Sei sulla pagina 1di 28

il

SETTIMANALE

PICCOLO
www.ilpiccologiornale.it

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 - fax 0372 597860
Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it
Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Anno I n. 47 SABATO 13 DICEMBRE 2014

Edizione chiusa
alle ore 21

Periodico 0,02 copia omaggio

Non riceve alcun finanziamento pubblico

Con il ricalcolo delle tariffe emerge che le famiglie numerose dovranno pagare fino a 100 euro in pi rispetto alla Tarsu

a pagina 6

TARI, IL DANNO E LA BEFFA

Stabilite anche le prossime scadenze: a gennaio in arrivo i bollettini, mentre a marzo si pagher terza rata e conguaglio della prima
Sono stufo di questo sottobosco
aggrovigliato e puzzolente

iamo in una situazione per cui


i sindaci non possono che aumentare tasse e tariffe: tanto
forte l'impatto dei tagli previsti dalla legge finanziaria per il
2015, che ora, forse suona meglio,
si chiama legge di stabilit. Le Regioni tagliano
sulla sanit, la nostra sanit pubblica che, nonostante sprechi e disservizi, ancora un nostro
vanto nel mondo. Non si parli delle Province:
dovevano essere traghettate verso una dimensione
pi snella e gestire servizi essenziali (manutenzione strade, edilizia scolastica): ebbene, la maggior
parte non sa come pagare il personale e si parla,
ormai apertamente, di licenziamenti. Si fatto il
Jobs act, insomma la riforma del lavoro, e, a parte l'articolo 18, qualcuno ha fatto due conti e dice
che sar molto pi conveniente licenziare che stabilizzare. Uno storico ha scritto un libro, dal titolo: "La lotta di classe esiste e l'hanno vinta i ricchi". Non penso che ci vogliano master esclusivi
per capire che questo vero. I ricchi, che la sanit se la pagano, che non hanno bisogno di asili
nido, n di sussidi per l'affitto o la spesa, sono
relativamente tranquilli. Noi stiamo nel Paese pare - pi corrotto dell'Occidente. Lo scandaloRoma non cessa di rovesciare fango. Per anni ci
hanno detto che parlare di giustizia sociale e di
antifascismo era roba vecchia. I risultati si vedono. Renzi ormai arranca, innegabile. Lui, di
appartenenza democristiana, ma cantore della
velocit, non ha fatto i conti con una realt troppo complessa per essere gestita con superficialit
e colpi di scena. E s che l'essere democristiano
avrebbe dovuto insegnarglielo. Gli ex DC hanno
scippato il Pd sotto il naso agli ex comunisti. Che
maestri! Senza prese del palazzo d'inverno, senza
turbo, senza proclami. Lo hanno fatto e basta. Sono pi furbi, pi scaltri, lo sono da sempre.E il
semestre europeo? Cosa porta a casa, quell'atteggiamento un po' bullesco e quell'inglese improbabile? Poco o niente, a parte l'incarico a Mogherini. O si mette mano davvero al sottobosco aggrovigliato e puzzolente in cui stanno insieme una
certa classe politica, corrotti e corruttori a loro
volta corrotti, mafia e criminalit, o non andremo
da nessuna parte. per questo che non si investe
in Italia, e non basta certo un nome inglese ad una
legge per dare risposte serie. Le patatine fritte si
digeriscono male, anche se si chiamano chips.

SANTA LUCIA: LA FESTA


PIU BELLA CHE CI SIA

a pagina 5

AMBIENTE

INCENERITORE:
VERSO UN GRADUALE
SPEGNIMENTO

a pagina 3

INTERVISTA A FASANI

Galimberti?
Il sindaco che
temporeggia

a pagina 4

LEGAMBIENTE

Trasporto
ferroviario,
Cremona a picco

a pagina 8

di Daniele Tamburini

DIRITTI

a pagina 7

Registro unioni
civili, Arcigay: Si
faccia in fretta

CASALASCO

Omicidio Gobbi:
non stato
un delitto mafioso

ALLINGRESSO DEL PALARADI

Torna domani
il Magazine
della Vanoli

BASKET SERIE A

pagina 25

CALCIO LEGA PRO

a pagina 23

Biancoblu, voglia Cremonese pronta


di tornare a correre a vivere allo Zini
contro Pesaro
un luned da leoni

VOLLEY A1

a pagina 14

a pagina 24

La Pom ospita
stasera Scandicci
sognando il 2 posto

LEDITORIALE

CREMONA
CIRCOLO POLIDE

Luned alle 21 si concludono


gli incontri sulla I Guerra

Luned alle ore 21 si concluder il ciclo di incontri, organizzato al circolo di via Palestro, dedicati ai personaggi e alle vicende cremonesi relativi agli anni della prima guerra mondiale.

Vincenzo Montuori presenter la gura e lopera di artista e di poeta di Enzo Mainardi, che ha
rappresentato una delle voci pi originali del futurismo cremonese.

Santa Lucia tra tecnologia e beneficenza

Oggi sono molto in voga i regali tecnologici, ma con una particolare attenzione al loro utilizzo. E c chi insegna ai propri figli lattenzione al prossimo

offrire un dono, che siano giochi, libri


o dolci. Tutti gli anni spingo i miei figli
a donare uno dei propri giochi, di
quelli ancora belli e in buone condizioni, a chi ne ha pi bisogno - racconta
Elena -. E' un'attenzione importante
verso chi povero, ma anche
un'azione educativa per i bambini,
che cos imparano che bisogna essere capaci di fare delle rinunce e che
non si deve mai pretendere troppo.

di Giulia Sapelli

bambini non aspettano solo


Babbo Natale: in alcune cittadine del Nord, tra cui Cremona, si
attende l'arrivo di Santa Lucia,
nella notte tra il 12 e il 13 dicembre. Una tradizione intramontabile per
il nostro territorio, che ha origini contadine e che si radica nei territori di
Cremona, Lodi, Mantova, Brescia e
Bergamo.
Fedeli a questa tradizione, i cremonesi stanno preparandosi a festeggiare la ricorrenza con i propri bambini.
In casa mia l'agitazione inizia almeno
un mese prima - racconta Roberto,
padre di due gemelli di cinque anni -.
Si fa il giro dei supermercati e dei negozi di giocattoli gi da novembre, in
modo che i bambini abbiano le idee
chiare per scrivere la letterina a Santa
Lucia.
E i bambini oggi le idee le hanno pi
che mai chiare: i giochi tecnologici
oggi sono quelli preferiti. Mia figlia
vuole il tablet - racconta Fabio -. Per
si scelto quello per bambini, che
consente di fare fotografie e video, ma
non di andare su internet. Per molti
genitori il controllo rispetto all'utilizzo
delle tecnologie da parte dei figli
fondamentale, come conferma anche
Serena: Per mio figlio abbiamo scelto lo smartphone, ma sotto rigoroso
controllo nostro, e dotato di dispositivi
appositi che filtrino i suoi accessi a
internet spiega.
Eppure vi sono anche genitori che
non vogliono mettere limiti ai doni
tecnologici per i propri figli: Mio figlio
sa usare internet e il computer meglio
di me, e ha sette anni - racconta Maria
-. Quest'anno Santa Lucia porter il
tablet, perch a scuola e per lo studio
oggigiorno molto utile.

Eppure i regali pi classici e tradizionali, quelli che anche le precedenti


generazioni hanno ricevuto, non tramontano mai. Ancora moltissimi i
bambini che scelgono i lego, anche se
nelle versioni pi tecnologiche e automatizzate che si trovano oggi in commercio, seppur senza rinunciare anche ai classici mattoncini, che consentono il via libera alla fantasia. Per i
figli di Mara e Pietro, tre in tutto, una
tipologia di dono che sul tavolo non
manca mai, il 13 dicembre. I nostri
figli hanno tutti la passione per le costruzioni, e il lego un must - spiegano -. Come del resto lo era per noi alla
loro et. Ed bello anche oggi, giocarci insieme a loro.
Insomma, la socializzazione e il
gioco insieme sono ancora importanti. Cos piace molto anche il did, tradizionale gioco che consente di mo-

dellare forme e immagini a piacimento. Amo giocarci con i miei figli - racconta Samanta, 38 anni -. E' un gioco
che mi permette di interagire con loro
e che permette loro di lasciare a briglia sciolta la fantasia.
Il giorno di Santa Lucia anche,
per, l'occasione per non dimenticarsi di tutti quei bambini, che di giocattoli nella propria vita ne vedono ben
pochi. Molta la sensibilit dei genitori cremonesi, soprattutto quelli che
gravitano attorno alle parrocchie, che
educano anche i propri figli a fare
qualcosa per chi ha poco. Cos stata
ampia la partecipazione all'iniziativa
della Caritas, che anche quest'anno
collabora con la santa siracusana per
inviare le letterine dei propri bambini.
Alle parrocchie si chiesto un gesto di solidariet verso quei bambini
incolpevoli vittime della crisi. Bastava

LA STORIA
Un tempo il solstizio d'inverno cadeva proprio nella giornata del 13 dicembre, e per l'occasione in campagna si praticava un'usanza particolare: chi aveva avuto raccolti pi abbondanti ne donava una parte ai meno
fortunati. Si riallaccia ad analoga forma di solidariet la storia di un presunto miracolo che risale al sedicesimo secolo. Si narra infatti che il Bresciano fosse stato colpito da una
grave carestia e che alcune signore di
Cremona avessero organizzato una
distribuzione di sacchi di grano da lasciare anonimamente sulle porte di
tutte le famiglie. Cos una carovana di
asinelli carichi aveva raggiunto Brescia affamata: ma poich la distribuzione avvenne di nascosto, la notte
tra il 12 e il 13 dicembre, si pens che
fosse stata una grazia della martire.
L'antica ospitalit, poi, voleva che si
accogliessero nelle case i pellegrini
che cercavano riparo dal freddo e
questi ultimi, a loro volta, prima di ripartire, dovevano lasciare un dono
sulla porta della casa che li aveva accolti. Con il trascorrere del tempo si
consolid cos l'usanza di fare regali
in occasione del 13 dicembre. La tradizione vuole che i bimbi lascino un
mazzetto di fieno sulla porta di casa
per rifocillare l'asinello della santa.

La Caritas di Cremona
lancia la raccolta
di panettoni pe Natale

Dopo il successo riscontrato lo scorso anno dalla raccolta della Caritas di pandori e
panettoni, quest'anno gli operatori guidati da
don Antonio Pezzetti fanno nuovamente appello alla generosit dei cremonesi.
Del resto i dati diramati dalla Caritas in
merito alla situazione della povert a Cremona sono tutt'altro che confortanti: la crisi
continua a seminare vittime determinando
lestensione dei fenomeni di impoverimento
ad ampi settori di popolazione. Sono aumentati gli utenti e soprattutto gli italiani, cresciuta la multi-problematicit delle persone spiega la Caritas -, con storie di vita complesse, di non facile risoluzione, che coinvolgono
tutta la famiglia. Crescono le richieste di anziani e persone in et matura (36-55 anni): la
presenza in Caritas di pensionati e casalinghe
ormai una regola, e non pi leccezione. Si
impoveriscono le famiglie immigrate (anche di
lungo periodo) e peggiorano le condizioni di
vita degli emarginati gravi.
A livello diocesano con il Sostegno a vicinanza (attivo dallagosto 2012) sono stati
raccolti circa 36.000 euro, utilizzati principalmente per pagare utenze, spese scolastiche o
sanitarie, rinnovo documenti di soggiorno a
40 nuclei familiari. Il Fondo Famiglie, istituito
per la Quaresima del 2009, a oggi ha distribuito oltre 540.000 euro, a cui occorre aggiungere i 345.000 euro erogati con il microcredito
175.000 euro gi restituiti). Dal 2009 sono
stati erogati aiuti a 1.874 famiglie in difficolt
con il Fondo famiglie e 182 nuclei sono stati sostenuti con il microcredito. In particolare
nel 2014 La Caritas diocesana ha erogato oltre 67mila euro di prestiti a 56 persone; sono
invece 15 le persone sostenute con il microcredito per un totale di circa 18.250 euro.

Cronaca

Sabato 13 Dicembre 2014

Federico Fasani (Ncd): Le questioni importanti vengono affrontate in stanzette sempre pi piccole e sempre pi chiuse piazza comune

Galimberti? Il sindaco che temporeggia

rebbe utile e consentirebbe di


spostare l'inquinamento lontano
dalla citt. Per ora da questa
Giunta ci sono state solo parole.
Senza contare che, dopo che sono stati spesi soldi per far il progetto, il non realizzarlo potrebbe
essere considerato un danno erariale.

di Laura Bosio

n giudizio sull'amministrazione Galimberti? Troppo lenta e indecisa. Lo sostiene


l'opposizione, e in
particolar modo il consigliere comunale del Ncd Federico Fasani, che ha preparato numerose
interrogazioni da presentare in
Consiglio sulle questioni in sospeso.
Per esempio, quella del termovalorizzatore di Cremona: il
dibattito sta andando avanti da
mesi, senza che si giunga ad una
decisione definitiva sulla chiusura o meno dell'impianto. E' un
tema che si sta affrontando esattamente secondo i criteri che
aveva stabilito la nostra Giunta,
con la realizzazione di uno studio
sulla ricaduta che l'eventuale
spegnimento avrebbe sulla citt,
a partire dai costi di eventuali alternative, senza dimenticare il
fatto che l'impianto consente
l'alimentazione del teleriscaldamento, il quale riscalda 10mila
famiglie - evidenzia Fasani -. Insomma, non una partita che
poteva essere venduta come
slogan da campagna elettorale,
come invece ha fatto Galimberti.
Peraltro, sono convinto che questa amministrazione abbia gi in
mano lo studio di Aem, ma non lo
abbia ancora reso pubblico. Alla
faccia della tanto sbandierata
trasparenza, le questioni importanti vengono affrontate in stanzette sempre pi piccole e sempre pi chiuse. Si condividono
invece pubblicamente solo le cose vaghe e generiche.
Ad esempio?
Come la discussione sulla
trascrizione dei matrimoni gay
contratti all'estero, dibattuta nel
corso dell'ultimo Consiglio comunale. A prescindere dal fatto
che io per primo non condividevo

Linceneritore? Credo che la Giunta abbia in mano lo studio di Aem


sulla possibilit o meno di spegnerlo, ma non lo rende pubblico
la mozione del Movimento 5 Stelle, ritengo assurdo che sia stata
bocciata con il pretesto che chiedeva qualcosa di non legale, per
poi approvarne uno del centrosinistra in cui ci si impegna a capire
se questa cosa sia o meno fattibile. In tutto questo, il sindaco non
esprime il proprio parere.
Un altro tema sospeso
quello della ciclabile di Cava...
La Giunta ha pensato bene di
fermare tutto, in barba alla lettera
inviata dal Comitato di quartiere,
che chiedeva di portare avanti il
progetto originale, per modificare il progetto e le convenzioni in
essere per la sua realizzazione.
Questo comporter ripartire da
zero, solo per poter dire "l'abbiamo fatto noi". Solo per rivendicare la propria autorit politica sulla
pelle dei cittadini. Il progetto che
stanno facendo loro prevede
espropri e incremento della
quantit di opere: ci comporter una ulteriore dilatazione di
tempi e costi. Mentre se si fosse
realizzato il progetto che avevamo messo in campo noi, la pista
sarebbe gi a met.

Anche il progetto per la realizzazione del sottopasso di via


Brescia stato cambiato...
Credo sia una follia mettere un
senso unico in una strada come
via Brescia, con una decisione
puramente politica che per va a
modificare drasticamente i flussi
di traffico della citt.
Se si conforma il sottopasso
come un senso unico fin dall'inizio, con una pista ciclabile sopraelevata, non si pu pi tornare indietro. Avrebbe pi senso fare
prima una sperimentazione, con
una pista ciclabile rasoterra, in
modo che se questa soluzione
non funziona si possa tornare indietro. Non si pu distruggere
l'asse del traffico di una citt senza battere ciglio.
Che fine ha fatto il progetto di
Cremona City Hub?
Galimberti si mosso sul Polo
tecnologico, cosa che era partita
gi con la nostra Giunta. Auspico
che vi sia un interesse da parte
delle aziende, perch ritengo sia
una cosa molto importante per la
citt. Per quanto riguarda il resto
del Piano, se Galimberti non lo

condivide pu sempre farne uno


diverso.
Ma il Piano delle opere pubbliche di questa Giunta?
Inesistente. Hanno dichiarato
di aver fatto solo qualche aggiustamento al nostro, ma di fatto
loro non hanno pianificato nulla. In
sei mesi hanno solo fatto le linee
blu di corso Garibaldi, peraltro
con un successo decisamente
dubbio, e verificato con un sondaggio tutt'altro che scientifico.
Nel Pgt approvato dall'amministrazione Perri ci sarebbe anche la realizzazione della Strada
Sud, ma questa amministrazione ha detto di non volerla realizzare...
Questa una questione grottesca. Hanno affermato di non
volerla realizzare, ma se vogliono
dimostrarlo devono stralciarla dal
Pgt. Cosa che invece per ora non
hanno fatto. Anche perch per
poter procedere in questo senso
devono presentare dei nuovi studi
che mettono in discussione gli
studi fatti da noi, in cui si afferma
che in effetti questa direttrice sa-

Parliamo anche dell'espansione dei centri commerciali,


che l'amministrazione di Galimberti si impegnata a bloccare...
In realt i centri commerciali
sono vietati in territorio comunale
da un documento di piano firmato
da me, nel corso dell'amministrazione Perri. Al massimo, quindi,
questa Giunta potr impegnarsi a
stoppare il proliferare le medie
strutture di vendita, facendo una
variante al Pgt. Peccato che intanto a Crema Piloni sta mettendo
nero su bianco la possibilit di
aprire medie strutture di vendita
su tutto il territorio comunale... la
stessa maggioranza che si comporta in modo diverso in un Comune e nell'altro, quanto mai
strana.
E la polemica sulle case popolari del Maristella?
Anche in questa situazione la
Giunta temporeggia. L'ultimo mese in cui eravamo noi al governo
della citt ci siamo impegnati, con
un documento, a modificare questa previsione, per evitare la realizzazione di nuove case popolari in
un quartiere fatto per lo pi di case
basse, come il Maristella. Solo che
questa giunta ancora non ha mosso un dito per fermare la cosa. Del
resto, abbastanza chiaro che se
Galimberti si impone su qualcosa,
come nel caso dell'Arcimboldo,
viene contrastato dai suoi. Ottiene
consensi dalla sua maggioranza
solo quando temporeggia, ed
quello che sta facendo, come dimostrano anche i ritardi nelle nomine delle partecipate.

limitati
gli eventi
con le auto

Approvata dalla Giunta la


modifica del regolamento per
la concessione in uso a terzi
della piazza principale della
citt, in modo da ridurre gli
eventi che prevedono l'utilizzo di auto. Le modifiche
sono mirate a razionalizzare
luso della piazza, coniugando la necessit e la volont
di organizzazione di eventi
su suolo pubblico nel centro
cittadino spiega l'assessore
Barbara Manfredini.
Le modifiche, che saranno portate all'attenzione della
commissione consiliare, per
approdare quindi in Consiglio
comunale, sono finalizzate
a coniugare la necessit di
organizzare eventi su suolo
pubblico nel centro cittadino
e la necessit di preservare, con spettacoli consoni,
il valore storico, artistico e
religioso di una delle pi belle
piazze dItalia.
Secondo il regolamento,
la piazza del Comune "potr
essere utilizzata di norma solo
per manifestazioni pubbliche
istituzionali, religiose e per
eventi culturali che abbiamo un richiamo a carattere
regionale o nazionale, salvo
deroghe previste dallamministrazione comunale".
E quindi vietato lutilizzo
della piazza "per le manifestazioni amatoriali sportive e
per eventi che prevedano il
passaggio o la sosta di mezzi
a motore, salvo deroghe previste dalla Giunta per eventi
particolarmente importanti o
di consolidata tradizione storica". Secondo il regolamento,
inoltre, "I tecnici del Comune
dovranno avere ampia discrezionalit nel poter decidere la
disposizione delle strutture e
apparati tecnici".

Cronaca

Sabato 13 Dicembre 2014

Inceneritore, verso il graduale spegnimento

Al tavolo regionale sul decommissioning emerso che limpianto gi al massimo delle sue possibilit tecniche

I dati sulla qualit dellaria sono preoccupanti: dallinizio dellanno si sono registrati, a Cremona mediamente 52 sforamenti rispetto ai limiti di legge

di Laura Bosio

e associazioni ambientaliste
insistono a sollevare dubbi
sull'effettivo spegnimento
dell'inceneritore di Cremona,
ma il Comune rassicura tutti:
si far. Nel corso della seconda seduta
del tavolo regionale sul decommissioning dell'inceneritore di Cremona infatti emersa chiaramente questa volont da parte del Comune. Durante la riunione, a cui ha partecipato lassessore
al Territorio e alla Salute Alessia Manfredini con Cinzia Vuoto, posizione organizzativa del Settore Ambiente, stato
esaminato il quadro normativo, in particolare rispetto allo Sblocca Italia e alle
possibili ricadute a livello regionale e
provinciale.
E emerso dalla documentazione
acquisita che linceneritore di Cremona
lavora gi al massimo delle sue possibilit tecniche e che lAmministrazione sta
operando con convinzione per un aumento della raccolta differenziata - ha
evidenziato l'assessore Alessia Manfredini, che ha condiviso con i partecipanti
al tavolo la linea del Comune di Cremona, ovvero il graduale spegnimento
dellimpianto e lindirizzo, votato in
Consiglio comunale, di non accettare
rifiuti solidi urbani di provenienza extra
regionale e di chiedere a Lgh di predisporre un piano industriale serio che
individui un diverso sistema di smaltimento dei rifiuti. Inoltre, lassessore ha
comunicato l'intenzione di chiedere al
governo Renzi di escludere l'impianto di
Cremona dall'applicazione dell'art 35.
Prossima riunione a gennaio, direttamente a Cremona, in audizione proprio
presso linceneritore alla presenza del
proprietario Lgh.
A fronte di queste rassicurazioni, non
si placano per le preoccupazioni delle
associazioni ambientaliste, che evidenziano come, secondo una verifica condotta dal circolo AmbienteScienze e dal
coordinamento CreaFuturo sull'efficienza energetica (calcolata secondo le formule matematiche previste dalle leggi

della fisica), emerso che esiste una


scelta politica di ricorrere a valori di
correzione cervellotici per potere proseguire la vita ad impianti dichiarati obso-

leti da tutti, persino dalla Regione Lombardia, a spese, secondo una infinit di
studi, della salute dei cittadini. Secondo le associazioni, i fini sono evidenti:

quello di fare aumentare i dividendi delle utility bruciando i rifiuti provenienti


dalle zone del paese dove per errori di
politiche locali questi invadono le strade
e inquinano i terreni.
Ma i problemi ambientali per il nostro
territorio, noto per essere collocato in
una delle aree pi inquinate d'Europa,
non si esauriscono con l'inceneritore.
AmbienteScienze denuncia che il problema dell'inquinamento rischia di essere lontano dalla sua risoluzione, anche a fronte del fatto che la nuova
Commissione europea pare abbia deciso di cancella dalla sua agenda di lavoro il cosiddetto "Pacchetto aria" per il
contenimento del tasso di inquinamento dell'aria.
Ci a fronte del fatto che il Rapporto
2014 sulla qualit dellaria dallAgenzia
Europea per lAmbiente ha evidenziato
che in Europa le morti premature a
causa dellinquinamento dellaria sono
450 mila allanno (circa dell1 ) che
per lItalia vorrebbe dire 60 mila se la
pianura padana non fosse una delle due
o tre aree dEuropa pi inquinate. Questo d quindi pieno credito al conteggio
per lItalia di 67.921 morti risultante dal
dossier (non contestato) di Angelo Bonelli e di Roberto Della Seta, La Guerra
(taciuta) dellAria, da cui possibile
parlare di almeno 11 mila morti in Lombardia e di circa 80 a Cremona.
Nel corso di un incontro con i sindaci
del territorio, i tecnici dell'Arpa hanno
comunicato i dati dello scorso inverno,
rilevando che in provincia di Cremona,
grazie anche alle condizioni meteorologiche pi favorevoli, i dati sono in linea
con quelli a livello regionale. Le temperatura alte hanno determinato un minore utilizzo degli impianti di riscaldamento e la pioggia ha contribuito alla dispersione degli inquinanti.
Ci nonostante, i dati relativi alla
qualit dell'aria a Cremona non sono
certo confortanti: a Cremona, dall'inizio
dell'anno (fino a novembre), si sono registrati 63 sforamenti alla capannina di
via Fatebenefratelli, 47 a Cadorna, 62 a
Spinadesco e 26 a Gerre Borghi. La

media delle centraline di 52 superamenti. Arpa si detta disponibile ad


utilizzare un mezzo mobile per poter
approfondire i dati nei singoli comuni.
Le misurazioni effettuate da Arpa
hanno rilevato che una parte consistente delle concentrazioni di Pm10
da attribuire alla combustione non industriale ed in particolare alla combustione della legna, seguono il contributo delle emissioni derivanti dal traffico
veicolare e dall'agricoltura fa sapere il
Comune. Occhi puntati quindi sulla legna, ed in particolare sulla diversa tipologia di impianti in uso (camino
aperto tradizionale, stufa tradizionale a
legna, camino chiuso, stufa o caldaia
innovativa, stufa automatica a pellets
o cippato) che immettono nell'aria
quantit di PM 10 variabili da 3679 t/
anno per gli impianti pi obsoleti a 103
t/anno, nel caso di impianti pi moderni ed efficienti.
La combustione della legna nei piccoli apparecchi, in alternativa al metano
o al teleriscaldamento, pu rappresentare un fattore di criticit emergente avverte il Comune -. Questo sistema di
riscaldamento ora utilizzato da molti
cittadini, che lo preferiscono principalmente per un fattore economico. Relativamente ai controlli, i Sindaci hanno
sottolineato la necessit di avere una
legislazione puntuale sugli impianti a
legna e conseguentemente la specifica
sulle competenze, in particolare sullattivit di controllo.
Le azioni locali individuate nel passato erano quelle delle domeniche a piedi,
che riducono comunque i picchi di inquinamento, ma che non riducono la
concentrazione di polveri di fondo, rappresentata dalla consistente concentrazione di Pm10 secondario - spiega ancora l'assessore Alessia Manfredini -.
Tutti sono stati concordi sulla necessit
di azioni strutturali, nella consapevolezza che ognuno deve dare il proprio
contributo, soprattutto in vista degli
obiettivi ambiziosi previsti dal Pria della
riduzione delle emissioni del 15% al
2020 rispetto al 2010.

Sabato 13 Dicembre 2014

Cronaca

Dopo il clamoroso errore di calcolo, sono stati ricalcolati gli importi da pagare. Prima rata a marzo, la seconda a fine aprile

di Laura Bosio

l rischio di dover pagare una quota salata per la seconda rata della
Tari concreto: una volta corretto
l'errore di calcolo fatto dalla precedente amministrazione, emerge che le famiglie dovranno pagare
molto di pi di quanto previsto inizialmente, in quanto cambia la percentuale per il calcolo della tariffa. Inoltre, in
alcuni casi si pagher fino a cento euro
in pi rispetto al 2013, per la Tarsu.
Quelle maggiormente colpite sono le
famiglie numerose, con oltre cinque
componenti, in quanto subiranno aumenti pi elevati. Per risolvere il problema abbiamo trovato lunica strada
possibile in base alle normative vigenti
e al lavoro fatto da chi ci ha preceduto,
che noi non possiamo cambiare, per
legge ha spiegato il sindaco Gianluca
Galimberti.
Le strade possibili sarebbero state
due - ha aggiunto l'assessore Maurizio
Manzi -: o la semplice inversione delle
percentuali calcolate da chi ci ha preceduto, riportandole al loro valore corretto; oppure rideterminare le percentuali attraverso il sistema della pesatura dei rifiuti, con il risultato di un 44% a
carico delle utenze non domestiche e
un 56% a carico delle famiglie. Tuttavia, dopo un confronto con il ministero
dellEconomia e delle finanze, questa
seconda soluzione stata abbandonata in quanto per il 2014 dobbiamo attenerci a quanto originariamente previsto
con la delibera di chi ci ha preceduto,
per una questione di bilancio. Dal
2015, invece, la pesatura diventer il
nuovo sistema di calcolo, e questo
consentir comunque di riequilibrare le
tariffe.
LA VICENDA
Era lo scorso ottobre quando, dopo un'attenta attivit di monitoraggio,
l'Amministrazione comunale ha scoperto che, durante il mandato di Perri,
era stato commesso un errore nellimpostazione delle tariffe dovuto ad una
inversione dei coefficienti tra utenze
non domestiche e utenze domestiche. Cos, se la delibera prevedeva il
36% a carico delle prime e il 64 a carico delle seconde, chi ha fatto poi il
calcolo ha invertito le percentuali,
determinando un errore che, se non
fosse stato scoperto, avrebbe causa-

Tari, mazzata sulle famiglie numerose


Lapprofondimento

Le pesature: il sistema del futuro

Per quanto riguarda il sistema delle pesature realizzate, in


data 5 novembre 2014, che non sar possibile applicare per il
calcolo delle tariffe di quest'anno per motivi legislativi, diventer
comunque il sistema ufficiale dall'anno prossimo. In coordinamento con l'ente gestore, l'amministrazione ha avvitao un'attivit di pesatura della produzione di rifiuti estesa al maggior perimetro di territorio comunale possibile, al fine di poter disporre
degli elementi necessari che potessero consentire l'elaborazione di tariffe basate non pi sull'applicazione dei coefficienti
medi, ma sulla base di concreti dati di produzione di rifiuti da
parte delle utenze non domestiche e delle utenze domestiche e
pertanto secondo criteri razionali. I dati trasmessi dall'Ente Gestore evidenziano una ripartizione percentuale di produzione dei
rifiuti pari al 56% per le utenze domestiche e al 44% per le utenze non domestiche. Le pesature le abbiamo e questo un gran
risultato ha detto il sindaco -. La loro applicazione, dal prossimo anno, consentir senza dubbio di avere un sistema di tariffe
pi equo e rispondente alla realt.

Per circa mille famiglie, quelle con pi di cinque componenti, la nuova


tariffa sar fino a 100 volte superiore rispetto alla Tarsu del 2013,
mentre per quelle con pochi membri il costo sar inferiore fino a 40 euro
to problemi al bilancio, con forte rischio di ricorsi.
LA RETTIFICA
La Giunta, dopo un paio di mesi di
verifiche e riflessioni, ha apportato le
necessarie correzioni, che si estrinsecano semplicemente nellinversione
dei costi attribuiti alle due macrocategorie, riportandole ai valori originari:
64% alle utenze domestiche e 36%
alle utenze non domestiche. Questo
comporta un necessario ricalcolo a
conguaglio delle tariffe e un aumento
della tariffa per gli utenti domestici
(conguaglio) rispetto alla precedente
emissione.
QUANTO SI PAGHERA'
Questo significa che, rispetto al costo della Tarsu 2013, in ogni caso, per
circa 20.200 famiglie con 1-2 componenti il costo potr essere inferiore fino
a 40 euro. Per circa 8.400 famiglie con
3-4 componenti si parler di pagare
mediamente dai 25 ai 60 euro in pi,
mentre per mille famiglie con oltre 4
componenti lincremento medio rispetto al 2013 sar di circa 100 euro.
Naturalmente, invece, per le attivit

commerciali, i costi verranno ridotti


drasticamente, riportando la situazione
ad un certo equilibrio, dopo le numerose proteste dei negozianti, che nei
mesi scorsi si erano visti recapitare
bollettini di pagamento con cifre da
capogiro.
QUANDO PAGARE
Il Comune ha anche provveduto a
rideterminare le scadenze: i prossimi
bollettini saranno emessi a gennaio
2015. Dunque, la terza rata Tari 2014
(la cui scadenza era prevista in origine
il 16 novembre e poi sospesa) viene
rinviata al 2015. Per la precisione, il 2
marzo 2015 i contribuenti pagheranno
la terza rata Tari 2014, se dovuta in
base alla rettifica tariffaria, pi una
prima rata del conguaglio, mentre la
seconda rata del conguaglio prevista
per il 30 aprile 2015. I pagamenti gi
effettuati nel 2014 (rate luglio e settembre o pagamento complessivo),
saranno riconosciuti e considerati
nellemissione degli avvisi di pagamento. Negli avvisi daremo evidenza
di tutti gli importi, compresi quelli gi
versati, ha detto l'Assessore alle Risorse Maurizio Manzi.

Cronaca

Sabato 13 Dicembre 2014

Registro coppie di fatto, si faccia in fretta


Piazzoni (presidente Arcigay Cremona): Siamo rimasti delusi: avremmo auspicato maggior coraggio da parte del Consiglio comunale

Il dibattito sul registro delle Unioni civili ha acceso il consiglio comunale. Ma il sindaco Gianluca Galimberti non ha preso posizione

interpretare come la volont del


sindaco di non imporre la propria
opinione sulla societ civile. Tuttavia mi auguro che da parte sua
su questo tema vi sia condivisione.

di Laura Bosio

Vivace dibattito nel


corso dell'ultimo Consiglio comunale sulle
coppie di fatto e sulla
trascrizione dei matrimoni contratti all'estero tra persone dello stesso sesso. La mozione del M5S con cui si richiedeva la trascrizione dei matrimoni
gay nei registri di stato civile del
Comune non stata approvata,
in quanto atto non previsto dalla
legge. Lo stesso sindaco Galimberti ha votato contro, ma non ha
voluto chiarire la propria opinione, rimandando le spiegazioni al
prossimo Consiglio. Il sindaco,
inoltre, ha scelto di non pronunciarsi sul tema dell'istituzione del
Registro delle unioni civili, richiesto in un ordine del giorno del
consigliere Paolo Carletti e in una
mozione del consigliere Filippo
Bonali: Si vorrebbe che su questi temi solo lopinione di un sindaco contasse? Non sar cos.
Questo il tempo del confronto,
il mio impegno, anche in luoghi
istituzionali come il Consiglio comunale, garantirlo.
Una situazione che non ha
soddisfatto i soggetti di riferimento, come l'Arcigay. Le questioni
sul piatto sono due: la registrazione dei matrimoni omosessuali
contratti all'estero e l'istituzione
del registro delle unioni civili spiega il presidente, Gabriele
Piazzoni. Sono due temi a s
stanti, che vanno trattati in modo
diverso. Quello delle trascrizioni
un tema controverso, su cui comunque manca una chiarezza
normativa, motivo per il quale si
deciso di demandarlo alla politica
nazionale. Il sindaco Galimberti si
preso tempo prima di esprime-

Gabriele Piazzoni

re un parere. E sicuramente dir


che una questione su cui non
pu fare nulla perch le leggi non
ce lo consentano. Tuttavia ci sentiamo delusi: avremmo auspicato
un maggior coraggio da parte del
Consiglio comunale, che non ha
colto che proprio nel conflitto con
il Ministero degli Interni sta l'essenza della scelta di molte grandi citt italiane di procedere alla
registrazione, per far emergere
l'incongruenza e la mancanza
della legislazione nazionale su
questo tema, che riconosce i matrimoni contratti negli altri paesi
membri dell'unione Europea ma
non quelli omosessuali, costituendo nei fatti una discriminazione fra i cittadini. Sarebbe stato un bel segnale, di protesta e
coraggio, fare come stato fatto
in alcuni Comuni, dove si voluto sfidare l'autorit dello Stato,
esprimendosi in modo positivo
sulla questione.
Ancora pi stringente la
questione del registro delle
coppie di fatto...

animazione
al centro
diurno disabili
Al Centro Diurno Disabili (Cdd) di via
Platani attivit di socializzazione, ritrovo e animazione, finalizzate a rafforzare
i legami e migliorare la reciproca conoscenza, da parte dell'Associazione di
volontariato "Go On. La Giunta ha approvato la bozza di accordo di collaborazione fra il Comune di Cremona, la
cooperativa sociale "SocietDolce" e
l'Associazione 'Go On' per l'utilizzo di
spazi del Centro Diurno Disabili (Cdd) di
via Platani. L'Associazione di volontariato "Go On" ha come finalit specifica
il sostegno di persone colpite da ictus,
gravi cerebro lesioni e mielolesioni e nel
coinvolgimento delle loro famiglie, anche proponendo iniziative orientate alla
promozione e al mantenimento delle
relazioni di collaborazione con il mondo
esterno. I locali del Cdd sono stati individuati come la sede idonea per attivit
dell'Associazione. La gestione del CDD
Platani, struttura accreditata dallAzienda Sanitaria Locale della provincia di
Cremona attualmente affidata, per
conto di Cremona Solidale, alla Cooperativa sociale "Societ Dolce.

Su questo tema non ci si


scappa: si tratta di una decisione
che completamente appannaggio del Comune di Cremona, che
chiamato a prendere una decisione.
Su questo la maggioranza di
centrosinistra ha raggiunto un accordo in merito alla necessit di
approfondire il tema e di ampliare la discussione con il coinvolgimento dei cittadini, e su questo
accordo stata ritirata la mozione del consigliere Bonali che
avrebbe in tempi brevissimi fatto
diventare realt il Registro. Ma la
mozione stata ritirata, per essere discussa in commissione. Ora,
sicuramente una discussione pi
approfondita non si nega a nessuno e non rappresenta un problema, ma noi su questo tema
abbiamo una certa fretta. Deve
essere chiaro alla maggioranza
del Consiglio comunale e dei cittadini che questa discussione
viene fatta sui diritti di una minoranza, non sui propri, e che quindi il percorso di approfondimento
e condivisione deve avere tempi

certi ed un obiettivo preciso, l'approvazione del Registro. Ci sono


tantissime coppie che per svariati motivi non si sono sposate e si
trovano di fronte ad un vuoto rispetto a quelli che sono i loro diritti. I cittadini cremonesi, che costituiscono nuclei familiari differenti dalla famiglia eterosessuale
sposata, chiedono solamente
che il proprio Comune non li consideri cittadini e famiglie di serie
B, e che almeno in ambito amministrativo tutti siano trattati equamente. E' questo ci che deve
essere spiegato nell'ambito del
dibattito. i va benissimo che Galimberti abbia deciso di avviare
una discussione sul tema, ma mi
auguro che il percorso vada nella
direzione di rendere partecipi i
cittadini delle motivazioni per cui
si vuole istituire il registro, ma non
di chiedere che siano loro a decidere.
Il sindaco per ha rifiutato di
prendere posizione sul tema...
Spero che il non volere esprimere un parere immediato sia da

Ma secondo lei Cremona sar aperta a una novit di questo


tipo?
L'approvazione del registro
sempre stata frutto di discussioni, in tutti i Comuni, ma ci vuole
buon senso. Assurdo, ad esempio, sentire che qualcuno contrappone la famiglia tradizionale
al riconoscimento di altre forme
di famiglia: una cosa non esclude
l'altra. Il registro delle unioni civili non minaccia affatto la famiglia.
Tuttavia giusto riconoscere una
dignit a chi, per vari motivi, non
vuole o non pu sposarsi. Senza
tirare in ballo i matrimoni tra omosessuali o l'adozione dei figli, che
con il registro non c'entrano nulla. Su questi temi si dovrebbe lasciare da parte qualsivoglia questione ideologica, concentrandoci sui diritti delle persone.
Cosa auspica l'Arcigay?
Come Comitato Arcigay faremo ovviamente campagna propositiva per l'istituzione del Registro e siamo pronti a partecipare
e a contribuire assieme alle istituzioni e alle forze politiche alla realizzazione di questo percorso,
per far si che tutta la Citt capisca la necessit di riconoscere e
tutelare tutte le differenti tipologie
di famiglie. Per ci auguriamo
che le cose vengano fatte alla
svelta, senza rinviare la decisione
all'infinito. Stiamo parlando di diritti non riconosciuti, senza contare che comunque il registro un
riconoscimento molto blando

Tornano attivi quelli di Tamoil, Arvedi e quello sui rifiuti. Manfredini: Vogliamo renderli pi efficaci e funzionali

Rinascono gli osservatori ambientali

La Giunta comunale ha deciso di ricostituire e implementare gli osservatori ambientali.


Nella seduta odierna stata
infatti accolta la proposta
dell'assessore alla Salute e al
Territorio Alessia Manfredini di
avviare l'iter per la ricostituzione degli Osservatori di competenza della Giunta, l'Osservatorio Tamoil (attivato nel 2008)
e la costituzione del nuovo Osservatorio sui Rifiuti.
Per quanto riguarda l'Osservatorio Arvedi, istituito con il
compito di sovrintendere ai sistemi di controllo della corretta
gestione delle strutture tecniche mitigatorie realizzate, in
osservanza della condizione
21, della Convenzione edilizia
stipulata nel 1989 tra la societ
Arvedi e il Comune di Cremona, verr riattivato, con apposito decreto del Sindaco, entro
dicembre, quando saranno
pervenuti tutti i nominativi dei
membri effettivi.

Fin da subito ci siamo dati


gli obiettivi di renderli pi funzionali ed efficaci - ha detto
l'assessore Alessia Manfredini -. Per questo abbiamo voluto rivederne la composizione, declinandoli maggiormente dal punto di vista ambientale e recependo l'art 40 (pubblicazione e accesso alle informazioni ambientali) come
prevede il decreto legislativo
n.33, del 14 marzo 2013, caratterizzandolo, come fattore
denominatore, di quattro

componenti fondamentali: la
componente istituzionale, per
il Comune di Cremona saranno presenti tre assessori
(Alessia Manfredini, Barbara
Manfredini e Rosita Viola); le
aziende o gestori del servizio;
la componente degli enti di
controllo; la componente Comitati di quartiere e i portatori
di interesse. Gli Osservatori
saranno convocati con periodicit almeno semestrale e la
loro attivit continuer ad essere nota attraverso la pubbli-

cazione dei verbali sul sito


istituzionale del Comune e di
un resoconto annuale dellattivit svolta.
Abbiamo ritenuto di estrema importanza riattivarli in breve tempo prosegue l'assessore e oltre a quelli esistenti
istituire il nuovo Osservatorio
Rifiuti, anche in vista delle importanti modifiche in programma relative alla gestione del
ciclo dei rifiuti e del servizio di
raccolta differenziata. In questo Osservatorio prevista
anche la presenza di tutti i presidenti dei Comitati di quartiere, dell'attuale gestore del servizio, Aem gestioni, Arpa e Asl
e Provincia di Cremona.
Per favorire la conoscenza
delle problematiche trattate le
sedute degli Osservatori saranno per la prima volta pubbliche, anche se, come avviene per le commissioni consiliari, avranno diritto di parola solo
i membri dellOsservatorio.

Siamo ormai nel


pieno della stagione
fredda, ma la voglia di
muoversi e di viaggiare
non tramonta mai: dal
vero e proprio soggiorno al week end fuori
porta, alla gita in giornata. Soprattutto a
fronte del fatto che il
maltempo estivo non
ha consentito a molti
di partire. Il Cta Acli
promuove una serie di
gite e viaggi per tutti i
gusti.
Dal 20 al 21 Dicembre 2014 -Week-end i
Germania per vedere i
Mercatini di Natale a Passau ed ad Altotting ed il
Santuario della Madonna
nera.
Dal 29 dicembre
2014 al 2 gennaio 2015 Festeggiare il Capodanno
2015 tra arte, tradizione e
sapori, con escursioni a
Matera, Lecce, Alberobello, Pezze di Greco e Ostuni.
31 Gennaio 2015 Una giornata ad Aosta per
visitare
La Fiera di
SantOrso tra Manufatti
in legno ed artigianato
locale.
Dall'1 al 15 febbraio
2015 - Soggiorno invernale in Liguria a Diano Marina presso lHotel Torino
4****.
Dal 9 al 12 Febbraio
2015 - Viaggio a Lourdes
in occasione dellAnniversario
dellapparizione
Mariana a Santa Bernardette.
22 febbraio 2015 una giornata a Menton per
la Festa dei Limoni per
vedere la magnifica sfilata
di carri con Agrumi.
15 Marzo 2015 - Una
giornata a Sanremo in
occasione della tradizionale Sanremo in Fiore
per ammirare la favolosa
sfilata dei Carri Fioriti.
Le iscrizioni e tutte le
informazioni relative agli
eventi saranno fornite
presso la sede di via
Cardinale G. Massaia, 22
o contattando i numeri
di tel. 0372-800423,
800429. Le iniziative
sono in le nostre iniziative sono in collaborazione con il CTA di Crema
(Piazza Manziana 17.
Crema tel. 0373-250064).
Sito: www.ctacremona.it

IN BREVE

Provincia, dimezzati i costi del Nucleo Indipendente di Valutazione


Il presidente della Provincia
Carlo Vezzini ha deciso di costituire il Nucleo Indipendente di Valutazione della Provincia di Cremona
in forma monocratica. Si tratta di
un primo passaggio formale - che
vedr ulteriori accorgimenti in futuro - di razionalizzazione dei costi
senza rinunciare a migliorare la
piena operativit delle strutture ed
assicurare nel contempo la continuit nell'erogazione dei servizi a
favore dei cittadini nonch, in generale, nell'esercizio dell'azione
amministrativa provinciale.
Il Nucleo Indipendente di Valu-

tazione ha il compito di monitorare il funzionamento complessivo


del sistema della valutazione, della trasparenza e dell'integrit dei
controlli interni, valutare gli obiettivi assegnati ai dirigenti dell'ente,
certificarne il grado di raggiungimento, valorizzando merito e professionalit o segnalando tempestivamente eventuali criticit anche al fine della erogazione del
compenso incentivante (retribuzione di risultato per dirigenti e po,
produttivit per i dipendenti del
comparto, ecc). Finora esso era
costituito da tre componenti, due

esterni (incarichi retribuiti) e legati


alla scadenza del mandato, ed un
componente interno (Direttore Generale; quando non nominato un
Direttore Generale, vi il Segretario Generale). Nella sua nuova veste monocratica, il Nucleo sar
composto invece da una sola persona esterna all'ente, scelta attraverso una selezione pubblica. Le
candidature dovranno pervenire
entro le ore 12.00 del 15 dicembre
2014, seguendo le modalit indicate nell'avviso di selezione presente sul sito internet della Provincia di Cremona.

Affidamento dei servizi pubblici comunali, nuove modalit


Via libera della Giunta alla proposta di delibera
riguardante le modalit ed i tempi previsti per laffidamento dei servizi pubblici a rilevanza economica e delle attivit correlate. In particolare la
Giunta propone indirizzi che pongono date certe
per gara/gare per la raccolta dei rifiuti e smaltimento, da predisporsi nellanno 2015, con affidamento e attivazione del servizio con decorrenza
gennaio 2016; lespletamento di una gara ad evidenza pubblica per la gestione della pubblica illuminazione entro il 31 dicembre 2015; gestione in
economia dei servizi di manutenzione cimiteriale;
valutazioni entro il 31 maggio 2015 in merito alla
titolarit dei servizi di sgombero neve e antigelo
della viabilit comunale e del servizio di manutenzione stradale, dando atto che i medesimi servizi

saranno di titolarit di Aem Service srl sino al 31


maggio 2015. Inoltre, la Giunta propone di avviare, dal mese di gennaio 2015, un tavolo di confronto con i Comuni del circondario cremonese
per verificare linteresse ad aderire in forma associata, con il Comune di Cremona alla gara/gare
per la raccolta dei rifiuti e smaltimento. La Giunta
propone al Consiglio di valutare, entro il 31 maggio 2015, leventuale riconduzione della gestione
pubblica della sosta a raso e in struttura in capo
ad ununica societ interamente pubblica in house, totalmente controllata da Aem Spa. Infine la
Giunta propone di confermare le decisioni riguardanti la prosecuzione con la gestione di Aem Gestioni S.r.l. del teleriscaldamento sino alla data di
scadenza del vigente contratto di servizio.

Cronaca

Sabato 13 Dicembre 2014

Trasporto su treno, Cremona a picco

Secondo Legambiente la linea Cremona-Piacenza tra le 10 peggiori dItalia per i pendolari. Ma di fatto chiusa, e si viaggia in bus

In arrivo nuove motrici diesel. Dario Balotta: Trenord allo sfascio, aumentano i costi e diminuiscono i servizi

di Vanni Raineri

renord? Tre no. No alla


linea Cremona-Piacenza, indicata da Legambiente come una
delle 10 peggiori dItalia. No allarrivo di nuove motrici
diesel ad intasare lo scalo di Cremona. E no alle condizioni sempre peggiori con cui si viaggia
nella nostra provincia. sia sulla
Mantova-Milano che sulla Parma-Brescia.
Il rapporto di Legambiente
2014 pubblicato mercoled stato impietoso. Si parte proprio
dalle 10 peggiori linee dItalia per
i pendolari nel 2014. Lasciamo lo
scettro alla Roma Termini-Ciampino-Castelli Romani, sul podio
anche la Bergamo-Treviglio-Milano, record di disagi per i passeggeri. C la Siracusa-RagusaGela, la Catanzaro Lido-Lamezia
Terme, la Salerno-Potenza, e
nella top ten ecco la famigerata
Cremona-Piacenza. Famigerata
ed invisibile, nel senso che la linea c ma non ci sono i treni.
Cos Dario Ballotta, ex sindacalista che di trasporti si occupa
proprio per Legambiente: In realt una linea non classificata,
perch chiusa completamente.
Lanno scorso abbiamo fatto una
biciclettata per favorirne la riapertura, incontrandoci a Caorso
con i piacentini, invece non si
mosso nulla. E pensare che c
un ponte sul Po nuovo, elettrificata, non c sulla tratta un passaggio a livello, collega due capoluoghi che sono anche due
snodi ferroviari importanti. Eppure questa la situazione. In qualsiasi altro paese europeo si leccherebbero i baffi ad avere una
linea simile, invece noi la chiudiamo. Siamo al delirio. Perch

Un treno in ritardo

non istituire una gara europea


per vedere se qualcuno interessato?.
I pendolari tra Cremona e Piacenza sono intanto esausti: costretti a spostarsi su gomma,
perdono almeno un quarto dora
in pi rispetto agli orari dei treni,
per non parlare delle condizioni
di viaggio.
Un altro problema segnalato
da Legambiente che riguarda
Cremona quello relativo alle
nuove motrici diesel in arrivo.
Per Cremona un problema
che si aggrava prosegue Balotta -. Alle 2 del mattino quando si
accenderanno 36 motrici diesel
saranno problemi grossi per chi
vive l vicino. Ce ne sono alcune
poi che vanno avanti e indietro a

Brescia vuote perch l, con lAlta Velocit, hanno eliminato il


diesel.
Non che per il resto la situazione dei trasporti su rotaia in
Provincia sia accettabile. Le lamentele per i ritardi e le condizioni di viaggio sulla Mantova-Milano e sulla Parma-Brescia sono
allordine del giorno. La verit
che Trenord allo sfascio, questo matrimonio con Ferrovie dello Stato ha provocato grossi problemi: anzich mettere assieme il
meglio di entrambe ha unito il
peggio. I costi sono aumentati e
il servizio peggiorato. Questo gigante ha partorito un topolino,
aumentando sia linefficienza
che i costi di gestione.
Non che magari proprio

lesigenza di risparmiare risorse


ha portato a questo stato di cose? Assolutamente no. I trasferimenti da Regione Lombardia
alle societ, dal 2002 al 2012,
sono aumentati del 60%. Tra ricavi da incassi e contributi di
esercizio solo Trenord incassa
850 milioni lanno, con la produzione aumentata del 30% e le
tariffe del 51%. Quindi i soldi
spesi sono aumentati, ma il servizio peggiorato. Diciamo che i
servizi non sono cresciuti in rapporto allaumento di risorse.
Daltronde basta vedere che negli ultimi tempi sono cambiati 4
amministratori delegati di Trenord, e nellultimo anno e mezzo
4 assessori regionali ai Trasporti,
lultimo proprio ieri.

Cronaca

Sabato 13 Dicembre 2014

da venerdi 12 sul sito del comune sono in evidenza le modalita attraverso le quali tutti possono partecipare
Da venerd 12 dicembre, sul
sito istituzionale del Comune,
sono in evidenza le modalit
attraverso le quali tutti possono
concorrere ad alimentare il
Fondo di Solidariet che ha
preso avvio in Comune. Siamo
soddisfatti - dichiarano al riguardo i rappresentanti delle organizzazioni sindacali per lavvenuta realizzazione del Fondo di
solidariet. Un anno fa le organizzazioni sindacali e lAmministrazione comunale, insieme ad
Aem, hanno condiviso la necessit di affrontare le emergenze
economiche di molte persone e

Fondo di solidariet, ora possibile contribuire

famiglie superando la logica


dellassistenzialismo. Lobiettivo
che ci siamo posti di accompagnare le famiglie e le persone
verso lemancipazione dalla
situazione di povert: passare
dunque dallassistenza verso
lautonomia delle famiglie. Listituzione del Fondo pone quindi le
condizioni per un grande progetto di solidariet a beneficio di
tutta la comunit. Confidiamo
nello stanziamento nel Fondo di

risorse, ma non solo da parte


pubblica. Sar infatti importante
anche la partecipazione di privati e semplici cittadini. Abbiamo
inoltre condiviso la scelta che la
governace del Fondo debba fare
riferimento allAmministrazione
comunale e, in particolare, che
siano i Servizi Sociali a verificare
le singole situazioni.
Il Fondo di solidariet per
situazioni di fragilit, creato dal
Comune di Cremona grazie

allaccordo e alla collaborazione


di sindacati, aziende di servizi,
associazioni e altre realt del
territorio, nasce per andare oltre
il bilancio tra bisogni e risorse
disponibili, per costruire una
solidariet comune, per aiutare
le persone in difficolt. Verso un
welfare rigenerativo: lattivazione di un percorso di accompagnamento allautonomia in una
logica di valorizzazione di risorse personali e di comunit, lon-

tana da un modello assistenzialistico. Si tratta di un Fondo che


si alimenta con il contributo di
tutti: cittadini, enti, imprese, fondazioni, e cos via. Da qui lo slogan che lo caratterizza: aiutaci
ad aiutare, per una citt capace
di generare solidariet.
Listituzione del Fondo di solidariet per situazioni di fragilit
ha come obiettivo principale il
contrasto allesclusione sociale
e alla povert rispondendo a

bisogni immediati di soggetti


indigenti. Lattivazione rappresenta una risposta ai bisogni che
il Comune intende affrontare in
sinergia e con la collaborazione
delle numerose realt attive
quali le associazioni che si occupano di interventi di contrasto
alla povert e di sostegno alla
famiglia, agli oratori, ai comitati
di quartiere.
Il Fondo si affianca a tutti gli
altri interventi previsti in materia
con lo scopo principale di alleviare i casi in cui altri strumenti
non possano essere applicati o
non siano sufficienti.

Nel nostro territorio si legge poco

Il dato del Sole 24 Ore ci mette al 97esimo posto per numero di librerie. Spotti (Ascom): In Italia circa il 50% delle persone non legge

Siamo agli ultimi posti in Lombardia per numero di giornali acquistati. In controtendenza la biblioteca. Campagnolo: Abbiamo circa 100mila presenze ogni anno

professionalit nel mestiere. Nel centri


commerciali non c' nessuno a consigliarti cosa leggere, e questo non incoraggia la propensione alla lettura: se
uno legge libri che non lo soddisfano,
portato a leggere meno.

Del resto anche i dati sulla lettura dei


giornali sono davvero sconfortanti per il
nostro territorio: in Lombardia siamo
infatti agli ultimi posti per lettura e per
acquisto di quotidiani. Il dato riguarda
non solo i giornali locali ma anche quelli nazionali. Un dato in controtendenza
invece quello della biblioteca di Cremona che, come spiega il direttore, Stefano Campagnolo, una delle migliori in
Italia per numero di accessi, come confermano le statistiche. Basti pensare
che ogni anno contiamo circa 100mila
presenze e 16mila prestiti.
I lettori da biblioteca sono per lo pi
un target specifico: Si tratta soprattutto di studiosi, ricercatori, laureandi evidenzia Campagnolo -. Gente che
vuole approfondire le proprie conoscenze. Ci sono anche molti insegnanti.
Tuttavia non mancano anche i lettori
tradizionali, quelli che vengono in biblioteca solo per il piacere di leggere un
buon libro.
A latitare sono invece i giovani che,
forse attratti da un tipo diverso di letteratura, disertano la biblioteca. C' da
dire che spesso i pi giovani si dotano di
strumenti tecnologici per la lettura, quali gli e-book reader e i tablet, che hanno
la comodit di consentire l'acquisto dei
libri senza neppure uscire di casa.

Erano state srotolate all'ombra del Torrazzo nel corso dell'ultima Festa del Volontariato, formando una mega-collana da
1.160, 45 metri. Ora, fino a domenica 14
dicembre, le collane benefiche di #Unacollanaper tornano in vendita. Le collane saranno acquistabili al banchetto sotto la pagoda dei giardini di piazza Roma. La somma raccolta costituir un fondo da destinare a progetti di solidariet nelle scuole primarie cremonesi realizzati in collaborazione
con le associazioni di volontariato. Ogni
pezzo stato creato con materiali di qualit
e realizzato a mano da volontari allinterno
di associazioni, strutture per disabili e centri
estivi. La creazione della maxi-collana

stata resa possibile grazie alla collaborazione dell'associazione Kairos, Cooperativa


Nazareth - Centro Diurno Giona (collaborazione logistica), La Maison di Ivana Girotto,
L'Umana Avventura, Centro Estivo Cral,
Centro Estivo Baldesio, Centro Estivo Flora,
La Tartaruga Onlus, Croce Rossa Italiana,
Apom, Anffas, La Banca del Tempo - La
Danza delle Ore, Centro Fumetto Andrea
Pazienza, GO ON, Associazione Slerosi
Tuberosa, Casa Circondariale di Cremona-il
Baule, Fondazione La Pace, Cooperativa
Nazareth, La Citt dell'Uomo, Scuola Capra
Plasio, Kairos, Cisvol - CSV Cremona e le
volontarie del Servizio Volontario Europeo
di servizio al Cisvol.

di Laura Bosio

cremonesi non leggono. Il dato


nudo e crudo, emerso dalla ricerca
del Sole 24Ore uscita la scorsa
settimana, evidenzia come il nostro territorio sia al 97esimo posto
per numero di librerie presenti. Emerge
un quadro abbastanza triste per i cremonesi ma in generale anche per tutti gli
italiani. La gente non ha mai letto molto
- evidenzia Ettore Spotti, presidente del
Gruppo librai dell'Ascom e titolare di una
delle librerie storiche della citt -. Purtroppo l'amore per la lettura non una
prerogativa italiana e i dati in questo parlano chiaro: il 50% circa degli italiani non
legge. Un'altra riflessione che molte librerie stanno chiudendo a causa della
concorrenza della grande distribuzione
organizzata. Anche internet, comunque,
gioca la sua parte. Un altro problema
non da poco il calo demografico che si
verificato nella nostra citt: Essendo
calato il numero degli abitanti, sono calati anche i lettori. E ricordiamo che molti
sono stranieri, e loro solitamente non
leggono. I cremonesi hanno anche
un'altra prerogativa, per: In pochi leggono, ma leggono molto - evidenzia
Spotti -. Ho clienti che acquistano oltre
100 volumi ogni anno.

In ogni caso chi legge di pi sono le


donne, come conferma il libraio: le lettrici sono davvero numerose. Per il resto la clientela delle librerie abbastanza eterogenea: vi sono molti ragazzi
giovanissimi, fino alla prima media. Poi

c' un salto di generazione, e si ricomincia a leggere dopo le superiori. Per il


resto ci sono molte persone di et medio-alta.
Con la chiusura di molte librerie storiche, si verifica anche una perdita di

Natale dello sportivo: al Cambonino incontro La collana pi lunga del mondo


del Vescovo con coloro che praticano sport torna in vendita fino a domenica

Sar riproposto con alcune novit il tradizionale incontro del Vescovo con gli
sportivi, promosso dal Csi di Cremona
nei giorni precedenti al Natale. Lappuntamento di questanno sar per la sera
di marted 16 dicembre a Cremona,
nella chiesa del Cambonino. Non una
Messa, come in passato, ma una veglia
di preghiera in cui si rifletter sul valore
educativo dello sport, attraverso una
testimonianza, un momento di teatro e
le parole di mons. Lafranconi.
Allenati alla Luce il significativo slogan della veglia per il mondo dello sport
in programma marted 16 dicembre alle
20.45 presso la chiesa parrocchiale Ss.

Nazario e Celso in S. Giuseppe, nel


quartiere Cambonino di Cremona.
Promotore della serata, in collaborazione con loratorio e la societ sportiva
Zenith, il comitato provinciale del CSI
di Cremona. Linvito del presidente Daniele Zanoni rivolto a tutte le societ
sportive del CSI, i dirigenti e i tesserati
delle varie Federazioni, senza naturalmente dimenticare le autorit (sportive e
non) del territorio. Come sempre lauspicio che alla serata prenda parte
una rappresentativa delle diverse societ con indosso la propria divisa.
La celebrazione, curata da don Paolo
Arienti, consulente ecclesiastico del Csi

cremonese, sar presieduta dal vescovo Lafranconi. Presenti anche gli assistenti delle societ che operano negli
oratori. Lanimazione con il canto sar a
cura del coro parrocchiale.

10

CREMA

Sabato 13 Dicembre 2014

Documenti e pc
sequestrati: polizia
e finanza indagano
Operazione congiunta di polizia e
guardia di finanza di Crema che sono state impegnate in una serie di
perquisizioni nel Cremasco e in
Campania. Una decina le persone
sono state iscritte sul registro degli
indagati su mandato della procura
della Repubblica di Cremona. Lindagine riguarderebbe lirregolarit
nel conseguimento di diplomi in alcune scuole private. E stato perquisito listituto Cartesio nella centralissima via Canzoni di Crema. Sequestrati computer, registri e documenti.
Dal commissariato, il massimo riserbo sulle indagini.

Andrea Bombelli,
nuovo segretario
della Lega a Crema
Dopo le elezioni che si sono tenute settimana scorsa a
Cremona (le
quali hanno visto la vittoria di
Fabio Fabemoli
come segretario di circoscrizione della Lega Nord Cremona) anche larea del
Cremasco torna ad avere, dopo un
periodo di commissariamento, un
segretario democraticamente eletto
dai militanti. Infatti, in seguito alle
elezioni che si sono tenute nella sala
dei Ricevimenti del Comune di Crema, Andrea Bombelli, candidato
unico sostenuto da tutte e 14 le segreterie cittadine della circoscrizione, stato eletto nuovo Segretario.
Andrea Bombelli, militante della
Lega Nord nella Sezione Cittadina di
Crema, citt nella quale nato nel
1992 e tuttora risiede. Candidato alle scorse elezioni amministrative alla
carica di Consigliere Comunale per il
Comune di Crema, ottenne un ottimo risultato. Attualmente sta completando gli studi in Giurisprudenza
alla Cattolica di Milano, oltre ad essere impegnato attivamente nel sociale e nel volontariato.

Spazio bimbi:
c linaugurazione
ai Sabbioni
Domenica 14 dicembre, l'associazione di inquilini dell'housing sociale Amici della piazza invita
all'inaugurazione ufficiale dello spazio bimbi: dalle ore 15.30 sono previsti momenti di gioco e animazione,
un piccolo rinfresco organizzato dalle mamme e, con la collaborazione
della parrocchia dei Sabbioni, il parroco padre Giuseppe interverr benedicendo i locali. Momento centrale del pomeriggio di festa, la lettura
di fiabe animate: C'era una volta...
e ci sono ancora! fiabe lette e interpretate per piccini e grandi.

Bordo attacca il centrosinistra contrario al Consiglio comunale aperto. Centrodestra lo ripropone

Moschea, una figura davvero pessima


Forza Silvio, 1.500
firme. Nuova raccolta
U
di Gionata Agisti

na figuraccia. Laver detto


di no al consiglio comunale
aperto sulla moschea, da
parte della maggioranza di
centrosinistra, stato un
autogol. Crema ha estratto il cartellino
rosso. Lo ha sottolineato anche il deputato cremasco di Sel, Franco Bordo: Ritengo che la posizione di diniego assunta dal presidente del consiglio Vincenzo Cappelli sia sbagliata ed
inopportuna. E una scelta sbagliata
perch lo Statuto della Citt come il
Regolamento del Consiglio prevede
che in presenza di particolari ragioni
sociali o politiche un terzo dei consiglieri possono chiedere la convocazione del Consiglio aperto e che il
Consiglio viene convocato dal Presidente tempestivamente e comunque
non oltre i 15 giorni dalla richiesta.
Il consigliore regionale, Carlo Malvezzi, nel frattempo ha inviato lamministrazione comunale di Crema a sospendere liter per la Moschea. Il motivo? Si aspetti la nuova normativa

regionale sull'edificazione dei luoghi


di culto che approveremo entro il mese di gennaio. Perch? Si vogliono
istituire regole chiare per esercitare la
libert di culto. E molto alto, infatti, il
rischio che taluni edifici religiosi diventino sede di attivit politiche e
culturali. Quindi, il Comune di Crema
eviti di operare in un contesto che
potrebbe essere in contrasto con le
nuove regole regionali.

Nel frattempo, tutte le forze di centrodestra, nessuna esclusa, ha inviato


un documento a Vincenzo Cappelli e
al sindaco Bonaldi nel quale hanno
rilevato quanto assolutamente pretestuose siano le motivazioni addotte
per non procedere alla convocazione
del Consiglio Comunale aperto. E
stato negato un dibattito e confronto
democratico su un tema che sta interessando la citt.

Riceviamo e pubblichiamo
Il Club socio culturale Forza Silvio Crema 1, comunica con soddisfazione il successo della raccolta firme per la petizione
popolare svoltasi nello scorso fine settimana 6, 7 e 8 dicembre: le firme raccolte sono
state circa 1.500. Queste andranno a sommarsi a quelle che stanno raccogliendo le
forze politiche che sostengono liniziativa
(Forza Italia, Lega Nord e Nuovo Centro
Destra e le Liste Civiche Cose buone per
Crema e Servire il cittadino), a quelle che
spontaneamente stanno raccogliendo singoli cittadini tramite il passaparola e a quelle
che saranno raccolte nei prossimi giorni con
gli ulteriori tavoli/banchetti su suolo pubblico. Sar infatti ancora possibile firmare la
petizione popolare per fermare il progetto di
costruzione della Musalla-Moschea a Crema, nel giorno di sabato 13 e domenica
14 dicembre dalle ore 10 alle ore 19, presso i tavoli di raccolta firme in via Mazzini altezza galleria Vittorio Emanuele.

Tavola rotonda al San Domenico: come possibile battere la crisi. Oscar Giannino: Gli imprenditori scioperino

Sogno liberale contro fisco e burocrazia opprimenti


di Gionata Agisti

Rivoluzione liberale: qualcuno ci crede ancora? Questo il titolo della tavola


rotonda organizzata lo scorso 11 dicembre, al teatro San Domenico, dallassociazione culturale Civitas e dal suo organo di informazione, il quotidiano online
LInformatore, con ospiti: leuroparlamentare del Nuovo Centrodestra, Massimiliano Salini, gi presidente della
Provincia di Cremona, e il noto giornalista economico Oscar Giannino. Al centro del dibattito, appunto, unanalisi su
cosa resta del sogno liberale, e se la ricetta proposta da questo pensiero politico sia ancora valida.
A introdurre la serata, il presidente
della Civitas, Francesco Borsieri, mentre il direttore de LInformatore, Roberto Bettinelli, ha moderato il confronto.
Quale sia la posizione degli organizzatori
e lindirizzo che li guida lo ha chiarito lo
stesso Bettinelli: Nessuna retorica da
talk-show, non siamo neutrali. Il nostro
obiettivo difendere la gente che intraprende, pur tra i mille ostacoli posti dallo
Stato. Uno Stato prepotente, che si avvale di un fisco assurdo e di una burocrazia incontenibile.
Alla serata, stato invitato a portare la
sua testimonianza anche il presidente
del Gruppo Giovani Industriali di Cremona, Stefano Allegri, che ha sottolineato
le difficolt che hanno accompagnato
lattivit della sua azienda, un panificio.
Noi siamo stati fermi un anno, per avere
dal ministero della Salute lautorizzazione che ci serviva per avviare la produzione senza glutine. Mentre, di recente, ci
sono voluti altri 8 mesi per poter installare una cabina a media tensione. La realt
che, se lavori per lo Stato, allora puoi
godere del beneficio di tempi certi, altrimenti puoi solo affidarti alla speranza.

Stefano Allegri, Roberto Bettinelli, Francesco Borsieri, Massimo Salini e Oscar Giannino

Un punto fermo, poi, secondo Allegri,


dovrebbe essere quello che chi sbaglia
paga. il vero principio a partire dal
quale possiamo ricostruire questo Paese. Il settore pubblico comincer a funzionare quando chi amministra e sbaglia sar costretto a pagare. La serata
quindi entrata nel vivo con gli interventi di Salini e Giannino, che hanno provato
a definire cosa si intende per rivoluzione
liberale. Ha precisato Salini: La civitas
in cui credo si poggia su due pilastri: libert e ordine, senza i quali si cade nella
dittatura o nellanarchia. Oggi, questi
due pilastri non stanno insieme, tant
vero che la nostra una societ disordinata e poco libera, a causa di uno Stato
opprimente. Ha continuato Salini: Non
pu certo essere considerato liberale
uno Stato che costringe unimpresa a
pagare il 70% di tasse. Il primo passo,
allora, deve essere quello di liberalizzare
nellambito dei servizi pubblici e in quelli
alla persona, come ho sempre insistito
anche da presidente della Provincia e,
quindi, si deve passare a un regime fiscale diverso, in cui si paga solo quello
di cui si fa uso.
Ma lItalia possiede il coraggio necessario per questa svolta? Secondo
Giannino, sono i numeri a dirlo: Nono-

stante in 6 anni si sia perso il 9% del Pil,


pi di un quarto della produzione industriale, il 27% del totale degli investimenti e il 16% della media del reddito
pro capite, ebbene, nonostante questo
bilancio da guerra persa, lItalia resta
ancora uno dei primi 5 Paesi al mondo
capaci di un avanzo annuale sullexport
pari a 100 miliardi di dollari. Tradotto: significa che continuiamo, malgrado tutto,
a essere capaci, caparbi e in grado di
ottenere risultati perfino crescenti sul
mercato mondiale, dove, da 10 anni a
questa parte, si moltiplicato il numero
di clienti sul mercato.
Possiamo stare tranquilli, dunque?
Beh, non esageriamo. Giannino precisa: Non vero che davanti a noi ci sia
solo il deserto, a patto, per, di capire il
mondo che ci circonda: un mondo ormai
digitalizzato, in cui i tempi di reazione a
quanto succede sono molto rapidi. LItalia, per, convinta di essere morta.
vittima di unauto-narrazione distruttiva,
e di questa situazione d la colpa alla
Germania e alla Merkel, quando invece
sono 20 anni che perdiamo competitivit,
ben prima dellentrata nelleuro. Chi racconta la frottola che si stava meglio con
la liretta, confida forse nel fatto che non
ci si ricordi delle cinque volte in cui lItalia

si presentata col cappello in mano al


Fondo monetario internazionale.
I guai sono ancora dietro langolo,
avverte Giannino, ma lui non si arrende:
Non credo che i nostri imprenditori rinunceranno mai a fare quello di cui sono
capaci e per loro mi batter finch campo. Se sono qui, stasera, anche perch
ho visto come si comportato Salini
quando era presidente della Provincia, la
direzione in cui si mosso nei confronti
della battaglia per la liberalizzazione delle partecipate, e questo andando controcorrente rispetto al suo stesso schieramento: una destra che in questi 20
anni ha preso solo voti e basta, per poi
non fare nulla di quanto promesso.
Le cose da fare sarebbero tante: dalla
riforma degli ammortizzatori sociali, di
cui si parla da molto tempo, alla deducibilit delle erogazioni liberali, fondamentali per tenere in vita tutto il mondo del
volontariato e delle iniziative culturali,
che lo Stato non pi in grado di supportare. E invece il Governo che fa? Innalza la base imponibile dal 5 al 77%.
Questa una rapina tuona Giannino.
Di questo passo, occorrer che anche
gli imprenditori scioperino e, per carit,
nel pieno rispetto della legge, impediscano ai parlamentari di uscire dal palazzo finch non abbiano abbassato le tasse.
Quanto allEuropa? ha chiesto Bettinelli. C pi attenzione al fenomeno
mafia capitale o al nostro talento imprenditoriale? LItalia invidiata come
Paese dei geni ma, allo stesso tempo,
veniamo guardati con sufficienza, perch non siamo capaci di difendere quello
che abbiamo ha risposto Salini. Nella
situazione in cui siamo, ci possiamo permettere di ammazzare anche il nostro
settore siderurgico? E, poi, dove li troviamo i posti di lavoro? .

Le ricerche sono rivolte a candidati delluno e dellaltro sesso (L:903/77 e L. 125/91)


Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003
visionabile sul sito www.maxwork.it Aut. Min. Prot. N 1239 - SG del 22/12/2004
Maxwork S.p.A. - Agenzia per il lavoro Sede Legale via DellEsquilino, 38 00185 Roma
Sede Amministrativa e Direzione Generale Largo Porta Nuova, 14 - 24122 Bergamo

OPERAIO CON ESPERIENZA NELLA LAVORAZIONE BULK: MISCELAZIONE, PESATURA E STACCIATURA POLVERI, PER NOTA AZIENDA COSMETICA DEL CREMASCO.
RESPONSABILE DELLA MANUTENZIONE PER AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE GOMMA-PLASTICA. RICHIESTA ESPERIENZA PREGRESSA NELLA MANSIONE.
SEDE DI LAVORO: VICINANZE LODI.
RPENTERIA METALLICA, SALDATORE ESPERTO NELLA SALDATURA
A TIG DI ACCIAO, FERRO ED ALLUMINIO. GRADITA ESPERIENZA NELLA LETTURA DEL DISEGNO MECCANICO E NELLASSEMBLAGGIO.
SEDE DI LAVORO: VICINANZE ROMANENGO
MAXWORK S.P.A. - FILIALE DI CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 - 26013 Crema (CR)
Tel. 0373 200471 - Fax. 0373 203449 mail: maxddlcrema@maxwork.it www.maxwork.it

11

Crema

Sabato 13 Dicembre 2014

Ospizio: + 730 euro di retta. E tutto tace

di Gionata Agisti

n po in sordina, una settimana fa, si saputo che il consiglio di amministrazione della


Fondazione Benefattori Cremaschi ha deciso di aumentare di 2 euro al giorno, dal prossimo
gennaio, la retta per gli ospiti della Rsa
(Residenza sanitaria assistenziale), cio
la Casa di riposo, detta pane e salame:
da 53 a 55 euro. Significa 60 euro in pi
al mese per le famiglie interessate. Non
poco, considerati i tempi.
A quanto ci risulta, i primi a comunicarlo alla stampa sono stati Simone
Beretta ed Enzo Bettinelli, di Forza
Italia. Un provvedimento hanno commentato, che, fino allaltro ieri, sarebbe
stato giudicato dissennato dalla sinistra
al potere. Per la verit, allinterno di
questa parte politica, c anche chi si
dichiara molto critico nei confronti della
decisione presa. Si tratta di Piergiuseppe Bettenzoli, gi consigliere comunale di Rifondazione comunista e
candidato alla presidenza della stessa
Fondazione, che non risparmia commenti piccati nei confronti del sindaco, Stefania
Bonaldi.
Sicuramente, alla notizia non stato dato il
giusto rilievo commenta
Bettenzoli. Non conosco i conti della Benefattori Cremaschi, visto che
il sindaco ha ritenuto di
non nominarmi nel Cda ma, comunque
sia, non credo proprio che laumento
del costo della retta fosse lunica strada percorribile. La crisi e il carico complessivo della tassazione per le famiglie
era gi insostenibile, per questo si sarebbe dovuto agire prima sui tagli alla
spesa, riducendo il numero degli amministratori, dei componenti il collegio
sindacale da tre a uno, per esempio -,
le consulenze esterne e il numero dei
dirigenti. Per prima cosa, si sarebbe
dovuto cominciare proprio da l, poi, e
solo se non fosse stato ancora abbastanza, si sarebbe potuto affrontare il
capitolo rette.
Bettenzoli continua: Per non parlare
del fatto che sarebbe bene riprendere
una buona abitudine del passato, in cui

Bettenzoli attacca il sindaco: Questo incremento non era lunica strada percorribile. Troppo
facile aumentare le tariffe per pareggiare i bilanci. Rimedi? Tagliare la spesa. Ecco come

Piergiuseppe Bettenzoli, Walter Donzelli, Angela Beretta e la Casa di riposo di Crema

il presidente non percepiva alcuna retribuzione. Io avevo annunciato che avrei


svolto lincarico gratis ma, evidentemente, il sindaco ha preferito scegliere
grandi manager. Lasciatemi dire, per,
che a chiudere il bilancio in pareggio
tramite laumento delle rette sono capaci tutti. Insomma, se questo Cda, nelle
intenzioni del sindaco, doveva rappresentare un rinnovamento
rispetto alla vecchia politica, mi pare che sul piano gestionale emergano
molti punti interrogativi.
Quanto ai dipendenti,
invece? Sono oltre 300.
Forse un po troppi?
Secondo i parametri regionali, s, ma un conto
sono questi parametri e un altro la qualit dei servizi offerti, che ritengo importante tanto quanto i primi, se non di pi
e che, secondo me, non ancora a un
livello sufficiente. Fatto sta, per, che
proprio i dipendenti pesano per il 75%
sui costi di degenza della Fondazione e
che, anche per questo, il differenziale
giornaliero tra costi e ricavi negativo
di circa 6 euro. Per di pi, la prestazione
offerta dagli stessi dipendenti del
40% superiore, rispetto agli standard
regionali e i costi aumentano di conseguenza. Circa tre anni fa, il consiglio di
amministrazione di allora, guidato da
Walter Donzelli, aveva provato a mettere un freno, tramite un contratto da
applicare ai neo assunti, che fosse meno oneroso per la Fondazione, ma era

Donzelli d ragione
al nuovo presidente:
Incremento dovuto

intervenuta la legge Fornero, ad allungare i tempi per il pensionamento. Cos


c stato un blocco del turn over in Fondazione, che ha annullato gli effetti positivi attesi dal nuovo tipo di contratto.
Di fronte a tutto questo, quella del
nuovo cda stata dunque una scelta
obbligata? Prima di sentire lattuale
presidente, Paolo Bertoluzzi, ripetiamo
la domanda proprio al suo predecessore, Donzelli, che ha terminato il mandato lestate scorsa. Un aumento era
nellordine delle cose. Daltra parte, la
retta non subiva incrementi da un paio
danni. Purtroppo, la situazione questa: il contributo regionale alle Rsa
fermo da 4-5 anni, mentre i costi di gestione aumentano. vero che la Fondazione gestisce un servizio pubblico ma
pur sempre un ente di natura privata e
il suo dovere quello di chiudere il bilancio in pareggio. Non ci sono scuse.
Donzelli attualmente presidente
dellArlea, lassociazione regionale lombarda degli enti di assistenza. Questa
posizione strategica gli permette di
confrontarsi con il governo regionale,
per arrivare a sbloccare i contributi che,
come dicevamo, sono fermi a 5 anni fa.
Non solo, stiamo anche definendo
quali debbano essere i costi standard
in base a ogni prestazione. Si dovrebbe
arrivare a un 50% a carico dellospite e
laltro 50% a carico della stessa Regione. Se riusciamo in questo obiettivo,
allora s che ci potranno essere delle
ricadute positive sulle rette delle singole Rsa.

Veniamo al presidente in carica, Paolo Bertoluzzi, che invita a considerare


le rette delle Rsa del circondario: Sono
tutte di entit uguale o superiore alla
nostra. Da noi, erano due anni che non
veniva ritoccata verso lalto e non si
poteva pi rimandare. Quello che va
sottolineato che la Fondazione Benefattori Cremaschi una struttura in perdita - questanno dovremmo registrare
ulteriori 550mila euro di disavanzo - e la
spesa principale riguarda soprattutto il
personale.
Ma i vostri dipendenti lavorano il 40%
in pi, rispetto allo standard regionale.
Vero. Per, la qualit del servizio che
ne deriva rappresenta il nostro fiore
allocchiello e non intendiamo rinunciarci. Perch, allora, non ridurre il numero
dei dirigenti? Daccordo che non costituiscono la principale voce di spesa, ma
sono tutti necessari? Di fatto, ci che
inciderebbe sarebbe la riduzione dei
medici, attualmente 11, ma siamo di
nuovo daccapo: un taglio in questo ambito comporterebbe sempre una riduzione dei servizi erogati. Quello a cui
possiamo pensare una diversa organizzazione del lavoro e con il nuovo direttore sanitario, per cui stato indetto
un bando, proveremo ad agire in questo
senso.
Insomma, possibile che non si possa
fare praticamente nulla? immaginabile
un continuo aumento delle rette da qui
in avanti? Una struttura come la nostra
vive molto di donazioni ma, purtroppo,
non ne abbiamo ricevute di nuove. Luni-

ca soluzione quella di aumentare i ricavi tramite altre attivit: il caso, per


esempio, dellassistenza a domicilio, ma
la possibilit di avere nuove risorse a
disposizione per ampliare questa attivit
dipende dallAsl. La Fondazione, infatti, sta gi svolgendo questo tipo di servizio ma, per lappunto, avrebbe bisogno di pi fondi regionali.
Come ci spiega lassessore comunale alle Politiche sociali, il vice sindaco
Angela Beretta, il sindaco Bonaldi
impegnato da tempo a sollecitare una
pi equa distribuzione di queste risorse
a beneficio del Cremasco, visto che una
gran parte vengono riservate a Cremona
e al suo territorio. Se arrivassero questi
soldi, si potrebbe allargare il bacino di
utenza e, quindi, la Fondazione potrebbe beneficiare di maggiori entrate.
Riguardo allaumento delle rette,
lassessore Beretta commenta in questo modo: In un momento di crisi come il nostro, temo ogni aumento, in
quanto va a incidere su una situazione
gi difficile. Ovviamente, per, la Fondazione un ente autonomo nelle sue
decisioni e non mi sento certo di condannare questa scelta, soprattutto dopo che sono state vagliate tutte le possibili alternative, purtroppo senza successo. Se, poi, una famiglia si trover in
difficolt a pagare la retta, potr rivolgersi al Comune. Ancora una volta,
dunque, il rischio che lonere ricada
sulle spalle di tutta la citt, sotto forma
di ulteriore spesa sociale. Di questo
passo, se ne uscir mai?

12

Crema

Sabato 13 Dicembre 2014

dalla redazione

omenica 30 Novembre, in via


Dogali a Crema, si svolto il
primo Trofeo Moving Club di
karate, gara riservata a bambini e ragazzi nella specialit
Kata (forma) sia individuale che a
squadra, riservata alle societ affiliate
alla F.I.K.T.A. (Federazione Italiana Karate Tradizionale e discipline Affini),
scuola del maestro Hiroshi Shirai.
La formula di gara, particolarmente
impegnativa, ha previsto una serie di
sfide ad eliminazione diretta fino alle
finali ed ha coinvolto dieci societ con
un totale di oltre 150 atleti. La A.S.D.
Moving Club ha partecipato sia alla
gara individuale che a squadre, terminando la gara in vetta alla classifica
per societ.
I brillanti risultati dei giovani Draghi
del Moving: Gara Individuale: Milanesi Angelo-cint. Nere: ORO; Rohde
Cristina-cint. Marroni: ORO; Otta Paolo-cint. Gialle: ORO: Vavassori Lorenzo-cint. Verdi: ORO; Ziglioli Alessandro-cint. Gialle: ARGENTO: Pelliccioli Valentina-cint. Gialle: ARGENTO:
Accardi Andrea-cint. Verdi: ARGEN-

Si svolto il primo trofeo Moving Club di karate, gara riservata a bambini e ragazzi

Brillanti risultati dei giovani draghi. I nomi

Nelle foto da sinistra: il podio delle cinture marroni, Pellini-Milanesi, Gerevini-Accardi

TO; Otta Stefano-cint. Verdi: ARGENTO; Ascoli Leila-cint. Verdi: BRONZO;


Gerevini Francesco-cint. Verdi:
BRONZO; Doldi Andrei-cint. Blu:
BRONZO; Zabot Laura-cint. Arancio:
BRONZO; Barbaglio Riccardo-cint.

Arancio: 5 class; Seymour Noemicint. Arancio: 5 class; Gasparri Gabriele-cint. Arancio: 5 class; Pirola
Lia- cint. Blu: 5 class; Ascoli Martacint. Verdi: 5 class; Bressanelli Giulia-cint. Verdi: 5 class. Gara a squa-

dre: Ascoli-Doldi-Gerevini: ORO: Otta-Otta-Ziglioli: ORO.


La A.S.D. Moving Club ha festeggiato due nuovi passaggi di grado nel
proprio team: la domenica precedente,
a Gaggiano (MI), nella sessione federa-

Gran gal di Natale: in 280 per beneficenza


Levento. Oltre 280 persone hanno
partecipato al Gran Gal di Natale
organizzato dal Rotary Club Pandino
Visconteo e dal Rotaract Terre Cremasche lo scorso 5 dicembre a Villa
Borromeo a Cassano DAdda. Numerose le personalit di spicco presenti:
tra loro anche il senatore Giacomo
Stucchi, limprenditore Ruben Tomella e numerosi esponenti delle categorie economiche e professionali
del territorio. Presenti inoltre il dottor
Emilio Canidio dellospedale di Crema e il dottor Daniele Generali degli
Istituti Ospitalieri di Cremona.
La serata. Ha preso il via alle 20
con un aperitivo accompagnato dalla
musica del maestro Alessandro Lupo
Pasini ed proseguita con una cena
dal men appositamente studiato da
Nunzia ed Edgardo Volpi, titolari
dellomonimo ristorante che attraverso il catering di Villa Toscanini di Ripalta Guerina sono stati tra i principali sponsor della serata. Nel corso
della cena si tenuta una lotteria con
oltre 30 premi tra cui weekend in
strutture di lusso e prodotti di moda e
design donati dagli sponsor della serata (Lamborghini, The Leading Hotels of the World, Andy, Enrico IV).
Asta dellopera darte: Double
exposition. Al termine della cena prima dellinizio dellesibizione del DJ
Cino, cremasco in forza a Rai 2 nella

Marina Zanotti e Pietro Perolini, presidenti di Rotary Club Visconteo e Rotaract al Gran Gal del Natale

trasmissione Quelli che il calcio,


si tenuta unasta il cui ricavato andr
a favore dei service sostenuti dalla
serata. Un ospite cremonese si aggiudicato per la cifra di 10 mila euro
lopera darte Double Exposition
dellartista Federico Garibaldi. Si
tratta di unopera che nei mesi scorsi
stata esposta nelle pi importanti
gallerie darte a New York e Porto
Cervo e che il socio del club Rotary
Pandino Visconteo, Giovanni Coppi.
ha voluto donare alla serata per un
ulteriore contributo alla raccolta fondi.

Pediatria: giochi ai piccoli degenti


Luned 15 dicembre, alle ore 15, una delegazione di alunni e
insegnanti sar presente al reparto di Pediatria dell'ospedale di
Crema per donare ai piccoli degenti giochi e giocattoli, in parte
anche autoprodotti nonch un po' di musica eseguita dagli
strumentisti della scuola secondaria a indirizzo musicale. Questo in sinergia con l'Associazione Bambini in Ospedale (Abio).

Bagnolo: Puzzle per grandi e piccini


Lamministrazione comunale, la commissione giovani e la
scuola danza di Bagnolo, propongono: Puzzle, uno spettacolo adatto a grandi e piccini, creato da Katakl Athletic Dance
Theatre. La tourne di Puzzle punta alla diversit e alla variet espressiva con toni che vanno dal teatro di danza fino
all'acrobatica esprimendo le competenze multiple di tutti gli artisti coinvolti.
L'evento si terr al teatro Carcano di Milano sabato 24 gennaio. Costi: adulti (pullman + poltronissima) 28 euro; ragazzi fino
a 26 anni (pullman + poltronissima) 21 euro. Partenza da Bagnolo ore 18,30, rientro previsto per le 23,30. Per info e prenotazioni contattare Clara Mussini. Adesioni fino al 15 dicembre.

Ringraziamenti. E stata la nostra serata pi importante - spiegano


Marina Zanotti e Pietro Perolini presidenti dei club. Per realizzarla abbiamo messo in campo tutte le nostre forze e il nostro entusiasmo. I
ragazzi del Rotaract Club e i soci del
Pandino Visconteo hanno lavorato
alacremente per due mesi per realizzare questa serata e siamo davvero
fieri del risultato raggiunto. Sentiamo
molto nostri questi due service e
siamo contenti di aver coinvolto tutto il nostro territorio.

La cifra raccolta: oltre 20mila


euro. Il ricavato della serata che andr a favore della Breast Unit degli
Istituti ospitalieri di Cremona e della
Pediatria dellOspedale di Crema
di circa 20mila euro.
Una cifra destinata ad aumentare
grazie allimpegno della Rotary
Foundation che attraverso un apposito patrocinio, vista limportanza
delliniziativa, ha deciso di destinare
altri fondi alla causa. La cifra totale
donata verr comunicata con un apposito evento.

Arci di Ombriano, lepica Crema metal


Dopo la fortunata "prima" all'interno del
progamma del Marterock del 27 settembre,
torna il racconto a due voci della Crema
metal degli anni '80 Medalllo. Io e Dimitri
Simonetti lo proporremo all'Arci di Ombriano il prossimo 14 dicembre alle 18.00. Un
racconto epico, dove epico va assolutamente messo tra virgolette, narrato da due
voci di chi cera. Domenica 14 dicembre,
alle 18 allArci di Ombriano, va in scena Medalllo. Le voci narranti di Emanuele Mandelli e Dimitri Simonetti raccontano la vicenda di uno scalcagnato gruppo metal nato e morto nella Citt Giocattolo, che ovviamente Crema, nellanno di grazie 1986.
Lanno di grazia del metal, lanno di Master of Puppet dei Metallica, lanno di Reign
in blood degli Slayer, lanno di Somewhere
in time degli Iron Maiden e lanno in cui i
Medalllo tentarono di imporsi nel panorama
musicale locale. Tra prove deliranti, incredi-

bili musicisti, sale prove scalcagnate e altre


mille peripezie la storia si snoder dal 31
dicembre 1985 al 31 dicembre 1986.
Quaranta minuti in cui rivive la epica Crema metal che passava i pomeriggi al Videoclip, che si trovava nelle sale prove di Villa
Anguilla a provare i classici del metal anni
80 e che andava a sentire le band al Marterock. Il racconto tratto dallomonimo romanzo di Emanuele Mandelli.

Il volume dedicato al Presepe dei Sabbioni e al suo creatore: Giovanni Alghisio


La sera del 15 dicembre alle ore 20.45, ci sar la
presentazione del libro dal titolo Una storia fatta
con le mani - il Presepe dei Sabbioni, 25 anni di
passione e volontariato. La presentazione ci sar
alloratorio dei Sabbioni, in Via Cappuccini 30. E
stato lonorevole Franco Bordo a suggerire lidea di
fare un libro per raccontare questa bellissima storia
di volontariato e di solidariet. Lidea stata subito
accolta con entusiasmo dai figli e dalla moglie di
Giovanni ed assieme ai volontari dellAssociazione
e a Lidia Gallanti, autrice del testo, il libro stato
portato a termine nel giro di un paio di mesi.
Esso racconta di come il frer Giovanni Alghisio raccogliendo un suggerimento di una vicina di
casa decide di iniziare a costruire quello che 25
anni dopo riconosciuto come un Presepe-Museo,

unico nel suo genere in Lombardia e probabilmente


in tutta Italia,che ogni anno durante la sua apertura
riceve la visita di migliaia di persone provenienti da
molte citt del Nord e non solo.
L'opera svela molti dei segreti della costruzione
delle oltre 300 statue che popolano il Presepio e,
sotto forma di viaggio nel tempo, descrive minuziosamente le scene tipiche dell'antica campagna
cremasca e dei suoi abitanti, raffigurati nelle attivit
di ogni giorno. Vengono anche raccontati alcuni
simpatici aneddoti riguardanti i volontari che lavorano nel Presepe o lo stesso Giovanni.Una parte importante racconta la vita di Giovanni , una persona
che ha dedicato gli ultimi 20 anni della sua vita al
Presepe. Alla sua morte la moglie, i figli ed i volontari, amici di Giovanni , hanno costituito unassocia-

zione denominata Presepio dei Sabbioni Giovanni


Alghisio allo scopo di mantenerne vivo il ricordo e
di dare continuit alla sua opera. Il libro va in questa
direzione.

le lombarda degli esami di dan, Manuel Pellini e Angelo Milanesi hanno


brillantemente superato la prova e si
sono diplomati rispettivamente 3 e 1
dan, con grande orgoglio della loro
scuola.

Creativa-Mente:
sabato la presentazione
Sabato 13 dicembre, a partire dalle 10.30
presso la sala Alessandrini di via Matilde di Canossa a Crema, si tiene lincontro di presentazione del progetto Creativa-Mente, una nuova
sinergia per un nuovo modo di mettersi allOpera. Il progetto, finanziato dal Bando del Volontariato 2014, nasce dalla collaborazione di alcune
realt associative cremasche: La Tartavela-Crema, I Girasoli Onlus ed Ama Crema; la rete
completata dall'Istituto Tecnico e Professionale
Sraffa di Crema (indirizzo grafico e sociale) e
dall'Associazione Lilopera.
Questo il programma della mattinata. Alle
10.30 apertura del convegno con saluto delle
autorit, alle 11presentazione del progetto e dei
soggetti coinvolti, alle 11.45 domande e dibattito. Lincontro a ingresso libero ed aperto a
tutti. Si svolgeranno poi una serie di attivit laboratoriali in cui far emergere e dare spazio alla
creativit. Lobiettivo finale la messa in opera
di una rappresentazione teatrale. Per la precisione si tratta di Sogno di una notte di mezza
estate, tratta da Shakespeare, Purcell, Mendellsohn e Britten, al fine di favorire l'integrazione e
la creazione di legami tra studenti e utenti e
l'acquisizione di nozioni sull'uso pedagogico,
educativo e terapeutico del teatro musicale in
ambito sociale.

Libro Parlato, un
audiolibro. A chi serve
Donida,
Valcarenghi,
Settimi,
Cortinovis,
Svanini
e Clerici

In un clima di affettuosa accoglienza da parte


del presidente Angelo Papa e del direttore Damores Valcarenghi, il Lions Club Castelleone,
presieduto da Adriana Cortinovis Sangiovanni,
ha consegnato il service biennale Libro Parlato
alla Casa di Riposo Brunenghi. Alla presenza
del governatore Giuseppe Roberto Settimi, della responsabile distrettuale Mariuccia Svanini, di
numerosi officers e soci del club, di ospiti e loro
parenti, stato presentato il service.
Nell'audiobiblioteca del Libro Parlato sono
presenti a tutt'oggi 8.087 audiolibri e, alla fine
dello scorso mese di ottobre, gli utenti erano
8.465. In questa struttura - da detto la presidente
- il libro letto rappresenta un amico con cui trascorrere in serenit una parte del giorno e rivivere
emozioni e sensazioni. Il Club si impegna anche
ad effettuare, in questo contesto, altri services:
Dona un libro, donerai un amico, attraverso il
quale sar effettuata una raccolta di volumi cartacei da donare alla biblioteca della Bunenghi, ma
anche a quella cittadina e di altre scuole e la ormai tradizionale raccolta degli occhiali usati.
La responsabile e una delle operatrici che si
occupano delle attivit diurne degli ospiti hanno
mostrato i soddisfacenti risultati ottenuti, mostrando foto significative di pazienti che sono intenti nell'ascolto di romanzi e racconti da loro
stessi scelti in un'amplissima rosa. Service molto importante questo, di ampia portata umanitaria
- ha affermato Settimi - che consente, a chi non
in condizioni fisiche di leggere un libro, di poterlo
ascoltare attraverso la voce di un lettore, modulata in tono e velocit sulla capacit ricettiva
dell'utente. Questo servizio, diretto anche a ciechi, ipovedenti, bambini e ragazzi dislessici, disabili fisici e psichici, merita di essere diffuso, vista
la grande potenzialit di utilit sociale.

Artigianato

Sabato 13 Dicembre 2014

Cna e Banco popolare: convenzione Plafond rosa

Credito, in arrivo nuove opportunit per le imprese femminili: cento milioni di euro a disposizione per investimenti o liquidit

13

TURISMO
Cna pensionati Cremona
in gita a Ravenna

ercoledi 19 novembre
si tenuto presso la
sede della Cna di Cremona lincontro di
Cna con i vertici del
Banco Popolare, per lillustrazione
della convenzione denominata
Plafond Rosa. Erano presenti per
la Cna il presidente provinciale
Gianni Bozzini, la rappresentante
del Comitato Impresa Donna, Giusy
Alma Rosa e il responsabile dellUfficio Credito, Nevio Mainardi. Per la
banca erano presenti Mauro Molinari, direttore Area Affari Cremona e
Matteo Marconi, responsabile Sviluppo dellArea Cremona.
Molinari presentando la convenzione fa presente che stata costruita in base al protocollo Abi D.L.
198/2006 e si rivolge a circa il 20%
delle Pmi (questa la percentuale
dellimprenditoria femminile rispetto al totale delle imprese della Lombardia).
Il plafond messo a disposizione
di 100 milioni di euro e funziona ad
esaurimento.
Le forme tecniche con cui utilizzare il plafond sono: finanziamenti
per investimenti o per liquidit. E
consentita, qualora ci sia necessit,
la sospensione delle rate, anche
per questioni personali quali la maternit o la malattia dellimprenditrice o dei famigliari.
Il tetto massimo raggiungibile per
ogni impresa di 1 milione di euro
per investimenti e di 500 mila euro
per liquidit.
Il finanziamento sostenuto dal
Fondo nazionale di Garanzia per le
PMI, il cui utilizzo gratuito per
limpresa e il plafond viene applica-

Erano una quarantina i Pensionati


della Cna di Cremona che il 19 ottobre
scorso si sono recati per la consueta
gita autunnale a Ravenna. E stato un
appuntamento immancabile per tutti
coloro che vogliono passare una domenica diversa, spensierata con uno
sguardo alla cultura. Sono ormai anni
che la Cna Pensionati di Cremona organizza queste escursioni culturali dominicali e lappuntamento per le iniziative del 2015.

TARI - Escluse superfici


destinate alle attivit
produttive, magazzini e
funzionali alla produzione
to anche agli Start-Up innovativi al
femminile. Il tasso applicato fisso
o variabile a seconda del rating raggiunto dallimpresa (da rating 7 a 12
loperazione fattibile per la banca).
Sia il Presidente Bozzini che la
rappresentante del Comitato Impresa Donna hanno espresso il loro
apprezzamento per questa iniziativa del Banco Popolare, che si configura in modo positivo, come
unazione virtuosa nei confronti di

una categoria che ha visto piano


piano, scemare tutte le provvidenze
statali e regionali nei confronti
dellimprenditoria femminile.
I rappresentanti della banca sono
certi che una grande associazione
come la la Cna sapr dare il massimo risalto alla convenzione e si
augurano che il prossimo incontro
si possa effettuare presso la sede
della banca di Cremona che in questo modo viene nuovamente aperta
alla cittadinanza e alle imprese.

Giovanni Bozzini

San.Arti: il Fondo apre a titolari, soci, collaboratori


d'impresa artigiana e ai loro familiari
A partire dallo scorso mese di novembre, il Fondo
San.Arti. (Fondo di Assistenza Sanitaria Integrativa
per i Lavoratori dellArtigianato) ha aperto le proprie
iscrizioni anche ai titolari di imprese artigiane, ai soci,
ai collaboratori, ai lavoratori autonomi e loro familiari.
Ricordiamo che il Fondo San.Arti. nasce per garantire
una importante protezione socio-sanitaria integrativa
rispetto a quella fornita dal Servizio Sanitario Nazionale, oltre a costituire un utile vantaggio economico
per la famiglia: con liscrizione al Fondo sar possibile
ottenere in corso danno il rimborso integrale dei ticket del Servizio Sanitario Nazionale, utilizzare la rete
delle strutture private convenzionate con il Fondo per
effettuare visite specialistiche ed esami evitando le
lunghe liste di attesa del sistema pubblico, con una
spesa di poche decine di euro.
Le iscrizioni al Fondo per lanno 2014 si chiuderanno il 15 dicembre prossimo.
Il Fondo San.Arti. fornisce Assistenza Sanitaria
coprendo una vasta area di competenze mediche,
occupandosi della prevenzione sanitaria fino alloperativit; per i titolari, i soci, i collaboratori e i lavoratori
autonomi che si iscriveranno al Fondo sono previste
diverse prestazioni sanitarie. C, ad esempio, il Pacchetto maternit fornir sostegno economico alle
imprenditrici in gravidanza per il 3, 4, 5, 6 e 7
mese di gestazione con un contributo di 1000 euro al
mese e per il periodo dellallattamento un contributo
di 400 euro al mese per 6 mesi (superato il periodo di
carenza pari ad un anno dalla data di entrata in copertura), a riconoscimento dellimpossibilit di lavorare
appieno in tale stato fisico e a tutela della serenit
necessaria durante la gravidanza, oltre al rimborso
delle visite, ecografie ed analisi e lindennit per il ricovero in occasione del parto. Per i Neonati a cui
necessita la correzione di malformazioni congenite,

riscontrate entro il primo anno di vita, il Fondo copre:


interventi, visite ed accertamenti pre- e post-intervento nonch spese di vitto e alloggio dellaccompagnatore per il periodo di ricovero effettuati entro i primi 3
anni di vita del bambino. Ci sono poi le Indennit di
convalescenza a seguito di grande intervento chirurgico che prevede tra quelli in copertura, la corrispondenza di 100 euro al giorno per un massimo di 15
giorni al fine di limitare il peso dellimpossibilit di una
ripresa immediata dellattivit lavorativa e favorire il
giusto percorso medico di tale ripresa.
La copertura sanitaria dei titolari, dei soci, dei collaboratori e dei lavoratori autonomi si completa con
prestazioni che possono essere estese anche ai pro-

pri familiari iscrivendoli al Fondo San.Arti. e che comprendono: pacchetti di check-up (odontoiatrici, cardiovascolari, oncologici e per la sindrome metabolica); diagnostica e terapia, visite specialistiche; ticket
per diagnostica e pronto soccorso implantologia
odontoiatrica (compresa estrazione denti); ricovero
per grande intervento chirurgico con estensione della
copertura sanitaria fino ai 60 giorni prima e dopo lintervento; grave inabilita permanente. Con lestensione, dunque, della copertura sanitaria anche agli imprenditori artigiani si consolida una scelta fondamentale delle parti sociali dellArtigianato: la creazione di
un sistema di sanit integrativa esteso a tutti i soggetti del mondo dellArtigianato.

Con una nota il Ministero dellEconomia e delle finanze chiarisce che la TARI
non deve essere applicata sulle superfici
specificamente destinate alle attivit
produttive, con la sola esclusione di
quella parte di esse occupate dai macchinari. La nota del Ministero delleconomia, inoltre, sottolinea che le superfici
adibite a magazzini e le aree scoperte
devono essere considerate intassabili,
anche a prescindere dellintervento regolamentare del comune qualora siano
produttive di rifiuti speciali; nello specifico si delinea un divieto di assimilazione
ai rifiuti che si producono sulle superfici
adibite a magazzini funzionalmente collegati allesercizio delle attivit produttive.
Pertanto, la facolt dei comuni di ridurre la parte variabile della tariffa, limitata alle superfici diverse da quelle
per cui lesclusione opera ex legge sopra meglio individuate, in quanto comunque produttive di rifiuti speciali non
assimilabili, al cui smaltimento provvede
direttamente lazienda.
Rispetto alla situazione di incertezza
e incoerenza - afferma Bozzini presidente di Cna Cremona che si era venuta a determinare anche con le continue modifiche normative in materia di
tariffazione rifiuti, riteniamo che la posizione espressa dal Ministero delleconomia possa rappresentare un importante
tassello per evitare la duplicazione e
laumento ingiustificato dei costi per le
nostre imprese. E evidente per che
sarebbe necessario un intervento che
chiarisca definitivamente la questione,
in coerenza con i principi europei, evitando un utilizzo improprio dellassimilazione e consentendo la possibilit per le
imprese di optare in ogni caso per la
gestione dei propri rifiuti al di fuori del
servizio comunale anche nei casi in cui
consentita lassimilazione.
Su tale aspetto la Cna ancora impegnata nel confronto con Governo e Parlamento per arrivare ad una nuova definizione della tariffa rifiuti coerente con
questo principio.

14

CASALMAGGIORE

Sabato 13 Dicembre 2014

A.A.A., ANNO SECONDO

SAN GIOVANNI IN CROCE - A.A.A. (Avviamento allArte Attoriale) frutto


di un costruttivo lavoro sinergico tra Amministrazione
Comunale, Biblioteca, Fondazione Ospedale Aragona
e Oratorio, che vede come
ideatore e conduttore il pedagogista teatrale Jim Graziano Maglia. A San Giovanni in corso la seconda
edizione della fortunata iniziativa, e lultimo appuntamento di dicembre ssato per marted 16 dalle 20.30
alle 23.15, presso lo Spazio
Cappella dellOspedale Aragona. Liniziativa riprender poi il 27 gennaio sempre
all'Aragona, poi si trasferr
all'Oratorio per un'altra serie di incontri, e poi ancora in
Teatro Gallerani (da dove era
partito il progetto nello scorso ottobre),sino al maggio
2015. Gli incontri - come afferma lo stesso Maglia - pi
che lezioni, vogliono essere dei momenti di approfondimento creativo di tecniche/
metododologie/contenuti al
ne di migliorare e valorizzare la propria comunicazione di base, con l'attento e
mirato studio ed applicazione di regole, criteri tradizionali della scena e del lavoro
teatrale. La possibilit si partecipare aperta a tutti anche a percorso gi iniziato,
almeno a tutti coloro che nel
gioco del teatro vogliono rimettere al centro il proprio
stile di vita fatto di relazioni, di linguaggio e di parole e non solo di immagini e
di omologazione tecnicista
dellimperversante sfera virtuale. Informazioni presso
la Biblioteca di San Giovanni (0375-310279).

I BIJOUX DELLE FESTE

Si terr oggi alle ore 16.30,


presso il Museo del Bijou di
Casalmaggiore, l'inaugurazione della mostra I Bijoux
delle Feste. Si tratta di una
collettiva di monili in materiali non preziosi, eleganti e
da sera, realizzati a mano da
una trentina di creative, nella maggior parte residenti nel
territorio. La mostra si avvale di installazini della eco-stilista Irene Sarzi Amad, in
collaborazione con Patrizio
e Paola Sartori.
La mostra rester allestita
no al 25 gennaio 2015, ad
ingresso libero, nei seguenti
orari: dal luned al sabato 1012 e 15-18, domenica e festivi (chiusura Natale e Capodanno) 15-19.

casalmaggiore@ilpiccologiornale.it

Pd casalasco, questioni irrisolte

Anche il vertice provinciale non ha eliminato gli scontri interni. Per la successione di Aroldi i nomi di Taraschi e Magni

di Giovanni Gardani

l vertice provinciale organizzato lo scorso mercoled a Cremona, nella sede di


via Ippocastani, non ha risolto le questioni che riguardano il Partito Democratico in
particolare del Casalasco, e cos
la data dal 16 dicembre, quando
verr eletto il nuovo referente del
circondario, si avvicina senza che
per siano stati sciolti alcuni nodi.
Anzitutto i fatti: i vari circoli Pd
del Casalasco il 16 dicembre, con
i singoli rappresentanti e responsabili, dovranno eleggere un nuovo referente, che succeder a
Fabrizio Aroldi. Lelezione avverr a Gussola e, anche se di ufficiale non vi nulla, i due nomi
caldi per reggere un ruolo delicato come questo, specie in questa
fase politica dove lo stesso Pd
sta subendo pressioni e possibili
scissioni gi a livello nazionale,

L'ex sindaco Toscani, la cui richiesta di iscrizione al Pd stata rigettata

sono quelli di Serenella Taraschi, di Piadena, e di Gianmario


Magni, ex sindaco di Scandolara
Ravara. Supposizioni, nulla di ufficiale, ma voci di corridoio che
escono dai bene informati dopo
la riunione di mercoled.
Il punto per un altro: il malumore, infatti, si lega a due questioni (una particolarmente lunga

e protrattasi nel tempo), che nessuno ha ancora risolto in modo


chiaro, creando confusione
nellelettorato ma anche negli
stessi iscritti al Pd. A Casalmaggiore, per esempio, in corso la
cosiddetta grana Toscani, dato
che allex sindaco in carica dal
1999 al 2009, il circolo di Casalmaggiore ha negato la tessera

per il suo appoggio al Listone


nelle ultime amministrative del
maggio-giugno 2014. Lincontro
di mercoled avrebbe dovuto risolvere qualcosa, Luciano Toscani era regolarmente presente,
ma si rimasti sul vago. Lo stesso Toscani spiega che Fabrizio
Santantonio, segretario provinciale del Pd di Lodi e inserito nella
segreteria regionale, era stato
convocato alla parte renziana del
Pd di Cremona per parlare di temi
pi legati alla citt del Torrazzo.
Resta comunque intesa che non
sono stati fatti passi avanti sul
caso Toscani n in un senso
(possibile apertura) n in un altro
(chiusura totale).
A Martignana, invece, denunciano alcuni iscritti, da ormai un
anno lattivit ferma. Per la precisione dal 27 ottobre 2013,
quando il circolo che doveva convocare il nuovo segretario, non si
tenne mai e, secondo alcuni

iscritti, pass da una semplice


telefonata e da un verbale farlocco, tanto che gli stessi iscritti
spedirono poi un esposto al Pd
provinciale di Cremona. Ma anche qui, nessuna risposta e limpressione di un rimando continuo
di soluzioni. Non a caso lo stesso
esposto stato ora rilanciato e
spedito in Regione, sperando che
da Milano possa arrivare qualche
certezza in pi o per lo meno un
interessamento maggiore. Nel
complesso, comunque, c anche chi si domanda se possa
avere un senso eleggere il prossimo 16 dicembre un nuovo referente Casalasco, sia esso Taraschi, Magni o mister x, quando
ancora il pi importante circolo
(Casalmaggiore) e il quarto come
numero di iscritti (Martignana,
che viene dopo Piadena e Gussola) della zona Casalasca vivono
beghe interne fastidiose e mai
chiarite del tutto.

Il problema fisco per le aziende che esportano

Ne ha parlato al Rotary il professor Garelli. Perrina ha affrontato il tema delle frodi fiscali, che vedono l'Italia protagonista

SOLAROLO RAINERIO Il fisco e linternazionalizzazione


delle imprese. Un tema certamente ostico per chi non mastica economia, soprattutto se affrontato in modo approfondito come accaduto nellultima conviviale del Rotary Club
Casalmaggiore Oglio Po. A dividersi il compito della relazione, il professor Stefano Garelli e il dottor Ciriaco Perrina.
Garelli , tra le varie cose, dottore commercialista, revisore
contabile, perito abilitato e consulente tecnico del giudice.
E consulente di aziende che si confrontano con lestero, e
devono disctricarsi nella giungla di differenze di tipo fiscale.
Perrina invece ha svolto parecchi corsi di studio allestero.
Laureato alla Bocconi, dottore commercialista, revisore
legale e funzionario tributario Direzione Centrale Accertamento Ufficio Centrale Antifrode.
Il professor Garelli ha illustrato alcuni interessanti casi
vissuti nella sua lunga esperienza, parlando in particolare
dellistituto della rete di imprese. E recente, la legge del
2009, e consente alle aziende di ottenere partnership per
affrontare meglio gli spread fiscali con i paesi esteri in cui
esporta. Garelli ha fatto lesempio di una rete nata per vendere vino nel suo Piemonte, fatta di 14 produttori che vendono molto via internet. Il vino soggetto ad accise, e solo in
Gran Bretagna consistono in 2,20 euro a bottiglia. Chi vende
in internet deve poi aprire una posizione Iva in ciascun paese
in cui attivo. Insomma un approccio impossibile per una
singola, piccola azienda che si muove da sola. Cosa fanno
dunque queste aziende? Stipulano contratti di rete e poi
scelgono una societ di servizi che sipula a sua volta contratti in ogni paese con operatori logistici. Insomma, ha

A sinistra Garelli, il presidente Stassano e Perrina, a destra l'ingresso del nuovo socio Cristian Carantini

chiuso Garelli, che fa da s fa per tre o lunione fa la forza?


Decisamente la seconda.
Con questo sistema, ha osservato il socio Egidio Freddi
(ad dellEmiliana Parati, che in fatto di import export pu dire
la sua), vincono sempre i pi forti e alla fine prevale la logica
del prezzo. Maurizio Gritta, della Fondazione Iris di Calvatone, ospite della serata, ha chiesto lumi sulle politiche per
unificare lIva in Europa, dato che lazienda che rappresenta
fattura 5 milioni, di cui il 30% vendendo in internet allestero.
Ancor pi tecnico lintervento di Perrina, che ha analizzato le frodi sullIva pi ricorrenti, sia in Europa che in Italia
dove, figurarsi, siamo tra i principali attori protagonisti. Si va
da un minimo del 5% ad un massimo del 40% di evasione.

In Italia siamo al 33%, oltre il doppio rispetto alla media, che


del 15%. Allaumentare dellaliquota aumenta lincentivo a
frodare, e il 50% dellevasione totale costituito da frodi che
riguardano proprio lIva. Il relatore si addentrato poi nelle
tipologie di frodi pi utilizzate, dalla frode carosello a quelle
mediante lutilizzo di false dichiarazioni di intento, ma qui
entreremmo troppo nello specifico.
La serata stata importante per il club anche per lingresso del 41 socio attivo (il 5 in pochi mesi), presentato da
Dino Seroni, vale a dire Cristian Carantini, mantovano che
consulente aziendale e soprattutto amministratore di un
consorzio di aziende, oltre che titolare di diverse aziende tra
le quali una che si occupa di pratiche auto e di un pastificio.

Oggi banchetto di Forza Nuova in piazza a San Giovanni


Oggi, dalle 10 alle 18 a San Giovanni in Croce i militanti di Forza
Nuova Cremona allestiranno un banchetto in Piazza Dante Alighieri.
Il movimento, nella giornata sabato 6 dicembre ha iniziato la campagna di raccolta firme denominata Tempo di casa a Piadena. La
seconda tappa sar proprio San Giovanni in Croce. Si tratta di una
serie di manifestazioni pubbliche, estese a tutta la Lombardia, per
modificare la legge regionale in relazione ai criteri di assegnazione
degli alloggi popolari. Forza Nuova chiede linserimento di un solo
requisito: la cittadinanza italiana. Nelle prossime settimane la terza
tappa a Casalmaggiore. Uno Stato affermano gli esponenti di

Forza Nuova - deve tutelare i propri figli. Limmigrazione lo strumento e non il fine dei poteri forti che muovono i fili dei burattini
politici nostrani. Le nuove indagini romane, con i relativi arresti, confermano quanto Forza Nuova va dicendo ormai da anni: l'immigrazione un business. L'obiettivo la realizzazione di una societ
multirazziale e multiculturale, fenomeno a cui ci opponiamo senza
alcun tentennamento. Esistono cittadini di serie A, gli stranieri coccolati e venerati dalle istituzioni per meri scopi speculativi e cittadini
di serie B, gli italiani ormai abbandonati da tutte le istituzioni. Forza
Nuova dal Popolo viene, con il Popolo vive e per il Popolo lotta.

Casalmaggiore

Sabato 13 Dicembre 2014

Quando il movente si ribalta

Lomicidio del casalasco Giorgio Gobbi deve far riflettere sul ruolo dei media e sul giudizio prematuro delle responsabilit

di Vanni Raineri

unque, Luciano Bonazzoli


avrebbe confessato lomicidio di Giorgio Gobbi, casalasco originario di Casteldidone. Fin qui la nuda cronaca delle ultime ore. La vicenda per dovrebbe far riflettere sul ruolo dei media
nel trattare fatti di sangue e anticipare, in
modo esplicito o allusivo che sia, le responsabilit.
Ne abbiamo riprova anche nei casi
nazionali, lultimo dei quali la morte in
Sicilia del piccolo Loris. La madre indagata ed stata arrestata, additata
da tutti come l'omicida ma la frenesia di
dare la notizia anticipando sentenze pu
portare ad errori marchiani. E solo lultimo caso: chi non ricorda il marocchino
fermato sulla nave del caso della piccola Yara, e quanti altri ancora.
Nel caso Gobbi il punto non lassassino, non qui che nato lequivo-

co, anche se si parlava inizialmente di


un delitto mafioso (ma le circostanze lo
facevano oggettivamente pensare),
bens il movente. La ricerca della notizia
ha portato a scavare nel passato di
Giorgio Gobbi. Si scritto di tutto: regolamento di conti, rapporti della vittima
con la criminalit organizzata, precedenti risalenti a parecchi anni fa, una
furibonda lite con una ragazza pure scovata negli archivi, e via di questo passo.
E soprattutto, la possibilit che Gobbi
dovesse soldi a qualche poco di buono
che gli ha fatto pagare caro lo sgarro.
Niente di tutto questo, addirittura pare
(proprio nello stesso errore al contrario
non vorremmo cadere) che fosse lui il
creditore, e che la richiesta di restituzione gli sia costata la vita.
Non so se questo ci debba insegnare
qualcosa, la ricerca della notizia e la
spettacolarizzazione stile Porta a porta ci obbliga in un certo senso ad accontentare linteresse talvolta morboso

Giorgio Gobbi, la vittima

dellascoltatore o del lettore. E nemmeno la nostra vuole essere unaccusa ai


colleghi: avessimo trattato anche noi da
quotidiano la vicenda saremmo sicuramente caduti nello stesso errore. Per

almeno deve far riflettere su quale sia il


nostro ruolo, e con quali paletti deontologici (almeno che i corsi di formazione
continua servano a qualcosa) abbiamo
a che fare. Spesso con la parola indiscrezioni ci sentiamo legittimati ad
avanzare di fatto conclusioni che spettano solo agli inquirenti. Per di pi con la
moderna tecnologia la situazione peggiorata: la notizia consultata in internet
ci legittima a ripeterla, magari aggiungendo qualcosa di nostro tanto per
mettere la nostra impronta, e via di questo passo sino alla sentenza mediatica.
Il pistolotto finisce qui, Giorgio Gobbi
sembra aver pagato il vizio del gioco del
cognato Luciano Bonazzoli (ahia, il tranello sempre dietro langolo...), almeno possiamo accantonare tutto il resto
riguardo il suo passato (interessa poco
ora dare giudizi morali sui suoi precedenti). Cercava solo di recuperare orologi e preziosi. Di dubbia origine? Suvvia,
non ricaschiamoci.

Proximus, parte un sostegno alla famiglia


Il progetto finanziato dalla Fondazione Comunitaria della Provincia, inizia da Municipia per estendersi

In avvio il progetto Proximus finanziato dalla Fondazione Comunitaria della Provincia di Cremona.
Mercoled scorso presso la Sede Municipale del Comune di Scandolara Ravara si tenuto il primo incontro tra i partner proponenti, ed stato presentato il
progetto.
Obiettivo del progetto e promuovere a livello territoriale il potenziamento dei servizi di sostegno della
famiglia nelle problematiche che interessano i suoi
componenti, dai minori fino agli anziani.
Punto di forza lalleanza tra soggetti pubblici e
privati per informare e, soprattutto mettere in contatto
la pi ampia possibile gamma di agenzie presenti sul
territorio in grado di soddisfare le istanze intercettate.
Il Partenariato che condivide il progetto Proximus
composto dallUnione Comuni Municipia (Scandolara
Ravara, Motta Baluffi e Cingia de Botti), dallAssociazione Il Sorriso, dallAuser di Cingia de Botti, dallAssociazione Rete Amica, dal Concass Consorzio Casalasco Servizi Sociali e dalla Cooperariva LUmana Avventura capofila. Collaborer alla realizzazione delle
azioni progettuali la Cooperativa Il Cerchio.
Proximus prevede la figura delloperatore di prossimit presente ed individuabile sul territorio, capace di
intercettare i bisogni espressi ed inespressi delle famiglie, di orientarli verso le risorse sociali presenti e
precedentemente censite; capace di favorire sinergie
operative tra servizio pubblico e privato sociale per
costruire reti efficienti di protezione.

La giunta di Municipia

Altra azione importante la promozione della socialit ed il mantenimento relazionale per le persone
anziane: presso il Centro Anziani dellAssociazione Il
Sorriso si terranno attivit, da parte di tecnici dellanimazione, che prevedono momenti di socializzazione
inserite in progetti di domiciliarit, da realizzare in
piccolo gruppo, con collaborazione di realt locali di
volontariato e del Terzo Settore.

Offre infine alla famiglia servizi di consulenza psicologica per bambini, ragazzi adulti ed anziani, supporto
tecnico psicologico per i portatori di cura della persona anziana e consulenza psicopedagogica per la genitorialit con lintervento di personale altamente
qualificato. Il progetto appena avviato coinvolger diversi soggetti del territorio casalasco e potr essere
esteso in futuro ad altre realt territoriali.

Domani torna la Maratonina di Santa Lucia

Si svolge domani, domenica


14 dicembre, la tradizionale Maratonina di Santa Lucia. Ad organizzarla le amministrazioni
comunali di Casalmaggiore,
Martignana Po e Gussola ed una
lunghissima serie di enti, istituti
e associazioni. Si tratta di una
manifestazione podistica non
competitiva aperta a tutti, con la
possibilit di scegliere fra tre
percorsi, tutti che si snodano
sullargine del fiume Po attraver-

sando il territorio de tre comuni


promotori.
Il percorso breve, di 6 km,
tocca solo il centro storico di
Casalmaggiore e largine maestro. Il secondo, di 14 km, arriva
a Martignana Po (San Serafino) e
il centro di Agoiolo. Il terzo, di 21
km, attraversa anche il centro di
Gussola. Tutti i tracciati sono
privi di barriere architettoniche e
percorribili con carrozzine, passeggini e handbike.

Il ritrovo per tutti alle 8,30 in


piazza Garibaldi a Casalmaggiore, e la partenza prevista per le
10.
Le iscrizioni si effettuano
presso la Pro Loco di piazza Garibaldi Il costo di 5 euro, interamente devoluti alla associazione
Amici dellOspedale Oglio Po.
Al termine della gara, nel Palaghiaccio posto sul Listone sar
possibile pranzare con marobini in brodo.

15

shotokan karate do alla grande

Sopra la societ premiata per il 1 posto


kata. Sotto Devid Lena e Martina Bandini

E ripartita alla grande la Stagione Sportiva 2014/2015 per lo Shotokan Karate Do, capitanata dal Maestro Claudio Lena. Il 12 ottobre la brava
Martina Bandini ha brillantemente superato lesame di cintura nera 1 Dan Fijlkam-Coni nella Sede Federale di Milano. La giovane agonista, si cimentata
nellesecuzione del Kata Kanku-Dai, nella prova di Khihon e Kumite, ricevendo
i complimenti dallintera Commissione al
termine dellesame.
Altro successo e arrivato l8/9 novembre in quel di Foligno (PG), dove si
sono svolti i Campionati Italiani di Karate CSEN 2014, con ben 31 atleti il team
giallo-blu ha conquistato: 15 primi posti,
10 secondi posti, 12 terzi posti , 7 quinti posti, 2 settimi posti e 1 ottavo posto.
La somma di tutti questi splendidi risultati, ha permesso al team di salire sul
gradino pi alto del podio, riconfermandosi per il secondo anno consecutivo
Societ Campione dItalia nella specialit Kata.
Ma non lunico risultato societario
ottenuto, anche a livello giovanile nella
Classifica Percorso e Palloncino, giunto un meritatissimo secondo posto.
Questi importanti piazzamenti
hanno permesso
alla A.S.D. Shotokan Karate Do, di
salire sul secondo
gradino del podio nella Classifica generale che
comprende: Kata-Percorso-Palloncino e
Kumite.
Ma i risultati non finiscono qui, infatti
la Squadra del Maestro Lena, si distinta
anche a livello Internazionale. Lo scorso
16 novembre a Caorle (VE), si svolta la
23 Venice Cup 2014, gara di Karate Fijlkam -Wkf. Allimportante evento agonistico, hanno partecipato 1783 atleti provenienti da oltre 30 Nazioni.
Il bravissimo agonista di Kata Devid
Lena, ha conquistato un meritatissimo
3 posto nellimpegnativa Categoria Under 21, salendo
sul podio assieme
a due fortissimi atleti della Nazionale Italiana e superando in finale il
bravo atleta della
Nazionale Inglese;
lalto livello della
competizione era
dimostrato
dalla presenza di numerosi atleti provenienti dal Campionato Mondiale di Brema (Germania) 2014,
svoltosi nelle scorse settimane.
Ottime anche le performance delle due giovani agoniste Martina Bandini
e Isotta Ortonovi, alla loro prima esperienza a livello Internazionale, che pur
non salendo sul podio si sono ben distinte nelle rispettive Categorie di et.

Speciale Edilizia

17

Sabato 13 Dicembre 2014

Sicurezza nei cantieri, la salute al centro

Nel corso della Giornata, svoltasi lo scorso 28 novembre, si parlato del censimento dei siti contaminati da amianto e del relativo registro

a sicurezza del lavoratore stata il tema centrale della Giornata della sicurezza nei cantieri,
svoltasi lo scorso 28
novembre: stato il momento per
fare il punto su diverse situazioni:
dai lavoratori del settore amianto
al lavoro in ambienti inquinati.
Liniziativa nata dalla collaborazione tra Ance Cremona ed
Interprofessionale (architetti, ingegneri, geometri, periti industriali, dottori agronomi, periti
agrari, geologi, agrotecnici) della
provincia di Cremona, con Inail
Cremona, Asl provincia di Cremona, Dtl di Cremona, Cpt di
Cremona, Scuola Edile Cremonese, con la collaborazione delle
Camera di Commercio di Cremona e la presenza degli istituti scolastici, al fine di promuovere la
cultura della sicurezza sul nostro
territorio. Questa giornata aperta
a tutti i settori, ai committenti privati e pubblici, agli studenti, alle
imprese e ai professionisti, si
focalizzata sulla sensibilizzazione
alla sicurezza sui posti di lavoro
puntando alla formazione di una
cultura alla sicurezza in senso generale. In primo piano si focalizzata l'attenzione sul problema
dell'amianto, anche a fronte del
fatto che il 2015, secondo le stime potrebbe essere l'anno del
picco dei malati.
I materiali contenenti amianto, se degradati, possono rilasciare fibre che, se inalate, provocano gravi patologie, per lo pi
dellapparato respiratorio - hanno
evidenziato i medici Asl intervenuti al convegno -. Tutte le lavorazioni, quindi, che ne hanno previsto luso possono essere considerate a rischio. A differenza
delle fibre vetrose, lamianto persiste nei tessuti per decenni. Il
periodo di latenza tra esposizione
e manifestazioni cliniche molto
lungo, con una media di circa 30
anni.
A questo proposito la Regione
Lombardia, con il Piano regionale
amianto (Pral), si prefigge come
obiettivo leliminazione dal territorio regionale dellamianto entro
il gennaio 2016 e prevede unin-

Gli ambienti confinanti

sieme di azioni: censimento/


mappatura della presenza di
amianto sul territorio; regolazione
di bonifica e smaltimento; tutela
della salute; informazione e coinvolgimento della popolazione.
Al 28 febbraio 2013, in Regione Lombardia, risultano censiti
85.908 siti contaminati da amianto. Le strutture pubbliche con
presenza di amianto sono 15.058
(18%), mentre quelle private sono
70.820 (82%).
Il volume di amianto censito
pari a oltre 1.9 milioni di metri cubi, mentre i siti bonificati o in fase
di bonifica sono il 46%.
L'Asl di Cremona, nell'ambito
del Pral, ha avviato il censimento
a partire da giugno 2006. Secondo il Piano, i soggetti Pubblici e
Privati proprietari hanno lobbligo
di comunicare allAsl la presenza
di amianto negli edifici, nelle
strutture, negli impianti e nei
mezzi di trasporto.
I dati raccolti vengono inseriti
in registri informatici istituiti presso lAsl. I dati vengono, poi, elaborati a livello regionale con produzione di report periodici.

La mappatura ed il monitoraggio ambientale delle attivit di


bonifica sono stati affidati allArpa, mentre la predisposizione e la
disponibilit delle discariche per
lo smaltimento sono state demandate alle Province. La tutela
della salute, che prevede la sorveglianza sanitaria dei lavoratori
esposti ed ex esposti allamianto
e il Registro dei mesoteliomi,
affidata allAsl.
A questo proposito, presso il
Servizio Psal dellAsl di Cremona
stato istituito il Registro dei Lavoratori esposti ed ex esposti
allamianto. Si tratta di uniniziativa con finalit epidemiologica e
prevenzionale volta a supportare
chi, nel corso della vita, venuto
a contatto direttamente o indirettamente con lamianto.
I lavoratori che si iscrivono ottengono un profilo personale di
quale sia stato il loro rischio
espositivo, tramite colloquio mirato. Gli iscritti interessati vengono inviati allUnit Operativa
Ospedaliera di Medicina del Lavoro (Uooml) dellOspedale di
Cremona, per la sorveglianza sa-

nitaria. Ad oggi pi di 200 Lavoratori risultano inseriti nel Registro e sottoposti a sorveglianza
sanitaria.
Tuttavia, ancora molto c' da
fare: La normativa, di fatto, ha
imposto ai propietari di segnalare
alle Asl la presenza di manufatti in
amianto: non tutti per hanno
provveduto ed il censimento non
ancora stato completato evidenziano i medici Asl. Sono trascorsi oltre otto anni dallapprovazione del Pral ed i dati sulla
presenza di amianto in R.L. e sullo stato di avanzamento delle bonifiche restituiscono una situazione in divenire ma ancora critica.
Lobiettivo strategico di eliminazione dellamianto entro il gennaio 2016 non pu prescindere da
unesauriente conoscenza della
sua reale presenza sul territorio.
Il completamento del censimento rappresenta uno snodo
decisivo per lintervento regionale; lattivit di informazione ed il
coinvolgimento della popolazione sulla problematica amianto
sono passaggi fondamentali per
il successo del censimento.

La questione del lavoro in ambienti confinati o sospetti di


inquinamento stato un altro argomento al centro del convegno. Con il termine Ambiente Confinato si intende un luogo/
ambiente circoscritto, totalmente o parzialmente chiuso, che
non e stato progettato e costruito per essere occupato da persone, ma che alloccasione pu essere impegnato per lesecuzione di interventi lavorativi quali l'ispezione, la manutenzione o
la riparazione, la pulizia, linstallazione di dispositivi tecnologici.
In genere si tratta di ambienti che presentano un rapporto fra
volume e dimensioni dellapertura tale per cui gli scambi naturali dellatmosfera allinterno con laria esterna risultano particolarmente ridotti. Per questo, come hanno spiegato gli esperti
della Scuola edile, durante il convegno.
Inoltre potrebbero esistere condizioni di ventilazione sfavorevoli che potrebbero determinare un accumulo di sostanze
infiammabili (incendi e/o esplosioni) o dannose per la salute (solidi, liquidi, vapori) o unatmosfera carente di ossigeno spiegano gli esperti. Ambienti confinati possono essere presenti in
quasi tutti i luoghi di lavoro, sotto o sopra il suolo, di piccole
come di grandi dimensioni.
Esempi possono essere: cisterne interrate o fuori terra, auto
e ferro-cisterne, fognature o condotte sotterranee, cunicoli,
pozzi di ascensori/montacarichi, recipienti, celle di refrigerazione, camere di combustione di fornaci, magazzini con atmosfera inibitrice del fuoco, armadi di analizzatori o di altri strumenti, piccoli locali accessori, recipienti, pozzetti, trincee, cisterne, vasche, cunicoli, box provvisori, cisterne mobili e qualsiasi altra voce assimilabile che, per dimensioni e/o condizioni
di ventilazione, pu costituire luogo pericoloso per la permanenza umana.

18

Speciale Edilizia

Sabato 13 Dicembre 2014

Lo stress da lavoro causa perdite di giorni lavorativi


Il dato emerso durante la Giornata per la sicurezza nei cantieri. Tra le cause: richieste eccessive, scarso controllo, una pressione lavorativa continua

o stress lavoro correlato responsabile di


unalta percentuale di
giornate lavorative
perse ed in aumento il numero di persone che presenta condizioni di sofferenza
correlate allo stress. Questo il
dato emerso dalla relazione
dell'Inail, nel corso della Giornata della sicurezza dei cantieri in
edilizia, promossa da Ance Cremona.
Molteplici sono le cause dello
stress lavoro-correlato, e cio:
richieste eccessive, scarso controllo, una pressione lavorativa
continua, comportamenti inaccettabili, carenza di rispetto,
cattiva pianificazione e istruzioni
contraddittorie che portano a
errori, affaticamento, esaurimento e scarsa performance
fino ad arrivare magari a delle
vere e proprie malattie professionali.
Quello che viene definito
"danno biologico". Esso la lesione allintegrit psicofisica,
suscettibile di valutazione medico-legale, della persona ed
areddituale in quanto lo stesso
evento lesivo produce un uguale
pregiudizio ad ogni persona.
Lassicurazione Inail comprende tutti i casi di infortunio
sul lavoro avvenuti per causa
violenta in occasione di lavoro
da cui sia derivata la morte o una
inabilit permanente al lavoro assoluta o parziale - ovvero una
inabilit temporanea assoluta
che comporti lastensione dal
lavoro per pi di 3 giorni.
Perch ci sia infortunio non
necessario n sufficiente che:
levento si sia verificato nel luogo di lavoro (rapporto topografico) e che levento si sia verificato durante lorario di lavoro (rapporto cronologico), ma indispensabile che levento si sia
verificato per il lavoro (rapporto
eziologico).

Malattie professionali manifestatesi nellanno 2013 e denunciate all'INAIL per codice sanitario e settore tariffario - CREMONA

Malattie professionali manifestatesi nel periodo 2009 /2013 e denunciate all'INAIL per codice di tariffa,
genere ed anno manifestazione - CREMONA
FEMMINE

MASCHI

MALATTIE PROFESSIONALI
Per quanto riguarda invece le
malattie professionali, lassicurazione obbligatoria Inail contro
le malattie professionali opera
solo a condizione che sussista
lobbligo dellassicurazione contro gli infortuni: non esistono
cio lavori tutelati solo per le
malattie professionali.

Le lesioni provocate da agenti biologici (in occasione di lavoro) non sono considerate malattie professionali (anche si estrinsecano come malattie), ma infortuni.
Si parla nel caso di specie di
malattia-infortunio sostenuta da
una causa virulenta che viene
assimilata alla causa violenta.

Si considera malattia professionale


quella
contratta
nell'esercizio e a causa della lavorazione alla quale adibito il
lavoratore. Deve esistere un rapporto causale o concausale diretto tra il rischio professionale e
la malattia
Le tabelle delle malattie professionali nell'industria e

nell'agricoltura sono state giornate con D.M. del 9 Aprile 2008


ed entrate in vigore il 22 Luglio
2008.
Le nuove tabelle, che hanno
di gran lunga allargato la tutela
per quanto attiene le patologie di
origine professionale, prevedono: 85 voci per l'industria (erano
prima 58); 24 per l'agricoltura (in

precedenza 27) essendo stati


esclusi alcuni agenti chimici per
i quali vige ormai da tempo
espresso divieto di utilizzo.
Una novit nel 2008 stata
lintroduzione delle malattie muscoloscheletriche causate da
movimenti ripetuti e/o da posture incongrue dell'arto superiore,
del ginocchio e della colonna
vertebrale; data la genesi plurifattoriale di tali patologie, si prevede che la presunzione legale
operi quando le lavorazioni indicate avvengano in maniera non
occasionale e/o prolungata.
Per le ipoacusie da rumore
stato ampliato il numero delle
lavorazioni che possono determinare l'insorgenza di tali tecnopatie. Inoltre all'elenco sistematico delle lavorazioni che espongono al rischio di contrarre la
patologia, stata aggiunta la
voce altre lavorazioni, svolte in
modo non occasionale che
comportano una esposizione
a livelli superiori a 80 dB
Ricordiamo che sussiste l'obbligo di denuncia della malattia
professionale - corredata da
certificato medico - entro 5 giorni dalla data in cui il lavoratore
gli ha presentato la domanda.
Anche gli artigiani devono fare la
denuncia allInail della malattia
professionale contratta. Essendo assicurati e assicuranti i termini sono 15 giorni dalla manifestazione della malattia.
Per il lavoratori autonomi
dellagricoltura e per i subordinati a tempo determinato la denuncia di malattia professionale
deve essere fatta dal medico
che accerta la malattia (certificato-denuncia).
Lassicurato deve denunciare
al datore di lavoro la malattia entro 15 giorni dalla manifestazione della stessa, pena la decadenza del diritto allindennizzo
per il tempo antecedente la denuncia.

GLIO 1

BELSIT, VIA O

TOVA 101

RTI, VIA MAN

BE
PANIFICIO US

CASA DEL MA
PIAZZA DELLATERASSO
LIBERT

MASO 3
TO, VIA SAN TO
LA
PA
O
C
N
IA
B

GEOME TR A G
IACINTO
VIA MAGENTA MANCUSO
48

IELLI
CAFF PONCH ANUELE 39
M
E
IO
R
CORSO VITTO

GALLI SEMEN

TI, VIA MANTO


VA 75 A

GBC - OB STO

RE, VIA MANTO


VA 1L

AVINO 17

NI, VIA SAN S

RLI
FORNERIA ME

KI KY LEN ABB
IG
CORSO MATT LIAMENTO
EOTTI 38

LIAMENTO
GINGER ABBIGTELLO 27
VIA MERCA

PELLEGRINI G

IOIELLI, CORS

C CAVOUR 5

A 91
, VIA MANTOV

ERIKA
LAVANDERIA

GAL
CARROzzERIA

VA 66B
LI, VIA MANTO

Cultura&Spettacoli
La mostra
sociale
dellAdafa

Oggi pomeriggio, alle ore 17.30 presso la sede


dellAdafa (a Cremona in via Palestro 32) verr
inaugurata la 22 mostra sociale, una tradizione
che si rinnova biennalmente da pi di 40 anni. E
loccasione in cui i soci artisti dellAdafa si con-

frontano e presentano saggi della loro produzione


pi recente o significativa: un traguardo e, nel
medesimo tempo, il punto di partenza per nuove
ricerche espressive. La mostra sar visitabile fino
al 18 gennaio 2015.

La collezione di strumenti storici Le stanze della musica compie gli anni e stasera festeggia

Un compleanno con lensemble La Rossignol

Domani va in scena
il Concerto di Natale

Sono ormai alcuni anni che la presidenza


del Consiglio comunale promuove a favore della cittadinanza, nellimminenza delle festivit natalizie, il Concerto di Natale,
divenuto un appuntamento ormai tradizionale nel panorama delle iniziative natalizie
della citt. Il concerto, nellesecuzione del
Complesso Bandistico Citt di Cremona,
giunge questanno alla sua quinta edizione, le prime due delle quali svoltesi a Palazzo Cittanova, le ultime due nella prestigiosa
cornice del Teatro Amilcare Ponchielli ed
ogni edizione ha sempre registrato il tutto
esaurito. Lorario (domani alle ore 17) coniugato alla gratuit dellevento, il repertorio di
qualit sempre vario e gradito ad un pubblico eterogeneo hanno reso questo appuntamento un momento di grande partecipazione. Il repertorio, poi, di questa edizione sar
pi che mai vario ed originale e proprio la
scelta dei brani, che prevedono lesecuzione
di soli due brani di contenuto natalizio, hanno indotto anche a variare il titolo del concerto in Concerto per Cremona. Proprio il
grande riscontro di pubblico, che ha decretato il successo ed il gradimento delliniziativa, ha indotto la presidenza del Consiglio
comunale ad organizzare anche questanno
il tradizionale concerto con una significativa
variante: dal palcoscenico del Teatro Ponchielli si passa allaltrettanto prestigioso
allAuditorium del Museo del Violino.

dalla redazione

i definito il prossimo appuntamento per festeggiare il primo compleanno della collezione di strumenti storici Le stanze
della musica. Stasera alle ore 20.30
nella sala Manfredini del Museo
Civico Ala Ponzone, lensemble La
Rossignol presenter il suo nuovo
cd, Flos Campi, dedicato a compositori cremonesi del periodo rinascimentale. Grazie ad un profondo
lavoro di ricerca storica e musicale, stato possibile incidere per la
prima volta nella storia buona parte dei brani attraverso i quali Flos
Campi diventa il punto di partenza per ascoltare e vivere la prolifica
storia musicale cremonese. La vendita dei biglietti iniziata marted
25 novembre. In collaborazione con
il Comune di Cremona, gli interpreti
hanno potuto registrare alcune tracce allinterno del Museo Civico Ala
Ponzone suonando strumenti storici della collezione Le stanze per
la musica di Carlo Alberto Carutti.
Levento, che ha ottenuto il patrocinio della Commissione nazionale
italiana per lUnesco, oltre a corona-

Lensemble La Rossignol

re la riuscita del lavoro discografico,


festeggia proprio oggi il primo compleanno della collezione Le stanze per la musica, realt espositiva
a livello internazionale in materia di
chitarre, liuti e ghironde, che sempre
pi si rivela straordinaria risorsa per

la citt di Cremona. Dopo il prestigioso concerto de Quartetto di Cremona


con Lawrence Dutton e levento Flos
Campi, la collezione Carutti sorprender con altri appuntamenti in fase
di progettazione che dimostreranno
la vitalit della raccolta nel segno

della liuteria. Il percorso dellopera


Flos Campi si articola su quasi 20
brani di diversi autori e sar presentato in prima assoluta da interpreti in
costume secondo la tradizione rinascimentale e con limpiego di strumenti d'epoca. Per lensemble cremonese La Rossignol, da oltre 30
anni attiva nel panorama musicale, il
cd sar il tramite per far conoscere la
storia della musica cremonese negli
appuntamenti che la vedr protagonista in varie parti del mondo. I brani sono stati interpretati da Roberto
Quintarelli, contraltista e flauti diritti,
Erica Scheri, violino barocco, Matteo
Pagliari, traversa e flauti diritti,
Francesco Zuvadelli, canto, organo
e clavicembalo, Lucio Testi, dulciana
e bombarda, Domenico Baronio, liuto e chitarra barocca nonch direttore dellensamble, accompagnati dalla
voce della soprano Emi Aikawa. Al
concerto sar presente lassessore alle Culture, Identit e Autonomie
della Regione Lombardia, Cristina
Cappellini, da sempre attenta ai fermenti e alle iniziative culturali di
Cremona e del suo territorio. Al termine del concerto sar possibile acquistare copie del cd edito a cura della
casa discografica II Millennio.

Inaugurata la mostra di Gianni Politi nel Museo Archeologico

Prosegue al Museo Archeologico di San


Lorenzo il ciclo di mostre di arte contemporanea, che si susseguiranno sino a febbraio 2015,
dal titolo Uno pi uno uguale a tre, titolo legato
al paradosso di Zenone, tra un punto e un altro
ce ne sta sempre un terzo e cos fino allinfinito. Ieri pomeriggio stata inaugurata lesposi-

zione di Gianni Politi. La mostra rimarr aperta


al pubblico dal oggi al 15 gennaio. Sar quindi la volta di Enzo Cucchi. La ricerca di Gianni
Politi strettamente collegata ad eventi autobiografici sviluppati in modo viscerale, elaborando i suoi progetti in modo reale e introspettivo. Tra le mostre pi importanti personali: 2014

tra queste sale (Malandrino) Galleria Nazionale


Arte Moderna, Roma; Istituto di Cultura Italiana,
Praga; 2013 From the studio (Nightrider), CO2,
Roma (IT); Re-Generation, Macro, Roma; Teoria
del valore, CO2, Roma; Su Nero Nero, Castello di
Rivara, Torino; Pain Thing, Palazzo Zenobio degli
Armeni/52 Biennale di Venezia.

Pietro Carelli ospite luned del Caff Filosofico

Durante la serata (a partire delle 21) verr presentato il libro dal titolo Chiunque tu sia
di Tiziano Guerini
Luned 15 dicembre si rinnova lincontro del Caff Filosofico di Crema al Caff Gallery di via Mazzini alle ore 21 per
la presentazione del 13 Quaderno: autore il prof. Piero Carelli dal titolo Chiunque tu sia, la preghiera di un cercatore di
Dio. Il libro verr presentato dai professori Romano DAsti e Franco Gallo. Anticipa
Luca Lunardi, il presidente del Caff Filosofico: Si tratta di una confessione articolata che attesta un cammino personale,
ma tutti coloro per i quali il problema-Dio
conta ancora, riconosceranno molti dei
propri stessi travagli. E un lavoro introspettivo e appassionato, ma anche documentato e rigoroso. Al di l del dichiarato
agnosticismo dellautore, fallirebbe il lettore che volesse etichettarne gli orientaDomani al teatro San Domenico di
Crema, continua la programmazione
della prosa con la commedia dal titolo Nuda propriet di Lidia Ravera
per la regia di Emanuela Giordano e
come interpreti Lella Costa e Paolo
Calabresi. Innamorarsi a 60 anni
una sfida, la vittoria della libert

menti : la ricerca non condotta con lintento di giustificare posizioni preconcette


e non prestabilisce lapprodo, nella libert delle migliori imprese filosofiche. Cos
Patrizia De Capua nella postfazione: E
un discorso che non resta scritto solo sulla carta, ma che si iscrive nellintimo di chi
ascolta: non puro esercizio retorico, privo di frutto, ma discorso che porta seme,
dal quale potranno nascere anche in altri
uomini, come scrive Platone nel Fedro,
altri discorsi, che siano capaci di rendere questo seme immortale e che facciano felice chi lo possiede, nella misura pi grande che alluomo sia possibile. E Piero Carrelli, l'autore: E a te e a
quei pochi che ritengono valga ancora la
pena interrogarsi sul problema dei problemi che mi rivolgo. Il libro verr offerto in omaggio ai partecipanti allincontro.

Nuda propriet al San Domenico

contro gli stereotipi. Tutto comincia


con una stanza in subaffitto che Iris
offre a Carlo, uno psicanalista che
stato sfrattato. A corto di denaro, Iris
non trova di meglio che vendere la nu-

Le opere di Baj
nel Museo civico

Una serata al Caff Filosofico

da propriet della casa. Carlo affascinato dalla vitalit della donna, lei
dalla sua intelligenza e ironia.
La commedia brillante una festa
della forza e nello stesso tempo della

fragilit umana, la consapevolezza


del tempo che passa e del desiderio
di viverlo fino in fondo. Una eccezionale Lella Costa che ha provvisoriamente, crediamo, abbandonato i monologhi che lhanno resa famosa, per
darsi finalmente ad una commedia.
Da non perdere!

Nuovo volume Anni grigi Oggi viene inaugurata la mostra di Bocca

Puntuale ad ogni fine anno il Centro ricerca


Galmozzi pubblica un proprio volume dedicato alla
storia del 900 cremasco. Questanno il titolo Anni
grigi e prende in considerazione lavvento al potere del regime fascista fino allo scoppio della seconda
guerra mondiale (39-40). La presentazione del volume
si terr domani pomeriggio alle ore 16 presso la sala
Alessandrini di via Matilde di Canossa 18 a Crema. Alla
lettura di alcuni brani del libro, seguiranno musiche e
canzoni degli anni 20 e 30 con le Gemelle Depero
(Ambra Azzoni, Elena Calzari e Silvia Panigada) accompagnate dal pianoforte di Claudio Demicheli e dal contrabbasso di Michele Bianchessi. Proiezioni dal documentario di Giancarlo Molaschi.

Oggi pomeriggio, alle ore 17 presso i chiostri del teatro San Domenico
di Crema, si tiene linaugurazione della mostra di pittura dellartista Lorenzo
Bocca, mostra che rimarr aperta al
pubblico - esclusi i luned - fino all11
gennaio. Sono esposti dipinti con colori acrilici su cartoncino e tavole in legno.
Il tema dominante la geometria. Si
parte dal quadrato (tutti i lavori hanno una forma quadrata) per arrivare ad un modulo che si
ripete, che si sovrappone o si accosta uno all'altro. I punti di riferimento della ricerca compositiva
partono dalle infinite possibilit offerte dal qua-

drato diviso dalla diagonale e passano


per le combinazioni di Escher, gli studi
sull'architettura barocca di Borromini
fino alle ricerche sulla geometria rotatoria di Giorgio Scarpa. Il pIttore Bocca
architetto e nel 1987 al Centro Culturale
SantAgostino di Crema ha organizzato la mostra dellarchitetto Alberto
Sartoris, due anni dopo la sua morte;
insegnante nella scuola secondaria di primo grado
di Offanengo. La ricerca nel campo della geometria lo ha condotto a sperimentare larchitettura
della carta, realizzando superfici piegate e curvate
che nascono da un piano.

Inaugurata lo scorso 5 dicembre e destinata a rimanere aperta al pubblico fino al


prossimo 7 gennaio, fa bella mostra di s
presso il Museo civico di Crema e del Cremasco (due sedi, nella sala Francesco Agello e nella sala Pietro da Cemmo) la mostra
di Enrico Baj curata da Roberta Cerini Baj
e Alberto Rolla. Titolo della mostra Totem
e tubi - oggetti quotidiani nellultimo Baj.
Titolo provocatorio dal momento che in
mostra ci sono oggetti che tutto sono - una
volta cos assemblati - meno che quotidiani,
come appunto larte insegna. Oggetti quotidiani e tecnologici, sapientemente mescolati
a passamanerie, per denunciare un sistema
dei consumi e una tecnologia volta sempre
pi al superfluo. Gioco e ironia sono i mezzi che il nostro immaginario ci fornisce per
sfuggire ad ogni genere di (eccessivo) condizionamento. Cos Enrico Baj, pittore, scultore, scrittore ed anarchico - scomparso nel
2003 - continua la sua opera di dissacratore da avvocato, come volevano i suoi studi
giovanili, ma sopratutto da amante dellarte
come voleva la sua frequentazione dellAccademia di Brera.

Concerto benefico

Questa sera, alle ore 21, Gran concerto di Natale dellassociazione musicale
Il Trillo - orchestra di fiati di Crema diretta dal maestro Davide Pedrazzini. Il concerto si tiene allAuditorium Manenti - chiesa di
S. Bernardino in citt - a ingresso libero e
il ricavato della libera sottoscrizione a premi collegata con liniziativa musicale, verr
devoluto a favore dellAssociazione diabetici del territorio cremasco.

22

Salute

Sabato 13 Dicembre 2014

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione
Dove: padiglione n. 12, a fianco del
Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori
Orari di apertura al pubblico:
luned - venerd dalle 7.30 alle18.00
orario continuato,
il sabato dalle 8.00 alle 12.00;
Prenotazioni telefoniche: possibile
telefonare al numero verde 800.638.638,
da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.
PRENOTAZIONI
CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP
Attraverso il CUP si prenotano tutte
le prestazioni ad eccezione delle seguenti,
che devono essere prenotate direttamente
presso le singole unit operative o servizi
come indicato di seguito:

ANATOMIA PATOLOGICA
secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati)
Dove: Poliambulatori, piano Terra.
Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare
contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00.
Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00.
Consegna campioni istologici e citologici
La consegna dei campioni citologici urinari
prevista, presso il padiglione 5,
da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30;
per gli altri esami da luned a venerd
dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto).
RADIOLOGIA d
Dove: piano 1, corpo H (ala destra).
TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti
e richiesta di prestazioni con bollino verde
Le prenotazioni vanno effettuate
di persona o via fax.
Orario: da luned a venerd dalle
08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00.
Tel: 0372 405760.
Angiografia
Le prenotazioni vanno effettuate di persona.
Orario: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367.
SENOLOGIA:
Screening mammografico preventivo
biennale Asl Cremona (45-69 anni)
Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled
dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata
al CUP dell'Asl 800 318 999.
Prestazioni con carattere di urgenza,
risonanze alla mammella, agoaspirati,
ecografie
Dove: piano 1, corpo M.
Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00.
Telefono: 0372 405614.
Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata
una nuova linea telefonica dotata
di risponditore automatico
in funzione 24 ore su 24: 0372 405612.
RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE
Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o
ascensore a sinistra vicino l'Ufficio
Informazioni nell'atrio di ingresso)
corpo M, monoblocco ospedaliero.
Orario: da luned a venerd
dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485.
MEDICINA DEL LAVORO:
Visite specialistiche di medicina del lavoro
Tel: 0372 405777 da luned a venerd,
dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente
presso lAmbulatorio Specialistico
di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

PRESIDIO OSPEDALIERO
DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO
Dove: piano 6, corpo H (lato destro),
monoblocco ospedaliero.
Orari: da luned a venerd
dalle 08.00 alle 13.30
(prima visita per inquadramento
diagnostico-terapeutico e visita di controllo
per monitoraggio metabolico e screening
delle complicanze croniche).
Per le prime visite preferibile che
la prenotazione avvenga di persona comunque
possibile prenotare telefonicamente
da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30.
Telefono: 0372 405715.
CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI
accesso diretto da parte dei cittadini,
con la richiesta del Medico di famiglia
o dello specialista.
Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale.
Orario: da luned a venerd
dalle ore 07.30 alle 10.30.
Telefono: 0372 405663 - 0372 405452
CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI
Monitoraggio delle terapie anticoagulanti.
previsto accesso con prenotazione al numero
0372 405666 - 0372 405663.
Dove: Presso la palazzina del Cup
Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd.
CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA
Test di tolleranza al lattosio e patch test
Accesso con impegnativa del medico curante
Le prenotazioni si effettuano telefonicamente
al numero 0372/408178 da luned a venerd,
dalle 10.30 alle 12; oppure di persona
presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione
10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00.

Libro bianco sanit, linizio di un cammino di cambiamento


Da decenni sentiamo discutere del problema della cronicit.
In Regione Lombardia, invece,
possiamo far parlare i fatti: l'esperienza dei Creg (Chronic Related
Group), ha concretizzato un nuovo modello di cura che va esattamente in questa direzione e che
pu essere d'esempio per tutto il
Paese. E' quanto ha dichiarato il
vice presidente e assessore alla
Salute di Regione Lombardia Mario Mantovani, aprendo i lavori del
convegno organizzato presso
l'Auditorium Testori di Palazzo
Lombardia dal titolo 'L'esperienza Creg in Regione Lombardia:
stato dell'arte e sviluppi'.
Quella della cronicit - ha
spiegato l'assessore Mantovani -

la vera sfida con la quale ci dobbiamo confrontare. Il contesto


demografico ed epidemiologico
in questi ultimi anni cambiato in
modo significativo. Tra 15 anni

nella nostra regione avremo oltre


3 milioni di over 65 e 1 milione di
over 80, con una proporzione di
pi di 200 anziani ogni 100 giovani. Numeri, questi, che ci indica-

no ancora di pi la necessit di
evoluzione dell'attuale Sistema
sanitario.
Attraverso il 'Libro Bianco' la
Regione ha avviato - ha detto il vice presidente lombardo - un
cammino di cambiamento, che
intende farsi carico anche di questo nuovo contesto. Quello della
cronicit, con la sperimentazione
dei Creg, un ulteriore tassello
da aggiungere al dibattito sul 'Libro Bianco' aperto prima
dell'estate. Non dobbiamo aver
timore di confrontarci con le novit. Il nostro obiettivo garantire buona salute alla persona, in
tutti i momenti della sua esistenza, dalla nascita fino all'ultimo respiro.

Consegnato marted 1 dicembre il premio intitolaro a Roberto Telli, alla miglior tesi di laurea in fisioterapia

Progetto Whp per promuovere la salute

IMMUNOEMATOLOGIA
E MEDICINA TRASFUSIONALE:
Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia
marziale endovenosa, preparazione di nuovi
emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale:
Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico.
Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero.
Tel: 0372 435887 - 0372 405461
dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd
GENETICA
Dove: piano 2 lato destro del monoblocco
ospedaliero. Prenotazioni telefoniche:
0372 405783
da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30.
MEDICINA LEGALE
Prenotazioni presso Direzione Medica
di Presidio piano Rialzato monoblocco
ospedaliero. Tel: 0372 405200.
PSICOLOGIA
Dove: settimo piano a sinistra.
Prenotazioni da luned a venerd
dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio
di Psicologia, oppure anche telefonicamente
agli stessi orari al numero 0372 405409.
ONCOLOGIA MEDICA
Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i
n reparto da luned a venerd
dalle ore 8.00 alle ore 17.00.
Tel: 0372 405248.
TERAPIA DEL DOLORE
Dove: palazzina n. 9 La prenotazione
pu essere effettuata telefonicamente
al numero 0372 405330
dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd.
Negli altri orari possibile chiamare
lo stesso numero lasciando un messaggio
in segreteria telefonica con il nome e numero
di telefono: al pi presto sarete richiamati.

Concerto pro Anffass presso la basilica


di Santa Maria della Croce a Crema

Domenica 14 dicembre, dalle 21.00 presso la basilica di Santa Maria della Croce a Crema, si terr un concerto per celebrare i dieci anni di apertura di Casa Anffas, la comunit alloggio della sezione cremasca dellassociazione che si trova lungo il viale di Santa Maria.
Il titolo della serata Un Natale blu, si tratta di un concerto particolare pensato dal cantautore cremasco Gio Bressanelli che, assieme alle corali di San Benedetto e Santa Maria, ma anche assieme a
tanti altri artisti cremaschi che si muovono nel campo del pop e del
rock, far viverre un aria di Natale particolare. Gli ospiti, infatti, si alterneranno al microfono proponendoci un repertorio di canti e canzoni, dalla musica sacra a John Lennon, per farci respirare laria di un
Natale particolare.

di Laura Bosio

arted 10 dicembre, presso lAula


Magna dellOspedale di Cremona,
stato consegnato il
premio Roberto Telli, giunto alla
7 edizione, alla miglior Tesi di
laurea discussa nellanno accademico 2013-2014 presso il
Corso di Laurea in Fisioterapia
(Universit degli Studi di Brescia sede Azienda Ospedaliera di Cremona).
I vincitori sono stati Andrea
Piccolini e Davide Mazzoleni,
con la tesi dal titolo La sindrome rettoadduttoria nel calciatore dilettante. Revisione della
letteratura e confronto tra due
programmi di prevenzione specifica (relatore Cristian Carubelli). La tesi, sperimentale, ha
ottenuto il massimo dei voti.
Contestualmente al premio si
tenuto il convegno dal titolo:
Guadagnare la salute: forma
fisica e benessere - Proget-

to Whp", con relatori Roberto


Moretti, responsabile del progetto WHP in Regione Lombardia e Enea Antoniazzi referente del progetto per lAzienda
Ospedaliera di Cremona.
La Rete Whp delle "aziende che promuovono la salute"
un supporto per le imprese che
vogliono investire sulla salute
e sul benessere del personale.
Scoprendo magari di ottenerne anche un ritorno in termini di
produttivit.
Le aziende che partecipano
al programma - tra cui anche le
aziende ospedaliere cremonesi,
e l'Asl - si impegnano a seguire
un percorso triennale di iniziative sulla promozione della salute
dei lavoratori. Vengono monitorati i risultati ottenuti in termini di salute e di riduzione di
assenze per malattia. La Rete
ha gi ottenuto importanti riconoscimenti a livello nazionale e
internazionale.
Le aziende della Rete aderiscono ad uno specifico pro-

gramma che prevede un percorso di realizzazione di buone


pratiche (azioni efficaci validate da tecnici esperti) nel campo
della promozione della salute.
Le buone pratiche, ad esempio, sono finalizzate a promuovere unalimentazione sana, a
favorire uno stile di vita attivo,
a offrire un ambiente di lavoro
libero dal fumo e opportunit
per smettere di fumare.
Il programma include 6
aree tematiche: promozione
di unalimentazione protettiva; contrasto al fumo di tabacco; promozione dellattivit fisica; promozione della sicurezza stradale e di una mobilit sostenibile; contrasto allalcol e alle altre dipendenze; promozione del benessere e della
conciliazione vita-lavoro.
Le aziende che decidono di
aderire si impegnano a realizzare annualmente almeno 3
buone pratiche (scegliendole
da un apposito Mauale) in 2
aree tematiche diverse.

Al termine del primo anno


vengono accreditate come
azienda che promuove salute
ricevendo il logo health promoting workplace dellanno.
Il concetto di Promozione
della Salute nei contesti occupazionali (Workplace Health
Promotion o WHP) presuppone che unazienda non solo
attui tutte le misure per prevenire infortuni e malattie professionali ma si impegni anche
ad offrire ai propri lavoratori opportunit per migliorare
la propria salute, riducendo i
fattori di rischio generali e in
particolare quelli maggiormente implicati nella genesi delle
malattie croniche.
I luoghi di lavoro che promuovono la salute, ad esempio, incentivano e promuovono
lattivit fisica, offrono opportunit per smettere di fumare, promuovono unalimentazione sana, attuano misure per
migliorare il benessere sul lavoro e oltre il lavoro.

a cura della dottoressa Annalisa Subacchi


Nutrizionista albo Sez. A n 061604
Master Nutrizione Fitness e Sport, Diete personalizzate,
test intolleranze alimentari, celiachia, breath test al lattosio

Sono la Sig.ra Giovannina ed ho 67 anni, peso Kg. 65, altezza


m.1,50 e le mie giornate le trascorro tra i movimenti normali che
si fanno per pulire una casa, lavoro andando in macchina e spesso sono davanti al pc per scrivere fatture e conti. Le sarei grata
se potesse illustrarmi una dieta per la mia et, non Le nascondo
che mi fa paura la vecchiaia, soprattutto vorrei arrivarci nel migliore dei modi. Quanto dovrei pesare? La informo che prendo da
diversi anni una pillola la mattina per la pressione.
Rispondendo alla sua domanda, posso dire che la sua una condizione di sovrappeso abbondante, avendo un indice di massa corporeo di 28,8. Purtroppo, il lavoro che esercita non la aiuta in quanto trascorre parecchio tempo davanti ad un computer. Per compensare questo dovrebbe cercare di sfruttare tutte le occasioni che ci possono essere nella sua giornata per muoversi, come parcheggiare pi lontano
e fare un po di strada a piedi o ritagliarsi ogni giorno almeno 20-30
minuti per attivit aerobica come passeggiate sostenute o tapis roulant o cyclette. In merito alla sua alimentazione difficile definire a priori quale dovrebbe essere in quanto lei non accenna a nulla in merito.
Le posso comunque consigliare di abbondare con frutta e verdura (5
porzioni al giorno), di limitare il consumo di grassi e zuccheri.
La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a:
info@nutrizionistabiologo.it oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it
www.nutrizionistabiologo.it Facebook: Lisa Nutrizionista Cell. 366-4759134
La dottoressa Annalisa Subacchi riceve a:
CREMONA: poliambulatorio MEDICENTER Cremona 0372-434988
GADESCO PIEVE DELMONA: Poliambulatorio MED c/o Ipercremona2 0373-803801
CREMA Poliambulatorio SANTA CLAUDIA c/o ipercoop GranRondo 366-4759134
MANERBIO Poliambulatorio Minervium Via Verdi 64 - Manerbio 366-4759134

SPORT

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

Sei italiane
sono ancora
in lizza

COPPE EUROPEE

Sei squadre italiane qualificate alla seconda fase


delle coppe europee. Roba daltri tempi... Unica delusione, la retrocessione in Europa League della Roma,
che far compagnia a Napoli, Inter, Fiorentina (che
hanno vinto il girone) e Torino. In Champions rimasta

Responsabile Fabio Varesi

la Juve, che rischia di pescare squadroni del calibro di


Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco e Chelsea.
Appuntamento luned con i sorteggi.
EUROLEGA DI BASKET Battendo 66-64 il Panathinaikos, lArmani Milano si qualificata per la Top 16.

La Cremo sogna un luned da leoni


Nel posticipo contro la Pro Patria lobiettivo salire ancora in classifica. Di fronte la peggior difesa del campionato

di Matteo Volpi

ette punti in due sole settimane ed il Natale


sembra gi assumere altre tinte. Dopo la
vittoria con lArezzo, la Cremonese targata Giampaolo riuscita a conquistare altri
quattro importantissimi punti nel giro di soli
pochi giorni, rilanciandosi di colpo in una classica
che secondo i gu, pareva ormai segnata. Al buon
pareggio sul campo del Lumezzane, infatti, ha fatto
seguito la grande vittoria di mercoled a Como nel
recupero di campionato. Un successo molto importante, soprattutto per il morale di una squadra che
offre nalmente segnali di ripresa e ducia nel diktat del nuovo tecnico, dopo aver voltato un po precocemente le spalle a Montorfano. A livello tattico,
lopera di forgiatura di Giampaolo sta iniziando a
dare i suoi frutti allinsegna della velocit nei contropiedisti e di una manovra pi compatta in fase
difensiva e pratica nel ripartire. Una svolta importante nelle ultime due gare senza dubbio arrivata
dallinserimento di un uomo di grande esperienza
come Paolo Castellini, che oltre a dimostrarsi ancora tonico, sta dando sicurezza a tutto il pacchetto
arretrato, calandosi perfettamente nel ruolo di difensore centrale. Luned sera, per congedarsi in modo
opportuno prima del Natale, ci sar il posticipo allo
Zini contro la Pro Patria. La formazione bustocca, partita peraltro con un punto di penalizzazione, in settimana ha presentato il nuovo allenatore Marco Tosi, che prende il posto di Aldo Monza,
nito sul banco degli imputati, in modo particolare,
per la disastrosa tenuta difensiva dei tigrotti, secon-

LEGA PRO 16 GIORNATA


Alessandria-FeralpiSal

2-0

Arezzo-Como

0-1

Bassano-Real Vicenza

1-1

Giana Erminio-Novara

1-2

Lumezzane-Cremonese

1-1

Mantova-Sdtirol

0-1

Pavia-Unione Venezia

2-1

Pordenone-Monza

0-1

Pro Patria-Renate

1-1

Torres-AlbinoLeffe

2-0

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Il successo di Como ha caricato la squadra, che allo Zini vuole allungare la striscia positiva
Pavia
33
Bassano*
32
Novara
31
Alessandria* 29
Como
29
Real Vicenza 28
Monza*
26
Sdtirol
25
FeralpiSal
24
Arezzo
22
Cremonese
20
Torres*
20
Unione Venezia 19
Giana Erminio 19
Renate
17
Mantova
17
Lumezzane
14
Pro Patria (-1) 12
AlbinoLeffe
10
Pordenone
5

PROSSIMO TURNO (13/15-12)

AlbinoLeffe-Lumezzane, Como-Alessandria, Cremonese-Pro Patria (15-12 h 20.45), FeralpiSal-Giana Erminio, Monza-Arezzo, Novara-Pordenone, Real Vicenza-Mantova, Renate-Bassano, Sdtirol-Pavia, Unione
Venezia-Torres. Recupero: Como-Cremonese 1-3.
da peggior difesa del girone con 30 reti al passivo.
Peggio ha fatto solo il Pordenone, che ha subto un
gol in pi e che rappresenta lultima avversaria battuta dalla Pro Patria il 9 novembre scorso. Da allora i bustocchi non hanno pi vinto una gara. La Pro

Brighenti in azione a Como contro lex Fietta (foto Ivano Frittoli)

Patria, daltronde, ha impostato la squadra allinsegna dei giovani per racimolare pi contributi possibili dalla Lega e tra i pochi elementi di esperienza per
la categoria, oltre a Baclet, troviamo ancora lex grigiorosso Matteo Cammello Serani.

PROBABILE FORMAZIONE (4-5-1): Galli; Palomeque, Gambaretti, Castellini, Favalli; Di Francesco,


A. Marchi, Palermo, Jadid, Kyrilov; Brighenti.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

SERIE D Archiviato il successo di Montichiari, i gialloblu cercano altri tre punti preziosi contro il Caravaggio

La Pergolettese vuole salire ancora in classifica


di Tiziano Guerini

Missione compiuta! Contro lultima in


classifica bisognava vincere e si vinto.
Senza maramaldeggiare, vero, ma non
era necessario, n a dir la verit, c stata
la capacit di farlo.
E cos arrivata la terza vittoria consecutiva a consolidare una classifica
ora, con 22 punti, non esaltante ma certo onorevole. Fra le note pi significative
giunta la decima rete in questo campionato di Lorenzi, che ha punito la sua
ex squadra alla fine del primo tempo su
azione e al 16 della ripresa su rigore.
E anche, un po a sorpresa, il ritorno in
campo dopo oltre un mese di Manzoni,
uno dei giocatori pi necessari al gioco gialloblu. Il Montichiari ha giocato
come poteva ed ha avuto qualche buon
momento, specie nellultima mezz'ora
del secondo tempo quando per gi era
sotto di due gol. Si inizia con un timido
sole invernale, i giallobl si presentano senza gli infortunati Rossi, Martinelli
e Brunetti e lavvio della partita non
esaltante: possesso palla ma senza

Lorenzi al tiro a Montichiari

affondi significativi, n giocate efficaci. Il


Montichiari si difende in undici, per a
loro che tocca la prima (timida) occasione da gol al 27 con Venturi. Ma il finale

del tempo di marca Pergo: al 40 Patrini


(buona la sua prova), sugli sviluppi di un
calcio dangolo, colpisce il palo a portiere battuto. Al 44 arriva il gol di Lorenzi

che, ricevuta palla da Patrini in area, si


gira e insacca nellangolo basso alla sinistra del portiere avversario. Sbloccata la
partita, la Pergolettese inizia la ripresa
del gioco in modo pi determinato. Al 16
un fallo in area di Treccani apparso evidente quanto veniale, procura agli ospiti il rigore che Lorenzi batte bene spiazzando il portiere Viola. Sotto di due gol
il Montichiari non ha scampo, anche se
accentua la propria azione inanellando
calci d'angolo a ripetizione, giungendo al
22 anche al gol che per viene annullato
per fuorigioco fra le proteste dei bresciani. Un Montichiari alla fine generoso, che
per deve archiviare l'ennesima sconfitta. Domani al Voltini scende, in una trasferta breve, il Caravaggio dalla classifica medio-bassa, quindi una squadra alla
portata della Pergolettese che dovrebbe
finalmente sfruttare il ruolo di padrona di
casa che fin qui stato avaro di soddisfazioni. Una vittoria proietterebbe i giallobl nella zona medio-alta della classifica e permetterebbe di guardare alla fine
del girone dandata che si avvicina con
maggior tranquillit.

I NUMERI

17 GIORNATA GIRONE B
Aurora Seriate-Castiglione 1-0
Caravaggio-Villafranca
2-1
Castellana-Pro Sesto
1-3
Inveruno-Mapello
0-0
Lecco-Olginatese
2-0
Montichiari-Pergolettese 0-2
Pontisola-Seregno
2-1
Sondrio-Ciserano
3-0
Virtus Verona-Ciliverghe 0-2
Ha riposato: Folgore Caratese
17 GIORNATA (14-12 h 14.30)
Castiglione-Pontisola
Ciliverghe-Castellana
Ciserano-Montichiari
Folgore Caratese-Inveruno
Mapello-Sondrio
Olginatese-Virtus Verona
Pergolettese-Caravaggio
Pro Sesto-Aurora Seriate
Villafranca-Lecco
Riposa: Seregno
CLASSIFICA Seregno 38;
Castiglione 33; Lecco 32;
Sondrio 27; Pro Sesto 26;
Inveruno 25; Pergolettese,
Ciserano 22; Mapello, A.
Seriate 21; Pontisola 20;
Villafranca, Caravaggio 19;
Virtus Verona 18; Ciliverghe 16;
F. Caratese 15; Olginatese 14;
Castellana 6; Montichiari 0.

24

Sport

Sabato 13 Dicembre 2014

CALCIO ECCELLENZA

Crema in salute nella tana della capolista

Splende il sole sul Crema 1908. Il


netto successo sul fanalino di coda
Palazzolo (3-1), consente ai nerobianchi
di consolidare una posizione in classifica in zona playoff. Ma le buone notizie
non sono finite, visto che due delle tre
reti messe a segno nellultimo turno,
portano la firma del neo acquisto
Alessandro Belleri, che si subito integrato nella squadra cremina.
Laltra rete al Palazzolo stata messa
a segno da Bressanelli, che ha sbloccato il risultato al 33 del primo tempo. Ma
non tempo di lasciarsi andare a facili

Belleri il giorno della presentazione

entusiasmi, perch domani il Crema


impegnato sul capo della capolista
Darfo Boario. Una trasferta molto difficile, che misurer le attuali ambizioni dei
nerobianchi, risaliti in classifica dopo un
inizio di stagione complicato. Anche un
pareggio potrebbe essere utile, per
allungare la striscia di risultati positivi.
14 GIORNATA Aurora TravagliatoFanfulla 0-0, Cavenago-Pedrocca 4-0,
Crema-Palazzolo 3-1, Orsa TrismokaOrceana 1-1, Rezzato-Sarnico 1-0, Rigamonti Castegnato-Darfo Boario 2-2,
Vallecamonica-Asola 1-0, Villongo-Gru-

TENNIS A1

mellese 0-0.
15 GIORNATA (14-12 h 14.30) AsolaAurora Travagliato, Darfo Boario-Crema
1908, Fanfulla-Rezzato, GrumelleseCavenago, Orceana-Villongo, PalazzoloVallecamonica, Pedrocca-Rigamonti
Castegnato, Sarnico-Orsa Trismoka.
CLASSIFICA Darfo Boario 31;
Grumellese 29; Vallecamonica 26;
Rigamonti Castegnato 24; Crema 22;
Orceana 20; Aurora Travagliato, Pedrocca,
Rezzato 19; Villongo, Cavenago 18;
Sarnico 17; Orsa Trismoka 16; Fanfulla 13;
Palazzolo, Asola 7.

Il Circolo Aniene
campione dItalia

Il Circolo Canottieri Aniene il


nuovo campione dItalia di tennis a
squadre: battuto in finale il Tennis Club
Genova 1893.
GENOVA-ANIENE 3-4 - Basso (Ge)
b. Santopadre (An) 6-3 6-3, Bolelli (An)
b. Starace (Ge) 6-2 7-5, Picco (Ge) b.
Berrettini (An) 3-6 6-4 6-3, Cipolla (An)
b. Eremin (Ge) 6-4 5-7 6-3, BolelliBerrettini (An) b. Basso-Picco (Ge) 6-2
6-3, Starace-Motti (Ge) c. CipollaSantopadre (An) 7-6 3-6 10-6, BolelliSantopadre (An) b. Starace-Basso (Ge)
7-6 4-6 10-6.

Ora la Pom pu sognare in grande

Le casalasche (che puntano al secondo posto) ospitano stasera Scandicci, davanti alle telecamere di Rai Sport 1

a Pom Casalmaggiore ripartita alla grande da Urbino e


dopo le tre sberle rimediate sul
campo dellImoco Conegliano, ha espugnato col risultato pi netto il Pala Mondolce. Un
successo che le permette di tornare al
terzo posto solitario della classifica. La
nostra stata unottima reazione ha
commentato Serena Ortolani siamo
partite decise, aggressive come ci eravamo prefissate di essere e poi messo
in discesa il match siamo riuscite a
mantenere alta la concentrazione e a
bloccare sul nascere la reazione delle
nostre avversarie. Possiamo ritenerci
soddisfatte e guardare con ottimismo
alla gara di sabato con Scandicci,
unaltra importante occasione per
dimostrare tutto il nostro valore. Non
era facile affrontare tre gare nel giro di
sette giorni e sapevamo che questi
turni infrasettimanali ci avrebbero costretto agli straordinari. Ma la squadra
ha reagito bene dal punto di vista fisico
e dellimpegno.
Soddisfatto dei tre punti anche il
tecnico della Pom, Davide Mazzanti:
Abbiamo ot-tenuto i tre punti che volevamo, la squadra mi piaciuta sotto
laspetto caratteriale ed ha dimostrato
tanta rabbia in corpo dopo la sconfitta
del Pala Verde, dove pure nonostante il
passivo non si era demeritato. Come
tutte le gare accanto ai lati positivi ci
sono alcuni aspetti da rivedere. In battuta siamo stati efficaci ma fallosi, in
difesa c ancora qualcosa da rivedere,

Comitato di Crema:
promossi e retrocessi

SERIE A1 8 GIORNATA
Bergamo-Busto Arsizio

2-3

Forl-Conegliano

2-3

Modena-Novara

3-1

Piacenza-Firenze

1-3

Scandicci-Montichiari

0-3

Urbino-Casalmaggiore

0-3

CLASSIFICA

VOLLEY A1 Con il netto successo di Urbino la formazione rosa salita al terzo posto in classifica
Modena
21
Novara
20
Casalmaggiore 17
Conegliano
16
Piacenza
15
Bergamo
14
Busto Arsizio 13
Montichiari
11
Firenze
7
Scandicci
6
Forl
4
Urbino
0

PROSSIMO TURNO (14-12 H 18)

Busto Arsizio-Piacenza, Casalmaggiore-Scandicci


(13-12 h 20.30), Conegliano-Modena, Firenze-Urbino
(15-12 h 20.30), Montichiari-Forl, Novara-Bergamo.

La Pom al termine del match

ma arriveremo a perfezionare anche


questa. Ora avanti con Scandicci:
Dobbiamo sfruttare le prossime gare
per migliorare ancora una classifica che
ci vede sempre in ottima posizione.
Puntare al secondo posto pu divenire
il nostro obbiettivo, anche in chiave
Coppa Italia. Per questo lavoreremo
con il solito impegno.
Siamo decisamente soddisfatti da
questa prima parte di stagione - ha
aggiunto il dirigente Luciano Toscani ma vedo ancora margini di crescita e
questo normale perch la squadra
giovane ed stata rinnovata per met
dei suoi effettivi. Le giocatrici riconoscono i propri limiti e difetti e lavorano
con attenzione in palestra per eliminarli

(M.M.) La commissione tecnica cremasca


guidata da Luigi Comolli ha stilato lelenco
definitivo dei bocciofili promossi (45) e retrocessi (14) dellannata 2014. Per le promozioni
dalla cat. D alla C il minimo era 4,5 punti,
dalla C alla B 11,5 e dalla B alla A servivano
11 punti. Per quanto concerne le retrocessioni dalla categoria A alla B massimo punteggio
1,5, dalla B alla C punti 0,5 avendone diritto.
PROMOSSI DALLA D ALLA C Grimaldi
(Vis Trescore), Pedrazzini, Oirav e Poletti (A.
Grandi), Cerioli e Ginelli (Madignanese),
Ghigorno, Bianchessi ed Ed. Padovani (Pieranica), Manclozzi (Sergnanese), Intacchi
(Casiratese), Ettore Padovani (Scannabue).
PROMOSSI DALLA C ALLA B Cazzaniga
e Tagliaferri (Bar Bocciodromo) Raimondi
(Scannabuese), Dossena, Manclozzi (Sergnanese), Gusmini, Moioli (Casiratese), Pizzetti e Rossetti (Castelnuovo), Galli e Cerioli
(Arci Crema Nuova), Fusar Poli e Di Domenico
(Orat Pianengo), Denti Tarzia (Bagnolese),
Rossoni e Lanzi (Mcl Offanenghese), Branchi
(Cremosanese), Degli Agosti (Pieranica).
PROMOSSI DALLA B ALLA A Defendenti e Premoli (Bagnolese), Benzoni Lotti,
Gritti e Giana (Pieranica), Paladini (Cremosanese), Belli e Lanzi (Scannabue), Seri (A.
Grandi), Grimaldi e Vailati (Vis Trescore), Coti
Zelati (Mcl Offanenghese), Pezzotti (Madignanese), Gatti (Santamaria).
RETROCESSI DALLA A ALLA B Magnini
(Bagnolese), Berselli e Macalli (Mcl Offanenghese), Carelli, Fasoli e Bibiani (Castelnuovo),
Scarpelli (Sergnanese), Vezzosi (Arci Crema
Nuova), Leccese, Scorsetti e Tessadori (A.
Grandi),
RETROCESSI DALLA B ALLA C Freri
(Bagnolese), Magnini (Arci Crema Nuova),
Spinelli (Scannabuese).

e ridurli e questo un ulteriore elemento di fiducia per il futuro. Abbiamo i


piedi ben piantati a terra e siamo concentrati sul lavoro da fare, ma ci piace
pensare in grande.
E dopo due trasferte consecutive, la
Pom torna sul terreno amico e lo fa
davanti alle telecamere di Rai Sport 1.
Per il nono turno di andata, che vedr il
ritorno al Pala Farina di Viadana con la
sua Scandicci dellex rosa Tina Lipicer,
la societ ha pensato ad una sorpresa
per i propri abbonati. Per loro una sorta
di regalo di Santa Lucia o se vogliamo
un cadeau anticipato in vista delle prossime festivit natalizie. Porta un amico
a vedere la Pom, con questo slogan
potremmo etichettare liniziativa che

offre a tutti gli abbonati la possibilit di


essere accompagnati alla gara di stasera da un amico, cui verr riservato un
biglietto di tribuna libera al prezzo simbolico di 1 euro. Baster che abbonato
ed amico o amica si presentino insieme
alla biglietteria per poter beneficiare di
questa originale iniziativa. Una occasione da non farsi sfuggire anche perch la
gara tra casalasche e toscane, oltre ad
annunciare un bello spettacolo, vivr un
gustoso prologo con la premiazione
delle giocatrici rosa Jovana Stevanovic
e Valentina Zago rispettivamente miglior
muro e migliore battuta della scorsa
stagione, fa sapere la societ.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

Pieve 010 in ascesa


ospita il Trissino
HOCKEY PISTA A1

Il Pieve 010 ha conquistato il terzo


successo consecutivo. Sabato scorso
sulla pista di casa di San Daniele Po ha
sconfitto il Coreggio per 5-0. I rossoblu
gi nella prima frazione hanno messo al
sicuro il risultato, siglando ben quattro
reti con Ambrosio (tripletta) e Jara. Nella
ripresa il discorso non cambia, il Pieve
010 tiene alto il ritmo e gli ospiti faticano
a trovare la via della rete (Vallina ha
compiuto solo un paio di interventi di un
certo impegno), anche perch i locali
sono bravi a chiudere gli spazi. Nel finale decimo fallo del Correggio ed ancora
Ambrosio sigla definitivamente il quinto
gol. Il sodalizio di coach Ariano Civa ha
fatto un altro balzo in avanti in classifica,
portandosi decisamente sopra la zona
retrocessione, intravvedendo la zona
playoff e stasera alle 20.45 ospita ancora a San Daniele Po il Trissino, che ha
solo due punti di vantaggio sui pievesi.
Marco Ravara
CLASSIFICA (10 giornata) Forte dei
Marmi 30; Breganze 22; Viareggio, Valdagno 18; Bassano 17; Trissino, Lodi
16; Pieve 010, Follonica 14; Giovinazzo
10; Sarzana, Matera 9; Correggio 6;
Prato 3.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

Mattia Visconti chiude alla grande unannata super


BOCCE

di Massimo Malfatto

Lannata agonistica cremasca si


conclusa cos come era iniziata, con il
successo (ventiduesimo stagionale) di
Mattia Visconti. Un altro show quello
sfoggiato dal giovane portacolori della
Achille Grandi nella Targa del Comitato ed avversari annichiliti. Superato
il trescorese Paolo Guglieri (che nel
recupero aveva eliminato Frattini) per
12-4, Mattia estrometteva in semifinale
il compagno di societ Andrea Zagheno per 12-5 ed in finale si sbarazzava
di Gianbattista Defendenti con un
perentorio 12-2. Quarto posto per
lorobico Massimo Moro sconfitto
(4-12) dal bagnolese.
Nella categoria C/D una bella performance di Alessandro Cerioli ed un
meritato successo. Il portacolori della
Arci Crema Nuova esordiva nella
fase finale eliminando Italo Lanzi (12-7)
ed in semifinale Ettore Giana sul filo di
lana. Approdava in finale anche Natale
Raimondi che superava il trescorese

Carlo Mariani premia i vincitori Visconti e Cerioli

Davide Grimaldi (12-7) ed in semifinale


aveva la meglio sul cremosanese
Massimo Paloschi per 12-5. Match di
finale equilibrato, dove la spuntava

Cerioli su Raimondi per 12-8. Ha diretto la gara Francesco Lanzi coadiuvato


dagli arbitri di finale Gianpietro Raimondi e Massimo Testa, perfetta lor-

ganizzazione curata nei minimi particolari dalla bocciofila Nuova Bar


Bocciodromo.
GP CITTA DI MILANO La gara
internazionale (408 individualisti) organizzata dalla bocciofila Madonnina e
giunta alla sua terza edizione ha visto il
successo di Giuseppe DAlterio, ma la
notizia entusiasmante che sul podio
salito anche Mattia Visconti protagonista di una straordinaria prestazione.
Dopo un ottimo esordio con un cappotto inflitto ad un giovane romano,
Mattia si sbarazzava di Morlacchi (122) e quindi batteva Menghini per 12-9.
Nella fase finale il giovane vaianese
simponeva su un bocciofilo di
Macerata (12-7), negli ottavi estrometteva Jacopo Gaudenzi (12-6) e nei
quarti Renzo Tosca per 12-10. Nulla da
fare in semifinale per Visconti che
pagava linesperienza, un po di stanchezza e veniva battuto da Maurizio
Mussini per 12-3. Il portacolori della
Brescia Bocce verr poi sconfitto
senza attenuanti da DAlterio per 12-2.

Oggi match difficile per lAchille Grandi a Verona

Non era il risultato che lAchille Grandi ambiva


dalla trasferta di Trezzo dAdda nella seconda giornata del campionato italiano: opposta alla Tritium
la formazione cremasca stata sconfitta per 2-1.
Inizia male il match: Guerrini-Pedrignani-Zagheno
perdono entrambi i set (6-8), mentre sullaltra corsia
Mattia Visconti, opposto a Mercanti, vince il primo

(8-6) ma perde il secondo set sul filo di lana con


parecchia sfortuna. La seconda fase inizia con lottima prestazione della family Visconti che simpone
con un doppio 8-3, ma in difficolt e non da lui
Alberto Pedrignani che, in coppia con Guerrini, cede
nel primo set (6-8) e viene sostituito da Zagheno
senza risultati concreti.

Se la famosa asticella si sposta un po pi in alto,


se il primo posto (ed i playoff ) sono ancora raggiungibili ci vuole il colpo dala e lAchille Grandi lo deve
trovare oggi a Verona contro la capolista.
GARA TELETHON Oggi (ore 15.30) la finale sulle
corsie del bocciodromo di Cremona.
M.M.

Sport

Sabato 13 Dicembre 2014

25

La Vanoli vuole dimenticare Roma

La squadra di Pancotto non al meglio a causa dei tanti acciacchi, ma deve riscattare la prova opaca nella capitale

SERIE A Archiviata la sconfitta contro lAcea i biancoblu cercano un nuovo successo con Pesaro

a peggior Vanoli di questo


inizio di campionato, ha perso nettamente a Roma 63-50
sul campo dellAcea, restando in partita per un lungo
periodo, per poi cedere di schianto nei
minuti finali. Attenuanti sono da ricercare soprattutto nellassenza di Clark,
infortunato, nelle precarie condizioni
fisiche di Vitali e Campani, lontani dalle
belle prestazioni che hanno consentito, col contributo di tutti, di guardare
con un sorriso una classifica sin qui
abbastanza sorprendente. Peccato,
perch Roma non ha mostrato grande
brillantezza e se la Vanoli fosse stata la
stessa di un mese fa, avrebbe continuato a meravigliare ed infiammare i
suoi sostenitori, molti presenti anche
nella capitale. Speriamo che linfortunio di Clark rientri in tempi brevi (si
parla di 20 giorni) ed i compagni non
ne facciano rimarcare troppo lassenza, dando tutti quel qualcosa in pi di
cui c bisogno. Del resto Mian sta
palesando miglioramenti costanti e
pensiamo possa dare una grossa
mano al gruppo, ma la condizione fisica di Vitali e Campani certamente da
migliorare alla svelta.
Domani al PalaRadi arriva Pesaro,

SERIE A 9 GIORNATA

CLASSIFICA

di Giovanni Zagni

Bologna-Avellino

77-76

Brindisi-Varese

69-71

Cant-Pistoia

76-80

Caserta-Trento

88-90

Pesaro-Venezia

89-90

Reggio E.-Capo dOrlando

77-65

Roma-Cremona

63-50

Sassari-Milano

111-112

Venezia
16
Reggio Emilia 14
Milano
14
Sassari
12
Cremona
10
Brindisi
10
Trento
10
Bologna (-2)
8
Pistoia
8
Cant
8
Avellino
8
Roma
8
Varese
6
Capo dOrlando 6
Pesaro
4
Caserta
0

SERIE A2 FEMMINILE

Tec-Mar Crema obbligata


a vincere contro la Virtus

Luca Vitali
(foto Mario F. Rossi)

IL PROSSIMO TURNO (14-12 h 18.15)

Avellino-Roma (13-12 h 20.30), Capo dOrlando-Cant, Cremona-Pesaro, Milano-Caserta, Pistoia-Brindisi


(13-12 h 20.30), Trento-Sassari (15-15 h 20), Varese-Bologna (h 20.30), Venezia-Reggio Emilia.
un avversario apparentemente fragile
che per il turno precedente ha fatto
soffrire Venezia, perdendo di un punto.
Da ci deduciamo che anche i marchigiani siano personaggi da prendere
con le pinze, con un occhio di riguardo
per Ross, Musso (un argentino dal
gran fisico), il centro Judge e la guardia
Myles. Gli uomini di Pancotto sono

avvisati, perch contro la Consultinvest


non ammesso distrarsi o concedere
troppo, perch contro Venezia gli
uomini di coach Dell'Agnello ne hanno
segnati 90... Non guastiamoci il clima
pre-natalizio. Forza ragazzi.
NOVITA Marted scorso si aggregato alla squadra per gli allenamenti il giocatore Andre Williamson (classe

1989, alto 202 centimetri), proveniente


dal Bremerhaven (Germania), dopo
aver militato in precedenza nellHapoel
(Israele), Kauhajoki (Finlandia) e Liege
(Belgio). Williamson rimarr a disposizione di Pancotto per gli allenamenti
fino al pieno rientro di Clark.
Cronaca e commenti della partita
sul sito www.artventuno.it

Primo momento difficile per la Tec-Mar


Crema in questa stagione. Anche a Ferrara
le azzurre hanno fornito una prestazione
sottotono e hanno ceduto alla capolista.
Una sconfitta che ha fatto scivolare il Basket
Team al terzo posto in classifica. Ora serve
una reazione, a partire dalla trasferta di oggi
pomeriggio contro la Virtus Cagliari. Lavversario staziona nelle parti basse della graduatoria, ma sul proprio parquet pu essere
insidioso, soprattutto se non affrontato con
la necessaria determinazione. Ma siamo sicuri che le azzurre sapranno ritrovare lo
smalto di un mese fa e di tornare a casa con
due punti preziosi.
12 GIORNATA Albino-Astro Cagliari 5751, Ferrara-Crema 54-39, Muggia-Biassono
46-56, Vicenza-Virtus Cagliari 65-52. Ha riposato: Alpo.
13 GIORNATA (13-12 h 16) Astro Cagliari-Ferrara, Biassono-Alpo (h 20), VicenzaMuggia (h 20.30), Virtus Cagliari-Crema. Riposa. Albino.
CLASSIFICA Ferrara 18; Vicenza 16;
Crema 14; Alpo 10; Astro Cagliari, Albino,
8; Virtus Cagliari, Biassono 6; Muggia 2.

LErogasmet sfida il blasone della Fortitudo


SERIE B

Ha sofferto pi del previsto


lErogasmet Crema contro il fanalino di coda Trieste, ma riuscita
a portare a casa i due punti che le
consentono di continuare a tenere a distanza la zona pi pericolosa della classifica. Privi di Del
Sorbo e con Tardito a mezzo servizio per linfortunio della settimana scorsa, i cremaschi hanno a
lungo sofferto il gioco degli avversari, faticando a trovare i giusti
accoppiamenti difensivi e tirando
al meglio dalla distanza solo dal
secondo tempo. Ora i leoni biancorossi sono attesi da una sfida
dal sapore storico, visto che
affrontano domani alle ore 18,
nella cornice del PalaDozza la
Fortitudo Bologna, squadra che
ha fatto la storia della pallacanestro italiana con 2 scudetti e che,
dopo anni difficili dal punto di
vista societario, ripartita dalla
serie B. I biancoblu, allenati da
Claudio Vandoni, dopo un inizio
tentennate, stanno attraversando
un ottimo momento di forma con
4 vittorie consecutive che hanno
portato la squadra al primo posto
in classifica con 16 punti in compagnia di Orzinuovi, Montichiari e
Cento. Il quintetto bolognese
formato da giocatori con molta

esperienza, guidati per dal giovane playmaker Matteo Montano,


classe 92, ma con grande personalit, un ottimo attaccante,
bravo soprattutto in contropiede
e in penetrazione, fondamentale
in cui dimostra ottime capacit
anche a trovare i compagni liberi
sugli scarichi. La guardia titolare
Gennaro Sorrentino, cresciuto
nel settore giovanile della
Fortitudo, collezionando anche
due presenze in serie A e con una
lunga carriera in LegaDue: buon
attaccante, soprattutto con il tiro
dalla media distanza, pu alloccorrenza giocare anche da playmaker. Completa il reparto esterni lala Jacopo Valentini, altro
elemento con esperienze in serie
A a Pesaro, giocatore molto atletico, ottimo difensore e rimbalzista eccellente per il ruolo. Il
reparto lunghi pu contare sulle
qualit offensive di Giuliano
Samoggia, miglior marcatore
della squadra con 16.2 punti a
partita, ottimo tiratore dallarco
dei 6,75 e dotato anche di un
buonissima tecnica in post

DIVISIONE NAZIONALE C
LMg.K Vis Piadena tornata a sorridere contro il
Bernareggio. Un successo arrivato al termine di un
match equilibrato, condotta dallinizio alla fine dai
piadenesi, con i brianzoli sempre in grado ribattere
colpo su colpo. A certificare il successo ci ha pensato Matteo Lottici (18 punti), con una tiro dalla
lunga distanza messo a segno a 2 dalla sirena.

I NUMERI
11 GIORNATA Cento-Desio 8876, Crema-Trieste 88-77, LeccoArzignano 76-64, Montichiari-Udine 61-58, Orzinuovi-Bologna 73-84,
Pordenone-Lugo 66-61, Urania Milano-Bergamo 62-57.
12 GIORNATA (14-12) Arzignano-Urania Milano, Bergamo-Costa
Volpino, Bologna-Crema (h 18),
Cento-Pordenone, Desio-Lecco, Trieste-Montichiari, Udine-Orzinuovi.
CLASSIFICA Orzinuovi, Montichiari, Cento, Bologna 16; Udine, Pordenone, Urania Milano 14; Lecco, Crema
10; Lugo, Bergamo 8; Costa Volpino,
Arzignano, Desio 4; Trieste 0.

basso, giocatore ben conosciuto


da coach Baldiraghi, che lo ha
avuto con s ad Olbia e a Riva del
Garda. Al suo fianco, agisce il
centro Andrea Iannilli, giocatore
darea con ottima presenza su
entrambi i lati del campo e un
buon istinto a rimbalzo. Dalla

panchina, coach Vandoni pu


contare su diversi giocatori di
impatto, a cominciare da Davide
Lamma, bolognese e Fortitudino
doc, che ha avuto diversi anni ad
alti livelli in serie A e vanta anche
la medaglia di bronzo conquistata con la nazionale italiana agli

Tardito a canestro

europei 2003 in Svezia. A 38 anni,


Lamma tornato per la quarta
volta alla Fortitudo e sta ancora
mettendo in mostra le sue qualit
di playmaker con 3.5 assist a
partita e le sue doti offensive sia
in penetrazione che dallarco dei
3 punti. Altri due giocatori molto

Piadena, due punti della speranza

Oltre a Lottici, si sono distinti Malagutti (18), Marenzi


(16) e Olivieri (16). Ora per serve continuit, a partire dalla trasferta di Arcisare, stasera alle 21.
12 GIORNATA Cant-Boffalora 68-66, 7 Laghi

Gazzada-Olginate 65-59, Lissone-Arcisate 81-72,


Manerbio-Opera 80-86, Milanotre-Iseo 82-73, Piadena-Bernareggio 80-74, Saronno-Nerviano 83-69.
13 GIORNATA (13-12 h 21) Arcisate-Piadena,

importanti per cambiare ritmo alla


partita sono la guardia Daniele
Grilli, buon tiratore dalla distanza
e lala grande Davide Raucci,
giocatore molto atletico con ottime mani vicino a canestro. Completano il roster il centro Alessandro Mancin, che porta in dote
minuti importanti soprattutto in
fase difensiva e la giovane guardia Leonardo Candi, classe 97,
ma sempre pronto quando chiamato in causa. I ragazzi di coach
Baldiraghi si trovano quindi di
fronte una squadra di ottimo livello da affrontare in un palazzetto
sempre molto caldo. La Fortitudo
non certo il miglior avversario
per provare a rompere la striscia
negativa di sconfitte in trasferta,
ma Zanella e compagni riuscissero a dare continuit alla positiva
prova offensiva con Trieste e a
crescere nella fase difensiva,
potrebbero provare ad impensierire i pi quotati avversari e conquistare una vittoria che sarebbe
storica per la societ e per tutto il
movimento cestistico cremasco.
Alberto Zani

Bernareggio-7 Laghi Gazzada, Boffalora-Saronno,


Iseo-Lissone, Nerviano-Manerbio, Olginate-Milanotre,
Opera-Carpe Diem Calolziocorte.
CLASSIFICA Opera 18; Saronno, Milanotre, 7
Laghi Gazzada 16; Lissone 14; Carpe Diem Calolziocorte, Iseo, Olginate 12; Bernareggio, Manerbio,
Arcisate 10; Nerviano 8; Piadena, Boffalora 6; Cant 2.

26

Sport

Sabato 13 Dicembre 2014

CALCIO SERIE A

SERIE B

Juve e Roma, chi rischia di pi? Spicca il derby Carpi-Modena

Affascinante giornata con le prime quattro che si affrontano. Chi rischia di pi tra Juve e Roma? Vedremo...
14 GIORNATA Atalanta-Cesena 3-2, Cagliari-Chievo
Verona 0-2, Fiorentina-Juventus 0-0, Genoa-Milan 1-0,
Hellas Verona-Sampdoria 1-3, Inter-Udinese 1-2, Napoli-Empoli 2-2, Parma-Lazio 1-2, Roma-Sassuolo 2-2,
Torino-Palermo 2-2.
15 GIORNATA (14-12 h 15) Cesena-Fiorentina,
Chievo Verona-Inter (15-12 h 21), Empoli-Torino (15-12

h 19), Genoa-Roma, Juventus-Sampdoria (h 12.30),


Lazio-Atalanta (13-12 h 20.45), Milan-Napoli (h 20.30),
Palermo-Sassuolo (13-12 h 18), Parma-Cagliari,
Udinese-Hellas Verona.
CLASSIFICA Juventus 35; Roma 32; Genoa 26;
Sampdoria 25; Napoli 24; Lazio 23; Milan, Udinese 21;
Fiorentina 20; Sassuolo 19; Palermo 18; Inter 17; Empoli
15; Atalanta, Hellas Verona 14; Chievo Verona, Torino
13; Cagliari 11; Cesena 8; Parma (-1) 5.

17 GIORNATA Avellino-Crotone 1-2, BariCarpi 0-1, Catania-Bologna 2-2, Frosinone-Ternana 0-1, Modena-Livorno 0-0, Perugia-Latina
0-0, Pro Vercelli-Pescara 0-4, Spezia-Cittadella
0-0, Varese-Virtus Entella 2-2, Virtus LancianoTrapani 2-2, Vicenza-Brescia 2-0.
18 GIORNATA (13-12 h 15) Bologna-Frosinone, Brescia-Spezia, Carpi-Modena, CittadellaBari, Crotone-Pro Vercelli, Latina-Varese (15-12 h

20.30), Livorno-Catania, Pescara-Avellino, Ternana-Lanciano, Trapani-Perugia (12-13 h 20.30),


Virtus Entella-Vicenza.
CLASSIFICA Carpi 33; Frosinone 29; Bologna
27; Livorno, Spezia, Trapani 26; Virtus Lanciano,
Avellino 25; Perugia 24; Vicenza 23; Modena*,
Ternana 22; Pro Vercelli 21; Pescara, Catania 20;
Brescia, Bari 19; Virtus Entella*, Crotone 17; Varese (-3) 16; Cittadella, Latina 15.

Imbalplast, anno dalle emozioni forti

CICLISMO Il 2014 segnato dalla scomparsa di Alessandro Maggi e Alessandro Terenzi. Bravi i Giovanissimi con 27 vittorie

di Fortunato Chiodo

hiusa lannata agonistica, le


societ tirano le somme e si
preparano per la prossima
stagione. Per quanto riguarda la Societ Ciclistica Imbaplast di Soncino, formazione di patron
Sergio Alzani, abbiamo approfondito
lannata con Alessandro Rossi, direttore
sportivo della societ e dirigente provinciale del ciclismo di straordinaria normalit, o meglio che non se la tira pi di
tanto Rossi detesta lesibizionismo e
le cose fatte tanto per fare: Mi sono
avvicinato allo sport del ciclismo nel
1997 per passione. Non sono un mago,
ma ho fiducia nel lavoro che sto svolgendo e confido nella bont del vivaio,
che nel 2014 nella categoria Giovanissimi
ha conquistato 27 vittorie senza affanno. Quali sono le regole? Divertimento,
scuola di vita. Questanno il trend stato
inferiore alle aspettative, abbiamo
affrontato avversari certamente tosti e
abituati allaggressivit agonistica.
Quali sono le componenti per un allenatore nel settore giovanile? Tutte le componenti devono lottare per un solo
obiettivo, vincere, nessuno ti regala
niente, nello sport come nella vita. Non
mancata leuforia, con una folla di
appassionati, armati di smartphone per
rubare uno scatto, che hanno preso
dassalto il paddock per le foto con i

I Giovanissimi dellImbalplast

virgulti. Rossi, la pista il trampolino di


lancio? Certamente tutti sanno che, per
tradizione, non importante solo essere
forti su strada, dimenticando o facendo
finta di non rammentare che la pista
stata il trampolino di lancio di campioni
come Marco Villa (tanto per citarne uno),
che ha costruito la sua grandezza e
dedicato gran parte del suo impegno
alla pista ed anche per questo che,
adesso, pu raccogliere con una certa
disinvoltura il frutto della sua esperienza

anche come ct della Nazionale.. Mi


pare provato ampiamente che su pista i
campioni non si rovinano: al contrario si
affermano! In questa direzione, lImbalplast, oltre al consueto calendario su
strada, ha organizzato il Campionato
lombardo su pista allo Stadio Comunale
di Soncino, un evento di straordinaria
grandezza, con pi di 500 baby ciclisti al
via. Il bilancio evidenzia la vitalit,
garantendo nuova linfa e adeguata
scuola ai giovani ciclisti e sono un con-

creto investimento per il futuro. E di


consuntivo che vogliamo parlare e come
dice Rossi, lattivit volge al termine e i
trionfi sono stati ottenuti con Daniel
Zanoni (7 anni, 1 vittoria), Mirko Coloberti
(9 anni, 9 trionfi e il titolo di Campione
provinciale), Manuel Mosconi (10 anni, 7
vittorie e il titolo di Campione provinciale), Luca Pollini (10 anni, 2 vittorie),
Matteo Bertesago (11 anni, Campione
provinciale), Gabriele Coloberti (12 anni,
1 vittoria) e Andrea Morandi (12 anni, 6
vittorie e il titolo di Campione provinciale). E mancata la ciliegina della prima
vittoria dellorobico Simon Curlo, tra gli
Esordienti del primo anno, dove ha racimolato 11 punti stagionali (1 secondo, 3
quarti e un 5 posto), ma si comunque
laureato Cam-pione provinciale. Simon
ci ha detto: I miei obiettivi futuri sono
quelli di migliorarmi. Nei ricordi di tutti
noi regna la doppia tragedia della societ ciclistica Imbalplast, che costata la
vita al 14enne Alessandro Maggi di
Castelleone e al direttore sportivo Alessandro Terenzi di Genivolta, colpito da
ictus dopo lincidente e morto di crepacuore: un autentico cultore del ciclismo,
fondatore nel 1972 insieme allex professionista Amilcare Sgalbazzi della Polisportiva Genivoltese, poi assorbita dallImbalplast di Soncino. Un uomo di
grinta come Alessandro Rossi non poteva non trasferire questa peculiarit del
suo carattere nella mansione di respon-

sabile tecnico provinciale Giovanissimi


della Federciclismo, al quale stato
chiamato. Il trend di crescita passato
dai 79 tesserati ai 122 nei quadriennio
2010-2014, non sempre tutto andato
come sarebbe stato auspicabile,
comunque in sinergia con i dirigenti
delle societ lavoriamo alla crescita del
settore giovanile. Unannata che sa di
speranza? Per facilitare la lettura,
comincerei dalla vittoria di Stefano
Ganini (Uc Cremasca), Campione lombardo su strada tra i 7 anni, ma anche di
Federica
Venturelli
(Polisportiva
Madignanese) che stata grande protagonista nel Trofeo Rosa della G3. Il
ciclismo femminile continua Alessandro
Rossi - si distingue, con le nostre stelline che hanno dimostrato grinta e
coraggio e vinto contro avversarie di
spessore. Sono un patrimonio della
nostra terra Elena Bissolati (Tittici Lgl
Pro Team Team), Campionessa europea
nello scratch, quarta ai mondiali nel keirin, Campionessa italiana su pista donne
Juniores del keirin, velocit e velocit a
squadre in coppia con laltra Junior,
Mirian Vece (Team Valcar Pb ), che si
poi confermata anche con loro nei 500
metri su pista. E poi ancora Marta Cavalli
(Team Valcar Pbm), Allieva, salita sul
podio della classica Coppa Rosa di
Trento, Campionessa bergamasca, vittoriosa a Pradalunga, argento e bronzo
agli Italiani su pista.

Parata di giovani atleti a Soncino LAstana di Nibali ha la licenza

Lo sport del ciclismo sar protagonista sabato


20 dicembre alle ore 15 nella sala dei Convegni
della Ex Filanda Meroni di Soncino, alla tradizionale cerimonia di consegna dei premi a campioni,
dirigenti e societ. Manifedtazione patrocinato da
Antonio Pegoiani, presidente del Comitato provinciale della Federciclo, che consegner i prestigiosi
riconoscimenti dellanno. Saliranno sulla passerella
le societ Fly Handbike (per la crescita e la divulgazione del ciclismo Parolimpico), Nature And Bike
(per il divulgare nel migliore dei modi la Mtb a livello giovanile). Ecco i riconoscimenti nella categoria
Giova-nissimi: G1 Stefano Ganini (Uc Cremasca)
Campione lombardo su strada, G2 Gabriele Durelli
(Uc Cremasca), G3 Mirko Coloberti (Imbalplast), G4
Manuel Mosconi (Imbalplast), G5 Matteo Bertesago
(Imbalplast) e G6 Andrea Rocco Morandi (Imbalplast). Riconoscimenti nella categoria Esordienti a
Simon Curlo (Imbalplast) e Anselmo Francesconi
(Uc Cremasca), ambedue Campioni provinciali del
primo e secondo anno e tra gli Allievi Davide
Gastaldi (CC Cremonese-Arvedi), Campione provinciale e Simone Vezzoli (Uc Cremasca) per i
risultati ottenuti. Cremona forza 4: il numero dei

giovani pi attesi del ciclismo della citt, ovvero


Giovanni Pedretti (CC Cremonese-Arvedi) Campione italiano inseguimento a squadre Juniores,
Stefano Baffi (Uc Cremasca), Campione italiano
corsa a punti Allievi, Martti Sciortino, Campione
italiano Mbx 24 Cruiser e Diego Bosini (CC
Cremonese-Arvedi), Campione italiano nella corsa
a punti Esordienti del 2 anno. Tra le femminucce,
saliranno sul palco Marta Cavalli (Valcar Pbm),
Mirian Vece (Valcar Pbm) e Elena Bissolati.

Nibali rischiava di non correre il Tour de France


2015, ma alla fine ci sar. La Commissione licenze
dellUci, organismo indipendente che valuta la correttezza delle formazioni di ciclismo mondiale, ha
deciso infatti di assegnare la licenza allAstana, la
squadra kazaka che ha in Vincenzo Nibali il proprio
punto di riferimento. La decisione rimasta in dubbio per giorni, a causa dei due casi di doping che
hanno colpito il team nei mesi scorsi: quella fratelli
kazaki Valentin e Maxim Iglinskiy, fermati entrambi

Tanti convocati per lo stage in pista

Edoardo Salvoldi, direttore tecnico della Nazionale di ciclismo femminile, ha convocate per uno
stage al velodromo Fassa Bortolo di Montechiari (Bs), Martina Alzini (Gauss), Elena Bissolati (Tittici
Lgl Pro Team), Marta Cavalli, Claudia Cretti, Mirian Vece (Valcar Pbm) e Martina Fidanza
(Eurotarget). Trai maschietti, il ct Marco Vitta ha convocato lallievo Stefano Baffi della Cremasca e
lo Junior Stefano Moro della Trevigliese.
DUARTE RINNOVA AL TEAM COLUMBIA DI CORTI Il colombiano Fabio Durate vestir ancora una volta i colori del Team Colombia Coldeportes nel 2015. Lex campione del mondo Under 23,
oggi 28enne, rientrato in Italia per incontrare il general manager Claudio Corti e per firmare il
nuovo contratto che lo rende il 18 elemento di un organico fortemente rinnovato.

RUGBY

Il Crema si gioca il secondo posto a Monza

SantAmbrogio amaro per lAmatori


Milano, sconfitto da un Crema tutto cuore
e volont, che con una ripresa da antologia, ha archiviato la pratica meneghina e
festeggiato, con la concomitante sconfitta
del Grande Brianza a Cologno, il secondo
posto in classifica (nel girone C di C1).
Domani alle 14.30 lo scontro con i brianzoli, varr quindi il secondo posto in solitaria
e segner un passo decisivo nella lotta ai
playoff, che sembra ormai un affare a tre
con il Cologno come terzo incomodo. Due
posti per tre squadre che, raccolte in appena due punti, si giocheranno tutte le loro
carte nei prossimi tre turni di campionato,
dando per assodato il primo posto dellimbattuto ed irraggiungibile Mantova.
Tornando alla sfida di Milano, i neroverdi in
avvio hanno subto la mischia meneghina
ed al 15 la superiorit milanese stata

La sfida dellandata

suggellata dalla meta di Reggiani. Poi,


per, la formazione cremasca si ritrovata
ed al 21 ha realizzato la meta del pareggio.
Lequilibrio stato spezzato dallennesima
prodezza del forte centro cremasco Crotti,
che con unazione delle sue ha portato il
Crema in vantaggio (12-7). Nella ripresa c
stato un monologo neroverde, grazie anche
a una grandissima prova del pacchetto di

mischia. Il resto lo ha fatto una linea di tre


quarti di categoria superiore che, quando
viene innescata, si dimostra un arma letale.
Per la cronaca, al 21 arrivata la meta
della tranquillit di Loda, che sfoderava
una delle sue ormai proverbiali cavalcate
sulla linea dellout, seguita al 39 dalla meta
bonus dellottimo Clunie per il 24-7 finale.
Ora a Monza nel big match di giornata per
continuare il sogno playoff.
CLASSIFICA (7 giornata) Mantova 35;
Crema, Grande Brianza 19; Iride Cologno
17; Valle Camonica 11; Amatori Milano 4.
Dopo la pausa, domani torna il campionato di serie C2, con Casalmaggiore (4 in
classifica con 22 punti) che ospita il fanalino di coda Marco Polo, mentre la Witors
Cremona (settima con 7 punti) affronta il
Rugby Gerundi, anche lui in fondo alla
classifica.

per Epo (eritropoietina). In tutta questa vicenda,


Nibali, Aru e tutto lenclave italiana (su 30 corridori,
10 sono di casa nostra) non centrano nulla, ma la
posizione della formazione diretta dal team manager
Alexander Vinokourov stata sotto la lente di ingrandimento. La posizione di Nibali in materia doping
piuttosto chiara e anche nota. Al Tour, in occasione
della conferenza stampa conclusiva, senza tanti giri
di parole disse: E grazie anche ai controlli antidoping pi stretti e rigorosi se io ho potuto vincere il
Tour. Alla fine la Com-missione ha deciso di dare
allAstana la licenza e tutti hanno tirato un sospiro di
sollievo, in primi lo Squalo dello Stretto. L'Astana si legge sul sito del team - felice e orgogliosa di
annunciare di aver ricevuto una licenza World Tour
per il 2015 e correra ai pi alti livelli nella prossima
stagione. Negli ultumi concitati giorni, Nibali aveva
scritto suol suo profilo Twitter: Leggo tante notizie
che mi colpiscono indirettamente. Sono sereno al
100%, continuo a condurre la mia vita con tranquillit insieme alla mia famiglia perch da sempre sono
trasparente. Ora che la vicenda si chiusa positivamente, la speranza che Nibali vpossa prepara in
tranquillit un 2015 ancora da protagonista.

ESSINA
A REMAGLIE P
IN
C
S
A
C
I,
IN
P
RITURISMO I

CREMONESE
PRONTO PIZZ

AG

A, VIA GHINA
GLIA 31

USIO 4
, VICOLO PERT
LE
A
R
T
N
E
C
E
T
RISTORAN

ZOOTECNIC

INO 35
A, VIA SOLFER

TEOTTI 64
I, CORSO MAT
G
G
IA
V
Y
D
E
E
SP

PRATICHE AU

TO ALQUATI,

SCUOLA IAL LO

MBARDIA, VIA

VIA MANTOV
A1

DANTE 121