Sei sulla pagina 1di 9

Politica

Cronaca

Dichiarato lo stato
di calamit naturale
in provincia

Sequetri a Siracusa
di prodotti
agricoli pericolosi
A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina due

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 13 febbraio 2015 Anno XXVIIi N. 36 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00

Cronaca. In manette finito un 59enne della privincia di Siracusa

Sistema notifica telematica

Nonno orco abus Il Procuratore


d linput
della nipote di 14 anni Giustizia veloce
Scoperto grazie a una foto recuperata dal Pc
Per due anni avrebbe
abusato della nipotina di
quattordici anni. Una storia emersa seguito di una
perquisizione,
eseguita
dagli agenti della polizia
postale e delle comunicazioni di Catania al domicilio dellindagato nel
corso del quale stato
sequestrato diverso materiale a contenuto pedopornografico.
E la storia di un 59enne
siracusano.

SPETTACOLI

Fondazione
Inda
alla Bit

e
rappresentazioni
classiche al Teatro Greco
di Siracusa sono unesperienza di identit senza
raffronti allorigine della
civilt occidentale. Sono
queste le parole utilizzate
dal sovrintendente della
Fondazione Inda Gioacchino Lanza Tomasi per
presentare il cinquantunesimo ciclo di rappresentazioni classiche nel corso
della conferenza organizzata dallassessorato regionale al Turismo, Sport
e Spettacolo guidato da
Cleo Li Calzi nello stand
allestito alla Bit.
A pagina cinque

A pagina due

CRONACA

CRONACA

Restano
Sequestrati
315 mila
in cella
i 2 estorsori prodotti
Sono comparsi ieri mat- La
tina dinanzi al giudice per
le indagini preliminari
del Tribunale di Siracusa.

Guardia di Finanza
di Siracusa ha sequestrato
315 mila prodotti tra i quali cosmetici.

A pagina sette

A pagina quattro

POLITICA

Consiglio
comunale
in streaming

Il consiglio comunale do-

vr dotarsi di un sistema
di diretta streaming delle
sedute e nel sito istituzionale dovr trovare posto
l'archivio delle rassegne
stampa.

La Procura della Repubblica di Siracusa ha adottato

A pagina sei

A pagina tre

il sistema di notifica telematica. Comunicazioni e notificazioni dufficio per via telematica divengono la regola
su tutto il territorio nazionale e gli uffici giudiziari provano a mettersi in linea con linnovazione tecnologica.

Duplice omicidio di Lentini


Il 12 marzo la requisitoria
E stata fissata per
il 12 marzo prossimo la requisitoria
del pubblico ministero Marco Bisogni
al processo per il
duplice omicidio di
A pagina sette

Cronaca di Siracusa 2
CRONACA

Stalking
A giudizio
41enne
avolese

Sicilia 13 febbraio 2015, venerd

Rinviato a giudizio un uomo, accusato di stalking

ai danni dellex convivente. Il decreto che dispone


il giudizio stato emesso dal Gip del tribunale, Michele Consiglio, nei confronti dellavolese Corrado
Magliocco di 41 anni, assistito dallavvocato Anna
Maria Campisi.
Secondo quanto sostenuto dallaccusa, luomo
avrebbe maltrattato, insultato e minacciato di morte con una forbice la malcapitata. I fatti oggetto

13 febbraio 2015, venerd

della contestazione abbracciano un periodo compreso tra


il 2007 e il 4 aprile 2012. Limputato avrebbe anche dopo
quel periodo continuato nel suo atteggiamento e, in presenza dellespresso rifiuto da parte della donna di riallacciare
un rapporto sentimentale, lavrebbe ripetutamente contattata, pedinata sotto casa e in una circostanza lavrebbe anche
inseguita in sella a una moto dando calci e pugni alla vettura
sulla quale viaggiava lex convivente provocandole un profondo stato dansia.

un siracusano finisce in manette

Nonno orco
e gli abusi
sessuali
sulla nipote
Per due anni avrebbe
abusato della nipotina di quattordici anni.
Una storia emersa seguito di una perquisizione, eseguita dagli
agenti della polizia
postale e delle comunicazioni di Catania
al domicilio dellindagato nel corso del quale stato sequestrato
diverso materiale a
contenuto pedoporno-

grafico. E la storia di
un 59enne siracusano,
raggiunto nelle ultime
ore dal provvedimento di fermo dindiziato di delitto, notificato
dai carabinieri del comando provinciale di
Siracusa, e delle sue
due nipotine, costrette
a subire le pressanti
quanto
imbarazzanti attenzioni da parte
del nonno. Lindagato

avrebbe
approfittato dellaffetto nutrito
dalla nipote di 14 anni
per soddisfare alle sue
bramosie sessuali. E
nulla importa se i soggetti del suo desiderio
fossero le nipotine sue
predilette.
Laccusa mossagli
quella di avere abusato sessualmente della
nipote quattordicenne e di avere avuto

Il procuratore
capo Francesco
Paolo Giordano
ha illustrato
i termini del caso

Qui sopra, abusi sessuali.

attenzioni
sessuali
per unaltra di 4 anni.
Accuse pesanti, fatte
proprie dalla Procura
distrettuale di Catania,
che nel provvedimento restrittivo a carico
dellanziano, ipotizza
i reati di atti sessuali con minorenne e di
produzione e divulgazione di materiale pedopornografico.
Le indagini erano state

no adesso la richiesta al Ministero


dell'Agricoltura affinch possano
attivarsi tutte le misure necessarie a
garantire agli agricoltori un giusto
ristoro per i danni subiti. Lesito del
provvedimento era stato annunciato
nella mattinata di ieri dallavvocato
Ezechia Paolo Reale, predecessore
di Caleca alla rubrica dellAgricoltura, in qualit di componente del
coordinamento provinciale del movimento Sicilia Democratica. Reale
ha avuto un colloquio con l'assessore regionale Caleca il quale gli ha
assicurato il massimo impegno suo
personale e di tutto il gruppo parlamentare di Sicilia Democratica

Comune e non solo di Gabinetto. Circolano, infatti, notizie che lo stesso abbia
avuto un ruolo improprio ma decisivo nella sfornata di delibere e determine
di fine anno con contributi. La nuova filippica della consigliera comunale
Simona Princiotta che incalza: Lo stesso si muove in citt, e non solo, come il
leader occulto dei renziani-innovatori. Epiche le sue dichiarazioni sulle vicen-

de politiche e amministrative di Carlentini e Canicattini. Se ci aggiungiamo le voci che lo vedono interessato a ruoli apicali nell'operazione
Smart City con l'utilizzo dei locali dell'ex Lazzaretto, la domanda che
sorge spontanea se non siamo in presenza di una sorta di Sindaco
ombra o, come alcuni maliziosi osservano, l'ombra del Sindaco. Noi
e la citt dovremmo saperlo. Che Cafeo possa essere nominato coordinatore o qualt'altro della nuova societ per il progetto Smart City
lo consideriamo certamente una notizia priva di alcun fondamento, il
tentativo dei soliti noti di denigrare e di porre delle ombre sulla trasparenza degli atti, della gestione e dei comportamenti politici.

La Procura accelera
la macchina giustizia

avviate dopo la scoperta del possesso, da


parte dell'indagato che
vive nel Siracusano, di
materiale pedopornografico. E stata realizzata una perizia tecnica su un computer, da
parte della polizia postale, grazie alla quale,
gli esperti hanno rinvenuto e sequestrato alcuni file cancellati che
raffiguravano foto di

Dichiarato lo stato
di calamit
naturale in provincia

approvato nella seduta di ieri sera


con delibera lo stato di calamit per le gravi intemperie che si
sono verificate nella provincia di
Siracusa durante la notte di Capodanno.
L'Assessore
dell'Agricoltura
Nino Caleca - che gi dopo poche ore dall'evento si era recato
sui luoghi per verificare insieme
agli uffici (IPA e SOAT) i danni
- chiude cos una procedura avviata con grande sollecitudine e
mantiene l'impegno assunto con
gli agricoltori siciliani. Gli uffici del Dipartimento trasferiran-

Da tempo, e sempre pi, Cafeo pare accreditarsi come il vero Capo del

Cronaca di Siracusa

CRONACA. Presentato il sistema notifiche telematiche

Provvedimento di giunta regionale

La Giunta regionale siciliana ha

Princiotta e Zappulla: Cafeo


nei panni di sindaco ombra

Sicilia 3

affinch nelle prossime ore la giunta


regionale dichiari lo stato di calamit naturale in relazione ai danni
subiti dagli agricoltori del siracusano e del sud est della Sicilia a causa
delle recenti intemperie.
Si arriva, quindi, a conclusione di
una vicenda lunga e tortuosa, iniziata con il sopralluogo nella zona Sud
della provincia, quella maggiormente colpita dalle intemperie del fine
anno, da parte dellassessore regionale all'Agricoltura. Una visita che
si concluse con la promessa dello
stesso assessore di impegnarsi affinch venisse dichiarato lo stato di
calamit naturale.

una minorenne, con il


viso oscurato, costretta
a subire abusi sessuali
con un adulto non visibile in volto. Gli agenti
sono riusciti, per, a
individuare il luogo in
cui sarebbero stati eseguiti gli scatti rispondenti proprio all'abitazione dellindagato.
Analizzando il materiale fotografico recuperato dal pc, gli
investigatori
hanno
scoperto che la vittima del presunto orco
era proprio una nipote
di 14 anni. E seguita
la fase delicatissima
dellinterrogatorio della minorenne ma anche
del nonno, da parte
del pubblico ministero
della Procura di Catania, titolare dell'inchiesta. Dal racconto della
ragazzina sarebbe stata trovata la conferma
della
responsabilit
dell'uomo di abusi
sessuali sulla 14enne.
Nel proseguo dellindagine, emerso anche il coinvolgimento
di unaltra vittima,
la nipotina di appena
4 anni. Le attenzioni
degli investigatori si
stanno
ulteriomente
soffermando sul computer del 59enne con il
quale avrebbe prodotto
materiale pedo-pornografico.

La

Procura della Repubblica di Siracusa ha adottato il sistema di notifica


telematica. Comunicazioni
e notificazioni dufficio per
via telematica divengono
la regola su tutto il territorio nazionale e gli uffici
giudiziari provano a mettersi in linea con linnovazione tecnologica. In buona
sostanza non pi le sole comunicazioni, ma anche le
notificazioni da parte delle
cancellerie si eseguono a
mezzo Pec, la posta elettronica controllata. I mesi di
sperimentazione sono serviti anche a fare adeguare i
1.470 iscritti allalbo degli
avvocati della provincia di
Siracusa alla domiciliazione Pec. Siamo consapevoli del fatto aggiunge il
procuratore Giordano - che
le comunicazioni debbano
essere veicolate sempre pi
attraverso il sistema informatico, relegando il cartaceo a una presenza meno
significativa. Alla presentazione del servizio stato
presente anche lavvocato
Alvise Troja, presidente
dellOrdine degli avvocati di Siracusa. Ladozione
del sistema non produce soltanto risparmio per
lamministrazione giudiziaria spiega Troja ma
d una sostanziale mano
daiuto al risultato del processo penale. Le statistiche
ci dicono che il mancato recapito delle notifiche una

In foto, il procuratore Giordano e lavvocato Troja.

delle principali cause della


lentezza della Giustizia con
grave danno per il cittadino
che attende risposte celeri
dai processi anzich rinvii
che minano la fiducia degli
utenti. E anche una risposta
importante alla carenza di
ufficiali giudiziari che sono
oberati di lavoro. Ecco perch abbiamo deciso di aderire alliniziativa della Procura con la quale abbiamo
lavorato a stretto contatto.
Nel 2014 lUfficio notifiche ed esecuzione protesti

del Tribunale di Siracusa


ha esitato 16.287 richieste
di notifica per conto della
Procura. Di questi, 12.351
sono notifiche a soggetti
diversi dallimputato (avvocati, consulenti tecnici,
polizia giudiziaria e altro
ancora), mentre 3.936 sono
le notifiche agli imputati. Il
costo unitario per ogni atto
notificato di 2 euro e 15
centesimi per cui la spesa complessiva solo per lo
scorso anno si aggira sugli
oltre 26 mila euro. A ci si

deve aggiungere le richieste di notifica fuori sede


che per conto della Procura
sono state 1.788 per un costo unitario di 8 euro e 65
centesimi e complessivo di
oltre 15 mila euro a cui occorre aggiungere le spese di
trasmissione di telefax fuori sede che si aggira intorno
ai 5 mila euro. Il risparmio
complessivo annuo, utilizzando il sistema di notifica
telematica, quindi di circa
47 mila euro.
G.B.

Penna:
Consiglio
senza tv
un grave
errore
L

a maggioranza ha
bocciato nella seduta
di mercoled scorso
la proposta, sostenuta peraltro con forza
anche dal consigliere
di Sicilia Democratica
Salvo Sorbello, di ripristinare, nel pi breve
tempo possibile, la diretta tv delle sedute del
consiglio comunale.
Questa la dichiarazione rilasciata dal coordinatore provinciale
del movimento Sicilia
Democratica, Gaetano
Penna a proposito della
bocciatura delle dirette
televisive da parte del
Consiglio comunale di
Siracusa.
Siamo convinti - dice
Penna - che proprio in
momenti come questi,
in cui cresce la disaffezione delle persone nei
confronti della politica,
sia stato un grave errore quello commesso
mercoled sera dalla
maggioranza: solo la
diretta tv in grado di
raggiungere, in maniera semplice, tutti coloro che vogliono essere
informati in tempo
reale sui lavori del consiglio comunale.
R.L.

per la gioia dei genitori e dei nonni fuggetta e sullo

Fiocco azzurro in casa Fuggetta


E nato il piccolo Gianmarco
U

na cicogna amorevole ha consegnato, sabato 7 febbraio, in dono alla neo mamma Annalisa Sullo e al
pap Sebastiano Fuggetta, un bel maschietto di 3,5
chilogrammi: Giammarco Fuggetta un bimbo paffutello che gode di buona salute.
Felicissimi i nonni paterni Michele Fuggetta e Francesca Guerci; entusiasti i nonni materni Leone Sullo e
Rosaria Rizza.

L'arrivo di un figlio segna l'inizio di un nuovo percorso, un viaggio che comincia da quando si ascolta il suo
primo vagito e prosegue prendendolo per mano per
accompagnarlo nel lungo cammino della vita. Un dolce augurio per il nuovo arrivato in famiglia da parte
del quotidiano Libert e ai neo genitori e ai nonni, tra
cui Leone Sullo presidente del Consiglio comunale di
Siracusa.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 13 febbraio 2015, venerd

13 febbraio 2015, venerd

CRONACA. fiamme gialle in azione in tuttitalia

Prodotti agricoli rischiosi


Sequestri anche a Siracusa

Acquisiti 16 tonnellate e mezzo di prodotti


per lagricoltura illeciti nelloperazione Mela stregata

nche nella provincia di


Siracusa sono stati operati sequestri nellambito
di una vasta indagine da
parte della Guardia di Finanza. Controllati alcuni
esercizi commerciali in
cui stato operato il sequestro di 16 tonnellate
e mezzo di prodotti per
l'agricoltura e di 90 tonnellate di prodotti illeciti
immessi nel mercato per
un valore stimato di circa
sette milioni di euro.
Le fiamme gialle sono
intervenute in 133 negozi in tuttItalia nei quali si commercializzano
prodotti per lagricoltura
potenzialmente pericolosi. Loperazione, denominata Mela Stregata, stata eseguita dai
militari della Guardia di
finanza di Cagliari e dai
funzionari dell'ispettorato
centrale della tutela della
qualit del Mipaaf che in
questi giorni hanno portato a termine il sequestro
in 133 esercizi commerciali in tutta Italia di prodotti per l'agricoltura po-

In foto, pattuglia della Guardia di Finanza.

tenzialmente pericolosi.
I sequestri hanno interessato simultaneamente,
oltre che la provincia di
Siracusa, e quelle siciliane di Agrigento, Caltanissetta e Ragusa, anche
quelle di Alessandria,
Cuneo, Bergamo, Varese,
Trento, Venezia, Rovigo,
Treviso, Verona, Vicenza
Bologna, Ferrara, Forl,
Arezzo, Livorno, Mas-

sa Carrara, Pisa, Pistoia,


Cagliari, Roma, Latina,
Viterbo, Chieti, Napoli,
Salerno, Bari, Brindisi,
Foggia, Lecce, Taranto,
Matera, Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria.
I vari esercizi commerciali, secondo l'accusa,
avrebbero
acquistato
dalle societ Icas Srl di
Milano e Di Novas Italia
di Uta, ed immesso sul

mercato, prodotti denominati corroboranti e preparati bio dinamici non


conformi alla legislazione nazionale e altamente
pericolosi per la salute
pubblica, quali insetticidi, fungicidi e nematocidi
ottenuti da estratti vegetali o prodotti derivanti
dalla specie sophora flavescens.
R.L.

nuova operazioone della guardia di finanza nei negozi gestiti da cinesi

a Guardia di Finanza di Siracusa ha sequestrato 315 mila prodotti tra i quali cosmetici,
giocattoli, bigiotteria, privi del marchio di
conformit CE (spesso dissimulato dal
logo china export), nonch prodotti per
ligiene e la cura della persona, capi di abbigliamento di note griffe del lusso e altrettanti accessori (orologi, scarpe, borse, cinture)
con marchi contraffatti.
I reparti delle fiamme gialle hanno individuato una serie di esercizi commerciali gestiti da operatori cinesi su tutto il territorio
siracusano, rilevando numerose irregolarit
connesse alla detenzione e vendita di merce.
Gli articoli, composti in larga parte da materiali nocivi per la salute, erano gi esposti
sugli scaffali di vendita, pronti per essere
immessi in consumo, con grave pericolo
per la salute degli acquirenti. Lattivit di
controllo delle fiamme gialle si concentrata anche sul lavoro nero e irregolare. Sono
stati individuati14 lavoratori irregolari che
hanno portato alla denuncia di 4 soggetti per
la detenzione di merce contraffatta.
Le ulteriori indagini delle fiamme gialle
sono volte allindividuazione della catena

Sequestrati 315 mila


prodotti pericolosi

organizzativa e strutturale delle filiere illecite,


nonch dei canali di finanziamento, riciclaggio e reinvestimento dei profitti. I titolari dei
negozi ispezionati sono stati segnalati anche
alla camera di commercio di Siracusa per le
violazioni previste dal codice del consumo,
per le quali sono previste sanzioni fino a 25
mila euro.
Sono in corso ulteriori indagini volte allindividuazione e disarticolazione della catena logistica, organizzativa e strutturale delle filiere

illecite, nonch dei canali di finanziamento, riciclaggio e reinvestimento dei profitti


derivanti da tali condotte. I titolari dei negozi ispezionati sono stati segnalati anche
alla camera di commercio di siracusa per
le violazioni previste dal decreto legislativo
nr.206 del 2005 (codice del consumo) per le
quali sono previste sanzioni fino a 25.000
euro, nonche per la successiva confisca e
distruzione dei prodotti sequestrati.
Lazione della guardia di finanza si conferma a presidio della tutela degli imprenditori
onesti e della sicurezza pubblica, attraverso
il contrasto allevasione delle imposte ed
allo sfruttamento della manodopera low
cost per la realizzazione di beni di scarsa
qualita privi dei congegni e accorgimenti
necessari per poter essere utilizzati in sicurezza anche da utenti indifesi come i bambini.

Cronaca di Siracusa

EVENTI.
Il sovrintendente ha
anche ufficializzato i
tre scenografi degli
spettacoli in
programma
al Teatro
Greco

Truffatore
condannato
a due anni
l giudice monocratico del tribunale di
Siracusa Giuseppe Antonio Tripi ha irrogato
la condanna a 2 anni e
10 mesi di reclusione a
carico di un uomo che
era stato arrestato per
il reato di truffa con il
classico sistema dello
specchietto retrovisore.
Imputato alla sbarra era
Giuseppe Di Giovanni
di 32 anni originario
di Roma ma residente a Noto, il quale
ha affidato la difesa
allavvocato Danilo
Giaccone. Lepisodio si
verificato ad Avola in
occasione del Ferragosto del 2011. Luomo
simul un incidente
stradale contestando
al conducente della
vettura presa di mira,
di avergli rotto lo
specchietto retrovisore.
Per riparare al danno
aveva preteso la somma di 100 euro. Per
sua sfortuna a guidare
la macchina era un
assistente della Polizia
di Stato, il quale, non
appena qualificatosi,
mostrando il tesserino,
ha dovuto impegnarsi
in una corsa per evitare
che il presunto truffatore sfuggisse alla
cattura.

Sicilia 5

Nella foto,
la presentazione degli
spettacoli alla Bit.

La Fondazione Inda
presente alla Bit di Milano

e rappresentazioni classiche al Teatro


Greco di Siracusa
sono
unesperienza di identit senza
raffronti allorigine
della civilt occidentale. Sono queste le
parole utilizzate dal
sovrintendente della Fondazione Inda
Gioacchino Lanza
Tomasi per presentare il cinquantunesimo ciclo di rappresentazioni classiche
nel corso della conferenza organizzata
dallassessorato regionale al Turismo,
Sport e Spettacolo

guidato da Cleo Li
Calzi nello stand allestito alla Bit, la borsa internazionale del
turismo di Milano. Il
sovrintendente, nel
corso dellincontro
per illustrare il cartellone di spettacoli
sia della Fondazione
Inda che del Teatro
Massimo di Palermo,
ha anche ufficializzato i tre scenografi
degli spettacoli in
programma al Teatro
Greco dal 15 maggio
al 28 giugno. LIstituto nazionale del
dramma antico propone questanno La

trilogia del mare


con la messa in scena delle tragedie Le
Supplici di Eschilo diretta da Moni
Ovadia con le scene
di Gianni Carluccio,
Ifigenia in Aulide
di Euripide diretta
da Federico Tiezzi
e le scene di Paolo
Bisleri, Medea di
Seneca con la regia
di Paolo Magelli e
la scene di Ezio Toffolutti. Poeti, drammaturghi e filosofi
accorsero a Siracusa
25 secoli fa ha detto Gioacchino Lanza
Tomasi -, Eschilo vi

fece
rappresentare
I Persiani e Le
Supplici mentre un
secolo dopo Platone
tent di instaurarvi la
democrazia. Siracusa
era lAmerica del
mondo antico e la
memoria dei grandi
tragediografi e dei
filosofi ancora viva
tra le pietre di un luogo unico al mondo
dove ogni anno si ripete la magia di spettacoli che iniziano al
tramonto e si chiudono allincedere della
notte. Sono queste
sensazioni e queste
prestigiose
radici

che guidano il lavoro che tutto lIstituto


sta portando avanti in
queste settimane per
allestire il cinquantunesimo ciclo di spettacoli classici.
La presenza alla
Bit di Milano ha
aggiunto il presidente della Fondazione
Inda Giancarlo Garozzo - rappresenta
una grande opportunit nel cammino che
abbiamo intrapreso
per riportare lInda
a quella dimensione
nazionale e internazionale che ha avuto
per decenni.

Denaro
primario
ortopedia
Siracusa

l direttore generale dellAsp di


Siracusa Salvatore Brugaletta ha
nominato Corrado
Denaro direttore
facente funzioni
dellUnit operativa complessa Ortopedia e
Traumatologia del
presidio ospedaliero Umberto I di
Siracusa.
Corrado Denaro,
nominato con
procedura comparativa ai sensi
dellarticolo 18 del
contratto collettivo
nazionale per larea della dirigenza
medica per sei
mesi, sostituisce
temporaneamente
Roberto Varsalona, direttore
dellUnit operativa, che a partire
dall1 febbraio ha
chiesto un periodo
di aspettativa.

Il suggello attraverso la sottoscrizione di un documento da parte dellassessore Coppa

Nasce a Siracusa
Italian lynphodema
framework

Lassessore

alle
Politiche Ambientale e sanitarie
Pietro Coppa, ha
incontrato alcuni
rappresentanti del
gruppo scientifico
italiano che si richiama all'International Lymphoedema Framework, in
visita a Siracusa,
per costituire la
propria filiazione
Italiana (ITA.L.F.
Onlus). La forma-

lizzazione del relativo rogito notarile,


stato siglato ieri subito dopo l'incontro,
con l'assessore Coppa, intervenuto in
rappresentanza del
Comune di Siracusa
e per l'assenza del
sindaco, Giancarlo
Garozzo, impegnato
fuori citt per impegni istituzionali.
Presente anche la
consigliera, Cetty
Vinci, che con gli

ospiti ha discusso di
alcuni dettagli.
La nostra area almeno per quanto
attiene il linfedema
e le patologie correlate per l'International Lymphoedema Framework,
non sar pi terra
di migrazione sanitaria, bens fulcro
attenzionale di flussi
di ricerca che potranno compendiarsi in organizzazioni

In foto, lassessore Pietro Coppa.

di assise nazionali e
internazionali in materia. Ad incontrare
l'assessore
Pietro
Coppa, vertici scientifici della costituen-

da ITA.L.F rappresentata dal professor


Sandro Michelini,
dal dottor Matteo Bertelli e dalla
dottoressa Marina

Cestari, accompagnati da Francesco


Forestiere, presidente dell'associazione SOS LInfedema onlus.

societ 6

Sicilia 13 febbraio 2015, venerd

Il

consiglio comunale dovr dotarsi di


un sistema di diretta
streaming delle sedute e nel sito istituzionale dovr trovare
posto l'archivio delle rassegne stampa.
Queste le decisioni
dell'Assise dedicata in gran parte al
sistema
dell'informazione dell'Ente.
Inoltre l'Assemblea
hanno dato il via libera all'introduzione
di un sistema di benemerenze comunali
e si sono occupati del
piano di protezione
civile.
Il consiglio comunale si aperto con
l'ordine del giorno
sull'ufficio stampa e
sulla diretta tv e streaming delle sedute
presentato da Salvatore Castagnino e
Salvo Sorbello. Non
stato affrontato il
primo punto all'ordine del giorno, firmato da Alessandro
Acquaviva e dedicato alle difficolt dei
patronati per effetto
della legge di stabilit nazionale. Il documento stato ritirato
dallo stesso proponente perch ha
spiegato i tagli operati dal governo sono
stati in gran parte
cancellati. Acquaviva ha poi toccato il
tema dei rapporti tra
maggioranza e opposizione in Consiglio,
auspicando una maggiore collaborazione.
Il tema dell'informazione dell'attivit del
consiglio comunale stato introdotto
da Castagnino, che
ha chiesto il ripristino della diretta tv
delle sedute voluta a suo tempo dal
sindaco quando era
capogruppo del Pd
in Consiglio. Per
Castagnino oggi c'
meno informazione
sull'attivit dell'Assemblea, per cui mi
aspetto almeno che
l'Amministrazione si
attivi per la trasmissione in streaming
delle riunioni visto
che il Comune ha le
attrezzature per realizzarla.
A supporto della
posizione di Castagnino intervenuta
Simona Princiotta,

Esitato il
provvedimento che prevede
che le dirette
del Cinsiglio
comunale
vengano
trasmesse
sul sito
del Comune
di Siracusa
In foto, la seduta
del Consiglio comunale
di Siracusa.

Le sedute del civico


consesso in streaming
che ha chiesto per
il ripristino della diretta tv.
Dai banchi della
maggioranza, Elio
Di Lorenzo ha detto
di non condividere
l'idea della scarsa
informazioni perch
l'attivit del Consiglio viene diffusa
attraverso i comunicati
dell'Ufficio
stampa del Comune,
attraverso la registrazione audio delle sedute, poste sul
sito poche ore dopo
la loro conclusione.
Salvatore Cavarra,
ha chiesto alla Presidenza la presenza
in futuro della Digos
in aula denunciando
intimidazioni subite
dal pubblico durante
il dibattito sull'appalto di igiene urbana. Siamo noi ha
detto a chiedere la
diretta per mostrare
a tutti cosa accade
in questaula. Per

Acquaviva lo streaming pi efficace


e funzionale rispetto
alla diretta tv, ma
non si faccia l'errore di pensare che sia
a costo zero perch
richiede delle spese
iniziali sulle tecnologie. Anche per
Carmen Castelluccio
ha respinto l'accusa
di scarsa trasparenza
dell'attivit, facendo
riferimento alle registrazioni audio, ma
ha riconosciuto tuttavia che si possono
sempre apportare dei
miglioramenti. Dello
stesso avviso Alberto
Palestro, che ha ricordato anche l'attivit dei giornalisti nella
diffusione del lavoro
consiliare e ha inoltre
ricordato i rischi di
spettacolarizzazione
connessi alla diretta
tv a di discapito della
qualit del confronto.
Gli interventi conclusivi sono stati di

Sicilia 7

13 febbraio 2015, venerd

esponenti dell'opposizione. Salvo Sorbello ha detto che la


diretta tv non esclude lo streaming; poi
ha contestato l'idea
che una registrazione audio possa avere
la stessa efficacia e
la stessa forza di un
avvenimento seguito
mentre si svolge. Per
Fabio Rodante, la
trasmissione televisiva consente di arrivare ad un pubblico pi
vasto di persone a
casa. Si pu fare anche lo streaming - ha
concluso - ma la diretta tv pi efficace.
Il dibattito stato racchiuso in due
atti di indirizzo, uno
dell'opposizione
e
uno della maggioranza. Il primo era
espresso in 3 punti,
ma stato approvato
(7 astenuti e 13 s)
solo quello che prevede l'inserimento
della rassegna stam-

Il Consiglio ha poi approvato all'unanimit


latto di indirizzo, illustrato in aula dal consigliere Alberto Palestro, sul Regolamento per
la concessione di benemerenze al valor civile
del Comune. Rivolto a quanti, con le loro
attivit ed impegno nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dellindustria, del
lavoro, della scuola, dello sport si sono contraddistinti, elevando il prestigio di Siracusa

pa dell'Ente nel sito


istituzionale con archivio e possibilit di
accesso ai soggetti
autorizzati; respinto
il punto sulla diretta
tv e sull'acceso riservato a giornalisti
e redazioni alla rete
Internet del Comune per lo streaming.
Quest'ultimo
punto stato assorbito
dall'atto di indirizzo
della maggioranza,
votato all'unanimit,
con il quale si invita la presidenza del
consiglio comunale
a valutare tecnicamente ed economicamente la trasmissione
in diretta streaming
da inserire nell'archivio delle sedute
accessibili alla cittadinanza.
Il Consiglio ha poi
approvato all'unanimit (senza dibattito)
latto di indirizzo,
illustrato in aula dal
consigliere Alberto
Palestro, sul Regolamento per la concessione di benemerenze al valor civile
del Comune. Rivolto a quanti, con le
loro attivit ed impegno nel campo delle
scienze, delle lettere,
delle arti, dellindustria, del lavoro, della
scuola, dello sport si
sono contraddistinti,
elevando il prestigio
di Siracusa, il re-

golamento disciplina
lassegnazione del
Premio santa Lucia
di Siracusa. Due i
segni di benemerenza: la medaglia
doro e lattestato:
il primo rivolto alle
persone fisiche, il
secondo a enti, istituzioni, associazioni,
societ. Le civiche
benemerenze, anche
alla memoria, saranno assegnate con
cadenza annuale; le
proposte possono essere fatte dallAmministrazione, dal Consiglio, da cittadini ed
associazioni; saranno
valutate da un apposito organismo, composto dal sindaco, dal
presidente del consiglio comunale, dai
presidenti dei gruppi
consiliari e pu essere integrato da due
personalit della societ civile.
Il Consiglio, su iniziativa di Castagnino, si anche occupato del piano di
protezione
civile,
considerato non del
tutto rispondente alle
novit urbanistiche.
Il consigliere si riferito all'abbattimento del ponte dei Calafatari e al fatto che
nella vicina riva Nazario Sauro, indicata
come aria di attesa
in caso di calamit,
nascer il parcheggio
del nuovo albergo.
Poi Castagnino si
detto
preoccupato
del viadotto Targia,
previsto come via di
fuga e che non pu
pi assolvere questo
compito perch parzialmente chiuso per
ragioni strutturali.
Al consigliere ha risposto
l'assessore
alla Protezione civile, Antonio Grasso.
Il Piano ha detto
qualcosa di dinamico. Per l'area dei
Calafatari si stanno
studiando le alternative ma l'abbattimento del ponte non
dovrebbe comportare
problemi rispetto alle
previsioni del passato. L'assessore ha
concluso dicendosi
sempre pronto ad accettare consigli e ha
ricordato l'avvio, in
via sperimentale, del
servizio di avviso via
Sms per le situazioni
di allerta.

Cronaca di Siracusa

FErmo e arresto convalidati dal gip

Restano in cella
i due presunti
estorsori siracusani

In foto, il palazzo di Giustizia.

Sono comparsi ieri mat- Davide Pincio ha ammesso le proprie responsabilit


tina dinanzi al giudice
per le indagini preliminari del Tribunale di
Siracusa i due presunti
autori dellestorsione ai
danni di un imprenditore
siracusano.
Davide Pincio, il quarantunenne posto in stato
di fermo dai carabinieri
perch ritenuto lautore
di unestorsione ai danni
del titolare di un panificio a Siracusa, ha sostanzialmente ammesso le
proprie responsabilit.
Lindagato, che ha affidato la propria difesa
allavvocato Junio Celesti, comparso ieri

cercando in tal modo di scagionare Bianchini

mattina dinanzi al Gip


del tribunale, Andrea
Migneco, che ne ha convalidato il fermo, disponendo a carico dellindagato la misura cautelare
in carcere. Resta in cella
anche il presunto complice, Maurizio Bianchini di 51 anni, difeso
dallavvocato Giuseppe
Brandino. Alla presenza
del pubblico ministero
Antonio Nicastro, che ha
coordinato le indagini,
Bianchini si protestato
estraneo alle contestazio-

ni, sostenendo di avere


svolto il ruolo dintermediario soltanto perch
conosceva il panificatore
al quale era stata avanzata la richiesta di pagare il
pizzo. Ha detto anche di
avere scontato una lunga
pena detentiva e che ormai da diversi anni si dedica esclusivamente alla
sua attivit commerciale.
Pincio, pur escludendo limplicazione di
qualsiasi
consorteria
malavitosa, ha ritenuto
dovere ammettere le pro-

prie responsabilit anche


per scagionare Bianchini, che per gli investigatori avrebbe avuto in
questo caso il ruolo di
amico buono. Dalle
immagini della telecamera installata di nascosto
dai carabinieri, si notano
Pincio e Bianchini avere
un colloquio con la vittima davanti allesercizio commerciale di viale
Zecchino. E i carabinieri
seguono il panificatore recarsi nel negozio di
Bianchini al quale conse-

gna le banconote per un


ammontare di 800 euro,
minima parte rispetto ai
10 mila euro pretesi per
evitare danni allesercizio
commerciale.
In uno dei biglietti, fatto trovare insieme con la
bottiglia colma di liquido
infiammabile, avevamo
scritto: Cercati un amico. Le opportunit devono essere prese sempre.
Tu ne hai avuta gi una.
Non sbagliare pi e visto
che lunico ce lhai, fai il
tuo dovere subito. Ah! dimenticavo, se vuoi comprare i fuochi dartificio,
fammelo sapere.
G.B.

chiusa ieri la fase dibattimentale

Duplice omicidio Lentini


Riflettori sulla requisitoria

E stata fissata per il 12 marzo pros-

simo la requisitoria del pubblico ministero Marco Bisogni al processo per il


duplice omicidio di Lentini, in corso di
svolgimento dinanzi alla Corte dAssise
di Siracusa (presidente Maria Concetta Spanto, a latere Stefania Scarlata).
Ludienza stata fissata a conclusione
dellescussione degli ultimi due testi citati dalla difesa dellimputato, limprenditore lentinese Salvatore Salamone. In
particolare, s sottoposto alle domande dellavvocato Giambattista Rizza, il
teste Raffaele La Bruna, di professione
meccanico, il quale ha detto di non ri-

cordare se sia intervenuto sulla Bmw


dellimputato per riparare un guasto al
climatizzatore. Escusso anche Adriano
Gniani, cuoco presso il ristorante gestito
da Salamone.
Questi ha confermato che la sera del 20
dicembre 2011, quando si verificata
luccisione dei catanesi Domenico Bertollo e Gaetano Trovato avrebbero dovuto disdire numerose prenotazioni. Il Pm
s opposto alla domanda della difesa
relativa al fatto che fra le persone che
avrebbero disdetto la prenotazione vi
fosse una delle due vittime dellagguato.
Chiusa la fase dibattimentale, adesso

Un gruppo di lavoro per modificare i regola-

menti avendo come obiettivo la riduzione dei


costi del consiglio comunale. Questa la decisione presa ieri mattina dalla conferenza dei
capigruppo, convocata dal presidente Leone
Sullo, che ha anche individuato le prime linee
guida lungo le quali procedere. La conferenza dei capigruppo approfondir la questione
in un'altra riunione che si terr luned prossimo, prima dell'inizio del consiglio comunale
fissato per le 9,30. Sul tema dei costi della
politica afferma il presidente Sullo la gente si aspetta dei segnali chiari, ma penso pure
che la questione vada affrontata con serenit
e senza farsi prendere la mano dall'emotivit
del momento. Oggi abbiamo deciso di tenere,
ove possibile, di mattina le sedute consilia-

Salvatore Salamone.

lattenzione si sposta sulla requisitoria del pubblico


ministero, prima che la parola passi alle parti civili e
quindi alla difesa dellimputato.
R.L.

la decisione assunta dalla conferenza capigruppo

Un gruppo di lavoro modifica


i regolamenti comunali

ri ma, da una prima valutazione, emerge che


l'effetto sar quasi nullo. Molto meglio, invece, intervenire sul lavoro delle commissioni consiliari e su questo ci impegniamo. Noi
faremo la nostra parte, resto convinto tuttavia che dovrebbe essere l'Ars ad intervenire
modificando la legge 30 nei punti che si sono
rivelati critici. La composizione del gruppo
di lavoro sar definita prossimamente dai capigruppo. Gli indirizzi per ora emersi sono:
la riduzione del numero della commissioni

permanenti e l'eliminazione della possibilit


per i capigruppo di partecipare alle riunioni
degli organismi di cui non fanno parte; inoltre
si pensato di organizzarne il lavoro in maniera da spingere le commissioni ad esprimere
in tempi pi stretti i pareri sui provvedimenti
da deliberare. Le commissioni conclude il
presidente Sullo svolgono un'opera preziosa perch agevolano il lavori dell'Assemblea,
ragione per cui sono certo che i tutti i consiglieri comprenderanno lo spirito che c' dietro.

SOCIETA' 8

Il 29 gennaio 2015 ha
segnato una data storica per la provincia
aretusea. Nasce l'Osservatorio permanente per la legalit. Il
Consiglio dell'Unione dei Monti Climiti
ne approva lo Statuto.
I Sindaci dei Comuni
di Floridia e di Solarino, i consiglieri
comunali delle rispettive comunit territoriali e i componenti
dell'Unione si sono
dati
appuntamento
nei locali del Comune
di Solarino con l'obiettivo di sostenere
il percorso, gi intrapreso dalle Amministrazioni Comunali,
di implementazione
della cultura della legalit.
I lavori sono stati introdotti dal dr. Emilio
Terranova, presidente
dell'Assemblea
dell'Unione dei Monti
Climiti, che ha sottolineato
l'importanza dello strumento
dell'Osservatorio per
far crescere la cittadinanza attiva.
E' seguito l'intervento
della dott.ssa Giusy
Aprile, consulente a
titolo gratuito dell'Unione per l'Osservatorio. La via obbligata per la rimozione
delle cause che costituiscono la forza
delle organizzazioni
criminali passa attraverso
laffidabilit
delle amministrazioni locali, quelle con
le quali il contatto
del cittadino immediato e diretto. Con
quest'affermazione il
Dirigente Scolastico
dell'Istituto
Comprensivo N. Martoglio di Siracusa,
Giusy Aprile, ha ribadito limportanza
dellimpegno degli
Enti Locali contro le
mafie ed in tal senso questesperienza
amministrativa pu
considerarsi uneccellenza che ha fatto
delleducazione alla
legalit una prassi di
partecipazione democratica, valorizzando
le capacit auto-organizzative della comunit territoriale, coinvolgendo molteplici
attori, nell'intento di
sviluppare unazione
sociale ispirata alletica della responsa-

13 febbraio 2015, venerd

Sicilia 13 FEBBRAIO 2015, VENERD

Il Consiglio
Unione
dei Monti
Climiti
approva
lo statuto

Nasce losservatorio
permanente
per la legalit
bilit e ponendo le
premesse per una
Pubblica Amministrazione efficiente e
trasparente nel contrastare le diverse
forme di illegalit.
In questa direzione
si muove lOsservatorio, organo che
intende divenire un
punto di riferimento
per la cittadinanza e
di collegamento per
le varie componenti che vi aderiranno,
e che sar formato

dai Rappresentanti
Istituzionali, dellAssociazionismo e del
Volontariato,
del
mondo economicoproduttivo, delle Comunit Religiose e
delle Scuole, delle
Organizzazioni Sindacali e di Categoria,
degli Ordini Professionali e da singoli
Cittadini, disposti ad
impegnarsi
attivamente per creare un
clima
favorevole
alla diffusione della

cultura della legalit


allinterno del contesto territoriale. L'Osservatorio ha come
finalit lo sviluppo di
una cultura del partenariato istituzionale e
sociale onde favorire
laffermarsi dei principi di legalit e di
giustizia sociale, dei
diritti e dei doveri di
cittadinanza cos che
mai pi nessuno, o
ente pubblico, o associazione, o singolo
cittadino, sia da solo

nelle lotte per la legalit democratica e


contro le mafie.
Nel corso dell'incontro sono stati delineati i compiti specifici
dellOsservatorio, tra
i quali, potenziare e
rendere permanente il monitoraggio
degli
investimenti
pubblici a garanzia
della trasparenza e
della
salvaguardia
dalle infiltrazioni criminali ed accelerare
lindividuazione dei

patrimoni illeciti e la
riconversione sociale
dei beni confiscati.
A tal proposito Orazio Scalorino, Sindaco del Comune di
Floridia, ha affermato che all'Amministrazione stato recentemente affidato
dall'Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni
sequestrati e confiscati alla criminalit
organizzata un immobile sito nel centro
storico del Comune
di Floridia. L'Amministrazione Comunale ha gi manifestato
all'Agenzia la destinazione dell immobile, il quale sar la
sede naturale dell'Osservatorio e dell'Associazione
Antiusura ed Antiracket
operante a Floridia e
Solarino da circa un
ventennio, anche per
il punto strategico,
centrale e facilmente
raggiungibile dai cittadini, dalle Imprese,
dai commercianti che
spontaneamente si rivolgono ad Associazioni per denunciare
e chiedere assistenza
e solidariet. Diventa un modo visibile
e tangibile per affermare la restituzione
del maltolto a tutta la
comunit. Inoltre lagenzia ha gi manifestato linteresse di
trasferire al comune
di Floridia altri due
immobili siti nello
stesso stabile.
I Comuni sono oggi
tra i protagonisti
principali nella lotta
antimafia e realizzano iniziative che,
peraltro, si muovono
in settori non compiutamente disciplinati sul piano della
legislazione nazionale. Esperienze come
questa
dimostrano
come la politica, anche quella locale, sia
capace di adottare
provvedimenti efficaci, muoversi con procedure trasparenti,
manifestando apertamente la propria
incompatibilit con
il sistema di potere
criminale.
Per l'Osservatorio
permanente per la
legalit
Giusy Aprile

Sicilia 9

Liniziativa ha visto
la partecipazione
per lAnci Sicilia
di Leoluca Orlando, Presidente,
di Paolo Amenta,
Vice presidente, di
Mario Emanuele
Alvano, Segretario
Generale e di Salvatore Martorana,
Presidente del Comitato Anci Sicilia
per Expo 2015

Anci Sicilia-Gal isolani


Nasce il coordinamento
E

nato marted
scorso, nel corso di
un incontro promosso dallAnci Sicilia
il Coordinamento
Anci Sicilia-Gal siciliani. Liniziativa,
svoltasi a Palermo,
presso i locali di Villa Niscemi, ha visto
la partecipazione,
fra gli altri, per lAnci Sicilia, di Leoluca
Orlando, Presidente,
di Paolo Amenta,
Vice presidente con
delega alle politiche
sociali e di sviluppo,
di Mario Emanuele

Lesigenza di creare una strategia condivisa


per promuovere a Milano un prodotto Sicilia
Alvano, Segretario
Generale e di Salvatore Martorana,
Presidente del Comitato Anci Sicilia
per Expo 2015. Erano, inoltre, presenti
i rappresentanti del
Gal Nati Iblei, del
Gal Elimos, del Gal
Metropoli Est, del
Gal Sicani, del Gal
Madonie, del Gal
Sicilia Centro Meridionale, del Gal

Rocca di Cerere, e
di Idimed (Istituto
Dieta Mediterranea)
e nasce dallesigenza di creare una
strategia condivisa
per promuovere a
Milano un prodotto
Sicilia che costituisca la sintesi di tutte
le eccellenze di cui
il nostro territorio
ricchissimo. La disponibilit dimostrata oggi da tutti voi

che rappresentate la
componente produttiva della nostra Sicilia ha dichiarato
Leoluca
Orlando,
Presidente di Anci
Sicilia dimostra,
ancora una volta,
che bisogna unire le
forze sane, di cui
ricca la nostra economia, investendo
sui prodotti che ci
identificano e costituisce un momento

la festa in maschera dedicata ai bambini

Al via la settimana
carnevalesca
di Grottasanta

Da

marted pomeriggio al
via le iniziative della settimana carnevalesca per i
piccoli scolari dei plessi
scolastici della circoscrizione Grottasanta.
Anche quest' anno la Circoscrizione ha invitato le
scuole del territorio, la
Chindemi, la De Amicis e
la Wojtyla, coinvolgendo
le presidi, Pinella Giuffrida
e Giusy Garrasi.
Alle suore Salesiane e ai
giovani animatori figli di

Maria ausiliatrice di Don Bosco, il compito di animare il


carnevale degli studenti degli
istituti comprensivi invitati,
con giochi, musica, sfilate e
premiazione della mascherina pi bella, il tutto, allinsegna dell amicizia, l allegria
ed il sano divertimento.
Tanti giochi e felicit verranno assicurati dagli operatori
e dai volontari del centro del
CSI, delle Suore Salesiane,
delle associazioni Arci , Arciragazzi, Zuimama e Legam-

biente, che organizzeranno


nei locali della palestra della
scuola "De Amicis" di via
Algeri, la festa in maschera
dedicata ai bambini che partecipano al progetto "Questa
casa mia". Sono invitati
tutti i bambini del quartiere
con un costo zero per l'amministrazione comunale.
Momenti di partecipazione
nella condivisione dei dolci
preparati dalle famiglie, dagli
operatori e da tutti gli intervenuti alla festa.

fondamentale
per
programmare azioni
comuni in funzione
di Expo 2015, ma
anche in prospettiva dello sviluppo
economico dei territori. Obiettivo
del Coordinamento
che nasce oggi ha
dichiarato
Paolo
Amenta, Vice presidente dellAssociazione dei Comuni
Siciliani sar fornire contenuti e proposte concrete non
solo per vendere
il prodotto Sicilia
ad Expo, ma per investire sul futuro
creando occasioni di
crescita economica
per i nostri giovani.
Nei prossimi giorni
continua Amenta
sar predisposto
un documento che
sar concordato con
i rappresentanti dei
Gal presenti oggi e
che verr sottoposto allapprovazione
degli altri GAL, dei
GAC, dei Distretti
territoriali e delle
Agenzie di Sviluppo
che vorranno condividerlo. Il nostro
obiettivo quello
di realizzare un Coordinamento stabile
tra Comuni e Sistemi di Sviluppo che
possa
concordare
azioni di sistema e
strategie comuni.

societ

Pd, a Palermo
il 28 febbraio
arriva
la Leopolda
siciliana
A

rriva a Palermo, il 28 febbraio


e il primo marzo
prossimi, la Leopolda siciliana.
Liniziativa, che
prende il nome Il
futuro il nostro
presente, organizzata dallassociazione Sicilia 2.0
e si svolger presso lex Fabbrica
Sandron. Interverranno il sottosegretario Graziano
Delrio e il vicesegretario del Pd Lorenzo Guerini.
Un weekend ricco
di dibattiti e incontri, con pi di quaranta tavoli tematici di confronto su
argomenti diversi a
cui potranno iscriversi e partecipare
tutti i cittadini che
vogliono dare un
contributo per un
futuro diverso alla
Sicilia.
Si parler di economia, lavoro, politica ma anche immigrazione, sanit,
assetto del territorio e suo governo,
istruzione, formazione e universit. Ciascun tavolo
sar coordinato da
esperti assessori,
parlamentari, tecnici e specialisti
e per iscriversi
sar
sufficiente
collegarsi al sito
www.siciliaduepuntozero.it Oltre
alla
discussione
nei tavoli tematici,
ci sar la sessione
degli interventi dal
palco: sar possibile prendere la parola per suggerire
unidea o presentare una proposta
per la Sicilia. Ogni
intervento durer
cinque minuti e,
per iscriversi, bisogner prenotarsi
entro le ore 15 di
luned 23 febbraio
sul sito www.siciliaduepuntozero.it.

societ 10

Sicilia 13 febbraio 2015, venerd

San Valentino allarrabbiata


Lamour cest lamour
La verit
che nessun
uomo disposto a capire e perdonare una donna
che ama la
vita e vuole
viversela con
ruggente
golosit

di Raffaella Mauceri

mor che move il


sole e laltre stelle...
Beh, una volta forse,
roba daltri tempi.
Oggi lamore a stento riesce a far girare
la chiave nel cruscotto di unauto che
trasporter un pigro
sedicente innamorato
alla volta di un negozio per comprare
uno di quei cosiddetti
pensierini gi preconfezionati e farlo
recapitare allindirizzo della poco fortunata partner.
La quale, dal canto
suo, avendo smesso
da un pezzo di investire sul privato, sui
sentimenti, sui magoni, sulle romantiche
e trepide attese della
telefonata, della lettera, del regalo...di
regali ne riceve almeno due.
Li scartoccia e che
trova? Da una parte una borsetta tutta
tempestata di lustrini,
omaggio alla vanit e
allarraposit delleterno femminino, e
dallaltra
lultimo
libro della Magli,
omaggio
allintelligenza e alla profondit del pensiero
femminile.
E meno male che
finito il tempo in cui
eri costretta a prenderti luomo tuo col
difetto suo. Meno
male che adesso te
lo puoi prendere o
cos o pom. Oggi
infatti puoi scegliere
almeno fra due tipi
fondamentali: o il
solito stramaledetto

maschilista dichiarato da manuale che


pretende ancora di
farti il geloso e magari ti proibisce di andare al partito o alla manifestazione contro la
violenza sessuale, oppure il maschilista ufficialmente denegato,
quello che va dicendo
in giro, gonfiandosi il
petto, che la donna,
per carit, deve essere libera e tant che
lui alla sua (sua, hai
sentito?) le permette
(permette, hai sentito?) qualsiasi cosa!
La verit che nessun uomo disposto
a capire e perdonare
una donna che ama la
vita e vuole viversela
con ruggente golosit. Per cui tanto vale
piantarla con lamoroso femminista, sfigato da morire, che
ha imparato cos bene
la lezione della parit
che al bar, al cinema
e in pizzeria fa pagare sempre te per rifarsi di quando era uno

sporco sciovinista e
pagava sempre lui
ignorando lindipendenza e lintraprendenza che ti eri duramente conquistate.
Tanto vale piantarla
con il partner trasandato e cespuglioso
che con la scusa che
ha la matrice culturale di sinistra, si
rifugia in te solo per
sfuggire alle padellate della consorte, una
reazionaria da non
dirsi, e poi con gli
occhi pieni di politica, viene a chiederti
ragguagli sulle tue
riscosse, cadute e resurrezioni alle quali,
poverino, vorrebbe
tanto partecipare se
non fosse che le femministe della malora
lo cacciano via a pedate perch cos, senza volerlo, ha fatto la
manomorta.
Tu invece s che sei
un angelo, non del
focolare beninteso,
tanto pi che da anni
ormai la citt com-

pletamente metanizzata, ma un angelo


nel senso che sei un
tesoro come nessuno,
capace di conciliare
le rivendicazioni senza negargli la disponibilit.
Ma insomma che proprio lui ti vada a regalare la borsetta con
i lustrini da mettere
insieme alla gonna
con lo spacco sexysymbol della donnaoggetto, questa no e
poi no!
Allora tanto vale buttarsi sul maschilista
sofisticato, bello e
impossibile, con una
cultura da schianto,
uno charme, uno stile
e un profumo da capogiro che, uscendo
dal night, ti aiuta ad
indossare il mantello e intanto ti sfiora
il collo con le labbra
e magari ti fa pure
il baciamano, anche
se guai a te se gli
fai notare che un
impotente, sia pure
nellintimit estraconiugale. Per almeno
ha avuto lastuzia
di regalarti lultimo
libro della Magli e
se leggendo qualche
pagina, colto dai
dubbi, ha il buongusto di astenersi
dal fare domande
sceme. E insomma,
viene S. Valentino e
che fai? Li mandi al
diavolo tutti e due e
resti a casa a guardare fissamente la tv?
Oppure esci a pranzo con uno e a cena
con laltro e poi batti
in ritirata rinunciando alla meravigliosa
notte di passione che
nessuno dei due capace di darti perch,
diciamoci la cruda
verit, gli uomini le
presenze femminili
pi qualificate non
le reggono e preferiscono ripiegare sulla
solita vittima masochista mezzacalzetta
bacchettona (che di
solito hanno sposato
o sposeranno) con la
quale possono farla
da padroni e raccontare ogni sorta di balla sulla loro virilit.

13 febbraio 2015, venerd

A Marsala e Mazara: un
itinerario ebraico nella
Sicilia occidentale
Nellambito del Corso di Cultura e Storia
dellArte Ebraica, organizzato da SiciliAntica, si tenuto domenica scorsa una visita
guidata a Marsala e Mazara del Vallo: un
itinerario ebraico nella Sicilia occidentale.
A Marsala la visita si svolta intorno alla
Vie Frisella e DAnna che attraversavano il
quartiere della Universitas Judeorum. Qui
erano la Sinagoga, la Platea Pubblica Judeorum, la Scola de li judei e, alle due estremit, lantico palazzo dei Pretori romani (poi
Palazzo Ferro e quindi Monastero di Santo
Stefano) e lantica Cattedrale di Lilibeo,
odierna Chiesa di San Matteo. Il percorso si
concluso nella Chiesa Madre di San Tommaso Becket, Arcivescovo di Canterbury,
fondata nella seconda met del XII secolo,
ampliata e rifondata nel XVII secolo, principale monumento della citt dove fino al 1492
si svolgevano cerimonie in cui la comunit
ebraica era obbligatoriamente coinvolta. La
visita sar guidata da Enrico Caruso, Direttore del Parco Archeologico di Monte Jato.
Nel pomeriggio a Mazara del Vallo, itinerario ebraico medievale nella kasbah. Si inizia
con la Piazza San Michele dei Normanni,
gi Platea della Jureca: antico luogo di
mercato e riunione, successivamente lantica sinagoga, oggi Chiesa di S. Agostino:
dopo lespulsione degli Ebrei di Mazara,
probabilmente nel 1496 ledificio venne affidato ai Padri Eremitani di SantAgostino.
Venne poi, nel 1741, concesso ai Padri della
Congregazione della Buona Morte, che dal
1750 al 1780 vi edificarono unaltra pi ampia struttura circolare. Unepigrafe ricorda
lantica funzione. Si segnala il bel campanile dalla guglia maiolicata. Si porsegue con
il percorso nella Giudecca, antico quartiere
ebraico. La struttura topografica dellabitato,
tipica del Medioevo mediterraneo, caratterizzata da viuzze strette e tortuose, unit
abitative serrate e sequenze di cortili interni.
Si percorreranno Via Goti, gi Rua de la Jureca (quartiere di Turri Martha), Via di Porta Palermo, Piazza di Porta Palermo. Fuori
di Porta Palermo era liniziale residenza del
gruppo ebraico, con il bagno, lospedale, la
sinagoga, il cimitero (di cui furono rinvenute alcune tombe in occasione della recente
urbanizzazione). Interessante percorrere il
Vicolo Vipera, il pi antico di Mazara, che
ha conservato la pavimentazione originale;
la Via Bagno conduce a Piazzetta Bagno,
laddove la tradizione toponomastica riconosce il luogo della purificazione ebraica. Litinerario si concluso al Museo Diocesano
di Mazara del Vallo: ha sede allinterno del
monumentale edificio settecentesco del Seminario. Si segnalano: il monumento Montaperto, gi nella Cattedrale, capolavoro di
Domenico Gagini; il SantIgnazio e il Christus Dolens in alabastro carnicino di Ignazio
Marabitti; la grande Sala degli Argenti con
un tesoro costituito da argenti e paramenti
sacri che datano dallet medievale ai nostri
giorni. Attualmente al Museo visitabile la
mostra Minima Sacra. Arte e devozione
nella Diocesi di Mazara del Vallo. La visita sar guidata da Francesca Paola Massara,
Docente di Archeologia, Arte e Iconografia
Cristiana - Facolt Teologica S. Giovanni
Evangelista di Palermo.

Il progetto viene finanziato da Piano con l'indennit di parlamentare

Recupero di Mazzarrona con


il sociologo Carlo Colloca

Lurbanista, impegnato insieme allarchitetto Renzo Piano


nel progetto G124 sulla riqualificazione delle periferie

l sociologo urbanista
Carlo Colloca si recato ieri pomeriggio al
quartiere Mazzarrona
per fornire il suo contributo di conoscenza
al tema del recupero
e della valorizzazione
delle periferie, in particolare del quartiere sulla
quale si stanno concentrando alcune iniziative
del Comune coordinate
dall'assessore al Decoro
urbano e ai Beni comuni,
Valeria Troia. L'incontro
pubblico si tenuro ieri
pomeriggio alle 15 alla
scuola di via Algeri.
Carlo Colloca collabora
con Renzo Piano, architetto di fama mondiale e
senatore a vita, al progetto G124 sulla riqualificazione delle periferie. Il
progetto viene finanziato
da Piano con l'indennit
di parlamentare e ha portato alla selezione, con
bando, di sei architetti
che stanno lavorando
sul recupero di quartieri
periferici a Catania, dove
l'attenzione rivolta a

Librino, Roma e Torino.


All'incontro di ieri, aperto a tutti, hanno partecipato anche la struttura
didattica speciale di
Architettura, l'Ordine
degli architetti e le associazioni impegnate
sul fronte del recupero
urbano e sociale.

Carlo Colloca spiega


l'assessore Troia ha
parlato soprattutto dell'esperienza di Librino e il
dibattito si concentrato
sulla ricerca di punti di
contatto con le iniziative
di Mazzarrona e su eventuali sinergie da mettere
in campo.

Sopra, Carlo Colloca


a destra della consigliera
Carmen Castelluccio.
Sotto, la proiezione
di diapositive di progetti
realizzati riguardanti
lintegrazione
delle periferie.

Domani
la Raccolta
del Farmaco

Anche Siracusa aderisce


alla Giornata nazionale
con 11 farmacie coinvolte in tutta la provincia
(Ballerini di Augusta,
Catania di Floridia, Formica di Citta' Giardino,
Di Luca di Belvedere,
Favara, Nigro, Rizzo, Lo
Bello, Malfa ed Alessandrello di Noto, Giuliano
di Pachino) dove i siracusani potranno effettuare la propria donazione a
favore dei propri concittadini piu' bisognosi.
Circa 100 volontari presenti nelle farmacie per
spiegare l'iniziativa ai
clienti. Ad oggi, 6 enti
assistenziali beneficiari
dei farmaci donati.

Sicilia 11

societ

questa sera

Millumino
di meno
anche
a Siracusa
I

l Comune partecipa anche


questanno alla Giornata
di risparmio energetico
Millumino di meno,
giunta allundicesima
edizione,che si svolger
stamane.
LUfficio Energia con
ladesione alliniziativa,
intende avviare un percorso
informativo, formativo e
di sensibilizzazione finalizzato alla promozione di
buone pratiche responsabili e sostenibili in nome
dellefficienza e delluso
intelligente delle risorse.
Si chiede a tutti la partecipazione nella giornata
clou, che verr dedicata
al consueto simbolico silenzio energetico, che si
traduce nello spegnimento
dellilluminazione di monumenti, piazze, vetrine,
uffici, aule e abitazioni
private.
Nel dettaglio, le scuole
di Siracusa, per le quali
competente il Comune,
aderiranno alliniziativa
mettendo in atto dieci buone norme comportamentali
riportate sul volantino che
lassessore, Valeria Troia,
ha consegnato a tutti i dirigenti scolastici nellincontro tenuto nei giorni scorsi.
Sempre per venerd 13
febbraio, a partire dalle
18, lintera giunta municipale, si adoperer per
PRODURRE ENERGIA
SOSTENIBILE attraverso una PEDALATA
ENERGETICA con un
sistema di biciclette posizionate su rulli e collegate
ad una dinamo. In questo
modo lenergia in corrente
continua ricavata dalla
dinamo verr, attraverso
un micro-inverter, trasformata nella usuale energia in
corrente alternata. Il tutto
servir per accendere lilluminazione, appositamente
realizzata, sul contorno
del portone di palazzo
Vermexio.
Contemporaneamente tutte
le luci di Piazza Duomo
verranno spente. La manifestazione avr inizio alle
18.00 di oggi

SPECIALE 12

Sicilia 13 FEBBRAIO 2015, VENERD

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

Ci siamo sbagliati
Ecco il vero Renzi

Giorno verr, verr giorno in cui politicamente


ti sgavesseranno, Giuseppe Giusti, direbbe
Il Capo del Governo
tutto dun pezzo.
Non sorrisi, in senso
di buonumore, in
omaggio alla status
di intesa disponibilit al dialogo;
non una pacca sulla
spalla, in senso di
amicizia di intesa
collaborativa. No,
Renzi non un amico. Non un rottamatore, in omaggio
allinnovazione del
processo politico.
S, perch vuole
andare tranquillo,
senza nulla promettere, anzi promette
tutto, ma verba volant. Questo, per lui,
una costante. Sa
bene circuire i suoi
avversari di partito, i
quali, come bambini
indispettiti, si acquietano alla prima
serenata. In questo
dimostrano di essere anche corti di
memoria, e lui lo
sa. Tutti gli Italiani
sanno quando, in
un dialogo con Enrico Letta, Premier,
entrambi piovuti
dallalto, democrazia in quarantena, gli
disse: Tranquillo,
Enrico, stai sereno,
voleva significare
vai avanti col tuo
governo. Detto, fatto. Soltanto alcuni
giorni dopo, con
tacito assenso del
Colle, lo mise in
crisi, sfiduciandolo
allassemblea del
suo partito. Il suo
non un partito
della Nazione delle
idee, se non quelle

sue, il suo partito, animato pro Matta- carpirono: O voti Chi era laltro? Alstrumento univer- rella, orecchie indi- Mattarella, o ti di- fano. Dopo questa
sale della frase screte di giornalisti, metti da Ministro. premessa di una
fatta latina: do ut
des i cespugliosi
e gli ignavi del suo
partito aspettano e
sperano. Nel mondo della maggioranza c solo Renzi.
Gli altri sono solo
un numero, e per
non appiccicarsi la
mostrina di Governo monocolare,
fattispecie di prima
Repubblica, macchina di disfacimento generale dello
Stato, e matrice propultrice di problemi
della Nazione, del
Popolo, si giova dei
voltagabbana. Tutto
qui e nullaltro. In
un dialogo piuttosto

13 FEBBRAIO 2015, VENERD

vissuta realt, emerge la vera maschera


di Renzi. C esatta significazione,
specchio di politica
corrente; vero dittatore. Non c spazio per nessuno al
dialogo. Il dialogo
occupa spazio nel
tempo, tutto evapora nel nulla. La
discrezionalit della
storia ci fa sorgere
alla memoria un
evento che, se non
simile, ci va molto
vicino. Tre gennaio
1925. Nel cosidetto
listore storico, in
cui trovarono posto
tutti coloro che, di
primo acchitto, criticamente accettarono il fascismo. Nel
corso di una seduta
parlamentare, che
poi fu lultima, uno
dei tanti eccep
qualcosa, in fatto di
democrazia. Risposta: Se avessi voluto, di questa camera,
tetra e grigia, ne
avrei potuto fare un
bivacco di camice
(lomissione dobbligo). Scusate, fra
se non voti secondo
gli ordini di scuderia, ti devi dimettere
da ministro, e se non
stai buono sai bene
che sei qui per mia
decisione. Scusate,
trovate differenza
contenutistica fra i
due pronunciamenti
sopra riportati? Il
dittatore, sulle prime, non si presenta
con effige bronzia
, viene fuori al
momento decisionale e ci siamo. Questo
Renzi. E non c
pensato tanto per
dire e fare capire,
apertis verbis, cosa
pensa del cosiddetto
N.C.D. Non perdo
tempo a discutere con i partitini.
Questa, che non
unespressione indirizzata soltanto ad
Alfano ed associa-

ti, ma innanzitutto,
ai suoi oppositori
interni del suo partito. Ossia, se mi
stimate che io guardi
pi agli alleati di
Governo, vi sbagliate. Noi come partito
andiamo avanti lo
stesso con o senza
di loro. Un tizio
disse: Chi si ferma
perduto. Lavvenire siamo noi P.D.,
uniti. Questa la
chiave di lettura di
questa girandola. Il significato di
fondo renziano di
questa trama fare
confluire pi voti
possibili a Mattarella per dimostrargli
che lintelligenza
della politica P.D.
lui, non detto, ma
significativo. Infatti i vari Bersani e
bersanini, Bindi e
DAlema, oltre ai
novellini hanno
abboccato allamo.
E ha dimostrato a
Mattarella ancora
di pi, che il manovratore lui. Renzi
di buona memoria
e intelligente. La sua
non scelta politica,
ma per vocazione
naturale, si specchia
sul passato guardando oltre i margini del
suo partito. Attento
Renzi, P/le Loreto non soltanto
un fatto conclusivo di lotta armata.
E consegnato alla
storia. Simboleggia
una lotta continua
politica senza fine
e tu sai bene che
nellambito della
sinistra italiana,
il dna esistenziale.
Ha bene registrato
il dna di Alfano e
C. quanto avvenuto nel corso del
caos generale per
mandare a casa
Berlusconi da senatore. Disse Alfano:
Se il P.D. che guida
il Governo vota per
la decadenza di Ber-

lusconi, ci dimettiamo dal Governo.


Queste parole subito
arrivarono allorecchio del tessitore
del piano Merkel
Sarcozy, perch a
costoro Berlusconi
dava fastidio, al
primo non di meno
(e le conseguenze
sono la primavera
araba e lo scardinamento dellItalia,
della quale abbiamo
detto in un nostro
precedente pezzo)

gli stratton la
giacca. Il giorno
dopo cambi verso: Votiamo contro lespulsione di
Berlusconi, ma non
possiamo aprire una
crisi di Governo.
Renzi cap subito
che, per la compagnia alfaniana, al
primo posto stanno le poltrone, e
di fronte a questo
non c etica che
tiene. Ed ecco la
stima che ne ha

fatto, come sopra


riportato. Che poi,
un altro Alfano,
con schiena diritta, al gran tessitore
di cui sopra, avrebbe
potuto e dovuto ricordare che lattenzione richiesta,
con conseguente
girandola, violava
lart. 25 della Carta, e quindi non
potevaubbidire.
Manco per sogno,
detto fatto. Anche
Renzi, in quel fran-

Sicilia 13

gente, disse: Il P.D.


non ci pu rimettere
la faccia. Lui, dalla
sua postazione, pensava bene, ma Alfano e C. ci hanno rimesso, non la faccia,
ma un altro punto
anatomico del corpo
umano (prezzo pro
poltrone dovuto).
Alfano continua a
non smentirsi, nel
suo genere: scheda
bianca s, scheda
bianca no per Mattarella Presidente,
ma, dopo l arrabbiatura di Renzi, esulta per avere
votato Mattarella.
Degnissima persona, meritevole del
voto parlamentare,
ma Alfano sta dove
Renzi, e non ha
rilevanza che, ha
tenuto sotto gamba
il Governo, non lha
neanche informato
della sua linea pro
Mattarella. E il caso
tornare indietro per
riprendere la significazione del tre
gennaio 1925, di
cui sopra? Pensiamo
di no. E tutto chiaro,
per chi vuole capire
la premessa della nostra determinazione
del testo. Ne traiamo
una determinazione
significativa complessiva del treno

speciale

Renzi, il cui nocciolo ce lo ricorda


la storia: meglio
vivere un giorno da
leone, che centanni
da pecora. Detti
daltri tempi, ora
verrebbero chiusi in nosocomi di
igiene mentale. Attento, per, Renzi,
perch i tuoi non
dimenticano che li
tiene in soffitta.
Come sottofondo
di questa storia,
dove i girella e i
voltagabbana hanno
occupato gli spazi
della coerenza e cancellato letica, bene
hanno fatto i cespugli s.c. a saltare lo
steccato per unirsi al
P.D. senza nessuna
fatica; bastato che
rientrassero per un
attico al retrobottega
e cambiare maglietta. Nella sostanza
non cambia niente,
checch ne spiffera
Renzi, continueranno a dire sempre s,
allordine, come prima e come sempre.
E per completare
la rosa coerenza
del baby Premier,
dobbiamo ricordare
ai suoi amatori in
merito alla campagna acquisti, che
nel 2010 lanci un
anatema contro i
voltagabbana; per
non tradire la fiducia conferita dagli
elettori dovrebbero
dimettersi dal Parlamento. Oggi, come
spiega londata immigratori pro P.D.
dei crostacei, etilici alla poltrona, oltre
a quelli per antico
pelo alfiniani? Secondo noi la risposta
chiara: sei un vero
multifase. Altro
che coerenza ed
etica! Giorno verr, verr giorno in
cui politicamente
ti sgavesseranno,
Giuseppe Giusti,
direbbe.

Cultura 14

Quando un artigiano
supera un artista

di Arturo Messina

Il vecchio mercato
dOrtigia da parecchi
anni divenuto un
contenitore di cultura
e darte dogni genere tra i pi apprezzati,
per quanto saltuario,
ma sempre benedetto, visto che daltro a
Siracusa c ben poco,
mentre ce ne sarebbe
tanto, a cominciare
dai teatri pi importanti (come il teatro
comunale e lex cineteatro Vito Verga, che
da troppo tempo sono
entrambi in restauri
che non si sa ancora
in che cosa effettivamente consistano, per
non dire il vecchio
e glorioso Diana ) a
quelli meno importanti
eppur tanto preziosi in
un tempo come quello
attuale in cui di locali
pubblici non agevole
nemmeno uno (quali la
Sala Randone e il vecchio Cinema Centrale,
a due passi da piazza
Duomo) per cui, come
direbbe con crianza
il vecchio e significativo detto siciliano:
a tempo i fami, ogni
cacateddha i musca fa
sustanza!.
E infatti il vecchio
mercato dOrtigia (a
due passi da Piazza
Pancali e da quello che
rimasto del tempio di
Apollo) che ha ospitato fin dalla sua apertura
le prime edizioni della
sagra del fiore, che
poi pass alla cripta
del collegio un altro
contenitore di notevole
importanza, dove hanno esposto tanti e tanto
noti pittori e scultori,
chiusa anchessa per
i restauri della chiesa
sovrastante, dei Padri
Gesuiti, anchessa da
riaprirsi alle calende
greche E lo stesso
vecchio mercato che
ha ospitato mostre
darte locale di notevole importanza, come
quella dello scultore
Antonio Randazzo che
fu tra le prime o quella
di altri artisti venuti da
oltre lo Stretto e continua ancora ospitarne;
il vecchio mercato che
ospita la presentazione
di libri, come lo stesso vecchio mercato che
ospita concerti
E lo stesso mercato
che da vari anni ospita

13 febbraio 2015, venerd

Sicilia 13 FEBBRAIO 2015, VENERD

Lha dimostrato lesposizione di pregevoli opere dantiquariato tenutasi al vecchio


mercato dOrtigia, dove son convenuti da varie parti della Sicilia
una considerevole serie di mostre dartigianato. Quella di questi
giorni ha ospitato una
mostra dantiquariato,
dove sono stati esposte
creazioni dalto livello, soprattutto mobili,

renza c tra lartigianato e larte? Tra lartigiano e lartista?


Labbiamo rivolta ad
alcuni degli espositori
man mano che abbiamo visitato le opere
che hanno esposto in

Norma di Vincenzo
Mellini o La forza del
destino di Giuseppe
Verdi:
Lartigiano- ci ha egli
risposto- colui che
realizza unopera materica seguendo fedel-

fare e la realizza non


di getto, secondo listinto che gli viene in
quel momento, ma nei
tempi necessari alla
sua maturazione, al suo
controllo, alla sua perfezione, alla comuni-

Il vecchio
mercato dOrtigia da parecchi anni
divenuto un
contenitore di
cultura e darte dogni genere tra i pi
apprezzati

In alto, quattro espositori alla mostra


dellantiquariato;
A fianco, il signor Aristide Zivillica;
Sopra, la signora Chicca Orlando.
quadri e sculture.
Chi produce mobili
viene definito artigiano; chi produce quadri
o sculture viene definito artista. La domanda
che allora si pone una
persona che osserva attentamente e apprezza
certe opere veramente
meravigliose, create
da chi viene definito
artigiano e certe opere
modeste e/o addirittura
invalutabili perch incomprensibili, create
da chi viene definito
artista: che diffe-

questi giorni molte


pregevoli opere dantiquariato, provenienti
da tutte le parti della
Sicilia: il primo stato
un antiquario di Marsala, il giovane Pietro
Internicola che tra le
altre interessanti opere
dalto artigianato stava
esponendo non solo
delle statue della pi
pregevole fattura ma
anche parecchie partiture risalenti a circa
un secolo addietro, per
pianoforte, delle pi
celebri opere, come la

mente un progetto che


ha fatto personalmente
o unaltra persona e
di quellopera ne pu
fare e ne fa tante altre
copie
perfettamente
uguali, come possono
farle tanti altri artigiani. Lartista colui che
realizza unopera che
non ripete n lui n
qualsiasi altro, a meno
che non sia unautentico falsario! Lartista
autentico ritengo che
sia colui che prima
medita sullidea che
gli viene in mente di

cazione, alla comprensione, alla valutazione


del messaggio che intende dare allosservatore, seguendo perci
quella che potremmo
definire la grammatica
delle arti figurative, in
cui ovviamente compresa anche la tecnica,
tenendo perci presente i cinque criteri di
valutazione che sono
ritenuti essenziali dai
critici, ma quelli autentici e non da quelli
che sono prezzolati o
falsi critici e cio la

prospettiva, da cui scaturisce la dimensione,


il drappeggio o ombreggiatura, il colore,
se c, e il tema, che
per deve essere chiaro e distinto nellartista
prima di mettersi a
scarabocchiare,
perch scarabocchiare, in
nome dellimprovvisazione voluta dal cuore e non dal cervello,
voluta dal sentimento
e non dalla ragione,
non significa fare arte
autentica ma .artificio!
La signora Paola Weigert, che venuta da
Valverde,
provincia
di Catania, ha esposto
Arte&Artigianato
in Antiquariato, ha risposto
mostrandoci
nello stesso tempo le
pregevoli opere esposte dove spiccavano
opere di vario genere,
ma di notevole pregio,
a dimostrazione- come
ha tenuto a dirci- che
tra Arte e Artigianato
difficile distinguere
perch ci sono opere
che si vantano di essere darte, che non
sarebbero degne di
considerarsi nemmeno
dartigianato e ci sono
opere
dartigianato
che debbono considerarsi veramente opere
darte! La differenza
che delle opere di
artigianato si possono
fare quante copie si
vogliono, mentre certe
opere di sedicenti artisti non sanno ripeterle
gli stessi autori: ci
un gran bene!. Il Signor Aristide Zivillica,
che un siracusano, ha
affermato che poi non
c tanta differenza ma
daccordo che se la
differenza pu esserci
nel senso che lartista
pensa e lartigiano no,
questa non vale perch
tanti artisti creano di
getto, per istinto. Il signor Giuseppe Piscopo
di Napoli si rivolto
a chi invece ha detto
che larte pu piacere o
non piacere, e se non si
capisce non conta: basta la firma! La signora
della Chicca Orlando,
Milluzzo, di Via Oglio
a Siracusa, ha concluso che Ogni opera
darte espressione di
more, ricerca e tecnica, includendo cos
anche lopera dellartigianato.

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Lavversario di turno, i giamburrasca di Enzo Butt

La rivelazione Viagrande
allesame del De Simone

Non tragga in inganno la battuta darresto casalinga


di domenica scorsa perch i biancoazzurri meditano di
riprendere la corsa per raggiungere lobiettivo play-off

iovanni Verga che


in quel borgo passava
le vacanze e che proprio a Viagrande ambient una delle sue
pi conosciute novelle, Nedda, oggi non
riconoscerebbe quei
luoghi a lui cos cari
per lo sviluppo che
ha avuto quel paesino
che oltre allincremento demografico
(da poco pi di 2.000
anime passato a quasi
9.000) ha conosciuto quello economico
riscontrabile
negli
eleganti palazzi del
centro storico e nel
tenore di vita piuttosto elevato. Attratti
dal clima dolce di
mezza collina, fresco
destate e temperato dinverno, molti

catanesi vi si sono
stabiliti creando una
sorta di citt satellite.
A Viagrande il calcio
unistituzione creata nellimmediato
dopoguerra e cresciuta nei campionati
di seconda e terza
categoria. Poi di recente lidea di una
forte squadra, sussurrata fra un caff e un
cappuccino, una sfoglia e una siciliana,
nellelegante salone
del Caff Ulma e
nel 2009 finalmente
la fusione fra le due
squadre
cittadine
che ha dato vita allo
Sporting Viagrande.
Raggiunta la massima categoria regionale, dopo il deludente
campionato dellan-

no scorso conclusosi
col raggiungimento
dellobiettivo minimo e cio la salvezza,
il Viagrande si presentato questanno ai
nastri di partenza con
una squadra competitiva che affidata allesperto Enzo Butt,
tante soddisfazioni
sta dando ai suoi tifosi. Il segreto ? Quattro giocatori esperti,
Laudani, DArrigo,
Cristaldi e Platania, e
una nidiata di giovani promesse, scovata
qua e l, nel ricco e
variegato panorama
calcistico etneo. In
questo affiatatissimo
gruppo emerso recentemente il nome
di Antonio Carbonaro, il bomber che

In foto, Enzo Butt il tecnico dello Sporting Viagrande


con dodici reti comanda la classifica
dei cannonieri e che
insieme allesterno
di difesa Nicosia ha
dovuto saltare il confronto con lIgea Virtus, conclusosi con la
vittoria di questultima grazie ad una rete
del talentuoso Isgr.
La brusca frenata non
ha per sconvolto i
piani del Viagrande
che sono quelli di
accedere ai play-off,
per i quali bagarre

Calcio Belvedere, il giudice sportivo si accanisce


contro la squadra del presidente Liuzzo
Duecento

euro di multa al Belvedere (Per avere come da comunicato Figc -, persona non identificata
introdottasi all'interno del terreno di
giuoco, sgambettato un A.A. ed assunto contegno minaccioso nei confronti dello stesso), squalifica fino al
10 marzo per il team manager Felice
Di Mauro (Per contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti di un
A.A.), due giornate allattaccante
Luca Lo Pizzo dopo lespulsione diretta di sabato scorso contro il Santa
Croce ("si trattato di un normale
scontro di gioco e sono stato punito
per fallo intenzionale"), pi un turno al centrocampista Walter Failla per
somma di ammonizioni. La scure del
giudice sportivo non ha risparmiato il
Belvedere che si sente defraudato, offeso, preso di mira.
"Perch lo stesso trattamento non hanno avuto nei confronti del Santa Croce
tuona il patron Antonello Liuzzo
che ha fatto delle rimostranze precise
a fine gara alla terna arbitrale.
Il sig. Runza, primo assistente dellarbitro ci ha danneggiati fortemente e ha

voluto calcare la mano con il referto


del dopogara. Adesso mi sentiranno
veramente, perch dopo alcuni esposti in Lega per i torti subiti a Gela, il
turno degli arbitri di casa nostra. Che
forse per il fatto di essere siracusani,
pensano di comportarsi in un determinato modo con aria da protagonismo.
Il mio disappunto per va nei confronti della Lega che non pu mandare ad
arbitrare gente cos, quasi allo sbaraglio, con il rischio che poi ci vada di
mezzo chi non centra".
Come il team manager Di Mauro che
era stato allontanato dallarbitro su
segnalazione dello stesso primo assistente. "Ci giochiamo una stagione
ha detto Di Mauro e la Lega dovrebbe mostrare maggior buon senso nelle
designazioni, mandando gente esperta
e non arbitri allo sbaraglio.
Questo signore ci ha danneggiati con
alcune decisioni e poi con un referto
assurdo. Il mio dispiacere doppio
perch la squadra era stata protagonista di una grande partita, tutti hanno
sputato lanima in campo e sono stati
penalizzati da una terna inadeguata".

con Acireale e Castelbuonese, appaiati


con i biancoazzurri a quota 33. Per la
trasferta di Siracusa
la speranza di Enzo
Butt quella di recuperare almeno Carbonaro che da solo
capace di impegnare
un paio di difensori,
ma anche quella di
uscire dal De Simone
con almeno un pari
per rimediare in parte
ai tre punti ceduti ai
barcellonesi e restare

in gioco per una delle due piazze lasciate


libere dal Siracusa,
dallo Scordia e del
Milazzo che nellordine sono al comando della classifica.
Una speranza che
rimbalzata a Siracusa
e che ha offerto ad
Anastasi, tecnico degli azzurri di casa,
argomenti sufficienti
per riflettere e adottare le pi opportune
contromisure.
Armando Galea

Parte da Avola
la stagione
del Baskin siciliano

La UISP territoriale di Noto da subito ha

visto nel baskin qualcosa di diverso, di


geniale, di divino. Questo viene ancora
confermato dal suo presidente Giuseppe Battaglia, il quale da 4 anni assieme
ai suoi dirigenti/volontari si impegnano
al fianco dell'associazione "Super Abili
di Avola" per far conoscere la filosofia
sportiva che dentro lo sport del baskin.
Grazie a questa grande sinergia partir
il V Torneo Provinciale. Il 16 Febbraio
alle ore 15.30 presso il pallone tensostatico di Avola partir il V Torneo Provinciale della sezione BASKINSICILIA
(categoria Over). Il torneo per la terza
volta sar intitolato al giovane Ingegnere Avolese DavideCaligiore. Particolare
importanza assume questanno il torneo locale perch la vittoria di questa
competizione permetter laccesso al
secondo campionato nazionale previsto
a Rho dal 5 al 7 Giugno di questanno.
Ledizione di questanno avr sicuramente dei contenuti tecnici importanti e
per la prima volta la partecipazione di
un atleta conosciuto e stimato sul tutto il
territorio vale a dire Alessandro Agosta,
capitano della Karma Italia Aretusa.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 13 febbraio 2015, venerd

Questo
raduno rappresenta l'occasione per
inauguare ufficialmente la
stagione 2015
La Nazionale
senior.

CanoaPolo, a Pozzuoli il raduno degli azzurri


con cinque aretusei della KST 2001
La

canoa polo
azzurra torna in
azione in vista
dellintenso 2015
con il primo raduno stagionale della
squadra nazionale
maschile senior andato in scena dal 6
all8 febbraio nelle
acque di Pozzuoli
presso la struttura
Play Off, sede del
CRTT centro sud.
Schierati in campo dal DT Rodolfo
Vastola e da tutto
lo staff tecnico i
migliori atleti dItalia per prendere
parte ad un primo
rientro in acqua,
con lintento di
lavorare insieme
verso obiettivi comuni, integrare ed
uniformare il gruppo, implementare
e definire strategie
tecnico-tattiche da
adottare in campo.
Hanno partecipato
al raduno i siciliani
Edoardo Corvaia,
Davide
Novara,
Andrea Romano,
Gianmarco Emanuele e Fabrizio
Santino (Kst 2001
Siracusa), Niccol Santocchini e
Gianluca Di Stefano (P.N.Katana),

La Kst Siracusa presente in nazionale con Edoardo Corvaia,Davide


Novara,Andrea Romano,Gianmarco Emanuele e Fabrizio Santino
Agatino Licciardello (Jomar Catania).
Questo
raduno
rappresenta loccasione per inaugurare ufficialmente la
stagione 2015 che
avr come obiettivo pi importante
la
partecipazione al Campionato
Europeo di Essen,
in Germania, in

programma dal 27
al 30 agosto - ha
commentato il DT
Rodolfo Vastola lappuntamento
servito come prima
verifica per capire
il livello della preparazione invernale ed eventuali aree
di allenamento da
potenziare. I ragazzi hanno lavorato

Calcio serie D, contro il Toger


istituita la giornata granata

Il Noto comunica che in occasione


dellincontro tra i granata e la Tiger,
in programma il 15 Febbraio 2015
allo stadio Scrofani-Sallustro di
Palazzolo Acreide (SR), stata istituita la giornata granata.
Come evidenziato gi ad inizio stagione, in occasione della giornata
granata saranno sospesi accrediti
e abbonamenti e si potr assistere
allincontro mediante lacquisto del
biglietto dingresso.
Inoltre si invitano tutti i tifosi e i
supporter che assisteranno allincontro tra Noto e Tiger ad indossare
o portare con se qualcosa di colore
granata in modo da sostenere anche
visivamente, oltre che a gran voce,
la squadra chiamata a dare il massimo nel corso della gara.

bene, sodddisfando le aspettative


del settore tecnico.
Il lago di Lucrino
stato un campo
ottimale, protetto
dal vento, che ci ha
permesso di svolgere tutti gli allenamenti previsti".
Continua
anche
questanno
lattivit di scouting
giovanile presso i
CRTT (Centri di
riferimento tecnici
territoriali) perch
siamo convinti che
sia necessario lavorare sul territorio a
stretto contatto con
le societ - continua Vastola - "Vogliamo
riconfermare ai CRTT una
funzione determinante nel definire
le rappresentative
azzurre di U21 e
U18, dando la possibilit di svolgere
i test indicativi interregionali anche
a tutti quegli atleti
Senior che vogliono mettere in luce
le proprie capacit
davanti allo staff
federale provando

a guadagnarsi un
posto nella rosa azzurra".
"Abbiamo deciso
di integrare in questo primo raduno
dei nuovi innesti
provenienti dalla
squadra under con
lintenzione di fargli fare esperienza,
verificare il livello
raggiunto e cercando di ridurre il
gap con la prima
squadra.
Hanno
partecipato quasi
tutti i big di specialit, con qualche
piccola defezione
momentanea
per
motivi lavorativi e
di studio. Il lavoro
svolto in acqua ha
visto nella giornata
di sabato mattina
allenamenti incentrati sulla marcatura a uomo ed il
pressing, per poi
proseguire con le
strategie offensive il pomeriggio e
difensive la domenica mattina. Per
la squadra senior,
- conclude Vastola - consolidato il
bagaglio tecnico,
stiamo dando maggiore importanza
alle capacit tattiche in campo".

In Breve
Ciclismo,l'ASD Rosolini
pronti per il "Trofeo
del Mediterraneo"
Gli atleti della societ asd ciclistica Rosolini, sono
pronti a debuttare
in sella alle proprie mountain bike,
domenica 15 Febbraio a Canicattini
Bagni alla gara 1a
prova di campionato "trofeo del mediterraneo".
"Siamo
presenti
con diversi atleti
nelle varie categorie - afferma il
presidente Ignazio
Caschetto -, speriamo di fare bene
anche quest'anno
infine ringrazia tutti gli sponsor per la
stagione 2015"

Atletica Lentini si aggiudica la "Siracusa


Ekiden Marathon"
La buona prestazione dell'ultimo
frazionista ,Giovanni Cavalloregala il podio ai lentinesi con il tempo
di 2 ore e 41 minuti.Il secondo posto va alla societ
sportiva siracusana
"Amico corridore
Siracusa".
Buona anche la prova
degli altri aretusei
dell'Ortigia Marcia
con Salvatore Imbesi.

Moto, buona la prova


dei piloti del Moto Club
Siracusa ai camp. Reg.
Alla Prima Prova
del
Campionato
Regionale Enduro organizzata dal
Moto Club Caltagirone, con la presenza di quasi 200
iscritti.
Il
primo
posto di categoria
"SuperVeteran"
andato a Piero Nieli ed il terzo posto a
Salvatore Salesi.