Sei sulla pagina 1di 28

il

SETTIMANALE

PICCOLO
www.ilpiccologiornale.it

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 - fax 0372 597860
Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it
Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Anno I n. 48 SABATO 20 DICEMBRE 2014

Edizione chiusa
alle ore 21

Periodico 0,02 copia omaggio

Non riceve alcun finanziamento pubblico

Il previsto taglio del 50% della spesa del personale mette a rischio il posto di lavoro per 230 dipendenti

PROVINCE, UN VERO DEL(I)RIO

a pagina 8

Problema ancora pi grave per i lavoratori in capo alle cooperative e per quelli precari, che da subito perderanno la propria occupazione
BUON NATALE...

o avranno capito i miei


lettori: con ci che scrivo
tutte le settimane, o quasi, cerco, immodestamente, di dare un contributo utile alla riflessione, alla capacit di fermarsi da una
parte e valutare i fatti che ci accadono intorno, senza presumere di essere nel giusto,
ma per mettere opinioni a confronto. Un
mio amico aveva studiato filosofia e citava
sempre la frase di un filosofo austriaco dal
nome impronunciabile, che suggeriva:
"Guardala cos", cambia il punto di vista,
cerca di guardare da un'altra prospettiva.
Non sempre facile, anzi, quasi mai. Tendiamo a restare attaccati alle nostre opinioni, perch nel cambiamento si intuisce
un possibile pericolo. Poi c' chi fa surf
sull'onda di ci che si avverte in giro, senza
pudore, sono coloro che trovano sempre
una via duscita, pronti a cambiare, se conviene; fanno piroette e alla fine cadono
sempre in piedi.
Spesso con poco rispetto del prossimo,
campioni di opportunismo.
Ah, questi mi fanno proprio rabbia. Bisogna avere il coraggio delle proprie idee,
magari poche, ma coerenti. Ora per rischio la polemica, e non voglio. Natale
vicino. Per molti, troppi, sar un Natale
difficile. Parole come serenit e pace sembrano avere poco senso. Prendiamo questo
periodo per fare una pausa. C' di che riflettere.Comunque sono, sempre, disponibile a guardare al futuro con ottimismo.
Buon Natale.

A NATALE SI RISCOPRE
IL VALORE DELLE COSE

La Redazione e lEditore

DECINE DI FAMIGLIE
A RISCHIO SFRATTO
E TAGLI UTENZE

a pagina 3

A CREMONA

a pagina 7

Immigrati in citt
in cinque anni
ridotti della met

AMIANTO

Bonifica in ritardo
e crescono
le patologie

a pagina 4

ORDINE DEI MEDICI

a pagina 6

Accertamenti
sullattivit
del dottor Mozzi

RIVAROLO DEL RE

Due morti per


monossido,
ennesima tragedia

Auguri...
Le festivit natalizie sono loccasione
per ringraziare tutti coloro che ci seguono
con affetto: i nostri inserzionisti e i tanti
tanti lettori.
Auguriamo a tutti un felice Natale e un
sereno anno nuovo.
Il 27 dicembre Il Piccolo non sar in distribuzione. Lappuntamento quindi per
sabato 3 gennaio 2014.

a pagina 5

CASE POPOLARI

di Daniele Tamburini

BASKET SERIE A

a pagina 25

Stasera a Bologna
la Vanoli vuole
tornare a correre

CALCIO LEGA PRO

pagina 24

VOLLEY A1

a pagina 25

BILANCIO

a pagina 14

pagine 17-19

Uno anno di sport


Cremonese a caccia La Pom misura
del tris di vittorie le proprie ambizioni in uno speciale
di tre pagine
domani a Sassari contro Piacenza

LEDITORIALE

CREMONA
VANOLI BASKET

Consegnati peluches ai
bimbi del reparto pediatria

Venerd 19 dicembre la squadra Vanoli Basket e lo staff si recata presso il reparto


di pediatria dellOspedale di Cremona, per
consegnare ai giovanissimi pazienti del re-

parto i peluches raccolti al PalaRadi in occasione del Teddy Bear Toss svoltosi domenica scorsa allinterno della gara giocata
contro Pesaro.

Natale: il vero valore delle cose

Per le feste austerit e consumi ridotti, ma limportante stare insieme


La tradizione viene rispettata ma con meno lusso e si scelgono regali fai da te

di Giulia Sapelli

anta voglia di feste, nonostante la crisi,


i pochi soldi, le scelte obbligate di sobriet. In questi giorni, molte persone
si accalcano in negozi e supermercati.
Chi impegnato a stilare i men delle
feste cercando di spendere il meno possibile, chi
cerca di suddividere lo scarso budget tra tutti i
regali ancora da acquistare, chi si butta sul fai da
te, chi ancora non ha prenotato il ristorante: insomma, "un fantastico viavai", come diceva un
noto film di Pieraccioni.
Una cosa certa: nonostante i tempi siano
cambiati, la voglia di casa, di famiglia, di intimit
continuano.
Fin dai primi anni in cui io e mio marito eravamo sposati, si instaurata la tradizione di passare
il giorno di Natale a casa nostra con tutta la famiglia: i miei genitori, i suoceri, i nonni e gli zii - racconta Cristina, 45enne -. Da allora non abbiamo
mai smesso. Si cucina tutti insieme, poi si scartano i regali, si gioca a tombola... insomma, il classico Natale di sempre. Ma ogni volta sempre bellissimo.
Per le feste, ci si impegna un po' di pi anche
ad andare d'accordo. Nella mia famiglia i rapporti tra parenti non sono bellissimi, ma per Natale
non manchiamo mai di ritrovarci - racconta Claudia, 28 anni -. Si prenota al ristorante, lo stesso
ogni anno, e si cerca di andare d'accordo.
Ma se le tradizioni non muoiono, la crisi da alcuni anni ha imposto un cambio di passo: stop al
consumismo per lasciare il posto a scelte pi ragionate. Da sempre festeggiamo il Natale in casa, ma da alcuni anni abbiamo drasticamente ridimensionato il men - racconta Stefano -. Ricordo
anni in cui si preparavano davvero tantissime cose
e spesso pi della met avanzavano. Abbiamo
buttato via tanto di quel cibo che se ci ripenso mi
sento male. Ora siamo pi misurati perch la crisi
ti mostra il vero valore delle cose e soprattutto
l'importanza di non sprecare.
Un Natale al risparmio sar quindi quello di

Botti di Capodanno,
vietati nei luoghi pubblici

buona parte delle famiglie. Molti che un tempo


andavano al ristorante ora scelgono di stare in
casa, chi gi stava in casa cerca di spendere meno. Mio marito in cassa integrazione e quest'anno il nostro Natale sar sobrio - racconta Letizia,
34 anni -. Questo non significa che staremo a pane ed acqua, ma certo eviteremo certe spese che
invece un tempo sembravano irrinunciabili, come
le ostriche all'antipasto, o come le tartine con il
caviale. Il nostro men ora pi modesto, ma non
per questo meno buono. L'importante stare insieme.
Un tempo per le feste mia moglie ed io partivamo sempre per la montagna - racconta Stefano,
56 anni -. La crisi ci ha imposto di rivedere un po'
le nostre priorit e ora si festeggia in casa. Ma non
un male: questo ci ha consentito di riscoprire il
bello dello stare in famiglia.
Anche nella scelta dei regali si punta a non eccedere nella spesa. Ma non vi si rinuncia: la tradizione dello scambio dei doni qualcosa di radicato nel cuore delle persone.
Se un tempo avrei acquistato tablet e cellulari

da regalare a Natale alla mia famiglia, ora quelle


spese folli non sono pi fattibili - dice Serena -. Si
scelgono regali pi modesti, ma comunque utili.
Per i parenti ho acquistato tanti generi alimentari,
perch so che sono sempre utili, mentre alle mie
figlie ho regalato vestiti, visto che loro, con i magri
stipendi da precarie, spesso rinunciano anche allo
shopping.
Sono ormai quattro anni che i regali li confeziono da sola - racconta Alice, 41 anni -. Sciarpe,
guanti, cappelli, fatti a maglia, molto caldi e utili.
Poi ci sono i pensierini per le amiche, come le
candele profumate o dei piccoli soprammobili,
anche quelli confezionati da me.
E i pi giovani? Sembra si stiano abituando ad
un Natale meno sfarzoso, ma che permette di recuperare il vero significato delle feste. Il Natale lo
passo rigorosamente in famiglia - dice Patrizia, 17
anni -. Non una cosa "da sfigati", credo sia molto bello poter riscoprire lo spirito dello stare insieme. Secondo me la crisi non ci ha fatto poi cos
male. Ci ha fatto ricordare quali sono le cose davvero importanti.

In previsione dei festeggiamenti di questi giorni, tra


Natale e Capodanno, il Comune corre ai ripari contro
eventuali rischi legati ai botti di fine anno. A questo
proposito, il sindaco Gianluca Galimberti ha firmato
nei giorni scorsi lordinanza per la prevenzione dei rischi che derivano dallimpiego di botti e petardi in
occasione dei festeggiamenti per il Capodanno 2015.
Dal 29 dicembre 2014 e fino al 3 gennaio 2015 tassativamente vietato fare esplodere botti o petardi di
qualsiasi tipo in tutti i luoghi, pubblici o privati, in cui
si svolgono manifestazioni pubbliche o aperte al pubblico, di qualsiasi tipo, nonch allinterno ed entro un
raggio di 200 metri da ospedali, case di cura, comunit varie, e ricoveri di animali.
Gli organizzatori delle feste dovranno assicurare
unadeguata informazione e unassidua sorveglianza
perch siano rispettate tali misure avvertendo tempestivamente, se del caso, le forze dellordine. Per coloro che non rispettano le disposizioni contenute
nellordinanza prevista una sanzione fino a 100 euro
(qualora la legge non disponga diversamente), fatta
salva la denuncia allAutorit Giudiziaria se il fatto
fatto assume rilevanza penale.
Anche se a Cremona non sono mai stati segnalati
infortuni significativi legati al lancio di botti, lAmministrazione comunale, particolarmente attenta al problema, vuole prevenire danni alle persone provocati
dallutilizzo maldestro di tali prodotti. Esiste inoltre un
oggettivo pericolo anche per i petardi, dei quali ammessa la vendita al pubblico, trattandosi pur sempre
di materiali esplodenti che, in quanto tali, possono
provocare danni fisici, anche di rilevante entit, sia a
chi li maneggia, sia a chi ne venisse fortuitamente
colpito. Si vuole inoltre tutelare il benessere degli animali domestici che reagiscono con spavento e subiscono anche traumi a causa dei botti.

Cronaca

Sabato 20 Dicembre 2014

Amianto: bonifica in ritardo e patologie in aumento


La segnalazione dellOna Cremona: Ancora tanti i siti da bonificare. Nelle prossime settimane in arrivo nuove segnalazioni al Noe

di Laura Bosio

ispetto alle misure per gestire


la contaminazione da amianto, Cremona in pesante ritardo sulla tabella di marcia,
considerando che il Pral (Piano regionale amianto Lombardia) imporrebbe la bonifica totale entro la fine del
2016, mentre nel nostro territorio ancora
non stato fatto neppure il censimento
dei siti contaminati. La denuncia arriva
dall'Ona (Osservatorio nazionale amianto), che evidenzia come la situazione sia
critica e quanto vi sia bisogno di interventi urgenti. Purtroppo a Cremona,
cos come un po' in tutta la Lombardia,
siamo in molto in ritardo sul censimento
e soprattutto sulla bonifica - spiegano i
due portavoce Ona, Ivano Bonoldi e Danilo Dilda -. Il problema che su questi
temi c' ancora molta disinformazione.
Le persone ancora non conoscono la legislazione sulla bonifica e smaltimento,
senza contare le problematiche economiche per le quali molti privati non hanno
la possibilit di investire per la bonifica
delle proprie case. Senza contare che
l'amianto non sta solo nei tetti: si trova
negli intonaci, nello stucco, nei pavimenti... tutte cose difficilmente controllabili.
Intanto, il censimento dei siti contaminati resta incompleto. Sono 6mila quelli
censiti finora, ma ve ne sono molti di pi"
evidenziano i portavoce Ona. E il settore
del pubblico non certo in una situazione migliore: scuole ed edifici pubblici con
presenza di amianto sono ancora numerosi. Pare che vi siano addirittura ancora
delle tubazioni idriche in cemento amianto, in giro per l'Italia. A questo proposito
faremo in modo che venga presentata
nelle prossime settimane un'interrogazione in Consiglio comunale, per cercar
di capire qual la situazione a Cremona,
visto che comunque in alcune zone della
citt ci sono delle tubature molto vecchie.
Nel frattempo, l'Ona al lavoro per
monitorare nuovi siti in cui sembra profilarsi una contaminazione, e nelle prossime settimane arriveranno ulteriori segnalazioni presso gli uffici del Noe di Brescia,
sia per siti presenti in citt che per altri

Ivano Bonoldi e Danilo Dilda


di Fronte alla ex Cavalli e Poli

Lamianto presente anche in molte tubature.


A questo proposito porteremo una interrogazione in Comune
per chiedere lo stato delle condutture di Cremona
nel territorio. Come se non bastasse,
proprio delle scorse ore l'ennesima segnalazione fatta al Comune in merito alla
situazione della Cavalli e Poli, dove nonostante che il Noe abbia messo sotto
sequestro l'area e chiesto al Comune di
metterla in sicurezza, specialmente laddove vi sono delle tegole pericolanti, ancora non vi stato alcun tipo di intervento dichiarano ancora Bonoldi e Dilda.
L'Osservatorio Nazionale sull'Amianto
sta intensificando il proprio operato nel
territorio cremonese su mandato del presidente nazionale Ezio Bonanni, al fine
di fronteggiare quella che noi riteniamo
una vera e propria emergenza, in relazione ad un preoccupante aumento delle
patologie asbesto-correlate con un picco
previsto fra il 2015 e il 2030 evidenziano
ancora i portavoce dell'Osservatorio, che
hanno l'obiettivo di spingere verso l'accelerazione delle procedure di censimento e di bonifica.
In realt i primi censimenti furono fatti
dopo il 1992, quando usc la prima legge

sul controllo dell'amianto. All'epoca si


doveva classificare i materiali contenenti
amianto a matrice friabile, distinguendoli
da quelli a matrice compatta, ossia che
avrebbero retto alle intemperie senza rilasciare particelle. Dopo tutti questi anni,
tuttavia, quelli che erano a matrice compatta ora si sono deteriorati, e devono
essere censiti.
Crediamo sia fondamentale che il
cittadino inizia a prendere coscienza dei
rischi, e del fatto che sufficiente anche
una sola esposizione all'asbeto per contrarre svariate patologie: non si tratta, infatti, soltanto di mesotelioma, ma anche
di altre malattie asbeto-correlate. E'
scientificamente provato che a gravare
sulla salute non la durata delle esposizioni, e che basta solo una volta per ammalarsi.
A questo proposito, l'Osservatorio sta
stringendo rapporti di collaborazione con
tutti gli enti istituzionali competenti in
materia di prevenzione e bonifica degli
ambienti di lavoro e di residenza.

Oltre alla sollecitazione delle istituzioni


locali, si lavora anche sul fronte nazionale: Vogliamo chiedere a tutte le parti
sociali e politiche ad uno snellimento
della burocrazia che regola i censimenti
e le valutazioni tecniche, per dar luogo
agli opportuni interventi. Ma soprattutto
bisogna sollecitare il Governo affinch la
bonifica degli spazi privati sia a carico
dello Stato.

EFFETTI SULLA SALUTE


Grande attenzione anche da parte
dell'Asl, che recentemente ha sollecitato
particolare riguardo sulla contaminazione da amianto, anche a fronte del fatto
che il 2015, secondo le stime, potrebbe
essere l'anno del picco dei malati. I materiali contenenti amianto, se degradati,
possono rilasciare fibre che, se inalate,
provocano gravi patologie, per lo pi
dellapparato respiratorio - hanno evidenziato i medici Asl intervenuti al convegno sulla Sicurezza nei cantieri -. Tutte
le lavorazioni, quindi, che ne hanno previsto luso possono essere considerate a
rischio. A differenza delle fibre vetrose,
lamianto persiste nei tessuti per decenni. Il periodo di latenza tra esposizione e
manifestazioni cliniche molto lungo,
con una media di circa 30 anni.
L'Asl di Cremona, nell'ambito del Pral,
ha avviato il censimento a partire da giugno 2006. Secondo il Piano, i soggetti
pubblici e privati proprietari hanno lobbligo di comunicare allAsl la presenza di
amianto negli edifici, nelle strutture, negli
impianti e nei mezzi di trasporto. I dati
raccolti vengono inseriti in registri informatici istituiti presso lAsl. I dati vengono,
poi, elaborati a livello regionale con produzione di report periodici.
La mappatura ed il monitoraggio ambientale delle attivit di bonifica sono
stati affidati allArpa, mentre la predisposizione e la disponibilit delle discariche
per lo smaltimento sono state demandate alle Province. La tutela della salute,
che prevede la sorveglianza sanitaria dei
lavoratori esposti ed ex esposti allamianto e il Registro dei mesoteliomi, affidata
allAsl.
A questo proposito, presso il Servizio
Psal dellAsl di Cremona stato istituito il

LE SEGNALAZIONI

Stabile viale Trento e Trieste


(ora demolito);
Ex cavalli e Poli
(circa 5000 mq);
Ex Umberto Piacenza
Pizzighettone (Genio militare
150.000 metri quadri);
Cavatigozzi
Ex Stabilimento Caseario.
Registro dei Lavoratori esposti ed ex
esposti allamianto. Si tratta di uniniziativa con finalit epidemiologica e prevenzionale volta a supportare chi, nel corso
della vita, venuto a contatto direttamente o indirettamente con lamianto. I
lavoratori che si iscrivono ottengono un
profilo personale rispetto al loro rischio
espositivo, tramite un colloquio mirato.
Gli iscritti interessati vengono inviati
allUnit Operativa Ospedaliera di Medicina del Lavoro (Uooml) dellOspedale di
Cremona, per la sorveglianza sanitaria.
Ad oggi, pi di 200 lavoratori risultano
inseriti nel Registro e sottoposti a sorveglianza sanitaria.
Tuttavia, ancora molto c' da fare: La
normativa, di fatto, ha imposto ai proprietari di segnalare alle Asl la presenza
di manufatti in amianto: non tutti per
hanno provveduto ed il censimento non
ancora stato completato, dicono i
medici Asl. Sono trascorsi oltre otto
anni dallapprovazione del Pral ed i dati
sulla presenza di amianto in Lombardia e
sullo stato di avanzamento delle bonifiche restituiscono una situazione in divenire, ma ancora critica. Lobiettivo strategico di eliminazione dellamianto entro il
gennaio 2016 non pu prescindere da
unesauriente conoscenza della sua reale
presenza sul territorio.
Il completamento del censimento rappresenta uno snodo decisivo per lintervento regionale; lattivit di informazione
ed il coinvolgimento della popolazione
sulla problematica amianto sono passaggi fondamentali per il successo del
censimento.

Cronaca

Sabato 20 Dicembre 2014

Decine di famiglie sono a rischio


di sfratto e taglio delle utenze
Nei prossimi giorni verranno consegnate al sindaco Galimberti 300 firme per chiedere la moratoria

di Laura Bosio

ecine le famiglie che hanno


subito lo sfratto e il taglio
delle utenze e sono ancora
di pi quelle a rischio: un
bilancio preoccupante
quello dell'inverno 2014, che ripropone
le stesse identiche problematiche
dell'anno precedente. Insomma, se la
Giunta cambiata, le emergenze restano le stesse.
Molte in citt e sul territorio sono le
voci che si stanno alzando, per porre
l'attenzione su un problema sempre
pi urgente. Come ad esempio i comitati Antisfratto e Acqua Pubblica, che
nei prossimi giorni consegneranno al
sindaco Gianluca Galimberti le circa
300 firme raccolte per richiedere la
moratoria sugli sfratti e sui tagli delle
utenze. E' ora che la Giunta prenda
una posizione chiara su questi temi, dal
momento che nei mesi scorsi si
espressa diversamente a seconda delle occasioni, dapprima positivamente e
successivamente negativamente - evidenzia il portavoce del Comitato antisfratto, Michele Grioni Merli -. Tra l'altro
la Prefettura si resa disponibile a discuterne, dunque ora manca solo la
volont politica da parte della Giunta.
La dimensione del problema sotto
gli occhi del Comitato: Al nostro sportello sfratti l'ultima volta si sono presentate contemporaneamente quattro
famiglie - spiega Grioni Merli -. Questo
spia di un problema in forte crescita.
Quello del taglio delle utenze invece
ancora una situazione latente, un'emergenza potenziale pronta ad esplodere.
A cambiare anche lo scenario pi
generale: rispetto allo scorso anno, si
percepisce infatti una maggior rigidit
Mentre normalmente si arriva allo
sfratto solo dopo il terzo accesso, ora
molti proprietari sfrattano al primo accesso (ossia la prima fase della proce-

dura esecutiva dello sfratto) - continua


il portavoce del Comitato -. Questa la
prova di una scarsa tolleranza, soprattutto da parte dei grandi proprietari,
che hanno diverse case e non hanno
un rapporto diretto con l'inquilino. In
tutto questo, ci chiediamo per quale
motivo l'amministrazione non si faccia
sentire: naturalmente non pu imporre
nulla al proprietario, ma pu comunque
pensare a delle soluzioni. Ad esempio il
fondo per l'emergenza abitativa non
dovrebbe essere utilizzato solo per coprire gli affitti non pagati, ma cercare di
risolvere il problema dell'inquilino che
viene sfrattato. Bisogna costruire delle
progettualit per ripondere all'emergenza casa. E del resto in questo la
politica cremonese ricalca alla perfezione quella dell'attuale Governo. Da
parte del Comune non vediamo alcuna
volont di dialogare, n con il comitato
n con le famiglie interessate da questi
problemi.
A confermare la portata dell'emergenza sono i dati nelle mani del Comune, che parlano di una trentina di famiglie a rischio di sfratto per morosit incompevole, come emerge dai dati
pubblicati nei giorni scorsi da Artventu-

no.it. Sono famiglie che risiedono negli


alloggi popolari, di Comune e Aler.
Sfratti che dovrebbero diventare esecutivi dalle prossime settimane. Situazioni su cui il Comune starebbe lavorando per scongiurare l'esecuzioni. Vi
sono poi altri 24 casi a rischio per i
quali sembra essere in corso un approfondimento.
Sempre secondo i dati, negli ultimi
mesi si sono presentate al Pois (Porta
Informativa dei Servizi Sociali) 177 famiglie con problematiche relative allo
sfratto, di cui 101 gi risolte.
Il problema dei tagli delle utenze non
da meno. Una situazione che viene
recepita in prima persona dagli addetti
agli sportelli dei servizi delle Acli, con
la storia penosa di un numero crescente di persone che, con la crisi economica, sono cadute in povert alimentare e
devono dare la precedenza al cibo prima che al pagamento delle bollette - fa
sapere Bruno Tagliati, presidente provinciale Acli -. Siamo anche a conoscenza di famiglie con bambini che,
attualmente, scelgono di stare al freddo per non correre il rischio di essere
insolventi.
Una delle cause della crescita della

morosit incolpevole, oltre che nella


difficolt a trovare un lavoro stabile,
sta nel continuo aumento delle tariffe
delle utenze (anche negli ultimi mesi) e,
tra un balzello e laltro, in bolletta finisce un po di tutto: acconti spropositati, conguagli stellari, fondi vari di solidariet spiega ancora tagliati, che in
passato ha pi volte richiamato lattenzione del Comune e delle Aziende erogatrici dei servizi ad agevolare, dilazionare il pagamento delle bollette. Ma
poich il problema tende ad allargarsi a
macchia dolio, riteniamo occorra una
presa in carico di tutta la comunit
nelle sue varie componenti politiche,
sociali, imprenditoriali, amministrative,
sanitarie, perch solo con il contributo
di tutti, ciascuno per la sua parte,
possibile trovare una risposta dignitosa
per la vita delle persone in difficolt e
nello stesso tempo garantire i diritti di
base a tutti senza creare come, dice
papa Francesco, scarti umani.
Forte il richiamo al ruolo della politica: E certamente compito dei partiti
assumere le istanze che vengono dai
cittadini e dalla societ civile organizzata e trasformarle in proposte politiche che possano dare riposte strutturali ai problemi di povert e morosit evidenzia ancora Tagliati -. Vediamo
con preoccupazione emergere un sentimento di ostilit verso chi non riesce a
far fronte a bollette ed affitti, la criminalizzazione dei poveri. Con ancora maggior urgenza, quindi, il nostro compito
come Acli stare vicino alle persone
colpite dai distacchi, offrire loro consulenza sociale, fare progetti con le famiglie per un abitare solidale, stare in
rete con le realt locali che lavorano sul
problema, tenere aperta linterlocuzione politica con le istituzioni cittadine,
diffondere la cultura della solidariet
sociale e impegnarci per il coinvolgimento di tutti i cittadini nella ricerca di
soluzioni possibili.

Vandali al cimitero,
distrutte venti
tombe. Denuncia
contro ignoti

Il Cimitero di Cremona nel mirino dei


vandali, che hanno preso di mira un settore specifico, devastando decine di tombe.
I fatti si sono verificati nella notte tra
gioved e venerd. Da una prima ricostruzione - fanno sapere dal Comune - risulta
che ignoti abbiano scavalcato il cancello
di via Boschetto e, rompendo una rete, si
siano introdotti allinterno del Cimitero.
Qui, al campo 6, di recente costruzione,
hanno distrutto una ventina di tombe.
Danni anche ad alcune lapidi storiche e a
diversi portafiori.
I vandali hanno preso di mira anche alcune tombe in uno dei grattacieli. Immediato, fin dalla prima mattinata, lintervento della Polizia Locale e degli agenti della
Questura. Nel frattempo, il cimitero stato
temporaneamente chiuso per permettere
alle forze dellordine di effettuare le opportune indagini. Per il momento stata fatta
una denuncia contro ignoti, in attesa di
identificare i colpevoli.
LLAssessore al Territorio e alla Salute
con delega ai servizi cimiteriali Alessia
Manfredini, sta seguendo da vicino la situazione. Sul posto, il Comandante della
Polizia Locale Pierluigi Sforza, il dirigente
del Settore Lavori Pubblici, Mobilit urbana e Ambiente Marco Pagliarini, il referente dei Servizi Cimiteriali Giorgio Bettoni,
lAssessore alla Trasparenza e alla Vivibilit sociale Rosita Viola e il Segretario generale Pasquale Criscuolo. Il danno causato, dalle prime stime, risulta essere
piuttosto ingente.

Cronaca

Sabato 25 Ottobre 2014

Donati ad Arco Onlus


18mila euro per
la farmacogenomica
dellOspedale

Donazione per la nuova struttura di Terapia Molecolare e Farmacogenomica, gi


inaugurata lo scorso 15 settembre dalla
Direzione Generale dellOspedale di Cremona, punta di diamante nella diagnosi
molecolare della patologia oncologica.
LAica (Associazione italiana concessionari
auto) di Cremona doner, tramite Arco
Onlus, 18.000 euro che saranno destinati
allacquisto di 6 pompe per infusione di
chemioterapici da allocare alle 6 poltrone
presenti nellUnit. La particolarit di questi infusori che ogni procedura controllabile via WI-FI con un monitoraggio e registrazione simultanea sempre pi corretta
del farmaco di ricerca. Cosi, Cremona diventerebbe il secondo centro in Italia a ricevere automaticamente in funzione wireless la prescrizione del medico dal suo
ambulatorio mentre vista il paziente alla
pompa di infusione, aumentando la sicurezza per il paziente in corso di utilizzo di
farmaci sperimentali e quindi molto particolari.
Inoltre si proceder allacquisto di un
estrattore automatico di nuova generazione per il Dna cos da permettere agli operatori di procedere con pi rapidit nelle
fasi di una diagnosi mirata per ogni singolo
paziente. Sempre in questi giorni giunta,
da parte della Sacchi Elettrodomestici,
un'altra importante donazione per Arco: so
tratta di 2000 euro, che verranno destinati
all'acquisto di Qbit (per la struttura di Terapia Molecolare e Farmacogenomica), strumento essenziale per la valutazione della
qualit del Dna e Rna nel tessuto tumorale.

Il medico di Bobbio, ben noto nel cremonese per le trasmissioni a cui spesso partecipa, dovr fornire chiarimenti sulla sua attivit

Il dottor Mozzi convocato dallOrdine dei medici

Il presidente, Augusto Pagani: Non risulta alcun procedimento aperto nei suoi confronti. Seguiranno accertamenti

di Vanni Raineri

ietro Mozzi, medico di Bobbio molto noto


anche nel cremonese per la frequente presenza televisiva, stato convocato dall'Ordine dei Medici di Piacenza, a seguito di una
serie di segnalazioni. Luned sera il dottor
Mozzi ha raggiunto la sede piacentina dell'Ordine, e si
incontrato con il presidente Augusto Pagani. Gioved sera poi la commissione dell'Ordine dei Medici si
riunito, ma, garantisce Pagani, non risulta aperto alcun procedimento.
Ora, continua a il numero uno dellOrdine, la commissione attender senza alcun pregiudizio ed effettuer ulteriori approfondimenti e accertamenti.
Pagani afferma anche che nulla del contenuto dei
chiarimenti richiesti a Mozzi avrebbe dovuto trapelare
all'esterno, ma stato lo stesso medico a comunicare
la cosa: La scelta del dottor Mozzi di pubblicare sul
suo sito web la lettera di convocazione allaudizione
ha finito per incidere sulle caratteristiche di riservatezza e neutralit che questa fase di ascolto e di chiarimento avrebbe dovuto avere innanzitutto a sua tutela. Non solo: Siamo in una fase in cui non aperto
un procedimento - chiarisce il dottor Pagani -. Siamo
in una fase di valutazione e lOrdine non avrebbe mai
diffuso questa notizia. E, in altre situazioni, non avrei
mai nemmeno rilasciato questo breve chiarimento.
Pertanto lOrdine dora in avanti non fornir altre informazioni relative allevoluzione della vicenda che auspichiamo - continua Pagani - non subisca improprie
strumentalizzazioni in relazione al diverso piano
dellaffermazione/negazione del diritto dei cittadini di
seguire le indicazioni e le prescrizioni di qualunque
medico. Uno dei principali compiti dellOrdine, infatti,
la tutela dei cittadini ai quali deve garantire che gli
esercenti la professione siano in possesso dei requisiti previsti dalla legge e che operino secondo le norme
della deontologia. Ed proprio in merito a questulti-

Per le festivit natalizie appuntamento a Cremona con il


celebre chef Alberto Naponi,
che ha studiato i men che
verranno proposti presso il ristorante 668 Wok Sushi per
Natale, Santo Stefano e San
Silvestro. Men che saranno
differenziati per il ristorante e
per il self service. Un viaggio
tra la tradizione e l'innovazione

Il dottor Pietro Mozzi


(foto Paolo Bellardo)

mo punto che lOrdine ha chiesto chiarimenti al dottor


Mozzi a seguito di alcune segnalazioni ricevute.
La lettera ricevuta da Mozzi per laudizione esplicitava
la chiamata con la necessit di verificare pareri e valutazioni non riferibili ai precetti della medicina, e in
quanto anche in trasmissioni televisive il dottor Mozzi
prospetta guarigione ai malati che abbandonino le
terapie tradizionali.
Pagani tende per a chiarire: Noi siamo aperti ad
ogni tipo di medicina anche non convenzionale tanto
che il prossimo 21 marzo a Piacenza si svolger un
convegno nazionale Le medicine non convenzionali,
nel corso del quale daremo informazioni e discuteremo di omeopatia, agopuntura, fitoterapia, osteopatia,
dietoterapia convenzionale e non convenzionale.

E che tempi prevedete per arrivare a conclusione?


Non abbiamo fatto nessuna previsione dei tempi,
raccoglieremo informazioni di ogni tipo che ci verranno eventualmente inviate e cercheremo ancora noi di
avere ulteriori precisazioni e chiarimenti. E quando
saremo pronti decideremo se riconvocare per riascoltare il collega Mozzi. Ma allo stato non c nulla di
certo.
Ma perch stato chiamato il dottor Mozzi davanti
all'Ordine? Di che tenore erano quelle segnalazioni?
Sentiamo quello che lo stesso medico ha detto luned:
Cosa mi aspetto da questa convocazione? Cosa c
daspettarsi? Qua dentro - diceva indicando la cartellina marrone che teneva fra le mani - c solo un decimo di quello che posso portare.
C gente che anche dallIndia gli ha scritto (allOrdine, ndr), ha detto il dottor Mozzi rivolgendosi a un
pubblico pi vasto. Qua - ancora indicando la cartella - ci sono casi di guarigione di uninfinit di persone.... Ma perch proprio ora dottore? Non lo so...
ossia lo so ma lo sapete anche voi, no?. Ipotesi,
quelli che seguono le sue prescrizioni, ne fanno tante.
Tutte con un unico filo conduttore: linvidia verso il
successo di pubblico ottenuto da questo medico di
65 anni (da compiere il prossimo gennaio). Se una
persona insegna ad altre persone a non ammalarsi e a
guarire. E possibile che esista un medico cos?. Lo
ripeteva: E possibile?. Qua - sempre indicando la
cartellina con i documenti che presenter al presidente dellOrdine - ci sono uninfinit di gente guarita da
malattie tremende, anche da tumori.... Le parole rimangono sospese. Troppo facile tornare alla mente al
caso del dottor di Bella.
Lo faccio a costo zero - le parole del dottor Mozzi -.
La mia vita non cambiata di una virgola, vivo sempre
nello stesso posto, uso sempre la vecchia Fiat Uno
sgangherata ma finch dura, come un nonno, la teniamo ben in vita. Il saluto: State bene, limportante
stare bene.

Per le festivit natalizie il ristorante 668 Wok Sushi


propone dei men studiati da Alberto Naponi

gastronomica firmata Naponi:


dai classici marubini e dall'intramontabile bollito misto, che
saranno i piatti principali del
men natalizio, alle pietanze
pi esotiche proposte per San-

to Stefano, come le costine alle prugne della California, o il


tortino di parmigiana. Per San
Silvestro, Naponi si superato
in fantasia e raffinatezza, proponendo antipasti a base di

pesce (astice alla bernese e


pat di salmone norvegese).
Tra i primi spicca la zuppetta
"alla Napo", mentre tra i secondi si potr gustare il manzo
rinascimentale con il pur.

Cronaca

Sabato 20 Dicembre 2014

Stranieri pi integrati, ma in citt calano

Il Rapporto sullimmigrazione fotografa una immigrazione dal volto nuovo. Aumenta lindice di scolarizzazione
Lassessore alla vivibilit sociale, Rosita Viola: Bisogna dedicare particolare attenzione allintegrazione delle donne e delle nuove generazioni

mostri un indice economico-lavorativo


al secondo posto, dopo Lecco. A livello di genere si osserva unintegrazione
pi elevata per gli uomini, dovuta alla
dimensione economico-lavorativa, anche se comunque le donne stanno migliorando la propria situazione.

di Laura Bosio

ono mutate le caratteristiche


dell'immigrazione presente a
Cremona: rispetto ad una decina di anni fa, gli immigrati
sono molto pi integrati nella
vita cittadina. Tra le tante cose che lo
dimostrano, il fatto che il numero degli
irregolari nel corso degli anni drasticamente diminuito: dopo aver superato quota 5mila nel 2008-2009 ed essere ridiscesi a circa 3mila nel 20102012, essi si collocano ora poco oltre
le 2mila unit (al primo luglio 2013): il
4%. Inoltre, se vero che nella provincia di Cremona, dal 2000 al 2013, la
popolazione proveniente da Paesi a
forte pressione migratoria quasi quintuplicata, passando da 10mila a oltre
49mila unit, a Cremona citt, come
emerge dall'annuario statistico presentato in questi giorni, il numero degli
stranieri dal 2013 ha iniziato a diminuire: un portato della crisi?.
LA SCOLARIZZAZIONE
Un altro dato che fotografa lo scenario di un'immigrazione sempre pi integrata quello della scolarizzazione: gli
stranieri a Cremona hanno incrementato i loro titoli di studio. In particolare,
nel 2013 il 43% ha la scuola dell'obbligo, mentre il 42% diplomato e il
12,4% laureato (questi ultimi dati sono triplicati tra il 2000 e il 2013).
IL LAVORO
La tendenza alla stabilizzazione e
all'integrazione emerge anche dai dati
sulla vita lavorativa degli immigrati: secondo il rapporto, infatti, l'80% degli
immigrati lavora, sebbene anch'essi
risentano fortemente della crisi. Basti
pensare che loccupazione regolare a
tempo indeterminato interessa circa il
57% degli ultraquattordicenni nel
2000, per poi scendere al 41% nel
2013; anche quella degli irregolari diminuisce nel tempo, mentre quella dei
regolari a tempo parziale passa dall1
al 6%. Nel frattempo aumenta il nume-

ro delle casalinghe (che sono il 12%


nel 2013) e quello dei disoccupati
(l11%).
Nel confronto tra i generi, si osserva
come gli uomini siano caratterizzati da
una quota di disoccupazione doppia
rispetto alle donne, che per, in pi di
un caso su quattro, sono casalinghe.
I lavori principalmente svolti si differenziano per genere: gli uomini, nel 14
% dei casi, sono operai generici
nellindustria e nell11 %dei casi sono
muratori, a fronte delle donne che, in
un caso su cinque, sono assistenti domiciliari e nel 15 % dei casi addette
alle pulizie.
Tra le macroaree di provenienza,
quella africana presenta le quote di di-

soccupazione pi elevate, mentre tra le


nazionalit la Costa dAvorio ad evidenziare la percentuale pi alta (circa il
33 per cento). Loccupazione regolare
presente soprattutto tra gli asiatici,
mentre quella irregolare interessa circa
il 17 per cento degli est-europei non
comunitari e il 67 per cento dei moldovi
tra le nazionalit.
LA CASA
Negli anni, emerge una tendenza
verso la stabilit dellalloggio: la quota
di sistemazioni da soli o con famiglia
passa dal 48 all81 % tra il 2000 e il
2010, per poi assestarsi al 78 % nel
2013. In parallelo, la percentuale di
case di propriet quadruplica, interes-

sando circa un immigrato su cinque nel


2013. La quota di sistemazioni precarie
diminuisce invece notevolmente, come
pure quella presso i centri di accoglienza.
Nel panorama lombardo la provincia
di Cremona si posiziona in linea con la
media e centralmente per la quota di
case di propriet, mentre leggermente sopra la media per la percentuale di
case in affitto da soli o con eventuali
parenti.
L'INTEGRAZIONE
Nel confronto con le altre province
lombarde si osserva come Cremona
sia al terzo posto, per indice di integrazione totale, dopo Lecco e Bergamo e

L'ANALISI
Dunque, come cambiata l'immigrazione straniera in questi anni? Lo
spiega l'assessore alla trasparenza e
vivibilit sociale Rosita Viola: I dati ci
consegnano una fotografia al femminile dei flussi migratori nel nostro territorio che vede sempre pi la donna come
primo migrante. Circa il 21,2% delle
lavoratrici straniere regolarmente residenti in provincia di Cremona impiegato nellambito dellassistenza domiciliare, e il 15,2% addetto alle pulizie.
Straniere di casa, donne che vivono e
lavorano a stretto contatto con le famiglie italiane. Donne coraggiose, che
hanno un ruolo importante anche nella
vita delle donne italiane, ma anche
donne sole, spesso pioniere per figli e
compagni rimasti nei Paesi di origine.
Parallelamente si assiste alla presenza
di una nuova generazione che si sta
formando, una generazione mista
quella delle seconde generazioni, e
allincremento della presenza di nuclei
familiari. Emerge dunque la necessit
di dedicare una particolare attenzione
alla componente femminile del flusso
migratorio, quella che soffre di un
maggiore grado di isolamento. Ma un
occhio di riguardo va dato anche
allintegrazione non subalterna delle
seconde generazioni a fronte di aspettative di emancipazione e miglioramento delle proprie condizioni sociali ed
economiche.
Dal confronto tra i diversi territori di
Cremona, Crema e Casalmaggiore conclude l'assessore Viola - emersa
oggi l'opportunit di percorsi di intervento integrati nonch una visione sistemica e non semplificata dei problemi e delle possibili soluzioni a livello
territoriale.

Cronaca

Sabato 20 Dicembre 2014

Province: che caos, che delirio

Oltre ai dipendenti a tempo indeterminato, ci sono lavoratori in capo alle cooperative e precari che perderanno da subito il lavoro

La met del personale (a Cremona si stima 230 lavoratori) andr ricollocato, ma dove? E chi svolger i servizi?

di Vanni Raineri

ono quasi 20mila in Italia, tra


province e citt metropolitane. Sono gli esuberi, calcolati
da una ricerca dell'Unione
delle Province Italiane e pubblicato in settimana dal Sole 24 Ore.
D'altra parte togliere competenze significa anche togliere chi quelle competenze doveva soddisfare. Che poi
qualcuno debba comunque occuparsene, per conto di un ente locale piuttosto che un altro, questo evidente,
ma un altro discorso.
La riforma delle Province insomma
inizia a produrre i suoi effetti, e lo fa
partendo da quello pi antipatico. Si
tratta di lavoratori che andranno ricollocati, dunque in gran parte indirizzati
verso altre amministrazioni (Regioni e
Comuni, a seconda delle competenze) ma che oggi vivono nell'incertezza. D'altro canto si valuta di risparmiare circa 3 miliardi l'anno, uno solo,
realisticamente, nel 2015.
Un problema ben pi grave riguarda coloro che sono dipendenti di cooperative o titolari di contratto a termine, e magari da anni sono al servizio
delle province, e che rischiano molto
seriamente di perdere il lavoro senza
essere indirizzati. Anche chi ha vinto
un concorso e da anni attende di fare
il suo ingresso nella pubblica amministrazione dovr disputarsi spazi con
gli altri lavoratori da ricollocare.
Tra le tante critiche, una particolarmente forte: si taglia subito da una
parte e nel contempo non si precisa
chi dovr occuparsi di garantire quei
servizi tagliati. Si attende che Regioni
e Comuni si confrontino per dividersi i
compiti lasciati liberi dalle province,
oggi aree vaste, enti di secondo livello. Dunque, lavoratori che escono da
una parte e attendono di entrare da
un'altra, e che per il momento rimangono in un limbo che non esonera
certo le casse pubbliche a riconoscere loro lo stipendio. Continueranno
per ora a pagarli le Province, ma ce la
faranno?
Tornando ai tagli, le Province perderanno oltre 15.700 dipendenti,
(3600 le citt metropolitane), giusto la
met del totale. Il risparmio in spese
di personale sar, una volta entrati a
regime, di 699 milioni di euro.
La ricerca riguarda tutte le province
di Regioni a statuto ordinario, e quindi

anche Cremona. Qui la previsione di


un taglio di 230 dipendenti, con
un'eccedenza di spesa risparmiata
che ammonta a 9 milioni e 600mila
euro (fanno circa 42mila euro a dipendente). Paragonati alle altre province
della Lombardia, sono dati abbastanza alti, se rapportati al numero di abitanti della nostra provincia.
Nella ricerca si sono valutati anche
i tagli gi fatti, vale a dire l'effetto
complessivo delle riduzioni di risorse
fra il 2010 e il 2014. Qui la graduatoria
stata fatta pesando gli abitanti,
quindi valutando il taglio complessivo
in percentuale sul dato di 4 anni prima. A stracciare tutti il VerbanoCusio-Ossola, le cui entrate hanno gi
subito un taglio del 73%; Cremona
occupa una posizione intermedia:
48esima, il taglio stato del 47%, e
ammonta a 16 milioni di euro, cio 44
euro per abitante. Proprio se consideriamo quanti euro per abitante sono
stati tagliati, la classifica capitanata
da Isernia, con 117 euro, seguita da
Rieti (99) e Potenza (94). Le province
pi fortunate? L'Aquila, risparmiata
probabilmente anche per la tragedia
del terremoto, con il 26% di tagli in 4
anni, a pari merito con Napoli, mentre
sulla base del risparmio per abitante
va bene a chi vive in provincia di Monza e Brianza (solo 24 euro a testa).
La pubblicazione della ricerca, e il
fatto che gi a fine anno alcuni precari perderanno il posto di lavoro, ha
accelerato le forme della protesta. Al
momento da Roma nessuna apertura,
anzi. Marted Cgil, Cisl e Uil assieme
hanno fatto una manifestazione davanti al Senato dove si discutevano gli
emendamenti che riguardano le province. Una delegazione stata ricevuta, ma non ha avuto alcun tipo di
soddisfazione n risposte.
Oltre a chi perder il lavoro, che
sorte attende i 230 dipendenti, la met del totale in capo alla Provincia di
Cremona? Qualche prepensionamento, qualcuno penser in proprio a trovarsi un lavoro (che sia questo l'obiettivo del fumoso disegno governativo?), quelli che restano verranno dislocati in comuni, unioni e Regione.
Dipender ovviamente da chi svolger le funzioni che non fanno parte
delle 4 fondamentali rimaste in capo
alle province. Chi svolger invece i
servizi coperti dalle cooperative? Buio
completo, si attendono le mosse della

Regione, che ovviamente non sembra


avere una gran voglia di affrontare la
questione. Anzi, il presidente Maroni
ha gi fatto sapere di non intendere
assumersi deleghe lasciandole alle
province. In realt dovr farlo, proprio
perch una delega che rientra torna a
far capo al titolare, cio la Regione.
Tutto il caos deriva dalla contraddizione che si creata tra la legge Delrio e
la legge di stabilit che toglie i fondi.
Per concludere, funzioni che la provincia non svolger pi ma non si sa a
chi passeranno, personale che la Provincia continuer a pagare ma che
non si sa cosa far e per chi andr a
lavorare, altri lavoratori lasciati a casa
che svolgevano compiti che non si sa
chi potr fare. Pi incertezza di cos!
Ma soprattutto: tagliare risorse a un
ente che per costretto a pagare gli
stipendi dei dipendenti a cosa porta?
A non avere i soldi per pagare gli stipendi, ovvio. Solo agli esuberati
seduti mestamente ad attendere gli
eventi o anche ai sopravvissuti con
funzioni attive? Un rompicapo.
Sta di fatto che al momento la riforma Delrio sembra inattuabile, e su
questo tutti gli amministratori locali
sembrano d'accordo, compagni di
partito di Delrio compresi.
Dopo l'infruttuoso confronto romano, ai sindacati non rimasto che
mobilitare i lavoratori alla protesta.
Ieri mattina tutte le sedi delle province
italiane sono state occupate simboli-

Qui sopra e sopra al tilo alcune immagini dell'occupazione simbolica di ieri in Provincia. A destra la sede di corso Vittorio Emanuele

camente dai dipendenti.


Ci avvenuto naturalmente anche
a Cremona, e le foto in pagina si riferiscono a questo.
Presente il presidente della Provincia, Carlo Vezzini, il parlamentare
SEL, Franco Bordo, i referenti delle
Organizzazioni Sindacali territoriali
Funzione Pubblica, Fausto Mazzullo
con Dusi Roberto CISL, Teresa Perin
CGIL, RSU CIGL, CISL e UIL, Antonio
Tira, Segretario regionale Cisl Funzione Pubblica Lombardia in rappresentanza anche degli altri sindacati regionali.
Stiamo aspettando le imminenti
novit del maxi emendamento ha
precisato il presidente Vezzini tuttavia tutta la questione insostenibile;
non si nemmeno riusciti a valutare
tutti gli emendamenti. Oggi il tema e
rimane quello del futuro dei dipendenti. Chi ha elaborato questa riforma,
seppur necessaria, ma mal gestita ed
attuata ancor peggio, lo inviterei qui,
davanti ai lavoratori oggi. I responsabili di questa incertezza per i lavoratori hanno nome e cognome.
I rappresentanti dei Sindacati territoriali Funzione Pubblica hanno poi
criticato aspramente le modalit di
attuazione della Legge Delrio cos
come le scelte del Governo, evidenziando le difficolt degli altri enti locali ed agenzie dello Stato nellassorbire
migliaia di dipendenti, non ultima la
stessa Regione Lombardia che, per
voce del suo stesso Governatore Maroni, pare non intenzionato a prendere
alcuna competenza e lavoratore.
Antonio Tira, le cui parole sono
state condivise dai colleghi rappresentanti di CGIL e UIL, ha evidenziato
come: Da oggi inizia un triste capitolo sulla Pubblica Amministrazione,
con una scelta politica che penalizza i
lavoratori ma funzionale alla sua stessa scelta: una battaglia sulla quale lo
Stato centrale deve rimanere in piedi
a discapito di Regioni e Province per
passare poi ai Comuni. La riforma
della PA va fatta, ma non cos a colpi
di tagli lineari e ponendo incertezza
sui lavoratori. Utilizzeremo tutte le
azioni necessarie per tutelare i diritti
dei lavoratori, ripeto tutte.

IL COMMENTO

Altro che lotta ai privilegi


Lunico taglio sul lavoro
Era tutto prevedibile, tutto scritto. La riforma epocale delle Province, il cui padre,
Graziano Delrio, se ne sta prudentemente in
silenzio, in questi giorni, si dimostra pasticciata e irrealizzabile. Le funzioni non assegnate dalla legge medesima, ma esercitate
ad oggi dalle Province, dovevano essere ripartite, con personale e risorse al seguito, tra
Stato, Regioni, Comuni, e tutto questo entro
il 31 dicembre. Non del 2050, ma del 2014.
Delrio, Madia eccetera giurarono che cos
sarebbe stato. Figuriamoci: la legge di stabilit taglia pesantemente i bilanci di Comuni e
Regioni e Province stesse e, con emendamento apposito, pare intenda tagliare del
50% la spesa del personale delle Province e
del 30% quella delle Citt metropolitane.
Cio: Regioni e Comuni non prendono le funzioni che non sono pi proprie delle Province,
che quindi rimangono in capo a queste ultime, le quali, per, dovranno ridurre il personale del 50% o del 30%. E questo personale
residuale, dove andr? Le risposte sono
fumose: tribunali? A copertura dei pensionamenti statali? Non si sa bene. Bella roba: i risparmi effettuati non su privilegi, prebende e
clientelismi, non combattendo veramente
corruzione e evasione, non colpendo a fondo
i tanti casi Roma, ma su servizi e lavoratori.
Bravi, sette pi.
Altre 56.000 persone a rischio di non essere collocate e, quindi, di licenziamento, dopo
due anni di messa in disponibilit. Ma che
bell'impulso alla ripresa del Paese. Strade
con le buche, frane non rimosse, scuole superiori senza manutenzione: ditte che, quindi,
non riceveranno lavoro. Era chiaro a molti di
noi che l'eliminazione dell'elettivit a suffragio
universale del Consiglio provinciale e del presidente - che comportavano spese risibili fosse solo il preludio all'unico, vero risparmio,
sciaguratamente individuato: un taglio immane delle spese sul personale e sui servizi.
Bravi, davvero bravi a fare le riforme cos. Riforme epocali... E questi vorrebbero riformare
pure la Costituzione! Ma fateci il piacere!
Agostino Poli

Lettere & Opinioni

Sabato 20 Dicembre 2014

Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it incomsc@gmail.com

"

punto di vista

Il vero problema che in Italia


nessuno va in galera
Gentile direttore,
la retorica contenuta nelle esternazioni
dei nostri politici, da Napolitano a Renzi
e Boldrini, non conosce limiti allindecenza. Siamo di fronte a qualcosa che
non ha precedenti. Un governo non legittimato da democratiche elezioni si
permette di bacchettare la piazza? Con
quale diritto, visto che girano liberi cittadini come Massimo Carminati, esponente di spicco della mala della magliana,
eppure padrone della Roma che conta,
quella della ndrangheta. Ma cosa ci faceva questo tipo libero di esprimere le
proprie tendenze criminali! Non era il caso di tenerlo in carcere allepoca delle
varie incriminazioni? Eppure se l sempre cavata, protetto da quella politica
che oggi ci vuole fare la morale. Sempre
assolto, perch? E la politica, quella che
conta, non ne sapeva nulla? Il presidente Napolitano, dopo oltre cinquantanni
di politica, non ne sapeva nulla? Ma cosa vogliono farci credere: che la luna
una formaggia (proverbio cremonese)!
Ed ora si vogliono varare leggi speciali
per rimediare alla corruzione. Ma quali
leggi speciali, visto che le leggi esistono
gi: chi ruba va in galera come avviene
negli altri stati. In Italia non va in galera
nessuno, questo il problema!
Massimo Pelizzoni
Gussola
***

"

presa di posizione

Ribadisco che disumano


staccare le utenze ai poveri
Egregio direttore,
il sottoscritto due anni fa tent, senza
successo nonostante il supporto di oltre
200 famiglie (inquilini delle case popolari),
di istituire un fondo tramite i servizi sociali per gli utenti che a causa della perdita
di lavoro e di situazioni economiche disastrose, divenivano insolventi, con lamaro
risultato di assistere impotenti al distacco
disumano dalle utenze (luce acqua e
gas), anche a famiglie con invalidi e figli
minori a carico. Mi auguro che i nuovi paladini del distacco delle utenze, tra cui i
nuovi consiglieri comunali che due anni
fa dormivano al caldo in un sonno ristoratore profondo, usciti ora dal lungo letargo abbiano maggior fortuna del sottoscritto, per il bene dei poveri cristi, che
spesso vengono abbandonati a loro stessi. E sperando che il clima sia cambiato,
vorrei citare linfelice dichiarazione del
direttore di Aem, Ferrari, che allora dichiar al giornale senza minimamente
arrossire, che Aem non era un ente di beneficienza, dimenticando che il Comune
detiene il 100% delle sue azioni, che tradotto significa che lazienda ed i suoi dirigenti, Ferrari compreso, sono nostri dipendenti, al servizio della collettivit,
concetto ancora avulso e di difficile interiorizzazione dal contesto di partecipazione democratica.
Elia Sciacca
Cremona
***

"

analisi

Le parole di Benigni erano rivolte


a chi ha rovinato lItalia
Gentile direttore,
Roberto Benigni tornato su Rai 1 con I
Dieci Comandamenti, ma lapertura
stato un affondo pirotecnico sullinchiesta Mafia capitale: Sono felice di essere a Roma, di vedervi tutti a piede libero:
con laria che tira, siete gli unici in tutta la
citt, abbiamo fatto fatica a trovare tutte
le persone incensurate, ironizzava il premio Oscar, rivolto al pubblico che gremiva il Palastudio di Cinecitt. Abbiamo
avuto il permesso della Rai, della questu-

Quando spetta
lindennit
di accompagnamento
Una recentissima sentenza della Corte di Cassazione
(sent. n. 25225 del 27-112014) ha stabilito che lindennit di accompagnamento spetta anche se linabile
in grado di camminare da solo. Secondo la Suprema Corte, infatti, lindennit di accompagnamento non finalizzata al sostentamento dei
soggetti minorati nelle loro
capacit di lavoro, ma rivolta a sostenere il nucleo familiare che si deve fare carico di
questi soggetti. Linabile al
lavoro, ma che sia in grado di
camminare, ha pertanto diritto allaccompagnamento se
necessita di essere accompagnato nei negozi, di avere
preparati i cibi e di essere
aiutato per ogni operazione
di governo della casa. Questo orientamento della Cassazione si pone in netto contrasto sia con le prassi degli
uffici amministrativi locali
dellInps, sia con le precedenti pronunce della Cassa-

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*

zione (vedi sent. n. 20825 del


2.10.2014). Ma vediamo, in
particolare, quando si pu
ottenere lindennit di accompagnamento. Questultima una misura assistenziale che viene erogata
dallInps a favore delle persone che sono state riconosciute invalide al 100%. Per
poter beneficiare di questa
misura assistenziale, la legge richiede che linvalido
debba essere alternativamente: persona non autono-

ra, della Banda della Magliana... possiamo cominciare. Pi di cos non si pu!
Le cronache di questi giorni sulla corruzione imperante, sulla criminalit al banchetto degli appalti, sulle relazioni pericolose tra politica e malaffare, sottolinea
Benigni, gli hanno facilitato il compito:
Politici, consiglieri, imprenditori hanno
fatto in modo di violare tutti e dieci i Comandamenti, forse perch sapevano che
stavo arrivando, mi vogliono bene. Stanno arrestando tutti, stasera arrivare qui
stata unimpresa, abbiamo dovuto evitare
due o tre retate. Roma, comunque, rimane la pi bella citt del mondo, sotto
Natale poi, con gli addobbi, le decorazioni: ce ne sono tantissime, specialmente
quelle bianche e blu lampeggianti che
hanno messo sopra le macchine per farle
vedere meglio, con quei suoni tipo cornamuse. In Campidoglio pieno. Gi ancora contro i politici, che si sono giustificati dicendo: ho sbagliato a scegliere
collaboratori che sembravano insospettabili, persone perbene... Eppure i soprannomi erano il carognone, il porco, il cecato, il ruvido. Nella performance di Benigni c il Dio liberatore,
che ci insegna come dalla legge venga la
libert e dalla libert lamore. C chi usa
il nome di Dio per terrorizzare gli uomini,
ma questo un delirio di dio, un inno
alla morte. C la certezza che il riposo
fa parte del lavoro. Nessuno ha pi il coraggio di rimanere da solo con se stesso.
Ma i Comandamenti ci dicono di fermarci:
Siamo andati talmente di corsa con il
corpo, che la nostra anima rimasta indietro. Fermiamoci altrimenti lanima ce
la perdiamo per sempre. Sinceramente
sono parole vere, toccanti, espressive,
rivolte a chi, piano piano, ha distrutto la
nostra bella Italia. Da buon intenditor, poche parole!
Andrea Delindati
Cremona
***

"

Unione europea

E indispensabile uniformare
le normative fiscali in tutti i Paesi
Gentile direttore,
dopo mesi di tira e molla finalmente il
Lussemburgo ha mollato alla Ue
lelenco delle aziende che hanno ottenuto benefici fiscali da una legislazione
che ha reso il Lussemburgo il Paese pi
ricco d'Europa. Nei mesi scorsi una indagine giornalistica aveva messo in lu-

ma nel compimento degli


atti della vita quotidiana;
soggetto, anche minore, con
incapacit di deambulare
senza laiuto di un accompagnatore o bisognoso di assistenza continua. Lindennit
pu essere concessa anche
se linvalido : cieco assoluto; persona sottoposta a terapie chemioterapiche e che
non pu recarsi da sola in
ospedale; persona affetta da
Alzheimer, Parkinson, epilessia. Lammontare dellin-

ce una serie di operazioni che miravano


a ottenere notevoli risparmi fiscali per
numerose societ. Dai documenti risultava che il Lussemburgo aveva favorito
le multinazionali a risparmiare milioni di
tasse a scapito di altri Stati. Lattenzione si concentrata su strutture finanziarie approvate dalle autorit lussemburghesi. Lanomalia della questione
che lattuale presidente della Commissione eu-ropea, Jean Claude Juncker,
stato per ben 19 anni, fino al 2013, primo ministro del Lussemburgo. Ci dovrebbe essere incompatibilit dellaattuale carica con quella precedente, ma
tant, Juncker non si scompone (e poi
si parla male dellItalia e dei suoi politici). Ora, il passo successivo sarebbe
quello di uniformare le normative fiscali in tutti i Paesi che fanno parte
dell'Unione europea. O si fa cos o la
reputazione del Parlamento Europeo,
della Commissione e del Consiglio
definitivamente compromessa.
Primo Mastrantoni
Segretario dellAduc
***

"

Ail Oglio Po

Grazie di cuore a tutti coloro


che ci hanno dato un sostegno
Gentile direttore,
voglio dedicare un doveroso ringraziamento ai nostri volontari, che rappresentano lanima ed il cuore dellAil e ci permettono di realizzare la campagna grazie
alla loro disponibilit e al loro coinvolgente entusiasmo. Un ringraziamento particolare al dott. Casimiro Massari che con
tanto impegno e generosit si prodiga per
la riuscita della manifestazione e a tutti i
suoi collaboratori e volontari. Grazie ai
nostri sostenitori che sanno che con i
contributi raccolti con le stelle si realizzano progetti, servizi, attivit a favore dei
pazienti affetti da gravi patologie ematologiche e si finanzia la ricerca, che un
bene comune e ci aiuta a creare un futuro
migliore. Grazie a sindaci, direttori generali di ospedali e cliniche, a tutti i sacerdoti, alla redazione del vostro giornale che
dona visibilit alle nostre iniziative. Grazie
davvero di cuore a tutti coloro che anche
questanno ci hanno dimostrato sostegno
e fiducia! A nome mio e del consiglio di
amministrazione auguro un sereno Natale
e un felice anno nuovo!
Ines Bodini
Presidente della sezione Ail Oglio Po

"

dennit di 504,07 euro per


12 mensilit e viene corrisposto a decorrere dal primo
giorno successivo a quello
di presentazione della domanda. La Corte di Cassazione citata, inoltre, riconosce il diritto allaccompagnamento sia in favore di
persone con incapacit fisica, sia in favore di persone
con malattie di carattere psichico. La persona malata di
mente, infatti, ha diritto
allindennit di accompagnamento se in grado di deambulare ma non di compiere gli atti quotidiani della vita.
*Avvocato Stabilito
del Foro di Milano
emiliacodignola@libero.it

quesito

E il caso di realizzare una


nuova centrale a Sergnano?
Gentile direttore,
per ben due volte ci siamo rivolti allassessore regionale allAmbiente, Terzi
chiedendo di prestare pi attenzione al
fatto che a Sergnano lautorizzazione
alla nuova centrale di pompaggio viene
realizzata troppo vicino alla precedente
stazione di stoccaggio, in una zona a
sismicit indotta. Drante la Giunta regionale scopriamo che viene negata
lautorizzazione allampliamento della
capacit di stoccaggio di gas naturale,
attraverso lincremento della pressione
massima di esercizio di 5 punti, proprio
della centrale gi esistente. Le risposte
dellassessore non mi avevano mai
soddisfatto e adesso sembrano andare
proprio nella direzione che noi avevamo
indicato: non era consigliabile aumentare la pressione nella stazione di stoccaggio di Sergnano. Ora rimane solo un
dubbio e cio se sia il caso di insistere
nella realizzazione di una nuova centrale di pompaggio proprio l a Sergnano,
oltretutto senza che nella procedura di
Via per il nuovo impianto, sia stata opportunamente valutata la vicinanza della
vecchia centrale di stoccaggio.
Agostino Alloni
Consigliere regionale del Pd
***

"

Crema

Sono tante le lamentele


di chi risiede nelle periferie
Gentile direttore,
quello che il sindaco e la maggioranza
consigliare del Comune di Crema si apprestano a divulgare con enfasi come
bilancio di mezzo mandato pieno di soddisfazione e di opere realizzate a beneficio della citt, stride palesemente con la
percezione pi realistica che ne hanno le
persone. Solo ieri, girando per il mio
quartiere, non riuscivo a rientrare al lavoro per quanti mi intrattenevano nel rappresentarmi situazioni di degrado, incuria
e mancanza di rispetto di regole. La signora Gabriella lamentava, giustamente,
lassoluta carenza di illuminazione in tutta
la zona di via Ombrianello-Pagliari, alle
quali aggiungo io via Chiesa, al punto da
non poter riconoscere chi incontri e quindi temere per la propria incolumit dopo

limbrunire. Anche gli attraversamenti


pedonali non sono illuminati e segnalati,
col rischio di investire chi pensasse di
attraversare in totale sicurezza. Il signor
Maurizio si accomuna ed entrambi lamentano la mancata sorveglianza contro
rumori e musiche notturne provenienti da
locali che non rispettano le norme del
diritto al riposo, persino quando si motivano le richieste di intervento dalla presenza di situazioni di malattia o handicap. Maurizio aggiunge che nelle predette zone di penombra, in mezzo a tanti e
grossi complessi condominiali, nelle ore
notturne si consumerebbero abbondanti
traffici di spaccio. Il signor Gianni, che
frequenta la via Rossignoli, nella zona
alle spalle dei capannoni, definisce il fondo stradale un groviera, dove maggiori
sono le buche che non la parte livellata.
Il signor Franco ed il signor Clemente,
abitanti in tratti di strada (vie Monte
Grappa e Monte Nevoso) ritenute private
e ancora incomplete di asfalto e illuminazione, mi chiedono perch non siano
stati esentanti dalla Tasi oppure, in alternativa, reclamano il completamento dei
servizi. La signora Antonia, arzilla novantenne, si lamenta con me perch non riesco a far riprendere un servizio di trasporto urbano di collegamento con la
citt senza dover soggiacere allobbligo
di chiamata e prenotazione dal giorno
precedente. Anche il signor Angelo mi
dice che sua figlia 15enne, secondo le
indicazioni telefoniche di Mio Bus (tu lo
chiami oggi, lui arriva domani) dovrebbe
servirsi di una corsa alle 7.20 quando la
scuola inizia dopo le 8 e per unaltra ora
deve saperla in attesa alla sera, prima del
rientro. Tempo permettendo e pesi sopportando, le consiglia una camminata da
via Libero Comune a Ombriano. Unaltra
signora ha messo a riposo le ceneri del
padre cremato dopo lesumazione
nellossario del cimitero maggiore e mi
dice di dovergli far visita con lombrello
aperto, perch l sotto piove anche
quando ormai allaperto ha smesso e ci
sono momenti in cui, se non attrezzata
di stivali, deve astenersi dallo scendere.
Per ridare decoro a quel luogo sacro mi
dice di proporre a qualche disoccupatoassistito un incarico di verniciatura. I promotori dei restauri delloratorio Morti
delle Tre Bocche, eseguiti due anni fa
con una spesa di 150mila euro alla quale
ha contribuito la Sovraintendenza dei
Beni Culturali per 40mila, vorrebbero una
ciclabile di collegamento lungo la Crema-Lodi, per quel chilometro che separa
labitato dal sacrario e metterebbe in collegamento anche il comune di Bagnolo,
gi presente fin quasi al suo confine. Non
s fatto nulla per ridare logicit ai flussi
di traffico del quartiere di Ombriano: non
difficile qualcuno che va in senso unico
per qualche decida di metro, per evitare
un giro di due chilometri. Si speso male il contributo regionale per la messa in
sicurezza degli attraversamenti pedonali
sui viali S. Maria, Europa e via Viviani.
Altrettanto male gli eccessivi dissuasori
di via Toffetti e peggio quelli di via Camporelle, che non hanno riservato neppure
il minimo spazio laterale per le biciclette.
Maria Rosa segnala vandalismi continui,
e bivaccamenti notturni in zona palestra
Toffetti. Piera ha denunciato il degrado di
viale Repubblica ed unaltra signora si
dice disperata per la situazione di piazza
Garibaldi. Toni si lamenta del divieto per
i piccoli fuochi di fine anno, dopo aver
dovuto subire i fuochi e i botti della festa
del PDd. Si potrebbe continuare allinfinito con queste tante testimonianze che
forse lamministrazione sottovaluta, ma
sono la prima percezione da parte di tanti cittadini, soprattutto quelli delle trascurate e inascoltate periferie. Inascoltate
anche quando rappresentate da chi, come me, stato istituzionalmente incaricato di questo onere e lo sta facendo con
relazioni personali e documentazioni fotografiche, ahim, per ora, inutilmente.
Risparmiateci almeno la lettura di documenti di vanagloria.
Tino Arpini
Solo Cose buone per Crema

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it

Sabato 20 DICEMBRE

Domenica 21 DICEMBRE

Luned 22 DICEMBRE

MArted 23 DICEMBRE

Mercoled 24 DICEMBRE

10

CREMA

Sabato 20 Dicembre 2014

Domenica tornano
i mercatini di Natale
in piazza Duomo
Il 21 dicembre 2014 tornano i
Mercatini di Natale sotto il Torrazzo.
Piazza Duomo dalle 9 alle 19 sar
splendida cornice per bancarelle,
eventi, musica.

Scuola di pace
Cinque gli istituti
che sono coinvolti
Il progetto Scuola di Pace,
giunto alla sua nona a edizione, nasce dalla collaborazione tra le realt
presenti sul territorio che si occupano di educazione alla pace (Caritas
Crema, Centro Missionario Diocesano, Commissione Migrantes,
Cooperativa La Siembra, IPSIA Cremona, Presidio di Libera Cremasco)
e gli insegnanti referenti delle scuole superiori di Crema.
Ogni anno i temi affrontati sono
stati diversi (diritti, legalit, immigrazione, la costituzione...), numerose le scuole coinvolte, lorganizzazione degli interventi gestita talvolta da relatori esperti esterni, oppure con l'apporto dei volontari
delle stesse organizzazioni promotrici. Le classi coinvolte sono sei
appartenenti a cinque diversi istituti
superiori di Crema (I.I.S. Itis, I.T.S.
Pacioli, Fondazione Manziana,
I.P.S.I.A. Marazzi e Istituto Sraffa).
Per lannualit 2014-2015 il tema
scelto La Pace vien mangiando:
sicurezza alimentare e della gestione delle risorse, cogliendo anche le
opportunit offerte da lExpo 2015
(Nutrire il pianeta, energie per la
vita). Il percorso per l'anno scolastico 2014/15 prevede un momento assembleare iniziale in cui sono
coinvolte tutte le classi impegnate
nel progetto. Le relatrici Giulia Zivieri e Elena Muscarella (Expo dei
Popoli) trattano i temi legati alla nutrizione, alla sicurezza alimentare
ed energetica, cercando di ragionare con gli studenti sui rapporti che si
vengono a creare tra Paesi e popolazioni e su come squilibri nel settore della produzione alimentare e del
consumo influiscano sulla disponibilit delle risorse, sugli equilibri
naturali e sulla gestione del conflitto
nelle varie regioni del mondo.
Si terranno quindi due incontri
specifici tra gennaio ed aprile, in cui
ogni classe partecipa ai laboratori
concordati con le singole associazioni, arrivando ad un momento
assembleare finale in maggio per
avere un ritorno del lavoro fatto durante gli incontri specifici dalle singole associazioni coi ragazzi.

Operazione dei carabinieri di


Crema che hanno sequestrato
cocaina e hashish per 60mila
euro e hanno arrestato (e poi
rinchiuso nel carcere di Bergamo) due spacciatori marocchini
che stavano rifornendo di droga una macelleria islamica di
Antegnate (Bergamo). Ora i
carabinieri vogliono scoprire chi

Primo network di coworking digitale in Europa. Cerca di aggregare i cervelli anche sul nostro territorio

Talent Garden vuole sbarcare a Crema


U
di Gionata Agisti

n aperitivo per aggregare gli innovatori locali. quanto andato in scena a Crema, lo scorso 17 dicembre, al caff del
museo. Per una serata - ma
lauspicio che nasca e si sviluppi qualcosa di stabile - Crema si trasformata nel
luogo di aggregazione dei talenti del territorio, unoccasione per incontrarsi e raccontare le migliori idee che stanno nascendo a livello locale. Dalla consapevolezza che le innovazioni nascono dal bisogno di cambiare e dalla partecipazione di
tutti gli attori, Talent Garden, rete globale
di spazi di coworking e uno dei principali
protagonisti nel settore dellinnovazione in
Italia, ha organizzato una serie di iniziative
per stimolare il coinvolgimento di tutti i
cittadini nella costruzione del futuro grazie
alle nuove tecnologie. L'evento cremasco
si inserisce precisamente in questo contesto e parte dalla voglia di far rinascere i
territori e di aggregare i migliori talenti in
un unico spazio, che sia vissuto come
luogo di incontro e scambio di idee.
Organizzatore dellevento cremasco il
giovanissimo Antonio Severgnini, 22 anni, che ha coinvolto laltrettanto giovane
Davide Dattoli, cofondatore e amministratore delegato di Talent Garden, nel
tentativo di dare vita a una esperienza di
coworking anche a Crema. Al momento,
gi stata individuata una struttura nel centro della citt, di 300 metri quadri, con cir-

Stefania Chiale, Antonio Severgnini e Davide Dattoli

ca 25 scrivanie, ma occorre verificare se il


seme piantato il 17 dicembre arriver a
maturazione. Come ha spiegato lo stesso
Dattoli: Talent Garden nato come centro
di aggregazione per gli innovatori del digitale e vuole continuare a essere tale. per
questo motivo che organizziamo eventi
come l'aperitivo a Crema: vogliamo che
tutti partecipino alla costruzione del proprio futuro. L'innovazione partecipazione
e sinergia di attori diversi che collaborano
insieme. Un aperitivo la miccia da cui
possono esplodere tantissimi progetti interessanti.
Pi nel dettaglio, Talent Garden il sito
internet : www.talentgarden.it - un
Coworking Campus, un network fisico di
innovatori del settore digitale in cui trovare
gli strumenti per trasformare i propri progetti in realt. Oggi spiega Dattoli, TAG
uno dei principali player dellinnovazione
in Italia e il primo network di coworking

Il Gran Gal di Natale


ha raccolto 30mila euro

Oltre 280 persone hanno partecipato al Gran Gal di


Natale organizzato dal Rotary Club Pandino Visconteo e
dal Rotaract Terre Cremasche lo scorso 5 dicembre a Villa
Borromeo a Cassano DAdda.
Numerose le personalit di spicco presenti: tra loro anche il senatore Giacomo Stucchi, limprenditore Ruben Tomella e numerosi esponenti delle categorie economiche e
professionali del territorio. Presenti inoltre il dottor Emilio
Canidio dellospedale di Crema e il dottor Daniele Generali
degli Istituti Ospitalieri di Cremona.
Il ricavato della serata che andr a favore della Breast
Unit degli Istituti Ospitalieri di Cremona e della Pediatria
dellOspedale Maggiore di Crema di 30mila euro. La cifra raccolta durante la serata spiega Marina Zanotti presidente del Rotary Visconteo, destinata ad aumentare.
Abbiamo chiesto un grant alla Rotary Foundation: questo ci
consentir in pratica di raddoppiare la cifra raccolta.
Unoperazione che una volta completata ci render possibile donare al territorio circa 60 mila euro.
Grazie ai soldi raccolti, quindi, a Cremona verranno realizzate delle camere ad alto comfort e privacy per le pazienti in cura presso lunit di Farmacogenomica, centro di eccellenza mondiale per la lotta contro il cancro al seno, e a
Crema verr invece donata una culla incubatrice.

digitale in Europa, che aggrega pi di 500


talentuosi in dieci citt - Genova, Padova,
Torino, Bergamo, Pisa, Cosenza, Milano,
Kaunas, Differdange e Brescia - e raccoglie menti creative aperte al confronto su
tematiche di digitale, tecnologia, startup.
E ancora: Tra i primi a portare il concetto di condivisione di idee e lavoro sul
territorio europeo, gi a partire dal dicembre 2011, con lapertura della sua prima
sede a Brescia, Talent Garden non solo
un coworking, ma un nuovo modello per
aiutare i talenti presenti in un territorio,
fornendo loro tutti i servizi di cui hanno
bisogno per realizzare un progetto di business e, soprattutto, creando connessioni,
perch dalla condivisione di un luogo di
lavoro i talenti possano conoscersi, contaminarsi e accelerare lo sviluppo di nuovi
progetti.
Durante la serata, stata presentata
anche unaltra storia di successo, che ve-

de protagonista Stefania Chiale, giornalista e cofondatrice di Good Morning Italia, progetto innovativo nel mondo dellinformazione. Da due anni, cerchiamo di
innovare il panorama dellinformazione
italiana. Proviamo a farlo offrendo un concentrato di qualit. Ogni mattina, entro le
7.30, offriamo ai nostri abbonati una sintesi efficace delle notizie, visto che oggi il
tempo una delle risorse che pi scarseggiano. La strada non stata breve: partiti
nel 2013, ora siamo una srl con 6 giornalisti come soci fondatori e 2 collaboratrici.
Siamo sparsi per lItalia e le riunioni le facciamo la sera, tramite whatsapp. Un nostro punto di forza lascolto degli abbonati, il 30%dei quali ci segue dellestero,
attraverso questionari con cui chiediamo
loro cosa pensano del prodotto. Avevamo
paura e labbiamo tuttora, ma abbiamo
capito che, senza prendersi dei rischi,
unidea non pu diventare realt.

Agnese Gramignoli, nuova coordinatrice di Sel


Riceviamo e pubblichiamo
Domenica 14 dicembre alla
Camera del lavoro di Crema si
riunita l'assemblea degli iscritti del
Circolo di Crema e Cremasco di
Sinistra Ecologia Libert, alla presenza della coordinatrice regionale Chiara Cremonesi. L'Assemblea
ha eletto all'unanimit la nuova
coordinatrice, Agnese Gramignoli, per 15 anni responsabile
amministrativo della CGIL provinciale di Cremona e dal 2012 in
pensione, gi membra del coordinamento del Circolo e dell'assemblea regionale. L'assemblea stata aperta dalla relazione del coordinatore uscente Alvaro Dellera,
che dopo 4 anni di mandato lascia
l'incarico esecutivo, restando
componente dell'assemblea provinciale del partito. A Dellera sono
andati i plausi di tutto il circolo,
per il lavoro svolto con dedizioni in
questi ultimi 4 anni, che hanno visto Sel affrontare numerosi passaggi elettorali, dalle amministrati-

ve del 2012 con la vittoria del centrosinistra alle politiche del 2013
con l'elezione di Franco Bordo alla
Camera dei Deputati, fino alle ultime elezioni europee. La Coordinatrice Regionale Chiara Cremonesi
ha illustrato il percorso che porter Sinistra Ecologia Libert all'appuntamento di Human Factor a
fine gennaio a Milano, un momen-

Spaccio di droga nella macelleria islamica: due arresti


riforniva i due marocchini e
quali sono i clienti dei due nordafricani.
Da tempo venivano tenuti
docchio gli strani movimenti
dentro una macelleria islamica

di Antegnate, ma quando hanno


visto arrivare un furgone e scendere, con fare sospetto, dal
mezzo un uomo con la valigetta,
scattata lazione. Fatta irruzione nella macelleria islamica, i

carabinieri hanno trovato allinterno del locale il proprietario,


un marocchino di 35 anni di Isso, e nel bagno lautista del furgone, un marocchino di 43 anni
di Calvenzano, otto etti di cocai-

na chiusi in un armadio. Un altro


etto laveva addosso il proprietario. Il valore dello stupefacente
sequestrato: circa 45mila euro.
E ancora: nella Citroen, di
propriet del conducente del

to aperto a tutti, di rilancio della


sinistra italiana, che ora come non
mai ha bisogno di ripensare se
stessa e rilanciare i propri contenuti politici, soprattutto in presenza di una estrema destra in crescita e di un governo Renzi che ha
abbracciato appieno le politiche
neoliberiste che tanto male hanno
gi fatto al nostro Paese.

furgonem i carabinieri hanno


trovato 1.500 grammi di hashish
confezionato in dosi e 1.800 euro. Il valore di questultimo sequestro supera i 15mila euro.
Questa notizia interessa il Cremasco perch la macelleria di
Antegnate era lo snodo del trafico di droga che poi inondava il
nostro territorio.

Le ricerche sono rivolte a candidati delluno e dellaltro sesso (L:903/77 e L. 125/91)


Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003
visionabile sul sito www.maxwork.it Aut. Min. Prot. N 1239 - SG del 22/12/2004
Maxwork S.p.A. - Agenzia per il lavoro Sede Legale via DellEsquilino, 38 00185 Roma
Sede Amministrativa e Direzione Generale Largo Porta Nuova, 14 - 24122 Bergamo

PER CARPENTERIA METALLICA, SALDATORE ESPERTO NELLA SALDATURA A TIG DI ACCIAO, FERRO ED ALLUMINIO. GRADITA ESPERIENZA NELLA LETTURA DEL DISEGNO MECCANICO E NELLASSEMBLAGGIO. SEDE DI LAVORO: VICINANZE ROMANENGO
DISEGNATORE CAD PER UFFICIO TECNICO. REQUISITI RICHIESTI:
BUONA CONSCENZA DISEGNO 2D E 3D. GRADITA PREGRESSA ESPERINZA NEL DISEGNO PER REALIZZAZIONE LAVORI DI CARPENTERIA.
SEDE DI LAVORO: VICINANZE ROMANENGO.
CAPO TURNO/CAPO REPARTO PER AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE COSMETICO. RICHIESTA LESPERIENZA PREGRESSA NELLA MANSIONE. SEDE DI LAVORO: VICINANZE CREMA.
MAXWORK S.P.A. - FILIALE DI CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 - 26013 Crema (CR)
Tel. 0373 200471 - Fax. 0373 203449 mail: maxddlcrema@maxwork.it www.maxwork.it

11

Crema

Sabato 20 Dicembre 2014

Maggioranza, troppi gli assenti

di Gionata Agisti

causa delle diverse assenze


nei ranghi del centrosinistra, il
Consiglio comunale dello
scorso 15 dicembre non si
potuto tenere. Senza le minoranze, uscite dalla sala degli Ostaggi per
protesta, mancato, infatti, il numero
legale: 12 consiglieri pi il sindaco. Non
la prima volta che la maggioranza manifesta questo tipo di problema. A luglio,
fu costretta ad accettare degli emendamenti a firma delle minoranze alla delibera sullo Sportello Unico per le imprese,
altrimenti queste ultime non avrebbero
preso parte al voto e il numero legale,
proprio per le assenze nella maggioranza, sarebbe venuto a mancare. precisamente quanto successo in questultima occasione.
Lopposizione, tra le cui fila era assente solo Antonio Agazzi - peraltro giustificato, a differenza dei colleghi della
maggioranza -, si presentata puntuale
alladunanza ma, alle 17.30, i consiglieri
del centrosinistra erano solo 5, per arrivare a 9 nella seconda convocazione,
mezzora dopo. Comunque troppo pochi. La cosa strana che allordine del
giorno cera un tema, la cui approvazione fortemente sostenuta proprio
dallamministrazione Bonaldi: la variante
al Pgt, per consentire allIpercoop di realizzare la cosiddetta pompa bianca,
che tante critiche ha sollevato tra gli altri
benzinai della citt, preoccupati per la
concorrenza ad armi impari.
evidente che, se la maggioranza
ritiene di dover gestire le sue partite politiche sfruttando la nostra disponibilit,
non ha capito come funzionano le cose,
ha commentato Laura Zanibelli, del
Nuovo Centrodestra. La settimana prima, in occasione della riunione dei capigruppo, avevo fatto presente che questo
periodo presenta difficolt a tutti, dal
punto di vista lavorativo. Perci, avevo
consigliato di rimandare la convocazione
ma, come successo altre volte, quando
noi delle minoranze avevamo suggerito
un cambio di orario, la proposta caduta nel vuoto.

E' stato rinviato a oggi (sabato) il Consiglio comunale per la mancanza del numero legale

Non la prima volta che si verifica


questo problema allinterno della maggioranza, giusto? No, direi che una
costante e la conclusione bene che la
traggano i cittadini. Lamministrazione
capace di riempire un giornalino di pagine patinate, elencando tutta una serie di
iniziative fatte, la cui inconsistenza
sotto gli occhi di tutti ma, nello stesso
tempo, sotto gli occhi di tutti anche la
loro mancanza di rispetto nei confronti
delle regole.
Secondo Simone Beretta, di Forza
Italia, la maggioranza troppo autoreferenziale e boriosa nei confronti dellopposizione: Il bon ton ma anche il buon
senso avrebbero voluto che qualcuno si
fosse fatto vivo prima con noi, per evitare una figuraccia e capire come ci saremmo comportati. Invece, il loro atteggiamento stato quello di dilettanti allo
sbaraglio. Non penso che siano tanto
tonti da pensare che saremmo rimasti in
aula a garantire il numero per un ordine
del giorno, quello della pompa bianca,
che rappresenta una loro battaglia per-

sonale. Siamo stati anche fin troppo rispettosi, perch, se il Consiglio comunale si fosse svolto, ci sarebbe stato anche
un costo per il Comune, che invece abbiamo evitato. Riguardo a questi episodi ripetuti, Beretta d anche un suo parere: Probabilmente, tutta la maggioranza
politica si trova ormai in giunta e le persone rimaste tra i banchi del Consiglio
comunale sono una sorta di alzamano.
Ricordo che garantire il numero legale in Consiglio comunale primariamente compito della maggioranza interviene Antonio Agazzi, della lista civica Servire il cittadino. Se i colleghi di minoranza hanno ritenuto di evidenziare il disimpegno da parte di questultima non restando in aula mi trovano daccordo. Tra
laltro, cerano ordini del giorno significativi per la stessa maggioranza, tanto che
mi viene quasi un sospetto: o davvero i
consiglieri comunali che sostengono
lamministrazione sono cos superficiali
sul piano politico oppure la loro assenza
dovuta a qualcosaltro, magari alla

contrariet da parte di qualcuno di loro


alle decisioni dellamministrazione.
davvero cos? Chiediamolo a Gianluca Giossi, capogruppo del Pd: Mi
viene da sorridere. gi stata fatta una
votazione sul tema della pompa bianca
e, a parte il consigliere Matteo Gramignoli, che ha sempre espresso il suo
parere contrario, la maggioranza si dimostrata compatta. Non penso che, nel
frattempo, qualcuno si sia pentito. La
verit che sapevamo che tre nostri
consiglieri sarebbero stati fuori citt, ma
non potevamo sapere che se ne sarebbe
ammalato un altro.
Daccordo, per non la prima volta che succede. Non forse il caso,
quantomeno, di cambiare lorario di
convocazione, se qualcuno ha problemi con il lavoro? Bisogna mettersi
daccordo su una cosa: non che, se si
decide di iniziare dopo, poi qualcuno
prende e se ne va perch tardi, come
gi successo. Il fatto, comunque, che,
a differenza di altre volte, la minoranza, a
cui do atto in quelle circostanze di un
comportamento corretto,
non ha voluto garantire il
numero legale e da quanto ho saputo la prima
volta che accade, da almeno 20 anni a questa
parte, mentre, viceversa,
successo pi volte che
la maggioranza non avesse i numeri. Secondo me,
si trattato di un modo, per lopposizione, di recuperare un po di visibilit.
Per, i vostri consiglieri non hanno
nemmeno giustificato la loro assenza.
Vero, ma si trattato di un errore da
parte loro: hanno presentato una giustificazione verbale, quando invece previsto un atto pi formale, scritto. E s che

avrebbero dovuto saperlo, visto che


per loro non era certo il primo Consiglio comunale Per la prossima volta
ci premuniremo ch non accada pi.
Sulla questione, fa sentire la sua voce
anche il Movimento 5 Stelle che, tramite
il consigliere Christian di Feo, stato il
primo a proporre di lasciare laula. In
passato, non abbiamo mai mancato di
farci carico del numero legale, nonostante i colleghi di maggioranza fossero
spesso assenti ma questa volta la cosa
ci ha infastidito parecchio, anche perch
avevamo suggerito di spostare il Consiglio alle 20.30. In questo modo, infatti, ci
sarebbero meno costi, dal momento che
il Comune non dovrebbe pagare le aziende dove lavoriamo a causa della nostra
assenza. A maggior ragione, visto che
quanto succede in Consigli comunali
anche pi grandi, rispetto a quello di
Crema. Penso, per esempio, ai casi di
Como o Monza.
I cinquestelle non capiscono questa ostinazione. Lultima volta, comunque, si raggiunta lapoteosi dellassurdo. Non abbiamo pi voluto farci prendere in giro,
visto che, con senso di
responsabilit, per partecipare al Consiglio dobbiamo appunto assentarci
dal nostro posto di lavoro. I 5 Stelle auspicano
ora delle scuse da parte
della maggioranza: Non
verso di noi ma verso i cremaschi. Anche
nellultima commissione Bilancio capitato che mancassero le condizioni perch la riunione fosse valida e quando
lho fatto notare, i colleghi sono caduti
dalla nuvole. Insomma, o cominciano a
fare i seri oppure meglio che si dedichino ad altro.

Comincino a fare
le persone serie o si
dedichino ad altro

Il Pd ne discute in Comune (presenti pi musulmani che pidiessini), le firme contro raccolte in citt: sono gi 5.000

La moschea continua a dividere Crema

Il tema della moschea diventa


sempre pi incandescente. Non
passa settimana senza incontri e
riunioni di chi a favore o contro
il centro di culto musulmano.
Qualche giorno fa, si svolto un
dibattito organizzato in Comune
dal Pd, favorevole alla moschea,
con la presenza di molti musul-

mani e di pochi pidiessini. Presenti anche Daniela Pistillo, responsabile dellimmigrazione per
il Partito democratico a Milano e
del professor Roberto Mazzola,
docente di diritto e religioni nei
Paesi europei. Il leader dei musulmani del nostro territorio, nel
frattempo, ha inviato una lettera

di auguri per le feste di Natale ai


cremaschi traite i giornali.
Da parte del centrodestra si fa
sapere che la raccolta di firme
contro la concessione della moschea ha toccato quota 5.000
adesioni. Il Club Sulvio c ricoglier le adesioni anche in
questo fine settimana, mentre

Franco Bordo (Sel) sulla futura legge regionale

I musulmani
fanno gli auguri
di buone feste

Le norme sui luoghi di culto sono anticostituzionali


Secondo lonorevole Franco Bordo (Sel),
nei nuovi requisiti regionali in fatto di realizzazione dei luoghi di culto, risultano evidenti le finalit discriminatorie e restrittive
delle libert dei cittadini, in questo caso
specifico la libert di professare una religione, da parte di una Legge regionale, cos
come risulta evidente il contrasto con le garanzie costituzionali, con il Trattato diLisbona e la Carta dei diritti fondamentali
dell'Unione Europea, sottoscritti dal nostro
Paese. La Costituzione Italiana, all'art. 3 im-

pedisce atti discriminatori e, agli articoli 8 e


19 sancisce la libert di culto, di professare
la propria fede e farne propaganda. Inoltre,
la possibilit, per tutte le confessioni religiose (senza alcuna distinzione tra culto cattolico, acattolico, con o privo di intesa) di vedersi riconosciuta, da parte dei Comuni, di
aree da destinarsi al proprio culto stata pi
volte riaffermata anche dalla Corte Costituzionale. La Corte, in particolare, ha dichiarato l'illegittimit costituzionale di norme regionali che limitavano l'esercizio di culto (e

Federico Lena (Lega) su legge regionale

quindi anche la costruzione di edifici ad esso destinati) alle sole confessioni che avessero stipulato un'intesa con lo Stato ai sensi
dell'art 8 della Costituzione. Bordo continua: Se non sar fermato tale Progetto di
Legge, o maxi emendamento che sia, perch altrimenti, se approvato, sar mia cura
avviare una raccolta firme tra i Parlamentari
Lombardi per chiedere al Governo Italiano di
impugnare davanti alla Corte Costituzionale
un provvedimento della Regione Lombardia
palesemente incostituzionale.

Franco Bordo

Il club cremasco Forza Silvio

No, sono norme che tutelano


tutti. E a queste condizioni...

Continua la raccolta di firme


anche in questo week-end

In regione iniziato liter


per la proposta di legge in
materia di luoghi di culto
spiega Federico Lena,
consigliere regionale del
Carroccio. La legge dovrebbe approdare in consiglio a fine gennaio 2015.
Le condizioni pi significative: Primo, la confessione religiosa sia formalmente riconosciuta dallo
Stato (art. 8 comma 3 della
Costituzione) e che quindi
sia stipulata una convenzione tra Comune e confessione religiosa. Una
condizione che ad oggise non sussiste
per quanto riguarda lIslam. Secondo,

Il Club socio culturale Forza Silvio


Crema 1, comunica che nelle date del
12 e 14 dicembre la raccolta firme per
la petizione popolare stata di oltre
500 firme. Queste vanno a sommarsi
alle 1.500 firme del precedente fine
settimana, a quelle che stanno raccogliendo le forze politiche che sostengono liniziativa (Forza Italia, Lega Nord,
Nuovo Centro Destra e le Liste Civiche
Cose buone per Crema e Servire il
cittadino), a quelle che spontaneamente stanno raccogliendo singoli cittadini soci del Club od amici tramite il passaparola
ed a quelle che saranno raccolte nei prossimi giorni con gli ulteriori tavoli/banchetti su
suolo pubblico. Il prossimo fine settimana (20 e 21 dicembre) la raccolta verr effettuata
allincrocio di piazza Giovanni XXIII e via XX Settembre dai nostri soci. Lo strumento della
petizione popolare permette ai cittadini di far udire allattuale amministrazione la propria
voce forte e chiara di contrariet alla realizzazione di una Musalla-Moschea a Crema.

che venga attuato il Piano


per le attrezzature religiose. Il che significa: piano
dei servizi, destinazione
delle attrezzature, strade di
collegamento adeguate,
parcheggi adeguati, servizi
igenici per disabili e congruit architettonica con le
peculiarit del paesaggio
lombardo.Terzo, dovr essere effettuata una valutazione strategica che coinEnrico Lena
volge anche Questura e
Prefettura. Gli oneri saranno a carico
dei richiedenti, compreso un impianto
di video-sorveglianza esterna su ogni
ingresso collegato con i vigili.

due consiglieri regionali cremonesi, Carlo Malvezzi (Ncd) e Federico Lena (Lega) i quali avvertono che in arrivo una legge
regionale che disciplina la costruzione dei luoghi di culto e,
quindi, invitano il comune di Crema a non prendere decisioni precipitose

Riceviamo e pubblichiamo
La comunit musulmana cremasca, riconoscendosi parte del
tessuto sociale del territorio,
esprime con piacere il suo miglior augurio di buone feste all'intera collettivit.
E' questa un'importante occasione per ribadire la nostra profonda convinzione che solo la
reciproca conoscenza pu permettere di superare diffidenze
davvero ingiustificate. In questo
senso vogliamo ribadire la nostra
apertura all'incontro e al dialogo,
accogliendo e rispettando tutte
le tradizioni culturali e religiose
presenti in terra cremasca. La
comunit pertanto augura ad
ognuno di trascorrere serenamente il periodo delle festivit
Natalizie.
Preghiamo, inoltre, affinch il
Nuovo Anno possa portare salute e pace specialmente laddove
le sofferenze e le abominevoli
stragi di innocenti sconvolgono
nel profondo i veri musulmani
che vedono nella violenza la negazione del senso profondo del
messaggio di Allah, il misericordioso.
Possa essere un anno in cui la
santit e la dignit della vita umana siano sostenute da tutti.
Bouzaiane Dhaouadi
Comunit musulmana cremasca

12

Crema

Sabato 20 Dicembre 2014

Tango argentino:
sabato la Milonga

Dal 28 dicembre al 2 gennaio. Fanno perdere ai cani il senso dell'orientamento

No a petardi, botti e fuochi dartificio

D
Sabato 20 dicembre, la Milonga di
Natale dalle 21.30 con il musicalizador
Walter Zorro Gris e lesibizione dei
maestri. Prima della Milonga, alle ore 20,
lo stage di tecnica maschile e femminile.
Estrazione di fine anno: 1 premio un
corso di 10 lezioni di tango argentino, 2
premio un corso di 5 lezioni, ed altri bellissimi premi a sorpresa offerti dagli sponsor. Per info e Iscrizioni: Renata cell
3381980563 - info@tangosantacrus.it
www.tangosantacrus.it.

Il settimo Gran
Tovaliere a Cappelli
Le Tavole Cremasche, domenica 21
dicembre, alle ore 18, in piazza Duomo
assegneranno il Settimo Gran Tavoliere
a Vincenzo Cappelli 1che ha contribuito
al conseguimento della DOP per il formaggio Salva cremasco e dato spessore
storico a un grande primo piatto: il tortello cremasco. Il Premio, giunto alla settima edizione,viene attribuito ogni anno
ad un personaggio, azienda o associazione che a parere dei Tavolieri parte
importante per conoscere e apprezzare il
territorio cremasco.
Contestualmente Le Tavole Cremasche consegnaneranno allAssociazione
Etiopia e Oltre il ricavato dellevento
Nicola e Oltre organizzato la sera del 26
novembre in collaborazione con gli Amici
delle Tavole Cremasche presso Villa Toscanini di Ripalta Guerina, nel ricordo
dellamico Nicola Salatti e del suo operato allinterno dellassociazione

te degli effetti pirotecnici su luoghi


pubblici o su luoghi privati appartenenti a terzi.
Sulla scorta di quanto gi avviene
in molte citt italiane spiega il sindaco, ho ritenuto i tempi maturi per questo provvedimento, che da un lato intende prevenire incidenti legati ad un
uso improprio di questi dispositivi da
parte di minori o persone inesperte,
dallaltro intende farsi carico anche
degli effetti negativi sugli animali. Se
abbiamo deciso che nelle nostre citt
gli animali possono e devono vivere
con noi, dobbiamo farci carico anche
di questo problema e limitarne il pi
possibile gli effetti.

dalla redazione

al 28 dicembre fino al 2 gennaio prossimo scatteranno


limitazioni e divieti per petardi e fuochi dartificio. Il fragore dei dispositivi pirotecnici,
oltre spaventare gli animali, li porta, se
liberi, a perdere il senso dellorientamento inducendoli a scappare di casa.
Un forte azzardo per la loro incolumit
ed anche per la sicurezza stradale. Il
divieto che impone lordinanza si riferisce allutilizzo di ogni tipo di fuoco
d'artificio, bench di libera vendita, in
luogo pubblico e anche in luogo privato dal quale possano verificarsi ricadu-

Didattica e tecnologia verso lo Sraffa 3.0 Un nuovo pulmino

Entra nel vivo il progetto Generazione Web 3 presso lIstituto


Sraffa, progetto sostenuto fin
dallinizio dal dirigente scolastico
Ernesto Abb e portato avanti
dal professor Michele Perna. Il
progetto coinvolge 10 classi
dellistituto (classi terze e quarte
dei vari indirizzi) e si concretizzato con la distribuzione a studenti e docenti di tablet di ultima
generazione. Questo stato
possibile grazie al finanziamento
di 100 mila euro che la scuola ha
ottenuto da regione Lombardia
la scorsa estate, in seguito allapprovazione di un progetto redatto dai docenti della scuola.
Ma la svolta multimediale dello Sraffa non si ferma qui. Infatti aggiunge il professor Perna,

per la Croce rossa

nellottica della dematerializzazione dei contenuti presenti in


biblioteca stata avviata la digitalizzazione di tutti gli audiovisivi
presenti a scuola, che sono a
disposizione di docenti e studenti, per i quali tra laltro stata
creata una casella di posta elettronica dedicata, con un servizio

di mailing list diviso per classi,


materie e commissioni. E poi,
non da ultimo, attraverso lapplicazione Google Classroom si
fornisce supporto per la didattica multimediale, che consente di
organizzare meglio le lezioni e
migliorare le comunicazioni con
gli studenti.

Aperture e chiusure di biblioteca, museo e Orientagiovani


In occasione delle prossime festivit natalizie e di
fine danno i servizi biblioteca e Orientagiovani, ospitati da Palazzo Benzoni, via Civerchi, 9, saranno
chiusi al pubblico nei giorni festivi e nelle giornate di
mercoled 24, sabato 27 e mercoled 31 dicembre
2014, nonch luned 5 gennaio 2015.

Gli orari di apertura del Museo Civico sono invece: sabato, domenica e festivi ore 11-13 e 14-18;
marted ore 14-17.30; mercoled, gioved e venerd
ore 10-12 e 14-17.30;
1 gennaio ore 15-18; chiuso mercoled 24, gioved 25 e mercoled 31 dicembre.

Il nuovo Fiat Dobl arrivato in sede in piazzale


Croce Rossa qualche giorno fa e arricchisce il parco macchine del Comitato della CRI di Crema offrendo un servizio in pi rispetto a quanto gi
svolto quotidianamente dai volontari. Il nuovo pulmino, infatti, predisposto per il trasporto delle
carrozzine per le persone con disabilit, in modo da
garantire un tragitto in sicurezza e comfort.
La Croce Rossa di Crema vuole ringraziare una
signora residente in citt che ha voluto fare una
cospicua donazione al Comitato locale, una donazione che ha permesso di coprire buona parte delle
spese di acquisto e allestimento del nuovo mezzo.
Un esempio di vicinanza e di solidariet verso chi
ha pi bisogno.

Regalando una luce regalate unemozione... Gli allievi di Soncino, artisti nella ceramica
fatevi emozionare dalla luce

empre in cerca di originalit , design e


prezzo Bertolotti illuminazione ti
mette a disposizione marchi Importanti per le occasioni pi speciali, quali i
matrimoni .
Che siate voi gli sposi o dei vostri amici... un
must da regalare o ricevere sempre Bourgie di
Kartell che rimane una delle lampade pi ambite, oggi la trovate in una veste piu chic nelle
cromie oro (gold) e rame (copper) che fanno
concorrenza alle classiche ed intramontabili finiture trasparente o bianca e oro.
Da inserire nella vostra lista nozze o come
idea regalo, anche la coppia di mini taj led per
i comodini, le sospensioni Bloom, Ge e Fly,
(Kartell) anche loro oggi presentate in GOLD/
CHROME/COPPER.
Anche Slamp, protagonista indiscussa di tutte
le copertine delle riviste di arredamento, oggi propone queste finiture sul modello di punta: VELI.

Per non sbagliare mai, basta scegliere i


classici di Artemide e Flos, lampade con una
storia, che hanno fatto la storia e che ognuno
di noi vorrebbe avere in casa.
Per i pi estrosi INGO MAURER, ha disegnato delle lampade da tavolo romantiche...
come lucellino tavolo, One from the heart... e
new flame!
Una promozione gi in atto per chi sottoscrive da noi la sua lista nozze o sceglie una
lampada come regalo per gli sposi, unidea
senzaltro originale.
Regalando una luce regalate unemozione... fatevi emozionare dalla LUCE .
Le liste nozze saranno visibili dal nsostro
sito internet e saranno sempre aggiornate,
inoltre verranno consegnati i bigliettini da inserire nelle partecipazioni per suggerire agli
invitati la vostra scelta!
www.bertolottiilluminazione.it

E in atto una nuovo iniziativa del Gruppo Deca: il corso per


adulti con linsegnamento delle tecniche
di produzione di terracotta e ceramica.
Le prime opere fatte
(i mascheroni ricavati
dal blocco di argilla e
i vassoi realizzati con
la sfoglia per quanto
riguarda la terracotta
e le prove dei colori e
le prime immagini dipinte e rese indelebili
con la cristallina) sono gi a disposizione
dei partecipanti.
E cos si realizza di anno in anno la finalit con la
quale nato nel 1977 il Gruppo Deca e specificata
nel primo articolo dello statuto: mantenere viva la
tradizione artistica ed artigianale locale riguardante
particolarmente la lavorazione della terracotta e
della ceramica e di trasmetterne le tecniche alle
nuove generazioni
E Soncino proprio il luogo adatto per questo
tipo di attivit. Fin dallantichit, come ora ben vi-

sibile nei reperti esposti in Rocca nel Museo


Civico Archeologico
Aquaria, labbondanza
di ottima argilla superficiale delle ultime propaggini del Pianalto
della Melotta ha fatto
s che Soncino possa
considerarsi la Citt
della Terracotta. Bene
aveva fatto la Regione
negli anni settanta del
secolo scorso quando
aveva realizzato proprio in Soncino corsi
gratuiti di artigianato
artistico sia per la lavorazione del ferro e
del legno ma anche per quanto riguardava la produzioni di manufatti artistici di argilla: ed ora sono
presenti il vasaio Gionni Lanfredi e lo scultore Agostino Ghilardi. Ed il Deca sempre attivo. Lultima
opera collettiva del Gruppo un simpatico presepio, esposto nella sala mostre della Filanda, realizzato con largilla del posto che dona alle sculture
dei personaggi un speciale caldo color rosso vivo.
Franco Occhio

Scuole di borgo San Pietro: nato un vero coro


Questanno, lAssociazione
Borgo San Pietro ha introdotto
una nuova iniziativa che ha riscosso il gradimento entusiastico di bambini e genitori. Grazie
allapporto del maestro Mauro
Bolzoni, stato creato un coro:
le note di Borgo. E composto
da oltre 100 bambini che hanno
seguito le lezioni pomeridiane del
maestro divisi in due gruppi: le
voci bianche (classi 3, 4 e 5) e i
principianti di prima e seconda
classe. Nonostante il poco tempo a disposizione, i bambini ed il
loro maestro hanno gia fatto
molto e sono stati in grado di
cantare in pubblico in occasione
della manifestazione organizzata

da Asvicom per Crema citta del


Natale. Il 13 Dicembre, infatti, le
note di Borgo insieme con il coro di Sergnano, hanno intrattenuto con canti natalizi il numeroso
pubblico presente al mercato austroungarico.
Il maestro tiene le lezioni senza basi acustiche e accompagna
i bambini con la pianola che lui

stesso suona, per educarli ad


ascoltare ed ascoltarsi, a seguire
il coro e quindi a cantare in gruppo e non da soli, seguendo le indicazioni del maestro/direttore e,
dunque, prestando attenzione ai
suoi segnali ed insegnamenti. In
poco tempo, i bambini hanno
capito ed imparato e sono riusciti a cantare in armonia.

13

Crema

Sabato 20 Dicembre 2014

Ornella Piacentini, pellicce a Crema

a boutique Ornella Piacentini, in via XX Settembre 36


a Crema, da ottant'anni
punto di riferimento tanto
per la pellicceria quanto per
i capi in pelle e abbigliamento.
La Sig.ra Maria Ghisoni, madre
dellattuale titolare Ornella, apre il negozio nel 1933 e nonostante la boutique abbia mantenuto la stessa location, a pochi passi da Piazza Duomo,
molte sono state le trasformazioni e i
cambiamenti avvenuti negli anni. Con
lingresso in attivit di Ornella, circa
quarant'anni fa, iniziato un rapporto
di stretta collaborazione con gli stilisti
pi famosi del settore. Fendi, Giuliana
Teso, Gabriel Pisani, Vito Nacci, Marni, Ferr sono solo alcune delle griffe
con le quali Ornella Piacentini ha costruito un rapporto di stima e collaborazione che si consolidato nel tempo
e tuttora permane.
Grazie al titolo di stilista e modellista conseguito presso listituto artistico Marangoni di Milano, la titolare ha
prodotto e produce ancora personalmente capi su misura per tutte le
clienti che desiderano modelli unici ed
esclusivi. La collaborazione con uno
staff interno di assoluto livello e com-

La boutique di via XX Settembre da ottant'anni un punto di riferimento sia per la pellicceria


che per i capi in plle e abbigliamento grazie al rapporto con gli stilisti pi famosi del settore

petenza al quale ho trasmesso negli


anni la passione e lamore per la pellicceria, la scelta delle pelli, le accurate finiture ci consentono di offrire alle
clienti pellicce di assoluta qualit, ad
un prezzo competitivo poich direttamente prodotte.
Non possiamo dimenticare quanto
la moda in pellicceria si sia negli anni
trasformata, dalle pellicce lunghe, ampie e che dovevano durare una vita si
passati a capi leggeri, pratici, reversibili a cuoio, pi corti ed al servizio di
una donna dinamica ed al passo coi
tempi!! La capacit professionale ed
attrattiva dellatelier ha coinvolto
clienti che provengono anche da fuori
provincia per avere capi esclusivi e
raffinati, adatti alla donna che sceglie
la qualit di un look unico e inconfondibile.
Prima di salutarci Ornella desidera
ricordare a chiunque possieda una
vecchia pelliccia nellarmadio che, pur
non indossandola, il cuoio invecchia

ed un vero peccato lasciarla inutilizzata ad occupare spazio. Affidandola


alla boutique di Via XX Settembre a
Crema sar possibile trasformarla in
un capo giovane, alla moda e portabile
tutti i giorni! Con una spesa relativa
accontentiamo coloro che avevano da
anni pellicce larghe, pesanti, con spalle enormi trasformandole in capi irriconoscibili!
Come vedete non mancano i motivi per venire a visionare queste splendide pellicce ed avere ottimi spunti
per un regalo di Natale distintivo e
originale!

14

Sabato 20 Dicembre 2014

PITTURA

Gianna Zanafredi
in mostra a Parma

Si inaugura oggi a Parma la mostra


Custodiale, memoriale di Gianna Zanafredi (nella foto), artista di Casalmaggiore. Lappuntamento presso la Galleria
San Ludovico in Borgo del Parmigianino
28, alle 11,30; lesposizione proseguir
poi sino al 13 gennaio nei seguenti orari:
10-13, 15-19 (chiusi i marted non festini,
il 25 dicembre e il 1 gennaio). La mostra,
cos come il catalogo, curata da Piero
Del Giudice, e ospita le opere realizzate
da Gianna Zanafredi dal 2007 ad oggi.
La Zanafredi, come recita la biografia
di presentazione, un caso. Nata a Casalmaggiore, artista di collaudata vocazione, pittrice stimata e presente con la
sua opera in collezioni pubbliche e private, ha laboratorio di lavoro e studio in
Borgo del Parmigianino a Parma, citt
dove vive da pi di 20 anni. un caso
perch la sua formazione invece che canonica si struttura in et matura, sui
banchi dei corsi serali e sotto la guida del
maestro Mauro Marchini. un caso perch in Lei la scelta artistica insieme
scelta esistenziale e rivolta. un caso
perch la neofita si avventa sul testo pittorico subito con un linguaggio informale
autonomo, originale.

CASALMAGGIORE

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Monossido di carbonio, due vittime

Lultimo caso gioved a Villanova di Rivarolo del Re. Dicembre si conferma il mese nero per questo gas killer

di Vanni Raineri

rrivano i primi freddi, ed eccoci di nuovo a fare i conti


con lennesima tragedia
provocata dal famigerato
monossido di carbonio. A
pagare le conseguenze stavolta una
coppia di Villanova, frazione di Rivarolo
del Re. Pietro Vezzoni, agricoltore in

pensione di 74 anni, e la compagna


66enne Anna Unteanu, sono stati trovati cadaveri nella loro abitazione di via
Porcelli nel tardo pomeriggio di gioved.
La causa della morte non stata ancora ufficialmente stabilita (lo dir lautopsia), ma ci sono tutte le caratteristiche
dellintossicazione da monossido.
Sul posto sono intervenuti Carabinieri, vigili del fuoco e medico legale. I

Sopra un mezzo dei vigili del fuoco giunto sul posto, a sinistra i soccirritori

La grande famiglia Interflumina

corpi al momento del ritrovamento erano nudi, in bagno, mentre gli ingressi
della casa erano chiusi a chiave. I cadaveri erano in stato di decomposizione,
segno che si trovavano l ormai da qualche giorno.
Pietro Vezzoni era noto in paese per
il suo ruolo di volontario nella sezione
Avis; la compagna, di origine rumena,
risultava residente a Grontardo.
Dicembre si conferma il mese nero
per i casi di monossido di carbonio.
Solo nel dicembre 2013, nel Casalasco-

Viadanese (lOglio Po) si registr il decesso di un 40enne a Campitello, lintossicazione di madre e figlia a Viadana, di una famiglia di 4 persone a Isola
Dovarese, e ancora di madre e figlia a
Gussola.
Spesso incidenti di questo tipo avvengono in bagno, per la presenza di
una caldaia e lambiente ridotto. Anche
a Villanova accaduto lo stesso, e la
causa, a meno di clamorose sorprese,
sarebbe imputabile ad una caldaia funzionante a gas metano.

Serata di premi e riconoscimenti a tutti i tecnici e gli atleti. Desalu firma autografi
La serata di festa dell'Atletica Interflumina E Pi Pom si aperta mercoled
con lastro nascente della velocit italiana, il made in Baslenga Fausto Eseosa
Desalu, che ha firmato autografi ai piccoli nuovi iscritti al sodalizio casalese e
consegnato loro il materiale tecnico. Una
sorta di benvenuto che i bimbi hanno
apprezzato, sentendosi gi parte di una
grande famiglia. S perch lassociazione
presieduta da Alfredo Azzoni, per i suoi
sportivi, davvero una seconda famiglia,
come dimostra il pienone nella sala Interflumina del Centro Medicina dello Sport,
dove sono stati premiati tutti coloro che
almeno una volta hanno gareggiato nel
corso della stagione sportiva 2014. Premi speciali a chi si distinto per impegno, partecipazione agli allenamenti e risultati conseguiti. Un riconoscimento
andato anche ai tecnici che si sono spesi
per far crescere i giovani atleti come per-

sone ancor prima che sportivi. Tra questi,


in tanti si sono messi in luce nelle rispettive categorie. Ecco lelenco. Per il settore FIDAL - Esordienti Femminili e Maschili: Elisa Galli, Miriam Naoui, Federico
Saccani, Randy Ohene; - Ragazzi e Ragazze: Alessia Condurache, Benedetta
Stringhini, Sara Guazzi, Valentina Tizzi,
Fedi Bannour, Mattia Beretta, Lucian
Mirza, Sebastiano Tizzi, Filippo Visioli; Cadette e Cadetti: Daria Sinatra, bronzo
ai campionati italiani cadette con staffetta Emilia Romagna, Fait Boatengh, Samantha Bosio, Edoardo Azzoni, Federico
Lanfredi, Andrea Zanazzi; - Allieve: Nicletta Araldi, minimo italiani Marcia , Mirelle Galli, minimo italiani salto triplo,
Virginia Orlandi, minimo italiani marcia,
FrancescaPaglia, minimo italiani salto in
alto, Giulia Storti, minimo italiani 60 e 100
piani; - Allievi: Simone Lazzari, minimo
italiano Salto con lAsta, Hichem Mah-

moudi, minimo italiani 1500; - Assoluti:


Georgina Boatengh (minimo italiani 60 e
100 junior), Tatiana Goi, Loris Fuochi
(minimo italiani getto del peso e lancio
del disco), Chiara Morelli (minimo italiani
Marcia Promesse), Riccardo Alberini (minimo italiani salto con lasta), Luca Tenca, Esesosa Desalu (campione italiano
200 Promesse, azzurro agli Europei assoluti di Zurigo sui 200, staffettista nazionale assoluta 4100). Per il Settore FISO: - Andrea Melioli, Alain Ben Rejeb e
Cristian Greci, bronzo agli italiani di staffetta. Per il settore FISPES: - Michele
Camozzi, campione italiano sui 100 e
200 categoria T12.

Da celebrare, per lAtletica Interflumina, anche una serie di nuovi record realizzati nel corso del 2014. Categoria Cadette: Daria Sinatra, 60 indoor con795,
150 indoor con 2036,200 indoor con
2710, 300 indoor con 4499, 80 con 99
manuale e 1017 elettrico, 300 con 416
manuale. Allieve: Giulia Storti, 60 indoor
con 783; Francesca Paglia Francesca
con 1,53 salto in alto. Cadetti: Andrea
Zanazzi con 1986 sui 150, Edoardo Azzoni con 4883 sui 300, Federico Lanfre-

di con 100651 sui 2000 di marcia. Junior: Loris Fuochi con 13,52 nel getto del
peso indoor e 40,10 nel lancio del disco,
Federico Sarzi Sartori con 36,53 nel tiro
del giavellotto. Promesse: Luca Tenca
sugli 800 con 15779, sui 1500 con
40187, Patrick Boakye con 10,92 nel
getto del peso. Amatori: Marco Contini
SM45 su mezza maratona con 1 h
3610, Filippo Allodi SM 50 su maratona
con 5h1447, Filippo Allodi SM 50 100
km su strada 16 h 4956.

E domani il secondo raduno tecnico del Centro Federale

Il Centro di Sviluppo Tecnico dellInterflumina riapre i


propri impianti al secondo Raduno della Velocit. Questa
volta si tratta della presenza dei migliori Cadetti ed Allievi
della sola Emilia Romagna (sono attesi 25 atleti con i rispettivi Tecnici). Il Raduno sar condotto dal Responsabile Regionale della velocit dottor Dario Pasi coadiuvato dal professor Giangiacomo Contini, dal dottor Sebastian Bacchieri,
dallIngegner Alessandro Coati, dal professor Marco Falchetti (tutti dellAtletica Interflumina) e dal dottor Franco
Merni dellUniversit di Bologna.
Due i momenti Tecnici della giornata. Al mattino test per la
raccolta dati su atleti che costituiranno, in via permanente,
un campione di ricerca sperimentale stabile, al pomeriggio

vero e propri allenamento. A disposizione degli atleti anche il


Medico Specialista dello Sport dottor Marcello Sartori ( operatore del Centro di Medicina dello Sport Interflumina), il Fisioterapista Marco Boffa e, nellintervallo fra il pranzo (presso Ristorazione Fondazione Santa Chiara ) e la ripresa pomeridiana, la dottoressa Carola Freddi Psicologa clinica e
Rotariana del R.C. Casalmaggiore Oglio Po che intratterr
anche i Tecnici su analisi introspettive in ambito sportivo.
Sin daoggi e sino a domenica 21 saranno presenti a Casalmaggiore anche 6 saltatori con lasta, guidati dal professor Claudio Botton di Milano, che fruiranno della locale
struttura coperta per uno specifico stage dallenamento.
Anche per loro alloggio e ristorazione in Santa Chiara.

Casalmaggiore

Roviaro, una serata tra amici

Il socio onorario del Rotary Cop, insignito un anno fa dellAmbrogino dOro, fu il primo autore nel 91 di unoperazione a torace chiuso

di Vanni Raineri

n centinaio di presenze alla prenatalizia del Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po. Una serata,
quella di mercoled al ristorante
La Clochette, all'insegna della
serenit, dell'amicizia, di valori condivisi
presentati dal professor Giancarlo Roviaro.
Roviaro, medico chirurgo di grande fama, di Bozzolo ed socio onorario del
club, e recentemente (nel dicembre 2013)
stato insignito dellAmbrogino dOro, la pi
importante onoreficenza assegnata dal
Comune di Milano.
Roviaro noto come il chirurgo che ha
inventato la mini-chirurgia polmonare,
lautore delle prime operazioni a torace
chiuso. Il curriculum di questo professore
ordinario di chirurgia e direttore di svariati
istituti e cliniche, membro del Consiglio

Superiore di Sanit e del Comitato tecnico


scientifico dellIstituto Nazionale Tumori di
Milano, imponente.
Nella relazione al Rotary ha parlato della
sua carriera professionale, partendo dal
momento pi significativo della sua splendida carriera professionale, ossia quando
con la sua quipe, primi al mondo, nel
1991, effettu un intervento alla parete toracica con tecnica mai effettuata prima
d'allora. Una tecnica che oltre a produrre
ottimi effetti sulla patologia, risultava meno
invasiva, meno dolorosa, e pi rapido il decorso post operatorio.
Alla serata ha partecipato anche il Rotaract Club Piadena Casalmaggiore Asola,
che ha animato la serata con una tombola
benefica, il cui ricavato sar devoluto a due
scuole, dinfanzia e primaria, per consentire
di affrontare le carenze finanziarie delle
stesse nel fornire servizi utili ai bambini.

Apre una nuova attivit

Roviaro al centro tra il concittadino e past president Renzo Minelli e il presidente Stassano

E in via Petofi e fornisce servizi professionali al mondo dellagricoltura

A Casalmaggiore, marted 16 dicembre, ha aperto i battenti una nuova realt che si occupa di fornire
servizi professionali al mondo dell'agricoltura. Nei
fatti si propone come alternativa alle tradizionali associazioni di categoria offrendo i propri servizi con
professionalit ed efficienza.
All'inaugurazione hanno partecipato numerosi
imprenditori agricoli della zona e l'iniziativa sta riscuotendo interesse e curiosit nel mondo agricolo
locale.
L'iniziativa parte da Tecnoagri, una realt gi operante nel mantovano da oltre un decennio e che in
questa iniziativa si avvale della collaborazione di un
pool di commercialisti e consulenti del lavoro, molto
conosciuti nel mantovano, per offrire alle aziende
agricole, oltre ai servizi tecnici, anche i servizi contabili e fiscali e l'amministrazione del personale dipendente.
Lofferta, quindi, copre a 360 gradi tutte le necessit di consulenza del mondo agricolo: servizi tecnici (pratiche ambientali, nitrati, A.I.A., V.I.A.), piani di
sviluppo rurale, domande di contributi, sicurezza sui
luoghi di lavoro (valutazione dei rischi e formazione),
consulenza per PAC e stesura fascicolo aziendale,
servizi fiscali, consulenza aziendale, amministrazio-

La sede di Tecnoagri in via Petofi a Casalmaggiore

ne del personale dipendente.


Nella sede di via Petofi, 8, i servizi fiscali e la consulenza aziendale saranno a cura dello studio Gualerzi e Signorini, Dottori Commercialisti Associati, di
Campitello (MN), mentre la consulenza del Lavoro
curata dallo studio SCA di Suzzara.

VERSO IL NATALE

In Duomo gli auguri degli alunni


Si aperto con un messaggio sul significato pi
profondo del Natale, si
chiuso tra gli applausi: il
concerto di auguri offerto
dalle classi quinte della
scuola primaria Marconi e
dagli alunni della media
Diotti ha riscaldato un
Duomo di Santo Stefano
pieno di studenti e genitori,
ieri mattina. Tre i canti intonati da bambini e ragazzi,
diretti dagli insegnanti Antonino Campisi, Palmiro Froldi e Sonia
Villani, le due corali hanno intonato componimenti di gioia: uno
strettamente connesso al Natale, una preghiera africana e un
canto trionfale. Nellintroduzione, lo stesso maestro Campisi ha
parlato di bellezza come del vocabolo che meglio rappresentasse al meglio il concerto di auguri. Bellezza come il luogo che
ci accoglie ha spiegato linsegnante -, il Duomo di Santo Stefano. Bellezza come quella dellanimo dei bambini che cantano
per voi. Bellezza come quella della musica. Poi, dopo i ringraziamenti al parroco don Cesare Nisoli, il la: Lasciate fuori da qui
i pensieri per qualche minuto. Giusto il tempo di applaudire i
canti degli alunni della Marconi e della Diotti.

Cucinarramingo, cibo protagonista al Teatro Parrocchiale di Piadena


PIADENA Serata di teatro quella odierna a Piadena,
dove al Parrocchiale alle ore 21, nellambito della rassegna Improvvisi dAutunno va in scena Cucinarramingo
di Giancarlo Blose, autore e protagonista sul palco. Si
tratta del progetto vincitore del premio Tuttoteatro alle
arti sceniche Dante Cappelletti 2012. La parte che accompagna il crudo di Giancarlo Bloise, quella che ac-

compagna il cibo cotto di Giuliano Scabia. Il cuoco-attore Giancarlo Bloise in questa messa in scena disquisisce su cibi e bevande degli dei. Chi pensa che lopera
sfrutti il momento doro del cibo in tv per fuori strada,
anzi qui si recupera la cucina come memoria di antichi
racconti.
Gi nellantica Grecia narra il testo di presentazione
- si crea una profonda relazione tra cibo e musica. I primi
strumenti musicali presero forma sugli altari, nacquero dai
resti di sacrifici. La pelle dellanimale serv a costruire
tamburi, le corna divennero strumenti a fiato con cui stabilire un ponte sonoro con il regno dei morti. Il banchetto
allo stesso tempo divenne uno spazio rituale di unione tra
terra e cielo. La carne per gli uomini, le ossa arse miste ad
aromi destinati alle divinit del cielo. Il fuoco il tramite, il
vero ospite donore. Mentre il Cantore accompagnato da
una lira o per mezzo della sola voce, destava lin-canto,
unaltra figura si occupava delluccisione, del ripartire,
arrostire e approntare la tavola: il Mageiros, macellaiocuoco-sacrificatore.

Sabato 20 Dicembre 2014

15

SABBIONETA IN FESTA

SABBIONETA - Piazza
Ducale in festa tra oggi e
domani. Il Villaggio di Babbo Natale far la gioia di
grandi e piccini. Stand con
degustazione di vini e focacce, dolci e pizze e, a seguire, aperitivo gonzaghesco con assaggi di blisgon,
cotechino e lenticchie. E poi
la cioccolateria, i presepi di
Ceramicarte e altro ancora.
Il mercatino sar in funzione dalle 10 alle 18. A emozionare i pi piccoli sar
senz'altro l'arrivo di Babbo
Natale, previsto per le 16,
su una bianchina spider rossa, scortato da un corteo di
500 rosse. La Pro Loco sabbinetana infatti ha invitato i
coordinamenti della provincia di Cremona, di Mantova
e Lago di Garda bresciano.
per slare no alla piazza. Il
ritrovo delle Fiat 500 ssato per le ore 11,45 presso
il bar della stazione di Sabbioneta. Santa Klaus legger le letterine dei bambini,
e offrir loro doni e dolcetti. A rendere l'atmosfera ancora pi magica sar la musica prodotta dagli organetti
a manovella del Museo degli
Strumenti Meccanici Amarcord di Torricella del Pizzo.
Parteciperanno anche i ragazzi della Casa Giardino,
della Santa Federici e dei Girasoli. Il tutto col patrocinio
del Comune di Sabbioneta
e della ditta E' Pi di Casalmaggiore.

IL PRESEPE VIVENTE DEL 26


QUATTROCASE Torna con le festivit natalizie il
presepe vivente di Quattrocase, che questanno sar
il giorno dopo. Lappuntamento infatti per la giornata di venerd 26 dicembre,
con la prima rappresentazione alle ore 16 e la seconda alle ore 17,30. Lingresso
in Betlemme ad offerta libera, il ricavato sar devoluto
alla Parrocchia. Liniziativa
organizzata dallAssociazione Gruppo Emergenti Quattrocase in collaborazione con
lUnit Pastorale Beato Vincenzo Grossi.

Speciale un anno di sport

Cremo e Pergo, pi ombre che luci

Pochissime soddisfazioni anche per la Nazionale e per le big del nostro calcio nelle coppe europee

di Fabio Varesi

l 2014 stato un anno difficile per


il calcio italiano, soprattutto per il
deludente Mondiale della squadra
azzurra di Prandelli, eliminata al
primo turno tra le polemiche. Eppure la rassegna iridata in terra brasiliana era iniziata nel migliore dei modi (2-1
agli inglesi). Poi per la squadra si
smarrita ed ha perso con due avversari
modesti come Costarica e Uruguay. Sul
banco degli imputati sono saliti Balotelli
e Cassano, che da allora non hanno pi
indossato la maglia azzurra (anche se
Balo stato convocato per la sfida con
la Croazia). Il Mondiale lo ha vinto, con
merito, la Germania (che in semifinale ha
umiliato 7-1 il Brasile!) mentre lItalia si
affidata a Conte per tornare competitiva.
Non andata meglio ai nostri club nelle
coppe europee, con la Juve eliminata in
Champions nella fase a gironi tra le polemiche a Istanbul dal Galatasaray. Eliminato anche il Napoli, ma dopo aver
lottato a testa alta con Borussia Dortmund e Arsenal. Il Milan invece arrivato agli ottavi, dove stato estromesso
dallAtletico Madrid (poi finalista). La Juve, retrocessa in Europa League, sperava di arrivare alla finale di Torino, ma
stata eliminata in semifinale dal Benfica.
I bianconeri si sono rifatti in questa stagione, superando con Allegri la fase a
gironi, anche se con qualche patema di
troppo. Delusioni, invece, per Roma e
Napoli retrocesse in Europa League (i
partenopei addirittura sono stati eliminati nei preliminari). In serie A, la Juventus
di Conte non ha avuto rivali, tanto che ha
totalizzato pi di 100 punti, ma in questa
stagione battere la concorrenza della
Roma di Garcia sembra molto pi difficile: una bella notizia per la competitivit
del nostro massimo campionato,
Tempi duri anche per il calcio provinciale. Nella scorsa stagione la Cremonese ha fallito lennesimo assalto alla serie
B, perdendo nella semifinale dei playoff
contro lostico Sdtirol. Ancora una volta
il cambio di allenatore (Dionigi per Tor-

La Cremo in azione la scorsa stagione (foto Ivano Frittoli)

rente) non ha sortito gli effetti sperati


dalla dirigenza grigiorossa, che la scorsa
estate ha deciso di puntare sui giovani e
su un tecnico come Montorfano, che per
tanti anni ha operato con successo nel
settore giovanile. Ma dopo un buon inizio, la squadra si smarrita, tanto da
precipitare in zona playoff. Con larrivo di
Giampaolo le cose stanno andando meglio, ma per puntare agli spareggi promozione forse troppo tardi (al momento la zona playoff dista 10 punti).
Non andata meglio alla Pergolettese, che era impegnata in una Seconda
Divisione di Lega Pro molto difficile. Per
accedere alla Lega Pro unica, infatti, la
squadra gialloblu doveva terminare il
campionato tra le prime otto, ma dopo
un avvio di stagione incoraggiante, fi-

Cassano contro il Costarica

La Pergolettese in gol in questa stagione

nita nelle parti basse della classifica e da


l non si pi mossa. E stata dura ripartire dalla serie D, anche se nelle ultime
settimane il lavoro di Venturato sta dando i suoi frutti, Obiettivo della formazione
cremasca, vista la posizione in classifica,
deve essere quella di restare lontana dalla zona retrocessione e di arrivare pi in
alto possibile. A questo punto, qualcuno
ipotizza che potrebbe tornare il derby
cremasco tra Pergolettese e Crema
1908, viste le ambizioni di questultimo,
rilanciato da una nuova presidenza che
ha allestito una rosa molto competitiva.
I nerobianchi, dopo un avvio di stagione
sottotono, hanno iniziato a marciare spediti e dopo il successo sul campo della
capolista, sono addirittura in corsa per la
vittoria del proprio girone di Eccellenza.

Speciale un anno di sport

18

Sabato 20 Dicembre 2014

Le ragazze della Pom


esultano dopo un punto

Innerhofer stato tra i migliori


della squadra azzurra a Sochi 2014

La cura Pancotto fa bene alla Vanoli

Anno molto positivo anche per la Pom Casalmaggiore. A livello internazionale azzurri bravi nella scherma e nel nuoto

anoli-Pancotto, un binomio
vincente. Dal suo arrivo a
Cremona (il 10 dicembre
2013) la squadra ha iniziato a
marciare spedita, cogliendo
la salvezza e battendo squadroni del
calibro di Siena, Sassari e Cant.
Confermato la scorsa estate sulla panchina biancoblu, con un roster giovane e
rinnovato, ha conquistato cinque successi in dieci turni (tra i quali spicca
laffermazione di Reggio Emilia), grazie
ai quali si attestato nelle parti alte della
classifica. Malgrado le oltre mille panchine in carriera, il coach marchigiano
continua ad avere grande entusiasmo,
unito ad esperienza e professionalit.
Insomma, dopo Caja e Gresta, la Vanoli
si affidata a un altro ottimo tecnico e
continua ad entusiasmare lappassionato pubblico del PalaRadi. Lo scarso
campionato, terminato dalla Vanoli al
14 posto, stato vinto dallOlimpia
Milano, che ha battuto in unappassionante finale la Montepaschi Siena. La
perdita della societ toscana, costretta a
ripartire dalla serie B per problemi economici, si fa sentire, ma Milano (tornata
a vincere il campionato dopo 18 anni) ha
trovato in Venezia e Reggio Emilia grandi
avversarie nella lotta al titolo.

Vitali della Vanoli


in azione al PalaRadi

Il 2014 ha visto anche lapprodo in


serie B della Pallacanestro Crema, che
da matricola si sta ben comportando in
un girone moto competitivo, che annovera anche la Fortitudo Bologna, due scudetti e una coppa Italia in bacheca.
VOLLEY Prosegue la favola della Volleyball Casalmaggiore, griffata Pom. Al
primo anno nella massima serie, la formazione rosa ha subito conquistato i

playoff, terminando la stagione regolare


al 7 posto e perdendo nei quarti di finale
della post season con Conegliano. In
estate poi, la dirigenza ha ulteriormente
rinforzato la squadra, che in questa prima
parte di stagione si comportata benissimo, tanto che si trova attualmente al
terzo posto. Insomma, una bella realt
che continua ad appassionare gli amanti
della pallavolo e non solo. Per la cronaca,

il campionato 2013-2014 stato vinto da


Piacenza, prossimo avversario della
Pom, mentre in campo maschile ha
trionfato Macerata, in finale con Perugia.
Sempre in campo pallavolistico, la
scorsa estate si sono giocati i Mondiali.
In campo maschile (in Polonia), le cose
sono andate male per gli azzurri di
Berruto, bronzo olimpico in carica, che
hanno collezionato una lunga serie di
sconfitte e che alla fine si sono piazzati
solo al 13 posto. Loro andato alla
sorprendente Polonia, largento al solito
Brasile e il bronzo allinattesa Germania.
Un po meglio andata in campo femminile, con le azzurre che giocavano in casa
e che hanno raggiunto le semifinali. Poi
per due sconfitte hanno impedito alla
squadra di Bonitta (gi oro nel 2002) di
salire sul podio. Il titolo stato vinto dagli
Stati Uniti di Karch Kiraly, davanti a Cina,
Brasile e appunto Italia.
SOCHI 2014 A febbraio si sono svolti i
XXII Giochi Olimpici invernali e lItalia
anche sulla neve e sul ghiaccio ha deluso. Per la prima volta, da Lake Placid
1980, la spedizione azzurra ha mancato
lappuntamento con loro. Anche quattro
anni fa a Vancouver le cose non erano
andate molto bene, ma lexploit di
Giuliano Razzoli aveva salvato il meda-

gliere. Stavolta a sfiorare limpresa


stato il solito Christof Innerhofer, secondo nella discesa libera, a 6 centesimi dal
vincitore Matthias Mayer. Innerhofer
salito sul podio anche nella combinata
(bronzo). In totale lItalia ha conquistato 8
medaglie (2 argenti e 6 bronzi), tra le quali
spiccano quelle di Armin Zggeler nello
slittino e di Carolina Kostner nel pattinaggio di figura.
I PROTAGONISTI Il 2014 un anno
da ricordare per il nostro basket: per la
prima volta un giocatore italiano ha vinto
il titolo Nba. Limpresa riuscita a Marco
Belinelli, che ha trionfato con i San Antonio Spurs. Nella scherma sono arrivate le
solite conferme, visto che in pedana gli
azzurri non tradiscono mai. Su tutti
Arianna Errigo, oro individuale e a squadre nel fioretto ai Mondiali di Kazan. Successo anche per Rossella Fiamingo nella
spada individuale. Passando al nuoto,
stata grande Italia agli Europei in vasca
lunga di Berlino, con Gregorio Paltrinieri e
Federica Pellegrini (due ori a testa) su
tutti. Bene anche i tuffi, con la solita Tania
Cagnotto, due volte sul gradino pi alto
del podio. Agli Europei di atletica leggere
di Zurigo, infine, importanti affermazioni
di Daniele Meucci nella maratona e di
Libania Grenot nei 400 piani.

Sabato 20 Dicembre 2014

19

Speciale un anno di sport

Grandi soddisfazioni in barca e in bici


Nel canottaggio spicca largento di Valentina Rodini ai Mondiali Under 23 e nel ciclismo i tanti titoli italiani

nche il 2014 ha regalato grandi


soddisfazioni alle societ
canottieri, che hanno fatto
incetta di medaglie in tutte le
manifestazioni, compresi i
Campionati italiani. Ma lappuntamento
clou della stagione a livello giovanile erano
i Mondiali di canottaggio Under 23, in programma sul Lago di Varese, in localit
Schiranna. E anche nella rassegna iridata
non sono mancate le soddisfazioni. Come
lo splendido argento di Valentina Rodini
(Bissolati) con il quattro di coppia Pesi
Leggeri. Insieme a Masserano e alla sorelle Lo Bue, la Rodini ha vinto la propria
batteria e in finale ha colto un significativo
secondo posto, che fa ben sperare per il
futuro. Sempre in estate, la Rodini ha colto
anche un lusinghiero 5 posto ai Mondiali
assoluti in Olanda.
Anche se ha mancato la medaglia, il
quarto posto di Michele Manzoli un risultato di grande rilievo. Latleta della
Baldesio, sul quattro di coppia insieme a
Evangelisti, Laino e Crippa, si aggiudicato sia la batteria, che la semifinale e ha
terminato il Mondiale ai piedi del podio.
Per Manzoli, gi argento nel 2012, unimportante conferma nella categoria Under
23. A livello assoluto, poca gloria per il
casalasco Simone Raineri (un oro e un
argento olimpici) ai Mondiali di Amsterdam,
che nel quattro di coppia con Perino,
Venier e Stefanini, giunto solo 5 nei
recuperi e 16 nella classifica finale. La
squadra azzurra ha chiuso la rassegna iridata con un oro e due argenti, oltre al
bronzo nella categoria para-rowing.
CICLISMO Per gli atleti provinciali,
stata unannata straordinaria, a cominciare da Diego Bosini (14enne esordiente del
CC Cremonese-Arvedi), in vetta al ranking
lombardo con sei vittorie su strada, che si
aggiungono al titolo italiano nella corsa a
punti ottenuto al velodromo Mercante di
Bassano del Grappa. Che dire poi di
Stefano Baffi, allievo dellUc Cremasca,
nipote di nonno Pierino e di zio Adriano,
entrambi ex professionisti. Stefano, quindicenne di Vailate, gi medaglia dargento
nellinseguimento a squadre con la Lombardia, ha conquistato il tricolore nella
corsa a punti in Veneto, con quattro lunghezze sul vicentino Filippo Ferronato. Si

Cantarini
ancora
protagonista
BOCCE

Il quattro di coppia di Valentina Rodini


(seconda da destra), argento
ai Mondiali Under 23 di Varese
(foto Canottaggio.org - ph Mimmo Perna)

avvolto nella bandiera tricolore anche il


cremonese Giovanni Pedretti, Junior del
CC Cremonese-Arvedi (gi medaglia di
bronzo nello scratch agli Assoluti al velodromo Fassa Bortolo di Montechiari), che
ha trionfato nellinseguimento a squadre
della Lombardia insieme a Imerio Cima
(Feralpi Monteclarense), Giacomo Garavaglia e Mattia Moschetti (Busto Garolfo). In
campo femminile le reginette sono
Eleonora Bissolati (Titici Lgl Team) di San
Giovanni in Croce e Miriam Vece (Valcar
Pbm) di Romanengo, entrambe oro agli
Italiani di Montechiari: la prima nel keirin
Junior, laltra nella velocit.
Tra i professionisti, il solito Vincenzo
Nibali ha salvato il bilancio del ciclismo
azzurro, trionfando nel Tour de France, 16
anni dopo la vittoria di Marco Pantani. Una
grande impresa (arrivata un anno dopo il

successo al Giro), che non deve nascondere per il lungo digiuno nelle classiche
di un giorno, compreso il Mondiale.
RUGBY Dopo una lunga assenza (ben
27 anni), il Rugby Crema tornato in serie
C1 e lo ha fatto al meglio. Dopo 8 giornate, infatti, i neroverdi sono in lotta per i
playoff e per una matricola un grande
risultato. Sono in crescita anche Casalmaggiore e Witors Cremona, impegnate
in serie C2. Insomma, il movimento della
palla ovale si sta facendo spazio anche in
riva al Po.
TENNIS Bellimpresa del Tennis Club
Crema, che riuscito a salvarsi in serie
A1. Inserito in un raggruppamento con
squadre di alto livello, i giocatori cremaschi hanno affrontato la stagione con
coraggio, rendendo la vita dura a tutti gli
avversari, anche ai pi quotati. Poi ai pla-

yout, anche se con un po di apprensione,


il TC Crema ha ottenuto la salvezza, che
permette alla squadra di restare nella
massima serie del campionato di tennis a
squadre.
HOCKEY PISTA Anno storico per il
Pieve 010. La formazione rossoblu ha terminato al secondo posto il campionato di
A2, ma grazie alla rinuncia del Valdagno
(che aveva vinto il girone), ha ottenuto
laccesso nella massima serie. Ma non
finita, perch da matricola il Pieve 010
protagonista di unottima prima parte di
stagione, tanto che al momento saldamente nella zona playoff. Un traguardo
forse impensabile alla vigilia del campionato, ma che rende merito alle scelte della
societ, che ha allestito una bella squadra,
capace di tenere testa alle formazioni pi
blasonate dItalia.

Giovanni Piccioni, presidente del Comitato Fib di


Cremona, sintetizza lannata boccistica: Il 2014 delle
bocce cremonesi rispecchia
landamento degli ultimi
anni. Sul fronte organizzativo oltre trenta gare allestite
dalle societ, di cui quattro
nazionali di grande successo, purtroppo con il solito
andamento disomogeneo
con molte gare nel periodo
estivo e difficolt a coprire
tutto il periodo invernale.
Anche per quanto riguarda i
risultati nulla di nuovo o
meglio la constatazione che
Cremona diven-tata sempre di pi terra di conquista
da parte di giocatori di altri
Comitati. Le buone notizie
sono arrivate dalla conquista del titolo regionale di
categoria B della coppia
formata da Emiliano Ghisolfi
e Federico Monfredini, portacolori del Dlf, societ che
inopinatamente ha chiuso i
battenti. Il nostro punto di
forza continua ad essere
Germana Cantarini, che ha
portato il decimo titolo italiano e un secondo posto
nel Mondiale a squadre.
Se c poco da entusiasmarsi per il boccismo grigiorosso, sconsolante
stato quello del comitato
tecnico cremasco guidato
da Franco Stabilini: nessun
risultato di rilievo, un grigiore di risultati in una annata
da dimenticare.
M.M.

GLIO 1

BELSIT, VIA O

TOVA 101

RTI, VIA MAN

BE
PANIFICIO US

CASA DEL MA
PIAZZA DELLATERASSO
LIBERT

MASO 3
TO, VIA SAN TO
LA
PA
O
C
N
IA
B

GEOME TR A G
IACINTO
VIA MAGENTA MANCUSO
48

IELLI
CAFF PONCH ANUELE 39
M
E
IO
R
CORSO VITTO

GALLI SEMEN

TI, VIA MANTO


VA 75 A

Salute
GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione
Dove: padiglione n. 12, a fianco del
Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori
Orari di apertura al pubblico:
luned - venerd dalle 7.30 alle18.00
orario continuato,
il sabato dalle 8.00 alle 12.00;
Prenotazioni telefoniche: possibile
telefonare al numero verde 800.638.638,
da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.
PRENOTAZIONI
CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP
Attraverso il CUP si prenotano tutte
le prestazioni ad eccezione delle seguenti,
che devono essere prenotate direttamente
presso le singole unit operative o servizi
come indicato di seguito:
ANATOMIA PATOLOGICA
secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati)
Dove: Poliambulatori, piano Terra.
Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare
contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00.
Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00.
Consegna campioni istologici e citologici
La consegna dei campioni citologici urinari
prevista, presso il padiglione 5,
da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30;
per gli altri esami da luned a venerd
dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto).
RADIOLOGIA d
Dove: piano 1, corpo H (ala destra).
TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti
e richiesta di prestazioni con bollino verde
Le prenotazioni vanno effettuate
di persona o via fax.
Orario: da luned a venerd dalle
08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00.
Tel: 0372 405760.
Angiografia
Le prenotazioni vanno effettuate di persona.
Orario: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367.
SENOLOGIA:
Screening mammografico preventivo
biennale Asl Cremona (45-69 anni)
Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled
dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata
al CUP dell'Asl 800 318 999.
Prestazioni con carattere di urgenza,
risonanze alla mammella, agoaspirati,
ecografie
Dove: piano 1, corpo M.
Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00.
Telefono: 0372 405614.
Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata
una nuova linea telefonica dotata
di risponditore automatico
in funzione 24 ore su 24: 0372 405612.
RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE
Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o
ascensore a sinistra vicino l'Ufficio
Informazioni nell'atrio di ingresso)
corpo M, monoblocco ospedaliero.
Orario: da luned a venerd
dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485.
MEDICINA DEL LAVORO:
Visite specialistiche di medicina del lavoro
Tel: 0372 405777 da luned a venerd,
dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente
presso lAmbulatorio Specialistico
di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO
DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO
Dove: piano 6, corpo H (lato destro),
monoblocco ospedaliero.
Orari: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 13.30
(prima visita per inquadramento
diagnostico-terapeutico e visita di controllo
per monitoraggio metabolico e screening
delle complicanze croniche).
Per le prime visite preferibile che
la prenotazione avvenga di persona comunque
possibile prenotare telefonicamente
da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30.
Telefono: 0372 405715.
CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI
accesso diretto da parte dei cittadini,
con la richiesta del Medico di famiglia
o dello specialista.
Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale.
Orario: da luned a venerd
dalle ore 07.30 alle 10.30.
Telefono: 0372 405663 - 0372 405452
CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI
Monitoraggio delle terapie anticoagulanti.
previsto accesso con prenotazione al numero
0372 405666 - 0372 405663.
Dove: Presso la palazzina del Cup
Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd.
CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA
Test di tolleranza al lattosio e patch test
Accesso con impegnativa del medico curante
Le prenotazioni si effettuano telefonicamente
al numero 0372/408178 da luned a venerd,
dalle 10.30 alle 12; oppure di persona
presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione
10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00.
IMMUNOEMATOLOGIA
E MEDICINA TRASFUSIONALE:
Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia
marziale endovenosa, preparazione di nuovi
emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale:
Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico.
Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.
Tel: 0372 435887 - 0372 405461
dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd
GENETICA
Dove: piano 2 lato destro del monoblocco
ospedaliero. Prenotazioni telefoniche:
0372 405783
da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30.
MEDICINA LEGALE
Prenotazioni presso Direzione Medica
di Presidio piano Rialzato monoblocco
ospedaliero. Tel: 0372 405200.
PSICOLOGIA
Dove: settimo piano a sinistra.
Prenotazioni da luned a venerd
dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio
di Psicologia, oppure anche telefonicamente
agli stessi orari al numero 0372 405409.
ONCOLOGIA MEDICA
Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i
n reparto da luned a venerd
dalle ore 8.00 alle ore 17.00.
Tel: 0372 405248.
TERAPIA DEL DOLORE
Dove: palazzina n. 9 La prenotazione
pu essere effettuata telefonicamente
al numero 0372 405330
dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd.
Negli altri orari possibile chiamare
lo stesso numero lasciando un messaggio
in segreteria telefonica con il nome e numero
di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Cremona Tigers, raccolti libri e giochi


per i bambini del reparto pediatrico

Sabato 20 Dicembre 2014

21

Dalla prossima primavera al via il nuovo numero unico per le emergenze, comprese quelle sanitarie: il 112

Areu, cambia tutto: ecco le principali novit

di Laura Bosio

alla prossima primavera scatter il nuovo


sistema per la gestione delle emergenze,
per cui il numero 112,
ora dedicato a contattare i carabinieri, diventer un numero unico che permetter di contattare
tutti i soggetti che si occupano
delle emergenze: dall'ambulanza alla polizia, dai carabinieri ai
vigili del fuoco.
Questa una delle tante novit
della riorganizzazione del sistema di emergenza e urgenza della Lombardia, che in un'ottica di
ottimizzazione ha tagliato e riorganizzato la gestione delle
emergenze.
LA NUOVA RIORGANIZZAZIONE
Il sistema si basa su 12 Articolazioni Aziendali Territoriali (Aat)
dellAzienda Regionale Emergenza Urgenza (Areu); le Aat
assicurano
lorganizzazione
dellemergenza extra-ospedaliera per quanto riguarda i mezzi di
soccorso e integrazione con
lemergenza intraospedaliera.
I mezzi di soccorso
sono stati aumentati e dislocati in
modo pi efficace.
Al posto di dodici
Centrali operative
ci saranno quattro
nuove Sale operative regionali per
lEmergenza-Urgenza (Soreu)
con dimensione sovraprovinciale: a Milano (Aat di Milano e
Monza Brianza), a Como (Aat di
Como, Varese e Lecco); a Bergamo (AAT di Sondrio, Bergamo e
Brescia); a Pavia (Aat di Pavia,
Cremona, Mantova e Lodi). Le 4
Sale operative Regionali (Soreu)
sono strutturate in modo tale da
consentire alloperatore seduto
alla consolle di una qualsiasi di
esse di intervenire su tutti gli
eventi allinterno del territorio
regionale. Linfrastruttura tecnologica consente, in caso di
necessit, di condividere le informazioni tra Soreu grazie a un
sistema di archiviazione centralizzata. Anche la presenza nelle
nuove Soreu del medico sulle 24
ore, con funzione di gestione
sanitaria dellevento, rappresenta una garanzia di ulteriore sicurezza per il cittadino.
Inoltre la configurazione delle
Soreu consente di liberare personale sanitario e tecnico dalle
attuali Centrali operative, e impegnarlo sul territorio a bordo dei
mezzi di soccorso innalzando

cos il livello qualitativo del soccorso territoriale. In ogni caso,


anche in assenza di una Centrale operativa, ogni provincia mantiene la piena responsabilit
dellorganizzazione del servizio
di
Emergenza
Urgenza 118 allinterno dell Articolazione aziendale territoriale (Aat), con
un responsabile
medico, un coordinatore infermieristico e relativo personale di staff. Ai responsabili della
Aat restano in capo tutte le attuali competenze in ordine ai rapporti con le associazioni di volontariato e alla gestione dellattivit
di relazione e confronto con tutte
le Istituzioni a livello provinciale.

Where Are U:
Lapp che ti localizza
in caso di emergenza

IL 112, NUOVO NUMERO UNICO


DELL'EMERGENZA
Come detto, a primavera scatter anche per Cremona il Numero unico dellemergenza, il 112.
Le Centrali Operative del 112
(che saranno a Milano, Brescia e
Varese) garantiranno la ricezione
e lo smistamento di tutte le chiamate di soccorso (pubblica
sicurezza, soccorso sanitario e
soccorso tecnico) alle amministrazioni competenti.
Le chiamate per il 118 cadono
sulla Centrale 112 che inoltra
alla Soreu di riferimento la
comunicazione con la localizzazione e lindividuazione del chiamante. La Soreu prende in carico la chiamata per gli aspetti clinico assistenziali e per lindividuazione di quali e quanti mezzi di soccorso inviare. Leffettiva

disponibilit dei mezzi, con un


preciso e garantito riferimento
alle associazioni e organismi
associativi del soccorso locali,
resta in capo alla singola Aat.
Il servizio Nue 112 rappresenta
un modello unico in Italia di servizio di emergenza cos come
gi avviene in diversi Paesi
europei. Gli operatori della Centrale smistano le chiamate,
dopo aver localizzato il chiamante e individuata lesigenza,
allente competente per la
gestione: Arma dei Carabinieri,
Polizia di Stato (113), Vigili del
Fuoco (115), Emergenza Sanitaria(118).
Per la Lombardia sono previste
tre centrali: a Milano (per larea
di Milano), a Brescia (per le
aree di Brescia, Pavia, Cremona, Mantova, Sondrio e Lodi) e
a Varese (per le aree di Varese,
Lecco, Como, Bergamo e Monza e Brianza); oggi sono attive
le centrali di Milano e Varese.
Componendo qualsiasi numero
dellemergenza (112, 113, 115,
118) il cittadino entra in contatto con loperatore della Centrale Operativa del servizio Emergenza 112 che prende in carico
la chiamata, se necessario attiva una teleconferenza per la
traduzione multilingue e inizia
la compilazione della scheda
contatto. Il collegamento con il
Ced interforze del Viminale
consente di raccogliere in
pochissimi istanti (2 secondi) i
dati identificativi del numero
chiamante (per le chiamate da
telefono fisso) o la sua localizzazione (per le chiamate da
telefono mobile).

WHERE ARE U:
UNA APP PER LE EMERGENZE
E unapp per lemergenza che
permette di effettuare una chiamata di emergenza e inviare
contemporaneamente la posizione esatta del chiamante alla
Centrali del Numero Unico
dellEmergenza (Nue) 112 della
Lombardia.
Lapp al momento della chiamata demergenza trasmette automaticamente alle centrali pubbliche del Nue 112 della Lombardia la localizzazione puntuale
anche nei casi in cui non si non
si conosce o non si in grado di
fornire dati precisi sulla sua
posizione.
Lapp rileva la posizione tramite
Gps e/o rete dati e la mostra sul
telefono; al momento della chiamata la posizione viene trasmessa tramite rete dati o tramite sms se la rete dati non
disponibile. Il doppio canale di
trasmissione assicura sempre
linvio della posizione ogniqualvolta sia possibile effettuare una
telefonata.
Linformazione sulla posizione
del chiamante disponibile al
Nue-112 della Lombardia ma
Where Are U utile sempre perch indica la localit e la via in cui
si o la sola posizione Gps, se
non si in ambito urbano. Queste informazioni sono quelle da
riferire sempre a qualsiasi servizio di emergenza per consentire
di effettuare un intervento. L'app
disponibile per Ios, Android e
Window Phone, su www.areu.
lombardia.it oppure su Apple app
store, Google Play store o Windows phone app store.

a cura della dottoressa Annalisa Subacchi


Nutrizionista albo Sez. A n 061604
Master Nutrizione Fitness e Sport, Diete personalizzate,
test intolleranze alimentari, celiachia, breath test al lattosio

Da qualche giorno, a seguito di colonscopia, ho scoperto di


avere dei diverticoli, allo stato molto infiammati che sto curando con degli antibiotici, antinfiammatori ed altro. Considerato
che questa forma di diverticolosi mi ha provocato stipsi e accumulo di feci nel colon che al momento ho risolto con l'assunzione di fermenti vivi, posso assumere quotidianamente la crusca di avena?

I Cremona Tigers, accogliendo l'idea di Elodie Cassuto, moglie di uno dei giocatori, hanno
organizzato una raccolta di giochi e libri usati (e non) da portare sabato 20 Dicembre ai bambini ospedalizzati del reparto pediatrico dell'ospedale maggiore
di Cremona.
L'evento si terr in collaborazione con gli amici di Educational Planet Cremona, i quali organizzeranno per i bambini animazione e giochi ed ovviamente

con l'Azienda Ospedaliera di


Cremona, la quale ha messo a
disposizione l'area giochi. L'appuntamento fissato quindi per
le ore 15 e durer un'ora e mezza. "Ci teniamo a ringraziare tutte le persone che hanno contribuito donando qualcosa, chi direttamente a noi e chi attraverso
la Pro Loco di Spinadesco, che
si gentilmente offerta di aiutarci nella raccolta dei doni" evidenziano dall'ufficio stampa dei
Tigers.

Nella sua lettera riporta una sintomatologia che attribuibile ad


un quadro di diverticolite o infiammazione dei diverticoli. In questa
fase non sono consigliate le fibre, tutt'altro, occorrerebbe non stimolare troppo l'intestino. Le fibre, anche quelle che cita lei, potranno poi essere reintrodotte poco per volta quando la sintomatologia
scompare, fino ad arrivare ad un quantitativo consigliato intorno 3040g. al giorno in totale. Sarebbe comunque auspicabile assumerle
direttamente con gli alimenti quali frutta e verdura, in modo da introdurre, insieme alla fibra, anche un congruo quantitativo di acqua.
Ricordi infine che dovrebbe bere almeno un litro-un litro e mezzo di
acqua al giorno in modo da mantenere una buona idratazione migliorando le funzioni intestinali.
La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a:
info@nutrizionistabiologo.it oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
www.nutrizionistabiologo.it Facebook: Lisa Nutrizionista Cell. 366-4759134
La dottoressa Annalisa Subacchi riceve a:
CREMONA: poliambulatorio MEDICENTER Cremona 0372-434988
GADESCO PIEVE DELMONA: Poliambulatorio MED c/o Ipercremona2 0373-803801
CREMA Poliambulatorio SANTA CLAUDIA c/o ipercoop GranRondo 366-4759134
MANERBIO Poliambulatorio Minervium Via Verdi 64 - Manerbio 366-4759134

Cultura&Spettacoli
Rimbamband
il 31 dicembre
al Ponchielli

se stesso, cos la Rimbamband propone uno spettacolo fuori dai canoni convenzionali, costruito ad hoc
per la festa di Capodanno al Ponchielli. La sera del
31 dicembre, al termine dello spettacolo, un brindisi
speciale pee salutare il nuovo anno.

Una fine danno (dalle 22 al Ponchielli e replica il


1 gennaio alle 16) con cinque straordinari mu-sicisti
un po suonati che incantano, creano, illudono, emozionano, demistificano, provocano giocano. Come
nella migliore espressione di un artista che interpreta

Appuntamento al Teatro Ponchielli con Il Paese del sorriso per la regia di Corrado Abbati

Una celebre romanza per il giorno di Santo Stefano

In mostra le opere
di Cosimo Casoni

Interno18 arte contemporanea, ospiter


dallo scorso 16 dicembre al 1 febbraio 2015
la mostra personale di Cosimo Casoni. Il linguaggio pittorico di Casoni una combinazione sperimentale di astrazione e figurazione, che affida il soggetto rappresentato a false prospettive e spazi in assenza, configurando una visione che si fa st raniante in una sintesi sospesa fra forza e debolezza, equilibrio e
squ ilibrio. Contenuto, forma e sostanza sono
calibrati a favore di una semiosi in cui parchi
giochi, tutori per alberi, bancali divengono il
vettore per mettere a fuoco il concetto chiave
di sostegno, in una rappresent azione decostruita volta a incrinare la concezione cartesiana della realt. Lobiettivo dellartista mettere in discussione il ruolo portante dei soggetti, non tanto negando lessenza formale, che
seppur alterata rimane riconoscibile, bens eludendo il piano dappoggio, eliminando lequilibr io statico a favore dellinstabilit. Lumore
che emerge non disfattista e votato al pessimismo, non si tratta di mettere in scena il
dramma, piuttosto la sensazione quella della consapevolezza e della sorpresa nel vedere
c he ancora tutto si regge... L abilit di Casoni sta nel costruire una mossa sulla precariet delle condizioni, tra ansia, emozione e spavento. Piani scivolanti, prospettive impossibili, giochi di geometrie che si librano nel vuoto e oggetti decontestualizzati, che sembrano provvisoriamente sostenersi uno con laltro

dalla redazione

utto il mondo conosce, e


canta, Tu che mhai preso
il cuor, la celebre romanza di questa famosissima
operetta di Ludwig Herzer
e Fritz Lhner-Beda nel cui titolo,
Il Paese del sorriso, si legge gi il
filo conduttore: un mondo dove tutto allegro e sorridente, dove ogni
cosa deliziosa, dove tutto gioia, musica, danza, amore e sentimenti. Alla romantica storia, che
il cuore delloperetta si alternano le
spassose vicissitudini di buffi personaggi che ruotano intorno ai protagonisti. Con Il Paese del sorriso,
Franz Lehr ha scritto alcune fra le
sue pagine migliori che, come ne
La vedova allegra, hanno sempre
un afflato molto suggestivo e accattivante che riesce, inevitabilmente,
a portare il pubblico allentusiasmo.
Appuntamento il 26 dicembreal
Teatro Ponchielli (ore 16), con adattamento e regia di Corrado Abbati.
La trama. Vienna 1910, la giovane e
bella Lisa corteggiata un po da tutti i migliori partiti di Vienna, compreso il conte Gusti, suo grande amico
e confidente. Lisa per attratta da

Un momento delloperetta

tutto ci che esotico e quindi rimane affascinata quando alla sua festa
di compleanno conosce un giovane
cinese, il principe Sou-Chong. Fra i
due il sentimento vero non tarda ad
arrivare, ma sar un amore non facile: non sar semplice fondere le tradizioni e la cultura occidentali di lei e
quelle orientali di lui. Ma si sa, lamo-

re, specialmente fra i giovani, forte


e sicuro di s: Lisa decide di lasciare lEuropa e parte con Sou-Chong
per la Cina. La realt per dura,
anche per chi si ama davvero. Lisa
fatica a seguire le severe imposizioni
della tradizione cinese. Tschang, zio
di Sou-Cong, gli ricorda le antiche
leggi del suo Paese: lerede al trono

Oggi inaugurazione della mostra di pittura e scultura a scopo benefico

Oggi pomeriggio alle ore 17, presso la sala


Auditorium della Camera di Commercio di Cremona, viene inaugurata della mostra di pittura
e scultura dal titolo Colori e forme nellarte, a
scopo benefico a favore dellAil. Sono in esposizione (fino al 28 dicembre) le opere di: Agnello
Antonella, Agosti Dania, Ariberti Ariberto, Artoni

Adriano, Asnicar Giusy, Badaracchi Gianfranco,


Bais Gabriella, Bellini Marisa, Bedani Roberto,
Belloni Luisa, Bernardi Tiziana, Borlenghi Bet,
Bozuffi Riccardo, Bragadini Elvinita, Cabrini
Daisy, Carletti Romano, Cauzzi Angelo,
Cimardi Maria Grazia, Colaianni Stefania, Conti
Giovanni, Corbani Lia, Costa Alberto, Cusumano

E ti dono di me in scena al San Domenico


Appuntamento domani pomerggio alle 17.30 con uno spettacolo organizzato dallAvis di Crema
di Tiziano Guerini
Domani pomeriggio al Teatro San
Domenico di Crema, alle ore 17.30
- organizzato dallAvis di Crema
lo spettacolo teatrale dal titolo E
ti dono di me. Tema centrale della
rappresentazione il rapporto, talvolta disinteressato, talvolta contradditorio, che muove le nostre azioni e che ci rende partecipi di ci che
accade agli altri. Aprirsi allaltro quindi, donando se stessi nelle piccole cose quotidiane per comprendere
limportanza della solidariet sociale. Il fulcro dello spettacolo costituito da una serie di monologhi, nei
quali un uomo si racconta, parlando

La scorsa domenica stato presentato alla citt la nuova pubblicazione del Centro Ricerca Galmozzi
dedicata agli anni del potere fascista
in Italia dal titolo Anni grigi - vita quotidiana a Crema e nel Cremasco negli
anni del fascismo. Il volume si compone di nove saggi pi un docomento
dellepoca ed arricchito da circa 70
tra immagini e fotografie anche inedite. Tanti gli argomento trattati: si va

deve sposare quattro donne cinesi,


e le nozze con uneuropea non sono
valide. Sou-Chong suo malgrado
costretto ad obbedire. Lisa triste e
angosciata e trova nella cognata Mi
un sostegno. Mi una giovane che
mostra insofferenza verso le tradizioni cinesi e vorrebbe essere libera come lo Lisa. Giunge intanto
Gusti che riuscito a farsi inviare in
Cina come rappresentante della sua
societ. Con un buffo stratagemma
riuscir ad avvicinare Lisa. Venuto
a conoscenza della situazione, convince Lisa a tornare in Europa: Lisa e
Sou-Chong avevano agito dimpulso, senza pensare, ma la vita sembra aver serbato per ciascuno un
diverso destino. Lisa torna in Europa
con Gusti, ma non riesce a farsi una
ragione della fine del suo sogno
damore e Giusti ripensa alla giovane
Mi, la bella cinesina che aveva conosciuto a Pechino. Ma a volte la storia e il destino dei popoli aiutano gli
amanti temerari. Nel 1912, la centenaria monarchia Manci cade, SouChong fugge dal suo Paese insieme
alla sorella Mi: le due coppie (LisaSou-Chong, Gusti-Mi) si riformano
e questa volta potranno per sempre
cantare Tu che mhai preso il cuor.

di se stesso. Durante lo spettacolo,


accanto ai monologhi, si susseguono altre forme artistiche che seguendo levoluzione psicologica del personaggio, trasmettono i sentimenti provati durante il progressivo cambiamento: monologhi, danze, musica dorchestra e canzoni si alternano
sul palco e dialogano intrecciandosi. Allevento parteciperanno diversi giovani artisti locali: i monologhi
sono scritti e rappresentati da Nicol
Premi, i balli sono curati dalla Scuola
di danza Us Chieve, per i brani dorchestra parteciper lorchestra Cremaggiore, mentre le canzoni saranno interpretate da Francesca Grassi
Scalvini. Lingresso gratuito.

Il Teatro San Domenico

Nuova pubblicazione del Galmozzi

dalla indicazione dei principali eventi


di cronaca (Marita Desti), allindagine
analitica e dettagliata dellattivit amministrativa di Crema (Guido Antonioli), ai diversi interventi di carattere urbanistico di quegli anni (Vittorio Adenti), alla ricostruzione della vita quotidiana di allora per famiglie, bambini e

adolescenti, nel ricordo degli anziani


di oggi (Rosella Bonizzi). Non mancano cenni di vita pi curiosi come la
descrizione degli aspetti educativi
della scuola fra i tre e i sei anni (Graziella Della Giovannae Antonietta Valvassori), la vacanza nelle colonie elioterapiche locali (Walter Venchiarutti),

le vicende della chiesa cremasca (Luca Donarini)... Con questa pubblicazione, dopo altre sei del genere - dice
Romano Dasti, presidente del Centro
- si viene a completare la carrellata
che va dalla fine della prima guerra
mondiale ai primi anni 70. Il prossimo anno una nuova pubblicazione
sar dedicata alla seconda guerra
mondiale nel 70 anniversario della
sua conclusione.

Presentazione del libro di Zanchi Il concerto di Natale stasera a teatro

Lautore Lauro Zanchi, cremasco insegnante di tecnologie informatiche, ma appassionato scrittore in prosa e in poesia. Il suo libro
che viene presentato luned 22 dicembre alle ore 21 nella sala delle
assemblee nel Comune di Montodine, si intitola Assoluto incontro.
Si tratta del resoconto di un viaggio pensante lungo il cammino
-pellegrinaggio verso san Giacomo di Compostela. Un viaggio percorso ormai da milioni di fedeli e di laici alla ricerca di una spiritualit
non necessariamente religiosa. La presentazione-intervista del libro
e dellautore affidata alla prof. Barbara Rocca del liceo classico
Crema, che qualche anno fa ha direttamente sperimentato il percorso verso S. Giacomo di Compostela. Unesperienza certamente bella
e importante da vivere, ma anche da raccontare.

Musica coi fiocchi: cos si voluto


intitolare questanno il tradizionale concerto di Natale che il Corpo bandistico
Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema offre
alla citt questa sera alle ore 21 al Teatro
San Domenico in Crema. Il presidente del
Corpo bandistico Antonio Zaninelli ha presentato il programma della serata sottolineando con giusto orgoglio come la
banda-orchestra da molti anni rappresenti
degnamente il nome della citt di Crema
nei propri appuntamenti musicali in tante

parti dItalia. Il direttore Eva Patrini ha presentato il programma della serata sottolineando che verranno eseguiti nuovi brani,
alcuni inediti per Crema.
Musiche classiche e leggere da Louis
Armstrong a Rossini, da Strauss a Brown
con un finale entusiasmante - A Carol
Christmas fantasy - in tono con le festivit. Il patrocinio del Comune e del Teatro
San Domenico, con gli altri sponsor privati, permettono lingresso libero per un concerto deccezione.

Annunciata, Dainesi Luigi, Ezzat Amina, Fantoni


Lia, Ferrari Emi, Ferrero Marinella, Fogliazza
Rosalba, Formis Franca, Giannetta Antonietta,
Giordano Patrizia, Grazioli Massimo, Lysyuk Olga,
Monella Luisa, Mora Anna, Poli Susanna, Rota
Gianfranco, Shapiatunka Veranika, Sissa Marina,
Solzi Marco, Somenzi Narciso, Valenti Mirella.

Al via il concorso
di foto e pensieri

E stata presentata in settimana la sesta


edizione del concorso fotografico-letterario
dedicato alla memoria della indimenticabile
personalit di don Agostino Cantoni, parroco ma anche filosofo e sopratutto maestro di
vita e di fede. Gli elaborati - immagini o pensieri - dovranno essere riferiti alla Crisi del
lavoro oggi. Dignit o disumanit?. Scrivono gli organizzatori: Lintento del concorso
di questanno quello di cogliere, attraverso
limmagine fotografica o in un testo breve in
prosa o poesia, il lavoro che c o quello che
per molti cera e per diversi motivi non c
pi e il lavoro che ci sar in futuro pi umano o pi tecnicizzato. Lunit pastorale di
S. Giacomo e S. Bartolomeo, organizzatrice, con il patrocinio del Comune di Crema,
del concorso lo ha articolato in due sezioni:
per ragazzi dai 13 ai 16 anni; per adulti dai
18 anni in poi. La partecipazione - specifica
il presidente della Commissione Dario Guerini Rocco, nipote di don Cantoni - libera e gratuita. Lindirizzo a cui inviare i lavori, che dovranno comunque pervenire entro
il 31 marzo, Stampaquick in via Dogali 2 a
Crema. I premi ai vincitori per le diverse categorie verranno consegnati sabato 16 maggio
con una specifica cerimonia. Per chi fosse
interessato, pu prendere visione del regolamento e reperire la scheda di iscrizione sul
sito www.donagostinocantoni.it.

Spettacolo di Natale

Crema si appresta ad ospitare uno spettacolo unico in occasione del Natale: Xmas
Cream - Il magico mondo di Babbo Natale.
Ideata e diretta da Stefano Vanelli, la produzione approda nella citt cremasca con due
anni di vita alle spalle, essendo stata concepita allinterno delle Mura Spagnole di Pizzighettone. Lo spettacolo vede la regia di
Nicola Cazzalini e la partecipazione di Teatroallosso. Appuntamento il 20 e 21 dicembre, con repliche ad accesso gratuito alle ore
16 e 17.30 per entrambe le giornate. Punto
di ritrovo la Piazzetta Terni de Gregorj, dove
prender il via lo spettacolo.

GBC - OB STO

RE, VIA MANTO


VA 1L

AVINO 17

NI, VIA SAN S

RLI
FORNERIA ME

KI KY LEN ABB
IG
CORSO MATT LIAMENTO
EOTTI 38

LIAMENTO
GINGER ABBIGTELLO 27
VIA MERCA

PELLEGRINI G

IOIELLI, CORS

C CAVOUR 5

A 91
, VIA MANTOV

ERIKA
LAVANDERIA

GAL
CARROzzERIA

VA 66B
LI, VIA MANTO

SPORT

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

Il Crema
sfida domani
la capolista
RUGBY C1

Il Crema Rugby ha gettato al vento la ghiotta opportunit di salire al secondo posto solitario, perdendo
lo scontro diretto con il Grande Brianza, dimostratosi
nelloccasione pi squadra dei neroverdi. La lotta per
un posto ai playoff ancora ancora aperta, ma ora

Responsabile Fabio Varesi

la strada in salita, con due partite difficili da disputare; la prima in casa domani contro la capolista Mantova e poi lultima di campionato nella tana del Cologno (l11 gennaio) in quella che sar una vera e propria
finale: sar obbligatorio ottenere almeno una vittoria.

La Cremo vuole allungare la serie


Domani allora di pranzo i grigiorossi cercano un altro successo sul campo della Torres, reduce da un pesante ko

di Matteo Volpi

periamo non sia solo unillusione prenatalizia. La vittoria nel posticipo contro la Pro
Patria ha riportato in auge qualche speranza per il 2015. Seppur aiutati dallinferiorit
numerica, ma penalizzati da un autogol da
Gialappas Band, i ragazzi di Giampaolo sono piaciuti. Certo, la Pro Patria non era avversario di grosso
spessore (se si conta lautogol, i bustocchi non hanno
letteralmente mai tirato in porta), ma latteggiamento fatto vedere in campo dai grigiorossi sembrerebbe pi che confortante. Squadra corta ad aggredire
lavversario anche in quaranta metri, manovra rapida
portata ad affondare sugli esterni o tramite cross o
penetrazioni centrali, sfruttando la rapidit negli inserimenti dei due attaccanti esterni: uno pi bravo con
la palla tra i piedi (Kirilov), laltro specialista come il
padre degli inserimenti senza palla (Di Francesco).
Il tutto con una nuova e rinnovata spina dorsale in
cui Castellini e Palermo, limitando le sgroppate per
questioni anagrache (il primo) e di acciacchi vari (il
secondo), danno solidit e sicurezza sia in fase di
interdizione, che in fase di costruzione. Per intenderci: se anche Jadid dovesse tardare a rientrare, la
sua presenza sempre preziosa, non sarebbe pi cos
indispensabile. Non scopriamo certo lacqua calda e
nemmeno Giampaolo lo ha fatto, tuttavia, basandosi sulla politica del lavoro (a suon di doppie sedute),
questa squadra, anche confortata dal lotto di risultati utili consecutivi, cresce partita dopo partita. Ora
rimane lultima fatica dellanno solare in terra sarda.
La Torres arriver alla sda col morale basso, stanca

LEGA PRO 17 GIORNATA


AlbinoLeffe-Lumezzane

0-1

Como-Alessandria

0-2

Cremonese-Pro Patria

3-1

FeralpiSal-Giana Erminio

1-0

Monza-Arezzo

1-1

Novara-Pordenone

2-0

Real Vicenza-Mantova

2-0

Renate-Bassano

2-1

Sdtirol-Pavia

0-0

Unione Venezia-Torres

2-0

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Le due vittorie consecutive hanno ridato morale alla squadra, risalita al 10 posto in classifica
Novara
34
Pavia
34
Alessandria 33
Bassano
33
Real Vicenza 31
Monza
30
Como
29
FeralpiSal
27
Sdtirol
26
Cremonese
23
Arezzo
23
Unione Venezia 22
Torres
20
Renate
20
Giana Erminio 19
Mantova
17
Lumezzane
17
Pro Patria (-1) 12
AlbinoLeffe
10
Pordenone
5

PROSSIMO TURNO (19/21-12)

Alessandria-Renate, Bassano-Monza, Giana Erminio-Sdtirol, Lumezzane-FeralpiSal, Mantova-AlbinoLeffe, PaviaComo, Pordenone-Real Vicenza, Pro Patria-Unione Venezia, Torres-Cremonese (21-12 h 12.30), Vicenza-Novara.
Recuperi: Alessandria-Bassano 0-0, Monza-Torres 3-0.
ed abbattuta dalla scontta di 3-0 rimediata a Monza
e senza Imparato e Lisai, squalicato dopo lespulsione di mercoled. Lex grigiorosso Balistreri, inoltre, si
infortunato e potrebbe saltare la partita di domani.
In casa Cremonese, al contrario, mister Giampaolo ha

Un attacco della Cremo contro la Pro Patria (foto L. Dassi)

provveduto a smorzare gli entusiasmi, facendo continuare a lavorare sodo i suoi, consapevole delle difcolt di fare risultato al Vanni Sanna, stadio dotato di campo stretto e un clima che si presume sar
tuttaltro che natalizio per i grigiorossi.

PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Galli; Palomeque, Gambaretti, Castellini, Favalli; A. Marchi,


Palermo, Moroni; Di Francesco, Brighenti, Kirilov.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

SERIE D Pur senza entusiasmare, i gialloblu hanno battuto anche il Caravaggio e domani ci provano a Lecco

La Pergolettese continua a scalare la classifica


di Tiziano Guerini

Ci sono partite che si vincono giocando


bene ed altre giocando cos cos: questo il caso della partita che la Pergolettese
ha vinto contro il Caravaggio con il minimo scarto. Quasi un derby, per cui la vittoria era tuttaltro che scontata, nonostante il
Caravaggio fosse in classifica messo peggio. Se poi si tien conto che i gialloblu sono
alla quarta vittoria di fila e che non per
niente facile nemmeno al gioco del calcio
fare poker, allora i conti tornano e si pu
guardare alle feste di fine anno con animo
sollevato. Ora la classifica, pur non essendo di vertice, per tale da far ben sperare
per il futuro: la Pergolettese pu affrontare qualsiasi squadra del suo girone senza
complessi di inferiorit. La partita contro
il Caravaggio non stata bella, anche se
alla fine stata proficua e i tre punti sono
arrivati. Il Pergo inizia la partita in modo un
poco rilassato e consente al Caravaggio,
pi aggressivo, di andare subito al 6 al
tiro da distanza ravvicinata al centravanti avversario Ghezzi, con bella risposta di
Montaperto. La squadra di casa risponde

Un attacco della Pergolettese

comunque subito al 10 con Bigotto, che


dalla sinistra mette un bel pallone rasoterra al centro, con Lorenzi che incespica
davanti alla porta. Replica loccasione da

gol al 15 con lo stesso Bigotto con un colpo di testa da calcio dangolo, che viene
respinto da un difensore sulla linea di porta. Manca mezzora alla fine del primo tem-

po, ma le azioni pericolose finiscono qui;


il resto un batti e ribatti con un leggero
predominio di possesso palla dei padroni di casa, ma senza un gioco brillante e
continuo. La ripresa per il Pergo comincia
ancor peggio, perch la squadra pi volonterosa appare il Caravaggio. Per fortuna al
20 arriva il gol di Manzoni con una punizione da 25 metri, tirata magistralmente alla
sinistra di Cambianca. A dimostrazione che
i giocatori di classe possono risolvere una
partita, e Manzoni - sia detto senza demerito dei compagni - senz'altro luomo dai
piedi buoni dei gialloblu. Il Caravaggio tenta di reagire, ma non va oltre la battuta di
tre o quattro punizioni dai 30 metri, peraltro non sfruttate a dovere. Brivido per i tifosi cremaschi allultimo minuto dei quattro
supplementari decisi dallarbitro: ennesima punizione dalla sinistra con Angioletti,
subentrato al 16 del secondo tempo a
Zucchinali, che colpisce di testa mandando
la palla, schiacciata, ad uscire dun soffio.
Domani - prima della sosta di fine anno - si
va a Lecco con l'animo sollevato. Si spera
per ancora con la voglia di far bene, che
significa agonismo e cuore!

I NUMERI

17 GIORNATA GIRONE B
Castiglione-Pontisola
1-0
Ciliverghe-Castellana
0-0
Ciserano-Montichiari
4-1
F. Caratese-Inveruno
0-0
Mapello-Sondrio
1-2
Olginatese-Virtus Verona 1-1
Pergolettese-Caravaggio 1-0
Pro Sesto-Aurora Seriate 2-1
Villafranca-Lecco
1-1
Ha riposato: Seregno
18 GIORNATA (21-12 h 14.30)
Aurora Seriate-Ciliverghe
Caravaggio-Ciserano
Castellana-Olginatese
Lecco-Pergolettese
Montichiari-Mapello
Pontisola-Pro Sesto
Seregno-Castiglione
Sondrio-Folgore Caratese
Virtus Verona-Villafranca
Riposa: Inveruno
CLASSIFICA Seregno 38;
Castiglione 36; Lecco 33;
Sondrio 30; Pro Sesto 29;
Inveruno 26; Ciserano,
Pergolettese 25; Mapello,
A. Seriate 21; Villafranca,
Pontisola 20; Virtus Verona,
Caravaggio 19; Ciliverghe 17;
F. Caratese 16, Olginatese 15;
Castellana 7; Montichiari 0.

Sport
CALCIO ECCELLENZA
Unimpresa che fa sognare. Il Crema ha espugnato il campo della capolista Darfo Boario, che era
ancora imbattuto e arriva alla pausa invernale con il
morale molto alto. Tre punti che permettono ai nerobianchi di raggiungere il quarto posto in classifica, in
piena zona playoff e a sei lunghezze dalla vetta. Un
traguardo forse impensabile solo due mesi fa, ma
che conferma la bont delle scelte societarie della
scorsa estate. Oltretutto, in terra bresciana il Crema

Sabato 20 Dicembre 2014

Crema, unimpresa che fa sognare

passato in svantaggio dopo soli 4 (gol di Tosi), ma


ha saputo reagire e ribaltare il risultato con le reti di
Pagano e Marchesetti. Alla ripresa del campionato,
l11 gennaio, la squadra di Nicolini far visita al
Pedrocca per la prima giornata del girone di ritorno,
con la voglia di continuare a scalare la classifica.

15 GIORNATA Asola-Aurora Travagliato 0-0,


Darfo Boario-Crema 1-2, Fanfulla-Rezzato 1-2,
Grumellese-Cavenago 1-1, Orceana-Villongo 0-2,
Palazzolo-Vallecamonica 0-2, Pedrocca-Rigamonti
Castegnato 2-2, Sarnico-Orsa Trismoka 2-0.
16 GIORNATA (11-01 h 14.30) Asola-Rezzato,

25

Fanfulla-Orsa Trismoka, Grumellese-Rigamonti


Castegnato, Orceana-Sarnico, Palazzolo-Aurora Travagliato, Pedrocca-Crema, Vallecamonica-Darfo
Boario, Villongo-Cavenago.
CLASSIFICA Darfo Boario 31; Grumellese 30;
Vallecamonica 29; Rigamonti Castegnato, Crema 25;
Rezzato 22; Villongo 21; Orceana, Aurora Travagliato,
Pedrocca, Sarnico 20; Cavenago 19; Orsa Trismoka
16; Fanfulla 13; Asola 8; Palazzolo 7.

Stasera la Vanoli deve voltare pagina


Domenica scorsa contro Pesaro la squadra apparsa stanca, ma ha tutte le possibilit per tornare a correre

di Giovanni Zagni

na Vanoli parsa stanca in


molti uomini chiave, ha
ceduto nel finale a Pesaro
davanti al pubblico amico
del PalaRadi, invero sin
troppo silente nei momenti decisivi
della contesa, quando fatica e scarsa
concentrazione difensiva hanno prodotto lesito negativo. Purtroppo dopo
la brutta prestazione di Roma, gli
uomini di Pancotto si sono ripetuti
nonostante lavversario non fosse certamente di eccelsa qualit, ma i marchigiani hanno mostrato maggiore freschezza e determinazione, meritandosi
il successo. Tecnicamente, stato un
match povero di contenuti, ma il livello
del campionato questo, per cui
occorre adeguarsi perch se la forma
fisica risulta accettabile, i risultati (cos
com stato ad inizio stagione) potranno tornare a sorridere. Auspichiamo
che Cameron Clark possa ritrovare
presto la via del parquet e che i pi
stanchi (Vitali) o svogliati (Campani)
riprendano a ruggire. Con Pesaro bene
sono andati Ferguson e nel primo
tempo Gazzotti, ma stasera per far
bene a Bologna, occorrer lapporto di

Piadena ospita
il quotato Opera
SERIE C

Dopo la preziosissima
vittoria di Arcisate (77-64),
lMg.K Vis Piadena cerca
conferme stasera contro
lOpera, una delle tre squadra in vetta alla classifica.
13 GIORNATA ArcisatePiadena 64-77, Bernareggio-7 Laghi Gazzada 65-87,
Boffalora-Saronno 55-67,
Iseo-Lissone 70-79, Nerviano-Manerbio 71-75, Olginate-Milanotre 81-73, OperaCarpe Diem 68-97.
14 GIORNATA (20-12 h
21) 7 Laghi Gazzada-Carpe
Diem Calolziocorte, LissoneBoffalora, Manerbio-Iseo,
Milanotre-Nerviano, Olginate-Arcisate, Piadena-Opera,
Saronno-Cant.
CLASSIFICA Saronno, 7
Laghi Gazzada, Opera 18;
Lissone, Milanotre 16; Carpe
Diem, Olginate 14; Iseo,
Manerbio 12; Bernareggio,
Arcisate 10; Piadena, Nerviano 8; Boffalora 6; Cant 2.

SERIE A 10 GIORNATA
Avellino-Roma

74-70

Capo dOrlando-Cant

79-71

Cremona-Pesaro

73-80

Milano-Caserta

78-71

Pistoia-Brindisi

70-83

Trento-Sassari

104-82

Varese-Bologna

83-73

Venezia-Reggio Emilia

59-68

CLASSIFICA

SERIE A Dopo due sconfitte consecutive, serve una reazione stasera a Bologna contro la Virtus
Reggio Emilia 16
Milano
16
Venezia
16
Trento
12
Brindisi
12
Sassari
12
Cremona
10
Avellino
10
Bologna (-2)
8
Pistoia
8
Roma
8
Varese
8
Capo dOrlando 8
Cant
8
Pesaro
6
Caserta
0

SERIE A2 FEMMINILE

Una Tec-Mar rinfrancata


va allassalto del Biassono

Ferguson contro Pesaro


(foto Mario F. Rossi)

IL PROSSIMO TURNO (21-12 h 18.15)

Bologna-Cremona (20-12 h 20.30), Brindisi-Capo


dOrlando, Cant-Venezia (h 12), Caserta-Varese, Pesaro-Trento, Pistoia-Avellino, Roma-Milano (h 20.30),
Sassari-Reggio Emilia (22-12 h 20.30).
tutti, perch i felsinei, pur non eccelsi
individualmente, corrono e difendono
per tutti i 40 di gara. Al di l dei due
punti in palio, ci pare indispensabile
che la Vanoli mostri segni di vigorosa
ripresa, per andare avanti in serenit
nel proprio percorso, senza montarsi la

testa, ma nemmeno senza deprimersi


perch un calo momentaneo di forma
ci pu stare dopo un inizio scoppiettante. Per chiudere, un cenno sulla
direzione arbitrale di domenica: a
nostro avviso la terna ha arbitrato
male, ma non a senso unico come da

qualche parte si vuol dire, ma non ci


pare il caso di andare a mendicare
scuse quando il campo ci ha detto che
nell'ultimo quarto in campo c' stata
una sola squadra: Pesaro.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

Un successo tonificante per la Tec-Mar


Crema. A Cagliari contro la Virtus, le azzurre
hanno messo subito in chiaro le cose e il
match stato in discesa. Troppo forte il team cremasco per la compagine sarda, che
era gi sotto di 17 punti al termine del primo
quarto. Senza storia gli ultimi tre parziali,
che hanno messo in mostra la vena realizzativa delle azzurre, capaci di mettere a segno 76 punti. Rinfrancata da questo largo
successo, la Tec-Mar ospita oggi alle 18 il
Biassono, altra formazione di bassa classifica, che sulla carta non dovrebbe far paura.
13 GIORNATA Astro Cagliari-Ferrara 5681, Biassono-Alpo 42-48, Vicenza-Muggia
65-54, Virtus Cagliari-Crema 38-76. Ha riposato. Albino.
14 GIORNATA (20-12 h 20.30) AlpoAstro Cagliari, Crema-Biassono (h 18), Ferrara-Virtus Cagliari, Muggia-Albino. Riposa:
Vicenza.
CLASSIFICA Ferrara 20; Vicenza 18;
Crema 16; Alpo 12; Astro Cagliari, Albino,
8; Virtus Cagliari, Biassono 6; Muggia 2.

LErogasmet cerca due punti pesanti contro Lugo


SERIE B

Non riuscito allErogasmet


Crema il miracolo al PalaDozza
di Bologna. La Fortitudo ha
dominato lincontro e vinto con
il punteggio di 89-65 (23-16,
47-32; 70-47 i parziali) contro
una formazione cremasca penalizzata dalle scarse percentuali al tiro (solo Del Sorbo e
Colnago sono andati in doppia
cifra). Un match nel quale lErogasmet sostanzialmente sparita dal parquet dopo il primo
tempo, al cospetto di una Fortitudo Bologna dimostratasi
troppo forte per i leoni biancorossi. Ora il calendario propone
il turno casalingo contro lOrva
Lugo. Dopo aver pagato dazio
nellanno da matricola in un
campionato che aveva gi giocato per quattro stagioni, a fine
anni 90 prima e nel 2005-06
poi, la compagine lughese ha
cambiato parecchio nel corso
della precedente stagione sportiva, trovando la quadratura soltanto in primavera.
Anche per questa ragione, in

estate ha semplicemente puntellato un roster gi competitivo


e caratterizzato da atleti che
possono giocare in pi ruoli,
legittimando le ambizioni da
outsider della societ, che puntava a stare in scia alle pretendenti al salto di categoria, prima
delle sei sconfitte rimediate
nelle ultime sei uscite, che
hanno relegato la squadra al
dodicesimo posto in classifica.
Il turno di riposo osservato nello
scorso week end consentir
probabilmente alla compagine
romagnola di recuperare la
notevole pattuglia di infortunati
ed acciaccati presente tra le
proprie file.
Tra gli atleti confermati dalla
scorsa stagione spiccano i
nomi dei playmaker Luca Montanari, regista di scuola Fortitudo Bologna e Fabio Ruini (ex
della Vanoli), fratello di quel
Gabriele che gioc sia a Cento
che a Lugo, ed ex di Bologna
(Virtus 1934), Fabriano, Ferrara,
Latina e tante altre. Altri perni

I NUMERI
12 GIORNATA Arzignano-Urania
Milano 56-87, Bergamo-Costa Volpino 77-63, Bologna-Crema 89-65,
Cento-Pordenone 85-62, Desio-Lecco 71-67, Trieste-Montichiari 5970, Udine-Orzinuovi 88-79.
13 GIORNATA (21-12) Bergamo-Trieste, Costa Volpino-Arzignano, Crema-Lugo, Montichiari-Bologna, Orzinuovi-Lecco, PordenoneDesio, Urania Milano-Udine.
CLASSIFICA Montichiari, Cento,
Bologna 18; Udine, Orzinuovi, Urania
Milano 16; Pordenone 14; Lecco, Bergamo, Crema 10; Lugo 8; Desio 6;
Costa Volpino, Arzignano 4; Trieste 0.

dellOrva sono le ali Christian


Villani, brindisino con precedenti a Potenza, Forl e Latina,
Federico Legnani, all around
ferrarese con trascorsi a Budrio
e Bologna (Fortitudo) e capitano dei romagnoli e Gioacchino

Chiappelli, anche lui ex Fortitudo. Tra i nuovi si distinguono


Nicol Bertocco, esterno proveniente da Reggio Emilia,
Riccardo Pederzini, ala bolognese con trascorsi a Budrio,
Recanati e Bologna (Fortitudo)

Manuelli a canestro
a Bologna

e il ben noto Massimo Farouk


Farioli, ex Brescia, Casale
Monferrato, Cento, Forl, Imola,
Modena, Omegna, Soresina,
Teramo e Venezia. Lallenatore
Marco Ortasi.
Marco Cattaneo

26

Sport

Sabato 20 Dicembre 2014

CALCIO SERIE A

SERIE B

La Roma deve rispondere alla Juve Testa-coda per il Frosinone

Con il 3-1 di Cagliari, la Juve tornata alla vittoria e


a +4 sulla Roma, che a questo punto obbligata a battere il Milan stasera allOlimpico. Boccata dossigeno
per il Napoli, vittorioso su un Parma alla deriva.
15 GIORNATA Cesena-Fiorentina 1-4, Chievo
Verona-Inter 0-2, Empoli-Torino 0-0, Genoa-Roma
0-1, Juventus-Sampdoria 1-1, Lazio-Atalanta 3-0,
Milan-Napoli 2-0, Palermo-Sassuolo 2-1, ParmaCagliari 0-0, Udinese-Hellas Verona 1-2.
16 GIORNATA (21-12 h 15) Atalanta-Palermo,

Cagliari-Juventus 1-3, Fiorentina-Empoli, Hellas


Verona-Chievo Verona (h 12.30), Inter-Lazio (h 20.45),
Napoli-Parma 2-0, Roma-Milan (20-12 h 20.45),
Sampdoria-Udinese, Sassuolo-Cesena (20-12 h 18),
Torino-Genoa.
CLASSIFICA Juventus 36; Roma 35; Lazio, Sampdoria, Genoa 26; Milan, Napoli 24: Fiorentina 23;
Udinese, Palermo 21; Inter 20; Sassuolo 19; Hellas
Verona 17; Empoli 16; Torino, Atalanta 14; Chievo
Verona 13; Cagliari 12; Cesena 8; Parma (-1) 6.

none-Cittadella, Modena-Trapani, Perugia-Pescara, Pro Vercelli-Ternana, Varese-Crotone,


Vicenza-Spezia, Virtus Entella-Livorno, Virtus
Lanciano-Carpi (19-12 h 19).
CLASSIFICA Carpi 36; Frosinone 30; Livorno,
Spezia 29; Virtus Lanciano, Bologna 28; Trapani
27; Avellino 26; Perugia 25; Pro Vercelli 24;
Vicenza, Modena 23, Ternana, Bari 22; Pescara,
Virtus Entella 21; Catania 20; Brescia 19; Latina
18; Crotone 17; Varese (-3) 16; Cittadella 15.

Il Frosinone (2) ospita il Cittadella, che ultimo.


18 GIORNATA Bologna-Frosinone 2-2, Brescia-Spezia 0-1, Carpi-Modena 1-0, CittadellaBari 0-1, Crotone-Pro Vercelli 0-1, Latina-Varese
1-0, Livorno-Catania 4-2, Pescara-Avellino 0-0,
Ternana-Lanciano 0-1, Trapani-Perugia 2-2, Virtus Entella-Vicenza 2-1. Recupero: Virtus EntellaModena 1-1.
19 GIORNATA (20-12 h 15) Avellino-Bologna
(19-12 h 21), Bari-Latina, Catania-Brescia, Frosi-

Esame di laurea domani per la Pom


Contro le campionesse dItalia le casalasche vogliono mettere alla prova le loro ambizioni di alta classifica

a Pom Casalmaggiore cerca il


tris nellinsidiosa trasferta di
domani sul campo della Nordmeccanica Rebecchi Piacenza. Gli ultimi due successi da
tre punti con Urbino e Scandicci hanno
riportato la formazione rosa sulla terza
poltrona della classifica e il match con le
campionesse dItalia rappresenta un
severo esame, oltre che un banco di
prova importante per stimare le reali
ambizioni di alta classifica della squadra
rosa. Ci apprestiamo a chiudere unannata fantastica ha il presidente
Massimo Boselli Botturi - che ci ha visto
ancora crescere ed alzare lasticella in
un contesto come la massima divisione
nazionale. Un grazie va ai nostri partner,
a quelli che da anni ci accompagnano in
questa splendida avventura e a quanti si
apprestano a fare il loro ingresso al
nostro fianco, a tutti i miei collaboratori,
un insieme di persone che quotidianamente dedicano tanto del proprio
tempo alla causa rosa, allo staff e alle
ragazze della squadra che rappresentano il nostro orgoglio. Per il nuovo anno
lobiettivo quello di crescere ancora
nellottica di quella che la nostra filosofia. Anche Imma Sirressi, il libero
della Pom, conferma lottimo andamento della squadra in questa prima fase di
campionato: Posso rimarcare come

SERIE A1 9 GIORNATA
Busto Arsizio-Piacenza

3-1

Casalmaggiore-Scandicci

3-1

Conegliano-Modena

3-2

Firenze-Urbino

3-0

Montichiari-Forl

3-0

Novara-Bergamo

3-0

CLASSIFICA

VOLLEY A1 Dopo due successi consecutivi la formazione rosa cerca il tris in trasferta a Piacenza
HOCKEY PISTA A1

Pieve 010 a Bassano


per stupire ancora

Novara
23
Modena
22
Casalmaggiore 20
Conegliano
18
Busto Arsizio 16
Piacenza
15
Montichiari
14
Bergamo
14
Firenze
710
Scandicci
6
Forl
4
Urbino
0

PROSSIMO TURNO (21-12 H 18)

Bergamo-Ornavasso, Firenze-Scandicci (h 19), Modena-Busto Arsizio, Novara-Conegliano (20-12 h


20.30), Piacenza-Casalmaggiore, Urbino-Montichiari.

La Pom in azione contro Scandicci

sinora la squadra si sia sempre espressa, ad eccezione forse della gara con
Conegliano, secondo le proprie qualit
e caratteristiche, ma vogliamo continuare su questi standard e provare a
chiudere il girone di andata al meglio.

Elena Bissolati premiata


insieme a Vincenzo Nibali

Non solo Nibali... Oltre al vincitore del Tour


de France, nel Salone dOnore del Coni fra i
44 premiati cera anche la stellina azzurra
cremonese Elena Bissolati, campionessa
europea su pista nella specialit dello scratch
e quarta ai mondiali nel keirin. Nibali ha portato la sua gioia con discrezione: E stato per
me un anno speciale, di cui vado orgoglioso.
Sono fiero di queste ultime due stagioni.
Viva la bici, ha una formidabile popolarit, ha detto il presidente del Coni.
CASSANI SUPERVISORE DI TUTTE LE
NAZIONALI Davide Cassani, ct azzurro dei
professionisti, potrebbe assumere lincarico
di supervisore unico di tutte le Nazionali:
manca solo lufficialit della Federazione, la
sostanza per quella. E un ulteriore passo
avanti per il 53enne romagnolo, quasi uno
sbocco naturale. Al suo fianco, il tecnico delle
donne Dino Salvoldi per quanto riguarda gli
aspetti logistici e organizzativi, il ct Marco
Villa e Rino De Candido, responsabile della
categoria juniores. Nonostante la ristrettezza
di bilancio, la Federazione vuole investire sui
giovani - spiega Cassani - con la costituzione
sul territorio di centri di avviamento alla scuola del ciclismo, lavorando sulla multidisciplina
e avere una linea comune.
F.C.

Casalmaggiore
e Witors
in crescita

Insomma, la concentrazione sugli


ultimi due impegni dellanno, quello del
Pala Banca di domani e il match con la
Liu Jo Modena che sar di scena al Pala
Farina di Viadana venerd 26 dicembre.
Una chiusura di girone di andata deci-

RUGBY C2

Ultimo turno positivo per Casalmaggiore e Witors


Cremona. I casalaschi (terzi) hanno travolto (45-9) il
Marco Polo e domani sono impegnati ad Asola (4). La
Witors (ora 7), dopo il 54-3 rifilato al Rugby Gerundi,
cerca altri punti in trasferta contro lElephant Rugby.

samente in salita per la Pom


Casalmaggiore che, consapevole delle
proprie potenzialit, intende giocarsi i
due confronti con la convinzione di
poter fare bene. A sostenere la squadra
nel prossimo impegno ci saranno in
tanti, perch i tifosi rosa promettono un
esodo di massa a Piacenza.
11 GIORNATA (26-12 h 18) Busto
Arsizio-Firenze, Casalmaggiore-Modena, Conegliano-Piacenza, Forl-Novara, Montichiari-Bergamo, ScandicciUrbino.

(M.G.) Nuovo scontro diretto di


media classifica per il Pieve 010, allultimo turno prima della pausa natalizia. I
rossoblu di Ariano Civa se la vedranno
questa sera alle 20.45, al palazzetto
dello sport di Bassano del Grappa, contro il Sind Hockey Bassano, ex team del
bomber pievese Federico Ambrosio. Si
preannuncia una gara frizzante. Le due
squadre sono separate da tre lunghezze in classifica, con i vicentini a quota
20 e i cremonesi a 17. I veneti arrivano
da tre vittorie consecutive, i lombardi
da quattro. Questione reti, se le bocche
da fuoco del Bassano, 57 reti segnate,
superano quelle della Pieve (46), la difesa locale stata infilata 47 volte, mentre
quella ospite solo 35.
CLASSIFICA (11 giornata) Forte dei
Marmi 33; Breganze 25; Valdagno 21;
Bassano 20; Viareggio, Lodi 19; Pieve
010 17; Trissino 16; Follonica 14; Giovinazzo 11; Sarzana, Matera 9; Correggio
6; Prato 3.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

A Soncino viene festeggiato un anno ricco di successi


CICLISMO

di Fortunato Chiodo

Gran gala di premiazione del ciclismo, oggi alle ore 15 nella sala dei
Convegni della Ex Filanda Meroni di
Soncino, organizzato dal vertice del
Comitato provinciale della Federciclismo, presieduto da Antonio Pegoiani. Alla cerimonia saranno presenti le
autorit politiche e sportive e dirigenti
di societ e tecnici. Saliranno sulla
passerella a ricevere lambito riconoscimento personalit di spicco, quali
sono Tiziano Maggi, Raffaele e Claudio
Terenzi, Umberto Merletti, Renato
Fiameni e Mario Spadari e le societ
Fly Handbike (motivazione, per la crescita e la divulgazione del ciclismo
Parolimpico) e Nature And Bike (motivazione di divulgare nel migliore dei
modi la Mtb a livello giovanile). Riconoscimenti agli atleti della categoria
Giovanissimi: G1 Stefano Ganini (Uc
Cremasca), campione Lombardo su
strada, G2 Gabriele Durelli (Uc Cremasca), G3 Mirko Coloberti (Sc mbalplast), G4 Manuel Mosconi (Sc Imbalplast), G5 Matteo Bertesago (Sc
Imbalplast) e G6 Andrea Rocco Moran-

Diego Bosini (al centro) con la maglia tricolore

di (Sc Imbalplast). Riconoscimenti


nella categoria Esordienti a Simon
Curlo (Imbalplast) e Anselmo Francesconi (Uc Cremasca), campioni provinciali del 1 e 2 anno e tra gli Allievi
Davide Gastaldi (CC CremoneseArvedi), campione provinciale e Simone Vezzoli (Uc Cremasca) per i risultati
ottenuti. Nellarena di Soncino si can-

ter linno di Mameli, dopo che ragazzi


e ragazze dItalia hanno chiuso in
modo sublime il 2014, conquistando i
titoli tricolori e saliranno sulla pedana
delle premiazioni Giovanni Pedretti
(CC Cremonese-Arvedi), campione italiano nellinseguimento a squadre
Juniores, Stefano Baffi (Uc Cremasca),
campione italiano nella corsa a punti

Allievi, Martti Sciortino, campione


Italiano nella Mbx 24 Cruiser e Diego
Bosini (CC Cremonese-Arvedi), campione italiano nella corsa a punti Esordienti del 2 anno. In campo femminile,
riconoscimenti a Marta Cavalli (Valcar
Pbm), vice campionessa italiana
nellinseguimento a squadre Allieve,
Mirian Vece ( Valcar Pbm), campionessa italiana nella velocit a coppie su
pista e nei 500 metri nella categoria
Juniores e Elena Bissolati ( ittici Lgl
Team), campionessa italiana su pista
nel keirin, velocit e velocit a squadre
(con Mirian Vece), campionessa europea scratch e quarta al Mondiale nel
keirin Juniores.
ONMIUM DI SANTA LUCIA Martina
Fidanza, 15enne allieva bergamasca, ha
conquistato lOmnium del Gran Premio
AZ Investimenti al velodromo Fassa
Bortolo di Montechiari (Bs) il giorno di
Santa Lucia. A mordergli i tubolari
stata la sanbassanese Marta Cavalli
(Valcar Pbm), che ha divuto cedere in
una combattuta volata. Nella stessa
manifestazione in pista, lesordiente
Diego Bosin del CC Cremonese-Arvedi,
si imposto nella corsa a punti.

BOCCE

Secondo ko della Achille Grandi La famiglia Visconti detta legge

LAchille Grandi pu andare orgogliosa dei risultati


conseguiti a livello provinciale, non altrettanto nel
campionato italiano di societ dove arrivata la
seconda sconfitta consecutiva. Assodato che il primo
posto (utile per i playoff) lha lasciato alla imbattuta
formazione veronese ora la bocciofila cremasca dovr
guardare avanti, cercare di puntare al secondo o terzo
posto. Come nel match precedente (Trezzo dAdda)
ha deluso la terna (3-6 e 6-8!), soprattutto Pedrignani,
sostituito nel secondo set, che ha confermato di attraversare un brutto momento mentre R.Visconti e
Guerrini il loro compitino lo hanno svolto. Mattia
Visconti simponeva nel primo (8-3), ma perdeva il

secondo set per 6-8. La famiglia Visconti ko nel primo


set sul filo di lana. ma reattiva nel secondo vinto per
8-4, mentre Frattini e Pedrignani, bene nel primo
(8-7), perdevano il secondo set per 6-8. Il campionato
si ferma per oltre un mese ed alla ripresa due partite
consecutive sulle corsie di casa per la bocciofila del
presidente Guerrini che diventano cruciali per il futuro.
Risultati: La Veronese-Achille Grandi 1-0; Tritium-San Sebastiano 3-0. Classifica: La Veronese 9;
Tritium 6; Grandi 3; S. Sebastiano 0. Prossimo turno (31/01): Achille Grandi-La Veronese; San Sebastiano-Tritium.
Massimo Malfatto

(M.M.) Viaggio da Vigasio (Verona) a Milano,


Roberto e Mattia Visconti sono nuovamente in
campo per la fase finale della gara regionale
organizzata dalla bocciofila Garbiello. I portacolori della Achille Grandi, tanto per cambiare, non si smentiscono e salgono sul gradino
pi alto del podio. Dopo aver superato
Bugiardino-Stoppini (12-8) nei quarti di finale,
la famiglia vaianese si sbarazzava in semifinale
dei beniamini di casa Bazzan-Pezzini (12-4) e,
al termine di una finale equilibrata, aveva la
meglio sui lodigiani Bassi-Galdi per 12-9.
TROFEO CASIRATESE Veramente insazia-

bile questa famiglia Visconti che non fa sconti


e si aggiudica la penultima gara del calendario
cremasco. Dopo aver superato i compagni di
societ Guerrini-Zagheno (che nel recupero
avevano estromesso Frattini e Pedrignani),
Roberto e Mattia simponevano sui madignanesi Agosti-Vailati Canta per 12-7 ed in finale
avevano la meglio su Francesco Lorenzoni e
Palmiro Rossetti per 12-6. Quarto posto per
Manuel Tagliaferri ed Eros Cazzaniga battuti
nettamente in semifinale dai milanesi. Ha diretto la gara Gianpiero Raimondi, arbitri di finale
Ermanno Barbati e Arturo Casazza.

SSINA
REMAGLIE PE
A
IN
C
S
A
C
I,
IN
ITURISMO I P

AGR

CREMONESE
PRONTO PIZZ

A, VIA GHINA
GLIA 31

USIO 4
, VICOLO PERT
LE
A
R
T
N
E
C
E
T
RISTORAN

ZOOTECNIC

INO 35
A, VIA SOLFER

TEOTTI 64
I, CORSO MAT
G
G
IA
V
Y
D
E
E
SP

PRATICHE AU

TO ALQUATI,

SCUOLA IAL LO

MBARDIA, VIA

VIA MANTOV
A1

DANTE 121