Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Politica

Nel fango di Castelbuono


il Siracusa racimola
un punticino

Interrogazione
alla Camera
sul nuovo ospedale
A pagina nove

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
marted 10 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 57 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. Tanti i telespettatori della trasmissione LArena su Raiuno

Quattro milioni di indignati


per i consiglieri comunali

La loro autodifesa infanga Siracusa durante la diretta Tv


Come la benzina sul fuo-

gettonopoli

E stamane
si ritorna
in aula

prevista per questa


mattina in piazza Duomo,
davanti al palazzo del Senato, una protesta da parte
dei militanti di alcuni movimenti politici di opposizione. Dopo la trasmissione LArena, andata in
onda su Raiuno domenica
pomeriggio, la questione
gettonopoli diventata di
primaria importanza politica a Siracusa. La manifestazione prevista in
coincidenza della seduta
del Consiglio comunale,
convocata dal presidente
Leone Sullo su diversi argomenti.
A pagina tre

augusta

cronaca

Pedofilia
Diplomificio
Condannata
on-line
Condannato la Calvo
E

stato condannato a
sei mesi di reclusione,
con la sospensione condizionale della pena.
A pagina quattro

Hanno

rimediato la condanna lex presidente del


consiglio comunale di Rosolini, Patrizia Calvo.
A pagina quattro

Furono arrestati a dicembre

Furti a raffica
Nuova ordinanza
per una coppia

POLITICA

co la sparata dei consiglieri comunali siracusani


durante la diretta TV. Gli
uomini della Digos della
Questura di Siracusa sarebbero gi al lavoro per
lacquisizione di tutti gli
elementi probatori scaturiti dai diversi programmi
televisivi e dagli articoli
dei giornali sulla vicenda
legata allo scandalo denominato Gettonopoli; gli
investigatori dirigono.

posti di lavoro della


Stes Srl con ventisei addetti e dellUtilservice Srl
con 45, potrebbero essere in buona parte tagliati

uova ordinanza di custodia cautelare per una coppia


di siracusani, che era stata arrestata alla fine del mese di
dicembre a seguito di un tentativo di rapina ai danni del
titolare di una gioielleria. I poliziotti della Squadra Mobile hanno eseguito un ordine di custodia cautelare.

A pagina tre

A pagina sei

A pagina sette

Stes e Util
service: 60
posti a rischio
I

di Concetto Alota

Domani lautopsia sul corpo


del 52enne di Solarino
La magistratura
siracusana ha aperto
uninchiesta per la
morte di un paziente,
avvenuta poche ore
dopo le dimissioni
dallospedale.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
CETTY VINCI

Proposta
per ridurre
i gettoni
di presenza

Sicilia 10 marzo 2015, marted

Sar

depositata al Comune dalla consigliere


comunale Cetty Vinci la proposta di delibera
a seguito del caso "gettonopoli". "Ritengo opportuno - afferma la Vinci - un intervento del
Consiglio comunale che non sia declinato al
tempo futuro ma avvenga immediatamente. E
penso che le proposte anticipate dalla maggioranza consiliare che sostiene il Sindaco Garozzo
sull'argomento siano i soliti "annunci", sia per-

10 marzo 2015, marted

ch di concreto agli atti non c' nulla, sia perch senza


una riduzione del tetto massimo dei gettoni cumulabili
baster semplicemente per loro aumentare il numero
delle sedute, sia perch a questi annunci non corrisponde
ad oggi una riduzione del numero di convocazioni delle
commissioni consiliari, come dire non c' coerenza tra il
dire e il fare. Il provvedimento allegato sar depositato,
invece, oggi e potr essere votato da subito, se i colleghi
lo vorranno".

I consiglieri rilanciano la questione

Maggioranza
in Consiglio
Avanti tutta
senza mutare
Sulle polemiche sorte sull'eccessivo costo
della politica addebitato ai consiglieri comunali di Siracusa, gli
attuali consiglieri di
maggioranza tengono
a precisare che sebbene dall'anno dell'insediamento questi costi
sono notevolmente diminuiti rispetto i dieci
anni precedenti (anno

2003 831.169,88,
anno 2005 823.409,
anno 2009 863.398,
anno insediamento
519.290) stato un
nostro obiettivo abbassare i costi della
politica. L'argomento
in questione stato
oggetto di discussioni
durante i lavori dell'ottava
commissione
consiliare sin dal mese

di luglio del 2014,


cos come si potrebbe
evincere dalle locali
testate giornalistiche
e dai verbali di quelle
sedute, nelle quali
stata affrontata la problematica inerente la
riduzione delle circoscrizioni nella nostra
citt e la riduzione dei
costi dei gettoni di presenza. L'orientamento

di informare i propri amministrati in maniera completa e cristallina.


Molte delle reazioni di questi giorni hanno visto accusare il portavoce del MoVimento 5 Stelle allARS Stefano Zito, di occuparsi del
suo lavoro a Palermo e ad impegnarsi a modificare la legge 30/2000.
Il Sindaco Garozzo e molti consiglieri forse non sanno che uno tra i
primi atti di Zito allARS, il 22 dicembre 2012, stato proprio quello
di presentare una proposta di modifica alla legge regionale n. 30 del
2000, in particolare della parte che consente ai datori di lavoro dei
consiglieri comunali e provinciali di ricevere un indennizzo quando
questi si assentano per motivi istituzionali.

Gettonopoli e la falla
sullappalto dei rifiuti
Nessuno ha messo
in evidenza
le indagini
della Digos sulle
fantassunzioni

Qui sopra, la trasmissione de LArena.

prevalso all'interno dei


gruppi di maggioranza
a sostegno dell'amministrazione Garozzo,
che sar sottoposto in
tempi rapidi all'approvazione del consiglio
comunale prevede:
1) riduzione del numero delle commissioni
consiliari da 8 a 5
2) decurtazione del
20% del gettone di

presenza per le sedute


di consiglio comunale
e di commissione consiliare.
3) nel caso di originaria mancanza del
numero legale nelle
sedute di commissione consiliare, non si
avr diritto ad alcun
gettone di presenza.
Il rimborso ai datori
di lavoro, nel caso in

Reale al contrattacco
Responsabilit
politica rilevante
o mantenere ad un livello eccessivo,
i costi della politica, anche ove fosse
perfettamente legale, quando la gente muore di fame e perde il lavoro, mi
pare che siano rimasti in pochissimi, e
tra questi, evidentemente, coloro che
difendono quella delibera e la propria
scelta di votarla e/o di utilizzarla.
Per quanto mi riguarda io sul social network non ho "provato" a differenziare
il comportamento dei tre consiglieri comunali di Progetto Siracusa, ci sono sicuramente e perfettamente riuscito, anche perch era molto facile: 1) Milazzo,
Sorbello e Rodante quella delibera non
l'hanno votata. Non sono i soli a non
averla votata, ma certamente sono tra i
pochi che non l'hanno fatto; 2) Milazzo
non ha mai delegato le proprie funzioni

n merito alle polemiche scatenatesi dopo la pubblicazione dellinchiesta sui


costi del Consiglio Comunale di Siracusa, vogliamo precisare alcuni aspetti
della vicenda. Intervento del M5S, che continua: Lintento del nostro lavoro
stato quello di fare una operazione di trasparenza sullattivit del consiglio
e dei consiglieri che, essendo personaggi pubblici, per il ruolo che ricoprono
e per il mandato elettorale che hanno ricevuto dai cittadini, hanno il dovere

Cronaca di Siracusa

politica. lha sollevata il consigliere salvo cavarra

il leader di Progetto siracusa

Sei presidenti di commissioni consiliari mi attaccano cos aspramente,


evidentemente sono proprio importante, direi un leader. Sono le parole
dellex assessore Ezechia Paolo reale, che prosegue: Sono quasi deluso che manchino le firme degli altri
due presidenti di commissione che,
evidentemente, non si sono risentiti della mia, in verit ovvia e quasi
banale, presa di posizione politica.
Non posso che ribadire che la delibera di cui parlano i "sei presidenti"
assurta (non certo sorta) "agli onori
della cronaca" non per la sua, pi che
probabile, illegittimit, ma per la sua
evidentissima inopportunit.
A non comprendere che oggi profondamente sbagliato aumentare,

Il M5S: La nostra operazione


di trasparenza sul Consiglio

Sicilia 3

di capogruppo di Progetto Siracusa agli


altri due consiglieri ed ha partecipato,
come capogruppo, a pochissime delle
innumerevoli commissioni sinora convocate (la cui importanza e necessit
materia sulla quale ciascuno resta libero di esprimere la propria opinione);
3) nessuno dei tre consiglieri comunali
di Progetto Siracusa riveste la carica di
presidente di commissione e non ha,
quindi, responsabilit n del numero di
sedute convocate, n della loro durata,
n degli argomenti trattati.
E non parlo di responsabilit penale,
amministrativa o contabile, e quindi
di persone "per bene" o meno, ma di
responsabilit politica, cio di responsabilit agli occhi dei cittadini che, di
fronte a rilievi etici pi che giusti.

oggetto, si ridurrebbe esclusivamente al


tempo impiegato per il
raggiungimento della
sede di commissione
e il ritorno al posto di
lavoro.
4) riduzione del numero delle circoscrizioni
da 9 a 2 mantenendo
solo Cassibile e Belvedere con 5 consiglieri.
Alla luce di questa
proposta che sar conclusiva di un percorso
gi nel tempo avviato
e che porter ad una riduzione importante del
costo della politica pari
ad oltre 500.000, che
si assomma alla gi
determinata riduzione
del 20% delle indennit del sindaco e della giunta, si evidenzia
che il ruolo del consigliere comunale sino
ad oggi svolto rimane
quello di rappresentante delle istituzioni
e quindi servitore del
bene della collettivit,
e non di mero impiegato stipendiato cos
come qualcuno avrebbe voluto fare apparire. A tutto questo, a
partire dalla prossima
consiliatura, ai costi
delle
circoscrizioni
sar decurtata la spesa
per il mantenimento
di sette circoscrizioni
quantificabile in altri
240.000.

Come la benzina sul fuo-

co la sparata dei consiglieri


comunali siracusani durante la diretta TV. Gli uomini
della Digos della Questura
di Siracusa sarebbero gi
al lavoro per lacquisizione di tutti gli elementi
probatori scaturiti dai diversi programmi televisivi
e dagli articoli dei giornali
sulla vicenda legata allo
scandalo denominato Gettonopoli; in particolare
gli investigatori dirigono
lattenzione su quanto detto dai consiglieri comunali
durante la diretta e capirne
gli inghippi nelle diverse
sfaccettature, specie sulle
dichiarazioni che assumono linteresse della notizia
di reato rilasciate alla pubblica opinione dal consigliere Salvatore Cavarra
durante la trasmissione,
specie quando i suoi strali
sono stati lanciati sui dubbi e le pressioni fatte sulla
preparazione del bando
di gara per la concessione
del servizio della raccolta
dei rifiuti urbani della citt
di Siracusa, arrivando a
parlare di ecomafia, cos
come sulla gestione degli
asili nido, con il riferimento a delle minacce che a
suo dire avrebbe ricevuto
per 15 volte e di una
regia molto pi grande del
M5Stelle. Ma quello che
spiace e che salta agli occhi il fatto che Siracusa
stata additata come un

In foto, un momento della trasmissione LArena di Raiuno.

luogo dove la legalit non


di casa, e che per giunta
si insiste nel perseverare
nella generalit della mala
politica; questo ha generato
unimpressione negativa tra
la pubblica opinione italiana, mentre non mai stata
posta lattenzione sui sei
consiglieri comunali e della
relativa inchiesta denominata Fantassunzioni, coordinata dalla Procura della

Repubblica di Siracusa e
condotta dalla Digos, diretta dal dottor Vincenzo
Frontera. Sarebbe stato
molto meglio per i consiglieri comunali intervenuti
nella trasmissione nella diretta di Rai Uno di domenica, LArena di Giletti, dire
tra le tante cose che sappiamo fare i siracusani ci sono
anche le azioni per scoprire e punire chi commette

dei reati, compreso quelli a


danno del pubblico denaro.
Per la cronaca, sui sei ex
consiglieri comunali a suo
tempo indagati nellambito
dellinchiesta Fantassunzioni, Sergio Bonafede,
Adolfo Mollica, Piero Maltese, Riccardo Cavallaro
e Riccardo De Benedictis,
consigliere rieletto e raggiunto dal provvedimento
, invece, Franco Formica,

prevista una manifestazione di protesta

Dopo le polemiche oggi


si torna in aula Vittorini
E prevista per questa mattina in piazza Duomo, davanti al palazzo del Senato, una protesta da parte dei militanti di
alcuni movimenti politici di opposizione.
Dopo la trasmissione LArena, andata
in onda su Raiuno domenica pomeriggio,
la questione gettonopoli diventata di
primaria importanza politica a Siracusa.
La manifestazione prevista in coincidenza della seduta del Consiglio comunale, convocata dal presidente Leone

Sullo per affrontare diversi argomenti.


Inevitabile il ritorno sulla questione gettonopoli.
Si cercher di fare il punto della situazione che non sar di certo molto
tranquillo rispetto a quanto emerso in
queste ultime ore dopo due trasmissioni
televisive di livello nazionale, dedicate
allargomento dei gettoni di presenza
percepiti dai consiglieri comunali. Prevista la relazione annuale del sindaco.

e sui sette datori di lavoro,


Natale Calafiore, Giuseppe
Serra, Sebastiano Solerte, Roberto Zappal, Paolo Pizzo, Marco Romano,
Maurizio Masuzzo, insiste
il procedimento penale davanti allUfficio del Gup del
Tribunale di Siracusa. Ma
al di l delle forme e della
sostanza, i componenti del
consiglio comunale di Agrigento, che agli effetti pratici hanno speso una somma
molto inferiore a quella dei
consiglieri siracusani, si
sono dimessi al solo sentire
la prima protesta popolare
della gente che si ribellata, e dove tra le altre cose
gridava: Noi non possiamo
mangiare e voi sperperate i
soldi di tutti. Dimettetevi!
E mentre la gente muore di
fame e vive di stenti, la citt
ridotta ad una tomba, suona sinistra la giustificazione
azzardata con la comunicazione resa nota dai consiglieri di maggioranza ieri
sera, dove si tenta unarrampicata sugli specchi da fare
arrossire i pi incalliti tragedianti della tarda Grecia.
Si scrive che in una delle
tante riunioni si parl di abbassare le spese con la soppressione di una parte delle
circoscrizioni e, nel frattempo, tanto per, anche della
diminuzione dei gettoni di
presenza. Come si potrebbe
definisce questo maldestro
ulteriore tentativo di nascondere quel fango gettato
sui siracusani di questa classe politica che non riesce
nemmeno a difendersi dalle
accuse e da una figuraccia
di davanti a 4 milioni di
italiani durante la diretta di
domenica? Traditi dalla vanagloria. Caduti nel tranello
mediatico. Meglio sarebbe stato nascondervi o fare
i pesci in barile. Una bella
faccia tosta sopra la sublime
presunzione. La morale non
sempre si sposa con lonest intellettuale, specie per
chi stato eletto a difendere
gli interessi della comunit.
Come per Agrigento il consiglio cos semplicemente
servito dal grido di dolore
popolare: dimettevi!
Marco Giusti

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 10 marzo 2015, marted

10 marzo 2015, marted

CRONACA. 4 mesi la pena per il reato di truffa

Diplomificio a Rosolini
Condannata la Calvo

La sentenza ha riguardato anche il marito


per la vicenda che risale al periodo 2007-2008

Hanno rimediato la con-

danna lex presidente del


consiglio comunale di
Rosolini, Patrizia Calvo,
e il marito Francesco Covato, il processo scaturito dalloperazione della
Guardia di Finanza di
Noto, Chirone, su un
presunto diplomificio avviato allistituto parificato Nuovo Quasimodo
di Rosolini, del quale la
Calvo era coordinatrice
didattica.
Il giudice monocratico
del Tribunale di Siracusa,
ha inflitto la condanna a 4
mesi di reclusione oltre al
pagamento di 120 euro di
multa con la sospensione
condizionale della pena.
I due imputati sono stati
condannati anche al risarcimento dei danni a una
delle tre studentesse, che
si costituita parte civile
con il patrocinio dellavvocato Giovanni Giuca.
Per il giudice sarebbe stata
provata la responsabilit
dei due imputati che dovevano rispondere del reato
di truffa per avere creato

In foto, Patrizia Calvo.

falsi curricula scolastici in


modo da consentire a studenti, che non ne avevano
titolo, il conseguimento
del diploma a fronte di
un prezzo gi fissato e per
permettere alla scuola il
mantenimento dello status
di istituto paritario.
Loperazione scatt nel luglio del 2010, coordinata
dal sostituto procuratore
Andrea Palmieri, e riguar-

da un periodo compreso
tra il 2007 e 2008. Tre le
denunce attorno alle quali
scattata linchiesta della
Procura di Siracusa, nella
quale sono state coinvolte
in un primo momento 52
persone, quella di due studentesse avevano riferito
di avere pagato la somma
di 3.200 euro, mentre una
terza pag 2.250 euro in
cambio della certezza di

essere ammesse agli esami di Stato e di conseguire


il diploma di scuola media
secondaria. Le indagini
hanno portato al sequestro di una grande mole
di documentazione presso
listituto scolastico rosolinese; documentazione
verificata dalle fiamme
gialle e riscontrata con le
dichiarazioni rese da molti
studenti.

CRONACA.
deceduto
domenica
mattina poche ore dopo
essere stato
dimesso
dallospedale
Umberto I
di Siracusa

Augustano
ventiseienne
condannato
per pedoflia
on line
E

stato condannato
a sei mesi di reclusione,
con la sospensione condizionale della pena, un
augustano di 26 anni,
che doveva rispondere
del reato di divulgazione di materiale a
sfondo pedopornografico. La condanna stata
irrogata dal giudice
monocratico del tribunale di Siracusa, a
conclusione del relativo
processo.
La vicenda risale al
gennaio 2006 ed stata
portata alla luce dalle
indagini della Polizia
postale di Bari, che
aveva intercettato un
file su Internet a esplicito contenuto pedofilo
che era stato immesso
in rete proprio dallimputato. Gli investigatori si sono, quindi, recati
al domicilio delluomo,
che era volontario di
una cooperativa che
opera nellambito
dellanimazione per i
bambini, dove hanno
sequestrato il computer
e i file in esso contenuti,
prove per la sua condanna.

Ferata Isab: i dubbi


sulla manodopera locale
mentano il potenziale di rischio. Quando si
portano dei lavoratori di questo genere, si
creano difficolt nel territorio: noi abbiamo
grandi difficolt occupazionali e tanti disoccupati che possono essere utilizzati, oggi, in
base alla professionalit richiesta. Stesso discorso viene fatto con i pensionati. Noi non
siamo contro i pensionati, per siamo contro
un utilizzo sproporzionato di attivit di medio
e basso livello quando si utilizzano pensionati
quando invece si potrebbe utilizzare personale che non rientra pi negli ammortizzatori sociali. Daltronde, lo stesso Munaf proprio
in previsione della Fermata Isab che sarebbe
partita a marzo nella riunione di Confindustria aveva puntualizzato: Per avere una ricaduta significativa sul territorio, queste Fermate devono prevedere tre cose: limpiego della
manodopera locale, stessa cosa per le aziende
coinvolte che dovranno essere del territorio e
terza e non ultima cosa, la sicurezza. La fer-

Cronaca di Siracusa

CRONACA

li ha espressi il segretario generale provinciale UIL

l via i 47 giorni della Fermata Isab con


circa 2.500 unit medie impiegate (e con
punte massime di 3 mila). Per il segretario
territoriale della Uil Stefano Munaf, per,
rimangono ancora alcuni aspetti da chiarire.
La produttivit del singolo impianto, la
messa a punto delle macchine, le scadenze
e i controlli ministeriali. Nella programmazione della fermata generale dice Munaf
-, occorre fare i controlli su tutti i reparti e
le fermate, inizialmente previste in tre anni,
poi in quattro, adesso sembra in cinque,
vengono programmate in base ad alcune
esigenze.
Noi abbiamo qualche perplessit sulla tenuta della sicurezza perch quando si fanno
fermate di una certa entit come questa con
un personale che arriva a punte di 3mila,
sorgono dei dubbi: tutto il personale che
arriva e gli impianti sezionati in ogni area
con un general contractor* significa manodopera non locale. Perch questo general
contractor che molto probabilmente viene
dallesterno, ti porta una grande quantit di
lavoratori provenienti da fuori Siracusa o
fuori Sicilia, poi utilizza una grande quantit di sub-appalti e tutte queste cose au-

Sicilia 5

mata, infatti, dovr svolgersi nella massima


sicurezza perch c sempre un potenziale
di rischio notevole e anche se oggi le tecnologie sono pi avanzate, non bisogna sottovalutare il problema. Soddisfatti? Direi
di no, perch fin quando questi incontri si
svolgono senza arrivare al nocciolo del problema non andremo avanti. Se lobiettivo
quello di avere una ricaduta occupazionale
importante, bisogner farlo con personale
del territorio, tranne laddove sar richiesta
una competenza specifica.
Ricordiamo che la Fermata generale riguarda in particolare gli impianti Sud e viene
organizzata per garantire la marcia affidabile della raffineria, eseguendo le ispezioni
previste per legge (che richiedono gli impianti fermi) e le modifiche per migliorare la sicurezza. Lultima fermata generale
risale al 2011 mentre si programma gi la
prossima, prevista per il 2020.

Nella foto, Giuseppe


Adorno.

Domani lautopsia sul corpo


del 52enne solarinese
L

a
magistratura
siracusana ha aperto
uninchiesta per la
morte di un paziente, avvenuta poche
ore dopo le dimissioni dallospedale
Umberto primo
di Siracusa. La Procura ha aperto un
fascicolo dopo che
i familiari di Giuseppe Adorno, il
52enne solarinese,
deceduto domenica
mattina, hanno chiesto di fare chiarezza
sulle cause dellimprovviso
decesso
del loro congiunto.
La moglie della vittima non riesce a capacitarsi della morte
del congiunto, avvenuta in maniera
repentina e soprattutto non comprende perch i sanitari
lo abbiano dimesso
quando il quadro
sanitario delluomo
sarebbe stato cos
grave da averne provocato il decesso
poche ore dopo il
suo ricovero.
Una prima risposta in tal senso si
attende
dallesito
dellautopsia che il
pubblico ministero
Caterina Aloisi ha
gi disposto, affidando il relativo incarico al medico legale Orazio Cascio.
Il magistrato vuole
comprendere se vi
siano eventuali responsabilit da parte

Luomo era stato trasportato al pronto soccorso a causa


di una iperglicemia ma dopo dodici ore stato dimesso

dei medici in servizio al pronto soccorso del nosocomio siracusano, che hanno
avuto modo di sottoporre a visita medica
luomo, disponendone poi le dimissioni. La famiglia
della vittima ha dato
incarico al medico
legale Corrado Cro,
di affiancare il consulente della Procura della Repubblica
di Siracusa, durante
lesame autoptico.
E proprio dalla de-

nuncia dei congiunti


di Adorno, che hanno affidato la propria difesa allavvocato Antonio Sala,
che la magistratura
ha aperto un fascicolo dinchiesta, legata
a scoprire le cause
della morte delluomo. Loro sostengono che la vittima,
da tempo ormai in
dialisi, nella giornata di venerd si
sarebbe sottoposto
alla seduta presso
il centro dialisi di

Floridia e che a tarda


sera avrebbe accusato un aggravamento
della salute che ne
ha consigliato il ricovero allospedale
Umberto primo
di Siracusa. Ricovero avvenuto poco
prima della mezzanotte e da quel momento i sanitari lo
hanno tenuto sotto
osservazione perch
avrebbero constatato
iperglicemia, ovvero
la presenza di troppo
glucosio nel sangue.

Il paziente avrebbe
trascorso la notte in
ospedale e dopo dodici ore, quindi intorno a mezzogiorno di sabato scorso,
dopo
unulteriore
verifica dei valori
del sangue, i sanitari
lo avrebbero dimesso con il consiglio di
sottoporsi alla cura
costante da parte
del medico curante
e, comunque, di rimanere in assoluto a
riposo a casa.
Il paziente avrebbe

Quasi tutti non ricordavano nulla degli espisodi sollecitati

Sentiti altre parti offese


al processo Knock out
Sono state sentite altre tre parti offese al
processo scaturito dalloperazione antimafia
Knock out. Tra tanti non ricordo, il pm
Andrea Ursino della direzione distrettuale
antimafia di Catania, ha esaminato gli imprenditori Mohamd Maida, titolare di una
macelleria, e Salvatore Nigro. I due hanno
dato un apporto molto relativo ai lavori processuali. Pi articolato lesame del distributore di videogiochi, Di Natale, il quale ha
confermato di avere collocato alcuni videogames presso il circolo Las Vegas, gestito
da Leonardo Vicario. Il teste ha riferito in
aula di avere avuto contatti solo con Vicario
e di non avere fornito videopoker. Nessun
contatto con gli imputati, men che meno con
Salvatore Battaglia. La prossima udienza
fissata per il 23 marzo.

In foto, il palazzo di Gustizia.

rispettato ogni indicazione dei medici,


solo che, trascorsa
la nottata in maniera apparentemente
tranquilla, lindomani mattina, intorno
alle 6, quando si
svegliato per sottoporsi a una nuova dialisi, ha avuto
appena il tempo di
alzarsi dal letto per
precipitare sul pavimento, stroncato sul
colpo senza che la
moglie abbia avuto
alcuna possibilit di
soccorrerlo o di fare
intervenire qualcuno
per strapparlo alla
morte.

presunto
falsario
rimane
ai domiciliari

Resta agli arresti domiciliari lavolese di


42 anni, Santo Lanteri, acciuffato venerd
scorso dagli agenti
della Polizia di Stato in servizio presso
la sezione di polizia
giudiziaria della Procura della Repubblica di Siracusa con
66 banconote da 50
euro ciascuna false,
oltre ad attrezzature
atte alla falsificazione delle banconote.
Lindagato comparso ieri mattina
dinanzi al Gip del
Tribunale, Michele
Consiglio.

societ 6

Sicilia 10 marzo 2015, marted

Stes e dellUtilservice a rischio


sessanta posti di lavoro

Si tratta delle ditte che per anni si sono occupati dei servizi al Comune di Siracusa
sapere, ma gi si alla falsa volont diI posti di lavoro

della Stes Srl con


ventisei addetti e
dellUtilservice Srl
con quarantacinque,
potrebbero essere
in buona parte tagliati dal comparto
dei Servizi allinterno del Comune di
Siracusa, nonostante
lapparente diversa
volont dellamministrazione comunale. Le due realt imprenditoriali,
molto specializzate,
sono legate fin dalla nascita impegnate nella gestione di
vari Servizi presso il
Comune di Siracusa
di Siracusa; ma ora
la scure dei tagli
alle spese si abbatte
in maniera indiscriminata sui sessanta
dipendenti in forza,
e che si potrebbero
sommare agli altri
che si trovano gi in
precarie condizioni
per un posto di lavoro perduto. Nelle
gare dappalto prevale sempre, come
logica vuole, la forza dei numeri. Infatti, per i lavori della
manutenzione degli
impianti
elettrici,
segnaletici orizzontali, verticali e luminosi, di tombini
e pozzetti in H24,
in cui era impegnata
la Stes Srl nel Comune di Siracusa
fin dal 1997; condizione giuridica che
passata attraverso
la formazione e la
collocazione degli
ex LSU provenienti
dalla storica Sielte,
cos come da altre
realt al tempo liquidate, a una cooperativa di Servizi
per poi aggregarsi
tra di loro attraverso
una Srl, costituita e
finanziata con soldi
dei soci lavoratori, con un organico
raggiunto di ben
ventisei unit lavorative; ma alla gara
per i Servizi che era-

Palazzo del Vermexio.

no affidati alla Stes


Srl, in un bando con
levidenza pubblica
e la cui istruttoria
ancora in fase di
analisi, si presentata una sola azienda,
la Siram Spa di Milano, con un ribasso del 27,53%, che
sviluppa un importo
totale per i quattro
anni di appalto complessivo
previsto
pari a 715.500, 00
euro, e dove la Stes
Srl non ha inteso
partecipare perch,
al dire dei responsabili aziendali, sarebbe impossibile
garantire e sostenere i relativi servizi
con quella somma
tagliata due volte,
quando gi limporto dei lavori aveva
da qualche tempo
superato e si avvicinava, nei termini
pratici, intorno al
milione di euro. Il
risultato della gara,
viste le prime luci
nei volti dei diversi
interessati gi allapertura delle buste,
e secondo alcuni dirigenti della societ
uscente, potrebbe far
svegliare tanti fantasmi giuridici collegati e relazionati al
passato legato a una
legge che regolava
in maniera del tutto
diversa il percorso
burocratico e lavorativo, nonch laspet-

to del rapporto di
lavoro tra lazienda
e i dipendenti, cos
come alla preparazione dello stesso
bando di gara, e che
potrebbero
comportare dei risvolti
giudiziari rilevanti, e che potrebbero
caricare le spalle
dei siracusani di altri debiti da pagare,
sulla scia dellOpen
Land, i cassoni alla
Marina e tanto altro
ancora. Nei fatti pratici e al solo dire, a
essere avvantaggiate
sono state sempre le
casse del Comune
di Siracusa, per la
disponibilit dellazienda a mantenere
lefficienza lavorativa e organizzativa
tagliando i costi al
massimo
ribasso.
Si in attesa delle
verifiche documentale della gara dappalto, come anche
della
congruenza
contabile intercalata
nellorganizzazione
del lavoro specifico

e che potrebbe apportare sostanziali


modifiche rispetto
alla vecchia maniera o uso che dir
si voglia.
Per
lUtilservice
Srl, con un organico di circa quarantacinque persone e
che si occupavano
dei Servizi verso il
Comune di Siracusa
nel comparto della
manutenzione del
cimitero, del verde
in genere, la guardiania, il supporto
logistico e tanto altro, la gara dappalto di riferimento
stata aggiudicata a
una societ di Udine, con un ribasso
del 27,40, mentre
la musica suonata, a ben sentire e
a ben vedere, sarebbe identica a quella
della gemella Stes
Srl prima descritta.
Quale sia il destino
dei circa sessanta dipendenti delle
due societ, non
al momento dato

parlerebbe di unit
in esubero, rispetto
al reale fabbisogno,
mentre nella fattispecie la societ
subentrante avrebbe
potuto fare un ragionamento diverso
sullorganizzazione
del lavoro, in conseguenza al taglio dei
costi e nei bandi di
gara riferiti, di fatto,
e nel diritto.
Unaltra
pagina
oscura per Siracusa
e che si aggiunge a
tutte le altre vertenze aperte contro il
vivere delle famiglie siracusane colpite dalla crisi del
sistema politico e
sociale imperante e
il tritacarne della
Spending review.
Negli ambienti politici e giudiziari
si parlerebbe di un
cambio della guardia, o di squadra,
per tutto lo scenario
degli appalti locali, che si vorrebbe,
insieme al cambio
di casacca al potere temporale, cambiare la volont nei
riferimenti nelle societ cui indirizzare
le varie gare dappalto, come nella
logica del Cavallo
di Troia per far entrare i nemici della
vecchia
nomenclatura politica nel
territorio ancora da
conquistare del tutto, o forse da riconquistare. Il paradosso che impone la
riflessione su tutta
questa logica condizione, legata forse

Unaltra pagina oscura per Siracusa


e che si aggiunge a tutte le altre vertenze aperte contro il vivere delle famiglie
siracusane colpite dalla crisi del sistema
politico e sociale imperante e il tritacarne della Spending review

chiarata, in cui da un
lato si vuole tagliare
la spesa per i servizi alla gente, mentre
dallaltra troviamo
ogni giorni nuovi
episodi di corruzione con tangenti
di somme elevate,
sia individuale, sia
multipla, e questo
a tutti i livelli della
gestione della cosa
pubblica. Inoltre, ci
confrontiamo ogni
giorno di pi con
episodi direttamente
collegati allantico
nepotismo per favorire amici e parenti
con i soldi pubblici;
ma anche legato agli
interessi personali di
chi stato eletto e
cerca di approfittare
del ruolo preminente
per avvantaggiare,
aggiustare, i propri
fatti economici.
Nelle fasi salienti della cronaca dei
fatti nazionale, sui
programmi LArena di Giletti su Rai
Uno e di Canale5
con Striscia la Notizia, che ha fatto
indignare
lintero
popolo italiano, si
registrato un gioco
ridicolo di narcisismo a tutto campo e
una difesa in palese
auto goal davvero
pesante per la parte
della classe politica
locale intervenuta;
ma nessuno ha ricordato che quella
della Gettonopoli
appena
scoppiata
la continuazione
dellinchiesta sulle
Fantassunzioni,
dove la Digos della
Questura di Siracusa
a suo tempo scoperchi quella pentola
di acqua sporca che
bolliva di nascosto e
che proprio in questi
giorni il Gup del Tribunale di Siracusa si
dovr pronunciare
sulla richiesta di rinvio a giudizio di sei
consiglieri comunali.
Concetto Alota

Sicilia 7

10 marzo 2015, marted

Cronaca di Siracusa

arrestata in occasione di una rapina

Furti a raffica
Nuova ordinanza
per una coppia
N

uova ordinanza di custodia cautelare per una


coppia di siracusani, che
era stata arrestata alla fine
del mese di dicembre a seguito di un tentativo di rapina ai danni del titolare di
una gioielleria. I poliziotti della Squadra Mobile
hanno eseguito un ordine
di custodia cautelare, su
richiesta del pubblico ministero Andrea Palmieri
ed emessa dal Gip del Tribunale di Siracusa a carico di Giuseppe Mauceri
di 40 anni e di Luisiana
Adamo di 27, accusati di
numerosi furti avvenuti in
negozi del capoluogo e di
altri centri della provincia

nel periodo tra il settembre ed il dicembre scorso.


Per gli investigatori sono
stati neutralizzati due soggetti che erano diventati
un vero e proprio incubo
per i negozianti. Tutto inizia il 23 settembre scorso
con il furto di una Toyota
Yaris che entrambi i congiunti avrebbero messo a
segno nel capoluogo. Alla
sola Adamo viene poi contestato il furto di diverse
paia di occhiali ai danni di
un negozio di ottica sito in
viale Scala Greca. Il fatto
avvenne il 19 novembre
scorso quando, secondo i
riscontri delle indagini dei
poliziotti, la donna avreb-

be fatto ingresso nel negozio, fingendosi interessata


allacquisto di un paio di
occhiali. Era, per, solo
un pretesto per distrarre
gli addetti e arraffare diverse altre paia di occhiali
e fuggire a gambe levate.
Laltro episodio contestato alla Adamo, risale al 13
novembre scorso, quando
con la stessa modalit, la
donna si sarebbe impossessata di sette maglioni,
esposti nel bancone di un
negozio di abbigliamenti
di Priolo Gargallo.
Al Mauceri, invece, viene contestato un furto
con spaccata, in concorso
con altre persone, che al

Giuseppe Mauceri e Luisiana Adamo

momento non hanno ricevuto alcuna comunicazione giudiziaria. Il fatto


avvenne la notte tra l8 e
il 9 novembre passato in
corso Matteotti a Siracusa
quando una banda entr
in azione e con una mazza mand in frantumi la
vetrata di un noto negozio
di abbigliamenti, arraffando quanta pi merce era
esposta. Lultimo episodio risale al 24 novembre
ed relativo a un furto
di caschi al negozio di
motociclette di viale Luigi Cadorna. La misura
custodiale il risultato
dindagini svolte dagli
investigatori che sono riu-

sciti a individuare nei due


indagati i presunti autori
di numerosi episodi di micro criminalit, attraverso
lesame delle vittime ma
soprattutto osservando le
immagini delle telecamere
della videosorveglianza.
Mauceri e la compagna si
trovano ristretti il primo in
carcere e la seconda agli
arresti domiciliari, dal 29
dicembre scorso, quando
sarebbero entrati in azione
in una gioielleria di viale Zecchino, dove hanno
messo a segno un colpo,
poi sfallito per la pronta
reazione della vittima della rapina.
R.L.

Iniziativa ambientale di erg renew

Iniziata ledizione 2015


di Vai con il vento

Inizia dalla Sicilia ledizione 2015 di

Vai col vento!, il progetto di educazione ambientale promosso da ERG


Renew col patrocinio del Ministero
dellAmbiente che coinvolge gli studenti delle terze medie dei comuni in
cui sono presenti gli impianti eolici. Tra
le citt siciliane interessate al progetto
c pure Carlentini. Dal 10 al 12 marzo
gli Istituti interessati saranno il Carlo
V e il Pirandello. Liniziativa vuole
sensibilizzare studenti e insegnanti sul
ruolo che le giovani generazioni possono attivamente assumere nel contribuire alla salvaguardia dellambiente

Elezioni

e allo sviluppo di una cultura della


sostenibilit in ambito energetico. Il
progetto prevede lezioni in classe nelle
quali si parler di fonti di energia rinnovabile, di tematiche ambientali e di
efficienza energetica. Seguir una visita guidata in un parco eolico durante
la quale i ragazzi potranno entrare a
diretto contatto con il funzionamento
dellimpianto e delle singole turbine.
Tecnici specializzati illustreranno, infatti, le differenti fasi di attivit, dalla
progettazione e realizzazione del parco
alla produzione e distribuzione dellenergia elettrica.

Rsu del pubblico impiego, la Uil


cresce ovunque. Lo ha sottolineato il segretario generale Carmelo Barbagallo, gli hanno
fatto eco i segretari delle varie categorie, dalla Pubblica amministrazione alla Funzione
del pubblico impiego e la scuola. Le nostre
categorie hanno messo a punto un sistema di
rilevazione dati che ci consente gi di effettuare proiezioni molto attendibili sul voto>>.
E soprattutto questi dati rappresentano un
grande segnale ha sottolineato Gesualda Altamore, segretario generale della Fpl Siracusa
per la nostra organizzazione sindacale: noi
siamo legittimamente in grado di rappresentare i lavoratori, anzi, siamo insieme con le
istituzioni la scelta pi democratica che ci
sia. Se queste proiezioni hanno confermato

Stabilimento Erg.

La soddisfazione del vertice del sindacato

Rsu funzioine pubblica: sostanziale


crescita in provincia

che la categoria un punto di riferimento per


i lavoratori, le amministrazioni dovranno tenerne conto e dovranno ascoltare la voce dei
lavoratori stessi. Per Antonio Setola, della
Uilpa territoriale, queste elezioni che hanno
abbracciato anche il pubblico impiego, sono
state indicative in fatto di consensi: I dati
sono raddoppiati rispetto allo scorso anno
ha detto e questo rappresenta un segnale
di radicamento e di crescita della Uil nel no-

stro territorio. Dalla Marina, alla Difesa alle


Agenzie fiscali, questi numeri sono lo specchio delloperato della categoria, un segnale
che si sta lavorando bene e che ci incoraggia a
proseguire su questa strada. Stesso discorso
per Mario Rubino della Uil Scuola: Siamo in
attesa dei verbali delle commissioni elettorali ma da una prima proiezione possiamo dire
che la Uil scuola ha confermato una sostanziale crescita.

SOCIET 8

10 marzo 2015, marted

Sicilia 10 MARZO 2015, MARTED

Prende il via, per

il nono anno consecutivo, il TG


Baby, la prima
punta di messa
in onda su Video
66 che andata
in onda a partire
da ieri alle 15,00
dopo il tg dedicata al 3 istituto
comprensivo Santa Lucia. Riscuote
sempre pi consenso e successo il
progetto Telegiornale in Classe nato
da una iniziativa
del direttore di
Video 66, dr Giuseppe Bianca (la
prima emittente
televisiva in Sicilia e a classificarsi
nel primo gruppo di protocollo
dintesa in Sicilia
per lassegnazione
della frequenza 21
e Lnc 286) indirizzato agli studenti delle classi
di scuola elementare, e ha lobiettivo di coinvolgerli nellanalisi
e nella lettura critica dellinformazione televisiva
e prepararli alla
comprensione e
allinterpretazione
dei fenomeni della comunicazione
in generale, quella
cio di confrontarsi con i ragazzi nel
loro territorio,
la scuola, attraverso la realizzazione
di un telegiornale
fatto da loro stessi,
Il TG Baby, al
suo nono anno
consecutivo
di
programmazione
concepito con
una nuova grafica
e un nuovo logo
il TG Baby ed
ospita almeno due
volte a settimana
alunni provenienti
da classi degli istituti del capoluogo,
con la possibilit
di conoscere come
si costruisce un
notiziario televisivo e confezionare
una puntata del
TG Baby.

Video 66:
i minori
soggetto
attivo
dellinformazione
televisiva
locale

Giornalisti in erba.

IX Progetto Telegiornale
in classe - Tg Baby
Le scuole partecipanti questanno:
11 istituti siracusani per un totale
di 22 classi della V elementare
e prima media,
circa 500 bambini e ragazzi
che questanno a
scuola si occuperanno di informazione e comunicazione.
Lobiettivo
del
progetto
Telegiornale in classe, quello di
guidare gli alunni nella fruizione delle notizie,

promuovendo
unabitudine stabile alla visione
del
telegiornale
e valorizzando il
concetto del tenersi informati.
A partire dalla visione in classe del
TG Baby come
attivit didattica,
i bambini sono
seguiti sino ad
arrivare alla realizzazione di un
telegiornale fatto
da loro stessi.
Fondamentale al
riguardo lattivit di confronto
con gli insegnanti

che prevedono la
realizzazione di
un telegiornale da
parte delle scuole
interessate (senza
alcun onere per
loro) con l'aiuto
degli esperti del
telegiornale. Lo
staff di Video 66
in costante contatto con linsegnante o le insegnanti
coinvolte nel progetto.
I TG Baby sono
preparati in classe
o nei luoghi in cui
si sceglie realizzare i servizi.
I servizi esterni,
che
sono
programmati in
classe, e sono realizzati con il supporto tecnico che
fornisce Video 66,
ove se ne presentasse la necessit.
Sono poi registrati presso gli studi
televisivi dellemittente
Video
66 in via Mosco a
Siracusa.
Il contenuto del
TG Baby a discrezione di ogni
singolo istituto,
tenendo presente
che gli argomenti dovranno in-

teressare la sfera
dei bambini con
particolare riferimento al luogo
in cui vivono, le
esigenze del territorio, le scelte che
dovranno essere
operate per migliorare lambiente, la qualit della
vita della citt, del
quartiere, del rione o della scuola
che frequentano.
Il TG Baby sar
condotto da due
alunni, scelti dalle insegnanti fra
coloro che dimostrano particolari
capacit di lettu-

ra ed esposizione. Iniziative di
questo tipo sono
importanti perch
non sempre i ragazzi guardano i
telegiornali mentre importante
far crescere il senso di cittadinanza
consapevole". Il
Telegiornale
in
classe si colloca
infatti nell'ambito
dei diversi progetti educativi promossi per quella
che viene definita
educazione alla
partecipazione attiva.
Obiettivo di questo progetto
accompagnare i
bambini e i ragazzi
nel crescere come
cittadini
consapevoli,
sentendosi cittadini nel
mondo, e aiutare
i minori a comprendere i meccanismi pi nascosti
dell'informazione.
Comprendere la
differenza tra comunicazione ed
informazione, abituarsi all'informazione quotidiana,
saper analizzare le
informazioni sono
tutti elementi di
crescita e sviluppo che se vengono
compresi permettono di partecipare attivamente al
processo comunicativo. progetto
unesclusiva realizzazione di Video 66.

Sicilia 9

La situazione
di emergenza
che la sanit
siracusana
vive in seguito
ai numerosi
sbarchi
di migranti

Pronto soccorso
dellUmberto I.

Il Psi presenta interrogazione parlamentare


al ministro Lorenzin sulla sanit siciliana
I

l deputato nazionale del Psi on. Oreste


Pastorelli ha presentato
un'interrogazione parlamentare
al Ministro della
Salute, on. Beatrice
Lorenzin, per quanto riguarda la sanit
siciliana. Il deputato socialista si
soffermato sui casi
di mala sanit che
hanno colpito recentemente la nostra regione, tra cui quello
relativo alla neonata
Nicole, al piccolo
Daniel, al maestro
di scuola elemen-

In rilevanza le problematiche della sanit siracusana


relative al pronto soccorso dell'Umberto I di Siracusa

tare di Niscemi che


dopo aver atteso per
ore un posto in rianimazione morto per
una emorragia celebrale e al caso scoppiato al Sant'Antonio Abate di Trapani
dove un uomo con
la pressione a 190
stato classificato dal
triage codice giallo
ed morto in attesa di essere nuovamente visitato. Nella stessa sono state

messe in rilevanza le
problematiche della sanit siracusana
relative al pronto
soccorso dell'Umberto I di Siracusa
dove stata denunciata la carenza di
coperte e al Muscatello di Augusta
dove in seguito agli
accertamenti disposti dal Procuratore
di Siracusa i NAS
hanno accertato la
mancanza di locali,

servizi e spazi necessari per lo svolgimento delle attivit


mediche, in difformit a norme che
regolano la materia
sanitaria, di sicurezza e antincendio.
In seguito a tale intervento il Direttore
generale dell'ASP di
Siracusa ha disposto
la sospensione di
tutte le attivit nel
blocco
operatorio
affinch
vengano

presso la sezione UICI in Via Grotta Santa 99

Giornata di prevenzione
e informazione
sul Glaucoma
Su iniziativa della Agenzia Internazionale per la
prevenzione della cecit (IAPB sezione Italia
Onlus) e la Sezione Provinciale dellUnione Italiana Ciechi e Ipovedenti
di Siracusa si svolger in
data 11 marzo 2015 una
giornata di prevenzione e
informazione sul Glaucoma, una patologia che, se
non diagnosticata in tempo, pu condurre alla cecit o allipovisone. Infatti
una pressione oculare alta

la causa che determina


la malattia assolutamente
asintomatica fino a quando non diagnosticata.
Soltanto una efficace
prevenzione pu evitare
rischi irreparabili alla nostra vista.
La sezione UICI di
Siracusa con il presidente Sebastiano Calleri
(in foto), apre il proprio
Ambulatorio Oculistico
in Via Grotta Santa 99 a
Siracusa dalle 9.00 alle
13.00 e dalle 14.30 alle

16.00 giorno 11 Marzo


prossimo per effettuare
controlli del tono gratuiti
ai cittadini che desiderano sottoporsi alla prevenzione. Salvaguardiamo i
nostri occhi dunque. C
cos tanto da vedere!

posti in essere i lavori necessari alla


sua riapertura. Infine
stata messa in rilevanza la situazione
di emergenza che
la sanit siracusana
vive in seguito ai
numerosi sbarchi di
migranti.
Auspichiamo che in
seguito all'intervento parlamentare del
compagno deputato
Oreste Pastorelli si
risolvano le problematiche della sanit siciliana che
ormai al collasso e
che vede ogni anno
ingenti fondi sottratti ad essa. Non
ammissibile che
la nostra regione
continui a vivere
in questo stato di
degrado e chiediamo pertanto che il
Governo nazionale
e quello regionale
investano maggiori
fondi su quel diritto fondamentale di
ogni uomo, che la
salute, e che quindi
si intervenga al pi
presto affinch non
si debba pi sentire parlare di casi
di mala sanit e di
strutture
sanitarie
inadeguate.
Christian Bosco
Il responsabile
regionale
Commissione
ambiente PSI

societ

Incontro
per parlare
del piano
di azione
e coesione

I piani di intervento
per i servizi di cura
agli anziani non autosufficienti saranno trattati nel corso
di un Focus Group
che si terr stamane,
a partire dalle 9,30,
presso gli uffici
dellassessorato alle
Politiche sociali di
via Italia 105.
Lincontro sar coordinato dal dirigente Rosario Pisana,
e dalla dottoressa,
Graziella Zagarella.
Lincontro si rende necessario dopo
lemanazione delle
linee guida del ministero dellInterno,
dove sono indicate
le modalit e i criteri
per laccesso ai fondi del secondo riparto per gli anni 2015
e 2016, ai quali possono aderire le quattro regioni che fanno
parte dell Obiettivo
Convergenza.
Le risorse di questo
secondo riparto, destinate ai piani di intervento per servizi
di cura agli anziani
non autosufficienti
ed ai quali pu aderire il distretto 48,
di cui Siracusa il
comune
capofila,
potranno
favorire
l'ampliamento dei
servizi ed il riequilibrio territoriale in
quelle aeree dove
essi sono deboli o
inesistenti oltre che
garantire il mantenimento degli stessi in
quei comuni in cui
stato fornito un buon
servizio alla cittadinanza.
Allincontro sono
stati invitati: terzo
settore, cooperazione sociale, sindacati,
associazioni di utenti. Possono partecipare anche i cittadini
dell'ambito distrettuale che fossero
interessati a contribuire alla pianificazione dei servizi in
oggetto.

societ 10

Sicilia 10 marzo 2015, marted

Marzo con il Centro Antiviolenza


La Nereide, presente nel Siracusano

L
a FILDIS Siracusa,
Adriana Prazio socia

storica, ha organizzato a
Catania con grande successo una serata che
ha visto una massiccia
partecipazione di pubblico. Limportante convegno stato realizzato
in collaborazione con il
SOROPTMIST Catania
che si occupa proprio
di promuovere iniziative
legate alla valorizzazione del ruolo chiave delle
professionalit femminili
nella societ, con capacit di coinvolgimento e
sensibilizzazione innovativa nel mondo dellarte, della letteratura e della cultura in genere.
E stata invitata la scrittrice inglese Ros Belford
per svelare il come e il
perch lOdissea sarebbe opera di una donna.
Trasferta a Palermo. Le
nostre Ethel Puzzo ed
Ivana Marino saranno a
Palermo per partecipare insieme ai quarante
centri antiviolenza componenti della Rete Regionale dei centri e dei
servizi contro la violenza
alle donne, promossa
dal Coordinamento Regionale Centri Antiviolenza Sicilia associati
D.i.Re.,
INFODAY cosedauomini
- SEMINARIO PUBBLICO Educandato Statale
Maria Adelaide - Corso
Calatafimi, 86 - 90129
Palermo.
LINFODAY
cosedauomini una
giornata di informazione
e sensibilizzazione sul
fenomeno della violenza verso le donne rivolta
soprattutto al coinvolgimento di uomini e di
ragazzi in et scolare.
La giornata si svolta
allinterno del progetto
nazionale FIVE MEN
(FIght ViolEnce against
woMEN). Nel pomeriggio, alle ore 16 presso
la Sala Consiliare del
Comune di Palermo (Palazzo delle Aquile)*, ad
assistere alla manifestazione culturale dedicata
alla Donna per dire no
alla violenza.

Ieri mattina a Siracusa e a Cassibile in occasione


della ricorrenza Giornata Internazionale della donna

Sono intervenuti: avv.


Maria Beatrice Scimeca,
Presidente Ass. Giuriste Italiane Sezione
Palermo Prof. Pasquale
Chiancone.
E' seguita la premiazione
dei vincitori al concorso
di poesia in lingua italiana e siciliana con targhe

dedicate alla memoria della giovanissima:


Carmela PeA.E.C. Anna
Gabriele Brancato*per
gentile concessione del
Signor Sindaco On. Prof.
Leoluca Orlando e del
Consiglio Dott. Salvatore
Orlando.
La presidente Adriana

Prazio e le nostre referenti di Catania , Eleonora e Livia saranno a


Giarre ove condividiamo
con il Comune, lo Sportello Rosa Antiviolenzadedicato a Maria Russo, fortemente voluto
dallassessore Bonaccorsi. Oggi lo sportello

attivo grazie anche


alla collaborazione con il
dallOrdine dei Medici di
Catania, in programma
sabato 7 marzo alle 16
e 30 nella Sala Messina di Giarre. Al centro
dellincontro, non a caso
fissato alla vigilia della
Giornata della donna,

A Siracusa stamane dalle 9 alle


ore 13, lass.
Mareluce Onlus,
presidente Daniela Respini ed il
Centro Antiviolenza La Nereide presidente
Adriana Prazio,
aspettano tutti, A
Largo XXV luglio
Tempio di Apollo

ci sar il culto della bellezza fra mito e scienza.


Una serata in rosa.
Ricco il tavolo delle relatrici che interverranno
nel corso della serata:
Marinella Fiume, scrittrice, parler degli stereotipi della bellezza
femminile, da Elena di
Troia alle mannequins;
Adriana ginecologa, illustrer le nuove frontiere
del ringiovanimento intimo; Veronica Catania,
chirurgo plastico, parler
delle nuove prospettive
della chirurgia plastica e,
infine, Sonia Sangiorgio,
face designer del brand
Giorgio Armani, si soffermer sul camouflage
o trucco psicologico.
Al termine della serata
lattrice Alice Ferlito reciter alcuni brani tratti da
I monologhi della vagina di Eve Ensler.
Lartista sar accompagnata dal musicista
Giampaolo Terranova.

A Siracusa domenica
mattina, lass.
Mareluce Onlus, presidente
Daniela Respini ed il
Centro Antiviolenza "La
NEREIDE" (Presidente
Adriana Prazio), aerano
presenti, a Largo XXV
luglio (Tempio di Apollo)
per colorare con le sabbie, il Mandala del Sacro
Femminile. Non Mancate
- Emoticon smile e sempre domenica mattina a
Cassibile
In occasione della Giornata Internazionale della
donna, la Misericordia di
Cassibile ha organizzato
un momento di aggregazione e solidariet in
ricordo non solo delle
conquiste sociali, politiche ed economiche delle
donne, ma soprattutto
per dire no alle discriminazioni e alle violenze,
cui sono ancora oggetto
in molte parti del mondo.
Levento si svolto a
Cassibile,
domenica
mattina, in Piazza Caduti Conte Rosso. Alla
manifestazione dal titolo
" Insieme contro i Diritti
Violati- l'8 Marzo sempre", che stata presentata da Stefania Calanni, hanno partecipato
la banda musicale Citt
di Siracusa, il presidente dellassociazione La
Nereide, Adriana Prazio, e la palestra "Dragonfly" di Cassibile, diretta da Anita Trimarchi,
che ha realizzato anche
un flash - mob contro la
violenza alle donne.
Tra le iniziative in programma, lallestimento
di una mostra, a cura
dellartista
Antonio
Terranova, dal titolo
Espressioni di donna
ed un momento musicale a tema, con la cantante Roberta Di Pietro,
accompagnata al piano
dal maestro Domiziano
Romano. Interverranno
numerosi ospiti e soprattutto giovani studenti del
liceo classio T. Gargallo,
Gaia Giliberto e il giovane poeta Nunzio Bellassai che leggeranno poesie e riflessioni sul tema
della giornata. E' stata
letta anche la poesia dedicata alla donna, della
scrittrice, poetessa ed
autrice teatrale canattinese, Silvana Mangiafico
dal titolo,E se Domani.
Ci sar anche modo di
assistere ad alcune simulazioni di protezione
civile, con i volontari della Misericordia SiracusaCassibile, i quali allestiranno anche una cucina
da campo dove si potr
pranzare con soli due
euro.
Il ricavato, ovviamente,
sar devoluto in beneficenza allassociazione
La Nereide la quale sino alla Fine del
mese sar impegnata
con altre manifestazioni sul tema: Sigleremo
altri Protocolli dIntesa,
incontreremo una nota
scrittrice la quale ci doner cinquanta dei suoi
libri e la cui vendita sar
devoluta al nostro centro
La Nereide.

10 marzo 2015, marted

Si svolto venerd scorso con un nutrito pubblico qualificato

Sicilia 11

societ

viabilit

Convegno: Reimann, il valore Sacramento,


trovata
di una donna e della sua eredit lapersoluzione
il titolare
Molti sono stati gli interventi che si sono susseguiti che hanno avuto
del terreno
lo scopo di delineare con dovizia di particolari la figura di Reimann

n numeroso e qualificato
pubblico ha voluto partecipare, ieri sera, al convegno:
Christiane Reimann, il
valore di una donna e della
sua eredit svolto presso
il Grand Hotel Villa Politi.
Il convegno stato moderato dalla presidente della
Sezione Siracusana di Italia Nostra, Lucia Acerra,
che ha illustrato loperato
dellassociazione nazionale in seno al Centro Studi
Siracusano, prima del commissariamento e della realizzazione del monumento
funerario alla gentil donna
danese, voluto proprio da
Italia Nostra.
Molti sono stati gli interventi che si sono susseguiti
che hanno avuto lo scopo
di delineare con dovizia
di particolari la figura di
Christiane Reimann.
Il primo a prendere la parola
stato il promotore del
convegno e coordinatore di
Save Villa Reimann, Marcello Lo Iacono che oltre
a ringraziare tutti coloro
che hanno collaborato alla
riuscita del convegno in
particolare la direzione del
Grand Hotel Villa Politi e il
direttore della Banca Agricola Popolare di Ragusa che
ha sponsorizzato liniziativa, ha illustrato la genesi
e le finalit del comitato e
i risultati raggiunti.
Hanno avuto cos inizio gli
interventi a cominciare da
quello di Francesco Maria
Atanasio della Societ
Siracusana di Storia Patria e
membro della commissione
dei garanti, voluto proprio
dal testamento Reimann.
Lavvocato Atanasio ha
illustrato sinteticamente
il testamento e spiegato la
funzione della commissione di cui fa parte insieme a
Sebastiano Amato, Donatella Lo Giudice e Antonino
Attardo, precisando che
lorgano non ha potere
decisionale ma di vigilanza
e che lorgano che deve
gestire il patrimonio il
Comune di Siracusa.
Dopo Atanasio stata la
volta di Agata Ruscica che
ha illustrato il suo libro
edito nel 1989, con prefazione di Dacia Maraini,
lunico scritto su Christiane
Reimann che si avvalso della consultazione di
tantissimi documenti, in

Il tavolo del convegno di sabato.


diverse lingue, facenti parte
dellepistolario della gentil
donna danese. La Ruscica
ha raccontato la genesi del
libro e letto alcuni aneddoti
curiosi sulla nobil donna
danese illustrando i tanti
aspetti del carattere e della
personalit.
Successivamente stata la
volta di Tiziana Genovese,
coordinatrice dellIPASVI
(Federazione Nazionale
Collegi Infermieri), che
ha avuto il compito di
illustrare un aspetto poco
conosciuto della gentil
donna danese, cio la sua
professione infermieristica. La Genovese ha anche
presentato le iniziative
dellIPASVI in memoria di
Christiane Reimann.
Dopo, ha preso la parola
il presidente di Giovani
per Siracusa, Alessandro
Maiolino che ha illustrato

le attivit svolte per promuovere la conoscenza


della vita della gentil donna
e della sua propriet donata
al Comune di Siracusa e
al rispetto delle volont
testamentarie. Le attivit,
svolte sono state lincontro
dibattito sui modelli di gestione della villa e le due visite guidate allinterno del
parco organizzate nel 2013.
Dopo Maiolino ha preso
la parola la relatrice pi
attesa, la sovrintendente ai
Beni Culturali di Siracusa,
Beatrice Basile che ha messo in rilievo l'importanza
dell'ubicazione della villa
in un contesto archeologico
straordinario affermando
che l'immobile e il parco
dovrebbero essere inserite
in un percorso turistico e
ha illustrato alcune particolarit archeologiche degli
ipogei presenti nel parco

della villa. La sovrintendente Basile ha dato all'attentissimo uditorio una


preziosa chicca che tramite
uno studio dei documenti
della vita della Reimann si
potuto assegnare la provenienza di una collezione
di reperti archeologici di
et neolitica custodito in
casse sigillate presso i
locali della soprintendenza appartenenti ad Alter,
l'amico della Reimann che
li port con se a Siracusa.
La Basile ha auspicato, a
chiusura de suo intervento,
la realizzazione una esposizione dei reperti proprio a
Villa Reimann. Lincontro
stato concluso dallavvocato Corrado Giuliano che
ha ricordato e ha formulato
auguri di pronta guarigione
per lavvocato Corrado
Piccione che per motivi
di salute non potuto
intervenire al convegno.
Giuliano ha sottolineato
come Piccione rappresenta
un punto di riferimento
per la cultura siracusana
e memoria storica della
nostra citt.
Alcuni argomenti sono
stati preceduti dalla lettura
di scritti su Christiane Reimann, eseguiti dalla vice
presidente di Giovani per
Siracusa, Annalisa Romano e da Carolina Stroscio
di Italia Nostra, perch
emblematici ed introduttivi ai temi da trattare e da
immagini che illustravano
la situazione attuale del
patrimonio Reimann.
Allimportante convegno
erano presenti il deputato
regionale Bruno Marziano,
il presidente del Consiglio
di Circoscrizione Neapolis, nel cui territorio ricade
la villa, Giuseppe Culotti,
Mariarita Sgarlata, docente
di Archeologia Cristiana
e Medievale presso lUniversit degli Studi di
Catania, Vittorio Fiore,
docente di Tecnologie del
Recupero Edilizio presso la Struttura Didattica
Speciale di Architettura
dellAteneo etneo.
Il comitato Save Villa
Reimann, esprime la
propria soddisfazione per
il successo delliniziativa
che aveva la scopo di
divulgare la conoscenza e
di celebrare il personaggio
Christiane Reimann.

Si trovato un ac-

cordo con il titolare


del terreno circostante la rodonda di via
Sacramento, aspetto
di essere convocato
da parte dell'Anas
per recarmi a Catania
con i miei tecnici per
sapere quale situazione stata trovata.
Antonio Campione,
63enne che la scorsa
settimana salito sul
traliccio di via Lido
Sacramento per protestare contro i lavori
sulla rotatoria che
rischiano di impedirgli l'accesso al suo
terreno determinato
ad andare avanti con
la protesta.
I lavori per realizzare
la rotatoria allincrocio tra via lido Sacramento e via Elorina,
infatti, domani riprenderanno regolarmente e dovrebbero
concludersi entro il
23 di questo mese,
ma nel frattempo
lAnas sembra abbia
trovato la soluzione
al problema dellimprenditore agricolo:
aprire una bretella
sulla SS 115 per
consentirgli l'ingresso
anche se da un altro
versante.
L'ingegnere capo
dell'Anas mi ha assicurato di aver trovato
la soluzione - spiega
il proprietario del
terreno - ma io voglio
che sia tutto scritto
nero su bianco. Mi
sono fidato della parola del comandante
della Polizia municipale e ho terminato
la mia protesta, ma
se non si riesce a
stipulare un accordo
scritto sono pronto a
ritornare con la protesta.

SPECIALE 12

10 MARZO 2015, MARTED

Sicilia 10 MARZO 2015, MARTED

RUBRICA A CURA DEL DR SALVATORE FONTANA

Oscuramento della coerenza


e ancora pi delletica

Dal comportamento dellassieme non c spazio per farsi


capire, se optano per una politica di destra o di centrodestra

La triade che si
combina col centro destra non
un archetipo
fantasioso, ma
lassenza di una
storia politica, FIAP-FI, pi uno, il
pendolino del sistema, e una frammentazione che
non trova pace.
Dal comportamento dellassieme non c spazio
per farsi capire,
se optano per una
politica di destra
o di centrodestra.
C oscuramento
totale della coerenza, e ancora pi delletica.
Molto semplice,
almeno per noi.
Vorremmo fare
unanalisi semplificativa. Vanno
come le campane
parrocchiali, modulate ai rintocchi
della ricorrenza.
Quelle a festa,
quelle del segnale
della S. Messa e
quelle mortuari.
Donna Assunta
Almirante non ha
avuto dubbi ad
affermare che la
destra non esiste
pi. A nulla vale,
sulla base che ci
offre lesperienza
giornaliera della
politica italiana,
che di tanto in
tanto, fra capi, per
auto definizione,
e capetti, si illudono che danno
segnali di vita.
La storia dei singoli unaltra
cosa. La triade

di cui sopra disposta in ordine


temporale della
loro pratica politica dellultimo
ventennio. Dunque, per ragione di

cronaca, relativa
al tempo impegnato, iniziamo
da Fini. Lo facciamo contrariati
perch di questi
abbiamo gi detto

quasi tutto. Ma
dei morti, anche
quando hanno superato lo stato di
decomposizione,
il fetore permane.
Per completare il

tutto dobbiamo solo riportare


una rivelazione
di Donna Assunta: Mio marito
aveva capito che
era un bravo co-

miziante e nulla
pi, quindi non
lo voleva indicare
come candidabile
a futura vita del
Partito. Fui io,
dice Donna assunta, a convincerlo del contrario.
Tuttavia rimase
sempre convinto
del suo assunto intuitivo, col metro
di vero statista.
Il secondo diagramma, Al,
ci d limmagine
del vero poltronaro. Sapete perch? Basta una
sola citazione di
un fatto storico
della politica italiana, per dare
lassenso a chi ci
legge. Decadenza
di Berlusconi da
senatore, in base
ad una sentenza costruita sulla
base di un teorema
preconfezionato,
e di una legge
incostituzionale,
e anche in violazione dellart. 25
della Carta, dappoich i fatti contestati sarebbero
avvenuti prima
dellemanazione
della legge in parole (la Severino,
cos conosciuta).
Nullum crimine
nulla poena sine
lege. Ed stato
cos che il gran vegliardo ha aperto
la strada al Governo dei suoi eredi
Alfano alla luce
di quanto sopra,
dichiarava, apertis verbis: Se il
P.D. vota per la
decadenza di Berlusconi, lasciamo il Governo.
Ricordiamo che
stavano al Governo perch il
predetto e alcuni
dei suoi si erano
gi strappati da
F.I. tuttavia c
la dichiarazione
sopra riportata.

Nel pomeriggio
dello stesso giorno, va al Colle,
non sappiamo se
convocato o modo
proprio, per ottenere lassoluzione per quanto
detto; fatto che
il giorno dopo,
in sede di dichiarazione di voto,
cambia versione:
Noi votiamo per
la non decadenza,
ma non possiamo
fare cadere il Governo.
Fu nella stessa
circostanza che
Renzi disse: Il
P.D. non ci pu
mettere la faccia.
Alfano e i suoi
amici, per sintesi
reverenziale, se
ne deduce, che
ci hanno rimesso
unaltra parte anatomica, e hanno
salvato le poltrone. Andiamo al
terzo anagramma:
Fi-Fitto. Di questo che cosa si pu
dire? Tutto e niente. Ha cavalcato
la tigre perch
voleva le primarie (espediente
escogitato dalla
sinistra) da ricordare che prima lo
definiva sistema
anomalo.
Dopo, visto cosa
successo a Genova al P.D., si
un pochino placato, non primo
e ultimo seguace
di coerenza. Era
ed nella consapevolezza di tutti
che lesito, qualunque esso sia,
falsato dalla realt. Chiunque pu
andare a votare.
Infatti a GENOVA, Sergio Cofferati, trombato,
ha adito lAutorit
Giudiziaria. Ci ha
messo anche una
manina F.I.. No,
Cofferati, Rom
e immigrati av-

vicinabili e non
solo in compagnia
e in particolare a
Napoli e successori tutto. E poi
Voglio un partito
di opposizione al
Governo Renzi.
Ma che significa? Quando si
allopposizione si
alternativi alla
maggioranza che
esprime il Governo. In un sistema
istituzionale de-

mocratico, lopposizione deve


essere razionale.
Deve esprimere
disponibilit alla
riforma della Costituzione, e, nel
caso particolare di
F.I., non pu dire
di no a provvedimenti che Renzi
ha prelevato di
peso dal programma che F.I. da
ventanni, quando
stata al Gover-

no, la sinistra con


la sua opposizione bendata, e
lostruzionismo
dei partiti della
coalizione della maggioranza,
nelle persone di
Fini e Casini, questi per interposta
persona, in quanto
lui era Presidente della Camera dei Deputati,
cio Follini, poi
riparato armi e

Sicilia 13

bagagli nel P.D.,


gli hanno impedito di realizzare,
sarebbe una negazione di se stessa,
ossia uguale alla
sinistra. Sempre
no per definizione, una stima
patologica. N il
sig. Fitto ha una
capacit di fare
una riflessione retrospettiva, cosa
ha dato, questa
sua politica del

speciale

sempre no, a F.I.


in Puglia? Niente
Comuni, niente
provincia, meno
che mai Regione.
Ora per leuroparlamento ha avuto
circa 240 mila
preferenze s, ma
gliele ha date il
Partito.
Per concludere
questa riflessione
sul terzo anagramma indicativo di
Fitto (tutto e niente) si conf col titolo di un vecchio
film degli anni 50:
Capitan Fracassa. Tranne che,
o per intuizione,
o per condivisione
di propolazione di
terzi che possono, non voglia
conseguire la distruzione di F.I.,
ossia di Berlusconi, e raccoglierne
i cocci. Attento
Fitto, losso
duro. Tu sai bene
che si mobilitato
il mondo del malaffare per tacitarlo, perch parlava
troppo italiano,
con la condivisione del grande
tessitore che ha
baippasato diritto e costituzione.
Gira lo sguardo
un pochino sul
passato e trovi un
Fini espugnato
dagli elettori; un
Alfano sul viale
del tramonto; il
terzo incomodo,
cio Casini, posto
negli scaffali
delle cose fuori
uso. E tu, con questa prospettiva,
come vedi il tuo
futuro? Abbiamo
limpressione che
ti stai collocando
sul viale del tramonto anche tu.
Eppure avevi ed
hai, se ritorni in
senno, buone prospettive meritorie
per conseguire
spazio.

Cultura 14

Sicilia 10 MARZO 2015, MARTED

LUnicorno: un simbolo
e una realt?

di Arturo Messina

Tutti sanno che lUnicorno una costellazione, ma non tutti


sanno quanto grande
sia il potere de un Unicorno: si dice infatti
che sono creature purissime e meravigliose,
che portano sulla fronte
un corno. LUnicorno
(detto anche liocorno o
leocorno, una creatura
leggendaria dal corpo
di cavallo con un corno
sulla fronte. Proprio in
questi giorni apparsa
la notizia dellAgenzia
Stampa di Poyngyang
che in Corea lAccademia delle Scienze
Sociali della Repubblica
Democratica Popolare
di Corea hanno scoperto i resti di una tana del
liocorno cavalcato dal
re Tongmyong fondatore di Kogurko, il primo
impero feudale della
Corea. Secondo le fonti ufficiali nordcoreane,
lanimale mitologico,
dal corpo di cavallo e
con un corno sul muso,
non esistito solo nelle
leggende o nei cartoni animali, ma anche
nella realt. In effetti
lUnicorno una delle
costellazioni moderne.
Si tratta di una costellazione del cielo invernale, prossima allequatore celeste, che si rende
visibile dalla maggior
parte di entrambi gli
emisferi terrestri: per
questo anche il simbolo dellunit-biunivoca
uomo donna: ritenuta
il simbolo della dualit in uno dellessere
umano (uomo-donna)
che ha anche la dualit
psico-sentimentale. Pertanto il simbolo della
meta che ci si prefigge
oggi: la dualit-unit
sociale della persona
uomo-donna.
Il corno che aveva sulla front lUnicorno si
diceva che fosse dotato
di poteri magici: si credeva, infatti, che se il
corno veniva toccato da
una persona gravemente
malata, questa potesse
guarire istantaneamente. Non per questo che
ancora oggi molti per
ornamento portano il
corno e per scongiurare
il male fanno le corna?
In Occidente stato ritenuto selvaggio e indomabile mentre in Oriente era pacifico.

Sabato scorso la Nuova Acropoli nella sua sede di viale Tunisi ha celebrato
la festa della donna con una conferenza sul mitico essere cui si identifica
Comunque oggi lUnicorno esalta ovunque
gli aspetti psichici legati
alle emozioni pi pure,
ai desideri di bellezza
e di bont, alla pacifica
convivenza paritaria tra
luomo e la donna: per

avuto modo di visitare


il castello dove appunto si trovano gli arazzi
riguardanti il liocorno
e sono stati restaurati e
resi ai visitatori e lei si
innamorata di queste
opere darte che riguar-

impertinente:
-Come mai il corno?
Gi da allora si pensava che fare il corno era
la prerogativa specifica
della donna?
Non da prendersi
affatto in questo senso!

-Come mai avete voluto


trattare questo argomento proprio per celebrare
la festa della donna?
Noi sappiamo che la
prima lotta delle donne fu per liberarla dalla ignoranza e portare

Secondo le fonti
ufficiali nordcoreane, lanimale
mitologico, dal
corpo di cavallo
e con un corno
sul muso, non
esistito solo nelle
leggende o nei
cartoni animali,
ma anche nella
realt

questo che per la festa


della donna ne stata
proposta una grande
attenzione alla Nuova
Acropoli con una conferenza il cui argomento
stato appunto larazzo
rappresentante lUnicorno.
Ce ne ha parlato la presidente del sodalizio
Elga Daniele, nellattesa che arrivasse la dott.
ssa Lucia Simona che
veniva da Parigi che
dove ha vissuto per diversi anni, per cui ha

dano in modo particolare la donna, che essi intendono simboleggiare,


con le immagini che si
riferiscono al XV secolo, nonch il tipo di lavorazione che gli arazzi
hanno richiesto, come la
tessitura con cui veniva
fatto il tipo di materiale,
nonch il tipo di lavorazione, che veniva fatto
con riferimento specifico alla donna.
La prima domanda che
le abbiamo rivolto stata piuttosto

Sicilia 15

10 marzo 2015, marted

Invece attraverso questi


arazzi si vede leducazione ai cinque sensi. Infatti ci che ci viene trasmesso attraverso questi
arazzi praticamente la
scoperta di ci che sta
oltre i cinque sensi. Per
esempio, quando si parla di gusto, non si deve
intendere solo il cibo, il
senso della gola, ma del
buon gusto. Quindi tutti
i sensi , cos come una
donna doveva in qualche modo vivere questi
valori, i cinque sensi.

avanti il discorso della


sua elevazione cultura,
da cui ovviamente scaturisce quella sociale,
politica, amministrativa Agli inizi fu quindi un a lotta contro luomo, contro il maschio
e possiamo dire sotto
questo riguardo tale lotta sia stata ampiamente
superata. Infatti oggi
generalmente luomo
e la donna lavorano insieme e la donn a oggi
ha come obiettivo le
problematiche sociali in

modo particolare lavorando assieme alluomo,


in un contesto moderno
di globalizzazione sociale, di libert, di uguaglianza, di democrazia,
il che in unepoca di
forte materialismo che
richiede la soluzione di
tantissimi problemi di
grande difficolt vuol
dire tanto, se si riesce
appunto a superare la
disuguaglianza dai cos
vari aspetti tra luomo e
la donna.
E, in sintesi, questo
scopo che viene posto
come traguardo nella
celebrazione della festa
della donna
Ha quindi accennato a
quanto proprio in questi
giorni ha detto il Presidente della Repubblica:
che la donna la madre
terra, concetto che gi
era ben radicato nelle
pi antiche civilt, come
la dea madre Cibele.
Effettivamente- ha aggiunto la donna impegnata anella campagna,
per la difesa dellambiente, per la difesa del
nostro pianeta Terra,
d vita ed vita, perch la donna amore!
Quello che intendiamo
porre allattenzione di
tutti con questa conferenza sugli arazzi di
fare riflettere quanto sia
importante in questo
momento storico sottolineare lintelligenza, la
creativit della donna, la
sensibilit esaltate, cos
stupendamente da questi arazzi, i valori cos
alti che sono in lei al di
sopra della bellezza fisica. Noi oggi vogliamo
soprattutto trasmettere
una nuova visione della
donna, focalizzando la
visione profonda della
sua personalit, capace
di fare effettivamente per se stessa e per la
societ, a prescindere
dalla sua et. Vogliamo
far prendere coscienza dellimportanza del
problema anche a tante
giovani doggi che non
sanno da dove provengono le conquiste che
abbiamo raggiunto. Ha,
per concludere, ricordato il pensiero di Platone
a questo riguardo: che
lessere umano da principio era unico, un essere androgeno; poi si dive
a met: Adesso si deve
tendere alla riunione,
perch lumanit una
sola!

SPORT SIRACUSA

Soprattutto in trasferta bisogna osare di pi

Per vincere i campionati


non bastano le serie utili
Troppi i pareggi ottenuti dagli azzurri e gli ultimi con
Milazzo e Viagrande hanno complicato il cammino verso
la promozione Da oggi alla fine solo per i tre punti

Finch

la matematica non sar


unopinione, e non
lo sar mai di sicuro, vale il teorema
Boscov secondo il
quale vittoria, meglio di pareggio,
cio tre punti meglio di uno.
E di pareggi il
Siracusa ne ha collezionati ben sei, di
cui i due ultimi in
casa col Milazzo e
col Viagrande hanno finito per portare
il Siracusa nellattuale situazione di
classifica, alquanto
a rischio, a sole due
lunghezze
della
sua pi immediata
e irriducibile inseguitrice che ora ha
dalla sua il fattore
psicologico, nonostante debba ancora
affrontare due diffi-

cili trasferte : quella di Castelbuono


e quella di Barcellona . Piangere sul
latte versato ormai
non serve e quando
mancano solo quattro giornate alla
fine del campionato
c solo da stringe-

re i denti e difendere lesiguo vantaggio di due punti


che pu ancora fare
la differenza. Solo
che questi due punti sono ormai gli
ultimi spiccioli di
un tesoretto sciaguratamente dilapidato ritenendo che la
lunga serie utile,da
sola, riuscisse a garantire la vittoria
finale.
Compresa
finalmente, cos almeno
si spera, la lezione, e scongiurata
con un finale tutto
cuore la seconda
sconfitta che si stava profilando a Castelbuono, c ora
da raccogliere tutte
le forze per superare le quattro finali che ci separano
dalla fine del cam-

Gerlando Contino.
pionato. Partendo
da quei presupposti
positivi che scaturiscono dallaver
strappato un punto ad una squadra
come la Castelbuonese che ha nel
terreno di gioco il
suo maggior alleato, quello stesso
terreno in cui per
dovr giocare fra
due settimane anche lo Scordia, e
dal vantaggio che,
per quanto esiguo, va rapportato
alle giornate che
mancano alla conclusione-. E c
da augurarsi che
almeno per la fase
finale il Siracusa

possa contare su
tutti gli effettivi,
perch,
domenica a Castelbuono
dopo aver gridato ai quattro venti che se cerano
problemi
questi
erano solo di abbondanza, sono poi
venute meno pedine importanti come
Conti e DAgosta,
assenze pesanti che
non sono passate
inosservate.
Che
questo
Siracusa proceda
col freno a mano
ingranato, non ci
sono ormai dubbi.
Squadra
stanca?
Squadra di categoria superiore che

sente il fiato sul


collo di unavversaria che gioca un
calcio semplice e
forse pi adatto
allEccellenza?
Tutte ipotesi destinate, almeno per il
momento, a restare
senza risposta. Lunica certezza che
una squadra come
il Siracusa che doveva vincere in carrozza il campionato
per via dellorganico di cui dispone,
ha solo due punti
di vantaggio sulla
seconda in classifica. Un margine che
non fa certo dormire sonni tranquilli.
Armando Galea

Pallamano, parte in salita lavventura Calcio a 5 A1/F, per le Formiche


un pareggio prezioso
per i ragazzi di mister Vinci
La

Poule Play-Off della Serie A


1^ Divisione Nazionale si prepara
ad entrare nel vivo. a Junior Fasano
apre la Poule come aveva chiuso la
Regular Season: con una vittoria. I
campioni dItalia battono 28-20 la
Dorica, recuperano la rete di svantaggio di fine primo tempo (11-10)
e mantenendosi cos a +6 dalle inseguitrici.
Dietro ai pugliesi c da registrare la
vittoria del Fondi contro la Teamnetwork Albatro, 32-24 (p.t. 17-10) con
laziali e siciliani appaiati ora al secondo posto. Quando si gioca con
presunzione, pensando di aver vinto
prima ancora di scendere in campo
ha commentato un amaro Peppe
Vinci pu succedere di incassare una sconfitta netta. Sono deluso
per loccasione persa perch questa
era una gara che si poteva e si doveva vincere. Si salvano in pochi a
giudizio del tecnico aretuseo, per il
quale le note liete sono rappresenta-

te dalla buona prestazione di capitan


Brancaforte (miglior marcatore della
Teamnetwork con otto reti), e del solito Adler, che ha evitato un passivo
pi pesante. Per il resto, solo insufficienze, anche se a complicare i piani
della squadra aretusea stata la defezione, dopo pochi minuti di gara,
di Andrea Calvo, per il riacutizzarsi
dellinfortunio muscolare che lo attanaglia ormai da qualche settimana.
Adesso la strada diventa in salita
ha aggiunto Vinci anche se continuiamo ad essere padroni del nostro
destino. Se vinceremo in casa contro
Dorica e Fondi (al ritorno, ndr), e se
il Fasano far sempre il suo dovere,
manterremmo il secondo posto. Ma
occorrer affrontare le partite con un
altro spirito, con unaltra mentalit.
LAlbatro esordir in casa nei playoff gioved prossimo alle 18 contro
Dorica. La gara sar trasmessa su
Raisport.
Salvatore Cavallaro

orna a muovere la classifica le Formiche del presidente Basile nel derby contro le palermitane dellIron Team. Finisce
2-2 col botta e risposta Saraniti-Zagarella
nel primo tempo e Amato-Cerruto nella
ripresa. Un pari che fa salire le aretusee a
quota 25 in classifica con soli sei punti in
ritardo dalle palermitane. Prossima gara
salvezza contro il fanalino di coda del
Cus PotenzaNelle altre gare del girone C
,sei marcatrici diverse per lArcadia Bisceglie nel successo per 6-1 sul Melito, il
Rionero si aggiudica 3-1 il derby di Basilicata.Dopo il successo nella Final Eight
di Pescara, le rossoblu di Marzella vanno
a vincere anche a Locri, sul campo della (ex) seconda in classifica: 4-2 il finale
a favore delle tarantine. LIta Salandra
vola da sola alle spalle della capolista:
senza storia il match contro il Cus Potenza, superato 11-1.Continua a balbettare
in casa la Salinis, che si arrende 2-1 al
Vittoria, grandissimo successo del Real
Five Fasano che espugna Palermo nello
spareggio playoff contro la Futsal P5.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 10 marzo 2015, marted

Cutrufo
vince
al Palakradina
a fatica contro
la compagine
aretusea
in crescita
In foto, azione
di gioco.

Pallavolo femminile, lHolimpia


sfiora la rimonta al Palakradina
L

Holimpia cade, si
rialza, sfiora il colpaccio ma alla fine
le restano solo gli
applausi,
meritati,
del suo pubblico. Risveglio tardivo quello delle siracusane,
battute in casa 3-1
dal Cutrofiano al
termine di un match
in cui hanno lottato
con grinta e determinazione. Matte si
accomoda in panca,
in campo va Cianci. La partenza della squadra di casa
buona ma, dopo il
4-2 firmato da Licata, si spegne la luce.
Troppi errori in attacco, complice anche il muro eretto da

La compagine di mister Sciacca costretta


a rincorrere per colpa di un risveglio tardivo
La Bianca, che non fa
pi passare una palla.
E cos, con un break
di 6-0, le ospiti vanno
in vantaggio di quattro punti al primo
time-out tecnico. Un
paio di minuti di gioco e Santino Sciacca,
sul 5-11, chiama il
primo time-out effettivo della partita
per spronare le sue
ragazze. Entra Matte,
che propizia, con un
buon muro, il punto
firmato in attacco da
Licata.
Un errore pugliese

riporta a meno 4 le
biancazzurre di casa:
7-11. Poi va a segno
due volte la brasiliana dellHolimpia ma
le ospiti rispondono
colpo su colpo. Un
aice di Karalius regala il sedicesimo punto
alle ospiti. Sullattacco di Siscione prima
e Franz dopo, prevale ancora il muro
leccese. Zigari porta
a pi 8 le sue (1119), poi rientra Cianci, che interrompe
il digiuno. Qualche
problema in ricezio-

Pallanuoto, per la 7 Scogli


terzo risultato utile consecutivo

Una 7 Scogli volitiva e deter-

minata riesce, a strappare un


pari prezioso alla Presidente
Bologna conquistando il terzo risultato utile consecutivo.
Un pari costruito, sullintensit di gioco collettivo degli
aretusei soprattutto in fase difesa, che ripaga in parte il lavoro svolto in settimana. La
squadra si espressa molto
bene- ha dichiarato mister
Aldo Baio- con determinazione e voglia di lottare. Una
prova di carattere e personalit di tutto il collettivo in un
campo davvero ostico come
quello di Bologna. Abbiamo

giocato molto bene in difesa, un po' meno in attacco,


dove potevamo sicuramente essere pi concreti. La
gara stata molto accesa, la
President ha giocato bene,
spinta dal campo e dai suoi
tifosi, ma non posso che essere soddisfatto del lavoro
dei miei ragazzi, che hanno
giocato con grande personalit e coraggio, chiudendo queste ciclo di gare
in trasferte con due buoni
risultati. Adesso prepariamo
al meglio lo scontro diretto
salvezza in programma sabato contro i muri Antichi.

ne per Cutrofiano,
che subisce laice di
Verona. LHolimpia
non si arrende e prova a rimontare grazie
a Matte, che, con le
sue schiacciate, porta
la squadra sul meno 4
(18-22), ma le ospiti
riescono comunque a
chiudere il set con sei
punti di scarto.
La compagine di
Sciacca costretta a
rincorrere anche nel
secondo set e non si
avvicina mai oltre i
due punti alle avversarie. Resta comunque aggrappata al
match grazie a Cianci
e Franz, ma a fare la
differenza il muro
leccese, con Karalius
che colleziona punti
in questo modo.
La 9 bianconera mostra tutta la sua forza anche in attacco,
lHolimpia sbaglia
qualche battuta di
troppo e anche il secondo parziale va
alla squadra di Carat. Veemente la reazione delle aretusee,
sotto di un solo punto
al primo time-out tecnico del terzo set. Si
gioca sul filo dellequilibrio e il primo
vantaggio biancazzurro lo firma Franz, poi aice di Cianci
per il 14-12. Poi per

arriva un break di 4-0


che riporta sopra Cutrofiano. LHolimpia
non molla, riprende
le avversarie e Matte regala due punti
consecutivi a muro
(19-17) che scaldano
i 300 dl Palakradina.
Si gioca punto a punto: sul 20-20, sale in
cattedra Francesca
Verona, che mette a
terra tre palloni di
fila. Poi Lena sbaglia
in battuta e Cianci regala la palla del set.
Ci pensa Karalius a
facilitare il compito alle aretusee, con
uninfrazione in attacco, che regala il
25-22 alle siracusane.
Ad inizio quarto set
Holimpia avanti di
tre (4-1). E unHolimpia trasformata,
rigenerata, quella che
mette in grande difficolt la compagine
pugliese, facendone
vacillare le certezze.
Massimo vantaggio
sull11-4 firmato da
Licata con una palla indirizzata quasi
sulla riga di fondo.
Cutrofiano resta si
avvicina ma 16-13
al secondo time-out
tecnico.
Cutrofiao mette la
freccia (17-18) e
Sciacca richiama le
sue per lassalto finale, ma non basta. Le
ospiti fanno valere
la loro esperienza e
portano a casa i tre
punti.

Calcio, Real
Siracusa
pareggia le gare
di Vittoria
e Trecastagni
Pari,

2-2 a Vittoria, identico risultato anche a


Trecastagni. Real
Siracusa indenne in
trasferta prima con
la squadra Giovanissimi Regionali, poi con quella
Allievi. I ragazzi
di Ernesto Maiorca hanno disputato una buona gara
contro la terza forza del torneo, passando in vantaggio
per primi con Midolo. Poi i padroni
di casa hanno pareggiato ed il primo
tempo si chiuso
senza altre emozioni. Nella ripresa ipparini in gol,
prontamente per
raggiunti da Spinali. Tanti i rimpianti
in casa biancorossa per le occasioni
sprecate soprattutto
da Bus e Iacono
in una gara che gli
aretusei avrebbero
potuto vincere. Il
pari permette loro
di consolidare il
quarto posto, che
rappresenta
comunque un buon
piazzamento per i
playoff. Pari e recriminazioni anche
per gli Allievi di
Danilo Gallo. Sul
campo in terra lavica della vicecapolista Trecastagni
prova autorevole
dei ragazzi del presidente Greco, in
vantaggio con un
gran tiro di Rizza.
Immediata la reazione dei padroni
di casa, culminata
nel gol del momentaneo 1-1. Il Trecastagni va in gol ma
Maieli, su rigore, ha rimesso le
cose a posto evitando la sconfitta.