Sei sulla pagina 1di 9

Pallanuoto

Cronaca

LOrtigia perde in casa


e lascia il primo posto
7 Scogli pari a Bologna

Falsificava banconote
da 50 euro: preso
un avolese
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
domenica 8 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 56 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Politica. Dopo la trasmissione Striscia la notizia oggi allArena

CITTA

Gettonopoli: Siracusa Cimitero Siracusa


I tanti problemi
nel vortice nazionale sincancreniscono
Il Sindaco: Servizio tagliato, mia risposta alterata
Striscia la Notizia nuovamente a Siracusa sul
caso Gettoni di Presenza sollevato dall'oOn.
Stefano Zito del Movimento 5 Stelle. Stefania
Petyx diventa ormai di
casa a Siracusa, in compagnia del suo bassotto
per chiedere spiegazioni
al sindaco sulla vicenda.
Dopo la lunga querelle
del teatro A quanto pare,
ci sarebbero delle irregolarit su di una delibera.

editoriale

Prevenire
la mafia
con legalit

di Giuseppe Bianca

La commissione naziona-

le antimafia ha fatto tappa


a Siracusa. Altre volte nel
passato era venuta nel capoluogo, quando a presiedere la stessa era lex senatore siracusano Roberto
Centaro.
La nuova visita a Siracusa
servita al presidente
Rosy Bindi e agli altri
componenti di raccogliere
notizie su diversi aspetti
delle vicende che riguardano non soltanto le attivit illecite e la criminalit
organizzata.
A pagina tre

A pagina due

cronaca

Incidente
di moto
Due feriti

politica

Riflettori
sul nuovo
ospedale

Due ragazzini sono rimasti Nuovo


feriti in un incidente di moto
autonomo, avvenuto ieri pomeriggio alle porte di Priolo.

ospedale
di
Siracusa. Il Consiglio comunale ne discute ma serve altro.

A pagina cinque

A pagina undici

TACCUINO

Informazione
e cultura
Monopolio
Le

di Titta Rizza
di Concetto Alota

strategie dei grandi


gruppi imprenditoriali riguardano necessariamente
tutti noi; a volte ne intuiamo le strategie.

definizione popolare di campo santo, a terra di


nessuno, dove vige una deregolamentazione totale e lanarchia totale.

A pagina quattro

A pagina cinque

Cimitero di Siracusa; da luogo di riposo, e per

I consiglieri di Sel fanno


un sopralluogo alla Tonnara
I consiglieri comunali e di Circoscrizione di Sel hanno
visitato il cantiere in
corso alla Tonnara di
Santa Panagia. Abbiamo percorso,.
A pagina tre

Cronaca di Siracusa 2
POLITICA

La risposta
della Regione
al fenomeno
gettonopoli

Sicilia 8 marzo 2015, domenica

I Capigruppo che partecipano alle sedute delle Com-

missioni consiliari dello stesso ente senza esserne componenti ancor di pi senza diritto di voto non maturano il
diritto alla percezione del gettone di presenza". questa
la sintesi della risposta che la Regione Sicilia ha dato
incalzata dallo scandalo sulla Gettonopoli siracusana
dal M5Stelle. A rigore di logica non ci sarebbero dubbi sullobbligatoriet della restituzione delle somme
indebitamente percepite dai consiglieri-capi gruppo del

8 marzo 2015, domenica

Vermexio, oltre allinchiesta della magistratura inquirente con le


ipotesi di reato da ascrivere. Questa tesi stata confermata da diversi luminari della giurisprudenza siciliana e da alcuni avvocati
che si occupano di vertenze amministrativi nellambito della Pubblica amministrazione siracusana, e precisamente quando i consiglieri, oltre alle reali condizioni di legge, quando avrebbero, nei
fatti pratici, raggirato le norme della legge regionale di merito
nel volere con una forzata deliberazione del consiglio comunale,
sfruttare a loro esclusivo vantaggio la normativa regionale.

il caso siracusaalla ribalta nazionale

Gettonopoli
Dopo Striscia
oggi tocca
allArena
Striscia la Notizia nuovamente a
Siracusa sul caso
"Gettoni di Presenza"
sollevato dall'On. Stefano Zito del Movimento 5 Stelle.
Stefania Petyx diventa ormai di casa a
Siracusa, in compagnia del suo bassotto
per chiedere spiegazioni al sindaco sul-

la vicenda. Dopo la
lunga querelle del
teatro A quanto pare,
ci sarebbero delle irregolarit su di una
delibera del 2013, appena eletto il nuovo
consiglio Comunale.
Con questa delibera
sarebbe stato interpretato il regolamento
comunale prevedendo
il rimborso del getto-

ne anche per il capogruppo o per un suo


delegato consigliere
per le commissioni di
cui non sono membri,
anche senza avere il
diritto al voto durante
le commissioni, anche
se partecipano per un
minuto.
Il paragone va su
Bergamo, simile in
estensione, le cui

dall'identit di genere". Istituzione del registro regionale dell Unioni civili.


Approvato il ddl dall'Ars con 50 voti su 70 dopo un iter di oltre due anni. Il ddl
si e' giovato di un'interlocuzione con tutti i soggetti interessati, associazioni e
comitati i difesa dei diritti civili. Il ddl approvato anche da pezzi del mondo
cattolico oltre che dal Pd e dal movimento 5 stelle. Il ddl riconosce ogni forma

di convivenza fondata sull'affinit, parentela, sulla base del diverso


orientamento sessuale e da alle unioni di fatto, sia omo che etero,
una volta iscritti nel registro delle unioni civili, di poter accedere
alle provvidenze ed ai sostegni fissati da legislazione regionale. Viene definita, inoltre, l'universalit dei diritti nei confronti del sistema
socio sanitario, educativo e di assegnazione degli alloggi popolari. Il
ddl promuove il registro delle Unioni civili nei comuni e istituisce il
registro regionale delle unioni civili che, a seguito di un regolamento
che sara' emanato entro sei mesi, consentir l'accesso al sostegno
previsto per legge alle coppie in questione

Prevenire la mafia
agendo nella legalit
Qui sopra, la trasmissione di Striscia la Notizia.

commissioni
sono
state convocate 75
volte contro le 1200
di Siracusa. Le presenze a Bergamo dei
consiglieri in commissione sono state
603 mentre a Siracusa
12.500. Il Comune di
Bergamo in un anno
ha speso per rimborsare il gettone di presenza 54.000 euro,

a Siracusa 700.000
euro.
L'On. Zito ha chiesto
il parere alla Regione
sull'interpretazione
della legge che ha risposto "i Capigruppo
che partecipano alle
sedute delle Commissioni consiliari dello
stesso ente senza esserne componenti ancor di pi senza diritto

Quel servizio tagliato


non rende onore
alle mie risposte
alla chiarezza e completezza dell'informazione. E quanto dichiara il
sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo dopo la messa in onda del servizio girato in citt dallinviata del
programma Striscia la Notizia.
Non pretendevo certo che venisse
mandata in onda lintervista integrale ha aggiunto Garozzo -, ma
non avrei immaginato che il mio intervento venisse tagliato in maniera tale da far passare un messaggio
assolutamente incompleto. Allinviata del programma televisivo ho
spiegato, infatti, che la situazione
riguarda due questioni differenti:
a prima, i rimborsi dei datori di lavoro, in cui la situazione siracusana
dipende essenzialmente dalla legge

Norme contro la discriminazione determinata dall'orientamento sessuale o

Cronaca di Siracusa

editoriale. dopo la visita della commissione antimafia

la replica del sindaco garozzo

Quando ho saputo dell'arrivo


di Striscia la Notizia e dellinviata Stefania Petix ho immediatamente pensato che fossero venuti a constatare che gli impegni
assunti nei primissimi mesi del
2014, riguardanti le go bike ed i
bus navetta, fossero effettivamente stati mantenuti come abbiamo
fatto.
Quando ho compreso che si trattava di altro ho comunque dato
la mia disponibilit a rispondere,
argomentando su ogni questione
con assoluta sincerit e trasparenza. Dopo la messa in onda del
servizio, mi spiace constatare che
il montaggio non ha reso onore n
ai contenuti delle mie risposte n

Istituzione del registro


unioni civili: disegno di legge

Sicilia 3

regionale 30 del 2000. Un'anomalia siciliana che deve essere rivista,


come il PD siciliano sostiene nella riforma Baccei. La seconda riguarda
i gettoni di presenza dei consiglieri.
C un tetto massimo di 26 presenze
mensili e ci indipendentemente che
si partecipi a 100 o 1000 riunioni di
commissioni. Quindi da un punto di
vista economico la delibera oggetto
di contestazione non ha prodotto alcun aggravio di costi per il comune
di Siracusa. Anche questo dato non
emerso e mi dispiace che su questa
vicenda si cerchi di confondere le
idee per fare emergere una tesi che
punti solamente alla delegittimazione della politica e del Consiglio Comunale.

di voto non maturano


il diritto alla percezione del gettone di presenza"
Qui la Petyx intervista il Sindaco Garozzo che dichiara di non
essere a conoscenza
della circolare giunta
a febbraio 2015.
Dopo aver parlato recentemente dell'operazione Doctor House
l'Arena di Giletti torna
ad occuparsi nuovamente di Siracusa e
stavolta si occuper
del caso "Gettonopoli" sollevato dal Movimento 5 Stelle che
ha convinto l'inviata
di Striscia La Notizia
Stefania Petyx a chiedere delucidazioni al
sindaco e lo stesso a
replicare insieme con
il presidente del Consiglio comunale Sullo
e altri consiglieri comunali a promettere
battaglia anche giudiziaria.
L'Arena si distinta per essere stato
tra i primi talk show
ad aprire al pubblico
parlante, per far commentare a persone pi
meno comuni i fatti
della settimana. Giletti diventato il paladino della tv di qualit,
lanciando diversi dibattiti contro il trash
da reality.

La politica locale e noi cittadini


dobbiamo
prendere in mano
il testimone
La

commissione nazionale antimafia ha fatto tappa


a Siracusa. Altre volte nel
passato era venuta nel capoluogo, quando a presiedere la stessa era lex senatore siracusano Roberto
Centaro.
La nuova visita a Siracusa
servita al presidente Rosy
Bindi e agli altri componenti di raccogliere notizie su
diversi aspetti delle vicende che riguardano non soltanto le attivit illecite e la
criminalit organizzata ma
anche e soprattutto acquisire elementi per comprendere se vi sia il reale rischio
di infiltrazioni mafiose nei
grandi appalti in cantiere
nel capoluogo e negli altri
comuni della provincia.
Un occhio di riguardo stato dato alla zona industriale
siracusana. La presidente
Bindi ha fatto notare come
ormai il petrolchimico non
costituisca pi un fattore
preponderante ai fini del bilancio economico complessivo del territorio, ma ha
anche detto che, da quanto
hanno avuto modo di prospettare le istituzioni pubbliche in audizione, continua ad essere un attrattore
importante di appetiti della
criminalit non soltanto organizzata.
Siracusa deve tenere sempre alta lattenzione contro
il fenomeno mafioso, ha
fatto notare Rosy Bindi,
specificando di avere ap-

In foto, la Commissione Nazionale Sntimafia.

preso che nel territorio operano gruppi che si lasciano


guidare dalla mafia delle
province vicine, alludendo
con ci alla forte presenza
dei clan malavitosi catanesi
sulleconomia e la societ
siracusane.
Bisogna, quindi difender-

si innanzitutto da nemici esterni per evitare che


futuri investimenti privati
e stanziamenti pubblici finiscano per vanificarsi o,
peggio ancora, essere captati da organizzazioni criminali che minano alla base
lo strato produttivo della

nostra societ. La commissione nazionale antimafia


ha salutato Siracusa ma ha
lasciato molti fronti aperti,
alcuni dei quali secretati. E
bene che adesso il lavoro
svolto in sette ore di riunioni e audizioni non vadano
persi. E bene, infatti, che

la politica locale raccolga


il testimone e si faccia promotrice di iniziative consequenziali. Per esempio,
stato detto e ripetuto, che la
lotta alla criminalit va fatta
con un maggiore dispiego di
uomini e mezzi. Uomini e
mezzi che al momento sono
carenti sia da parte delle
forze dellordine sia sotto
laspetto degli inquirenti.
Note dolenti che sono state
ribadite nel corso dellaudizione e sarebbe opportuno
che tali istanze fossero perorate in sede di Governo
nazionale.
La mafia indebolita, stato detto nel corso dellincontro con la stampa, ma i
suoi tentacoli sono sempre
vivi e pronti ad avvolgere
qualsiasi realt voglia emergere. Una societ sana in
grado di sapersi difendere e
non soltanto sotto laspetto
repressivo. E molto pi importante, che le istituzioni
pubbliche, noi cittadini sappiamo agire in modo tale da
prediligere sempre la prevenzione. Ecco, dobbiamo
tenere a mente questinsegnamento per agire sempre
nel massimo della correttezza e bloccare sul nascere qualsivoglia tentativo di
infiltrazione malavitosa. La
mafia spesso non si vede,
ma riesce a entrare nei gangli del potere.
Giuseppe Bianca

Venerd prossimo un confronto-dibattito a Siracusa

Sopralluogo allex Tonnara


dei consiglieri di Sel
I

Consiglieri Comunali e di Circoscrizione di SEL


hanno visitato il cantiere in corso alla Tonnara di Santa Panagia. Abbiamo percorso, non solo il perimetro
del cantiere, ma anche i segni della storia, ha affermato il promotore delliniziativa Andrea Buccheri. I
Consiglieri Comunali e di Circoscrizione di SEL hanno, poi, espresso lesigenza di collegare, in un circuito
virtuoso, il sito della Tonnara, delle Mura Dionigiane,
del Canyon ed alla vicina Pista Ciclabile, per creare
un polo urbano di sviluppo turistico e culturale. La
visita alla Tonnara si inserisce in un percorso politico
che si concluder con il confronto-dibattito, promosso
da SEL, di venerd prossimo presso lHotel del Santuario.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 8 marzo 2015, domenica

8 marzo 2015, domenica

TACCUINO. Cosa non convince delloperazione

Informazione e cultura
Monopolio e strategie

Dopo Rai way, il gruppo del Biscione si fatto


avanti per acquisire anche la Rizzoli editore

Le

strategie dei grandi


gruppi imprenditoriali riguardano necessariamente
tutti noi; a volte ne intuiamo le strategie ma siamo
e rimaniamo impotenti:
la stanza dei bottoni di
comando riservata a pochissimi; la politica ne resta fuori, ma i manovratori
dei bottoni se ne sanno
servire. Mi vado interrogando sulle strategie del
gruppo che fa capo a Berlusconi. La Rai quota in
borsa la sua collegata Rai
Way e subito scatta la opa
del gruppo Berlusconi per
lacquisto dei due terzi del
pacchetto azionario.
La grande stampa, non ancora fatta zittire, insinua
che il patto del Nazzareno
ha riguardato anche la Rai:
un favore a Berlusconi in
cambio dei voti per le riforme. Non lo se vero:
ma non mi scandalizzerei
se lo fosse, perch il politico di professione non ha
bada a spese quando deve
raggiungere le sue mete.
La stoccata della stampa
ha imposto a Renzi unim-

In foto, una delle torri di Rai Way.

mediata precisazione: non


ci fu alcun patto segreto al
Nazzareno; in ogni caso
la Rai vender soltanto il
51 per cento del pacchetto
azionario di Rai Way.
La cosa non convince per
due motivi; se c un azionista del 49%,quello del
51% costretto sempre
a dei patti parasociali; e
poi nella fattispecie questi patti sarebbero super-

flui atteso che per la Rai


la maggioranza e in mano
pubblica, il ministero del
tesoro, sempre quindi
direttamente o indirettamente condizionata dalla
politica. La domanda che
dobbiamo porgerci perch un proprietario di ben
3.500 torri voglia comprare le duemila e duecento
torri di Rai Way.
Forse perch sulle torri

Rai passano tutte le intercettazioni telefoniche che


dispongono le Procure
della Repubblica dellintero Paese, o forse perch
le torri Rai sono lossatura
delle comunicazioni delle
Forze Armate?
Linterrogativo resta senza risposta; in ogni caso
resta unanomala coincidenza fra Patto del Nazzareno e messa sul mercato

di Rai Way. Ma come se


non bastasse il gruppo del
Biscione che proprietaria di Mondadori si fatta
avanti per comprare per
150 milioni la Rizzoli che
la RCS ha posto in vendita. Al monopolio delle comunicazioni si andrebbe
ad aggiungere il monopolio della cultura.
Gli scrittori non avrebbero
opzioni di scelta: un solo
monopolista sentenzia se
quel determinato scrittore deve essere pubblicato e chi no; il monopolista della cultura darebbe
limpronta ideologica che
vuole ad ogni sua pubblicazione. Gattopardo docet: Vittorini,uomo notoriamente di sinistra, per
una sua scelta ideologica
rifiut per la Feltrinelli la
pubblicazione dellopera
di Lampedusa che invece
divent uno dei massimi
capolavori del 900 letterario mondiale.
La ricchezza di un paese si fonda sulla pluralit
delle fonti della cultura,
che di colpo invece passerebbero nella mani di un
solo gruppo, o peggio di
un solo uomo che per di
pi fa politica.
LAlta Autorit per la
concorrenza fino ad oggi
rimasta muta; e probabilmente lo rester: non per
nulla stata designata dal
governo Berlusconi.
Non resta che la pubblica
opinione a difesa della sua
libert di informazione e
di cultura.
Titta Rizza

intervento da parte del coordinamento del movimento prima litalia

Sullintricata

vicenda di gettonopoli, il
movimento Prima lItalia ha diffuso una
nota che qui di seguito pubblichiamo.
In merito a quanto accaduto in questi giorni
in riferimento alla recente inchiesta sui gettoni di presenza corrisposti ai consiglieri comunali, non si possono non rilevare alcune
evidenti discrepanze fra ci che si doveva
ragionevolmente attuare e ci che stato
fatto. Preso atto ,ahim,di quanto disposto
dalla L.R.n. 30/2000 agli articoli 19 e 20,
non si pu sostenere la tesi secondo cui
possibile procedere ad interpretazione di
una legge ad opera dello stesso soggetto nei
confronti del quale la legge deve dispiegare
i propri effetti. Senza addentrarsi in calcoli
che potrebbero risultare imprecisi e considerando anche il fatto che il tetto massimo di
presenze retribuito non pu essere superiore
a 26, la domanda che sorge spontanea la
seguente: come possibile che in una citt dove le commissioni vengono convocate
1200 volte lanno (quindi 3 volte al giorno,
100 volte al mese circa) i risultati di questo
estenuante e poderoso lavoro non siano sotto gli occhi di tutta la cittadinanza?

1200 commissioni allanno


Ma il lavoro non si nota

E ancora: perch il consiglio si cos tanto


impegnato nell interpretazione autentica, se
cos la vogliamo definire, di una norma che
permette al capo gruppo di percepire il gettone di presenza per la partecipazione a una
commissione nella quale non ha diritto di voto
e della quale non fa parte?
Il risultato di un simile ragionamento, non pu
non portare a una conclusione che sar chiara
a qualsiasi persona di buon senso: ferma restando la possibile liceit dal punto di vista

giuridico dell azione del consiglio e dei


consiglieri comunali, legittimati da una legge regionale assurda, perch non fare valere
la responsabilit politica di questi?
La presa di posizione del coordinamento provinciale dei giovani del movimento
Prima lItalia chiara! Nostro obbiettivo
che la politica sia servizio per la comunit e
che lattivit politica non sia modo per trarre maggior profitto dall attivit svolta, per
un vantaggio personale, a danno dei contribuenti.
Al nostro Sindaco noi diciamo che saremo
sempre sentinelle della legalit e valuteremo con grande attenzione l'operato di questi nostri
consiglieri comunali, "fiore all'occhiello" di
una intera citt : dimenticavamo,ma i soldi
percepiti da questi signori verranno restituiti a noi poveri cittadini che li abbiamo
elargiti ?

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

POLITICA.
Un problema
mai risolto e
che angoscia
i siracusani.
Mancanza
di loculi
e deregulation
al campo santo
del capoluogo
Nella foto, il cimitero
di Siracusa.

Problemi del cimitero? Meglio


contattare Striscia la Notizia
Cimitero

di
Siracusa; da luogo
di riposo, e per definizione popolare
di campo santo,
a terra di nessuno,
dove vige una deregolamentazione
totale e lanarchia
totale.
Nel cimitero di
Siracusa la mano
delle istituzioni, di
fatto, non c mai
stata, e per le problematiche di sempre, ormai rimane il
perenne cattivo ricordo di un cimitero
sempre abbandonato e carico di problemi, di un cattivo
pubblico servizio:
mancanza di loculi
perenne, servizi a
favoreggiamenti,
terreno, dove realizzare altre cappelle
segretati, responsabili che cambiano
o per minacce e intimidazioni, o peggio
ancora per le centinaia di lamentele
dei cittadini.
Nel passato si sono
registrati anche tanti interventi della
Procura della Repubblica, per il reato dinterruzione di
pubblico servizio,
di tentata truffa al
Comune, cos come
dellassegnazione di
loculi con il sistema
clientelare e la costruzione dei loculi
in maniera truffaldina, come per le

E una provocazione che per vuole fare emergere problemi reali


per i quali forse il palazzo non del tutto informato

due palazzine, dove


sono
ammassate
migliaia di loculi e
costruite con il sistema dei pannelli
prefabbricati non a
tenuta stagna e senza il sistema di scolo; pannelli che, a
causa dello scoppio
delle bare, hanno
lasciato tante volte
fuoriuscire schiuma
bianca di cadaveri
mischiati a sangue
marcio putrefatto. E
ancora, lo scandalo
del
trafugamento

di oggetti doro durante lesumazione


dai campi sottoterra,
dove fu denunciato
e poi trasferito il responsabile operativo del campo santo
siracusano.
Parafrasando sugli
scheletri nellarmadio di politici e
funzionari, o come
impiegati e tanti
operatori privati, che
sono transitati nella
mala gestione del
cimitero di Siracusa
se ne possono anche

trovare anche oggi,


e tanti, e tutti dello
stesso colore e tipo;
quello che oggi
sotto locchio della
pubblica opinione
e lindifferenza, la
capacit di rimanere inermi, abulici, di
fronte alle tante esigenze dettate dal dolore della morte per
ogni cosa che non
funziona da parte
della classe politica
locale.
E se chi specula sui
morti, non ha il di-

ritto di rimanere tra


i vivi, c' una sola
cosa da fare: ribellarsi con ogni mezzo
a disposizione, compresa la denuncia
circostanziata per
ogni caso allautorit giudiziaria per
le carenze di natura
igienica e della salute della gente, un
servizio
pubblico
che non funziona.
Una per tutte. I locali dove sono ubicati
gli uffici non sono
abitabili, le autop-

Il sinistro autonomo avvenuto alle porte di Priolo Gargallo

Incidente di moto: due


ragazzini in ospedale
D

ue ragazzini sono rimasti feriti in un incidente di moto autonomo, avvenuto ieri pomeriggio
alle porte di Priolo Gargallo. Per cause tutte al
vaglio della polizia municipale di Priolo, intorno
alle ore 15 due ragazzi di 17 anni ciascuno, viaggiando in sella a uno scooter di piccola cilindrata
sullex statale 114 con direzione di marcia verso Siracusa, hanno perso il controllo del mezzo
dopo avere impattato contro un muro di cinta
per rovinare sullasfalto a ridosso della rotatoria
che conduce verso il palasport di San Foc. I due
sono stati soccorsi da alcuni passanti, che hanno fatto intervenire due ambulanze del 118. Entrambi sono stati trasportati al pronto soccorso
dellospedale Umberto primo di Siracusa. Ad
avere la peggio stato il conducente della moto,
che ha riportato, oltre che alcune lesioni in varie
parti del corpo, un trauma cranico che comunque non desterebbe particolari preoccupazioni ai
sanitari. Il traffico veicolare stato deviato verso

In foto, il soccorso ai due ragazzini.

il Palasport per consentire i soccorsi per poi ritornare alla normalit una mezzora dopo.

sie sono eseguite


fuori da ogni norma
di sicurezza per la
salute pubblica, e,
dove a ogni intervento sui cadaveri
da parte del medico
legale, nel circondario e per un raggio di
qualche centinaio di
metri impossibile transitarvi per la
puzza nauseabonda
che fuoriesce dalla
camera
mortuaria
nonostante le porte
chiuse.
Forse il caso di fare
intervenire Striscia
la Notizia e farci
spiegare dal bassotto
come siamo messi in
merito alle norme di
legge che regola la
materia.
Soltanto cos forse il
vecchio cimitero rifiorire ormai abbandonati al destino dei
vinti, mentre quello nuovo somiglia
sempre di pi alla
Tela di Penelope.
Gli uomini del Palazzo
rimangono
ciechi, sordi e muti.
Evviva la democrazia. Il Movimento
cinqueStelle invitato. Ma la cronaca
delle magagne e delle malefatte allinterno del cimitero siracusano destinata
a continuare fino a
quando non si arriva
al bandolo della matassa e si chiariscano
i punti controversi.
Concetto Alota

societ 6

Sicilia 8 marzo 2015, domenica

Tra gettoni doro e gare dappalto


come si bruciano posti di lavoro

Linteresse degli investigatori si sposta su un numero indefinito di Determine sospette


condizione e legata cora, e che agli effetti
Aumentano
le
alla falsa volont di- pratici non appare

aziende siracusane
che finiscono nel tritacarne della Spendig
Review del Comune
capoluogo e dellex
Provincia regionale di Siracusa, sulla
linea forzata del governo nazionale. La
Stes Srl con ventisei
addetti, e lUtilservice Srl con quarantacinque dipendenti,
saranno tagliate fuori
dal comparto dei Servizi allinterno del
Comune di Siracusa,
nonostante lapparente diversa volont
dellamministrazione comunale. Le due
realt imprenditoriali
sono legate fin dalla nascita con laltra
societ gemella per
storia e situazioni
collegate, Siracusa
Risorse, da sempre
impegnata nella gestione di Servizi vari
presso lex Provincia
regionale di Siracusa,
le cui maestranze
proprio in questi
giorni lottano per il
mantenimento
dei
propri posti di lavoro.
Nelle gare dappalto
prevale sempre come
logica vuole la forza
dei numeri. Infatti, per i lavori della
manutenzione degli
impianti elettrici, segnaletici orizzontali,
verticali e luminosi,
di tombini e pozzetti in H24, in cui era
impegnata la Stes
Srl nel Comune di
Siracusa fin dal 1997.
Condizione giuridica
che passata attraverso la formazione e
la collocazione degli
ex LSU, a una Cooperativa di Servizi,
per poi aggregarsi in
una Srl, con i soldi
dei soci lavoratori, e
che aveva raggiunto
un organico di ben
ventisei unit lavorative; ma alla gara, per
i servizi che erano
affidati alla Stes Srl,
in un bando con levidenza pubblica e la

Palazzo del Vermexio.

cui istruttoria ancora in fase di analisi, si


presentata una sola
azienda, la Siram Spa
di Milano, con un ribasso del 27,53%, che
sviluppa un importo
totale per i quattro
anni di appalto complessivo previsto pari
a 715.500, 00 euro, e
dove la Stes Srl non
ha inteso partecipare
perch, al dire dei responsabili aziendali,
sarebbe impossibile
garantire e sostenere i relativi servizi
con quella somma
tagliata due volte,
quando gi limporto
dei lavori aveva da
qualche tempo superato e si avvicinava,
nei termini pratici,
intorno al milione di

euro.
La gara, visti i lustri
di luna apparsi nelle
facce dei diversi interessati gi allapertura delle buste, e secondo alcuni dirigenti
della societ uscente,
potrebbe far svegliare
tanti fantasmi giuridici collegati e relazionati al passato,
come alla preparazione dello stesso bando di gara, e che potrebbero comportare
dei risvolti giudiziari
rilevanti. Per lUtilservice Srl, con un
organico di circa quarantacinque persone
e che si occupava dei
Servizi verso il Comune di Siracusa nel
comparto della manutenzione del cimitero,

del verde in genere,


la guardiania, il supporto logistico e tanto altro, la gara dappalto di riferimento
stata aggiudicata a
una societ di Udine, con un ribasso
del 27,40, mentre la
musica suonata, a
ben sentire e a ben
vedere, sarebbe identica a quella della
gemella Stes Srl.
Quale sia il destino
dei circa sessanta
dipendenti delle due
societ, non al momento dato sapere,
ma gi si parlerebbe
di unit in esubero,
rispetto al reale fabbisogno.
Il paradosso che impone la riflessione
su tutta questa logica

chiarata, in cui da un
lato si vuole tagliare
la spesa per i servizi alla gente, mentre
dallaltra troviamo
ogni giorni nuovi
episodi di corruzione con tangenti di
somme elevate, sia
individuale, sia multipla, e questo a tutti i
livelli della gestione
della cosa pubblica.
Inoltre, ci confrontiamo ogni giorno di
pi con episodi direttamente collegati
allantico nepotismo
per favorire amici
e parenti con i soldi
pubblici; ma anche
legato agli interessi personali di chi
stato eletto e cerca di
approfittare del ruolo
preminente per avvantaggiare, aggiustare, i propri fatti
economici.
Come
spiegare tutto questo
ai nostri disoccupati,
ai cassaintegrati, ai
precari, agli invalidi
senza pensione perch non hanno trovato il potente di turno
per una raccomandazione, ai pensionati
con lassegno al minimo che non riescono pi nemmeno a
sopravvivere, ai giovani disoccupati cronici e tanto altro an-

Provincia regionale: squilibrio da 10 milioni


Le Province Regionali sono state abolite, liti nellacquisizione di beni, disavanzi delle

e nonostante lo stallo della riforma all'Ars,


le amministrazioni provinciali esistono ancora. Siracusa, cos come Messina, - cos
come dichiarato dal settimanale L'Espresso
- tra le prime 25 province italiane per lentit dei debiti accumulati. Le due province
siciliane chiudono infatti la "top 25" delle
Province pi indebitate.
Secondo L'Espresso a Siracusa vi sarebbe
uno squilibrio di bilancio che ammonta a
10.279.618 euro. Sono debiti fuori bilancio, secondo la Corte dei Conti. Un debito
che secondo il settimanale costerebbe 26
euro per ogni cittadino della provincia aretusea. Questi debiti, secondo L'Espresso,
"sarebbero da addebitare, soprattutto, ad
imprevisti e cio, a sentenze di condanna,

aziende controllate".
Cifre elevate, non solo a Siracusa, ma su
tutto il territorio nazionale, per questo la
Corte dei conti avverte che si tratta di una
massa debitoria che rende i bilanci non veritieri perch non compare nelle scritture contabili. Debiti accumulati anche per colpa
della famigerata "spending rewiew" che si
abbattuta come una scure sull'Ente provinciale.
Uno strangolamento a mani nude delle Province commenta lEspresso che alla fine
incider soltanto l1,26 per cento sulla spesa
pubblica nazionale, dieci miliardi da ridurre
a meno della met. Il grosso, 562 miliardi,
destinati allamministrazione centrale e 163
miliardi alle Regioni, non verr toccato.

vero che non ci sono


abbastanza
risorse
economiche
nelle
casse della pubblica
amministrazione, se
poi lamministratore
pro tempore o un dirigente pu disporre
di assegnare con una
semplice determina
una somma di notevole entit ad amici
o a soci politici?
La magistratura inquirente impegnata
in questi ultimi tempi
a dipanare, studiare,
capire, istruire fascicoli dindagini per le
tante inchieste contro
la pubblica amministrazione che scoppiano come petardi a
Capodanno; infatti,
non c il tempo di
raccontarne una che
si finisce per cominciarne unaltra, come
su tutte le tematiche
da sviluppare su una
determina dirigenziale e laltra, nei vari
Settori del Comune
di Siracusa, negli
schemi della politica preannunciati
per la costruzione del
nuovo ospedale di
Siracusa, cos come
in tanti altri fatti che
riguardano la pubblica amministrazione, e dove ci sarebbero tanti raffronti
giudiziari in corso
e chiusi a riccio dal
massimo riserbo da
parte degli inquirenti,
e che apparirebbero
di primo acchito essere in fotocopia,
sulla logica dei fatti
e le circostanze dinteressi similari e gi
registrati,
nella
stessa logica dello
scandalo, ancora nella fase segreta dellistruttoria, denominato, Gettonopoli,
dove la Regione ha
disposto linvio di un
ispettore per appurare eventuali abusi da
parte dei consiglieri
incolpati.
Concetto Alota

Sicilia 7

8 marzo 2015, domenica

Cronaca di Siracusa

i dati diffusi dallassociazione meter

Seicento neonati
abusati in Italia
nel anno passato
Nel 2014 lEuropa tor-

na protagonista della rete


pedopornografica virtuale,
che domina con il 37,34
%. Al secondo posto lAfrica (24,67 %), lAmerica
(23,25%), lAsia (12,93
%) e lOceania (1,80 %).
Molti Paesi nel mondo
sono inoltre responsabili
per listigazione della cultura pedofila attraverso la
rete internet.
Lo afferma don Fortunato di Noto, fondatore e
presidente dellAssociazione "Meter" contro la
pedofilia, che nella sede
di Avola, ha presentato
nei giorni scorsi il Report
2014. Un altro allarme che

emerge dal rapporto che


non solo 600 neonati sono
stati violati in Italia nello
scorso anno, ma che l'abuso nel 70% dei casi stato

fatto da donne.
"I neonati - afferma Don
Fortunato Di Noto - li abbiamo contati a uno a uno.
La cosa che fa riflettere

ruba rame: arrestato


Tratto in arresto nella flagranza del reato di furto

aggravato Salvatore Moscuzza, 48enne siracusano


sorpreso dai Carabinieri di Priolo mentre era intento
ad asportare una grossa porzione di cavo in rame
prelevato da un pozzetto collocato nellarea di pertinenza della ditta Siteco nella zona industriale di
Priolo. La segnalazione del furto era stata avanzata
da una pattuglia della Sicur service Sicilia, in servizio di perlustrazione dellarea industriale priolese.
Le guardie giurate si sono insospettite per la presenza delluomo calato in un tombino. Il pregiato metallo, per un peso complessivo di circa un quintale,
era gi stato ammassato su un veicolo.

Don Fortunato Di Noto.

che una percentuale altissima coinvolge le donne


che, in maniera chiara,
esplicita,
drammatica,
crudele, hanno violato
sessualmente i neonati".
In un anno sono state segnalati alla polizia italiana e alle polizie estere:
574.116 foto pedofile che
ritraggono bambini dai 3
ai 16 anni, 95.882 video
con bambini dai 3 ai 13
anni, 621 foto e video con
neonati.
Anche quest'anno quindi
l'associazione Meter per
mezzo dellOsservatorio
mondiale Contro la Pedofilia (Osmocop) - presenta
"la drammatica realt del

fenomeno sugli abusi sessuali e maltrattamento sui


bambini", ricordando che
"l'abuso virtuale un abuso reale". Si tratta di "importanti risultati raggiunti
da Meter dichiarano che grazie alle segnalazioni inoltrate alle autorit
giudiziarie in Italia e all'estero hanno permesso di
avviare delicatissime indagini, e una privilegiata
e attendibile mappatura
mondiale del fenomeno
online con ripercussioni
ed evidenziazioni su un
crimine drammatico, violento, criminale che non
risparmia neanche i neonati".

aveva 66 banconote da 50 euro ciascuna

Un falsario scoperto
e arrestato ad Avola

La zona sud era presa da tempo sotto

osservazione dalle forze dellordine per


via di banconote false da 50 euro in commercio su segnalazione di imprenditori
truffati. La risposta non si fatta attendere nella rete tesa della sezione di polizia
giudiziaria della Procura della Repubblica di Siracusa finito un presunto falsario stato arrestato dai poliziotti con le
mani nel sacco.
Le manette sono scattate ai polsi di un
avolese di 42 anni, Santo Lanteri, gi
noto agli ambienti giudiziari per precedenti di polizia. Le indagini sono state eseguite con la collaborazione degli

agenti del commissariato di Avola e coordinate dal sostituto procuratore Antonio


Nicastro. Larresto scattato a seguito di
una perquisizione personale. Nel portafogli, Lanteri aveva banconote da 50 euro
false. Altre banconote sono state trovate
nel corso della perquisizione domiciliare. In totale gli sono state sequestrate 66
banconote da 50 euro che aveva contraffatto e che gli esperti sostengono essere
di ottima fattura e quindi difficili da distinguere da banconote vere. I poliziotti
hanno rinvenuto in casa di Lanteri e sequestrato attrezzatura per la falsificazione
delle banconote e varia documentazione.

Santo Lanteri.

Inaugurata dal sindaco Paolo Amenta la stra- Cerimonia ieri alla presenza del sindaco
da di accesso e di collegamento tra via Roma,
nella parte alta a sud della citt, e la SP 14
Maremonti, che costeggia lo Stadio comunale. Accanto al primo cittadino, anche lassessore ai Lavori Pubblici, Salvatore La Rosa,
la Giunta e i Consiglieri comunali, assieme
al direttore dei lavori, ingegnere Sebastiano
Gionfriddo, limprese aggiudicataria di Liistro Giuseppe che ha realizzato i lavori, il dirigente dellUfficio Tecnico comunale, geometra capo Giuseppe Carpinteri, il comandante
della Polizia Municipale, Giuseppe Casella,
e della locale Stazione dei Carabinieri, Sebastiano Pappalardo, oltre a numerosi cittadini
e imprese artigiane che operano nella zona.
Limportante arteria di collegamento voluta

Canicattini: inaugurata la strada


di accesso tra via Roma e Maremonti

dallAmministrazione comunale per garantire


pi sicurezza alla parte sud del centro abitato e,
nel contempo, favorire la crescita delle attivit
produttive che si affacciano sul-la Maremonti
che collega la zona montana iblea a Siracusa,
stata progettata dal geometra Giuseppe Cannata dellUfficio Tecnico del Comune, che
ne anche il RUP, costata circa 150 mila
di fondi comunali, ed ha registrato la fattiva
collaborazione dellex Provincia regionale di

Siracusa, che ha dato tutte le autorizzazioni di


competenza, e di molti proprietari dei terreni
interessati che gratuitamente hanno messo a
disposizione del Comune le aree interessate
nella fase di esproprio. I lavori hanno riguardato anche la realizzazione di tutti i servizi di
urbanizzazione dellarea: dallimpianto idrico
a quello fognario, dalle acque bianche allilluminazione, alla predisposizione delle rete del
metano.

ASTE GIUDIZIARIE 8

Sicilia 8 MARZO 2015, DOMENICA

TRIBUNALE DI SIRACUSA

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

8 marzo 2015, domenica

PROSSIMA INSERZIONE:

Il direttore
di Fondazione
con il Sud:
Favorire
lo sviluppo
di relazioni tra
organizzazioni
per creare
maggiore
ricchezza
sociale

11/03/2015
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne


il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre lassistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1 casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalit stabilite dallorgano che procede alla vendita e pu essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non gravata da oneri notarili o di
dellesperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dellimmobile
offerto, quale cauzione, che verr trattenuta in caso di revoca dellofferta. Nel caso di pi lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, linteressato allacquisto di un solo lotto pu formulare offerte dacquisto per pi lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato allefficacia delle offerte relative ai dallaggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda lofferente deve indicare le proprie generalit (allegando fotocopia doc. identit ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, ordinata la cancellazione.
societ), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dellagevolazione fiscale per la 1 casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dellofferente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso lidentificazione della propria busta al momento dellapertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (n nome del debitore o del fallimento, n bene per cui stata fatta lofferta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina limmediata liberazione.
fare lofferta leggere la perizia e lordinanza del giudice. A chi intestare lassegno: a nome di Procedura aggiungendo le parole in Lordine di sfratto immediatamente esecutivo e lecalce ad ogni annuncio dopo lindicazione Rif (per es. Procedura RGE 100/99 Rossi). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non soggetta a proroghe o a graduazioni.
allufficio Vendite Immobiliari. Come visitare limmobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce allannuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dellimmobile allufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando limmobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. Lufficio comunicher la richiesta allAvvocato ceditore affinch presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione allincanto disposta dal giudice dellesecuzione con lordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicit do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa Libert. Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di questultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
BABY E ACCESSORI
CESTA Pali dai colori giallo e arancione
completa di materasso,
piumone e velo. Ottime condizioni E 150
tratt. No perditempo Tel.
347/3099540
CULLA lettino bimbo/a
E 200 Tel. 347/3099540
ABITO da sposa taglia 48, E 500 Tel.
339/8188958
CAUSA trasferimento
vendo culla in legno
massiccio, colore marrone scuro, completa di
materasso e paracolpi
E 200. Zona Canicattini
Tel. 339/1037059
CESTA porta baby + 2
sedioline in vimini per
bambini + culla in ottone
Tel. 330/795024
CULLA lettino, nuova, in
legno, ottime condizioni.
Valore commerciale E
500 vendo a E 200 Tel.
338/3580853
CULLA compresa di materasso E 250 + bagnetto
con cassetti E 150 Tel.
339/3981317
PUPAZZI di vario genere E 3 cadauno Tel.
329/0112990
SCARPE nero giardino
beije, misura 39, come
nuove Tel. 380/2503089
SEGGIOLONE nuovo, mai usato + girello per bambini Tel.
339/7634468
TRIO Inglesina, in buone condizioni. Prezzo da concordare Tel.
338/3580853
TRITTICO composto
passeggino, ovetto, carrozzina, usato solo 1
mese. Nuovissimo. Acquistato E 750 vendesi E
350 Tel. 339/3981317 n
TUNICA da 1 comunione Tel. 349/3169145
VENDESI sterilizzatore + scaldabiberon +
vestitini per neonata
femmina da 0 ai 6 mesi
Tel. 329/0112990
VENDESI seggiolone
per bambini E 50 ca-

dauno Tel. 339/1037059


VESTITINO da battezzo
per femminuccia di 5
mesi, color bianco Tel.
329/0112990
VISTITINO da cresima per bambina Tel.
330/795024
BORSETTA Guess,
bianca, nuova Tel.
349/3169145
REGALO
CERCO in regalo una
macchina. Disposta a
pagare solo il passaggio
Tel. 328/8057615
CERCO in regalo cane
taglia media, pelo corto,
max un anno di et Tel.
346/6008179
REGALO cane da guardia molto bello di nome
Sasha Tel. 329/7799015
SONO una signora che
non ha la possibilit di
poter comprare un computer. Cerco persona
ricca di cuore che me
lo possa regalare Tel.
345/2271452
VARIE
BINOCOLO da lunga
distanza marca Magellano, 15x70, metri 1000,
acquistato E 170 vendo
a E 80 Tel. 342/0033811
BUONI vacanza con
sconti fino all 80Tel. Tel.
380/2503089
GAZEBO rustico in cemento, 12 posti, con
fioriera attorno. Ottime
condizioni E 2000 tratt
Tel. 345/2366941
MATERASSINO antipiaghe con compressore
affare Tel. 347/1187171
CEDESI loculo presso
cimitero di Citt Giardino
Tel. 0931/753012
CEDESI a prezzo affare
serie di ceste natalizie da confezionare
di varie misure Tel.
340/8946865
CIAMBELLA antidecubito, pannoloni a
traverse in blocco o
singoli, vendesi Tel.
347/6549854

MACCHINA da scrivere
Valentine, colore rosso
arancio, anno 1990,
in discrete condizioni,
solo appassionati Tel.
339/4302436
MATRIMONI affittasi
auto mercedes benz
cabrio 200, anno 94,
grigio met., con autista
Tel. 348/2419041
SCATOLO di pregiato
sigaro cubano Cohiba
Tel. 320/4964202
ZAINI scuola, uno Invicta
azzurro e uno Seven
Fucsia E 20 cadauno
Tel. 380/2503089
RELAZIONI SOCIALI
PIACENTE e intrigante
55enne, amante della
vita, allegra, solare,
cerca uomo dai 50 ai
60 anni, bella presenza,
benestante, colto e generoso. Amante del karaoke, balli e viaggi, per
eventuale unione vera,
sincera e duratura. Scrivere a P.A. SR5063959T
Fermo posta Siracusa
centro, affrancare francobollo da E 3,70
RAGAZZA 40enne, bella
presenza, simpatica,
solare, cerca uomo, alto,
dai 30 ai 45 anni, simpatico, generoso, benestante, ottima cultura, non
separati con figli, scopo
matrimonio. Si prega di
inviare foto. Scrivere a
C.I. AS4779150 Fermo
posta Siracusa centro.
Affrancare francobollo
per fermoposta da E 3,70
RAGAZZO 42enne ricciolino cerca ragazza. Scrivere a C.I.
AU2233892 Fermo Posta Siracusa centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70
SIGNORA 53enne, vedova, cerca compagno,
vedovo, benestante e
capace di darle affetto
e serenit. Scrivere a
C.I. AM9773720 Fermo
Posta Siracusa Centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70
41ENNE cerca ragazza anche straniera per

amicizie ed eventuale
fidanzamento, molto
socievole, dolce, sensibile, allegra. No perditempo. Scrivere a
C.I. AS4758000 Fermo
Posta Siracusa Centro
46ENNE di bellaspetto
conoscerebbe donna
et dai 40 ai 45 anni,
di bella presenza per
una seria amicizia ed
eventuale unione. Scrivere a Fermo Siracusa
centro CI AN5054014.
Affrancare francobollo
da E 3,70
50ENNE insegnante
simpatico e sincero, no
fumatore, cerca anima
gemella seria per convivenza e futuro matrimonio. Scrivere a Patente
Auto SR2030915L Fermoposta Siracusa centro affrancare 3,70 euro
DOCENTE universitario ben volentieri stringerebbe amicizia con
signorina o signora di
pari intellettualit. Scopo sincera amicizia con
eventuale convivenza.
Scrivere a n. patente
SR5045323X Fermo Posta Belvedere Siracusa.
Affrancare francobollo
da E 3,70
S I M PAT I C I S S I M A
40enne, cerca uomo
benestante, simpatico
e allegro per piacevoli
serate o viaggi, dai 30
ai 55 anni, per amicizia
o futura unione. Scrivere
a patente SR2164224W.
Affrancare francobollo
per il fermoposta da E
3,70
AUGUSTA
60ENNE pensionato,
casa propria ad Augusta,
libero da legami, cerca
donna di qualsiasi et
anche straniera di sani
principi per una convivenza serena. Amo
la natura, il mare, gli
animali. Scrivere a P.A.
78098 Fermo posta
Augusta centro. Affrancare E 3,70
AVOLA
DONNA 53enne molto

TRIBUNALE DI SIRACUSA

Proc. esecutiva immobiliare iscritta al n148/11 R.G.E.I.


AVVISO DI VENDITA
Si rende noto che il 21/10/2014, alle ore 12:00,
presso il proprio studio sito in Siracusa nella Via
Gioberti n5/B, avanti lAvv. Omar GIARDINA,
professionista delegato giusta ordinanza del G.E.
del 13.04.11, avr luogo la vendita senza incanto
o, nel caso in cui la vendita senza incanto non
abbia luogo per qualsiasi motivo, il 28/10/2014,
alle ore 12:00 avr luogo la vendita con incanto
del seguente immobile:
1. Piena propriet di uno stacco di terreno
sito in Siracusa nella C.da Tremmilia-Sinerchia,
esteso are 9.07 circa, in NCEU al fg. 38, p.lla
1011.
Prezzo lotto: . 41.150,00.
L immobile viene venduto nello stato di fatto e
di diritto in cui si trova, con tutte le accessioni,
pertinenze, attive e passive, cos come identificato,
descritto e valutato dallesperto nella relazione
di stima.
Ogni concorrente, in caso di vendita senza
incanto, per partecipare dovr depositare in
busta chiusa, ex art.571 c.p.c. al professionista
delegato Avv. Omar GIARDINA, presso lo studio
dello stesso, in Siracusa nella Via Gioberti n
5/B, entro le ore 12:00 del giorno antecedente
a quello fissato per la vendita, una cauzione
pari al 10% del prezzo proposto, comunque non
inferiore al prezzo base, ed un fondo spese pari
al 20%, mediante assegno circolare intestato al
professionista delegato, salvo conguaglio.
Inoltre, nel termine suddetto lofferente dovr
depositare dichiarazione in bollo contenente
lindicazione del prezzo, del tempo e del modo
di pagamento ed ogni altro elemento utile alla
valutazione dellofferta.
Ogni concorrente, in caso di vendita con incanto,
per partecipare dovr depositare entro le ore
12:00 del giorno antecedente a quello fissato
per la vendita, presso lo studio di cui sopra, una
cauzione pari al 10% del prezzo base dasta fissato
e un fondo spese pari al 20%, mediante assegno
circolare intestato al professionista delegato, salvo
conguaglio.
Laumento minimo stabilito in . 2.000,00.
Laggiudicatario dovr depositare il prezzo di
aggiudicazione, dedotta la cauzione, nelle forme
previste per i depositi giudiziari entro il termine di
gg.60 dallaggiudicazione.
La relazione di stima trovasi pubblicata sul sito
www.astegiudiziarie.it.
Maggiori informazioni sul sito www.astegiudiziarie.
it o presso lo studio legale del professionista
delegato (tel.:0931/65123), nei giorni di luned e
gioved, dalle ore 17:00 alle ore 20:00.
Siracusa, l 28 maggio 2014
IL CUSTODE / PROFESSIONISTA DELEGATO

Avv. Omar GIARDINA
sensibile, seria, cerca
uomo, massimo 60enne
per futuro insieme. Scrivere a Carta Identi-

t AR1134793 Fermo
Posta Avola Centro.
Affrancare francobollo
da E 3,70

Sicilia 9

Due momenti
dellincontro

Fondazione di Comunit Val di Noto,


avviati 18 progetti in un anno
A

un anno dalla
nascita, la Fondazione di Comunit Val
di Noto ha accolto,
giorno 5 marzo, il
Direttore Generale
di Fondazione con
il Sud, Marco Imperiale. Nel corso della
sua visita alla sede
centrale di Siracusa,
sono stati presentati
i risultati raggiunti
in questo anno dalla
Fondazione di Comunit Val di Noto,
grazie al sostegno
di Fondazione con
il Sud, Caritas Italiana, le diocesi di
Siracusa e Noto e
grazie anche al raccordo tra diverse realt del terzo settore.
Il risultato stato di
18 progetti avviati,
35 enti coinvolti, 70
opportunit di lavoro
sociale create. Tra i
progetti, significative
iniziative per il carcere, altre per l'accoglienza, altre ancora
per l'economia civile. Il vicepresidente
della Fondazione di
Comunit, Giovanni
Grasso, ha presentato
i dati, rilevando come
in un solo anno si siano raggiunti risultati
significativi non solo
in termini numerici,
ma anche di capacit di raggiungere un
ampio territorio e di
sviluppare progettualit, sottolineando
come questo sia stato possibile grazie a
un gioco di squadra
dell'intero consiglio.

Favorire infrastrutturazione sociale


nei territori in maniera molto concreta

Il presidente Maurilio Assenza, da parte


sua, ha evidenziato
che cos si rigenera
comunit e si libera
il Sud: pensando soprattutto alle nuove
generazioni e a dare
loro segni di speranza,
coniugando
insieme un sociale
promozionale e uneconomia solidale capaci di far pensare a
citt giuste e fraterne;
altri consiglieri hanno sottolineato come
questo faccia crescere responsabilit.
La Fondazione con
il Sud sostiene la
Fondazione di Comunit Val di Noto
per favorire infrastrutturazione sociale
nei territori in ma-

niera molto concreta,


perch le Fondazioni
di Comunit possono
incoraggiare molto
da vicino lo sviluppo
di relazioni pi intense tra organizzazioni, in grado di creare
maggiore ricchezza
sociale ha spiegato
Imperiale - la Fondazione con il Sud
interviene con dei
contributi che vanno
sia al patrimonio che
a sostenere finanziariamente i progetti
nei primi cinque anni
di vita.
Nella visita alla sede
di Modica si avuto
l'incontro diretto di
Imperiale con i soggetti di due progetti.
Il direttore si infatti
soffermato al Can-

tiere educativo Crisci ranni, divenuto


luogo
aggregativo
capace di trasformare
liniziale diffidenza e
aggressivit distruttiva di ragazzi di un
quartiere periferico in
senso di appartenenza e che oggi, grazie
al sostegno di Caritas
Italiana e al progetto
Citt inclusiva
promosso dalla Fondazione di Comunit
Val di Noto e sostenuto da Fondazione
con il Sud pu consolidare quanto avviato in risposta alla
disgregazione sociale
nelle periferie e nelle
situazioni di emarginazione, permettendo la rinascita di
unarea abbandonata

e il rilancio del senso di una citt attenta


alla crescita. Sempre
a Modica, nel corso della visita alla
Casa di accoglienza
don Puglisi e alle
esperienze collegate
di economia sociale
gestite dallomonima Cooperativa (focacceria, laboratorio
dolciario), Imperiale
si confrontato con
le associazioni We
Care e don Giuseppe Puglisi, coinvolte
in rete in Ripartenze. Il progetto della
Fondazione di Comunit Val di Noto,
sostenuto da Fondazione con il Sud e
Caritas italiana, mira
a riattivare percorsi
esemplari di ripartenza nella vita per le
persone accolte nella
Casa don Puglisi e
per altri nuclei seguiti dai Centri di ascolto, andando oltre il
semplice intervento
assistenziale e promuovendo cammini
educativi con al centro lanalogia familiare e il primato della relazione. Oggi
ho potuto apprezzare
il lavoro egregio che
la Fondazione di Comunit Val di Noto
sta svolgendo con
lattivazione, gi nel
primo anno, di moltissimi progetti ha
concluso Imperiale noi della Fondazione
con il Sud speriamo
che si continui a lavorare cos.

societ

SEL fa
visita
al Cantiere
della
Tonnara

Venerd

mattina i
consiglieri comunali
e di circoscrizione di
Sel hanno visitato il
cantiere in corso alla
Tonnara di Santa Panagia.
Abbiamo percorso,
non solo il perimetro del cantiere, ma
anche i segni della
storia, ha affermato
il promotore delliniziativa Andrea
Buccheri. I Consiglieri Comunali e
di
Circoscrizione
di SEL hanno, poi,
espresso lesigenza
di collegare, in un
circuito virtuoso, il
sito della Tonnara,
delle Mura Dionigiane, del Canyon ed
alla vicina Pista Ciclabile, per creare un
polo urbano di sviluppo turistico e culturale. La visita alla
Tonnara si inserisce
in un percorso politico che si concluder
con il confronto-dibattito, promosso da
SEL, di venerd 13
Marzo presso lHotel del Santuario.
n occasione della
Festa della Donna,
lAssociazione Culturale Nuova Acropoli propone un pomeriggio dedicato
ad una delle pi importanti opere darte,
La Dama e lUnicorno, un ciclo di
arazzi fiamminghi
risalenti alla fine del
XV secolo esposto
al museo Cluny
a Parigi. Le relatrici, Lucia Sinnona e
Francesca Santoro,
dopo un breve momento dedicato alla
storia degli aneddoti
sugli arazzi, composti da sei pannelli, ne
illustreranno il simbolismo. Lopera
dedicata ai cinque
sensi: il gusto, ludito, lolfatto, la vista
e il tatto. Lultimo
arazzo, rappresenta
la sublimazione dei
sensi.

CULTURA 10

8 marzo 2015, domenica

Sicilia 8 MARZO 2015, DOMENICA

La satira: Juppiter
imposit nobis duas peras

Luomo,

dallet della pietra, ha


un difetto che gi
Fedro nelle sue
favole aveva evidenziato con queste rime: Juppiter
imposit nobis duas
peras che, tradotta per intero si
legge cos: Giove
ci impose due bisacce, quella dietro le spalle piena
dei propri difetti, e
sospese davanti al
nostro petto quella
dei vizi altrui. E
per questo motivo
che non vediamo
i nostri difetti, ma
solamente
quelli
degli altri, di cui ne
diveniamo giudici
severi.
Altro
riferimento al difetto insito
nelluomo, lo troviamo nel vangelo
di Luca: Perch
guardi la pagliuzza
che nellocchio
del tuo fratello e
non ti accorgi della
trave che nel tuo
occhio?
A questo punto
credo che il lettore
avr capito quale
il difetto di cui si
tratta: La sciocca,
pedante, maligna,
la sottile, la penetrante critica che
ciascuno di noi fa
dei vizi e difetti
altrui, non considerando i propri.
E sufficiente che si
metta in circolazio-

Da cinquantanni
la Messa in Italiano

Appena laltro ieri, il sette marzo 1965,

ne il nome di una
persona indicandone i difetti e quella
persona per tutta
la vita verr individuata per i difetti
in essa evidenziati.
A nulla varr la
smentita, la riabilitazione;
levidente calunnia
lo contrassegner
per sempre. Oggi la
calunnia si mimetizzata con la satira ma gli effetti
sono gli stessi. E se
prima la calunnia
restava
nellambito di un rione o
di un paese, oggi,
attraverso i mass
media raggiunge

tutto il mondo.
Il popolo aveva capito che la calunnia, pur piacendo,
non era cosa buona
e pertanto chi praticava tale attivit,
se donna era chiamata curtigghiara o sparrittera,
se uomo malalingua.
Oggi chi fa satira,
viene pagato profumatamente, elogiato, protetto; e se
il deriso reagisce e
vuole giustificarsiapriti Cielo!
Credo di essere stato sufficientemente
chiaro e con queste
mie poche parole

spero di aver indotto, anche se una


sola persona, a riflettere, prima di
criticare.
Termino riportando
un pensiero di Luigi Pirandello sulla
calunnia:
Prima di giudicare
la mia vita o il mio
carattere mettiti le
mie scarpe, percorri il cammino che
ho percorso io. Vivi
il mio dolore, i miei
dubbi, le mie risate.
Vivi gli anni che ho
vissuto io e cadi l
dove sono caduto
io e rialzati come
ho fatto io.
Giorgio Guarnaccia

La Domenica il settimanale siracusano di


Pino Filippelli, con cui allora collaboravo,
pubblic in prima pagina su sei colonne
la notizia di Un grande avvenimento per
la Chiesa cattolica: Da oggi la S. Messa
in italiano. Sono trascorsi esattamente
cinquantanni da quella domenica in cui si
affermava che pur nel rispetto del Latino,
lingua ufficiale della Chiesa, lItaliano
avrebbe avuto maggior rilievo nella celebrazione del Sacrificio divino ed i fedeli,
nellAssemblea quotidiana e festiva, sarebbero intervenuti pi attivamente durante il
sacro Rito.
Il mio articolo conteneva anche lintervista
concessami da mons. Giuseppe Bonfiglioli, allora Arcivescovo coadiutore di
mons. Ettore Baranzini a Siracusa, che si
esprimeva cos: Le innovazioni liturgiche
che entreranno in vigore domenica sette
obbediscono allo spirito e agli indirizzi
della costituzione conciliare sulla Sacra
Liturgia promulgata il quattro dicembre
1963. Esse riguardano, per il momento,
la celebrazione della Santa Messa concedendo un largo posto alluso della lingua
italiana. La Chiesa si propone con ci di
rendere pi facile la partecipazione piena,
consapevole e attiva dei fedeli ai sacri riti.
In altri termini si vuole che il credente
prenda il suo posto in seno allAssemblea
dei Figli di Dio, sotto la presidenza del
sacerdote celebrante.
In pratica da allora stata attuata una distinzione pi netta tra la prima parte della
Messa, detta Liturgia della Parola e la
seconda parte, detta Liturgia Eucaristica.
In effetti, la prima parte ha visto da allora
il sacerdote celebrante a maggior contatto
con lAssemblea, soprattutto mediante le
letture proclamate dai fedeli designati a tale
compito. Mons. Bonfiglioli, intervistato
anche sulle aspettative della Chiesa con
lentrata in vigore delle innovazioni, cos
concluse: La Chiesa ha fiducia e invita a
fiducia. Ad un primo momento di facile
entusiasmo subentrer, io spero, la comprensione e ladesione sincera del credente
che, trovando pi accessibili i riti, entrer
pi volentieri e pi facilmente nella sfera
del Mistero, guidato dalla quella Scuola
meravigliosa fatta di parole e di segni simbolici quale appunto la Sacra Liturgia.
Qualunque fede religiosa professi il lettore,
evidente che sempre stato notevole limpegno delle varie Chiese per promuovere
una maggiore comprensione dei sacri riti
da parte dei suoi fedeli. Anche il loro intervento nelle varie fasi delle pur differenti
liturgie, sicuramente ha concorso ad affratellarli maggiormente. Almeno durante le
funzioni festive o le ricorrenze religiose
annuali, stata dedicata pi attenzione ai
problemi dei fratelli, dellesistenza fisica,
ma soprattutto alla cura della propria realt
spirituale.

Sicilia 11

societ

Consiglio comunale aperto sullOspedale


Proposto un tavolo tecnico
Oggi abbiamo rag-

giunto una tappa importante nel cammino


verso la realizzazione
del nuovo Ospedale. Sono emersi la
consapevolezza ma
anche limpegno di
tutti i protagonisti,
Amministrazione attiva e Consiglio, deputazione nazionale
e regionale, Asp, di
andare insieme nella
stessa direzione: fare
squadra attraverso un
tavolo tecnico in cui
ognuno reciter il suo
ruolo, anteponendo
alle primogeniture la
volont di realizzare
la struttura in tempi
celeri. Questo andr
fatto guardando anche allofferta sanitaria che il nuovo Ospedale dovr assicurare
al territorio e per evitare il ricorso al fenomeno della mobilit
passiva.
Lo ha dichiarato il
consigliere
Massimo Milazzo che nella
qualit di consigliere
anziano, ha presieduto la seduta del Consiglio comunale chiamato ieri ad occuparsi
del nuovo Ospedale
di Siracusa. Alla seduta aperta dellassise hanno partecipato
i deputati regionali
Marziano, Vinciullo e
Zito, il parlamentare
nazionale Zappulla,
il manager dellAsp,
Brugaletta.
E stato il consigliere
Cetty Vinci ad aprire
i lavori, ricordando la
visita della Commissione regionale Sanit dello scorso anno,
gli impegni assunti
allora
dallAmministrazione per lindividuazione di eventuali
altre aree, i ritardi accumulati, il rischio di
perdere i possibili finanziamenti, il ricorso
alla mobilit passiva
come unica alternativa alle mancate risposte delle Istituzioni.
Nel suo intervento,
il parlamentare regionale Vinciullo ha
ripercorso le tappe
che hanno portato
Finalmente ad avere
un decreto di finanziamento che il Consiglio
dei Ministri potrebbe
esitare quanto prima,
ma con in concreto rischio di perdere i fondi per la mancanza di
un progetto esecutivo
legato alla mancata

Lon. Zito: C il rischio concreto di farsi trovare impreparati


alla concessione di un eventuale finanziamento
individuazione dellarea dove ospitare la
struttura. Vinciullo ha
ricordato che la scelta
del sito una prerogativa del Consiglio:
Ecco perch non c
altro tempo da perdere: lAsp ha larea ex

protagonismo, hanno
causato questi ritardi.
Per lAmministrazione comunale lassessore Pietro Coppa ha
puntualizzato come
non sia Corretta lequazione mantene-

viduare larea: per il


parlamentare nazionale Zappulla i passi
da fare sono chiari ed
anche celeri. Unarea vale laltra, purch non si perda quel
tempo che potrebbe
mettere in discussio-

Limpegno
di tutti i protagonisti,
Amministrazione attiva
e Consiglio,
deputazione
nazionale e
regionale,
Asp, di andare
insieme
nella stessa
direzione

ONP oppure si rinnovi


il vincolo su quella gi
individuata. Ma si faccia in fretta perch i
finanziamenti potrebbero andare altrove.
Nel suo intervento il
consigliere Gaetano
Firenze ha rivendicato il ruolo che il
Consiglio pu avere
a supporto dellAmministrazione attiva,
lamentando lassenza
di Sindaco ed assessore allUrbanistica;
per il consigliere Antonio Moscuzza Il
Consiglio pu fare da
cerniera tra le tante
anime della politica
che, per ragioni di

re larea o perdere il
finanziamento. Peraltro- ha aggiunto- il
progetto presentato
dallAsp un preliminare e non un esecutivo.
Sullindividuazione
dellarea, la cui competenza in capo al
Consiglio, Coppa ha
invitato ad una pi approfondita riflessione,
ricordando limmobilismo dei decenni precedenti e gli impulsi
dati dallAmministrazione Garozzo sin dal
suo
insediamento.
Ottenere il finanziamento e adempiere al
diritto-dovere di indi-

ne il finanziamento.
Siamo in dirittura darrivo: compito della deputazione pressare
per la firma del decreto; ma il Consiglio
scelga larea e lAsp
rediga il progetto esecutivo.
Per il consigliere Salvo Sorbello Siamo
in presenza della solita passerella dalla
quale non verr nessuna risposta. Tanti i
ritardi del Comune in
atti propedeutici, dal
Prg alla destinazione
duso degli immobile dellAsp in Ortigia,
alla mancanza del
PPO.

Per non parlare poi


delle assenze dei dirigenti comunali e
dellassessore allUrbanistica, che ci impediscono di avere le
risposte sullarea da
individuare che per noi
rimane o quella della
Pizzuta o quella dellAsp.
Per il consigliere Alberto Palestro Nessun passo in avanti
rispetto al passato, solito replay, ma dopo un
anno nessuna novit.
Ognuno deve recitare
il suo ruolo: noi consiglieri faremo il nostro,
Asp e deputazione devono fare il loro.
Per
il
consigliere
Alessandro Acquaviva Nessuna colpa in
capo al Consiglio, visto che non c un progetto esecutivo; per
il consigliere Gianluca
Romeo, oltre alla nuova struttura Occorre
guardare anche al miglioramento dellofferta
ospedaliera, a cominciare dal pronto soccorso da potenziare
con quello pediatrico.
Sono poi intervenuti gli
altri parlamentari. Per
Zito C il rischio concreto di farsi trovare
impreparati alla concessione di un eventuale finanziamento;
per Marziano occorre
Istituire subito un tavolo tecnico con unico obiettivo, il nuovo
Ospedale. Un tavolo
aperto al contributo di
tutti e che abbia nel
Comune la sua sede
naturale. Marziano,
infine, ha giudicato
superata lidea di utilizzare larea ex ONP
dellAsp.
Il manager dellAsp,
Brugaletta, si soffermato in maniera
molto
approfondita
sul pronto soccorso,
ricordando i recenti
interventi di potenziamento e miglioramento del servizio. Miglioramento della qualit
dellofferta sanitaria e
nuovo Ospedale: su
questi obiettivi siamo
concentrati e siamo
pronti al confronto con
la classe politica che
rappresenta la citt.
Ultimo
intervento
sullargomento quello
del consigliere Francesco Pappalardo che
ha proposto La crea-

zione di un osservatorio permanente per


monitorare liter procedurale, con un tavolo
tecnico e ruoli specifici. Fermo restando- ha
concluso- che bisogna
partire da due fatti: c
un progetto preliminare ed unarea gi individuata.

Sorbello:
Ospedale
priorit
per lintera
provincia
Il consiglio comunale
che si tenuto ieri per
volont dei rappresentanti
dellopposizione, ha contribuito a
fare chiarezza su vari
aspetti della sanit
siracusana. E, ancora
una volta, si constatato come sarebbe stata utile, per garantire
uninformazione tempestiva e trasparente,
la diretta televisiva che
la maggioranza continua a non volere.
Molto resta ancora
da fare per raggiungere a Siracusa livelli
di assistenza sanitaria
almeno decenti ha
rilevato il consigliere
comunale di Sicilia
Democratica Progetto Siracusa Salvo Sorbello e lo dimostrano i dati, che parlano
di una vera e propria
fuga dei siracusani
verso le province limitrofe o altre regioni.
In tale situazione, non
bastano certo le misure tampone, semplici
pannicelli caldi esibiti
come rimedi miracolosi, ma ai quali le
persone giustamente
non credono perch
costrette a scontrarsi
ogni giorno con ritardi
e inefficienze inaccettabili. indispensabile
procedere senza indugi, con la massima
determinazione prosegue Salvo Sorbello
sulla strada che porta alla costruzione del
nuovo ospedale, in terreni di propriet pubblica, peraltro gi da
anni individuati, senza
perdere tempo con soluzioni alternative che
richiederebbero,
in
ogni caso, procedure
lunghe e laboriose.

SPECIALE 12

Sicilia 8 MARZO 2015, DOMENICA

8 MARZO 2015, DOMENICA

RUBRICA A CURA DELLA CONFESERCENTI DI SIRACUSA

Il 16 e il 17 marzo presso Confesercenti


prendono il via i corsi abilitanti per
la somministrazione e per agenti immobiliari
La Confesercenti comunica che il 16 e il 17 marzo inizieranno, presso
la sede provinciale in
Via Ticino n. 8, i corsi
abilitanti per lesercizio
dellattivit di vendita
e somministrazione
di alimenti e bevande,
nonch il corso preparatorio, la cui frequenza
obbligatoria, ai fini
dello svolgimento della
professione, di Agente
Immobiliare. Il corso
abilitante per la vendita
e la somministrazione di
alimenti e bevande avr
inizio luned 16 marzo
e avr la durata di 100
ore ripartite nellarco
temporale di due mesi;
quello preparatorio di
Agente Immobiliare
avr inizio marted 17
marzo e avr la durata di
80 ore ripartite nellarco
temporale di due mesi.
Non essendo pi possibile procedere ad ammissioni di nuovi allievi
a corsi iniziati, i soggetti
che sono interessati
alla loro frequenza,
dovranno, entro e non
oltre il 13 marzo, procedere alliscrizione
sottoscrivendo presso la
sede della Confesercenti lapposito modulo.
Per ulteriori informazioni si pu telefonare
allo 0931/22001.
Commercio: il 2014
quarto anno di crisi.
Dal 2011 sono sparite 28mila piccole e
medie imprese
I dati di dicembre sono
chiari: non c stato alcun miracolo di Natale
in grado di invertire il
trend negativo dei consumi, e per il commercio
anche il 2014 si chiude
con il segno meno. Per
il settore il quarto anno
consecutivo di una crisi
profonda, che ha inciso
pesantemente sul tessuto delle imprese. La
crisi continua ad essere
pi grave per le picco-

le superfici, che sono


quelle che soffrono di
pi: rispetto al 2011, nel
commercio al dettaglio
si contano 28mila PMI
in meno. A pesare la
mancanza di interventi
di sostegno per le pi
piccole e anche le liberalizzazioni, che hanno
favorito il trasferimento
di consumi verso le
grandi superfici. Ma a
condizionare i fatturati
c anche laumento
delle promozioni, ormai
praticate dall83% dei
commercianti. Nonostante il dato dellIstat
sia oggettivamente negativo, si scorge qualche timido segnale di
miglioramento, a partire
dalla piccola variazione
positiva registrata a
dicembre rispetto allo
stesso mese dellanno
precedente. Frena anche
il calo tendenziale: il
dato medio del 2014,
pur essendo negativo
(-1,2), segna comunque

un passo avanti rispetto


alla flessione registrata
nel 2013 (-2,1). Fa
bene sperare anche
laumento di fiducia

dei consumatori e delle


imprese del commercio
al dettaglio. I segnali
positivi, per, da soli
non bastano. Dobbia-

mo essere capaci di
cogliere le opportunit
offerte dagli spiragli di
ripresa anche sul fronte
del mercato interno:

bisogna sostenere la domanda, partendo dalla


riduzione della pressione fiscale, centrale
e locale, che grava su
famiglie e imprese.
Criminalit: reati in
calo del 7% nel 2014
I reati nel nostro paese
sono calati, nel complesso, del 7% nel 2014
rispetto allanno precedente. A sottolinearlo
stato stamane il ministro
dellInterno, Angelino
Alfano parlando al termine del tavolo tecnico
presieduto al Viminale
sulla sicurezza urbana al
quale hanno partecipato
diversi sindaci di citt
metropolitane guidato
dal sindaco di Torino
e presidente dellAnci
Piero Fassino. Tra i
dati messi in rilievo dal
ministro il -12% dei furti
in abitazioni, -9% delle
rapine nella pubblica
via, il calo del 37,5%
delle rapine in banca e
del 20,9% negli uffici
postali. Vogliamo che
non solo ha detto Alfano come dimostrano
questi dati si lavori per
citt pi sicure ma che
questa sicurezza venga
anche percepita dal cittadino. Un tema, quello
della sicurezza, che
resta una priorit ha
concluso il responsabile del Viminale per
il governo cos come
lo la lotta al terrorismo internazionale
che ha visto, tra laltro,
schierare 4.800 uomini
dellesercito in compiti
di vigilanza.
Pi poteri alle forze di
polizia, cheagiranno in
base a norme pi severe
contro il degrado, e
pipoteri di ordinanza
ai sindaci. Questo, in
sintesi, lasse sul
quale, secondo il ministro dellInterno ruoter
il disegno di legge sulla
sicurezza urbana. Lobiettivo ha spiegato
Alfano averecitt
pi sicure, con una legge
sulla sicurezza urbana
cheintervenga su alcuni
aspetti dando pi poteri
ai sindaci, conuna rivalutazione dei poteri di
ordinanza.
Crescita zero per
il PIL italiano nel
quarto trimestre del
2014
Crescita zero per il Pil
italiano nel quarto trimestre del 2014 rispetto

al trimestre precedente.
LIstat conferma cos le
stime sul dato congiunturale diffuse a met
febbraio, ma rivede al
ribasso la variazione su
base annua, al -0,5% dal
-0,3% (dati corretti per
gli effetti di calendario).
Nel 2014 il Pil sceso
dello 0,4%, sottolinea
lIstat. Si tratta del dato
corretto per gli effetti di
calendario. LIstituto ricorda che lo scorso anno
ha avuto due giornate
lavorative in meno rispetto al 2013. E il terzo
anno in cui il Prodotto
interno lordo risulta in
calo (dal 2012). LIstat
ha rivisto la serie storica
sul Pil, un aggiornamento in cui spunta
un debole segno pi, in
termini congiunturali, (+0,1%), registrato
nellormai lontano terzo
trimestre del 2013. La
lunga recessione ha
quindi conosciuto una
pausa durata per molto
poco. Seguirono, infatti,
un Pil piatto e diversi
segni meno fino ad arrivare al nuovo stop alla
recessione, confermato
oggi da una crescita zero
nellultimo trimestre
del 2014.
Newslot: non sottoscrivere patti aggiuntivi ai contratti
originari proposti
agli operatori del
gioco dai concessionari senza accordo
bilaterale
La legge 23.12.2014, n.
190 (legge di stabilit
2015), allart. 1, comma
649, ha disposto che a
fini di concorso al miglioramento degli obiettivi di finanza pubblica
e in anticipazione del
pi organico riordino
della misura degli aggi
e dei compensi spettanti
ai concessionari e agli
altri operatori di filiera
nell'ambito delle reti di
raccolta del gioco per
conto dello Stato, in
attuazione dell'art. 14,
comma 2, lettera g),
della legge 11 marzo
2014, n. 23, stabilita
in 500 milioni di euro su
base annua la riduzione,
a decorrere dall'anno 2015, delle risorse
statali a disposizione,
a titolo di compenso,
dei concessionari e dei
soggetti che, secondo le
rispettive competenze,
operano nella gestione
e raccolta del gioco

praticato mediante apparecchi di cui all'art.


110, comma 6, del testo
unico di cui al regio
decreto 18 giugno 1931,
n. 773.
Si tratta di apparecchi
- cosiddette newslot
(AWP) e Videolottery
(VLT) - obbligatoriamente collegati alla rete
telematica di cui allart.
14-bis, comma 4, del
dPR, n. 640/72, per i
quali sono stati individuati, con procedure ad
evidenza pubblica, per
la relativa gestione, i
concessionari della rete
dell'Amministrazione
autonoma dei monopoli
di Stato.
Conseguentemente, ai
sensi del citato comma
649, dal 1 gennaio
2015:
a) gli operatori di filiera (si tratta degli
operatori che sono legati contrattualmente
ai concessionari, fra i
quali i noleggiatori e gli
operatori commerciali
presso i quali le macchine sono installate:
pubblici esercizi, tabaccherie, sale giochi e sale
scommesse) devono
versare ai concessionari l'intero ammontare
della raccolta del gioco
praticato mediante i
predetti apparecchi,
al netto delle vincite
pagate. I concessionari
comunicano all'Agenzia delle dogane e dei
monopoli i nominativi
degli operatori di filiera che non effettuano
tale versamento, anche
ai fini dell'eventuale

successiva denuncia
all'autorit giudiziaria
competente;
b) i concessionari, oltre
a quanto versato allo
Stato ordinariamente,
a titolo di imposte ed
altri oneri dovuti e sulla
base delle convenzioni
di concessione, devono
versare, entro i mesi di
aprile e di ottobre di
ogni anno, la somma
aggiuntiva di 500 milioni di euro ciascuno
in quota proporzionale
al numero di apparecchi
ad essi riferibili alla data
del 31 dicembre 2014.
Il provvedimento del
direttore dell'Agenzia
delle dogane e dei monopoli del 15 gennaio
2015, previa ricognizione, ha stabilito il
numero degli apparecchi di cui all'art. 110,
comma 6, lettere a) e b),
del TULPS, riferibili a
ciascun concessionario,
nonch le modalit di
effettuazione del versamento.
c) i concessionari ripartiscono infine con
gli altri operatori di
filiera (quelli sopra
indicati) le somme residue, disponibili per
aggi e compensi, rinegoziando i relativi
contratti e versando gli
aggi e compensi dovuti
esclusivamente a fronte
della sottoscrizione dei
contratti rinegoziati.
Ne risulta che:
1. i 13 concessionari, in
base ai calcoli effettuati,
relativi al numero di
apparecchi installati
negli esercizi, dovranno

versare allo Stato circa


1.200 euro per apparecchio;
2. la legge consente ai
concessionari di ripartire con gli operatori della
propria filiera le somme
che residuano dal pagamento allo Stato delle
imposte ed altri oneri
e delle somme ulteriori
come sopra individuate
(circa 1.200 euro per
macchina); tale ripartizione avverr sulla base
di una rinegoziazione
dei contratti in essere.
3. gli operatori commerciali, come si detto, a
termini di legge devono
versare ai concessionari l'intero ammontare
della raccolta del gioco
praticato mediante gli
apparecchi, al netto
delle vincite pagate: ci
vuol dire che, secondo
quanto si afferma testualmente nella norma, gli operatori non
potrebbero trattenere
sulle somme raccolte
il loro aggio: tanto
vero che i concessionari, come previsto
dalla legge, devono
comunicare all'Agenzia delle dogane e dei
monopoli i nominativi
degli operatori di filiera che non effettuano
il versamento, anche
ai fini dell'eventuale
successiva denuncia
all'autorit giudiziaria
competente, e che gli
aggi e i compensi dovuti, secondo quanto
previsto dalla legge,
possono essere versati
agli operatori esclusivamente a fronte della

Sicilia 13

sottoscrizione dei contratti rinegoziati.


In questi giorni si sta
assistendo, sul territorio, a fattispecie che
vedono la presentazione
agli operatori del gioco
(pubblici esercizi, tabaccai, ecc.), da parte
dei concessionari, di
patti aggiuntivi ai contratti originari (costituenti, nelle intenzioni
dei concessionari, altrettante rinegoziazioni, ma che si rivelano in realt vessatorie
condizioni unilaterali),
che prevedono una decurtazione degli aggi
in varia misura, dalla
totalit della somma dei
1.200 euro a macchina,
alla divisione al 50%
ed altro.
Tali patti vengono proposti con varie modalit, che prevedono la
sottoscrizione espressa,
limplicita adesione
mediante pagamento
delle somme richieste,
fino alladesione obbligata in relazione al
mantenimento in funzione delle macchine ed
allincasso delle giocate
da parte degli utenti.
Operativamente, gli
stessi concessionari
sembrano chiedere agli
operatori (lo desumiamo da alcune lettere
inviate recentemente
agli operatori medesimi) di versare le somme
incassate, al netto delle
vincite, comprensive
della quota di aumento
decisa unilateralmente
dai concessionari e
detratto laggio gi con-

speciale

venuto, che viene trattenuto dalloperatore.


Ci premesso, pur considerato che, a norma di
legge, come si detto,
aggi e compensi dovuti
possono essere versati
esclusivamente a fronte
della sottoscrizione dei
contratti rinegoziati, ci
non toglie che una rinegoziazione tale quando ambedue le parti del
contratto hanno avuto
leffettiva possibilit di
incidere sulla decisione
di modificare parti della
convenzione originaria.
Ogni eventuale comunicazione unilaterale
che non ammetta altro
contegno che la sua sottoscrizione o limplicita
adesione va considerata
contraria ai principi che
regolano il contratto. Si
ritiene dunque che qualsiasi pretesa da parte dei
concessionari di vedersi
corrispondere somme
diverse da quelle attese
secondo le regole dei
contratti originari sia
illecita.
Occorre, per la modifica
degli aggi e dei compensi, un accordo bilaterale,
sulla base del consenso
diretto delle parti o
almeno mediante la
negoziazione indiretta
tra concessionari e Associazioni rappresentative degli operatori del
gioco. Intanto sono stati
presentati al Tribunale
Amministrativo del Lazio i primi ricorsi contro
il pagamento delladdizionale di 500 milioni
prevista dalla legge di
Stabilit. Lobiettivo
un rinvio alla Corte Costituzionale: le societ
puntano il dito sul fatto
che il nuovo prelievo
stato introdotto quando
il rapporto era gi instaurato, alterandone in
modo significativo gli
equilibri e violando di
conseguenza i principi
di imparzialit e buon
andamento dellattivit
amministrativa.
LAssociazione sta valutando leventualit di
un possibile intervento
ad adiuvandum. E si
parla anche di modifiche
normative che potrebbero comportare per lo
Stato il mantenimento
dellincasso sperato
mediante una riduzione
del numero degli apparecchi in circolazione e
una rimodulazione dei
compensi.

Cultura 14

Sicilia 8 MARZO 2015, DOMENICA

di Roberto Tondelli
Tutta la societ postindustriale, non solo
lOccidente, manca di
una base intellettuale.
Ci determina un profondo disorientamento per cui non siamo
pi capaci di distinguere cosa bene e
cosa male, cosa
bello e cosa brutto,
cosa sinistra e cosa
destra, persino cosa
maschio e cosa
femmina, cosa vivo
e cosa morto... io
sostengo che occorre
elaborare la pi presto
un modello che abbia
valore universale e
che unisca il meglio
di tutti i modelli precedenti, scartandone
gli aspetti negativi.
Cos lautorevole e
noto sociologo Domenico De Masi in
unintervista sul suo
testo Mappa Mundi
(2014). La prima cosa
che colpisce nelle
sue parole lumilt
con cui lintellettuale
ammette il disorientamento profondo
che conduce poi a
mancanza di criteri
per distinguere il
bene dal male, il bello
dal brutto e cos via.
Lumilt riconoscere di non farcela
da soli, riconoscere
il bisogno di aiuto e
nel contempo nutrire
il desiderio di aiutarsi
a risollevarsi, a ritrovare capacit e criteri
perduti. Lumilt la
prima condizione per
aiutare individuo e
societ. A dire il vero,
lumilt riconosce la
nostra dipendenza da
Dio. Dopo aver fatto
tutto ci che si pu,
rimettere umilmente
tutto nelle mani del
Signore. Certo, vero
che col Padre nostro non si governa
(Norberto Bobbio),
ma forse un ritorno
delluomo a una dimensione pi umana,
e quindi pi vicina a
Dio, non gli farebbe
male, anzi gli gioverebbe da ogni punto
di vista. La capacit
di distinguere il bene
dal male, il bello dal
brutto. Ma per fare
cos occorre un metro,
una misura, un criterio. Paolo apostolo
scrivendo ai filippesi
prega per loro affin-

La capacit
di distinguere il bene
dal male,
il bello
dal brutto.
Ma per fare
cos occorre
un metro,
una misura,
un criterio

Quale bussola
per una societ
senza orientamento?
ch sappiano discernere il bene dal male;
agli efesini scrive che
leggendo le Scritture possibile ottenere la intelligenza
delle cose, cio la
comprensione di ci
che bene per la salute morale spirituale
della persona. Ancora
agli efesini scrive che
il frutto delle cose
che Dio gradisce
tutto ci che bont, giustizia e verit.
Pietro scrive che mediante la conoscenza
delle Scritture si pu

evitare ignoranza, instabilit, errore morale, corruzione. Dunque pare proprio che
il criterio per distinguere il bene dal male
e il bello dal brutto
(moralmente parlando) esista. Luomo
si ritrova sempre di
fronte allalbero della conoscenza del
bene e del male, cio
o lindipendenza e la
autonomia rispetto a
Dio ( la strada che
stiamo seguendo da
generazioni...) o la
dipendenza e il rico-

Sicilia 15

8 marzo 2015, domenica

noscimento e la gratitudine verso Dio ( la


strada stretta ma buona indicata da Cristo
Ges). Occorre riconoscere che un maestro di vita e di etica
c. Una guida morale e spirituale c.
Con una punta polemica verso maestri e
guide di ogni tempo,
egli stesso afferma di
essere maestro unico,
guida unica. Si chiama Cristo Ges (Matteo 23,8-11). Peccato
che luomo postmoderno non sappia pi

distinguere il bello
dal brutto, perch
Ges invece spiega
bene nel Nuovo Testamento che ci che
buono anche bello, secondo Dio e non
in senso puramente
estetico. Lossessione
per la bellezza estetica nasconde troppo
spesso vanit, presunzione, orgoglio
disumani. La distinzione tra maschio e
femmina allorigine
della vicenda umana. Dio cre luomo
maschio e femmina.
Una traduzione non
elegante ma pi fedele alloriginale sarebbe che Dio li cre
uomo e uoma.
E sono belli e buoni.
Ogni cosa buona e
bella nel creato. Nel
Signore n luomo
senza la donna n la
donna senza luomo. Pietro scrive che
il marito deve onorare
la moglie, che erede
anche lei della grazia
vitale in Cristo.
La distinzione tra
destra e sinistra richiama quella parola
di Ges: quando fai
unofferta a un povero non sappia la tua
sinistra quello che fa

la destra. un insegnamento contro


la superbia di coloro che fanno il bene
solo se gliene viene
un tornaconto, solo se
possono farsi notare
dallocchio sociale.
Fanno il bene per motivi moralmente del
tutto errati. Guardiamoci intorno, proprio cos difficile valutare chi fa una cosa
buona per mostrarsi al
pubblico e chi invece
compie il bene solo
per amore e senza applausi? Lanalisi delle
cose potrebbe continuare. Ma forse
chiaro che luomo, la
donna, la societ sono
senza orientamento
perch abbiamo perduto la sola bussola
morale spirituale che
ci pu indirizzare.
Questa bussola era la
coscienza illuminata dal Nuovo Testamento di Cristo. Ma
quando la coscienza
viene diseducata, svilita, ottenebrata dalla
mancanza di lettura
e di riflessione sulla parola magistrale
di Cristo, quando la
coscienza perde la
memoria, la cognizione, il senso della
riflessione, essa perde
la propria base intellettuale (intelletto
oscurato!). Se mai
possibile, occorre fermarsi. Riflettere che
il corpo pi del vestito, che la vita pi
del cibo, che la persona che ho davanti merita pi attenzione del
videomessaggino che
sto ricevendo, che il
prossimo non va n
usato n abusato, perch quel prossimo
la sola immagine sacra che Dio ci dona
di S. Il modello
che ha valore universale la persona
di Cristo Ges che
parla, insegna, ammaestra nelle pagine
del Nuovo Testamento (Chiesa di Cristo
Ges via Modica 3
di fronte allingresso Istituto F. Insolera conversazioni
bibliche: mercoled
e venerd ore 19:30;
culto al Signore domenica ore 10:30
info: 09311935947
3404809173 email:
chiesadicristo@alice.
it).

SPORT SIRACUSA

Come nel fortunato libro di Marcello DOrta

Il Siracusa a Castelbuono:
io speriamo che me la cavo

Solo una grande prova di carattere pu consentire agli


azzurri di uscire indenni da un campo-trappola, dichiarato agibile in extremis Terna arbitrale tutta palermitana

uello stesso terreno di gioco in


terra bianca, come
il nostro Molo
anni 50, con la
sola eccezione dei
vagoni merci fermi sui binari della
Stazione Marittima,
a far da spogliatoio
per i giocatori e da
tribuna per i pochi
curiosi, per lo pi
operatori portuali o
perditempo, unici
spettatori delle nostre prime, accesissime partite.
Cos apparir, sia
detto senza offesa,
il Luigi Failla di
Castelbuono
agli
occhi dei giocatori
del Siracusa quando
usciranno fra poche
ore dagli spogliatoi per il riscaldamento pre-partita.
E tuttintorno un

tifo da corrida di
una folla di oltre un
migliaio di spettatori vocianti, tutti di
fede castelbuonese,
perch la Commissione di Vigilanza
sui Pubblici Spettacoli nel dare in
extremis lagibilit,
non ha permesso ai
tifosi siracusani di
esserci. In questo
clima, pi da Circo Massimo che da
stadio, allegramente
Eccellenza Girone B
Le partite di oggi
C. di Messina-I. Virtus
Castelb.-Siracusa
Giarre-Modica
Rosolini-Acireale
Sp.Viagrande-Patern
Taormina-C.di Scordia
C. di Vittoria-S Pio X
Riposa: Milazzo

tollerato dai vertici


federali, si svolgeranno, a distanza di
qualche settimana
luna dallaltra, due
partite dalle quali
potrebbe uscire la
vincitrice di questo
campionato di eccellenza : quella di
oggi col Siracusa e
quelle fra due settimane con lo Scordia. Ma nel corso di
questo campionato
si visto anche di
peggio, per inorridire al solo pensiero
che su questi campi
maltenuti e malcurati siano destinati
a scendere oltre ai
calciatori ormai al
termine delle loro
carriere calcistiche,
anche le giovani
promesse del calcio
siciliano, costrette
ahim - a fare i

Mascara

conti con le vistose


carenze strutturali, sportive e non,
della nostra regione. Ci sono poi, nel
torneo che sta per
concludersi, le rivalse per torti veri o
presunti,che sfociano in vere e proprie
faide. E laugurio
che le parolerestino parole. In scenari come questi a
far la differenza non
pi la maggiore
o la minore classe,
la maggiore o la
minore esperienza,
ma la capacit dei
giocatori con maggior tasso tecnico
di adattarsi a situazioni come questa.
Non diciamo di

scendere sullo stesso piano delle sportellate e delle randellate che sar la
terna arbitrale, tutta
rigorosamente palermitana, chiamata
a reprimerle da una
parte e dallaltra,
ma se c da spedire la palla in tribuna, il Siracusa, non
si faccia pregare, lo
faccia. Non sar da
grande squadra, lo
ammettiamo, ma lo
faccia.
Ci sono dietro vistosi sacrifici della
societ e dei protagonisti, sacrifici che
non possono finire
nel nulla e sarebbe un grosso errore
pensare di tirare di

fioretto quando gli


altri ti prendono a
sassate. Ecco perch abbiamo preso in prestito
il
titolo del fortunato
libro del maestro
elementare
Marcello DOrta, Io,
speriamo che me la
cavo, per descrivere le speranze dei
giocatori in maglia
azzurra di uscire
quanto meno indenni da una prova
che rischia di avere
ben poco di sportivo, ammesso ma
non concesso che
le precedenti venticinque giornate, di
sportivo abbiano offerto qualcosa.
Armando Galea

Pallanuoto, amaro il derby per lOrtigia Calcio serie D, Noto


Per la 7 Scogli un pari salomonico
a caccia di punti salvezza
LIgm Ortigia esce ancora sconfitta

nel derby siciliano della 14a giornata contro la Nuoto Catania.


Finisce 9-10 per gli etnei al termine
di un match incattivitosi a causa di
alcune decisioni arbitrali molto discutibili anche se, i ragazzi di Gino
Leoni non sono sembrati lucidi per
tutti i quattro tempi. Il risultato
premia il Catania che, come dico da
inizio stagione, la squadra pi attrezzata di questo girone ma, nonostante tutto, ce la siamo giocata fino
alla fine ha commentato Leone a
fine partita. E stato un match combattuto che si rovinato per colpa
di alcune scelte arbitrali che hanno
reso la partita brutta e cattiva.
Il fallo di brutalit fischiato a Lisi
ci ha penalizzato e ha condizionato
in maniera decisiva la nostra partita
poich, trattandosi di uno dei nostri
giocatori di esperienza, la sua assenza si sentita sia in fase costruttiva
sia in quella difensiva. Tra laltro, la

sua espulsione, ci coster anche per


le prossime due partite che per noi
sono importantissime. Sono amareggiato per la sconfitta ma, come
avevo detto nei giorni scorsi, ci poteva anche stare.
Il nostro campionato, fin qui, positivo e a questi ragazzi non posso che
dire grazie. Per la 7 Scogli di mister
Baio ancora un pari, anche questa
volta in trasferta contro gli emiliani
del President Bologna per 4-4. Partono bene gli aretusei, riuscendo a
chiudere il primo tempo in vantaggio per 1-2.
Negli altri tempi a dettare il ritmo
sono state le difese che hanno contribuito a limitare le marcature a
solo 4 per parte. Un pari che muove leggermente la classifica aretusea aspettando di tornare a giocare
al Paolo Caldarela gi da sabato
prossimo nel derby contro la Pol.
Muri antichi.
Anthony M. Bianca

ltimo match siciliano per il Noto, che


oggi giocher contro il Due Torri, nell'8^
giornata del girone di ritorno. Dopo la
bella vittoria contro l'Hinterreggio di
domenica scorsa, il Noto cerca nel messinese punti pesanti in chiave salvezza,
e lo fa senze tre pedine importanti: capitan Rizza, l'esterno di centrocampo
Marino e il centrocampista Primo. Romano, dopo la rifinitura di oggi, sembra aver sciolto ogni dubbio: Intelisano
agir esterno sinistro di centrocampo, il
giovane Tosto esterno destro di centrocampo e Butera al posto di Primo. Riconfermati gli altri otto titolari rispetto
alla partita di domenica scorsa. Mister
Romano ha caricato i suoi, parlando di
una "partita che sar una battaglia", a
cui il Noto "arriva affamato di punti, per
accorciare le distanze dalla zona salvezza".
Allandata, il Noto perse dentro casa,
ma la partita venne ricordata perch i
granata, trovarono la prima rete dellintero campionato.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 8 marzo 2015, domenica

Dal match
contro il Real Rugby, per la
Strigliano
Syrako arrivano
che le Fori Briganti
miche del
presidente
obbiettivo
Basile non
trovano pi semifinale
F inalmente
la vittoria.
lattesa finita.

In foto, azione
di gioco.

Calcio 5 A1/F, per le Formiche


arriva lIron Team Palermo
L

ultima vittoria
per la formazione
della presidente Rita
Basile risale al 25
gennaio scorso, in
terra lucana, contro il Real Stigliano
battuto per 3-4. Da
allora le aretusee
hanno collezionato
tre sconfitte e un pareggio contro il forte
Salinis, palesando
una serie di difficolt
che nelle ultime set-

Per le Formiche occorre una prestazione di cuore


per vincere il derby contro le palermitane
timane sono state al
vaglio della dirigenza e del tecnico La
Bianca. Un confronto
programmatico
per provare a comprendere i problemi
emersi
allinterno
della squadra e di
conseguenza stabilire il percorso da se-

guire per concludere


al meglio questa stagione e programmare sin da subito la
prossima, con nuovi
nomi e presupposti.
Dopo la pausa di
Coppa Italia, allappello di mister La
Bianca, per limpegnativo derby di oggi

Tennis, galoppata trionfante di Gabriele


Coppa al torneo regionale Under 14

Si concluso presso i campi del


Tc Match Ball Siracusa la prima
prova del torneo Regionale under 14 M/F della stagione. Un
Torneo che ha visto partecipanti
40 giocatori tra maschili e femminili, folta partecipazione anche
da fuori provincia. Protagonisti
assoluti con 2 primi posti i giocatori del TC Match Ball Siracusa.
Infatti Gabriele Coppa classe
2001 al termine di una galoppata
trionfante senza cedere neanche
un set ai propri avversari giungeva in finale contro laltro siracusa
Simone Geracitano tesserato per
il TC Siracusa con il netto punteggio di 6/3 6/3 Gabriele conquistava il 1 posto. Nel torneo
femminile Lara Mancuso del TC

Match Ball Siracusa vinceva il


torneo battendo in finale la giocatrice del TC Siracusa Beatrice
Bongiovanni con il punteggio
di 6/ 6/2 . Per i due portacolori
del TC Match Ball Siracusa si
prospetta una stagione ricca di
soddisfazioni le stesse che si augura di ricevere lo staff del club
siracusano formato dal Tecnico
Nazionale De Simone Domenico e dal Maestro Nazionale
Paolo Cannova seguiti dagli
istruttori Federali Troia Toni,
Caracciolo Ivan, Sammatrice
Lele, Giuseppe Bongiovanni,
Ilenia Caracciolo, Di Trapani
Luca, dal preparatore atletico
Pino Maiori e dalle presidentesse Paola E Sabrina Cortese.

contro lIron Team


Palermo, mancheranno Steno, Malato,
Caserta e Guagenti,
che in settimana non
si sono allenate con il
gruppo.Assenze importanti, - ammette il
tecnico - ma in questo caso la Societ
ha voluto lanciare un
segnale forte e chiaro: bisogna ripartire
e dare il massimo per
concludere al meglio
il campionato. Per
domani conclude
La Bianca dalle ragazze che ho convocato mi aspetto una
prestazione di cuore
come hanno dimostrato di saper fare
spesso con squadre
di alto spessore tecnico. Allandata la
gara si concluse con
la vittoria casalinga delle palermitane
per tre a zero, adesso
lIron Team si trova
a quota 30, sei punti
di distanza da Basile
e compagne e si giocher le ultime possibilit di accedere
ai play off del girone
C di serie A. Reduci

dal pareggio di qualche settimana fa nel


derby interno con le
cugine del Futsal P5
e subito dopo dalla
sconfitta di misura,
due domeniche fa
contro lIta Salandra, le palermitane
vorranno dimostrare
di meritare a pieno
titolo i tre punti in
palio per rientrare tra
le migliori 5 del campionato. La gara Le
Formiche Siracusa
Iron Team Palermo, valevole per la
9^ giornata di ritorno del Girone C di
serie A sar arbitrata
dai signori: Fabrizio
Schirripa(Reggio
Calabria); Vincenzo
Brischetto(Acireale);
crono:
Giovanni
Alibrio(Siracusa).
Fischio dinizio alle
ore 17.00 al PalaLobello di Siracusa.
Le convocate: Basile,
Guardo, Firrincielli,
Zagarella, Magliocco, Pitino, Cerruto,
Trigilio, Greco. All.
La Bianca. Le convocate: Basile, Guardo, Firrincielli, Zagarella, Magliocco,
Pitino, Cerruto, Trigilio, Greco. All. La
Bianca.

Oggi il campo
dar un giudizio
inappellabile:
c posto solo
per una. La Syrako di Buscema,
uscita vincente
dal
Paolone
con il risultato di
17-26, ospiter i
Briganti di Librino per il return
match. Difficile
fare previsioni,
considerata
la
partita dandata:
un tempo ciascuno, con la Syrako che poteva
segnare di pi, e
con dei Briganti duri a morire,
mai domi.
La squadra artusea ha a disposizione tre risultati
su tre, ma andiamo con ordine
e cerchiamo di
spiegare in parole
semplici,
come funziona
la qualificazione. Se la Syrako
dovesse vincere,
con qualsiasi risultato, accede
alle semifinali,
dove incontrer
la vincente del
doppio scontro
tra Acireale e
Clan Messina.
Se la Syrako dovesse pareggiare, con qualsiasi
risultato, accede
alle semifinali.
Se la Syrako dovesse perdere si
prospettano pi
possibilit, con
alcuni risultati
che consentirebbero comunque
alla Syrako di
accedere alle semifinali. Ma fare
i calcoli non
nello stile Syrako.