Sei sulla pagina 1di 9

Calcio

Cronaca

Si gioca a Castelbuono
Stadio agibile ma
tifosi azzurri a casa

Omicidio Liotta
I familiari parte
civile al processo
A pagina sette

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina quindici

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 7 marzo 2015 Anno XXVIIi N. 55 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00

Politica. La commissione antimafia ieri per sette ore a Siracusa

La mafia indebolita
ma non sconfitta

Rosy Bindi: Massima attenzione ai grandi appalti


La

INTERVENTI

Siracusa
e quel
malcostume
di Concetto Alota

Siracusa era chiamata la

Greca; pi famosa per


aver dato i natali al grande Archimede e per la sua
lunga storia, la profonda e
antica cultura, per il Teatro
greco, per la fonte Aretusa
e Ciane, per la struggente bellezza architettonica
e il pi bel tramonto del
mondo, specie visto dalla Marina, per il circuito
automobilistico nel Dopoguerra e per il Polo petrolchimico pi grande dEuropa negli Anni Sessanta e
Settanta, con ben 24 mila
A pagina sei

economia

CRONACA

Parte il 31
Sequestrati
fatturazione prodotti
elettronica scaduti
D

al 31 marzo prossimo
scatta lobbligo di fatturazione elettronica per le
imprese.

a Guardia di Finanza
di Siracusa, nellambito
dei servizi predisposti per
la tutela dei consumatori

A pagina sette

A pagina cinque

commissione nazionale antimafia ha acquisito e approfondito nel


corso della giornata di
audizioni, consumata ieri
a Siracusa.
Un lavoro iniziato alle 9
del mattino presso la sede
dellex Provincia regionale con laudizione del
prefetto Armando Gradone, il quale ha illustrato
le parti salienti del lavoro
svolto in provincia per
prevenire.

Si svolto l'incontro con


la dirigenza di Siracusa
Risorse, incontro ottenuto
grazie al sit-in dei lavoratori giorno 3 marzo; la
Filcams CGIL ha stigmatizzato l'assenza.

A pagina tre

A pagina due

LOSSERVATORIO

Credito bloccato
per i piccoli
sviluppo incerto

CITT

Siracusa
Risorse
Lincontro

di Salvatore Maiorca

LEuropa impone alle banche capitalizzazione e patri-

monializzazione (unico obiettivo il bilancio): in pratica


finanza senza economia.
A pagina tre

Firmato il protocollo dintesa


Val dAnapo - ministro maltese
Tre consiglieri comunali dellopposizione a Melilli si sono
incatenati ieri mattina
davanti allingresso
del palazzo di Giustizia di Siracusa.
A pagina quattro

Cronaca di Siracusa 2
EVENTI

Fratelli
dItalia oggi
in sit-in
in piazza

Sicilia 7 marzo 2015, sabato

Oggi il movimento Fratelli dItalia torna in piaz-

za alle ore 10 scegliendo largo Scibilia per il suo


secondo sit-in, dopo quello di Villaggio Miano. Si
contesta luso privatistico di unarea pubblica della citt. Ha senso parlare del progetto privato che
lAmministrazione Garozzo sta sostenendo in piazza Xibilia afferma Michele Mangiafico nella
misura in cui la partecipazione ai processi decisionali sia stata ridotta in questa citt ai soli soggetti

che hanno interesse alla realizzazione dellopera, nella consapevolezza che se le forze sane e disinteressate di questa
citt non avessero dato il proprio contributo a far sapere
quello che sta accadendo, lopinione pubblica sarebbe rimasta alloscuro sulla volont di distruggere il tracciato storico
della Mastrarua in Ortigia. Per queste ragioni, ci uniremo a
quantaltri vorranno per incontrarci alle ore 10 per un sit in
in piazza Xibilia che veda Fratelli dItalia tra coloro che si
oppongono alla realizzazione di un progetto.

Centinaia di migliaia di euro sospesi

A rischio
la messa
in sicurezza
delle scuole
Sono a rischio, come
dico da almeno due
anni, centinaia di migliaia di euro destinati per la messa in
sicurezza delle scuole
frequentate dai nostri
figli. Lo dichiara lOn.
Vincenzo Vinciullo,
Vice Presidente Vicario della Commissione
Bilancio e Programmazione allARS.

Per evitare tutto ci


avevo persino presentato circa 40 interrogazioni parlamentari,
una per ogni scuola, in
modo tale che nessuno
potesse dire io non lo
sapevo.
Revocato il finanziamento di 349.912 euro
per il I I.C. Ortigia
di via dei Mergulensi,
revocato il finanzia-

mento allI.C. Mazzini di via Madre


Teresa di Calcutta di
349.425 euro, revocato il finanziamento del
I I.C. Valle dellAnapo per un importo
349.947 euro, come
un vampiro assetato di sangue, cio dei
soldi dei siracusani, il
Ministero della Pubblica Istruzione si sta

AMEI (Associazione Italiana Musei Ecclesiastici) ha deciso di rinnovare


anche per il 2015 lappuntamento con le Giornate Nazionali dei Musei Ecclesiastici.
La manifestazione, dedicata alla promozione delle realt museali dItalia, si
terr il 7 e 8 marzo; vi partecipano pi di 250 musei aderenti allAssociazione,
fra cui 10 musei ecclesiastici siciliani. Anche il Museo Diocesano di Noto ha

aderito alliniziativa con lapertura al pubblico ad ingresso gratuito


della Sezione Cattedrale (dalle ore 10 alle ore 13 e dalle 16 alle 18).
Liniziativa si inserisce nel programma di eventi previsti in occasione del V Centenario della Beatificazione di San Corrado (Patrono e
protettore della citt e della Diocesi di Noto), evento che verr illustrato con appositi pannelli didattici. I visitatori potranno ammirare,
oltre a reperti ed arredi della Cattedrale, opere relative al culto di
San Corrado, fra cui il braccio reliquiario in argento del sec. XVII, il
putto in argento del sec. XVIII che sosteneva le reliquie del Santo, il
saio utilizzato in occasione dellostensione pubblica del 1990.

Tenere alta la gurdia


contro la criminalit
Bonifiche, immigrazione,
carenza dorganico al centro
dellattenzione

Qui sopra, la scuo,a di via dei Mergulensi.

scatenando contro la
nostra provincia, favorito dallinefficienza e
dallincapacit di chi
avrebbe dovuto spendere queste risorse.
La cosa ancora pi
grave, ha proseguito
lOn. Vinciullo, che
alcuni presidi, stando a
quanto riferisce il Ministero della Pubblica
Istruzione, avrebbero

chiesto addirittura la
revoca dei finanziamenti, anzich attivarsi per avviare le gare.
Mi sono gi rivolto al
Prefetto di Siracusa, a
cui ho richiesto un incontro per luned mattina. Ho parlato con
il Commissario della
provincia, dal momento che i presidi addossano la responsabilit

Nessun problema
di copertura economica
per Siracusa Risorse
Commissaria Barresi, non ci " dovrebbero" essere problemi per quanto attiene la copertura economica fino a giugno 2015 sottolinenando l'essenzialit
strategica della societ in House e che
la trasformazione del contratto da supporto all'ente ad affidatario di servizio
"quasi" completato.
La Filcams CGIL ha ritenuto insufficienti le risposte avute al tavolo anche
per l'eccessivo uso del condizionale da
parte dell'AD Fileti nel comunicare le
notizie circa l'estensione della copertura
economica a giugno 2015, riservandosi
sentiti i lavoratori di intraprendere ogni
azione ritenuta utile alla salvaguardia
dei livelli occupazionali che strettamente legata alla vita della societ in
House. Dichiarazione di Stefano Gu-

Il museo diocesano di Noto


Oggi e domani visite gratis

Cronaca di Siracusa

politiCA. sette ore di audizioni della commissione

assente allincontro il commissario

Si svolto l'incontro con la dirigenza di Siracusa Risorse, incontro ottenuto grazie al sit-in dei lavoratori
giorno 3 marzo; la Filcams CGIL ha
stigmatizzato l'assenza al tavolo del
Commissario Rosaria Barresi, una
mancanza di rispetto per i 104 lavoratori della Societ in House che
chiedono solo certezze per il loro futuro. L'AD di Siracusa Risorse Fileti
che nella stessa mattinata ha avuto un
incontro con il commissario Barresi,
ha informato il sindacato. Che sia il
commissario che la stessa dirigenza
di Siracusa risorse, stanno seguendo
l'Iter della legge in discussione in prima commissione all'ARS per quanto
riguarda le partecipate; ha poi notiziato che secondo quanto detto dalla

Sicilia 3

7 marzo 2015, sabato

gliotta : " Non avremmo fatto perdere


molto tempo alla commissaria Barresi
oggi presente in citt (finalmente); riteniamo grave sottrarsi ad un confronto
richiesto dalle organizzazioni sindacaliDa parte di un pubblico funzionario che
ha anche dei doveri di ascolto delle parti sociali e di dare opportune risposte.
Senza alcun provvedimento quale poteva essere l'emanazione di una determina che desse certezza almeno fino a
giugno, i buoni propositi sono e restano
solo parole che non possono dare serenit ai lavoratori; da domani ci adopereremo con il coinvolgimento delle deputazioni regionali perch il "papocchio"
di Crocetta sulle provincie regionali
non diventi per i lavoratori delle societ
in House una condanna a morte.

alla provincia, e ci
nonostante le assicurazioni e le ingiurie ricevute dal precedente
Commissario.
Faccio appello agli
studenti, ai genitori
e ai docenti: aiutatemi a difendere questi
contributi. Non possibile vedere le nostre
scuole cadere a pezzi
e poi quasi 10 milioni
di euro ritornare nelle
casse dello Stato, della
Regione e della Comunit Europea.
Ai genitori chiedo di
costituire un comitato per ogni scuola,
soprattutto ai genitori
che hanno esperienze
tecniche e amministrative chiedo di aiutare
i presidi a ultimare i
progetti e a predisporre
tutti gli atti consequenziali per il bando di
gara. Gi la prossima
settimana mi recher
a Roma per chiedere
lintervento del Sottosegretario Gabriele
Toccafondi, a cui chieder precisi impegni.
Ma a che serve combattere tanto e da solo
se, di fronte a uno scippo cos vergognoso, la
societ civile non alza
la voce e non aiuta la
buona politica ad avere la meglio su chi, in
questi anni, per la propria ignavia.

La commissione naziona-

le antimafia ha acquisito
e approfondito nel corso
della giornata di audizioni,
consumata ieri a Siracusa.
Un lavoro iniziato alle 9
del mattino presso la sede
dellex Provincia regionale con laudizione del prefetto Armando Gradone, il
quale ha illustrato le parti
salienti del lavoro svolto
in provincia per prevenire
e combattere il fenomeno
della criminalit, e concluso con i segretari provinciali delle organizzazioni
sindacali.
Al centro dellattenzione le
bonifiche nella zona industriale, la gestione dellemergenza immigrazione
e quella dei centri di prima accoglienza, lappalto
per la raccolta dei rifiuti a
Siracusa, la debolezza del
sistema
amministrativo
pubblico, gli attentati ad
alcuni rappresentanti delle
amministrazioni pubbliche
e la carenza di organico sia
della magistratura sia delle forze dellordine, sono
alcuni degli aspetti della
vita sociale che Le forze
sociali hanno voluto sottolineare che lindebolimento complessivo, dovuto
anche alla crisi del settore
industriale e dellapparato
produttivo, lemergenza
lavoro sempre pi forte ha spiegato, al termine dei
lavori, la presidente della
commissione, Rosy Bindi

In foto, la conferenza stamnpa della commissione nazionale antimafia.

- sono il presupposto del


rischio di una ripresa di
terreno da parte della mafia e dallaltro anche una
predisposizione maggiore
per una societ che sindebolisce rispetto al potere
mafioso, capace di esercitare sempre una forte pressione.
Nel corso della sua audizione, il procuratore capo,
Francesco Paolo Giordano
ha focalizzato lattenzione
su tre aspetti: il fenomeno
degli sbarchi, che impegna
magistrati e operatori della
Giustizia, le infiltrazioni
mafiose di altre province sul tessuto sociale ed
economico della provincia e laltissimo numero
di procedimenti penali incombenti sui magistrati in
servizio in Procura. Una
mole di oltre 16 mila procedimenti, con un incremento del 20% rispetto a
qualche anno addietro, che
dimostrano lo spessore criminale capace di esprimere questa provincia e lenorme carico di lavoro che

pende su ognuno dei dieci


magistrati in servizio. In
questa provincia ha detto
la presidente Bindi - la crisi del polo industriale, gli
appalti, le amministrazioni
locali, la sfida dellimmigrazione non costituiscono
soltanto un enorme problema economico e sociale, ma anche di sicurezza.
C una grande concentrazione dellimpegno della
magistratura e delle forze
dellordine. Se non si danno risposte in termini di
potenziamento degli organici, si finisce per provocare distrazione rispetto alle
altre emergenze che sono
tuttaltro che trascurabili
in questa provincia come
nelle altre della Sicilia.
Hanno seguito i lavori
daula i deputati nazionali
siracusani, Sofia Amoddio
e Giuseppe Zappulla: La
presenza della commissione antimafia a Siracusa
segno di grande attenzione verso le problematiche
evidenziate sul territorio
ha spiegato Zappulla

Siamo convinti che si possa e si debba intervenire


per garantire la legalit,
elemento indispensabile
per attirare investimenti
e per rimettere in moto la
nostra economia.
Cosa nostra e altre mafie
in Sicilia ancorch indebolite dal lavoro faticoso
fatto da magistratura e forze dellordine e dalla forte
lotta alla mafia sociale e
civile da parte delle associazioni antiracket che
ha portato grandi risultati
dono tuttaltro che sconfitte ha detto la presidente
della Commissione, Rosy
Bindi La loro presenza
ancora forte e ancora capace di intimidire e di incidere nella vita sociale ed economica di questa regione.
Cosa nostra presente nei
trasporti, nello smaltimento dei rifiuti, nella tratta degli esseri umani, nellimmigrazione, nella gestione
dei centri di accoglienza,
nella droga, nellusura,
nelle estorsioni, nellutilizzo dei finanziamenti, nella

capacit di inserirsi negli


appalti. Le forze sociali
hanno voluto sottolineare
che lindebolimento complessivo dovuto anche alla
crisi del settore industriale
e produttivi, lemergenza
lavoro sempre pi forte,
sono presupposto di rischio
di una presa di terreno della
mafia dallaltro anche una
predisposizione maggiore
per una societ che sindebolisce rispetto a potere
mafioso, capace di esercitare una forte pressione.
Ci sentiamo ad invitare tutti a non abbassare la
guardia a non negare la presenza della mafia, perch,
laddove c, va chiamata
per nome e non si deve,
va combattuta non bisogna
avere paura di riconoscerla
perch questo un presupposto importante per combatterla. Grande attenzione
riteniamo dovere chiedere
ai settori pi delicati. In
questa provincia, la crisi del polo industriale, gli
appalti, le amministrazioni
locali, la sfida dellimmigrazione che non solo un
enorme problema economico e sociale, ma anche di
sicurezza. Ci hanno detto
che una grande concentrazione dellimpegno della
magistratura e delle forze
dellordine verso la sfida
alla questione. Se non si
danno risposte in termini di
potenziamento degli organici, si finisce per provocare distrazione rispetto alle
altre emergenze che sono
tuttaltro che trascurabili in
questa provincia come nelle altre province della Sicilia. Serve una grande opera di prevenzione. Il tanto
lavoro che stanno facendo
i magistrati potrebbe essere qualche volta alleggerito
dalla nostra capacit politica e sociale coi controlli
amministrativi di evitare
limpiego della magistratura.
Sulle intimidazioni ai danni di alcuni consiglieri comunali della provincia, la
biondi ha commentato:
E un classico esempio di
come la ceiminalit locale
utilizzi metodi mafiosi.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 7 marzo 2015, sabato

7 marzo 2015, sabato

economia. alla presenza del ministro maltese

Coop transnazionale
Firmato il protocollo

Latto stato siglato a Canicattini Bagni alla presenza del vertice dellAgenzia sviluppo Val dAnapo

Firmato a Canicattini Bagni, nei locali dellAgenzia di Sviluppo Val dAnapo Iblei il protocollo
di coo-perazione transnazionale tra il contesto
pubblico-privato Ibleo, e
siciliano nel suo complesso, e Malta.
Sono stati il Ministro
dellAgricoltura,
della Pesca e degli Allevamenti zootecnici di Malta, Roderick Gal-des,
accompagnato dal Capo
di Gabinetto del suo Dicastero, Ivor Robinich,
il presidente dellAgenzia di Sviluppo del Val
dAnapo Iblei, Paolo
Amenta, vice presidente
di AnciSicilia e sindaco di
Canicattini Bagni, insieme
al presidente del Gal Natiblei, Giovanni Castello,
e ai sindaci di Solarino e
Palazzolo Acrei-de, Sebastiano Scorpo e Carlo Scibetta, che con Malta condividono il Cammino di
S. Paolo, a firmare limportante impegno di collaborazione per lo sviluppo
rurale, la promozione e la

In foto, la firma del protocollo.

valorizzazione delle risorse agro-zootecniche e turistiche delle due isole.


Il protocollo, che vede la
firma, altres, dellassessore regionale allAgricoltura e alla Pesca, Nino
Caleca, del presidente
del Gruppo dAzione
Transnazionale
Euromed, Giovanni Rallo, e
di Sebastiano Di Mau-ro,
presidente della SCE Eu-

romed, la cooperativa
transnazionale tra produttori siculo - maltese, verr
adesso trasmesso per il
nulla osta al Ministero degli Affari Esteri italiano.
Allincontro di stamane a
Canicattini Bagni, oltre ai
firmatari, erano presenti
altres il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna,
lassessore allo Sviluppo
Economico del Comune di

Comiso, Alessandra Sanfilippo, i due Comuni che


rappresentano un importante nodo di collegamenti portuale ed aeroportuale
con Malta, il presidente
del Consiglio comunale di
Modica, Roberto Garaffa,
lesperto finanziario dello
stesso Comune, Antonello Lucifora, il sindaco di
Cassaro, Nello Pisasale, e
imprenditori iblei che gi

hanno intrapreso rapporti


commerciali con lisola di
Malta.
Quello stilato stamane a
Canicattini Bagni dunque un importante passo
in avanti nei rapporti di
collabora-zione e di cooperazione economica e
turistica, ma anche scientifica, tra Sicilia e Malta,
due realt contigue che
rappresentano la macroregione europea nel Mediterraneo, il ponte tra
due grandi continenti,
quello eu-ropeo e quello
africano. Un tuttuno da
punto di vista delleconomia agroalimentare e
zootecnica, in particolare con il territorio Ibleo,
con il quale in questi anni
sono stati gi intrapresi
rapporti di partenariato e
di progettazione comunitaria transnazionale grazie alle iniziative del Gal,
oggi Agenzia di Sviluppo
Val dAnapo-Iblei ed
Euromed.
Un lavoro di tessitura e di
cucitura, quello realizzato
dal sindaco di Canicattini Bagni, Paolo Amenta,
nella sua veste responsabile delle Politiche di Sviluppo di AnciSicilia, che
ha gi portato al coordinamento dei Gal siciliani, e
alla stesura di un modello
di sviluppo sostenibile dei
territori isolani, condiviso
ed apprezzato da Malta,
che pone al centro le produzioni di eccellenza del
sistema agro-zootecnico,
ad iniziare dalla Dieta
Mediterranea.

gran festa questa sera nella cittadina marinara a sud della provincia

uesta sera a partire dalle ore 18 presso


il Pallone Tensostatico (struttura attrezzata
area di protezione civile), verr svolta la
Cerimonia del 40 Anniversario dellAutonomia del Comune di Portopalo di Capo
Passero.
Indubbiamente sar un evento di assoluto
rilievo storico-culturale.
In qualit di Primo Cittadino mi onoro essere protagonista a dar vita alla Cerimonia che
andr a coinvolgere tutta la Cittadinanza locale a presenziare allevento in questione.
Lidea, coniata dallAssessore alla Cultura,
Dott.ssa Rossella Micieli, prevede un programma articolato sui seguenti punti:
Luogo della Cerimonia Pallone Tensostatico; Inno di Mameli; Intervento di 90
ragazzi musicisti; Intervento dellAssessore alla Cultura, Dott.ssa Rossella Micieli;
Intervento del Presidente del Consiglio,
Rachele Maucieri; Intervento del Sindaco,
Giuseppe Ferdinando Mirarchi;
Intrattenimento musicale dei Match Music
Machine e dei Violinisti in Jeans;
o
Proiezione sulla storia di Portopalo
di Capo Passero; Intervento Autorit;

Portopalo di Capopassero
festeggia il 40 anniversario

Presenzieranno alla Cerimonia il Sig. Prefetto o persona delegata, il Sig. Vescovo


di Noto, alte cariche politiche, regionali e
nazionali, tutti i Signori Sindaci della Provincia di Siracusa, altre personalit civili e
militari.
Verr eseguita una premiazione a personaggi politici del luogo succedutesi nel
tempo;
Grande risalto verr dato a colui il quale
ebbe il merito, in primis, di battersi ardentemente per lAutonomia del paese - frazione di Pachino fino al 1975 - ovvero il
Dott. Salvatore Gozzo (deceduto rappresentato dalla famiglia);
Previste scenografie di notevole rilievo
artistico, service audio/luci di alta qualit
con schermi a LED, schermi giganti e monitor esterni, servizio hostess, centinaia di
posti a sedere, stands per degustazione dei
prodotti tipici locali e giochi pirotecnici;

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Blitz della
Guardia di
Finanza di
Siracusa in un
supermercato
della zona alta
del capoluogo,
denunciato il
responsabile
Nella foto, la merce
sequestrata.

Vendeva prodotti scaduti


come fossero freschi
L

a Guardia di Finanza di Siracusa,


nellambito dei servizi predisposti per
la tutela dei consumatori e per il contrasto alleconomia
sommersa,
individuava un supermercato del centro che
vendeva ad ignari
clienti prodotti scaduti spacciandoli per
freschi. I Finanzieri
della Compagnia di
Siracusa, nel corso
dellispezione
dei
locali e delle pertinenze dellattivit commerciale, in
collaborazione con
personale dellAsp,

Annino, Cannella e Scollo danno vita a una manifestazione di protesta, poi lincontro col Procuratore

sottoponevano a sequestro oltre 4.000


prodotti preconfezionati scaduti e 1.000
chilogrammi
circa
di prodotti surgelati e derivanti dalla
macellazione.
Nel
supermercato, la presenza di un banco per
la vendita del pane ha
insospettito i finanzieri che, estendendo
il controllo ai garage del seminterrato,
hanno
individuato
un panificio completamente abusivo.

Allinterno del laboratorio, dedito allillecita produzione di


prodotti della panificazione, nel quale venivano utilizzate materie prime scadenti,
lavorate senza il minimo rispetto delle
corrette procedure di
conservazione sono
stati sequestrati oltre
500 chilogrammi di
pane e suoi derivati. La panificazione
non autorizzata veniva svolta in locali
con pareti annerite

da fuliggine, tavoli
in ferro ricoperti da
ruggine, celle frigorifero maleodoranti
ed ammuffite, nella totale assenza di
pulizia. Individuato
un lavoratore completamente in nero.
Deferito allautorit
giudiziaria ed agli
organi amministrativi competenti, per le
condotte illecite, un
trentenne di origine
catanese. La vendita
del pane prodotto in
modo abusivo non

garantisce la sicurezza e la salute dei cittadini, in quanto non


si conosce la provenienza delle materie
prime impiegate e
dei combustibili utilizzati per la cottura,
che potrebbero essere
molto dannosi. Loperazione di servizio
costituisce unulteriore conferma del
controllo esercitato
dalla Guardia di Finanza sul territorio a
tutela della legalit e
dellimpegno profuso
sia nella lotta allevasione che nella salvaguardia della sicurezza degli alimenti.

Avola
Rubava
limoni
Arrestato
A

d Avola, in
contrada Mutub,
i Carabinieri della
locale Stazione
hanno tratto in arresto, in flagranza
del reato di furto
aggravato Andrea
Silvia, avolese
classe 1986, con
precedenti di
polizia.
I militari, impiegati in un servizio
di perlustrazione
finalizzato alla
prevenzione dei
reati con particolare riguardo
ai reati contro il
patrimonio, hanno
sorpreso luomo
intento a raccogliere limoni da
un terreno. Luomo, dopo essere
entrato nel terreno
da una stradina
laterale, posizionatosi in una
zona poco visibile
dalla strada, aveva
gi raccolto oltre
250 kg di limoni
verdelli, riponendoli in dei sacchi
di iuta pronti per
essere portati via.
I limoni sono stati
immediatamente
restituiti al legittimo proprietario.

Trascinato dal collaboratore di Giustizia, Salvatore Lombardo, processo in Corte dAssise

Omicidio Romano
Alla sbarra
anche Mazzarella

Con

la relazione intriduttiva del


pubblico ministero
Andrea Ursino della direzione distrettuale antimafia di
Catania, iniziato
in Corte dAssise
il processo a carico
di Pasqualino Mazzarella, difeso dagli
avvocati Antonio
Lo Iacono e Giorgio
D'Angelo, che deve
rispondere dellomicidio di Liberan-

te Romano, avvenuta
il 25 maggio 2002,
ad opera del gruppo
Bottaro Attanasio.
Dopo il cambio del
giudice a latere, ruolo assegnato alla
dottoressa Antonella Coniglio, mentre
quella di presidente
svolto da Maria Concetta Spanto, il Pm
ha ripercorso le fasi
salienti delle indagini che hanno portato
al coinvolgimento di

Mazzarella nel processo per luccisione


e loccultamento del
cadavere di Romano.
Limputato indicato dal collaboratore
di Giustizia Salvatore Lombardo come
presunto complice
di Salvatore Calabr
e Giuseppe Calabrese, gi condannati
in via definitiva alla
pena dell'ergastolo
perch riconosciuti
colpevoli dell'omi-

In foto, Pasqualino Mazzarella.

cidio in questione.
Alla sbarra era stato chiamato anche
Vito Fiorino, ma il
Gip del tribunale di
Siracusa ha rigettato
la richiesta del Pm

perch a suo giudizio


non sussistono i gravi indizi di reit a suo
carico. Il collaboratore di giustizia ha
raccontato che il 25
maggio 2002, Libero

Romano, dopo aver


pranzato, si diretto in auto a Fontane
Bianche. Fu accolto da Calabr, Calabrese, Fiorino e
Mazzarella e invitato a sedere attorno
al tavolo del salone.
Calabr consegn a
Liberante Romano
del denaro come da
sua richiesta perch voleva sfuggire alla condanna a
sette anni di reclusione che gli era
stata inflitta e poi
confermata dalla
Cassazione. Mentre
lui contava il denaro, Calabrese, lo
avrebbe ucciso.

societ 6

Sicilia 7 marzo 2015, sabato

Siracusa la Greca tra inchieste


scandali, corruzione e ruberie

Excursus sui maggiori fatti che hanno caratterizzato la vita sociale ed economica
di Concetto Alota

Siracusa

era chiamata la Greca;


pi famosa per aver
dato i natali al grande Archimede e per
la sua lunga storia,
la profonda e antica
cultura, per il Teatro
greco, per la fonte
Aretusa e Ciane, per
la struggente bellezza architettonica e il
pi bel tramonto del
mondo, specie visto
dalla Marina, per il
circuito automobilistico nel Dopoguerra
e per il Polo petrolchimico pi grande
dEuropa negli Anni
Sessanta e Settanta,
con ben 24 mila addetti, tra il diretto e
lindotto, e il reddito
pro capite pi alto
del Meridione dItalia. Insomma, era una
citt ricca, ordinata,
civile e rispettosa dei
diritti civili.
Negli Anni Settanta
prima i legami tra la
politica e uomini della mafia palermitana,
capitanati da Pippo
Cal, per i lavori miliardari del porto di
Siracusa e la ristrutturazione urbanistica
dellisola di Ortigia;
per fortuna tutto fu
soffocato con lintervento di Graziano
Verzotto che aveva
capito che quelloperazione confezionata da gruppi a lui
avverse poteva nuocere fortemente alla
tranquilla comunit
siracusana. Arriva il
pretore di ferro Condorelli e si scoprono
le prime magagne e
gli intrallazzi sui rifiuti industrial smaltiti illegalmente anche dopo lentrata in
vigore della Legge
Merli.
Scoppia lo scandalo
dellIsab per accendere ancor di pi le
luci della ribalta in
senso
fortemente
negativo, per essere il primo episodio

Sirascusa dallalto.

di corruzione a pi
livelli, dove la classe politica locale in
connubio con quella regionale e pezzi
delle istituzioni a
vario titolo incassarono una montagna
di soldi in bustarelle,
per consentire alla
famiglia Garrone di
poter costruire la raffineria pi moderna
dEuropa a Marina
di Melilli in poco
tempo; cos cominciarono a girare tutte
quelle notizie negative per limmagine di
un territorio che era
considerato appartenere alla provincia
babba, ma ora fortemente corrotta. E ancora, linchiesta della
magistratura denominata Mare Rosso,
che coinvolse il colosso della chimica
italiana Enichem, che
aveva gi provocato
il fenomeno dei bimbi nati malformati tra
i silenzi e i connubi,
e le tante discariche
di rifiuti industriali
velenosi insieme al
mare inquinato a pi

non posso. Scatta


linchiesta sui fanghi dellIas sospettati
di essere scaricati
in mare per risparmiare nello smaltimento, oltre a quelli
gi stoccati che inquinavano la falda
e che costarono una
montagna di soldi
per essere rimossi.
Ma quando sembrava che gli scandali di
tale levatura avevano
raggiunto lapice della corruzione, ecco
arrivare linchiesta
legata al fallimento
della Sai8 denominata Oro Blu per la
gestione del servizio
idrico, ereditato dalla Sogeas, che a sua
volta era stata investita pi volte dalle
inchieste della magistratura, cos come
da mille polemiche
politiche. Linchiesta
Oro Blu provoc
arresti, con denunce e polemiche, e il
sospetto di una bancarotta fraudolenta
che sfoci a sua volta
con il fascicolo giudiziario Veleni alla

Procura, e laltro
subito dopo e che si
trova ancora sotto
il segreto istruttorio
giudiziario, di cui si
stanno occupando i
magistrati del Tribunale di Messina
per legittima suspicione, Attacco alla
Procura, rimarcando, tra le atre cose,
uno scontro tra due
poteri dello Stato,
quello politico, che
in
quelloccasione non voleva che i
magistrati entrassero nei loro fatti,
e quello giudiziario
che rimarca il proprio diritto e dovere
nellindipendenza,
secondo i dettami
costituzionali. Poi
ancora un altro scandalo. Scattano le indagini della Digos
della squadra mobile della Questura di
Siracusa sulle Fantassunzioni, nei riguardi di un gruppo
di consiglieri comunali di Siracusa;
uomini della politica locale che ora si
trovano alla sbarra

E se Palermo la sintesi della Mafia nel


Mondo, quale capitale della Sicilia, Siracusa
potrebbe diventare di questo passo la sintesi
del mal costume, della corruzione, come pure
la terra di nessuno e fuori dalla legalit
dello Stato libero e democratico italiano

al cospetto, proprio
in questi giorni, con
lufficio del Giudice
per le Udienze Preliminari del Tribunale
di Siracusa. E ancora, lo scandalo per
le tematiche collegate alla costruzione
del nuovo quanto necessario Ospedale di
Siracusa; fatti che furono scoperti allinterno dello scandalo
dellExpo di Milano;
poi scoppi lindagine della guardia
di finanza che sfoci
con
loperazione,
Doctor House, e
ora la Gettonopoli
al Vermexio, facendo ritornare, a suo
dire e ben volentieri
perch
innamorato delle bellezze di
Siracusa, Massimo
Giletti, il popolare
conduttore del programma LArena,
che si occup anche
dellinchiesta Doctor House. Infatti,
dopo la denuncia del
M5Stelle, ritornato per riportare alla
ribalta la Gettonopoli siracusana, che
ha colpito per lennesima volta, a torto o a ragione e fino
a prova contraria,
la credibilit della
citt di Siracusa. La
stessa cosa stata
fatta dallinviata di
Striscia la Notizia, Stefania Petyx
e il suo bassotto, per
chiedere al Sindaco
di Siracusa Garozzo
e al presidente del
Consiglio comunale
Sullo, delucidazioni
in merito al trucchetto dei gettoni
doro, e che secondo il M5Stelle, era
stato inventato per
favorire i capi gruppo e ad altri risic.
E tra uno scandalo
e un altro di quelli
sopra citati, anche
quello dellasfalto
ondulante dellautostrada
Siracusa
Gela allaltezza di
Rosolini, dellOpen

Land, della Pillirina,


della Soprintendenza ai Beni Culturali,
e che colp la dirigente Basile, come
della piscina della
Sgarlata, entrambe
scagionate dalla magistratura di merito
perch non avevano
commesso
nessun
reato; ma lelenco
potrebbe continuare.
Per
Gettonopoli
le telecamere di Rai
Uno della trasmissione
LArena,
condotta da Massimo Giletti, hanno
raggiuto i consiglieri
comunali proprio alluscita da una commissione consiliare,
tra cui Tony Bonafede, Alberto Palestro e
Salvo Cavarra, i quali hanno avuto modo
di spiegare le ragioni che portarono a
quella deliberazione
che il M5Stelle ha
denunciato, invece,
come una violazione
delle norme. La puntata con il servizio televisivo completo su
tutta la vicenda andr
in onda domenica
prossima su Rai Uno.
Ancora tanta indignazione e rabbia per
i tutti i telespettatori,
ma soprattutto per i
siracusani che si vedono ancora una volta additati come dei
cittadini italiani abitanti di un luogo carico di malcostume,
ruberie, corruzioni, e
che offuscano ancora
una volta, a torto o
a ragione, la propria
Siracusa. E se Palermo la sintesi della
Mafia nel Mondo,
quale capitale della
Sicilia, Siracusa potrebbe diventare di
questo passo la sintesi del mal costume, della corruzione,
come pure la terra di
nessuno e fuori dalla legalit dello Stato
libero e democratico
italiano, dove ognuno pu organizzare i
propri loschi affari.

Sicilia 7

7 marzo 2015, sabato

Cronaca di Siracusa

scatta dal 31 marzo prossimo

Obbligo di fatturare
elettronicamente
per le imprese
Dal 31

marzo prossimo
scatta lobbligo di fatturazione elettronica per le
imprese che forniscono
beni e servizi alla pubblica amministrazione.
Si tratta di un obbligo di
legge che cambier radicalmente e in meglio i
rapporti tra PA e fornitori,
consentendo al sistema
Paese di crescere in consapevolezza e controllo
della spesa pubblica e alle
piccole e medie imprese
di scoprire lefficienza
del digitale, la semplicit
della procedura e di risparmiare una cifra media annua che lAgenzia
per lItalia Digitale stima

Camera di Commercio.

Luned un incontro alla Camera di Commercio di


Siracusa per illustrare il contenuto della norma
in circa 500 euro. Per
presentare agli operatori economici questa innovazione, i 110 Digital
Champions italiani insieme alle Camere di Commercio incontrano la comunit economica locale,
in un evento informativo
che si svolge contemporaneamente nella maggior
parte delle strutture camerali italiane, sedi ideali per lincontro tra una
pubblica amministrazione, che dellutilizzo delle
nuove tecnologie e della

semplificazione ha fatto
una delle principali linee
di azione, e il sistema produttivo.
A Siracusa, il Digital
Champions e i responsabili del servizio di fatturazione elettronica incontreranno, Luned nel
Salone della Camera di
Commercio, i giornalisti,
gli operatori economici, i
professionisti e i soggetti
interessati ai nuovi rapporti con gli Enti Pubblici, per dare informazioni
su questa importante in-

novazione, e per presentare il servizio gratuito che


la Camera di Commercio
mette a disposizione di
tutte le PMI. Allincontro
saranno presenti: Roberto Cappellani, Segretario
Generale della Camera di
Commercio di Siracusa
- Gianpaolo Miceli, Presidente del Coordinamento Giovani Imprenditori
CCIAA SR
- Liliana Cannizzo, Digital Champions
Lincontro ha dichiarato il Dr. Roberto Cappel-

lani, segretario generale


della CCIAA di Siracusa
- sar anche loccasione
per far meglio conoscere
il servizio di fatturazione
elettronica espressamente dedicato alle piccole e
medie imprese iscritte alle
Camere di Commercio
che abbiano rapporti di
fornitura con le Pubbliche
Amministrazioni. Si tratta
di una applicazione estremamente semplice e totalmente gratuita, accessibile
dal sito della Camera di
Commercio, messa a disposizione dal sistema camerale in collaborazione
con lAgenzia per lItalia
digitale.

prima udienza dinanzi al gup scarata

Omicidio Liotta: familiari


parte civile al processo

Con la costituzione di parte civile dei


familiari della vittima, ha preso il via
ieri mattina ludienza preliminare per
lomicidio di Mario Liotta, lautotrasportatore di Avola, ucciso e il corpo
dato alle fiamme l8 novembre del
2013 in contrada Bochini, dove poi
stato ritrovato.
Dinanzi al Gup del Tribunale, Stefania
Scarlata, comparso il presunto autore dellomicidio, il muratore avolese
Claudio Caruso di 33 anni, il quale
stato arrestato l11 marzo dello scorso
anno dai carabinieri della compagnia
di Noto che hanno svolto le indagini.

Limputato, difeso dallavvocato Antonino Campisi, stato individuato attraverso un lavoro investigativo anche
con lutilizzo di intercettazioni telefoniche e ambientali.
Il delitto sarebbe maturato nellambito di un traffico di armi modificate. Al processo a carico di Caruso si
sono costituiti parte civile i congiunti
della vittima, con il patrocinio degli
avvocati Simona Vaccarisi e Paolo
Signorello. Limpedimento del legale
difensore ha poi indotto il giudice ha
fissare la nuova udienza al 24 aprile
prossimo.

Si tenuto nel Salone Paolo Borsellino di


palazzo Vermexio, levento conclusivo del
progetto Europeo Urbact GeniUS: Open finalizzato a trasferire la buona pratica dellopen innovation dalla citt di York a quelle di
Siracusa, Tallinn e San Sebastian.
Durante levento i principali attori del progetto GeniUSiracusa hanno raccontato quanto
sperimentato insieme allAmministrazione,
relativamente ad un nuovo approccio di governance, che consiste nel rompere le barriere chiuse della pubblica amministrazione per
aprirsi a tutti gli attori della citt e grazie a
loro trovare opportunit di crescita ed individuare soluzioni del tutto inaspettate ai problemi urbani. Il lavoro dellamministrazione con
lufficio Programmi Complessi e Politiche

Si tenuto ieri nel salone Paolo Borsellino

Evento conclusivo per il progetto


europeo Urbact Genius: open

Comunitarie diretto dallarchitetto Giuseppe


Di Guardo e con il supporto dellesperta di
processi partecipati lingegnere Caterina Timpanaro, ha visto il lancio della piattaforma di
dialogo online http://geniusiracusa.ning.com,
e lorganizzazione di circa 30 eventi partecipati e workshops di animazione territoriale,
momenti di ascolto e dialogo con i numerosi
stakeholders, tra i quali, quello con la circoscrizione Grottasanta presieduta da Pamela

La Mesa, con le associazioni interessate con


i residenti del quartiere, compresi i ragazzi
e bambini. Tutto questo lavoro propedeutico
ha generato lelaborazione di 4 Progetti Pilota
condivisi. intenzione dellAmministrazione ha detto lassessore ai Beni comuni Valeria Troia - proseguire con questo processo
innovativo e partecipato. Nostro obiettivo intercettare di tutti quei finanziamenti europei,
nazionali e regionali.

societ 8
Prosegue con due nuovi open day, a Lentini
(SR), il tour siciliano
di Mangia bene, cresci bene, la campagna
informativa sulla sana
alimentazione. Luned
9 marzo parteciperanno alle lezioni della
dott.ssa Arianna Squillante genitori e alunni
dellistituto comprensivo Vittorio Veneto;
marted 10 marzo sar
la volta degli studenti
della scuola Marconi e delle loro famiglie. Tutti gli incontri
destinati ai ragazzi si
terranno durante lorario scolastico; agli
adulti sar invece dedicata una sessione
pomeridiana
(dalle
17:00 alle 18:00). Il
progetto promosso dal
Moige - movimento
genitori realizzato
con il patrocinio scientifico di SIPPS - societ italiana di pediatria
preventiva e sociale e
di AMIOT - associazione medica italiana
di omotossicologia e
in collaborazione con
GUNA S.p.A.
I DATI
Dallindagine Lobesit infantile: un problema rilevante e di sanit pubblica (2015),
a cura dellOsservatorio del Dipartimento di
Sociologia e Ricerca
Sociale delluniversit
Milano Bicocca, che
raccoglie le principali
ricerche nazionali ed
internazionali in materia di alimentazione,
emerge che lItalia
uno dei Paesi europei
pi colpiti dal fenomeno dellobesit infantile: nel nostro paese la
prevalenza di sovrappeso in et pediatrica
supera di circa 3 punti
percentuali la media
Europea, con un tasso
di crescita/annua dello
0,5-1%, pari a quello
degli Stati Uniti.
Le indicazioni emerse
dalla prima rilevazione
del WHO COSI Program evidenziano che
i bambini italiani pi
soggetti a disturbi alimentari hanno tra gli 8
e 9 anni: a questet, 1
bambino su 4 obeso e
1 su 2 sovrappeso; tra
le bambine le percentuali scendono rispettivamente al 16% e al
41%.
Diverse ricerche, riferite al contesto ita-

7 marzo 2015, sabato

Sicilia 7 MARZO 2015, SABATO

In Italia
1 bambino
su quattro
sovrappeso,
1 su 10 obeso
Allarme sul
consumo quotidiano
di bibite
zuccherate
e gassate

Salute: Siracusa ospita liniziativa


Mangia bene, cresci bene
liano, mostrano che,
estendendo il campione tra i 6 e gli 11
anni, sovrappeso 1
bambino su 4 (23,1%)
mentre 1 su 10 (9,8%)
addirittura obeso. In
ambito continentale
obesit e sovrappeso
prevalgono tra i minori dei paesi mediterranei (con percentuali
che oscillano tra il 20
e il 36%), piuttosto
che in quelli del nord
Europa (tra il 10 e il
20%). Anche in Italia
il fenomeno ricalca
le stesse differenze
geografiche, con percentuali che vanno
dall8,2% al Nord, al
9,3% del Centro fino
al 15,2% del Sud. La
regione pi colpita dal
fenomeno la Campania, dove 1 bambino di terza elementare su 2 obeso o in
sovrappeso; seguono
Puglia,Molise Abruzzo e Basilicata, che
evidenziano percentuali superiori al 40%.
Gli adolescenti italiani in sovrappeso tendono a diminuire con
laumentare dellet,
confermando la maggiore
esposizione
delle generazioni pi
giovani: a 11 anni ne
soffre 1 ragazzo su 3 e
1 ragazza su 4; un dato
che, raffrontato alle
rilevazioni sui quindicenni, decresce, per

ambo i sessi, di circa


10 punti percentuali.
I fattori che determinano lobesit, oltre a
quelli di natura genetica, sono principalmente legati al contesto socio-economico,
familiare e agli stili di
vita. Diverse indagini
concordano nellattribuire maggiore predisposizione a diventare
obesi a soggetti che
vivono in condizioni
disagiate. Il dato pi
preoccupante riguarda per limpatto dei
genitori sullalimentazione dei minori.
Solo il 44,7% di loro
conosce le regole della sana alimentazione
(Censi). I dati dellindagine OKkio alla
Salute confermano
una disinformazione
diffusa da parte degli adulti in materia
di dieta alimentare. Il
37% delle madri di figli in sovrappeso non
ritiene eccessiva la
quantit di cibo che i
mangiano i bambini,
mentre solo il 29% di
esse afferma il contrario. Inoltre solo 4
mamme su 10 reputano insufficiente lattivit motoria svolta
dal figlio. Sul versante
delle abitudini alimentari altrettanto importante la percentuale
di coloro che adottano
comportamenti scor-

retti: 1 bambino su
10 salta la prima colazione, mentre 3 su
10 la fanno in maniera
sbilanciata (troppi carboidrati o proteine);
2 bambini su 3 fanno
una merenda abbondante a met mattina.
I genitori dichiarano
che 4 bambini su 10
consumano quotidianamente bevande zuccherate e/o gassate e il
22% non mangia tutti i
giorni frutta e verdura.
Dallindagine Zoom8
emerge inoltre che 1
intervistato su 2 non
mangia mai o quasi
mai legumi e solo 1
su 5 lo fa 2-3 volte a
settimana, come raccomandato. 1 su 7 si
alimenta con insaccati
una o pi volte al giorno.
Il consumo giornaliero di cibi ipercalorici
un fenomeno largamente diffuso: 1 bambino su 3 mangia quotidianamente snack e
1 su 4 consuma bibite
zuccherate. In alcune
circostanze anche pi
volte al giorno (nel
3,5% dei casi per i primi, 17% per le seconde).
Anche uno stile di vita
sedentario concorre
allobesit in et pediatrica, poich strettamente correlato al
consumo di questi cibi.
1 bambino su 6 dichia-

ra di non aver fatto attivit fisica nel giorno


precedente allindagine, o di fare sport
unora alla settimana;
4 su 10 confessano di
avere la tv in camera;
1 su 3 di restare incollato al televisore o ai
videogames per pi di
2 ore al giorno, mentre
solo 1 su 4 dichiara di
andare a scuola a piedi
o in bicicletta.
Le Dichiarazioni
"La sana alimentazione un aspetto centrale nelleducazione
dei nostri figli. Contenere il consumo di
snack,
promuovere
corretti stili di vita e
sport allaria aperta,
adottare una dieta varia ed equilibrata sono
alcune accortezze per
combattere lobesit
ed evitare rischi per la
salute dei nostri ragazzi". Cos Maria Rita
Munizzi, presidente
nazionale Moige - movimento genitori.
Il nostro impegno
spazia dalla corretta alimentazione del
bambino nei primi 3
anni di vita al divezzamento e prevenzione
dei rischi; dalla formazione delle famiglie,
sullopportunit di una
dieta appropriata, al
coinvolgimento degli
adolescenti, con lobiettivo di prepararli
a gestire autonoma-

mente il proprio stile


alimentare. Le parole
di Giuseppe Di Mauro, presidente SIPPS
Societ Italiana di
Pediatria Preventiva e
Sociale
AMIOT ha aderito e
promuove con vigore
liniziativa Mangia
bene, cresci bene e
non poteva essere altrimenti: lomotossicologia ha tra i suoi
campi applicativi di
elezione la medicina
preventiva. Agire sui
pi piccoli attraverso la prima medicina,
il cibo, il passaggio fondamentale per
la salute delle future
generazioni. Il commento di Cesare Santi,
presidente AMIOT Associazione Medica
Italiana di Omotossicologia.
una grande soddisfazione contribuire a
questo progetto educativo, che vede la luce
in un momento quanto
mai opportuno e forse
cruciale per il benessere delle future generazioni. Tanto pi che
lo scopo dell'iniziativa perfettamente in
linea con gli obiettivi
fondanti di GUNA:
diffondere il concetto
di salute basato su stili
di vita corretti e sulla
prevenzione attraverso
terapie naturali. ha
dichiarato Alessandro
Pizzoccaro, presidente
GUNA S.p.A.
La Campagna
Tra febbraio e maggio,
Mangia bene, cresci
bene attraverser tutta Italia. Prenderanno
parte al progetto 379
scuole, suddivise tra
medie ed elementari,
per un totale di circa 40.000 studenti e
75.000 genitori coinvolti. In ciascun istituto, i docenti e i medici
di AMIOT terranno
degli incontri formativi sulla sana alimentazione e distribuiranno
un kit didattico a ragazzi e genitori. Agli
studenti inoltre riservato un concorso a
premi: le illustrazioni
pi significative saranno affisse nelle farmacie e gli studi medici
aderenti e daranno vita
ad un calendario infoeducativo delliniziativa distribuito nelle
scuole che hanno partecipato alliniziativa.

Sicilia 9

societ

Il decreto del Beni culturali


Ministero delle
Politiche Agri- dalla Regione
cole dello scor- in arrivo
so ottobre ha
venti milioni
istituito lelenco per sei progetti
degli Alberi
In rampa di lancio
monumentali
sei progetti per un
investimento comdItalia
plessivo di oltre 20
Riaperta al
pubblico, dal 24
luglio, la latomia
di S. Venera,
la pi orientale
del complesso
di latomie.

Al via il censimento degli alberi


monumentali cittadini
Sono cominciate le

attivit preparatorie al censimento e


catalogazione degli
alberi monumentali
della citt. La prima
riunione operativa,
coordinata dallassessore al Verde
pubblico,
Teresa
Gasbarro, presente il responsabile
del servizio, Pietro
Fazio, ha visto la
partecipazione dei
rappresentanti del
Corpo forestale della Regione Sicilia,
dellAzienda foreste

Per tutelare il notevole patrimonio verde sotto


gli aspetti botanici, storici e ambientali
demaniali, della Soprintendenza, della
Facolt di Architettura, e delle associazioni ambientaliste
Italia Nostra, Fai,
Natura Sicula e Riserva Ciane-Saline.
Il decreto del Ministero delle Politiche Agricole dello
scorso Ottobre ha
istituito
lelenco
degli Alberi monumentali dItalia e

dettato i criteri che


i Comuni devono
seguire per il loro
censimento.
La nostra citt
ricca di alberi monumentali, si pensi
solo al grandissimo
pregio delle essenze
ospitate alla Latomia dei cappuccini, a quelle di villa
Reimann e ai tanto
giardini storici: lo
dichiara lassessore

lAssociazione Culturale Nuova Acropoli

Incontro culturale:
La Dama
e lUnicorno

In occasione della Festa


della Donna, lAssociazione Culturale Nuova
Acropoli propone un
pomeriggio dedicato ad
una delle pi importanti
opere darte, La Dama
e lUnicorno, un ciclo
di arazzi fiamminghi risalenti alla fine del XV
secolo esposto al museo
Cluny a Parigi.
Le relatrici, Lucia Sinnona e Francesca Santoro, dopo un breve
momento dedicato alla

storia degli aneddoti


sugli arazzi, composti
da sei pannelli, ne illustreranno il simbolismo. Lopera dedicata
ai cinque sensi: il gusto, ludito, lolfatto, la
vista e il tatto. Lultimo
arazzo, rappresenta la
sublimazione dei sensi.
L incontro si terr questo pomeriggio alle ore
18.30 presso la sede
dellAssociazione
in
Viale Tunisi 16. Lingresso libero.

al Verde pubblico,
Teresa Gasbarro che
aggiunge:
Sono
state poste le basi
per il complesso lavoro di catalogazione e censimento utile per conoscere gli
esemplari esistenti
su propriet pubblica o privata, e per
tutelare il notevole
patrimonio
verde
sotto gli aspetti botanici, storici e am-

bientali.
La riunione sar riconvocata fra un
mese, per raccogliere le proposte di segnalazione dei vari
enti e associazioni,
per poi passare alla
compilazione delle
schede di identificazione.
Il censimento degli
alberi secolari- conclude Gasbarro- ha
anche una valenza
non meno importante, quello qualitativa. I recenti fatti luttuosi legati alla loro
caduta ci obbligano
al monitoraggio del
loro stato di salute, per individuare
eventuali
rimedi.
Il discorso molto
complesso, perch
dalla cultura della
corretta
potatura,
attraverso
conoscenze specifiche,
pu giungere anche
a soluzioni spesso
dolorose come labbattimento quando
lalbero irrimediabilmente ammalato.
Da
Amministrazione responsabile abbiamo quindi
lobbligo di rapportarci sul tema con
unapertura mentale che, rifuggendo i
luoghi comuni e gli
stereotipi, faccia veramente gli interessi
della cittadinanza.

milioni di euro da
finanziare con i fondi Pon cultura 20142020. Gli interventi
pensati dalle unit
operative dellente
diretto da Beatrice
Basile hanno cos
superato la prima
selezione effettuata dallassessorato
regionale ai Beni
culturali e sono stati
ammes- so al finanziamento. I progetti
ammessi al finanziamento sono sei,
i pi grossi riguardano il restauro e il
consolida mento del
Castello Svevo di
Augusta per un totale di 10 milioni di
euro e lintervento
per la fruzione del
parco archeologico,
la creazione di percorsi ciclopedonali
e la ricucitura con le
aree di pertinenza.
Linvestimento previsto di oltre 5 milioni 350 mila euro.
Lintervento prevede tra le altre cose
la riqualificazione
dellarea di Casina
Cuti, una revisione
dei parcheggi, la rinaturalizzazione di
via Cavallari e un
percorso ciclopedonale fino al Castello
Eurialo.
Tra gli altri progetti
ammessi a finanziamento ci sono
anche il restauro e
la riqualificazione
della Casa museo
Antonino Uccello
di Palazzolo con
un importo di un
milione e 600 mila
euro, lallestimento
espostivo dellAntiquarium Megara
Hiblae con una spesa di 1 milioni e 807
mila euro, lavori
di valorizzazione e
fruizione dellarea
archeologica di Megara Hiblae con una
spesa di 966 mila
euro, la valorizzazione e fruizione
del ginnasio romano
per un importo complessivo di un milione 428 mila euro.

societ 10

Sicilia 7 marzo 2015, sabato

Il Negozio nellera di internet


il commercio nellera di Internet

7 marzo 2015, sabato

Compassion libera
il futuro con ladozione
a distanza

Salvatore Lauria
agente generale UnipolSai
Siracusa
ha parlato de
Linnovazione
nel sistema
assicurativo
e bancario

so il salone della
Camera di Commercio, il convegno Il Negozio
nell'era di Internet. Scopo principale dell'evento
di ieri mattina,
portare l'innovazione all'interno
delle attivit produttive, coinvolgendo le aziende,
gli istituti scolastici e la politica.
Tra gli invitati il presidente
Confcommercio
Siracusa Sandro
Romano,
Pietro David ricercatore
dipartimento
Scienze
economiche,
aziendali,
ambientali e metofologie quantitative
dell'universit di
Messina; Fabio
Fulvio, Confcommercio Nazionale
e autore del te-

Il museo diocesano di Noto


aperto gratuitamente al pubblico

Compassion Italia Onlus (http://www.comsto Il Negozio


nell'era di Internet,
Antonio
Butera presidente
ordine dei consulenti del Lavoro
Siracusa,
Francesco Alfieri direttore Confcommercio Siracusa,
e molti commercianti, imprenditori e professionisti del settore.
Noi
curiamo
tutto a 360, dalla formazione a
tutti quei servizi
che possono mettere il negozio
nelle condizioni
di essere sempre
all'avanguardia
afferma il presidente Romano .
Siamo stati tra i
primi in Italia ad
aver organizzato
un sindacato sul
territorio composto da aziende e
professionisti che
operano nel setto-

re dell'innovazione, che pensiamo


sia una delle chiavi di successo per
poter non superare, ma sostenere
la crisi che ci ha
colpiti".
Tra le proposte,
quella del lancio
di un prodotto attraverso l'uso di
sms, l'inserimento all'interno dello stesso di codici
sconto da mostrare direttamente al
momento dell'acquisto, ma anche
la comunicazione
di scadenze fiscali, opportunit di
finanziamenti
e
avvisi.
stato inoltre
presentato Il Negozio nell'era di
Internet, un testo
scritto da Fabio
Fulvio ed edito da
Confcommercio.
Ci sono anche
delle sfortune nel

vivere in un era
tecnologica - afferma l'autore del
testo - , perch
competere
con
grandi
aziende
del commercio su
internet non facile. Per ci sono
strade da percorrere, sia utilizzando internet, con
attivit social e
sul web in modo
da
attirare
il
cliente nel negozio, sia per utilizzando meglio
ci che tipico
del negozio tradizionale: il punto
vendita fisico e
le persone. Saper
gestire bene questi due aspetti d
una marcia in pi
- conclude Fulvio - . Se si sfrutta
bene questo doppio canale, persone e web, si pu
ottenere un grande successo.

passion.it/ita/) invita tutti ad un eccezionale


evento itinerante in Sicilia: un tour di incontri
pubblici con Jennifer Gitiri, ex bimba delle
baraccopoli kenyote diventata avvocato grazie al sostegno a distanza offertole da una
coppia americana.
Diciassette anni fa, Jennifer stata una di
quei 1.500.000 bimbi e ragazzi sostenuti in
uno dei 6000 centri aperti da Compassion in
26 paesi del mondo, tra Africa, Asia e America Latina. Oggi, dopo la laurea ed esperienze
internazionali di studio e lavoro, Jennifer
un avvocato, sta completando il suo secondo master in Ungheria e aspetta con ansia di
iscriversi al dottorato per diventare un attivista per i diritti civili e poter aiutare il suo
paese a liberarsi da povert e ingiustizie.
La storia di Jennifer non uno dei tanti racconti che sfruttano mediaticamente il
dolore, ma lincredibile viaggio di una giovane diventata una donna determinata e intelligente grazie al supporto e allo sprone
continuo dei cooperanti Compassion e dei
suoi genitori a distanza, diventati un punto di riferimento imprescindibile. La testimonianza di Jennifer (di cui potete trovare
unanticipazione al link https://www.youtube.com/watch?v=htRW2TRN1rU) un insegnamento di vita e sar estremamente utile a
quanti pensano di adottare un bimbo a distanza ma nutrono dubbi su metodi, circostanze e
gestione delle risorse. Dopo il Nord e il Centro Italia, il tour Compassion porter Jennifer
Gitiri nelle citt siciliane di:
Siracusa, 7 Marzo ore 10,30 Chiesa Evangelica, Contrada Dammusi 33 Catania, 7 Marzo
ore 18,30 Chiesa Evangelica, via G. Lain
2 Palermo, 8 Marzo ore 8,30 e 10,30 Chiesa Evangelica, via C. de Grossis 2 Vittoria
(RG), 8 Marzo ore 19 Chiesa Evangelica, Via
Fratelli Bandiera 60
Compassion Italia Onlus non vanta portavoce famosi, vip o attori che siano, ma continua
a puntare sui suoi ragazzi, oggi adulti, per far
arrivare ovunque nel mondo il proprio messaggio di speranza: liberare il futuro possibile con ladozione a distanza.
Compassion Italia Onlu stata fondata nel
1952 dal reverendo Everett Swanson, Compassion International ha sede a Colorado
Springs (Usa). Attiva in Italia dal 1994 la onlus fa parte di una rete internazionale di Paesi
Partner che operano con visione, mission e
valori comuni allo scopo di trovare sostenitori e donatori. Compassion ha sedi anche in
Australia, Canada, Corea, Francia, Germania, Nuova Zelanda, Olanda, Regno Unito,
Spagna, Svizzera, Svezia, Norvegia. Compassion Italia onlus si occupa di sostegno a
distanza, o adozione a distanza, con cui ogni
bambino ha accesso a cibo, cure e istruzione,
e sfugge a piaghe come il lavoro minorile o lo
sfruttamento sessuale.

societ

VINITALY

Il Nero DAvola
tra i vini pi
venduti nei
supermercati
La manifestazione, dedicata alla promozione
delle realt museali dItalia, si terr il 7 e 8 marzo italiani

In foto, un momento
del convegno di ieri.

Si svolto pres-

Sar proiettato il video storico relativo al recupero dellArca

Sicilia 11

AMEI (Associazione Italiana Musei Ecclesiastici) ha


deciso di rinnovare
anche per il 2015
lappuntamento
con le Giornate Nazionali dei Musei
Ecclesiastici.
La manifestazione,
dedicata alla promozione delle realt
museali dItalia, si
terr il 7 e 8 marzo; vi partecipano
pi di 250 musei
aderenti allAssociazione, fra cui 10
musei ecclesiastici
siciliani. Anche il
Museo Diocesano
di Noto ha aderito
alliniziativa con
lapertura al pubblico ad ingresso
gratuito della Sezione Cattedrale (dalle
ore 10 alle ore 13 e
dalle 16 alle 18).
Liniziativa si inserisce nel programma di eventi previsti
in occasione del V
Centenario della

Secondo la classifica ela-

Il Museo Diocesano di Noto.


Beatificazione di
San Corrado (Patrono e protettore
della citt e della
Diocesi di Noto),
evento che verr illustrato con appositi pannelli didattici.
I visitatori potranno ammirare, oltre
a reperti ed arredi
della Cattedrale,
opere relative al cul-

to di San Corrado,
fra cui il braccio
reliquiario in argento del sec. XVII,
il putto in argento
del sec. XVIII che
sosteneva le reliquie
del Santo, il saio
utilizzato in occasione dellostensione pubblica del
1990, la scultura in
bronzo che riprodu-

ce il vero volto del


Santo, ecc. Sar
proiettato il video
storico relativo al
recupero dellArca
dalle macerie dalla
Cattedrale dopo il
crollo del 1996. Litinerario museale
sar illustrato, gratuitamente, dalla
Cooperativa Etica
Oqdany.

per la somministrazione e per agenti immobiliari

Il 16 e il 17 marzo alla Confesercenti


prendono il via i corsi abilitanti

Alla Confesercenti il 16 e il 17 marzo inizie-

ranno, presso la sede provinciale in Via Ticino,


i corsi abilitanti per lesercizio dellattivit di
vendita e somministrazione di alimenti e bevande, nonch il corso preparatorio, la cui frequenza
obbligatoria, ai fini dello svolgimento della
professione, di Agente Immobiliare.
Il corso abilitante per la vendita e la somministrazione di alimenti e bevande avr inizio
luned 16 marzo e avr la durata di 100 ore
ripartite nellarco temporale di due mesi; quello
preparatorio di Agente Immobiliare avr inizio
marted 17 marzo e avr la durata di 80 ore ripartite nellarco temporale di due mesi.
Non essendo pi possibile procedere ad ammissioni di nuovi allievi a corsi iniziati, i soggetti
che sono interessati alla loro frequenza, dovranno, entro e non oltre il 13 marzo, procedere

alliscrizione sottoscrivendo presso la sede della


Confesercenti lapposito modulo.

borata dallIstituto di ricerca Iri per Vinitaly il vino


rosso tipico del nostro territorio omani, il Nero DAvola tra i vini pi venduti nei
supermercati siciliani, con
Syrah e Alcamo, risulta tra
i pi richiesti nel 2014 dai
siciliani nei supermercati
della regione e tra i vini
pi venduti in assoluto
nella grande distribuzione
in Italia con 6 milioni e 178
mila litri venduti. La ricerca
indica infatti quali sono i
vini pi amati dagli italiani
nel 2014, in cima ci sono
Chianti e Lambrusco, da
anni nelle prime posizioni
del podio, mentre il Nero
dAvola si piazza in ottima
posizione.
La questione fondamentale per il 2015 ed i prossimi
anni la difesa del valore
da parte delle cantine e
della Grande Distribuzione - ha commentato
Virgilio Romano, Client
Service Director Iri - La
rincorsa dei volumi come
prevalente obiettivo di
crescita rischia di rivelarsi
controproducente. Quindi
s alle promozioni, ma con
intelligenza strategica. La
difesa del valore passa
dalla difesa dei prezzi. Ogni
prezzo deve riflettere un
sano equilibrio di bilancio,
bilancio in cui alle principali voci di costo deve
aggiungersi sempre pi
quello della comunicazione, che deve avere tra i suoi
obiettivi quello di trovare
i consumatori di vino del
domani.
Un tema sul quale sta riflettendo anche la Grande
Distribuzione e di cui si
parler nella tradizionale
tavola rotonda di Vinitaly che vede confrontarsi
produttori e distributori
(organizzata da Veronafiere
in collaborazione con Iri).
Il tema di come calibrare le
promozioni fondamentale
- ha affermato il rappresentante di Federdistribuzione
(la pi grande associazione
di catene distributive) a
Vinitaly 2015, Angelo
Corona - Occorre sostenere i consumi, non solo di
vino, ma senza drogare il
mercato e senza annullare
la percezione del giusto
prezzo, che i consumatori
devono mantenere.

attualit 12

Sicilia 7 marzo 2015, sabato

7 marzo 2015, sabato

LOSSERVATORIO

Riccardo Messina denuncia: politica e burocrazia devastanti

Credito bloccato per i piccoli


sviluppo e lavoro impossibili
La devastazione della Sicilia di oggi comincia dal presidente Crocetta

di Salvatore Maiorca

L Europa

impone
alle banche capitalizzazione e patrimonializzazione
(unico obiettivo il
bilancio): in pratica
finanza senza economia. Conseguenza: la
erogazione del credito
rimane bloccata. Ulteriore, automatica,
conseguenza: imprese, lavoro, sviluppo
restano bloccati. Lo
ha ribadito Paolo Savona, economista e
docente universitario,
a Giovanni Minoli nel
corso di una intervista per Radio 24 il 3
marzo scorso. Lo ribadisce ulteriormente
Riccardo Messina,
ingegnere e piccolo
imprenditore, componente della Giunta
regionale dellAniem
(Associazione nazionale imprese edili
medio-piccole).

Ma non va dimenticato che uno dei


primi provvedimenti
(perniciosi) del go-

sui depositi bancari:


dal 20 al 26 per cento, in varia misura a
seconda del tipo di

limitare a intendere
le grandi rendite da
colpire: ci sono anche
i micro-conti correnti

verno Renzi stato


laumento del sei per
cento dellimposta

deposito. E quando
si parla di depositi
bancari non ci si deve

che i lavoratori devono aprire in banca per


ottenere laccredito

LEuropa impone alle banche capitalizzazione


e patrimonializzazione (unico obiettivo
il bilancio): finanza senza economia

viabilit La vicenda senza fine di un dissesto chiamato autostrada

Entro

il mese di
maggio verr aperto lo svincolo tra la
cosiddetta autostrada Siracusa-Gela e
la strada provinciale Maremonti. Ma
lautostrada rimane
cosiddetta:
una
trappola pericolosa,
dal fondo deformato e rattoppato e dai
mille restringimenti
e cambi di carreggiata; una vergogna
e una sprecopoli inaudite, degne
solo di questa Regione siciliana che
madre di tutti gli
sprechi. E per aprire questo svincolo
ci son voluti dodici
anni.
Sulla vicenda duramente intervenuto
allAssemblea regionale il deputato

Entro maggio si apre lo svincolo


tra la Sr-Gela e la Maremonti
Fondo
deformato,
restringimenti
e cambi di
carreggiata:
sprecopoli
siciliana

In foto, la Maremonti
per Palazzolo;
a destra lo svincolo
autostradale
Siracusa-Gela

delle loro buste paga


e i pensionati per
ricevere la pensione.
Unaltra mazzata il
signor Renzi lha poi
inferta, di recente,
alle cosiddette partite Iva e ai Fondi
pensioni, con uno
spaventoso aggravio
della imposizione fiscale. Sempre asserendo che taglier le
tasse (dopo!). Intanto
le aumenta (subito!).
Dagli dunque addosso
ai poveracci. Sempre.
E falla sembrare pure
una cosa buona e
giusta. Alla fin fine
si applica la vecchia
massima: lascia perdere i ricchi, i quali
hanno tanto ma sono
pochi; prendi dai poveri, che hanno poco
ma sono tanti.
E proprio la situazione che abbiamo
sul nostro territorio
- sottolinea a sua
volta, a proposito
Vincenzo Vinciullo,
attento a progettazione, reperimento
fondi ed esecuzione
lavori.
Questa volta il
CAS
(Consorzio
autostrade siciliane,
ndr.) non potr prendere in giro nessuno
afferma Vinciullo come ha fatto lanno
scorso quando assicur ad alcuni deputati della provincia
di Siracusa la consegna dellopera. Ho
sempre seguito con
attenzione i lavori
e non mi sono fatto
assolutamente coinvolgere nelle panzane e nelle frottole
che il CAS, di tanto
in tanto, ha diffuso
prendendo in giro i
cittadini e i loro rappresentanti.
Adesso - assicura Vinciullo c

Sicilia 13

Paolo Savona: il danaro della Bce dovr


servire a sostenere imprese e investimenti; se
invece rimarr, ancora una volta, nei forzieri
delle banche addio ripresa, sviluppo, lavoro:
restano soltanto speculazione e stagnazione

se, aglinvestimenti,
al lavoro; se invece
questo nuovo danaro
rimarr, ancora una
volta, nei forzieri
delle banche, potremo
dire addio per sempre alla ripresa, allo
delle banche, Riccar- tutto. E la situazione banche da parte della sviluppo, al lavoro:
do Messina. - E stata ancor pi grave dalle BCE mediante ac- ci saranno soltanto
snaturata la funzione nostre parti.
quisto di titoli (anche speculazione e stanaturale e storica delle Messina per difende tossici), il cosiddetto gnazione.
banche: raccogliere loperato di Renzi af- quantitative easing di E in pratica quel che
depositi ed erogare fermando che questo cui tanto si parla in sta avvenendo in tutti
credito. Ora le banche premier la strada del questi giorni, Savona questi anni di crisi. La
esercitano soltanto la cambiamento lha co- ha chiarito: ci sar una finanza ha messo da
prima delle loro due munque imbroccata. ulteriore (e massiccia) parte leconomia. E
funzioni naturali e Ma per andare avanti erogazione di danaro quindi, come sempre
storiche: prendono deve scontrarsi con dalla Bce nelle varie in questi casi, pochi si
ma non danno. Son interessi precostituiti banche; se questo stanno arricchendo, i
diventati dei forzieri (i cosiddetti poteri danaro, subito dopo, pi vanno morendo.
inaccessibili. Questa forti).
dalle banche verr Su tutto grava lhananomalia distrugge A proposito della im- immesso nel merca- dicap di fondo: quel
lo sviluppo, il lavoro, minente immissione to potr esserci un trattato di Maastricht
leconomia. Dapper- di danaro fresco nelle sostegno alle impre- del 1992, il quale ha
stabilito dei parametri
che Paolo Savona,
come pure Ugo e
Giorgio La Malfa,
boll come privi di
base scientifica e troppo rigidi per un'economia che richiede
invece flessibilit.
Savona inoltre, in un
pamphlet intitolato
L'Europa dai piedi di
argilla, avvert: Italia
impreparata a entrare
nell'euro.
Fin dalla met degli
anni Novanta inoltre
Savona aveva pure
avvertito che le banche centrali avrebbeA sinistra, un progetto bloccato; sopra, una vignetta con Crocetta; in alto a destra, ro dovuto fornire la
Riccardo Messina, ingegnere e piccolo imprenditore.
liquidit necessaria
per impedire, come
la certezza che lopera sta per essere
conclusa. Infatti si
sta gi asfaltando
il ponte sul torrente Scandurra; ponte
che lanno scorso,
quando si strombazz lapertura, non
esisteva ancora. Ma
ora bisogna reperire
le risorse necessarie
per il collegamento
del nuovo tratto di
strada provinciale,
attualmente esistente, con lo svincolo,
per evitare che luscita dallautostrada, anzich agevolare la circolazione
dei mezzi, diventi
una strozzatura che
rischia di coinvolgere ogni giorno centinaia di automobilisti.
Vinciullo
ricorda
con orgoglio che,
nonostante le dif-

ficolt, i ritardi, le
imboscate e le delusioni, anche questo
impegno con i cittadini mantenuto.
E ribadisce: Anche
se sono passati ben
12 anni da quando,
nellaprile del 2003,
lo svincolo, su mia
richiesta (ero allora assessore dimissionario da qualche
settimana alla Protezione civile) fu inserito nel nuovo Piano
regolatore della citt
dal Consiglio comunale.
A questo punto - conclude lon.
Vinciullo - penso di
poter assicurare la
possibilit di reperire le risorse per il
collegamento con la
strada provinciale.
Rimane invece il
problema spinoso
del Consorzio au-

tostrade siciliane
aggiunge Vinciullo
- anche alla luce
dellultimo
provvedimento adottato
dalla magistratura
messinese.
Ho depositato 6 o
7 interrogazioni sul
consorzio sottolinea ancora il deputato siracusano. In
particolare sui lavori che il Consorzio delle autostrade
siciliane sta facendo in provincia di
Siracusa;
lavori
che procedono con
un rilento bestiale:
ne un esempio il
ritardo di due anni
sullapertura dello
svincolo Maremonti nonostante la disponibilit delle risorse.
Vinciullo ha inoltre denunciato la
mancata
apertura

poi accaduto, il
collasso del sistema
finanziario mondiale.
Ma la politica fu sorda
agli avvertimenti di
Paolo Savona: prima
con Prodi, poi con
Tremonti e Berlusconi, infine con Monti.
E provoc il disastro
delleconomia. La
crisi ha fatto il resto.
Sulla questione quantitative easing infine
Riccardo Messina
precisa che questa
manovra da sola non
basta: Occorre anche
una revisione degli
accordi di Basilea 2
che hanno ingessato
tutto - avverte. - Occorre modificare i criteri di ammissione al
credito ripristinando

attualit

il rapporto fiduciario
con il richiedente.
Oggi ricorda Messina - qualsiasi banca
d soldi esclusivamente a chi gi ne ha.
A prescindere dalla
correttezza del richiedente credito e dalla
bont del suo progetto. In tal modo si finisce col favorire, come
al solito, le grandi
aziende danneggiando ed emarginando
sempre pi i piccoli
imprenditori, i quali
da questa crisi sono
stati gi devastati.
Riccardo Messina
apre poi un altro capitolo: quello delle
infrastrutture, delle
quali il nostro territorio gravemente

carente. Sia per le infrastrutture materiali


(strade, autostrade,
ferrovie, reti idriche e
fognarie, e via discorrendo) sia per quelle
immateriali (reti di
trasmissione dati e via
discorrendo). E senza
adeguate infrastrutture tutto difficile.
Ma c anche un altro
grave handicap, che
Riccardo Messina
ricorda, per il nostro
sviluppo: burocrazia
e politica. Ogni iniziativa va a sbattere
contro questo muro
di gomma. E tutto
rimane fermo. La politica poi devastante.
La incarnazione di
questa devastazione
proprio il presidente
della Regione, Rosario Crocetta. Esempio
eclatante: la soppressione delle Province.
Con un frettoloso
decreto Crocetta ha
cancellato le Province, nominando un
commissario (di sua
fiducia naturalmente)
per ogni ambito provinciale. Ma senza un
progetto alternativo. Il
risultato stato (ed )
la confusione, la paralisi. A cominciare dal
blocco della manutenzione stradale e delledilizia scolastica. Con
danni gravissimi. La
cui causa ha nome e
cognome: devastazione Crocetta.

dei varchi sullautostrada allaltezza di


Cassibile: l dove il
presidente della Regione ha avuto un
incidente qualche
mese fa.
Lassessore Torrisi
sottolinea ancora
Vinciullo - aveva
garantito lapertura
di quei varchi per
luglio 2014; ma ancora oggi quei varchi continuano a rimanere chiusi.
Terzo problema
denunciato dallon.
Vinciullo: il Cas ha
deciso, con una gara
di oltre 30 milioni
di euro, di mettere
in sicurezza il tratto Cassibile-Avola.
I lavori sono stati
conclusi dalla parte
a valle mesi fa. Ma
la strada deformata come prima. Non
riusciamo a capire

cosa fanno i tecnici


del Consorzio autostrade siciliane.
Quarto. Per la bretella di collegamento fra il lido di Noto,
Pachino e Portopalo,
siamo con 2 anni e 3
mesi di ritardo e con
il 38 per cento delle
opere realizzate.
In conclusione lon.
Vinciullo ha chiesto al presidente
dellAssemblea di
mettere allordine
del giorno la discussione delle sue interrogazioni parlamentari in maniera che
qualcuno venga a
rispondere sulloperato del CAS nelle
varie province siciliane.
E in questo quadro
disastrato il Cas ha
il coraggio di parlare
di pedaggio.
s.m.

Cultura 14

Sicilia 7 MARZO 2015, SABATO

Piazza Duomo fu il primo


nucleo urbano
di Arturo Messina

Il quartiere che gravita


attorno a piazza duomo
il pi grande, il pi
importante, il pi ricco
di nobili palazzi e soprattutto il pi antico di
tutta Siracusa. Pertanto, se stata dedicata
una sola conversazione
per ognuno degli altri
quartieri (la Spirduta, la Graziella, Mastrarua, la Giudecca,
via Maestranza, Facci
dispirata, i Bottai)
che finora sono stati
oggetto delle precedenti Conversazioni nel
Cenacolo della siracusanit, ricavato dal
suo garage dal poetico
scultore Antonio Randazzo che di siracusanit ne sa un pozzo,
che ne ha anche fatto
un mini-museo delle
sue numerose e importanti opere scultoree, a
questo non poteva essere dedicato un solo
incontro. Il primo avvenuto marted scorso.
In quella conversazione (che la XVIII
dalla sua inaugurazione avvenuta nel luglio
scorso) si accennato
agli importanti palazzi che circondano la
piazza: Francicanava,
Chiaramonte, Borgia,
Beneventano, il museo archeologico, il
Vermexio, larcivescovado, San Bastianello
in via Minerva, il convento della Madonna di
Montevergine, Piazzetta San Rocco, il monastero delle 5 piaghe
Di essi si parler nelle
prossime conversazioni; prima di tutto stato ritenuto opportuno
parlare della piazza. Il
discorso, a tal proposito, caduto subito sul
deprecato abbattimento
degli oleandri e, ovviamente, Antonio Randazzo non se lha fatto
sfuggire per esporre
quanto allora, per manifestare il suo disappunto, aveva scritto
proprio allemerito Sovrintendente, che dopo
di avere affermato
pubblicamente, anche
attraverso la stampa (
e ricordiamo che allora anche il quotidiano
Libert se ne interess,
riportando che Voza
aveva dichiarato che vi
sarebbero stati rimessi
a completamento del-

E stato largomento della XVIII conversazione tenutasi marted scorso


al Cenacolo della siracusanit nellottica della storia dei quartieri di Ortigia
le operazioni di scavo
della piazza) non
aveva mantenuto ci
che aveva promesso.
Anche la giornalista
Giovanna Marino, intervenendo alla conversazione, ha affermato

manuVutrisi darreri a riurdari cosa


bona e giusta, si servi a
caminari mini, pianti,
animali e cosi insiemi,
chianu da Santuzza
nostra tra virdi, giallu, russu di loliandru

opere di scavo archeologico di Giuseppe


Voza con riferimento
al libro da lui scritto e
pubblicato dallEditore
Lombardi e a quello di
Pagano su piazza duomo, che copre una-

a. C.,
Essa larea che costituisce il cuore della citt greca, di quella medioevale e soprattutto
quella barocca. Lo
spazio aperto da et
preistorica e per tutto

Essa larea
che costituisce il
cuore della citt
greca, di quella
medioevale e
soprattutto quella barocca. Lo
spazio aperto
da et preistorica
e per tutto levo
antico

che pure lei manifest


allora la sua disapprovazione. Antonio
Randazzo, approvando
la sua affermazione ha
anche aggiunto che allora scrisse allemerito
Sovrintendente una sua
poetica protesta in
vernacolo, che copi
su carta pergamene e
gliela fece pervenire.
Diceva cos:
Loliandru fuforsi
arritorna.Voscenza benedica, a Vui ca
stimu tantu baciamu li

beddhu, cu locchi e
lanima a ssa vista.
Santa allianza tra maistria i lmini e a natura. Accuss u paradisu o ci assumigghia!
Ed ha aggiunto: Forse non cap, e lo prese
anzi per complimento,
essendo egli napoletano e io sarausanu cu
a scoccia; ma non mi
diede risposta e gli oleandri non li restitu alla
piazza e al godimento
dei siracusani!
Si parlato quindi delle

Sicilia 15

7 marzo 2015, sabato

rea che rappresenta il


punto centrale e pi
elevato di Ortigia. Qui
i primi dati relativi alla
presenza umana sono
gi del periodo neolitico, i primi segni dun
insediamento abitativo
si riferiscono allet
del bronzo antico e a
quelli, pi cospicui,
della media e tarda et
del bronzo che persistono fino al momento
della colonizzazione
greca operata dal corinzio Archia nel 734

levo antico. Intorno


a questo spazio in et
post-antica, il processo costruttivo iniziato
con la trasformazione
dellAthenaion in chiesa cristiana, poi cattedrale, si imposta dalla
parte orientale, sulla
direttrice dellantico
collegamento stradale,
forse gi di et preistorica, poi
platea, strada di et
greca, in senso nordsud e dalla parte di
ovest, lungo la linea

curva di margine del


pianoro proiettato sul
mare del porto grande.
Quando, con SetteOttocento, si completa
intorno ad esso lanello delledificato che si
configura come piazza,
essa mantiene, pur con
le conseguenze delle
usure e trasformazioni,
la sua naturalit iniziale connotazione di
piano roccioso di fondo
e i battuti stradali, le
imboccature, i livellamenti non ne mutano
le caratteristiche fino
allinizio di questo secolo. La piazza fu definita da Elio Vittorini
metafisica spianata,
che ne sottoline tutto
il suo valore di elemento di aggregazione, di
spazi e volumi di edificato, con fondale bianco e unitario, sul cui
margine, a mo di scene, si radicano le fronti
e i corpi degli edifici
pi rappresentativi della comunit.
Si fatto quindi riferimento a quanto scrisse
G. Pagano sullargomento, soprattutto a
quella considerazione
che egli fece sulle balaustre e i marciapiedi,
le alberature e lasfalto
che hanno, nel tempo,
alterato in parte questo aspetto generale
dello spazio e abituato locchio a elementi
da ascrivere al pittoresco e al decorativismo, ai quali il gusto
comune indulge e che,
certamente, hanno appannato leffetto di
impareggiabile scena
architettonica di questo
luogo paradigmatico,
in cui fare architettura
e rappresentare architettura coincidono esattamente. Da un punto
di vista storico archeologico si concluso
che larea della piazza
e notoriamente luogo
di assoluto valore. Ne
segno eccezionale lAthenaion, che rapprenta
il momento culminante della realizzazione
templare in stile dorico
a Siracusa, voluto da
Gelone a memoria della vittoria sui cartaginesi nel480 a. C. a Imera
e rappresent non solo
il significato e il valore
della polis greca, ma
il luogo destinato per
eccellenza al sacro di
Siracusa.

SPORT SIRACUSA

Al Failla porte aperte, ma solo per i tifosi locali

Castelbuonese-Siracusa
in un clima arroventato
La speranza che la partita sia diretta da una terna arbitrale
di polso e che la squadra granata si batta con lo stesso
impegno anche in occasione dellincontro con lo Scordia

Si

giocher dunque al Luigi Failla di Castelbuono, e a porte


aperte, quello che
i tifosi e la stampa
locale hanno definito un incontro
storico per la societ granata, sia
per il blasone del
Siracusa che per la
presenza fra le file
azzurre di giocatori di spicco che
rappresentano un
lusso per la categoria.
E non sarebbe
stato male se un
incontro cos avvelenato si fosse
giocato a Cefal o
a Gangi, o addirittura a Castelbuono
ma a porte chiuse.
E arrivata invece la notizia della decisione, peraltro vivamente

caldeggiata dalla
Castelbuonese e,
si suppone, anche dalla rappresentanza
politica locale, della
Commissione
di Vigilanza sui
pubblici spettacoli
che ha deciso per
le porte aperte,
limitando la capienza a
1.430
posti ma vietando
contestualmente
la trasferta ai tifosi
del Siracusa, per
lindisponibilit
nel Luigi Failla
di un settore ospiti, casualmente
inagibile. In queste condizioni non
difficile immaginare il clima in
cui si giocher, un
clima da corrida
che richiederebbe una direzione
arbitrale di polso

e unadeguata vigilanza
federale
attorno al terreno
di gioco. Ce lo
fa pensare la suscettibilit
della
Castelbuonese,
ricordando
cosa
accadde alla fine
dellincontro
di
andata,
quando
il presidente della
squadra granata,
Fabio
Capuana,
turbato da una
sconfitta indigesta,
scambi
lentrata in campo
di una decina di
giovanissimi tifosi
locali, desiderosi di festeggiare i
loro beniamini da
distanza ravvicinata, per uninvasione di campo.
Segu una conferenza stampa con
tanto di accuse di
incivilt rivolte ai

tifosi del Siracusa


e un esposto denuncia
che fin,
comera
logico,
nel nulla. Si giocher quindi in un
clima infuocato,
reso ancor pi incandescente
dai
toni patriottici
con cui stata presentata questa partita e c da sperare che alla fine
prevalga il buonsenso e che quella
di domenica sia
da ricordare solo
come una bella
giornata di sport.
Queste le speranze,
almeno sulla sponda
siracusana, per un

partita, a nostro
avviso,
montata
a dismisura e trasformata in una
sorta di battaglia
del Piave. Laugurio, questa volta
interessato, che
la Castelbuonese
faccia altrettanto
in occasione della partita che la
sua squadra giocher fra qualche
settimana con la
vice
capolista,
perch
sarebbe
un atteggiamento
a dir poco criticabile se i granata emulassero il
Viagrande che al
De Simone gioc col coltello fra

Pallamano, inizia da Fondi lavventura


play off per lAlbatro di mister Vinci

Trasferta

in terra marchigiana per i campioni


dItalia della Junior Fasano, opposti alla Dorica
sul 4020 del Pala Veneto con fischio dapertura alle ore 18:30 della coppia Simone Monitillo. Si preannuncia equilibrato e avvincente il
secondo match di giornata: il Fondi riceve la visita del Teamnetwork Albatro. Ambedue le formazioni sono reduci dalla Final Eight di Coppa
Italia. Dirigono lincontro i signori Alperan
Scevola, via alle 18:30. Vincere a Fondi ha
commentato il tecnico Peppe Vinci significherebbe essere quasi certi della conferma del
secondo posto nel girone. Partiamo infatti con
tre punti di vantaggio sugli avversari (Fasano
9, Albatro 6, Fondi 3, Dorica 0) e, mettendoci
a pi 6, li taglieremmo praticamente fuori. Battendo poi il Dorica, i giochi sarebbero fatti.
La prima classificata di ciascuno dei tre gironi
playoff andr in semifinale. Le seconde disputeranno un triangolare da cui verr fuori laltra
semifinalista. Se facessimo il pieno nelle prime due gare ha proseguito lallenatore aretuseo metteremmo pressione anche al Fasano e
potremmo sperare di concorrere addirittura per

il primo posto. Per il momento, per, pensiamo al Fondi. Ci attende un ambiente caldo, una
squadra molto fisica, ma noi andremo l senza
paura. Abbiamo iniziato un percorso di crescita
che deve portarci in alto. E chiaro, non siamo
dei fenomeni, ma non vedo in questo momento, in Italia, molte squadre superiori alla nostra.
Con tenacia ed un pizzico di fortuna che ci
mancata in Coppa, lobiettivo semifinali playoff possiamo raggiungerlo.
Salvatore Cavallaro

i denti, salvo poi


a sciogliersi come
neve al sole due
settimane dopo in
casa dello Scordia.
Queste diversit di
atteggiamenti non
dovrebbero costituire un fatto nuovo per un Siracusa
adulto e vaccinato
che sa di dovere
affrontare cinque
autentiche battaglie da qui alla fine
del campionato se
vuole veramente
uscire da una categoria trasformata
da cos discutibili
atteggiamenti in
un grandioso, miserevole cortile.
Armando Galea

Calcio, nuovi componenti


nello staff dirigenziale del Noto
LUsd Noto calcio comu-

nica che lo staff dirigenziale della societ granata


stata integrato con gli
ingressi di Giuseppe Cannazza, Giuseppe Spina,
Francesco Musso e Daniele Cordeschi.
Nel corso dellultima riunione dei dirigenti stato
approvato lingresso dei
nuovi componenti, gi
inseriti in organico allinizio della stagione e che
tornano a ricoprire ruoli
di vertice allinterno dello staff societario.
Il presidente Graziano
Zani ha conferito lincarico di vicepresidente
a Giuseppe Cannazza,
quello di segretario a
Giuseppe Spina, Francesco Musso il direttore
generale e Daniele Cordeschi consigliere.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 7 marzo 2015, sabato

Baio:
Ottime le
indicazioni avute in
settimana
dai ragazzi,
sono concentrati
e determinati"

Pallanuoto, al Paolo Caldarella attesa rivincita per lOrtigia


Ancora una trasferta per la 7 Scogli di mister Baio
L'atteso

derby
siciliano contro
la Nuoto Catania
si avvicina e, in
casa Ortigia, si
lavora senza sosta. In vista della
gara di oggi alla
Caldarella, infatti, i biancoverdi hanno svolto
doppie sedute di
allenamento e, in
serata,
faranno
visita alla Muri
Antichi di Catania per una partita amichevole.
I ragazzi di Gino
Leone, forti del
buon momento di
forma e del primato in classifica,
vogliono riscattare la battuta darresto della gara di
andata, ottenuta
a pochi secondi dalla sirena.
Sconfitta, quella della Francesco Scuderi,
che brucia ancora
proprio perch, in
quelloccasione,
lOrtigia disput
una gran partita
e vide sfumare
il pareggio proprio negli ultimi
secondi di gioco. Al termine
dellallenamento
di questa mattina,
il vice capitano
aretuseo
Dario
Puglisi tornato

La quattordicesima giornata propone un test importante per le squadre arerusee.


Derby al "Paolo Caldarella" per l'Ortigia e trasferta in Emilia per la 7 Scogli
su quella partita
analizzando, poi,
lincontro di sabato pomeriggio.
La sconfitta subita
allandata
pesa ancora perch fu la prima
delle uniche due
battute darresto
ottenute fin qui e,
a mio avviso, anche la pi brutta
per come matur
ha detto Puglisi. Arriv infatti
a pochi secondi
dalla fine, dopo
aver
disputato
una buonissima
partita, con Daniele Lisi assente
per infortunio e
con i ragazzi pi
giovani che si
comportarono in
maniera esemplare. Sabato, invece, giocheremo in
casa e vogliamo
assolutamente far
bene per proseguire la nostra
marcia verso i
play off.
Per noi, quello
contro la Nuoto
Catania, il derby per eccellenza,
perch rappresenta un match tra
due delle squadre
pi
importanti

della Sicilia. Noi


veniamo da otto
vittorie consecutive e stiamo abbastanza bene ma,
trattandosi di una
partita dal sapore
particolare,
dovremo stare attenti a non perdere la
concentrazione.
Affronteremo una
squadra che conosciamo bene in
quanto ci alleniamo spesso insieme e, per questo
motivo, dovremo
cercare di inventare anche nuove soluzioni per
scardinare la loro
difesa.
Mi aspetto una
buona cornice di
pubblico, anche
perch, in passato, questo derby
ha visto sempre
una
massiccia
presenza di spettatori sugli spalti
e mi auguro che
sar cos anche
sabato pomeriggio ha concluso il vicecapitano
dei biancoverdi.
La quattordicesima giornata del
campionato
di
serie A2 girone
sud, propone un

test impegnativo
per la 7 Scogli del
presidente Capillo. Seconda trasferta consecutiva
per Camilleri e
compagni questa
volta al nord, in
terra emiliana ad
attenderli ci sar
la President Bologna, fischio dinizio alle ore 16.00,
arbitrer il match
i signori Bianco e
Piccoli. Dopo la
straordinaria prestazione fornita
a Salerno sabato
scorso contro la
R.N. Nuoto Salerno in cui si
arrivati alla fine
del match con un
pari stretto, la
squadra di mister
Aldo Baio cerca
ancora conferme
e continuit anche in Emilia anche se la qualit,
ottima, dellavversario impone
le necessarie cautele. La Presindente Bologna di
Salonia, infatti,
riuscito ad espugnare il Paolo
Caldarella nella
gara dandata con
il punteggio di
7-8. Quindi, qua-

le opportunit per
le aquile di riscattare la sconfitta
dellandata. Bologna un campo difficile, ma
andiamo li senza
paura,
convinti
della nostra forza.
Abbiamo disputato in settimana
unamichevole
contro la Nuoto
Catania al Paolo
Caldarella. Ottime le indicazioni
avute in settimana dai ragazzi,
sono concentrati
e determinati perch vogliano continuare su questo
trend
positivo.
Sar dura sabato
perch affrontiamo una squadra in
salute, molto ostica che ci ha gi
battuti a Siracusa
e che inoltre avr
a favore il fattore
campo. Mi aspetto in acqua la
stessa squadra di
sabato scorso con
la stessa determinazione. Dobbiamo giocare come
sappiamo, senza
cali di tensione e
grande continuit. Il campionato
ancora lungo e
basta niente per
cambiare percorso.
Anthony M Bianca

Calcio, per la Rari


Nantes tutto
pronto per
la finale salvezza
contro il San Pio

ampionato Allievi Regionali Sicilia


F.I.G.C.
oggi
con inizio ore
15
al
Campo Sportivo di
Via
Pachino,
la "casa Giallo Blu" partita
delicata in chiave Salvezza per
la Rari Nantes,
squdara
allenata da Peppe
Campisi contro
la S.Pio X di
Catania (sesta
in classifica) in
piena corsa per
i play off.
"Una
partita
quasi del tutto
decisiva per la
nostra salvezza - commenta
il dirigente accompagnatore
della categoria
Allievi
Riccardo
Amico
-. Bisogna fare
bottino pieno a
ogni costo per
sperare in una
salvezza
senza ricorrere ai
play out; tutti
noi crediamo in
questo traguardo.
La squadra ieri
ha
sostenuto
l'ultimo allenamento i convocati si presenteranno oggialle
13:30 in Via Pachino pronti per
la prima vera
finale della stagione.