Sei sulla pagina 1di 28

il

Anno I n. 4 SABATO 25 GENNAIO 2014

PICCOLO
www.ilpiccologiornale.it
Edizione chiusa alle ore 21

SETTIMANALE

Direttore responsabile Daniele Tamburini Societ editrice: Immagina srl via San Bernardo 37 - Cremona Amministrazione e diffusione: via San Bernardo 37 - Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione: via S.Bernardo 37, Cremona - tel 0372 454931 redazione@ilpiccologiornale.it Stampa: I.G.E.P. Srl - Industria Grafica Editoriale Pizzorni - Cremona pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Cremona n 5/2013 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

Non riceve alcun finanziamento pubblico

Periodico 0,02 copia omaggio

Picco in arrivo entro febbraio. Il dottor Pan: Attenzione a non esagerare con lutilizzo degli antibiotici

Rezza (Iss): La fascia di et maggiormente colpita quella dei bambini al di sotto dei 5 anni. I virus non hanno subito mutazioni rilevanti

IN TANTI A LETTO CON LINFLUENZA

pagina 4

Capitali stranieri nel calcio? Forse meglio di no


di Fabio Varesi

PUNTO & VIRGOLA

SI ESPANDE LISOLA PEDONALE

CASE POPOLARI VIA BORRONI

a pagina 6

l glorioso calcio milanese in crisi a tutte le latitudini. Ma se il ridimensionamento del Milan era ampiamente annunciato, quello dellInter rappresenta una sorpresa. S, perch da qualche mese il presidentissimo e soprattutto generosissimo Massimo Moratti ha ceduto il pacchetto di maggioranza della societ ad un magnate indonesiano ai pi sconosciuto (Erik Thohir), ma che si presentato con un biglietto da visita affascinante, ovvero un patrimonio smisurato, che ha fatto sognare i tifosi nerazzurri. Accanto allimpegno di ripianare i debiti (necessit imposta dallimminente introduzione del fair play finanziario), il popolo interista si aspettava lingaggio di giocatori importanti, per riscattare una stagione disastrosa. Invece, lInter ha affrontato il nuovo campionato con una squadra molto simile a quella che si piazzata solo al 9 posto e in questa sessione di mercato ha cercato di vendere lelemento migliore (il colombiano Guarin) a una rivale storica come la Juventus. Lo scambio con Vucinic saltato anche per la protesta dei tifosi nerazzurri ed stato necessario lintervento di Moratti per calmare gli animi. La domanda che un po tutti si fanno a Milano questa: ma chi comanda allInter? Difficile dirigere una societ importante dallIndonesia, soprattutto se non si conosce il calcio e le due strane dinamiche. La delega ai propri dirigenti non sembra vincente e alla fine Moratti deve ancora scendere in campo come se fosse il presidente della societ. Ma allora non era meglio che il ridimensionamento avvenisse con la famiglia Moratti, che in questi anni ha maturato tanta esperienza da conquistare il triplete nel 2010? I tifosi del Milan che auspicavano lingresso di capitali stranieri e chiedevano a Berlusconi di cedere la societ, forse stanno cambiando idea. Invece di sperperare denaro che arriva dallestero (se arriva), non sarebbe meglio pensare al bilancio e puntare sui giovani? La Juve sta dimostrando che si pu vincere anche senza spese folli. Una lezione che in un periodo di crisi, deve servire allintero calcio italiano e non solo.
BASKET SERIE A - DOMANI A BOLOGNA

IN CASA CON IL GIUBBOTTO PER RISPARMIARE


Mi candido per una politica buona
INTERVISTA A ROSITA VIOLA

a pagina 5

a pagina 7

Mamme dopo i 40 anni: spesso una necessit

SOCIETA

Sei arresti per la bonifica dellarea Ex Sisas


pagina 3

CRONACA NERA

a pagina 8

ESPLODE IL CASO A CASALMAGGIORE

Zanibelli: Abbiamo risposto alle richieste di residenti e commercianti per garantire una maggiore sicurezza
CALCIO LEGA PRO VOLLEY SERIE A1 PALLANUOTO

pagina 19

A Santa Chiara classi-ghetto di disabili

APPELLO DADOZIONE
Si chiama Maxwell e ha 8 anni: un Flat Coated retriever a cui recentemente morta la padrona e che ora si trova senza casa. Si richiedono persone disponibili per l'adozione. Per info contattare: katia.dog@tiscali.it.

La Vanoli va a caccia di uno storico poker di vittorie consecutive


a pagina 25

Cremo nella tana Pom in Coppa dellostico Savona per riscattare per crescere ancora le ultime sconfitte
a pagina 24 a pagina 26

Bissolati in vasca oggi per lesordio contro il Busto


a pagina 26 a pagina 27

LO SPORT

CREMONA
ALLISTITUTO IAI

Un corso sui disturbi dellapprendimento

Sabato 1 febbraio 2014 dalle 10 alle 13 si terr presso lIstituto di Analisi Immaginativa la presentazione di un corso sui Disturbi Specici dellApprendimento (Dsa). Lincontro affronter in modo

specico le caratteristiche e le diverse declinazioni di tali disturbi. La partecipazione gratuita: si richiede preferibilmente la prenotazione al numero 0372.45.74.95 o per mail: info@scuolaiai.it.

Lassessore Zanibelli: In questi anni abbiamo investito 15 milioni di euro ogni anno in opere pubbliche senza attingere dalle tasche dei cittadini

Si allarga la zona pedonale del centro storico


di Laura Bosio

a zona pedonale a Cremona verra' ampliata: lo ha deciso la Giunta Comunale mercoled scorso, approvando la proposta dell'assessore Francesco Zanibelli. Le strade interessate sono largo Boccaccino (tratto tra via Janello Torriani ed il civico 22), via Eugenio Beltrami, vicolo Pertusio e via Janello Torriani. Per l'Amministrazione, una scelta per migliorare la sicurezza della circolazione e tutelare e valorizzare maggiormente il patrimonio ambientale e culturale cittadino. A questo proposito il Comune ha anche provveduto ad installare dei pilomat proprio all'ingresso di piazza della Pace. LAmministrazione comunale - dichiara l'assessore Francesco Zanibelli - sta procedendo nella graduale protezione dal traffico veicolare delle vie cittadine adiacenti alla parte monumentale della citt con lobiettivo di favorire in questi ambiti urbani la mobilit dell'utenza pi debole (pedoni e ciclisti), in modo che sia pi consona anche alla morfologia urbana esistente. Cosa vi ha spinto a fare questo intervento? La decisione stata presa in seguito a numerose richieste da parte dei residenti, che ci hanno documentato fotograficamente il pericolo che si celava in quelle strade, con tanto di raccolta firme. Numerosi incontri con gli stessi hanno evidenziato una serie di problematiche relative, in alcuni casi, allincompatibilit della sosta visti gli esigui spazi a disposizione, spesso con situazioni di intralcio per i veicoli in servizio di emergenza, oltre che alla mobilit pedonale in genere. La pericolosit stata evidenziata anche per la vicinanza a zone monumentali che vedono forti afflussi di turisti che si muovono a piedi.

Entro fine mandato pronto il Piano urbano per la mobilit


Ci sono stati casi in cui i mezzi di soccorso non riuscivano a raggiungere la loro destinazione. Con questo provvedimento abbiamo dato una risposta concreta alle esigenze dei cittadini e dei titolari di esercizi commerciali delle zone interessate provvedendo a risolvere le pericolosit viabilistiche riscontrate. Infine, abbiamo reso pi omogenea la regolamentazione della circolazione viaria delle strade che fanno parte del nucleo di antica formazione e adiacenti a piazza del Comune. Si trattava peraltro di situazioni che da anni rappresentano un problema. Sono previsti altri interventi di questo tipo? Di qui a fine mandato no, tuttavia stiamo procedendo con la redazione del Pum (Piano urbano della mobilit), un documento in cui poi si integra anche il piano della sosta. Si tratta di uno strumento importante che vogliamo lasciare a chi succeder alla guida del Comune; speriamo che voglia utilizzarlo per una corretta pianificazione della mobilit cittadina. Una mobilit che in questi anni e' stata riformata. In che senso? In effetti cos. Stiamo procedendo nella direzione di cambiare le modalit di tutela dell'utenza debole, come pedoni o ciclisti: non ha senso realizzare molte piste ciclabili in centro, dove oggettivamente lo spazio gi poco. Riteniamo che invece una riduzione dei limiti di velocit, con l'inserimento del limite dei 30 km orari, possa funzionare molto di pi. La realizzazione delle ciclabili risulta invece molto importante nei collegamenti tra il centro e le periferie. A questo proposito stiamo ancora lavorando per la realizzazione della pista ciclabile di Cavatigozzi, che da tempo i residenti chiedono. E la Ztl aperta, che stata molto contestata? In realt la scelta di tenerla cos com' dipende dalla volont di residenti e commercianti, che ci hanno chiesto di lasciarla aperta di giorno e chiusa la sera, al contrario di come accade nelle altre citt, in cui invece aperta solo la sera. L'unico intervento possibile ora sarebbe la modifica degli orari di apertura, e il Pum contempla anche tali aspetti. Come dissi fin dall'inizio, eventuali cambiamenti sulla Ztl dovranno essere valutati a partire dalla funzionalit del parcheggio Marconi, che un po' alla volta sta iniziando a funzionare a pieno regime, tanto che nei giorni di mercato pieno. Questa valutazione dovranno farla i prossimi amministratori. In questi anni, sempre in merito alla Ztl, avevo pensato di intervenire utilizzando la tecnologia, sfruttando la tecnologia del telepass per regolare gli accessi in Ztl e anche per l'ingresso ai parcheggi muniti di sbarre. Purtroppo per in essere un contratto decennale

- attivato dalla Giunta che ci ha preceduto - per la gestione dei varchi elettronici, che ci costringe a pagare 350mila euro all'anno a AemCom, e questo non ci permette di affrontare ulteriori spese per le nuove tecnologie. Purtroppo questi contratti a lungo termine ingessano la libert di azione delle amministrazioni, specialmente quando si parla di tecnologia, che ogni anno si evolve. Questo contratto stato anche il motivo per cui, quattro anni fa, abbiamo dovuto attivare i varchi: sarebbe assurdo spendere tutti quei soldi senza poi usufruire del servizio, oltre che antieconomico.... Un breve bilancio del lavoro di questi cinque anni? Ogni anno abbiamo speso 15 milioni di euro in opere pubbliche, per un totale di circa 75 milioni. Questo stato possibile grazie alla capacit del mio assessorato di riuscire ad accedere a finanziamenti da parte di Regione, Governo, Lgh, Rfi, Centropadane. Questo ci ha permesso di realizzare tante opere pubbliche senza pesare sulle tasche dei cremonesi. Questi finanziamenti sono stati utilizzati per la manutenzione di 800 alloggi comunali, per la manutenzione delle scuole pubbliche, per la realizzazione dei sottopassi, per la pavimentazione di pregio in alcune strade storiche, per il rinnovo dei sottoservizi come ad esempio le tubazioni del gas metano, che erano vecchie di 50 anni la realizzazione del Museo del violino, oltre la sistemazioni di problemi ereditati da altri, come il cavalcavia del cimitero e il parcheggio di piazza Marconi. Molti ci criticano per la scarsa manutenzione stradale, ma questi fondi, essendo stati raccolti con finalit specifiche, non potevano essere usati per altro. In ogni caso ad aprile faremo una serie di interventi a tappeto di ripristino delle strade dissestate.

Sabato 25 Gennaio 2014

Cronaca
Angelo Pan (Ospedale di Cremona): Per il 2014 il trend di sviluppo nella media, sia come incidenza che come tempistiche

ANTIBIOTICI: SENZA CRITICITA SONO UN DANNO E UNO SPRECO

Tra i vari consigli per il picco di influenza in arrivo, i medici ricordano anche che sarebbe meglio non assumere antibiotici in presenza di sindrome influenzale senza particolari condizioni di complicazioni batteriche. Gli antibiotici non andrebbero mai assunti di propria iniziativa, ma solo dietro prescrizione medica - commenta il dottor Angelo Pan - e solo in caso di una sopraggiunta complicazione di origine batterica. In questo caso, lutilizzo degli antibiotici dobbligo, ma soltanto in questi casi. In Italia si registra un sovrauso di antibiotici, soprattutto in concomitanza della stagione fredda e del sopraggiungere del periodo in cui l'influenza colpisce (un'impennata che non si registra in altri paesi europei pi freddi, ad esempio la Svezia). Ma nel caso di infezioni virali, come l'influenza, l'antibiotico del tutto inutile. Ci significa un rischio per la salute, in quanto l'assunzione di antibiotici senza particolari criticit pu accrescere la propria resistenza a questa categoria di farmaci, e anche uno spreco di risorse, dato che non sono certo farmaci economici. Per l'influenza il consiglio di utilizzare paracetamolo o ibuprofene quando la temperatura supera 38-38,5 C, ma se il malessere molto intenso o a esserne interessato un bambino che tende ad avere convulsioni, si pu somministrare anche per valori pi bassi. Una volta scelto il farmaco antipiretico, buona norma continuare a utilizzare lo stesso fino alla guarigione. Contro tosse e mal di gola si possono sciogliere in bocca losanghe lenitive e/o antinfiammatorie oppure ricorrere agli sciroppi per la tosse secca (com' quella tipica dell'influenza) reperibili in farmacia. Qualora compaia catarro, invece, bene consultare il medico e seguire le sue indicazioni: potrebbe trattarsi di bronchite, da trattare in modo mirato. Gli antivirali, invece, hanno ruolo molto limitato nella cura dell'influenza. Oltre ai rimedi farmacologici - conclude Pan - per superare nel migliore dei modi l'influenza utile seguire alcuni accorgimenti pratici e cercare di rilassarsi, nella certezza che anche i sintomi pi fastidiosi passeranno in pochi giorni.

Rezza (I.s.s.): Tendenza nella norma: i virus influenzali circolanti non hanno subito mutazioni rilevanti
di Michele Scolari ome ogni anno in arrivo il picco dellinfluenza stagionale, previsto per le prossime settimane. Gli ultimi dati raccolti nel database on line Influnet, gestito dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto Superiore di Sanit rivelano che il numero di casi stimati nellultima settimana di dicembre stato pari a circa 116.000, per un totale, dallinizio della sorveglianza, di circa 691.000 casi. E previsto un aumento della circolazione virale a seguito delle vacanze di fine anno, con un ulteriore incremento alla ripresa dellattivit scolastica spiega il Direttore del Dipartimento malattie infettive dellI.s.s., Giovanni Rezza Infatti, la velocit di circolazione virale tende ad aumentare in ambienti chiusi e sovraffollati, specie se frequentati da bambini, in larga parte non immuni, in quanto non precedentemente esposti a ceppi virali simili. Il picco vero e proprio previsto tra fine gennaio e inizio febbraio, e sar seguito da una coda di casi pi o meno lunga. Linfluenza di questanno prosegue Rezza ha le stesse caratteristiche di quella degli anni passati: febbre elevata, cefalea, dolori muscolari, tosse secca, e non risulta essere particolarmente aggressiva. I ceppi virali circolanti sono tre, e le loro caratteristiche sono del tutto conformi alle previsioni. Per ora, il sottotipo A/H3N2 quello riscontrato con maggior frequenza, seguito da A/H1N1. La fascia di et maggiormente colpita quella dei bambini al di sotto dei cinque anni, in cui si osserva unincidenza superiore a 5 casi per mille assistiti, seguita dalla fascia di et 5-14 anni a 2,25 casi per mille assistiti, dalla fascia 15-64 anni a 1,89 e dagli individui di et pari o superiore a 65 anni a 0,86. Il valore di incidenza

Influenza, a febbraio il picco

dell'influenza finora stato inferiore a quello registrato in alcune precedenti stagioni influenzali. Alla tendenza nazionale sono sostanzialmente allineati i dati lombardi del bollettino settimanale sullinfluenza, realizzato in collaborazione con la Sezione di Virologia dell'Universit degli studi di Milano, diretta dal prof. Zanetti, e il Centro Interuniversitario di Ricerca sull'Influenza e sulle Infezioni Virali. In base al grafico pubblicato nell'ultimo aggiornamento settimanale si nota un impennata dei casi di morbosit per sindrome influenzale previsti nel prossimo mese. Sino a questa settimana, il numero di casi inerente la Lombardia ed al nostro territorio ancora relativamente basso - spiega il dottor Angelo Pan, responsabile dell'Unit Operativa Infettivi all'Ospedale di Cremona. - Il tasso dell'ultima stima, a partire dalle segnalazioni dei medici sentinella,

La fascia pi colpita quella dei bimbi sotto i 5 anni

ritenuto al 5 per mille, leggermente inferiore a quello di altre regioni (circostanza spiegabile con il fatto che l'influenza colpisce con tempistiche leggermente differenti da luogo a luogo). In sostanza, anche quest'anno l'influenza si sta sviluppando nei tempi standard. Il trend di sviluppo nella media, sia come incidenza che come tempistiche - prosegue Pan - che risultano vicine a quelle del 2011 e del 2013. Il picco dovrebbe essere identificato tra la sesta e l'ottava settimana di febbraio, quindi tra tre o cinque settimane Per quanto riguarda il 2013/14, dunque, si prevede una normale stagione influenzale. Infatti - puntualizza Rezza - i virus influenzali circolanti (ovvero i tre ceppi virali di cui si tenuto conto nella composizione vaccinale di questanno) non hanno subito mutazioni rilevanti rispetto allo scorso anno. Ci vale sia per il virus ex-pandemico (sottotipo A/H1N1), che rima-

sto del tutto stabile, che per il sottotipo A/H3N2 ed il virus di tipo B, che hanno subito solo piccole modificazioni. Come ogni anno, prevediamo che alcuni milioni di italiani si ammaleranno, ma pensiamo ad una stagione con attivit di media intensit. Chi ha contratto linfluenza dovr starsene a casa a riposo per alcuni giorni. Per chi non si vaccinato, si raccomanda il lavaggio frequente e accurato delle mani per ridurre almeno parzialmente il rischio di contrarre linfezione.

ULTIMI POSTI DISPONIBILI

PATENTINO per CANI GRATUITO


Grazie alla sensibilit del Dott. Ferri, Direttore del Centro Commerciale Tutti i proprietari dei cani potranno ottenere gratuitamente il patentino, partecipando alle 5 lezioni che si svolgeranno presso il Centro Commerciale CremonaPo nei giorni 4/11/18/28 febbraio e 11 marzo
Le lezioni saranno tenute dalla dottoressa Laura Mori (responsabile scientico), esperta in comportamento e operatore in zooantropologia didattica; Giuliana Caronna, esperta in progettazione interventi assistiti con animali e operatore in zooantropologia assistenziale
Il corso destinato ad un numero massimo di 90 partecipanti. Liscrizione OBBLIGATORIA e GRATUITA per i cittadini interessati e pu essere effettuata presso lufcio ecologia del Comune di Cremona Via Aselli 13 - Tel. 0372 407630 Per i soggetti identicati dallasl possessori di cani che si sono resi responsabili di episodi di aggressione, pertanto obbligati a partecipare, il corso ha un costo di 70 euro e liscrizione va effettuata presso lOrdine dei Veterinari di Cremona (Via Palestro, 66 Cremona Tel. 0372 535411)

Cronaca Intervista a Rosita Viola, candidata alle primarie del centrosinistra con il comitato Energia Civile Il lavoro al primo posto. Rinnovare le istituzioni in modo da renderle rispondenti alle esigenze delle persone
di Laura Bosio

Sabato 25 Gennaio 2014

Mi candido per una politica buona

Grignani, Panvini e Ventura nel gruppo di Forza Italia

l lavoro, l'attenzione per la comunit e le persone, la cultura, il verde, la mobilit sostenibile: si articola in diversi punti il programma di Rosita Viola, unica donna candidata (con il comitato Energia Civile) alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco. Le abbiamo chiesto di presentarsi, a partire dalle motivazioni che l'hanno spinta alla candidatura. L'idea di poter praticare una politica "buona", che vada oltre il concetto di "potere" - evidenzia la candidata -. Inoltre, per lavoro incontro ogni giorno persone che hanno bisogno e mi rendo conto quotidianamente di quante cose ci siano da fare. Cos, sollecitata da SEL, ma anche da altre persone, ho deciso di mettermi in gioco. Voglio proporre alla gente temi che spesso non vengono molto considerati, mentre basta uscire un po' da Cremona per ritrovarli nella quotidianit. Sono una persona da sempre impegnata in vari percorsi legati alle comunit in cui ho vissuto. Sono andata via giovane da Cremona e ho lavorato in diversi posti in Italia e all'estero. Ora sono tornata e vorrei portare a Cremona un po' della mia esperienza. In un periodo di crisi come questo non facile amministrare una citt... Sono abituata ad occuparmi di progetti che non hanno accesso a finanziamenti iniziali. Credo che, per quanto sia vero che le risorse oggi sono scarse, questo a volte diventa l'alibi per non fare, in un sistema ormai drogato da finanziamenti pubblici che, quando vengono meno, lasciano tutti spiazzati. L'attenzione alla gestione dei fondi pubblici fondamentale. Ma il succo non solo il taglio ai costi della politica, che va comunque fatto. A volte basta evitare gli sprechi anche nelle piccole cose. Un errore molto comune, ad esempio, quello di voler cambiare ogni volta tutto quello che ha fatto chi c'era prima. A volte non serve avere tanti fondi. Basterebbe anche solo fare un bilancio delle competenze dei dipendenti comunali, in modo da poterli utilizzare per mansioni ulteriori. Come ad esempio la ricerca di

Rosita Viola durante la conferenza stampa

fondi europei e nazionali per finanziare progetti. In cosa si differenzia il suo programma rispetto a quello degli altri candidati? Nel cercare un contatto pi stretto con i percorsi che vengono da reti di associazioni; ma anche nel fatto che abbiamo il coraggio di proporre il nuovo, anche importandolo da realt esterne a Cremona". Che valore ha il fatto di essere l'unica donna candidata alle primarie? Che ci siano candidature femminili importante per il fatto che le donne hanno sensibilit maggiori rispetto agli uomini. Pur essendo io per la parit dei diritti, ritengo che si debba anche salvaguardare la specificit del genere. E' sua la proposta di introdurre anche a Cremona un registro delle unioni civili, come a Crema... Purtroppo la coppia di fatto, etero od omosessuale che sia, non viene contemplata dal diritto. Cos come non viene contemplato il lavoratore a progetto. Il problema che il mondo cambiato ma noi non siamo al passo con i tempi. E' necessario allora rinnovare anche le istituzioni in modo da renderle pi rispondenti

alle esigenze delle persone. Quali sono state le reazioni alla sua candidatura? Molte positive, ma sono anche stata contestata, da gente che mi diceva che non sono adatta a fare il sindaco, che a 43 anni sono ancora troppo giovane. Ma io dico: a 43 anni ormai non si pi giovani, e uno dei grossi problemi del nostro Paese che fino ai 35 anni rientri nel calderone dei "giovani". Se vai all'estero invece dopo i 26 sei gi considerato adulto. Parliamo del suo programma per Cremona: obiettivi, strategie ... Il nostro programma si articola in dieci punti. A partire dal lavoro, che oggi risulta essere una delle emergenze sociali pi rilevanti. Vogliamo puntare su una economia maggiormente sostenibile, basata su unagricoltura di qualit, su un turismo di relazione, sullartigianato, sulla piccola e media impresa, sulla finanza etica, sulleconomia alternativa, sulle fonti rinnovabili e sulla efficienza energetica. Per fare un esempio, pensavo ad un Piano verde per il lavoro, che permetta la creazione di nuova occupazione qualificata, magari anche con la crescita di nuove professionalit, come quella del bio-architetto,

dell'eco-designer, e via di seguito. O ancora si potrebbe realizzare un parco fotovoltaico per alimentare gli edifici pubblici, abbattendo cos i costi delle bollette. Avete parlato anche di attenzione alla comunit: cosa significa? "Significa istituire spazi pubblici per il confronto che consentano ai cittadini di contribuire alla risoluzione dei problemi della citt. Bisogna realizzare, nei vari quartieri, dei centri civici di aggregazione che ricalchino l'esperienza di SpazioComune. L'attenzione alle persone un altro dei nostri punti di programma: ci sono molte persone sole in citt, e lo sviluppo delle relazioni sociali diventa quindi un punto di forza. Serve un Piano regolatore delle politiche sociali, che favorisca la collaborazione tra i soggetti che si occupano del benessere collettivo. Fondamentale poi il diritto alla casa, soprattutto a fronte delle vicende degli ultimi giorni: il Comune deve tornare a gestire gli alloggi di sua propriet, abbandonando la via dellAler. Sul fronte giovani, proponiamo invece la riapertura dei centri di aggregazione giovanili che lamministrazione Perri ha fatto chiudere. In questi giorni si sta dibattendo molto sulla cultura, che rappresenta un altro dei punti del vostro programma... cosa e' necessario a Cremona per il rilancio di questo settore? "Le cose da fare sono tantissime. E' assurdo, ad esempio, che una citt come la nostra non abbia una scuola civica di musica. Cos come non vi una chiara informazione sull'offerta universitaria della citt. Questo perch Cremona non mai stata vissuta come citta' universitaria, e questo molti studenti lo vivono male. Inoltre necessario dare la possibilit a chi fa arte di potersi esibire e realizzare spazi pubblici autorizzati per artisti di strada. Gli altri punti? "Il rilancio dell'economia agricola, attraverso linnovazione e il lavoro dei giovani; una maggior attenzione alla sostenibilit dei trasporti; una miglior gestione del comparto rifiuti, con riducendo gli sprechi e della produzione di materiale non riciclabile; linnovazione.

I consiglieri comunali, Luca Grignani, Roberto Panvini e Marcello Ventura hanno comunicato nei giorni scorsi la loro intenzione di aderire al gruppo consiliare di Forza Italia. Lo hanno reso noto i diretti interessati con un comunicato ufficiale, in cui evidenziano le proprie motivazioni. Una decisione presa per coerenza e rispetto al mandato elettorale a suo tempo ricevuto, ma sopratutto per sostenere - ora pi di prima ed indipendentemente dalle sue future scelte - il sindaco Oreste Perri, cui rinnoviamo la propria stima per le sue doti di competenza, integrit, coerenza, umanit, equilibrio e coraggio ripetutamente dimostrate nel corso del presente difficilissimo mandato, caratterizzato dal progressivo aggravarsi dalla ben nota crisi economicofinanziaria che sta attraversando l'intero Paese. Tale decisione altres dettata dall'intendimento di lasciare alle attuali, nonch costituende liste civiche il ruolo di rappresentanza - libera dai partiti - della societ civile, di cui auspicano una sempre maggior partecipazione nell'amministrazione della citt. I tre consiglieri hanno infine riconfermato il proprio rispetto, amicizia, nonch disponibilit alla fattiva collaborazione che sempre, nell'esclusivo interesse della citt, ha caratterizzato i loro rapporti, a tutti i consiglieri comunali dell'ex Pdl che del tutto legittimamente hanno inteso aderire al progetto politico del Nuovo Centro Destra.

Sabato 25 Gennaio 2014

Cronaca

Lo sfogo dei residenti delle case popolari di via Borroni: Con il teleriscaldamento bollette fino a 1.200 euro

In casa con il giubbotto per risparmiare


V
Forti spese per il teleriscaldamento, atti vandalici, scarsa manutenzione: Cos non si pu andare avanti
di Laura Bosio ia Borroni fa parte di un intrico di strade nel cuore del quartiere San Bernardo. Un quartiere caratterizzato da diversi problemi, case vecchie e una grande incuria. Una delle testimonianze di questa situazione arriva dalle case popolari situate appunto all'inizio di via Borroni, che versano in condizioni piuttosto precarie: muri scrostati, sporcizia, atti vandalici frequenti, scarsa manutenzione. A questo si aggiunge il problema che riguarda molte case popolari: quello dei costi troppo elevati delle bollette del teleriscaldamento. Sono numerosi i problemi denunciati dai residenti. Ascoltiamo Lorenza Marconi , pensionata 65enne da tre anni residente nelle case gestite da Aler. Vivo in una casa di 50 metri quadrati, con una pensione da 700 euro racconta la donna. Devo vivere tenendo acceso un solo calorifero per risparmiare, e ci nonostante spendo 800 euro di riscaldamento - racconta la donna. Il teleriscaldamento una trappola. Io l'anno scorso ho speso 1.200 euro pur tenendo acceso pochissimo il riscaldamento - le fa eco una vicina di casa -. Sono disoccupata e alla pensione mi mancano otto anni. Ho dovuto chiedere dei prestiti per pagare affitto e distrutta, ci dice una signora di mezza et. Quando accadono cose di questo tipo a noi poveracci, nessuno se ne interessa. Altra protesta per la questione rifiuti: Dobbiamo pagare la Tarsu come tutti, per non vengono a prenderci la spazzatura in condominio si indigna Marconi. Abbiamo uno stanzino che sarebbe adibito proprio a contenere i bidoni della spazzatura, peccato che non li abbiano messi e ci obblighino ad andare a buttare la spazzatura ai cassonetti fuori. Per me, che sono disabile, un disagio non indifferente, soprattutto quando piove. Devo uscire con la carrozzina sotto l'acqua con i miei sacchetti e portarli al cassonetto, oppure chiedere a qualche vicino di casa di darmi una mano. Perch dovremmo pagare tutti quei soldi per un servizio che non riceviamo? si chiede una vicina di casa. Siamo persone in difficolt, spesso senza lavoro oppure in cassa integrazione, o con pensioni talmente basse da avere addirittura problemi a mangiare. Io in questi tre anni, da che abito qui, sono dimagrita cinque chili, perch non ho neppure i soldi per mangiare. Eppure puntualmente ci chiedono di pagare questo e quello. Cos non possiamo andare avanti

bollette. Quest'anno non ho neppure ancora acceso e giro in casa con due maglioni, ma sono stanca di soffrire il freddo, sono stanca di vivere cos e di non avere aiuto da nessuna parte. Lo scorso anno la Caritas mi ha dato una mano con le bollette, ma non si pu continuare cos. Pare che nelle case popolari di via Borroni tenere i riscaldamenti spenti sia una necessaria abitudine: numerosi inquilini lo confermano. "In casa giriamo con il giubbino e dormiamo con tre coperte racconta un inquilino. Noi dobbiamo tenere spento per forza: i soldi per pagare le bollette non ci sono e qui arrivano delle stangate

notevoli" aggiunge un'altra residente. Ma i problemi delle case popolari non si limiotano al riscaldamento. Anche le stesse strutture soffrono una situazione di trascuratezza: Abbiamo tapparelle rotte, muri che si scrostano, scale dissestate, sporcizia... spiega ancora Lorenza Marconi. Da tempo ho fatto richieste in Comune e ho protestato presso l'Aler per queste problematiche, ma non ho mai ricevuto risposta. La mia cantina da tempo rovinata ed entra l'acqua, me non me l'hanno ancora sistemata. In casa mia c' la tapparella rotta, devo coprire con dei cartoni - racconta un altro residente -. Ho segnalato da

tempo la cosa, ma non ho ricevuto risposte. Da noi c' il water rotto da tempo, ma abbiamo dovuto fare una sistemazione di fortuna perch non ci hanno considerato quando abbiamo chiesto di venire a sistemarlo racconta un'altra inquilina. Altro problema sono gli atti vandalici. Nessuno fa controlli e molto spesso si verificano atti vandalici spiega ancora una residente. Cassette della posta divelte, scritte sui muri anche dentro il condominio e via di seguito. Io mi sono trovata con la bicicletta

La spazzatura? Dobbiamo portarla fuori noi

IN BREVE

Corsi in materie economiche e sociali


Il Centro di Studi Aziendali e Amministrativi di Cremona ha organizzato anche questanno due corsi monografici in materie economiche e sociali che si terranno in Cremona nel periodo febbraio-marzo. Il primo un corso di Discipline sociali su Problemi sociali fonte di una continua preoccupazione che si terr presso il Palazzo Cittanova (in Corso Garibaldi, 120), sempre alle ore 12 per quattro giornate, a partire da gioved 6 febbraio. Il secondo un corso di Economia aziendale su Le sfide odierne per lo sviluppo delle imprese che si terr presso lAula Magna dellIstituto Beltrami (in via Palestro, 35), sempre alle ore 12, per quattro giornate. Il corso inizier gioved 6 marzo. La partecipazione ai Corsi libera e gratuita. I Corsi sono aperti alla partecipazione di laureati, universitari, diplomati e studenti delle scuole superiori e comunque di tutti coloro che sono interessati.

Lavori in via 11 Febbraio


Per consentire i lavori edili al civico 8 di via 11 Febbraio, non essendo possibile posizionare in altro sito la gru se non sulla sede stradale, si reso obbligatorio chiudere la via da luned 27 gennaio fino alla fine dei lavori prevista per il 30 luglio. Il Comune ha predisposto una serie di interventi per ridurre al minimo i disagi dei residenti, che potranno entrare ed uscire da via Platina o da via Realdo Colombo (a seconda dell'ubicazione dell'abitazione rispetto all'area di cantiere) con l'istituzione del doppio senso di marcia. Il passaggio pedonale invece garantito su tutta la via. Per consentire l'accesso ai vari istituti scolastici presenti nella zona stato invertito il senso unico di marcia di via Realdo Colombo. Pertanto le scuole potranno essere raggiunte da via Aporti Realdo Colombo, con poi svolta obbligata a destra in via 11 febbraio.

Premio per Efrem Morelli


Efrem Morelli, campione paralimpico di nuoto, stato selezionato dalla giuria tecnica del gran gal dello sport come uno dei tre atleti cremonesi che maggiormente si sono distinti nel 2013 per i loro risultati sportivi. La premiazione del nuotatore di Pugnolo avverr luned 27 gennaio. Il riconoscimento per Morelli una grandissima soddisfazione, lennesimo riconoscimento che lo ripaga dei tanti sacrifici che quotidianamente compie per rimanere atleta sempre di altissimo livello. Per il nuotatore, tesserato Polisportiva bresciana no frontiere, la seconda volta che viene scelto tra i migliori atleti dellanno, una rivincita importante su tutti coloro che nel 2007 lo etichettarono come una meteora capace di esaurirsi in breve. A sei anni di distanza Morelli conferma di rimanere nellelite dello sport cremonese. Nel 2014 lobbiettivo principale sar quello di restare ai vertici del nuoto paralimpico italiano e di ottenere risultati di peso ai campionati europei.

Finti funzionari

Di nuovo truffatori in azione, stavolta nelle aziende. A segnalarlo la Camera di Comercio di Cremona, che nei giorni scorsi ha diramato un comunicato evidenziando che negli ultimi giorni alcune persone, in maniera fraudolenta, spacciandosi per nostri incaricati, propongono alle imprese incontri presso le singole aziende con consulenti, in particolare in materia di credito,per carpire informazioni sensibili. L'ente invita quindi le aziende a segnalare eventuali episodi al 0372/490247-259.

Cronaca

Sabato 25 Gennaio 2014

Via Persico, iniziato lo scavo


Con l'entrata in funzione di una grande benna per smuovere il terreno, sono entrati nel vivo gioved i lavori per la realizzazione del sottopasso di via Persico. Ultimati gli interventi preparatori con lo spostamento di tutti i sottoservizi e la bonifica bellica (controllo obbligatorio lungo le linee ferroviarie per verificare che non vi siano ordigni inesplosi), alla presenza del direttore del Settore Lavori Pubblici Marco Pagliarini sono iniziati ufficialmente gli scavi per realizzare il tunnel del sottopasso della ferrovia lungo la tratta Cremona-Mantova con la posa delle paratoie che sosterranno le pareti. Il cronoprogramma prevede che entro la fine della primavera debba essere ultimata la struttura portante del sottopasso. Soddisfazione dell'assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanibelli: Siamo entrati nella fase esecutiva di quest'opera tanto attesa dai cittadini, utile per migliorare la vivibilit di una zona da sempre 'ostaggio' del passaggio a livello. Lintervento permetter, tra laltro, di migliorare laccessibilit alla rete viaria grazie allalleggerimento del traffico e leliminazione delle numerose code di veicoli che si formano nei pressi di questo passaggio a livello. Questo comporter una riduzione delle emissioni inquinanti e il miglioramento della qualit dellaria. La realizzazione di quest'opera comporter inoltre una maggiore sicurezza delle strade circostanti.

Migliora la qualit dellaria: i dati di Coldiretti Lombardia


In questi anni la qualit dell'aria in Lombardia, Cremona compresa, migliorata. Lo dice unanalisi di Coldiretti Lombardia effettuata basandosi sui dati Arpa, secondo cui negli ultimi dieci anni le concentrazioni medie di polveri PM10 sono scese in tutti i capoluoghi di provincia, attestandosi fra il record regionale positivo di 26 microgrammi a Lecco e Sondrio e quello negativo di 40 microgrammi a Lodi, o di 37 a Cremona, che per uno dei capoluoghi in cui i cali sono pi marcati. Analizzando i dati, Mantova passata dai 50 del 2005 ai 37 di oggi, Sondrio dai 41 del 2003 ai 26 attuali, Cremona da 54 a 37, Pavia da 46 a 36, Lecco da 44 a 26, Varese ha quasi confermato, con 28 microimpianti di riscaldamento spiega Valeria Sonvico, responsabile Ambiente di Coldiretti Lombardia ha unovvia influenza sui livelli di inquinamento, soprattutto in una regione fortemente antropizzata dove si registra lo sviluppo delle grandi infrastrutture e un progressivo calo delle superfici agricole, scese sotto il milione di ettari nella nostra regione. Nonostante questo per spiega lanalisi di Coldiretti Lombardia un generale miglioramento dellaria indicato anche dalla diminuzione dei giorni allanno in cui si verificano superamenti del Pm10 sopra i 50 microgrammi per metro cubo: a Lodi si passati dai 137 del 2003 ai 64 attuali. Milano invece scende ovun-

grammi, il dato di 29 registrato nel 2004, Brescia scesa da 51 a 35, Monza da 53 (nel 2006) a 38, Como scesa da 44 a 29, mentre Milano ha valori oscillanti fra 35 e 38 microgrammi a seconda delle zone (Juvara Pascal, Verziere e Senato) contro dati che nel 2003 raggiungevano anche i 55 microgrammi per metro cubo. La presenza del traffico veicolare, la vicinanza di strade a forte transito e la concentrazione di

que: da 151 (zona Verziere nel 2003) a 69, Monza passa dai 145 del 2006 ai 75 attuali, Como da 102 a 52, Bergamo da 112 giorni (zona Meucci nel 2003) a 50, Brescia da 118 (area Broletto) a 71, Varese nel 2005 ha registrato 78 giorni di superamento contro i 42 del 2013, Cremona nel 2003 ha avuto 138 giorni di superamento contro i 68 del 2013, Pavia scesa dai 122 del 2004 ai 77 dellanno scorso, Mantova in dieci anni passata da 188 a 62, Sondrio da 97 a 49 e Lecco da 97 a 32. Tuttavia il 2014 non iniziato sotto i migliori auspici, con gi otto giorni di superamento del livello delle polveri sottili in 24 giorni: per risolvere il problema c ancora molto da fare.

La maternit si sposta dopo i 40 anni


S
di Giulia Sapelli i alza l'eta' in cui le donne mettono al mondo i figli. Lo dicono i dati: il 48,5% delle donne italiane, oggi, partorisce fra i 35 e i 44 anni, a fronte del 44,7% dei parti registrati fra i 25 e i 35 anni. Si tratta di un cambiamento molto significativo, sociale e culturale. Negli ultimi anni l'et media in cui vengono messi al mondo i figli si spostata oltre i 30 anni, e questo evidenzia una trasformazione profonda nella progettualit e nelle costruzione dell'identit, che ha anche una ripercussione sul numero dei figli che vengono fatti spiega Carmen Leccardi, docente di sociologia presso l'universit Bicocca di Milano. Basti pensare che gli ultimi studi evidenziano che i dati sulle donne che fanno figli oltre i 40 anni e quelle che li fanno sotto i 25 si equivalgono: in entrambi i casi sono l'8%. Quindi quello che fino a una manciata di anni fa rappresentava la normalit, ossia fare figli sotto i 25 anni, oggi diventato molto pi raro, mentre crescono i casi delle donne che aspettano un'et pi matura. Insomma, il dato clamoroso: tra l'inizio del '900 e l'inizio del nostro secolo vi sono ben 16 anni di differenza nell'et media di messa al mondo dei figli. Si modificato tutto il percorso di vita, anche a fronte del fatto che oggi una donna di 50 anni una donna nel pieno del proprio percorso esistenziale, mentre un tempo a quell'et era gi fuori da ogni forza sociale. Quali sono i motivi di questo cambiamento? Questo fenomeno si spiega con diversi elementi. Da un lato, il fatto che i percorsi educativi delle giovani donne oggi sono cambiati, diventando pari se non pi intensi di quelli degli uomini. Il secondo elemento epocale di questo cambiamento si individua nelle parole di Teresa de Martino: la precariet il miglior contraccettivo del nostro tempo. In quest'epoca di lavoro precario programmare una gravidanza spesso una scommessa troppo impegnativa. Un'ulteriore motivo legato ai tempi:

Carmen Leccardi (sociologa): Le cause? Dai tempi di studio pi lunghi alla precariet lavorativa

La Regione ha rinnovato contratto con Trenord

La professoressa Carmen Leccardi

siamo nell'epoca dell'accelerazione sociale esasperata, in cui ogni cosa va fatta di corsa, quasi in tempo reale. La velocit la chiave per vincere, per primeggiare. In tutto questo, le giovani donne vivono una contraddizione specifica, ossia quella del loro orologio biologico, che invece resta fisso, e dopo i 35 anni inizia a segnare situazioni di sofferenza. Questo obbliga le donne a far i conti con dimensioni del tempo fisse e non accelerabili, come vorrebbe la societ odierna. Vi sono dei ritmi che sono legati ai cicli naturali, che non possono essere ne' accelerati ne' manipolati. E le esigenze delle donne sono cambiate ... Anche qui vivono una grande contraddizione. E' cambiata la costruzione della propria identit e ha preso piede l'esigenza di stare al mondo da protagonista. A fronte di questo, si trovano a dover fare i conti con una progettazione di vita che segue diverse direzioni; infatti oggi i progetti tendono ad essere a breve termine, mentre un progetto di maternit per forza di cose qualcosa a lungo termine, soprattutto quando il

tentativo di instaurare una gravidanza diventa difficoltoso. Cos la donna si trova in bilico tra la volont di controllare la propria vita e l'impossibilit di farlo. Tuttavia, non dimentichiamoci anche l'altro lato della medaglia: dietro a questa nuova forma della costituzione biografica dell'identit si cela anche una risposta attiva da parte delle donne. Oggi infatti si diventa tali in modo diverso rispetto a prima, la maternit non pi l'unica via. Oggi alcune donne si identificano facendo carriera, o scegliendo comunque altre strade, e queste scelte non vanno condannate, bens valorizzate. Lei ha citato prima la precariet: quanto incide nella scelta di programmare o meno una gravidanza? Dietro a questo fenomeno si celano diverse problematiche. Per alcune donne fare un figlio anche un modo per esprimere se stesse, e l'impossibilit di dare attuazione a tale volont di espressione pu generare una pesante forma di crisi esistenziale. Si tende a pensare che fare figli dopo i 40 anni sia sconsigliabile: vero?

Assolutamente no. Gi diversi studi hanno messo in luce come i figli nati da donne non pi giovanissime abbiano delle risorse in pi, in quanto una donna matura ha una capacit maggiore di essere una madre consapevole. Una donna che sia pi avanti con l'et ha una maggior capacit di 'esserci' per il proprio figlio, di sostenerlo, di aiutarlo a risolvere problemi pratici. Ricordiamoci che quello di fare i figli pi tardi non una moda, ma un cambiamento profondo delle dinamiche riproduttive della societ, in quanto la transizione verso l'et adulta oggi non segue pi i tradizionali canoni secondo cui uno trovava un lavoro e poi pensava ad accasarsi. La precariet della vita odierna ha modificato tutto questo percorso. Cos si mettono al mondo meno figli... In effetti questo un problema tipico del nostro Paese, caratterizzato da una spaventosa carenza dei servizi destinati alla maternit. Le donne di fronte ad una gravidanza sono lasciate sole, senza alcun supporto n rete di protezione sociale, sicch spesso corrono ai ripari evitando di fare figli.

Scandaloso voler rinnovare il contratto di Servizio con Trenord: questo il commento del consigliere regionale Agostino Alloni rispetto alla decisione della Giunta regionale di rinnovare il contratto di servizio di Trenord, in scadenza il prossimo 31 dicembre, per il quinquennio 2015- 2020. Un provvedimento deciso e approvato in tutta autonomia dalla Regione, senza coinvolgere minimamente il Consiglio sottolineano i consiglieri regionali del Pd Jacopo Scandella e Agostino Alloni che stride e non di poco con le valutazioni tuttaltro che positive rilasciate in questi mesi dal presidente Maroni e dallassessore regionale ai Trasporti Del Tenno che per giorni minacciavano provvedimenti risolutivi contro lazienda. Per Alloni si tratta di un grosso errore: Ci si lamenta da anni dellinefficienza di Trenord e poi invece di andare a gara, come hanno fatto diverse Regioni del nord Italia, si decide di rinnovare come se niente fosse, nonostante il nostro sistema ferroviario regionale sia palesemente inefficiente. Ad esprimere delusione anche la maggioranza, come conferma il consigliere regionale di Ncd Carlo Malvezzi, che si dichiara infatti insoddisfatto rispetto alle risposte di Del Tenno alla sua interrogazione in relazione alla situazione ferroviaria regionale della linea MantovaCremona-Milano, in quanto manca una certezza sui tempi di elaborazione di un piano di investimenti per migliorare la rete e il materiale rotabile. Mi attendevo qualcosa di pi esaustivo, a partire dalla presentazione di impegni pi precisi con tempi e investimenti certi, soprattutto sul fronte dei cronici problemi dei ritardi che colpiscono i pendolari. Ho chiesto ufficialmente, entro tre mesi, una nuova audizione durante la quale mi attendo la presentazione di un piano misurabile con investimenti economici e tempistiche chiare.

Sabato 25 Gennaio 2014

Cronaca

Nellinchiesta della procura milanese coinvolto anche Tedesi, vicepresidente di Lgh, per fatti non connessi allazienda
GLI ARRESTI DELLOPERAZIONE
ompare anche Claudio Tedesi tra le sei ordinanze di custodia cautelare emesse a carico di funzionari pubblici e titolari dimpresa ed eseguite lo scorso mercoled, nellambito dell'inchiesta sulle attivit di bonifica del sito Pioltello/Rodano. Si tratta delloperazione Black smoke, relativa ad illeciti riscontrati nello smaltimento di rifiuti nellarea industriale ex Sisas in provincia di Milano. Tedesi ricopre attualmente lincarico di vicepresidente di Linea Group, anche se lazienda ha gi specificato che nessuna societ di Lgh coinvolta nell'indagine e che i fatti contestati a Tedesi non sono connessi alla sua attuale posizione di vicepresidente nellazienda. Quello di Tedesi sarebbe un nome gi emerso in ambito giudiziario nel 2010, tra gli indagati dellinchiesta sulla bonifica di Santa Giulia a Milano: allora la minoranza del Pd pavese aveva chiesto ad Asm le dimissioni di Tedesi dallincarico di direttore generale per le sedi di Pavia e Vigevano. Linchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica e dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano, ha portato, oltre agli arresti, a numerose perquisizioni da parte del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabineri di Milano, tra Milano, Napoli e Roma, dove Tedesi stato fermato. Tra i destinatari dell'ordinanza compaiono anche nomi come quello di Luigi Pelaggi, funzionario del Ministero dellAmbiente, Francesco Colucci, presidente del gruppo Unendo S.p.a., lholding a capo della bonifica tramite la Daneco impianti, e Bernardino Filipponi, amministratore unico di questultima. Lindagine porta a conclusione lattivit investigativa avviata nel 2011. Contestualmente, risultano indagate 38 persone, tra cui il direttore generale dellArpa lombarda (il quale, insieme con altri indagati,

Sei arresti per la bonifica dellarea ex Sisas


Un funzionario del ministero, arrestato mercoled, compare come firmatario anche nei documenti di Via per gli stoccaggi di Bordolano e Sergnano

di Michele Scolari

Nellambito dellinchiesta Black Smoke (relativa alle attivit di mancata bonifica dell'ex Sisas a PioltelloRodano, periferia est di Milano), tre delle misure cautelari in carcere sono state emesse a carico di Francesco Colucci, presidente del consiglio di amministrazione della societ Daneco impianti srl (che lo scorso 1 gennaio ha incorporato Unendo spa); Bernardino Filipponi, amministratore della societ Daneco impianti srl; Luigi Pelaggi, dirigente del Ministero dell'Ambiente, allepoca dei fatti commissario delegato per la bonifica del sito. Altre tre misure cautelari, agli arresti domiciliari, sono state decise a carico di Fausto Melli, membro del Cda della Sogesid spa, all'epoca dei fatti direttore dei lavori e responsabile per la sicurezza del cantiere realizzato nel sito; Luciano Capobianco, membro del Cda della Sogesid spa, all'epoca dei fatti direttore operativo del cantiere; Claudio Tedesi, all'epoca dei fatti consulente tecnico del Commissario Straordinario. Ulteriori 38 persone - precisa una nota - sono state denunciate in stato di libert per attivit organizzate per il traffico illecito di rifiuti: tra questi, funzionari pubblici e titolari di societ operanti nel settore del movimento terra e del ciclo dei rifiuti.

Tedesi gi indagato per la bonifica di Santa Giulia

avrebbe contribuito alle attivit di smaltimento illecito di rifiuti). Lattenzione si concentra sulla figura di Pelaggi, allepoca dei fatti capo della segreteria tecnica di Stefania Prestigiacomo quando era ministra alle pari opportunit. Nellordinanza, il gip Luigi Varanelli lo inquadra come ganglio essenziale nella vicenda, dato che ha ricoperto numerosi incarichi pubblici e mantiene, a oggi, importanti rapporti con imprese private interessate all'acquisizione di appalti pubblici. Nella parte relativa alle esigenze di custodia cautelare, Pelaggi risulta un soggetto in grado di esercitare forti influenze sia sui funzionari di livello ministeriale e governativo, sia sugli amministratori di enti locali. Il funzionario pu contare su di una fitta rete di relazioni consolidate che rendono attuale e concreta la possibilit di condizionare il regolare svolgimento dei procedimenti amministrativi di suo interesse. Pelaggi risulta connesso anche allinchiesta sullIlva condotta dalla Procura di Taranto, dove figura come indagato: in quel frangente, il funzionario faceva parte della Commissione istruttoria per lautorizzazione integrata ambientale per lazienda tarantina. Inoltre, Pelaggi ha fatto parte anche di unaltra commissione, che riguarda forse pi da vicino anche la provincia di Cremona. Infatti, il Comitato Nogasaran di Sergnano segnala che il nome del funzionario arrestato risulta tra i firmatari di tre documenti della Commissione Tecnica per la Valutazione dellImpatto Ambientale (V.I.A.) riguardanti impianti di stoccaggio gas nei paesi di Bordolano e Sergnano, che sfruttano pozzi esauriti di gas naturale per stoccarvi lo stesso combustibile. E altri due personaggi arrestati o indagati negli ultimi sei mesi hanno firmato tutti i decreti V.I.A. per i due stoccaggi: sono Gualtiero Bellomo, arrestato nel settembre 2013 nell'inchiesta Tav a Firenze con la presidente della regione Umbria Maria

I megastoccaggi sono al centro di una polemica sul rischio sismico cui sarebbe soggetta la zona
Rita Lorenzetti, e Vincenzo Sacco, indagato nellambito dellinchiesta coordinata dalla Procura di Firenze su Marcello DellUtri. Vero , comunque, che al momento nessuna indagine o inchiesta risulta aperta o in corso sulle strutture del cremonese, anche se sui due centri di megastoccaggio di gas in corso da tempo una vivace polemica ingaggiata dal Coordinamento dei Comitati ambientalisti della Lombardia. I Comitati denunciano che la fase sperimentale per la quale non sarebbe stata riconosciuta alcuna criticit ambientale sarebbe avvenuta senza che cittadini ed Enti locali venissero adeguatamente informati. Ma il dissenso dei Comitati si concentra anche sullaspetto sismico (dato che si parla di stoccaggi sotterranei). Dopo aver incassato i pareri positivi della Commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale (nel dicembre 2011), del ministero per i Beni e le attivit culturali (nel marzo 2012) e della Regione Lombardia (nel maggio 2012), il 15 ottobre del 2012 il ministero dell'Ambiente ha rilasciato la compatibilit ambientale del progetto di incremento di pressione massima di esercizio del giacimento di stoccaggio gas di Sergnano, con sei prescrizioni. Proprio una di queste preoccupa i Comitati, perch confermerebbe, indirettamente e per la prima volta, il rischio sismico derivante da questo tipo di attivit: il ministero dell'Ambiente, infatti, dichiara che qualora la sismicit indotta superi magnitudo 3.0 - considerando l'epicentro all'interno di un'area definita di raggio uguale a dieci chilometri attorno della testa del pozzo -, la pressione di esercizio massima e la frequenza del ciclo di iniezione e di estrazione dovranno essere ridefinite in modo da riportare la magnitudo massima al di sotto di tale valore. Prescrizione che i Comitati interpretano nel senso che fino a una magnitudo 3.0 tutto consentito.

Domani il taglio del nastro di Progresso e passato al Museo Civico Ala Ponzone sui resti rinvenuti nel tratto tra Cremona e Sergnano
Sar inaugurata sabato prossimo, 25 gennaio, alle ore 17 al Museo Civico Ala Ponzone, la mostra Progresso e Passato, che ospita reperti archeologici provenienti dagli scavi effettuati tra il 2010 e il 2011 in occasione della realizzazione di un tratto del metanodotto Snam compreso tra Cremona e Sergnano. Lesposizione rimarr aperta fino al 31 maggio. Promossa dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, la mostra realizzata in collaborazione con il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona, che la ospita nelle sue sale, ed stata possibile grazie alla sensibilit di Snam Rete Gas, che ha finanziato, oltre agli scavi, il restauro di alcuni reperti, lallestimento della mostra e la realizzazione del catalogo. Un lavoro di squadra che ha consentito nel rispetto dei tempi di realizzazione del metanodotto - non

Una mostra sui reperti rinvenuti negli scavi del metanodotto


ti eseguiti dalla RA.GA. S.r.l. di Como, societ specializzata in ricerca archeologica. Il risultato offre uno spaccato del popolamento del territorio cremonese che si estende nello spazio e nel tempo: lungo un tracciato di poco pi di 70 chilometri sono stati infatti portati alla luce ben 66 siti, con una cronologia compresa tra let preistorica e i giorni nostri. Nellallestimento si cercato di rendere percepibile il progredire del tempo, esponendo materiali da alcuni contesti significativi delle diverse epoche: si parte dagli oggetti in pietra lavorata e dai frammenti ceramici recuperati in un pozzetto neolitico ritrovato a Romanengo, per passare a alcuni recipienti dellet del Bronzo in straordinario stato di conservazione (Cremona, loc. San Felice). Di grande impatto risulta, quindi, il corredo completo di un guerriero celta, databile al III secolo a.C., rinvenuto in una sepoltura presso Romanengo. Interessanti anche alcuni contesti correlabili a riti e pratiche votive di diversa cronologia, (un pozzo cultuale dellet del Bronzo, una fossa votiva con palchi di cervo dellEt del Ferro, un deposito collegato a rituali di fondazione da una villa di et romana). Per let romana vengono inoltre puntualizzati due elementi che nelloccupazione del territorio appaiono distintivi e ricorrenti in molti dei siti indagati: le tracce della centuriazione e la diffusione nelle campagne delle villae rusticae, strutture che risultano la modalit insediativa preferenziale in questa zona di pianura. La frequentazione di queste aree non appare interrompersi in epoca tardo-antica, momento cui riconducibile anche una tomba a inumazione alla cappuccina da Azzanello, della quale in mostra viene presentato il corredo.

solo di salvaguardare le tracce del passato, ma anche di mettere a disposizione del pubblico i risultati delle ricerche, garantendo cos la conservazione di testimonianze di alto valore

storico per il territorio cremonese. Gli scavi sono stati diretti per la Soprintendenza dei Beni Archeologici della Lombardia da Lynn Arslan Pitcher e sono sta-

Questo viaggio nella storia del Cremonese si conclude con la presentazione di alcune fornaci destinate alla produzione di laterizi, diffuse massicciamente a partire dallepoca rinascimentale e collegabili alla costruzione di chiese e cascine che costellano la campagna. Un altro aspetto che si voluto sottolineare quello relativo allentit del lavoro e alla necessaria coordinazione e collaborazione che questo tipo di indagini comporta, a partire dallo scavo archeologico. Le attivit di tutela e conservazione non si sono esaurite, infatti, con la fine dei lavori sul campo: il lavoro degli archeologi che hanno raccolto i reperti e i dati stato approfondito da un gruppo di studio, formato da specialisti delle diverse epoche e discipline, e la fragilit delle testimonianze del passato ha richiesto la cura minuziosa di restauratori che ne hanno assicurato la migliore conservazione.

IN BREVE

Nuova sezione del Museo Civico: inaugurate le Stanze per la Musica


Dal 14 dicembre 2013 il Museo Civico Ala Ponzone si arricchito di una nuova sezione, Le Stanze per la Musica. Nelle sale settecentesche del piano nobile di Palazzo Affaitati, gi sede dal Museo Stradivariano, confluito nel Museo del Violino, infatti ospitata la Collezione di strumenti storici di Carlo Alberto Carutti, una tra le pi importanti raccolte di strumenti a corda per la qualit, rarit e stato di conservazione dei pezzi che la costituiscono. La collezione ripercorre quattro secoli di liuteria ed formata da 65 strumenti, alcuni dei quali appartenuti a noti collezionisti, musicisti ed esponenti dellaristocrazia. Oltre ad interessanti esemplari di violini, viole, viole damore, pochettes e ghironde, sono presenti una cinquantina di strumenti a corde pizzicate fra cui chitarre, english-guitars, mandolini e liuti, costruiti dai principali artigiani europei attivi nei secoli XVII, XVIII e XIX.

Il 18 febbraio Confcommercio Cremona sar in piazza a Roma


Confcommercio Cremona partecipa alla manifestazione, Senza limpresa non c Italia. Riprendiamoci il futuro programmata da Rete Imprese, a Roma, il prossimo 18 febbraio. Una mobilitazione che coinvolge tutte le piccole e medie imprese del terziario e dellartigianato. Perch, spiega il presidente di Confcommercio Cremona erano anni che la categoria non manifestava in maniera cos diretta il proprio disagio, la priorit sempre andata al proprio lavoro portato avanti con passione e tenacia. Ma ora si raggiunto un tale livello di esasperazione che lunica via rimasta la protesta in piazza. Con una delegazione saremo presenti in piazza nella Capitale spiega Claudio Pugnoli - per chiedere con forza a governo e Parlamento una svolta urgente di politica economica.

Ma quella rapina era una farsa

CREMA
La rapina allo Slot Village di via Mazzini a Crema era una farsa. Lo hanno scoperto gli uomini del Commissariato, guidati dal vice questore Dan i e l S e g re . L a t i t o l a re dellesercizio, 25 anni, che aveva denunciato di essere stata sequestrata e tenuta in ostaggio, ha confessato che la rapina era tutta una messinscena. Il motivo? Gli incassi inferiori alle aspettativi e i troppi debiti a cui fare fronte. Ora la donna, il marito 30enne e gli altri due complici, quando saranno identificati, sono accusati di simulazione di reato e procurato allarme.

Sabato 25 Gennaio 2014

Il registro delle unioni civili ha spaccato non solo i cattolici in politica, ma anche la Diocesi

E una card che ti salva la vita Presentata oggi


Riabilita, il Centro riabilitativo-fisioterapico di viale Repubblica 22 a Crema, presenter presso la propria sede il 25 gennaio, alle ore 11, la Card Instant SOS, che consiste in una scheda pocket contenente i dati sanitari essenziali della persona bisognosa di un pronto soccorso e accessibile dagli effetti personali, dal veicolo, da uno zaino, eccetera. Levento aperto a tutta la popolazione. Card Instant SOS, per le sue caratteristiche, indicata per le persone coinvolte nelle pi svariate difficolt, da incidenti sul lavoro a malesseri improvvisi, fornendo informazioni vitali in caso di emergenza - quali il gruppo sanguigno e la presenza di determinate patologie - in modo rapido ed efficace. pensata per un pubblico dinamico e informato, anche sulle tematiche inerenti la salute. Il progetto, la formulazione grafica e l'impostazione progettuale della Card e dei dati previsti, sono stati elaborati con la collaborazione e il patrocinio di professionisti del Servizio di Emergenza, del Pronto Soccorso e di importanti Istituzioni svizzere preposte alla salvaguardia della salute. Riabilita offre a tutti i suoi clienti la possibilt di prenotare la Card Instant SOS a condizioni di favore. Gli interessati possono compilare il formulario di richiesta a disposizione presso la reception del Centro, inviare i dati alla e-mail order@mysafetyfirst.ch, o ordinare presso il sito web www.mysafetyfirst. ch. Nella card pu essere inserita una foto della persona per il riconoscimento immediato da parte dei sanitari. Responsabile del progetto Roberto Provana, in collaborazione con Daniele Provana. Ma ecco come si svolger il programma dellevento del 25 gennaio che ha per titolo: Neo vecchiaia e contesto familiare: attivit e proposte. Come detto sopra, si svolger al Centri riabilitativo-fisioterapico Riabilita in viale Repubblica 22, a Crema. E tratter dei problemi e delle possibili soluzioni per laccudimento degli anziani. Ore 10: professor Secondo Giacobbi sul tema: Neovecchiaia e famiglie. Ore 10.30: dottoressa Silvia Lovetere: I familiari dellanziano privo di autonomia. Necessit di sostegno e strumenti di elaborazione. Ore 11: presentazione del progetto Instant SOS Card. Ore 11.30: conclusioni.

Coppie di fatto, giallo in Curia


di Redazione

approvazione del registro delle unioni civili, cio delle unioni di fatto, anche quelle formate da persone dello stesso sesso, da parte del consiglio comunale, non solo ha spaccato il centrosinistra (hanno, infatti, votato contro alcuni cattolici che stanno in maggioranza come Vincenzo Cappelli, Emilio e Sebastiano Guerini), ma sta investendo la stessa diocesi. La prima, durissima contestazione pubblica alle coppie di fatte da parte di un religioso a Crema, partita da don Emilio Lingiardi, parroco della Cattedrale che, dal pulpito ha usato parole di fuoco: Quali che siano le decisioni di parlamento, governo o comuni, noi dobbiamo avere sempre presente che la famiglia una sola per tutti, quella fondata sul matrimonio, un patto stabile contratto da un uomo e da una donna per leducazione dei figli. La seconda presa di posizione venuta dal quotidiano La Provincia nellarticolo a firma Luca Bettini e Gianni Bianchessi i quali hanno scritto: La netta e autorevole presa di posizione, dallalto della cattedra, del parroco del Duomo ha rotto il silenzio assordante della diocesi che, secondo fonti attendibili, sarebbe stato consigliato e, di fatto, imposto da sacerdoti progressisti che la governano per non mettersi contro il comune. Don Lingiardi non ha citato il sindaco Bonaldi, ma ha ribadito ad alta voce una verit di fede e linsegnamento della Chiesa che non scende a compromessi, come invece a volte deve fare la politica. Giudizi pesanti, se pensiamo che sono riportati su un quotidiano che da sempre ha un approccio reverenziale nei confronti dellistituzione religiosa. Insinuazioni e sospetti - ma neppure pi di tanto - che vorrebbero la Curia cremasca dominata da sacerdoti progressisti (dove lessere progressista viene da sempre abbinato allessere di centrosinistra) che avrebbero impedito lespressione pubblica di

qualsiasi forma di dissenso ufficiale nei confronti del registro delle unioni civili, approvato dalla maggioranza consiliare, per evitare contestazioni al Comune. La Provincia non fa nomi, ma le allusioni sono forti. A tal proposito, c anche un giallo che non stato ancora chiarito. Da fonti ufficiose, trapelato che su Il Nuovo Torrazzo, appena prima di andare in stampa, sarebbe improvvisamente stata tolta una pagina, gi impaginata per la tipografia, nella quale alcune associazioni cattoliche, contattate dal giornale, prendevano una netta e decisa posizione contro il registro delle unioni civili prima della discussione in consiglio comunale sulle copie di fatto; pagina che sarebbe stata sostituita allultimo momento con unaltra, probabilmente quella che ha ricordato don Franco Mandonico. E, poi-

ch leditore de Il Nuovo Torrazzo la Diocesi, sembra (il condizionale dobbligo) che la decisione sia stata presa in qualche ufficio di piazza Duomo. Il motivo? Potrebbero essere tanti. Per esempio, la volont di non condizionare il voto dei cattolici della maggioranza di centrosinistra in consiglio comunale? Oppure, la decisione di evitare laccusa di voler spingere la scelta dellassemblea appoggiando le minoranze in comune? O ancora, c' stata la scelta di pubblicare la pagina in tempi nei quali, sullargomento delle coppie di fatto, ci sar meno polemica politica? Si vedr. Nel frattempo, continuano le polemiche, su questo tema, nel campo politico. A dare battaglia, soprattutto il centrodestra che non riuscito a impedire lapprovazione del registro delle unioni civili. Il Nuovo Torrazzo ha dato ampio

risalto alla lettera inviata al settimanale da Simone Beretta, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, che ha un inizio al curaro: Non sono un cattolico adulto. Sono semplicemente cattolico, un peccatore come tutti e non pretendo certo di possedere la verit. Adesso, per, basta!!! E indispensabile che la mia Chiesa metta qualche paletto riconfermando a voce alta le certezze che ci ha insegnato nel corso di millenni. Su un tema del genere non credo sia possibile per dei cattolici avere posizioni diametralmente opposte. Se invece tutto quello che mi stato insegnato non ha radici profonde e poggia su sabbie mobili allora tutto questo mi sarebbe difficilmente accettabile ed i valori che ritenevo, e personalmente continuo a ritenere, non negoziabili buttati alle ortiche. E ancora: Il silenzio di tanti movimenti cattolici, rimasti lontano dal prendere una posizione pubblica in un momento cos delicato, mi ha lasciato perplesso Restare in silenzio da parte della mia Chiesa in questa societ molto pi egoista ed edonista di ieri creerebbe qualche scossone culturale di troppo nelle famiglie cattoliche e non aiuta i genitori a trasmettere facilmente la giusta visione della famiglia, fattore irrinunciabile ed indispensabile per la crescita civile, democratica e solidaristica della societ stessa. Carica di dinamite polemica anche la lettera inviata da Tino Arpini (lista Solo cose buone per Crema): Ho apprezzato la compattezza delle minoranze nellopporsi a questa mozione presentata da Coti Zelati, Bettenzoli e Lottaroli, ma ancor di pi ho apprezzato il coraggio di smarcarsi dallideologismo di maggioranza e grillini da parte dei consiglieri Guerini Emilio, Guerini Sebastiano e del presidente Cappelli, che si sono uniti ai non sufficienti voti degli altri gruppi di minoranza. Dopo la bocciatura della cittadella dellanziano, la perdita del presidio Giudiziario, questa unaltra tegola, ancor pi pesante, che colpisce la comunit cremasca nei suoi valori fondamentali.

Sabato, arance della salute contro il cancro


Sabato 25 gennaio tornano le Arance della salute. Duemila piazze e 330mila reticelle contenenti 2,5 kg di frutti per promuovere una sana alimentazione e supportare la ricerca. La ricerca, infatti, oggi sa che la stragrande maggioranza dei tumori, quasi il 70 per cento per lesattezza, pu essere prevenuto grazie a una sana alimentazione e uno stile di vita corretto. E se proprio ci fosse qualche problema, sar la diagnosi precoce a dare la speranza di una vita migliore. In merito ad alcuni dati forniti da studi internazionali come lEPC (European Prospective Investigation into Cancer and Nutrition), sono molti i tumori a essere positivamente sensibili allazione benefica degli alimenti naturali. e arance fanno bene alla salute, sono ricche di antiossidanti e vitamina C. Ma non solo, perch con lAIRC possono portare anche speranza e benessere ai malati di cancro. E sufficiente un contributo di 9 euro per contribuire a sostenere il lavoro dei ricercatori e, ovviamente, portare a casa uno degli agrumi pi salutari che esistono. Non a caso sono ottimi preventivi del cancro.

Cosa nostra in citt: un arresto a Crema


Gli agenti della squadra mobile di Cremona e di Crema, su mandato della Procura della Repubblica di Caltanissetta, ha arrestato Salvatore Blanco, siciliano di 48 anni, residente a Crema in via Franco Costa, nel quartiere di Ombriano, con laccusa di estorsione, detenzione e porto illegale di armi. Salvatore Blanco conosciuto come Turi paletta. Il suo arresto si inserisce in una pi ampia operazione denominata Fenice che ha visto larresto di altre cinque persone: Alessandro Barberi (61 anni), Alberto Musto (27 anni), Luciano Albanelli (35 anni), Fabrizio Rizzo (40 anni) e Alessandro Ficicchia (36 anni). Questultimi arrestati in Sicilia. Dovranno tutti rispondere, in concorso, dei reati di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, danneggiamento aggravato, porto illegale in luogo pubblico e detenzione illegale di armi, porto illegale in luogo pubblico di ordigno esplosivo. E un durissimo colpo inferto a Cosa nostra di Niscemi. Gli arrestati sono stati associati presso la casa circondariale di Caltanissetta a disposizione dellautorit giudiziaria.

Per il potenziamento della propria struttura di vendita di spazi pubblicitari

Societ attiva nel mondo dei media

Compiti principali: elaborazione di offerte sulla base di un portafoglio esistente, sviluppo e diversicazione del portafoglio, cura degli aspetti legati al postvendita, raggiungimento degli obiettivi di quantit e qualit. Si richiede spiccata personalit, capacit di lavorare allinterno di un team, doti organizzative e gestionali Intraprendenza, motivazione. Auto propria, residenza in loco. Si offre trattamento economico superiore alla media e adeguato alle reali capacit. Zona di Lavoro: Il Cremasco Se interessati e in possesso delle caratteristiche richieste telefonare a 335 208695 per ssare colloquio.

CERCA UN/A CONSULENTE

CERCASI
con signicativa esperienza maturata, di et compresa tra i 35/45 anni. Si richiede autonomia lavorativa ed attitudini alla ripartizione turni di eventuali subordinati

In Soncino

Le ricerche sono rivolte a candidati delluno e dellaltro sesso (L:903/77 e L. 125/91) Trattamento dati personali secondo D.Lgs. 196/2003 visionabile sul sito www.maxwork.it Aut. Min. Prot. N 1239 - SG del 22/12/2004 Maxwork S.p.A. - Agenzia per il lavoro Sede Legale via DellEsquilino, 38 00185 Roma Sede Amministrativa e Direzione Generale - Largo Porta Nuova, 14 - 24122 Bergamo

CAMERIERE di SALA

OPERAIE CON PREGRESSA ESPERIENZA NEL CONFEZIONAMENTO MANUALE PER


AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE COSMETICO. SEDE DI LAVORO: VICINANZE CREMA.

PERSONALE ISCRITTO ALLE LISTE REGIONALI DI MOBILITA (L. 223/91). NEOLAUREATO IN INGEGNERIA ELETTRONICA PER AZIENDA OPERANTE NEL SET-

MANUTENTORE MECCANICO PER AZIENDA OPERANTE NEL SETTORE COSMETICO. RICHIESTA LESPERIENZA PREGRESSA NELLA MANUTENZIONE ORDINARIA/STRAORDINARIA DI MACCHINARI INDUSTRIALI. SEDE DI LAVORO: VICINANZE CREMA. TORNITORE/FRESATORE SU MACCHINE C.N.C. RICHIESTA LA BUONA CONOSCENZA DI
LINGUAGGI DI PROGRAMMAZIONE.

Telelefonare al 327 4994470

TORE DELLA RICAMBISTICA INDUSTRIALE. FINALITA ASSUNZIONE. SEDE DI LAVORO: VICINANZE CREMA.

OPERAIO CON ESPERIENZA STAMPAGGIO

SETTORE GOMMA-PLSTICA. SEDE DI LAVORO: VICINANZE CASTELLEONE.

MAXWORK S.P.A. - FILIALE DI CREMA Via Lago Gerundo, 18/3 - 26013 Crema (CR) Tel. 0373 200471 - Fax. 0373 203449 mail: maxddlcrema@maxwork.it www.maxwork.it

10

Meno Stato, pi imprese


Gionata Agisti

Sabato 25 Gennaio 2014

Crema

o scorso 22 gennaio, nella sala Pietro da Cemmo, il Nuovo Centrodestra - nato per scissione dall'ormai ex Popolo della Libert - si presentato ufficialmente alla citt, con l'ambizione di raccogliere il consenso dei moderati. In sala, diversi volti noti della politica locale e del mondo produttivo. Sul palco, introdotti dal giornalista Cristiano Guarneri, i referenti territoriali del partito: il coordinatore provinciale Carlo Malvezzi - consigliere regionale -, il presidente della Provincia, Massimiliano Salini e il capogruppo in Consiglio comunale, Laura Zanibelli. Chi pensa che la politica sia ormai una faccenda per pochi, oggi viene smentito da questa sala gremita ha esordito Malvezzi. Il nome del nostro partito dice gi chiaramente dove ci vogliamo collocare. Non ci interessa il centrismo, ma la difesa di quei valori che hanno reso grande il centrodestra, su tutti: la difesa della centralit della persona, della famiglia naturale, cos come concepita dalla Costituzione e la libert di impresa. Il Nuovo Centrodestra nato in un momento drammatico per il nostro Paese, a livello economico e istituzionale, con il governo sottoposto a forti tensioni. E spiega ancora Malvezzi: In quella occasione, a differenza dei nostri ex compagni di partito, abbiamo scelto la strada della responsabilit e del sostegno al presidente del Consiglio, Enrico Letta. Alla politica sono richiesti seriet e impegno, senza contare che, in questo modo, abbiamo soddisfatto anche la necessit di poter contare su un partito davvero democratico. Gli obiettivi essenziali che si pone la nuova formazione politica sono pochi ma bene evidenziati: rinsaldare

Il Nuovo Centrodestra si presentato ai cittadini. Gremita la sala Pietro da Cemmo

Malvezzi: Misure forti per rilanciare la nostra economia

il rapporto tra politici ed elettori, una cura dimagrante dell'apparato burocratico, definito ormai insostenibile, la rinegoziazione del patto di stabilit, che non permette ai Comuni di investire ma, soprattutto, interventi decisi sul lavoro. Renzi e il Pd parlano di Job Act ha sottolineato Malvezzi. Noi non crediamo che sia sufficiente un'espressione inglese per rilanciare lo sviluppo. Per questo, non ci siamo tirati indietro ma abbiamo posto sul tavolo una serie di misure determinanti: la detassazione del lavoro produttivo, per aumentare i salari; la facilitazione dell'accesso all'apprendistato, oggi troppo ostacolato da pastoie burocratiche e un premio per chi, pur nelle difficolt attuali, decide di assumere, tramite la trasformazione del sussidio per la disoccupazione in incentivo per il datore di lavoro che aumenta il numero dei propri dipendenti. anche importante andare nella direzione di una

Da Sinistra: Massimiliano Salini, Carlo Malvezzi, Cristiano Guarneri e Laura Zanibelli

partecipazione degli stessi dipendenti agli utili dell'azienda per cui lavorano. Pragmatismo e realismo sono le parole chiave, laddove il centrosinistra accusato di approccio ideologico. Lo sottolinea Salini, che ribadisce un suo cavallo di battaglia: la lotta all'ingerenza

dello Stato nella sfera economica: La corruzione nasce proprio quando la politica gestisce l'economia, togliendo spazio alle imprese private. Occorre quindi una rivoluzione culturale, un nuovo approccio che non vedo, per esempio, nell'attuale amministrazione comunale di

Crema, che indietro di cento anni per quanto riguarda le questioni davvero importanti. Servono idee nuove e creativit ma, per averle, occorre aver lavorato nella vita. Salini graffiante: A questa insufficienza, si cerca di rimediare con una modernizzazione in campo etico, come nel caso del registro pubblico per le unioni di fatto. Il problema, al riguardo, non sta tanto nel registro in s, visti anche i numeri da prefisso telefonico di quanti si sono registrati, ma il pericoloso obiettivo culturale che vi si nasconde. Non si tratta, da parte nostra, di una battaglia religiosa ma culturale, perch quella che si cerca di imporre l'ennesima visione statalista, per cui lo Stato pensa di poter intervenire in ogni campo, anche quello affettivo, con la presunzione di poter risolvere i problemi dei singoli, nel caso gli stessi non vi riuscissero. Le conclusioni sono toccate

Zanibelli: Nessuna risposta per far crescere loccupazione

alla consigliere comunale, Laura Zanibelli: Sono qui anche per dire che il lavoro di un consigliere, seppure all'opposizione, non vano. Occorre, per, un supporto da parte della cittadinanza, perch le iniziative promosse acquistino pi peso. L'amministrazione comunale stata finora molto carente in tema di lavoro. Il nostro compito proprio quello di rilevare i bisogni della citt e provare, insieme, a individuare risposte concrete. A ulteriore dimostrazione di come la situazione economica sia difficile, emerso anche il malumore dei liberi professionisti in sala, una fetta importante dell'elettorato moderato. Da questo fronte, si sono denunciati meno guadagni, pi tasse e pi ostacoli alla loro attivit. Quello che chiedono alla politica di rivalutare la dignit della libera professione, ormai sempre pi sottoposta a una concorrenza interna spietata, basata non sulla qualit ma sulla rincorsa al minor prezzo.

Verdelli, per coerenza, quando aiuterai gli imprenditori?


Consigliere comunale della lista civica Lavoro@Impresa dallo scorso mese di marzo, Dante Verdelli ha sostituito il dimissionario Agostino Alloni, consigliere regionale. La lista si era presentata alle elezioni per il nuovo sindaco come alleata del centrosinistra, con un occhio di riguardo alle esigenze degli imprenditori e delle categorie produttive in genere. Tra le sue priorit, lo Sportello unico per le imprese. Peccato, per, che dopo quasi 2 anni di amministrazione, questa, come altre iniziative, sia di fatto ancora sulla carta. Per di pi, si rimprovera al consigliere Verdelli uno scarso interventismo durante le sedute del Consiglio comunale. A questo punto, il sospetto che il nome della lista, cos accattivante per il mondo produttivo, fosse solo un escamotage per prendere voti legittimo. Al riguardo, abbiamo sentito il diretto interessato. Sicuramente, pago in parte la mia inesperienza in Consiglio comunale. Dopo tutto, sono solo alcuni mesi che ricopro questa carica e quando mi sono insediato il bilancio era gi quasi definito. Non era possibile intervenire sostanzialmente. Devo anche dire che il mio non un approccio tipicamente politico, di chi, cio, interviene sempre e comunque, anche a costo di risultare ripetitivo. C', per, anche un'altra motivazione: io e i responsabili delle altre liste civiche che appoggiano la maggioranza mi riferisco a Matteo Gramignoli e Walter Della Frera abbiamo deciso di agire in maniera pi coordinata, alla luce di questa riflessione: ci siamo accorti, infatti, che i gruppi attualmente rappresenprocedere per la sua attuazione? A breve, verranno formalizzate le nostre proposte e, a tempo debito, le presenteremo alla stampa. Intanto, posso dire che dovremo riaggiornare le agevolazioni Imu e Tares per i nuovi insediamenti produttivi. L'indirizzo adottato dall'amministrazione, a nostro avviso, corretto, visto il periodo di forte crisi. Abbiamo anche chiesto che l'agenzia di sviluppo Reindustria assuma un atteggiamento meno generalista e pi mirato a progetti specifici, che incontrino le esigenze degli imprenditori. So che l'assessore Morena Saltini si sta gi attivando in questa direzione. E lo Sportello unico per le imprese? Effettivamente, il progetto, pur essendo stato avviato, ha incontrato notevoli difficolt per poter essere concretizzato. So che mancano ancora alcuni regolamenti interni. Ci rendiamo conto dei tempi tecnici ma, obiettivamente, arrivato il momento di agire. Un'altra cosa che mi trova molto favorevole la proposta, avanzata dal consigliere Renato Ancorotti, di istituire un tavolo in cui riunire ente locale e imprenditori. Si tratta di un'ottima proposta, perch chiaro che, seppure la tematica del lavoro di competenza provinciale, anche vero che le Province verranno presto abolite ed probabile che quello del lavoro sar un capitolo di cui dovr occuparsi il singolo Comune. bene non farsi cogliere impreparati dall'eventualit.

Eletto nella lista Lavoro@Impresa, ha sostituito Agostino Alloni in Comune

Capergnanica: le Serate di liscio nella palestra

tati in Consiglio sono davvero numerosi e questa dispersione comporta un rallentamento dei lavori, tanto che alcune mozioni vengono discusse con mesi di ritardo. Noi, come liste civiche, abbiamo deciso di dare il buon esempio, arrivando se possibile a un'unione. Per cui, avverr che a turno ci faremo portavoce l'uno dell'altro, a seconda dei temi da affrontare. D'accordo, ma riguardo allo sviluppo economico cosa intende fare da qui in poi? La vostra lista aveva un programma ben preciso. Come intende

Quella lista solo unescamotage per prendere voti?

Per tutti gli appassionali di ballo liscio, sabato 25 gennaio presso la palestra comunale di Capergnanica prenderanno il via le Serate di ballo liscio organizzate in collaborazione con la scuola di ballo Emozione Danza dei maestri Elena Pariscenti e Mirko Gandelli. Aprir le danze la musica di Norma De Miro che si alterner ad animare le successive serate con Gino e la band. Dopo la serata inaugurale di sabato prossimo seguiranno altre date: 1, 22 febbraio, 15, 22, 29 marzo, 12 e 19 aprile. Il costo dingresso di 5 euro comprende il rinfresco. La palestra ospiter per loccasione una balera di 150 mq realizzata con tappeti specifici per il ballo liscio. Inoltre, grazie alla collaborazione con la pizzeria Doppio Zero di Capergnanica, a tutti coloro che parteciperanno alle serate di ballo liscio riservata la promozione Cena e Ballo liscio: baster presentarsi con un biglietto di ingresso di una delle serate per cenare con pizza a scelta, bibita e caff a soli 10 euro, coperto compreso. La promozione valida per lintera durata delliniziativa e pu essere sfruttata a piacere nei giorni di apertura di Doppio Zero (non solamente nelle serate di ballo).

Crema

Sabato 25 Gennaio 2014

Io lavoro per Crema e il Cremasco


omenica scorsa, Renato Ancorotti, imprenditore della Ancorotti Cosmetics Spa e fondatore presidente del polo della cosmesi stato premiato quale cremasco dellanno 2013. La cerimonia si nell'auditorium Manenti (presenti quasi 500 persone, comunque si arrivati al massimo della capienza). Il suo nome rappresenta una ventata di freschezza nel momento di una crisi economica drammatica ha detto il vescovo di Crema, Oscar Cantoni. Ci viene proposta una figura di speranza, che non agisce da uomo solo, ma insieme ai suoi dipendenti e alla sua famiglia. Prego il Signore affinch ci siano pi persone, imprenditori e politici, come lui. Parole delogio anche da parte del sindaco, Stefania Bonaldi: Da parte mia va l'apprezzamento e la riconoscenza all'imprenditore serio e lungimirante, che ha dato un contributo molto significativo alloccupazione. Massimiliano Salini, presidente della Provincia. Quello di Renato un approccio interessante alle sfide della modernit. Sfide sia imprenditoriali che quella della pubblica. In questo periodo molti si lamentano, ma solo qualcuno propone. Umberto Cabini, presidente dell'associazione Industriali Cremona: Ancorotti l'esempio di imprenditore che non molla mai. E tutti i giorni in prima linea, e rappresenta un patrimonio prezioso per l'Italia. Matteo Moretti, attuale presidente del Polo della cosmesi, ha ripercorso la storia di quella che stata una felice intuizione di Renato Ancorotti, il polo della cosmesi appunto, sotto il cui ombrello si riunisce la grande maggioranza delle imprese cosmetiche presenti sul territorio. Le motivazioni ufficiali del riconoscimento: Cremasco dell'Anno 2013 per i grandi meriti acquisiti quale attivissimo e lungimirante imprenditore e mecenate, in particolare come ideatore e primo presidente del Polo della Cosmesi in territorio Cremasco. Grazie alla sua tenacia e al suo talento egli riuscito, anche in tempo di crisi, a conservare e anzi a incrementare i livelli occupazionali dell'azienda, con il meritorio inserimento altres di soggetti diversamente abili, sostenendo nel contempo un asilo aziendale e realizzando corsi specifici per operatori della cosmesi. Alla fine della cerimonia, ha parlato Ancorotti: Ringrazio chi ha speso parole buone per me, ma soprattutto la mia famiglia che mi sostiene e mi ha sempre sostenuto. Senza di loro non sarei qui oggi. Ma non sarei qui nemmeno se avessi pensato di fare l'imprenditore per diventare ricco: chi usa questo approccio spesso si fallisce. Io lo faccio per la mia citt e per il Crema-

Renato Ancorotti domenica allauditorium Manenti, stato premiato Cremasco dellanno 2013

No alle slot, tutti gli incontri e le attivit di sabato e domenica

11

sco. Ed per questo motivo che non delocalizzeremo mai: le nostre aziende resteranno qui, per dare lavoro e produrre benefici per il territorio in cui sono nate.

Allinterno delle iniziative della settimana nazionale di sensibilizzazione circa il fenomeno della ludopatia intitolata 1000 piazza contro lazzardo, promossa da Legautonomie, si terr anche a Crema un fine settimana di sensibilizzazione al tema. Lamministrazione comunale, insieme allassociazione LApprodo di Rivolta dAdda organizzer una presenza sul mercato di Via Verdi sabato 25 gennaio, dalle 10 alle 12, e in piazza Duomo domenica 26 gennaio, dalle ore 10 alle ore 12, e dalle 15 alle18. In particolare la giornata di domenica prevede attivit di animazione e gioco per i bambini con lo scopo di educarli alle differenze tra un modo sano di divertirsi e i rischi connessi ad attivit di gioco che crea dipendeza. Sar possibile anche per tutti i cittadini maggiorenni sottoscrivere la proposta di legge di iniziativa popolare contro i pericoli del gioco dazzardo. Alle 11,30 di domenica 26 gennaio, partecipando alliniziativa, il sindaco Stefania Bonaldi terr un breve intervento sul tema.

Fotoclub Ombriano: partono i corsi


Il Fotoclub Ombriano-Crema da pi di 20 anni promotore del corso base di fotografia, per introdurre i cremaschi alla vera fotografia e non al semplice premere il bottone. Il corso, che inizier luned 10 febbraio 2014, sar composto da 8 lezioni in aula dedicate alla composizione, alla macchina fotografica e agli aspetti tecnici (tempo, diaframma, ottiche, flash), alla comunicazione fotografica, al bianco e nero e i grandi autori e, infine, allediting e alla selezione delle proprie immagini. Le lezioni teoriche, tutte il luned sera dalle ore 21, saranno tenute da Alberto Prina (www.mrpraina.com), fotografo e docente professionista. Oltre alla teoria non mancheranno 3 uscite fotografiche sul campo per mettere in pratica quanto appreso durante le lezioni in aula. Nelle uscite domenicali, di mezza giornata, i partecipanti saranno affiancati dai soci del circolo che potranno trasmettere la loro esperienza e rispondere a tutte le domande tecniche, e non, sulla fotografia. Le 3 uscite saranno a tema: una domenica sar dedicata al paesaggio, una alla fotografia sportiva e una al reportage. Le iscrizioni si ricevono online collegandosi al sito www.fotoclubombriano.it. Per qualsiasi domanda o richiesta di chiarimento attivo lindirizzo segreteria@fotoclubombriano.it Con liscrizione ciascun corsista ricever il materiale didattico del corso e la tessera 2014 del fotoclub con la possibilit di partecipare a tutte le iniziative del circolo: gli incontri del mercoled sera, le uscite fotografiche, le mostre, le collaborazioni con riviste, la possibilit di pubblicare le proprie foto sul sito, e tanto altro. La sede in piazza della Chiesa a Ombriano, ogni mercoled dalle ore 21 in poi (il calendario delle serate sul sito Internet).

Lassessore al Commercio e allo Sviluppo Economico, Morena Saltini, e Alessandra Girelli, direttore di Reindustria, hanno tenuto un briefing in sala ricevimenti in Comune, aperto alle categorie economiche, ai produttori e ai ristoratori, finalizzato a fare il punto della situazione sulla scelta del logotipo made in Crema. Era presente il dirigente scolastico del Liceo Artistico Bruno Munari con alcuni docenti dellIstituto e una delegazione di studenti. Durante lincontro sono stati presentati i cinque lavori finali realizzati dalle classi 3, 4, 5 di grafica e multimedia, scelti lo scorso 27 gennaio tra tutti i loghi proposti dai ragazzi del liceo. Sono stati ringraziati i ragazzi e i professori per limpegno e la pro-

Made in Crema: si sta valutando il meglio tra i loghi


re una valutazione supplementare dei tre loghi identificati a degli affermati professionisti della comunicazione, della grafica e del design per indicare alla commissione stessa che effettuer la scelta definitiva del logo che meglio si adatter alle esigenze del progetto. Ad Anna Pace stato richiesto, nellottica di ulteriormente rafforzare il legame tra professionisti e studenti, di supervisionare sabato 25 gennaio la messa a punto dei loghi direttamente presso il liceo Munari a stretto contatto con gli studenti. Dopo la riunione finale della commissione prevista per luned 27 gennaio, mercoled 29 gennaio alle ore 12,45 al liceo Munari prevista la cerimonia di premiazione del logo vincitore.

fessionalit messi in campo per questa iniziativa. La commissione mista tra professionisti, esponenti del territorio, Comune e scuola ha deciso di assegnare ex equo il premio in denaro a 3 loghi. La premiazione degli autori Eva Vezzani, Noemi Cesena, Giada Podest avver-

r al liceo artistico, con il coinvolgimento di tutte le 3 classi che hanno partecipato. Il logo che verr scelto andr ad identificare un percorso di identit culturale che passa attraverso la gastronomia e le altre eccellenze del territorio. Gli intervenuti allincontro hanno convenuto di richiede-

Capergnanica: borse di studio e la Costituzione ai 18enni


Si svolta sabato 18 gennaio nella sala dei Fauni di Palazzo Robati, a Capergnanica, la cerimonia di consegna delle borse di studio agli studenti meritevoli di Capergnanica e Passarera che si sono distinti lo scorso anno. A fare gli onori di casa, il sindaco Alex Severgnini, che si congratulato con i giovani per i risultati ottenuti e ha ringraziato le ditte Pavedil e Base nella persona del geometra Francesco Barbaglio che ha contribuito con il finanziamento di quattro borse di studio. Otto i premiati: Beatrice Danelli (per meriti scolastici - Diploma Scuola Secondaria di Primo Grado), Francesca Coppola, Sara Donida Maglio, Emanuele Frassi, Mattia Guerini, Vera Lazzari, Laura Spagnoli, Raffaella Zanotti (per meriti accademici Laurea o Laurea Magistrale). Insieme agli studenti meritevoli sono stati inviatati alla cerimonia, i giovani neodiciottenni dell'anno appena concluso a cui lamministrazione comunale ha fatto dono

Lincontro in ricordo di Odoardo Focherini beato e giusto dIsraele


Papa Francesco nella festivit di tutti i Santi ha detto, parlando ai fedeli, che i Santi non sono superuomini, ma uomini che hanno speso la loro vita per gli altri ed hanno conosciuto la gioia, la speranza e lamore di Dio. Si ispira a queste parole, perfettamente, litinerario presentato per lanno pastorale 2013/2014 dal Centro Culturale Gabriele Lucchi. Tra le figure che hanno coniugato nella loro vita la bellezza di essere cristiani e la gioia di comunicarlo vengono ricordati il beato Odoardo Focherini, Beato e Giusto dIsraele, il beato Francesco Spinelli, fondatore delle Suore Adoratrici, il beato Pini Puglisi ucciso dalla mafia. Tra i testimoni, monsignor Natale Ginelli

di una copia della Costituzione della Repubblica italiana. Ha detto il sindaco: E importante conoscere la storia che ha portato alla stesura della nostra Legge pi importante: gli uomini che scrissero la Costituzione appartenevano a tradizioni culturali molto differenti (cattolici, comunisti, socialisti, liberali) ed avevano idee molto differenti tra loro, ma trovarono punti di accordo co-

muni superando le logiche di partito perch erano attenti a costruire il bene comune pi che agli interessi di una sola parte. A nome di tutta l'amministrazione, vi auguro che a partire dalla conoscenza, sappiate costruire un costume di rispetto reciproco, nella libert e nella legalit, mettendo a frutto le grandi risorse di generosit e dinamismo che il nostro paese mostra di possedere.

e monsignor Carlo Manziana. Uomini il cui indiscusso spessore spirituale ed umano balza allocchio di tutti coloro che vogliono osservare le loro opere e la loro vita esemplare. Il primo appuntamento stabilito per domenica 9 febbraio, alle ore 16, presso la Sala Achilli Via Frecavalli n. 2 (gentilmente concessa dalla Libera Agricoltori). Tema dellincontro: Odoardo Focherini, Beato e Giusto dIsraele. Relatori: Maria Peri (storica), Luciano Caro (rabbino). Lincontro organizzato in collaborazione con la commissione per lEcumenismo, lAzione Cattolica della Diocesi di Crema, il Centro degli Stampatori Ebraici di Soncino.

CINEMA
Programmazione settimanale
CREMONA
Spaziocinema Cremonapo (0372-803674) www.spaziocinema.info The Wolf of Wall Street Il Castello Magico Angry Games Last Vegas Chaplin (0372-453005) The butler

Filo (349.8310931) Nebraska PIEVE FISSIRAGA Cinelandia (0371-237012) www.cinelandia.it


Angry Games

Il capitale umano Tutta colpa di Freud Lo sguardo di Satana Un boss in salotto A spasso con i dinosauri 3D Frozen-Il regno di ghiaccio The counselor I, Frankenstein 3D

I, Frankenstein Last Vegas Lo sguardo di Satana


The Counselor The Wolf of Wall Street Tutta colpa di Freud Un boss in salotto

CREMA Porta Nova (0373-218411) www.multisalaportanova.it The Wolf of Wall Street The counselor Un boss in salotto Tutta colpa di Freud Il capitale umano Angry Games A spasso con i dinosauri Il castello magico

12

Sabato 25 Gennaio 2014

Crema

La gara si svolta in Sudamerica. Lui vi ha preso parte con una Panda. Le emozioni e le paure vissute
di Gionata Agisti

al 5 al 18 gennaio, si svolta l'ultima edizione della Parigi-Dakar e, anche se della mitica gara per due e quattro ruote non rimasto che il nome, visto che dal 2009 viene disputata in Sudamerica, a causa delle minacce di al-Qaeda, il suo fascino rimasto intatto e con questo anche i pericoli, per nulla trascurabili. Ne sa qualcosa il cremasco Antonio Cabini, 57 anni, che alla sua diciottesima Dakar vi ha preso parte la prima volta a 27 anni, nel 1984 e che quest'anno ha gareggiato nientemeno che con una Fiat Panda, sebbene opportunamente rimaneggiata in molti suoi componenti: motore, sospensioni, ruote e trasmissioni. Non il primo anno che seguiamo Cabini nelle sue avventure in quella che rimane la corsa pi leggendaria del mondo e, da parte sua, non manca mai di trasmetterci le emozioni vissute in quei giorni, fatti di passione e pericolo. In questo caso, la sfida del team a cui ho preso parte era quella di dimostrare che perfino con un'auto come la Panda, con cui normalmente vai a fare la spesa, puoi prendere parte alla Parigi-Dakar. In realt, la sfida non pu dirsi vinta, perch siamo rimasti a piedi a due tappe dalla fine ma, fino ad allora, siamo sempre riusciti a riparare ogni tipo di guasto e ce ne sono stati parecchi, praticamente ogni giorno. Dovevamo

Cabini: Vi racconto la mia Parigi-Dakar


troppo, si muore ogni anno. Quella giornata si preannunciava drammatica fin dalla partenza, ricorda Cabini. Il caldo era atroce e quando, nel giro di una ventina di chilometri, abbiamo trovato molti motociclisti gi a piedi, abbiamo avuto i primi segnali di quanto sarebbe potuto capitare. Il giorno dopo, uno di loro stato trovato morto. Era rimasto senz'acqua, nonostante l'organizzazione avesse provveduto a distribuirla tramite elicotteri. Purtroppo, non sempre si riesce a tutelare tutti i partecipanti. I pericoli sono sempre in agguato: la stanchezza, gli imprevisti - come appunto le giornate torride - e gli incidenti stradali, compresi quelli che avvengono durante i trasferimenti. Su 9.500 chilometri totali di corsa, circa 4mila sono dedicati al trasferimento su strade normali e, quando ti sposti con 400 equipaggi, compresi i camion per l'assistenza e i mezzi che trasportano la stampa, gli incidenti vanno messi in conto. Come si pu intuire, non si tratta certo di un'esperienza a buon mercato: soltanto l'iscrizione individuale, comprensiva di assicurazione e, solo per i motociclisti, anche di carburante, richiede 12mila euro. Dopodich, si pu arrivare ai milioni di euro, spesi dai team pi organizzati e sponsorizzati.

Antonio Cabini e alcune immagini della sua corsa avventurosa

provvedere alle riparazioni la notte, al campo. L'ultimo inconveniente stato quello decisivo:

si rotto un pezzo della sospensione anteriore e il nostro camion di soccorso non arri-

vato in tempo per la partenza. La Dakar, come si diceva, non una corsa semplice ma

dura e massacrante, per usare le parole dello stesso Cabini e, a volte, non bastano nemmeno l'esperienza e l'allenamento fisico. Solo il 45 per cento dei partecipanti, quest'anno, ha terminato la corsa che, partita da Rosario, in Argentina, si conclusa a Valparaiso, in Cile, dopo aver attraversato il temibile Atacama, deserto dai connotati marziani, che si estende attraverso lo stretto Paese andino e che contribuisce a tener vivo, tra i veterani, il ricordo delle dune del Sahara. Proprio qui, si consumata la tragedia che quest'anno ha riguardato un motociclista, ma alla Dakar, pur-

Speciale Edilizia

Sabato 25 Gennaio 2014

FACCIAMO CHIAREZZA SULLE DETRAZIONI: ECCO TUTTO QUELLO CHE DOVETE SAPERE

a Legge di Stabilit 2014 ha prorogato le detrazioni fiscali per ristrutturazione edilizia di case e condomini, cos come anche l'ecobonus (detrazioni 65% per interventi sul risparmio energetico). Le detrazioni sono differenziate sulla base del tipo di intervento che si vuole mettere in opera. Vediamole insieme. RECUPERO PATRIMONIO EDILIZIO Restano in vigore per tutto il 2014 le agevolazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione del patrimonio edilizio esistente: si tratta di detrazioni Irpef del 50% della spesa sostenuta per un massimo di 96mila euro di spesa; ci significa che il massimo che si potr riavere dal fisco pari a 43mila euro in dieci rate annuali. I lavori per i quali sono attuabili le detrazioni ristrutturazione al 50% sono: manutenzione ordinaria (solo per le parti comuni degli edifici), manutenzione straordinaria, restauro e ristrutturazione edilizia, oltre ad una serie di interventi indicati dal legislatore come la ricostruzione di immobili danneggiati in seguito ad eventi calamitosi (quando sia stato dichiarato lo stato di emergenza), la realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali, l'eliminazione delle barriere architettoniche, gli interventi destinati a prevenire il rischio di atti illeciti o di bonifica dall'amianto. Gli incentivi fiscali per la ristrutturazione edilizia al 50% saranno valide per le spese sostenute in tutto il 2014, scenderanno poi al 40% delle spese nel 2015 e al 36% dal gennaio 2016. Le spese effettuate invece per lavori di messa in sicurezza statica e per gli interventi di antisismicit degli edifici posti in zone sismiche ad alta pericolosit saranno al 65% per le spese sostenute in tutto il 2014, scenderanno al 50% a partire dal prossimo anno. ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Si possono richiedere detrazioni fiscali anche per il 50% della spesa sostenuta per acquisto di mobili ed elettrodomestici classe energetica A: il cosiddetto bonus mobili consiste in una detrazione fiscale del 50% sulle spese sostenute nel periodo 6 giugno

Incentivi: ancora per tutto il 2014


Certificazione energetica degli edifici: nuove norme

13

2013 - 31 dicembre 2014, spesa massima 10mila euro non compresa per nei 96mila euro dei lavori di ristrutturazione (modifica del Decreto Milleproroghe a ci che diceva la Legge di Stabilit). L'acquisto di mobili ed elettrodomestici deve comunque essere effettuato nell'ambito di lavori di ristrutturazione edilizio, per essere usufruibile. Le agevolazioni fiscali si possono richiedere per: mobili ed arredamento: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione necessario completamento d'arredo dell'immobile ristrutturato: elettrodomestici: frigoriferi, lavatrici, asciugatrici, forni da incasso, cucine a gas, congelatori, lavelli e piani cottura di classe A+ o superiore (per i forni classe A).

Approvata nei giorni scorsi dalla Giunta Regionale della Lombardia la Delibera X/1216 che aggiorna la disciplina regionale per lefcienza e la certicazione energetica degli edici. Le nuove disposizioni mirano a recepire le ultime novit introdotte dalla disciplina nazionale; in particolare, per quanto riguarda laccreditamento dei professionisti allelenco dei certicatori energetici, si amplia lelenco dei titoli di studio idonei sulla base di quanto previsto dal DPR 75/2013 con linclusione della Laurea in chimica industriale (classe di laurea magistrale LM 71, ex DM 16 marzo 2007). Rimane invariato il requisito del superamento di uno specico corso di formazione, con esame nale, per tutti coloro che chiedono di essere accreditati per lattivit di certicazione energetica, indipendentemente dal titolo di studio conseguito e dalliscrizione allOrdine o Collegio professionale. Altra novit che l'Attestato di Certicazione Energetica (Ace) viene denominato Attestato di Prestazione Energetica (Ape) a partire dal 15 gennaio 2014. Inoltre, viene sostituita la denizione di impianto termico contenuta allarticolo 2, lett. ee) della Dgr 8745/2008 con la denizione di cui allart. 2, comma 1, lettera Itricies) del Dlgs 192/2005, come modicato con DL 63/2013, nel testo integrato dalla legge di conversione 90/2013. Lultima importante novit riguarda lapprovazione dei criteri per il riconoscimento della funzione bioclimatica delle serre e delle logge, ai ni dellequiparazione a volumi tecnici, prevista dallart. 4 della Lr 39/2004.

1 4

Sabato 25 Gennaio 2014

Speciale Edilizia

I principali appuntamenti fieristici per conoscere tutte le ultime novit sul mondo della casa e delledilizia
in fiera A Bolzano c Klimahouse
In questi giorni, fino al 26 gennaio, torna a Bolzano il tradizionale appuntamento con Klimahouse, fiera internazionale per lefficienza energetica e il risanamento in edilizia. La ricerca di soluzioni innovative per il risanamento energetico degli edifici e la riqualificazione dellimmenso patrimonio del costruito sono le principali sfide che il mondo delledilizia dovr affrontare nei prossimi anni. In questo contesto articolato si inserisce la nona edizione di Klimahouse che si propone di evidenziare e valorizzare nuove risposte al problema della riduzione del consumo di energia degli edifici, al fine di migliorarne la qualit abitativa e di aumentarne il valore immobiliare. Il concept fieristico di Klimahouse, sempre pi dinamico, prende forma anche grazie al ricco programma di eventi formativi e informativi che si affiancano allofferta di un ampio spazio espositivo, allestito con le ultime novit di oltre 400 aziende. In questi giorni si svolge anche il tradizionale appuntamento con Il Congresso Internazionale organizzato da Fiera Bolzano in collaborazione con lAgenzia CasaClima, dal titolo Costruire con Intelligenza, levento propone numerosi approfondimenti sui temi pi attuali e discussi nellambito della bioedilizia grazie alla partecipazione di illustri ospiti di fama internazionale. Leco-quartire Casanova sar anche meta delliniziativa City Parcour. Esteso su circa 350.000 m3, conta 950 appartamenti per 3.000 abitanti. Loccasione ideale per un confronto diretto tra i visitatori e gli inquilini sugli interventi, le sfide affrontate, i costi sostenuti e soprattutto su come cambiata la loro qualit di vita. Tra i numerosi eventi organizzati in Fiera, la mostra Risanamento oggi e domani di Apa, Associazione Provinciale dellArtigianato di Bolzano, illustra con modelli in scala 1:1 la trasformazione di costruzioni ad alto consumo energetico in edifici CasaClima di classe energetica A, B o Gold, evidenziando gli errori da evitare. ppuntamento con tutte le ultime novit nell'ambito del riscaldamento a biomassa, stufe, camini, cucine e caldaie a legna, a pellet o altro tipo di combustibile di derivazione naturale. Mancano infatti poche settimane all'apertura di Progetto Fuoco, a Verona dal 19 al 23 febbraio. La fiera, leader mondiale del settore, con 650 espositori, il 33% esteri provenienti da 30 Paesi, registra un incremento di oltre il 20% dei partecipanti rispetto alledizione 2012. Aumenta anche il numero dei Padiglioni impegnati, ben 6 oltre le aree esterne, mentre la superficie espositiva sale a 85.000 m. Progetto Fuoco metter in mostra 250 tra camini e stufe accesi grazie allo speciale impianto daspirazione attivo in quattro padiglioni. I padiglioni 2 e 3 ospiteranno larea Pf Technologie sviluppata da Aiel (Associazione Italiana Energie Agroforestali), partner tecnico della mostra significativamente orientata allo sviluppo del mercato letto allinterno della filiera legno-energia. Il successo della rassegna veronese in un momento in cui leconomia nazionale ben lontana dalladeguare il passo e lipotesi di una ripresa resta pi che altro una chimera, la dimostrazione dellimpegno e della volont espressi da un settore che ha puntato sullevoluzione dellutilizzo di apparecchiature con combustione a biomassa per il riscaldamento anche in contesti abitativi complessi. Laspetto high-tech di stufe e camini stato valorizzato dallapplicazione di soluzioni che integrano un design in grado di presentare macchine adatte a qualsiasi ambito architettonico, facili da installare e da usare. integrabili con la domotica, ecologiche e ad altissima resa, il cui impiego reso vantaggioso anche dal sistema di incentivi per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per gli interventi nel campo dellefficienza energetica in cui rientra il settore delle biomasse. Per ledizione 2014 di Progetto Fuoco hanno gi confermato la loro presenza un gran numero di operatori professionali,

Progetto Fuoco in fiera a Verona

progettisti, tecnici e imprenditori attesi da tutta Europa e da diversi Paesi extraeuropei a cui si sono aggiunti i rappresentanti di Giappone, Cina e Usa, paesi divenuti sensibili allutilizzo delle energie alternative. Nei cinque giorni di fiera, Progetto Fuoco ha programmato un ricco calendario di convegni, meeting tecnici e daggiornamento professionale organizzati da Piemmeti Spa con la collaborazione di Aiel, Anfus (Associazione nazionale fumisti e spazzacamini), Assocosma (Associazione costruttori stufe in maiolica) e Universit di Padova con il Dipartimento Tesaf. Tra le iniziative pi interessanti da ricordare quella organizzata dal Dipartimento Tesaf Universit degli Studi di Padova - Laboratorio Analisi Bio-combustibili in collaborazione con Aiel, nellambito di PF Technologie che propone un laboratorio virtuale illustrato attraverso un percorso fotografico corredato da opportune didascalie, per mostrare le attivit svolte in relazione alla qualit dei bio-combustibili. Nella stessa area sar allestita una zona che ospiter le macchine di produzione dei bio-combustibili e liter delle prove di laboratorio utili a dare

concretamente conto della qualit dei combustibili presi in esame: cippato e pellet. In questo modo i visitatori avranno la dimostrazione pratica delle prove che decretano la qualit dei prodotti. Da segnalare inoltre il Workshop degli organismi di certificazione e di ispezione coinvolti nella certificazione ENplus, riservato ai rappresentati delle associazioni internazionali che si occupano di pellet, iscritte allEuropean Pellet Council; il seminario su Installazione e manutenzione dei piccoli generatori di calore a biomassa, aspetti tecnici e normativi, per gli addetti ai lavori di oggi (installatori, manutentori, consulenti) e di domani (studenti di scuole tecniche superiori); il Convegno Produzione di energia termica da fonti rinnovabili ed efficienza energetica: evoluzione e integrazione dei sistemi incentivanti e quello sullo Sviluppo delle biomasse commercio e logistica centri di mobilitazione sostenibile delle risorse locali biomassa legnosa; il Convegno Emissioni del riscaldamento domestico a biomasse e quello su Camini e canne fumarie: come assicurare la corretta installazione. Altri temi interessanti saranno affrontati nellambito del Semi-

nario Pellet & co: il contributo della moderna distribuzione allo sviluppo della filiera, organizzato in collaborazione con Aiel e Largoconsumo. Nel corso del workshop su Qualit e ruolo della certificazione ENplus. Stato dellarte e prospettive future per la produzione e il consumo di pellet in Europa, vi sar la cerimonia di premiazione di alcune aziende italiane. Sono previsti anche la Tavola Rotonda Fumisti, il Convegno Biomasud, certificazione delle biomasse agroforestali mediterranee, un altro meeting dedicato alla Verniciatura resistente al calore, il convegno Impianti di gassificazione di biomassa in esercizio: learning by doing?' centrato sugli impianti di cogenerazione, il Meeting internazionale spazzacamini e il Convegno Strumenti di sviluppo delle biomasse: criticit ed effetti sul mercato. La parte convegnistica terminer con il Workshop Energia dal legno dal bosco al camino, come riscaldarsi correttamente con il legno, in sicurezza, nel rispetto dellambiente e della qualit dellaria e con il Convegno Biomasse per il riscaldamento delle serre: facciamo il punto sulla scheda 40e.

Speciale Edilizia

Sabato 25 Gennaio 2014

dilizia residenziale in caduta libera. Secondo i dati Istat il comparto presenta una rilevante flessione rispetto allo stesso periodo del 2012 (-37,2% le abitazioni e -35,5% la superficie utile abitabile). Anche ledilizia non residenziale ha una consistente diminuzione con quasi un terzo di superficie in meno rispetto al primo semestre del 2012 (-31,6%). Secondo i dati, il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali risulta in forte calo, presentando, nel primo trimestre, una variazione tendenziale del -38,2% e nel secondo del -36,2%. Significative sono anche le diminuzioni della superficie utile nel confronto con gli analoghi trimestri del precedente anno: -36,6% per il primo trimestre 2013 e -34,3% per il secondo. Nel primo trimestre del 2013, ledilizia non residenziale presenta una superficie in netta contrazione rispetto allo stesso periodo del 2012 (-37,3%). Meno accentuata la flessione nel secondo trimestre 2013, con un calo della superficie non residenziale pari al 25,6% ri-

Edilizia residenziale in calo del 35%

Secondo i dati Istat risulta in discesa anche il non residenziale, che si attesta al -31%

1 5

spetto allo stesso periodo del 2012. un crollo infinito che ricade interamente sui liberi professionisti architetti e ingegneri e che va fermato. Cos il Presidente di Inarcassa Paola Muratorio commenta la rilevazione Istat sulla produzione edilizia. Una discesa agli inferi che non accenna ad arrestarsi e che equivale per i nostri professionisti ad un cedimento del reddito del 30% circa, in termini reali, tra il 2007 e il 2013. Governo e istituzioni - sottolinea Muratorio non possono pi ignorare che la ripresa del nostro Paese pu partire anche da noi. Abbiamo proposte, abbiamo idee e non ci mancano le risorse per interventi diversi dalla classica edilizia residenziale. Basti pensare al territorio e alle infrastrutture sociali. Vogliamo dare un contributo al lavoro, - conclude Muratorio - agli architetti e ingegneri liberi professionisti che in questo momento soffrono in modo particolare. Abbiamo tanti iscritti, pi di 165.000, e dobbiamo pensare a loro e al loro futuro poich previdenza e lavoro sono un binomio inscindibile.

Smaltimento coperture in amianto: detrazioni al 50%


Anche per lo smaltimento delle coperture in amianto gli incentivi continuano fino al 31 dicembre del 2014. Questi interventi rientrano nell'ambito degli incentivi fiscali per le ristrutturazioni spiega Marco Tacchinardi, titolare di Lattoneria Tacchinardi. Per questo tipo di intervento si ha diritto alla detrazione del 50% in dieci anni, con Iva agevolata al 10%. Il mercato dello smaltimento dell'amianto, cresciuto un sacco in questi anni, e questo, come evidenzia Tacchinardi, ha provocato un notevole calo dei prezzi per questo tipo di interventi, e questo li rende pi accessibile. Oggi il costo dell'intervento varia dai 6 a 8 euro al metro cubo. Per una famiglia che vuole affrontare lo smaltimento di un tetto in amianto pu diventare un investimento utile, soprattutto a fronte delle detrazioni. Si tratta di una grande opportunit, che bisogna cogliere al volo. L'azienda di Tacchinardi non si occupa solo di smaltire l'amianto, ma anche di sostituire le coperture. Un intervento oggi molto richiesto, sempre per via degli incentivi, quello della sostituzione di coperture tradizionali con quelle che consentono il risparmio energetico: un lavoro che rientra tra quelli soggetti a detrazioni del 65%. Si tratta di aggiungere un certo spessore di materiale isolante, e realizzando coperture di tipo particolare, come i pannelli in coppo o simil coppo anticato, che riproducono la forma del coppo tradzionale e che sono particolarmente adatti anche nei centri storici. Molto importante anche l'affidarsi a dei professionisti, che sappiano come muoversi anche dal punto di vista legale. E' sempre consigliabile far riferimento - come fa anche la mia azienda - ad uno studio di geometri, che sono in grado di seguire al meglio i lavori.

16

Cinzia Carelli: Importante trovare soluzioni anche per spazi ristretti

Ascensori: in voga i minilift

Sabato 25 Gennaio 2014

Speciale Scuola

Risparmio energetico: meglio la caldaia a condensazione N


ell'ambito dei lavori di ristrutturazione detraibili fiscalmente al 65% fino al 2014, rientra anche il cambio della caldaia. Quelle che consentono di usufruire della detrazione - oltre alle valvole termostatiche - al 65% sono quelle a condensazione, che sono le migliori in commercio oggi, in quanto hanno un elevato rendimento rispetto a quelle tradizionali e consentono un notevole risparmio energetico spiega Fabrizio Robuschi, titolare di Idraulica Robuschi. Le altre caldaie hanno invece accesso alla detrazione al 50%. L'Idraulica Robuschi offre un servizio particolare: Offriamo un chek-up energetico e proponiamo una soluzione su misura; soluzione che viene certificata e garantita per iscritto, con un documento in cui certifichiamo quale sar il risparmio energetico che questi lavori consentiranno. Cos se il cliente si accorge di aver speso di pi pu chiamarci e noi andiamo a verificare se c' qualche problema. Per chi volesse installare un impianto per il risparmio energetico offriamo la possibilit di fare forme di finanziamento personalizzabili con delle finanziarie di nostra fiducia. C' anche la possibilit di ottenere un anno di finanziamento senza interessi. Tra l'altro una spesa di questo tipo, con gli incentivi e il risparmio energetico che ne consegue, viene ammortizzata abbastanza velocemente. Inoltre un intervento di risparmio energetico incide anche sulla classe di certificazione energetica degli edifici. L'azienda si occupa anche della sostituzione della vasca da bagno con una doccia. Sempre pi persone, specialmente gli anziani, chiedono questo tipo di intervento. Si tratta di un lavoro che svolgiamo in pochi giorni e senza essere invasivi. Ci occupiamo di tutto, dalla modifica dell'impianto alla rimozione della vasca all'installazione del box doccia. Anche questo intervento pu rientrare nelle detrazioni al 50%. CALDAIE A CONDENSAZIONE La caldaia a condensazione una caldaia apparentemente in grado di ottenere rendimento termodinamico superiore al 100% del combustibile utilizzato anzich sul potere calorifico superiore alla potenza nominale grazie al recupero del calore latente di condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi della combustione. Vi inoltre una conseguente riduzione delle emissioni di inquinanti.

Fabrizio Robuschi: Possibile anche finanziamento personalizzabile

a presenza di un ascensore allinterno di edifici a pi piani oggi necessaria, come prevedono le pi recenti normative in materia di eliminazione delle barriere architettoniche prevede lobbligo di installare ascensori in presenza di strutture con pi di tre livelli fuori terra. Ma se non vengono rispettati determinati criteri di progettazione la presenza di un ascensore non di per se sufficiente a garantire la piena mobilit per i disabili. Insomma, gli interventi possibili sono molteplici e quello degli ascensori un settore in forte crescita, come conferma Cinzia Carelli, titolare del Centro Ascensori Service. Sono in forte aumento le richieste di installazione dei cosiddetti Minilift, impianti nati prevalentemente per i disabili ma che vengono utilizzati sempre pi frequentemente anche come ascensori in case in cui i vincoli di spazio non consentono l'installazione di un tradizionale ascensore. Questo tipo di impianto consente facilmente l'abbattimento delle barriere architettoniche. La nostra azienda infatti specializzata nel risolvere problematiche di

verticalit anche in spazi piuttosto ridotti. Per fare questo gli ascensori vengono installati sia all'interno che all'esterno dell'edificio, con vani di castellamento o in muratura. Sono molto richiesti anche gli interventi di abbattimento delle barriere architettoniche. Anche grazie agli incentivi per i portatori di handicap e alle agevolazioni fiscali per ristrutturazione, interventi di questo tipo sono particolarmente vantaggiosi in questo periodo. L'azienda opera da diversi anni sul territorio. Chi desidera installare un impianto ci pu contattare per un sopraluogo. Noi ci occupiamo quindi di consigliare il cliente su quale sia la soluzione pi adatta alle sue esigenze, anche in base agli spazi disponibili. INFORMAZIONI UTILI Per garantire la massima facilit di movimento e trasporto gli ascensori progettati per labbattimento delle barriere architettoniche devono necessariamente possedere una serie di caratteristiche strutturali. In caso di nuove costruzioni, se ledificio destinato ad uso non residen-

ziale, il progetto dovr prevedere la presenza di ascensori provvisti di cabine con profondit minima di 140 cm per 110 cm di larghezza e porte con una luce di almeno 80 cm mentre lo spazio libero antistante la cabina dovr misurare minimo 150x150 cm. In caso di edifici di nuova costruzione ad uso residenziale, le dimensioni minime previste per le cabine per disabili corrispondono a 130 cm di profondit per 95 cm di larghezza, restano invece invariate rispetto al caso degli edifici non residenziali le misure relative alla luce delle porte e allo spazio libero antistante la cabina. Le dimensioni indicatE fanno come sottolineato riferimento soltanto al caso della realizzazione di ascensori per disabili allinterno di edifici di nuova costruzione. Se lintervento di installazione di un ascensore per disabili riguarda ladeguamento di un edificio preesistente, le misure di riferimento saranno leggermente inferiori a quelle indicate: 120 cm di profondit per 80 di larghezza, luce netta di 75 cm e spazio minimo antistante la cabina di 140x140 cm.

Le normali caldaie, anche quelle definite "ad alto rendimento" (91-93% alla potenza termica nominale), utilizzano solo una parte del calore sensibile dei fumi di combustione perch occorre evitare la condensazione dei fumi, che d origine a fenomeni corrosivi. Il vapore acqueo generato dal processo di combustione (circa 1,6 kg/m di gas) viene quindi disperso in atmosfera attraverso il camino: la quantit di calore in esso contenuta, definito calore latente, rappresenta l'11% dell'energia liberata dalla combustione, in tali caldaie non recuperata. La caldaia a condensazione, invece, pu recuperare gran parte del calore latente dei fumi espulsi con il camino. La particolare tecnologia della condensazione consente infatti di raffreddare i fumi fino a farli tornare allo stato di liquido saturo (o in taluni casi a vapore umido), con un recupero di calore utilizzato per preriscaldare l'acqua di ritorno. In questo modo la temperatura dei fumi di uscita (che si abbassa a circa 40 C) prossima alla temperatura di mandata dell'acqua (con scambiatori particolarmente performanti anche meno), inferiore ai 140~160 C dei generatori ad alto rendimento e ai 200~250 C dei generatori tradizionali. possibile lavorare con tali temperature dei fumi, quindi condensare, in quanto le caldaie a condensazione utilizzano scambiatori di calore realizzati con metalli resistenti all'acidit delle condense. I fumi scaricati a bassa temperatura non permettono per il tiraggio naturale del camino e vanno espulsi grazie al ventilatore inserito a monte del bruciatore; abbiamo quindi una linea fumi in pressione che deve essere a tenuta, per cui problematico lo scarico di pi caldaie in un unico camino.

Comunali, Claudio Silla lancia la corsa


Il sindaco si ricandida e conferma lassenza di pregiudiziali nei confronti del Listone. I casi rifiuti, casa Zani, Lido Po e ospedale
di Vanni Raineri

CASALMAGGIORE

Sabato 25 Gennaio 2014

17

l superamento di quota 15000 abitanti fa di Casalmaggiore una citt anche in termini elettorali. Come noto, lampliamento della popolazione modificher il sistema elettorale con cui nel maggio prossimo verr scelto il nuovo sindaco: se nessun candidato raccogliesse oltre il 50% dei consensi al primo turno, si renderebbe necessario il ballottaggio. Con queste premesse, le elezioni che nel 2009 videro prevalere Claudio Silla si sarebbero trasformate in un duello tra lo stesso Silla (che ottenne il 35,2% dei voti) e Carlo Gardani (27% col suo Listone). Cinque anni fa ottenne un buon successo Filippo Bongiovanni con la Lega Nord (22,6% e tre seggi come il Listone), lultimo seggio and ad Orlando Ferroni (13,3%) per il centro destra. Come sarebbe finita nel 2009 con le nuove regole? E cosa cambia oggi nelle strategie delle liste? Meglio cercare apparentamenti subito a sostegno di uno stesso sindaco o inseguire alleanze al secondo turno? Una cosa certa: Claudio Silla ripresenter la sua candidatura: il suo gruppo continua a sostenerlo in blocco e gli ha confermato la fiducia, cos come il Pd, principale partito a sostegno della lista civica che lo ricandida. Polemiche e contrasti ovviamente non sono mancati in questi anni, ma proviamo a guardare avanti, anticipando i temi su cui si dovr confrontare chi governer Casalmaggiore da qui al 2019. Nella proposta per amministrare la citt un punto fermo la proposta civica: molti di noi hanno un riferimento politico, ma come nel 2009 ci uniremo su valori condivisi. Un esempio quello della battaglia per lacqua pubblica che sta per essere vinta. Per il prossimo mandato lavoreremo dunque su una proposta civica incardinata su un programma chiaro, e che conterr forti elementi di continuit. Molte cose sono state fatte, altre sono da fare o completare, ma lo scenario in questi anni cambiato radicalmente. Ovvio che il riferimento principale sia alla grave crisi economica che ha colpito pesantemente anche il Casalasco. Nel 2009 cerano tutti i segni che annunciavano una situazione economica in continuo peggioramento, oggi che le famiglie sono allo stremo le borse in rialzo si spera possano al contrario presagire un miglioramento in arrivo. Allora gli indicatori economici davano una certa direzione, ora soffriamo dellonda lunga di quella congiuntura ma gli indicatori hanno invertito la rotta. Lincremento nel 2013 degli oneri di urbanizzazione nel nostro comune lo conferma. Su questa base, torniamo al programma. Seguiremo tre filoni: le politiche rivolte alla persona, intendendo i servizi so-

Sul caos rifiuti: ora che il 95% di bravi cittadini dia lesempio

ciali, scolastici, la politica culturale, poi il tema dellambiente in senso lato, quindi la tutela del territorio, la questione rifiuti, ed infine il tema economico e del lavoro. In questultimo caso il Comune non ha competenze specifiche come nei due precedenti, ma un settore in cui si pu intervenire anche alla luce del taglio delle Province con la partita delle deleghe ai Comuni tutta da giocare. La nuova proposta civica per il quinquennio 2014-2019. Partir dalla continuit rispetto al gruppo che ha amministrato, che rimasto molto unito. Credo sia importante: oltre alla competenza per ottenere risultati conta anche lo spirito di gruppo. Ora lavoriamo per allargare le adesioni. Devo aggiungere che unaltra cosa sperimentata in questi 5 anni, ed un modello in cui credo: che una comunit pu essere amministrata dal palazzo comunale, o si pu provare ad estendere il senso di responsabilit del governo della cosa pubblica. Penso allopportunit di lavorare a stretto contatto con aziende e fondazioni per far comprendere che gestiscono servizi importanti. E il caso ad esempio della Farmacia Municipalizzata, di Santa Chiara, di Casalasca Servizi. Un percorso, questo, che ha portato risultati molto positivi. Ecco, questo senso di responsabilit va allargato, e con la penuria di risorse tale meccanismo ancor pi premiante. Anche lesempio della Rete mostra luscita dallo schema classico, un progetto che si sostiene con la partecipazione congiunta di comune e privati. Con poche risorse non nemmeno facile gestire un patrimonio edilizio importante, frutto degli investimenti di

chi vi ha preceduto in tempi pi floridi. Abbiamo deciso di non arretrare rispetto ai servizi, e il modello illustrato servito a questo, ma abbiamo anche cercato di proseguire nella valorizzazione del patrimonio esistente. Ne un esempio il restauro della facciata del Municipio finito proprio questa settimana. Prima ha parlato di allargare ladesione al nuovo programma. Il Pd, importante forza politica che sostiene la sua lista, ha aperto nei giorni scorsi al Listone con le parole del segretario Edoardo Borghesi. Gardani per il Listone ha rimarcato alcune critiche allAmministrazione ma non ha chiuso la porta allalleanza. Ci sono chance di un accordo tra le due liste pi votate nel 2009? Guardando ai 5 anni passati, questo avvicinamento avrebbe potuto emergere alla luce del sole durante il momento ufficiale, il Consiglio Comunale. Se devo essere sincero, sono giunti dal Listone segnali importanti, come quando ad inizio mandato Gardani vot le linee di indirizzo, ma anche sui contenuti: Matteo Rossi ad esempio ha lavorato nellinteresse dei cittadini sul tema rifiuti. Su altri punti invece non si sono verificate le condizioni per una reale convergenza. Senza individuare le responsabilit, sarebbe bene superare le divisioni del 2009, ma per me la strada che ho davanti la sfida della condivisione. Non mi appassiona fare una somma senza condividere unanalisi. Si cerca di avanzare proposte condivise, anche con altri soggetti, e quello diventa il nuovo programma, e alcuni passaggi in questo senso sono stati fatti.

Dal Listone giunti segnali importanti, altre cose ci dividono

Un suo giudizio sulle minoranze. Hanno cercato tutti al meglio di fare il loro lavoro. Ci sono state solo un paio di cadute di stile, dal mio punto di vista, ma il senso dellistituzione non mai mancato. Hanno agito sempre nellinteresse della comunit, senza accendere polemiche sul piano personale. Nella prossima tornata un ruolo importante potrebbe giocarlo il Movimento 5 Stelle, che ha esordito nella politica casalese con la richiesta dello streaming delle sedute consigliari. Conosco alcuni esponenti del M5S, e troverei strano che una forza cos non si presentasse. Sullo streaming ho detto da subito che ero favorevole, fissando solo alcuni paletti. Non doveva implicare un aumento dei costi, e le immagini non potevano essere estrapolate per essere impiegate in contesti diversi. Quindi ok ad una registrazione integrale visibile a tutti. Polemiche feroci sono scaturite dal caso Zani. Nei giorni scorsi ledificio ufficialmente entrato a far parte dei beni del comune, donato dal Maestro Giacomo Zani. La maggiore critica che le stata rivolta di non aver condiviso il percorso con le minoranze, provocando quellincertezza che scaturita nel dietrofront del Maestro, poi fortunatamente rientrato. Ognuno si assuma le proprie responsabilit. Da diversi anni si parlava della donazione, e mi attendevo che i 20 consiglieri conoscessero tutti le dinamiche e le aspettative. Chi siede in Consiglio ha gli strumenti per fare le sue valutazioni, e c stato chi, legittimamente, non intravedeva lutilit della donazione. Il ruolo del Consiglio nella fase decisiva stato sempre rispettato.

State mettendo allasta la palazzina del Lido Po, c chi ha criticato il parallelo con casa Zani. Da una parte c una donazione, e da decenni non ne arrivavano di cos rilevanti, importante anche per stimolare altre situazioni in futuro. Dallaltra c il Lido Po che segno dei tempi, inutilizzato in pratica da decenni. Valorizzare il patrimonio significa riempirlo di contenuti. In altri tempi avrebbe potuto rimanere cos com, e non dico che la cessione, che noi riteniamo la scelta adeguata, sia la soluzione migliore, certo leventuale vendita servir a rifare i tetti delle scuole. Un altro tema caldo quello relativo alla raccolta rifiuti e relativa tassa. Da pochi mesi Casalmaggiore e Piadena hanno fatto da apripista con la raccolta del secco personalizzato, grazie ai codici sui contenitori. Era immaginabile che qualche cittadino reagisse con comportamenti deprecabili. Sacchi senza codice che rimangono in strada, comparto secco magari inserito nei sacchi della differenziata, addirittura pare sia scattata la caccia ai comuni in cui si possa riversare tutto nei cassonetti indifferenziati. I numeri non sono unopinione. Casalasca Servizi ha fornito i dati sulle 1000 utenze di Casalmaggiore. Mediamente nella prima settimana non sono stati ritirati 50-60 sacchi, quindi il 5-6%. Col tempo le cose miglioreranno, ma comunque si tratta di una minoranza. Si presume che non tutti ogni settimana espongano i sacchi, quindi probabilmente la percentuale si alza. Certo, ma ci sono anche famiglie che espongono pi di un sacco. In ogni caso la scelta fatta che i sacchi non conformi dovessero rimanere doverano. Consideriamo anche che in precedenza nel secco finivano anche altri rifiuti da differenziare, quindi scatta un meccanismo premiante. Si tratta di risultati positivi non immediatamente visibili ma che emergeranno col tempo. Cerchiamo di aumentare ancor pi la percentuale di raccolta differenziata, e stabilire parametri diversi per la tassazione, che non si basi solo sulla superficie e sui componenti il nucleo familiare. Qualcuno ha protestato per i pannolini che occupano parecchio spazio e non sono differenziabili. Abbiamo fatto ben 15 incontri parlando di questo tema, stiamo sperimentando lentit del fenomeno. Certo in questo paese sarebbe ora di finirla di chiedere al 95% delle persone di assomigliare al 5% che manifesta scarso senso civico, e iniziare a fare il contrario. Chiudiamo con il tema sempre rovente dellospedale Oglio Po. Lattenzione resta sempre alta, nella consapevolezza di risorse che si riducono. Il dato di partenza deve essere la mancanza di alternative a che lOglio Po sia un ospedale per acuti. Su questo deve rimanere la massima attenzione, sul resto si pu discutere.

18

Sabato 25 Gennaio 2014

Casalmaggiore
Pedro Luiz Stringhini ha ritrovato le origini grazie a Pierangelo: a luglio torner in Italia

5 DOMENICHE TUTTE DA RIDERE A SCANDOLARA


Il circolo ArcoBassa di Gussola, col patrocinio dei Comuni di Gussola e Scandolara, organizza una rassegna/concorso di teatro dialettale, dal titolo Da sganasas dal rider, cui parteciperanno 5 Compagnie del nostro territorio. Tutti gli spettacoli si terranno nella Sala Polivalente di Scandolara. Inizier domani, domenica 26 gennaio, alle ore 17 I sciup dal serai di Buscoldo, che presenteranno Sta al punt a dla diga di Augusto Morselli. La rassegna proseguir domenica 2 febbraio alle 16,30 con il Gruppo Teatro Aperto di Moglia, che proporr Persach, ch e mln di Camillo Viticci. Domenica 9 febbraio alle 16,30 toccher ad Avis Teatro di Casalmaggiore, con Sartur da dona di Georges Feyedeau, quindi domenica 16 febbraio sempre alle 16,30 il Teatro Instabile di Agoiolo proporr Leredit dal siu Gistu, di Antonella Zucchini. A chiudere la rassegna saranno domenica 23 febbraio i Nati per caso di Gussola, con La luna giusta di Franco Zaffanella, pure alle 16,30. A contribuire alla proclamazione della Compagnia vincitrice, oltre alla giria, sar proprio il pubblico col suo giudizio che verr apposto su una scheda consegnata allingresso. Per i bambini delle scuole elementari lingresso sar gratuito. Domenica 9 marzo alle 16,30 si terr uno spettacolo nel corso del quale ci saranno le premiazioni del concorso.

Da Drizzona a Vescovo in Brasile


di Vanni Raineri Fu da Drizzona quindi che il bisnonno, allora 22enne, dellodierno Vescovo part a fine Ottocento per il Brasile, precisamente per il Rio Grande do Sul, meta di tanti casalaschi in quegli anni tribolati per chi viveva nelle nostre campagne. Quando Stringhini giunse a San Giovanni era Vescovo della Diocesi di Franca, circa la met di abitanti rispetto allodierna, Mogi Das Cruzes, entrambe situate nello stato di San Paolo. Dopo la nomina del Papa, il Vescovo Stringhini si congedato da Franca il 12 novembre scorso, ed il 24 novembre ha celebrato la Messa di insediamento a Mogi Das Cruzes, in uno stadio che ha ospitato diverse migliaia di fedeli. Pedro Luiz Stringhini nacque il 17 agosto del 1953, ha compiuto

IL GIORNO DELLA MEMORIA A SABBIONETA


Come ogni anno lAssociazione Pro Loco di Sabbioneta aderisce al Giorno della Memoria che il 27 di gennaio ricorda lo sterminio e le persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Il sodalizio sabbionetano, che gestisce le visite turistiche alla Sinagoga, si occupa del cimitero ebraico e ha attivato speciche lezioni didattiche dedicate allebraismo, partecipa attivamente alliniziativa anche per ricordare la straordinaria importanza che ha avuto la comunit ebraica per la storia della citt, oggi Patrimonio dellUmanit Unesco. Oltre la Sinagoga e il Cimitero, gi citati, ricordiamo anche la famosa stamperia del 500, il rilievo per leconomia locale delle famiglie ebraiche nell800, la donazione della Chiesa dellIncoronata alla parrocchia da parte dellebreo Donato Forti, le grandi personalit di famiglia ebraica nate a Sabbioneta: lo scienziato Pio Fo e il ministro Giuseppe Ottolenghi. Domenica 26 gennaio lingresso in Sinagoga sar libero, nel book-shop dellUfcio del Turismo saranno in vendita, con sconto speciale, libri di storia, cultura e cucina ebraica; a richiesta e condizioni meteorologiche permettendo, sar possibile visitare il cimitero ebraico di via Borgofreddo. Gli ebrei sabbionetani non hanno subito direttamente le leggi razziali e le successive deportazioni nei campi di concentramento in quanto, in quel periodo, la comunit ebraica si era sciolta da tempo e le famiglie emigrate in grandi citt del nord Italia. Problemi hanno invece avuto i loro discendenti: nellelenco degli ebrei deportati compaiono i nomi di decine di esponenti delle famiglie Fo e Forti che costituirono per secoli la struttura della comunit ebraica sabbionetana. Altri, per fortuna, riuscirono a fuggire in tempo come il prof. Carlo Fo, glio del grande scienziato Pio, che emigr in Brasile e Alberto Fo che per continuare gli studi si rifugi in Svizzera. La Giornata della Memoria organizzata in collaborazione con la Comunit Ebraica di Mantova e sar anche unoccasione per sensibilizzare istituzioni, cittadinanza e visitatori sui gravi danni subiti dalla Sinagoga a causa degli eventi tellurici del 2012.

Imprenditori sardi per la ditta Bini?


Una nuova speranza per la Bini Fernando Spa? Difficile sbilanciarsi cos sui due piedi, specie dopo i tanti, troppi tentativi andati a vuoto di salvare unazienda che dava lavoro a quasi 150 dipendenti e che con la crisi ha lasciato sul lastrico lavoratori di tre paesi in particolare (Scandolara Ravara, Motta Baluffi e Torricella del Pizzo), rendendo quella ditta, suo malgrado, emblema della contingenza economica sfavorevole, soprattutto nel settore della lavorazione del legno. Detto che lultima richiesta di sospensione di cassa integrazione datata 7 settembre 2011 (14 impiegati e 114 operai) e ricordato che MacroLegno aveva fatto un estremo tentativo, tramite la formula dellaffitto di ramo dazienda, dando lavoro a 35 persone, salvo poi rivedere i piani e abbandonare il progetto nel maggio 2012 a causa di macchinari che necessitavano di troppa manutenzione (questa la motivazione ufficiale), ecco le ultime novit trapelate dal paese. Si parla di un imprenditore di origine sarda, che sin qui ha sempre operato nel ramo degli alimentari: con il legno, insomma, non avrebbe nulla a che fare ma si sarebbe fatto avanti con gli eredi di Giuseppe Bini, titolare dellazienda fino al decesso avvenuto nel luglio 2011, proprio negli ultimi giorni della crisi. Di questo imprenditore non si conosce il nome (o meglio, non ancora trapelato) ma pare abbia fatto investimenti anche a Dubai. Non solo: emersa anche lindiscrezione secondo la quale lo stesso imprenditore avrebbe organizzato, dopo diversi incontri, un pranzo con gli stessi eredi della famiglia Bini, coi quali ovviamente occorre rapportarsi nonostante la procedura fallimentare sia gi stata avviata. Un pranzo, per inciso, a base di pane carasau e salame: come a dire, specialit sarde e casalasche insieme. Sin qui potrebbe sembrare una fantasiosa chiacchiera da bar, ma da Gianmario Magni, sindaco di Scandolara Ravara che sempre si

ra arrivato nel casalasco sulle tracce degli antenati giunti in Brasile dalle nostre terre, ora Vescovo di una Diocesi che conta quasi un milione e mezzo di abitanti. Parliamo di Pedro Luiz Stringhini, da Dom a Bisco (Vescovo in portoghese), che fu accolto nel 2011 in Municipio a San Giovanni in Croce dallallora sindaco Vittorio Ceresini. Vi arriv grazie allinteressamento di Pierangelo Stringhini, responsabile della Polizia Municipale di Palvareta Nova. Il contatto ricorda Pierangelo Stringhini avvenne grazie ad una mostra di fisarmoniche fatta in Brasile da un Savoia che emigr da San Giovanni. Conobbi uno Stringhini che mi disse dellesistenza di quel Vescovo che portava il nostro cognome. Lo contattai alla Vigilia di Natale e lui fu entusiasta, affermando che era quello il primo contatto con la terra dei suoi avi dopo un secolo. Venne poi in Italia nel 2011, e successivamente iniziai una lunga ricerca allArchivio di Stato per risalire alle origini della sua famiglia. Ero ormai convinto a mollare quando riuscii a trovare a Drizzona le tracce di Domizio Romeo Stringhini, classe 1870, che nel 1892 emigr in Brasile con tutta la famiglia. Era suo bisnonno.

Il Vescovo Stringhini all'ingresso nella Diocesi di Mogi Das Cruzes

studi di Filosofia e Teologia ottenendo il Baccalaureato in Lettere a San Paolo nel 1974 e la Licenza in Sacra Scrittura presso il Pontificio

Da sinistra Ceresini e tre Stringhini: Pedro Luiz, Antonio e Pierangelo nel 2011

Istituto Biblico di Roma nel 1990. E stato ordinato sacerdote nel 1980, e nominato Vescovo di Ita nel 2001. Prima del viaggio nel casalasco, il presule aveva visitato il Veneto, anche l alla ricerca delle proprie radici, in quel caso riferite alla madre. Recentemente Drizzona ha scoperto dunque di avere un illustre conterraneo, che si preparer certamente ad accogliere come merita nella prossima visita in Italia. Che ha gi una data moto probabile: Il Vescovo mi ha detto che nel prossimo luglio verr in Italia afferma Pieranelo - e cercheremo di fare in modo che almeno un paio di giorni li trascorra qui, tra San Giovanni e Drizzona.

Prima di Natale si sarebbe tenuto un incontro a Scandolara. Conferme dal sindaco Magni

DECOLLA IL PROGETTO DEL MICROCREDITO


Si tiene questa mattina alle 10,30 presso il Municipio di Casalmaggiore lincontro coi sindaci del territorio per far decollare il progetto condiviso del microcredito, che presentammo due settimane fa su queste colonne. Il gruppo organizzatore, formato da Carla Visioli (unica rappresentante istituzionale, per il Comune di Casalmaggiore), Maria Luisa Manfredi Chiarini, Carlo Stassano e Giuseppina Cavedaschi, si poi allargato grazie al contributo di altri soggetti, ed oggi avvier il progetto coinvolgendo le Amministrazioni Comunali. Ognuna di queste, ma il discorso vale anche per aziende, associazioni e soggetti privati, potr contribuire secondo le proprie disponibilit, innescando un meccanismo che si spera possa almeno in parte fronteggiare lemergenza economica che ha colpito tante famiglie anche nellOglio Po.

speso per salvare il salvabile di questazienda nei momenti pi drammatici, quando la cassa integrazione stava ormai finendo per i quasi 150 lavoratori, arriva una mezza conferma. Scettica forse, ma pur sempre una conferma. E vero, ci sono stati abboccamenti - spiega il primo cittadino - ma anche vero che da un mese, ossia da prima di Natale, non abbiamo pi avuto grosse novit. Colpa delle festivit? Oppure la pista sarda ormai scemata? La speranza, ovviamente, che la trattativa possa proseguire e andare a buon fine: altrimenti per la Bini Fernando Spa sar soltanto lennesima illusione di una trafila troppo lunga di miraggi.

Manifesto anti-politica in piazza a Gussola


Forconi in salsa gussolese. Curiosit ha suscitato qualche giorno fa lesposizione in piazza Comaschi di un manifesto che inneggiava alla ribellione contro la politica, le tasse che impone ai cittadini ormai esausti e le spese incontrollate con cui si autoalimenta. Il manifesto, scritto con un pennarello blu, non portava alcuna firma, ed era posizionato in bella vista nel cortile antistante la scuola elementare A. Mina, nei pressi del monumento. Ovviamente stato rimosso al pi presto, ma non prima di essere immortalato nelle foto che pubblichiamo.

Per il potenziamento della propria struttura di vendita di spazi pubblicitari

Societ attiva nel mondo dei media

Se interessati e in possesso delle caratteristiche richieste telefonare a 335 208695 per ssare colloquio.

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de

Compiti principali: elaborazione di offerte sulla base di un portafoglio esistente, sviluppo e diversicazione del portafoglio, cura degli aspetti legati al postvendita, raggiungimento degli obiettivi di quantit e qualit. Si richiede spiccata personalit, capacit di lavorare allinterno di un team, doti organizzative e gestionali Intraprendenza, motivazione. Auto propria, residenza in loco. Si offre trattamento economico superiore alla media e adeguato alle reali capacit. Zona di Lavoro: Casalasco

CERCA UN/A CONSULENTE

Portici Municipio Tabaccheria Buzzi Farmacia Comunale Bar Italia Bar Barracuda Fermata Polo Romani Casa Di Riposo Busi Via Pascoli Bar Giulia Wally's Caffe' Dist. Carburante Ariete Distrib. Carburante Eni Nuovo Eurosport Sportime Tavola Calda Cart. Tabacc. Campanini Ospedale Oglio Po Alim. Tabaccheria Vicini Cartoleria Giamei Alim. Tabaccheria Tosi Bar Piccolo Paradiso Cartoleria Farmacia Priori Ed. Tabaccheria Camozzi Caffe Roma Bar Time Out Sido Bar Fermata Km Tabaccheria Venturini Dist. Carburante Repsol Bar La Nuova Luna Portici Del Comune Portici Trattoria Da Gianna Ed. Tabaccher. Lorenzini

Piazza Garibaldi Casalmaggiore Piazza Garibaldi Casalmaggiore Piazza Garibaldi Casalmaggiore Piazza Garibaldi Casalmaggiore Via Martelli 2 Casalmaggiore Via Trento 20 Casalmaggiore Via Formis 4 Casalmaggiore Via Giovanni Pascoli 28 Casalmaggiore Presso Conad Casalmaggiore Via Dello Zuccherificio 9 Casalmaggiore Via Repubblica 76 Casalmaggiore Via Repubblica Rotonda Diotti Casalmaggiore Via Guerrazzi 4 Casalmaggiore Via E. Fermi 19 Casalmaggiore Centro Com. Padano Casalmaggiore Via Manzoni 39/B Vicomoscano Via Staffolo 51 Vicomoscano Via Gioberti 74 Quattrocase Via Nicolo' Tommaseo 101 Casalbellotto Via Canzio 100 Roncadello Via Molossi 47 Vicobellignano Via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Libert 31 Piadena Via Matteotti 113 S. Giovanni In Croce Via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio Via Della Liberta 46 Martignana Po Via Bardellina Martignana Po Piazza Comaschi Gussola Via Roma Gussola Via XIII Martiri Gussola Via Roma 7 Torricella del Pizzo Piazza Italia Scandolara Ravara Via Mazzini 3 Castelponzone Via Maggiore 12 Recorfano Via Giuseppina 103 Cingia de' Botti

Casalmaggiore
Una lettera choc proposta da insegnanti di sostegno e allargata ai curriculari fa esplodere un caso a Casalmaggiore

Sabato 25 Gennaio 2014

A Santa Chiara classi-ghetto di disabili


di Giovanni Gardani

BANDO VOLONTARIATO

19

splode al Polo Scolastico Romani una polemica destinata a fare parecchio discutere, perch non mette al centro dellattenzione soltanto il sistema scolastico e le sue leggi, ma anche un discorso di cultura e di approccio verso chi viene troppo spesso considerato diverso. Una lettera, dal titolo Classi ghetto? No grazie, sta raccogliendo nuove adesioni allinterno della struttura di via Trento. Lidea partita da noi insegnanti di sostegno - spiega Davide Gonzaga, tra i primi firmatari - ma sta raccogliendo lok anche di molti professori curriculari. Ma andiamo con ordine: qualche giorno fa stato distribuito un volantino nel quale lIstituto Santa Chiara informa che dal prossimo anno scolastico si avvieranno classi soltanto per disabili. Una scelta che, pur consentita dal dispositivo di riforma del titolo V della Costituzione che attribuisce la formazione professionale alle Regioni, contrasta secondo i firmatari i fondamenti dapprima della Legge 517/77 sul diritto di tutti di frequentare la scuola pubblica, ma anche della norma 104/92 sullinclusione

Una veduta dell'interno del complesso di Santa Chiara

I grandi passi avanti nella lotta ai tumori


Interessante analisi dei medici La Russa e Passalacqua su ricerca, cura e prevenzione, con un occhio attento allalimentazione
alle cause, interessante verificare come fumo e dieta alimentare incidano entrambi per almeno il 30%. Seguono distanziati alcol, obesit, inattivit fisica, inquinamento ambientale (solo il 4%), fattori genetici, radiazioni e infezioni. Passalacqua ha poi spostato lattenzione sulle nuove terapie mediche (Spero e credo che in pochi anni ci saranno grandi miglioramenti in termini di guarigione), e alla crescente umanizzazione dellassistenza con il progetto Hucare Cremona. Il dottor La Russa ha esordito confermando la bont della teoria di Veronesi, in realt gi nota, e spiegando come rispetto a 40 anni fa il modo di mangiare sia mutato, con lintroduzione di un enorme numero di sostanze chimiche non nutrienti. Molto interessante lanalisi degli alimenti che ci proteggono dallinsorgere dei tumori, e come alimentazione e stile di vita incidano molto. Da evitare tra gli altri le farine raffinate, le verdure gi imbustate, comode ma che contengono muffa, i cibi pronti in generale, gli zuccheri, lalcol (molto meglio per un bicchiere di vino che uno di coca cola), grassi animali, insaccati, cibi sotto sale, cotture alla griglia, alimenti affumicati. Spazio invece cereali integrali, frutta e verdure non manipolate e di stagione, pesce azzurro, olio di oliva (senza esagerare), erbe aromatiche, the verde, agrumi, mirtillo, aglio e cipolle, e poi zenzero, curcuma e curry. Per finire, un elogio alla dieta mediterranea, ma non

dei ragazzi disabili, che all'articolo 12 comma 2 recita: E' garantito il diritto all'educazione e all'istruzione della persona handicappata nelle sezioni di scuola materna, nelle classi comuni delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e nelle istituzioni universitarie. Le vicende della scuola italiana si legge nella lettera ci consegnano un sistema dell'istruzione che ha, con fatica,

superato il problema dell'integrazione delle diversit anche attraverso l'abolizione delle vecchie classi differenziali costituite solamente da alunni disabili e, di conseguenza, anche delle scuole speciali. Grazie a un quadro normativo da molti considerato all'avanguardia in tutta Europa, stato possibile applicare i principi della pedagogia dell'inclusione che prevedono l'inserimento dei ragazzi diversamente

abili in contesti scolastici comuni. Nel mirino della lettera, in particolare, i percorsi personalizzati per allievi disabili presso lIstituto Santa Chiara e presso lo Ial Cisl di Cremona. L'integrazione a scuola deve favorire lo sviluppo delle potenzialit dei soggetti, da realizzarsi in un confronto dinamico e permanente con tutto il corpo sociale al fine di consentire l'abbattimento di tutte le barriere, quelle architettoniche, quelle culturali e quelle sociali attraverso la promozione di relazioni tra pari. A noi sembra che un corso rivolto esclusivamente a ragazzi disabili non possa andare in questa direzione. Ci rammarica il fatto che il risparmio nelle spese correnti del Ministero dell'Istruzione debba ricadere sempre sui soggetti pi fragili, in questo caso sui ragazzi disabili e sulle loro famiglie. Infine un invito anche ad altri membri del corpo docente e non solo: Se questo lo scenario, fosco, che si prospetta davanti a noi, c' bisogno di uno sforzo in dissenso rispetto a quanto sta accadendo. In gioco non c' solo l'interesse dei ragazzi disabili, ma di tutti i nostri figli che devono crescere in una scuola che fa della inclusione e della valorizzazione delle differenze la sua ragione d'esistere.

SOLAROLO RAINERIO Tumori oggi: dalla prevenzione alle nuove cure. Un titolo ostico per una conviviale, ma il Rotary si occupa anche di temi indigesti, e la serata di gioved al Ristorante La Clochette stata molto interessante, grazie allapporto dei relatori. La conviviale era frutto di un Interclub tra il Casalmaggiore Oglio Po e il Piadena Oglio Chiese, ed i relatori erano il dottor Antonio La Russa, socio del club piadenese e Responsabile del Servizio Nutrizione dellAzienda Ospedaliera di Cremona, e il dottor Rodolfo Passalacqua, Direttore del Reparto Oncologia degli Istituti Ospedalieri di Cremona. Ad introdurre le relazioni, il dottor Luigi Borghesi, primario di Anestesia e Rianimazione presso lOspedale Oglio Po e anche lui rotariano. Ha affermato come La Russa segua anche laspetto nutrizionale, e su questo si incentrato il suo intervento, mentre Passalacqua da 10 anni un punto di riferimento nellazienda cremonese. Il la alla serata, ha affermato Borghesi, giunto da un intervento recente di Umberto Veronesi che ha attribuito grande peso nellinsorgere dei tumori allalimentazione. Il dottor Passalacqua ha iniziato illustrando la situazione nel nostro paese e nella nostra zona in particolare, e accennando alla prevenzione e alla cura, analizzando poi lincidenza e la mortalit delle varie patologie tumorali. Grazie alla ricerca grandi miglioramenti si sono registrati ad esempio sui tumori al colon e sui melanomi della pelle. Quanto

Il nuovo Bando Volontariato 2014, promosso da CSVnet Lombardia, Fondazione Cariplo e Co.Ge. Lombardia in collaborazione con Con. Vol. Lombardia e Forum del Terzo Settore lombardo, mette a disposizione 2milioni e 300mila euro per i progetti delle organizzazioni di volontariato. In provincia di Cremona il Bando sar presentato nel mese di gennaio a Cremona, Crema e Casalmaggiore. In particolare a Casalmaggiore la presentazione avverr gioved 30 gennaio alle ore 18 presso la Sala riunioni Concass di Via Corsica 1. Agli incontri sono attesi i referenti delle organizzazioni di volontariato e degli altri soggetti del terzo settore. L'invito esteso ai Forum del Terzo Settore presenti sul territorio e ai rappresentanti di enti locali e Istituzioni interessate a condividere processi di co-progettazione. Nel corso delle tre presentazioni verranno esposti gli stessi contenuti. E' opportuno segnalare la propria presenza per l'incontro del 30 gennaio all'indirizzo: casalmaggiore@cisvol.it. Info: Cisvol Via S. Bernardo 2 Cremona 0372/26585, progettazione@cisvol.it, www.cisvol.it.

LIBRO-FIABA IN DONO
Questa mattina presso l'Istituto Comprensivo Marconi (Scuola Primaria) di Casalmaggiore, avverr la consegna, in forma ufciale, dei libretti "Chicco alla ricerca della nota perduta". Si tratta di un Libro-Fiaba, particolarmente adatto ai bimbi della 2 elementare, ed ad essi che il Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po dona un testo da leggere per "viaggiare" affrontando temi importanti quali la multietnicit, l'importanza dell'ascolto, la ricerca della felicit.

La Russa, Stringhini, Troletti, Passalacqua e Siviero

quella propinata da alcuni media che vi inseriscono la pasta, bens quella fatta di verdure, olio di oliva e pesce. Diversi gli interventi degli ospiti. Il dottor Massimo Carini, primario di Cardiologia allOglio Po, ha sostenuto come la dieta incida anche per le malattie cardiovascolari, i farmacista Gianpietro Siviero ha sottolineato lincidenza a livello locale dellobesit infantile, Angelo Scaravonati ha criticato i messaggi sbagliati spesso veicolati dai mezzi di comunicazione.

Torricella, la Festa dal Pipn accende le ultime pentole


Il meteo non stato amico nel primo weekend della Festa dal Pipn, ma non gli ha impedito di far registrare numeri importanti. La pioggia ha limitato la presenza di stand e bancarelle allaperto, ma allinterno dei capannoni dove era possibile gustare le varie specialit culinarie, in primis il protagonista, il piedino di maiale lessato, le presenze non hanno tradito, sia nella cena-spettacolo di sabato sera sia nellintera giornata di domenica. Circa 300 i partecipanti alla cena, mentre la domenica mattina giunto

IL CIRCUITO IN FIERA
SAN MARTINO DEL LAGO Il Circuito di San Martino del Lago presente nel weekend al Motor Bike Expo di Verona, che si tiene da ieri sino a domenica 26 gennaio. Pi precisamente, il circuito casalasco presenter le sue offerte Fiera nel Padiglione 5 Stand 19E di quella che la pi grande Fiera italiana dedicata alle moto speciali, alle custom e agli accessori.

A sinistra il Palatenda esaurito sabato sera, a destra Garrison col sindaco Sacchini

Garrison Rochelle, ex ballerino e coreografo noto per la passione per la cucina e per la sua presenza ad Amici su Canale 5. Domani, domenica 26 gennaio, si prosegue con lultima giornata dedicata alla festa. Alle ore 10 inizier una gara col Ferrari Simulator di Formula 1. Lapertura cucine alle ore 11: la Sala Magna nella tensostruttura principale e la Osteria del Borgo sempre in piazza Boldori con il Re Marubino in tavola. Alle ore 16 gratis per tutti i presenti la polenta pasticciata.

20

Sabato 25 Gennaio 2014

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Test di tolleranza al lattosio e patch test Accesso con impegnativa del medico curante Le prenotazioni si effettuano telefonicamente al numero 0372/408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 12; oppure di persona presso lAmbulatorio di Allergologia (Padiglione 10) da luned a venerd dalle 9.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione i n reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00. PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito:

Il centro riabilitativo Riabilita di Crema propone la Card Instant Sos


Il centro riabilitativo-fisioterapico Riabilita (viale Repubblica 22, Crema) presenta la Card Instant Sos, che consiste in una scheda pocket contenente i dati sanitari essenziali della persona bisognosa di un pronto soccorso e accessibile dagli effetti personali, dal veicolo, da uno zaino, etc. Instant Sos, per le sue caratteristiche, indicata per le persone coinvolte nelle pi svariate difficolt, da incidenti sul lavoro a malesseri improvvisi, fornendo informazioni vitali in caso di emergenza -quali il gruppo sanguigno e la presenza di determinate patologie- in modo rapido ed efficace. E' pensata per un pubblico dinamico e informato, anche sulle tematiche inerenti la salute. "Riabilita offre a tutti i suoi clienti la possibilt di prenotare la Card Instant Sos a condizioni di favore" spiegano i promotori del progetto. "Gli interessati possono compilare il formulario di richiesta a disposizione presso la reception del Centro, inviare i dati alla e-mail order@ mysafetyfirst.ch, o ordinare presso il sito web www.mysafetyfirst.ch. Nella card pu essere inserita una foto della persona per il riconoscimento immediato da parte dei sanitari". Il progetto Instant Sos sar presentato presso la sede di Riabilita il 25 gennaio alle 11, a Crema, nell'ambito del convegno "Neo vecchiaia e contesto familiare: attualit e proposte", che si svolger appunto il 25 gen-

ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA d Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario: da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, dalle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

naio (ore 10). Un incontro in cui verranno trattati i problemi e le possibili soluzioni per laccudimento degli anziani.

PROGRAMMA Ore 10: Prof. Secondo Giacobbi Neo-vecchiaia e famiglie Ore 10.30: Dr.ssa Silvia Lovetere: "I familiari del vecchio privo di autonomia. Necessit di sostegno e strumenti di elaborazione Ore 11: presentazione del progetto Instant Sos Card. Ore 11.30: conclusioni. OBIETTIVI Il progetto intende offrire uno spazio di riflessione e di elaborazione degli aspetti psicologici legati alla relazione di aiuto fra parenti e congiunti in et avanzata. INTERVENTO PROPOSTO Offerta di Gruppi di supporto psicologico rivolti ai parenti di anziani. Componenti: min. 6, max 12 Tempi: un incontro ogni 15 giorni di 1 ora e 30, per un totale di 10 incontri.

Ne soffre chi viaggia in treno o in auto.Come evitarlo e quali accorgimenti utilizzare per farlo sparire

pendolarismo un fenomeno sempre pi diffuso, soprattutto tra i cremonesi, che spesso per trovare lavoro devono spostarsi a Milano o a Brescia. Ma quanto incide la vita del pendolare sulla salute? Uno dei problemi principali che si possono presentare riguarda la schiena: chi vive da pendolare soffre infatti spesso di mal di schiena, dovuto al permanere a lungo in situazioni posturali non corrette. Bisogna distinguere per il mal di schiena legato al pendolarismo in treno da quello legato al pendolarismo in auto spiega il dottor Paolo Buselli, direttore dell'unit operativa di riabilitazione dell'Ospedale di Cremona. Chi fa il pendolare con l'auto si trova a stare fermo per ore in una posizione fissa. Questo obbliga la persona a una cifosi lombare, ossia a una curvatura della schiena che differente da quella che si ha stando in piedi. E per chi va in treno? Viaggiare in treno offre pi possibilit di cambio di posizione, in quanto in quel caso il pendolare pu alzarsi dal proprio posto, o comunque cambiare posizione sul sedile. Questo permette di avere meno fissit. L'aspetto negativo del pendolarismo in treno sono le frequenti variazioni di temperatura a cui si sottoposti, soprattutto perch spesso si trovano carrozze troppo riscaldate o, al contrario, altre in cui il riscaldamento non funziona. Tutto ci influisce sui muscoli del tronco, in quanto provoca delle contratture.

Mal di schiena da pendolarismo I


Dottor Paolo Buselli, direttore dell'unit operativa di riabilitazione dell'Ospedale di Cremona

Da cosa dipende l'insogere del mal di schiena? Se non complicato da ernie o altri problemi specifici, esso legato ad una sofferenza del passaggio tra una vertebra e l'altra; in sostanza di tratta di una scarsa tonicit della muscolatura profonda della schiena. Condizioni di stress prolungato in situazioni di mancato relax, come accade quando si viaggia in una situazione posturale fissam la muscolatura sottoposta ad un lavoro piccolo ma prolungato, che affatica il tratto muscolare della colonna vertebrale. Prolungato perch il pendolarismo implica normalmente almeno una mezz'ora di viaggio, se non di pi. Come deve comportarsi allora chi fa il pendolare per stare meglio? E' indispensabile mantenere un buon tono muscolare della

schiena, attraverso una buona "igiene muscolare"; questo significa fare una almeno minima attivit fisica quotidiana. In questo caso la camminata risulta essere il migliore esercizio. Basta una mezz'ora a ritmo sostenuto (5 km all'ora). L'ideale sarebbe praticarla con i bastoncini (nordik walking). Allora meglio parcheggiare un po' pi lontano dalla propria destinazione - se si sta viaggiando in auto - per poi fare una parte della strada a piedi; oppure, se si in treno, consigliabile scendere un paio di fermate dell'autobus prima della propria, e coprire a piedi la distanza residua. Ci permette di mettere in moto la muscolatura prima di affrontare la giornata lavorativa, che a sua volta ci costringe spesso a mantenere a lungo la stessa posizione. E per chi guida ci sono accorgimenti particolari?

E' bene posizionare il sedile in maniera opportuna, a una corretta distanza dai pedali e con una regolazione che permetta di mantenere la curvatura corretta della schiena. Non si deve quindi stare semi-distesi. E per il treno? E' opportuno utilizzare un abbigliamento che consenta di gestire al meglio le variazioni di temperatura. Mentre si in viaggio, inoltre, consigliabile effettuare piccoli movimenti, che evitino la staticit. Qual il trattamento per chi gi soffre di mal di schiena? Il movimento in maniera regolare, in assenza di patologie particolari, sempre la soluzione migliore. Se per la sofferenza si rivela eccessiva e persistente, meglio rivolgersi al proprio medico di famiglia, che sapr indirizzare il paziente rispetto a quali accertamenti effettuare.

a cura della dottoressa Annalisa Subacchi


Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)


AGLIO (Allium Sativum) parte 2 - segue da n precedente Come tutte le Liliaceae era considerata una pianta degli inferi, per cui veniva utilizzata per proteggersi da malefici e dalle streghe. Per questo veniva portato sotto la camicia la notte di San Giovanni (24 giugno) e numerosi sono i proverbi della tradizione popolare che, a tal proposito, si riferiscono a questa data. Fu durante il Medioevo che la superstizione popolare assegn a questa pianta la virt di proteggere dal malocchio. E' il pi antico dei medicamenti, usato dagli Egizi e da Ippocrate che lo consigliava per curare le infezioni, per le ferite, la lebbra, i disturbi digestivi. Plinio lo considerava una panacea in grado di curare persino gli epilettici e i malati di mente e l'elenco di Plinio, riguardo alle malattie curabili con l'aglio, veramente lungo. All'aglio viene attribuito un grande potere disinfettante e antibiotico, che lo rende ideale per contrastare l'influenza, il raffreddore e le affezioni polmonari. Valido aiuto per i fumatori perch neutralizza la nicotina. Oltre a un olio essenziale : l'allicina ( un componente antibatterico), diallilsolfuri, ajoene, contiene principi antibiotici dati dalla garlicina e alisina. L'aglio contiene anche: sali minerali, zolfo, potassio, magnesio, calcio, fosforo, iodio, manganese, selenio, oligoelementi, vitamine A, B1, B2, PP, C, acido fitinico che lega le sostanze minerali e si trasforma in inositolo, utile per il corretto metabolismo degli zuccheri. Utile in caso di ipertensione, ipercolesterolemia, vermi intestinali, intossicazione da nicotina. In alcuni casi potrebbe dare allergia, per cui meglio consultare il proprio medico. Controindicato per chi soffre di pressione bassa e per le donne che allattano, il cattivo odore che viene rilasciato dalla pelle e il cattivo sapore che d al latte, rischiano di allontanare il neonato dal seno materno.

Nutrizionista, specialista in test intolleranze alimentari e diete personalizzate, Test del DNA (Lattosio, Celiachia, Breath Test) Master in Nutrizione, Fitness e Sport Presidente ALIAC Onlus di Cremona

Gentilissima dottoressa Subacchi, le scrivo per chiederele un parere. I prodotti light e le bibite senza zucchero tanto pubblicizzate sono utili per dimagrire o fanno ingrassare come quelle normali? Grazie Costanza. Gentilissima Costanza, grazie per la curiosa domanda molto utile per la maggior parte dei miei lettori. Se consumate regolarmente e anche in piccole quantit, i cibi o bibite "light" e "diet", sebbene senza zucchero, danneggerebbero i reni, i denti e creerebbero danni al metabolismo, provocando aumento di peso: ne basta una al giorno. Il meccanismo il seguente: il nostro organismo associa al sapore dolce una certa quantit di calorie da bruciare. Se per l'apporto calorico reale non corrisponde a quello atteso (perch le bevande sono dolcicate) il corpo se ne accorger e tender a non bruciare le calorie preventivate. Inoltre il corpo continuer a non bruciare calorie anche quando il cibo ingerito sar realmente dolce e calorico. Conseguenza: aumento di peso ponderale continuo .Forse meglio sgarrare una volta con una bibita o cibo con calorie vere, piuttosto che essere assuefatti da questi falsi cibi poco calorici.
La dottoressa Subacchi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@nutrizionistabiologo.it oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it www.nutrizionistabiologo.it Facebook: Lisa Nutrizionista Cell. 366-4759134 La dottoressa Annalisa Subacchi riceve a: CREMONA: Ambulatorio MEDICENTER Via Giuseppina n.21 tel. 0372/434988 CREMONA: Ambulatorio MED Gadesco Pieve Delmona tel. 0372/803801 CREMA: Ambulatorio Santa Claudia Via La Pira n.8 cell. 366 4759134 MANERBIO: Poliambulatorio MINERVIUM Via Verdi 64 030 9937552

Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

Taccuino

Sabato 25 Gennaio 2014

21

numeri utili
Cremona
Via volontari del Sangue, Via del Maris Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 28 febbraio 2014

COMUNE DI CREMONA www.comune.cremona.it Centralino: 0372-4071 Urp: 0372-407291 AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE www.provincia.cremona.it Centralino: 0372-4061 Urp: 0372-406233 PREFETTURA Centralino: 0372-4881

Via Livrasco, via c del Binda Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio Via Milano (Cavatigozzi) Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio

Via Boschetto Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio

Via Persico Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 30 Novembre Via Pecorari Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 31 Gennaio

CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0372-5581 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0372-410307 GUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0372-21576 Nucleo di polizia tributaria: 0372-28968 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0372-454516 Centrale operativa: 0372-407427 POLIZIA STRADALE Comando provinciale Centralino: 0372-499511 QUESTURA Pronto intervento: 113 Centralino: 0372-4881 VIGILI DEL FUOCO Pronto intervento: 115 Centralino: 0372-4157511 PROCURA Centralino: 0372-548233 OSPEDALE DI CREMONA www.ospedale.cremona.it Centralino: 0372-4051 Centro unificato di prenotazione: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 AZIENDA SANITARIA LOCALE DI CREMONA www.aslcremona.it Centralino: 0372-4971 Urp: 0372-497215 OSPEDALE DI CREMA www.hcrema.it Centralino: 0373-2801 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118

Via Bella Chioppella Lavori stradali attuati per conto di A.E.M. S.p.A. Fine lavori: 28 Febbraio

Via Livrasco - cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica. (Fine prevista: 31 gennaio). Via Volontari del Sangue, Via Paracaccia, via del Maris - cantiere per la ristrutturazione della rete di distribuzione energia elettrica (Fine prevista: 28 febbraio). Via Milano localit Cavatigozzi -

cantiere per la ristrutturazione della linea dell'illuminazione pubblica. (Fine prevista: 31 gennaio). Via del Maris - cantiere per la ristrutturazione della fognatura e della condotta dell'acqua potabile (fine prevista 28 febbraio). Via Pecorari - cantiere per la realizzazione dell'allaccio alla condotta del teleGUARDIA DI FINANZA Pronto intervento: 117 Centralino: 0373-256474 POLIZIA MUNICIPALE Pronto intervento: 0373-250867 Centralino: 0373-894212

riscaldamento (fine prevista 31 gennaio). Via Bella Chioppella - cantiere per la realizzazione dell'allaccio alla condotta del teleriscaldamento (fine prevista 28 febbraio). Via Boschetto incrocio Via Convento - cantiere per la riparazione della condotta del gas metano (fine prevista 31 gennaio).
POLIZIA STRADALE Centralino: 0373-897311 POLIZIA DI STATO Centralino: 0373-897311 VIGILI DEL FUOCO: 115 Centralino: 0373-256222 PROCURA DELLA REPUBBLICA Centralino: 0373-878116 SERVIZI SOCIO-SANITARI DISTRETTO DI CREMA Centralino: 0373-899320

numeri utili
Crema COMUNE DI CREMA www.comunecrema.it Centralino: 0373-8941 Urp: 0373-894241

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE Urp Crema: 0373-899822 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0373-893700 COMANDO FORESTALE DELLO STATO Centralino: 0373-82714

numeri utili
Casalmaggiore COMUNE DI CASALMAGGIORE www.comune.casalmaggiore.cr.it Centralino: 0375 42668 AMMiNISTRAZIONE PROVINCIALE Centralino: 0375-42233 Centro per lImpiego Centralino: 0375-42213 CARABINIERI Pronto intervento: 112 Centralino: 0375-284500 POLIZIA MUNICIPALE Centralino: 0375-40540 POLIZIA STRADALE Centralino: 0375-42288 GIUDICE DI PACE Centralino: 0375-42273 OSPEDALE Centralino: 0375-2811 Centro unico di prenotazioni: 800 638 638 Emergenza sanitaria: 118 MUSEO DIOTTI www.museodiotti.it Centralino: 0375-200416 Museo del bijou Centralino: 0375-284423 TEATRO COMUNALE www.teatrocasalmaggiore.it Centralino: 0375-284434 DISTRETTO SOCIO-SANITARIO Direzione: 0375-284020 Distretto Veterinario: 0375-284029

Santi della settimana


25 26 27 28 29 30 31 Sabato 25 Domenica luned marted mercoled gioved venerd Conversione di S. Paolo, Savino, Sabino SS. Tito e Timoteo, S. Paola S. Angela Merici, Elvira S. T ommaso d' Aquino, S. Valerio S. Costanzo, S. Ciro, Gildo, Sabrina S. Martina, S. Savina, Serenella S. Giovanni B., S. Ignazio, Marcella, Lodovico, Geminiano, Nico

STORIA: Savino, vescovo di Piacenza, pare fosse di Milano, diacono di quella comunit. Papa Damaso I - oggi unito a lui nella memoria della Chiesa - lo invi nel 372 ad Antiochia per il Concilio d'Oriente, nel quale vennero discusse le dottrine ariane. Amico di sant'Ambrogio, scambi con lui diverse lettere proprio sul tema della difesa della fede da quell'eresia. Fu pastore di Piacenza per ben 45 anni. La tradizione gli attribuisce, infatti, una lunghissima vita: 110 anni. Mor l'11 dicembre del 420, ma la sua festa si celebra a Piacenza con maggior solennit il 17 gennaio, giorno in cui le sue reliquie furono portate nella chiesa degli Apostoli, che da allora ha preso il suo nome. Emblema: Bastone pastorale Martirologio Romano: A Piacenza, san Sabino, vescovo, che chiam folle intere alla fede in Cristo, istitu monateri per le vergini e lott coraggiosamente per la verit nicena.

San Savino

Distretto di Cremona
PIEVE DOLMI SINELLI MARIA GIACOMINA Via Quaini, 10 26040 Pieve dOlmi Tel. 0372-626204 Orari Di Apertura Mattino: 08:10 - 12:10 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO CASTELVERDE CASTELVERDE DI CAVIGGIA Piazza Municipio, 5 26022 Castelverde Tel. 0372-427346 Orari Di Apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale: SABATO POMERIGGIO

Farmacie di turno Dal 24 al 31 Gennaio

Distretto di Casalmaggiore
piadena PRIORI LUIGIA Via Libert, 29 26034 Piadena Tel. 0375 98146 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Volongo BELUFFI LUISA Via Garibaldi, 61 26030 Volongo Tel. 0372 845736 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

Casalmaggiore BONISOLI alQUATI CLAUDIA Via Cavour, 28 26041 Casalmaggiore Tel. 0375 42551 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:30 - 19:30 Giorno di chiusura settimanale SABATO

Farmacie di turno e orari dei distretti sono consultabili sul sito: www.aslcremona.it

Cremona - FARMACIA 2 A.F.M. DI CREMONA s.p.a. Via Guarneri del Ges, 2 26100 Cremona Tel. 0372 27581 Orari di apertura Mattino: 08.30 - 13:00 Pomeriggio: 15:00 - 19:30 Sabato: 15:30 - 20:00 Giorno di chiusura settimanale NO

Vailate SARTA ROBERTO Via Giani, 2 26019 Vailate Tel. 0363 84022 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale Sabato Pomeriggio

Distretto di Crema
Crema BERTOLINI GIORGIO Piazza Garibaldi, 49 26013 Crema Tel. 0373 256279

Izano DE MAESTRI MARCELLO Via S. Biagio, 4 26010 Izano Tel. 0373 789045 Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale Sabato pomeriggio

Orari di apertura Mattino: 08:30 - 12:30 Pomeriggio: 15:00 - 19:00 Giorno di chiusura settimanale SABATO POMERIGGIO

22
"

Sabato 25 Gennaio 2014

Lettere & Opinioni


La parabola sul balcone un diritto
Buongiorno avvocato, vorrei installare la parabola sul balcone del mio appartamento che si trova all'interno di un condominio e le chiedo se occorre l'autorizzazione dell'assemblea condominiale. Agostino *** Il diritto di collocare antenne per la ricezione radiotelevisiva in condominio espressamente riconosciuto non solo dalla Costituzione all'art 21, ma anche dagli artt. 1 e 3 della legge n. 554/1940 e dal D. lgs. n. 259/2003 (Codice delle comunicazioni elettroniche). In particolare, l'art. 209 del Codice citato dispone che i proprietari di immobili o porzioni di immobili non possono opporsi all'installazione sulla loro propriet di antenne appartenenti agli abitanti dell'immobile stesso desti-

segnalazione

Quando il percorso ciclopedonale torner al suo antico splendore?


Egregio direttore, come iscritto alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta segnalo che, in merito al problema della chiusura di un tratto del percorso ciclopedonale meglio conosciuto come famigerato itinerario n. 23, ormai impraticabile da almeno quattro anni (se non di pi) a causa di un cantiere il cui unico risultato di avere creato un habitat ideale per flora e fauna locali, sabato 10 novembre 2012 su il Piccolo comparve una lettera del sottoscritto dedicata a quello che ormai rappresenta un vero e proprio caso pietoso nel panorama ciclabile locale, certamente molto ricco anche di altri spunti interessanti... Dopo alcuni giorni venne pubblicata la risposta da parte dellente competente (Aipo) il quale, garantendo attenzione e monitoraggio della situazione, indic come termine dellintervento la fine della primavera del 2013 riservandosi indicazioni pi precise entro linizio del medesimo anno. Ora, ad inizio 2014, la situazione quella che chiunque pu constatare personalmente avventurandosi in una piacevolissima passeggiata lungo il nostro fiume. A prescindere dai periodi di vacche magre o grasse la risposta stata e sar sempre la stessa: Non abbiamo i soldi. Certamente il progressivo aggravarsi del degrado sul tratto impraticabile appesantir ulteriormente limpegno finanziario necessario per un completo ripristino. Ritengo sia giunto il momento di una scelta: restituire questa struttura al normale transito ciclopedonale dopo avere ripristinato le indispensabili condizioni di sicurezza, oppure prendere atto della creazione di una nuova oasi naturale in riva al Po, dove ammirare flora e fauna locali. Francesco Badalotti Cremona ***

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*

nezia, Bologna, Genova, Firenze, Perugia, Roma, LAquila, Napoli, Salerno, Bari, Lecce, Potenza, Reggio Calabria, Catania, Palermo e Cagliari. Associazione radicale Piero Welby Associazione Radicali senza fissa dimora ***

Vogliamo una legge elettorale che assicuri la presenza di donne


preservare il decoro architettonico del condominio; dall'altro, nel fatto che l'impianto non impedisca in alcun modo il libero uso della propriet secondo la sua destinazione, n arrechi danno alla propriet medesima o altrui. In conclusione dunque lei potr tranquillamente installare sul suo balcone l'antenna parabolica senza che sia necessario alcun assenso da parte dell'assemblea ed nulla l'eventuale clausola di divieto contenuta nel regolamento condominiale. *Avvocato Stabilito del Foro di Milano emiliacodignola@libero.it

"

appello

nate alla ricezione dei servizi di radiodiffusione e per la fruizione dei servizi radioamatoriali, precisando altres che le antenne, i relativi sostegni, cavi ed accessori non devono in alcun modo impedire il libero uso della propriet, secondo la sua destinazione, n arrecare danno alla propriet medesima o a terzi. La Corte di Cassazione ha inoltre precisato che il diritto di installare radio e antenne televisive sui beni di propriet esclusiva costituisce una facolt che non incontra limite

se non quello di non ostacolare il pari diritto degli altri. A ben vedere, infatti, l'installazione di un'antenna, sia tradizionale che parabolica, non un'innovazione e pertanto non sussiste alcun obbligo giuridico di chiedere l'autorizzazione all'assemblea condominiale o di attenderne il consenso. Di conseguenza, i condomini hanno sempre il diritto di installare antenne sia sulle parti di loro propriet che sulle parti comuni dell'edificio, con gli unici limiti consistenti, da un lato, nel

cento, per arrivare al 32 per cento, evitando rilievi di incostituzionalit. Chiediamo inoltre al Governo limpegno di valutare lopportunit di revisionare i trattamenti pensionistici erogati per prestazioni lavorative di elevato importo un tetto massimo di pensione erogabile perseguendo lobiettivo dellequit. Mettiamo quindi un punto alla sterile critica che la disinformazione sta perpetrando. Danolo Toninelli Deputato di M5S ***

mentare nel breve un forte conflitto sociale che se sottovalutato pu portare a derive estremiste difficilmente controllabili e ad un conflitto generazionale di grandi proporzioni. Enrico Bonali Cremona ***

"

verso le elezioni

Cremona Libera una coalizione che punta al rinnovamento


Egregio direttore, il cantiere della lista dunione civica Cremona Libera ha visto in questi giorni una nuova importante adesione: quella dellingegner Alberto Stasi, responsabile dellUfficio tecnico dellAzienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Cremona. La sua marcata esperienza professionale una ricchezza che si aggiunge a quelle di coloro che stanno lavorando per dotare di ampie e certificate competenze amministrative la stesura del programma elettorale. Cremona Libera si viene sempre pi a caratterizzare come una lista aperta a liberi cittadini cremonesi che hanno dovuto constatare la conservazione imperante di stili politici ed amministrativi nella gestione della municipalit. E sono stili tali da non far capire la differenza sostanziale fra il centrosinistra, cha ha amministrato la citt per ventanni e lamministrazione Perri corrente. Sono cittadini, quelli di Cremona Libera, non leghisti, che si sono messi insieme per sostenere la candidatura a sindaco di Alessandro Zagni, una figura emergente fra i moderati della Lega. In sostanza quella di Cremona Libera una coalizione fra soggetti diversi aventi lo stesso fine: il cambiamento, il rinnovamento. Agostino Melega Portavoce di Cremona Libera ***

"

protesta

"

in italia

La nuova Tarsu senza dubbio un bel regalo del Comune


Egregio direttore, come 2900 Comuni in Italia, anche la Giunta di Cremona non ha evitato ai cittadini un regalo: quello della nuova Tarsu, ossia la tassa sulla casa camuffata da rifiuti. S, perch chi abita da solo in 80 metri quadrati paga 80 euro, chi invece in quattro abita in 80 metri quadrati paga lo stesso 80 euro. Vi pare una giusta tassa sui rifiuti? Questo quanto si continua ad abbattere sulla testa dei cittadini indifesi. In Comune c forse bisogno di quache nuova assunzione? Sergio Denti Cremona ***

La crisi economica ci sta portando a un futuro incerto


Egregio direttore, nel bailame di questi giorni, quando buona parte della stampa e delle televisioni hanno inondato il pubblico e i lettori sullincontro fra Berlusconi e Renzi, sono passati pressoch nellanonimato due notizie che fotografano la realt economica e finanziaria internazionale con particolare riferimento alla disparit di ricchezza che si e creata nel mondo e il reddito medio degli italiani che fortuna loro lavorano. Vale la pena a mio parere riflettere su questi dati, perch quando l1% della popolazione mondiale detiene una ricchezza pari alla meta del pianeta, chiunque pu ragionevolmente capire che il sistema finanziario e la capacit di influenzare le scelte macro economiche di questa elite risulta essere esorbitante, non che pericolosa per il sistema stesso. Se dopo 5 anni di crisi mondiale, i redditi delle famiglie pi ricche del mondo sono saliti ulteriormente a scapito chiaramente di tutto il resto, siamo di fronte ad una oligarchia che difficilmente ceder risorse e terreno per il futuro. La scomparsa della classe media, fenomeno non solo italiano ma mondiale, che da sempre stata cerniera fra le opposte classi, ha prodotto un appiattimento verso il basso del reddito di milioni di persone. Da qui il discorso che coinvolge chi oggi in Italia ha un lavoro e che dai dati dellOcse risulta non essere per il 12% in grado di far fronte al costo della vita, in pratica il non poter garantire attraverso il lavoro quella dignit e quella qualit della vita oggi indispensabile per una esistenza dignitosa. Se a questi dati sommiamo una disoccupazione fra la pi alta in Europa, una stagnazione nella domanda ed una paralisi degli investimenti, capiamo bene che siamo di fronte ad un futuro estremamente incerto e chiaramente rischiamo di ali-

Federazione Cremasca del Prc). La legislazione ha modificato, a decorrere dal 17-9-2011, il diritto dei consiglieri ad assentarsi per lintera giornata di svolgimento della seduta consiliare, permettendo di assentarsi solo per il tempo strettamente necessario per la partecipazione a ciascuna seduta dei rispettivi consigli e per il raggiungimento del luogo di suo svolgimento. Il legislatore ha cos punto la casta dei consiglieri negli enti locali, che ha remunerazioni incredibili e benefit esagerati. Peccato che cos il consigliere comunale non ha neppure il tempo di andare negli uffici del Comune e svolgere le proprie funzioni di controllo e di indirizzo. Piergiuseppe Bettenzoli Federazione Cremasca del Prc ***

"

sit-in pacifico

Una protesta contro i trattamenti inumani nelle nostre carceri


Egregio direttore, dirigenti e militanti radicali presenzieranno allinaugurazione dellanno giudiziario che si tiene oggi presso la Corte dAppello di Brescia (ex sede di via San Martino della Battaglia 18). Lo faranno sia partecipando alla cerimonia ufficiale con lintervento di Sergio Ravelli, presidente dellAssociazione radicale Piero Welby, sia fuori con un sit-in in cui esporranno uno striscione di 8 metri con la scritta Amnistia per la Repubblica. Lobiettivo della campagna che vede da anni in prima fila il leader Marco Pannella con i suoi prolungati scioperi della fame e della sete appunto quello dellAmnistia per la Repubblica per la fuoriuscita del nostro Stato dalla condizione indiscutibile e indiscussa di flagranza criminale per la sua reiterata, ultradecennale violazione di diritti umani fondamentali sanciti dalla Costituzione italiana e tutelati dalla Convenzione Europea sui diritti umani relativi al divieto di tortura e trattamenti inumani e degradanti e allirragionevole durata dei processi (art. 3 e art. 6). Si ricorda che mancano poco pi di 120 giorni allultimatum imposto allItalia dalla Corte Europea dei Diritti dellUomo affinch siano rimosse le cause strutturali che generano i trattamenti inumani e degradanti nelle nostre carceri e il Parlamento non ha ancora discusso il messaggio solenne che l8 ottobre 2013 il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato alle Camere. Manifestazioni e interventi analoghi si terranno anche presso le Corti dAppello di Torino, Milano, Trieste, Ve-

Egregio direttore, gioved 16 gennaio si tenuto lincontro cherchez la femme! organizzato da ReteDonne Se Non Ora Quando in collaborazione con LegAutonomie. Lavvocato Antonella Anselmo ha illustrato le norme contenute nella nuova legge elettorale per il rinnovo del Consiglio comunale, che prevede la possibilit di esprimere la doppia preferenza, indicando due persone (un uomo e una donna). La presidente regionale dellAssociazione dei piccoli Comuni, Ivana Cavazzini, ha presentato una ricerca sulla presenza delle donne nelle amministrazioni locali. Numerosi interventi hanno portato esperienze di impegno politico e amminstrativo: Jane Alquati, assessora del Comune di Cremona, Paola Biaggi, vicesindaco del Comune di Trigolo, Chiara Tomasetti, consigliere comunale a Castelleone, Ivan Scaratti, sindaco di Grontardo, Chiara Rizzi, consigliere comunale a Bonemerse, Claudio Silla, sindaco di Casalmaggiore. In questi giorni il mondo della politica discute sulla riforma del sistema elettorale per lelezione del Parlamento della Repubblica. Se Non Ora Quando fa parte, insieme a pi di 50 associazioni, di un accordo per la democrazia paritaria e chiede che la nuova legge elettorale affronti il problema della valorizzazione della presenza femminile delle istituzioni. Chiediamo a tutte le forze politiche unassunzione di responsabilit per rendere finalmente compiuto il nostro sistema rappresentativo. Chiediamo a tutti i parlamentari eletti nel nostro territorio di appoggiare le nostre richieste e ci impegniamo a rendere pubbliche le adesioni che riceveremo; chiediamo infine che anche la legge elettorale della Regione Lombardia venga modificata in tale senso. Per ReteDonne Se Non Ora Quando di Cremona ***

Pd e Forza Italia non sono legittimati a legiferare


Egregio direttore, lUils (Unione imprenditori lavoratori socialisti) giudica anticostituzionale la legge elettorale derivante dallaccordo Renzi-Berlusconi. Se approvata in Parlamento comporterebbe per milioni di italiani lesclusione dalla rappresentanza negli organi parlamentari, poich di fatto si escluderebbero i partiti minori. La Uils reputa che il Partito Democratico e Forza Italia abbiano concordato una strategia politica per rafforzare i loro gruppi senza tenere conto della reale domanda politica. LUils ritiene che questo Parlamento non sia legittimato a legiferare in quanto composto in massima parte da deputati eletti con il cosiddetto Porcellum, cio con una legge dichiarata incostituzionale e invita il presidente della Repubblica a vigilare affinch la Costituzione sia rispettata soprattutto sulla base dellarticolo 67 che recita: Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato. LUils valuta che la migliore soluzione sarebbe quella di adottare una la legge puramente proporzionale, diminuendo fortemente il numero dei parlamentari da eleggere e rifuggendo dallautoritarismo dei capi dei partiti che soffocano democrazia, libert di pensiero e azione sociale. Antonino Gasparo Presidente Uils

"

legge elettorale

Sulla nostra mozione c stata molta disinformazione


Egregio direttore, noi del Movimento 5 Stelle ci siamo attivati per risolvere la questione delle pensioni doro, portando prontamente la tematica in aula. Con la mozione abbiamo previsto un meccanismo finalizzato al recupero di 1.142.061.790 euro da destinare alle fasce pi deboli, cio i pensionati che ricevono 500 euro al mese scarsi. Chi sostiene che la nostra proposta incida in maniera fortemente negativa sulle pensioni pi basse, o non ha letto con la dovuta attenzione la mozione, oppure fa della mera strumentalizzazione politica, atteggiamento non utile ai cittadini che chiedono fatti e non parole. La mozione di M5S mira ad ottenere risorse nellimmediato per dare un po di ossigeno subito a chi non arriva alla seconda settimana del mese, applicando aliquote progressive che partono dallo 0,1 per

"

pensioni doro

"

crema

Troppi impegni, devo dimettermi da consigliere comunale


Egregio direttore, nei giorni scorsi ho protocollato le dimissioni presso il Comune di Crema dalla carica di consigliere comunale, ai sensi dellarticolo 38, comma 8 del Decreto Legislativo 267/2000. Ovviamente le dimissioni sono motivate dagli impegni assunti politicamente (segretario del circolo di Crema del Partito della Rifondazione Comunista e membro della segreteria della

Previsioni meteo a cura di Dominique Citrigno per SPAZIOMETEO.com e Meteowebcam.it

Sabato 25 gennaio

Domenica 26 gennaio

Luned 27 gennaio

MArted 28 gennaio

Mercoled 29 gennaio

Cultura &Spettacoli
Aperitivi in musica a Soresina
Torna la rassegna Aperitivi in musica presso il Teatro Sociale. Il primo appuntamento per domani pomeriggio (alle ore 18), quando in programma un incontro con gli allievi dellIstituto superiore di studi musicali Claudio Monteverdi di Cremona. Una serata in compagnia della musica e di giovani interpreti che accompagneranno il pubblico in un viaggio senza tempo, con una performance legata allistituzione musicale pi importante della nostra provincia.

Mercoled al Sociale va in scena un cartoon teatrale realizzato con pi di trecento disegni

Presso la sede dellassociazione Concordia a Pieve San Giacomo, viene inaugurata domani (alle ore 17) la mostra personale di Dario Rossetti dedicata al paesaggio e alla figura. Noto e apprezzato artista residente a Vaiano Cremasco, presente in parecchie pubblicazioni darte, ha tenuto numerose esposizioni, allestite in spazi spesso molto prestigiosi sia in Italia che allestero, sin dagli anni Settanta, conseguendo importanti premi e riconoscimenti. Nato a Monte Cremasco, Dario Rossetti si dedica alla pittura sin da giovanissimo. Esegue i suoi quadri servendosi di diverse tecniche, dallolio allacrilico, dallacquerello al pastello, sino al carboncino e ai gessetti. Attraverso un tocco morbido e preciso Rossetti riuscito a tradurre, con bella apertura immaginativa, scenari dintensa profondit lirica e composizioni eseguite in punta di pennello, alternate ad altre, dalla coloristica intensa e pastosa, quasi si posassero su di un fondo preparato con la sabbia, come si faceva un tempo. Interessante anche lo studio che egli conduce, con precisa indole rappresentativa, a proposito di brani paesistici, specie della campagna lombarda - ma non solo - dove i riflessi e le velature si compenetrano efficacemente dando origine a soluzioni pigmentali scuramente molto interessanti. Scorci lacustri, vedute del territorio cremasco ritratti en plein air, elementi estrapolati da paesaggi che aprono la mente e lo sguardo verso infiniti orizzonti immaginativi e inducono a una serena meditazione sul rapporto fra luomo e la natura: tutto questo e tanto altro ancora si pu trovare nella sua pittura, capace di conferire ai dettagli unimportanza davvero notevole. La mostra chiude il 20 febbraio.

I paesaggi e le figure di Rossetti in mostra

UnAlice underground sul palco a Casalmaggiore


dalla redazione

ercoled 29 gennaio, alle ore 21, il Teatro dellElfo propone a Casalmaggiore Alice underground, tratto da Lewis Carroll. Si tratta di uno spettacolo scritto, diretto e illustrato da Ferdinando Bruni e Francesco Frongia. Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie e Al di l dello specchio sono state rivisitate da generazioni di artisti, filosofi, poeti, registi, ma da questi testi continuano a emergere una moltitudine - o piuttosto una moltezza, una muchness come dice il Cappellaio Matto - di possibili interpretazioni. Ferdinando Bruni e Francesco Frongia ne sono stati catturati e hanno ripercorso le suggestioni del testo e la sua realt insensata, sospesa e sovvertita: il loro spettacolo sorprende per le invenzioni sceniche, sospese tra tecnologia video e arte del disegno. Alice underground un carto-

Un momento dello spettacolo

on teatrale realizzato con pi di trecento disegni, dipinti ad acquerello con pazienza certosina e quindi animati in un flusso continuo di proiezioni, nelle quali gli attori in carne e

ossa si perdono per poi ritrovare la dimensione del sogno e dellinfanzia. Una scatola magica dove possibile contestare il senso delle parole, inscenare assurdi indovinelli, mettere

in dubbio le nostre certezze. Accanto ad Alice, interpretata a una perfetta, anzi perfettissima Elena Russo, tre attori che danno corpo e voce a ventisei personaggi di Carroll, trasformandosi senza tregua e interpretando dal vivo anche una colonna sonora di canzoni che prendono a prestito le note dei Roxy Music, dei Pink Floyd, dei Beatles, dei Rolling Stones. Filastrocche, strofe in rima e poesie sono state rielaborate in un tessuto musicale da cui sarete catturati perch, come suggerisce la Duchessa delle avventure di Alice: Chi semina suoni raccoglie senso. Perch unAlice underground? Prima di pensare alla cultura antagonista, ricordiamoci che il titolo della prima stesura del capolavoro di Lewis Carroll (scritta e illustrata a mano dallautore per la piccola Alice Liddell) era proprio Alice underground; a sottolineare che si tratta di un viaggio sottoterra, nei territori misteriosi del sogno e dellinconscio, alle radici dellindividuo e della collettivit.

Un gradito ritorno al Teatro Ponchielli quello di Salvatore Accardo, che luned alle 20.30 si esibisce nella doppia veste di direttore e solista con lOrchestra da Camera Italiana, da lui stesso fondata nel 1996 unendo i migliori allievi ed ex allievi provenienti dai corsi dellAccademia Stauffer di Cremona, dove lo stesso Accardo docente. Da allora lorchestra e il suo direttore musicale si sono esibiti con grandissimo successo in tutto il mondo.Il programma proposto da Accardo e dallOci altamente significativo in ogni sua parte: si comincia con i Cinque pezzi per violino e archi di Fritz Kreisler, autore di origine ebraica, inserito voluta-

LOrchestra da Camera Italiana e Accardo luned al Ponchielli


mente per celebrare il Giorno della memoria che ricorre proprio il 27 gennaio di ogni anno. Tra laltro Kreisler fu direttamente coinvolto nella prima guerra mondiale, arruolato nellesercito del suo paese natale, lAustria. Il secondo brano di un autore cos tanto legato al nome di Salvatore Accardo che non poteva mancare in questo programma: Niccol Paganini, di cui verr eseguito La Campanella, terzo movimento del Concerto n. 2 per violino e orchestra, in cui il violino viene contrappuntato dal suono di un campanellino. A chiudere la prima parte del concerto un brano della compositrice italiana Silvia Colasanti (vincitrice

dellEuropean Composer Award), scritto appositamente per Salvatore Accardo e Laura Gorna e recentemente eseguito in prima assoluta a Roma. Nella seconda parte della serata, un omaggio a Giuseppe Verdi nel giorno della sua morte, avvenuta a Milano proprio il 27 gennaio 1901: la trascrizione per orchestra darchi dellunico Quartetto darchi scritto dal grande operista. Questo concerto si inserisce allinterno di una serie di iniziative, di cui faranno parte anche i concerti Omaggio a Cremona, promosse dalla Fondazione Walter Stauffer per celebrare il quarantesimo anniversario dalla scomparsa del suo fondatore.

La Traviata in danza in scena al San Domenico


Appuntamento domani alle ore 16 con lo spettacolo proposto da Monica Casadei
di Tiziano Guerini Domani pomeriggio, alle ore 16 al Teatro San Domenico di Crema la coreografa Monica Casadei, nonch regista e scenografa, presenta la sua Traviata, il pi celebre melodramma di Giuseppe Verdi messo in danza. Lemozione del corpo che danza accompagnato dalle pi belle pagine musicali di Verdi. Una Traviata letta dal punto di vista di Violetta, la discussa protagonista dellopera verdiana. Violetta contro tutti, Violetta al centro di una societ maschilista. Violetta moltiplicata in tanti elementi femminili, in tanti spaccati di cuore. Violetta disprezzata, che anela, pur malata, pur cortigiana, a qualcosa di puro. Sul palco la Compagnia Artemis Danza, bani, Gioia Maria Morisco, Camilla Negri, Stefano Roveda, Francesca Ruggerini, Emanuele Serrecchia, Vilma Trevisan. Il numero significativo del corpo di ballo testimonia della bellezza e dello spessore dello spettacolo. LARALDO Questa mattina, alle ore 10 presso la sala espositiva della Pro Loco di Crema in piazza Duomo, verr inaugurata la Mostra sociale di collezionismo vario del Gruppo Culturale Cremasco per ricerche storico-ambientali LAraldo che celebra il XV anniversario della fondazione. Con loccasione agli intervenuti verr offerto timbro e targhetta commemorativa. La mostra rimarr aperta fino a domenica 2 febbraio.

La Traviata in danza

con elaborazione musicale di Luca Pianini e drammaturgia musicale di Alessandro Taverna. Con Moni-

ca Casadei ballano Vittorio Colella, Melissa Cosseta, Sara Muccioli, Gloria Dorliguzzo, Chiara Montal-

Si intitola La sfida dei cincilli, lo spettacolo per educare all'uso consapevole del denaro, in programma mercoled 29 gennaio alle ore 10 al Teatro San Domenico, per la rassegna Junior. Dalla fiaba di Lidia Laffranchini, con Stefania Caldognetto e Chiara Bazzoli e la regia di Chiara Bazzoli, lOssigeno Teatro mette in scena la storia di cinque scoiattoli che, attraversando un bosco pieno di tentazioni (la Valle dellOro) devono dimostrare di saper spen-

Uno spettacolo per educare alluso consapevole del denaro


dere bene i loro cinque cincilli (monetine). Una vera e propria gara durante la quale gli scoiattolini (Ghiotto, Tremolino, Codalunga, Saetta e Nocciolina) vengono tentati in vario modo e possono capire sulla propria pelle, o meglio sul proprio pelo, cosa siano lo sperpero, lavidit, il gioco dazzardo, il giusto risparmio, il prestito e la generosit. Vittorino Andreoli ha notato che nella psicologia del profondo oggi si sta profilando linsorgere di un altro incon-

La Pro Loco di Crema organizza la terza edizione delle Serate del gusto dal titolo dal titolo Piatti golosi. Gli incontri si terranno i luned del mese di febbraio, con inizio da luned 3 febbraio alle ore 21 con le golosit della Trattoria del Fulmine di Giovanni Bolzoni di Trescore Cremasco. A seguire luned 10 febbraio il Caseificio Eredi Carioni di Trescore Cremasco e lapicoltura Fiore del moso di Crema presenteranno i formaggi gustosi. Luned 17 febbraio la Trattoria Volpi di Nosadello delizier con le sue dolci leccornie. Per ultimo luned 24 sar presente il Salumificio Cagnana di Trescore Cremasco, che proporr una variegata degustazione dei loro prodotti. Le serate si terranno nella sede della Pro Loco di Crema in piazza Duomo 22 (nella foto) alle ore 21 dei luned indicati. Disponibilit massima 25 persone. Prenotazione obbligatoria presso la Pro Loco di Crema entro e non oltre gioved 30 gennaio. Info: 0373-81020.

A febbraio arrivano le Serate del gusto

scio: il denaro. Esso ha un valore simbiotico, scatena dei meccanismi di paura, crea dei transfert, sorgente di gratificazione e malessere, causa rassegnazioni e ricerca di conformazioni e di utopie pi o meno totalizzanti, origina discutibili raffronti interpersonali. Questo spettacolo risponde allesigenza sempre pi pressante di educare alluso responsabile e consapevole dei soldi, partendo dai bambini e usando un linguaggio per loro accattivante.

Oggi pomeriggio, alle ore 17 presso i chiostri del Teatro San Domenico di Crema si terr linaugurazione della mostra di Federica Pellegrino dal titolo Tutta unaltra storia. Federica Pellegrino nasce a Brindisi, vive e lavora a Padova, dove si diplomata al liceo artistico A. Modigliani. Dapprincipio ritrattista presso una galleria di Padova, lartista si fatta notare allet di 18 anni alla Biennale di Venezia . Le sue opere si sono evolute verso un figurativo molto originale. Adotta tecniche personali, soprattutto mischia acrilici e

Da oggi in mostra le opere della Pellegrino

smalti su tela, per dare corpo e colore ai personaggi. Lartista ha una propensione particolare per luso della fluorescenza, lambiente digitale, ma ha trovato un gusto illustrativo, divertente, nel modificare i volti dei suoi personaggi, storcendo loro il naso e gli occhi, per farci entrare in quello che lei chiama il mondo storto. In questi anni Federica Pellegrino continua a dipingere esprimendo tramite il colore e i materiali di ogni genere la propria espressivit artistica. La mostra di Crema rimarr aperta fino a domenica 9 febbraio.

A causa della rinuncia per motivi di salute di Nanni Svampa, lo spettacolo I Gufi, in programma per sabato 1 febbraio 2014, non potr essere messo in scena. In sostituzione il Teatro San Domenico ospiter enrico ruggeri per le prove musicale del suo nuovo tour dal titolo Frankenstein 2.0. Il noto cantante milanese sar ospite del teatro dal 13 al 20 marzo per le prove del suo ultimo tour con concerto in data zero gioved 20 marzo alle ore 21. I biglietti e gli abbonamenti gi stampati per I Gufi sono validi per il concerto di Ruggeri. In ogni caso possibile chiedere il rimborso del biglietto alla biglietteria del teatro.

Enrico Ruggeri live sostituisce I Gufi

lo
lettere@ilpiccologiornale.it

Domani Torrente dovr far fronte a unemergenza in difesa. Per il mercato, stato ingaggiato Pacilli (dal Trapani)

Cremo, esame importante a Savona


Carrarese-Vicenza Como-San Marino Cremonese-AlbinoLeffe Lumezzane-Feralpi Sal Pavia-SudTirol Pro Patria-Savona Pro Vercelli-Reggiana U. Venezia-Virtus Entella

A Rivolta un derby salvezza

ECCELLENZA

SPORT

Responsabile Fabio Varesi

Dopo la lunga sosta, torna il campionato e propone subito un derby cremasco ad alta tensione. Domani a Rivolta dAdda (ore 14.30), infatti, Rivoltana e Crema si sfidano con il palio punti molto pesanti nella corsa alla salvezza.

CLASSIFICA (15 giornata) Sondrio 36; Ciserano 35; Galbiatese Oggiono 29; Verdello 23; Real Milano 22; Trevigliese, Mariano 21; Cavenago 20; Desio, Fanfulla 19; Ardor Lazzate 18; Crema, Villa dAlm, Cisanese 15; Rivoltana 11; Base 96 9.

vanti a singhiozzi, ma pur sempre avanti. Lennesima vittoria mancata (stavolta contro lAlbinoLeffe) davanti al pubblico dello Zini ha confermato le intolleranze grigiorosse nei confronti delle vittorie casalinghe in questa stagione, ma anche allungato la striscia di risultati positivi targati 2014: 4 su 4. Domani, il calendario propone invece una sfida ad alta tensione al Bagicalupo di Savona. Torrente ed i suoi sono perfettamente consapevoli di essere attesi da unautentica battaglia su un campo ostico per tutti. Lemergenza di elementi in difesa, ma soprattutto lostico ambiente ligure saranno gli handicap che la Cremonese dovr cercare di aggirare per provare a tenere testa ai suoi obiettivi di playoff. A Savona per servir unautentica impresa: il Bagicalupo in questa stagione stato violato solamente alla prima di campionato per opera dellAlbinoLeffe e da allora la formazione di casa ha inanellato sei vittorie interne ed un solo pareggio. Numeri che mettono i brividi e che consacrano il campo ligure come uno in assoluto dei pi ostici di tutto il girone. Ma i buoni segnali mostrati dalla rinata formazione grigiorossa fanno comunque sperare ina una gara da giocare assolutamente a viso aperto. Il 4-4-2

2-4 0-0 1-1 1-0 0-0 3-2 1-0 0-2

CLASSIFICA GIRONE A

LEGA PRO Il campo dei liguri uno dei pi difficili del girone e misurer i progressi dei grigiorossi
di Matteo Volpi

PRIMA DIV. 17 GIORNATA

Virtus Entella 40 Pro Vercelli 36 Savona 29 U. Venezia 29 Cremonese 29 Como 28 Vicenza (-4) 28 SudTirol 26 Feralpi Sal 23 AlbinoLeffe (-1) 23 Lumezzane 19 Reggiana 19 Pro Patria (-1) 16 Carrarese 15 San Marino 13 Pavia 12

La Casalese vuole tornare alla vittoria


PROMOZIONE

IL PROSSIMO TURNO (26-01 h 14.30)


AlbinoLeffe-Pro Patria, Feralpi Sal-Pro Vercelli, Reggiana-Carrarese, San Marino-Pavia, Savona-Cremonese, SudTirol-Como, Vicenza-Unione Venezia, Virtus Entella-Lumezzane.
schierato da Torrente ha dato maggiori equilibri soprattutto alla fase difensiva e la presenza delle due punte in avanti crea comunque qualche punto di riferimento in meno alle difese avversarie. Quella del Savona, in particolare, con 25 reti al passivo, non brilla per la sua solidit e concede spesso occasioni nellarco della gara. SQUALIFICHE Il giudice sportivo ha squalificato per una partita i difensori grigiorossi Davide Moi e Antonio Caracciolo, entrambi per recidivit in ammonizione. Il Savona dovr fare a meno, invece, dellattaccante Giacomo Angelo De Martis MERCATO E fatta per il passaggio dellesterno offensivo Mario Pacilli dal Trapani alla Cremonese. Il classe 87 nato a LAquila , abile negli inserimenti, ha segnaLesultanza dei grigiorossi al gol di Della Rocca allAlbinoLeffe (foto L. Dassi)

to 2 reti in 23 gare questanno in cadetteria con la maglia granata e dar dunque una valida alternativa sulle corsie esterne al nuovo schema di Torrente, sempre pi improntato ad un pi didattico 4-4-2. PROBABILI FORMAZIONI (4-4-2): Galli; Avogadri, Abbate, Giorgi, Bergamelli; Campo, Bruccini, Armellino, Palermo; Brighenti, Della Rocca. All.: Torrente.

Il pareggio di Vicenza tiene i gialloblu in lizza per i primi otto posti, ma con la Vecomp serve la vittoria

Pergolettese, un punto che serve a dare continuit


di Tiziano Guerini
Una buona occasione per i gialloblu

Non si pu dire che sia stata una bella partita, ma certamente quella della Pergolettese contro il Real Vicenza - e finita in parit senza gol - stata una buona partita. Certamente migliore di quella rinunciataria e compassata giocata dai padroni di casa, apparsi non allaltezza della loro pur buona classifica. La Pergolettese ha fatto il gioco e il Real si accontentato di qualche ripartenza: alla fine comunque anche un punto prezioso di questi tempi per i gialloblu. Nei primi dieci minuti gi si intuisce come si svolger la gara: al 3 cross di Jovine purtroppo lento e lungo, al 7 colpo di tacco a cercare Tiboni, da parte di Bardelloni (pretenzioso), al 10 ancora cross e ancora di Jovine al volo verso larea (coraggioso). Bisogna aspettare il 16 per vedere, con Moro, il primo tiro dellattacco vicentino verso la porta del Pergo: fuo-

ri. Subito dopo due tentativi del Pergo con Jovine solito tiretto debole quando entra in area e con Tiboni che invece impegna severamente il portiere avversario ad alzare sopra la traversa. Il gioco continuano a farlo i gialloblu con ordine ed equilibrio, grazie anche al rientro di Tacchinardi davanti alla difesa. Prima che finisca la prima parte di gara, c tempo per una parata di Grandi su tiro di Sandrini e per una azione insistita della Pergolettese con tiro finale (debole) di Cerniglia.

Alla ripresa il tema della partita non cambia molto: forse un poco pi di intraprendenza del Real Vicenza, senza comunque mai impensierire seriamente la difesa ospite. Il migliore in attacco ma anche abile a difendere su Alessandro Jovine: sono suoi i tiri al 13 e al 19 che , specie il secondo, impensieriscono la difesa del Real. Al 28 Salvatore Giunta toglie Tacchinardi (?) per il rientrante Zanola. Esposito e Cerniglia si danno molto da fare, ma per loro difficile tenere alto

il gioco e a volte favoriscono le ripartente degli avversari. Cos al 23 entra Davini al posto di Rizzi (discreto lesordio del nuovo acquisto) e al 31 c il cambio fra Tiboni (partita generosa, ma senza acuti) e Jeda per tenere un po di pi la palla. Un bel tiro di Esposito al 41, di poco a lato poi tutti negli spogliatoi. La partita di Vicenza ci restituisce un Pergo pi rinfrancato rispetto alle ultime prestazioni e per dirla con lallenatore con una maggiore autostima. Il prossimo avversario, la Virtus Vecomp Verona, non poi cos lontano in classifica come parrebbe: 30 punti contro i 26 del Pergo: al centro della classifica, infatti, dove ci si gioca il futuro per la permanenza fra i professionisti o per la discesa in serie D, si trovano ben 10 squadre in sei punti. Dare continuit ai risultati positivi essenziale: dietro ogni sconfitta, a questo punto del campionato, ci potrebbe essere limpossibilit di riagganciare i primi otto posti

che valgono la salvezza! Per finire, Emanuele Sembroni stato ceduto alla Salernitana. 20 GIORNATA AlessandriaMonza 2-1, Bellaria-Castiglione 1-1, Cuneo-Renate 0-2, Delta Porto Tolle-Bra 2-0, Forl-Torres 1-2, Real Vicenza-Pergolettese 0-0, Rimini-Santarcangelo 1-1, Spal-Bassano 4-2, Vecomp Verona-Mantova 1-1. 21 GIORNATA (26-01 h 14.30) Bassano-Cuneo, Bra-Bellaria, Castiglione-Alessandria, Mantova-Forl, Monza-Real Vicenza, Pergolettese-Vecomp, RenateRimini, Santarcangelo-Delta Porto Tolle, Torres-Spal. CLASSIFICA Bassano, Santarcangelo 39; Real Vicenza 35; Renate 33; Spal 32; Alessandria, Vecomp 30; Rimini 29; Mantova 28; Monza, Pergolettese 26; Forl, Delta Porto Tolle 25; Cuneo, Torres 24; Castiglione 17; Bellaria 12; Bra 5.

2 DIVISIONE

Ci teneva la Casalese a tornare al successo che le mancava dal mese di ottobre e lobiettivo lha sfiorato, in una partita tutta carattere che avrebbe meritato di far sua. Il 2014 iniziato con lo scontro salvezza in Baslenga contro il Basilica 2000 ed terminato in parit. Le cose si sono messo subito male per i biancocelesti: per rilevare linfortunato di lungo corso Nicola Franchi (a proposito, la risonanza ha purtroppo confermato la rottura del legamento anteriore del ginocchio) mister Agazzi ha provato nel ruolo di centrale difensivo il centrocampista Alberto Azzi. Questi, dopo un inizio confortante, a met primo tempo stato espulso, forse con un provvedimento eccessivo, dallarbitro per fallo da ultimo uomo. La Casalese si cos ritrovata subito in inferiorit numerica, ma ha saputo reagire alla sorte avversa andando a segno con un gol bellissimo di Matteo DallAsta, che ha scartato due difensori prima di battere il portiere. La reazione dei parmensi non stata particolarmente vibrante, tanto che stata la Casalese a sfiorare pi volte il raddoppio. In un caso lha anche realizzato, ma la rete di Paltrinieri, stato annullato per fuorigioco. Il Basilica ha pareggiato ad un quarto dora dalla fine sfruttando la deviazione aerea di un difensore di casa e prima del triplice fischio i maggiorini hanno avuto altre due palle gol entrambe con capitan Mariniello, lanciato solo verso la porta ma, ormai allo stremo delle forze, rimontato dai difensori. Domani c la trasferta di Castel San Giovanni e ad Agazzi mancheranno gli squalificati Azzi e DallAsta. CLASSIFICA (19 giornata) Bibbiano* 48; Carignano 40; Castellana 36; Cadelbosco* 30; Medesanese* 29; Castelnovese, Montecchio* 28; Ciano*, Fontana Audax, Terme Monticelli* 27; Brescello 24; Traversetolo* 22; Biancazzurra, Casalese 20; Soragna* 19; Basilica 2000 18; Valtarese* 8; Povigliese* 5.

Sport
Serie A Importante anticipo stasera con la Lazio
(F.V.) I quarti di Coppa Italia hanno fatto piangere il Milan (eliminato dallUdinese), che ha scoperto di essere debole anche con Seedorf. La sfida di Cagliari si annuncia quindi difficile e delicata, per una squadra che deve restare il pi possibile lontana dalla zona calda della classifica. Coppa Italia amara anche per la Juve, che per scesa in campo a Roma con una squadra rimaneggiata ed ha perso con il miglior schieramento possibile dei giallorossi. Qualche tifoso ha criticato le scelte di Conte, ma la stagione dei bianconeri francamente inattaccabile. Stasera sul campo della Lazio la Juve, vuole smorzare le velleit di rimonta della Roma, mentre il Napoli obbligato a battere il Chievo. 20 GIORNATA Atalanta-Cagliari 1-0, Bologna-Napoli 2-2, Catania-Fiorentina 0-3, Chievo-Parma 1-2, Genoa-Inter 1-0, Juventus-Sampdoria 4-2, MilanVerona 1-0, Roma-Livorno 3-0, Sassuolo-Torino 0-2, Udinese-Lazio 2-3. 21 GIORNATA (26-01 h 15) Cagliari-Milan, Fiorentina-Genoa (h 20.45), InterCatania, Lazio-Juventus (25-01 h 20.45), Napoli-Chievo (25-01 h 18), LivornoSassuolo, Parma-Udinese, Sampdoria-Bologna, Torino-Atalanta, Verona-Roma (h 12.30). CLASSIFICA Juventus 55; Roma 47; Napoli 43; Fiorentina 40; Inter, Verona 32; Torino, Parma 29; Lazio 27; Genoa 26; Milan 25; Atalanta 24; Sampdoria, Cagliari 21; Udinese 20; Chievo, Bologna, Sassuolo 17; Livorno, Catania 13.

Sabato 25 Gennaio 2014

DALLITALIA & DAL MONDO

La Juve vuole scappar via

Terminata la lunga sosta, oggi pomeriggio torna il campionato cadetto. Il mercato di gennaio ha probabilmente modificato gli equilibri e sar molto interessante vedere chi si veramente rinforzato. La 22 giornata non propone match di cartello e la sfida pi interessante si gioca a Lanciano tra la Virtus e un Brescia in ripresa. La capolista Palermo ospita il Modena, che ha terminato il 2013 con il fiatone, mentre lEmpoli (secondo in classifica) va a Latina al cospetto di una delle sorprese della prima parte del campionato, insieme a Virtus Lanciano e alle altre matricole Carpi, Trapani e soprattutto Avellino (addirittura terzo a tre punti dalla vetta). 22 GIORNATA (25-01 h 15) Bari-Reggina, Carpi-Ternana, Cittadella-Spezia, Crotone-Siena (27-01 h 20.30), Juve Stabia-Pescara, Latina-Empoli, Novara-Avellino, Palermo-Modena, Trapani-Padova (24-01 h 20.30), Varese-Cesena, Virtus Lanciano-Brescia. CLASSIFICA Palermo 40; Empoli 39; Avellino 37; Pescara 34; Virtus Lanciano 33; Crotone 32; Cesena 31; Carpi*, Brescia, Trapani, Latina, Spezia 30; Varese 28; Siena (-7) 27; Bari (-3) 23; Modena, Ternana 22; Cittadella, Novara 21; Padova* 18; Reggina 14; Juve Stabia 9. *Una partita in meno.

Serie B: il Palermo difende Tennis: Errani-Vinci la vetta oggi con il Modena trionfano in Australia

25

Non ci sar il derby svizzero nella finale degli Australian Open. Roger Federer non ha ripetuto, infatti, in semifinale la bella prestazione offerta contro Murray ed ha ceduto in 3 set contro un pimpante Rafa Nadal, che ora il grande favorito per vincere il primo slam del 2014. Lo spagnolo si imposto 7-6 (4) 6-3 6-3 ed ora trova laltro elvetico Stanislas Wawrinka, sorpresa del torneo e giustiziere di Djokovic nei quarti. Vedremo se lo svizzero centrer limpresa anche in finale. In campo femminile lultimo atto tra la ritrovata cinese Li Na e la sorpresa Dominika Cibulkova, mentre nel doppio Sara Errani e Roberta Vinci hanno vinto il torneo di doppio piegando in finale Ekaterina Makarova e Elena Vesnina per 6-4 3-6 7-5, dopo una grande rimonta. Per la coppia azzurre si tratta del quarto titolo del grande slam. SCI In Coppa del mondo la tedesca Maria Riesch (sempre pi leader della classifica generale) ha dominato la libera di Cortina, mentre lo slalom di Kitzbhel stato vinto dal connazionale Neureuther (3 Thaler).

Malgrado lassenza di Rich, i biancoblu hanno battuto Siena dimostrando di essere diventati una squadra temibile

La Vanoli sogna un poker da favola


di Giovanni Zagni

SERIE A Reduce da tre vittorie consecutive la squadra di Pancotto cerca limpresa anche a Bologna
Cremona-Siena Milano-Brindisi Pesaro-Avellino Pistoia-Cant Reggio Emilia-Varese Roma-Montegranaro Sassari-Bologna Venezia-Caserta

omenica scorsa abbiamo passato un tardo pomeriggio di piena soddisfazione, poich al PalaRadi abbiamo ammirato una grande Vanoli battere i campioni d'Italia in carica, la Mens Sana Siena. Unaltra giornata da segnare col circoletto rosso sul calendario, perch dopo Cant e Sassari, quella senese la terza vittima illustre per il roster del presidente Aldo Vanoli in una stagione che sembrava avara di soddisfazioni, ma che si va aprendo al sorriso. Tre successi di seguito, al momento hanno ridato fiducia allambiente e soprattutto hanno tolto il team da una posizione di classifica quanto mai deludente. Sia chiaro, la strada per la salvezza ancora lunga, ma le prospettive, visti i generali progressi del gruppo, paiono meno scure di quanto era un mese addietro. Con Siena, peraltro un po demotivata e stanca, s vista unottima Vanoli, pur con Rich fermo per infortunio, seduto in panchina da spettatore (resta in dub-

72-68 89-65 88-82 82-77 73-80 88-70 90-87 73-60

CLASSIFICA

LEGA A 15 GIORNATA

Cant 22 Roma 22 Brindisi 22 Milano 22 Siena 20 Sassari 20 Venezia 18 Reggio Emilia 16 Caserta 14 Avellino 14 Varese 14 Pistoia 14 Bologna 14 Cremona 10 Montegranaro 8 Pesaro 6

Tec-Mar domani in campo per tornare alla vittoria


Paola Caccialanza in palleggio

BASKET A2

Avellino-Pistoia, Bologna-Cremona, Brindisi-Roma (2601 h 20.30 Rai Sport 1), Cant-Sassari, Caserta-Pesaro, Montegranaro-Venezia, Siena-Reggio Emilia, VareseMilano (27-01 h 20.30).
bio anche per domani), ma con molti altri protagonisti di gran livello. Oltre ai festeggiatissimi Woodside e Zavsckas, citeremmo Kelly e Johnson, nonch il ritrovato Jackson, ma nessuno ha

IL PROSSIMO TURNO (26-01 h 18.15)

Kelly in azione contro Siena (foto Mario F. Rossi)

demeritato a conferma che quando c organizzazione e gioco fluido (bravo coach Pancotto), la squadra teoricamente da salvezza tranquilla, se non qualcosa in pi. Per cui con

Esordio casalingo molto amaro per la Vanoli


Esordio casalingo amaro per la Vanoli, sconfitta dopo un tempo supplementare, malgrado abbia chiuso il primo quarto con 21 punti di vantaggio. Piano piano, per, Bologna ha rimesso le cose a posto con un secondo e terzo parziale davvero convincenti. La partita poi proseguita sul filo dellequilibrio, spezzato solo alla fine dellovertime. . VANOLI CREMONA-GRANAROLO BOLOGNA 82-85 (28-7, 40-27; 55-55, 71-71) VANOLI CREMONA: Chase 3 (0/2, 1/1), Conti ne, Marchetti ne, Woodside 9 (2/6, 1/4), Jackson 9 (3/8, 0/4), Spralja 7 (1/1, 0/1), Ariazzi ne, Kalve 5 (1/1 da due), Fiorentini ne, Kelly 21 (10/13, 0/1), Rich 20 (7/17, 1/7), Ndoja 8 (3/4 da due). All.: Gresta. GRANAROLO BOLOGNA: Gaddefors 2 (1/2 da due), Hardy 27 (8/14, 2/4), Motum 9 (2/5, 1/3), Imbr 3 (1/1 da tre), Fontecchio 2, Guazzaloca ne, Landi 2 (1/1, 0/2), Ware 12 (2/6, 1/5), Jordan 10 (4/6, 0/1), Bianconi ne, King 7 (2/7 da due), Walsh 13 (3/4, 1/7). All.: Bechi.

COSI ALLANDATA

fiducia si va a Bologna, campo di gara della Virtus Granarolo, partita fortissima in campionato ed ora un po bloccata, con tre sconfitte consecutive sul groppone e fuori dalla final eight di Coppa Italia. Non sar impresa facile, anche se alla squadra di Bechi mancher ancora il lunghissimo Jerome Jordan (215 cm), infortunato, ma i giocatori determinanti non mancano nel roster felsineo come Hardy e Matt Walsh, contornati da giovani anche italiani di buon valore e grandi aspettative. Una partita che nelle previsioni potrebbe definirsi ad alto equilibrio, sperando che il bravo Jason Rich abbia recuperato la piena condizione fisica. Ma dalla Vanoli di questi tempi lecito sperare di tutto in positivo.

Come da pronostico, la Tec-Mar Crema nulla ha potuto sul parquet della prima in classifica, ma per 20 minuti rimasta in partita e questo deve dare coraggio a una squadra che alla ricerca di un successo di vitale importanta per il morale. Loccasione buona si presenta domani contro il Civitanova Marche, solo due punti avanti in classifica e sulla carta alla portata delle azzurre. Con lattuale posizione in classifica, le cremasche non possono far altro che pensare ai playout, ma dovranno arrivarci con la miglior condizione possibile, per salvare la categoria. 13 GIORNATA Civitanova MarcheBroni 64-73, Ferrara-Bologna 54-60, Vigarano-Crema 61-39 (13-12, 25-22; 51-31). Ha riposato: Ancona. 14 GIORNATA (25-01) Ancona-Ferrara (h 18.30), Bologna-Vigarano (h 21), Crema-Civitanova Marche (26-01 h 18). Riposa: Broni. CLASSIFICA Vigarano 18; Broni 16; Ferrara, Bologna 12; Ancona 10; Civitanova Marche 6; Crema 4.

Al termine di un match palpitante, lMg.K Vis Piadena ha conquistato due punti importanti per la zona playoff, piegando 78-73 (26-15, 44-33; 55-50) il Bernareggio. Inizio di gara spumeggiante, con i piadenesi che prendevano fiducia ed allungavano il passo chiudendo bene il primo quarto. Solo nel terzo parziale gli avversari sono tornati sotto, ma alla fine Piadena ha conservato un successo indispensabile per gli obiettivi della squadra. Da segnalare le prove di Grobberio (20 punti a referto), Marenzi (17) e Lottici (13). Domani in programma la difficile trasferta di Bergamo, che misurer il livello di crescita della squadra di Adami. 16 GIORNATA (26-01 h 18) Bergamo-Piadena, Bernareggio-San Lazzaro di Savena, Calolziocorte-Virtus Imola, Crema-Milano 3 (25-01 h 21), Lissone-Nerviano (25-01 h 21), Murri Bologna-Saronno (25-01 h 21), Reggio Emilia-Pisogne. CLASSIFICA Virtus Imola 24; Bergamo 22; Saronno, Lissone Milano 3 20; Crema, Murri Bologna 18; Nerviano 16; Piadena, San Lazzaro di Savena 12; Pisogne 10; Reggio Emilia, Bernareggio, Calolziocorte 6.

Piadena sfida Bergamo per continuare la scalata

Nonostante una buona prestazione, con i capoclassifica di Imola in difficolt per lunghi tratti nel match, lErogasmet Crema tornata a mani vuote dalla trasferta emiliana. Partenza a razzo dei leoni biancorossi che arrivano fino al +10 nella prima frazione di gioco, con i padroni di casa che trovano quattro punti nellultimo giro di lancette, chiudendo sul 15-21. Porcellini e compagni si svegliano nella seconda frazione, dominata con leloquente parziale di 25-7, che manda lErogasmet negli spogliatoi sotto di 12 lunghezze. Dopo lintervallo lungo i cremaschi escono meglio dai blocchi, Colnago inarrestabile (chiuder alla fine con 27 punti), la difesa riesce a limitare anche il capocannoniere del girone e lErogasmet chiude la frazione avanti di sei punti. Lultimo quarto per ancora di marca giallonera, con i biancorossi che perdono per cinque falli Denti, Galiazzo e Bosio. Sotto di quattro punti nel gli ultimi secondi di gioco, Crema si affida al fallo sistematico, ma i padroni di casa, pure sotto pressione, raddrizzano le statistiche non esaltanti dalla lunetta e portano a casa la vittoria per 74-66 (15-21, 40-28; 49-55). Ultima annotazione

LErogasmet cerca il riscatto contro Milano 3


BASKET DNC
per un arbitraggio sicuramente penalizzante per i cremaschi, con lo score finale che recita 42 liberi a 14 in favore di Imola, due tecnici e tre antisportivi fischiati contro lErogasmet, con la parte del leone svolta dal signor Villa da Imola: una designazione quantomeno inopportuna. Ora lErogasmet deve subito voltare pagina, nel match di stasera contro Milano 3, che pu valere molto per lassegnazione delle migliori posizioni di partenza nella griglia dei playoff. I milanesi, sconfitti allandata in un incontro palpitante chiusosi dopo un tempo supplementare, con lErogasmet che recuper ben tredici punti di svantaggio, occupano la terza posizione in classifica, due punti sopra i cremaschi e vengono dalla sconfitta di Pisogne. Gli esterni Iacono, in dubbio per un infortunio patito nellultimo turno e Giocondo sono i pi prolifici realizzatori della formazione di coach Pugliese, che fa dellaffiatamento e della coesione la propria arma migliore. Da tenere docchio anche il tiratore Colombo e latletico lungo Soresina. Palla a due questa sera alle ore 21 al PalaCremonesi. Marco Cattaneo

Colnago (Erogasmet) a canestro

26 La prestazione di Novara non stata sicuramente allaltezza del valore delle casalasche, che devono riscattarsi
a Pom franata sotto i colpi dellIgor Gorgonzola ed ha incassa to allo Sporting Palace di Novara la terza sconfitta consecutiva. Netta la vittoria delle piemontesi al termine di un match dominato in quasi tutti e fondamentali ed alla fine condotto in porto meritatamente. Da alcune gare vedo troppe imprecisioni ed insicurezze - ha spiegato un indispettito Alessandro Beltrami - sembra quasi che la quadra intenda aspettare le mosse dellavversario. In settimana ci siamo allenati tanto su certi aspetti, sulle competenze difensive e la squadra aveva risposto a dovere, il fatto di non vedere lo stesso atteggiamento e la stessa carica agonistica anche in partita indubbiamente crea non poco rammarico. Preoccupato o fiducioso? Preoccupato e al tempo stesso fiducioso, da tempo andiamo professando che per questa squadra sarebbe servita pazienza perch giovane ed ha i numeri per esplodere, ma chiaro che certe prestazioni preoccupano in quanto spesso le nostre potenzialit rimangono inespresse, alterniamo cose bellissime ad altre di basso profilo. Quando impareremo a far andare di pari passo aggressivit ed attenzio-

La Pom prova a rifarsi in Coppa


ne, sicuramente faremo registrare una crescita collettiva per la quale continueremo a lavorare sodo in allenamento. Ora lobiettivo voltare subito pagina, perch in arrivo la Coppa Italia. E in vista del match di andata dei quarti di finale, la Pom ha affrontato in amichevole la formazione di A2 della Volksbank SudTirol Bolzano, ottenendo un confortante successo per 4-0. Nel match con le altoatesine, mister Beltrami ha optato nei primi due set per la formazione tipo con Camera al palleggio, Zago opposta, Lipicer e Gennari in banda e Stevanovic ed Aguirre al centro, Sirressi libero. La Pom non apparsa mai in seria difficolt e i parziali di 8-3, 16-13, 21-13 lo certificano. Il secondo set stato una sorta di fotocopia del primo con Papa e compagne che prima subivano legemonia delle rosa (avanti 12-8), quindi provavano a riavvicinarsi arrivando a due lunghezze (16-14) per tornare a non reggere il nuovo allungo dettato da Zago e Lipicer. Il terzo set stato sicuramente il pi combattuto e spettacolare, Bacchi rilevava Lipicer in zona quattro e la formazione casalasca sembrava poter ripetere landazzo dei primi giochi. Il 5-2 tradiva lennesima padronanza rosa, ma ben presto le ragazze di BonafeIl tecnico Beltrami ha colloquio con Letizia Camera

Sabato 25 Gennaio 2014

Sport

VOLLEY A1 Reduce da tre sconfitte di fila la formazione di Beltrami affronta stasera la temibile Modena I giovani allenatori a lezione da Beltrami
Serata interessante quella di marted presso la sede della Vbc Pallavolo Rosa, dove il tecnico della Pom Casalmaggiore ha tenuto una lezione di carattere tecnico sul fondamentale della ricezione. Coadiuvato dal collaboratore Giorgio Bolzoni e dal preparatore atletico Riccardo Ton, Alessandro Beltrami ha intrattenuto per due ore i trenta tecnici che hanno voluto rispondere presente allappuntamento. Dapprima un preambolo per presentare la propria esperienza, che nonostante la giovane et si sviluppa da anni ad altissimi livelli, quindi Beltrami ha iniziato la propria esposizione sullimportante fondamentale di seconda linea, analizzandolo in tutte le sue sfaccettature e relazionandolo con i meccanismi di squadra della pallavolo e con le metodiche di allenamento utilizzate in Italia e allestero. Vista la folta presenza di tecnici di formazioni giovanili, provenienti dalle province di Cremona, Mantova, Parma e Reggio Emilia, il mister della Pom si soffermato sugli esercizi di insegnamento della ricezione nelle basse fasce det rispondendo in maniera approfondita e chiara alle tante domande che gli sono state rivolte. Visto il successo, liniziativa vivr una replica nel mese di febbraio con una lezione riguardante un altro fondamentale della pallavolo.

A Soresina si assegnano stasera i titoli provinciali


Riflettori puntati sulle corsie del bocciodromo di Soresina, dove questa sera sono in programma le finali del campionato provinciale individuale. Per questa occasione il comitato ha deciso una formula nuova con gironi eliminatori a terzine e loriginalit piace ai bocciofili al punto che verr ripetuta nel provinciale a coppie. Nella categoria A successi di Caccialanza, Capelli, Ghisleri, Massarini e Reghenzani mentre in categoria B in rilievo la bocciofila Astra (quattro giocatori nella fase finale) e note positive per Bassetti, Bergamaschi, Botta, Cerri, Domaneschi, Maccagnola, Rossi e Sonzogni. Infine nella categoria C in evidenza, tra gli altri, Bellardi, Maestri, Motti, G. Pagliari, Pietrobelli ed i ferrovieri Bonetti, Mammoliti e Mereni. Le finali, sotto la direzione di Giuseppe Mosconi, programmate in orari diversi: la categoria C in campo alle ore 18 al bocciodromo comunale, cat. B ore 18.30 a Soresina mentre la cat. A inizier alle ore 19.30 (spareggio Caccialanza-Reghenzani!) sempre nellimpianto comunale siricino dove si concluder la manifestazione. MEMORIAL ADELIO PIZZERA Luned 27 inizier la gara a coppie (separata al possibile) organizzata dalla bocciofila Signorini. Iscritte 127 coppie che per due settimane si daranno battaglia nelle batterie previste sulle corsie del Signorini e del bocciodromo comunale, ma con una importante novit: le partite ritorneranno a concludersi ai punti 12, mentre si andr ai 10 solo nelle manifestazioni a terzine. La finale, direttore di gara Vanni Capelli, in programma sabato 8 febbraio con inizio alle ore 18 con semifinali al bocciodromo comunale e sulle corsie della bocciofila di via Castelleone dove ci sar lepilogo della gara. M.M.

Riva e Paglioli volano nel Trofeo PalaBosco


CICLISMO
di Massimo Malfatto

de trovano schemi e meccanismi di gioco pi convincenti rispetto alla fase iniziale di gara. Mister Beltrami decideva di far rifiatare Camera, inserendo Agrifoglio, la Pom continuava ad inseguire e solo a cavallo del ventesimo punto agguantava le avversarie, per poi chiudere 26-24, Quarto set con tante rotazioni nella Pom e successo casalasco per 25-22. Per le ragazze di Beltrami un buon viatico verso il match di stasera alle 20.30 a Viadana (con prezzi ribassati) contro una LiJo Modena in gran forma.

Bergamo-Ornavasso Conegliano-Busto Arsizio Novara-Casalmaggiore Piacenza-Modena Urbino-Frosinone

3-0 3-0 3-0 1-3 3-0

Casalmaggiore-Busto Arsizio, Forl-Piacenza, FrosinoneConegliano (01-02 h 20.30), Modena-Ornavasso, NovaraBergamo. Riposa: Urbino.

IL PROSSIMO TURNO (02-02 h 18)

CLASSIFICA

10 GIORNATA SERIE A1

Piacenza 24 Modena 22 Bergamo 22 Conegliano 21 Busto Arsizio 15 Novara 15 Urbino 14 Casalmaggiore 12 Ornavasso 10 Frosinone 6 Forl 4

Prima gara del 2014, pubblico numeroso e discreta adesione dei bocciofili, ottimo livello del gioco e successo di una formazione straniera, ma questa non una novit: sono tutte prerogative per un ottimo inizio di annata, per alimentare un certo entusiasmo e cercare di riportare lo sport boccistico cremonese a buoni livelli. Come da tradizione la stagione si aperta con la Regionale del PalaBosco patrocinata da Sabrina e Claudio che con tanta passione e dedizione gestiscono il bar-pizzeria dellimpianto di Bosco ex Parmigiano e con altrettanto entusiasmo organizzano questa invitante manifestazione. Ci sono due giocatori che spesso scendono sulle corsie cremonesi e

I vincitori Riva e Pagliari

quando lo fanno danno unimpronta e cos stato anche in questa occasione: stiamo parlando di Alessandro

Riva e Giuseppe Paglioli. Inizio di finale difficile ed irto di difficolt per i parmensi che negli ottavi simpone-

vano su Bassotti-Pompini per 12-10, quindi superavano i piacentini Della Valle-Signaroldi (12-8) ed in semifinale eliminavano Zovadelli-Passolungo per 12-10. Approdavano in finale anche i soresinesi Ernesto Gennari ed Angelo Bruschi che al primo turno eliminavano i lodigiani Del Bue e Lib (12-6), successivamente i baldesini Ghisleri-Banfi (12-8) ed in semifinale Stringhini-Tessadri sul filo di lana (ma quante occasioni sciupate dai ferrovieri per vincere il match!). Incontro di finale senza storia, troppo il divario tecnico tra le due formazioni e netto successo di Riva-Paglioli sui portacolori della Tranquillo con il punteggio finale di 12-2. Ha diretto la gara Franco Bassetti, arbitri di finale Giancarlo Bongiorni e Roberto Soana.

Domani sar il bocciodromo di Crema teatro della prima fase del Top 10 Interregionale, raggruppamento Lombardia. Un impegno gravoso per il comitato tecnico cremasco organizzare questa manifestazione giovanile che continua a riscuotere una certa rilevanza. I gironi eliminatori (inizio ore 9) si disputeranno sulle corsie di Crema, Capergnanica, Bagnolo C., Scannabue, Casirate, su quelle lodigiane della Piero Zeni e Convegno S. Giuseppe ed a Soresina. Inutile dire che gli occhi di tutti gli appassionati saranno puntati sulle corsie del bocciodromo di via Indipendenza dove esordir Mattia Visconti (nella

Domani mattina il Top 10 fa tappa a Crema


foto), gi vincitore di questa manifestazione lo scorso anno, prima nella fase regionale e poi in quella interregionale dove erano presenti i migliori di Lombardia, Emilia e Veneto. Il neo portacolori della Mcl Achille Grandi ha iniziato lannata con un risultato di rilievo mettendo in fila tutti nella Regionale juniores di Varese. Oltre a Mattia il boccismo cremasco sar rappresentato da Riccardo Ogliari, Nicolas Testa e Vittorio Sangiovanni. Due soli i cremonesi: il ragazzo Andrea Stoian che giocher a Capergnanica e lesordiente Alessandro Ferri a Soresina. Direttore di gara Franco Stabilini. M.M.

HOCKEY PISTA SERIE A2

Si chiuso con un pareggio (4-4) il girone dandata della Pieve 010, raggiunta nei secondi finali dal Montecchio Precalcino, al termine di un match comunque equilibrato e combattuto. Ecco la formazione dei pievesi nellultimo turno: Passolunghi, Berto 1, Marchini 1, Bresciani 2, For-nasari, Baffelli, Mattia Civa, Manuele Civa, Panizza, Brioschi. All.: Ariano Civa. I pievesi restano secondi, ma sono stati raggiunti dallo Scandiano, mentre la capolista Valdagno Pordenone ha aumentato il suo vantaggio (ora di 6 lunghezze). Stasera (ore 20.45) la Pieve 010 ospita labbordabile Thiene, con lobiettivo di tornare alla vittoria, per sfruttare al meglio il turno di riposo dello Scandiano.

Pieve 010 sempre seconda Buone prestazioni indoor a Padova


11 GIORNATA Bassano-Thiene 8-5, Castiglione-Sandrigo 5-3, Montecchio Precalcino-Pieve 010 4-4, Scandiano-Vercelli 7-3, Valdagno Pordenone-Eboli 13-3. Ha riposato: Modena. CLASSIFICA Valdagno Pordenone 25; Pieve 010, Scandiano 19; Sandrigo 18; Bassano 16; Montecchio Precalcino 15; Castiglione 12; Thiene, Eboli 11; Vercelli 9; Modena 0. 11 GIORNATA (25-01) Eboli-Castiglione, Pieve 010-Thiene, Sandrigo-Modena, Valdagno Pordenone-Bassano, Vercelli-Montecchio Precalcino. Riposa: Scandiano. Anche nellItalia settentrionale finalmente tornato disponibile un impianto per latletica indoor. Padova, infatti, ha inaugurato ufficialmente sabato scorso il nuovo Palazzetto con oltre 1300 atleti presenti. Per quanto riguarda i rappresentanti della Cremona Sportiva Atletica Arvedi, lAllievo Stefano Arr ha stabilito il nuovo record cremonese correndo in 2312 i 200 metri piani, migliorando di ben 27 centesimi la precedente miglior preformance provinciale. La buona prestazione viene confermata dal fatto che Arr ha ottenuto il miglior tempo fra gli atleti della categoria Allievi presenti a Padova. Nei metri 60 piani Matteo Zini ha corso in 730, lo stesso Arr ha fatto segnare un 732, Filippo Ferrari ha colto il personale in 756 e infine Simone Cavagnoli ha chiuso la gara in 759. Francesco Rodondi, al rientro agonistico indoor, ha corso gli 800 in un discreto 20265. Anche la seconda giornata delle gare ha visto le buone prestazioni degli atleti cremonesi. Nel salto in lungo lallievo Alessandro Roda ha

ATLETICA LEGGERA

superato nuovamente i 6 metri con il miglior risultato a metri 6,02 mentre lo Junior Riccardo Maffina - alla sua prima gara nella categoria - ha stabilito il primato personale saltando 5,92. Primato personale anche per lo Junior Dario Genova che ha corso i 400 piani in 5584. La riunione infrasettimanale indoor di Bergamo ha visto la partecipazione e lesordio nel salto in lungo tra gli Allievi di Alessandro Roda, che ha offerto una buona prestazione, visto che stato il migliore della sua categoria con la misura di 6,09.

PALLANUOTO

La Bissolati punta sulla linea verde


di Marco Ravara
Il portiere Pasqualato in azione

27 Inizia oggi il campionato di serie C con i biancazzurri impegnati contro la favorita Busto Arsizio
Sabato 25 Gennaio 2014

Sport

oberto Bocchi (consigliere di settore) e Stefano Manfredi Uberti (allenatore della prima squadra) hanno ufficialmente presentato lattivit agonistica della Bissolati Cremona. Questa si sviluppa con tre squadre: quella di serie C, la Under 17 (allenata da Gianluca Piazzi) e la Under 15 (allenata da Stefano Bolzonetti, arrivato dal Piacenza di serie B). Per la serie C, come abbiamo gi anticipato, la societ punta tutto sui giovani. In pratica prosegue nella realizzazione del progetto gi avviato nel 2013, che ha quale obiettivo quello di allestire un team a km zero con tutti ragazzi di Cremona. Senza un settore giovanile ben organizzato, non si va da nessuna parte negli anni a seguire!. Questo il principio base che accomu-

na sia lo staff tecnico che quello dirigenziale. Tra i nuovi giocatori della squadra maggiore, rispetto al campionato precedente, ci sono il ventenne bresciano Michele Rivetti (che ha il doppio tessera-

mento con lAn Brescia di serie B), il ritorno di Ricky Bartiloro dopo lesperienze nelle serie superiori ed il rientro di Marco Visconti, assente da circa un anno e mezzo dall'attivit agonistica. Ci

si aspetta un concreto apporto anche da Diego Fedeli e Carlo Zoppi gi evidenziatisi nel 2013. La Bissolati inizier in modo soft sul piano fisico, ma crescer di partita in partita. Oggi inizia ufficialmente il campionato di serie C e la Bissolati Cremona di scena (alle ore 19) a Busto Arsizio contro una corazzata che vuole salire di categoria. In porta tra i biancoazzurri giocher Pantaleo, ma da sabato 1 febbraio, quando ci sar alla piscina comunale l'esordio interno con Treviglio (squadra alla portata), tra i pali ci sar lesperto Pasqualato. In attacco Omar Felissari sar il trascinatore della pattuglia dei giovani. La Bissolati nel ruolo di centroboa ha il giocatore pi giovane in assoluto del torneo e questo molto significativo. E agguerrito, ma penalizzato dallesperienza. La formula prevede una promozione in serie B e due retrocessioni in

Promozione. Ricordiamo agli appassionati di pallanuoto che la piscina Comunale di Cremona ospita per tutto il campionato le gare casalinghe della Pn Piacenza di Serie B. 1 GIORNATA (25-01) Busto-Bissolati (h 19), Canottieri Milano-Monza (h 19), Torino-Milano 2C (h 18), Treviglio-Aragno Rivarolesi (h 20), Varese-Vigevano (h 19.30). 2 GIORNATA (01-01) Aragno Rivarolesi-Busto (h 20.30), Bissolati-Treviglio (h 18), Milano 2C-Canottieri Milano (h 20.15), Monza-Varese (h 20), VigevanoTorino (h 20). NUOTO Oggi e domani si disputa, presso la Piscina Comunale al Po la seconda parte della 2 prova della Coppa Rio, poi il mese di febbraio inizier con la quarta manifestazione provinciale riservata agli Esordienti A e B.

Comincia un nuovo anno di ciclismo gestito dai dirigenti internazionali, intenzionati a realizzare in futuro un calendario dilatato allinverosimile per lassurda idea di fare di questo sport una sorta di baraccone mondiale degli affari. Pensiamo che i grandi dirigenti internazionali dovrebbero sapere che il doping anche frutto di questa loro speculazione e che un calendario cos disastrosamente dilatato altro non fa che distruggere un movimento che ha bisogno di concedere ai suoi protagonisti momenti di pace, di recupero, di salute e di riposo. Questo sport fiorir solo se sar guidato in modo rispettoso della sua storia buttando fuori, con un poderoso calcio nel sedere, persone la cui sensibilit vibra solo se si profilano affari. CALENDARIO 21-26 gennaio Tour Down Under

Calendario: a marzo esordio con la Parigi-Nizza


(Australia), 9-16 marzo Parigi-Nizza (Francia), 12-18 marzo Tirreno Adriatico (Italia); 23 marzo Milano-San-remo (Italia), 24-30 marzo Giro di Catalogna (Spagna), 28 marzo E3 Harelbeke (Belgio), 30 marzo Gend-Wevelgem (Belgio), 6 aprile Giro delle Fiandre (Belgio), 7-12 aprile Giro dei Paesi Baschi (Spagna), 13 aprile Parigi-Roubaix (Francia), 20 aprile Amstel Gold Race (Olanda), 23 aprile Freccia Vallone (Belgio), 27 aprile Liegi-Bastone-Liegi (Belgio), 29 aprile-5 maggio Giro di Romandia (Svizzera), 9 maggio-1 giugno Giro dItalia, 8-15 giugno Critrium du Dauphin (Francia), 14-22 giugno Giro di Svizzera, 5-27 luglio Tour de France (Francia), 2 agosto Classica di San Sebastin (Spagna), 3-9 agosto Giro di Polonia, 11-17 agosto Eneco Tour (Belgio), 23 agosto-14 settembre bunale dello Sport. Due anni e le chiacchiere stanno a zero. Di fatto, la pietra tombale sullultimo campione del mondo nel 2008 a Varese). Era un bel ricordo, frantumato anche questo. La sentenza chiude pure lintera car-

CICLISMO

Vuelta a Espana, 24 agosto Vattenfall Cyclassics (Germania), 31 agosto Gp Ouest France-Plouay (Francia), 12 settembre Grand Prix Cyicliste de Quebec (Canada), 14 settembre Grand Prix Cicliste de Montreal (Canada), 5 ottobre Giro di Lombardia (Italia), 10-15 ottobre Giro di Pechino (Cina). LE SQUADRE Ammesse di diritto le italiane LampreMerida e Cannondale (ormai quasi americana), Ag2r La Mondiale (Fra), Astana (Kaz), Belkin (Ola), Bmc (Usa), Fdj (Fra), Gramin Sharp (Usa), Lotto Belisol (Bel), Movistar (Spa), Omega Pharma Quick Step (Bel), Orica Green Edge (Aus), Giant (Ola), Europcar (Fra), Katusha (Rus), Sky (Gb), Tinkoff-Saxo (Dan) e Trek (Usa). Fortunato Chiodo

Un arrivo della Parigi-Nizza 2013

Stefano Moro, una delle tante stelle che hanno illuminato il 2013 con il titolo tricolore Allievi, stella nascente del ciclismo italiano, si davvero divertito al velodromo Fassa Bortolo di Montechiari. Al suo esordio nella categoria Juniores con la maglia della Ciclistica Trevigliese, ha vinto la corsa a punti del Trofeo Dalla Bona, mentre tra gli allievi e gli esordienti si sono imposti Daniele Chiarini (Feralpi Monteclarense) e Pasquale Giordano (Mincio Chiese). Stefano Perego (Viris-Sisal), simpone nellOmnium Open davanti al compagno di squadra Giorgio Bocchiola, mentre in tricolore della specialit Simone Consonni

Stefano Moro bravo anche da Junior Le wild card per le grandi corse
(Team Colpack) si aggiudicato leliminazione. IL TROFEO LAIGUEGLIA E SALVO Il Trofeo Laigueglia, che era in dubbio per problemi economici, si disputer regolarmente il 21 febbraio. MEETING per GIOVANISSIMI E stata presentata la Settimana di ciclismo dal 29 giugno al 6 luglio a Montecatini Terme. Si comincia con la Granfondo in ricordo a Gino Bartali, sulla distanza di 80 km della Val di Nievole. Da gioved 3 a domenica 6 luglio ecco il Meeting per Giovanissimi dedicato allex ct Franco Ballerini, con 2.300 giovani in rappresentanza di una sessantina di societ. Oltre le 18 squadre del World Tour, alla TirrenoAdriatico (12-18 marzo), saranno presenti (con una wild card) ad altre quattro squadre da 8 corridori: Bardiani-Csf (Ita), Mtn-Qhubeka (Saf), Iam Cycling (Svi) e Net App-Endura (Ger). Quattro sono le squadre ammesse al Giro dei Due Mari (dal 12 al 18 marzo), oltre ai 18 team di diritto con lo spagnolo Contador (Tinkoff- Saxo) e i britannici Froome e Wiggins (Sky), ci saranno Bardiani-Csf di Reverberi (Ita), Mtn- Qhubeka (Saf), Iam Cycling (Svi) e Net App-Endura ( Ger). Per la Milano-Sanremo (23 marzo) assegnate 7 wild card a Androni (Ita), Bardiani-Csf (Ita), Iam (Svi), Mtn-

Squalificato lex iridato Ballan

il caso

Quattro anni, dopo la giustizia antidoping condanna Alessandro Ballan, 34 anni. Alla faccia della velocit. Squalifica per sedute di ozonoterapia: servivano a curare lepatite virale, sostiene lui, di tuttaltro parere il Tri-

riera dellinteressato, che oltretutto fatica a riprendersi da una terrificante caduta in allenamento, accusata lanno scorso. Ballan stato subito licenziato dalla sua squadra, la Bmc, paga per la famosa inchiesta di

Mantova. Radiato anche un farmacista, quattro anni al medico che lo seguiva. Eppure c poco da fare: ogni volta che abbattono un campione, buona loccasione per enfatizzare l immagine sporca di uno sport dannato.

Qhubeka (Saf), Net App-Enduro (Ger), Neri Yellow Fluo (Ita), Unitedhealthcare (Usa). Al via del 97 Giro dItalia, oltre ai 18 team che ne hanno diritto prenderanno parte le invitate Bardiani-Csf (Ita), Columbia (Col) e Neri Yellow Fluo (Ita), oltre alla Androni. In tutto 22 squadre, 196 corridori. I big pi attesi saranno lo spagnolo Joaquin Rodriguez (Katusha), il colombiano Nairo Quintana (Movistar), laustraliano Richie Porte (Sky), gli italiani Fabio Aru e Michele Scarponi (Astana), Ivan Basso e Moreno Moser (Cannondale), lirlandese Nicolas Roche (Tinkoff-Saxo) e linglese Mark Cavendisch (Omega Pharma Quick Step).

Sabato 25
10.20 linea verde orizzonti. Att 10.55 Petrolio. Attualit 12.00 la prova del cuoco. var 13.30 Tg1 telegiornale 14.00 easy driver. Attualit 14.30 Lineablu. Att 15.25 Le amiche del sabato. Att 17.00 Tg1 telegiornale 17.15 a sua immagine. Attualit 17.45 passaggio a nord ovest 18.50 l'eredit. game show 20.00 tg1 telegiornale/tg sport 20.35 affari tuoi. Game show 21.10 Sogno e son desto.Mus 23.45 romy. film 09.30 rai parlamento. Att 10.00 SULLA VIA DI DAMASCO. Att 10.35 cronache di animali. doc 11.30 mezzogiorno in famiglia 13.00 tg2 giorno/ rai sport 13.25 rai sport dribbling 14.00 Squadra Omicidi Istanbul 15.30 omicidio in prima serata. F 17.00 sereno variabile. Att 18.05 90 minuto serie b 18.50 Squadra speciale Cobra 11 19.35 razza umana. Doc 20.30 tg2 20.30 21.05 castle. film 21.50 body of prof. Telefilm 09.15 macarietto somaro perf. F 09.30 come scopersi l'america 11.00 tgr bellitalia. attualit 12.00 tg3/sport notizie/meteo3 12.25 tgr il settimanale. att 13.00 tgr ambiente italia 14.00 tg regione/tg3 15.00 rai educational-tv talk 16.55 per un pugno di libri. Quiz 17.55 un caso per due. Tf 19.00 tg3/tg regione/meteo 20.00 blob. variet 20.10 che tempo che fa. Talk 21.30 indiana jones. Film 23.35 tg3/tg regione

domenica 26
10.00 10.30 10.55 12.00 12.20 13.30 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.40 00.40 08.40 09.05 10.30 11.30 13.00 13.45 15.40 17.10 18.05 19.30 20.30 21.00 21.45 22.40 01.00 qB. oslo a sua immagina. Att santa messa recita dell'angelus Linea verde. Att tg1 telegiornale l'arena. Talk tg1 telegiornale domenica in. Variet l'eredit. game show tg1 telegiornale/tg sport affari tuoi. Game show braccialetti rossi. fiction speciale tg1. Att tg1 notte Voyager Factory il nostro amico charly.Tf cronache di animali. doc mezzogiorno in famiglia tG2 giorno/tg motori quelli che aspettano.Var quelli che il calcio. Var stadio sprint 90 minuto squadra spec. cobra11.tf tg2 20.30 ncis unita' anticrimine.tf hawaii five-0. tf la domenica sportiva. Sport tg2 notizie

Sabato 25
09.00 carabinieri 6. Fiction 10.05 donnavventura. Att 10.50 ricette all'italiana. att 11.30 tg4 Telegiornale/meteo 12.00 un detective in corsia. Tf 13.00 la signora in giallo. tf 14.00 tg4 Telegiornale/meteo 14.45 lo sportello di forum. att 15.30 ieri e oggi in tv. att 16.10 Le indagini di Padre Castell 17.00 poirot e i quattro. Film 18.55 tg4 Telegiornale/meteo 19.35 Il segreto.Tf 20.30 tempesta d'amore. soap 21.20 the closer. Film

domenica 26
08.20 mondo sommerso. tf 09.20 le storie di viaggio. Doc 10.00 santa messa 10.50 pianeta mare. Attualit 11.30 tg4/meteo 12.00 ricette all'italiana. att 12.55 pianeta mare 13.55 donnavventua. Doc 14.45 il ladro. film 17.00 terapia e pallottole. film 18.55 tg4 telegiornale/meteo 19.35 Il segreto.Tf 20.30 tempesta d'amore. soap 21.15 miami supercops. film 23.35 defiance. Film 07.55 traffico-meteo. Attualit 08.00 tg5 mattina 08.50 le frontiere dello spirito 10.00 belli dentro. Sit 10.40 supercinema. Attualit 11.30 le storie di melaverde. Att 12.00 melaverde. Att 13.00 tg5 telegiornale/meteo 13.40 l'arca di no. attualit 14.00 Domenica Live. attualit 18.50 avanti un altro! Quiz 20.00 tg5 telegiornale/meteo 20.40 paperissima sprint. Variet 21.10 il segreto. Soap 23.30 matrix. attualit 06.55 super partes. f 07.35 jmy dad says. Sit 07.45 padre in affitto. Sit 08.30 l'apprendista mago. f 10.30 il maggiore payne. F 12.25 studio aperto/sport 14.00 ember. film 16.00 magiche leggende. Film 18.30 studio aperto/meteo 19.00 cos fan tutte 2. Sit 19.15 ritorno al futuro 2. Film 21.30 Lucignolo. Attualit 01.00 nfl - probowl football 04.40 studio aperto/ la giornata

rete 4

Sabato 25
07.30 Tg La 7 07.55 omnibus. Attualit 10.00 coffee break. Att 11.00 otto e mezzo. Att 11.30 McBride - sinfonia di un delitto. tf 13.30 tg la7 14.00 tg la7 cronache. attualit 14.40 le strade di san francisco.tf 16.30 due south. telefilm 18.10 l'ispettore barnaby. f 20.00 tg la7 20.30 otto e mezzo. Att 21.10 il divo. film

domenica 26
07.30 Tg La 7 07.55 omnibus. Attualit 10.00 l'aria che tira. Attualit 11.00 otto e mezzo sabato. Att 11.40 McBride-la vendetta. tf 13.30 tg la7 14.00 tg la7 cronache. attualit 14.40 arrivederci ragazzi. film 16.40 murder 101. telefilm 18.10 l'ispettore barnaby. f 20.00 tg la7 20.30 per la giornata della memoria. Doc 21.25 la chiave di sara. film 23.15 l'ultimo treno. Film

07.55 traffico/meteo.it 08.00 tg5 mattina 09.10 supercinema. Attualit 09.40 le storie melaverde. Att 10.00 melaverde. Attualit 11.00 forum. Attualit 13.00 Tg5 Telegiornale/meteo 13.40 beautiful. Soap 14.10 amici. Talent canale 5 16.00 verissimo. Attualit 18.50 avanti un altro! Quiz 20.00 Tg5 Telegiornale/meteo 20.40 striscia la notizia. Var 21.10 C'e' posta per te. Var 00.30 speciale tg5 06.10 i maghi di waverly. Sit 06.55 Cyber Girls. Tf 07.45 True Jackson, VP. Tf 08.40 glee. telefilm 10.30 The secret circle. telefilm 12.25 studio aperto/sport 13.40 Matrix reloaded. Film 16.05 stuart little. Film 17.50 alla fine arriva mamma. Sit 18.30 studio aperto/meteo italia 1 19.00 inkheart. film 21.10 harry potter. film 24.00 doa: dead or alive. film 01.40 sport mediaset 02.05 studio aperto

la 7

08.10 arco di trionfo. film 09.55 new york new york. Tf 10.45 telecamere. att 11.10 tgr estovest 12.00 TG3/meteo3 12.25 tgr mediterraneo. att 12.55 E' uno di quei giorni che... 13.45 Timbuctu. Doc 14.00 tg regione/tg3 14.30 in 1/2 ora. Attualit 15.00 tg3 lis 15.05 kilimangiaro. Att 19.00 tg3/tg regione/meteo/blob 20.10 che tempo che fa. Talk 22.40 Report. Attualit

11.00 Il giorno del Signore 11.30 Studio 1 Dipi. Rubrica 12.00 Cosa bolle in pentola 12.30 Luomo questo sconosciuto 13.30 Tg cremona 14.00 La piazza. Talk 16.00 Telegiornale 16.30 Gioielli sotto casa 17.00 Dentro limpresa. Rubrica 17.30 Borghi dItalia. Rubrica 18.00 Ciak! Motore! 19.00 tg cremona/nazionale 20.30 Il giorno del Signore 21.00 il concerto

10.30 Le citt della musica 11.00 Santa Messa. dA Cremona 12.00 Angelus 12.15 Il giorno del Signore 13.00 Anteprima la Grande Domenica 13.30 tg della domenica 14.00 Savona-Cremonese.diretta 17.00 Gioielli sotto casa 17.30 Borghi dItalia. Rubrica 18.00 Granarolo Bologna Vanoli Cremona. Basket 20.00 tg/ Ciak! Motore! 21.00 Le nostre regioni. Rubrica 21.30 Pergolettese-Virtus Verona. Calcio