Sei sulla pagina 1di 68

… altri libri di testo utili:

ü MUSSARI R. (2017), ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI


PUBBLICHE, II EDIZIONE, MILANO, MCGRAW-HILL

ü IFEL, L’ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ü E-book, Il bilancio consolidato degli enti locali, ODCEC


Torino

ü AA.VV. (2017), Guida ai temi e ai processi di Project


Management. Istituto Italiano di Project Management,
Franco Angeli

Università Parthenope 2
Agenda
q La definizione di AP

q Il processo di trasformazione

q I numeri delle AP

q Il Settore Pubblico Allargato

q Le AP come aziende

q I tratti caratterizzanti
Definizione Amodeo: “lʼazienda è un istituto
economico unitario e duraturo, costituito da un
complesso di persone e di beni economici e diretto al
soddisfacimento dei bisogni umani, il quale in vista di
tal fine, svolge processi di produzione e scambio
continuamente coordinati in sistema ancorché
mutevoli negli aspetti e variabili nelle dimensioni”.

1) COORDINAZIONE
SISTEMICA
sono il denominatore comune di qualsiasi tipo di
2) AUTONOMIA azienda ma diverse sono le finalità che essa
persegue
3) DURABILITAʼ

4
La doJrina tradizionale aziendale ha ritenuto che qualsiasi azienda
si propone di soddisfare i bisogni umani perseguendo deEo obieFvo
o direJamente o indireJamente. Da ciò è possibile proporre una
prima disMnzione, il cui faEore discriminante è la differente
desMnazione dei prodoF derivanL dalla combinazione produFva,
tra:

Quando lʼaFvità di scambio è orientata al


AZIENDA DI PRODUZIONE
profiJo la doErina individua lʼIMPRESA.

IN SENSO STRETTO
AZIENDA DI (fondazioni bancarie, IPAB)
EROGAZIONE DI CONSUMO (Associazioni e
cooperative di consumo)

AZIENDA Presenta congiuntamente i caratteri


COMPOSTA MISTA delle prime e delle seconde

5
Unʼaltra classificazione è quella che distingue tra:
In questo caso la distinzione si fonda su due criteri : uno
ØAZIENDA PUBBLICA economico che analizza la natura privata o pubblica del
ØAZIENDA PRIVATA. soggetto economico ed uno giuridico che prende in
considerazione la natura privata o pubblica del soggetto
giuridico

La combinazione dei due criteri determina la tabella soEo riportata

Dalla sua leEura si


evidenzia che
lʼazienda pubblica è
rintracciabile ogni
qual volta il soggeJo
economico è
pubblico

6
Un ulteriore livello di analisi e di classificazione delle aziende ed in
particolare di quelle pubbliche si ottiene mettendo a confronto
caratteri soggettivi (azienda pubblica e privata) con i caratteri
oggettivi (azienda di erogazione e di produzione)

Le varie combinazioni sono sintetizzate nella seguente tabella:

7
Da un punto di vista aziendale:

• le aziende pubbliche di
produzione o IMPRESE • Le aziende degli IsMtuM Pubblici o
PUBBLICHE Amministrazioni Pubbliche (AP)

Si caraEerizzano come aziende di produzione Non svolgono aFvità imprenditoriali


(beni e servizi ceduL verso il corrispeFvo di un finalizzate al conseguimento del lucro
prezzo di scambio) avenL un soggeJo (servizi ceduL gratuitamente o a prezzi
economico pubblico. non remuneratori).

Si arLcolano in: Amministrazioni Pubbliche


Ci si riferisce alle unità operanL direEamente
Territoriali (APT), espressione di una comunità
nel sistema economico, come partecipazioni
poliLcamente organizzata incidente su un
statali, enM pubblici economici, aziende
territorio definito statale, regionale,
municipalizzate e cioè allo strumento
provinciale o comunale; ed Amministrazioni
aEraverso cui il comune, la provincia, la regione
Pubbliche IsMtuzionali, espressione di una
e lo Stato intervengono nel sistema economico
comunità portatrice di un interesse pubblico
con la produzione e la cessione di beni e servizi
senza alcun vincolo territoriale quali enL di
sul mercato.
previdenza, ordini professionali ecc.

8
Le Amministrazioni Pubbliche territoriali
(APT)
• Importanti specificità
• potere legislativo (Stato e Regioni)
• potere impositivo (anche in capo agli Enti Locali)

• Tratti caratterizzanti:

• ruolo dei politici


• ruolo delle norme
• modalità di reperimento delle risorse finanziarie
• territorio e distribuzione delle funzioni fra livelli di governo
• funzioni economiche tipiche (cfr. produzione per il consumo)

9
Termini quali: Amministrazione Pubblica, Amministrazioni Pubbliche
e Pubblica Amministrazione non sono sinonimi

“Le amministrazioni pubbliche” identifica nella visione


“Lʼamministrazione pubblica” è usata per aziendale il concetto di “sistema pubblico composto da tante
indicare lʼattività strumentale svolta nellʼambito aziende/enti tra loro diverse". Con detto concetto, quindi, a
delle aziende pubbliche a supporto degli organi differenza di quanto avviene con il termine al singolare, non ci
ed a supporto delle funzioni ad essi attribuiti. si riferisce ad attività, ma si richiama quello di aziende.

L’ultima perifrasi presa in considerazione è quella di “pubblica amministrazione”.


Quest’ultima esprime un concetto tipicamente giuridico con cui si è soliti far riferimento,
anche nelle varie disposizioni normative, alla struttura dello Stato e degli enti locali e

strumentali.

10
Gli studiosi del DIRITTO hanno sempre considerato lʼAmministrazione Pubblica come
un insieme di enM pubblici ed uLlizzato il termine AP (al singolare), con diversi
significaL:
è lo strumento con cui si
1.FUNZIONALE
raggiungono i fini pubblici

2.ISTITUZIONALE evidenzia la disLnzione tra il fine (interesse


pubblico) ed il soggeEo che lo realizza (AP)

evidenzia lʼinsieme degli enti pubblici


3. STRUTTURALE territoriali distinguendo tra Amministrazione
centrale, regionale, locale

Un Ente pubblico, in diritto amministrativo, è un “soggetto giuridico”,


pubblico, titolare di poteri sovraordinati e di diritti-doveri verso altri
soggetti.

11
Il processo di aziendalizzazione della pubblica amministrazione

muove da uno Stato di diritto in cui si


costituisce il sistema dei diritti politici e
si sviluppano i sistemi di sicurezza
interna ed esterna, di certificazione
generalizzata della vita e di amministra-
zione della giustizia

verso uno Stato sociale caratterizzato


dalla ridistribuzione della ricchezza
economica sotto forma di servizi
aggiuntivi anche a carattere individuale

12
13
14
15
16
I SERVIZI DELLA P. A.

Igiene
Trasporti

Salute
sicurezza

istruzione
viabilità

Giustizia Sport
gestione del Casa
territorio

17
Risposta: è meglio affidarsi ad un
professionista dotato di un forte senso delle
istituzioni e con elevata conoscenza
dell’economia delle amministrazioni pubbliche !

18
Le Amministrazioni Pubbliche:
un quadro concettuale

• Nozioni di Amministrazioni Pubbliche

• Le AP nella prospettiva d’indagine


economico-aziendale

• Le APT e le altre AP

19
Nozioni di Amministrazioni Pubbliche

funzioni e dimensioni
assegnate frutto di scelte
politiche (condizionate
dalle situazioni
economiche e sociali
contingenti)

Difficile definire univocamente il concetto di AP


ed individuare gli organismi che compongono l’insieme delle AP

20
Nozioni di Amministrazioni Pubbliche
Art. 1 del d.lgs. 30 marzo 2001, n. 165

Per amministrazioni pubbliche si intendono tutte le amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli
istituti e scuole di ogni ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende ed amministrazioni
dello Stato ad ordinamento autonomo, le Regioni, le Province, i Comuni, le Comunità montane, e
loro consorzi e associazioni, le istituzioni universitarie, gli Istituti autonomi case popolari, le
Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni, tutti gli enti pubblici
non economici nazionali, regionali e locali, le amministrazioni, le aziende e gli enti i del SSN,
l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN) e le Agenzie di
cui al decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300. …..

Mero elenco delle differenti tipologie di AP


elevata eterogeneità
unico elemento comune: svolgimento di funzioni di interesse generale,
attraverso la produzione di sevizi non destinabili allo scambio di mercato

21
Nozioni di Amministrazioni Pubbliche
Sistema europeo dei conti nazionali

“tutte le unità istituzionali che agiscono da


produttori di beni e servizi non destinabili alla
vendita, la cui produzione è destinata a
consumi collettivi ed individuali ed è
finanziata in prevalenza da versamenti
obbligatori effettuati da unità appartenenti ad
altri settori e/o tutte le unità istituzionali la cui
funzione principale consista nella
redistribuzione del reddito e della ricchezza
del Paese”
22
Le AP nella prospettiva economico-aziendale

AP – azienda

Ordine economico di ogni istituto

Sistema organizzato
ruolo centrale per generare valore deve essere
della persona riconosciuto
dall’ambiente

soddisfacimento dei bisogni umani

23
Le AP nella prospettiva
economico-aziendale

Natura pubblica del soggetto economico e


dunque dell’azienda - perseguimento di
Nessuna
finalità di pubblico interesse
contraddizione
fra
operare secondo logiche, principi, schemi di
ragionamento e strumentazione propria
dell’Economia Aziendale

Ciò non deve tradursi, però, in un “ trasferimento acritico delle


conoscenze” tra privato e pubblico (Borgonovi, 2002)

Fallimento del Public Management - Aziendalizzazione

24
Efficienza Equilibrio
economico
Economicità … economicità …
durevole ed
Efficacia evolutivo

Consumatori DipendenL
finali e
ColleFvità
intermedi

Adeguata remunerazione di
tuF i faEori produFvi …
Soddisfazione stakeholder

Fornitori Mercato
esterni 25
finanziario
La definizione di AP

Le difficoltà

Diverse tradizioni storiche, giuridiche e amministrative tra Paesi

Diverse scelte effettuate periodicamente dagli organi di governo con


riferimento a funzioni e dimensioni delle AP

L’instabilità dei criteri utili a demarcarne i confini


La definizione di
AP
La nozione giuridica di AP
D. lgs. 165/2001

“Per Amministrazioni Pubbliche si intendono tutte le


amministrazioni dello Stato, ivi compresi gli istituti e scuole di ogni
ordine e grado e le istituzioni educative, le aziende e amministrazioni
dello Stato a ordinamento autonomo, le regioni, le province, i
comuni, le comunità montane, e loro consorzi e associazioni, le
istituzioni universitarie, gli istituti autonomi case popolari, le camere
di commercio, industria, artigianato e agricoltura e loro associazioni,
tutti gli enti pubblici non economici nazionali, regionali e locali e le
amministrazioni, le aziende e gli enti del servizio sanitario nazionale”
La definizione di AP

Il SEC 2010

Identificate dalla sigla S13


S1311 Amministrazioni centrali
S1312 Amministrazioni Stati federati
S1313 Amministrazioni locali
S1314 Enti di previdenza e assistenza sociale

Il settore comprende tutte le “unità isLtuzionali che agiscono da produEori di


beni e servizi non desLnabili alla vendita, la cui produzione è desLnata a
consumi colleFvi e individuali ed è finanziata in prevalenza da versamenL
obbligatori effeEuaL da unità appartenenL ad altri seEori e/o tuEe le unità
isLtuzionali la cui funzione principale consiste nella redistribuzione del reddito e
della ricchezza del Paese”
La definizione di AP

Il SEC 2010

Distinzione tra produttori di beni e servizi destinabili e non destinabili alla vendita
attraverso criterio del 50% (prezzo significativo) e altri criteri qualitativi sulla base dei
quali sono AP:

Le unità che vendono la loro produzione soltanto all'amministrazione pubblica


senza essere in competizione con altri produttori privati

I Fornitori della pubblica amministrazione che non sono in competizione con altri
fornitori privati e che vendono meno del 50% della loro produzione a clienti privati

Le unità che non hanno incentivo ad adeguare la propria offerta in relazione alla
necessità di: rendere la propria attività profittevole; continuare ad operare in un
mercato competitivo e soddisfare i propri bisogni finanziari
I numeri

S1311 Le AP in Italia
I numeri S1313 Le AP in Italia
I numeri

Le AP in Italia
S1314

Totale
I saldi di finanza pubblica
I numeri

Saldo corrente: entrate correnti –


uscite correnti

Saldo in c/capitale: entrate in


c/capitale – uscite in c/capitale

Saldo primario: entrate totali –


uscite totali al netto degli interessi

Indebitamento netto: entrate


totali – uscite totali
I numeri
La composizione della spesa pubblica

• Classificazione
standard a livello
internazionale

• 3 livelli: Divisioni,
Gruppi e Classi
Composizione
Il settore Pubblico Allargato

SPA = AP + EAP

EAP= IPN + IPL IPN


Organismi pubblici
nazionali che
producono beni e
servizi di pubblica
utilità destinati alla
AP vendita IPL
Organismi pubblici Organismi pubblici
nazionali e locali che locali che producono
producono beni e beni e sevizi di pubblica
servizi di pubblica utilità destinati alla
utilità non destinati alla vendita
vendita

SPA
Il settore Pubblico Allargato

Le imprese pubbliche dell’EAP


Le AP come aziende Il concetto

L’azienda è un organismo socio-


economico vivente il quale si sostanzia Aperto
in una comunità di individui che si
organizzano per generare valore da Unitario Autonom
o
destinare al soddisfacimento dei bisogni
umani. Ogni azienda, organismo che L’Azienda è
un
deriva esistenza e continuità organismo
nell’operare dalla volontà e dall’azione socio- Dinamico
Unico economico
umane, esercita, a servizio dell’uomo, in
modo coordinato e ininterrotto tutte le
funzioni economiche: produzione,
Responsa Permane
consumo, risparmio, investimento e bile nte
innovazione.
Le AP come aziende

Azienda pubblica vs. azienda privata

Soggettività Il soggetto giuridico di un’azienda o titolare o ente aziendale è la persona


giuridica fisica o giuridica che, riconosciuta dalla legge soggetto di diritto, assume
diritti e obblighi derivanti dall’attività aziendale. Ci si può valere di tale
criterio per procedere alla distinzione fra aziende pubbliche e private per
concludere nel modo seguente: “Se il soggetto giuridico è persona fisica o
persona giuridica privata, l’azienda relativa è privata se il soggetto giuridico
è persona giuridica pubblica, l’azienda relativa è pubblica”.

Criticità • È la veste formale/il regime giuridico a qualificare la natura di


un’azienda

• Presuppone la mancanza di contaminazione tra i due regimi giuridici


Le AP come aziende

Azienda pubblica vs. azienda privata

Soggettività Il soggetto economico di un’azienda:


economica • esercita, in modo diretto o indiretto, il supremo potere volitivo;
• è sempre costituito da persone fisiche;
• subisce i risultati negativi della gestione aziendale nell’interesse del quale viene
svolta e si avvantaggia di quelli positivi;
• è unico, pur potendo essere costituito da una molteplicità di persone anche
portatrici di interessi differenti se non contrastanti.

Per la AP: «Si riconosce che il soggetto economico è innanzitutto costituito da tutti i membri della
popolazione riunita in comunità territoriale per gli interessi di soddisfacimento dei bisogni pubblici;
quindi, indirettamente ma con rilievo primario, questa parte del soggetto economico si presenta con
istanze personali e di istituti vari dei quali sono membri le singole persone (le famiglie, le imprese, le
associazioni culturali, politiche, economiche, di ricerca, di istruzione ecc). Fanno parte del soggetto
economico per le complesse attese ormai note quando sono proporzionatamente rilevanti anche tutti
coloro che prestano lavoro di ogni specie e grado, come collaboratori diretti, nell’istituto territoriale»
Le AP nella prospettiva
economico-aziendale:
le leve d’azione Responsabilità

Il processo di
aziendalizzazione è ancora ad
Performance
in esecuzione Autonomia Management &
Controllo
L’azione di riforma ha agito su
“leve” importanB

Modello
Manageriale/Aziendale
40
Autonomia e responsabilità sono un binomio inscindibile

non c’è autonomia che conduca all’economicità senza


responsabilizzazione, così come non c’è possibilità di attribuire
responsabilità per comportamenti anti-economici se non si concede
sufficiente autonomia nel disegno e nella realizzazione dell’azione

Affinché autonomia e responsabilità agevolino gli auspicati recuperi di


efficienza, risulta necessaria un’adeguata attività di controllo per apprezzare
l’operato di ogni centro autonomo di responsabilità, i risultati conseguiti e le
risorse utilizzate.
Senza una funzione di controllo, autonomia e responsabilizzazione
rimarrebbero probabilmente incapaci di migliorare le performance degli enti
locali come di ogni altro comparto pubblico

41
Le AP nella prospettiva
economico-aziendale:
le leve d’azione
ORIENTAMENTO
MANAGERIALE

Amministrazione ICT

Controllo e
Organizzazione accountability

innovazioni nell’ambito della “amministrazione per la giurisdizione”:

• Manager • Riorganizzazione
• Sistemi contabili • E-government
processi lavorativi
• Management by • Controllo di gestione • Agenda digitale
• Ridefinizione strutture
Objectives • Rendicontazione • PA digitale
organizzative
42
Le AP nella prospettiva
economico-aziendale: le leve
d’azione

Controllo Controllo
burocraBco manageriale

controllo sostanziale,
controllo
focus sulle diverse dimensioni
formale,
del risultato
focus sugli input
(input, processo, output e outcome)
e sui processi
43
Le AP nella prospettiva
economico-aziendale:
le leve d’azione
“urge that government entities should have a new accountability system:
instead of being accountable for following hundreds of rules and spending
every penny of every line item, government officials should be responsible
for the result they provide for citizens”
Osborne e Gaebler (1983)

44
I CRITERI DI VALUTAZIONE DELLE
AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE

Principi-Criteri Dimensione della Valutazione

• Legalità Istituzionale

• Efficienza
• Efficacia Aziendale

• Economicità

• Equità
Politico-sociale
• Etica

45
EFFICIENZA, EFFICACIA ED ECONOMICITÀ
NEL SISTEMA AZIENDALE

RISULTATI
RISORSE PROCESSO INTERMEDI RISULTATI
(fattori produttivi PROCESSO
DI COMBINAZIONE (prodotti di FINALI
acquisiti a titolo
Un’attività DI CESSIONE
oneroso) DEI FATTORI complessa)
(risposta al bisogno)

INPUT OUTPUT OUTCOME

VALUTAZIONE VALUTAZIONE
EFFICIENZA EFFICACIA

ECONOMICITA’ (equilibrio di lungo periodo


tra risorse e risultati finali)
46
Public performance management

TuEe le componenL dell’unitario processo manageriale pubblico


devono essere guidate, responsabilizzate, incenLvate e valutate
mediante un sistema di obieFvi di performance
esplicito ed operante

Riconoscendo discrezionalità misura dell’effetto, conseguente allo


all’azione del management
svolgimento di un’attività, finalizzata
all’ottenimento di uno specifico obiettivo

Necessità di verificare
costantemente il rapporto tra Alla ricerca della migliore Capacità di
combinazione fra valore soddisfare i
performance conseguita e bisogni
obiettivo di performance proposto e riconosciuto
Indicatori di performance

• Misure relative capaci di fornire informazioni sintetiche e


segnaletiche su singoli aspetti dei fenomeni gestionali
• Strumenti di misurazione, con molteplici finalità:
• guidare i comportamenti org.vi (à responsabilizzazione)
• catturare le variabili critiche
• effettuare l’analisi degli scostamenti
• permettere i confronti spazio-temporali (benchmarking, …)
• esprimere i risultati economici complessivi e non solo contabili
• svolgere, in modo consapevole ed efficace, attività di comunicazione,
esterna ed interna

NB: la valutazione della situazione descriEa dagli indicatori e la scelta


delle azioni da intraprendere è sempre della persona e/o dell’organo
competente
Performance e responsabilità dirigenziale

• La performance si arLcola in tre diverse ma complementari


dimensioni di risultato:
• economy
monitorare e responsabilizzare
• efficiency
• effecLveness la dirigenza con riferimento a
+ queste dimensioni, elaborando
quality un sistema informativo ad hoc

Le dimensioni di performance vanno misurate e


valutate in relazione a distinti momenti del
processo di produzione / apprestamento del
servizio pubblico
Performance e responsabilità dirigenziale
Indicatori di performance dirigenziale

Economicità
nell’acquisizione dei Input
fattori produttivi

Processo produttivo
efficienza

QUALITA’
Output

Efficacia
Cessione del servizio
operativa

Obiettivi

Outcome
Performance e responsabilità dell’organo di
governo poliBco

organi responsabilità controllo

Obiettivi

Controllo
gestione
Efficienza
amm.vo
Organo

immediati ed output

di
Efficacia operaLva
intermedi

evaluation
Organo di

program
governo

Policy /
politico

Obiettivi finali / outcome


Efficacia globale
strategici
Il processo di privatizzazione

52
Fonte: MUSSARI R., ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE,
II EDIZIONE, MILANO, MCGRAW-HILL, 2017

53
Fonte: MUSSARI R., ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE,
II EDIZIONE, MILANO, MCGRAW-HILL, 2017

54
Fonte: MUSSARI R., ECONOMIA DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE,
II EDIZIONE, MILANO, MCGRAW-HILL, 2017

55
I tratti caratterizzanti delle APT

Il ruolo dei politici

Responsabili eletti cui è delegato l’esercizio del potere volitivo

Le ‘due anime’ delle APT: quella politica e quella tecnico-amministrativa

Che ne sceglie i fini superiori Operativa

Decisioni a grande impatto politico


I tratti caratterizzanti delle APT

Il peso delle norme

Norme di diversa gerarchia (costituzione, norme comunitarie, leggi nazionali,


leggi regionali, statuti, regolamenti)

Scarso coinvolgimento di esperti delle discipline aziendali nella loro


formulazione

Problemi di rapidità nelle possibili modifiche al sistema istituzionale


I tratti caratterizzanti delle APT

Il reperimento delle risorse finanziarie

Contribuzione coattiva

Assenza di un corrispettivo diretto rappresentante il valore riconosciuto

Impossibilità di utilizzare, senza adattamenti, metodi di misurazione e


interpretazione dei risultati tipici delle aziende private.
I tratti caratterizzanti delle APT

Il territorio

Il territorio delimita lo spazio entro il quale le APT esercitano le loro


potestà pubblicistiche nei confronti dei soggetti che vi si trovano

Le APT come strumento attraverso il quale si realizza l’autogoverno della


comunità residente nel territorio di competenza

Il limite della dimensione territoriale, spesso distante da quella ottimale dal


punto di vista economico

L’invariabilità della dimensione e il ricorso a forme di collaborazione


istituzionale
Forme di collaborazione istituzionale tra Comuni Alcuni numeri
Forme di collaborazione istituzionale tra Comuni

Alcuni numeri
I tratti caratterizzanti delle
APT
Le funzioni economiche tipiche

La produzione
• Per lo scambio mercato: processi produttivi di impresa e patrimoniali che
terminano con la vendita dietro corrispettivo di un prezzo
• Per il consumo: nucleo di gestione caratteristica dell’APT. Assenza di una
misura monetaria oggettiva del valore creato.
Il consumo: si consuma per produrre ed ogni produzione è finalizzata al consumo

Il risparmio: generato da risorse non consumate e destinato all’investimento

L’investimento: processo produttivo patrimoniale – conduzione investimenti e


contrazione e rimborso prestiti
Innovazione: di prodotto e di processo
Test di autovalutazione

1. Secondo la definizione del d.lgs 165/2001 per Amministrazioni Pubbliche si intende:


[ ] una serie di organismi giuridicamente qualificati
[ ] una serie di organismi eterogenei giuridicamente qualificati
[ ] una serie di organismi omogenei
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

2. Secondo la definizione del d.lgs 165/2001 le Amministrazioni Pubbliche sono accomunate:


[ ] dalla dimensione ed importanza
[ ] dalla circostanza per cui sono tutte chiamate a svolgere funzione d’interesse generale
[ ] dalla circostanza per cui sono tutte chiamate a svolgere funzione d’interesse personale
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

3. Secondo la definizione del SEC95 le Amministrazioni Pubbliche sono:


[ ] tutte le unità istituzionali che agiscono come produttori di beni e di servizi non destinabili alla vendita
[ ] tutte le unità istituzionali che agiscono come produttori di beni e di servizi destinabili alla vendita
[ ] tutte le unità istituzionali che agiscono come produttori di servizi
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

Università Parthenope 63
4. Secondo la definizione del SEC95 il settore AP è diviso in sottosettori, cioè:
[ ] amministrazioni centrali, amministrazioni pubbliche, amministrazioni locali, enti di previdenza e
assistenza sociale
[ ] amministrazioni centrali, enti di previdenza e assistenza sociale
[ ] amministrazioni centrali, amministrazioni di stati federati, amministrazioni locali, enti di previdenza e
assistenza sociale
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

5. Il Settore Pubblico Allargato si riferisce ad:


[ ] l’insieme d’imprese extra AP
[ ] un aggregato d’imprese pubbliche
[ ] un aggregato che comprende sia le AP (in base all’aggregato del SEC95) sia EAP (settore extra AP)
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

6. Il Settore Extra AP si riferisce ad:


[ ] l’insieme delle imprese pubbliche nazionali e locali controllate o anche solo partecipate dalle AP che
producono servizi destinati alla vendita ma considerati di pubblica utilità
[ ] un aggregato d’imprese pubbliche
[ ] l’insieme delle imprese pubbliche nazionali e locali controllate o anche solo partecipate dalle AP che
producono servizi destinati alla vendita ma che non sono considerati di pubblica utilità
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

Università Parthenope 64
7. Nell’ordinamento Italiano il potere d’imporre i tributi è dato ad:
[ ] Stato
[ ] Regioni
[ ] Aziende Pubbliche Territoriali
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

8. Nelle aziende pubbliche sono funzioni economiche:


[ ] il risparmio
[ ] l’investimento
[ ] l’innovazione
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

9. All’elenco dei cosiddetti enti territoriali dato dall’art. 114, primo comma, Costituzione, l’art.2 del d.l.
236/00 aggiunge:
[ ] comunità montane
[ ] comunità isolane
[ ] unione di comuni
[ ] tutte le precedenti risposte sono corrette
[ ] nessuna delle precedenti risposte è corretta

Università Parthenope 65
10. Secondo l’art.2 del d.l. 236/00- TUEL- le comunità montane sono:
[ ] APT, meglio conosciuL come enL territoriali
[ ] insieme di comuni in zone montane
[ ] unione di comuni
[ ] tuEe le precedenL risposte sono correEe
[ ] nessuna delle precedenL risposte è correEa

11. Quali di queste affermazioni risponde alla domanda “Perché un’AP è un’azienda pubblica?”:
[ ] la natura giuridica di un ente comporta in modo pieno e automaLco l’applicazione esclusiva di un singolo
regime giuridico ( privaLsLco o pubblicisLco)
[ ] è pubblica l’azienda il cui soggeEo economico è pubblico
[ ] per qualificare un’azienda come pubblica o privata non occorre riferirsi al suo soggeEo economico
[ ] tuEe le precedenL risposte sono correEe
[ ] nessuna delle precedenL risposte è correEa

12. Il soggeEo economico di un’azienda:


[ ] esercita, in modo direEo o indireEo, il supremo potere voliLvo
[ ] è sempre cosLtuito da persone fisiche ed è unico, coerentemente con il principio dell’unità dell’azienda
[ ] subisce i risultaL negaLvi della gesLone aziendale nell’interesse del quale viene svolta e si avvantaggia di
quelli posiLvi
[ ] tuEe le precedenL risposte sono correEe
[ ] nessuna delle precedenL risposte è correEa

13. La produzione per lo scambio di mercato nelle APT si estrinseca:


[ ] nei soli processi produFvi d’impresa
[ ] nei soli processi produFvi patrimoniali
[ ] nei processi produFvi d’impresa e nei processi produFvi patrimoniali
[ ] tuEe le precedenL risposte sono correEe
[ ] nessuna delle precedenL risposte è correEa
Università Parthenope 66

Potrebbero piacerti anche