil-Oilinvest (bloccati dalle sanzioni
Onu, come tutti i fondi libici in Europa),
come ha asserito Ravelli, in quanto Ta-
moil Italia non era inserita in quella pro-
cedura.
Linquinamento, per, dovuto
anche al fatto che, in passato, c'
stato qualcuno che non ha fatto
quanto invece avrebbe dovuto fare...
Che in tempio passati vi sia stato un
deficit nei controlli, sotto gli occhi di
tutti e sarebbe assurdo negarlo. Non ne
conosco il motivo perch all'epoca non
mi occupavo della vicenda. Del resto
quando la situazione diventata evi-
dente, non era pi il tempo dei convegni
e delle riflessioni, a quello di agire subito
e di stare sul campo.
Qualcuno accusa Arpa di non aver
fatto il proprio lavoro come avrebbe
dovuto
Non posso giudicare cosa sia suc-
cesso in passato, perch io non c'ero.
Tuttavia posso dire che da quando ab-
biamo iniziato a lavorare insieme su
questa vicenda, l'agenzia si data da
fare senza tirarsi mai indietro.
Resta il problema della bonifica...
E' una questione delicata. Per quan-
to riguarda la parte esterna alla raffineria
non c' alcun problema e i lavori vanno
avanti. All'interno, invece, si fatta una
messa in sicurezza, mentre la bonifica
vera e propria ben pi complessa.
Come del resto sta accadendo in tutte
le altre situazioni simili a questa. Sar la
sfida per il futuro, una partita in cui le
istituzioni dovranno mettere tutto il loro
impegno. Si dovr capire se l'attivit
verr dismessa definitivamente e so-
prattutto studiare quale altra destinazio-
ne dare eventualmente a quell'area.
N
Luciano Pizzetti sulla Tamoli:Abbiamo agito, a differenza di chi se ne sta seduto sugli spalti a criticare i giocatori in campo
Un accordo considerato pilota a livello nazionale
CREMONA
Da luned 4 agosto sar svuotata la vasca
olimpica da 50 metri della piscina comuna-
le per l'ordinaria manutenzione prevsita dal-
le disposizioni dell'Asl. L'impianto non potr
pertanto essere utilizzato dal pubblico sino
al 7 settembre prossimo compreso. Rima-
ne invece aperto il lido estivo con la piscina
convertibile da 25 metri.
PISCINA COMUNALE
Chiusa per manutenzione fino
al 7 settembre la vasca da 50 m
Luciano Pizzetti
Sindaco e assessori hanno
affrontato il tema del gioco
d'azzardo patologioco anche
alla luce della recente sentenza
della Corte Costituzionale sulla
possibilit, da parte dei Comu-
ni, di regolamentare le sale gio-
co. La Corte Costituzionale ha
dichiarato inammissibili le que-
stioni di costituzionalit solleva-
te dal Tar del Piemonte sulle
norme che non prevedono la
competenza dei Comuni a limi-
tare l'uso delle slot machine ne-
gli esercizi dotati di licenza di
pubblica sicurezza.
Il gioco dazzardo vietato
dal codice penale - spiega las-
sessore alla Trasparenza e alla
Vivibilit sociale Rosita Viola -
ma la progressiva legislazione
in deroga da met degli anni 90
ad oggi ha portato a una situa-
zione paradossale: viene punita
una scommessa tra ami ci ,
mentre risultano legali miliardi
di fatturato ricavati da lotterie,
slot machine, poker, scommes-
se e giochi dazzardo di natura
sempre pi varia.
Il numero dei giocatori au-
mentato enormemente: giova-
ni, casalinghe e pensionati co-
stituiscono nuove fasce duten-
za da catturare e fidelizzare. I
costi sanitari, sociali, relazionali
e legali del gioco dazzardo cre-
scono in misura proporzionale.
Inoltre molte inchieste della
magistratura ed alcune indagini
economiche tendono a eviden-
ziare che il business del gioco
dazzardo costituisce un inte-
resse specifico di infiltrazione
delle grandi organizzazioni cri-
minali, un mercato tanto ricco e
diffuso in modo cos capillare
da richiamare la presenza delle
mafie anche nel gioco legale.
Partendo da questa senten-
za, da quanto scritto nel pro-
gramma elettorale di coalizione,
sindaco e assessori hanno dato
il via libera ad un percorso, da
realizzare in collaborazione con
il Consiglio comunale, per arri-
vare alla definizione di un rego-
lamento che metta un freno al
proliferare di sale gioco e a pre-
venire il gioco d'azzardo pato-
logico. Oltre al regolamento, la
Giunta vuole puntare anche sul-
la sensibilizzazione della citta-
dinanza al tema, anche attra-
verso il coinvolgimento delle
realt esistenti sul territorio che
si sono gi occupate di questo
particolare fenomeno.
Gioco dazzardo patologico, la Giunta comunale:
Serve un regolamento comunale e sensibilizzazione
Non avremmo mai ottenuto nulla se ci fossimo messi contro lazienda.
Tutto questo naturalmente non assolve Tamoil da quello che ha fatto
di Laura Bosio
cremonesi non sono con-
tenti della situazione dei
parcheggi della citt. Do-
po la pubblicazione del
nostro articolo, apparso
su Il Piccolo della scorsa setti-
mana, riguardante la situazione
dei parcheggi in centro e dove
ponevamo la domanda se il rap-
porto tra parcheggi a pagamen-
to e parcheggi liberi era rispet-
toso della legge, molte sono
state le segnalazioni pervenute
alla redazione. Infatti, sono mol-
ti coloro che si lamentano per i
nuovi parcheggi a pagamento e
per i posti riservati ai residenti,
istituiti dalla precedente ammi-
nistrazione comunale, in sosti-
tuzione di quelli liberi.
In via Cadore e nelle strade
limitrofe il Comune
ha riempito di stri-
sce gialle, togliando
circa una sessanti-
na di parcheggi che
prima erano liberi -
si lamenta Stefania
- Pri ma t rovavo
sempre un posto da quelle par-
ti, quando venivo in centro,
mentre ora ben pi difficile.
La cosa davvero assurda -
aggiunge Patrick - che la
maggior parte delle volte tali
posteggi per residenti restano
vuoti, prova che non ve ne era
una reale esigenza.
Cos se prima c'era almeno
qualche speranza di trovare un
posto, ora si vedeono costretti a
recarsi al costoso autosilo di
piazza Marconi: struttura che
rappresenta u n altro motivo di
protesta. Non ha assolutamen-
te senso che se devo parcheg-
giare per dieci minuti sono co-
stretto a pagare un'ora perch
le frazioni orarie non sono previ-
ste - dice Emilio -. In nessuna
citt vicino a noi, accade que-
sto. Il servizio deve essere pa-
gato per quanto se ne usufrui-
sce. Invece con i nostri parchi-
metri non accade. Lo considero
un vero e proprio furto a danno
dei cittadini. Con questa scusa
il gestore della struttura si inta-
sca un sacco di soldi in pi di
quelli che dovrebbe.
Anche il costo stesso del par-
cheggio viene considerato trop-
po elevato: Sul lago di Garda si
spende un euro all'ora per la-
sciare l'auto - afferma Giancarlo
-. E stiamo parlando di localit
con grande afflusso turistico.
Qui a Cremona 1,70 euro all'ora
decisamente troppo. Neppure
fossimo una grande citt.
Il problema che per par-
cheggiare in centro
e tutto attorno il co-
sto lo stesso -
continua Giovanna
- . Avrebbe un sen-
so pagaredi pi nel
cuore della citt. E'
invece assurdo che
costi la stessa tarifaf anche nel-
le zone al di fuori del centro.
La presenza di pochi par-
cheggi liberi una delle princi-
pali fonti di lamentela da parte
della cittadinanza. Vado spes-
so in centro per motivi di lavoro
e ogni volta spendo almeno tre
euro e 40 per fermarmi due ore
- racconta Pietro -. Calcolando
che ci vado almeno una decina
di volte al mese, sono circa 400
euro all'anno. Purtroppo, es-
sendo sempre di corsa, non
posso mettere l'auto nei par-
cheggi esterni, e in centro posti
non a pagamento non si trova-
no. Quando c' mercato o
quando vi sono manifestazioni
particolari, soprattutto, im-
possibile trovare un posto che
non sia pagamento - si lamenta
Elvira -. E' tutto pieno persino il
parcheggio della Coop.
E i turisti? I commenti non
sono affatto lusinghieri neppure
da parte di chi arriva da fuori.
Cremona una bella citt ma il
parcheggio un disastro - rac-
conta Marco, di Trento -. Non c'
una logica. Ma soprattutto as-
surdo che in centro citt ci sia
solo un autosilo, tra l'altro costo-
sissimo. Mancano completa-
mente i silo posizionati tutto in-
torno alla zona centrale, che
normalmente nelle altre citt
hanno prezzi molto abbordabili.
Sono gi venuta a Cremona
alcune volte, ma dopo la prima
non ho pi voluto arrivare in
auto - dice Katia, di Torino -. In
una citt cos male organizzata
dal punto di vista della viabilit
e dei parcheggi, la soluzione
migliore arrivare in treno e gi-
rare a piedi.
Cronaca
Sabato 2 Agosto 2014
3
I
Molte le segnalazioni da parte dei cittadini, non contenti per il numero troppo elevato di strisce blu rispetto a quelle bianche
Non voglio che
la mia citt ritorni
al ventennio
da Germania Est che
ha vissuto prima
dellattuale
amministrazione
Parcheggi a pagamento: le proteste dei cittadini
E' stato affrontato anche il tema dei
parcheggi, durante la prima riunione dello
staff mobilit che vede coinvolti gli asses-
sori Alessia Manfredini, Maurizio Manzi e
Andrea Virgilio, oltre a dirigenti e tecnici
che si occupano della partita, riunione che
si tenuta nella mattinata di venerd. Un
approfondimento fortemente voluto da
tutta la Giunta per affrontare la situazione
dei parcheggi, della viabilit, delle piste
ciclabili, della pedonalizzazione, della ZTL,
del trasporto pubblico locale, in unottica
di visione complessiva sulla citt.
Il tema dei parcheggi non ancora sta-
to approfondito, in quanto, come spiega-
no gli assessori, andr inserito in un di-
scorso complessivo sulla mobilit cittadi-
na e sul piano della sosta. Senza dubbio la
questione del numero dei parcheggi andr
rivista: difficile dire - fanno sapere dal Co-
mune - se il numero sia quello previsto
dalla legge, in quanto molto dipende dalla
dislocazione dei parcheggi nelle varie zo-
na della citt, ma sicuramente la distribu-
zione dei posti a pagamento dovr essere
rivista. Nelle prossime settimane lo staff
incontrer gli enti gestori, Aem e Saba, per
capire cosa si pu fare.
Gli strumenti di pianificazione del si-
stema di mobilit del Comune di Cremo-
na, infatti, risultano ormai datati: il piano
della mobilit risale al 1994, i piani partico-
lareggiati del traffico al 2008, il piano dei
trasporti al 2002, il piano della rete ciclabi-
le al 2007, il piano urbano del parcheggi al
2008 - fanno sapere gli amministratori -.
Sulla base di dati precisi, assessori e tec-
nici hanno cominciato a riflettere sulle
principali criticit: lassenza di un piano
organico della sosta, lo stato di alcune di-
rettrici come Viale Trento Trieste, via Dante
e via del Giordano, la situazione dei pas-
saggi a livello, le fasce della Ztl, le tariffe
degli stalli e i permessi in vigore, il piano di
distribuzione delle merci che manca.
Limpegno preso al tavolo dello staff
mobilit quello di affrontare nel dettaglio
le singole questioni, dandosi una tabella di
marcia certa e verificabile. Consapevoli
che si tratta di un lavoro lungo e comples-
so dichiara lassessore Alessia Manfredi-
ni - necessario approfondire tutte le criti-
cit per individuare soluzioni a breve, me-
dio e lungo termine con lobiettivo di una
mobilit pi possibile sostenibile e che fa-
vorisca gli utenti pi deboli della strada, in
linea con le buone pratiche europee.
Il Comune temporeggia: Incontreremo i gestori Saba e Aem
Insoddisfazione
anche da parte
dei turisti
Proteste anche per i costi: Assurdo che se devo parcheggiare per dieci minuti sono costretto a pagare unora perch le frazioni orarie non sono previste
Piccolo uffcio in centro a Cremona, vicino agli uffci amministrativi
della citt. Completamente ristrutturato con fniture molto curate,
riscaldamento autonomo e climatizzazione estiva.
Luffcio/studio formato da 2 locali oltre a antibagno e bagno dota-
to di doccia, locale archivio e cantina al piano interrato.
Ottime possibilit di parcheggio a 100 m. Vendita in regime IVA.
Limmobile esente da spese di intermediazione per lacquirente
VENDESI UFFICIO
ZONA TRIBUNALE
Cell. 333 6865864
I residenti dello Zaist segnalano la presenza
di topi, interviene lassessore Manfredini
Morosit, fondi e micro-credito da parte
di Comune e Regione contro il caro-affitti
A seguito di alcune segnalazioni per-
venute nei giorni scorsi in Comune,
sopralluogo nel primo pomeriggio, al
quartiere Zaist, dell'assessore al terri-
torio e alla Salute Alessia Manfredini,
che si incontrata con Emanuele Re e
Giuseppe Pizzamiglio, rispettivamen-
te presidente e vice presidente del
Comitato di quartiere 6 (zona Nord
Est), ed il parroco della chiesa S.
Francesco d'Assisi don Gianpaolo
Maccagni. Al sopralluogo hanno inol-
tre partecipato l'ing. Andrea Guere-
schi di Padania Acque e l'ingegner
Giovanni Damiani, dirigente del Servi-
zio di Nettezza Urbana di Aem Ge-
stioni. L'attenzione stata posta sulle
sponde del colatore Pippia, che scor-
re lungo la pista ciclo pedonale di via
degli Ospedalieri, fiancheggiando
l'oratorio e quindi il parco giochi ed il
parco Asia. Dopo il taglio dell'erba
avvenuto di recente, i residenti hanno
segnalato la presenza di alcuni topi.
Verificata la situazione, saranno con-
trollate le esche sistemate nelle trap-
pole, gi presenti lungo il parapetto
del colatore.
Dal canto suo Padania Acque cerche-
r una soluzione per modificare, ren-
dendola meno stretta, la griglia posta
sotto il passaggio che porta all'orato-
rio, cos da impedire il ristagno di
pezzi di rami o di foglie. Il maggiore
flusso di acqua all'interno del colato-
re, sul quale Padania Acque sta gi
lavorando, dovrebbe impedire che si
verifichino quegli inconvenienti che,
soprattutto nella stagione estiva, cre-
ano alcuni disagi ai residenti. Questo
accorgimento, insieme ad altri inter-
venti pi semplici che l'Amministra-
zione vedr di mettere in atto, contri-
buiranno a rendere ancora pi grade-
vole una delle zone verdi pi estese
della citt.
Per evitare che le situazioni di moro-
sit degenerino fino a diventare irrecu-
perabili, il Comune ha deciso di aderire
al progetto regionale Abitare respon-
sabile per lattivazione di iniziative
sperimentali a sostegno del manteni-
mento dellabitazione in locazione. Il
contributo regionale pari a 423.554
euro; altri 120mila suddivisi in tre anni
rappresentano il cofinanziamento da
parte comune di Cremona, a cui si ag-
giungono 49.773 euro del comune di
Crema.
Altri partner, con cui i comuni do-
vranno sottoscrivere una convenzione,
sono il Consorzio Cooperative Acli So-
ciet Cooperativa e Caritas Fondazio-
ne San Facio.
Il progetto prevede lerogazione di
microcrediti alle famiglie che avranno i
requisiti, con istituzione di un fondo di
garanzia da parte dei soggetti conven-
zionati. Verranno aperti sportelli di me-
diazione tra inquilini e proprietari; stipu-
lati accordi con soggetti pubblici e pri-
vati operanti nel settore della casa e
dellabitare per la realizzazione di an-
tenne territoriali; verr realizzata una
campagna di comunicazione e saranno
promossi accordi con privati e/o coo-
perative edilizie per rendere disponibili
appartamenti a canone concordato per
la collocazione di famiglie in difficolt
abitativa di vario genere. In collabora-
zione con il Terzo Settore, verranno co-
struiti percorsi di accompagnamento al
miglioramento della gestione del bilan-
cio familiare e sar utilizzato il sistema
dellinserimento lavorativo gi attivo
presso il Comune di Cremona.
di Laura Bosio
er il 53% degli italiani le
vacanze dell'estate del
2014 saranno brevi ,
con spostamenti entro i
100 km di distanza dal
luogo dove si vive.
Dallinsieme delle stime effettua-
te dallUniversit Bocconi di Mi-
lano, Anas, Tripadvisor e Col di-
retti, emerge che i viaggi e i pe-
riodi di relax fuori citt sono la
seconda voce di spesa che gli
italiani hanno ridimensionato, di
fronte alla crisi: una tendenza gi
iniziata nel 2011, ma per la quale
lestate 2014 ha fatto registrare
unulteriore crescita, con conse-
guente forte preoccupazione de-
gli operatori del settore turistico-
alberghiero.
La Coldiretti pone anche lac-
cento sulle pessime condizioni
meteorologiche che hanno ca-
ratterizzato questa prima parte
di estate: in particolare al Nord
Italia, dove le temperature e le
continue precipitazioni hanno
trasformato il mese di luglio in un
anticipo d'autunno; ma anche in
molte localit balneari e turisti-
che, dove, sempre secondo le
stime della Federazione, hanno
messo a rischio mezzo milione
di posti di lavoro. Per i bocconia-
ni, invece, la gran parte degli
italiani non viaggia soprattutto
per rispondere alle difficolt del-
la crisi economica: quanto in-
dicato nel rapporto La spending
review dei consumatori italiani,
curato da Enrico Valdani per il
Cermes (Centro di ricerche su
marketing e servizi dell'Universi-
t Bocconi), che ha stimato, tra il
2011 e il 2013, la complessiva
riduzione dei consumi per ben 5
miliardi e 320 milioni di euro.
Insomma, anche nel 2014 non si
invertir la tendenza che ha visto
passare gli italiani dallabitudine
alla villeggiatura ai soggiorni
mordi e fuggi (unindagine del-
la Federconsumatori ha rivelato
che, negli ultimi cinquantanni, le
vacanze degli italiani si sono
progressivamente ristrette, con
un picco massimo negli ultimi 5
anni). Le tradizionali chiusure in
agosto di uffici, fabbriche e ne-
gozi ed i relativi esodi biblici
sono dunque un ricordo dei de-
cenni passati. Ad agosto le citt
sono ancora affollate e il mare o
la montagna divengono la meta
di turisti frettolosi, che sostano
per qualche giorno, magari a pi
riprese, in campeggi, agrituri-
smo o bed & breakfast, o di fa-
miglie che investono il budget a
disposizione per non pi di dieci
giorni (invece delle classiche
due settimane dei decenni scor-
si).
Anche a Cremona la situazione
sembra seguire il trend naziona-
le. C chi non rinuncia alle ferie
lunghe, magari anche allestero,
ma la maggior parte dei cremo-
nesi sceglie di ridimensionare le
vacanze (o, nel peggiore dei ca-
si, di non farle proprio), sceglien-
do destinazioni pi vicine, ridu-
cendo i costi e restando tra i
confini nazionali. Qualcuno non
rinuncia allavventura esotica,
come Rocco, che a met agosto
partir con gli amici verso le vet-
te peruviane di Macchu Picchu;
o come Paolo e Francesca, con
i bagagli gi pronti per i paradisi
dello Sri Lanka, anche se ci ren-
diamo conto che forse sar lulti-
ma volta e gi la tendenza gene-
rale cambiata. E cambiata
per Luca, Amedea e i loro due
figlioletti: anni fa stavamo via
almeno tre settimane, ora non
pi: questestate andremo in
Trentino cinque giorni, e solo
perch abbiamo la fortuna di
avere amici premurosi che ci
hanno invitato. E chi, come An-
drea e Mara, non pu contare
sugli inviti di parenti o conoscen-
ti, si arrangia con strutture low-
cost: hotel neppure a parlarne
commentano preferiamo i
bed & breakfast o gli agrituri-
smo, dove spendi meno, c me-
no ressa e il cibo pi genuino.
Opinione condivisa da numero-
se altre coppie o famiglie. Gi,
perch secondo un sondaggio
condotto da Tripadvisor, sembra
che, a fronte di un calo delle co-
siddette vacanze di gruppo, gli
italiani partono a coppie o in
famiglia: con il partner o con
moglie e figli. E, in molti casi,
proprio i figli sono protagonisti
nell'organizzazione.
Tra i cremonesi che viaggiano
con prole al seguito, sembra in-
fatti che in pi di 3 casi su 5
(62%) i figli vengano coinvolti
nella pianificazione della vacan-
za. Cos per Roberto e Teresa: i
figli a volte commentano sorri-
dendo - si dimostrano pi sobri
dei genitori, sia nella scelta della
destinazione che nellorganizza-
zione. E fanno loro eco Paola e
Simone: noi fortunatamente
non abbiamo problemi e voleva-
mo scegliere le isole greche. Poi
nostra figlia effettivamente ci ha
fatto notare che le nostre isole e
coste non hanno nulla da invi-
diare al mare ellenico. Uno degli
aspetti positivi della crisi sta-
to quello di farci riscoprire le me-
raviglie di casa nostra, dal punto
di vista ambientale ed archeolo-
gico. Ci sono stranieri con-
cludono Francesco ed Elisa -
che pagherebbero chiss cosa
per smontare e portarsi nel loro
paese paradisi come Capo Vati-
cano o lo stretto di Messina, cit-
t darte come Firenze, Roma o
Venezia, e veri e propri gioielli
come la grotta di Byron a Capri o
Portofino. Noi italiani siamo cit-
tadini di un immenso paradiso e
un immenso museo: e allora go-
diamoceli fino in fondo (oltre,
magari, a farli fruttare come si
dovrebbe).
P
Anche a Cremona meno partenze e si scelgono soggiorni brevi. La maggioranza dei vacanzieri rimane in Italia
Per questa estate le vacanze restano un lusso
Si tenuta luned l'iniziativa orga-
nizzata da Sinistra Ecologia Libert
per lanciare l'avvio della campagna
raccolta firme per i 4 referendum che
mirano a combattere le politiche di
austerit. All'iniziativa diretta dal coor-
dinatore cittadino di Sel Lapo Pa-
squetti, sono intervenuti l'on. Giovanni
Paglia, capogruppo di Sel in commis-
sione Finanze alla Camera dei Deputa-
ti e Mimmo Palmieri, segretario provin-
ciale della Cgil di Cremona.
I referendum puntano a rimuovere
l'assurdo obbligo del pareggio di bi-
lancio in costituzione, approvato in
tempi record e senza unautentica di-
scussione parlamentare nel 2012 - evi-
denzia Sel Cremona -. Finalit dei pro-
motori abolire le regole, non previste
dalla Carta repubblicana n dai trattati
europei firmati dalItalia, che applicano
in modo rigido e miope il principio del
pareggio fra entrate e uscite. Una let-
tura ortodossa e integralista dellau-
sterit finanziaria adottata dalle istitu-
zioni comunitarie che produce strate-
gie vessatorie e restrittive per lecono-
mia, il lavoro, lo sviluppo del nostro
paese.
Con questi quesiti referendari sar
possibile dare una spallata a quell'ot-
tusa austerit fatta da maggiori tasse e
da tagli alla spesa che, in questa fase
di recessione, peggiora il quadro della
finanza pubblica, genera ulteriore di-
soccupazione, disgrega il tessuto so-
ciale, frantuma le istituzioni pubbliche
nazionali.
Quando una persona perde il lavo-
ro inutile e controproducente chie-
dergli di diminuire i debiti, si peggiora
solamente la situazione, l'unica cosa
che si pu chiedergli di non aumen-
tarli e di destinare i suoi sforzi a trovare
un modo per uscire dalla situazione di
difficolt e quando si sar ripreso gli si
chieder di diminuirli - evidenzia l'ono-
revole Giovanni Paglia -. Allo stesso
modo deve essere per lo Stato, chie-
dere all'Italia di diminuire il proprio de-
bito pubblico in questo momento di
estrema difficolt economica porta
solo ad una spirale che comporta un
peggioramento della crisi economica.
Questo lo spirito dei referendum.
Per quanto riguarda la Cgil, Mimmo
Palmieri evidenzia le problematiche
pi forti: Blocco degli stipendi e delle
pensioni, aumento della pressione fi-
scale, tagli al welfare: tutte misure che
hanno raggranellato decine di miliardi
negli ultimi anni, miliardi che non si sa
che fine hanno fatto, perch sono stati
tutti assorbiti dal tentativo di ridurre il
debito pubblico in piena crisi occupa-
zionale e dei consumi, cosa che ha
portato ulteriore disagio economico e
alla fine meno tasse incassate dallo
Stato, con conseguente peggioramen-
to dello stato dei conti pubblici. Oc-
corre uscire da questa spirale autodi-
struttiva e i referendum sono uno stru-
mento per farlo, per questo la Cgil ha
dato il suo pieno e convinto appoggio
all'iniziativa referendaria.
I prossimi appuntamenti per la rac-
colta firme a Cremona sono: in corso
Campi sabato 2 e domenica 3 agosto
dalle 9 alle 12 oppure tutte le sere dal
1 al 11 agosto presso l'Arci Festa alle
Colonie Padane.
Cronaca Sabato 2 Agosto 2014
4
Quattro referendum contro le politiche
di austerit: iniziativa di Sel e Cgil
Mimmo Palmieri: Occorre uscire da questa spirale autodistruttiva. Giovanni Paglia: Chiedere allItalia di diminuire il debito pubblico ora assurdo
Basta con gli autovelox solo per fare
cassa. La Fita Cna non ci sta pi e chie-
de ai sindaci dei comuni del territorio di
fare una.
Premesso che chi infrange il codice
della strada deve essere punito, non si
pu non rilevare lostinazione con cui la
maggior parte dei comuni disattendono
sistematicamente il principio fonda-
mentale della contestazione immediata
delle violazioni, principio di assoluto
valore educativo e preventivo afferma
lassociazione, rilevando che ormai
diventata abitudine che rasenta ligna-
via. Sembra proprio che si preferisca
che una pericolosa violazione sia com-
messa piuttosto che darsi da fare per
evitarla, per esempio utilizzando un te-
lelaser invece che un autovelox, per
esempio fermando il trasgressore inve-
ce che lasciarlo proseguire ecc.
Seconto Cna Fita, non cos che si
fa sicurezza, non cos che si fa pre-
venzione, non cos che si fa educazio-
ne stradale, non cos che si comporta
unamministrazione leale, corretta, at-
tenta, responsabile e scrupolosa. Am-
miriamo invece le amministrazioni che
prima si dedicano alleducazione, alla
prevenzione. Sul nostro territorio ce ne
sono diverse e noi non possiamo fare
altro che indicarle ad esempio.
Se non ci si attiene a queste regole di
buon senso, secondo lassociazione,
chiunque legittimato a pensare che
lamministrazione abbia tutto linteresse
a che vengano commesse le infrazioni.
Ci rendiamo conto del paradosso, ma i
comportamenti non inducono a inter-
pretazioni.
La prevenzione, infatti, avrebbe lo
scopo di evitare incidenti e di aumen-
tare la sicurezza attraverso azioni vir-
tuose, assertive e non punitive, il fabbi-
sogno di cassa invece, favorisce un
comportamento pilatesco ovvero: sic-
come il primo obiettivo non la sicurez-
za , ma quello di fare cassa, per poter
avere il modo di comminare la sanzione
necessario che qualcuno commetta
linfrazione e per fare in modo che si
commetta linfrazione bene non fare
prevenzione.
Cna rivolge quindi una domanda agli
amministratori pubblici del territorio:
Davvero gli amministratori che installa-
no autovelox sono sicuri di aver fatto
tutto ci che in loro potere per evitare
incidenti ed aumentare la sicurezza?.
Si pone lobbligo di far osservare che
la circolare Maroni sulle modalit di in-
stallazione degli autovelox fa perno su
un concetto che lassociazione condivi-
de in pieno: dovranno essere indivi-
duati i punti critici per la circolazione
dove si registrano pi incidenti (con rife-
rimento al biennio precedente).
Al Sindaco di Sesto Cremonese
conclude la Cna Fita Cremona sugge-
riamo ad esempio: perch non installa
un avvisatore luminoso della velocit di
percorrenza prima della postazione
dellautovelox? Noi e tutti i cittadini
possiamo ipotizzare gi la risposta. Ma,
in alternativa allo strumento adottato
oggi dallamministrazione, sarebbe pi
serio imporre un dazio di passaggio.
Autovelox, Cna: Diciamo basta a quelli installati per fare cassa
multe
Domenico Palmieri Giovanni Paglia
di Laura Bosio
ensione e rabbia dei commer-
cianti per il caso Tari: l'esa-
sperazione dei commercianti
culminata in una vera e pro-
pria "minaccia": se non arri-
veranno risposte adeguate alle nostre
richieste, attueremo forme di protesta
come il ricorso alla giustizia amministra-
tiva e lo sciopero fiscale questo dichia-
rano le associazioni di categoria a mar-
gine di una riunione che ha visto parteci-
pare Confcommercio, Confesercenti,
Asvicom, Cna e Confartigianato.
La Tari per diversi commercianti ha
visto il triplicare dell'importo da pagare
rispetto allo scorso anno con la Tarsu. E'
il caso del negozio "Dimensione Natu-
ra", di via Ippocastani. Sono passato
da 1.700 a 5.885 euro - racconta il tito-
lare, Fabio Vighenzi -. E' un'imposta ini-
qua, con incrementi assurdi, quasi da
usura. Per quanto mi riguarda pagher
senza dubbio l'importo che ho pagato lo
scorso anno, e anche qualcosa in pi
perch comprendo che possa esservi
una maggiorazione; ma mi rifiuto di
sborsare tre volte quello che ho speso lo
scorso anno. Anche perch quei seimila
euro per me significano scegliere se ac-
quistare seimila euro di prodotti in meno
da vendere o se rinunciare alla mia di-
pendente part-time. Ma la preoccupa-
zione dei commercianti anche rivolta
al futuro: Se cifre di questo tipo si do-
vessero ripetere anche per i prossimi
anni, sar difficile per molti commer-
cianti andare avanti conclude Vighenzi.
Dello stesso parere anche Paolo Ma-
gri, del ristorante Dordoni, che dovr
sborsare 15.000 euro di Tari, contro i
9.250 dello scorso anno. Per me que-
sta tariffa era gi molto onerosa anche
negli anni scorsi. Stavolta per abbiamo
superato il limite. Stanno mettendo in
ginocchio le attivit commerciali. Tantis-
simi lavoratori dipendenti stanno ri-
schiando il posto di lavoro, a causa di
questa situazione, perch i titolari non
sanno pi come pagarli. E ci sono attivi-
t che rischiano anche di dover chiudere
i battenti.
Una situazione di cui si ampiamente
discusso durante la riunione delle asso-
ciazioni di categoria. C' stata forte in-
tesa tra le associazioni - spiega ancora
Magri -. Va bene pagare la prima rata
dell'8 agosto, su questo siamo d'accor-
do, anche per dimostrare la nostra buo-
na volont, ma il Comune deve garantir-
ci che verr affrontata questo problema
in modo serio e trasparente, ma soprat-
tutto che venga fatto qualcosa affinch
il problema non si ripresenti il prossimo
anno.
Pur apprezzando limpegno della
Giunta ad affrontare, con proposte con-
crete il tema in oggetto, le associazioni
di categoria ritengono che ci non sia
sufficiente per dare respiro alle imprese
che si sono viste moltiplicare, senza ra-
gione, limporto della tassa sui rifiuti.
Dal tavolo emersa una forte denun-
cia per liniqua applicazione dellimpo-
sta, non proporzionale alleffettiva pro-
duzione dei rifiuti.
Una presa di posizione che verr
puntualizzata, nei prossimi giorni, al
Comune attraverso un documento sot-
toscritto da tutte le associazioni.
Tutte le associazioni hanno eviden-
ziato come il fondo di solidariet deter-
minato dalla Giunta Comunale, pur es-
sendo un atto di disponibilit apprezza-
bile non sia sufficiente ad alleviare una
tassazione assurda in capo ad aziende
produttive.
Leventuale contributo per le impre-
se, infatti, si ridurrebbe a pochissime
centinaia di euro a fronte di un aumento
che di diverse migliaia di euro - sotto-
linea Giuseppe Bini, presidente di Con-
fesercenti Cremona -. Serve un fondo
che vada seriamente a incidere sugli
importi Tari del 2014: ci sono aziende
che dovrebbero licenziare dipendenti
perch altrimenti non avrebbero i soldi
per pagare la tassa. E se non arrivano
soluzioni, sar il peggio. Poich questo
Fondo di solidariet incide sul bilancio
2015, riteniamo che vi siano i presuppo-
sti per incrementarne l'importo. Le as-
sociazioni non danno la colpa allammi-
nistrazione Galimberti: Sappiamo che i
problemi sono nati con chi cera prima,
e chi ha rotto il vaso non certo uguale
a chi sta cercando di aggiustarlo con-
tinua Bini -. Tuttavia servono misure ur-
genti, ora.
Il tavolo ha quindi proclamato, sin da
ora, una mobilitazione che interessa
tutte le Associazioni e tutte le imprese,
nessuna esclusa, compresi i dipendenti
che vedono minacciato il loro posto di
lavoro.
T
LE TESTIMONIANZE: Fabio Vighenzi: Dovrei pagare il triplo rispetto allo scorso anno. Paolo Magri: Tanti dipendenti rischiano il posto di lavoro
Tari, commercianti pronti allo sciopero fiscale
Le associazioni di categoria unite per presentare al Comune un documento al fine di chiedere un ampliamento del Fondo di solidariet
Cronaca Sabato 2 Agosto 2014
5
Petizione di Confesercenti, raccolte 290 firme
Consegnate 290 firme per la Petizione No Tari, pro-
mossa da Confesercenti e finalizzata a sensibilizzare lAm-
ministrazione Comunale di Cremona sulle problematiche
connesse allapplicazione dei costi di raccolta e smalti-
mento dei rifiuti per alcune tipologie di attivit commercia-
li. Il Comune di Cremona , infatti, ai primi posti a livello
regionale per gli importi Tari relativi ai pubblici esercizi, e
altre categorie di imprese commerciali; di riflesso lattuale
sistema di addebito dei costi di gestione dei rifiuti risulta
eccessivamente oneroso, sproporzionato e insostenibile
rispetto alla effettiva capacit di produzione degi stessi. Le
quantit prodotte sono diminuite drasticamente per effetto
del calo dei consumi e i meccanismi di quantificazione
della Tari non tengono in considerazione questo nuovo
stato di cose. I rifiuti prodotti, ad esempio, non sono diret-
tamente proporzionali alle dimensioni delle aree di sommi-
nistrazione in quanto le superfici pi grandi vengono utiliz-
zate spesso in modo discontinuo, in occasione di eventi
straordinari e nei fine settimana.
Oggi, a meno di un mese di distanza, sono stati trasmes-
si allattenzione del sindaco Gianluca Galimberti i fogli
contenenti le firme di ben 290 imprese del Comune di Cre-
mona, appartenenti alle categorie 22, 23, 24, 27 e 29
dellattuale Regolamento Comunale (ristoranti, bar, negozi
di fiori, frutta e verdura, pescherie e banchi mercatali con
generi alimentari), che hanno deciso di sostenere liniziativa
promossa da Confesercenti.
Tra le richieste degli imprenditori: riduzione di almeno il
40% degli importi Tari per le sopra citate categorie dellat-
tuale Regolamento Comunale; tariffe differenziate per clas-
si dimensionali, giustificate da capacit di produzione dei
rifiuti non direttamente proporzionale alla superficie stessa;
meccanismi virtuosi che consentano, a fronte di una ridu-
zione dei rifiuti prodotti e maggiore collaborazione nella
raccolta, di conseguire risparmi per le imprese; riequilibrare
la ripartizione percentuale dei costi fra utenze domestiche e
utenze non domestiche.
Abbiamo avuto modo di apprezzare negli incontri dei
giorni scorsi limpegno dellAmministrazione Comunale per
cercare soluzioni. Tuttavia restano irrisolti, e di grande at-
tualit, i problemi legati agli importi della Tari. Si trattato di
un primo passo positivo, ma siamo ancora lontani dalle
aspettative delle imprese. Molte aziende si trovano oggi in
grande difficolt, e hanno bisogno di avere risposte imme-
diate che consentano di abbattere drasticamente linciden-
za della tassa rifiuti.
Afferma il Presidente della sede territoriale Confesercen-
ti di Cremona Giuseppe Bini, commentando liniziativa.
Confidiamo dunque nella sensibilit dellAmministrazione,
affinch continui sulla strada tracciata per individuare stru-
menti concreti. Confermiamo la nostra disponibilit a tro-
vare le opportune soluzioni conclude Bini - e restiamo in
attesa di un positivo riscontro sulle richieste contenute
nella petizione.
di Laura Bosio
iaggiare all'estero diventa pi
facile. Dal 24 giugno, infatti,
cambiata la normativa che
regolamentava i rilasci del
documento per espatriare, in
quanto stata abolita la tassa annuale
del passaporto ordinario (marca da bol-
lo) da 40,29. Tutti i passaporti, anche
quelli gi emessi, saranno validi fino alla
data di scadenza riportata all'interno
del documento per tutti i viaggi, inclusi
quelli extra UE, senza che sia pi ne-
cessario pagare la tassa annuale. Ac-
canto a questo, per, stato introdotto
un contributo amministrativo di 73,50
euro per il rilascio del passaporto ordi-
nario, oltre al costo del libretto (pari a
42,50 euro). Tale contributo sar quindi
valido fino alla scadenza del documen-
to e non sar pi necessario pagare al-
tro. Una novit importante, non solo dal
punto di vista della spesa da sostenerei
(ipotizzando che una persona vada
all'estero ogni anno, doveva prevedere
una spesa di circa 400 euro di spesa in
10 anni), inoltre non si dovr pi acqui-
stare la marca da bollo.
La procedura per il rilascio
del documento
Il passaporto ordinario valido per
tutti i Paesi i cui governi sono ricono-
sciuti da quello italiano e pu essere
ottenuto da tutti i cittadini della Repub-
blica. Il passaporto viene rilasciato dal-
le questure e, all'estero, dalle rappre-
sentanze diplomatiche e consolari.
Attualmente, in Italia, si rilascia il
passaporto con microchip elettronico
inserito nella copertina.
E' Possibile cinsultare il sito di Agen-
da passaporto https://www.passapor-
tonline.poliziadistato.it Il nuovo servizio
della Polizia di Stato per richiedere on-
line il passaporto e per prenotare ora
data e luogo per presentare la doman-
da eliminando le lunghe attese negli
uffici di polizia
Per chi deve partire viene raccoman-
dato di visitare il sito del Ministero Affa-
ri Esteri: http://www.viaggiaresicuri.it
Tipologie di passaporto
La normativa vigente prevede le se-
guenti tipologie di passaporto: passa-
porto ordinario (libretto a formato unico
a 48 pagine); passaporto temporaneo
(libretto a 16 pagine); passaporto col-
lettivo (rilasciato esclusivamente dalle
Questure in Italia per motivi culturali,
religiosi, sportivi, turistici, od altri previ-
sti da accordi internazionali).
Tutti i passaporti in corso di validit,
compresi quelli con figli minori iscritti,
restano validi fino alla loro naturale data
di scadenza.
Passaporto individuale per i minori
Dal 26 giugno 2012 tutti i minori
italiani che viaggiano devono essere
muniti di documento di viaggio indivi-
duale. Pertanto, a partire dalla predet-
ta data i minori devono essere in pos-
sesso di passaporto individuale oppu-
re, qualora gli Stati attraversati ne rico-
noscano la validit, o di carta didenti-
t valida per lespatrio. La validit
temporale del passaporto rilasciato ad
un minore differenziata in base all'et
dello stesso: 3 anni per i minori da 0 a
3 anni; 5 anni di validit per i minori da
3 a 18 anni.
Gli esercenti la potest genitoriale
possono chiedere agli Uffici compe-
tenti a rilasciare il documento che i
propri nomi siano riportati sul passa-
porto del figlio minore. Qualora tale
indicazione non dovesse essere pre-
sente, prima di intraprendere il viaggio
si consiglia di munirsi di un certificato
di stato di famiglia o di estratto di
nascita del minore da esibire in frontie-
ra qualora le autorit lo richiedano
nellesercizio delle funzioni di controllo
finalizzate a sventare il pericolo di sot-
trazione di minori.
Dichiarazione di accompagnamento
Fino al compimento dei 14 anni i
minori italiani possono espatriare a
condizione che viaggino accompa-
gnati da almeno un genitore o da chi
ne fa le veci oppure che venga men-
zionato sul passaporto, o su una di-
chiarazione di accompagnamento rila-
sciata da chi pu dare lassenso o
lautorizzazione, e vistata da unautori-
t competente al rilascio (Questura in
Italia, ufficio consolare allestero), il
nome della persona, dellente o della
compagnia di trasporto a cui i minori
medesimi sono affidati.
Dal 4 giugno 2014 entrata in vigore
la nuova disciplina riguardante la di-
chiarazione di accompagnamento, fi-
nalizzata a garantire una maggiore tu-
tela del minore, a rendere pi agevoli i
controlli alle frontiere e a facilitare la
presentazione della dichiarazione me-
diante lutilizzo anche di modalit tele-
matiche (mail, Pec, fax). Tra le principa-
li novit: la dichiarazione di accompa-
gnamento pu riguardare un solo viag-
gio (da intendersi come andata e/o ri-
torno) dal Paese di residenza del mino-
re con destinazione determinata e non
pu eccedere, di norma, il termine
massimo di sei mesi; gli esercenti la
responsabilit genitoriale o tutoria pos-
sono indicare fino ad un massimo di
due accompagnatori, che saranno tut-
tavia alternativi fra di loro; nel rendere la
dichiarazione di accompagnamento, gli
esercenti la responsabilit genitoriale o
tutoria possono chiedere che i nomina-
tivi degli accompagnatori, la durata del
viaggio e la destinazione siano stampa-
ti sul passaporto del minore o in alter-
nativa che tali dati siano riportati in una
separata attestazione, che verr stam-
pata dallUfficio competente; nel caso
in cui il minore sia affidato ad un ente o
ad una compagnia di trasporto, per
garantire la completezza e la leggibilit
dei dati relativi al viaggio, rilasciata
unicamente lattestazione. Si suggeri-
sce, prima di acquistare il biglietto della
compagnia di trasporto di verificare
che la stessa accetti che il minore sia
ad essa affidato.
V
Viaggiare allestero diventa pi facile: si snelliscono le pratiche burocratiche. Oltre al costo iniziale di 116 euro, non si dovr pi pagare
Niente pi bollo per il passaporto: nuova normativa
Continuano gli incontri promos-
si dal Comune di Cremona per cer-
care di risolvere il problema dei
disagi dei pendolari che viaggiano
lungo la tratta Mantova-Cremona-
Milano. A questo proposito stato
positivo lincontro tra i sindaci di
Cremona, Mantova e Piadena per
concordare iniziative coordinate e
sinergie tra i rispettivi territori. Il
sindaco Gianluca Galimberti e gli
assessori Andrea Virgilio (Area
Vasta e Casa) e Alessia Manfredini
(Territorio e Salute) sono stati
accolti al palazzo comunale di
Mantova dal sindaco Nicola Soda-
no e dal vice sindaco Espedito
Rose. Presente anche il sindaco di
Piadena Ivana Cavazzini.
La riunione stata dedicata alle
problematiche del trasporto ferro-
viario che vedono lasse Mantova-
Piadena-Cremona-Milano penaliz-
zato da difficolt e ritardi in termini
di infrastrutture, tempi di percor-
renza e materiale rotabile. Per
invertire la tendenza opportuno
che i sindaci dei capoluoghi (Man-
tova, Cremona, Lodi) facciano
massa critica per sollecitare inter-
venti strutturali e nuovi investimen-
ti sul materiale rotabile fanno
sapere gli amministratori. In
questottica, Expo 2015 locca-
sione per una sperimentazione
mirata: un 'treno dei capoluoghi
al mattino e alla sera, la cui fattibi-
lit verr approfondita in un incon-
tro tecnico a fine agosto continua
il Comune. Successivamente, lin-
tesa verr formalizzata in un docu-
mento condiviso da presentare in
Regione e a Trenord. A Mantova
stato affrontato anche il tema di
fattibili collaborazioni in campo
culturale conclude il Comune -:
coinvolgimento di Mantova per
Expo nel Festival Monteverdi orga-
nizzato dal capoluogo cremonese;
relazioni e progetti da coltivare
attraverso le istituzioni culturali
della citt; tutela e rilancio (anche
alla luce del recente Decreto Cul-
tura del ministro Franceschini) dei
teatri di tradizione di Emilia e Lom-
bardia, da mettere in rete.
Ferrovie, un treno per i capoluoghi
Positivo lincontro tra Comuni di Cremona, Mantova e Piadena
Cronaca Sabato 2 Agosto 2014
6
Cronaca
Sabato 2 Agosto 2014
7
di Laura Bosio
econdo la presidente della Ca-
mera Laura Boldrini, il linguaggio
importante, anche per ben in-
quadrare il mutato ruolo della
donna nella societ. Il linguaggio,
quindi, deve rispettare la differenza di ge-
nere e si devono declinare al femminile
parole riferite a cariche fino a pochi anni
rivestite da uomini: quindi, si dir la pre-
sidente, la ministra, la consigliera, l'as-
sessora. La lingua italiana non solo lo
consente, ma, grammaticalmente, lo im-
pone: anche la posizione dellAccade-
mia della Crusca (d.t.).
Secondo quanto ha dichiarato la presi-
dente della Camera nelle scorse settima-
ne, usare il linguaggio in un modo o in un
altro una scelta politica. Non trovo giu-
sto che donne che svolgono un ruolo, di
vertice o no, non debbano avere un rico-
noscimento di genere. vero che la pa-
rit di genere passa anche attraverso la
lingua italiana? Ne parliamo con le consi-
gliere di parit della Provincia di Cremona,
Debora Mossoni e Rosaria Italiano.
Nelle scorse settimane Laura Boldri-
ni ha parlato della necessit di femmi-
nilizzare i nomi delle cariche professio-
nali per le donne: invece di avvocato,
avvocata; invece di ministro, ministra;
invece di consigliere, consigliera. Se-
condo voi, pu essere un passo impor-
tante?
"Femminilizzare" il titolo professionale
non risolve certamente le problematiche
legate al genere femminile n rappresen-
ta un passo importante sulla strada del ri-
conoscimento della parit uomo-donna
nella vita come nelle professioni. Si tratta,
tuttavia di un piccolo segnale, una sottoli-
neatura, forse anche un poco provocato-
ria, per ricordare a tutti il valore, le compe-
tenze, le professionalit di tante donne.
Le donne oggi sono ancora molto di-
scriminate in ambito lavorativo?
La discriminazione delle donne in am-
bito lavorativo si esprime in tanti modi
strettamente connessi al settore in cui si
opera ad esempio nel pianeta giustizia le
donne che rivestono il ruolo di giudici so-
no moltissime, pi degli uomini, ma nelle
posizioni di vertice, tra gli alti magistrati,
troviamo veramente poche donne. Cos
anche nelle universit: quanti rettori, anzi
rettore, ci sono? Ma andiamo ad analizza-
re altre professioni/categorie. Quante cas-
siere di supermercato ci sono e, invece,
quanti direttori, di supermercato, trovia-
mo? Quante impiegate nelle banche e
quanti direttori, uomini?
Quali sono gli ambiti di
maggiore discriminazione?
Non si vuole fare del qua-
lunquismo ma sopratutto l
dove c' potere: stata fatta
la legge sulle quote rosa nei
Cda ed ecco che si passa al-
la nomina di amministratori unici, anche
per risparmiare certamente, ma di nuovo
prevalentemente uomini... proprio il ca-
so di dire che "fatta la legge, trovato l'in-
ganno!
Siamo ancora molto indietro che
fare?
Proseguire sulla strada del cambia-
mento: crescere culturalmente per inno-
vare e rinnovare la nostra societ ma an-
che cambiare la societ per crescere cul-
turalmente. Noi Consigliere di parit cer-
chiamo di contribuire al raggiungimento di
tale importante obiettivo sostenendo e
promuovendo iniziative incentrate sulla
conciliazione dei tempi di vita familiare e
lavorativa e quelle volte all'eliminazione
degli stereotipi di genere, soprattutto
quelli professionali.
E' importante agire anche in ambito
familiare, come testimoniano i continui
episodi di violenza domestica: perch
accadono ancora simili barbarie?
Le cause della violenza domestica al-
lignano in relazioni malate che si instaura-
no all'interno della famiglia, nei rapporti
uomo - donna in cui la componente di do-
minio e subordinazione si presenta come
elemento fondamentale, travolgendo tut-
to anche i pi elementari ed inviolabili di-
ritti come quello universalmente sancito
all'integrit fisica e alla libert morale del-
la persona. La violenza in famiglia, la ne-
gazione di diritti fondamentali
non ha scuse n giustificazio-
ni, neppure culturali.
Accanto al dramma di tante
donne che non trovano la for-
za e il coraggio di ribellarsi, di
uscire dalla violenza, di vivere
liberamente la propria vita, c'
un ulteriore dramma silenzioso di tante vit-
time inconsapevoli, ossia dei figli,di tanti
bambini che non hanno difesa. Non pos-
siamo dimenticarli ma spetta a tutti noi
proteggerli.
Mare Nostrum: importiamo schiavi, produciamo
disoccupati. quanto si legge sullo striscione affisso
da CasaPound Italia Cremona accanto al portone
della Casa dell'Accoglienza della Caritas, in via
Sant'Antonio del Fuoco, nellambito di unazione che
si svolta in tutte le province lombarde. Il Viminale
ricorda una nota di Cpi ha preparato un piano per
cui la Lombardia, per fine agosto, potrebbe dover
accogliere 6mila nuovi immigrati, arrivati con gli sbar-
chi dellestate.Le stime prosegue il movimento -
dicono che entro il mese il numero complessivo di
clandestini arrivati nel 2014 avr toccato quota
100mila. Altri 100mila disperati che, illusi dalle parole
dordine buoniste della politica italiana, rischiano la
vita per finire sfruttati come schiavi o arruolati dalla
criminalit. Altri 100mila disperati che ci costano
700 milioni per lassistenza, ai quali vanno aggiunti i 9
milioni al mese che spendiamo per mantenere lope-
razione Mare Nostrum. Un governo serio, soprattut-
to in un momento di crisi come questa, concentrereb-
be gli sforzi sulle azioni diplomatiche nei Paesi di im-
barco e in Europa. Invece sottolinea Cpi i governi
italiani continuano a sottrarre soldi alla nostra econo-
mia, per buttarli in azioni che, come dimostra la cro-
naca, non servono n a salvare vite n a garantire la
bench minima forma di inserimento sociale di queste
persone. Il tutto conclude il movimento - in una si-
tuazione in cui, secondo gli ultimi dati Istat, il 12,6%
delle famiglie italiane vive in uno stato di povert rela-
tiva e il 7,9% in uno stato di povert assoluta.
Declinare al femminile cariche e professioni tradizionalmente maschili: linvito della presidente della Camera Laura Boldrini
S
Bisogna cambiare
la societ per crescere
culturalmente
Le consigliere di parit di Cremona: una sottolineatura per ricordare a tutti il valore, le competenze, le professionalit di tante donne
Segnali positivi per leconomia cremonese, ma servono interventi per la crescita
Un progetto
per lostello
di via del Sale
Migliora il settore manifatturie-
ro, mentre prosegue la preoccu-
pante fase di stagnazione di quel-
lo artigiano: questo, in estrema
sintesi, la situazione che emerge
dalla consueta indagine congiun-
turale condotta trimestralmente
da Unioncamere Lombardia in
collaborazione con lAssociazio-
ne Industriali, Confartigianato e
Cna, e che coinvolge ogni trime-
stre due campioni distinti di
aziende manifatturiere, industriali
e artigiane, interessando com-
plessivamente circa 140 imprese
cremonesi appartenenti a tutte le
principali attivit del comparto
presenti in provincia.
Segnali positivi per il territorio,
dunque, ma con alcune ombre. I
dati provinciali del secondo trime-
stre, con variazioni tutte positive,
sia a livello congiunturale che ten-
denziale, degli indicatori e valori
assoluti che su base annua rag-
giungono quote importanti, sem-
brerebbero confermare le aspet-
tative positive nate alla fine del
primo trimestre 2014 commenta
il presidente della Camera di
Commercio Gian Domenico Au-
ricchio ma i sentiment degli im-
prenditori, tornati negativi per
produzione e domanda interna
danno conto del permanere del
periodo di difficolt della nostra
economia e rendono ormai inelu-
dibili interventi mirati a sostegno
della crescita.
Il secondo trimestre 2014
evidenzia il documento ha visto
il dato destagionalizzato della
produzione industriale cremone-
se confermare una crescita con-
giunturale che sale fino al punto
percentuale e riflette puntualmen-
te la crescita degli ordini interni
ed esterni, rilevata nel corso
dellindagine relativa al trimestre
precedente. Parallelamente allin-
cremento dellattivit, continua a
salire anche il fatturato a prezzi
correnti (+1,4%). Ma a raffreddare
in parte questi dati indubbiamen-
te positivi sono gli andamenti de-
gli ordinativi i quali subiscono un
forte rallentamento. Pur mante-
nendo un debole segno positivo,
+0,6% gli ordini interni e +0,2%
quelli provenienti dallestero, en-
trambe le componenti della do-
manda ridimensionano notevol-
mente i rispettivi +1,4 e +2,2%
dei primi tre mesi dellanno, fa-
cendo temere un prossimo rallen-
tamento produttivo. Nessuna va-
riazione di rilievo si riscontra
nellandamento dei prezzi che re-
stano complessivamente stabili.
Restano i problemi legati al la-
voro: La crescita produttiva rile-
vata continua comunque a non
avere alcun riflesso positivo sul
numero degli addetti che resta
sostanzialmente inalterato e gi
da diversi trimestri non presenta
variazioni di rilievo, risentendo
delle recenti difficolt produttive e
testimoniando lincertezza che
ancora rimane tra gli imprendito-
ri.
Sul fronte della Cassa Inte-
grazione Guadagni si legge si
riscontrano dati ancora in peggio-
ramento ed in controtendenza ri-
spetto alle informazioni sulle ore
autorizzate provenienti da fonte
Inps. Queste ultime infatti, che
comprendono tutte e tre le ge-
stioni (ordinaria, straordinaria ed
in deroga), scendono del 40% sul
trimestre scorso, mentre quelle
effettivamente utilizzate limitate
per alla gestione ordinaria so-
no registrate in crescita: pur rima-
nendo uno dei dati pi bassi tra
tutte le province lombarde, hanno
costituito a Cremona l1,6 del
monte ore complessivo trimestra-
le, contro il precedente 0,9%, ed
hanno interessato ancora il 17%
delle imprese. Nellintera Lombar-
dia si sono rilevato valori rispetti-
vamente del 2,6 e del 20%.
A proposito dei dati regionali, i
mesi da aprile a giugno 2014 di-
segnano un quadro complessivo
che, come gi anticipato, stavolta
si discosta non di poco da quello
cremonese si legge ancora
manifestando quasi ovunque una
netta decelerazione che diventa
un vero e proprio arretramento nel
caso, particolarmente delicato,
della domanda interna che costi-
tuisce una variabile fondamentale
ed anticipatoria delle prossime
tendenze, la quale viene rilevata
in calo dell1,2%, dopo pi di un
anno di ininterrotta crescita. A
parziale compensazione, ritorna a
crescere dell1,1% la domanda
estera ed anche loccupazione
conferma un debole segno positi-
vo (+0,2%). Anche a livello ten-
denziale gli indici si mantengono
tutti positivi, con produzione e
fatturato che si attestano, rispetti-
vamente, al +4 ed al +5,6%. Va
parimenti evidenziato anche un
brusco rallentamento per gli ordi-
ni che, nel caso di quelli esteri,
azzerano quasi la propria crescita
dal +10% dei primi mesi 2014
allattuale +1%.
I dati tendenziali lombardi sono
anchessi in maggioranza positivi,
ma a parte la conferma della te-
nuta dellestero ed un buon anda-
mento del fatturato, la domanda
nazionale torna ad arretrare ri-
spetto alla consistenza di dodici
mesi prima e la produzione indu-
striale decelera notevolmente dal
+2,8 al +1,5%, mentre il livello
occupazionale segnala una leg-
gera flessione.
I dati in miglioramento proven-
gono anche dalla distribuzione
delle imprese in base alla varia-
zione tendenziale della produzio-
ne conseguita nellultimo anno. In
tre mesi la percentuale sul totale
delle aziende in espansione pro-
duttiva rispetto allanno 2013
ulteriormente aumentata dal 50 al
55%, mentre la quota delle im-
prese in crisi si conferma ai mini-
mi degli ultimi due anni, pur rag-
giungendo ancora un consistente
31%, leggermente inferiore al 35
medio lombardo. Le aspettative
degli imprenditori, fatte salve le
attese di un trend sempre positivo
per le esportazioni, ritornano tutte
nellarea negativa, quella cio do-
ve prevalgono le attese di cali. Nel
comparto dellartigianato produt-
tivo, ormai da anni alle prese con
una gravissima crisi, continuano i
segnali di assoluta stabilit gi ri-
levati nella precedente rilevazione
relativa ai primi tre mesi del 2014.
A livello congiunturale tutti gli in-
dicatori presentano un segno ne-
gativo, ma con valori assoluti che
non superano il mezzo punto per-
centuale, e possono dunque es-
sere considerati praticamente in-
variati. Rispetto allo stesso perio-
do del 2013, resta invariato il fat-
turato totale, ma la produzione ri-
sulta in calo di quasi un punto,
cos come loccupazione e gli or-
dini provenienti dallestero, men-
tre quelli nazionali sono al -1,7%.
A parte quelle relative al mercato
estero, restano ancora tutte ne-
gative le aspettative per il prossi-
mo trimestre.
Nellottica del rilancio del baci-
no del fiume Po, anche in vista
di Expo 2015, la Giunta comu-
nale, nella seduta odierna, ha
approvato il progetto prelimi-
nare per lampliamento della
struttura ricettiva allinterno
del Parco del Po (Ostello)in via
del Sale, area di quasi 10mila
metri quadrati la cui costruzio-
ne iniziata nel 2006 ed ri-
masta incompiuta. Lamplia-
mento previsto riguarda una
superfi ci e compl essi va di
23.743 metri quadrati e preve-
de la realizzazione di nuove
piazzole attrezzate per camper
e tende, una struttura in legno
adibita a reception bar self
service, bungalows prefabbri-
cati in legno, la messa a dimo-
ra di essenze arboree, servizi a
supporto del complesso ricet-
tivo. Il costo preliminare pari
a complessivi 1.370.000 euro.
Finalmente l'estate arri-
vata, e con essa la voglia di
muoversi, viaggiare, passare
un fine settimana fuori porta
e fare le tanto sospirate
vacanze. Il Cta Acli promuove
una serie di gite e viaggi per
tutti i gusti.
GERMANIA (Dal 10 al 17
agosto) - Un Tour in Germania
da Carlo Magno alla Lega
Anseatica. Si visiteranno: Trevi-
ri, Aquisgrana, Colonia, Brema,
Lubecca, Berlino e Heidelberg.
UNGHERIA SPECIALE
(Dal 20 al 24 Agosto) - un viag-
gio per visitare le meraviglie
dellUgheria speciale. Si visite-
ranno: Sopron, Fertod, Pan-
nonhalma, Budapest e Gadollo.
Dal 28 al 30 Agosto - UN
vIAGGIo IN GERMANIA E LA
BAvIERA INSoLITA. Si visite-
ranno: Altotting, Passau,
Berchtesgaden e Salzberwerk.
Dal 12 al 14 Settembre -
UN vIAGGIo ALLA SCoPER-
TA DEL LAGo DI CoSTANzA.
Si visiteranno:Bregenz, Lago di
Costanza, Uberlingen e Fussen
in Baviera.
21 Settembre - UNA GITA
SUI LAGHI. Si visiteranno: Riva
del Garda, la grotta della
Cascata del Varone e la cittadi-
na di Tenno con il suo lago ed il
Borgo canale.
28 Settembre - UNA GITA
A PISA E DINToRNI. Si visite-
ranno: La Piazza dei Miracoli
con la Cattedrale, il Battistero e
la Torre pendente, poi a Calci
per il Complesso Monastico
Certosino.
Dal 10 al 12 ottobre - UN
vIAGGIo NELLA PRovENzA
MARITTIMA per visitare Marsi-
glia, Tolone, St. Tropez e Port
Grimand.
Dal 13 al 17 ottobre - Una
gita pellegrinaggio a San Gio-
vanni Rotondo. Si visiteranno:
Monte S. Angelo, Melfi, Rionero
in Vulture, San Severo, Laghi di
Monticchio e il Santuario di Sti-
gnano.
Dal 24 al 26 ottobre - UN
vIAGGIo IN ISTRIA. Itinerario
dellepoca veneziana. Si visite-
ranno: Parenzo, Pola, Isole
Brioni e Rovigno.
Le iscrizioni e tutte le infor-
mazioni relative agli eventi
saranno fornite presso la
sede di via Cardinale G. Mas-
saia, 22 o contattando i
numeri di tel. 0372-800423,
800429. Le iniziative sono in le
nostre iniziative sono in colla-
borazione con il CTA di Crema
(Piazza Manziana 17. Crema
tel. 0373-250064).
Sito: www.ctacremona.it
Si dice ministra Boschi e non ministro
CasaPound, striscione alla Casa dellaccoglienza: Importiamo schiavi, produciamo disoccupati
di Vanni Raineri
on Luzzara e Cottarelli
son tornati i tempi bel-
li. Perch la frase su-
sciti un dolce ricordo
sono necessarie alme-
no due condizioni: essere tifoso
della Cremonese, e avere oltre
sessantanni.
Luomo del giorno nel nostro
paese Carlo Cottarelli, il com-
missario straordinario cui stata
affidata la Spending Review, e
che ha annunciato le possibili di-
missioni dallincarico per un sem-
plice motivo affidato a un blog:
Se si usano i risparmi sulla spe-
sa per aumentarla, il risparmio
non potr essere utilizzato per ri-
durre le tasse sul lavoro.
Strana sorte quella dei Cotta-
relli, commissari chiamati al ca-
pezzale di organismi moribondi
per fare il miracolo. A pap Cele-
ste, per tutti Celo, limpresa riu-
sc, fatte le debite proporzioni:
lUessec non litalia.
Correva lanno 1967, e la Cre-
monese toccava il punto pi bas-
so della sua storia sportiva: le
difficolt economiche avevano
costretto il presidente Maffezzo-
ni a lasciare, e la squadra era re-
trocessa in serie D. La societ fu
commissariata, e i commissari
scelti furono due: Celo Cottarelli,
amico di Maffezzoni, e Domeni-
co Luzzara, entrato in societ
per recuperare un credito di 80
milioni di lire, per aver realizzato
con la sua impresa edile limpian-
to di illuminazione dello stadio
Zini. La stagione 1967-68 inizi
malissimo, con la storica sconfit-
ta nel derby con la Leoncelli, ma
fin con la vittoria del campionato
e il ritorno in serie C, grazie a
giovani di talento come Mondo-
nico e Cesini e capitan Tassi.
Nel 1969 Cottarelli lasci, e
con la presidenza di Luzzara arri-
v il momento pi alto, con le 4
stagioni in serie A. La Cremo era
rinata, limpresa era compiuta.
Quella che attende il figlio Car-
lo proibitiva, non solo per la
crisi economica che attanaglia il
nostro paese, ma anche per il
contesto politico in cui opera.
Carlo nacque nel 1954; dopo il
master alla London School of
Economics, dal 1988 lavora per il
Fondo Monetario Internazionale,
di cui dal 2008 dirige il Diparti-
mento Affari Fiscali. A richiamarlo
in Italia da Washington fu nellot-
tobre scorso il primo ministro
Letta, per affidargli la revisione
della spesa pubblica, scoglio sul
quale si erano arenati anche eco-
nomisti del calibro di Pietro Giar-
da ed Enrico Bondi (scelti da
Monti). Mister Forbici, come
viene prontamente soprannomi-
nato, diventa in breve un perso-
naggio tra i pi noti della politica
italiana, nonostante non sembri
certo tipo da cercare i riflettori. A
Cremona in dicembre per il 50
dellAPI (Associazione Piccole e
Medie Industrie), manifest at-
taccamento alle radici, nonostan-
te la lunga assenza, e anche fidu-
cia nellarduo compito, che con-
sisteva nel reperire 32 miliardi
entro il 2016. Non avrei accetta-
to se avessi pensato che limpe-
gno non fosse fattibile. Ci sono
riusciti altri paesi. Gi, altri paesi
per. Evidentemente contagiato
dal pragmatismo made in Usa,
tornava in Italia con uno spirito
ottimistico: Mi preoccupa per
diceva allora il pessimismo,
spero che lamministrazione pub-
blica ce la faccia. Serve un cam-
bio di mentalit, in due sensi: fare
tagli non lineari ma mirati per eli-
minare le aree di spreco, e utiliz-
zare la maggior parte delle risorse
trovate per ridurre la tassazione
sul lavoro, bisogno fondamentale
per leconomia italiana. Unanti-
cipazione chiara del contrasto
poi emerso. Gli ultimi sviluppi in-
fatti sono storia recente, di que-
ste ore. La reazione degli am-
bienti politici non si fatta atten-
dere, ed era quella immaginabile:
per il governo lo sfogo era diretto
al Parlamento, per il Parlamento
era chiaramente un invito al go-
verno. Freddo il commento del
premier Renzi: Possiamo anda-
re avanti anche senza di lui, la
spending review non dipende
dalle persone che la conducono,
ma dalla volont del governo.
Daltro canto che il rapporto
con Renzi non fosse lo stesso
che aveva con Letta era cosa
nota. Tanto che i dossier di Cotta-
relli sulla spesa pubblica sono ri-
masti sinora nei cassetti, e i due
capitoli di spesa pi rilevanti, sa-
nit e pensioni, sembrano intoc-
cabili, come dimostrano le conti-
nue deroghe alla riforma Forne-
ro. A far traboccare il vaso stato
il ripristino della tutela per gli in-
segnanti di quota 96, emenda-
mento approvato dal Parlamento
ma non sembra proprio contro la
volont del governo.
Cottarelli si prepara dunque a
tornare al Fondo Monetario, negli
Usa. Probabilmente accadr in
ottobre. Ha cercato di dare una
mano al suo paese di origine,
nessuno ha mai eccepito sulla
bont del suo lavoro e sullindi-
pendenza con cui lha condotto.
Ha acceso i fari su situazioni che
imbrigliano la nostra economia,
ma la politica preferisce che la
luce rimanga pi tenue. Come se
limportanza di Cottarelli si misuri
sulla sua presenza (messaggio ai
mercati?) pi che sulla sua opera,
che la politica nostrana ritiene
fastidiosa. Probabilmente anche
a pelle il suo feeling con Letta,
certamente pi anglosassone di
Renzi nellapproccio, era altra co-
sa rispetto a quello conlattuale
premier.Come ben dice Sergio
Rizzo sul Corriere, il prossimo
taglio alla spesa pubblica frutto
del lavoro di Cottarelli sar il suo
stipendio.
C
Anche il padre Celeste, per tutti Celo, fu commissario straordinario, ma della Cremonese assieme a Luzzara
Il cremonese Carlo in rotta col premier Renzi sull'utilizzo delle risorse della spending review
I Cottarelli e le missioni impossibili La scorsa settimana
avevamo puntato lat-
tenzione sulla necessit
di tutelare, nellagroali-
mentare, il made in Italy
in un momento in cui
nel mondo il marchio
Italia ha un valore con-
sistente, e in cui il con-
sumatore sempre pi
attento e consapevole
nella scelta del prodot-
to.
Dopo gli appelli dei
ministri Martina e Lo-
renzin in tale direzione,
proprio questa settima-
na Sinab (il Sistema di
informazione nazionale
sullagricoltura biologi-
ca) e Ismea hanno pub-
blicato il rapporto Bio,
che segnala un vero e
proprio boom del biolo-
gico, che considerata la
crisi in atto assume un
valore ancora pi signi-
ficativo.
I valori considerati
sono quelli dei primi 5
mesi del 2014, e segna-
no un incremento del
17, 3% ri spetto al l o
st esso peri odo del
2013. I prodotti bio pi
acquistati risultano es-
sere le uova (il 9,5%
del l a spesa total e) ,
mentre gli operatori del
settore, al 31 dicembre
2013, sono oltre 52mila,
con un incremento del
5,4% rispetto al 2012.
Il segno pi riguarda
tutte le voci del settore:
anche la superficie col-
tivata nel nostro paese
con il metodo biologico
nello stesso periodo
aumentata, del 12,8%,
passando a oltre un mi-
lione e 300mila ettari, il
che rappresenta ormai
un decimo della super-
ficie coltivata nazionale.
In grande crescita le
produzioni animali di
varie specie allevate, e
poi anche pascol i e
quindi foraggio, cereali
e olive.
Il settore, come ha
annunciato il ministro
Maurizio Martina, vale
ormai 3 miliardi di euro
in Italia, che leader
europeo del settore bio.
Il suo vice Andrea Oli-
vero, che ha la delega
allagricoltura biologica,
ha affermato come tale
crescita sia in contro-
tendenza ri spetto al
trend dei consumi ali-
mentari. Ecco quindi
che innovare i processi
produttivi in chiave so-
stenibile fattore di
successo della nostra
agricoltura, percorso
che la politica deve so-
stenere.
In Italia
boom
del Bio
Cronaca Sabato 2 Agosto 2014
8
Giuseppe Carletti: a Cottarelli fanno fare el bc del puler
Celeste Celo Cottarelli, il padre di Carlo,
non fu solo commissario della Cremonese.
Dopo essere stato tra i protagonisti della Li-
berazione a Cremona, fu anche direttore
amministrativo dellOspedale di Cremona e
poi assessore comunale al Bilancio. A ricor-
darlo Giuseppe Carletti, che con lui condi-
vise sia lesperienza politica che la passione
per i colori grigiorossi. Contribu a far rina-
scere la Cremo, di cui era tifoso; conosceva
il presidente Maffezzoni, anche lui un grande
presidente. Dopo il 69 non ebbe pi incari-
chi ufficiali, ma rimase legato alla squadra.
Fu segretario generale dellOspedale, ed ha
vissuto in prima persona lo spostamento
dallospedale vecchio al nuovo. Una delle
mie prime esperienze amministrative fu pro-
prio negli Istituti Ospedalieri. Poi vi siete in-
crociati a Palazzo Comunale. S, lho avuto
come consigliere di minoranza, da avversa-
rio, e poi come collega nella seconda giunta
del sindaco Zaffanella: lui era assessore al
Bilancio, io allUrbanistica Attuativa e Lavori
Pubblici. Era un liberale vecchio stampo, una
persona correttissima. Ci siamo ritrovati in
quellesperimento che allora si chiamava lib-
lab. Gi, liberali e laburisti alleati. Tra i libe-
rali Cottarelli, e tra i laburisti i socialisti Zaffa-
nella e Carletti. Celo Cottarelli mor alcuni
anni fa, a seguito di una crisi improvvisa: si
trovava sui gradini del Duomo, e Carletti fu
tra coloro che chiamarono lambulanza. Un
cremonese vero che salut nel modo pi
cremonese che sia possibile immaginare.
E di Carlo Cottarelli cosa pensa il vecchio
socialista Carletti? La politica deve tradurre
le sue indicazioni in fatti concreti. E una per-
sona molto valida, ma gli fanno fare el bc
del puler. Che quel bastone su cui van-
no a dormire le galline. Paragone calzante,
non c che dire.
A sinistra un Matteo Renzi perplesso, a destra Carlo Cottarelli vede il suo lavoro messo in pericolo dai nodi della politica
di Gionata Agisti
iguardo al futuro della piscina
di via Indipendenza, lammini-
strazione comunale ha le idee
chiare: trovare un socio priva-
to che si possa sobbarcare i
costi necessari a mantenere in vita un
impianto che si sta rivelando oneroso. Il
prossimo settembre, si proceder con
la gara dappalto. Il centro natatorio
non si presenta nella sua veste miglio-
re: lanno scorso, pur avendo avuto
entrate per 1 milione e 482mila euro, a
fronte di 1 milione e 186mila euro di
uscite per colpa degli interessi passivi,
dovuti a investimenti rivelatisi sfortuna-
ti, ha dovuto comunque registrare un
disavanzo di 70mila euro.
Contro il progetto dellamministra-
zione Bonaldi, si per espressa in
questi ultimi giorni Rifondazione comu-
nista, che dellamministrazione in que-
stione parte integrante. Ci siamo
sempre dichiarati contrari a questa ipo-
tesi e continueremo a farlo ci spiega il
consigliere comunale Mario Lottaro-
li. Si tratta di una posizione di princi-
pio che non cambier. Abbiamo ribadi-
to il nostro punto di vista anche merco-
led, 30 luglio, in occasione della riunio-
ne della commissione comunale di Ga-
ranzia, alla presenza del sindaco, Ste-
fania Bonaldi e dellamministratore di
Scs, Dino Martinazzoli.
Lottaroli continua: Come ho preci-
sato anche a loro e al contrario di quan-
to si possa pensare, la nostra non una
presa di posizione ideologica ma basa-
ta sui fatti. Prima di tutto, bene ricor-
dare che il centro natatorio frequenta-
to solo per il 30% da residenti di Cre-
ma. Per il resto, si tratta di utenza pro-
veniente dai Comuni limitrofi. Comuni
che sono soci di Scrp, la societ patri-
moniale del Cremasco, che controlla il
65% di Scs-Servizi locali, a sua volta
gestore della piscina. La domanda da
porsi, allora, la seguente: perch, da
parte dei sindaci di questi Comuni, non
c la sensibilit di riconoscere che il
mantenimento del centro natatorio
anche un loro interesse? Facciano la
loro parte. Tanto pi che rimediare a un
deficit di 70mila euro non significa
spendere una cifra folle. Se ci fosse la
volont, da parte di tutti, di conservare
la funzione pubblica del centro, penso
che il problema si potrebbe risolvere
facilmente.
Deficit a parte, per, un problema
non da poco rappresentato dalla
necessit di provvedere a investi-
menti non pi rinviabili per moderniz-
zare la struttura e, in questo caso, si
parla di centinaia di migliaia di euro.
Come potrebbero i Comuni sostenere
una spesa del genere? Si potrebbe
programmare una periodicizzazione
degli investimenti. Daltra parte, non
credo che un privato sarebbe disposto
a investire parecchi soldi nel giro di
pochi mesi. Anche lui procederebbe
per gradi. Ripeto, il fatto che non ho
mai sentito Scrp prendersi carico di
elaborare un piano industriale in merito.
Di solito, quando uno possiede un be-
ne cerca di fare il possibile per rilanciar-
lo. E, invece, prevalsa questa vulgata
neo-liberista di far fare tutto ai privati,
come se fosse il rimedio a ogni male.
A preoccupare non poco Rifonda-
zione il capitolo dipendenti: il Co-
mune, in sede di appalto, intenzionato
a fissare i classici paletti a tutela del
personale una decina di addetti ma
lesperienza sindacale di Lottaroli lo fa
essere scettico: Ho 65 anni e di accor-
di di garanzia ne ho visti parecchi. Poi,
che cosa succede? Dopo un anno, lim-
prenditore prende contatto con i sinda-
cati e li avvisa che non pu continuare a
mantenere gli impegni presi, causa pro-
blemi di forza maggiore: dallaumento
dei costi, alla diminuzione delle entrate
eccetera. Non voglio pensare cosa sa-
rebbe potuto succedere, se la gestione
fosse gi stata affidata a un privato, di
fronte a un mese di luglio cos piovoso
come quello di questanno.
Gi, un altro grosso problema che,
da qualche anno a questa parte, lesta-
te non pi una garanzia per le casse
del centro natatorio e questo un osta-
colo non da poco, soprattutto per un
privato. Nel mese di luglio appena
trascorso, in particolare, il centro
natatorio rimasto chiuso per 15
giorni, su 20 giorni di pioggia totali.
Unenormit, che non capitava da 20
anni a questa parte, e quel che pi
grave che luglio il mese principale
per assicurarsi le entrate pi consisten-
ti. Ad aggravare ulteriormente la situa-
zione, i giorni di chiusura
hanno riguardato soprattut-
to il sabato e la domenica,
cio le giornate di maggiore
affluenza. Facile trarre le
conseguenze sul mancato
incasso che ne derivato.
Non dimentichiamo che
lappalto potrebbe andare deserto
continua Lottaroli, e, in questo caso,
lamministrazione ha gi preventivato
leventualit di ritrovarsi, entro laprile
2015, a dover valutare la possibilit di
continuare una gestione pubblica. Per-
ci, perch non anticipare oggi questa
verifica e studiare gi da ora una solu-
zione per mantenere pubblica la ge-
stione del centro?.
Sul fronte dellaltro partito di estre-
ma sinistra che sostiene lamministra-
zione comunale, Sinistra Ecologia e
Libert, la posizione invece diversa:
In questo caso, se non si apre al pri-
vato, il rischio concreto che tutto
vada a gambe allaria e, allora, ci ri-
metterebbero anche i lavoratori in-
terviene il consigliere comunale
Emanuele Coti Zelati. Non credo
che Rifondazione arriver al punto di
alzare delle barricate a questo propo-
sito. Chiariamo una cosa: anche noi
siamo daccordo che ci debbano es-
sere delle tutele per i dipendenti e sa-
remmo i primi, se ci fossero dei margi-
ni, a voler proseguire senza aprire alla
collaborazione con il privato. Ma, allo
stato attuale, i costi per gli utenti sono
troppo alti.
Un esempio? A una famiglia con
2 adulti e 3 bambini una giornata in
piscina costa almeno 40 euro. Un po
tanto. vero che stata introdotta una
soluzione apposita per le famiglie nu-
merose ma la spesa resta sempre non
indifferente, senza che, in compenso, si
abbiano degli standard di
qualit, per cos dire, sviz-
zeri. Le docce e i gabinetti,
infatti, non si presentano
col decoro necessario ma
con questo non voglio dire
che la colpa sia di chi ci la-
vora. Il fatto che servireb-
bero pi dipendenti ma il Comune non
pu permetterseli. Ecco la questione
principale, al di l del prezzo del bigliet-
to: i costi di gestione sono troppo ele-
vati per lo stesso Comune. Cos non si
pu continuare.
Non crede che servirebbe anche
una riorganizzazione del servizio? Ad
oggi, le vasche coperte sono attive so-
lo dinverno ma, a fronte di un luglio
fresco, una loro apertura anche in que-
sto mese potrebbe portare qualche in-
casso in pi. S, si potrebbe studiare
una riorganizzazione, tenendo presen-
te, per, che la gestione delle vasche
coperte ha pure un suo costo. Per,
certo, sarebbe una possibilit da pren-
dere in considerazione.
La cosmesi cremasca ha appena festeggiato
la neonata associazione del Polo, che fa della
qualit e delletica due punti fermi per i suoi
associati, ed ecco che nel suo mondo emerge il
primo grattacapo. Un anno fa, infatti, per diver-
sificare lattivit produttiva, la Taba srl di Pandi-
no, azienda produttrice di tappi per batterie,
dava vita alla Taba Cosmetics che, pur non fa-
cendo parte dei fondatori della neo-associazio-
ne Polo della Cosmesi, comunque unazienda
che sta muovendo i suoi primi passi in questo
settore. Il problema per la Taba Cosmetics
indiretto, visto che le agitazioni sindacali dei
giorni scorsi hanno riguardato la Taba srl, ma
certo non si tratta di una bella immagine per la
sua presidente, Elena Sampellegrini.
Al momento, i lavoratori della Taba srl hanno
concluso la loro protesta ci aggiorna Rita
Brambini, della Cgil, perch, nel frattempo,
lazienda ha pagato parte di quanto loro dovu-
to. Era infatti un anno che i sindacati avevano
concordato una rateizzazione degli arretrati, per
via dei problemi di liquidit dellazienda di Pan-
dino ma, nonostante questo accordo, negli ulti-
mi tempi, a causa di ulteriori rallentamenti nei
pagamenti, si era arrivati a uno sciopero con
tanto di presidio davanti ai cancelli dello stabili-
mento.
Per i 39 dipendenti iniziata anche la
seconda cassa integrazione a rotazione,
dopo quella dellanno scorso, che durer fi-
no al prossimo ottobre A innescare la prote-
sta degli ultimi giorni, per, stata pi che altro
una cattiva gestione di questo accordo, con
comportamenti, da parte della presidente Sam-
pellegrini, un po sopra le righe, nei confronti dei
suoi dipendenti. Ci sono altre aziende in diffi-
colt, con ritardi anche pi rilevanti nei paga-
menti, ma, normalmente, ci si siede attorno a
un tavolo e si discute. In questo caso, invece, il
rapporto tra datore di lavoro e dipendenti, che
dovrebbe essere basato sulla trasparenza,
stato gestito in maniera diversa. I lavoratori
hanno saputo con pochissimo preavviso che il
loro stipendio avrebbe subito un ulteriore ritar-
do e, da qui, la loro protesta.
Adesso, comunque, come si diceva, la pro-
priet ha fatto dei passi nei confronti dei lavora-
tori, anche se non tutto stato sistemato. In
merito, ci sar un altro incontro con i sindacati il
prossimo 6 agosto. Quali sono le prospettive
dellazienda? La Taba srl rimane unosservata
speciale sottolinea Rita Brambini. Sappiamo
di questo tentativo di diversificare la produzione
tramite la creazione della Taba Cosmetics ma
questultima azienda appena nata. Personal-
mente, le auguro il meglio, anche perch, se
tutto va bene, potrebbe assorbire parte dei di-
pendenti della Taba srl. Perlomeno, questo
quello che ci disse la presidente Sampellegrini
un anno fa. Certo, stona un po che, in questi
giorni, la stessa presidente abbia organizzato
una festa per lanno di successi della Taba Co-
smetics, a fronte di questo problema con i di-
pendenti dellaltra sua azienda.
A questo proposito, avremmo voluto chiede-
re a Elena Sampellegrini pi dettagli riguardo la
natura di questi successi e quali prospettive ci
si possano attendere da unazienda appena
nata, come la Taba Cosmetics, che, per ora, ci
risulta dia lavoro a pochissime persone. Non ci
stato possibile. Dobbiamo rifarci al suo comu-
nicato stampa, in cui la stessa parla di unazien-
da in ascesa, dopo i recenti successi a Make
Up in Paris e a Cosmoprof North America, a Las
Vegas. Uno dei committenti di questa azien-
da, per, la Ancorotti Cosmetics, presiedu-
ta da Renato Ancorotti, che pu vantare 30
anni di esperienza nel settore e che, sicuramen-
te, di successi ne ha portati a casa parecchi,
anche a beneficio del territorio.
Abbiamo chiesto a lui qualche informazione
pi dettagliata. La Taba Cosmetics nostra
fornitrice di packaging cosmetico. Posso dire
che il fatturato che le deriva dalla nostra collabo-
razione pari a 400mila euro circa. Che lei
sappia, la Taba Cosmetics ha rapporti daffari
con altre aziende del settore? Credo ne abbia
pochi, ma solo perch si tratta di unazienda
giovane, la cui attivit appena iniziata.
Secondo lei, unazienda giovane che lavo-
ra per conto terzi nel vostro settore pu
avere buone opportunit di crescita parteci-
pando a fiere come quella di Las Vegas?
Prendere parte a una fiera importante del set-
tore cosmetico, come quella di Las Vegas,
una partecipazione inutile per unazienda gio-
vane, perch gli Stati Uniti sono un Paese che
richiede una forte organizzazione aziendale.
Unorganizzazione interna che, difficilmente,
pu avere unazienda appena costituita.
Gionata Agisti
9
R
Sabato 2 Agosto 2014
CREMA
La protesta dei lavoratori. La cassa integrazione. Lottimismo della presidente. Le prospettive?
Taba, per la Cgil resta una osservata speciale
Sel: il referendum contro
lausterit. Dove firmare
Ritorna il tango argentino. Per sabato, 2 agosto, sulla
pista esterna dell'Arci di Santa Maria stata organizzata
una Milonga dalle 20 alle 24. Musicalizza: EL NICO. E
necessaria la prenotazione. In caso di pioggia la serata si
svolger all'interno del circolo nel consueto salone. Entrata
con sottoscrizione di 3 euro.
Da non dimenticare che dal 22 agosto, si baller tango
argentino alla festa del Pd di Ombrianello. Numerosi musi-
calizador amici presenzieranno alle numerose Milonghe.
Mentre si terranno gi le prime lezioni per chi si vuole avvi-
cinare a questo ballo o stage di perfezionamento diretti dal
maestro Bruno Calvo, argentino, con scuole a Bergamo e
Milano, sia per intermedi e avanzati. Per info e prenotazione
dello stage, Renata (338-1980563). Per i dettagli delle sera-
te vi preghiamo di consultare ilsito www.tangosantacrus.it
e, come sempre, dopo ferragosto, urge volontari per un
aiuto allestimento spazio Tango.
Consegna del braccialetto bian-
co simbolo della campagna tra-
sversale Riparte il Futuro ai sin-
daci cremaschi di Bagnolo e Pandi-
no. Doriano Aiolfi e Maria Luise
Polig, infatti, sono stati tra i firmata-
ri dell'appello lanciato da Gruppo
Abele e Libera con questa cam-
pagna in occasione delle elezioni
amministrative di maggio 2014: si
chiedeva una candidatura traspa-
rente, e la sottoscrizione dell'impe-
gno ad attuare misure anticorruzio-
ne in caso di successiva elezione.
Oggi, a voto concluso, Riparte il
Futuro sta chiedendo la verifica a
ciascuno dei neo-eletti che si erano
impegnati di rispettare questo im-
pegno, che si concreta nell'adozio-
ne in 100 giorni della delibera Tra-
sparenza a costo zero e nella sua
attuazione nei successivi 200. A
suggello del patto stretto con la cit-
tadinanza, il sindaco riceve il brac-
cialetto bianco e firma un documen-
to con cui sancisce il suo impegno.
La consegna avvenuta, per i
due sindaci, luned 28 luglio pres-
so il castello visconteo di Pandi-
no. Si tratta della prima attivit
ufficiale per il Presidio di Libera-
Cremasco Danilo Dolci e Pippo
Fava, i cui volontari hanno effet-
tuato la consegna. Ma anche e
soprattutto, si tratta di una dichia-
razione di impegno e responsabi-
lit da parte di due amministrazio-
ni, la cui traduzione in atto i citta-
dini sono e saranno chiamati a
verificare e monitorare.
Sel comunica che a Crema i prossimi banchetti per la
raccolta firme della campagna referendaria contro l'au-
sterit saranno sabato 2 agosto dalle 9 alle 12 al mercato
coperto di via Verdi e domenica 3 agosto dalle 9.30 alle
12.30 in piazza Duomo. Doppia possibilit per approfon-
dire i motivi e le ragioni dei 4 referendum contro l'austeri-
t attorno ai quali si sta raccogliendosi un vasto fronte di
sostegno, dalla politica al sindacato, dall'associazioni-
smo alla societ civile, ecco lo stesso appuntamento re-
plicato sia a Cremona che a Crema per permettere a tutti
di partecipare.
Piscina, lotta a sinistra: venderla o no?
2013: disavanzo di 70mila euro. Ora un luglio disastroso: chiusa 15 giorni. Non capitava da 20 anni
Daccordo
Pd e Sel, contraria
Rifondazione
Tango argentino: sabato
Milonga al Santacrus
Elena Sampellegrini
Braccialetto bianco consegnato ai sindaci di Pandino e di Bagnolo
Dure accuse tra maggioranza (Irresponsabili) e minoranza: (Scansafatiche)
Crema
Sabato 2 Agosto 2014
10
di Gionata Agisti
on si ancora spenta
leco della bagarre
scoppiata in consiglio
comunale la settima-
na scorsa. Come ab-
biamo scritto, la maggioranza,
che si era presentata a ranghi ri-
dotti, stata costretta ad accet-
tare gli emendamenti delloppo-
sizione alla delibera sullo Sportel-
lo unico per le imprese e sulla
convenzione tra il Comune e
Consorzio.it, per la gestione via
internet dello stesso Sportello.
Come hanno lamentato i grup-
pi di minoranza, la convenzione
mancava di piano tariffario, obbli-
gatorio per via del fatto che il
servizio non sar gratuito - per
legge, infatti, il Comune non pu
spendere soldi in questo ambito
- ma avr un costo per lutenza,
ovvero le imprese. Per di pi,
nella delibera dedicata al regola-
mento, era assente limpegno a
una semplificazione della proce-
dura burocratica e al coordina-
mento di altri enti - Asl, Vigili del
Fuoco soprattutto -, preposti ad
attivit di controllo nei confronti
delle imprese. Da qui, la presen-
tazione di un paio di emenda-
menti, da parte della stessa op-
posizione, che chiedevano anche
il ritorno del regolamento in Con-
siglio comunale, entro un anno,
per una valutazione sulla sua effi-
cacia o meno.
La maggioranza si rifiutata,
in un primo momento di acco-
gliere gli emendamenti, salvo poi
accorgersi che, se lopposizione
avesse deciso di non prendere
parte al voto, sarebbe venuto a
mancare il numero legale per po-
ter procedere. La maggioranza
non garantisce il numero legale
- tanto le interessa la partita -;
produce una delibera monca e
poi ci accusa di essere noi gli ir-
responsabili, non partecipando al
voto? Semmai le abbiamo evitato
dei guai avevano commentato
Laura Zanibelli (Nuovo Centro-
destra), Simone Beretta (Forza
Italia) e Tino Arpini (Solo cose
buone per Crema).
La maggioranza, infatti, aveva
accusato l'opposizione di inde-
corosa caduta di stile proprio
per la decisione di far mancare il
numero legale allassemblea, im-
pedendo cos la votazione e
quindi lentrata a regime del ser-
vizio. Quello che in una normale
dialettica consigliare, su legittimi
punti di vista divergenti, doveva
portare al limite ad un astensione
o ad un voto contrario si tra-
mutata in una irresponsabile
uscita dallaula; ai danni non
tanto della maggioranza, che al
prossimo consiglio utile non avr
dubbi nellapprovare compatta il
servizio, ma di tutti coloro che a
Crema e nei Comuni del Crema-
sco avrebbero potuto beneficiare
dal 1 di agosto dello Sportello
Unico.
Un bel regalo da parte di co-
loro che non perdono occasione
di dichiararsi al fianco di chi fa
impresa! e a favore delle nuove
tecnologie. M5S ancora una volta
costola del centrodestra.
Come la mettiamo, Beretta? Il
consigliere di Forza Italia rac-
conta che cosa successo.
E successo in pi circostan-
ze, puntualmente sottolineate in
sede istituzionale, che la mino-
ranza per senso di responsabilit
abbia garantito il numero legale
al fine di far cominciare i lavori del
consiglio comunale. Altra cosa
pretendere che i consiglieri di
minoranza restino in aula a ga-
rantire il numero legale per ap-
provare una delibera ritenuta ille-
gittima. Tradotto, non abbiamo
consentito alla maggioranza di
approvare latto relativo alla con-
venzione con il consorzio IT per-
ch privo di piano finanziario e
quindi illegittimo.
La maggioranza vi accusa di
avere ostacolato lapprovazio-
ne del regolamento dello Spor-
tello unico per le imprese.
Falso. Non abbiamo ostaco-
lato lapprovazione del regola-
mento del Suap, ma, evidente-
mente, senza lapprovazione del-
la convenzione con il consorzio
IT il Suap resta momentanea-
mente lettera pseudo-morta. Rin-
graziamo infatti e comunque il
Consorzio IT che da tempo non
fa mancare la sua disponibilit ri-
spetto al portale di accesso dello
Sportello unico agli imprenditori,
anche se ci la dice lunga di co-
me questa amministrazione a
guida Bonaldi sia sempre pi in
difficolt a mettere in fila le cose
in modo ordinato e corretto. Se il
Consorzio IT sta gi lavorando
anche per Crema, come verr
pagato? Facendo finta di niente e
recuperando i soldi con lappro-
vazione della convenzione (
possibile?) o con un debito fuori
bilancio? La cosa divertente
che invece di ringraziarci per
averla tutelata la maggioranza ci
rimbrotta pure.
I grillini sono stati durissimi
con il presidente del Consiglio
comunale, Vincenzo Cappelli
Hanno ragione. Il presidente
del Consiglio comunale piutto-
sto che difendere i consiglieri
comunali e metterli nelle migliori
condizioni per deliberare in cer-
tezza di diritto si lascia pure an-
dare, a microfono aperto, a giu-
dizi irriverenti ed irrispettosi ver-
so le minoranze che non gli
competono considerato peraltro
il ruolo istituzionale super partes
che dovrebbe ricoprire ma che
invece lascia molto a desidera-
re.
Comincio a pensare che ab-
biano un po perso la trebisonda,
peggio ancora sarebbe se im-
maginano che con la sinistra al
potere le regole possano anche
non essere rispettate per essere
solo successivamente sistema-
te, cosa per la verit che gi
capitata in altre occasioni. Han-
no fatto bene i consiglieri di Cin-
que Stelle ad avere riportato sul-
la terra Cappelli al quale conce-
diamo ancora poco tempo per
imparare a fare il presidente del
Consiglio comunale di tutti. Ha
volte si ha limpressione che
questa maggioranza non abbia
cognizione delle conseguenze di
certe azioni.
A che cosa si riferisce?
Mi capitato pi volte di in-
contrare a palazzo il dottor Re-
nato Strada e lultima volta sen-
tivo forte la sua voce pervenire da
un ufficio strategico del comune
mentre era in una riunione im-
portante, non era di certo con gli
ultimi arrivati del comune stesso
che di Scrp, compresi membri
del Cda di questultima societ
eletti con la spending review. Non
parlavano neppure del sesso de-
gli angeli. Allora ho chiesto gli
atti che consentissero a Strada
di essere messo eventualmente a
conoscenza di dati sensibili ri-
spetto al futuro delle societ e
degli interessi del comune, per-
ch mi parso di capire che par-
lassero proprio di questo. Nean-
che uno: n da parte dellammini-
strazione comunale, tanto meno
da parte da parte di societ par-
tecipate. Ritengo la cosa molto
grave, e mi pure stato confer-
mato che grave. Quello che non
capisco perch non gli facciano
uno straccio di convenzione, an-
che solo a 1 euro, tale da definir-
gli un ruolo e giustificare in que-
sto modo la sua presenza attiva a
Palazzo per riunioni importanti.
Non hanno forse il coraggio, con
in testa proprio il sindaco di Cre-
ma, di rendere noto che stanno
chiedendo a Strada quale sia la
strada migliore per chiudere le
sue scatole cinesi di sinistra
memoria.
Parliamo del futuro prossi-
mo. A settembre terranno ban-
che le tasse sui rifiuti. A che
cosa andremo incontro?
Le tasse sui rifiuti sono dimi-
nuite e diminuiranno del 10% in
tre anni. Tale risparmio non pu
che ritornate nelle tasche dei
contribuenti. Lassessore Piloni
invece propone alla giunta di
usare questi risparmi per mettere
cestini in citt e chiedere ulteriori
servizi e lo fa fare alla societ che
raccoglie e smaltisce i rifiuti.
Quindi la tariffa allutente per il
momento non diminuita. Cos
non va e non pu andare. Quei
soldi vanno lasciati ai legittimi
proprietari, cio ai cremaschi, e
non al comune di Crema
N
Troppi consiglieri stanno a casa
Il 1 di agosto si sono aperte le iscrizione
alla15 rassegna Insula dei Bambini. Levento,
ormai consolidato allinterno del nostro territo-
rio, vede come assoluti protagonisti bambini e
bambine dai 3 ai 16 anni e giunge questanno
alla quindicesima edizione. Come da tradizione
ospiter laboratori ed eventi ricreativi, culturali,
artistici, musicali e sportivi.
Al momento si sono iscritti 347 bambini e al-
cuni laboratori sono gi completi. Informiamo
che le iscrizioni sono possibili solo online dal 1
al 24 agosto e fino ad esaurimento posti. Effet-
tua la tua registrazione sul sito www.orientagio-
vanicrema.it
Sono dichiarate aperte le iscrizioni allInsula dei Bambini
Simone Beretta Renato Strada Stefania Bonaldi
Si torna a discutere di moschea o musalla, come la defini-
sce il sindaco Stefania Bonaldi. Il concetto non cambia e il
dibattito in citt torna ad animarsi con ununica risposta: i
cremaschi non vogliono la moschea. Paura? Pregiudizio?
Campanilismo? Niente di tutto questo, assicurano dalla mi-
noranza. Se da un lato lamministrazione comunale continua
a difendere la propria volont invocando una citt accoglien-
te, solidale e che garantisce diritti a tutti, dallaltra Lega
Nord, Forza Italia e Liste civiche danno voce alla citt metten-
do in luce dubbi e perplessit su una scelta che divide.
Non aiutano le notizie riportate dalla stampa di tutto il mon-
do: i cristiani sono letteralmente scappati da Mosul dopo
lutlimatum Conversione o Morte lanciato dai jihadisti nelle
stesse ore in cui - secondo fonti di stampa tra le quali Rai
News - il califfo Abu Bakr al Baghdadi ha firmato un decreto
che prevede che tutte le donne dello Stato Islamico, che si
estende da Aleppo in Siria a Mosul in Iraq, debbano subire
l'infibulazione.
Questioni troppo lontane dalla nostra piccola e occidentale
citt? Non ne sono convinte le forze di opposizione in consi-
glio comunale. Il consigliere comunale della civica Solo cose
Buone per Crema, Tino Arpini, ha redatto un documento
con 30 motivi per dire no alla Moschea: Troppi islamici
vivono la fede in modo fondamentalista. Mancando di rico-
noscere la libert alle proprie donne, la reciprocit di diritti
soprattutto religiosi nei paesi islamici.
La questione siriana si fa geograficamente pi vicina quan-
do Arpini ricorda: A Torino, Sherif Azer, cristiano copto nato
in Egitto, non ha osservato il ramadam e il digiuno islamico. E
stato aggredito e linciato. A Torino, Piemonte. Qualche cen-
tinaia di chilometri da Crema. A confermare che il problema
tuttaltro che lontano anche la giornalista Souad Sbai, ex
parlamentare del Pdl, invitata in citt da Renato Ancorotti,
consigliere comunale di Forza Italia.
Souad Sbai, di origine marocchina, in Italia da 29 anni
stata membro della consulta istituita dal ministro Pisanu con
lobiettivo di promuovere un dialogo per favorire un armonico
inserimento della comunit islamica nella societ italiana, nel
rispetto dei principi della Costituzione e delle leggi della Re-
pubblica. Un progetto franato perch incapace di arrivare
allobiettivo finale: un accordo tra Stato Italiano e Islam.
Quanto prodotto nel 2007, una carta dei valori, non venne
firmato da una grossa fetta del mondo islamico mettendo in
luce - ha spiegato Souad Sbai - le fazioni e le divergenze di
vedute esistenti nellIslam italiano. Cremaschi , dovete di-
re no alla moschea ha tuonato. Almeno fino a che non vi
saranno regole chiare. Come ad esempio un albo degli Imam
piuttosto che la chiara certificazione della provenienza dei
soldi utilizzati per la costruzione di questi spazi. La soluzio-
ne? Secondo la Sbai: Un luogo di preghiera pubblico quan-
do ce n bisogno. Un luogo in cui gli islamici possano prega-
re e del quale per alla fine della preghiera si restituiscono le
chiavi, non un circolo culturale privato.
Alla deputata Sbai, fa eco Renato Ancorotti di Forza Italia.
Lui sostiene che sia necessario capire la provenienza dei fon-
di, ma soprattutto che vi sia una sottoscrizione chiara di alcu-
ni principi: Che donne e uomini siano considerati uguali
piega, lo firmino nero su bianco. Firmino anche che sono
contro linfibulazione e che vi sar il rispetto per le nostre
tradizioni. Niente polemiche su Presepe, Crocifissi e recite di
Natale nelle scuole. Chi invece meno possibilista e pone
un secco no alla musalla la Lega Nord che annuncia un
autunno caldo. Da via Tensini ricordano come questa sia una
sorpresa del sindaco: Non era scritto nel programma eletto-
rale specificano. Stiamo organizzando per questo autunno
un grande referendum che coinvolger tutta la citt spiega
Dino Losa segretario cittadino di Crema. Sappiamo benissi-
mo che non possibile farne uno a livello ufficiale, ma giu-
sto che i cremaschi si esprimiamo in merito.
E necessario per prosegue Losa, che i partiti di cen-
trodestra a Crema prendano una posizione netta sull'argo-
mento: finito il tempo dei "patti d'onore" che nessuno fa-
rebbe poi rispettare, o del "va bene la moschea ma non nel
mio quartiere". Il mio auspicio che Forza Italia e gli altri
partiti di opposizione siano sulla stessa linea donda. E ne-
cessario che, come sostenuto anche dalla ex deputata Sbai,
prima vengano regolamentati i rapporti con l'Islam a livello
nazionale, e che fino a quel momento non vengano edificate
moschee o musalle di nessun tipo. Invito tutti i partiti e le
persone che si oppongono alla moschea a unirsi a noi nell'or-
ganizzazione di questo referendum.
Ma, mentre andiamo in stampa come un fulmine al ciel
sereno, giunge nelle redazioni la notizia di un possibile
commissariamento della sezione cittadina della Lega
Nord che di fatto azzererebbe ogni iniziativa politica sino a
nuovo ordine. Il progetto della moschea avanza senza che la
politica conceda ai cittadini di esprimersi.
No moschea:
la Lega indce
il referendum
ome creare occupazione a
Crema e nel Cremasco? Se ne
parlato in Comune, nella sa-
la delle Vele. Il progetto stato
presentato dallassessore
Attilio Galmozzi. Ci sar un percorso in
tre fasi. La prima riguarda la fotografia
del mercato nel nostro territorio (dai
sulloccupazione e disoccupazione, la
cassa integrazione settore per settore) e
lassessore ha assicurato che avr pre-
sto queste osservazioni. La seconda fase
riguarder le linee per il rilancio delloc-
cupazione: come, cio, rende attrattivo il
nostro territorio per le imprese. La terza
fase sar di monitoraggio degli interventi
e della loro efficacia. Si poi discusso di
come riuscire a salvare lo stabilimento
Danone di Casale Cremasco. Lunica
strada quella di trovare unazienda inte-
ressata a subentrare nella struttura an-
che con unaltra attivit grazie al progetto
di rivconversione. I soggetti interessati li
dovrebbe scovare Reindustria.
Su questa riunione sono stati polemici
due partiti del centrodestra che hanno
inviato questo comunicato ai giornali:
Dopo due anni da che Forza Italia e
Nuovo Centrodestra propongono di isti-
tuire un Tavolo sul Lavoro trasversale ai
consiglieri e con le istituzioni, lassessore
Attilio Galmozzi ha iniziato timidi primi
passi a giugno. Riconosciuto il tentativo,
abbiamo chiesto che venga aperto ai
consiglieri. Apprendiamo che e' stato
convocato il Tavolo sul lavoro gioved 31
luglio, forse per trattare il tema specifico
Danone visto che convocato il sinda-
co di Casale. O forse per trattare prossi-
me fasi operative del Tavolo per una ri-
cognizione sul tessuto produttivo e stu-
diare azioni di politica attiva.
Ed ecco latto daccusa: Ma ci sono
grandi assenti: tralasciamo i consiglieri,
ma come si fa a escludere dal Tavolo chi
il lavoro lo produce? Come si fa a dimen-
ticare le associazioni degli artigiani e
soprattutto l'associazione Industriali, gli
imprenditori, che stanno affrontando le
situazioni di crisi? Se si pensa di poter
affrontare il tema lavoro senza di loro, si
continua a partire col piede sbagliato.
Fra l'altro trascurando altre aziende in
grave sofferenza in questo periodo, oltre
la Danone. Non sar certo la presenza di
Reindustria a sostituire le associazioni di
categoria.
Infine, linvito: L'amministrazione
ancora in tempo a correggere il tiro, se
vorr ascoltarci. Il tema del lavoro non si
pu affrontare alla leggera e da pi di 2
anni ormai la citt chiede seriet e presa
in carico, non azioni di facciata.
C
Crema Sabato 2 Agosto 2014
11
Come portare il lavoro a Crema
Ennesimo Tavolo in Comune. Il progetto dellassessore Galmozzi. Polemica lopposizione: Non invitati gli imprenditori
Si svolto a Reindustria,
nellarea ex Olivetti di Crema, un
partecipato incontro che ha visto
come protagoniste le aziende
della meccanica la cui presenza
corposa ha evidenziato la presa
coscienza dellimportanza di
partecipare a una rete. Sono in-
tervenute, i nfatti , numerose
aziende del Cluster Mec e di Pol-
mec che hanno potuto portare la
propria testimonianza dei van-
taggi che derivano dallessere
allinterno di un network consa-
pevole della sua potenza: Be-
nelli Macchine, Cella F.lli, Com-
mFerr, Elettrica 2000, FM Te-
chology, Legi snc, Met System,
OMZ, Rozza Meccanica, Fe-
stari Snc, Iacomelli Carlo Snc,
Pini Alfredo Snc, PolMeC. Il
Comune di Crema, il Banco
Popolare, la Banca Cremasca,
Apindustria, CNA, Libera As-
sociazione Artigiani e Confar-
tigianato hanno desiderato pre-
senziare come uditori per cono-
scere da vicino le necessit e le
criticit delle aziende del territo-
rio.
Il presidente di Reindustria,
Giuseppe Capellini, ha esordito
con il dato che la crescita dellIta-
lia si aggira ancora attorno allo
zero. Nonostante ci, il settore
metalmeccanico non molla e
continua ad andare avanti e lin-
tensa affluenza dellincontro la
prova che qualcosa sta cam-
biando: se il Paese non riesce a
dare il sostegno necessario, allo-
ra saranno le aziende a trovare le
soluzioni adatte e lunico modo
allearsi. Capellini ritiene che sia
giunto il momento di attuare
passi verso una collaborazione
pi concreta, come ha fatto il
Polo della Cosmesi costituendo-
si come Associazione.
Reindustria lavora per coin-
volgere le aziende della mec-
canica in progetti di aggregazio-
ne e il lavoro ha portato risultati
positivi. Il progetto Botteghe di
Mestiere, finanziato da Italia La-
voro, ha visto linserimento di 20
tirocinanti in 9 aziende del setto-
re. Un altro esempio il contrat-
to di rete che vede come capofi-
la lazienda Benelli Macchine di
Castelleone che, assieme ad al-
tre 4 aziende, ricever il finanzia-
mento per un progetto innovati-
vo presentato con Reindustria
su un bando di Regione Lombar-
dia.
Un ulteriore passo impor-
tante la collaborazione tra
Reindustria, Cluster Mec e la
societ consortile Polmec, na-
ta quattro anni fa con lobiettivo
di creare nuove opportunit per
20 aziende del settore meccani-
co di Castelleone. Polmec in
quattro anni ha saputo portare
lavoro alle aziende socie ma an-
che modificare le proprie strate-
gie nel corso degli anni per mi-
gliorare sempre di pi i servizi
offerti e diffondere il concetto di
rete alla base del progetto.
Il successo di questi modelli
ha riscontrato molta curiosit nei
confronti di professionisti e istitu-
zioni polacco-lituane che stanno
cercando di sviluppare un Metal-
cluster nellEst Europa, proprio al
confine con i due Paesi. Ha por-
tato il suo contributo, infatti, il
referente del Metalcluster polac-
co-lituano Ermanno Finardi,
esperto di fondi europei, il quale
ha saputo istaurare un rapporto
di collaborazione partito da uno
scambio reciproco di conoscen-
ze, destinato a proseguire con
progetti di rete e cooperazione a
livello di imprese. Le risorse a li-
vello europeo sono molte, le op-
portunit anche, bisogna indivi-
duare lambito di interesse co-
mune da cui partire per sviluppa-
re insieme progetti finanziabili.
La crisi e le difficolt oramai
strutturali di questo paese devo-
no essere colte solo come delle
opportunit e la condivisione di
questo concetto permetter di
iniziare un percorso importante
di crescita che diventer di
esempio per chi non ha ancora
valutato le occasioni che si pos-
sono cogliere nella rete.
E stato arrestato un uomo di nazionalit marocchina, S.C di 25
anni, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. So-
no stati gli agenti del commissariato a mettergli le manette ai polsi.
Stavano passando per il piazzale della stazione quando hanno visto
una polo parcheggiata con quattro giovani a bordo. Uno di loro
aveva addosso 20 ovuli di sostanza stupefacente. Ha cercato di
nasconderne una parte sotto il tappetino dellauto, e unaltra in un
pacchetto di sigarette che poi ha buttato sotto una macchina in
sosta. Inutilmente. Gli agenti hanno seguito tutte le sue mosse. Il
giovane stato portato in Commissariato, arrestato e poi giudicato
dal tribunale di Cremona che lha ritenuto colpevole. Quindi stato
rinchiuso nel carcere di Cremona. Per il 25enne marocchino - fre-
quentatore dei Giardini di Porta Serio stato richiesto anche un
decreto di espulsione dal territorio nazionale in quanto clandestino.
I carabinieri di Camisano, insie-
me ai colleghi di Romanengo,
Soncino, Rivolta dAdda e Soresi-
na, hanno denunciato cinque ope-
rai italiani di et compresa tra i 27
e i 50 anni, tutti imparentati tra loro
e tutti dipendenti di una ditta del
cremasco, con laccusa di furto
aggravato e continuato. Pi volte,
tra il 20 giugno e il 25 luglio scorsi,
i cinque, hanno sottratto allazien-
da prodotti per un valore di 2.500
euro. La refurtiva stata poi recu-
perata dai carabinieri.
Ci scrive Pietro Bacecchi, dirigente scolastico
dellistituto comprensivo Crema 2: AllIstituto
Comprensivo Crema 2 c la percepita consape-
volezza che staccare del tutto la spina rischia di
lasciare sguarnita lutenza, facendo della scuola
unAgenzia formativa erogatrice di servizi part-ti-
me senza continuit e copertura totale nellarco
dellintero anno.
Come rimediare? La decisione stata rapida:
non si pu scegliere di essere scuola aperta, di
quartiere, radicata nel territorio chiudendo i bat-
tenti per pi di due mesi e ignorando le istanze di
una societ che non tollera pi inefficienze o ar-
roccamenti sterili in una autoreferenzialit senza
scopi.
Ci siamo allora armati di coraggio, di disponibi-
lit, di creativit, di apertura a collaborazioni
esterne. Per cinque settimane, fino alla met di
luglio, Roberta Ricci, fresca realizzatrice del Tea-
tro di paglia a Capergnanica, ha interloquito con i
bambini delle nostre scuole primarie e con i loro
genitori in un campus, tenutosi a Ombriano.
AllInfanzia Sabbioni si svolto il Centro estivo
di natura musicale, il primo nel suo genere, a sot-
tolineare la volont di costruire un curricolo verti-
cale dai 3 ai 14 anni e magari oltre che faccia della
musica una delle colonne portanti dellI.C. Crema
2. Partner la cooperativa Koala.
A fine agosto-inizio settembre si svolgeranno i
corsi estivi gratuiti di rialfabetizzazione per alunni
stranieri, di scuola primaria e secondaria, con le
docenti Melada e Zavattiero. Nello stesso perio-
do 1 2 3 Scuola, con la Cooperativa Altana,
percorso propedeutico al riavvio scolastico.
Le aziende della meccanica:
Facciamo rete per vincere
Marocchino clandestino
arrestato: spacciava droga
Sempre a scuola, anche destate
Attilio Galmozzi
Tutti parenti e tutti
dipendenti della stessa
ditta: furto aggravato
Un piccolo gruppo di bambini del Centro estivo
musicale della Scuola dell'Infanzia Sabbioni.
Allistituto comprensivo Crema 2 non si stacca mai la spina
CASALMAGGIORE
Sabato 2 Agosto 2014
12
casalmaggiore@ilpiccologiornale.it
di Vanni Raineri
i raffredda lipotesi di una piscina coperta
a Casalmaggiore. Proprio il riscaldamento
facilitato (dal limitrofo impianto a biomas-
se legnose che scalda il vicino ospeda-
le), era alla base dellidea che un anno fa
iniziarono a valutare i presidenti delle due societ
locali, Eridanea e Amici del Po.
Lidea piacque a tanti, la possibilit di creare
forme sinergiche con lospedale (terapie riabilitati-
ve per i pazienti) non ha fatto altro che dare mag-
gior impulso al progetto. La centrale a biomasse
produce unenergia eccedente le necessit del
nosocomio, e potrebbe dunque essere sfruttata
per riscaldare lacqua e gli ambienti nei mesi freddi.
Lidea era quella di alternare le aperture delle pisci-
ne estive con quella invernale, aperta a tutti (non
solo ai soci) con modalit da valutare. Reperire
bagnini e personale qualificato non era un proble-
ma per le due societ.
Per prima cosa i presidenti Paolo Antonini e
Marzio Azzoni hanno registrato la disponibilit di
Green Technology Network-Gtn, proprietaria della
centrale a biomasse ubicata in via del Parco Tec-
nologico a Vicomoscano, e coinvolto il Comune.
Lallora sindaco Claudio Silla aveva favorito il
coinvolgimento della Regione, alla ricerca di risor-
se economiche. Lutilizzo di calore eccedente ai
bisogni dellospedale si ripercuote positivamente
sulla salvaguardia dellambiente, e poteva facilitare
finanziamenti ad hoc.
A dicembre lassessore regionale Gianni Fava,
ospite allEridanea, fu accolto dai due presidenti,
dal sindaco Silla e anche dal presidente del GAL
Giuseppe Torchio. Gli stessi avevano incontrato
poco prima al Pirellone lassessore regionale allo
Sport Antonio Rossi, e il tema era ovviamente
sempre quello della piscina. Lottimismo iniziava a
regnare, anche perch sembrava fosse disponibile
una ingente somma (mezzo milione di euro) libera-
ta dalle necessit, venute meno, del rugby a Viada-
na. Risorse regionali dunque a diposizione per il
territorio casalasco-viadanese.
Con larrivo del nuovo anno le societ hanno
messo a punto il piano finanziario, e lingegner Az-
zoni ha redatto egli stesso il progetto, che prevede
una piscina di 25 metri, e il Comune lo ha presen-
tato in Regione. La spesa complessiva ammonta a
circa 2,7 milioni, dei quali mezzo milione da reperir-
si tramite latteso finanziamento regionale, un altro
mezzo milione grazie ad una partnership pubblico-
privato, e il rimanente a carico delle due societ
casalesi.
Si era in aprile, e da allora sceso il silenzio. il
nuovo sindaco Filippo Bongiovanni, che non
mostra una grande fiducia sulloperazione: Siamo
in attesa di novit dalla Regione afferma ma
credo che le cifre che si potrebbero avere dal Pirel-
lone siano inferiori a quanto auspicato. Bisogna
capire se ci possano essere altri canali di finanzia-
mento, perch non credo la Regione sia in grado di
intervenire.
Lavvocato Paolo Antonini, presidente degli
Amici del Po, vorrebbe almeno avere qualche noti-
zia certa, positiva o negativa che sia: Non abbia-
mo informazioni ufficiali, ma limpressione che la
cosa si sia arenata c. Abbiamo sempre detto di
essere disposti ad affrontare un intervento oneroso
solo con un intervento importante della Regione.
Abbiamo incontrato assessori regionali, ci siamo
recati pi volte a Milano e registriamo ogni volta
lapprezzamento per il nostro progetto, anche per il
risparmio energetico che comporta. Di riscontri
pratici per nessuno. Quelle risorse che erano gi
destinate al nostro territorio ci sono ancora o sono
gi state utilizzate altrove? Se almeno qualcuno ci
dicesse arrangiatevi ne prenderemmo atto.
Se la somma a disposizione fosse nettamente
inferiore alle attese? Senza quella possibilit non
avremmo nemmeno iniziato. Se ora ci chiedono di
accontentarci di 100mila euro, non se ne fa nulla.
Se poi lAmministrazione comunale volesse valuta-
re di realizzare lei un impianto del genere con risor-
se diverse, faccia pure. Per il momento prevale la
delusione perch su questo progetto abbiamo la-
vorato parecchio.
S
Dopo la fiducia, prevale il pessimismo sul finanziamento regionale dellimpianto coperto
La piscina si... raffredda
Stabilimenti fermi e
raccolta del pomodoro
temporaneamente so-
spesa nel l a t er r a
delloro rosso. E lef-
f et t o mal t empo i n
pressoch tutte le terre
del nord Italia coltivate
a pomodoro, dove
caduto il triplo di acqua in pi rispetto agli anni prece-
denti, in questo anno senza lestate che sta sconvol-
gendo i normali cicli stagionali delle campagne.
La situazione meteorologica che sta andando avan-
ti da mesi, con questa piovosit cos alta e continua, ha
fermato la raccolta. In questo momento gli stabilimenti
non stanno lavorando conferma Paolo Voltini, Presi-
dente di Coldiretti Cremona e del Consorzio Casalasco
del Pomodoro, cooperativa leader a livello internaziona-
le, con sede a Rivarolo del Re (Cremona) e oltre 300
aziende agricole associate, nelle province di Parma,
Piacenza, Cremona e Mantova. Il Consorzio Casalasco
lavora unarea di circa 4.500 ettari di terreno, per una
produzione complessiva di 350.000 tonnellate di pomo-
doro fresco, coprendo lintera filiera del pomodoro, dal
seme al prodotto finito. Definire con precisione lentit
del danno prosegue Voltini oggi non possibile: lo
potremo quantificare quando torneremo in campo. E
ragionevole ipotizzare una riduzione di produzione di
almeno il 20%, legata allalta piovosit e alle grandinate
che hanno colpito varie aree. Ci prepariamo ad affronta-
re un forte calo di produzione, nonostante questanno si
possa contare su un aumento del 12-15% degli ettari
coltivati a pomodoro. Ad inizio campagna la stima per
tutto il nord Italia era di una produzione di pomodori di
circa 24 milioni di quintali. A livello nazionale la produ-
zione negli ultimi anni oscillata fra i 4 milioni e i 4 milio-
ni e mezzo di tonnellate. A preoccupare fortemente
sono tutte le colture orticole e frutticole evidenzia il
Presidente di Coldiretti Cremona . Lortofrutta di sta-
gione, in particolare angurie e meloni, non solo deve
fronteggiare in campo lalta piovosit, accompagnata
dalla caduta di grandine che ha colpito a macchia di le-
opardo il nostro territorio. Va aggiunto il fatto che que-
sto clima, con le basse temperature, purtroppo non in-
voglia a consumare angurie e meloni. Il che rappresenta
un ulteriore danno per i nostri produttori.
Grandine e piovosit
Voltini: Danni ingenti
AGRICOLTURA
I danni da grandine del 18 luglio
MARTIGNANA PO Tornano sul palco le Amiche per la Musica, dopo il suc-
cesso dell'ultima edizione in cui si affrontato il tema della violenza sulle don-
ne sostenendo l'Associazione casalasca M.I.A. (luogo di ascolto per donne che
vivono una condizione di violenza fisica e psicologica, e luogo di promozione e
sensibilizzazione per una cultura dei diritti della donna). Con il Patrocinio del Co-
mune di Martignana Po, domenica 31 agosto le otto ugole doro femminili
dellOglio Po proporranno un nuovo spettacolo, un concerto in una location ma-
gica, allaperto nel giardino di DondolandoArte Atelier. Dopo un aperitivo alle ore
18, alle 20 inizier il concerto.
Si tratta della quarta uscita delle Amiche per la Musica, dopo quelle nei Tea-
tri Comunali di Casalmaggiore e di Canneto sullOglio nel 2012 e presso Villa
Ferrari a Gussola nel 2013. Le otto amiche di musica sono: Lara Ferrari e Pa-
mela Dec di Casalmaggiore, Denise Cominotti e Annerley Gordon di Gus-
sola, Elena Favaretto e Alessandra Giorgi di Canneto sullOglio, Anna Soldi
di Cividale e Chiara Vezzani di Fontanellato. Saranno accompagnate da An-
drea dell'Asta e Nicola Maestri alla chitarra, Luca Bertani al basso, Alessan-
dro Mori alla batteria, Marco Micolo e Mattia Rubizzi alle tastiere. Presente-
r la serata Bobo Rivieri. I fondi raccolti con il concerto verranno utilizzati per
contribuire all'approfondimento delle consulenze professionali sia dal punto di
vista medico-assistenziale che psicologico di M.I.A. Ingresso a 10 euro, si con-
siglia di prenotare in anticipo.
S O L A R O L O
MONASTEROLO
Sei notti in compa-
gnia dei Corvi. La
Pro Loco I Corvi,
della frazione di
Motta Baluffi, an-
che questanno or-
ganizza Le Notti
dei Corvi, una se-
rie di 6 serate che
si tengono presso
la zona chiesa, o meglio, usando le parole degli organizzatori, presso
il Nido dei Corvi.
La manifestazione ha preso il via gioved sera ed proseguita ieri
con musica live. Questa sera alle ore 22 concerto degli OXXXA, pre-
ceduto, alle 18,30, da un aperitivo. Domani altro aperitivo e alle 21,30
ballo liscio con lorchestra Mister Domenico. Luned 4 agosto gran-
de tombolata con premi astronomici, infine marted 5 aperitivo alle
ore 19 e alle 21,30 gran finale con lorchestra Polisano.
Divertimento e musica sono solo alcuni degli ingredienti della fe-
sta, che si avvale come ben sanno gli habitus di una cucina in gra-
do di soddisfare i vari gusti. Si potranno apprezzare (anche al coper-
to, e vista la stagione non poco) torta fritta, spalla cotta e prodotti
tipici, innaffiati da bon vino. Nelle serate aperitivo funzioner un bar-
gelateria, e saranno presenti gonfiabili per i bambini. C anche la pos-
sibilit di pernottamento presso ladiacente Ostello La Canonica
(tel. 0375/969013). Per prenotazione tavoli rivolgersi a Davide
(339/8020336) o Daniele (333/8965300).
IN BREVE
Amiche per la Musica il 31 a DondolandoArte A Solarolo Monasterolo le Notti dei Corvi
PIADENA Dovendo fare i conti con le bizze del meteo, la
Festa Democratica di Piadena si avvia alla conclusione. Come
sempre tante le persone che hanno potuto gustare gli ottimi
piatti realizzati nelle variegate cucine della festa che si celebra
presso il campo sportivo. Questa sera, sabato 2 agosto, si po-
tr ballare con la musica dellorchestra Daniela e Domenico
Bresciani, mentre domani la festa chiuder i battenti con lor-
chestra Roby e i Torpedo Blu; nel corso della serata, attorno al-
le 23, verranno sorteggiati i biglietti della ricca lotteria, conse-
gnati allingresso in cambio della piccola quota versata.
La festa organizzata dal Circolo di Piadena, che compren-
de persone di Calvatone, Tornata, Voltido e Drizzona, e dai Cir-
coli di Canneto sullOglio, Acquanegra sul Chiese e Gussola.
Piadena, chiude la Festa Democratica
14
di Vanni Raineri
a valorizzazione del terri-
torio casalasco per pro-
muovere il turismo un
argomento che abbiamo
iniziato a trattare due
settimane fa, provando a gettare
una pietra nellacqua stagnante nel-
le quale sono affondati idee, proget-
ti, risorse e buona volont.
Ci sono amministratori che molto
stanno facendo, e abbiamo dato
loro atto dei risultati ottenuti. Laria
negli ambienti del potere locale sta
cambiando, ci sono giovani ammi-
nistratori che credono nelle poten-
zialit del territorio, e quindi il
momento di affrontare quei piccoli e
grandi problemi che sin qui hanno
ostacolato tante iniziative.
Lo scorso 19 luglio avevamo
chiuso con il caso di Torricella del
Pizzo, e da qui vogliamo ripartire.
Appena scesi dallargine maestro
verso Po in localit Cantoni, una
sbarra blocca lingresso che con-
sentito, secondo lindicazione, ai
soli autorizzati, segnalando la pro-
priet privata. A fianco della sbarra
fa bella mostra di s un invitante
pannello destinato al potenziale tu-
rista al quale, per, beffardamen-
te precluso il passaggio. E una si-
tuazione che si verifica anche altro-
ve, ci si chiede per che senso ab-
bia.
Lo chiediamo a Emanuel Sac-
chini, sindaco di Torricella e sino al
30 giugno presidente della Consul-
ta Casalasca ormai cancellata (do-
veva far da tramite tra comuni e
quel che resta della Provincia).
Esiste un problema di accesso
ad aree di grande pregio, destinate
ad un turismo che ama lambiente.
Di fatto certe aree sono accessibili
solo a chi conosce bene i luoghi.
Proprio qualche giorno fa mi capi-
tato un episodio emblematico: tra i
tanti che ormai transitano in bici
sullargine maestro, cera una fami-
glia olandese proprio nel luogo del
cartello. Mi chiedevano della strada
chiusa e di come potessero visitare
la golena, gli ho spiegato che non
era possibile, e loro, manifestando
una comprensibile sorpresa, se ne
sono andati.
Non si vogliono cercare colpevo-
li, ci chiediamo solo cosa possiamo
fare. Ci sono diritti dei proprietari
che sono sacrosanti, ma va cercato
un punto di incontro. Bisognerebbe
creare un dialogo tra la Provincia,
che lente gestore dellarea, i Co-
muni e gli enti che gestiscono argi-
nature e accessi, per capire cosa
sia possibile fare al fine di rendere
fruibili certi percorsi, senn inutile
che ci perdiamo in chiacchiere e
progetti sulla valorizzazione delle
nostre risorse. La nostra unarea
sottoutilizzata che potrebbe essere
meta di un turismo ciclopedonale,
tanto che in parte lo comunque.
Due provocazioni: ci sono aree, e
argini, che sono privati per lacces-
so ma diventano di interesse pub-
blico quando si deve intervenire per
far fronte a danneggiamenti e allu-
vioni. Inoltre la via Alzaia, che co-
steggia la riva del Po, pubblica,
demaniale, quindi esiste un diritto
di poterci arrivare. E vero, per
questo serve cercare un accordo,
senza creare alcun muro. C poi il
caso di VenTo: nel suo Comune il
percorso ciclabile coincide con lar-
gine maestro, lontano dal Po e con
le auto che sfrecciano. Ha senso?
No, anche qui si sta cercando di
girare attorno al problema. Si sban-
diera la bellezza dei luoghi ma nel
concreto non possibile visitarli.
Allora? Non resta che arrendersi
allevidenza? No, il mio impegno
affrontare la questione in modo
concertato. Il primo passo deve
essere quello di coinvolgere gli enti
gestori, vale a dire consorzi e asso-
ciazioni di categoria.
Il sindaco di Casalmaggiore
Bongiovanni da poco entrato a
far parte del Consorzio di Bonifica
del Navarolo. E mi sembra che
abbia a cuore il tema. Sottolineerei
un altro aspetto: la via Alzaia in
condizioni vergognose, ma im-
possibile intervenire per motivi di
rispetto della flora e fauna. LAipo
deve fare la sua parte, anche non
ostacolando chi si propone di effet-
tuare interventi. Ora che i sindaci
avranno un ruolo predominante nel-
la provincia, auspico che si crei una
rete su questi temi. Abbiamo tassi e
nutrie che devastano gli argini. La
nostra golena in ordine perch chi
ci lavora, gli agricoltori, garantisce
una presenza vigile. Aprire al turi-
smo in quelle zone significherebbe
anche poter meglio monitorarle.
A proposito di golena, la Lanca
Gerole ospita una cava di sabbia e
argilla da parecchi anni. Non per
molto per. A causa di alluvioni ci
sono state nuove proroghe allattivi-
t, ma credo che nel giro di 4-5 anni
larea verr acquisita dal Comune,
dopo la riqualificazione ad opera
dellimpresa come da progetto. Un
intervento per loro molto oneroso e
importante. Avremo, vicino al pae-
se, una vasta area bellissima, con
due laghi separati da un pennello
transi tabi l e e al cune i sol ette.
Unarea che vedr la piantumazione
di diverse migliaia di essenze e un
perimetro tutto percorribile. Manca-
no alcuni anni, ma gi stiamo ini-
ziando a valutarne lutilizzo.
Chiudiamo con un argomento
che fa felici i suoi concittadini. Torri-
cella uno dei pochi comuni cre-
monesi nei quali non si applicata
la Tasi. Abbiamo fatto i conti, e
valutato che tra il bilancio assestato
2012 e il preventivo 2014 cerano
gi tagli per 102.500 euro, di cui
60.000 per minori costi del perso-
nale e 42.000 per tagli di gestione.
Quindi abbiamo valutato di poter
evitare di applicare la Tasi, ma di li-
mitarci ad innalzare lImu sulla se-
conda casa, portandolo al massimo
(10,6 per mille) per far quadrare il
bilancio. Aggiungo che il ruolo
dellesattore per conto dello Stato
non mi piace. Chiudo ringraziando i
cittadini: ho chiesto loro di interve-
nire per la pulizia allesterno delle
abitazioni e in questi giorni ho avuto
parecchi riscontri.
Daltra parte... meglio qualche
ramazzata in assenza del cantonie-
re, se in cambio non si paga la Tasi.
L
A sinistra il pannello beffardo a Torricella, a destra uno scorcio di un laghetto in Lanca Gerole con un isolotto
Il sindaco di Torricella Sacchini vuole aprire un dialogo con proprietari e consorzi delle aree golenali
Turismo, serve un vertice
Casalmaggiore
Sabato 2 Agosto 2014
13
VHO DI PIADENA Entrando nella chiesa del
Vho, nella prima arcata della navata di destra si
trova un affresco che raffigura la Madonna con
bambino: lei regale, forse su un trono con la coro-
na e Ges, non cullato dalla madre, ma in piedi
sulle sue ginocchia che impugna un fiore e un uc-
cellino. Restaurato sommariamente negli anni 50
venne nominato Regina Pacis per la fine della
guerra. Molti per venerano quellimmagine con il
titolo Madonna della Paladura. Ad essa legata
la storia della chiesa: storia o leggenda? Difficile
stabilirlo. La tradizione narra di un primitivo orato-
rio che conservava quellicona mariana alla quale
si rivolse il conte Cesare Magio (siamo agli inizi del
1600) per essere salvato da uninondazione: la
salvezza arriv tramite una paladura (chiusa usata
per regolare il flusso dellacqua nei canali di irriga-
zione nelle campagne) e il conte si adoper per
lerezione di una nuova chiesa che si rendeva ne-
cessaria per la decadenza della vecchia sulla
Motta. Il nuovo edificio fu completato nel 1695 e la
paladura collocata nellabside; da li fu rimossa a
fine Ottocento per lampliamento, e sistemata
nella posizione attuale. Per precisione da citare
mons. Giuseppe Gallina: il primo documento
cremonese che citi un edificio di culto sorto in zo-
na rurale risale al 772. E un diploma con il quale il
re longobardo Adelchi conferma alcuni possessi
alla chiesa della Vergine Maria in Vado,oggi il Vho
(Diocesi di Cremona ed. La Scuola 1998).
La festa si celebra da pi di due secoli il giorno
del 6 agosto, diventando la tipica sagra con il ritor-
no di chi aveva lasciato il paese, la fiera e le ban-
carelle. Liturgicamente sempre stata celebrata
con una solenne processione e negli ultimi anni
ripresa nella sua forma pi popolare dalla coope-
rativa La Famiglia.
Ledizione di questanno, organizzata dalla coo-
perativa La Famiglia e dalla Pro Loco di Piadena
col patrocinio del Comune, vedr, dopo la Santa
Messa delle ore 20,30, dalle 21,30 piano bar con
Davide Cerry & gli Invisibili. Sar possibile visita-
re la mostra fotografica Il Vho e la sua gente.
La celebrazione ha due secoli ed legata alla storia della chiesa. Mercoled Santa Messa e serata musicale
Al Vho di Piadena la Sagra della Paladura
La chiesa della frazione Vho a Piadena
GUSSOLA Fiera di San Lorenzo A passo lento gra-
zie allAssociazione Centro Natura Amica onlus. Domeni-
ca 3 agosto, nella mattinata, sar possibile fare un breve
trekking in compagnia degli amici asini, immersi nella na-
tura della golena del Po. Nellambito della tradizionale
Fiera gussolese di inizio agosto unoccasione dunque per
riscoprire il vivere nella natura. Il ritrovo per le ore 8,30 in
localit Valloni, sede operativa del Centro Natura Amica
che si occupa di onoterapia, onodidattica, onoturismo; da
qui partir il breve ma suggestivo tour. Il rientro previsto
per le ore 10, quando a tutti i partecipanti verr offerta una
ricca colazione grazie alla collaborazione dellassociazio-
ne Amici di Vainer Lombardi. A fine mattinata, seguir
linaugurazione di uno spazio attrezzato per i bimbi, anche
se disabili, reso possibile grazie al sostegno filantropico
della Fondazione Comunit della Provincia di Cremona
onlus che ha premiato il progetto Giochi Negati nellam-
bito dei piani di lavoro di utilit sociale del territorio casa-
lasco. La partecipazione allintera manifestazione libera.
Ultimi due mercoled per la rassegna di cinema allaper-
to dal titolo Chiss perch capitano tutte a me!, propo-
sta dal Museo Diotti, ideata e curata da Emanuele Piseri.
Dopo Nebraska di Payne, mercoled 6 agosto si resta sul
tema dellAmerica della classe media con la follia control-
lata e analitica di Fratelli Coen di A proposito di Davis. Per
l'ultimo film, in programma mercoled 16 agosto, si torna
in Europa Nella Casa di Francois Ozon, tuffandoci nelle
coltri della sua visione del mondo, dove lo straordinario
nascosto in un adolescente che scrive come un angelo. Il
risultato un complesso mix di ironia e sottile inquietudi-
ne, aspetti del racconto sui quali il cineasta francese ha
spesso giocato e sperimentato. Le proiezione avverranno
nel cortile interno del Museo Diotti, che dunque rimarr
aperto solo per tale appuntamento (rimarr chiuso al pub-
blico sino al 31 agosto) a partire dalle ore 21,30.
Al passo lento degli asini
Cinema allaperto al Diotti
APPUNTAMENTI
GUSSOLA Lunedi 4 agosto, in occasione della fiera di
San Lorenzo, verr organizzata presso il parco Comunale
di Gussola una Tombola a scopo benefico il cui ricavato
sar devoluto per l'acquisto di attrezzature per le scuole
elementari.
Fiera di S. Lorenzo, tombola
GUSSOLA - Parte da Gussola alle ore 3 di questa mat-
tina, sabato 2 agosto, la due giorni de Il Cinquino nella
Valle del Cervino, il primo raduno delle Fiat 500 ai piedi
del Cervino organizzato dal Fiat Club Italia il cui coordina-
tore provinciale il gussolese Sante Granelli. Lapertura
ufficiale del raduno alle ore 11,30 a Chatillon, dove si
terr il pranzo organizzato dal gruppo alpini. Quindi par-
tenza per Antey Saint-Andr con degustazione offerta
dalla Pro Loco e dal Comune ospitante, a seguire sosta a
Valtournenche e alle 20,30 cena con serata musicale. Do-
mani ritrovo dalle 8, e alle 10,15 partenza del giro turistico
verso Cervinia, dove sar possibile avere una foto omag-
gio del Cinquino sotto il Cervino. Dopo il pranzo ad An-
tey Saint-Andr il rientro a casa. Liniziativa si avvale del
patrocinio dei tre comuni valdostani citati oltre a quello di
Saint-Vincent.
Da Gussola al Cervino in 500
Ha preso il via ieri sera, nella sede dellAvis di via Ba-
slenga, la tradizionale Festa Estiva, con la sagra del gnoc-
co fritto e fritto di fiume, pescegatto e psina. Stasera e
domani il men a disposizione degli affamati sar ampio e
al solito curatissimo, come consuetudine nelle feste avisi-
ne in salsa casalese. Oggi, sabato 2 agosto, la serata
danzante verr offerta dal gruppo Athos Bassissi e Maria
Grazia, domenica 3 sar la volta dellorchestra Giacomo
Maini. Il servizio bar sar in funzione in entrambe le serate.
Il ricavato dellintera iniziativa sar devoluto totalmente al
sostentamento della sezione comunale Avis di Casalmag-
giore e per diffondere i suoi ideali associativi.
Weekend con la Festa Avis
DAL 31/7 AL 5/8
LE NOTTI DEI CORVI (Sagra)
Luogo: - MOTTA BALUFFI
Sagra con buon cibo e buona musica - Nido
Dei Corvi - Via Chiesa - Solarolo Monasterolo
DAL 1/8 AL 6/8
FIERA DI SAN LORENZO (Sagra)
Luogo: - GUSSOLA
Giochi sotto le stelle e animazione in Piazza
Comaschi
2 AGOSTO
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto di musica classica - Cortile Fede-
rico II (ore 21)
4 AGOSTO
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto di musica classica con gli inse-
gnanti - Auditorium Camera di Commercio
(ore 21)
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY - STREET CONCERT (Concerto)
Luogo: - CREMONA
5 AGOSTO
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto degli studenti - Auditorium Came-
ra di Commercio (ore 19)
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto degli studenti - Auditorium Came-
ra di Commercio (ore 21.00)
6 AGOSTO
UN PIZZICO DI CORDA - L'ALTRO LATO
DELLA LIUTERIA - CHRIS JARRETT ME-
ETS LUCA CIARLA (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Happy hour in musica all'Ala Ponzone (ore
21.30) - Musica classica e libert di improv-
visazione jazz
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto degli studenti - Auditorium Came-
ra di Commercio (ore 19)
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto degli Insegnanti - Auditorium Ca-
mera di Commercio (ore 21)
FESTA DELLA PALADURA (Sagra)
Luogo: - PIADENA
Musica e animazione presso la Cooperativa
La Famiglia, mostra di pittura
7 AGOSTO
SBARAGLIO D'ESTATE
Luogo: - CASTELLEONE
Serate di animazione, musica e shopping nel
centro storico, a cura dell' Ass. Botteghe di
Castelleone
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY - SERENADE ORCHESTRA (Con-
certo)
Luogo: - CREMONA
Concerto del Piazza del Comune (ore 21.00)
BURATTINI D'ESTATE - "IL CASTELLO DI
TREMALATERRA" (Burattini / Mimi)
Luogo: - CREMONA
Spettacolo di burattini con con la Compa-
gnia Aprisogni al Museo della Civilt Conta-
dina Cambonino Vecchio (ore 21.30)
8 AGOSTO
BUONASERA SORESINA BUONASERA
Luogo: - SORESINA
Artisti in piazza, pittori e giocolieri, musica
dal vivo , danza, shopping serale, esposizio-
ne di auto e moto d'epoca, apertura straor-
dinaria del "Museo delle Bambole" e del
Museo "Velocipiedi e Biciclette antiche" (ore
21 - 24) - Piazza Garibaldi e Via Genala
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY - STREET CONCERT (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Con partenza dalla pagoda dei Giardini Pub-
blici di Piazza Roma , sosta in piazza Stradi-
vari e arrivo sotto i portici di Palazzo Comu-
nale (ore 20)
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto speciale degli insegnanti - Audito-
rium Camera di Commercio (ore 21)
PROVA NAZIONALE CACCIATORI -
PROVA CINOFILA NAZIONALE (evento
sportivo)
Luogo: - CORTE DE'CORTESI CON CIGNONE
Piazza Vittorio Veneto
PROVA NAZIONALE CACCIATORI (even-
to sportivo)
Luogo: - CORTE DE'CORTESI CON CIGNO-
NE
Fino al 10/08
Prova cinofila nazionale autorizzata E.N.C.I
- Piazza Vittorio Veneto
9 AGOSTO
FESTA DE LI TUR - FERRAGOSTO IN VIL-
LA (Sagra)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Fino all11/8
Musica dal vivo, gastronomia, mercatino di
prodotti tipici in Piazza Roma,
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL SUMMER FE-
STIVAL (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto degli studenti (ore 14,30) -Concer-
ti di musica da camera (ore 16.00 - 17.30)
- Auditorium Camera di Commercio
CREMONA SUMMER FESTIVAL -
CREMONA INTERNATIONAL MUSIC FE-
STIVAL (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Concerto di musica da camera - Auditorium
Camera di Commercio (ore 21)
FESTA DE LI TUR - SERATA DI BALLO LI-
SCIO CON MUSICA DAL VIVO (Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
FESTA DI SAN FERMO -
SAGRA DEGLI GNOCCHI
(Gastronomia)
Luogo: - PIZZIGHETTONE
Gnoccata (dalle ore 19) - Degustazione e
asta dellanguria ( ore 21) sul Sagrato Chie-
sa di S.Patrizio -Regona di Pizzighettone -
ingresso libero
10 AGOSTO
AROLDINO (CONCORSO CANORO)
Luogo: - SOLAROLO RAINERIO
Concorso canoro - Corte Davini
CREMONA SUMMER FESTIVAL - CRE-
MONA INTERNATIONAL MUSIC ACA-
DEMY (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Sabato 2 Agosto 2014
14
Estate nel Territorio
Cremona
e il Cremonese
TANTE LE PROPOSTE SUL TERRITORIO PER CHI RIMANE A CASA
Un agosto ricco di eventi per tutti
15
Estate nel Territorio
Concerto degli studenti (ore 14,30) -Con-
certo per piano ensemble (ore 15.30) -
Concerto (ore 17.00) - Auditorium Ca-
mera di Commercio
CREMONA SUMMER FESTIVAL -
CREMONA INTERNATIONAL MUSIC
ACADEMY - CONCERTO DI CHIUSU-
RA CON L'ORCHESTRA (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Cortile Federico II (ore 21)
FESTA DE LI TUR - FERRAGOSTO IN
VILLA - "TRIBUTO AI QUEEN" (Con-
certo)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Serata musicale - Piazza Roma (ore 21)
FESTA DI SAN LORENZO E GNOCCA-
TA (Sagra)
Luogo: - GENIVOLTA
Degustazione gratuita di gnocchi con ta-
volata conviviale nel Parco Comunale in
occasione della festa patronale di San
Lorenzo (dalle ore 19)
GNOCCATA DI SAN LORENZO
Luogo: - CROTTA D' ADDA
Degustazione di gnocchi ed altri piatti
tipici al Parco del Principio, sulle rive dell'
Adda (dalle ore 12.00) - A cura degli Ami-
ci del Fiume
SONCINO MAGICA (Visita guidata)
Luogo: - SONCINO
Visite guidate serali nelle chiese e nei
conventi di Soncino tra storia, musica e
degustazioni - A cura della Coop. Il Borgo
11 AGOSTO
FESTA DE LI TUR -
FERRAGOSTO IN VILLA - POP ROCK
ITALIANO (Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Serata musicale con i Diatonica - Piazza
Roma (ore 21)
13 AGOSTO
FESTA DI SAN ROCCO
Luogo: - PIZZIGHETTONE
Fino al 15/8
Tradizionale festa con tombolata in piaz-
za (13/15 agosto) e concerto del Corpo
Bandistico Pizzighettonese con anguria-
ta (14 agosto) - Piazza Mercato in frazio-
ne Gera (ore 21.00)
14 AGOSTO
FESTA DE LI TUR - FERRAGOSTO IN VILLA
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Musica e sapori - Musica dal vivo, gastrono-
mia, mercatino di prodotti tipici in Piazza Roma
FERRAGOSTIAMO INSIEME
Luogo: - SORESINA
Animazione, musica e gastronomia in Piazza
Garibaldi, aspettando Ferragosto (ore 20.30)
FESTA DE LI TUR - "TRIBUTO AI NOMADI"
(Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Con i Tempo Reale - Piazza Roma (ore 21)
CONCERTO DI FERRAGOSTO (CONCERTO
BANDISTICO)
Luogo: - PIZZIGHETTONE
Con il Corpo Bandistico Pizzighettonese Piaz-
za Mercato - Frazione Gera (ore 21)
BURATTINI D'ESTATE - "ROCKQUIEM" (Bu-
rattini / Mimi) Luogo: - CREMONA
Spettacolo di burattini con con la Compa-
gnia Ambaradan al Museo della Civilt Con-
tadina Cambonino Vecchio ore 21.30) e a
seguire grande tombolata con Timpetill e
Don Chisciotte
FESTAVIS
Luogo: - CORTE DE'CORTESI CON CIGNONE
Fino al 18/8
Animazione, gastronomia, mostra statica di
trattori d'epoca - Piazza Vittorio Veneto
15 AGOSTO
MOSTRA-MERCATO DI ANTIQUARIATO,
VINTAGE E ARTIGIANATO ARTISTICO (An-
tiquariato)
Luogo: - CASTELLEONE
Piccolo antiquariato, hobbistica, collezioni-
smo, quadri, vintage nel centro storico (ore
9/19) - Le bancarelle del mercatino sono col-
locate in Piazza Borgo Isso, Viale Santuario,
Via Garibaldi, via Roma, Via Mura Manfredi
SAGRA DEGLI GNOCCHI (eno-gastronomia)
Luogo: - ACQUANEGRA CREMONESE
FINO AL 18/8
Degustazione di gnocchi e di altri ottimi piatti
della tradizione locale, musica dal vivo - Per
ferragosto grande grigliata di carne a pranzo
(solo su prenotazione ) e a cena - Campo spor-
tivo Comunale (ore 20.30)
FESTA DI SAN ROCCO (Gastronomia)
Luogo: - TORNATA -
FINO AL 17/8 Degustazioni di splla cotta e
gnocco fritto, musica in piazza, visite
FESTA DELL' ASSUNTA -
LA MADONNA DI BRANCERE ED IL SUO
FIUME (Evento religioso)
Luogo: - STAGNO LOMBARDO
La tradizione vuole che la statua dellAssunta
scenda poi il Po, scortata da una piccola flot-
ta di imbarcazioni e dal volo degli ultraleggeri-
Benedizione del fiume
FESTA DE LI TUR - "TRIBUTO A CELENTA-
NO" (Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Il Re degli Ignoranti - Piazza Roma (ore 21)
16 AGOSTO
GHE' I GNOC A SAN FRANCESC
Luogo: - SORESINA
Degustazioni , salumi e formaggi tipici, musica
e animazione - A cura dell' ASCOM (ore 21)
- Piazza San Francesco
FESTA DE LI TUR - "CANTAUTORI ITALIA-
NI" (Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Con il gruppo Strada Facendo - Piazza Roma
(ore 21)
GNOCCATA DI SAN ROCCO
Luogo: - CREMONA
Grande gnoccata con degustazione di formag-
gi e salumi tipici - Musica dal vivo e balli al
Cascinetto (ore 16.30/ 22.00)
FESTA DEL RIONE SAN ROCCO
Luogo: - PESCAROLO ED UNITI
Tradizionale festa con incanto e grande gnoc-
cata in Via Matteotti - A cura dell' Ass. Amici di
San Rocco
17 AGOSTO
FESTA DE LI TUR - "TRIBUTO A VASCO"
(Concerto)
Luogo: - TORRE DE' PICENARDI
Con i Karisma - Piazza Roma (ore 21)
21 AGOSTO
FESTA DEL CACCIATORE
Luogo: - CAPPELLA DE' PICENARDI
Fino al 25/8
Gastronomia, da gioved 21 luned 25 agosto
ogni sera musica dal vivo, degustazioni, mer-
catino sulla venatoria, mostre fotografiche a
tema, stands merceologici - Giardini Pubblici
BURATTINI D'ESTATE - "IL GATTO CON GLI
STIVALI" (Burattini / Mimi)
Luogo: - CREMONA Spettacolo di burattini con
con la Compagnia C Luogo d'Arte al Museo
della Civilt Contadina Cambonino Vecchio
(ore 21.30) e a seguire serata poetico-musicale
prosegue alla pagina successiva
continua dalla pagina precedente
22 AGOSTO
FESTA DEL MARUBINO (Gastronomia)
Luogo: - CASTELDIDONE
Fino al 24/8
Sagra con degustazione di marubini ed altri
piatti tipici locali - Serate con musica dal vivo
- Piazza antistante il Comune
23 AGOSTO
SAGRA DELLE VALLI
Luogo: - CASTELLEONE
Fino al 26/8
Tradizionale sagra con danze, musica, gastro-
nomia e spettacolo pirotecnico presso l' Agri-
turismo Santa Maria Bressanoro
FESTA DI SAN BARTOLOMEO -
TOMBOLATA
Luogo: - GRUMELLO CREMONESE
Gioco all'aperto su grande scala con ricchi
premi - Cascina Castello (ore 21)
24 AGOSTO
FESTA DI SAN BARTOLOMEO
Luogo: - DRIZZONA
Animazione musicale in piazza, gastronomia,
discesa del fiume Oglio con la statua di San
Bartolomeo, concerto bandistico - Frazione
Castelfranco d' Oglio
MERCATINO DEL PASSATO (Antiquariato)
Luogo: - CASALMAGGIORE
Usato, vintage, piccolo antiquariato la quarta
domenica di ogni mese (eccetto dicembre) -
Piazza Garibaldi (ore 9.00/19.00)
FESTA DI SAN BARTOLOMEO - SAGRA DEI
GNOCH (Gastronomia)
Luogo: - GRUMELLO CREMONESE
Degustazione gratuita di gnocchi in Cascina
Castello, con musica dal vivo e balli
27 AGOSTO
UN PIZZICO DI CORDA - L'ALTRO LATO
DELLA LIUTERIA - "BIG ONE - PINK FLOYD
SHOW - A FLOYDIAN NIGHT" (Concerto)
Luogo: - CREMONA
Happy hour al Museo Ala Ponzone - Palazzo
Affaitati (ore 21.00)
28 AGOSTO
GRAN BALLO DI FINE ESTATE
Luogo: - CASALBUTTANO ED UNITI
Serata di ballo liscio in Piazza San Giorgio (ore
21) - A cura della Pro Loco
29 AGOSTO
FESTA DEL MARUBINO (Gastronomia)
Luogo: - CASTELDIDONE - Fino al 30/8
Sagra con degustazione di marubini ed altri
piatti tipici locali - Serate con musica dal vivo
- Piazza antistante il Comune
30 AGOSTO
SPETTACOLO PIROTECNICO SULL'ADDA
Luogo: - PIZZIGHETTONE
A cura del Cavallino Club - Club Ferrari (ore 22)
- In caso di maltempo sar posticipato a do-
menica 31 agosto 2014
SAGRA PATRONALE DI SAN GIOVANNI (Sa-
gra)
Luogo: - ANNICCO
Grande gnoccata in piazza e ballo liscio - Piaz-
za Misani (ore 21)

3I AGOSTO
SONCINO MAGICA (Visita guidata)
Luogo: - SONCINO
Visite guidate serali nelle chiese e nei conven-
ti di Soncino tra storia, musica e degustazioni
- A cura della Coop. Il Borgo
Estate nel territorio
Sabato 2 Agosto 2014
16
3 AGOSTO
I MANIFESTI DI CREMA - IL MANIFESTO
DELLA W - MOZART - TUTTE LE SONATE
PER PIANOFORTE (Concerto)
Luogo: - CREMA
Maratona pianistica in collaborazione con il
Conservatorio Rossini di Pesaro - Chiostri Cen-
tro Culturale Sant'Agostino (ore 21)
6 AGOSTO
ROCK MUSIC NIGHT
Luogo: - CREMA Concerto del Gruppo Senza-
Norma - CremArena (ore 21)
9 AGOSTO
SAGRA DEL TORTELLO (eno-gastronomia)
Luogo: - PIANENGO Fino al 10/8
Degustazione dei tradizionali tortelli cremaschi
e non solo, mercatino di prodotti tipici, musica,
animazione
14 AGOSTO
TORTELLI&TORTELLI
Luogo: - CREMA
Fino al 18/8
Degustazione del tradizionale piatto cremasco
e spettacoli musicali in Piazza Aldo Moro
16 AGOSTO
FESTA DI SAN ROCCO (Sagra)
Luogo: - MONTODINE
Celebrazioni religiose presso la chiesa di San
Rocco (Via Circonvallazione) e distribuzione del
pane benedetto (ore 11) , serata musicale all'
esterno della chiesa (ore 21)
CONCERTO PER SAN ROCCO
Luogo: - MONTODINE
Tradizionale concerto di musiche sacre -
Piazzale antistante la Chiesa di San Rocco
(ore 21)
Crema e Cremasco
Le feste del Pd
Molti gli appuntamenti organiz-
zati dal Partito Democratico sul
territorio. Dopo il notevole suc-
cesso della festa dell'unit di
Cremona, grande attesa anche
per gli appuntamenti nei paesi,
soprattutto nelle aree del Cre-
masco e Casalasco.
FESTA DEL PD DI GAMBARA:
dall' 8 fino al 18 agosto
FESTA DEL PD DI PANDINO:
dal 6 al 18 agosto
FESTA DEL PD DI PIADENA:
Fino al 3 agosto.
In agosto a Gambara, Pandino e Piadena
Via Gardinali, 26 Castelverde (Cremona)
Tel. 0372 427192 Fax 0372 425343
Direttore Sanitario dott. Cotticelli Biagio
Studio dentistico Marteo del Dottor Riccardo Miglioli
Una struttura dotata di apparecchiature allavanguardia che utilizza solo
materiale di aziende primarie.
Lo studio attrezzato in modo che il paziente non debba rivolgirsi ad
altre realt per ogni tipo di indagine radiologica.
Garantiamo riparazioni delle protesi entro poche ore, garanzia sui lavori
protesici di 10 anni.
Informatizzazione di tutte le attivit, storicit delle prestazioni, relative
garanzie.
Visita e preventivazione spese gratuita.
Servizio di trasporto gratuito da e per la struttura con convenzione
radiotaxi Cremona.
Controlli periodici prefssati per la prevenzione, gratuiti.
Struttura votata alla prevenzione e non solo alla cura.
Possibilit di convenzione diretta con Findomestic.
VISITE E PREVENTIVI GRATUITI
APERTO TUTTI I GIORNI CON ORARIO CONTINUATO
dalle 8.00 alle 20.00 sabato dalle 8.00 alle 14.00
gestione di tutte le urgenze entro il giorno della chiamata
Struttura aperta tutto lanno
Giulia Sapelli
o sport n una delle migliori terapie
per la disabilit. Lo dimostra l'inten-
sa attivit dei ragazzi dell'Asd Pepo
Team Cremona, che hanno da poco
concluso una stagione ricca di sod-
disfazioni. Ma l'attivit della squadra non
finita: al termine dei campionati regolarmente
disputati, a distanza di un anno dal grande
evento europeo organizzato sulla Piazza del
Comune in cui si sono aggiudicati due titoli
internazionali, la squadra si appresta a vivere
una nuova e importante esperienza fuori
dallItalia. Si tratta della Welsh International
Super Cup 2014, che si disputa a Cardiff, in
Galles ed il pi grande torneo di calcio del
Regno Unito.
Partecipano decine di squadre di calcio,
maschili e femminili, composte da bimbi e da
ragazzi provenienti da tutto il mondo. Si
gioca su una vastissima area, composta da
una decina di campi dal manto erboso di
grande qualit, a 6 km dal centro di Cardiff.
Il torneo al suo anniversario trentennale
ed ha aperto una sezione dedicata alle squa-
dre di atleti speciali. Il Pepo Team ha avuto
lonore di essere stata la prima formazione
non inglese ad essere invitata a questa cate-
goria. I 16 atleti che rappresenteranno Cre-
mona e lItalia nel torneo saranno accompa-
gnati dal presidente Gianluca Rossi, la vice
oresidente Gloria Minuti e il consigliere Ales-
sio Cavalleri.
Per la nostra Societ, ormai attiva da
oltre dodici anni, il terzo appuntamento
fuori dallItalia: dopo le esperienze in Dani-
marca e Svezia, visitiamo un paese dove il
calcio parte integrante della cultura - spie-
ga il presidente, Rossi -. Sar per tutti un
viaggio da ricordare e un momento di arric-
chimento per la storia della nostra Associa-
zione. Non ci prefiggiamo alcun obiettivo in
ordine ai risultati sportivi, non conoscendo a
fondo la realt inglese. Sappiamo che Il
modo di giocare diverso dal nostro: squa-
dre composte da sette giocatori (noi siamo
abituati a giocare a cinque), campi da gioco
grandi, in erba e scivolosi. Non sar una pas-
seggiata, ma interpretiamo questa nuova
sfida come un modo per consolidare i nostri
contatti in Europa. Siamo tra le realt pi
organizzate e attive.
La delegazione partita gioved 31 luglio.
Durante il viaggio, visiter Reims in Francia,
Cardiff (dove si disputer il torneo), Londra
dove saluter gli amici del Chelsea F.D. (con
cui in pi occasioni il Pepo Team si con-
frontato in ambito europeo) e Lussemburgo.
Il rientro previsto per il 7 agosto. A seguire
gli atleti del Pepo osserveranno un periodo di
meritato riposo per poi ricominciare le attivi-
t della prossima stagione nella seconda
met di settembre.
Gli atleti speciali della nota squadra cremonese invitati alla Welsh International Super Cup 2014
L
Sport e disabilit: il Pepo Team a Cardiff
di Ermanna Allevi
Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)
Gentile Naturopata, desidero sapere la simbologia, secon-
do la psicosomatica, di reni e vescica ed anche se ci sono er-
be o piante che li drenano. Grazie e complimenti per le Sue
rubriche che leggo sempre con grande interesse. Antonio

Tutte le paure, come quella del dentista, della morte, la timidez-
za, l'ansia, si scaricano sui reni, facendo accumulare tossine in
questo organo. La tensione emotiva che nasce dalla paura di per-
dere il controllo o di non poter "controllare", si scarica invece sul-
la vescica. I reni simboleggiano il regno delle acque, inteso come
luogo di origine, come nascita delle energie profonde e arcaiche
che ci abitano. Risiede dunque nei reni una forza vitale antica, che
fa da supporto ad altre forme di energia presenti nel corpo. La ve-
scica simboleggia la capacit di sopportare e gestire una pressio-
ne (tensione emotiva, responsabilit passeggere), ma anche di la-
sciar correre, di favorire il fluire degli avvenimenti. Fra le erbe che
drenano i reni si trova: la Betulla, la prima testimonianza per tale
uso risale al 1695 nell'Historia Vegetabilium Sacra; l'Uva Orsina,
antiinfiammatorio delle vie urinarie e antisettica; il Ginepro, si usa
come macerato glicerico ed adatto per il drenaggio dei reni e
svolge un'azione anti-acidi e contrasta il bruciore causato dalla ci-
stite; lo Zenzero, efficace nel rimuovere tossine dal sistema linfa-
tico, reni e vescica, svolge un'azione drenante anche con applica-
zioni esterne.
Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a:
info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372.
Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.
CUP Centro Unificato di Prenotazione
Dove: padiglione n. 12, a fianco del
Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori
Orari di apertura al pubblico:
luned - venerd dalle 7.30 alle18.00
orario continuato,
il sabato dalle 8.00 alle 12.00;
Prenotazioni telefoniche: possibile
telefonare al numero verde 800.638.638,
da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.
PRENOTAZIONI
CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP
Attraverso il CUP si prenotano tutte
le prestazioni ad eccezione delle seguenti,
che devono essere prenotate direttamente
presso le singole unit operative o servizi
come indicato di seguito:
ANATOMIA PATOLOGICA
secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati)
Dove: Poliambulatori, piano Terra.
Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare
contattare la segreteria dellAnatomia Patologi-
ca dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00.
Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00.
Consegna campioni istologici e citologici
La consegna dei campioni citologici urinari
prevista, presso il padiglione 5,
da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30;
per gli altri esami da luned a venerd
dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto).
RADIOLOGIA d
Dove: piano 1, corpo H (ala destra).
TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti
e richiesta di prestazioni con bollino verde
Le prenotazioni vanno effettuate
di persona o via fax.
Orario: da luned a venerd dalle
08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00.
Tel: 0372 405760.
Angiografia
Le prenotazioni vanno effettuate di persona.
Orario: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367.
SENOLOGIA:
Screening mammografico preventivo
biennale Asl Cremona (45-69 anni)
Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled
dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata
al CUP dell'Asl 800 318 999.
Prestazioni con carattere di urgenza,
risonanze alla mammella, agoaspirati,
ecografie
Dove: piano 1, corpo M.
Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00.
Telefono: 0372 405614.
Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata
una nuova linea telefonica dotata
di risponditore automatico
in funzione 24 ore su 24: 0372 405612.
RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE
Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o
ascensore a sinistra vicino l'Ufficio
Informazioni nell'atrio di ingresso)
corpo M, monoblocco ospedaliero.
Orario: da luned a venerd
dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485.
MEDICINA DEL LAVORO:
Visite specialistiche di medicina del lavoro
Tel: 0372 405777 da luned a venerd,
dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente
presso lAmbulatorio Specialistico
di Medicina del Lavoro negli stessi orari.
CENTRO DIABETOLOGICO
Dove: piano 6, corpo H (lato destro),
monoblocco ospedaliero.
Orari: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 13.30
(prima visita per inquadramento
diagnostico-terapeutico e visita di controllo
per monitoraggio metabolico e screening
delle complicanze croniche).
Per le prime visite preferibile che
la prenotazione avvenga di persona comunque
possibile prenotare telefonicamente
da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30.
Telefono: 0372 405715.
CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI
accesso diretto da parte dei cittadini,
con la richiesta del Medico di famiglia
o dello specialista.
Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale.
Orario: da luned a venerd
dalle ore 07.30 alle 10.30.
Telefono: 0372 405663 - 0372 405452
CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI
Monitoraggio delle terapie anticoagulanti.
previsto accesso con prenotazione al numero
0372 405666 - 0372 405663.
Dove: Presso la palazzina del Cup
Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd.
CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA
Test di tolleranza al lattosio e patch test
Accesso con impegnativa del medico curante
Le prenotazioni si effettuano telefonicamente
al numero 0372/408178 da luned a venerd,
dalle 10.30 alle 12; oppure di persona
presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione
10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00.
IMMUNOEMATOLOGIA
E MEDICINA TRASFUSIONALE:
Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia
marziale endovenosa, preparazione di nuovi
emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale:
Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico.
Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.
Tel: 0372 435887 - 0372 405461
dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd
GENETICA
Dove: piano 2 lato destro del monoblocco
ospedaliero. Prenotazioni telefoniche:
0372 405783
da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30.
MEDICINA LEGALE
Prenotazioni presso Direzione Medica
di Presidio piano Rialzato monoblocco
ospedaliero. Tel: 0372 405200.
PSICOLOGIA
Dove: settimo piano a sinistra.
Prenotazioni da luned a venerd
dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio
di Psicologia, oppure anche telefonicamente
agli stessi orari al numero 0372 405409.
ONCOLOGIA MEDICA
Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i
n reparto da luned a venerd
dalle ore 8.00 alle ore 17.00.
Tel: 0372 405248.
TERAPIA DEL DOLORE
Dove: palazzina n. 9 La prenotazione
pu essere effettuata telefonicamente
al numero 0372 405330
dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd.
Negli altri orari possibile chiamare
lo stesso numero lasciando un messaggio
in segreteria telefonica con il nome e numero
di telefono: al pi presto sarete richiamati.
GLI ORARI
PRESIDIO OSPEDALIERO
DI CREMONA
Salute
20
Sabato 2 Agosto 2014
Con il sole attenzione alla cura delle pelle: i consigli del Ministero della Salute
La pelle nei mesi estivi necessita di una par-
ticolare cura. Tra i fattori di rischio pi impor-
tanti nell'insorgenza dei tumori cutanei e del
melanoma vi infatti la sovraesposizione ai
raggi solari (raggi Uv). Bisogna quindi seguire
alcune indicazioni, fornite dal Ministero per la
Salute.
Per sviluppare la vitamina D, benefica per
ossa, muscoli e sistema immunitario basta
esporsi al solo per pochi minuti al giorno. E' ve-
ro che una pelle abbronzata pu apparire pi
sana, ma bisogna sapere che l'abbronzatura
un meccanismo di difesa della pelle per difen-
derci dai danni dei raggi ultravioletti (Uv). Tale
meccanismo di difesa attiva i melanociti, cellu-
le specializzate nella produzione di un pigmen-
to, la melanina, che rende la pelle pi resisten-
te ai danni immediati, le scottature solari, e ri-
tardati nel tempo come il precoce foto-invec-
chiamento e la cancerogenesi.
Le creme con filtro solare devono essere
considerate un aiuto per una abbronzatura
corretta e non un lasciapassare per esposizio-
ni troppo prolungate. il fattore di protezione
(Spf) deve essere inversamente proporzionale
al proprio fototipo: tanto pi la pelle chiara e
quindi sensibile ai raggi solari tanto maggiore
deve essere l'Spf. E' importante usare le cre-
me con filtri solari per integrare, ma non per so-
stituire, i metodi fisici di protezione dalle radia-
zioni Uv (indumenti, cappello, occhiali, ombra)
soprattutto nelle ore centrali e pi calde della
giornata.
Gli autoabbronzanti hanno solo un effetto
cosmetico e non "preparano" la pelle al sole.
Le lampade solari Uva sono da considerare un
ulteriore rischio per l'insorgenza dei tumori del-
la pelle e sicuramente accelerano l'invecchia-
mento cutaneo provocando un aumento delle
rughe e delle macchie, anch'esse non hanno
alcun effetto protettivo rispetto ai raggi solari
L'uso delle lampade solari vietato ai mi-
nori di diciotto anni, alle donne in stato di gra-
vidanza, a coloro che soffrono o hanno soffer-
to di tumori della pelle, ecc. (Decreto 12 mag-
gio 2011, n.110). E' sempre consigliabile sen-
tire il parere del proprio dermatologo prima di
utilizzarle.
Trascorrere troppo tempo seduti alla scrivania in ufficio fa male, tanto
che ormai questa diffusa abitudine viene definita come una vera e pro-
pria malattia, sitting disease. A questo proposito gli esperti raccomanda-
no di alzarsi dalla scrivania o dalla sedia per 10 minuti ogni ora, per cam-
minare e fare movimento, al fine di preservare la propria salute. Sono ben
34, infatti, le malattie collegate alla sedentariet, come spiega lendocri-
nologo americano James Levine nel libro dal titolo inequivocabile Alza-
ti: Perch la tua sedia ti sta uccidendo. Per chi sta in casa, l'abitudine
di alzarsi per 10 minuti ogni ota diventa utile anche per ritagliare del tem-
po da dedicare ai lavori di giardinaggio o alle attivit domestiche. Un al-
tro consiglio quello di scegliere un cordless al posto di un telefono fis-
so, perch permette di camminare in casa mentre si parla.
Stare seduti in ufficio
per ore fa male alla salute
Mettete il cous cous in una
ciotola, versate l'acqua bollente,
un pizzico di sale e l'olio poi con
una forchetta mescolate e lascia-
te riposare per 5 minuti fino a che
l'acqua si sar assorbita.
Scolate per bene le verdure
dall'olio di conservazione e se
necessario tagliatele a met.
Tagliate a dadini il formaggio
Feta.
Scolate lo sgombro sott'olio e
sbriciolatelo.
Nello stesso recipiente aggiun-
gete il cous cous, i cubetti di
formaggio, le verdure scolate.
Spezzettate il prezzemolo con
le mani e aggiungetelo al com-
posto.
Condite con il succo di mezzo
limone.
Mescolate, regolate di sale e
pepe.
Servite in ciotole, possibilmen-
te foderate con foglie di insalata.
NUMERI UTILI
COMUNE DI CREMONA
www.comune.cremona.it
Centralino: 0372-4071
Urp: 0372-407291
AMMINISTRAZIONE
PROVINCIALE
www.provincia.cremona.it
Centralino: 0372-4061
Urp: 0372-406233 -
PREFETTURA
Centralino: 0372-4881
CARABINIERI
Pronto intervento: 112
Centralino: 0372-5581
COMANDO FORESTALE
DELLO STATO
Centralino: 0372-410307
GUARDIA DI FINANZA
Pronto intervento: 117
Centralino: 0372-21576
Nucleo di polizia tributaria:
0372-28968
POLIZIA MUNICIPALE
Pronto intervento: 0372-454516
Centrale operativa: 0372-407427
POLIZIA STRADALE
Comando provinciale
Centralino: 0372-499511
QUESTURA
Pronto intervento: 113
Centralino: 0372-4881
VIGILI DEL FUOCO
Pronto intervento: 115
Centralino: 0372-4157511
PROCURA
Centralino: 0372-548233
OSPEDALE DI CREMONA
www.ospedale.cremona.it
Centralino: 0372-4051
Centro unificato
di prenotazione: 800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
AZIENDA SANITARIA
LOCALE DI CREMONA
www.aslcremona.it
Centralino: 0372-4971
Urp: 0372-497215
NUMERI UTILI
COMUNE DI CREMA
www.comunecrema.it
Centralino: 0373-8941
Urp: 0373-894241
AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE
Urp Crema: 0373-899822
CARABINIERI Pronto intervento: 112
Centralino: 0373-893700
COMANDO FORESTALE DELLO
STATO Centralino: 0373-82714
GUARDIA DI FINANZA
Pronto intervento: 117
Centralino: 0373-256474
POLIZIA MUNICIPALE
Pronto intervento: 0373-250867
Centralino: 0373-894212
POLIZIA STRADALE
Centralino: 0373-897311
POLIZIA DI STATO
Centralino: 0373-897311
VIGILI DEL FUOCO: 115
Centralino: 0373-256222
PROCURA
DELLA REPUBBLICA
Centralino: 0373-878116
SERVIZI SOCIO-SANITARI
DISTRETTO DI CREMA
Centralino: 0373-899320
OSPEDALE DI CREMA
www.hcrema.it
Centralino: 0373-2801
Centro unico
di prenotazioni:
800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
Crema
Cremona
NUMERI UTILI
COMUNE DI CASALMAGGIORE
www.comune.casalmaggiore.cr.it
Centralino: 0375 42668
AMMINISTRAZIONE
PROVINCIALE
Centralino: 0375-42233
CENTRO PER LIMPIEGO
Centralino: 0375-42213
CARABINIERI
Pronto intervento: 112
Centralino: 0375-284500
POLIZIA MUNICIPALE
Centralino: 0375-40540
POLIZIA STRADALE
Centralino: 0375-42288
GIUDICE DI PACE
Centralino: 0375-42273
OSPEDALE
Centralino: 0375-2811
Centro unico di prenotazioni:
800 638 638
Emergenza sanitaria: 118
MUSEO DIOTTI
www.museodiotti.it
Centralino: 0375-200416
MUSEO DEL BIJOU
Centralino: 0375-284423
TEATRO COMUNALE
www.teatrocasalmaggiore.it
Centralino: 0375-284434
DISTRETTO
SOCIO-SANITARIO
Direzione: 0375-284020
Distretto Veterinario:
0375-284029
Casalmaggiore
Taccuino Sabato 2 Agosto 2014
21
INGREDIENTI
Insalata di riso basmati con piselli e prosciutto cotto
PER 4 PERSONE PREPARAZIONE
La pasta
400 g di bucatini
300 g di peperoni rossi
5 g d'aglio
50 g di cipolla
4 cl di olio extravergine
8 g di peperoncino rosso
piccante
8 g di sale
10 g di basilico
60 g di Pecorino grattu-
giato
Bucatini con salsa
ai peperoni rossi
Mondate i peperoni e tagliateli a strisce sottili e regolari.
Mettete su un fuoco di media intensit una padella con
lolio e aggiungetevi la cipolla pulita e affettata sottilmen-
te, il peperoncino e, dopo un minuto, aggiungete laglio
pelato e tritato.
Una volta che la cipolla e laglio avranno preso colore,
aggiungete i peperoni, il sale, il pepe nero e fate cuocere
fino a quando i peperoni non saranno quasi disfatti.
Nel frattempo cucinate i bucatini in abbondante acqua,
bollente e salata.
Scolate la pasta e e conditela con la salsa precedente-
mente preparata e un goccio dacqua di cottura della pasta.
Mescolate e completate il piatto con pecorino, basilico
e un filo dolio doliva.
PREPARAZIONE
INGREDIENTI
PREPARAZIONE
200g di cous cous precotto
2 cucchiai di olio extravergine
Il succo di mezzo limone
120 g di formaggio parmigiano
300 g di verdure sott'olio
2 confezioni di sgombri sott'olio
Basilico
Formaggio feta
Sale e pepe
Foglie di insalata
INGREDIENTI
Primi
3 bicchieri di riso
basmati
130 g di piselli
100 g di prosciutto
cotto
Una cipolla
Timo
Sale e pepe
Olio extravergine
di oliva
Fate lessare il riso in abbondante acqua salata.
Nel frattempo procedete con la preparazione della
cipolla: lavatela e tritatela finemente, dopodich fatela
imbiondire in una padella con un filo di olio.
Quando avr preso un colore ambrato, aggiungete i
piselli freschi e fateli saltare per qualche minuto.
Quando sar pronto il riso, scolatelo e aggiungetelo
alla padella, insieme alla fetta di prosciutto cotto che
avrete precedentemente tagliato a striscioline.
Condite con una bella spruzzata di timo e aggiustate
di sale e pepe. Mescolate bene e servite.
Insalata tiepida di cous cous, verdure e sgombri sottolio
Via Gerre Borghi - cantiere per la ristrut-
turazione della condotta dell'acqua potabi-
le (Fine prevista: 29 agosto).
Via Plasio - cantiere per la ristrutturazione
della rete di distribuzione energia elettrica
(fine prevista: 14 agosto).
Via del Maris - cantiere per la ristrut-
turazione della fognatura e della condotta
dell'acqua potabile (fine prevista: 14 ago-
sto).
Via Brescia - cantiere per l'eliminazione
delle interferenze per la realizzazione del
sottopasso ferroviario (Fine prevista: 9 ago-
sto).
Via Giuseppina (tratto V.Buoso da
Dovara-V.Gelsomino) - cantiere per la ri-
strutturazione della linea dell'illuminazione
pubblica (fine prevista: 5 settembre).
Via Riglio incrocio Via Acquaviva - can-
tiere per la ristrutturazione della rete di di-
stribuzione energia elettrica (Fine prevista:
30 settembre.
Via Riglio,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
31 Luglio
Via Plasio,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
14 Agosto
Via del Maris,
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
14 Agosto
Via Giuseppina
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
5 Settembre
Via Brescia
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
9 Agosto
Via Gerre Borghi
Lavori stradali
attuati per conto
di A.E.M. S.p.A.
Fine lavori:
29 Agosto
dalla redazione
icona pi importante del rock nazio-
nale, domani in concerto allinterno
del motoraduno Beat Run a Crema.
Pino Scotto presenter live il nuovo
album Vuoti di memoria, disponibile
nei negozi tradizionali, in digital download e su tut-
te le piattaforme streaming. A due anni di distanza
da Codicikappa, Vuoti di memoria un pro-
getto ambizioso che contamina musica e cultu-
ra, in cui la canzone dautore diventa rock n roll e
dove il rock che ha fatto storia diventa nuovamente
attuale. Il nuovo album si compone di cinque cover
e un brano inedito in italiano , cinque cover e un
brano inedito in inglese. Un viaggio nella memoria,
dove si incontrano testi importanti, scritti oltre mez-
zo secolo fa, e interpretati da artisti come Renato
Rascel, Luigi Tenco, Franco Battiato, Ivan Graziani,
Adriano Celentano, Elvis Presley, Muddy Waters,
Gary Moore, Ted Nugent e i Motrhead. Durante il
tour di Codici kappa, stavo gi pensando al mio
nuovo disco ma mi sono reso conto che sembrava
tutto gi sentito racconta Pino Scotto lidea mi
arrivata una notte a Roma mentre guardavo un ser-
vizio sul fascismo. Una delle canzoni della colon-
na sonora del programma era proprio E arrivata
la bufera di Renato Rascel, un brano che voleva
sdrammatizzare la possibilit dellentrata in guer-
ra dellEuropa. Ho pensato quindi di recuperare dei
testi importanti di cantautori e non e dar loro una
nuova veste. Da qui mi tornata la voglia di lavorare
allalbum. La vedo come unoperazione discografi-
ca-culturale per dare la possibilit alle nuove gene-
razioni di ascoltare e conoscere quelle canzoni che
forse si sono un po perse. Oltre alla produzione,
affidata ancora una volta a Olly Riva, Pino Scotto si
avvalso della collaborazione di molti altri artisti del
panorama musicale italiano e internazionale: Blaze
Bayley (ex Iron Maiden), Nathaniel Peterson (gi bas-
sista di Eric Clapton, John Lee Hooker ecc), Maurizio
Solieri, Ricky Portera, Mario Riso e molti altri. Pino
ha anche coinvolto Drupi nel brano di Rascel e i fra-
telli Graziani, Tommy e Filippo, nel brano del padre.
LA SCHEDA La sua carriera ha ufficialmente ini-
zio al termine degli anni 70, quando incide il pri-
mo 45 giri con i Pulsar; dopo qualche tempo divie-
ne frontman dei Vanadium, la heavy rock band pi
importante della scena italiana, con cui realizza otto
grandi album. Fra il 1990 ed il 1992 Pino Scotto rea-
lizza il suo primo album solista in lingua italiana, Il
grido disperato di mille bands ed intraprende un
tour con il suo Jam Roll Project. Nel 1995, a segui-
to del ritorno con i Vanadium, pubblica Nel cuore
del caos. Dal 2003 al 2008 torna sulle scene con
un nuovo progetto, i Fire Trails, accompagnato dal
drummer Lio Mascheroni e da altri musicisti, con cui
apre anche il concerto dei Deep Purple. Il ritorno sul-
le scene arriva con Datevi fuoco, un album in italia-
no nel quale vengono riproposti i migliori brani del-
la carriera da solista di Pino. Nel 2010 esce Buena
suerte, un grande album Rockn roll con brani
totalmente inediti, che vede la partecipazione di
ospiti come Caparezza, i The Fire e Kee Marcello (ex
Europe). Cpme detto, nel 2012 esce lalbum Codici
Kappa, il suo settimo album da solista.
L
Licona del rock Pino Scotto domani a Crema
Durante il motoraduno Beat Run verr proposto il nuovo album Vuoti di memoria
&
Cultura Spettacoli
Per la rassegna Un pizzico di corda - Laltro lato
della liuteria 2014, mercoled 6 agosto alle 21.30
(presso il Museo civico Ala Ponzone), il violinista
Luca Ciarla che utilizza le strutture della musica clas-
sica e la libert dellimprovvisazione jazz, dando vita
a straordinarie composizioni nelle quali si intravede
l'influenza di alcuni dei suoi compositori preferiti, tra
cui Sergej Prokofiev, Charles Mingus e Frank Zappa,
si esibisce con il pianista e compositore americano
Chris Jarrett, artista di notevole talento e creativit.
Chris Jarrett
e Luca Ciarla
in concerto
Anticipiamo le programmazione
degli spettacoli musicali underground
che si terranno dal 22 agosto al 3 set-
tembre alla Birroteca allinterno del-
la Festa dellUnit a Ombrianello di
Crema. Tredici serate, diciannove
concerti, un concorso per band emer-
genti e un evento a sorpresa: tutto ad
ingresso gratuito. Ecco il programma.
Dopo il Dj Set di Half Chewbacca di
venerd 22 agosto, sabato 23 lelettro-
nica dei Pink Holy Days. Domenica 24
agosto il virtuoso del rap italiano Ghe-
mon; luned 25 agosto I Camillas;
marted 26 i Soviet Soviet; mercoled
27 agosto i Three in One Gentleman
Swit. Il 29 agosto sar la volta degli
Appaloosa; il 30 agosto i Good Vibe
Styla; domenica 31 agosto il rock de-
gli Zeus; finalmente il 1 settembre si
terr il concorso per band emergenti:
Insula, La Belle Epoque, Rise of Rea-
son, Senza Norma, Supernova. La
conclusione di marted 2 settembre
vedr la presenza della giovane can-
tautrice Maria Antonietta.
Tanti concerti ad agosto a Ombrianello
Giunta alla 20 edizione, lArci Festa 2014 si
tiene dall1 all11 agosto al Parco delle Colo-
nie Padane a Cremona. Undici giorni di pace,
cultura e solidariet e i partecipanti sono invi-
tati a utilizzare lhashtag #ventidicambiamento
per condividere su internet immagini e com-
menti sulla festa. Arci Festa un progetto di
cultura popolare: ogni sera incontri, dibattiti,
musica, poesia, cultura e cucina. Gli incontri
trattano di cultura, antimafia, sviluppo soste-
nibile, controcultura, libert e partecipazione,
migranti, pace e solidariet, questioni di gene-
re, media liberi, finanza etica, giovani e musi-
ca. Ogni sera, alle 22, spazio ai concerti, tra le
sonorit pi diverse: la trascinante simpatia dei
Miatralvia, gruppo che utilizza strumenti di rici-
clo, sar protagonista sabato 2, la cui serata si
chiuder con un dj set del progetto Dynamite
con Bedo e Febbo; lensemble klezmer folk dei
Volks Populi salir sul palco domani, mentre
luned la band cremonese rockabbestia dei
Balotas avr come ospite Dandy Bestia, sto-
rico chitarrista degli Skiantos; marted spazio
allalternative rock locale con i Koen e i Loond;
il progressive funk rock degli straordinari Fre-
eway Jam incendier la serata di mercole-
d. Gioved altra grande serata con il concer-
to acustico di Marino e Sandro Severini, fratel-
li fondatori dei mitici The Gang, il gruppo che
pi di ogni altro, in Italia, ha saputo raccoglie-
r leredit dei leggendari The Clash; venerd
8 sar la data zero dei Riot!, nuovo progetto
musicale con Giulia Dagani, la Pantera Rosa di
Cremona, insegnante presso la Scuola Popo-
lare di Musica di Arci Cremona, Sabato 9 ago-
sto sar puramente rocknroll con Miss Chain
& The Broken Heels e The Strain e dj set di
McA in chiusura; spazio al jazz domenica 10
con il Mat Trio di Marcello Allulli e altro dj set,
questa volta dalle sonorit electro, con Bedo
ed Eddish; come da tradizione, lArci Festa si
chiuder con Rock n roll high school, concer-
to dei gruppi studenteschi e giovanili, in pro-
gramma luned 11 agosto.
LArci Festa propone
cultura e tanta musica
E approdato anche a Crema il progetto I
luoghi del cuore giunto alla settima erdizio-
ne e promosso dal Fondo Ambiente Italiano
(Fai) in partnership con la banca Intesa San
Paolo. Si tratta di effettuare una sorta di
censimento fra tutti i cittadini italiani e stra-
nieri chiedendo loro di segnalare i luoghi ita-
liani che amano e vorrebbero vedere difesi,
valorizzati e recuperati. A Crema lo stes-
so Comune a muoversi in questa direzione
appoggiando direttamente liniziativa nazio-
nale, anzi proponendo esso stesso un luo-
go che considera privilegiato: il Torrione di
Porta Serio con larea dismessa prospicien-
te. E lo stesso assessore ai Lavori Pubbli-
ci Fabio Bergamaschi, con la collega asses-
sora alla Cultura Paola Vailati, a presentare i
promotori locali delliniziativa e in particola-
re la vice capo della delegazione Fai di Cre-
mona e di Crema Annalisa Doneda. Per par-
tecipare al censimento occorre compilare
un modulo di raccolta firme che scarica-
bile dal sito www.i luoghi del cuore.it (anche
per accesso al sito) o compilare la cartolina
apposita distribuita presso le filiali del Grup-
po Intesa San Paolo. Ogni cittadino potr
segnalare pi luoghi del cuore esprimen-
do per una sola preferenza. I primi tre luo-
ghi maggiormente votati a livello nazionale
saranno oggetto di intervento diretto del Fai.
Per tutti gli altri, a patto di aver avuto almeno
mille segnalazioni, verr stesa una gradua-
toria rispetto alla quale si potr richiedere
un intervento diretto della Fondazione sulla
base di specifici progetti dazione. Gli asses-
sori di competenza inviteranno enti e asso-
ciazioni a sensibilizzare i cittadini sul tema
della valorizzazione della citt di Crema.
I cittadini scelgono
i luoghi del cuore
Subito dopo la pausa estiva ripren-
de lattivit espositiva di TeatrArte, il
progetto voluto qualche anno fa dalla
Fondazione San Domenico per valo-
rizzare e mettere a profitto, allesten-
do mostre darte nei chiostri, i magni-
fici spazi esterni dellex convento di
piazza Trento e Trieste. Dal 13 al 28
di settembre sar la pittrice, installa-
trice e scultrice Alice Olimpia Attana-
sio di Milano, ad esporre i propri lavo-
ri sotto il titolo di Anestetico del mor-
dace. Lartista Alice Attanasio (nata
a Milano nel 1985) cerca da tem-
po lestetica del buon medicamen-
to. Nelle sue intenzioni, la pittura ad
olio su tela e le installazioni esibisco-
no gli scenari duna cura terapeuti-
ca pi addolcita. Spesso, le perso-
ne che si fanno visitare negli ambula-
tori o che hanno un ricovero ospeda-
liero temono gli strumenti dei dottori.
Nella sua pittura lartista vuole inve-
ce, per quanto possibile, smitizzare
azioni e strumenti dei medici. E un
mondo che chi lha visto direttamen-
te come paziente vorrebbe dimentica-
re. Oggi, infatti, col progresso scienti-
fico degli strumenti medici, noi venia-
mo dimessi dagli ospedali senza che
ci ricordiamo bene cos accaduto
(con lanestesia totale, lutilizzo del
laser, la qualit insapore dei farmaci,
ecc). Ciononostante molte persone
perdurano a temere il male, nellac-
cezione pi indeterminata del termi-
ne. Alice Attanasio con le sue opere
si propone anzitutto di curare il dolo-
re di tipo interiore (a livello emotivo-
psicologico). Luomo doggi vive un
momento in cui gli strumenti multime-
diali (la televisione, internet, i giornali
ecc) favoriscono la diffusione duna
sottile angoscia generale che larte
pu se non eliminare almeno attenua-
re. Lartista ricusa lidea che la sua
pittura metta ansia, anche se per la
riconosce fra i mali interiori delluo-
mo moderno.
Tiziano Guerini
Gli strumenti medici diventano opere darte
Sar inaugurata a settembre a Crema la mostra Anestetico del mordace di Alice Attanasio
Domani appuntamento fiume con i Manifesti di
Crema nei chiostri del centro culturale S. Agosti-
no in piazzetta W. De Gregory con una maratona
musicale di tutte le Sonate per pianoforte di W.A.
Mozart. In collaborazione con il Conservatorio Ros-
sini di Pesaro, cinque virtuosi dello strumento musi-
cale pi famoso, si alterneranno ai tasti per una
rassegna veramente sorprendente. I cinque piani-
sti sono: Andrea Bacchelli, Paolo Venturino, Narek
Gevorgyan, Dasan Toroman (nella foto), Andrea di
Marzio. La maratona pianistica avr inizio alle ore
16 e si prolungher senza soluzione di continuit
fino alle ore 23.
Anticipiamo anche lappuntamento previsto per il
sabato 9 agosto, sempre nei chiostri del centro cul-
turale S. Agostino (ore 21): in programma I piedi
per terra un giorno in Italia, colloquio con il giorna-
lista di Libero, Stefano Zurlo.
Maratona musicale per i Manifesti di Crema
Unopera di Alice Attanasio
SPORT
lo
Responsabile Fabio Varesi lettere@ilpiccologiornale.it
Cresce bene la Cremonese dei giovani
di Matteo Volpi
inizio continua ad es-
sere promettente. In
attesa del debutto uf-
ficiale, fissato per do-
menica 10 agosto (ore
18 allo Zini contro il Cosenza
per il primo turno di Coppa Italia),
la Cremonese si culla con la buo-
ne prestazioni fatte registrare nel-
le amichevoli. Positive anche le
indicazioni offerte nel test di Fa-
nano contro il Modena di mister
Novellino e dellex Nizzetto: l1-1
finale, al cospetto di una squadra
di B, fa senza dubbio ben sperare,
cos come la buona prova dei tan-
ti giovani messi in vetrina; in pri-
mis Mascolo, autore del momen-
taneo gol del vantaggio. La con-
ferma in grigiorosso di Rey Manaj,
invece, ha fatto arrabbiare a tal
punto la Sampdoria da annullare
lamichevole prevista per la pros-
sima settimana. In alternativa, i
grigiorossi sfideranno la Carrare-
se. Nei giorni scorsi nel frattempo,
si riunito, sotto la presidenza di
Gigi Simoni, il consiglio di ammi-
nistrazione della Cremonese, do-
po le novit societarie e gestiona-
li decise dalla propriet nelle scor-
se settimane e per annunciare
lingresso dei quattro nuovi consi-
glieri: Maurizio Ferraroni (eletto
vice presidente e amministratore
delegato dellomonimo gruppo),
Costantino Vaia direttore generale
del Consorzio Casalasco del Po-
modoro, Roberto Zanchi presi-
dente della Banca Popolare di
Cremona e Umberto Ventura am-
ministratore delegato della Aon
spa. Durante la seduta sono state
illustrate le nuove linee guida so-
cietarie ed i criteri gestionali che
caratterizzeranno la gestione del-
la prima squadra. I consiglieri
hanno ricevuto altres un aggior-
namento sulle scelte tecniche che
il presidente Simoni ed il suo staff
stanno effettuando e lillustrazio-
ne del progetto, che vede tra le
priorit la valorizzazione dei gio-
vani talenti del settore giovanile,
affidato alla guida di Giovanni Bo-
navita. Corale il ringraziamento al
Cavalier Arvedi per lingente sfor-
zo realizzato in questi anni: Dopo
aver salvato la societ dal falli-
mento, ha creato una realt solida
ed ammirata a livello nazionale,
con la realizzazione di un Centro
sportivo allavanguardia, i cui pri-
mi risultati si possono gi intrave-
dere con linserimento in prima
squadra di giovani provenienti dal
settore giovanile. Forte lentusia-
smo per la nuova sfida, cos da
assicurare alla citt ed ai tifosi ri-
sultati prestigiosi allaltezza dello
storico blasone grigiorosso.
Luned 4 agosto, infine, verran-
no varati i gironi definitivi, com-
pleti delle squadre ripescate, che
sono: Martina Franca, Torres e
Aversa Normanna.
CHI BONAVITA? Il nuovo
responsabile del settore giovanile
grigiorosso entrato nellorgani-
gramma dellAlbinoLeffe nel
2008, per lavorare con il settore
giovanile. E stato premiato dal-
lAldini Bariviera nella primavera
del 2011 come miglior responsa-
bile del settore giovanile per lan-
no 2010. Nella staglione 2012-
2013, con lAlbinoLeffe ha vinto il
titolo italiano degli Allievi.
L
Il pareggio contro il Modena (squadra di seri B) premia il lavoro fino ad ora svolto da Montorfano LEGA PRO
di Tiziano Guerini
Abbandonata lidea (un poco fanta-
siosa) di un ripescaggio in Lega Pro (la
Pergolettese non ha nemmeno avanza-
to la domanda), lo scorso mercoled al
Voltini si tornato a giocare e 500 per-
sone sono accorse allo stadio di via De
Gasperi per scoprire i primi passi della
nuova Pergolettese, impegnata in serie
D. Contro lAlbinoLeffe, squadra di cate-
goria superiore, i gialloblu hanno perso di
misura (il gol di Person al 44 del primo
tempo), ma hanno messo in mostra gi
buona volont e impegno. Certo, lintesa
fra giocatori del tutto nuovi ancora pre-
caria, spesso i passaggi non sono precisi,
lazione in attacco non sempre fluida e
veloce, ma gi si vede la mano di mister
Venturato nel cercare di tenere la palla e
di giocarla a ragion veduta.
Comunque dare un giudizio non solo
del tutto prematuro, ma in realt si sono
viste allopera non una, ma due squadre
gialloblu, dal momento che allinizio del-
la ripresa i cambi hanno coinvolto ben
nove giocatori, che sono diventati addi-
rittura dieci quando al 30 Piras ha rile-
vato Patrini: il solo Lorenzi rimasto in
campo per lintera partita. LAlbinoLeffe
si rivelata una squadra gi in palla,
veloce e con una buona intesa, sicura
in difesa e con rapidi scambi in attacco:
questo almeno nel primo tempo, perch
nella ripresa anche la squadra del tec-
nico Alessio Pala ha sostituito parecchi
giocatori. Comunque, primo tempo leg-
germente a favore degli ospiti che meri-
tavano il vantaggio, anche se ottenuto
con una azione forse viziata da un fallo
su Compaore e proseguita con un batti
e ribatti risolto in gol da Person con un
tocco sotto misura. Nella ripresa si fat-
to preferire il Pergo, che parso pi intra-
prendente, anche se in attacco non ha
punto pi di tanto: bel tiro da fuori area al
12 di Flaccadori fuori di poco e palla-gol
al 37 per il Pergo che Troiano ha spreca-
to davanti al portiere. La retroguardia gial-
loblu ha tenuto bene con capitan Scietti
tornato al proprio ruolo preferito al cen-
tro della difesa (sostituito nella ripresa da
Tacchinardi), con Compaore che ha mes-
so in mostra una buona velocit di gam-
be e di corsa; discreta anche lintesa a
centrocampo fra Manzoni e Sangiovanni.
Da rivedere lattacco, dove Bigotto non
ha fatto granch e Lorenzi ha mostrato
buona volont, ma anche di essere forse
in ritardo di preparazione. E ripartita una
nuova avventura: la speranza che fini-
sca nel migliore dei modi.
Davanti a 500 tifosi la formazione gialloblu ha ceduto di misura (1-0) contro lAlbinoLeffe (Lega Pro)
Nel test di Fanano si e messo in nostra Mascolo, autore del gol grigiorosso. Il 10 agosto esordio con Coppa Italia
Pergolettese, buon test malgrado la sconfitta
La Cremonese schierata contro il Modena (foto Ivano Frittoli)
E iniziata luned scorso la
nuova stagione del Crema
1908. Dopo la rituale consegna
del materiale tecnico, i ragazzi
agli ordini di mister Aldo Nico-
lini, del suo secondo Alessandro
Bianchessi e del preparatore
dei portieri Mauro Ferri, hanno
sostenuto la prima seduta di
allenamento, la mattina presso
la piscina del River Club di
Soncino e nel pomeriggio nel
centro sportivo di Romanengo.
Il programma si protrarr fino a
domenica 2 agosto, dopodich
la squadra presieduta da Enrico
Zucchi, luned mattina partir
per il ritiro di Breguzzo (Trento)
dove risieder sino a domenica
9 agosto. Ecco la rosa a dispo-
sizione di Aldo Nicolini. Por-
tieri: Daniele Campana (1988) e
Shon Scuttari (1996). Difensori:
Federico Bonetti (1993), Alessio
Baresi (1980), Andrea Chiappel-
la (1987), Luca Dorigo (1996),
Luca Oprandi (1995), Dario
Soregaroli (1995), Matteo Che-
rubini (1996), Luca Groppelli
(1994). Centrocampisti: Luca
Bressanelli (1996), Federico
Cantoni (1978), Fabio Fiorentini
(1988), Diego Pedrocca (1984),
Kristian Palokaj (1996), Stefano
Acquarelli (1995). Attaccanti:
Mattia Marchesetti (1983);
Antonio Bonaiuto (1995), Nicol
Pagano (1990), Michael Longari
(1993), Xhakoni Gino (1996),
Diego Piacentini (1984).
GIRONE C Ecco le avversa-
rie del Crema: Asola, Aurora
Travagliato, Cavenago, Darfo
Boario, Fanfulla, Grumellese,
Orceana, Orsa Trismoka, Palaz-
zolo, Pedrocca, Rezzato, Riga-
monti Nuvolera, Sarnico, Valle-
camonica, Villongo. Il campio-
nato inizier il 7 settembre.
ABBONAMENTI Sono di-
sponibile per la sottoscrizione
presso la sede di via G. Di
Vittorio 6, gli abbonamenti al
costo di 100 euro per la sta-
gione sportiva 2014-2015. Gli
orari nei quali si pu sottoscri-
vere labbonamento sono: dal
luned al venerd dalle 8.30 alle
12.30 e dalle 15 alle 19. Per
ulteriori informazioni possibile
contattare la segreteria al nu-
mero 0373-86521.
ECCELLENZA
SERIE D
Crema gi al lavoro
e da luned in ritiro
MONDIALI UNDER 23
Podio iridato per la bissolatina e per latleta cresciuto allEridanea. Quarto posto amaro per Manzoli (Baldesio)
Rodini e Buoli, due argenti preziosi
Sette medaglie (2 ori, 3 argenti e 2 bronzi)
il bottino dellItalia ai Mondiali Under 23 di
Varese. La squadra azzurra si assestata al
terzo posto nel medagliere, dietro a Nuova
Zelanda e Usa, ma lItalia la nazione che ha
vinto pi medaglie di tutti. Gli ori sono arriva-
ti grazie al doppio maschile di Mancini e
Vicino e al quattro senza maschile di Di
Costanzo, Gabbia, Abagnale e Abbagnale.
Tra gli argenti, spiccano quelli del quattro di
coppia maschile Pesi Leggeri di Ghidini,
Buoli, Margheri, Mulas (alle spalle della
Francia) e del quattro di coppia femminile PL
di Serena Lo Bue, Rodini, Masserano e
Giorgia Lo Bue, superato solo dalla Ger-
mania. Ringrazio tutti per questo risultato,
stata una gara bellissima e ci meritiamo
questa medaglia. Unemozione indescrivibi-
le, ha rivelato Valentina Rodini (Bissolati).
C grande soddisfazione per questa
medaglia, lo scorso anno ero ai Mondiali da
riserva, quindi un bellissimo risultato. Un
po di amarezza per la partenza lampo della
Francia c, ci hanno letteralmente spiazzati,
comunque godiamoci questo argento, ha
detto Edoardo Buoli, cresciuto allEridanea
e ora al Cus Pavia).
Fuori dal podio il quattro di coppia di
Michele Manzoli (Baldesio), che dopo aver
vinto la semifinale, giunto quarto in finale a
meno di un secondo dal bronzo, in una gara
comunque molto difficile, vinta dalla Sviz-
zera, davanti a Ucraina e Germania.
COUPE DE LA JEUNESSE E iniziata ieri
lavventura della Nazionale Junior alla regata
internazionale Coupe de la Jeunesse 2014,
in svolgimento a Libourne in Francia. Sono
tredici gli equipaggi iscritti dalla direzione
tecnica azzurra (7 maschili e 6 femminili),
seguiti dal consigliere Luciano Magistri, in
qualit di team manager e coordinati, per la
parte tecnica, da Luigi De Lucia che si avva-
le dei tecnici Rosario Aita, Massimo
Archimede, Ronny Ariberti, Sabino Bellomo,
Gabriele Braghiroli, Renato Gaeta, Alberto
Lentola, Lelio Lunardini, Nicola Moriconi,
Roberto Romanini, Giambattista Rotta. Al
seguito della squadra, per la sicurezza di
tutti gli atleti, la dottoressa Francesca
Grasso. In campo maschile sono in gara due
atleti della Canottieri Flora: Luca Tenca nel
doppio con Alessio Vagnelli e Renato Avino
nel quattro di coppia con Nicola Bortolotti,
Alessandro Franceschin e Luca Spinelli.
CANOTTAGGIO
Gioved iniziata ufficialmente la nuova stagione del
calcio italiano, con il Torino che si imposto 3-0 a
Stoccolma nellandata del preliminare di Europa Lea-
gue. Le reti di Larrondo (2) e Barreto hanno steso il
Brommapojkarna e ipotecato il passaggio del turno.
Il campionato di serie A inizier il 31 agosto (h 20.45).
Ecco la 1 giornata: Atalanta-Verona, Cesena-Parma,
Chievo-Juve (30-8 h 18), Genoa-Napoli, Milan-Lazio (h
18), Palermo-Sampdoria, Roma-Fiorentina (30-8 h
20.45), Sassuolo-Cagliari, Torino-Inter, Udinese-Empoli.
Il Torino
stravince
in Svezia
SERIE A
Il quattro di coppia PL di Valentina Rodini (seconda da sinistra)
(foto Claudio Cecchin)
La Pergolettese in azione nel test contro lAlbinioLeffe
Sport
Sabato 2 Agosto 2014
24
di Giovanni Zagni
ai come questanno il
basket-mercato sembra
vivacizzato, nonostante
la situazione economica
italiana che colpisce
tutti i settori, anche quelli sportivi.
Infatti, quasi tutte le squadre, quando
manca ancora tanto tempo allinizio
delle attivit ufficiali, hanno riempito
gli organici sino allorlo. Non saranno
arrivati campionissimi, forse soltanto
qualche buon giocatore da oltre oce-
ano o gi sperimentato nel vecchio
continente, ma indubbiamente le
novit saranno parecchie ad alimen-
tare entusiasmo e presenze degli
ammalati di basket, che stanno sot-
toscrivendo gli abbonamenti un po
dovunque. Ricapitolando gli ultimi
arrivi in maglia biancoblu, il primo in
ordine di tempo stato James Bell
(guardia-ala), nato a Plainfield (New
Jersey) il 7 gennaio del 1992. Nella
sua carriera universitaria a Villanova,
nel suo anno da Senior h guidato i
Wildcats tirando col 51,4% da 2 e
col 37,1% da 3. Il giorno dopo stato
ufficializzato il lungo Darrius Garrett
(24 anni), reduce dalla stagione in
Grecia nelle file del Nea Kifisia B.C,
con cui ha totalizzato in 23 gare, 6.4
punti di media a partita con il 61,8%
da 2, 5.2 rimbalzi e 1.8 stoppate.
Garrett pu occupare entrambe le
posizioni di 4 e 5 ed oltre alla straor-
dinaria propensione alla protezione
del canestro e allintimidazione darea,
vanta ottime doti da rollante. Infine,
arrivato a Cremona il play Jazzmarr
Ferguson, nato a Louisville (Kentucky)
il 1 gennaio del 1988. La scorsa sta-
gione ha giocato nelle fila della Fulgor
Libertas Forl in Lnp Gold, dove in 29
gare (34.5 minuti a partita) ha totaliz-
zato 17,6 punti, tirando con il 47.9%
da 2, il 41.8% da 3 e completando 2.7
assist a partita. Ferguson un realiz-
zatore esplosivo, dotato di grande
rapidit e abilit di salto. Pu ricoprire
agevolmente sia le posizioni di play
che di guardia. Ad un range di tiro
molto esteso, sia da oltre larco che
dallarresto e tiro, unisce una efficien-
te selezione di tiro. Insomma, brava la
societ a fare in fretta e scegliere quel
che il portafogli permetteva, spe-
rando che poi tutti si adattino alla
piccola ma vivace realt di Cremona,
dove il cuore ha sempre avuto gran
peso sui risultati. Ecco roster attuale
della Vanoli: Luca Vitali, Fabio Mian,
Luca Campani, Kenny Hayes,
Cameron Clark, Nicola Mei, James
Bell, Darrius Garrett, Jazzmarr
Ferguson.
CASO HACKETT A far la parte del
leone sui giornali sportivi la questio-
ne Hackett. Il play dellArmani ha
lasciato il raduno della Nazionale
senza chiedere il permesso a nessu-
no, incappando in una lunga squalifi-
ca (6 mesi a partire dalla data di inizio
campionato), ma la sua societ pare
abbia pensato di trattenerlo ugual-
mente in organico, riducendone gli
emolumenti per disputare lEurolega e
poi il finale di stagione. Che dire
dellepisodio in s, dei commenti e
delle conseguenze? Francamente la
vicenda ci ha lasciato stupti, perch il
ragazzo si scordato di essere un
professionista ben remunerato e sog-
getto a regolamenti precisi. Ma forse
la vicenda non si chiude qui. Staremo
a vedere.
DNC Ufficializzato il girone (il B a 15
squadre) del Corona Platina Piadena.
Ecco le avversarie dei piadenesi:
Cant, Lissone, Saronno, Boffalorese,
Iseo, Valceresio Arcisate, Bernareggio,
Opera, Manerbio, Calolziocorte, Mila-
notre Basiglio, Nervianese, Gaz-zada
Schianno, Olginate.
E una Vanoli a stelle e strisce
Con gli ultimi tre ingaggi sono saliti a cinque in giocatori americani nel roster biancoblu
Nel corso degli ultimi giorni sono arrivati alla corte di Pancotto la guardia-ala Bell, il lungo Garrett e il play Ferguson
M
BASKET A
Il play Jazzmarr Ferguson
SERIE A2 FEMMINILE
Inizio non facile per il Basket Team
Crema nel prossimo campionato di A2, al
via il 4 ottobre. Le cremasche faranno il
loro esordio sul campo di Vicenza, contro
una formazione che non nasconde le pro-
prie ambizioni, mentre la prima in una
palestra Cremonesi rinnnovata sar con-
tro Ferrara, indicata dai pronostici come
una delle squadre favorite per la promozio-
ne. Sedici partite da inizio ottobre a fine
gennaio e due turni di riposo (per quanto
riguarda l azzurre al termine dei gironi di
andata e ritorno). Alla fine la classifica
decreterle quattro migliori che continue-
ranno nella poule promozione, mentre le
altre (dalla 5 alla 9), dovranno giocarsi la
permanenza in A2. Infine, le prime di ogni
girone e la migliore seconda preneranno
parte alle final four di Coppa Italia.
Ecco il calendario del Basket Team Cre-
ma: 1 giornata (andata 4-10, ritorno
30-11) Vicenza-Crema, 2 (12-10, 6-12)
Crema-Ferrara, 3 (19-10, 13-10) Crema-
Virtus Cagliari, 4 (25-10, 20-12) Biassono-
Crema, 5 (2-11, 3-1-2015) Crema-Astro
Cagliari, 6 (6-11, 6-1-2015), Muggia-
Crema, 7 (8-11, 11-1, 2015) Alpo-Crema,
8 (16-11, 17-1 2015) Crema-Albino.
Basket Team Crema,
esordio duro a Vicenza
E Pietro Del Sorbo il primo
tassello del mosaico che com-
porr il roster dellErogasmet
Crema 2014-2015, che affronter
il primo campionato di serie B
della propria storia. Nato a
Genova quasi 29 anni fa, una
guardia di 190 centimetri prove-
niente dallExpo Inox Mortara,
nelle cui file ha militato nelle ulti-
me stagioni, realizzando in media
13.2 punti a partita in regular sea-
son, salendo poi a 13.7 nei pla-
yoff della scorsa stagione. Gioca-
tore rapido ed atleticamente do-
minante, buon tiratore dalla
media e dalla lunga distanza, ha
scoperto il basket a dieci anni,
esordendo tra i Senior a sedici
anni nellallora C1 nel Genova
Basket, restando anche dopo la
fusione con Chiavari, dove ha
conquistato una promozione in
B2, diventando il capitano della
squadra, carica ricoperta anche
nella successiva esperienza a
Valenza, da dove poi passato a
Loano. Ultime stagioni a Rovereto
e poi a Mortara, dove ha conqui-
stato una promozione in Dnb,
arrivando poi lo scorso anno ai
playoff. Nel suo palmares pu
vantare anche due titoli nazionali
universitari. Limpatto di Del
Sorbo sul gioco della squadra va
generalmente oltre le capacit
tecniche, essendo un atleta in
possesso di notevolissime doti
agonistiche, che alloccorrenza
pu giostrare anche in cabina di
regia. Pietro un giocatore
notevolissimo - ha rivelato il pre-
sidente Donarini - ha avuto otti-
me statistiche lo scorso anno in
serie B a Mortara, dove con una
formazione neopromossa ha
conquistato i playoff, ma le stati-
stiche non rendono pienamente il
valore di un giocatore di grande
cuore, che interpreta alla perfe-
zione il basket di coach Baldi-
raghi. Inoltre Del Sorbo, laureato
Isef, ci dar una mano anche
nella formazione del settore gio-
vanile Cos si presentato
Pietro Del Sorbo: Ho un carissi-
mo amico che mi ha parlato in
termini entusiastici della societ,
conoscevo il coach ed bastata
una telefonata con il presidente
Donarini per mettersi daccordo.
Ritengo di essere un giocatore di
carattere, la maglia che indosso
me la devono strappare, ma ho
imparato a disciplinarmi. Ho ini-
ziato a viaggiare gi a 22 anni, gli
ultimi a Mortara sono stati molto
soddisfacenti, con la promozio-
ne dalla C alla B ed i playoff al
primo anno di B. Spero di ripe-
termi qui a Crema. A breve
Pietro diventer pap (compli-
menti a mamma Camilla) ed ha
deciso di far nascere la figlia a
Crema, tanto concentrato sulla
sua nuova avventura agonistica.
Ecco il commento di coach
Baldiraghi: Quando studio un
giocatore, cerco di ricordarmi
quanto mi stato antipatico in
campo: pi lo stato, pi e stato
bravo. Lui ovviamente mi ha cre-
ato parecchi problemi e sono
stato molto soddisfatto del suo
arrivo a Crema.
CONFERMA E un volto cono-
sciuto il secondo giocatore chia-
mato a far parte del roster del-
lErogasmet Crema. Il centro
Benedetto Persico ha accettato
la proposta della societ crema-
sca e porter anche nella prossi-
ma stagione le insegne del leone
biancorosso. Il ventinovenne
prodotto del vivaio Olimpia
Milano diventer cos latleta
dalla pi lunga militanza nelle file
della Pallacanestro Crema, som-
mando anche la precedente
esperienza in serie D e C2. Sono
molto contento di avere loppor-
tunit di mettermi alla prova in un
campionato per me nuovo. Un
po mi ha stupito linteresse che
societ e coach hanno dimostra-
to, anche per loro una scom-
messa che vogliamo vincere.
Marco Cattaneo
DIVISIONE NAZIONALE B
LErogasmet annuncia Del Sorbo e Persico
Del Sorbo con il presidente Donarini
ITALIA 1
09.00 TG1 LIS/CHE TEMPO FA
10.00 MIXITALIA
10.30 DOPO TUTTO NON E' BRUTTO
11.30 LINEA VERDE ORIZZONTI ESTATE
12.30 FOOD MARKETS. Doc
13.30 TG1 TELEGIORNALE
14.00 LINEA BLU. Attualit
15.20 LEGAMI. Att
16.10 UN CICLONE IN CONVENTO.Tf
17.00 TG1 TELEGIORNALE
17.15 A SUA IMMAGINE. Attualit
17.45 PASSAGGIO A NORD OVEST
18.50 REAZIONE A CATENA. Quiz
20.00 TG1 TELEGIORNALE/TG SPORT
21.20 QUESTO NOSTRO AMORE.Fic
08.20 QUARK ATLANTE
09.05 DREAMS ROAD 2011
10.00 CON I TUOI OCCHI. Doc
10.30 A SUA IMMAGINE. Att
10.55 SANTA MESSA
12.00 RECITA DELL'ANGELUS
12.20 LINEA VERDE ESTATE. Att
13.30 TG1TELEGIORNALE/TG SPORT
14.00 COS LONTANI COS VICINI. Var
15.45 LA CASA DEL GUARDIABOSCHI
16.25 ROAD BOOK/TG1
17.00 PROVACI ANCORA PROF! 2
18.50 REAZIONE A CATENA. Quiz
20.00 TG1TELEGIORNALE/TG SPORT
21.20 IL RESTAURATORE. Film
09.30 VOYAGER FACTORY. Doc
10.00 LA NAVE DEI SOGNI. Film
11.25 IL NOSTRO AMICO CHARLY.Tf
12.10 LA NOSTRA AMICA ROBBIE.Tf
13.00 TG2 GIORNO
13.30 SERENO VARIABILE
14.00 MARIE BRAND. Film
15.30 SQUADRA SPEC.COLONIA. Tf
16.20 SQUADRA SPEC.STOCCARDA. Tf
17.00 SQUADRA SPEC.LIPSIA. Tf
18.05 ARCTIC AIR. Tf
19.35 IL COMMISSARIO REX. Tf
20.30 TG2 20.30
22.45 LUTHER. Telefilm
23.40 TG2 NOTIZIE
09.10 LA NAVE DEI SOGNI. F
10.45 LA NAVE DEI SOGNI-2. F
12.10 LA NOSTRA AMICA ROBBIE.Tf
13.00 TG2 GIORNO/TG MOTORI
13.45 SERENO VARIABILE ESTATE
14.15 DELITTI IN PARADISO. Tf
15.15 IL COMMISSARIO LANZ.Tf
16.15 IL COMMISSARIO HERZOG.Tf
17.15 SQUADRA SPEC. LIPSIA.Tf
18.05 REIGN. Tf
18.55 TOUR DE FRANCE
19.25 REX 2. Telefim
20.30 TG2 20.30
21.05 HAWAII FIVE-O. Tf
22.40 STRIKE BACK. Tf
09.00 ANGELI SENZA PARADISO. F
10.20 CHAMPAGNE IN PARADISO. F
12.00 TG3/SPORT NOTIZIE/METEO3
12.45 LA SIGNORA DEL WEST. Tf
13.35 TIMBUCTU. Doc
14.00 TG REGIONE/TG3
14.50 TG3 LIS
15.00 LA BELLA DI ROMA. Film
16.30 CUORI AL VERDE. Film
18.10 I MISTERI DI MURDOCH. Tf
19.00 TG3/TG REGIONE/METEO
20.00 BLOB. Variet
20.15 IL VAGABONDO. Film
20.40 AI CONFINI DELLA REALT. Tf
21.05 THE COMPANY MAN. Film
09.20 I DUE SUDDISTI. Doc
11.10 PONDEROSA. Tf
12.00 TG3 TELEGIORNALE
12.10 TG3 FUORI LINEA ESTATE. Att
12.25 TELECAMERE. Att
12.55 VISIONARI. Att
14.00 TG REGIONE/TG3 METEO
14.30 IN GINOCCHIO DA TE. F
16.25 TARA ROAD.F
17.55 LA GIOSTRA DELLA QUINTANA
19.00 TG3/TG REGIONE/METEO/BLOB
20.15 CHARLOT RIENTRA TARDI. Tf
21.05 L'UOMO DELL'OMBRA. Film
23.20 TG3 REGIONE
23.35 SCONOSCIUTI COLLECTION. Doc
SABATO 2 DOMENICA 3
CANALE 5
RETE 4
07.55 TRAFFICO/METEO.IT
08.00 TG5 MATTINA
09.10 SPECIALE SUPERCINEMA. Att
10.00 MELAVERDE. Attualit
11.00 FORUM. Attualit
13.00 TG5 TELEGIORNALE/METEO
13.45 DALLAS. Tf
14.40 4 PADRI SINGLE. Film
17.00 AMICHE PER CASO. Film
19.00 IL SEGRETO. Telenovela
20.00 TG5 TELEGIORNALE/METEO
20.40 PAPERISSIMA SPRINT. Var
21.10 ROSAMUNDE PILCHER. F
23.30 SOUVENIRS. Film
01.30 TG5 NOTTE
07.50 TRAFFICO-METEO. Attualit
07.55 TG5 MATTINA
09.15 BYE BYE CINDERELLA. Sit
09.50 QUALCUNO COME TE. F
12.00 MELAVERDE. Att
13.00 TG5 TELEGIORNALE/METEO
13.40 L'ARCA DI NO. Attualit
14.00 ANNA E I CINQUE. Fiction
15.20 BOROTALCO. Film
17.30 IL MARCHESE DEL GRILLO. F
20.00 TG5 TELEGIORNALE/METEO
20.40 PAPERISSIMA SPRINT. Variet
21.10 VIAGGI DI NOZZE. Film
23.30 LA CORTIGIANA. Fiction
02.00 TG5 NOTTE/RASSEGNA
08.40 DISTRETTO DI POLIZIA 11. Tf
10.45 RICETTE ALL'ITALIANA. Att
11.30 TG4 TELEGIORNALE/METEO
12.00 RENEGADE. Tf
14.00 LO SPORTELLO DI FORUM. Att
15.30 MATRIMONIO ALL'ITALIANA. Att
16.20 IERI E OGGI IN TV SPECIALE
17.00 POIROT. Film
18.55 TG4 TELEGIORNALE/METEO
19.35 IERI E OGGI IN TV. Attualit
19.55 TEMPESTA D'AMORE. Soap
20.30 IL SEGRETO. Soap
21.15 THE MENTALIST. Film
24.00 DELITTI INUTILI. F
02.00 TG4 NIGHT NEWS
07.05 TG4 NIGHT NEWS
07.55 ZORRO. Tf
08.30 PIANETA TERRA. Doc
09.20 MAGNIFICA ITALIA. Doc
10.00 SANTA MESSA
10.50 PIANETA MARE. Attualit
11.30 TG4/METEO
13.00 LE STORIE DI ALIVE. Att
13.55 DONNAVVENTUA. Doc
14.45 L'URLO DEI GIGANTI. F
17.05 LA FANCIULLA CHE RIDE. Film
18.55 TG4 TELEGIORNALE/METEO
19.35 IL RITORNO DI COLOMBO.Tf
21.30 BONES. Telefilm
24.00 L'AVVOCATO GUERRIERI. F
SABATO 2 DOMENICA 3
LA 7
SABATO 2 DOMENICA 3
07.50 PIANGE ...IL TELEFONO
09.45 LEZIONI DI GIALLO. Film
11.30 INTRIGO A TAORMINA. Film
13.30 TG LA7
14.00 TG LA7 CRONACHE. Attualit
14.40 DIANE DOE-UNO SBIRRO IN
FAMIGLIA. Tf
16.10 MONTE WALSH-IL NOME
DELLA GIUSTIZIA. Film
18.10 L'ISPETTORE BARNABY. F
20.00 TG LA7
20.30 IN ONDA. Att
21.10 IL COMMISSARIO MAIGRET. Tf
01.05 IN ONDA. Attualit
01.50 DIAMONDS. Fiction
07.30 TG LA 7
07.55 TOT E LE DONNE. Film
09.45 IN ONDA. Att
10.25 LEZIONI DI GIALLO. Film
11.55 MONTE WALSH-IL NOME
DELLA GIUSTIZIA. Film
13.30 TG LA7
14.00 JACK FROST. Tf
16.10 MCBRIDE. Film
18.10 L'ISPETTORE BARNABY. F
20.00 TG LA7
20.30 OTTO E MEZZO. Att
21.10 UN VIAGGIO PERICOLOSO. F
00.05 TG LA7
01.10 GLI ULTIMI GIORNI. Film
10.00 LA PARTITA DI HUGONY
11.30 COSA BOLLE IN PENTOLA
12.00 CREMONA IN GIALLO
12.30 LE CITT DELLA MUSICA
13.00 COSA BOLLE IN PENTOLA
13.30 TG CREMONA
14.00 GIOVANI A CONFRONTO. Att
16.00 TELEGIORNALE
16.30 GIOIELLI SOTTO CASA
17.00 LE NOSTRE REGIONI
17.30 GIOIELLI SOTTO CASA
18.00 CREMONA IN GIALLO
19.00 TG CREMONA/NAZIONALE
20.30 IL GIORNO DEL SIGNORE
09.00 IL CONCERTO
10.50 SANTA MESSA. DA CREMONA
12.00 ANGELUS
12.15 IL GIORNO DEL SIGNORE
13.00 GIOIELLI SOTTO CASA
13.30 TG DELLA DOMENICA
14.00 GIOVANI A CONFRONTO
16.00 TG DELLA DOMENICA
17.00 FORMATO FAMIGLIA
18.00 PRONTO DOTTORE
19.00 TG DELLA DOMENICA
19.30 LA PARTITA DI HUGONY
20.30 GIOIELLI SOTTO CASA
21.00 LE NOSTRE EGIONI
21.30 ROCK ON
07.00 TUTTO IN FAMIGLIA. Sitcom
07.45 LA VITA SECONDO JIM. Tf
08.20 DANCE ACADEMY. Tf
09.20 SUBURGATORY. Sit
10.20 GLEE. TF
12.25 STUDIO APERTO/SPORT
14.05 4 AMICHE E UN PAIO DI
JEANS. Film
16.25 THE CLIQUE. F
18.30 STUDIO APERTO/METEO
19.00 TOM&JERRY. Cartoni
19.30 ALEX RIDER. Film
21.10 TRON LEGACY. Film
23.45 INTERCEPTOR. Film
01.45 SPORT MEDIASET
08.30 A-TEAM. Tf
10.30 NO ORDINARY FAMILY. F
12.25 STUDIO APERTO/METEO
13.00 SPORT MEDIASET
14.00 G.P. DEL BELGIO. Motocross
15.00 VECCHI BASTARDI. Var
16.00 G.P. DEL BELGIO
18.00 LA VITA SECONDO JIM. Sit
18.30 STUDIO APERTO/METEO
19.00 LA VITA SECONDO JIM. Sit
19.25 SCUOLA DI POLIZIA 2. Film
21.10 LA COSA. Film
23.15 666 PARK AVENUE. Tf
01.05 SPORT MEDIASET
01.30 STUDIO APERTO
re volte sul podio, un primo
posto allAll Star Game di
Riccione, una medaglia dar-
gento alla tappa di San
Benedetto del Tronto ed una
di bronzo in quella di apertura a
Terracina: il bilancio della Pom Stabili
Casalmaggiore nel Lega Volley Summer
Tour pu definirsi pi che positivo. Pu
andare fiera di quanto fatto la squadra
del duo Botti-Pini, alla seconda parteci-
pazione al campionato di Sand Volley
4x4 i miglioramenti sono sotto gli occhi
di tutti. Proprio in ottica salto di quali-
t, rispetto alledizione precedente, la
formazione casalasca aveva affrontato
la manifestazione itinerante per lItalia.
Conferma il raggiungimento degli obiet-
tivi prefissati il tecnico Marco Botti: I
nostri risultati al Lega Volley Summer
Tour possono definirsi in linea con gli
obiettivi della vigilia, la squadra anda-
ta a medaglia per tre volte, riuscendo a
contendere in quasi tutte le tappe la
vittoria alla formazione di Urbino, che si
sapeva essere la squadra da battere. Si
sperava in una quarta tappa altrettanto
positiva, ma la concomitanza di alcuni
fattori sfavorevoli ed una variazione di
assetto di squadra che non si rivelato
agevole da metabolizzare, ci ha impedi-
to di lottare per uno dei primi posti. Il
finale in tono minore non va comunque
ad inficiare un bilancio complessivo
davvero apprezzabile, impreziosito da
una vittoria, quella di Riccione, che pur
non avendo portato in bacheca alcun
trofeo, ci ha comunque permesso di
arrivare davanti a tutte le partecipanti
nella tappa forse pi mediatica e comu-
nicativa della manifestazione, permet-
tendoci di affiancare il nome degli
sponsor e di Casalmaggiore a monu-
menti del volley nazionale come Lo
Bianco, Cacciatori, Turlea e Gardini.
Quale sar il ricordo pi bello di
questa edizione del Lega Volley Sum-
mer Tour?
Le cose da ricordare sono tante,
sicuramente il successo romagnolo per
quanto riguarda laspetto sportivo,
sotto il profilo umano i rapporti interper-
sonali stretti con delle giocatrici fanta-
stiche. Proprio grazie alla loro profes-
sionalit il mese di luglio si trasforma-
to da un periodo impegnativo in una
divertente parentesi itinerante in cui lo
stress per gli allenamenti e le partite
stato sostituito da inappagabili momen-
ti di grande sport e convivenza. E poi
non voglio dimenticare laspetto media-
tico con il reality-docu di cui la squa-
dra stata protagonista e che ha
aggiunto interesse ed attrattiva alla
nostra avventura.
Unesperienza da ripetere...
Indubbiamente e sin da ora posso
confermare che i programmi parlano di
una terza partecipazione allevento con
una squadra che vogliamo ulteriormen-
te rinforzare. Gi in questa edizione il
roster collaudato della prima esperien-
za stato impreziosito dallarrivo di
elementi come Stoyanova e Pascucci,
una sicurezza la prima, un bella sorpre-
sa la seconda, e nel finale dallo schiera-
mento di Olivera e Van Daelen e dalla
scudettata Caracuta. Per ledizione
2015 del Lega Volley Summer Tour
abbiamo in animo di potenziare ulterior-
mente lossatura e continuare nel cam-
mino di crescita.
Ringraziamenti di rito?
Rischierei di tralasciare qualcuno,
perch tutti meritano un plauso, dalle
giocatrici, al mio assistente Giuseppe
Pini, a tutti i dirigenti della Vbc che ci
hanno seguito con dedizione e passio-
ne, alla troupe, diretta magistralmente
da Nello Fochetti, che ha realizzato il
reality della nostra avventura sulla sab-
bia che nelle prossime settimane vedr
uscire tutte le puntate incentrate sulle
varie tappe e che porter a spasso per
lItalia il nome della formazione di
Casalmaggiore mediante le tante emit-
tenti locali che se ne sono aggiudicate
la proposizione. Una menzione partico-
lare mi preme farla per Eugenio Stabili,
rivelatosi partner ideale, e che ci ha
permesso di poterci muovere da una
location allaltra in camper, una oppor-
tunit che solo la Pom Stabili ha potuto
vantare tra tutte le squadre partecipanti
alla manifestazione. Confesso che ter-
minata lultima tappa, doverlo parcheg-
giare stata una tristezza unica perch
ha coinciso con la fine di cinque setti-
mane indimenticabili.
Per dare un segno di continuit tra la
stagione sulla sabbia e quella indoor
che si affaccia allorizzonte, gli scatti
pi belli realizzati sulla sabbia delle
splendide localit di mare teatro delle
tappe del Lega Volley Summer Tour,
saranno oggetto di un calendario che la
societ casalasca Vbc ha in animo di
realizzer nel prossimo mese di dicem-
bre. Chiusa la parentesi del beach,
occhi puntati sui prossimi appuntamen-
ti, dopo Ferragosto scatta il ritiro della
Pom indoor in quel di Forte dei Marmi.
Pom, bilancio positivo sulla sabbia
Un successo e due piazzamenti sul podio testimoniano la qualit della partecipazione delle casalasche
In attesa di iniziare la preparazione per la stagione indoor, la squadra rosa ha brillato nel Lega Volley Summer Tour
T
VOLLEY
Le giocatrici della Pom con il tecnico Botti
BOCCE
Sport
Sabato 2 Agosto 2014
25
di Massimo Malfatto
Successo ha riscosso il 1
trofeo La Notte delle stelle,
Regionale organizzata dalla boc-
ciofila Castelnuovo. Sul gradino
pi alto del podio sono saliti
Giovanni Torresani ed Ernesto
Fiorentini, una vittoria sofferta.
Dopo aver superato i compagni
di societ Guerrini-Zagheno, i
portacolori della Achille Grandi
simponevano su Dimonte e
Rizzardi per 12-11 al termine di
una semifinale ad alto livello.
Nella parte bassa del tabellone in
evidenza i lodigiani Giovanni
Belloni e Marino Brunetti, vincito-
ri a Cremosano che, con un dop-
pio 12-2, eliminavano Abeni e
Bonfiglio ed i trescoresi Davide e
Renato Grimaldi. Finale a senso
unico con Torresani e Fiorentini
che avevano la meglio sul bino-
mio della Poiani per 12-7. Ha
diretto la gara Arturo Casazza
arbitri di finale Eugenio Barbieri e
Franco Stabilini.
CREMOSANESE Sforzo orga-
nizzativo e finanziario notevole
della bocciofila (due finali) ma
partecipazione scarsa alla
Notturna in memoria dei soci
Bonizzi, Cattaneo, Mandotti e
Paloschi. Nella categoria A/B
successo di Gianpietro Frattini ed
Alberto Pedrignani che simpone-
vano, sempre per 12-5, sui mila-
nesi Costa-Conte e Fiorentini-
Torresani ed in finale si sbarazza-
vano degli orobici Bugini e Zanetti
per 12-2. Nella categoria C/D
successo dei lodigiani Marino
Brunetti e Giovanni Belloni che in
finale avevano la meglio su Danilo
ed Italo Lanzi per 12-6. Terzo
posto per i sergnanesi Gianni
Dossena e Giacomo Scarpelli,
eliminati dagli offanenghesi. Ha
diretto la gara Franco Stabilini.
Pedrignani e Frattini brillano sotto le stelle
Dopo due settimane di batterie questa
sera epilogo del 3 Memorial Soci, pro-
vinciale individuale (separata al possibi-
le) organizzata dalla canottieri Flora.
Nella categoria A note positive per
Claudio Lupi Timini, Gianpietro Lanfredi,
Gilberto De Stefani, Paolo Guglieri
Mattia Visconti mentre in B in risalto
Carlo Desenzani e Giovanni Minoia.
Infine in categoia C, tra gli altri, in eviden-
za Vanni Bellardi, Luciano Dotti, Luca
Bagnacani, Leandro Ceruti e Dermille
Ferrari. Le finali, tutte sulle corsie della
bocciofila organizzatrice di via Riglio,
inizieranno alle ore 18 con gli spareggi:
direttore di gara di Carlo Spadafora.
TROFEO COOP La coppia bresciana
formata da Emiliano Benedetti e Danilo
Saleri si aggiudicata la gara regionale
organizzata dalla omonima bocciofila di
Castelvetro Piacentino. Dopo aver elimi-
nato Azzini e Taravella il binomio della
Brescia Bocce simponeva su Ciappei-
Minoia (12-5), Guerrini-Zagheno (12-7)
ed in finale aveva la meglio sugli offanen-
ghesi Claudio Lupi Timini ed Ermanno
Carniti per 12-5. Buono il quarto posto
Vanni Bassotti e Davide Pompini. Ha
diretto la gara Gabriele Ceriati.
MEMORIAL PUGNETTI Non sar pi
il Pietro Zovadelli di una volta ma conti-
nua a brillare per la sua tecnica, combat-
tivit e con Mauro Campolungo si
imposto nella Regionale organizzata
dalla bocciofila Fadigati. Superati Galelli
e Feraboli, la coppia della Caccialanza
prima eliminava Guglieri-Galantini (12-
11) e poi si sbarazzava di Frattini-
Comizzoli con un eloquente 12-2. In
finale approdava anche Gibe De
Stefani e Fabio Cordani che in semifina-
le superavano i beniamini di casa Ripari
e Ricini per 12-8. Finale equilibrata dove
la spuntavano Zovadelli e Campolungo
sui rivieraschi della Baldesio con il pun-
teggio finale di 12-8. Ha diretto la gara
Ennio Clementi.
M.M.
Stasera le finali alla Canottieri Flora
Martti Sciortino protagonista ai Mondiali (quarto)
Prova maiuscola di Martti Sciortino (Bmx
Action Cremona), quarto nella prova iridata di
Rotterdarm. Martti Sciortino ora pu definirsi tra
i big della specialit. Bmx Action Cremona,
Comitato provinciale Fci, Coni provincile, la citt
di Cremona e tutti i fans delle ruote volanti, pos-
sono essere orgogliosi di un risultato di prestigio
quale quello ottenuto in Olanda. Non capita tutti
i giorni, infatti, di agguartare una finale mondiale,
specialmente nella specialit Bmx. Un corridore
di Bmx Race non deve essere solo ciclista, ma
deve possedere una serie di componenti, carat-
teristiche atletiche e doti naturali per primeggia-
re in una disciplina che il Cio ha fortemente
voluto nel programma a cinque cerchi. Dopo
largento iridato e due partecipazioni olimpiche
dellindiscusso leader di specialit Manuel De
Vecchi (sempre della Bmx Action Cremona) ,ora
il sodalizio cittadino pu annoverare in bacheca
unaltro risultato prestigioso. Del resto, Martti
Sciortino pu gi annoverare numerosi i titoli gi
vinti, sia in campo regionale che nazionale, due
finali europee gi nel cassetto, largento in
Europa lo scorso 13 luglio ed ora il quarto posto
al Mondiale. Ora si godr le meritate vancanze
per poi concludere al meglio la stagione nazio-
nale e preparare il salto nella categoria Juniores,
dove trover i top rider del circus iridato.
Cambiano le location, non cambiano i risultati che promuovono
sempre di pi Mattia Visconti. Il giovane vaianese ha nobilitato il trofeo
Lomar giunto alla nona edizione e organizzato dalla Polisportiva
Madignanese. Il portacolori della Achille Grandi, finalista anche lo
scorso anno in questa gara con pap Roberto (eliminati dai codogne-
si Gambazza e Groppi) non ha lasciato scampo agli avversari superan-
do nei quarti lorobico Tiziano Leoni (12-8) ed in semifinale il milanese
Giorgio Severi per 12-5. Tentava di opporsi allo strapotere del giovane
della bocciofila di via De Marchi Corrado Galli, ma il pur bravo gioca-
tore dellArci Crema Nuova veniva nettamente sconfitto da Mattia con
un eloquente 12-1. Ottimo quarto posto per Samuele Oirav. Il botto in
casa Visconti arrivato nei giorni scorsi con la prima convocazione di
Mattia in maglia azzurra: con Battistini e Miconi former il trio dellItalia
ai campionati europei juniores. Un meritato riconoscimento sulla scia
dei numerosi successi: il 3 settembre a Zurigo sar sicuramente un
giorno da ricordare per Mattia, ma non solamente per lui.
TABACCHERIA ROSSI Pierantonio Comizzoli ha vinto la gara della
Achille Grandi. Il trescorese superava in semifinale Giuseppe Zafferoni
ed in finale aveva la meglio su Manuel Pedrazzini per 12-5.
M.M.
Ma che Mattia Visconti!
I finalisti a Castelnuovo
La notizia era nellaria. Tina Lipicer
Samec, il capitano della prima stagione
in A1 della Pom Casalmaggiore, non
vestir pi la maglia rosa. E stato, infat-
ti, ufficializzato il passaggio della gioca-
trice slovena nelle file della Savino del
Bene Scandicci, che prender parte alla
massima divisione dopo aver acquisito i
diritti sportivi da Frosinone. La formazio-
ne toscana necessitava di un elemento
di esperienza per dare qualit e peso al
proprio reparto dattacco e la scelta
ricaduta proprio sullex Casalmaggiore,
che con la squadra rosa ha confermato
le proprie doti di leader. Sono onorata
- ha dichiarato allindomani del suo
approdo in Toscana - di aver fatto parte
del progetto della Vbc, una societ che
ha voluto credere in me sia come perso-
na che come giocatrice, assegnandomi
la fascia di capitano e facendomi sentire
a casa. Ho trovato persone speciali con
le quali ho instaurato un bellissimo rap-
porto di amicizia, delle compagne di
squadra che mi hanno seguito e mi
hanno regalato splendide emozioni. I
successi pi belli? Indimenticabili reste-
ranno le vittorie con Bergamo e Modena,
che ci hanno dato grandi stimoli per
continuare a crescere come squadra,
ma forse il successo pi bello stato
quello con Busto, sia in campionato che
in Coppa Italia, con il passaggio del
turno perch da quei risultati la squadra
ha acquisito la consapevolezza delle
proprie potenzialit.
VOLLEY A1
La slovena Tina Lipicer
si accasata a Scandicci
BMX
Martti Sciortino al via in Olanda (secondo da sinistra)
Laura Sala (nella foto) ha
centrato il podio nella prima
edizione del Triathlon di
Madonna di Campiglio.
Latleta del team Stradivari si
classificata al terzo posto,
portando a termine le tre
frazioni sulla distanza Sprint
con il tempo di 1h1551. A
Cortina dAmpezzo, invece,
Valentina Carta ha fatto il suo esordio stagionale:
per lei, gi Elite Stradivari negli scorsi anni, un
ritorno in verdebl. Nel Triathlon Dolomiti, si
piazzata al decimo posto in 2h2816.
Laura Sala sale sul podio
a Madonna di Campiglio
TRIATHLON
di Fortunato Chiodo
a giovane Italia del ciclismo femminile ha
fatto sfracelli nei Campionati Europei su
pista ad Anadia in Portogallo, conquistan-
do medaglie del metallo pi prezioso nel
ciclismo. Hanno fatto centro le azzurre
con la friulana Elena Cecchini, medaglia doro nella
corsa a punti donne Under 23 (bronzo anche nello
scratch), argento per la compagna brianzola Maria
Giulia Confalonieri del team Estrado de Mexico-
Faren Kuota di Cornaredo. Entrambe avevano gi
conquistato il bronzo nellinseguimento a squadre
insieme a Beatrice Bartelloni e Francesca Pattaro,
superando la Germania sui 3000 metri in 434734.
Nello scratch Juniores oro per il veneto Attilio Viviani
(fratello di Elia, professionista della Cannondale).
Oro di grande valore per lazzurra Elena Bissolati,
portacolori della Titici Lgl Pro Team di Castiglione
delle Siviere, 17enne di San Giovanni in Croce, quin-
ta anche nella velocit e regina dello scratch Junior.
Protagonista di una prestazione magistrale, si
imposta nellultima volata che contava alla russa
Diana Klimova, a cui andata la medaglia dargento.
Sul podio anche lorobica Claudia Cretti (Valcar
Pbm), campionessa europea uscente, che ha cos
completato la festa della nostra Nazionale, diretta
dal ct Dino Salvoldi, da domani impegnata ai
Mondiali di Seoul. Nella velocit a squadre, Mirian
Vece (Valcar Pbm) ed Elena Bissolati, nella finale per
la medaglia di bronzo hanno dovuto inchinarsi alle
rappresentanti del Belgio, mentre il titolo europeo
andato alla Germania (Doreen Heinze e Emma
Hinzie): le tedesche hanno avuto la meglio sulla
Russia (Tatiana Kiseleva e Anna Kozinova ). E gira-
to tutto storto per la giovane promessa Stefano
Moro: lazzurro nella categoria Juniores ha concluso
al 13 posto nellOmnium, grazie al quinto posto nel
giro lanciato (13838) e sesto nel km da fermo (1
06870). Il titolo andato allo spagnolo Xavier
Canellas Sanchez con 191 punti.
QUINTO PEDRETTI Lo Junior Simone Piccolo
(Gb Lions Junior), con un scatto micidiale in salita,
si aggiudicato il Trofeo Ldm a Barzago nel Lec-
chese, lasciando alle spalle il compagno di squadra
Federico Burchio e Manuel Todaro (Bringhello),
Samuele Bianchi (Canturino) e il cremonese Giova-
nni Pedretti (CC Cremonese-Arvedi).
BASSANO-MONTEGRAPPA Simone Andretta
(Zalf Fior), ha firmato la quarta vittoria stagionale,
conquistando il prestigioso traguardo della Bassa-
no-Montegrappa per dilettanti, vincendo per distac-
co (113 partenti, 37 allarrivo) ed ha preceduto
Michele Gazzarra. Infine, lallievo orobico Francesco
Cornolti (Paladina Scuola del Ciclismo Ivan Gotti),
ha vinto il Piccolo Giro della Valseriana, con arrivo a
Albino: sul traguardo ha anticipato Federico Trezzi e
Ettore Gualdi di 2.
L
Lazzurra di San Giovanni in Croce ha confermato il suo talento vincendo lo scratch Junior agli Europei su pista
Elena Bissolati ha pedalato nelloro
CICLISMO
Elena Bissolati (al centro)
dopo la premizione
Sport
Sabato 2 Agosto 2014
26
Allo Stadio del Nuoto di Roma, nel
complesso del Foro Italico, si svolge-
ranno tra venerd 1 e sabato 2 agosto i
Campionati italiani Assoluti, mentre dal
4 al 7 agosto sar la volta dei Nazionali
Juniores-Cadetti. Nella massima com-
petizione saranno 386 gli atleti a scen-
dere in vasca (203 uomini e 183 don-
ne), in rappresentanza di 101 societ.
Ben altri numeri per Juniores e Cadetti:
815 atleti (417 uomini e 398 donne) in
rappresentanza di 221 societ. Pronta
a recitare il ruolo da protagonista il
Team Nuoto Lombardia, attuale vice
campione dItalia a squadre, rappre-
sentato da 26 atleti Assoluti (15 uomini
e 11 donne) e 43 Juniores-Cadetti (23
maschi e 20 femmine). Uno dei pilastri
della squadra giovanile della societ
del gruppo della Sport Management
sicuramente Giulia Verona. La forte
atleta di Cremona garegger nei 50,
100 e 200 rana e nei 200 farfalla, cer-
cando di confermare quanto di buono
fatto ai Criteria Giovanili dello scorso
marzo, quando vinse due medaglie
doro (100 rana e 200 farfalla). Inoltre,
Giulia Verona reduce da un ottimo
Campionato europeo giovanile (a
Dordrecht), dove sfortunatamente non
riuscita a salire sul podio, ma ha
migliorato notevolmente tutti i suoi
primati personali. Dopo i record di
medaglie ottenuti ai Criteria Giovanili
(15 ori, 7 argenti e 5 bronzi, ndr), la
nostra squadra chiamata alla ricon-
ferma afferma il presidente Gionatan
Menga i presupposti per un buon
campionato nazionale ci sono tutti.
Giulia Verona una delle migliori atlete
del settore giovanile. Sono convinto
che anche in questa occasione dimo-
strer tutto il suo potenziale.
Grandi soddisfazioni per gli atleti
provinciali ai Campionati italiani gio-
vanili su pista al velodromo Mercante
di Bassano del Brappa, ostacolati dal
maltempo. Diego Bosini (CC Cre-
monese-Arvedi) ha confermato il suo
talento, vincendo la corsa a punti
esordienti: sui 40 giri (16 km) ha
distanziato di 11 punti Marco Vergani
(Costamasnaga) e Alex Raimondi
(Torrile). Ottima prestazione anche di
Daniele Donesana (Uc Cremasca)
nella prova del keirin uomini allievi,
terminata al secondo posto dietro a
Simon Giacomello (Sprint Vidor).
Medaglia di bronzo per Marco Corino
(Alba Bra). Dicevamo del talento e
della duttilit di Diego Bosini, che
vince sia su strada che in pista. Prima
del titolo tricolore, infatti, lesordiente
del CC Cremonese-Arvedi, con un
tocco magico in salita ha distanziato
tutti e per il secondo anno consecuti-
vo ha trionfato nel 10 Trofeo
Cometa, svoltasi a Campagna di
Lonato (Bs). Arrivo solitario anche per
il veneto Alberto Zanoni (Cage
Maglieria) ha rifilato 33 al compagno
di squadra Riccardo Boron, nella
corsa Allievi di Campagna Lonato (Bs).
JAKUB MARECZKO FARA IL
SALTO DI QUALITA E una indiscre-
zione di ciclomercato ghiotta: il
velocista bresciano Jakub Mareczko,
20enne della Viris Maserati-Sisal
Matchpoint di Vigevano (otto succes-
si in stagione tra cui il Circuito del
Porto a Cremona, Coppa citt di
Melzo e Trofeo Rancilio a Parabiago),
stato ingaggiato dalla Neri Sottoli-
Al, squadra professional del team
manager Citracca e direttore sportivo
Luca Scinto, societ rinata dalle
ceneri della Vini Fantini.
PRESENTATA LA COPPA AGO-
STONI Presentata, nellaccogliente
auditorium di Palazzo Terragni a Lis-
sone, la Coppa Agostoni-Giro della
Brianza, classica in programma il 17
settembre, penultima prova del Trit-
tico Lombardo (lultima la Tre Valli
Varesine, al via il 18 settembre).
Diego Bosini (al centro) sul podio
Diego Bosini vince il titolo italiano a Bassano
Il ciclismo non si ferma mai, neanche per
ferie! Si comincia il 3 agosto con i Giovanissimi
nel 11 Trofeo Comune di Ricengo, patrocina-
to dallImbalplast (partenza alle ore 9.30).
Giovanissimi domenica 10 agosto (ore 9,30)
in gara nel Trofeo Comune di Agnadello-
Memorial Vito Fasoli, organizzato dallUc
Cremasca. Allievi in gara venerd 15 agosto a
Genivolta, nel 15 Memorial Marco Noci,
sulla distanza di 78 chilometri. Partenza alle
9, con regia dellImbalplast di Soncino.
Esordienti impegnati nella prova unica (17
agosto) per il Trofeo Zuccotti Groupama a
Soncino, patrocinato dallImbalplast e lo stes-
so giorno sono impegnati anche i Giovanissimi
nel 4 Trofeo Sagra della Colomba a Persico
dOsimo, organizzato dal CC Cremonese-
Arvedi. Domenica, 24 agosto a Piadena, i
Giovanissimi al via del 10 Trofeo Autofficina
Sinelli, allestito dal G.C. Amatoriale Piadena.
Infine, il 31 agosto a Corte de Frati, il CC
Cremonese-Arvedi ha in cantiere la corsa per
i Giovanissimi.Buone vacanze!
Domenica mattina si corre
il Trofeo Comune di Ricengo
Un minuto di silenzio in ricordo del
giovane ciclista Alessandro Maggi, 14
anni, esordiente dellImbalplast di Son-
cino, societ che in segno di lutto ha
ritirato le proprie squadre da tutte gare.
Striscioni dedicati al Alessandro, si leg-
gevano a Ripalta Cremasca per il Trofeo
Miramar, la corsa patrocinata dallUc
Cremasca. Il dirigente Stefano Pedrinazzi,
ha specificato: Abbiamo deciso di cor-
rere per rendere onore a questo sport e a
questo ragazzo che lo amava tanto.
Vanno via in tandem nella G1 (7 anni)
Giacomo Federico Ogliari di Credera
Rubbiano del Gs Corbellini e lizanese
Stefano Ganini dellUc Cremasca. In
volata Ogliari centra la 12 vittoria su 13
gare in stagione. Alessandro Milesi (Osio
Sotto), figlio darte, fa poker nella G2,
superando allo sprint Aurora Piazza (Gs
Corbellini); quarto posto per Gabriele
Durelli (Uc Cremasca). Non indietreggia e
non va fuori giri neppure la sanbassanese
Federica Venturelli (Pol. Madignanese): la
reginetta del Trofeo Rosa non perde loc-
casione per dimostrare le sue qualit e
nella volata a ranghi compatti della G3
(10 anni), scarica sui pedali tutto quello
che ha, ma sulla fettuccia darrivo deve
inchinarsi allo strapotere di Daniel
Colombo (Caluschese). A vincere la
corsa G4 stato lorobico Andrea Masotti
(Osio Sotto), dopo un avvincente volata
con Michele Casagrande (Uc Cremasca),
Elisa Roccato (Cc Cremonese-Arvedi),
Edoardo Ogliari (Gs Corbellini) e Irene
Oneda (Cc Cremonese-Arvedi). Parla
orobico anche la gara della G5 (11 anni):
nel duello tra il cremonese Riccardo
Tomasoni (Pol. Madignanese ) e il berga-
masco Fabio Crepella (Pol. Albano), sim-
pone questultimo. Che bello tifare per
Mattia Chiodo (Gs Corbellini): quando
ormai pregusti il sapore della vittoria del
campione lombardo minisprint, qualcosa
gira storto lorobico Giorgio Cometti
(Romanese) rivina la festa al pubblico
presente. Poche stecche per dei virgulti
del Gs Corbellini Ortofrutta di Crespiatica:
stessa musica, stessa frequenza di peda-
lata, patron Giovanni li invita sempre a
non strafare, come dire, controllate la
situazione, ma non esagerate, come
scuola di vita. Sono stati a dir poco spet-
tacolari, trionfando sia nel trofeo a punti
che in quello per il gruppo pi numeroso.
ORDINI DARRIVO G1: 1) Giacomo
Federico Ogliari (Gs Corbellini Ortofrutta
Crespiatica), 2) Stefano Ganini (Uc Cre-
masca), 3) Simone Fusarbassini (Gs
Corbellini). G2: 1) Alessandro Milesi
(Caluschese), 2) Aurora Piazza (Gs Cor-
bellini), 3) Lorenzo Borella (Osio Sotto).
G3: 1) Daniel Colombo (Caluschese), 2)
Federica Venturelli (Pol. Madignanese), 3)
Riccardo Trafelli (Sco Cavenago). G4: 1)
Andrea Masotti (Osio Sotto), 2) Michele
Casagrande (Uc Cremasca), 3) Elisa
Roccato (Cc Cremonese-Arvedi). G5: 1)
Fabio Cretella (Pol. Albano Ciclismo), 2)
Riccardo Tomasoni (Pol. Madignanese),
3) Michel Paiper Sant Valarezo (Muzza
75). G6: 1 Giorgio Cometti (Sc Roma-
nese), 2) Mattia Chiodo (Gs Corbellini), 3)
Andrea Piras (Sco Cavenago).
F.C.
Il Gs Corbellini ha fatto il pieno a Ripalta
Larrivo della G6 (foto Giuseppe Belli)
Giulia Verona attesa agli Italiani
Un italiano sul trono e due francesi ai
suoi piedi, sul podio. E lumilt dello
Squalo che ricorda Bartali e neppure il
demonio pi sadico sarebbe riuscito a
concepire un simile supplizio per il
popolo degli sciovinisti. Ma questo ha
detto il Tour de France 2014. Vincenzo
Nibali guarda tutti dallalto in basso con
la sua affascinante modestia, mentre il
tricolore sventola al suono familiare
dellinno di Mameli, sullo sfondo la cor-
nice imperiale dei Campi Elisi e dellArco
di Trionfo. Il cerchio si chiude, l Italia ha
un nuovo campione. Centrando anche il
Tour, dopo la Vuelta e il Giro (sono ora
sei aver fatto tripletta: Jacques Anquetil,
Felice Gimondi, Eddy Merckx, Bernard
Hinault, Alberto Contador e appunto
Nibali), il messinese che inizi negli anni
Novanta dietro al suo sogno, ha raggiun-
to la laurea con lode alluniversit dello
sport. Diventa Vincendo Nibali. Una
magnifica coincidenza vuole che tutto
questo accada a centanni esatti dalla
nascita di Gino Bartali. I due fenomeni
della semplicit fanno rima tra loro, ma
volendo insistere nel gioco, si pu
aggiungere che entrambi fanno rima con
pedali, come in un misterioso arcano
dallimperscrutabile significato. Lo
Squalo non si ferma, pensa al Mon-
diale a Ponferrada (Spagna), ha inaugu-
rato la maglia gialla Nibali, correndo il
primo dei sette circuiti in Belgio, stato
festeggiato al party del team Astana a
La Cantine du Faubourg, ai Campi
Elisi. Ci sar tempo di guardare i pro-
grammi - ha detto il Beppe Martinelli -
non pensavo che il destino mi desse
lopportunit di vincere di nuovo il Tour
del France con un italiano, sedici anni
dopo Marco Pantani.
F.C.
Vincenzo Nibali il campione dellumilt
NUOTO
"
protesta
Un altro albero sacrificato
per far spazio a un cavalcavia
Egregio direttore,
mi permetta poche righe sul suo gior-
nale. Mi chiamo ficus carica, per gli
amici semplicemente fico, per mol-
tissimi anni la mia dimora stata nei
pressi della ferrovia, lungo un fosso
che costeggia via San Felice, non ho
mai dato fastidio a nessuno, sentivo la
campanella che segnalava labbassar-
si delle sbarre e i treni passare veloci
davanti a me, guardavo le auto e le bi-
ciclette che mi passavano accanto, me
ne stavo tranquillo! Non davo fastidio
a nessuno. Ero solo! Lultimo albero
soppravissuto, mi godevo le stagioni
che passavano veloci. Ricordo, che fin
da giovane, quando ho iniziato a far
frutti gustosi e genuini, tanti amici e
gente di passaggio venivano sotto le
mie fronde per assaporarli, ricordo che
alcuni venivano con le scale per arriva-
re a cogliere i frutti migliori! Altri se li
portavano a casa. Mi capitato di far
ombra a chi ne avesse bisogno. Di of-
frire un riparo in caso di pioggia. E al
calar della sera unico testimone silen-
zioso di coppiete appartate frementi
damore. Quante storie avrei da rac-
contare... Ma ormai ho fatto il mio tem-
po, mi hanno estirpato con una ruspa,
dovevo lasciare il posto, il mio posto,
ad una stupida striscia dasfalto, ad un
inutile cavalcavia, ma cos hanno deci-
so in nome del profitto e se il cavalca-
via non serve non ha nessuna impor-
tanza. Ai miei amici rivolgo una pre-
ghiera, quando passate dal mio po-
sto, ricordatemi! In natura io avevo
solo due nemici: i fulmini e la stupidit
degli uomini, mi sono salvato dai primi.
Ero solo un albero.
Maurizio Giannetto
Cremona
***
"
tUrisMo
pi che una pitturata, serve
una seria promozione
Egregio direttore,
dalla stampa locale possiamo appren-
dere che lattuale amministrazione si
accinge a risolvere il problema del de-
grado del nostro centro storico e della
sua cronica assenza dinteresse da
parte di turisti e cittadini, pensando
bene di dare una coloratina alla strade
come se per togliere la muffa anzich
andare alla fonte del problema, pen-
sassimo di ridipingere la parete, con
linevitabile risultato che poco dopo
saremmo punto e a capo. In questo
caso, avendo fatto spendere soldi
pubblici in un progetto puramente di
facciata, che nulla ha a che fare con
valorizzare uno dei centri storici fra i
pi belli del nostro Paese. Molti di noi
si ricorderanno certamente della riqua-
lificazione di piazza Stradivari con la
gloriosa pensilina e il bel lavoro effet-
tuato ai giardini pubblici che, in modo
particolare nelle giornate di vento, vie-
ne alzato un pulviscolo che sicuramen-
te non giova a bambini ed anziani che
stazionano e giocano ai giardini. Trala-
sciando sul non poco conto di chi fa
chi e con cosa, ritengo sia del tutto li-
mitato pensare che per riqualificare il
centro di una citt basti un po di pittu-
ra, non considerando che solo attra-
verso unopera di grande visibilit
esterna, unita ad una dose di compe-
tenza e di strategie di marketing, sia
possibile rendere appetibile la nostra
citt. Il grande circuito internazionale di
promozione turistica, al quale spesso i
giovani si rivolgono per cercare mete
allettanti a prezzi magari concorrenzia-
li, non mette certo in evidenza il palco-
scenico di Cremona, che oltre a non
offrire luoghi di aggregazioni e di inte-
resse per i ragazzi, non in grado nem-
meno di offrire loro luoghi per la per-
manenza come ostelli o stanze a prez-
zi convenienti. Concludendo direi che
forse il nostro sindaco farebbe bene a
promuovere prima di pitturare.
enrico Bonali
Cremona
***
"
sottopassi
i cittadini non apprezzano
il gioco dello scaricabarile
Signor direttore,
il gruppo consiliare del Pd ritiene che
laccusa delle opposizioni al sindaco e
alla Giunta di mistificare la realt sui
progetti dei sottopassi alla ferrovia ha
caratteristiche grottesche. Nel merito i
fatti sono molto chiari: la Giunta Perri
ha modificato radicalmente i progetti
dei sottopassi della precedente Giunta
Corada. Infatti, allora erano previsti per
via Brescia passaggi ciclo-pedonali.
Poi lamministrazione Perri ha reperito
i finanziamenti, grazie alla disponibilit
dellallora presidente della Provincia,
Salini di ripartire risorse della Regione
Lombardia a vantaggio del capoluogo.
Cos la Giunta Perri arrivata allappro-
vazione dei progetti definitivi ed esecu-
tivi, senza un confronto vero con i resi-
denti dei quartieri interessati alle opere
di eliminazione dei passaggi a livello.
Progetti peraltro con che non com-
prendevano una esaustiva valutazione
complessiva della viabilit circostante,
incluse le intersezioni tra la stessa via
Brescia e via Soldi, n risolvevano spi-
nose questioni tecniche correlate alla
presenza di corsi dacqua sempre
nellarea di via Brescia. E cos, pratica-
mente in campagna elettorale, sono
stati avviati i lavori. E evidente che ora
la Giunta Galimberti non pu che mo-
nitorare la realizzazione delle opere,
provvedere ad eventuali interventi se-
condari migliorativi e minimizzare i di-
sagi per cittadini e commercianti deri-
vanti dalla cantierizzazione delle opere.
E procedere, con lo stile che le pro-
prio, ad informare i cittadini, accogliere
suggerimenti, condividere soluzioni
per portare a termine al meglio il pro-
getto. La sala affollata allincontro pub-
blico di martedi scorso allo Zaist dimo-
stra come la strada della partecipazio-
ne e della condivisione, per quanto non
semplice, sia la strada migliore e ap-
prezzata dai cittadini. Mentre crediamo
che i cittadini non apprezzino il gioco
dello scaricabarile. Che il gioco del
centrodestra di attribuire tutte le re-
sponsabilit o alla neonata Giunta Ga-
limberti oppure alla Giunta Corada
(anni 2004-2009!). Come se negli ultimi
5 anni la Giunta Perri non avesse am-
ministrato. O forse questo in fondo
che intendono dire?
roberto poli
Vice capogruppo consiliare del Pd
***
"
CreMa
il percorso ciclibile individuato
da un cittadino deve essere valutato
Egregio direttore,
quando il cittadino ama la sua citt,
capita che si impegni a studiare delle
opportunit e dei vantaggi per tutti i
suoi concittadini, magari realizzabili
con bassi costi, ma piuttosto con una
adeguata rivalutazione mediatica e po-
chi altri piccoli accorgimenti, come la
segnaletica. E il caso del signor Dino
Schiavi, che ha individuato un percor-
so ciclabile perimetrale di Crema, gi
possibile e da egli stesso praticato in
bici, misurato, disegnato con dovizia e
professionalit e trasmesso agli uffici
comunali. Un esempio encomiabile di
buona collaborazione amministrativa
ed un servizio gratuito prezioso se lo si
volesse considerare positivamente.
Purtroppo le amministrazioni sembra-
no preferire i freddi studi professionali
di chi ha la competenza tecnica, ma
manca di conoscenza ed esperienza
vissuta sul territorio, col rischio che,
dopo aver pagato le sostanziose par-
celle professionali, il Comune non ab-
bia altri mezzi per mettere in pratica
alcunch e i progetti restino teorie in-
gombranti per le scaffalature munici-
pali e condizionino le impostazioni
mentali dei dirigenti amministrativi, po-
co inclini ad accogliere i suggerimenti
pratici, per frapporre altri e diversi livel-
li di valutazione, in modo che ognuno
giochi un suo ruolo ben pagato quanto
poco efficiente. Si chiama burocrazia.
Speriamo non sia questa la sorte per il
signor Dino Schiavi, anche se comincia
a dubitarlo visto che dopo oltre un me-
se dal protocollo, nessun tecnico e
politico responsabile del servizio ha
voluto almeno contattarlo. Noi siamo
lieti di presentarlo alla citt, con lanno-
tazione che presto il percorso potr
migliorare grazie al previsto nuovo
ponte sul Serio da via IV Novembre a
via Cremona, nellambito della urba-
nizzazione di unarea in questultima
via cittadina.
tino arpini
Lista civica Solo cose buone
per Crema
***
"
loMBardia
siamo contrari ai provvedimenti
presi in materia forestale
Egregio direttore,
esprimiamo la nostra contrariet riguar-
do ai provvedimenti presi in materia
forestale da Regione Lombardia tramite
la LR 43/14 recentemente approvata.
Due in particolare sono gli aspetti che
ci trovano in disaccordo. In primo luogo
lestensione da 5 a 15 anni del pe-
riodo minimo di colonizzazione da par-
te di specie arboree e arbustive che
vincola il proprietario di un terreno alla
compensazione o alla monetizzazione
in caso di taglio, quando questa azione
finalizzata alla realizzazione di inter-
venti di urbanizzazione nelle aree edifi-
cabili classificate dallo strumento urba-
nistico a destinazione produttiva. Que-
sta norma contiene uniniquit di fondo
(si applica solo alle aree produttive e
non, ad esempio, a quelle per le costru-
zioni agricole o residenziali) e toglie un
disincentivo che la legislazione prece-
dente poneva al consumo di suolo. Pe-
raltro tale disincentivo non impediva
ledificazione, che come detto pocanzi
era semplicemente vincolata alla com-
pensazione o alla monetizzazione e non
costituiva certo un assurdo balzello
posto nei confronti degli imprenditori,
dal momento che cinque anni ci sem-
brano un periodo di tempo pi che con-
gruo nel quale svolgere interventi di
sfalcio. In quindici anni si crea, invece,
soprattutto in pianura, un bosco vero e
proprio, che con la nuova legge regio-
nale sfuggir alla normativa di settore.
Lonere della compensazione era anche
lo strumento per potenziare i corridoi
ecologici e le aree di valenza strategica
e naturalistica, pi che mai utile in aree
urbanizzate come la Pianura Padana.
Peraltro sorgono diversi dubbi circa la
compatibilit del dispositivo della legge
regionale con il D.Lgs 227/2001. Se-
condo la nuova legge, inoltre, in aree di
montagna non sono previste compen-
sazioni in caso di eliminazione di specie
arboree ed arbustive per un periodo di
colonizzazione inferiore ai trentanni, se
tali interventi hanno la finalit di ripristi-
no di prati permanenti, pascoli e colture
terrazzate. Se lobiettivo di recuperare
terrazzamenti e prati stabili e condivisi-
bile, un intervallo temporale cos lungo
pone delle difficolt nel risalire alluso
del suolo effettivamente presente prima
della colonizzazione arborea ed arbusti-
va, con il conseguente rischio di specu-
lazioni. Si vuole invece perseguire la
deregulation selvaggia in spregio alle
aree di valenza naturalistica, come te-
stimonia il secondo aspetto controver-
so della normativa. Con larticolo 4 del-
la LR 43/2014, infatti si inseriscono
delle deroghe volte a consentire mani-
festazioni con mezzi motorizzati sulle
strade agro-silvo-pastorali, nei boschi,
nei pascoli, sui sentieri e sulle mulattie-
re. Si pu facilmente immaginare quali
saranno le conseguenze sulla fauna e
sullecosistema locale. A fronte dellin-
teresse di pochi appassionati verranno
sacrificati i diritti dei fruitori abituali dei
boschi lombardi, compresi gli escursio-
nisti, oltre che il principio generale che
tutela un ambito di interesse collettivo,
che la stessa Costituzione prevede di
salvaguardare (il paesaggio!). Le aree
boscate montane, collinari e perifluviali
della Lombardia costituiscono unat-
trattiva da valorizzare rispettandone la
specifica natura, nellottica dello svi-
luppo del turismo: unopportunit an-
che dal punto di vista imprenditoriale,
cui si dovrebbe porre particolare atten-
zione in un periodo come questo. Una
visione strategica, non certo ambien-
talismo da salotto.
salviamo il paesaggio - difendiamo i
territori - Coordinamento
Cremonese, Cremasco, Casalasco
***
"
servizio idriCo
ora finalmente si potranno
fare investimenti sul territorio
Egregio direttore,
il Partito Democratico esprime soddi-
sfazione per la condivisione dei sindaci
del nuovo Comitato dIndirizzo e Con-
trollo di Padania Acque Gestioni e che
rende finalmente possibile laffidamento
del servizio idrico e lavvio di nuovi inve-
stimenti su tutto il territorio. Bene anche
lavvio dello studio per il processo di
fusione di Padania Acque Gestioni in
Padania Acque spa che coglie lo spirito
di efficentamento e risparmio imposto
dalle nuove politiche nazionali in tema di
aziende pubbliche e che di fatto va nel-
la direzione da noi sempre auspicata di
migliorare il servizio idrico nella nostra
provincia. Questi passaggi stanno di
fatto dimostrando come il clima intorno
al futuro del servizio idrico sia di fatto
cambiato, in meglio, riuscendo a trovare
condivisione tra i sindaci rispetto agli
indirizzi futuri. A questi si aggiunge an-
che limportante progetto della cosidet-
ta Banca dellacqua, sempre di Pada-
nia Acque, che vuole andare incontro ad
alcune situazioni critiche sul piano so-
ciale nellottica di evitare sanzionamen-
ti burocratici inutili, andando incontro
alle reali esigenze dei cittadini sottoline-
ando il carattere sociale di un bene co-
mune, appunto, com lacqua.
Matteo piloni
Segretario provinciale del Pd
Francesca pontiggia
Responsabile Ambiente del Pd
Buongiorno avvocato,
vorrei sapere qual il crite-
rio utilizzato per assegnare
le stelle agli alberghi e co-
me disciplinato il contrat-
to dalbergo nel caso di
prenotazione e di successi-
va disdetta.
Martina
***
Vi sono diversi criteri di
valutazione nellaccordare
le stelle agli hotel. La clas-
sificazione della categoria
dellalbergo viene effettuata
da commissioni regionali
che variano da territorio a
territorio. La Comunit eu-
ropea non ha ancora adot-
tato un criterio univoco per
classificare gli hotel presen-
ti sul territorio dellUnione.
In Italia i criteri di valutazio-
ne prendono in considera-
zione una serie di servizi
offerti: la frequenza del
cambio di biancheria, lora-
rio di apertura della recep-
tion, laria condizionata, la
presenza dellascensore, la
divisa del personale, il servi-
zio internet. Ciascuna Re-
gione stila, con regolamento
regionale, lelenco dei servi-
zi valutati a parametro per la
classificazione della struttu-
ra. Le stelle vengono per-
tanto accordate dalla Re-
gione dappartenenza del-
lhotel e sono frutto di un
giudizio oggettivo. Per
quanto attiene al contratto
dalbergo, questultimo non
gode di una disciplina parti-
colarmente dettagliata e le
parti possono personalizza-
re il contratto prevedendo
clausole e condizioni diver-
se, non previste dalla legge.
Secondo la Cassazione
(Cass. Sent. n. 150/2005), la
prenotazione di una came-
ra, sebbene avvenga oral-
mente, realizza un vero e
proprio rapporto giuridico
tra albergatore e cliente, in
forza del quale, tuttavia, a
rimanere obbligato solo
lalbergatore. Questultimo,
infatti, tenuto a mantenere
la disponibilit della camera
in favore del cliente, che,
invece, in caso di disdetta
non ha obblighi verso lhotel
e quindi non tenuto ad al-
cun pagamento. Salvo
nellipotesi in cui si era con-
venuta espressamente una
caparra: solo in questo ca-
so, lingiustificata disdetta
della prenotazione garanti-
sce allalbergatore di tratte-
nere la caparra. Attenzione
a non confondere il paga-
mento anticipato con la ca-
parra. Se lalbergatore chie-
de, allatto della prenotazio-
ne, un pagamento anticipa-
to, questultimo non pu
essere considerato una ca-
parra. Per essere tale, la
caparra devessere infatti
menzionata in modo esplici-
to. Pertanto, leventuale an-
ticipo, devessere restituito
al cliente in caso di disdetta.
*avvocato stabilito
del Foro di Milano
emiliacodignola@libero.it
A cura di Emilia Rosemarie Codignola*
Stelle, alberghi
e disdette

previsioni meteo a cura di dominique Citrigno per spazioMeteo.com e Meteowebcam.it
saBato 2 aGosto doMeniCa 3 aGosto lUned 4 aGosto Marted 4 aGosto MerColed 5 aGosto
Sabato 2 Agosto 2014
27
Lettere & Opinioni
Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it incomsc@gmail.com