Sei sulla pagina 1di 44

2

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO E
JUVENTUS CHELSEA

3
(3-5-2)
1 Buffon; 15 Barzagli, 19 Bonucci, 3 Chiellini; 26 Lichsteiner (dal 23 s.t. 4 Caceres), 23 Vidal, 21 Pirlo, 8 Marchisio, 22 Asamoah; 27 Quagliarella (dal 44 s.t. 6 Pogba), 9 Vucinic (dal 38 s.t. 12 Giovinco). PANCHINA 30 Storari, 7 Pepe, 24 Giaccherini, 32 Matri. ALLENATORE Alessio (Conte squalificato). CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Bonucci, Marchisio per gioco scorretto; Giovinco per comportamento non regolamentare.

0
(4-2-3-1)
CHELSEA 1 Cech; 2 Ivanovic, 4 David Luiz, 24 Cahill, 3 A. Cole; 12 Mikel (dal 26 s.t. 9 Torres), 7 Ramires; 28 Azpilicueta (dal 15 s.t. 13 Moses), 11 Oscar, 10 Mata; 17 Hazard. PANCHINA 22 Turnbull, 6 Romeu, 21 Marin, 34 Bertrand, 35 Piazon. ALLENATORE Di Matteo CAMBI DI SISTEMA nessuno ESPULSI nessuno AMMONITI Ramires per gioco scorretto.

MARCATORI Quagliarella al 38 p.t.; Vidal al 16, Giovinco al 46 s.t. ARBITRO Cakir (Tur) NOTE paganti 34.935, incasso 2.103.520 euro; abbonati 3.496, quota 309.757 euro. In fuorigioco 4-0. Angoli 6-4. Recuperi: p.t. 1; s.t. 3 POSSESSO PALLA JUVENTUS 47,5% TIRI IN PORTA CHELSEA 52,5% % PASSAGGI UTILI JUVENTUS 85,3% TIRI FUORI CHELSEA 82,6 %

IIIIIIIIIIIII
JUVENTUS 13

II IIIIIIII
CHELSEA 2 JUVENTUS 8

IIIII
CHELSEA 5

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 1-0 4 Vucinic in area per Lichtsteiner, Cech devia sul palo. 9 Splendida percussione di Oscar che scarica su Hazard: provvidenziale Buffon. 15 Tiro di Marchisio su schema dangolo: Cech in angolo. GOL! 38 Pirlo si libera e tira, la deviazione di Quagliarella mette fuori causa Cech 39 Cross di Asamoah, testa di Lichtsteiner, Cole salva sulla linea.

SECONDO TEMPO 13 Quagliarella prova ad aggirare Cech che chiude in angolo. GOL! 16 Da Vucinic ad Asamoah che crossa basso, irrompe Vidal che imbuca al volo. 30 Vucinic spreca a un passo dalla porta. GOL! 46 Contropiede di Giovinco che infila Cech.

BARICENTRO MOLTO ALTO 57,91 metri

BARICENTRO MEDIO 53,4 metri

Standing ovation
Una super Juve ne fa tre ai campioni del Chelsea Gli ottavi sono a un punto
Quagliarella, Vidal e Giovinco: show e inglesi quasi eliminati Ora in Ucraina basta un pari contro lo Shakhtar gi qualificato
DAL NOSTRO INVIATO

denziale su Oscar e poi unammonizione per impedire al Chelsea di rovesciarsi in campo aperto. Non facile. Anche perch non sembra che Pirlo, pressato da Oscar, sia assistito dalla grazia. Sembra... Neanche il tempo di pensarlo ed ecco che Andrea ruba una caramella al bimbo Oscar, mette a dormire Ramires con una finta e tuona a rete. Sulla traiettoria, Quagliarella ci mette il piede, esattamente come contro la Lazio. Sliding doors: stavolta Cech non replica il miracolo di Marchetti e la palla va in rete (38). Altro film.
Gioia Giovinco Lattacco, repar-

la Sfida
MIRKO VUCINIC 29 ANNI ATTACCANTE EDEN HAZARD 21 ANNI ATTACCANTE

TIRI IN PORTA

1
TIRI TOTALI

1 2 40 0 4

5
PASSAGGI

LUIGI GARLANDO TORINO

una cosa grande la Juve che sdraia il Chelsea, re dEuropa, e prenota un posto negli ottavi di Champions: le baster un punto a Donetsk contro lo Shakhtar gi qualificato. Pi grande di quanto dica il grasso 3-0. La Juve di Conte non ha vinto solo una partita chiave, ha ufficialmente presentato al continente le sue legittime ambizioni di prossima potenza e ha idealmente prolungato lannuncio dato allEuropeo dalla Nazionale di Prandelli che, non a caso, conta tanti ragazzi in bianconero: abbiamo un gioco nuovo, una nuova mentalit, restiamo forti della nostra tradizione, ma labbiamo arricchita con lo spirito dei tempi, pi coraggioso ed europeo. La Juve ha schiantato gli inglesi sul piano del ritmo, della corsa e delliniziativa: 11 tiri in porta con-

tro 2. Umiliante. In vantaggio con Quagliarella allintervallo, la Juve ha cominciato la ripresa come se fosse sotto di 3. Non ha speculato ragionando di contropiede, ha chiuso il Chelsea in scatola, impedendogli di ripartire e ha mandato a rete anche Vidal e Giovinco.
Bravo Conte Oltre allo spirito

to una grande Juventus. Onore ad Antonio Conte che lha progettata e messa in strada cos. Ci chiedevamo se la sua schiacciasassi, quasi imbattibile in Italia, fosse omologata anche per il traffico europeo. Ora lo sappiamo: pu andare molto lontano.
Chelsea spuntato Di Matteo ri-

italiano in panca. Di Matteo ha deciso di giocarsela cos: creando densit con due linee (4-5) e cercando la ripartenza letale dei suoi folletti. Ma lassenza di un Torres, capace di allungare la Juve, si sentir.
Subito palo Il minuto 9 spiega la

propositivo da grande squadra e a una poderosa condizione atletica, la Juve ha mostrato tutta la sua maturit tattica in una partita che era infida come un cobra: attaccare perch serviva un gol a tutti i costi, ma senza esporsi al morso delle velenose ripartenze di Oscar e Hazard. Missione compiuta. Ora si dir che il Chelsea era troppo piccolo, magari pure ammutinato contro Di Matteo, che ha esaurito il credito della Champions vinta e ora rischia di finire tra le fauci di Abramovich. In parte vero, ma a fare piccoli i campioni dEuropa stata prima di tut-

nuncia a Torres. Al vertice del 4-2-3-1 scala Hazard, con Azpilicueta che lo rimpiazza alla destra del tridente creativo. Chelsea senza punta di ruolo. Paura? Trincea? La risposta arriva dopo 9 minuti. La percussione del brasiliano Oscar di una bellezza terribile: due juventini bruciati, palla scaricata ad Hazard. Ci vuole listinto da fuoriclasse di Buffon per impedire lo svantaggio. Una squadra che ha davanti il talento di Oscar, Hazard e Mata e che sa palleggiare con tutti i suoi uomini, non sar mai una squadra chiusa, neppure con un allenatore

difficolt della partita bianconera che una passeggiata su una sottile lastra di ghiaccio: attaccare con impeto, pressare la palla alta per indurre i difensori inglesi allerrore, ma nello stesso tempo evitare sbavature in appoggio per non ritrovarsi pugnalati da Oscar e suoi amici. La Juve per entrata in campo con il cuore e la testa a mille. Al 4 Cech deve gi implorare il soccorso del palo per scrostare un pallone di Lichtsteiner. Ancora decisivo il portiere ceco su Marchisio (15). La Juve attacca con un occhio e con laltro tiene a bada i folletti pronti a partire. Bonucci deve spendere un recupero provvi-

to da sempre sotto accusa, stanotte ha un senso. Quagliarella d profondit e conclude; Vucinic arretra e inventa: lui a innescare lazione del raddoppio di Vidal (16). Giovinco rifinir il conto (46) sfilandosi la maglia e i suoi umori da brutto anatroccolo. Finale fiabesco, lo Juventus Stadium gongola. Gli attaccanti che Di Matteo getta in campo per rimorso (Moses e Torres) invece non fruttano nulla. Troppa lintensit della Juve che pressa alto e chiude ogni spazio. Il simbolo Chiellini, mostruoso: a ogni tackle sembra che debba salvare il mondo. E lo salva sempre. Ma anche Vidal, qualit, gol e potenza, una buona copertina per questa squadra. Il migliore. Il Chelsea, sempre pi avvilito e confuso, non riparte mai. I campioni dEuropa sono quasi fuori. Alla Juve basta un punto in casa dellamico Lucescu che finirebbe primo del girone. Per una volta non siamo noi quelli che avranno incubi biscottati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32
FALLI FATTI

1
FALLI SUBITI

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

numeri& STATISTICHE

D iprotagonisti
38 primo tempo La zampata del Quaglia Quagliarella, protagonista allandata, si prende la scena anche allo Juventus Stadium sbloccando la gara: tiro di Pirlo, il Quaglia ci mette il piatto e spiazza Cech REUTERS

ANALISI DI UN FENOMENO

Conte, Arturo e il miracolo del made in Italy


La lezione del tecnico ai maestri inglesi e la prova di Vidal che in Cile tutti contestano: La mia esultanza sul gol? Contro chi mi critica in patria
DAL NOSTRO INVIATO

16 secondo tempo Vidal, sempre lui... Allandata lui aveva dato il via alla rimonta, firmata da Quagliarella. Ieri, dopo il gol del Quaglia, lui a chiuderla sfruttando un assist perfetto di Asamoah IMAGE SPORT

MIRKO GRAZIANO TORINO

La tradizionale corsa sotto la curva dei giocatori della Juve dopo ogni vittoria AFP

46 secondo tempo Giovinco chiude la festa Sebastian Giovinco entra al 38 della ripresa e trova il modo per mettersi in mostra, realizzando in contropiede la rete del 3-0. Il modo migliore per riconquistare i tifosi AFP

la Moviola
DI V.DA.

Gruppo E
LA SITUAZIONE

Vucinic-Cahill: giusto non dare il calcio di rigore


Direzione decisamente positiva quella dellarbitro turco akir, sempre vicino allazione e deciso in ogni fischio. Resta soltanto un dubbio su un contatto Cahill-Vucinic in area Chelsea al 5 della ripresa: il montenegrino con lo stop salta il difensore inglese, che appoggia poi un braccio sulla spalla del bianconero, ma la sensazione che sia pi la punta a lasciarsi cadere che il difensore a tirarlo gi. Bravo il primo giudice di porta Goek a vedere nel primo tempo il salvataggio di Cole sulla linea.

Con un pari lo Shakhtar primo


Alla Juve ora basta un punto per qualificarsi. Il 5 dicembre i bianconeri sfideranno a Donetsk lo Shakhtar, qualificato e primo con 10 punti, uno in pi della Juve. Il pareggio qualificherebbe sia lo Shakhtar (come primo) sia la Juventus (seconda) grazie ai 4 punti negli scontri diretti con il Chelsea (se vince). Juve eliminata se perde a Donetsk e il Chelsea vince coi danesi. ECCO LE COMBINAZIONI. Shakhtar-Juve 1 Chelsea-Nordsjaelland 1 Qualificate: SHAKHTAR-CHELSEA Shakhtar-Juve X Chelsea-Nordsjaelland 1 Qualificate: SHAKHTAR-JUVE Shakhtar-Juve 2 Chelsea-Nordsjaelland 1 Qualificate: JUVE-SHAKHTAR Shakhtar-Juve 1 Chelsea-Nordsjaelland X Qualificate agli ottavi: SHAKHTAR-JUVE Shakhtar-Juve X Chelsea-Nordsjaelland X Qualificate: SHAKHTAR-JUVE Shakhtar-Juve 2 Chelsea-Nordsjaelland X Qualificate: JUVE-SHAKHTAR Shakhtar-Juve 1 Chelsea-Nordsjaelland 2 Qualificate: SHAKHTAR-JUVE Shakhtar-Juve X Chelsea-Nordsjaelland 2 Qualificate: SHAKHTAR-JUVE Shakhtar-Juve 2 Chelsea-Nordsjaelland 2 Qualificate: JUVE-SHAKHTAR

La Juventus restituisce orgoglio al calcio italiano. E Antonio Conte firma la sua tesi di laurea. Da centodieci e lode. Falciato il Chelsea campione dEuropa. Con i gol, con la determinazione, con la fame, soprattutto con il gioco. E qui c poco da fare, il capolavoro porta la firma indelebile del tecnico leccese, classe 1969, unico vero leader del gruppo, top player di fatto. La sua macchina affidabile come una Ferrari (due sconfitte appena in un anno e mezzo di gestione), travolgente come una Red Bull, e lui al volante vale Alonso e Vettel messi insieme. Sissignori, siamo di fronte al presente e al lungo futuro della panchina di casa nostra. E dai Conte, dai Prandelli e dai Montella che deve ripartire un calcio italiano sicuramente pi povero economicamente e a livello di talento, ma capace di stare a galla con le idee, lorganizzazione e la vocazione al lavoro dei nostri tecnici, loro s dei fuoriclasse assoluti, allavanguardia in tutto il mondo. Una Supercoppa italiana gi vinta, nettamente primo in campionato (un solo k.o.), gli ottavi di Champions ora a un solo punto, da conquistare a Donetsk, con lo Shakhtar, a sua volta gi qualificato e a un punto dal primato nel girone: Antonio Conte gonfia il petto e sente il profumo di una panchina che da inizio stagione guarda solo dallalto, nascosto in uno dei vari box sparsi per gli stadi italiani ed europei. Fra diciotto giorni torna a sedersi a bordo campo, a Palermo, proprio dove lanno scorso la Juve super il Milan e si lanci verso un miracoloso scudetto. Non solo, da allora che i bianconeri non mollano la testa

della classifica. Il grande giorno sar il 9 dicembre, per allora Conte spera di essere ufficialmente fra i grandi sedici Generali dEuropa.
Arturo mitraglia Laltro fenomeno in bianconero si chiama Arturo Erasmo Vidal, un giocatore che mi assomiglia molto per caratteristiche tecniche e caratteriali, disse il tecnico bianconero nelle prime uscite della scorsa stagione. Il cileno ha formato il nono gol stagionale. In altrettante partite! Numeri da attaccante puro, senza per mai far mancare i colpi di vanga nella tonnara di met campo. Mostruosa la prestazione del 25enne guerriero di Santiago del Cile: palle sporcate in quantit industriale, mai un appoggio sbagliato in fase di ripartenza, pause zero, piedi buoni e poi appunto il gol che di fatto manda a nanna la banda Di Matteo. Il centro numero due rifilato al Chelsea (come Quagliarella), il terzo in Champions League. Sono felice, sto segnando molto, non potevo farmi staccare da Quagliarella ride il cileno Scherzi a parte, oggi stata grande Juve, una serata fantastica, da squadra di livello mondiale. Tutti hanno potuto vedere le nostre potenzialit: testa, cuore e gambe. Ma ora non bisogna mollare, la qualificazione non ancora certa. Ci che per ci fa stare pi sereni il modo in cui siamo ripartiti da qualche settimana. S, lo schiaffo preso con lInter ci ha fatto bene. Dopo quella sconfitta, siamo tornati cattivi, rabbiosi e spettacolari come lanno scorso. Questo un messaggio per tutti, in Italia e in Europa. E il momento della vita. Lesultanza? Dedicata a chi in Cile mi ha criticato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Arturo Vidal 25 anni, centrocampista cileno. E alla seconda stagione con la maglia della Juve. Nello scorso campionato ha segnato 7 gol
REUTERS

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO E
le Pagelle
DI SEBASTIANO VERNAZZA

7,5

JUVENTUS CHIELLINI UN GIGANTE, PIRLO DIRIGE IL CENTROCAMPO, BUFFON BRAVO E FORTUNATO 7,5 h 7,5 Vidal lallenatore Alessio il migliore
Condizione fisica e capacit tecniche sono niente senza organizzazione. Il codice Conte regolamenta ogni situazione e/o movimento. Non c domanda che rimanga senza risposta. E il motivo per cui la Juve sopravvive alle piroette di Oscar, Hazard e Mata. C sempre un paracadute che si apre. Spumeggiante, come il noto bagnoschiuma. Sulla schiena dovrebbe mettere il numero 118: se c unemergenza, interviene al volo. Il primo a intralciare le ripartenze altrui e il primo a buttarsi negli spazi. Rapace sul bonifico di Asamoah. Sublime assist per Giovinco.

Juve pi inglese degli inglesi. Tifosi Chelsea sconcertati: stadio british e avversari con ardore anglosassone. Honour and glory.

7
Buffon
La bravura non basta, senza il fattore C non si va da nessuna parte. Buffon bravo e fortunato davanti ad Hazard, dopo 9 minuti: mette in angolo di tacco, il che tutto dire. Per il resto, rimane a guardare, perch il Chelsea fa molto fumo e poco arrosto.

6,5
Barzagli
Dategli un centravanti da marcare e sollever il mondo. Mettetegli davanti una sfilza di palleggiatori e lo vedrete soffrire. Barzaglione per resiste e chiude alla grande. Verso la fine, con gli inglesi allassalto, difende a petto in fuori.

7
Bonucci
Il rattoppatore. Nel primo tempo in scivolata spezza la trama di un tiro a giro di Oscar che aveva laria di andare in buca sul secondo palo. Giusto fallo tattico su Hazard. Facente funzioni di Pirlo, quando il regista circondato da nemici, ma non una novit.

7,5
Chiellini
Contro gente come Hazard e Oscar non si pu andare alluno contro uno palla a terra, due volte su tre si rischia di essere macellati. Chiello lo sa e punta tutto sullanticipo e sulla corsa. Vigilanza armata. Pensiero dominante: il vostro palleggio non mi incanter.

6,5
Lichtsteiner
Furibondo, straripante, capace di inchiodare negli ultimi 30 metri Ashley Cole, non proprio lultimo arrivato. Debordanza atletica. Se avesse piedi sensibili, sarebbe una specie di Cafu bianco. Sfortunato in avvio, quando Cech gli dice no complice il palo.

7
Pirlo
The Italian Maestro trova pane per i suoi denti. Sulla trequarti del Chelsea flotta quel gran genio dellOscar e non che si possa dormire tra due cuscini. Nellattimo che conta per Pirlo c: turlupina Ramires e scaglia il tiro-assist per Quagliarella.

6,5
Marchisio
Prestazione molto tattica, parecchio intelligente. Marchisio non luccica, non si lancia nei vuoti daria del Chelsea, ma c una ragione: bisogna presidiare la propria met campo, evitare che i tre maghetti del Chelsea ripartano e facciano danni.

6,5
Asamoah
In versione diesel. Impiega un po di tempo a raggiungere la velocit di crociera, nella prima mezzora sembra in sonno. Via via per sale di tono, fino allo scatto e allo scarto che consente a Vidal di infilare il 2-0 della sicurezza.

7
Quagliarella
La zampata del Quaglia. Sul tiro di Pirlo, tac! Il piedino di Quagliarella manda fuori giri Cech. Quaglia mobile e voglioso, col tiro in canna, anche se non sono conclusioni irresistibili. A un certo punto aggira Cech, ma il campo finisce (Pogba s.v.)

6,5
Vucinic
Ok, daccordo, sul 2-0 si divora un gol grande come lo stadio, tipo Milito domenica scorsa, ma al pronti, via imbocca Lichtsteiner davanti a Cech e pi tardi con tocco sapiente avvia lazione del 2-0. Non il miglior Vucinic, ma lascia tracce di s e tanto basta.

6
Caceres
Al posto di Lichtsteiner, nella seconda met della ripresa. Concentrato sulla fase difensiva, si lancia per in una proiezione che pone Vucinic nelle condizioni di calciare a porta spalancata. Peccato che il montenegrino disdegni linvito.

6,5
Giovinco
Gloria per tutti, anche per il vituperato Giovinco, che deposita sul conto corrente della partita il gran pallone servitogli da Vidal. Un altro gol nelleconomia di una goleada. Per abbattere le ultime resistenze deve segnare reti da tre punti.

CHELSEA HAZARD SPRECONE, AZPILICUETA IN SERATA NO, LUIZ PRIGIONIERO DELLA PAURA 5 h 6,5
lallenatore Di Matteo
Povero lui, oggi chi lo sente Abramovich? Chelsea allitaliana: li aspettiamo e ripartiamo negli spazi. Il piano di battaglia ha una sua logica, ma in mano non resta nulla perch la Juve furiosa e perch in avanti il Chelsea confeziona la miseria di due palle gol.

il migliore Oscar
Un nome cos a proposito, si pronuncia Oscr, con accento sullultima a lo agevola, a lui pi facile assegnare la statuetta del migliore. A un certo punto va in slalom, squaderna mezza Juve e mette al collo di Hazard un pass all areas, che il belga non utilizza. Peccato che Oscar alla lunga sparisca.

Gli arzigogoli di Oscar, Mata e Hazard non bastano. Ci vorrebbe qualcuno che banalmente la buttasse dentro. Drogba, dove sei?

6
Cech
Piglia due gol viziati da deviazioni, anche se sabato il suo collega Marchetti in circostanze analoghe - ci riferiamo alla rete del Quaglia aveva fatto il prodigio. Sul 3-0 si trova davanti Giovinco libero e bello. Paratone su Lichts e Marchisio.

5,5
Ivanovic
Forse sarebbe stato pi opportuno impiegarlo al centro, visto che nel cono di campo davanti a Cech ne succedono di ogni genere. Pi passa il tempo e pi Asamoah si insinua nei suoi territori, fino alla deflagrazione del 2-0, che nasce dal duetto tra Asa e Vucinic.

5
Cahill
E sfortunato, buona parte delle magagne si scaricano su di lui. Per esempio, lirridente piedino del Quaglia si allunga sotto il suo naso. Al limite della legge lintervento su Vucinic nella ripresa: con un braccio si appoggia e spinge, larbitro lo grazia.

5
Luiz
Attraversa un periodo un po cos. Assorto nei suoi riccioli, non il David Luiz spensierato e spericolato che avevamo imparato a conoscere. Si percepisce lontano un miglio che gioca con addosso la paura di sbagliare. Tentennante.

5,5
Cole
Mezzo voto in pi, perch lui - in coda al primo tempo a evitare che un pallone lentamente rotoli in rete. Una provvidenziale spazzata. Nel complesso un Cole ancorato nella sua met campo, costretto sulla difensiva dalle scorribande di Lichtsteiner.

5
Mikel
In basso al centro, schiacciato davanti alla linea a quattro. Difensore aggiunto e primo smistatore di palloni per i pi dotati Oscar e Mata. Dai e dai, per, Mikel cede, si sfalda. Il filtro viene meno e davanti a Cech le acque si aprono.

5,5
Ramires
Sui piedi niente da dire, sulla capacit di andare via in progressione neppure. Ci permettiamo di dubitare del ruolo. Sicuri che la mediana sia il suo posto delle fragole? A giudicare da come Pirlo se lo beve nellazione dell1-0, risponderemmo di no.

5
Azpilicueta
In alto a destra, senza mai andare sul fondo o proporsi per un inserimento. Attendente per non dire cameriere di Oscar, Mata e Hazard, i fantastici tre dei blues. Ce lo ricordavamo martellante e incisivo, lo abbiamo ribeccato nella classica serata no. Capita.

5,5
Mata
Il tocco morbido, le movenze sono danzanti, ma stringi stringi che cosa resta di Mata? Qualche tweet con Oscar, ma nulla che lo porti a infastidire Buffon. Limpressione che a lui, come a Oscar e a Hazard, manchi un centravanti da rifornire e al quale appoggiarsi.

5
Hazard
Il gol sbagliato dopo nove minuti un peccato mortale. Il belga anche rognato, perch Buffon devia fuori col tacco di pochi centimetri. Errore comunque grave, perch se il Chelsea fosse andato in vantaggio, la serata avrebbe preso unaltra piega.

5,5
Moses
Prova a saltare qualche ostacolo, come un suo illustre omonimo in atletica tanti fa, ma non arriva al traguardo. La volta che va sul fondo spara un cross terra-aria, che si spegne sul corner opposto.

5
Torres
Escluso dallundici titolare, Di Matteo lo butta dentro quando il Chelsea sotto di due, nella pia speranza che dimprovviso El Nino ritrovi se stesso. Niente. Il centravanti che non cera rimane tale. Presenza/ assenza. Prigioniero di una Torres davorio.

GLI ARBITRI:

AKIR 6,5 Sul presunto rigore valuta che Vucinic, toccato da Cahill, si lasci cadere: interpretazione accettabile, per i canoni europei. Duran 6-Ongun 5,5; Goek 6-Yldirim 6

GLI AVVERSARI UN CROLLO INATTESO PER LA SQUADRA INGLESE

Chelsea piano fallito: ora Di Matteo rischia


La posizione del tecnico non pi solida: Sbagliate tre palle gol
DAL NOSTRO INVIATO

G.B. OLIVERO TORINO

Era paura o strategia? Qualunque cosa fosse, il Chelsea crollato. La Juve stata padrona del campo fin dal primo minuto contro i campioni dEuropa. Paura o strategia: era questo il dubbio prima dellinizio. Roberto Di Matteo ave-

va paura della Juve o aveva studiato una gestione accorta della gara preoccupandosi di chiudere ogni spazio senza per rinunciare a colpire? La partita ha detto che Di Matteo era effettivamente preoccupato della Juve, per dietro alle sue scelte cera anche la speranza che Oscar, Mata e Hazard potessero creare pericoli a Buffon anche in assenza di un centravanti vero. Il tecnico del Chelsea, insomma, aveva provato a sorprendere Conte schierando una formazione inattesa: e se la mossa di tenere fuori Torres schierando Hazard come finto centravanti poteva anche essere nellaria, ha decisamente stupito tutti la decisione di aggiun-

gere il terzino Azpilicueta ai quattro difensori Ivanovic, David Luiz, Cahill e Cole.
Panchina a rischio La partita, comunque, ha seguito lo sviluppo tattico previsto: Juve allattacco, e non solo perch lo imponeva la classifica del girone, e Chelsea pronto a ripartire sfruttando la tecnica e la rapidit dei suoi tre folletti offensivi. Per il piano di Di Matteo non ha generato buoni frutti: la Juve ha dominato, il Chelsea ha tirato in porta due volte e Buffon ha dovuto compiere una sola grande parata. I campioni dEuropa adesso rischiano seriamente leliminazione: un pareggio tra Shakhtar Donetsk e

Roberto Di Matteo, 42 anni INFOPHOTO

Juve costringerebbe gli inglesi al trasloco in Europa League pochi giorni prima del Mondiale per club. E in questo momento forse lobiettivo iridato il puntello principale della panchina di Di Matteo. Roman Abramovich, si sa, non tipo che ama le brutte figure e non si fa troppi scrupoli prima di cambiare gli allenatori. Lanno scorso la svolta della stagione arriv dopo il licenziamento di Villas Boas e la sua sostituzione con Di Matteo. E adesso la posizione del tecnico italiano non solida: Quando alleni una grande squadra come il Chelsea e i risultati non vengono le critiche sono normali. Ma gi lanno scorso in un momen-

to difficile tirammo fuori grandi prestazioni arrivando poi a vincere la coppa. Adesso possiamo ancora qualificarci. Il Chelsea ha giocatori di grandi qualit, ma giovani: sono cambiati tanti elementi nel gruppo e ci vuole pazienza. Le cose a volte non vanno come ci si augura.
Le occasioni Il rimpianto di Di Matteo sulla sfida di Torino legato ai primi minuti: Abbiamo avuto tre palle gol prima della rete di Quagliarella. La Juve stata fortunata sul gol che ha sbloccato lincontro. Noi dovevano cercare di rinforzare il centrocampo per contrastare Lichtsteiner e Asamoah: ecco perch ho inserito Azpilicueta sulla destra. La Juve comunque gioca bene e ci ha messo in difficolt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

5
#

CHAMPIONS GRUPPO E

Luomo che suona i Blues Quaglia-gol in due gare Ecco lincubo di Londra
Lattaccante al nono centro: Non lavrei mai immaginato. Sono alla 3a partita di fila da titolare, non succedeva da quasi 2 anni
DAL NOSTRO INVIATO

I NUMERI

4
3

TRA IL PUBBLICO

le partite casalinghe, tra campionato e Champions League, in cui la Juventus non ha incassato reti. Ai bianconeri non riusciva questo filotto dallinizio del 2009

Zinedine Zidane in tribuna con la.d. Marotta (sin.) AFP

G.B. OLIVERO TORINO

Quanto mancava una notte cos. Perch non la vittoria: il gioco. Non sono i tre gol: la ricerca costante del tiro e dello spettacolo. Non un sogno: ancora pi bello. Questa una notte da grande Juve, tipo quella del 14 maggio 2003, lultima vera apoteosi internazionale: 3-1 al Real Madrid, campione dEuropa come questo Chelsea, e finale di Champions League conquistata. Qui siamo ancora allinizio e la strada talmente lunga che non nemmeno giusto mettere pressione a un gruppo che sta crescendo velocemente ma non pu improvvisare una caratura internazionale che necessita di tempi di maturazione pi lenti. Per una notte come questa fatta per essere vissuta e goduta. Il rischio di montarsi la testa non esiste perch Conte sar ancora pi martellante del solito. E allora la Juve pu fare festa e pensare che adesso s, in Champions League pu starci senza paura e senza complessi.
Meglio di sabato Di paura e di

le partite utili consecutive per la Juventus tra Champions ed Europa League: 6 vittorie e 9 pareggi. Il primato in casa bianconera di 20 gare utili consecutive (13 vittorie e 7 pareggi)

15

Ex e nostalgia Zidane e Sheva vicini in tribuna


La.d. Marotta: Una serata storica per un grande club E adesso si pensa al Milan
TORINO

1 Fabio Quagliarella, 29 anni, festeggia col montenegrino Mirko Vucinic, 29 2 La felicit dellattaccante napoletano 3 Quaglia a terra, esausto. Sta dando tutto per la Juve ANSA/SYNC/LAPRESSE
Mai mollare Ieri Quagliarella ha segnato il nono gol stagionale in appena 13 partite, di cui solo sette da titolare e nessuna giocata per intero. Fabio di sicuro lattaccante bianconero che meglio vede la porta e che, soprattutto, ha pi soluzioni per arrivare al tiro. Quagliarella ha le caratteristiche ideali per il gioco di Conte e adesso probabilmente ha ritrovato fiducia e autostima: Ad agosto era difficile immaginare che avrei fatto tutti questi gol entro la fine di novembre. Io ci ho sempre creduto, non ho mai mollato e ho sfruttato ogni occasione: buona parte del merito, quindi, mia. Quando giochi poco non mai semplice entrare in condizione. Un po di fastidio la rotazione lo crea inevitabilmente. Per Conte con noi stato chiaro: ci ha sempre detto che i cinque attaccanti li alterner.

le reti stagionali di Vidal e Quagliarella. Il primo ha segnato in nove partite diverse, il secondo vanta anche una doppietta e una tripletta

OGGI ALLE 14.30

complessi Fabio Quagliarella non ne ha mai avuti. il suo modo di vivere il calcio: tiri impossibili, acrobazie da cineteca e se qualcosa va male pazienza. Adesso lui il complesso del Chelsea: gol allandata, quello del 2-2, e gol al ritorno, quello dell1-0 che ha aperto la mattanza. Unazione incredibilmente simile a quella con cui Fabio aveva sfiorato la rete con la Lazio: tiro da fuori di un compagno (sabato Vidal, ieri Pirlo), deviazione distinto ma non casuale (il piede ce lha messo entrambe le volte) e... E stavolta entrata sorride Quagliarella . Mi sembrava impossibile che capitasse ancora. Stavolta lho deviata rasoterra e forse questo ha fatto la differenza rispetto a sabato scorso.

Una via intitolata a Gaetano Scirea allo Juventus Stadium


Oggi, alle 14.30, una delle strade adiacenti allo Juventus Stadium verr intitolata a Gaetano Scirea. il vecchio corso Grande Torino, che di fatto trasloca in zona stadio Olimpico, lattuale casa del club granata. Accanto alla signora Mariella, moglie di Gaetano, a festeggiare levento ci saranno il presidente Andrea Agnelli, lad Beppe Marotta, Antonio Conte e il capitano Gigi Buffon. Appuntamento per tutti allo Juventus Stadium, lato Ovest, davanti al parcheggio P4.

Pu capitare di fare bene e segnare in una partita e stare fuori quella dopo: noi ne siamo consapevoli e restiamo sereni.
Serenit E con i gol la serenit aumenta: Quando segna, un attaccante contentissimo. Questa era la mia terza partita di fila da titolare, non succedeva da quasi due anni. E poi quello con il Chelsea uno degli incontri che fanno la storia del club. stata una serata ricca di adrenalina. Il 14 maggio 2003, la notte di Juve-Real, in campo cerano Nedved da una parte e Zidane dallaltra: segnarono entrambi. Quagliarella guard la partita in tv a Chieti, dove giocava in C1. Ieri sera Pavel e Zizou erano seduti in tribuna e la notte di gloria lha vissuta Quagliarella.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le sconfitte per il Chelsea in Italia su un totale di 12 incontri, una vittoria e 5 pareggi

Il pubblico dello Juventus Stadium ha risposto allappello della vigilia, una bolgia sugli spalti, tutto esaurito e record di incasso per il nuovo impianto (2 milioni e 413 mila euro). Coreografia degna di una finale di Champions pi che per il passaggio del primo turno. Ci voleva la ciliegina sulla torta, come lovazione allaffacciarsi in tribuna di Zinedine Zidane, uno che al Delle Alpi ha lasciato il segno. Spettacolo assicurato, da scomodare un fresco ex del calcio e del Chelsea come Andrij Shevchenko. Sto vivendo una grande emozione le parole della.d. Beppe Marotta -. Essere qui stasera un motivo di grande orgoglio. Per la Juventus, calcolando che siamo partiti da un settimo posto, che abbiamo conquistato un primo posto l'anno scorso, che ci siamo riappropriati per adesso un palcoscenico importante che rispecchia il blasone e la storia di questa societ, non poteva che essere una serata storica. E labbiamo onorata nel migliore dei modi. Per centrare gli obiettivi di stagione bisogna segnarne di gol e tanti, come contro il Chelsea. Siamo lattacco pi prolifico del campionato spiega Marotta attacco significa la squadra, e come squadra intendo anche i gol di centrocampisti e difensori, non solo degli attaccanti, il gioco dellallenatore lo prevede.
Ora il Milan Non c tempo per rifiatare. Squadra

subito al lavoro a Vinovo, seduta defaticante per chi non ha giocato, regolare per il resto della rosa. Pepe, Giovinco e Matri potrebbero partire dal primo minuto in campionato. C da preparare la trasferta di San Siro, posticipo serale contro il Milan nove mesi dopo il casus belli, il famoso gol di Muntari non visto. Allepoca successe di tutto o quasi, almeno da parte dei rossoneri, polemiche a non finire. Fin 1-1 ma il gol parato da Buffon al di l della linea bianca sanc la rottura dei rapporti tra le due societ che a lungo negli anni avevano condiviso scelte di mercato e strategie.
f.bra.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO E

CAPITAN BUFFON

Basta dubbi sulla Juve LEuropa ora avvertita


Bonucci: A Donetsk per vincere, non siamo fatti per aspettare lavversario. E Asamoah: Il segreto? Correre senza fermarci mai
FRANCESCO BRAMARDO TORINO

La partita che doveva fare. Grinta, attenzione tattica, micidiale in zona gol. La Juve che non si era vista prima in Champions si rimette in corsa di prepotenza in vista della stazione, ultima fermata in Ucraina. Il primo tempo una bomba a orologeria in attesa del gol, la scintilla per accendere la miccia e far esplodere lo Juventus Stadium. Angelo Alessio, nonostante il trench, non ha alcunch dellaplomb inglese. Il tecnico della Juve si agita, si sbraccia, si dispera e si strappa i capelli quando Asamoah manca un aggancio in area o Lichtsteiner troppo altruista prima, troppo precipitoso, poi non inquadra lo specchio della porta o centra il palo. Pogba non ce la fa pi e per la tensione si infila nel tunnel e va in bagno. Torna e Pirlo sbaglia una punizione pi pulita di un rigore ma il megaschermo conforta: lo Shakhtar sta perdendo. Lentusiasmo dura poco. E qui che la Juve deve concentrarsi, deve vincere. Buffon si supera, Oscar tenta la beffa, ma Quagliarella a spiazzare Cech. E quasi fatta. Manca la firma, che arriva nella ripresa, Arturo Vi-

Giocando cos possiamo dire la nostra anche contro i campioni in carica

episodi. Pur dominato, il Chelsea ha creato qualche situazione pericolosa, con pi precisione potevano compromettere tutto. Una vittoria dedicata al pubblico il commento di Angelo Alessio: Sabato con la Lazio stato bravo Marchetti, oggi la palla era pi laterale e abbiamo fatto gol. Complimenti alla squadra, volevamo questo tipo di partita, ritmi alti per costringere il Chelsea sulla difensiva. Abbiamo concesso qualche ripartenza ma la squadra ha fatto una grandissima partita. Quasi qualificati? Quasi, guai a mollare.
Difesa Straordinari in difesa per

LEONARDO BONUCCI DIFENSORE JUVENTUS

dal e Quagliarella, come allandata, pi Giovinco sui titoli di coda. Le zampate decisive di Buffon, la grinta di Giorgio Chiellini, maratoneta indomito, giocatore a tutto campo, hanno tagliato le gambe ad un Chelsea fiacco, stordito.
Siamo tornati Soddisfatto Buf-

fon a fine partita: Una bella serata. Quando riesci a dare una prova cos convincente come gioco, spirito e animo... E un grande segnale per lEuropa e anche per lItalia. Se qualcuno ammonisce il portiere bianconero poteva avere dei dubbi su di noi, giocando cos li facciamo passare. Sappiamo che

dobbiamo ancora passare il turno, mi auguro di riuscirci, nel malaugurato caso che uscissimo di scena abbiamo fatto una decina di punti, ce la siamo giocata alla pari con tutti e siamo tornati competitivi. Dove labbiamo vinta? Sotto il profilo della fame, organizzazione di gioco, freschezza atletica e sugli

Lesultanza di Gigi Buffon, 31 anni, dopo la vittoria con il Chelsea BREGANI

Leonardo Bonucci contro due avversari tosti come Oscar ed Hazard: Qualche sbavatura lho commessa ammette il difensore juventino ma abbiamo giocato tutti una gara da Juve. Quando giochiamo da Juve possiamo dire la nostra anche contro i campioni dEuropa in carica. Non ancora fatta, ora pensiamo al campionato, poi andiamo a vincere a Donetsk: non siamo fatti per aspettare lavversario nella nostra met campo. Il palo centrato da Lichtsteiner trema ancora: Peccato, un ruolo difficile lesterno, tanta corsa e non sei sempre lucido. Credo di aver fatto una buona gara dice il difensore, che spiega cos il bisticcio con Quagliarella ero pronto, ben piazzato per fare gol. Si scalda Lichsteiner quando gli parlano di una presunta lite precedente con Conte: Mai litigato con lallenatore, d fastidio leggere certe false notizie. Infine, il segreto della vittoria secondo Asamoah, uomo assist: Correre su tutti i palloni senza mai fermarci. Quasi uno slogan quello di Vucinic: Quando il gioco si fa duro... noi per lEuropa ci siamo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS GRUPPO E
LA SCORRETTEZZA PER L1-1 RETE A TRADIMENTO: RABBIA E PROTESTE
1 2 3 4

1 Willian (nel cerchio) restituisce il pallone al Nordsjaelland 2 La difesa danese immobile, Luiz Adriano ne approfitta e segna: larbitro convalida 3 e 4 La rabbia dei danesi contro il brasiliano dello Shakhtar SKY

Shakhtar, brutta vittoria Un gol contro il fair play


Giocatore del Nordsjaelland k.o., larbitro fischia, Willian rid il pallone ai danesi, ma Luiz Adriano segna con la difesa ferma
MARCO GENTILI

La vittoria dello Shakhtar sul Nordsjaelland alla vigilia era data per scontata. Gli ucraini, primi in classifica e a un passo dalla qualificazione, hanno centrato lobiettivo contro la formazione danese, cenerentola del girone. Ma non bisogna fidarsi troppo del 5-2 finale: i tre punti che portano gli ucraini agli ottavi sono macchiati da uno dei tre gol di Luiz Adriano. Gi, perch ieri

sera il brasiliano dello Shakhtar al 26 ha inferto un brutto colpo al fair play, segnando un gol nel modo pi scorretto possibile.
Pareggio shock Ma andiamo con ordine: i danesi erano partiti bene ed erano passati in vantaggio grazie a Nordstrand, ben servito da un cross dalla sinistra di John. Al 26 il colpo di scena: larbitro interrompe il gioco perch un danese a terra. Per riprendere lazione scodella la palla a cen-

trocampo, Willian lancia verso la difesa del Nordsjaelland, immobile in attesa di ricevere il pallone. Lunico a fare sul serio stato Luiz Adriano che, nellincredulit generale, ha raccolto il pallone, scartato il portiere danese e insaccato il pi facile dei gol. In una partitella tra amici lattaccante si sarebbe scusato per la scorrettezza, e lazione sarebbe ripartita da capo. Ma in Champions larbitro non ha potuto fare altro che convalidare un gol comunque regolare. Il brasiliano esul-

ta, mentre i suoi compagni cercano di difenderlo dallira dei danesi. Che pochi minuti dopo tornano in vantaggio con Lorentzen.
Illusione Ma il 2-1 del Nordsjaelland, che mette una pezza allingiustizia subita pochi minuti prima, solo unillusione: fin o a q u e l mo m e n t o l o Shakhtar aveva giocato in modo lento e prevedibile, lasciando campo libero alle incursioni di John sulla sinistra. Ma le notizie che arrivano in contem-

poranea da Torino non lasciano margini di manovra agli uomini di Lucescu: per essere sicuri della qualificazione lunico risultato utile la vittoria. Cos alla fine del primo tempo gli ucraini schiacciano lacceleratore: Mkhitaryan taglia sulla destra la difesa del Nordsjaelland e mette una palla in mezzo per Willian. Il suo tiro viene sfiorato da Fernandinho che pareggia. In avvio di ripresa lo Shakhtar micidiale: troppa la differenza in campo, il Nordsjaelland non riesce a contrastare solo con la sua organizzazione di gioco i numeri degli ucraini. Cos nel giro di tre minuti (dal 7 al 10) Willian e Luiz Adriano mettono fuori uso la difesa danese e mettono a segno due grandi gol, chiudendo una partita che lascia spazio solo alle incursioni del Nordsjaelland e per la tripletta personale di Luiz Adriano. Che verr ricordato soprattutto per il suo gol infelice. Peccato: lo Shakhtar avrebbe vinto lo stesso, anche senza la sua furbata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NORDSJAELLAND SHAKHTAR DONETSK

2 5

PRIMO TEMPO 2-2 MARCATORI Nordstrand (N) AL 24, Luiz Adriano (S) al 26, Lorentzen (N) al 29, Fernandinho (S) al 44 p.t.; Willian (S) al 5, Luiz Adriano (S) al 7 e al 36 s.t.

NORDSJAELLAND (4-5-1)
Hansen 5; Parkhurst 5, Okore 5, Runje 5,5, Mtiliga 5; Lorentzen 6, Adu 5, Christiensen 5,5 (dal 14 s.t. Christiansen 5), Stokholm 5, John 6; Nordstrand 6 (dal 30 s.t. Ticinovic s.v.). PANCHINA Villadsen, Kildentoft, Gundelach, Issah. ALLENATORE Hjulmand. BARICENTRO MEDIO 53,2 metri AMMONITI Adu e Parkhurst per gioco scorretto.

SHAKHTAR DONETSK (4-2-3-1)


Pyatov 6; Srna 6, Kucher 5,5, Rakitskiy 6, Rat 6; Stepanenko 6,5, Fernandinho 7; A.Teixeira 6,5 (dal 33 s.t. Douglas Costa 6), Mkhitaryan 7, Willian 8 (dal 41 s.t. Ilsinho s.v.); Luiz Adriano 4 (dal 37 s.t. Eduardo s.v. ). PANCHINA Kanibolotskiy, Kryvtsov, Kobin, Gai. ALLENATORE Lucescu. BARICENTRO MEDIO 52,1 metri AMMONITI Luiz Adriano per gioco scorretto, Kucher per comportamento non regolamentare. ARBITRO Gautier (Fra) 6

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO F

Il Valencia fugge Mller lo riprende e fa tutti felici


Feghouli illude gli spagnoli, il pari a 8 dalla fine spedisce agli ottavi entrambe le squadre
DAL NOSTRO INVIATO

ANCHE IL BATE FUORI

Sidibe-Bruno Il Lilla vince con i giovani


(g.k.) Sono 9 gli scudetti bielorussi del Bate. Lultimo arrivato appena una settimana fa. Ma il Lilla, fino a ieri a zero punti nel girone, non ha voluto rendere omaggio. Sono stati i bielorussi del giovane tecnico Goncharenko a creare di pi, ma alla fine festeggiano i francesi, seppur ridotti in 10 per lespulsione di Sidibe, lautore del primo gol, bravo a indovinare una conclusione nel sette al 14. Il raddoppio arriva grazie al delizioso cross di Digne, sfruttato con classe da Bruno, che di fatto chiude i conti gi nella prima mezzora di gioco. Inutili gli attacchi dei padroni di casa che in virt del pari tra Valencia e Bayern non hanno pi chance di qualificazione agli ottavi nellora restante.

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci VALENCIA

Insieme agli ottavi. Qualificazione anticipata, partita assopita con qualche lampo. Valencia-Bayern finisce 1-1, gli spagnoli sono primi del girone giusto per 5 minuti, il tempo necessario ai tedeschi di riprenderli, col pareggio finale che vale il sorpasso in classifica grazie al vantaggio accumulato allandata, quando fin 2-1 per la squadra di Heynckes.
Gi qualificati La sconfitta in casa del Bate col Lille offre matematicamente a Valencia e Bayern gli ottavi ancor prima di scendere in campo. Da decidere solo il primo posto. E la cosa fa evaporare quasi lintera dose di caffeina dalla partita. Il vantaggio accumulato in casa permette al Bayern di aumentare la rilassatezza, gi garantita dal chiaro complesso dinferiorit con il quale il Valencia affronta la corazzata bavarese. Pellegrino lascia in panchina

Jonas e prova Parejo, di norma piuttosto trascurato, accanto a Tino Costa. Gago infortunato, Banega avanza qualche metro. Bayern senza Robben e con Badstuber che rientra dopo quasi un mese.
Espulsione e sveglia Il Valencia impiega una mezzoretta a capire che il Bayern sta s spingendo ma senza esagerare. I tedeschi tendono mostruosamente a sinistra, dove Alaba e Ribery mettono alle corde Feghouli, il Ribery algerino, e Barragan, uno con un buon procuratore: dopo il Liverpool, dove lo volle Rafa Benitez, eccolo al Valencia. La sua partita dura 33, quando decide di ritirarsi anticipatamente dopo aver fatto saltare in aria Alaba con unentrata che non sarebbe tollerata nemmeno in Inghilterra. Che forse quello che gli dice bonariamente e inflessibilmente Howard Webb, fischietto di serata. Lespulsione arriva un attimo dopo la prima grande occasione del Valencia, un tiro di Feghouli parato spettacolarmente da Neuer, intervento simile

a quello di Guaita su colpo di testa di Dante (il primo di una serie di 4, tutti con poca precisione) poco prima.
Vantaggio corto Il Valencia si scuote e comincia a giocare, anche in 10. Grazie alla sua brillante triade, Feghouli-Banega-Soldado. Col Bayern che pare disinteressato, e lo resta a lungo. Poi si desta, Shaqiri colpisce il palo, ricomincia a soffocare gli avversari. Il Valencia rema e il suo sforzo gi encomiabile e diventa spettacolare quando Feghouli, dalluscita di Barragan anche terzino, recupera palla, salta due uomini e colpisce di sinistro dal limite. La palla sbatte sulla mano di Dante e spiazza Neuer. Manca poco, ma anche il vantaggio dura niente, spazzato via dal tiro di Mller su cross sporcato di Lahm. Il Valencia non ne ha pi ma alla fine Mestalla si alza ad applaudire il cuore dei suoi uomini. Il secondo posto va benissimo. La Spagna, dal canto suo, ha gi 3 squadre agli ottavi, in attesa del Madrid.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Thomas Muller (con la palla in mano), 23 anni, festeggia coi compagni AP

VALENCIA

BAYERN MONACO

PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Feghouli (V) al 32, Muller (B) al 37 s.t.

(4-2-3-1)
Guaita 7; Barragan 4, Rami 7, Ricardo Costa 7, Cissokho 7; Tino Costa 7, Parejo 6 (dal 30 s.t. Jonas 6); Feghouli 8, Banega 7 (dal 35 s.t. Albelda s.v.), Guardado 5,5 (dal 41 s.t. Valdez); Soldado 6,5. PANCHINA Diego Alves, Victor Ruiz, Bernat, Jonathan Viera. ALLENATORE Pellegrino 7 ESPULSO Barragan al 33 p.t. per doppia ammonizione (entrambe per gioco scorretto). AMMONITI Soldado, Guaita per g.s.

(4-2-3-1)
Neuer 7; Lahm 7, Dante 7, Badstuber 6, Alaba 7; Javi Martinez 5, Schweinsteiger 6; Muller 6,5, Kroos 6 (dal 21 s.t. Shaqiri 6), Ribery 5,5 (dal 34 s.t. Gomez 6); Pizarro 5.5 (dal 21 s.t. Mandzukic 5,5). PANCHINA Starke, Van Buyten, Tymoshchuk, Rafinha. ALLENATORE Heynckes 5.5 ESPULSI nessuno AMMONITI Dante, Javi Martinez per g.s.

ARBITRO Webb (Inghilterra) 7 NOTE Spettatori 35.000 circa. Tiri in porta 3-5. Tiri fuori 4-9. Angoli 2-12. Fuorigioco 2-0. Recuperi 2 p.t. e 4 s.t.

BATE-LILLA 0-2 MARCATORI Sidibe al 14, Bruno al 31 p.t. BATE (4-3-2-1) Gorbunov 5,5; Polyakov 5, Filipenko 5, Radkov 5, Bordachev 5; Olekhnovich 5,5 (dal 38 s.t. Vasilyuk s.v.), Baga 5, Volodko 5 (dal 1 s.t. Kontsevoi 5,5); Hleb 5 (dal 32 s.t. Sivakov 5), Bressan 5; Rodionov 5,5. All. Goncharenko 5. LILLA (4-3-3) Elana 6; Sidibe 6,5, Basa 5,5, Rozenhal 6, Digne 6,5; Gueye 6, Pedretti 6,5, Martin 6 (dal 32 s.t. Bonnart 6); Bruno 6,5 (dal 20 s.t. Roux 6), Rodelin 6, Kalou 6 (dal 24 s.t. Payet 6). All. Garcia 6,5. ARBITRO Strahonja (Cro) 6,5. ESPULSO Sidibe (L). AMMONITI Radkov (B), Bressan (B), Pedretti (L), Bruno (L).

CHAMPIONS GRUPPO H
COSE TURCHE

MONDO

Yilmaz stende il Manchester United Il Galatasaray si gioca tutto allultima


ISTANBUL (s.m.) Ancora Burak Yilmaz. Lautore di tutte le 5 reti del Galatasaray nel girone stende anche il Manchester United e avvicina i turchi agli ottavi. Il gol partita all8 del secondo tempo: corner di Seluk Inan, Yilmaz incorna alla grande e batte Lindegaard. E pensare che lo United, pur infarcito di giovani e riserve, aveva dominato i primi 45 minuti, colpendo pure un palo con Powell.
GALATASARAY-MAN UNITED 1-0 MARCATORI Burak Yilmaz all8 s.t. GALATASARAY (4-4-2) Muslera 6; Eboue 5,5, Nounkeu 6, Semih Kaya 6, Riera 5,5; Altintop 7, Seluk Inan 6, Felipe Melo 6, Amrabat 7 (dal 35 s.t. Emre Colak s.v.); Burak Yilmaz 7 (dal 44 s.t. Umut s.v.), Elmander 5 (dal 17 s.t. Engin 5). All. Terim 6,5. MANCHESTER UNITED (4-2-3-1) Lindegaard 6; Rafael 6, Carrick 6,5, Jones 5,5, Bttner 6,5; Fletcher 6, Anderson 6 (dal 29 s.t. Young s.v.); Cleverley 6,5, Powell 6 (dal 29 s.t. Macheda s.v), Welbeck 6 (dal 40 s.t. King s.v.); Hernandez 6. All. Ferguson 6. ARBITRO Velasco Carballo (Spa) 6. AMMONITI Semih Kaya (G) e Rafael (M) per g.s., Burak Yilmaz (G) per c.n.r.

Lultimo Capello Porto la Russia in Brasile e smetto


MARCO GUIDI

LANNUNCIO UFFICIALE

Taccuino
SUPERCLASICO

Beckham dice addio agli Usa Il Psg ci pensa


NEW YORK Il 1 dicembre a Los Angeles David Beckham giocher lultima partita con la maglia dei Galaxy: la finale di campionato contro Houston, con la possibilit di vincere il secondo scudetto Mls consecutivo. La rivelazione viene affidata a uno scarno comunicato: Mi sono divertito moltissimo con i Galaxy, ma voglio fare altrove unultima esperienza da giocatore prima di smettere. Non chiuder i miei rapporti con la Mls, perch un giorno mi piacerebbe diventare proprietario di una societ. Poche righe che contengono due messaggi chiari: Beckham non si sente ancora pronto per la pensione e, in futuro, potrebbe acquistare una franchigia negli Usa. Del resto, nel suo contratto attuale c una clausola per cui ha la possibilit di entrare nella struttura societaria di un nuovo team. Con lui la Mls ha fatto passi da gigante: dal 2007 la Lega si allargata a 19 squadre e gli spettatori medi sono saliti a 18.807. Dove andr ora? Gi questestate aveva ricevuto numerose richieste: improbabili ritorni in Inghilterra e possibili esperienze in Cina, Australia, Dubai, Brasile o Russia. Ma secondo la Bbc lofferta pi ghiotta potrebbe essere quella del Psg di Ancelotti.
Massimo Lopes Pegna

Oggi la sfida di ritorno Argentina-Brasile


(m.can.) Argentina e Brasile decidono stasera il Superclasico, sfida tra le due rivali. Si gioca alla Bombonera, lo stadio del Boca Jrs, Buenos Aires. Allandata vinse il Brasile 2-1: ora gli basta un pareggio per conquistare il trofeo. Il ritorno si doveva giocare a Resistencia, in Argentina, ma era mancata la luce e la gara venne rinviata. Ci sono solo giocatori dei campionati dei due Paesi. NellArgentina gioca Barcos, attaccante del Palmeiras, appena retrocesso nel campionato brasiliano. Nel Brasile, Neymar compone il tandem dattacco con Fred, capocannoniere e campione del Brasile col Fluminense.

PORTOGHESI ELIMINATI

Tre volte Rui Pedro, il Braga sinchina Il piccolo Cluj pu continuare a sperare
CLUJ (g.s.) La seconda vittoria casalinga del Cluj in Champions arriva grazie agli errori dei portoghesi, che offrono il fianco alle ripartenze avversarie. Il Cluj ringrazia e nel primo quarto dora gi 2-0 con uno scatenato Rui Pedro. La reazione portoghese affidata al solito Alan, poi Rui Pedro completa la tripletta. Finisce cos, anche a seguito dallespulsione di Douglao. Il Cluj pu ora sognare di diventare la prima squadra romena a entrare negli ottavi.
CLUJ-BRAGA 3-1 MARCATORI Rui Pedro (C) al 7 e al 15, Alan (B) al 17, Rui Pedro (C) al 33 p.t. CLUJ (4-2-3-1) Felgueiras 6; Ivo Pinto 6, Cadu 6, Piccolo 6, Rada 5; Muresan 6, Luis Alberto 6; Sougou 7 (dal 29 s.t. Aguirregaray 6), Rui Pedro 8 (dal 42 s.t. Kapetanos s.v.), Camora 6; Bastos 7 (dal 36 s.t. Godemeche s.v.). (Stancioiu, Maftei, Nicoara, Bjelanovic). All. Paulo Sergio 8. BRAGA (4-3-2-1) Bento 5; Salino 5 (dal 33 p.t. Barbosa 5 ), Coelho 4, Douglao 3, Ismaily 4; Hugo Viana 6 (dal 24 s.t Mossoro 5), Custodio 5, Micael 6; Alan 6, Amorim 5; Eder 5 (dal 12 s.t. Ze Luis 5). (Quim, Elderson, Djamal, Carlao). All. Peseiro 5. ARBITRO Karasaev (Russia) 7. NOTE Espulso Douglao (B) al 45 p.t.; ammoniti Rui Pedro (C), Sougou (C), Cadu (C), Mossoro (B).

Vedi il Brasile e poi... smetti. Fabio Capello, attuale commissario tecnico della Russia, potrebbe chiudere la sua carriera dallenatore dopo il Mondiale del 2014. stato lo stesso c.t. a rivelarlo durante il suo intervento di ieri al talk show Undici su Mediaset Italia 2. Ho intenzione di smettere dopo lesperienza con la Russia, tra due anni, sperando di giocare il Mondiale in Brasile. Parole chiare, solo parzialmente smentite poco dopo. Beh, se dovesse arrivarmi una proposta davvero coinvolgente, potrei ripensarci. Ma per ora non vedo in giro nulla di interessante. Intanto il progetto qualificazione della sua Russia gi a buon punto, dopo le quattro vittorie nelle prime quattro gare del girone, con zero gol a passivo. Ora stiamo facendo bene, ma il difficile arriver con le partite contro Irlanda del Nord e Portogallo.
Bei ricordi Capello ha poi passa-

Fabio Capello, 66 anni ANSA

SVIZZERA

to in rassegna molti dei suoi successi del passato in panchina. Il pi bello al Milan? La finale di Atene col Barcellona (vinta 4-0 ndr). Erano sicuri di alzare la coppa e cos ci hanno sottovalutato. Alla Roma ricordo il campionato vinto, mi spiacque solo festeggiarlo tre giorni dopo al posto che subi-

to. Della Juve conservo in memoria gli scudetti che ci hanno tolto con Calciopoli. Ho ancora a casa le medaglie, eravamo i pi forti. A Moggi, Giraudo e Bettega sono ancora affezionato e non li rinnego. Intanto la Vecchia Signora ancora prima in classifica nel presente. vero che dopo la Champions la Juventus ha fatto un po di fatica a riproporsi in campionato, ma in Serie A i bianconeri possono fare quello che vogliono, credo che non ci sia corsa. In ultimo un attacco deciso al pallone nostrano: Il calcio italiano ha tanti problemi, vedi gli ultr a cui permettiamo di fare tutto o gli arbitri che fischiano troppo fino alle continue polemiche che allontanano gli appassionati dagli stadi. Che a loro volta sono obsoleti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Offese larbitro, due turni al ct Hitzfeld


Il commissario tecnico della Svizzera, Ottmar Hitzfeld, stato squalificato dalla Fifa per le prossime due partite delle qualificazioni ai Mondiali, a causa del gesto offensivo, ripreso dalle telecamere, rivolto allarbitro spagnolo David Fernandez Borbalan nel corso dellincontro con la Norvegia, giocato a Berna lo scorso 12 ottobre. Il match era terminato 1-1. Il tecnico degli elvetici salter la doppia sfida contro Cipro.

UCRAINA

Redknapp in pole per la nazionale


La federcalcio dellUcraina ha iniziato la trattativa per nominare linglese Harry Redknapp (ex Tottenham) nuovo ct della nazionale, dopo che Andriy Shevchenko aveva rifiutato il posto lasciato vacante da Oleg Blokhin.

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS GRUPPO G

Messi un cannibale Sbrana pure lo Spartak


Tris Barcellona a Mosca: primo con un turno danticipo Apre Dani Alves, poi si scatena Leo: doppietta e 80 gol nel 2012
SPARTAK MOSCA BARCELLONA 0 3
DAL NOSTRO INVIATO

FABIO LICARI MOSCA

Messi si scatena. Prima infilando Dykan che si era opposto a Iniesta (27), poi scherzandolo tutto solo dopo un buco di Insaurralde (36). Partita finita qui. I gol nellanno solare sono una follia, sono 80: nel mirino, a 5 lunghezze, c Gerd Muller, ma il primato del 1972 sta per crollare. E ancora: 57 reti nelle coppe europee (8 posto, superato Eusebio); 56 centri in Champions League (raggiunto Van Nistelrooy, ora c Raul a 71). E, chiss, quarto Pallone doro di fila (Platini si ferm a tre) se i giurati si convinceranno di votare il pi forte, non il pi vincente.
Spartak Lo Spartak, per, ci

LALTRA SFIDA

Garay lancia il Benfica Il Celtic va k.o.


LISBONA (Por) Il Celtic era arrivato a Lisbona con il conforto di 3 punti di vantaggio sul Benfica e ne uscito senza nessuno, per di pi superato in classifica per i confronti diretti. Adesso tutto viene rimandato allultimo turno che vede i portoghesi al Camp Nou (ma col Bara gi qualificato) mentre il Celtic ospita lo Spartak gi fuori causa. Il Benfica ha dominato le operazioni durante tutta la partita, specie nella ripresa, sebbene lansia con cui cercasse il gol finiva per penalizzarla. Con landare dei minuti gli ospiti si chiudono, i corner si susseguono e finalmente arriva il gol della vittoria e della speranza di Garay, assistito da Luiso. Successo strameritato.
Manuel Martins De S
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMO TEMPO 0-3 MARCATORI D. Alves al 16, Messi al 27 e al 39 p.t.

SPARTAK MOSCA (4-4-1-1) Dykan


7; Makeev 5, Suchy 6,5, Insaurralde 5, D. Kombarov 5,5; K.Kombarov 6 (dal 18 s.t. Welliton 6), Kallstrom 5,5, Rafael Carioca 5 (dal 30 s.t. Bryzgalov 5,5), Ari 5; Jurado 5; Emenike 5 (dal 18 s.t. Ananidze 6). PANCHINA Chernyshuk, Makhmudov, Yakoviev, De Zeeuw. ALLENATORE Emery 5. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Rafael Carioca, Kallstrom per gioco scorretto

BARCELLONA (4-3-3) Valdes 6,5; D.


Alves 7, Piqu 6,5, Mascherano 7, J. Alba 6,5 (dal 42 s.t. Montoya s.v.); Xavi 7,5 (dal 36 s.t. Song s.v.), Busquets 6,5, Fabregas 6,5; Pedro 6 (dal 40 s.t. Deulofeu s.v.), Messi 7,5, Iniesta 7. PANCHINA Pinto, Puyol, Dos Santos, Villa. ALLENATORE Vilanova 7. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Pedro per comportamento non regolamentare, Mascherano per gioco scorretto. ARBITRO Bebek (Cro) 6,5.
NOTE spettatori 70mila circa. Tiri in porta 1-9. Tiri fuori 5-4. Angoli 2-6. In fuorigioco 2-1. Recuperi: 1 p.t., 3 s.t.

Questione di memoria. E di Messi. Il Bara ricorda bene gli sbagli commessi con il Celtic e fa ammenda: gioco ampio, niente imbuto al centro, niente fretta di chiudere, niente palle alte, ma mente fredda e piedi caldi. Lo Spartak invece dimentica quanto di buono fatto al Camp Nou un paio di mesi fa, liberando inspiegabili corsie per i lanci col compasso di Xavi e gli inserimenti di Iniesta: come se contro il Bara si potesse giocare alla pari. Illusi. Cos non c scampo: 0-3 per i catalani, subito agli ottavi e aritmeticamente primi, e senza le parate del povero Dykan sarebbe finita anche peggio. Poi, inevitabilmente, Messi. Perch qualunque discorso tecnico sinfrange sulla classe infinita del fenomeno argentino che firma due dei tre gol e si lancia allinseguimento di tutti i record possibili e immaginabili. Se c un limite umano, forse lui che lo mostrer.
Messi e via Messi un canniba-

Lionel Messi, 25 anni, dribbla il portiere Dykan nellazione del 3-0 REUTERS

le. Messi non riposa mai. Neanche sullo 0-3, neanche quando potrebbe ricevere lapplauso

Sempre pi vicino il record del 1972 di Muller. Alla Pulce servono ancora cinque reti

della gente di Mosca cos rassegnata da dedicarsi alla ola, neanche qui esce prima del 90. Come il pi fantasioso dei robot, lui che trascina il Bara: il vantaggio dopo un quarto dora, gran diagonale di Alves, non basta, e allora

mette del suo. Bello giocare aperti e senza paura, ma tenere la linea dei quattro a una trentina di metri dal portiere sa un po di presunzione. Suchy, il primo centrale, fa diversi miracoli in anticipo ma non basta: il Bara raccoglie la sfida e gioca come vuole e sa. Circolazione della palla, nessun riferimento (Fabregas e Iniesta sono sempre fuori dai radar), e Pedro che alto e larghissimo a destra smazza tutto il lavoro sporco e apre la gi flebile cerniera russa. In pi Busquets, assente a Glasgow, non Song ma una diga: quindi le ripartenze dello Spartak non fanno male. Invece Emery sceglie un 4-4-1-1 pi coraggioso, con Jurado elastico sul mezzo sinistro, ma la mossa non funziona e lascia i reparti troppo larghi: il palleggio per un po illude, ma solo un po, e il solito 64 per cento nel possesso palla, per una volta, spiega parecchie cose. Se poi Emenike, straordinario al Camp Nou, si mangia lunica occasione sarebbe stato il 2-1 il pi fatto. Comunque chiaro: il Bara non si sfida cos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BENFICA-CELTIC GLASGOW 2-1 MARCATORI Ola John (B) al 7, Samaras (C) al 31p.t.; Garay (B) al 26 s.t. BENFICA (4-1-3-2) Artur 6; A. Almeida 6,5, Luiso 6, Garay 6,5, Melgarejo 6; Matic 6 (dal 32 s.t. Maxi Pereira s.v.); Salvio 6,5 (dal 45s.t. Jardel s.v.), Enzo Perez 5,5, Ola John 6,5; Lima 5 (dal 29 s.t. Gaitan s.v.), Cardozo 5,5. All. Jorge Jesus 6,5. CELTIC (4-1-4-1) Foster 6,5; Lustig 6, Wilson 6, Ambrose 6, Matthews 5,5; Wanyama 6; Mulgrew 5,5 (dal 1s.t. Kayal 5), S. Brown 6 (dal 19s.t. Commons 5,5), Ledley 6, Samaras 6; Hopper 5,5. All. Neil Lennon 5,5. ARBITRO Kassai (Ung) 6,5. NOTE Ammoniti Samaras (C), Ledley (C), Melgarejo (B), Wanyama (C), A. Almeida (B).

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO C
IlCommento
DI PAOLO CONDO

CARTE IN ATTACCO

A
S

Stasera in campo solo per vincere una necessit


Nell'estenuante traversata del deserto che
diventato il cammino verso questa benedetta qualificazione agli ottavi, il Milan valica stasera il ponte levatoio di Parc Astrid, castello di una nobile pi decaduta di lui. L'Anderlecht stato un grande club della nostra infanzia ci giocava il mitico Rensenbrink, la punta dell'Olanda di Cruijff ma da molti anni la sua grandezza, come del resto la nostra infanzia, non pi di attualit. vero che il Belgio sta vivendo una fase di rinascita, ma attraverso talenti emigrati giovanissimi se non sbocciati direttamente all'estero: da Hazard a Fellaini, le promettenti prospettive della nazionale in cantiere passano tutte lontano da Bruxelles. L'Anderlecht non propone pi di un paio di vecchi squali dacqua bassa come Biglia e Jovanovic, il bomber africano di turno, il congolese Mbokani, e un ragazzino di grandi speranze ed evidenti origini, Massimo Bruno. Prima di iniziare la conferenza stampa il tecnico ha annunciato in pompa magna il nuovo contratto quinquennale del 19enne scugnizzo: tanti cari auguri, ma a partire da domani. Se la riscossa del San Paolo aveva un senso tecnico, e non era soltanto una reazione di nervi sullorlo dellabisso, il Milan stasera deve andare in campo per vincere. Ha una migliore qualit generale, conta su uomini pi abituati alle gare decisive, ed El Shaarawy un talento cristallino in grado di indirizzare platealmente le partite; esorcizzata a Napoli l'ormai stucchevole barriera psicologica che impediva di salire oltre un certo rendimento, il Milan qui deve andare dritto per dritto, perch gli alibi sono finiti ed ora di mandare un segnale chiaro anche in Europa. La qualificazione un traguardo necessario, per motivi di prestigio oltre che economici, ma una volta messa al sicuro fatale che nessuno si dichiari accontentato. Se ti chiami Milan, il tuo destino. Le vigilie di Allegri non sono mai un esercizio di chiarezza, perch oltre a rimuginare per bene sulla formazione il tecnico livornese ama sorprendere (vedi la difesa a tre di Malaga, che in quel momento non era una mossa sbagliata). Questa la prima occasione in cui l'intero reparto offensivo abile e arruolato: per carit, conosciamo i comandamenti del calcio moderno relativi alla necessit che anche le punte aiutino, rientrino, si sacrifichino e al caso usino pure il cilicio. Se per il Milan, come pare all'ultimo fixing, entrasse a Parc Astrid con almeno due punte e mezza (Boateng), un certo messaggio sarebbe recapitato. Per quanto riguarda il centravanti, la pista data a mezza bocca da Allegri riporta a Pato, simbolo dellindeterminatezza di questo Milan. Punta che ha mentalmente bisogno di gol se ce n' una, sembrava sulla via giusta dopo la rete segnata al Malaga, nella quale lo zampino di Allegri (che non l'aveva sostituito malgrado la prova scialba) era stato evidente; il rigore con la Fiorentina poteva essere il secondo piolo della scala, ma andata com' andata costringendolo a ripartire da zero. In Europa, grazie alla memoria di alcune imprese tipo il fulmineo gol del Camp Nou, Pato continua a essere temuto; ne approfitti, se davvero Allegri sar cos giocatore nel senso filosofico da puntare ancora su di lui. Il Milan, infine, andr in campo conoscendo il risultato di Zenit-Malaga. Se Spalletti non avr vinto, quello sulla sua racchetta sar un match point.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Milan, missione
Caccia a gol e gioco Tutto ruota sul Faraone
In Belgio El Shaarawy unica certezza davanti: poi sei uomini per due maglie con Boateng e Bojan in vantaggio sugli altri
DAL NOSTRO INVIATO

Kevin Prince Boateng, 25 anni, arrivato al Milan nel 2010 dallesperienza inglese con il Portsmouth

MARCO PASOTTO BRUXELLES (Belgio)

S
Robinho, 28 anni, veste la maglia rossonera da tre stagioni consecutive. Lattaccante brasiliano fu acquistato dal Manchester City

S
Alexandre Pato, 23 anni, ha esordito in campionato con il Milan il 13 gennaio 2008 segnando subito nel match interno contro il Napoli

Un punto esclamativo in mezzo a tanti dubbi. La certezza, lunica, l dove c quella cresta che fa gol in almeno tre modi diversi e riesce a scartare il portiere in due centimetri quadrati. Questa ieri stata la sua rifinitura. Meglio della playstation. Il punto fermo ovviamente lui, il Piccolo Faraone, al cui confronto i compagni di reparto per ora sono i suoi servitori a corte. Intorno a El Shaarawy c un mondo pieno di interrogativi. Lui titolare al 101 per cento, tutti gli altri ieri sera sono andati a letto col dubbio: ci sar fra quegli undici? Boateng, Emanuelson, Bojan, Pato, Pazzini, Robinho: a seconda del sistema di gioco (pi 4-3-3 che 4-2-3-1), ne resteranno fuori tre o quattro. Solo che la nebbia non si dirader prima della riunione tecnica di oggi pomeriggio.
Roulette Ieri sera Allegri ha formulato il suo consueto devo ancora decidere, un po per pretattica e un po perch vero. Ma, al di l di chi affiancher veramente El Shaarawy questa sera, resta un concetto di fondo: l davanti a parte Stephan una continua roulette. Il numero cambia a ogni giro e a volte anche le consuetudini tattiche. Come a Napoli, dove si sono accomodati in panchina entrambi i centravanti, Pato e Pazzini. A piazzarsi in mezzo allattacco sono stati prima Bojan e poi Boateng. Due falsi nove col compito di disordinare il reparto, creare varchi e non dare punti di riferimento. Sei uomini per due (o al massimo tre) maglie ha pro e contro: significa abbondanza di soluzioni ma anche un progetto tattico che fatica ancora a trovare una base solida e continuit. Dubbi Si viaggia dunque a ballottaggi. E le parole di Allegri

S
Urby Emanuelson, 26 anni, stato acquistato dallAjax nel gennaio del 2011 e ha esordito alla fine di quel mese a Catania partecipando al successo per 2-0

alla vigilia non aiutano molto perch spende elogi per tutti. Su Boateng: A Napoli ha fatto una gara di intensit e ha giocato bene tecnicamente. Un buon segnale per lui e per il Milan. Su Robinho: Ha fatto un assist da campione. Lui, Pazzini e Niang sono stati tre buoni ingressi, i cambi sono decisivi nel calcio di oggi. E su Pato: Un giocatore importante, questa potrebbe essere la sua partita. Potrebbe. Magari subito o a gara in corso, perch il brasiliano in fortissimo ballottaggio con Bojan. Pato ha bisogno di mettere minuti nella gambe, ma il Milan da lui ha bisogno di un cambio di marcia. Co-

me da Boateng e Robinho, che stanno dando i primi cenni di risveglio e saranno fondamentali per provare a raddrizzare la stagione e staccare il biglietto per gli ottavi. Conviene che facciano in fretta, perch se il Faraone disgraziatamente smette di segnare che cosa succede?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Stephan El Shaarawy, 20 anni, il punto fermo dellattacco di Allegri. Ha segnato finora un gol in Champions League, a San Pietroburgo con lo Zenit BUZZI

Milan, mal di trasferta Da 4 gare non vince


Ultimo successo a San Pietroburgo La squadra di Allegri, tra campionato e Champions, non vince lontano da San Siro da 4 partite. Dopo la vittoria contro lo Zenit (3 ottobre), sono arrivati due k.o. e due pareggi.
Un marchio Daimler.

Traffico vs. Divertimento


Partner Uciale Lega Serie B

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

e Europa a ogni costo


COS IN CAMPO A BRUXELLES ORE 20.45
cher, ma non far il centravanti. In campo niente difesa a tre, ma un 4-3-3 che forse non il sistema preferito del presidente, per pu dare buoni frutti. Parlare di calcio con il presidente sempre un piacere, dice Allegri. Con gli amici scherza: Vediamo che formazione mi fanno fare. Ma, in fondo, quando il gioco si fa delicato e insieme duro Allegri prova sempre a fare a modo suo. A Malaga ha spiazzato tutti, questa volta le sorprese dovrebbero essere meno eclatanti. La squadra dovrebbe essere pi o meno quella che ha cominciato a Napoli, con un solo dubbio, Pato o Bojan. Allegri sta cercando un equilibrio, per s e per tutti. Per come si sono messe le cose in un autunno indecifrabile, questa la serata-chiave del Milan e della sua carriera rossonera.
Equilibrio Vincere significa qua-

QUI ANDERLECHT

Sentite il portiere: Tifavo Milan Ora paro per fermarlo

John van den Brom, 46 anni ANSA


BRUXELLES Lobiettivo mantenere la porta inviolata contro la sua squadra del cuore. Silvio Proto ha un nome e un cognome che tradiscono la sua origine italiana. Il portiere dellAnderlecht infatti nato in Belgio ma figlio di emigranti siciliani. Mio padre arrivato dalla Sicilia quando era molto piccolo - racconta -. cresciuto in Belgio con mio nonno, che faceva il muratore. Il calcio sempre stata la passione di tutta la famiglia e io ho sempre fatto il tifo per il Milan. Io, mio padre e mio nonno guardavamo le partite tutti insieme, che spettacolo vedere Weah e Shevchenko. Proto ha 29 anni, cresciuto calcisticamente nel Coullet, poi arrivato allAnderlecht e ha conquistato anche la nazionale. E stato portiere belga dellanno nel 2005, ha scoperto la Champions e adesso sogna unaltra impresa: battere il Milan per andare avanti in Europa. Sono molto fiero di non aver preso gol contro il Milan, abbiamo lottato e siamo tornati a casa con un punto. Adesso spero che i nostri tifosi ci possano guidare al successo in casa. La vittoria contro lo Zenit ha ridato fiducia alla squadra belga. Un punto in meno rispetto ai rossoneri vuol dire che c ancora la speranza di agganciare il secondo posto nel girone. Lallenatore John van den Brom ha fiducia nei suoi: Non andiamo in campo per pareggiare, nessuno qui ha rinunciato allidea di continuare a giocare in Europa. Il Milan non lo stesso di due mesi fa, a Napoli ha dimostrato grande forza di volont e caparbiet, ma anche noi siamo cambiati. A San Siro non avevamo ancora preso il ritmo della Champions. Giocheremo meno in difesa.
f.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

Loccasione di Allegri: farsi promuovere col 10


Rossoneri agli ottavi per la 10a volta di fila se vincono e lo Zenit no. Il tecnico scherza sulla formazione
le volte consecutive in cui il Milan ha raggiunto la fase a eliminazione diretta di Champions League

DAL NOSTRO INVIATO

ALESSANDRA BOCCI BRUXELLES

Nellottobre del 2006, il Milan vinse a casa Anderlecht (1-0, gol di Kak) e alla fine si prese la Champions. Ma neppure il pi inguaribile dei sognatori arriverebbe a immaginare tanto, e neppure Silvio Berlusconi ha osato imporre un traguardo cos assurdo per il Milan di questi giorni. Massimiliano Allegri ha una sua personale

missione, assai pi limitata della mission di una volta, eppure non semplice visto lo stato delle cose: il presidente gli ha chiesto ripetutamente di passare il turno europeo e arrivare agli ottavi, traguardo mai fallito dal Milan nelle ultime nove partecipazioni. Non riuscirci potrebbe significare riaprire pericolosamente i giochi che Berlusconi stesso ha chiuso sabato scorso, confermando Allegri sulla panchina del Milan fino alla fine della stagione.
Sorprese Insieme per salvare il salvabile, insieme per ricostruire. Allegri sta cercando di avviare un nuovo ciclo e maneggia i consigli presidenziali con prudenza e soprattutto reinterpretando quelle massime che sembrano decalogo. Boateng gio-

lificarsi aritmeticamente, a patto che lo Zenit non batta il Malaga. Vincere significherebbe comunque fare un passo importante verso gli ottavi. Dicono che il Malaga abbia intenzione di schierare la squadra B nelle ultime partite? Per la regolarit del girone sarebbe meglio che Pellegrini mettesse in campo la formazione migliore e credo che lo far. Io sarei pi contento se avessimo 9 punti in classifica, ma abbiamo due gare per agguantare i quattro che ci servono e ci proveremo. Ho sempre detto che questo era un girone equilibrato, che si sarebbe deciso allultima giornata. E cos sar. Certo, il Malaga dorme sogni tranquilli, al contrario del Milan e del suo allenatore fachiro. Anche stanotte, un bel letto di chiodi. Perch sar pur vero che la qualificazione si decider con tutta probabilit a San Siro contro lo Zenit, ma Bruxelles una tappa importante. Troppo importante per fallire.
Forma Qualificarsi significa per

il Milan incassare dai 12 ai 14 milioni. Tanti soldi, vista la nuova mission, affidata soprattutto alla.d. Galliani, che ieri non ha viaggiato con la squadra ufficialmente per impegni commerciali: lautodeterminazione economica. Il Milan dovr autofinanziarsi, quindi passare il turno diventa ancora pi importante, per non parlare del prestigio, della tradizione eccetera. La squadra sta bene. Anche a Napoli ci siamo complicati la vita con errori individuali, ma nel complesso i ragazzi mi sono piaciuti. In campionato c tempo per risalire un po. In Champions, invece, il momento qui e ora. Dove scoccata la scintilla del Milan ultimo campione dEuropa, pu consolidarsi una squadra nuova e appena abbozzata, che ha bisogno di fiducia in se stessa oltre che di soldi da spendere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anderlecht in gran forma Arriva da 5 vittorie di fila

Nuovo Citan. In citt vince chi piccolo. Dal 12 novembre, da149 al mese.
*
*Esempio di leasing agevolato su Citan 108 Furgone Long. Prezzo di listino 15.013,00 euro, anticipo 3.290,00 euro, riscatto (80.000 km) 4.437,00 euro, durata 48 mesi, 47 canoni mensili. T.A.N. 4,12%, T.A.E.G. 5,79%. Spese di istruttoria 300 euro. I valori sono IVA esclusa. Oerta valida no al 31/12/2012 nelle Concessionarie aderenti, salvo approvazione di Mercedes-Benz Financial Services Italia S.p.A.

Difesa impermeabile: 2 gol subiti LAnderlecht arriva al match con il Milan in ottime condizioni. Tra campionato e Champions i belgi hanno vinto le ultime 5 partite consecutive segnando 17 gol e subendone 2.

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO C

Milan con Abbiati e Mexes La ricetta per battere lo stress


Il portiere deve dimenticare Napoli, il difensore vuole sentirsi di nuovo affidabile
DAL NOSTRO INVIATO

FABIANA DELLA VALLE BRUXELLES (Belgio)

ziano del gruppo, lunico reduce della vecchia guardia.


Come con lo Zenit Christian

La faccia non pi quella di quattro giorni fa. Christian Abbiati partito per Bruxelles con un cappellino nero e unespressione meno rabbuiata rispetto al dopo gara del San Paolo. Sul volo di ritorno da Napoli il portiere aveva passato tutto il tempo a rimuginare su quellerrore sul tiro di Inler dopo pochi minuti. Adesso per la nottata passata e nella testa di Christian c solo il presente. Senza Ambrosini e Bonera (tutti e due infortunati) in Belgio sar lui il pi an-

abituato a chiudere gli errori a doppia chiave in un cassetto. Per un portiere lunico modo per non farsi condizionare e per giocare con serenit la partita successiva. Oggi per lui sar una serata speciale, perch festeggia le 300 presenze con il Milan. arrivato che era un ragazzino, ha fatto avanti e indietro varie volte, adesso diventato il secondo rossonero con pi presenze (davanti a lui c Ambrosini con 472). Christian non mai stato un leader, taciturno e riservato,

per ha lesperienza per guidare il gruppo in questo momento delicato. A Napoli ha sbagliato, in Champions per ha giocato la sua miglior partita: a San Pietroburgo con lo Zenit, quando con una serie di parate ha permesso al Milan di conquistare lunica vittoria europea della stagione. Non c nessun problema con Abbiati, ha fatto un errore, come capita a tutti, ha detto Massimiliano Allegri, confermandogli la fiducia.
Mexes, voglia di riscatto Chri-

stian stasera sar anche uno dei milanisti con pi presenze in Champions League: con 43

partite secondo solo a Philippe Mexes (45). Anche il difensore francese ha vissuto momenti negativi questanno, ma le sue amnesie difensive sono sempre state perdonate da Allegri. E lui ha voglia di riscatto: Le cose in questo periodo non girano come dovrebbero, facciamo troppi errori individuali, io per primo ho sbagliato contro la Fiorentina. Per a Napoli abbiamo preso fiducia e abbiamo dimostrato che il Milan non merita la classifica che ha in campionato. Questa per unaltra competizione. La Champions unaltra storia. E se il Milan non passa agli ottavi (evento che in casa rossonera non si verifica dal 1999-2000) il club perder anche entrate preziose che potrebbero servire per rinforzare la squadra a gennaio. Nei 5 precedenti con lAnderlecht il Milan non ha mai perso e nelle ultime 5 trasferte in Belgio non ha mai preso gol. Abbiati e Mexes posso aiutare i rossoneri a evitare brutte sorprese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LALTRA GARA

Spalletti ora si gioca tutto Zenit da dentro-fuori

Christian Abbiati, 35 anni BUZZI

Luciano Spalletti, 53 anni EPA


DAL NOSTRO INVIATO

FABIO BIANCHI twitter@fabiowhites SAN PIETROBURGO

Lautunno caldo dello Zenit. E di Luciano Spalletti. In un mese si gioca tutto. In due giorni si gioca pi della met di tutto. Stanotte la sfida Champions con il Malaga. Domani il verdetto della commissione federale sui fatti di Mosca, quando un petardo colp il portiere della Dinamo Shunin (corsa allospedale e 10 giorni di prognosi) al minuto 36 del primo round. Larbitro sospese la partita. Polemiche a non finire. Il petardo part dal settore dei violenti tifosi Zenit (pare sia stata una ragazza). La societ si difende (non centriamo) e ha minacciato persino di lasciare il campionato, Mosca attacca. E intervenuto addirittura il premier Medvedev. Non si era mai disturbato per il calcio. Ha detto basta al tifo violento e chiesto una legge ad hoc. Lo Zenit rischia il 3-0 a tavolino (la gara comunque fu sospesa sull1-0 per la Dinamo) e porte chiuse o campo neutro da 1 a 5 gare. E lo Zenit deve sfidare in casa nellordine il Cska capolista e lo Spartak Mosca. In mezzo, lAnzhi (2) in trasferta. I tifosi dello Zenit sono sul piede di guerra. Si temono incidenti. Da Mosca tutti condannano gli odiati rivali.
Solo vincere In questo caos,

Spalletti deve fare il miracolo per qualificarsi agli ottavi. Battere il Malaga gi in porto. Con Criscito ai box, tra gli altri, e Hulk appena rientrato (panchina?). E poi vincere a San Siro col Milan. Autunno bollente. Lui cerca di tenere in piedi la baracca: Siamo scombussolati per quel che successo, ma ora la cosa pi importante questa sfida. La situazione psicologica facile: dobbiamo solo vincere. Senn butteremmo nella spazzatura un anno di lavoro. I giocatori ne sono coscienti, non devono pensare ad altro. Chi non capisce limportanza del momento ha un problema. Il Malaga? Non credo sia in crisi. E non detto sia un vantaggio se gioca con le seconde linee: avranno pi stimoli di quelli rimasti a casa (Joaquin, Saviola, ecc.). Pellegrini molto pi sereno. Ovvio. Elogia Spalletti: Eccellente tecnico. E chiosa: Ora che siamo qualificati, dobbiamo recuperare il nostro miglior gioco. E dimostrare al pubblico russo che non siamo primi per caso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

SCOMMETTI CHE PER DIVENTARE REGINA , D EUROPA NONSERVONO LE BUONE MANIERE?


Sisal Match Point S.p.A.- P.I.05199591008 - Conc.GAD:15155

, CON MATCHPOINT SCOPRI CHE NELLA SCORSA STAGIONE IL PIU AMMONITO DELTORNEO , E L AUTORE DEL MAGGIOR NUMERO DI FALLI SI SONO INCONTRATI IN FINALE. Da noi puoi avere tutte le informazioni per scommettere al meglio su oltre 1.000 eventi alla settimana, sia nei nostri 4.000 punti vendita che on line, grazie a 10.000 esperti al tuo servizio. , , , , SISAL MATCHPOINT. PERCHE C E UN INFORMAZIONE GIUSTA PER OGNI SCOMMESSA.

Gioca su www.sisal.it e scarica la App.

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CHAMPIONS GRUPPO D

City-Real, sfida al veleno


Brividi Mancini d Mou festeggia 4 99 Ultima chance 100 panchine e dubbio Balo E punge ancora
HA DETTO I NUMERI S
Su Balotelli Se si concentrasse solo sul calcio potrebbe essere al livello di Messi e Cristiano Ronaldo. Non capisce quanto sia importante il suo lavoro le partite in Champions League per Mourinho: 17 con il Porto, 33 con il Chelsea, 21 con l'Inter e 28 con il Real Madrid; 11 le partecipazioni a questa competizione, con 2 trofei vinti (Porto 2004, Inter 2010).

Deve vincere per sperare, ma Mario ha il mal di schiena: va in panchina?


DAL NOSTRO INVIATO

Il City? Una grande squadra non esce due anni di fila al primo turno...
ALBERTO CERRUTI MANCHESTER

S
Roberto Mancini, 47 anni, allena il Manchester City dal dicembre 2009, quando sostitu Mark Hughes. In precedenza stato sulle panchine di Lazio, Fiorentina e Inter
AFP

LUCA BIANCHIN MANCHESTER (Inghilterra)

Carlos Tevez sta parlando in conferenza stampa con lorecchino e la faccia assonnata, quando qualcosa attrae la sua attenzione. Al centro sportivo di Carrington, dove il City si allena, appena entrata unauto decisamente rumorosa. Carlos capisce subito: Balotelli con la novit della casa, la Bentley mimetica che farebbe la sua figura anche nel mitico garage di Cristiano Ronaldo. Il paragone regge perch ieri Mario stato anche al centro dei pensieri di Roberto Mancini. Il Mancio, in attesa di decidere se mandare Balotelli in campo (molto difficile), in panchina (probabile) o in tribuna (possibile), lo ha paragonato a CR7 e a Messi: difficile dire come si fa a lavorare con Mario. Fuori dal campo fantastico ma a volte non capisce quanto il suo lavoro sia importante. Se si concentrasse sul calcio, potrebbe essere al livello di Cristiano Ronaldo e Messi. Il condizionale vale parecchio: Mario, a parte il rigore fondamentale contro il Borussia Dortmund, ha inciso pochino, quindi il City si trova nella condizione di dover battere il Real per tenere vive le speranze di qualificazione. Per noi molto difficile passare - dice Mancini -. Non credo che il Real perda punti contro lAjax, e anche il Borussia....
Numeri Stasera allEtihad pe-

ha preso 9 gol e concesso agli avversari 32 tiri, dato peggiore di tutta la Champions, Nordsjaelland e Dinamo Zagabria comprese. Il solito centrocampo da 4-2-3-1 si confronter con il Real, che gioca allo stesso modo ma produce quasi il doppio: oltre 800 passaggi nella trequarti avversaria contro meno di 500. Lattacco infine dovr reggere il paragone con Ronaldo, che da settembre a oggi ha calciato in porta 5 volte a partita contro le 2 di Aguero e le 0,33 di Tevez.
Lincontro Mancini ha parlato

S
Jos Mourinho, 49 anni, allena il Real Madrid dallestate 2010. In precedenza era stato sulle panchine di Benfica, Uniao Leira, Porto, Chelsea e Inter
AFP

S
Su Cristiano Ronaldo Lui davvero un giocatore incredibile, potrebbe essere il fattore decisivo. Mi auguro che sia in una serata no

r tutto il City avr qualcosa da dimostrare. La difesa, senza Clichy, deve raddrizzare numeri pessimi: nelle prime quattro partite

anche di lui, del suo peggior nemico: Ronaldo incredibile, sar il fattore decisivo come sempre. Tevez, interrogato sullo stesso argomento, invece si ricordato dellorgoglio argentino: Cristiano uno dei migliori al mondo per, se devo scegliere tra lui e Messi, io prendo Leo. Non si escludono vendette in serata, magari poco prima del 90: il City ha girato molte partite nel finale con Dzeko ma a Madrid ha preso due gol proprio negli ultimi minuti, quando Mancini potrebbe far entrare Balotelli. Ieri Mario si allenato per superare linfortunio alla schiena, che per qualcuno potrebbe avere qualcosa di diplomatico, poi ha incontrato Paolo Brosio, amico di Mancini, a cui ha promesso di fare presto un pellegrinaggio a Medjugorje. Prima, per, ci sono il Real e lultimo viaggio del girone, a Dortmund. L CR7 ha timbrato regolare: un gol nel primo tempo, nonostante la sconfitta del Madrid. S, ci sono paragoni meno complicati da sostenere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Frecciate e misteri. Il Real Madrid a un passo dalla qualificazione che lui potrebbe festeggiare stasera con la sua panchina numero 100 in Champions League ma Jos Mourinho, il pi giovane tecnico giunto a questo traguardo, teso. Vede nemici anche tra i giornalisti inglesi, oltre che tra i soliti spagnoli, e sembra sfidare tutti con lo sguardo. I ricordi pi belli delle mie partite dice sono le due coppe vinte con Porto e Inter, quelli pi brutti le due semifinali perse ai rigori con Chelsea e Real Madrid. E poi c' un terzo momento proibito che adesso, per, non il caso di commentare. Dal primo mistero passa alle prime frecciate rivolte indirettamente al suo rivale Mancini, che per evita accuratamente di nominare.
Mancini bocciato In Cham-

suo passato a una rivista portoghese ha elogiato il pubblico di San Siro. Per una squadra che gioca in casa, lo stadio di San Siro ideale. A questo punto servirebbe un chiarimento sulla formazione, ma inutile chiedergli chi gioca, anche se lunico dubbio riguarda il ballottaggio tra Ozil e Modric. Benzema, invece, che allandata segn il gol del 2-2 scacciando lincubo della sconfitta a 3' dalla fine, non ha pi alternative per gli infortuni di Higuain e Morata. Benzema ha giocato bene contro lAthletic Bilbao, perch ha giocato bene tutta la squadra e quando la squadra gioca bene per gli attaccanti tutto pi facile. Davanti agli inglesi scontato parlare del suo possibile ritorno in Premier, ma lui passa e chiude regalando lultimo mistero. Sono qui per una gara di Champions, non per parlare del mio futuro.
Pepe e Rocchi Al fianco di

stagioni fa, nelle semifinali di Coppa Uefa 2002-03, laltro confronto diretto tra i due tecnici con il portoghese qualificato e poi vincitore del trofeo: Porto-Lazio 4-1 e Lazio Porto 0-0. Nel match di andata dello scorso 19 settembre vinse 3-2 Mou.

10

pions molte squadre forti prima o poi escono, ma non normale uscire subito, soprattutto se succede per due anni di seguito. E il City, anche se vince contro di noi e il Borussia, a 8 punti potrebbe essere eliminato. Noi, invece, siamo padroni del nostro destino e per come si messo il girone abbiamo buone possibilit di qualificarci. Se stasera o nellultima gara, in casa contro lAjax, poco importa. Mourinho aveva gi ricordato, dopo il mancato sorpasso al Borussia Dortmund, che finire secondo nel girone non lo preoccuperebbe perch ha vinto due Champions dopo essersi qualificato agli ottavi come secondo. E ricordando il

Mourinho c Pepe, che invece non si sottrae alle domande sul suo amico Ronaldo, da Pallone dOro, secondo Mancini. Se non si parla di lui soltanto per colpa vostra, perch lo presentate sempre male. Io spero che Cristiano rimanga, ma dipende da lui e anche dalla societ che gli deve rinnovare il contratto. Stasera Pepe dovr stare attento a non farsi ammonire da Rocchi, che ha gi diretto benissimo altre due sfide di spagnole in Champions: Valencia-Lilla e Barcellona-Celtic. Perch gli arbitri italiani, cos discussi da noi, sono ancora considerati i migliori appena varcano la frontiera.
RIPRODUZIONE RISERVATA

anni dopo il Manchester City guidato da Mancini ha conquistato il campionato inglese; scudetto anche per Mourinho nella passata stagione con il Real, ma i madridisti hanno conquisto anche la Coppa di Spagna dopo 18 anni.

44

AD AMSTERDAM STADIO BLINDATO PER PAURA DI INCIDENTI

Il Borussia cerca il pari, Lewa i gol per la fuga


Contro lAjax i tedeschi passano con un punto, il polacco vorrebbe cambiare aria...
DAL NOSTRO INVIATO

PIERFRANCESCO ARCHETTI AMSTERDAM (Olanda)

Al Borussia basta un punto contro lAjax per qualificarsi gi oggi, a Robert Lewandowski basterebbe un gol per promuoversi ancor di pi sul mercato europeo. Il centravanti polacco lunica seccatura nello splendido euro-autunno a Dortmund: i campioni di Ger-

mania sono in testa e unici imbattuti nel girone pi difficile della Champions, hanno mostrato anche sulla scena internazionale la bellezza di un gioco rapido, efficace e spettacolare, qualit che in Bundesliga hanno tramortito il Bayern nelle ultime due stagioni. Ma quando tornano dallestero, dove hanno lasciato pareggiare allultimo istante City e Real Madrid, riparte la tortura sul futuro di Lewa. Non ne posso pi di commentare ogni intervista di questi due signori a improbabili giornali stranieri spiega Michael Zorc, manager borussiano.
La pressione La coppia di pro-

curatori formata da Maik

Barthel, tedesco, quello che cura le relazioni internazionali ed mal sopportato dal club, e Cesary Kucharsky. Costui, ex nazionale polacco, ora parlamentare a Varsavia, lo scopritore di Lewandowski, conosciuto nelle giovanili del Legia e portato dal Lech Poznan a Dortmund per 4,75 milioni di euro, due anni fa. Finch era la riserva di Lucas Barrios, per agenti e giocatore Dortmund era la pi bella citt del mondo (ehm ehm) e il club uno dei pi importanti, perch pagava al trio uno stipendio da quasi due milioni. Quando invece il polacco diventato titolare, ha iniziato a segnare con continuit e si fatto conoscere anche alleste-

ro, le citt da sogno sono diventate altre, tipo la magnifica Manchester (con i colori dello United). Lagenzia di Barthel e Kucharsky ha sede in Liechtenstein, non per il panorama ma per scontare le tasse sui compensi. Il Borussia offre un aumento fino a 3,5 milioni per rinnovare il contratto che scade nel 2014. Tempo limite: marzo 2013. Poi sar messo sul mercato, spiega Zorc, al prezzo di 25 milioni.
Costa caro Anche se ha segna-

Robert Lewandowski, 24 anni, punta del Borussia Dortmund AP

to quasi una volta su due in campionato (78 gare, 37 reti, pi 16 assist) e se in questa stagione a 7+2 (Bundesliga e Champions), il costo sembra elevato per i nostri club come

Juve e Milan, interessati. Ferguson non ha gradito il rifiuto dellestate scorsa, quando lo voleva in coppia con Kagawa ma il Borussia fece partire solo il giapponese. E Sir Alex prese Van Persie. La pista spagnola poco concreta, rimane qualche sceicco. Abbiamo tante offerte, non ufficiali, spiegano i procuratori. Non capisco pi nemmeno io chi parli con chi, dubita il giocatore, unico cliente di pregio dei suoi agenti. Dopo lo United non si visto pi nessuno, racconta il manager giallonero. A Lewandowski non resta che segnare tanto, continuando stasera con lAjax in uno stadio blindato (rischio incidenti), per convincere gli innamorati. Lui aiuta il Borussia e la Champions aiuta lui. Altrimenti dovr restare a Dortmund, una citt che un tempo lo affascinava manco fosse Venezia, ma adesso tornata nel grigiore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

CHAMPIONS LE ALTRE PARTITE DI OGGI

Nel gelo di Kiev Ancelotti si affida al talismano Ibra


Al Psg basta un pari per volare negli ottavi Dopo la squalifica in Ligue, davanti c Zlatan
DAL NOSTRO INVIATO

PORTO (4-3-3) D. ZAGABRIA (4-3-3)


GRUPPO A ORE 20.45
1 HELTON 23 22 2 30 DANILO ABDOULAYE OTAMENDI MANGALA 3 L. GONZALEZ 35 DEFOUR 8 MOUTINHO

ARSENAL (4-2-3-1) SCHALKE (4-2-3-1) MONTPELLIER (4-2-3-1) OLYMPIACOS (4-2-3-1)


GRUPPO B ORE 20.45
1 SZCZESNY VERMAELEN 3 MERTESACKER 6 4 5 SAGNA KOSCIELNY 10 WILSHERE 8 ARTETA

GRUPPO B ORE 20.45


36 UNNERSTALL 14 23 4 32 HWEDES PAPADOPOULOS MATIP FUCHS 33 13 J. JONES NEUSTDTER 17 10 31 HOLTBY FARFAN DRAXLER 25 HUNTELAAR MITROGLOU 11 5 19 93 P. MACHADO DAVID FUSTER ABDOUN 3 2 MODESTO MANIATIS 24 20 35 15 HOLEBAS MANOLAS CONTRERAS TOROSIDIS CARROLL 1

17 9 10 VARELA J. MARTINEZ J. RODRIGUEZ 90 COP 8 KOVACIC 19 PIVARIC 10 SAMMIR 6 ADEMI 21 BEQIRAY 28 HALILOVIC 24 VIDA 14 VRSALIKO

15 CHAMBERLAIN

19 CAZORLA

9 PODOLSKI

12 GIROUD 9 CHARBONNIER 10 8 BELHANDA MOUNIER 13 23 ESTRADA SAIHI 5 21 12 3 BEDIMO EL KOUTARI CONGR YANGAMBIWA JOURDREN 16 20 CABELLA

4 SIMUNIC KELAVA 30

NICOLA CECERE KIEV (Ucraina)

ARBITRO Tagliavento (Italia) TV Sky Calcio 7 HD; Premium Calcio 3 in differita alle 24. PORTO Panchina 24 Fabiano, 13 M. Lopes, 26 Alex Sandro, 6 Castro, 25 Fernando, 27 Atsu, 11 Kleber. Allenatore V. Pereira. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Maicon. DINAMO ZAGABRIA Panchina 33 Mitrovic, 11 Tomecak, 22 Pulijic, 17 Carrasco, 5 Calello, 20 Alispahic, 18 Peko. Allenatore Cacic. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Rukavina, Ibaez.

ARBITRO Aydinus (Turchia) TV Sky Calcio 5 HD, Premium Calcio 1 in differita alle 24. ARSENAL Panchina 24 Mannone, 25 Jenkinson, 28 Gibbs, 16 Ramsey, 22 Coquelin, 23 Arshavin, 27 Gervinho. Allenatore Wenger. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Diaby, Rosicky, Walcott, Andre Santos. MONTPELLIER Panchina 1 Pionnier, 14 Pitau, 27 Jeunechamp, 25 Delplagne, 6 Marveaux, 15 Tinhan, 11 Herrera. Allenatore Girard. Squalificati Camara. Diffidati nessuno. Indisponibili Bocaly, Hilton, Utaka, Stambouli, Ait-Fana.

ARBITRO Kuipers (Olanda) TV Sky Calcio 6 HD; Premium Calcio 2. SCHALKE 04 Panchina 34 Hildebrand, 35 Kolasinac, 27 Barnetta, 28 Moritz, 8 Marica, 20 Pukki, 19 Obasi. Allenatore Stevens. Squalificati nessuno. Diffidati Matip, Jones. Indisponibili Uchida, Hger, Afellay, Metzelder. OLYMPIACOS Panchina 42 Megyeri, 25 Lykogiannis, 27 Greco, 23 Siovas, 7 Ibagaza, 10 Djebbour, 9 Pantelic. Allenatore Jardim. Squalificati nessuno. Diffidati Contreras, Holebas. Indisponibili A. Papadopoulos.

Torna la Champions e torna Ibrahimovic, che in campionato ha assistito da squalificato agli scivoloni dei suoi compagni, clamoroso lultimo contro il Rennes ridotto in nove uomini. Siamo tutti curiosi di vedere se dopo quella straordinaria quaterna sulla ruota di Londra, lo svedese serbo-croato riuscir a stupirci ancora. O meglio, se ci regala prodezze anche quando le esibizioni contano di pi. Gi, Ibra accompagnato da questa sorta di maledizione della partita che vale, nel senso che coloro che lo ritengono un attaccante bravo ma non decisivo, si aggrappano da anni ad una verit che per Zlatan diventata un tormentone: segna spesso gol bellissimi, unici (vedi il quarto allInghilterra), per quando deve mettere la palla in rete ch conta tre punti, non ci riesce.
Si qualifica se Per la verit qui a

Zlatan Ibrahimovic, 31 anni, si allena con i compagni del Psg AFP


Critiche Dopo aver conquistato

DINAMO KIEV (4-2-3-1) PSG (4-3-3)


GRUPPO A ORE 20.45
BETAO 3 35 KOVAL MIKHALIK KACHERIDI TAIWO 17 34 33

MIGUEL VELOSO VUKOJEVIC 5 4 YARMOLENHKO MILEVSKIY GUSEV 10 20 9 11 IDEYE BROWN 11 18 10 LAVEZZI IBRAHIMOVIC NEN 4 SISSOKO 17 MAXWELL 24 VERRATTI 14 MATUIDI

Kiev non che il match sia di quelli dentro o fuori: col pari si passa agli ottavi. Per se la squadra cara ad Andriy Shevchenko dovesse battere il PSG, beh allora lultimo turno verrebbe affrontato da Ancelotti con molta apprensione. Perch bisognerebbe mettere sotto il Porto che guida il girone e che contro i francesi allandata ebbe la meglio. Certo la Dinamo, surclassata a Parigi 4-1, due settimane fa col Porto ha solo pareggiato (0-0) e perci non si vede come possa fare lexploit. Servirebbe un 3-0 per salire a quota 7 in classifica e poi occorrerebbe vincere anche a Zagabria confidando in un Porto imbattuto al Parco dei Principi: solo realizzandosi tutti questi risultati la Dinamo brucerebbe il Paris Saint Germain in virt del gol realizzato in trasferta. Fantacalcio, probabilmente, per...

VAN DER WIEL SAKHO 3 2 23 THIAGO SILVA SIRIGU 30

la vetta del campionato, il PSG ha incassato due sconfitte casalinghe di fila e adesso costretto a risalire la classifica (quarto posto) in mezzo a un mare di polemiche: il battage estivo e i milioni degli sceicchi hanno determinato nei parigini la convinzione che Ancelotti debba conquistare la Ligue 1 con una trentina di punti di distacco. Critiche pungenti si addensano sugli argentini Pastore e Lavezzi. Lex napoletano sta trovando poco spazio, per stasera dovrebbe giocare. A lanciare il Pocho il solo Verratti, poich Thiago Motta si bloccato: noie muscolari.
Carletto cristiano Aprendo il

ZENIT (4-3-3) MALAGA (4-2-3-1)


GRUPPO C ORE 18
16 MALAFEEV 2 3 6 14 ANYUKOV BRUNO LOMBAERTS HUBOCAN ALVES 15 27 28 SHIROKOV DENISOV WITSEL 34 BYSTROV 18 ELISEU 11 10 KERZHAKOV DANNY 24 SANTA CRUZ 22 ISCO 27 PORTILLO

AJAX (4-3-3) MAN.CITY (4-2-3-1) BORUSSIA D. (4-2-3-1) REAL MADRID (4-2-3-1)


GRUPPO D ORE 20.45
1 VERMEER ALDERWEIRELD BLIND 24 3 4 17 VAN RHIJN MOISANDER 10 5 20 SCHNE DE JONG C. POULSEN 21 BOERRIGTER LEWANDOWSKI 8 ERIKSEN 39 FISCHER

GRUPPO D ORE 20.45


1 HART 3 4 33 13 MAICON KOMPANY NASTASIC KOLAROV 42 18 YAYA BARRY 21 TOURE 32 8 SILVA TEVEZ NASRI 16 AGUERO 9 BENZEMA 10 7 22 C. RONALDO OZIL DI MARIA 14 6 KHEDIRA XABI ALONSO 5 4 3 17 COENTRAO S.RAMOS CASILLAS 1 PEPE ARBELOA

6 CAMACHO

8 TOULALAN

ARBITRO Stark (Germania) TV Sky Calcio Extra HD, Sky Calcio 3 HD; Premium Calcio 3. DINAMO KIEV Panchina 1 Shovkovskiy, 2 Danilo Silva, 19 Garmash, 21 Kranjcar, 13 Mehmedi, 15 Marco Ruben, 85 Raffael. Allenatore Blokhin. Squalificati nessuno. Diffidati Vukojevic. Indisponibili nessuno. PARIS SAINT GERMAIN Panchina 1 Douchez, 6 Camara, 13 Alex, 4 Sissoko, 25 Rabiot, 9 Hoarau. 27 Pastore. Allenatore Ancelotti. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Menez, Gameiro, Bodmer, Jallet, Thiago Motta.

suo cuore a Famiglia Cristiana, Carletto Ancelotti ha ribadito che sogna di allenare un giorno in Africa, la Costa dAvorio, per esempio. Ora che ha imparato il francese lunico ostacolo sembra il cachet. Il nostro tecnico ha inaugurato da poco un sito per dialogare con i tifosi. Scudetto alla Juve, per il Milan annata di transizione, un ciclo finito, bisogna aspettare con pazienza che parta il nuovo. Inzaghi mio erede? Se Pippo va in panchina con lo stesso entusiasmo di quando giocava, pu diventare un grande allenatore su qualsiasi panchina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

15 5 3 2 MONREAL DEMICHELIS WELIGTON JESUS GAMEZ CABALLERO 13

9 10 11 16 REUS GOTZE BLASZCZYKOWSKI 8 6 GNDOGAN S. BENDER PISZCZEK SCHMELZER 29 15 4 26 HUMMELS SUBOTIC WEIDENFELLER 1

ARBITRO Benquerena (Portogallo) TV Sky Sport 1 HD, Sky Calcio 1 HD; Premium Calcio. ZENIT Panchina 71 Baburin, 18 Ziryanov, 77 Djordjevic, 25 Semak, 99 Kanunnikov, 29 Hulk, 20 Fayzulin. Allenatore Spalletti. Squalificati nessuno. Diffidati Fayzulin, Shirokov. Indisponibili Criscito, Zhevnov, Lukovic, Bukharov. MALAGA Panchina 1 Kameni, 23 Onyewu, 28 Recio, 17 Duda, 11 Seba Fernandez, 20 Buonanotte, 26 Juanmi. Allenatore Pellegrini. Squalificati Iturra. Diffidati Demichelis, Sergio Sanchez Indisponibili Joaquin, Saviola, Julio Baptista, Sergio Sanchez.

ARBITRO Proena (Portogallo) TV Sky Calcio 4 HD; Premium Calcio 2. AJAX Panchina 22 Cillessen, 35 Dijks, 33 Veltman, 6 Enoh, 7 Sulejmani, 19 Sana, 23 Hoesen. Allenatore F. de Boer. Squalificati nessuno. Diffidati Blind. Indisponibili Babel, Serero, Sightorsson, Boilesen. BORUSSIA DORTMUND Panchina 20 Langerak, 27 Santana, 5 Kehl, 19 Grosskreutz, 7 Leitner, 44 Perisic, 23 Schieber. Allenatore Klopp. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Owomoyela.

ARBITRO Rocchi (Italia) TV Sky Sport 3 HD, Sky Calcio 2 HD e Sky 3D; Premium Calcio 1. MANCHESTER CITY Panchina 30 Pantilimon, 5 Zabaleta, 14 Javi Garcia, 7 Milner, 11 Sinclair, 10 Dzeko, 45 Balotelli. Allenatore Mancini. Squalificati nessuno. Diffidati Yaya Toure, Kompany. Indisponibili Rodwell, Richards, Clichy. REAL MADRID Panchina 13 Adan, 2 Varane, 18 Albiol, 19 Modric, 21 Callejon, 8 Kak, 29 Morata. Allenatore Mourinho. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Higuain, Marcelo, Essien.

la situazione
GRUPPO A Gi giocate Paris St Germain-Dinamo Kiev 4-1 Dinamo Zagabria-Porto 0-2 Dinamo Kiev-Dinamo Zagabria 2-0 Porto-Paris St Germain 1-0 Porto-Dinamo Kiev 3-2 Dinamo Zagabria-Paris St Germain 0-2 0-0 Dinamo Kiev-Porto Paris St Germain-Dinamo Zagabria 4-0 GRUPPO B Gi giocate Montpellier-Arsenal Olympiacos-Schalke 04 Arsenal-Olympiacos Schalke 04-Montpellier Arsenal-Schalke 04 Montpellier-Olympiacos Olympiacos-Montpellier Schalke 04-Arsenal 1-2 1-2 3-1 2-2 0-2 1-2 3-1 2-2 GRUPPO C Gi giocate Malaga-Zenit MILAN-Anderlecht Zenit-MILAN Anderlecht-Malaga Zenit-Anderlecht Malaga-MILAN Anderlecht-Zenit MILAN-Malaga 3-0 0-0 2-3 0-3 1-0 1-0 1-0 1-1 GRUPPO D Gi giocate Borussia Dortmund-Ajax 1-0 Real Madrid-Manchester City 3-2 1-4 Ajax-Real Madrid Manchester City-Borussia Dortmund 1-1 Ajax-Manchester City 3-1 Borussia Dortmund-Real Madrid 2-1 Manchester City-Ajax 2-2 Real Madrid-Borussia Dortmund 2-2 GRUPPO E Gi giocate Chelsea-JUVENTUS 2-2 Shakhtar Donetsk-Nordsjaelland 2-0 Nordsjaelland-Chelsea 0-4 JUVENTUS-Shakhtar Donetsk 1-1 Nordsjaelland-JUVENTUS 1-1 Shakhtar Donetsk-Chelsea 2-1 Chelsea-Shakhtar Donetsk 3-2 JUVENTUS-Nordsjaelland 4-0 Nordsjaelland-Shakhtar Donetsk 2-5 JUVENTUS-Chelsea 3-0 GRUPPO F Gi giocate Bayern-Valencia Lilla-Bate Borisov Bate Borisov-Bayern Valencia-Lilla Bate Borisov-Valencia Lilla-Bayern Bayern-Lilla Valencia-Bate Borisov Bate Borisov-Lilla Valencia-Bayern 2-1 1-3 3-1 2-0 0-3 0-1 6-1 4-2 0-2 1-1 GRUPPO G Gi giocate Barcellona-Spartak Mosca Celtic-Benfica Spartak Mosca-Celtic Benfica-Barcellona Spartak Mosca-Benfica Barcellona-Celtic Benfica-Spartak Mosca Celtic-Barcellona Spartak Mosca-Barcellona Benfica-Celtic 3-2 0-0 2-3 0-2 2-1 2-1 2-0 2-1 0-3 2-1 GRUPPO H Gi giocate Braga-Cluj 0-2 Manchester United-Galatasaray 1-0 Cluj-Manchester United 1-2 Galatasaray-Braga 0-2 Galatasaray-Cluj 1-1 Manchester United-Braga 3-2 Braga-Manchester United 1-3 Cluj-Galatasaray 1-3 Cluj-Braga 3-1 Galatasaray-Manchester United 1-0

Classifica Porto* P. S. G. Dinamo Kiev Dinamo Zagabria

Pt 10 9 4 0

G 4 4 4 4

V 3 3 1 0

N 1 0 1 0

P 0 1 2 4

Gf Gs 6 2 10 2 5 7 0 10

Classifica Schalke 04 Arsenal Olympiacos Montpellier

Pt 8 7 6 1

G 4 4 4 4

V 2 2 2 0

N 2 1 0 1

P 0 1 2 3

Gf Gs 8 5 7 6 7 7 5 9

Classifica Malaga* MILAN Anderlecht Zenit

Pt 10 5 4 3

G 4 4 4 4

V 3 1 1 1

N 1 2 1 0

P 0 1 2 3

Gf Gs 8 1 4 4 1 4 3 7

Classifica Borussia Dortmund Real Madrid Ajax Manchester City

Pt 8 7 4 2

G 4 4 4 4

V 2 2 1 0

N 2 1 1 2

P 0 1 2 2

Gf Gs 6 4 10 7 6 8 6 9

*Gi qualificata agli ottavi

*Gi qualificata agli ottavi

Prossimi turni Oggi Dinamo Kiev-Paris St Germain Porto-Dinamo Zagabria 4 dicembre Paris St Germain-Porto Dinamo Zagabria-Dinamo Kiev

Prossimi turni Oggi Arsenal-Montpellier Schalke 04-Olympiacos 4 dicembre Montpellier-Schalke 04 Olympiacos-Arsenal

Prossimi turni Oggi Zenit-Malaga Anderlecht-MILAN 4 dicembre Malaga-Anderlecht MILAN-Zenit

Prossimi turni Oggi Ajax-Borussia Dortmund Manchester City-Real Madrid 4 dicembre Borussia Dortmund-Manchester City Real Madrid-Ajax

Classifica Shakhtar Donetsk* JUVENTUS Chelsea Nordsjaelland

Pt 10 9 7 1

G 5 5 5 5

V 3 2 2 0

N 1 3 1 1

P 1 0 2 4

Gf Gs 12 7 11 4 10 9 3 16

Classifica Bayern* Valencia* Bate Borisov Lilla

Pt 10 10 6 3

G 5 5 5 5

V 3 3 2 1

N 1 1 0 0

P 1 1 3 4

Gf Gs 11 6 11 5 8 11 4 12

Classifica Barcellona* Benfica Celtic Spartak Mosca

Pt 12 7 7 3

G 5 5 5 5

V 4 2 2 1

N 0 1 1 0

P 1 2 2 4

Gf Gs 11 5 5 5 7 7 6 12

Classifica Manchester United* Galatasaray Cluj Braga

Pt 12 7 7 3

G 5 5 5 5

V 4 2 2 1

N 0 1 1 0

P 1 2 2 4

Gf Gs 9 5 5 5 8 7 6 11

*Gi qualificato agli ottavi

*Gi qualificato agli ottavi

*Gi qualificato agli ottavi

*Gi qualificato agli ottavi

Prossimo turno 5 dicembre Chelsea-Nordsjaelland Shakhtar Donetsk-JUVENTUS

Prossimo turno 5 dicembre Bayern-Bate Borisov Lilla-Valencia

Prossimo turno 5 dicembre Barcellona-Benfica Celtic-Spartak Mosca

Prossimo turno 5 dicembre Braga-Galatasaray Manchester United-Cluj

REGOLAMENTO: Le prime due di ciascun girone passano agli ottavi; la terza scivola in Europa League. In caso di parit sono decisivi nellordine a) gli scontri diretti; b) la differenza reti negli scontri diretti; c) i gol negli scontri diretti; d) i gol in trasferta negli scontri diretti; e) la differenza reti globale; f) i gol segnati; g) il coefficiente Uefa di luglio 2012

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

SERIE A

Cassano 2-Strama 1
Espressioni ingiuriose E lInter fa subito ricorso
Sorpresa per il turno di squalifica al tecnico, che nega insulti e aveva la fedina pulita. Per il barese si punta a uno sconto
ANDREA ELEFANTE LUCA TAIDELLI MILANO

Le squalifiche erano nellaria, ma il fatto di essere preparata agli stop per Andrea Stramaccioni e Antonio Cassano decisi dal Giudice sportivo Gianpaolo Tosel non significa che lInter voglia accettare il verdetto di ieri senza tentare di far valere le sue ragioni: anzi, il club ha deciso subito per il ricorso immediato per entrambi e si batter perch venga cancellata la sanzione nei confronti del tecnico - ritenuta assolutamente immotivata - e ridotta quella dellattaccante.
Le due motivazioni I fatti si rife-

riscono al caldissimo finale della partita contro il Cagliari di domenica scorsa, quando i nerazzurri contestavano allarbitro Piero Giacomelli la mancata concessione di un rigore per fallo di Astori su Ranoc-

chia. Senza dimenticare il mani di Sau non visto nellazione che aveva portato al 2-1 dei sardi e la concessione di un recupero di appena 3. Cassano, che non era stato espulso dal direttore di gara, paga per avere, al termine della gara, nel sottopassaggio che adduce agli spogliatoi, rivolto allarbitro unespressione ingiuriosa; infrazione rilevata anche dai collaboratori della Procura federale. Il tecnico, che stato invece allontanato dal campo dallo stesso Giacomelli, dovr, salvo novit, saltare il posticipo di Parma (luned 26, ore 21) per avere, al 46 del secondo tempo, contestato platealmente una decisione arbitrale, correndo al di fuori dellarea tecnica e rivolgendo agli ufficiali di gara unespressione ingiuriosa. Linfrazione stata rilevata dal Quarto Ufficiale.
Il faccia a faccia con larbitro

ALTRI PROVVEDIMENTI

Fermati anche Gargano, Parolo, Cavani e altri 12


Niente Parma anche per Gargano, fermato per un turno al pari di Barreto, Labrin e Ujkani (Palermo), Capuano, Zanon e Cascione (Pescara), Cigarini (Atalanta), Taider (Bologna), Astori (Cagliari), Cavani (Napoli), Hetemaj e Sardo (Chievo), Parolo (Parma), Pizarro (Fiorentina). Stop anche per Carrera (Juve) per insulti allarbitro. Ammenda di tremila euro a Cosmi per aver dato in escandescenze durante Siena-Pescara. Ammonito con diffida Ventura che - durante la partita contro la Roma - ha contestato platealmente l'arbitro. Multe di 4 mila euro al Catania, di 3 mila euro al Milan e di 2 mila al Bologna.

Questo recitano le motivazioni di Tosel, sulla base del referto

arbitrale, ma gli atti veri e propri nella loro versione integrale entrano ovviamente pi nello specifico. Ed proprio dopo averli letti che lInter ha deciso per il ricorso. Perch lInter sosterr che lespressione che Stramaccioni si sarebbe lasciato sfuggire nella rabbia del momento non sia catalogabile come ingiuriosa, ma sia in realt solo una forte esclamazione: al limite e al massimo irriguardosa, il che consentirebbe ai legali del club di dimostrare che non ci sono gli estremi per parlare di offesa, come richiesto per la squalifica. Tanto pi che a fine partita, nella pancia di San Siro, sarebbe andato in onda anche un confronto che si pu definire distensivo fra Stramaccioni, accompagnato dal segretario generale Umberto Marino, e larbitro Giacomelli: il referto, che parla di ingiurie, entrerebbe invece in contraddizione con il senso di quel faccia a faccia, che era stato voluto proprio dallallenatore.

1 Andrea Stramaccioni lascia il terreno di gioco di San Siro dopo essere stato espulso dallarbitro Piero Giacomelli nel finale di Inter-Cagliari. 2 Antonio Cassano polemico, sempre nei momenti pi caldi della sfida contro i sardi. Lattaccante era in panchina dopo avere ceduto il posto a Riki Alvarez al 37 del secondo tempo ANDREOLI/ANSA

Non c recidivit Quanto allab-

bandono dellarea tecnica, il gesto solitamente porta a un richiamo, al massimo unammenda, ma mai alla squalifica e allInter non sfuggito un lungo elemento di precedenti riguardanti altri tecnici (Pioli, Guidolin, Mazzarri anche pi di una volta), che sono stati valutati in maniera diversa. Lunica eccezione si pu consi-

Gazzetta.it
Gazza

Taccuino
BOLOGNA

T f v

Cda, assemblea il 18 Si ferma Curci


(a.t.) Il Cda ha convocato lassemblea dei soci il 18 dicembre per ratificare laumento di capitale. Solo accennata la questione Zanetti. Lex presidente e socio al 21% potr puntare alla scalata del club. Curci deve fermarsi almeno tre settimane per la lesione di primo grado del retto femorale destro.

CATANIA

La maglia del club andr nello spazio


Lastronauta Luca Parmitano, capitano dellAeronautica, siciliano e tifoso catanese, porter una maglia del club rossazzurro nella sua prossima missione sulla stazione aerospaziale internazionale prevista per lestate 2013.

Diego Simeone, 42 anni ANSA

DOPO JUVE-CHELSEA LE FOTO PIU BELLE E LE INTERVISTE


Le voci degli spogliatoi dopo la grande sfida dello Juventus Stadium. Guarda i video sul sito rosa e sfoglia le pagine con le foto pi belle della notte di Champions. Stasera dalle 20.45 appuntamento con il tempo reale di Anderlecht-Milan

A SESTO SAN GIOVANNI

LUnder 19 di Evani contro la Rep. Ceca


Oggi alle 15 a Sesto San Giovanni ultima amichevole per lUnder 19 di Evani, con la Repubblica Ceca. Il 5 dicembre sorteggio della seconda fase Elite delle qualificazioni allEuropeo 2013.

PRIMAVERA

Oggi il recupero Juventus-Parma


Juventus e Parma si affrontano oggi alle 14.30 nel recupero della 6a giornata di campionato (diretta Sportitalia 1), girone A.

SIMEONE E CRISI PSG GUARDA LE RUBRICHE DA SPAGNA E FRANCIA


La puntata di questa settimana del Ligantropo dedicata alla grande partenza dellAtletico Madrid di Simeone che affronter il Siviglia nel prossimo turno di Liga. In GazzEiffel invece si parla della crisi del Psg di Ancelotti, atteso dal Troyes

ALLIEVI NAZIONALI

Primo derby per Pippo Inzaghi


Primo derby da allenatore per Pippo Inzaghi: oggi a Interello, ore 14.30, il suo Milan sfida lInter ancora imbattuta (8 vittorie e un pari) nel recupero della 6a giornata Allievi Nazionali. Sfida visibile in streaming sul sito del settore giovanile Figc e sul sito dellInter.

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

: stangata
2

COSI DOMANI

IL PRESIDENTE NERAZZURRO ALTRA PUNZECCHIATURA

Il programma delle italiane impegnate domani nella quinta giornata di Europa League Gruppo A Anzhi UDINESE (ore 18, arbitro Gumienny-Bel), Liverpool Young Boys Classifica Anzhi 7 Liverpool 6 Young Boys 6 Udinese 4 Gruppo F Aik NAPOLI (ore 21.05, Hategan-Rom), PSV Dnipro Classifica Dnipro 9 Napoli 6 AIK 4 PSV 4

Moratti: Il rigore? Il brutto che capiti tutte le domeniche


Ho fatto i complimenti a Cellino: Cagliari super E Abete lo applaude per i nuovi toni pi morbidi
MATTEO DALLA VITE MILANO

derare quella di Cosmi in Siena-Juventus dello scorso ottobre, ma la sua reazione fu diversa e soprattutto pi prolungata e comunque anche il tecnico dei toscani si lament che nel suo caso fossero stati usati due pesi e due misure. Fra laltro la squalifica, come ipotesi estrema, dovrebbe essere disposta in caso di recidiva: Stramaccioni, che domenica era

appena alla ventiduesima panchina in serie A, aveva invece la fedina immacolata, motivo in pi per tentare di cancellare la sanzione.
Sconto per Antonio? Per quan-

to riguarda Cassano, le sue proteste e le parole spese nei confronti dellarbitro sono state sicuramente pi colorite rispetto a quelle di Stramaccio-

ni, ma anche in questo caso il giocatore ha negato lutilizzo di unespressione ingiuriosa: su questo si baser il ricorso del club nerazzurro, che punta ovviamente ad uno sconto di una giornata di squalifica, cos da poterlo avere a disposizione gi per Inter-Palermo del 2 dicembre.

Gruppo H Rubin Kazan INTER (ore 18, Skierven-Nor), Nefti Partizan Classifica Inter 10 Rubin 10 Nefti 1 Partizan 1 Gruppo J LAZIO Tottenham (ore 19, Texeira-Spa), Panathinaikos Maribor Classifica Lazio 8 Tottenham 6 Maribor 4 Panathinaikos 2

Anche il Cagliari vuole la sua parte. Ed giusto cos. Lho detto a Cellino a fine partita e prima di entrare negli spogliatoi: "Hai una squadra bellissima, la migliore che abbiamo incontrato". Massimo Moratti, in diretta con lemittente sarda Videolina e allinterno del Tg, rende i giusti meriti al Cagliari che ha pareggiato a San Siro. Poi? Poi - col sorriso pi amarognolo che no apparecchia anche i... demeriti. Il rigore? - risponde a precisa domanda il presidente dellInter - S, vabb, insomma... Nel calcio si sa che capita, il brutto che capita tutte le domeniche. Quello il negativo. E saluta. E, soprattutto, la domenica tempestosa non ancora stata dimenticata.
La migliore Due giorni dopo lo

Massimo Moratti, 67 anni, presidente dellInter ANSA

VERSO LEUROPA LEAGUE TURNOVER, TANTI GIOVANI E UNA CHANCE PER BELEC

Ma Fantantonio non va a Kazan


APPIANO GENTILE

Tanti giovani Stramaccioni ha

LInter partita gi ieri pomeriggio per Kazan circa quattro ore di volo e tre ore di fuso da assorbire dove giocher domani pomeriggio (ore 18 italiane, le 21 locali) la quinta partita del girone di Europa League: scontro diretto, visto che anche il Rubin a quota 10 punti, importante per determinare chi avr il primato nel gruppo e dunque nei sedicesimi potr evitare le altre 11 prime, oltre che le 4 squadre con il ranking Uefa migliore fra le provenienti dalla Champions League.

convocato 20 giocatori: la sua lista comprende sette giovani ancora da zero presenze in questa stagione (fra i quali Isaac Donkor, classe 95, nato in Ghana e cresciuto in Veneto, aggiunto nella lista B giovani; non c Mbaye, che nei giorni scorsi ha firmato un rinnovo triennale) e conferma lipotesi di un ampio turnover. Non ci sono Handanovic (stavolta ipotizzabile una chance da titolare per Belec), Samuel, Nagatomo, Cambiasso (che salter la sua prima gara stagionale, dopo un filotto di 21 gare su 21), Cassano (nonostante lo stop in campionato) e Milito (fresco redu-

ce da uno stato influenzale), oltre che i fuori lista e gli infortunati, o reduci da infortuni.
Guarin e Sneijder Fra questi Gua-

sfogo compatto e rabbioso nel post-gara, il presidente nerazzurro decide di raccogliere un assist dellemittente e di non nascondere il valore degli avversari. Riepilogando? Voglio dire che forse i giornali erano pi interessati a parlare o a evidenziare la polemica piuttosto che la prova del Cagliari. Lho detto molto sinceramente anche a Cellino, che un amico: una squadra bellissima, la migliore che abbiamo incontrato, che gioca benissimo, quella che ci ha messi pi in difficolt. E gli ho augurato di tenersi i due tecnici che mi sembrano molto in gamba.
Malumore Nella seconda parte

NUMERO

4
3

rin e Sneijder: il colombiano non era ancora al 100% dopo il recente problema muscolare e non stato rischiato perch la sua presenza, dopo la squalifica di Gargano, indispensabile a Parma; lolandese laltro ieri ha avvertito un indurimento muscolare che ha fatto tramontare lipotesi, comunque improbabile, di un graduale rientro proprio in Russia: si valuteranno nei prossimi giorni le sue chance per Parma.
a.e.

del collegamento, ovvio che si parli del rigore non dato allInter per il fallo di Astori su Ranocchia. Capita - dice Moratti - anche se il brutto che succede tutte le domeniche. Lo dice sorridendo ma chiaro che la rabbia non ancora svanita. Insomma, pi ci pensa e pi il pacchetto dei tre arbitraggi di fila (Juve-Inter, Atalanta-Inter e Inter-Cagliari) lo mette di malumore.
E Abete applaude Moratti Nel

gli arbitraggi sotto accusa che hanno fatto infuriare il presidente nerazzurro Massimo Moratti: quello di Juve-Inter (arbitro Tagliavento), di Atalanta-Inter (Damato) e di Inter-Cagliari (Giacomelli)

frattempo, per, il presidente della FIGC Giancarlo Abete (intervenuto allUniversit Cattolica) applaude Moratti: Mi sembra che oggi ci siano state dichiarazioni piuttosto serene da parte di Moratti, ma non che ci sia necessit di avere chiarimenti. Fa parte della situazione del momento - aggiunge - il fatto di esprimere delle riflessioni a caldo. Comprendo come ci sia tanta tensione nei weekend calcistici, ma invito a proiettarsi su quelli che sono i problemi strategici del mondo del calcio.
Strama e New York Intanto, og-

gi verr interrotto (momentaneamente?) il silenzio-stampa: nel rispetto del regolamento-Uefa, Andrea Stramaccioni si presenter alla conferenza stampa pre Rubin-Inter, ovvero 4 giorni dopo lespulsione e uno dopo la squalifica di un turno. Per Parma-Inter, si vedr. Gara di Parma che aprir una settimana importante per Moratti: mercoled 28 novembre, il presidente sar a New York per presentare il Progetto Inter Campus (25 strutture in 20 paesi) alle Nazioni Unite. Applausi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SVOLTA ANDR VIA A GENNAIO: SOCIET E GIOCATORE SONO GI DACCORDO

Lazio-Zarate, sar divorzio consensuale


DAL NOSTRO INVIATO

dellintera rosa biancoceleste.


Ai margini Il pi pagato, ma anche uno dei meno utilizzati. Il perch vallo a capire. In estate, dopo lanno sabbatico trascorso in nerazzurro, Maurito sembrava animato dai migliori propositi. Si era presentato in ritiro tirato a lucido (come mai gli era accaduto) e sul campo aveva subito guadagnato la stima

STEFANO CIERI FORMELLO (Roma)

Il dado tratto. Mauro Zarate saluter la Lazio a gennaio. La decisione stata presa (pare) di comune accordo tra societ e giocatore. E dovrebbe essere digerita senza scossoni anche da una piazza che dopo averlo idolatrato, atteso, perdonato (per il passaggio allInter dellanno scorso) sembra diventata indifferente nei suoi confronti. Zarate, quindi, far le valigie tra poco pi di un mese. Notizia che era nellaria, ma notizia importante, perch lattaccante argentino resta il giocatore con lingaggio pi alto

Il Genoa lo vuole, ma largentino preferisce andare allestero. C unipotesi Malaga

del nuovo tecnico Petkovic. Di pari passo, aveva ritrovato pure il feeling con la societ che ha deciso di non comprare altri attaccanti per puntare su di lui e sullaltro cavallo di ritorno Floccari. Poi, per, con larrivo delle partite ufficiali Zarate si eclissato. Non lo hanno messo nelle condizioni di (ri)esplodere, si lamentano quelli del suo entourage. Ha avuto le sue occasioni e non le ha sapute sfruttare, ribattono tecnico e societ. Difficile stabilire dove stia esattamente la verit, un fatto per che ormai i cocci si sono rotti e non pi possibile rimetterli assieme. Le tre esclusioni di Zarate dalla lista dei convocati sono state la goccia

che ha fatto traboccare il vaso.


Allestero Zarate via dalla Lazio, dunque. Gi, ma dove? In Italia ci sono un paio di squadre interessate a lui: il Genoa e il Palermo. Col club rossobl in leggero vantaggio, anche perch come da tradizione tra Lotito e Preziosi potrebbero svilupparsi sinergie che chiamino in causa altri giocatori (Matuzalem e Sculli potrebbero finire nel mirino dei liguri, mentre non un mistero che alla Lazio piacciano Merkel e Granqvist). Ma la pista italiana non entusiasma Zarate che vorrebbe ripartire dallestero, preferibilmente Spagna o Inghilterra. Le richieste da quei campionati so-

no per al momento inesistenti, se si eccettua un timido interessamento del Malaga (che per punterebbe a un prestito). Pi concrete invece le avances dalla Russia, di Spartak e Cska in particolare. Che potrebbero garantire i soldi che vuole Lotito (almeno 5-6 milioni).
Attesa Tottenham A gennaio se ne sapr di pi. Nel frattempo Zarate vivr da separato in casa. Domani col Tottenham andr in panchina, nonostante finora in Europa League abbia quasi sempre giocato. Contro gli inglesi, peraltro, Petkovic pare intenzionato a schierare la Lazio-tipo. Per il prestigio dellavversario. E perch i biancocelesti si giocano il primo match-point europeo: se vincono, sono matematicamente primi con un turno danticipo.

Mauro Zarate, 25 anni ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LE INCHIESTE SUL CALCIO


LA REPLICA DEL PRESIDENTE AL PRECEDENTE PROPRIETARIO SU DONI: SAREMO PARTE CIVILE NEL PROCEDIMENTO PENALE A SUO CARICO
Bocia? Io sono per il dialogo con tutti, in due anni e mezzo non mai successo niente di particolare (e il d.g. Marino telefonicamente rafforza la tesi: E una festa pubblica, autorizzata: nulla di cui vergognarsi). Tocca alla magistratura stabilire se esistono delle responsabilit: se dovesse accadere qualcosa di grave nei confronti dei violenti tireremmo su un muro. Biglietti agevolati alla Nord? Per me siamo in regola, se abbiamo sbagliato chiederemo scusa.
Doni Infine, Cristiano Doni. Per lex bandiera Percassi aveva prefigurato un ruolo da presidente: Nessuno immaginava quello che venuto fuori. Ci costituiremo parte civile nellambito del procedimento penale contro di lui per il calcioscommesse. Lultima arringa di Percassi sul tema che pi gli sta a cuore: Mi aspettavo un grazie o quantomeno rispetto, ai Ruggeri ho risolto un gran problema....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Percassi: 50 milioni per lAtalanta A Ruggeri ho solo fatto un favore...


DAL NOSTRO INVIATO

FILIPPO DI CHIARA BERGAMO

LAtalanta non stata acquistata sottocosto, anzi. E stato un investimento folle, da 50 milioni! Io alla famiglia Ruggeri ho solo fatto un favore e non mi aspettavo tanta irriconoscenza: stiamo valutando se querelare Alessandro Ruggeri, c un limite a tutto. E questo il momento in cui Antonio Percassi rivela in modo palese la sua irritazione per le parole di Ruggeri jr che dopo oltre due anni di silenzio ha raccontato alla Gazzetta il clima di ostilit e le pressioni avute per cedere (non a prezzo di mercato) lAtalanta al gruppo Percassi. E ieri Percas-

Troppe minacce, fui costretto a cedere non a prezzo di mercato


ALESSANDRO RUGGERI EX PRESIDENTE ATALANTA

si, in un ristretto incontro con la stampa, ha voluto fare le sue precisazioni.


Lacquisto Non siamo stati noi

a cercare i Ruggeri. E stato Miro Radici per conto della famiglia a chiederci se eravamo interessati allacquisto ha detto Percassi . Ho chiamato la signora Ruggeri e mi ha confermato che volevano vendere: ho

detto no alla loro prima richiesta ma dopo 3-4 giorni Francesca Ruggeri mi ha pregato di riallacciare la trattativa, cos poi abbiamo chiuso. Cerano 12 milioni di crediti e 41 milioni di debiti passivi di cui 4,5 verso lerario per imposte inevase, il bilancio chiuso al 30 giugno 2010 presentava 7 milioni di perdite, abbiamo sostituito le loro fideiussioni personali per 11,5 milioni e abbiamo fatto un aumento di capitale da 10 milioni. Ah, la squadra era in B e in cassa cerano 2 mila euro di liquidit. Se questo un affare... Pressioni dagli ultr per acquistare? No, mai. Ho preso lAtalanta solo perch la nostra famiglia innamorata di questa squadra. A Ruggeri dico che se vuole gliela rid alla stesse con-

societ, Percassi sottolinea come sia un fatto normale e poi ci conoscevamo: nellanno della retrocessione mi ero rivolto a lui per comunicare ai Ruggeri la mia disponibilit a prendere una piccola quota per dare una mano.
LAtalanta e gli ultr Altro tema

Antonio Percassi, 59 anni MAGNI

dizioni. E sulle accuse di doppio gioco tenuto nel passaggio di propriet da Spagnolo (Accuse infamanti replica lex d.g.) uomo di fiducia della famiglia Ruggeri e poi nella nuova

spinoso latteggiamento considerato troppo accondiscendente da Ruggeri verso la frangia pi violenta degli ultr. Ruggeri jr: Pap non mai andato alla festa della Dea, come fa qualcuno adesso. Cos Percassi: La festa della Dea dedicata ai tifosi dellAtalanta, per le famiglie e ci andavo anche prima di diventare presidente. E come club siamo sempre stati autorizzati dalle autorit. Il

Mauri-Palazzi finisce 0-0 Sculli sceglie il silenzio


Scommesse, in Figc 4 ore: laccusa resta, gli avvocati: Tutto chiarito Lotito: Non pu essere Dr Jekyll e Mr Hyde. Sentito pure Milanetto
FLASH DA ROMA I PROTAGONISTI
soltanto al processo, sempre che arrivi il deferimento.
Diritto al silenzio Ottimisti i legali di Mauri, silenziosi quelli di Sculli che aveva aperto gli interrogatori in mattinata. Non abbiamo detto nulla perch un nostro diritto, si limitato a dichiarare, dopo mezzora di interrogatorio Paolo Rodella, che ha assistito Sculli insieme al collega Maurilio Prioreschi. Un diritto al silenzio esercitato in attesa di chiarire la posizione del giocatore con la giustizia ordinaria. Milanetto Linterrogatorio di Omar Milanetto ha completato la giornata. Anche lex genoano, arrestato pure lui in mag-

LE GARE SOSPETTE

LA CONFESSIONE

I legali promettono nuovi documenti che proveranno linnocenza


GAETANO IMPARATO VALERIO PICCIONI ROMA

a Berna. Ma la situazione ancora controversa.


Gli indizi Galleggiano ancora degli indizi spinosi: in particolare il possesso della famosa sim card intestata a Samanta Romano, card dalla quale risultano chiamate solo nel maggio 2011, periodo delle gare sospette (Lazio-Genoa 4-2 e Lecce-Lazio 2-4) e lamicizia con Alessandro Zamperini, personaggio chiave del calcio scommesse, resta un macigno ingombrante. Ma agli 007 di Via Po mancherebbe la prova regina, o il grande accusatore capace di dare una svolta. Ieri intanto il giocatore ha incassato lennesima difesa a spada tratta di Lotito, in Federcalcio per questioni per salernitane. Non conosco i fatti, ma uno come Mauri, che va a Medjugorje,

che va in chiesa, che prega e si comporta in una certa maniera non pu essere un serial killer, a meno che non sia un dottor Jekyll e Mr. Hyde.
Nulla di fatto E cos la giornata finita con un sostanziale 0-0. Perch solo di un pareggio si pu parlare dopo 4 ore di intenso interrogatorio del giocatore assistito dagli avvocati Matteo Melandri e Amilcare Buceti: Abbiamo confermato quanto gi detto alla giustizia sportiva e ordinaria spiegano gli avvocati - dando ulteriori chiarimenti: stasera, pi che mai, siamo convinti dellestraneit di Stefano alle contestazioni. I legali non vogliono giocare tutte le carte subito. Hanno infatti annunciato che la documentazione che dimostra linnocenza di Mauri sar presentata

Unistruttoria in bilico. Lindagine sul calcio scommesse che tira in ballo Stefano Mauri incastrata fra lattesa di nuovi elementi investigativi da Cremona e il negare tutto come ha fatto ancora ieri del vice capitano della Lazio. Ieri pomeriggio Mauri stato infatti ascoltato nuovamente per quattro ore dalla Procura di Palazzi (in precedenza era stato sentito anche il massaggiatore della Lazio Papalo), a sette mesi di distanza dalla prima audizione di aprile. Da allora ci sono stati larresto e il carcere per Mauri e il giallo del conto svizzero sospetto a lui riconducibile per cui il laziale stato interrogato

Da sinistra, Stefano Mauri, 32 anni, capitano della Lazio, si presentato in Procura a Roma e ha rilasciato dichiarazioni per 4 ore. A destra, Giuseppe Sculli, 31 anni, che invece non ha proferito parola ANSA

gio, era al secondo interrogatorio, ma non ci sarebbero state nuove domande. Tutto mirato su Lazio-Genoa. Qualche ulteriore elemento Milanetto lha raccontato, ma non determinante in un colloquio durato quanto una partita (circa 100 minuti) dal quale il giocatore, e il suo avvocato Mattia Grassani, sono usciti abbastanza soddisfatti.
Ferrari Infine il Tnas, che ha discusso ieri listanza di Nicola Ferrari contro la squalifica di tre anni. Lattaccante del Verona ha visto nascere la figlia Viola alle 7.30 e poi corso a Roma. Sono state ammesse le testimonianze di Gervasoni, Ruopolo e Carobbio: il primo accusa Ferrari, gli altri due lo scagionano. Udienza il 12 dicembre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ecco le gare sospette per le quali Stefano Mauri, Giuseppe Sculli e Omar Milanetto sono indagati. Stefano Mauri coinvolto in Lazio-Genoa del 14-5-2011 e Lecce-Lazio del 22-5-2011. stato arrestato il 28 maggio 2012, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzato alla truffa sportiva. stato rilasciato il 4 giugno. Giuseppe Sculli coinvolto in Lazio-Genoa del 14-5-2011. Il gip Guido Salvini non ha accolto la richiesta del pm Roberto Di Martino di arrestarlo. Per lui la procura federale ha chiesto 3 mesi di squalifica. Omar Milanetto coinvolto in Lazio-Genoa del 14-5-2011. stato arrestato il 28 maggio 2012 con l'accusa di associazione a delinquere finalizzato alla truffa sportiva.

Antonio Juliano, 69 anni

Juliano choc: Con Rivera combinai un Napoli-Milan


NAPOLI Lha confessato 34 anni dopo, garantito dal tempo e da un qualcosa ormai caduto in prescrizione. Chi non ricorda lo storico capitano del Napoli, Antonio Juliano, nazionale, che ha partecipato a tre campionati del mondo ed ha vinto un Europeo? Ebbene, proprio lui ha raccontato un aneddoto relativo ad una combine organizzata alla fine degli anni 70, per un Napoli-Milan. Lex giocatore del Napoli nel corso del convegno Il calcio tra regole, lealt sportiva ed interessi (criminali?), che ha avuto tra i relatori il Procuratore Federale, Stefano Palazzi, e della presentazione del libro Football Clan, scritto dal magistrato Raffaele Cantone, ha sorpreso la platea di magistrati ed avvocati svelando il particolare. Con un pareggio avremmo avuto la certezza di qualificarci entrambe in coppa Uefa, ha ricordato Juliano con estremo candore parlando di quel Napoli-Milan, ultima giornata del campionato 77-78, giocata al San Paolo. Incontrai Rivera ed Albertosi negli spogliatoi, prima della partita, e decidemmo per il pareggio. Ne parlai coi miei compagni, spiegandogli quanto concordato con gli avversari: fin 1-1, ha raccontato Juliano alla presenza di Palazzi, un tantino imbarazzato dalla confessione dellex capitano napoletano. Per la cronaca, la partita termin 1-1 con le reti di Bigon e Vinazzani. Mimmo Malfitano
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

SERIE A LA DECISIONE

Ha vinto la Roma! Confermato lo 0-3 ma Cellino esplode


La Cgf decreta la sconfitta a tavolino del Cagliari Il patron: Uno schifo. Probabile ricorso allAlta Corte
HANNO DETTO

simulare un fallo da rigore o segnare con la mano e non ammetterlo. Sono amareggiato. La Roma, era una societ amica. Ora invece non conosco n propriet n presidente, ha voluto vincere a tutti i costi, anche con i sotterfugi. Il Cagliari una societ seria, con un presidente che non si nasconde dietro istituti di credito o fondi di investimento. Con questa sentenza lo sport non centra nulla. Ripenser il mio impegno dopo 21 anni in cui ho dato tutto. uno schifo. E il web rossobl, infatti, si infiammato.
Fenucci in difesa Giudicato inop-

LE TAPPE

Classifica
SQUADRE PT PARTITE G V N P RETI F S

d
S

CLUB IN USA A NATALE

Lamela rischia un lungo stop Oggi la risonanza


Lesione alla capsula legamentosa della caviglia destra, il rischio di rivederlo nel 2013. Oggi Erik Lamela effettuer la risonanza magnetica per capire lentit del danno, ma la distorsione subita con il Torino preoccupa. La caviglia ieri era ancora gonfia, anche se non pi di quanto lo fosse dopo la partita. Di certo c che, vista lesperienza negativa avuta in Argentina pi di un anno fa allaltra caviglia, lo staff medico della Roma monitorer la situazioneo attentamente, senza rischiare recuperi affrettati. Nella migliore delle ipotesi, Lamela salter Pescara e Siena, ma se il danno dovesse essere grave lo rivedremo in campo con lanno nuovo. Oggi, invece, pu tornare a lavorare Stekelenburg (trauma al pollice sinistro). Tourne Usa E mentre il direttore commerciale Winterling a Colonia per lInternational Football Summit 2012 (e per studiare gli stadi tedeschi), ecco le date della tourne Usa: ad Orlando dal 30 dicembre al 1 gennaio 2013, con unamichevolee da definire.
Andrea Pugliese

portuno far incontrare di nuovo il d.g. Baldini con Cellino, tocca alla.d. Fenucci raccogliere la sfida. Abbiamo chiesto solo il rispetto delle regole. Listruttoria ha chiarito i motivi che hanno portato al rinvio. Lo sport vince se vengono rispettati i regolamenti. La Roma non ha bisogno di regali da nessuno. La nostra propriet? rappresentata da me, Baldini o Pannes, visto che il cda ha attribuito a noi le deleghe.
Solidariet Lotito Ma Cellino non si placa. Negli uffici Figc ho avvertito una sensazione strana. Ero ospite di una casa dellorrore. una lotta impari. Il mio unico difetto non essere rappresentato da una banca, di non avere il peso politico degli altri. La Roma se vuole i punti cos, magari la prossima volta buchiamo le ruote del pullman e gliela diamo vinta. Mi trattano come uno stupido. La Roma non so di chi sia. di UniCredit? Vorrei saperlo. Prima cerano i Sensi e ora? Chi Pallotta? Io non lho mai visto. LAtalanta poteva non venire a Cagliari e prendersi la partita vinta e invece venuta, il calcio fatto per essere giocato. Il caso? Volevo fare il comunicato la sera prima, poi per questione di fuso orario lufficio stampa lha fatto quando non aveva piu senso. A lenire lamarezza di Cellino arriva la solidariet di Lotito. Non parlo da presidente della Lazio. Chi sbaglia deve avere una sanzione, ma che centra unaltra squadra? Viene meno la par condicio. Le partite vanno giocate. Se uno commette degli errori, non possono usufruirne altri. E i presidenti sono daccordo con me.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cellino un film dellorrore, hanno vinto coi sotterfugi. Ma di chi la Roma, di UniCredit? Il mio difetto di non essere rappresentato da una banca

Il presidente Massimo Cellino, 56 anni, alla Corte di Giustizia federale ANSA


MASSIMO CECCHINI VALERIO PICCIONI ROMA

I fatti Il match non si disput per-

S
Fenucci Non abbiamo bisogno di regali da nessuno. Abbiamo chiesto solo il rispetto delle regole, cos che vince lo sport. La nostra propriet? rappresentata dalla dirigenza

La coda cos velenosa da oscurare persino un verdetto non inatteso. Cagliari-Roma del 23 settembre finisce (per ora) quasi due mesi pi tardi, con la Corte di Giustizia Federale (Cgf) che conferma lo 0-3 e il presidente Massimo Cellino che attacca a tutto campo, ribadendo il mistero intorno alla propriet della Roma e incassando la solidariet di Claudio Lotito, pronto a giurare che i presidenti la pensino come lui. Insomma, un polverone in cui annaspa il calcio italiano.

ch il Prefetto di Cagliari decise allultimo momento il rinvio visto che Cellino aveva invitato gli abbonati a recarsi allo stadio, nonostante la sfida fosse a porte chiuse per i ritardi nei lavori allIs Arenas. Il club rossobl, oltre che al Tar della Sardegna, si appell alla Cgf, che il mese scorso decise di chiedere un supplemento dindagine alla Procura federale. Ieri, quindi, la sentenza, che con molta probabilit sar appellata presso lAlta Corte di Giustizia del Coni (o eventualmente al Consiglio di Stato). La verit che la Roma non ha voluto giocare la partita e questo non sportivo accusa Cellino . come

19 settembre Sopralluogo allIs Arenas. La sicurezza non garantita. Il Prefetto ordina che Cagliari-Roma sia giocata a porte chiuse 22 settembre Cellino con un comunicato invita gli abbonati e i possessori del biglietto ad andare allo stadio 23 settembre Il Prefetto dispone il rinvio della gara per motivi di sicurezza. Ravvisando il Cagliari colpevole per responsabilit oggettiva per la mancata disputa del match, il Giudice Sportivo assegna alla Roma la vittoria per 0-3 a tavolino 25 ottobre Dopo il ricorso del Cagliari, che si era appellato anche al Tar della Sardegna ravvisando irregolarit nella decisione del Prefetto, la Corte di Giustizia federale (Cgf) decide di chiedere alla Procura Federale un supplemento dindagine

JUVENTUS INTER FIORENTINA NAPOLI LAZIO ROMA CATANIA ATALANTA (-2) PARMA UDINESE CAGLIARI MILAN TORINO (-1) SAMPDORIA (-1) BOLOGNA PALERMO CHIEVO PESCARA SIENA (-6) GENOA

32 28 27 27 23 20 19 18 17 16 16 15 14 13 11 11 11 11 10 9

13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13

10 9 8 8 7 6 5 6 4 3 4 4 3 4 3 2 3 3 4 2

2 1 3 3 2 2 4 2 5 7 4 3 6 2 2 5 2 2 4 3

1 3 2 2 4 5 4 5 4 3 5 6 4 7 8 6 8 8 5 8

29 26 23 22 19 30 17 14 16 18 13 20 13 16 15 11 13 9 13 13

9 15 10 11 17 23 17 19 18 20 19 18 12 19 18 20 25 24 14 22

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


***Siena 6 punti; **Atalanta 2 punti; *Sampdoria, Torino 1 punto di penalizzazione La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, differenza reti; 3) gol segnati

PROSSIMO TURNO
Sabato 24 novembre ore 20.45 PALERMO-CATANIA Domenica 25 novembre ore 15 ATALANTA-GENOA CHIEVO-SIENA PESCARA-ROMA SAMPDORIA-BOLOGNA TORINO-FIORENTINA MILAN-JUVENTUS ore 20.45 Luned 26 novembre CAGLIARI-NAPOLI ore 19 PARMA-INTER ore 21 Marted 27 novembre, ore 20.45 LAZIO-UDINESE

APERTURA TOTALE

In arrivo lok per Is Arenas


ASSEMINI (CA) La Commissione provinciale di vigilanza si riunisce oggi per dare il via libera all'ingresso degli spettatori in tutti i settori, tribuna principale inclusa, dell'Is Arenas Stadium. All'okay definitivo per la gara di luned contro il Napoli, mancano 4 documenti su aspetti tecnici della struttura. I commissari sono attesi per il sopralluogo dell'impianto alle 9.30. Alle 12.30 i tecnici del Cagliari incontrano il sindaco e gli assessori di Quartu per chiarire il problema del traffico.
m.f.

VERSO LEUROPA LEAGUE A STOCCOLMA SERVE VINCERE CON LAIK SOLNA

UFFICIALE SI VA AVANTI COL 3-5-2

LE DUE FACCE DEL DERBY DI GENOVA

Napoli, allarme sicurezza In Svezia caccia ai tifosi


La polizia svedese avverte: meglio evitare bandiere azzurre e gite in citt
DAL NOSTRO INVIATO

Il Pescara a Bergodi lallievo di Galeone


PESCARA Emozionato ma gi immerso nella mission che lo attende. Cristiano Bergodi, 48 anni, da ieri mattina il nuovo allenatore del Pescara. Lallievo che arriva sulla panchina del maestro, Galeone. Ha firmato un contratto fino a giugno, con premio salvezza. Porta con s lo staff di fiducia: il vice Luigi Ciarlantini, il preparatore atletico Marco Oneto, quello dei portieri Fabrizio Ferron e il collaboratore tecnico Raffaele Longo. Lex allenatore del Modena e della Steaua Bucarest pronto a ridisegnare labito della squadra per rialzare la testa e risollevare la classifica. Inizier dal 3-5-2 avviato da Stroppa nelle ultime settimane, ma lobiettivo arrivare al rombo di centrocampo a lui pi caro. Lallenatore deve essere in grado di trovare il sistema di gioco adatto alle caratteristiche dei giocatori ha detto ieri Bergodi, cresciuto con i biancazzurri dall80 all89 In carriera ho alternato diversi sistemi, limportante far esprimere al massimo i giocatori. Il gruppo competitivo e ha qualit davanti, proveremo a unire il bel gioco alla concretezza, anche se so che non semplice. Stroppa aveva trovato questo 3-5-2 su cui penso si possa proseguire, quello che conta dare unidentit di gioco. Ai ragazzi dir subito di stare su con il morale: io sono determinato e credo nel mio lavoro, altrimenti non sarei andato a lavorare allestero, da solo e in un calcio difficile come quello rumeno. Bergodi ingaggiato da un ex compagno di classe: S, con Sebastiani sono stato compagno di scuola nell80 allistituto tecnico Acerbo.
Orlando DAngelo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Samp-Sensibile: il nodo Genoa, domani in ritiro


GENOVA Nel bene e nel male, londa lunga del derby. Nella sede sampdoriana di Corte Lambruschini in programma oggi un atteso vertice propriet-dirigenza (alla presenza del vicepresidente vicario Edoardo Garrone, della.d. Sagramola e del d.s. Sensibile), che potrebbe portare al divorzio con questultimo, viste le frizioni interne dopo lultimo mercato estivo. Perinetti il candidato numero uno a prenderne il posto. Intanto, tifosi in festa a Bogliasco, ieri, con un po di ironia verso i cugini rossobl. Icardi invece lo sapeva, il testo di uno striscione esposto al Mugnaini, con riferimento allex genoano Boselli, autore del gol decisivo nel derby di due anni fa, che spinse la Samp verso la B.
La malasorte continua... Ferrara, tuttavia, smaltita leuforia per il successo scacciacrisi nella stracittadina, ha nuovi problemi. Linfortunio di Eder pi serio del previsto (stiramento), e il brasiliano dovr rimanere fuori per altre due settimane. Contro il Bologna, a rischio anche Icardi (infrazione costale). Su un fronte e sullaltro... Non sta meglio il Grifone, in ogni caso. Con una rosa gi ridottissima, Delneri (che conta di recuperare a tempo pieno Rossi e Vargas nella gara di Bergamo), ha dovuto fare i conti con il k.o. di Antonelli (stiramento). Ieri, allenamento blindatissimo a Pegli, e atmosfera pesante nella tifoseria, che stasera si ritrover in piazza De Ferrari, sotto la sede di unemittente che mander in onda un programma dedicato al Genoa. Per evitare nuove tensioni, da domani squadra in ritiro nel Bresciano, a Coccaglio. Filippo Grimaldi
RIPRODUZIONE RISERVATA

re a Juve, Inter e Fiorentina un posto nelle zone alte della classifica: la qualificazione in Champions League resta lobiettivo minimo stagionale, per intenderci.
Cavani ci sar La novit, per af-

MIMMO MALFITANO CASTELVOLTURNO (Caserta)

C la necessit di ritrovarsi lontano dal San Paolo. Il Napoli europeo stenta in trasferta. Nelle quattro stagioni gestite da Walter Mazzarri, sono state soltanto due le vittorie ottenute: in Svezia, contro lElfsborg, e in Spagna, contro il Villarreal, entrambe conquistate in Europa League, due anni fa. Per il resto, il bilancio negativo, il collettivo napoletano ha rimediato 4 sconfitte e 3 pareggi.
Turnover decisivo Non ha voluto rischiare nulla, lallenatore, quando s trattato di competere per la seconda coppa continentale, quellEuropa League tanto inseguita e poi inspiegabilmente trascurata dai nostri

Edinson Cavani, 25 anni ANSA

club. La maggior parte dei risultati del Napoli sono stati determinati dal turnover, dalla necessit di Mazzarri di schierare le seconde linee: in questa edizione bastato impiegare Cavani, contro il Dnipro, per godere del suo poker rifilato agli esterrefatti ucraini, convinti comerano che avrebbero potuto tenergli testa. E quella vittoria servita per tenere in piedi le speranze di qualificazione alla fase successiva. Scelte condivisibili, quelle del tecnico napoletano, impegnato com nel contende-

frontare lAik Solna, la presenza di Cavani dal 1. Mazzarri approfitter del fatto che lattaccante non giocher a Cagliari, perch squalificato, e lo schierer per provare a ipotecare la qualificazione e poi giocarsi tutto nellultima giornata della fase a gironi, contro il Psv Eindhoven, al San Paolo. Intanto, da Stoccolma arrivano segnali inquietanti dopo quando accaduto a Napoli nella gara dandata (3 accoltellati tra i tifosi dellAik nel giorno precedente alla partita). E stato consigliato ai tifosi napoletani di non farsi vedere in giro, ma soprattutto di non sventolare bandiere azzurre allo stadio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

LINCHIESTA
DALLA SERIE B AI DILETTANTI SEI ISOLE FELICI SPALMATE IN QUATTRO CATEGORIE

I NUMERI

4
4

SERIE B / Il giudice Quattro turni a Goian, tre a Ely


MILANO Il giudice sportivo ha squalificato per quattro giornate Goian (Spezia) perch, dopo lespulsione, ha avuto un atteggiamento intimidatorio verso larbitro, appoggiandogli le mani sul petto. Tre giornate a Ely (Reggina) espulso per un grave fallo. Due giornate a Sinigaglia (Ternana), espulso dalla panchina per proteste. Una giornata a Del Prete (Novara), Nol (Ternana), Ranellucci (Pro Vercelli), Bergamelli (Reggina), Budel (Brescia), Dos Santos e Sabelli (Bari), Gazzola (Sassuolo), Giacomelli e Plasmati (Vicenza), Hallfredsson (Verona), Morero (Cesena), Pratali (Empoli) e Rea (Varese). Tra i tecnici, una giornata a Di Francesco (Sassuolo). Ammende: 4.000 euro alla Reggina.

le squadre della provincia di Napoli, lunica rappresentata in tutte le categorie pro: Napoli (A), Juve Stabia (B), Sorrento (Prima), Arzanese (Seconda)

SERIE B / La situazione Venerd anticipo Novara-Livorno


La situazione in Serie B dopo 15 giornate: Sassuolo p. 35; Verona e Livorno 32; Juve Stabia 24; Modena (-2), Padova (-2) e Brescia 22; Cittadella 21; Varese (-1) 20; Spezia 19; Empoli (-1) 18; Crotone (-2) e Ternana 17; Vicenza e Ascoli (-1) 16; Bari (-7) 15; Reggina (-3) e Cesena 14; Lanciano 12; Pro Vercelli 11; Novara (-4) 10; Grosseto (-6) 7. Cos venerd (ore 20.45): Novara-Livorno. Cos sabato (ore 15): Ascoli-Vicenza; Cesena-Spezia (ore 18); Cittadella-Verona; Crotone-Padova; Grosseto-Brescia; Juve Stabia-Empoli; Sassuolo-Reggina; Ternana-Lanciano; Varese-Pro Vercelli. Cos domenica (12.30): Bari-Modena.

GDS

Comanda la provincia Modena e Pisa, la terra dove il calcio vincente


LEmilia dopo il terremoto ha risposto con grande passione In Toscana tre capolista fra Prima e Seconda divisione e D
ROBERTO PELUCCHI

le province rappresentate nei campionati professionisti: in tutta lItalia sono 110

71

LEGA PRO / Il giudice Squalificati tre del Benevento


FIRENZE Il giudice della Lega Pro ha squalificato 54 giocatori (31 di Prima divisione, 23 di Seconda) dei quali tre del Benevento. PRIMA DIVISIONE Giocatori espulsi: due giornate a Pestrin (Carrarese) e Luoni (Como, di cui una per recidivit in ammonizioni); una a Falzarano (Benevento), Pisseri (Catanzaro), Alfonso (Cremonese), Venturi (Gubbio), Fasano (Pavia), Danucci (Cuneo), Marcone (Alto Adige), Agius (Latina), Tarantino (Treviso) e Cusaro (Tritium). Non espulsi: due giornate a D'Anna (Benevento) e Barraco (Latina); una a Regonesi (AlbinoLeffe), Bianco (Avellino), Burzigotti (Barletta), Pedrelli (Benevento), Kabine (Carpi), Quadri (Catanzaro), Maltese (Viareggio), Aurelio (Frosinone), Sandreani (Gubbio), Milani (Latina), Gallo (Lumezzane), Fusco (Paganese), Capogrosso (Pavia), Esposito (Perugia), Cunico (Portogruaro), Mei (Reggiana) e Cesar (Entella). Allenatori: due giornate a Sottil (Gubbio); una ad Auteri (Nocerina) e Magoni (Tritium). Dirigenti: inibito fino al 15 gennaio Valoti (AlbinoLeffe) per ripetute offese ai guardalinee. Ammende: 3.000 euro Nocerina (fumogeni, mortaretti e petardi); 2.500 AlbinoLeffe. SECONDA DIVISIONE Giocatori espulsi: tre giornate a Vaccaro (Fondi) per gravi offese all'arbitro; due a Martini (Forl), Cutrupi (Hinterreggio) e Marchetti (Vigor Lamezia); una a Dal Rio (Giacomense), Gentile (Savona), Ortolan (Pontedera) e Sabato (Forl). Non espulsi: una giornata a Mazzuoli (Alessandria), Amadio (Aprilia), Poziello (Normanna), Berrettoni (Bassano), Fiore (Bellaria), Checchi (Borgo a Buggiano), Pini (Castiglione), Agnello (L'Aquila), Scarsella (Martina), Campanaro e Salustri (Milazzo), Gualdi (Renate), Rossi (Santarcangelo), Ferrani (Teramo) e Mangiapane (Vigor Lamezia). Medici: una giornata a Agnano (Fondi). Dirigenti: inibito fino al 27 Saldamarco (Martina). Ammende: 1.200 euro Melfi; 1.000 Casale e Salernitana.

le province con 4 squadre tra i pro: oltre a Napoli, c anche Salerno, ma con squadre solo in Lega Pro

le schede
DAL SASSUOLO PRIMO IN B AL PICCOLO TUTTOCUOIO: COSI CORRONO LE 6 STELLE

Se decidessimo di trasferire in Lombardia gli abitanti delle province di Modena e Pisa non riempiremmo Milano. Ma, fatte le debite proporzioni, la gente di quelle terre oggi si sta prendendo pi soddisfazioni sportive di interisti e milanisti messi assieme. Modena e Pisa sono le isole felici del nostro calcio. Il Sassuolo primo in B, il Modena in zona playoff, il Carpi secondo nel girone A di Prima divisione, il Pisa primo in quello B, il Pontedera capolista in Seconda divisione, il Tuttocuoio comanda in Serie D. Non siamo ancora a met stagione, molte cose potrebbero cambiare, ma in quelle piazze c una grande e giustificata euforia, c la sensazione di poter costruire qualcosa di importante.
Un calcio al dolore Il pallone pu essere la medicina per dimenticare le difficolt della vita, anche soltanto per qualche ora. Modena non si ancora ripresa dal devastante terremoto che ha colpito lEmilia a maggio. La ferita sanguina ancora, ci sono migliaia di persone che hanno perso tutto. In un tale contesto anche fare sport diventa difficilissimo. Ecco perch vedere tre squadre di Modena lottare per la promozione fa bene al cuore. Significa che, dopo la grande paura, la gente tornata a vivere, a sognare. Il Sassuolo sta dominando in B, a sorpresa. Nessuno credeva che dopo la delusione per la sconfitta ai playoff con la Sampdoria (arrivata anche a causa di evidenti errori arbitrali) potesse essere superata in modo cos brillante, soprattutto nel momento in cui il patron Squinzi ha fatto sapere di non voler pi mettere troppi soldi in un settore che non in grado di tutelare i suoi investitori. Invece il Sassuolo davanti a tutti, gioca un gran calcio, migliore di quello di alcune squadre di A, e stavolta vuole prendersi la promozione diretta, per evita-

Ecco come stanno andando in campionato le sei squadre delle due province felici.

le province rappresentate solo in A: Torino e Roma con 2 squadre, poi Bologna, Cagliari, Catania, Palermo, Parma, Pescara e Udine con 1

PRIMA / Recupero girone A Alto Adige-Feralpi Sal alle 17


Si recupera oggi Alto Adige-Feralpi Sal, gara dell11a giornata rinviata per maltempo. Vecchi ritrova Cappelletti e prepara due mosse: Bertoni centrale di centrocampo e Campo a destra in attacco. Remondina invece ritrova Castagnetti, ballottaggio Milani-Finocchio per un posto a centrocampo, mentre in attacco Miracoli favorito su Montella. Cos in campo (ore 17): ALTO ADIGE (4-3-3) Grandi; Iacoponi, Cappelletti, Bassoli, Martin; Uliano, Bertoni, Branca; Campo, Maritato, Thiam. (Tenderini, Kiem, Tagliani, Bont, Timpone, Fink, Pasi). All. Vecchi. FERALPI SALO (4-3-3) Gallinetta; Tantardini, Leonarduzzi, Malgrati, Cortellini; Finocchio, Castagnetti, Ilari; Bracaletti, Miracoli, Tarana. (Chimini, Caputo, Falasco, Schiavini, Milani, Montella, Bentoglio). All. Remondina. ARBITRO Rapuano di Rimini (Lotierzo-Pancrazi).

PROVINCIA DI MODENA
SASSUOLO La squadra di Eusebio Di Francesco domina la Serie B con 35 punti e la miglior difesa del campionato con sole 7 reti al passivo: per due volte ha perso la semifinale dei playoff per la A, prima contro il Torino e poi contro la Sampdoria. MODENA La squadra di Dario Marcolin in zona playoff per la A ed quinta insieme a Padova e Brescia: sabato ha sprecato una grande occasione pareggiando in casa con lAscoli dopo aver fallito un rigore. CARPI La squadra di Daniele Tacchini e Gabriele Cioffi, dopo aver perso la finale dei playoff per la B contro la Pro Vercelli, ancora seconda nel girone A di Prima divisione, a -6 dal Lecce.

le squadre della provincia di Rimini, tutte nel girone A di Seconda: sono Bellaria, Santarcangelo e quella del capoluogo

PRIMA / La situazione Domenica il girone B riposa


Questa la situazione nei due gironi di Prima divisione: GIRONE A La classifica dopo 12 giornate: Lecce p. 26; Carpi 21; Trapani ed Entella* 18; Lumezzane* e Pavia* 17; Portogruaro e San Marino 16; Como (-1) e Alto Adige* 15; Cremonese (-1), Reggiana, Feralpi Sal** e Cuneo* 12; Tritium 4; AlbinoLeffe (-10) 3; Treviso* (-1) 2. (*deve riposare; **oggi il recupero). Cos domenica (ore 14.30): Alto Adige-Cremonese; Carpi-Feralpi Sal; Como-Cuneo (venerd, ore 20.30); Lecce-Reggiana; Pavia-Trapani; Portogruaro-AlbinoLeffe; San Marino-Entella (luned, ore 20.45); Tritium-Treviso; riposa Lumezzane. GIRONE B La classifica dopo 11 giornate: Pisa p. 22; Frosinone (-1) e Latina (-1) 20; Avellino 19; Paganese 18; Nocerina e Gubbio* 17; Viareggio 16; Prato 15; Benevento e Perugia (-1) 14; Andria (-1) 13; Catanzaro 11; Barletta e Sorrento 6; Carrarese* 4. (*una gara in meno). Domenica il girone riposa: si gioca il recupero Carrarese-Gubbio. Cos domenica 2 dicembre (ore 14.30): Avellino-Latina; Benevento-Frosinone (luned, ore 20.45); Carrarese-Catanzaro; Gubbio-Nocerina; Paganese-Andria; Prato-Barletta; Sorrento-Perugia; Viareggio-Pisa. NOVITA PER SORRENTO E PERUGIA Il Sorrento ha tesserato lattaccante Bernardo, ex Latina. Il Perugia come d.s. ha scelto Roberto Goretti dopo il divorzio da Arcipreti: lex centrocampista faceva parte del settore giovanile.

Il Sassuolo esulta: sta guidando la B sin dalla prima giornata LAPRESSE

Le due province contano meno abitanti di Milano ma danno pi gioie di Milan e Inter
re ulteriori inconvenienti. La rivalit con il Modena sfumata, e spesso quando il Sassuolo gioca al Braglia si sentono i tifosi esultare per la notizia dei gol dei cugini. Il Modena stato in Serie A per lultima volta nel 2003-04 e, dopo due stagioni soddisfacenti (ha fatto anche i playoff), ha incassato soltanto delusioni. La squadra di Marcolin partita con un altro piglio, dopo unestate convulsa per il rimpasto societario, e puntare ai playoff non sembra utopia. Anche il Carpi ci riprover. Nel 2000 la vecchia societ era scomparsa, e una nuova dovette ripartire dallEccellenza. Lo scorso anno, con 15 risultati utili di fila, riusc ad arrivare fino alla finale playoff, dove venne sconfitta dalla Pro Vercelli. Ma il sogno di conquistare la storica promozione in B resta vivo e alimentato dal patron Stefano Bonacini, il signor Gaud.
Toscana felice Anche il Pisa ha

costruito il proprio riscatto sulle macerie. Negli ultimi 20 an-

ni, da quando ha giocato il suo ultimo campionato di A, ha visto di tutto, passando da un fallimento allaltro (nel 1994 e 2009). In mezzo alcune soddisfazioni e la cavalcata del bel Pisa allenato da Ventura e trascinato dal trio dattacco Cerci-Kutuzov-Castillo. La squadra arriv a un passo dal ritorno in Serie A, sconfitta in semifinale playoff dal Lecce. Adesso, dopo essere ripartita dalla Serie D, pu tornare in B con la societ in mano allappassionato presidente Battini. Il Pontedera ha festeggiato questanno il centenario con la promozione in Seconda divisione e domenica, battendo in trasferta la capolista Aprilia, lha scavalcata in classifica. Nella sua storia il Pontedera non mai andato oltre lattuale Prima divisione, ma negli anni 90 si tolto lo sfizio di battere il Livorno e, in amichevole, lItalia di Sacchi che stava preparando il Mondiale di Usa 94. Infine, il Tuttocuoio, squadra di Ponte a Egola, frazione di San Miniato. In panchina c il pittoresco Alvini, in attacco lesperto Colombo: guida il girone D di Serie D con Mezzolara e Pro Piacenza. Non mai stato tra i professionisti, ma dal 2006 a oggi ha ottenuto tre promozioni, una coppa Toscana e una Coppa Italia dilettanti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le province con 3 squadre tra i pro: oltre a Modena e Rimini, ci sono anche Brescia, Genova, Latina, Milano, Perugia

PROVINCIA DI PISA
PISA La squadra di Alessandro Pane nelle ultime due giornate ha prima agganciato la vetta nel girone B di Prima divisione e, da luned, da sola al comando. PONTEDERA La squadra di Paolo Indiani, neopromossa nel girone B della Seconda divisione, domenica ha vinto sul campo della capolista Aprilia ottenendo il sorpasso e conquistando la vetta. TUTTOCUOIO La squadra di Massimiliano Alvini guida il girone D della Serie D insieme a Mezzolara e Pro Piacenza: in attacco c lex professionista Corrado Colombo.

COPPA ITALIA / Lega Pro Trapani-Latina la sfida pi attesa


Si gioca oggi la seconda giornata della fase a gironi di Coppa Italia: la terza il 5 dicembre e le 4 vincenti vanno in semifinale. Ecco programma e arbitri (ore 14.30): GIRONE A Viareggio-Tritium: Ceccato di Bassano. Classifica: Cremonese p. 3; Viareggio e Tritium 0. GIRONE B Lumezzane-Bassano: Colarossi di Roma. Classifica: Pisa p. 3; Bassano e Lumezzane 0. GIRONE C Aprilia-Perugia: Rocca di Vibo Valentia. Classifica: Lecce p. 3; Perugia e Aprilia 0. GIRONE D Trapani-Latina: Bietolini di Firenze. Classifica: Benevento p. 3; Latina e Trapani 0.

SERIE D / Oggi in campo Sette recuperi e la ripetizione


Si giocano oggi sette recuperi di serie D e la ripetizione della gara del girone F dopo lerrore tecnico dellarbitro. Ecco il programma e gli arbitri (ore 14.30): GIRONE B F. Perginese-Mezzocorona: Costantini di Ascoli. GIRONE C Real Vicenza-Sandon Jesolo: Saccenti di Modena. GIRONE D Lucchese-Riccione: Chindemi di Viterbo. GIRONE E Castel Rigone-Bastia: Camardi di Genova; Spoleto-Pierantonio: Cenami di Rieti; Viterbese-Scandicci: Pasciuta di Agrigento. GIRONE F Astrea-Vis Pesaro: Vitulano di Livorno; Marino-Civitanovese (ripetizione): Robilotta di Sala Consilina.

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CALCIO A 5
SPECIALI PER GAZZETTA
ha creato nel 2009, ha istituito lobbligo di attivare scuole di futsal per i club di Serie A, A2 e B. In tre anni, il numero delle squadre si quadruplicato, quello dei giovani tesserati triplicato. A legare programmazione e Nazionale proprio il responsabile del progetto, Riccardo Manno, ritrovatosi tecnico nelle gare decisive dopo la squalifica di Menichelli.
Futuro Aspettando che il lavoro

il Film
Azzurri imbattuti fino in semifinale: 6 vittorie su 7 e terzi al Mondiale
Argentina-Italia 2-3 Punteggio pieno nel Girone D Con la vittoria sullArgentina, lItalia accede aritmeticamente agli ottavi CASSELLA Italia-Portogallo 4-3 Ai quarti la rimonta storica Sotto di 3 reti, gli azzurri ribaltano il risultato e passano il turno CASSELLA Italia-Spagna 1-4 La sconfitta in semifinale Come al Mondiale 2008 e allEuropeo 2012, lItalia eliminata dalla Spagna CASSELLA

lopinione

Adesso loro plasmiamolo tutti insieme


Nel 2004 arriv un argento mondiale, 4 anni pi tardi un bronzo con tanto di beffa al fotofinish nella semifinale con la Spagna. Un bronzo che lItalia ha confermato in Thailandia, ma che stavolta pesa davvero come unoro. Perch se vero che Brasile e Spagna sono ancora di un altro livello, anche vero che questa nazionale arrivava al Mondiale con molti pi dubbi e molte meno attese di quella del 2004 (Cina Taipei) e del 2008 (Brasile). Ed essersi confermati come i pi forti tra gli umani una vittoria senza prezzo. Perch, diciamocelo chiaro, non erano molti quelli che speravano di arrivare fin lass. Il rinnovamento, la ricerca di italiani di valore, le spallate a una squadra interamente fatta di oriundi creavano pi di unapprensione. E invece Menichelli ha lavorato in modo magnifico e la squadra ha anestetizzato con il cuore ogni fatica. Ora ci sono altri 4 anni per allargare la base e per porre le basi. Quelle per provare ad insidiare davvero i marziani del futsal. Non sar facile, ma la strada quella giusta. Andrea Pugliese

LItalia ha acceso la passione Il rinnovamento vincente


Podio meritato, ascolti record, vivai in crescita. Menichelli: Giocatori eccezionali
MARCO CALABRESI

dia i suoi frutti, lItalia si gode il terzo posto, un portiere (Mammarella) nominato miglior numero uno del Mondiale e una squadra che, nonostante il nuovo cammino intrapreso, rimasta ai vertici. Merito dei veterani (Saad, Forte e Honorio su tutti), e dei giovani: da Romano a Lima, da Ercolessi a Mentasti, 21enne in gol contro lAustralia. I giocatori sono stati eccezionali dice Menichelli . Coniugare rinnovamento e risultati era lobiettivo pi difficile, ce labbiamo fatta.
Complimenti Se Prandelli, da Parma, ha fatto lin bocca al lupo alla squadra, anche Abete si congratulato. Questa medaglia ci riempie dorgoglio dice . Un risultato che sancisce in maniera netta il valore e la qualit del progetto. Complimenti a Menichelli, che ha confermato il suo valore, tecnico e umano. Gli fa eco il presidente della Divisione, Fabrizio Tonelli: un risultato straordinario in un progetto di rinnovamento, che evidenzia il lavoro quotidiano di tutto il sistema italiano, oltre che unemozione per la conquista di una medaglia in un Mondiale e per gare che sono gi nella storia di questa Nazionale. Una storia che non finisce, anzi, riparte di slancio.

Roberto Menichelli lo aveva promesso: Questa Italia vi appassioner. Ci ha preso in pieno, perch la squadra ha raggiunto un terzo posto tanto meritato quanto inaspettato. Ma il grande successo anche un altro: lItalia ha conquistato gente che prima del Mondiale non aveva mai sentito parlare di calcio a 5. Solo Italia-Portogallo (la partita della rimonta da 0-3 a 4-3), sulla pagina Facebook Vivo Azzurro della Figc, stata seguita da 475mila utenti unici; in tv, invece, la diretta Rai e si giocava di mattina ha sfiorato il 2% di share, con punte di 250mila spettatori.

questa la vera medaglia portata a casa dellItalfutsal, tornata ieri dalla Thailandia: lentusiasmo che si creato pu e deve fare da traino a un movimento che, alle spalle, continua a fare passi da gigante.
Numeri Che il calcio a 5 sia lo sport pi praticato a livello amatoriale non c dubbio. Ma quello, spesso, calcetto: il futsal si gioca al chiuso, con propri schemi e propri metodi di allenamento. Delle 2514 societ affiliate (con oltre 70mila tesserati), oltre 1000 fanno attivit giovanile. Per arrivare ai livelli di Spagna e Brasile, dove il futsal si insegna fin da bambini, bisogna partire da loro: il progetto Io calcio a 5, che la Divisione

La gioia degli azzurri con la medaglia di bronzo al collo CASSELLA

RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PROTAGONISTA PRIMA ESCLUSO, POI RICHIAMATO DOPO LINFORTUNIO DI PATIAS

Ottovolante Fortino lui il vero re dei bomber


Super torneo: 8 reti e secondo miglior marcatore E ad Augusta giocava in difesa...
Era tornato a casa, e in Thailandia non doveva neppure esserci. Strana la storia di Rodolfo Fortino: escluso, richiamato, protagonista. E capocannoniere morale del Mondiale: ha vinto la scarpa dargento, ma sarebbe stata doro se il russo Eder Lima non avesse segnato sette dei suoi nove gol complessivi contro le Isole Salomone, travolte 16-0. Pensando a quel viaggio malinconico da Verona a Asti, per, a Fortino va gi benissimo cos: dei quattro convocati dellAsti per il raduno pre-mondiale, era stato lunico lasciato a casa da Menichelli, per dare spazio al compagno di squadra Patias. Che nellultimo allenamento a Roma prima della partenza per il Vietnam, si infortunato alla caviglia, partito ma si dovuto arrendere appena sbarcati a Bangkok.
Exploit Da quel giorno, Fortino ha potuto scrivere nuovi capitoli di una favola che in due anni lo ha portato a essere prima il capocannoniere del campionato 2010-2011 con lAugusta (salvo solo grazie ai playout), poi a vincere uno scudetto con la Luparense, infine ad Asti, squadra tra le favorite per il titolo che il 4 dicembre si giocher

Rodolfo Fortino bacia la silver boot con Fernandinho (Brasile, bronzo) CASSELLA

Ha perso il titolo solo perch Lima ha segnato 7 dei suoi 9 gol contro le Isole Salomone

EDER LIMA ATTACCANTE RUSSIA

la Supercoppa proprio contro la Luparense. vero, non dovevo essere qui dice . Ma una volta arrivato, non ci ho pi pensato. Sono stati due anni magnifici, anche se avrei scambiato volentieri i miei gol per giocare la finalissima. Ben otto, distribuiti in sei partite sulle sette totali (a secco solo con la Spagna): da quello con lAustralia il primo dellItalia al Mondiale , a quello del 3-0 con la Colombia. E pensare che nel 2007, quando arriv in Italia, faceva il difensore: figuratevi se fosse nato pivot, cosa avrebbe potuto combinare...
m.cal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

MAGIC +3 CAMPIONATO
COS DOPO TREDICI TURNI
Mattia De Sciglio, 20 anni
FORTE

I MIGLIORI DI GIORNATA BRILLANO I DUE MILANISTI, PEREYRA UNA GARANZIA, CHE SORPRESA SAU

El Shaarawy e De Sciglio ragazzi terribili


Una settimana li divide, un gol li unisce. Mattia De Sciglio e Stephan El Shaarawy sono il volto giovane della top 11. Classe 92 entrambi, il piccolo Faraone nato il 27 ottobre, Mattia sette giorni prima, il 20. Unintesa scritta nelle stelle e tradotta sulla terra del San Paolo. Il numero 2 rossonero riceve sulla destra, chiama Zuniga alla sfida, accarezza la sfera due volte, poi sente il gemello nelle vicinanze e lo serve. El Shaarawy appostato al limite dellarea, fuori dal traffico. Uno scatto incontro alla palla e il colpo di destro con langolino fisso nel mirino: la rimonta milanista nasce sotto il segno dei baby. Il Faraone poi esagera, ne fa un altro al Napoli, strappa un otto in pagella e porta a 13,5 il punteggio complessivo. De Sciglio si accontenta dellassist, presidia la fascia e spinge alloccorrenza: 7,5 punti in totale.
Quante sorprese A far compa-

gnia ai due ragazzacci rossoneri, il 21enne Pereyra, al secondo centro con la maglia dellUdinese dopo la rete dellaprile scorso contro la Lazio. Per largentino ex River la terza sufficienza consecutiva: Guidolin ha ormai trovato luomo

di fiducia nel suo centrocampo. Corini, invece, il goleador lha pescato nel cuore della difesa. Marco Andreolli, dopo lUdinese, ha pensato bene di spaventare anche il Catania. Per il difensore giallobl sono gi due le reti in altrettante giornate: la vetrina della top 11 a questo punto dobbligo. Un benvenuto nellOlimpo di giornata anche a Marco Sau: ha confidato di non sentirsi allaltezza del Cagliari e della Serie A, intanto ha messo in apprensione lInter. E pare sia solo linizio...
mat.baz.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA TOP 11 DA 119 PUNTI (PI 3 DI MODIFICATORE DIFESA)

GDS

Quattro reti e voti super Che sorpresa il Toni-bis


DallAl-Nasr a Firenze, lattaccante si rimesso in discussione e ha convinto gli scettici. Ora gioca, segna e punta al rinnovo
GIOVANNI SARDELLI FIRENZE

I COLPI VIOLA

MagicMoments
di LUCA BIANCHIN

La compagnia degli Angella


S Puntuale come la pioggia quando esci senza
Gonzalo Rodriguez Largentino alla terza rete in campionato. Piccolo dettaglio: gioca nel cuore della difesa. 6,08 la sua media voto dopo 12 giornate

Sembrava uno scherzo, si rivelato un colpo di genio. Mai scommettere contro le motivazioni di un campione. Anche se un po in l con gli anni. Luca Toni sembra un ragazzino a dispetto delle 35 primavere certificate dalla carta didentit. E, soprattutto, Luca Toni continua a fare nella seconda vita fiorentina, ci che gli riusciva anni fa. Giocare e segnare.
Numeri Quattro gol in 448 mi-

S
Alberto Aquilani Unaltra scommessa indovinata. a quota tre reti (in 2 gare), lultima volta che ha segnato tanto vestiva la maglia della Roma

nuti (esclusi i recuperi) fanno di Luca-gol il secondo cannoniere viola in campionato dopo Jovetic (sei). Con una media pi che ragguardevole di una rete ogni 112 minuti di gioco. Un affare, considerando le premesse che lo avevano portato a Firenze allultimo tuffo lo scorso 31 agosto. Quando lambiente viola malediceva il doppio ammutinamento di Berbatov (Toni sarebbe arrivato anche con il bulgaro hanno sempre detto i vertici societari viola) aggrappandosi senza troppa fiducia al bomber di Pavullo. Stancatosi subito della UAE Pro-League. O gioco seriamente o smetto, quella roba non adatta a me disse Toni parlando dellesperienza allAl-Nasr. Meglio le corse, la fatica, la tattica e le pressioni della Serie A. Soprattutto meglio Firenze, citt che lo ha vissuto al massimo dello splendore quando, con 31 reti, fu in grado di vincere la Scarpa dOro. Con un rischio, altissimo. Rovinare il ricordo lasciato da queste parti. Al momento superato. Sono 53 i gol totali in viola (51 in campionato), ben 105 in Serie A. Ed il tassametro corre.
Contratto e obiettivi Due appoggi facili su assist di Jovetic, due acrobazie splendide su traversoni di Aquilani. Le reti di Toni hanno una matrice precisa, ma la condizione fisica ad impressionare chi lo guarda. O lo marca. Tirato a lucido e tonico, senza aver perso in potenza. Se gli obiettivi di squadra rimangono scaramanticamen-

Luca Toni, 35 anni, alla quarta rete con la maglia della Fiorentina in questa stagione FORTE

te nascosti, il suo piuttosto chiaro. Giocare almeno unaltra stagione con la maglia viola sulle spalle. Arrivato con un contratto annuale (500mila euro pi bonus legati ai gol ed alle presenze), Toni punta deciso al rinnovo del contratto stesso. Ne riparleranno nei prossimi mesi, al momento per lipotesi tuttaltro che impossibile. Poi, a carriera con-

clusa, il legame che lo lega alla famiglia Della Valle potrebbe portare ad un incarico in societ. Ma questa unaltra storia. Quello che conta, adesso, continuare a fare il suo mestiere. Segnare.
Mr. Sufficienza Intanto lex

Bayern ha gi messo in cassaforte la fiducia di tanti altri datori di lavoro, i suoi Magic ma-

nager. Reti a parte, lattaccante viola convince per voti e rendimento. Impiegato in dieci occasioni da Montella, valutato in nove, lattaccante viola non finisce sotto al sei dalla gara di San Siro contro lInter. Poi sono arrivati tre 6, un 6,5 e due 7 a portare a 6,28 la media voto complessiva. Una scommessa che paga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
David Pizarro sua la media voto pi alta fra i Montella-Boys (6,59). Una rinascita a 33 anni e dopo una stagione ni tra Roma e Manchester City

ombrello, arrivata linsufficienza. Udinese-Parma 2-2, Angella voto 5. lo stesso Gabriele Angella che ne aveva fatti due al Chievo diventando il personaggio della settimana. Perch i Magic manager, che un po umorali sono sempre stati, avevano fiutato laffare e cos Angella aveva raddoppiato, come in campo: prima dei gol era in 374 squadre, sette giorni dopo gli estimatori erano diventati 592. Adesso rischia di non segnare per una vita e finire nel grande libro delle meteore, i giocatori che alla Magic hanno vinto alla lotteria una volta nella vita. Comunque vada, difficile che salga sul podio, che diventi una delle tre meteore di sempre. Bronzo Francesco Pedone, simbolo della cinquina Pedone-Parente-Viviani-MurgitaRobbiati. Robbiati aveva il suo perch e Murgita segn anche 10 gol in un anno di A per la Roma nel 1995-96 prese gol da tutti loro, evento che sui siti dei tifosi viene ricordato con una certa autoironia. Argento Kazu Miura. Kazu, idolo dei bambini genoani pi di Holly e Benji quando segn alla Samp in un derby del dicembre 1994, anno primo del fantacalcio Gazzetta. Resta il suo unico gol in Italia e lui, che ancora gioca nel Giappone di calcio a cinque, niente meno che memorabile. Un po perch chiam il cane Vito Corleone, soprattutto perch il professor Scoglio, immortale, lo defin misteriosamente una macchietta applicata. Oro Francesco Grandolfo. Tre gol al Bologna allultima giornata del 2010-11, poi pi nulla. Lo scorso anno ha giocato 3 minuti col Chievo in nove mesi, ora tornato a casa, al Bari, dove fermo a 70 minuti di campo in Serie B. Nel tema di maturit ha commentato una frase di Andy Warhol: Nel futuro ognuno sar famoso al mondo per quindici minuti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PRIMO DI GIORNATA REGOLE E FANTASIA NELLA STRATEGIA DI SALVATORE

Errata Corrige
Consigli, manca un giallo
Nel tabellino di Fiorentina-Atalanta manca unammonizione al portiere nerazzurro Consigli. Il punteggio dellatalantino scende cos a 0,5 per effetto dei malus.

La ricetta del vincitore: Studio le difese nemiche, ma alla fine gioca sempre il Faraone
Sar perch di mestiere fa il tecnologo alimentare (chi scova le ricette per la produzione dei tipi di pane pi elaborati), ma Salvatore Cicero ha in tasca la formula per far lievitare il punteggio del suo team: Allinizio di ogni stagione scommetto su qualche sorpresa, stavolta sono stato ricompensato. Trentadue anni, di Modica (Ragusa), Salvatore vive la formazione come una ricetta: tanta metodicit e un pizzico di fantasia. Le mie scelte? Dipendono dalle difese avversarie. Un esempio: la Roma gioca contro il Torino, allora io schiero Osvaldo. C Bologna-Palermo? Dentro Gilardino. Il Milan traballante incontra la corazzata Napoli? Poco importa, El Shaarawy va in campo lo stesso, perch se solo i rossoneri sistemassero la difesa sarebbero allaltezza della Fiorentina. Quella Fiorentina che gli ha regalato la vittoria con Aquilani: Una scommessa. Come Basta lanno scorso: acquistato a 1, ha reso tantissimo. Perch la metodicit va bene. Ma con la fantasia che si vince.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ogbonna da sei
Un piccolo refuso nelle pagelle di Roma-Torino ha lasciato il difensore granata Angelo Ogbonna senza voto. Nessun problema per per i Magic Manager: la prestazione del talentuoso 24enne stata giudicata sufficiente. Le classifiche del gioco sono state cos conteggiate considerando 6 come voto in pagella.

Prossimo turno, si gioca fino a marted


In occasione della 14 giornata di serie A, il concorso non prevede lassegnazione del 6 dufficio. Verranno infatti considerate valide le pagelle della Gazzetta per tutte le partite in programma, che eccezionalmente per questo turno saranno distribuite su 4 giorni (da sabato a marted). Le classifiche verranno quindi calcolate nella giornata di mercoled 28/11.

Salvatore Cicero, 32 anni, primo con la sua Ciapparedda

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

MAGIC +3 CAMPIONATO
TUTTI I NUMERI: punti conquistati, media e quotazione aggiornata, poi partite giocate, voto in pagella, gol segnati, rigori parati, media voto, assist e cartellini

Portieri
CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI 101 ABBIATI (MIL) 3 102 AGAZZI (CAG) 5 103 AGLIARDI (BOL) 6 104 AMELIA (MIL) 0 106 ANDUJAR (CAT) 5 164 ANEDDA (CAG) 0 107 AVRAMOV (CAG) 0 108 BAJZA (PAR) 0 109 BELEC (INT) 0 110 BENUSSI (PAL) 5 167 BERNI (SAM) 0 112 BIZZARRI (LAZ) 0 165 BRICHETTO (PAL) 0 113 BRKIC (UDI) 3.5 114 BUFFON (JUV) 6 115 CAMPAGNOLO (SIE) 0 116 CARRIZO (LAZ) 0 117 CASTELLAZZI (INT) 0 119 COLOMBO (NAP) 0 120 CONSIGLI (ATA) 0.5 121 CURCI (BOL) 6 122 DA COSTA (SAM) 0 123 DE SANCTIS (NAP) 4 172 DONNARUMMA (GEN) 0 124 FARELLI (SIE) 0 126 FREY S. (GEN) 3.5 127 FREZZOLINI (ATA) 0 128 FRISON (CAT) 0 129 GABRIEL (MIL) 0 130 GILLET (TOR) 4 171 GOICOECHEA (ROM) 6.5 131 GOMIS A. (TOR) 0 132 GOMIS L. (TOR) 0 133 HANDANOVIC (INT) 5.5 135 LOBONT (ROM) 0 136 LUPATELLI (FIO) 0 137 MARCHETTI (LAZ) 7.5 138 MIRANTE (PAR) 4 139 NETO (FIO) 0 168 PADELLI (UDI) 0 140 PAVARINI (PAR) 0 141 PAWLOWSKI (UDI) 0 142 PEGOLO (SIE) 10 170 PELIZZOLI (PES) 0 143 PERIN (PES) 6 144 POLITO (ATA) 0 145 PUGGIONI (CHI) 0 147 ROMERO (SAM) 5.5 149 ROSATI (NAP) 0 169 RUBINHO (JUV) 0 163 SAVELLONI (PES) 0 150 SORRENTINO (CHI) 4 151 SQUIZZI (CHI) 0 152 STEKELENBURG (ROM) 0 166 STILLO (GEN) 0 153 STOJANOVIC (BOL) 0 154 STORARI (JUV) 0 155 SVEDKAUSKAS (ROM) 0 156 TERRACCIANO (CAT) 0 157 TZORVAS (GEN) 0 158 UJKANI (PAL) 2 160 VIVIANO (FIO) 5 MEDIA QUOT. 4.2 12 5.12 15 4.46 10 3.67 1 4.92 11 6 1 6 1 0 1 0 1 5 1 4.5 1 3.38 1 0 1 4.54 12 5.27 18 0 2 0 1 4.75 1 0 1 5.21 14 5.75 7 0 1 5.15 17 0 1 0 1 4.54 12 0 1 0 4 0 1 5.27 16 5 1 0 1 0 1 5.32 18 6 1 0 1 5.56 15 5.42 16 0 1 3 1 5 3 0 1 5.69 19 8.75 1 4.42 8 5.25 1 0 2 4.5 12 0 1 0 1 0 1 4.04 10 0 1 3.9 9 0 1 0 1 6.25 1 6 1 0 1 0 1 4.27 11 5.65 19 CAMPIONATO MEDIA P. V. G. VOTO 10 5 -13 5.55 12 7,5 -16 6.18 13 0 -18 5.83 3 -5 5.33 13 6 -17 6.23 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 6 -1 6 3 -5 6.17 4 -9 5.62 0 0 0 12 5,5 -14 5.79 11 0 -9 6.11 0 0 0 0 0 0 2 -3 6.25 0 0 0 12 5 -17 6.21 2 6 0 5.75 0 0 0 13 6 -11 6.08 0 0 0 0 0 0 13 6,5 -22 6.23 0 0 0 0 0 0 0 0 0 13 6 -12 6.27 4 6,5 -5 6 0 0 0 0 0 0 11 7,5 -12 6.45 0 0 0 0 0 0 9 8 -8 6.5 12 6 -17 6.29 0 0 0 2 -6 6 1 -1 6 0 0 0 13 7 -14 6.42 2 0 7.25 12 7 -24 6.25 2 -2 6.25 0 0 0 11 6,5 -14 5.9 0 0 0 0 0 0 0 0 0 13 6 -25 6 0 0 0 9 -18 5.72 0 0 0 0 0 0 2 0 6.25 0 0 0 0 0 0 0 0 0 13 5 -19 5.81 13 6 -10 6.21 R. 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 3 0 0 0 0 2 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 ESPAMM 0/1 0/1 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 1/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/2 0/0 0/0 0/2 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/1 0/0 0/0 0/0 0/1 0/0 0/0 0/1 0/5 0/0 0/0 0/0 0/0 0/3 0/0 1/0 0/0 0/0 1/1 0/0 0/0 0/0 0/1 0/0 0/1 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 1/0 0/0

Difensori
CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI MEDIA QUOT. 201 ABATE (MIL) 0 6.06 10 202 ABERO (BOL) 0 5.25 4 203 ACERBI (MIL) 5 5.62 4 204 AGOSTINI (TOR) 0 0 3 207 ALVAREZ P.S. (CAT) 6.5 5.45 5 208 ANDREOLLI (CHI) 9 6.92 9 404 ANGELLA (UDI) 5 7.25 5 209 ANTONELLI (GEN) 5 5.92 8 210 ANTONINI (MIL) 0 5.3 4 211 ANTONSSON (BOL) 6 5.46 5 212 ARIAUDO (CAG) 0 5.83 5 213 ARONICA (NAP) 0 5.38 3 214 ASHONG (FIO) 0 0 1 215 ASTORI (CAG) 2.5 5.33 8 216 AUGUSTYN (CAT) 0 0 1 217 AVELAR (CAG) 6 5.94 7 219 BALZANO (PES) 5.5 5.67 5 220 BALZARETTI (ROM) 5.5 5.55 10 221 BARZAGLI (JUV) 6.5 6.08 15 222 BASTA (UDI) 6.5 6.86 16 223 BELLINI (ATA) 0 6.12 4 224 BELLUSCI (CAT) 0 5.64 4 225 BELMONTE (SIE) 0 0 1 394 BENALOUANE (PAR) 5.5 5 1 226 BENATIA (UDI) 0 6.07 9 227 BERARDI G. (SAM) 0 5.95 5 390 BIANCHETTI (INT) 0 0 1 CAMPIONATO P. V. G. 9 0 0 5 0 0 4 5 0 0 0 0 10 7 0 6 6 2 4 5 2 13 5,5 0 5 0 0 12 6 0 5 0 0 5 0 0 0 0 0 11 5 0 0 0 0 7 6 0 10 6 0 10 5,5 0 12 6,5 0 7 6,5 1 4 0 0 7 0 0 0 0 0 4 5,5 0 7 0 0 10 0 0 0 0 0 MEDIA VOTO 5.83 5.5 5.62 0 5.7 6 6 5.73 5.4 5.54 5.8 5.62 0 5.64 0 6 5.78 5.6 6.08 6.29 6.12 5.86 0 5.5 6 6 0 A. 2 0 0 0 0 0 0 3 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 1 0 0 ESPAMM 0/0 0/1 0/0 0/0 1/3 0/1 0/2 0/1 0/1 0/2 0/0 0/2 0/0 0/4 0/0 0/1 0/3 0/2 0/2 0/0 0/0 0/3 0/0 1/2 0/1 0/1 0/0

CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI 228 BIAVA (LAZ) 6 229 BOCCHETTI (PES) 5 230 BONERA (MIL) 0 231 BONUCCI (JUV) 6 232 BOVO (GEN) 2.5 233 BRITOS (NAP) 0 234 BRIVIO (ATA) 5 236 BURDISSO (ROM) 0 383 CACERES (TOR) 0 237 CACERES M. (JUV) 0 387 CAMILLERI (CAG) 0 238 CAMPAGNARO (NAP) 5 239 CAMPORESE (FIO) 0 240 CANINI (GEN) 0 241 CANNAVARO (NAP) 5.5 242 CAPELLI (ATA) 0 243 CAPUANO C. (CAT) 0 244 CAPUANO M. (PES) 3.5 245 CARVALHO (BOL) 0 246 CASSANI (FIO) 0 247 CASTAN (ROM) 6 248 CASTELLINI (SAM) 0 249 CAVANDA (LAZ) 0 250 CESAR (CHI) 0 251 CETTO (PAL) 0 252 CHERUBIN (BOL) 6 253 CHIELLINI (JUV) 6.5 254 CHIVU (INT) 0 401 CIANI (LAZ) 6.5 255 CODA (UDI) 5 256 CONTINI (SIE) 4.5 257 COSIC (PES) 4.5 258 COSTA (SAM) 6 381 CRESCENZI (PES) 0 260 DAINELLI (CHI) 5 259 D'AMBROSIO (TOR) 5 261 DANILO (UDI) 0 262 DARMIAN (TOR) 5.5 263 DE CEGLIE (JUV) 0 264 DE SCIGLIO (MIL) 7.5 265 DE SILVESTRI (SAM) 0 266 DEL GROSSO (SIE) 0 267 DELLAFIORE (SIE) 0 268 DI CESARE (TOR) 0 269 DIAKITE' (LAZ) 0 270 DIAS (LAZ) 6 271 DIDAC VILA (MIL) 0 272 DODO' (ROM) 0 273 DOMIZZI (UDI) 6 274 DRAME' (CHI) 6 277 FARAONI (UDI) 0 278 FARKAS (CHI) 0 279 FELIPE (SIE) 6 280 FERNANDEZ F. (NAP) 0 281 FERRI (ATA) 0 282 FERRONETTI (GEN) 0 283 FIDELEFF (PAR) 0 284 FREY N. (CHI) 0 285 GABRIEL DA SILVA (UDI) 0 286 GAMBERINI (NAP) 6 393 GARCIA (PAL) 5 287 GARICS (BOL) 6 289 GASTALDELLO (SAM) 6.5 290 GLIK (TOR) 6.5 291 GRANQVIST (GEN) 5 292 GRAVA (NAP) 0 293 HEGAZY (FIO) 6 295 HERTAUX (UDI) 0 296 JOKIC (CHI) 0 297 JONATHAN (INT) 0 299 JUAN (INT) 5.5 300 KONKO (LAZ) 6.5 405 KRAJNC (GEN) 0 301 LABRIN (PAL) 3 303 LEGROTTAGLIE (CAT) 6.5 304 LICHTSTEINER (JUV) 0 305 LUCARELLI (PAR) 5 306 LUCCHINI (ATA) 0 307 LUCIO (JUV) 0 379 MACEACHEN (PAR) 0 309 MANFREDINI (ATA) 5.5 310 MANTOVANI (PAL) 0 311 MARCHESE (CAT) 6.5 396 MARQUINHOS (ROM) 6 312 MARTINEZ M. (SIE) 0 313 MASIELLO A. (ATA) 0 314 MASIELLO S. (TOR) 0 315 MATHEU (ATA) 0 316 MBAYE (INT) 0 317 MESBAH (MIL) 0 318 MESTO (NAP) 6 319 MEXES (MIL) 6 320 MIGLIORINI (TOR) 0 321 MILANOVIC (PAL) 0 323 MORETTI E. (GEN) 5 324 MORGANELLA (PAL) 5.5

MEDIA QUOT. 5.88 8 5.68 5 5.56 6 5.88 11 5.06 2 6.25 4 5.62 7 5.69 8 0 4 6.2 8 6 1 6.23 10 0 2 5.44 5 6.12 10 0 2 5.25 4 4.88 4 5.75 3 5.88 7 5.77 8 5.5 2 5.43 1 5.83 4 5.17 2 6.05 7 5.82 14 0 4 5.5 5 5.72 4 5.6 4 5.36 3 5.77 5 0 4 5.5 4 6.75 9 5.25 7 5.46 4 5 5 6.21 6 5.3 4 5.62 6 5.5 3 5.75 4 0 4 5.71 8 0 4 5.17 4 5.94 9 5.86 6 5.58 4 0 2 5.55 4 5.5 4 5.5 2 5.5 2 0 2 5.5 5 6 2 5.9 8 5.55 4 5.7 6 5.86 9 6.12 8 5.88 9 0 1 6 3 6 4 5.4 3 6 4 6 8 5.92 9 5.5 1 3 1 6 13 6 12 5.96 9 5.57 6 6.5 5 0 1 6.09 9 5.7 7 6.27 11 5.95 6 0 4 0 1 5.67 3 4.75 3 0 2 4.5 3 7 7 5.29 6 0 1 0 4 5.56 4 5.68 6

CAMPIONATO P. V. G. 12 6 0 11 5 0 9 0 0 12 6,5 0 8 4,5 0 2 0 0 9 5,5 0 7 0 0 0 0 0 6 0 1 0 0 0 13 5,5 0 0 0 0 8 0 0 12 6 0 0 0 0 2 0 0 8 4,5 0 4 0 0 6 0 0 10 6 0 2 0 0 8 0 0 6 0 0 3 0 0 11 6 1 11 6,5 0 0 0 0 3 6,5 0 10 5 0 5 5 0 7 5 0 11 6 1 0 0 0 13 5 0 9 5,5 2 10 0 0 12 5,5 0 5 0 0 8 6,5 0 5 0 0 13 0 0 1 0 0 2 0 0 0 0 0 12 6 0 0 0 0 2 0 0 9 5,5 1 7 6 0 9 0 0 1 0 0 11 6 0 1 0 0 3 0 0 2 0 0 0 0 0 9 0 0 2 0 0 10 6 0 11 5 0 10 6,5 0 11 6,5 1 12 6,5 1 13 5 0 0 0 0 1 6 0 3 0 0 5 0 0 1 0 0 10 5,5 0 12 6,5 0 1 0 0 1 4 0 12 6,5 0 9 0 1 12 5,5 1 7 0 0 1 0 0 0 0 0 11 6 0 5 0 0 11 6,5 1 9 6 0 0 0 0 0 0 0 6 0 0 3 0 0 0 0 0 1 0 0 5 6 1 7 6 0 0 0 0 0 0 0 11 5,5 0 11 5,5 0

MEDIA VOTO 5.92 5.68 5.83 6.08 5.56 6.5 5.69 5.93 0 5.7 0 6.23 0 5.69 6.25 0 5.75 5.06 5.75 5.88 5.9 5.5 5.57 5.92 5.33 5.82 5.95 0 4.25 5.83 5.7 5.43 5.73 0 5.58 6.06 5.65 5.67 5.12 6.14 5.4 5.62 6 6 0 5.79 0 4.75 5.75 6 5.58 0 5.82 5.5 5.5 5.5 0 5.61 6 5.95 5.64 5.7 5.91 5.96 5.92 0 6 6 5.5 6 6.2 6 5.5 4 6.17 5.72 5.92 5.79 6.5 0 6.23 5.9 6.05 5.94 0 0 5.67 4.75 0 4.5 6 5.5 0 0 5.72 5.77

A. 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0

ESPAMM 0/1 0/0 0/5 0/5 0/4 0/1 0/1 0/4 0/0 0/1 0/0 0/2 0/0 0/4 0/5 0/0 1/0 1/1 0/0 0/0 0/3 0/0 0/2 0/1 0/1 0/1 0/3 0/0 0/1 0/2 0/1 0/1 1/3 0/0 0/2 0/1 2/4 0/5 0/1 0/1 0/1 0/0 0/1 0/1 0/0 0/2 0/0 0/0 0/5 0/2 0/1 0/0 1/4 0/0 0/0 0/0 0/0 0/2 0/0 0/1 0/2 0/2 1/5 0/2 0/1 0/0 0/0 0/0 0/1 0/0 0/4 0/2 0/0 1/0 0/4 0/1 0/5 0/3 0/0 0/0 0/3 0/2 1/1 0/0 0/0 0/0 0/2 0/0 0/0 0/0 0/0 0/3 0/0 0/0 0/3 0/2

CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI 325 MORLEO (BOL) 6.5 326 MOTTA (BOL) 0 327 MUNOZ (PAL) 5 397 MURRU (CAG) 0 328 MUSTAFI (SAM) 6 329 NAGATOMO (INT) 6.5 331 NATALI (BOL) 0 386 NETO L. (SIE) 6.5 333 OGBONNA (TOR) 5.5 334 PACI (SIE) 0 335 PALETTA (PAR) 4.5 336 PAPP (CHI) 0 337 PASQUAL (FIO) 8 338 PASQUALE (UDI) 6 339 PELUSO (ATA) 0 399 PEREIRA (INT) 0 340 PERICO (CAG) 0 341 PERROTTA M. (PES) 0 382 PIRIS (ROM) 5 343 PISANO E. (PAL) 0 342 PISANO F. (CAG) 5.5 345 PORTANOVA (BOL) 0 346 POTENZA (CAT) 0 400 POULSEN (SAM) 0 347 RADU (LAZ) 6.5 348 RAIMONDI (ATA) 5.5 349 RANOCCHIA (INT) 5.5 385 RINAUDO (NAP) 0 380 RODRIGUEZ GON. (FIO) 10 384 RODRIGUEZ GUI. (TOR) 0 398 ROLIN (CAT) 0 351 ROMAGNOLI A. (ROM) 0 350 ROMAGNOLI S. (PES) 0 352 ROMULO (FIO) 0 353 RONCAGLIA (FIO) 6 354 ROSI (PAR) 6 355 ROSSETTINI (CAG) 6 356 ROSSINI (SAM) 6 357 RUBIN (SIE) 6.5 358 SAMUEL (INT) 6 359 SANTACROCE (PAR) 0 360 SARDO (CHI) 5 402 SAVIC (FIO) 6 361 SCALONI (LAZ) 0 362 SILVESTRE (INT) 0 363 SORENSEN (BOL) 6.5 364 SPOLLI (CAT) 6.5 365 STANKEVICIUS (LAZ) 0 366 STENDARDO (ATA) 4.5 388 TERLIZZI (PES) 0 368 TERZI (SIE) 0 369 TOMOVIC (FIO) 0 403 UVINI (NAP) 0 371 VITIELLO (SIE) 0 373 VON BERGEN (PAL) 5 374 YEPES (MIL) 0 375 ZACCARDO (PAR) 0 376 ZANON (PES) 4 389 ZAPATA (MIL) 0 377 ZAURI (LAZ) 0

MEDIA QUOT. 5.73 6 5.33 3 5.42 5 5.75 1 6 1 5.83 10 5.38 5 5.79 6 6.06 10 6.61 8 6.12 13 5 4 6.59 13 5.92 5 5.06 6 6.29 12 6 4 0 1 5.5 5 5.38 4 5.77 7 0 4 0 3 5 5 5.75 4 6.4 8 6.67 13 0 2 6.75 14 5.8 4 6 4 6 1 5.3 4 6.43 4 6.08 11 6.36 9 5.65 6 5.54 5 5.67 5 6.69 13 0 2 5.22 4 6.3 6 6.5 3 5.33 9 5.9 5 6.45 11 0 3 5.78 4 6.17 6 0 4 5.83 6 0 4 0 4 5.54 5 5.83 5 5.95 12 5.18 4 5.38 6 0 1

CAMPIONATO P. V. G. 11 6,5 0 6 0 0 12 5 0 1 0 0 2 6 0 12 6,5 0 4 0 0 12 6,5 0 8 6 0 10 0 2 13 5 0 3 0 0 11 7 1 6 6 0 8 0 0 8 0 1 5 0 0 0 0 0 10 5,5 0 6 0 0 12 5,5 0 0 0 0 0 0 0 3 0 0 2 6,5 0 11 5,5 1 12 5,5 1 0 0 0 12 7 3 5 0 0 2 0 0 0 0 0 5 0 0 7 0 1 12 6 1 11 6 2 9 6 0 13 6 0 4 6,5 0 8 6 1 0 0 0 9 5,5 0 5 6 0 4 0 0 4 0 0 5 6,5 0 10 6,5 1 0 0 0 9 5 0 3 0 1 0 0 0 9 0 0 0 0 0 0 0 0 12 5 0 6 0 0 10 0 1 11 5 0 4 0 0 0 0 0

MEDIA VOTO 5.82 5.5 5.5 5.5 6 5.88 5.62 6 6.19 6.06 6.23 5.17 6.32 5.92 5.44 5.86 6 0 5.3 5.5 5.83 0 0 3.33 5.75 6.1 6.46 0 6.08 5.9 6.25 0 5.5 6 6.08 6 5.72 5.58 5.83 6.5 0 5.39 6.3 6.5 5.33 6.1 6.3 0 5.94 5.67 0 6 0 0 5.71 6.08 5.75 5.5 5.62 0

A. 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 2 0 0 0 0 0 0 1 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

ESPAMM 0/2 0/2 0/2 0/0 0/0 1/1 0/2 1/3 0/2 0/2 0/3 0/1 0/2 0/0 2/4 0/0 0/0 0/0 0/1 0/1 0/2 0/0 0/0 0/0 0/0 0/2 0/3 0/0 1/2 0/1 0/1 0/0 1/0 0/0 0/6 1/2 1/0 0/1 0/1 0/3 0/0 0/3 0/0 0/0 0/0 0/2 0/3 0/0 0/3 1/1 0/0 0/3 0/0 0/0 1/2 0/3 0/2 1/5 1/0 0/0

Centrocampisti
CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI MEDIA QUOT. 502 ACQUAH (PAR) 6 5.42 3 503 ALLAN (UDI) 6 6.23 11 504 ALMIRON (CAT) 13 6.75 15 505 ALVAREZ R. (INT) 6.5 5.67 8 506 AMBROSINI (MIL) 0 6.07 8 507 ANGELO (SIE) 6.5 5.77 6 508 ANSELMO (GEN) 0 5.5 2 717 AQUILANI (FIO) 14.5 8.7 14 509 ARMERO (UDI) 5.5 5.25 8 510 ASAMOAH (JUV) 5.5 6.92 17 511 BADU (UDI) 5 5.86 6 738 BAKIC (TOR) 0 0 1 512 BARRETO E. (PAL) 5 5.88 9 513 BARRIENTOS (CAT) 6 6.5 16 514 BASHA (TOR) 6 6.58 7 516 BEHRAMI (NAP) 0 6 11 723 BENASSI (INT) 0 0 1 517 BENTIVOGLIO (CHI) 0 0 2 518 BERTOLACCI (GEN) 6 5.89 8 519 BERTOLO (PAL) 0 5.42 7 520 BIABIANY (PAR) 0 6.1 13 521 BIAGIANTI (CAT) 5.5 5.86 7 522 BIONDINI (ATA) 5.5 5.9 6 523 BIRSA (TOR) 0 0 4 524 BJARNASON (PES) 0 5.5 4 719 BLASI (PES) 0 5.08 3 525 BOATENG (MIL) 6 5 10 526 BOLZONI (SIE) 7 5.64 5 527 BONAVENTURA (ATA) 9.5 7.08 19 708 BORJA VALERO (FIO) 7.5 6.96 17 CAMPIONATO P. V. G. 6 6 0 12 6,5 0 13 7 2 7 6,5 0 7 0 0 11 6,5 0 3 0 0 6 7,5 3 8 5,5 0 13 5,5 2 7 5 0 0 0 0 12 6 0 12 6 2 7 6 1 11 0 0 0 0 0 0 0 0 9 6 1 7 0 0 10 0 0 11 5,5 0 6 5,5 0 2 0 0 4 0 0 6 0 0 10 6 0 7 7 0 12 6,5 4 13 6,5 1 MEDIA VOTO 5.58 6.18 6.29 5.5 6.21 5.68 5.5 6.6 5.38 6.35 5.93 0 6 5.96 6.17 6.14 0 0 5.56 5.58 6.2 5.95 6 0 5.5 5.5 5.2 5.71 6.12 6.46 A. 0 2 0 1 1 2 0 2 0 2 0 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 4 ESPAMM 0/2 0/3 0/2 0/0 0/4 0/2 0/0 0/1 0/2 0/1 0/1 0/0 1/1 0/1 0/1 0/3 0/0 0/0 0/2 0/2 0/4 0/2 0/1 0/0 0/1 0/5 1/2 0/1 0/1 0/1

I NUMERI

4
9

VIVI LE EMOZIONI DEL GRANDE CALCIO IN DIRETTA SUL TUO iPad CON

incluso gratuitamente nel tuo abbonamento Premium


ABBONATI SUBITO

la Magic media di Quagliarella. Lattaccante della Juventus primo in classifica grazie alle 6 reti stagionali e ai due 8 conquistati in pagella contro Chievo e Pescara

mediasetpremium.it
iPad is a trademark of Apple Inc., registered in the U.S. and other countries. App Store is a service mark of Apple Inc.

199 309 309 *

La visione dei contenuti varia in base al pacchetto sottoscritto. *Da rete fissa iva incl.: 5,83 cent al minuto no scatto alla risposta da lun a ven da h. 18.30 a 23, sabato da h. 13 a 23 e domenica da h.9 a 23. Negli altri orari costi di 14,37 cent. al minuto. Da rete mobile max 48,4 cent a minuto in base a gestore utilizzato.

i punti conquistati da Consigli. Giornata no per il portiere dellAtalanta trafitto dai viola

0,5

CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI 528 BRADLEY (ROM) 6.5 529 BRIENZA (PAL) 5 530 BRIGHI (TOR) 0 531 BROCCHI (LAZ) 6 720 BRUGMAN (PES) 0 533 CAMBIASSO (INT) 5 534 CANA (LAZ) 0 535 CANDREVA (LAZ) 5.5 536 CARMONA (ATA) 5.5 537 CASARINI (CAG) 0 538 CASCIONE (PES) 5.5 539 CASTRO (CAT) 6 540 CAZZOLA (ATA) 5 541 CEPPELINI (CAG) 0 542 CERCI (TOR) 5.5 543 CHIARETTI (PES) 0 545 CIGARINI (ATA) 3.5 546 COFIE (CHI) 5.5 547 COLUCCI (PES) 0 548 CONSTANT (MIL) 5.5 549 CONTI (CAG) 6 550 COPPOLA (SIE) 0 551 COSSU (CAG) 8 552 COUTINHO (INT) 6 553 CRUZADO (CHI) 0 554 CUADRADO (FIO) 6.5 555 D'AGOSTINO (SIE) 0 556 DE FEUDIS (TOR) 0 729 DE JONG (MIL) 5.5 557 DE ROSSI (ROM) 0 558 DELLA ROCCA (FIO) 0 559 DESSENA (CAG) 5.5 736 DETTORI (CHI) 0 561 DIAMANTI (BOL) 9.5 562 DONADEL (NAP) 0 563 DONATI (PAL) 3.5 564 DOSSENA (NAP) 0 728 DUNCAN (INT) 0 565 DZEMAILI (NAP) 6 566 EDERSON (LAZ) 5.5 567 EKDAL (CAG) 5.5 727 EL KADDOURI (NAP) 0 568 EMANUELSON (MIL) 0 569 ERIKSSON (CAG) 0 718 ESTIGARRIBIA (SAM) 6 707 FERNANDEZ M. (FIO) 6 570 FERREIRA PINTO (ATA) 0 571 FLAMINI (MIL) 0 572 FLORENZI (ROM) 6 715 FOGGIA (LAZ) 0 573 GALLOPPA (PAR) 0 574 GARGANO (INT) 4.5 575 GAZZI (TOR) 5 577 GIACCHERINI (JUV) 0 732 GIORGI (PAL) 0 578 GOBBI (PAR) 0 579 GOMEZ (CAT) 7.5 580 GONZALEZ (LAZ) 5.5 581 GOROBSOV (TOR) 0 583 GUANA (CHI) 6 584 GUARENTE (BOL) 0 585 GUARIN (INT) 0 586 HAMSIK (NAP) 6 587 HERNANES (LAZ) 6.5 588 HETEMAJ (CHI) 5 589 ILICIC (PAL) 4.5 590 INLER (NAP) 10 591 ISLA (JUV) 5.5 592 IZCO (CAT) 6.5 593 JANKOVIC (GEN) 5.5 594 JORQUERA (GEN) 0 595 JUAN ANTONIO (SAM) 0 731 KONE P. (BOL) 0 596 KRHIN (BOL) 0 598 KRSTICIC (SAM) 6 599 KUCKA (GEN) 6.5 600 KURTIC (PAL) 5 601 LAMELA (ROM) 5.5 604 LAZZARI (UDI) 0 605 LEDESMA (LAZ) 6 606 LJAJIC (FIO) 6 607 LLAMA (FIO) 0 608 LODI (CAT) 7 725 LUCCA (ROM) 0 610 LUCIANO (CHI) 5 611 LULIC (LAZ) 0 612 LUND NIELSEN (PES) 5.5 613 MAGGIO (NAP) 6.5 614 MAICOSUEL (UDI) 5 615 MANNINI (SIE) 0 739 MARCHIONNI (PAR) 9.5 617 MARCHISIO (JUV) 6 733 MARESCA (SAM) 6.5 722 MARIGA (INT) 0 618 MARQUINHO (ROM) 6.5 619 MARRONE (JUV) 0 620 MATUZALEM (LAZ) 0 621 MAURI (LAZ) 0 737 MAZZARANI (UDI) 0 622 MERKEL (GEN) 0 623 MIGLIACCIO (FIO) 0 625 MODESTO (PES) 0 626 MONTOLIVO (MIL) 6 627 MORALEZ (ATA) 6 629 MORRONE (PAR) 0 630 MUDINGAYI (INT) 0 631 MUNARI (SAM) 6 632 MUNTARI (MIL) 0 633 MUSACCI (PAR) 5 634 NAINGGOLAN (CAG) 6 635 NINIS (PAR) 0 636 NOCERINO (MIL) 5.5 637 OBI (INT) 0 638 OBIANG (SAM) 6.5 639 OLIVERA (FIO) 0 640 ONAZI (LAZ) 0 641 PADOIN (JUV) 0 643 PALLADINO (PAR) 10 714 PALOMBO (SAM) 0 644 PAROLO (PAR) 6.5 646 PASQUATO (BOL) 0 713 PAZIENZA (BOL) 0 647 PEPE (JUV) 6 648 PEREYRA (UDI) 10 649 PEREZ (BOL) 6 650 PERROTTA S. (ROM) 0 651 PINZI (UDI) 0 652 PIRLO (JUV) 0 724 PISANU (BOL) 0 653 PIZARRO (FIO) 6.5 654 PJANIC (ROM) 9 655 POGBA (JUV) 6 656 POLI (SAM) 10 657 PULZETTI (BOL) 0 658 QUINTERO (PES) 5 659 RADOVANOVIC (ATA) 0 661 RENAN (SAM) 0 662 RICCHIUTI (CAT) 0 664 RIGONI L. (CHI) 0 663 RIGONI M. (CHI) 0 665 RIOS (PAL) 0 666 RIVEROLA (BOL) 0 709 RODRIGUEZ R. (SIE) 0 730 ROSINA (SIE) 6 667 ROSSI (GEN) 0 669 SALIFU (CAT) 0 670 SAMPIRISI (GEN) 5.5 671 SANTANA (TOR) 6 672 SCHELOTTO (ATA) 6

MEDIA QUOT. 6.29 9 6.25 12 6.33 9 5.75 5 0 3 6.73 15 5.17 4 7.12 16 6.62 6 6.67 4 5.92 10 6.14 8 5.62 6 6 1 6.27 13 0 2 6.33 12 5.5 3 5.5 5 5.71 6 5.5 6 5.5 2 6.28 15 6.5 9 6.88 4 6.71 14 6.3 9 0 2 6.11 10 5.44 11 0 3 5.96 8 0 1 7 21 0 1 5.7 8 5.5 6 0 1 6.12 11 6.67 10 6.18 9 0 4 6.4 11 5.5 1 5.69 8 5.65 9 0 2 4.75 3 6.69 10 0 4 6.43 9 6.04 10 6.15 10 7.4 10 6.64 8 5.83 8 7.46 20 6.14 9 0 1 5.71 5 6.21 6 6.7 17 7.77 28 7.62 22 5.58 7 5.92 11 6.42 15 6.25 10 6.18 9 6.55 14 5.33 6 0 6 6.25 8 5.62 4 5.67 4 6.65 12 5.69 5 8.04 27 5.95 9 6.42 14 6.11 8 5.5 2 7.08 22 6 1 6.33 8 5.68 11 5.78 6 6.31 14 6.44 10 5.38 4 6.7 8 6.6 18 6.78 14 0 2 5.9 10 6 4 0 4 6.33 10 0 2 6 8 6 7 5.21 4 6.25 13 6.31 17 5.5 4 5.67 6 6.35 10 0 3 5.62 1 6.08 11 5.9 6 5.25 11 6 4 6.15 8 5.75 4 6 1 6 4 7.33 7 0 4 6.35 12 0 4 5.5 4 6 4 6.29 9 5.33 5 5.67 4 6.33 9 7.23 21 0 2 6.32 10 6.67 12 7.5 8 6.57 9 5.5 3 6.42 9 0 2 5 4 5 3 5.65 8 6.08 13 5.83 8 0 3 5.38 4 5.64 7 6 4 0 4 5.32 1 5.85 10 5.77 9

CAMPIONATO P. V. G. 7 6,5 1 9 5 1 10 0 1 6 6 0 0 0 0 13 5,5 1 7 0 0 13 5,5 3 4 5,5 1 3 0 1 12 6 1 13 6,5 1 11 5,5 0 0 0 0 11 5,5 0 0 0 0 12 4,5 2 3 5,5 0 9 0 0 8 5,5 0 9 6,5 0 1 0 0 8 7 0 6 6 1 4 0 1 13 6,5 1 5 0 0 0 0 0 9 5,5 1 8 0 0 0 0 0 11 5,5 1 0 0 0 11 6,5 4 2 0 0 11 4 0 6 0 0 1 0 0 12 6 1 4 5,5 1 10 6 1 0 0 0 10 0 1 3 0 0 13 6 1 10 6 0 0 0 0 2 0 0 12 6 2 0 0 0 7 0 1 13 5 0 13 5 1 5 0 1 7 0 2 12 0 0 13 6,5 4 11 5,5 0 0 0 0 7 6 0 8 0 1 11 0 2 13 6 5 12 6,5 5 13 5,5 0 12 4,5 1 13 7 1 4 5,5 0 12 6,5 0 10 5,5 2 8 0 0 2 0 0 9 0 1 4 0 0 9 6 0 13 7 2 9 5 0 12 6 8 10 0 1 12 6,5 1 10 6 1 1 0 0 13 7 3 0 0 0 9 5,5 1 11 0 0 10 5,5 0 13 5,5 1 8 5 2 4 0 0 6 6,5 1 11 6 1 9 6,5 2 0 0 0 10 6,5 1 4 0 0 0 0 0 12 0 2 0 0 0 5 0 1 9 0 0 7 0 0 12 6 2 13 6 1 2 0 0 6 0 0 11 6,5 2 0 0 0 4 5 0 11 6,5 1 6 0 0 9 5,5 0 1 0 0 10 6,5 0 2 0 0 3 0 0 3 0 0 4 7 1 0 0 0 13 6 2 1 0 0 10 0 0 1 6 0 12 7 1 6 6,5 0 3 0 0 7 0 1 11 0 3 0 0 0 11 7 0 7 6,5 2 7 6 2 7 7 1 6 0 0 12 5 1 0 0 0 2 0 0 3 0 0 10 0 0 7 0 1 9 0 1 0 0 0 5 0 0 7 6 0 2 0 0 1 0 0 11 6 0 10 6 0 11 6 0

MEDIA VOTO 6 5.75 6.06 5.75 0 6.35 5.33 6.23 6.25 5.75 5.83 5.91 5.81 0 6 0 6 5.5 5.67 5.79 6.11 6 6.12 5.9 6 6.5 6.1 0 5.94 5.44 0 5.82 0 6.27 0 5.85 5.62 0 5.88 5.67 6.05 0 5.9 5 5.5 6 0 5 6.25 0 6.07 6.04 6.04 6.4 5.86 5.88 6.35 6.09 0 5.93 5.64 6.2 6.5 6.42 5.73 5.67 6.31 6 6.14 6.05 5.75 0 5.94 5.62 5.72 6.31 5.69 6.25 5.8 6.33 5.89 5.5 6.23 0 6.06 5.77 5.72 5.88 5.62 5.62 6.1 6.4 6.22 0 5.72 6 0 5.92 0 5.5 6.08 5.29 5.75 6.04 5.5 6 6 0 5.62 6.09 5.7 5.31 6 6.1 6.25 6 6 6.33 0 5.88 0 5.65 6 6.08 5.75 5.5 6.08 6.41 0 6.59 5.8 6.5 6.21 5.75 6.21 0 5 5 5.85 5.58 5.56 0 5.5 5.79 6 0 5.41 5.75 5.77

A. 0 2 0 0 0 3 0 4 0 0 0 1 1 0 4 0 1 0 0 0 1 0 2 0 1 1 1 0 0 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0 0 1 0 1 2 0 2 0 0 4 1 0 0 1 0 2 1 0 1 0 1 1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 0 0 0 2 0 3 1 1 3 1 0 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0 0 0 0 2 0 0 0 0 0 0 0 2 0 1 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0

ESPAMM 0/2 1/0 0/1 0/0 0/0 0/2 0/2 0/3 0/3 0/1 0/4 0/3 0/5 0/0 0/2 0/0 1/4 0/0 0/3 0/1 1/6 0/1 0/1 0/0 0/1 0/3 0/0 0/0 0/3 1/1 0/0 0/3 0/0 0/4 0/0 0/3 0/1 0/0 0/2 0/0 0/3 0/0 0/0 0/0 0/1 0/1 0/0 0/1 0/2 0/0 0/3 0/4 0/3 0/0 0/1 0/1 0/3 0/1 0/0 0/3 0/0 0/3 0/1 1/1 0/4 0/2 0/3 0/0 0/1 0/2 0/1 0/0 0/3 0/0 0/3 0/3 0/0 0/3 1/1 1/2 0/2 0/0 0/0 0/0 0/1 0/4 0/1 0/1 0/1 0/2 0/2 0/2 1/0 0/0 0/3 0/0 0/0 1/2 0/0 0/1 0/1 0/1 0/2 0/1 0/0 0/2 0/5 0/0 0/0 0/6 0/0 0/1 0/0 0/1 0/2 0/0 0/1 0/0 0/0 0/4 0/0 0/3 0/0 0/1 1/3 0/0 0/3 0/4 0/0 0/8 0/2 0/0 0/1 0/2 0/3 0/0 0/0 0/0 0/4 0/0 0/1 0/0 0/1 0/2 0/0 0/0 0/2 0/0 0/0

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI MEDIA QUOT. 673 SCIACCA (CAT) 0 0 2 674 SCOZZARELLA (ATA) 0 5.33 1 675 SESTU (SIE) 6 6.05 6 676 SEYMOUR (GEN) 0 5.44 4 677 SNEIJDER (INT) 0 6.4 12 678 SODDIMO (PES) 0 0 2 679 SORIANO (SAM) 0 5.7 4 680 STANKOVIC (INT) 0 0 4 681 STEVANOVIC (TOR) 0 6 8 682 STOIAN (CHI) 0 6.2 4 683 STRASSER (MIL) 0 0 1 684 SUCIU (TOR) 0 0 1 685 TACHTSIDIS (ROM) 0 5.6 6 686 TADDEI (ROM) 0 5.25 4 687 TAIDER (BOL) 4 5.67 6 688 TISSONE (SAM) 7 6.3 7 689 TOGNI (PES) 0 0 3 690 TOZSER (GEN) 4 5.65 6 691 TRAORE (MIL) 0 5 4 726 TROISI (ATA) 0 5.67 3 692 VACEK (CHI) 5.5 5.3 3 693 VALDES (PAR) 0 5.75 10 694 VALIANI (SIE) 10 6.85 11 721 VALOTI (MIL) 0 0 1 695 VARGAS J. (GEN) 6.5 6.5 8 697 VERDI (TOR) 0 0 3 698 VERGASSOLA (SIE) 8 6.42 12 699 VERRE (SIE) 0 5.33 1 700 VIDAL (JUV) 6.5 7.45 21 701 VIOLA (PAL) 6 6 3 702 VIVES (TOR) 0 5.62 5 716 WEISS (PES) 0 6.65 13 703 WILLIANS (UDI) 0 5.67 5 704 ZAHAVI (PAL) 0 6 4 705 ZANETTI (INT) 5 5.92 9 706 ZUNIGA (NAP) 5.5 5.72 9

CAMPIONATO P. V. G. 2 0 0 3 0 0 11 6 0 9 0 0 5 0 1 0 0 0 12 0 0 0 0 0 10 0 1 7 0 1 0 0 0 0 0 0 9 0 0 3 0 0 12 5 1 6 6 0 0 0 0 10 4 0 1 0 0 5 0 0 6 5,5 0 10 0 1 10 7 2 0 0 0 3 6,5 0 2 0 0 13 7 2 4 0 0 11 7 5 1 6 0 8 0 0 10 0 3 3 0 0 1 0 0 12 5 0 9 5,5 0

MEDIA VOTO 0 5.33 5.91 5.56 5.8 0 5.75 0 5.56 5.6 0 0 5.72 5.33 5.62 6 0 5.65 5 5.67 5.6 6.05 6.05 0 6.5 0 6 5.33 6.41 6 5.69 6 5.67 6 5.96 5.67

A. 0 0 2 0 0 0 1 0 1 0 0 0 1 0 0 2 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 1 0 2 0 0 0 0 0 0 1

ESPAMM 0/0 0/0 0/1 0/2 0/0 0/0 0/3 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 1/3 0/2 1/3 0/2 0/0 0/0 0/0 0/1 1/1 0/6 0/0 0/0 0/0 0/0 0/3 0/0 0/5 0/0 0/1 0/5 0/0 0/0 0/1 0/1

ASSIST

CLASSIFICA GENERALE
Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Magic Manager Andrea Bartolucci Ermete Labbadia Marco Lo Medico Daniele Redivo Ettore Toscano Alessandro De Rensis Alessandro Gorgone Tiziano Dante Antonio Vallelonga Marco Spatari Marco Serena Ermes Dovico Alessandro Gorgone Francesco Di Comite Antonio Vallelonga Luca Rossi Marco Serena Gerardo Di Conza Antonio Vallelonga Leopoldo Nicli Citt Umbertide (PG) Lenola (LT) Bagheria (PA) Trieste (TS) Rho (MI) Campobasso (CB) Sanremo (IM) Seregno (MI) Riace (RC) Giaveno (TO) Piacenza (PC) Capo D'Orlando (ME) Sanremo (IM) Bari (BA) Riace (RC) Arenzano (GE) Piacenza (PC) Lioni (AV) Riace (RC) Perugia (PG) Team 3s LUomo Dei Sogni Les Merengues 81 Mandarino Laf 701 Dancinel Iv Generale Stewie A13 M.A.T.874 El-tex G63 Un Capitano! 88 Il Saggio 219 Sereal Campeon 6 ThatS A Long Way M.A.T.87 Piwi Team Laf G59 Un Capitano! 127 Fidato17 Sereal Campeonesss 5 Gigi31 Un Capitano! 118 Babi19 Punti 931 930 927,5 927 926 924,5 924 924 923 923 922,5 922 922 921,5 921 920,5 920,5 920,5 920,5 920

CLASSIFICA DI GIORNATA
Pos. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Magic Manager Salvatore Cicero Antonio Pontico Massimo Grassi Leonardo Novelli Fabia Barbieri Mauro Boi Mirko Matcovich Maurizio Ferrante Alessandro Gozzi 392343 Enrico Marchesini Marco Nanni Davide Livi Gianpiero Collini Giovanni Aulino Andrea Descrovi Francesco Pennisi Daniele Pagani Mauro Contestabili Lorenzo De Salvo Citt Modica (RG) Bracciano (RM) Massa (MS) Paris (ES) Cogorno (GE) Savona (SV) Borso Del Grappa (TV) San Pietro In Casale (BO) Solara Di Bomporto (MO) Montebelluna (TV) Bibbiena (AR) Firenzuola (FI) Fontanella (BO) Alessandria (AL) Carmagnola (TO) Mascali (CT) Losanna (ES) Gussola (CR) Milano (MI) Team Ciapparedda Dinamo Alata Gerico23_2 Leyo Viola Parigi 33 I Piffolini_2 Mauro International Foxclub Winner Team 3 Nini Fc San Gaetano Calcio Viola Scuro Real David_2 Gabri - 2 Squadra 2094355909 F.C. Giuandale Santanna1987 Fc Margaux Annaaleita Camargue Punti 95,5 95 93,5 93,5 93 92,5 92 92 92 91,5 91,5 91 91 91 91 91 91 91 91 90,5

Attaccanti
CODICE MAGIC GIOCATORE PUNTI 801 ABBRUSCATO (PES) 5 803 ACQUAFRESCA (BOL) 0 805 AMAURI (PAR) 6 807 BARRETO D.S. (UDI) 0 808 BELFODIL (PAR) 6 917 BENDTNER (JUV) 0 809 BERGESSIO (CAT) 5.5 810 BIANCHI (TOR) 5 812 BOGDANI (SIE) 0 813 BOJAN (MIL) 5 903 BORRIELLO (GEN) 5 814 BUDAN (PAL) 0 815 CALAIO' (SIE) 5.5 916 CAMPOS TORO (SIE) 0 816 CAPRARI (PES) 6 817 CASSANO (INT) 8 819 CAVANI (NAP) 5 820 CELIK (PES) 0 914 DE LUCA (ATA) 0 824 DENIS (ATA) 5.5 825 DESTRO (ROM) 6 826 DI MICHELE (CHI) 7 827 DI NATALE (UDI) 10 828 DIOP (TOR) 0 829 DOUKARA (CAT) 6 830 DYBALA (PAL) 5.5 831 EDER (SAM) 0 832 EL HAMDAOUI (FIO) 6.5 833 EL SHAARAWY (MIL) 13.5 834 FABBRINI (UDI) 0 835 FLOCCARI (LAZ) 0 836 GABBIADINI (BOL) 9 837 GILARDINO (BOL) 10.5 838 GIMENEZ (BOL) 0 839 GIOVINCO (JUV) 5.5 926 HALLENIUS (GEN) 0 840 HERNANDEZ (PAL) 0 904 IAQUINTA (JUV) 0 841 IBARBO (CAG) 5.5 842 ICARDI (SAM) 9.5 843 IMMOBILE (GEN) 9.5 844 INSIGNE (NAP) 9 902 JONATHAS (PES) 6 845 JOVETIC (FIO) 0 846 KEKO (CAT) 0 847 KLOSE (LAZ) 6 848 KOZAK (LAZ) 0 849 LARRIVEY (CAG) 0 850 LARRONDO (SIE) 0 906 LIVAJA (INT) 0 853 MARILUNGO (ATA) 5.5 908 MARTINEZ JARA (GEN) 0 854 MATRI (JUV) 6 855 MAXI LOPEZ (SAM) 0 856 MEGGIORINI (TOR) 0 922 MELAZZI (GEN) 0 858 MICCOLI (PAL) 0 859 MILITO (INT) 4.5 860 MORIMOTO (CAT) 0 861 MOSCARDELLI (CHI) 0 862 MURIEL (UDI) 0 863 NENE' (CAG) 6.5 912 NIANG (MIL) 0 905 NICO LOPEZ (ROM) 0 865 OSVALDO (ROM) 9 866 PABON (PAR) 0 867 PALACIO (INT) 9.5 868 PALOSCHI (CHI) 0 869 PANDEV (NAP) 0 870 PAOLUCCI (SIE) 0 871 PAPONI (BOL) 5.5 872 PARRA (ATA) 0 873 PATO (MIL) 0 874 PAZZINI (MIL) 6 876 PELLISSIER (CHI) 6 877 PINILLA (CAG) 6.5 901 PISCITELLA (GEN) 0 878 POLO (GEN) 0 879 POZZI (SAM) 0 880 QUAGLIARELLA (JUV) 5.5 921 RANEGIE (UDI) 0 925 REGINALDO (SIE) 0 882 ROBINHO (MIL) 7.5 883 ROCCHI (LAZ) 0 884 RODRIGUEZ F. (BOL) 0 885 ROZZI (LAZ) 0 927 SAID (GEN) 0 920 SAMASSA (CHI) 0 918 SANSEVERINO (PAL) 0 887 SANSONE G. (TOR) 5 886 SANSONE N. (PAR) 5 888 SAU (CAG) 13 889 SEFEROVIC (FIO) 0 890 SGRIGNA (TOR) 4.5 915 SOSA (PAL) 0 924 TALLO (ROM) 0 891 THEREAU (CHI) 6.5 892 THIAGO (CAG) 0 919 TONI (FIO) 10 894 TOTTI (ROM) 6 895 VARGAS E. (NAP) 0 896 VUCINIC (JUV) 0 913 VUKUSIC (PES) 2 898 ZARATE (LAZ) 0 899 ZE EDUARDO (SIE) 0 MEDIA QUOT. 5.83 12 5.12 10 6.94 19 5.5 6 6.36 13 5.75 14 6.79 19 6.58 17 5.83 7 6.56 16 6.81 14 0 8 6.42 18 0 4 6.14 14 7.73 24 8.27 35 6.5 5 6.33 12 6.96 26 5.75 18 6.06 13 8.55 38 0 2 6.17 3 6.9 14 6.73 18 6.38 15 8.77 29 5.5 7 5.5 9 6.11 13 7.71 24 5.25 4 7.17 23 4 2 5.25 11 0 3 6 15 6.6 6 6.54 18 6.75 18 4.93 9 7.82 27 0 2 7.79 29 5.25 6 4.88 6 0 4 0 1 5.25 6 0 1 6.1 15 6.89 19 5.5 9 5 4 7.35 25 7.81 34 5 8 5 7 6.25 6 7.22 16 0 4 7 2 8.55 29 5.39 12 8.69 28 9.5 7 6.25 16 5 4 5.5 4 4.5 5 4.12 11 7.08 20 6.55 16 5.72 16 5.5 4 0 4 7 9 9 24 6.07 9 6.75 9 6 14 5.33 6 0 3 0 1 5 3 5.67 7 0 3 6 15 6.67 1 7.5 20 6 3 6.22 10 0 3 6 2 6.21 16 6.28 14 7.67 15 7.5 29 6 8 6.7 21 5.1 10 5 6 5.56 8 CAMPIONATO P. V. G. 10 5 1 4 0 0 9 6 3 4 0 0 11 6 2 6 0 0 12 5,5 3 12 5,5 4 4 0 1 10 5,5 1 8 5 3 3 0 0 13 5,5 4 1 0 0 11 6 1 13 7 5 11 5,5 8 5 0 1 8 0 1 13 5,5 4 8 6 1 9 6 1 10 7 8 1 0 0 5 6 0 7 5,5 2 11 0 2 8 6,5 1 13 8 10 5 0 0 4 0 0 11 6,5 1 12 7,5 6 2 0 0 12 5,5 4 1 0 0 7 0 0 0 0 0 11 5,5 0 7 7 1 13 6,5 4 13 6 3 7 6 0 11 0 6 0 0 0 12 6 7 5 0 0 3 0 0 0 0 0 3 0 0 2 5,5 0 0 0 0 6 6 1 9 0 3 11 0 0 2 0 0 11 0 4 13 4,5 7 3 0 0 6 0 0 2 0 0 9 6,5 3 2 0 0 2 0 1 9 6 7 11 0 0 8 6,5 5 2 0 1 10 0 2 3 0 0 3 5,5 0 2 0 0 4 0 0 13 6 5 10 6 3 8 6,5 1 3 0 0 0 0 0 3 0 1 9 5,5 6 9 0 1 5 0 1 6 6,5 0 3 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 5 0 0 0 0 0 8 5 1 6 5 1 9 7,5 4 2 0 0 9 5 1 0 0 0 0 0 0 12 6,5 2 10 0 1 10 7 4 12 6 4 7 0 0 10 0 2 10 5 0 1 0 0 8 0 1 MEDIA VOTO 5.56 5.12 5.94 5.5 5.73 5.75 6.12 5.88 5 6.12 6.12 0 5.92 0 5.91 6.27 6.41 5.75 5.92 5.85 5.5 5.61 6.15 0 6.17 5.7 6.18 6 6.46 5.5 5.5 5.83 6.21 5.25 6.04 4 5.25 0 6 6.1 5.65 5.96 5.07 6.41 0 6.25 5.25 5.5 0 0 5.25 0 5.7 5.81 5.64 5 6.2 5.96 5 5.25 5.75 6.12 0 6 6.5 5.39 6.56 6.5 5.65 5 5.5 5 4.88 5.96 5.65 5.88 5.5 0 5.5 6.29 5.71 4.8 5.83 5.33 0 0 5 5.67 0 5.7 5.67 6.25 6 5.72 0 0 5.75 5.88 6.28 6.58 5.75 6.1 5.4 5 5.44 A. 0 0 0 0 2 0 0 1 0 1 1 0 2 0 0 4 1 0 0 3 0 1 0 0 0 0 1 0 1 0 0 1 0 0 2 0 0 0 0 0 1 1 0 2 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 3 0 0 1 2 0 0 2 0 2 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 2 0 0 0 1 1 4 1 1 0 0 0 ESPAMM 0/1 0/0 0/0 0/0 1/0 0/0 0/2 0/3 0/1 0/1 0/3 0/0 0/3 0/0 0/1 0/0 0/3 0/0 0/1 0/1 1/1 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/2 0/0 0/2 0/0 0/0 0/3 0/0 0/0 0/1 0/0 0/0 0/0 0/0 0/1 0/3 0/1 0/2 0/3 0/0 0/5 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/2 0/1 0/3 0/0 0/3 0/0 0/0 0/2 0/0 0/2 0/0 0/0 1/2 0/0 0/0 0/0 0/2 0/1 0/0 1/0 0/0 0/3 0/0 0/3 0/0 0/0 0/0 0/0 0/1 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 0/0 1/1 0/0 0/1 0/0 0/1 0/0 0/0 0/1 0/1 0/1 0/1 0/3 0/2 0/0 0/0 0/4

Sono 14 gli assistman della tredicesima giornata, altrettanti i passaggi vincenti: nessuno ha concesso il bis. Questo lelenco dei +1: Maggio (Napoli), Gomez (Catania), Parolo (Parma), Cossu (Cagliari), Domizzi (Udinese), De Sciglio e Robinho (Milan), Di Michele (Chievo). Cassano (Inter), Vergassola (Siena), Tissone (Sampdoria), Aquilani, Pasqual e Borja Valero (Fiorentina)

I top dello scorso campionato nel Gazzetta Magic Team


Uno squadrone con i migliori giocatori per Magic media dellultima stagione Buffon, Barzagli e Milito: potrete sfidare la selezione rosa in Fifa Ultimate Team
MATTIA BAZZONI

Tackle al metronomo di Barzagli, che riconquista palla e la affida a Diamanti. Finta, contro-finta e sinistro in profondit per Cavani che salta il portiere e imbuca. Fantacalcio? Forse s, in attesa dei capricci di qualche sceicco. Ma un fantacalcio... Magic.
La sfida La Gazzetta dello Sport e EA Sports, brand tra i pi famosi nel campo dei videogiochi a tema sportivo, hanno preparato una sorpresa per tutti gli appassionati di calcio e di Fifa13, il videogame dedicato al gioco pi bello del mondo. Per tutta la settimana, fino alle ore 24 di domenica 25 novembre, sar possibile sfidare a colpi di dribbling, passaggi e tiri lo squadrone rosa di Gazzetta. Buffon, Legrottaglie, Pirlo, Di Natale: i migliori dello scorso campionato attendono solo di essere messi alla prova dal vostro Dream Team. Come si gioca Larena dellin-

compresa allinterno di Fifa13 che permette di allestire il proprio Dream Team con i migliori giocatori al mondo. In che modo? Serve essere un po Galliani e un po Mourinho: possedere buone doti manageriali, individuare talenti, valorizzarli, ri-

Per i fan di Fifa13 e di Magic+3: liniziativa fino alla mezzanotte di domenica


Il Gazzetta Magic Team che potrete sfidare su Fifa Ultimate Team

contro Fifa Ultimate Team (FUT), una modalit di gioco

venderli alloccorrenza. Ma occorre anche studiare le strategie di attacco e, naturalmente, conoscere tutti i segreti di Fifa13: Chiellini e Snejider non si battono cos facilmente! I FUTer (nomignolo riservato ai giocatori in questa particolare modalit) possono sfidarsi tra di loro e vedere aumentato il loro portafoglio di crediti FUT. Questi ultimi sono la valuta che regola gli scambi nel mercato Fifa. Grazie alle vostre doti di amministratori e di giocatori potrete cos rinforzare la vostra squadra di partita in partita

con gli acquisti giusti.


Gazzetta Magic Team Tutto pronto per la sfida? Ogni settimana il team di Ea Sports regala ai fan di FUT una selezione di 11 giocatori (pi riserve) sulla base delle loro performance nei campionati di tutto il mondo: il Team of the Week. Questa settimana lo scontro si tinge di rosa. La Squadra della Settimana porta il marchio Gazzetta ed una selezione dei migliori giocatori dellultima stagione scelti in base alla loro Magic media (valore che tiene conto

dei voti in pagella dei giocatori, di tutti i bonus e malus previsti dal gioco Magic+3). Ecco il Gazzetta Magic Team: Portieri Buffon, Handanovic. Difensori Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, Legrottaglie, Caceres, Domizzi, Silvestre. Centrocampisti Pirlo, Marchisio, Snejider, Marco Rigoni, Diamanti. Attaccanti Di Natale, Miccoli, Milito, Cavani, Klose. Altre info? Trovate tutto sul blog ufficiale, ultimateam.it. Buona sfida.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Rendi magico il tuo Natale con

CON 39 VEDI TUTTO PER 3 MESI


Regalati Premium for Christmas e potrai vedere tutto il grande calcio, il cinema, le serie tv, i documentari e i cartoni animati.
ABBONATI SUBITO

mediasetpremium.it

199 309 309 *

Corrispettivo iniziale 59. Sconto di benvenuto 20. Offerta valida fino al 16/01/13 per abbonamenti annuali Cinema+Calcio per 3 mesi dalla sottoscrizione a 0 anzich 34/m. A seguire: applicazione prezzi listino. Entro il 3 mese: downgrade immediato o recesso, senza costi n riaddebito sconti promozionali. Recesso dal 4 mese ed entro il 1 anno: recupero sconti fruiti + 8.34 per abbonamento. Info su abbonamento e copertura segnale su mediasetpremium.it. *Daretefissaivaincl.:5,63centalminutonoscattoallarispostadalunavendah.18.30a23,sabatodah.13a23edomenicadah.9a23.Neglialtrioraricostodi14,37cent.alminuto. Da rete mobile max 48.4 cent a minuto in base a gestore utilizzato.

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LINIZIATIVA DA OGGI IN VENDITA

3 aprile 1896 Il primo numero in edicola Il 3 aprile 1896 un venerd. Sotto la nuova testata quelle dei due giornali genitori, Il Ciclista e La Tripletta

31 maggio 1909 Ganna vince il primo Giro Nel 1909 la Gazzetta organizza il primo Giro dItalia ciclistico. Ganna vince con macchina Atala e pneu Dunlop

30 giugno 1933 Carnera campione del mondo Il 29 giugno 1933 a New York Primo Carnera batte Jack Sharkey: un italiano campione del mondo dei massimi

11 giugno 1934 La nazionale di calcio iridata LItalia festeggia la vittoria nella Coppa del Mondo di calcio: a Roma la Cecoslovacchia sconfitta 2-1 in finale

26 luglio 1948 Bartali trionfa al Tour Nei giorni dellattentato a Togliatti, lItalia si stringe attorno a Gino Bartali, trionfatore al Tour de France

4 settembre 1960 Ori di Berruti e Settebello Roma 1960 celebra una giornata storica per lItalia: Livio Berruti vince i 200, la pallanuoto trionfa da imbattuta

La storia in 454 vetrine


Lo sport mondiale nelle prime rosa
Le emozioni di 116 anni Gazzetta in un libro speciale Da Ganna a Bolt, tra agonismo, guerre e passione
ELIO TRIFARI

dal primo editoriale in carta verdina poich rosa la Gazzetta divenne soltanto nel 1899 dei direttori Costamagna e Rivera fino alle imprese dei giorni nostri.
Cavalcata Sei anni fa, in occasione dei 110 anni del giornale, ci eravamo impegnati in una corposa pubblicazione in 31 volumi, 110 anni di gloria, quasi 6.000 pagine che raccontassero lo sport e il costume italiano e non, accanto alla storia del quotidiano e alle biografie dei principali eventi e personaggi. Stavolta, lobbiettivo si concentrato sulle sole prime pagine, la vetrina del giornale, e liniziativa ha trovato il pieno favore della redazione, a partire dal direttore Andrea Monti. Come curatori, il vicedirettore Franco Arturi e chi scrive, abbiamo affrontato il compito di una scelta a volte dolorosa, in qualche caso faticosa, in rare occasioni infruttuosa (di scudetti del calcio, ad esempio, in prima pagina la Gazzetta incomincia a parlare soltanto nel 1910...); grazie allentusiastica collaborazione del Centro Documentazione della Rcs Quotidiani, abbiamo trovato faticosi ma necessari equilibri, e ridotto, alla fine, a 454 le prime pagine scelte. Scelta e restauro Ne emerso,

IN LIBRERIA A 85 EURO

Per 116 anni, dal 3 aprile 1896 in cui apparve a Milano e dintorni, la Gazzetta ha raccontato lo sport, il costume, la societ italiana e internazionale. Oggi, il quotidiano sportivo di pi antica fondazione esistente al mondo, anche se quando apparve usciva soltanto due volte la settimana: e quotidiano sarebbe diventato, definitivamente, 23 anni dopo la nascita. Sfogliarne la collezione, assaporarne le pagine, seguirne levoluzione dalle origini a oggi unemozione rara, che concessa a pochi: ai giornalisti che la consultano con passione e rispetto, agli studiosi che ne fanno richiesta, ai conservatori del Centro Documentazione che ne archiviano con pazienza e rispetto contenuti e documenti. Ora, questemozione pu essere, almeno in parte, condivisa, grazie alliniziativa di Marco Ausenda, responsabile della Divisione Illustrati della Rizzoli Libri International, che ci ha proposto di raccogliere in unico volume quelle che, a nostro giudizio, sono state le prime pagine pi significative di questi 116 anni, una cavalcata

I NUMERI

Le prime Gazzetta Si stima che tra prime edizioni e ribattute, dal 1896 a oggi la Gazzetta abbia pubblicato quasi 50mila prime pagine. Il giornale nacque come bisettimanale. Divent quotidiano nel 1919
Gianni Petrucci, 66 anni, alla presentazione de Le prime pagine della Gazzetta dello Sport. A sinistra, le prime dedicate al trionfo azzurro nel Mundial 1982 e al trionfo iridato di Beppe Saronni a Goodwood
BOZZANI

50mila

Le prime pagine della Gazzetta dello Sport un libro di 544 pagine, edito da Rizzoli. Costa 85 e. La selezione delle 454 prime, curata da Franco Arturi ed Elio Trifari, accompagnata da otto articoli che inquadrano i diversi periodi storici che lo sport e la Gazzetta hanno attraversato. Le prime parole sono quelle che Candido Cannav scrisse il 3 aprile 1996, in occasione del centenario del giornale

paziente lavoro di restauro e ripulitura delle pagine curato da Sergio Dainotti, che restituisce allantica e originale qualit, e talora la migliora, le vetrine del quotidiano. Selezioni di questa profondit risultano alla fine opinabili, poich legate a emozioni condivise che i curatori hanno voluto riproporre e non possono rappresentare una summa di tutto lo sport. Ma fra i criteri abbiamo voluto includere anche le frequenti aperture della Gazzetta al fuori sport: ed per questo che troverete anche lo sbarco sulla Luna, l11 settembre o la scomparsa di papa Woytjla. E non mancano pagine curiose o sorprendenti, come la prima al fronte nella Grande Guerra, o la condanna della moviola come male necessario del calcio.
Specchio delle emozioni A fine

con il supporto di immagini depoca, scelte anche fra i milioni di immagini del nostro archivio, questo volume che appare da oggi in libreria (85 Euro), con 544 pagine di grande formato, in successione cronologica, dal primo numero fino a un oro di Zanardi alla Paralimpiade di Londra 2012. Alla fatica della ricerca si aggiunto un

lavoro, ci siamo resi conto che avremmo, forse, potuto sceglierne altrettante, diverse, rispetto a quelle che vi proponiamo: ma da tutte le vetrine incluse nel volume traspare la capacit di un giornale, che stato specchio del mondo da un osservatorio particolare e spesso privilegiato, di perpetuare e rinnovare unemozione. Nelleditoriale di Candido Cannav in occasione dei 110 anni della Gazzetta, che riportiamo in apertura del libro, il grande direttore fa cenno a un lettore che scrive dal Canada, ha 90 anni e da 75 legge la Gazzetta. Uneccezione, certo: ma che alimenta, anchessa, quel senso di appartenenza, e se permettete di legittimo orgoglio, che grazie a questo libro abbiamo cercato di condividere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30 maggio 1985 La tragedia dellHeysel La finale Juve-Liverpool il giorno pi nero del calcio. Una specie di Beirut, assurda, barbara scrive Cannav

19 febbraio 1992 Delirio Tomba e Compagnoni Ai Giochi di Albertville, Tomba vince il gigante e la Compagnoni il superG: in prima pagina non c spazio per il calcio

30 agosto 2004 Baldini conquista Atene Stefano Baldini vince la gara pi simbolica ai Giochi che celebrano la culla dello sport: Dio di Maratona

18 dicembre 2004 Verdi per un giorno Per un giorno la Gazzetta torna al verde delle origini: iniziativa benefica e di lancio al film Shrek 2

10 luglio 2006 Il quarto titolo mondiale La nazionale di calcio batte la Francia e vince la quarta Coppa del Mondo: la Gazzetta tira 2.302.808 copie

10 agosto 2012 Bolt si prende i 200 a Londra Usain Bolt nella storia: ai Giochi di Londra replica la doppietta 100-200 di Pechino. Si ripeter con la 4x100

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

ilCaso
di FAUSTO NARDUCCI

IL REGOLAMENTO MEDICO FUNZIONA MA VA APPLICATO CORRETTAMENTE


ospedale. Erano passate poche ore quando a Palermo partita la maratona che entrata nelle cronache per unaltra tragedia. Vincenzo Mutoli, parrucchiere di 46 anni, non ha portato a termine la mezza (21.097 km) a cui era iscritto: colpito da infarto, stato portato dallambulanza del 118 allospedale di Santa Sofia dove giunto morto. Al di l delle polemiche sulladeguatezza dei soccorsi, risultate prive di fondamento, stato difficile arrendersi alla semplice fatalit. Per il caso della ballerina stato invocata lapplicazione del decreto Balduzzi, annunciato e poi congelato, che prevede lestensione della visita di idoneit agonistica anche agli amatori, al posto dellattuale certificato di sana e robusta costituzione. Per quella del maratoneta un inasprimento della stessa idoneit agonistica per gli ultratrentacinquenni, con lobbligatoriet di un nuovo test ergometrico massimale annuale e lecocardiogramma ogni 2-3 anni. Secondo lAnsa, i Carabinieri del Nas, che indagano per omicidio colposo, nei primi accertamenti hanno scoperto che il maratoneta aveva per il certificato scaduto dal marzo scarso ed stato iscritto lo stesso. Arriviamo cos al nocciolo del problema: la fatalit esiste, le norme si possono migliorare ma perch non cominciamo ad applicare meglio quelle gi esistenti?
RIPRODUZIONE RISERVATA

te alla maratona New York e di Londra ma U n podista italianodipu gareggiare liberamense vuole partecipare alla corsa pi decentrata della penisola deve munirsi (giustamente) di un accuratissimo certificato di idoneit agonistica. Il fatto che siamo allavanguardia mondiale nella prevenzione sanitaria sportiva non bastato, per, a impedire lo scatenarsi di polemiche per i due casi che hanno purtroppo funestato lultimo weekend. Sabato in un piccolo teatro di Genova la sedicenne Martina B, ambizioso talento della danza moderna, si accasciata sul palco mentre provava uno spettacolo natalizio. E morta per arresto cardiaco mentre lambulanza la portava in

laMister
di CAROLINA MORACE

laVignetta
di STEFANO FROSINI

dallaPrima

PRESSING, CALCI PIAZZATI, ANTICIPI LA VIOLA DI MONTELLA DA APPLAUSI


squadra dell'anno la Fiorentina di Vincenzo Montella: facilit con Lsiatrovano irivelazioneviola, per laqualit teccui giocatori per le niche della rosa e, soprattutto, per i movimenti di attacco della squadra. Con palla a Viviano gli esterni salgono mentre Pizarro e Aquilani vanno a ricevere il pallone bassi per poi impostare il gioco. Il possesso palla della Fiorentina non mai privo di effetti. Montella vuole far spostare la squadra avversaria e lo fa muovendo velocemente la sfera in ampiezza, in profondit e alternando lo scarico dietro ed il successivo cambio di gioco. Sulla fascia sinistra Pasqual attacca per andare al cross mentre dalla parte opposta Cuadrado con dribbling, finte e controfinte cerca la conclusione individuale o l'uno due con i compagni. La sistematicit di questo movimento fa diventare i due esterni del 3-5-2 viola quasi due attaccanti di supporto alle punte centrali. Tuttavia, a mio avviso, la squadra di Montella fa la differenza nell'organizzazione dei calci piazzati (l'esperto Gianni Vio fa parte dello staff tecnico) e nella fase di non possesso. Il pressing della Fiorentina segue lo stile Juventus: molto alto e con i due esterni che attaccano i difensori esterni avversari. Pasqual e Cuadrado, possono spingere senza preoccuparsi della fase difensiva perch Aquilani e Borja Valero garantiscono la chiusura delle fasce nel caso di perdita della palla. Il recupero di Pizarro davanti ai tre difensori, consente al cileno l'intercetto dei passaggi incontro agli attaccanti avversari. Nel caso di transizione negativa, cio quando la squadra perde palla, i giocatori non pensano a recuperare posizione, ma cercano di riconquistare la palla giocando in anticipo soprattutto a centrocampo. Montella ha modellato la sua squadra focalizzando l'attenzione sulla difesa della porta e sulla marcatura di anticipo che gli permette di rubare palla e di attaccare molto velocemente la squadra avversaria. un tecnico concreto: ha optato per un pressing ultraoffensivo perch i giocatori hanno recepito la sua filosofia di gioco, stretti e corti in fase di non possesso, con pressione sulla trequarti di campo avversaria che consente loro di arrivare subito in porta una volta recuperato il pallone. Non un caso che la Fiorentina abbia, dopo la Juventus, la miglior difesa della serie A.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Juve rinata Segnale allEuropa E tornata grande

TwitTwit

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

TINA MAZE
Sciatrice slovena

Fabio Quagliarella e Arturo Vidal grandi protagonisti del match LAPRESSE


di ALESSANDRO DE CAL

arrivare questa Juve? Il sospetto che D ove pulontano. Disicupossa andare ro ha chiuso il cerchio della sua maturit continentale con una partita memorabile contro il Chelsea di Di Matteo che quasi arrivato al capolinea. Il test era cominciato a Stamford Bridge in settembre, con risultati molto promettenti, si era un po arenato nel primo confronto col Nordsjaelland, decollato definitivamente ieri. Il match contro i campioni dEuropa era uno spareggio, apparecchiato su un piano inclinato male. Male perch ai Blues bastava fare un po di catenaccio e colpire in contropiede, arte nella quale sono maestri come sanno Bara e Bayern beffati in semifinale e nella finale di sei mesi fa. In realt la Juve stata pi forte dei campioni in carica, ha giocato un match quasi perfetto quando le si richiedeva di rendere al massimo. Non sono soltanto i tre gol Quagliarella, Vidal, Giovinco a riempirci gli occhi ma quello che impressiona la grande solidit mentale, atletica e tattica esibita dai bianconeri davanti al loro pubblico (e allo sguardo incantato di Zizou Zidane). Il successo dei bianconeri in questo spareggio un ritorno a casa nellEuropa che conta, la riconquista forse definitiva di un rango che pareva sbriciolato. Certo alla Juve manca ancora qualcosa: non avendo un killer darea alla Falcao costretta a produrre uno sforzo che sembra enorme per andare in gol. E pu darsi che questo sforzo, prima o poi, lo debba pagare. Ma le correzioni sono possibili. Questa la strada giusta per tornare stabilmente tra le grandi dEuropa. In questa Champions, per dirla tutta, manca ancora un passo. Se il 5 dicembre la squadra di Antonio Conte sar capace di andare a vincere a Donetsk contro il formidabile Shakhtar di Mircea Lucescu il primo po-

Vincenzo Montella, 38 anni, tecnico della Fiorentina ANSA

scienza&Calcio

Ring, ring! Buongiorno! Volevo lasciare la stanza per l'allenamento di slalom, quando arrivato il controllo antidoping
@TinaMaze

ARBITRI, LA TECNOLOGIA NON RISOLVE PER AIUTA A RIDURRE GLI ERRORI


di MASSIMO TURATTO*

FLAVIA PENNETTA
Campionessa di tennis

arbitro deve continuamente sioni merito ad percettivi cruciali L rigori,infuorigioco eeventiCosaprendere decicome gol. ci pu dire la scienza circa il comportamento dellessere umano in queste situazioni? Come il cervello decide quello che vede stato spiegato e dimostrato (gi nel 1960!) dalla Signal Detection Theory (SDT). La SDT ci dice che siccome lattivit neurale varia in modo probabilistico, gli errori nelle decisioni non possono mai essere eliminati. Inoltre, la capacit di vedere dipende da due fattori distinti, la sensibilit ed il criterio o stile decisionale. La sensibilit del sistema percettivo dellindividuo per certi aspetti unabilit innata. E come avere unantenna pi o meno potente per ricevere un segnale. Ma non basta, perch il segnale sempre immerso nel rumore, in parte prodotto dai neuroni, cio dallantenna stessa. In certe situazioni critiche, segnale (palla oltre la linea) e rumore (palla sulla linea) sono simili, e per risolvere lincertezza il cervello setta un criterio, superato il quale preferisce lattivit dei neuroni che dicono gol, rispetto a quelli che dicono non gol. Sensibilit e criterio sono indipendenti, ma determinano assieme la decisione finale. Due arbitri con la stessa sensibilit possono avere criteri diversi: uno d il rigore al minimo indizio, laltro invece deve vedere falli eclatanti. Oppure, due arbitri hanno lo stesso stile, ma uno molto pi bravo dellaltro perch ha un sistema pi sensibile. Un arbitro potrebbe essere pi propenso a dare un rigore ad una certa squadra. Informazio-

ni a priori e conseguenze delle decisioni determinano il criterio. Sapere che una squadra commette pochi falli porta a vedere pochi falli. Se fischiare un rigore contro una squadra ha conseguenze sgradevoli, come punizioni e gogna mediatica, quella decisione diverr in futuro meno probabile. E importante notare che il criterio pu essere regolato in modo inconsapevole. La sudditanza psicologica esiste perch le persone tendono a conformare le loro decisioni ai voleri dellautorit riconosciuta. Possono persino infliggere dolore ad altre persone se sono invitate a farlo da una figura eminente. Cos si comportano gli essere umani. Si possono prendere delle contromisure, ma solo se non neghiamo il problema. A questo punto viene da chiedersi se la tecnologia potrebbe essere utile. Il punto importante capire bene che la tecnologia non elimina lerrore, ma pu per ridurlo drasticamente. Ci sono strumenti pi sensibili del cervello nel registrare differenze di centimetri o millimetri. Poi per se ci si affida alluomo per interpretare i dati della tecnologia siamo al punto di partenza. Se invece ci si affida ad un sistema totalmente automatico abbiamo il problema dellerrore dello strumento, anchesso ineliminabile. E comunque possibile allenare gli arbitri a vedere meglio sfruttando dei protocolli di allenamento percettivo. Potrebbero essere adottati dagli arbitri per diventare giudici di gioco sempre pi precisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ciao a tutti, finalmente oggi dopo tanto tempo sono tornata in campo:). E andata benino, il polso fa un po' male ma piano piano andr meglio.
@flavia_pennetta

POCHO LAVEZZI
Attaccante del PSG

Verso laeroporto per raggiungere lUcraina con il mio amico Marco


@Pocholavezzi

FERNANDO ALONSO
Pilota Ferrari

Stiamo su questo filo che separa vincere o perdere, il buono, il magico, il sognare e vivere... Una linea delicata a cui siamo abituati...
@alo_oficial

Nella foto larbitro Piero Giacomelli al centro delle polemiche di Inter-Cagliari. *Professore del Centro interdipartimentale mente e cervello (Cimec) delluniversit di Trento

ALESSANDRO BALLAN
Iridato 2008 di ciclismo

Tutti a Torino per tifare @bonucci_leo19!!!!!!!


@aleballan79

sto del girone sar garantito. A quel punto i bianconeri avrebbero la certezza di non dover incrociare mastodonti come Barcellona, Manchester United e (probabilmente) Bayern negli ottavi. Ma battere lo Shakhtar in Ucraina, unimpresa molto dura: in questo momento la squadra pi in forma del torneo e comincia a essere un outsider molto seria per il successo finale. Attenzione, per: agli ucraini basta un punto per passare agli ottavi da primi del girone, alla Juve basta un punto per qualificarsi. C un interesse comune. Pareggio annunciato? Occhio, con lo Shakhtar niente scontato. Basta vedere lincredibile pasticcio sul gol del parziale 1-1 ieri a Copenaghen. Cera da restituire un pallone ai danesi dopo che un giocatore era rimasto a terra, ma il brasiliano Luiz Adriano ha fatto lo gnorri si lanciato in gol mentre tutti sono rimasti fermi a guardarlo, letteralmente basiti. Larbitro non poteva annullare, per fortuna il Nordsjaelland ha reagito con calma nordica ed andato a riprendersi il gol di vantaggio concesso con celata benevolenza dalla squadra di Lucescu. A questo punto salito in cattedra il solito Willian, brasiliano di talento e buon avvenire. Il Chelsea sembra spacciato e il futuro di Di Matteo anche: gli mancano Drogba e lorgoglio ferito dei Lampard e Terry. Finito leffetto Villas Boas questo quello che resta. Intanto, in Champions, non si ferma Leo Messi, sempre a caccia di record. Con la doppietta di ieri allo Spartak ha raggiunto gli 80 gol: ha a disposizione nove partite per segnare i 6 sigilli che gli mancano per scavalcare Gerd Mller. Stasera il quadro si chiude con lo spareggio del Milan contro lAnderlecht. La partita di Bruxelles sar meno bella di quella di Torino ma altrettanto decisiva: i rossoneri devono far valere la loro migliore qualit. Vincere un obbligo, il Milan e Allegri non possono permettersi altro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

FORMULA 1 LA VOLATA FINALE

SEB A +13
Domenica a Interlagos (4.309 m) si corre il GP Brasile, 20a e ultima prova del Mondiale 2012. Previsti 71 giri per 305,909 km

PINO ALLIEVI SAN PAOLO (Brasile)

S
Programma (Orari italiani: +3 ore rispetto al Brasile) Venerd Prove libere dalle 13 alle 14.30 e dalle 17 alle 18.30 Sabato Prove libere dalle 14 alle 15. Qualifiche alle 17 in diretta su Rai 2 Domenica Gara alle 17 in diretta su Rai 1. Tempo reale su www.gazzetta.it

Uno rimasto ad Austin regalandosi un giorno di relax, laltro dovuto andare a New York per un intempestivo impegno di sponsor. Sebastian Vettel e Fernando Alonso si reincontreranno probabilmente oggi per un primo sopralluogo sul circuito di Interlagos. O domani alle verifiche. Poco conta. Conta invece ci che faranno in pista da venerd in poi, in questo fine settimana che decider le sorti del Mondiale 2012. Vettel e Alonso arrivano da una stagione dagli andamenti opposti. Sino a met campionato stato Fernando ad avere in mano il controllo della situazione. Dallestate in poi si avuta la nettissima prevalenza di Sebastian. Ma la differenza non solo questa. Ce ne sono altre: radiografiamole insieme.

GUIDA
Alonso ha sempre amato una vettura veloce allinizio di curva, un po come Hamilton. Ma si adeguato in fretta alle Pirelli che si sono presentate meno aggressive delle prece-

S
Classifiche Piloti 1. Vettel 273 2. Alonso 260 3. Raikkonen 206 4. Hamilton 190 5. Webber 167 6. Button 163 7. Massa 107 8. Grosjean 96 Costruttori 1. Red Bull 440 (campione) 2. Ferrari 367 3. McLaren 353

ILCONFRON CONFRON
denti Bridgestone. Per forza di cose, si spesso trovato a guidare vetture col sovrasterzo e non ha avuto problemi. Vettel ama invece macchine pi precise, esige da Newey assetti il pi possibile neutri, pi impacciato quando la macchina non perfetta.

QUALIFICA
Alonso non mai stato un uomo da giro secco, pur essendo velocissimo. La sua bravura frutto di tante componenti che sommate gli permettono di eccellere. Vettel invece, sicuramente aiutato dalla Red Bull, pi portato allexploit in qualifica, dove emerge per freddezza e tempismo.

Alonso luomo squadra, Vettel un solista del crono Ma quanto pesa la Red Bull
Lo spagnolo re di strategia e al top nella guida Il tedesco glaciale se controlla la situazione
Hamilton pu aiutare il ferrarista, Webber e Raikkonen amici di Sebastian Il carattere e lesperienza possono giocare a favore dellinseguitore
re della carriera. C arrivato dopo i trentanni, al termine di esperienze variegate, non tutte positive ma certamente formative. Vettel pi acerbo per una questione anagrafica, anche se tutto relativo se pensiamo che in soli 100 gran premi ha gi conquistato due Mondiali e sta lottando per il terzo. Mario Andretti fa una considerazione interessante sul tedesco: Vettel ancora in piena ascesa. Questanno migliore rispetto al 2011, nel 2013 far altri progressi. Ma gi ora tra i grandi.

S
Test 2013 Ufficializzati i test invernali: 5-8/2 Jerez 19-22/2 Montmel 28/2-3/3 Montmel

SQUADRA
La Ferrari ha dato ad Alonso tutto e di pi, basti pensare alla machiavellica invenzione, amara per Felipe Massa, al fine di consentirgli di partire pi avanti ad Austin. Uomo-squadra, Fernando ascoltato e riverito. La Red Bull la casa di Vettel: cresciuto l, stato lanciato, vezzeggiato, anche viziato.

STRATEGIE
Alonso un maestro. Qualcuno se n accorto solo questanno, ma anche i due titoli mondiali conquistati con la Renault sono frutto di una visione di gara che non ha pari. Vettel un pilota che sa controllare benissimo la corsa se parte in testa. Se invece deve inseguire pu andare in confusione. Ad Abu Dhabi, ad esempio, ha fatto due errori gravi.

MACCHINA
Della RB8 si sa tutto, i risultati della stagione parlano chiaro. Le prestazioni sono tal-

MATURIT
Alonso nel momento miglio-

LEVENTO LA GIORNATA SPECIALE A NEW YORK DEL CAMPIONE DI OVIEDO

Fernando va a Wall Street: Mi mancano 71 giri pefetti


Chiude la Borsa e d 250 mila dollari in beneficenza. Che paura di sbagliare bottone
Fernando Alonso, 31 anni, alla Borsa di New York Hider

MASSIMO LOPES PEGNA NEW YORK (Stati Uniti)

Lautunno fra le strade di New York coperte di foglie. E Ground Zero vista da un grattacielo, con larea dove sorgevano le Torri Gemelle che fa stringere il cuore. Fotografie scattate da Fernando Alonso nel suo giorno nella City. Poco turismo e tanti impegni promozionali, prima con lo sponsor russo e poi con la banca spagnola che appoggiano la Ferrari. Fernando ha parlato allAccademia delle Scienze di sicurezza digitale: Ho scelto un profilo su Twitter per gestire da solo il rapporto

con i tifosi. E con Facebook ho ritrovato amici dei tempi della scuola, ha raccontato divertito. Poi alle 16 ha suonato la campana (in realt un campanello elettrico) di chiusura della Borsa di Wall Street, donando 250 mila dollari alla croce Rossa per i senzatetto delluragano Sandy: Mi hanno detto che cerano 300 milioni di persone in diretta tv, ho avuto paura di confondere bottone ride.
Energie Un viaggio che forse si

sarebbe volentieri risparmiato, visto che siamo nella settimana decisiva e ogni briciolo di energia fisica e mentale pu essere importante. Oggi arriver in

Brasile, dove sono gi sbarcati Felipe Massa e la squadra. Ci restano 71 giri in cui si decideranno gli sforzi di mesi. Dobbiamo essere perfetti dice Alonso. Che giura serenit: Vettel dormir sicuramente pi preoccupato di me sabato sera. La situazione come Abu Dhabi 2010 ma a ruoli inveriti. E spero il finale possa essere simile. Limpresa ardua, considerando che alla rossa manca mezzo secondo dai migliori in qualifica. Avremo piccoli aggiornamenti. Magari potr fare la differenza trovare un assetto migliore e adattare la vettura al circuito spiega Alonso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

MOTOGP VERSO LA STAGIONE 2013


Fernando Alonso, 31 anni, e Sebastian Vettel, 25 EPA-IPP

I 10 punti

IL DUELLO MONDIALE AI RAGGI X

Rivoluzione
Ducati, Preziosi lascia le corse Arriva Gobmeier
Il tecnico perugino progetter le moto di serie Al suo posto lex responsabile della Bmw

GUIDA

8 8
QUALIFICHE

Y 8
STRATEGIE

TO
mente buone da essere quasi irritanti e da far pensare ai rivali che ci sia qualcosa persino di irregolare, mai riscontrato peraltro dalla Fia. La F2012 invece una macchina nata male e corretta in corsa. Ma levoluzione si fermata a met: i passi avanti per aggredire il titolo sono stati troppo goffi e lenti. Per laffidabilit si rivelata unarma micidiale, per la rossa.

8 Y 8 Y
MATURIT SQUADRA

PREZIOSI
44 anni, dal 2003 direttore di Ducati Corse stato nominato capo di ricerca e sviluppo IPP

GOBMEIER
53 anni, tedesco, lascia la presidenza del Motorsport di Bmw Motorrad ALEX PHOTO

CIABATTI
55 anni, nelle ultime 6 stagioni direttore Superbike, sar a capo del progetto MotoGP ALEX PHOTO

dava una Ferrari che pareva a tutti da incubo. Vettel, invece, quando la Red Bull non era poi cos efficace, faceva le bizze, sbraitava, era nervoso. Sicuramente, una conseguenza della sua pi giovane et.

8 8
MACCHINA

PAOLO IANIERI

ESPERIENZA
Alonso arrivato in F.1 ben prima del suo rivale e ha avuto un percorso in assoluto meno agevole. Adesso al massimo ed daiuto ai tecnici nella messa a punto, sin dove possibile. Vettel si affida molto alle spalle robuste di Newey, garanzia di certezze e risultati. Ma il lavoro che ha fatto in Toro Rosso, dove i mezzi erano ben inferiori a quelli della Red Bull, stato sicuramente molto formativo.

Y 8
CARATTERE

CARATTERE
Alonso resta un tipo divertente, anche se la Ferrari attuale gli mette addosso apprensione e anche tristezza. Vorrebbe di pi, comprensibile. Gara dopo gara diventato musone. Ma se glielo si fa notare, dice: Non vero, mi sento sereno altrimenti non otterrei questi risultati. Vettel pi scanzonato ma non meno applicato. Se qualcosa non va, capace di restare in pista con gli ingegneri sino a notte. Pedante, piace a Newey proprio perch cos.

8 Y 8 8
EQUILIBRIO ESPERIENZA

Ducati, la rivoluzione tedesca servita. A soli 9 giorni dallinizio dellera d.R. (dopo Rossi) Borgo Panigale stravolge lassetto del reparto corse. Filippo Preziosi, cuore e cervello della rossa, dopo 12 anni lascer il mondo dei gran premi per tornare a occuparsi di produzione: ieri la nomina a direttore Ricerca & Sviluppo di Ducati Motor Holding. Al suo posto al vertice di Ducati Corse arriver invece Bernhard Gobmeier, 53enne bavarese, fino a poche settimane fa direttore del Motorsport di Bmw Motorrad.
Nuova sfida Un addio, quello di Preziosi, di cui si cominciato a parlare il sabato di Valencia, con lingegnere perugino che veniva dato addirittura fuori dalla Ducati: sarebbe stato lui a pagare per gli insuccessi del biennio con Valentino Rossi. Rinunciare a uno come Preziosi era in realt quasi impensabile per Borgo Panigale, con lormai ex d.t. che proprio in Spagna incassava la stima di Wolfgang Drheimer, capo del Motorsport del Gruppo Volkswagen nonch responsabile R&D di Audi, proprietaria Ducati:

Considero Filippo una delle persone pi importanti aveva detto Drheimer, escludendo un divorzio. Preziosi, per, alla fine, si (o stato) convinto che il suo tempo al vertice di Ducati Corse era finito. Nel futuro si divertir a creare nuovi gioielli stradali rispondendo direttamente al direttore generale Claudio Domenicali.
Superbike Gobmeier, laureato in ingegneria meccanica a Monaco di Baviera, stato lartefice delle vittorie Bmw in Superbike. Prima aveva sviluppato il motore da corsa della Bmw M3, era stato a capo dello sviluppo motore della Porsche a Detroit e responsabile Bmw in

Nord America. Nel 2008 eccolo dirigere il dipartimento telaio di Bmw Motorrad e nel 2010 diventare capo del Motorsport. Ma la decisione estiva del presidente Stefan Schaller di spostare la struttura in Italia lha portato al divorzio.
Melandri Lui mi piace molto,

pi lo conoscevo pi mi impressionava, sia a livello professionale che personale commenta Marco Melandri, capace di regalare 10 vittorie alla casa di Monaco in Superbike . A me e ai ragazzi del team non ha mai detto una bugia, capace di ascoltare e motivare. Spero non ci manchi, di sicuro la Ducati ha trovato in lui un ottimo organizzatore.
Ciabatti E da ieri anche Paolo

ALLEATI
Alonso ne ha uno imprevisto, Lewis Hamilton. Ed entrambi amano pochissimo Vettel. Ovviamente con Fernando c poi Felipe Massa, prezioso alleato a Interlagos. Vettel ha dalla sua Webber e indirettamente anche Kimi Raikkonen, che non ha mai digerito lallontanamento dalla Ferrari.
RIPRODUZIONE RISERVATA

EQUILIBRIO
Alonso sicuramente ha raggiunto un notevole equilibrio. Imperturbabile, non si mai abbattuto neppure allinizio della stagione quando gui-

8 Y 8 8
ALLEATI

Ciabatti nuovo direttore del progetto MotoGP In Sbk confermato invece Marinelli Melandri: Spero che Bernhard non ci manchi, ascolta motiva, un ottimo organizzatore

Ciabatti torna a rivestire la divisa Ducati, dopo avere trascorso gli ultimi 5 anni e 8 mesi come direttore del Mondiale Sbk: sar lui il responsabile del progetto MotoGP dopo avere ricoperto lo stesso ruolo per la rossa in Superbike. E con la sua nomina viene a colmarsi quel vuoto che la partenza di Livio Suppo verso la Honda di due anni fa aveva lasciato aperto. In Sbk, invece stato confermato Ernesto Marinelli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL LEADER IRIDATO SCRIVE SUL SUO SITO

Taccuino
SCHUMI SUL 2 ADDIO EX IRIDATO RALLY
Lo spagnolo Carlos Sainz, 50 anni, due volte campione del mondo rally (1990 e 1992), torner nel 2013 alla Dakar, che ha gi vinto nel 2010 con una Volkswagen. El Matador dovrebbe correre su un buggy due ruote motrici, con i colori del Qatar. Confermata la presenza anche dellex pilota di Formula 1 Alex Caffi: Sono felice di ripetere a distanza di un anno questincredibile esperienza. La 34a edizione del rally-raid pi importante del mondo andr in scena dal 5 al 20 gennaio in Sudamerica, tra Per, Argentina e Cile.

Guai a prendere alla leggera limpegno C il grande traguardo da conquistare


SAN PAOLO Adesso torniamo a lavorare per raggiungere questo grande traguardo. Non dobbiamo prendere limpegno alla leggera, non possiamo permetterci errori o disattenzioni. Sebastian Vettel affida al suo sito le ultime considerazioni prima di partire per il Brasile. Massima concentrazione anche nel resto del team. Come sottolinea il responsabile Red Bull Chris Horner: Dobbiamo attaccare tutto il fine settimana. Meno diplomatico il capo del Motorsport Red Bull Helmut Marko: Abbiamo noi il pallino in mano. Alonso deve vincere, rischiando il tutto per tutto. Noi invece abbiamo la macchina pi veloce e un pilota che non ha mai fatto errori. Poi Marko se la prende con lindiano della Hrt Narain Karthikeyan, reo secondo lui di aver ostacolato Vettel che lo stava doppiando, favorendo Hamilton: Kartikeyan di m.... Ancora lui! Ci ha fatto perdere la vittoria ad Austin.
m.d.i.

LA PEDRON PARLA A OGGI


Pochi giorni dopo il ritiro di Biaggi, la compagna Eleonora Pedron parla della loro nuova vita di coppia, con i figli Ins e Leon. Il mio Max non lo voglio in casa si legge in unintervista al settimanale Oggi in edicola da stamani . Come casalingo una frana: non sa cucinare, mette il pannolino al bimbo dal lato sbagliato ed perfino insicuro quando va a fare la spesa. SIC DAY Il 2 dicembre, a Latina, andr in scena il Sic Supermoto Day. Hanno gi dato la loro adesione, tra gli altri, Rossi, Biaggi e Dovizioso. Tutto il ricavato andr alla Fondazione Simoncelli.

Meno emozionante
Michael Schumacher, 43 anni, domenica disputer lultima gara in F.1: Stavolta sar meno emozionante rispetto al 2006, quando ero in lotta per il titolo e tutto era pi intenso. Intanto Martin Whitmarsh, team principal della McLaren, fa il mea culpa sulla stagione: Hamilton poteva vincere il titolo, non abbiamo dato il massimo. E Button su Perez, prossimo compagno in McLaren: Avr un inizio difficile. Infine, vicino laccordo fra Sky e Rai, con la tv di Stato che trasmetter nel 2013 9 GP in chiaro e 11 in differita di almeno 3 ore.

Sainz torna alla Dakar Il Biaggi casalingo

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

LINIZIATIVA OGGI LA PRIMA USCITA

Fab five
Da Ago a Rainey Un pokerissimo che ha vinto ben 35 Mondiali!
SECONDA USCITA Doohan, lasso dalle due vite Salvato dal dottor Costa ad Assen 92, ha poi vinto 5 Mondiali con la Honda REUTERS QUINTA USCITA Rainey, il fulmine biondo Iridato 1990, 91 e 92 con la Yamaha 500, ha dato vita a duelli epocali con Schwantz SESTA USCITA Roberts, unera ai suoi piedi Iridato 1978, 79 e 80 con la Yamaha, ha rotto il dominio dei piloti europei LE BARDE OTTAVA USCITA Hailwood, il re della velocit Mike The Bike, talento purissimo, ha vinto 9 Mondiali negli anni Sessanta ANSA NONA USCITA Agostini, il pi vincente Con 122 vittorie e 15 Mondiali, Ago il pilota pi titolato della storia AP

Leggende a due ruote


Quando era il talento che faceva la differenza
In 20 dvd la Gazzetta presenta i pi forti del secolo scorso: via con il pazzo Schwantz
MAURO CASADIO

nopolizzato la parte centrale e finale dellultimo decennio del Ventesimo secolo, vincendo dal 94 al 98 cinque Mondiali di fila con la Honda Hrc. Ma la sua stella non avrebbe mai brillato, se nel 1992 il dottor Costa non lo avesse salvato dallamputazione di una gamba a seguito del terribile incidente di Assen. Barry Sheene invece era il George Best delle due ruote: un fuoriclasse delleccesso, amante delle auto di grossa cilindrata e delle belle donne, che riusciva a far convivere alla perfezione con le vittorie in pista. Con Carl Fogarty si cambia campio-

Lopera

Ogni mercoled in edicola a 10,99 euro

Grande spazio verr dato anche alla Superbike, con il plurititolato Carl Fogarty
nato: dal Motomondiale alla Superbike. Foggie si consacra leggenda proprio con le derivate dalla serie, firmando uno stratosferico poker iridato con la Ducati.
Bianco e nero La macchina del tempo continua a fare il suo dovere e vi riporta ancora pi indietro. Negli anni Cinquanta di John Surtees, lunico campione del mondo sia nelle moto sia in F.1. O ancora negli anni Sessanta di Mick Hailwood e Giacomo Agostini, capaci di vincere 24 titoli in due. Grande spazio verr riservato anche a Kenny Roberts, Eddie Lawson, Joey Dunlop, Phil Read, Freddie Spencer, Wayne Gardner, Jarno Saarinen, Randy Mamola, Jim Redman, Geoff Duke, Ron Haslam e Robert Dunlop. Allacciatevi le cinture, si parte!
RIPRODUZIONE RISERVATA

Quante volte labbiamo sentito dire questanno: le MotoGP sono troppo perfette, lelettronica vince su tutto, le gomme Bridgestone durano dallinizio alla fine senza cedimenti... Le gare sono diventate noiose, ha sentenziato Valentino Rossi, uno che di queste cose dovrebbe intendersene. Il Dottore, non potendo in prima persona guarire lammalato, ha provato con questa frase a scuotere chi alla fin fine decide sui regolamenti, ovvero la Dorna di Carmelo Ezpeleta. Gli appassionati lo ringrazieranno. Perch quello che interessa davvero alla gente sono le emozioni, i sorpassi, le staccate al limite, i duelli al fulmicotone. Interessa, insomma, che i piloti abbiano il

sopravvento sulle moto. Labilit, il talento, la classe devono vincere sulla tecnologia portata allestremo.
Iceman In attesa quindi che

Dallalto il cofanetto con la prima uscita e il secondo dvd


Da oggi, e per venti mercoled consecutivi, escono con la Gazzetta i dvd Le leggende del motociclismo. Ognuno costa 10,99 euro pi il giornale. Ecco il piano dellopera. Oggi Kevin Schwantz 28/11 Mick Doohan 5/12 Barry Sheene 12/12 Carl Fogarty 19/12 Wayne Rainey 26/12 Kenny Roberts 2/1/2013 Eddie Lawson 9/1/2013 Mike Hailwood 16/1/2013 Giacomo Agostini 23/1/2013 Joey Dunlop 30/1/2013 Phil Read 6/2/2013 Freddie Spencer 13/2/2013 Wayne Gardner 20/2/2013 Jarno Saarinen 27/2/2013 Randy Mamola 6/3/2013 Jim Redman 13/3/2013 Geoff Duke 20/3/2013 Ron Haslam 27/3/2013 John Surtees 3/4/2013 Robert Dunlop

Ezpeleta provi a riportare la MotoGP a livelli pi umani, ci pensa la Gazzetta dello Sport a prendervi per mano e come in una magica macchina del tempo - farvi risvegliare negli anni Cinquanta, Sessanta, Settanta, Ottanta e Novanta. Decenni doro, quando era ancora il pilota a fare davvero la differenza. In venti dvd, curati da Mondocorse, potrete ammirare le gesta straordinarie di altrettanti fuoriclasse che sono passati alla storia. Sono Le leggende del motociclismo, ovvero i pi forti del Ventesimo secolo. Pronti, via, e c subito da avere i brividi. Il primo numero della collana, da oggi in edicola, infatti

Kevin Schwantz, 48 anni, ha vinto il Mondiale 1993 nella classe 500

dedicato a Kevin Schwantz, il texano dagli occhi di ghiaccio, uno dei pi pazzi (in senso buono) interpreti della classe regina. Hockenheim 1991, GP Germania: Schwantz rifila un sorpasso pazzesco a Rainey, una staccata a poche centinaia di metri dal traguardo in cui c tutto il suo estro e lamore per limpossibile. Aspetto che il panico cresca, quando la paura si tramuta in

visioni celestiali, inizio a frenare..., ripeteva in modo quasi mistico.


Foggie e soci Il suo principa-

le rivale allinizio degli anni Novanta, Wayne Rainey, sar il protagonista del quinto dvd. In mezzo, altre tre puntate con filmati inediti, dietro le quinte, aneddoti e curiosit su Mick Doohan, Barry Sheene e Carl Fogarty. Doohan ha mo-

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

CICLISMO

Scarponi-Visconti ll Coni chiede 3 mesi di squalifica


Deferiti dalla Procura per la frequentazione con il dottor Ferrari: la parola adesso passa al Tna
VALERIO PICCIONI

LEDIZIONE 2013 UFFICIALE

Giro dItalia, riecco gli abbuoni per tutte le tappe


Escluse solamente le cronometro: 20" al 1, 12" al 2 e 8" al 3. La corsa sar pi equilibrata
CLAUDIO GHISALBERTI

no, non essendo necessario fare il vuoto per prendere vantaggio se si dispone di uno spunto veloce.
Allora Purito... Lo scorso anno a

Tre mesi di squalifica. Li ha chiesti la Procura antidoping del Coni firmando il deferimento di Michele Scarponi e Giovanni Visconti, che andranno dunque sotto processo per la frequentazione di un medico inibito dalla Federciclismo: lonnipresente Michele Ferrari. Tre mesi in un periodo morto della stagione sono certamente una richiesta soft rispetto allanno chiesto per Filippo Pozzato, anche lui sotto inchiesta per i rapporti con Ferrari e anche lui reo confesso. In quelloccasione, per, lanno chiesto da Torri si era ridotto proprio a tre mesi con la condanna, stessa sanzione chiesta ieri per il giudizio presso il Tribunale Nazionale Antidoping.
Non recidivo Bisogner co-

r la Lampre che aveva sospeso Scarponi in base alla sua stessa autodenuncia sulla frequentazione di Ferrari, peraltro precedente allarrivo del marchigiano nel team di Saronni. Cade, invece, lipotesi che la frequentazione proibita possa sommarsi ai 18 mesi di stop decretati per lOperacin Puerto. Scarponi non dunque da considerarsi recidivo.
Richiesta con postilla Si tratta

indagini a Padova (la corposa inchiesta affidata al pm Benedetto Roberti) con nuovi elementi a carico di Scarponi e Visconti, linchiesta ripartir con altre accuse e, nel caso, altre richieste di squalifica.
Intercettazioni E qui siamo alle solite. Al momento attuale, negli uffici dello stadio Olimpico dove lavora Torri col suo staff, si ancora fermi ai documenti giornalistici, con lintercettazione ambientale Ferrari-Scarponi. A quanto pare, ci sarebbe altro materiale destinato a irrobustire la richiesta di rinvio a giudizio, mentre la posizione di Visconti sembrerebbe meno pesante. Il fatto che il grande freddo fra Coni e Procura di Padova continua. La trasmissione delle carte avvenuta finora col contagocce e ormai c da immaginare che prima di met dicembre, ipotetica dead line per la chiusura dellindagine e quindi la possibilit per le difese di poter accedere ai documenti dellaccusa, non possa succedere niente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Michele Scarponi, 33 anni BETTINI

Dopo lapparizione part-time nellultima edizione, al Giro dItalia torneranno gli abbuoni sul traguardo di tutte le tappe, cronometro escluse: 20 secondi al vincitore, 12 al secondo, 8 al terzo.
Come cambia Per i primi tre classificati di giornata, nellultima edizione della corsa Gazzetta il bonus aveva riguardato solo 13 delle 21 tappe in programma. Nelle 5 classificate di alta montagna, indipendentemente dal tipo di arrivo, gli abbuoni erano stati infatti soppressi, cos come nelle due cronometro individuali e nella cronosquadre. Ma cambiamenti importanti riguardano anche i traguardi volanti. Nellultima edizione era uno solo che assegnava 6, 4 e 2 secondi rispettivamente a 1, 2 e 3. Nella prossima i traguardi intermedi saranno due con una distribuzione (ognuno) di 5, 3 e 2 secondi.

Milano, la 95 edizione della corsa Gazzetta si concluse con il trionfo di Ryder Hesjedal su Joaquin Rodriguez. Lo spagnolo perse per 16", ma con i piazzamenti nella 15, 17 e 19 tappa, nel caso ci fossero stati gli abbuoni, avrebbe guadagnato 20" sul canadese. Avrebbe quindi vinto il Giro, potrebbe pensare qualcuno. Forse. Certamente con gli abbuoni cambia la tattica di gara, quindi non detto che lordine darrivo sarebbe lo stesso.
Il tecnico Certo che cambia la tattica di corsa. Non dovrebbe, ma cambia spiega Giuseppe Martinelli, che al Giro guider lAstana di Vincenzo Nibali perch in gara ci pensi. Il controllo nel finale tra i big di classifica sar molto pi serrato. Venti secondi sono un bel gruzzolo, forse troppo, e 15" magari sarebbero stati sufficienti. Recuperare 20" sulla strada non mica facile, ma io sono comunque favorevole. Mi pare unottima scelta. In un ciclismo moderno ci vogliono. Correva lanno... Gli abbuoni

munque attendere 15-20 giorni per il processo, poi si arriver alla squalifica, che per incider poco sullattivit agonistica. Naturalmente si tratter di vedere ora come si comporte-

per di tre mesi con postilla (o asterisco, fate voi). La Procura, infatti, aggiunge alla richiesta di squalifica anche una specie di derivata, la riserva di procedere ad eventuali ulteriori contestazioni di rito, ove alla chiusura dellinchiesta penale della Procura della Repubblica di Padova, emergessero elementi di responsabilit relativi a ipotesi di violazioni della normativa antidoping diverse da quella di cui al presente procedimento. Parole che tradotte in un linguaggio informale significano pi o meno questo: se ci sar la richiesta di rinvio a giudizio con la chiusura

Giovanni Visconti, 29 anni BETTINI

Parola di direttore Lesperi-

mento del 2012 auspicava maggior combattivit e attacchi a pi lunga gittata spiega Mauro Vegni, direttore operativo del Giro ma non ha portato i risultati desiderati. La mancanza di abbuoni allarrivo delle tappe decisive avrebbe dovuto indurre gli uomini di classifica ad attaccarsi da lontano quale unico modo per creare distacchi. Il passato aveva indotto a constatare che, in presenza di abbuoni, erano comunque rari gli attacchi (di classifica) da lonta-

non sono una novit degli ultimi anni. Il Giro li introdusse nel 1927, quattro anni dopo il Tour de France. Il vantaggio in tempo era molto pi cospicuo dellattuale: due minuti al vincitore, in caso di arrivo in solitario, un minuto in caso di conclusione in volata. Ma i premi in tempi, per vari anni, hanno avuto un andamento a singhiozzo. E dal 1981, in varie forme, gli abbuoni non hanno pi abbandonato la corsa rosa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ryder Hesjedal, re del Giro 2012 BETTINI

nuda alla meta

Contador e le visioni in montagna


La salita di Pie de la Cuesta, a Gran Canaria, dura: 9 km al sole, pendenze elevate. Contador e i suoi della Saxo-Tinkoff, che sono in ritiro sullisola spagnola, in cima avranno pensato di avere avuto una visione, forse dovuta alla fatica dei primi allenamenti... Invece era vero. Si sono trovati davanti a una coppia di ragazzi francesi: lui fotografava, lei era la modella. Nuda. DE WAELE

THE NEW PENN-RICH.COM

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

ATLETICA LA VISITA DELLA LEGGENDA

il Film
Il cubano Cos cancell limpresa di Fiasconaro

LORO BIS A MONTREAL SUI 400 METRI Batte gli statunitensi Newhouse e Frazier Montreal, 29 luglio 1976: quattro giorno dopo aver conquistato il titolo olimpico degli 800, Juantorena fa il bis sui 400 in 44"26 UPI

IL SECONDO PRIMATO MONDIALE SUGLI 800 Quella magica progressione di Sofia Sofia, 21 agosto 1977: nella finale delle Universiadi, Alberto Juantorena porta a 143"44 il primato mondiale degli 800 metri AP

LINFORTUNIO CHE GLI CHIUSE LA CARRIERA Tendine ko ai Mondiali di Helsinki 83 Ecco linfortunio al tendine dAchille nella batteria degli 800 ai Mondiali di Helsinki. Un anno dopo laddio ai Giochi dellAmicizia

Juantorena: Mi lanci lItalia


El Caballo: Qui corsi i primi 800 lontano da Cuba, poi arriv la doppietta doro a Montreal
DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO MARABINI NAVAZZO DI GARGNANO (Brescia)

venuto in Italia per rendere omaggio a un vecchio amico in unoccasione speciale: linaugurazione della Collezione Ottavio Castellini, biblioteca privata con oltre 3000 volumi, riviste, poster e memorabilia dedicati allatletica e alle Olimpiadi. E solo per poche ore non ha festeggiato proprio nel nostro Paese il suo compleanno. Oggi, infatti, luomo chiamato El Caballo, allanagrafe Alberto Juantorena Danger, leggenda dello sport cubano ed eroe dei Giochi di Montreal, brinda ai 62 anni, portati divinamente. Anche se la maggior parte dei libri svela il pupillo di Fidel Castro, primo e tuttora unico atleta a centrare la doppietta olimpica 400-800 riporta una data sbagliata, quella del giorno in cui lanagrafe registr la mia nascita, avvenuta 12 giorni prima. Che cosa ci posso fare? Festeggio due volte: in famiglia il 21 novembre, con il resto del mondo il 3 dicembre....
Signor Juantorena, vero che ha lItalia nel cuore?

realmente conquistare loro nel primo Mondiale della storia. Avevo gi tagliato il traguardo, mi voltai quasi distinto e appoggiai il piede sinistro sul cordolo della pista. Il rumore del tendine che si rompeva lo sentirono tutti.
Torn per i Giochi di Los Angeles...

LA BIBLIOTECA

A Navazzo la storia dellatletica


La storia dellatletica mondiale in pochi metri quadrati, in un piccolo paese che domina il lago di Garda (Navazzo di Gargnano) raccolti con amore e passione da Ottavio Castellini, il giornalista a cui si deve tutta la ricchezza statistica della Iaaf. La Biblioteca internazionale dellatletica stata inaugurata domenica alla presenza di Juantorena e delle autorit locali, un vero patrimonio che raccoglie oltre 3000 volumi e non solo. Juantorena presente nella collezione col suo cimelio pi importante, la maglia che indossava negli 800 metri a Montreal quando conquist loro olimpico e il primato mondiale. Ma ci sono anche le scarpette con cui Moses Tanui alla Stramilano 93 fu il primo a correre la mezza maratona sotto lora. Profumo di imprese ed emozioni. Chi volesse visitarlo pu trovare informazioni su www.diecimigliadel garda.net.

Ma ci fu il boicottaggio e addio. Vinsi a Mosca i Giochi del controboicottaggio. Poi chiusi la carriera. Indovinate dove fu una delle mie ultime gare? In Italia, al meeting di Rieti.
Qual era la sua forza?

Certo, avevo talento. Ma servono anche il cuore e la testa: io ero determinatissimo. E comunque da solo non sarei mai arrivato in cima al mondo.
Cio?

Montreal, 25 luglio 1976: Alberto Juantorena conquista la medaglia doro sugli 800 metri davanti al belga Ivo Van Damme e allo statunitense Richard Wolhuther in 143"50, primato mondiale che cancella l143"7 stabilito tre anni prima dal nostro Marcello Fiasconaro REUTERS
400 e andava fortissimo: perch decise di buttarsi anche sulla distanza doppia?

del mondo, 143"50 (lanno dopo fece 143"44, ndr).


Miglior l143"7 di Fiasconaro: non vi siete mai sfidati?

Eccome, anche perch da voi ho tanti amici. Al vostro Paese sono molto legato. A cominciare da quel giorno del 76, a Formia, quando corsi il mio primo 800 fuori da Cuba. Era maggio (il 15, ndr), vinsi in 145"2. L capii che sarei diventato campione olimpico. Ricordo lorganizzatore, Elio Papponetti. Si vant di essere il "Cristoforo Colombo di Juantorena". Che personaggio!.
Lei aveva cominciato con i

Fu il mio allenatore, un polacco, Zygmunt Zabierzowski, a insistere. Impiegai quattro mesi a convincermi, io non ne volevo assolutamente sapere.
Ma a Montreal fu pi difficile vincere i 400 o gli 800?

Solo sui 400, due volte: persi entrambe le volte. Era un grande, sfilargli il record fu una bella rivincita: glielo dissi pure.
Ma il record se lo aspettava?

Strappare il record degli 800 a Fiasconaro fu una rivincita: sui 400 mi batteva Rudisha sar il primo atleta ad andare sotto i 100 secondi sugli 800 metri
ALBERTO JUANTORENA BICAMPIONE OLIMPICO

Lallenatore, il massaggiatore, il medico, i compagni. Tutti sono stati importantissimi per me. E ancor pi Fidel: senza il suo appoggio e il suo incoraggiamento non avrei avuto la stessa carriera. Anche quella da dirigente.
impensabile oggi una doppietta 400-800?

Ci vorrebbe un atleta che sia met David Rudisha e met Kirani James. Non facile, in effetti....
Si aspettava che Rudisha, a Londra, avrebbe battuto come lei il record del mondo in una finale olimpica?

Gli 800, naturalmente. Avevo corso poche volte la distanza, gli avversari erano fortissimi, era un salto nel buio. Avevo una sola soluzione: passare a met gara in 50", che per me era una passeggiata, poi prendere il comando ai 500 e tenere fino in fondo. Cos feci. E arriv anche il mio primo record

Beh, se volevo loro sapevo che avrei dovuto correre su quei tempi.
Dopo Montreal gli infortuni hanno segnato la sua carriera. Ai Mondiali di Helsinki, nell83, le salt il tendine dAchille in batteria. Era l per vincere?

Se cera qualcuno in grado di riuscirci, quello era lui. un campione straordinario e un ragazzo delizioso. Dove pu arrivare? Sotto il muro dei 100 secondi, senza dubbio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S, stavo benissimo: potevo

LEVENTO LADUNATA DEL GRUPPO SPORTIVO MILITARE

Un secolo in gialloverde ieri a Torino La Finanza ha celebrato i suoi campioni


FABRIZIO TURCO TORINO

celebrazioni del cinquantenario dell'Unit dItalia, quando i primi finanzieri parteciparono alle gare proprio sotto la Mole, e che arriva fino a ieri, fino al 2011. Una storia raccontata nel volume nei dettagli, anno dopo anno, e rivissuta ieri nellincontro con i protagonisti, tutti targati Fiamme Gialle.
Calore Il primo contatto fra Torino e i campioni avvenuto di prima mattina al PalaRuffini, lo storico tempio dello sport da palestra sabaudo: ad accogliere gli atleti di oggi, di ieri e dellaltro ieri, novecento bambini festanti delle scuole torinesi. Fra l'inno di Mameli e una splendida esibizione di judo orchestrata dal tecnico Felice Mariani, si trattato di una accoglienza calda a tratti anche bollente per i campioni in

Un secolo in gialloverde non solo il titolo della monografia edita dalla De Agostini, che stata presentata ieri nella Sala Rossa di Palazzo Civico, in onore di Torino Capitale Europea dello Sport 2015. Un secolo in gialloverde soprattutto l'inanellarsi di cent'anni di vita dei gruppi sportivi della Guardia di Finanza, fra trionfi storici e vittorie memorabili. Un secolo di impegno sportivo che parte dal 1911, anno delle

gialloverde, ben rappresentati, in ordine sparso, da Antonio Rossi e Nicola Vizzoni, Tania Cagnotto e Fabrizio Donato, Elisa Rigaudo e Beniamino Bonomi, Roberto Di Donna e Simone Venier. Conclusa fra talk show e premiazioni la mattinata al Ruffini, la festa gialloverde si spostata prima nella sede del quotidiano La Stampa e poi in Municipio, alla presenza del sindaco di Torino Piero Fassino, del comandante della Guardia di Finanza, il generale Saverio Capolupo, e del presidente Coni Gianni Petrucci. Tutti per celebrare il lavoro firmato da Claudio Tranquilli, Domenico Campione, Gerardo Severino e Gabriele Di Paolo, con ricerca iconografica di Fabrizio Morganti; tutti per salutare in un abbraccio unico le Fiamme Gialle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I campioni delle Fiamme Gialle e i giovani allievi durante lesibizione di judo svoltasi al PalaRuffini

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

BASKET SERIE A: IL PERSONAGGIO


Tre i suoi club finora: prima di Roma, Siena e Scafati.

Tutti mi hanno lasciato qualcosa. Siena era la prima volta fuori casa, lontano dalla mia Olbia. La gente mi aveva preso in simpatia, ero circondato di affetto, ma in quel momento stava per nascere la supercorazzata di Pianigiani, che ho poi ritrovato in azzurro, e non era il posto giusto per crescere e poter sbagliare senza pressioni. A Scafati devo tanto: mi dicevano che era un postaccio. Ma era uno dei pochi club che mi voleva, in particolare il patron Longobardi. Ho fatto il titolare a 20 anni con Calvani, il mio attuale coach. E alla fine mi sono trovato benissimo.
In estate, stato tra i protagonisti della qualificazione del-

I NUMERI

Taccuino
EUROCUP

Media punti Datome il terzo miglior marcatore della serie A alle spalle di Gibson di Brindisi (20.4) e Harris di Cremona (19.6)

18.5

Sassari a Belgrado contro Rakocevic


Oggi terza giornata della stagione regolare di Eurocup. Sassari a Belgrado contro limbattuta Stella Rossa di Igor Rakocevic, lo scorso anno a Siena. Girone H: Stella Rossa Belgrado-Banco di Sardegna Sassari (ore 19.30); Orleans-Cajasol Siviglia (20.30). Classifica: Stella Rossa 2 vinte 0 perse; Orleans, Sassari 1-1; Siviglia 0-2. Passano le prime due di ogni girone.

Luigi Datome, 24 anni, ala di 2.02, 5a stagione a Roma. Dopo gli esordi a Siena, dal 2007 al 2008 stato a Scafati CIAMILLO

Dopo la vittoria a Cremona, con tutta la squadra siamo andati a visitare Firenze
LUIGI DATOME 24 ANNI

Media da tre punti il secondo miglior realizzatore da tre punti dietro a Mazzarino di Cant (53.3)

53.1

EUROLEGA DONNE

Schio a Kosice Macchi in dubbio


Oggi per la quinta partita di Eurolega, limbattuta Schio gioca alle 18 a Kosice, in Slovacchia. Chicca Macchi non partita con la squadra per unindisposizione, potrebbe aggregarsi oggi. Le altre partite del girone B: Sopron-Targoviste; Arras-Fenerbahce. Riposa Nadezhda. Classifica: Schio 4 vinte 0 perse; Nadezhda 2-2; Fenerbahce e Kosice 2-1; Sopron 1-3; Targoviste 1-2; Arras 0-3.

Il numero 1
Datome il miglior giocatore italiano Innamorato di Roma
Terzo realizzatore, primo ai tiri liberi, preciso da tre Non vinceremo il titolo ma regaliamo emozioni
MARIO CANFORA ROMA

lItalia allEuropeo.

Amo la Nazionale. Va sempre onorata. Quando vieni chiamato, si va e basta, senza pensare ad altro. Giocare in Sardegna, a Sassari, quindi praticamente a casa mia, stato fantastico. stata una delle esperienze pi belle finora vissute.
Chi vince il campionato?

Impossibile dirlo ora, ma alla fine non se ne esce tra Siena, Milano e Cant. Anche se Varese potrebbe stupire tutti.
E Roma?

Media ai liberi il miglior tiratore di liberi della serie A con uno strepitoso 47 su 49. Prende anche 6 rimbalzi di media a partita di cui 2 in attacco

95.9

CONSIGLIO FEDERALE

Bianchini si candida per gli allenatori


Valerio Bianchini si candida come rappresentante dei tecnici al prossimo Consiglio federale. Sollecitato da una vasta area di colleghi professionisti e dilettanti ha detto il 69enne ex c.t. azzurro pongo la mia candidatura convinto che il rilancio del basket italiano passi anche attraverso il ruolo fondamentale degli allenatori. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio e del Presidente sono a gennaio 2013.

Leggetevi i primi dieci della classifica dei marcatori: nel dominio dei giocatori di colore, c un solo bianco, italiano, Gigi Datome, addirittura terzo con 18,5 punti di media a partita. Per non dire del 95,9% nei liberi (47/49), primo, e il 53,1% da tre punti (17/32), secondo. Cifre incredibili, da americano vero, per questo ragazzone che in estate per continuare a giocare a Roma, di cui il capitano, si ridotto lingaggio di centomila euro. Un atto nobile. Lho fatto perch devo tanto al presidente

Toti che mi prese da Siena dopo unannata molto difficile: certi gesti io non li dimentico mai. E lui aveva bisogno di slancio per poter andare avanti e non chiudere.
Roma le entrata nel cuore...

frontare: strano, no?

Citt fantastica, ti lascia a bocca aperta, ti offre tutto e io me la godo passo dopo passo. Solo sederti a Villa Borghese a leggerti un libro una sensazione unica. E poi ti d tanta libert, anche se ora per strada cominciano a riconoscermi....
La scelta di restare nella Capitale, in una squadra non di primo livello e senza coppe da af-

La rifarei mille volte. Perch io in una big per cercare di vincere qualcosa voglio arrivarci da giocatore importante e non come uno dei tanti. Ho bisogno di stare in campo, di twittare con i tifosi che mi vogliono tanto bene. E chiss, magari questa big tra un po potrebbe essere proprio Roma.
Lesplosione a quasi 25 anni.

Non vinceremo lo scudetto ma, come stiamo facendo finora, regaleremo emozioni. Siamo una squadra ben allenata da Calvani, con ragazzi che hanno tutti voglia di farsi notare. E poi un gruppo vero, sembra di stare in un college. Eccetto io e Tonolli, vivono tutti in residence. Si mangia spesso insieme, si va fuori. Dopo la vittoria di Cremona, qualche settimana fa, siamo andati in treno a visitare Firenze. Bello, no?.
Dove deve migliorare nel gioco?

SERIE A

Montegranaro sospende Andrews


(a.p.) La Sutor Montegranaro ha sospeso Zach Andrews per la rissa con Eric Griffin di Jesi durante unamichevole della settimana scorsa in attesa di ulteriori provvedimenti disciplinari che adotter nei termini e nei modi previsti dai regolamenti e dagli accordi sindacali. Possibile che il provvedimento sia il preludio del taglio del centro americano che ha giocato solo due partite limitato da un infortunio. La Sutor potrebbe confermare il lettone Rolands Freimanis, preso per sostituire proprio Andrews, e rinforzarsi con Valerio Amoroso, libero dopo linizio di stagione con Pesaro. Andrea Renzi in prova a Biella.

In difesa, ma mi sto applicando molto.


Cosa fa nel tempo libero?

Tardi, me laspettavo prima. Ho sicuramente commesso degli errori anche io, ma sono felice perch mi sono conquistato tutto col sudore e la fiducia delle persone che mi circondano.

Sto imparando a suonare la chitarra. Mi piace scoprire ristoranti, vado spesso a quello africano: mia mamma nata ed vissuta per venti anni ad Asmara. E poi leggo tanto. Ora sul comodino ho Satori, di Don Winslow.
RIPRODUZIONE RISERVATA

EUROLEGA

Cedevita verso Milano Maljkovic se ne va


Bozidar Maljkovic non pi lallenatore del Cedevita Zagabria in arrivo a Milano dove giocher domani in Eurolega contro lOlimpia. Il 60enne tecnico serbo si dimesso in contrasto con il club: pare che il coach avrebbe voluto punire Marko Tomas e la societ si sia opposta. La squadra sar allenata dal vice Jaksa Vulic. A proposito di tecnici: il presidente della Federazione greca George Vasilakopoulos ha confermato di aver offerto la panchina della Nazionale a Zeljko Obradovic che avrebbe rifiutato.

IL CASO DOPO IL BLITZ SUI QUATTRO AMERICANI DI VARESE

Antidoping a sorpresa anche nel basket


Nel 2011, i controlli fuori competizione fra i canestri sono stati pi di un centinaio
Le notizie corrono veloci: cos quando Mike Green, venerd scorso, alla vigilia del big match tra Varese e Sassari, ha twittato: Random Drug Test?!?! 4 people? 4 Americans? 4 starters? Who is behind this? (Controlli antidoping a sorpresa?! 4 persone? 4 Americani? 4 del quintetto? Cosa c dietro? qualcuno poteva pensare che fosse in atto una operazione mirata del Coni nei confronti della capolista. Non stato cos (e infatti la societ, ha preso atto dei controlli secondo regolamento con grande serenit) ma meglio spiegare: nel basket i controlli a sorpresa sono previsti, gestiti in massima parte dal Coni e abbastanza frequenti, anche se la pallacanestro, visto anche il basso numero di atleti risultati positivi e, nella maggior parte dei casi, per i metaboliti della cannabis, non ritenuto uno sport particolarmente critico.
Coni Anche il controllo effettuato a Varese stato gestito direttamente dal Coni, dal C.C.A., il

comitato di controllo presieduto da un Prefetto, Giuseppe Cono Federico. Nel 2011 sono stati effettuati 1590 controlli a sorpresa nelle varie discipline. Nel basket sappiamo solo il conto generale dei controlli: 296 fra Coni e federazione. Di questi si pu stimare che poco oltre il 40% fossero a sorpresa, quindi pi di un centinaio. Del resto le societ professionistiche sono tenute a informare lantidoping del Coni del calendario dei loro allenamenti. Non sono ancora pubblici i dati relativi allanno corrente, ma molte altre societ di serie A, nel corso del 2012, hanno ricevuto controlli analoghi: anche il numero, quattro giocato-

ri della stessa squadra, non una rarit anche se pu far specie che a Varese siano stati controllati i quattro americani, Green, Banks, Ere e Dunston.
Routine Il C.C.A pu decidere chi sottoporre ai controlli, concentrandosi su situazioni che pu ritenere a rischio anche se i blitz mirati sono quasi sempre opera dei Nas su indicazione del Ministero. Diverso il caso del controllo antidoping al termine delle gare dove, acquisito allintervallo il referto della gara, i responsabili dei controlli sorteggiano poi prima della fine della gara i giocatori da sottoporre a controllo.

EX NBA

Arenas va in Cina Ho detto no ai Lakers


Dopo 11 stagioni nella Nba, Gilbert Arenas ha firmato con la squadra cinese degli Shanghai Sharks. Dopo linfortunio a Steve Nash, i Lakers mi hanno cercato ma ho preferito la Cina ha detto il 30enne Me lha detto Eddie Jordan, ora assistant coach ai Lakers, che era il mio allenatore a Washington. Jason Kapono ha mandato un messaggio al Panathinaikos (avversario di Cant venerd a Desio) scusandosi per non aver raggiunto la squadra per cui ha firmato per problemi personali.

Mike Green, 27 anni, play di Varese

RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

BASKET NBA: IL PROTAGONISTA

Media punti Dopo 10 partite, Gallinari ha la seconda miglior media da quando nella Nba. Il suo top 15.9 quando era a New York nella stagione 2009/10, prima del trasferimento a Denver.

La svolta 15.2
I NUMERI

Punti, difesa e tripla decisiva tornato il Gallo


Denver vince a Memphis, la squadra del momento. Danilo: Ho seguito il mio istinto
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Percentuale al tiro da tre Il Gallo ha la peggior percentuale da 3 da quando nella Nba. In compenso prende 6.4 rimbalzi, miglior media dal 2008.

22.6

MASSIMO LOPES PEGNA Twitter @Pegnarol NEW YORK

mila followers Ieri il Gallo ha annunciato di aver superato 250.000 followers su Twitter.

250

Gli occhi sgranati, la corsetta allindietro con le braccia allargate, la cresta del Gallo che sembra persino pi ritta e, poi, la spallata di giubilo in volo con Andre Miller: a 12 secondi dal termine, la tripla di Danilo Gallinari sigilla la vittoria dei Nuggets a Memphis. E cos, lazzurro festeggia, perch sa di aver fatto finalmente una grande gara, ci per cui Denver lo paga profumatamente. Lultimo 154", con i suoi sotto di 4 punti, lo dovr salvare sul tablet e andarselo a ricliccare ogni qualvolta attraverser momenti oscuri. Che sono stati molti dallinizio del campionato (anche se ha la media punti pi alta della squadra: 15.2).
Finale In questo spezzone finale di partita, Gallo costringe due volte Marc Gasol al fallo in attacco; trasforma tre tiri liberi su quattro (rester il suo unico errore dalla lunetta: 10/11). Conquista un prezioso rimbalzo offensivo e un fallo. Poi a 32 secondi dalla sirena, la sua azione pi efficace e spettacolare: recupera palla su un brutto passaggio di Rudy Gay, serve Ty Lawson, che penetra e lo smarca dietro larco spostato a destra: tiro e retina piena. Litaliano racconta: Non ho pensato a niente. Stavo cercando di leggere la difesa avversaria, ma la difesa non cera: ero completamente solo. E quando sei mentalmente aggressivo, in testa non hai cose negative: segui il tuo istinto. La parola aggressivit la pronuncia spesso nel post partita. Dice: Ho cercato di essere aggressivo per tutta la gara

e attaccare il canestro, come mi chiede lallenatore. Volevo andare il pi possibile in lunetta e non fissarmi sui tiri da tre.
Numeri Per tutto il primo tempo, Gallo martella i rivali con le sue incursioni (5/6 dal campo) e risulter il miglior realizzatore dellincontro: 26 punti in 35 minuti (5/9, 2/6, 5 rimbalzi, 3 assist, un recupero,

LE PARTITE

I Clippers di Paul passano a casa degli Spurs


I Los Angeles Clippers hanno vinto a San Antonio resistendo al recupero degli Spurs tornati da -10 a -2 a 1 dalla fine, segnando gli ultimi 7 punti grazie a 2 rimbalzi cruciali di Bledsoe. Stephen Jackson si infortunato alla mano e questo ha aperto la porta ai Clippers, guidati da Chris Paul, che ha trovato un ottimo Griffin. Irving di Cleveland, rookie of the year 2012, sar in tribuna per 4 settimane per una frattura allindice sinistro. Risultati: Charlotte-Milwaukee Bucks 102-98 (Sessions 23; Ellis 31); WashingtonIndiana 89-96 (Beal 18; West 30); Atlanta-Orlando 81-72 (Horford 15; Davis 11); Memphis-Denver 92-97 (Gay 22, M.Gasol 16; Gallinari 26, Faried 13); San Antonio-LA Clippers 87-92 (Duncan 20; Paul 19); Dallas-Golden State 101-105 (Mayo 27; S.Curry 31); Utah-Houston 102-91 (Hayward 15; Patterson 19).

una stoppata e neppure una palla persa). Sono cifre da All Star, anche per via di quelle piccole cose che non compaiono sul foglio delle statistiche. Mica male per uno che in questa stagione tirava con il 34% dal campo e il 21% da tre. Cera persino da scoraggiarsi, ma la depressione non fa parte del suo dna. Ora gli arrivano i complimenti di coach George Karl: E stato il migliore. Anche in difesa: lo abbiamo impiegato da 4 e non ha perso terreno contro nessuno. Neppure contro il massiccio Gasol a cui, anzi, ha dato lui del filo da torcere.
Grizzlies E una prestazione

che vale tanto, perch i Nuggets arrivavano da una striscia di tre sconfitte e abbattono una delle rivelazioni di questanno: i Grizzlies. Che hanno il secondo miglior record della Lega e, dopo aver perso contro i Clippers lopening night, avevano ottenuto otto vittorie consecutive, incluse quelle contro New York, Oklahoma City e Miami. Denver (bilancio, 5 vittorie e 6 sconfitte) guarda avanti con fiducia. Karl, che fa ampie rotazioni, ha sei giocatori in doppia cifra di media. Luned sera i suoi hanno asfaltato Memphis al rimbalzo: 47-33 (21-12 in attacco). E poi c da mettere in conto il pi ostico degli avversari di questo avvio, regalo personale del commissioner David Stern e la Nba: il calendario. Di queste prime 11, i Nuggets ne hanno disputate otto fuori casa e delle prossime 12 ne faranno a Denver soltanto tre. Spiega Danilo: Vincere a Memphis era fondamentale: dovremo stringere i denti e prima di Natale faremo due conti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Danilo Gallinari, 24 anni, contro lo spagnolo Marc Gasol, 27, di Memphis REUTERS

New York davanti a Miami


CLASSIFICA EST ATLANTIC DIVISION NEW YORK KNICKS BROOKLYN NETS PHILADELPHIA 76ERS BOSTON CELTICS TORONTO RAPOTORS CENTRAL DIVISION MILWAUKEE BUCKS CHICAGO BULLS INDIANA PACERS CLEVELAND CAVALIERS DETROIT PISTONS SOUTHEAST DIVISION MIAMI HEAT CHARLOTTE HORNETS ATLANTA HAWKS ORLANDO MAGIC WASHINGTON WIZARDS 8 5 5 3 0 V 7 6 6 6 3 V 6 5 5 2 2 P 1 2 4 5 7 P 3 5 7 8 9 V 3 4 4 7 9 P % 87 5 75 0 60.0 54 5 30 0 % 66 7 50 0 41. 7 20 0 18 2 % 72 7 55 6 55 6 30 0 0

Quattro squadre con otto vittorie


CLASSIFICA OVEST NORTHWEST DIVISION OKLAHOMA CITY THUNDER MINNESOTA T.WOLVES UTAH JAZZ PORTLAND T.BLAZERS DENVER NUGGETS PACIFIC DIVISION LOS ANGELES CLIPPERS GOLDEN STATE WARRIORS LOS ANGELES LAKERS PHOENIX SUNS SACRAMENTO KINGS SOUTHWEST DIVISION MEMPHIS GRIZZLIES SAN ANTONIO SPURS DALLAS MAVERICKS NEW ORLEANS HORNETS HOUSTON ROCKETS V 8 5 6 5 5 V 8 6 5 4 2 V 8 8 6 3 4 P 3 4 6 5 6 P 2 5 5 7 8 P 2 3 6 5 7 % 72.7 55.6 50.0 50.0 45.5 % 80.0 54.5 50.0 36.4 20.0 % 80.0 72.7 50.0 37.5 36.4

Ai playoff le prime di ogni division e le cinque migliori percentuali

Ai playoff le prime di ogni division e le cinque migliori percentuali

LA STORIA TRA I SOCI DELLA FRANCHIGIA ANCHE LA POPSTAR JUSTIN TIMBERLAKE

Gazzetta.it
professionistica: solo Eddie de Bartolo lo ha battuto acquistando i San Francisco 49ers a 30 anni, ma era figlio del pi grande magnate immobiliare degli Stati Uniti. Laccordo prevede che i Grizzlies, una delle franchigie in perdita, non possano muoversi da Memphis per i prossimi 15 anni. Pera ha messo lamico Jason Levien, ex agente e partner dei 76ers, alla guida della squadra che ha tra i soci un altro grande fans Nba e giocatore da playground: la popstar Justin Timberlake. La squadra ha festeggiato con 8 vittorie di fila, chiuse contro Denver, larrivo del nuovo, giovanissimo boss, di soli 3 danni pi vecchio di Zach Randolph. Se facciamo un paio di mosse azzeccate, potremmo essere davvero competitivi ha detto alla presentazione. Lo sono gi.
Robert Pera, 34: a sin. Stern AFP
chiabo

Pera, 34 anni: da zero a proprietario di Memphis


Nel 2005 era ingegnere alla Apple, ha acquistato i Grizzlies per 377 milioni
Robert Pera ha 34 anni, una Bmw in leasing e un appartamento di due locali a San Jos a California. Laureato in ingegneria e in giapponese, ha aperto una aziendina di computer a 16 anni lavorando, poi, dal 2003 alla Apple. Una grande societ, ma volevo fare pi soldi pi rapidamente ha detto. Cos, nel 2005, ha investito 30 mila dollari in parte facendo un debito con la carta di credito, per costruire in casa un prototipo di un amplificatore a basso prezzo per potenziare le apparecchiature wifi. Poi ha aperto un sito internet per pubblicizzarlo e quando arrivato a 240 mila dollari di ordinazioni per 3000 pezzi, andato a Taiwan per trovare chi glieli costruisse. E nata cos la Ubiquiti Networks. Non da sottovalutare, Pera un grande appassionato di Nba e gioca a basket con gli amici almeno un paio di volte la settimana, e pare, anche, che schiacci.
Miliardo La Ubiquiti cresciuta, stata quotata in borsa e quando il suo fondatore s trovato col primo miliardo e mezzo di dollari di ricchezza personale nelle tasche, entrando nella lista di Forbes dei 10 pi giovani miliardari del mondo, ha pensato di comprare una franchigia Nba. Lo scorso ottobre, Pera diventato ufficialmente socio di maggioranza del gruppo che ha acquistato i Memphis Grizzlies per 377 milioni di dollari diventando uno dei pi giovani proprietari di una franchigia

L INTERVISTA A DANTONI IN ITALIANO E GLI HIGHLIGHTS


Sul sito unintervista video in italiano a Mike DAntoni, nuovo coach dei Lakers. Ogni notte sul sito della Gazzetta dello Sport le partite della Nba in tempo reale con le statistiche di ogni giocatore. La mattina successiva, dalle 8, il riassunto esteso, con commento in italiano, delle due principali partite e il meglio della notte, con le azioni pi belle, tra cui le Top 10, ovvero le 10 giocate pi spettacolari, il play of the day, lassist pi bello, la stoppata pi importante, la schiacciata pi devastante.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

COLLABORATORE domestico srilankese, 33enne cerca lavoro a ore, in Milano. Patente B. 327.08.73.152. COPPIA domestici filippini referenziati esperienza offresi. Liberi subito. Tel. 327.63.69.703 STIRATRICE guardarobiera, collaboratrice famigliare italiana, comprovata esperienza pluriennale, referenziata, offresi part-time / ore. 333.31.41.538 PAGHE esperta programma Zucchetti esegue al proprio domicilio no contatti con clienti studio. Corriere 38-XZ - 20132 Milano OFFRESI signora bulgara come badante colf referenziata, responsabile e patentata con esperienza. 338.49.50.150

CERTOSA /Gallarate, abitazione completamente ristrutturata, bilivello, climatizzata, posto auto. 02.88.08.31 CE: F - IPE: 59,73 kWh/mqa. ELEGANTE edificio nuova realizzazione sesto piano, trilocale, silenziosissimo, luminoso, ampi terrazzi loggiati. Ottimo capitolato. Box. CE: A - IPE: 28,5 kWh/mqa. Tel. 02.34.93.16.65. Visita il sito: www.filcasaservice.it MM MOSCOVA signorile palazzo epoca completamente ristrutturato, residenze/loft trilocale, servizi. CE: B - IPE: 36,8 kWh/mqa 02.34.93.07.53. MM PORTA ROMANA open space 285 mq. Ideale studio/show-room. Euro 313.000,00. CE: F - IPE: 59,03 kWh/ mqa 02.88.08.31. PIAZZA SANTA GIUSTINA storica corte ristrutturata nuovo ampio monolocale finiture di pregio. Euro 120.500 CE: D - IPE: 111,1 kWh/mqa 02.66.20.76.46. VITTOR PISANI stabile signorile due, tre quattro locali da mq 87. CE: da G IPE: 187,5 kWh/mqa 02.67.07.53.08.

DA VENDERE Nosy B Madagascar. Bungalow-hotel, ristorante, reception, piscine. Direttamente sul mare. Ampliamento possibile. Prezzo 950.000 euro. Seria offerta. braxo@bluewin.ch MONTECARLO confine esclusiva. Introvabile! Lussuosi appartamenti, terrazze, piscina, climatizzazione. Da Euro 179.000! italgestgroup.com 0184.05.55.50

DISEGNATORE autocad, perito meccanico, impiantistica, carpenterie, macchine, piping, autonomo offresi. Tel. 320.19.70.734 SEGRETARIA commerciale ottimi tedesco, inglese, pluriennale esperienza, gestione clienti / fornitori, traduzioni esamina proposte. 340.28.10.760 SEGRETARIA ragioniera 52enne pluriennale esperienza studio legale recupero crediti contabilit clienti pratica lavori ufficio offresi anche part-time. Cell. 340.33.11.963 RETI VENDITA - Esperto creazione, sviluppo, gestione reti commerciali per PMI (qualsiasi mercato) desidera contattare aziende che devono rafforzare le vendite. 338.37.66.816 ESPERIENZA ventennale vendite, presenza, cultura offresi a show-room, negozio, gestione clienti. 338.53.67.883 commerciale 33 anni consolidata esperienza creazione e gestione reti vendita, settore dettaglio, DO e GDO. Sviluppo obbiettivi e strategie commerciali, canvass, riunioni strategiche, partecipazione fiere settore, selezione prodotti, listini vendita, forecast. 346.09.14.236

ACCURSIO /Gallaratese laboratorio con magazzino, 145 mq totali, passo carraio, possibilit box. 02.88.08.31. CE: F - IPE: 59,73 kWh/mca. ufficio / laboratorio piano terra mq. 140 circa Ace: D - IPE: 40,36 kwh/mca. 331.82.43.649 info@calabrettastudio.it CAPANNONI 1000 - 2000 mq, affittansi Samarate (Va), vicinanze Malpensa, uso industriale, con carri ponte. CE-EPH Classe D, 32,08 Kwh/mca. Tel. 02.86.45.21.28. CATANIA, Corso Italia, affittasi bottega 50 mq, soppalcabile, ottima posizione. 349.06.05.399 CORSO ITALIA vendesi/affittasi prestigiosi 100 mq, uso ufficio. Possibilit box. 02.88.08.31 CE: G - IPE: 69,00 kWh/mca.

LONATE POZZOLO (Va) Via Magenta, 29 nuovo capannone vendesi/affittasi, 2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt, completo di tutti gli impianti tecnici e cabina 630 Kw, CE D, 41,26 KWh/mc. Tel. 02.86.45.21.28. MILANOFIORI: Magazzino mq. 360. Si accettano offerte per la vendita. CE: G - IPE: 175 Kwh/Mqa. 02.33.90.144 MONTENAPOLEONE ufficio/showroom prestigioso. Alta rappresentanza. 150 mq. Affittasi.CE: E - IPE: 49,9 kWh/mc/a 02.88.08.31. REPUBBLICA contesto signorile, vendesi negozi liberi ampie metrature da 50 a 600 mq adatti a minimarket/ show-room, sottonegozi. Carico/scarico. CE: G - IPE: 70,2 kWh/mca 02.67.07.53.08 VIA VALTELLINA negozio sette luci, annesso sottonegozio, box triplo, biesposto, doppi ingressi. 02.88.08.31 CE: F - IPE: 147,22 kWh/mca.

VUOI sapere qual' il tuo fabbisogno proteico? Quante calorie consuma il tuo corpo? Visita il nostro sito per ricevere un'analisi completa e non vincolante: rech-wellness-coach.info info@rech-wellness-coach.info

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

CERCASI impiegata/o per amministrazione. Laurea o diploma. AS400 e programmi specifici, Iva bilanci Excel, lingue straniere, esperienza, doti relazionali, riservatezza, precisione, affidabilit. Subito disponibile. Zona Baggio. Corriere 217-E - 20132 Milano LA SCUOLA paritaria Vittorio Montiglio di Santiago del Cile cerca docenti per scuola nido, infanzia, primaria, educazione fisica e musica. Inviare cv a: scuola.italiana@scuola.cl CASA EDITRICE Milano seleziona agenti settore elettrico e benessere. 349.14.31.610 info@dbcedizioni.it SOCIET di servizi ricerca 3 persone anche senza esperienza da inserire e formare nell'immediato all'interno dell'azienda per lavoro continuativo. Per colloquio tel. allo 02.91.47.71.24. dalle 9.30 alle 13.30.

AFFITTASI

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

COLLINE PARMENSI Casolare con stalla da ristrutturare terreno ha. 40 vendo euro 570.000 o permuta con propriet in Milano. 02.33.90.144 CE: G - IPE: 175 Kwh/Mqa.

REPUBBLICA affittasi/vendesi splendido appartamento CE G, IPE 217,15 kWh/mqa. 02.87.28.14.89

ATTIVIT da cedere / acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14

ACCOGLIENTE e prestigioso centro benessere italiano massaggi olistici. Ambiente elegante. Milano 02.39.40.00.18. MANZONI elegantissimo centro benessere italiano, massaggi olistici, rilassanti. Ambiente confortevole, raffinato. 02.39.68.00.71. MASSAGGI rilassanti su futon euro 60 in ambiente raffinato. Sauna, bagno turco e idromassaggio. 02.66.98.13.15. MISSORI bellissimo centro italiano, raffinato. Body massage, bagno turco, sauna. Promozioni. 320.46.43.781 NUOVA apertura centro italiano, body massage, benessere per corpo. 02.20.40.30.88 - 366.42.13.395

ACQUISTIAMO Argento, Oro, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

RESPONSABILE

Per chi cerca e per chi offre c una soluzione facile e veloce: Piccoli Annunci, un mondo di opportunit per la vendita/ricerca di casa, lavoro, viaggi e tanto altro.
ATTICO Cairoli, elegante edificio d'epoca salone doppio con patio, terrazzo vista castello, tricamere, cucina, pluriservizi, scelta capitolato CE: C IPE: 65,85 kWh/mqa. www.filcasaservice.it 02.89.09.36.75 adiacenze, contesto storico, plurilocale bilivello, sala circolare, salone, ampia cucina, 4 camere, pluriservizi, terrazzo. www.filcasaservice.it Valore da Progetto CE: D - IPE: 104,5 kWh/ mqa 02.89.09.31.72 02.88.08.31.

ORO USATO: Euro 28,75/gr. ARGENTO USATO :


Euro 475,00/kg.

GIOIELLERIA CURTINI

Puoi pubblicare il tuo annuncio su Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport .

via Unione 6 - 02.72.02.27.36 335.64.82.765 MM Duomo-Missori

CASTELLO SFORZESCO

CUSTODE esperto con alloggio, cerca lavoro. Seriet, precisione, cortesia assolute. Cell. 333.38.91.465. CHEF /cuoco valuta serie proposte di lavoro in Italia ed estero. 334.19.07.354

ACQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85. compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26.

CERCHI nuove donne da incontrare? Scopri il piacere di parlare con una sconosciuta. Semplice, veloce, economico. Chiama 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI. CONTATTO piccante 899.11.14.84. Esibizioniste 899.89.79.72. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo. TRASGRESSIVA Amanda 899.842.473. Viziosa 899.100.073. Euro 1,80min/ivato. VM18. Futura Madama31 Torino. TROVA nuove ragazze intriganti! Se hai voglia di qualcosa di nuovo chiama 899.996.101 e troverai la donna giusta! Da 32 centesimi/minuti. VM18 MCI.

PUNTO D'ORO

www.piccoliannunci.rcs.it

agenzia.solferino@rcs.it

Gli annunci si ricevono tutti i giorni feriali: BARI : T. 080/57.60.111, F 080/57.60.126 . BOLOGNA : T. 051/42.01.711, F 051/42.01.028 . FIRENZE : T. 055/55.23.41, F 055/55.23.42.34 . NAPOLI : T. 081/497.7711, F 081/497.7712 .

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

PALLAVOLO UNA POSSIBILE CONVOCAZIONE CHE FA DISCUTERE

le tappe

clic
GLI ALTRI ORIUNDI DELLA STORIA DELLA NAZIONALE
(a.a.) LItalia ha gi avuto diversi naturalizzati. Cio giocatori che hanno giocato gi in unaltra Nazionale prima. In campo maschile per periodi brevi e discussi: Stelio De Rocco (11 presenze), canadese fra l84 e l85 e Angel Dennis nel 2007, con due sole presenze. Erano, per, convocazioni che non si sono poi concretizzate (De Rocco - ad esempio - non aveva i documenti necessari). In campo femminile, invece, ci sono stati tre casi: Ana Paula De Tassis (51, brasiliana) fra 2000 e 2001; Tai Aguero (89 presenze appunto da Cuba) 2007-2009 e quindi la ex argentina Carolina Costagrande (46) che ha esordito il 14 luglio 2011.

primavera 2012 La disponibilit di Osmany Lex cubano Juantorena comunica al presidente federale (Magri) la disponibilit ad andare in Nazionale

Osmany Juantorena (sin) e Robertlandy Simon dopo Cuba hanno trovato una nuova carriera in Italia TARANTINI

settembre 2012 La prima dichiarazione Zaytsev alla Gazzetta dichiara che secondo lui la convocazione di Juantorena non coerente

Nazionale s o no? Polemiche inutili aspettiamo fatti


Mosna pompiere: Vorrei vedere Juantorena in azzurro. Tocca a lui e Berruto parlare ora
NiCOLA BALDO GIAN LUCA PASINI

bitrale, bruci ancora ai tifosi ai piedi delle Dolomiti.


Antisportivit? Ma a bruciare

Taccuino
CHAMPIONS

ottobre 2012 La maglia una sola Dopo Savanti, Travica dice sul Corsera: per me non giusto vestire la maglia di due nazionali

Qualcuno si stancato di leggere polemiche. Qualcuno si diverte a gettare un altro po di benzina sul fuoco. Ma dopo la domenica di polemiche (a Trento) e le discussioni che ne sono seguite, il mondo del volley si interroga.
Doppio ruolo Mi sembra tutto

domenica a Trento Striscioni bollenti La tifoseria di casa con striscioni e coretti attacca i giocatori di Macerata difendendo Osmany

cos esagerato, polemiche inutili e di basso livello, alle quali credo sia ora di mettere un freno. Diego Mosna, numero uno di Trentino Volley e allo stesso tempo della Lega Pallavolo, si mette gli abiti del pompiere. E getta acqua sul fuoco di una polemica che da dome-

nica vede beccarsi le tifoserie di Trento e Macerata. Noi come societ abbiamo ottimi rapporti con la Lube dice Mosna tutto quello di cui si discute in questi giorni sono cose che sono state amplificate oltre il normale. Travica e Zaytsev hanno fatto bene a esprimere la propria opinione - aggiunge il numero 1 di Lega , giusta o sbagliata che sia, condivisibile o meno che sia, questo un Paese libero, ci mancherebbe. Cos come giusto che chi la pensa in modo contrario esprima la propria opinione. inutile continuare a trascinarsi questa contrapposizione, meglio chiuderla qui nel rispetto dei diritti di tutti di esprimere liberamente il proprio pensiero. Chiaro che lo scudetto perso a Milano, con tanto di errore ar-

Zaytsev e Travica hanno fatto bene a esprimere la loro opinione: legittimo

DIEGO MOSNA presidente di Trento e di Lega

di pi in questo momento ai sostenitori giallobl sono le accuse di antisportivit arrivate dopo gli striscioni di domenica e le bordate di fischi. Tifosi appassionati s, ma antisportivi assolutamente no , in sintesi, il pensiero della curva. Provo a vestirmi da tifoso prosegue e capisco tutti gli stati danimo possibili. Ma il tifo trentino si sempre comportato correttamente, a Trento non si mai voluto dare il via a nessuna polemica. Ma a lei, presidente Mosna, piacerebbe vedere il suo Osmany vestito d'azzurro? Le rispondo con una domanda: a chi non piacerebbe vedere giocare Juantorena per l'Italia? Stiamo parlando di un giocatore al top nel mondo nel suo ruolo. Ad una squadra gi forte verrebbe aggiunto un atleta di alto livello, che potrebbe rendere ancora pi competitiva la nostra nazionale. Chiaramente per toccher a Berruto ed allo stesso stesso Osmany fare, a tempo debito, le necessarie valutazioni a riguardo. Mosna ha toccato un punto importante di questa storia: dopo aver dato una disponibilit "generica", Osmany Juantorena non ha mai n spiegato, n parlato dellargomento. Se mai vorr indossare la maglia azzurra sar necessario che lo faccia pubblicamente per i tifosi e per i compagni...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cuneo ok coi polacchi


CUNEO-RESOVIA 3-1 (25-19, 14-25, 25-16, 29-27). BRE BANCA LANNUTTI: Kohut 6, Grbic 7, Ngapeth 10, Mastrangelo 5, Sokolov 24, Antonov 11; De Pandis (L), Marchisio (L), Abdelaziz 3. N.e. Rossi, Galliani. All. Piazza. ASSECO RESOVIA: Lotman 16, Perlowski 12, Bartman, Kovacevic 18, Grzyb 7, Tichacek; Ignaczak (L), Schops 9, Dobrowolski. N. e., Kosok, Buszek, Palka. All. Kowal. NOTE Durata set: 24, 21, 26, 30; tot. 121. Cuneo: b.s. 19, v. 8, m. 17, 2 l. 13, e. 29. Resovia: b.s. 20, b.v. 8, m. 9, s.l. 7, e. 27. CUNEO (g.sca.) Cuneoi con Wijsmans a riposo mette in cassaforte la qualificazione (Sokolov 51%). Soffre nel secondo set in ricezione (dentro il secondo libero Marchisio, il migliore con Antonov), poi simpone dopo 4 match point. Ora basta un punto per la qualificazione matematica. GUIDA (a.a.) Uomini (4). Girone C Oggi (ore 18 SportItalia1): Kedzierzyn-Trento. Girone D Oggi (20.30): Macerata-Unterhaching (Ger). Girone G Cuneo-Resovia (Pol) 3-1. Classifica: Cuneo 12; Rzeszow 6; Sete 3; Zalau 0 Donne (4). Girone B Oggi (ore 18, SportItalia): Prostejov (R.Ceca)-Villa Cortese. Girone E Oggi (20.30, SportItalia): Schweriner (Ger)-Urbino. Coppa Cev maschile (ritorno secondo turno) Ore 20.30: Latina-Valepa (Fin) (and. 1-3)

IPPICA IERI A PARIGI FRANKIE HA DELEGATO IL SUO AVVOCATO

Dettori e il doping alla cocaina Diserta laudizione, ora il verdetto


MICHELE FERRANTE

Ora non resta che attendere. Il verdetto sulla positivit di Lanfranco Dettori (a destra foto GRASSO) il 16 settembre a Parigi sarebbe gi stato preparato dalla commissione medica francese che ieri ha effettuato la prevista audizione nella capitale francese. Ma Dettori non si presentato delegando il legale Christopher Stewart-Moore che, a proposito del doping del suo cliente, ha parlato di sostanza ricreativa usata cio privatamente e senza volont

dopante. Unaltra implicita ammissione sul fatto che si possa trattare di cocaina, trovata per sotto forma di metabolita, in quantit talmente bassa da non influire sul rendimento di Dettori quella domenica a Longchamp nei 4 GP in cui era impegnato. Insomma, solo una follia come ha dichiarato Frankie. La follia di un giorno per escludere insinuazioni sulla possibilit che luso della sostanza stupefacente, seppure a scopo ricreativo sia invece pi o meno abituale.

Sei mesi Probabilmente, liden-

tit della sostanza non verr mai rivelata dalle autorit ippiche transalpine, ma se il quado fosse quello sopracitato, Dettori rischia sei mesi di squalifica, come accadde al collega Kieren Fallon pizzicato nel 2006 in Francia con positivit a un metabolita della polvere bianca.
Tempi La comunicazione ufficiale delleventuale squalifica non avverr prima della comunicazione della stessa al diretto interessato e i tempi dipendono an-

che dalle procedure. In verit la commissione medica pu chiudere il caso autonomamente, con un verdetto medico (inibizione pi o meno lunga a montare per non idoneit) oppure trasferire la pratica allente tecnico (France Galop) e in questo caso la vicenda verr affrontata sul fronte disciplinare col rischio di sei mesi di squalifica.
Niente agguato? Julien Pesca-

SQUALIFICA IN AUSTRALIA

Scommessa su avversario Al jockey Olivier 10 mesi


Un altro jockey nei guai, anche se per altri motivi. Damien Oliver, 40 anni, uno dei migliori fantini dAustralia (ha vinto 2 Melbourne Cup e 4 Caulfield), stato squalificato per 10 mesi. Ha ammesso di aver scommesso 10.000 dollari, tramite terzi, su un suo avversario a Mooney Valley. Due altri mesi li ha presi per uso del cellulare in zona proibita. IERI 15-4-14-10-13 A Trieste (m 2060): 1 Madyson de Gloria; 2 Lopez Bi; 3 Mozart Ban; 4 Nandrea; 5 Lethal Mast; Tot.: 4,37; 1,83, 1,84, 2,27 (22,47). Quint: e 1.352,36. Quart: e 111,05. Tris: e 46,57. OGGI QUINT A MILANO (ore 18.10, inizio 14.55) scegliamo Petra Diamond (7), Oliver Kosmos (12), Oxa Wind (11), Oltre Code (14), Oskar Schindler (6) e Principe dEsi (10). SI CORRE ANCHE Trotto: Firenze (13), Palermo (15.05). Galoppo: Varese (13.05). JAKKALBERRY ALLA JAPAN Lex italiano Jakkalberry, allenato da Marco Botti, domenica sar al via nella Japan Cup (gr 1 m 2400).

tore, dellufficio stampa di France Galop ieri ha dichiarato: Quel giorno Dettori non stato preso di mira, in media testiamo circa 5 fantini per ogni convengo di corse e in quelli con grandi eventi arriviamo anche a 15-20. Ogni anno arriviamo a effettuare fino a 900 test antidoping sui fantini.

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Pallanuoto RIAPRE BELLARIVA

Oggi la sesta Recco-Savona


(a.p.) Oggi si gioca la 6 anticipata di 3 giorni per permettere la presenza degli azzurrini che si preparano ai Mondiali u.18. Terminati con 2 settimane di anticipo, i lavori nella piscina di Bellariva: la Florentia torna nella sua vasca.
Il programma: Igm Ortigia-Ellevi Nervi (ore 14), Carpisa Yamamay Acquachiara-Promogest Quartu (18), Camogli-Bogliasco, Florentia-Brescia, Lazio-Posillipo, Ferla Pro Recco-Blu Shelf Carisa Savona (19.30, dir. RaiSport 2). Class.: Brescia 15; Savona13; Pro Recco12; Florentia 9, Acquachiara 8; Posillipo, Bogliasco, Lazio 6; Ortigia 4; Quartu, Nervi* 3; Camogli* 0 (*una partita in meno). SETTEROSA Dal 26 novembre, Setterosa in collegiale tra Civitavecchia e Ostia. Il c.t. Conti ha convocato Bianconi, Savioli, Barzon, Motta, Gigli, Bartolini, Giachi, Aiello, Di Mario, Palmieri, Radicchi, Garibotti, Cotti, Frassinetti, Queirolo, Pelle, Pomeri, Emmolo, Giu.Gorlero e Mina.

Nuoto ASSEGNATI A NEW YORK GLI OSCAR AMERICANI

Apnea
RECORD BONIN Un altro record del mondo per Ilaria Bonin: a Lignano, nella dinamica senza pinne, ha ottenuto 163 metri cancellando la russa Natalia Molchanova che nel 2009 aveva totalizzato 160.

Nuoto
BRAVO CUOGHI (al.f.) Alessandro Cuoghi, allievo di Morini al centro federale di Ostia, raccoglie due medaglie nella parentesi iridata del salvamento: ai mondiali interclub di Adelaide (Aus), il modenese trascina la staffetta delle Rane Rosse (con Costamagna, Montesi e Legnani) al successo e prende l'argento nei 200 ostacoli (1'5724). GRIMALDI IN GRUPPO (al.f.) Gli azzurri del fondo sono a Pesaro fino al 2 dicembre. Tra i 28 ci sono il bronzo olimpico Martina Grimaldi e i medagliati europei a Piombino Bolzonello, Ercoli, Ferretti, Bruni e Franco. Intanto il britannico David Davies si ritira; fu bronzo olimpico nei 1500 sl ad Atene 2004 e argento nella 10 km in acque libere ai Giochi di Pechino 2008. BELMONTE NO (pe.m.) La spagnola Mireia Belmonte rinuncia agli Europiei di vasca corta da domani a Chartres per concentrarsi sui Mondiali di Istanbul a dicembre. Intanto lascia la Danimarca per lAustralia il c.t. Paulus Wildeboera, pap del dorsista che gareggia per la Spagna e coach fino a Londra di Lotee Friis (ora a Nizza con la Belmonte e il gruppo Pellerin) e Jeannette Ottesen. COPPA BREMA La finale di Coppa Brema si svolger il 20 aprile a Verona, mentr e il meeting di Milano in vasca lunga l8-10 marzo.

Phelps e Franklin sbancano Lochte playboy si consola


(al.f.) Michael Phelps stato eletto atleta dellanno ai Golden Google Awards di New York. Il fenomeno, che ha ispirato un modello di cuffie musicali di alta qualit lanciate ieri, ha ricevuto il riconoscimento in virt delle 6 medaglie conquistate a Londra con cui ha chiuso la sua carriera con 22 medaglie olimpiche di cui 18 ori; ancora una volta, stato in grado di oscurare Ryan Lochte che, nonostante sia rimasto a bocca asciutta nella serata degli oscar del nuoto, apparso sorridente in passerella accanto alla sua nuova fiamma Rachel Garrison. In campo femminile, premio a Missy Franklin che con Soni, Vollmet e Schmitt, ha ricevuto anche il riconoscimento come miglior staffetta (4x100 mx oro a Londra con primato del mondo) oltre che essere premiata per la migliore prestazione in staffetta. La 15enne Katie Ledecky, oro negli 800 sl ai Giochi, insignita del premio sorpresa dellanno e gara dellanno (23 anni dopo ha strappato il record Usa a Janet Evans) oltre ad aver disputato la miglior gara femminile mentre tra gli uomini lautore della miglior gara Nathan Adrian (100 sl) che ha annunciato di voler dedicare le sue vacanze estive allesercito della salvezza. A Jessica Hardy va il premio alla perseveranza mentre Bob Bowman, che ha preparato l'Olimpiade di Phelps e Schmitt, stato eletto miglior allenatore.

Atletica
ELEZIONI MONDO (si.g.) Frank Fredericks, iridato 1993 nei 200 metri, stato rieletto presidente della federazione di Namibia. Riconfermati anche Bernard Ansalem in Francia e Mike Sands nelle Bahamas. LAVILLENIE Distorsione in allenamento alla caviglia destra per il campione olimpico dellasta, il francese Renaud Lavillenie, incidente che comunque non dovrebbe compromettere i suoi programmi: Partenza per uno stage alla Reunion il 29 novembre ed esordio indoor il 12 gennaio ad Aubiere. MARATONE ESTERE (d.m.-pe.m.-mat.) Maratona Yokohama (Giap). Donne: 1. L. Cheromei (Ken) 2h2307"; 2. Nasukawa 2h2643"; 3. Barros (Por) 2h2651"; 4. Prokocupka (Let) 2h2655". Maratona Valencia (Spa). Uomini: 1. Kanda (Ken) 2h0814"; 2. Kimurer (Ken) 2h0818"; 3. Biru (Eti) 2h0950". A LAvana, vittorie per Jorge Luis Suarez (2h2317") e Yailen Garcia (2h4527"). STRADA ITALIA (d.m.) A Imperia (km 10). Uomini: 1. De Nard 2028"; 2. Curzi 3029"; 3. Caimmi 3041"; 4. Gualdi 3150". Donne: 1. Ferrara 3519"; 2. Rudasso 3642". A Roma (Corriamo al Tiburtino), km 10. Uomini: 1. Bii (Ken) 2909". Donne: 1. Soufyane 3454"; 2. Magnani 3512"; 3. Viola 3620". A Borgo Montello (Lt), km 13. Uomini: 1. Tyeb (Alg) 4014"; 2. Buccilli 4143"; 3. Calcaterra 4249". Donne: 1. DAuria 4903". A Firenze (km 12). Uomini: 1. N. Sigei (Ken) 3503". Donne: 1. Iozzelli 4623". Mezza Palmanova (Ud). Uomini: 1. E. Kemboi (Aut) 1h0603"; 3. Bernardi 1h0744"; 4. Avon 1h0934". Donne: 1. Sojer (Slo) 1h1913". Mezza Crema (Cr). Uomini: 1. Rachik (j) 1h0612"; 2. Laqouami 1h0612". Donne: 1. Righetti 1h1717"; 2. Gariboldi 1h1721"; 3. Stefani 1h1844". Mezza Sondrio. Uomini: 1. Sutti 1h0905". Mezza Sesto San Giovanni (Mi). Uomini: 1. Vaccina 1h0859".

Michael Phelps, 27 anni, e Missy Franklin, 17 anni: i vincitutto AP

Rotelle Stelle a Modena il 2 dicembre


Modena capitale mondiale dellartistico a rotelle. AllInternational Roller Cup domenica 2 dicembre al PalaPanini in pista ci saranno otto campioni iridati di 9 Paesi, tra cui Dario Betti, lunico al mondo che esegue perfettamente il triplo axel, la bi-iridata in carica Debora Sbei, Sara Venerucci e Danilo Decembrini, che ad Auckland hanno ottenuto sei 10 su 7 per limpressione artistica. E ancora: Anna Remondini-Alessandro Spigai, il brasiliano Marcel Sturmer, i francesi Prescillia Henneguelle e Pierre Mril, la slovena Mlinaric e la star Anup Yama. Conduce, Paolo Belli.

Baseball DEFINITE LE 16 SQUADRE

World Classic con il Brasile

Baseball
MAZZOTTI (m.c.) Mauro Mazzotti, manager della nazionale spagnola (terza allEuropeo e qualificata per il World Classic 2013) stato nominato Coach dellanno dallassociazione allenatori. Il general manager del San Marino (gi campione con Rimini, Bologna e Grosseto), ha preceduto il ct azzurro Mazzieri. Mazzotti, che succede a Brian Farley, manager dellOlanda campione del mondo, il primo italiano a vincere il premio della Ebca. TORONTO SCATENATA I Toronto Blue Jays ufficializzano il nuovo manager John Gibbons, gi alla guida della squadra nel 2004-2008, e lesterno Melky Cabriera con un biennale da 16 milioni di dollari.

Sport invernali Coppa Europa al via


(s.f.) Oggi a Levi (Fin) scatta la coppa Europa con 2 giganti e 2 slalom (convocati Ballerin, Bosca, Fantino, Pangrazzi, Patscheider, Peraudo, Plank, Ronci, Tonetti); donne al via luned a Vemdalen (Sve) con 2 slalom; chiusura a met marzo a Sochi (Rus). Nove tappe italiane: Obereggen (slalom maschile 12/12), Pozza di Fassa, San Vigilio, Val Sarentino, Monte Pora, Sella Nevea, San Candido, La Thuile e Andalo-Paganella. Nel gigante Fis di Davos, Marta Bassino 2 a 29/100 dalla Wind (Svi); Baruffaldi e Bacher 4 e 5 in slalom a Diavolezza (1 Aerni, Svi). DAL BIATHLON AL FONDO (g.v.) Il grande biathleta francese Martin Fourcade punta anche sul fondo e sar al via della Coppa del Mondo di fondo a Gallivaere sabato. Lobiettivo qualificarsi anche per i Mondiali fiemmesi di febbraio. Nel fine settimana partir la Coppa Italia a Santa Caterina Valfurva (So) dove sono in palio anche altri posti per completare il contingente per le gare di Coppa del mondo di Kuusamo (Fin), Quebec e Canmore (Can) di fine mese e dicembre. Impegnati anche i giovani del progetto Futurfisi (ma c anche Piller Cottrer).

Alex Liddi (Seattle) sar in azzurro

(m.c.) Il Brasile aggancia lultimo posto disponibile per il World Classic, in programma nel marzo 2013, battendo Panama (1-0) nella finale del girone di qualificazione. La selezione guidata da Barry Larkin ha chiuso il match con una valida del ricevitore Gomes, che ha spinto a punto Orlando. A conservare il vantaggio ha pensato il lanciatore Fernandes, coadiuvato da Gouvea a Viera. Si completa cos il quadro delle partecipanti al Mondiale professionistico. Nei prossimi giorni si provveder allinserimento delle ultime 4 qualificate (Spagna, Canada, Taiwan e Brasile) nei gironi gi compilati e cos composti.
Gir. A. Fukuoka (Giappone), 2-6/3: Giappone, Cina, Cuba; gir. B, Taichung (Taiwan), 2-6/3: Corea, Olanda, Australia; gir. C, San Juan (Portorico), 7-10/3: Venezuela, Portorico, Rep. Dominicana; gir. D, Phoenix, Arizona (Usa), 7-10/3: Usa, Messico, Italia.

Rachel Garrison e Ryan Lochte, 28 anni, 5 medaglie (2 ori) a Londra AP

Rugby SABATO A FIRENZE

Atletica INIZIATIVA NEL SALENTO

Italia-Australia Greco: impianto Botes in dubbio indoor per Rio


Niente allenamento al Padovani ieri per gli azzurri, che sabato a Firenze (ore 15) affronteranno lAustralia. Visto il fondo pesante, il c.t. Brunel ha preferito che si lavorasse a Coverciano. Ancora affaticato e in dubbio per sabato Tobias Botes, che in mattinata ha sentito indurirsi un quadricipite femorale. Intanto i trequarti Luca Morisi e Andrea Pratichetti hanno lasciato ieri il gruppo e sono tornati a disposizione di Treviso per il match di Celtic League di venerd a Monigo contro lUlster capolista.
ALTRI TEST Cos sabato: Tonga-Usa 22-13; Canada-Russia 35-3; Cile-Portogallo 22-28; Namibia-Spagna 37-38.

Boxe
GAMBOA SOTTO PACQUIAO (r.g.) Il 9 dicembre a Las Vegas. nella serata imperniata sulla quarta sfida tra Pacquiao (Fil) e Marquez (Mes), torna sul ring il piuma cubano Yuriorkis Gamboa (21), fermo da 14 mesi, affrontando il quotato Michael Farenas (34-3-4). In caso di successo, la Top Rank gli allestir un mondiale tra febbraio e marzo 2013. DE DONATO-PINTAUDI (r.g.) L'8 dicembre al Palaforum di Assago, prima del confronto Italia Thunder-Ucraina per le WSB, prologo professionistico con Renato De Donato (10-1) campione italiano superleggeri e il welter Riccardo Pintaudi (5) impegnati sui 6 round. TROTTA NO (r.g.) A Premia de Mar (Spa), litaliano Fabrizio Trotta (14-9-3) stato sconfitto per squalifica contro il leggero locale Juli Giner (7) al settimo round

Vela
COPPA AMERICA
Cos la realizzazione dellimpianto

Tennis Errani, Vinci e Seppi in campo per lEmilia


Sara Errani, Roberta Vinci e Andreas Seppi sabato al PalaBigi di Reggio Emilia giocheranno per le popolazioni terremotate dellEmilia: incasso benefico per le popolazioni.

Varie COMITATI OLIMPICI EUROPEI

Niente Israele Lavori a Roma


A causa della crisi nella striscia di Gaza, la 41 assemblea generale dei Comitati olimpici europei del 7-8 dicembre non si svolger pi in Israele ma a Roma. Lo ha deciso il Comitato esecutivo del Coe che ha spostato la riunione da Eilat a Roma, sede del quartiere generale del Coe. Il presidente, lirlandese Patrick Hickey, ha spiegato che molti Comitati olimpici erano preoccupati per la sicurezza dellevento e non erano certi di partecipare allassemblea. Il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi, che anche segretario generale del Coe, ha gi messo in moto la macchina organizzativa dellevento che vedr la partecipazione di oltre 400 delegati proveniente da 49 Paesi. Ci sar anche il presidente del Cio, Jacques Rogge.

Tennis IERI A MANACOR

Nadal tornato ad allenarsi

Rafael Nadal, 26 anni, spagnolo AFP

(pe.m.) Ieri Rafa Nadal tornato ad allenarsi a Manacor (assente da giugno) dopo linfortunio al ginocchio sinistro. Per lo zio-allenatore Tony stata una seduta molto leggera. Lo spagnolo: Sto migliorando e spero di continuare cos ha twittato. Rientro probabile al torneo-esibizione di Abu Dhabi dopo Natale.

(p.m.) Il triplista azzurro e campione italiano Daniele Greco, 23 anni e quarto a Londra 2012, punta a preparare la prossima Olimpiade di Rio 2016 nel suo Salento grazie al Bruco. Cos si chiama il progetto dellimpianto coperto per gli allenamenti invernali da regalare a Greco e alle nuove leve, grazie allimpegno del comitato In punta di piedi, a tre salti da Rio costituitosi ad agosto sulla spinta del professore salentino Massimo Federico, 62 anni, direttore di Oncologia Medica dellUniversit di Modena. Al momento sono stati raccolti i primi 20 mila dei circa 50 mila euro utili per finanziare la struttura sportiva (lunga 78 m, larga 5 ed alta sino a 4 m). Nascer nel precario impianto di Taviano (Lecce). Ci saranno 4 corsie e una buca olimpica. Il tappeto quello in uso ai Giochi. La copertura sar in pvc ignifugo, acciaio zincato e bulloni di acciaio.
PICCOLO FENOMENO (si.g.) Una bambina californiana di 8 anni, Sydney Holden, ha vinto il premio come miglior giovane 2013 assegnato dalla federazione Usa tra gli under 18. Nei 400 ha corso in 11060 e nei 1500 in 53757.

La prima regata con gli Ac 72


(r.ra.) Ieri nel Golfo di Hauraki ad Auckland (Nuova Zelanda), Luna Rossa e Emirates Team New Zealand, hanno fatto la prima regata di allenamento. Si tratta della prima volta al mondo che due Ac72 si incontrano. Si impara molto pi velocemente quando ti misuri con un avversario che punisce i tuoi errori ha commentato Rod Davis allenatore dei neozelandesi, e Grant Dalton il responsabile operativo dei kiwi ha aggiunto Se fossi negli altri team inizierei a preoccuparmi.

Canoa
MOLMENTI TESTA (a.fr.) Da oggi a domenica, Daniele Molmenti a Praga, dove a settembre si terranno i Mondiali, per testare la nuova barca realizzata appositamente la scorsa settimana a Oporto (Por). Con lolimpionico i giovani azzurri Giovanni De Gennaro, Roberto Colazingari e Clara Giai Pron.

Varie Presidenza del Cio con El Moutawakel?


La marocchina Nawal El Moutawakel, prima africana e musulmana a conquistare loro olimpico nell84 nei 400 ostacili, sta valutando la possibilit di candidarsi alle elezioni del 2013 per la successione del belga Jacques Rogge (favorito il tedesco Bach, altri aspiranti il cinese Ser Miang e il portoricano Richard Carrion). Non ho ancora deciso, c una lunga lista di aspiranti, ma potrebbe essere, perch no? ha affermato Nawal, attuale vicepresidente.

Hockey ghiaccio
ANTICIPO (m.l.) Anticipo 19: Bolzano-Alleghe 3-1 (2-1, 1-0, 0-0). Classifica: Val Pusteria 48; Alleghe* 37; Bolzano* 33; Renon 32; Valpellice 31; Milano 28; Asiago 25; Cortina 18; Val di Fassa 13; Pontebba 8. (*una gara in pi)

Vela
VENDEE GLOBE (r.ra.) I primi skipper impegnati nel Vendee Globe sono arrivati nella zona delle calme equatoriali, al comando Le Cleach (Banque Populaire) seguito da Riou (PRB) e Dick (Virbac Paprec 3) racchiusi in poche miglia. 14 Alessandro di Benedetto su Team Plastique. Chiude la classifica il polacco Gutkowski che continua ad avere problemi allautopilota.

Hockey pista
COPPA ITALIA (g.l.) Il Valdagno ha vinto 5-4 landata della finale di Coppa Italia a Viareggio. Ritorno il 4 dicembre. Per i locali a segno Bertolucci M., Motaran, Orlandi e Garcia; per gli ospiti, Cocco, Nicolia 2, Nicoletti e Gil.

AGENZIA REGIONALE CAMPANA DIFESA SUOLO (ARCADIS)


ESTRATTO BANDO DI GARA OGGETTO: Progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori sulla base del progetto definitivo Lavori di consolidamento corticale del costone soprastante Via Mortito. C.I.G.: 4440302D1D; C.U.P.: I33B11000490001. E indetta gara mediante procedura aperta per laffidamento dellappalto in oggetto. Luogo di esecuzione: Comune di Casamicciola Terme. Importo complessivo dellappalto: 1.398.894,74 oltre IVA. Oggetto dellappalto: progettazione esecutiva sulla base del progetto definitivo a base di gara ed esecuzione dei lavori ai sensi dellart. 53, comma 2, lettera b), del D.Lgs. n. 163/2006, con stipulazione di contratto a corpo ai sensi dellart. 53, comma 4, del D.Lgs, n. 163/2006. Termine per la redazione del progetto esecutivo: 30 gg. naturali, successivi e continui (dallaggiudicazione); Termine per lesecuzione dei lavori 240 gg. naturali, successivi e continui dal verbale di consegna. Gli atti di gara sono visionabili e/o scaricabili gratuitamente dal profilo del punto di contatto www.arcadis.campania.it. Il termine di presentazione delle offerte il 21 gennaio 2012, alle ore 12.00. Le offerte devono essere inviate a: ARCADIS (Agenzia Regionale Campana Difesa Suolo) - via Marchese Campodisole, 21 - 80133 Napoli. Apertura offerte: prima seduta pubblica presso la sede di cui sopra alle ore 10.00 del giorno 30 gennaio 2012. Il bando integrale di gara consultabile sul BURC, sul SITAR (www.sitar-campania.it) e sul profilo del punto di contatto, www.arcadis.campania.it. Il Commissario ARCADIS - Flavio Cioffi

LATINA AMBIENTE S.p.A.


Avviso La Latina Ambiente S.p.A. ha indetto una procedura aperta per laffidamento in appalto del servizio di gestione rifiuti, il cui importo a base dasta di 2.447.550,00. La gara suddivisa in undici lotti: Lotto 1 918.750,00 (18 mesi); Lotto 2 918.750,00 (18 mesi); Lotto 3 27.000,00 (36 mesi); Lotto 4 18.000,00 (36 mesi); Lotto 5 114.000,00 (36 mesi); Lotto 6 108.000,00 (36 mesi) oltre 400,00 quale importo presunto per oneri derivati da rischi da interferenze non soggetti a ribasso; Lotto 7 135.000,00 (36 mesi); Lotto 8 19.500,00 (36 mesi); Lotto 9 93.750,00 (36 mesi); Lotto 10 31.500,00 (36 mesi) oltre 200,00 quale importo presunto per oneri derivati da rischi da interferenze non soggetti a ribasso; Lotto 11 62.400,00 (36 mesi) oltre 300,00. Gli interessati possono inviare lofferta presso la Latina Ambiente S.p.A., Via Monti Lepini 44/46 - 04100 - Latina, entro e non oltre le ore 12.00 del 27/12/2012, secondo le modalit previste dal bando pubblicato sulla GURI n. 134 del 16/11/2012 e dagli atti di gara pubblicati sul sito http://www.latinambiente.it/pag.asp?idc=41. Latina, 15/11/2012 Il Responsabile del Procedimento - Paola Del Mastro Il Direttore Generale - Vincenzo Esposito

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Un libro intenso e drammatico con elogi agli azzurri e critiche ai Bleus


Disastro Il resto noto. Ed linizio della fine per Domenech che decise, contro il suo istinto, di rimanere c.t. anche dopo la rivincita nel settembre 2006 (3-1, qualificazioni a Euro 2008) e di riprovarci con un gruppo orfano di Zidane e gi perduto nellegocentrismo. Degli imbecilli, come sentenzi due anni dopo, la sera delleliminazione (2-0 dallItalia) un Lilian Thuram a fine corsa, augurando buona fortuna a un c.t. che aveva appena chiesto la mano della compagna in diretta tv: Uningenuit, un errore fatale. Eppure Domenech viene confermato da una dirigenza debole, guidata da un dilettante. Inizia cos il capitolo pi buio che porta al Mondiale 2010, quello dello sciopero della vergogna che trasform lo spogliatoio dei Bleus in specchio di una societ francese divisa tra tensioni etniche e sociali. Domenech parla solo di implosione provocata da leader nefasti come Anelka che alla fine del primo tempo contro il Messico lo insult davanti a tutti (Razza di stronzo fattela da te la tua squadra di merda),

PortoFranco
A CURA DI FRANCO ARTURI Fax: 0262827917. Email: gol@rcs.it Twitter: @arturifra

Materazzi, lItalia i rigori: che incubo la finale a Berlino


Autobiografia dellex c.t. francese Domenech Il 2006 una tragedia. Buffon un esempio
ALESSANDRO GRANDESSO Twitter@calciofrancese PARIGI

Quel 206-5 diventa un dibattito nazionale


Sto leggendo la lettera del signor Giurizzato sulla partita Under 13 di basket finita 206-5 dal bar del palazzetto dove mio figlio si allena, unico 2002, insieme ai 2000 e 2001. Domenica avr l'esordio in campionato e probabilmente perder insieme alla sua squadra di pi di 100 punti, in situazione del tutto analoga. Qual il problema? Alla fine della gara stringer la mano ai vincitori, da pari, e li guarder negli occhi. Via le tentazioni del don milanismo dallo sport.
Filippo Filippini

LALBUM QUELLA NOTTE A BERLINO...

Vorrei tornare sul 205-06 della partita di basket giovanile. Fotografo il basket dal 1980 e mi capitato spesso di vedere cose del genere prima delle partite di serie A al Palaverde e sinceramente mi hanno sempre lasciato disgustato, perch non servono n a chi vince n a chi perde, senza considerare le urla di sedicenti allenatori che pensano di allenare una finale olimpica. Il guaio come in tutti gli sport che ci sono troppi allenatori e troppo pochi istruttori.
Arturo Presotto (Spilimbergo)

Da solo. Si intitola cos il libro di souvenir del c.t. pi odiato del calcio francese e pure italiano. E la storia di Raymond Domenech che port la Francia a un passo dal trionfo mondiale, nel 2006, negatogli dallItalia di Marcello Lippi, e poi gi nel baratro sportivo, mediatico e sociale nel 2010, passando per lEuropeo disastroso del 2008. Una parabola emozionante ricostruita in un libro di 361 pagine. Pagine intense, drammatiche, spietate, ma sempre lucide su sei anni vissuti nel segno della provocazione che per non impediscono allex c.t. di rendere omaggio, a modo suo, proprio agli italiani Marco Materazzi e Gianluigi Buffon.
Tragedia La finale del 2006

C stato un concorso di colpa tra le due societ; la squadra che ha perso poteva, forse, evitare di partecipare ad un campionato Fip ma chiedere l'iscrizione ai vari campionati Csi, Uisp, ed altri cos. L'allenatore poteva avvisare il collega del livello della sua squadra e, sicuramente, l'altro si sarebbe adeguato. Altrimenti la nostra funzione educativa dove va a finire? Una vittoria cos non serve a nulla.
Sergio Chiaravalli

Il gol segnato da Marco Materazzi nella finale di Berlino 2006 GASPORT

Dagli insulti di Anelka agli eroi negativi, storia di un allenatore scomodo e diretto La testata di Zidane fu un messaggio negativo per la squadra
senza mai scusarsi. Mi sorprese ricorda lex c.t. di pi il fatto che mi desse del tu, rompendo la barriera dellet, schemi, gerarchia. Gli insulti, deformati, finirono sulla prima pagina dellEquipe provocando il putiferio.
Esempio Tra gli eroi negativi an-

Concordo con le sue riflessioni: poveri ragazzi, sconfitti per 206-5. Le racconto un episodio personale. Ho 44 anni e di acqua ne passata sotto i ponti da quel giorno. Da ragazzini giocavamo a calcio come tutti. Campionato scolastico a 10-12 squadre: noi i mitici sfigati Spitfire. Ogni partita prendevamo 10-12-16 gol ed eravamo ovviamente derisi. Per uno come me che ancora oggi non sa perdere neanche a testa e croce pu immaginare la rabbia. Per le assicuro che al gol del nostro attaccante sul 16-0 scoppiata una festa che ancora oggi mi-ci ricordiamo. E quelli che mi deridevano sono ancora oggi, passati 30 anni, i miei migliori amici. Grazie per avermi fatto ricordare...
Stefano Casagrande

scrive Domenech, c.t. dal 2004 la vedo come una tragedia per la struttura drammatica, il dolore che provoca. Ma se a teatro amo rivedere le pice, quella finale non lho mai rivista (...). Le immagini per hanno popolato le mie notti per molto tempo. Un incubo incarnato anche da Materazzi a cui Domenech riserva un omaggio velenoso: Mi stato rimproverato di averlo definito come il vero protagonista della finale. Eppure fu cos: Zizou segna su rigore provocato da un fallo di Materazzi su Malouda. Materazzi stesso pareggia (...), senza dimenticare la capocciata di Zidane a Materazzi. Magari con Zidane avremmo perso comunque, ma quel dramma introdusse un messaggio negativo alla mia squadra nel momento pi intenso della finale (...). Una finale persa anche se la Francia dominava e mise lItalia sotto pressione, ma gli azzurri seppero attendere, sopravvivendo al colpo di testa di Zidane parato da Buffon, riuscendo ad arrivare ai rigori.

La testata di Zizou a Matrix REUTERS

La copertina del libro di Domenech

la scheda
RAYMOND DOMENECH 50 ANNI ALLENATORE

Ex difensore di Lione, Strasburgo, Psg e Bordeaux, da allenatore guida Mulhouse e Lione con cui ottiene la promozione in A. Nel 1993 diventa c.t. dellUnder 21 francese e nel 2004 della nazionale maggiore con cui perde la finale mondiale contro lItalia nel 2006. E il c.t. che ha guidato per pi partite la Francia (79).

che Ribery, Malouda, Evra, Gallas, Henry: Tutti incoscienti. Senza dimenticare gente come Nasri, simbolo di una generazione emergente, malata di soldi facili e protagonismo, che dovrebbe invece ispirarsi a Buffon: Quando lo vedi a 34 anni cantare linno ad occhi chiusi, a squarciagola... Non nazionalismo, ma voglia di mostrare alla gente lattaccamento alla maglia, lemozione per i valori, la storia che rappresenta, limminenza della battaglia. Se si capaci di lasciarsi trasportare come Buffon, significa che si capaci di dare tutto per la propria squadra. Come Materazzi, come gli azzurri nel 2006.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono rimasto molto stupito per il riscontro popolare alla lettera e alla mia risposta pubblicate nelledizione di Porto Franco di venerd scorso. Decine di messaggi a riguardo. Pi o meno, per intenderci, come il numero di quelle scaturite dalle ultime polemiche arbitrali nel calcio. Un piccolo record. Quello che pareva un caso estremo, su cui ho fatto severe considerazioni pi di costume che strettamente sportive, si rivela essere un tema sentito per episodi ricorrenti nello sport giovanile, anche fuori dal basket, come leggete. Tanti sono stati gli interventi dei lettori che posso trarne una statistica significativa: il 70% degli scriventi condivide le critiche di fondo a vicende del genere, il restante 30% pensa che il senso dello sport stia anche in questi sbilanci da primato. Da persone informate sui fatti, veniamo a sapere addirittura che la squadra vincitrice nelloccasione, dopo aver concluso il primo quarto di gioco sul 69-0, avrebbe in qualche modo rallentato lazione con accorgimenti occasionali. Il che mi fa sorridere: ad acceleratore schiacciato a tavoletta sarebbe finita 400-1? Non ho cambiato opinione sulla vicenda. Del resto i fatti hanno colpito anche dirigenti di basket dalto livello che ora cominciano a porsi qualche domanda su queste partite. Anche perch risulta che in qualche Paese viga in campo giovanile una regoletta tipica del baseball, cio linterruzione per manifesta superiorit di incontri che raggiungano uno sbilancio di 80 punti o pi. Non c nessun rispetto dellavversario da invocare in queste condizioni. E giustissimo tentare di vincere di 50 punti se si avanti di 30, ma quando non esiste nemmeno la minima possibilit, anche teorica, di eguaglianza competitiva, bisogna ricordare che lo sport a questi livelli prima di tutto educazione e rispetto per le persone. E stato veramente un piacere constatare linteresse di questo dibattito. Ringrazio i moltissimi che lo hanno animato.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita DIRETTORE GENERALE Riccardo Stilli
Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Alessandro Bompieri

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

COLLATERALI *con Holly e Benji N. 38 e 11,19 - con War Movies N. 36 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 47 e 11,19 - con Aerei Collection N. 32 e 14,19 - con Calciatori Panini La Raccolta Completa N. 29 e 6,19 - con la Grande Storia del Giro N. 27 e 8,19 - con Lupin N. 28 e 11,19 - con Le Stelle della NBA N. 23 e 6,19 - con Ferrari Racing N. 42 e 14,19 - con Adesso Fai da te N. 20 e 6,19 - con Spider-Man N. 20 e 11,19 - con Orologi Forze Armate N. 14 e 16,19 - con lUomo Tigre N. 13 e 11,19 - con Cucina Italiana N. 13 e 11,19 - con Hall of Fame N. 9 e 11,19 - con Cavalieri dello zodiaco N. 4 e 11,19 - con I love travel N. 8 e 5,19 - con Tutto il trio N. 2 e 12,19 con Max e 3,50 - con Sportweek e 2,70 PROMOZIONI

La tiratura di marted 20 novembre stata di 321.306 copie

ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 8,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 28; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_lotta allevasione

Redditometro e redditest: cos finiremo per pagare pi tasse?


Il Fisco introduce due nuovi strumenti Tutti potranno valutare se rischiano dei controlli: un milione di famiglie dichiara redditi quasi nulli ma spende
Da oggi si pu andare su internet e controllare se si a rischio verifica del fisco: la stessa Agenzia delle Entrate ha messo infatti a disposizione dei cittadini un redditest nel quale si inputano le spese sostenute e i redditi dichiarati e si controlla se c coerenza tra i due dati. Se non c coerenza, siamo in situazione di pericolo. quanto paga daffitto, quanto ha speso per le vacanze, se la moglie lavora, se i figli frequentano la scuola pubblica o quella privata, eccetera. Sulla base di questo questionario, arricchibile allinfinito, il software avrebbe poi fornito un Irpef presunto. In ogni caso, con una buona dose di pazienza, ci si riesce anche cos. Volendo si possono anche seguire le istruzioni che su YouTube impartisce, con bella cadenza romanesca, una simpatica ragazza con gli occhiali.
Il direttore dellAgenzia delle Entrate Attilio Befera presenta il redditest ANSA

lafrase DEL GIORNO

IL BILANCIO DELLINPS

Pensionati in piazza durante un corteo di protesta FOTOGRAMMA

I NUMERI

3 mia. E con questa speMamma


cie di "redditest" se ne viene a capo?

1 lui: io riempio il questioBravo


nario e in pratica mi autodenuncio.

LAgenzia delle entrate garantisce di no. La procedura questa: si digita redditest.agenziaentrate.it e appare una scheda informativa nella quale sta scritto: Per utilizzare il programma necessario scaricare il software e inserire i dati richiesti. Le informazioni, quindi, restano sul proprio computer, senza lasciare alcuna traccia sul web. Poco pi sotto c un pulsante Scarica il redditometro. Cliccandolo esce fuori un pdf con un formulario da riempire. A dirle la verit piuttosto complicato, si tratta in pratica di fare una specie di denuncia dei redditi. Forse, procedendo magari cos alla grossa, sarebbe stato meglio chiedere semplicemente al cittadino sempre in questa forma riservata quanto guadagna, quante macchine ha, quanto vale anche a spanne la casa in cui abita oppure

2 se ne fa il fisco di questi nuChe


meri calcolati nel chiuso di casa nostra?

Il direttore dellAgenzia delle Entrate, Attilio Befera, ieri ha dichiarato che da una simulazione sullintera platea delle famiglie, oltre 4,3 milioni (circa il 20%) delle dichiarazioni dei redditi risultano non coerenti. Tra le diverse categorie di reddito il tasso di irregolarit maggiore nel reddito di impresa e nel reddito di lavoro autonomo e questo lo sapevamo. Per anche le famiglie, quanto a evasione, non scherzano: quasi un milione dichiarano redditi pressoch nulli o molto vicini allo zero. Tenga conto che levasione ammonta, adesso, a diciassette punti di pil. Cio, considerando 16 miliardi un punto di pil, 272 miliardi di euro. E questo ogni anno.

Le denunce non coerenti Dalle prime simulazioni dell Agenzia delle Entrate con il redditest emerso che oltre 4,3 milioni delle dichiarazioni dei redditi, cio circa il 20%, risultano non coerenti

20%

Lidea quella che se ti spaventi, vedendo che hai esagerato nel nascondere le tue ricchezze, forse ti ravvedi da te. Nella conferenza stampa di ieri mattina, Befera ha annunciato i criteri del nuovo accertamento sintetico, che entreranno in vigore da gennaio. In pratica una nuova forma di redditometro: Lo adopereremo con la massima cautela. Finora abbiamo scoperto molte locazioni omesse, molto nero. La non coerenza, tuttavia, non automaticamente rappresentativa di unevasione. Il contraddittorio infatti potrebbe portare la non coerenza a coerenza oppure ridimensionare lincoerenza. Il nuovo accertamento sintetico rende obbligatorio il dialogo con il contribuente mediante il contraddittorio.

pagare le tasse ai singoli e non alle famiglie). Poich ormai lAgenzia delle Entrate ha accesso praticamente a tutti i nostri conti correnti, pu procedere a giganteschi incroci e scoprire che, per esempio, dopo aver denunciato un reddito zero, abbiamo passato lestate a Miami e affittato un veliero. In questo caso non pu ancora scattare n un accertamento n una sanzione: obbligatorio che il contribuente venga convocato dalla locale agenzia delle entrate e che l si proceda prima di tutto ad acquisire, direttamente dal contribuente, nuovi dati. E poi, rimanendo la situazione poco chiara, che si passi al confronto o al litigio, insomma alla trattativa. Se il contribuente non sente ragione, si procede allaccertamento. Uno scostamento inferiore al 20 per cento, fra quanto crede di sapere il fisco e quanto sostiene il cittadino, viene considerato troppo basso per procedere.

SCONTRI? SOLO LINIZIO Il disagio frutto di un diffuso malcontento, di problemi sociali irrisolti che diventano problemi di polizia. Temo che queste proteste siano solo linizio di unescalation di tensioni sociali. Le insidie vengono in particolare dallarea anarco-insurrezionalista, una sorta di terrorismo odierno. Gli agenti? Sono favorevole a sanzionare gli interventi scorretti e sullipotesi di un numero identificativo sui caschi apriremo un dibattito
ANTONIO MANGANELLI
CAPO DELLA POLIZIA

Pensionati: 7,2 milioni con meno di mille euro


Pensioni minime di mille euro: stato un ritornello ripetuto pi volte dai politici, un cavallo di battaglia dei governi sia di destra che di sinistra, il pi delle volte uno dei punti nei programmi elettorali. Ai giorni doggi si tratta, per, di un miraggio, almeno a sentire il bilancio sociale 2011 dellInps, presentato ieri alla presenza dei vertici dellIstituto e del ministro del Lavoro, Elsa Fornero. I pensionati che non raggiungono la soglia dei mille euro mensili sono, infatti, 7,2 milioni, il 52% del totale: il 35% riceve un trattamento tra i 500 e i mille euro al mese, a cui si somma un 17% che non raggiunge la soglia dei 500 euro. pari, invece, al 24% del totale, il numero di coloro che hanno un reddito da pensione tra i mille e i 1.500 euro al mese, mentre il 2,9% supera i tremila euro. Dai dati del bilancio emerge, inoltre, che le nuove domande per le pensioni di vecchiaia e anzianit hanno toccato il minimo storico nel 2011, attestandosi a 360.335, per effetto del blocco seguito allintroduzione della cosiddetta finestra mobile. Un altro aspetto messo in evidenza la disparit tra le pensioni erogate a uomini e donne: il valore medio di una pensione di anzianit maschile di 1.595 euro mensili, mentre la stessa pensione di anzianit elargita ad una donna di circa 1.165 euro. Per quanto riguarda le pensioni di vecchiaia, le donne percepiscono in media 562 euro mensili contro gli 811 euro degli uomini. Duri i sindacati: I dati sono allarmanti, il governo non pu far finta di niente, il commento del segretario nazionale Cgil, Vera Lamonica.
dan. va.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4 lho interrotta solo perch 5 il redditometro alla vecQuindi Non


ipnotizzato dalla dialettica tra coerenza e non coerenza Che diamine laccertamento sintetico? chia maniera sparito?

una valutazione del reddito che si basa, invece che sul possesso di una certa automobile o di una certa villa al mare, sulle spese effettivamente sostenute da una famiglia (questo anche se la Costituzione impone di far

No, il fisco continuer a far ricorso anche al redditometro dantan, e sia pure in via secondaria. Il decreto relativo, comprendente cento voci di spesa e patrimonio, sar emanato al pi presto dal ministero delle Finanze. Ah, un avvertimento: bisogner conservare scontrini e ricevute per quattro anni.

notizie Tascabili
Il processo Scazzi a Taranto

Nel suo nuovo libro

Un emendamento salva-Sallusti

La tesi del Papa: Ges non aveva bue e asinello


Questanno qualcuno, facendo il presepe, si trover ad avere un dubbio: il bue e lasinello vanno messi? Ieri il Papa, presentando il libro sullinfanzia di Ges, ha infatti sottolineato che nelle pagine del Vangelo sulla nascita di Cristo non si parla di animali. Da dove sono usciti allora? Isaia 1,3: "Il bue conosce il suo proprietario e lasino. Probabilmente, racconta il Papa, anche altri due libri della Bibbia di Abacuc e dellEsodo hanno avuto la loro influenza e liconografia cristiana gi ben presto ha colto questo motivo. Quindi? Nessun presepe rinuncer al bue e allasino. Dubbio risolto.

Diffamazione, carcere solo per i giornalisti Multa per il direttore


Novit sulle norme riguardanti il reato di diffamazione: il carcere rester solo per il giornalista. Il direttore, invece, sar punito con una multa che va dai 5 ai 50 mila euro. Lo prevede un emendamento presentato sul ddl diffamazione dal relatore e presidente della Commissione Giustizia del Senato, Filippo Berselli. Un norma che eviterebbe la detenzione a Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, condannato a 14 mesi per un articolo apparso nel febbraio 2007 su Libero, (giornale che allepoca dirigeva) a firma Dreyfus (ma di cui si preso la paternit Renato Farina, deputato Pdl). Larticolo riguardava un presunto aborto coercitivo ai danni di una minorenne, ed era stato ritenuto diffamatorio nei confronti del magistrato Giuseppe Cocilovo. Lemendamento, appena depositato, dovr essere esaminato dallaula del Senato gioved prossimo, quando stato messo allordine del giorno il ddl diffamazione.

Sabrina piange in aula Sarah era una sorella e io sono innocente


Sabrina Misseri, imputata in concorso per lomicidio della cugina Sarah Scazzi, ieri scoppiata a piangere, per la seconda volta durante il processo, tanto da portare alla sospensione delludienza: Reputavo Sarah una sorella minore, non una cugina, e la trattavo di conseguenza. Qualche rimprovero s, ma non litigi ha detto singhiozzante davanti alla Corte di Assise di Taranto io non ho fatto niente. La gelosia non centra nulla. Voi non conoscevate Sarah. Mi sono fatta due anni di carcere da innocente. E su Ivano, il ragazzo corteggiato da entrambe: Mi piaceva, cera anche attrazione fisica ma non sono mai stata innamorata di lui.

Estibaliz Carranza, 34enne di origini messicane, e i suoi legali AFP

Una 34enne di Vienna

La gelataia killer ha fatto a pezzi marito e amante


La chiamano la donna di ghiaccio. Estibaliz Carranza, 34enne viennese, professione gelataia, ha confessato di aver ucciso, tagliato in pezzi, surgelato e sepolto il marito e il suo

amante. In tribunale ha spiegato che il marito la prendeva in giro per il suo tedesco e passava la giornata senza fare nulla: cos gli spara nel 2008. Lamante aveva invece la colpa di esserle infedele: ammazzato nel 2010. Sono stati uccisi con una Beretta, sezionati con una sega elettrica, messi nei freezer della gelateria e sepolti in cantina. Laccusa ritiene che sia una bomba ad orologeria e che possa uccidere ancora.

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

ALTRI MONDI

SOSPETTATO DI OMICIDIO

McAfee si nasconde ma scrive sul blog


John McAfee (nella foto Ap), fondatore multimilionario della compagnia di antivirus e sospettato in Belize dellomicidio

di un cittadino statunitense, Gregory Faull, continua a nascondersi ma per scoprire la verit ha aperto un blog. Si chiama The Hinterland e qui racconta cosa gli stia capitando da quando diventato un ricercato. Condurr indagini private sullomicidio e trover il vero colpevole, scrive.

A MILANO: SODA CAUSTICA

Beve vinello al bar e si ustiona: grave


Ha ordinato un bianchino in un bar di Milano ed finito allospedale in prognosi riservata. La brutta avventura capitata ad

un edicolante 53enne. Probabilmente si ustionato con della soda caustica finita nel suo bicchiere. Luomo ha riportato lesioni e ustioni alla bocca, allesofago e allo stomaco, ma non in pericolo di vita. I carabinieri hanno sequestrato due bottiglie di vino che sono state inviate ai Nas.

Gaza, nuovi attacchi La tregua slittata Speranze per oggi


Il cessate il fuoco era gi stato annunciato da Hamas Altre violenze e una ventina di vittime. In campo la Clinton
DANIELE VAIRA

rebbe dovuto entrare in vigore tre ore dopo. Ma Israele aveva frenato gli entusiasmi: La palla ancora in gioco. I minuti sono passati con una serie di smentite, di messaggi pi o meno tranquillizzanti, di vane attese. Poi si sono addensate una serie di nubi come le notizie della ripresa degli attacchi su Gaza. E la stessa Hamas, poco dopo le 22, confermava che la tregua sarebbe slittata di 24 ore. Proprio in contemporanea per il segretario di Stato americano Hillary Clinton incontrava il premier israeliano Benjamin Netanyahu. Un colloquio che potrebbe avere un impulso fondamentale per la tregua. E dire che la diplomazia internaziona-

SCANDALO ERA IL CAPPELLANO DAL 1997

Abusi su detenuti di San Vittore: prete in manette


Prestazioni sessuali in cambio di regali: sono 6 i casi accertati
Violenze sessuali in cambio di beni di prima necessit per i detenuti. Per questo finito in manette don Alberto Barin (nella foto Ansa), 51 anni, cappellano del carcere milanese di San Vittore dal 1997. Secondo laccusa, il prete avrebbe fatto leva sullo stato di bisogno dei carcerati che si rivolgevano a lui per avere sigarette, shampo, saponette o spazzolini, e altri piccoli beni per vivere meglio in cella. In cambio, don Barin avrebbe chiesto favori sessuali: almeno sei i detenuti che avrebbero subito gli abusi, tutti giovani extracomunitari tra i 22 e i 28 anni. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, quando le vittime uscivano dal penitenziario, a pena scontata, il parroco era solito invitarli a casa sua per ricevere altre prestazioni sessuali, facendogli pesare il fatto che i suoi pareri di buona condotta erano stati utili per la scarcerazione. Al prete vengono contestate presunte violenze per un arco di tempo di cinque anni. Don Barin ora si trova nel carcere di Bollate, in attesa dellinterrogatorio di garanzia. Intanto, gli investigatori stanno facendo accertamenti per capire se altri detenuti possano aver subito abusi dal cappellano con lo stesso sistema.

Linizio della giornata di ieri a Gaza, ma anche in Israele, era stato un ripetersi di fotogrammi gi visti. I raid israeliani erano continuati sulla Striscia e avevano provocato almeno altre 10 vittime (tra cui due bambini e due ragazzi). Uccisi anche tre giornalisti che stavano facendo un reportage in un ospedale, con gli attacchi dellaviazione che avrebbero colpito almeno 100 obiettivi sensibili. I razzi di Hamas, in risposta, avevano disegnato traiettorie cariche di minacce su Gerusalemme e dintorni. Due vittime tra gli israeliani, mentre un bus era esploso, poco dopo essere stato sgomberato a Beersheva, localit costiera israeliana, a 40 chilometri dallenclave palestinese. Sette uomini accusati di

collaborare con Israele erano stati, invece, freddati a colpi di pistola da alcuni militanti di Hamas, a Gaza. E i loro cadaveri erano stati oltraggiati. A crescere, in questi sette giorni, oltre alla violenza del conflitto, alla stima dei danni anche inevitabilmente il bilancio delle vittime: oltre 130 con pi di 1100 feriti, la stragrande maggioranza dei quali tra i palestinesi.
Una doccia fredda Lepilogo del-

Tre giornalisti palestinesi uccisi mentre facevano un reportage in un ospedale


le, dal primo pomeriggio, aveva accelerato il passo e anche alzato la voce. Il presidente egiziano Mohamed Mursi si era spinto a dire che lassurda offensiva israeliana su Gaza sarebbe cessata in serata, per poi ritrattare parzialmente: La mia era solo una speranza. Anche il segretario generale dellOnu Ban Ki-moon non aveva usato mezze misure: Sono qui per appellarmi personalmente e chiedere un cessate il fuoco immediato. necessario un passo indietro dalle due parti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la serata sembrava per diverso con le voci del raggiungimento di un accordo per la tregua dopo ore di mediazioni e di appelli volti alla pace. Lannuncio era stato previsto da Hamas per le 21 al Cairo (le 20 in Italia) e una conferenza stampa congiunta del gruppo palestinese, della Jihad Islamica e di un emissario egiziano era stata convocata. Il cessate il fuoco sa-

Vendetta shock I fedeli di Hamas trascinano per strada il cadavere di un presunto collaboratore di Israele, fucilato insieme ad altre 6 persone EPA

la Foto Dramma a Belluno Cade elicottero, morti i due piloti


Un elicottero privato che spargeva vaccino antirabbico per le volpi precipitato ieri a Trichiana, nel Bellunese (foto Ansa). Due le vittime: il primo pilota, Felice Faivano, 36 anni, e il secondo, Silvio Botto Steglia, 37. Lelicottero volava basso a causa della fitta nebbia ed finito contro gli spigoli dei tetti di due case, tranciando i fili della corrente e cadendo su un prato.

LOCMAN
ITALY

SEQUESTRO LAMPO IL CASSIERE DI BERLUSCONI: MAI PAGATO NEPPURE UN EURO

Il giallo Spinelli, altri indagati Ma non c traccia del riscatto


(m.arc.) A due giorni dalla notizia del clamoroso sequestro lampo di Giuseppe Spinelli (nella foto Ansa), il cassiere di Silvio Berlusconi e di sua moglie Anna, i misteri aumentano anzich diradarsi, ma le indagini si allargano e prendono decisamente la strada della truffa non riuscita. Ci sono altri indagati, anzitutto, oltre ai sei uomini arrestati, seppure si tratti di figure secondarie, mentre si continua a cercare il denaro del possibile riscatto in diverse banche italiane e svizzere. Sequestrate anche delle pistole giocattolo, forse usate nella notte del rapimento, tra il 15 e il 16 ottobre. Spinelli continua a ripetere che nessuna particolare ragione si nasconde dietro il forte ritardo con cui Berlusconi e il suo avvocato Niccol Ghedini vennero informati in modo corretto dei fatti e ieri si affidato a una nota, dove ne attribuisce la ragione al forte timore di gravi ritorsioni nei confronti dei miei familiari. Truffa fallita Al tempo stesso, Nemmeno un euro sarebbe stato pagato da Berlusconi, n vi sarebbe stata alcuna trattativa. Insomma, intuita la bufala e linconsistenza delle carte che la banda di balordi avrebbe voluto vendere in cambio di 35 milioni, il riscatto venne rifiutato, secondo questa tesi e la banda rilasci i due ostaggi. Intanto, un centinaio di migliaia di euro in banconote fac-simile, sono stati trovati in due delle tre cassette di sicurezza aperte ieri e riconducibili alla banda. Sarebbero state usate dal gruppo rimasto a mani vuote per far finta di reggere il gioco, magari verso altri complici. Una pista porta, invece, a possibili legami tra la banda e la malavita pugliese e ai legami tra questa ed escort come quelle reclutate a Bari per le feste di Arcore. Il capo dei sequestratori, Francesco Leone, ventanni fa era uomo di spicco del clan barese dei Parisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MONTECRISTO
Movimento meccanico automatico S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria) o cronografo al quarzo. Titanio e acciaio. Impermeabile fino a 10 atm.

WWW.LOCMAN.IT
L O C M A N S . P. A . M A R I N A D I C A M P O I S O L A D E L B A

BOUTIQUES LOCMAN: G MILANO: VIA M. GONZAGA, 5 G FIRENZE: VIA TORNABUONI, 76/R G BRESCIA: CORSO ZANARDELLI, 30 G MARINA DI CAMPO: PIAZZA G. DA VERRAZZANO, 7 G PORTOFERRAIO: CALATA MAZZINI, 17 G PORTO AZZURRO: VIA VITALIANI, 20 G PORTO CER VO: VICOLO DEL CER VO G CER VINIA: VIA CARREL

E IN TUTTE LE MIGLIORI GIOIELLERIE

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

ALBUM POSTUMO A MARZO

Esce Hendrix inedito Un cd con 12 canzoni


Il 5 marzo verranno pubblicati 12 brani inediti di Jimi Hendrix (nella foto). Nellalbum, People, Hell and Angels , si

sentono tracce in cui Hendrix utilizza una variet di strumenti, come nel concerto di Woodstock del 1969. In questi brani il grande chitarrista e cantautore statunitense, che questanno avrebbe compiuto 70 anni, gioca con corni, tastiere, percussioni e una seconda chitarra.

RYAN IL QUARTO FIGLIO

Bobby Solo a 67 anni diventa ancora pap


A 67 anni Bobby Solo diventato pap per la quarta volta. Ieri, in una clinica privata di Milano, la compagna Tracy, con

cui sposato da 16 anni, ha dato alla luce Ryan. Il cantante, che ha anche otto nipoti, aveva annunciato che il piccolo sarebbe nato la seconda met di novembre, in America, ma poi la coppia ha preferito rientrare in Italia, nella loro casa di Pordenone.

Giletti va gi duro Cara Rai, adesso meritocrazia...


Torna oggi con uno speciale su Dalla e si candida: Filiberto al gioved sera qualche dubbio lo lascia
ELISABETTA ESPOSITO

SQUADRA ANTIMAFIA SUPER

A Arisa tuttofare
S

In gamba pure come attrice


Nuovo album di cover e hit. E la cantante interpreta una perpetua nel film di Natale
STEFANIA ANGELINI

La prima parola che usa per parlare del suo nuovo programma sfida. Massimo Giletti torna oggi alle 21,10 su Rai 1 con il primo di quattro speciali dedicati ai grandi della musica: si parte con Caro amico ti scrivo su Lucio Dalla, quindi arriveranno Domenico Modugno, Lucio Battisti e Mia Martini. La sfida non sta tanto nel raccontare grandi nomi, quanto nel tornare a produrre una prima serata Rai, quindi con budget molto ridotto. Gli ospiti sono stati convinti dal progetto e mi sono venuti incontro: avremo Venditti che racconter di come Dalla gli abbia salvato la vita o la Ferilli che ne descriver lunicit. Ecco, lei che in tv non va mai, stavolta non ha voluto nulla. Tutti fanno tutto per soldi, qui c in ballo laffetto.
Quindi piangeremo?

Massimo Giletti, 50 anni, conduce lArena di Domenica In dal 2004 ANSA

La fiction chiude e fa boom di ascolti Chiusura in bellezza per Squadra antimafia Palermo oggi: lultima puntata della quarta serie della fiction di Canale 5 luned sera ha vinto la gara degli ascolti tv. stato infatti il programma pi visto in prima serata, seguito da 5.731.000 spettatori con una share del 20.11%. La serie oramai entrata nellimmaginario collettivo, ha commentato il produttore della fiction, il produttore Pietro Valsecchi

No, niente lacrime, solo ricordi felici della sua genialit. Se qualcuno si commuover non lo fermeremo, ma non un programma costruito per piangere. Non so nemmeno se quel format piaccia ancora... Mostreremo anche lItalia di una volta, Banfi racconter di un Modugno cameriere e elettricista, sar un modo per far capire a chi oggi soffre la crisi che c sempre la possibilit di rialzarsi.
Lei alla Rai dal 90. Che cosa pensa quando sente dire che non fa servizio pubblico?

Il confronto Sky sulle primarie avrei voluto vederlo da noi: occasione persa
MASSIMO GILETTI CONDUTTORE RAI

avrei voluto vedere qualcosa del genere da noi. Bisogna crescere, ma penso che la nuova dirigenza stia andando nella direzione giusta.
Guida lArena ogni domenica da otto anni. Uno spostamento in prima serata? In fondo quella del gioved libera...

Dopo aver tolto gli occhialoni da fumetto Arisa ha preso la rincorsa e non si pi fermata: da cantante si saputa trasformare in attrice, scrittrice, personaggio tv. Dal debutto a Sanremo con il brano tormentone, Sincerit, sembra sia passato un sacco di tempo e invece son trascorsi solo tre anni. Ed ecco la metamorfosi: la 30enne di Potenza, come dice lei stessa, pi raffinata, minimal e di tendenza: dopo essere diventata il giudice-rivelazione di X Factor, ha pubblicato anche il suo primo libro, Il paradiso non un granch e ha esordito pure come attrice, prima in Tutta colpa della musica, diretta da Ricky Tognazzi, poi ha continuato sul set con Alessandro Genovesi, in La peggior settimana della mia vita (di cui ha firmato anche la colonna sonora), per finire a interpretare il ruolo della perpetua di Christian De Sica nel cinepanettone Colpi di fulmine, che sar nelle sale dal 13 dicembre.
Le origini E adesso che uscito Amami tour, la raccolta di alcuni dei suoi successi live pi alcune cover famosissime (Cobra, Ti sento, Losing my religion) e due nuove canzoni (Meraviglioso amore mio e Senza ali), Arisa confessa: Ho voglia di fare, fare, fare... Non solo per dimostrare che sono brava, e non per guadagnare di pi, ma soprattutto per dare un senso alla mia vita con nuove esperienze: io ho tante facce e non posso limitarmi a fare una sola cosa. Nel film di Parenti, poi, mi sono divertita molto perch ho interpretato il ruolo di una perpetua, quello di una donna austera ma saggia

Rosalba Pippa, in arte Arisa: ha 30 anni, di Potenza

S
Dal vivo La cover del nuovo album di Arisa, Amami tour che racchiude due inediti, alcune cover e successi live

Che cosa le piace in tv?

Non vero, ne fa tanto, ma pu e deve migliorare. Come? Investendo sulle persone, scegliendo gente di qualit che sappia fare il prodotto. Io credo ancora in questazienda, ho anche rifiutato altre proposte, ma servono segnali forti verso la meritocrazia.

Santoro un modello, bello vederlo sul palco, un animale e da lui c sempre da imparare. Spettacolarizza linformazione libera, per me la base del successo.
Ha visto il confronto per le primarie del centrosinistra su Sky?

Geniale. Per la Rai quella unoccasione mancata, fatichiamo a stare al passo con i tempi,

Domenica parlando di politica abbiamo fatto 4,5 milioni, tantissimo. E gli ascolti sono alti da sempre: lanno scorso abbiamo fatto chiudere Brachino, questanno Vinci, qualcosa vorr dire... Il mio gruppo pronto a nuove sfide, ma su una prima serata serve chiarezza e io la non baratterei mai con la libert che ho oggi. Certo, vedere il principe Filiberto al posto di Santoro qualche dubbio me lo lascia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

che mi ha ricordato molto le mie origini in Basilicata. E soprattutto ho potuto recitare nel mio dialetto.... Anche da un punto di vista musicale Arisa sempre pi determinata: Questo album un primo passo verso un lavoro di tutte cover: penso che sia il modo migliore per poter mettere in risalto la mia capacit espressiva: con gli inediti spesso si rischia di essere troppo perfetti. Infine, c la sua partecipazione a X Factor: Mi dicono che questanno sono partita pi incisiva e poi ho avuto un crollo emotivo: solo che lavorare con i gruppi molto difficile e sento fortissima la responsabilit verso di loro, insomma, sento di doverli di proteggere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LATTESA LA FINE DEL MONDO SAREBBE PREVISTA PER IL 21 DICEMBRE 2012: C PURE CHI VI VENDE LA REDENZIONE

IL MENSILE PARTNER

DA OGGI SU HYSTORY

Profezia Maya, manca un mese Spuntano bunker e voli low cost


Non ci crede nessuno, ma oggi un pensierino alla profezia Maya lo faranno tutti... Manca un mese esatto allannunciata fine del mondo. E se i pi accolgono la notizia con un sorriso, qualcuno (magari senza dirlo) si sta preparando al peggio. In California, dove sembra vivano i pi preoccupati, sono stati realizzati una ventina di bunker, capienza 200 persone, con riserve di cibo per un anno. Ma non sperate che in Italia stiano a guardare: le aziende specializzate in bunker parlano di richieste triplicate, soprattutto a causa della terribile profezia. Se poi siete preoccupati per la vostra dubbia moralit, su un sito russo (Klub Kupon) trovate un coupon per uno sconto del 50% sulla redenzione dei peccati. Una provocazione per cui in moltissimi hanno gi sborsato 16 dollari... Non sembrano bastare dunque le rassicurazioni arrivate addirittura dal Papa (Non esistono date per la fine del mondo, Ges non era un veggente, ha detto domenica), i Maya fanno sempre effetto. Ma potremmo approfittarne. I prezzi dei voli del 21 dicembre sono crollati perch la gente, nel dubbio, sceglieva date diverse: cos si possono trovare dei Roma-Londra a poco pi di 10 euro o dei Milano-Barcellona a 14. E mentre serpeggia lironica polemica per un bug di Android che ha cancellato il mese di dicembre dal calendario (vogliono evitare i Maya!), c chi sfida la profezia festeggiando: tante le serate a tema nel giorno clou. La pi nota in Europa quella di Stonehenge, in Inghilterra, The last party on Earth. Unultima cosa: non sperate di rifugiarvi sul picco di Bugarach, considerato uno dei pochi luoghi che si salveranno: laccesso al monte stato chiuso, per motivi di sicurezza...
e.e.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Film festival, Max a Torino con le star


Il Torino Film Festival torna dal 23 novembre al primo dicembre e anche questanno si rinsalda la collaborazione con Max. Il mensile Rizzoli seguir la kermesse diretta da Gianni Amelio con news, interviste ed approfondimenti anche su www.max.gazzetta.it. Non mancheranno recensioni e frammenti di vita torinese. Come avviene dal 2010, quando fu premiata Jennifer Lawrence (per Un gelido inverno) anche in questa edizione Max consegner inoltre i riconoscimenti per il miglior attore e la migliore attrice, durante la serata di chiusura.

Docu-kolossal per raccontare la nostra storia


Parte questa sera Mankind - La storia di tutti noi, il docu-kolossal in onda ogni mercoled su History (canale 407 di Sky) che ricostruisce la straordinaria avventura dellumanit dalla preistoria ai giorni nostri. Quasi tre anni di riprese per realizzare 12 episodi, riuniti in 6 puntate. Girato in 3 continenti (Nord America, Africa e Asia), si tratta della pi grande e costosa produzione documentaristica di sempre, con effetti speciali degni di Hollywood, per raccontare limpatto delle grandi scoperte sulla storia dellumanit.

Le storiche rovine di Chichen Itza, Messico, uno dei pi noti siti Maya

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 23/10 - 22/11 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8

Ariete 6
Certe persone vi fanno ciondolare gli zebedei come fili a piombo: fate da soli, ch fate bene. Pure se siete stanchi. Incertezze suine.
23/9 - 22/10

Scorpione 8
IL MIGLIORE Luna tutta fulgore, amore, ardore suinerrimo, quella di oggi. La serenit e la fortuna vi avvolgono, viaggi e lavoro premiano, voi siete figolosi.
ALE DEL PIERO

Toro 7Nel lavoro rendete bene. E tanto. La vostra forma fisica brilla, ma lamore eccita come unotite. Supplisce il sudombelico, muy agile.
23/11 - 21/12

Gemelli 6Gli obblighi si moltiplicano. Ma voi riuscite a star dietro a tutto/i. Pur facendovi i glutei zampogniformi. Ristori amorososuini.
22/12 - 20/1

Cancro 7,5
La Luna accresce sia la serenit sia la vostra produttivit. Un problema rientra, soldi arrivano. Verve sudombelicale non eccelsa.
21/1 - 19/2

Leone 6+
Il lavoro, nella sostanza, offre sbocchi e possibilit ottime. Anche finanziari. Ma il suino inside you esangue. E non espleta granch.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 5,5
Siete torvi. Tesi. Sfigo-oriented. E sia il lavoro sia i rapporti sociali vi fan sclerare. Calma! Resurrezioni sudombelicali gratificano.

Bilancia 6
La giornata non sa di niente. O quasi. Specie nel lavoro, che procede senza guizzi. Lamore rifiorisce, ma siete comunque una palla.

Sagittario 5,5
Luna storta, giornata un cicinn in salita. Lo stress impera, casa, famiglia e lavoro vi legano mani, piedi e sudombelico. Ussignr.

Capricorno 7
Luna amica del lavoro e della vita sociale. E prodiga di idee vincenti. La felicit e la fornicazione sono fatte di (e con) piccole cose.

Acquario 7
Le stelle vi rendono pi fortunati, voi avanzate nel lavoro e irrobustite le finanze. Voracit in aumento, sia gastronomica sia suina.

Pesci 7+
Con lanimo contento, potete dedicarvi a lavori che trovano immediato successo. Gli ormoni sono cremosi e pannosi: che dolce fornicar.

Lattaccante del Sydney nato a Conegliano (Treviso) il 9 novembre 1974 (Scorpione)

Televisioni in chiaro
RAIUNO
8.00 9.35 10.00 11.00 12.00 13.30 14.10 16.45 16.55 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10 TG1 LINEA VERDE UNOMATTINA TG1 LA PROVA DEL CUOCO TG1 VERDETTO FINALE TG1 CHE TEMPO FA 55 ZECCHINO D'ORO L' EREDIT TG1 AFFARI TUOI CARO AMICO TI SCRIVO 23.30 PORTA A PORTA 1.05 TG1 - NOTTE 1.35 CHE TEMPO FA 1.40 SOTTOVOCE 2.10 MAGAZZINI EINSTEIN

Gazzetta.it
RAITRE
7.30 8.00 10.10 11.00 11.25 12.45 13.10 14.00 16.00 18.10 19.00 20.00 20.35 21.05 TGR AGOR LA STORIA SIAMO NOI CODICE A BARRE TG3 LE STORIE LA STRADA PER... TGR - TG3 GEO & GEO METEO 3 TG3 - TGR BLOB UN POSTO AL SOLE CHI L'HA VISTO Attualit 23.15 VOLO IN DIRETTA 0.00 TG3 LINEA NOTTE 0.10 TG REGIONE 1.00 METEO 3 1.05 CRASH

RAIDUE
6.40 9.40 10.00 11.00 13.00 13.50 14.00 14.45 15.30 16.15 17.00 19.35 20.30 21.05 CARTONI SABRINA VITA DA... TG2 INSIEME I FATTI VOSTRI TG2 MEDICINA 33 SELTZ SENZA TRACCIA COLD CASE NUMB3RS LAS VEGAS IL COMMISSARIO REX TG2 CRIMINAL MINDS Telefilm 23.25 TG2 23.40 MADE IN SUD 0.50 RAI PARLAMENTO TELEGIORNALE 0.55 CLOSE TO HOME

CANALE 5
8.50 10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.00 18.05 18.50 20.00 20.40 21.05 MATTINO CINQUE TG5 '12 - ORE 10 FORUM TG5 BEAUTIFUL CENTOVETRINE UOMINI E DONNE POMERIGGIO CINQUE TG5 '12 - 5 MINUTI POMERIGGIO CINQUE AVANTI UN ALTRO! TG5 STRISCIA LA NOTIZIA R.I.S. ROMA 3 DELITTI IMPERFETTI 23.40 IL CAPO DEI CAPI 1.30 TG5 - NOTTE 2.00 STRISCIA LA NOTIZIA 2.50 UOMINI E DONNE 4.15 CIRCLE OF LIFE

ITALIA 1
6.40 8.45 10.30 12.10 12.25 13.40 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 CARTONI ER - MEDICI IN PRIMA LINEA GREY'S ANATOMY COTTO E MANGIATO STUDIO APERTO CARTONI FRINGE SMALLVILLE NATIONAL MUSEUM TRASFORMAT STUDIO APERTO C.S.I.

RETE 4
8.40 9.50 10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.35 18.55 19.35 20.30 21.10 HUNTER CARABINIERI RICETTE DI FAMIGLIA TG4 DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN... TG4 FORUM HAMBURG LA REGINA DELLE... TG4 TEMPESTA D'AMORE WALKER TEXAS LA RICERCA DELLA FELICIT 23.35 I BELLISSIMI DI R4 23.40 SPY 2.00 TG4 NIGHT NEWS 2.35 MODAMANIA 3.15 UOMINI CONTRO...

LA 7
7.00 7.30 9.55 11.00 12.30 13.30 14.05 16.25 16.30 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 OMNIBUS TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 CRISTINA PARODI MOVIE FLASH IL COMMISSARIO... I MEN DI BENEDETTA G DAY TG LA7 OTTO E MEZZO ATLANTIDE Documenti 23.20 LA7 DOC LA LINEA MAGINOT 0.25 OMNIBUS NOTTE 1.30 TG LA7 SPORT 1.35 PROSSIMA FERMATA

LA RUBRICA La crisi di Caserta e i segreti di Siena in Be bop a basket


Nella rubrica settimanale sul grande basket spazio al momento negativo dei campani e a Bobby Brown, talento della Mps

IL VIDEO Federer brasiliano gioca sotto rete e con il pallone...

20.20 ANDERLECHT - MILAN Champions League 23.00 CHAMPIONS LEAGUE SPECIALE 0.45 VITA SMERALDA 2.45 STUDIO APERTO LA GIORNATA

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
14.30 JUVENTUS - PARMA 18.00 ZENIT SAN PIETROBURGO MALAGA
Champions League MP Calcio, Sky Sport 1, Sky Calcio 1, Sky Sport Extra Champions League MP Calcio 2, Sky Calcio 4 Campionato Primavera SportItalia

PREMIUM
15.15 FAST & FURIOUS 5 PREMIUM CINEMA 17.15 E SE... FOSSE ANDATA DIVERSAMENTE? MYA 17.30 PIACERE, SONO UN PO' INCINTA PREMIUM CINEMA 19.30 MATRIMONIO A PARIGI PREMIUM CINEMA 21.15 LA RAGAZZA DEL MIO MIGLIORE AMICO MYA 21.35 FLIPPED IL PRIMO AMORE NON SI SCORDA MAI PREMIUM CINEMA 23.15 FINALMENTE LA FELICIT PREMIUM CINEMA

20.45 MANCHESTER CITY REAL MADRID


Champions League MP Calcio 1, Sky 3D, Sky Calcio 2

PALLANUOTO

19.30 PRO RECCO - SAVONA


Serie A1 maschile. Rai Sport 2

11.00 CALCIO: JUVENTUS - CHELSEA


Champions League. Highlights

9.30

BASKET: UCLA - GEORGETOWN


NCAA

8.30

20.45 SCHALKE 04 OLYMPIACOS


Champions League Sky Calcio 6

VOLLEY

18.00 ZAKSA KEDZIERZYN KOZLE TRENTINO DIATEC 18.00 AGEL PROSTEJOV ASYSTEL CARNAGHI VILLA CORTESE 20.30 LUBE BANCA MARCHE MACERATA GENERALI UNTERHACHING
Champions League maschile SportItalia Champions League femminile SportItalia 2 Champions League maschile SportItalia

11.30 CALCIO: SPARTAK MOSCA - BARCELLONA


Champions League. Highlights

11.30 RUGBY: SHARKS WESTERN PROVINCE


Currie Cup

CALCIO: SPARTAK MOSCA BARCELLONA


Champions League. Highlights

9.00

20.45 PORTO DINAMO ZAGABRIA


Champions League Sky Calcio 7

20.45 AJAX - BORUSSIA DORTMUND

BASKET
1.00 KANSAS STATE DELAWARE
NCAA ESPN America

20.45 ANDERLECHT - MILAN


Champions League MP Calcio, MP Calcio HD, Sky Sport 1, Sky Calcio 1, Italia 1 Champions League Sky Calcio 5

1.30

20.45 ARSENAL MONTPELLIER

BOSTON CELTICS SAN ANTONIO SPURS


NBA Sky Sport 2

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS

14.00 BASKET: LOS ANGELES LAKERS BROOKLYN NETS


NBA

CALCIO: VALENCIA BAYERN MONANO


Champions League

16.30 RUGBY: INGHILTERRA AUSTRALIA


Test Match

12.00 CALCIO: NORDSJAELLAND SHAKHTAR DONETSK


Champions League

Nello spot per il Brasile, il tennista Federer (nella foto) si cimenta con gli sport nazionali: il calcio e il volley

21.30 BASKET: LOS ANGELES LAKERS - BROOKLYN NETS


NBA

14.00 CALCIO: JUVENTUS - CHELSEA


Champions League

IL BLOG Voti, classifiche e strategie vincenti per la Magic +3


Nessun sei politico nel prossimo turno splamato da sabato a marted. Tutto sulla Magic +3 in M-Blog

16.00 CALCIO: SPARTAK MOSCA BARCELLONA


Champions League. Highlights

20.45 DINAMO KIEV PARIS SAINT GERMAIN


Champions League MP Calcio 3, Sky Calcio 3

3.30

MICHIGAN PITTSBURGH
NCAA ESPN America

SKY SPORT 1
9.00 CALCIO: SPARTAK MOSCA - BARCELLONA
Champions League

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: HONG KONG OPEN
PGA European Tour

SKY SPORT 3
8.00 CALCIO: JUVENTUS CHELSEA
Champions League. Highlights

19.30 CALCIO: REAL MADRID BORUSSIA DORTMUND


Champions League. Highlights

22.45 CALCIO: ANDERLECHT - MILAN


Champions League

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
12 11 4 14 9 12 10 12 13 13 10 4 14 15 13 10 16 12 3 1 12 8 17 13 12 18 14 20 11 21 17 20 12 15 17 19 14 12 21 15 16 15 13 13

Oggi
Residua instabilit sulle regioni meridionali e sul medio-basso adriatico con piogge ancora diffuse. Andr meglio sul resto del Paese ma con nebbie anche estese sulla Val Padana centro-occidentale e nubi basse tra Romagna e Marche. Trieste
Venezia
6 14 8 15

Domani
Tempo nel complesso stabile con ultimi annuvolamenti e qualche breve rovescio tra Calabria e Sicilia. Cieli grigi su tutto il Nord e sull'Adriatico per nubi basse o stratificate e nebbie sulla Val Padana. Poche novit termiche.

Dopodomani
Poche variazioni meteo-climatiche sull'Italia con tempo che rester in prevalenza stabile con schiarite alternate a temporanei annuvolamenti. Qualche addensamento in Sicilia con possibili rovesci. Ancora nebbie in pianura e nelle valli.

Trento Aosta
4 11 4 15

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
5 13

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
5 11

Bologna Genova
10 14 6 12

Ancona

Firenze
8 16

Perugia
8 13

13 14

LAquila
10 14

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
10 19

Campobasso
10 12

Bari Potenza
10 13 14 17

Napoli
13 19

Cagliari
13 19

Catanzaro
10 17

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
15 18

Reggio Calabria
13 20

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
15 20

7:29

16:47

7:05

16:44

7:30

16:46

7:07

16:44

14 nov.

21 nov. 28 nov.

6 dic.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 21 NOVEMBRE 2012