Sei sulla pagina 1di 40

www.gazzetta.it sabato 9 agosto 2014 1,40 REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 - TEL.

. 0262821 - REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 - TEL. 06688281


anno 118 - numero 187
POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno 118 -
Numero
187
ITALIA
9
7
7
1
1
2
0
5
0
6
0
0
0
4
0
8
0
9
>
LESIBIZIONE DOMANI PER LA PRIMA VOLTA CONTRO
Suggestione Del Piero
Ancora con la Juve...
Ale probabilmente giocher qualche minuto
in bianconero nellamichevole di Sydney
3 Alessandro Del Piero, 39 anni ANSA
OLIVERO A PAGINA 10
CASO INTER DA QUASI TRE MESI E LONTANO DALLA SQUADRA
Tentazione Moratti
Ora potrebbe lasciare
Vorrebbe dimettersi dalla presidenza onoraria
Thohir e Mazzarri cercheranno di trattenerlo
3 Massimo Moratti, 69 anni SYNC
TAIDELLI A PAGINA 9
DI GENE GNOCCHI
Prima ecografia del figlio
di Icardi e Wanda Nara.
Si vede lui che si fa un selfie.
IL ROMPIPALLONE
w
FRANCIA DUE GOL, UN PALO E UN RIGORE FALLITO
Fa tutto Ibra, segna e sbaglia
Il Psg parte con un pari: 2-2
GRANDESSO A PAGINA 20
FIORENTINA E ROMA TRATTATIVE APERTE
Cuadrado resta, forse
Maicon fa il furbetto
Andrea Della Valle vorrebbe
trattenerlo, ma se arriva
loffertona... Il brasiliano
rimanda il rientro in Italia
3 Juan Cuadrado, 26 anni SYNC
ALLE PAGINE 13-14-23
IL BIVIO I ROSSONERI SCELGONO IL PORTIERE
Se Lopez non ci sta
il Milan va su Perin
Galliani tratta per ridurre le
pretese del numero 1 del Real.
Lalternativa il genoano
Inzaghi ai tifosi: Stadio pieno
3 Mattia Perin, 21 anni FOTOPRESS
GOZZINI, PASOTTO A PAGINA 11
PRELIMINARI IL SORTEGGIO PER LE ITALIANE
Higuain portafortuna
nel Napoli col Bilbao
Largentino segna sempre
contro i baschi dellAthletic
In Europa League lInter
in Islanda, Toro a Spalato
3 Gonzalo Higuain, 26 anni SYNC
ALLE PAGINE 6-7-23
BOCCI, LICARI ALLE PAGINE 2-3
La prossima settimana, dopo lelezione
del numero 1 della Figc verr scelto
il nuovo c.t.: due i grandi favoriti.
Lex Juve ripartirebbe dal 3-5-2 senza
Balotelli. Lex Inter intenzionato invece
a puntare su Rossi trequartista
CONTE
O MANCINI
CHE ITALIA
SARA?
IL BLOCCO NO TAV NON SFONDA: TAVECCHIO PIU FORTE IARIA, PICCIONI PAG. 4-5
?
2
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

46
I giorni senza un c.t.
Siamo senza allenatore dal 24
giugno: Prandelli lasci la guida
azzurra dopo il k.o. con lUruguay
Siamo fermi alla sala
stampa dellArena das
Dunas di Natal. L, il 24
giugno, Cesare Prandelli
rassegn le sue dimissioni
pubblicamente, dopo il k.o.
con lUruguay e la
conseguente eliminazione
dal Mondiale, ponendo fine a
una guida tecnica durata
quattro anni. Da allora sono
passati 46 giorni e lItalia
ancora senza c.t.
TRA LE BIG
LArgentina sceglie
il Tata Martino
Manca solo lItalia
Tutte le nazionali pi
importanti hanno il loro
allenatore. anche quelle che
hanno fallito al Mondiale.
Inghilterra, Spagna e altre
hanno confermato la guida
tecnica precedente.
Conte-Mancini a chi tocca?
Rinascita Italia
una poltrona
(azzurra) per due
Lex Juve ripartirebbe dal 3-5-2 senza Balotelli
Il tecnico di Jesi punterebbe su Rossi trequartista
FABIO LICARI
E perch mai Mancini o
Conte dovrebbero fare il c.t.?
Per loro un incarico a perdere.
C una Nazionale un sistema
intero in crisi. Delleredit bra-
siliana, almeno psicologicamen-
te, non ci libereremo presto. E
non esiste ricambio vero: si ri-
partir da Prandelli. Se sei Man-
cini o Conte, e ti qualifichi per
lEuro con 23 posti disponibili su
53, hai fatto il tuo dovere. Se
non passi, sono guai per la tua
carriera: oggi, con un po di pa-
zienza e aspettando la prima
grande in difficolt, puoi
spuntare un contrattone da 4-5
milioni. Tra due anni le tue quo-
tazioni rischiano un ribasso. E
allora?
La scelta del c.t. Per fortuna il
discorso non soltanto econo-
mico (la Federcalcio ha un bud-
get massimo di 1,7 milioni al-
lanno). Non un mistero che
Mancini abbia dato totale dispo-
nibilit. E pare che anche Conte
sia lusingato. Poteva anche esse-
re loccasione per un incarico
federale o per un nome non
top ma concreto e affidabile
(Guidolin) magari assistito da
un ex (Cannavaro?). Ma lim-
portante che il c.t., ormai in ri-
tardo bestiale, venga nominato
alla svelta. E che anche la strut-
tura federale si organizzi tipo
Germania dove c un ex cam-
pione pensante (Bierhoff) con
ruolo politico-organizzativo
(chi ha detto Paolo Maldini?).
I tempi stretti Chiunque sia il
c.t. non avr tempo da perdere.
Dovr studiare un progetto bien-
nale e intanto pensare subito al-
la prima squadra per Olanda
(amichevole il 4 settembre a Ba-
ri) e soprattutto Norvegia (9 set-
tembre, Oslo, qualificazioni).
Prendiamo Conte. Ha lasciato la
Juve a stagione cominciata: dif-
Barzagli k.o. e Marchisio squa-
lificato. Nel 3-5-2 gli interpreti
potrebbero essere Ranocchia
(che a Conte piace), Bonucci e
Chiellini. Sugli esterni Darmian
ha dimostrato lagonismo di Li-
chtsteiner e De Sciglio il candi-
dato di sinistra. In mezzo inco-
gnita Pirlo: si pu costruire len-
nesima Italia su di lui, che nel
2016 avr 37 anni? Una scelta
urgente. In caso c Verratti, co-
munque utile anche da interno
con De Rossi. Un atto di estremo
coraggio sarebbe pensare a Can-
dreva mezzala alla Di Maria:
ma, se in condizione, il laziale
sar sempre tra i 14-15 titolari.
In attacco, mancando il centra-
vantone alla Llorente, una cop-
pia potrebbe essere Rossi-Immo-
bile. Domanda uno: e Balotelli?
Domanda due: Berardi (che vo-
leva alla Juve subito) pronto?
LItalia di Mancini Mancini co-
nosce Balo meglio di Conte che
difficilmente accetter altre ba-
lotellate. Non conosce Berardi
ma lui o Conte dovranno lavora-
re sul ragazzo: un diamante
grezzo che, tecnicamente, ricor-
da Thomas Muller (corsa, clas-
se, tutti i ruoli, senso del gol)
senza avere la stessa solidit psi-
cologica. Al momento, per, il 4-
2-3-1 di Mancini potrebbe pre-
vedere una linea di trequartisti
Candreva-Verratti-Rossi con Im-
mobile davanti. Spesso, nel City,
Mancini ha schierato un attacco
pi offensivo: con Tevez-Dzeko
centrali e Millner pi Nasri
esterni. In questo caso Rossi si
accentrerebbe e servirebbe
quindi un esterno di fantasia a
sinistra (Cerci, Insigne, Berardi,
Bonaventura). In mezzo Pirlo, lo
stesso Verratti, De Rossi e Mar-
chisio a giocarsi due posti (ma
Pirlo potrebbe fare il 10 alla
Yaya Tour). Dietro, la linea a
proteggere Buffon potrebbe es-
sere Darmian, Bonucci, Chielli-
ni, De Sciglio. E comunque,
aspettando la nomina, bene ri-
cordarsi una cosa: questo abbia-
mo. Anche per un eventuale
terzo c.t.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Antonio Conte, 45 anni, e Roberto Mancini, 49, allultimo incrocio a Istanbul EPA
DUE CARRIERE A CONFRONTO
ANTONIO CONTE ROBERTO MANCINI
Et 45 ANNI Et 49 ANNI
Ultimo club allenato
JUVENTUS
Ultimo club allenato
GALATASARAY
Ultimo
stipendio
Il suo staff
alla Juve
Il suo staff
al Galatasaray
Ultimo
stipendio
milioni
di euro
3
milioni
di euro
4,5
collaboratori collaboratori
9 9
IL BILANCIO IL BILANCIO
PALMARES PALMARES
LITALIA DI MANCINI LITALIA DI CONTE
nelle coppe
internazionali
nelle coppe
internazionali
BUFFON BUFFON
VERRATTI
IMMOBILE
(BALOTELLI)
G. ROSSI CANDREVA
BONUCCI CHIELLINI
BARZAGLI
(RANOCCHIA)
DARMIAN
PIRLO
(VERRATTI)
DE SCIGLIO
DARMIAN
BONUCCI
(BARZAGLI)
PIRLO
(VERRATTI)
DE ROSSI
(MARCHISIO)
G. ROSSI IMMOBILE
DE ROSSI MARCHISIO
CHIELLINI DE SCIGLIO
127
24
gare
101
gare
411
gare
233
86
47
27
5
8
11
28
105
73
27
13
vittorie
pareggi
sconfitte
in campionato
(solo prima serie)
in campionato
(solo prima serie)
4-2-3-1 3-5-2
*uno assegnato a tavolino
3* Scudetti 3 Scudetti
4 Coppe Italia
2 Supercoppe Italiane 2 Supercoppe Italiane
1 Premier League
1 Coppa di Turchia
1 Coppa dInghilterra
1 Community Shield
GLI OUTSIDER CI SONO ANCHE GUIDOLIN, DI BIAGIO O UN TANDEM TARDELLI-GENTILE
Spalletti e gli altri: ecco tutte le alternative
Lex allenatore
dello Zenit
e Zaccheroni
direbbero s
alla Nazionale
Conte e Mancini sono i
due grandi favoriti per la pan-
china azzurra. Due scelte forti.
Ma non gli unici candidati. In
attesa dellelezione del presi-
dente Figc (se mai accadr),
sar meglio non sottovalutare
altri nomi mai cancellati da li-
ste virtuali.
Big: Spalletti e Zac Come
Mancini arrivano da ottime
esperienze allestero concluse
per male. Dopo essere quasi
diventato un idolo a San Pie-
troburgo (qualcuno ricorda
lesultanza per lo scudetto?),
lo Zenit ha cominciato a perde-
re colpi e Luciano Spalletti
stato esonerato. Nella memo-
ria di tutti c il bel gioco della
sua Roma: verrebbe di corsa.
Anche Alberto Zaccheroni,
campione dAsia con il Giappo-
ne, non si farebbe pregare ma il
brutto Mondiale ha un po
compromesso le sue chance.
Guidolin Una soluzione che
non sarebbe spiaciuta a Tavec-
chio era Francesco Guidolin
pi un giovane al suo fianco.
Guidolin perch si tratta di un
tecnico non top ma di straor-
dinaria esperienza, serio, tra i
pi bravi a insegnare calcio e a
costruire squadre dal nulla
(quante Udinese ha improvvi-
sato?). Gli avrebbero affidato
un ruolo pi simile a quello di
direttore tecnico con un giova-
ne allenatore al suo fianco: il
nome pi gettonato era quello
di Fabio Cannavaro che della
Nazionale conosce tutto e nel-
lo spogliatoio avrebbe lautore-
volezza del capitano mondiale.
I federali Lultimo fu Cesa-
re Maldini. Sarebbe una solu-
zione (pi o meno) interna, di
rinascita dal basso e con meno
pressione sulleventuale c.t.
prescelto: nessuna pretesa di
risultato immediato (come
non chiederlo a Conte e Manci-
ni?), solo tanto lavoro, soprat-
tutto sui giovani. Dal passato
potrebbero arrivare due ra-
gazzi dell82, Marco Tardelli e
Claudio Gentile, campioni
dEuropa U21, bench per il se-
condo giochi a sfavore la causa
intentata alla Figc dopo la
mancata conferma nel 2006.
Era circolato il nome di Anto-
nio Cabrini, c.t. delle donne,
anche in accoppiata con Tar-
delli. Infine le soluzioni inter-
ne: Gigi Di Biagio (promosso
dallUnder 21) o Francesco
Rocca che con i giovani ha sem-
pre lavorato bene.
f.li.
RIPRODUZIONE RISERVATA Luciano Spalletti, 55 anni ANSA
UNDER 21
Di Biagio chiama
pure Battocchio
per la Romania
Cambio nelle
convocazioni di Gigi Di Biagio
per limpegno dellItalia Under
21 in Romania (mercoled alle
18.30 in amichevole). Allelenco
dei 23 si aggiunto ieri anche il
centrocampista Cristian
Battocchio. I 24 azzurrini si
ritroveranno al Mancini Park
Hotel a Roma dopodomani,
poi marted la partenza per
Bucarest. Si giocher allIlie
Oana di Ploiesti. Dopo il test
con la Romania, lUnder 21 si
giocher la qualificazione ai
play off degli Europei nelle due
sfide casalinghe con Serbia e
Cipro. Insomma, a differenza
della Nazionale maggiore tutto
chiaro e delineato.
ficile immaginare che in Nazio-
nale assalti la Bastiglia, ci sar
tempo, oppure che ripensi al 4-
2-4. Ripartir dalla Juve. In ag-
giunta, il 3-5-2 stato di recente
rivalutato da Van Gaal (Olanda)
e potrebbe essere sublimato da
Guardiola nel Bayern. Quanto a
Mancini, gli anni di Premier
spiegano che la difesa a quattro
quasi un dogma e che il 4-2-3-1
considerato il sistema pi mo-
derno.
LItalia di Conte Con tutte le
cautele del caso, se il c.t. fosse
Conte, in Norvegia potremmo
scoprire unItalJuve. Ma attenti:
GDS
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
3

LArgentina, dopo laddio di
Sabella, ha rapidamente
ufficializzato il nuovo tecnico:
sar Gerardo Tata Martino
(nella foto Epa), appena scaricato
dal Bara, ma caro a Messi.
E le altre? Il Brasile tornato
nelle mani di Dunga, lOlanda di
Hiddink. Tra Uruguay e Tabarez il
rinnovo sembra una formalit.
Manca soltanto lItalia tra le big.
A meno che non si consideri tale
la Corea del Sud.
IL CALENDARIO
Il 4 settembre a Bari
test con lOlanda
Poi gli Euro-gironi
Il nuovo allenatore degli
Azzurri far il suo esordio a
Bari, il 4 settembre, contro
lOlanda in amichevole. Poi si
passer subito alle cose serie:
il 9 settembre lItalia debutta a
Oslo contro la Norvegia nel
girone di qualificazione a Euro
2016. Prima di chiudere il 2014,
altre tre sfide, sempre di
qualificazione agli Europei: il 10
ottobre a Palermo contro
lAzerbaigian; il 13 ottobre a
Malta contro la nazionale
locale; il 16 novembre a Milano
contro la Croazia. Poi la lunga
pausa sino al 28 marzo (a
meno di improbabili
amichevoli) dellanno prossimo,
data della trasferta in Bulgaria.
LA CURIOSIT
A Coverciano
non c gi pi
casetta Manaus
Il nostro nuovo c.t. non
trover pi a Coverciano la
casetta Manaus, sorta di
sauna in legno fatta costruire
per abituare gli azzurri al clima
torrido della citt brasiliana in
cui hanno poi esordito al
Mondiale. La casetta stata
trasportata a Roma dopo la
partenza della Nazionale per il
Brasile. Pur essendo un po il
simbolo della fallimentare
spedizione di Prandelli e i suoi al
Mondiale, il suo compito lha
fatto in pieno: lItalia infatti ha
vinto una sola partita in terra
brasiliana, proprio a Manaus
contro lInghilterra, 2-1 al debutto
con reti di Marchisio e Balotelli.
Solo unillusione, purtroppo.
Conte-Mancini a chi tocca?
DUE CARRIERE A CONFRONTO
ANTONIO CONTE ROBERTO MANCINI
Et 45 ANNI Et 49 ANNI
Ultimo club allenato
JUVENTUS
Ultimo club allenato
GALATASARAY
Ultimo
stipendio
Il suo staff
alla Juve
Il suo staff
al Galatasaray
Ultimo
stipendio
milioni
di euro
3
milioni
di euro
4,5
collaboratori collaboratori
9 9
IL BILANCIO IL BILANCIO
PALMARES PALMARES
LITALIA DI MANCINI LITALIA DI CONTE
nelle coppe
internazionali
nelle coppe
internazionali
BUFFON BUFFON
VERRATTI
IMMOBILE
(BALOTELLI)
G. ROSSI CANDREVA
BONUCCI CHIELLINI
BARZAGLI
(RANOCCHIA)
DARMIAN
PIRLO
(VERRATTI)
DE SCIGLIO
DARMIAN
BONUCCI
(BARZAGLI)
PIRLO
(VERRATTI)
DE ROSSI
(MARCHISIO)
G. ROSSI IMMOBILE
DE ROSSI MARCHISIO
CHIELLINI DE SCIGLIO
127
24
gare
101
gare
411
gare
233
86
47
27
5
8
11
28
105
73
27
13
vittorie
pareggi
sconfitte
in campionato
(solo prima serie)
in campionato
(solo prima serie)
4-2-3-1 3-5-2
*uno assegnato a tavolino
3* Scudetti 3 Scudetti
4 Coppe Italia
2 Supercoppe Italiane 2 Supercoppe Italiane
1 Premier League
1 Coppa di Turchia
1 Coppa dInghilterra
1 Community Shield
Questioni di stile
ANTONIO & ROBERTO
Lultr e il dandy
Lo strano destino
dei gemelli diversi
I tre scudetti consecutivi di Conte contro lesperienza
internazionale di Mancini. E se Antonio un duro, non si
pu dire che Roberto sia morbido. Nonostante la sciarpa...
ALESSANDRA BOCCI
MILANO
Cominciamo dalla sciar-
pa. Tutti possono portare la
sciarpa, ma la sciarpa di Ro-
berto Mancini sempre com-
posta, il nodo un pezzo da co-
pertina, la giacca non ha mai
bisogno di essere stirata e solo
il ciuffo ondeggia beffardo. Su
Antonio Conte una sciarpa
non la stessa cosa. Perch
Antonio Conte urla si scompo-
ne baruffa con se stesso prima
che con avversari e arbitri. Di
Antonio Conte, Mourinho ha
detto: E come me. Di Anto-
nio Conte, Van Basten ha det-
to: Non lo conosco, ma in
panchina sembra fanatico.
La sciarpa di Conte una
sciarpa da ultr.
Dentro e fuori Una volta, era
ancora un allenatore giovane,
Mancini ha lanciato un mes-
saggio a chi lo considerava un
po narciso: Mi vesto come gli
altri allenatori, cosa c di tan-
to strano?. Era strano lui, en-
fant prodige della panchina,
portamento elegante, altezzo-
so a volte quanto lo era da gio-
catore incapace di frenare la
lingua: fare lo sberleffo a un
potente era come segnare con
un colpo di tacco. Conte ha
giocato la sua partita di addio
al calcio con un gruppo di tifo-
si juventini in un campetto
fuori Torino. Ha sposato Elisa-
betta dopo anni di una convi-
venza iniziata dopo anni da vi-
cini di casa. Mancini va pi ve-
loce: si sposato nel 1990 e ha
figli gi adulti. Conte riser-
vatissimo e pare che lontano
dal calcio sia rilassato e spiri-
toso. Mancini viene fotografa-
to in posti chic e su barche di
grande effetto, ma quello che
gli piace in questo momento
la casa di Jesi dove vivere con
tutta la famiglia, genitori in-
clusi. Conte e Mancini sem-
brano tanto lontani ma alla fi-
ne potrebbero risultare, siste-
mi e schemi a parte, meno di-
versi del prevedibile.
Parole Dicevano che alla
Samp e alla Lazio comandasse
Mancini. Di sicuro era un lea-
der: una volta tent di picchia-
re Veron per questioni tattiche
e non si pu dire che il fisico lo
aiutasse. Mancini era juventi-
no da ragazzo e avrebbe potu-
to prima giocare e poi allenare
la Juve, invece ora lui e Conte
sono qui, i primi candidati a
una panchina da ristrutturare.
Non basta limmagine, serve
sostanza, ma di quella ce n a
sufficienza nel curriculum di
tutti e due: tre scudetti conse-
cutivi con la Juve uno, tre con
lInter laltro. Mancini il ma-
nager di successo anche in In-
ghilterra dove non gli hanno
risparmiato critiche, eppure
fra una seduta con Balotelli e
laltra arrivato un titolo di
Premier League. Mancini ha
incarnato un periodo dellIn-
ter e la rivalit con la Juve ol-
tre ad aver litigato negli anni
con milanisti e arbitri, ma non
ha la durezza di Conte. Per
Mancini le parole non sono co-
se, per Conte sono macigni.
Difficile immaginare Mancini
che dichiara: Se perdo muo-
io. Al massimo potrebbe dire,
come ha detto, se fossi anda-
to avanti con Balotelli alla fine
lo psicologo sarebbe servito a
me.
Incroci Balotelli uno di
quelli che aspetta un c.t. e
chiss se si domandato che
cosa preferirebbe. I giocatori
della Juve si sono profusi in
elogi dellallenatore uscente,
Pirlo ha anche detto che sareb-
be contento di tornare in Na-
zionale con Mancini. Conte
nel club Italia non potrebbe te-
nere sotto pressione i giocato-
ri come faceva alla Juve tutti i
giorni, Mancini con la sua
esperienza sembra lideale per
tornare in alto, ma in Cham-
pions League anche lui ha i
suoi peccati. E a proposito di
Champions, lultimo sgambet-
to a Conte lo ha fatto proprio
Mancini, o per meglio dire
Wesley Sneijder, che lex c.t.
azzurro Prandelli aspetta di
incontrare nel ritiro del Gala-
tasaray e che il nuovo c.t. az-
zurro incontrer con lOlanda
a inizio settembre. Comunque
vada, ci sar un filo spezzato
che si riallaccia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La frase celebre
di Antonio: Io se
perdo muoio. Per
salutare il calcio
gioc con i tifosi
Lex interista
un maestro
di polemica. Ma
lunico ad aver
domato Balotelli
GDS
4
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

VERSO LE ELEZIONI FIGC
Re Carlo resiste
I 9 dissidenti non sfondano
Il favorito ora si rafforza
Verona e Atalanta ago della bilancia, Tavecchio recupera voti in Lega Pro
Lite Cairo-Zamparini, allarme Uefa: Le polemiche oscurano i problemi
VALERIO PICCIONI
Le nove sono rimaste nove anche se i pro-
motori del documento firmato da mezza Serie
A, ritiratevi tutti e due, meglio il commissario
per ritrovare unit, non si sono arresi. Verona e
Atalanta sono nel limbo dellindecisione, condi-
zionate forse dal fatto di essere diventate deter-
minanti. Ma ci sarebbe anche unaltra societ
dubbiosa che si starebbe interrogando. E s per-
ch la cifra di dieci ritenuta la frontiera del
non consenso, secondo le stesse espressioni di
Carlo Tavecchio. Lui stesso aveva detto che
quella novit, una maggioranza in una Lega
importante che non appoggiava pi la sua
candidatura, lo avrebbe portato a fare altre
considerazioni. Cio anche al ritiro. Dunque
quota 10 la terra promessa per le dissidenti e
per il capo dei Dilettanti un territorio decisivo
nella geografia della sua corsa alla presidenza
della Federcalcio, con le elezioni in programma
luned. Laltro candidato, Demetrio Albertini,
manifesta la sua disponibilit al ritiro soltanto a
patto che molli Tavecchio, che con le sue affer-
mazioni ha provocato una decisa frattura nel
calcio. Lex milanista lo farebbe con lunico fi-
ne di tenere unito il nostro mondo che ha urgen-
te bisogno di riforme e di dialogo.
Uefa preoccupata Dallestero, lUefa torna a
farsi sentire con Gianni Infantino, il suo segreta-
rio generale: un peccato che le polemiche ab-
biano oscurato gli altri problemi del calcio ita-
liano. In quanto dirigente dellUefa seguo con
attenzione la vicenda, da italiano la seguo con
preoccupazione.
Un ring Ieri il palcoscenico elettorale dove si
consuma la sfida fra i due partiti della Serie A
diventato un ring. stato Maurizio Zampari-
ni, il presidente del Palermo, proprio uno dei
presunti uomini di mezzo in questi ultimi gior-
ni, ad attaccare: Sono inorridito dal documen-
to che hanno fatto, sono un branco di citrulli.
Hanno anche tentato di cooptarmi, mi hanno
telefonato Cairo e Agnelli ma li ho mandati a
quel paese. Ed proprio Urbano Cairo, il presi-
dente del Torino, a confermare per una met e a
ribaltare per laltra la verit di Zamparini: Tra-
lascio gli insulti, che detti da Zamparini sono
una medaglia e gli ricordo soltanto che luned
sera anche lui era disposto a firmare la lettera.
Come dire: perch hai cambiato idea? In toni
diversi, il derby fra Ferrero e Preziosi, con il neo-
presidente della Sampdoria a chiedere il rinvio
ed eventualmente il voto palese, basta giochini
da Prima Repubblica, il calcio italiano merita
regole, contenuti, sincerit, e quello del Genoa
a dire che neanche se ne parla perch non si
cambiano le regole a due giorni dal voto e que-
sto vorrebbe dire truccare le carte. Andrea Del-
la Valle parla invece di situazione kafkiana e si
aspetta il passo indietro di tutti e due.
Lotito e Carraro Nella recente storia elettorale
italiana, sportiva e non, ribaltoni e mezzi ribal-
toni sono stati frequenti. Nelle Politiche di un
anno e mezzo fa, Bersani doveva vincere e si fer-
m a un quasi pareggio che sapeva di sconfit-
ta. Pagnozzi era presidente la sera prima, ma la
poltrona di presidente del Coni se la prese Mala-
g il 19 febbraio 2013. E nelle ultime Europee, i
sondaggi vedevano Renzi e Grillo appaiati e ci
furono quasi 20 punti fra i due. Ma il meccani-
smo di Leghe e Componenti garantisce un mag-
giore controllo del voto. E cos il decimo sigillo
che non arriva ha un rimbalzo positivo per Ta-
vecchio che starebbe riconquistando consensi
pure in Lega Pro. Il lavoro porta a porta, telefo-
nata per telefonata di Lotito, sommato allattivi-
smo dellex presidente Figc, Carraro, avrebbero
dato i suoi frutti. Il 68 per cento di partenza (34
dei Dilettanti, 17 della Lega Pro, 12 della Lega A
e 5 della B) resta naturalmente lontano, il di-
stacco di mezza Serie A (quindi del 6 per cento)
gi pubblico. Ma laspirazione di Tavecchio sa-
rebbe quella di arrivare a un successo non pro-
prio striminzito, pi vicino al 60 che al 50 per
cento.
Politica e cambiali Il livello della polemica
alto. Anche le accuse, private e pubbliche,
scambiate dai due schieramenti lo dicono. Da
una parte i tavecchiani puntano lindice con-
tro la politica che avrebbe giocato un ruolo im-
proprio, lespressione usata da Andrea Abodi,
il leader della Lega B che parla pi di tutti di
unit e sogna una ricomposizione sul suo nome
fra due anni. Dallaltra gli anti Tav che parlano
di pressioni, interessi, ricomparse di vecchi per-
sonaggi, patti vari ed eventuali che mandano a
farsi benedire lipotesi che Tavecchio possa dav-
vero fare a meno di cambiali come promesso a
Malag. il tallone dAchille della candidatura
naturalmente insieme con lo sdegno generato
dalla sua frase razzista sugli stranieri mangia-
banane. Nelle ultime ore, proprio sulla gover-
nance, ci sarebbero vivaci discussioni nel cam-
po del candidato favorito.
Il film di Ulivieri Parla di scenari anche Renzo
Ulivieri, bersaglio di una manifestazione di pro-
testa in Federcalcio contro il commissariamento
dellAssoallenatori del Lazio. Il presidente dei
tecnici convinto che sotto ci sia unoperazio-
ne diversa. Quale? Bisognerebbe domandarlo
a Lotito, a chi ha ideato questa cosa. Provo d
immaginare altri film, tra qualche mese o un an-
no....
RIPRODUZIONE RISERVATA
MAURIZIO ZAMPARINI
PRESIDENTE DEL PALERMO

Sono rimasto inorridito dal documento dei 9.


Sono un branco di citrulli. Mi hanno chiamato
Agnelli e Cairo, li ho mandati a quel paese
LE PREVISIONI DI VOTO
TAVECCHIO 57%
ALBERTINI 31,6%
Lega
Dilettanti
34%
Lega Pro
14,1%
(50 societ)
Lega Pro
1,4% (5 societ)
Serie B 4,1%
(17 societ)
Serie A 4,8%
(8 societ)
Allenatori
10%
Calciatori
20%
Serie B
0,2%
(1 societ)
SCHEDE BIANCHE 9%
Serie A 5,4%
(9 societ)
Arbitri 2%
Lega Pro 0,9%
(3 societ)
INDECISI 2,4%
Serie B 0,7% (3 societ)
Lega Pro
0,6%
(2 societ)
Serie A
1,8%
(3 societ)
GDS
S
Andrea
Della Valle
Siamo stati
chiari. Mi pare
una situazione
kafkiana. Per
questo abbiamo
chiesto ai
contendenti di
fare un passo
indietro. Poi
decidano loro
Demetrio Albertini
42 ANNI
Dopo la carriera da giocatore
ricca di trofei, ha intrapreso
la strada dirigenziale con
lAssocalciatori e nel 2006,
per un breve periodo, stato
vice commissario
straordinario della Figc.
Dal 2007, con linizio della
presidenza Abete, stato vice
presidente della Federcalcio:
prima della spedizione
azzurra al Mondiale aveva
annunciato le dimissioni.
Carlo Tavecchio
71 ANNI
Presidente della Lega
nazionale dilettanti dal 1999,
nel maggio 2007 stato eletto
vicepresidente della Figc.
Due anni dopo diventa vice
vicario. Luned potrebbe
diventare presidente della
Federcalcio.
Se mi vuoi... puoi.
Ora mi trovi a soli
Ampio display da 5 IPS. Processore Quad Core 1.3 Ghz.
HD sound e fotocamera da 8 Mpxl. Dual Sim Dual Standby.
199
*
*
P
r
e
z
z
o
d
i
v
e
n
d
ita
c
o
n
s
ig
lia
to
a
l
p
u
b
b
lic
o
iv
a
to
.
visit us on
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
5

VERSO LE ELEZIONI FIGC
lo spunto
Thohir tace
Un disinteresse
che stona
con i propositi
=
(m.iar.) Telefoni
bollenti per cercare di
convincere le societ di A
a firmare il documento
anti Tavecchio, quello che
chiede il ritiro suo e di
Albertini per fare largo al
commissariamento della
Federazione e a una
stagione di riforme. Le
dissidenti hanno cercato
di pescare nelle acque pi
abbordabili, cio tra
quelle societ che,
idealmente, condividono
la stessa visione delle
cose. Come lInter che in
Lega, sin dallo scalpo
fallito di Abodi a Beretta,
aveva lottato
allopposizione al fianco
di Juve, Roma e
Fiorentina, per poi sfilarsi
pian piano e cementarsi
col fronte governativo di
Galliani e Lotito: una
parabola suggellata
dallappoggio a
Tavecchio. Pare che sia
partita una chiamata, ad
altissimi livelli, dal gruppo
delle nove al presidente
nerazzurro Erick Thohir. Il
quale avrebbe risposto di
non sapere nemmeno che
luned ci sono le elezioni.
Ovviamente ET tutto sa e a
ET nulla sfugge. Solo che
ha delegato la politica
sportiva a Fassone e
Angelomario Moratti
(fresco consigliere di
Lega). Disinteresse?
Pensiamo piuttosto che
tutto risponda a una
strategia ben precisa e che
il suo silenzio assordante
sulla vicenda tradisca,
semmai, un certo
imbarazzo. E ci
rammarichiamo
dellabisso che c tra i
suoi propositi di rinnovare
il calcio italiano e aprirlo a
nuovi mondi e ladesione a
un patto che ammicca al
pi classico dei
consociativismi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
il retroscena
COSA VOGLIONO LE LEGHE
Pi soldi e pi peso
il patto di sangue
che blinda Tavecchio
Lasse Galliani-Lotito mira a potenziare la A in Federazione
e limitare la responsabilit oggettiva delle societ. Promesso
un aumento dei contributi per B e Lega Pro (ridotta a 40 club)
MARCO IARIA
@marcoiaria1
Soldi, potere, poltrone, e
un calcio a immagine e somi-
glianza delle societ. Se Carlo
Tavecchio ha resistito fino a
oggi allindignazione di un in-
tero Paese, allimbarazzo inter-
nazionale per una frase che ne
ha azzerato la credibilit prima
ancora di essere eletto, un mo-
tivo ci sar. il patto di sangue
stretto dalle leghe, di cui il
gran capo dei Dilettanti rap-
presenta il fedele custode.
Ognuno, in questa partita, ha
qualcosa da guadagnare ed
per questo che nemmeno la
moral suasion del Coni ha fatto
desistere i pattisti dai loro
propositi. Propositi, beninteso,
che vanno oltre Tavecchio, ri-
tenuto ingenerosamente un
mero esecutore da alcuni dei
suoi stessi sponsor, insomma
funzionale ai disegni da porta-
re a compimento. Gi, ma qua-
li?
Follow the money Comincia-
mo dai quattrini, che tutto
muovono, soprattutto nel mio-
pe pallone di casa nostra. La
Serie A, lo sappiamo, pende
dai diritti televisivi: 1 miliardo
allanno, i due terzi del fattura-
to. E, per la propriet transiti-
va, le categorie inferiori pen-
dono dai proventi tv della Serie
A. Si chiama mutualit ed re-
golata dalla Legge Melandri,
col 6% da distribuire tra B e Le-
ga Pro e il 4% che unapposita
fondazione destina allo svilup-
po dei vivai delle societ pro-
fessionistiche, al calcio dilet-
tantistico e a due progetti ex-
tra-calcio. Si tratta di un centi-
naio di milioni a stagione, una
questione di sopravvivenza per
i campionati minori, tanto che
le leghe hanno fatto a botte in
tribunale, salvo poi trovare un
accordo sulla ripartizione. Che
il seguente e vale anche per il
2014-15: alla B vanno 56 milio-
ni, alla Lega Pro 24 e ai Dilet-
tanti 10. Il patto tavecchiano
prevede un aumento di queste
erogazioni, attraverso due le-
ve: da un lato il previsto incre-
mento del 20% delle entrate
televisive per la Serie A nel tri-
ennio 2015-18 (quindi 20 mi-
lioni in pi per la mutualit),
dallaltro una suddivisione pi
favorevole alle leghe dei con-
tributi federali. Questultimo
punto si traduce cos: se luned
Tavecchio vince, la Federazio-
ne diventa a trazione leghi-
sta e le convenzioni Figc-Le-
ghe, appunto, possono essere
modificate in senso migliorati-
vo per le societ. Esempio: la
Lega Pro attualmente percepi-
sce 10 milioni dalla Federcal-
cio che sommati ai 24 della A
fanno 34. Lobiettivo finale di
arrivare a 40-45 milioni, alme-
no uno a societ. No, non ab-
biamo fatto male i calcoli. Nei
piani dei pattisti, infatti, c
la riduzione a 40 squadre della
terza serie, che gi scesa a 60.
Insomma, meno club e pi sol-
di per tutti. Non a caso lonni-
presente Claudio Lotito qual-
che giorno fa a Firenze ha
smesso i panni di presidente
della Lazio e indossato quelli di
patron della Salernitana inter-
venendo allassemblea della
Lega Pro con un discorso pro-
Tavecchio, tutto improntato
sulla convenienza economica
di quel voto. Le stesse promes-
se le ha ripetute ai dirigenti
della serie B, contattati a uno a
uno telefonicamente e incon-
trati poi al varo del calendario,
stavolta in rappresentanza di
Beretta visto che consigliere
federale in quota Serie A. In
particolare, Lotito avrebbe
promesso alla B quel 7,5% dei
diritti tv della A che faceva par-
te degli accordi di separazione
e non si mai materializzato:
adesso si sfiora il 6%, esclu-
dendo i 5 milioni della Coppa
Italia e gli 8 dei contributi Figc.
Regole da cambiare E i van-
taggi per la Serie A? Lasse Gal-
liani-Lotito, dopo aver messo le
mani su via Rosellini, punta a
detenere la golden share politi-
ca di via Allegri, tanto pi con
un presidente federale indebo-
lito dalloffesa razzista. Giusta-
mente la Lega maggiore punta
a contare di pi del 12%, in ra-
gione del suo peso economico.
Attenzione, per, a non passa-
re da un eccesso allaltro. Nei
progetti c lo sfaldamento del-
listituto della responsabilit
oggettiva, che tanti grattacapi
reca ai club: largo ad attenuan-
ti ed esimenti per mitigare le
pene. Ma si mira pi in alto, an-
che se serve necessariamente
la sponda del Governo: cam-
biare la Legge 91 sul professio-
nismo, vecchia di 33 anni, e to-
gliere lacci e lacciuoli ai rap-
porti tra societ e calciatori (e
allenatori). Siamo stanchi di
pagare a vuoto tecnici che si
godono lozio o di vedere gio-
catori che rifiutano trasferi-
menti a parit di condizioni,
lo sfogo di un presidente.
Fattore Lotito Sullo sfondo si
staglia la figura da kingmaker
di Lotito. Tutto questo sbattersi
su e gi per lo Stivale a raccat-
tare voti non sar certo dipeso
dallantico desiderio di mora-
lizzare il calcio. Magari un po
s. Ma qui si tratta di dare il giu-
sto peso alle ambizioni del per-
sonaggio. Che punta a diventa-
re luomo forte del pallone ita-
lico, ad accreditarsi con le isti-
tuzioni come linterlocutore
privilegiato per le istanze da
portare avanti con la politica
(dove sogna di sbarcare, per
sua stessa ammissione, per
dare un contributo al rinnova-
mento) e, magari, anche al-
lestero. Una voce maliziosa ri-
porta lultimo siparietto lotitia-
no. Come pu Tavecchio pre-
sentarsi alle riunioni Fifa e
Uefa?. Risposta da battutista:
Mica ce mannamo lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA
APPROVATO IN CDM
Decreto Alfano
Malag applaude
Grande risultato
Via libera del Consiglio
dei ministri al decreto legge
anti violenza nel calcio. Daspo
fino a 8 anni ai recidivi, daspo
di gruppo, arresto differito per
chi espone simboli razzisti,
divieto di qualsiasi rapporto
commerciale societ-tifosi,
possibilit per il ministro
dellInterno di squalificare le
trasferte di una tifoseria fino a
due anni: questi i contenuti pi
importanti. Ieri il ministro
Alfano aveva spiegato alla
Gazzetta che per chi ha subito
pi daspo, scatter la
sorveglianza speciale come
per i mafiosi.
Reazione positiva dei
sindacati di polizia che
chiedono per un
riconoscimento per il
personale impegnato. Per il
presidente del Coni Malag il
Decreto rappresenta un
grande passo avanti.
I PROTAGONISTI ANCHE MACALLI SPONSOR
1 Claudio Lotito, 57 anni, presidente della Lazio dallestate
2004 e consigliere federale in quota Serie A 2 Mario Macalli,
77 anni, presidente della Lega Pro dal 1997. Sono tra gli sponsor
principali della candidatura di Carlo Tavecchio ANSA
1
2
Il ruolo cruciale
del patron della
Lazio: ha convinto
uno dopo laltro
i presidenti incerti
Erick Thohir, 44 anni ANSA
6
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

F
a
s
e
a
g
ru
p
p
i
O
g
n
i v
itto
ria
n
e
i g
ru
p
p
i
O
g
n
i p
a
re
g
g
io
n
e
i g
ru
p
p
i
O
tta
v
i
Q
u
a
rti
S
e
m
ifin
a
li
F
in
a
lis
ta
C
a
m
p
io
n
e
8,6
1
0,5
3,5
3,9
4,9
6,5
10,5
Dati in milioni di euro
TOTALE
DA DISTRIBUIRE
AI 32 CLUB
I BONUS
PER I RISULTATI
DI OGNI SQUADRA
500,7
milioni
di euro
milioni
di euro
in base
ai risultati
409,6
dal market pool,
in base al valore
dei diritti tv di
ciascun Paese
IL TESORO DELLA CHAMPIONS
CHAMPIONS
PLAYOFF
La doppia sfida del Napoli contro
lAthletic Bilbao si disputer il 19 ago-
sto al San Paolo e il 27 al San Mams
di Bilbao. Entrambe le partite avran-
no inizio alle 20,45. Ecco il program-
ma completo dei playoff che qualifi-
cheranno 10 squadre ai gironi di
Champions League, ai quali sono gi
ammesse la Juventus e la Roma. Le
10 squadre che usciranno sconfitte
dal doppio confronto retrocede-
ranno ai gironi di Europa League
PLAYOFF
GIRONE PIAZZATE
Besiktas (Tur)-Arsenal (Ing); NAPOLI
(ITA)-Athletic Bilbao (Spa); Stan-
dard Liegi (Bel)-Zenit (Rus); Lilla
(Fra)-Porto (Por); Copenaghen
(Dan)-Bayer Leverkusen (Ger).
GIRONE CAMPIONI
Salisburgo (Aus)-Malm (Sve);
Steaua Bucarest (Rom)-Ludogo-
rets (Bul); Slovan Bratislava
(Slk)-Bate Borisov (Bie); Aalborg
(Dan)-Apoel Nicosia (Cip); Maribor
(Slo)-Celtic (Sco)
il programma
LArsenal di Wenger
contro il Besiktas
Il Porto pesca il Lilla
Ahi Napoli
che jella
Pescato lAthletic
Ma Higuain viaggia
a un gol allora
Benitez accelera il recupero del Pipita, che in maglia
Real aveva una media spaventosa contro i baschi
LERRORE DEI POLACCHI
Squalificato
in campo:
Legia escluso
Celtic dentro
Nellurna di Nyon, ieri,
cera il Celtic e non il Legia
Varsavia, che ha dominato il
preliminare con gli scozzesi
(4-1 allandata, 0-2 al ritorno).
Ma i polacchi sono stati puniti
con il 3-0 a tavolino - che ha
qualificato il Celtic - per un
errore incredibile. All86 della
gara in Scozia, il Legia
ha fatto entrare Bereszynski:
doveva scontare 3 giornate di
squalifica per unespulsione
nellEuropa League 2013-14,
ma ne ha scontata solo una
(allandata con il Celtic), non
essendo nella lista Uefa del
Legia nel 2 turno preliminare
di Champions di questanno
contro il St Patricks. Entro
cinque giorni lappello del club
polacco retrocesso in Europa
League: errore non decisivo, la
tesi del Legia. Il Celtic intanto
stato sorteggiato in Champions
con il Maribor. Gi nel 2011 gli
scozzesi furono ripescati: il
Sion, che laveva battuto nei
preliminari di Europa League,
fu escluso per aver schierato 5
giocatori non eleggibili.
MIMMO MALFITANO
NAPOLI
Che iella! Lavrebbero
evitato volentieri, lAthletic Bi-
lbao. Ma il sorteggio non ha
avuto alcun riguardo per il Na-
poli: contro i baschi si giocher
per il prestigio e per il futuro.
Quello in Champions League,
certo, perch soltanto vincen-
do il club potr accedere alla
fase a gironi della maggiore
competizione europea. Ci
capitato lavversario pi diffi-
cile. Giocano un buon calcio,
sar una bella partita, una sfi-
da molto intensa. Il Napoli, co-
munque, preparato e deter-
minato ad andare avanti. Sin-
tetico il commento di Rafa Be-
nitez, che conosce molto bene
il calcio spagnolo e, dunque, le
potenzialit dellavversario.
Garanzia Higuain Tanti timo-
ri, dunque, a partire dallaspet-
to ambientale (la gara di ritor-
no si giocher al San Mames,
50 mila spettatori, in una bol-
gia infernale), ma anche un
dato confortante, che riguarda
Gonzalo Higuain: durante la
sua esperienza in Spagna, col
Real Madrid, ha realizzato 8
reti in dieci partite contro
lAthletic Bilbao. Una media
impressionante, considerati i
minuti giocati, 498, che signi-
ficano una media di un gol
ogni 62,25 minuti. Insomma,
per i baschi, il Pipita stato
davvero un incubo e lambien-
te napoletano si aspetta che lo
sia ancora nel doppio confron-
to di questo playoff.
Recupero determinante In
questi giorni, Higuain sta acce-
lerando il ritmo negli allena-
menti, seguito da Paco De Mi-
guel, il preparatore atletico
che ne sta curando il lavoro. La
presenza dellargentino ne-
cessaria, soprattutto dopo
aver visto allopera Zapata e
Michu, i due attaccanti che do-
vrebbero esserne lalternativa.
Le quattro amichevoli fin qui
giocate dal Napoli hanno evi-
denziato uno stato di forma
ancora precario per entrambi.
Condizione che ha spinto Be-
nitez a mettere sotto pressione
Higuain. La tabella di lavoro,
preparata dal tecnico e dai
suoi collaboratori, dovrebbe
permettere al Pipita di rag-
giungere una condizione otti-
male in tempo utile per la gara
di andata in programma mar-
ted 19, al San Paolo.
Attesa Michu Per quella da-
ta, lallenatore auspica di poter
contare anche sullultimo arri-
vato, Michu, prelevato dalla
Swansea proprio per dare
maggiore consistenza allat-
tacco. Ma, sul piano della pre-
parazione un tantino in ritar-
do. Daltra parte, nella passata
stagione ha giocato poco, ap-
pena 24 partite, realizzando
solo 6 reti, condizionato com
stato dagli infortuni al ginoc-
chio prima e alla caviglia do-
po. I suoi numeri, tuttavia, so-
no rassicuranti: su di lui Beni-
tez ha puntato senza esitazio-
ni, convinto di aver scelto
lalternativa giusta a Higuain e
non solo. In effetti, Michu pu
giocare sia da prima punta che
da seconda ed molto forte di
testa e negli inserimenti.
Cessione Zapata La crescita
dellattaccante spagnolo po-
trebbe convincere il club a ri-
vedere le proprie strategie su
Duvan Zapata. De Laurentiis
deve investire parte dei ricavi
nellacquisto di un centrocam-
pista (Lucas Leiva in vantag-
gio su Fellaini, adesso) e, quin-
di, non pu spendere per in-
gaggiare un altro attaccante.
Se Michu dovesse confermar-
si, allora non escluso che Ric-
cardo Bigon possa vendere Za-
pata al miglior offerente. Ogni
discorso, per, stato riman-
dato a dopo il playoff, quando
il Napoli sapr se sar in
Champions League.
RIPRODUZIONE RISERVATA
8
gol di Higuain
Nella Liga, largentino ha segnato
8 gol in 10 partite contro lAthletic,
giocando un totale di 498 minuti
CHE COSA FARE A BILBAO LA SQUADRA AZZURRA GIOCHER LA PRIMA PARTITA IN CASA, IL RITORNO RESTA UNA SFIDA DELICATISSIMA
Ali, intensit e San Mames, ma la difesa balla
la curiosit
MIRANTE
DAMBROSIO
STENDARDO
P. CANNAVARO
QUAGLIARELLA INSIGNE
IMMOBILE
DI NATALE
NOCERINO LODI
CRISCITO
IL NAPOLI DEI NAPOLETANI 4-2-3-1
All. Montella
Che squadrone
il Napoli autarchico
come lAthletic
(g.m.) Se il Napoli, come
lAthletic Bilbao, si facesse
rappresentare solo da
giocatori della sua terra,
potrebbe schierare una
formazione niente male. Da
Napoli: Stendardo, Cannavaro,
Nocerino; da Castellamare:
Mirante e Quagliarella; da
Frattamaggiore: Lodi e Insigne;
da Cercola: Criscito; da
Caivano; DAmbrosio; da Torre
Annunziata: Immobile; da
Pomigliano: Di Natale. In panca
anche Floro Flores, Borriello,
Palladino, Migliaccio e Sardo.
COME GIOCA
Bilancio: 20 partite,
7 vittorie, 6 pareggi, 7 sconfitte
Miglior risultato: Quarti nel
1956-1957 (eliminato dal Man. Utd)
Con le italiane in Europa: 14 partite,
7 vittorie, 2 pareggi, 5 sconfitte
Partecipazioni
5
GDS
IN CHAMPIONS
IRAIZOZ
IRAOLA GURPEGUI LAPORTE
SUSAETA BEAT
ADURIZ
MUNIAIN
ITURRASPE RICO
BALENZIAGA
ATHLETIC BILBAO 4-2-3-1
All. Valverde
DARCO
Iker Muniain, 21 anni AP
Gonzalo Higuain, 26 anni, 17 gol in campionato nella scorsa stagione ANSA
ALEX FROSIO
Che fosse la pallina pi
scottante nellurne si sapeva.
LAthletic Bilbao era il peggior
avversario possibile per il Na-
poli perch proprio al Napoli
assomiglia, ma a differenza
della squadra di Benitez si pu
dire che abbia gi completato il
proprio processo di maturazio-
ne. Unestate fa, Ernesto Val-
verde ha trovato un gruppo ri-
cettivo, abituato da Marcelo
Bielsa ad apprendere concetti
tattici. La praticit di Valverde,
basata sul 4-2-3-1, ha fatto il
resto. Il tecnico dei baschi, pe-
r, si presenta al Napoli con un
grosso punto interrogativo:
limpianto rimasto pratica-
mente lo stesso dellultima sta-
gione, ma ha perso Ander Her-
rera, trequartista venduto al
Manchester United e difficil-
mente sostituibile (e non solo
per il mercato autarchico da
sempre marchio di fabbrica
dellAthletic).
Attesa Rispetto alla squadra
che ha chiuso lultima Liga alle
spalle dellinarrivabile triumvi-
rato Atletico-Real-Bara, qual-
che problema in pi davanti
lAthletic ce lavr. Valverde ha
intenzione di riadattare da
10 Beat, che pi un regista
ed meno dinamico di Herre-
ra, oppure proporre il nuovo
arrivato Borja Viguera, che
pi seconda punta (25 gol lan-
no scorso con lAlaves). Resta-
no tuttavia pericolosi Aduriz -
centravanti da 16 gol nella sta-
gione passata - e soprattutto il
talentino Muniain, 21 anni,
campione dEuropa con la Spa-
gna nel 2011 e nel 2013. Lui a
sinistra e Susaeta dallaltra
parte saranno da tenere doc-
chio: il Napoli non dovr con-
cedere loro spazio alle spalle
dei terzini (Britos a sinistra sa-
rebbe una buona soluzione,
per esempio). E poi occhio alla
grande intensit praticata dal-
lAthletic, che pressa, ti sta ad-
dosso e poi riparte in velocit
con i tre trequartisti che si
scambiano le posizione e con
lincursore Rico che si inserisce
da dietro. Il Napoli deve prepa-
rarsi a giocare dattesa, soprat-
tutto a San Mames, dove lanno
scorso vinsero solo lEspanyol e
due volte lAtletico Madrid
(giocando proprio di rimessa).
Uno contro uno Detto questo,
Benitez ha le armi per superare
lostacolo basco. In difesa,
lAthletic pu contare su un po-
tenziale fenomeno, Laporte,
classe 94, che con Varane for-
mer la coppia centrale della
Francia del futuro ( lunico
straniero, come Lizarazu
nato nella regione franco-ba-
sca dei Pirenei). Ma gli altre tre
non sono fenomeni. Nelluno
contro uno, le ali del Napoli -
Insigne, Callejon e/o Mertens -
possono far male. Come, natu-
ralmente, la forza dirompente
di Higuain. Hamsik, invece,
avr il doppio compito di co-
mandare le ripartenze e pro-
vocare agonisticamente Itur-
raspe: il centrocampista basco
spinse Bielsa a trasformare a
Javi Martinez in difensore, ma
resta un tipo facilmente in-
fiammabile. Meglio far scalda-
re lui che il nuovo San Mames
appena completato.
RIPRODUZIONE RISERVATA
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
7

FRANCESCO BRAMARDO
TORINO
Poco importa che il primo gol in
maglia granata sia arrivato su un cal-
cio di rigore omaggio dei compagni do-
po un consulto tra Moretti e Nocerino.
Fabio Quagliarella tornato ad assa-
porare la gioia del gol, dieci mesi dopo
lultimo con la maglia della Juve, rete
numero 15 nelle Coppe con una media
di un gol a partita nei 1484 in cui lat-
taccante di Castellammare rimasto in
campo. Pi che per il gol, i brividi mi
sono venuti per lovazione della curva
Maratona allingresso in campo, lo ar-
chivio tra i pi bei ricordi della carrie-
ra, racconta Quagliarella il giorno do-
po il secondo debutto in granata, nove
anni dopo lultima passerella. I tifosi
hanno capito la mia voglia di ritornare
al Toro e far bene. Nellestate del 2005
ho vissuto il giorno pi brutto della
carriera, ci fu detto che in tre giorni la-
vorativi sarebbero arrivate la fidejus-
sioni, non arrivarono mai.
Protagonisti il
mio undicesimo anno
a Torino ricorda
lattaccante inizia
una nuova avventu-
ra con il Toro in Eu-
ropa e in Serie A, da
protagonisti. Sar dura
contro i croati in Europa
League, ma possiamo far
bene e ce la giocheremo in
casa davanti allOlimpico pie-
no. Cairo un presidente
ambizioso, Ventura un alle-
natore che sa preparare le
partite, che ti insegna cal-
cio e schemi ma non ti in-
gabbia, a differenza di al-
tri allenatori lascia spa-
zio alla fantasia. Cerci? Lho visto mol-
to sereno, in cuor mio spero rimanga,
sarebbe un gran bel Toro.
Osso duro meno famoso dei cugini
dellHajduk ma lRNK di Spalato di
questi tempi squadra temibile. Pote-
va andare meglio, il senso dei com-
menti di Giampiero Ventura e del pre-
sidente Cairo al sorteggio di Nyon. I
croati (andata il 21 a Spalato, ritorno il
28 allOlimpico) dopo tre giornate so-
no terzi in classifica e ancora imbattuti
in nove gare tra campionato e prelimi-
nari di Europa League. Non siamo
stati fortunatissimi, andremo ad af-
frontare una squadra molto pi avanti
di noi ammette Ventura . Il loro li-
vello decisamente superiore a quello
del Brommapojkarna, per cui ci atten-
de un turno molto pi difficile. Se ab-
biamo delle ambizioni non importa
tanto chi sar il nostro avversario ma
cosa saremo noi quando lo affrontere-
mo.
Cerci pensa al Toro Ottimista il presi-
dente Cairo: Se vogliamo accedere ai
gironi dobbiamo iniziare ad abituarci a
un livello superiore di difficolt. A me
lEuropa League piace, un onore es-
serci e non lo nego, ci piacerebbe anda-
re avanti il pi possibile. Contro i
croati potrebbe esserci ancora Cerci?
Se le sue ambizioni sono di giocare in
Europa, se felice di rimanere con noi
lo pu fare. Ho ceduto Ogbonna e Im-
mobile, non tengo Cerci controvoglia
ma forse il momento anche per Ales-
sio di pensare alla proposta del Torino.
Il Milan? Galliani mi ha cercato a Forte
dei Marmi ma non mi sono fatto trova-
re, sorride Cairo. Il destino di Cerci
Torino o estero (Atletico Madrid, ndr),
il bilancio in attivo e non ho necessit
di venderlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
EUROPA
LEAGUE
Questi gli accoppiamenti dei playoff di
Europa League scaturiti dal sorteggio
svoltosi ieri a Nyon (andata 21 agosto,
ritorno 28 agosto). Alle 31 formazioni
vincitrici si aggiungeranno le 7 gi am-
messe alla fase a gironi, tra la quali la
Fiorentina, e le 10 perdenti i playoff per
lammissione alla Champions League.
Le 48 squadre verranno quindi suddivi-
se tramite sorteggio in 12 gironi da 4.
EUROPA LEAGUE
I PLAYOFF
Sarajevo (Bos)-Borussia Moenchen-
gladbach (Ger); Apollon (Cip)-Lokomo-
tiv Mosca (Rus); Astana (Kaz)-Villarreal
(Spa); Young Boys (Svi)-Debrecen
(Ung); Zwolle (Ola)-Sparta Praga (R.
Cec.); Spartak Trnava (Slk)-Zurigo
(Svi); Asteras (Gre)-Maccabi Tel-Aviv
(Isr); AEL Limassol (Cip)-Tottenham
(Ing); Dnipro (Ucr)-Hajduk Spalato
(Cro); Dinamo Minsk (Bie)-CD Nacional
(Por); Qarabag (Aze)-Twente (Ola); Pe-
trolul (Rom)-Dinamo Zagabria (Cro);
HJK Helsinki (Fin)-Rapid Vienna (Aut);
Trabzonspor (Tur)-Rostov (Rus); Zim-
bru (Mol)-Paok Salonicco (Gre); Rnk
Spalato (Cro)-TORINO (Ita); Omonia
(Cip)-Dinamo Mosca (Rus); Aktobe
(Kaz)-Legia Varsavia (Pol); Lione
(Fra)-Astra (Rom); Lokeren (Bel)-Hull
City (Ing); Neftci (Aze)-Partizan Bel-
grado (Ser); Ruch (Pol)-Metalist
Kharkiv (Ucr); Elfsborg (Sve)-Rio Ave
(Por); Psv (Ola)-Shakhtyor Karagan-
dy (Bie); Karabukspor (Tur)-Saint
Etienne (Fra); Stjarnan (Isl)-INTER
Le 31 doppie sfide e le squadre gi qualificate
La Fiorentina
ammessa
alla fase a gironi
(Ita); Panathinaikos (Gre)-Midtjylland
(Dan); Feyernoord (Ola)-Zorya (Ucr);
Grasshopper (Svi)-Club Bruges (Bel);
Real Sociedad (Spa)-Krasnodar
(Rus); Rijeka (Cro)-Sheriff Tiraspol
(Mol)
LE 7 GI AMMESSE AI GIRONI
Siviglia (Spa), Dinamo Kiev (Ucraina),
FIORENTINA (Ita), Wolfsburg (Ger),
Everton (Ing), Estoril (Por), Guingamp
(Fra)
LInter se la ride con gli islandesi
Lo Stjarnan famoso per le scenette dopo i gol ma fa sul serio: ha eliminato il Lech Poznan
COME GIOCA
JONSSON
JOHANNSSON PRAEST
VEMMELUND
RAUSCHENBERG LAXDAL
ARNASON
TOFT
BJORGVINSSON PUNYED FINSEN
STJARNAN 4-2-3-1
ALL. SIGMUNDSSON
GDS
GIULIANO ADAGLIO
Lurna di Nyon ha rega-
lato allInter una trasferta di
quasi tremila chilometri in
terra islandese: una primizia
per la squadra nerazzurra, che
mai ha affrontato nelle coppe
una squadra della terra dei
ghiacci. Lavversario lo Stjar-
nan, grande sorpresa dei turni
preliminari. Ricordate lesul-
tanza con il trenino dei gioca-
tori del Bari a met Anni 90?
Dilettanti, se paragonati a
quelli dello Stjarnan. Le core-
ografie messe in scena dalla
squadra islandese dopo ogni
gol nellestate del 2010 sono
paragonabili ad autentiche
messe in scena teatrali, quan-
do non a numeri circensi. Ulti-
mamente la fantasia sembra
essersi esaurita, lasciando
spazio ai risultati sul campo.
Lo Stjarnan, salito in prima di-
visione nel 2008, negli ultimi
due anni ha sempre raggiunto
la finale di Coppa dIslanda,
cedendo a Kr e Fram, le due
grandi della capitale
Reykjavik. Anche in campio-
nato le cose non vanno male:
terzo nel 2013, questanno
secondo a due punti dalla ca-
polista Fh, quando il torneo
al giro di boa. In Europa la ca-
valcata stata trionfale. Un
doppio 4-0 ai gallesi del Ban-
gor nel primo turno prelimi-
nare, poi il successo ai supple-
mentari sugli scozzesi del
Motherwell e infine limpresa
contro il Lech Poznan: 1-0 in
casa e 0-0 in Polonia.
Bomber Il capocannoniere
stagionale Olafur Karl Fin-
sen, 6 reti in campionato e 5 in
Europa, di cui 4 su rigore. Il
giocatore pi conosciuto il
collega di reparto Veigar Pall
Gunnarson, classe 1980, con
un passato importante nella
Tippeligaen norvegese e una
fugace apparizione al Nancy.
Non un titolare fisso: nelle
ultime gare il tecnico Sigmun-
dsson gli ha preferito il pi
giovane Rolf Toft, talento da-
nese arrivato questanno dal-
lAalborg. A garantire le geo-
metrie in mezzo al campo ci
pensa un altro straniero,
lamericano di origine salva-
doregna Pablo Punyed, appas-
sionato - stando ai suoi tweet -
di mappe e sudoku.
Quartiere A proposito di
mappe: la squadra espres-
sione di un sobborgo di
Reykjavik, Gardabaer, poco
pi di diecimila abitanti, fa-
moso per essere sede di uno
dei centri di produzione tv pi
allavanguardia dEuropa. Ci
girano la serie per bambini
Lazy Town, che ha come
protagonista un buffo supere-
roe chiamato Sportacus. An-
che se nella squadra di Sig-
mundsson nessuno dotato di
superpoteri, la truppa di Maz-
zarri far bene a non sottova-
lutare la trasferta islandese,
specie nellandata di Reykja-
vik. A tal proposito, lo Stjar-
nan aveva chiesto agli avver-
sari linversione del campo, vi-
sto che il 21 agosto nello sta-
di o del l a capi tal e i n
programma un incontro della
nazionale femminile. La ri-
sposta dellInter stata nega-
tiva: il viaggio in Islanda a ri-
dosso del campionato sarebbe
stato troppo dispendioso in
termini di energie. Probabile
dunque che la partita si giochi
il giorno prima, mercoled 20
agosto. In ogni caso il sorteg-
gio stato accolto con favore
dal tecnico islandese, che ha
confessato di essersi messo a
saltare di gioia quando lurna
ha abbinato la sua squadra al-
lInter: Ci sembra di conti-
nuare a volare, una grande
fortuna affrontare una squa-
dra prestigiosa come lInter.
Poi, con modestia e realismo,
ha lasciato intendere che le
speranze di qualificazione per
lo Stjarnan siano ridotte al lu-
micino ma ha assicurato che i
suoi ragazzi ce la metteranno
tutta per rendere la vita diffi-
cile ai nerazzurri.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ANDREA LUCHETTA
I cugini poveri hanno
fretta di mostrare largenteria.
Una vita da seconda squadra di
Spalato, a mangiar la polvere
dietro lHajduk, una delle quat-
tro grandi del calcio jugoslavo.
Ora c aria di sorpasso, e nella
darsena spalatina l dove nel
1912 un gruppo di portuali
anarchici fond la squadra che
poi divenne il Club dei lavora-
tori (Radnicki Split) - non vo-
gliono certo lasciarsi sfuggire
loccasione. Quello del Toro,
sognano, potrebbe essere lo
scalpo capace di ridefinire le
gerarchie.
Rapaic racconta una gran
bella societ, racconta alla
Gazzetta Milan Rapaic, esordi
da hajducko prima di una car-
riera che ha toccato il vertice in
Italia, fra Perugia (1996-2000)
e Ancona (2003-04). Dimenti-
cate le origini proletarie, il Ra-
dnicki fonda il suo successo
proprio sulla gestione privatiz-
zata, caso rarissimo nellex Ju-
goslavia. I proprietari sono
degli imprenditori molto seri.
Hanno preso il club quando era
nei dilettanti e lo hanno rilan-
ciato alla grande. Tre tornei
vinti in tre anni e terzo posto
alla prima stagione in Prva Li-
ga (2009-10): da l mai pi sot-
to il quinto, con la frustrazione
di arrivare sempre un passetto
dietro ai rivali. Crescono di
anno in anno, merito di una
programmazione seria, conti-
nua Rapaic. In prima squadra
combinano giovani e pi esper-
ti. Dei vecchi mi piace Mate Bi-
lic (centravanti di 33 anni), ma
sono bravi anche Andrija Vuko-
vic (31 anni, portiere) e Tomi-
slav Dujmovic (33 anni, media-
no). Il Radnicki la squadra
che ha lanciato Ante Rebic, ala
della Fiorentina in prestito in
Germania. Si vedeva che era
fortissimo. Ora dicono meravi-
glie di Marko Rog, contro il
Chernomorets ha vinto da so-
lo. Il 2-0 agli ucraini - dopo le
vittorie sugli armeni del Mika e
gli israeliani dellHapoel Beer
Sheva - ha fotografato lesplo-
sione del 19enne. Arrivato in
sordina questestate dal Varad-
zin (terza serie), ha sorpreso di
partita in partita. Ala destra
naturale nel 4-4-2, ha giocato
anche da interno sinistro nel 4-
3-3 o da trequartista nel 4-2-
3-1. Tecnica e faccia tosta non
gli mancano. Il Torino favo-
rito, e non solo perch Petrachi
(il d.s. granata, ndr) mio ami-
co, ride Rapaic. Poi si sa, nel
calcio.
Tutto sullandata In Croazia il
Toro temuto. Ma Ivan Matic,
tecnico degli spalatini, ci crede
sul serio. Possiamo giocarce-
la, loro non saranno ancora in
forma. Dobbiamo puntare tut-
to sullandata in casa, fonda-
mentale che lo stadio sia pie-
no, ha detto. Galovic e Glu-
mac sono una coppia di centra-
li molto affiatata. Occhio a
Glumac sulle palle alte, sa se-
gnare, ci dice il giornalista
Aleksandar Holiga. Punti de-
boli? Rugasevic, il terzino si-
nistro, un tipo impulsivo. Al-
tro ostacolo il calendario: sei
giorni prima dellandata col
Torino, il Radnicki dovr ve-
dersela con la Dinamo Zaga-
bria, 9 titoli negli ultimi 9 anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA
RADNICKI SPALATO GLI EX CUGINI POVERI DELLHAJDUK
Lallarme di Rapaic
Toro, stai attento
Rog vince da solo
COME GIOCA
VUKOVIC
BELLE BILIC
RADOTIC GLUMAC GALOVIC RUGASEVIC
ROG VIDOVIC DUJMOVIC GLAVINA
RNK SPALATO 4-4-2
ALL. IVAN MATIC
GDS
Unesultanza del Radnicki
4
LA
SCHEDA
S
Fabio
Quagliarella
31 anni
Le sue
squadre
Torino
1999/2003
e 2004-2005
Fiorentina
2002
Chieti
2003-2004
Ascoli
2005-2006
Sampdoria
2006-2007
Udinese
2007-2009
Napoli
2009-2010
Juventus
2010-2014
IL PROTAGONISTA LEX JUVE IN GOL DOPO 10 MESI
Quagliarella tornato:
Io e Cerci, che squadra
LE FOLLI ESULTANZE
g
guarda le immagini su
www.gazzetta.it
esultanzeCreative
Dalluomo-pesce al valzer viennese
I festeggiamenti dopo i gol dei giocatori dello Stjarnan
hanno fatto il giro del mondo: ci sono giocatori che si
trasformano in pesci e vengono raccolti con un amo immaginario
dai compagni; altri che simulano un valzer viennese; altri ancora
che mettono in scena un parto con tanto di ostetriche. Non
mancano riferimenti ad altri sport come ciclismo e canottaggio.
8
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
9

CALCIO
DESTATE
LE VITTORIE DI MORATTI I SUOI ALLENATORI
Mondiale
per Club
Champions
League
Coppa
Uefa
Scudetti Supercoppe
italiane
Coppe
Italia
2010 2006* 2007 2008 2010 2011 2010 1998 2005 2006 2010 2005 2006 2010 2011
*a tavolino
Bianchi, Suarez, Hodgson, Castellini,
Simoni, Lucescu, Lippi, Tardelli, Cuper,
Verdelli, Zaccheroni, Mancini, Mourinho,
Benitez, Leonardo, Gasperini, Ranieri,
Stramaccioni, Mazzarri
4 4 5 1 1 1
2008
proprietario unico dal 1995 al 2013
la storia
UNASSENZA CHE FA RUMORE
Unestate senza Inter
Moratti ostaggio
di Thohir e Mazzarri
La passione dellex patron in calo: non vede i nerazzurri
da quasi tre mesi, non stato coinvolto in alcune decisioni
e ora pensa di lasciare la presidenza onoraria. ET, per,
lo vuole al suo fianco e il tecnico conta di farlo ritornare tifoso
LUCA TAIDELLI
@LucaTaidelli
MILANO
Unassenza che in casa
Inter pesa pi di tante nuove
presenze. Massimo Moratti
sullAventino, ostaggio di
Erick Thohir e Walter Mazzar-
ri. Nel senso che il primo non
vuole fare a meno di lui e il se-
condo con la squadra pu re-
stituirgli lentusiasmo da tifo-
so. La prossima settimana sa-
ranno tre mesi che il Presiden-
te lontano dal suo grande
amore. Una passione che per
ha iniziato ad affievolirsi pro-
prio in quella notte veronese
del 18 maggio, quando MM si
present a sorpresa al Bente-
godi per il grande addio dei
suoi senatori argentini. Sol-
tanto uno dei passaggi della ri-
voluzione thohiriana che sem-
brano avere portato quasi in
dissolvenza luomo che per 18
anni stato lombelico del
mondo nerazzurro.
Faccia a faccia obbligato In
vacanza tra barca e Forte dei
Marmi, Moratti starebbe tutto-
ra pensando di lasciare la pre-
sidenza onoraria. Abituato a
comandare, di una carica di
facciata non sa cosa farsene. E
preferisce non parlare di Inter
proprio perch lultima parola
ormai spetta ad un altro.
Thohir per contro sta facendo
blocco perch lo ritiene co-
munque fondamentale, pur
ammettendo che anche in un
matrimonio si pu avere opi-
nioni divergenti e a volte addi-
rittura litigare per il bene co-
mune. I due comunque si ve-
dranno al pi tardi il 26 ago-
sto, quando il tycoon sar a
Milano per il Cda. Un faccia a
faccia non sar pi differibile.
Malgrado alcune voci, la fami-
glia che ha fatto la storia del
club non sembra intenzionata
a cedere addirittura il 30% di
quote rimaste dopo il passag-
gio di propriet del novembre
scorso. Da contratto, la mossa
sarebbe anche possibile con
prelazione a Thohir stesso ,
mentre lindonesiano non po-
trebbe vendere il proprio 70%
prima di tre anni. Eppure Mas-
simo un segnale lo aveva gi
dato nel maggio scorso, quan-
do di fatto aveva passato ai fi-
gli Angelomario (vicepresi-
dente) e Giovanni il pacchetto
nerazzurro.
Tutti i nodi Ma cosa ha porta-
to il petroliere a questa fred-
dezza? Anche se in superficie i
rapporti con ET sono e riman-
gono ottimi, c una delusione
generale per non essere stato
coinvolto in alcune decisioni;
per il trattamento riservato ai
vari Cambiasso, Samuel e Mili-
to; per la curiosa vicenda Za-
netti; per il recente allontana-
mento di 14 dipendenti stori-
camente legati alla famiglia,
mentre ad altri dirigenti con
cui il vecchio proprietario uni-
co aveva rotto veniva dato
sempre pi potere.
Quel biennale... Una delle
vittorie di Moratti sembrava
essere la vicepresidenza a Ja-
vier Zanetti. Lex patron ha
sempre spinto perch largen-
tino rimanesse in societ con
una carica tra le pi alte. Fos-
se per me, Javier sarebbe pre-
sidente. Ha la stessa statura
morale di Facchetti diceva nei
mesi scorsi. Il 10 maggio, a
margine della festa per lulti-
ma a San Siro del Capitano,
fingendosi sbadato Moratti
bruci Thohir annunciando la
prossima vicepresidenza di
Pupi. Peccato che a giugno Za-
netti abbia firmato un contrat-
to biennale fatto curioso,
trattandosi di una bandiera e
di una carica cos importante
e che non sia tuttora chiara
loperativit del Capitano.
Autocritica Moratti in gene-
rale ci rimasto male per come
un certo mondo stato messo
da parte senza tanti compli-
menti. Per la perdita dello sti-
le Inter a lui tanto caro. Il tut-
to per facendo anche autocri-
tica. Perch lui il primo a sa-
pere che la societ richiedeva
una nuova struttura, pi snel-
la, manageriale, aperta anche
allestero. Tra i mea culpa del
petroliere infatti c il mancato
sfruttamento delleffetto Tri-
plete. Nel 2010 lInter ha vin-
to tutto, ma non ha saputo ca-
valcare quellonda lunga non
soltanto sul campo, quanto so-
prattutto a livello di popolari-
t, marketing e merchandi-
sing. Col senno di poi, il petro-
liere si anche pentito di non
aver dato negli anni il giusto
spazio a Piero Ausilio, rimasto
a lungo allombra di Marco
Branca fino allarrivo di Thohir
e dimostratosi poi abilissimo
soprattutto sul mercato.
Effetto tifoso Questo per dire
che da un lato Moratti sente
lInter non pi sua, ma dallal-
tro ha apprezzato lintrapren-
denza di Thohir, la recente no-
mina delluomo forte Boling-
broke (che ha potuto conosce-
re ed apprezzare a cena in
maggio) e soprattutto i risulta-
ti della squadra in questa esta-
te. E qui scatta leffetto Maz-
zarri. Perch se il tecnico sapr
far correre lInter anche con i
tre punti in palio, restando
Moratti il primo tifoso ci vorr
ben poco per fargli tornare an-
tichi entusiasmi. E per fargli
capire che lui conta ancora.
RIPRODUZIONE RISERVATA
PASSAGGIO DI CONSEGNE DA UN PATRON ALLALTRO
1 Massimo Moratti, 69 anni, riceve da Erick
Thohir, 44, la maglia numero 18, come i suoi anni
al comando dellInter; 2 Pranzo alla Pinetina con
i nuovi soci; 3 Moratti con Mazzarri ANSA/INTER.IT
1
2 3
Dopo laccordo Thohir
e Moratti nel settembre 2013
a Parigi dopo laccordo per il
passaggio della maggioranza
dellInter allindonesiano
DOMANI TEST CON LEINTRACHT PITBULL NON SI ANCORA ALLENATO CON LA SQUADRA. MAZZARRI POTREBBE PORTARE IN GERMANIA IL BRASILIANO, CHE S RIDOTTO LE FERIE
Medel ancora bloccato, Hernanes gi convocato?
Si attende il fax del Cardiff
per la firma del cileno:
niente rischi in chiave Europa
DAL NOSTRO INVIATO
APPIANO GENTILE (Como)
Altra giornata a ringhiare da solo per
Gary Medel. Il Pitbull ancora in attesa che un
fax del Cardiff City chiuda il nuovo tormentone
e anche ieri stato costretto ad allenarsi nella
palestra dellalbergo in zona San Siro in cui
prigioniero da marted. Chi gli vicino de-
scrive il 27enne centrocampista cileno sereno e
tranquillo, anche se inevitabilmente scalpita
perch questa vicenda possa chiudersi al pi
presto e si apra invece la sua avventura agoni-
stica. La situazione si potrebbe sbloccare in
qualsiasi momento, anche se a questo punto
lInter rischia di non poter includere il cileno
nella lista da consegnare allUefa entro luned
per il playoff di Europa League del 21-28 ago-
sto contro gli islandesi dello Stjarnan. Un ri-
schio relativo, anche perch lelenco per la suc-
cessiva fase a gironi andr inviato soltanto il 2
settembre.
Hernanes va di fretta Ieri intanto tutti gli altri
hanno svolto una seduta pomeridiana. Men
differenziato per gli ultimi arrivati Alvarez,
Campagnaro, Palacio e Osvaldo. Come il gior-
no precedente, Hernanes invece ha fatto il la-
voro col pallone (partitella compresa) con il
gruppo, per poi tornare con gli stessi argentini.
Il brasiliano il vero dubbio per le convocazio-
ni in vista dellamichevole di domani (ore
15.30) in casa dellEintracht Francoforte. Maz-
zarri decider dopo lallenamento che questa
mattina preceder la partenza per la Germa-
nia. Hernanes, che lavora dal 28 luglio dopo
essersi ridotto le ferie, potrebbe infatti giocare
anche uno spezzone di gara. Altrimenti rester
ad Appiano ad allenarsi con gli altri.
Carica Kovacic Chi invece dovrebbe tornare
titolare dopo un problema al polpaccio Mateo
Kovacic. Ci aspettiamo tanto da questa nuova
annata perch stiamo lavorando duramente
per diventare una grande squadra - ha detto il
croato a Inter Channel -. Al momento non pos-
siamo ancora dire di esserlo, ma la strada
quella giusta. Tutto dipende dal fare gruppo,
perch se ognuno pensa a se stesso non si pu
andare da nessuna parte. Voglio segnare il pri-
mo gol con lInter, poi lo dedicher ai tifosi. Do-
vrei chiedere consigli a Stankovic? Non lho an-
cora sentito perch impegnato con lUdinese.
Ma di sicuro Deki aveva un tiro formidabile.
lu.tai.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
IL NUMERO
35
Le presenze
di Medel nella
scorsa stagione
al Cardiff:
34 in Premier
League
e una
in Fa Cup.
Zero, invece,
i gol segnati
Gary Medel, 27, al Mondiale EPA
Laddio ai senatori
e a 14 dipendenti
storici ha fatto
rimanere molto
male il petroliere
I rapporti con
lindonesiano
restano ottimi:
il faccia a faccia
sar il 26 agosto
10
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

CALCIO DESTATE
Lex numero 10
potrebbe vestire
la vecchia maglia:
Questi colori
sono la mia vita
VERSO LA SFIDA DI SYDNEY DOMANI LAMICHEVOLE CONTRO LALL STAR AUSTRALIANA. TEVEZ: IO E ALE CI SIAMO SEMPRE STIMATI, BELLO VEDERLO IN CAMPO
Suggestione Del Piero: qualche minuto in bianconero?
DAL NOSTRO INVIATO
SYDNEY
Amichevole? Di pi. Nel
senso che non si tratta di ami-
cizia e basta. qualcosa di an-
cora pi forte, intenso, trasci-
nante, assoluto. Amore, for-
se? Se il concetto pu essere
associato al calcio, s, senza
dubbio. Alessandro Del Piero
e la Juve, un rapporto pi as-
soluto e totalizzante nel cal-
cio di oggi non esiste: a Gia-
carta i tifosi indonesiani can-
tavano cori in suo nome. Do-
mani sera il Capitano sfider
la Signora in una partita che a
Sydney gi un evento.
Di nuovo quella maglia Ale si
aggira nellhotel in cui allog-
gia la selezione dellA-League
in bermuda e felpa: linverno
di Sydney come quello sici-
liano. LOpera House a me-
no di 10 minuti, ma Ale ha
mille cose da fare. Allena-
menti, soprattutto: lA-Lea-
gue All Stars sta preparando
con attenzione la partita. Pe-
r impossibile non fermarsi
a fare due chiacchiere incro-
ciandosi nella hall: il calcio, la
Juve, i figli, la nuova avventu-
ra. E quellemozione in pi
che potrebbe esserci domani:
qualcuno (non si sa bene chi,
o meglio non si sa di chi sia
stata lidea) ha chiesto a Del
Piero di giocare qualche mi-
nuto con i bianconeri. Un po
come fece Zidane con le vec-
chie glorie: un tempo con il
vole. Lultima volta che Ale in-
doss la maglia della Juve era
il 20 maggio 2012. Intanto
Carlitos sorride quando gli si
chiede di Del Piero: Sar una
bella emozione. Io e Ale ci sia-
mo sempre stimati: io ho sem-
pre parlato bene di Del Piero e
lui di me. Non so se ci scam-
bieremo la maglia, ma sar
bello vederlo in campo. E Del
Piero, sul suo sito, afferma:
Mai creduto alle coincidenze
soprattutto se si parla di quei
due colori luno vicino allal-
tro, bianco e nero, la mia sto-
ria, la mia vita. Di fronte a me
ci sar la Juve... Ma c davve-
ro bisogno che vi spieghi cosa
significa questo per me?.
Lamico Anche Gigi Buffon
sa che non sar una serata co-
me le altre: molto bello che
Ale e la Juve si incontrino e mi
auguro che ci siano gli spunti
necessari per rendere la parti-
ta molto romantica. Spero
che Del Piero metta in mostra
ottime giocate e... che non mi
faccia gol. Ride, Gigi, e nes-
suno gli crede. Per una volta
forse anche lui sarebbe felice
di essere battuto. Intanto ieri
Del Piero e altri giocatori del-
la A-League hanno partecipa-
to alla cena di gala insieme ad
Andrea Agnelli, Allegri, Pirlo,
Bonucci, Llorente, Evra e
Marchisio. Durante la serata
non sono mancate le battute.
passato tanto tempo, ma
quando parla di Juve Ale dice
sempre noi.
gb.o.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Alessandro Del Piero, 39 anni, tra Evra e Marchisio a Sydney LAPRESSE
Arturo corre da solo
Forma e futuro, Vidal rimane in bilico
Il cileno sar ok solo a fine mese: lo United pronto a offrire 60 milioni, la Juve vuol sapere in fretta cosa far
4
I NUMERI
18
Le reti
di Vidal
nellultima
stagione
con la Juve:
11 in A,
5 in Champions
e 2 in Europa
League.
Mai aveva
segnato cos
tanto in carriera
46
Le presenze
stagionali,
record
con la maglia
della Juventus:
32 in
campionato, 6 in
Champions
League, 6 in
Europa League,
una in Coppa
Italia e una in
Supercoppa
italiana
5
I titoli
con la Juve:
3 scudetti
e 2 Supercoppe
italiane
3
Le presenze
al Mondiale
in Brasile
(contro
Australia,
Spagna
e Brasile):
per lui niente gol
DAL NOSTRO INVIATO
G.B. OLIVERO
SYDNEY (Australia)
A correre da solo Arturo Vidal abituato.
Gli anni scorsi, in ritiro, Antonio Conte gli dava
perfino il fischietto in mano: Arturo partiva e
dettava il ritmo a tutto il gruppo. Ogni fischio,
una piccola progressione. Finch, accelerazio-
ne dopo accelerazione, il cileno restava da so-
lo. Si girava ed era come Nibali al Tour: tutti
staccati. Allora Arturo cercava con lo sguardo
Conte e i due se la ridevano: missione compiu-
ta, il Guerriero aveva tirato il collo ai compa-
gni, si poteva andare a fare la doccia. E nel tra-
gitto verso lo spogliatoio Arturo sentiva abbi-
nare il suo nome a tutte le parolacce possibili.
Fretta mondiale Anche ieri Arturo ha corso da
solo, ma non la stessa cosa. Non c fischietto,
non c soddisfazione, non c risatina e non ci
sono parolacce. Vidal corre da solo perch non
pu farlo con gli altri, ma gi il solo fatto che
abbia ripreso a muoversi sul campo una buo-
na notizia. Se questa fosse una fiction, il riepi-
logo delle puntate precedenti partirebbe dal 7
maggio, giorno delloperazione al menisco la-
terale del ginocchio destro. Tempi tecnici di re-
cupero: due mesi, giorno pi giorno meno.
Rientro in campo di Vidal: 14 giugno, Cile-Au-
stralia al Mondiale. Follia pura, a voler essere
catastrofici. Rischio eccessivo, con obiettivit
assoluta. I risultati dellazzardo si vedono subi-
to (in Brasile non c mai il vero Vidal, ma la sua
copia sbiadita) e si trascinano anche adesso:
fino a gioved Arturo ha lavorato solo in pale-
stra per rinforzare il ginocchio e per evitare
problemi nel corso della stagione. Da due gior-
ni ha iniziato a correre e Allegri ottimista:
Sta bene e spero che possa aggregarsi presto
ai compagni. Tradotto: se tutto fila liscio, si
allener con la squadra tra una settimana e sa-
r davvero pronto solo a fine mese, per linizio
del campionato.
La pressione Ma il 30 agosto Vidal sar anco-
ra un giocatore della Juve? Marotta stato bra-
vissimo a mettere il giocatore con le spalle al
muro: Mi stupirei se dopo il recente rinnovo
mi chiedesse di andare via. Comunque ci sono
tempi logici da rispettare se si vuole essere ce-
duti. Insomma, Vidal deve dire in fretta cosa
vuole fare. Anche perch, come ha sottolineato
giustamente Allegri, il cileno non un giocato-
re che si sostituisce facilmente e pu anche dar-
si che, vista lampia batteria di interni in rosa,
in caso di cessione di Vidal la Juve cerchi un
profilo con caratteristiche diverse: un trequar-
tista o una punta esterna.
Tanti soldi Lofferta, in effetti, pronta ma
non ancora stata formalizzata alla Juventus.
Il Manchester United ha in mano un assegno di
circa 60 milioni per il club bianconero e di circa
8-10 milioni allanno per il giocatore (che a To-
rino ne percepisce 4 pi i bonus). Sar il procu-
ratore Fernando Felicevich a presentare la ric-
ca proposta degli inglesi alla Juve subito dopo
il rientro dalla tourne in Oriente e Australia. A
quel punto Marotta risponder di no, Vidal si
dir felice di restare a patto di guadagnare lo
stesso stipendio offerto in Inghilterra e allora
una soluzione andr trovata. Difficile ipotizza-
re adesso quale sia, ma di sicuro lultima punta-
ta della fiction deve ancora essere registrata.
Vidal un giocatore fantastico perch unico
nel suo genere: bravo nelle due fasi, instancabi-
le nella corsa, abile in zona gol. Deve per esse-
re molto motivato e coinvolto per rendere al
massimo. Arturo a Torino sta molto bene e la
sua famiglia anche. Ma a 27 anni difficile ri-
nunciare alla ricca offerta del Manchester. Ec-
co perch il suo futuro ancora in bilico. E
mentre corre da solo, Arturo non pu fare a
meno di pensarci.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Marotta ha messo il giocatore
con le spalle al muro:
in caso di cessione, il club
andrebbe su un trequartista
o su una punta esterna
S
Al lavoro in Australia
Arturo Vidal, 27 anni, cileno,
durante un allenamento a Sydney:
il centrocampista alla Juventus
dalla stagione 2011-12, dopo 4 anni
al Bayer Leverkusen LAPRESSE
il Film
Un anno su e gi
La gioia tricolore,
il brutto infortunio
e la corsa mondiale
IL TERZO SCUDETTO
Arturo decisivo con 11 gol
Vidal stato uno degli uomini chiave nella conquista del
terzo scudetto di fila della Juve di Antonio Conte: per il
27enne di Santiago del Cile un bottino di 11 reti REUTERS
LINCIDENTE AL MENISCO
Ginocchio destro k.o.
Ad aprile il cileno si fa male al ginocchio destro e deve
saltare le ultime gare di campionato: loperazione al
menisco laterale il 7 maggio, dopo un mese gi in campo
IN BRASILE
Fuori agli ottavi con il Cile
Accelerando il recupero, Vidal riuscito a partecipare
al Mondiale: il suo Cile uscito agli ottavi di finale contro
il Brasile, battuto solamente ai calci di rigore EPA
Real e un tempo con la Juve.
Ma quelle erano, appunto,
vecchie glorie. A Sydney, in-
vece, ci sono ancora tutti:
Buffon, Pirlo, e quel Tevez che
ha ereditato la 10 bianconera.
Non si sa ancora se andr in
scena questo momento che
renderebbe storica lamiche-
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
11

CALCIO DESTATE
A FORTE DEI MARMI
Galliani, serata
alla Capannina
tra Pupo e mercato
E lestate dei centanni: in
questi giorni Forte dei Marmi
festeggia un secolo di vita.
Fu nel 1914 che la popolazione
del Forte decise che era tempo
di staccarsi da Pietrasanta.
Cos via alle celebrazioni, con un
calendario ricchissimo di eventi:
lultimo ieri sera, festeggiato
dentro La Capannina locale
che unisce movida e lunga
tradizione. Ieri lospite donore
era Pupo, cantante e cantautore
di fama internazionale (i russi
presenti al Forte impazziscono
per lui). Nel pomeriggio anche
Galliani era dato per certo tra gli
spettatori (presenza
confermata dallo stesso a.d.), il
blitz notturno di Quilon ha poi
complicato i piani: anche una
trattativa pu risultare
stonata...
Lallenatore dopo
la tourne in Usa:
In Italia possiamo
comandare, senza
avere paura
IL RITORNO PIPPO: VORREI RIVEDERE SAN SIRO PIENO. MARIO? NON HO RISCONTRATO CI CHE SI DICEVA DI LUI
Fiducia Inzaghi: Quante bugie su Balotelli
DAL NOSTRO INVIATO
MARCO PASOTTO
MALPENSA (Varese)
Posto a sinistra della pri-
ma fila di destra. Sul pullman
come in aereo. La poltrona del
tecnico. Assieme alla (pessi-
ma) novit di dormire molto
meno, uno dei tanti cambia-
menti che Pippo Inzaghi ha
vissuto nel trapasso dal campo
alla panchina. Prima si sedeva
dove capitava, e viveva notti
pi serene. Il problema pi
grande, di tanto in tanto, era
riuscire a captare se sarebbe
partito titolare, e come avrebbe
potuto convincere lallenatore a
cambiare idea. Adesso qualsiasi
momento buono per studiare,
riguardarsi qualche immagine,
confrontarsi con lo staff. Giove-
d sera a New York, dopo dicias-
sette giorni di tourne, oltre tre
ore di volo da Houston alle spal-
le e altre sette per Milano ad at-
tenderlo, pianificava il pro-
gramma degli allenamenti fino
a met settembre.
Spunti Non stacca mai, e
quando gli si fa notare che ha le
occhiaie e una cera un po sciu-
pata risponde enunciando uno
dei suoi teoremi: Se il club ha
uno staff che lavora giorno e
notte, anche i giocatori devono
mettercela tutta. Pippo lo
scandisce bene allarrivo a Mal-
pensa di fronte ai giornalisti che
lo attendono. Cera il pericolo di
trovarsi schierato un piccolo
plotone desecuzione, ma la vit-
toria col Chivas ha addolcito un
po il rientro del Milan. Torno
da questa tourne abbastanza
soddisfatto, perch ho visto una
crescita importante. Il giorno
della partenza aveva detto:
Siamo il Milan e dobbiamo fa-
re sempre bella figura. Le cose
sono andate diversamente, ma
il concetto base resta: Allinizio
percepivo un po di timore nei
ragazzi, e io ho spiegato che vo-
glio sempre vedere gioco. Sia-
mo il Milan e in Italia possiamo
comandare, mi serve una squa-
dra senza paura. Lobiettivo ri-
conquistare i tifosi e rivedere
San Siro pieno. La base c,
questa tourne ha dato spunti
positivi. Ho visto cuore e un
gruppo unito. Ad esempio ho
capito che alcuni ragazzi come
Cristante, Niang e Saponara
possono darci una grande ma-
no. Abbiamo riscoperto questi
giovani che sembravano sul
punto di partire e invece si so-
no dimostrati utili. Anche
Honda stato sempre sottova-
lutato. Questa rosa competi-
tiva cos, poi se arriver qual-
cuno tanto meglio. Balotelli?
Se va avanti in questo modo,
sono molto sereno. Tutto quel-
lo che si raccontava su di lui
non lho riscontrato. Mi augu-
ro continui ad allenarsi come
ha fatto sin qua.
RIPRODUZIONE RISERVATA Filippo Inzaghi, 41 anni oggi FORTE
Bivio Milan
Lopez, o si adegua
o va in porta Perin
Nella notte Galliani ha trattato per ridurre le pretese
del portiere del Real. In alternativa c il genoano
A
PORTIERI
ROSSONERI
S
Christian
Abbiati,
37 anni,
13 stagioni in
rossonero,
ha rinnovato per
un altro anno: al
momento il pi
affidabile ed
considerato
il titolare
S
Michael
Agazzi,
30 anni,
svincolato, ultimi
sei mesi al
Chievo, arrivato
a inizio estate, ma
nel precampionato
le sue prestazioni
non hanno
convinto
S
Gabriel,
21 anni,
brasiliano,
rossonero dal
2012. E
considerato il
portiere del
futuro ma ancora
troppo acerbo
per fare il
titolare nel Milan
DAL NOSTRO INVIATO
FORTE DEI MARMI
Allora di pranzo, in un
tavolo separato dal resto degli
affamati e nascosto da una rin-
ghiera bianca, Pablo Armero
diventato un giocatore del Mi-
lan. Picchia il sole delle tredici
quando Luciano Ramalho,
agente del colombiano, si ap-
parta con Galliani al Roma di
Levante. Assiste anche Clau-
dio Vagheggi, intermediario
delloperazione: una volta si-
stemata lauto appena fuori
dallufficio vista mare, si pu
dar inizio allappuntamento. Il
pranzo (anche se in realt nes-
suno toccher niente) rischia
di andare subito di traverso:
problemi di denaro e commis-
sioni varie, lincontro appena
iniziato sembra gi concluso
nel peggiore dei modi. Galliani
si alza, prende tempo, telefo-
na, passeggia. Chi rappresenta
il giocatore fa lo stesso: cellu-
lare in mano e camminata ner-
vosa. Poi per, con lavvicinar-
si dellora del dessert, le parti
(soprattutto quelle che rap-
presentano il giocatore) si ad-
dolciscono: arrivato anche il s
di Armero e dellentourage si
procede allora al brindisi. La
comitiva pu cos sciogliersi
intorno alle 16, gli agenti ri-
prendono lauto e Galliani pu
concedersi un po di riposo sot-
to lombrellone. Rientrato in
Friuli dopo i passaggi al Napoli
e al West Ham e dopo la recen-
te risoluzione della compro-
priet in favore dei bianconeri,
il giocatore avr ora modo di
farsi apprezzare sulla fascia si-
nistra di San Siro.
Dettagli Concluso il relax do-
po il mondiale brasiliano, Ar-
mero sar per un anno un gio-
catore rossonero: dopo luned,
giorno delle visite mediche e
della firma sul contratto (a cui
seguir lannuncio) potr met-
tersi a disposizione del nuovo
allenatore. Senza accordo per
le stagioni successive, lester-
no vestir la maglia del Milan
con la formula del prestito sec-
co, dunque senza depositi nel-
le casse dellUdinese, club pro-
prietario del cartellino, e pure
senza diritto di riscatto da
esercitare a fine campionato.
La formula permette alle casse
rossonere di non registrare
uscite, opzioni che potranno
verificarsi nei prossimi giorni,
magari gi nelle prossime ore.
Nel frattempo per la contabi-
lit va comunque aggiornata:
dopo la cessione di Robinho al
Santos, ecco quella di Kevin
Constant, ufficialmente volato
in Turchia. La trattativa con il
Trabzonspor era definita da
giorni, ora ci sono anche le fir-
me sul quadriennale e lan-
nuncio dello scambio di docu-
menti: trasferimento a titolo
definitivo e operazione da due
milioni e mezzo di euro (oltre,
come per Binho, al risparmio
rossonero sugli stipendi dei
due ex, tre considerato anche
Kak). Altra uscita di scena
quella di Luca Iotti, un baby
che sceglie la Spagna: difenso-
re classe 95 sar dellElche per
i prossimi tre anni. In prestito
lascia pure Oduamadi: fatta
con il Crotone.
a.g.
RIPRODUZIONE RISERVATA
DAL NOSTRO INVIATO
ALESSANDRA GOZZINI
FORTE DEI MARMI (Lucca)
Sar la giornata di Pippo e
dei portieri, accoppiata che ri-
corda un passato di gloria,
quando il centravanti Inzaghi
costringeva ad aggiornare la li-
sta dei trafitti. Oggi Pippo lal-
lenatore rossonero e sul portie-
re segue una logica opposta:
meno incassa, meglio .
Diego Lopez Logica che in
unamichevole oltreoceano
contro il City ha acceso il dibat-
tito su Agazzi, innesto gratuito
dellultima primavera. Se al Mi-
lan serve un muro pi affidabi-
le, meglio cominciare subito a
tirarlo su: la trattativa per Die-
go Lopez, 32 anni, saracinesca
del Real Madrid, pare avviata. E
nella notte in Versilia ha gi
messo in contatto Manuel Gar-
cia Quilon, manager del gioca-
tore e Adriano Galliani, a.d. ros-
sonero, in vacanza-lavoro a
Forte dei Marmi. Se la volont
di venirsi incontro la stessa
che ha riunito allHotel Impe-
riale lagente spagnolo, atterra-
to poche ore prima a Malpensa,
e il dirigente milanista pu dar-
si che si possa giungere a un ac-
cordo: la richiesta di ingaggio
potrebbe abbassarsi rispetto ai
quattro milioni iniziali, e la bu-
sta paga da due e mezzo propo-
sta dai rossoneri magari essere
rivista verso lalto. Tra nobili si
fanno meno discorsi di soldi:
Milan e Real avrebbero gi lin-
tesa per la cessione del portiere
a costo zero. In mattinata Qui-
lon sar gi ripartito, chiss se
con un accordo ormai intreccia-
to.
O Perin? Altrimenti, senza
dover traslocare dallufficio sot-
to lombrellone Galliani avreb-
be gi pronta la barriera alter-
nativa. Anche di questo si gi
discusso se ieri la.d. e il presi-
dente genoano Preziosi non ne
facevano mistero: il numero
due dei numeri uno in lista
Mattia Perin, genoano dal 2008
ma in porta solo nellultimo an-
no, dopo le parate al servizio di
Padova e Pescara. Per chi in
cerca di concrete garanzie qui
va fatta una specifica: Perin di
undici anni pi giovane rispetto
a Diego Lopez, non mai stato
scelto da Mourinho e Ancelotti
per difendere lintegrit del Re-
al Madrid, e provato da Pran-
delli in unamichevole pre-
Mondiale scivolato con il Flu-
minense. Per questo, per un
portiere bravo ma giovane e
con un esame San Siro ancora
da certificare, il Milan pense-
rebbe a una formula del prestito
con diritto di riscatto.
Battuta o verit? E poi Pre-
ziosi lha buttata l, potrebbe co-
munque non aver reso vano il
blitz di Quilon sul lungomare e
prendersi luiDiego Lopez.
Ho pure i soldi per lingaggio,
che altro problema ci sareb-
be?. Magari nessuno, anche se
la domanda pare pi una provo-
cazione che un tentativo di infi-
larsi nellaffare. In tempi di cal-
ciomercato assolato per bene
registrare ogni virgolettato.
Arriva Pippo Tra lincontro
per blindare la difesa e quello
con Kia Joorabchian per tratta-
re il ritorno di Taarabt (nel frat-
tempo rientrato al Qpr), Gallia-
ni ricever la visita di Inzaghi,
rientrato dalla prima esperien-
za in tourne come guida della
squadra. A venti giorni dallini-
zio del campionato, Pippo e
la.d. si confronteranno su tut-
to, gruppo, preparazione, mer-
cato in un appuntamento distri-
buito tra il pranzo con torta e il
primo pomeriggio. Pippo do-
mani compir 41 anni (auguri)
e come primo regalo da Galliani
potrebbe ricevere un portiere,
ruolo che gli ricorda decine e
decine di feste.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Destini
incrociati
Diego Lopez,
32 anni,
portiere del
Real Madrid,
nella Liga ha
giocato anche
con Villarreal
e Valencia;
Mattia Perin,
21 anni, portiere
del Genoa, in
Serie A anche
a Pescara
REUTERS/ANSA
laffare fatto
SOTTO LOMBRELLONE
Armero rossonero
Freccia sulla fascia
nellarco di Pippo
Accordo raggiunto con lagente del giocatore:
prestito per un anno senza diritto di riscatto
Vacanze finite per il colombiano: visite luned
Pablo Armero, 27, terzino LAPRESSE
12
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

CALCIO DESTATE
h
MIGLIORI
S
Djordjevic
Opportunismo e
fiuto del gol
nellazione che
sblocca il risultato.
Pienamente
recuperato dopo
linfortunio
al ginocchio subito
in ritiro.
S
Anderson
Altra prova
positiva in
unestate da
protagonista.
A tratti
incontenibile in
fase avanzata,
ok nei ripiegamenti
difensivi
i
IN RITARDO
S
Keita
Si accende in un
paio di circostanze
(e nella prima
sfiora pure il gol),
ma per il resto
appare abulico e
poco inserito
negli schemi.
Deve crescere
S
Cavanda
Un po meglio
rispetto alle
ultime esibizioni,
per con lui in
campo la squadra
si sbilancia
troppo e subisce
le iniziative
dellAmburgo
AMBURGO-LAZIO 0-2
PRIMO TEMPO 0-1
MARCATORI Djordjevic al 6 p.t.;
Tounkara al 37 s.t.
AMBURGO (4-2-3-1)
Adler; Diekmeier (dal 1 s.t. Wester-
mann), Djourou, Kacar, Jansen;
Behrami (dal 25 s.t. Skjelbred), Arslan
(dal 1 s.t. Badely); Stieber (dal 17 s.t.
Demirbay), Van der Vaart (dal 17 s.t.
Zoua), Ilicevic; Rudnevs. All. Slomka.
LAZIO (4-3-3)
Berisha; Konko (dal 1 s.t. Cavanda),
Novaretti (dal 32 s.t. Ciani), Cana, Ra-
du; Cataldi (dal 21 s.t. Gonzalez), Le-
desma, Mauri (dal 21 s.t. Parolo); An-
derson (dal 21 s.t. Candreva), Djor-
djevic (dal 1 s.t. Tounkara), Keita (dal
21 s.t. Lulic). All. Pioli.
ARBITRO Ittrich (Germania).
NOTE spettatori 20 mila circa. Ammo-
nito Ledesma.
Appunti
COI DILETTANTI
Palermo forza 12
Tripletta di Belotti
Pi che unamichevole un
allenamento. Contro il
Calciochiese, formazione trentina
di Eccellenza, il Palermo ha
mantenuto alto il ritmo gara in
vista dei test pi impegnativi con
Al Ahli e Al Khor in programma
domani e luned. Iachini ha
abbandonato la difesa a tre per
passare al 4-3-1-2, sistema
adottato nelle due differenti
formazioni schierate tra primo e
secondo tempo. In grande
evidenza Belotti con una tripletta
e Dybala con una doppietta. In
gol, tra gli altri, anche Hernandez
che ha festeggiato il suo
compleanno con il primo centro in
precampionato.
Fabrizio Vitale
RIPRODUZIONE RISERVATA
PALERMO-CALCIOCHIESE 12-0
MARCATORI Rigoni all11, Bolzoni
al 13, Quaison al 23, Hernandez al
24, Vazquez al 25, Dybala al 32 e
al 35 p.t.; Belotti all8 su rigore e
al 16, Chochev al 26, Daprel al
28, Belotti al 30 s.t.
PALERMO primo tempo (4-3-1-
2) Sorrentino; Munoz (dal 26
Pisano), Milanovic, Andelkovic,
Lazaar; Bolzoni, Rigoni, Quaison;
Vazquez; Dybala, Hernandez.
PALERMO secondo tempo (4-
3-1-2) Ujkani; Struna, Terzi,
Feddal, Daprel; Maresca, Ngoyi,
Barreto; Chochev; Belotti,
Bentivegna (dal 35 Embalo). All.
Iachini.
ARBITRO Pedretti di Brescia.
CAGLIARI
Ambizione Giulini:
Nel 2020 lEuropa
CAGLIARI La Champions?
Per il centenario mi piacerebbe
poterci approdare. Nel 2020 il
Cagliari brinder al secolo di vita
e Tommaso Giulini pensa in
grande. Il presidente rossobl
torna su un progetto che si
estende allintera isola: La
Sardegna un terra favolosa
dove lavorare. Mi d ancora pi
forza poter dare gioia ai sardi.
Moratti? Mi ha dato consigli di
buon senso prima di comprare il
Cagliari e adesso mi molto
vicino. contento - dice Giulini -
per la scelta di Zeman e non vede
lora di vedere la squadra in
campionato Intanto il nuovo
portiere Almunia tornato in
Inghilterra con la famiglia:
rientrer a Cagliari luned dove
proseguir le visite mediche
prima del tesseramento.
Mario Frongia
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
I TEST
IN AGENDA
S
Oggi
ASTON VILLA
(Ing)-PARMA,
Birmingham
(Inghilterra),
ore 14
HOFFENHEIM
(Ger)-GENOA,
Sinsheim
(Germania),
ore 15
SUNDERLAND
(Ing)-UDINESE,
Sunderland
(Inghilterra),
ore 15
WEST HAM (Ing)-
SAMPDORIA,
Londra
(Inghilterra),
ore 16
BURNLEY (Ing)-
VERONA,
Burnley
(Inghilterra),
ore 16
MODENA-
CHIEVO,
Modena,
ore 20
ATALANTA-
SPEZIA,
Bergamo, ore 18
SASSUOLO-
EMPOLI,
Sassuolo (Mo),
ore 20.30
CESENA-RAYO
VALLECANO
(Spa), Cesena,
ore 20.45
CAGLIARI-
GETAFE (Spa),
Olbia, ore 21
S
Domani
A-LEAGUE ALL
STAR TEAM
(Aus)-JUVENTUS,
Sydney
(Australia),
ore 10.30
EINTRACHT F.
(Ger)-INTER,
Francoforte
(Germania),
ore 15.30
ELTENDORF
(Aut)-ROMA,
Eltendorf
(Austria), ore 17
PALERMO-
AL AHLI (Emirati
Arabi Uniti),
Storo (Tn),
ore 18
MALAGA (Spa)-
FIORENTINA,
Malaga (Spagna),
ore 21.30
HANNOVER (Ger)-
LAZIO, Hannover
(Germania),
ore 15.30
Ovazione Klose
Ma la Lazio balla
con Djordjevic
Il tedesco portato in trionfo dai tifosi dellAmburgo
Il serbo e Tounkara ancora in gol: 2-0 ai tedeschi
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO CIERI
LUBECCA (Germania)
C chi protagonista
senza neppure giocare e chi
invece si prende la ribalta sgo-
mitando in campo. Il risultato
che il test di Lubecca con
lAmburgo si trasforma per la
Lazio nel Festival dei suoi at-
taccanti. Miro Klose si prende
il proscenio prima della parti-
ta, quando il pubblico di casa,
in maniera molto poco tede-
sca, quasi lo assale per mo-
strargli tutto il suo affetto (c
da capirli, un Mondiale non si
vince tutti i giorni). Poi, per,
in campo la copertina va agli
altri due attaccanti centrali
della squadra di Pioli: il serbo
Djordjevic che apre le marca-
ture con un bolide di sinistro
sotto la traversa (assist di
Mauri su punizione) e il baby
spagnolo Tounkara che le
chiude con un tap-in vincente
(percussione di Radu, rifinita
da Lulic).
Sempre a segno Per entram-
bi il settimo gol personale di
questo precampionato, sia
luno sia laltro hanno segnato
in ciascuna amichevole dispu-
tata. Mentre Re Miro si gode-
va le meritate vacanze dopo il
trionfo del Maracan, quei
due si sono dati un gran daffa-
re per non farlo rimpiangere.
Riuscendoci in pieno. Anche a
Lubecca, con i gol e con le ri-
spettive prestazioni (il serbo
gioca il primo tempo, lo spa-
gnolo il secondo), conferma-
no che questanno la Lazio
non dovrebbe proprio soffrire
di Klose-dipendenza.
Pioli, lavoro ok Bene gli at-
taccanti, ma bene tutta la La-
zio. Pioli continua a conserva-
re limbattibilit in questo pre-
campionato. Dopo il pareggio
di Lisbona con lo Sporting (il
k.o. poi arrivato ai rigori) ec-
co arrivare un rotondo e meri-
tato 2-0 nel primo dei due test
tedeschi (il secondo in pro-
gramma domani ad Hanno-
ver). Contro lAmburgo, spe-
cie nel primo tempo, la squa-
dra romana mette in mostra
un calcio pulito e convincente,
comandando per lunghi tratti
il gioco. Oltre alla rete di Djor-
djevic, i biancocelesti si ren-
dono pericolosi anche con Ra-
du (palo), Keita e Cataldi. Bra-
vi gli attaccanti, ma a funzio-
nare sopr at t ut t o i l
centrocampo, grazie allusato
sicuro di Mauri e Ledesma e al
dinamismo del giovane Catal-
di. Poi nella ripresa la squadra
comprensibilmente cala, con-
cedendo per allAmburgo so-
lo un paio di occasioni.
Reduci al debutto Nella mez-
zora finale Pioli mette in cam-
po anche i quattro reduci dai
Mondiali rientrati da una de-
cina di giorni. Per Candreva,
Lulic, Parolo e Gonzalez il
debutto stagionale. Si disim-
pegnano bene, anche se ovvia-
mente devono ancora crescere
parecchio. Potranno farlo con
calma perch chi ha giocato fi-
nora ha dimostrato di saperse-
la cavare egregiamente. Stes-
so discorso per Klose che per
adesso pensa unicamente ai
bagni di folla. Dopo quello di
ieri a Lubecca, domani ad
Hannover ci sar il bis.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La festa del gruppo biancoceleste dopo il 2-0: tutti abbracciano Radu, protagonista nellazione del gol EPA
Tutti per Miroslav Klose: la punta della Lazio (nel tondo) tra i tifosi
di Lubecca, che rendono omaggio a uno degli eroi del Mondiale IPP
Ok il centrocampo,
Pioli resta
imbattuto. Domani
altra amichevole
con lHannover
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
13

IL CASO
Maicon e Roma
guerra di nervi
In ballo il rinnovo
Ancora rinviato il rientro: con la squadra in Austria
solo il 13. Benatia: contatto Chelsea-giallorossi
IL COLPO OGGI A BURNLEY PER IL TEST
Marquez cita Jordan
e lancia la sfida
Verona da vertice
ANDREA PUGLIESE
ROMA
Il 3 agosto era la data pre-
sunta del ritorno di Maicon. Al-
meno per la Roma, che nei vi-
coli della tourne americana si
era prodigata per sottolineare
come il giocatore fosse voglio-
so di tornare presto al lavoro,
per dimenticare la delusione
del Mondiale. Quel 3 agosto
poi diventato 6, poi ancora 8 e
ora 12, il giorno in cui il brasi-
liano si ripresenter a Trigoria.
Nel frattempo la squadra oggi
parte per il ritiro austriaco di
Bad Waltersdorf, dove Maicon
(se non ci saranno altri ritar-
di), dovrebbe arrivare il 13, in
tempo per il rush finale.
La situazione Tutto normale?
Beh, dalla parte di Maicon s,
visto che il suo ultimo impegno
al Mondiale datato 12 luglio
(il k.o. con lOlanda) e per con-
tratto ha diritto a 4 settimane
di ferie. Nulla di strano, quindi,
se non fosse che la Roma e Gar-
cia contavano di averlo a inizio
ritiro. Non sar cos e per il tec-
nico, dopo la grana-Gervinho,
un altro ostacolo nella co-
struzione della stagione, vista
limportanza vitale di Maicon.
Rudi ci parler, illustrandogli il
programma da seguire. Mai-
con, invece, parler presto con
il club per il rinnovo del con-
tratto (scade a giugno). Il terzi-
no guadagna meno dellanno
scorso (da 3 a quasi 2, bonus
inclusi), presto potrebbe arri-
vare la fumata bianca. La Ro-
ma e il suo entourage assicura-
no che tutto a posto e che pre-
sto ci si potr sedere a tavolino.
Difensore In Austria invece ci
sar Mehdi Benatia, anche se
la sua permanenza alla Roma
non ancora certa. Lo United
nei giorni scorsi ha parlato con
il suo agente, Moussa Sissoko,
trovando terreno fertile. Ora
Benatia aspetta che gli inglesi
parlino con la Roma, presen-
tando unofferta ufficiale (38
milioni). Ma a Trigoria si fat-
to vivo anche il Chelsea, inte-
ressato al marocchino. Nel
frattempo i senatori dello spo-
gliatoio (Totti, De Rossi e Pja-
nic) stanno provando a far re-
stare Mehdi, convinti che con
lui si possa vincere. Benatia,
per, ancora stizzito per il
mancato adeguamento, anche
se a Garcia ha promesso pro-
fessionalit: se rester, lo far
con il massimo dellimpegno.
Nel frattempo, la Roma segue
pi piste per sostituirlo: Chiri-
ches, Basa, Balanta e Manolas.
Societ Intanto, dopo lo
sbarco nel Cda giallorosso
che ha ufficializzato larrivo
del medico Giovanbattista Si-
sca, ex Bologna del potente
Stanley Phillip Gold, Pallotta
sta disegnando le sue alleanze
per rafforzare ancora di pi il
club. E non detto che da qui a
poco la Starwood (molto inte-
ressata al progetto stadio) non
possa aumentare la sua parte-
cipazione, rubando quote al-
lo stesso Pallotta o al socio di
minoranza Unicredit. Nel caso,
comunque, sarebbe unulterio-
re bella iniezione economica
per il futuro giallorosso.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MATTEO FONTANA
VERONA
La sua nuova sfida lha lanciata, attraverso
Twitter, citando Michael Jordan: La vita tutta
un rischio. Se non rischi non saprai mai cosa sei
capace di fare. Rafa Marquez ha ricevuto da Ve-
rona gli onori che si devono a un imperatore
azteco. Si presenta con lo sguardo da asceta del
pallone: AllHellas per andare oltre la salvezza.
Il Len era neopromosso, quando ci sono arriva-
to. E in due anni abbiamo vinto per due volte il
campionato. Lui la chiama mentalidad ganado-
ra (mentalit vincente). Al suo fianco avr Toni
(Un orgoglio giocare con Luca, dice), mentre
gi indica lavversario che lo stuzzica di pi:
Balotelli. In carriera ho incrociato tanti cam-
pioni. Credo sia uno speciale. Quanto a milani-
sti, Rafa confida: Pur essendo diversi, ho sem-
pre preso esempio da Paolo Maldini. Marquez
si aggregato al gruppo che oggi gioca in Inghil-
terra con il Burnley (ore 16 italiane) prima di
rientrare a Bad Kleinkirchheim, sede del secon-
do ritiro. Il 18 sar in permesso al Camp Nou,
trofeo Gamper, con il
Len, per salutare il
popolo del Bara. Dici
blaugrana, pensi a Guar-
diola e alladdio al tiqui-
taca: Il calcio cambia
osserva Rafa Quel si-
stema fu rivoluziona-
rio, ma si doveva andare
oltre. Ha firmato un bien-
nale con opzione sulla terza
stagione. Alessandro Alberti,
agente Fifa, rivela: Ci sono sta-
te azioni di disturbo. Poteva es-
sere un altro caso Berbatov. Ma
Rafa aveva deciso. E Verona
sogna con el Kaiser.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dopo lingresso di
Gold, la Starwood
verso laumento
delle proprie
quote in societ
Maicon. 33 anni, 28 gare e 2 gol con la Roma nellultima Serie A LAPRESSE
d
HA DETTO
S
Su Balotelli
Con chi non
vedo lora di
confrontarmi?
Nella mia
carriera ho
incrociato tanti
campioni
ma credo che
Mario sia uno
speciale
S
Sul
tiqui-taca
Il calcio
cambia ed
sempre pi
veloce. Quel
sistema di gioco
stato una
rivoluzione, ma
era necessario
andare oltre
14
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

TRATTATIVE, SEGRETI, AMARCORD
DI CARLO LAUDISA
Solito Preziosi:
pazze idee,
mille tentazioni
E Gasp aspetta
Tante entrate, altrettante
uscite. il solito Genoa,
sempre al centro di tutto. Il
presidente Enrico Preziosi
non si smentisce. Il suo fiuto
per gli affari lo ha portato a
diventare un imprenditore di
successo. E vive il calcio
alla stessa maniera, con un
insaziabile gusto per gli
investimenti. E unadeguata
attenzione per i realizzi. Con
questa ricetta negli anni
riuscito a tenere in quota le
sue squadre, nonostante il
vento della crisi soffi anche
dalle sue parti.
Sembra una spacconata,
ad esempio, che il Genoa
pensi a Diego Lopez se non
saccorda con il Milan. Ma
resta negli archivi che il
primo ad acquistare Lavezzi
fu proprio lui. E che con
Milito e Thiago Motta ha
avuto intuizioni da
applausi. Anche questestate
Preziosi non s tirato
indietro. Gli ingaggi di
Matri, Perotti e Pinilla sono
sinonimo di ambizioni. Ma
non si sottovalutino
neanche gli ingaggi di
Rincon e dei giovai Iago e
Mbaye. Ora pensa anche a
Pavoletti del Sassuolo e
proprio ieri ha chiuso per il
terzino Edenilson
dellUdinese. E comunque
Gasperini aspetta puntelli in
difesa.
Lennesimo tourbillon
servito, senza dimenticare
mai che laddio a Gilardino
pesante, va metabolizzato.
forse la ragione per cui
adesso il club rossobl
potrebbe avere nuove
tentazioni. Ma sar
altrettanto interessante
vedere se lattivissimo
Preziosi resister alla corte
del Sassuolo per Kucka o si
convincer a cedere Perin
allamico Galliani. Non
detto, ma neanche escluso a
priori. il bello e il brutto di
un club che da sempre
eccelle nellimport-export.
E con questi presupposti
punta sullimprevedibilit:
ovviamente a scapito della
programmazione. Non un
caso, allora, che in un
contesto cos tumultuoso il
compassato Gasperini sia
quasi un totem.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Il punto
luomo del giorno
GIOVANNI SARDELLI
FIRENZE
BARA E UNITED
SULLESTERNO
Il Barcellona nella testa.
Come un tarlo. Ma un bel po
di Fiorentina nel cuore. In
mezzo lui, Cuadrado. Accanto
il patron viola. Andrea Della
Valle. Che sta giocando a tutto
campo una partita complicata.
Molto complicata. Senza sco-
raggiarsi. Non sono molto ot-
timista. Ma ci sono delle spe-
ranze. Frasi estrapolate da un
discorso molto pi ampio. Che
vale la pena raccontare.
Cronistoria La lunga giorna-
ta dedicata al caso dellestate,
relativo al futuro di Cuadrado,
iniziata prima delle nove.
Quando il patron Andrea Della
Valle ha varcato la porta del
centro sportivo. Luogo dellal-
lenamento viola e dellincon-
tro col colombiano. Qualche
minuto pi tardi dentro anche
il presidente esecutivo Mario
Cognigni, il d.s. Prad ed il d.t.
Macia. Mattinata intensa quin-
di. Cuadrado si allenato con i
compagni ed ha incontrato i
dirigenti viola. Quello che si
sono detti stato riassunto pi
tardi in una mini conferenza
stampa prevista per le 14.45 e
poi slittata di circa unora. Pro-
tagonista Andrea Della Valle.
Ancora un anno Volevo ag-
giornarvi a proposito di una si-
tuazione che vi sta molto a cuo-
re. Quella di Cuadrado. Parte
cos il patron. Vuole fare chia-
rezza. Lo deve a Firenze ed ai
suoi tifosi. Ho parlato con lui e
gli ho chiesto di rimanere qui
unaltra stagione. Abbiamo un
progetto ed una squadra vin-
cente. Devo anche dire di non
essere tanto ottimista e se do-
vesse arrivare unofferta molto
importante (sui 40 milioni,
ndr) bisogna lasciarlo libero
di andare. Se mi chiedete le
percentuali di permanenza
non le so. Ma delle speranze ci
sono. Ed ancora. Forse que-
ste offerte arriveranno. Altri-
menti gli ho spiegato che lo ter-
remo e lui mi pare abbia capi-
to. Per questo ho ancora delle
speranze. Magari i miei diri-
genti la pensano in un altro
modo (sorride, ndr): ma io con
cuore e sentimenti sono gi
riuscito a tenere alcuni cam-
pioni (vedi Toni e Jovetic).
Tempi e nodi La soluzione del
giallo vicina. Anche perch,
in caso di cessione, buona par-
te di quei soldi verrebbe subito
reinvestita. Ci siamo dati 7-10
giorni per decidere. Il tempo
quindi consegnato a Lucci
(manager del calciatore) per
farsi formalizzare offerte irri-
nunciabili ancora non recapi-
tate da Barcellona (destinazio-
ne preferita) e Manchester
United. Le proposte indecenti
prosegue Della Valle si po-
trebbero anche rifiutare. Ma il
problema successivo, quello
dellingaggio, insormontabi-
le. Potremmo fare dei sacrifici,
senza per rompere equilibri
di un gruppo che ha altri cam-
pioni. La Fiore porterebbe
lingaggio di Cuadrado a 2,2
milioni lanno. Vicino a quello
di Rossi. Impossibile compete-
re con i 3,5 offerti dal Bara.
Treni ed asticelle A Moena
Della Valle fiss lobiettivo sta-
gionale. Arrivare tra le prime
sei. Adesso posso serenamente
alzare lasticella. Escluse le pri-
me tre (Juve, Roma e Napoli,
ndr), e con i due acquisti che fa-
remo nel giro di un paio di setti-
mane, non vedo altre squadre
superiori a noi. Con o senza
Cuadrado. E se dovesse partire
COSTO
7
GARE 2013-14
40
GOL 2013-14
5
ASSIST
7
AMMONIZIONI
3
MEDIA VOTO
6
MARCO GUIDI
Bravo, ma leggerino. Digiti Simone Ver-
di su Google e il giudizio ti entra quasi negli oc-
chi. Potere del web e dellanonimato della stron-
catura. Al talentino scuola Milan, forse entrato
per anni anche in testa. Un freno psicologico che
ha di fatto bloccato la sua crescita calcistica. Col-
pa di un fisico gracilino, che nella Primavera
rossonera non gli impediva di emergere sugli al-
tri, ma tra i grandi ne ha complicato non poco
le cose. Gli anni al Torino e alla Juve Stabia sono
stati difficili. Molti problemi muscolari, tanto
fumo, poco arrosto. Poi arrivato lEmpoli. E fi-
nalmente la sinfonia di Verdi risuonata sui
campi di mezza Serie B.
Muscoli Quaranta partite in campionato, cin-
que gol (i primi da professionista!), sette assist.
Una presenza costante, viva, come non gli suc-
cedeva dalle giovanili. E poi la promozione in A,
la conferma a Empoli dopo il solito tira e molla
di mercato. Il Verdi che si ripresentato agli or-
dini di Sarri, alla ripresa della stagione, un
nuovo giocatore. Pi maturo di testa e massic-
cio nel corpo. Perch ora che anche la Serie A
si accorga di lui. E magari pure il Milan, che non
lha ancora mollato definitivamente, ma a giu-
gno ha preso tempo, rinnovando la comproprie-
t col Toro, prima del prestito in Toscana. A fine
campionato ci sar da fare una scelta e tanto va-
le far venire ai rossoneri lacquolina in bocca.
Perch prenderlo Il talento non gli mai man-
cato e lo sanno anche i muri. Ora che anche i
muscoli sono al loro posto, Verdi un giocatore
a tutto tondo. Costa 7 Magic milioni (prezzo pi
che abbordabile) e fa il trequartista puro, ruolo
in via destinzione in Italia, che fa tanto poesia
crepuscolare e immagini da calcio in bianco e
nero. Il posto se lo gioca con un altro giovanotto
promettente, Pucciarelli. Tutti e due i gioiellini
dellEmpoli stanno facendo bene nelle amiche-
voli estive e non escluso che Sarri si convinca a
schierarli insieme dallinizio. Musica per le orec-
chie dei fantallenatori.
RIPRODUZIONE RISERVATA Simone Verdi, 22 anni, trequartista dellEmpoli LAPRESSE
la scheda
SIMONE VERDI
22 ANNI
TREQUARTISTA EMPOLI
Muscoli e poesia, la nuova opera di Verdi
il Magic consiglio
Un romanzo al Cuadrado:
Resta. Ma certi treni...
Andrea Della Valle: Sono pessimista, gli ho chiesto di rimanere
ma se vuole andare serve unofferta. Bonaventura in caso di addio
non ci faremo trovare imprepa-
rati. Poi i miei direttori devono
essere bravi anche a vendere.
Arriveranno un terzino destro
ed un centrocampista (forse
due). Fernando (Shakhtar) pia-
ce molto. Ma costa 10 milioni.
Interesse vivo per Bonaventura
e Kurtic. Non trova conferme
dalla sponda viola, ma circola il
nome del serbo della Stella Ros-
sa Darko Lazovic, che piace an-
che alla Roma. Poi ci sono una
decina di calciatori da piazzare.
Presidente, vorrei fare lultimo
salto. Certi treni non ritornano
ha detto JC11 a Della Valle. Vi-
sta let potresti aspettare. Non
passa solo un treno la risposta.
Per farlo partire serve un treno,
anzi un vagone: carico di euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Simone Verdi nato a
Broni (Pavia) il 12 luglio 1992.
GLI INIZI Cresciuto nel Milan,
ha esordito con i rossoneri in
Coppa Italia nel 2010. Lanno
successivo stato ceduto in
compropriet al Torino, poi in
prestito alla Juve Stabia e la
scorsa stagione allEmpoli dove
ha ottenuto la promozione in
serie A. Rinnovata la
compropriet tra Torino e
Milan, tornato ora in prestito
allEmpoli.
SPECIALE MERCAT
v
i
d
e
n
t
i
K
i
t
&

C
A
R
R
I
E
R
A
Udinese
2009-2011
Presenze 24
Gol 0
Lecce
2011-2012
Presenze 33
Gol 3
Nato il
26/05/1988
a Necocl
Ruolo
Attaccante
Altezza
176 cm
Peso
66 kg
Independiente
Medellin
2008-2009
Presenze 32
Gol 2
Le sue
squadre
JUAN
CUADRADO
Colombia
Fiorentina
Dal 2012
Presenze 83
Gol 20
PROTAGONISTI IL PRESIDENTE, LA STAR E IL SUO EVENTUALE SOSTITUTO
1 Andrea
Della Valle,
48 anni,
presidente
onorario della
Fiorentina
2 Juan
Cuadrado,
26 anni,
esterno
colombiano
3 Giacomo
Bonaventura,
24, esterno
offensivo
dellAtalanta
ANSA-LAPRESSE
1
3
2
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
15

TRATTATIVE, SEGRETI, AMARCORD
un affare una storia
NICOLA CECERE
I RECORD
DI FAUSTINO
Gol, capriole e guai
Con speedy Asprilla
tutto era esagerato
I colombiani Cuadrado e Armero, oggi al centro
del mercato, sono gli eredi della star del Parma
Anni 90: un giocatore unico, non solo in campo
Cuadrado al centro delle
strategie viola e dei desiderata
di alcune big europee, Armero
che passa dal Napoli al Milan
via Udine sulla scia di un buon
Mondiale: Colombia in prima
pagina, quindi. Tanto da ri-
portare alla mente il Cuadra-
do dei primi anni Novanta,
cio Faustino Asprilla. Drib-
bling, gol, acrobazie e matta-
ne al servizio di un Parma am-
bizioso e competitivo, forte di
Taffarel (il portiere che ci fer-
m nella finale di Usa 94), Be-
narrivo, Minotti e Apolloni
(pupilli di Sacchi) in difesa;
Zoratto, Pin, Cuoghi e Osio a
centrocampo e con Melli, Fer-
rante e lo svedese Brolin come
opzioni offensive dellallena-
tore Nevio Scala.
Attaccante esterno, alloc-
correnza anche punta centra-
le, il nostro Faustino quando
veniva lanciato negli spazi era
una forza della natura. Piedi
vellutati, un tiro secco e preci-
so, anche una discreta visione
di gioco, nel senso che per es-
sere una punta riusciva a ren-
dersi utile pure nellultimo
passaggio, riusciva ad attirare
le attenzioni sia per le sue gio-
cate sia per la spiccata voca-
zione a combinare casini. Ter-
mine che mai come nel nostro
caso vale s come guai ma va
inteso pure nel suo significato
originale.
La super dote Sposato con
Catalina, ovvero Miss Colom-
bia, e precoce padre di Santia-
go, lincontenibile Faustino fa-
ceva il bomber sia in campo
che fuori, grazie alla dote rice-
vuta da madre natura, svelata
a tutti dalla rivista Soho, mol-
to diffusa nella comunit gay.
Lui per rimaneva un etero
convintissimo, capace di fa-
re sesso sul volo Bogot-
Londra ma pure di rifiuta-
re diecimila dollari per
sette scene hard di un
porno-film. Catalina lo
abbandon molto pre-
sto, e allora si dedic al-
la felicit di moltissime
ammiratrici evitando
con cura sia una nuova
paternit che un nuo-
vo matrimonio. La sto-
ria damore che attras-
se linteresse della citt
4
GOL
E PISTOLE
S
FAUSTINO
ASPRILLA
Nato a
Tulua (Colombia)
il 10 novembre
1969
S
Arriv in Italia
nel 1992,
ingaggiato dal
Parma e si fece
subito notare
per i suoi
atteggiamenti
stravaganti e
una vita sempre
al limite. Una
volta fu anche
fermato con due
pistole nella sua
auto
S
Il meglio lo diede
in campo. Col
club emiliano
segn 25 gol in
79 partite,
conquistando, in
tre stagioni,
Coppa delle
Coppe,
Supercoppa
Europea e
Coppa Uefa.
Storico il gol
segnato il 21
marzo 1993 a
San Siro contro
il Milan che
interruppe il
record di 58
partite utili
consecutive dei
rossoneri. Nel
1996 pass al
Newcastle
S
Nel 1998 torn
al Parma per
una sola
stagione: in
tempo per
conquistare
unaltra coppa
Uefa
e la coppa Italia
S
Ha lasciato
lItalia nel 1999,
ha poi giocato
con Palmeiras,
Fluminense,
Atlante, Atletico
Nacional,
Universit
de Chile,
Estudiantes.
Con la nazionale
colombiana ha
segnato 20 gol
in 57 presenze
accadde oggi
DI VINCENZO CITO
Papin, il Pallone dOro
che finiva in panchina
Ma ve lo immaginate un Cristiano Ronaldo o
un Messi che da noi stanno in panchina? Pi
o meno quello che succedeva in quei
formidabili anni Novanta, quando
vincevamo una coppa europea a stagione e
potevamo permetterci certi lussi. Jean Pierre
Papin arriva al Milan dopo aver vinto nel
1991 1a massima onorificenza europea,
eppure da Gullit, uno dei vecchi dello
spogliatoio, viene accolto cos. Lui e Van
Basten assieme in campo? Ci vorr un
semaforo. Eh s, perch di stranieri in
campo possono andarne solo tre, i rossoneri
ne hanno uno pi bravo dellaltro, ci sono
anche Boban, Savicevic, Rijkaard e Capello li
alterna, a seconda delle necessit. E una
squadra fortissima, giocher tre finali di
seguito in Champions - pur vincendone solo
una - e Papin ha il torto di essere sempre
dalla parte sbagliata: col Marsiglia, quando
nel 1991 elimina il Milan nei quarti (la notte di
Galliani, notte di esami , di campioni e di
lampioni...), e poi gioca col Milan quando
perde la finale col Marsiglia nel 1993...
Per tutti noi comunque diventa subito JPP,
anche se i francesi gi lo chiamavano cos,
ironizzando sulle iniziali che per loro
significano Jen peux plus (non ce la faccio
pi) per i troppi gol sbagliati. In Italia si
guadagna stima, mai amore. Fra acuti (come
quello del 9 agosto 1993 con due gol in
amichevole al Barcellona, che a quei tempi il
Milan strapazzava come voleva) e colpi a
vuoto, una partita s, laltra no, insofferente
al turnover, un rapporto non facile con
lallenatore, si fa ricordare per un fantastico
gol a volo contro il Porto in Champions
League prima di andarsene, nel 1994 - senza
troppi rimpianti - al Bayern. Anche qui stenta,
dice di avere problemi con la lingua, e non
glieli pu certo risolvere Trapattoni. Infine
lascia per una (vera) scelta di vita, dedicarsi
alla figlia nata con gravi disturbi neurologici,
che assiste per 10 ore al giorno. Non entrer
nella storia dei fenomeni, di sicuro un gran
bel pap questo Papin. Anche se oggi va pi
di moda il papi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
e delle pubblicazioni di setto-
re fu quella con Petra, sedu-
cente showgirl tedesco-emi-
liana, allepoca molto presen-
te su canali tv e video.
La ferita Nel frattempo la
squadra mieteva successi non
solo in campionato (dove un
gol di Asprilla ferma a quota
58 la serie record del Milan)
cos da centrare la finale di
Coppa delle Coppe, in pro-
gramma a Wembley. Alla qua-
le legato il mistero di Tuli
che qui riassumiamo. Dopo la
semifinale, Faustino ottiene il
permesso di recarsi a casa
(600 km da Bogot) per stare
vicino alla madre morente. Al-
la vigilia del ritorno in Italia,
per, il Parma scopre che il
giocatore ha subito un inter-
vento al polpaccio a causa di
numerose ferite ricucite con
35 punti e una prognosi di 40
giorni: niente finale, insom-
ma. Lui forn spiegazioni non
convincenti, parlando di pie-
tre schizzate da sotto le ruote
di un pullman, la moglie Cata-
lina, non ancora del tutto ex,
accenn a vetri di bottiglia. In-
somma, unico particolare si-
curo, il ragazzo si era preso
una sbronza solenne. Ed era
quello il suo debole, non la
droga della quale comunque si
accenn sui tabloid inglesi du-
rante le trattative per il pas-
saggio al Newcastle. Birra e vi-
no s, droga mai, hanno sem-
pre giurato i suoi compagni
del Parma.
Nel laghetto Ma Faustino era
sobrio quella volta in cui cad-
de nel laghetto dellalbergo
svedese in cui la squadra era
in ritiro. Aveva preso una bar-
ca per dilettarsi un po, chiss
come si ritrov inzuppato fra-
dicio alla riunione tecnica pre
partita fissata da Scala. Esclu-
sione dal match e forte multa
le conseguenze. Nel gennaio
del 1995 salt Parma-Juve a
causa del ritardato rientro
dalle vacanze.
Si venne a sape-
re che aveva tra-
scorso una notte
in cella per aver sa-
lutato il nuovo anno
sparando con una pistola
vera. Oggi gestisce una fa-
zenda nella sua Colombia,
grano e canna da zucchero
che vende allo Stato. Per di-
vertirsi ha messo su una
squadra di giovani, presi-
dente-allenatore: natural-
mente tutte le vittorie si fe-
steggiano al bar.
RIPRODUZIONE RISERVATA
CINQUE ANNI IN EMILIA PIENI DI EMOZIONI E TROFEI
Faustino Asprilla stato uno dei simboli storici del Parma negli anni Novanta: 1 La punizione segnata
a San Siro contro il Milan il 21 marzo 1993, che mise fine a 58 gare senza sconfitte dei rossoneri.
2 Unimmagine in maglia giallobl 3 Asprilla sorridente con due Coppe Uefa ai lati della Coppa Italia
1 2
3
16
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

SERIE A
CONSIGLI
DRAME CHERUBIN
ATALANTA
4-4-1-1
BENALOUANE STENDARDO
BONAVENTURA
CIGARINI
CARMONA
ESTIGARRIBIA
MORALEZ
DENIS
ALL. COLANTUONO CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
3 mln
2 mln
Lultima suggestione per il centro-
campo Gargano: un giocatore di
esperienza che potrebbe rappre-
sentare una valida alternativa a
Cigarini, nel caso il centrocampi-
sta nerazzurro dovesse lasciare
Bergamo (il Sassuolo resta la de-
stinazione pi credibile). Definita
intanto la cessione di Ardemagni
allo Spezia: lattaccante dovreb-
be firmare oggi con i liguri.
ACQUISTI Dram (d, Chievo); Cheru-
bin (d, Bologna); DAlessandro (c, Ce-
sena); Molina (c, Modena, fp); Zappa-
costa (d, Avellino, fp); Canini (d, Juve
Stabia, fp); Gagliardini (c, Cesena, fp);
Suagher (d, Crotone, fp); Boakye (a,
Elche); Biava (d, Lazio), Spinazzola (a,
Siena); R. Bianchi (a, Bologna); Ros-
seti (a, Siena).
CESSIONI Yepes (d, Independiente);
Livaja (a, Rubin Kazan); Cazzola (c,
Cesena); Giorgi (c, Cesena); M. Kone
(c, Avellino); Nica (d, Cesena); Lucchi-
ni (d, Cesena); De Luca (a, Bari); Ben-
tancourt (a, Bologna).
OBIETTIVI Obinna (a, Lokomotiv Mo-
sca); Zielinski (c, Udinese); Kurtic (c,
Sassuolo); Gargano (c, Napoli).
Se parte Cigarini
adesso spunta
il nome di Gargano
CAPUANO
COLOMBI
PISANO ROSSETTINI MURRU
DESSENA CONTI EKDAL
IBARBO SAU COSSU
CAGLIARI
4-3-3
ALL. ZEMAN NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,5 mln
6 mln
In attesa delle visite a Cagliari, Al-
munia rientrato in Inghilterra col
permesso della societ. Nel frat-
tempo, ieri atterrato ad Olbia
Ceppitelli: lex Parma, in prestito a
Bari la scorsa stagione, si unito
al gruppo di Zeman.
ACQUISTI Balzano (d, Pescara); Bene-
detti (d, Padova); Capello (a, Bologna);
Colombi (p, Carpi); Crisetig (c, Crotone);
Longo (a, Rayo); Cragno (p, Brescia);
Caio Rangel (a, Flamengo); Donsah (c,
Verona); Capuano (d, Pescara); Farias
(a, Sassuolo); Almunia (p, Watford);
Ceppitelli (d, Bari).
CESSIONI Oikonomou (d, Bologna);
Nen (a, Verona); Avramov (p, Torino);
Ibraimi (c, Maribor, fp); Vecino (c, Fio-
rentina, fp); Bastrini (d, Novara, fp); Sil-
vestri (p, Leeds, fp); Tabanelli (c, Cese-
na, fp); Perico (d, Cesena); Astori (d,
Roma); Del Fabro (d, Pescara); Pinilla
(a, Genoa).
OBIETTIVI Kurtic (c, Sassuolo); Botta
(a, Inter); Dielna (d, Olympiacos); Hu-
sbauer (c, Sparta Praga); Blandi (a, San
Lorenzo).
Ceppitelli si unisce
al gruppo di Zeman
Almunia in permesso
LUCCHINI
PERICO
TABANELLI ZE EDUARDO
LEALI
CAPELLI
RENZETTI
CASCIONE
DEFREL MARILUNGO GARRITANO
CESENA
4-3-3
ALL. BISOLI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2 mln
1,9 mln
Giornata interlocutoria in casa
bianconera: il nome pi caldo per
lattacco sempre quello di
Brienza, si lavora per condurre in
porto la trattativa nella prossima
settimana. Sullo sfondo restano
dattualit il sogno Borriello e
lipotesi Ebagua. Nel frattempo si
valutano le condizioni fisiche di
Pulzetti, obiettivo concreto per il
centrocampo. In uscita si segna-
la la cessione di Louise Parfait al
Chiasso di Zambrotta.
ACQUISTI Leali (p, Spezia); Nica (d,
Atalanta); Lucchini (d, Atalanta);
Cazzola (c, Atalanta); Giorgi (c, Ata-
lanta); Tabanelli (c, Cagliari, fp); Mi.
Djuric (a, Cittadella, fp); Perico (d,
Cagliari); Magnusson (d, Spezia); Z
Eduardo (c, Ofi Creta); Bressan (p,
Varese).
CESSIONI Campagnolo (p, svincola-
to); Coser (p, Vicenza); Camporese
(d, Fiorentina, fp); Consolini (d, svin-
colato); Alhassan (c, Genoa, fp); Be-
lingheri (c, Livorno, fp); Gagliardini
(c, Atalanta, fp); DAlessandro (c,
Atalanta).
OBIETTIVI Ademilson (a, San Paolo);
Pulzetti (c, Bologna); Babacar (a,
Fiorentina); Sanabria (a, Roma);
Brienza (a, Atalanta); Borriello (a,
Roma); Radosevic (c, Napoli); Eba-
gua (a, Spezia).
Brienza per lattacco
Si aspetta Pulzetti
Parfait al Chiasso
GAMBERINI
BIRAGHI
IZCO
BIRSA
MEGGIORINI
BARDI
DAINELLI
FREY
RADOVANOVIC HETEMAJ
PALOSCHI
CHIEVO
4-3-3
ALL. CORINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,2 mln
5,8 mln
Il Chievo cerca di stringere i tempi
per riportare Cofie a Verona. Il
ghanese sarebbe il sostituto idea-
le di Luca Rigoni. La trattativa va
avanti ormai da parecchie setti-
mane e per cautelarsi la societ
tiene sotto controllo anche Vecino
della Fiorentina, sul quale per c
un interesse concreto dellEmpoli.
Novit nello staff societario: dal
Novara arriva il d.g. Luca Faccioli.
ACQUISTI Birsa (c, Milan); Meggiorini
(a, Torino); M. Lopez (a, Samp); Bardi
(p, Livorno); Biraghi (d, Catania); Edi-
mar (d, Cluj); Zukanovic (d, Gent);
Mangan (c, Nancy); Bellomo (c, Spe-
zia); Seculin (p, Avellino, fp); Papp (d,
A. Giurgiu); Sestu (c, Samp, fp); Gam-
berini (d, Genoa); Miranda (p, Sorren-
to); Izco (c, Catania).
CESSIONI Thereau (a, Udinese);
Dram (d, Atalanta); Agazzi (p, Milan);
Obinna (a, Lokomotiv Mosca, fp);
Guarente (c, Empoli); Rubin (d, Mode-
na); Canini (d, Atalanta, fp); Paredes
(a, Roma, fp); Bernardini (d, Livorno,
fp); Claiton (d, Crotone); Stoian (a, Ba-
ri); L. Rigoni (c, Palermo); Acosty (a,
Modena), Ardemagni (a, Latina).
OBIETTIVI Dessena (c, Cagliari); Co-
fie (c, Genoa); Mantovani (d, Palermo);
G. Burdisso (d, Boca Juniors); Faraoni
(d, Udinese); Castro (c, Catania); Ve-
cino (c, Fiorentina).
Cofie pi vicino
Lerede di Rigoni
pu essere lui
TONELLI RUGANI
HYSAJ
CROCE VALDIFIORI MORO
MACCARONE TAVANO
PUCCIARELLI
BASSI
LAURINI
EMPOLI
4-3-1-2
ALL. SARRI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
0 mln
0 mln
Cuadrado decider
tra 7-10 giorni:
dipende tutto da lui
SAVIC GO. RODRIGUEZ
GOMEZ ROSSI
NETO
FIORENTINA
3-5-2
BASANTA
PIZARRO BORJA VALERO
PASQUAL CUADRADO
AQUILANI
ALL. MONTELLA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
1,1 mln
3,6 mln
In casa viola, il centro del calcio-
mercato si chiama Juan Cuadrado:
Andrea Della Valle ha chiesto al co-
lombiano di rimanere unaltra sta-
gione, ma ha assicurato che lo la-
scer libero in caso di unofferta ir-
rinunciabile per la societ (intorno
ai 40 milioni) e per il giocatore, che
a Firenze guadagnerebbe un mas-
simo di 2,2 milioni annui, che non
possono competere coi 3,5 del
Barcellona (la destinazione prefe-
rita di Cuadrado). La decisione ar-
river nei prossimi dieci giorni. In-
tanto arrivano richieste insistenti
per il centrocampista Vecino da
Chievo ed Empoli, con questultimo
in vantaggio: la Fiorentina dovreb-
be lasciarlo partire, forse insieme
a Wolski.
ACQUISTI Tatarusanu (p, Steaua Bu-
carest); Octvio (c, Botafogo); Beleck
(a, Udinese); Brillante (c, Newcastle
Jets); Camporese (d, Cesena, fp); Veci-
no (c, Cagliari, fp); Lazzari (c, Udinese,
fp); Babacar (a, Modena, fp); Basanta
(d, Monterrey); Bernardeschi (a, Cro-
tone, fp).
CESSIONI Rosati (p, Napoli, fp); Matri
(a, Genoa); Matos (a, Cordoba); Comp-
per (d, Lipsia); Rebic (a, Lipsia).
OBIETTIVI Bonaventura (c, Atalanta);
Kurtic (c, Sassuolo); Fernando (c,
Shakhtar); Veloso (c, Dinamo Kiev);
Fernando Gaibor (c, Emelec).
Difesa rosanero:
piacciono Silvestre
e Maza Rodriguez
Zamparini ancora alla ricerca di
un centrale difensivo da affidare a
Iachini: i principali obiettivi sono
sempre largentino Matias Silve-
stre, in uscita dallInter, e la sug-
gestione Francisco Maza Rodri-
guez, 32enne messicano del Cruz
Azul. Gli uomini mercato rosanero
stanno attendendo il momento op-
portuno per concludere almeno
una di queste due trattative per
puntellare il reparto arretrato.
ACQUISTI Chochev (a, Cska Sofia);
Mantovani (d, Bologna, fp); Della Roc-
ca (c, Bologna, fp); Nelson (d, Almeria,
fp); L. Varela (c, Bari); Quaison (c, Aik);
L. Rigoni (c, Chievo); Feddal (d, Siena).
CESSIONI Lafferty (a, Norwich); Ver-
re (c, Perugia); Troianiello (c, Bolo-
gna); Stevanovic (c, Bari); Goldaniga
(d, Perugia).
OBIETTIVI Duarte (d, Bruges); Cigari-
ni (c, Atalanta); Pavoletti (a, Sassuolo);
Rispoli (d, Parma); Felipe (d, Parma);
Marrone (c, Juve); Pozzi (a, Parma);
Novaretti (d, Lazio); Campagnaro (d,
Inter); Silvestre (d, Inter); Maza Rodri-
guez (d, Cruz Azul).
POMINI
SASSUOLO
4-3-3
TERRANOVA
CANNAVARO
MAGNANELLI BRIGHI BIONDINI
BERARDI ZAZA SANSONE
VRSALJKO
PELUSO
ALL. DI FRANCESCO CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
0,5 mln
3,5 mln
ACQUISTI Peluso (d, Juve); Pavo-
letti (a, Varese, fp); Vrsaljko (d, Ge-
noa).
CESSIONI Rosi (d, Genoa); Ziegler
(d, Juve, fp); Marrone (c, Juve, fp);
Alexe (a, D. Bucarest, fp); Sanabria
(a, Roma, fp); Masucci (a, Frosino-
ne); Pucino (d, Pescara); Perilli (p,
Pro Patria); Farias (a, Cagliari).
OBIETTIVI Bernardeschi (a, Fio-
rentina); Cofie (c, Genoa); Carrera
(d, S. A. Montevideo); Cigarini (c,
Atalanta); Caprari (a, Pescara);
Diaz (c, Basilea), Agazzi (p, Milan);
Puggioni (p, Chievo); Kucka (c, Ge-
noa); Bizzarri (p, Genoa); Lamanna
(p, Genoa); Obiang (c, Samp); Sto-
rari (p, Juventus); Sorrentino (p,
Palermo).
SORRENTINO
PALERMO
3-5-2
MILANOVIC TERZI MUOZ
BOLZONI
LAZAAR
BARRETO
MORGANELLA
HERNANDEZ VAZQUEZ
L. RIGONI
ALL. IACHINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
4,5 mln
4,2 mln
Il Parma cerca rinforzi a centro-
campo: Lodi il nome pi probabi-
le. In uscita per Paletta e Biabiany
ci sono solamente sondaggi ma
per lesterno francese c sempre
lopzione Inter. Al momento co-
munque nessuna offerta con-
grua alle richieste del club emilia-
no. Ninis, intanto, dovrebbe torna-
re in Grecia. Santacroce piace al-
lHonved.
ACQUISTI Iacobucci (p, Latina, fp); Pi-
gliacelli (p, Reggina, fp); Mendes (d,
Sassuolo, fp); Rispoli (d, Ternana, fp);
Santacroce (d, Padova, fp); Ristovski
(d, Latina, fp); Musacci (c, Padova, fp);
Ninis (c, Salonicco, fp); Belfodil (a, Li-
vorno); Jorquera (a, Eskisehirspor, fp).
CESSIONI Schelotto (c, Inter, fp); Gar-
gano (c, Napoli, fp); Obi (c, Inter, fp);
Parolo (c, Lazio); Vergara (d, Avellino);
J. Rossini (d, Bari); Munari (c, Wa-
tford).
OBIETTIVI Lodi (c, Catania); Manfre-
dini (d, Sassuolo); Galano (c, Bari);
Crimi (c, Bari); Schelotto (c, Inter); Bel-
lomo (c, Chievo); Obinna (a, Lokomotiv
Mosca).
Si cercano rinforzi
per il centrocampo
Lodi rimane in pole
MIRANTE
PARMA
4-3-3
LUCARELLI GOBBI PALETTA CASSANI
MARCHIONNI MAURI ACQUAH
CASSANO BIABIANY BELFODIL
ALL. DONADONI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
5,5 mln
5 mln
Wolfsburg-Destro:
offerti 24 milioni
e un quinquennale
DE SANCTIS
ROMA
4-3-3
BENATIA CASTAN MAICON
DE ROSSI STROOTMAN PJANIC
TOTTI GERVINHO ITURBE
COLE
ALL. GARCIA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2,6 mln
39,5 mln
Lattacco giallorosso al centro
del mercato: Borriello piace al Ce-
sena, ma, al momento, le parti so-
no lontane. Per Mattia Destro, in-
vece, si mosso in maniera decisa
il Wolfsburg: la dirigenza tedesca
ha offerto alla Roma 24 milioni di
euro per il cartellino del giocatore,
a cui stato proposto un contrat-
to quinquennale a 3 milioni e mez-
zo di euro lanno.
ACQUISTI A. Cole (d, Chelsea); Ema-
nuelson (d, Milan); Uan (c, Fener-
bahe); S. Keita (c, Valencia); Paredes
(c, Chievo, fp); Sanabria (a, Sassuolo,
fp); Iturbe (a, Verona); Astori (d, Ca-
gliari).
CESSIONI Dod (d, Inter); Jedvaj (d,
Bayer Leverkusen); F. Ricci (a, Croto-
ne); Taddei (c, Perugia); Toloi (d, San
Paolo, fp); Bastos (c, Al Ain, fp).
OBIETTIVI Basa (d, Lilla); Vlaar (d,
Aston Villa); Santon (d, Newcastle);
Darmian (d, Torino); Rolando (d, Por-
to); Luiz Adriano (a, Shakhtar); Cam-
pagnaro (d, Inter); Manolas (d, Olym-
piacos); Konoplyanka (a, Dnipro); Chi-
riches (d, Tottenham); Kalou (a, Lille).
Trattative tra toscani: lEmpoli ha
ufficialmente chiesto alla Fiorenti-
na la disponibilit a cedere in pre-
stito Matias Vecino e ha anche
contattato direttamente il centro-
campista per conoscerne le inten-
zioni. Si attendono risposte da en-
trambe le parti per linizio della
settimana prossima e non esclu-
so che nellaffare rientri anche
lattaccante viola Wolski. La prin-
cipale alternativa al giocatore
uruguaiano sarebbe Luca Rizzo
della Sampdoria, che la scorsa
stagione lha girato in prestito al
Modena.
ACQUISTI Aguirre (a, Liverpool Mon-
tevideo); Rovini (a, Udinese); Sepe (p,
Napoli); Guarente (c, Chievo); Bian-
chetti (d, Verona).
CESSIONI Pratali (d, svincolato).
OBIETTIVI Cataldi (c, Lazio); Laxalt (c,
Inter); Saponara (c, Milan); Vecino (c,
Fiorentina); Wolski (c, Fiorentina);
Camporese (d, Fiorentina); Zielinski
(c, Udinese); Rizzo (c, Sampdoria).
Sassuolo, giostra portiere
Storari la prima scelta
Al 37enne juventino
stato proposto
un biennale. Agazzi
resta lalternativa.
E c lidea Sorrentino
ALESSANDRO RUSSO
MILANO
Pegolo out per infortunio
e Sassuolo alla spasmodica ri-
cerca di un portiere. Sono in
tanti a partecipare alla giostra
dei numeri uno destinazione
Emilia, ma nelle ultime ore sale
la candidatura di Marco Stora-
ri, 37enne juventino. Il portiere
bianconero, infatti, tentato
dalla proposta di un biennale
fatta arrivare dal club nerover-
de e diventa ora lobiettivo nu-
mero 1. Contatti in corso con
lentourage del portiere per
cercare una bozza di accordo.
Alla rosa dei candidati, oltre
Michael Agazzi del Milan, il
primo ad essere sondato dal
Sassuolo, si unito anche Sor-
rentino del Palermo che gradi-
rebbe anche lui la destinazione
emiliana. Desiderio tuttaltro
che facile, in collisione con la
volont del Palermo, costretto
in caso a virare su Puggioni
(Chievo). Pi sfumate le piste
Lamanna e Bizzarri (Genoa). Il
quadro sar pi chiaro dopo il
vertice in programma stasera
tra gli uomini di mercato nero-
verdi e il tecnico Di Francesco,
a margine dellamichevole in
programma con lEmpoli.
Strategie in mediana I diri-
genti emiliani cercano anche
un regista. Cos, al primo obiet-
tivo Cigarini, in stand-by per la
distanza dai 10 milioni chiesti
dallAtalanta che vorrebbe in-
serire anche Kurtic nella tratta-
tiva, in corso contatti col Genoa
per uno scambio Pavoletti-
Kucka, con robusto conguaglio
a favore dei liguri. Ma senza ac-
cordo, per ora. La pista alterna-
tiva Obiang (Samp), che pia-
ce molto al West-Ham. Non sfu-
ma infine lidea Cofie.
RIPRODUZIONEERVATA
Vecino a un passo
Si attende a breve
lok della Fiorentina
SPECIALE MERCAT
Smartphone Android
5,5 millimetri di
esclusiva eleganza
Smartphone Android
Spingi al massimo il
tuo divertimento
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
17

SERIE A
Preso Edenilson
Trattative in corso
per Pavoletti
In dirittura darrivo il prestito dal-
lInter del giovane difensore sene-
galese Ibrahima Mbaye: manca
solo lufficialit. Cala lentusiasmo
per lo svincolato Lugano in difesa
e in alternativa si guarda ancora a
Roncaglia della Fiorentina. Accor-
do fatto per il prestito di Edenilson
dallUdinese, con cui si tratta an-
che Nico Lopez. Infine, si lavora col
Sassuolo per lattaccante Pavolet-
ti, la scorsa stagione in prestito al
Varese.
ACQUISTI Matri (a, Fiorentina); Perotti
(c, Siviglia); Ragusa (c, Pescara, fp); Im-
prota (a, Padova, fp); Izzo (d, Avellino);
Alhassan (c, Cesena, fp); Santana (c,
Olhanense, fp); Sampirisi (d, Olhanense
fp); Rosi (d, Sassuolo); Greco (c, Livorno);
Lamanna (p, Siena); Marsura (a, Udine-
se); Rincon (c, Amburgo); Iago (c, Rayo
Vallecano); Pinilla (a, Cagliari); Ponti (a,
Modena).
CESSIONI Sculli (a, Lazio, fp); Centurion
(c, Racing); Konate (a, Krasnodar, fp); De
Ceglie (d, Juve, fp); Gilardino (a, Guang-
zhou); Matuzalem (c, resc. cons.); Motta
(d, Juve, fp); Vrsaljko (d, Sassuolo); Gam-
berini (d, Chievo); Donnarumma (p, Bari).
OBIETTIVI Campagnaro (d, Inter);
Roncaglia (d, Fiorentina); Juanfran (d,
Betis); Mbaye (d, Inter); Lugano (d,
svincolato); Britos (d, Napoli); N. Lopez
(a, Udinese); Pavoletti (a, Sassuolo).
DE MAIO BURDISSO MARCHESE
KUCKA
PERIN
GENOA
3-4-3
ROSI
PEROTTI MATRI
RINCON STURARO
ANTONELLI
ALL. GASPERINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,5 mln
7 mln
La dirigenza nerazzurra ha quasi
completato il mercato: oltre alluffi-
cialit del prestito al Genoa di
Mbaye, si attendono gli esiti delle
trattative, sempre in uscita, di
Campagnaro (lo vuole la Sampdo-
ria, ma c stata una frenata) e Sil-
vestre (piace al Palermo). Questul-
timo partir sicuramente, ma, se
dovesse uscire anche largentino
ex napoli, si riapriranno le trattati-
ve per Rolando. Intanto dallInghil-
terra si intensificano le voci sulla
volont dellInter di cedere Guarin
al Manchester United: manca per
unofferta concreta.
ACQUISTI Vidic (d, Man. United); Dod
(d, Roma); Berni (p, Torino); Obi (c, Par-
ma, fp), Schelotto (c, Parma, fp); Silve-
stre (d, Milan, fp); MVila (c, R. Kazan);
Mbaye (c, Livorno, fp); Krhin (c, Bolo-
gna, fp); Laxalt (c, Bologna, fp); Belec
(p, Olhanense, fp); Osvaldo (a, Juve);
Medel (c, Cardiff).
CESSIONI Cambiasso (c, svincolato);
Zanetti (d, ritiro); Rolando (d, Porto, fp);
Samuel (d, Basilea); Milito (a, Racing);
Castellazzi (p, svincolato); Mudingayi
(c, svincolato); Taider (c, Southamp-
ton).
OBIETTIVI Rolando (d, Porto); Balanta
(d, River Plate); Hernandez (a, Man.
United); Biabiany (c, Parma).
Si aspetta Rolando
Arriver se parte
Campagnaro
RANOCCHIA JUAN JESUS
ICARDI PALACIO
HANDANOVIC
INTER
3-5-2
MEDEL
DODO
VIDIC
HERNANES KOVACIC
NAGATOMO
ALL. MAZZARRI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2 mln
4,6 mln
In attesa di novit sul fronte Vi-
dal, la cui cessione resta possi-
bile in caso di mega offerte dal-
lestero, la Juventus temporeg-
gia nella ricerca dei tasselli man-
canti per il puzzle di Allegri: un
difensore e un attaccante. Ma-
rotta e Paratici potrebbero op-
tare per un affare last minute,
nella speranza di spuntare un
prezzo favorevole sui nomi cir-
colati nelle ultime settimane.
ACQUISTI Coman (c, Psg); Evra (d,
Man. United); Marrone (c, Sassuolo,
fp); Motta (d, Genoa, fp); De Ceglie
(d, Genoa, fp); Ziegler (d, Sassuolo,
fp); Pasquato (a, Padova); Morata (a,
Real Madrid); Pereyra (c, Udinese);
Romulo (c, Verona).
CESSIONI Vucinic (a, Al-Jazira); Pe-
luso (d, Sassuolo); Osvaldo (a, In-
ter); Quagliarella (a, Torino); Isla (c,
Qpr).
OBIETTIVI Nastasic (d, Manchester
City); Savic (d, Fiorentina); Etoo (a,
svincolato); Manolas (d, Olympia-
cos); Vlaar (d, Aston Villa); Lucas Sil-
va (d, San Paolo); Lavezzi (a, Psg);
Jovetic (a, Manchester City).
In difesa e in attacco
adesso si pensa
al colpo last minute
CACERES BONUCCI CHIELLINI
LLORENTE TEVEZ
BUFFON
JUVENTUS
3-5-2
EVRA
VIDAL PIRLO POGBA
LICHTSTEINER
ALL. ALLEGRI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
14,8 mln
36,8 mln
Nel mercato biancoceleste c
fermento in uscita: dopo lattac-
cante Minala, il Bari ha fatto un
sondaggio anche per laltro giova-
ne Lorenzo Filippini, terzino sini-
stro. Non escluso che entrambi i
giocatori vengano ceduti in presti-
to al club pugliese. Intanto dallIn-
ghilterra giunge notizia di un inte-
ressamento del Liverpool per il
gioiello Bald Keita. Il presidente
Lotito ritiene per incedibile il gio-
catore: la trattativa al momento
non neppure avviata.
ACQUISTI Parolo (c, Parma); Basta (d,
Udinese); Djordjevic (a, Nantes); Ca-
taldi (c, Crotone, fp); Vinicius (d, Pado-
va, fp); Sculli (a, Genoa, fp); De Vrij (d,
Feyenoord); Braafheid (d, Hoffenhe-
im).
CESSIONI Biava (d, Atalanta); Dias (d,
svincolato); Crecco (c, Ternana).
OBIETTIVI Lucas Mendes (d, Marsi-
glia); De Maio (d, Genoa); Paletta (d,
Parma); Vlaar (d, Aston Villa); Bruma
(d, Psv); Lugano (d, svincolato); Ka-
boul (d, Tottenham); Balanta (d, River
Plate).
Lotito blinda Keita
Minala e Filippini
nella lista partenti?
MARCHETTI
BASTA DE VRIJ
LAZIO
4-3-3
CANA RADU
BIGLIA
CANDREVA
LEDESMA PAROLO
KEITA KLOSE
ALL. PIOLI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
0 mln
18,4 mln
Col trasferimento del calciomer-
cato in Toscana, a Forte dei Mar-
mi, sar il vertice di oggi tra Gallia-
ni ed Inzaghi a decretare il futuro
del mercato rossonero: i fronti pi
caldi sono quelli del portiere, con
linteresse per Diego Lopez del
Real Madrid, e del terzino sinistro
che sostituir Constant. Lerede
Armero dellUdinese: il colombia-
no ha gi trovato un accordo con il
Milan e rientrer in Italia nei pros-
simi giorni.
ACQUISTI Menez (c, Psg); Agazzi (p,
Chievo); Albertazzi (d, Verona); Alex
(d, Psg); Didac Vil (d, Betis, fp); Niang
(a, Montpellier, fp).
CESSIONI Petagna (a, Latina); Kak
(c, San Paolo); Emanuelson (d, Roma);
Amelia (p, svincolato); Birsa (c, Chie-
vo); Taarabt (c, Qpr, fp); Silvestre (d,
Inter, fp); Coppola (p, Bologna); Con-
stant (d, Trabzonspor); Robinho (a,
Santos).
OBIETTIVI Cerci (a, Torino); Criscito
(d, Zenit); Douglas Costa (a, Shakhtar);
Campbell (a, Arsenal); Armero (d, Udi-
nese); Diego Lopez (p, Real Madrid);
Dzemaili (c, Napoli); Taarabt (c, Qpr).
Vertice rossonero
Galliani-Inzaghi
In ballo il portiere
ABBIATI
MILAN
4-3-3
ABATE DE SCIGLIO RAMI
MUNTARI DE JONG POLI
MENEZ
ALEX
EL SHAARAWY BALOTELLI
ALL. INZAGHI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
2,6 mln
0,5 mln
Fellaini costa troppo:
Lucas o Camacho
Richieste per Vargas
RAFAEL
NAPOLI
4-2-3-1
ALBIOL GHOULAM
CALLEJON HAMSIK
HIGUAIN
MERTENS
ZUNIGA
JORGINHO INLER
ALL. BENITEZ CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
4,3 mln
5 mln
KOULIBALY
Per il mercato partenopeo arriva-
no aggiornamenti sulla questione
Fellaini: c il gradimento del gio-
catore per il progetto e la disponi-
bilit del Manchester United ad
accollarsi met dellingaggio, ma
non quella di scendere sotto i 5 mi-
lioni per il prestito oneroso. Lucas
Leiva e Camacho ad oggi sono al-
ternative decisamente pi acces-
sibili. In uscita, si tratta per Edu
Vargas: molto forte linteresse del
Valencia, ma sul cileno ci sarebbe
anche la Lokomotiv Mosca. Qualo-
ra Vargas dovesse lasciare Napo-
li, la formula di trasferimento sa-
rebbe quella del prestito.
ACQUISTI Koulibaly (d, Genk); An-
dujar (p, Catania); Gargano (c, Parma,
fp); Rosati (p, Fiorentina, fp); Vargas
(a, Valencia, fp); Fideleff (d, Tigre, fp);
Donadel (c, Verona, fp); Dumitru (a,
Reggina, fp); Ciano (a, Avellino, fp);
Maiello (c, Ternana, fp); Michu (a,
Swansea).
CESSIONI Reina (p, Bayern); Reveille-
re (d, svincolato); Doblas (p, svincola-
to); Bariti (c, svincolato); Behrami (c,
Amburgo); Fornito (c, Cosenza).
OBIETTIVI Lucas Leiva (c, Liverpool);
Fellaini (c, Man. United); Camacho
(Malaga).
PADELLI
TORINO
3-5-2
BOVO GLIK MORETTI
EL KADDOURI
VIVES DARMIAN
CERCI
NOCERINO
MOLINARO
QUAGLIARELLA
ALL. VENTURA CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
10 mln
16,7 mln
In casa granata tiene sempre
banco la questione Cerci: il mer-
cato del Torino ruota intorno alla
possibile partenza dellattaccan-
te mancino della Nazionale. Il gio-
catore piace a Milan, Monaco ed
Atletico Madrid, ma, al momento,
nessuna di queste squadre sem-
bra intenzionata a sborsare i 20
milioni chiesti da Cairo. Indipen-
dentemente dalleventuale ces-
sione di Cerci, si lavora sul fanta-
sista Ruben Botta dellInter e sul-
lesterno difensivo dellUdinese
Faraoni.
ACQUISTI Jansson (d, Malm); Marti-
nez (a, Young Boys); Molinaro (d, Par-
ma); Nocerino (c, West Ham); Benassi
(c, Livorno); Perez (c, Elche); Peres (d,
Santos); Sanchez Mio (c, Boca Ju-
niors); Quagliarella (Juve); Avramov
(p, Cagliari); Gaston Silva (d, Defen-
sor).
CESSIONI Immobile (a, Borussia
Dortmund); L. Gomis (p, Trapani); Ber-
ni (p, Inter); Meggiorini (a, Chievo); Pa-
squale (d, Udinese, fp); Tachtsidis (c,
Verona); Gu. Rodriguez (d, Verona); A.
Gomis (p, Avellino); Chiosa (d, Avelli-
no).
OBIETTIVI Mantovani (d, Palermo); D.
Zapata (a, Napoli); Faraoni (d, Udine-
se); Okaka (a, Sampdoria); Botta (a,
Inter); Zielinski (c, Udinese).
Il mercato granata
legato a Cerci
Botta piace ancora
RAFAEL
LUNA MARTIC
CHRISTODOULOPOULOS
TACHTSIDIS
VERONA
4-3-3
MARQUEZ MORAS
HALFREDSSON
NENE GOMEZ TONI
ALL. MANDORLINI CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
33,4 mln
2,5 mln
In porta c Belec
Per lattacco pista
sudamericana
La dirigenza giallobl lavora per re-
galare a Mandorlini un portiere:
proseguono decise le trattative
per Belec, che potrebbe lasciare
lInter per trovare pi spazio. In at-
tacco ancora forte linteresse per
Nico Lopez dellUdinese, ma c an-
che una pista sudamericana per
trovare lerede designato di Iturbe .
ACQUISTI Ionita (c, Aarau); Martic (d,
San Gallo); Gollini (p, Man. United); Chan-
turia (a, Cluj); Christodoulopoulos (c, Bo-
logna); Obbadi (c, Monaco); Valoti (c, Albi-
noLeffe); Tachtsidis (c, Torino); Nen (a,
Cagliari); Gu. Rodriguez (d, Torino); Luna
(d , Aston Villa); Marquez (d, Len).
CESSIONI Cacciatore (d, Samp); Alber-
tazzi (d, Milan); Martinho (c, Catania); Ci-
rigliano (c, River Plate, fp); Pillud (d, Ra-
cing, fp); Donadel (c, Napoli, fp); Mar-
quinho (c, Al-Ittihad); Cacia (a, Bologna);
Iturbe (a, Roma); Donsah (c, Cagliari);
Maietta (d, Bologna); Romulo (c, Juve);
Rabusic (a, Verona); Bianchetti (d, Empo-
li).
OBIETTIVI N. Lopez (a, Udinese); Lu-
cas Evangelista (c, San Paolo); Villalba
(a, San Lorenzo); Belec (p, Inter).
LEGENDA
I dati sui milioni di euro spesi per gli ac-
quisti e incassati per le cessioni si riferi-
scono solo ai cambi di maglia.
IN GIALLO I NUOVI ACQUISTI
Stop Campagnaro:
c il nodo ingaggio
Obiang nel mirino
Gli uomini mercato blucerchiati
non hanno trovato laccordo con
linterista Hugo Campagnaro, che
ha chiesto un biennale ritenuto
troppo alto dalla Sampdoria. Bru-
sca frenata che sa di stope spinge
il d. s. Osti a guardarsi intorno. Nel
frattempo, la squadra da ieri a
Londra, dove giocher oggi in ami-
chevole contro il West Ham, club
che interessato al giovane cen-
trocampista spagnolo Pedro
Obiang, che piace molto anche al
Sassuolo.
ACQUISTI De Vitis (c, Carpi, fp); Cac-
ciatore (d, Verona); Rizzo (c, Modena,
fp); Gavazzi (c, Vicenza, fp); Fedato (a,
Catania); Duncan (c, Livorno); Cam-
paa (c, Crystal Palace); Bergessio (a,
Catania); Viviano (p, Palermo).
CESSIONI M. Lopez (a, Chievo); Sestu
(c, Chievo, fp); Rodriguez (c, Gremio);
Bjarnason (c, Pescara); G. Berardi (d,
Leeds); Falcone (p, Como); Tozzo (p,
Novara); Renan (c, Al Nasr); Mustafi
(d, Valencia).
OBIETTIVI Silvestre (d, Inter); Britos
(d, Napoli); Campagnaro (d, Inter).
VIVIANO
SAMPDORIA
4-3-3
ALL. MIHAJLOVIC CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,6 mln
5,4 mln
FORNASIER REGINI
GASTALDELLO DE SILVESTRI
PALOMBO KRSTICIC SORIANO
GABBIADINI EDER BERGESSIO
SCUFFET
UDINESE
3-5-2
HEURTAUX DANILO DOMIZZI
G. SILVA
FERNANDES ALLAN
WIDMER
DI NATALE MURIEL
ALL. STRAMACCIONI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,5 mln
9,2 mln
GUILHERME
ACQUISTI Armero (c, West Ham); Bel-
monte (d, Siena); Bochniewicz (d,
Reggina); Camigliano (d, Brescia);
Jaadi (c, Anderlecht); Faraoni (d, Wa-
tford, fp); Molla Wague (d, Caen, fp);
Edenilson (d, Corinthians); A. Zapata
(c, Envigado); Thereau (a, Chievo);
Riera (c, Watford); Karnezis (p, Grana-
da); Pasquale (d, Torino, fp); Guilher-
me (c, Corinthians); Piris (d, Deportivo
Maldonado); Hallberg (c, Kalmar).
CESSIONI Basta (d, Lazio); Maicosuel
(c, Atletico Mineiro); Beleck (a, Fioren-
tina); Rovini (a, Empoli); Lazzari (c, Fio-
rentina, fp); Pereyra (c, Juve).
OBIETTIVI Kone (c, Bologna); Puggio-
ni (p, Chievo).
Hallberg come Bergman
In cabina di regia a Udine
GIULIANO ADAGLIO
Lisola di Gotland, dove
Ingmar Bergman ambient al-
cuni dei suoi film pi famosi,
dista solo poche ore di naviga-
zione da Kalmar. E proprio da
Kalmar arriva il nuovo regista
dellUdinese: si chiama Melker
Hallberg, ha 18 anni ma gi
tanta esperienza alle spalle. Da
due anni titolare fisso in All-
svenskan, il massimo campio-
nato svedese, e dal 2013 nel
giro della Nazionale Under 21.
Un talento precocissimo, sul
quale la squadra di Pozzo ar-
rivata come al solito prima di
tutti. Un metro e ottanta per 68
chili, Hallberg non corrispon-
de esattamente allidentikit del
tipico centrocampista svedese
tutto corsa e muscoli:ha unot-
tima visione di gioco, un gran
tiro dalla distanza e sa disim-
pegnarsi in diversi ruoli, pur
restando un regista naturale.
Utilizzo tattico Nel 3-5-2 di
Stramaccioni potrebbe giocare
davanti alla difesa oppure si-
stemarsi sul centro-destra, po-
sizione dalla quale potrebbe
sfruttare il gran tiro dalla di-
stanza e la buona capacit din-
serimento. Il ragazzo se la cava
anche sui calci piazzati, anche
se a Udine non sar facile scal-
zare il tiratore principe Tot Di
Natale. Il suo arrivo non esclu-
de quello di Kone, che resta nei
radar della societ bianconera
come prima opzione per il cen-
trocampo. In uscita il brasilia-
no Edenilson, che piace al Ge-
noa, e Nico Lopez, per il quale
in corso una sfida tra lo stesso
Genoa e il Verona.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Melker Hallberg, svedese, 18 anni
Smartphone Android
5,5 millimetri di
esclusiva eleganza
Smartphone Android
Spingi al massimo il
tuo divertimento
18
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

Camporese-Filippini:
il Bari dietro a posto
Crescenzi al Perugia
Signori vicino al Frosinone, mentre il Crotone prova Gigli
Lega Pro: Piscitella va alla Pistoiese, Faisca del Matera
BINDA-BREGA-CIRICI
Il Bari sistema la difesa
con Camporese (ex Cesena) e
Filippini: il primo arriva dalla
Fiorentina e laltro dalla Lazio.
I contratti verranno depositati
oggi, entrambi arrivano in pre-
stito con diritto di riscatto.
Niente da fare quindi per Bian-
chetti. Ora il d.s. Antonelli spo-
ster il mirino sul centrocam-
pista camerunense Minala del-
la Lazio.
Punto Bologna Si pensa alle
cessioni: dopo Bianchi, in
uscita Kone (Lazio favorita),
Acquafresca (Leeds), Perez
(Penarol) e Pisanu (Sliema
Wanderers), mentre il club
non prende neppure in consi-
derazione lofferta del D.C.
United di Thohir per capitan
Morleo. Sfoltita la rosa il d.s.
Fusco potr poi completare la
squadra: per la difesa si seguo-
no sempre Manfredini del Sas-
suolo e Fideleff, per il centro-
campo interessa il brasiliano
Bessa dellInter e in avanti il
rumeno Dumitru del Napoli.
Altre di B Il Frosinone vici-
nissimo a Signori dal Modena:
decisione entro luned. Stefa-
no Pettinari (Roma, era a Cro-
tone) del Latina: lufficialit
arrivata ieri. cos come quella
del passaggio di Oduamadi (ex
Varese) dal Milan al Crotone; il
club calabrese prova Gigli (ex
Nova Gorica) del Parma. Il Pe-
rugia sta definendo dalla Ro-
ma lingaggio di Crescenzi, ex
Novara; a proposito del club
umbro, Valeriano Recchi il
nuovo allenatore della Prima-
vera dopo la rinuncia di Feraz-
zoli. Il Carpi tratta Laner (ex
Novara) e Zampano (ex Juve
Stabia) dal Verona, pi Terrac-
ciano (Catania, ex Avellino).
In Lega Pro Doppio arrivo al
Venezia: lesterno sinistro
Ghosheh dalla Pro Vercelli,
mentre nello staff di Dal Canto
entra Vincenzo Italiano. Al Su-
dtirol approdano due ragazzi
del 1995: Mazzitelli dalla Ro-
ma e Ientile dal Torino, che in
cambio prende il 1998 De Luca
(era agli Allievi dellInter). Alla
Lucchese lesterno Bianchi
(Gavorrano) e lattaccante
Strizzolo (Pisa). Bel colpo per
la Pistoiese che ha preso dalla
Roma lattaccante Piscitella
(ex Cittadella). Al Tuttocuoio
va Ingrosso (LAquila). La Sa-
lernitana cambia il terzo por-
tiere: arriva Ronchi (Parma),
parte Sabbato (Fondi). Si sca-
tena il Martina dopo il ripe-
scaggio: imminente larrivo
di Frabotta dal Frosinone,
mentre dal Lecce potrebbero
arrivare Amodio, Bogliacino e
Bleve. Il Cosenza, perso Mori,
ha trovato un altro difensore:
Tedeschi (ex AlbinoLeffe) del
Parma. E fatta per il ritorno in
Italia di Vasco Faisca (ex Ascoli
e Padova): va al Matera, che
tratta anche Pino dal Lecce. E
laltro 1995 Migliore (Torino)
va al Messina.
RIPRODUZIONE RISERVATA
SERIE B
Dopo le prime due gare di gioved per la
Coppa Italia di Lega Pro. ne sono state
giocate altre tre: le ultime sono oggi e
domenica. La seconda giornata sar
nel weekend del 17 e la terza in quello
del 24: chi al debutto gioca in casa, se
vince o pareggia riposa alla terza
.
GIRONE A Gioved: Lumezzane-Giana
2-0. Classifica: Lumezzane p. 3; Giana
e Pro Patria 0.
GIRONE B Gioved: Pro Piacenza-Reg-
giana 0-1. Classifica: Reggiana p. 3; Pro
Piacenza e Pavia 0.
GIRONE C Domenica (ore 18): Mantova-
Pordenone (riposa Real Vicenza).
GIRONE D Oggi (ore 18): Forl-San Mari-
no (riposa Spal).
GIRONE E Oggi (ore 20.30): Carrarese-
Lucchese (riposa Pistoiese).
GIRONE F Tuttocuoio-Lupa Roma 0-2:
Perrulli al 37, Mastropietro al 49 s.t.
Classifica: Lupa Roma p. 3; Tuttocuoio
e Grosseto 0.
GIRONE G Oggi (ore 20.30): Gubbio-
Ascoli (riposa Ancona).
GIRONE H Foggia-Melfi 0-1: Libutti al 47
s.t. Class.: Melfi p. 3, Foggia e Ischia 0.
GIRONE I Paganese-Savoia 2-1: Herrera
(P) al 26 p.t.; Caccavallo (P) al 14,
Scarpa (S) s.t. Classifica: Paganese p.
3; Savoia e Barletta 0.
GIRONE L Oggi (ore 18): Matera-Vigor
Lamezia (riposa Martina).
GIRONE M Andata domenica 17: Aversa
Normanna-Torres. Ritorno il 24.
Coppa Italia
Lupa Roma e Melfi
colpi in trasferta
Oggi altre 4 partite
Ghosheh firma
per il Venezia
Strizzolo a Lucca
Cosenza: in difesa
arriva Tedeschi
la situazione
I MOVIMENTI DELLE 21 SQUADRE
AVELLINO
ALLENATORE Rastelli (con-
fermato).
ARRIVI Frattali (p, Cosenza),
Bavena (p, Portogruaro), Pe-
tricciuolo (d, Savoia), Vergara
(d, Milan), Visconti (d, Cremo-
nese), Ely (d, Varese), Kone (c,
Atalanta), Zito (c, Ternana), Ar-
righini (a) e Regoli (c, Pontede-
ra), Pozzebon (a, Olbia), Sou-
mar (a, Anderlecht), Comi (a,
Lanciano), Chiosa (d, Bari).
PARTENZE Seculin (p, Chie-
vo), Terracciano (p, Catania),
Biancolino (a, Barletta), Di Ma-
si (p), Ladriere (c), Massimo
(c), Millesi (c) e Peccarisi (d, fi-
ne contratto), Pizza (c, Tor-
res), Zappacosta (d, Atalanta),
Izzo (d, Genoa), De Vito (d, Cit-
tadella), Abero (d, Bologna),
Decarli (d, Wolfsburg), Angiulli
(c, Reggiana), Galabinov (a, Li-
vorno), Soncin (a, Pavia), Cia-
no (a, Napoli).
BARI
ALLENATORE Mangia (nuo-
vo).
ARRIVI Donnarumma (p) e
Stoian (c, Genoa), Micai (p, Su-
dtirol), Ligi (d, Crotone), Conti-
ni (d, Juve Stabia), Salviato (d,
Pescara), Rossini (d, Parma),
De Luca (a, Atalanta), Steva-
novic (a, Palermo), Rozzi (a,
Real Madrid B), Gammone (a,
Como), Filippini (d, Lazio),
Camporese (d, Cesena).
PARTENZE Ceppitelli (d, Ca-
gliari), Polenta (d, Genoa), Del
Vecchio (c) e Mitrovic (p, fine
contratto), Cani (a, Catania),
Chiosa (d, Avellino), Chiochia
(d), Vosnakidis (d) e Leonetti
(a, Lucchese), Nadarevic (a,
Trapani), Fossati (c, Perugia).
BOLOGNA
ALLENATORE Lopez (nuovo).
ARRIVI Troianiello (a, Paler-
mo), Casarini (c, Lanciano),
Giannone (c, Crotone), Laribi
(c, Latina), Matuzalem (c, Ge-
noa), Paramatti (d, Inter), Cop-
pola (p, Milan), Cacia (a) e Ma-
ietta (d, Verona), Zuculini (c,
Arsenal Sarandi), Yaisien (a,
Trapani), Djokovic (c, Cluj),
Pulzetti (c, Siena), Abero (d,
Avellino), Riverola (c, Maior-
ca), Oikonomou (d, Cagliari),
Lombardi (p, Bassano), Ben-
tancourt (a, Atalanta), Paez (d,
Liverpool).
PARTENZE Christodoulo-
poulos (c, Verona), Laxalt (c) e
Krhin (c, Inter), Sorensen (d,
Juventus), Cherubin (d, Ata-
lanta), Antonsson (d), Cech (d)
e Natali (d, fine contratto), Mo-
scardelli (a, Lecce), Cristaldo
(a, Metalist), Curci (p, Roma),
Mantovani (d) e Della Rocca (c,
Palermo), Pisano (c, Sliema),
Paponi (a, Ancona), Bianchi (a,
Atalanta).
BRESCIA
ALLENATORE Iaconi (confer-
mato).
ARRIVI Bara (a, Mosta), Ant.
Caracciolo (d, Cremonese),
Falasco (d, Viareggio), Marti-
na Rini (c, Cremonese), Serra-
iocco (p, Teramo), Razzitti (a,
Seriate).
PARTENZE Coletti (c, Mate-
ra), Cragno (p, Cagliari), Fred-
di (d, fine contratto), Lasik (c,
Slovan), Mandorlini (c) e Paci
(d, Pisa), Saba (a, Western S.
Wanderers), Kukoc (d, Cska
Sofia).
CARPI
ALLENATORE Castori (nuo-
vo).
ARRIVI Sabbione (c, Noceri-
na), Boron (d, Forl), De Silve-
stro (a, Reggiana), Gatto (a,
Chievo), Forte (p, Gavorrano),
Guerci (p, Pavia), Ferrara (d,
Triestina), Torelli (c, Vis Pesa-
ro), Boilini (c, Correggese),
Cognigni (a, Matelica), Lasa-
gna (a, Este).
PARTENZE Kovacsik (p, Reg-
gina), Colombi (p, Cagliari), Pe-
soli (d, Pescara), Kiakis (d,
Barletta), Legati (d, Venezia),
Acosty (c, Modena), De Vitis
(c, Sampdoria), Memushaj (c,
Lecce), Sgrigna (a, Cittadella),
Ardemagni (a, Atalanta), Ber-
toni (c, Sudtirol).
CATANIA
ALLENATORE Pellegrino
(confermato).
ARRIVI Terracciano (p, Avel-
lino), Marcelinho (c, Baniyas),
Chrapek (c, Wisla Cracovia),
Rosina (a, Siena), Calai (a,
Napoli), Rinaudo (c, Sporting
Lisbona), Cani (a, Bari), Sciac-
ca (c, Ternana), Moretti (c, Pa-
dova), Barisic (a, Milan), Calel-
lo (c, Chievo).
PARTENZE Andujar (p, Napo-
li), Cabalceta (d, Cartagines),
Legrottaglie (d, fine carriera),
Alvarez (d) e Keko (a, fine con-
tratto), Biraghi (d), Izco (c) e
Maxi Lopez (a, Chievo), Bar-
rientos (c, San Lorenzo), Ber-
gessio (a, Sampdoria), Boa-
teng (a, Milan).
CITTADELLA
ALLENATORE Foscarini
(confermato).
ARRIVI Barreca (d, Torino),
Benedetti (c, Catanzaro), Cap-
pelletti (d) e Minesso (a, Sudti-
rol), Donazzan (d, Mantova),
Gerardi (a, Reggina), Mancuso
(a, Carrarese), Palma (c) e
Schenetti (c, Como), Signorini
(d, Benevento), Sgrigna (a,
Carpi), Valentini (p, Spezia), De
Vito (d, Cittadella).
PARTENZE Gasparetto (d,
Spal), Coly (d, Pro Vercelli), Pi-
scitella (a, Pistoiese), Djuric (a,
Cesena), Surraco (c, Livorno),
Alborno (d, Inter), Donnarum-
ma (a, Teramo), Azzi (a, Sao
Paulo), Perez (a, Ascoli), Di
Gennaro (p, Latina), Marino (d,
Venezia), Di Donato (c) e Pu-
gliese (d, fine contratto), Co-
lombo (d, Salernitana), Jidayi
(c, Juve Stabia).
CROTONE
ALLENATORE Drago (con-
fermato)
ARRIVI Bajza (p) e G. Ferrari
(d, Parma), Zampano (d, Mar-
tina), Cane (d, Barletta), Dos
Santos (d, Chievo), Martella
(d, Sampdoria), Minotti (c,
Lanciano), Suciu (c, Juve Sta-
bia), Salzano (c, Tuttocuoio),
Berardocco (c, Nova Goria),
Ricci (c, Roma), Sprocati (c,
Perugia), Padovan (a, Vicen-
za), Torregrossa (a, Lumezza-
ne), Torromino (a, Entella), Na-
va (d, Novara), Oduamadi (a,
Varese).
PARTENZE Gomis (p, Avelli-
no), Concetti (p) e Matute (c, fi-
ne contratto), Del Prete (d, Pe-
rugia), Meola (d, Livorno),
Suagher (d, Atalanta), Ligi (d,
Bari), A. Ferrari (d, Bologna),
Kone (d) e Ishak (a, Parma),
Crisetig (c, Cagliari), Cataldi (c,
Lazio), Bidaoui (a, Parma),
Pettinari (a, Latina), Giannone
(a, Bologna), Diop (a, Torino),
Bernardeschi (a, Fiorentina).
ENTELLA
ALLENATORE Prina (confer-
mato)
ARRIVI Baldanzeddu (d, Spe-
zia), Belli (d, Pistoiese), Borra
(p, Verona), Costa Ferreira (c,
Messina), Saber (a) e Zigrossi
(d, Sampdoria), Lanini (a, Pra-
to), Litteri (a, Ternana), Malele
(a, Palermo), Mazzarani (c,
Modena), Pelizzoli (p, Pesca-
ra), Rinaudo (d, Livorno), Rubi-
no (a, Napoli), Sansovini (a,
Novara), Valagussa (c, Mon-
za).
PARTENZE Argeri (c, Santar-
cangelo), Ballardini (d) e Sarno
(a, fine contratto), Folla (d, Sa-
cilese), Guazzo (a, Alessan-
dria), Marchi (a, Cremonese),
Pedrelli (c, Olhanense), Torro-
mino (a, Crotone), Zanotti (p,
Carrarese), Fantoni (d, Forl),
Ricchiuti (a, Rimini).
FROSINONE
ALLENATORE Stellone (con-
fermato).
ARRIVI Pigliacelli (p, Reggi-
na), De Lucia (p, Parma), Za-
non (d, Benevento), Ranelli (c)
e Schiavi (d, Pescara), Masuc-
ci (a, Sassuolo), Dionisi (a,
Olhanense), Santamaria (d,
Deportivo Arabe Unido).
PARTENZE Biasi (d, fine con-
tratto), Cesaretti (a, Pontede-
ra), Carrus (c, Casertana).
LANCIANO
ALLENATORE DAversa
(nuovo).
ARRIVI Agazzi (c, Atalanta),
Conti (d, Perugia), Scrosta (d,
Bassano), Verna (c, Chieti),
Monachello (a, Ergotelis).
PARTENZE De Col (d, Spezia),
Falcinelli (a, Perugia), Buchel
(c, Juventus), Minotti (c, Cro-
tone), Sepe (p, Empoli), Comi
(a, Avellino), Germano (c) e Ra-
gatzu (a, Pro Vercelli), Casari-
ni (c, Bologna), Di Filippo (d,
Melfi).
LATINA
ALLENATORE Beretta (nuo-
vo).
ARRIVI Almici (d, Cesena),
Angelo (d), Dellafiore (d), Fa-
relli (p) e Valiani (c, Siena),
Ashong (d, Spezia), Balasakis
(p, Magoulas), Cafiero (d, Apri-
lia), Di Gennaro (p, Cittadella),
Maltese (c, LAquila), Mangni
(a, Modena), Negro (a, Bene-
vento), Pagliaroli (a, Messina),
Petagna (a, Milan), Rossi (d,
Parma), Talamo (a, Sora), Pet-
tinari (a, Crotone).
PARTENZE Alhassan (c, Udi-
nese), Baldan (d, Perugia),
Chiric (a, Ascoli), Cisotti (a,
Spezia), Fabio Nunes (a, fine
contratto), Jefferson (a, Livor-
no), Ghezzal (a) e Iacobucci (p,
Parma), Jonathas (a, Elche),
Laribi (c, Bologna), Massacci
(d, Torres), Morrone (c, Pisa),
Ristovski (d, Parma), Tozzo (p,
Novara).
LIVORNO
ALLENATORE Gautieri (nuo-
vo).
ARRIVI Jelenic (a) e Mazzoni
(p, Padova), Meola (d, Croto-
ne), Bernardini (d, Chievo),
Lambrughi (d, Novara), Gon-
nelli (d, Pontedera), Molinelli
(c, Gubbio), Rafati (c, Genoa),
Surraco (c, Cittadella), Reme-
di (c, Nocerina), Moscati (c,
Perugia), Belingheri (c, Cese-
na), Bigazzi (c, Olhanense),
Galabinov (a, Avellino), Maicon
(d, Reggina), Jefferson (a, La-
tina).
PARTENZE Bardi (p, Chievo),
Belfodil (a) e Mesbah (d, Par-
ma), Aldegani (p), Anania (p),
Castellini (d), Emeghara (a) e
Valentini (d, fine contratto), Ri-
naudo (d, Entella), Coda (d,
Udinese), Mbaye (d, Inter), Be-
nassi (c, Torino), Greco (c, Ge-
noa), Borja (a, La Equidad),
Piccini (d, Fiorentina), Pau-
linho (a, Al Arabi), Duncan (c,
Sampdoria).
MODENA
ALLENATORE Novellino
(confermato).
ARRIVI Ferrari (a, Spezia),
Acosty (c, Carpi), Rubin (d) e
Schiavone (c, Siena), Beltra-
me (a, Bari), Martinelli (c, Ve-
nezia), Gatto (a, Verona), Lup-
pi (a, Correggese), Nizzetto (c,
Trapani).
PARTENZE Garofalo (d) e Po-
tenza (d, fine contratto), Ba-
bacar (a, Fiorentina), Bruno (a)
e Dalla Bona (c, Real Vicenza),
Molina (c, Atalanta), Rizzo (c,
Sampdoria), Minarini (d, Tor-
res), Franco (c, Sambenedet-
tese), Stanco (a, Pisa), Burrai
(c, Monza), Mazzarani (c, En-
tella), Bianchi (c, Leeds), Bel-
loni (c, Pro Vercelli), Mangni (a,
Latina), Ponti (a, Genoa).
PERUGIA
ALLENATORE Camplone
(confermato).
ARRIVI Provedel (p) e Golda-
niga (d, Pisa), Flores (d, Juven-
tud), Del Prete (d, Crotone),
Zanchi (d, Reggiana), Baldan
(d, Latina), Verre (c, Palermo),
Fossati (c, Bari), Taddei (c, Ro-
ma), Fazzi (a, Fiorentina), Fal-
cinelli (a, Lanciano), Parigini (a,
Juve Stabia), Musto (a, Roma),
Rabusic (a, Verona).
PARTENZE Stillo (p, Parma),
Conti (d, Lanciano), Sini (d, Pi-
sa), Massoni (d, Monza), Euse-
pi (a) e Scognamiglio (d, Bene-
vento), Barison (d, Ascoli), Vi-
tofrancesco (c, fine contratto),
Moscati (c, Livorno), Sanseve-
rino (c, Savoia), R. Insigne (a,
Napoli), Henty (a, Milan), Spro-
cati (c, Crotone).
PESCARA
ALLENATORE Baroni (nuo-
vo).
ARRIVI Bjarnason (c) e Fioril-
lo (p, Sampdoria), Sowe (a, Ju-
ve Stabia), Da Silva (a) e Puci-
no (d, Chievo), Scrugli (d,
LAquila), Aresti (p, Savona),
Boldor (d, Roma), Vukusic (a,
Losanna), Bianchi Arce (d,
Banfield), Pesoli (d, Carpi),
Lazzari (c, Novara), Melchiorri
(a, Padova), Appelt (c, Spezia),
Dettori (c, Carrarese), Venuti
(d, Fiorentina), Mancini (c, Na-
poli), Del Fabro (d, Cagliari),
Pogba (a, Crewe Alexandra).
PARTENZE Mascara (a, Sira-
cusa), Pelizzoli (p, Entella),
Svedkauskas (p, Roma), Sal-
viato (d, Bari), Ragusa (a, Ge-
noa), Balzano (d) e Capuano (d,
Cagliari), Perrotta (d, Teramo),
Belardi (p), Zauri (d) e Samassa
(a, fine contratto), Bovo (c,
Spezia), Karkalis (d, LAquila),
Schiavi (d, Frosinone), Di Fran-
cesco (a, Cremonese).
PRO VERCELLI
ALLENATORE Scazzola (con-
fermato).
ARRIVI Coly (d, Cittadella),
Anacoura (p, Cuneo), Milesi (d,
Benevento), Liviero (d, Juve
Stabia), Germano (d) e Raga-
tzu (a, Lanciano), Castiglia (c)
e Ronaldo (c, Empoli), Gomes
(a, Porto Tolle), Belloni (a, Mo-
dena), Giovanditti (c, Chievo).
PARTENZE Ghosheh (d, ve-
nezia), Kuqi (a) e Nodari (p, fine
contratto), Ranellucci (d) e
Belfasti (d, Feralpi Sal), Can-
cellotti (d, Juve Stabia), Rosso
(c, Pavia), Disabato (c, Carra-
rese), Ruggiero (c, Ascoli), Di
Piazza (a, Savoia), Pepe (a,
Messina), Iemmello (a, Spe-
zia).
SPEZIA
ALLENATORE Bjelica (nuovo)
ARRIVI Nocchi (p, Padova),
Ceccarelli (d, Siena), De Col (d,
Lanciano), Acampora (c, In-
ter), Juande (c, Ponferradina),
Situm (c, Dinamo Zagabria),
Nura (c) e Sadiq (a, Lavagne-
se), Iemmello (a, Pro Vercelli),
Bovo (c, Pescara), Cisotti (a,
Latina).
PARTENZE Leali (p, Cesena),
Valentini (p, Cittadella), Vozar
(p, Trencn), Lisuzzo (d, Pisa),
Ashong (d, Latina), Magnus-
son (d, Cesena), Balla (d) e Pe-
drelli (d, Olhanense), Baldan-
zeddu (d, Entella), Bianchetti
(d, Verona), Scozzarella (c,
Trapani), Bellomo (c, Chievo),
Seymour (c, fine contratto),
Appelt (c, Pescara), Gentso-
glou (c, Sampdoria), Orsic (c,
Rijeka), Carrozza (a, Lecce),
Ferrari (a, Modena).
TERNANA
ALLENATORE Tesser (con-
fermato).
ARRIVI Gava (p, Marano), Ba-
strini (d, Cagliari), Crecco (a,
Lazio).
PARTENZE Zito (c, Avellino),
Litteri (a, Entella), Nol (a, Bas-
sano), Miglietta (c, Spal), Ma-
iello (c, Napoli), Farkas (d, Qa-
bala), Gavazzi (c, Sampdoria),
Alfageme (a, Benevento),
Sciacca (c, Catania), Papa-
russo (c, Pontedera), Lauro
(d) e Valeri (c, fine contratto).
TRAPANI
ALLENATORE Boscaglia
(confermato).
ARRIVI Aramu (c) e Gomis (p,
Torino), Pastore (d, Pontede-
ra), Caldara (d, Atalanta),
Lombardi (a) e Zampa (c, La-
zio), Barill (c, Reggina), Scoz-
zarella (c, Spezia), Nadarevic
(c, Bari), Citro (a, Marcianise),
Falco (a, Juve Stabia).
PARTENZE Nordi (p, Alessan-
dria), Caccetta (c), Dolenti (p),
Ferri (d), Gambino (a) e Pacilli
(c, fine contratto), Garufo (d,
Novara), Priola (d, Bassano),
Corduas (d, Santarcangelo),
Pirrone (c, Ascoli), Nizzetto (c,
Modena), Vitale (c, Tuttocuo-
io), Mar. Mancosu (c) e Vet-
traino (a, Gubbio), Yaisien (a,
Bologna).
VARESE
ALLENATORI Di Stefano
(nuovo) e Bettinelli (conferma-
to).
ARRIVI Miracoli (a) e Cristia-
no Rossi (d, Feralpi Sal), Lu-
poli (a, Honved), Scapinello (c,
Real Vicenza), Dondoni (d, No-
vara), La Gorga (p, Inveruno),
Perucchini (p, Lecce), De Vito
(d, Avellino), Simic (d) e Tamas
(d, Milan), Borghese (d, Luga-
no).
PARTENZE Pavoletti (a, Sas-
suolo), Grillo (d, fine contrat-
to), Bressan (p, Cesena), Milan
(p, Gozzano), Spendlhofer (d,
Sturm Graz), Ricci (d, Catan-
zaro), Benvenga (c) e Bjelano-
vic (a, Messina), Trevisan (d,
Salernitana), Ely (d, Avellino),
Oduamadi (a, Crotone).
SPECIALE MERCAT
BARI (f.c.) Camerieri
per un giorno. Goliardie dal
ritiro del Bari, a Castel di
Sangro. Hanno perso una
partitella in famiglia, e per
punizione Devis Mangia
ha imposto a Sciaudone, De
Luca e Salviato di sostituirsi
ai camerieri dellalbergo e
servire i compagni a tavola.
Bari
K.o. in partitella?
Per punizione
fanno i camerieri
MODENA (p.r.) Saranno i genitori di Ci-
ro Esposito (il tifoso del Napoli morto
dopo gli incidenti di Roma) a conse-
gnare stasera a Modena il Trofeo Fair
Play Gaetano Scirea , indetto dalla Le-
ga di B per la tifoseria pi corretta vin-
to appunto dai tifosi gialobl. Locca-
sione sar la disputa della Ghirlandina
Cup (ore 20) tra Modena e Chievo: sa-
r anche il primo passo per abbattere
le barriere nello stadio Braglia, iniziati-
va voluta dal patron Caliendo, visto
che saranno rimosse i pannelli che di-
vidono curva e campo di gioco.
AVELLINOPANILIAKOS 3-0
AVELLINO (l.z.) Buon test e successo
per lAvellino contro il Paniliakos (serie
B greca) guidata dallex genoano Luca
Cavallo. Davanti a 3mila tifosi c volu-
to il solito Castaldo a sbloccare il pun-
teggio; nella ripresa i gol di Pisacane e
DAngelo. Positivo test di 11 per il bel-
ga Arnor Angeli, ex Standard Liegi, at-
tualmente in prova. Di negativo linfor-
tunio del portiere Frattali: forte distor-
sione alla caviglia sinistra.
TRAPANI- KS SKENDERBEU 0-0
FLACHAU (Austria) (f.c.) Finisce a reti
inviolate lamichevole che il Trapani ha
disputato contro i campioni di Albania
del Ks Skenderbeu. Ripresa vivace
con belle parate di Marcone sui tiri di
Ribaj e Abazi mentre il Trapani sfiora-
va il gol con Scozzarella e Da.
amichevoli
Premio al Modena
dai genitori di Ciro
Avellino, gran tris
DALLE LEGHE
Perugia-Bologna
lanticipo di B
Lega Pro: c la tv
Fatti i calendari, la Lega
di B ha comunicato anche la
partita che aprir il torneo con
lanticipo a venerd 29: si tratta
di Perugia-Bologna (ore 20.30).
La Lega Pro invece marted
alle 11 a Firenze vara i suoi
calendari dei tre gironi: in
quella occasione sar
presentato Lega Pro Channel,
il nuovo canale tematico online
della categoria: partner del
progetto Sportube.tv. La
Serie D invece dovrebbe dare
luned i gironi e mercoled i
calendari: il ritardo dovuto
alla definizione dellorganico.
Le squadre ammesse sono 163
(su 171 aventi diritto, 8 sono
state escluse o hanno
rinunciato) alle quali si sono
aggiunti Padova e Siena in
sovrannumero, quindi siamo a
165. Per non fare un girone
dispari (7 saranno a 18
squadre e 2 a 20) manca una
squadra: difficile che ce la
possa fare il Viareggio (far
lEccellenza), quindi verr
ripescato lArzachena.
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
19

MONDO
SZCZESNY
MERTESACKER KOSCIELNY
WILSHERE RAMSEY
GIBBS
ZIL
GIROUD
CAZORLA
DEBUCHY
SANCHEZ
ARSENAL
4-2-3-1
ALL. WENGER CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,80 mln
77,03 mln
ARRIVI
Sanchez (a, Barcellona), Chambers (d,
Southampton), Debuchy (d, Newcast-
le), Ospina (p, Nizza), Coquelin (c, Fri-
burgo fp), Campbell (a, Olympiacos fp).
PARTENZE
Eisfeld (c, Fulham p), Fabianski (p,
Swansea), Sagna (d, Manchester Ci-
ty), Viviano (p, Palermo fp), Bendtner
(a, fine contratto), Jenkinson (d, West
Ham p).
OBIETTIVI
William Carvalho (c, Sporting), Khedira
(c, Real Madrid), L. Bender (c, Bayer
Leverkusen), Quintero (c, Porto),
Schar (d, Basilea), Hummels (d, Borus-
sia Dortmund).
ARRIVI
Diego Costa (a, Atletico Madrid), Filipe
Luis (d, Atletico Madrid), Fabregas (c,
Barcellona), Courtois (p, Atletico Ma-
drid fp), Drogba (a, Galatasaray), Zou-
ma (d, St. Etienne fp), Marin (c, Siviglia
fp).
PARTENZE
David Luiz (d, Psg), Demba Ba (a, Be-
siktas), Kalas (d, Colonia p), A. Cole (d,
Roma), Lampard (c, Manchester City),
Etoo (a) e Hilario (p, fine contratto).
OBIETTIVI
Miranda (d, Atletico Madrid), Hummels
(d, Borussia Dortmund), D. Lopez (p,
Real Madrid), Varane (d, Real Madrid).
ARRIVI
Lallana (c, Southampton), Lovren (d,
Southampton), Markovic (a, Benfica),
Can (c, Bayer Leverkusen), Lambert
(a, Southampton), Suso (c, Almeria
fp), Reina (p, Napoli fp), Tiago Ilori (d,
Granada fp), Coates (d, Nacional fp),
K. Stewart (d, Crewe Alexandra), Javi
Manquillo (d, Atletico Madrid, p).
PARTENZE
Suarez (a, Barcellona), Luis Alberto
(d, Malaga p), Aspas (a, Siviglia p),
Cissokho (d, Valencia fp).
OBIETTIVI
Balotelli (a, Milan), Alberto Moreno (d,
Siviglia), Lavezzi (a, Psg), Bony (a,
Swansea), Falcao (a, Monaco).
ARRIVI
Fernando (c, Porto), Caballero (p, Ma-
laga), Zuculini (c, Racing), Sagna (d, Ar-
senal), Rekik (d, Psv fp), Lampard (c,
Chelsea).
PARTENZE
Lescott (d, West Bromwich), Pantili-
mon (p, Sunderland).
OBIETTIVI
Mangala (d, Porto), Benatia (d, Roma),
Falcao (a, Monaco).
ARRIVI
Shaw (d, Southampton), Herrera (c,
Athletic Bilbao), Henriquez (a, Sara-
gozza fp), Anderson (c, Fiorentina fp).
PARTENZE
Buttner (d, Dinamo Mosca), Evra (d, Ju-
ventus), Ferdinand (d, Qpr), Vidic (d, In-
ter), Giggs (c, fine carriera), Gollini (p,
Verona).
OBIETTIVI
Sneijder (c, Galatasaray), Vidal (c, Ju-
ventus), Depay (a, Psv), Hummels (d,
Borussia Dortmund), Cuadrado (c, Fio-
rentina), Di Maria (c, Psg), Veltman (d,
Ajax).
ARRIVI
Bernat (d, Valencia), Lewandowski (a,
Borussia Dortmund), Rode (c, Eintra-
cht), Reina (p, Napoli).
PARTENZE
Kroos (c, Real Madrid), Mandzukic (a,
Atletico Madrid), Van Buyten (d, fine
contratto).
OBIETTIVI
Cuadrado (c, Fiorentina), Valdes (p,
svincolato), Boruc (p, Southampton),
Khedira (c, Real Madrid).
ARRIVI
Griezmann (a, R. Sociedad), Mandzukic
(a, Bayern), Oblak (p, Benfica), Siquei-
ra (d, Granada), Correa (a, San Loren-
zo), Moya (p, Getafe), Leo Baptistao (a,
Betis fp), Silvio (d, Benfica fp), Ansaldi
(d, Zenit p), J. Gamez (d, Malaga).
PARTENZE
Diego Costa (a, Chelsea), Filipe Luis (d,
Chelsea), Adrian (a, Porto), Diego (c,
Fenerbahe), Villa (a, Melbourne),
Courtois (p, Chelsea fp), Sosa (a, Me-
talist Kharkiv fp), Javi Manquillo (d, Li-
verpool p).
OBIETTIVI
Kagawa (c, Manchester United),
Bakkali (a, Psv), Cerci (a, Torino), Ljajic
(a, Roma).
ARRIVI
Suarez (a, Liverpool), Mathieu (d, Va-
lencia), Rakitic (c, Siviglia), Ter Stegen
(p, Borussia Mnchengladbach), Bravo
(p, Real Sociedad), Deulofeu (c, Ever-
ton fp), Rafinha (c, Celta fp).
PARTENZE
Sanchez (a, Arsenal), Fabregas (c,
Chelsea), Tello (a, Porto), Jonathan (c,
Villarreal), Cuenca (a, Deportivo), Val-
des (p), Pinto (p) e Puyol (d, fine con-
tratto).
OBIETTIVI
Agger (d, Liverpool), Vermaelen (d, Ar-
senal), Marquinhos (d, Psg), Cuadrado
(c, Fiorentina).
ARRIVI
Rodriguez (c, Monaco), Kroos (c,
Bayern), Navas (p, Levante).
PARTENZE
Morata (a, Juventus), Casemiro (c,
Porto), Fernandez (p, Levante).
OBIETTIVI
Falcao (a, Monaco), Luiz Gustavo (c,
Bayern), Reus (c, Borussia Dortmund).
ARRIVI Aleix Vidal (a, Almeria), D. Sua-
rez (c, Barcellona B), Barbosa (p, Las
Pal mas), Aspas (a, Li verpool ),
Krychowiak (c, Reims), Arribas (d,
Osasuna).
PARTENZE Rakitic (c, Barcellona),
Mbia (c, svincolato), Julin (Almeria),
Hervas (c, Sabadell).
OBIETTIVI Antunes (d, Malaga), Pedro
Leon (c, Getafe).
ARRIVI Talisca (c, Bahia), Victor An-
drade (a, Santos), Beb (a, Manche-
ster United), Benito (d, Zurigo), Cesar
(d, Ponte Preta), Derley (a, Maritimo),
Dawidowicz (c, Legia Gdansk), Luis Fe-
lipe (d, Palmeiras), Eliseu (c, Malaga),
John (a, Amburgo).
PARTENZE Markovic (a, Liverpool),
Oblak (p, Atletico Madrid), A. Gomes (d,
Valencia), Garay (d, Zenit), Cardoso (a,
Trabzonspor), Kardec (a, San Paolo),
Mitrovic (d, Friburgo), Cavaleiro (a, De-
portivo La Coruna), Bernardo Silva (c,
Monaco).
OBIETTIVI Taison (a, Shakhtar D.).
ARRIVI
Adin (c, Trabzonspor), Adili (c, Basilea),
Baysal (d, Psv), Gumus (c, Stoccarda),
Bolat (p, Kayserispor p), Bruma (a, Ga-
ziantepspor fp), Baytar (d, Rizespor
fp), Amrabat (c, Malaga fp), Nounkeu
(d, Besiktas fp), Yasin (d, Erciyespor).
PARTENZE
Drogba (a, Chelsea), Ceylan (p, Basak-
sehir), Dursun (d, Trabzonspor p), Gul-
selam (c, Hannover), Hajrovic (c, Wer-
der), Burdisso (d, Boca fp), Ercetin (p,
fine contratto).
OBIETTIVI
Balanta (d, River), Paletta (d, Parma),
Ben Hatira (c, Hertha).
TERRY CAHILL
MATIC
AZPILICUETA
OSCAR WILLIAN HAZARD
COURTOIS
FABREGAS
DIEGO COSTA
FILIPE LUIS
CHELSEA
4-2-3-1
ALL. MOURINHO CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
96,36 mln
93,50 mln
SKRTEL
GERRARD
JOHNSON FLANAGAN
STERLING
STURRIDGE
MIGNOLET
COUTINHO
CAN
MARKOVIC
LOVREN
LIVERPOOL
4-2-3-1
ALL. RODGERS CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
84 mln
111,43 mln
THIAGO
NEUER
SCHWEINSTEIGER
LAHM ALABA
JAVI MARTINEZ
BAYERN
3-4-3
BADSTUBER BOATENG
ROBBEN MLLER LEWANDOWSKI
ALL. GUARDIOLA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
52,40 mln
13 mln
KOMPANY NASTASIC
FERNANDINHO YAYA TOUR
ZABALETA KOLAROV
AGUERO SILVA
DZEKO
HART
NASRI
MAN. CITY
4-2-3-1
ALL. PELLEGRINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
12,60 mln
25,50 mln
CLEVERLEY
ROONEY VAN PERSIE
VALENCIA
JONES SMALLING
MATA
DE GEA
EVANS
MAN. UNITED
3-4-1-2
HERRERA
SHAW
ALL. VAN GAAL NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
10 mln
73,50 mln
MIRANDA GODIN
GABI SUAREZ
RAUL GARCIA KOKE
ATLETICO M.
4-2-3-1
OBLAK
SIQUEIRA J. GAMEZ
GRIEZMANN
MANDZUKIC
ALL. SIMEONE CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
86 mln
91 mln
MASCHERANO PIQU
ALVES JORDI ALBA
INIESTA BUSQUETS
BARCELLONA
4-3-3
TER STEGEN
RAKITIC
NEYMAR MESSI SUAREZ
ALL. LUIS ENRIQUE NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
79,80 mln
143 mln
RAMOS PEPE
CARVAJAL COENTRAO
BENZEMA
XABI ALONSO
REAL MADRID
4-2-3-1
RONALDO BALE
KROOS
RODRIGUEZ
NAVAS
ALL. ANCELOTTI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
29 mln
120 mln
FAZIO
BETO
COKE A. MORENO
BACCA
SIVIGLIA
4-2-3-1
VITOLO
CARRIO KRYCHOWIAK
PAREJA
ASPAS D.SUAREZ
ALL. EMERY CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
20,3 mln
12,95 mln
LUISAO
BETO
MAXI PEREIRA
AMORIM
LIMA
BENFICA
4-2-3-1
GAITAN SALVIO JOHN
TALISCA
BENITO
CESAR
ALL. JORGE JESUS CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
73,3 mln
24 mln
CHEDJOU KAYA
MUSLERA
EBOUE BALTA
YILMAZ
FELIPE MELO INAN
GALATASARAY
4-2-3-1
SNEIJDER ADIN AMRABAT
ALL. PRANDELLI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
0 mln
7 mln
Vermaelen-Barcellona, fumata bianca
C laccordo: allArsenal 19 milioni. Gamez allAtletico, Reina al Bayern. Aguero valuta il rinnovo con il City
STEFANO BOLDRINI
MATTEO BREGA
Verminator pronto a di-
ventare Verminador. Thomas
Vermaelen virtualmente un
giocatore del Barcellona. Lof-
ferta giusta, secondo lArsenal,
quella dei blaugrana: 19 mi-
lioni di euro. Superata la con-
correnza del Manchester Uni-
ted di Van Gaal. I tifosi dei
Gunners lo ribattezzarono Ver-
minator al suo arrivo nel 2009,
per il suo essere il Terminator
delle velleit avversarie. Difen-
sore belga, ha scalato le gerar-
chie europee prima con lAjax e
finora con lArsenal. Ora andr
a Barcellona dove hanno supe-
rato lo United, in prima fila da
settimane a ostruire il mercato
blaugrana anche sul tema Cua-
drado (Fiorentina).
Inghilterra Si parla di rinnovi
invece in casa Manchester City.
stato proposto infatti il pro-
lungamento ad Aguero: 250
mila euro lordi a settimana
portando la fine dellaccordo
dal 2017 al 2019. La proposta
sul tavolo, ora spetta al gioca-
tore fare la prossima mossa:
accettare, rilanciare o attende-
re. Il Tottenham si lancia su un
giocatore seguito per un po
anche dalla Roma. Si tratta di
Deandre Yedlin, americano,
esterno destro del 93. Al Mon-
diale brasiliano impression
soprattutto per le capacit at-
letiche, gran cambio di passo e
resistenza alla velocit. Ora gli
Spurs sarebbero pronti a fare
unofferta per portare il gioca-
tore in Europa. sotto contrat-
to con i Seattle Sounders.
LAston Villa sistema la fascia
sinistra prendendo Aly Cisso-
kho dal Valencia: per il france-
se contratto quadriennale.
Bruno Zuculini invece lascia il
Sudamerica (era in Argentina
al Racing Avellaneda) e pren-
de il volo per Manchester, dire-
zione City, contratto fino al
2019. Jos Fonte, una volta as-
sicuratosi delladdio di Osval-
do (prese un pugno da lui
quando erano compagni), ha
prolungato al 2017 con il Sou-
thampton.
Altre trattative LAtletico Ma-
drid piazza anche il colpo
Jesus Gamez. Terzino destro,
arriva dal Malaga e si giocher
il posto da titolare con Juan-
fran. Pepe Reina ha firmato fi-
no al 2017 con il Bayern Mona-
co: ieri lannuncio e la confe-
renza stampa di presentazione
del portiere ex Napoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Ricordilondinesi
Quando il capitano faceva anche il deejay
Per una serata benefica dellArsenal Foundation, il capitano
Vermaelen vest i panni (eleganti) del deejay insieme con Aaron
Ramsey (il 2 da sinistra). Ora, il difensore pronto per il Bara.
SPECIALE MERCAT
RICORSO PER IL MAXI STOP
Suarez 5 ore al Tas
Sentenza rimandata
Luis Suarez stato ascoltato
ieri dal Tas di Losanna in relazione
alla squalifica inflittagli dalla Fifa
per il morso a Chiellini. Lattaccante
, acquistato dal Barcellona, ha fatto
ricorso al Tribunale arbitrale dello
sport per ridurre i 9 turni di stop
con la nazionale e la squalifica fino
alla fine di ottobre. Ludienza du-
rata 5 ore. La sentenza attesa per
la fine della settimana prossima.
NIENTE SUPERCOPPA
Esultanza smodata
Fermato Xabi Alonso
Niente Supercoppa europea
contro il Siviglia per Xabi Alonso,
centrocampista del Real Madrid
che stato squalificato dallUefa
per essere entrato in campo a esul-
tare con i compagni dopo il gol di
Bale nella finale di Champions con
lAtletico Madrid. Xabi Alonso era in
borghese perch squalificato.
Taccuino
20
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

MONDO FRANCIA
Ibra nel bene e nel male
Il pari del Psg uno show
Lo svedese segna 2 gol, colpisce un palo e sbaglia un rigore
Col Reims resta il tab: nellera Qatar mai vinta la prima di Ligue 1
OLANDA
Zwolle ok
Drost e Moro
fanno festa
Domani lAjax
STILE MONDIALE IL DEBUTTO MARTEDI NELLA SUPERCOPPA EUROPEA
Anche la Uefa user lo spray
Platini e Collina sono daccordo
Il capo degli arbitri:
Finite le camminate
a pinguino
dei giocatori quando
sono in barriera
h
PROMOSSO
S
6,5
Zlatan
Ibrahimovic
Segna due reti
e ne sbaglia
almeno
altrettante.
Come sempre
luomo
decisivo tra i
campioni di
Francia
4
PRIMA
GIORNATA
S
Il Marsiglia
a Bastia
Domani
il Monaco
Le partite di
oggi (ore 21)
Bastia-
Marsiglia; Evian
Thonon-Caen;
Guingamp-Saint
Etienne;
Lilla-Metz;
Montpellier-
Bordeaux;
Nantes-Lens;
Nizza-Tolosa.
Domani (17)
Lione-Rennes;
Monaco-
Lorient.
REIMS 2
PSG 2
PRIMO TEMPO 2-1
MARCATORI Ibrahimovic (P) al 7, Oniangu
(R) al 22, Devaux (R) al 34 p.t.; Ibrahimovic (P)
al 18 s.t.
REIMS (4-3-3)
Placide 6; Mandi 7,5, Tacalfred 6,5, Bourillon
6,5, Signorino 6,5; Devaux 7, Albaek 6 (dal 22
s.t. Ca 6), Oniangu 6,5; Fortes 6,5, Charbon-
nier 7 (dal 22 s.t. Courtet 6), Diego 6,5 (dal 37
s.t. Glombard 6).
PANCHINA Agassa, Fofana, Mfulu, Atar.
ALLENATORE Vasseur 7.
CAMBI DI SISTEMA nessuno.
ESPULSI nessuno.
AMMONITI nessuno.
PSG (4-3-2-1)
Sirigu 6,5; Van Der Wiel 6, Marquinhos 6, Thia-
go Silva 6, Digne 5,5; Verratti 6 (dal 41 s.t.
Chantome 6,5), Thiago Motta 6, Pastore 6,5;
Cavani 5,5, Lucas 5 (dal 16 s.t. Bahebeck 6);
Ibrahimovic 6,5.
PANCHINA Douchez, Maignan, Camara, Aurier,
Ongenda.
ALLENATORE Blanc 6.
CAMBI DI SISTEMA nessuno.
ESPULSI nessuno.
AMMONITI Verratti e Bahebeck per gioco
scorretto.
ARBITRO Lannoy 6.
NOTE Spettatori 28mila circa. Tiri in porta 3-8.Tiri
fuori 4-8. Angoli 2-5. In fuorigioco 2-4. Recuperi 0
p.t. e 4 s.t.
I parigini ritrovano
il capitano Thiago
Silva, al rientro
dopo il fallimento
al Mondiale
GERMANIA
Arena esaurita
Il Bayern lallarga
a 75 mila posti
Pi successo, pi clienti.
Il Bayern porter la capienza
dellAllianz Arena a 75 mila
posti, con un aumento di quasi
4.000 unit rispetto ai 71.100
spettatori che lo stadio pu
accogliere in Bundesliga. Per i
match europei, invece, i posti
sono 69.344. Come da
tradizione, il club ha gi esaurito
i biglietti per le gare interne di
questa stagione in Bundesliga e
soltanto per la partita contro il
Borussia Dortmund aveva
ricevuto 300 mila richieste di
biglietti. Liter per le modifiche
partir nella prossima
settimana. Oggi intanto ci sar
la presentazione ufficiale della
squadra con un allenamento-
show allo stadio. A disposizione
65 mila posti, sono andati
esauriti. Ieri stato presentato
Reina, ex Napoli, mentre Diego
Contento in partenza per il
Bordeaux, richiesto
espressamente dallallenatore
Sagnol, ex difensore del
Bayern.
ALESSANDRO GRANDESSO
Twitter@grandesso
REIMS (Francia)
Nel bene, nel male, il pro-
tagonista sempre lo stesso.
Anche a Reims, Zlatan Ibrahi-
movic si prende tutta la scena,
firmando la trama di un pareg-
gio ricco di colpi di scena. Sce-
neggiatura thriller che ha pure
il sapore di tab per un Psg che
nellera Qatar non ha mai vinto
la prima di campionato. Dando
credito cos anche alla profezia
di Marcelo Bielsa che da Marsi-
glia alla vigilia aveva ricordato
che nel calcio accadono spes-
so cose che non ti aspetti. Tipo
un palo e un rigore sbagliato
dallo svedese nel giro di cinque
minuti. Ma lex rossonero ha
pure rimediato con una dop-
pietta.
Conti Cos i campioni di Fran-
cia evitano il peggio in una se-
rata dove ritrovano almeno il
capitano Thiago Silva, al rien-
tro dopo il Mondiale flop. Non
convocato invece il collega Da-
vid Luiz, unico acquisto di un
Psg censurato dal fair play fi-
nanziario dellUefa che non im-
pedisce di sognare. Anche per-
ch finora lemiro del Qatar ha
investito sul mercato 430 mi-
lioni di euro, facendo schizzare
pure il budget societario dai
miseri 93,4 milioni del 2010
agli oltre 480 milioni dellulti-
ma annata. E questanno, si
prevede lingresso nella ristret-
ta cerchia dei club da oltre 500
milioni per tentare lassalto alla
Champions League. Un trofeo
che il presidente Al Khelaifi in-
tende sollevare entro il 2018,
anche se il contratto di Ibrahi-
movic scade nel 2016.
Futuro Forse per questo si la-
vora sul futuro, puntando non
pi sui fuoriclasse assoluti co-
me Cristiano Ronaldo o Messi,
congelati nel limbo dei sogni,
ma su talenti dal forte poten-
ziale. Lassalto a Di Maria non
ha portato frutti, perch linne-
sto dellargentino andrebbe a
pesare sul monte ingaggi che
lUefa ha congelato a quota 231
milioni. Cos, si riparla di Eden
Hazard, ma anche di Neymar e
pure del ventenne tedesco Ju-
lian Draxler dello Schalke 04,
campione del Mondo a 20 anni.
Lattuale rosa di Blanc comun-
que raccoglie lo stesso i favori
dei pronostici anche della mag-
gioranza dei giocatori di Ligue
1, interrogati dallEquipe: per
lo scudetto l85,5% vota Psg.
Trama E per ora il Psg si affi-
da sempre al senior Ibrahimo-
vic che al 7 porta in vantaggio
il Psg, servito da uno splendido
assist di Pastore. Poi per lo
svedese spara clamorosamente
sul palo quello di Verratti (19)
e alla fine sbaglia pure un rigo-
re, generoso, parato da Placide
(20). Cos il Reims si fa corag-
gio e pareggia con Oniangu
(22) e poi raddoppia in contro-
piede con Devaux (34). E il
pallone dellazione laveva per-
so ancora Ibrahimovic. Lex
rossonero per nella ripresa ri-
prende in mano la squadra e si
inventa il rimedio al 18, rice-
vendo ancora da Pastore e gi-
rando da sinistra un tiro cross
che sorprende Placide inqua-
drando la porta. Il pallone en-
tra, il portiere lo spinge fuori,
ma Cavani certifica. La paterni-
t va lo stesso allo svedese che
cos si gode il quarto gol stagio-
nale, dopo la doppietta vincen-
te in Supercoppa di Francia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MILANO
Bombolette ovunque. An-
che la Uefa dice s allo spray, co-
me fa sapere dal suo sito, e le
linee di schiuma conosciute al
Mondiale verranno utilizzate
anche nelle competizioni conti-
nentali per indicare la distanza
della barriera sui calci piazzati.
Dopo il positivo test effettuato
durante gli Europei Under 17
del 2014 a Malta, la Commis-
sione Arbitrale ha deciso di ap-
provare lutilizzo dello spray a
scomparsa nelle nostre compe-
tizioni per club, ha detto Mi-
chel Platini, presidente della
Uefa. Come abbiamo visto tut-
ti ai Mondiali, questo spray era
molto utile per gli arbitri in oc-
casione dei calci piazzati e sono
sicuro che vedremo risultati si-
mili nelle nostre competizioni
questa stagione, ha aggiunto
Platini dal sito ufficiale dellor-
ganizzazione.
Proposta di Grondona Sfrut-
to questa occasione per rendere
omaggio allultimo presidente
della Federcalcio argentina Ju-
lio Grondona, morto recente-
mente, che da subito aveva
spinto lInternational Board per
far utilizzare questo spray a
scomparsa. Il suo contributo
stato di fondamentale impor-
tanza. Anche Pierluigi Collina,
a capo del settore arbitrale del-
la Uefa, ha dato lok: Tutti i test
hanno dato esito positivo e do-
po lapprovazione della Com-
missione Arbitrale verranno
utilizzati in Supercoppa. Non
c dubbio sul fatto che aiuter
gli arbitri ad avere maggiore
controllo in occasione dei calci
di punizione. I giocatori non
potranno pi accorciare la di-
stanza con la cosiddetta cam-
minata a pinguino. Una volta
che la barriera stata ben posi-
zionata, la punizione verr bat-
tuta con distanza rispettata.
Debutto a Cardiff Lo spray
verr utilizzato per la prima
volta in una competizione Uefa
per la sfida tra Real Madrid e
Siviglia in Supercoppa a Car-
diff marted prossimo 12 ago-
sto. Verr anche utilizzato in
Champions League dagli spa-
reggi in avanti, e in Europa Lea-
gue a partire dalla fase a gironi.
Lo spray verr impiegato anche
nelle Qualificazioni Europee
per Euro 2016 che inizieranno
a settembre.
p.f.a.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Larbitro Williams usa lo spray durante Ecuador-Honduras ai Mondiali
Lo Zwolle ha iniziato bene EPA
ALEC CORDOLCINI
Venerd 8 agosto 2014 sa-
r una data che i tifosi del Pec
Zwolle ricorderanno a lungo. Il
2-0 allUtrecht nellapertura
della nuova stagione di Eredivi-
sie stato la degna chiusura di
una giornata che ha visto il Pec
partecipare per la prima volta ai
sorteggi per una coppa euro-
pea. Dallurna uscito lo Sparta
Praga. Ci sentiamo pronti, ha
dichiarato il tecnico Ron Jans,
che in serata si goduto una
squadra per niente distratta da-
gli elogi ricevuti negli ultimi
mesi (coppa e supercoppa
strappate allAjax). La dimen-
sione resta quella della provin-
ciale (nel 2012 vinceva il cam-
pionato di B), e la dirigenza non
ci ha pensato due volte a riba-
dirlo, cedendo in settimana al
Twente il play Mokotjo, il Pirlo
della Eredivisie. In campo per
la sua assenza passata inosser-
vata, soprattutto grazie ai guiz-
zi di Jody Lukoki, arrivato tre
giorni fa in prestito dallAjax. La
prima rete della stagione ha
portato la firma di Jesper Drost,
entrato nelle cronache dalla
porta giusta, dopo essere finito
in galera un mese fa con laccu-
sa di tentato omicidio dopo una
rissa notturna.
PRIMA GIORNATA
Ieri: Zwolle-Utrecht 2-0. Oggi (19.45):
Heerenveen-Dordrecht (18.30); Nac
Breda-Excelsior; Cambuur-Twente; He-
racles-Az Alkmaar (20.45). Domani
(14.30): Den Haag-Feyenoord (12.30);
Ajax-Vitesse; Go Ahead Eagles-Gronin-
gen; Willem-Psv Eindhoven (16.45).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Zlatan Ibrahimovic, 32 anni: per lui 4 gol nelle prime due uscite ufficiali AP
i
DA RIVEDERE
S
5
Lucas
Si dimentica
Ibrahimovic
negandogli un
semplice assist
ed esce dalla
partita
COSTA DAVORIO
Drogba dice stop
Basta nazionale
Momento giusto
Dopo 12 anni con gli
Elefanti Didier Drogba dice
addio alla Costa dAvorio.
In unintervista a Infosport
lattaccante ha spiegato che
questo un buon momento
per fermarsi e dare modo ai
giovani di costruire una
squadra per gli anni a venire.
una decisione difficile
perch so quello che sono
ancora in grado di fare ma dal
momento che sento che non
c pi la stessa fiducia che
cera prima penso che sia una
decisione saggia. Resto a
disposizione del Paese, ma
non per giocare. finita.
I momenti migliori con la
nazionale sono coincisi anche
con le delusioni sportive pi
grosse. Drogba infatti ha perso
due finali di Coppa dAfrica: nel
2006 contro lEgitto e nel 2012
con lo Zambia. Soprattutto in
questultima lattaccante ha
avuto loccasione per
cambiare il match, sbagliando
un rigore durante i 90.
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
21

MONDO INGHILTERRA
LItalia che vuole sedurre gli inglesi
Cellino (Leeds) e Becchetti (Leyton) partono dal basso per conquistare il calcio dei maestri
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
STEFANO BOLDRINI
LONDRA
Un pezzetto dItalia nei
campionati di Championship
(la nostra serie B) e League
One (equivalente della Lega
Pro), in partenza in questo
weekend: il Leeds di Massimo
Cellino gioca oggi sul campo
del Millwall, mentre il Leyton
Orient di Francesco Becchetti
ospita il Chesterfield.
Perch comprare un club in-
glese?
Cellino: In Italia non mi era
pi permesso guidare una so-
ciet, ma non volevo buttare la
mia esperienza. In Inghilterra
si pu lavorare in modo serio
Becchetti: Se decidi di en-
trare nel mondo del calcio, lIn-
ghilterra una scelta quasi ob-
bligata. Qui c il top.
Lobiettivo?
Cellino: Dimostrare di es-
sere capace di fare bene anche
in Inghilterra e di riuscire a ri-
costruire un club di prestigio
come il Leeds, devastato da
una lunga crisi economica.
Becchetti: Salire in Cham-
pionship. Dobbiamo dimenti-
care la delusione della sconfit-
ta nei playoff e voltare pagina.
Personalmente, dopo i successi
nella pallavolo con la Piaggio
Roma, desidero essere un vin-
cente anche nel calcio.
La maggiore difficolt per un
imprenditore italiano che entra
nel calcio inglese?
Cellino: Essere accettato.
Devi subito mostrare le tue ca-
pacit. Il problema che noi
italiani cerchiamo sempre di
fare i furbi. Bisogna invece sin-
tonizzarsi sulla mentalit in-
glese e cercare di correggere le
loro lacune.
Becchetti: Io non ho avuto
finora alcun problema. La cosa
pi difficile azzeccare la cam-
pagna acquisti: se sbagli quel-
la, si complica tutto.
Che cosa portare di italiano
nei vostri club?
Cellino: Esperienza, pas-
sione e senso di responsabili-
t.
Becchetti: Passione e dedi-
zione al lavoro.
Che cosa va cambiato nei
vostri club?
Cellino: Tante cose. Biso-
gna ripartire da zero. A Leeds
sono stati bruciati soldi a pala-
te. Il nostro capitale di parten-
za il tifo: poche piazze in In-
ghilterra possono vantare un
seguito come il nostro.
Becchetti: Dobbiamo mi-
gliorarci in tutto, nella consa-
pevolezza che siamo un club di
League One in una metropoli
come Londra.
La scelta dellallenatore?
Cellino: Ho puntato su un
tecnico come Dave Hockaday
che ha voglia di emergere. Lho
preso dal campionato dilettan-
ti perch le motivazioni sono
importanti. In Inghilterra si fa
spesso confusione tra la figura
del manager e dellallenatore.
Io voglio un tecnico.
Becchetti: Russell Slade
andava confermato dopo
uneccellente stagione conclu-
sa male con la sconfitta nella fi-
nale playoff.
Gli uomini del presidente?
Cellino: Ci sono due-tre
persone di fiducia e uno staff
che ha sposato la mia causa.
Non possiamo permetterci di
sbagliare.
Becchetti: Mauro Milanese
il d.s. Alessandro Angelieri
lamministratore delegato. Lo
conosco da anni.
Che fine hanno fatto Benny
Carbone e Giampaolo Montali?
Cellino: Carbone si di-
messo per problemi di fami-
glia. Non poteva dare il massi-
mo e io qui ho bisogno di gente
disponibile al cento per cento.
Non posso concedere sconti e
con gli italiani devo essere an-
cora pi esigente.
Becchetti: A Montali ho
proposto il ruolo di manager.
Lui ha rifiutato sostenendo che
un tecnico della pallavolo non
pu fare lallenatore di calcio.
La situazione stadio?
Cellino: Vogliamo compra-
re lElland Road entro dicem-
bre, una follia spendere un
milione e mezzo di sterline
lanno per laffitto. Vogliamo
essere padroni a casa nostra.
Becchetti: Per ora stiamo
bene nel nostro impianto. In
caso di promozione, e se la tifo-
seria lo richieder, si potrebbe
valutare lipotesi di partecipare
alla gestione dello stadio olim-
pico.
Il vostro rapporto con i me-
dia inglesi, spesso spietati?
Cellino: Sar leale, ma io
non ho troppo tempo per pen-
sare alla comunicazione.
Becchetti: Non cerco pub-
blicit. Sar disponibile, ma
senza apparire troppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MASSIMO CELLINO
PROPRIETARIO LEEDS

Per essere
accettato, devi
subito mostrare
le tue capacit e
non fare il furbo
FRANCESCO BECCHETTI
PROPRIETARIO LEYTON

Se entri nel
mondo del calcio,
lInghilterra una
scelta obbligata.
Qui c il top.
Massimo Cellino, 58 anni ex proprietario del
Cagliari, ha acquistato il Leeds United nei mesi
scorsi. Lok definitivo arrivato in aprile ANSA
Francesco Becchetti il proprietario del Leyton
Orient dal sette luglio scorso. Prima limprenditore
si era avvicinato anche a Reading e Birmingham
ALTRI ITALIANI
Watford e Pozzo
con un obiettivo:
Premier League
LONDRA (bold) Il
Watford della famiglia Pozzo,
dal 2012 proprietaria del club,
parte con un obiettivo chiaro:
la promozione. Sfiorato il salto
con Zola nel 2013, dopo una
stagione difficile, con le
dimissioni dellallenatore sardo
e lo sbarco di Giuseppe
Sannino, stavolta non si pu
sbagliare. Il direttore tecnico
Gianluca Nani soddisfatto
della campagna acquisti:
Abbiamo lavorato bene.
Vogliamo andare in Premier
League.
22
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
23

K
evin Durant, uno dei due migliori gioca-
tori di basket nel mondo (laltro Le-
Bron), ha lasciato la Nazionale Usa prima del
Mondiale 2014. Motivo? Ufficialmente
Durant ha parlato di stanchezza, di aver
bisogno di una pausa, di aver giocato 12
mesi allanno per troppi anni, di essere
esaurito. Dice la verit, o almeno il 50%
della verit. Non metto in dubbio che sia
distrutto e che abbia bisogno di riposo per
ricaricarsi. Ma permettetemi di dire ci
che Durant non vuole o non pu dire: in
queste condizioni sarebbe vulnerabile, ri-
schierebbe di mettere in pericolo la car-
riera. Linfortunio alla schiena di Griffin
lha fatto riflettere e quello devastante a
George (frattura di tibia e perone), pro-
prio davanti ai suoi occhi lha fatto de-
cidere: Meglio rinunciare al Mon-
diale che compromettere la carrie-
ra avr pensato. Non ho prove, ma
sono convinto di aver ragione.
Aggiungiamo che per gli Usa il
Mondiale ha quasi zero importanza. No,
esagero. Mettiamola cos per quanto ri-
guarda il pubblico sportivo statunitense:
PanAmericani 5, Mondiale 10, qualifica-
zione Olimpica 50, Olimpiade 100. Per i
giocatori? Forse il Mondiale vale qualcosa in
pi ma non paragonabile ai Giochi. Dei 12
che hanno vinto loro di Pechino 2008, nessuno
era nella squadra Usa al Mondiale 2010.
Non tralascerei anche una certa pressione
dei club. Mark Cuban, proprietario dei Mavs,
ha criticato questi impegni. Questo aspetto toc-
cava fino a poco tempo fa solo i giocatori Nba
internazionali, italiani compresi. Ora, per la
prima volta si parla di tutela anche degli ameri-
cani. E questo un grosso problema per tutti:
Nba, Fiba, squadre nazionali, giocatori. Kevin
Durant ha semplicemente preso nota.
RIPRODUZIONE RISERVATA
caso nel Basket
di DAN PETERSON
LA RINUNCIA DI DURANT A DREAM TEAM
IL MONDIALE PER GLI USA CONTA POCO
laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI
Nuova Federcalcio: anche
Lotito vuole una poltrona.
Si sappia che la pagher
in 23 rate annuali.
f
laVignetta
DI VALERIO MARINI
IL CINGUETTIO DEL GIORNO
TwitTwit
MARIA SHARAPOVA
Campionessa di tennis
#AirportPostcard
@MariaSharapova
MARCO ORSI
Azzurro di nuoto
Un po di acido lattico...
Che dite?
@bomber_orsi
DANIELE MOLMENTI
Olimpionico di canoa
Si pu sbranare solo
la #pizza maranello al
#cornale dopo un giro
in #ferrari !!!
@DanieleMolmenti
Palazzo di vetro

di
RUGGIERO PALOMBO
E se i vicepresidenti
di Tavecchio fossero
Beretta e Abodi?
E
lezioni Federcalcio, tre
giorni allalba. Giovanni
Malag partito per il mar di
Corsica (vorr dire qualcosa?)
dopo lunghi e opportuni silen-
zi, lincontro coi candidati e al-
cune successive dichiarazioni.
Le tre che ci hanno colpito di
pi sono state nellordine: mi
aspetto una sorpresa, il pro-
gramma di Tavecchio corag-
gioso e innovativo, non ha
detto altrettanto su quello di
Albertini, e infine ma non
glielo faranno attuare perch
ha delle cambiali da pagare.
Che il presidente del Coni si
tenga aperta la strada per un
eventuale commissariamento,
che lo investirebbe in prima
persona ma che come ha sag-
giamente sottolineato non di-
pende da lui ma dal numero di
schede bianche che finiranno
luned nellurna, ovvio, com-
prensibile e naturale. La que-
stione della sorpresa cui tutti
danno la caccia, per, non do-
vrebbe riguardare questa fatti-
specie proprio perch indipen-
dente oggi dal suo diretto con-
trollo. La sorpresa potrebbe al-
lora riguardare qualcosa di cui
Malag a conoscenza ma che
non pu e non vuole dire. Le
due affermazioni successive,
una pro (il programma) e una
contro (le cambiali) Tavecchio
possono forse, e sottilineiamo
forse, indicarci la strada. Che
senza gli strafalcioni dialettici
di Tavecchio era gi stata trac-
ciata sullasse Federcalcio-Coni
con il futuro passaggio di Mi-
chele Uva da direttore generale
di Coni Servizi a direttore ge-
nerale della Figc.
La sorpresa potrebbe arriva-
re proprio da Tavecchio e dalla
sua governance. Fin qui si da-
to per scontato che una volta
eletto i suoi vicepresidenti di-
venterebbero due tra i pi viva-
ci dei suoi sponsor, Claudio Lo-
tito e Mario Macalli. Palle al
piede, pi il primo del secondo
(che verrebbe destinato a to-
gliere qualche scheletro dal-
larmadio di Federcalcio srl),
sotto il profilo della forma e
della sostanza per motivi che
non ci stancheremo di ripetere:
avere come vicepresidente fe-
derale un presidente di societ,
sia pure dinamico, intrapren-
dente e (fin troppo) spregiudi-
cato, non buona cosa al di l
delle vere o presunte cambiali
da pagare ed perfettamente
inutile rifarsi alla preistoria,
quando a rivestire il ruolo di
presidente Figc (1959)fu lallo-
ra presidente della Juventus
Umberto Agnelli.
Maurizio Beretta e Andrea
Abodi. Presidenti di serie A e
serie B, le due Leghe pi impor-
tanti, che, fino a prova docu-
mentale contraria, luna a
maggioranza mobile (da 18-2
si scesi a uno striminzito
11-9)e laltra allunanimit (ri-
badita ancora gioved scorso)
si sono pronunciate pro-Tavec-
chio. Se fossero loro, proprio
quelli pi istituzionalmente in-
dicati, i vice presidenti? Se Ta-
vecchio la ponesse, magari do-
menica, alle quattro Leghe e ai
rispettivi consiglieri federali in
pectore che dovranno desi-
gnarli, come una condizione
pregiudiziale, prendere o la-
sciare, altrimenti a chiamarsi
fuori sarebbe lui? Come avrete
capito, qualcosa pi di una
semplice ipotesi. Non bastereb-
be certo a cancellare le banane
e ad arrestare una campagna
mediatica che non ha prece-
denti nella storia dello sport
italiano ma servirebbe quanto-
meno (e non solo) a riacquista-
re credito presso Palazzo Chigi,
dove Lotito non lo vogliono ve-
dere nemmeno col binocolo.
La partita di Tavecchio si
gioca probabilmente su questo
tavolo pi che su quello del dis-
senso e delle schede bianche.
La vincesse e fosse capace, su-
bito dopo, di portare a casa Ita-
lia Antonio Conte (1,5 milioni
di contratto pi bonus, anche
qui prendere o lasciare), avreb-
be trovato un modo, faticosa-
mente, di ricominciare. La per-
desse, sia di parola.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Carlo Tavecchio, 71 anni. Candidato favorito per la Figc ANSA
CUADRADO, TENTAZIONE FIORENTINA
TENERLO E PUNTARE ALLO SCUDETTO
E
finito 0 a 0 il primo tempo di una delle
partite pi complicate di questo calcio
mercato. Cuadrado stato onesto con Andrea
Della Valle: Presidente, se arriva la grande
proposta mi aiuti a salire sul treno che pu
cambiare la mia vita. E il patron gli ha risposto
con altrettanta franchezza: Se arriva lofferta
giusta ti lascer andare ma valuta anche lipo-
tesi di restare ancora un anno a Firenze. Come
dimostra la storia di Jovetic i treni buoni passa-
no pi di una volta e se ti guardi intorno vedrai
che sta nascendo una grande Fiorentina. Pun-
to e a capo. Per il momento lofferta indecente
non arrivata e Andrea Della Valle sta coltivan-
do ogni giorno di pi lidea di tenere per altri
dodici mesi il suo gioiello. Una sfida che figlia
di un progetto clamoroso: una Fiorentina con
Gomez-Rossi e Cuadrado davanti; Aquilani-
Borja Valero e Pizarro in mezzo al campo e
Gonzalo-Basanta e Savic in difesa potrebbe al-
zare lasticella a livelli da sogno. Considera-
to, tra laltro, che il patron ha gi annunciato
larrivo di altri due elementi importanti con o
senza il colombiano. Andrea Della Valle con-
vinto di trovarsi davanti a un momento forse
irripetibile. Quando ricapiter di confrontarsi
con una Juve meno affamata del solito; con Ro-
ma e Napoli distratte dalla Champions e con
unInter rinforzata ma comunque abbordabile?
In attesa di vedere se dal fax della sede spun-
ter o meno la proposta indecente (data ultima
20 agosto) Andrea Della Valle, il presidente
operativo Cognigni e i due diesse Maci e Prad
stanno preparando le basi per questa Mission
Impossible. Due i passaggi fondamentali: 1) vi-
sto che Cuadrado considera il Barcellona lop-
zione pi gradita (forse lunica?) ma che il club
catalano non ha fretta di chiudere loperazione
e ha investito tanti soldi su altri campioni il pri-
mo passo cercare di trovare un accordo con gli
spagnoli a 35-40 milioni pagabili tra un anno
quando il colombiano sbarcherebbe al Camp
Neu; 2) vendere prima possibile i tanti giocato-
ri in esubero per poter garantire a Cuadrado un
ingaggio intorno ai due milioni e mezzo senza
stravolgere il monte stipendi. Un piano che pu
saltare per aria in qualsiasi momento se il Man-
chester United riuscisse a convincere il colom-
biano ad accettare il trasferimento in Inghilter-
ra dimenticando lamato Bara. I Reds hanno
gi i soldi pronti per la famiglia Della Valle (35
milioni pi sei di bonus) ma non usciranno alla
scoperto fino a che non avranno il via libera dal
fantasista sudamericano. Un presidente a vol-
te ragiona con il cuore e dimentica i conti, ha
ammesso sorridendo Andrea Della Valle. Giu-
sto. I sogni non hanno prezzo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
lAnalisi
di LUCA CALAMAI
Juan Cuadrado, 26 anni, colombiano LAPRESSE
Rafa Benitez e Gonzalo Higuain ACTION IMAGES
BENITEZ CONOSCE BENE LA SPAGNA...
INTER E TORO, POTETE SORRIDERE
S
ar dura anche per i baschi, non solo per il
Napoli. Evidentemente San Mames, cui
intitolato lo stadio di Bilbao, e San Paolo ieri al
momento del sorteggio erano impegnati altro-
ve. Cos venuto fuori uno scontro da girone di
Champions, non da preliminare: la quarta di
Spagna contro la terza dItalia. E la sfida pi
difficile che poteva capitarci, ma siamo pronti
a superarla il concetto espresso a caldo sia dal-
lallenatore azzurro che dal presidente del-
lAthletic. In effetti fra Copenhagen, Lilla, Be-
siktas e Standard Liegi nellurna, cerano otti-
me probabilit di pescare meglio.
Ma gi lo scorso anno il Napoli usc travolto
dalle palline svizzere, ritrovandosi con Borus-
sia Dortmund, Arsenal e Marsiglia e venne eli-
minato nonostante i 12 punti messi assieme
(prima volta nella storia). E ricordate il debut-
to Champions di De Laurentiis nel 2011?
Bayern Monaco, Manchester City e Villarreal.
Quella volta gli azzurri passarono (col
Bayern), salvo poi infrangersi sul Chelsea.
Citiamo i precedenti per osservare due cose:
a) al prossimo, auspicabile, sorteggio, conver-
rebbe chiamare in causa San Gennaro; b) or-
mai la squadra ha una collaudata dimensione
europea. Dote preziosa soprattutto nella gara
di ritorno, purtroppo da giocare in trasferta.
Il Napoli ha un vantaggio importante: Rafa
Benitez, un tecnico che conosce alla perfezione
il calcio del suo paese e quindi preparer il con-
fronto con dovizia di particolari. Poi per c un
handicap oggettivo: lallenatore ha a disposi-
zione una decina di giorni appena per portare
Higuain in una condizione tale da poter incide-
re. E Fellaini sar della partita? (mancano po-
che ore al deposito della lista Uefa). Per affron-
tare con relativa tranquillit il viaggio a Bilbao,
bisognerebbe fare un paio di gol al San Paolo
perch poi l la spinta dei baschi (popolo orgo-
glioso, combattivo, che vive in simbiosi con la
squadra) sar tremenda. Stadio nuovo, senza
pista di atletica, la gente ce lhai addosso: pu
condizionare, anche larbitro, se non ne verr
designato uno dalla forte personalit.
Decisamente fortunato per noi laccoppia-
mento dellInter con lo Stjarnan, formazione
islandese composta da calciatori certamente
simpatici a guardare in quali modi buffi e origi-
nali festeggiano i gol (ieri siti e tv ci hanno giu-
stamente sguazzato). Rnk di Spalato a portata
delle corna del Toro, anche se col calcio croato
bisogna andarci cauti. Conforta e non poco, la
partita di ritorno da disputarsi allOlimpico.
RIPRODUZIONE RISERVATA
iSorteggi
di NICOLA CECERE
24
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
25

MAGIC +3 CAMPIONATO
LA LISTA AGGIORNATA CON TUTTI I GIOCATORI
Occhio a Longo e leffetto Zeman
Lattaccante del Cagliari costa 13 milioni, ma piace molto al boemo: se fa il titolare va in doppia cifra
COME PARTECIPARE
Abbonati online
o acquistando
la card in edicola
Per iscriversi al nostro
concorso occorre registrarsi
gratis su Gazzetta.it o nellArea
Magic. Per partecipare ci sono
due modi: comprando la Magic
card in edicola (a 19,99 euro),
che vale come un
abbonamento stagionale
oppure online, abbonandosi
allArea Magic o acquistando
crediti che danno accessi
allArea Premium. Non ci sono
limiti al numero di squadre
create da un singolo utente.
PORTIERI
Nome Squadra Costo
ABBIATI MIL 12
AGAZZI MIL 2
AGLIARDI CES 2
ANDUJAR NAP 1
AVRAMOV TOR 1
BARDI CHI 8
BASSI EMP 8
BELEC INT 1
BENUSSI UDI 1
BERISHA LAZ 2
BERNI INT 1
BIGGERI EMP 1
BIZZARRI GEN 1
BRESSAN CES 1
BRKIC UDI 2
BUFFON JUV 16
CARBONI CAG 1
CARRIZO INT 1
COLOMBI CAG 8
COLOMBO NAP 1
CONSIGLI ATA 11
CRAGNO CAG 2
DA COSTA SAM 10
DE SANCTIS ROM 15
FREZZOLINI ATA 1
FULIGNATI PAL 1
GABRIEL MIL 1
GILLET TOR 2
GOLLINI VER 1
HANDANOVIC INT 15
IACOBUCCI PAR 1
KARNEZIS UDI 1
KELAVA UDI 1
LAMANNA GEN 1
LEALI CES 8
LOBONT ROM 1
LUPATELLI FIO 1
MARCHETTI LAZ 12
MASSOLO SAM 1
MIHAYLOV VER 1
MIRANTE PAR 12
NETO FIO 13
NICOLAS VER 1
PADELLI TOR 11
PEGOLO SAS 7
PERIN GEN 12
POLITO SAS 1
POMINI SAS 2
PUGGIONI CHI 2
RAFAEL C.B. NAP 14
RAFAEL D.A. VER 10
ROSATI NAP 1
RUBINHO JUV 1
SCUFFET UDI 11
SECULIN CHI 1
SEPE EMP 2
SKORUPSKI ROM 1
SORRENTINO PAL 10
SPORTIELLO ATA 1
SQUIZZI CHI 1
STORARI JUV 1
STRAKOSHA LAZ 1
TATARUSANU FIO 1
UJKANI PAL 1
DIFENSORI
Nome Squadra Costo
ABATE MIL 7
ACERBI SAS 4
AGOSTINI VER 5
ALBERTAZZI MIL 3
ALBIOL NAP 11
ALEX MIL 14
ALONSO FIO 3
ANDELKOVIC PAL 5
ANDREOLLI INT 4
ANTEI SAS 3
ANTONINI GEN 6
ARIAUDO SAS 4
ASTORI ROM 8
AVELAR CAG 4
BALZANO CAG 3
BALZARETTI ROM 5
BARBA EMP 2
BARZAGLI JUV 14
BASANTA FIO 6
BASTA LAZ 13
BELLINI ATA 2
BELMONTE UDI 2
BENALOUANE ATA 6
BENATIA ROM 16
BENEDETTI CAG 3
BIANCHETTI VER 3
BIANCO SAS 3
BIAVA ATA 8
BIRAGHI CHI 5
BONERA MIL 5
BONUCCI JUV 12
BOVO TOR 6
BRAAFHEID LAZ 4
BRITOS NAP 5
BRIVIO ATA 5
BUBNJIC UDI 3
BURDISSO GEN 7
CACCIATORE SAM 5
CACERES JUV 6
CAMPAGNARO INT 6
CAMPORESE FIO 3
CANA LAZ 7
CANNAVARO SAS 7
CAPELLI CES 5
CAPUANO CAG 5
CASSANI PAR 8
CASTAN ROM 12
CAVANDA LAZ 4
CEPPITELLI CAG 5
CESAR CHI 4
CHERUBIN ATA 4
CHIELLINI JUV 15
CIANI LAZ 4
CODA UDI 3
COLE ROM 11
COSTA SAM 4
DAINELLI CHI 7
D'AMBROSIO INT 5
DANILO UDI 8
DAPRELA' PAL 4
DARMIAN TOR 11
DE CEGLIE JUV 3
DE MAIO GEN 6
DE SCIGLIO MIL 8
DE SILVESTRI SAM 10
DE VRIJ LAZ 12
DEL GROSSO ATA 4
DIDAC MIL 2
DODO' INT 8
DOMIZZI UDI 7
DOUGLAS UDI 2
DRAME' ATA 5
EDENILSON UDI 5
EDIMAR CHI 4
ELEZ LAZ 1
EMANUELSON ROM 7
EVRA JUV 11
FARAONI UDI 4
FEDDAL PAL 2
FELIPE PAR 4
FERNANDEZ NAP 6
FORNASIER SAM 4
FREY CHI 5
GABRIEL SILVA UDI 11
GAMBERINI CHI 5
GASTALDELLO SAM 9
GASTON SILVA TOR 3
GAZZOLA SAS 4
GHOULAM NAP 6
GLIK TOR 10
GOBBI PAR 7
GONZALEZ VER 5
HEGAZI FIO 2
HENRIQUE NAP 8
HEURTAUX UDI 9
HYSAJ EMP 4
INGEGNERI CES 2
IZZO GEN 4
JANSSON TOR 4
JONATHAN INT 10
JUAN JESUS INT 8
KONKO LAZ 5
KOULIBALY NAP 5
KRAJNC CES 4
LAURINI EMP 3
LAZAAR PAL 5
LICHTSTEINER JUV 16
LONGHI SAS 5
LUCARELLI PAR 9
LUCCHINI CES 6
LUNA VER 6
MAGGIO NAP 6
MAGNUSSON CES 2
MAICON ROM 15
MAKSIMOVIC TOR 6
MANFREDINI SAS 5
MANTOVANI PAL 4
MARCHESE GEN 8
MARIO RUI EMP 3
MARQUES VER 4
MARQUEZ VER 8
MARTIC VER 4
MARTINELLI EMP 1
MASIELLO TOR 4
MBAYE INT 4
MESBAH PAR 4
MESTO NAP 4
MEXES MIL 5
MILANOVIC MILAN PAL 3
MOLINARO TOR 9
MORAS VER 6
MORETTI TOR 7
MORGANELLA PAL 4
MOTTA JUV 3
MUNOZ PAL 6
MURRU CAG 6
NAGATOMO INT 13
NALDO UDI 3
NICA CES 3
NOVARETTI LAZ 4
OGBONNA JUV 5
PALETTA PAR 10
PAPP CHI 3
PASQUAL FIO 12
PASQUALE UDI 3
PEDRO MENDES PAR 3
PELUSO SAS 6
PERICO CES 4
PICCINI FIO 3
PIRIS UDI 5
PISANO E. PAL 6
PISANO F. CAG 5
POLENTA GEN 2
RADU LAZ 8
RAIMONDI ATA 4
RAMI MIL 11
RANOCCHIA INT 12
REGINI SAM 6
RENZETTI CES 6
RISPOLI PAR 4
RISTOVSKI PAR 5
RODRIGUEZ GON. FIO 14
RODRIGUEZ GUI. VER 5
ROMAGNOLI ROM 4
RONCAGLIA FIO 5
ROSI GEN 6
ROSSETTINI CAG 6
RUGANI EMP 7
SALAMON SAM 3
SAMPIRISI GEN 4
SANTACROCE PAR 2
SARDO CHI 5
SAVIC FIO 9
SCALONI ATA 2
SILVESTRE INT 3
SORENSEN JUV 2
STENDARDO ATA 7
STRUNA PAL 1
SUAGHER ATA 1
TERRANOVA SAS 8
TERZI PAL 5
TOMOVIC FIO 8
TONELLI EMP 6
TOROSIDIS ROM 6
VESOVIC TOR 2
VIDIC INT 13
VINICIUS LAZ 2
VITIELLO PAL 2
VOLTA CES 4
VRSALJKO SAS 7
WAGUE UDI 2
ZACCARDO MIL 3
ZAMPANO VER 2
ZAPATA C. MIL 6
ZAPPACOSTA ATA 3
ZUKANOVIC CHI 6
ZUNIGA NAP 12
CENTROCAMPISTI
Nome Squadra Costo
ACQUAH PAR 6
ADRYAN CAG 4
ALHASSAN UDI 3
GUARIN INT 12
GUILHERME UDI 5
HALLFREDSSON VER 10
HAMSIK NAP 20
HERNANES INT 16
HETEMAJ CHI 7
HONDA MIL 9
IAGO GEN 5
ILICIC FIO 13
IMPROTA GEN 5
INLER NAP 11
IONITA VER 4
IZCO CHI 6
JADSON UDI 2
JANKOVIC B. VER 8
JANKOVIC F. PAR 2
JOAQUIN FIO 10
JORGINHO NAP 14
JORQUERA PAR 4
KEITA ROM 7
KOVACIC INT 11
KRHIN INT 4
KRSTICIC SAM 7
KUCKA GEN 9
KUPISZ CHI 2
KURTIC SAS 8
KUZMANOVIC INT 4
LANER VER 2
LAXALT INT 3
LAZAREVIC CHI 5
LAZZARI FIO 5
LEDESMA LAZ 8
LULIC LAZ 13
MAGNANELLI SAS 5
MAIELLO NAP 2
MANGANI CHI 5
MARCHIONNI PAR 7
MARCHISIO JUV 16
MARESCA PAL 7
MARRONE JUV 4
MARSURA GEN 1
MARTINOVIC VER 1
MASTOUR MIL 2
MAURI J. PAR 1
MAURI S. LAZ 12
MENEZ MIL 16
MERTENS NAP 22
MIGLIACCIO ATA 4
MINALA LAZ 2
MISSIROLI SAS 6
MLINAR UDI 1
MOLINA ATA 4
MONTOLIVO MIL 10
MORALEZ ATA 13
MORO EMP 3
MUNTARI MIL 8
MUSACCI PAR 3
M'VILA INT 7
NAINGGOLAN ROM 12
NGOYI PAL 3
NINIS PAR 4
NOCERINO TOR 8
OBBADI VER 6
OBI INT 3
OBIANG SAM 8
OCTAVIO FIO 3
ONAZI LAZ 6
PADOIN JUV 4
PALOMBO SAM 8
PAREDES ROM 4
PAROLO LAZ 14
PEPE JUV 3
PEREIRINHA LAZ 4
PEREYRA JUV 11
PEREZ TOR 3
PEROTTI GEN 10
PINZI UDI 7
PIREDDA CAG 1
PIRLO JUV 16
PIZARRO FIO 10
PJANIC ROM 18
POGBA JUV 18
POLI MIL 7
PUCCIARELLI EMP 5
QUAISON PAL 3
RADOSEVIC NAP 2
RADOVANOVIC CHI 4
RAGUSA GEN 6
RIERA UDI 6
RIGONI PAL 10
RINCON GEN 6
RIZZO SAM 2
ROMULO JUV 10
SALA VER 5
SANTANA GEN 5
SAPONARA MIL 6
SBAFFO CHI 3
SCHELOTTO INT 5
SESTU CHI 4
SIGNORELLI EMP 4
SORIANO SAM 10
SPINAZZOLA ATA 2
STROOTMAN ROM 16
STURARO GEN 7
TABANELLI CES 4
TACHTSIDIS VER 6
UCAN ROM 5
VALDIFIORI EMP 5
VALOTI VER 1
VARGAS FIO 11
VAZQUEZ PAL 10
VECINO FIO 6
VERDI EMP 7
VIDAL JUV 20
VIVES TOR 5
WIDMER UDI 6
WOLSKI FIO 4
WSZOLEK SAM 4
ZAPATA A. UDI 4
ZE' EDUARDO CES 4
ZIELINSKI UDI 5
ATTACCANTI
Nome Squadra Costo
AGUIRRE EMP 10
ALFARO LAZ 4
AMAURI PAR 16
ARDEMAGNI ATA 9
BABACAR FIO 13
BALOTELLI MIL 29
BARRETO TOR 10
BELECK FIO 6
BELFODIL PAR 14
BELOTTI PAL 16
BERARDI SAS 26
BERGESSIO SAM 18
BERNARDESCHI FIO 11
BIANCHI ATA 11
BOAKYE ATA 12
BORRIELLO ROM 13
BOTTA INT 8
CALLEJON NAP 25
CASSANO PAR 23
CERCI TOR 23
CERRI PAR 3
CHANTURIA VER 10
COCCO VER 6
DEFREL CES 11
DENIS ATA 23
DESTRO ROM 24
DI NATALE UDI 29
DJORDJEVIC LAZ 17
DJURIC CES 6
DYBALA PAL 15
EDER SAM 20
EL SHAARAWY MIL 21
FARIAS CAG 8
FEDATO SAM 9
FLOCCARI SAS 13
FLORO FLORES SAS 14
GABBIADINI SAM 19
GARRITANO CES 10
GERVINHO ROM 23
GHEZZAL PAR 5
GIOVINCO JUV 14
GLIOZZI SAS 2
GOMEZ M. FIO 29
GOMEZ T. VER 14
HERNANDEZ PAL 15
HIGUAIN NAP 34
IAKOVENKO FIO 8
IBARBO CAG 15
ICARDI INT 25
INSIGNE NAP 15
ITURBE ROM 21
KEITA LAZ 18
KLOSE LAZ 20
LARRONDO TOR 11
LJAJIC ROM 16
LLORENTE JUV 27
LOI CAG 1
LONGO CAG 13
MACCARONE EMP 14
MARILUNGO CES 13
MARTINEZ TOR 12
MATRI GEN 19
MAXI LOPEZ CHI 14
MCHEDLIDZE EMP 6
MEGGIORINI CHI 12
MICHU NAP 16
MORATA JUV 20
MURIEL UDI 17
NENE' VER 14
NIANG MIL 11
NICO LOPEZ UDI 12
OKAKA SAM 16
OSVALDO INT 18
PALACIO INT 27
PALLADINO PAR 12
PALOSCHI CHI 20
PANDEV NAP 15
PAVOLETTI SAS 11
PAZZINI MIL 18
PELLISSIER CHI 11
PEREA LAZ 9
PINILLA GEN 14
PIOVACCARI SAM 8
POZZI PAR 8
QUAGLIARELLA TOR 20
RABUSIC VER 8
RIBAS GEN 4
RODRIGUEZ CES 9
*ROSSETI ATA 8
ROSSI FIO 32
ROVINI EMP 4
SANABRIA ROM 6
SANSONE G. SAM 13
SANSONE N. SAS 15
SAU CAG 19
SHEKILADZE EMP 3
SUCCI CES 10
TAVANO EMP 16
TEVEZ JUV 35
THEREAU UDI 16
TONI VER 26
TOTTI ROM 23
TOUNKARA LAZ 4
VARGAS NAP 14
ZAPATA D. NAP 13
ZAZA SAS 17
ALHASSAN MORO GEN 1
ALLAN UDI 10
ALVAREZ INT 10
ANTONELLI GEN 8
AQUILANI FIO 16
ARMERO UDI 7
ASAMOAH JUV 9
BADU UDI 11
BAKIC FIO 2
BARRETO PAL 9
BASELLI ATA 6
BASHA TOR 4
BELLOMO CHI 5
BENASSI TOR 6
BENTIVOGLIO CHI 4
BERTOLACCI GEN 7
BIABIANY PAR 14
BIDAOUI PAR 5
BIGLIA LAZ 7
BIONDINI SAS 7
BIRSA CHI 7
BOLZONI PAL 5
BONAVENTURA ATA 15
BORJA VALERO FIO 19
BRIENZA ATA 5
BRIGHI SAS 8
BRILLANTE FIO 3
BUCHEL JUV 2
CABRERA CAG 3
CAIO RANGEL CAG 3
CAMPANA SAM 4
CANDREVA LAZ 19
CAPELLO CAG 3
CARMONA ATA 7
CASCIONE CES 7
CATALDI LAZ 3
CAZZOLA CES 5
CHIBSAH SAS 4
CHOCHEV PAL 4
CHRISTODOULOPOULOS VER 7
CIGARINI ATA 10
COFIE GEN 4
COMAN JUV 2
CONTI CAG 10
COPPOLA CES 4
COSSU CAG 8
CRISETIG CAG 4
CRISTANTE MIL 4
CROCE EMP 4
CUADRADO FIO 22
D'ALESSANDRO ATA 5
DE FEUDIS CES 4
DE JONG MIL 10
DE ROSSI ROM 13
DE VITIS SAM 1
DELLA ROCCA PAL 3
DESSENA CAG 5
DI GENNARO PAL 5
DONADEL NAP 3
DONATI VER 6
DONSAH CAG 2
DUNCAN SAM 5
DZEMAILI NAP 13
EDERSON LAZ 5
EKDAL CAG 7
EL KADDOURI TOR 12
ERAMO SAM 3
ERIKSSON CAG 3
ESSIEN MIL 3
ESTIGARRIBIA ATA 6
FARNERUD TOR 6
FELIPE ANDERSON LAZ 6
FERNANDES UDI 13
FERNANDEZ FIO 9
FETFATZIDIS GEN 8
FLORENZI ROM 15
GAGLIARDINI ATA 3
GALLOPPA PAR 5
GARGANO NAP 5
GARGIULO EMP 1
GAVAZZI SAM 3
GAZZI TOR 4
GIORGI CES 6
GONZALEZ LAZ 7
GRASSI ATA 1
GRECO GEN 7
GROSSI VER 3
GUANA CHI 4
GUARENTE EMP 6
26
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

LIBERE 1 MOTOGP
1. V.ROSSI (ITA/Yamaha) 134535
media 158,7 km/h
2. B.SMITH (GB/Yamaha) 134569
3. IANNONE (ITA/Ducati) 134579
4. P.ESPARGARO (SPA/Yamaha) 134678
5. M.MARQUEZ (SPA/Honda) 134885
6. LORENZO (SPA/Yamaha) 135084
7. REDDING (GB/Honda) 135122
8. A.ESPARGARO (SPA/Fwd Yamaha) 135283
9. DOVIZIOSO (ITA/Ducati) 135445
10. HERNANDEZ (COL/Ducati) 135501
11. EDWARDS (USA/Fwd Yamaha) 135743
12. CRUTCHLOW(GB/Ducati) 135935
13. AOYAMA (GIA/Honda) 135953
14. BRADL (GER/Honda) 135972
15. ABRAHAM (R.CEC/Honda) 135995
16. PEDROSA (SPA/Honda) 136419
17. BAUTISTA (SPA/Honda) 136436
18. BARBERA (SPA/Avintia) 136444
19. PARKES (AUS/Pbm) 136445
20. PETRUCCI (ITA/Art) 136837
21. M.LAVERTY (GB/Pbm) 138399
22. DI MEGLIO (FRA/Avintia) 138405
23. CAMIER (GB/Honda) 139962
MOTOMONDIALE GP INDIANAPOLIS
LIBERE 2 MOTOGP
1. M.MARQUEZ (SPA/Honda) 132882
media 161,6 km/h
2. IANNONE (ITA/Ducati) 133104
3. LORENZO (SPA/Yamaha) 133424
4. DOVIZIOSO (ITA/Ducati) 133432
5. PEDROSA (SPA/Honda) 133493
6. BRADL (GER/Honda) 133513
7. HERNANDEZ (COL/Ducati) 133531
8. A.ESPARGARO (SPA/Fwd Yamaha) 133587
9. V.ROSSI (ITA/Yamaha) 133598
10. B.SMITH (GB/Yamaha) 133621
11. P.ESPARGARO (SPA/Yamaha) 133690
12. REDDING (GB/Honda) 133971
13. CRUTCHLOW(GB/Ducati) 133996
14. BAUTISTA (SPA/Honda) 134054
15. ABRAHAM (R.CEC/Honda) 134912
16. EDWARDS (USA/Fwd Yamaha) 134994
17. AOYAMA (GIA/Honda) 135106
18. BARBERA (SPA/Avintia) 135231
19. M.LAVERTY (GB/Pbm) 135472
20. PETRUCCI (ITA/Art) 135721
21. DI MEGLIO (FRA/Avintia) 135749
22. PARKES (AUS/Pbm) 135941
23. CAMIER (GB/Honda) 136394
LIBERE MOTO2
1. AEGERTER (SVI/Suter) 137518
media 153,9 km/h
2. CORTESE (GER/Kalex) 137528
3. RABAT (SPA/Kalex) 137697
4. LUTHI (SVI/Suter) 137777
5. WEST (AUS/Speed Up) 137883
6. CORSI (ITA/Kalex) 138007
7. M.VIALES (SPA/Kalex) 138191
8. L.SALOM (SPA/Kalex) 138210
9. DE ANGELIS (RSM/Suter) 138247
10. TORRES (SPA/Suter) 138293
11. KALLIO (FIN/Kalex) 138353
12. NAKAGAMI (GIA/Kalex) 138492
13. S.LOWES (GB/Speed Up) 138506
14. BALDASSARRI (ITA/Suter) 138508
15. SIMEON (BEL/Suter) 138522
16. SIMON (SPA/Kalex) 138591
17. SYAHRIN (MAL/Kalex) 138603
18. PASINI (ITA/Kalex) 138642
19. L.ROSSI (FRA/Kalex) 138710
20. ZARCO (FRA/Caterham Suter) 138731
21. KRUMMENACHER (SVI/Suter) 138750
22. MORBIDELLI (ITA/Kalex) 138784
23. TEROL (SPA/Suter) 138833
24. SCHROTTER (GER/Tech 3) 138846
LIBERE MOTO3
1. I.VIALES (SPA/Ktm) 142507
media 146,4 km/h
2. A.MARQUEZ (SPA/Honda) 142604
3. MILLER (AUS/Ktm) 142717
4. VAZQUEZ (SPA/Honda) 142962
5. MCPHEE (GB/Honda) 143102
6. BASTIANINI (ITA/Ktm) 143466
7. BINDER (S.AF/Mahindra) 143477
8. ANTONELLI (ITA/Ktm) 143505
9. KENT (GB/Husqvarna) 143543
10. MASBOU (FRA/Honda) 143586
11. FENATI (ITA/Ktm) 143615
12. RINS (SPA/Honda) 143692
13. OLIVEIRA (POR/Mahindra) 143824
14. GRANADO (BRA/Ktm) 143826
15. SISSIS (AUS/Mahindra) 143893
16. HANIKA (R.CEC/Ktm) 143898
17. GRNWALD (GER/Kalex Ktm) 143959
18. AZMI (MAL/Ktm) 144095
19. KORNFEIL (R.CEC/Ktm) 144123
20. TONUCCI (ITA/Mahindra) 144286
21. LOCATELLI (ITA/Mahindra) 144383
22. NAVARRO (SPA/Kalex Ktm) 144576
25. FERRARI (ITA/Mahindra) 144849
28. BAGNAIA (ITA/Ktm) 145019
4
POLE
ALLE 20.35
Domani
sul circuito
di Indianapolis
(4.170 m)
si corre
la 10
a
tappa
(su 18) del
Mondiale 2014.
Tutto in
diretta su Sky,
qualifiche e gare
anche in chiaro
su Cielo. Questi
gli orari italiani
(+6 ore rispetto
a Indy)
S
Oggi
Terze libere
dalle 15 alle
15.40 la Moto3;
dalle 15.55
alle 16.40
la MotoGP
dalle 16.55
alle 17.40
la Moto2
Qualifiche
Moto3 dalle
18.35 alle 19.15.
Quarte libere
MotoGP dalle
19.30 alle 20.
Qualifiche 1
MotoGP dalle
20.10 alle 20.25
Qualifiche 2
MotoGP
dalle 20.35
alle 20.50
Qualifiche
Moto2 dalle
21.05 alle 21.50
S
Domani
Warm up
dalle 14.40 alle
15 la Moto3;
dalle 15.10 alle
15.30 la Moto2;
dalle 15.40 alle
16 la MotoGP
Gare
alle 17
la Moto3
(23 giri
per 95,9 km);
alle 18.20
la Moto2
(25 giri
per 104,3 km);
alle 20
la MotoGP
(27 giri
per
112,6 km)
S
Classifiche
MotoGP
1. M.Marquez
225 punti
2. Pedrosa 148
3. V.Rossi 141
4. Dovizioso 99
5. Lorenzo 97
8. Iannone 62
19. Pirro 7
21. Petrucci 4
Moto2
1. Rabat 170
2. Kallio 151
3. M.Viales 120
5. Corsi 85
15. De Angelis 29
17. Morbidelli 25
19. Pasini 22
22. Baldassarri 12
Moto3
1. Miller 142
2. A.Marquez 123
3. Vazquez 112
4. Fenati 110
11. Bastianini 46
14. Bagnaia 42
17. Antonelli 18
20. Tonucci 15
22. Ferrari 12
S
Prossima
gara
17 agosto
GP Rep. Ceca
Brno
Il solito
dominio
Marquez gi
Indy...avolato
Ruggito Ducati
Rossi illude al mattino: primo. Poi nono
Dietro Marc c Iannone con Dovizioso 4
o
DAL NOSTRO INVIATO
FILIPPO FALSAPERLA
INDIANAPOLIS (Stati Uniti)
Li ha fatti giocare un po, poi si messo in
modalit fenomeno e, come quasi sempre suc-
cesso questanno, Marc Marquez ha affondato il
colpo. Ancora lui, sempre lui. Soprattutto con la
sensazione (corroborata dai fatti) che anche nel
girone di ritorno pu fare quello che vuole. La
classifica mattutina lo vedeva in crisi, 5
o
con
tre Yamaha davanti, guidate da un Valentino
Rossi che poi nel pomeriggio si spento. Il suo
compagno Dani Pedrosa addirittura 16
o
: la Hon-
da aveva perduto la supremazia mostrata sem-
pre su questa pista?
Beffa Le nuove curve le hanno disegnate in
Yamaha style, sogghignava il campione. Sal-
vo poi confessare (come anche Dani) di non aver
usato la gomma nuova alla fine, al contrario di
tutti i contendenti che gli erano davanti. Cos nel
turno pi importante, al pomeriggio, Marc ha
rimesso le cose in chiaro. Ogni volta che qualcu-
no provava a mettergli le ruote davanti, un al-
lunghino e via in fuga, fino a quel 132882 che
fa impallidire i tempi precedenti. Lo scorso anno
il primo giorno si era girato in 1407, e anche la
pole position diventa lontanissima: 137958.
Dolce Non merito dei 46 (guarda caso) me-
tri in meno della pista ridisegnata, ma delle 5
curve modificate, rese pi dolci, soprattutto le
due chicane (curve 8 e 15, lultima), e ancora di
pi dellasfalto completamente rifatto. Prima
cerano tre strati diversi, che si intrecciavano fa-
cendo scalino e disorientando i piloti e pure un
mare di buche, conseguenza di un metodo di la-
voro americano e non
da Motomondiale. Era
la pista pi brutta della
stagione, diceva Valenti-
no prima di girare. Ora
unaltra cosa, anche di-
vertente ha commenta-
to poi. Liscia come un ta-
volo da biliardo, anche
visivamente pi accatti-
vante, con lasfalto co-
lor asfalto. Soprattutto
senza pi le tanto odiate buche.
Rosse Asfalto o non asfalto, curve dolci o pi
spigolose, Marc e la Honda continuano a do-
minare (nessuno riuscito a fare 132). E anche
Pedrosa ha saputo risalire la corrente, chiuden-
do la giornata con un discreto 5
o
posto: lui che
nelle libere non fa mai sfracelli. Ma dietro ha
brillato soprattutto la Ducati. Quando mancava-
no 7 alla fine, grazie a un gancio vincente di
Valentino, nellordine Andrea Iannone, Andrea
Dovizioso e Yonny Hernandez si sono messi da-
vanti a tutti nella lista dei tempi. Poi arrivato il
Giovane Diavolo, nemmeno a dirlo. Ma anche la
classifica finale premia le rosse con Iannone 2
(al mattino era stato 3), Dovi 4 e il colombiano
(moto 2013) 7. Niente male. Anche perch oggi
gli ufficiali proveranno un motore aggiornato,
per avere una maggiore dolcezza, mentre solo
Dovizioso ieri ha usato (anche per fare il tempo)
la nuova carenatura con aperture verticali molto
ampie per smaltire meglio il calore del motore.
Rivale La rossa sembra decisamente pi in pal-
la di quello che si poteva pensare alla vigilia, ma
in ottica gara (e oggi in qualifica) sar da seguire
con attenzione Jorge Lorenzo. Il maiorchino
sembra tornato quello del 2013. Anche al matti-
no, quando non era vicinissimo ai primi (6
o
),
non si fatto prendere dal nervosismo, recupe-
rando al pomeriggio il passo che pu portarlo
vicino al pur imprendibile Marquez. La Yamaha
soffre meno le accelerazioni da zero dello scorso
anno e Jorge vuole infastidire il connazionale.
Certo, c mezzo secondo da recuperare, ma al-
meno il maiorchino ci prover.
Difficolt Decisamente peggio andata a Va-
lentino, deluso dal passo di gambero fatto ri-
spetto al flash della mattina, 9
o
ma non troppo
preoccupato perch ha lavorato in funzione gara
e, quando ha messo la gomma nuova, ha fatto
tanti errori. Almeno stato dentro i 10 che van-
no in Q2, che potrebbero rimanere tali se, come
possibile, dovesse piovere. Dentro anche Brad-
ley Smith (uno dei piloti senza moto 2015), bat-
tuto dal pi famoso compagno di marca di soli
23 millesimi: la mattina erano stati 34 per un
ottimo 2
o
posto. Fuori dagli eletti, invece, il
suo caposquadra Pol Espargaro (11
o
), che ha
avuto delle fiammate, ma poi non ha concretiz-
zato, anche se c da dire che dal 3
o
al 14
o
ci sono
soli 6 decimi di distacco.
RIPRODUZIONE RISERVATA
MARC MARQUEZ
PILOTA HONDA HRC

Indy mi piace e mi sono trovato


subito bene. Ma i cambiamenti
fatti sono tutti favorevoli alla
Yamaha, per le caratteristiche
della Honda era meglio prima
IL FENOMENO NEGATIVO A BRNO FORSE NON CI SARANNO STATUNITENSI AL VIA
LAmerica scomparsa dai radar del podio
Dove sono gli eredi di Kenny Roberts?
Rainey compra
lAma per rilanciare
il movimento?
MARCO GENTILI
AAA pilota americano
vincente cercasi. Anche que-
stanno il pubblico di Indiana-
polis paga il biglietto della 10
a
tappa del Mondiale con una
certezza: nessun pilota di casa
salir sul podio delle tre classi.
Non una novit: dal 2008,
quando Indy entrata nel ca-
lendario, nessun pilota statu-
nitense ha regalato gioia al suo
pubblico. La 125-Moto3 sem-
pre stata dominata dagli spa-
gnoli, idem la 250-Moto 2 (con
lintrusione di Simoncelli nel
2009), la MotoGP ha registra-
to quattro successi spagnoli,
uno italiano e uno australiano.
Bei tempi Eppure c stato un
periodo i cui gli americani non
avevano rivali. Bisogna andare
indietro agli anni subito dopo
lera di Giacomo Agostini e
Barry Sheene. Tra il 1978 e il
1993 la scuola americana era
inarrivabile. Uno stile di guida
sporco e cattivo, capace di do-
minare le due tempi marchiate
Honda, Yamaha e Suzuki. Era-
no i tempi di Kenny Roberts
(iridato 1978-80), Freddie
Spencer, Eddie Lawson (1984,
86, 88 e 89), Wayne Rainey
(re dal 1990 al 92) e Kevin
Schwantz (1993): 13 titoli in
16 anni. Un lungo dominio in-
terrottosi con lirruzione sulla
scena di Rossi e, in anni pi re-
centi, della scuola spagnola,
con i colpi di coda del 2000
(Kenny Roberts Jr.) e 2006
(Nicky Hayden). Per cercare di
cambiare rotta, Rainey stareb-
be pensando di acquisire il
Daytona Motorsport Group,
che organizza il campionato
AMA. Ma tra 8 giorni a Brno si
rischia di non avere nessun pi-
lota Usa al via: Edwards sar
probabilmente sostituito da
De Angelis (ma Colin potrebbe
tornare a Silverstone e a Va-
lencia) e Hayden potrebbe non
recuperare dalloperazione al
polso destro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Nel mirino... un po di riposo
Colin Edwards, 40 anni, texano, a Brno quasi
sicuramente sar sostituito sulla Forward
Yamaha dal sanmarinese Alex De Angelis ANSA
LA PISTA MODIFICATA RISPETTO AL 2013
16 curve
(10 a sinistra, 6 a destra)
INDIANAPOLIS
Lunghezza circuito: 4.170 m
Rettilineo pi lungo: 872 m
Distanza gara MotoGP: 27 giri pari a 112,6 km
INFOGRAFICA LA GAZZETTA DELLO SPORT
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
27

MOTOMONDIALE GP INDIANAPOLIS
1. Marc Marquez, 21 anni; 2. Alvaro Bautista, 29 anni, in visita al Team
Andretti; 3. Nicky Hayden, 33 anni, alla presentazione del libro del padre
Earl The first family of racing; 4. Stefan Bradl, 24 anni, si diverte
prendendo in braccio laddetta stampa del team Lcr MILAGRO-LAPRESSE
1 2
3 4
d
HANNO
DETTO
S
Lorenzo
Dal 3 al 9
la differenza
minima.
Marquez
molto pi
veloce,
dobbiamo
cercare di
avvicinarci.
Sono contento
del nuovo
layout
S
Rossi
Nel secondo
turno ho
continuato a
girare con le
gomme usate
del mattino e,
quando ho
montato la
morbida, ho
fatto qualche
errore
S
Dovizioso
Le modifiche
apportate
alla pista la
rendono pi
divertente
e io ho un buon
feeling. Siamo
pi vicini
rispetto
agli altri
circuiti
Tutte le novit, il Live
delle qualifiche, notizie,
approfondimenti, foto e
highlights: ecco il ricco menu
odierno offerto dal sito
Gazzetta.it per garantire una
copertura competa delle tre
classi del GP di Indianapolis,
10
a
prova del Motomondiale
2014. Un'informazione molto
ricca che proseguir anche
domani, con il Live delle tre
gare iridate.
Gazzetta.it
LIVE, NOTIZIE, FOTO
E TUTTI GLI HIGHLIGHTS
DEL DECIMO GP IRIDATO
Indianapolis pista infernale.
Ma era il titolo di un film. La
realt molto meno
emozionante dellanello
utilizzato dalle 4 ruote. Le
notizie importanti
riguardano Marquez che si
sta avviando verso la decima
vittoria e Craccilo che,
dopo avere fatto arrabbiare
Dovi e Iannone per la storia
dellingaggio in Ducati, frega
tutti e se ne va da
Cecchinello,
marcondirondirondello!
Pensandoci bene,
lennesimo pilota che scappa
da Borgo Panigale. Mah???
Comunque in MotoGP
arriver anche la Suzuki che
sar tutta spagnola, con
Espargaro e Viales.
Chiudiamo dicendo che per
noi ad agosto sempre il 14
febbraio. San Valentino,
pensaci tu al tricolore!!!
Grazie e, cari centauri,
godetevi le vacanze!!!
Ringo
twitter @virginringo
ringo@virginradio.it
Ascolta Virgin Moto Race
su Virgin Radio il venerd e
il luned alle ore 15.50
Moto
GRingo
Cal un altro
che fugge
dalla Ducati
Anche se agosto
per noi sempre
San... Valentino
DI DJ RINGO
Da Vale a Lorenzo
La nuova pista
pi divertente
Iannone: Adesso da MotoGP, con lasfalto liscio
Dovi: Non vedo lora di provarci il nuovo motore
GIOVANNI ZAMAGNI
INDIANAPOLIS
Tutti daccordo: dopo an-
ni di critiche allasfalto e al di-
segno del circuito, le nuove
modifiche hanno reso Indiana-
polis una pista normale, per
dirla con le parole di Marc Mar-
quez. Che aggiunge: Adesso
pi adatta alla Yamaha: i cam-
biamenti sono tutti favorevoli
alla M1, mentre per le caratte-
ristiche della Honda era me-
glio comera lanno scorso.
Una tesi confermata dagli stes-
si piloti Yamaha, ma alla fine
della giornata, davanti a tutti
c sempre la RC213V del do-
minatore del Mondiale. Indy
mi piace e mi sono trovato su-
bito bene con la moto: al matti-
no, come sempre, abbiamo cer-
cato il giusto bilanciamento,
mentre nel pomeriggio ho po-
tuto spingere di pi, con ri-
scontri positivi. Ma, come al
solito, gli altri si avvicineran-
no. Rispetto allanno scorso, la
pista pi scorrevole spiega
Marquez.
Passo avanti Una tesi condi-
visa da Jorge Lorenzo: C una
sola curva (la prima; n.d.r.)
dove la nostra moto si muove
ancora tanto per il cambio di
asfalto, ma in generale la guida
pi fluida e pi consona. Nel
pomeriggio abbiamo fatto un
bel passo in avanti e in gara si
potr usare la gomma pi du-
ra, mentre per Valentino Ros-
si: La pista pi bella, veloce e
scorrevole, con un asfalto ade-
guato, che permette di guidare
meglio e divertirsi di pi anche
nelle curve invariate. Nel 2013
questa era la pista peggiore,
ora piacevole: non credo che
le modifiche fatte favoriscano
una moto piuttosto che unal-
tra.
Ducati Lo dice anche Andrea
Iannone, veloce nelle prime li-
bere (3
o
a 0044 da Rossi), ve-
locissimo nel pomeriggio: 2
o
a
0222 da Marquez. Peri miei
gusti la tesi del pilota Du-
cati adesso la pista bella: le
modifiche lhanno resa pi
adatta alla MotoGP, con un
asfalto liscio e con una buona
tenuta, al di l di condizioni cli-
matiche non ideali. Continuia-
mo a far fatica a far curvare la
Desmosedici, ma la situazione
migliorata: adesso bisogna
verificare che margine abbia-
mo. uno Iannone in palla e
motivato quello di Indianapo-
lis, galvanizzato dal passaggio
nel 2015 nel team Ducati uffi-
ciale. Tutto sta andando per il
verso giusto, spero di conti-
nuare cos: ce lo meritiamo e ci
stiamo impegnando molto.
Dovizioso Anche Andrea Do-
vizioso si unisce al coro di com-
plimenti per i lavori fatti. Tut-
te le modifiche effettuate han-
no portato dei miglioramenti,
specie nellultima variante che
immette sul rettilineo dei box:
adesso si va molto pi forte e
non vedo lora di provare il
nuovo pompone (in gergo il
motore; n.d.r.) che dovrebbe
dare uno o 2 decimi di vantag-
gio afferma il Dovi, quarto e
soddisfatto. Sono contento:
siamo andati forte, ho buone
sensazioni e se ci paragoniamo
agli avversari sembra che sia-
mo pi vicini rispetto al solito.
Deluso Per Dovizioso un net-
to passo in avanti sul mattino
(era 9
o
), il contrario per Rossi,
che da primo si ritrova nono.
Sono deluso della posizione
lanalisi del campione del-
la Yamaha , non nascondo
che mi aspettavo di pi. an-
che vero, per, che a parte
Marquez e Iannone, siamo tut-
ti vicini. Nel secondo turno ho
continuato a girare con le gom-
me usate del mattino e quando
ho montato la morbida, ho fat-
to qualche errore, finendo due
volte largo e sbagliando anche
una marcia. Il mio potenziale,
quindi, pi alto, ma conqui-
stare un posto nelle prime due
file sar tuttaltro che facile: le
Ducati e Aleix Espargaro van-
no fortissimo con la extra mor-
bida a loro disposizione.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Dalle due ruote al basket
Jorge Lorenzo, 27 anni, fresco di rinnovo biennale
con la Yamaha, d spettacolo con la maglia degli
Indiana Pacers, squadra di basket della Nba
28
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

MOTOMONDIALE GP INDIANAPOLIS
Una giornata da infiltrato
tra i segreti del box Ducati
Preparazione delle moto, ordini via radio, i riti di Dovi e Crutchlow:
cos la rossa si prepara allassalto del mitico catino dellIndiana
4
I NUMERI
3
Vittorie
a Indy
per Marc
Marquez
e Terol
A quota 2 c
Dani Pedrosa
a una 9 piloti
inclusi Valentino
Rossi (in
MotoGP, nel
2008) e Marco
Simoncelli
(in 250
nel 2009)
5
Podi a Indy
per Pol
Espargaro
e Lorenzo
Dani Pedrosa
a 4, Sandro
Cortese, Marc
Marquez e Nico
Terol a 3
4
Podi italiani
a Indy
Corrispondono
alle vittorie di
Valentino Rossi
e Marco
Simoncelli
e ai terzi posti
di Simone Corsi
(in 125 nel
2009)
e di Andrea
Dovizioso
(in MotoGP
nel 2012)
44
Pole
per Marc
Marquez
Oggi il leader
iridato
pu eguagliare
Dani Pedrosa.
Davanti
resterebbero
solo Valentino
Rossi (59), Mick
Doohan (58),
Max Biaggi (56)
e Jorge
Lorenzo (55)
di Giovanni
Cortinovis
DAL NOSTRO INVIATO
FILIPPO FALSAPERLA
INDIANAPOLIS (Stati Uniti)
Dal vostro infiltrato spe-
ciale, una mattina particolare,
in rosso. Ammesso ai segreti
del lavoro nel box Ducati, cu-
riosando tra dubbi elettronici
o una scelta da fare. Fianco a
fianco con gli uomini di Borgo
Panigale, in collegamento ra-
dio con le due squadre. Qui
non la F.1. Le trasmissioni so-
no consentite solo tra gli uomi-
ni: quello che lavora lorec-
chio, la telemetria, di l fonda-
mentale, qui vietata. I dati si
scaricano col cavo e le radio
servono solo per superare il ru-
more dei motori e dare ordini
semplici: via la gomma o cam-
biamo le sospensioni.
Preparazione Le prime libere
scattano alle 9.55, ma il garage
si anima gi alle 7.45. C da si-
stemare le moto. In una gara
extraeuropea, in cui le Desmo-
sedici hanno viaggiato senza
liquidi, alla vigilia si provve-
duto a ripristinare tutti i livelli,
spurgare i circuiti. E al mattino
occorre riaccendere le moto e
controllare tutto. Soprattutto
bisogna scaldare le gomme e
portarle alloptimum dei 90:
ci vogliono 1,5-2 ore per lope-
razione. Intanto si verificano
soprattutto le strategie di ge-
stione elettronica. Qui c la
novit della pista modificata e
dellasfalto nuovo, gioved il si-
stema stato rimappato e il
cambio adattato alle nuove
esigenze.
Piloti Verso le 9 si vede in
borghese Crutchlow. Un po
prima delle 9.30 si scaldano le
GP14. La zona sinistra, quella
di Dovizioso, si agita. Faccia-
mo la moto-1 da pioggia, dice
il capo Christian Pupulin. Via
in sincrono. In meno di 10
loperazione completata. Alle
9.39, preceduto dalla moglie
Lucy, arriva Cal. Si sistema vi-
cino al suo ingegnere Daniele
Romagnoli. Cinque minuti do-
po, Andrea. Si forma un picco-
lo circolo con tutti gli uomini
chiave del suo team, lelettro-
nico Gabriele Bistecca Conti
spiega le mappature con cui si
parte. Dovi cerca concentra-
zione mettendosi le protezioni
per il palmo delle mani. Quan-
do manca 1 al verde parte il
conto alla rovescia. Viene dato
via radio il riferimento del
tempo con la pista vecchia (in-
torno a 140 nelle prime libe-
re) e la temperatura dellasfal-
to, 28. Via.
Sensazioni Dopo 7 giri, i pi-
loti tornano dentro. Tutti ad
ascoltare le loro sensazioni. La
moto non ha abbastanza grip e
fatica a girare, in particolare
nei cambi di direzione. Si cer-
cano aggiustamenti, soprat-
tutto elettronici. Per Cru-
tchlow, che ha pi difficolt,
nel secondo stop si cerca qual-
cosa di diverso. Alziamo die-
tro, indica Romagnoli. Lin-
glese riparte con la gomma po-
steriore nuova media, dopo 1
giro torna scuotendo la testa.
Ancora Romagnoli: Morbida!
Veloci che mancano 3.
Chiusura Mentre Iannone ha
il miglior tempo, che poi di-
venter 3, Dovizioso 3, ma
retroceder a 9, mentre Cal ri-
sale 12 (era finito 19). Ora
vedremo i dati di tutti i piloti, i
problemi sono simili. Provere-
mo a recuperare soprattutto il
grip che manca, assicura lin-
gegnere Gigi DallIgna, il capo
che fa la trottola da un pilota
all altro. Buon lavoro, il
weekend appena cominciato.
RIPRODUZIONE RISERVATA
BANCA RIGETTA I 25 MILIONI
No ai soldi di Bernie
La banca Bayern LB ha riget-
tato lofferta di 25 milioni di euro
avanzata da Ecclestone per scon-
giurare una causa civile sulla vendi-
ta della F.1 al fondo Cvc. Marted
Bernie aveva versato circa 75 milio-
ni al tribunale di Monaco di Baviera
per chiudere il processo penale nel
quale era imputato per corruzione.
RALLYCROSS IN CANADA
Villeneuve a casa
(g.cor.) Dopo un avvio nega-
tivo Jacques Villeneuve (Peugeot)
cerca di approfittare del fattore
campo nella 7
a
tappa del Mondiale
RallyCross in programma oggi e do-
mani a Trois-Rivieres (Canada).
Guida la classifica lex rallista Petter
Solberg (Citron Ds3).
RALLY STORICO
Latvala primo
(an.gat.) Jari-Matti Latvala ha
dominato su Audi Quattro la prima
tappa del rally storico di Lahti (Fin-
landia).
Taccuino
AL LAVORO IL POOL TECNICO DI BORGO PANIGALE. C ANCHE IL NOSTRO INVIATO
1. Peter Bergvall, tecnico della hlins, raccoglie le impressioni di Dovizioso. Alla sua destra Gigi DallIgna, d.t. Ducati,
alla sua sinistra Filippo Falsaperla, dietro di lui Paolo Ciabatti, responsabile del progetto MotoGP; 2. Dovizioso
con il suo capo tecnico Christian Pupulin e con Michele Perugini; 3. I meccanici al lavoro sulle GP14 MILAGRO
2
3
1
LE ALTRE CLASSI
Miller e Rins
sono pronti
al salto
in MotoGP
Alex Rins, 18 anni, spagnolo CIAMILLO
GIOVANNI ZAMAGNI
INDIANAPOLIS
Si girato tra uno spraz-
zo di pioggia e laltro, ma sono
andati tutti fortissimo: anche
la Moto3 conferma che i lavori
hanno reso la pista pi veloce.
Con qualche sorpresa, come il
miglior tempo di Isaac Via-
les, che ha rifilato 0097 a
Alex Marquez e 0210 a Jack
Miller, capoclassifica del Mon-
diale e futuro pilota della Mo-
toGP.
Miller Non ancora ufficia-
le, ma nel 2015 laustraliano
della Ktm salir su una Honda
Open, forse a fianco di Cal
Crutchlow nel team di Lucio
Cecchinello, che ha conferma-
to la disponibilit a schierare
una seconda moto. Un salto di
categoria che potrebbe non
essere un caso isolato, perch
anche Alex Rins, ieri 12
o
, po-
trebbe imitare Jack: gli stata
offerta la seconda Yamaha
Tech3, al posto di Bradley
Smith.
Italiani Rimarranno invece
un altro anno in Moto3 tutti
gli italiani, a iniziare dal de-
buttante Enea Bastianini, se-
sto a 0959. Sto imparando la
pista: veloce e si addice alle
mie caratteristiche dice
Enea, per la prima volta qui
dove sta facendo bene;
8
o
Niccol Antonelli, 11
o
Ro-
mano Fenati.
Pasini k.o. Nella Moto2, do-
ve il migliore stato lo svizze-
ro Aegerter, da segnalare la
caduta nel finale di Pasini, che
si consumato mignolo e anu-
lare sinistro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
d
HA
DETTO
S
Gigi
DallIgna
Dopo le prove
analizziamo i
dati di tutti i
piloti, i guai
sono simili.
Proveremo a
recuperare
soprattutto il
grip che ci
manca
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
29

CICLISMO A 50 GIORNI DAL MONDIALE
Appunti
GIRO DI DANIMARCA
Boaro, un attacco nel finale
E arriva la prima da pro
Prima vittoria da professionista per il
vicentino Manuele Boaro, 27 anni, ottimo cronoman
e uomo-squadra di Alberto Contador nella Tinkoff-
Saxo. Boaro si imposto nella terza tappa del Giro
di Danimarca, Skanderborg-Vejle, la pi lunga (176
km) e la pi impegnativa con uno strappo durissimo
(punte del 24%) nel finale. Ha attaccato a 500 metri
dal traguardo con il compagno di squadra Matti
Breschel, che lo ha lanciato verso il successo.
GIRO DI POLONIA
Majka padrone in salita
Doppietta come al Tour
Rafal Majka parte oggi in maglia gialla di leader
nella crono finale di Cracovia (25 km) del Giro di
Polonia: ha 18 sullo spagnolo Intxausti e 22 su
Izagirre, 5 Giampaolo Caruso a 40. Ieri il polacco
della Tinkoff-Saxo, 24 anni, vincitore di due tappe al
Tour e della maglia a pois, ha vinto a Bukovina sui
monti Tatra: 9 G. Caruso, ancora una volta allattacco.
Non partito Cunego per i dolori al ginocchio sinistro
PISTA IN COREA DEL SUD
Mondiali jr, azzurrini bravi
Il quartetto sfiora il podio
Da incorniciare la prestazione del quartetto
azzurro ai Mondiali juniores pista a Gwang Myeong,
in Corea del Sud. Sui 3 km, Davide Plebani, Simone
Bevilacqua, Filippo Ganna, Carloalberto Giordani
sono arrivati quarti in 414544. Gli azzurri del c.t.
Villa avevano realizzato 417690 in qualificazione.
Titolo iridato allAustralia su Colombia e Nuova
Zelanda. Nello scratch donne, Claudia Cretti 11
a
;
Elena Bissolati e Miriam Vece seste nella velocit a
squadre. Oggi in gara Attilio Viviani nello scratch,
Filippo Ganna e Simone Bevilacqua nellinseguimento,
Miriam Vece ed Elena Bissolati nei 500 metri,
Martina Alzini, Claudia Cretti, Maria Vittoria Sperotto
e Daniela Allietta Magnetto nel quartetto donne.
A
LE
CORSE
S
Agosto
La Vuelta
scatta il 23
11-17 Eneco
Tour (Bel-Ola)
23/8-14/9
Vuelta (Spa)
24 Vattenfall
Classics
Hamburg (Ger)
31 Gp Plouay
(Fra)
S
In Italia
La prossima
corsa
a settembre
16/9 Coppa
Bernocchi
17/9 Coppa
Agostoni
18/9 Tre Valli
Varesine
20/9 Memorial
Pantani
21/9 Gp
Industria
e Commercio
di Prato
S
Cos
a ottobre
1/10 Milano-
Torino
3/10 Giro del
Piemonte
5/10 Giro di
Lombardia
9/10 Coppa
Sabatini
11/10 Giro
dellEmilia
12/10 Gp
Beghelli
14/10 Giro di
Romagna
S
Mondiali
in Spagna
dal 21 al 28
settembre
La prova dei
professionisti
si svolger
domenica 28
settembre,
in circuito,
a Ponferrada
Peter Sagan, slovacco della Cannondale, ha 24 anni: 61 vittorie BETTINI Vincenzo Nibali, messinese dellAstana, 29 anni: 35 vittorie BETTINI
LUCA GIALANELLA
Diteci quali sono i corri-
dori pi spettacolari. Quelli
senza paura, che quando la
strada in discesa o bagnata si
esaltano, e fanno esaltare. Pe-
ter Sagan e Vincenzo Nibali
non hanno rivali. Sono stati
per tre stagioni compagni alla
Liquigas, dal 2010 al 2012.
Prima sbocciato il messine-
se, poi dai sentieri di cross e
mountain bike arrivato il fe-
nomenale Peter, pi giovane
di 5 anni. E nellinverno del
2010, al primo ritiro sulla ne-
ve del passo San Pellegrino,
Sagan ha iniziato a impennare
in discesa, che difficilissimo
ricorda Paolo Slongo, lal-
lenatore che accolse entrambi
alla Liquigas . Tutti a bocca
aperta, tranne Nibali, che fino
a quel momento era il miglio-
re di tutti e non ci stava. Cos
iniziarono a sfidarsi nel fuori-
strada. C sempre stato gran-
de rispetto tra di loro. Li ri-
cordiamo bene alla Vuelta
2011: superba azione in disce-
sa di Nibali nella tappa di Cor-
doba, finalizzata sul traguar-
do da Sagan. Perch la bici il
prolungamento della loro per-
sonalit, non un mezzo.
Verso la Spagna Mancano
50 giorni al Mondiale di Pon-
ferrada. Nibali ha dominato il
Tour e sar la punta della Na-
zionale del c.t. Cassani, Sagan
ha centrato la terza maglia
verde della classifica a punti
su altrettante partecipazioni.
Lha indossata 58 volte sulle
63 a disposizione dal 2012.
Eppure tutto ci nella sua sta-
gione peggiore: zero classiche
(10 Sanremo, 16 Fiandre e
6 Roubaix), 10 volte secondo
(4 al Tour) e 6 volte terzo.
Money money Per Peter e
Vincenzo sono giorni di festa.
Lo slovacco ha firmato per tre
anni, dal 2015 al 2017, con la
Tinkoff-Saxo di Alberto Con-
tador. Con lui arriver anche
Ivan Basso. Quasi 3,5 milioni
di euro a stagione, loccasione
a 25 anni di non avere pi alibi
e responsabilit per essere
sempre lui, e soltanto lui, a fa-
re tutto per la squadra: come
questanno, 7 vittorie sulle 14
della Cannondale.
Nibali far festa oggi a Ma-
stromarco, il paese del Pisto-
iese che laccolse a 15 anni
quando lasci Messina per so-
gnare il grande ciclismo. E la
notte gialla organizzata dai
CanNibali: ci saranno 800
persone a tavola, e per farle
mangiare stata persino chiu-
sa una strada, altrimenti non
ci sarebbe stato posto per tut-
ti. Previsti 4000 tifosi. Si potr
anche pedalare con Nibali, 3
km da Mastromarco a Lampo-
recchio: partenza alle 18.40.
Poi Vincenzo si affaccer dal
comune di Lamporecchio per
salutare tutti. Ma, prima, fac-
cia a faccia con Slongo, Marti-
nelli e il c.t. Cassani, appena
tornato dalla Polonia: bisogna
definire il programma delle
corse. In mezzo, Sicilia e il
viaggio in Kazakistan a fine
mese. La Coppa Agostoni, il 17
settembre, e la Tre Valli Vare-
sine del 18 le prime gare di Ni-
bali verso il Mondiale. Unal-
tra sfida con lamico Peter.
RIPRODUZIONE RISERVATA
PETER SAGAN A SHEFFIELD
DOPO LA VITTORIA DI NIBALI

Felice per Nibali.


Abbiamo corso
insieme, quando
ha attaccato non
sono andato a
prenderlo perch
amico mio
CONTROLLO PER LA MAMMA DI MARCO
Troppo stress, il cuore...
Tonina Pantani in ospedale
Troppo stress, il cuore fa i capricci. Mamma
Tonina Pantani ha scritto su Facebook di aver avuto
un malore mercoled sera: ha passato alcune ore
allospedale Bufalini di Cesena, giusto il tempo di un
check-up, ed potuta tornare a casa. Sono stati
giorni molto pesanti per mamma Tonina, con la
riapertura dellindagine sulla morte di Marco dieci
anni dopo, e lipotesi di reato omicidio volontario.
Gli acrobati
Sagan e Nibali
lora della festa
Sono amicissimi. Peter correr con Contador
dal 2015: 10 milioni per 3 anni. Oggi il re del Tour
saluta a Mastromarco 4000 tifosi: strade chiuse
Linchino di Manuele Boaro, 27, allarrivo BETTINI
30
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

BASKET LINTERVISTA
4
VIA IL 13
A MOSCA
S
Europeo
2015
Qualifica-
zioni con
Russia e
Svizzera
Dopo le 11
vittorie in 12
gare di
preparazione, la
Nazionale del
c.t. Simone
Pianigiani
debutter nelle
qualificazioni
per lEuropeo
2015 mercoled
a Mosca,
nellarena della
Dynamo, contro
la Russia, che
dei suoi tanti
giocatori Nba
schiera il solo
Timofey
Mozgov.
Seguiranno due
impegni
casalinghi, a
Cagliari, il 17
contro la
Svizzera e il 24
il retour match
coi russi. La
chiusura il 27 a
Bellinzona con
gli elvetici.
Formula
Passano il turno
le prime dei 7
gironi e le 6
migliori
seconde. Nei 5
gruppi con 4
squadre, non si
terr conto dei
risultati contro
lultima, per
equipararli ai
due con tre sole
nazionali
DAL NOSTRO INVIATO
VINCENZO DI SCHIAVI
TRIESTE
Alessandro Gentile
sempre in prima linea. Dopo
essersi cucito lo scudetto sul
petto con Milano, eccolo nel-
lItalia di Pianigiani che va a
caccia del pass per lEuropeo
del prossimo anno. Primo ap-
puntamento mercoled in Rus-
sia, dopo settimane tuttaltro
che distese. Il caso Hackett ha
fatto rumore. Tanto, troppo. E
lala azzurra, che non insegue
larte della diplomazia, ha vo-
glia di puntualizzare alcuni
concetti. Tanto per ribadire co-
sa vuol dire vivere lazzurro.
Dallo scudetto alla Naziona-
le. Unaltra estate di lavoro.
S, ma lo faccio volentieri.
Perch qui c un gruppo bellis-
simo, che sta bene assieme. Ho
giocato 5-6 europei giovanili.
E da un po che passo lestate in
Nazionale. Non nascondo che
15 giorni di riposo, dopo una
stagione massacrante, li consi-
dero pochi ma un sacrificio
che faccio senza problemi. Es-
sere professionisti significa an-
che avere certi obblighi. Dob-
biamo essere di esempio per i
pi giovani.
Contro la Serbia si visto un
Gentile in formato playoff. Lei,
Datome, Aradori. Eccoli i lea-
der di questa Italia.
Siamo quelli con un po pi
di punti nelle mani, ma il no-
stro un sistema che non pu
prescindere dal gruppo. Cin-
ciarini ha un ruolo fondamen-
tale. Mio fratello Stefano e Lu-
ca Vitali sono risorse che esco-
no dalla panchina. Cusin poi,
quando in Nazionale, alza il
proprio livello ed imprescin-
dibile.
Caso Hackett: partiamo dal-
la lettera che avete scritto.
Il senso molto semplice:
siamo in un sistema che ha del-
le regole. Chi non le rispetta of-
sono del tutto condivisibili.
Ha rinnovato con Milano.
LNba solo rimandata?
E un obiettivo, unespe-
rienza che prima o poi far ma
non nellimmediato. Ora penso
a Milano e al percorso che ho
cominciato due anni fa, culmi-
nato con lo scudetto che per me
un punto di partenza: voglio
alzare il livello e migliorare con
la squadra anche in Eurolega.
E arrivato Brooks al posto
di Langford che lha salutata
dicendole che deve maturare...
Gentile ma duro
Sudo volentieri per lItalia
Per questo chiedo rispetto
Ale: E quello il senso della lettera, che voleva anche rispondere a chi
diceva di andarcene in blocco. Problemi con Hackett? Non so, vedremo
MERCATO UN EX NBA PER LEA7
Milano: Brooks ufficiale
Con Providence segn
52 punti in una gara
Non ci voluto molto per capire che
lannuncio ufficiale dellarrivo di MarShon Brooks
a Milano stava per arrivare. E bastato accorgersi
che lOlimpia, qualche minuto prima del
comunicato, aveva iniziato a seguirlo su Twitter...
Un piccolo indizio, che peraltro non ha fatto altro
che confermare la notizia che ormai pareva certa
da un paio di giorni. Con Brooks il campionato
italiano guadagna uno dei giocatori di maggior
talento offensivo degli ultimi anni. Al college, con
Providence, nel 2011 fu capocannoniere della Big
East con 24.6 punti di media, segnandone 52 in
una sola partita, il 23 febbraio 2011 contro Notre
Dame, gara in cui chiuse con 20/28 dal campo. I
52 punti pareggiarono il record detenuto da
Marvin Barnes che gioc in Italia a
Trieste. Inoltre batterono il
record della Big East stabilito da
Eric Murdock che a sua volta
ha giocato nella Fortitudo
Bologna. In carriera vanta
164 partite in Nba con 7.7
punti, di media tra Nets.
Celtics (che lo scelsero per
New Jersey con il numero 25 al
draft del 2011), Warriors e
Lakers. Il suo top tra i pro sono i
27 punti segnati contro i Cavs nel
2012-13. In estate ha disputato la
Summer League con la maglia di
Sacramento (nella foto accanto).
ALESSANDRO GENTILE
ALA DI MILANO

Lo scudetto
un punto di
partenza. La Nba
verr, ora voglio
solo migliorare

VERSO IL MONDIALE ENNESIMA DEFEZIONE TRA I CAMPIONI IN CARICA


Anche Durant abbandona Team Usa
Paura di un infortunio alla George?
Ufficialmente lascia
perch stanco ma
la gamba fratturata
dellala di Indiana
pu aver pesato
A
I GRANDI
RIFIUTI
S
Kevin Love
Lala di
Minnesota, in
procinto di
passare ai
Cavs, ha
preferito non
giocare per
evitare infortuni
prima del
trasferimento
S
Kawhi
Leonard
Lala degli
Spurs, mvp
delle finali 2014,
ha detto di no
dopo la lunga
stagione Nba
prendendosi
unestate di
riposo
A
I GRANDI
RIFIUTI
S
LaMarcus
Aldridge
Lala di Portland
ha rifiutato
linvito di Usa
Basketball, per
la seconda
volta, di fatto
chiudendosi la
porta per Rio
2016
S
Russell
Westbrook
Il play di
Oklahoma City,
dopo le due
operazioni alle
ginocchia, ha
deciso di non
partecipare al
Mondiale 2014
con gli Usa
MASSIMO ORIANI
Cadono come le mosche.
Non che il pool di talento da
cui Usa Basketball pu pescare
sia limitato, ma avanti di que-
sto passo pu darsi che al Mon-
diale di Spagna (al via il 30
agosto) giochino Stockton e
Malone. Scherzi a parte, len-
nesimo forfeit, quello pi ec-
cellente di Kevin Durant, non
fa altro che gettare benzina sul
fuoco della discussione sul-
lutilizzo dei giocatori pro da
parte delle singole federazio-
ni. Lmvp dellultima stagione
regolare ha prontamente
smentito che la scelta di lascia-
re il ritiro e non partecipare al-
la rassegna iridata abbia a che
fare con il terribile incidente
occorso a Paul George durante
uno scrimmage la scorsa setti-
mana. E stata una decisione
estremamente difficile ha
spiegato il numero uno degli
Oklahoma City Thunder Per
me un grande orgoglio rap-
presentare il mio Paese, so ci
che devo a Usa Basketball e ai
compagni, ma dopo aver par-
tecipato al training camp mi
sono reso conto di non essere
in grado di rispettare il mio im-
pegno dal punto di vista del
tempo e delle energie. Devo fa-
re un passo indietro per stacca-
re sia fisicamente che mental-
mente e potermi poi preparare
per la prossima stagione Nba.
Verit Questa la versione uf-
ficiale. Ovvio, non sappiamo
cosa realmente accaduto,
forse solo Jerry Colangelo, re-
sponsabile di Usa Basketball,
Durant e il gm dei Thunder,
Sam Presti, lo sanno, ma il
tempismo della scelta quan-
tomeno sospetto. La frattura a
una gamba che costringer Ge-
orge molto probabilmente a
saltare tutta il campionato
2014-15, trasformando India-
na in una squadra da lotteria
invece che seconda o terza for-
za a Est, non pu non aver sca-
tenato qualche dubbio nella te-
sta di Durant, mvp anche del
Mondiale 2010, e soprattutto
di Presti. Labbandono di KD
(al suo posto stato chiamato
Rudy Gay) ha prontamente
fatto scendere le quotazioni
per loro statunitense a Madrid
da 2-7 a 2-5, con contempora-
nea salita di quelle della Spa-
gna da 5-2 a 2-1. Ci ha prova-
to ma non si sentiva pronto per
un impegno del genere lo ha
giustificato Colangelo Coach
Krzyzewski e io lo supportia-
mo pienamente, la cosa che
pi ci preme la sua salute. Ha
fatto parte della Nazionale per
8 anni e una buona fetta dei
nostri successi stata merito
suo. Lo aspettiamo tra di noi
ancora in futuro.
Rio 2016 Probabile che con
lOlimpiade come prossimo ap-
puntamento, la fuga di talenti
si fermer, ma siamo certi che
quando ci troveremo di fronte
alle convocazioni per unaltra
Coppa del Mondo (nuova de-
nominazione da questa edizio-
ne) il problema non si ripre-
senter? Basta dare unocchia-
ta qui accanto e vedere i nomi
che si sono defilati per svariati
motivi, non legati ad infortuni
(forse il solo Westbrook giu-
stificato viste le due operazioni
recenti) per ipotizzare un bis.
In generale il discorso rap-
porti tra club (nel caso dellEu-
ropa), franchigie e federazioni
andrebbe ridiscusso. Forse sa-
rebbe il caso di mettere dei pa-
letti, delle regole. E tema mol-
to delicato, perch da una par-
te c chi paga fior di milioni e
dallaltra un movimento che fa
dei successi delle nazionali il
suo punto dorgoglio e il perno
per lo sviluppo dello sport.
RIPRODUZIONE RISERVATA
7
All Star Nba
Dei 15 giocatori rimasti con
Coach K, 8 non hanno mai
disputato lAll Star Game
Kevin Durant, 25 anni, ala di Oklahoma City, mvp della stagione 2013-14 AP
IL COMMENTO
&
DI DAN PETERSON
a pagina 21
fende gli altri: staff tecnico,
medico, giocatori. Tutti vengo-
no in Nazionale facendo sacri-
fici. Per questo meritano ri-
spetto. Volevamo puntualiz-
zarlo, tutto qui.
A chi dice che c dietro la
mano del presidente Petrucci,
cosa risponde?
Falsit. Ho sentito giudizi
di gente che non conosce nem-
meno i fatti e ha tentato di stru-
mentalizzare la nostra iniziati-
va. Petrucci non centra nulla,
siamo adulti e abbiamo preso
noi la decisione. Anche per ri-
spondere a chi ci suggeriva di
lasciare la Nazionale in blocco
per protesta. Follia pura.
Con Daniel cosa vi siete det-
ti?
Ero presente quando ha la-
sciato il ritiro. Ci sono rimasto
male. Ci siamo sentiti via mes-
saggio e glielho ribadito.
Lo ritrover a Milano. Pro-
blemi in vista?
Non so, il rispetto alla ba-
se di tutto. Il suo atteggiamen-
to non mi piaciuto. Vedremo.
E un pensiero che non mi pon-
go adesso.
Sei mesi di squalifica sono
troppi?
Non spetta a me dirlo. Fin-
ch le regole ci sono vanno ri-
spettate, anche se magari non
#
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
31

PALLAVOLO GRAND PRIX A HONG KONG BASKET LINTERVISTA
Va bene, ci sta, ho i miei di-
fetti. Ma Keith ha anche detto
che tra noi cera rispetto reci-
proco. E vero. Mi dispiace che
sia andato via.
Come vede la prossima Se-
rie A?
Per i giudizi ancora pre-
sto. Sar combattuta con tante
belle realt che vogliono emer-
gere: Sassari, Reggio Emilia,
Venezia. E poi ci saranno le sor-
prese. Di certo sar strano non
vedere pi Siena, la regina de-
gli ultimi dieci anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4
COS
NEI GIRONI
S
Oggi con la
Thailandia
Ore 7.15
GIRONE F
Hong Kong: ieri
Giappone-Italia
2-3, Cina
Thailandia 3-1;
oggi ore 7.15
Italia-Thailandia,
9.45 Cina-
Giappone;
domani 7.15
Giappone-
Thailandia, 9.45
Cina-Italia.
GIRONE D
San Paolo (Bra):
ieri Russia-Stati
Uniti 1-3,
Brasile-Sud
Corea 3-0; oggi
Brasile-Russia,
Stati Uniti-Sud
Corea; domani
Brasile-Stati
Uniti; Russia-
Sud Corea.
GIRONE E
Ankara (Tur):
ieri Serbia-
Germania 0-3,
Turchia-Rep.
Dominicana 2-3;
oggi Germania-
Rep.
Dominicana,
Turchia-Serbia;
domani Rep.
Dominicana-
Serbia, Turchia-
Germania
Classifica
Brasile 12;
Turchia 8;
Serbia, Russia,
Italia, Cina 7;
Sud Corea,
Germania, Stati
Uniti 6;
Thailandia,
Giappone, Rep.
Dominicana 2
Blackout, poi le idee
Bonitta tiene a bada
le volpi giapponesi
Avanti 2-0, lItalia fatica a muro e patisce la difesa delle
orientali. Svolta al tie-break: il c.t. schiera la 18enne Malinov
DAVIDE ROMANI
Bella, sconfortante e poi
coinvolgente. LItalia di Marco
Bonitta come un film che ti
conquista. I colpi di scena sono
dietro langolo, le trovate del
regista da Nobel e il finale, al-
meno ieri, da happy end: 3-2
per le azzurre. Nella prima
uscita del 2 weekend di gare
del Grand Prix lItalia per due
set non conosce ostacoli.
Avvio super Con Lucia Bac-
chi out, Folie e Ferretti non al
meglio, Bonitta si affida alla
regia di Signorile e, al centro,
al mix di esperienza e giovent
Arrighetti-Chirichella. Il Giap-
pone una vecchia conoscenza
dellestate azzurra. La squadra
gi qualificata alle Final Six del
Grand Prix (sono il Paese ospi-
tante) ha affrontato per quat-
tro serate consecutive le azzur-
re impattando sul 2-2. Ma ieri
in avvio Piccinini e compagne
sembravano passeggiare sul
velluto. Gioco veloce, muro
sempre presente (8 nei primi
due set con 5 di Arrighetti) e
un Giappone irriconoscibile. In
47 le azzurre erano gi sul ret-
tilineo darrivo.
Pausa A quel punto la stan-
chezza, con Piccinini non an-
cora al top, e la difficolt di fa-
re cambi hanno permesso al
Giappone di rientrare. Lo
schiaffo mancino di Nagaoka
diventa un rebus da difendere
e lingresso di Uchiseto mette
in difficolt lItalia. Bonitta
prova a cambiare qualcosa (ri-
poso alla capitana numero 12)
con lingresso di Caterina Bo-
setti. Il muro smette di toccare
palloni e la squadra di Duarte
mette in mostra il punto di for-
za: la difesa. E anche Centoni,
inarrestabile nei primi due par-
ziali, va in riserva.
Finale Perso il 3 anche nel 4
set la musica non cambia. Italia
sotto e nemmeno il tentativo di
cambiare la diagonale palleg-
giatore-opposto con Malinov e
Diouf per Centoni e Signorile
porta i frutti sperati. Si va al tie
break per la seconda volta in
questo Grand Prix (domenica
le azzurre avevano gi battuto
la Cina a Sassari). E Bonitta
mette la firma sulla vittoria. In
cabina di regia lascia la giova-
ne Malinov (dallunder 19) che
non si lascia sopraffare dalla
tensione. Il primo pallone che
gioca una veloce al centro
con Chirichella. Pallone per
terra e lItalia sembra rinasce-
re. Tre muri punto (Arrighetti,
Chirichella e Centoni), tre pun-
ti al centro(2 Arrighetti e 1 Chi-
richella) e un ace sempre con
Chirichella. Per il Giappone il
rebus azzurro diventa insor-
montabile e arrivano due punti
doro in chiave qualificazione
alle Final Six. vero forse che
le azzurre hanno lasciato per
strada un punto doro ma il ca-
rattere conforta. E i k.o. di Ser-
bia e Russia aiutano lItalia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
GIAPPONE-ITALIA 2-3
(20-25, 17-25, 25-21, 25-20, 11-15)
GIAPPONE Nagaoka 17, Nakamichi, Kimu-
ra 3, Shinnabe 1, Ebata 1, Ono 9; Sano (L);
Yamaguchi 6, Ishida, Ishii 15, Miyashita
3; Uchiseto 12. All.: Manabe.
ITALIA Signorile 1, Centoni 25, Chirichella
9, Piccinini 10, Arrighetti 14, Del Core 18;
De Gennaro (L); C. Bosetti 3, Folie,
Diouf, Malinov 1. N.e. Fiorin, Merlo (L),
Ferretti. All. Bonitta.
ARBITRI Alrousi (Eau), Joo Hee (S.Cor)
NOTE Durata set: 24, 23, 27, 27, 17.
Lo schiaffo
mancino
di Nagaoka crea
danni, poi viene
fuori il carattere
A MACERATA
Lube gestir il Fontescodella
Si alleneranno le giovanili
(m.g.) La Lube si aggiudicata il bando di
gara del Comune di Macerata per la gestione del
Palas Fontescodella. La durata biennale ed il
sodalizio biancorosso, nonostante lannunciato
trasferimento a Civitanova, utilizzer il palazzetto
per allenamenti e partite del settore giovanile.
QUI PERUGIA (an.me.) La Sir Safety Perugia
inizier la preparazione stagionale il primo
settembre. La societ chieder alla Diatec
Trentino di invertire il campo di gioco della
seconda giornata del 26 ottobre, non avendo a
disposizione il PalaEvangelisti, occupato dal
gioved alla domenica dal Chocomarathon Village,
abbinato alla maratona di Perugia.
BOXE SUL RING DI OSTIA
MERCATO SERIE A
Ross a Pesaro
Feldeine a Cant
(cam.ca.-a.r.) Altri due arrivi
in casa Pesaro. Ufficializzato quello
del centro Wally Judge, centro clas-
se 90, 2.07, nellultima stagione
Ncaa con Rutgers in 22 partite ha
avuto una media di 7.5 punti e 6.5
rimbalzi. Ormai certo anche quello
di LaQuinton Ross, ex compagno di
squadra dellazzurro Amedeo Della
Valle (ora a Reggio Emilia), con la
maglia di Ohio State, ala di 2.03, 15,2
punti e 5.9 rimbalzi a partita con i
Buckeyes nel campionato 2013-14.
LAcqua Vitasnella ha chiuso il mer-
cato con lingaggio della guardia
Usa con passaporto dominicano
James Feldeine, 26 anni, la scorsa
stagione in Spagna con Fuenlabra-
da. Bri ndi si prende l a guardi a
25enne Orlando Johnson, ex Sacra-
mento e Indiana. Cremona ha com-
pletato il roster con il lungo classe
91 Giulio Gazzotti dalla Virtus Bolo-
gna. Andrea Pecile si accasa a Ca-
po dOrlando. Roma rifirma DErcole
e lo far capitano. La Virtus Bolo-
gna prende Gino Cuccarolo, reduce
da due stagioni a Brescia.
MONDIALI UNDER 17
Azzurrini travolgenti
+89 sugli Emirati!
Debutto sin troppo facile per
lUnder 17 di coach Capobianco al
Mondiale Under 17 negli Emirati Ara-
bi Uniti, con una vittoria 121-32, sui
padroni di casa. Tra i nostri, miglior
realizzatore Tote con 22 punti. Gli
Emirati hanno chiuso con 10/51 dal
campo. Nel gruppo dellItalia, Porto
Rico ha piegato la Spagna 67-65.
Oggi gli azzurrini sfideranno proprio
i caraibici. Il girone a 4 non prevede
eliminazioni e serve solo per stabili-
re le teste di serie in vista degli otta-
vi di finale.
EUROLEGA
KC Rivers al Real
Linhart al Maccabi
Il Real Madrid ha annunciato
lingaggio della guardia KC Rivers,
gi in Italia con Treviso e Virtus Bo-
logna. Nate Linhart, nellultima sta-
gione a Venezia, ha firmato un trien-
nale coi campioni in carica del Mac-
cabi Tel Aviv. Il tribunale ammini-
strativo per lo sport spagnolo ha
riammesso il Bilbao nella Liga Acb. I
baschi erano stati esclusi per non
aver rispettato i parametri econo-
mici fissati dalla Liga, che ha subito
annunciato ricorso.
Taccuino
4
TUTTI I
RISULTATI
S
Lancia
si
conferma
Supermedi:
Velardo b.
Gurau p. 6.
Leggeri
(campionato it.
femminile):
Torti (9-3-1,
campione) b.
Gentili (3-4) p.
10. Mosca,
camp.
dEuropa
femminile:
Galassi (21-3-1;
campione) b.
Arzalier (Fra,
8-4-1) p.10.
Cartellini: 97-
94; 98-94;
100-91.
Leggeri
(camp.italiano):
Lancia (camp.)
b. Pasquale Di
Silvio (sfid.) p.
12 (96-93; 97-
91; 98-92)
GIORGIO LO GIUDICE
OSTIA (Roma)
Unaltra serata da dimen-
ticare per la boxe dopo che il
PalaFillkam aveva offerto la vit-
toria europea di Simona Galas-
si e quella tricolore di Manuel
Lancia. Proprio il derby dei leg-
geri con cui Lancia ha chiuso a
suo favore la fiera rivalit con
Pasquale Di Silvio dopo la di-
scussa sfida vinta a Guidonia
un anno fa ha provocato a tarda
notte una serie di violenze
inaudite che avranno sicura-
mente strascichi disciplinari.
Vittima principale Davide Buc-
cioni, il manager di Lancia, che
prima si trovato al centro di
una spaventosa rissa sul ring
alimentata dal padre di Di Sil-
vio, poi stato picchiato a san-
gue da 5 tifosi dello sfidante
nello spogliatoio e quindi, men-
tre Spada chiudeva la serata sul
ring, stato inseguito fin fuori
il palazzetto, riuscendo a met-
tersi in salvo con la camicia
strappata e il volto insanguina-
to.
Galassi Alla fine Simona Ga-
lassi sempre la regina che non
lascia spazio allavversaria. Do-
po un incontro dai ritmi soste-
nuti e senza un attimo di pausa,
litaliana riceve il giusto ricono-
scimento di una giuria che non
ha dubbi in proposito, anche se
un 100-91 per lei appare troppo
punitivo per lavversaria fran-
cese. Alessandro Duran allan-
golo deve dare pochi consigli a
Simona, lesperienza ormai
tanta e tale che la romagnola va
avanti quasi a memoria. Lin-
contro con la transalpina Laeti-
tia Arzalier, pare un po una me-
tafora del gatto con il topo.
Brava Laetitia La francese at-
tacca baldanzosa e litaliana
l, pronta a schivare e poi rien-
trare colpendo sempre con
estrema precisione. Il coraggio
della sfidante che viene sempre
avanti encomiabile come lo
sono per precisione i montanti
ed i ganci di risposta della Ga-
lassi. Un copione rispettato a
puntino con il passare dei mi-
nuti. Non si affievolisce infatti il
ritmo ripresa dopo ripresa, co-
me sarebbe logico attendersi, la
francese non molla losso, sa di
avere davanti una avversaria
che potrebbe aprirle una strada
verso traguardi impensati e giu-
stamente ci prova. Nel finale la
battaglia si accende e dopo che
alla settima la Galassi chiude
con una serie di colpi al viso ed
al corpo, dallottava alla decima
le due si affrontano pi nel cor-
po a corpo, e qui viene fuori
lesperienza con litaliana che
chiude Nellaltro titolo italiano
femminile la Torti si conferma
campionessa dei leggeri, bat-
tendo una coraggiosa Gentili,
invano sorretta dal pubblico.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Davide
Buccioni,
manager di
Lancia con la
bocca
insanguinata.
E stato
picchiato da
cinque tifosi
dello sfidante
nello
spogliatoio e
poi inseguito
BOZZANI
Rissa tra tifosi, pugni a Buccioni
La Galassi conserva lEuropeo
Ross e Amedeo Della Valle AFP
Alessandro Gentile,
22 anni, ala di Milano
e della Nazionale
CIAMILLO-CASTORIA
Francesca Piccinini, 35, in azione contro il Giappone IPP
32
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

GOLF PGA CHAMPIONSHIP
McIlroy, uomo
della pioggia
A -9 ora sogna
un grande tris
Dopo i trionfo nel British e al Bridgestone,
il nordirlandese vola nellultimo Major 2014
Manassero affonda, Chicco Molinari sul par
Raccontano che la setti-
mana scorsa, di fronte alle
condizioni del percorso di
Akron (Ohio) fortemente ap-
pesantito dalla pioggia alla vi-
gilia del Bridgestone Invitatio-
nal, Rory McIlroy si fosse lec-
cato i baffi, come un leone che
gi pregusta la sua preda. Per
un giocatore del suo stampo,
amante dei campi soffici e del-
le palle lente, il torneo di
Akron si presentava come il
dessert perfetto, appena una
settimana dopo aver vinto il
British Open a Liverpool, il ter-
zo dei Major conquistati in car-
riera dopo lo Us Open vinto nel
2011 al Congressional an-
che l, in condizioni meteo dif-
ficili e il Pga Championship
del 2012 in South Carolina.
Da favorito Ora il n.1 al mon-
do sta pregustando il sapore
dellammazzacaff. Dopo un
secondo giro del Pga Cham-
pionship a Valhalla segnato
dalla pioggia, dal fango e dalle
interruzioni, il 25enne nordir-
landese ha confermato il suo
status di favorito: dopo il -5 di
gioved otto birdie, un bo-
gey e un doppio bogey , ieri
arrivato un -4 con quattro
birdie, un eagle e due bogey.
Era partito con 50 minuti di ri-
tardo per colpa del maltempo
ed era partito male, con un col-
po di troppo alla 12, ma ha re-
cuperato con due birdie nelle
successive tre buche e alla 18
ha imbucato con due colpi in
meno; dopo un secondo bogey
alla 2, alla 7 ha sfiorato un al-
tro eagle, ma ha chiuso con al-
tri due birdie. Pur col dubbio
di non veder completato, in se-
rata, il giro dei principali av-
versari, McIlroy rientrato in
club house con un -9 che pro-
fumava di leadership. Mi sen-
to bene, per quanto riguarda il
mio gioco ha detto il nordir-
landese . Sono fiducioso.
Nella maggior parte dei casi
colpisco la palla bene. Ho il
controllo del mio gioco e delle
mie emozioni. Certo, ora devo
farlo anche nel weekend. Tra
gli inseguitori che ieri sera
avevano gi finito il loro giro,
il migliore era Ryan Palmer,
che al -6 del primo giro aveva
aggiunto un -1.
Gli italiani Con Matteo Ma-
nassero fuori dai giochi per via
di un +15 in due giornate (+9
nel primo giro e +6 nel secon-
do, con un solo birdie a fronte
di otto bogey e quattro doppi
bogey) e con Francesco Moli-
nari che con due 71 (par) sem-
bra essersi assicurato altri due
giorni di gioco, lItalia spera in
Edoardo Molinari, che dopo il
primo giro era quarto a -5 in
compagnia di Furyk, dello
stesso McIlroy, di Stenson e di
Wood, e a un colpo di distacco
dai leader Chappell, Palmer e
Westwood, tutti gioved sera a
-6. Tiger Woods, 109 dopo il
primo giro con un +3, ieri era
a fortissimo rischio di taglio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Rory McIlroy, 25 anni,
nordirlandese di Holywood,
tornato al n.1 del mondo dopo la
vittoria di domenica al
Bridgestone Invitational AFP
Rizza-Florio,
una promessa
lunga 200 metri
Male il K4 1000
Nel K2 200 i lombardi in semifinale col 5
tempo in batteria. Lammiraglia azzurra
affonda. Baron: Non ha funzionato nulla
DAL NOSTRO INVIATO
RICCARDO CRIVELLI
MOSCA
Dopo di loro, il diluvio.
Le pagaie tricolori si aggrap-
pano ai muscoli e allesplosivi-
t del pavese Manfredi Rizza e
del mantovano Matteo Florio
per sollevare spruzzi di gloria
l dove conta di pi, cio nelle
specialit olimpiche.
Soddisfazione Il K2 200 non
neppure una gara, caso mai
una rasoiata tutta in apnea
che ti morde carne e fiato sen-
za concederti la possibilit di
sbagliare. I ragazzoni azzurri
(Rizza del 90, Florio di un
anno pi giovane) la affronta-
no con il piglio convinto e sba-
razzino di chi ha la prepara-
zione per saperla lunga: gran-
de partenza e ritmo vertigino-
so, con un lieve calo tra i 125 e
i 175 che non impedisce di vin-
cere la batteria col quinto tem-
po complessivo. Una presta-
zione da finale, da ripetere e
magari migliorare oggi pome-
riggio in semifinale (13.05 ita-
liane) per andarsela a giocare
domani contro i giganti dello
sprint puro: La barca ha ri-
sposto bene sorride il capo-
voga Rizza e le sensazioni
sono buone. Dobbiamo mi-
gliorare un po nella velocit
duscita del colpo e non calare
verso la fine, ma siamo soddi-
sfatti, anche se per scaraman-
zia non faccio pronostici.
Delusione Parole sagge, se
vero che lattesissimo K4
1000, uscito baldanzoso dal
raduno allIdroscalo, affonda
clamorosamente e senza com-
battere, riportando il progetto
indietro di due anni e azzeran-
do quei progressi che sembra-
vano ormai consolidati. Poco
efficace gi nella batteria del
mattino, lammiraglia si smar-
risce in semifinale, dove
scompare dopo 200 metri, in-
capace di alzare i colpi in ac-
qua e mai incisiva. Ottava e
neppure in finale B, a un anno
dalla qualificazione olimpica
in casa uno shock che nep-
pure il d.t. Baron sa spiegare:
Parler con loro, non sono
mai stati nemmeno vicini al
rendimento che avevano in al-
lenamento, non ha funzionato
nulla qui a Mosca e vedremo
di capire perch. Intanto, pe-
r, il colpo sar difficile da pa-
rare.
RIPRODUZIONE RISERVATA
CANOA MONDIALI A MOSCA
OLIMPICHE. Uomini, K4 1000, sem. I: 1.
Bielorussia 252105; 8. Ripamonti-Battel-
li-Ricchetti-Crenna 259771 (el.); K1 200,
batt. III: 1. Dudas (Ung) 35108; 8. Rizza
49995 (el.); K2 200, batt. V: 1. Rizza-Florio
32134 (q.); C2 1000, sem. I: 1. Ungheria
331514; 6. N.Craciun-Santini 336125
(fin. B). Donne, K2 500, sem. I: 1. Gran Bre-
tagna 140191; 6. Murabito-Campana
143292 (fin. B); K1 200, batt. III: 1. Volz
(Ger) 41330; 4. Murabito 42618 (q.).
NON OLIMPICHE. Uomini, K2 500, sem. I:
1. Russia 128804; 3. Torneo-Dressino
129784 (fin.); C2, sem. II: 1. Pavlov (Rus);
5. S. Craciun 149945 (fin. B).
risultati
Il pavese Manfredi Rizza e il mantovano Matteo Florio sul K2 200 azzurro
Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:
www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso
lagenzia:
Milano Via Solferino, 36
tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del
9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale
inserite in queste pagine devono sempre inten-
dersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).
agenzia.solferino@rcs.it
Una nuova vetrina: prima di tutto prima di tutti!
per promuovere tutto ci che ti rende Speciale!
Temporary Shop
Eventi
Locali Ristoranti S
p
e
t
t
a
c
o
l
i
M
o
s
t
r
e
C
o
r
s
i
Outlet
Saldi
V
i
a
g
g
i
348.08.28.350
TEMPORARY SHOP
GRANDI OFFERTE
Milano
RISTORANTE GIAP
Tel. 02.11.12.27.36
Affari!
Dal 9 luglio al 10 settembre
abbigliamento uomo / donna
abiti, jeanseria e accessori
.
a prezzi scontatissimi! Vieni a trovarci in via Franico, 6
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata obbligatoria:
Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n.
0: 4,00; n. 1: 2,08; n. 2, 3, 14: 7,92; n. 5,
6, 7, 8, 9, 12, 20: 4,67; n. 10: 2,92; n. 1:
3,25; n. 13: 9,17; n. 15: 4,17; n. 17: 4,58;
n. 18, 19: 3,33; n. 21: 5,00; n. 24: 5,42.
Rubriche in abbinata facoltativa:
Corriere della Sera: n. 4: 4,42; n.16: 1,67;
n.22: 4,08; n.23: 4,08. Gazzetta dello Sport:
n. 4: 1,67; n.16: 0,83; n.22: 2,92; n.23:
2,92. Abbinata: n. 4: 5,00; n.16: 2,08;
n.22: 4,67; n.23: 5,00.
ABILE impiegata ufficio commerciale
inglese francese Windows, Mac offer-
te ordini follow-up, offresi.
331.12.23.422
ABILE impiegato tecnico- commerciale
customer service pluriesperienza or-
dini offerte bolle inglese francese of-
fice. 339.48.09.594
ADDETTA paghe e contributi con espe-
rienza, consulenza lavoro, tedesco
fluente, valuta serie offerte di lavoro.
366.32.55.972
AMMINISTRATIVO esperto aziende
medio piccole, gestione completa fino
al bilancio, trentennale esperienza,
esamina proposte anche tenuta con-
tabilit presso clienti zona Milano
nord. Disponibilit immediata.
339.37.40.496
COMMERCIALE
35 anni di esperienza altamen-
te professionale crea avvia e
gestisce rete vendita agenti e
rivenditori per aziende e clien-
ti, esperto settore edilizia, di-
sponibilit trasferte Itali a.
389.87.83.962
OFFRESI esperienza trentennale sales
& marketing, creazione e gestione reti
vendita agenti e rivenditori settore
ospedaliero e dentale.
348.44.00.469 bonoramauro@tin.it
AUTISTA esperienza ventennale refe-
renziatocercalavoroanche part-time.
NCC iscritto ruolo. 333.95.76.523
AUTISTA srilankese offresi, patente C-
B-CQC badante e/o pulizie, referen-
ziato, in regola. 333.37.77.646.
CERCO lavoro autista esperienza plu-
riennale autotrasportatore e tassista
Milano patenti KB/C/E/CQC Tel:
335.66.73.927
CONDUTTORE manutentore di im-
pianti condizionamento riscaldamen-
to con patente secondo grado vapore
cerca lavoro. 328.42.68.082
CUOCO italiano referenziato, affidabi-
le cerca lavoro, anche stagionale, lun-
ga esperienza Italia/estero. Disposto
viaggiare. Ottima conoscenza ingle-
se. Tel. 06.70.11.439
RESPONSABILE ristorazione senior.
Pluriennale esperienza Italia/estero
cerca lavoro. Disponibilita' immedia-
ta. Cell: 393.50.19.107
39ENNE barista, cameriere, banconie-
re, giovanile, solare, dinamico, espe-
rienza ventennale, disponibilit turni
e festivi, massima seriet. Astenersi
perditempo. Offresi anche come ge-
stione o socio minoritario.
02.35.05.596 - 349.45.85.867
AUTISTA referenziatissimo, italiano,
oltre un milione km senza incidenti,
mattina/sera. 335.42.59.48 -
02.39.66.11.19 negozio.
CERCAlavoro ragazza srilankese 27en-
ne, permesso di soggiorno, esperien-
za domestica. Chiamare:
388.95.77.790
CERCO urgentemente lavoro possibil-
mente Milano centro, dalle 8 alle 15
(trattabili) ottime referenze. Colf, sti-
ratrice, baby sitter. Cell.
389.53.70.985
COLLABORATOREdomesticosrilanke-
se, ottima presenza, patente B, ottime
referenze, offresi anche badante.
333.23.45.481.
COLLABORATRICE italiana pratica cu-
cina, stiro, pulizie, conduzione auto-
noma casa, offresi fissa. Tel:
349.06.75.726
CONTABILE neopensionato, autono-
mo fino bilancio, adempimenti/di-
chiarazioni, offresi contabilit piccola
azienda. 328.68.59.679
DIRIGENTE scolastico pensionato set-
tembre 2012 esperienza quaranten-
nale esaminerebbe offerte lavoro
coordinatore istituti paritari disposto
viaggiare. 340.57.62.532
IMPIEGATAcommerciale esteroesper-
ta, pensionata giovanile laureata lin-
gue, inglese tedesco francese parlati
scritti, collaborerebbe anche part-ti-
me con seria azienda Milano o Rho.
Astenersi perditempo. 335.81.74.198
PROFESSORE di madrelingua inglese
d lezioni private a casa o ufficio.
327.30.24.103
RAGIONIERE pensionato trentennale
esperienza in campo amministrativo e
fiscale presta la propria collaborazio-
ne a medie e piccole societ. Tel.
02.89.51.27.76
DAMA di compagnia, referenziata,
gentile, educata offresi a persona an-
ziana anche per spesa o passeggiate.
366.11.24.916
OPERATORE sanitario con referenze
disponibile come assistente ed aiuto
domestico. Cell.: 340.56.25.973
KONTATTO STORE MILANO: cerca
giovane commessa con esperienza
per punto vendita in via Torino 48.
Buonaconoscenzalinguainglese. In-
viare CV + foto: fax 051.66.46.701 o
cvmilano@kontatto.it
COMMERCIALISTA offre collaborazio-
ne a studi in Lombardia per periodo
dichiarazioni dei redditi ed oltre, se
richiesto. Mail:
consfiscale70@gmail.com
FISICO Medico ingegnere progettista.
40 anni esperienza. Esegue progetti
elettronici per salute. Tel:
338.17.63.527
OLBIA vendesi loft centro storico vicino
porto turistico 139.000 euro.
333.61.38.928 - 339.75.39.598
SARDEGNA Coda Cavallo, Le Farfalle,
direttamente sulla spiaggia ampio vil-
lino con terrazze e giardino. Classe G.
euroinvest-immobiliare.com
0789.66.575
MONFERRATO vendesi posizione in-
cantevole azienda agrituristica vigneti
cantine ottimo commerciale. Richiesta
euro 750.000. 0141.79.34.40 -
348.82.60.397/6
A Cesenatico Hotel Calypso tre stelle...
Piscina. Tel. 0547.86.050. Last minu-
teagosto: dal 23-30euro450,00. Set-
tembre dal 30 agosto 1 settimana
350,00. All inclusive. www.hotel-ca-
lypso.it
ABRUZZOMare Villarosa Hotel Coral-
lo 3 stelle - Tel. 0861.71.41.26- Fron-
te mare, climatizzato, piscina, par-
cheggio. Spiaggiaprivataconombrel-
lone, sdraio gratuito. Colazione buf-
fet. Scelta men. 4 pagano 3 -
www.hotelcoralloabruzzo.it
AGOSTO last minute. Ultime camere
con offerte famiglia 4=3 tutto com-
preso. Cesenatico Hotel Cavour tel.
0547.86.290. Climatizzato. Piscina.
Gestione proprietario. www.hca-
vour.it
CATTOLICA
Hotel Columbia tre stelle supe-
ri ore. Pi sci na. Tel .
0541.96.14.93. Signorile, sulla
spi aggi a. www.hotel col um-
bia.net
RIMINI - Hotel Dalia - 50 metri mare.
Pernottamento e colazione da Euro
30,00 - Tel. 0541.38.17.18 -
www.hoteldalia.it - Appartamenti da
Euro 400,00 settimanali.
RIMINI Rivazurra Hotel Oregon 3 stelle
- 0541.37.31.07 - Vicinissimo mare.
Offertissima compreso: pensione
completa, bevande ai pasti, ombrel-
lone + lettini, clima, parcheggio ago-
sto euro 57,00/74,00. Settembre
50,00 - www.hoteloregon.it
ACQUISTARE, vendere aziende, im-
mobili, ricercare soci, joint-venture?
Trentennale esperienza nazionale, in-
ternazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
CERCASI successione in Ticino/Svizze-
ra. Stabile commerciale rinnovato a
nuovo con grande negozio, ufficio,
deposito di 236 mq e appartamento
4.5 L/115 mq/terrazza 45 mq/terreno
892 mq. Posizione centrale e strate-
gica con posteggi. Vista su montagne
e citt. Incluso societ anonima con
15 unit operativi da oltre 40 anni nel
ramo progettazione, costruzioni, ma-
nutenzione di opere per case, ville e
comuni. Ch/A 2.5-3M. Riconosciuto e
varie volte premiato internazional-
mente per la creazione delle sue ope-
re. Reddito per l'investimento di SFr.
5M, min. 4.5% . Ideale per architetto,
ingegnere ecc. o per societ del ramo
che desidera di trasferirsi in Svizzera.
Direzione giovane operante. Solo per
seri interessati referenziati. Interme-
diari astenersi. Contatto - e-mail:
adolinschanz@gmail.com
ACQUISTIAMO
Argento, Oro,
Monete, Diamanti.
QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 18,75/gr.

ARGENTO USATO :
Euro 240,00/kg.

GIOIELLERIA CURTINI
via Unione 6 - 02.72.02.27.36
335.64.82.765
MM Duomo-Missori
MALIZIOSAMENTE insieme
899.842.411. Viziosa 899.842.473.
Euro 1,30min/ivato. VM18. Futura
Madama31 Torino
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
33

NUOTO CAMPIONATI AMERICANI A IRVINE
Lampo Ledecky
Bruciata Missy
Sfida a distanza
alla Pellegrini
Sui 200 sl Franklin appannata, la 17enne fa il
2 tempo dellanno: Salgo di ritmo ad ogni
metro, le mie braccia non muoiono mai
Buon livello e soldi sicuri
La diaspora degli italiani
Non solo Parisse: da
Duca a Colabianchi,
tanti allestero. Ma a
Di Bernardo offrono
un posto al fast food
RUGBY VERSO FRANCIA E GRAN BRETAGNA
ROBERTO PARRETTA
Sergio Parisse allo Stade
Franais il punto di riferi-
mento. Ma alle spalle del capi-
tano azzurro, si sta silenziosa-
mente infoltendo, in maniera
anche allarmante, la pattuglia
italiana nelle serie minori fran-
cesi. Oltre a Canale, neopro-
mosso in Top14 con La Rochel-
le, Allan e Benvenuti, in ProD2
col Perpignan, soprattutto in
Federal-1 e Federal-2 che la
presenza di italiani cresce.
Quanti sono! Al Grasse (Co-
sta Azzurra) in Federal-2 il ne-
ozelandese Gerard Fraser, ex
apertura del Calvisano, da al-
lenatore-giocatore ha chiama-
to il 30enne Manolo Leonardi
(ex terza linea della Capitoli-
na), il 24enne seconda linea
Saverio Colabianchi (che ha
lasciato la Lazio), un interes-
santissimo prospetto ignorato,
e ha convinto a trasferirsi an-
che il 28enne estremo Paolo
Buso, martoriato dagli infortu-
ni nelle ultime stagioni fra Ai-
roni e Zebre. Purtroppo - os-
serva Colabianchi - in Italia le
possibilit non sono le stesse
per tutti. Come funzionano le
cose lo spiega Marco Pellizzari
(ex Viadana), sbarcato allo
Chalon: In questi campionati
non c un limite per gli stra-
nieri, pescano da Top 14 o ex
internazionali. E i pagamenti
sono puntuali? Ho un con-
tratto di 2 anni, 12 mensilit
con busta paga, casa, macchi-
na. Il frascatano Davide Duca,
ex apertura del Rovigo, ad An-
gouleme con il Soyaux XV Cha-
rente si guadagnato subito la
promozione in Federal-1. Lul-
timo mercato ha portato altri
due giovani italiani in Francia:
il pilone Adriano Gaeta (93)
ha lasciato la Serie A e il Roma-
gna per lo Chateauroux in Fe-
deral-3, il coetaneo mediano
di mischia Simone Soffiato ha
lasciato il Petrarca e prover a
crescere con il Vierzon in Fede-
ral-2. Lesodo non diretto pe-
r solo in Francia. E la Gran
Bretagna non solo quella de-
gli azzurri Masi, Cittadini, Fe-
stuccia (London Wasps), De
Marchi (Sale Sharks), Rizzo,
Ghiraldini e Barbieri (Leicester
Tigers). anche quella della
seconda linea Matteo Minari
(86) allo Stirling in Scozia e
del 26enne pilone Giulio Cene-
dese al Neath in Galles, usciti
da Viadana, del 24enne terza
linea Sebastiano Folla, da Ro-
vigo a Belfast. Storie di ragazzi
che sono andati a vivere unav-
ventura di rugby, ma diversa
da quella dei due giovanissimi
piloni Riccardo Brugnara e Ti-
ziano Pasquali, cresciuti addi-
rittura nellAcademy dei Ti-
gers.
Il fast food C poi il caso del
33enne argentino Alberto Di
Bernardo. Lex mediano di
apertura del Benetton Treviso,
che ha indossato per 4 volte la
maglia della Nazionale italia-
na nel 2013, aveva firmato con
lambizioso Lille (6.000 euro al
mese) in Federal-1, ma poi il
club gli ha fatto sapere di avere
perduto tre importanti spon-
sor (e 180mila euro) e di non
poter pi onorare limpegno.
La societ si offerta di trovare
a Di Bernardo un lavoro: un
posto in un fast food. Almeno il
vitto sarebbe stato garantito.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Alberto Di Bernardo, 33,
apertura. Nato e cresciuto a
Rosario (Arg), arrivato in Italia
nel 2005. Dal 2011 alla scorsa
stagione era a Treviso BREGANI
A sinistra Katie Ledecky, 17 anni, e a destra Missy Franklin, 19 REUTERS
A RIO POSSIBILE NOVIT
Anticipare il fondo?
Rischio coincidenza
Il Cio ed il comitato di Rio stanno
di scut endo con l a Fi na un
clamoroso cambio di programma:
anticipare le 10 km il 6 e 7 agosto
2016 (o 7 e 8 per problemi climatici)
e non dopo la fine delle gare di
corsia, cio in coincidenza con le
pr i me due gi or nat e. Cos
complicherebbe i piani di quei
nuotatori dei 1500 o 400 (e 800
donne) che dopo lultima giornata in
piscina si dedicavano alle acque
libere (vedi Mellouli poi oro).
STEFANO ARCOBELLI
Nei 200 sl in rosa, dopo il
dominio di Federica Pellegrini
stiamo assistendo ad unalter-
nanza continua al vertice mon-
diale, soprattutto tra le ameri-
cane: come dimostra il respon-
so di gioved sera ad Irvine per
i campionati Usa che qualifica-
no ai Panpacifici di agosto (21-
24 Gold Coast, Aus) e ai Mon-
diali di Kazan 2015. Lolimpio-
nica in carica Allison Schmitt
ha vinto appena la finale di
consolazione, liridata in cari-
ca Missy Franklin (che era im-
pegnata anche nei 200 dorso
vinti comodamente col 5 cro-
no dellanno) ha perso il con-
fronto con la 17enne Katie Le-
decky, tricampionessa mon-
diale dei 400-800-1500 sl (4
ori con il trionfo nella 4x200).
E ieri, dopo una stagione che
lha gi portata a 811 netti
negli 800 ed al record mondia-
le dei 1500, la piccola Katie ha
ridimensionato la 19enne
Franklin col 2 tempo del 2014
in 15516, appena 12 centesi-
mi peggiore del crono della
svedese Sarah Sjostroem. La
Franklin, che ai Mondiali soffr
non poco per negare loro alla
Pellegrini, dominata dalla
compagna nella terza e quarta
vasca e non andata oltre
15640, quindi dietro la Fede
di primavera (15569, 4 cro-
no 2014), ora chiamata a ri-
spondere a distanza dagli Eu-
ropei di Berlino.
Braccia C una frase illumi-
nante della Ledecky, olimpio-
nica degli 800 sl, per capire le
sue ambizioni: Le mie braccia
non muoiono mai, ho fatto un
ottimo lavoro. La mia tattica
soltanto una: aumentare il rit-
mo di metro in metro. Non si
stanca, anzi sa solo andare in
progressione, attesa ora nei
400 e 1500 sl: una nuotatrice
che dopo aver oscurato la miti-
ca Janet Evans, intende domi-
nare tutto lo stile libero ad ec-
cezione di 50 e 100. Ma oltre-
ch le doti da mezzofondista,
Katie sta rivelandosi pericolo-
sa anche in una gara sempre
pi veloce come stanno diven-
tando i 200: questo crono im-
pressionante realizzato ad
unet cos precoce fa immagi-
nare scenari clamorosi. Batte-
re la Franklin che effetto fa?
Gareggiarle vicino entusia-
smante, ci fa andare entrambi
pi veloci. La prova maschile
andata da Matt McLean, e ha
visto il forfeit di Lochte, cui
non bastato il riposo per
chiudere tra i primi 2 dei 200
dorso, appannaggio di un Ty-
ler Clary da 15473 (terzo cro-
no del 2014) sullemergente
Murphy che ha lasciato a quasi
mezzo secondo Ryan. Non
conferma il 20786 della bat-
teria ma Kevin Cordes si pren-
de i 200 rana maschili
RIPRODUZIONE RISERVATA
PHELPS, 1 CRONO 2014 NEI 100 FA
La seconda giornata di gare a Irvine.
Per Phelps 1 tempo 2014 nei 100 fa.
FINALI UOMINI 200 sl: 1. McLean
14693, 2. Dwyer 14735; 16. Town-
send (Saf) 15081; 200 do: 1. Clary
15473 (3 t. 2014), 2. Murphy 15599,
3. Lochte 15647; 200 ra: 1. Cordes
20948, 2. Fink 20962; 50 farf.: 1. Gre-
vers 2350, 2. Phillips 2358. DONNE
200 sl: 1 Ledecky 15516 (2766, 5664,
12622, 2 t. 2014), 2. Franklin 15640
(2755, 5674, 12668), 9. A.Smith
15836; 200 do: 1. Franklin 20838 (5 t.
2014); 200 ra: 1. Lawrence 22305 (6 t.
2014); 50 farf.: 1. Stewart 2599.
BATTERIE UOMINI 50 do: Plummer
2474; 50 ra: McHugh 2710 (rec. cam,
Ua); 100 farf.: Phelps 5117 (1 t. 2014);
400 mx: Clary 41251. DONNE 50 do: Bo-
otsma 2846; 50 ra: Hardy 3021
(r.cam.); 100 farf.: Donahue 5822. 400
mx: Beisl 43646.
GLI AZZURRI PER GLI EUROPEI:
PONSEL FAR FONDO E CORSIA
Parte oggi la delegazione del fondo e
con essa loperazione Europei di Berli-
no (dal 16 agosto). Questi gli azzurri.
Uomini - Belotti 200 sl; Bonacchi 50-
100 do; Ciccarese 100-200 do, 50 do
(?); Codia 50-100 farf.; DArrigo 200-
400 sl; Detti 400-800-1500 sl; Dotto
50-100 sl; Leonardi 100 sl; Lestingi 200
sl, 200 mx; Magnini 100-200 sl; Menca-
rini 100-200 do; orsi 50-100 sl; Paltri-
nieri 400-800-1500 sl; Pavone 200
farf.; Pelizzari 200 farf., 200-400 mx;
Pesce 50-100 ra; Pizzamiglio 50 do;
Pizzetti 400-1500 sl; Pizzini 50-200 ra,
50 ra (?); Rivolta 50-100 farf.; Toniato
50-100 ra; Tirrini 200-400 mx. 4100 sl
Dotto, Magnini, Leonardi, Orsi, Belotti;
4200 DArrigo, Magnini, Belotti, Le-
stingi, Detti.
Donne Barbieri 50-100 do; Bianchi
50-100 farf.; Caramignoli 800-1500 sl;
Carli 200-400-800 sl; Castiglioni 50-
100 ra; Celli 100-200 ra; De Ascentis
50-100-200 ra, 200 mx; Di Liddo 50-
100 fa; Di Pietro 50 sl, 50-100 farf: Fer-
raioli 50-100 sl; Fissneider 50-100 ra;
Galizi 100 sl; Masini Luccetti 100-200
sl; Mizzau 100-200 sl, 400 sl; Pellegrini
200-400 sl, 200 do (?); Pirozzi 200
farf., 200-400 mx; Polieri 200 farf.;
Ponsel 400-800-1500 sl; Zofkova 50-
100-200 do; 4100 sl: Pellegrini, Ferra-
ioli, Mizzau, Di Pietro, Masini Luccetti,
Galizi, Bianchi; 4200 sl Pellegrini, Miz-
zau, Masini Luccetti, Pirozzi, Carli.
Staffette miste sul posto.
Fondisti. 10 km D: Grinaldi, Ponsel,
Bruni; 10 km U: Vanelli, Ruffini, Furlan; 5
km U: Ercoli, Ferretti, Bolzonello; 5 km
D: Bruni, Sinisi, Consiglio; 25 km D: Gri-
maldi, Franco, Raimondi; 25 km U: Cle-
ri, Sanzullo, Stochino; a squadre 5 km:
Ercoli, Vanelli ev. Ponsel o Bruni.
Tuffatori. Uomini. Benedetti 3 m, 3 m
sincro; DellUomo 10 m, 10 m sincro;
Tocci 1 m; T.Rinaldi 1 m, 3 m, 3 m sin.;
Verzotto, 10 m, 10 m sin. Donne. Batki
10 m; Cagnotto 1 m, 3 m, 3 m sin.; Dal-
lap 3 m sin.; M.Marconi 1 m, 3 m.
i risultati
a cura di RCS MediaGroup Pubblicit
Tutte le ultime ricerche sui comportamenti dacquisto degli
italiani confermano che lo shopping, specialmente per quan-
to concerne alcune categorie merceologiche, viene efettuato
molto spesso online, comodamente seduti davanti allo schermo
del proprio computer o, sempre di pi, tramite gli onnipresenti
smartphone e tablet che, seguendoci davvero ovunque, ci per-
mettonodi visitarevirtualmentequalsiasi negozioinogni oradel
giorno. Cos, anche nel nostroPaese, accantoalla gi consolidata
tendenza dell e-commerce, si sta difondendosempre piquella
del cosiddetto m-commerce, termine con cui viene defnita la
gestione del commercioelettronicoattraversolutilizzodi dispo-
sitivi mobili come, per lappunto, tablet e smartphone.
Unodei settori dove e-commerce e, soprattutto, m-commerce
stannofacendoregistrare i risultati migliori ovviamente quello
della tecnologia che, per defnizione, si rivolge a una tipologia di
utenti pi pronta ad accogliere e recepire le novit. Da sempre
punto di riferimento assoluto per gli hi-techaddicted, Euronics
ha da poco lanciato il suo nuovo sito mobile, divenendo cos
sempre pi multicanale e ofrendo ai propri clienti la possibilit
di scegliere tra un ampio ventaglio di modalit ed esperienze
dacquisto.
Euronics basa infatti la sua forza proprio sulla conoscenza del
consumatore: il contattodirettoviene costantemente arricchito
da continue indagini sui comportamenti di consumo, proprio
per poter ofrire il meglio ai propri clienti. Il nuovo sito segue
passo dopo passo lutente: dalla scelta del prodotto fno al pa-
gamento. Spicca innanzitutto la semplicit del layout grafco, di
facile lettura e immediatamente intuitivo: nella barra di ricerca
possibile digitare direttamente il nome del dispositivosceltoe,
inpochi passaggi, fnalizzare lacquistoinmodofacile e comodo.
Subito in evidenza, inoltre, ci sono tutte le promozioni in corso
nei punti vendita, dai volantini fno agli speciali. Nellarea del
sitoa scorrimentocompaionole occasioni riservate a coloroche
comperano online. Lampia oferta dellinsegna pu inoltre es-
sere consultata facilmente grazie al pratico men che suddivide
i prodotti per tipologia: dallaudio/video, al piccolo e al grande
elettrodomestico, fnoal gaming e alla telefonia, passandoattra-
versotutte le categorie merceologiche presenti nel negoziofsico.
Lacompletezzadelleinformazioni indubbiamenteunacaratte-
ristica fondamentale quandosi naviga conundispositivomobile
e, efettivamente, proprio questo laltro grande plus del nuovo
sito. Oltre allimmagine, infatti, di ciascun device vengono for-
nite anche una breve descrizione e la scheda tecnica dettagliata.
Conil nuovom-site, Euronics coniuga lampiezza del proprio
catalogo con la comodit e la velocit tipiche del mondo online
e, anche grazie al sitoe-commerce e alla sua capillare rete di punti
vendita, davverosempre a fancodel cliente, ovunque e inogni
momento. Un altro importante passo, dunque, attraverso cui
lazienda conferma e risponde pienamente alla sua mission di
voler accontentare il consumatore inogni esperienza di acquisto,
rivolgendo unattenzione costante al tema della customer sati-
sfaction. Oggi, grazie al nuovoportale mobile, Euronics diventa
davvero, letteralmente, sempre a portata di mano.
EURONICS:
ORA LE-COMMERCE
ANCHE SU SMARTPHONE
#
34
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

ATLETICA
IL PROCESSO A PRETORIA
Pistorius: sentenza l11 settembre
Rischia fino a 25 anni di carcere
Ieri, con larringa
della difesa si
chiuso il
dibattimento. Ora
tocca al giudice
LORENZO SIMONCELLI
lionreporter
PRETORIA (Sud Africa)
Per Oscar Pistorius l11
settembre non sar pi solo
la ricorrenza dellattentato
alle Torri Gemelle di New
York. Sar qualcosa in pi: il
giorno del giudizio. Colpevo-
le o innocente. Lultima paro-
la spetta al giudice Thokozile
Masipa, che, concluse le argo-
mentazioni finali di accusa e
difesa, ha deciso di prendersi
un altro mese di tempo per ri-
vedere le carte processuali.
Il rischio Se la togata suda-
fricana accoglier la tesi del-
laccusa, secondo cui la notte
di San Valentino del 2013,
Blade Runner, ha ucciso in-
tenzionalmente la fidanzata
Reeva Steenkamp, Pistorius ri-
schia fino a 25 anni di carcere.
Se, invece, il giudice Masipa,
creder alla versione del colle-
gio difensivo del campione pa-
ralimpico, che continua a so-
stenere di aver scambiato Ree-
so di proposito la fidanzata
Reeva Steenkamp - ha affer-
mato Roux davanti al giudice
Masipa. Se voleva ammazzar-
la perch ha sparato allaltezza
delle gambe e perch attraver-
so una porta di un bagno? -
ha domandato retoricamente
Roux. pi facile pensare che
abbia premuto il grilletto per
difendersi dopo aver sentito
dei rumori provenienti dalla
toilette, si auto-risposto il
legale di Pistorius, che, ancora
una volta, ha sottolineato il
ruolo cruciale della disabilit
e conseguente vulnerabilit
del campione paralimpico.
Barry Roux ha, poi, confutato
la tesi dellaccusa, secondo cui
prima degli spari ci sarebbe
stata una litigata tra Reeva e
Pistorius, sostenendo che le
versioni dei vicini di casa di
Blade Runner non coincido-
no con gli orari in cui si con-
sumato lomicidio. Lultima
stoccata per la polizia scienti-
fica sudafricana accusata di
aver spostato, seppur inav-
vertitamente, alcuni oggetti
dalla scena del crimine.
Su twitter Di tuttaltro avvi-
so il p.m. Gerrie Nel che, in
chiusura dudienza, ha con-
fermato laccusa di omicidio
premeditato, affermando poi
che, anche se Pistorius non
fosse stato a conoscenza del-
la presenza di Reeva dietro la
porta del bagno, ha sparato
per uccidere e quindi deve
pagare per la sua azione. Po-
chi minuti dopo la fine del-
ludienza, che ha sancito an-
che la conclusione di cinque
mesi di processo, Blade
Runner, con un post su Twit-
ter , ha ringraziato la sua fa-
miglia e chi lo ha aiutato e
supportato fino ad oggi.
Adesso non gli resta che at-
tendere il giorno del giudi-
zio.
RIPRODUZIONE RISERVATA Oscar Pistorius, 27 anni AP
Io, dottoressa Giorgi
Europa e laurea: vado allattacco
Gioved la 20 km a Zurigo poi a ottobre la tesi in Economia delle Pubbliche Amministrazioni
4
LEADER
MONDIALE
S
Eleonora
Giorgi
Una super
stagione
La Fiamma
Azzurra, allenata
dallex vice
iridato Gianni
Perricelli, nata
il 15/9/88:
cresciuta a
Cabiate (Co),
vive a Milano
CARRIERA
E stata 14
a
ai
Giochi di Londra
2012 e 10
a
ai
Mondiali di
Mosca 2013. Nel
2014 ha
centrato la
m.p.m. all time
dei 5000 in
pista (200180)
e i record italiani
di 3000 indoor
(115008) e 20
km (1h2705)
STUDENTESSA ALLUNIVERSIT BOCCONI
1 Eleonora Giorgi, 24 anni, in Bocconi, dove a ottobre (dopo cinque anni di studi e oltre cinquanta esami) arriver alla laurea specialistica in
economia delle pubbliche amministrazioni e istituzioni internazionali 2 In unaula dellateneo milanese 3 Di fianco alla statua di Luigi Bocconi COLOMBO
1 2
3
ci dentro nella scrittura della tesi, conto di di-
scuterla a ottobre. Da arruolata nelle Fiamme
Azzurre, la far vertere sul benessere organizza-
tivo dei dipendenti della Polizia Penitenziaria.
Toccher anche lo scottante tema delle condi-
zioni carcerarie in Italia. Vacanze? Rinviate: Mi-
lano, ad agosto, tanto bella.
Al campo Prima, comunque, c da provare a
conquistare il Vecchio Continente. Di tacco e di
punta. Dar tutto garantisce ma non sono al
100% della condizione. Fino a giugno andata
benone: ho compiuto un bel salto di qualit, ho
ottenuto risultati prestigiosi e maturato espe-
rienze importanti. Poi, tra il raduno in quota di
Livigno e quello di Vipiteno, mi sono dovuta
completamente fermare per quindici giorni.
Colpa di una forte infiammazione alla rotula del
ginocchio destro. Sono arrivata al punto di non
riuscire a far le scale. Il 7 luglio, parlando con il
mio allenatore Gianni Perricelli, ho seriamente
messo in forse il viaggio a Zurigo. Poi, a met
mese, ho gradualmente ripreso e ora va molto
meglio, anche se la scorsa settimana, scesa dal-
laltura, ho faticato molto e avverto ancora un
lieve fastidio. Ma potevo tradire parenti e amici
che hanno organizzato la trasferta da tempo?
Dopo la ripresa, ho fatto molti lavori per la po-
tenza aerobica, meno per la resistenza. Per que-
sto, diversamente dal solito, spero in una gara
tattica, almeno nella sua prima parte. Unanda-
tura tirata sin dal via, mi costringerebbe a ritmi
che in questo momento non ho. Se invece ce la si
giocher negli ultimi 5 km, quando in ogni caso
si andr fortissimo, potr dire la mia. Vada come
vada, non smetter mai di ringraziare la Fidal,
che mi ha appoggiato in tutto e in particolare la
dottoressa Antonella Ferrario e il fisioterapista
Lello Callea che mi hanno rimessa in piedi.
Vai Antonella Tutto, nonostante la bufera do-
ping che negli ultimi tempi ha travolto la mar-
cia nazionale, ruoter intorno al terzetto russo
composto da Anisya Kirdyapkina, Elmira Alem-
bekova e Vera Sokolova, prima, terza e quarta
in Coppa del Mondo, il 4 maggio, a Taicang, in
Cina (con la Hong Liu seconda e la Giorgi, ap-
punto, quinta). La Kirdyapkina dice Perri-
celli imbattibile, le altre no. Ma attenzione
anche allucraina Olyanovska, alla regolarissi-
ma portoghese Cabecinha, alla giovane ceca
Drahotova e soprattutto ad Antonella Palmisa-
no. Sono convinto far una grande gara. Sa-
rebbe bello procedere appaiate aggiunge Ele-
onora, che 24 ore prima della propria fatica,
vedr gareggiare nella corrispettiva prova ma-
schile il fidanzato Matteo Giupponi : mi augu-
ro proprio ci si possa dare una mano.
Futuro Poi torner ai libri: sempre e comun-
que. Mi piacciono le sfide e mi piace studiare
ammette dopo la laurea, potrei iscrivermi alla
Facolt di lingue o a quella di psicologia. Pur-
troppo non in Bocconi, che per me come una
mamma: quelle facolt non ci sono. I primi
anni, con tanto di zainone, ci stavo dal mattino
alla sera, uscendo solo per gli allenamenti.
Lambiente sempre stimolante e in pochi l
sanno della mia seconda attivit, non mi piace
darmi arie. Un professore, per, una volta, mi
ha scoperta: colpa del mio abbigliamento... C
un progetto, legato a un master in manage-
ment dello sport che nellarea della ex Centrale
del Latte, entro il 2016, dovrebbe portare alla
realizzazione di un campus modello Stati Uniti,
con pista e piscina. Chiss che un giorno non
mi coinvolger in qualche modo. Stasera, in-
tanto, sar al Foro Italico di Roma per la pre-
sentazione della squadra azzurra per Zurigo.
Domani la partenza. In palio, gioved, ci saran-
no voti pesantissimi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ELEONORA GIORGI
MARCIATRICE AZZURRA

Per uninfiammazione a un
ginocchio ho perso 15 giorni
di allenamento. Non sono
quindi al massimo, per questo
preferisco una gara tattica
IL TRIPLISTA
Greco ha detto s
Daniele Greco ha sciolto le
riserve e confermato la sua pre-
senza agli Europei di Zurigo. Il tripli-
sta pugliese delle Fiamme Oro era
in dubbio dopo essersi fermato agli
Assoluti di Rovereto per dolori al
tendine dAchille della gamba sini-
stra, ma i controlli a cui si sotto-
posto a inizio settimana a Roma
hanno escluso lesioni al legamen-
to. Il dolore rimane afferma ma
non basta per bloccarmi. Al fascino
della maglia azzurra non resisto.
LA STAFFETTISTA
La Spacca nei 400
Anche Maria Enrica Spacca,
gi selezionata per la 4x400, sar
al via nella gara individuale, insieme
a Libania Grenot e Chiara Bazzoni.
taccuino
ANDREA BUONGIOVANNI
MILANO
Almeno in gara, gioved (il via alle 9.10,
nel mirino un piazzamento importante), non
avr i libri sottobraccio. Eleonora Giorgi,
24enne lombarda, per il resto, professionalmen-
te parlando, divide la vita in due: atletica e stu-
di, non necessariamente in questordine. Negli
ultimi mesi, in un campo e nellaltro, si tolta
grandi soddisfazioni. Marciando, tra febbra-
io e maggio, ha stabilito una miglior presta-
zione mondiale, quella dei 5000 in pista e due
italiane (nei 3000 indoor e nella 20 km, con tan-
to di 5 posto in Coppa del Mondo). Accademi-
camente invece, bocconiana doc, in giugno con
Analisi economiche delle politiche industriali e
territoriali ha concluso gli esami per la laurea
specialistica in economia delle pubbliche ammi-
nistrazioni e istituzioni internazionali.
Alluniversit Era un esame tosto racconta
tra la seduta di allenamento mattutino al Parco
di Trenno e quella pomeridiana intorno al cam-
po XXV Aprile di Milano rimandato sin dai
giorni dellOlimpiade di Londra. Ho strappato
un bel 28... Dopo gli Europei, in ogni caso, dallo
sport mi conceder una breve pausa: dovr dar-
va per un ladro, aumentano le
possibilit che venga condan-
nato per omicidio preterinten-
zionale (pena massima 15 an-
ni).
Listinto Difficile, dopo lan-
damento del processo, che
prevalga la tesi della difesa,
che ha chiesto lassoluzione
del 27enne sudafricano, moti-
vando il gesto di Pistorius co-
me una reazione istintiva ad
una presunta minaccia, ossia
legittima difesa. Lultima
udienza, come da costituzio-
ne, stata segnata dallarringa
finale del legale del campione
paralimpico. stato un dram-
matico incidente, non ha ucci-
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
35

TUTTENOTIZIE & RISULTATI
BASEBALL FINALE COPPA CAMPIONI
Junior Guerra, il titanico
Da solo sconfigge Rimini
Con i suoi lanci
velenosi ha
permesso a San
Marino di fare sua
la prima sfida
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO ARCOBELLI
RIMINI
Il primo atto della finale
di Coppa Campioni tra Rimini
che aspetta da 25 anni e San
Marino che dopo i 3 scudetti
vuol riprendersi lo scettro eu-
ropeo per la quarta volta,
stato deciso dalla serata di
grazia di Junior Guerra, ve-
nezuelano tranquillo dalla ve-
loce e dalla sinker velenose
che i battitori romagnoli han-
no faticato sino al 7 inning a
intercettare. E stata la vitto-
ria sul monte pi significativa
per Junior, che non doveva far
rimpiangere Thiago Da Silva,
deciso a fare il closer nella le-
ga messicana. Cos dopo le 9
vittorie in campionato (8-1,
1-3 con 99 e 45 strikeout, me-
dia pgl 1.29 e 2.41), per lim-
pegno conclusivo, il venezue-
lano (opposto nel derby a
Gonzalez) non poteva tradi-
re: Credo di aver fatto un
buon lavoro alternando i miei
lanci preferiti. Peccato per lo
scudetto, ma anche la Coppa
un obiettivo importante.
Ha giocato nel doppio A di At-
lanta e NY Mets e per 3 anni
mo vero momento critico di
Guerra, ritrovatosi con le basi
cariche. Ma Rimini non riu-
scir a pareggiare.
RIPRODUZIONE RISERVATA
RIMINI-SAN MARINO 1-2 (gara-1) T&A
SAN MARINO: Avagnina (7) 0/5, Maca-
luso (8) 0/2, R.Gizzi (bd) 2/4, Mazzuca
(3) 2/4, Persichina (6) 0/3, Reginato (9,
Morreale 1/1) 1/3, Pantaleoni (5) 0/4,
F.Imperiali (4) 1/3, Albanese (2) 1/4. RI-
MINI: Zileri (8) 0/5, Santora (6) 0/4, Ro-
mero (9) 1/3, G.Mazzanti (5) 1/3, Chia-
rini (bd) 1/4, Spinelli (3) 1/3, Gomez (4)
3/4, Bertagnon (2) 0/2, Di Fabio (7, Ba-
bini 0/1) 0/3. Lanciatori - E.Gonzalez
(p.) 6rl, 4so, 0bb, 6bv; Escalona 3-3-
2-2; Guerra (v.) 7.1-11-3-6, Cubillan (s.)
1.2-0-0-1. Punti - SM 000.200.000: 2
(8-1); Rim 000.000.100 (7-0). Note:
doppio Spinelli, Mazzuca, Reginato,
Gomez. Ieri sera gara-2 a San Marino;
ev. gara3 stasera a San Marino ore 21.
Junior Guerra, 29 anni, venezuelano, dieci vittorie con San Marino
TENNIS SUL CEMENTO DI TORONTO FUORI QUASI TUTTI I FAVORITI
Tsonga ammazzagrandi
Dopo Djokovic, ciao Murray
A Montreal Serena
soffre ma vince
con la Wozniacki
Errani-Vinci avanti
ko Hingis-Pennetta
Continua a mietere vitti-
me eccellenti il cemento del
Masters 1000 di Toronto. Gi
senza Nadal, dopo Wawrinka,
Berdych (eliminato da Felicia-
no Lopez) e Djokovic agli otta-
vi, ieri stato Andy Murray a
cedere il passo dopo essere ar-
rivato ai quarti grazie al for-
feit di Richard Gasquet nel ter-
zo turno. Dopo aver eliminato
gioved il serbo numero 1 al
mondo, mattatore ancora il
francese Jo-Wilfried Tsonga,
numero 13 del seeding, che ie-
ri in due ore e 18 minuti ha
battuto lo scozzese 7-6 4-6
6-4. Tsonga mancava da otto-
bre da una semifinale di Ma-
sters 1000.
Serena autorevole Prova di
forza di Serena Williams, sulla
strada giusta per recuperare
la forma migliore battendo in
un due ore e quaranta minuti
Caroline Wozniacki, staccan-
do cos il biglietto per la semi-
finale sul cemento di Montre-
al. La danese ha vinto il primo
set ed era avanti 4-2 nel secon-
do, prima che la numero 1 al
mondo piazzasse 10 punti
consecutivi per pareggiare
4-4, chiudendo 7-5. Nel terzo
set ha rimontato dallo 0-2 al
4-2, ha incassato la rimonta di
Wozniacki sul 5-5 e poi ha
chiuso i giochi. Serena trover
in semifinale la sorella Venus,
che ha battuto 4-6 6-2 6-3 la
spagnola Suarez Navarro, che
aveva eliminato Sharapova.
Avanti Cichis Sempre a Mon-
treal, Sara Errani e Roberta
Vinci avanzano in semifinale,
dopo aver vinto 6-2 3-6 10-1 il
mezzo derby contro Marti-
na Hingis e laltra azzurra Fla-
via Pennetta in unora e due
minuti. Le cichis hanno pre-
so il largo nel supertiebreak,
cominciato con un netto 5-0
prima di cedere lunico punto
e poi infilare altri 5 giochi di
fila per il successo finale.
Il francese Jo-Wilfried Tsonga, 29 anni, numero 15 del ranking Atp AFP
I RISULTATI DI IERI
UOMINI
A Toronto (Can, 3.146.920 dollari, ce-
mento), Quarti: Tsonga (Fra) b. Murray
(Gb) 7-6(5) 4-6 6-4.
Ottavi: Federer (Svi) b. Cilic (Cro) 7-6(5)
6-7(3) 6-4, Lopez (Spa) b. Berdych
(R.Cec) 3-6 6-3 6-4, Raonic (Can) b.
Benneteau (Fra) 6-3 4-6 6-4.
DONNE
A Montreal (Can, 2.440.070 dollari, ce-
mento), Quarti: S.Williams (Usa) b. Woz-
niacki (Dan) 4-6 7-5 7-5, V.Williams (Usa)
b. Suarez Navarro (Spa) 4-6 6-2 6-3.
Ottavi: S.Williams (Usa) b. Safarova
(R.Cec) 7-5 6-4; Makarova (Rus) b. Kvi-
tova (R.Cec) 6-4 1-6 6-2; Radwanska
(Pol) b. Lisicki (Ger) 6-1 3-6 6-3; V.Wil-
liams (Usa) b. Kerber (Ger) 6-3 3-6 6-4;
Vandeweghe (Usa) b. Jankovic (Ser) 7-6
2-6 7-5; Azarenka (Bie) b. Watson (Gb)
6-2 6-4.
IPPICA /1
STASERA TROTTO
Re Italiano Ur
ipoteca il GP n. 7
a Cesena
Dopo la vittoria di Smeralda
Jet (in 1.15.1 sui 2100 m) nel
Campionato Femminile delle 3 anni
al Garigliano, il circuito dei grandi
appuntamenti estivi del trotto fa
tappa a Cesena con lomonimo Gp
che pare unoccasione propizia
per Re Italiano Ur (foto), alla
caccia del 7 GP della carriera
dopo lAllevatori a 2 anni (2012),
Italia, Elwood medium e Terme a 3
anni, Citt di Padova e Trinacria a
4 anni. Il figlio di Ganymede ha
steccato gli ultimi ingaggi, ma ora
ritrova numero e distanza perfetti,
e dovrebbe quindi poter tenere a
bada la concorrenza, guidata da
Ringostarr Treb e Rodeo Drive Ok.
G.P. CITT DI CESENA (m 1660):
1 Roger Prav (A. Greppi); 2 Re
Italiano Ur (E. Bellei); 3 Ringostarr
Treb (R. Vecchione); 4 Rodeo
Drive Ok (P. Gubellini); 5 Red
Baron (F. Esposito); 6 Rodin Inn
Ronco (A Farolfi); 7 Rombo Jet (R.
Andreghetti); 8 Roi de Coeur (E.
Baldi); 9 Rodin (G. Minnucci); 10
Rolex Winner (B. Congiu).
SIRACUSA QUINTE (ore 22.30, inizio
20.55) Una prova di galoppo (13 al via)
nel convegno misto. Indichiamo
Difenditi (4), Zenas (5), Saltace (9),
Baffer (12), Nigriculus (8), Bring You
Joy (6).
ANCHE Gal.: Napoli (19.50), Varese
(21.10), tr.: Montecatini (21.05).
ATLETICA
ORO OLIMPICO E MONDIALE
Si ritira Saladino
Fu grande rivale
di Howe nel lungo
(si.g.) A 31 anni, il panamese
Irving Saladino (foto Colombo) si
ritira. Campione iridato a Osaka
2007 (davanti ad Andrew Howe) e
olimpico a Pechino 2008 del lungo,
si arreso ai continui infortuni
degli ultimi anni. Chiude la carriera
con un miglior salto di 8.73 siglato
nel 2008 a Hengelo (Ola) che lo
colloca all8 posto nelle liste
mondiali all time. Far ora
lallenatore dei giovani, oltre che
lambasciatore sportivo del
proprio Paese nel mondo.
RISCHIO SUHR (si.g.)
Lolimpionica dellasta Jenn Suhr
finita allospedale di Rochester
(Usa) dopo un incidente in
allenamento: mentre stava
saltando si spezzata lasta,
cadendo malamente sui sacconi.
Ha riportato escoriazioni e dolori
vari a costole, polso e collo ed
stata dimessa in serata.
APPELLO SHOBUKHOVA La
35enne maratoneta russa Liliya
Shobukhova, detentrice della
seconda miglior prestazione
mondiale all-time, far appello al
Tas contro la propria squalifica per
doping. E sospesa dal 24 gennaio
2013 al 23 gennaio 2015 per valori
anomali nel proprio passaporto
biologico e tutti i suoi risultati sono
cancellati dal 9 ottobre 2009.
ARCO
PER IL PODIO (gu.l.g.) Italia in finale per il
terzo posto al termine delle eliminatorie a
squadre nella 2
a
tappa di Coppa del Mondo
a Wroclaw (Pol). Nel ricurvo entrambe le
squadre superano gli ottavi, ma si ferma-
no ai quarti: i campioni olimpici Galiazzo,
Nespoli e Frangilli fermati 6-2 dalla Cina;
Lionetti, Mandia e Sartori superate 6-2
dalla Germania.
BASEBALL
COPPA ITALIA (m.c.) Il Citt di Nettuno
potrebbe rinunciare alla 2
a
fase di Coppa
Italia per problemi di organico. Se non ci
saranno altre defezioni (si parla anche di
un forfait di San Marino) la Fibs potrebbe
ripescare Padova. Altrimenti Parma e
Nettuno 2 per la semifinale. In serie A fede-
rale, vittoria a tavolino del Foggia (che sale
in testa con 3 vittorie) su Bollate, che non
ha effettuato la trasferta. Ai lombardi tolte
le 2 vittorie della 1
a
giornata.
BEACH VOLLEY
SABBIA SVIZZERA (c.f.) Passaggio ai
quarti gi certo per i gemelli Ingrosso nel
Masters Cev di Biel (Svi) grazie ai successi
2-0 su S. Dollinger-Flggen (Ger) e Kovat-
sch-Kissling Svi). La sfida odierna delle 8
contro Herrera-Gavira (Spa) chiude la po-
ol e mette in palio il 1 posto.
BOXE
MONDIALI (r.g.) A New York si assegna
liride Wba medi, tra Daniel Jacobs (Usa
27-1) e Jarrod Fletcher (Aus 18-1), il super-
leggero Lamond Peterson (Usa 32-2-1) di-
fende la cintura Ibf contro Edgar Santana
(Por. 29-4) 35 anni, pro dal 1999, al primo
tentativo. Il campione Danny Garcia (Usa
28) superleggeri Wba e Wbc, sui 10 round
con Rod Salka (Usa 19-3). A Monterrey
(Mes) in palio i titoli paglia tra il giapponese
Katsunari Takayama (Ibf 27-6) e il locale
Francisco Rodriguez jr (Wbo 14-2). A Que-
retaro (Mes) titolo Silver supergallo Wbc
tra Andres Gutierrez (29-01) e lo sfidante
Mario Macias (26-12).
UNIONE EUROPEA (i.m.) A Sofia (Bul) de-
butto vincente dellItalia all8 Campionato
dellUnione Europea (23 Paesi, 131 pugi-
li).Nei 69 Alfonso di Russo b. Mate (Cro)
3-0, oggi altri ottavi: 64 Vincenzo Mangia-
capre c. Melikishvili (Geo), 81 Valentino
Manfredonia c. Ciobanu (Mol). Nei 49 Ma-
nuel Cappai in medaglia, direttamente in
semifinale il 15 agosto.
CANOTTAGGIO
MONDIALI JR Due barche azzurre in finale
ai Mondiali jr di Amburgo (Ger). Lotto don-
ne (Gilli, Francalacci, Cianelli, Bettio, Bra-
glia, Mondelli, Guerra, Caverni, al timone
Mariani) e il due senza donne (Monte e
Schettino). Gi in finale il quattro con e lot-
to maschile.
GHIACCIO
GHIACCIO SPETTACOLO Oggi (ore 21) a
Baselga di Pin (Tn) prima tappa di Ghiac-
cio Spettacolo 2014, show estivi di figura
con, tra gli altri, i campioni del mondo della
danza Anna Cappellini-Luca Lanotte, Ivan
Righini, Roberta Rodeghiero e Maurizio
Zandron. Altre tappe - Mercoled 13: Cor-
vara in Val Badia. Mercoled 14: Andalo.
Gioved 15: Asiago. Venerd 16: Fondo in
Val di Non. Sabato 17: Selva Val Gardena.
PISTA LUNGA Ieri a Gallio (Vi) presenta-
zione della Nazionale di pista lunga e delle
nuove divise.
HOCKEY GHIACCIO
MERCATO (m.l.) Al Valpellice il 35enne di-
fensore Andr Signoretti (ex Fassa, Corti-
na e Asiago), conferma del difensore
Francesco De Biasio e ritorno del 35enne
attaccante Nate DiCasmirro (dallo Shef-
field). Al Val Pusteria il 24enne attaccante
canadese Philip-Michael Devos (dalla Ahl).
LEgna conferma il difensore Christian
Willeit. Al Vipiteno il 22enne attaccante
Philipp Grandi (dal Merano).
NUOTO
TRICOLORI GIOVANILI (al.f.) Nella 1
a
gior-
nata dei tricolori giovanili dedicata ai ra-
gazzi, record italiano di categoria per Mat-
teo Cattabriga (400 mx), Nicol Martinen-
ghi (100 ra), Anna Pirovano (400 mx), Mar-
tina Rossi (200 do) e la 4x100 U della Rn
Torino (32926). Uomini. Rag: 200 sl Brac-
co 15277; 200 do Bietti 20204; 100 ra
Martinenghi 10246; 100 fa Sperandio
5513; 400 mx Biancalana 43294 (6. Cat-
tabriga, 2000, 43955). Rag 2000. 200 sl
Ortenzi 15859; 200 do M. Lamberti
21297; 100 ra Mosca 10726; 100 fa Cas-
sese 5849; 400 mx 44318. Donne. 200 sl
Romei 20537; 200 do Rossi 21682; 100
ra Gusperti 11345; 100 fa Quaglieri
10256; 400 mx Pirovano 45339.
PRIMO PROUD Ben Proud, 19 anni, per la
prima volta sotto i 49 nei 100 sl: 4888 a
Sheffield. Uomini, 200 sl-200 fa Stjepano-
vic (Ser) 14744, 15718; 200 do Carlisle
15899; 100 ra Steeples 10097; 100 fa Ja-
mes 5228. Donne, 100 do Avramova (Bul)
10140; 200 mx Wood (15) 21552.
PALLAMANO
FUTURA UNGHERESE (an.gal.) La Futura
Figh Esercito Roma (progetto Rio 2016),
disputer il campionato donne ungherese.
PALLANUOTO
MONDIALINO Nei quarti del Mondiale u.
18, a Istanbul, la favorita Serbia travolge
lItalia 13-3. Nelle semifinali per il 5 posto,
gli azzurrini sfideranno il Montenegro.
MERCATO A Savona il croato Mislav To-
masic, ex Quartu. Tra le donne lOrizzonte
annuncia un ridimensionamento: punter
sulle pi giovani e dovrebbe rinunciare al-
lEurolega.
PALLAVOLO
A MILANO (m.l.) Si dividono le strade di
Powervolley Milano (SuperLega) e del co-
ordinatore tecnico Maurizio Latelli.
A-2 DONNE (f.c.) Alla Volley 2002 Forl la
20enne centrale piemontese Camilla Ne-
riotti, da Sala Consilina.
RUGBY
WOODCOCK ROTTO (i.m.) Gli All Blacks
perdono per cinque mesi il pilone sinistro
Tony Woodcock (110 caps): dovr operar-
si per linfortunio a una spalla.
PARALIMPICI
EUROPEI NUOTO (c.arr.) Quarto oro per
Federico Morlacchi agli Europei di Eindho-
ven (Ola): suoi anche i 200 misti SM9 por-
tando a 14 le medaglie per lItalia (9 oro, 2
argento e 3 bronzo).
SOFTBALL
ITALIA K.O. (m.c.) Doppia sconfitta per
lItalia nellItalian Softball league, lultimo
test premondiale ad Azzano Decimo (Pn).
Contro gli Usa decisivo il grande slam di
Fox, contro lAustralia Moretto subisce 5
punti tra 3
a
e 4
a
ripresa. Bene Oddonini
(2/2). Risultati: Usa-Australia 7-3; Italia-
Usa 1-7; Australia-Italia 6-0. Oggi: 18 Usa-
Italia; 21 Italia-Australia.
TRIATHLON
RIECCO FABIAN (al.f.) Oggi e domani Cop-
pa del mondo a Tiszaujvaros (Ung) con an-
che Alessandro Fabian. Gli azzurri. Uomini:
De Palma, A. De Ponti, Fabian, Facchinetti,
Secchiero, Stateff, Steinwandter, Uccel-
lari. Donne: Bonin, Mazzetti, Orla, Papais,
Peron, Petrini, Schanung.
TUFFI
GRANDI ALTEZZE (al.f.) Nel primo round
della coppa del mondo di tuffi dalle grandi
altezze di Kazan (Rus), Alessandro De Ro-
se 13 con 283.35 punti e accede alla fi-
nale di domani. Oggi le donne.
VELA
CLASSI OLIMPICHE (r.ra.) A Rio, Flavia
Tartaglini, nellRSX donne (tavola a vela
olimpica) 3
a
allAquece Rio-International
Sailing Regatta, test event per i Giochi
2016. Vittoria della francese Pichon sul-
lolandese De Geus, 14
a
Laura Linares, 21
Marcantonio Baglione.
nelle leghe indipendenti da
dove lha scovato Mauro Maz-
zotti: Sono contento di questa
esperienza, il livello tecnico
non male, magari si gioca po-
co e si pu recuperare bene.
Torner nel 2015, ma ora do-
vr tornare nella lega inverna-
le coi Tiburones.
La gara San Marino costrui-
sce il successo esterno grazie
ai lanci velenosi di Junior
Guerra e al 3 inning col dop-
pio di Mazzuca che spinge a
casa Ramos Gizzi per l1-0. La
volata di sacrificio di Persichi-
na, ingaggiato solo per la Cop-
pa ed ex in campo, vale il 2-0
segnato dal prima base. Al 7
Gomez spara un doppio che
riapre la partita (2-1) nel pri-
IPPICA /2
LA SHERGAR CUP
Torneo di Ascot
Dettori la stella
delle 4 squadre
Ad Ascot il pomeriggio
della Shergar Cup, lormai
tradizionale torneo internazionale
di fantini divisi a squadre (4 da
tre concorrenti ciascuna) che si
affrontano in sei corse da 10
cavalli, con due jockey che a
turno riposano.
La star del torneo Lanfranco
Dettori (foto), il 43enne fantino
italiano che capeggia la squadra
europea, completata dal suo
amico fraterno Olivier Peslier
(francese) e dallolandese Andre
de Vries. Dettori infatti il
favorito per la sella dargento,
ovvero il titolo di miglior fantino
del torneo, che tra laltro non ha
mai vinto, giungendo al massimo
secondo dal sudafricano
Weichong Marwing nel 2004.
La squadra inglese e irlandese
composta da Richard Huges,
Tom Queally e Jimmy Fortune,
mentre il resto del mondo si
affida allaustraliano Craig
Williams, al giapponese Yuichi
Fukunaga e al sudafricano
SManga Khumalo.
Infine il team delle ragazze,
guidato dallinglese Hayley Turner
(la fantina dei cavalli della Regina)
e completata dalla canadese
Emma Wilson e dalla tedesca
Stephanie Hofer.
36
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

ALTRI MONDI
SENTENZA LO SCAMBIO
Gemelli contesi
Affidati a chi
li ha partoriti
Una sentenza che far
discutere: i due gemelli nati con
parto cesareo il 3 agosto
allAquila dopo lo scambio
di embrioni avvenuto
allospedale Pertini di Roma
resteranno con la coppia che
ha portato avanti gestazione
e parto, non con i genitori
biologici. Il cui ricorso stato
respinto dal tribunale civile
di Roma e non suscettibile
di ulteriore ricorso alla Corte
costituzionale, scrive il
giudice. I piccoli sono gi stati
registrati allanagrafe: per legge
sono dunque a tutti gli effetti
figli della donna che li ha
generati e delluomo che, nel
certificato di nascita, stato
registrato come padre. Per un
errore del laboratorio di Roma
(che ora potrebbe affrontare
una richiesta milionaria
di risarcimento da entrambe
le coppie), la donna che poi ha
effettivamente avuto i figli, ha
subito limpianto della piastra
degli embrioni dellaltra coppia.
Ma nel nostro ordinamento
i figli sono della madre che
li partorisce, scrive
il tribunale, pur sottolineando
un vuoto legislativo. C
gioia per la nascita dei bambini,
ma c dispiacere perch non li
possiamo abbracciare, dicono
i genitori biologici, che avevano
fatto ricorso contro le pratiche
di registrazione. Mentre laltra
coppia spiega: Per noi
finalmente arrivato il tempo
di essere una famiglia. Intanto
il governo rinvia al Parlamento
la questione della fecondazione
eterologa: stop al decreto
Lorenzin. Dovr quindi essere
vietata fino allapprovazione
di una legge ad hoc.
Il fatto del giorno
DI GIORGIO DELL'ARTI
gda@gazzetta.it
Ma Alitalia
e Senato sono
due storici
successi
per Renzi?
Il premier stenta sulleconomia: non
si pu negare, per, che il governo
abbia risolto due vicende spinose.
E poi le novit sui dipendenti statali...
Sorrisi Il ministro Maria Elena Boschi abbraccia Anna Finocchiaro del Pd: la riforma del Senato
passata. A destra, il numero 1 di Etihad James Hogan e la.d. di Alitalia Gabriele Del Torchio ANSA
_premi di consolazione
Registriamo quattro suc-
cessi di Matteo Renzi. Quattro
successi non da poco: lapprova-
zione in prima lettura al Senato
del disegno di legge costituzio-
nale che riforma lo stesso Sena-
to, la firma dellaccordo con gli
emiri di Etihad per il salvatag-
gio e il rilancio dellAlitalia,
lapprovazione, laltro giorno,
del decreto sulla competitivit e
della prima legge di riforma del-
la pubblica amministrazione,
passata dopo un voto di fiducia.
1
Dopo le critiche ricevute al-
la notizia che lItalia in reces-
sione, suppongo che il pre-
mier gongoli. Il punto per :
ha fatto bene a cominciare da
questo tipo di riforme o non
sarebbe stato meglio interve-
nire sulleconomia?
Ah, saperlo. Per ci andrei
piano con le critiche per aver
puntato tutto su Senato e rifor-
ma elettorale. Mario Monti,
appena insediato, aggred le
questioni economiche e, alla
fine della sua esperienza, i no-
stri conti erano peggiorati.
Avere una sola camera render
pi rapido il processo decisio-
nale e imporr una limitazione
dei decreti leggi (lo prescrive
la stessa riforma) rilanciando
il ruolo del Parlamento. Vivia-
mo in un sistema che ci ha mes-
so undici anni e tre legislature
per approvare una riforma del
condominio!
2
Cominciamo a spiegare la
soluzione del problema Alita-
lia, che mi pare il capitolo pi
semplice tra quelli esposti al-
linizio.
Ci permettiamo di annuncia-
re che il tormento Alitalia si
concluso perch stato firmato
il contratto di accordo tra le
due societ. Etihad prender il
49% della nuova compagnia,
versando 560 milioni e inve-
stendo in tutto, nel corso dei
prossimi anni, un miliardo e
758 milioni. Gli attuali azioni-
sti hanno approvato un aumen-
to di capitale di 300 milioni. Le
banche hanno rinunciato a un
terzo dei loro crediti e trasfor-
mato in azioni i due terzi resi-
dui. I sindacati e i lavoratori
sembrano rassegnati agli esu-
beri e al resto. La Uil ha firmato
nel corso della notte. Gli arabi
prevedono di tornare allutile
nel 2017. Nel frattempo, la
compagnia svilupper una po-
litica del lungo raggio, trasfor-
mando Fiumicino in un vero
hub internazionale. C ancora
lincognita dellUnione euro-
pea, ma intanto si tratta di un
bel successo di questo governo,
per la parte che ha avuto, per-
ch sembra certo che la nostra
compagnia di bandiera diven-
ter unazienda normale, capa-
ce di fare profitti e ben proiet-
tata sullo scenario mondiale.
3
Che cosa mi dice di queste
due leggi sulla competitivit e
sulla pubblica amministrazio-
ne?
Si potr svecchiare la pub-
blica amministrazione impo-
nendo la pensione a chi, aven-
do 62 anni, avr gi il massimo
dei contributi. Non sar pi
possibile restare al lavoro
avendo raggiunto let della
pensione (67 anni). Uno stata-
le potr essere spostato di sede
senza consenso nel raggio di
cinquanta chilometri. Forte li-
mite al turn over: le ammini-
strazioni pubbliche possono
procedere ad assunzioni che
non superino il 20% delle spe-
se sostenute per quanti sono
usciti nel 2014. La ministro
Madia ha detto che spera di
completare la riforma, con
lapprovazione di un disegno
di legge delega, entro la fine
dellanno.
4
Veniamo al Senato?
Le opposizioni sono uscite
dallaula, non so con quale ri-
sultato politico. La riforma
cos passata con 183 s e 4 aste-
nuti. Ha votato a favore anche
Forza Italia, fatto che il capo-
gruppo Romani ha definito
storico. E in effetti, conside-
rando le sanguinose guerre del
passato, lo . Il contenuto
quello che abbiamo spiegato
altre volte: cento senatori, per
il 95% scelti dai consiglieri re-
gionali tra gli stessi consiglieri
regionali e i sindaci, niente in-
dennit da 14 mila euro, nien-
te voto politico sulle leggi (a
parte una serie di eccezioni),
niente fiducia al governo che
avr bisogno del sostegno del-
la sola Camera. Certo i deputa-
ti potrebbero ancora modifica-
re la legge , ma alla Camera il
governo ha una maggioranza
schiacciante e far passare so-
lo cambiamenti di poco conto.
Quando poi il provvedimento
dovesse tornare al Senato, i se-
natori potranno intervenire so-
lo sulle modifiche introdotte
dai deputati. Varato con que-
sto su-e-gi un testo definitivo,
bisogner aspettare tre mesi e
farlo approvare nuovamente
da Camera e Senato. Per sen-
za emendamenti o modifiche:
le due assemblee si esprime-
ranno sul testo cos come
uscito al primo giro. Prendere
o lasciare. Dopo la quarta ap-
provazione, la riforma sar
legge. Nel frattempo, il Parla-
mento dovrebbe avere appro-
vato, in via definitiva, la legge
elettorale, il cosiddetto Itali-
cum, con ballottaggio solo se
nessuno raggiunge il 40% e so-
glia di sbarramento pi bassa
di quella decisa dalla Camera
in prima lettura. Ma staremo a
vedere.
5
E il referendum sulla rifor-
ma del Senato?
Si far. Si potrebbe evitare
solo se la riforma passasse in
tutte due le assemblee con
una maggioranza dei due ter-
zi. Ma Renzi e la Boschi hanno
promesso che il popolo sar
consultato in ogni caso. Segno
che Renzi convinto di mante-
nere intatta la sua forte base di
consensi attuali.
notizie
Tascabili
Luomo, 67 anni, picchiato e bruciato
Salerno, due fratelli
confessano lomicidio
del padre-padrone
Si chiamava Romano Di Francesco, 69 anni,
era di Montecorvino Pugliano (Salerno) e aveva gi
commesso reati contro la persona e il patrimonio:
luomo trovato carbonizzato trovato mercoled da un
pastore. Lo ha ucciso suo figlio Giancarlo, 42 anni,
che ha poi fatto sparire il corpo con laiuto della
sorella Sonia, di 44: arrestati, hanno entrambi
confessato ieri notte. Dietro lomicidio, vessazioni e
maltrattamenti: per anni luomo ha malmenato e
umiliato la madre 67enne dei due ragazzi, a loro volta
vittime di un padre padrone. Marted, per, il figlio ha
preso le difese della donna, picchiando il pap con
calci e pugni fino a fracassargli lo sterno. La madre,
che non ha mai denunciato le violenze subite,
ritenuta testimone oculare dellaccaduto ma
estranea alle fasi del delitto. Lanziano muore nella
cucina di casa: Il suo corpo resta l fino alla notte tra
il 5 ed il 6 agosto, quando Giancarlo e sua sorella
Sonia decidono di avvolgere il corpo in un grosso
sacco di juta, legando mani e piedi con il fil di ferro
e trasportarlo su un fuoristrada in localit Occiano di
Montecorvino Rovella, in piena campagna, dove gli
danno fuoco. Lui adesso dovr rispondere di
omicidio volontario, lei di concorso in distruzione di
cadavere. Secondo i carabinieri della compagnia di
Battipaglia, i rapporti tra il padre e il figlio Giancarlo
si erano comunque inaspriti da tempo.
Fermati due uomini
Lodi, docente
fatto a pezzi
e messo in valigia
Mistero a Lodi:
in un cassonetto vicino alla
stazione ferroviaria stato
ritrovato il cadavere di un
uomo fatto a pezzi e rinchiuso
in un trolley. La vittima
si chiamava Adriano Manesco,
77 anni, era andato a scuola
con Silvio Berlusconi ed era
stato professore universitario.
Per lomicidio sono stati
fermati due uomini a Piacenza.
I due, 30enni, erano stati
sorpresi gioved sera con
alcuni abiti sporchi
di sangue. E ieri in serata
hanno confessato lassassinio
e fornito indicazioni per
trovare il cadavere. Luomo,
che sembra non abbia parenti,
era in pensione dagli Anni 90.
La polizia ha gi perquisito la
casa milanese del professore.
Si indaga sul movente.
Capsule del caff: inchiesta a Treviso
Coinvolti 5 ragazzi
Sesso con minori
Prof di Cuneo
finisce in carcere
Si avvalso della facolt
di non rispondere Fabrizio
Pellegrino, 50 anni, professore
part-time di Costigliole Saluzzo
(Cuneo) e organizzatore
di avvenimenti culturali nel Sud
Piemonte, arrestato ieri con
laccusa di violenza sessuale,
pornografia e prostituzione
minorile. Avrebbe intrattenuto
molteplici rapporti con
minorenni sfruttando
il proprio ruolo di presidente
di unassociazione culturale. La
documentazione sequestrata
a Pellegrino dimostrerebbe
atti sessuali a pagamento
documentati come spettacoli,
con immagini poi salvate nel
pc. Almeno 5 i ragazzi coinvolti.
La vicenda emersa, per caso,
dalle intercettazioni fatte per
trovare il killer di Alberto Musy,
consigliere comunale torinese.
Indagato per truffa
Affari nel caff
e conti gonfiati
Benetton nei guai
Un fascicolo dinchiesta per
truffa stato aperto dalla
procura di Treviso sulla base di
alcune denunce presentate da
investitori francesi coinvolti in un
progetto riguardante capsule da
caff biodegradabili in cui
compare la struttura francese
della finanziaria 21 Partners.
Nellinchiesta sarebbe indagato
Alessandro Benetton, in qualit
di presidente della societ.
Laccusa di aver gonfiato i conti.
I carabinieri sul luogo del ritrovamento del corpo ANSA
Un centro di fecondazione ANSA

Ci vorr tempo,
avremo intoppi.
Ma nessuno
pu fermare
il cambiamento
MATTEO RENZI
CAPO DEL GOVERNO
SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
37

ALTRI MONDI
C anche uno yacht
Allasta le case
appartenute
al cantante Dalla
Saranno messe
allasta dal 1 settembre
alcune propriet di Lucio
Dalla per dar vita - con
lincasso - alla Casa-Museo
Lucio Dalla. Si tratta di due
alloggi a Bologna, nel
palazzo in cui abitava lo
stesso musicista, della villa
di Milo alle pendici dellEtna
e dello yacht Brilla&Billy,
un 23 metri ormeggiato
a Rimini.
Scelta via alternativa
Venezia, stop
alle grandi navi
a San Marco
Le grandi navi oltre le 40
mila tonnellate di stazza non
transiteranno pi nel bacino
San Marco e nel canale della
Giudecca a Venezia. A dare
lannuncio stato il presidente
della Regione Veneto Luca
Zaia dopo la riunione del
Comitato Interministeriale per
la salvaguardia di Venezia. Le
grandi navi passeranno per
una via alternativa, quella del
canale Contorta-SantAngelo,
che sar realizzato in 18 mesi.
Arco di tempo che dovrebbe
comprendere anche
lautorizzazione della giunta
regionale. previsto inoltre
un decreto interministeriale
che regolamenter laccesso
nel canale tradizionale
della Giudecca al turismo da
crociera. A marzo il Tar aveva
bocciato il piano precedente.
Sullo Stromboli, nelle Eolie, si aperta
una nuova bocca nella Sciara del Fuoco, a
quota 650 metri. Lo spettacolo delle colate di
lava che scendono fino al mare tra gas, fumo,
lapilli, incanta i turisti. Le escursioni sono state
sospese, ma sullisola si sono riversate migliaia
di persone. Lo scenario straordinario so-
prattutto dal mare e di notte (nella foto Ansa).
La Protezione civile parla di criticit elevata
ed stato intensificato il monitoraggio.
in Sicilia
Show per i turisti
Lo Stromboli
torna a eruttare
il consiglio
IL PIANO DI BOLLANI SULLE DOLOMITI
FESTA DEL VINO DALLA SICILIA IN SU
E PER SAN LORENZO TUTTI A GENOVA
Tre idee per il fine
settimana. A Cortina
(stasera alle 21) il
concerto di Stefano
Bollani (nella foto),
pianista jazz che
rielabora suoni dal
Brasile alle canzoni degli
Anni 40, nellambito di
un festival che domani
allalba propone anche un concerto di violino al
cospetto della Cima Tofana (info:
festivaldinociani.com). Piaceri pi terreni con
Calici di Stelle, festa del vino in tuttItalia:
vendemmia notturna a Donnafugata (Rg),
degustazioni in spiaggia a Grado (Go), visita a 16
aziende vinicole in Abruzzo e al Museo del Vino
a Torgiano (Pg). Info: movimentoturismovino.it).
Ma domani anche San Lorenzo, la notte delle
stelle cadenti: lOsservatorio del Righi, a
Genova, sar aperto al pubblico a partire dalle
21.30, oggi e domani (info: osservatoriorighi.it).
LA CRISI ALMENO 5 MORTI
Gaza, (ri)finita
la tregua:
razzi e raid
A poche ore dallo
scadere della tregua
umanitaria, sono ripresi ieri
i combattimenti lungo
la Striscia di Gaza. Reciproche
le accuse tra israeliani e
palestinesi per la violazione del
cessate il fuoco. Lesercito di
Tel Aviv (nella foto, un soldato)
ha parlato di lancio di razzi
effettuato dai terroristi e in
risposta ha iniziato i raid aerei.
Almeno 5 i morti (tra cui due
bambini) e 30 i feriti a Gaza.
Le sirene di allerta missili sono
risuonate a Beer Sheva e aree
limitrofe nel sud di Israele, cos
come nel nord del Neghev e
anche nel circondario di
Ashkelo. Mentre migliaia di
palestinesi hanno abbandonato
le loro case per il timore di
nuovi bombardamenti e hanno
raggiunto i rifugi.
La condanna Il segretario
dellOnu Ban Ki-moon si detto
molto deluso che le parti
non siano riuscite a trovare
un accordo per estendere
il cessate fuoco umanitario.
E ha rivolto il suo pensiero
alle popolazioni colpite
dal conflitto: intollerabile che
i civili siano sottoposti
a ulteriori sofferenze. Bisogna
proseguire i negoziati
al Cairo. salito, intanto,
a oltre 1880 morti il bilancio
di fonte palestinese dellazione
militare israeliana. Secondo
un prospetto dellambasciata
della Palestina a Roma, fra le
vittime palestinesi si contano
446 bambini o ragazzi e 104
fra medici e infermieri. Ottanta
nuclei familiari risultano inoltre
distrutti. Quasi 10 mila i feriti.
A
ESSENZA
POP
S
One
Direction:
un altro
profumo
gi il terzo
E chi li ferma
pi gli One
Direction?
In pieno tour
Oltreoceano,
la boy band
inglese saltata
fuori da X
Factor Uk, ha
trovato il tempo
per lanciare
da New York un
nuovo profumo
(il terzo),
con tanto
di short movie
promozionale
in stile Mission
Impossible:
si chiama You
and I, come
il fortunato
singolo
dellultimo
album,
Midnight
Memories.
In Italia uscir
a ottobre
IL FORMAT SU SKY ANCHE LINCONTRADA
Da Bisio alla Litti
Italias got talent
ha scelto i giudici
Agosto tempo di colpi di mercato, di pre-
sentazioni e di annunci, non solo nello sport,
ma anche in tv. Ieri stata Sky a svelare quello
che sar il cast alla guida di Italias got talent,
creatura di Simon Cowell come X Factor, che
debutter (tra settembre e dicembre) sul cana-
le satellitare, dopo cinque stagioni su Canale 5.
A giudicare le performance: Claudio Bisio, Lu-
ciana Littizzetto, Frank Matano e Nina Zilli.
Un mix che si annuncia esplosivo e soprattutto
pieno di entusiasmo: Mi hanno dato del comi-
co, dellattore, del conduttore, del cabaretti-
sta ma mai del giudice. Mi mancava questo
nuovo mestiere, ha scherzato Bisio che rientra
in tv - ma non a Mediaset - dopo un periodo
sabbatico. Come compagna di scrivania ritro-
ver la Litti, collega ai tempi di Mai dire Gol,
e che gi ha ammesso di friggere: Perch se
la fuga di cervelli non si pu fermare, che alme-
no non ci scappino i talenti. Non vedo lora. Che
bellezza. Se avessi la coda, scodinzolerei.
Variabili nuove Completano il tavolo della
giuria la cantante Zilli (Porter la mia compe-
tenza musicale, ma non solo), e il disturbato-
re Matano, iena e fenomeno degli scherzi su
YouTube: Mi ha formato il mondo di Internet e
tantissimi talenti di oggi vengono proprio da
l. Chiss se i diversi stili e personalit dei giu-
rati riusciranno a trovare una quadratura di in-
tenti. Vera padrona di casa, pronta ad accoglie-
re e incoraggiare i talenti in procinto di esibirsi
sar Vanessa Incontrada, lattrice e conduttri-
ce di origini spagnole che ritrover Bisio, con
cui ha fatto coppia fissa a Zelig per alcune sta-
gioni. I casting di Italias got talent, intanto, so-
no aperti fino a fine settembre, per iscriversi
basta andare sul sito italiasgottalent.sky.it.
dan.va.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Iraq, scattano i raid Usa
Bombardati i jihadisti
No ad attacchi a terra
Obama manda i caccia contro i miliziani che assediano Erbil
Azione per evitare il genocidio. Francia pronta a intervenire
FRANCESCO RIZZO
Costano 57 milioni di
dollari, infrangono la velocit
del suono, partono carichi di
bombe con puntamento laser.
Sono gli F-18 che da ieri bom-
bardano il nord dellIraq per
contrastare lavanzata dei 30
mila miliziani dello Stato isla-
mico, molti dei quali stranieri.
Attacchi mirati per prevenire
un genocidio, spiega il presi-
dente Barak Obama, che ha da-
to lok dopo settimane di incer-
tezza. La Casa Bianca prevede
raid molto mirati ed esclude
linvio di truppe a terra. Nessu-
na nuova guerra, insomma,
dopo quella 2003-2011 (4396
soldati Usa morti), ma la situa-
zione esplosiva: lIsis, che
punta a creare un califfato isla-
mico come governo politico so-
vranazionale tra Siria e Iraq, si
trova ormai a poche decine di
chilometri da Erbil, nel Kurdi-
stan iracheno, dove gi gioved
stato segnalato larrivo di 100
mila profughi cristiani. In fuga
dalla persecuzione religiosa,
come migliaia di altre persone,
appartenenti a minoranze qua-
li gli yazidi, seguaci di un anti-
co credo pre-islamico. Centi-
naia di donne della comunit
yazida sarebbero in mano ai
miliziani, secondo fonti irache-
ne. Fame e sete minacciano in-
vece chi si rifugiato sulle
montagne e, per lUnicef,
avrebbero gi mietuto vittime.
Diga I jet e i droni Usa hanno
cos colpito un convoglio e po-
stazioni dellartiglieria jihadi-
sta mentre altri aerei america-
ni lanciavano viveri e acqua
potabile nella regione di
Sinjar, a Ovest di Erbil (verso
cui compagnie aeree come Luf-
thansa hanno sospeso i voli) e
della diga di Mosul, principale
impianto idroelettrico nel nord
del Paese. Struttura caduta ieri
nelle mani dei jihadisti. Quan-
to durer lintervento Usa?
Non sar unazione prolunga-
ta, spiega la Casa Bianca: ma,
se il comandante dellesercito
iracheno, Babaker Zebari, si-
curo che le bombe americane
premetteranno a Bagdad di ri-
prendere il controllo della si-
tuazione, il parlamentare cur-
do iracheno Ala Talabani chie-
de gi attacchi aerei forti e ag-
gressivi. Mentre i jihadisti
provocano gli Usa: Mandate i
vostri soldati invece, quelli che
abbiamo umiliato in Iraq. E le
compagnie petrolifere che
operano in zona hanno sospe-
so la produzione. La Francia
pronta a schierarsi con gli ame-
ricani, lItalia condivide la scel-
ta di Obama per proteggere i
civili, dice il ministro degli
Esteri Federica Mogherini.
LOnu sta lavorando per la
creazione di corridori umani-
tari e il Papa invita via Twitter
a sostenere coloro che in Iraq
sono privati di tutto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LEPIDEMIA LOMS PREPARA MISURE ECCEZIONALI, MA PER LEUROPA RISCHIO BASSO
Ebola, allarme di portata mondiale
Un F-18 americano atterra sulla portaerei USS George H. W. Bush AFP
Unemergenza di por-
tata mondiale. LOrganizza-
zione mondiale della Sanit
(Oms) ha deciso: Ebola, il mi-
cidiale virus che si sta diffon-
dendo senza tregua in Africa
occidentale, un problema di
salute pubblica internaziona-
le. Lorganizzazione dellOnu
ha raccomandato misure ecce-
zionali per fermare la trasmis-
sione. I Paesi in cui si registra il
contagio dovranno effettuare
esami alluscita degli aeropor-
ti, nei porti marittimi e nei va-
lichi di frontiera a tutte le per-
sone con sintomi di febbri as-
sociabili allEbola. Ma per lEu-
ropa il rischio contagio
estremamente basso. Per il
segretario generale dellOms
Margaret Chan lepidemia
la peggiore che si sia avuta in
almeno 40 anni. Al momento
si sono registrati 1.779 casi
con 961 vittime. Lepidemia ha
colpito in maniera rilevante Li-
beria, Sierra Leone e Guinea.
Ora anche la Nigeria in diffi-
colt. I casi sono gi 13, e il go-
verno ha dichiarato lo stato di
emergenza stanziando un fon-
do per gestire la situazione.
IN GIURIA AL VIA IN AUTUNNO
1 Lattore Claudio Bisio, 2 La comica Luciana Littizzetto,
3 Il disturbatore Frank Matano 4 La cantante Nina Zilli
1 2
3 4
38
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

SABATO 9 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
39

MILANO
Sorge Tramonta Sorge Tramonta
ROMA
Domani
Il sole domani
ALGHERO
ANCONA
AOSTA
BARI
BOLOGNA
CAGLIARI
CAMPOBASSO
CATANIA
FIRENZE
GENOVA
L'AQUILA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
PERUGIA
POTENZA
REGGIO CALABRIA
ROMA
TORINO
TRENTO
TRIESTE
VENEZIA
min max Dopodomani Ieri Oggi
Il sole oggi
GazzaMeteo
La luna
Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto
Aosta
Milano
Trento
Venezia
Trieste
Bologna
Torino
Firenze
Genova
Perugia
Ancona
LAquila
Campobasso
Napoli
ROMA
Potenza
Bari
Reggio Calabria
Catania
Palermo
Cagliari
Catanzaro
CIELO
Sole
Nuvolo
Rovesci
Coperto
Pioggia
Temporali
Neve
Nebbia
MARI
Calmi
Mossi
Agitati
Deboli
Moderati
Forti
Molto forti
VENTI
Legenda
MILANO
Sorge Tramonta Sorge Tramonta
ROMA
A CURA DI 18
17
17
22
19
20
15
19
18
21
15
21
22
23
15
14
21
19
20
18
20
20
31
28
23
29
30
31
27
30
31
28
28
27
31
30
28
26
31
32
24
28
30
29
17 24
18 25
20 25
20 27
20 29
21 30
21 26
20 30
20 30 17 29
21 30
16 28
19 31
16 29
20 32 15 28
19 30
20 32
21 33
24 32
22 32
22 31
6:16 20:39 6:11 20:18 6:17 20:38 6:12 20:17 27 lug. 3 ago. 11 ago. 18 ago.
Torna una instabilit diffusa sulle regioni
settentrionali, specie su Alpi e Prealpi, alte pianure,
Veneto e Friuli; va meglio sulla Liguria e
sull'Emilia-Romagna. Alta pressione Polifemo con
bel tempo e sole al Centro-Sud.
L'alta pressione nordafricana Polifemo si espande
un po' a tutto il Paese, anche verso gran parte
del Nord, con bel tempo soleggiato, stabile e pi
caldo ovunque. Una certa instabilit interessa
soltanto i settori alpini con rovesci sparsi.
Continua il dominio dell'anticiclone Polifemo su
gran parte del territorio con tanto sole e caldo in
intensificazione ovunque. Pi nubi con rovesci e
locali temporali interessano soltanto i settori
alpini e prealpini.
ALTRI MONDI
Lo Sport in tv: inchiaro, sul satellite e sul digitale terrestre
CALCIO
15.00 BOCA JUNIORS -
FEYENOORD
Torneo amichevole
Durban Under 19
Finale terzo posto
Fox Sports
17.15 SANTOS -
BENFICA
Torneo amichevole
Durban Under 19
Finale
Fox Sports
18.45 INGHILTERRA -
MESSICO
Mondiale femminile Under 20
Eurosport
21.00 BASTIA -
MARSIGLIA
Ligue 1
Fox Sports
21.00 LILLA -
METZ
Ligue 1
Fox Sports 2
SALTO CON GLI SCI
18.30 SUMMER
GRAND PRIX
HS 117
Da Einsiedeln, Svizzera
Eurosport 2
VOLLEY
7.15 ITALIA -
THAILANDA
Grand Prix femminile
Rai Sport 1
SKY SPORT 1
12.00 CALCIO:
MANCHESTER
UNITED -
INTER
Guinness Champions Cup
13.30 CALCIO:
REAL MADRID -
ROMA
Guinness Champions Cup
18.15 ALL STAR
INDONESIA -
JUVENTUS
Guinness Champions Cup
1.30 TENNIS:
ATP TORONTO
SKY SPORT 2
9.30 TENNIS:
ATP TORONTO
1.30 AUTOMOBILISMO:
FERRARI CHALLENGE
Trofeo Pirelli.
Gara 2, dal Portogallo
SKY SPORT 3
10.00 GOLF:
PGA CHAMPIONSHIP
2014
Dal Kentucky, Stati Uniti
22.00 TOUR DELLO UTAH
Quinta tappa
Evanston - Kamas
Fox Sports
FOOTBALL AUSTRALIANO
8.30 HAWTHORN -
MELBOURNE
Australian League
Eurosport 2
GOLF
20.00 PGA CHAMPIONSHIP
2014
Dal Kentucky, Stati Uniti
Sky Sport 3
MOTOCICLISMO
15.00 SPEEDWAY:
CAMPIONATO
EUROPEO
Eurosport
15.00 GP INDIANAPOLIS
Moto 3. Prove libere
Sky MotoGP
16.00 GP INDIANAPOLIS
Moto GP. Prove libere
Sky MotoGP
17.00 GP INDIANAPOLIS
Moto 2. Prove libere
Sky MotoGP
18.35 GP INDIANAPOLIS
Moto 3. Qualifiche
Sky MotoGP
21.05 GP INDIANAPOLIS
Moto 2. Qualifiche
Sky MotoGP
22.05 GP INDIANAPOLIS
Moto GP. Prove libere
Sky MotoGP
TENNIS
19.00 WTA MONTREAL
SuperTennis
20.30 SAN MARINO OPEN
Rai Sport 2
21.00 ATP TORONTO
Sky Sport 1
2.00 ATP TORONTO
Sky Sport 1
22.45 NUOVA ZELANDA -
FRANCIA
Mondiale femminile Under 20
Eurosport
23.25 CRICIUMA -
CRUZEIRO
Campionato Brasiliano
Fox Sports
CANOA
7.15 MONDIALI
Da Mosca, Russia
Rai Sport 2
9.00 MONDIALI
Da Mosca, Russia
Eurosport
12.20 MONDIALI
Da Mosca, Russia
Rai Sport 2
CICLISMO
17.30 GIRO
DI POLONIA
Settima tappa
Cracovia - Cracovia
Eurosport
Oroscopo
LE PAGELLE
Gazzetta.it
Sorteggio benevolo con
lInter in Europa League:
ai nerazzurri capitano gli
islandesi dello Stjarnan.
Che per hanno una
particolarit: quando
fanno gol inventano ogni
volta una bizzarra
coreografia per
celebrarlo. Chiss se ne
vedremo qualcuna
durante le partite contro
gli uomini di Mazzarri
VIDEO
LInter in Europa
contro gli islandesi
delle esultanze folli
www.gazzetta.it
DI ANTONIO CAPITANI
21/4 - 20/5
Toro 6,5
Mattinata brillante,
nel lavoro, a casa,
in vacanza e sul piano
suino. Da met
pomeriggio zebedei
penzolanti e bigi:
teneteli su.
23/11 - 21/12
Sagittario 7,5
Le stelle
aboliscono la sfiga.
E nel lavoro, in
amore, in vacanza
quagliate,
conquistate,
trionfate. E
fornicate pure.
21/3 - 20/4
Ariete 6 +
La Luna vuol gufarvi.
Al lavoro o in ferie
che siate. Da met
pomeriggio vincete e
vi rifate, anche con
ristori sudombelicali.
Bravi.
21/5 - 21/6
Gemelli 6 +
Potete spendere e
guadagnare bene. E
resettare abilmente
certe cose.
Pomeriggio contento e
di fornicazione, anche
outdoor.
22/6 - 22/7
Cancro 6 +
Mattinata di probabile
stress e malumore.
Pomeriggio ok per
soldi e relax. Pure
suino, in citt, sulla
sabbia, fra i carciofeti,
ovunque.
23/7 - 23/8
Leone 6 -
Se avete obblighi da
assolvere, il sabato
mattina vaiuta. Nel
pomeriggio fallocefali
attenteranno agli
zebedei. Ormoni
spentini.
20/2 - 20/3
Pesci 6
Spirito di squadra e
faccia di glutei
stamani vi fanno
produrre e ottenere.
Pomeriggio di
sfigosconforto, anche
fornicatorio. State su.
22/12 - 20/1
Capricorno 6,5
Luna ispiratrice e
promotrice di
soddisfazioni. Ma
rilassatevi and dont
romp. Pomeriggio ok
per incassi, spese,
maratone suine.
21/1 - 19/2
Acquario 6,5
Isolarvi, stamani, per
lavorare, sgrossare,
recuperare, vi giova.
Tanto nessuno vi si
fila. Pomeriggio di
rilancio. Pure
sudombelicale.
23/10 - 22/11
Scorpione 6,5
Sabato mattina ok per
viaggi, relax, lavoro.
E la vostra autostima
(quasi) a palla.
Pomeriggio per
sfigopendulo.
E suinoscarso...
23/9 - 22/10
Bilancia 6 +
Decidere dimpulso
potrebbe rivelarsi
rovinoso, specie
stamattina: occhio.
Pomeriggio e sera pi
calmi, pi spensierati,
pi fornicosi.
24/8 - 22/9
Vergine 6,5
Esuberanterrimi
stamane, operosi e
suini nel pomeriggio.
Ma abbiate occhi
aperti e mani sui
glutei, per difendervi
da fetenti & pedanti.
MATTEO DARMIAN
Il difensore del Torino
nato il 2 dicembre
1989. Ha segnato il
suo primo gol da
professionista con il
Padova, nel febbraio
2010, ad Ancona
In principio era Ron
Artest, poi diventato
Metta World Peace. Per
finire, lex stella dei Los
Angeles Lakers ha
annunciato unaltra
inversione: cambier il
proprio nome in The
Pandas Friend per
suggellare la firma coi
cinesi del Sichuan. E sul
web impazzano i primi
fotomontaggi
GALLERY
Metta World Peace
lamico dei Panda
Le foto spopolano
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani
Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano
Responsabile del trattamento dati (D. Lgs.
196/2003): Andrea Monti
privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A.
DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di que-
sto quotidiano pu essere riprodotta con mezzi
grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni viola-
zione sar perseguita a norma di legge
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA
Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821
DISTRIBUZIONE
m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano
Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306
SERVIZIO CLIENTI
Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola
Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it
PUBBLICIT
RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT
Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano
Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848
EDIZIONI TELETRASMESSE
RCS Produzioni Milano S.p.A.- Via R. Luxemburg
- 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel.
02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Cia-
mar r a 3 5 1 / 3 5 3 - 001 6 9 ROMA - Tel .
06.68828917 S Seregni Padova s.r.l. - CorsoStati
Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S
Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84
- 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Edito-
riali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MO-
DUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipo-
grafica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada
5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S
LUnione Sarda S.p.A. - Centro Stampa Via Omo-
deo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA
printing sprl - 16 ruedu Bosquet - 1400 NIVELLES
(Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-389th Stre-
et Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada
- Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA
(MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106
BUENOS AIRES S Miller Distributor Limited - Mil-
ler House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA
1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY)
Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300
Nicosia - Cyprus
DIRETTORE RESPONSABILE
ANDREA MONTI
andrea.monti@gazzetta.it
VICEDIRETTORE VICARIO
Gianni Valenti
gvalenti@gazzetta.it
VICEDIRETTORI
Pier Bergonzi
pbergonzi@gazzetta.it
Stefano Cazzetta
scazzetta@gazzetta.it
Andrea Di Caro
adicaro@gazzetta.it
Umberto Zapelloni
uzapelloni@gazzetta.it
Testata di propriet de La Gazzetta
dello Sport s.r.l. - A. Bonacossa 2014
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Angelo Provasoli
VICE PRESIDENTE
Roland Berger
AMMINISTRATORE DELEGATO
Pietro Scott Jovane
CONSIGLIERI
Fulvio Conti,
Teresa Cremisi,
Luca Garavoglia,
Attilio Guarneri,
Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA
Alessandro Bompieri
PREZZI DABBONAMENTO
C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS
MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
Anno: d 389 e 339 s 259
Per i prezzi degli abbonamenti allestero
telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520
INFO PRODOTTI COLLATERALI
E PROMOZIONI
Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il
tribunale di Milano n. 419
dell1 settembre 1948
ISSN 1120-5067
CERTIFICATO ADS N. 7693 DEL 18-12-2013
La tiratura di venerd 8 agosto
stata di 367.954 copie
COLLATERALI
*con Libro Nibali e lItalia del Tour d 10,39 - con
Diabolik Nero su Nero N. 3 1 8,39 - con Ducati N.
4 1 14,39 - con Vasco Ritorno alle Origini N. 5 1
11,39 - con Libro Belinelli ai raggi X 1 6,39 - con
Libro Olimpia Milano 1 14,39 - con Geronimo Stil-
ton N. 6 1 8,30 - con Ric Roland N. 9 1 4,39 - con
DVD100 anni CONI 1 14,39 - con Skylanders N. 10
1 11,30 - con SuperMondiale Panini N. 10 1 6,39
- con DVD La Grande Guerra N. 13 1 12,39 - con
English Express N. 14 1 12,39 - con Tutto Pratt N.
18 1 12,39 - con DVD Steven Seagal N. 22 1 11,39
- con Subbuteo Vintage Edition N. 15 d 11,39 - con
Le Grandi Storie Disney N. 29 d 9,39 - con Robot
Collection N. 33 d 14,39 - con Ferrari Build Up N.
22 d 11,39 - con Lamborghini Collection N. 58 d
14,39 - con Passione Rally N. 69 d 14,39
ARRETRATI
Richiedeteli al vostro edicolante oppure a Corena S.r.l
e-mail info@servizi360.it - fax 02.91089309 - iban IT
45 A 03069 33521 600100330455. Il costo di un arre-
tratopari al doppiodel prezzodi copertina per lItalia;
il triplo per lestero.
PREZZI ALLESTERO: Albania E 2,00; Argentina $ 20,50; Austria E 2,00; Belgio E 2,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro E 2,00; Croazia Hrk 15; Francia E 2,00; Germania E 2,00; Grecia E 2,50; Irlanda E 2,00; Lux E 2,00; Malta E 1,85; Monaco P. E 2,00; Olanda E 2,00; Portogallo/Isole
E 2,50; SK Slov. E 2,20; Slovenia E 2,00; Spagna/Isole E 2,50; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. (con Sportweek) Fr. 3,50; Hong Kong HK$ 45; Ungheria Huf. 650; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.
40
LA GAZZETTA DELLO SPORT SABATO 9 AGOSTO 2014

F
o
t
o

L
u
c
a
S
a
n
g
u
i
n
e
t
i
D
i
r
e
z
i
o
n
e
M
a
r
k
e
t
i
n
g
E
n
t
e
l
l
a
:
S
A
O
I
t
a
l
i
a