Sei sulla pagina 1di 98

Diretto da Lorenzo Zacchetti

made in milano

GLI ANNI 80
QUANDO ERAVAMO RE
Periodicit bimestrale Maggio/Giugno Anno II Numero 6 2014 Free Press
Champions City 1

Mostre, performance, musica, teatro, media, itinerari, libri, attivit per bambini, creativit: pi che un programma, una stagione da vivere in tutta la citt

Per restare informato: comune.milano.it primaveradimilano.it


2 Champions City

FERMO IMMAGINE

Durante la conferenza stampa di presentazione delle Final Four, il Sindaco Giuliano Pisapia si fatto decisamente prendere dallentusiasmo. Dopo aver sottolineato la sua soddisfazione per la centralit di Milano nei pi importanti eventi sportivi dei prossimi anni, si esibito nel campetto improvvisato nel cortile di Palazzo Marino, lanciandosi sia nel palleggio che nel tiro dalla distanza. Uno stle decisamente diverso dal solito.

oco protocollo, tanta passione

Champions City 3

NUM. 6 - MAGGIO/GIUGNO 2014


03 Fermo immagine xThis picture - Placebo 12 Editoriale di Lorenzo Zacchetti x"Holding back the years - Simply Red 14 Si dice AssessorA di Chiara Bisconti xInto the great wide open -Tom Petty 16 Body & Mind di Stefano Tirelli xI remember - Damien Rice 18 Made in Milano/Lombardia xLife in a northern town - Dream Academy 24 Addio a Tito Vilanova xLife without you - Stevie Ray Vaughan 29 Speciale serie A anni 80 xVideo Killed the Radio Stars - The Buggles 30 1980 - Il calcioscommesse xOlympic games - Miguel Bos 34 1981 - Le stelle straniere xStart me up - The Rolling Stones 38 1982 - Il mondiale azzurro xDer Kommissar - Falco 44 1983 - La Roma magica xGrazie Roma - Antonello Venditti 48 Cult Heroes - Glenn Stromberg xThank you for the music - Abba 49 Halftime - Conta solo la passione xLet the night - Dirty Vegas 54 1984 - Platini lasso pigliatutto xTo France - Mike Oldfield 56 1985 - Il Verona e lHeysel xDont you (forget about me) - Simple Minds 60 1986 - Maradona re del mondo xThe Captain of her heart - Double 64 1987 - Napoli, il sogno realt xThe final countdown - Europe 64 I migliori 10 gol degli anni 80 xE goal! - Edoardo Bennato 68 1988 - Rossoneri dOlanda xHeaven is a place on Earth - Belinda Carlisle 72 1989 - Milano Capitale del calcio xThe best - Tina Turner 75 Dream Team - il top degli anni 80 xCosa rester degli anni 80? - Raf 76 Mondiali 2014 - i 50 di Prandelli xUn amore cos grande - Negramaro 77 San Siro, lo conosci davvero? xLuci a San Siro - Roberto Vecchioni 80 Il (vero) club pi titolato al mondo xArabian song - Franco Battiato 84 Come scegliere il tuo trainer xShot at the night - The Killers 86 Lucky numbers - lo famo strano xPeople are strange - The Doors 91 The Real Special Ones xMagic - Coldplay 94 Stadiomania - Ashe Stadium xWaterfalls - TLC 97 La posta dei lettori xLetter to me - Brad Paisley
4 Champions City

Tutto lo sport praticato per passione sul nostro territorio: i protagonisti siete voi!

17 Made in Milano/Lombardia

Dribbling entusiasmanti, tiri al volo, colpi di tacco ed acrobazie entrate nella storia

67 I 10 Top Gol degli anni 80

24 Le 80 regine dello sport

Un numero dedicato alle donne che hanno lasciato il segno nelle rispettive discipline

made in milano
Testata giornalistica con registrazione presso il Tribunale di Milano, numero 149 del 20/5/2013
Proprietario ed editore PLAY REPORT via Italia 19 - Gaggiano (Milano) championscitymilano@gmail.com Direttore responsabile: LORENZO ZACCHETTI lorenzozacchetti@gmail.com Stampa della versione cartacea: Press UP via La Spezia 118/C Ladispoli (Roma) Fotografie: Agenzia Aldo Liverani via Asiago 53 - Milano Distribuzione: Viene distribuito gratuitamente presso societ sportive, scuole, enti di promozione sportiva e sociale, istituzioni, federazioni, punti vendita, centri commericali ed in occasione di eventi speciali. In digitale su: championscity.blogspot.com

Alla scoperta dellAl Ahly, la squadra egiziana che per molti pi di una fede

80 Il (vero) club pi titolato al mondo

Linserto dedicato a chi ama lo sport fatto con passione, ma anche con stile

49 Halftime

Dal ruolo di simbolo dello sport italiano negli anni 70 a quello di tranquillo nonno

88 Panatta, pigramente ribelle

90 Eusebio: impossibile dimenticarlo


La storia del fenomeno del calcio portoghese, recentemente scomparso

Contatti con la redazione: Inviate foto, testi e comunicati a: championscitymilano@gmail.com Potete inviarci testi e foto di vostra propriet e le relative autorizzazioni. Non si garantiscono la pubblicazione (che comunque eventualmente avverrebbe a titolo gratuito) e la restituzione del materiale inviato. Potete anche inviare domande e suggerimenti. Per domande urgenti, contattateci sui social network. Iscrizione al ROC: numero 24383

@ChampionsCity ChampionsCity championscity. blogspot.com IL PROSSIMO NUMERO VERRA PUBBLICATO IL 12 GiuGno

Chi siamo: Intorno al progetto Champions City ruotano un gruppo di professionisti del giornalismo, della comunicazione, del marketing, della promozione sociale e sportiva che credono nel potenziale sociologico, politico, sanitario ed economico dello sport. I nostri progetti concorrono a promuoverlo in unottica di supporto integrato.
lorenzozacchetti.blogspot.com cambiareilmondoconunpallone.blogspot.com

Champions City 5

FERMO IMMAGINE

La Stramilano non tradisce mai. Anzi, ledizione 2014 entra nella storia come lA pi partecipata di sempre, con oltre 50.000 iscritti, nonostante il tempo piovoso non abbia aiutato. A livello agonistico, la gara stata dominata dal keniano Thomas J. Lokomwa, vincitore con un tempo di 1:01:39, ma come ha detto il Sindaco Pisapia questo soprattutto un momento di unit e di coesione sociale. E Milano conosce questa valenzadello sport.

o Sport ci fa sentire uniti

6 6 Champions Champions City City

Champions City 7

Champions Champions City City 7 7

FERMO IMMAGINE

8 Champions City 8 Champions City

Il duo dei Sonohra ha scelto un modo decisamente originale per lanciare il nuovo album Il viaggio. Insieme allartista cinese Li Wei, autore anche della copertina, i due artisti hanno sorvolato la piazza del Duomo, esibendosi in una performance decisamente spettacolare. Levento, patrocinato dal Comune di Milano ha portato per la prima volta in Duomo Li Wei, dopo il volo davanti a San Marco per la Biennale di Venezia.

usicisti di alto livello

Champions City 9 Champions City 9

FERMO IMMAGINE

Da Milano ci spostiamo a Londra e precisamente di fronte al mitico stadio di Wembley. Qui si svolta unavvincente gara di motocross, anticipata da questa spettacolare esibizione di Aaran Powley. Il pilota inglese sembra davvero volare nel cielo londinese, insolitamente limpido, grazie a questa sequenza mozzafiato realizzata dallagenzia Aldo Liverani con la sovrapposizione di pi fotogrammi. Un vero inno alla passione per lo sport.

enza paura, senza gravit

10 Champions City 10 Champions City

Champions City 11

Champions City 11 Champions City 11

Editoriale Lorenzo Zacchetti

Quando guardavamo il resto del mondo dallalto in basso

Tutti i Top Player giocavano in Italia, le coppe europee erano il nostro regno e la nazionale conquistava uno storico titolo iridato:

C
Giornalista e scrittore, ha diretto il mensile Eurocalcio, stato publisher di Hurr Juventus, Superbasket, Tutto Mountain Bike e Il Mondo del Ciclismo, ha lavorato con M-I Stadio (Milan e Inter), Uefa, Sky Inghilterra ed ESPN. E responsabile dellarea Sport del PD dellArea Metropolitana milanese e dal 2011 presiede la Commissione Sport, Benessere e Verde della Zona 7 di Milano. Ha fondato Champions City ed autore di Cambiare il mondo con un pallone

on tutto il rispetto per giocatori, dirigenti e tifosi, la stagione calcistica che va in archivio non si discostata granch dal pessimo livello delle ultime annate. Ammettiamolo: la nostra amata serie A diventata ben poca cosa, sia al confronto con i tornei stranieri, sia in quello - ben pi umiliante - con il suo glorioso passato. E evidente che nella scelta di dedicare un ampio spazio alla rievocazione dei mitici anni 80, nei quali potevamo davvero vantarci di avere il campionato pi bello del mondo, c anche una forte dose di malinconia, visto il deludente panorama attuale. Con tutto il rispetto per i suoi protagonisti e per i tifosi che continuano ad amarlo, il nostro campionato sembra davvero unimpacciata controfigura di quello dei tempi doro. Nei nostri stadi, sempre pi malconci, il pubblico in costante calo, la cultura sportiva non accenna a manifestarsi e i protagonisti sul terreno verde sono di livello sempre pi scadente. E quindi naturale ripensare al passato con nostalgia, come dimostra anche la commozione suscitata dalla recente scomparsa di Vujadin Boskov. Negli ultimi anni, si sono visti allopera modestissimi comprimari che in altre epoche non avrebbero mai nemmeno sognato di calcare certi campi. Non intendo con questo togliere merito alla Juventus e alla Roma, protagoniste di una stagione davvero memorabile, ma dietro di loro non c davvero nulla e landamento delle coppe europee dimostra come il

livello del nostro calcio sia in caduta libera, con il concreto rischio di perdere ulteriori posizioni nel ranking Uefa. Le colpe? Sono molteplici. Ho gi scritto pi volte di quella della politica, incapace di produrre progetti a medio/lungo termine per il rilancio dello sport. Non si devono per sottacere le carenze organizzative dei manager chiamati a gestire i club, perch anche allosservatore pi distratto risulter facile comprendere come, in mancanza di soldi, si debbano usare strategie gestionali differenti, come ad esempio la cura dei vivai. Nel calcio italiano di oggi non solo mancano gli sceicchi, ma non ci sono nemmeno vivai in grado di sfornare un terzo dei campioni che un tempo venivano forgiati nelle giovanili dellAtalanta e di tanti altri meritevoli club nostrani. Ovviamente, tutto questo si riflette sulla nazionale, che si appresta a vivere un mondiale difficilissimo da pronosticare. Abbiamo tre giocatori di classe planetaria: Buffon, Pirlo e Balotelli, al netto dei problemi caratteriali di questultimo. Per il resto, ci presentiamo in Brasile con una squadra che rispecchia abbastanza fedelmente la situazione generale del movimento: come valori assoluti, siamo molto inferiori a Brasile, Argentina, Spagna e Germania, ma per nostra fortuna il mondiale premia la forma psicofisica nellarco di un mese e allora tutto davvero possibile, sia per noi che per possibili outsider come Belgio, Portogallo e Olanda. Per fortuna, finch il pallone rotola c' speranza. g

12 Champions City

Tessera elettorale, se scaduta richiedila!


Spazi tutti timbrati sulla tessera elettorale? Non aspettare l'ultimo momento. Chiedine una nuova con una mail a Dsc.Elettorale@comune.milano.it o protocollo@postacert.comune.milano.it oppure presentati presso le Sedi dellAnagrafe o lUfficio Elettorale

Per restare informato: comune.milano.it/tesseraelettorale


Champions City 13

Si dice AssessorA Chiara Bisconti

Milano sempre di pi una palestra a cielo aperto


Ai cittadini piace vedere la trasformazione di una citt che accoglie lo sport in luoghi dove un tempo era impensabile

D
Assessora (con la a finale) al Comune di Milano, con deleghe a Sport e tempo libero, Benessere, Qualit della vita, Tutela degli animali, Verde, Arredo urbano e Risorse umane

a tre anni lavoriamo per trasformare tanti spazi urbani in luoghi dello sport. uno dei cardini della nostra amministrazione, aprire la citt ad altre visioni. Perch una piazza, tolte le auto e rimessa a posto con piccoli interventi, pu trasformarsi in un campo di gioco, in uno skatepark, in un luogo altro da quello per il quale siamo abituati a prenderla in considerazione. Lo abbiamo gi fatto in diversi punti della citt, come per esempio in piazza Leonardo Da Vinci, dove i risultati sono stati clamorosi. Per tre mesi quel pezzo di Milano stato vissuto dagli universitari, dalle associazioni, dalle societ sportive, dalle mamme del quartiere, da ragazze e ragazzi che semplicemente si sono ripresi il loro spazio organizzando tornei, esibizioni, perfino spettacoli teatrali. Oggi assistiamo a un fenomeno nuovo, diretta conseguenza di questa nostra impostazione. E constatarlo non pu che renderci felici. Ovvero, anche le federazioni sportive e le societ ora puntano ad occupare spazi urbani. Succede con il programma Corrimi di Fidal, che porta i runners per i parchi cittadini lungo i percorsi disegnati dallamministrazione comunale, ma che spesso sconfinano anche in strade e piazze adiacenti. La stessa Fidal ha organizzato la RunFast, nella quale il centro di Milano si trasformato in unarena della velocit.

In Corso Venezia stato disteso un rettilineo da corsa, una pista a quattro corsie lunga 150 metri su cui si sono sfidati giovani e meno giovani. Un successo strepitoso. Cos il Coni ha deciso di aprire una palestra temporanea nei giardini Montanelli, attrezzata e aperta a tutta la cittadinanza. Altro botto: tanta gente, tanto entusiasmo. Potrei citare ancora il clamoroso successo di Rugby nei Parchi: un format milanese partito due anni fa e che ora, giunto alla terza edizione, esordisce anche a Brescia, Verona, Bologna e Torino, coinvolgendo sempre pi persone di ogni et. Con larrivo della Final Four, Piazza del Duomo diventer un campo di basket. E abbiamo aperto al Parco Forlanini il primo campo da baseball pubblico dItalia. Abbiamo dato spazio a tutti gli sport urbani, dallo skate al parkour allo slackline. Non ci sono pi divieti, non ci sono pi multe. La citt si aperta allo sport. Insomma, il modello palestra a cielo aperto funziona. E funziona perch anche le federazioni sportive si accorgono che oggi lo sport deve avvicinarsi di pi alle persone, per andare incontro alle loro esigenze, ma anche per reinventarsi e ripensare il territorio. Altre sorprese sono in arrivo e quando camminate per la citt non stupitevi se improvvisamente, in un corso, in un piazza, vi troverete coinvolti in qualche partita! g

14 Champions City

ab

Consigliato da Champions City

18 Ne LIA ItA bosco VIA No it ) A o io. ces ilan gil vir (m no 33 @ efo 02 oto tel 458 co g.m ym 02 i K icl ha, ail ero rio a toc ma co, e-m nzi on mo Ya m gra ssi di a, (Ky e ne ond rs ki, , nc Co zio , H ote zu ilia u r i ara ak sco , S Ap i id Rip was ...), nda uti, icl (Ka uki , Ho lag a ac z dit Su gio , M g a ven ri e Pia ah ) . e . sso Yam ra. ne e ce zio e Gil r ac ara ne bi, Rip ni ge am ric to. og ita en nd am Ve bigli

Champions City 15

GR mo AN to ZIE e c RO icl i

Body & Mind Stefano Tirelli

Nei mitici anni 80 era diverso anche allenarsi

Levoluzione del calcio-business e la nuova formula delle coppe europee ha modificato le strategie dei preparatori atletici

S
Preparatore atletico e docente alla facolt di Scienze Motorie dellUniversit Cattolica di Milano. Ha codificato il metodo TCS, con il quale ha seguito le nazionali di Inghilterra e Ghana, il Chelsea e singoli atleti tra cui spicca Del Piero. Nel suo studio milanese si occupa anche di sportivi dilettanti e persone con problematiche fisiche di vario tipo

ono passati decenni dai tempi in cui il mercoled sera tutte le migliori squadre dEuropa si incontravano per sfidarsi nelle coppe europee, appuntamenti che univano il fascino dello scontro diretto alle imprese epiche di squadre dai nomi leggendari. La fisicit era il fattore determinante per la vittoria anche se alcune eccezioni, come lAjax di Cruijff, facevano del possesso palla e della tecnica individuale larma vincente. La preparazione atletica ha dovuto adeguarsi nel momento in cui dalle Coppe dei Campioni svoltesi fino agli anni 80 si arrivati alla formulazione della Champions League negli anni 90, un vero e proprio campionato europeo parallelo a quelli nazionali. Sono saltati gli schemi classici della preparazione atletica che prevedeva la fase estiva in localit montane o di altura, per poi concentrarsi nei mesi invernali in un intenso lavoro di incremento delle capacit condizionali seguito da una fase di mantenimento primaverile. Lo staff tecnico delle squadre pi titolate o ambite dal mercato internazionale deve lavorare spesso, gi dal ritiro estivo, in luoghi lontani, di altri continenti e con condizioni ambientali assolutamente ininfluenti, se non dannose, rispetto allincremento delle capacit aerobiche, laddove il business del calcio internazionale richiede lo svolgersi di mini tornei a quattro o cinque squadre che hanno il solo compito di esibire il nuovo merchandising e lattivazione del sistema televisivo e pubblicitario internazionale.

I team impegnati fin dai mesi estivi nella fase preliminare della Champions e gli altri che da settembre in poi subentrano nel vero e proprio torneo europeo si trovano a dover continuamente gestire prevalentemente una fase di mantenimento della forma fisica dei calciatori e di cura degli infortunati, a discapito della programmazione classica meglio gestita dalle squadre che non partecipano alle coppe europee, Europa League compresa. Oggi la gestione delle energie fisiche va di pari passo a quella delle energie mentali, dato che sia i calciatori che i professionisti degli staff tecnici sono sottoposti in modo continuativo, da inizio a fine stagione, ad una pressione psico-fisica elevata e ad una ricerca costante e simultanea del risultato in campo nazionale e internazionale. Si instaura una situazione che implica una riduzione impressionante dei tempi di recupero tra una partita e laltra e che porta alla definizione dellallenamento non pi come il momento di implementazione delle capacit coordinative e condizionali ma come gestione delle energie esistenti. Possiamo affermare che la nascita della Champions League (ed anche dellattuale Europa League) ha senza dubbio aumentato il fascino degli incontri internazionali ma, al contempo, ha contribuito a togliere spazi per una preparazione atletica che fino agli anni 80 era molto pi determinante lungo tutto larco della stagione piuttosto che, come avviene ora, durante lo sprint finale dei campionati nazionali e delle coppe europee. g

16 Champions City

www.fcinternews.it
m.fcinternews.it

Il sito pi cliccato per le news nerazzurre 24 ore su 24

sul tuo pc sul tuo tablet e smartphone sui social network

twitter.com/FcInterNewsit facebook.com/www.fcinternews.it

La trasformazione di un paese tra Mondiali e Olimpiadi Vivila in tempo reale su www.buongiornobrasile.com


Champions City 17

MADE IN

Ricorrenze

MILANOLOMBARDIA Papa Francesco incontra i dilettanti


I

l C.S.I. (Centro Sportivo Italiano) ha scelto un modo davvero speciale di festeggiare il suo settantesimo compleanno. Il prossimo 7 giugno, infatti, lente di promozione sportiva nato nel 1944 organizza un incontro tra Papa Francesco e tutte le societ sportive, di qualunque disciplina, interessate ad incontrare il Santo Padre. Il senso di questo incontro sta nel ribadire il valore dello sport come strumento educativo, nel solco della celebre frase del Papa, secondo il quale il dilettantismo la vera essenza dello sportivo. Lincontro si svolger a Roma, dove ogni societ sportiva potr arrivare con mezzi propri. Lobiettivo animare Piazza San Pietro con le divise delle societ e con varie esibizioni sportivi. Tutte le informazioni su questo evento, che rimarr decisamente memorabile, sono consultabili sul sito www.societasportivedalpapa.org

Lhockey DeVe restAre A MILANo


Insieme allAgor Antonio Rossi (Lega Nord) e Lorenzo Zacchetti (PD) quando si parla di sport vanno facilmente daccordo

obbLIGAtorIo IL pos IN tUttI I ceNtrI sportIVI


Il prossimo 30 giugno scatter ufficialmente lobbligo di accettazione della moneta elettrica da parte degli esercenti di attivit commerciali e di servizi. Con la conversione in legge del Decreto milleproroghe (150/2013), tutti i gestori di impianti sportivi, associazioni e societ sportive dilettantistiche dovranno necessariamente dotarsi di un POS (Point of Sale). In vista di aggiornamenti futuri lobbligo in vigore, anche se non sono ancora previste sanzioni in caso di inadempienze. g

o scorso marzo, lHockey Milano Rossoblu ha festeggiato limportante traguardo dei 90 anni di vita. Non si trattato per di una festa del tutto spensierata, in quanto ha coinciso con lemergere di serie problematiche riguardanti il rapporto con il gestore dellAgor, il palazzetto del ghiaccio in zona Primaticcio. La societ milanese vi disputa i suoi incontri casalinghi a fronte di un affitto che considera troppo oneroso e fuori mercato rispetto ad analoghe strutture nel resto dItalia. Inoltre, a fronte degli elevati pagamenti che le vengono richiesti, spesso non ha nemmeno la disponibilit dellimpianto, dove si organizzano eventi di altro genere, a partire dal pattinaggio. Per questo motivo, diverse gare casalinghe sono state trasferite a Torino, con ovvi disagi per i tifosi, ma anche per lorganizzazione generale. Il perdurare di queste problematiche ha spinto lHockey Milano a prendere in considerazione lipotesi del trasferimento a Torino, che ovviamente rappresenterebbe uno smacco clamoroso per il capoluogo lombardo. Per questo motivo, la festa dei 90 anni si trasformata in un summit tra i referenti istituzionali dello sport. Tra questi, cerano anche lassessore regionale allo sport Antonio Rossi e il nostro direttore Lorenzo Zacchetti, nella sua funzione di responsabile dello sport per il PD dellarea metropolitana milanese. Al di l delle differenze politiche, si sta lavorando per risolvere il problema, insieme ovviamente alla Giunta-Pisapia visto che lAgor di propriet del Comune di Milano e lattuale concessione duso scade nel 2017. g

18 Champions City

Visita il sito Mi Generation per informazioni su progetti, opportunit, formazione, eventi e per interagire con la web community delle politiche giovanili di Milano

Per restare informato: migeneration.it MIGenerationCamp


Champions City 19

MADE IN

Ricorrenze

MILANOLOMBARDIA
O

Quanti applausi per le promesse del VOLLEY!

ltre 1.500 spettatori hanno seguito la giornata finale e le premiazioni del Mikasa Teens Champions. Questi i vincitori, categoria per categoria. Under 14 femminile: Bracco Pro Patria Milano; miglior giocatrice Francesca Scola (Pro Patria) - Under 15 maschile: Volley Segrate; miglior giocatore Filippo Maccabruni (Volley Segrate) - Under 16: Igor Gorgonzola Novara - miglior giocatirce Marta Gull (Novara) - Under 17 maschile: GSA Agliatese; miglior giocatore Riccardo Mauri (Agliatese) - Under 18 femminile: Unendo Yamamay Busto Arsizio - miglior giocatrice: Camilla Mingardi (Unendo Yamamay). In totale, il torneo ha coinvolto complessivamente 9 impianti di Milano e dintorni ed oltre 800 atleti dai 12 ai 18 anni, per un totale di 172 partite giocate. g

A moNzA, mA sULLA bIcI

Anche questanno, lautodromo di Monza mette a disposizione la sua celebre pista per gli allenamenti in bicicletta dei tesserati. Fino al prossimo 11 luglio, gli orari saranno i seguenti (salvo esigenze di manutenzione): - marted e gioved dalle ore 18.30 alle 20.00 tesserati F.C.I. e ACSI Settore ciclismo - luned e mercoled dalle ore 18.30 alle 20.00 tesserati F.C.I. e ACSI Settore ciclismo, ciclisti, rollerblades, skates. g

La Spartan Race al Castello Sforzesco


opo la tappa romana del 26 aprile, il prossimo 14 giugno la Spartan Race far tappa a Milano, nella suggestiva location del Castello Sforzesco. A differenza di Roma, dove si sono svolte sia la Sprint (circa 5km e 15 ostacoli), che la Super (circa 13km e 21 ostacoli), a Milano verr organizzata solo la Sprint. Levento milanese si preannuncia come il pi veloce di sempre, in quanto, per essere classificati, bisogner concludere il percorso tra i 30 ed i 45 minuti dalla partenza. La Spartan Race una corsa ad ostacoli creata da Joe DeSena e Andy Weinberg nel 2009 e si distingue in tre format, diversificati dalla lunghezza del percorso (5+, 13+ e 21+ km) e dal numero degli ostacoli presenti (naturali ed artificiali). Possono partecipare uomini e donne di ogni et, a partire dai 18 anni. Per i pi piccoli e giovani c la Spartan Junior. Sponsor della manifestazione Reebok, che ha appositamente realizzato la calzatura One Series (90 ). Le iscrizioni per i primi 500 partecipanti allevento milanese saranno al prezzo promozionale di 39 e, dal 501 iscritto in avanti, il costo delliscrizione andr in crescendo. Per iscriversi ed avere maggiori informazioni sulla gara, si pu consultare il sito www.spartanrace.it g

STUDIOTIRELLI.COM
20 Champions City

LIFE IS E-MOTION

1.000 di queste pagine a soli 50 euro.

NATI ABBO TA A VI 50 I ED I N V EC 60

Vita magazine il compagno ideale di chi in Italia e nel mondo costruisce percorsi di nuova socialit e di nuova economia.
Il nuovo VITA ti propone ogni mese oltre 90 pagine di notizie, grandi servizi di approfondimento e consigli dei maggiori esperti sui temi dellimpegno sociale e degli stili di vita sostenibili. Abbonandoti potrai ricevere comodamente a casa tua questo ricco patrimonio di informazioni e di spunti preziosi pagando solo 50. E in pi avrai la certezza del prezzo bloccato e di non perdere nemmeno un numero. Non perdere questa occasione!

Abbonati subito su www.vita.it


P E R S O N E E I D E E P E R I L B E N E C O M U N E
Champions City 21

MADE IN

Ricorrenze

MILANOLOMBARDIA
L
a formazione Under 19 del Geas Sesto ha vinto il suo sesto scudetto. Nella finale di SantArcangelo di Romagna, le ragazze allenate da Cinzia Zanotti hanno battuto la Reyer Venezia per 60-46, vendicando cos la sconfitta della scorsa stagione contro le stesse avversarie. Miglior marcatrice dellincontro stata Cecilia Zandalasini, gi protagonista in A-2, che dopo aver saltato la semifinale contro Trieste, ha messo a segno 16 punti nella gara decisiva, pur non essendo nelle migliori condizioni fisiche. Per il Geas si tratta del sedicesimo titolo conquistato a livello giovanile. Il suo cammino era cominciato con un percorso netto nella fase di qualificazione: 63-51 contro Battipaglia, 68-54 contro Castel San Pietro e 56-50 contro Schio. In semifinale il Geas ha sconfitto Trieste per 44-36. g

Un altro scudetto a SESTO SAN GIOVANNI

Soluzioni innovative nel centro di MUGGIANO


Cantiere aperto Un particolare del progetto, firmato dallarchitetto Luciano Messina

SCACCO MATTO A CHI NON CREDE NEI GIOVANI


Il tredicenne Luca Morani ha vinto il prestigioso Open cacchistico internazionale di Lugano, in Svizzera. Il ragazzo di Bovisio Masciago (MB) ha prevalso con mezzo punto di vantaggio sul secondo classificato, il forte maestro milanese Franco Misiano, e un punto sul terzo classificato, lo svizzero Fabrizio Patuzzo. Nel contempo, la prima scacchiera olimpica italiana Elena Sedina di Como ha affrontato in simultanea 12 giocatori ticinesi tra cui alcune personalit del mondo della politica e dello spettacolo.g

el mese di giugno, il comune di Milano presenter il nuovo centro sportivo di Muggiano attraverso un workshop organizzato in collaborazione con La Gazzetta dello Sport e il Corso di Formazione per Ingegneri ed Architetti. Limpianto attualmente in costruzione nella periferia sud della Zona 7 si caratterizzer infatti per alcune tecnologie innovative di grande rilevanza. La macchina di produzione energetica utilizzer un sistema a captazione solare e il complesso non sar allacciato alla rete del gas. La struttura verr realizzata con massetti in materiali rigenerati, provenienti dal recupero di cavi elettrici. Le pavimentazioni e i rivestimenti di docce, palestre, spogliatoi e primo soccorso utilizzeranno teli in PVC autosterilizzanti. Infine, il trattamento dellacqua sar effettuato con cavitatori a nano-bolle, che renderanno superfluo limpiego di sostanze chimiche. Per il comune saranno presenti il vicesindaco De Cesaris e lassessora allo sport Bisconti, oltre al nostro Lorenzo Zacchetti. g

22 Champions City

SHARING

EQ Sharing il pratico ed ecologico servizio di quadricicli elettrici che trovi nelle isole digitali in vari punti della citt. I quadricicli elettrici, gi pi di 100, hanno unautonomia di 40 chilometri, sono a due posti e possono circolare in Area C e nelle Ztl.

Per restare informato: comune.milano.it/isoledigitali


Champions City 23

ADU

PEOPLE

sua vita. Lo ha la el d o n g so il a er a n uidare il Barcello g , re to a en ll a e u q n ento cominciata lu m a o m el u q in o Come per qu ri p ro p goderselo perch a o it sc u o del calcio ri d n o n o m n il a o m tt , Tu . o st re p realizzato o ta finita tropp vi a su la e ia CCHETTI tt la a m la DI LORENZO ZA la sua lotta con mozione m co e to et ff a n co va o ricorda Vilan
Pep e Tito hanno giocato insieme nelle giovanili del Bara dal 1984 al 1990, stringendo unamicizia che coinvolgeva anche Jordi Roura e Aureli Altmira. Li chiamavano i golafres, cio i ghiottoni, per le loro scorribande alimentari. Tito aveva un ulteriore soprannome, il Marchese, per la sua abitudine di vestire con eleganza fin da giovanissimo. Dopo quegli anni spensierati, le loro strade si sono separate. Guardiola approdato in prima squadra, diventando un perno del Dream Team allenato da Cruyff. Vilanova, anche lui centrocampista ma dal talento decisamente meno sfavillante, ha invece cominciato a vestire le maglie di club non altrettanto prestigiosi, come Figuers, Celta Vigo, Badajoz, Maiorca, Lleida ed Elche. A 32 anni ha chiuso la carriera da calciatore ed ha cominciato ad allenare: dopo Palafrugell, Figuers e Terrassa, tornato a Barcellona per guidare la squadra-B e per fare da vice al vecchio amico Guardiola, che da tecnico azulgrana riuscito a fare ancora meglio che quando giocava. Da suo assistente, Tito si messo in luce, suo malgrado, per una rissa con Mourinho nella finale di Supercoppa di Spagna del 2011, quando il portoghese gli ha messo un dito in un occhio. In seguito, lo Special One gli ha chiesto scusa, evento pi unico che raro per uno come lui. Alla fine della stagione successiva, Vilanova stato scelto per rimpiazzare Guardiola, che aveva deciso di prendere un anno sabbatico negli Stati Uniti. La societ ha organizzato una conferenza stampa congiunta per salutare il vecchio allenatore ed annunciare il nuovo, ma Pep non lha presa bene, sentendosi messo in ombra, e si offeso. La sincera amicizia tra i due si incrinata, anche perch nel frattempo Tito andato negli USA con la squadra, per la tourne estiva, e non si sentito sufficientemente

O T I T

uesti sono tempi difficili per i miei cari ed per questo che chiedo il rispetto e la comprensione da parte dei media. Una volta lasciato ilBarcellona, spero di avere la tranquillit e la privacy di cui io e la mia famiglia abbiamo bisogno.Non posso concludere questa lettera senza augurare ogni fortuna ed ogni successo al nuovo allenatore della migliore squadra del mondo. Cos Tito Vilanova concludeva il suo commiato dalla panchina del Bara, per ordine dei medici. Era il 21 luglio del 2013 e gi da un anno e mezzo era in corso la sua lucha contro il cancro. Soli nove mesi dopo quella toccante separazione, la famiglia azulgrana piange la morte dello sfortunatissimo quarantacinquenne, cresciuto allombra di Guardiola.

non ho parole. stato un onore far parte della tua vita. sei stato e sarai sempre un esempio. non ti dimenticher mai. riposa in pace, mister @andresiniesta8
24 Champions City

Destini paralleli Tito Vilanova nato a Bellcaire dEmpord il 17 settembre 1968 ed morto a Barcellona lo scorso 25 aprile. Nella foto sotto, con lamico Pep Guardiola

Champions City 25 Champions City 25

appoggiato da Guardiola, nonostante la sua malattia. Nel novembre del 2011 Vilanova era stato operato per un tumore alla parotide, che dopo lintervento sembrava debellato. Nellestate del 2012 invece il cancro si ripresenta e nel dicembre successivo, dopo un nuovo intervento, iniziato un ciclo di chemioterapia e radioterapia. Per le sue frequenti assenze, la guida del Bara passata al suo vice, lex golosone Jordi Roura, che tuttavia si limitato a fare quello che Tito gli indicava nel corso dei loro confronti telefonici. E cos che il Bara ha vinto la Liga 2012/13, ma nel luglio seguente, come detto, laggravamento della situazione ha costretto il tecnico lasciare definitivamente la panchina, passata a Gerardo Martino. Mentre il nuovo tecnico argentino usciva malamente dalla Champions League e si giocava le ultime chance di conquistare la Liga nel duello con lAtletico Madrid, Tito il 24 aprile

2014 stato nuovamente ricoverato ed il giorno dopo si spento. Nellestate del 2013, allinizio della sua esperienza con il Bayern Monaco, Guardiola aveva rilasciato delle dichiarazioni durissime nei confronti della dirigenza del Barcellona, accusandola di aver sfruttato la malattia di Villanova per rompere i rapporti con lui. Il dolore della morte, per, fa sembrare inezie anche gli screzi pi duri e cos Pep stato il primo a commuoversi nel ricordare il suo vecchio amico, con il quale parole sue - era riuscito a mangiarsi il mondo. Voglio mandare un pensiero a suo padre Joaquim, a sua madre Maria Rosa, a sua moglie Montse, a sua figlia Carlotta e a suo figlio Adri da parte dei miei genitori e della mia famiglia. Il dolore che provo oggi mi accompagner per tutta la vita, sar impossibile liberarmene. I funerali sono stati celebrati in forma privata per volere della famiglia, per tributare lultimo

adu (come si dice in catalano) a Vilanova cerano gi state diverse occasioni, dalla camera ardente allestita al Camp Nou e nella quale i primi a presentarsi sono stati proprio Messi e compagni, agli incessanti tributi via Twitter, con lhashtag #hastasiempretito, digitato in tutto il mondo ed anche da Balotelli, Rafa Benitez, Conte, Del Bosque, Owen, Hodgson, Sergio Ramos, Bale e diversi giocatori e dirigenti del Real Madrid. Tra tutti gli omaggi, ha per un significato particolare quello del francese Eric Abidal, oggi al Monaco, ma ex Barcellona. Anche lui ha conosciuto il cancro e sta ancora combattendo una battaglia che non pu mai dirsi finita. Trattenendo a stento le lacrime, lo ha ricordato cos: Ho sempre saputo che era un lottatore. Sia io che lui abbiamo lottato contro la malattia, che comparsa a un anno di distanza. Posso dire che era una grande persona, un vero signore. g

26 Champions City

NUOVE STAZIONI M5
E' arrivata la linea M5 nei quartieri Isola e Garibaldi. Con le 2 nuove stazioni la linea Lilla ha ora nove fermate e si connette alla M2 a Garibaldi oltre che alla M3 a Zara.

Per restare informato: metro-5.com comune.milano.it


Champions City 27

SPORT HAS THE POWER TO CHANGE THE WORLD

Un viaggio alla scoperta di un nuovo modo di guardare il gioco del calcio, tra documenti storici, aneddoti e testimonianze che mettono in luce la complessit del rapporto esistente tra le squadre, il loro territorio di riferimento e gli infiniti intrecci politici, filosofici ed artistici che si intrecciano di continuo a margine del terreno di gioco. Cos Maradona diventa lideale discrimine tra lArgentina dei militari e quella di Che Guevara, mentre leterna sfida tra Barcellona e Real Madrid viene riletta con una lente storica che riesamina lera di Franco, ponendo il Generalissimo a confronto con altri due dittatori particolarmente attenti a sfruttare la popolarit del calcio, come Mussolini ed Hitler. Berlusconi viene spietatamente messo faccia a faccia con il concetto di calcio socialista, cos come Bossi e la Lega Nord vengono misurati a confronto con le spinte autonomiste incarnate dal Celtic Glasgow e dallAthletic Bilbao. Un lungo viaggio nellimpareggiabile fascino del calcio inglese si accompagna ad un tourbillon di citazioni che vanno da Pasolini a Tolstoj, passando per Gorbaciov, Mandela, Brera e i Beatles. Fino a scoprire, con amarezza, che lOlanda di Cruyff e del calcio totale altro non che il simbolo di una generazione che voleva cambiare il mondo e che invece uscita dal campo sconfitta. E che lesistenzialismo ateo del Novecento non sarebbe stato lo stesso, senza il calcio.

Dove lo trovi? Ordinalo online su:


www.facebook.com/cambiareilmondoconunpallone cambiareilmondoconunpallone.blogspot.com

28 Champions City

o c i t i m il o i c cal

SPECIALE

i n an
Lirripetibile storia del decennio doro del pallone italiano, tra lo e splendore del trionfo al Mundial . le miserie del calcio-scommesse liori Quando eravamo Re: tutti i mig in giocatori del mondo giocavano Italia. O sognavano di farlo...

0 8
Champions City City 29 29 Champions

80

Campioni sotto processo Enrico Albertosi, ex portiere della nazionale, sul banco degli imputati

MANETTE negli stadi


L
Il decennio comincia davvero malissimo per il calcio italiano: a pochi mesi dagli Europei organizzati proprio nel nostro Paese, scoppia lo scandalo delle partite truccate per favorire gli scommettitori clandestini. Il terremoto travolge anche dei giocatori azzurri
in carica), Wilson, Giordano e Manfredonia della Lazio, nonch Stefano Pellegrini dellAvellino. Lo shock arriva nelle case dei tifosi grazie a 90 minuto, che racconta in diretta limprevedibile esito di una vicenda cominciata in maniera davvero insolita. Tutto parte con liniziativa di un grossista ortofrutticolo, Massimo Cruciani, il quale presenta alla Procura di Roma un esposto nel quale spiega di essere stato truffato da alcuni giocatori della Lazio. Cruciani sostiene di essere entrato in contatto con i biancazzurri grazie alla mediazione di Alvaro Trinca, un ristoratore di Roma, e di essere stato indotto a scommettere molti soldi su alcuni incontri combinati. Per via di alcuni patti non mantenuti, Cruciani ha perso diverse centinaia di milioni (di lire) e quindi ha scelto di rivolgersi alla magistratura. Da un punto di vista penale, tuttavia, i fatti non costituiscono reato e quindi tutti Inter di Bersellini vince lo scudetto dopo una cavalcata che la vede in testa alla classifica fin dalla prima giornata. Alle sue spalle ci sono la Juve a meno tre punti e il Milan a meno cinque, ma la classifica viene completamente stravolta dallo scandalo del totonero. La bomba esplode a sei giornate dalla fine, il 23 marzo. La polizia penetra negli stadi ed arresta diversi calciatori, tra cui Albertosi e Morini del Milan (campione
30 Champions City

Stelle cadenti Rossi, Giordano e Manfredonia subiscono lunghe squalifiche

Serie A: i colpevoli e gli innocenti


Societ: Lazio e Milan: retrocesse in B Avellino, Bologna e Perugia: 5 punti di penalizzazione Juventus e Pescara: assolte Allenatori e dirigenti: Felice Colombo (pres. Milan): radiato Tommaso Fabbretti (pres. Bologna): un anno Giampiero Boniperti (pres. Juventus), Giovanni Trapattoni (all. Juventus), Riccardo Sogliano (d.s. Bologna), Marino Perani (all. Bologna), Lus Vincio (all. Napoli): assolti Calciatori: Stefano Pellegrini (Avellino): 6 anni Massimo Cacciatori (Lazio): 5 anni Mauro Della Martira (Perugia): 5 anni Enrico Albertosi (Milan): 4 anni Bruno Giordano e Lionello Manfredonia (Lazio): 3 anni e 6 mesi; Carlo Petrini e Giuseppe Savoldi (Bologna): 3 anni e 6 mesi; Giuseppe Wilson (Lazio): 3 anni; Luciano Zecchini (Perugia): 3 anni; Paolo Rossi (Perugia): 2 anni; Franco Cordova (Avellino): 1 anno e 2 mesi; Giorgio Morini (Milan): 10 mesi; Stefano Chiodi (Milan): 6 mesi; Piergiorgio Negrisolo (Pescara): 5 mesi; Maurizio Montesi (Lazio): 4 mesi; Franco Colomba (Bologna): 3 mesi; Oscar Damiani (Napoli): 3 mesi; Andrea Agostinelli (Napoli), Giancarlo Antognoni (Fiorentina) e Claudio Pellegrini (Avellino): assolti

i personaggi coinvolti vengono subito prosciolti. La giustizia sportiva, per, accerta lavvenuto illecito sportivo in diversi casi, pi o meno gravi. La posizione pi pesante quella di Lazio e Milan, dopo lincontro vinto 2-1 dai rossoneri, con Morini che viene accusato di aver consegnato 20 milioni inviati dal presidente Felice Colombo a Trinca e Cruciani per comprarne il silenzio. Quella della Lazio una stagione davvero da dimenticare, funestata anche dalla tragica morte di Vincenzo Paparelli, tifoso della curva Nord che nel giorno del derby contro la Roma viene colpito da un razzo partito dallopposta curva Sud. Non certo il primo caso di partite truccate nella lunga e torbida storia del calcio italiano, ma la prima volta che appare in maniera lampante lesistenza di un sistema organizzato per garantire proventi illeciti ad un gruppo di scommettitori clandestini, falsando lesito dei campionati di A e B. Non tutti i casi segnalati conducono a condanne. Tra le societ, Juventus e Pescara vengono prosciolte, cos come tra i big coinvolti nella vicenda escono senza macchia Trapattoni, Boniperti, Antognoni e Luis Vinicio. Tra giugno e luglio, vengono emessi i due gradi di sentenza, con un esito decisamente traumatico: a pochi giorni dallinizio
Champions City 31

I paninari devono il loro nome ai fast food dove si ritrovano. Indossano giubbotti Moncler, scarpe Timberland e calze Burlington: le firme sono la loro vera ossessione

La moda femminile invece caratterizzata da unautentica esplosione di colori, comprese le tonalit fluo, capelli cotonati, fiocchi appariscenti e trucco molto pesante. Licona Madonna

Gianni Agnelli invece il punto di riferimento per i modaioli adulti, che copiano lorologio sul polsino. I giovani ambiziosi in carriera si chiamano Yuppies

GLI ANNI 80

Cos va il mondo nel 1980

La mafia uccide Mattarella, presidente DC della Sicilia, che sta costruendo una giunta con il PCI l Il giornalista Walter Tobagi viene ucciso dalla Brigata 28 marzo l Marguerite Yourcenar la prima donna ad essere ammessa allAccademia di Francia l Silvio Berlusconi lancia Canale 5 l Viene arrestato Michele Sindona per il fallimento della Franklin National Bank. Un mese dopo, viene accusato anche dellomicidio Ambrosoli l Il 27 giugno, nel cielo sopra Ustica, scompare un DC9 della compagna Itavia. Muoiono 81 persone l Il 2 agosto, una bomba uccide 85 persone alla stazione di Bologna l A Mosca si svolgono le Olimpiadi, ma gli USA e altri 64 paesi li boicottano per protestare contro linvasione dellAfghanistan da parte dellURSS l In Polonia nasce Soldarnosc l Lex attore Ronald Reagan viene eletto Presidente degli USA [foto] l Mark Chapman uccide il suo idolo John Lennon, ex dei Beatles

Retrocessi Il laziale Pino Wilson e, sotto, il Milan

dei campionati europei, che si giocano proprio in Italia, subiscono sanzioni pesantissime giocatori in vista come Paolo Rossi del Perugia, il terzetto laziale GiordanoManfredonia-Wilson, i milanisti Albertosi e Morini, i bolognesi Savoldi e Petrini, oltre a Colomba, Damiani e Pellegrini. In particolare, per il commissario tecnico Enzo Bearzot grave la perdita di Rossi, lanciato a sorpresa nel mondiale in Argentina di appena due anni prima. Il centravanti toscano in costante crescita di popolarit e proprio nella stagione 1979/80 il Perugia si inventa un sistema ingegnoso per rientrare del miliardo di lire investito per averlo in prestito biennale dal Vicenza. Franco DAttoma, presidente dei Grifoni, trova il modo di aggirare la regola che impedisce la presenza di scritte pubblicitarie sulle divise
32 Champions City

Shock Paolo Valenti conduce la diretta su 90 minuto

delle squadre fondando il sedicente maglificio Ponte sportswear. In quel modo, il marchio Ponte pu essere stampato sulle maglie della squadra come fornitore tecnico, ma in realt il maglificio non esiste: si tratta di unazienda del gruppo Buitoni-Perugina, che fa prodotti alimentari e paga ben 400 milioni per stare sul petto di Rossi e compagni. Si tratta della prima sponsorizzazione di

Furbetti Rossi e lo sponsor occulto del Perugia

maglia nella storia del calcio italiano, ma la federazione non accetta la presa in giro e multa il Perugia di 20 milioni, oltre ad imporgli la rimozione del marchio prima ancora che il campionato cominci. DAttoma inizialmente si adegua e si accontenta di scrivere Ponte un po dappertutto: dalle tute dei giocatori, alle reti delle porte e persino sullerba del Renato Curi. Nel frattempo, continua la sua battaglia legale, fino a quando non gli viene permesso di rimettere la pubblicit sulle divise da gioco. Il secondo debutto dello sponsor avviene proprio nella sciagurata domenica del 23 marzo, il giorno in cui scoppia lo scandalo calcioscommesse. Al di l della sfortunata coincidenza, DAttoma

centra in pieno il bersaglio: grazie a lui, dalla stagione successiva tutte le squadre di serie A si presentano ai nastri di partenza con i loghi dei rispettivi sponsor sul petto. E una svolta storica per il calcio italiano e alcuni marchi (come Ariston per la Juventus e Barilla per la Roma) ottengono da questi abbinamenti dei benefici Big flop destinati a durare nel tempo. Savoldi, un Nel frattempo, per, lItalia ha altro degli bisogno di tornare a credere squalificati nel calcio pulito e proietta le sue speranze sulla nazionale. di Fulvio Collovati. Non c finale La formula del torneo prevede due per il terzo posto, mentre il titolo gironi da quattro squadre ciascuno, continentale va alla Germania Ovest, con la prima e la seconda di ciascun che sconfigge il Belgio grazie ad una raggruppamento che si incrociano nelle semifinali. Gli azzurri debuttano doppietta di Horst Hrubesch. In campo europeo, i tedeschi vanno alla a Milano, ma non vanno oltre lo 0-0 grande. La finale della coppa Uefa con la Spagna. Tardelli firma lunico un derby teutonico, con lEintracht gol nella sfida con lInghilterra, a Francoforte che sconfigge il Borussia Torino, ed infine passiamo il turno Monchengladbach. In coppa dei con un altro pareggio a reti bianche, Campioni, lAmburgo viene sconfitto a Roma con il Belgio. Secondi nel girone, affrontiamo la Cecoslovacchia in finale dal Nottingham Forest del mitico Brian Clough. Parla tedesco di Panenka (linventore del rigore anche il pallone dOro, che viene a cucchiaio) al San Paolo di Napoli. Dopo il gol di Jurkemik e il vinto da Karl-Heinz Rummenigge (Bayern Monaco) davanti a Bernd pareggio di Graziani, lincontro si Schuster (Colonia/Barcellona), decide ai rigori, con lerrore fatale mentre al terzo posto c il giovane Michel Platini (St Etienne). Nei primi venti, ci sono solo due italiani: Zoff all11 posto e Ciccio Graziani al 15. Loggettivo impoverimento del calcio italiano convince la federazione a riaprire le frontiere, permettendo alle societ di tesserare un giocatore straniero ciascuna. Finisce cos il blocco decretato nel 1966, dopo il clamoroso flop della nazionale al mondiale inglese. La Juventus, pur avendo chiuso il campionato al secondo posto, per diverse settimane stata pericolosamente vicina alla zona retrocessione e per rilanciarsi punta sullirlandese Brady. La Roma risponde con il brasiliano Falcao, lInter con laustriaco Prohaska e il Napoli con lolandese Krol. Ed solo Campioni dEuropa linizio di un nuovo capitolo, che La Germania Ovest risulter davvero avvincente. g
fa festa a Roma
Champions City 33

Il campionato pi bello del MONDO


81

Con la riapertura delle frontiere, gli stranieri diventano i veri protagonisti della serie A. Si comincia da Brady, che d alla Juventus uno scudetto sul quale incide anche il famoso gol annullato a Turone, ma da qui comincia un romanzo che annovera tra i protagonisti grandi campioni e numerosi bidoni
opo ben quattordici anni di assoluta autarchia, il calcio italiano riapre le porte ai giocatori stranieri. Inizialmente permangono alcune diffidenze, visto che delle 16 squadre che prendono parte al campionato di serie A sono addirittura cinque quelle che preferiscono non avvalersi di questa possibilit: Ascoli, Brescia, Cagliari, Catanzaro e Como si presentano al via con una rosa tutta made in Italy. I volti nuovi sono per molto intriganti e il duello pi emozionante quello tra la Juventus di Brady e la Roma di Falcao. La corsa per lo scudetto si decide alla terzultima giornata, nello scontro diretto a Torino. La Juve vi giunge con un punto di vantaggio sui rivali, dopo una serie di avvicendamenti al top della classifica. Il match-clou tra i club guidati rispettivamente da Boniperti e Viola, rivali polemici ma sempre orientati al fair-play, fa stabilire il record di incasso al Comunale, con 480 milioni di lire. Arbitra Paolo Bergamo, che al 62 non si fa scrupolo di espellere il bianconero Beppe Furino per leccessiva foga agonistica con la quale entra in tackle su Maggiora. Tredici minuti dopo, col risultato ancora inchiodato sullo 0-0, un lancio di Bruno Conti viene prolungato da Roberto Pruzzo e quindi deviato in rete da Ramon Turone. Inizialmente Bergamo convalida la rete, poi, su segnalazione del guardalinee Sancini, la annulla per fuorigioco. La partita termina senza gol, vanificando le speranze di sorpasso dei giallorossi. Carlo Sassi, che nel 1967 aveva introdotto luso della moviola, analizza pi volte lepisodio, ma senza chiarire i dubbi. Il gol di Turone diventa una pietra miliare degli anni Ottanta. Viola afferma di aver perso lo scudetto per una questione di centimetri e i tifosi giallorossi fanno coincidere la decisione di Bergamo con lo strapotere politico della Juve, avversario che da quel momento diventa letteralmente odiato. Ci vorranno trentatre anni prima che lo stesso Sassi spieghi che Turone effettivamente in fuorigioco e che le polemiche in merito vengono state alimentate ad arte dalla Rai di Roma, utilizzando consapevolmente

Stranieri e stranezze Da sinistra a destra, tre dei pi grandi giocatori al mondo: Michel Platini (Juventus), Zico (Udinese) e Rummenigge (Inter), ritratto nella finale del mondiale 82 contro il suo futuro compagno di club Bergomi. Nel tondo a sinistra, Luis Silvio, bidone della Pistoiese

34 Champions City

immagini da unangolazione tale da falsare la percezione delle posizioni in campo. Seconda con due punti di distacco, la Roma si accontenta della coppa Italia, mentre al terzo posto arriva il Napoli di Krol ed al quarto lInter di Prohaska. Retrocedono in serie B Brescia, Perugia e Pistoiese, questultima al suo primo e ultimo campionato nella massima categoria. Tra le ragioni del flop degli arancioni c anche la scelta del brasiliano Luis Silvio Danuello, acquistato per 170 milioni di lire dalla Ponte Preta. Atteso come bomber in grado di garantire la salvezza, in realt il sudamericano si rivela un bluff e sparisce dalla circolazione dopo sole sei partite, senza nemmeno un gol al suo attivo. Prima va in panchina, poi in tribuna e quindi fa perdere le sue tracce, alimentando diverse leggende metropolitane sul suo conto. Con lapertura agli stranieri, comincia anche lera dei bidoni, sempre pi frequenti. Visto che i club italiani sono disposti a spendere per rinforzarsi, procuratori ed intermediari senza scrupoli cercano di approfittarne in tutti i modi, anche corrompendo gli avversari, organizzando amichevoli di comodo e facendo carte false per piazzare al meglio i propri assistiti. Lopera di questo sottobosco di furbacchioni e la dabbenaggine di alcuni dirigenti nostrani favorisce nel corso degli anni lavvento di una serie personaggi improbabili, dei quali vale la pena di ricordare alcuni esempi. Ad
Champions City 35

Cos va il mondo nel 1981

Un golpe militare fallisce in Spagna l In Italia viene scoperta la loggia massonica P2 l John Hinckley, un folle, attenta alla vita di Reagan, che si salva miracolosamente l Il terrorista turco Ali Agca spara a Papa Giovanni Paolo II, che sopravvive nonostante le gravi ferite [foto] l Mitterand viene eletto Presidente della Repubblica francese l Bobby Sands muore, dopo due mesi di sciopero della fame per la causa irlandese l Bob Marley muore a causa di un tumore l Il Principe Carlo dInghilterra sposa Diana Spencer l IBM presenta il 5150, il primo personal computer della storia l Il duo Simon & Garfunkel tiene uno storico concerto a Central Park, dal quale scaturisce un vendutissimo disco live l Il Presidente egiziano Sadat viene ucciso in un attentato fondamentalista l La Francia abolisce la pena di morte l A Verona, le Brigate Rosse rapiscono il generale USA Dozier

Ascoli per due anni gioca livoriano Franois Zahoui, il primo africano in Italia, che il mitico presidente Rozzi chiama Zigul e che non segna nemmeno un gol, prima di trasferirsi in Francia. Lo seguono gli slavi Arslanovic e Cvetkovic, giocatori difficili da pronunciare, ma soprattutto da guardare. Altrettanto curiosa la pronuncia (ciop) di Davor Cop, preso dallEmpoli sulla scia dei gol segnalati in Jugoslavia, ma poi incapace di segnare anche una sola volta in Italia. Tornando ad Ascoli, nel 1987 troviamo anche Hugo Maradona, fratello minore di Diego acquistato dal Napoli per ovvi motivi e, per motivi altrettanto ovvi, girato in prestito ai marchigiani. Dopo 13 partite e nessun gol, la sua avventura italiana va a concludersi. Il Pisa nel 1982 prende Jorge Caraballo, autoproclamatosi erede di Schiaffino, ma che finir col far il tassista. Nel 1988 sceglie il belga Francis Severeyns, capocannoniere grazie alle 34 reti realizzate in 49 partite con la maglia dellAnversa, ma anche lui in Italia rimane a
Sylvester Stallone interpreta Rocky in due episodi della serie. Nel quarto, affronta il russo Ivan Drago, replicando sul ring i timori suscitati dalla guerra fredda

bocca asciutta. I tifosi della Roma coniano il perfido soprannome Er moviola per il brasiliano Andrade, a causa della sua bradipale lentezza. Nella stessa sessione di mercato, quella dellestate 1988, i giallorossi acquistano un altro brasiliano, Renato Portaluppi, che a Roma si fa apprezzare pi come playboy e frequentatore di locali notturni che per quanto fa in campo. Per il danese Soren Skov il trasferimento ad Avellino veramente traumatico, al punto che al termine del girone di andata preferisce tornare in patria e rimettersi a lavorare in banca. Altrettanto fallimentare lesperienza irpina del greco Anastopoulos, cosi come quella di Victorino a Cagliari, di Waas e Aaltonen a Bologna o di Blissett al Milan. Le figuracce non risparmiano nemmeno i big. Il grande Socrates a Firenze non riesce a ripetere le imprese realizzate in Brasile, cos come la Juve si convince di aver fatto dei grandi colpi con il gallese Rush e il russo Zavarov, ma la realt ben diversa. Durante la finale di coppa Intercontinentale del 1985,
Sophie Marceau viene rivelata nel 1980 dal fortunato Il tempo delle mele. La 13enne diventer una celebre attrice, regista e sceneggiatrice

tra i bianconeri e lArgentinos Juniors, si mette in luce Claudio Borghi, del quale Berlusconi si innamora. Nellestate del 1987 lo acquista per il suo Milan, ma Arrigo Sacchi non
Michael J. Fox viaggia nel tempo con Ritorno al futuro. Alcune idee sono bizzarre, ma le scarpe autoallaccianti verranno prodotte da Nike nel 2015

GLI ANNI 80
36 Champions City

Top e flop, in senso orario Il brasiliano Juary, qui contrastato da Gentile, ha giocato con Avellino, Inter, Ascoli e Cremonese. Lo scozzese Joe Jordan ha giocato due anni nel Milan e uno nel Verona, segnando davvero pochino. Linglese Luther Blisset ha militato nel Milan nella stagione 1983/84, segnando solo 5 gol. Il tedesco Muller a colloquio con il doriano Francis. Il brasliano Careca ha vinto scudetto, Supercoppa italiana e coppa Uefa a Napoli. Il danese Laudrup ha giocato nella Lazio e nella Juve, vincendo lIntercontinentale. In questa foto inseguito da un giovanissimo Maldini

vuole saperne di lui, visto che dopo Gullit e Van Basten ha deciso che il terzo straniero debba essere un altro olandese: Rijkaard. Borghi va quindi in prestito al Como, dove per Agroppi gli fa fare la riserva di Notaristefano. E simile la parabola del paraguaiano Gustavo Neffa, acquistato allet di 18 anni dalla Juve e dato in prestito alla Cremonese, dove per segna appena tre gol in tre anni. Rimane nella storia per aver ispirato il nome darte del cantante Neffa, al secolo Giovanni Pellino, del

quale diventato un buon amico. La lista dei bidoni potrebbe proseguire a lungo, ma decisamente pi lunga quella dei grandi campioni che arrivano ad elevare il livello del nostro campionato al di sopra di ogni altro torneo mondiale. Anche grazie al via libera al terzo straniero per ogni squadra, giunto nellestate 88, le big fanno incetta di fenomeni. Se il Milan si fregia del trio olandese, allInter si alternano tedeschi di primo piano come Rummenigge, Hansi Muller, Brehme, Mattheaus e Klinsmann,

oltre allargentino Diaz. Boniek e Laudrup esaltano la Juve, mentre a Napoli Careca e Alemao si affiancano a Maradona, ma il vero segnale della svolta epocale la presenza di personaggi di grandissimo rilievo anche in formazioni meno blasonate, se non in vere e proprie provinciali. Il caso pi clamoroso lacquisto di Zico da parte dellUdinese, che gi contava sul suo connazionale Edinho, libero della Seleao. La Sampdoria annovera tra le sue fila Souness, Toninho Cerezo e Trevor Francis, la Lazio schiera Batista, lAvellino ha Juary e il Verona prende Briegel ed Elkjaer, con i quali arriva persino a vincere uno storico scudetto. Il calcio italiano sta diventando lombelico del mondo ed il primo ad intuirne le potenzialit mediatiche , neanche a dirlo, Silvio Berlusconi. Il quarantacinquenne imprenditore televisivo acquista i diritti del Mundialito, torneo che si svolge a San Siro nel mese di giugno tra le squadre che hanno vinto almeno una volta la coppa Intercontinentale. Dei 15 club che ne avrebbero diritto, solo cinque accettano di partecipare: Inter, Milan, Pearol, Santos e Feyenoord. Tanto basta, per, per accendere la curiosit del pubblico. Il torneo lo vince lInter, aggiudicandosi il derby per 3-1, ed Evaristo Beccalossi viene premiato come miglior giocatore della manifestazione. I dirigenti del Santos dicono che il fantasista nerazzurro sarebbe lunico in grado di indossare degnamente il 10 di Pel e tanto basta perch il suo nome faccia il giro del mondo. Insieme a quello del campionato italiano, la Mecca di ogni calciatore che intenda dimostrare di essere qualcuno. g
Champions City 37

82

Gli EROI del mundial


G
razie a Liam Brady, la Juventus vince il secondo scudetto consecutivo e, giunta a quota 20, si cuce sulla maglia la seconda stella. I meriti del centrocampista irlandese non sono solo tecnici, ma anche morali, visto che allultima giornata di campionato segna il rigore decisivo sul campo del Catanzaro, pur sapendo gi di dover lasciare la squadra. Nel corso dellanno, infatti, la federazione apre alla possibilit di tesserare due stranieri a partire dal campionato 1982/83 e Boniperti gioca danticipo con il doppio ingaggio del polacco Boniek e del francese Platini. La
38 Champions City

Linattesa vittoria in Spagna rappresenta il momento pi esaltante del decennio, nonch loccasione per chiudere i conti con il recente passato e con lo scandalo del calcioscommesse. E Paolo Rossi il simbolo di un gruppo pi forte delle avversit
professionalit di Brady consente alla Juve di avere la meglio nel lungo testa a testa con la Fiorentina, che arriva a pari punti allultima giornata e a Catanzaro non va oltre lo 0-0, reclamando a sua volta un calcio di rigore che per non le viene concesso. Il concitato esito del campionato scatena lira dei tifosi

Lurlo di Tardelli Nella pagina accanto, liconica esultanza del centrocampista juventino dopo il suo gol contro la Germania Ovest nella finalissima di Madrid. In tribuna, il presidente Pertini esulta insieme al Re Juan Carlos, padrone di casa. A sinistra, la formazione-tipo dellItalia

viola che, capeggiati dal regista Zeffirelli, accusano i bianconeri di vincere grazie alla complicit degli arbitri. Per la prima volta nella storia, tutte le squadre partecipanti al campionato di A applicano il marchio di uno sponsor sulle proprie maglie e le entrate economiche vengono investite nellacquisto di stranieri o

comunque di giocatori in grado di far fare il salto di qualit anche alle piccole squadre. E cos che vediamo giocatori importanti come Walter Schachner accasarsi al Cesena, oppure Franco Causio allUdinese, ma questo non impedisce lesplosione di diversi giovani italiani, che proprio nel corso di questo

campionato conquistano lattenzione dei tifosi. Roberto Mancini (17 anni) incanta nel Bologna, Pietro Vierchowood (22) e Daniele Massaro (20) dimostrano le loro qualit nella Fiorentina, cos come Beppe Bergomi (18) nellInter e il suo coetaneo Beppe Nanu Galderisi si rivela un ottimo sostituto per Paolo Rossi, acquistato dalla Juventus nonostante la squalifica da scontare per via del calcioscommesse. E ben diversa la stagione del Milan, appena tornato in serie A dopo lanno trascorso in cadetteria per sentenza del giudice sportivo. I rossoneri pagano lassenza di Franco Baresi a causa di un raro virus e lo scarso rendimento del centravanti scozzese Jordan, quindi, nonostante la sostituzione in corsa del tecnico Gigi Radice con Italo Galbiati, retrocedono insieme a Como e Bologna. Sia per gli emiliani che per i rossoneri, si tratta della prima retrocessione decisa sul campo nella loro storia. Capocannoniere del campionato, per il secondo anno consecutivo, il romanista Pruzzo. Tuttavia il c.t. Enzo Bearzot non lo convoca per i mondiali che si disputano in Spagna, preferendogli Paolo Rossi, che al termine della sua squalifica fa in tempo a giocare appena tre partite con la maglia della Juventus. Identico atteggiamento viene tenuto con Evaristo Beccalossi, stella dellInter. La sua esclusione viene duramente contestata da parte da una tifosa alla partenza dellaereo azzurro da Roma e Bearzot, insultato, reagisce colpendola con uno schiaffo.
Champions City 39

Cos va il mondo nel 1982

Gli editori Rusconi e Mondadori lanciano due tv private: rispettivamente, Italia 1 e Retequattro. Questultima viene subito acquistata da Berlusconi l I NOCS liberano Dozier, ostaggio delle Brigate Rosse l Lesercito argentino occupa le Isole Falkland, contese alla Gran Bretagna in un conflitto che durer due mesi l Pio La Torre, segretario del PCI siciliano, viene ucciso dalla mafia l Gilles Villeneuve, pilota della Ferrari, muore in un incidente durante le prove del GP del Belgio [foto] l Il Banco Ambrosiano viene posto in amministrazione controllata e Roberto Calvi viene ritrovato morto a Londra. Nelle indagini, viene inquisito Marcinkus, presidente dello IOR l Viene prodotto il primo compact disc l Il generale Dalla Chiesa viene ucciso dalla mafia l Viene arrestato Licio Gelli l Muore Breznev. Il nuovo segretario del PCUS Andropov l Esce Thriller di Micheal Jackson, che diventer il disco pi venduto della storia della musica

E un episodio che ben descrive il clima di tensione e scetticismo che accompagna la nazionale in vista del Mundial. Bearzot viene accusato di non tenere conto delle indicazioni del campionato, affidandosi esclusivamente al gruppo forgiato a partire dal mondiale del 78 in Argentina, nel quale in effetti il c.t. ha una fede assoluta. Dei suoi fedelissimi, restano fuori per via di gravi infortuni soltanto Bettega ed Ancelotti, ma gli altri ci sono tutti, compresi i veterani Causio (33 anni) e Zoff (40), che capeggia il blocco-Juve formato da ben sei elementi. La stampa milanese e quella romana sono molto fredde nei confronti di una rosa cos costituita, che peraltro non convince nemmeno i tifosi. Le amichevoli premondiali aumentano la sfiducia ed anche il malumore di Massaro e Dossena, che si sentono poco considerati. Durante il ritiro di Vigo, alcuni giornali arrivano persino ad ipotizzare che Rossi e Cabrini siano legati da un rapporto sentimentale e gli azzurri, stufi di essere trattati come bersagli, dichiarano uno storico silenzio-stampa, affidando al solo capitano Zoff il compito di interloquire coi giornalisti, ruolo che ad un tipo taciturno come lui pesa come un macigno. Lavvio
40 Champions City

del torneo non certo esaltante. Gli azzurri pareggiano 0-0 con la Polonia al termine di un incontro davvero soporifero e anche nelle due successive gare del girone non vanno oltre il pareggio. Contro il Per, a sbloccare il risultato Bruno Conti, con un bel tiro dalla distanza, ma a sei minuti dal termine una sfortunata deviazione di Collovati su tiro di Diaz inganna Zoff. Contro il Camerun ancora 1-1: gli azzurri vanno in gol con un colpo di testa di Graziani che scavalca NKono, che peraltro scivola, e un minuto dopo gli africani pareggiano con MBida. Nei minuti seguenti, la partita

si trasforma in una melina che sancisce la qualificazione dellItalia per miglior differenza reti nei confronti del Camerun. Lo strano atteggiamento di Roger Milla e compagni trova per uninquietante spiegazione nellinchiesta giornalistica realizzata due anni dopo da Oliviero Beha di Repubblica e Roberto Chiodi di Epoca: il pareggio sarebbe stato combinato da parte di un intermediario italiano, che avrebbe concordato il pagamento spettante al Camerun direttamente con il suo c.t. Vincent. Pi volte smentita dai diretti protagonisti, la tesi non produce effetti sulla storia, che nel frattempo continua. Superato con il fiatone il gruppo 1, lItalia approda ai quarti di finale, che in questa edizione si disputano con una particolare formula consistente in un girone di tre squadre che si affrontano tra di loro. Il secondo posto nella prima fase fa s che le nostre avversarie siano le pi forti in circolazione: lArgentina campione in carica, che in questa edizione pu contare su un Maradona in pi, e il Brasile che molti considerano il pi forte di tutti i tempi, con fenomeni come Falcao, Zico, Socrates, Eder e Junior contemporaneamente in campo. Bearzot viene criticato per la sua insistenza nel proporre in campo Paolo Rossi, che nelle prime tre gare sembra avulso dal gioco e gravemente fuori forma. Gli azzurri

5 luglio: Zoff e Socrates si scambiano i gagliardetti, poi entra in scena Rossi (nel tondo)

Zoff Scirea Gentile Collovati Cabrini Tardelli Oriali

Conti

Antognoni

Ragazzi doro Conti e Bearzot portano la coppa in Italia, dove vengono ricevuti dal presidente federale Sordillo. Nella foto sopra, Gentile contro Maradona: un duello decisivo per eliminare lArgentina campione in carica

Rossi

Graziani

vengono dipinti come vittime sacrificali, incapaci di competere con avversari di questo calibro sia sul piano del gioco che su quello della personalit. La sindrome da accerchiamento, per, fa bene alla squadra. Al Sarri di Barcellona, il primo tempo di autentica sofferenza. LItalia applica un sano catenaccio e Gentile, schierato a uomo sul temutissimo Maradona, arriva persino a strappargli la maglia per impedirgli di mettere a frutto il suo talento da marziano. Nella ripresa, dopo uno spietato contropiede, Tardelli segna il primo gol della partita con un forte diagonale che batte Fillol. Il vantaggio consente agli azzurri di intensificare il proprio atteggiamento difensivo, per poi ripartire sui ribaltamenti di fronti concessi

dalla squadra di Menotti. Su un altro contropiede, Rossi si ritrova a tu per tu con Fillol, ma conclude malamente, consentendogli di ribattere il pallone. Per sua fortuna, Conti se ne reimpossessa e lo cede a Cabrini, che con un potente sinistro raddoppia. A sette minuti dalla fine, lArgentina accorcia le distanze con Daniel Passarella, furbo nel calciare una punizione beffando Zoff, che sta ancora sistemando la barriera. Troppo tardi per rimettere in discussione un risultato che rilancia le ambizioni azzurre. Nel secondo incontro del gironcino, lArgentina viene sconfitta anche dal fenomenale Brasile, che si impone per 3-1 e costringe Maradona ad un fallaccio di frustrazione su Batista: il suo mondiale finisce qualche minuto prima di quello dei

compagni, perch il cartellino rosso inevitabile. Grazie al gol in pi allattivo, la Seleao andrebbe in semifinale anche con un pareggio, questione che costringe lItalia a battere i fenomeni auriverde. Ci vuole qualcosa di straordinario per avere la meglio e il destino si incarna in Paolo Rossi, che al quinto minuto di gioco si desta dal suo lungo sonno per sbloccare il risultato, incornando con precisione millimetrica un cross dalla sinistra di Cabrini. Sette minuti dopo, il Brasile pareggia con Socrates, che triangola con Zico, si inserisce in area e beffa Zoff con un tiro sul primo palo. Passano altri tredici minuti e il Brasile, che si sente la qualificazione in tasca, fa girare il pallone orizzontalmente nella propria trequarti. Rossi lestissimo nellinserirsi alle spalle di Falcao, impossessarsi del pallone e battere nuovamente Valdir Peres con un forte tiro dal limite dellarea. Si va al riposo con gli azzurri in vantaggio, ma al 69 il romanista Falcao a dare una doccia fredda ai tifosi italiani, con un gran tiro di sinistro sul quale Zoff non pu nulla. Al 74 ancora Rossi a far gioire lItalia: un corner di Conti viene respinto dalla difesa verdeoro e la conclusione dal limite di Tardelli trova il centravanti
Champions City 41

La rosa dei 22 figli di Bearzot trionfatori in Spagna


1 DINO ZOFF Portiere - Juventus 7 presenze - 0 gol 2 FRANCO BARESI Difensore - Milan 0 presenze - 0 gol 3 GIUSEPPE BERGOMI Difensore - Inter 3 presenze - 0 gol 4 ANTONIO CABRINI Difensore- Juventus 7 presenze - 1 gol 5 FULVIO COLLOVATI Difensore - Milan 7 presenze - 0 gol 6 CLAUDIO GENTILE Difensore - Juventus 7 presenze - 0 gol 7 GAETANO SCIREA Difensore - Juventus 7 presenze - 0 gol 8 PIETRO VIERCHOWOOD Difensore - Fiorentina 0 presenze - 0 gol 9 GIANCARLO ANTOGNONI Centrocamp. - Fiorentina 6 presenze - 0 gol 10 GIUSEPPE DOSSENA Centrocamp. - Torino 0 presenze - 0 gol 11 GIAMPIERO MARINI Centrocamp. - Inter 3 presenze - 0 gol 12 IVANO BORDON Portiere - Inter 0 presenze - 0 gol 13 GABRIELE ORIALI Centrocamp. - Inter 0 presenze - 0 gol 14 MARCO TARDELLI Centrocamp. - Juventus 7 presenze - 2 gol 15 FRANCO CAUSIO Centrocamp. - Udinese 2 presenze - 0 gol 16 BRUNO CONTI Centrocamp. - Roma 7 presenze - 1 gol 17 DANIELE MASSARO Centrocamp. - Fiorentina 0 presenze - 0 gol 18 ALESSANDRO ALTOBELLI Attaccante - Inter 4 presenze - 1 gol 19 FRANCESCO GRAZIANI Attaccante - Fiorentina 7 presenze - 1 gol 20 PAOLO ROSSI Attaccante - Juventus 7 presenze - 6 gol 21 FRANCO SELVAGGI Attaccante - Cagliari 0 presenze - 0 gol 22 GIOVANNI GALLI Portiere - Fiorentina 0 presenze - 0 gol Commissario tecnico: ENZO BEARZOT Viceallenatore: CESARE MALDINI

Leader Enzo Bearzot viene acclamato anche nel disco Da da da, registrato dai Master per celebrare il trionfo in Spagna

azzurro prontissimo nella deviazione, da provetto rapinatore darea. Negli ultimi sedici minuti di gioco, c tempo per un gol ingiustamente annullato ad Antognoni per un fuorigioco inesistente e soprattutto per la paratissima di Zoff su colpo di testa di Oscar a un soffio dal fischio finale. Altro eroe della partita Gentile, che si incarica della
Il Commodore 64 il computer pi venduto di sempre: tra i 12,5 e i 30 milioni di pezzi. Esce nel 1982, come evoluzione del Vic 20, e i programmi si caricano su cassetta

marcatura fissa su Zico e, anche in questo caso, non si fa scrupolo di strappargli la maglia. Linatteso successo proietta gli azzurri in semifinale e con la consapevolezza di non dover pi avere paura di nessuno. Sulla nostra strada torna nuovamente la Polonia, che ha eliminato Belgio e URSS ma ha perso per infortunio Boniek. E ancora
Pac-Man si diffuso dalle sale giochi a ogni tipo di consolle. La sua icona gialla e famelica viene spesso usata per simboleggiare il concetto generale di videogame

Rossi lhombre del partido: al 22 si inginocchia per appoggiare di testa un vellutato cross di Conti alle spalle di Mlynarczyk e al 73 si ripete, girando di piede una punizione dello stesso Conti. Laspetto negativo linfortunio di Giancarlo Antognoni, costretto a saltare la finale di Madrid. Al Bernabeu, il nostro avversario la Germania Ovest,
Le videocassette VHS sono state il principale supporto usato con videocamere e videoregistratori. Solo negli anni 2000 sono state soppiantate dai DVD

GLI ANNI 80
42 Champions City

Giro di campo Esultanza sfrenata dopo il fischio finale. Qui sotto, il manifesto del mundial, firmato dal grande Joan Mir

campione dEuropa in carica, che ha vinto una sfida con la Francia nella quale successo di tutto, dallentrata assassina del portiere Schumacher su Battiston, al prodigioso recupero da 3-1 a 3-3 dei tedeschi, fino allesito ai calci di rigore. Contro una squadra che schiera contemporaneamente Rummenigge, Hrubesch e Littbarski, Bearzot decide che al posto di Antognoni non giocher Dossena, il suo sostituto naturale, bens Bergomi, con lo spostamento di Cabrini sulla linea dei centrocampisti. Il primo tempo non certo felice: prima si fa

male Graziani, che dopo soli sette minuti lascia il posto ad Altobelli, poi Cabrini calcia malamente a lato un rigore concesso per lentrata a valanga di Briegel, che atterra Conti nel pieno dellarea tedesca. Superato lo shock, nella ripresa gli azzurri rialzano la testa grazie a Paolo Rossi: Oriali viene atterrato da Rummenigge e Tardelli batte la punizione allargando a sorpresa su Gentile, il cui cross al centro trova il numero 20 azzurro pronto ad immolarsi in tuffo di testa per firmare l1-0. Dodici minuti dopo, lItalia raddoppia con un gol

destinato a rimanere nella storia del calcio. Bergomi e Scirea, in contemporanea incursione offensiva, scambiano nellarea della Germania e il tocco di Scirea trova Tardelli appostato appena fuori e lestissimo a calciare di sinistro, superando Schumacher per la seconda volta. Lurlo di gioia del numero 14 diventa pi famoso di quello di Munch, se non altro per noi appassionati italiani. A nove minuti dalla fine, Altobelli chiude definitivamente il conto dopo aver evitato in dribbling anche Schumacher e il gol di Breitner all83 serve solo per salvare lonore tedesco, mentre il giocatore del Bayern diventa il terzo marcatore in due diverse finali della storia dei mondiali (aveva gi segnato in quella del 74), dopo Vav e Pel. Campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo!, urla il telecronista Nando Martellini, ebbro di gioia per il terzo titolo iridato degli azzurri, dopo quelli remoti del 1934 e 1938. Sulle tribune del Santiago Bernabeu esulta anche Sandro Pertini, che perde ogni aplomb istituzionale nonostante la presenza al suo fianco del Re spagnolo Juan Carlos e del cancelliere tedesco Helmut Schmidt. Arrivato a sei gol, Paolo Rossi il capocannoniere del mondiale e gli spagnoli coniano per lui il soprannome di Pablito. Premiato anche come miglior giocatore del torneo, a fine anno si aggiudica il Pallone dOro. Eppure, secondo Pel Bruno Conti il miglior elemento visto allopera in Spagna, nonch lunico vero brasiliano della squadra azzurra. Il trionfo ai campionati del mondo anche un fatto di costume, che sottolinea la voglia di crescita di un Paese che si lasciato alle spalle la violenza degli anni di piombo e sta vivendo un periodo florido sul piano economico. Non c quindi da stupirsi che, in questo clima, la federazione decida di abbuonare le squalifiche residue per il calcioscommesse, donando un valore salvifico allimpresa di Rossi e compagni. g
Champions City 43

83

Quanto sei bella, ROMA!


D
Dopo 41 anni di attesa, lo scudetto torna sul petto della squadra giallorossa. Falcao e Conti guidano una formazione che gioca un calcio moderno e spettacolare, grazie al quale supera la favoritissima Juventus, che perde anche la finale di coppa Campioni ad Atene
opo la sbornia del Mundial, la Juventus riparte con due stelle sul petto e una squadra davvero stellare. Lundici titolare dei bianconeri comprende sei pilastri della nazionale azzurra (Zoff, Gentile, Cabrini, Scirea, Tardelli e Rossi), pi due dei migliori
44 Champions City

stranieri in circolazione: Platini e Boniek. A completare la squadra, ci sono altri tre italiani che non avrebbero sfigurato nel gruppo di Bearzot: Bettega (escluso solo per via di un infortunio) Brio (chiuso da Collovati e Vierchowood) e Bonini (che essendo nato a San Marino non considerato straniero,

ma non pu vestire la maglia azzurra). Questultimo si alterna nel ruolo di mediano con Furino, ormai 37enne. Galderisi, Prandelli e Marocchino sono le principali riserve a disposizione di Trapattoni. Eppure, come talvolta accade nelle stagioni post-mondiali, i protagonisti dellestate pagano un duro prezzo

Fenomeni Nella pagina accanto, Paulo Roberto Falcao, soprannominato Lottavo Re di Roma per le sue prodezze. In questa immagine, Chierico, Ancelotti, Graziani e Pruzzo con Lino Banfi nel mitico Lallenatore nel pallone, film che uscir nel 1984
Nela

Tancredi

Vierchowood

Di Bartolomei Maldera

Ancelotti

Falcao

Prohaska

Conti Pruzzo Graziani

alla ripresa del campionato. La Super-Juve si accorge di non andare in discesa gi alla prima giornata, quando cade sul campo della neopromossa Sampdoria, guidata dallex Brady, cinicamente sacrificato per far posto ai due nuovi stranieri. Alla seconda trasferta, Madama perde ancora contro una

new-entry del campionato: il Verona degli ex Fanna e Spinosi. Guidata da Bagnoli, la formazione gialloblu la pi bella rivelazione stagionale e a novembre aggancia addirittura al primo posto in classifica la Roma di Nils Liedholm. I giallorossi ripartono dopo il Mundial con due dei grandi protagonisti del torneo spagnolo,

Bruno Conti e Paulo Roberto Falcao, ma anche con tante interessanti novit. Il campionato 1982/83 segna infatti larrivo del secondo straniero in ogni squadra e per la Roma la scelta ricade sullaustriaco Herbert Prohaska, preso dallInter. Gli altri colpi del mercato estivo sono tre difensori: Vierchowood, che ha vinto il mondiale pur senza giocare nemmeno un minuto, Aldo Maldera dal Milan e Michele Nappi dal Perugia. Liedholm mixa sapientemente gli ingredienti a sua disposizione, cucinando un 4-4-2 che ha nel gioco a zona, non ancora molto diffuso in Italia, il suo tratto distintivo. In unepoca di numeri fissi, il Barone mischia le carte a modo suo. Davanti al portiere Franco Tancredi, specializzato nellintercettare i rigori, la coppia centrale composta da Vierchowood con il numero 3 e dal capitano Di Bartolomei, ex centrocampista, con il 10. A destra gioca Nela, col 2, e a sinistra Maldera, col 6. A centrocampo, Falcao porta sulle spalle il numero 5 tipico del volante sudamericano. Ai suoi fianchi ci sono Prohaska con l8 ed Ancelotti, un altro che ha saltato il mondiale per via di un infortunio, con il 4. Conti indossa il 7 e svaria dalla
Champions City 45

Sfide Prohaska si libera della marcatura di Antognoni, regista della Fiorentina. Ma il vero duello con la Juve: a destra, Conti dribbla Boniek e, sotto, Di Bartolomei contrasta Bettega

fascia destra per creare occasioni a beneficio dellazzurro Graziani (11) e del bomber Pruzzo (9). In panchina, il tecnico svedese ha dei giovani molto interessanti, come Chierico, Valigi, Righetti, Iorio, Scarnecchia e Baldieri. Nonostante i perduranti problemi fisici di Ancelotti, la Roma gioca il miglior calcio del campionato e al termine del girone di andata al primo
Video Killed the Radio Star dei Buggles esce nel 1980 e racconta dellavvento dei videoclip, destinati a rivoluzionare il mondo della musica internazionale

posto, con un punto di vantaggio sul sorprendente Verona. La Juve, dal canto suo, punta principalmente alla coppa dei Campioni, sogno proibito da ben dieci anni, ovvero dalla finale persa con lAjax nel 1973. In Europa, Platini e compagni fanno faville, eliminando avversari insidiosi come lo Standard Liegi, lAston Villa (detentore del trofeo) e il Widzew Lodz, la ex squadra di Boniek. In campionato, al contrario, il passo della squadra di Trapattoni decisamente irregolare. Che sia una stagione sfortunata lo si comprende anche da episodi particolari come lo storico derby del 27 marzo, nel quale i bianconeri sprecano un vantaggio di due reti subendone addirittura tre in dieci minuti: i gol di Dossena, Bonesso e Torrisi ribaltano il risultato ed entrano nella leggenda granata. Il 1 maggio, la Juve pareggia in casa con lInter, ma lo spettacolare 3-3 finale si trasforma in uno 0-2 a tavolino per via del mattone che, nel prepartita, colpisce il pullman degli ospiti e ferisce Giampiero Marini.
Videomusic stato il primo canale italiano dedicato alla musica ed ha debuttato nel 1984. Solo nel 1997 stato rimpiazzato da MTV, che ne ha comprato le frequenze

Tre settimane prima, i nerazzurri sono stati protagonisti di una discussa vittoria per 3-2 sul campo del Genoa, che secondo alcuni sarebbe stato il frutto di una combine non rispettata. La vicenda raccontata nel libro di Paolo Ziliani Non si fanno certe cose a cinque minuti dalla fine!, ma bene ricordare che per la giustizia sportiva non successo nulla di rilevante. Tornando alla Juve, la maggior caratura tecnica dei bianconeri nei confronti della Roma dimostrata anche dalla vittoria nei due scontri diretti, col medesimo punteggio di 2-1. Particolarmente caldo lincontro di ritorno allOlimpico, il 6 marzo. La Roma in testa con quattro punti di vantaggio sul Verona e cinque sulla Juve, ma la squadra in calo fisico e Liedholm prova a rivitalizzarla con qualche cambio nella formazione iniziale. Il gol di Falcao sembra chiudere ogni velleit bianconera di riaprire la corsa allo scudetto, ma negli ultimi dieci minuti Platini e Brio ribaltano il risultato.
Deejay Television dal 1983 al 1990 porta su Italia 1 il mondo di Radio Deejay, lanciando personaggi come Gerry Scotti, Amadeus, Leonardo Pieraccioni e Lorenzo Jovanotti

GLI ANNI 80
46 Champions City

Cos va il mondo nel 1983

Arpanet cambia protocollo e cos nasce Internet l Borg si ritira dal tennis l Viene fotografato per la prima volta il virus HIV l LItalia vince lEuropeo di basket l Esce Madonna, il primo album della cantante di origini italiane [foto] l Esce Vacanze di Natale, primo film di quella che diverr una serie l A Palermo, unautobomba uccide il giudice Rocco Chinnici e due agenti l In Libano, uno dei primi attentati islamici agli USA della storia causa la morte di 241 marines l Gli USA invadono Grenada l In Brasile, vengono arrestati i boss mafiosi Buscetta e Badalamenti l Microsoft pubblica la prima versione di Word per DOS l In Argentina decade la legge marziale e si ritorna alla democrazia l Papa Giovanni Paolo II incontra in carcere il suo attentatore, Ali Agca l Bettino Craxi forma il primo governo a guida socialista nella storia politica italiana l Debutta su Italia 1 Drive In

Hulk Sebino Nela veniva chiamato cos per la sua possanza

La sfida cos tesa che, dopo il fischio finale, un cane poliziotto, azzanna la coscia di Brio che sta salutando i tifosi bianconeri in festa. La sconfitta interna mette paura ai giallorossi, che nel frattempo escono dalla coppa Italia dopo aver perso altre due volte contro lodiata Juventus e dai quarti di finale di coppa Uefa contro il Benfica. La Roma suda e tiene botta fino all8 maggio, quando il pareggio sul campo del Genoa significa la matematica vittoria del titolo con una giornata di anticipo, ma soprattutto dopo 41 anni dal suo primo successo tricolore. Sono quattro i punti di vantaggio sulla
Gentlemen Liedholm e Trapattoni si salutano prima dello scontro diretto tra Roma e Juve

Juve, seguita da Inter e Verona, che si qualificano per la coppa Uefa. Cagliari, Cesena e Catanzaro retrocedono in serie B, mentre il Napoli si salva dopo una stagione di sofferenze. La Juve per riscattarsi punta tutto sulla finale di coppa dei Campioni, in programma due settimane dopo ad Atene. Lavversario lAmburgo, allenato dallaustriaco Ernst Happel. E una squadra che non pare in grado di ostacolare la marcia trionfale di una squadra giustamente considerata la pi forte del mondo, almeno sulla carta. Di fronte a 30.000 tifosi bianconeri increduli, la macchina perfetta bianconera

si inceppa di nuovo. Rolff marca a uomo Platini e gli impedisce di brillare come in campionato, dove si laurea capocannoniere segnando 16 gol in 30 partite (pi i due segnati nel 3-3 allInter ed annullati dal giudice sportivo), Boniek non riesce ad impensierire la difesa tedesca e Felix Magath, fino ad allora ben poco conosciuto in Italia, beffa Dino Zoff con un tiro sghembo che si infila in rete. Paolo Rossi, capocannoniere del torneo, non in serata, come tutta la squadra, che vive una delle nottate pi buie della sua lunga storia. Ad Atene si conclude anche il lungo ciclo bianconero di Zoff, che lascia il calcio, e di Bettega, che si trasferisce in Canada per giocare le sue ultime partite con i Toronto Blizzard. Lultimo appuntamento stagionale mette di fronte i bianconeri e il Verona dei miracoli, che vince la partita di andata per 2-0. Sembra profilarsi un incredibile terzo k.o. consecutivo per la squadra di Trapattoni, che rischia di finire la stagione a bocca asciutta. A Torino, per, Madama riesce a ribaltare il risultato ai tempi supplementari, grazie al gol di Rossi ed alla doppietta di Platini. E certamente una magra consolazione per i tifosi, che sognavano di conquistare lEuropa. A fine anno, Platini vince anche il suo primo Pallone dOro, ma nel frattempo gi iniziata una nuova stagione. g
Champions City 47

CultHeroes

Glenn Stromberg

In un numero dedicato ai gloriosi anni Ottanta, non poteva mancare uno dei giocatori pi acclamati del periodo e ancora oggi amatissimo da tutti i tifosi dellAtalanta. Carismatico e roccioso, ha scritto pagine DI MARIO GRAU di storia davvero memorabili
Bramaregaarden. Lintuizione di Svengo venne ripagata da un triennio straordinario, nel quale la formazione di Goteborg conquist un campionato, due qualificazioni a Euro 84, mettendo fine al ciclo di Bearzot, venne a giocare a Bergamo e vi rimase fino al 1992 (con 201 presenze e 19 gol), chiudendo la carriera

ome leggerete a pagina 66, nel 1987/88 lAtalanta fu la prima squadra italiana a partecipare alla coppa delle Coppe, pur militando in serie B. I bergamaschi raggiunsero addirittura la semifinale, miglior risultato di sempre di una formazione della cadetteria nella storia delle coppe europee. La Dea elimin i gallesi del Merthyr Tydfil, i greci dellOFI e i portoghesi dello Sporting Lisbona, salvo arrendersi ai belgi del Malines al termine di unepica semifinale. Allandata, in Belgio, venne sconfitta per 2-1, ma il gol realizzato da Stromberg lasciava grandi speranze per il ritorno. Infatti, a Bergamo un calcio di rigore trasformato da Oliviero Garlini sarebbe bastato per andare in finale, se il tiro di Daniele Fortunato non fosse andato a sbattere contro il palo, prima di due gol ospiti firmati da Rutjes e Emmers. Allenata da un giovane ed ambizioso Emiliano Mondonico aveva il suo leader indiscusso proprio nello svedese Stromberg, acquistato nel 1984 dopo essere stato lanciato da Sven Goran Eriksson nel Goteborg. Nel 1979, quando Stromberg aveva solo 19 anni, il tecnico appena arrivato alla guida dei Blavitt decise di puntare sul talento cristallino del centrocampista di

i 8 no anni ncia m o ric a A pagin

gli

54

coppe di Svezia e una coppa Uefa. Dopo lo straordinario treble del 1982, Eriksson si trasfer al Benfica, portandosi dietro il gigante biondo, sempre pi troneggiante in mezzo al campo. Anche in Portogallo, nonostante un difficile inizio, arriv la vittoria del campionato nazionale e laccesso alla finale di coppa Uefa, sebbene persa contro lAnderlecht. Dopo aver eliminato lItalia nelle

come libero e resistendo alla corte di Eriksson che lo avrebbe voluto anche nella Roma. Ancora oggi vive a Bergamo e tifa per lAtalanta, dove ricordato come una leggenda vivente. Lavora come commentatore per la televisione e, nonostante abbia solo 54 anni, nonno di una bella bambina che si chiama Ginevra. E che come primo pigiamino ha usato una maglia nerazzurra. g

48 Champions City

HALFTIME o
Federica e Camille: campioni di seduzione

Dentro o fuori dal campo, sempre una questione di passione

La campagna Basic di Yamamay

Per il lancio della sua linea estiva, lazienda di underwear e beachwear ha scelto due testimonial deccezione. A Federica Pellegrini, gi da tempo ragazza-immagine di Yamamay, si aggiunto il collega Camille Lacourt. I capi griffati si sono messi in bella evidenza sui fisici scultorei dei due atleti, che hanno ammesso di aver provato un po di imbarazzo durante il servizio fotografico, essendo entrambi felicementi accoppiati. g
Champions City 49

HALFTIME o

Vans si ispira ai mitici Beatles

A cinquantanni di distanza dalla loro prima esibizione alla televisione americana, la leggenda dei Beatles viene celebrata da una linea di calzature ispirata alle grafiche del film Yellow Submarine, uscito nel 1968. Tre classici modelli firmati Vans (Slip-On, Era e Authentic) vengono riproposti con i ritratti stilizzati dei quattro scarafaggi, la scritta All you need is love ed altri elementi simbolici della storia della band. Il costo va dai 47 ai 54 euro. g

Abbagliati dalla stella di Neymar

La celebre griffe di eyewear ha scelto la stella del Brasile come suo nuovo testimonial e gli ha dedicato un nuovo modello, personalizzato con la firma del giocatore ed il logo NJR. Questo tipo di occhiale riprende lo stile classico di Police, con un tocco innovativo. A questa campagna promozionale abbinato anche un concorso, in collaborazione con La Gazzetta dello Sport, che permetter ad un fortunato tifoso di incontrare il bomber del Bara. g

In spiaggia con stile

Per essere cool come David Beckham

Adidas lancia Climachill, la nuova linea di abbigliamento termico con una tecnologia allo stato dellarte per consentire agli atleti di allenarsi pi a lungo, abbassando la temperatura corporea. Lo straordinario effetto tecnico si ottiene grazie alle minisfere in alluminio, novit assoluta, che agiscono immediatamente per dare beneficio al corpo in situazione di sforzo elevato. g

Sar unestate calda? Sembra proprio di s, almeno a giudicare dalle proposte di Calzedonia per il beachwear summer 2014. In queste immagini vediamo due modelli particolarmente eleganti. Peonia, in alto, si compone di fascia da 30,00 e culotte 20,00 , con la possibilit di personalizzarlo con push-up (30,00 ) e slip fiocchi (15,00 ) Mimosa, in basso, si compone fascia da 30,00 e slip brasiliano da 15,00 , con la possibilit di personalizzarlo con triangolo imbottito (30,00 ) e slip lacci (15,00 ). g

Un All Star Team per la festa di compleanno

Per festeggiare i suoi ventanni di attivit nel mondo del calcio, Nike lancia una nuova linea di abbigliamento chiamata Nike F.C., il cui claim Non una squadra, ma un club. Lo spot realizzato dalla compagnia americana rende omaggio ad alcuni dei grandissimi campioni che sono stati testimonial del suo brand, da Ronaldo a Ronaldinho, passando per Figo e Cannavaro. Con loro, alcune star di oggi, come Neymar, Wilsher e Osvaldo (nella foto). g
50 Champions City

Per ogni genere di escursionista

Quechua, marca del gruppo Oxylane distribuita da! Decathlon propone unampia gamma di zaini per tutte le esigenze, dagli appassionati a tutti coloro che sono alle prime camminate. In particolare, segnaliamo due prodotti: Forclaz 22 Air, per le escursioni di una sola giornata, e Forclaz 40 Air, per chi invece ha bisogno di pi spazio per i propri oggetti. Entrambi i modelli sono in vendita allinteressante prezzo di 34,90 euro. g

HALFTIME o

SPORTLOOK

IL coNNUbbIo trA TRADIZIONE E NOVIT


Il logo della federcalcio e quello di Puma sembrano ricamati, ma in realt appaiono cos a causa di un effetto particolare della stampa, molto ricercata. Una stranezza che non passer inosservata il colletto, vagamente ispirato allo stile coreano, che differisce sia da quello della prima maglia azzurra (che di tipo button down), sia da quello della seconda maglia bianca (che invece a V, senza risvolti).

soLUzIoNI tecNIche DA NUmerI UNo


Le maniche sono di tipo raglan, per garantire una maggior libert di movimento al portiere, che con luso degli arti superiore pu decidere lesito di una partita... o del mondiale stesso! Gli inserti mesh sono invece stati pensati per favorire la circolazione dellaria, in una divisa realizzata con la tecnologia dryCELL per permettere allatleta di rimanere asciutto per tutti i novanta minuti di gioco.

UN NUoVo Look per rIo 2014


Dal punto di vista estetico, la novit pi evidente di questa linea il particolare design della parte frontale della maglia del portiere, caratterizzata da una specie di croce formata da parentesi quadre, al cui centro si colloca il numero con il quale il giocatore viene inserito nelle liste della Fifa. Lo stesso motivo viene riproposto per le altre nazionali griffate Puma, secondo una moda in vigore ormai da tempo.

NUoVe sceLte cromAtIche


Il grigio un colore davvero classico per i portieri della nostra nazionale, al punto che molti ne parlano usando il termine grigioZoff. Questanno, per, non ci sar: Puma ha scelto un trittico di colori che vanno dal bordeaux indossato da Buffon in questa foto, alle varianti arancione fluo e giallo evidenziatore. In tutte le versioni, pantaloncini e calzettoni sono della stessa tinta.

Note tecNIche eD eLeGANzA ItALIANA


La tecnologia PWR ACTV contribuisce a massimizzare la potenza muscolare, grazie alla fusione dei vantaggi legati alla compressione con quelli relativi al taping. Entrambe le maglie hanno lo speciale tape ACTV collocato strategicamente allinterno per fornire un micro-massaggio sulla pelle. Ottime le font scelte per i numeri di maglia ed i nomi sulla schiena, finalmente scritti in maiuscolo.

Sport: Calcio Squadra: Nazionale italiana Periodo: Campionato del mondo Brasile 2014 Tipologia: portiere Azienda produttrice: Puma Indossatore: Gianluigi Buffon
Champions City 51

Souvenir meets design

Dal 1965 progettiamo strutture in acciaio per industria ed arredamento

www.scaffaltecnica.it
52 Champions City

HALFTIME o

Arriva la GT stradale per andare in vacanza


MOt ORI

A gestire il ritmo di marcia della F-Type il cambio automatico ZF a 8 rapporti: comandabile anche con le leve al volante, ma soprattutto perfetto per il carattere della vettura, perch sa essere morbido o spumeggiante secondo le necessit.

M
La spumeggiante R si colloca al vertice della gamma: 4,2 i secondi per arrivare a 100 e 300 km/h autolimitati la velocit massima (la S si allunga a 4,8 secondi e si ferma a 275 km/h). Con 11.000 euro in pi si opzionano gli infallibili dischi carboceramici.

DI CRISTINA ALTIERI

Ha debuttato gi da un anno sul mercato la F-Type Convertible: pi pesante, pi costosa, meno rigida e soprattutto meno pratica della Coup. Compensa per il vento tra i capelli e il fascino sempiterno delle cabrio.

ozzafiato, supersportiva ma fornita di quella buona dose di praticit che fa comodo a tutti, signori dal piede pesante incluso. Il compromesso richiesto da tutte le auto nel caso della Jaguar F-Type, lultimo gioiellino del marchio inglese, tuttal pi questione di cifre, ma per coloro che a sentir parlare di certi prezzi non vengono i sudori freddi, probabilmente un listino che parte da 70mila euro e supera i 107mila solo un valore aggiunto. E allora a conti fatti di zone dombra la british coup, versione chiusa dellaltrettanto splendida spider, non ne ha. Sotto la sua aggressivit estetica e le sue prestazioni ridondanti, infatti, la vettura ha contenuti e caratteristiche da grande stradista e non affatto solo una toy car per brevi fughe dalla citt o momenti di ricreazione in circuito. I posti sono solo due, ma il confort ragionevolissimo, gli allestimenti sono curati, la qualit di vita a bordo elevata e le dimensioni non creano imbarazzi nel traffico. E in pi il bagagliaio degno di questo nome permette alla F-Type di essere impiegata come una granturismo quale effettivamente . Il motore portante della gamma il V6 di 3 litri con compressore volumetrico, disponibile nelle versioni da 340 o 380 CV. Il tipo di sovralimentazione lo rende disponibilissimo ai bassi regimi, anche se va perso un po del vigore alle rotazioni pi alte. I 340 CV della versione base sarebbero pi che sufficienti dal punto di vista delle prestazioni assolute anche grazie alla struttura in alluminio che contiene notevolmente il peso della vettura ma i 380 CV saranno quelli che faranno pi gola per la dotazione di serie, che comprende le sospensioni a gestione elettronica, il differenziale autobloccante e il sistema di scarico attivo. Si tratta di un pacchetto di accessori che sottolinea la doppia anima della vettura perch, alloccorrenza, in grado di trasformare la F-Type da compassata GT ad animale da pista, eccitante nel carattere e maleducato nella sonorit. In cima alla gamma c la versione R spinta dal 5 litri V8, sempre sovralimentato, da 550 CV. In questo caso, per, stiamo parlando di un propulsore a portata di pochi, e non solo per il prezzo. La potenza e la coppia mettono a dura prova anche i sistemi elettronici di sicurezza e la F-Type R Coup ha prestazioni e reazioni che richiedono un polso e soprattutto un buon senso decisamente sviluppati. g

REALIZZATO IN COLLABORAZIONE CON YELLOW, FORMAT TV DEDICATO AI MOTORI in onda ogni domenica alle 20.oo su Italia 53 (Canale 53 DTT e 937 SKY). TUTTE LE NOVITA DAL MONDO DELLAUTO: YELLOW PROPONE ANTEPRIME, PROVE SU STRADA, CONFRONTI, REPORTAGE DAI SALONI DELLAUTO.
Champions City 53

53

84

Tutti ai piedi di LE ROI


L
Udinese firma un colpo storico, portando in Italia il grande Zico, mentre la Juve si trova col serio problema di rimpiazzare Zoff e Bettega, oltre a superare il trauma di Atene. I piemontesi trovano la loro risposta ad Avellino: tra i pali viene piazzato Stefano Tacconi, mentre il nuovo supporto per centrocampo e attacco Beniamino Vignola. Le scelte si rivelano azzeccatissime, perch la
54 Champions City

Dominatore Michel Platini in azione durante la finale degli europei contro la Spagna. Nelle immagini della pagina accanto, lesultanza di Trapattoni e della Juve per la vittoria in coppa Coppe e la coppa Europa nelle mani di Tigan

Michel Platini giunge al massimo della propria carriera vincendo tutto: scudetto, coppa delle Coppe, titolo di capocannoniere del campionato, campionati europei con la Francia e Pallone dOro! Al contrario, la Roma piange per i rigori fatali contro il Liverpool
squadra di Trapattoni si aggiudica il suo ventunesimo scudetto, conquistandone la matematica certezza con un turno di anticipo grazie al pareggio conquistato proprio ad Avellino. I bianconeri riescono ad avere la meglio sulla Roma e sulla Fiorentina, che cala vistosamente dopo il terribile infortunio (frattura di tibia e perone) che capitan Antognoni subisce in uno scontro col sampdoriano Luca Pellegrini. La chiave del successo juventino , ancora una volta, Michel Platini, che si conferma capocannoniere del campionato con 20 gol, uno in pi di Zico. La Juve conquista anche la coppa delle Coppe, secondo successo in campo europeo dopo la Uefa vinta nel lontano 1977. La squadra di Trapattoni elimina nellordine Lechia Danzica, Paris Saint Germain, Haka Valkeakoski e Manchester

Bats Bossis Battiston Le Roux Domergue

Tigan

United, prima di presentarsi alla finalissima di Basilea contro il Porto. A sbloccare il risultato proprio Vignola, con un tiro ad effetto di pregevolissima fattura, ma quindici minuti dopo Antnio Sousa riporta il conto in parit con un tiro dai 20 metri sul quale Tacconi non riesce ad arrivare. Prima che finisca il primo tempo, per, la Juve ritorna in vantaggio con unaltra grandissima giocata di Vignola, che smarca Boniek con un lancio calibrato, consentendo al polacco di infilarsi nellarea portoghese e di beffare Z Beto resistendo ad un tentativo di fallo da parte di Joao Pinto. Nella ripresa la squadra di Trapattoni spreca due grossissime occasioni per chiudere lincontro, ma alla fine pu festeggiare e consolarsi, almeno in parte, della delusione europea di dodici mesi prima. Ben altri stati danimo si vivono a Roma, dove i giallorossi disputano in casa la prima finale di

coppa Campioni della loro storia. Il destino sembra sospingere Pruzzo e compagni verso uno storico successo, ma ai calci di rigore il Liverpool gela lOlimpico. Listrionico Bruce Grobbelaar ipnotizza coi suoi balletti Conti e Graziani, che falliscono le loro conclusioni, mentre il fatto che Falcao nemmeno si presenti sul dischetto scatena polemiche destinate a durare per anni. Continuer nel tempo anche il dolore di Agostino Di Bartolomei, che nel 1994 si suicider con un colpo di pistola per via dellimpossibilit di rientrare nel mondo del calcio, ma scegliendo proprio il decennale della sconfitta col Liverpool per il suo gesto fatale. Platini, al contrario, continua a dominare la scena e vince anche gli europei che la sua Francia organizza in casa propria. Con nove gol in cinque partite, le Roi firma le vittorie su Danimarca, Belgio, Jugoslavia, Portogallo e, in finale,

Fernandez Platini

Giresse

Lacombe

Bellone

Cos va il mondo nel 1984

La mafia uccide il giornalista Giuseppe Fava l Apple presenta il primo computer Mac l Marco Furlan e Wolfgang Abel vengono arrestati per gli omicidi compiuti sotto la sigla neonazista Ludwig l A Milano, Bossi fonda la Lega Lombarda l L11 giugno muore Enrico Berlinguer [foto], colpito da unemorragia durante un comizio. Ai suoi funerali partecipano due milioni di persone. Natta ne prende il posto come segretario del PCI l Le reti Fininvest vengono oscurate per violazione delle norme che impediscono la trasmissione su scala nazionale da parte di reti private. Le trasmissioni riprendono grazie ai decreti emanati durgenza da Craxi l LURSS e il blocco sovietico boicottano le Olimpiadi di Los Angeles, nelle quali Carl Lewis il grande protagonista con quattro ori nellatletica l Reagan viene rieletto alla presidenza degli USA l Esce Do they know its Christmas?, 45 giri di beneficienza prodotto da Bob Geldof con le star della musica riunite sotto la sigla Band Aid

anche sulla Spagna. Quella allenata da Michel Hidalgo una squadra che passa alla storia per il suo carr magique, un centrocampo nel quale convivono alla perfezione quattro talenti in grado di magnificare la maglia numero 10: Platini, Giresse, Tigan e Fernandez. A fine anno, praticamente automatico che il fantasista della Juventus vinca il secondo Pallone dOro consecutivo, davanti al compagno di nazionale Tigan, in forza al Bordeaux, e al danese Preben Larsen-Elkjaer, che durante il mercato estivo si trasferisce dal Lokeren al Verona. Contemporaneamente, i gialloblu acquistano il tedesco Briegel, mentre la Fiorentina tessera Socrates e lInter Rummenigge. Ma il vero botto della sessione di mercato lo realizza Corrado Ferlaino: per 13,5 miliardi di lire, il presidente del Napoli acquista dal Barcellona il grande Diego Armando Maradona. Largentino ventiquattrenne viene presentato al San Paolo, gremito da 70.000 persone che pagano 1.000 lire a testa per vedere il nuovo numero 10, che subito annuncia di voler diventare lidolo dei bambini poveri, perch anche lui stato povero a Buenos Aires. Ci riuscir. Ed andr anche molto oltre.
Champions City 55

85

12 maggio: il Verona festeggia lo scudetto portando in trionfo Osvaldo Bagnoli. 29 maggio: la finale di coppa Campioni tra Juve e Liverpool diventa il teatro della morte di 39 spettatori

Hellas & Heysel: le due facce del calcio


L
anno comincia con una storia nevicata che paralizza il nord Italia. Non fa eccezione, dove per sorteggio si gioca in gara unica la Supercoppa europea del 1984, tra la Juventus detentrice della coppa delle Coppe e il Liverpool campione dEuropa. Per aggiudicarsi il trofeo, serve lincessante lavoro degli spalatori, un insolito pallone rosso e soprattutto una grande prestazione di Zib Boniek, autore di una doppietta che rinforza la propria fama di bello di notte, come lo chiama lavvocato Agnelli per esaltarne le performance in coppa. I bianconeri fanno decisamente pi fatica in campionato, dove i rapporti
56 Champions City

La favola del Verona di Bagnoli, che vince il suo primo scudetto nellanno del sorteggio arbitrale integrale, e la strage dellHeysel: a distanza di pochi giorni, lo sport pi amato del mondo passa dal paradiso allinferno. A consolare i tifosi pensa Platini
di forza sono cambiati. Coronando un periodo di costante crescita, fin dal suo arrivo nella massima serie, lHellas Verona giunge al top della competitivit soprattutto grazie al portiere Garella (tanto sgraziato quanto efficace), al tedesco Briegel ed alla coppia di punte formata da Elkjaer e Galderisi. Soprattutto, la

forza dei gialloblu sta nel collettivo perfettamente orchestrato da Osvaldo Bagnoli, tecnico milanese che preferisce i fatti alle parole ed il lavoro sul campo alle interviste televisive. Nuove contendenti sono il Torino, rinforzato dallacquisto del brasiliano Leo Junior, lInter di

Brady e Rummenigge, la Sampdoria che ai giovani Vialli e Mancini abbina i britannici Souness e Francis e il Milan, nel quale Nils Liedholm porta con se da Roma il fido Di Bartolomei, oltre ad acquistare sul mercato inglese il centravanti Hateley e il regista Wilkins. E se la Fiorentina si

Cos va il mondo nel 1985

A gennaio, lItalia viene coperta da una storica nevicata, con cumuli di 70 cm a Milano, dove il peso della neve provoca il crollo del Palasport di San Siro l Desmond Tutu diventa il primo vescovo anglicano nero di Johannesburg l Gorbaciov viene nominato segretario del PCUS l Esce il 45 giri di beneficienza We are the world registrato da Michael Jackson e numerose star riunite sotto la sigla USA for Africa l Il 13 luglio si svolge il Live Aid, megaconcerto di beneficienza organizzato da Bob Geldof a Londra e Philadelphia, con tutte le stelle della musica internazionale [foto] l In Giappone esce il videogame Super Mario Bros l La nave da crociera Achille Lauro viene sequestrata da un commando palestinese l Il gruppo palestinese Abu Nidal compie un attentato allaeroporto di Roma: muoiono 13 persone l Viene praticato a Padova il primo trapianto di cuore in Italia

affida al celebre Socrates, lAtalanta risponde con Strmberg, svedese non meno carismatico. Nel primo anno in cui le designazioni arbitrali avvengono con il sorteggio integrale, il Verona vive una favola inebriante e svetta in testa alla classifica fin dallavvio del campionato, regolando senza problemi sia il Napoli di Maradona che la Juve di Platini. Nel 2-0 ai bianconeri, Elkjaer firma un gol che entra negli annali anche perch realizzato con il piede scalzo, dopo aver perso la scarpa in un contrasto durante lazione. Prima lInter di Castagner e poi il Torino di Radice si pongono come avversari principali, ma i veneti mantengono una straordinaria regolarit di rendimento, mentre il Toro cade nel derby contro la Juve, che peraltro finir la stagione ad un anonimo sesto posto, dietro il Milan. Nonostante la sconfitta nello scontro diretto coi granata, il Verona festeggia lo scudetto con un turno di anticipo, grazie al
Champions City 57

Garella Tricella Ferroni S.Fontolan Marangon

Volpati

Briegel

Di Gennaro Fanna Galderisi Elkjaer

Scaligeri Il tedesco Briegel in azione. Sopra, foto di gruppo per la squadra di Bagnoli.

pareggio sul campo dellAtalanta. Toro e Inter vanno in Uefa, mentre la Samp vince la coppa Italia e il Napoli finisce solamente nono. In coppa dei Campioni, la Juve avanza senza problemi fino ai quarti di finale, eliminando nellordine i finlandesi dellIlves Tampere, gli svizzeri del Grasshoppers e i cecoslovacchi dello Sparta Praga. In semifinale, trova il temibile Bordeaux di Tigan, Giresse e Lacombe, compagni di nazionale di Platini. Landata a Torino finisce con un esaltante 3-0, firmato da Boniek, Briaschi e dallo stesso Platini. In porta gioca Luciano Bodini, storica riserva bianconera fin dai tempi di Zoff, perch nel frattempo Trapattoni ha deciso di estromettere Tacconi dallundici titolare per problemi disciplinare. Nella partita di ritorno, ci vuole tutta la bravura del secondo portiere e la capacit di soffrire della squadra per evitare una clamorosa rimonta. I Girondini si fermano sul
Il mullet era un taglio di capelli particolare: corto davanti e lungo dietro. Ha fatto molto successo negli anni 80, anche nel telefilm di culto MacGyver

2-0, con Trapattoni che negli ultimi minuti toglie Rossi e Briaschi per rinforzare la difesa con Prandelli e Pioli. Conquistata la finale, la Juve va a Bruxelles per esorcizzare un antico incubo, avendo gi perso le prime due finali della sua storia. AllHeysel, per,
Le spalline giganti erano un elemento tipico del look anni 80, sia per luomo che per la donna. Vedi quelle di Melanie Griffith nel famoso film Una donna in carriera

si verifica una vera e propria tragedia. La violenza degli hooligans inglesi, linadeguatezza del vetusto stadio belga e limpreparazione della polizia locale causano addirittura 39 morti, nellassurda guerriglia che comincia nel prepartita con il tentativo dei
Lo zainetto Invicta era un vero e proprio must per gli studenti, che lo usavano al posto della cartella. Gi coloratissimi, venivano spesso decorati a pennarello

GLI ANNI 80
58 Champions City

Il trofeo insanguinato Platini segna il rigore decisivo contro il Liverpool e Tacconi esulta per la conquista della coppa, nonostante la strage (foto a destra)

tifosi Reds di assaltare il Settore Z, dove si trovano tifosi italiani molto tranquilli e anche delle famiglie. Con lo sfondamento delle reti divisorie, la zona venne sovraffollata di spettatori e molti cercarono rifugio riversandosi sul campo o saltando nel vuoto. La furia cieca degli inglesi e lo schiacciamento di molte persone provoc scene indelebili per gli italiani, che le guardavano increduli in diretta televisiva, mentre Bruno Pizzul cercava un impossibile punto di equilibrio tra il dovere di fare cronaca e la voglia di non aumentare langoscia dei familiari rimasti a casa. Il 29

maggio del 1985 rimane cos nella storia del calcio come un fantasma da esorcizzare ed proprio da quei fatti che lInghilterra, estromessa a tempo indeterminato, inizia il percorso che la porta a rendere sicuri i propri stadi, cacciando i facinorosi. Sul campo, si gioca comunque perch la Uefa tema che levacuazione dello stadio potrebbe causare problemi peggiori. La partita la vince la Juve, grazie ad un rigore inesistente, concesso probabilmente per placare gli animi dei suoi tifosi. Sul lungo lancio di Platini, il fallo ai danni di Boniek evidente, ma fuori dallarea. Platini

dal dischetto segna il gol decisivo e poi esulta con i compagni, cosa della quale si pentir in diverse occasioni. La percezione dei giocatori, tuttavia, non era chiara. Pur essendo entrati in campo nel prepartita, gi con le maglie addosso, per prestare soccorso ai loro tifosi, non avevano ancora contezza dei numerosi decessi. Il trauma di Bruxelles viene solo parzialmente lenito alla fine dellanno solare, quando la Juve va a Tokyo per la coppa Intercontinentale. La partita di rara spettacolarit, con i bianconeri che dominano, eppure vanno due volte in svantaggio. Al gol di Ereros risponde Platini su rigore, mentre a quello di Castro reagisce Laudrup, con una rete impossibile dalla linea di fondo, dopo aver dribblato anche il portiere Vidall. Nel corso dei tempi regolamentari c anche uno straordinario gol di Platini, forse il pi bello di quelli segnati in Italia, dopo una serie di palleggi volanti. Incredibilmente, per, larbitro tedesco Roth lo annulla per un fuorigioco di posizione di Aldo Serena. Si va cos, per la prima volta nella storia, ai calci di rigore. Tacconi ne para due (Batista e Pavoni), mentre per la Juve sbaglia solo Laudrup, lasciando a Platini il tiro decisivo. Portiere da una parte, pallone dallaltra. La Juventus la prima squadra al mondo ad aver vinto almeno una volta tutti i trofei nazionali e internazionali. g
Champions City 59

86

La mano di DIO
Le magie del grande Diego Armando Maradona guidano lArgentina alla conquista dei campionati del mondo che si giocano in Messico e, subito dopo, aprono la strada alle ambizioni del Napoli di Ferlaino, che sogna di vincere il primo scudetto della sua storia
60 Champions City

l campionato registra un finalethrilling come non succedeva dal 1982. La Juventus parte alla grande e vince le prime otto partite in calendario, cosa che non le capita da 55 anni. Ci vuole una magia di Maradona su calcio piazzato per interrompere la striscia vincente di una squadra che in estate si rinnovata con gli arrivi di Aldo Serena, Massimo Mauro, Michael Laudrup e Lionello Manfredonia, chiamati a compensare le cessioni di Rossi (Milan), Tardelli (Inter), Boniek (Roma) e Vignola (Verona). Nel girone di andata, i bianconeri registrano il bottino record di 26 punti su 30, ma nei mesi successivi calano vistosamente, anche a causa delle insistenti voci che vorrebbero il tecnico Trapattoni intenzionato ad aprire un nuovo ciclo in unaltra societ. Le sconfitte patite sui campi di Roma e Fiorentina e il pareggio contro la Samp comportano laggancio in vetta da parte dei giallorossi di Eriksson, a sole due giornate dal termine. Per ragioni di calendario, la Roma si sente lo scudetto ormai in tasca, come dimostra la parata del sindaco Signorello allOlimpico, prima della partita col Lecce, gi retrocesso. Incredibilmente, i pugliesi vincono nella Capitale per 3-2, mentre la Juve si aggiudica una sofferta partita interna col Milan, grazie ad un gol di Laudrup. Basterebbe quindi un pareggio per conquistare il ventiduesimo scudetto e allultima giornata, proprio a Lecce, i bianconeri vincono per 3-2, mentre una Roma ormai sconfortata perde anche a Como e finisce seconda a -4, consolandosi con la vittoria della coppa Italia. Approfittando della squalifica dei club inglesi, le squadre italiane vivono un derby in coppa Campioni tra i detentori della Juve e il Verona scudettato (vincono i bianconeri, tra mille polemiche), mentre in coppa Uefa conquistano quattro accessi, che toccano a Napoli, Torino, Fiorentina e Inter. Resta fuori il Milan, il cui presidente Farina fugge in sudafrica quando mancano cinque giornate alla fine del campionato, lasciando

La mano di Dio Diego Armando Maradona beffa Shilton (e larbitro). Nella foto a sinistra, lesultanza di Valdano e Ruggeri. Nella pagina accanto, il Pibe de Oro con la coppa del mondo

Galderisi e Salvatore Bagni. Ancora una volta, viene escluso Roberto Pruzzo, nonostante la sua terza

Pumpido Brown

la societ sullorlo del fallimento. Al suo posto arriva Silvio Berlusconi, che in precedenza aveva tentato per ben due volte di acquistare lInter. Una stagione cos turbolenta lascia il segno nella nazionale che si appresta a prendere parte al mondiale in Messico, paese sconvolto dal terremoto che solo pochi mesi prima ha causato 10.000 morti. Oltretutto, Bearzot ripesca dieci reduci dal mundial 82, sebbene ormai piuttosto logori, e li integra con alcuni nomi nuovi emersi dal campionato, come Giuseppe Baresi, Fernando De Napoli, Antonio Di Gennaro, Giuseppe

Ruggeri Giusti Batista

Cuciuffo Olarticoechea

Burruchaga Maradona

Enrique

Valdano

affermazione come capocannoniere del campionato, davanti a Platini e Maradona. Al debutto a Citt del Messico, non andiamo oltre l1-1 con la Bulgaria, che al gol di Altobelli risponde con Sirakov. Altobelli segna, su rigore, il gol iniziale anche nella seconda partita contro la temuta Argentina, ma Maradona pareggia con un beffardo tocco alla sinistra di Giovanni Galli, dopo essere sfuggito alla marcatura a uomo di Bagni, suo compagno nel Napoli. Lultima giornata vede lArgentina vincere agilmente sulla Bulgaria e qualificarsi insieme allItalia, che con una certa fatica si impone sulla Corea del Sud con un 3-2 firmato da una doppietta del solito Altobelli e da un autogol di Cho Kwang-Rae. Sono gli ultimi gol degli azzurri, che negli ottavi di finale vengono messi sotto dalla Francia, che va a bersaglio con Platini e Stopyra. La Francia poi supera anche il Brasile di Zico ai calci di rigore, nonostante
Champions City 61

A confronto A sinistra, la formazione dellArgentina campione del mondo: intorno a Maradona, ci sono tanti altri grandi giocatori. Qui sopra, la formazione della nazionale italiana. In piedi da sinistra: Vierchowood, Bagni, Bergomi, G.Galli, Altobelli e De Napoli. Accosciati da sinistra: Scirea, G.Baresi, Cabrini, Galderisi e Conti. Nella foto accanto, lungherese Lajos Detari, uno dei protagonisti pi attesi del mondiale 1986, nella partita contro la Francia. Affermatosi nella Honved, negli anni Novanta giocher (senza molta fortuna) con Bologna, Ancona e Genoa

lerrore dal dischetto di Platini nel giorno del suo trentunesimo compleanno, quindi cede nettamente in finale alla Germania Ovest e finisce per accontentarsi del bronzo, dopo aver battuto il Belgio. Di ben altro genere il percorso dellArgentina, con un Maradona letteralmente scatenato. Pasculli, in forza al Lecce, segna il gol che elimina lUruguay negli ottavi e quindi si arriva allepica sfida dei quarti di finale contro lInghilterra, allAzteca, dove il Pibe de Oro firma due gol destinati a rimanere nella storia. Dopo un primo tempo noioso, Diego sblocca il risultato anticipando luscita di Shilton con un balzo felino, che
Happy Days era tra i telefilm USA pi amati in Italia, con A-Team, Chips, Supercar, Il mio amico Arnold, Charlies Angels, I Robinson e La famiglia Bradford

solo dopo alcuni replay televisivi si scopre essere viziato da un tocco di mano. Nonostante le proteste degli inglesi, arbitro e guardalinee non si accorgono di nulla e convalidano la rete che Maradona, in una beffarda dichiarazione del dopopartita, afferma essere stata realizzata dalla mano di Dio, alludendo alle ingiustizie perpetrate dallesercito britannico in occasione della guerra delle isole Falkland. Meno di cinque minuti dopo, Maradona si ripete con un altro gol e questa volta si tratta di una prodezza assolutamente indiscutibile, del gol che per molti il pi bello della storia del calcio, realizzato dopo unesaltante serpentina tra i difensori avversari, saltati come birilli. A nulla vale il gol di Gary Lineker, capocannoniere del torneo con sei reti, che a dieci minuti dal termine accorcia le distanze, ma senza mettere in discussione la supremazia argentina. Maradona si ripete anche nella semifinale
Mike Bongiorno fu la prima stella della Rai a passare alle TV di Berlusconi. Lo seguirono Raimondo Vianello, Pippo Baudo, Maurizio Costanzo, Raffaella Carr e Corrado

contro il sorprendente Belgio di Guy This, firmando due supergol che decidono lincontro. Il primo, su assist di Burruchaga, lo segna penetrando velocissimo tra difensori e portiere ed eludendone lintervento con un vellutato tocco di sinistro. Il secondo simile a quello segnato allInghilterra, sebbene parta da una posizione meno defilata: quattro belgi vengono dribblati in velocit, prima che il diagonale di sinistro batta nuovamente Pfaff. AllAzteca, la finalissima contro la Germania occidentale davvero mozzafiato. Al 23 il difensore argentino Jos Brown segna di testa, sfruttando unuscita improvvida di Schumacher. Al 55, Jorge Valdano raddoppia finalizzando con un preciso tocco di destro un contropiede avviato da Maradona e rifinito da un assist di Enrique. La squadra allenata da Beckenbauer, che nelloccasione indossa la maglia verde, sembra ormai senza speranze, ma non si rassegna. Al 74 Brehme
Superclassifica Show era il seguitissimo programma di classifiche musicali condotto da Maurizio Seymandi. Il Telegatto era anche un ambito premio televisivo

GLI ANNI 80
62 Champions City

Cos va il mondo nel 1986

Chirac viene nominato primo ministro in Francia l Sindona viene condannato allergastolo come mandante dellomicidio di Ambrosoli e due giorni dopo muore in carcere per avvelenamento l Giovanni Paolo II il primo Papa a visitare la sinagoga di Roma l Incidente alla centrale nucleare di Chernobyl, da cui sprigiona una nube radioattiva che si sparge in tutta Europa [foto] l Esce Top Gun, film che consacra Tom Cruise come star l Storico concerto dei Queen a Wembley, dove viene registrato un disco dal vivo l Enzo Tortora viene assolto in appello dalle accuse di vari reati connessi alla mafia l Esce il primo numero del fumetto Dylan Dog l Tyson diventa campione mondiale dei pesi massimi l Si registra la prima vittima bovina per il morbo della mucca pazza l Tensione tra USA e Libia, accusata di terrorismo: la flotta americana si dispiega nel Mediterraneo l Per una battuta sui socialisti, Beppe Grillo viene allontanato dalla Rai

Stella il messicano Hugo Sanchez (Real Madrid)

batte un corner dalla sinistra e pesca in piena area Rudi Voeller, il cui colpo di testa viene corretto in rete da una spaccata del capitano Rummenigge, lasciato colpevolmente libero. Sei minuti dopo, i tedeschi pareggiano con unazione quasi identica. Angolo di Brehme dalla sinistra, colpo di testa di Thomas Berthold e deviazione vincente, sempre di testa, di Voeller. Il sogno argentino sembra sfumato, ma lo spettro dei supplementari svanisce dopo soli tre minuti. Lazione confusa nella met campo argentina e il pallone giunge a Maradona che, con una rapidit eccezionale, vede un varco nella difesa tedesca e

lancia in profondit per lo scatto di Burruchaga, lestissimo nellinvolarsi nellarea avversaria e fulminare per la terza volta Schumacher, nonostante il tentativo di recupero disperato da parte di Briegel. Gli uomini di Bilardo raggiungono cos il bis iridato, dopo il controverso successo casalingo del 1978, mentre la Germania perde la seconda finale consecutiva, come gi era accaduto allOlanda nel 74 e nel 78. Protagonista indiscusso del mondiale messicano Diego Armando Maradona, che a venticinque anni realizza il sogno di salire sul tetto del mondo, coltivato sin da bambino. Dopo i 25 gol segnati nelle sue due
Maniere forti i coreani provano a fermare Maradona

prime stagioni in serie A, il Pibe de Oro riparte nel campionato successivo con lambizione di far primeggiare anche il Napoli. Il patron Corrado Ferlaino e il d.s. Italo Allodi provano ad assecondarlo con una serie di mosse di mercato davvero interessanti. DallUdinese viene acquistato Andrea Carnevale, mentre dallAvellino arriva Fernando De Napoli e dal Pisa una coppia composta da Giuseppe Volpecina, elemento tatticamente molto utile, e dal ventiduenne Ciro Muro, talento in attesa di esplodere. A lasciare il San Paolo sono alcuni giocatori ormai in l con gli anni, come Ruben Buriani, che lascia il calcio, Daniel Bertoni (Udinese), Eraldo Pecci (Bologna) e Domenico Penzo (Trento). Se ne va anche il diciottenne Francesco Ciccio Baiano, che ad Empoli spera di giocare con maggiore continuit. Il nuovo Napoli parte alla grande e non fa nulla per nascondere le sue ambizioni di scudetto, che diventano palesi soprattutto dopo la vittoria per 3-1 sul campo della Juventus, nel mese di novembre. I bianconeri, che dopo il passaggio di Trapattoni allInter sono allenati da Rino Marchesi, vanno in vantaggio con Laudrup, ma nellultimo quarto dora di gioco subiscono una grande rimonta con i gol di Ferrario, Giordano e Volpecina. Gli azzurri sono in vetta alla classifica e ci restano fino al termine dellanno solare. g
Champions City 63

87

Na sera e mAGGIo...
F
rancesco Romano il rinforzo che il Napoli che sceglie nel mercato di riparazione per consolidare la propria posizione di capoclassifica. Il centrocampista campano, protagonista di due promozioni e della vittoria della Mitropa Cup con il Milan, si rivela un innesto
64 Champions City

I sogni dei tifosi napoletani di avverano grazie a Maradona, ma anche grazie ad una squadra sapientemente costruita da Ferlaino, Bianchi, Allodi e Marino. Non solo arriva il primo scudetto, ma anche la terza coppa Italia, al termine di una stagione davvero memorabile
azzeccatissimo per il suo grande senso tattico. Va anche in lui in gol, insieme a Ciro Muro e Salvatore Bagni, nel 3-0 sullAscoli che consente alla squadra di Ottavio Bianchi di concludere il girone di andata da sola al primo posto, approfittando della sconfitta dellInter sul campo del Verona. Nelle prime quattro gare del girone di ritorno, gli azzurri sconfiggono Brescia, Udinese, Avellino e Torino, poi rallentano il ritmo ed arrivano risultati decisamente meno esaltanti: pareggi interni con Sampdoria e Roma, la sconfitta nello scontro diretto con lInter (deciso da un gol di Bergomi a

Amore e odio Corrado Ferlaino entra nella storia del Napoli come primo presidente in grado di vincere lo scudetto. Lacquisto di Maradona (nella pagina accanto) il suo fiore allocchiello, ma negli anni successivi il suo rapporto col Pibe de Oro sar tuttaltro che facile

Garella

Renica Ferrara

Ferrario Bruscolotti

Bagni Romano

De Napoli

Maradona Giordano Carnevale

cinque minuti dalla fine), uno scialbo 0-0 sul campo dellEmpoli e una netta sconfitta per 3-0 al Bentegodi contro il Verona. Le fatiche del Napoli ridanno fiato alle inseguitrici: la Juventus, il Milan del capocannoniere Virdis e lo stesso Verona. La pi agguerrita delle rivali del Napoli lInter di Trapattoni, che rimane a sole due lunghezze di distacco fino al 3 maggio, quando perde sul campo dellAscoli e in

pratica consegna lo scudetto nelle mani di Maradona e soci. La certezza matematica dello storico successo arriva una settimana dopo, il 10 maggio, quando il pareggio per 1-1 con la Fiorentina (segnano Carnevale e Roby Baggio) incorona il Napoli campione dItalia per la prima volta nella sua storia. Alle 17.47, quando Pierluigi Pairetto fischia la fine dellincontro, in tutta la citt esplode una gioia che va

ben oltre la soddisfazione sportiva, bens esprime la voglia di rivalsa del sud e il desiderio di sfruttare la spinta emotiva del calcio per andare i problemi che angustiano Napoli e tutto il Mezzogiorno. Sulle ali dellentusiasmo, nel mese di giugno i partenopei si concedono il bis, vincendo anche la coppa Italia. Battuto il Cagliari in semifinale, nellultimo atto della competizione sconfiggono lAtalanta sia al San Paolo (3-0, gol di Renica, Muro e Bagni), sia a Bergamo (1-0, con la firma di Bruno Giordano). Si tratta della terza coppa Italia nella bacheca del club ed soltanto la terza volta che una squadra italiana centra il double: prima del Napoli, cerano riusciti il grande Torino nel 1943 e la Juventus nel 1960. Gi dominatore incontrastato dei campionati del mondo in Messico dellestate precedente, Maradona diventa lindiscusso numero uno del pianeta, anche grazie alla decisione di Michel Platini di appendere le scarpe al chiodo a soli 32 anni. Il francese esce di scena in maniera silenziosa. Il 17 maggio, in occasione dellultima di campionato, c lo sciopero dei giornalisti e quindi nelle case degli italiani giungono ben poche immagini del 3-2 con il quale
Champions City 65

E.T. di Spielberg fu un enorme successo cinematografico. Sul tema spaziale, ricordiamo anche Star Trek, Star Wars e Incontri ravvicinati del terzo tipo

I Duran Duran sono esplosi nel 1981 come boy-band, opposti a Spandau Ballet e A-Ha. A differenza di molti altri gruppi degli anni 80, sono ancora attivi

Il cubo di Rubik fu messo in commercio nel 74, ma ebbe un boom nel 1982, anno in cui vendette oltre 100 milioni di pezzi. Rubik divenne uno degli uomini pi ricchi dUngheria

GLI ANNI 80

Cos va il mondo nel 1987

Si suicida in diretta TV il politico americano Budd Dwyer, accusato di corruzione l Gli U2 pubblicano The Joshua Tree l Viene emesso un mandato di cattura per Marcinkus l Va in onda negli USA, sulla CBS, la prima puntata della soap opera Beautiful l Margaret Thatcher rivince le elezioni e guida per la terza volta il governo inglese [foto] l Nel luned nero di Wall Street, il Dow Jones precipita a -22% l Esce Lultimo imperatore di Bernardo Bertolucci l Reagan e Gorbaciov firmano un trattato che impegna USA e URSS ad eliminare i missili a media gittata in Europa l In uno storico discorso al Parlamento sovietico, Gorbaciov invoca trasparenza (glasnost) e rinnovamento (perestrojika) nella politica sovietica l Il ciclista irlandese Stephen Roche vince Giro dItalia, Tour de France e mondiali l La sordomuta Marlee Matlin vince lOscar come migliore attrice per Figli di un Dio minore, mentre Platoon vince quattro statuette, compreso il miglior film

la Juve batte il Brescia e si aggiudica il secondo posto in classifica. Platini si infila nel tunnel che conduce agli spogliatoi del Comunale di Torino, lasciando il campo per entrare nella storia. Alla base della sua decisione c probabilmente il fantasma dellHeysel ed il senso di colpa per unesultanza cos stridente con la tragedia appena accaduta. Juventus, Inter, Verona si qualificano per la coppa Uefa, mentre per il quarto accesso si ricorre ad uno spareggio tra il Milan e la Sampdoria, arrivate quinte a pari merito. Sul campo neutro di Torino, vincono i rossoneri grazie ad un gol di Daniele Massaro e il risultato premia la scelta di Berlusconi di affidare la panchina allesordiente Fabio Capello, che alla venticinquesima giornata prende il posto dellesonerato Nils Liedholm. Capello, ex centrocampista
66 Champions City

Protagonisti A sinistra, il portiere Garella, al secondo scudetto storico dopo quello vinto col Verona. In questa foto, Bianchi e un giovanissimo Pierpaolo Marino

rossonero, piace al nuovo presidente per la sua mentalit vincente. Al termine del campionato, viene impiegato come dirigente della squadra di hockey, dopo un corso di formazione come manager aziendale, dato che il progetto di Berlusconi consiste nella creazione di una polisportiva chiamata Mediolanum. Brescia, Atalanta

e Udinese retrocedono in serie B. I bergamaschi, per, ottengono il diritto a partecipare alla coppa delle Coppe, in quanto finalisti sconfitti dal Napoli, che ovviamente si iscrive alla coppa dei Campioni: per la prima volta nella storia del calcio italiano, una formazione del campionato cadetto difende il tricolore in Europa. g

I 10 GOL PI BELLI DEGLI ANNI 80


Colpi di tacco, rovesciate, dribbling: tutto il meglio del decennio doro
1 Diego Maradona Argentina-Inghilterra 2-0 mondiali 1986 E considerato il gol pi bello della storia del calcio, non solo del decennio. Diego riceve palla nella propria met campo da Hctor Enrique e in 10 secondi, con 10 tocchi di palla, il mitico numero 10 evita cinque inglesi e poi anche il portiere Shilton, prima di deporre il pallone nella rete sguarnita. Gi colpiti dal precedente gol segnato con la mano di Dio, gli inglesi vengono cos puniti anche per le vicende riguardanti le Isole Falkland 2 marco van basten olanda-urss 2-0 europei 1988 Un sondaggio della Uefa tra i tifosi lo ha premiato come il gol pi bello della storia dei campionati europei. Al 54 della finaissima a Monaco di Baviera lOlanda in vantaggio per 1-0 e chiude il conto con un cross da sinistra di Arnold Mhren, sul quale il centravanti del Milan calcia al volo da posizione defilata, beffando il portiere sovietico Dasaev. 3 michael laudrup juventus-argentinos jrs 6-4 (ai rigori) COPPA INTERCONTINENTALE 1985 Manca solo un quarto dora alla fine della partita e gli uomini di Trapattoni sono sotto per 2-1. Platini serve Laudrup con un preciso assist e il danese penetra nellarea argentina e con un perfetto dribbling aggira il portiere Vidall, che prova a fermarlo con un fallo. Il numero 11 resiste senza perdere lequilibrio e arriva sullo slancio fino alla linea di fondo, da dove riesce comunque ad infilare il pallone in rete con un tocco che sembra magico. La splendida realizzazione porta ai supplementari e poi ai rigori, dove le parate di Tacconi e il tiro 4 Diego Maradona napoli-verona 5-0 serie a 1985/86 Gli azzurri sono in vantaggio per 2-0 quando la palla giunge a Diego che, poco oltre la sua met campo, scaglia un pallonetto che beffa Giuliani. 5 nicola berti bayern monaco-inter 0-2 coppa uefa 1988/89 Inarrestabile coast-to-coast del centrocampista, che segna un gol epico. Ma nel ritorno a San Siro, i tedeschi passano il turno vincendo 3-1...
Sopra Il 5 luglio 84 Maradona si presenta di fronte ad un San Paolo gremito di tifosi: inizia un grande show Sotto Marco Van Basten solleva la coppa Europa che nel 1988 va allOlanda soprattutto per merito suo

6 Rabah Madjer BAYERN MONACO-PORTO 1-2 COPPA DEI CAMPIONI 1986/87 Nella finale di Vienna, lalgerino regala la coppa dalle grandi orecchie al Porto, con un gol per il quale viene soprannominato il tacco di Allah 7 MICHEL PLATINI juventus-pescara 2-1 COPPA italia 1982/83 Il primo gol del francese con la maglia della Juve un autentico capolavoro di tecnica, velocit e freddezza 8 ROBERTO BAGGIO MILAN-FIORENTINA 0-2 SERIE A 1987/88 A ventanni, Baggio dribbla mezzo Milan, prima di segnare a porta vuota. 9 paolo benedetti avellino-inter 1-0 SERIE A 1985/86 La rovesciata volante con cui beffa Zenga il top della sua carriera. 10 roberto pruzzo juventus-roma 2-2 SERIE A 1983/84 Altro gol in rovesciata, ma il bomber giallorosso era un vero specialista...
Champions City 67

88

Due macchine PERFETTE

Il Milan di Sacchi si aggiudica lo scudetto in rimonta sul Napoli e lOlanda di Michels trionfa agli europei in Germania. Entrambe guidate da Gullit e van Basten, le due squadre sono simili anche per lo stile di gioco a zona iperorganizzato
el suo intento di costruire una squadra capace di coniugare risultati e spettacolo, Berlusconi e il suo braccio destro Adriano Galliani investono con convinzione sul mercato. Il nuovo Milan sostituisce gli inglesi Ray Wilkins e Mark Hateley con gli olandesi Ruud Gullit (dal PSV Eindhoven) e Marco van Basten (dallAjax), due dei pi forti calciatori in circolazione in Europa. Sul fronte del mercato interno arrivano anche Carlo Ancelotti dalla Roma e Angelo Colombo dallUdinese, ma la pi importante novit la scelta di Arrigo Sacchi, trentanovenne allesordio in serie A. Berlusconi ne rimasto affascinato in occasione della sfida di coppa Italia della stagione precedente,

quando il tecnico romagnolo ha guidato il piccolo Parma ad una storica vittoria a San Siro. Con lui, arrivano anche tre giocatori rossoblu come Roberto Mussi, Mario Bortolazzi e Walter Bianchi, mentre Di Bartolomei, troppo lento per il gioco del nuovo tecnico si accasa al Cesena. Da Monza, dove era andato in prestito, torna in rossonero il giovane talento Alessandro Billy

68 Champions City

Trionfo Nella pagina accanto, Gullit e van Basten esultano dopo il supergol del centravanti nella finale contro lURSS. Qui, un giovane Maldini festeggia lo scudetto

Costacurta. Linizio della stagione decisamente favorevole al Napoli campione in carica, rinforzatosi con lacquisto del brasiliano Careca, che vince le prime cinque gare in calendario e d vita ad una fuga che vede nella Sampdoria lantagonista pi credibile. I blucerchiati tengono botta fino allo scontro diretto del San Paolo, quando un gol di Maradona li mette sotto e consegna ai partenopei non solo il titolo di inverno, ma anche i favori unanimi del pronostico in vista di uno storico bis tricolore. Il Milan, al contrario, parte col freno a mano tirato. Leliminazione al secondo turno di coppa Uefa, dopo aver perso in casa contro lEspanyol, getta un forte scetticismo sulla figura di Sacchi, la cui mancanza di esperienza e

blasone stride con lautorit con la quale tenta di imporre uno stile di gioco a zona ispirato al Calcio Totale dellOlanda di Cruyff. La sconfitta con lEspanyol costa anche sei mesi di rinuncia forzata a van Basten, infortunatosi alla caviglia. Lambientamento di Gullit (premiato col pallone dOro 1987), le prodezze di Donadoni e la prolificit di Virdis spingono per i rossoneri ad unesaltante rincorsa sul Napoli, sconfitto per 4-1 a San Siro. Limpresa arriva dopo le vittorie del derby e sulla Roma, che tuttavia viene trasformata in uno 0-2 a tavolino per via del petardo che colpisce il portiere Tancredi, sostituito nellintervallo da Peruzzi, che debutta in seria A ad appena 16 anni. I partenopei conservano per tre punti di vantaggio, che il

Milan erode in maniera lenta ma inesorabile nel corso del girone di ritorno. Il sorpasso si completa in occasione dello scontro diretto al San Paolo, il 1 maggio 1988, che la squadra di Sacchi vince con un esaltante 3-2: due gol di Virdis e uno di van Basten, rendono inutili le reti di Maradona e Careca. Passato in testa alla classifica, il Milan pareggia le gare successive in casa con la Juventus (1-1) e sul campo del Como (0-0), aggiudicandosi lundicesimo scudetto della sua storia, a ben nove anni di distanza da quello della stella. Il Napoli, devastato dalle polemiche interne, perde mestamente anche le ultime due partite in calendario e sul rovinoso crollo che costato il campionato circolano inquietanti voci sullintervento della camorra
Champions City 69

G.Galli

F.Galli Tassotti

Baresi Maldini

Colombo

Ancelotti

Donadoni

Evani

van Basten (Virdis)

Gullit

Campioni Arrigo Sacchi con un tifoso speciale: il pilota Michele Alboreto

e del totonero. La Sampdoria, vincitrice della coppa Italia, si qualifica per la coppa delle Coppe, mentre in Uefa entrano il Napoli, la Roma di Voeller e lInter. Lultimo posto disponibile viene assegnato mediante uno spareggio-derby tra il Torino e la Juventus. Se lo aggiudicano i bianconeri ai calci di rigore il penalty decisivo firmato dal gallese Ian Rush, acquistato dal Liverpool. Nonostante le grandi attese, il campionato del bomber acquistato per non far rimpiangere Platini decisamente mediocre, con soli nove gol al suo attivo. Al termine della stagione, Boniperti lo rivende al Liverpool, pur perdendoci dei soldi. Retrocedono in serie B soltanto due squadre, Avellino ed Empoli, perch dal prossimo campionato la massima categoria annoverer 18 formazioni. Prima, per, ci sono gli europei in Germania, ai quali la nazionale azzurra arriva con molti elementi che il c.t. Azeglio Vicini ha
Ivana Spagna debutta come stella della dance made in Italy e arriva ad uno storico numero 2 in Inghilterra. Il suo look la rende irriconoscibile rispetto ad oggi

Bomber Marco van Basten

Leader Franco Baresi

allevato durante la sua esperienza nellUnder 21, tra cui Vialli, Mancini, Giannini, Donadoni e Zenga. Lesordio molto convincente, con lItalia in vantaggio contro i padroni di casa della Germania occidentale fino al pareggio siglato da Brehme
I ragazzi della Terza C tuttora un telefilm di culto, con la partecipazione di Fabrizio Bracconeri, Antonio Allocca, Guido Nicheli, Fabio Ferrari ed Ennio Antonelli

dopo una discutibile punizione a due nellarea azzurra, concessa dallarbitro inglese Hackett per leccessiva lentezza di Zenga nel rimettere il pallone in gioco. Altobelli firma lunico gol nel successo sulla Spagna e si ripete, con De Agostini,
Diego Abatantuono diventa famoso grazie a film comici come Eccezzziunale Veramente ma nel 1986 dimostra le sue doti di attore drammatico con Regalo di Natale

GLI ANNI 80
70 Champions City

van Breukelen

Rijkaard van Aerle

R.Koeman van Tiggelen

Muhren

Wouters

Vanenburg

E.Koeman

van Basten

Gullit

Dritti verso lo scudetto Maldini, Donadoni e Tassotti

nel 2-0 sulla Danimarca. Come seconda classificata del girone A, lItalia affronta in semifinale la prima classificata del girone B, visto che alla fase finale prendono parte otto squadre. Lavversario lUnione Sovietica del colonnello Valeri Lobanovski, che secondo la critica pratica il calcio del 2000. La sua

squadra ha battuto per 1-0 lOlanda con un gol di Rac, ha pareggiato 1-1 con lEire (in rete Protasov) ed ha vinto 3-1 sullInghilterra, grazie ad Aleinikov, Mikhailichenko e Pasulko. Nonostante la brillantezza del calcio azzurro, i sovietici sono decisamente pi quadrati e concreti e si impongono con un netto 2-0,

Cos va il mondo nel 1988

La Fiat presenta la Tipo l Le armi chimiche irachene uccidono 5.000 curdi l Lultimo imperatore vince 9 Oscar l Mitterand vince nuovamente le elezioni in Francia l Al posto del dimissionario Natta, il PCI elegge come segretario Achille Occhetto l A Rammstein, in Germania, tre aerei delle Frecce Tricolori si schiantano e uno cade sulla folla: 60 morti l La mafia uccide Mauro Rostagno, giornalista e fondatore della comunit per tossicodipendenti Saman l Senna vince il mondiale di Formula 1 l George Bush, ex capo della C.I.A., diventa il nuovo Presidente degli USA [foto] l Termina la guerra tra Iran e Iraq, cominciata nel 1980 e causa di 1,5 milioni di morti l L11 giugno, un grande concerto a Londra chiede la liberazione di Mandela l 20 milioni di senzatetto in Bangladesh a causa di uninondazione l Il volo Pan Am tra Londra e New York esplode nel cielo di Lockerbie (Scozia): 259 morti e sospetti sulla Libia

firmato da Litovchenko e Protassov. Nellaltra semifinale, lOlanda vince in rimonta sulla Germania, rispondendo al gol iniziale di Mattheaus su rigore con Ronald Koeman, anche lui dal dischetto, e con una prodezza di van Basten a due minuti dal termine. Nella finale di Monaco di Baviera, il maggior dinamismo dellOlanda travolge lURSS, regalando ai tifosi arancioni la gioia che dieci anni prima era sfuggita ai mondiali di Argentina, cos come nelledizione precedente proprio in Germania. Il risultato viene sbloccato da un poderoso colpo di testa del capitano Gullit, con le sue iconiche treccine rasta, e nella ripresa una magia di van Basten chiude ogni discorso, entrando di diritto nella storia del calcio (vedi pag. 67). I due fenomeni rossoneri sono larchitrave della squadra di Rinus Michels, ma con loro ci sono tanti altri campioni, come i fratelli Koeman (c anche Erwin), il portiere van Breukelen, i preziosi centrocampisti Vanenburg e Wouters ed il jolly, un po mediano e un po centrale difensivo, Frank Rijkaard, che proprio nellestate degli europei firma per il Milan, seguendo le orme dei suoi connazionali alla corte di Sacchi. g
Champions City 71

89

Campioni dItalia I bomber Diaz e Serena festeggiano con i compagni il successo sul Napoli, che vale lo scudetto numero 13 nella storia dellInter. Sullo sfondo, il terzo anello di San Siro, in costruzione per i mondiali 90

MILANo Capitale
Gli anni 80 si chiudono con le grandi imprese delle due squadre meneghine. LInter di Trapattoni vince lo scudetto con una marcia trionfale che entra nella storia e il Milan di Sacchi conquista la coppa dei Campioni, a ventanni esatti dal suo ultimo successo
72 Champions City

l decennio cominciato con la riapertura delle frontiere si conclude con unaltra significativa novit: lintroduzione del terzo straniero. La stagione 1988/89 comincia cos con un mercato scoppiettante, nel quale il Milan ingaggia Rijkaard, il Napoli punta su Alemao, la Lazio su Ruben Sosa, la Roma su Renato Portaluppi, il Pisa su Dunga e il Verona su Caniggia. La Fiorentina sceglie invece il giovane Stefano Borgonovo, prelevato dal Como per fare coppia in attacco con Baggio. La Juventus assolda il trentatreenne Altobelli per il finale di carriera ed affida la panchina a Dino Zoff, reduce da una non esaltante esperienza da c.t. della nazionale olimpica, sconfitta con un clamoroso 4-0 dallo Zambia a Seul. Il suo assistente lamico Gaetano Scirea, appena ritiratosi dallattivit agonistica. Ma la campagna di rafforzamento pi importante sicuramente quella dellInter: ceduti Passarella al River Plate e Scifo al Bordeaux, arriva un terzetto straniero di superlusso: largentino Ramon Diaz dalla Fiorentina e i tedeschi Lothar Matthaeus e Andreas Brehme dal Bayern Monaco. Da Firenze arriva anche Nicola Berti, centrocampista messosi in luce con lUnder 21. In un campionato passato da sedici a diciotto partecipanti, i nerazzurri fanno la parte dei leoni sin dallavvio e chiudono il girone di andata con una sola sconfitta: il 4-3 subito a Firenze, proprio allatto finale, con il titolo di inverno gi conquistato matematicamente la giornata precedente. Il Napoli che si avvicina ad un solo punto di distacco, ma Zenga e compagni ripartono di slancio vincendo le prime otto gare del girone di ritorno. Gli azzurri tengono botta fino allo scontro diretto di San Siro, dove una gran botta su calcio di punizione di Matthaeus consegna la matematica certezza del tredicesimo scudetto ai nerazzurri. Il k.o. con la Fiorentina si ripete soltanto contro il Torino e lInter arriva a fine campionato

Boys La curva dellInter in festa. Nel riquadro, la gioia di Zenga, portiere cresciuto tra gli ultras nerazzurri

suo precedente scudetto, la Milano nerazzurra torna a festeggiare, esorcizzando anche il fantasma per

Zenga Mandorlini

con un bilancio straordinario: delle 17 avversarie affrontate in serie A, ben 10 vengono battute sia in casa che fuori, soltanto quattro (Napoli, Milan, Verona e Atalanta) strappano un punticino ai nerazzurri e solo la Juve non si arrende allo strapotere dei ragazzi di Trapattoni, pareggiando sia a San Siro che al Comunale di Torino. Aldo Serena vince la classifica dei cannonieri con 22 gol al suo attivo e lInter totalizza il record di punti (58) con la regola dei due punti per vittoria, che fissa il punteggio pieno a 68 punti. A nove anni di distanza dal

Bergomi

Ferri

Brehme

Berti

Matthaeus

Matteoli

A.Bianchi

Diaz

Serena

la dolorosa rimonta subita in coppa Uefa da parte del Bayern Monaco. Dopo aver eliminato senza troppa fatica Brage e Malmoe, la squadra del Trap espugna lOlympiastadion grazie al gol di Serena e soprattutto grazie allepico raddoppio di Berti, dopo una cavalcata inarrestabile (vedi pag. 67). La vittoria in Baviera sembra rendere il ritorno a San Siro una mera formalit, ma nellarco di sette minuti il Bayern segna tre volte e il gol di Serena serve solo per lonore: l1-3 qualifica i tedeschi, mentre allInter non resta che concentrarsi sul campionato. La corsa del Bayern si arresta in semifinale: il Napoli, che nel turno precedente ha eliminato la Juventus, vince 2-0 al San Paolo e pareggia 2-2 in Germania. In finale, i partenopei trovano unaltra squadra tedesca: lo Stoccarda. Il doppio confronto comincia male: a Napoli, la squadra allenata dallolandese Haan va in
Champions City 73

DR
A Barcellona Il Milan solleva la coppa dei Campioni, conquistata con un secco 4-0 allo Steaua
G.Galli

DREAM tEA
F.Baresi Maldini

Tassotti

Costacurta

Rijkaard Colombo

Ancelotti Donadoni

Gullit

van Basten

Cos va il mondo nel 1989

In Iran, Khomeini emetta una condanna a morte nei confronti dello scrittore Salman Rushdie, autore de I versi satanici l Lesercito sovietico lascia lAfghanistan l Il 13 marzo nasce il World Wide Web l Comincia la battaglia legale tra De Benedetti e Berlusconi per il controllo del gruppo Espresso/Repubblica l Allo stadio di Hillsborough muoiono 96 persone, schiacciate dalla folla in occasione della finale di F.A. Cup tra Liverpool e Nottingham Forest l Cominciano le proteste degli studenti a Pechino, in piazza Tienanmen l Viene messo in commercio il Game Boy l Fallisce un attentato al giudice Falcone l I Pink Floyd tengono un concerto gratuito in P.za San Marco, di fronte a circa 200.000 spettatori l Solidarnosc guida il governo polacco l Il 9 novembre cade il Muro di Berlino [foto] l Il dittatore rumeno Ceausescu viene destituito e fucilato insieme alla moglie

vantaggio con Maurizio Gaudino, figlio di immigrati campani. Maradona pareggia al 60 su rigore e Careca firma il gol della vittoria a tre minuti dalla fine. Il ritorno a Stoccarda, un vero e proprio festival del gol: il 3-3 finale permette al Napoli di sollevare al cielo il primo trofeo internazionale della
Il walkman era il lettore portatile di audiocassette prodotto dalla Sony e diventato famosissimo. In casa, invece, la musica si ascoltava con i dischi in vinile

sua storia. LEuropa terreno di conquista per le squadre italiane. La coppa dei Campioni vede infatti il trionfo del Milan, che dopo il fortunoso passaggio del turno con la Stella Rossa (la partita viene interrotta per la nebbia), giganteggia nei quarti contro il Werder Brema e in semifinale contro il Real Madrid,
I primi cellulari erano enormi, se paragonati a quelli di oggi, ma ambitissimi. Negli anni Ottanta, il Motorola 8900x arrivava a costare quasi 4000 dollari

umiliato da un sonoro 5-0 a San Siro. Nella finalissima di Barcellona, lo Steaua Bucarest (vincitore del titolo nel 1986) viene sepolto da un 4-0 che non lascia spazio a discussioni, con una doppietta a testa per Gullit e van Basten. Il Milan torna cos sul tetto dEuropa per la terza volta nella sua storia, dopo i successi del 1963 e 1969. E un momento decisamente aureo per il calcio italiano, che si appresta ad organizzare i mondiali del 1990 allinterno di stadi che vengono costruiti ex novo (il Delle Alpi di Torino) o fortemente rimodernati (a San Siro viene aggiunto il terzo anello). Il decennio, per, si chiude con una notizia veramente tragica. Il 3 settembre del 1989 Gaetano Scirea, indiscusso simbolo di eleganza e fairplay, muore in un incidente dauto in Polonia, dove si trova per visionare il Grnik Zabrze, prossimo avversario della Juve in coppa Uefa. g
Kim Basinger divenne una star mondiale grazie a Nove settimane e mezzo, film del 1986 nel quale viveva una torbida relazione sessuale con Mickey Rourke

M tE

GLI ANNI 80

M tEA

74 Champions City 74 Champions City

REAM tEAM DREAM tEAM

DREAM tEAM
FENOMENI
SENZA TEMPO

DREAM tEAM
Zoff Scirea F.Baresi

DREAM tEAM

AM

A E I R E S A L L E D LE StELLE
Portiere Dino Zoff Bench lasci il calcio gi nel 1983, il suo nome resta legato al mitico trionfo del mundial spagnolo, quando gi aveva 40 anni e lo credevano bollito.

DREAM TEAM

Maldini

ANtA DEgLI ANNI Ott

Tardelli

Falcao

M tEAM A Ebr DRCa ini

e vincendo uno scudetto e due coppa Italia. Brucia ancora la coppa Campioni persa ai rigori.

Conti

Platini

Maradona

EA

AM

Centrocampista Van Basten Antonio Cabrini In realt faceva il terzino sinistro, ma per quanto spingeva era spesso lala pi Difensore centrale pericolosa del campionato. Un Franco Baresi Per farlo giocare sogno metterlo insieme a Maldini. Allenatore in coppia con Scirea, Bearzot Enzo Bearzot Nonostante le imprese di grandi colleghi cerc di riciclarlo mediano. Noi quali Trapattoni e Liedholm, impossibile non premiare facciamo una piccola forzatura, Trequartista il c.t. che ha trascinato la nazionale azzurro al successo ma lo lasciamo in difesa, dove era Bruno Conti Il pi brasiliano dei che ha ispirato una generazione. un vero e proprio fenomeno. calciatori italiani incanta Pel In panchina e tutto il mondo a Spagna 82. Walter Zenga (por) Vince cinque coppe Italia e uno Libero scudetto, tutte con la maglia della Solo Zoff poteva costringere in panchina il mitico Uomo Gaetano Scirea Non stato Roma. Chiude la carriera nel 91. Ragno, pi volte eletto numero uno al mondo. soltanto il migliore al mondo Claudio Gentile (dif) nel suo ruolo, vincendo tutto con Implacabile marcatore vecchio stampo, a Spagna 82 la Juventus e il mondiale con Trequartista annulla sia Zico che Maradona. gli azzurri, ma anche un vero e Michel Platini Numero 10 di altri Ruud Gullit (cen) proprio esempio di correttezza e tempi. Un po centrocampista, sportivit. Ci manchi, Gaetano! un po regista e un po attaccante. Capace di ricoprire pi ruoli, esalta gli schemi di Sacchi con una potenza fisica straordinaria, abbinata a qualit Capocannoniere della serie A tecniche di assoluta eccellenza. e Pallone dOro per tre anni Difensore centrale Lothar Matthaeus (cen) Paolo Maldini Debutta in serie A a consecutivi, vince Euro 84 con Autentico trascinatore 16 anni e diventa in breve tempo la Francia e tutto il resto con la El Pibe de Oro uno dei migliori difensori di ogni Juventus. Unicona del decennio. dellInter che vince lo Diego Maradona scudetto dei record e tempo. Leggenda vivente. della Germania, che Attaccante gioca tre finali mondiali Diego A. Maradona El Diez per Centrocampista consecutive. eccellenza, per molti il miglior Marco Tardelli Nasce terzino, Zico (att) calciatore di tutti i tempi. diventa mediano e poi mezzala Lidolo di Roberto con il vizio del gol. Il pi famoso Trascina Napoli e lArgentina Baggio gioca due anni a realizzare sogni sopiti, di tutti quello alla Germania nellUdinese: davvero nonostante una vita privata Ovest nella finale del mundial, eccezionale il primo, decisamente travagliata. accompagnato dal mitico urlo. nel quale diventa secondo cannoniere del Attaccante Centrocampista Paulo R. Falcao Diventa lottavo Re Marco Van Basten Vince tutto con campionato, abbastanza mediocre il secondo, ma il Milan e firma lEuropeo 1988 di Roma indossando la maglia non solo per colpa sua. vinto dalla sua Olanda. giallorossa per cinque stagioni

DREAM

M tEA

DREA

tEAM

DREAM tEAM

DREAM tEAM

Champions City 75

Mondiali di calcio

Prandelli non lascia


Dopo il rinnovo del suo contratto con la federazione, il commissario tecnico non ha ancora sciolto le riserve sulla formazione da portare in Brasile. Alla vigilia della partenza per Rio, sulla sua agenda ci DI LORENZO ZACCHETTI sono ancora ben 50 giocatori: pi di due squadre complete!

Dallalbero di Natale al 4-4-2 a rombo


Buffon

Bonucci De Sciglio Pirlo De Rossi Montolivo Cerci

Barzagli Chiellini (Pasqual)

T.Motta

Candreva

Cerci (Destro)

Balotelli

oppia rosa, doppio modulo. I due sistemi di gioco fin qui praticati da Prandelli con maggiore convinzione sono il 4-4-2 a rombo e il 4-3-2-1, altrimenti noto come albero di Natale. Come si vede dalla grafica qui sopra, cambiare anche a partita in corso non poi cos difficile e, anzi, pu rappresentare unarma formidabile per la nostra nazionale. E molto meno consueta lindecisione che ancora riguarda tutti i reparti e persino il ruolo - solitamente blindato - del portiere, con numerose scelte per il terzo uomo dietro gli intoccabili Buffon e Sirigu. In difesa, vista lintenzione di

Prandelli di giocare a quattro si pone il problema degli esterni, ruolo nel quale non abbiamo scelte di altissima qualit. A centrocampo, le certezze si chiamano Pirlo e De Rossi, mentre gli interpreti da posizionare al loro fianco dipendono anche dal progetto tattico, con Montolivo e Verratti che scalpitano. In avanti, ci affidiamo a Balotelli, dai cui umori pu dipendere lesito finale della spedizione, ma per chi dov affiancarlo c solo limbarazzo della scelta. Tra tanti dubbi ancora aperti, il pronostico resta apertissimo: lItalia pu uscire al primo turno, visto che il girone molto difficile, come arrivare fino in fondo. g

76 Champions City 76 Champions City

...ma raddoppia!
PortiErI
Buffon (Juventus) + Sirigu (Paris Saint Germain) = Perin (Genoa) + Scuffet (Udinese) + Mirante (Parma) =

diFENsori

Bonucci (Juventus) = Chiellini (Juventus) = Barzagli (Juventus) = Paletta (Parma) + Abate (Milan) De Sciglio (Milan) = Astori (Cagliari) = Criscito (Zenit S.Pietroburgo) = Pasqual (Fiorentina) = Ogbonna (Juventus) Darmian (Torino) + Ranocchia (Inter) De Silvestri (Sampdoria) + Maggio (Napoli) Pirlo (Juventus) + De Rossi (Roma) + Verratti (Paris Saint Germain) = T.Motta (Paris Saint Germain) = Parolo (Parma) +
SICURO IN DUBBIO

Marchisio (Juventus) + Romulo (Verona) + Aquilani (Fiorentina) + Montolivo (Milan) = Poli (Milan) = Giaccherini (Sunderland) = Candreva (Lazio) + Florenzi (Roma) = Bertolacci (Genoa) Bonaventura (Atalanta) = Bernardeschi (Crotone) + Balotelli (Milan) = Cerci (Torino) + Immobile (Torino) + G.Rossi (Fiorentina) = Osvaldo (Juventus) Destro (Roma) + Diamanti (Guangzhou) = Zaza (Sassuolo) + Berardi (Sassuolo) + Gabbiadini (Sampdoria) = El Sharaawy (Milan) = Cassano (Parma) + L.Insigne (Napoli) = Totti (Roma) + Toni (Verona) +
ESCLUSO
Champions City 77 Champions City 77

attaccaNti

cENtrocampisti

Picture special

SCOPRI SAN SIRO


Per non perdersi le gesta di Del Piero, molti tifosi italiani hanno cominciato a seguire persino la modesta A-League australiana. Travolto da tanto affetto, il modesta
La dedica Nel 1980 il Comune di Milano intitol San Siro al grande Peppino Meazza. La lapide che ricorda il mitico bomber di Inter e Milan allingresso della prestigiosa area corporate.
78 Champions City

Il parcheggio dei VIP Nei sotterranei dello stadio c il parcheggio al quale si accede da via Achille. Qui vengono parcheggiati anche i pullman delle squadre.

Le aree riservate Per le molte persone che allo stadio vanno per lavorare, ci sono zone dedicate alle varie funzioni. In questa foto, i cartelli posizionati per la Champions League.

Il media center I giornalisti vengono accolti nella struttura in prefabbricato accanto allarea corporate e le due squadre di casa (se si gioca in notturna) offrono loro la cena.

La tribuna stampa Finiti i convenevoli, si comincia a lavorare: i giornalisti accreditati si vanno a collocare nella zona a loro riservata, nel punto pi alto del secondo anello.

La tribuna donore I posti pi prestigiosi dello stadio sono quelli nella parte alta della tribuna rossa. Qui si accomodano i dirigenti, i giocatori e gli ospiti delle societ.

La tribuna rossa E la zona pi ambita dai comuni mortali. Di fronte c la tribuna arancione, mentre le due curve sono di colore blu (sud, Milan) e verde (nord, Inter).

Area hospitality Sotto la tribuna centrale rossa, i VIP (qui ad esempio c Fonseca) pasteggiano con un ricco buffet e seguono la partita in piedi sul terrazzino dietro le panchine.

La mixed zone Alla fine della partita, i giornalisti aspettano i giocatori (qui vediamo Victor Valdes del Barcellona) per ascoltarne le dichiarazioni a caldo.

Gli Sky Lounge Accanto alla tribuna rossa e nella tribuna arancio, gli ospiti della pay-tv trovano comode poltroncine in pelle e un monitor per i replay delle azioni.

Il Sancta Sanctorum Il posto che ogni vero tifoso vuole visitare, prima o poi, quello dove abitualmente entrano solo i suoi idoli. Di persona (invece che in TV) fa davvero effetto.

Lo spogliatoio del Milan Nel covo rossonero trionfa la tecnologia e lo stile di arredamento ultramoderno, con schermi piatti e loghi degli sponsor del club messi in bella mostra.

Lo spogliatoio dellInter Al contrario dei loro cugini, i nerazzurri hanno optato per un ambiente retr, il cui fascino aumentato dalle immagini dei campioni del passato.

Accesso vietatissimo Alluscita degli spogliatoi c un corridoio che porta al campo da gioco. Qui veramente difficile entrare, a meno che non si faccia il tour organizzato dello stadio.

Il tunnel A San Siro si scende in campo nel vero senso della parola: dopo i gradini, comincia il tunnel che sbuca in campo, tra le due panchine. Che la partita abbia inizio.
Champions City 79

Calcio internazionale

AL MONDO
DI LORENZO ZACCHETTI

IL CLUB PI TITOLATO

Molti tifosi italiani hanno scoperto lesistenza dellAl Ahly soltanto in occasione del discusso sorpasso degli egiziani a danno del Milan nella classifica dei trofei internazionali. Conosciamo meglio una squadra che per milioni di persone conta molto di pi della fede politica e di quella religiosa

80 80 Champions Champions City City

volte viene scritto con la i finale al posto della y, ma in ogni caso Al Ahly in arabo significa nazionale. Fondato nel 1907, il club adott questa denominazione per manifestare la propria opposizione nei confronti dei coloni inglesi, che si erano installati nel Paese grazie ad uninfluenza che si basava sugli ingenti prestiti che avevano permesso la realizzazione di grandi opere quali il canale di Suez, aperto nel 1869. Con la scusa dello sport, i leader della protesta studentesca che montava al Cairo potevano incontrarsi quotidianamente, sfuggendo alla repressione britannica. Eppure, il primo presidente dellAl Ahly fu proprio un inglese, Mitchell Ince, il quale si premur di reperire i permessi necessari per la costruzione del quartier generale del sodalizio e, nel 1922, per la sua connessione alla rete elettrica, che prese il posto del petrolio come fonte di energia. Nello stesso anno, i coloni dovettero riconoscere che il protettorato inglese era giunto al capolinea e lEgitto, finalmente sovrano, si prepar alle prime elezioni del nuovo Stato, in programma due anni dopo. Contemporaneamente lAl Ahly decise di ammettere soltanto egiziani tra i propri soci, svolta che la port a connotarsi come la squadra del popolo, nomignolo che ancora oggi molti amano usare. Un altro popolare appellativo la squadra dei valori, coniato dal leggendario Saleh Selim. Noto anche come attore, Selim fu prima calciatore, poi allenatore ed infine presidente del club, che durante la sua gestione faceva un vanto della moralit che accompagnava ogni scelta societaria. Pur avendo dedicato tutta la sua vita calcistica allAl Ahly, Selim ebbe anche una breve parentesi europea nella stagione 1962/63, quando fu il primo giocatore egiziano a sbarcare nel campionato austriaco, dove segn tre gol con la maglia del Grazer. In patria fu protagonista di un vero e proprio ciclo trionfale, nel corso del quale lAl Ahly conquist

nove campionati di fila, dal 1948 al 1959. Quello fu il periodo migliore nella storia nazionale del club, che per il primo successo in campo internazionale dovette attendere il 1982, anno della vittoria nella coppa dei Campioni dAfrica, bissata nel 1987. Tra il 2001 e il 2013, la societ ha incamerato altre sei edizioni del trofeo, nel frattempo ribattezzato African Champions League per seguire la scia dellomologa manifestazione europea. Il tecnico portoghese Manuel Jos, con quattro successi, stato uno dei principali fautori della marcia che ha portato lAl Ahly a superare il Milan come club pi titolato al mondo. Prima ancora che cominciasse limpressionante serie di vittorie, nel 2000 la CAF ha nominato il sodalizio del Cairo come squadra africana del secolo. Con oltre cinquanta milioni di tifosi, sparsi in tutto il Continente Nero, i Diavoli Rossi sono tra i club pi popolari del pianeta, eppure si sforzano di mantenere unidentit strettamente legata alla propria tradizione. Lattuale presidente, Hassan Hamdy, stato nominato nel 2002 dopo la morte di Selim, del quale era il vice. In precedenza, Hamdy aveva giocato come difensore e centrocampista a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta, giungendo ad indossare la fascia di capitano e a meritarsi un posto in nazionale. Dopo avere appeso le scarpe al chiodo, a soli trentanni era diventato direttore sportivo del club, per poi intraprendere una brillante carriera da manager non solo in campo calcistico, ma anche nel settore pubblicitario. Non a caso, in Africa lAl Ahly uno dei club pi ricchi in assoluto, oltre ad essere stato il primo a lanciare un canale tematico e una catena di negozi ufficiali. Il suo seguito talmente diffuso che uno dei principali gruppi di tifosi organizzati, gli Ultras Devils, hanno sede ad Alessandria dEgitto e non al Cairo, dove invece hanno base gli Ultras Ahlawy. Questi gruppi, insieme ai Red Venom, uniscono le forze nella Talta Chimal (curva nord) del
Champions Champions City City 81 81

tEStA A tEStA
AL AHLY
19 TItOLI INtERNAZIONALI: 8 Champions League, 4 Coppe delle Coppe, 6 Supercoppe, 1 Coppa dei Campioni arabi, 1 Coppe delle Coppe arabe, 1 Coppa Intercontinentale AfricaAsia 107 TItOLI NAZIONALI: 36 Scudetti, 16 Cairo League, 7 Supercoppe, 35 Coppe dEgitto, 7 Coppe del Sultano Hussein, 1 Coppa della Repubblica araba, 1 Coppa della federazione egiziana

Laddio del mito Ormai trentacinquenne, Mohamed Aboutrika ha lasciato lAl Ahly per chiudere la carriera negli Emirati Arabi con il Baniyas

AC MILAN

18 TItOLI INtERNAZIONALI: 1 Mondiale per club, 3 Coppe Intercontinentali, 7 Champions League, 5 Supercoppe, 2 Coppe delle Coppe 29 TItOLI NAZIONALI: 18 Scudetti, 5 Coppe Italia, 6 Supercoppe

BOcA JUNiORS

18 TItOLI INtERNAZIONALI: 3 Coppe Intercontinentali, 6 Libertadores, 2 Copa Sudamericana, 4 Recopa, 1 Copa de Oro, 1 Supercoppa Masters 41 TItOLI NAZIONALI: 30 Scudetti, 2 Coppe dArgentina, 2 Coppe Jockey Club, 5 Coppe Ibarguren, 1 Coppa Estimulo, 1 Coppa Giorgio VI
82 Champions City

Cairo Stadium. Il clima allo stadio spesso rovente. La rivalit pi accesa quella con i cugini dello Zamalek, che nel corso dei decenni ha causato morti, feriti ed addirittura la sospensione dellintero campionato per motivi di ordine pubblico, negli anni Settanta. Le origini di tanto odio risalgono alla lotta per lindipendenza, quando lAl Ahly scelse il colore rosso, ispirandosi alla bandiera precoloniale, e lo Zamalek un bianco chiaramente ispirato ai coloni inglesi. Oltretutto, lo Zamalek era la squadra dellodiato Re Farouk, del quale addirittura port il nome fino alla sua abdicazione. Ancora oggi, il solco segnato dalla storia si rispecchia nel fatto che i tifosi dello Zamalek siano principalmente borghesi liberali, mentre lAl Ahly attira simpatie dai ceti proletari. La tensione in occasione del derby tale che lo si fa giocare in campo neutro, allo stadio internazionale del Cairo, e spesso si chiama un arbitro straniero per dirigerlo. Durante la rivolta popolare contro Mubarak, la tifoseria dellAl Ahly stata in prima linea, ottenendo anche un timido appoggio temporaneo da parte di alcune frange di ultras dello Zamalek. La pi grande tragedia legata ai tifosi dellAl Ahly si per verificata al termine di una partita (persa) sul campo dellEl-Masry. I tifosi locali hanno invaso il campo per assaltare gli ultras ospiti, con tanto di coltelli e pistole. E finita in unautentica

carneficina: 72 morti, dei quali molti sono spirati negli spogliatoi, dove erano stati prestati i primi soccorsi durgenza. Uno di loro morto tra le braccia di Mohamed Aboutrika, il Messi del calcio egiziano. Vincitore per quattro volte del pallone dOro africano, nel suo palmars ha anche cinque Champions League e le due coppe dAfrica vinte con la nazionale. Il suo nome gi nella storia del club, insieme a quello di Selim. Aboutrika noto anche per la sua passione politica, che lo ha portato a mostrare la scritta solidariet con Gaza sulla sottomaglia, mentre esultava per un gol. Dopo la strage dello stadio di Port-Said, stato necessario sospendere nuovamente il campionato e farlo ripartire, dopo mille cautele, soltanto a porte chiuse. Insieme agli ultras dellAl Ahly, Aboutrika si opposto alla ripresa delle partite, prima che tutti i responsabili della mattanza fossero adeguatamente puniti. Bench il contesto sia decisamente difficile, il pallone ha ripreso a rotolare anche allombra delle Piramidi e oggi il calcio egiziano pu vantare il club pi titolato del mondo, con 126 trofei, dei quali 19 in campo internazionale. Certo, Galliani non ha tutti i torti quando contesta il valore tecnico della coppa Intercontinentale AfricaAsia, che gli egiziani hanno vinto nel 1988, ma i numeri delle statistiche sono freddi e non ammettono interpretazioni. g

UN PROGETTO DI

IN COLLABORAZIONE CON

Impegnati anche tu
UOMINI CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Tormentare Morticare Ferire

Questa violenza
comunicattive.it | foto: Carlo Bressan

Cesare Prandelli
CT della Nazionale italiana di calcio
CON IL PATROCINIO DI

aderisci su

Champions City 83

Allenarsi

quando ci si accorge di aver perduto la forma fisica, correre ai ripari non poi cos difficile. Non serve nemmeno uscire di casa, visto che lenorme diffusione dei programmi di riduzione del peso ha portato ad un autentico proliferare su internet di schemi dietetici e tabelle di allenamento. Il livello di personalizzazione di questi programmi discretamente elevato, perch al mutare di variabili quali et, altezza e peso del soggetto corrispondono i necessari cambiamenti in termini di ore di corsa e/o di calorie da ingerire. Se vi capitato di far ricorso a questi metodi, per, sapete bene che cosa vi mancato: il contatto diretto con uno specialista, sia esso un dietologo o un personal trainer. Per calcolare il rapporto tra massa magra e massa grassa basta una semplice impedenzometria, ma ben altra difficolt viene dalla gestione della frustrazione e dal confronto con modelli sociali inarrivabili. I tempi di allenamento, i carichi di lavoro, la tipologia degli esercizi, il recupero
84 Champions City 84 Champions City

tra una seduta e laltra non c una singola variabile che si possa applicare tout-court a pi di un paziente e per definirle necessario stabilire una relazione diretta con lui. Scegliere uno specialista abile quindi il primo passo, necessario per un percorso di recupero della forma perduta. CINQUE REGOLE PER SCEGLIERE UN TRAINER: 1) Valutatene la preparazione Questa professione negli ultimi anni ha avuto un autentico boom, che ha spinto molte persone ad improvvisarsi preparatori atletici. Quando valutate la scelta di un personal trainer, chiedetegli sempre il suo curriculum e prestate particolare attenzione al suo percorso formativo: per le ragioni sopra esposte, oltre ad essere un esperto di scienze motorie, deve essere adeguatamente formato anche in materie psicologiche, alimentari e biomeccaniche. Fate anche attenzione ai corsi di specializzazione post-laurea, che possono

A qualunque livello si pratichi lo sport, fondamentale individuare la persona giusta alla quale affidarsi per orientare il proprio programma di training. Dal livello agonistico al semplice desiderio di rimettersi in forma, ci sono variabili oggettive e soggettive che non vanno mai trascurate

COME SI SCEGLIE IL PREPARATORE ADATTO?

orientare lapproccio del professionista verso un filone particolare, incidendo sul suo stile globale di lavoro. 2) Acquisite referenze dagli altri clienti Soprattutto se lo scegliete in una palestra, non vi sar difficile sentire il parere di altre persone gi seguite dal professionista che state valutando. Proprio perch importante la capacit di adattarsi al singolo paziente che di volta in volta gli si presenta, ascoltare le opinioni di pi persone pu dare un quadro credibile delle sue capacit. Un allenatore capace di adattarsi alle esigenze del proprio cliente pu essere pi prezioso di uno che ha alle spalle una carriera da atleta di successo. 3) Prestate attenzione al suo aspetto fisico Ovviamente, un allenatore che si presenta fuori forma o con un look trasandato non pu ispirare molta fiducia, dato che almeno improbabile che dedichi al vostro corpo le attenzioni che non ha prestato al suo! Daltra parte, non bisogna lasciarsi impressionare da chi invece

esibisce masse muscolari imponenti, che possono derivare da pratiche dopanti dalle quale meglio stare lontani o, nel migliore dei casi, da unesasperazione dellallenamento che molto distante dai vostri obiettivi. 4) Valutate con attenzione il prezzo del servizio Bench le tariffe possano variare, consigliabile giungere ad un valore medio confrontando i prezzi delle palestre nella vostra zona. Una tariffa troppo bassa potrebbe indicare il basso livello del professionista. Ricordatevi, inoltre, che un personal trainer serio anche assicurato per eventuali danni che col suo lavoro potrebbe causare ai suoi assistiti. 5) Prestate attenzione al contesto E importante scegliere un contesto idoneo alle proprie caratteristiche ed alle proprie aspettative: ad esempio, una palestra frequentata da maniaci del culturismo potrebbe non essere adatta a chi ha la semplice esigenza di fare del movimento con cadenza regolare. g
Champions City 85 Champions City 85

Lucky numbers

20

La durata, in minuti, dellastinenza da donne e alcool che George Best disse di aver osservato nel 1969. Ho dato un taglio a donne e alcool e sono stati i peggiori venti minuti della mia vita!, disse lirlandese.

Quelli che... lo fanno strano


I protagonisti dello sport sono degli esempi per i giovani e in generale per tutti coloro che li seguono con affetto e partecipazione. Molto spesso, per, i loro comportamenti sono tuttaltro che lineari. Anzi: una certa dose di follia sembra essere necessaria per raggiungere il successo. Ecco alcuni esempi di stranezze legate alle celebrit
Il peso, in kg, delle zucche di Halloween che, una volta svuotate, diventano delle piccole imbarcazioni, in grado di trasportare un uomo. A Ludwigsburg, in Germania, nel Land del BadenWurttemberg, organizzano persino una regata con queste barche Lanno n e particolarissime! Marco L l quale ucchine lli vinse il m o moto ne ndiale di lla classe 500 indo s giacca e sando c sotto la tu ravatta gara. A p ta da ro di scaram posito Loris Ca anzia, pirossi Il peso minimo, in grammi, sempre salito su che deve avere un telefono lla sua moto cellulare per poter essere destro. dal lato impiegato nella gara di lanci che dal 2000 si svolge a Savonlinna, in Finlandia. Vince chi lo scaraventa pi lontano, con premi anche per il miglior stile.
Pazzesco Il look sfoggiato da Rodman in una recente partita benefica

o da Ronald raggiunto zione al , g k in , o Il pes a iscri l quale to della su al momen Medida certa, ne rsi in e w tt o e h s m ri y realit do di nti cercan meno i partecipa do giocava, il Feno gi nel n e linea. Qua so forma di 78 kg aggio al pe ss aveva un asione del suo pa er fargli p cc 2002, in o , lo misero a dieta nni, ne ha rid ia Real Mad g di troppo. In diec k perdere 4 dirittura 40,4. ad messi su

118,4

11

Il numero di maglia al quale Gigi Riva rimase fedele per tutta la carriera. Lunica volta nella quale il bomber del Cagliari accett di cambiare casacca, indossando quella col numero 9, sub una terrificante frattura alla gamba durante ItaliaPortogallo allOlimpico di Roma, anno di (dis) grazia 1967.

90

81

220

I mesi di durata del matrimonio tra Dennis Rodman e Carmen Electra, celebrato nel novembre 1998 e finito nellaprile 1999. Tra le tante stranezze nella carriera del cestista, si ricordano i tatuaggi, i capelli colorati in maniera improbabile, labito da sposa indossato alla presentazione della autobiografia, un arresto per violenze su una donna, infinite ubriacature ed alcune incursioni nel mondo del cinema e della tv.

86 Champions City

120

11

Il numero della maglia che il portiere scozzese Alan Rough indossava sotto quella tradizionale, con il numero 1. La scaramanzia faceva parte di un complesso rituale che il giocatore osservava in maniera scrupolosa. c sociali che Eri ro nei servizi la vo la re di ta e on or r sc Le tte eseguire pe essione Cantona dove a per la sua famosa aggr ut ev io ric od na is an ep L e. cond l Crystal Palac l ad un tifoso de 95, quando lattaccante de l 19 l da ne re ci c us rifi to di si ve colp nited, in procin Manchester U tifoso che lo insultava e lo un . nt -fu se , ng po ku ile cam tico calcio in st con un acroba

Le ore che Paul Gascoigne ha trascorso in ospedale nel 2008, dopo essere stato fermato dalla polizia e sottoposto a trattamento sanitario obbligatorio per via dei suoi evidenti problemi psicologici.

72

12

17

Let nella quale Mauro Icardi si fece fare un autografo dal suo idolo, che giocava nel Barcellona. Come si chiamava quel campione? Maxi Lopez

Let nella qu ale il cestista Fe Alcindor si co nvert allIslam rdinand Lewis e cambi il su nome in Karee o m divenne una st Abdul Jabbar, con il qual e ella dellNBA, maglia dei Lo in s Angeles Lake dossando la rs.
I mesi di durata del matrimonio tra Joe Di Maggio e Marylin Monroe. Il mito del baseball era molto geloso dellattrice, in particolare della scena della gonna alzata in Quando la moglie in vacanza. I loro continui litigi, con tanto di percosse, portarono alla separazione.

Incompiuto Meroni morto prima di completare il ritratto di Cristiana, suo grande amore

Le esperi e di Joey nze in prigione Barton, calciatore inglese d a decisam l carattere ente poc o urbano. In condann un caso stato ato per a ver colpit il compa gn o Ousman o di squadra e Dabo e per viole nellaltro n un ragaz ze commesse su zo di colo re.

Lanno nel quale Mike Tyson stacca un pezzo dorecchio a Evander Holyfield durante il loro incontro a Los Angeles. Holyfield vince per squalifica.

97 52

24

Gli anni di Gigi Meroni al momento della sua tragica morte in Corso Re Umberto a Torino, dove fu investito da un auto guidata da Attilio Romero, suo tifoso e futuro presidente dei granata. Soprannominato il quinto Beatle, Meroni era anche un prolifico pittore, ancora oggi apprezzato nelle mostre.

15

.000

Let alla quale Gene Gnocchi venne tesserato dal Parma, nella stagione 2006/07, ma senza mai giocare.

Gli euro di multa comminati dalla Uefa ad Antonio Cassano per alcune dichiarazioni considerate discriminatorie nel corso di una conferenza stampa ad Euro 2012. Lattaccante aveva detto: Gay in nazionale? Sono problemi loro. Ma spero di no.
Champions City 87

Non solo racchette Nato a Roma il 9 luglio del 1950, Panatta a 26 anni stato il trascinatore della nazionale azzurra che ha vinto la sua prima (e unica) Coppa Davis. E stato inoltre lunico a sconfiggere Borg, per due volte, agli Open di Francia. A 33 anni, per, aveva gi chiuso la sua carriera, per dedicarsi alla famiglia e alle sue passioni extrasportive

MItI

88 88 Champions Champions City City

Pigro e ribelle
l suo nome legato a doppio filo alla mitica Coppa Davis del 1976, lunica mai conquistata dalla nazionale italiana. Di quella straordinaria impresa restano impresse nella memoria che Panatta e Paolo Bertolucci indossarono nellincontro definitivo della finale contro il Cile, come forma di protesta nei confronti del dittatore Augusto Pinochet e del suo sanguinoso regime militare. Fu un gesto altamente significativo, da parte di un atletasimbolo dello sport italiano, che per cultura familiare era affine alle posizioni della sinistra e che era cresciuto leggendo Il Manifesto. Sono cresciuto in una famiglia socialista, racconta Panatta. Mio nonno lavorava il marmo, professione pagata con la cecit, stato uno degli operai che hanno costruito il Colosseo quadrato a Roma. Ora faccio fatica a farmi rappresentare, al cambiamento non ci credo pi, dagli anni Ottanta il disfacimento culturale stato totale, anche in tv. Suo padre era il custode del Tennis Club Parioli e, per via della sua aria sofferta sul campo, Adriano veniva soprannominato il Cristo dei Parioli. Nel 1997 entrato nel consiglio comunale di Roma, con Francesco Rutelli come Sindaco, e fino al 2009 stato assessore allo sport e ai grandi eventi della Provincia. La politica ormai un capitolo chiuso, ma devo dire che in quel periodo ho imparato moltissimo e sono cresciuto molto. In particolare nei tre anni della Giunta Gasbarra, che era una squadra molto ben costruita e coesa. Tra le persone che ho conosciuto, il pi svelto di testa senza dubbio Giuliano Amato. Un altro uomo di grande intelligenza Massimo DAlema, che in privato anche molto simpatico. Sono sempre

Divenne un simbolo sportivo dellItalia negli anni Settanta, cos difficili da un punto di vista sociale. Pur non negandosi alcune fortissime prese di posizione politiche, Adriano Panatta ha lasciato presto il tennis, non riconoscendosi del DI UGO MARZIO tutto nelle regole non scritte del gioco

stato socialista, ma non comunista, anche perch grazie al tennis avevo visto da vicino comera il regime in Polonia, Romania e Cecoslovacchia, dove i miei giovani colleghi cercavano di diventare forti non per amore del tennis, ma solo per fuggire da quei luoghi opprimenti. Nato nel 50, inizi a giocare molto presto per via dellinfluenza paterna e a soli ventanni vinse i campionati italiani battendo il favoritissimo Nicola Pietrangeli, in una sorta di passaggio di consegne. Pur non brillando per continuit, negli anni seguenti

conquist successi importanti nei tornei internazionali di Bournemouth nel 1973, di Firenze nel 1974, di Kitzbhel e di Stoccolma nel 1975. Nel 1976, lanno della Davis, vinse anche gli Internazionali dItalia, annullando ben 11 match ball al primo turno contro laustraliano Warwick, per poi battere anche anche John Newcombe in semifinale e Guillermo Vilas in finale. Poche settimane dopo, vinse il Roland Garros, dopo aver battuto il grande Bjorn Borg nei quarti e Harold Solomon in finale. Il suo ricordo del campione svedese decisamente
Champions City 89

Tre volte sportivo Calcio (con Renato Zero), rally e rafting, ma sempre Adriano Panatta!

particolare: Borg lo chiamavo il matto calmo. Le sue nevrosi mi facevano proprio ridere: stava delle ore negli spogliatoi a provare laccordatura delle racchette, quando a me bastavano pochi minuti. Sul piano meramente tecnico, per, Panatta inserisce Borg tra i primi dieci tennisti di ogni tempo, dietro Rod Laver, ma davanti a Pete Sampras, Roger Federer, Rafa Nadal, John McEnroe, Jimmy Connors, Boris Becker, Stefan Edberg e Andr Agassi. In quanto a se stesso, ammette di non aver vinto quanto avrebbe potuto: S, avrei potuto conquistare qualche trofeo in pi. Certo, errori se ne fanno tanti nella vita. Ma io non accetto gli stupidi che di me hanno sempre detto che non mi allenavo e che ero un pariolino con la puzza sotto al naso. Quelli non capiscono niente di tennis. Ho dato quello che potevo, quello che era nelle mie corde, altrimenti non avrei giocato in quel modo e non sarei stato io. E della mia carriera sono contento: ho vinto quello che volevo. Non da tutti. Per nulla fissato col tennis, Panatta ha sempre mantenuto la mente aperta nei confronti di tutto quello che accadeva nel mondo, evitando di fossilizzarsi con un solo interesse. Anche per questo, ha lasciato lattivit a soli 33 anni, dopo lultima sfida al Foro Italico in Coppa Davis, in coppia con Bertolucci contro gli argentini Guillermo Vilas e Jos Luis Clerc. Perde e se ne va, dopo aver regalato

tutte le sue racchette ad un fortunato ragazzino che si sarebbe accontentato di molto meno per non dimenticarsi pi di quella giornata. Ero stanco e non ne potevo pi, ha raccontato a La Repubblica. Facevo fatica a metterci la testa, avevo tre figli, stare sempre fuori era pesante, mi ero sposato con Rosaria a 25 anni, smettere era una liberazione. Avrei potuto tirare avanti ancora un paio di stagioni, ma non avevo pi voglia. Daltronde, Panatta sempre stato lontano dallo stereotipo dello sportivoprimadonna, che dagli anni Settanta si evoluto fino al divismo di oggi: Il professionismo esasperato non per me. Trovo insopportabili i giocatori che girano con babysitter, guardie del corpo, preparatori atletici. Io ero gestito dal gruppo di Mc Cormack e non sopportavo i lacci: dovevo dire dove andavo, chi vedevo, come e quando. Unintrusione nella mia vita privata. Cos per tornare libero minventai che ero ricco di famiglia e che mi sarei ritirato nel mio castello in Toscana. Allepoca Panatta stava con Mita Medici, ma la trad con Loredana Bert. In seguito, diventato un tranquillo uomo di casa, padre di tre figli, che lo hanno reso anche un nonno felice. Le amicizie con Vittorio Gassmann, Ugo Tognazzi e Paolo Villaggio sono ormai un ricordo, cos come lesperienza da capitano non giocatore della nazionale azzurra e quella, pi recente, da opinionista per La7 accanto ad Antonio Piroso. Gli anni Settanta sono davvero lontani.. g

FioriPianteNovit Idee Regalo


90 Champions City

I L

F I O R A I O

Via Mons. Pogliani 42 Tel.02 4581416 Via N. Sauro 16 Tel. 02 48600002 Cesano Boscone (MI) info@moro-ilfioraio.com

The Real Special Ones

IL MAGAZINE DELLO SPORT PARALIMPICO

Gli sportivi milanesi uniti per lavorare sulla coesione sociale

Il Consiglio di Zona 7, su proposta del nostro direttore Lorenzo Zacchetti, ha lanciato il progetto Sport Community, che mira ad evidenziare lutilit sociale dello sport rendendola addirittura misurabile

a maggio a ottobre. Cinque mesi di attivit intense ed entusiasmanti, per ribadire il valore sociale dello sport ed oggettivarlo, al di l delle chiacchere. E questo lo scopo di Sport Community, il progetto che il Consiglio di Zona 7 ha deciso di lanciare, con un focus particolare sul Parco di Trenno e su due strutture comunali in concessione ai privati: il prestigioso Harbour Club e la cascina Bellaria, dove lassociazione Atlha si occupa di tempo libero per i disabili. Il programma prevede eventi di molti sport, dal softball al basket, dal calcio al karate, con una costante integrazione tra normodotati e disabili. Sport Community comincia il 24 maggio con il convegno organizzato dallAssociazione La Comune sullo sport per i soggetti con handicap e prosegue con il Tour della Zona 7, manifestazione che, a dispetto del nome, tuttaltro che competitiva, ma consiste nel promuovere la cultura della bicicletta con un giro tra i parchi, ricordando la figura di Giuseppe Perucelli, consigliere di zona scomparso nel 2011. Sono molte le associazioni partecipanti, tra cui i Podisti da Marte, Dynamo Camp, Fraternit & Amicizia e Sport Senza Frontiere, che utilizzando un contributo della Fondazione Vodafone organizza

un corso di formazione per chi nelle societ sportive si occupa dei nostri figli, spesso senza unadeguata preparazione. Gli stessi Podisti da Marte, attraverso levento Polifonia, hanno raccolto i fondi necessari per sostenere un corso di nuoto per bambini autistici, che verr realizzato nella piscina dellHarbour Club a cura della cooperativa Cascina Bianca. Lelemento distintivo di questo progetto sta nella sua continuit temporale. I singoli eventi non sono infatti slegati, ma uniti dallosservazione di un comitato scientifico formato da psicologi,

educatori ed assistenti sociali, che intendono seguire i lavori, valutandone gli effetti attraverso criteri oggettivamente misurabili. Il risultato di questa osservazione verr quindi reso pubblico nel corso dellevento finale, che prevede una conferenza stampa nella quale saranno esposti anche gli esiti del lavoro che Zacchetti sta facendo con le societ sportive della Zona 7. Non mancheranno nemmeno i momenti di puro divertimento, come le partite dei mondiali di calcio seguite insieme, alla presenza di big del mondo dello sport, mescolati ai cittadini della Zona. g
Champions City 91

The Real Special Ones

Bilancio negativo alle Paralimpiadi 2014


Nessuna medaglia, ma Pancalli non si perde danimo: Possiamo crescere moltissimo
Canadese Braydon Luscombe nella gara di sci alpino

i conclusa senza la conquista di alcuna medaglia lesperienza della delegazione azzurra a Sochi 2014. Nellultima giornata dellevento, Enzo Masiello non andato oltre il sesto posto nella Sitting di fondo, con Francesca Porcellato soltanto decima nella gara femminile. Svanite le speranze di salire sul podio almeno per una volta, il presidente federale Luca Pancalli ha tracciato un bilancio realistico, ma non deprimente: E stata unesperienza difficile, ma lo sapevamo gi prima di partire. In ogni caso, il livello di competitivi si mostrato nettamente superiore a quello di Vancouver. Il movimento paralimpico giovane, ma cresce molto velocemente. Se si analizza il medagliere, si vede come certi paesi abbiano raccolto molto pi di altri. Ad esempio, a Russia ha speso cifre esorbitanti per il settore dello sci nordico, soldi che noi dividiamo tra 35 discipline. Per competere ad alti livelli nelle prossime edizioni delle Paralimpiadi ci vorranno professionalit e supporto economico. g

In sella al Quad, scavalco ogni barriera

Il disabile Andrea De Beni sta partecipando al campionato italiano per normodotati

Coraggioso Senza una gamba, De Beni ha meno controllo del Quad durante i salti

embra davvero una favola, ma soltanto una delle meravigliose storie che giorno dopo giorno ci vengono regalate dagli eroi dello sport paralimpico. Il protagonista assoluto si chiama Andrea De Beni ed il fondatore della prima squadra di disabili sul Quad: Garpez - Disabili in Quad. Ci sono diversi sport che, con gli opportuni adattamenti, possono essere praticati anche da chi diversamente abile, ma limpresa di De Beni davvero straordinaria, visto che ha scelto di competere nel campionato italiano Quadcross 2014 FMI per normodotati. Il suo esordio stato a Cremona, allinizio di aprile, dove stato accolto

con entusiasmo dagli spettatori presenti, conquistati da una forza danimo e da uno spirito veramente trascinanti: Dovranno mangiare la mia polvere... anche se solo ed esclusivamente quando si tratter di doppiarmi, ha detto De Beni. Quindicesimo su sedici partecipanti, ha comunque raggiunto il suo obiettivo, portando a termine la gara senza particolari difficolt, in una specialit nella quale la differenza tra normodotati e disabili era sempre sembrata incolmabile. De Beni, che ha una sola gamba, ha scelto apposta questa categoria, dimostrandosi assolutamente allaltezza della situazione. Il che vale pi di una vittoria. g

92 Champions City

blog
u s o la m e nte s y.blo g sp ot.c o m it c h a mpio n s c a re g ratis c i r a c s i o u p ns city o i p m a h c o il tu

nuovo

Vola sul nostro

@ChampionsCity ChampionsCity championscity.blogspot.com


Champions City 93

Arthur Ashe Stadium

Stadiomania

E il campo centrale di FLUSHING MEADOWS e ricorda uno dei pi grandi personaggi nella storia del tennis mondiale. Tappa fondamentale per chi va in gita a New York

Lo sapevi?
Il progetto dello stadio stato firmato dalla Rossetti Architects, fondata da Gino Rossetti e con sede a Detroit. Il 19 luglio 2008 qui si giocata la partita di basket femminile Indiana Fever-New York Liberty (7155), con incasso devoluto alla ricerca sul cancro. Arthur Ashe fece nascere una fondazione per i malati di AIDS e per questo venne nominato sportivo dellanno.

naugurato nel 1997, ha una capienza di 22.547 posti a sedere ed quindi il pi grande stadio di tennis allaperto esistente al mondo. Grazie alle sue imponenti strutture, che comprendono anche 90 box, cinque ristorante ed un salone a due piani per i tennisti, ha rimpiazzato il Louis Armstrong Stadium come campo centrale degli US Open. I suoi detrattori evidenziano per la mancanza della copertura, peraltro prevista nel progetto originale, sottolineando come solo con la sua installazione si potrebbe sfruttare appieno limpianto, rendendolo praticabile anche in condizioni di tempo avverso. Il progetto per dotare lo stadio di un tetto ha un valore di 100 milioni, su un totale di 550 milioni previsti per le opere di ammodernamento, e dovrebbe essere completato tra il 2016 e il 2017.Costato finora 254 milioni di dollari, lArthur Ashe Stadium il cuore pulsante del complesso sportivo USTA Billie Jean King

National Tennis Center, nel parco di Flushing Meadows nel Queens, a New York. I 32 impianti che lo costituiscono sono collegati al vicino Citi Field, stadio dei Mets di baseball, attraverso sette linee della metropolitana. Come gli altri grandi stadi del tennis utilizza locchio di falco per controllare la correttezza delle decisioni prese dai giudici di linea. Il fondo del campo, realizzato con la tecnologia DecoTurf, stato cambiato in blu, per favorire la visuale della pallina (gialla) da parte degli spettatori televisivi, lasciando il verde nella parte esterna. Lo stadio intitolato ad Arthur Ashe, il tennista afroamericano che nel 1968 fu il primo professionista a vincere lo Slam statunitense dellera Open, approfittando dellapertura

nel regolamento. Ashe rimasto nella storia del tennis anche per le sue battaglie umanitarie contro lApartheid. La sua carriera fu accorciata da un infarto e dopo il suo ritiro, quando lavorava come commentatore, ne sub un secondo. Nel 1988 scopr di essere ammalato di AIDS, notizia che venne resa pubblica nel 1992. Mor per questo motivo il 6 febbraio 1993, a 49 anni, una settimana dopo aver finito la sua autobiografia Days of grace. g

94 Champions City

Post@
scrivi a championscitymilano@gmail.com
un pugile contro lingiustizia
Caro Direttore, sono rimasto piuttosto sorpreso dai commenti sulla morte di Rubin Carter, detto The Hurricane. Pur essendo stato un grandissimo pugile, non bisogna dimenticare che stato a lungo in prigione per omicidio, quindi non trovo giusto che venga ricordato come un eroe. Lei che cosa ne pensa? DIEGO guastella Certo, Carter stato in prigione per ventanni con unaccusa infamante, ma era del tutto estraneo ai fatti. La sua innocenza stata riconosciuta soltanto dopo un incubo giudiziario e, dopo la sua liberazione, si fatto paladino di tutti coloro che stavano affrontando vicissitudini simili alla sua. La canzone Hurricane del grande Bob Dylan ha contribuito a renderlo una leggenda e non c proprio nulla di sbagliato in questo.
The Story of the Hurricane La carriera di Rubin Carter venne stroncata dal suo arresto per un duplice omicidio commesso nel 1966. La sua odissea giudiziaria finita solo nel 1985

SE HAI DOMANDE SU ARGOMENTI DI STRETTA ATTUALIT, SCRIVICI SUI SOCIAL NETWORK:


@ChampionsCity ChampionsCity

il futuro di pogba

Sono un tifoso della Juventus e il mio idolo Paul Pogba, che sicuramente diventer presto il numero uno al mondo. Lei crede che anche lanno prossimo riuscir a vederlo con la maglia bianconera oppure andr via? MIRKO Sar sicuramente uno dei giocatori pi richiesti del prossimo mercato, anche per via della vetrina che avr al mondiale. Se dovesse arrivare

unofferta stellare, penso che la Juve accetter di privarsene, visto che con i soldi potr attrezzarsi per affrontare la prossima Champions League con migliori possibilit di successo.

MOYES: troppa fretta?

Amo il calcio inglese e sono molto deluso dai risultati ottenuti da David Moyes nel suo primo anno al Manchester United. Lei daccordo con la decisione di esonerarlo sul finale di stagione o sarebbe stato meglio aspettare lestate? TONY FABBRINI

Mi limito a ricordare che anche il mitico Ferguson sembrava sullorlo dellesonero appena arrivato allo United e che vinse il suo primo trofeo dopo tre anni e mezzo. Poi finita come tutti sanno, ma, certo, oggi il calcio cambiato e nessuno sembra pi avere il tempo per fare programmi a lunga (o anche media) scadenza.

PROCESSO ROSSONERO

Da tifoso del Milan, sono veramente furibondo per il livello nel quale si trova la mia squadra. Secondo lei, chi ha pi colpe tra Seedorf, Allegri,

SERVIZI FUNEBRI
I L F I O R A I O
Via Mons. Pogliani 42 Tel.02 4581416 Via N. Sauro 16 Tel. 02 48600002 Cesano Boscone (MI) info@moro-ilfioraio.com
Champions City 95

Maestro di calcio Inzaghi sul campo con i bambini. Con i fenomeni della serie A, per, tutta unaltra cosa

Probabilmente s. Ci sono stati sicuramente dei momenti nei quali si evidenziata una certa confusione, ad esempio sulla miglior posizione tattica per Hamsik. Detto questo, non si deve dimenticare che il Napoli ha ben figurato in Champions League e che davanti a se ha trovato due grandissime squadre come Juventus e Roma. Ci sono tutte le ragioni per inserire gli azzurri tra i protagonisti annunciati della prossima stagione, ne siamo certi. Ovviamente siamo made in Milano, ma ci occupiamo con piacere di tutto quello che accade sul territorio e sappiamo bene che a Milano e in Lombardia vivono tanti tifosi del Napoli, che salutiamo con affetto.

diplomazia e fair-play pippo gi pronto?


Cosa ne pensa dellipotesi di affidare il Milan a Pippo Inzaghi per la prossima stagione? Io sono stato un grande tifoso di Inzaghi come bomber, ma credo che alla mia squadra serva un allenatore con maggiore esperienza. Oppure dopo tanti anni vissuti nel calcio si pu saltare la gavetta? GIORGIO MENTI In alcuni casi, lesperienza da calciatore sopperisce alla mancanza di gavetta come allenatore, ma una grande squadra come il Milan non deve mettersi nella condizione di scoprirlo strada facendo. C un lungo elenco di allenatori di blasone che farebbe carte false per guidare i rossoneri. Darei pi tempo a Pippo per prepararsi al grande salto.

la squadra, Galliani e Barbara Berlusconi? Complimenti per il suo splendido giornale. VALENTINO (Como) Quasi sempre i risultati ottenuti dalle squadre sono il prodotto della programmazione effettuata dalla societ. Ormai da tempo, la dirigenza del Milan mi pare non avere le idee molto chiare.

Da esperto di calcio internazionale, vorrei una sua opinione sul caso Courtois. E corretto che il Chelsea, proprietario del suo cartellino, abbia chiesto allAtletico Madrid di non farlo giocare nello scontro diretto di Champions League? GIGI Assolutamente no. Accordi di questo tipo violano il regolamento del torneo, ma anche lo spirito sportivo che deve caratterizzare il gioco del calcio, anche ai massimi livelli.

A SAN SIRO SENZA MACCHINA

Gentile Sig. Zacchetti, so che lei, oltre ad occuparsi di sport, ha un ruolo politico nella zona dove abito. Vorrei quindi chiederle cosa pensa della possibilit di istituire una zona a traffico limitato intorno allo stadio di San Siro. Per noi residenti, che dobbiamo fare i conti con il traffico, sarebbe davvero un cambiamento molto utile. Saluti. SILVANA Sono convinto che listituzione di una zona a traffico limitato sia un passaggio obbligato. Bisogna per attendere che sia pronta la fermata della linea 5 della metropolitana accanto allo stadio, cosa che dovrebbe accadere il prossimo anno. Con una valida alternativa, si possono bloccare le auto.
96 Champions City

PI SPORT NELLE SCUOLE

BENITEZ rimANDATO A SETTEMBRE

Mi rendo conto che il vostro un giornale made in Milano e quindi un po nordista, ma io che sono nato a Napoli ed abito a Rho vorrei chiedervi di parlare un po della mia squadra del cuore. Come giudicate lannata di Rafa Benitez? Non ci si poteva aspettare qualcosa di pi dal Napoli, con giocatori del calibro di Higuain e Callejon a disposizione? RINO

Sono un insegnante di educazione fisica e ho letto con interesse le dichiarazioni del presidente del Coni sullo sport a scuola. Malag sostiene che la soluzione di questo enorme problema sia affidare alle societ private la gestione delle attivit nelle ore postscolastiche. Lei daccordo? MARINO S. Rilanciare lattivit sportiva nelle scuole un intervento che viene invocato ormai da anni. Vista la cronica difficolt di organizzare lo sport attraverso risorse soltanto pubbliche, le concessioni degli impianti a societ private (se ben fatte) possono essere uno strumento vincente. Speriamo che alle parole seguano i fatti.

football-power.com
un' idea tradotta in azienda che si occupa del benessere, dei bisogni dell'atleta in genere e del calciatore nello specifico

*metodologie del benessere *rieducazione funzionale *servizi per latleta *aiuto nel sociale

Champions City 97

tooplay
...or not to play?

tutto lo sport della tua citt

98 Champions City