Sei sulla pagina 1di 9

Politica

Sport

Gestione servizio
idrico: il comitato
accusa il sindacato

Da stasera la Final
Eight di pallamano
alla Cittadella
A pagina quindici

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quattro

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 27 febbraio 2015 Anno XXVIIi N. 48 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Trasporti. Lo ha assicurato il sottosegretario ai Trasporti in commissione

Riqualificazione Pantanelli

Niente tagli ai treni Elisuperficie


Consegnati
da e per Siracusa i lavori
Si garantiscono cinque coppie di treni a lunga percorrenza
Nessuna soppressione di

RICHIESTA AVVIATA

Calamit
La Regione
replica

Con riferimento alle no-

tizie in merito ai ritardi


dellAmministrazione regionale nellinvio della richiesta di declaratoria dello stato di calamit per gli
eccezionali eventi climatici che hanno flagellato la
provincia di Siracusa, gli
uffici dellAssessorato Regionale dellAgricoltura, a
seguito della delibera della
Giunta Regionale di autorizzazione alla richiesta di
calamit, hanno inviato al
Ministero delle Politiche
Agricole formale richiesta
avente ad oggetto la proposta di declaratoria delle
eccezionali avversit atmosferiche.

EX PROVINCIA

Expo 2015
incontro
coi sindaci
In

occasione della programmazione in vista


della partecipazione degli
enti pubblici locali.
A pagina due

ortigia

Largo
Xibilia
polemica
Lapprovazione

del progetto per la modifica e


sistemazione della piazza
Xibilia in Ortigia.
A pagina due

CRONACA

treni a lunga percorrenza


da e per Siracusa sar tagliatata da Rfi. Questa la
risposta resa dal Ministero in Commissione Trasporti allinterrogazione
sul taglio dei treni a lunga percorrenza da e per
la Sicilia. Il Sottosegretario ha risposto alla mia
interrogazione e a quella presentata dallOn.
Zappulla confermando
ci che era trapelato.

ex presidente dellautorit portuale di Augusta


stato assolto dal Tribunale dal reato di abuso dufficio perch il fatto non
costituisce reato. Sentenza
a favore di Span.

onsegnati alla presenza dellassessore della Protezione civile, Antonio Grasso, i lavori di adeguamento dellarea dellelisuperficie di Protezione civile di
contrada Pantanelli a Siracusa. Siamo particolarmente soddisfatti, come Amministrazione.

A pagina tre

A pagina sette

A pagina tre

Abuso ufficio
Assolto
Span
L

Sequestrata una discarica


abusiva ai Calafatari
Capitaneria di Porto-Guardia Costiera,
Polizia ambientale
del Comando della
Polizia Municipale,
in collaborazione con
lArpa di Siracusa.
A pagina cinque

Cronaca di Siracusa 2
politica

Leopolda
siciliana: adesioni
anche
da Siracusa

Sicilia 27 febbraio 2015, venerd

Sicilia 2.0 Il futuro il nostro presente.

questo il titolo della Leopolda Siciliana che, organizzata dall On. Davide Faraone, avr luogo il
domani e il 1 marzo a Palermo. La manifestazione
si svolger presso lex Fabbrica Sandron (Via Ferro
Luzzi n. 3/5, a Palermo), un sito fortemente simbolico che ospitava, un tempo, lomonima casa editrice costretta a trasferirsi a Firenze.
Si toccheranno argomenti caldi come sanit, econo-

27 febbraio 2015, venerd

mia, scuola, lavoro, legalit, funzione pubblica, ambiente,


sport, turismo, comunicazione, cultura e societ.
I lavori dureranno tutta la giornata di sabato e mezza giornata della domenica. Tante le adesioni, anche da Siracusa.
Ecco i primi nomi: il sindaco Garozzo Giancarlo, on.le Sofia
Amoddio, on.le Marika Cirone Di Marco, Orazio Scalorino
sindaco di Floridia, Salvo Cappellano dellesecutivo provinciale, Luigi Veneziano componente dellufficio tesoreria
regionale, Vera Corso e Maria DAndrea.

ad alimentarle il quartiere ortigia

Largo Xibilia
diventa piazza
Scoppiano
le polemiche
Lapprovazione

del
progetto per la modifica e sistemazione
della piazza Xibilia in
Ortigia (piazzale antistante lHotel Algil)
oggetto di polemiche. Ad alimentarle
stato il presidente
della circoscrizione
Ortigia,
Salvuccio
Scarso, il quale si
fatto promotore di una

petizione con la quale


intende coinvolgere i
siracusani per fare recedere lamministrazione comunale dalla
decisione assunta. La
vicenda legata al
bando che il Comune
ha fatto per uno studio di riqualificazione
della piazzetta Xibilia,
dove attualmente vengono parcheggiate le

auto in maniera abusiva. Limpresa Algil


s aggiudicata il bando ritenuto migliore
rispetto al progetto
presentato da unaltra impresa. In buona
sostanza, quellarea
parcheggio sar trasformata in una piazzetta, un belvedere sul
mare, con panchine e
altri arredi.

Qui sopra, il Largo Xibilia.

Per il presidente di
Ortigia si tratta di
uno stravolgimento dei luoghi con una
sostanziale modifica
alla viabilit esistente con spostamento
dellattuale asse di
Via Vittorio Veneto ed
in considerazione che
i relativi lavori stanno per iniziare. Nella
petizione si chiede di

pe Taglia, dirigente dellassessorato


regionale allAgricoltura, dal dott.
Michele Giglio, dirigente dellispettorato provinciale dellAgricoltura,
da Daniele Blancato (Gal Natiblei) e
Davide Barone (rappresentante del
comitato scientifico Anci).
Una riunione propedeutica allincontro che il tavolo avr questa
mattina a partire dalle 9,30, in via
Roma 31, con i rappresentanti dei
Comuni della provincia aretusea.
Ogni comune dovr fornire i progetti per quanto riguarda la loro
partecipazione ad Expo 2015 progetti che in seguito saranno assemblati con altri e diventeranno progetti darea.
Un unico progetto darea che coin-

alla presenza dellassessore della Protezione civile, Antonio


Grasso, i lavori di adeguamento dellarea dellelisuperficie di Protezione civile di contrada Pantanelli a Siracusa.
Siamo particolarmente soddisfatti, come Amministrazione, per la consegna
di questi lavori ha detto lassessore Grasso che consentiranno agli operatori dellelisoccorso, di operare con pi sicurezza negli interventi per i quali

spesso agiscono nellinteresse della collettivit. Specie in condizioni


di maltempo, gli operatori devono far fronte a situazioni poco sicure per via, tra laltro, della poca illuminazione della superficie interessata alle operazioni di decollo e atterraggio. I lavori dureranno
6 mesi e saranno eseguiti dalla ditta CE.ME.A. s.r.l. di Catania. Le
opere riguarderanno ladeguamento dellimpianto elettrico, la realizzazione della manica a vento, ladeguamento tecnico dei sottoservizi
e dellarea utilizzata dallElisicilia per le operazioni di soccorso, lilluminazione di tutto il perimetro della pista, la pista di atterraggio e
la recinzione esterna.

Nessuna soppressione
di treni da e per Siracusa

sospendere il provvedimento autorizzativo


dei lavori perch il
progetto sarebbe volto solo a creare uno
spazio antistante lalbergo da utilizzare in
via esclusiva; lasse
viario della Via Vittorio Veneto verr
spostato pi ad Est
interrompendo la sua
direttrice attuale e ve-

Expo 2015: stamattina


nuovo incontro
dei ventuno sindaci

occasione della programmazione in vista della partecipazione


degli enti pubblici locali alla rassegna di Expo 2015, si riunito
ieri mattina il tavolo tecnico in
vista degli incontri programmati
a partire da questoggi, quando
nella sala dei Comuni in via Roma
in Ortigia si riuniranno i sindaci
del Comuni del Siracusano per
un confronto con i tecnici i della
Regione e con i rappresentanti
dei Gal e dei Gac.
Tavolo tecnico coordinato dalla
dott.ssa. Rosaria Barresi, commissario straordinario della Provincia regionale di Siracusa, oggi
Libero Consorzio Comunale e
composto, oggi, dal dott. Giusep-

Consegnati

Cronaca di Siracusa

TRASPORTI. audizione in commissione trasporti

allex provincia regionale di via roma

In

Consegnati i lavori di riqualificazione


dellelisuperficie di Pantanelli

Sicilia 3

volga tutti gli attori del territorio,


secondo il format previsto per le
settimane dedicate al sud-est. Lobiettivo comune dovr essere quello
di utilizzare tutti gli strumenti per
valorizzare il territorio.
Un ruolo strategico lo reciteranno
i Gal, i cosiddetti gruppi di azione
locale, che hanno in mano le chiavi
dello sviluppo del territorio, individuato per singole prospettive. La
partecipazione allExpo di Milano
ritenuta da tutti importante ai fini
di una maggiore opportunit di incontro e di confronto con i mercati
internazionali del cibo e non soltanto. Ma anche una vetrina internazionale che potrebbe essere sfruttata in termini di attrattiva turistica.

nendosi cos a formare


una curva; verranno a
mancare almeno una
quarantina di posti
auto a discapito dei
cittadini residenti e
dei commercianti della zona.
Pronta la replica
dellamministrazione
comunale che sostiene limportanza della
scelta di eliminare un
parcheggio abusivo,
che il progetto ha lassenso della Sovrintendenza, mentre non
verr in alcun modo
toccato lasse viario
di via Vittorio Veneto.
Dice anche che bisogna sfruttare di pi
il parcheggio Talete,
che costa alla stessa
stregua delleuro che
viene dato in genere
ai parcheggiatori abusivi. Non solo, il Comune ha pronti altri
progetti di riqualificazione di luoghi della
citt e in particolare
di Ortigia, come nel
caso del piazzale delle Poste, per il quale
stato presentato un
progetto,
bocciato
per dalla Sovrintendenza ai beni culturali
e dovr, quindi, essere
rielaborato per essere
risottoposto allesame
dei tecnici della Sovrintendenza in modo
da riconquistare quello spazio

La rassicurazione arriva dal


sottosegretario
ai Trasporti che
risponde secco
Nessuna

soppressione di
treni a lunga percorrenza da e per Siracusa sar
tagliata da Rfi. Questa la
risposta resa dal Ministero
in Commissione Trasporti
allinterrogazione sul taglio dei treni a lunga percorrenza da e per la Sicilia.
Il Sottosegretario ha risposto alla mia interrogazione e a quella presentata
dallon. Zappulla dice
lon. Amoddio -, confermando ci che era trapelato negli ultimi giorni e
cio che nessuna soppressione dei treni da Siracusa
e Palermo per Roma e Milano stata autorizzata dal
Ministero dei Trasporti e
delle Infrastrutture.
RFI continuer a garantire quindi le cinque coppie
di treni che attualmente
coprono il servizio. Sul
versante traghetti, la situazione al momento non
cambia, RFI garantisce
limbarco dei vagoni su
traghetto e lutilizzo di 9
navi veloci per i passeggeri. Il Sottosegretario
ha relazionato in merito ad
uno studio di RFI sullipotesi di interrompere il
carico dei treni a Messina e Villa S. Giovanni
per potenziare il servizio
e migliorare la velocit
del trasporto mantenendo
invariate tariffe e dipendenti.
Una
ipotesi,
questa
dellinterruzione di carico,

In foto, la stazione ferroviaria di Siracusa.

ancora al vaglio di RFI e


che comunque, prima di
essere attuata, dovr essere condivisa dalla Regione
e dai Comuni interessati.
Ritengo che le risposte
ottenute soddisfino per
quel che riguarda la paventata interruzione del
servizio dei treni a lunga
percorrenza ma siano an-

cora troppo generiche sul


futuro del traghettamento
e sul potenziamento della
rete e delle infrastrutture
ferroviarie siciliane. Da
troppo tempo conclude
lon. Amoddio si parla
di piani di investimento,
di alta velocit di doppio
binario, tutti interventi
fondamentali per ridare

dignit alla nostra Regione


e che sono stati bloccati o
posticipati. Per quanto
riguarda il recupero delle
ferrovie turistiche ho firmato un progetto di legge
che si trova calendarizzato
in commissione trasporti.
Prendo atto dunque delle
risposte del Ministero ma
confido che quanto prima

si faccia chiarezza sul futuro della nostra ferrovia.


"Il Governo si impegna
ad evitare tagli, ma teniamo alte l'attenzione e la
mobilitazione. Con questa affermazione testuale
il sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti,
Umberto Del Basso De
Caro ha risposto alla mia
interrogazione presentata
il 22 gennaio scorso, dice
lon. Zappulla. ...il Ministro e il Governo assicurano la massima sensibilit e
attenzione su questo tema;
sarebbe infatti inaccettabile il vulnus alla continuit
territoriale e al diritto a servizi efficienti, oltre che la
mancata garanzia dei livelli occupazionali>>.
Nella stessa risposta si
conferma l'esito dell'incontro del 16 febbraio anche
alla presenza del Governo
egionale, ovvero che non
ci saranno tagli ai treni
di lunga percorrenza cos
come annunziato con l'avvento dell'orario estivo
(giugno 2015) e l' impegno
di Trenitalia a velocizzare
il traghettamento e a potenziare la rete ferroviaria.
Nel prendere atto positivamente delle volont, rimane la mia ferma opinione
che senza interventi forti e
concreti per ammodernare,
velocizzare e stimolare l'utilizzo delle ferrovie ci si
ritrover presto con identici decisioni.

Le organizzazioni sindacali chiedono al comune di salvaguardarli

Ancora incontri serrati in Prefettura


per la questione lavoratori Igm
Si

susseguono incontri tra sindacati e istituzioni per trovare un possibile accordo per tutelare i
dipendenti IGM. I lavoratori chiedono un protocollo d'intesa per salvare la citt dallo sciopero e
dai rifiuti sulle strade. Dopo un lungo incontro in
Prefettura terminato intorno ieri sera alle 19 tra
lavoratori Igm e Comune, infatti, si deciso che
la vicenda riguardante il servizio di igiene urbana
sar definitivamente affrontata il prossimo marted
con una nuova mediazione del prefetto, Armando
Gradone. Le organizzazioni sindacali hanno chiesto al Comune di salvaguardare le professionalit

e gli stipendi di tutti i lavoratori, nessuno escluso,


e di confermare questo indirizzo con la firma di un
protocollo di intesa per tutelare gli oltre 250 dipendenti dell'azienda. Il Comune ha ribadito di non voler ritirare il bando, ritenendo di aver inserito clausole corrette nell'avviso di gara, ma ha accettato di
volersi aggiornare per verificare la fattibilit della
proposta.
Da parte loro, i sindacati sono disposti a discutere
della gestione del servizio con il prossimo gestore,
chiunque sia il vincitore dell'appalto che dovr gestire il servizio di igiene urbana a Siracusa.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 27 febbraio 2015, venerd

27 febbraio 2015, venerd

cronaca. duro documento degli ex sogeas

Gestione del servizio idrico


Polemica Comitato-sindacato

Il comitato dei lavorato-

Gip, il priolese Giuseppe Gianni, arrestato dai


carabinieri che gli contestano il reato di resistenza a pubblico ufficiale.
Luomo, che si trova
adesso detenuto presso
la speciale struttura penitenzaria di Barcellona
Pozzo di Gotto, era stato
arrestato sabato scorso
a seguito dellesecuzione di unordinanza di
custodia cautelare per i
reati di maltrattamenti in
famiglia che gli vengono
contestati.
Una volta giunti al suo
domicilio, per, i Carabinieri sono stati aggrediti dalluomo, che li ha
presi di mira cercando in
questo modo di sottrarsi
allarresto e quindi alla
detenzione. A fatica i
carabinieri sono riusciti
a riportarlo alla ragione
e a tradurlo in questo
modo al penitenziario di
Barcellona. Il gip Michele Consiglio ha disposto
la convalida dellarresto
e la misura cautelare in
carcere a carico dellindagato priolese.

Il sindacato non titolato a perorare sullorgaimane detenuto in carnizzazione del lavoro aziendale e su retribuzioni R
cere, su disposizione del

ri ex Sogeas punta il dito


contro le organizzazioni
sindacali di categoria a
proposito delle risultanze dellincontro con la
Siam, che gestir dal primo marzo prossimo ilo
servizio idrico integrato
nei comuni di Siracusa e
di Solarino. Cgil, Cisl e
Uil non hanno alcun titolo per trattare su qualifiche, organizzazione del
lavoro aziendale e livelli
retributivi e quant'altro
spiegato in una nota
diffusa alla stampa -perch di esclusiva pertinenza della rappresentanza
aziendale, cos previsto
dal contratto collettivo e
dalle norme in vigore.
L'unico soggetto abilitato
a trattare questa materia interna il comitato
spontaneo dei lavoratori
eletto nello scorso mese
di luglio. Tale comitato
rappresenta la quasi totalit dei dipendenti ex
Sogeas (62 su 76) i quali
saranno tutti assunti entro il mese di marzo; gli

In foto, la sede della Siam.

altri 9 lavoratori ex Sai 8


verranno assunti, come
anticipato dall'azienda,
entro il mese di aprile.
Altro particolare, tutt'altro che secondario, che
i sindacati non dicono
che il comitato spontaneo
ha incontrato l'azienda lo
stesso giorno ma separatamente dai confederali, come da noi richiesto
e accordato, in quanto

le linee guida sindacali


sono profondamente divergenti. Cgil, Cisl e Uil,
com' noto, continuano a
rappresentare prospettive
occupazionali e soluzioni
contrattuali improponibili, tendenti sempre a non
tutelare gli interessi dei
lavoratori (basti pensare
che nel recente passato non un solo giorno di
sciopero stata proposto

dai confederali anche in


presenza di licenziamenti) ma quelli delle loro
organizzazioni.
Nel merito dell'incontro avuto marted pomeriggio, dopo un'analisi
generale delle questioni
aziendali rispetto alle
prospettive dei dipendenti, ai quali verranno riconosciuti i livelli
e le mansioni applicati
nell'aprile del 2009 (al
momento del passaggio
da Sogeas a Sai 8) aggiornati economicamente ad oggi, l'azienda si
riservata di presentarci a
breve un piano organico
ed organizzativo. Tale
confronto di esclusiva
competenza dei rappresentanti aziendali dei lavoratori, espressi dal comitato spontaneo, e non
da sindacati provinciali,
che purtroppo dovranno
farsene una ragione, cos
come recita il Ccnl e il
Testo unico sulla rappresentanza del 10 gennaio
2014.
R.L.

Il Gip ha disposto la misura cautelare in carcere per i due Grasso

Sono comparsi ieri mattina dinanzi al Gip

del tribunale di Siracusa, Michele Consiglio


i tre catanesi, arrestati dagli agenti della Polstrada di Lentini, mentre stavano operando
il furto di cavi di rame per lalimentazione
dellenergia elettrica alla galleria San Demetrio dellautostrada Siracusa-Catania.
Salvatore e Francesco Grasso, rispettivamente di 46 e 43 anni, e Giovanni Privitera
di 35, sono comparsi ieri mattina dinanzi
al Gip del tribunale di Siracusa, Michele
Consiglio, che ha convalidato larresto del
terzetto, disponendo per i due Grasso la misura cautelare in carcere, mentre al Privitera
sono stati concessi gli arresti domiciliari. I
tre sono stati acciuffati nella nottata di marted scorso. Per sfuggire alla cattura, uno dei
tre, ha tentato di nascondersi nel tombino
della galleria, dove si era calato per recidere
i cavi elettrici.
Lepisodio si verificato poco dopo le due
del mattino di ieri quando i tre indagati sono
stati intercettati da una pattuglia del Distaccamento della Polizia Stradale di Lentini
allinterno della galleria San Demetrio
sullautostrada, mentre erano intenti a re-

Tentarono di rubare cavi


Arresti convalidati per i tre

Nella foto, il luogo


della discarica.

Sequestrata discarica
abusiva ai Calafatari

apitaneria di Porto-Guardia Costiera,


Polizia ambientale
del Comando della
Polizia Municipale,
in collaborazione con
lArpa di Siracusa,
hanno portato a termine unattivit di
polizia giudiziaria
per la repressione
dei reati ambientali
nellambito del porto
di Siracusa in unarea ricompresa nel
cosiddetto Sito di Interesse Nazionale di
Priolo.
Il sequestro della discarica avvenuto
nellambito dellat-

dai poliziotti. Dalle successive indagini,


i poliziotti del commissariato di Lentini
e quelli della Polstrada hanno recuperato
dentro la galleria due taglierini, una cesoia,
guanti in lattice, zaini e cavi di rame idonei
allalimentazione dellilluminazione e dei
sistemi di sicurezza del tunnel.

tivit di tutela demaniale e ambientale


allinterno del porto.
Nellarea in questione, che ricade nel
rione Umbertino,
stata riscontrata la
presenza di un ingente
quantitativo
di rifiuti pericolosi e
non, speciali ed ingombranti: elettrodomestici, barattoli in
lamiera di oli motore
e vernici, pneumatici, materiale ferroso,
vetri frantumati, filtri
di olio motore e plastica di generi diversi. I rifiuti erano stati
abbandonati in due

aree distinte, ma anche allinterno di un


manufatto in muratura, ricompreso in una
delle due aree.
Il personale del Nucleo Operativo Difesa Mare della Guardia Costiera aretusea
e la Polizia Ambientale del Comune di
Siracusa, coordinati
dalla Procura della
Repubblica del capoluogo, ha posto sotto
sequestro la discarica
abusiva a cielo aperto in cui erano stati
stoccati rifiuti di ogni
genere, tali da compromettere sia le ma-

trici ambientali, che


a mettere a repentaglio la salute, l'igiene
e sanit pubblica e
privata.
Il sequestro interessa
complessivamente
unarea estesa per
circa 450 metri quadrati, mentre stata
sporta denuncia contro ignoti per attivit
di gestione di rifiuti
non autorizzata e getto pericoloso di cose.
Unoperazione che
rende lidea di ci
che occorre ancora
fare per risanare lintera area dei Calafatari. Dopo il primo

intervento avvenuto
nel settembre 2011
con la rimozione dei
46 relitti giacenti nella darsena e circa 100
tonnellate di rifiuti di
ogni genere, e con la
conseguente demolizione dei fabbricati
abbandonati, si attende la seconda fase
della bonifica, quella
che prevede anche un
intervento di rimozione dei detriti nel
sedime sotto il pelo
dellacqua. Lultima
conferenza dei servizi stata svolta nel
mese di settembre
scorso.

Rosolini
Convalidato
arresto
di pusher
I

l Gip del tribunale, Michele Consiglio, ha convalidato larresto operato


dai carabinieri di
Noto del Nucleo
Operativo e Radiomobile di Noto nei
confronti del rosolinese Sebastiano
Ranno di 27 anni,
sorpreso nella sua
abitazione in possesso di marijuana.
Il giudice per le indagini preliminari
ha per disposto
la
scarcerazione
dellindagato, con
il solo obbligo di
presentazione alla
polizia giudiziaria.
Di tale provvedimento non pu,
per, usufruirne,
perch per Ranno
vige ancora la misura cautelare degli
arresti domiciliari
per un precedente
arresto avvenuto il
14 gennaio scorso.
Luomo, a seguito
di
perquisizione
personale e domiciliare, stato trovato in possesso
di 24 dosi di marijuana per un peso
complessivo di circa 15 grammi.

La vicenda si consumata nel mese di febbraio di quattro anni addietro a Canicattini

Una donna raggir


quattro persone
patteggia 10 mesi

Una presunta truf-

cidere dei cavi di rame. Dopo aver precluso


ogni via di fuga, gli operatori di polizia a piedi hanno percorso la galleria, allinterno della
quale sono stati sorpresi i tre che, dopo aver
abbandonato gli attrezzi e i cavi di rame gi
tagliati, hanno cercato di fuggire, ma le loro
intenzioni sono state intercettate e bloccate

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Operazione
congiunta di
Capitaneria
di porto,
polizia
ambientale
e Arpa

CRONACA

Priolese
rimane
detenuto
al carcere
di Barcellona

Sicilia 5

fatrice stata condannata dopo avere


fatto ricorso al rito
del patteggiamento
per chiudere la partita con la Giustizia.
La donna, secondo
quanto
appurato
dalla pubblica accusa, avrebbe raggirato quattro persone, inducendole
a versare del denaro
con la prospettiva
di lauti profitti per

poi rimanere con un


pugno di mosche
in mano. Il giudice
monocratico del Tribunale di Siracusa
ha applicato la condanna a 10 mesi di
reclusione oltre al
pagamento di 300
euro di multa a carico della canicattinese
Maria Rosa Zocco di
47 anni.
La vicenda in questione emersa nel
febbraio 2011. Se-

condo quanto rilevato dagli inquirenti,


la donna avrebbe
prospettato a quattro
ignari clienti la possibilit di investire
il proprio denaro in
alcune operazioni nel
settore immobiliare.
A fronte di tali investimenti, limputata
avrebbe
garantito
alle vittime dei sicuri margini di guadagno. Pagati i ratei
con cadenza mensile,

In foto, il palazzo di Giustizia.

per, non solo non


arrivavano i guadagni promessi, ma le
vittime non si sono
visti nemmeno tornare indietro le somme

investite. Scattate le
denunce, le vittime
hanno calcolato un
danno patito complessivo di 50 mila
euro. Da quel mo-

mento scattata la
denuncia e quindi
il rinvio a giudizio
della donna che
ricorsa al rito alternativo.

societ 6

Sicilia 27 febbraio 2015, venerd

La mia storia fra pentimento


e nuove certezze nello Stato

Il Riceviamo e pubblichiamo.
Egregio direttore,
con riferimento agli
articoli pubblicati dal
vostro giornale sul
fenomeno dei nuovi
pentiti e delle nuove
indagini della DDA
di Catania, voglio
chiarire il ruolo che
il sottoscritto, rag.
Rosario
Piccione,
ha svolto allinterno
della malavita organizzata siracusana;
quindi chiedo cortesemente solo ai fini
della verit delle
cose, la pubblicazione della presente per
far capire alla pubblica opinione come
stanno effettivamente i tanti fatti storici
che nel tempo sono
stati raccontati dalla
cronaca.
Sono
entrato
a
far parte del clan
Bottaro
Attanasio
senza quasi che mi
accorgessi dello sbaglio che stavo per
fare (a Siracusa non
siamo a Palermo non
si fa il battezzo con
il sangue);com ben
noto, io avevo unagenzia a Siracusa per
il disbrigo di pratiche
denominata, Tuttofare, sita in via
Sebastiano Olivieri;
nel 1997 mi fu presentato da un amico
in comune Michele
Midolo (detto Michiluni) il quale,
dopo la conoscenza,
tutti i giorni mi veniva a trovare presso
la mia agenzia; luogo dove tutti i componenti di quel clan
fecero quasi la propria sede operativa.
Ma il primo problema nacque quando
iniziai una relazione
sentimentale, ma con
tanto amore sincero,
con una ragazza, allora convivente di
un esponente della
mafia
siracusana,
la quale signora diventava mia moglie
14 luglio 2001; da
quellunione
nacque un bambino. Per
questa situazione il

Lettera in redazione da parte dello storico collaboratore


di Giustizia siracusano, Rosario Piccione

diretto
interessato voleva uccidermi; ma sinser nel
discorso
Alessio
Attanasio, che prese subito le mie difese, e dicendogli
allinterlocutore che

rispettive mogli, e
insieme con Angelo Iacono, quindi,
allora tutti buoni e
sinceri amici. Poi,
naturalmente, i soldi facili guadagnati, semplicemente

palla a balzo e sono


diventato un collaboratore della Giustizia. Infatti, dopo
due mesi di carcere
a Siracusa chiamai
i magistrati della
Procura Distrettuale

dovuto capire dopo


tanta
carcerazione dove sta il male
e il bene, ossia, il
Davide Pincio e il
Maurizio Bianchini,
cos come tanti altri
ancora, hanno ten-

Il mio pentimento nacque


anche, in verit
e sincerit, dal
fatto che dopo
arrestato potevo
godere di una
serie di agevolazioni che lo
Stato prospetta a chi vuole
collaborare con
la Giustizia, e
quindi io non
essendo stato in
carcere cercai
nuova vita
il Ragioniere non
si tocca e che se mi
dovesse
accadere
qualcosa gli avrebbe
ammazzato tutta la
famiglia.
Da quel momento
diventai il pupillo di
Alessio Attanasio, il
suo delfino, e iniziai
a commettere parecchi reati per conto
del suo clan denominato appunto, Bottaro-Attanasio.
Da quel momento in poi Alessio
Attanasio, per una
serie di vicissitudini,
di pubblico dominio,
divent, nei fatti pratici, il numero uno
della malavita locale, o mafia che dir
si voglia, e quindi
io ero galvanizzato
da questo personaggio magico, addirittura dal piacere
di vivere insieme in
una villetta al mare
nella zona della Fanusa insieme con le

estorti a quei poveri


commercianti terrorizzati dallattivit
del clan, fece scattare nella mia anima e
nel mio cuore un profondo rimorso, fatto
che oggi non nego a
dirlo e che mi vergogno anche solo fatto
di aver conosciuto
quellambiente tanto
maligno e cattivo.
Il mio pentimento
nacque anche, in verit e sincerit, dal
fatto che dopo arrestato potevo godere
di una serie di agevolazioni che lo Stato
prospetta a chi vuole
collaborare con la
Giustizia, e quindi
io non essendo stato mai in carcere e
con il profumo di
una imminente libert e la speranza
di una sistemazione
in una nuova localit segreta, e quindi
a nuova vita libera e
gioiosa, ho preso la

Antimafia di Catania, competente per


territorio (nella specifica il dottor De
Masellis), e prospettati la decisa e ferma
volont di iniziare a
collaborare. E cos
solo dopo quattro
mesi di detenzione
preventiva fui scarcerato; la cosa che a
questo punto tengo
a sottolineare, che
quando collabori con
la Giustizia e segui
un
comportamento corretto, lo Stato
non ti abbandona,
anzi. Oggi sono passati tredici anni dalla
mia collaborazione
e le istituzioni dello
Stato mi sono state
sempre vicine, ora
come allora. Ma,
molto
amareggiato, oggi leggo sulla
stampa che ancora
a Siracusa si pratica
la legge del pizzo,
di gente che secondo me avrebbero

tato di estorcere la
somma di 800 euro
di acconto a un panificatore della zona
alta della citt; ma
ora sanno di rischiare anche dieci anni di
carcere. Ecco perch
invito tutti i giovani
di non schierarsi pi
con gente dei clan
malavitosi, perch
il crimine non paga,
e non vale la pena
invischiarsi in una
vita fatta di paure e
di stenti, e privati di
un bene universale e
bello come la libert, di non spacciare
pi le sostanze stupefacenti per far arricchire i trafficanti
della droga di mezzo
mondo perch, oltre
che avvelenare tanti
altri giovani in tenera et, alimentano le
casse della malavita; anche perch la
mancanza di lavoro
una cosa, inventarlo, crearlo, unaltra

cosa tanto bella e che


ti soddisfa, che ti rende libero dalla schiavit della mafia, cos
come la verit, quella
incontrovertibile.
Frequentare le forze
dellordine, i tutori
della legge, le istituzioni dello Stato
libero, organizzato
e democratico, pu
aiutarti anche a trovare un buon lavoro,
uno qualsiasi, pur di
renderti libero dai
tentacoli della malavita, mafia, ndrangheta, camorra. E
soprattutto conviene
sempre essere collaborativi con le forze
di polizia e lo Stato
in generale; cos si ha
la fortuna, specie a
Siracusa, di avere la
Squadra Mobile della
Questura, cos come
di tutte le altre forze
di polizia, una delle
pi efficienti dItalia, con uomini sempre pronti a darti una
mano, nel rispetto
delle leggi sintende.
Infine, ripeto e voglio
sottolinearlo, immettere nel mercato le
sostanze stupefacenti che colpiscono il
cuore della societ,
i giovani e gli adulti, a volte anziani,
davvero un crimine
con
quellamerda
bianca, che ammazza tanta gente e che
potrebbe a sua volta
colpire anche i tuoi
familiari, i tuoi amici, i tuoi parenti. Non
voglio prolungarmi
di pi, ma spero e vi
ringrazio anticipatamente per lo spazio
che mi vorrete dedicare, con la cortese
possibile altra opportunit dintervenire per chiarire altre
circostanze volte a fa
luce e chiarezza nei
confronti dellintera
comunit siracusana,
la quale ha il diritto
di conoscere la verit
delle cose.
Con i pi distinti saluti.
Rosario Piccione
Collaboratore
di giustizia

27 febbraio 2015, venerd

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

sentenza emessa dal tribunale penale

Abuso dufficio
Assolto ex presidente
autorit portuale
Lex presidente dellau-

torit portuale di Augusta


stato assolto dal Tribunale dal reato di abuso
dufficio perch il fatto
non costituisce reato. La
sentenza stata emessa
a favore dellingegnere
Giuseppe Span e per
Francesco Serra di, rappresentante legale della
cooperativa Lavoratori Portuali di Augusta e
Siracusa, e Maria Floriddia, rappresentante legale della Sepamar, anche
loro accusati di abuso
dufficio.
Sono state accolte in toto
le istanze dei legali della
difesa, avvocati Antonio

In foto, lingegnere Giuseppe Span.

La vicenda risale al 2007 e riguarda le presunte


anomalie nella gestione del servizio portuale
Passanisi, Bruno Leone e Davide Raffa, che
avevano sollecitato un
verdetto assolutorio per
i loro assistiti, al contrario del pubblico ministero che aveva invocato
la condanna a 2 anni e
mezzo di reclusione per
Span e a 2 anni di reclusione ciascuno per gli
altri due imputati.
La vicenda risale al
maggio 2007 e ruota attorno al rilascio delle
autorizzazioni a svolgere attivit dimpresa per

operazioni portuali per


conto terzi nellambito
del porto di Augusta. Secondo quanto sostenuto
dalla pubblica accusa,
lautorizzazione rilasciata dallautorit portuale mancava del parere
del comitato portuale.
La questione era venuta
a galla a seguito della
morte di un lavoratore
in nero, avvenuta il 24
agosto del 2007, durante
le operazioni di scarico
di legname a cui segu
una denuncia, sporta

da un agente marittimo
raccomandatario che si
rivolse al commissariato
di pubblica sicurezza di
Augusta e alla Prefettura
di Siracusa per segnalare delle anomalie nella
gestione del servizio di
carico e scarico merci.
La parte offesa sosteneva che le autorizzazioni
rilasciate
dallautorit
portuale alla Sepamar e
alla Cooperativa Lavoratori Portuali non avessero avuto il vaglio della
commissione consultiva.

Ci avrebbe danneggiato
altre imprese, costrette a
licenziare personale per
mancanza di commesse.
Nel motivare la sentenza
di assoluzione, il Tribunale fa notare, tra laltro,
che la mancanza di parere del Comitato portuale in tutti i provvedimenti
autorizzativi del 2007
espressione di una prassi
che ha finito col favorire
non soltanto le imprese
facenti capo agli imputati Serra e Floriddia ma
anche tutte le altre, destinatarie degli stessi provvedimenti, consentendo
generalizzati
vantaggi
economici.

intercettati dai poliziotti a catania

Il Gps nellauto noleggiata


tradisce due presunti ladri

l sistema satellitare Gps, installato


nellautomobile utilizzata dai presunti
ladri di pavimenti artistici in una villa,
stato letale per due dei quattro componenti della gang.
Ad agire sono stati gli investigatori del
commissariato di pubblica sicurezza di
Noto, in collaborazione con quelli della
squadra mobile di Catania, di denunciare due presunti autori del tentativo di
mettere a segno dei furti nelle abitazioni
di contrada San Corrado di Fuori a pochi chilometri da Noto.
Indagati per quel furto sono i catanesi
G.D. di 19 anni e S.G. di 42, ai quali

anche contestato un altro tentativo di


furto avvenuto il 10 febbraio scorso in
contrada Lenzavacche a Noto.
I poliziotti sono stati insospettiti della
presenza di una Ford Cmax, con a bordo
quattro persone, intercettata il giorno dei
tentativi di furto.
Lautovettura in questione, presa a noleggio presso unagenzia catanese, era
munita di sistema GPS satellitare, grazie al quale lauto stata bloccata in
un quartiere periferico di Catania dove
sono state identificate due delle quattro
persone, che avevano operato i tentativi
di furto.

Convalidato larresto del giovane che ave-

va aggredito la madre a Palazzolo Acreide.


E stata applicata la meno afflittiva misura
cautelare degli arresti domiciliari a carico del
22enne Giuseppe Miano, arrestato dai carabinieri di Palazzolo Acreide, perch accusato
di maltrattamenti nei confronti della madre. Il
giovane, assistito dallavvocato Cristina Elia,
comparso ieri mattina dinanzi al Gip del
tribunale, Michele Consiglio, che ha convalidato larresto operato dai militari dellArma,
disponendone la misura cautelare degli arresti presso un domicilio diverso da quello in
cui abita la madre.
Larresto avvenuto nel pomeriggio di mercoled scorso quando, la pattuglia dei carabinieri, impegnata in un servizio di controllo

Il fatto accadde a palazzolo acreide

Aggred la madre: destinato


agli arresti domiciliari

del territorio, transitando per una delle vie di


Palazzolo Acreide, ha notato la presenza di
un giovane che prendeva calci il portone di
unabitazione. In quei frangenti sopraggiunta la madre dellindagato, la quale mostrava
ai militari il proprio stato danimo alterato e
addirittura spaventato per quella reazione del
figlio. Atteggiamento ostile proseguito anche
in presenza dei carabinieri presso la caserma
di Palazzolo.

societ 8

Cos comera
stato annunciato lo scorso 3
Febbraio al momento della nomina in Giunta
con lincarico
di vice sindaco e assessore
allAmbiente,
Polizia Municipale, Urbanistica e Tributi,
ha rassegnato
le proprie dimissioni
da
consigliere comunale, Pietro
Savarino,
ex
capo gruppo di
Tra-sparenza e
Cambiamento,
i cui tre consiglieri, come
si
ricorder,
sono confluiti
recentemente
in maggioranza a sostegno
del
sindaco
Paolo Amenta
e del suo progetto
politico
di comunit
per
unampia
e condivisa responsabilit,
alla luce delle
mutate condizioni
sociali
ed economiche
rispet-to
alle
amministrative del 2012, e
alle difficolt e
disagi che oggi
caratterizzano
la vita di tutti
i Comuni siciliani,
sempre
pi stretti dalla
morsa dei tagli
ai trasferimenti finanziari da
parte di Stato e
Regione.
Il posto di Savarino in Consiglio
verr
assunto
dal
primo dei non
eletti della lista
Trasparenza e
Cambiamento,
il
trentaquattrenne
Santo
Bombaci, che
ottenne 96 voti.

27 febbraio 2015, venerd

Sicilia 27 FEBBRAIO 2015, VENERD

Lassemblea di
insediamento
di tale organismo avr
luogo a Villa
Reimann
domani
mattina

Al suo posto
Santo Bombaci
primo
dei non eletti
di trasparenza
e cambiamento
La surroga
nella seduta
di consiglio
di questa sera
alle ore 21

In foto, Pietro Savarino

Si dimette da consigliere
comunale il vice sindaco
Pietro Savarino
Inoltre, al fine
di facilitare la
ricostituzione
delle Commissioni consiliari
permanenti alla
luce della nuova composizione dei Gruppi,
hanno presentato le dimissioni
dalle Commis-

sioni nelle quali


era-no stati nominati, i consiglieri Gaetano
Amenta e Fabrizio Cassarino.

La
surroga,
come da ordine del giorno
aggiuntivo fir-

mato dal presidente Antonino


Zocco, avverr nella seduta
del Consiglio
comunale gi
fissato per Venerd 27 Febbraio alle ore
21, dovera gi
prevista la discussione dei

seguenti punti:

1. R i c o s t i tuzione Gruppi
consiliari e comunicazione al
Presidente dei
nominativi dei
Capi-gruppo.
2. R i c o stituzione
Commissioni

consiliari permanenti.
3. N o m i n a
di tre consiglieri comunali in
seno al Consiglio dellUnione dei Comuni Valle degli
Iblei.
ORDINE AGGIUNTIVO
Surroga del
Consigliere dimissionario
Pietro Savarino
con il Consigliere
subentrante
Santo
Bombaci (primo dei non
eletti della lista
Trasparenza e
Cambiamento
nelle elezioni
ammini-strative
maggio 2012).
Giuramento
del Consigliere subentrante
Santo Bombaci.
Esame in ordine alle condizioni
di
eleggibilit
e
candidabilit
del Consigliere subentrante
Santo Bombaci.
Verifica dellinesistenza
di
cause di incompatibilit relative al Consigliere subentrante
Santo Bombaci.

In foto, lavvocato
Pilar Castiglia responsabile del centro
antiviviolenza
di Biancavilla
di Sicilia.

Nasce lufficio legale


regionale del C.d.s.
I

n anteprima sull8
marzo il C.D.S., Coordinamento Donne
Siciliane contro la
violenza fondato nel
2008 per iniziativa
della Rete antiviolenza di Siracusa e
presieduto da Raffaella Mauceri, mette
a segno una prestigiosa iniziativa: la
costituzione di un
organismo unico nel
suo genere: lUfficio
Legale
Regionale
delle 26 associazioni
che compongono il
Coordinamento.
Lassemblea di insediamento di tale or-

Una iniziativa della Rete antiviolenza di Siracusa


presieduto da Raffaella Mauceri

ganismo avr luogo


a Villa Reimann sabato 28 febbraio con
inizio alle ore 10,30
e andr avanti fino
alle ore 17,00 circa.
In tale contesto di
svolgeranno i lavori
di avvio dellUfficio
medesimo, con la
messa a punto di un
programma di massima delle attivit che
si prefigge di realizzare.
Dopo lufficializzazione dellincarico di

Capogruppo dellUfficio Legale che la


presidente Raffaella Mauceri affider
allavvocato
Pilar
Castiglia (responsabile del centro antiviviolenza di Biancavilla di Sicilia) le 19
(diciannove) avvocati provenienti da tutte
le province discuteranno, in primissima
battuta, sulle azioni
da intraprendere per
sollecitare lemanazione dei decreti at-

tuativi della legge regionale n. 3/gennaio


2012 "Norme per il
contrasto e la prevenzione della violenza
di genere per una
corretta applicazione
della legge medesima
affinch lARS proceda ad un controllo
a tappeto dei centri
operati in Sicilia nonch alla chiusura dei
centri che presentano anomalie di vario
tipo. Si ricorder infatti che la legge fu

Si conclude con la consegna degli attestati

Corso di Cultura e Storia


dellArte Ebraica sabato 28
visita guidata a Siracusa

E stato un grande successo il Corso

di Cultura e Storia dellArte Ebraica


organizzato da SiciliAntica in collaborazione con lIstituto Siciliano
Studi ebraici, UniPegaso, Officina di
Studi Medievali e Fildis. Venerd 27
febbraio 2015 alle ore 16,30, dopo la
presentazione di Alfonso Lo Cascio,
della Presidenza Regionale SiciliAntica, si terr lultima lezione dal titolo
Manufatti ebraici a Palermo. Relatrice sar Maria Annunziata Lima,
Docente di Storia dellArte Medievale
presso lUniversit di Palermo. Alla
fine del Corso saranno rilasciati a tutti

gli iscritti gli attestati di partecipazione.


Il giorno successivo, sabato 28 febbraio
prevista la visita guidata a Siracusa, Modica, Scicli. La lezione si terr a Palermo presso Unipegaso, Via Maqueda, 383
(Palazzo Mazzarino). Per informazioni:
Tel. 346.8241076. E-mail: palermo@
siciliantica.it. Alfonso Lo Cascio, della
Presidenza Regionale SiciliAntica:
Il Corso stato una ulteriore tappa del
percorso promosso da SiciliAntica,
iniziato circa sei anni fa con la storia
dellArte greca, e dedicato ai momenti
pi salienti del passato artistico e culturale dellIsola. Nove lezioni dedicate alla

Sicilia 9

concepita da Raffaella Mauceri con il contributo tecnico delle


avvocate della Rete
siracusana, e lanciata al preciso scopo di
arginare il proliferare
selvaggio di centri
antiviolenza privi di
titoli,
formazione,
competenza, credibilit che arrecano ulteriore violenza alle
malcapitate vittime
gettando discredito
su tutti i Centri antiviolenza siciliani.
Accade infatti che,
in assoluto e totale
inosservanza della
citata legge, la Sicilia
pulluli di Centri che,
laddove dovrebbero
essere rigorosamente
e assolutamente laici, cio a-partitici e
a-confessionali, sono
invece note e lapalissiane emanazioni di questo o quel
partito o di questa o
quella confessione
religiosa.
La tardiva emanazione dei decreti
delegati relativi ad
ogni nuova legge,
un male che affligge ogni ambito della
realt italiana, ma
poich nel caso della
legge in questione
in ballo lincolumit e la vita stessa di
donne e bambini, il
C.D.S. non intende
adeguarsi a questo
malcostume e restare a guardare con le
mani in mano.
Si far dunque il
possibile perch l8
marzo un documento
unitario arrivi allArs
che prenda atto della
seriet del problema
e si impegni a risolverlo in tempi brevi.

presenza ebraica in Sicilia nelle diverse


et storiche fino alla loro espulsione del
1492, le comunit nelle tre Valli in cui
era divisa lIsola, le loro sinagoghe, lalfabeto e i suoi simboli, la letteratura e i
manufatti. Proporre un lungo seminario
di storia dellArte Ebraica ha significato
riscoprire la grande ricchezza culturale di
un popolo e approfondire un importante
capitolo, ancora poco conosciuto, della
storia della nostra Isola. Una presenza
variegata e significativa, che ha avuto un
ruolo fondamentale nel delicato passaggio tra Medioevo ed Et Moderna, polverizzata dalleditto di Granata del 31 marzo 1492 con il quale i Cattolicissimi re
spagnoli Ferdinando d'Aragona e Isabella
di Castiglia hanno distrutto la comunit
giudaica come aggregato storico di persone. Il grande successso del Corso, con
circa centotrenta iscritti, sottolinea un
interesse diffuso a riscoprire la propria
memoria storica, la voglia di riallacciare
i fili di una storia interrotta e rivisitarla
attraverso lo stile dellaccoglienza, della
tolleranza e del rispetto dellaltro.

societ

Nino Caleca:
Il Psr
2014/2020
spiegato
ai siciliani

l Piano di Sviluppo
Rurale 2014/2020 sar
illustrato stamane a
San Giuseppe Jato (PA)
presso il Cinema Siviglia piazza del popolo - a partire dalle ore
17.00. Amministratori,
imprenditori agricoli,
giovani e quanti interessati allo sviluppo
economico in materia
di agricoltura che operano nella provincia di
Palermo potranno conoscere le linee guida
del PSR che orienter
le scelte della Regione
in materia di investimenti in agricoltura per
i prossimi anni.
Attraverso il PSR, infatti, verranno spesi
circa 2 miliardi e 300
milioni di euro che agiranno come moltiplicatori di investimenti.
L'Assessore Nino Caleca, gi a partire dal 9
gennaio con l'incontro
di Ragusa, ha avviato
un'azione di divulgazione e sensibilizzazione del territorio per una
maggiore conoscenza
e condivisione degli
strumenti di programmazione comunitaria
affinch
l'attuazione
del PSR possa risultare
il pi possibile coerente
con le linee guida approvate dall'U.E.
Il nuovo PSR dichiara l'Assessore dell'Agricoltura Nino Caleca
prevede delle misure
molto innovative sopratutto per quanto attiene
le forme di cooperazione tra imprese, le reti,
le filiere. Dobbiamo
puntare all'eccellenza
ed alla certificazione
dei nostri prodotti
continua Nino Caleca
e incoraggiare i nostri
produttori ad aggregarsi ed a fare massa
critica. Il massimo impegno va profuso verso
la vendita dei prodotti
che devono essere portati fuori dai confini
regionali utilizzando le
strategie di marketing
e commercializzazione
gi proficuamente.

SPECIALE 10

Sicilia 27 febbraio 2015, venerd

Economisti e istituzioni a confronto sui dati del


42mo Report Sicilia della Fondazione Curella

Nel 2015 perderemo altri 20mila occupati e disoccupazione a quota 24.5%


E stata presentato
ieri a Palermo presso Villa Niscemi il
quarantaduesimo
Report Sicilia, dal
titolo In Sicilia la
crisi si attenua ma
non si vede ancora
luscita dal tunnel,
realizzato da DiSteConsulting per la
Fondazione Curella.
Hanno preso parte
il presidente della
Fondazione Curella
Pietro Busetta, il
sindaco di Palermo
Leoluca Orlando,
lassessore alle attivit produttive del
Comune di Palermo
Giovanna Marano, il
Presidente di Diste
Consulting Alessandro La Monica, lassessore per i Beni
Culturali e lIdentit
Siciliana, Antonio
Purpura e il Presidente di Hub-Sicilia
Internazionale Francesco Attaguile.
Le previsioni di preconsuntivo sul 2014

elaborate sugli aggregati di contabilit


nazionale disponibili, predisposte
dal DISTE per la
Fondazione Curella,
indicano che lanno
si dovrebbe chiudere per leconomia

italiana con una


flessione del prodotto interno lordo
in termini reali dello
0,4%, in decelerazione rispetto ai
cedimenti del biennio anteriore: -2,4%
nel 2012 e -1,9%

nel 2013. L'elaborato allestito simmetricamente per


l'economia siciliana
preannuncia un consuntivo pi brutto di
quello nazionale,
con il PIL in discesa
dell'1,6% seguito

agli abnormi ripiegamenti del biennio


antecedente: -3,8%
nel 2012 e -4,2% nel
2013. Passando,
invece all'esercizio
di previsione per
leconomia italiana,
secondo il DISTE,
nel 2015 dovrebbe
esserci una crescita
dello 0,5%, di fatto,
quindi, segnando la
fine della recessione. Diverso il discorso per la Sicilia
che, sempre secondo questo modello
previsivo, rester
ancora drammaticamente impantanata nella crisi, con
il prodotto interno
lordo stimato in flessione dello 0,8%.
Quindi per leconomia siciliana si
prevede una decelerazione della tendenza regressiva
dopo che, nei sette
anni precedenti, il
PIL era diminuito
ad un tasso medio

Busetta: La
politica non
ha ancora consapevolezza
delle scelte
coraggiose da
compiere. Una
nuova normativa sul mercato del lavoro
pu aiutare se
cogliamo opportunit che
si presentano

27 febbraio 2015, venerd

Luscita dal tunnel sar lunga e difficile - ha detto Pietro Busetta, presidente
della Fondazione Curella -. necessario un piano di sviluppo serio, con delle linee di intervento che vedano alcuni investimenti in settori strategici come
il turismo, la filiera agricola, il farmaceutico , la logistica, la tecnologia.
annuo del 2,5%,
ma permane landamento recessivo.
Evidentemente,
queste previsioni si
basano sull'assunto
implicito che non si
verificheranno importanti sconvolgimenti geopolitici, n
turbative finanziarie
tali da ripercuotersi
sull'economia reale.
Sul fronte del mercato del lavoro, in
Sicilia le previsioni
sono orientate a che
i benefici della decelerazioni abbiano
effetti molto marginali. Qui si attende
la smobilitazione ancora di circa 20.000
occupati (-1,5% a
fronte di un +0,2%
a scala nazionale)
e un aumento di
27.000 persone in
cerca di lavoro. In
media d'anno il tasso
di disoccupazione
dovrebbe salire al
24,5%, peggiorando
di 1,6 punti rispetto all'anno scorso,
mentre il relativo
indicatore a livello
nazionale aumenter di 0,5 punti
portandosi a quota
13,3%.
"L'uscita dal tunnel
sar lunga e difficile - ha detto Pietro
Busetta, presidente
della Fondazione
Curella -. necessario un piano di
sviluppo serio, con
delle linee di intervento che vedano
alcuni investimenti
in settori strategici
come il turismo, la
filiera agricola, il farmaceutico , la logistica, la tecnologia. La

nuova normativa sul


mercato del lavoro
pu aiutare se riusciremo a cogliere
le opportunit che
si presentano. La
politica deve fare la
sua parte ma ancora
non vi piena con-

sapevolezza delle
scelte coraggiose
da compiere!".
Siamo ancora dentro il tunnel della
crisi - ha detto invece Alessandro La
Monica, presidente
di Diste Consul-

ting - per qualche


segnale di miglioramento esiste: si
veda la previsione
per il valore aggiunto del manifatturiero
e dellagricoltura,
ma soprattutto si
veda il graduale

Sicilia 11

SPECIALE

diffondersi di iniziative imprenditoriali


innovative (start up)
e di strategie d'integrazione aziendale
(contratti di rete),
dove la Sicilia rappresenta rispettivamente una quota del
3,8% e del 2,0% del
totale nazionale.
Dal lato della domanda, i consumi
delle famiglie residenti scenderebbero dello 0,5%
(+0,6% in Italia),
mentre la spesa in
conto capitale tender a ristagnare
sui livelli inadeguati dell'anno prima
(-0,2% contro un
+0,7% a livello nazionale) sintesi di un
modesto recupero
degli investimenti
in attrezzature e
mezzi di trasporto
(+1,1%) e di un cedimento dell'1,6%
degli investimenti in
costruzioni.
Qualche segnale
importante atteso sul fronte dei
settori produttivi,
dove si prevede un
aumento del valore
aggiunto dellindustria (+0,5%), dopo
il calo medio annuo
che ha sfiorato il
5% nel precedente
settennio, e un incremento dell'1,5%
nell'agricoltura. Viceversa, il valore
aggiunto del ramo
dei servizi (-0,9%)
soffrir per la debolezza dei consumi,
e quello delle costruzioni scender
dell'1,6% penalizzato anche dai limiti
imposti dal Patto di
stabilit agli investimenti in infrastrutture, e nonostante
l'accelerazione di
specifici lavori pubblici prevista dal
decreto legge 133
del 12 settembre
2014, detto "Sbocca
Italia".

SPECIALE 12

27 FEBBRAIO 2015, VENERD

Sicilia 27 FEBBRAIO 2015, VENERD

domenica i marzo convegno a sircusa con il giornalista di sky sport luca corsolini ed il dirigente del bari calcio gianluca trisolini

Comunicazione tradizionale
e digitale nello sport

Il seminario rientra nel programma formativo autorizzato dall'Ordine dei Giornalisti


Si terr alle 10.00 nel suggestivo spazio dell'ex chiesa dei Cavalieri di Malta in via Gargallo
Comunicazione tradizionale
e digitale nello sport, social
marketing e non
solo. E' questo il
tema del convegno organizzato dalla sezione di Siracusa
dell'Associazione Siciliana
della Stampa
che si terr domenica prossima, 1 marzo,
a partire dalle 10.00, nel
salone dell'ex
Chiesa dei Cavalieri di Malta
in Ortigia.
L'interessante
seminario, che
rientra nel programma degli
eventi formativi autorizzati dall'Ordine
Nazionale dei
Giornalisti,
prevede la partecipazione di
autorevoli relatori provenienti
da oltre Stretto
che hanno accettato di buon
grado l'invito
ad incontrare i
giornaliisti siciliani per affrontare un argomento molto
attuale.
Lo sport un
social network.
Perch non lo
raccontiamo
cos? il tema
di cui parler
Luca Corsolini,
caposervizio
sport olimpi-

ci di Sky, un
giornalista che
ha speso la sua
carriera non
solo in tante

redazioni sportive ma lavorando anche per


aziende come
Adidas Italy e

organizzazioni sportive, tra


cui il Bologna
Calcio.
Sentiremo an-

che la campana
di chi vive lo
sport dall'altra
parte della barricata con la

testimonianza
di Gianluca Trisolini, responsabile marketing, Senior
Marketing and
Sales Manager
della FC Bari
1908, gi direttore generale
del Conversano Pallamano
e consulente
commerciale e
marketing di
diverse societ sportive tra
le quali l'Assi
Basket Ostuni, Tena Volley,
Alfieri Volley.
Trisolini (che
ha collaborato anche con
il Milan A.C.)
parlera di giornalismo e marketing sportivo affrontando
il tema: Oltre
il calcio. Altri
sport, altra comunicazione?
A chiudere i
lavori un dirigente sportivo
assai noto negli ambienti siracusani: Aldo
Modica, legale
d'azienda, manager sportivo e turistico
alberghiero,
gi presidente dell'A.S.D.
Albatro Pallamano Siracusa
che ha fondato nel 1994,
stato per quasi
10 anni direttore generale del
gruppo turistico alberghiero
Athena Palace
SpA. Modica
a ff r o n t e r i l
tema Giornalismo al servizio
dello sport. Comunicazione di
risultati o di
valori?
L'inizio del seminario sar
preceduto dai

Sicilia 13

speciale

saluti dei rappresentanti


dell'Amministrazione
Comunale di
Siracusa che
ha offerto il
patrocinio non
oneroso all'iniziativa, del delegato provinciale del Coni,
Pino Corso e
del presidente
Ussi Siracusa,
Prospero Dente.
I RELATORI
Luca Corsolini,
52 anni, caposervizio sport
olimpici a Sky,
un giornalista sportivo
che ha speso la
sua carriera non
solo in tante
redazioni sportive ma anche
lavorando per
aziende ( stato
per 6 anni hard
of communication di Adidas
Italy ), organizzazioni sportive (responsabile comunicazione Bologna
Calcio, Lega
Pallavolo Serie
A ). La comunicazione la
sua passione,
una materia che
insegna alla
Scuola dello
Sport del Coni
e presso diversi
master. Attento
alle declinazioni social della
stessa comunicazione,
general manager di Assist,
il dipartimento delle attivita'sociali della
Lega Nazionale
Pallacanestro,
ed e'stato nominato recentemente Digital Champion
per lo sport.

Grande appassionato di sport


paralimpico, ha
dedicato uno
dei suoi libri
ad Alex Zanardi. Il progetto
pi recente la
istituzione della Ambasciata
dello Sport @
Expo
Gianluca Trisolini, 37 anni,
attualmente responsabile mar-

keting, Senior
Marketing and
Sales Manager
presso FC Bari
1908, gi direttore generale
del Conversano Pallamano,
gi consulente
commerciale
e marketing
presso diverse
societ sportive (tra le quali; Assi Basket
Ostuni, Tena

Volley, Alfieri
Volley) stato
anche responsabile commerciale e direttore
marketing della
Pallacanestro
Olimpia Amani
Jeans Milano,
ha collaborato in qualit di
consulente di
progetto con
il Milan AC..
Nel 2008 fonda l'agenzia di

comunicazione e marketing
sportivo "Sport
in Progress".
Aldo Modica,
52 anni, avvocato, legale
d'azienda, manager sportivo e
turistico alberghiero, attualmente, avvocato d'impresa
e consulente di
management
e marketing,

stato per quasi


10 anni direttore generale
del gruppo turistico alberghiero Athena
Palace SpA,
gi presidente dell'A.S.D.
Albatro Pallamano Siracusa
che ha fondato
nel 1994, stato
prima delegato
provinciale e
poi consigliere
federale della
F.I.G.H. (Federazione Italiana Giuoco
Handball), ha
ricoperto la
carica di delegato provinciale dell'Ente
di Promozione
Sportiva ASI
(Associazioni
Sportive Sociali Italiane), attualmente collabora con la
LIPAM Lega
Italiana Pallamano Maschile, e scrive di
management
sportivo per il
web-magazine
della LIPAM
"Handball's
Emotions".

Cultura 14

Sicilia 27 FEBBRAIO 2015, VENERD

27 febbraio 2015, venerd

Meglio essere eroi


o galantuomini?

di Arturo Messina
.
La pi longeva e stimata compagine teatrale
siracusana La Nuova
Scena ha rappresentato
marted scorso Il piacere dellonestal Teatro Vasquez gremito di
spettatori come lo stato per linaugurazione
della sua XXVIII stagione di prosa, quando
essa ha ospitato lo spettacolo di Sebastiano Lo
Monaco, che gi aveva
riscosso il pi lusinghiero successo al Piccolo di Milano con lo
stesso stupendo lavoro
teatrale tratto dal saggio
Liberi tutti, di Libero
Grassi, limprenditore
palermitano che non
volle essere mai considerato un eroe ma un
onesto cittadino amante
dellonest, perch non
volle piegarsi al pizzo e
il mattino del 29 agosto
1991 venne ucciso dalla
mafia.
E Il piacere dellonest la master lectio
che Luigi Pirandello
volle dare con la sua
quasi centenaria commedia (il centenario lo
compie gi la novella
Il tirocinio che egli
scrisse due anni prima,
esattamente nel 1915)
impostata appunto su
chi prima stato uno
scapestrato ma quando stato chiamato a
far la parte del marito
pupazzo ha accettato
quellarduo compito e
intende perci cambiar
vita veramente, dando
lesempio agli altri affermando che adesso
il tempo che bisogna
abbandonare il sentimento e fare agire la
ragione, come riferisce
Donna Mena che stata
incaricata di trovare la
persona adatta (al secolo la bravissima Nadia
Iemmolo) alla signora
Maddalena (al secolo
lintramontabile e sempre protagonista del
teatro siracusano, Dora
Peluso).
La stessa Domma Mena,
alla domanda che le far
Fabio, il cugino del
marchese, ( interpretato
egregiamente dal Antonio Setola) su come sia
colui che far il marito
pupazzo, risponder che
egli ha affermato che
compir esattamente il
suo compito perch ha
capito quanto sia gran-

Questo il problema che viene posto da Luigi Pirandello nella stupenda commedia
Il piacere dellonest rappresentato al Teatro Vasquez marted scorso
de il piacere dellonest, anche se ben pi
difficile essere onesti
che eroi; perch eroi
si pu essere una volta
solamente, ma onesti
bisogna essere per tutta
la vita!!

zio con il suo concetto


darte: castigat ridendo mores, in cui con
quel castigat intendeva dire educare a viver
bene.
Per educare a viver
bene non importante

la XXVIII stagione de
La Nuova Scena, accanto a lui cerano solo
due altri attori: Mariangela DAbbraccio, una
grande attrice uscita
dalla scuola di Eduardo
De Filippo e interprete

mennone in Efigenia
in Aulide.
Nello stupendo e cos
educativo
spettacolo
di marted scorso, accanto a Dora Peluso
(adattatrice, regista e
interprete) cera solo

Per educare a
viver bene non
importante in
quanti si sia a
far lezione, sia
in cattedra che
in palcoscenico,
quanto invece lo
siano la qualit
della stessa lezione e il modo di
far lezione

In effetti anche questo


stupendo spettacolo
la dimostrazione che
larte, qualsiasi genere
darte, dalla poesia alla
letteratura, dalla musica al teatro, dalla scultura alla pittura, deve
avere come scopo lutile (come diceva gi il
Manzoni) lutile morale, cio il miglioramento (e non la semplice
divagazione) dello
spirito, ch la semplice
divagazione era gi rifiutata dallo stesso Ora-

in quanti si sia a far


lezione, sia in cattedra che in palcoscenico,
quanto invece lo siano
la qualit della stessa
lezione e il modo di
far lezione, che effettivamente inviti a condividerne il contenuto,
anche se breve, ma
veramente valido e penetrante come messaggio e modo di porgere.
Nello stupendo e cos
educativo
spettacolo
con cui Sebastiano Lo
Monaco ha inaugurato

di tante opere teatrali, e Turi Moricca, un


giovane siracusano che
abbiamo definito un figlio darte dello stesso
Sebastiano Lo Monaco,
che si pu definire figlio
darte ed erede di Salvo
Randone, non solo nel
teatro nazionale ma anche in quello classico e
proprio in questi giorni
stato gi scritturato a
tornare per lennesima
volta a fare il protagonista maschile, interpretando il ruolo di Aga-

mezza dozzina di attori; ma anche questa


stata una magna lectio
ideale,
cos intensa
(condensata da tre a
due atti) convincente e
penetrante sul comportamento ideale del cittadino, dellessere che
deve prevalere sullapparire, del proprio volto
che deve prevalere sulla
maschera, della ragione
che deve prevalere sul
sentimento.
Ci perch- come afferma il bravissimo attore

Antoni Setola nel ruolo di Fabio (il cugino


del marchese Baldovino che si approfittato del proprio blasone
per sedurre Agata, una
giovane nubile, che di
conseguenza aspetta un
figlio da lui; da lui che
non pu e non intende
sposarla ma affidarla ad
uno che la sposi pro forma, per salvare le apparenze, che quindi faccia
da marito pupazzo,
che sia suo marito senza farne assolutamente
la dovuta funzione):
La vita- questa usuraiaper un bene che concede, pretende un cumulo
di guai e di dispiaceri;
richiede che ognuno
sconti il poco bene ricevuto con un gran numero di preoccupazioni!
Un simile caso aveva
trattato ne Il marchese
di Roccaverdina Luigi Capuana; ma quella (che una quarantina
danni addietro music
il m Milella, direttore del conservatorio di
Bari, che affid il ruolo
del protagonista, cio da
tenore, al nostro insigne
baritono, tragicamente
deceduto il 4 maggio del
2012 a causa dun incidente stradale nei pressi
di Roma, Lino Puglisi,
per le sue straordinarie
qualit vocali e interpretative, che poi conferm a iosa nel ruolo
di Otello al teatro greco
di Siracusa) era una terribile tragedia che fece
accostare il Capuana al
Naturalismo pi che al
Verismo e venne giudicata immorale.
Quella di Luigi Pirandello invece una
commedia a lieto fine,
tuttaltro che immorale:
squisitamente educativa!
Per questo bene che i
giovani studenti siano
portati ad assistere a
questa stupenda lezione
di Educazione civica
che insegni loro quanto
grande e soddisfacente
sia il piacere dellonest, in contrapposizione
al bullismo, alla spavalderia, allapparenza.
Ottimi anche gli altri
interpreti:
Lorenzo
Falletti ( il marito pupazzo), Salvo Lutri (
il marchese Maurizio),
Turi Puzzo (il parroco)
e Carmelinda Gentile (
Agata, la madre senza
vero marito)

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Perduto il treno-promozione lultima chance per gli iblei

Difesa della categoria


obiettivo del Vittoria
Seby Catania nuovo allenatore dei biancorossi ha chiesto
tuttavia alla squadra il massimo impegno e promette
di far esordire domenica il bomber Franco Buonfratello

In molti si doman-

dano ancora come


una squadra partita in pole position
per disputare un
campionato di vertice, affidata ad un
allenatore bravo e
capace come Giovanni Campanella
si sia improvvisamente afflosciata
fino a collezionare
un filotto di cinque
sconfitte
consecutive che lhanno portato ad un
passo dal gettare
la spugna e ritirarsi in buon ordine.
Andando alla ricerca delle cause
di tanto sconquasso si scopre che
attribuire al calcio
unimportanza dominante su tutti
gli altri problemi
profondamente
sbagliato. Perch

i problemi seri
sono ben altri e ci
sono momenti e
momenti per occuparsi di quelli
terra-terra. Era accaduto che a Vittoria oltre alla crisi
che si faceva sentire anche pi del
dovuto, il maltempo aveva aggravato la situazione
danneggiando sia
le serre che i prodotti trattati dalle
aziende ortofrutticole e vitivinicole
vittoriesi. In quei
frangenti il calcio
diventa
lultima
cosa. Per Giovanni
Campanella
era invece la prima e continuava a
chiedere al patrn,
Salvo Barravecchia, di rafforzare
la squadra che cos
comera, secondo

il suo modo di vedere, non era competitiva. E magari


aveva
ragione.
Solo che non era
il momento di
parlarne. E infatti
Barravecchia, dai
oggi e dai domani,
si scocci di tutte
quelle pressioni e
fece intendere che
la squadra andava
bene cos comera
e che in quei momenti lui aveva
ben altri pensieri
per la testa. Questa sua reazione fu
male interpretata
dagli addetti ai lavori e dagli stessi
giocatori che pensando ad un possibile disimpegno
del presidente cominciarono a darsi
da fare per accasarsi altrove. Ad
essere saccheggia-

to dalle partenze
fu maggiormente
il reparto avanzato, il pi prolifico
del campionato e
quindi pi oggetto di desiderio da
parte di diverse
societ. Part per
primo
Rametta
che fin allo Scordia. Lo seguirano
Fichera e Luca
Strano che presero la strada di
Siracusa. A questo
punto era inutile
tenere un tecnico
come Campanella
e il presidente decise di sostituirlo
con Seby Catania,
un emergente che

tuttavia non riusc


a raddrizzare del
tutto la baracca.
Con la squadra
ormai ai margini della zona retrocessione e con
lattenuarsi della
crisi. patrn Barravecchia, pressato anche dalla tifoseria tornato un
po suo suoi passi
promettendo
al
nuovo allenatore
qualche rinforzo.
Ed arrivato dal
Boca San Lazzaro, eccellenza romagnola,
Franco Buonfratello,
bomber con tredici reti che Seby

Catania,
carte
federali permettendo,
vorrebbe
utilizzare sin da
domenica proprio
al De Simone e
non una buona
notizia per i difensori azzurri che
pregustavano una
giornata
magari pi tranquilla e
che devono invece
fare i conti con un
cliente scomodo
che al suo esordio
vorr ben figurare.
Orefice, Pettinato
e Arena, nellordine i suoi probabili
controllori, sono
avvertiti.
Armando Galea

Pallanuoto A2, per lOrtigia settimana di lavoro


prima della sfida contro la President Bologna
In

casa Ortigia prosegue la preparazione in vista del prossimo incontro di


campionato, valevole per la seconda
giornata di ritorno.
Dopo due turni esterni consecutivi, la
nuova capolista del girone sud di A2
torna finalmente a giocare tra le mura
amiche: sabato 28 febbraio alle ore
15.30, lIGM Ortigia ospiter, infatti,
la President Bologna alla Caldarella
di Siracusa.
Allenamenti intensi per i ragazzi di
Gino Leone, che prevedono doppie
sedute di lavoro per tutta la settimana,
oltre ad una partita amichevole contro
la Canottieri 7 Scogli, in programma
ieri sera nellimpianto cittadino.
Il capitano biancoverde, Gianluca Patricelli, analizza cos lattuale primato
in classifica: Siamo molto contenti
di essere in vetta alla classifica, soprattutto perch significa che in questi
anni abbiamo lavorato bene, puntando tanto sui nostri giovani che, gior-

no dopo giorno, stanno confermando


di meritare ampiamente la fiducia della
societ. Lattuale posizione di vertice,
per, deve essere solo uno stimolo per
continuare a fare meglio, anche in vista delle prossime sfide, determinanti
per laccesso alla zona playoff. Infatti,
stiamo per andare incontro ad un ciclo
terribile che, dopo il match casalingo
contro il Bologna, ci vedr affrontare
Nuoto Catania, Telimar Palermo, Civitavecchia e Roma Nuoto. Proprio per
questo, nellultimo periodo, abbiamo
intensificato gli allenamenti, anche a
costo di sacrificare la brillantezza del
gioco, cos come mostrato negli ultimi
incontri disputati.
Notizie positive giungono anche dal settore giovanile: nella giornata di ieri, infatti, la squadra maschile under 17, guidata dal duo tecnico Lisi-Patricelli, ha
travolto 21-1 i pari et della Citt dello
sport di Catania, chiudendo nel migliore
dei modi il girone di andata. Nellocca-

sione i due allenatori hanno deciso da


dare pi spazio ai ragazzi meno utilizzati nei precedenti incontri, ricevendo
comunque unottima risposta anche
dagli atleti pi giovani.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 27 febbraio 2015, venerd

Domenica
la giornata
finale,
si inizia con
la finalina
alle ore
09.30 e si
finisce big
match della
finale tra
le prime
due alle 18

Pallamano, al via la Final Eight


di Coppa Italia maschile

onto alla rovescia agli sgoccioli,


domani prende il
via al Pala Lo Bello di Siracusa la
30esima edizione
della Coppa Italia
maschile. Si gioca secondo la formula della Final
Eight con quarti
di finale, semifinali e le finali che,
l1 Marzo prossimo, chiuderanno
la manifestazione.
Ai nastri di partenza si presentano le migliori
otto
formazioni
della Serie A Maschile 1 Divisione Nazionale.

La Teamnetwork di mister Vinci, parte per l'avventura alle ore 18


con i ragazzi della Romagna di mister Domenico Tassinari
Ai campioni in
carica della Junior
Fasano - lo scorso anno vincitori
al Pala Wojtyla di
Martina Franca - e
ai padroni di casa
del Teamnetwork
Albatro si affiancheranno le compagini di Bozen,
Pressano, Romagna,
Terraquilia
Carpi, Ambra e
Fondi.
La 30 Edizione.
La Coppa Italia
maschile giunge,
dunque,
alledi-

zione numero 30.


La prima assegnazione del trofeo
risale alla stagione
1974-75, vittoria
finale al Rovereto. Il maggior numero di successi
spetta, comunque,
al Trieste che ha
alzato la Coppa
Italia in 6 occasioni tra il 1987 e il
2002. Nelle ultime
tre stagioni sono
stati due i successi
del Bozen, uno per
il Fasano.
Il calendario. La

manifestazione si
aprir il 27 Febbraio coi quarti di
finale, il cui tabellone stato formato mediante sorteggio. Apertura
di calendario fissata alle 14:00 col
match Terraquilia
Carpi Fondi, seguito alle 16:00 da
Bozen Ambra,
per
proseguire
con Teamnetwork
Albatro Romagna (ore 18,00) e
concludere,
alle
20:00, con Junior

Fasano Pressano.
La seconda giornata vedr alle
14,00 e alle 16,00
le gare di piazzamento 5\8 posto, alle 18:00 e
alle 20,00 le due
semifinali. Domenica la giornata
finale. Si comincia
in mattinata con le
finali 7-8 posto
(ore 09,30) e 5-6
posto (ore 11,30);
nel pomeriggio la
finale 3-4 posto
alle 16,00, poi,
alle 18,00, la finalissima che assegner la 30 Coppa Italia maschile.

Nuoto, vittorie
con un record
regionale per la
Nuoto 95 SR
ai campionati
regionali master
di nuoto

opo le brillanti
affermazioni al 3
Trofeo Mayday di
nuoto per la categoria master che si
svolto a Taormina, gli atleti della
NUOTO 95 SR,
Marianna Indomenico Luca Cassia
e Silvio Farina,
guidati dal tecnico
Giorgio Lorenzo
hanno partecipato ai campionati
regionali
master
2015 di nuoto a
Patern, ottenendo
altre splendide vittorie ed un bottino
di cinque medaglie: tre doro, una
dargento ed una di
bronzo.
Marianna Indomenico, ha vinto gli
800 Stile Libero
(categoria
M25)
stabilendo il nuovo record regionale sulla distanza,
con il tempo di
94656. Latleta
della Nuoto95 si
ripetuta con unaltra bella vittoria
nei 400 Stile Libero, con il tempo di
44637.
Luca Cassia (M25)
ha vinto i 100
Rana con il tempo
di10804 ed arrivato secondo nei
50 Rana con 32
Silvio
Farina
(M35) ha conquistato un ottimo
terzo posto nei 200
Rana, con 31091
ed giunto quarto nei 100 Rana
con12546.
Prossima Tappa del
circuito supermaster di nuoto sar
il 22 marzo a Catania.