Sei sulla pagina 1di 9

Cronaca

Sanit

Sicurezza stradale
Sabato seminario
a Confindustria

Emogasanalisi
a domicilio: parte
il servizio
A pagina quattro

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina due

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
gioved 5 febbraio 2015 Anno XXVIIi N. 29 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 0,50

Ambiente. Interpellanza presentata da tre deputati regionali

Appalto a ditta di Leonforte

Bonifiche: il Governo Si costruiscono


i marciapiedi
regionale stanato in via Filisto
Si chiede una risposta per evitare labbandono
La

INTERVENTI

I vitalizi
che erodono
lArs
di Concetto Alota

Sul sito dellAssemblea


regionale siciliana stato
pubblicato lelenco degli
onorevoli beneficiari del
vitalizio e dei relativi assegni di reversibilit, aggiornato al mese di gennaio
dellanno in corso. Nomi e
cognomi e il numero delle
legislature, la spesa complessiva mensile, ma non
riportata invece la somma
percepita per ogni singolo ex deputato regionale,
che oscilla da tremila fino
a raggiungere i diecimila
euro mensili.
A pagina due

CRONACA

Tre arresti
per spaccio
di droga
Ancora

ambiente

Una sede
degna
per lArpa
L

unoperazione
antidroga della polizia a
Siracusa. Gli investigatori
hanno arrestato due.

Arpa ha diritto ad
avere una sede operativa
allaltezza dellimportante
ruolo che svolge in difesa.

A pagina cinque

A pagina due

gennuso

bonifica del Sin di


Priolo al centro di uninterpellanza avanzata da
tre deputati regionali, tra
i quali la Cirone Di Marco, al presidente Crocetta.
relativamente alle opere,
vi da evidenziare che
l'accordo di programma
del 2008 (Interventi di
riqualificazione ambientali funzionali alla reindustrializzazione e infrastrutturazione delle aree
comprese nel sito.

er le schede elettorali
delle regionali del 2012,
sono stato gravemente danneggiato. E oltre a
chiedere il risarcimento
del danno al Ministero della Giustizia.

A pagina tre

A pagina due

Anchio
parte
civile
P

Sono stati consegnati ieri mattina i lavori per


la realizzazione dei marciapiedi e lampliamento di via Filisto, nella zona alta del capoluogo. I lavori, che saranno completati entro
un anno, costeranno 686 mila 153 euro.
A pagina sette

Trovato morto lanziano


scomparso 10 giorni fa
Non

ci sono dubbi
sull'appartenenza del
cadavere dell anziano scomparso il 27
gennaio scorso dalla casa di riposo di
Avola.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
CRONACA

Rubano
in magazzino
Arrestati
due avolesi

Sicilia 5 febbraio 2015, gioved

Nel

corso del pomeriggio di ieri ad Avola, in


contrada Puzzi, i Carabinieri della Stazione di Avola
hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di furto
aggravato Francesco Lo Giudice, avolese di 21 anni
con precedenti di polizia per reati contro la persona
ed il patrimonio e Giuseppe Scala, avolese di 23 con
precedenti di polizia reati contro il patrimonio.
I Carabinieri, impiegati in un servizio di perlustrazione finalizzato alla prevenzione dei reati contro il

patrimonio, hanno notato, nei pressi di un magazzino in disuso, unApe 50 con a bordo una recinzione metallica. Alla
vista dei militari operanti i due giovani hanno tentato la fuga
venendo prontamente bloccati. Gli stessi avevano divelto e
caricato sul cassone del mezzo circa tre metri di recinzione
in ferro oltre ad altro materiale ferroso. Il mezzo, sprovvisto
di targa, stato sottoposto a sequestro. Gli arrestati, al termine delle formalit di rito, sono stati accompagnati presso le
rispettive abitazioni al regime degli arresti domiciliari.

lultimo ad accedere lon. gianni

Quei vitalizi
ai deputati
che erodono
fondi allArs
Sul sito dellAssemblea regionale siciliana stato pubblicato
lelenco degli onorevoli
beneficiari
del vitalizio e dei
relativi assegni di reversibilit, aggiornato al mese di gennaio
dellanno in corso.
Nomi e cognomi e
il numero delle legislature, la spesa complessiva mensile, ma

non riportata invece


la somma percepita
per ogni singolo ex
deputato regionale,
che oscilla da tremila
fino a raggiungere i
diecimila euro mensili per quelli di lungo pelo.
Nel totale, finito nel
registro delle statistiche dellArs, gli
ex deputati regionali
che intascano il vi-

talizio mensile sono


195, mentre sono 119
gli assegni di reversibilit a seguito della
morte di ex onorevoli, tra cui sette figli
di politici deceduti e
che continuano a ricevere il vitalizio del
genitore a spese dei
siciliani, nella qualit
di appartenenti alle
categorie
protette,
cos come previsto

Si chiede
di sapere quali
passi compir
il governo regionale per lAPQ

Qui sopra, lArs.

dalla legge che regola la materia.


Il costo totale mensile a carico delle casse
della Regione Sicilia
un milione e mezzo di euro al mese,
per un complessivo
annuo di ben diciotto milioni, per un
numero totale di 314
tra ex parlamentari e
loro familiari; politici
che hanno maturato

per due anni, rincorrendo verit e


giustizia poi arrivata con una sentenza del Consiglio di giustizia amministrativa che ha ordinato la ripetizione
del voto in 9 sezioni, tre a Rosolini e 6
a Pachino. Gi da tempo prosegue
Gennuso ho dato mandato ai miei
legali di costituirmi parte civile, in
quanto parte offesa nel procedimento contro limpiegato del tribunale,
Cosimo Russo, rinviato a giudizio e
finito sotto processo. In sede civile,
invece, avanzeremo richiesta di risarcimento danni al Ministero della
Giustizia, perch per 24 mesi, il seggio che mi spettava legittimamente,
stato occupato abusivamente da uno

el contesto delle politiche di sensibilizzazione per la sicurezza


stradale e del rispetto della legalit, sabato prossimo 7 febbraio
con inizio alle ore 9,00, nel salone Ugo Gianformaggio di Confindustria Siracusa, si terr un seminario rivolto alle imprese e agli
autisti che trasportano merci e persone, con lobiettivo di approfondire le normative in vigore ed evitare violazioni al Codice della

Strada, confrontandosi direttamente con chi effettua i controlli su strada dei veicoli. L'iniziativa organizzata dalla
Sezione Trasporti e Logistica di Confindustria Siracusa in
collaborazione con il Compartimento Polizia Stradale Sicilia Orientale. Dopo i saluti delling. Gabriele Venusino,
delegato Sezione Trasporti e Logistica di Confindustria
Siracusa, seguiranno gli interventi del Dr. Paolo Sangiorgio, dirigente del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e del dottore Antonio Capodicasa, dirigente della Polizia Stradale di Siracusa.

Mancata bonifica a Priolo


Uninterpellanza allArs

il diritto al vitalizio
prima dellentrata in
vigore delle modifiche al regolamento
sul trattamento economico
approvato dal Consiglio di
Presidenza dellArs
gi nel febbraio del
2012; vitalizio che
stato abolito dal primo gennaio del 2012.
Gli ex deputati che
percepiscono
las-

Distruzione schede
Gennuso: Mi costituisco
anchio parte civile

gionali del 2012, sono stato gravemente danneggiato. E oltre a chiedere il risarcimento del danno al
Ministero della Giustizia, sar parte civile al processo penale, contro
il presunto responsabile che aveva
in custodia i plichi nellarchivio del
tribunale di Siracusa.
Ad affermarlo il parlamentare
allArs, Pippo Gennuso che aggiunge: Se i miei colleghi si sentono danneggiati per le schede che
sparirono al palazzo di Giustizia di
Siracusa per un fantomatico allagamento, nel novembre del 2013, io
ritengo di essere stato massacrato

Sicurezza stradale: sabato


un seminario in Confindustria

Cronaca di Siracusa

POLITICA. lhanno sottoscritta tre deputati

alludienza del 31 marzo prossimo

Per le schede elettorali delle re-

Sicilia 3

5 febbraio 2015, gioved

dei parlamentari che oggi paradossalmente vorrebbe essere risarcito.


Oltre a subire un grave torto conclude Gennuso stata lesa la mia
onorabilit e la mia immagine. E tutto non pu concludersi con un semplice colpo di spugna.
Insomma, ognuno dei deputati regionali siracusani si sente leso dalla
distruzione delle schede elettorali che
determinarono la ripetizione del voto
nelle sezioni di Pachino e Rosolini.
La formalizzazione della costituzione
di parte civile avverr nella prossima udienza preliminare, fissata dal
Gup Andrea Migneco per il 31 marzo
prossimo.

segno calcolato col


sistema retributivo
sono 180 per una spesa mensile di 902,3
mila euro; mentre
lassegno vitalizio di
reversibilit erogato a 117 familiari, tra
cui sette figli, per un
totale di 522,25 mila
euro mensile; quindici ex deputati ricevono pensioni dirette
erogate con il sistema
pro-rata, un mix tra
metodo retributivo e
contributivo. Si tratta, in pratica, degli
ultimi onorevoli pensionati doro eletti
tra la dodicesima e
lattuale sedicesima
legislatura.
La nota di colore che
interessa la provincia di Siracusa tutta
condensata in quanto segue: il primato
di ultimo pensionato
a godere dellassegno pensionistico
Pippo Gianni che
stato licenziato
dallAssemblea regionale siciliana lo
scorso ottobre, dopo
la ripetizione del
voto nelle sezioni dei
comuni di Pachino e
Rosolini sconfitto
dallattuale
parlamentare regionale rosolinese, Pippo Gennuso.
Concetto Alota

La

bonifica del Sin di


Priolo al centro di uninterpellanza avanzata da tre
deputati regionali, tra i quali la Cirone Di Marco, al
presidente Crocetta. relativamente alle opere, vi da
evidenziare che l'accordo
di programma del 2008 (Interventi di riqualificazione
ambientali funzionali alla
reindustrializzazione e infrastrutturazione delle aree
comprese nel sito di interesse nazionale di Priolo),
integrato successivamente nel 2009, prevedeva un
fabbisogno finanziario per
gli interventi di riqualificazione ambientale che ammontava a euro 774 milioni
di euro di cui euro 106 milioni (FASE 1) coperti con
risorse immediatamente disponibili e euro 667 milioni
(FASE 2) coperti con risorse programmatiche, come
specificato nella tabella allegata a disposizione della

In foto, zona industriale priolese.

Commissione;
In particolare, rispetto alle
risorse attuative di cui alla
FASE 1 si evidenzia che
le risorse stanziate dal Ministero dell'ambiente di
cui alla delibera CIPE del
22 marzo 2006, n.1, pari a
euro 50 milioni, sono state
interamente trasferite sulla
contabilit speciale a favore
del commissario delegato
per l'emergenza bonifiche
e tutela delle acque della
regione Sicilia (Decreti di
trasferimento n.8534 del 14
ottobre 2009, n.145 del 20

aprile 2010 e n.2009 del 24


novembre 2011). Rispetto
a tali risorse, il commissario delegato ha assunto obbligazioni giuridicamente
vincolanti nei confronti di
ISPRA, Istituto superiore di
sanit, Sogesid e Sviluppo
Italia, quali soggetti attuatori previsti nell'accordo di
programma del 7 novembre
2008, per un importo di euro
3.709.429,74. Ne consegue,
che le risorse residue a valere sulla predetta delibera
CIPE n.1/2006 ammontano
a euro 46.290.570,26.

Le economie dall'accordo di programma quadro


dell'11 giugno 2004 e dal
1 atto integrativo del 3 dicembre 2005, pari a euro
6.800.000,00, cadute in
perenzione amministrativa,
saranno trasferite dal Ministero dell'ambiente alla
regione Sicilia subordinatamente alla loro reiscrizione
in bilancio.
Le risorse della programmazione unitaria 2007/2013
della regione Sicilia sono
risultate indisponibili, atteso il blocco dei fondi disposto dal CIPE per la riprogrammazione delle risorse
regionali, fino al 3 agosto
2012 quando, con propria
delibera n.87, il medesimo comitato ha disposto,
nell'ambito della citata attivit di riprogrammazione,
l'assegnazione
definitiva
dei previsti euro 50 milioni
in favore della regione Sicilia, per il finanziamento
dell'intervento sul sito di
interesse nazionale di Priolo-Augusta, ... finalizzato
principalmente alla messa
in sicurezza della falda acquifera.
La stessa delibera CIPE
prescrive, per tutti i finanziamenti assegnati, la disciplina degli interventi
mediante la stipula di ap-

Vinciullo li esorta a discutere la questione preliminarmente

I sindaci intervengano
per evitare dimensionamenti
La Regione Siciliana non riesce a intervenire sul

dimensionamento e sulla razionalizzazione della


rete scolastica, perch alcune conferenze dei Sindaci, fra cui quelle della provincia di Siracusa, non
si sono ancora riunite e non hanno deciso quali
indicazioni dare allAssessorato Regionale dellIstruzione e della Formazione Professionale. Lo dichiara lOn. Vincenzo Vinciullo, Vice Presidente

Vicario della Commissione Bilancio e Programmazione allARS.


Sarebbe opportuno, ha proseguito lOn. Vinciullo,
che ci avvenisse entro la settimana, altrimenti il
rischio concreto che si corre che la Regione Siciliana, insieme alla Sovrintendenza Scolastica regionale, interverranno a falcidiare gli Istituti comprensivi e le Scuole superiori della provincia di

positi accordi di programma


quadro rafforzati tra le
regioni e le amministrazioni
centrali competenti per settore, nonch l'assunzione di
obbligazioni giuridicamente
vincolanti entro il 31 dicembre 2013. Tale data stata
prorogata dal CIPE al 30
giugno 2014 e, permanendo la mancata assunzione
di impegni giuridicamente
vincolanti, la giunta della
regione Sicilia con delibera del 20 giugno 2014 ha
approvato la riprogrammazione delle suddette risorse,
che per il SIN di Priolo sono
state decurtate fino all'importo di 25 milioni di euro.
Pertanto il CIPE, con ulteriore delibera (n.21/2014),
ha posticipato al 31 dicembre 2014 la data per l'assunzione di obbligazioni
giuridicamente vincolanti.
Oltre alle suddette risorse, il
Ministero dell'ambiente con
decreto direttoriale del 1 o
dicembre 2011 ha stanziato
ulteriori 4 milioni di euro
per la bonifica dell'area industriale di Priolo.
Le risorse, per un importo
complessivo di euro 82 milioni di euro sono state inserite nella bozza di accordo
di programma quadro rafforzato per il SIN di Priolo,
rispetto al quale il Ministero
dell'ambiente ha fornito le
proprie proposte di integrazione in data 9 settembre
2014. Tuttavia, ai fini della stipula, la regione Sicilia
non ha ancora implementato
il testo con le schede di intervento, richieste dal Ministero dell'ambiente il primo
agosto 2014 e dal Ministero
dello sviluppo economico.

Siracusa, secondo un piano di razionalizzazione e dimensionamento che ho sempre


contestato, ma che, di fronte alle mancate
risposte dei territori, diventano una mannaia insopportabile per le scuole siciliane.
Per evitare, quindi, che vi siano ulteriori
soppressioni di Istituti e ulteriori perdite di
posti, ha continuato lOn. Vinciullo, cos
come a suo tempo stabilito dalla Finanziaria Prodi Padoa Schioppa, sarebbe opportuno che i Sindaci facessero conoscere
le loro determinazioni, in modo da poter
legare le mani alla Regione e impedirle,
cos, di fare tutto ci che vorr in assoluta
autonomia.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 5 febbraio 2015, gioved

5 febbraio 2015, gioved

sanit. lasp completa il percorso terapeutico

Emogasanalisi a casa
Completato il piano

Tale acquisto parte integrante di una progettualit


per un miglior controllo della broncopneumopatia

LAsp

di Siracusa ha
acquistato due emogasanalizzatori
portatili
per la determinazione a
domicilio del paziente
con grave insufficienza respiratoria dei parametri dellossigeno e
dellanidride carbonica.
Tale acquisto parte
integrante di una progettualit
finalizzata
ad un miglior controllo
della
broncopneumopatia cronica ostruttiva
(BPCO) e alla creazione
di un registro provinciale dellinsufficienza
respiratoria della provincia di Siracusa. Ad
oggi questo esame era
effettuabile solamente
nelle strutture ospedaliere sottolinea il direttore generale dellAsp di Siracusa Salvatore
Brugaletta - con gravi
disagi per i pazienti allettati e non o scarsamente ambulabili, specie se residenti in zone
disagiate o lontane dagli
ospedali. Con lacquisto
dei due emogasanaliz-

In foto, prelievo.

zatori portatili, gestiti a


domicilio del paziente
da personale medico ed
infermieristico specializzato, si fatto un ulteriore passo avanti completando il percorso dei
piani terapeutici on-line
per lossigeno nella gestione dellinsufficienza
respiratoria. LOrganizzazione
Mondiale
della Sanit ha classifi-

cato nel 2014 la BPCO


come terza causa di
morte - riferisce il dirigente medico pneumologo Mario Schisano
referente del progetto
sulla gestione integrata
BPCO e Insufficienza
respiratoria -, quindi
fondamentale intervenire nella prevenzione
e nel trattamento di tale
patologia specie in zone

ad elevato rischio ambientale. Linsufficienza


respiratoria pu essere
considerata lo stadio finale della broncopneumopatia cronica ostruttiva. Il suo trattamento,
in casi selezionati, prevede limpiego di risorse terapeutiche quali la
ventilazione meccanica e lossigenoterapia
a lungo termine (OLT)

per oltre 15 ore al giorno al fine di stabilizzare


e rallentare levoluzione
della patologia. Il trattamento con lOLT ha
permesso di migliorare
notevolmente le aspettative di sopravvivenza
e della qualit di vita di
questi pazienti, proprio
perch effettuata al domicilio dellassistito e
consente loro una vita di
relazione pi ampia permettendogli di uscire e
viaggiare con una mobilit quindi anche al
di fuori della sua abitazione. Tale terapia deve
essere monitorata per
evitare anche effetti collaterali quali laumento
dellanidride carbonica
nel sangue. Per tenere
quindi sotto controllo i
parametri dellossigeno e dellanidride carbonica viene effettuata
periodicamente la loro
misurazione nel sangue arterioso mediante
lemogasanalisi. LAsp
di Siracusa affronta in
maniera completa, pertanto, la problematica
dellossigenoterapia domiciliare a lungo termine, riducendo parte dei
disagi che dovevano essere affrontati dai broncopatici e dai loro familiari. Questiniziativa
- conclude - stata giudicata valida al punto da
essere inserita nella gara
di bacino della Sicilia
orientale per la gestione
dei pazienti in ossigenoterapia a lungo termine.

Il sindaco di Siracusa interviene sulle critiche allamministratore

a Sicilia ha bisogno di cambiare marcia


e per farlo si deve assolutamente abbandonare la logica della difesa del proprio orticello. Servono riforme serie, concrete perch solo cos possiamo disegnare un nuovo
futuro per i nostri giovani e la nostra terra.
Lo dichiara il sindaco di Siracusa e dirigente
regionale del Partito democratico, Giancarlo
Garozzo.
La Leopolda siciliana dovr essere il laboratorio dentro il quale si discute e si individuano quelle soluzioni e quelle strade da
seguire per consentire alla Sicilia di uscire
dalle sabbie mobili dentro le quali finita
dichiara Garozzo . Noi dobbiamo guardare
avanti, al futuro e vogliamo indicare un percorso concreto per cambiare, per staccarci
da logiche conservatrici e dare una spinta
forte al rinnovamento, alle riforme. Voler
imprimere una svolta forte al cambiamento
non significa perdere autonomia o diventare una sorta di succursale, vuol dire invece sfruttare meglio e in maniera molto pi
efficace le nostre risorse, le ricchezze del
nostro territorio. Significa dire basta alla
logica dellassistenzialismo e affermarci
grazie prima di tutto alle capacit dei nostri

Chi critica lassessore


Baccei vuole l'immobilismo

giovani ai quali va data la possibilit di far


emergere il proprio talento, le proprie capacit imprenditoriali.
In tutto il paese, il governo guidato da Matteo Renzi afferma ancora Garozzo ha innescato un radicale cambiamento anche delle

istituzioni e la Sicilia non pu stare dietro


una finestra a guardare il Paese che cambia passo rimanendo ferma nella difesa di
posizioni e sistemi che appaiono come privilegi. Quando lassessore regionale Baccei
parla di adeguare i compensi degli amministratori locali a quelli del resto dItalia o di
rivedere alcune posizioni come quelle dei
cosiddetti 'forestali ricchi' sostiene concetti assolutamente condivisibili e chi critica
queste indicazioni lo fa evidentemente perch vuole che nulla cambi.
I costi della politica conclude Garozzo
sono per solo un aspetto delle riforme
presentate da Baccei, bisogna anche utilizzare meglio e in maniera pi efficace i fondi strutturali perch parliamo di miliardi di
euro che consentirebbero di avviare iniziative a sostegno dello sviluppo ed giusto
anche procedere con il taglio delle societ
partecipate.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Ancora cocaina ma
anche marijuana sequestrati
da polizia e
carabinieri
in tre distinti
interventi
Nella foto a fianco,
Ivan Rossitto.

Operazioni antidroga
a Siracusa e Augusta

Ancora

unoperazione antidroga della


polizia a Siracusa.
Gli investigatori hanno arrestato Marsio
Vella di 30 anni e
Ivan Rossitto di 28,
entrambi siracusani,
per il reato di detenzione ai fini dello
spaccio di stupefacenti. Gli agenti della
pattuglia hanno intercettato, nei pressi
di Via Carratore, i
due indagati, gi noti
alle forze di polizia,
cedere della sostanza stupefacente. Gli
uomini delle Volanti sono intervenuti

Gli agenti della pattuglia hanno intercettato


i due nel cedere sostanza stupefacente
e hanno sequestrato
due dosi di cocaina e
390 euro in contanti.
I due indagati, sono
agli arresti domiciliari.
Sempre per quanto
riguarda i controlli
anti droga, i poliziotti
del commissariato di
Augusta hanno arrestato Sergio Zocco di
23 anni, gi noto alle
forze di polizia, per il
reato di detenzione ai
fini dello spaccio di
droga. Luomo, sor-

preso in possesso di
15 stecche di hashish,
per un peso complessivo di 8 grammi,
stato condotto in
carcere. Gli agenti
della Squadra Mobile della Questura di
Siracusa hanno eseguito Aggravamento
della misura cautelare, emessa dal Gip
di Siracusa, nei confronti di Mario Comandatore di 40 anni
residente in Siracusa,
gi sottoposto agli ar-

resti domiciliari per i


reati di furto e rapina,
per aver violato gli
obblighi degli arresti
domiciliari.
I Carabinieri della Compagnia di
Siracusa hanno denunciato per detenzione ai fini di
spaccio di sostanze
stupefacenti due persone, di 42 e 25 anni,
entrambe con precedenti anche specifici.
Durante il controllo
presso labitazione di

uno dei due, allo stato


sottoposto al regime
degli arresti domiciliari per fatto analogo, i militari hanno
notato il 42enne buttare alla loro vista,
sotto un mobile antistante lingresso, una
busta contenente una
dose di cocaina. Inoltre, senza giustificato
motivo o autorizzazione, nellabitazione
i Carabinieri hanno
trovato il secondo
giovane che, perquisito, stato trovato
in possesso di una
modica quantit di
marijuana.

Misura
aggravata
per un
41enne

ggravata la
misura cautelare
nei confronti del
siracusano Mario
Comandatore di
41 anni, sorpreso
fuori dalla sua
abitazione malgrado fosse in regime
di arresti domiciliari. E stato il
Gip del tribunale a
emettere il nuovo
provvedimento
restrittivo dopo che
Comandatore era
stato sorpreso una
decina di giorni fa
in via Antonello
da Messina, in
compagnia di un
altro pregiudicato.
A notificargli il
provvedimento
sono stati i poliziotti della squadra mobile della
Questura. Luomo
si trovava gi agli
arresti domiciliari
per i reati di furto e
rapina.

Le ricerche sono culminate intorno alle ore 16 di ieri con il ritrovamento del cadavere

Trovato morto lanziano


scomparso 10 giorni
fa dalla casa di riposo

Non ci sono dubbi

sull'appartenenza
del cadavere dell
anziano scomparso
il 27 gennaio scorso
dalla casa di riposo
di Avola, il cadavere rinvenuto qieri pomeriggio nei
pressi della circonvallazione fra Avola
e Noto.
Le ricerche, durate
dieci giorni, sono
culminate intorno
alle ore 16 con il ri-

trovamento del cadavere di Oreste Gentile, di 73 anni da parte


di un elicottero della
Polizia di Stato. Sul
posto sono accorse
le pattuglie della Polizia, che hanno verificato che si trattasse
proprio di quellanziano allontanatosi
dieci giorni fa dalla
casa di riposo Oasi
San Francesco sita
in contrada Ronchetto ad Avola.

Il sostituto procuratore Antonio Nicastro,


ha disposto linvio
sul luogo del ritrovamento del cadavere
del medico legale,
Corrado Cro, che ha
eseguito l'ispezione
cadaverica dalla quale emergerebbe che
la causa della morte sia dovuta ad una
crisi ipoglicemica.
Luomo soffriva di
demenza senile, diabete ed ipertensione

In foto, Oreste Gentile.

arteriosa. Dalla rico- di riposo, ad accorstruzione della sua gersi del suo allonscomparsa dalla casa tanamento dalla casa

di riposo sia stata


unassistente che si
era recata nella sua
camera per invitarlo
a recarsi a pranzo.
Da quel momento sono scattate le
ricerche ma senza
alcun esito. Alcuni
ospiti della struttura lo avevano visto
passeggiare allinterno del cortile.
E probabile che di
l a poco sia uscito
dal cancello e non
sia riuscito pi a
trovare la strada del
ritorno perdendosi
nelle campagne di
Avola, dove poi
stato ritrovato dai
poliziotti.
R.L.

societ 6

Il

Sicilia 5 febbraio 2015, gioved

Uno spettacolo deflagrante


tra sonorit e attualit

mio sar
uno spettacolo in musica
con lutilizzo
di diverse lingue, il siciliano e il greco
su tutte, e uno
sguardo forte
alla dimensione scura del
Mediterraneo.
Moni Ovadia,
regista
della
tragedia Supplici nellambito del cinquantunesimo
ciclo di spettacoli classici in
programma al
Teatro
Greco
di Siracusa dal
15 maggio al
28 giugno ha
effettuato marted
mattina
un sopralluogo
per scoprire la
grande
cavea
del Colle Temenite e iniziare a
disegnare la
messa in scena
dellopera
di Eschilo. Ad
accompagnare lartista nel
primo contatto
con le pietre
del Teatro Greco cerano il
sovrintendente
della
Fondazione Inda Gioacchino Lanza
Tomasi, il componente
del
consiglio damministrazione
Walter Pagliaro, lo scenografo Giovanni
Carluccio e la
costumista Elisa Savi.
User il siciliano ma anche
il greco racconta Ovadia -.
Gli attori utiliz-

Il noto Moni Ovadia regista protagonista


questanno della tragedia Supplici

zeranno il greco di Eschilo


ma nella pronuncia dei giorni nostri perch
non dobbiamo
dimenticare

durre qualche
piccola parte in
arabo.
Moni Ovadia
oltre a dirigere
lo
spettacolo
sar anche uno

regista definisce un giovane sapiente


e un grande
artista.
Proprio la musica
sar protago-

che si misceleranno tra loro


allinterno
di
una rappresentazione
tutta
musicale.

Ad accompagnare lartista
nel primo contatto con le pietre del Teatro
Greco cera
il sovrintendente della Fondazione Inda
Gioacchino
Lanza Tomasi

che si tratta del


linguaggio della democrazia
e che la Grecia,
oggi un paese
che soffre ed
martoriato, ha
dato tantissimo
a tutto il mondo. Ci saranno
parti in italiano
e sto pensando
anche alla possibilit di intro-

dei protagonisti perch interpreter Pelasgo, re di Argo.


Altra colonna
portante dello
spettacolo sar
invece Mario
Incudine, cantautore ennese
che curer le
musiche e sar
assistente alla
regia e che il

nista assoluta
di una versione dellopera
di Eschilo che
promette
di
regalare grandi
emozioni.
Penso a uno
spettacolo deflagrante continua il regista
, a una tavolozza di suoni
ed espressioni

Ovadia, che ha
fatto della lotta
per la pace e il
rispetto dei diritti umani una
vera e propria
missione, non
dimentica poi
di
affrontare
temi di grandi
attualit. Porteremo in scena una tragedia che parla

di donne che
rifiutano la prepotenza macista racconta
lartista , che
rivendicano
lautonomia
femminile davanti a uomini che cercano
di prevaricarle. E racconta
anche di un re
che
consulta il popolo in
unimmagine
di grande effetto. In questa
terra, in Sicilia,
parleremo
di
accoglienza e
di libert perch non c libert se non si
pu accogliere
e non c accoglienza senza
libert.
Lultimo pensiero per lesordio al Teatro
Greco che emoziona anche un
grandissimo
artista
come
Moni Ovadia.
Per me sar
un enorme privilegio ha
confessato
il
regista anche
perch il teatro
ci ricorda da
dove veniamo
e noi dobbiamo
sempre mettere in conto le
nostre
radici
perch senza di
esse non siamo
nulla, saremmo
solo
funzioni
socio-economiche. Il teatro oggi resta il
luogo dove si fa
la vita, il luogo
sacrale nel quale si affrontano
le problematiche della vita.

5 febbraio 2015, gioved

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

continua il braccio di ferro tra Rizza e garozzo

LArpa ha diritto
della sede operativa
dellex Lazzaretto
L

Arpa ha diritto ad
avere una sede operativa
allaltezza
dellimportante ruolo che svolge in
difesa dellambiente: per
questo, assegnarle l'ex
Lazzaretto, in via del Porto Grande, restaurato con
i fondi delle bonifiche industriali, appare la soluzione pi razionale ed immediatamente attuabile.
Lo dichiara il sindaco di
Priolo, Antonello Rizza, entrando cos nel dibattito sullutilizzazione
della struttura, del tutto
rimessa in sesto ed ormai
pronta per la fruizione.
Il Comune di Siracusa
vorrebbe, invece, allo-

carvi gli uffici del progetto Smart city, unipotesi alla quale Priolo
si oppone decisamente.
Il restauro avvenuto
nellambito dellaccordo
di programma sulle bonifiche ribadisce il sindaco Rizza una struttura
che va, quindi, utilizzata
al servizio della difesa
ambientale ed in sintonia
con le indicazioni date
dagli Enti protagonisti di
questintesa. Siamo fermamente contrari per una
ragione semplicissima:
nulla da dire sulla bont
del progetto Smart city,
ma ci chiediamo perch il
Comune aretuseo non al-

lochi questa iniziativa in


una delle tante prestigiose
sedi che ha nella propria
disponibilit, quando, in
tutte le riunioni prefettizie sullargomento, per
l'ex Lazzaretto, in via del
Porto Grande, si sempre
parlato dellArpa. Rizza
continua ricordando che
la richiesta di assegnare la
struttura allAgenzia perla Protezione Ambientale
risale al lontano 2008.
Fui io a chiedere allallora ministra per lAmbiente, Stefania Prestigiacomo, di far assegnare,
dopo il restauro, limmobile allAgenzia dice
Rizza - visto che in tutte

In foto, l'ex Lazzaretto, in via del Porto Grande

le sedi veniva rilevato lestremo disagio degli operatori dellArpa, costretti


ad operare in una sede
fatiscente, nella quale,
molto spesso, manca perfino lacqua. Adesso,
ci sembra assolutamente
fuori luogo la posizione
del comune di Siracusa
sottolinea ancora il sindaco di Priolo poich
lArpa, in questo momento, da considerare
la vera emergenza sulla
quale concentrare tutti gli
sforzi. Ma non ci si deve
fermare qui. Antonello
Rizza ricorda che lArpa
ha bisogno di un potenziamento sia strutturale,

che strumentale. Per questo deve partire forte, da


parte di tutti i Comuni che
fanno parte dellaccordo
di programma, una richiesta alla Regione perch
doti lAgenzia di strumentazioni allavanguardia,
allaltezza del fondamentale compito istituzionale che comporta la tutale
ambientale.
Solo cos sar possibile
monitorare efficacemente
un ambiente per il quale, in tutte le istanze che
vengono dal territorio, c
una fortissima richiesta
di controlli conclude il
Sindaco di Priolo sembra una contraddizione.

i lavori consegnati alla ditta appaltatrice

Si fanno i marciapiedi
in via Filisto a Siracusa
Sono stati consegnati ieri mattina i

Via Filisto.

lavori per la realizzazione dei marciapiedi e lampliamento di via Filisto, nella zona alta del capoluogo.
I lavori, che saranno completati entro un anno, costeranno 686 mila
153 euro e saranno eseguiti dalla
ditta Ipsale Srl di Leonforte in provincia di Enna, che si aggiudicata
lappalto presentando un ribasso
del 34,51%.
I lavori riguarderanno la sistemazione della sede stradale e la contestuale realizzazione dei marciapiedi, nel tratto che va da via Alcibiade

operazione dei carabinieri a cassibile

Ruba 100 chili di agrumi


37enne in manette

ella tarda serata di ieri i Carabinieri della Stazione di Cassibile hanno tratto in arresto,
nella flagranza del reato di furto
aggravato, Roberto Zara, 37enne
siracusano gi noto agli operanti, sorpreso mentre asportava
dallinterno di unazienda agricola sita in localit Fonte Ciane
circa cento chili di agrumi carica-

ti in tre sacchi di juta. Luomo


stato notato e bloccato dai militari dellArma impegnati nel pattugliamento del territorio.
La refurtiva stata interamente
recuperata e restituita allavente
diritto. Al termine delle formalit
di rito, luomo stato sottoposto
al regime degli arresti domiciliari.

a piazza dei Matila; a tal fine


previsto lallargamento della sede
stradale nel tratto compreso fra via
Senatore Di Giovanni a via Pitia,
oggetto gi di procedura espropriativa e quindi nella piena disponibilit dellente pubblico locale.
Contestualmente, verranno realizzati limpianto di pubblica illuminazione ed alcuni sottoservizi, tra
cui la rete fognante per convogliare
le acque meteoriche, ed un tratto
di rete idrica per la distribuzione
dellacqua potabile.
R.L.

Si bonifica
viale dei Comuni
Sar bonificata in danno la-

rea di viale dei Comuni allaltezza del civico 181.


Larea in questione si trova in
totale stato di abbandono da
diversi anni.
Lintervento eseguito dalla
I.G.M. inizier alle 7,30.
Le operazioni di pulizia straordinaria saranno coordinate da
agenti della Polizia Ambientale
del comune di Siracusa.

SOCIETA' 8

5 febbraio 2015, gioved

Sicilia 5 FEBBRAIO 2015, GIOVED

Se la memoria
della Storia deve
essere utile, oltre
che per ricordare,
anche per non ripetere gli errori e
orrori del passato,
forse bene notare che i concetti
espressi in quel
Manifesto erano
e sono diametralmente opposti alla
legge di Cristo

di Roberto Tondelli
Le Leggi razziali furono varate in Italia
fra il 1938 e la prima met degli anni
40 e furono basate
sul Manifesto della
razza, pubblicato sul
Giornale dItalia il 15
luglio del 1938. Ecco
una sintesi dei dieci
punti del manifesto e
una breve valutazione alla luce dellEvangelo di Ges Cristo.
1. Esistenza delle razze umane come una
realt fenomenica,
materiale, percepibile con i nostri sensi.
2. Lesistenza di vere
razze una verit
evidente.
3. Alla base delle
differenze di popolo
e di nazione stanno
delle differenze di
razza. Se gli Italiani
sono differenti dai
Francesi, dai Tedeschi, dai Turchi, dai
Greci, ecc., non
solo perch essi hanno una lingua diversa
e una storia diversa,
ma perch la costituzione razziale di questi popoli diversa.
4. Gli italiani sono
per la maggioranza
di origine ariana
[dal termine arya,
dal sanscrito nobile,
puro].
5. La fisionomia razziale dellItalia la
stessa di quella che
era mille anni fa.
6. Esiste una pura
razza italiana che deriva dalla purissima
parentela di sangue
che unisce gli Italiani
di oggi alle generazioni che da millenni popolano lItalia.
Questa antica purezza di sangue il pi
grande titolo di nobilt della Nazione
italiana.
7. Gli italiani debbono
proclamarsi
francamente razzisti,
questo vuol dire elevare litaliano a un
ideale di superiore
coscienza di s stesso
e di maggiore responsabilit.
8. C una distinzione netta fra i mediterranei europei da una
parte e gli orientali e
africani dallaltra.
9. Gli ebrei non appartengono alla razza
italiana.

Le leggi razziali
del 1938 contrarie
allEvangelo
10. I caratteri fisici
e psicologici degli
italiani non vanno
alterati. Il carattere
puramente europeo
degli Italiani viene
alterato dallincrocio (inammissibile)
con qualsiasi razza
extraeuropea e portatrice di una civilt
diversa.
noto quali furono
le conseguenze di
questo aberrante decalogo (perdita del
lavoro per gli ebrei,
deportazioni, omicidi di massa, ecc.).
Se la memoria della
Storia deve essere
utile, oltre che per
ricordare, anche per
non ripetere gli errori
e orrori del passato,
forse bene notare
che i concetti espressi in quel Manifesto
erano e sono diametralmente
opposti
alla legge di Cristo.
Quando Ges/Yehoshua vuole insegnare
ai discepoli chi sia il
loro prossimo, indica lazione buona di
un samaritano che
si ferma a soccorrere un uomo malmenato e derubato da
ladroni. noto che
i samaritani avevano contaminato la

pura razza unendosi


a donne non ebree.
Per Ges ignora del
tutto il concetto di
razza e guarda al cuore del samaritano che
ebbe piet del ferito.
Quando Paolo apostolo scrive lepistola
ai discepoli di Ges
in Efeso delinea il
progetto divino di
riunire sotto un solo
capo, Cristo Ges,
tutte le cose (anche
tutte le razze?)
che sono addirittura
nei cieli e sulla terra.
Nella stessa lettera si
dice in modo esplicito che lopera di

Cristo di cancellare
ogni divisione esistente fra gentili ed
ebrei, cio fra tutte le popolazioni del
mondo (le genti) e
il popolo di Abramo,
di Mos e dei profeti. Entrambi, infatti,
hanno la possibilit
di riconoscersi fratelli in Cristo Ges
che ha dato se stesso
per tutti. Tutti infatti
hanno libero accesso
alla Notizia Buona
(=Evangelo)
della
salute spiritale e morale nella persona di
Cristo Ges.
A proposito di Abra-

mo, capostipite biologico degli ebrei,


egli resta per tutti
un esempio grande
di fede fiduciosa nel
Dio che a lui si rivel. E quanti credono
con la stessa fede
sono davvero discendenti di Abramo.
Questa la fede fiduciosa che ebbero No
(proclamatore della
giustizia di Dio), Elia
(grandissimo profeta), lo stesso Abramo
e sua moglie Sara
(una coppia di fede),
Daniele (che per fede
sostenne grandi prove), Giuseppe (che
per fede spos Maria,
non abbandonandola
allapparente condizione di ragazza nubile e incinta), Giovanni il Battezzatore
(che preannunci la
venuta del Messia),
e Ges/Yehoshua di
Nazaret (che per fede
ubbid a Dio fino alla
morte in croce).
Come creature di Dio
tutti siamo fratelli; e
il legame sacro che
unisce gli uomini
tutti non pu essere
rotto o allentato mai
da nessuna diversit
di origine, di sangue,
di razza, di cultura,
di fede. Ci che sfa-

scia e divide solo


la malizia umana e
labbrutimento, a cui
luomo spesso si abbandona. Dio dona la
sua grazia senza fare
distinzione tra giusto
e ingiusto, tra giudeo
o greco, tra sapiente e
ignorante, ma la dona
a tutti, come su tutti
fa splendere il sole.
Cos deve fare anche il cristiano per il
quale tutti gli uomini sono oggetti cio
del suo amore, siano
amici, siano nemici,
del proprio o di diverso sangue (Tondellicos si espresse
nel 1942 Giuseppe
Venturi, vescovo di
Chieti, uno dei pochi che cercarono di
opporsi alle Leggi
razziali). Quando le
leggi delluomo si
oppongono alla norma di Dio, il credente preferisce ubbidire
a Dio e disubbidire
agli uomini. Questo
lesempio apostolico insegnato nel
libro degli Atti degli
Apostoli. La antica
purezza di sangue
considerata il pi
grande titolo di nobilt della Nazione
italiana fu ed dunque un concetto diametralmente opposto
alla purezza del sangue di Ges Cristo, il
cui sacrificio nobile
perch (1) egli, uomo
fatto di carne e sangue, fu tentato come
tutti in ogni aspetto della tentazione
umana, ma senza mai
peccare; (2) diede liberamente se stesso
alla morte per tutti, senza distinzione
razziale alcuna. Cos
dice la bella Epistola
agli Ebrei, nel Nuovo
Testamento, e questa
la fede della Chiesa
che appartiene al Signore Risorto. Beato
chi si accosta allEvangelo della salvezza senza pregiudizio
(Chiesa di Ges Cristo via Modica 3
di fronte allingresso
Istituto F. Insolera
conversazioni bibliche: mercoled e
venerd ore 19:30;
culto al Signore domenica ore 10:30
info: 09311935947
3404809173 email:
chiesadicristo@alice.it).

Sicilia 9

societ

Recepite le
preoccupazio- Expo Milano
ne del primo per la Riserva
cittadino cadi Pantalica
nicattinese, al
quale stato si programma
ha assicurato la gestione
il massimo
Al via il tavolo
operativo
per la riimpegno nel serva di Pantalica,
la soluzione sarebrafforzare
be quella di utilizi sistemi
zare il personale
presente all'interno
di sicurezza
dei comuni e dell'ex
La sede
della Prefettura.

Intimidazione: Il prefetto Gradone


riceve il sindaco Amenta
L

a vicenda della
lettera intimidatoria
recapitata al Comune contro lassessore
al Welfare Marilena
Miceli, trova occasione di incontro
tra il sindaco Paolo
Amenta e il Prefetto
di Siracusa, Armando Gradone, al quale
stamane, ha espresso
la
preoccupazione
per il clima di tensione che si registra
ormai, a Canicattini
Bagni come in tutti
i Comuni siciliani, a
causa dellallargarsi
del disagio sociale

Motivo dellincontro, l'intimidazione


contro lassessore al welfare Marilena Miceli
e della povert tra i
cittadini. Il Prefetto
Gradone, dal canto
suo, nel recepire le
preoccupazione del
primo cittadino canicattinese, ha assi-curato il massimo impegno nel rafforzare
i sistemi di sicurezza
a Canicattini Bagni,
per permettere agli
Am-ministratori pubblici di poter operare
nella massima tranquillit e trasparenza.

Nel ringraziare S.E.


il Prefetto di Siracusa
ha dichiarato il sindaco Paolo Amenta,
vice presidente di
An-ciSicilia - voglio
altres
ringraziare
quanti hanno espresso forte condanna di
un atto vile e fatto
sentire la propria vicinanza allassessore
Marilena Miceli, impegnata in un difficile compito, da titolare del Welfare, in un

momento nel quale


in larghe fasce di popolazione sentito il
peso ed il disagio di
una crisi che, se non
arginata da misure
e scelte governative
ben precise, rischia di
fatto di rivoltarsi solo
ed
esclusivamente
sui Comuni, unico
punto di riferimento
dei cittadini nel territorio.
Lo stesso Presidente della Repubblica,

Sabato Presso LAula Consiliare Comune di Priolo

Giornata di studio
sulla tutela dellaria
e dellambiente

La

tutela dell'aria e dell'ambiente uno dei


grandi temi della
societ contemporanea.
Per affrontarlo
e ff i c a c e m e n t e
nei suoi molteplici aspetti non
pu prescindere dall'apporto
di chi possiede conoscenze
scientifiche che

devono diventare
patrimonio comune delle collettivit. In quest'ottica
l'Istituto
Superiore Internazionale di Scienze
Criminali vuole
offrire il contributo
scientifico
dei tecnici del diritto ed esplorare
alcuni dei temi di
maggiore impatto
nel corso di una

specifica giornata
di studi.
L'ISISC ha scelto
di svolgere i lavori con il patrocinio del Comune
di Priolo e presso
la sala consiliare del Comune
stesso per dare un
segnale chiaro di
vicinanza
della
comunit scientifica ai territori nei
quali pi urgen-

ti e drammatici
di
evidenziano
i problemi ambientali e per offrire una chiave di
lettura informata
dei fenomeni non
solo ai tecnici del
diritto, ma a tutti
coloro che hanno
effettivo desiderio di conoscenza
di un fenomeno
socialmente cos
rilevante.

Sergio Mattarella, nel


suo discorso di insediamento ha ribadito
e ri-marcato il ruolo
dei Comuni nel territorio, che per i cittadini rappresentano,
cos come gli Ospedali e le Scuole, lo
Stato. Altri dovrebbero riflettere su questo.
Come AnciSicilia,
da tempo abbiamo
lanciato lallarme, e
su questo fronte siamo impegnati per
chiedere ai Governi,
nazionali e regionali,
provvedimenti che
aiutino e sostengono
le famiglie e le fasce pi deboli. Non
possiamo subire solo
tagli alle risorse finanziarie e drastiche
riduzione dei fondi,
com avvenuto in
Sicilia, per continuare a garantire i servizi
sociali. Per questo,
luned prossimo, abbiamo chiamato tutti
i Comuni e i Consigli
comunali allapprovazione di un documento e di un programma di iniziative
deciso da AnciSicilia
per chiedere misure
concrete per combattere la povert, non
fare morire i Comuni, ripeto, unico front
office con i cittadini
come sostenuto dal
Presidente Mattarella.

Provincia che si occuperebbero dell'apertura della riserva ma anche dei


siti che fanno parte
della rete museale. Questo quello
emerso ieri alla
Camera di commercio di Siracusa tra
i rappresentanti dei
comuni di Sortino,
Canicattini, Ferla e
Cassaro e della Sovrintendenza e del
comune di Siracusa.
La priorit innanzitutto quella di definire l'appalto per i
lavori edili nella riserva, intervento da
circa 900 mila euro,
in fase di aggiudicazione da parte
dell'Azienda foreste, ma anche provare a recuperare le
risorse pari a oltre
300 mila euro per
la "Card turistica",
una sorta di biglietto unico per i siti archeologici, naturalistici e le strutture
museali, promosso
dalla galleria di palazzo Bellomo.
"Sulla
gestione
avranno un ruolo
importante gli enti
pubblici coinvolti
ma si dovr creare
anche una sinergia
con i privati per arrivare ad altri servizi importanti". I siti
della rete museale,
dove stata fatta una nuova gara,
sono per Floridia
il "Museo Nunzio
Bruno", per Sortino l'ex sede del
"Museo dei pupi",
per Cassaro palazzo Garf, per Canicattini il museo
"Tempo", per Solarino una piazza del
paese. E di questo
si discuter luned
prossimo stavolta in
Sovrintendenza per
capire a che punto
sia l'iter per recuperare i finanziamenti
per la card turistica.

societ 10

Sicilia 5 febbraio 2015, gioved

Carabinieri di Modica
arrestano corriere della droga
Benjalal
Ahmed,
di 34 anni,
gi noto
alle forze
dellordine
per reati
specifici

In foto, un momento
della conferenza
stampa. Sotto, la sede
della Compagnia
carabinieri di Modica

el corso di
una operazione
antidroga i Carabinieri
della
compagnia
di
Modica
hanno
arrestato un corriere marocchino con un chilo
e 200 grammi di
hashish. La sostanza stupefacente era nascosta in un borsone
insieme a della
frutta
utilizzata per coprire la
sostanza stupefacente. Si tratta di un cittadino marocchino,
Benjalal Ahmed,
di 34 anni, gi
noto alle forze
dellordine
per
reati specifici. Lo
straniero stato
notato dai militari
dellArma
mentre si trovava
a Modica in Piazza Falcone Borsellino, punto di

arrivo di diverse
linee di pullman
che collegano le
varie
province
della Sicilia.
Lorario e la presenza in quel luogo dello straniero
hanno insospettito i Carabinieri, impegnati in
un apposito servizio di contra-

sto allattivit di
spaccio di stupefacenti, pertanto,
hanno proceduto
al controllo del
soggetto.
Sottoposto a perquisizione
personale
veniva
trovato in possesso di 1,2 kg di
hashish nascosti
sul fondo di una

sacca piena di
frutta.
I
Carabinieri,
quindi, lo hanno
immediatamente
condotto in caserma dove, dopo le
formalit di rito,
lo hanno dichiarato in arresto e
su disposizione
del sost. proc. di
turno, d.ssa Alessia la Placa, lo
straniero stato
associato presso
la casa circondariale di Ragusa.
Proseguono invece le indagini dei
Carabinieri per
verificare la provenienza
della
sostanza stupefacente, la destinazione e, inoltre,
i guadagni che
avrebbe fruttato
la droga con la
vendita al minuto che si stima
in circa 15.000
euro.

5 febbraio 2015, gioved

Elogio al reparto
di ginecologia dellUmberto I
di Siracusa
Parole di apprezzamento quelle scrit-

te da una cittadina siracusana, che con


una lettera firmata ha voluto elogiare
il reparto di Ostetricia e Ginecologia
dellospedale Umberto I di Siracusa
diretto da Antonino Bucolo per il trattamento e lattenzione avuta nei suoi
confronti durante il periodo di degenza
nel mese di dicembre scorso. Si riporta di seguito quanto scritto da Laura
Scottoli, che ha autorizzato alla pubblicazione del suo nome, al direttore generale dellAsp di Siracusa Salvatore
Brugaletta:
Egr. dott Brugaletta, nel mese di dicembre sono stata ricoverata presso
lunit operativa di Ostetricia e Ginecologia, superbamente diretta dal dott.
Antonino Bucolo, dopo aver partorito
un bel maschietto, una complicazione
post parto ha costretto i sanitari ad un
intervento chirurgico urgente. Lintervento, eseguito magistralmente dal
dott. Bucolo, clinicamente riuscito ha
costretto per i medici a trasferirmi, in
coma farmacologico, in rianimazione,
successivamente sono ritornata nel reparto di Ostetricia, infine dimessa in
quanto guarita. Con la presente vorrei comunicare alcune considerazioni
riguardo agli aspetti professionali ed
umani del personale medico ed infermieristico che si occupato della mia
degenza. In un periodo in cui lopinione pubblica tende a sottolineare soprattutto gli aspetti negativi della sanit
siracusana, io vorrei invece spezzare
una lancia a favore di coloro che riportano in alto gli standard qualitativi
e sottolineare che anche a Siracusa ci
sono delle eccellenze. Sono stata piacevolmente colpita, nonostante la gravit
della patologia, dalle capacit professionali di alto livello, dalla facile accessibilit nei rapporti con il dott. Bucolo,
dalla disponibilit costante nel fornire
spiegazioni a me ed ai miei numerosi
parenti e nel preoccuparsi dello stato
della mia salute. In particolare sottolineo i miei pi sentiti ringraziamenti al
direttore Bucolo per le Sue doti umane,
che fanno di un medico un eccellente medico, una persona speciale. Un
encomiabile grazie lo rivolgo anche
alla capo sala Franceschi del reparto
di Ostetricia che con grande dedizione,
preparazione e capacit ha seguito levolversi della mia guarigione. La sensibilit, la solarit, lempatia da parte sua
hanno reso la mia degenza pi lieve.
Un grazie al personale infermieristico
che con il sorriso, la bravura, i suggerimenti e il conforto che mi sono stati elargiti mi hanno sicuramente fatto
affrontare in modo meno doloroso gli
eventi. Grazie ancora.

AllUnione dei Comuni riconfermato luscente Emanuele Tringali

Il sindaco di Canicattini
nomina la nuova giunta

Il sindaco ha tenuto per se le deleghe relative al Bilancio,


Sviluppo Economico, Turismo, Cultura e Personale

l sindaco di Canicattini
Bagni, dopo lazzeramento
dei giorni scorsi della Giunta, per dare corso al nuovo
progetto politico di comunit
per unampia e condivisa
responsabilit in seno al
Consiglio comunale, che ha
coinvolto anche i consiglieri
dellopposizione di Trasparenza e Cambiamento,
stamattina ha provveduto alla
nomina del nuovo esecutivo e
dellassessore allUnione dei
Comuni, incarico attualmente
ricoperto dallo stesso primo
cittadino.
Con propria determina, pertanto, alla luce del lavoro
svolto in questi anni, il primo
cittadino ha rinnovato la fiducia ai due assessori uscenti,
Salvatore La Rosa, 56 anni
imprenditore agricolo, che
lascia per lAmbiente e la
vice sindacatura, per ricoprire
le deleghe ai Lavori Pubblici
e alla Protezione Civile; Marilena Miceli, 34 anni, una
laurea in Scienze bancarie,
che si occuper di Welfare,
Spettacolo, e della Pub-blica
Istruzione; mentre entrano
in Giunta due consiglieri
comunali (la legge consente
di nominare sino al 50% del
numero complessivo degli assessori), Sebastiano Cascone,
42 anni, assistente di Polizia
Peniten-ziaria, ex capogruppo del Gruppo Misto, a cui

In foto: Miceli, La Rosa, Amenta, Tringali, Cascone e Savarino.

sono state affidate le deleghe


dello Sport, Verde Pubblico,
Sanit, e Affari cimiteriali; e
Pietro Savarino, 59 anni, dipendente dellAgenzia delle
Entrate, ex capo-gruppo di
Trasparenza e Cambiamento, che negli anni passati
ha gi ricoperto pi volte la
carica di asses-sore, a cui il
sindaco Amenta ha affidato
la vice sindacatura, e le deleghe allAmbiente, Polizia
Municipa-le, Viabilit, Urbanistica, e Tributi.
Il sindaco ha tenuto per se le
deleghe relative al Bilancio,
Sviluppo Economico, Turismo, Cultura, e Per-sonale.
AllUnione dei Comuni, il
sindaco Amenta ha riconfer-

mato luscente Emanuele


Tringali, 57 anni dipen-dente
delle Ferrovie dello Stato,
che continuer ad occuparsi
di Turismo, al quale ha riaffidato anche la pre-sidenza del
Centro Diurno Anziani della
citt che aveva lasciato con
lazzeramento.
I nuovi assessori hanno gi
giurato nelle mani del segretario generale del Comune,
Sebastiano Grande, en-trando
nelle piene funzioni del mandato affidatogli.
Con la nomina della Giunta e
dellAssessore allUnione dei
Comuni ha detto il Sindaco
Paolo Amenta si chiude
questa fase organizzativa
che ci vedr impegnati in

Spaccio di sostanze stupefacenti il reato contestato e commesso nel settembre del 2012

Carabinieri di Ispica eseguono ordine di detenzione


Nel tardo pomeriggio di
marted, i Carabinieri della
Stazione di Ispica hanno
proceduto allarresto di Gaetano Mistretta di 63 anni,
originario di Mazara Del
Vallo residente a Ispica, censurato. Sulluomo pendeva
un ordine di esecuzione per lespiazione
di pena detentiva in regime di detenzione
domiciliare, disposto dalla Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario
di Marsala (TP), per il reato di detenzione
ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti,
commesso a Petrosino (TP) nel corso del
2012 Luomo da qualche anno viveva

fuori Ispica ma proprio ieri


i Carabinieri avevano saputo
del suo rientro nella cittadina.
Pertanto, i militari della Stazione di Ispica hanno monitorato
per tutta la giornata i possibili
luoghi frequentati dal Mistretta
e, nel tardo pomeriggio di ieri,
lo hanno rintracciato nella propria residenza ispicese e, dopo averlo identificato, gli
hanno notificato lordinanza come disposto
dalla Procura presso il Tribunale Ordinario
di Marsala. Il Mistretta, secondo quanto
previsto dal provvedimento, dovr scontare
un anni, 6 mesi e 12 giorni di reclusione in
regime di detenzione domiciliare.

un progetto pi ambizioso,
nella continuit del lavoro
sinora svolto dalla mia Amministrazione in questi anni.
Obiettivo, oltre a continuare a
garantire i servizi ai cittadini,
in particolare alle fasce pi bisognose, come abbiamo fatto
sinora, nonostante i pesanti
tagli alle risorse finanziarie
da parte di Stato e Regione,
quello di non fare inghiottire
il nostro Comune, come purtroppo sta avvenendo in tante
realt, dal vortice di una crisi
che non ha precedenti. Sinora
abbia-mo mantenuto in equilibrio il bilancio nel rispetto
dei vincoli impostaci dallo
Stato, obiettivo che questa
Amministrazione continuer
a perseguire guardando anche
al miglioramento di alcuni
servizio e ad una ri-duzione
della pressione fiscale. La
battaglia della salvaguardia
dei Comuni dal collasso per
non solo locale ma si sposta
in tutto il territorio siciliano,
come stiamo facendo con
lAnci, che mi vede in prima
fila nel mio ruolo di vice presidente. Sul tavolo di confronto
con questa Regione sorda
non ci sono solo i bilanci dei
Comuni, ma le problematiche
dei rifiuti e la mancanza di
un piano regionale sulle discariche e le piattaforme per
lumido, la lotta alle povert,
la salvaguardia del territorio
dalle trivellazioni e il rilancio
dello sviluppo, soprattutto
sostenibile, per il futuro dei
nostri giovani.

Sicilia 11

societ

politica

Cetty Vinci:
Sanit
a Siracusa
allo sbando
C

inquantuno milioni di euro


di mobilit passiva in un anno
dichiarata da direttore generale dellAsp di Siracusa in
sede di commissione consiliare sanit rappresentano
la linea di rendicontazione di
un fallimento delle politiche
sanitarie del nostro territorio,
di cui comunque il Sindaco
di Siracusa, ancorch non
abbia competenze dirette,
nella qualit di responsabile
della sanit, artefice insieme ai vertici sanitari e alla
deputazione regionale. Il
progetto del nuovo ospedale
di Siracusa, infatti, sempre
pi irrintracciabile nel porto
delle nebbie delle risposte
evasive che continuiamo a
ricevere in Consiglio comunale e in commissione.
Ed troppo facile ergersi a
king maker quando si tratta
dei cambiamenti a qualche
poltrona regionale per dimostrare il proprio peso politico
e dichiararsi estraneo ai fatti
quando obiettivi realmente
importanti per la citt come
il nuovo ospedale non si
comprende perch non vengano neanche perseguiti. Il
registro tumori aggiornato
al 2009, i dati che ne vengono
fuori ci servono di conseguenza a ben poco perch noi
siamo nel 2014, ma intanto ci
vanagloriamo di partecipare
alle sedute dellAia.
Lospedale di Lentini
vuoto per circa il 50% e
nessuna politica sanitaria
vede protagonista la classe
dirigente siracusana per far
s che attraverso loccupazione dellaltro 50% la
cifra del debito proveniente
dalla mobilit passiva possa
ridursi. Non esiste un pronto
soccorso pediatrico attivo
h24, un neonato che abbia
la broncopolmonite per fare
le lastre di radiologia deve
uscire fuori dal reparto o
dallunit ospedaliera a piedi
o farsi portare in braccio, la
radioterapia appartiene alla
politica renziana degli annunci perch ad oggi quello
in quanto le risposte che mi
vengono date appartengono
al politichese dei tempi
tecnici.

SPECIALE 12

Sicilia 5 FEBBRAIO 2015, GIOVED

La giornata di domenica avr inizio alle 8:00

Presentata nellaula multimediale del Distaccamento


Aeronautico militare di Siracusa il programma della giornata
dimostrativa di Protezione Civile organizzata da Feder Di.Ma
Presentata,
ieri mattina,
nellaula multimediale del
Distaccamento Aeronautico di Siracusa,
il programma
della giornata
dimostrativa
di Protezione
Civile, prevista giorno 8
febbraio, negli
spazi allaperto della stessa
area militare
del capoluogo,
a conclusione
di un corso di
formazione rivolto alle associazioni di
volontariato,
operanti in diverse province
siciliane, organizzato dalla
Feder Di.Ma,
la Federazione nazionale
Disaster Manager, in collaborazione con
le altre realt
associative locali. A dare il
benvenuto ai
giornalisti intervenuti stato
il Comandante
del Distaccamento Aeronautico, il Ten.
Col. Francesco
Mincolelli, che
ha ricordato le
funzioni prevalenti del Reparto di cui
alla guida, da
poco meno di
un mese, vale
a dire: prote-

zione sociale, altre istituzioni vit esterne di I n q u e s t u l a favore del ma per mezzo respiro socia- timo ambito,
personale delle di diverse atti- le e sportivo. ad esempio, il
Forze Armate e dei propri
familiari, nonch supporto
logistico alla
137 Squadriglia Radar Remota di Mezzogregorio. Il
Comandante
ha rimarcato,
altres, la grande apertura e
collaborazione
del Corpo aeronautico con
il territorio, con
il quale si interfaccia ed interagisce, non
soltanto attraverso il dialogo
costante con le

5 FEBBRAIO 2015, GIOVED

Distaccamento sta fornendo, di recente,


un importante
supporto alla
Fidal, offrendo
ospitalit agli
atleti specialisti di marcia,
che allenandosi
in loco, hanno
ottenuto ottimi risultati nel
Campionato
Nazionale di
Marcia svoltosi a Riposto,
lo scorso 1
febbraio. Lo
stesso Distaccamento, inoltre, grazie alla
partecipazione
ad progetto comunitario denominato Justice, dar il
buon esempio
in materia di
risparmio energetico, dotando
lo stabile adibito a foresteria
temporanea di
un impianto fotovoltaico che
consentir di
azzerare i costi
di alimentazione energetica
dello stesso. A
conclusione, il
Comandante ha
sottolineato la
grande disponibilit a manifestazioni atte a
migliorare lefficienza della
macchina della
Protezione Civile, in grado di
salvaguardare
ed assistere le
popolazioni in
caso di calamit naturali.
A seguire, ha
preso parola il
Magg. Salvatore la Gumina, presidente
dellAssociazione Arma
Aeronautica di
Siracusa, entusiasta di pa-

trocinare levento formativo in linea


con lo statuto
dellAssociazione e con le
sue finalit sociali. Lassessore alla Protezione Civile
del Comune di
Siracusa, Antonio Grasso, ha
ribadito quanto lambiente
della Protezione Civile
siracusana sia
coinvolgente,
paragonando
lentusiasmo
collettivo che
lo caratterizza
ad una sostanza che genera
dipendenza.
Lassessore ha,
poi, reso noti
alcuni passi
organizzativi
in avanti compiuti in materia dallamministrazione
comunale che
rappresenta, tra
cui la consegna
a giorni, grazie
a finanziamenti della Protezione Civile
regionale, dei
lavori per la
realizzazione
allinterno del
Parco Robinson di Bosco
Minniti di un
area di ricovero in caso di
eventi calamitosi e la pianificazione di
un sistema che
utilizza short
message, Sms,
per diramare
lallerta meteo
direttamente ai
cittadini. Lincontro stato
concluso dal
presidente della Federazione nazionale
Disaster Manager, Rober-

to Tarantello,
che ha ribadito
limportanza
della formazione in un campo
in cui lo spirito
di solidariet,
che motiva, va
corredato da
preparazione
tecnica in grado di accorciare i tempi,
garantendo,
quando se ne
presenta la triste occasione,
celere assistenza agli sfollati,
limitandone i
disagi. Tarantello ha anche
ricordato come
sia fondamentale mettere
in rete tutte le
piccole associazioni di Protezione Civile
per scongiurarne la scomparsa, a causa
dellassenza di
finanziamenti
pubblici, che
un tempo contribuivano alla
loro attivit.
La giornata di

domenica 8
febbraio avr
inizio alle 8:00
e si concluder
prima del tramonto. Diverse
le simulazioni
operative previste: dallantincendio, alla
ricerca di persone scomparse attraverso
le unit cinofile, al recupero
di naufraghi e
soprattutto sa-

ranno eseguite
prove tecniche
di montaggio
t e n d e . L i n contro con la
stampa stato
moderato dalla giornalista
siracusana Mascia Quadarella.
Croniprogramma delle attivit dimostrative
previste
ore 8:00
Installazione

Sicilia 13

Stand dimostrativi (a cura


delle Associazioni di Volontariato locali in
rete ed in supporto dellattivit);
ore 8:30
Area di Ammassamento
(arrivo volontari in autocolonna da Catania)
Segreteria del Cam-

speciale

po (Funzione
Volontariato)
Registrazione
e formazione
squadre;
ore 9:00 S a luti delle autorit presenti
(Sindaco, Comandante Aeronautica, Presidente Federdima)
Briefing Responsabile del
progetto formativo
ore 9:30
Montaggio e
smontaggio
Campo (primo
gruppo); il secondo gruppo
visita gli stand.
Comunicazioni
radio fra Sala
Radio operativa della Provincia di Siracusa
e campo base.
ore 11:00
Montaggio e
smontaggio
Campo
Comunicazioni
(secondo gruppo); il primo
visita gli stand.
Comunicazioni
radio fra Sala
Radio operativa della Provincia di Siracusa
e campo base.
ore 13:00
Pranzo presso
mensa Aeronautica
ore 14:00
Limportanza
della Struttura
Operativa ed il
Lavoro in Rete
(Gianni Attard
e Gaetano Di
Mauro)
ore 14:30 A t tivit dimostrativa unit cinofile;
ore 15:00 D e briefing Consegna attestati e
riconoscimenti; ore 16:00
conclusione dei
lavori.

Cultura 14

5 febbraio 2015, Gioved

Sicilia 5 FEBBRAIO 2015, GIOVED

La commedia: Libert,
egalit e fraternit

di Arturo Messina

Questa volta non del


dott. Remo Romeo la
commedia rappresentata in questi giorni nella
sala Vittorini del Museo
del cinema dalla compagnia amatoriale Siparietto, fondata, diretta
e messa in scena avente
come protagonista da lui
che , ben noto non solo
come egregio medico e
direttore della Fisiomed
di via Adda, ma anche
come attore, regista nonch autore di tante opere teatrali, commedie e
drammi, parecchie delle
quali gi pubblicate in
due volumi dallEmanuele Romeo Editrice e
altre sono gi pronte per
una prossima pubblicazione, dato linteresse
e il successo che esse
hanno suscitato e continuano a suscitare non
solo nellambiente teatrale, ma anche in quello
culturale siciliano, visto che lunico autore
siciliano che ha anche
tantissima cura per la
lingua isolana, anche e
soprattutto per lortografia. Questa volta la
commedia della sua
allieva prediletta, che
ne segue egregiamente,
inimitabilmente, le orme
sia come attrice protagonista, (e questa volta
anche come regista) sia
come autrice di commedie in lingua siciliana, in
cui si sta approfondendo
anche sotto laspetto ortografico siciliano, per
potere essere anche lei
di esempio, con la prossima pubblicazione, a
chi intende scrivere degnamente nel dolce stil
primiero, perch non
affatto vero che si
scrive come si parla,
perch non nemmeno vero che chi parla in
italiano correntemente
sappia anche scrivere
correttamente in italiano, senza rispettarne
lortoepia e tanto meno
lortografia, il passaggio
dal fonema al grafema:
Maria Serrentino.
Di essa il quotidiano
Libert nella pagina culturale ha scritto un gran
bene diverse altre volte.
Ma lo stesso quotidiano
Libert nella stessa pagina culturale scriver
della sua precedente ed
attuale attivit pi dettagliatamente in questi
giorni e ci perch si sta

E stata messa in scena nella sala Vittorini del Museo del cinema di Remo Romeo
che fa, come al solito, da protagonista e regista, ma spesso anche lautore
recando a Roma dove ha
vinto il Premio Campidoglio, sezione prosa,
ossia teatro e prima di
andarci ci ha gentilmente concesso una lunga
intervista in cui appunto ci ha parlato sia del

discorso condotto per


tutta lopera in alternativa frequente, in
equilibrio, tra la parlata
comune sicula e quella
comune italiana, allo
scopo renderlo pi gradito e coinvolgente al

s, ufficialmente la costituzione italiana, che


abolisce i titoli nobiliari
e si definisce democratica, uguale per tutti- la
boria del cavaliere
decaduto, del dottore,
del professore, del be-

che schifia a gintuzza, disprezza la povera


gente. Sua moglie, la
baronessa Carlotta, (la
stessa autrice della commedia, che qui fa veramente alla grande anche
da protagonista) ligia al

Anche questa sua ultima


commedia- Libert, galit e
soprattutto
fraternit- pur
se cos spassosa, non
affatto di mera
divagazione,
ma prettamente
sociale

In alto, Teatro Libert con al centro l'autrice e


regista Maria Serrentino
Premio che delle opere
premiate, anche di quelle gi premiate in altri
concorsi, come quello
di Giarre-Riposto. Anche questa sua ultima
commedia - Libert,
galit e soprattutto
fraternit- pur se cos
spassosa, non affatto
di mera divagazione, ma
prettamente sociale: si
direbbe orazianamente
che castigat ridendo
mores, come le precedenti sue altre commedie e come quelle di
Remo Romeo, dove il

comune spettatore, che


da esso invitato a metterne in pratica il messaggio sociale: in questo
caso di autentica democrazia e fratellanza.
Largomento della pi
significativa
attualit
focalizzata sui due problemi pi importanti,
pi scottanti, dei nostri giorni: da un canto
quello
dellimmigrazione, dallaltro quello
della differenza di ceto
e di funzione sociale,
ad entrambe delle quali, purtroppo, si oppone

nestante arrivato, persino quella di chi pu


concedersi il lusso- pur
dichiarandosi
ancora
cristiano e pur andando
a messa, a prendersi la
comunione, di assumere
una criata,badante, un
cameriere
Ruggero Castracani, ad
esempio, in questa tanto
spassosa ma altrettanto
significativa commedia
interpretata egregiamente da tutti e dieci attori,
il pomposo barone (al
secolo Costantino Arangio- e non arancio.)

suo cognome di nascita, Bonocore: dal buon


cuore, ben diversa da
lui e dalla di lui sorella,
Costanza Castracani (al
secolo Lucia Fonte), che
snobba, anzi disprezza
le persone non blasonate
e tanto meno quelle non
fortunate come lei, che
per rimasta zitella.
Infatti Costanza, la baronessa, comprensiva
e caritatevole con tutti:
comprensiva anche con
chi per bisogno compie
ci che non farebbe se
proprio dal bisogno non

fosse spinto, come quando la volontaria Rosa


Spampinato ( al secolo
Flavia Alicata) le riferisce con un certo disprezzo verso uninserviente
che lei stessa aveva visto
rubare un pezzo di parmigiano dalla mensa destinata ai poveri, risponde: E u bisuognu! So
maritu u licinziru!
E in quella circostanza
che lautrice fa il ritratto morale tuttaltro che
edificante di Costanza,
quando la stessa domestica Angelina aggiunge: Nun canusceva a
to cugnata! Mancu i
cardfuna di carciofi
mi duna!...Si ogni tantu
nun mi servu cu i me
manu, veni vidu e nenti
tastu!!!
E a proposito dellattivit delle tante associazioni che si prefiggono
il compito di aiutare i bisognosi, una delle componenti pi significative
della commedia della
Serrentino quella di
mettere scherzosamente
alla berlina certe persone
che si dicono caritatevoli
e si vantano essere iscritte in una delle tante associazioni di volontariato e di fare tanta opera
di carit e poi non fanno
quasi niente o niente. N
si lascia sfuggire loccasione per dire che tanto
di pi certe associazioni
di volontariato, come
tante altre di cultura, potrebbero fare! Bellissime
e significative, invece, le
frasi che la stessa Carlotta legger- verso la fine
della commedia, dalle
tante letterine che andava scrivendo il negretto
clandestino accolto proprio nella casa baronale, Ngula Manka (al
secolo Roberto Lombardo): Barone, io volere
bene te, perch cattivo
non sembrare!...Barona
Carlotta, volere bene te
perch tu dare due euro
giorno per comprare
giogolatini! Tu non tanto
scimunita come dire baronessa Costanza.Ma
di pi volere bene Guendalina (al secolo Silvia
La Tona): lei insegnato
me fare Cik ciak!...).
Tutti restano perplessi
sospettando
qualcosa
di grave! Invece poi lo
spiegher la stessa ragazza: ve lo dico che si
tratta solo dun simpaticissimo e innocentissimo ballo?

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Con lunico obiettivo dei tre punti

Una partenza-sprint
strategia per Giarre

Con lo Scordia duramente impegnato ad Acireale bisogna


a tutti i costi tornare alla vittoria. Prevedere fra gli
accorgimenti i ritocchi alle posizioni di Mascara e Petrullo

on vorremmo
che la distanza siderale che separa in classifica il
Siracusa dal Giarre alimentasse negli azzurri la convinzione di una
passeggiata. Per
scongiurare questo rischio val la
pena ricordare che
il primo traguardo
mancato,
quello
della Coppa Italia,
legato proprio ai
giallobl che negli
ottavi eliminarono
gli azzurri grazie al
successo dellandata,
rimontato
solo in parte da un
Siracusa tutto cuore, al ritorno. Nelle due occasioni le
critiche per la verit non mancarono,
ma si sa anche che

fine fecero, visto


che portarono al
primo dispiacere
della stagione. Per
addolcire la pillola
si disse allora che
al Siracusa in fondo in fondo interessava il campionato e solo quello,
anche se sembr di
risentire pi la storiella della volpe e
delluva che altro.
Ora il calendario
mette di fronte le
due
formazioni,
questa volta con
motivazioni diverse.
Il Siracusa per
continuare la sua
corsa verso il traguardo della promozione, rallentata dal pari interno
col Milazzo, e il
Giarre per evitare

di essere coinvolto nella lotteria dei


play-out.
Quasi un testa-coda con tutte le incertezze di questo
genere di incontri,
che ne accentuano la pericolosit nella misura in
cui bisogna fare
i conti con squadre che cercano di
sopperire alle carenze tecniche con
un agonismo che
spesso travalica i
limiti
consentiti
dai regolamenti.
Il Siracusa si prepari quindi ad una
battaglia
senza
esclusione di colpi
e cerchi soprattutto di schierare l
davanti un uomo
di movimento per
tentare di creare

In foto, lo stadio Tupparello di Acireale.


quegli stessi spazi
per linserimento
dei compagni che
sa inventare Contino, forzatamente
assente anche a
Giarre. Purtroppo
per vincere bisogna segnare almeno una rete in pi
dellavversario e
per segnare una
rete in pi dellavversario c bisogno anche di chi
tira in porta. Sembra una raccomandazione di troppo
per una squadra

Calcio Siracusa, Conti: Vincere


a Giarre sarebbe molto importante

Il Siracusa ha ripreso ieri pomeriggio la preparazione in vista del delicato match di campionato che vedr
gli azzurri impegnati domenica 8
febbraio ore 15.00 in quel di Giarre per un classico del calcio siciliano. Al termine della seduta odierna
ad incontrare i cronisti in sala stampa stato il centrocampista Daniele
Conti. A Giarre dovremo giocare
con una cattiveria maggiore rispetto
a domenica scorsa esordisce cos

Conti - Per novanta minuti dovremo


dare il massimo, senza pensare alle
altre. I risultati delle avversarie non
ci devono interessare, in questa fase
della stagione non dobbiamo fare altro che pensare a noi e a vincere pi
gare possibili. Vincere a Giarre sarebbe molto importante. Questanno
ho avuto tanti problemini a livello fisico, ma pian piano sto recuperando
e presto sar pronto a dare il massimo per questa maglia.

che ha messo finora a segno ben


trentaquattro gol,
ma un elemento
da non sottovalutare se non si vuol
correre il rischio
di uscire nella migliore delle ipotesi
dal Regionale di
Giarre (unico lato
positivo il manto
erboso) con uno
scarno
pareggio
che potrebbe anche non bastare nel
duello ingaggiato
con lo Scordia. Va
rivista a tal propo-

sito la posizione di
Mascara e quella
di Petrullo, mentre
adeguato
spazio
andrebbe riservato
ai tiri dalla distanza e alle occasioni
offerte dalle palle inattive. Ma
superfluo ripetere
quanto
Anastasi
avr avuto sicuramente
modo
di spiegare alla
squadra. Anche se,
come dicevano i
latini, repetita iuvant.
Armando Galea

Scherma, a Santa Venerina si fanno


largo i Giovanissimi aretusei

Buona la prova degli schermidori


dellA.S.D. Club Scherma Siracusa impegnati in questo fine settimana, nella
Seconda Prova Gran Premio Giovanissimi presso il Palasport di Santa
Venerina nel Catanese. La competizione ha visto partecipare 340 atleti under
14provenienti da tutta la Sicilia nelle
tre specialit suddivisi nelle categorie: prime Lame, Maschietti/Bambine,
Giovanissimi/e,Ragazzi/e-Allievi/e.
A confermare lo stato di forma del movimento schermidori aretuseo allenati
dal maestro Cannarella Antonio sono i
numerosi podi conquistati: Primo posto
per Rossitto Salvo Fioretto, secondo
posto fioretto femminile per Barbara
Carola, secondo e terzo posto nel fioretto maschile giovani rispettivamente
per Trigili Sebastiano e Pagliaro Lorenzo, sesto posto per Papandrea Antonio.
Fioretto femminile classe giovanissime, terzo posto per Forenze Sveva,
quinto per La Macchia Maya e sesto
per Cannarella Anna Rosa. Per finire
dodicesimo posto per Martinez Moreno
nella spada categoria allievi.
Salvatore Cavallaro

Sicilia

SPORT PAGINA 16 5 febbraio 2015, gioved

Anche
quest'anno
il Trofeo
Sant'Agata,
nonostante
il maltempo
stato un vero
successo
In foto Antonio Figura
e Lo Giudice

Ciclismo, al Trofeo SantAgata


podio tutto siracusano
I

l mal tempo rovina per met la


manifestazione.
Programma quindi dimezzato per il
Criterium Trofeo
SantAgata 2015
di ciclismo. Si
disputata soltanto
la prima batteria.
La seconda stata, invece, sospesa
quasi a met per
la pioggia, che si
abbattuta sulla
citt rendendo scivolose le strade.

Prima batteria vinta da Figura della Rametta Dusty di Noto


e Fabio Scalora della Zecchino Siracusa
Successo di pubblico e di partecipanti (120 corridori al via), per la
manifestazione organizzata, in onore della Patrona di
Catania, dal Comitato provinciale
Libertas di Catania con la collaborazione tecnica

della Libertas Ciclisti Catanesi del


presidente Stefano
Compagnini ed il
patrocinio del Comune di Catania.
Spettacolo
nel
quartiere di Cibali, per loccasione
interdetto al traffico veicolare grazie allapporto dei

Parte ufficialmente la stagione


agonistica dell'ASD Ciclistica Rosolini
Con la presentazione ufficiale,
parte la nuova stagione agonistica della Associazione sportiva dilettantistica Ciclistica Rosolini. Con il grande entusiasmo
del Presidente Ignazio Caschetto e del Segretario Salvatore Di
Rosolini, si sono svelati ufficialmente le componenti della
squadra di questanno: gli atleti,
gli sponsor, le nuove uniformi, i
membri dello staff medico e di
quello meccanico, nonch gli
obiettivi della nuova stagione
che si appresta ad iniziare. Lassociazione Ciclistica Rosolini,
fondata nel 2007 da Caschetto
Ignazio e Salvatore Di Rosolini,
ha avuto il merito di riportare in
auge, nelle zone del territorio
del Sud-Est siciliano, la passione per le bici, che stava cadendo

in disuso, salvo qualche rara


eccezione. LAssociazione, con
il sottofondo della voglia di
creare dinamismo, voglia di divertirsi e momenti ricreativi, ha
come scopo principale quello
di promuovere e di diffondere,
luso della bicicletta, a livello
ricreativo, dilettantistico e agonistico. Grazie allimpegno,
alla passione e alla costanza
degli atleti componenti la squadra, si creato un sano spirito
agonistico, che si tramutato
nel conseguimento di alcune
importanti vittorie nella scorsa
stagione, due delle quali con
latleta Saro Adamo, e altre due
con Giuseppe Caschetto vincitore del GF Etna Marathon,
della Xc Cross Country nonch
campione interregionale.

Vigili Urbani. La
prima batteria
stata dominata dai
ciclisti siracusani.
Vittoria di Antonino Figura (Rametta Dusty Noto),
che sul traguardo di via Sabato
Martelli Castaldi
(sede anche della
partenza), ha battuto il compagno
di club Giancarlo
Lo Giudice. Sul
podio anche Fabio
Scalora (Zecchino
Siracusa).
Quarta
piazza
per Rosario Mina
(Rametta
Dusty
Noto). Splendida
prova della squadra netina guidata
dal direttore sportivo Roberto Puzzo. Gara seguita
da un folto pubblico di appassionati
presenti lungo il
tracciato. Figura e
Lo Giudice mettono subito le cose
in chiaro e fin dai
primi giri prendono facilmente
il comando della
corsa. Alle loro
spalle
resistono
soltanto Scalora
e Mina. Il primo,

proprio sul traguardo, beffa il


rivale chiudendo
al terzo posto. Il
circuito selettivo
di 2,5 chilometri,
con uno strappo di
250 metri, ha messo a dura prova i
muscoli degli atleti. Subito dopo la
kermesse, che ha
visto al via ciclisti provenienti da
tutta la Sicilia, si
tenuta la cerimonia di premiazione, offerta anche
dal Team Soave.
La seconda batteria, partita in
tarda mattinata,
stata poi sospesa
a causa della pioggia con Andrea
Pasqualino (Team
Meca Villafranca
Tirrena), che era
gi in fuga. A lui
stato consegnato il premio combattivit. Anche
questanno il Trofeo SantAgata
stato un vero successo - afferma
Marco Compagnini della Libertas
Ciclisti Catanesi -.
Nonostante il maltempo
abbiamo
avuto oltre cento
partecipanti. Questa gara ormai
un classico del ciclismo siciliano.

In Breve
Calcio, Reppresentativa
Regionale: convocati
nove aretusei
Nove

i siracusani
convocati nella rappresentativa Regionale Giovanissimi
della Sicilia Orientale per un allenamento selettivo che
si svolger presso
lo Stadio Comunale di Biancavilla
(CT), sotto gli occhi attenti del Team
Manager
Aiello
Stefano ed il selezionatore Regionale Piazza Luca. Si
tratta di Giardina
Marco dell'Atletico Avola, Rametta
Gabriele del Flora
Calcio, Pandolfo,
DiMarco, Miranda e Covato della
Pantanelli Sport e
Midolo, Iacono e
Genovese del Real
Siracusa.

Canoa polo, gli atleti


della KST Siracusa
convocati in Nazionale

Sono cinque gli


atleti aretusei della
KST Siracusa ad
essere stati convocati per il primo
raduno nazionale
2015 che si terr a Pozzuoli agli
ordini del tecnico
federale Rodolfo
Vastola e dei suoi
assistenti Amelotti e D'Addelfio. Si
tratta di Santino,
Novara,Romano
Emanuele e Corvaia.

Nuoto, al Trofeo
SantAgata: 8 ori per
il Team Nuoto Siracusa
Otto

medaglie
d'oro,tre d'argento
e due di bronzo, il
bottino finale conquistato dagli atleti
della team Nuoto
Siracusa al termine dell'undicesima
edizione del Trofeo
sant'Agata di nuoto
riservato alla categoria master.