Sei sulla pagina 1di 52

www.gazzetta.

it gioved 22 dicembre 2011 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 026339 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno n Anno 115 Numero 301

LA RINCORSA QUANDO SEGNA PAZZINI LA SQUADRA VINCE: QUARTO SUCCESSO DI FILA (41), LA VETTA A 8

Milito, Nagatomo: arriva l Inter


Prima va sotto, poi schiaccia il Lecce. Il Principe in gol in campionato dopo tre mesi Il giapponese strepitoso. In rete pure un grande Alvarez. Quattro pali in dieci minuti
3 Ricky Alvarez e Giampaolo Pazzini festeggiano il ritorno al gol di Diego Milito (al centro) INSIDEPHOTO
CECERE, ELEFANTE, DALLA VITE E TAIDELLI ALLE PAGINE 141516

AGGANCIO SCUDETTO A UDINE FINISCE 00

GOLEADA AL SAN PAOLO (61)

JUVEMILAN
NATALE IN TANDEM
La capolista comanda la partita, ma i friulani resistono bene Conte: Siamo imbattuti. Allegri: Promessa mantenuta
ARCHETTI, BRAMARDO, GARLANDO, GASPAROTTO, OLIVERO, VELLUZZI DA PAGINA 2 A PAGINA 9 Giorgio Chiellini, 27 anni, anticipa di testa Almen Abdi, 25 anni, nel corso di UdineseJuve AFP

Riecco il Napoli: Genoa travolto


Pandev, Cavani (due) e Hamsik scatenati: Mazzarri si ritrova
CALAMAI, G. MONTI, MALFITANO A PAG. 18

3 Edinson Cavani, 24 anni REPORPRESS ROMANE LAZIO FERMATA DAL CHIEVO (00)

Roma super a Bologna con Taddei e Osvaldo


ALLE PAGINE 12 E 19

SICILIANE ROSANERO RIPRESI DAL NOVARA

Palermo, segnali di vita Catania: rimonta a Parma


CARUSO E SCHIANCHI ALLE PAGINE 2021

l Analisi
DI ALESSANDRO DE CALO

Serie A / Recupero 1 giornata


PARTITE ATALANTA CESENA BOLOGNA ROMA CAGLIARI MILAN INTER LECCE LAZIO CHIEVO NAPOLI GENOA NOVARA PALERMO PARMA CATANIA SIENA FIORENTINA UDINESE JUVENTUS 41 02 02 41 00 61 22 33 00 00 CLASSIFICA MILAN 34 JUVENTUS 34 UDINESE 32 LAZIO 30 INTER 26 NAPOLI 24 ROMA 24 CATANIA 22 PALERMO 21 GENOA 21 ATALANTA* CHIEVO PARMA FIORENTINA CAGLIARI SIENA BOLOGNA NOVARA CESENA LECCE 20 20 19 18 18 15 15 12 12 9

IL RITORNO DELLE GRANDI


La Juve si presenta in rosa sotto lalbero del Natale 2011. Il colore della maglia esibita a Udine, il simbolo di un primato ripreso e con diviso col Milan. Laggan cio richiama i duelli scudet to degli anni Novanta e di inizio millennio. C unun ghia di differenza tra le squadre di Conte e Allegri: il 20 del 2 ottobre a Torino. Pesa nel fotofinish. Ma da allora il vento cambiato.
LARTICOLO A PAGINA 6

* Sei punti di penalizzazione.

LINIZIATIVA DA SABATO

CALCIO SCOMMESSE LE INDAGINI SUL MATCH TRA I NERAZZURRI E IL PADOVA DEL MARZO SCORSO

11 2 2 2>

Dal 70 ad oggi tutto il meglio della Serie A Intanto la squadra schianta il Cesena (41). I tifosi contro lex capitano in quattro volumi Sotto esame una chiamata
9 771120 506000
A 12,99 pi il prezzo della Gazzetta

Telefonata di Doni, l Atalanta trema


e tre sms a un cellulare intestato a un consigliere di amministrazione

INGHILTERRA FERDINAND LA VITTIMA

CENITI, PERNA ALLE PAGINE 2425

Terry in tribunale per insulti razzisti


Il City di Mancini stende lo Stoke (30) e vola. Doppietta del Kun Aguero
BOLDRINI A PAGINA 27

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

Cassano spiega laggressione dellaltro giorno alla troupe televisiva: Volevano riprendermi mentre uscivo da una libreria.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

JUVE STOP, M
1 2

A dieta contro lUdinese Il Natale di Conte & C. in vetta con il Milan


La macchina juventina costruisce di pi, per non colpisce Funziona latteggiamento attendista dei friulani: giusto lo 0-0
LA VOLATA INVERNALE
DAL NOSTRO INVIATO

UDINESE

JUVENTUS

0
(3-5-1-1) Handanovic; Ferronetti, Danilo, Domizzi; Basta, Isla, Pinzi, Asamoah, Armero; Abdi (dal 41 s.t. Floro Flores); Di Natale. PANCHINA Padelli, Neuton, Pasquale, Doubai, Fabbrini, Pereyra. ALLENATORE Guidolin. ESPULSI Guidolin per proteste al 47 s.t. AMMONITI Basta e Pinzi per gioco scorretto, Isla per c.n.r. GIUDIZIO 77 PRIMO TEMPO 0-0 ARBITRO Tagliavento di Terni. ALLENATORE Conte. ESPULSI nessuno.

0
(3-5-2) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Estigarribia (dal 45 s.t. De Ceglie); Pepe (dal 36 s.t. Del Piero), Matri (dal 26 s.t. Quagliarella). PANCHINA Storari, Pazienza, Giaccherini, Elia.

LUIGI GARLANDO UDINE

RCS

La Signora passer il Natale al comando, come sognava e non le riusciva dal 2005. Ma respirer zolfo, perch accanto al Diavolo. Lo 0-0 del Friuli non basta a ri-sorpassare il Milan. Non poco, sia chiaro. LUdinese veniva da 7 vittorie su 7 in casa; Di Natale da 10 partite casalinghe su 10 con almeno un gol: nessuno ha portato via tanto dal Friuli e concesso cos poco. La Juve ha fatto la partita, ha prolungato a 16 la striscia dimbattibilit e ha il diritto di godersi una classifica sontuosa, impensabile questestate, dopo stagioni traumatiche. Per Conte, scrollatosi di dosso il meritato incenso, far bene a riflettere. Se una Juve tanto forte e costante, mai sconfitta, alla pari di un Milan che ha cominciato il campionato dopo qualche giornata di vacanza prolungata, qualcosa significa. La risposta lha suggerita la partita di Udine, a tratti dominata, ma

non domata per limiti offensivi, gi noti. Tra Ibra e Robinho di Cagliari (con Pato in panca!) e Matri e Pepe di Udine (con Quagliarella in panca) non c partita. A Conte manca Vucinic, che per non ha mai fatto gol a grappoli. Il potenziale offensivo del Milan rischia di fare la differenza. Qui metterci unanima da Conte non basta. Servono tecnica e qualit. Serve mercato.
Maturit LUdinese, spremuta

rati quando tutto gira bene.


Juve padrona Conte si spec-

da tre partite pesanti in sei giorni, non poteva avere la solita freschezza atletica. Guidolin, che non ha lorganico del Barcellona, ha attrezzato una partita saggia: ha aspettato, tamponato. I suoi mediani da corsa, per una volta, si sono sacrificati a rincorrere, con umilt e dedizione. Il bravo Danilo ha guidato una difesa solida. Di Natale, mal assistito dal pallido Abd, ha sofferto di solitudine. Ma il meritato punticino una piccola laurea. Si diventa grandi anche con partite del genere, sofferte e responsabili, non solo correndo spensie-

chiato anche a Udine: 3-5-2, come al San Paolo. Tattica omeopatica: combattere lavversario con i suoi principi attivi. Ma c una sostanziale differenza. A Napoli, Pirlo non aveva lappoggio di Marchisio, squalificato. Interno sinistro gioc Pepe, che soffr la mutazione. Per questo e per il pressing alternato dei tre tenori su Pirlo, in giornata grigia, la palla faticava a salire e il Napoli ne approfitt. A Udine, Pirlo gioca un grande primo tempo, in costruzione e interdizione. Neanche si accorge del timido Abdi che Guidolin gli ha messo tra i piedi. Vidal e Marchisio sono preziosi portaborse, mentre Pepe stavolta fa la seconda punta. Il risultato che la Juve prende il pallino al via e non lo molla pi. impressionante la velocit e la facilit con cui i bianconeri recuperano palla. LUdinese non fa in tempo a organizzare una delle sue proverbiali ripartenze che ha gi perso palla. Vive per tampona-

AMMONITI Vidal per gioco scorretto.

NOTE Spettatori paganti 14.850, incasso 594.584 euro; abbonati 13.738, quota abbonati non comunicata. Tiri in porta 5-4. Tiri fuori 3-7. In fuorigioco 4-0. Angoli 3-5. Recuperi: p.t. 0; s.t. 3.

POSSESSO PALLA

PASSAGGI POSITIVI

UDINESE 47% TIRI IN PORTA

JUVENTUS 53%

UDINESE 77% TIRI FUORI

JUVENTUS 81%

IIIII
UDINESE 5

IIII III
JUVENTUS 4 UDINESE 3

IIIIIII
JUVENTUS 7

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 8 Estigarribia affonda a sinistra e crossa basso, Marchisio mette fuori desterno. 11 Pepe dal limite: Handanovic in due tempi. 12 Chiellini pasticcia, Buffon rimedia su Isla. 35 Marchisio dal limite la piazza fuori di poco.

SECONDO TEMPO 7 Testa di Chiellini da corner, Handanovic para. 12 Buffon accompagna in corner un colpo di testa di Danilo. 38 Quagliarella si gira in area e impegna Handanovic.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

ILAN CIN CIN


3

la Moviola
di FRANCESCO CENITI

DAL NOSTRO INVIATO

G.B. OLIVERO UDINE

Di Natale spinto: dubbio in area ma non protesta

Era gi successo, ma passata una vita. Il record storico di imbattibilit della Juve in Serie A risale al 1949-50: 17 partite senza sconfitte, esattamente come era accaduto nel 1945-46 e unaltra volta prima che venisse introdotto il girone unico. La preistoria del calcio, quindi. La Juventus di Antonio Conte quasi lass: dopo il pareggio di Udine i risultati positivi sono sedici e a Lecce, l8 gennaio 2012 quando il campionato riprender dopo la pausa, potrebbe essere eguagliato il primato. Dopo due settimi posti consecutivi e lennesima rivoluzione estiva assomiglia davvero a una grande impresa.
Friulani disinnescati LUdinese in casa aveva sempre segnato e vinto, ma ieri sera si dovuta accontentare di un pareggio senza mai rendersi pericolosa. La Juve non sa pi perdere e questo un grande pregio. Poi vero che se invece di sette pareggi avesse ottenuto quattro vittorie e tre sconfitte avrebbe cinque punti di vantaggio sul Milan e perfino con tre vittorie e quattro sconfitte sarebbe capolista solitaria. Un dato da non sottovalutare, ma secondario rispetto alla crescita complessiva della squadra che adesso pu definire gli obiettivi della sua stagione: qualificazione diretta alla Champions League (ossia secondo posto) e poi chiss. Quanti recuperi Ieri la Juve ha

il Personaggio ANDREA PIRLO

Linvincibile che sempre in testa al campionato


Lultimo Natale era primo col Milan Adesso lo con la Juventus, alla faccia di chi lo dava per finito
ma, un mediano con i piedi dolcissimi o meglio un regista con i polmoni e la grinta del rubapalloni. Alla faccia di chi lo dava per finito e non lo riteneva pi in grado di stare davanti alla difesa. Pirlo ha anche provato a risolvere la gara con una punizione dal lato corto dellarea di rigore, ma Handanovic, disturbato da Chiellini, stato attento.
Sempre al comando Oltre al dato statistico dellimbattibilit, ce n ovviamente un altro che fa sorridere Conte: la Juve prima. E pazienza se lass c anche il Milan. La sfida biancorossonera inevitabilmente targata Andrea Pirlo: in testa gi a Natale di un anno fa con il Milan (con tre punti di vantaggio su Napoli e Lazio), campione dItalia a maggio, sempre primatista con la Juve tranne una giornata (quella del 23 ottobre, quando i bianconeri furono scavalcati da lazio e Udinese ma nel turno successivo tornarono in testa da soli). In pratica Pirlo ha acquistato un appartamento in testa alla classifica e ci abita da tempo: cambiano solo i suoi coinquilini. Forse un caso. Ma pi probabilmente no.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1 Quagliarella, entrato nel secondo tempo, mette i brividi alla difesa della Juve con un tiro da fuori 2 Pepe e, sullo sfondo, Matri si mettono le mani nei capelli per unoccasione juventina non sfruttata a dovere 3 Una mischiona nellarea dellUdinese: Handanovic come sempre sicuro nella presa a terra
RICHIARDI-LAPRESSE-PLP

re, nellattesa di spazi da imbucare.


Spuntati Ma se la Juve una macchina perfetta nel pressing e nel recupero, si inceppa quando si affaccia in zona gol, nella zona dove in genere Robinho e Ibra decidono, inventando per un Nocerino o risolvendo di persona con una giocata. Questo manca a Conte: la qualit dellultimo passaggio e attaccanti che riescano a trovare la porta da soli pi di Matri, anche ieri in grave difficolt tecnica. Lacune non nuove, riparabili al mercato pi che a Vinovo. Se lazione si srotola di corsa e la Juve trova spazi, tutto bene. Come all8, quando Estigarribia affonda e Marchisio mette fuori di poco. Se invece costretta ad attaccare una difesa schierata e chiusa, cominciano le difficolt. La seconda e ultima mezza palla-gol capita al solito Marchisio, che si libera al limite e sfiora il palo (35). Mercato Nella ripresa non cam-

nua a condurre il gioco, ma la stanchezza intossica le idee, il ritmo cala e le difficolt a districarsi dalla ragnatela di Guidolin crescono. Infatti il colpo di testa di Chiellini da corner all8 rester la cosa pi simile a una palla-gol nella seconda met. Lammirevole Udinese continua a giocare con sacrificio e umilt, fino a spendere in coda al match un contropiede 4 contro 3 che stava per regalarle un Natale glorioso. Ma esagerato. Giusto un punto per parte. Notare un paio di cose interessanti, per. Quagliarella, entrato per Matri al 26 (troppo tardi), crea un paio di pericoli. Del Piero, entrato al 36, serve una buona palla che Lichtsteiner parcheggia tra le stelle. la conferma: con un attaccante che trova la porta e uno che accende palle-gol, la poderosa macchina da gioco che lattuale Juve di Conte diventerebbe qualcosa di pi allegro e competitivo. Chi andr al mercato per fare pi bella la Signora dovr tenerlo a mente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun caso clamoroso da sminare per Tagliavento che per non arbitra da Tagliavento. Per carit, parliamo di episodi minori, ma da uno dei migliori fischietti italiani ci si aspetta sempre il massimo. E invece nel primo tempo ignora diversi falli, ne inverte degli altri, colleziona sbavature (su tutte nega un angolo alla Juve). E perdona la prima tornata di interventi duri, evitando di mostrare il giallo. Lo avrebbe meritato Pinzi al 16 per una entrataccia su Marchisio. La lista dei cattivi sporcata solo al 40 quando Basta stende Estigarribia. Passano due minuti e la stessa sorte tocca proprio a Pinzi: steso Pepe. E al 43 giallo per Vidal che impedisce la ripartenza di Asamoah. Nella ripresa ammonito Isla, poi lunica azione da moviola: Di Natale va gi perch Barzagli gli poggia le mani sulla schiena. Difficile capire se sia una spinta da rigore: resta il dubbio, ma il capitano dei friulani si lamenta pochissimo. Nel finale espulso Guidolin per proteste.

bia il copione. La Juve conti-

fatto la partita, nel primo tempo stata padrona e lunica pecca stata la scarsa pericolosit negli ultimi venti metri. Ma se a centrocampo, l dove lUdinese ha sempre costruito le sue vittorie casalinghe, la squadra di Conte ha mostrato una netta superiorit gran parte del merito va ad Andrea Pirlo che nel primo tempo ha giocato in modo sontuoso e nella ripresa ha gestito il comprensibile calo generale. La sua partita stata impreziosita da 39 passaggi positivi (appena 8 negativi) e da 12 palle recuperate pi 4 intercettate: insom-

Andrea Pirlo, 32 anni KEYPRESS

Juve: 16 partite senza sconfitte. Il record di imbattibilit in A del 49-50: 17 gare

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

OGNI GIORNO UNOFFERTA

STREPITOSA
,98 CAD. 69
SOLO PER OGGI

,98 CAD. 59

9,98 3

CAD.

22
DICEMBRE DOMANI

9,98 4

CAD.

49,98

9,98 CAD. 6

9,98 2

23
DICEMBRE

49,98

CAD.

DAL 01/12 AL 24/12 SCO I L O E A DEL GIO O SU O NEI NOSTRI NEGOZI

.GAMES O .I

OFFERTA VALIDA SOLO PER 1 GIORNO. OFFERTA VALIDA FINO AD ESAURIMENTO SCORTE.

160 GB + 1 G

229

,98

GIOCO PS 3

NORMALE PREZZO AL PUBBLICO A PARTIRE DA 244,96 PRE LI OFFERTA VALIDA FINO AL 24 DICEMBRE *CHIEDI AL NOSTRO STAFF LA LISTA DEI GIOCHI DISPONIBILI. OFFERTA VALIDA FINO AD ESAURIMENTO SCORTE.

O IL REGAL O PERFETT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A 1a GIORNATA
le Pagelle
di PIERFRANCESCO ARCHETTI

UDINESE DOMIZZI SOLIDO, DI NATALE FIACCO 6,5 h 7 Danilo lallenatore Guidolin il migliore
Vive la gara intensamente e finisce espulso. Viste le condizioni fisiche, ingabbia la capolista con lassetto prudente. Altrimenti avrebbe messo prima Floro Flores. Non tollera le intrusioni juventine, sbuca pulito sui grovigli aerei e a terra. Ha vicini dei compagni che lo ascoltano, va anche a stuzzicare Buffon, che gli alza la zuccata.

JUVENTUS MATRI, QUANTI ERRORI

Perde i primi punti interni, per stanchezza e spessore dei rivali.

6
lallenatore Conte
Si adatta alla sistemazione tattica degli avversari per chiudere le fasce e fare densit in mezzo. Doveva cambiare prima Matri, con Quagliarella almeno la Juve riesce a tirare.

h 6,5 Pirlo il migliore


Nel primo tempo recupera, imposta e sfugge alle unghiate, mentre nel secondo tempo pi tranquillo. Brillano i 12 palloni recuperati, record del match.

Agganciata dal Milan ma imbattuta: qui avevano perso tutti.

6,5
Handanovic
Sveglio su Pepe e Quagliarella quando basta la posizione per respingere. Su Chiellini invece fa un gran piegamento.

6,5
Ferronetti
Centro destra, dove di solito vigila Benatia. Un solo errore, a fine primo tempo, non inquina la prestazione attenta.

6,5
Domizzi
Costantemente a livelli discreti. Torna in formazione dopo la sosta di Roma, completa la solidit del trio difensivo.

6
Basta
Nel primo tempo si guarda con Estigarribia senza provocargli fastidi, per lo subisce in fase difensiva. Viene anche ammonito. Si arrangia dopo.

6
Isla
Se non arriva lui su certi tagli in profondit significa che le vitamine udinesi sono agli sgoccioli. Ha la miglior chance, Buffon la cancella.

6
Pinzi
Va in affanno quando lUdinese non compatta in mezzo. Mena e viene ammonito, con il tempo d pi certezze davanti alla difesa.

6
Buffon
Un passaggio pericoloso in area il massimo del brivido. Esce a tempo su Isla, non si fa ingannare dai tentativi di Tot Di Natale nella ripresa.

6,5
Barzagli
Sempre presente, non sente la stanchezza. Alcune precise riparazioni sul centro destra, nella sistemazione a tre.

6,5
Bonucci
Rientra dopo la squalifica, il centrale reattivo di un pacchetto arretrato che tiene a bada Di Natale, 10 gol nelle precedenti 10 uscite interne.

6
Chiellini
Avvio inquietante, con passaggi e intercetti mal riusciti. Riprende quota nella ripresa. Ha la chance per cambiare il match, ma viene parata.

6
Lichtsteiner
Partenza prudente, poi risale e piazza quattro cross. Sballa nel finale la chance che impaurisce lo stadio: destro alto ma il difetto nello stop.

6
Vidal
la Juve a festeggiare i 10 turni di squalifica con il Cile: niente viaggi, sar tutto bianconero. Utile nella prima met, subisce Asamoah nel seguito.

6
Asamoah
Riverberi di tecnica nella ripresa, quando va in slalom o fa distendere Buffon. Solito apporto fisico con qualche concessione a Vidal.

5,5
Armero
Anche se deve aspettare Lichtsteiner, tenta sempre la ripartenza. Per non sempre preciso sulla trequarti.

5,5
Abdi
Minimi segnali di distinzione. Non gli riesce il contenimento su Pirlo, assiste raramente Di Natale.

5,5
Di Natale
Non pu sfruttare un flusso ininterrotto di inviti, per quando riesce a costruirsi un tiro la conclusione fiacca oppure scontata.

s.v.
Floro Flores
Pochi minuti nel finale per rilevare Abdi.

IL NUMERO

6
Marchisio
Inserimenti come da abitudine, due tiri che fischiano vicino ai pali. Riduce le percussioni di Isla a destra, rifiata dopo unora.

6
Estigarribia
Quarta apparizione da titolare, messo largo a sinistra per la doppia fase che gli riesce in maniera decente. (De Ceglie s.v.)

6,5
Pepe
Un ex che si prende i fischi, seconda punta anomala perch la sistemazione non ne riduce il movimento. Due volte al tiro, fermato.

4,5
Matri
In sintonia con il cambio di stagione, una prestazione che pi gelida non si pu. Errori banali, schiacciato dalla miglior difesa del torneo.

6
Quagliarella
Dal 26 s.t. per Matri. Un altro ex che si piazza in avanti e d pi sostanza: almeno allarma Handanovic con una botta velenosa.

s.v.
Del Piero
Dal 36 s.t. per Pepe. Offre a Lichtsteiner la palla del successo, non ha altro tempo per guadagnarsi gli applausi.

I punti bianconeri in casa Al Friuli lUdinese in questo campionato ancora imbattuta

22

TERNA ARBITRALE: TAGLIAVENTO 5,5 Non ci sono importanti scene discusse, per alcune decisioni poco precise fanno arrabbiare le due squadre. Padovan 6; Tonolini 6

STOP PURE A CARMONA

Gazzetta.it
Gazza

Vidal punito: niente Cile per 10 gare


Niente nazionale per le prossime dieci partite. La bravata commessa prima della partita contro l'Uruguay, valida per le qualificazioni al Mondiale del 2014, costa cara a cinque giocatori della nazionale cilena, fra cui lo juventino Arturo Vidal e il giocatore dell'Atalanta Carlos Carmona: i giocatori si erano presentati in ritardo di 45 minuti e in condizioni non adeguate nel ritiro della nazionale prima della gara contro la Celeste, giocata l'11 novembre. Inevitabile il procedimento disciplinare da parte della federcalcio cilena, che ha optato per una punizione esemplare. Il provvedimento, valido per partite amichevoli e ufficiali, riguarda oltre a Vidal e Carmona anche Jorge Valdivia, Gonzalo Jara e Jean Beausejour. Inoltre, secondo quanto deciso dalla commissione disciplinare della Anfp, ai cinque giocatori sar decurtato il 30% dei premi a loro spettanti per le partite di qualificazione successive all'episodio incriminato. Il gruppo, aveva raccontato il c.t. Claudio Borghi, si era presentato in ritardo e in condizioni non adeguate dopo avere partecipato al battesimo di uno dei figli di Valdivia. Versione confermata anche dalla federcalcio cilena, che nel motivare le sanzioni ha spiegato che i cinque mostravano segni evidenti di consumo di alcol. Il gruppetto era stato messo fuori rosa per la sfida con l'Uruguay e per quella successiva con il Paraguay.

T f v

Edinson Cavani, 24 anni PLP

GLI HIGHLIGHTS DI A E LE RUBRICHE SU TOP 11, ASSISTE E PARATE


Sul nostro sito tutte le immagini della Serie A: gli highlights delle partite del turno infrasettimanale e le rubriche dedicate ai migliori undici giocatori del turno di A, agli assist e alle parate pi belle e agli episodi da moviola. In pi gli highlights di Premier.

IL GRANDE BASKET CON GALLINARI E LEUROLEGA


Il grande basket su Gazzetta.it. Sul nostro sito le immagini della prima partita di pre-season dei Denver Nuggets di Danilo Gallinari, gli highlights di Eurolega e gli incredibili palleggi del bambino prodigio Cody Jordan.

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

Ok Guidolin d Ok Conte La Juve La partita s adattata labbiamo allUdinese fatta noi


HANNO DETTO S

HANNO DETTO

d
S

dallaPrima
di ALESSANDRO DE CAL

IL RITORNO DELLE GRANDI


La Juve si presenta in rosa sotto lalbero del Natale 2011. Il colore della maglia esibita a Udine, il simbolo di un primato ripreso e condiviso col Milan. Laggancio richiama i duelli scudetto degli anni Novanta e di inizio millennio. C ununghia di differenza tra le squadre di Conte e Allegri: il 2-0 del 2 ottobre a Torino. Pesa nel fotofinish. Ma da allora il vento cambiato. Sono due mesi e mezzo che soffia alle spalle dei rossoneri. Giusto per ricordare: quella sera di ottobre, dopo cinque turni, lo score del Milan teneva assieme la miseria di una vittoria, due pareggi e altrettante sconfitte contro i tre successi e i due pari della Juve gi allora capolista. I bianconeri di Conte hanno tenuto la rotta. Negli undici match successivi hanno collezionato sei vittorie e cinque pareggi, conservando limbattibilit. Anche ieri, al Friuli, hanno dimostrato una solidit invidiabile e grande personalit. Soprattutto nel primo tempo hanno relegato lUdinese (complimenti, comunque) al ruolo di comparsa. E, in ogni caso, la Juve ha disinnescato Di Natale che, in casa, era sempre andato a segno. Allegri voleva chiudere lanno al vertice della classifica e a questo punto pu sorridere. La linea di tendenza se i numeri non ingannano ci dice che il sorpasso del Milan vicino. In due mesi e mezzo ha guadagnato 6 punti sulla Juventus. In undici giornate ha scavalcato tredici squadre (Udinese compresa), mettendo in fila nove vittorie e due pareggi. In questo spazio di tempo, i rossoneri hanno segnato 30 gol contro i 22 della Juve, incassando le stesse reti dei bianconeri (8). Ci sono almeno altri due fattori che potranno condizionare la sfida tra Conte e Allegri. Gli impegni extracampionato: i rossoneri per un paio di mesi non avranno distrazioni di Champions, cosa abituale in casa Juve. E poi il mercato: gli eventuali arrivi di Tevez a Milano e Borriello a Torino, per non parlare di altri rinforzi possibili, sposterebbero gli equilibri. Il fixing di fine anno restituisce una classifica pi vera, vicina ai valori potenziali delle squadre come li avevamo immaginati a inizio campionato. Il tempo d ragione al lavoro di Claudio Ranieri, che tre settimane fa si trovava a 15 punti dalla vetta e da ieri ha dimezzato il distacco: -8 (e occhio al derby). Merito delle ultime quattro vittorie consecutive, che comprendono il successo di ieri sul Lecce. Un 4-1 imposto in rimonta, non senza qualche briciolo di epica: il palo e le tre traverse in 10 minuti (sullo 0-1) non si ricordavano a memoria duomo. Il talismano Pazzini ha sconfitto anche questa maledizione: lInter ha sempre vinto nelle ultime 13 volte che ha segnato. Vivaci e pieni di gol anche diversi altri match: dal 6-1 del Napoli sul Genoa, al 2-0 al DallAra della spettacolare Roma di Luis Enrique, al 4-1 atalantino sul Cesena, fino ai pareggi xxl di Parma e Catania. Tutti contenti. Bello, se fosse sempre cos, Natale tutto lanno.

Lallenatore friulano: Faccio quello che posso. A me un 10 non lhanno pi comprato


DAL NOSTRO INVIATO

Pinzi La Juve proprio forte, stata una partita molto difficile, lunico modo per fermarli era giocare cos. Con Abdi che ha fatto un gran lavoro difensivo e si sacrificato tanto

Il tecnico Juve: C punto e punto. Non ci siamo difesi, continuiamo da imbattuti


DAL NOSTRO INVIATO

Chiellini Il sapore del primato solitario diverso, ma va bene anche cos. Abbiamo cercato di vincere, ci mancato lultimo guizzo. Il Milan ha alcuni fuoriclasse, di quel livello noi abbiamo solo Buffon e Pirlo

FRANCESCO VELLUZZI UDINE

Lamentoso, nervoso, ansioso, preoccupato, teso, pessimista. Ma incredibilmente bravo e sensibile. Questo Francesco Guidolin. Uno degli Oscar di questa fantastico 2011 va a lui che ha chiuso in piena zona Champions League la prima parte della stagione 2011-2012, esattamente come aveva finito, trionfalmente, lo scorso campionato. Il Guido becca lOscar come miglior regista. E lo merita tutto. Perch al di l delle prodezze di Tot Di Natale (ieri per la prima volta a secco in casa, dopo dieci partite con gol), di quelle di Alexis Sanchez, che ha spiccato il volo verso Barcellona e delle crescite di Handanovic, Inler e Asamoah, giocatori di livello internazionale che in questo anno solare hanno dato allUdinese lo spessore da grande squadra, il tecnico ha fatto un lavoro eccezionale. Con Pinzi e Domizzi, lo zoccolo duro italiano, con Ferronetti e Floro Flores, con Armero e Isla, con Basta e Abdi. Ma soprattutto motivando tutta la panchina che ha avuto le sue chance in Europa League, dove lUdinese non ha fallito centrando i sedicesimi in un girone di ferro dopo la bruciante eliminazione dalla Champions a opera dellArsenal.
Abdi Lultima mossa intelligente lha riservata alla Juve con Abdi a tamponare, a pressare su Pirlo, a fare il lavoro di raccordo con le punte. Lo svizzero-kosovaro ha interpretato alla perfezione il ruolo, soprattutto la parte difensiva sulla quale Guidolin aveva impostato la gara. Anche se a fine gara

il tecnico spiegava: E stata la Juve ad adattarsi a noi. Diciamo che lui lha incartata bene pensando a prendere un punto prezioso: Un punto che ci soddisfa per le condizioni fisiche in cui siamo. Abdi un trequartista atipico, ma lunico che in questo momento pu fare il centro avanzato. E dotato tecnicamente e attento, ma a noi un 10 manca. Sto lavorando su Torje e Fabbrini, ma il 10 ci manca.
Mercato Non gli hanno mai so-

FRANCESCO BRAMARDO UDINE

S
Ferronetti Partita dura, ma nel finale abbiamo anche rischiato di vincerla. Comunque siamo nella parte alta della classifica e va bene cos. Questa la cosa pi importante

stituito Sanchez, non gli hanno fatto un mercato adeguato alle importanti cessioni anche se Danilo (il migliore anche ieri ndr) un gran giocatore che ha un rigore e una professionalit esemplare. Il Guido ha capito i Pozzo, sui quali tutti hanno parole delogio. Ieri Andrea Carnevale, presentando il suo libro, I codici della vittoria, ha detto: Mi hanno aperto le porte quando tutti me le chiudevano, in faccia. Con i patron ha stabilito un feeling incredibile. Si lamentato, di nuovo, per la terza volta, delle 3 gare in 6 giorni: Esattamente 5 giorni e 21 ore e tutte di sera e con un freddo polare. Lo dico perch questo non pu essere il calcio del futuro. Presto io non ci sar pi, non sono pi un giovanotto, ma questo significa non rispettare i calciatori, lo sport, la gente.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mai accontentarsi. A parole. Nei fatti il pareggio era nellaria, colpa del gelo che intirizziva le membra, la fatica che appesantiva le gambe dei friulani, gli interessi di classifica, e quella casella, alla voce sconfitte, immacolata, lorgoglio della nuova Juve di Antonio Conte. Un pareggio che si concretizzato sul campo quando nel finale mister Juve ha fatto segno palese dalla panchina di rallentare il ritmo, di ragionare, di non perdere palla per non scoprire il fianco al contropiede. Per c pareggio e pareggio, come ci tiene a spiegare lallenatore juventino. Perch noi la partita labbiamo fatta, la vittoria labbiamo cercata, le occasioni le abbiamo create.
Spuntato Magari stavolta i juventini sono apparsi meno lucidi o cinici sotto rete, congelato il mirino di mitra-Matri. Che per si mosso molto bene, ha fatto il suo, i movimenti richiesti, anche se ha sbagliato lultimo passaggio. E poi bisogna tenere conto che si affrontavano le due migliori difese del campionato. Quindi? Punto guadagnato contro una diretta antagonista per le zone alte della classifica. Venire a fare la partita al Friuli motivo di soddisfazione, abbiamo dimostrato di essere una squadra con la S maiuscola. Se quando ho firmato per la Juve qualcuno mi avesse detto che avremmo concluso lanno primi in classifica e imbattuti lavrei fatto internare. Saggi Forse questa Juve poteva

tra campionato ed Europa League in meno di sei giorni. Ci siamo presentati come a Napoli, con la difesa a tre, Pepe ha fatto la seconda punta ma saremmo stati presuntuosi e forse ci avrebbero punito se non avessimo provato alcuni accorgimenti tattici limitando la spinta di Armero e Basta. Se siamo dove siamo perch prepariamo tutte le partite in modo maniacale, senza sottovalutare lavversario. E poi aggiunge: Schierare in campo cinque attaccanti non sinonimo di vittoria, importante mantenere i giusti equilibri.
Temuti C un altro motivo di

S
Barzagli Il pareggio ci accontenta, ma potevamo fare qualcosa di pi. Siamo stati attenti a evitare il contropiede dellUdinese e abbiamo contenuto bene Di Natale

pungere di pi, approfittando della fatica accumulata nelle gambe dagli avversari, tre gare

soddisfazione per il tecnico bianconero La Juve tornata ad essere una squadra rispettata, temuta. Oggi chi ci affronta scende in campo per fare la partita della vita. Dal settimo al primo posto nello stesso anno, in soli sette mesi, quasi un miracolo. Conte in cuor suo ci credeva, ma ama ricordare i trascorsi per sottolineare i meriti del presente anche se di scudetto non intende parlare, non oggi. Al massimo mi auguro di riprendere il cammino con lanno nuovo da dove abbiamo finito, primi in classifica e imbattuti. Per caso ha chiesto allad Marotta un attaccante, magari Borriello? E un bel ragazzo, per abbiamo gi Matri, mi rovinerebbe la piazza. Battuta a parte: Ho troppo rispetto per chi alleno per parlare di mercato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A TU PER TU IL PORTIERE DELLA JUVENTUS E LEX DEL MILAN, OGGI OTTANTADUENNE

Gigi incontra Lorenzo: un Buffon lancia laltro


Il veterano: Questanno vincerai il quinto scudetto. Ma ne ho pi di te
ALBERTO FRANCESCUT UDINE

contrato nel ritiro bianconero lex rossonero di Latisana (Ud), 82 anni.


Reciproca stima Lorenzo il cu-

Gigi allinseguimento di Lorenzo. Quattro scudetti contro cinque. Le epoche diverse non tolgono la suggestione alla sfida in casa tra i due celebri portieri dellallargata famiglia dei Buffon. Il 33enne numero uno della Juventus ha in-

gino di secondo grado di Luigi Gabriele, nonno di Gigi. I due non si vedevano da 13 anni. Tra gli anni 50 e nel 62-63, lex rossonero ha vinto 5 scudetti (4 nel Milan, 1 nellInter): Questanno arrivi al 5 e mi eguagli dice Lorenzo allazzurro. E vero, vero risponde divertito lo juventino. Che chiede: Non viene mai a trovarmi al mio stabilimento balneare (Forte dei Marmi, ndr). Non ho tempo, ora lavoro per il Portogruaro calcio. I due sono accomunati dal cognome, il

ruolo, la simpatia, la bravura. In cosa mi assomiglia Gigi? Nellaltezza (ride, ndr). Non faccio confronti, lui il pi bravo di tutti. Gli influssi parentali contano fino a un certo punto. Fu signor Tenaglia (Lorenzo bloccava la palla nelle uscite), primo portiere del Milan ad andare in Nazionale, a proporre al settore giovanile del Milan, di cui ancora osservatore, lallora 13enne Gigi: Firm il contratto ma poi and male. Pu raggiungermi? Non credo, io ho vinto anche due scudetti con i cadetti del Milan (56-57, 58-59) conclude, sorridendo, Lorenzone. La sfida continua.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Un momento dellincontro tra Lorenzo e Gigi Buffon SCORTEGAGNA

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A LE STATISTICHE DEL BIG MATCH


NUMERI E CURIOSIT

Che traffico al centro! Pari anche Pinzi e Pirlo


Tanta corsa, qualche fallo e una gara di sostanza per il friulano lo juventino costruisce con la solita qualit, manca solo il guizzo
MANLIO GASPAROTTO

Diamo i numeri
CHI HA PERSO PI PALLONI?
Ci ha provato, non ci riuscito. Opposto a Lichtsteiner, Armero affondato sotto uninsolita quantit di errori Soltanto tiri fuori bersaglio per il centrocampista della Juve, che ha trovato comunque lo spazio per inserirsi ma non tempi e precisione

Armero

17
CHI HA TIRATO DI PI?

Marchisio
la Sfida
GIAMPIERO PINZI 30 ANNI UDINESE ANDREA PIRLO 32 ANNI JUVENTUS

4
CHI HA FATTO PI PASSAGGI?

Due strade diverse per arrivare allo stesso risultato, un punto importante in una partita delicata. Match pari a Udine, tra le squadre, tra gli allenatori. In difesa come a centrocampo. Attacchi praticamente annullati, con un unico tiro concesso allinterno dellarea e scoccato al 38 della ripresa da Quagliarella. Una partita spenta nel traffico di centrocampo, dove per quasi tutti i 90 minuti almeno 12 giocatori (quando non 14) si disputano la zona nevralgica riuscendo per raramente a innescare azioni pericolose. Per assoluta mancanza di spazio e quindi per la lentezza della manovra.
Pi-Pi Pirlo prova a dettare i rit-

Asamoah

palloni toccati

85
falli commessi

91 2 2-0 12 10
Francesco Guidolin nato a Castelfranco Veneto il 3 ottobre 1955, tornato allUdinese (dove era stato nel 1998) nellestate del 2010 ANSA

46
Nel pieno di una lotta muscolare emerge il ghanese, che infila 46 passaggi giusti in una serata complicata. Nessuno come lui: dallaltra parte Vidal si ferma a 42

5 4-3
palloni recuperati

contrasti vinti persi

CHI HA FATTO PI SPONDE?

Pepe

7
palloni persi

11
dalla parte dei friulani, costretti a partire sulla difensiva. Un costruttore contro un distruttore, quindi? In parte s, ma il buon Pinzi conosce bene anche i tempi del trequartista pur non avendo i piedi vellutati e listinto del metronomo di Pirlo.
I dati E infatti dopo un primo

mi nel primo tempo anche se a volte viene persino scavalcato dai compagni (e nel secondo tempo sparir un po dal gioco). Ma lui il simbolo di una Juve che ci prova, mentre dallaltra parte Pinzi luomo partita. Perch nel primo tempo corre ovunque a chiudere buchi anche pericolosi (un paio di volte Marchisio ne approfitta trovando il tempo per incursioni intriganti), prodotti sopratutto da movimenti sbagliati di Asamoah, usando anche le maniere forti e cavandosela con un solo cartellino giallo. Pinzi contro Pirlo quindi anche la sfida che sintetizza la partita: il cuore, i muscoli e la grinta dellUdinese che ha anche tanta qualit contro lenergia e il moto perpetuo della Juventus.
Nazionali Conte durante

11

Guidolin e Conte frenano chiudono gli spazi: ci sono anche 12-14 giocatori al centro
tita (ai quali vanno aggiunte anche 4 palle intercettate): pi di Pinzi (7) e pi di Isla che tra i suoi il migliore con 10. La serata di Pirlo si evidenzia in un altro numero, quel 10 nella casella dei palloni persi, ma nel traffico di centrocampo ieri era troppo facile...
Matri-Di Natale Raramente il

In appoggio a Matri, sembra aver corso meno del solito ma Pepe comunque il giocatore che ha realizzato pi sponde in partita e pi assist (3) tra gli juventini.

PI CONTRASTI VINTI?

Chiellini

10
Il Chiello vince 10 duelli, tanti quanto il terzetto Danilo-Domizzi-Ferronetti. Per il mancino super serata condita da 42 passaggi utili

la partita mette in campo 11 nazionali (che sarebbero 13 contando Del Piero e Quagliarella) contro i 5 dei friulani (che diventano 6 con Di Natale). Anche per questo, la bilancia pende un po

tempo nei rispettivi ruoli, proprio il romano a vincere la sfida dei dati oggettivi piazzando 44 passaggi positivi contro 39. Maggior precisione e meno errori: 6-8 i passaggi sbagliati, anche se la percentuale di difficolt di quelli tentati da Pirlo spesso pi alta. E infatti tra lanci (4-6) e cross (0-4) lo juventino resta in cattedra nonostante una ripresa meno dentro la partita. Pirlo vince anche il duello dei palloni recuperati arrivando a 12, pi di tutti in par-

CHI HA PERSO PI DRIBBLING?

Matri

gioco ha superato il casello piazzato a centrocampo. E cos Di Natale da una parte e Matri dallaltra erano impacchettati dalle difese, e solo il primo riuscito a tirare in porta... ma su punizione (2 volte) e da lontano. Serata disastrosa invece per lo juventino, che aggiunge pure 4 passaggi sbagliati e altrettanti palloni persi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

5
CHI HA FATTO MENO FALLI?

Alessandro Matri ci ha provato. Ma in 71 minuti ha vinto 2 dribbling su 7. E le 5 sconfitte lo piazzano in vetta a questa classifica Meno cattiva la serata della capolista, frenata da 21 falli (5 di Pinzi, leader) e operativa con Chiellini e Vidal, arrivati a 3 ciascuno

Juventus

14

Con il concorso Hyundai Big Match diventi cronista per un giorno.


Iscriviti su Gazzetta.it e vinci subito la possibilit di scrivere un articolo e 2 biglietti per Milan-Napoli. Inoltre potrai partecipare allestrazione nale di una Hyundai Veloster. Vai su www.gazzetta.it/hyundaibigmatch
Veloster: consumo max urbano 8,1/extraurbano 5,3/combinato 6,5 (l/100 km). Emissioni CO2 max (g/km): 148. *Condizioni e limiti della garanzia su http://www.hyundai-motor.it/postvendita/garanzia.aspx Durata complessiva dellintero concorso: dal 21/11/2011 al 23/04/2012. Regolamento completo su www.gazzetta.it/hyundaibigmatch. Montepremi 35.798,39 euro + iva.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

SERIE A MERCATO

Tevez: Milan a Londra, il Psg scappa


Oggi il vertice con il City. I francesi si defilano e trattano Hulk del Porto. Torres in stand by
CARLO LAUDISA claudisa@gazzetta.it MILANO

pi brevi. Tuttavia la presa di contatto ufficiale fondamentale per entrare nel vivo della trattativa.
Il Psg vira Comunque il Milan ha altri assi nella manica. Proprio in questi giorni il Paris Saint Germain ha cambiato decisamente obiettivo e ha aperto una trattativa con il Porto per il talentuoso Hulk. La mossa segue le rassicurazioni giunte al club rossonero dal manager brasiliano del Psg, Leonardo. Sebbene la propriet qatariota avesse messo a disposizione un budget importante, Tevez ha resistito alle lusinghe con grande determinazione. E ci ha indotto il Psg a non perdere altro tempo su questo fronte, dando ulteriore forza al patto di non

aggressione stabilito tra il Milan e lattaccante argentino. Un asse che sta condizionando non poco il City.
Sponda Torres E non basta. In vista del mercato di gennaio il Chelsea ha appena schiuso le porte per una cessione in prestito di Fernando Torres, lattaccante spagnolo relegato da Villas Boas al ruolo di panchinaro di lusso. Ormai un corpo estraneo e ci spiega come mai il club di Abramovich sia costretto a sbarazzarsi di un attaccante pagato undici mesi fa ben 58 milioni di euro. E il Milan non ha lasciato cadere la cosa. Tevez resta la prima scelta, ma lalternativa-Nio potrebbe davvero prendere quota se dovessero sorgere degli ostacoli

insuperabili con i Citizen.


Maxi ribasso In parallelo cala-

Appuntamento a Londra allora di pranzo: finalmente laffare-Tevez entra nel vivo. Dopo settimane con scambi di email e un intreccio di ambasciate via media, oggi i vertici del Manchester City incontreranno quelli del Milan per una presa di contatto che permetta dindividuare gli eventuali elementi di intesa. A rappresentare il club di via Turati ci sar il d.s. Ariedo Braida: la.d. Adriano Galliani partito ieri sera, infatti, per il Brasile e seguir la vicenda via telefono. Sar presente anche il rappresentante di Carlos Tevez, Kia Joorabchian, accompagnato dallagente Fifa Giuseppe Riso, intermediario nelloperazione sin dai primi passi.
Le posizioni Nelle ultime ore, a

no le quotazioni per Maxi Lopez in rossonero. Del resto Galliani stato molto chiaro quando ha parlato con Lo Monaco, a.d. del Catania: Maxi Lopez alla riapertura delle liste sar libero di vincolarsi con chi meglio desidera se il Milan non si sar fatto vivo nel frattempo. N un caso che nel frattempo al giocatore e al club eterno siano arrivate offerte interessanti dallestero. Per ora Maxi Lopez sta prendendo tempo, ma chiaro che le prevedibili accelerazioni su Carlitos Tevez (o in alternativa di Fernando Torres) rischiano dallontanarlo dai rossoneri. Amici come prima.
Carlos Tevez nato il 5 febbraio 1984 a Ciudadela, Argentina ANSA
RIPRODUZIONE RISERVATA

dispetto delle dichiarazioni di facciata, c stato un sostanziale avvicinamento tra i due club. Nonostante Roberto Mancini continui a dire che Tevez in vendita solo a titolo definitivo, negli ultimi giorni dal City sono partiti chiari segnali per unapertura sullipotesi del prestito. Il management dello sceicco Mansour, per, resta fermo nel chiedere lobbligo di riscatto. Invece il Milan insiste per limitarsi al diritto di riscatto per 24 milioni di euro. Insomma, non sar facile trovare una soluzione mediana in tem-

MOSSE BIANCONERE

Pressing Juve per Borriello e Caceres


Marco Borriello e la Juve sono sempre pi vicini. La conferma indiretta viene proprio dalla.d. bianconero Beppe Marotta. Borriello un ottimo giocatore ha conferma ieri a Sky prima di Udinese Juve . Come ho gi detto, noi staremo attenti a sfruttare eventuali opportunit che il mercato offre, fermo restando il grande merito che va riconosciuto a questo gruppo. Quasi a fargli eco ieri sera a Bologna la.d. della Roma. Claudio Fenucci, ha lasciato la porta aperta: Abbiamo tante offerte per Borriello. In realt i due club sono orientati ad unintesa per un prestito dellattaccante che non rientra nei piani di Luis Enrique. Prima, per, la Juve deve trovare una sistemazione ai suoi attaccanti a fine corsa. Per Amauri c un discorso pi avviato con il Genoa. Pi fluida la situazione per Iaquinta: c stato un contatto con il Parma, ma potrebbero arrivare offerte dallestero. E, poi, c Luca Toni: per lui c una pista che porta negli Stati Uniti. Ma presto per individuare una soluzione. Intanto prosegue il dialogo con il Siviglia per leclettico difensore uruguaiano Martin Caceres. Anche in questo caso si tratta per un prestito con diritto di riscatto. E la Juve si sta giocando con calma le proprie carte.
c.lau.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A IL DUELLO
IL CAMMINO DELLE QUATTRO REGINE MILAN PER LA PRIMA VOLTA AL COMANDO

GDS

Allegri e buone feste


Milan, ho mantenuto la promessa
La tabella della risalita ha funzionato: In testa alla sosta, ora dobbiamo andare avanti cos
ALESSANDRA BOCCI MILANO

Massimiliano Allegri partito per Livorno contento. Stracontento. Ho mantenuto la promessa. E da gennaio dobbiamo ricominciare cos. Per la verit lallenatore spera di cominciare anche meglio, visto che il gioco non stato proprio scintillante come Silvio Berlusconi chiede. Ma intanto la missione compiuta: in testa prima della sosta, si era ripromesso con i suoi giocatori e con la societ. Ieri Allegri, dopo aver nuovamente parlato con Galliani del contratto (ma lamministratore delegato partito per le vacanze ieri sera, perci la trattativa riprender lanno nuovo) e aver sbrigato le ultime pratiche di shopping prenatalizio, salito in macchina a cuor leggero. Gli amici di Livorno, nella tradizionale gabbionata della vigilia, troveranno un Acciuga euforico.
Quanti punti Perch nulla fat-

E il Capodanno lo passeranno insieme a Dubai


Juve e Milan passeranno il Capodanno a Dubai. Entrambe le squadre avevano scelto da tempo lemirato per la preparazione invernale.
JUVE

domande a...
ALDO SERENA ex Juve e Milan
commentatore tv

Una situazione molto positiva Ma per Conte sar pi facile


Aldo Serena, 51 anni, ex Milan e Juve, oggi commentatore per Mediaset.

Massimiliano Allegri, 44 anni, al Milan dallestate 2010. Qui in trionfo dopo la vittoria per 3 a 2 di Roma FORTE

clic
APPAIATE IN VETTA: NON SUCCEDEVA DAL 1O MAGGIO 2005
(f.v.) Sono passati 6 anni e mezzo da quando Juventus e Milan furono appaiate in testa al campionato. Era il 1o maggio 2005, la 34a giornata con 76 punti (3a lInter a 61). La domenica dopo al Meazza si affrontavano: il successo and ai bianconeri per 1-0, con una rete di Trezeguet. In questo campionato la prima volta che il Milan va in vetta: mancava dal 22 maggio 2010. E la Juve non arrivava alla sosta natalizia da capoclassifica dal dicembre 2005, 1a con 46 punti, 8 in pi dellInter 2a.

to, e lo sanno bene tutti al Milan, ma intanto la tabella di marcia costruita dallallenatore stata rispettata nonostante lo stop abbastanza traumatico di Bologna. Le arrabbiature per Allegri non sono mancate, soprattutto in queste settimane dense di partite, per lanno solare finito come voleva. Dal criticato catenaccio di Barcellona allapplaudita sconfitta con il Barcellona medesimo a San Siro, dalle polemiche sullesclusione di Inzaghi dalle liste Champions alla serie di vittorie che ha riportato il Milan

in alto dopo un inizio stentato, successo di tutto in questo scorcio di stagione. Ma il Milan di Allegri chiude con delle cifre di impressionante regolarit: il Milan ha raccolto nel 2011 80 punti grazie a 23 vittorie, 11 pareggi e sole 3 sconfitte. Chiude da primo davanti allInter, che ha giocato anche due partite in pi, non giocate nel 2010 e posticipate per permettere la partecipazione al Mondiale per club del dicembre 2010.
Tanti primati I numeri non dico-

no mai tutto di una squadra e indiscutibilmente il contenuto estetico del gioco rossonero non stato granch in pi di una occasione. Per poi ci sono le classifiche, e le statistiche, che raccontano un anno da mettere in cornice a casa Allegri. Il Milan lunica squadra imbattuta in casa tra quelle rimaste in serie A per tutto lanno, ha vinto 13 partite, ne

ha pareggiate cinque. Alle sue spalle lUdinese che ha perso due partite su 19 con 13 vittorie e 4 pari. Il Milan con 10 reti al passivo vanta la terza miglior difesa interna dietro Udinese e Chievo a 9. E la squadra che ha vinto di pi in trasferta: 10 successi contro i 9 di Inter e Udinese. Ha il minor numero di sconfitte in trasferta e in totale: solo 3. Negli ultimi tempi saranno pure mancati i gol degli attaccanti (Ibra a parte), ma i centrocampisti con i loro inserimenti hanno tenuto alto il tono generale: il Milan ha il miglior attacco casalingo (46 reti) e la miglior difesa esterna (al pari della Juve, 17 gol subiti), il migliore attacco e la migliore difesa in assoluto. Quando ricomincer a lavorare con i suoi, il 30, al caldo di Dubai, Allegri lo far su basi buone. Il terreno sul quale stato costruito lo scudetto 2011 sempre buono.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Da oggi la Juve in vacanza. Il raduno fissato per il 30 mattina quando la squadra partir per Dubai, per il ritiro invernale. Chi vuole, per, potr presentarsi direttamente a Dubai dalle rispettive localit di vacanze o anticipare lo sbarco negli Emirati. La Juve rester a Dubai fino al 4 gennaio. Il 5 prevista unamichevole a Riyad, capitale dellArabia Saudita, contro lAl Hilal, organizzata per laddio al calcio della gloria locale Mohamed Al Deayea. Il 6 la Juve raggiunger Lecce dove l8 giocher in campionato.
MILAN

1 Milan e Juve insieme in testa: la Serie A ritrova un grande dualismo. Il Milan sempre stato al vertice negli ultimi anni, la Juve tornata competitiva con un progetto solido, di grandi prospettive, ed senzaltro positivo per il calcio italiano.

Da ieri i giocatori rossoneri sono in vacanza per una settimana. Si ritroveranno gioved 29 e partiranno subito per Dubai. L, come gi 3 volte negli ultimi 4 anni, il Milan si preparer in vista della ripresa del campionato l8 gennaio. Approfittando del clima mite i giocatori faticheranno sotto la guida del preparatore atletico Daniele Tognaccini. Alcuni calciatori partiranno da Milano, altri dalle loro vacanze e altri ancora arriveranno a Dubai con qualche giorno di anticipo per acclimatarsi. Il Milan si fermer a Dubai fino al 5 gennaio; il 4 in programma unamichevole con il Paris Saint Germain di Leonardo.

2 Stessi punti ma anche tante differenze. Il Milan ha alcuni giocatori straordinari, tre su tutti: Boateng, Ibrahimovic e Thiago Silva, lasse portante della squadra. La Juve invece ha un gioco pi corale, pi armonico, per certi versi coinvolge nella fase difensiva pi giocatori. La differenza che Allegri sfrutta al meglio i grandi campioni che ha, Conte mette i suoi campioni a disposizione della squadra. 3 C una favorita? Se il Milan arriva in fondo alla Champions dovr concedere qualcosa in campionato. Conte pu lavorare tutta la settimana sulla partita e potrebbe trarne vantaggio.

Un vero uomo sa aggiustare una macchina... e sa come risintonizzare il suo decoder


Il canale oltre le solite regole

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

SERIE A IL CASO

La bestemmia di Ibrahimovic per ora un giallo


Ieri nessun deferimento, il Milan tranquillo Di Carlo fu squalificato, ma non con la prova tv
ALESSANDRA BOCCI MILANO

Zlatan Ibrahimovic ha concluso lanno calcistico salutando e facendo gli auguri a tutti i compagni a notte fonda, mentre Robinho intonava una versione lievemente brasilianizzata di Jingle Bells. Belle scene di armonia sullaereo che ha riportato il Milan a casa, gli unici momenti di tensione sono coincisi con le violente turbolenze che hanno sbatacchiato un po la comitiva qua e l sia al decollo che allatterraggio. Ma latmosfera era serena, le bestemmie filmate dalle telecamere e i vaffa con Robinho cancellati. Pare che i due, come tutti gli altri, abbiano concluso la serata allo stadio di Cagliari mangiando insieme le mitiche cotolette della cuoca del club sardo.
Verdetto Limportante, per il Milan, che una cotoletta un po indigesta non venga recapitata oggi con un deferimento al giudice sportivo in base alla

prova tv. E fresco il ricordo del periodo critico della stagione passata, quando Ibra salt partite fondamentali, a causa dei suoi feroci momenti di norvosismo. E per quanto riguarda le bestemmie c il precedente di Mimmo Di Carlo che, nel suo primo periodo al Chievo, venne squalificato per una giornata: la norma era appena entrata in vigore, larbitro sent e mise a referto le parole ingiuriose e Di Carlo fu il primo squalificato per bestemmia. Qui il caso pare diverso, perch le parole di Ibra sarebbero state captate solo dalla tv. In realt non si sa cosa sia stato messo a referto dallarbitro, mentre per quanto riguarda la procura federale ieri non risultavano richieste di prova tv. Le decisioni del giudice sportivo sono attese per domani, ma gi oggi si potrebbe sapere qualcosa. Il Milan si aspetta che Ibra, almeno per questa volta, se la cavi.
Tranquillit Una giornata di

I NUMERI

4
11

DOPO LAGGRESSIONE A GENOVA

le reti di Ibrahimovic, secondo nella classifica cannonieri alle spalle dellatalantino Denis, autore di 12 reti

Antonio Cassano, 29, da questanno al Milan ANSA

squalifica sarebbe ancora sopportabile, due un problema: alla ripresa si giocher Atalanta-Milan, poi il derby. Ma il Milan sembra piuttosto tranquillo: le immagini mostrate in tv non sembrano costituire una prova decisiva, almeno secondo lo staff legale del club. Il Milan ha varato un codice di comportamento ancora pi severo proprio dopo i colpi di testa di Ibra nella primavera scorsa, ma in questo caso non tira aria di multa: Ibra sembra innocente, semmai colpevole come sempre di una partecipazione emotiva forte alla partita. Ed proprio questa carica che si tramuta in gol e punti. Si pu capire che Galliani non voglia occuparsi del caso. A Natale sono tutti pi buoni (forse).
Zlatan Ibrahimovic, 30 anni, alla 2a stagione da attaccante del Milan ANSA
RIPRODUZIONE RISERVATA

reti con lInter per lo svedese nella stagione 2008-09: che rappresentava il suo record precedente in Italia dopo 16 giornate. Nove le reti lanno scorso in rossonero e nel 2007/08 con i nerazzurri

10

Insulti, poi scuse Cassano chiama Nicolini e la figlia


ALESSIO DA RONCH GENOVA

partite consecutive con un gol di Ibra. E successo contro Chievo, Genoa, Bologna, Siena e Cagliari.

E stato un momento di nervosismo, comprensibile, visto quello che sta passando. Per un calciatore dura trascorrere un periodo cos lungo senza giocare. Enrico Nicolini ha perdonato Antonio Cassano, che ieri mattina, verso le 11, gli ha telefonato per chiedere scusa a lui e soprattutto alla figlia Jessica, insultata pesantemente il giorno prima, insieme alloperatore di Telenord Edoardo Elemento, questultimo pure strattonato e minacciato, perch, incontrandoli sotto casa, Fantantonio li aveva scambiati per giornalisti in cerca di scoop. Loro invece stavano raccogliendo pareri tra gli abitanti di Quinto in vista delle prossime elezioni comunali. Nicolini e Cassano si conoscono, hanno giocato nella Samp e insieme (anche se uno ha 57 anni e laltro 29) hanno pure giocato una partita, nel marzo 2009 per la Fondazione Borgonovo. Non posso dire spiega Nicolini che siamo amici, ma nutro affetto per lui. Mi ha spiegato di non aver riconosciuto mia figlia. Scuse accettate, in cambio gli ho detto che il giorno del rientro dovr invitare Jessica e me allo stadio, cos avr due tifosi in pi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

la Lazio pi brutta ma il Chievo ha piet


I veronesi divorano sei palle gol: Bizzarri para tutto Fischi per Cisse, serve un vero partner per Klose
LAZIO CHIEVO
GIUDIZIO 77 LAZIO (4-3-1-2) Bizzarri; Konko (dal 40 s.t. Kozak), Biava, Dias, Radu; Cana, Ledesma, Lulic; Hernanes (dal 1 s.t. Gonzalez); Cisse (dal 20 s.t. Rocchi), Klose. ALLENATORE Reja. PANCHINA Carrizo, Diakite, Stankevicius, Scaloni. CHIEVO (4-3-1-2) Sorrentino; Frey, Andreolli, Cesar, Jokic; Luciano (dal 30 s.t. Sammarco), Bradley, Hetemaj; Thereau (dal 36 s.t. Morero); Pellissier, Paloschi (dal 27 s.t. Moscardelli). ALLENATORE Di Carlo. PANCHINA Puggioni, Acerbi, Vacek, Cruzado. ARBITRO Brighi di Cesena. ESPULSI nessuno. AMMONITI nessuno.
NOTE paganti 5.583, abbonati 20.634, incasso e quota non comunicati. Tiri in porta: 2-7 (una traversa). Tiri fuori: 4-2. In fuorigioco: 0-4. Angoli: 7-4. Recuperi: p.t. 1; s.t. 4.

fuori. Per Cisse, allennesimo e forse definitivo fallimento, fischi unanimi. Se vuole tenere la Lazio in quota, Lotito a gennaio dovr fare gli straordinari: serve un vero compagno di reparto per Klose e, viste le numerose lungodegenze (Mauri, Matuzalem, Brocchi) e leclisse di Hernanes, almeno un altro centrocampista di qualit.
Mistero Come la Lazio possa

I NUMERI

4
6

DI CARLO: GRAN PARTITA

0 0

RUGGIERO PALOMBO ROMA

La peggior Lazio della stagione non sfrutta il soporifero 0-0 di Udinese-Juventus, impatta col Chievo che nellOlimpico biancoceleste non perde quasi mai (una sola sconfitta in 10 partite), e deve cominciare a guardare la classifica di chi segue e si avvicina (Inter, Roma, Napoli) piutto-

sto che quella di chi sta davanti. Anche qui uno 0-0, ma assai diverso da quello di Udine. Il paradosso che per la Lazio si tratta di un punto guadagnato: sei clamorose palle-gol per il Chievo, il portiere Bizzarri migliore in campo, contro il quasi nulla di Klose e compagni, capaci solo nel finale di chiudere gli ospiti nella loro area, per un forcing senza occasioni se non quella di un bel tiro da fuori area di Lulic finito

Il portiere biancoceleste Albano Bizzarri, 34 anni, chiude lo specchio a Sergio Pellissier, 32


GMT

chiudere sullo 0-0 un autentico mistero. Per lintero primo tempo in campo c una sola squadra, il Chievo, e le occasioni da rete collezionate sono addirittura cinque. Bizzarri, il sostituto di Marchetti, viene prima salvato dalla traversa sulla conclusione ravvicinata di Cesar, e poi si erge a protagonista assoluto: le parate su Paloschi, Pellissier, ancora Cesar e Luciano hanno davvero del miracoloso e nella ripresa, pi equilibrata, ci sar anche quella su Thereau. I veneti sono pi o meno quelli che sabato, diretti da un ottimo Bradley e con Thereau dietro le punte Pellissier e Paloschi, hanno asfaltato il Cagliari al Bentegodi. Alla fine in tanti dovranno rimpiangere la mancanza di freddezza sotto porta. Quanto alla Lazio, lalibi di avere affrontato lUdinese 24 ore dopo non regge: Reja, consapevole del rischio stanchezza la cambia per cinque undicesimi e i nuovi sono Hernanes, Cisse, Cana, Biava e Konko, mica gente qualsiasi. Solo che non la beccano mai. In particolare Cisse, corpo ormai completamente estraneo alla squadra, a tal punto che viene il sospetto che quando c lui anche Klose smetta di giocare. Reja lo toglier al minuto 65, dopo avere lasciato Hernanes negli spogliatoi nellintervallo. Troppo tardi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i pareggi a Roma tra Lazio e Chievo. I veneti sono in vantaggio nel numero delle vittorie: 3 a 1.

Il tecnico Edy Reja, 66 anni REUTERS

gli 0-0 stagionali per il Chievo. I giallobl, assieme a Cagliari e Fiorentina, sono la squadra con pi pareggi stagionali senza gol.

Reja lo sa Meno male che arriva la sosta


DAVIDE STOPPINI ROMA

i punti per la Lazio nelle ultime 4 giornate (prima due successi e poi due pari); biancocelesti senza gol dopo averne segnati 8 nelle precedenti 3 gare.

Toccher fargli un regalone, per Natale. Albano Bizzarri se l proprio meritato: cinque-parate-cinque decisive e una sosta meno avvelenata per la Lazio. Mimmo Di Carlo scuoteva la testa mentre rientrava negli spogliatoi: in classifica da ieri sera mancano due punti. Edy Reja ne ha guadagnato uno, ma i due pareggi in tre giorni contro Udinese e Chievo sanno tanto di occasione buttata.
Qui Lazio La Lazio che poteva

le Pagelle

di STEFANO CIERI

GONZALEZ SI SALVA, MALE DIAS BRADLEY ISPIRATO, CESAR C


LAZIO 5 CHIEVO 6,5
SORRENTINO 6 La Lazio non lo impensierisce mai. Presente sulle uscite. FREY 6 Resta dalle sue parti, non sbaglia quasi nulla. ANDREOLLI 6 Mezzo voto in meno per la sceneggiata durante il recupero. CESAR 6,5 Colpisce una traversa, poi Bizzarri gli nega il gol. Dietro non fa mai mancare il suo apporto. JOKIC 6 Esterno un po statico, ma comunque utile. LUCIANO 6 Copre bene la zona di sua competenza. Si fa ipnotizzare da Bizzarri sul finire del primo tempo. (Sammarco s.v.)

8 BIZZARRI

IL MIGLIORE

Con cinque parate da campione nega il gol al Chievo e salva la Lazio. KONKO 5,5 Col freno a mano tirato. E troppo spesso titubante. (Kozak s.v.) BIAVA 5 Statico e indeciso in troppe circostanze. DIAS 5 In queste condizioni diventa pericoloso per la sua squadra. RADU 5,5 Lunico che in difesa sembra reattivo. Ma anche lui fa un paio di frittate. CANA 6 Lotta e prova a impostare lazione. Non dispiace. LEDESMA 5,5 Stanchissimo. Lodevole per come cerca di mascherarlo. LULIC 6,5 Gli unici pericoli che crea la Lazio nascono da sue iniziative. HERNANES 4,5 Mai uno spunto, mai un tentativo di fare qualcosa. Reja giustamente lo toglie nellintervallo. GONZALEZ 6 Tanta corsa e qualche buona intuizione. CISSE 4 Timido, avulso dal gioco, indisponente per latteggiamento. Bocciato definitivamente? ROCCHI 5,5 Pi reattivo di Cisse, ma inconcludente.

7 BRADLEY 7

IL MIGLIORE

Regista ispirato e combattivo di una squadra che gira molto bene. HETEMAJ 6,5 Moto perpetuo e piedi discreti. Con Bradley assicura al Chievo il controllo del centrocampo. THEREAU 6 Apprezzabile per continuit. Non capitalizza loccasione pi nitida creata nella ripresa. (Morero s.v.) PELLISSIER 6 Stavolta la Lazio non gli porta bene. Ma deve prendersela soprattutto con se stesso. PALOSCHI 6 Non sfrutta una grande opportunit in apertura. Bene nel lavoro di raccordo. MOSCARDELLI 6 Si sbatte, non gli capita la palla giusta. All. DI CARLO 6,5 Chievo bello e propositivo. Manca solo il gol: non colpa sua se i suoi simpappinano sotto porta.

volare, ora si ritrova fuori dal podio Champions e con lInter che accorcia alle spalle: E per fortuna Bizzarri stato strepitoso ammette il tecnico della Lazio . Se non ci fosse stato lui questa partita lavremmo persa. In campo non ceravamo sul piano fisico: niente velocit, niente gioco, niente aggressivit. Abbiamo pagato il lungo tour de force in Europa. Meno male che abbiamo fatto comunque risultato: prendiamoci questo punto. E ora benedetta sosta: siamo proprio cotti. Ancora di pi lo sono Cisse per la prima volta fischiato dai suoi tifosi ed Hernanes: La loro stata una serataccia, arrivavano sempre dopo lavversario sul pallone. Il brasiliano deve migliorare, magari andando a cercare spazio sulle fasce, visto che al centro sempre marcato. Il francese, invece, ha avuto anche il coraggio di essere scontento dopo la sostituzione: Non era la sua giornata ancora Reja . Ma in generale stata una delle nostre peggiori prestazioni. Forse non era in forma neppure larbitro Brighi di Cesena, pizzicato da Reja: Ha risparmiato qualche cartellino ai giocatori del Chievo, cera anche un rigore su Radu. La sua direzione non mi piaciuta, anche se non ha determinato il risultato.
Qui Chievo A quello ci ha pensato Bizzarri. E Di Carlo lo sa bene. E cos, se Michael Bradley se la cava sussurrando un ci mancato solo il gol, la nostra stata una grande prestazione, il tecnico del Chievo non riesce a digerire le occasioni sprecate: Abbiamo trovato di fronte un grande portiere, peccato. Noi abbiamo fatto una prova eccellente, ma il risultato ci sta stretto. Da 3-4 partite abbiamo trovato continuit, in classifica possiamo dire che ci mancano due punti. Alla fine ho anche temuto di perderla: sarebbe stata davvero una beffa. Prendiamoci questo punto, la speranza tornare a giocare dopo la sosta con la stessa intensit messa in campo qui allOlimpico. Se giochiamo cos possiamo mettere in difficolt chiunque.
RIPRODUZIONE RISERVATA

www.almanaccopanini.it

KLOSE 5 Prima stecca italiana. Gira al largo e sbaglia pure alcuni comodi appoggi. All. REJA 5,5 Non era il caso di riproporre Cisse titolare. E nella coppia Cana Ledesma uno era di troppo.

TERNA ARBITRALE: BRIGHI 6 Bene, ma qualche cartellino avrebbe potuto usarlo. Altomare 6; Musolino 6

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

che serata
Principe in rete dopo 3 mesi Alvarez, primo centro in A

Sei forte pap Quando Pazzini segna lInter vince sempre Non era in gran forma, il Pazzo. Eppure ha segnato l1-1: cross di Maicon da destra, spaccata ad anticipare Gabrieli e Tomovic. il 15o gol da gennaio, quando passato allInter: sono serviti per 13 vittorie. Quando ha segnato, lInter ha sempre vinto. Lui e Milito non segnavano assieme dalla gara di esordio di Ranieri. REUTERS

La prima gioia Finalmente esplode Alvarez Eccolo, il primo gol di Ricky Alvarez in A: grazie anche a Nagatomo, che crossa e trova largentino. Alvarez in maglia nerazzurra aveva gi segnato al Trabzonspor, il 22 novembre. Al Velez, nella scorsa stagione, aveva fatto 4 gol in campionato, conquistando anche la nazionale KINES

CORRE LINTER 4X4


NICOLA CECERE MILANO

Dai 4 pali ai 4 gol: sono 4 vittorie di fila


Lecce avanti, Pazzini, Milito, Cambiasso e Alvarez firmano il poker: -6 dal 3o posto e... -8 dal 1o
il redivivo Milito e poi va a calare il poker da ferito. C gloria pure per Ranieri. Decisivo il cambio tattico nellintervallo, dalla panchina si alzano gli uomini della svolta: il citato Milito, appunto, (con Cambiasso) dopo tre mesi di digiuno mangia il panettone e beve champagne. Tutto questo e altro ancora nellultimo match di un avaro (di soddisfazioni) 2011, uno spot beneaugurante per i cuori nerazzurri: e adesso venghino siori, venghino al derby. l che sapremo se la rimonta predicata con ostinazione da Ranieri pu davvero essere tentata. Intanto, la vetta dista due punti in meno: Moratti star gi pensando ai rinforzi...
Record di legni Gi, il presiden-

Botti di fine anno a San Siro. Quattro gol polverizzano un Lecce scattato in vantaggio con una prodezza di Muriel, ci vogliono quattro pali per arrivare all1-1, un salvataggio di Julio Cesar conserva il 2-1, Corvia spreca incredibilmente il 2-2, ancora pi incredibile vedere Nagatomo dribblare e volare sul fondo manco fosse Messi mentre Alvarez mostra un piedino alla Sneijder per assistere

to a freddo da un Lecce ordinato e poco pi, non si sarebbe sviluppata con tanta pericolosit senza la costante azione di un Maicon tornato ispiratore delle azioni clou e senza il buon funzionamento del binario formato da Alvarez e Nagatomo. Ogni cross di Maicon nascondeva un pericolo, una fonte di gioco tornata attiva e alimentata da Zanetti e Motta. Certo, Il Lecce di questi tempi un avversario dimesso (ci si aspetta che la cura Cosmi migliori la difesa e dia carica agonistica) per nel secondo tempo, cambiato las-

Per la rimonta decisivi i cambi tattici decisi da Ranieri allintervallo Il tecnico libera Alvarez alle spalle delle punte e i nerazzurri decollano

setto (il giovane Faraoni ancora timido) si vista unInter anche spettacolare.
Toh Milito! Rimesso il risultato

il confronto
DIEGO FORLAN 32 ANNI INTER DIEGO MILITO 32 ANNI INTER

in parit prima dellintervallo grazie a una acrobazia di Pazzini lInter ha cominciato la ripresa col piglio giusto. Subito Milito al tiro, poi Alvarez sale in cattedra: il passaggio in verticale dopo aver soffiato palla a Piatti mette el Principe in condizioni di tirare senza pensare. E di trovare la rete distinto, come ai bei tempi.
Le mosse Ranieri togliendo un esterno come Faraoni e inserendo Cambiasso era passato a inizio ripresa al 4-3-1-2 lasciando per ad Alvarez la libert di entrare nel gioco partendo dallesterno. Inter votata allattacco e quindi vulnerabile in contropiede. Capitano per due volte a Corvia le occasioni del pareggio, sulla prima fa una prodezza Julio Cesar, la seconda viene sprecata orribilmente dallattaccante. Qui Ranieri leva Pazzini e si copre con Obi: 4-1-4-1, il risultato anzitutto. E subito si scatena Nagatomo. Con le spalle protette da Obi, il giapponese diventa unala alla Giggs: eccolo farsi spazio in area con dribbling entusiasmante per servire a Cambiasso il vassoio del 3-1. Yuto, galvanizzato, concede il bis di l a poco recapitando sul sinistro di Alvarez la carta del poker. Da notare che Alvarez menomato da un dolore muscolare, si era accucciato da qualche minuto sulla fascia: ma listinto lo ha portato in area per godersi la sua prima notte da protagonista a San Siro. Mentre Zanetti e tutto il pubblico facevano linchino a Nagatomo, ormai eletto imperatore delle fasce. Moratti passer bene le feste. Auguri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GOL

0
TIRI IN PORTA

1 2 0 4 3

1
TIRI FUORI

INTER

LECCE

10 MINUTI STREGATI

23 p.t. Sinistro di Forlan: palo

27 p.t. Pazzini di testa: traversa

30 p.t. Stavolta tocca a Samuel

te. Seduto accanto al figlio Gigio veniva ritratto a ogni pallone respinto dai legni della porta di Gabrieli. E ogni volta lespressione peggiorava. Se questa sequenza da record della sfiga sembra appartenere a quelle commedie inglesi surreali, tipo quattro matrimoni e un funerale, vedendo le facce di Moratti i funerali erano molti di pi. Gi il contropiede di Muriel, un ragazzino di venti anni che dribbla Lucio e Maicon manco fossero birilli, aveva procurato una fitta a tutta la tribuna donore. Ma il peggio era in arrivo. Tira Forlan dal limite, il portiere devia di quel tanto da mandare la palla sul palo; ci prova Pazzini di testa a centro area e prende in pieno la traversa; ecco Samuel che svetta nel mucchio e trova un altro palo, infine ci riprova Forlan, sempre in mischia e la sfera va sulla traversa dopo una carambola. In questi 10 di urla strozzate in gola Moratti si sar sentito prigioniero di un incantesimo, i tifosi si sentivano invece alla Fiera del mobile: legni dappertutto...
Il fattore Maicon Questa veemen-

4
(4-4-2) Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Nagatomo; Faraoni (dal 1 s.t. Cambiasso), Thiago Motta, Zanetti, Alvarez; Pazzini (dal 27 s.t. Obi), Forlan (dal 1 s.t. Milito). PANCHINA Castellazzi, Cordoba, Coutinho, Castaignos. ALLENATORE Ranieri. ESPULSI nessuno. AMMONITI Maicon per proteste. ALLENATORE Cosmi. ESPULSI nessuno.

1
(3-5-2) Gabrieli; Oddo, Tomovic, Ferrario; Cuadrado, Giacomazzi, Obodo (dal 30 s.t. Pasquato), Olivera (dal 1 s.t. Piatti), Brivio; Muriel (dal 9 s.t. Corvia), Di Michele. PANCHINA Turbacci, Diamoutene, Bergoughoux, Grossmuller. AMMONITI Obodo e Pasquato per gioco scorretto

1
SPONDE

3
PALLE PERSE

GIUDIZIO 7777 PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Muriel (L) al 19, Pazzini (I) al 34 p.t.; Milito (I) al 4, Cambiasso (I) al 29, Alvarez (I) al 36 s.t. ARBITRO Guida di Torre Annunziata.
NOTE paganti 2.712 per un incasso di euro 94.920; abbonati 36.890 per una quota di 1.208.563 euro. Angoli 10 - 2. In fuorigioco 1-1. Recuperi primo tempo 0; secondo 2.

POSSESSO PALLA

CROSS

INTER 56,1% TIRI IN PORTA

LECCE 43,9%

INTER 34 TIRI FUORI

LECCE 12

IIIIIIIII
INTER 9 (2 pali/2 trav.)

III IIIIIIII
LECCE 3 INTER 8

II
LECCE 2

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO c GOL! 19 Obodo per Muriel: dribbling e gol 23 Forlan dal limite, il portiere devia sul palo 27 Cross di Maicon, Pazzini di testa: traversa 30 Stavolta Samuel che prende il palo di testa 33 Svetta Forlan in mezzo allarea: traversa c GOL! 34 Cross del solito Maicon e Pazzini anticipa sia Tomovic che Gabrieli

SECONDO TEMPO c GOL! 4 Alvarez in verticale per Milito, il Principe in corsa tocca di destro nellangolino 16 Corvia spara sul portiere; altro errore al 24 c GOL! 29 Nagatomo si traveste da Ronaldo, va sul fondo e scodella per il tocco di Cambiasso c GOL! 36 Di nuovo Nagatomo nelle vesti di cameriere, il servizio per la vole di Alvarez

33 p.t. Ancora Forlan... doppietta

te reazione al contropiede subi-

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

italia: 514954585150

i Protagonisti IL QUADRATO MAGICO

Pazzini pap gol Milito torna principe E Nagatomico sblocca Alvarez


Tutto in una notte con il giapponese scatenato Giampaolo dedica la rete al piccolo Tommaso, nato mentre era in pullman, Diego ritrova il gol e Ricky davvero Maravilla: Manca poco, sono vicino al top

Sono contento pi per la vittoria che per il mio gol fa Milito . Se resto allInter? Certo che s, lo voglio io e pure la societ. Arriveremo lontano. Rinascimento in atto, appunto. E a qualcuno, in panchina, sono venute le lacrime dopo il suo gol. Milito non segnava da tre mesi in campionato, dal 24 settembre a Bologna, giorno desordio di Ranieri sulla panca nerazzurra: s, va bene, cera stato lintermezzo di Champions contro il Lilla (2 dicembre) ma cos vale di pi, perch quel gol sa di Principe, quello spietato di una volta, quello che una-palla-un-gol.
Gol coi crampi Il Pazzo esce dal match al 27 s.t. per entrare nella vita da padre unoretta dopo. Il Pazzo salito a quota 5 reti stagionali (9 in carriera al Lecce), Milito pure e Ricky Alvarez ha dimostrato in una sera che chi lo ha preso dallArgentina non ha visto le streghe ma solo un giocatore capace di fare calcio: quando largentino infila quella palla magica fra tre leccesi quella che rimette in gol Milito per intenderci , ecco, allora capisci che il mercato dellInter ha un altro applauso da meritare. Perch largentino che aveva segnato solo in Champions (a Trabzon) e mai in Serie A, b, s tolto anche questo sfizio: lo fa con i crampi addosso, Ranieri gli dice di non correre perch ha gi fatto tre sostituzioni, ma lui non resiste perch quella palla di Nagatomo da premiare. Quanto sono lontano dal vero Alvarez? dice largentino Devo ancora migliorare ma ci sono vicino. tornata? Maicon era stato ri-

Ci si inchina anche per un assist, mica solo per i gol. Yuto Nagatomo, 25 anni, ripete il gesto di fronte a Zanetti per celebrare i due assist della serata REUTERS

Milito rompe il digiuno I compagni si commuovono Diego Milito non segnava dal 2 novembre: vittoria in casa contro il Lilla. In campionato invece era a secco dal 24 settembre: rigore in Bologna-Inter 1-3. Ieri tornato al gol infilando Gabrieli dopo una verticalizzazione di Alvarez. C anche chi ha detto che i compagni, in panchina, si sono commossi...

MATTEO DALLA VITE MILANO

Tutto in una notte. Sembra quasi un film. Dopo i pali della Cuccagna per il Lecce piovono regali e belle notizie e facce felici e forsanche un Milito che sembra Milito perch fa un gol da vero Principe. Chiss, vedremo. Meno otto dalla vetta, e c un grappolo di dati di fatto che danno il senso della Svolta: 4 gol tutti in un colpo solo, quarta vittoria di fila,

sembra un vero Rinascimento o forse solo la quadratura che Ranieri cercava quando parlava di scudetto o cose cos e qualcuno lo guardava come un marziano. Perch magari scudetto non sar, per fate due zoomate, due soltanto: Nagatomo sembra un mini-Maicon dellaltra parte; poi Alvarez, il ragazzotto che sembrava posseduto da un freno a mano e che invece ti dribbla e assisteggia senza pi colla sotto i piedi e inibizioni.

Io resto qua Meno otto dalla vet-

ta s, sospirando e tremando e sacramentando alla Maicon (contro Giacomazzi), ma poi c Julio Cesar che fa un altro... gol e Pazzini dedica il suo al piccolo pazzino, ovvero Tommaso, primogenito nato mentre lui era in pullman in direzione-San Siro e dal quale corso subito, una volta chiesto il cambio, appena fatta la doccia e vinta una partita da brividi fuori e dentro. Serata di esultanze con la culla, e di un Principe che sembra tornato in bella copia.

battezzato Salvavita prima del match contro la Fiorentina, anche in quella sera e fino a ieri lInter non ha perso pi. Mai-

con ha messo lo zampone nel gol di domenica scorsa di Cesena (punizione per Ranocchia-gol), poi ha avviato la rimonta sul Lecce mettendo Pazzini nelle condizioni di far saltare San Siro. Insomma, tutto in una notte: perch Ricky Alvarez torna Maravilla, perch Julio Cesar in formato Triplete, perch Milito sembra di nuovo Milito e perch Nagatomo non sbaglia una partita. Insomma, sapete che c? Che sembra tornata lInter.
RIPRODUZIONE RISERVATA

HYUNDAI
5 ANNI DI TRIPLA
GARANZIA DA 7.350 EURO* CON CLIMA

. THE ECONOMIST.
FINANZIAMENTO CON RATE DA 30 EURO AL MESE** (TAEG 8,86%) DA OGGI ANCHE CON GPL***

Hyundai raccomanda

Fino al 31 dicembre per avere il massimo indispensabile basta correre da un concessionario Hyundai.
Mettiti al volante della Hyundai i10 e goditi la vita: aria condizionata, cinque posti comodi, 5 anni di garanzia con km illimitati, 5 anni di assistenza stradale e 5 anni di controlli gratuiti. Tutto a un prezzo eccezionale e con un finanziamento da non credere: praticamente un euro al giorno. E oggi la tua nuova Hyundai i10 la puoi scegliere anche con kit GPL. Tutto per chi vuole tutto.

Visita le Concessionarie Hyundai o vai sul sito www.hyundai-motor.it


Gamma i10: consumo urbano/extraurbano/combinato (l/100 km) max: 9,2/6,3/7,3. Emissioni CO 2 max (g/km): 139. Annuncio pubblicitario con nalit promozionale. *Offerta valida per auto disponibili a stock da oltre 120 gg. al 30/11/2011 **Es. rappresentativo di nanziamento per auto in stock presso le concessionarie. Hyundai i10: prezzo 7.350, anticipo 2.850. Importo Netto Finanziato 4.500 in 84 mesi; importo totale dovuto dal consumatore 6.457,92; ammontare delle prime 36 rate mensili 30 + 48 rate mensili 107; tasso di interesse TAN 7,50% (tasso sso); spese comprese nel costo totale del credito: istruttoria 0, spese incasso rate 2,50 cad a mezzo rid, produzione e invio lettera conferma contratto 1,00; comunicazioni periodiche 2,81 (almeno una volta lanno); imposte 11,25. Tasso annuo effettivo globale TAEG 8,86% (tasso sso). Non necessario sottoscrivere contratti relativi a uno o pi servizi accessori connessi con il contratto di credito (ad esempio una polizza assicurativa), questi contratti, se proposti al cliente, sono facoltativi. Offerta valida dal 1/12/2011 al 31/12/2011. Condizioni contrattuali ed economiche nelle Informazioni europee di base sul credito ai consumatori disponibili presso i Concessionari. Salvo approvazione di Santander Consumer Bank. ***Tutte le informazioni relative al kit GPL presso le Concessionarie Hyundai. ****Condizioni e limiti della garanzia su http://www.hyundai-motor.it/postvendita/garanzia.aspx

****
www.impegnohyundai.it

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

Ranieri ci pensa Meritiamo 6+ ma lo scudetto...


Il tecnico a dicembre vola e scherza su Forlan Gli avevo detto di giocare il secondo tempo
LUCA TAIDELLI MILANO

del presidente. Un voto alla squadra? Direi un 6+, perch ci stiamo riprendendo, ma possiamo fare molto di pi. Il gruppo di fatto ha svoltato dopo che il mister aveva urlato che la squadra del triplete non esisteva pi. E lo confermo, quello un libro chiuso. Questa unaltra squadra e un altro campionato.
Salsa sudamericana Tra i nerazzurri, tanti i protagonisti in salsa sudamericana. Vi sembrato che mi commuovessi dopo il gol di Milito? Non esageriamo fa Ranieri , ma sono felice per Diego, che un ragazzo caparbio e stava lavorando duro in settimana. Ora non c pi bisogno che vada al Divino Amore. Pu tornare serenamente a casa. Alvarez migliore in campo? Ricardo ha ottime qualit e finalmente lho visto anche rincorrere gli avversari quando perdeva palla. Forse se lo lasciassi giocare un po di pi riuscirebbe a capire ancora meglio il nostro campionato.... Tra autocritica e ironia anche il commento sul ritorno da titolare di Diego Forlan, che si era strappato l11 ottobre. Ho spiegato a Diego che era meglio per lui giocare il secondo tempo, con gli avversari un po pi stanchi. Lui ha insistito per giocare il primo e nellintervallo gli ho ribadito che avevo ragione io. Analisi al sapone Il 4-1 finale

I NUMERI

4
4

SETTE GOL AL PASSIVO IN 180 MINUTI

Soltanto errori dopo Muriel...


Cosmi incassa il k.o.: Non si poteva comunque fare di pi
MILANO

le vittorie consecutive per lInter, ultimo precedente simile in Serie A tra il 16 febbraio e il 5 marzo scorsi con i successi su Fiorentina, Cagliari, Sampdoria e Genoa

La Curva a Moratti

Diciotto punti su 21 disponibili nelle ultime sette gare in A, quarta vittoria consecutiva, prima gara con quattro reti (e altrettanti legni) allattivo. Ma soprattutto, vetta a sole 8 lunghezze. LInter si regala un Natale inimmaginabile appena giorni fa, dopo lharakiri contro lUdinese. Eppure forse Claudio Ranieri, che si conferma mister dicembre (27 vittorie, 14 pareggi e 9 sconfitte in carriera), avr pensato almeno per un attimo che un poker a questo Lecce colabrodo lInter lo avrebbe potuto calare anche il 29 agosto, quando cera ancora Gian Piero Gasperini, ma lo sciopero dei calciatori fece slittare questa prima giornata recuperata sotto lalbero. Iniziare con tre punti invece che col k.o. di Palermo avrebbe potuto cambiare tante cose...
Mercato, paroline e 6+ il Nata-

reti in una partita? LInter non ci riusciva dal 5 marzo, quando aveva superato il Genoa per 5-2

4 4

A gennaio con le idee chiare


Ecco lo striscione esposto dalla Nord interista: Presidente, il nostro sostegno non lo faremo mai mancare ma a gennaio dimostrateci di avere le idee chiare PEGASO

le che volevamo attacca il tecnico romano . Ora i ragazzi meritano di staccare la spina

perch stato un periodo duro, in cui abbiamo dovuto ingoiare tanti bocconi amari. Lo andiamo dicendo da tempo che vogliamo riportare lInter ai vertici. Non sar facile, perch le prime corrono. Quella "parolina" (scudetto, ndr) non la pronuncio, ma non per scaramanzia, eppure ce lho sempre dentro. A Leonardo, Moratti regal cinque giocatori nel gennaio scorso? Mi rimetto alla generosit

Bella reazione. Mercato? Mi rimetto alla generosit del presidente

non racconta comunque di alcune difficolt. Non facile quando si va sotto di un gol cos e poi si prendono quattro legni. Ma quando una squadra lotta e corre senza abbassare mai la testa, i risultati arrivano per forza. Sapevamo che il Lecce ci avrebbe messo in difficolt con le ripartenze, ma tutte le loro occasioni sono nate perch qualcuno dei miei era scivolato su un campo di sapone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gol stagionali di Cambiasso, nelle tre precedenti occasioni (Novara, Catania e Cska a San Siro) la squadra aveva sempre perso

(m.d.v.) Quando Luis Muriel - uno che vale un bel po - infila il vantaggio, Serse Cosmi pensa davvero che qualcosa stia davvero cambiando. Invece - fa il tecnico del Lecce -, una volta fatto il gol ci siamo comportati come non dovevamo: e lInter ha creato tutta una serie di occasioni sulle quali ci ha salvato solo la fortuna sotto forma di pali e traverse. Il suo Lecce che dietro sembra sul tagad (L dobbiamo certamente migliorare sorride), aveva dato 3 gol al Milan, 2 al Napoli e alla Lazio e ancora 3 al Parma. Ieri, solo uno, ma con tante occasioni create. Siamo stati in partita per unora e 20 - fa Cosmi -: nella ripresa ho chiesto un atteggiamento diverso, dovevamo stare pi alti, aggredire di pi lInter e bisogna dire che abbiamo costruito tanto. Oggi oggettivamente, guardando anche le assenze, di pi non si poteva fare. Perch ho tolto Muriel che sembrava il migliore? Ecco, appunto, sembrava. Ho anche sentito dire che Muriel non va tolto perch un amuleto: Luis uscito perch era stanco, e se Corvia avesse segnato il 2-2 forse, chiss....

CHAMPIONS LEAGUE GIOVANILE

LInter Primavera va avanti Nei quarti c lo Sporting


MILANO (l.t.) Natale con sorriso anche per la Primavera di Andrea Stramaccioni, che vincendo 2 1 marted in casa del Psv Eindhoven si qualificata con una giornata di anticipo per i quarti di finale delle Next Generation Series, la Champions a livello giovanile. Ora ad attendere i baby nerazzurri ci sono i pari et dello Sporting Lisbona, che hanno dominato il Girone 2 con 16 punti (5 vittorie e 1 pari con Liverpool, Wolfsburg e Molde). Data del match ancora da confermare. In Olanda, per lInter in gol Bessa e Longo.

le Pagelle

DI ANDREA ELEFANTE

7,5
Primi poker stagionali (vittorie di fila e gol in una gara)

INTER MAICON DISTRIBUTORE DI CROSS 7 h 7,5 migliore lallenatore Ranieri Alvarez il


Azzecca i cambi, compreso quello del sistema di gioco, anche se questa squadra non regge ancora il rombo per 90. Ma correggere in corsa il suo mestiere Distillati di qualit rari in questa squadra, basta non costringerlo al confino sulla fascia: fa segnare (Milito), sfiora il gol, lo segna praticamente da zoppo

Fase difensiva e cuore, questi illustri sconosciuti

LECCE CORVIA, DUE OCCASIONI CIABATTATE 5,5 h 6 Di Michele lallenatore Cosmi il migliore
Gi limpresa dura, se poi si ritrova sempre in emergenza diventa durissima. Per questa squadra regala sempre i primi tempi e molla troppo in fretta Mette in porta Corvia, lunico a far soffrire Julio Cesar: non ha lintensit di un tempo, ma dovrebbe essere la squadra a giocare per lui, non il contrario

7
Julio Cesar
Fa freddo e lui resta freddo come deve fare un portiere nei momenti che contano: prima su Corvia (che gli d una mano) poi su Di Michele, e il Lecce non tira su la testa

7
Maicon
Ha riacceso il contachilometri e soprattutto il distributore automatico di cross: Pazzini ringrazia. Perdonato per il mancato raddoppio su Muriel

5,5
Lucio
Una di quelle serate in cui ha poco di feroce, tantomeno la concentrazio ne: si vede subito da come si fa fregare da Muriel, una macchia che resta

6
Samuel
In occasione dell1 0, arriva sul luogo del delitto quando gi tardi. Serata tranquilla, da andarsi a fare un giro davanti e colpire un palo

7,5
Nagatomo
Radar sintonizzato su Cuadrado: quando nella ripresa pare perdere le frequenze, gli girano le scatole e decide di farlo a pezzi. Due assist da inchino

5
Faraoni
Ha perso un po di sfrontatezza, ma forse soltanto che lascia spazi a Maicon che gli arriva da dietro. Per sbaglia tanto, e correre non sempre basta

6
Gabrieli
Lo aiuta il palo su Forlan, ma si era gi aiutato da solo. Si vede che uscite con i pugni ed esperienza non sono il suo forte, per nega anche il 4 1 a Milito

5
Oddo
Per unora fa di tutto per non affogare e si arrangia, ma ad un certo punto perde il salvagente anche lui quando Nagatomo inizia a imperversare

5
Tomovic
Torna e prova ad abbozzare una regia difensiva, ma quando Pazzini inizia ad anticiparlo secco non solo sul gol perde coraggio e non lo ritrova pi

5
Ferrario
Gli argini davanti sono crollati in fretta, ma uno che ha i suoi centimetri non dovrebbe permettere che in area spiovano cos tanti palloni pericolosi

5
Cuadrado
lui per un quarto dora della ripresa, quando ha campo e quello che non ha se lo prende a cento allora. Per quello che fa ripiegando su Nagatomo da brividi

5
Giacomazzi
Come domenica a Parma, pi o meno: sul pallone arriva sempre tardi, e cos diventa pure falloso. dura se annaspa subito uno della sua esperienza

5,5
Thiago Motta
Come disorientato dagli spazi che gli lasciano: troppi errori, soprattutto i palloni persi che il Lecce trasforma nell1 1 e quasi nel 2 2

6,5
Zanetti
Di sicuro chi ha di fronte non gli toglie il fiato: se lo tiene per arginare i 15 di onda del Lecce e andare a dar fastidio a Corvia a tu per tu con Julio Cesar

6,5
Pazzini
Al primo pallone decente, traversa; al secondo, gol. Mezzo voto in meno perch dovrebbe farne due Obi 6,5 Molto della svolta succede a sinistra: c quasi sempre lui

6,5
Forlan
Sgasate a sprazzi, impennate improvvise e qualche pausa per questo Ranieri lo centellina cos ma prima di rientrare ai box piazza un palo e una traversa

6,5
Cambiasso
D libert ad Alvarez, ha libert per andare a segnare e se la prende: in pi, pronto soccorso a Nagatomo quando Cuadrado sembra imbizzarrirsi

6,5
Milito
Se Dio vuole stavolta non sbaglia: quello un suo gol e fa tutto come faceva un tempo il vero Milito. La gamba pi vivace, magari davvero la svolta

5,5
Obodo
Quando riesce a pressare alto su Thiago Motta, decolla lazione dell1 0. Ci mette foga, ma se gli ruba palla anche Alvarez... Pasquato s.v.

5
Olivera
Cento partite in Italia e sentirle, altro che. Copertura a Brivio su Maicon tendente allo zero, e per il resto vedi Giacomazzi: Cosmi quasi costretto a cambiarlo

5
Brivio
Sarebbe successo a tanti, ma soprattutto nel primo tempo soffre troppo Maicon: al punto che manca quasi del tutto quella sua spinta decisiva tre giorni prima

6
Muriel
Va a segnare portandosene a spasso due o tre: qualche peccato dinesperienza, e peccato che sparisca troppo in fretta, ma un gioiello che presto sar in vetrina

5,5
Piatti
Pronti, via e Alvarez gli porta via il pallone che diventer il gol del 2 1. Almeno corre un po di pi degli altri, ma non ci voleva molto

4
Corvia
Magari il Lecce avrebbe perso lo stesso, ma lui che ha nei piedi i tiri (soprattutto il secondo) per spaventare di nuovo lInter e li ciabatta da sciagurato

TERNA ARBITRALE: GUIDA 6 Un piccolo sgarbo di Giacomazzi su Maicon c, ma non roba da codice penale. La gara non presenta altri scossoni, solo da governare. Nicoletti 6; Comito 6

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

Da bambino era un sogno. Oggi il mio lavoro. Con BancoPosta In Proprio realizzarlo ancora pi semplice.
Messaggio Pubblicitario con finalit promozionale. Per le condizioni contrattuali dei Conti BancoPosta In Proprio consultare i relativi Fogli Informativi disponibili presso gli Uffici Postali, Posteimpresa e sul sito www.poste.it

Qualunque sia lattivit che hai sempre sognato e che conduci, con BancoPosta In Proprio trovi la soluzione dedicata alle specifiche esigenze del tuo lavoro. Una gamma di conti correnti per le piccole e medie imprese, per i commercianti, i liberi professionisti e le associazioni, studiata per semplificare il tuo lavoro e aiutare la tua attivit a crescere.

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA
NAPOLI GENOA 6 1

le Pagelle
DI MIMMO MALFITANO

GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 4-1 MARCATORI Cavani (N) al 12, Hamsik (N) al 17, Cavani (N) al 25, Jorquera (G) al 28, Pandev (N) al 47 p.t.; Gargano (N) al 4, Zuniga (N) al 35 s.t. NAPOLI (3-4-2-1) De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro (dal 20 s.t. Fernandez), Aronica; Maggio, Inler, Gargano (dal 13 s.t. Dzemaili), Zuniga; Hamsik, Pandev (dal 31 s.t. C. Lucarelli); Cavani. PANCHINA Rosati, Dossena, Santana, Mascara. ALLENATORE Mazzarri. GENOA (5-2-1-2) Frey; Mesto, Granqvist, Dainelli, Kaladze (dal 12 s.t. Marchiori), Rossi; Veloso, Seymour (dal 5 s.t. Merkel); Jorquera; Caracciolo (dal 39 s.t. Jankovic), Pratto. PANCHINA Lupatelli, Constant, Sampirisi, Ze Eduardo. ALLENATORE Malesani. ARBITRO Valeri di Roma. ESPULSI nessuno. AMMONITI Aronica (N) e Granqvist (G) per gioco scorretto.
NOTE paganti 27.141, incasso di 719.836,90 euro; abbonati 16.000, quota n.c.. Tiri in porta: 10-3. Tiri fuori: 6-3. Angoli: 5-4. Fuorigioco: 1-2. Recuperi: p.t. 1; s.t. 0.

OTTIMO PANDEV GARGANO PESA BENE JORQUERA


NAPOLI 7
DE SANCTIS 6 Serata di assoluto relax anche se incassa un gol. CAMPAGNARO 6,5 Un solo errore, su Caracciolo, poi si limita a controllare Pratto. CANNAVARO 7 Ha avuto vita facile sullinerme Caracciolo. FERNANDEZ 6 Limportante stato partecipare. ARONICA 6,5 Non molla nemmeno col punteggio tennistico. MAGGIO 6,5 Splendido lassist per il primo gol di Cavani. Contro Rossi, lunica sfida vera.

La gioia azzurra dopo il gol di Walter Gargano, 27 anni, al primo gol stagionale. Luruguaiano ha realizzato il momentaneo 5-1 AFP

Napoli, sei bellissimo Malesani sbriciolato


La squadra di Mazzarri si ritrova e travolge il Genoa: doppietta di Cavani e gol di Hamsik, Pandev, Gargano e Zuniga
DAL NOSTRO INVIATO

INLER 6 Linconsistenza dellavversario gli permette qualche buona giocata. GARGANO 7 Ha pressato come un ossesso e s tolto pure lo sfizio del gol. DZEMAILI 6 Un paio di accelerazioni per confermare il buon momento di forma. ZUNIGA 7 Mesto prova a rincorrerlo sulla fascia, ma tutto inutile. Realizza un gran gol. HAMSIK 6,5 Ha il merito si segnare il secondo gol, quello che chiude definitivamente la partita.

IL RINFORZO DI GENNAIO

Eduardo Vargas, 22 anni AP

IL MIGLIORE h 7,5 PANDEV La sua azione stata devastante sin dai primi minuti. Serve assist vincenti e realizza con un sinistro preciso. LUCARELLI 6 Mazzarri gli concede lultimo quarto dora per la passerella. CAVANI 7 Con la doppietta, sale a quota 9. Con pi convinzione avrebbe potuto fare altre due reti. All. MAZZARRI 7 Tutto fin troppo facile contro un avversario che non ha opposto resistenza.

LUCA CALAMAI NAPOLI

De Laurentiis se lo tenga stretto. Non sar un mostro di simpatia, ma il calcio non un cinepanettone e Walter Mazzarri non deve far ridere gli spettatori ma far crescere un progetto. E ci sta riuscendo. Il Napoli travolge con un micidiale 6 a 1 un Genoa resistente come un foglio di carta velina e arriva alle vacanze invernali con una classifica normale per una squadra che ha speso tonnellate di energie fisiche e nervose per qualificarsi in un girone di Champions che sembrava popolato da mostri invincibili. Per pretendere di pi sarebbe servita una rosa diversa e un monte stipendi diverso. Ma questo il segreto di Pulcinella. Ora con un mese e mezzo senza Champions la banda Mazzarri avr la possibilit di risalire ancora in campionato. Poi, si vedr.
Affetto A proposito, chi conside-

Mazzarri dopo il secondo gol di Cavani. Un gesto importante. Unaltra vittoria dellallenatore toscano che stato capace di conquistare la fiducia dei suoi allievi. Non capita in tutti gli spogliatoi di Serie A. E la partita? Unesibizione a senso unico. Non c Lavezzi, infortunato ma il suo sostituto, Pandev, risulta il migliore in campo. A conferma che davanti il Napoli ha alternative giuste per una formazione che vuole competere per tutti i traguardi. Negli altri reparti c sicuramente meno ricchezza.
La gara La banda Mazzarri

Nel primo tempo gi festa per gli azzurri avanti 4-1 Lavezzi non c, ma non si sente Ai rossobl manca lidentit e anche un attaccante che arriver nel mercato invernale
lo spaesato Frey. Primo tempo 4 a 1. Un massacro. Il Genoa non mai in campo. Malesani, probabilmente, sbaglia la formula tattica partendo con un 5-2-1-2 che consegna il centrocampo ai padroni di casa. Ma le scelte discutibili dellallenatore non bastano a giustificare le gravi incertezze di tutta la linea difensiva (con Mesto addirittura impresentabile) e linconsistenza degli attaccanti. Caracciolo, tra laltro, uscito per infortunio nel finale di primo tempo. Un caos totale. Con momenti di grande elettricit anche tra i giocatori come testimonia il li-

tigio plateale tra Frey e Rossi dopo lennesima palla-gol del Napoli. Malesani chiede da tempo di avere un attaccante vero. E il sogno, fin troppo dichiarato, Alberto Gilardino. Ma oltre a un bomber di razza il Genoa deve ritrovare unidentit di squadra.
Ripresa monocorde Il Napoli va

Visite in Cile per Vargas Arriver il 4


NAPOLI (g.m.) Il medico sociale del Napoli, Alfonso De Nicola, partito ieri sera per il Cile, dove sottoporr alle visite mediche Eduardo Vargas. Solo dopo questa formalit, lacquisto di Vargas da parte del club azzurro sar ufficiale. Il giocatore ha annunciato che raggiunger Napoli nei primi giorni del nuovo anno, il suo arrivo al momento previsto per il 4 gennaio. Oggi Vargas giocher il match di ritorno della semifinale playoff del campionato cileno tra lUniversidad de Chile e lUniversidad Catolica. Ieri al San Paolo gi comparso uno striscione in suo onore Bienvenido Edu. In campo nelle fila del Genoa anche il suo connazionale Seymour, grande amico di Vargas: Vedo molto bene Edu nel campionato italiano, far grandi cose.

ra il tecnico partenopeo traballante vada a rivedere labbraccio soffocante dei giocatori a

sblocca la partita al primo assalto. Cavani beffa il tentativo di fuorigioco del Genoa e infila Frey con un diagonale imparabile. Il muro avversario si sgretola di colpo. Ogni assalto produce una palla gol. Va a segno Hamsik, su assist di Pandev poi fa il bis Cavani con un delizioso cucchiaio e infine, nel recupero del primo tempo, dopo che la squadra di Malesani aveva accorciato le distanze con Jorquera, arriva un altro gioiello di Pandev che dopo una cavalcata quasi da porta a porta fulmina

ancora a segno nella ripresa con due siluri da fuori area di Gargano e Zuniga. Poi, la banda Mazzarri alza il piede dallacceleratore. Giusto cos, anzi si alza pure un coro Genoa-Genoa a difesa di un gemellaggio che resister anche a questa goleada. Il pubblico del San Paolo si diverte comunque grazie ad alcuni numeri di uno scatenato Pandev e a qualche discesa di Maggio. E applaude quando El Matador si mangia un gol facile, facile. Intanto il fuoriclasse uruguaiano con la doppietta realizzata sale a quota nove reti. Niente male. E ora il Napoli stacca finalmente la spina per qualche giorno. Sognando il Chelsea, la Champions ma anche un campionato che pu ancora regalare piacevoli sorprese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GENOA 4
FREY 5 Quelli del Napoli gli arrivano da tutte le parti e lui nulla pu. MESTO 4 Commette almeno due errori pesanti nella prima parte. GRANQVIST 4 Pandev semina il panico e lui non lo prende mai: falloso, viene pure ammonito. DAINELLI 4 Nemmeno lesperienza gli stata utile per evitare limbarcata. KALADZE 4 Si fa sorprendere in tutte le maniere da un Cavani nemmeno tanto scatenato. MARCHIORI 5 Non si sarebbe potuto pretendere di pi: quando entra sono gi 5 i gol al passivo. ROSSI 5,5 E lunico che prova a reagire, ma troppo solo. VELOSO 4,5 Gargano sembra un gigante al suo cospetto. SEYMOUR 4 Viene sopraffatto nella sua zona di competenza dal pressing dei centrocampisti napoletani. MERKEL 5 Con lui in campo non cambia praticamente nulla.

DEPRESSIONE ED ESTASI MALESANI: IL PRESIDENTE SAR ARRABBIATO. GARGANO: CHIUSO IL 2011 ALLA GRANDE

crisi Genoa: Siamo spremuti


GIANLUCA MONTI NAPOLI

Festa grande al San Paolo, ma neppure i sei gol rifilati al Genoa fanno sorridere Mazzarri. Lallenatore azzurro, proprio come accaduto dopo la vittoria in casa del Villarreal, ha preferito evitare microfoni e taccuini. Una scelta sorprendente, visto landamento della partita e la prova dorgoglio fornita dai suoi giocatori dopo la sconfitta con la Roma.
Regali di Cavani Come lo scor-

so anno, stato Edinson Cavani a depositare i doni sotto lal-

bero di Natale dei tifosi del Napoli. Dodici mesi fa, una prodezza del Matador mand k.o. il Lecce. Ieri, la sua doppietta ha aiutato la squadra a battere il Genoa e a uscire da un momento difficile. Siamo riusciti a ripartire di slancio. Abbiamo dimostrato che il Napoli c e che possiamo arrivare lontano. Non facile essere sempre al massimo della condizione giocando campionato e Champions, ma nel 2012 dobbiamo provare a giocare sempre cos. Adesso riposiamoci perch alla ripresa ci attendono partite molto impegnative. Luruguaiano sta tornando sui livelli della passata sta-

gione, a questo punto del campionato aveva messo a segno 11 gol mentre adesso a quota 9: Il merito dice Cavani dei miei compagni, che mi hanno aiutato quando non stavo attraversando un grande momento. Insomma, la bomba Cavani, in vendita sulle bancarelle di fuochi pirotecnici della citt, esplosa al San Paolo in anticipo rispetto a Capodanno. Dopo oltre quattro anni, invece, tornato al gol il suo connazionale Walter Gargano: Sono felicissimo per me e per la squadra afferma il Mota . Abbiamo chiuso lanno alla grande.
Modulo sotto accusa Il 5-3-2

scelto da Malesani non ha convinto. Il Genoa si fatto schiacciare sin dallavvio e ha commesso anche molti errori individuali. Alla fine lunico sorridente era il giovane Marchiori, allesordio in Serie A. Il suo ingresso stato lultimo segnale di resa: Avevo tantissimi assenti dice Malesani , eravamo spremuti. A ritorno ci ricorderemo di questi sei gol. Se temo lesonero? Ogni due partite mi chiedete della mia posizione. Certo, il presidente sar arrabbiato. In effetti, Preziosi non lha presa bene. Per lui sar un Natale di riflessione, per Malesani un Natale a rischio con lombra di Delneri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

6 JORQUERA

IL MIGLIORE

A lui il giusto riconoscimento per aver realizzato il gol della bandiera. CARACCIOLO 4 Spreca unopportunit in avvio di partita e poi scompare. JANKOVIC 5,5 Almeno ci prova con due conclusioni dalla distanza. PRATTO 4 Inesistente, tocca si e no un paio di palloni. All. MALESANI 4 Che figuraccia! C un solo aggettivo per il suo Genoa: disastroso.

Alberto Malesani, 57 anni LAPRESSE

TERNA ARBITRALE: VALERI 6 Troppo semplice dirigere quando in campo c una sola squadra. Manganelli 6-Bianchi 6

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

SERIE A 1a GIORNATA
BOLOGNA ROMA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-2 MARCATORI Taddei al 17, Osvaldo al 40 p.t. BOLOGNA (4-3-2-1) Gillet; Crespo, Raggi, Portanova, Morleo; Casarini (dal 1 s.t. Mudingay), Perez, Kone (dal 33 s.t. Antonsson); Ramirez (dal 1 s.t. Gimenez), Diamanti; Di Vaio. PANCHINA Agliardi, Cherubin, Pulzetti, Acquafresca. ALLENATORE Pioli. ROMA (4-3-3) Stekelenburg; Rosi, Juan, Heinze, Taddei; Simplicio (dal 36 s.t. Viviani), De Rossi, Pjanic (dal 23 S.T. Greco); Totti, Osvaldo, Lamela (dal 23 s.t. Bojan). PANCHINA Curci, Jos Angel, Gago, Perrotta. ALLENATORE Luis Enrique. ARBITRO De Marco di Chiavari. ESPULSI Portanova (B) al 32 s.t. per proteste. AMMONITI Diamanti (B), Kone (B), Perez (B), Osvaldo (R) e Rosi (R) per gioco scorretto, Raggi (B) per proteste.
NOTE spettatori paganti 3.565, incasso di 57.673 euro; abbonati 12.490, quota di 134.404 euro. Angoli 4-2. Tiri in porta 5-4. Tiri fuori 3-7. In fuorigioco 5-3. Recuperi: 0 p.t., 3 s.t.

0 2

le Pagelle

di MASSIMO CECCHINI

A TOTTI MANCA SOLO LA RETE DI VAIO E IMPALPABILE


BOLOGNA 5
GILLET 6 Sul gol di Taddei non impeccabile, ma salva su Totti (2 volte), Simplicio e Lamela. CRESPO 5,5 Taddei e il gioco dei tagli lo mette in crisi. RAGGI 5 Da esterno adattato prova a galleggiare, ma affoga. PORTANOVA 4,5 Di testa fa il suo, palla a terra soffre. Il rosso per proteste la cosa pi grave. MORLEO 5,5 Per 45 un paio di svarioni e tanta confusione. Nella ripresa sfiora il gol due volte. CASARINI 5 Nel torello romanista gli capita Pjanic e gli va male. MUDINGAYI 6 Porta sostanza. PEREZ 6 Cerca anticipi e fa legna. KONE 5 Incerto e fuori posizione (Antonsson s.v.) RAMIREZ 5 In una notte di sofferenza i suoi piedi morbidi sono un lusso. GIMENEZ 5,5 Un paio di spunti, per sono bollicine evaporate.

ROMA 7
STEKELENBURG 6,5 Si sveglia grazie a Diamanti (2 volte), Kone e Morleo (2 volte): concentrato. ROSI 6,5 Dieci minuti per prendere le misure a Diamanti, poi spinge e trova unautostrada. JUAN 7 Ha piedi, senso dellanticipo e classe. HEINZE 6,5 Ha lesperienza che serve per disinnescare i rossobl. TADDEI 7 Prima desaparecido, poi terzino riciclato, ora goleador. SIMPLICIO 6,5 A suo agio in una mediana di palleggiatori e incursori (Viviani s.v.) DE ROSSI 7 Giocatore totale. PJANIC 7 Tecnica, corsa e senso della posizione. GRECO 6 Entra e rid colore al pressing. TOTTI 7 Il preside giallorosso d i ritmi e fa divertire i ragazzi. Certo, la nostalgia per il gol tanta.

Rodrigo Taddei, 31 anni, brasiliano, ha segnato al Bologna il primo gol di questa stagione FOTOPRESS

Taddei+Osvaldo Roma stile Bara Il Bologna va gi


Possesso palla, tante occasioni e due gol: la squadra di Pioli non trova le contromisure
DAL NOSTRO INVIATO

sulle fasce, ma anche in mezzo non che Perez ma sopratutto Kone e Casarini se la passassero meglio. I giocolieri li hanno ubriacati. Pjanic non sbaglia un passaggio, Simplicio in forma, Lamela quel gioiello che sappiamo e ora anche Totti si diverte sempre pi in questo progetto in cui da un po sente di farne parte. Da una sua punizione arrivato il gol di Taddei in semirovesciata, dove Gillet non esente da colpe anche se era coperto da Portanova.
Letale Osvaldo Curioso che, dopo tante azioni, il vantaggio sia arrivato grazie a un calcio da fermo. Poi si scatenato Osvaldo (il migliore) che subito dopo aver sbagliato un gol fatto dopo aver dribblato il portiere, ha confezionato una sassata nellangolo su invito di Lamela. Erano trascorsi 40 minuti e il Bologna non aveva ancora tirato in porta. Passer unaltra mezzoretta prima di vederlo. Nel frattempo la Roma aveva creato almeno 5 occasioni pulite da gol, con Osvaldo, Totti, Lamela, eccetera. Il Bologna, nonostante qualche cambio (subito Gimenez per uno spento e acciaccato Ramirez, e Mudingay per Casarini) non mai entrato in partita, se non quando la Roma glielo ha permesso, negli ultimi venti minuti. Diamanti, Kone e Morleo hanno costretto Stekelemburg a paratone. E Portanova ha costretto De Marco a espellerlo dopo proteste per un rigore su Kone che non cera. Note a margine. Gi il sipario e gi il cappello alla Roma: applausi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

6 DIAMANTI 6

IL MIGLIORE

7 OSVALDO

IL MIGLIORE

Partenza sprint a sinistra, poi la palla smette di salire e lui si riaffaccia nella ripresa. DI VAIO 5 Tanto movimento e poca concretezza: impalpabile. All. PIOLI 5 Perde male la partita in mediana per numero di uomini e intensit.

Incassa gli insulti da ex e si vendica col 7 sigillo e una grinta da Batigol. LAMELA 6,5 Intermittente, ma dipinge calcio. BOJAN 6 Entra nel finale e simpegna. All. LUIS ENRIQUE 7 Poco turnover e tanto buon senso: il bello della Roma figlio della sua mentalit.

TERNA ARBITRALE: DE MARCO 6,5 Usa il metro del lasciar giocare con onesti risultati e vede bene sul (non) fallo su Kone che scatena le proteste rossobl. Petrella 6; De Luca 6

IL SIPARIETTO DAVANTI ALLE TELECAMERE

FABIO BIANCHI BOLOGNA

Se qualcuno rivedesse soltanto gli ultimi 25 minuti di questa sfida, si farebbe unidea sbagliata di Bologna-Roma. E stata una partita senza storia, anzi con una storia semplice. La Roma ha fatto una passeggiata a testa alta, il Bologna rimasto a guardarla timido e ammirato, come si trattasse di una bella donna. E stata una passeggiata condita da due gol, un sacco di occasioni sprecate e sempre il pallone tra i piedi. Eh s, il possesso palla la dice lunga: ben oltre il 60% per gli uomini del progetto Luis Enrique. Un progetto sviluppato da azioni prolungate, con tocchi precisi e quasi sempre di prima intenzione. Questa stata forse la miglior Roma della stagione, anche se resiste qualche difetto,

come cincischiare troppo sotto porta per poi sedersi nel finale e far creder al Bologna di poter pareggiare. Ma stavolta come forse mai prima si sono viste ben chiare le intenzioni (che sappiamo) del tecnico, cio fare della ex Maggica una squadra spagnoleggiante, nel gioco ma sopratutto nello spirito. Lui rimarca spesso che non pensa affatto di copiare il Barcellona, e fa bene. Il Bara come la settimana enigmistica, diffidare dalle imitazioni. Per lo stampo quello l. E in qualche triangolo in spazi ristretti o colpi di tacco smarcanti, rischiando la scomunica diciamo che lo abbiamo visto, un po di Bara.
Bologna in panne Certo, il Bologna ce lha messa tutta per far fare un figurone alla Roma. Se una squadra con poca classe incontra una squadra piena di classe e non la mette sulla alme-

I giallorossi giocano una delle loro migliori partite: rallentano solo nel finale I rossobl invece patiscono a centrocampo e non la mettono sulla corsa
no sulla corsa, la squadra di poca classe morta. La Pioli band non ha trovato alcun antidoto alla Roma dattacco, che si disponeva a 3 in difesa con De Rossi in mezzo per lasciare liberi Taddei e Rosi di volare fino allarea. Rosi, nel primo tempo, sembrava Dani Alves. I padroni di casa hanno sofferto di brutto

E il Totti rinato canta Tutti al mare.... Luis Enrique: Mangio panettone e pandoro
BOLOGNA Roma padrona: annichilisce il Bologna, chiude lanno alla grande con 7 punti in tre partite, promette un 2012 da protagonista. Luis Enrique si guadagnato una bella fetta di panettone. Eppure in tanti dicevano che non ce lavrei fatta. Mangio anche il pandoro. Cosa cambiato? I ragazzi hanno capito che la squadra viene prima di tutto, che in undici devono attaccare e in undici difendere. Cos diventa pi facile vincere. Gli attaccanti ora hanno un atteggiamento diverso, Totti per primo: con lui il rapporto speciale, ma lo sempre stato. Il capitano: Io mi metto al servizio della squadra, abbiamo grandi prospettive, se continuiamo con questo spirito arriveremo lontano. Felice, Totti, nonostante lastinenza sotto porta. Eesce dal campo cantando tutti al mare. Il gol mi manca, s, per se la squadra gioca e vince cos sono contento lo stesso. stata la migliore partita dellanno. Laddio a Roma? La porta a un mio trasferimento sempre stata chiusa, era solo un sfogo. Qui Bologna Stefano Pioli deve incassare il secondo k.o. in tre giorni: Complimenti alla Roma, ha mostrato qualit e salute. Noi non abbiamo mai trovato i tempi giusti per attaccarla perch arrivavamo in ritardo sulla palla. Non siamo riusciti a mettere in campo le situazioni tattiche che avevamo studiato: mi assumo la responsabilit. Ramirez, sostituito in avvio di ripresa, ha una forte contusione allosso sacro.
Catapano-Tosi

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

Novara-Palermo regali in anticipo


Autogol e sviste: c luno-due dei rosanero che nel finale si fanno raggiungere da Rigoni
NOVARA PALERMO 2 2
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Ludi (N) autogol al 20 p.t.; Bertolo (P) al 29, Mazzarani (N) al 32, Rigoni (N) al 39 s.t. NOVARA (4-3-1-2) Ujkani; Morganella, Paci, Ludi, Gemiti; Porcari, Radovanovic, Giorgi (dal 5 s.t. Mazzarani); Rigoni; Rubino (dal 22 s. t. Morimoto), Granoche (dal 14 s.t. Meggiorini). PANCHINA Fontana, Labrin, Marianini, Garcia. ALL. Tesser. PALERMO (4-4-2) Benussi; Munoz, Silvestre, Cetto (dal 36 s.t. Bacinovic), Balzaretti; Acquah (dal 1 s.t. Aguirregaray), Migliaccio, Barreto, Alvarez (dal 23 s.t. Bertolo); Ilicic, Budan. PANCHINA Brichetto, Della Rocca, Lores, Simon. ALL. Mutti. ARBITRO Doveri di Roma. ESPULSI Ilicic (P) per gioco scorretto al 43 p.t.. AMMONITI Radovanovic (N), Acquah (P), Gemiti (N), Bertolo (P) per gioco scorretto. NOTE paganti 1.181, incasso di 21.983 euro; abbonati 7. 211, quota di 99.542. Tiri in porta 5-4. Tiri fuori 8-7. In fuorigioco 2-1. Angoli 4-4 . Recuperi: p.t. 2; s.t. 3.

Autogol I piemontesi partono

col piede giusto, ma scivolano gi al primo affondo sprecando una favorevole occasione in contropiede con Giorgi. I siciliani impiegano appena 20 minuti per passare in vantaggio: un lungo traversone di Balzaretti dalla sinistra becca Ilicic dalla parte opposta, il tiro cross dello sloveno intercettato da Ludi che nel tentativo di anticipare Budan, infila nella propria porta. Il Novara fatica a ritrovarsi per i troppi errori di imprecisione nellultimo passaggio. Palermo sembra in grado di poter controllare agevolmente il vantaggio, ma a pochi minuti dal riposo perde Ilicic, espulso col rosso diretto da Doveri per un tentativo di reazione su Paci che lo colpisce precedentemente.
Rigoni, che gol Immediatamen-

le Pagelle

di F.C.

UNA BUONA PROVA DI CETTO GEMITI E UNO STANTUFFO


NOVARA 6
UJKANI 5 Incolpevole sullautogol di Ludi che lo mette fuori causa. MORGANELLA 6 Scende poco sulla corsia, ma attento su Alvarez. PACI 6 Registra la difesa, furbo su Ilicic che colpisce provocandone lespulsione. LUDI 5 Sfortunato ma anche precipitoso nella circostanza dellautogol. GEMITI 6,5 Uno stantuffo instancabile, scodella una marea di palloni in area. PORCARI 5,5 Piedi sporchi poco compensati dalla buona volont. RADOVANOVIC 6 Si d gran da fare a dirigere le operazioni in mezzo. GIORGI 5 Manca una comoda occasione in contropiede dopo 20 secondi. Molto impreciso. MAZZARANI 6,5 Determinante per il gol che riapre la partita.

PALERMO 6
BENUSSI 6,5 Bravo e fortunato sul palo di Granoche, reattivo su Rubino. Incolpevole sulle 2 reti. MUNOZ 6 In una posizione insolita per lui, non demerita. SILVESTRE 5,5 Mette il piede sul primo gol del Novara, appare in ritardo su Rigoni sul gol del pari. CETTO 6 Una buona prova ma deve uscire per infortunio. BACINOVIC 5,5 D una mano in mezzo, ma non ai suoi livelli. BALZARETTI 5,5 Costretto a rimanere in copertura per linferiorit. ACQUAH 5,5 Non sempre preciso e piuttosto falloso. AGUIRREGARAY 5,5 Entra per dare manforte ma si vede poco. MIGLIACCIO 6 Meglio nella sua abituale posizione a centrocampo. BARRETO 6 Con Migliaccio di fianco ritrova sicurezza, poi si perde un po. ALVAREZ 6 Fa la spola fra centrocampo e attacco. IL MIGLIORE h 6,5 BERTOLO Gol molto bello a termine di unazione personale. Peccato Per loccasione fallita nel finale. ILICIC 5,5 Propizia il primo gol in trasferta del Palermo, peccato per lespulsione davvero eccessiva. BUDAN 5,5 Limpegno fuori discussione, sul gol costringe Ludi alla deviazione nella sua porta, ALL. MUTTI 6 Paga cara linferiorit, ma poteva gestire meglio il doppio vantaggio.

Andrea Mazzarani, 22 anni, ha realizzato il primo gol in serie A LAPRESSE

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CARUSO NOVARA

Il Palermo inaugura la stagione di Mutti con un pareggio e i primi due gol in trasferta. Ma fallisce una ghiotta occasione per portare a casa anche la prima vittoria esterna, sprecando il doppio vantaggio a un quarto dora dal termine. I sici-

liani hanno per da che recriminare per unespulsione inventata da Doveri. Fa festa Tesser che evita la terza sconfitta casalinga. Mutti al debutto deve fare i conti con le tante defezioni e si affida agli uomini che passa il convento. Ma una variazione fondamentale la mette in pratica: restituisce Migliaccio al centrocampo, spostando Munoz sul fianco destro della difesa e

riportando Cetto di fianco a Silvestre. Il tecnico bergamasco disegna un 4-4-2 double face, con Alvarez che sulla sinistra fa lelastico fra difesa e attacco. Tesser rispolvera il 4-3-1-2, sistemando il centrocampo con Porcari e Giorgi ai lati, mettendo Rigoni trequartista al posto di Mazzarani e portando Granoche (al posto di Meggiorini) di fianco a Rubino.

te dopo i padroni di casa mancano il pareggio con Granoche (assist di Rubino) il cui sinistro neutralizzato da Ujkani con laiuto del palo. Mutti, che ha gi perso Cetto per infortunio costretto a riportare Migliaccio in retroguardia si copre con Aguirregaray al posto di Acquah e poi sostituisce Alvarez con Bertolo in teoria pi difensivo. Ma proprio il nuovo entrato a trovare il raddoppio con unazione personale e la complicit di Ujkani che si fa sfilare la palla sotto le braccia. Tesser ha gi sostituito Giorgi con Mazzarani. E tre minuti dopo il raddoppio il nuovo entrato accorcia le distanze con una conclusione sporcata da Silvestre che manda controtempo Benussi. Il gol pi bello quello di Rigoni che fissa il 2 a 2 con una girata al volo. Allo scadere Bertolo a mancare il possibile controsorpasso finale rendendo pi amaro il pareggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

7 RIGONI

IL MIGLIORE

Utile sponda degli attaccanti ma fa anche da raccordo col centrocampo e segna una rete bellissima e importante. RUBINO 6 Si intende bene col compagno di reparto, bravo nella sponda che Granoche non sfrutta. MORIMOTO 5,5 Impalpabile il suo ritorno in campo. GRANOCHE 5,5 Sfortunato nelloccasione del palo e nientaltro. MEGGIORINI 5 Entra, non incide. ALL. TESSER 6,5 Azzecca le mosse giuste.

TERNA ARBITRALE: DOVERI 5 Esagerata lespulsione di Ilicic, ci stava il giallo, poi sbavature minori. Passeri 5,5; Giallatini 5,5

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

SERIE A 1a GIORNATA
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA SCHIANCHI PARMA

La partita finisce in pareggio, d'accordo, ma a ben guardare la vince il Catania perch ha la forza di non farsi travolgere dai tre gol incassati nel primo tempo, ha la calma per continuare a macinare azioni su azioni e, alla fine, viene premiato. Il Parma, invece, fa la figura del pollo: in vantaggio per 3-1 dopo 45 non riesce a chiudere la bocca all'avversario, si rilassa, si chiude come se potesse contare sulla difesa del Barcellona e, giustamente, viene punito. Domandina: se il miglior reparto della squadra l'attacco, con il trio Biabiany-Floccari-Giovinco, perch si sceglie di aspettare il nemico e non di assaltarlo? A Colomba e ai suoi ragazzi la risposta.
Disegno cambiato Montella

A Parma il 3-3 unabitudine


Dalla rimonta sul Lecce al pari con il Catania Premiata la reazione della squadra di Montella
OMICIDIO RACITI

le Pagelle

di A.S.

BIABIANY E UNA FRECCIA LODI PRECISO E LETALE


PARMA 5,5
MIRANTE 6 Attento nelle uscite. Non pu nulla sui gol. ZACCARDO 6 Non spinge tanto, ma ordinato. Esce per infortunio. FELTSCHER 5 Si trova a fronteggiare il piccoletto Gomez, non lo prende mai. Acerbo. SANTACROCE 5 Troppo ingenuo quando butta gi in area Gomez. LUCARELLI 5,5 Non si accorge di Catellani libero in area sul gol del definitivo pareggio. GOBBI 5 Avanza poco e male. Molto involuto. BIABIANY 7 Una freccia. Inizia il contropiede e ha la forza anche per concluderlo. Segna un bel gol. JADID 5,5 Ritmo troppo lento in mezzo al campo. PEREIRA 6 Entra nel finale e prova a fare legna. Ordinato. GALLOPPA 6 Bravo a mordere sia su Almiron sia su Sciacca in avvio. Si perde un po' alla distanza. MODESTO 6 Sblocca la gara, ma che disattenzione sul pareggio di Almiron. (Musacci s.v.) GIOVINCO 6,5 Gioca anche se non sta bene. Innesca Biabiany per il gol e chiude il triangolo con Floccari per il 3 1. Determinante.

CATANIA 6
ANDUJAR 6,5 Reattivo quando devia una conclusione di Biabiany. Tiene il Catania in pista. BELLUSCI 5,5 Non chiude a dovere sul primo gol di Modesto. LEGROTTAGLIE 5,5 Patisce parecchio le accelerazioni centrali di Floccari. Fatica. MARCHESE 6 Controlla la zona con attenzione, non sempre riesce a bloccare Biabiany. IZCO 5 Ha sulla coscienza il gol iniziale di Modesto. SCIACCA 5 l'anello debole della catena di centrocampo.

Ridotta la pena a Speziale: da 14 a 8 anni


La Corte di Appello per i minorenni di Catania ha ridotto a 8 anni la condanna ad Antonino Speziale (in primo grado era di 14 anni di reclusione) per l'omicidio preterintenzionale dell'ispettore di polizia Filippo Raciti, avvenuto al Massimino di Catania il 2 febbraio 2007. I legali faranno ricorso in Cassazione. In aula anche la vedova Raciti: Rimane una condanna giusta, educativa.

7 GOMEZ

IL MIGLIORE

bravo a capire che cosa non funziona, mette le mani nel motore e la squadra cambia il ritmo. Partito con il classico 3-5-2, lezioso nella costruzione della manovra, il Catania viene ridisegnato due volte nella ripresa. Con Gomez al posto dell'evanescente Sciacca si passa al 3-4-3, poi al 4-3-3. Le mosse di Montella servono a contrastare la velocit di Biabiany e le ripartenze di Floccari. I due, nel primo tempo, fanno quello che vogliono e, supportati da un Giovinco decisivo, conquistano metri e segnano. Se sul gol iniziale di Modesto, Izco si concede un pisolino, cos come Modesto sbaglia il rinvio in occasione del provvisorio 1-1 di Almiron, la differenza vera tra Parma e Catania la fanno Biabiany e Floccari in rete per il 2-1 e per il 3-1.
A sinistra Poi capita che il Par-

Entra e cambia la partita. Conquista il rigore e somma che un piacere. LODI 6,5 Metronomo preciso in mezzo al campo. Letale su rigore. ALMIRON 6,5 Meno dinamico del solito, ma comunque sempre utile. CAPUANO 5,5 Si fa trovare pronto sulla fascia sinistra in fase d'attacco, ma soffre Biabiany. RICCHIUTI 6 Aggiunge qualit al gioco del Catania con tocchi preziosi. BARRIENTOS 6,5 Sempre in movimento, difficile da fermare. CATELLANI 6,5 Entra e timbra il 3 3. Pi di cos... MAXI LOPEZ 6 Lotta contro tutta la difesa e dimostra di avere doti da combattente. All. MONTELLA 6,5 Rivolta la sua squadra come un calzino e ottiene il punto che voleva.

PARMA

CATANIA

(4-4-2) Mirante; Zaccardo (dal 1' s.t. Feltscher), Santacroce, Lucarelli, Gobbi; Biabiany, Jadid (dal 33' s.t. Pereira), Galloppa, Modesto (dal 38' s.t. Musacci); Giovinco, Floccari. PANCHINA Pavarini, Palladino, Valiani, Pell. ALL. Colomba. GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 3-1 MARCATORI Modesto (P) al 5', Almiron (C) al 22', Biabiany (P) al 23', Floccari (P) al 44' p.t.; Lodi (C) su rigore al 29', Catellani (C) al 40' s.t. ARBITRO Massa di Imperia

(3-5-2) Andujar; Bellusci, Legrottaglie, Marchese; Izco, Sciacca (dal 1' s.t. Gomez), Lodi, Almiron, Capuano (dal 14' s.t. Ricchiuti); Barrientos (36' s.t. Catellani), Maxi Lopez. PANCHINA Campagnolo, Potenza, Bergessio, Alvarez. ALL. Montella ESPULSI nessuno. AMMONITI Lucarelli, Izco, Catellani gioco scorretto. Legrottaglie comp. non reg.
NOTE paganti 1.180, incasso di 7.168; abbonati 9.620, quota 91.290. Tiri in porta 4-5. Tiri fuori 4-7. Angoli 3-6. In fuorigioco 2-0. Rec.: p.t. 0; s.t. 3'.

ma pensi di aver gi vinto. Lascia giocare e concede spazio a Gomez a sinistra. Da qui arrivano le gioie per il Catania. Prima il taglio dello stesso Gomez sul quale frana Santacroce: rigore giusto che Lodi trasforma. Poi un altro cross da questo settore e l in mezzo c' Catellani a punire il Parma. Da domenica a mercoled, per gli emiliani, il bello e il brutto: rimonta riuscita e rimonta subita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

7,5 FLOCCARI

IL MIGLIORE

Grande prestazione. Di lotta e di governo. Tiene su il pallone, lavora per due, segna un bellissimo gol. All. COLOMBA 5,5 Nella ripresa poteva passare a tre in mezzo al campo; forse il Catania avrebbe avuto meno dominio l in mezzo.

TERNA ARBITRALE: MASSA 7 Giusto il rigore su Gomez. Bene le ammonizioni. Controlla la partita. Alessandroni 7; Di Fiore 7

22
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A 1a GIORNATA

Rabbia e Marilungo LAtalanta reagisce


Il Cesena si illude ma viene travolto: il poker cancella per una sera i fantasmi della vicenda scommesse
ATALANTA CESENA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 3-1 MARCATORI Candreva (C) al 6, Denis (A) su rigore al 17, Marilungo (A) al 18 e al 44 p.t; Peluso (A) al 26 s.t. ATALANTA (4-4-1-1) Consigli; Masiello, Ferri, Manfredini, Peluso; Ferreira Pinto (dal 13 s.t. Schelotto), Cigarini, Carmona, Bonaventura; Marilungo (dal 19 s.t. Padoin); Denis (dal 45 s.t. Gabbiadini).PANCHINA Frezzolini, Lucchini, Bellini, Moralez. ALLENATORE Colantuono. CESENA (4-2-3-1) Antonioli; Ceccarelli (dal 13 s.t. Bogdani), Benalouane, Rodriguez, Rossi; Guana, Parolo; Ghezzal, Mutu (dal 42 s.t. T. Arrigoni), Candreva; Eder (dal 28 s.t. Malonga). PANCHINA Ravaglia, Lauro, Vesi, Djokovic. ALLENATORE D. Arrigoni. ARBITRO Russo di Nola. AMMONITI Guana (C), Carmona (A), Ghezzal (C) e Mutu (C) per gioco scorretto.
NOTE paganti 6.423, incasso di 31.123 euro; abbonati 9.658, quota di 144.456,43 euro. Tiri in porta 5-3. Tiri fuori 6-4. In fuorigioco 2-2. Angoli 5-4. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

4 1

che hanno leffetto di un lungo sonnifero per il Cesena di Arrigoni. Bonaventura al 16 mette una palla in mezzo, Marilungo la fa scorrere ma Rodriguez lo tocca col ginocchio sinistro sulla gamba destra: ingenuo lintervento del difensore ma il fallo c e la decisione di Russo di concedere il rigore giusta. Lo calcia Denis (17) che non sbaglia e col 12o centro si avvicina al nuovo bonus fissato dallAtalanta a 15 reti e chiude lanno da capocannoniere. Un-minuto-uno e, su un cross, Manfredini rimette in mezzo una palla che ormai sembrava persa: i difensori bianconeri sono poco reattivi e Marilungo si ritrova solo davanti ad Antonioli, tenuto in posizione regolare da 4 avversari davanti: lattaccante non sbaglia e al 18 sorpasso. Per aspettare la reazione del Cesena bisogna aspettare 20 minuti perch la lampadina di Mutu si accende a sprazzi, pochi (e si fa notare nella ripresa soprattutto per una manata a Peluso che avrebbe meritato il rosso); inoltre Eder e Ghezzal non riescono a creare pericoli. Cos si arriva al 39 quando su un cross dalla destra di Ghezzal, prima Eder a ciccare la palla a un metro da Consigli, e Mutu fa altrettanto.
Gara chiusa La palla gol per il Cesena ha leffetto di un benefico strattone per lAtalanta. Azione tutta di prima al 44: Denis per Peluso che arriva in corsa (e in leggero fuorigioco), poi mette Marilungo di nuovo in beata solitudine davanti ad Antonioli. il 3-1 che di fatto chiude la partita. Perch nella ripresa non accade quasi nulla: lAtalanta controlla bene e spreca qualche ripartenza, il Cesena non ha la forza per ribaltare il trend, Colantuono concede la passerella a Marilungo inserendo al suo posto Padoin, Denis giustamente reclama un rigore (Rodriguez lo contrasta col braccio: il difensore molto vicino ma il movimento falloso c) e poi Peluso (minuto 26) con una discesa travolgente segna il quarto gol. Pu bastare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le Pagelle
di F.D.C.

DENIS ANCORA RE DEL GOL CANDREVA NON SARRENDE


ATALANTA 7
CONSIGLI 6 Buca su Candreva, poi si riscatta. MASIELLO 6,5 Spinge senza sosta, preciso in difesa FERRI 6 Sicuro, concede poco. MANFREDINI 6,5 Una colonna e innesca il gol del 2 1. PELUSO 7 Un tornado sulla sinistra: devastante. FERREIRA PINTO 6 Alla prima da titolare: sufficiente. SCHELOTTO 6 Qualche affondo dei suoi sulla fascia. CIGARINI 7 Un motorino: insuperabile. CARMONA 7 La gara perfetta per dimenticare la squalifica in nazionale. BONAVENTURA 6 A sprazzi ma ha tanta classe. IL MIGLIORE h 7,5 MARILUNGO Finalmente. Due gol e un rigore procurato: da un anno lAtalanta lo aspettava cos. PADOIN 6 Freschezza e corsa a centrocampo DENIS 6,5 Ancora a segno, chiude lanno da capocannoniere, fa reparto da solo. (Gabbiadini s.v.) All. COLANTUONO 7 Azzecca tutto: il turnover gli d ragione. Marilungo al posto di Moralez una perla.

CESENA 5
ANTONIOLI 5 Pu fare davvero poco. CECCARELLI 5 Poca spinta, sovrastato da Peluso. BOGDANI 5 Si impegna ma ha pochi varchi. BENALOUANE 4,5 Fa rimpiangere Von Bergen. RODRIGUEZ 5 Ingenuo sul rigore. In giornata no. ROSSI 5,5 Ordinato ma un po timido nellapproccio. GUANA 5 Anche lui perde la bussola, poco lucido. PAROLO 5 Bene in avvio, poi viene travolto. GHEZZAL 5 Un paio di spunti pericolosi sulla destra. MUTU 5 Meritava il rosso per la manata a Peluso. (T. Arrigoni s.v.)

DAL NOSTRO INVIATO

FILIPPO DI CHIARA BERGAMO

Come se nulla fosse accaduto: il fantasma dellex capitano Doni e quello di un eventuale nuovo deferimento per gli sviluppi dellinchiesta di Cremona spazzati via dallAtalanta, almeno per una notte. Con il 2011 chiuso a 20 punti in classifica e a +8 su una diretta concorrente per la salvezza come il Cesena c da festeggiare. Primattore della notte nerazzurra Guido Marilun-

go: 22enne giovanotto preferito a Moralez e con soli 78 minuti in campo fino a ieri sera. Marilungo si procura il rigore del pareggio (realizzato da Denis) e ne segna due con dedica in tv sul primo (Auguri vecchio) per festeggiare il compleanno (54 anni) di suo pap. Cosa volere di pi? E magari quellurlaccio alle telecamere anche la risposta, tanto attesa, di Marilungo dopo le critiche non troppo velate ricevute dallAtalanta per un investimento datato un anno fa e costato 4,8 milioni.

La chiave Eppure lavvio del Ce-

sena fa pensare a tuttaltra partita. Nei primi dieci minuti sembra avere la gara in pugno, non si chiude, fa gioco e segna al 6 con Candreva che da quasi 25 metri beffa Consigli ed esulta come Neymar mimando la hit brasiliana del momento Ai se eu te pego. Ci riprova Parolo, sempre dalla distanza, ma stavolta Consigli pronto. LAtalanta accusa la botta, c unaria strana al Comunale, ma in due minuti la partita cambia volto. Centoventi secondi tutti nerazzurri

Guido Marilungo, 22 anni, segna il gol del 3-1: per lui prime reti stagionali. Fino a ieri aveva giocato appena 78 minuti
ANSA

6 CANDREVA

IL MIGLIORE

Con una sventola illude il Cesena. lultimo a mollare. EDER 5 Brilla poco, non basta (Malonga s.v.). All. D. ARRIGONI 5 Piazza Mutu al centro e la mossa non d effetti.

TERNA ARBITRALE: RUSSO 5,5 Vede bene sul rigore dell1-1, resta qualche dubbio sul 3-1 dellAtalanta. E grazia Mutu: era da rosso. Vuoto 5,5; Costanzo 5,5

in citt

La curva e Doni: Niente piet per chi tradisce E i campioni bergamaschi gi lo condannano
Rugby. Perch crediamo sostiene Galimberti negli stessi valori: lo sport, il sostegno, lamicizia.
Striscioni Anche la zona della

DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASTONESI BERGAMO

Bergamo si sente tradita. E pensare che Doni era la nostra bandiera sospira Felice Gimondi, lui s bandiera non solo dei bergamaschi, ma di tutti gli italiani a due ruote . Non avrei mai detto di poter vivere una situazione cos triste. Lo sport gara, sfida, lotta. I soldi devono essere solo rimborso o stipendio, obiettivo o incentivo, ma non tutto. Quando vinsi il Tour de France, prendevo 200mila lire al mese, 100 euro di oggi, e per 10 mesi, non per 12. E non parlo di preistoria, ma del 1965. Noi bergamaschi siamo conosciuti, da sempre, come gente dura e onesta, tagliata con laccetta ma integra, in ogni ambito, dai muratori agli industriali, dai corridori ai calciatori.
Pulizia Bergamo si sente arrab-

Lo striscione esibito a inizio partita dai tifosi della curva atalantina in sostegno al presidente Antonio Percassi LAPRESSE

COLANTUONO

Cristiano? Non si abbandona chi in difficolt


Se ho un pensiero per Doni? Ce lho per tutti, noi non abbandoniamo nessuno nei momenti di difficolt. Stefano Colantuono, tecnico dellAtalanta, non dimentica il suo ex capitano dopo il successo sul Cesena che porta i nerazzurri a quota 20 punti: Un traguardo che ci riempie di orgoglio, abbiamo dimostrato che questa squadra ha la scorza dura come i bergamaschi.

biata. Ma chi glielha fatto fare si chiede Lara Magoni, slalomista azzurra, dal suo Hotel Marcellino a Selvino a uno come Doni dimmischiarsi in una storia cos brutta? una vergogna. I campioni dello sport sono modelli di vita, perch lo sport innanzitutto educazione, pulizia, lealt. Anche questa una forma di doping aggiunge Vin-

cenzo Guerini, centometrista ai tempi di Mennea . E io il doping lho sempre combattuto. Lo facevo quando scattavo dai blocchi, ed ero la met di certi atleti chimici, e continuo a farlo adesso, come presidente degli Azzurri dItalia. Nella provincia di Bergamo siamo pi di 800: tutti personaggi di altissimo livello morale. La nostra immagine ne viene comunque sporcata. Purtroppo certe schifezze succedono un po dovunque spiega Giacomo Agostini, 15 titoli mondiali, il pi grande motociclista di sempre . Ma quando si riceve un regalo dalla natura, come piegarsi in curva o passare il pallone, perch sprecarlo e sporcarlo cos?. Il pi deluso di tutti uno che al calcio ha dato e continua a dare lanima. Sono scioccato

confessa Pierluigi Pizzaballa, portiere-simbolo dellAtalanta, figurina e monumento . Che cosa racconter ai miei 150 bambini della scuola-calcio di Seriate, e ai loro genitori che li accompagnano, tutti convinti - come me, e da me - che lo sport salute del corpo e soprattutto dellanima?.
Tifosi Bergamo chiede giustizia.

Chi ha sbagliato, deve pagare. Ma lAtalanta pulita, lAtalanta ne fuori, per noi lAtalanta tutto. E siamo ancora pi vicini non solo alla squadra, ma anche al presidente Antonio Percassi. Da quando ha preso il potere un anno e mezzo fa, successo di tutto e di pi.
Rugby La Curva Nord, in confronto a chi vende le partite, sembra frequentata da boy scout e chierichetti. Non tutti sanno che i tifosi nerazzurri hanno raccolto e consegnato 12.500 euro agli alluvionati della Liguria, hanno manifestato alla grande la loro solidariet alla piccola ginnasta assassinata Yara Gambirasio, e si sono gemellati - anche qui con finanziamenti personali - con LAquila

Le dico la verit fa Claudio Galimberti, capo ultr della Curva Nord . Allinizio, quando scoppiata la bufera, non ci credevo, non ci potevo credere, non ci volevo credere. Ma come, Cristiano Doni, il nostro capitano, coinvolto in una porcheria cos? Adesso mi sono ricreduto, adesso non vedo lora che sia chiarito il caso e che sia fatta giustizia.

partita sembra ferita. Fin dai nomi dello stadio (Atleti azzurri dItalia) e delle strade (piazzale Olimpiadi, via Dorando Pietri). Alla Ca delloste, a 100 metri dalla tribuna Creberg, cucina casalinga, calici e cicchetti, si gioca a scala 40 e scopa ascoltando la tv e commentando con amarezza le notizie del tg. Nel bar della vicina via Santa Caterina sono esposti panettoni e ceste natalizie nerazzurre. Dentro larena, si gi voltata pagina. Anzi, striscione. In Curva Nord, al posto di Verso la salvezza a testa alta (a testa alta era il gesto di Doni), steso lo striscione Atalanta folle amore nostro. Poi, per i tifosi: Fieri sostenitori dei nostri colori. Poi, per il presidente: Percassi: tutta la tifoseria con te, non mollare. Poi, per una vecchia bandiera (Magistrelli): Adesso alzerai la coppa da lass, ciao Luciano. Poi, per la ninfa Atalanta: Sola mai sarAi. Poi, per tutti: Feriti ma uniti per la maglia!!. Poi, per sempre: Nessuna piet per chi tradisce (esposto in Curva Nord ma rivolto verso linterno). La storia delle scommesse giura Galimberti non ci appartiene.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

Serie A / RECUPERO 1 GIORNATA


RISULTATI
ATALANTA-CESENA 4-1
SQUADRE MILAN JUVENTUS UDINESE LAZIO INTER NAPOLI ROMA CATANIA PALERMO GENOA ATALANTA * CHIEVO PARMA FIORENTINA CAGLIARI SIENA BOLOGNA NOVARA CESENA LECCE PUNTI 34 34 32 30 26 24 24 22 21 21 20 20 19 18 18 15 15 12 12 9 G. 8 8 8 9 8 9 7 8 7 8 8 8 9 8 8 8 8 8 8 7 IN CASA V. N. 6 2 6 2 7 1 3 4 4 1 4 3 3 2 4 2 6 0 4 2 4 4 4 3 4 3 4 3 1 5 3 2 2 1 2 4 1 3 0 1

CLASSIFICA
PARTITE RETI FUORI TOTALE IN CASA FUORI TOTALE P. G. V. N. P. G. V. N. P. F. S. F. S. F. S. 0 8 4 2 2 16 10 4 2 21 4 14 12 35 16 0 8 3 5 0 16 9 7 0 18 5 9 6 27 11 0 8 2 4 2 16 9 5 2 14 2 6 7 20 9 2 7 5 2 0 16 8 6 2 10 7 14 6 24 13 3 8 4 1 3 16 8 2 6 10 8 12 11 22 19 2 7 2 3 2 16 6 6 4 20 12 9 6 29 18 2 9 4 1 4 16 7 3 6 11 9 10 10 21 19 2 8 1 5 2 16 5 7 4 9 6 11 17 20 23 1 9 0 3 6 16 6 3 7 16 7 2 13 18 20 2 8 2 1 5 16 6 3 7 10 7 9 17 19 24 0 8 2 4 2 16 6 8 2 11 5 12 14 23 19 1 8 1 2 5 16 5 5 6 8 4 5 14 13 18 2 7 1 1 5 16 5 4 7 16 11 5 15 21 26 1 8 0 3 5 16 4 6 6 14 6 1 9 15 15 2 8 3 1 4 16 4 6 6 3 7 9 10 12 17 3 8 0 4 4 16 3 6 7 11 7 3 9 14 16 5 8 2 2 4 16 4 3 9 7 13 7 11 14 24 2 8 0 2 6 16 2 6 8 12 13 5 16 17 29 4 8 2 0 6 16 3 3 10 5 8 3 12 8 20 6 9 2 2 5 16 2 3 11 7 15 10 18 17 33 RIGORI PUNTI POSIZIONE ULTIME DIFF. FAVORE CONTRO 2010-2011 STAGIONE QUATTRO E DIFF. 2010-2011 GARE RETI T. R. T. R. +19 5 5 1 1 36 (-2) 1 VNVV +16 1 1 3 1 30 (+4) 2 VNVN +11 3 2 2 1 23 (+9) 8 VVNN +11 2 2 1 1 30 (=) 2 VVNN +3 3 2 6 3 26 (=) 5 VVVV +11 2 0 0 0 30 (-6) 2 PNVV +2 1 0 3 3 26 (-2) 5 PPNV -3 5 4 3 3 18 (+4) 14 PNVN -2 2 2 2 2 26 (-5) 5 NPPN -5 1 1 4 3 21 (=) 10 PVVP +4 4 3 2 2 in B in B NNNV -5 2 1 3 1 20 (=) 11 NPVN -5 5 4 2 2 18 (+1) 14 NNNN 0 2 2 1 1 19 (-1) 13 VPNN -5 2 2 1 1 20 (-2) 11 VNPP -2 1 1 3 3 in B in B PPPN -10 2 2 4 4 17 (-2) 16 VNPP -12 3 3 0 0 in B in B PNPN -12 3 2 6 5 12 (=) 19 PVPP -16 2 2 4 4 15 (-6) 17 PPNP

LANTICIPO /1

Candreva (C), Denis (A) rigore, Marilungo (A), Marilungo (M), Peluso (A) BOLOGNA-ROMA 0-2 Taddei (R), Osvaldo (R) CAGLIARI-MILAN 0-2 Pisano (C) autorete, Ibrahimovic (M) INTER-LECCE 4-1 Muriel (L), Pazzini (I), Milito (I), Cambiasso (I), Alvarez (I) LAZIO-CHIEVO 0-0

Un autogol e Ibra Il Milan vola in testa


CAGLIARI-MILAN 0-2
MARCATORI Pisano aut. (C) 4 pt; Ibrahimovic (M) 15 st CAGLIARI (4-3-1-2) Agazzi 5.5; Pisano 5 (35 st Gozzi sv), Canini 5.5, Ariaudo 5.5 (17 st Perico 6), Agostini 6; Ekdal 6 (35 st Sampaio sv), T. Ribeiro 6, Nainggolan 6; Cossu 5.5; Larrivey 5, Ibarbo 6. PANCHINA Avramov, Dametto, Murru, Ceppelini. ALL. Ballardini 6 MILAN (4-3-1-2) Abbiati 6.5; Bonera 6, Mexes 6, T. Silva 6.5, Taiwo 6; Aquilani 5.5, Ambrosini 5.5 (40 st Van Bommel sv), Nocerino 6.5; Boateng 5.5; Ibrahimovic 6.5, Robinho 6.5 (28 st Pato 5). PANCHINA Amelia, Antonini, Emanuelson, Seedorf, El Shaarawy. ALL.Allegri 6.5 ARBITRO Orsato di Schio 6.5. AMMONITI Ambrosini e Bonera (M), Cossu e Larrivey (C)

NAPOLI-GENOA 6-1 Cavani (N), Hamsik (N), Cavani (N), Jorquera (G), Pandev (N), Gargano (N), Zuniga (N) NOVARA-PALERMO 2-2 Ludi (N) autorete, Bertolo (P), Mazzarani (N), Rigoni (N) PARMA-CATANIA 3-3 Modesto (P), Almiron (C), Biabiany (P), Floccari (P), Lodi (C) rigore, Catellani (C) SIENA-FIORENTINA 0-0 UDINESE-JUVENTUS 0-0

PROSSIMO TURNO
sabato 7 gennaio 2012 SIENA-LAZIO INTER-PARMA (ore 18) (ore 20.45)

La classifica tiene conto di quest'ordine preferenziale: 1) punti 2) numero di partite disputate 3) differenza reti 4) numero di gol segnati 5) ordine alfabetico. Le ultime tre retrocedono in serie B. *sei punti di penalizzazione. Degli scontri diretti, decisivi, si terr conto a fine girone di andata e a fine ritorno U CHAMPIONS U PRELIMINARI DI CHAMPIONS U EUROPA LEAGUE U RETROCESSIONE

LANTICIPO /2

domenica 8 gennaio, ore 15 UDINESE-CESENA (ore 12.30) ATALANTA-MILAN BOLOGNA-CATANIA CAGLIARI-GENOA LECCE-JUVENTUS NOVARA-FIORENTINA ROMA-CHIEVO PALERMO-NAPOLI (ore 20.45)

Siena e Fiorentina un pari senza gol


SIENA-FIORENTINA 0-0
SIENA (4-4-2) Brkic 6.5; Vitiello 6, Rossettini 5.5, Terzi 6, Del Grosso 5.5; Grossi 5 (27 st Bolzoni 6), Gazzi 5, DAgostino 6 (47 st Pesoli sv), Brienza 6.5; Calai 6, Destro 6.5 (22 st Larrondo 4). PANCHINA Pegolo, Rossi, Gonzalez, Reginaldo. ALL. Sannino 6. FIORENTINA (4-3-3) Boruc 6.5; De Silvestri 5 (3 st Romulo 5.5), Gamberini 6, Natali 6, Nastasic 5.5; Behrami 5.5, Montolivo 5, Lazzari 4; Cerci 4.5 (18 st Gilardino 5), Jovetic 5.5, Vargas 6. PANCHINA Neto, Silva, Munari, Pasqual, Romizi. ALL. Rossi 5.5. ARBITRO Banti di Livorno 5.

laMoviola
di FRANCESCO CENITI fceniti@gazzetta.it

CONCORSI
CONCORSI N. 107 DEL 20/12/2011 TOTOCALCIO - COLONNA VINCENTE X-2-X-1-2-1-X-1-X-X-X-2-1-2 QUOTE: ai 14 (3) 113.932 euro; ai 13 (78) 967 euro; ai 12 (900) 83 euro; ai 9 (289) 288 euro TOTOGOL - COLONNA VINCENTE 8-10-14-4-6-9-11 QUOTE: Ai 7 e 6 nessun vincitore; ai 5 (1) 2.082 euro; ai 4 (22) 113 euro

Mutu meritava il rosso Espulso Ilicic: Palermo penalizzato Prova tv per Hetemaj?
Ultima giornata del 2011 positiva per la squadra di Braschi. Davvero pochi gli errori, di sicuro un bel modo per congedarsi e godersi un meritato riposo. ATALANTA-CESENA 4-1 Russo di Nola Al 16 c il rigore dato allAtalanta: ginocchio di Rodriguez su gamba destra di Marilungo. Lo stesso attaccante due minuti dopo fa 2-1: regolare, ci sono almeno 4 giocatori del Cesena a tenerlo in gioco. Da annullare, invece, il 3-1: Peluso qualche centimetro davanti a Rodriguez, quando serve Marilungo. Molto difficile da vedere in diretta. Nella ripresa ci poteva stare un altro penalty per i nerazzurri: Rodriguez leva con il braccio un pallone stoppato da Denis. Al 33 altro episodio dubbio; manata secca di Mutu a Peluso, da rosso diretto, se la cava con una ammonizione. BOLOGNA-ROMA 0-2 De Marco di Chiavari Lepisodio pi discusso un fallo in area di Rosi su Kone (24 s.t.): il Bologna chiede il rigore, ma il romanista sembra entrare sul pallone. Al 32 espulso Portanova: il difensore protesta vivacemente dopo un fallo di Perez su Osvaldo (netto), che costa lammonizione (giusta) al giocatore del Bologna. INTER-LECCE 4-1 Guida di Torre Annunziata Qualche dubbio nellazione del gol del Lecce: Muriel, lanciato, scatta in linea con l'ultimo difensore dellInter. Anche il replay non chiarisce: questione di millimetri. Alla mezzora leggera spinta di Lucio su Di Michele lanciato in contropiede: niente di clamoroso, anche se il contratto avvenuto in area. Qualche dubbio anche sul pareggio dellInter: sul cross di Maicon, Pazzini alza la gamba e

Paci a terra dopo la reazione di Ilicic: bastava il giallo ANSA


va in spaccata, a pochi centimetri dalla testa di Tomovic. Giusto convalidare: la gamba non particolarmente alta e va dritta sul pallone. Nella ripresa non accade nulla. LAZIO-CHIEVO 0-0 Brighi di Cesena Dopo 44 episodio potenzialmente da prova tv: Konko scatta e cerca di infilarsi in area ma viene atterrato da una gomitata di Hetemaj, con larbitro lontano e forse deconcentrato dallo scontro in area tra Klose e Cesar. Per il resto, pochi problemi per larbitro. NAPOLI-GENOA 6-1 Valeri di Roma Nel primo tempo il primo e il terzo gol del Napoli sono regolari. Nel primo Cavani tenuto in gioco da Marco Rossi. Nel terzo sempre Cavani tenuto in gioco da Mesto e Kaladze. Al 38 il contatto Mesto-Pandev falloso, da rigore ed espulsione: per Valeri niente di tutto questo. Nella ripresa dopo 17 minuti Pandev verticalizza per Cavani che di prima calcia in rete: fuorigioco giusto segnalato da Manganelli. NOVARA-PALERMO 2-2 Doveri di Roma Partita vivace sin dallinizio. Al 43 larbitro espelle Ilicic, ma il rosso sembra esagerato: lattaccante dopo aver ricevuto un colpo, cerca Paci da terra ma non lo tocca. E vero che conta lintenzionalit, ma il giallo sembrava la scelta pi appropriata. Nella ripresa nessun caso da moviola. PARMA-CATANIA 3-3 Massa di Imperia Dopo 29 minuti della ripresa, arriva il fallo ingenuo di Santacroce su Gomez, lanciato in velocit in area: giusta la decisione dellarbitro che concede il calcio di rigore al Catania. (Udinese-Juventus a pagina 3)

AMMONITI DAgostino, Gazzi, Rossettini, Vitiello e Larrondo (S); Montolivo, De Silvestri, Behrami, Gilardino e Gamberini (F) .

Gazzetta.it
IN DIRETTA ALLE 12.30 GAZZA OFFSIDE TUTTO SULLA SERIE A
Allegri in vetta sfida la Juventus e Berlusconi. L'Inter brutta e vincente ora non pi cos brutta. Questi i temi principali che Alberto Cerruti e Diego Antonelli affronteranno nella puntata odierna di Gazza OffSide (in diretta alle 12.30, sempre disponibile on demand). Ospite in studio l'esperta di Milan Alessandra Bocci.

MARCATORI
12 RETI: Denis (3) (Atalanta) 11 RETI: Ibrahimovic (5) (Milan) 10 RETI: Di Natale (2) (Udinese) 9 RETI: Klose (Lazio); Cavani (Napoli) 7 RETI: Jovetic (1) (Fiorentina); Giovinco (3) (Parma); Osvaldo (Roma) 6 RETI: Palacio (1) (Genoa); Marchisio e Matri (Juventus); Nocerino (Milan); M. Rigoni (3) (Novara) 5 RETI: Pepe (Juventus); Hamsik (Napoli); Calai (Siena) 4 RETI: Moralez (Atalanta); Di Vaio (1) e Ramirez (Bologna); Lodi (2) (Catania); Mutu (1) (Cesena); Milito (2) (Inter); Miccoli (1) (Palermo) 3 RETI: Conti (1) (Cagliari); Almiron, Bergessio e Maxi Lopez (2) (Catania); Moscardelli e Pellissier (Chievo); Cerci (Fiorentina); M. Rossi (Genoa); Cambiasso e Pazzini (Inter); Hernanes (2), Lulic e Rocchi (Lazio); Di Michele (1) (Lecce); Boateng (Milan); Lavezzi e Pandev (Napoli); Hernandez (1) (Palermo); Bojan (Roma); Destro (Siena); Basta e Isla (Udinese) RETI: in questo turno 31 (2 rigori, 2 aut.); in totale 389 (41 rigori, 7 autoreti)

24
#

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SERIE A DA GIUGNO SONO 20 LE GARE NEL MIRINO

Santoni ora ammette S, incontrai Doni


Lex portiere fa catenaccio ma poi conferma lincontro a Cervia. Gli inquirenti sono certi: serv a intascare lassegno per lavvocato
DAI NOSTRI INVIATI

LO SFOGO AL TELEFONO

La sua rabbia: una guerra Muoiano tutti


L1 agosto Santoni, in una conversazione con Filippo Russo detto Pippo gli confida di voler raccontare tutto. SANTONI: Comunque ti volevo accennare che guerra!!!. RUSSO: Con il Capitano? (inteso come Doni). S.: S, s, guerra aperta... Per me possono morir tutti. Mercoled faccio le mie memorie. Venti giorni dopo (il 23 agosto) Alessandro Ettori, appartenente al gruppo di Cervia, incontra Santoni a Manerba del Garda (Brescia) per calmare il preparatore garantendogli che Doni in qualche modo gli far avere i soldi chiesti da Santoni per pagare la parcella dellavvocato. ETTORI: Ha detto che devi star tranquillo... perch quelluomo l... non pu muoversi perch pedinato, ha il telefono sotto controllo... ha detto che devi star tranquillo perch quando si sistema tutto, per tutti e due, ti mette a posto.... S.: Si, ho capito...ma.... E.: Adesso... domani ti d 25 30.000 euro.

FRANCESCO CENITI LUIGI PERNA CREMONA

Ci ha provato per due ore a parare anche limparabile, ma alla fine qualche pallone a Nicola Santoni sfuggito dalle mani. E cos, pur tentando un ostinato catenaccio per salvare lamico Cristiano Doni, evitando a tratti di pronunciarne anche il nome, lex preparatore dei portieri del Ravenna ha detto che s, lui e Doni effettivamente si incontrarono il 27 agosto allo stabilimento balneare I figli del Sole di Cervia, dopo lincontro avuto quattro giorni prima con Alessandro Ettori, sodale di Doni, a Manerba del Garda.
Intelligence Tanto bastava agli

inquirenti per confermare il quadro schiacciante uscito dal lavoro di intelligence durato mesi sulle utenze telefoniche in uso a Doni (intestata al romeno Ion Petrescu) e agli altri personaggi del gruppo di Cervia, in particolare Antonio Benfenati, lo stesso Ettori e lex calciatore Maurizio Neri, compagno di Doni ai tempi del Brescia (1996-98). I due si sono chiusi dentro in cucina dice Neri al telefono con Ettori alle 20.52 di quel 27 agosto. E poco dopo, alle 21.26, una cimice sulla vettura di Santoni registra il dialogo con la fidanzata che lo ha accompagnato: Mi ha portato dei soldi che io poi li porto allavvocato.
Assegno Si tratta di uno dei pas-

Nicola Santoni, 32, ieri al tribunale di Cremona per linterrogatorio di garanzia davanti al Gip Guido Salvini ANSA

saggi delle indagini che ha fatto scattare gli arresti per Doni e Santoni, accusati di tentato inquinamento delle prove. Ieri

Santoni con la maglia del Bari IPP

Santoni, ora difeso da Lorenzo Tomassini che ha fatto appello al Riesame di Brescia per la scarcerazione, non ha negato il disegno. Ma ha cercato di confondere le idee. Ha riferito al gip Guido Salvini e al pm Roberto Di Martino che Doni si offr di pagargli lavvocato, ma poi questo non successe. Lassegno per coprire la parcella del legale Filippo Dinacci, che intanto ha lasciato lincarico, lo diede Ettori nellincontro del 24 agosto sul Garda, per conto di qualcuno. Chi? Santoni non lo dice. Ma le intercettazioni dei giorni precedenti sono inequivocabili. E confermano il tentativo di Doni e degli altri di farlo tacere, convincendolo a non fare rivelazioni scomode nel processo

sportivo sullinchiesta scommesse Last Bet che si svolgeva in quelle settimane. Adesso esamineremo il computer di Doni in tempi rapidi ha fatto sapere Di Martino.
Omissione Per il resto, nelle due

ore trascorse nel Tribunale di Cremona, Santoni ha parlato anche dei tarocchi, in particolare della famosa combine Atalanta-Piacenza 3-0 (19 marzo 2011). Ma non andato oltre le ammissioni parziali fornite a suo tempo alla Procura federale. Soprattutto ha continuato a non dire quale fosse la provenienza del denaro dato a Parlato al casello di Parma alla fine della partita. Ha tirato dentro tutti, compreso Antonio Benfe-

nati, fratello dellaltro suo ex avvocato Daniele Benfenati, ma ha tenuto fuori Doni e lAtalanta. Ero daccordo con Parlato e Buffone (d.s. del Ravenna) perch Gervasoni facesse perdere il Piacenza. Io ho giocato sulla loro sconfitta, guadagnando 60 mila euro. Anche Benfenati ha scommesso. Non so se lAtalanta centrava. Ho dato 30 mila euro a Parlato quale intermediario della cosa. Al processo sportivo Santoni dichiar che parte erano suoi, parte ricavati dalla scommessa. Peccato che lincontro, come dimostrano i tabulati, sia avvenuto alle 16.40 del 19 marzo, quando la partita si stava concludendo e la scommessa non era stata ancora riscossa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TESTE CHIAVE IL DIFENSORE ROMANO ERA NELLALBERGO DEI PADRONI DI CASA CON UNO ZINGARO ALLA VIGILIA DELLA SFIDA

Zamperini e i misteri di Lecce-Lazio


Il pm Di Martino lo riascolter il 27 Attese rivelazioni che farebbero da ponte per la A
DAL NOSTRO INVIATO

ne sui canali internazionali di scommessopoli.


Proposte Dalle ricostruzioni, Zamperini sarebbe stato un elemento stabile delle organizzazioni. Un reclutatore impegnato a fare proselitismo per avvicinare calciatori conosciuti e adescarli con una proposta di denaro. Stesso ruolo di Carlo Gervasoni. Non a caso i due sono in contatto continuo (circa 117 telefonate) e hanno rapporti diretti con i grandi capi: Eng Tan Seet a Singapore e lo zingaro Almir Gegic. Ma c di pi: Zamperini parla con un interlocutore africano che utilizza un numero greco (lincontro Bielorussia-Nigeria) e il 21 novembre 2011, dopo il tentativo fallito con Farina del Gubbio, fa un viaggio in treno a Modena per incontrare Marco Turati nel 2009-2010 al Grosseto con Carobbio e gli altri indagati Joelson, Conteh e Acerbis e Armando Perna, in contatto a sua volta con lindagato Vincenzo Sommese.
lu.pe.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CREMONA

DARCO

La deposizione di Alessandro Zamperini non ha convinto fino in fondo. Il pm Di Martino lo riascolter il 27 dicembre, subito dopo il ponte natalizio, e allora il rampollo di buona famiglia che esord nelle giovanili della Roma sar chiamato a dire molto di pi della partita Lecce-Lazio 4-2 (22 maggio 2011), su cui la Lazio si dichiara estranea, ma che gi a suo tempo fu oggetto di una denuncia del bookmaker austriaco SkySport 365 legata a un flusso di scommesse altamente sospetto proveniente da una nuova cellula collocata nella Capitale. Linteresse nasce da una coinci-

A sinistra il gol di Coppola, a destra il rigore di Zarate: due dei sei gol di Lecce-Lazio 2-4 del 22 maggio 2011 LAPRESSE

Il bookmaker SkySport 365 denunci un flusso anomalo di scommesse

denza che gli inquirenti ritengono non casuale. Nei giorni precedenti la partita, nello stesso albergo che ospita i padroni di casa (lHotel Hilton Garden di Lecce), alloggiano sia Zamperini sia il macedone Hristyian Ilievski, numero due del cosiddetto gruppo degli Zingari. Probabile che a Zamperini, il quale marted ha dichiarato di essere stato invitato da un amico a vedere la partita, venga nuova-

mente richiesto il perch della sua presenza. Con lauspicio che lex calciatore dai flirt famosi e dalle numerose amicizie nelluniverso calcistico romano e non solo, faccia quel passo in pi compiuto ad esempio da Vittorio Micolucci. Leventuale apertura di Zamperini sarebbe vitale per linchiesta-bis di Cremona, consentendo di aggiungere le prime preziose rivelazioni sulla Serie A alla ricostruzio-

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

HANNO DETTO

d Quella telefonata
S

Aldo Spinelli Il Livorno non c nelle partite sotto inchiesta. Tutti sapevano dei casini in corso. E noi invece siamo rimasti fuori dai playoff per un punto. A chi chiedo i danni?

e gli sms che fanno tremare lAtalanta


Doni, con una scheda intestata a un romeno, chiamava il cellulare di un dirigente nerazzurro. Anche prima della sfida contro il Padova
DAI NOSTRI INVIATI

CREMONA

S
Marco Paoloni Spero che venga fuori la verit, che io non centro nulla. Tutto finir quando i giocatori avranno la forza di denunciare questi atteggiamenti

Un errore da dilettante. Uno di quelli che Doni difficilmente avrebbe commesso in campo. lui a fornire agli inquirenti lassist decisivo: inserisce la scheda intestata a un romeno nel suo telefonino. E con quel numero che considera sicuro inizia a trafficare in modo ossessivo prima delle gare incriminate. Oltre 20 sms nei minuti precedenti la gara con il Piacenza e con il Padova. Passaggi che per lasciano una traccia indelebile nellutenza del giocatore. E mettono nei guai lAtalanta e di riflesso anche il club veneto. Perch nellordinanza la sfida disputata allEuganeo (finita 1-1) diversa da tutte le altre. Dietro non c la manipolazione degli zingari: per i magistrati laccordo tra le societ.
I tanti sospetti Ma, stando agli

S
Renzo Ulivieri Ho allenato sia Doni sia Sartor sembravano bravi ragazzi. Non spetta a me capire perch sono entrati nel meccanismo delle scommesse

inquirenti, chi potrebbe essere il gancio allinterno del club nerazzurro? Spulciando lordinanza si scopre che Doni usa il numero segreto due giorni prima del match (24 marzo) per chiamare e inviare 3 sms a un cellulare intestato alla Mdf Italia Spa: il presidente dellazienda Isidoro Fratus, consigliere damministrazione proprio dellAtalanta. Ieri la Mdf in un comunicato ha spiegato che lutenza in uso al figlio Paolo, amico dellex capitano. Ma allora perch se la conversazione era inno-

cente utilizzare una sim particolare? Saranno i magistrati a chiarirlo. Certo, rischia di essere compromessa la versione della societ ignara di tutto. Nelle intercettazioni Doni, tramite uno dei suoi soci di Cervia, cerca di tranquillizzare Santoni facendogli capire che Il presidente non sa un c..., ma far in modo di darti quello che ti spetta per i possibili anni di squalifica. Se vero, perch accade? Il club voleva coprire il suo capitano? Per il procuratore Palazzi c gi materiale a sufficienza per riaprire il caso e chiedere anche chi era il referente del Padova. Nellordinanza non si fanno nomi, forse li far Doni. Di certo c almeno una coincidenza: a Bergamo nella scorsa stagione arriva come capo degli osservatori Beppe Corti, gi uomo di fiducia a Palermo di Rino Foschi, il d.s. dei veneti. La Gazzetta in tempi non sospetti (maggio 2011) scrive: lingaggio di Corti pu fare da apripista allapprodo di Foschi allAtalanta. Una voce di mercato supportata dallimminente scadenza del contratto. Foschi, per, rinnova e resta a Padova. Ma quando firma? Alla fine del giugno scorso, dopo lesplosione dello scandalo sul calcioscommesse.
I tanti misteri Ma non sar il solo

poter incontrare il suo assistito prima della deposizione, nonostante il divieto e lisolamento totale imposto dal giudice. Sono al momento delle indiscrezioni, ma sembrerebbe anche che il legale abbia in mente una linea difensiva senza alternative: piena e totale collaborazione di Doni con i magistrati. In altre parole, non solo una confessione, ma anche laggiunta di nuovi elementi utili alle indagini. Un po quello che ha gi fatto Carobbio. Solo cos lex bandiera nerazzurra potrebbe alleggerire la sua posizione. E quello che da giorni si aspettano i tifosi sui forum: Ritroverebbe un minimo di dignit. Quegli stessi sostenitori che avevano difeso in modo commovente il loro idolo, mettendoci la faccia. Ora chiedono (alcuni pretendono) che sia il giocatore a metterci la faccia. Raccontando tutto: Preferisco ripartire dalla C con una societ e dei giocatori puliti, scriveva ieri un utente di atalantini.com, il sito che raccoglie gli umori del popolo nerazzurro. E se davvero Doni decidesse di parlare, allora potrebbero essere in molti a tremare. Perch le cose da raccontare sono tante e iniziano dal famoso Atalanta-Pistoiese di Coppa Italia dellagosto 2000. Un pari (1-1) molto sospetto, secondo laccusa del procuratore federale una combine tra giocatori (andarono a processo e furono prosciolti pure Allegri, attuale tecnico del Milan, Siviglia, Banchelli, Aglietti, Lillo, Bizzarri e Amerini).
Nuovo tassello E proprio ieri un

DAVANTI AL GIP CODACONS


Tra oggi e domani sono previsti gli ultimi interrogatori di garanzia davanti al Gip del Tribunale di Cremona Guido Salvini.

y Brevi
Class action: tifosi da risarcire
Lufficio legale del Codacons ha avviato lo studio di una class action finalizzata a far ottenere a tifosi e scommettitori il risarcimento dei danni derivanti dalle partite truccate. Lalterazione dei risultati di una partita di calcio produce danni economici e morali ai cittadini spiega il presidente Carlo Rienzi , la class action sar finalizzata a far ottenere a tifosi e scommettitori non solo il rimborso delle giocate, ma anche il risarcimento dei danni morali subiti, per la buona fede tradita.

S
OGGI Luigi Sartor (ex giocatore in Serie A di Vicenza, Parma, Inter, Roma) e Carlo Gervasoni (attualmente sospeso dallattivit sportiva)

SOMMESE

Respinta listanza contro la Figc


Il Collegio Arbitrale del Tribunale Nazionale di Arbitrato per lo Sport (Tnas) del Coni (presidente Aurelio Vessichelli, arbitri Carlo Guglielmo Izzo e Armando Pozzi), ha respinto integralmente listanza di arbitrato presentata da Vincenzo Sommese (foto ANSA) nei confronti della Federcalcio. Sommese aveva presentato ricorso al Tnas contro la squalifica di 5 anni con preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc (radiazione), inflitta dalla Disciplinare e confermata dalla Corte di giustizia federale per i fatti relativi al calcioscommesse dellinchiesta di Cremona, la prima tranche di questa estate.

S
DOMANI Antonio Benfenati (gestore dello stabilimento balneare I figli del sole di Cervia) e Cristiano Doni (capitano dellAtalanta, attualmente sospeso dallattivit sportiva)

Cristiano Doni, 38 anni


BARTOLETTI

passaggio interessante. Partiamo da un presupposto: le prove contro Doni sembrano schiaccianti. Per questa ragione molto probabile che lavvocato Salvatore Pino chieda al gip Salvini di

altro tassello sembra spingere in quella direzione: allegato allinchiesta c un tabulato del ministero dellInterno, nel quale sono segnalate 15 chiamate dellallora d.s. Carlo Osti (Trasecolo, mi occupo solo di calcio la replica) e da Doni con una persona che gli inquirenti ritengono membro degli zingari. Di chi si tratta? Di Ljubia Dunderski, ex giocatore dei nerazzurri anche nella stagione della strana Atalanta-Pistoiese. Dal processo sportivo di 10 anni fa Doni ne usc a testa alta, facendone un marchio di fabbrica dopo ogni gol. Ora ha forse unultima occasione: uscire a testa alta almeno dal tribunale. Non sarebbe male, specie per la credibilit del calcio italiano.
Ceniti-Perna
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIETI-POMEZIA DEL 1997

Giulivi e DElia risarcite il Coni


Era il 1997 quando scoppio il caso della partita Rieti Pomezia inserita nel concorso Totogol. La partita fu data vinta al Rieti per 1 0 mentre doveva essere data nulla per lespulsione di cinque giocatori del Pomezia. Ci fu un lungo palleggiarsi di responsabilit fino allarchiviazione nel 2007 della vicenda penale per prescrizione che vedeva coinvolti lallora presidente della Lega Dilettanti Elio Giulivi, il designatore Pietro DElia e larbitro di quella partita Salvatore Marrazzo. Sembrava tutto finito, ma arrivata nel frattempo la decisione della Corte dei Conti presso la quale era stata fin dal 2000 avviata un procedimento per danno erariale nei confronti di Giulivi, DElia e Marrazzo che dovranno pagare 407 mila euro (pi rivalutazione) al Coni che nel frattempo aveva dovuto pagare a due diversi vincitori 150 mila euro (a quello che aveva vinto con l1 0 del Rieti e a quelli che avevano fatto ricorso, un gruppo di poliziotti della scuola di Pomezia). La sentenza emessa dalla Corte dei Conti regionale di Napoli appellabile a quella centrale di Roma. E sempre in materia di Corte dei Conti, il procuratore Ugo Montella aspetta la pubblicazione delle motivazioni della sentenza di primo grado di Calciopoli (a met febbraio) per riaprire il procedimento.

IMPUTATO CHIAVE LEX GIOCATORE DEL PIACENZA OGGI SARA INTERROGATO DAL GIP PER LA PRIMA VOLTA

Gervasoni venne con gli slavi Sventolavano banconote...


Il pentito Micolucci rivela al pm: Ecco la tecnica usata per corrompere i giocatori
DAL NOSTRO INVIATO

CREMONA

Andavano in giro con mazzette di banconote da 500 euro. E le sventolavano in faccia ai giocatori: Sono tuoi, basta che ci assicuri la combine: 50 mila per lover, qualcosa in pi per lover 3,5. Saliamo a 100 mila se riesci ad anticiparci il risultato finale. Una scena ripetuta diverse volte negli ultimi anni. Era il modus operandi degli Zingari. Erano loro che raccoglievano i soldi in contanti portati dai corrieri che sbarcavano da Singapore usando come base laeroporto della Mal-

pensa. A volte si fermavano solo poche ore, giusto il tempo per rifornire la banda di Gegic. Poi ci pensava lui a corrompere i giocatori e per farlo si serviva di altri calciatori, considerati fidati, stipendiati dallorganizzazione. Come Carlo Gervasoni, che oggi sar interrogato dal gip Salvini e dovr spiegare tante cose. Ad esempio, quel viaggio nel cuore della notte ad Ascoli Piceno in compagnia dei due slavi. Un viaggio che aveva uno scopo preciso: convincere Micolucci a taroccare la sfida di Novara. E le banconote sotto il naso servono a invogliarlo.
Testimonianza chiave proprio il racconto del pentito Micolucci ad aver aiutato gli inquirenti a svelare un sistema marcio che stava per mangiarsi il calcio. LAscoli non paga gli stipendi, Micolucci in crisi finanziaria e finisce risucchiato nel giro dalle scommesse. Ma fino al

Carlo Gervasoni, 29, allAlbinoLeffe dal 2007 al 2009 IPP

31 marzo non ha idea che dietro ci sia unorganizzazione criminale. Lo scopre accettando lincontro con Gervasoni. Lex giocatore dellAscoli racconta al pm Di Martino: Sono arrivati con una Mercedes dalla targa straniera. Alla guida cera lo straniero senza cicatrice: ha fatto da traduttore a quello sfregiato che parlava in inglese. Potevano avere 30/35 anni. Nessuno di loro sembrava un atleta (in realt uno Gegic, calciatore del Chiasso ndi). Quello con la cicatrice aveva una corporatura massiccia, mentre il suo compagno era basso ed esile. Fu una vera sorpresa trovarli con Gervasoni.
Pensavo mi picchiassero Gli

slavi fanno salire sulla Mercedes Micolucci e il giocatore teme una vendetta. Ecco cosa riferisce al giudice durante linterrogatorio: Pensavo mi volessero picchiare, avevo paura. Gervasoni mi ha tranquillizzato,

mi disse "Calmo. sono persone affidabili". E mentre lo zingaro con la cicatrice mi spiegava che le scommesse erano fatte solo su siti asiatici, mi fece vedere delle mazzetta con banconote da 500 euro. In tutto poteva avere 150 mila euro. Voleva il coinvolgimento di altri miei compagni. Ho rifiutato perch non ero in grado di garantirlo. Ho saputo in seguito che la stessa proposta stata fatta a Pederzoli (allepoca centrocampista dellAscoli, ndi) che si incontrato con gli Zingari il 7 aprile prima di Ascoli-Sassuolo. E stato proprio Pederzoli a riferirmi il fatto. Credo che a quellincontro fossero presenti altri giocatori. Rifiutano: troppo difficile soddisfare tutte le richieste e poi lAscoli lottava per la salvezza. Avevano anche chiesto di tenermi fuori dalla combine, ma ero squalificato... Il ruolo di Gervasoni? Non me lo specific perbene, ma si limit a dirmi che lui era almeno da un anno il punto di riferimento per gli Zingari. Nel senso che faceva questo nelle squadre dove giocava: il Mantova, la Cremonese, il Piacenza.... Gervasoni oggi al gip dovr spiegare tutte queste cose nel dettaglio.
cen

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

Goditi il Natale!
e vai gratis in vacanza con Chateau dAx
PELLE 100% LE A NATUR

ELISE

KUADRA

599
3 POSTI (cm 203) RIVESTITO IN PELLE NEL COLORE CAT. 1 COME FOTO.

999

MOBILE LIVING (cm 330) BIANCO LUCIDO

Acquista da Chateau dAx e raccogli i punti per andare gratis in vacanza!


Vai su www.chateau-dax.it e guarda il filmato con tutte le offerte! 140 negozi di arredamento in Italia aperti anche domenica pomeriggio numero verde 800-132 132
Offerta valida fino al 4 gennaio 2012 solo nei negozi che aderiscono alliniziativa e limitata ai modelli oggetto della campagna pubblicitaria. Su tutti i modelli, cuscinetti e poggiatesta optional. Per il soggiorno gratuito: acquisto minimo 1.000; per verificare i termini e le condizioni vedi il regolamento sul sito http://travelcard.iperclub.it/travelcard/regolamento.asp; quote iscrizioni escluse.

Goditi la vita! Scegli Chateau dAx.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

MONDO INGHILTERRA

Doppio Aguero Il ManCity va nel suo fortino


Mancini fa 9 su 9 in casa e resta a +2 sullo United (5-0 sul Fulham). Balotelli entra al 68
MANCHESTER CITY STOKE CITY
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 2-0 MARCATORI Aguero al 29, Johnson al 36 p.t.; Aguero al 9 s.t. MANCHESTER CITY (4-2-3-1) Hart 6; Richards 6,5 (dal 14 s.t. Savic 6,5), Kompany 7, Lescott 6,5, Clichy 6,5; Barry 7 (dal 37 s.t. Milner s.v.), Y.Tour 7; Johnson 7, Silva 6,5 (dal 23 s.t. Balotelli 6), Nasri 6,5; Aguero 7,5. PANCHINA Pantilimon, Zabaleta, K.Tour, De Jong. ALLENATORE Mancini 7. STOKE CITY (4-4-2) Sorensen 5,5; Woodgate 5 (dal 35 s.t. Diao s.v.), Huth 5, Upson 5, Wilson 5; Shotton 5, Palacios 5, Whitehead 5, Jerome 5; Jones 4 (dal 28 s.t. Pennant 5), Walters 4 (dal 23 s.t. Fuller 5). PANCHINA Begovic, Delap, Arismendi, Etherington. ALLENATORE Pulis 5. ARBITRO Dean 5. AMMONITI Richards (MC), Johnson (MC) e Fuller (SC), tutti per gioco scorretto. NOTE spettatori 46.321. Tiri in porta: 9 (1 traversa)-0. Tiri fuori: 4-2. Angoli: 5-2. In fuorigioco: 1-0. Recuperi: p.t. 2; s.t. 3

PREMIER LEAGUE

3 0

Sergio Aguero, 23 anni, segna il gol che sblocca la partita AFP


DAL NOSTRO INVIATO

Stoke inesistente Il City riusci-

STEFANO BOLDRINI MANCHESTER (Inghilterra)

Lo United chiama con una cinquina al Fulham, il City risponde con un terno allo Stoke. Natale spettacolo, a Manchester, dove la Premier aiuta a dimenticare in fretta gli addii precoci alla Champions, ma quello del City sicuramente pi bello: regala ai suoi tifosi un primato che mancava da 82 anni. Non accadeva dal 1929, davvero una vita fa: la banda di Al Capone aveva fatto la strage di San Valentino, nasceva Braccio di Ferro e ad ottobre, con il crollo della Borsa a Wall Street, cominciava la grande depressione. I tempi non sono cambiati poi tanto, vista la crisi che sta picchiando duro in Europa, ma il 3-0 sullo Stoke ha divertito il popolo del City, che ha acclamato pi volte Roberto Mancini, il pi applaudito, con Aguero e Silva.

to nellimpresa di dare spettacolo da solo: lo Stoke, sebbene ottavo in classifica e reduce da una lunga striscia di risultati positivi, non esistito. Le cifre del possesso palla, 64% a 36%, sono eloquenti. Lo Stoke non ha scagliato un tiro in porta: uno zero deprimente. La gara aperta e chiusa da Aguero. Nel bel mezzo, la sassata da venti metri di Johnson, che al 14 aveva colpito la traversa con una botta dal limite. La prima rete dellargentino puzza di fuorigioco. Aguero scatta in posizione regolare sul cross basso di Yaya Tour, ma la deviazione del portiere Sorensen fa ripartire lazione e a quel punto il Kun solo sulla linea di porta. Il 3-0 su assist di Nasri fuori discussione: arriva dopo una serie di tiri dellargentino che la difesa dello Stoke non riesce mai a vedere. Aguero un filino sfortunato, nelloccasione. Il secondo gol personale arriva

pochi secondi dopo quello firmato da Mark Albrighton, giocatore dellAston Villa: toccano a lui, e non ad Aguero, gli onori della rete numero 20.000 in Premier.
Mario fuori Balotelli, a sorpresa,

17 GIORNATA MARTED: Wolverhampton-Norwich 2-2; Blackburn-Bolton 1-2. IERI: Aston Villa-Arsenal 1-2; Manchester City-Stoke 3-0; Newcastle-West Bromwich 2-3; Everton-Swansea 1-0; Fulham-Manchester United 0-5; Queens Park Rangers-Sunderland 2-3; Wigan-Liverpool 0-0. OGGI: Tottenham-Chelsea CLASSIFICA Manchester City 44 punti; Manchester United 42; Tottenham 34; Chelsea e Arsenal 32; Liverpool 30; Newcastle 27; Stoke City 24; West Browmich e Norwich 21; Everton 20; Aston Villa 19; Fulham e Swansea 18; Sunderland 17; Qpr 16; Wolverhampton 15; Wigan 14; Bolton 12; Blackburn 10.

John Terry, 31 anni, capitano del Chelsea e della nazionale inglese: guai in vista per lui AFP

Ancora razzismo Ma stavolta Terry finisce in tribunale


Suarez squalificato, il leader del Chelsea a giudizio per le frasi a Ferdinand denunciate da un tifoso
In Inghilterra con la lotta al razzismo non si scherza e John Terry, capitano del Chelsea e dellInghilterra, rinviato ieri a giudizio con laccusa di aver insultato con espressioni xenofobe il difensore Anton Ferdinand del Qpr, rischia molto di pi della sanzione prevista se sar condannato, 2.500 sterline di multa. Terry corre il pericolo di ritrovarsi marchiato a vita come razzista. Il processo si svolger presso la Court West London Magistrates il 1O febbraio 2012. Mi difender con le unghie e con i denti per provare la mia innocenza, le prime dichiarazioni rilasciate ieri da Terry.
La storia Questa storia comin-

S
Luis Suarez, 24 anni, stato squalificato otto turni per gli insulti razzisti a Evra: ieri i suoi compagni del Liverpool sono scesi in campo con una maglietta di solidariet
AFP

sporge querela per lepisodio e anche la polizia apre unindagine. La vicenda valica i confini sportivi, dove rimasto circoscritto il caso Suarez-Evra che ha portato agli 8 turni di squalifica delluruguayano e scivola nel penale. Il 28 novembre Terry interrogato dalla polizia. La scorsa settimana, filmati inediti arrivano agli inquirenti.
Accusa e difesa Si arriva a ieri e

partito dalla panchina. Ma Roberto Mancini scegliendo Johnson ha visto giusto: con Aguero, arrivato al quindicesimo gol stagionale, stato il migliore in campo. Mario entrato a met ripresa e si guadagnato un rigore negato dallarbitro Dean: solo lui non ha visto il fallo di mano di Huth. I numeri del City sono impressionanti: 53 gol allattivo, pi 38 nella differenza reti, 9 vittorie su 9 in casa, 44 punti in classifica. Ma lo United sempre l, allinseguimento. Natale dice che la Premier una vicenda privata tra le due squadre di Manchester, ma bisogna aspettare Pasqua per capire come finir questo duello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

cia il 23 ottobre 2011. Il Chelsea in ascesa, ma perde 1-0 il derby in casa del Qpr. Terry e Anton Ferdinand litigano. Terry dice molte cose, Ferdinand cerca di reagire, ma interviene larbitro e la cosa finisce l. Terry vomita altre offese e il compagno di squadra che gli sta davanti, il nigeriano Mikel, si volta e lo guarda un attimo. La scena ripresa dalle telecamere e dopo la gara si scatena il mondo di You tube. Terry nella bufera, con laccusa di aver insultato con frasi razziste Ferdinand. Scatta linchiesta sportiva. Non solo: uno spettatore il Bara ci provi prima. Il giocatore dal canto suo stato chiaro: Pep, portami al Bara ha detto a Guardiola dopo la finale del Mundialito stravinta dalla squadra catalana. Che stasera chiude il suo magico 2011, altri 5 tituli in bacheca, ospitando lHospitalet, squadra della provincia di Barcellona gi battuta 1-0 allandata. Intanto da ieri Juan Carlos Garrido non pi lallenatore del Villarreal: fatale lo 0-2 con il Mirandes, squadra di terza divisione, nei sedicesimi della Coppa del Re.
COPA DEL REY Ritorno sedicesimi. Ieri: Atletico Madrid-Albacete 0-1, Saragozza-Alcorcon 0-2, Villarreal-Mirandes 0-2, Malaga-Getafe 2-2, Betis-Cordoba 2-1, Levante-Deportivo 4-1, Osasuna-Almeria 1-1, Granada-Real Sociedad 2-1, Rayo Vallecano-Racing Santander 4-3, Athletic Bilbao-Oviedo 1-0. Oggi: Valencia-Cadice, Barcellona-Hospitalet. Qualificate: Real Madrid, Maiorca, Espanyol, Siviglia, Albacete, Alcorcon, Mirandes, Malaga, Cordoba, Levante, Osasuna, Real Sociedad, Racing Santander, Athletic Bilbao.

Alison Saunders, procuratore capo, rinvia a giudizio il giocatore: Terry deve essere processato dichiara la Saunders per reati di ordine pubblico aggravati dal razzismo. Esaminate le prove, credo ci siano gli estremi per una condanna per razzismo ed nellinteresse generale perseguire questo reato. Terry, che ha sempre proclamato la sua innocenza sostenendo che le frasi incriminate erano isolate da un contesto generale, ha dichiarato: Sono deluso. Non ho mai usato espressioni razziste. Tra i miei amici pi cari ho persone di tutte le razze. Il Chelsea ha diramato un comunicato per sostenere il capitano. Il giocatore convocato per il derby di oggi col Tottenham. Ma la vera partita si gioca il 1O febbraio 2012.
bold.

SPAGNA I CATALANI, STASERA IN CAMPO, HANNO VERSATO UN ACCONTO DI 10 MILIONI

FRANCIA

COPPA DI GERMANIA

Preaccordo Bara-Neymar Messi giura: E un grande


FILIPPO MARIA RICCI MADRID

Il Psg di Leonardo vince ed primo Arriva Beckham


Il Montpellier perde a Evian e lascia il primato al Psg (vittorioso a St. Etienne), dove in arrivo David Beckham. Marted: Nancy Marsiglia 1 3. Ieri: Auxerre Digione 2 2; Evian Montpellier 4 2; Lilla Nizza 4 4; Lorient Caen 0 0; Rennes Bordeaux 1 0; Sochaux Ajaccio 0 2; Tolosa Brest 0 0; Valenciennes Lione 1 0; St.Etienne PSG 0 1 Classifica: Psg 40; Montpellier 37 punti; Lilla 36; Lione 35; Rennes 32; Tolosa, Marsiglia 31; St.Etienne 30; Lorient 24; Bordeaux 23; Evian 22; Brest 21; Valenciennes e Caen 20; Digione e Auxerre 19; Nancy, Sochaux e Nizza 18; Ajaccio 15.

Il Kiel (4 serie) fa fuori il Mainz Stoccarda ok


Arango e Reus (doppietta) proiettano il Borussia Moenchengladbach ai quarti della Coppa di Germania. La squadra di Favre supera 3 1 lo Schalke, in 10 a inizio ripresa per l'espulsione di Huntelaar. Battendo 3 1 il Kaiserslautern, si qualifica anche l'Hertha. Avanza pure lo Stoccarda, mentre nell'altro incontro il Kiel, formazione di 4 divisione, ha vinto clamorosamente 2 0 contro il Mainz, qualificandosi ai quarti per la prima volta dopo 68 anni. I risultati di ieri: Hertha Kaiserslautern 3 1; Holstein Kiel Mainz 2 0; Borussia M. Schalke 3 1; Stoccarda Amburgo 2 1.

Leo Messi sbarca in Argentina e apre le porte a Neymar: E un grandissimo giocatore, e gente cos sempre benvenuta. Lo ringrazio per le belle cose che ha detto di me, poi ovviamente il suo eventuale arrivo non affar mio. Abbiamo chiuso lanno in maniera spettacolare ha aggiunto Messi peccato che in nazionale ancora le cose non vadano come dovrebbe, ma continueremo a provarci. Messi, che in Argentina ha ricevuto lOlimpia de

Oro, premio al miglior sportivo argentino dellanno, davanti ad Higuain ed Aguero, ha parlato di Neymar perch ieri il Mundo Deportivo ha annunciato che il Bara e il Santos hanno raggiunto un accordo. Quella del Bara unottima opzione, ha detto ieri in Brasile il pap del Gallo.
Lacconto I catalani hanno versato un acconto di 10 milioni di euro ai brasiliani: se Neymar prima del 2014 dovesse essere venduto a un altro club il Bara incasser 20 milioni. Lidea quella di prenderlo tra un paio danni, ma c la possibilit che

Neymar, 19, gioca nel Santos AFP

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

SERIE BWIN LINTERVISTA

LEGA PRO
ti come la Samp dopo non puoi permetterti di sbagliare.
Un errore da non commettere?

Capolavoro Cairo Vi spiego il Toro bello e fortunato nato con Ventura


Il presidente granata e la corsa verso la serie A Un miracolo? No, il lavoro di un tecnico esperto Niente rivoluzioni a gennaio: non portano bene
FRANCESCO BRAMARDO TORINO

La presunzione, guai a pensare di esser gi arrivati. Abbiamo perso tre partite, due, a parte il Padova che storia a s, evitabili. A Modena mancata la cattiveria giusta per chiudere il pari e dopo il rigore, in dieci non ci siamo accontentati del pareggio. Ci servir da lezione.
Non possiamo sorvolare sul pasticcio Padova. Oggi chiaro a tutti solo il blackout ripetuto nel corso di una gara falsata.

HA DETTO

SOCIETA IN CRISI UNA DOPPIA SCHIARITA

Il Piacenza ora respira Il fallimento slittato


Taranto: il club

annuncia di aver S pagato 2 stipendi


su Ventura C molto feeling tra noi, ha voglia di fare un calcio innovativo. Gli faccio solo un appunto: deve mantenersi freddo anche nei momenti difficili
CARRIERI-GENTILOTTI

Ho fiducia nella giustizia sportiva, alla fine una sar una sentenza giusta: ho massima fiducia nei vari gradi di giudizio, attendo sereno.
Soldati di Ventura ricorda uno striscione in Maratona. E cos carismatico il tecnico genovese?

Una schiarita per due importanti societ che rischiavano di fare un pessimo Natale.
Qui Piacenza Il Tribunale di Piacenza ha esaminato listanza di fallimento presentata dal procuratore Antonio Colonna e ha concesso a Fabrizio Garilli, amministratore unico, una proroga fino al 1 febbraio. In questo mese abbondante si provveder ad un aumento di capitale aperto a terzi e si cercher di creare le basi per leffettivo salvataggio della societ. Esce di scena la cordata Gallo-Gianfranceschi, che rinuncia a qualunque tipo di opzione sul capitale sociale. Il Tribunale ha detto Garilli ha riconosciuto la buona fede e la bont del nostro lavoro. Sappiamo per che il difficile inizia adesso: coinvolgere nel Piacenza coloro che dimostrino interesse a farlo. Ci muoveremo sempre di stretta intesa con il tribunale. Due finora i soggetti disposti ad affiancarlo: la Copra (gi coinvol-

Fabrizio Garilli, 55 anni SPREAFICO

Meno uno alla fine del girone ma per il titolo di campione dinverno cosa fatta, mal che vada in coabitazione con il Verona. Torino in vetta alla classifica, con 44 punti in caso di vittoria contro lAlbinoLeffe, il 6 gennaio. Sei mesi fa il presidente del Torino, Urbano Cairo era inseguito dai tifosi in fermento, una squadra da ricostruire, staff tecnico compreso. Poi, il miracolo. Nessun miracolo, un po di fortuna s racconta il presidente granata. E la voglia di fare le cose per bene, di ricominciare. Abbiamo cercato di fare tutti il nostro meglio per chiudere in testa la prima parte del campionato, dallingaggio di un allenatore esperto e preparato, capace di coniugare gioco, spettacolo e risultati, pronto a gestire una piazza non facile. Le premesse per fare bene cerano, poi nel calcio non sempre le intenzioni vanno di pari passo con i risultati. Il cammino molto lungo, siamo solo a met strada prosegue Urbano Cairo -. Certi risultati non si raccolgono se non ci sono le basi ma bisogna tenere la barra dritta fino alla fine, senza presunzione.
La Sampdoria a -15, il Verona sembra lavversario pi ostico, poi Sassuolo, Pescara, Padova e Reggina in zona playoff. Finir cos anche il ritorno?

ta nella pallavolo e disposta a rinunciare al credito di 250mila euro in cambio di una quota azionaria) e i fratelli Pighi, imprenditori della provincia.
Qui Taranto Lo sciopero dei cal-

C molto feeling tra noi, Ventura ha grande esperienza, voglia di fare un calcio innovativo senza dimenticare la fase difensiva. Ha messo sul piatto argomenti credibili, convincenti, anche per questo ha avuto la squadra quasi al completo da allenare fin dal primo giorno di ritiro. Se devo fargli un appunto deve mantenersi freddo anche nelle difficolt, nei momenti difficili e capire che tanto la strada ancora lunga.
Urbano Cairo, 54 anni, presidente del Torino LAPRESSE
Chi lha sorpresa in termini positivi?

S
su Bianchi Non segna da due mesi? Conta lobiettivo, il contributo di ognuno: se la difesa ha preso pochi gol e siamo primi, il merito di tutti

IL BLACKOUT DI PADOVA

Adesso il giudice sportivo sappella alla Procura Figc


MILANO Finalmente il giudice sportivo ha esaminato il reclamo del Torino riferito alla gara di Padova, sospesa per un blackout e poi conclusa. Ebbene, ha deciso di... non decidere e ha trasmesso gli atti alla Procura federale al fine di accertare le cause del mancato funzionamento dellimpianto di illuminazione e la sua conformit alla normativa. Cosa che Gianfranco Valente avrebbe potuto fare la prima volta, quando invece giudic inammissibile il ricorso del Torino: sembra dunque una riapertura del caso da parte del giudice sportivo. Il problema sono i tempi, che si allungano prima di mettere fine alla questione: quando arriver il parere della Procura Figc, sar gi arrivata la pronuncia della Corte di giustizia proprio sull'inammissibilit del primo ricorso. DUE GIORNATE A CAGLIONI La Disciplinare ha inflitto due giornate di squalifica e l'ammenda di 2.000 euro al portiere Caglioni (Modena) che la stagione scorsa, quando era alla Salernitana, aveva indossato una maglietta con la scritta Odio Verona in occasione della finale dei playoff per la Serie B.

Pi che un nome ho rivisto lo spirito di squadra, un gruppo vero, compatto che non vedevo dal primo anno quando centrammo la promozione, tutti titolari.
Bianchi non segna da due mesi, un gioco che penalizza gli attaccanti in zona gol.

ciatori di marted ha accelerato le mosse del presidente Enzo D'Addario che ha assicurato l'avvio delle prime procedure di bonifico. In modo scaglionato i giocatori riceveranno presto due mensilit, ma rappresenta sempre una soluzione parziale visto che gli arretrati hanno origine da luglio. E poi bisogner attendere l'ufficialit degli accrediti (i primi comunque sono arrivati) visto che le precedenti promesse di pagamento da parte di DAddario non sono state mantenute.
RIPRODUZIONE RISERVATA

seconda divisione girone B Il recupero: derby per la Vigor Lamezia De Luca manda al tappeto il Catanzaro
VIGOR LAMEZIACATANZARO 1-0 GIUDIZIO +++ MARCATORE De Luca al 27 p.t. VIGOR LAMEZIA (4-2-3-1) Forte 7; Rondinelli 6,5, Marchetti 7, Gattari 6,5, Bonasia 6,5; Giuffrida 6,5, Cerchia 6; Cane 6,5 (dal 34 s.t. Catalano s.v.), Lattanzio 6 (dal 12 s.t. Visone 6,5), Mancosu 7 (dal 46 s.t. Mercurio s.v.); De Luca 7,5. (Calderoni, Martino, Erbini, Romero). All. Costantino 7. CATANZARO (3-4-3) Mengoni 6; Mariotti 6,5, Sirignano 7, Papasidero 6,5; Gigliotti 5,5 (dal 18 s.t. Figliomeni 6,5), Ulloa 5,5, Maisto 5,5, Squillace 6 (dal 45 s.t. Romeo s.v.); Esposito 6 (dal 7 s.t. Bugatti 6,5), Masini 6, Carboni 6,5. (Scerbo, Narducci, Ricciardi, Maita). All. Cozza 6. ARBITRO Abbattista di Molfetta 7. NOTE spettatori 3.000 circa, incasso di quasi 30.000 euro. Ammoniti Giuffrida, Rondinelli, Papasidero, Mariotti e Cerchia. Angoli 6-6. (f.c.) LA CLASSIFICA Cos il girone B di Seconda divisione alla fine del girone di andata: Perugia p. 45; LAquila 40; Vigor Lamezia, Catanzaro e Paganese 37; Chieti 34; Gavorrano e Aprilia 28; Giulianova e Arzanese 27; Normanna (-1) e Campobasso (-2) 24; Ebolitana (-1) e Vibonese 22; Milazzo e Fano (-5) 20; Neapolis (-2) e Fondi 19; Isola Liri (-2) 17; Melfi (-4) 16; Celano 10. Il campionato riparte domenica 8 gennaio.

Conta lobiettivo, il contributo di ogni giocatori alla causa. Se la difesa ha preso pochi gol e siamo primi il merito di tutti.
Con lanno nuovo riapre il mercato. Si leggono tanti nomi.

Come noi non siamo ancora promossi, c la possibilit per rientrare in corsa per tutti. E pur vero che se perdi tanti pun-

Questa volta non ci saranno rivoluzioni, Il mercato di gennaio non mi ha mai portato bene. Recuperiamo Darmian, Guberti e Surraco e se ci sar unoccasione, un giovane da allenare per la prossima stagione la coglieremo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DUE CLUB AGITATI SPINELLI SI E DIMESSO

ASSEMBLEA DI LEGA B

LA SITUAZIONE

Taccuino
PRIMA DIVISIONE

Livorno, c Madonna Samp: ecco da Brescia Berardi e Juan Antonio


FORESI-GRIMALDI

Beretta e Abodi I soldi e letica convivano bene


MILANO (a. cap.) Il presidente della Lega A, Beretta, su Petrucci, presidente del Coni: Ci fa un complimento quando dice che ci occupiamo di soldi: lo impone la legge Melandri. Ma noi raccogliamo un miliardo con investimenti dei presidenti che danno benefici al sistema, Petrucci vive sui soldi pubblici dopo non aver difeso i diritti sui giochi, soldi pubblici di cui a noi non torna un euro come da ultimo bilancio Figc. La Lega di B di Abodi nellassemblea approva il bilancio presentato dal presidente del collegio dei revisori Simonelli: avanzo di 87 mila euro. In B ci sono i 12 milioni giunti dalla Figc, ma la B rientrata prima in consiglio Figc. Abodi in assemblea riceve Ulivieri (allenatori) e Fiorini (preparatori) e sottolinea lo sforzo di Lega club per contrastare pratiche di malaffare. Pronto un protocollo etico. Beretta agli auguri con Abodi: Daccordo, soldi ed etica convivano bene. Dappertutto.

Il campionato torna il 6 gennaio e chiude landata


Il campionato di Serie B ha iniziato la pausa invernale: si riprender a gennaio con lultima giornata di andata. Questa la situazione dopo 20 giornate: Torino p. 41i; Verona 38; Sassuolo 37; Pescara 36; Padova 35; Reggina 30; Varese, Juve Stabia ( 4) e Grosseto 28; Sampdoria 26; Vicenza, Bari ( 2) e Cittadella 25; Crotone ( 1) 24; Empoli e Brescia 22; AlbinoLeffe 21; Livorno e Modena 20; Gubbio 18; Nocerina 16; Ascoli ( 7) 15.
PROSSIMO TURNO

Il campionato riposa Si riparte l8 gennaio


Questa la situazione in Pri ma divisione alla fine dellandata e il programma dopo la sosta: GIRONE A Ternana p. 37; Taranto ( 1) 36; Carpi e Pro Vercelli 29; Co mo ( 1) e Lumezzane 27; Pisa, Triti um e Sorrento ( 2) 26; Avellino 25; Benevento ( 6) 22; Foggia ( 1) 21; Reggiana ( 2) 16; Spal ( 2) e Monza 13; Viareggio ( 1) 11; Pavia 9; Foli gno ( 4) 6. Cos domenica 8 genna io (ore 14.30): Benevento Foggia (2 1); Foligno Avellino (0 2); Pi sa Spal (1 1); Pro Vercelli Como (0 1); Reggiana Pavia (1 1); Sorren to Monza (3 0); Taranto Lumezza ne (3 0); Tritium Carpi (0 4); Via reggio Ternana (0 1). GIRONE B Siracusa ( 3) p. 31; Tra pani 28; Barletta, Portogruaro e Lanciano ( 1) 27; Pergocrema ( 1), Cremonese ( 6) e Carrarese 25; Al to Adige 24; Spezia 23; Triestina 22; Frosinone 20; Prato, Piacenza ( 4) e Andria 17; Latina 16; Bassano 15; Feralpi Sal 13. Cos domenica 8 gennaio (ore 14.30): Andria Spe zia (0 0); Carrarese Cremonese (0 3); F. Sal Triestina (0 1); Frosi none Barletta (luned 9, 20.45; 0 1); Lanciano Bassano (1 0); Per

gocrema Portogruaro (1 0); Pia cenza Alto Adige (2 1); Prato Tra pani (1 2); Siracusa Latina (1 1).

SECONDA

Il Borgo a Buggiano ha scelto Firicano


Il Borgo a Buggiano (Secon da A) ha scelto il nuovo tecnico do po lesonero di Colonnello: tocca ad Aldo Firicano, ex del Poggibon si. Giocatori: Cavagna lascia il Foli gno e da gennaio va al Lecco.

Grosse novit per due squadre: una in panchina (e non solo), laltra sul mercato.
Qui Livorno Passaggio di testimo-

ne tra Walter Novellino e Armando Madonna, nuovo tecnico del Livorno. A Genova il presidente Spinelli ha incontrato Novellino trovando l'accordo per la rescissione. Madonna ha siglato l'accordo fino al termine della stagione con l'opzione, in caso di salvezza, per il prossimo anno. Poi c' stata l'assemblea della societ nella quale Spinelli e il figlio Roberto hanno rassegnato le dimissioni dalle cariche di presidente e amministratore delegato, dimissioni che verranno ratificate nel prossimo Cda in programma il 31 gennaio. Verr nominato ha spiegato Spinelli un nuo-

vo amministratore che avr il compito di portare avanti la societ in autogestione. Bisogna ridurre del 50 per cento le spese. Spinelli si poi soffermato sul caso De Lucia offerto al Frosinone: il portiere avrebbe rifiutato il trasferimento ed stato messo fuori rosa.
Qui Sampdoria Altri nomi di pos-

sibili rinforzi: la Samp per oltre 5 milioni di euro sta per ingaggiare Berardi e Juan Antonio dal Brescia. Intanto non si ferma il lavoro di Iachini: ieri la squadra ha sostenuto una doppia seduta di allenamento. Oltre a Padalino e Pozzi, a riposo anche Palombo, che ha ricevuto la visita di alcuni tifosi contrari a una sua cessione. Oggi stesso programma. La ripresa dopo la pausa di Natale sar marted 27 e il 30 ci sar unamichevole a La Spezia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Queste le partite dellultima giornata di andata, che in programma venerd 6 gennaio: ore 12.30 Torino AlbinoLeffe; ore 15 Ascoli Padova, Brescia Crotone, Cittadella Empoli, Gubbio Bari, Nocerina Pescara, Sampdoria Varese, Sassuolo Juve Stabia e Vicenza Reggina; ore 18 Verona Modena; ore 20.45 Grosseto Livorno.

SERIE D Recupero 16 giornata (G): Atletico Boville Sant'Elia 2 0; le due squadre adesso sono appa iate allultimo posto con 12 punti, a una lunghezza dal Civitavecchia. Il campionato torna domenica 8 con la prima di ritorno. Intanto il giudice non ha omologato il risultato di Co senza Adrano (reclamo ospite). Ammenda di 3.000 euro e diffida allArezzo. Allenatori: quattro gior nate a Gaglione (Turris), tre a Paz zaglia (Vis Pesaro), due a Bacis (Arezzo) e Di Maria (Hinterreggio), una a Strano (Adrano), Osio (Anco na), Bigoni (Aurora Seriate), De An gelis (Marino) e De Agostini (Mezzo corona). Giocatori: cinque giornate a Lucarelli (Pontedera), quattro ad Amendola (Marino) e Vanigli (Forl).

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

MOTORI
dare. Ma questa non sar lultima frontiera. I nostri ingegneri lavorano sempre per cercare di migliorare: per linizio del Mondiale mi aspetto qualche cambiamento.
Che aspettative ha?

UN ANNO DI LAVORO
La Ducati nel 2011 ha lavorato forsennatamente per rendere competitiva la Desmosedici.

4
S

INCONTRO SUL WEB CON I TIFOSI

Lobiettivo che inizi la rincorsa. Se a Valencia prendevamo 1"5 e il primo giorno di Sepang saremo a 1"2, vorr dire che abbiamo iniziato a ridurre le distanze.
Ma vede ancora una stagione di lavoro intenso sulla moto?

E Vale confessa Sogno il 10o titolo magari con la rossa


Confessioni ed auguri. Valentino Rossi risponde alle curiosit dei suoi tifosi che hanno scritto nei giorni scorsi al blog di Dainese-Agv (oltre 5000 domande da tutto il mondo), navigando a 360 gradi tra corse e vita privata. Paura della morte? Direi proprio di s, come tutti, per un pilota un po di pi. Credo in Dio? Credo... di credere. Che attore avrei voluto essere? Dan Aykroyd, la spalla di John Belushi, perch Blues Brothers il mio film preferito. La musica? Tutta, il pezzo preferito, "siamo solo noi". Quando arriva Valentino jr? Per ora no, ma prendo il tuo nome e quando sar il momento ti chiamo e me lo guardi tu.
Sogni Per quanto riguarda le corse Valentino deciso: Il mio sogno vincere il 10o Mondiale e spero di farlo con la Ducati. Stiamo lavorando molto e speriamo di poter tornare presto a divertirci e a fare divertire a suon di vittorie. Corse Quali sono stati i momenti pi bello e brut-

La coppia Valentino Rossi, 32 anni, e Filippo Preziosi (43) vuole rilanciare la sfida Ducati ai giapponesi MILAGRO

Per riscattarci ho cambiato telai ed elettronica


Preziosi: Vediamo dove sono i giapponesi Una MotoGP senza sviluppo non ci interessa
FILIPPO FALSAPERLA

Questanno abbiamo fatto tanto lavoro nei week end di gara, senza raccogliere risultati. Speriamo che i test invernali siano confortanti in modo che in gara potremo concentrarci sul risultato.
Sempre super-convinto di Valentino Rossi?

Base A inizio campionato la GP11 diretta evoluzione della moto 2010 che ha vinto 3 delle ultime 6 gare con Stoner.

S
Evoluzione Al Mugello (gara 8), arriva una moto tutta nuova: La ciclistica 2012 chiede un motore con attacchi differenti. La grande novit la sospensione posteriore.

Sempre... Del resto i suoi numeri parlano chiaro. Questanno semplicemente non ha trovato confidenza con la moto.
Guardano avanti, come vede lipotesi di un campionato con moto Crt, derivate dalla serie?

Ingegnere Filippo Preziosi, questanno tra i regali trover un po di carbone?

Beh, visti i risultati della nostra Ducati, mi sa di s....


Avete capito cosa avete sbagliato?

Valentino? Semplicemente non ha trovato confidenza con la moto


FILIPPO PREZIOSI D.t. Ducati Corse

Uhm... Sul primo ci saranno miglioramenti, ma non rivoluzioni. Comunque, vedrete le novit a Campiglio (11 gennaio, n.d.r.) alla presentazione.
Poi in Malesia vedremo la moto per il campionato?

La situazione economica richiede uno sforzo di noi tecnici, sempre concentrati a fare moto sempre pi estreme. Ora dovremo dare un contributo per diminuire i costi. Ma la Ducati ha interesse a stare in MotoGP solo se sviluppare tecnologia per la produzione. Se si dovesse rinunciare a questo, per noi sarebbe un problema.
Col regolamento attuale servono 4 cilindri di serie...

S
Rivoluzione Ad Aragon (gara 14) cambio completo: il telaio in carbonio diventa in alluminio.

to? Pi doloroso oltre che brutto il Mugello, con la frattura della gamba. Pi bello la vittoria a Welkom, al debutto con la Yamaha. Pi recentemente Laguna Seca 2008 con Stoner e Barcellona 2010 con Lorenzo. Il casco pi bello? Quello di questanno e "la faccia" del Mugello. Quello del del Sic? Lo user nei test invernali, poi lo cambier, ma col 58 dentro.
Futuro Come saranno le nuove Crt? Noi vorremmo sempre le MotoGP, ma costano troppo e bisogna cambiare. Nel 2012 saranno in difficolt, ma verranno sviluppate e diventeranno divertenti da guidare e da vedere. Ci pu essere un futuro in Superbike? Sarebbe divertente, ma dipende da quanti anni sar competitivo in MotoGP. Che quarantenne sar? Mancano ancora 8 anni, quindi tantissimi, ma non mi vedo in pantofole. Spero di guidare moto o auto, magari da rally. Team manager? Non credo. Potrei fare uneccezione se mio fratellino Luca decidesse di fare davvero il pilota, come sembra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Per il momento abbiamo unidea su dove volevamo an-

Mentre io ritengo che per la strada il bicilindrico sia il motore migliore. Vedremo: credo che entro la prossima estate ci sar il nuovo regolamento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Speriamo di farlo con la nuova moto: se saremo competitivi capiremo quello che avremmo dovuto fare prima. Ma lo sviluppo richiede informazioni prima di agire.
A che punto siete per la moto 2012?

primi test, vedremo gli altri.


Scendendo un po nel dettaglio?

In ogni progetto devi individuare le aree di sistemare, poi si fanno ipotesi, i test e si fanno i pezzi. Siamo in grande fase di lavoro, come sempre finch avremo il coraggio di sfidare grandi aziende come la Honda e Yamaha.
Ma avete gi definito una base per la prossima Desmosedici?

Cambia la ciclistica, come avete visto negli ultimi test dellanno, per la distribuzione dei pesi. Che sia in alluminio solo per avere pi flessibilit in caso di cambiamenti. La struttura perimetrale. Poi lelettronica: abbiamo cambiato completamente il sistema di gestione, che adesso sar pi accurato a 360 gradi. Siamo ansiosi di capire come andr.
Avete gi provato queste novit nei test di Jerez con Checa?

Abbiamo delle idee, ma non sappiamo dove sono gli avversari, che avranno lavorato a loro volta. Abbiamo individuato un paio di aree dove intervenire, poi, a fine gennaio, con i

La moto era ancora laboratorio per la ciclistica, ma aveva gi parte dellelettronica.


cambiato anche il motore? E il forcellone sar sempre in carbonio?

Ferrari limousine a Londra

Per le strade di Londra ha destato grande curiosit una originale Ferrari in versione limousine parcheggiata davanti ai famosi grandi magazzini Harrods OLYCOM

Taccuino
RAIKKONEN TROFEO ANDROS

Veloce come prima


In vista del rientro in F.1 con la Lotus, dopo due anni nei rally, Ki mi Raikkonen assicura di non aver perso lo smalto di un tempo. Sono pi motivato che mai ha detto lex iridato . Non credo di aver perso velocit di una volta

Prost al comando
(g.cor.) A quasi 57 anni, Alain Prost (Dacia Lodgy) non smette di vincere: con un 1 e un 4 posto nel le gare dellAlpe dHuez si porta in testa al Trofeo Andros, gi vinto nel 2007 e 2008. Olivier Panis , 3 e Jacques Villeneuve 11.

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

MONDOMOTORI AUTO

Avensis
Toyota, eurostile consumi ridotti e accesso a Google
ALFONSO RIZZO

I NOSTRI GIUDIZI

n
S

Twingo

Design Laggiornamento porta giovamento ad una linea originaria non particolarmente riuscita. Motore Il 2 litri D-4D davvero parco nei consumi e nelle emissioni. Qualit Quella percepita a bordo molto migliorata

A poco pi di tre anni dal lancio, la Avensis stata rinnovata. E questa volta la sfida stata affidata al Centro Stile Advanced Design ED2 di Sophie Antipolis (nel sud della Francia) con obiettivi chiari: un design estetico pi dinamico, maggiore qualit percepita, ridurre vibrazioni e rumori, ma soprattutto ridurre sia i consumi che le emissioni. la prima volta che il facelift di una Toyota viene pianificato, progettato ed ingegnerizzato in Europa a dimostrazione di come la rinnovata Avensis abbia proprio nei mercati del Vecchio Continente il suo bacino dutenza principale.
Prezzi Disponibile in configu-

NO
Cambia il design dei fari e della griglia del radiatore sulla nuova Toyota Avensis, disponibile sia nella versione berlina che Station Wagon. In Italia sar in vendita da fine gennaio con prezzi a partire da 27.600 euro

razione berlina e station wagon, la nuova Avensis esordir in Italia a fine gennaio con prezzi tra i 27.600 euro della 1.8 benzina e i 37.000 euro della 2.2 Diesel automatica Style Safety Wagon. Spicca la tecnologia Touch & Go Plus che anticipa il futuro dei sistemi multimediali di bordo in questa categoria di vetture. Sar di serie su tutta la gamma italiana con touch screen da 61 e offrir navigazione Gps con mappe in 3D, informazioni sul traffico, autovelox, accesso a Google Search, connessione bluetooth, comando vocale, lettura messaggi Sms e mail.
Linee Avensis propone fari pi

spensioni e i supporti strutturali per ridurre vibrazioni e rumorosit. Allinterno sono state modificate la console centrale e le maniglie, mentre materiali fonoassorbenti sono stati collocati lungo il pavimento fino al cruscotto.
Motori Tutti i propulsori sono

Rumorosit Anche se l'isolamento dellabitacolo migliorato non si arriva ai vertici del segmento Cambio Peccato non si possa optare, per ora, per l'automatico sul 2.0 D-4D Consumi Contenuti. Ma non premiano certo la dinamicit del D-4D da 124 Cv.

stretti con luci diurne a freccia, nuove proporzioni della griglia del radiatore. Nuovi anche la messa a punto delle so-

dotati di tecnologia Optimal Drive. Il 1.800 cmc benzina Valvematic da 147 Cv disponibile sia con cambio manuale a 6 marce sia con Cvt Multidrive S a 7 marce, mentre sul modello pi venduto, la 2.0 D-4d da 124 Cv c solo il cambio manuale. Al top della gamma la 2.2 D-CAT da 150 Cv. Il rinnovato motore D-4d di 2 litri offre una coppia molto pi lineare, una nuova mappatura della centralina, una coppa dellolio a doppia camera (primizia per Toyota) e uninedita pompa di iniezione che riduce del 66% lenergia dissipata. Consuma appena 4,6 litri/100 km per soli 120 g/km di CO2.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Renault d un tocco di grinta alla piccola


Il nuovo aspetto del muso ha un effetto sorprendente Prezzo di lancio: 8.500 euro
CORRADO CANALI

di posizione e i fendinebbia. Nuovo il paraurti, con lampia presa daria.


Il risultato Sorprendente: la city-car finisce col perdere laria un po dimessa di prima, per diventare grintosa e ricca di personalit. Altre novit riguardano poi la coda. Il portellone include delle piccole luci di retromarcia separate dai fanali principali che mantengono la forma di quelli precedenti, ma hanno un diverso vetro trasparente. Inoltre il paraurti pi bombato. Da segnalare, poi, i nuovi cerchi in lega e, a prezzi abbordabili, una serie di personalizzazioni per la carrozzeria, fra cui un disegno adesivo per il tetto che costa 200 euro, mentre per i gusci dei retrovisori e i paracolpi laterali di colore diverso da quello della carrozzeria ne servono 50 di euro. In totale sono 30.000 le combinazioni di personalizzazione per la carrozzeria, fra cui un tetto in tela che ricorda quello della prima Twingo, ma anche una radio abbinabile ad un iPhone o ad un iPod Touch che diventano un navigatore, grazie ad unapplicazione sviluppata da Renault. A bordo I posti sono soltanto

E una Twingo rinnovata quella che Renault far debuttare a gennaio e con la stessa faccia, fra laltro, che caratterizzer i modelli futuri della Casa francese. Un nuovo look che prevede allanteriore un

marchio cromato diventato pi grande e contornato da una mascherina con due sottili baffi orizzontali neri. Ma la rinfrescata al muso non finisce qui: adesso i fari principali hanno un taglio superiore obliquo che li rende aggressivi e sono affiancati da altri due proiettori tondi che incorporano le luci

quattro, ma lo spazio abbon-

SLS
ALESSANDRO GIUDICE

Mercedes Amg, belva da 317 allora ma in citt si lascia addomesticare


La Roadster ha potenza enorme (571 Cv) e una tenuta impeccabile. Listino per pochi: 201 mila euro

Esattamente come 54 anni fa, Mercedes chiude il cerchio SLS AMG (allora era solo SL) presentando la roadster: dalle porte ad ali di gabbiano alla versione a cielo aperto, fortemente sponsorizzata dagli Stati Uniti, amanti di spider e AMG e secondo mercato mondiale della Stella a tre punte.
Adrenalina La SLS AMG Road-

ster ha le stesse linee del coup e una muscolatura ben definita, che la mancanza del tetto, sostituito da una bassa capote in tela che si apre in appena 11 secondi, esalta in grinta e soli-

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

MOTO

I NOSTRI GIUDIZI

n
S

I PREZZI

La Fiat Panda va da 10.200 euro fino a 14.400

I NOSTRI GIUDIZI

Versys
per lendurona Kawasaki

S Cuore racing
Semplicit Maneggevolezza e agilit esaltano laspetto divertente di questa moto. Posizione La posizione di guida in sella corretta e non stanca. Guida Le gomme e il buon equilibrio generale garantiscono unottima tenuta.

Personalit Lo stile rende la Twingo pi interessante per giovani e donne. Spazio Incredibile labitabilit. Dietro i due passeggeri hanno tanto spazio Dotazioni Anche nellallestimento base, c tutto di serie, a partire dal climatizzatore. Oltre 30.000 le variabili.

Sulla nuova Twingo disponibile un tetto in tela che ricorda la prima versione dellauto francese
Propulsori A disposizione un nuovo motore risparmioso di 1200 cmc a benzina da 75 Cv o lalternativa pi grintosa, grazie al Turbo, ma sempre a benzina da 100 Cv per la variante sportiva Gordini. Infine previsto anche un turbodiesel 1.5 da 75 Cv. In primavera, poi, arriver anche la pi grintosa della gamma Twingo, la RS col 1600 a benzina da 130 Cv. Alla guida la nuova Twingo si segnala per la grinta soprattutto nella variante Gordini, sportiva sia pure in formato tascabile, che senza perdere di vista il confort si dimostra pi agile soprattutto nel misto. Il turbodiesel, invece, garantisce una guida pi tranquilla, ma anche pi risparmiosa, senza remore sia per tenuta di strada che confort. Infine i prezzi: lallestimento base il Wave che offre comunque di serie il clima, la radio con Bluetooth e parte da un prezzo di 10.950 euro (750 euro in pi per il livello superiore, Live), scontato per, per la fase di lancio a 8.500 euro. Il turbodiesel parte da 12.950 euro la Wave e da 13.700 la Live. Al top delle Twingo c, per ora, la Gordini che costa 13.950 euro, mentre il prezzo della RS per il momento top secret.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NO
Due porte Due sole porte non sono la soluzione ideale per questo tipo di vetture. Gordini La versione sportiva ha scarso appeal. Colori Troppo vivaci per il grigiore delle citt: ma i francesi amano la stravaganza.

(co.ca.) Da ieri si aperta la raccolta ordini della nuova Fiat Panda che parte da 10.200 euro per la 1.2 da 69 Cv in versione Pop, fino ad un massimo di 14.400 euro della 1.3 da 75 Cv Lounge. La Panda base ha lo stesso prezzo della Citron C1 5 porte (10.200 euro), costa 400 euro meno della Volkswagen up! 1000 (10.600 euro) e 550 euro meno della Ford Ka (10.750 euro).

NO
Finiture Le plastiche del cruscotto e il forcellone hanno un aspetto un po povero Freni Lanteriore attacca un po in ritardo e in modo un po brusco. Motore Qualche vibrazione di troppo oltre i 130 orari.

GOLFISTA

E Evoque il Suv scelto da Diana Luna

La nuova strumentazione di bordo

dante. La strumentazione semplice, ma chiara, mantiene la sua posizione centrale nella plancia che inizialmente pu forse distrarre chi non abituato. Le plastiche sono di buona qualit, mentre i comandi mostrano unapprezzabile ergonomia e anche piacevolezza al tatto. La Twingo stupisce per labitabilit anteriore e posteriore: arretrando completamente entrambe le file di sedili, per il passeggero posteriore c abbondante spazio per le gambe. Il bagagliaio, poi, offre un massimo di 959 litri, tantissimi per unauto lunga 369 cm, 9 pi di prima, larga 160 e alta 150 cm. Nuovi i colori disponibili, compresi due molto molto brillanti: il fucsia e il blu chiaro.

Motore 1.000 e controllo di trazione: costa 11.900e


PAOLO LORENZI

Diana Luna, 29 anni, romana, campionessa di golf (vincitrice nel 2011 dello Swiss Open e del German Open) la nuova ambasciatrice di Range Rover Evoque. Luna affianca i quattro City Shapers italiani (Neil Barrett, Francesca Versace, Natasha Slater e Sergio Cerruti), protagonisti della campagna "Pulse of City" che ha accompagnato il lancio di Evoque in Italia.

Cerano una volta le endurone, ispirate ai grandi deserti africani e ai raid avventurosi come la Parigi-Dakar. Ma di tempo ne passato e da allora queste moto sono progressivamente mutate. Con gli anni sono diventate un po pi stradali, pi confortevoli, pi idonee alle vacanze estive che alle polverose cavalcate nel deserto.
Travaso Cos non deve stupire

riparo aerodinamico (il cupolino regolabile in altezza), il serbatoio da 21 litri per una buona autonomia. Insomma, ha tutto quel che serve per assicurare viaggi sereni e confortevoli. In pi, per, ha una spiccata manovrabilit e sulle curve di montagna, dove abbiamo avuto occasione di provarla, ha sfoderato unagilit e un equilibrio generale sorprendenti. La Versys, per capirci, ha indole da naked: una moto votata alla guida dinamica.
Brillante Comoda sui lungi per-

dit. una macchina che, a leggere i dati prestazionali che parlano di una velocit massima di 317 km/h (che i tecnici AMG specificano autolimitata...) e di 3"8 per raggiungere i 100 allora da ferma, sembra non far venire dubbi sulla sua destinazione: produrre adrenalina ad andature superiori alla media. E invece non solo cos: perch questa splendida roadster si presta ad essere guidata con la stessa disinvoltura in citt come in pista, con un filo di gas o su una tortuosa strada di montagna.
Al volante In tutte queste situazioni, la SLS Roadster si trova perfettamente a proprio agio

A sinistra gli interni della SLS Roadster, a destra il motore AMG 8 cilindri da 6,2 litri in grado di arrivare a 317 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 3"8

grazie ad una meccanica duttile, che unisce elementi che raramente riescono a convivere in armonia sulla stessa auto. Come lelasticit dell8 cilindri da 6,2 litri (rigorosamente firmato dal tecnico AMG che lha assemblato) che, alle andature pi basse come a quelle elevate, ha una riserva di potenza sempre in grado di liberarsi in pochi secondi, grazie alla coppia di 650 Nm; o lassetto che passa, con la semplice pressione di un tasto, da un comfort da limousine alla reattivit di unauto da corsa, specie nella posizione Sport Plus, dove cambia anche il suono dello scarico. O, ancora, una carrozzeria in alluminio, leggera, si-

cura e di notevole rigidit torsionale, tanto da far dimenticare la mancanza del tetto. Le doti dinamiche della roadster AMG si apprezzano sia sui veloci curvoni autostradali, dove il passo (la distanza tra le ruote anteriore e posteriore) piuttosto lungo favorisce una tenuta impeccabile anche allaumentare della velocit, sia sui percorsi pi stretti e tormentati, dove la massa di 1.660 kg richiede una guida attenta e unimpostazione delle curve un po anticipata, con lenorme potenza (571 Cv) e la frenata sempre efficace grazie ai dischi carboceramici che aiutano a trarsi velocemente dimpaccio anche quando ci si lascia prendere la mano.
Accessori Molto divertente il

la scelta della Kawasaki di montare sulla nuova Versys 1000 un motore 4 cilindri di derivazione stradale. Altrettanto non sorprende la decisione di dotarlo di doppia mappatura e controllo di trazione, come se si trattasse di un modello sportivo. La strada, insomma, il terreno elettivo di questultima proposta di Akashi che punta soprattutto a soddisfare le esigenze del viaggio.
Comodit La Versys 1000 si presenta con una posizione di guida comoda, un bel manubrio largo per consentire una guida rilassata, la sella ampia per due. Ha unottima capacit di carico (fino a 220 kg tra passeggeri e bagagli), un discreto

corsi e divertente quando serve. Merito anche del motore, il 4 in linea di 1043 cmc derivato dalla Z1000: nonostante i 118 Cv e una robusta coppia di 102 Nm, sempre fluido e progressivo. Gli si possono solo leggere vibrazioni avvertibili alla sella, agli alti regimi. Per il resto, il traction control di cui dotato (regolabile su 3 assetti) non sembra nemmeno indispensabile, grazie allottima tenuta dei pneumatici Pirelli Scorpion Trail.
Strada La scelta delle ruote da

17 e il telaio perimetrale dalluminio confermano lindole stradale della Versys. Lo stesso per limpianto freni con Abs di serie: potente e sicuro pecca solo un po in modulabilit allanteriore (che attacca un filo in ritardo e un po bruscamente). La linea invece ispirata alla Versys 600, ripresa nel disegno del cupolino. Disponibile in due colori, arriver dai concessionari a gennaio a 11.900 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Performance Media AMG, un sistema multimediale in grado di dare una quantit di informazioni racing, come tempo sul giro (in caso si guidi in pista) o accelerazione laterale. Bella in tutti le tinte proposte, per la SLS AMG Roadster stato creato il marrone Sepang, dai riflessi orientali che ben si abbinano alla capote beige. Un colore da cioccolatino, che rende forse pi dolce staccare lassegno di 201.040 e.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Grande agilit per la Versys 1000

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

Photo Agence Zoom

IMMENSO MAX

MASSIMILIANO BLARDONE VINCITORE SLALOM GIGANTE ALTA BADIA 2011


LANGE RS 140 DYNASTAR SPEED COURSE WC RACEFLEX WC

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

CICLISMO LINTERVISTA
CLAUDIO GHISALBERTI

italia: 514954585150

il Mourinho del ciclismo. Non per i modi di fare, che anzi sono allopposto di quelli teatrali del tecnico portoghese, ma per la capacit di motivare e cavare dai suoi atleti ogni grammo di energia, di spremerli fino allultima goccia di sudore, di ottenere devozione. Riesce a far sentire lultimo della squadra un numero 1. Lui Bjarne Riis, 47 anni, danese. E alla guida della Saxo Bank si appresta a vivere la tredicesima stagione da manager. Oddio, forse dire manager riduttivo. Lui anche direttore sportivo, tecnico, allenatore... Oltre a curare gli aspetti gestionali, mette a punto i programmi dallenamento, segue le diete, valuta gli aspetti biomeccanici: gli basta un colpo docchio e il suo parere diventa una sentenza. Bjarne sa trasformare una sua curiosit in un business e il recente ritiro in Israele ne un esempio. Lui quello che porta il team building nel ciclismo; che convince Basso e Contador a buttarsi in inverno nellacqua gelida dei fiordi; che si lancia

Riis
Contador diventer ancora pi forte
Il capo della Saxo sicuro: gi un fenomeno, ma pu migliorare su tutti i terreni
serio. E quando dice: The party is over, la festa davvero finita. E ora si fa gi sul serio.
Allora Riis: che Saxo Bank vedremo nel 2012?

un corridore di valore che pu aggiungere qualcosa al nostro team. Per JJ Haedo abbiamo costruito un bel treno. Poi ci sono buoni giovani e un ragazzo che pu sorprendere.
Di chi si tratta?

Laustraliano Jonathan Cantwell (30 anni, 1 vittoria, ndr). Mi piace e credo meriti unopportunit ad alto livello anche perch un ragazzo che lavora duramente e sono convinto che possa migliorare ancora.
In squadra lei ha anche gli italiani Matteo Tosatto e Manuele Boaro. Cosa pensa di loro?

Toso un corridore serio e di qualit, per questo va sempre forte. Nel 2011 su 95 corse ne ha finite 94. Manuele un giovane anche troppo serio. Deve trovare il suo equilibrio ma il talento c e a crono va forte.
Torniamo a Contador. Pu migliorare ancora?

Certo. E su tutti i terreni, nonostante sia gi un fenomeno. Per esempio: pu aumentare la forza nelle gambe e nella schiena. Per la crono stiamo studiando qualcosa. Alberto ha una gran-

Alberto ha dentro una gran voglia di progredire. Sar io a seguire la sua preparazione

montagne di soldi da spendere, si rischia di far esplodere tutto il movimento. Viviamo una situazione molto pericolosa: la Leopard (ora RadioShack, ndr) un chiaro esempio.
La sua squadra dipende completamente da Contador.

Sono saliti troppo i prezzi rispetto ai valori reali: il ciclismo rischia di esplodere

per primo col paracadute per dare lesempio alla truppa impaurita; che per far mangiare meglio e in modo pi sicuro i suoi corridori non si porta il cuoco in hotel, si porta anche la cucina; che a inizio preparazione concede ai suoi ragazzi un bicchiere di vino, ride e scherza con la truppa, ma poi avverte: I neopro penseranno di essere finiti in un paradiso, ma non simmaginano neppure la fatica che dovranno fare appena si comincer a fare sul

Ho assemblato un bel gruppo, forse anche migliore del 2011. Sono molto contento del materiale umano che ho a disposizione. Certo, non sono riuscito a prendere tutti i corridori che avrei voluto, ma va bene cos. Con certe cifre, non facile prendere corridori. Il mercato mi parso davvero fuorigiri.
Ci spieghi.

Il sistema dei punti ha fatto salire troppo i prezzi rispetto ai reali valori. Dobbiamo stare attenti perch non mi pare che in giro ci siano tanti team con

Lui il leader. Sono convinto che andr fortissimo, pi forte di sempre. Concentreremo tutti i nostri sforzi sul Tour per aiutarlo. Non ho un gruppo come la Bmc che pu fare due squadroni di pari valore per Giro e Tour. Per ho diversi corridori che potranno ottenere risultati nelle altre corse.
Per esempio?

de voglia di migliorare, per questo seguir direttamente la programmazione della preparazione.


Ma senza di lui che Saxo Bank vedremo al Giro?

Team manager dal 2000


Bjarne Riis nato il 3 aprile 1964 a Herning, in Danimarca. Ha corso 14 anni tra i pro. Ha vinto 26 corse, tra cui il Tour 96, ma nel 2007 ha ammesso di essersi dopato tra il 93 e il 98, dicendosi disposto a restituire la maglia gialla. team manager dal 2000 DE WAELE

Sergio Paulinho va forte, Bruno Pires poco conosciuto ma

Segnatevi questo nome: Rafael Majka. Polacco, ha 22 anni, scalatore. Alla Vuelta andato fortissimo. Non per battere Ivan (Basso, ndr) che il favorito, per far un grande Giro. Magari in maglia bianca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo spagnolo aspetta Caso clenbuterolo: sentenza prevista tra il 15 e 20 gennaio


I tre giudici sono impegnati nella stesura della sentenza, entro un mese conosceremo la loro decisione. Cos, in unintervista radiofonica concessa a Rmc, si espresso il segretario generale del Tas, Matthieu Reeb, in merito al caso-clenbuterolo che tiene sulle spine Contador. La sentenza, salvo ulteriori ritardi, prevista pi verosimilmente tra il 15 e il 20 gennaio. Alberto Contador (a destra nella foto De Waele con Bjarne Riis in tenuta da paracadutista durante il recente stage in Israele), che era stato ascoltato dal Tas di Losanna un mese fa, rischia 2 anni di stop.

Taccuino
LINCHIESTA DI BERGAMO

Paolini, il Tna dispone larchiviazione


Dopo unattesa estenuante, si chiude il caso Paolini. Nel proce dimento a carico del 34enne della Katusha, il Tna ha disposto larchi viazione, come chiesto dalla Procu ra Coni. Il comasco era stato so spettato dalla Procura di Bergamo di traffico di sostanze dopanti in uninchiesta avviata nel 2006, che ha visto coinvolti (e puniti) pure Ed dy Mazzoleni e la moglie Elisa, so rella di Ivan Basso. Paolini, che ha sempre negato ogni addebito, mai stato sospeso nemmeno caute

larmente, disputando anche lulti mo Mondiale. Larchiviazione sta ta sollecitata dalla Procura di Co mo, ricevuti gli atti da Bergamo. Squalifica di 18 mesi, invece, per il biker Ramon Bianchi; sospesi i 7 mesi al dilettante Matteo Durante.

IL COLOMBIANO

Soler a casa: Non so se torner in bici


Vittima di una gravissima ca duta il 16 giugno al Giro di Svizzera (sub la frattura della base cranica e un edema cerebrale), il colombia no Mauricio Soler rientrato in pa tria dopo una lunga degenza prima in Svizzera e poi in Spagna. Ho vi sto la morte in faccia ha detto la maglia a pois al Tour 2007 . Il mio futuro nel ciclismo resta incerto, ma ora mi interessa solo recupera re e tornare pian piano alla normali t. Ascoltate su Gazzetta.it la vi deointervista.

IL NORVEGESE DI SKY

Boasson Hagen rinnova fino al 2014


Edvald Boasson Hagen, il 24enne norvegese vincitore que stanno di 2 tappe al Tour, ha rinno vato col Team Sky fino al 2014. Punto a Sanremo e Roubaix, sta re in questo team mi entusiasma.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

BASKET EUROLEGA, ULTIMA GIORNATA DELLA PRIMA FASE

Il debutto
Gentile: A Milano in punta di piedi ma a testa alta
La prima con lEA7 nello spareggio per le Top 16 con il Partizan: Far caldo, ma i tifosi non giocano...

fessionistica. Non si pi ragazzini, allinizio non facile ma poi pian pianino ti rendi conto che il tempo dei giochi finito e che si fa sul serio.
E un peso chiamarsi Gentile?

VINCERE Cant a Desio DI 4 PUNTI


Per qualificarsi alle Top 16, Milano deve vincere di 4 punti a Belgrado.

y
S

la guida con il Fenerbahce su SportItalia 24


Oltre a Milano, stasera (ore 20, SportItalia 24) gioca anche Cant (senza Ortner, da ieri ufficialmente passato alla Benetton), che al PalaDesio ospita i turchi del Fenerbahce. Per chiudere al 1o posto deve vincere e sperare che perdano Olympiacos e Vitoria. GIRONE A Oggi: Bilbao-Vitoria; Nancy-Olympiacos; Cant-Fenerbahce Istanbul (ore 20). Classifica: Vitoria, Olympiacos*, Fenerbahce, Cant* 5-4; Bilbao 4-5; Nancy 3-6. GIRONE B Ieri: Panathinaikos Atene-Bamberg 71-66 (Diamantidis 14; Suput, Roberts 11); Malaga-Cska Mosca 83-91 (Freeland, Peric, Fitch 16; Teodosic 18); Zalgiris Kaunas-KK Zagabria 87-76 (Weems 20; Kasun 20). Classifica: Cska* 10-0; Panathinaikos* 7-3; Malaga*, Zalgiris* 4-6: Bamberg 3-7; Zagabria 2-8. GIRONE C Oggi: Efes Istanbul-Real Madrid; Partizan Belgrado-Milano (ore 20.45, SportItalia); Charleroi-Maccabi Tel Aviv. Classifica: Real* 7-2; Maccabi* 6-3; Efes* 5-4; Partizan 4-5; Milano 3-6; Charleroi 2-7. GIRONE D Ieri: Barcellona-Galatasaray Istanbul 79-50 (Ndong 16; Ozer 11); Prokom Gdynia-Siena; Olimpia Lubiana-Unics Kazan 63-76 (Blazic 13; Domercant 16). Classifica: Barcellona* 9-1; Siena* 8-2; Kazan* 7-3; Galatasaray* 5-5; Prokom, Lubiana 1-9. Le prime 4 di ogni girone alle Top 16. *: gi qualificate. EUROCUP (a.m.) Definiti i gironi delle Last 16 di Eurocup. Girone I: Gravelines, Nymburk, Vef Riga, Valencia. Girone J: Khimki, Villeurbanne, Donetsk, Aris Salonicco. Girone K: Banvit, Spartak S.Pietroburgo, Krka Novo Mesto, Buducnost. Girone L: Lietuvos Vilnius, Alba Berlino, Lokomotiv Kuban, Benetton Treviso. Le Last 16 iniziano il 17 gennaio e terminano il 28 febbraio. Le prime due di ogni girone vanno ai quarti di finale.

No, non lo mai stato, lho sempre detto. Anzi, un onore, sono fiero di come mi chiamo e di quello che ha fatto mio padre. Ma sicuramente non influisce su quello che far io.
Pap le ha dato consigli?

No, abbiamo solo parlato. So bene quale pressione ci sia a Milano.


Qual il primo ricordo legato al basket?

Forum di Assago, giocavo dietro i tendoni con i figli di Anthony Bowie e Warren Kidd. Ci andavo a vedere le partite di pap con mamma e mio fratello Stefano.
Via da Milano vi siete trasferiti ad Atene.

Quella greca stata unesperienza molto bella, della quale ho ricordi pi nitidi. In quel periodo per giocavo a hockey prato alla scuola americana. Avevo avuto una crisi di rigetto nei confronti del basket. I momenti pi belli furono le due finali di Eurolega, soprattutto quella vinta dal Panathinaikos


VIZIO DI FAMIGLIA
MASSIMO ORIANI MILANO

Chiamarsi Gentile non un peso ma un onore. Sono fiero di quello che ha fatto pap Da ragazzino ho avuto una crisi di rigetto per il basket: giocavo a hockey prato

DIFFERENZA CANESTRI Avendo perso allandata 69-65 con un clamoroso suicidio nel quarto periodo, nel quale sub un parziale di 30-9, lEmporio Armani 7 dovr quantomeno pareggiare quello scarto negativo. Non serve superarlo (+5 o meglio) avendo una differenza canestri complessiva nel girone nettamente favorevole rispetto a quella dei serbi (-2 per Milano, -29 per il Partizan).

S
CIAO NBA Rispetto allandata, lOlimpia non avr Gallinari, ma i serbi saranno senza Pekovic, entrambi tornati in Nba. Senza il montenegrino il Partizan ha perso di 5 a Charleroi e di 18 a Madrid col Real. In dubbio Macvan, frenato da problemi alla schiena

re giorno dopo giorno.


Cosa le ha detto Scariolo?

S
Alessandro Gentile 19 anni, ha debuttato in serie A con Treviso il 12/10/09. In estate ha vinto largento allEuropeo Under 20

AllOlimpia come pap e fratello

a Salonicco nel 2000, molto pi di quella persa a Parigi la stagione successiva....


Segue la Nba, che potrebbe essere nel suo futuro.

LEGADUE 13A GIORNATA

Alessandro Gentile ha locchio assonnato. Sono le undici ma anche giornate frenetiche per lazzurrino. Sabato ha disputato lultima partita con Treviso, domenica arrivato a Milano, tre allenamenti e ieri alle 17 volo per Belgrado. Dove stasera lEA7 si gioca laccesso alle Top 16.
Gentile, come stato limpatto con la nuova squadra?

Abbiamo parlato di cose tecniche, di come migliorare certi aspetti del mio gioco per il futuro e di come posso essere utile alla squadra ora.
Avr un debutto di fuoco.

Non conosco il Pionir. A Belgrado ci sar unatmosfera caldissima, ma alla fine i tifosi non scendono in campo al posto dei giocatori....
Si sente il salvatore della patria?

Mi piace, ma non credo sia cos superiore al basket europeo. Sicuramente pi spettacolare, ma non cos tecnico. C tempo per pensare se andarci o meno, tanto tempo.
Cosa chiede a se stesso e allOlimpia?

Nellanticipo Reggio Emilia supera Bologna


Stasera (20.45) si gioca la 13a giornata in LegaDue. Nellanticipo di ieri. vittoria di Reggio Emilia sulla Conad Bologna 91 87 (Robinson 26, Chiacig 20; Vrkic 18, Baldassarre, Pecile 17). Oggi: Pistoia Scafati (20.30); Jesi Imola (20.30); Barcellona Veroli; Brescia Piacenza; Verona Forl; SantAntimo Ostuni (diretta RaiSport 2). Riposa: Brindisi. Classifica: Reggio Emilia (9 vinte 3 perse) 18; Brescia (8 3), Pistoia (8 4) 16; Scafati (7 4), Brindisi (7 5) 14; Piacenza (6 4), Barcellona (6 5) 12; Imola (5 6), Verona (5 6), Forl (5 6), Jesi (5 6) 10; Ostuni (4 7), Bologna (4 8) 8; Veroli (3 8) 6; SantAntimo (2 9) 4.

Alessandro il terzo Gentile a giocare a Milano dopo pap Nando (dal 94 al 98 vincendo lultimo scudetto Olimpia nel 96) e Stefano, 22 anni, oggi a Casale, nel 2007-08 SERRA-CIAMILLO

Ottimo, mi hanno accolto molto bene. E un gruppo esperto, c gente che ha vinto tanto. Essere qui con loro motivo dorgoglio, un sogno, visto che sino a ieri li vedevo solo in tv e ora ci gioco assieme. Sono molto felice.
Che ruolo avr nellOlimpia?

Non lo sono assolutamente, e credo che nessuno si aspetti questo da me. Sono solo un ragazzo di 19 anni, anche se a Treviso ho giocato molto in prima squadra. Qui spero di ritagliarmi il mio spazio, se me lo meriter.
Cosa ha imparato a Treviso?

Lobiettivo vincere, mi sembra sia stato detto pi volte. A livello personale voglio entrare in punta di piedi, senza dar fastidio a meccanismi collaudati da mesi di lavoro, riuscendo a dare una mano.
Siena sembra battibile.

Non dipende da me ma da Scariolo, e lo stesso vale per lo spazio. Sono pronto per dare il massimo e cercare di migliora-

Molte cose, soprattutto come si vive in una squadra pro-

Ma va detto che sono stati bravissimi, nonostante gli infortuni sono sempre al top. Sono riusciti a battere il Barcellona pur avendo fuori tre quinti del quintetto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN POLONIA I TRICOLORI ERANO GI CERTI DEL 2O POSTO

Super Aradori: Siena chiude bene


PROKOM-SIENA 53-79
(16-18, 23-37; 44-50) PROKOM GDYNIA: Lafayette 6 (2/6, 0/1), Blassingame 2 (0/1, 0/1), Szczotka 5 (1/3, 0/1), Zamojski 12 (0/1, 4/7), Motiejunas 4 (2/5, 0/5); Seweryn 2 (1/2, 0/1), Dmitriev 4 (1/2, 0/4), Lapeta 2 (0/1), Frasunkiewicz (0/2), Kuebler, Hrycaniuk 16 (7/13), Sikora (0/1). All.: Pacesas. MONTEPASCHI SIENA: Zisis 3 (1/5, 0/1), Carraretto 4 (2/3, 0/2), Thornton 6 (3/4, 0/2), Michelori 6 (2/3), Andersen 6 (2/5, 0/2); Rakocevic 9 (1/5, 2/2), Ress 8 (1/2, 2/5), Lechtaler 4, Stonerook 4 (2/2), Aradori 23 (5/6, 2/3), Moss 6 (3/6, 0/2). All.: Pianigiani. ARBITRI: Garcia Ortiz (Spa), Dozai (Cro), Vojinovic (Monte). NOTE - T.l.: Pro 13/13, Sie 17/24. Rimb.: Pro 29 (Hrycaniuk 6), Sie 43 (Aradori, Andersen 7). Ass.: Pro 12 (Lafayette 5), Sie 14 (Zisis 6). Progr.: 5 5-8, 15 21-28, 25 29-39, 35 48-67. F. antisp.: Ress 3110" (44-52). Usc. 5f.: Motiejunas 3307" (48-57). Spett. 2800. GDYNIA (POLONIA)

gio, i tricolori hanno piazzato il break decisivo nei secondi dieci minuti, con un 17-4 che metteva gi allintervallo unipoteca sul risultato.
Break Stonerook infilava il ca-

MERCATO TRA ITALIA ED EUROPA

Caserta: Rose rischia, c Mordente? Lex senese Jaric va allOlympiacos


(canf g.n.) Marko Jaric sta per firmare con lOlympiacos, che ha perso Spanoulis per un mese per una distorsione a una caviglia. In arrivo a Caserta per un periodo di prova il play Jakub Kudlacek che si stava allenando con Varese: il ceco dovrebbe rimpiazzare Ciorciari. Sempre la Pepsi sta ridisegnando la squadra: in odore di taglio il deludente Rose mentre potrebbe arrivare a fine anno anche Marco Mordente che Roma dovrebbe liberare con larrivo di un play guardia americano (il contratto dellazzurro prevede unuscita dopo il 27 che pu essere esercitata da entrambe le parti). In LegaDue, Veroli prende lala Bj Elder, gi in Italia a Biella, Cant e Jesi. Oggi dovrebbero intanto conoscersi tutti i giocatori tagliati dalle squadre Nba, che devono passare attraverso i waiver (periodo nel quale possono essere richiesti da altri team pro) entro sabato, data limite perch i loro contratti non vengano conteggiati nel monte salari.

Siena chiude la stagione regolare con una facile vittoria in casa del Prokom. Dopo un primo quarto equilibrato, chiuso con due soli punti di vantag-

Pietro Aradori, 23 anni CIAMCAST

nestro del massimo vantaggio in avvio di terzo periodo (+16 sul 23-39). I polacchi provavano a rientrare, arrivando a -10 (29-39). Pronta la risposta della Montepaschi che con un spettacolare canestro di Stonerook tornava a +15 (31-46). Ma il Prokom non mollava, arrivando a -6 allultima pausa grazie alle triple di Zamojski. Ci pensava Aradori, migliore in campo con 33 di valutazione, a chiudere i conti con 5 punti in fila per il +13 a 6 dalla fine.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

BASKET FRA 3 GIORNI PARTE IL CAMPIONATO NBA

Gallinari ha conquistato Denver


Il play Miller lo incorona: E il nostro punto di forza. Danilo: Una grande chance
MASSIMO ORIANI

I NUMERI

4
1

Forse il futuro meno cupo di quanto potesse sembrare qualche tempo fa. Sono ormai passati 10 mesi dal tempestoso addio di Carmelo Anthony, luomo franchigia dei Nuggets, ma anche il giocatore che li ha tenuti in ostaggio per troppo tempo, con il mancato rinnovo del contratto e le continue richieste di cessione. Una volta accontentato, Denver ha potuto girare pagina. Ed come se le fantozziane nuvole nere che si addensavano sopra il Pepsi Center, se ne fossero andate con Melo. Ai tempi si parlava tanto degli arrivi di Wilson Chandler e Raymond Felton. Di Danilo Gallinari si raccontava di un allora 22enne dallottimo potenziale. Oggi c gi chi dice che lazzurro potr presto diventare il volto dei Nuggets. Marted notte Gallo sceso in campo per la

Lessere riusciti a confermare Nene, il centro pi conteso in un mercato dei free agent abbastanza povero, e quello che Karl considera il collante della squadra, Aaron Afflalo, stato un passo fondamentale perch Denver possa puntare nuovamente ai playoff. Le aggiunte di Rudy Fernandez, Corey Brewer e Andre Miller, che potrebbe far coppia nel backcourt titolare con Ty Lawson, reduce da unesperienza non brillante allo Zalgiris Kaunas, fanno dei Nuggets una mina vagante a Ovest. Non c dubbio spiega Miller Gallinari il classico "go to guy", quello a cui dare la palla quando conta. Lo dovr essere gioco forza. Sa conquistarsi liberi, andare a canestro, tirare

da fuori, e si gi guadagnato il rispetto di tutti i giocatori della lega. Quando ti fai una reputazione simile, inevitabile che sia tu il fulcro della squadra. Una bella investitura da parte di un veterano come lex play di Sixers e Blazers.
Coppia Danilo un ottimo tira-

tore aggiunge Chad Iske, assistente allenatore Ma sa fare molte altre cose. Grazie alla sua altezza, vede bene il campo e quindi pu servire molti assist. E quando prende i rimbalzi pu partire in contropiede come un play. E il giocatore ideale per il nostro gioco e noi siamo la squadra ideale per le sue caratteristiche. Meglio di cos...
Danilo Gallinari, 23 anni, in azione marted notte contro Marcin Gortat di Phoenix AFP
RIPRODUZIONE RISERVATA

Contratto Gallo legato ai Nuggets sino al 30/6/12. Questanno guadagner 4.3 milioni di dollari. Denver ha unopzione per il 2012-13 da 5.6 milioni, che Danilo pu rifiutare

Vittorie nelle 24 partite giocate da Danilo la scorsa stagione con Denver

17

Marted notte 15 punti e 4 assist nella prima amichevole vinta contro Phoenix
prima delle due amichevoli prestagionali in vista del debutto in casa dei campioni, a Dallas la sera di Santo Stefano. Lex milanese, come prevedibile pi avanti dei compagni che non hanno giocato in Europa durante la serrata, ha brillato, chiudendo con 15 punti (4/6 da due, 0/1 da tre, 7/9 liberi, 3 rimbalzi, 4 assist e 2 perse in 24) nella larga vittoria (127-110) sui Phoenix Suns.
Fiducia Sento grande fiducia

Diventa fan di Kia su Facebook. www.facebook.com/kiaitalia

I I

Challenge KIA

in me da parte di tutti ha dichiarato Danilo al sito dei Nuggets e questa per me una grande opportunit. Sono davvero felice che coach Karl e i dirigenti abbiano cos tanta fiducia in me. I numeri che ho messo insieme lanno scorso sono abbastanza buoni, ma posso migliorare in tutto. Avr spesso la palla in mano e voglio servire molti assist.

MERCATO LMVP 2011

Rose rinnova Altri cinque anni con Chicago


Derrick Rose, mvp dellultima stagione regolare, ha prolungato il contratto che lo lega ai Bulls. Il play prima scelta assoluta al draft 2008 ha infatti firmato un quinquennale da 95 milioni di dollari. Kenyon Martin, nella scorsa stagione a Denver, ha invece risolto quello con i cinesi dello Xinjiang, ma, da regolamento, non potr comunque giocare in Nba (dove si ripresenter da free agent) sino al termine della stagione in Cina. Problemi a un tallone per Paul Pierce: il capitano potrebbe saltare la prima stagionale dei Celtics, a Natale in casa dei Knicks. Problemi anche per Kobe Bryant, che si procurato una distorsione al polso destro. Non comunque a rischio per la prima natalizia contro Chicago. Kris Humphries, lex signor Kardashian, resta ai Nets, avendo siglato un annuale da 8 milioni di dollari.

Quello che vi piace... ci guida.

Kia, The Power to Surprise.


RECOMMENDS

I like Kia.

www.kia.it

Garanzia 7 anni/150.000 km. Dettagli e condizioni sul sito www.kia.it e nei concessionari. Consumo combinato (lx100km) da 5,3 a 8,4; emissioni CO2 (g/km) da 139 a 200. La foto inserita a titolo di riferimento.

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

SNOWBOARD COPPA DEL MONDO IN ALTO ADIGE: NEL PARALLELO

Fischnaller la vittoria pi bella Casa mia


Roland, un giorno da gigante: Sogno di scalare con Messner e andr in bici fino a Sochi
DAL NOSTRO INVIATO

le curve mentre lui si ostinava a tagliarle, Karl ha ceduto, con un errore decisivo a met percorso, e Fisch ha chiuso a braccia alzate. la vittoria pi bella della mia vita. Era la pista perfetta per Karl. Avrei firmato per un quinto posto.
Come Messner Oggi Fisch ci riprover nello slalom parallelo, terreno di caccia azzurro da almeno un anno. Diego Montalbano il fisioterapista, ndr deve fare un gran lavoro, perch ho le gambe dure. Credo sia favorito il mio compagno March, sar pi fresco. Ma io sar pi sciolto. Resta il mistero del talento, fiorito a trentanni, di un ragazzo cresciuto in malga (a canederli e grano saraceno col latte racconta mamma Marta), amante della montagna, della cucina e della bicicletta, fino a poco tempo fa conosciuto per essere il fidanzato di Denise Karbon, con la quale rimasto amico e dalla quale ha ereditato la preparatrice atletica, Michaela Abart. Per andare forte ho bisogno di energie positive racconta Roland . Ho trentunanni, vivo la mia vita privata con pi serenit e in squadra sento la fiducia, anche quando decido di farmi seguire da una persona esterna. Ho le mie passioni, il 7 aprile con un gruppo di amici partir da casa mia in bicicletta per andare a Sochi, due anni prima dei Giochi. Amo lo scialpinismo, il mio sogno fare unuscita con Reinhold Messner, che nato nei miei paesi, in Val di funes. Mi piacciono i suoi libri, soprattutto i primi, quelli meno commerciali, dove racconta le imprese che ha realizzato col fratello. Nella sua passione per la montagna ritrovo la mia stessa per la natura e lo sport. Alla luce del tramonto, il Catinaccio quasi arrossisce.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roland Fischnaller, 31 anni, bronzo mondiale e terzo nella classifica finale di Coppa di gigante parallelo KRAUS

SIMONE BATTAGGIA CAREZZA (Bolzano)

Ogni volta che si trovava al cancelletto della pista Pra de Tori, ieri Roland Fischnaller alzava lo sguardo verso la Roda di Val. Lho arrampicata pi volte, quella parete del Catinaccio. Tre estati fa ho salito la via Dibona, un quinto grado. Guardandola mi sono detto che dovevo rimanere freddo come se fossi stato in parete, ad arrampicare.
Lispirazione Gareggiare in casa non significa solo avere gli amici al parterre, la mamma ad aspettarti, il fan club coi campanacci. Anche una montagna pu ispirarti la vittoria pi bella in carriera. Roland Fischnaller ha 31 anni, i tecnici dicono che un talento da quando ne ha

successi di Fischnaller in Coppa del Mondo (3 slalom e un gigante paralleli). E il n. 1 tra gli uomini alla pari di Elmar Messner, che dal 95 al 99 trionf in 2 cross, uno slalom parallelo e un gigante. Marion Posch, con 16 vittorie tra 95 e 2002 in slalom, gigante, slalom e gigante paralleli lazzurra con pi vittorie

13 ma ha iniziato a far risultati solo da un anno. Dal dicembre 2010 quando ruppe il ghiaccio a Limone Piemonte fino a oggi ha vinto tre slalom, ha chiuso la Coppa del Mondo di parallelo al terzo posto e lo scorso inverno, nel gigante di La Molina, ha dato allItalia un bronzo iridato che mancava dal 2001. Un bel bottino, ma non abbastanza, fino a ieri, per insidiare il re del parallelo, laustriaco Benjamin Karl, che da Limone 2010 di giganti ne ha vinti cinque e quando lo intervistano a inizio stagione, dice che punta a vincere tutte le gare.
Fiducia Le qualificazioni del

mattino, daltronde, gli davano pienamente ragione: era primo con oltre due secondi di vantaggio sugli altri. Fischnaller aveva racimolato un terzo tempo, con una prima run mediocre e

una buona seconda discesa, nella quale aveva dimostrato confidenza con la nuova tavola provata solo alla vigilia. Fiducia che cresceva turno dopo turno, man mano che eliminava il compagno March, laustriaco Unterkofler e lo sloveno Flander, sempre affrontando con leggerezza il terribile muro e accelerando nel piano finale. Karl, per, sembrava pi forte di tutto e tutti, anche di una scivolata agli ottavi dalla quale si era rialzato come nulla fosse. La prima run di finale, per, cambiava lo scenario. Karl non si aspettava di chiuderla davanti di soli 9 centesimi racconta il tecnico azzurro Eric Pramsohler . Quando tornato su lho visto in faccia, si vedeva che aveva paura. Ho detto a Fisch di rischiare, che quello era il momento. Sotto pressione, con Fischnaller a disegnare

OGGI SLALOM PARALLELO

Vola una tavola Paura in tribuna


Un momento di paura al mattino: a met pista laustriaco Walder cade e perde la tavola (pesa 6 kg), che prende velocit, supera larea traguardo e piomba come un missile tra il pubblico. Colpisce delle casse, ma pochi metri oltre cera la postazione tv. Risultati. Uomini: 1. Fischnaller; 2. Karl (Aut); 3. Flander (Aut); 9. Erlacher; 14. March; 25. Mick; 27. Coratti; 41. Hofer; 44. Ponti; 47. Galli; 48. Tresoldi; Felicetti sq. Coppa (3/12): Karl 2250; Fischnaller 2240. Donne: 1. Calve (Can); 2. Kober (Ger); 3. Kreiner (Aut); 17. Boccacini; 18. Ochner; 25. Egger; 30. Tribus. OGGI Slalom parallelo (qual. 9, tabellone 13, dir RaiSport 1).

Il divertimento di un vero casin ogni volta che sei on line. Oggi tutte le emozioni di un casin provale su Sisal.it.

UNEMOZIONE PI REALE DI QUELLO CHE PENSI.

Un mondo di gioco.

Sisal Match Point S p A - P

05199591008 - Conc PGA D 15122

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

SCI COPPA DEL MONDO


1

I numeri

h 9 centesimi

Il distacco tra il 1o e il terzo


Distacchi minimi sulla pista di Flachau: Ivica Kostelic ha vinto lasciando a 7/100 lo svedese Myhrer e a 9/100 Cristian Deville. Lazzurro nel primo slalom della stagione a Beaver Creek era stato secondo per 14/100, sempre dietro a Kostelic

h gli slalomistisu 3 3 podi Per azzurri


2
Nei tre slalom disputati finora, gli azzurri sono sempre saliti sul podio: Cristian Deville secondo a Beaver Creek, Giuliano Razzoli secondo in Alta Badia e ieri Cristian Deville di nuovo terzo a Flachau. Ora 2 nella classifica di specialit

hsuccesso di Blardone 3 podi di fila Dal


Terzo podio di fila per gli azzurri di Coppa del Mondo. Un circolo virtuoso innescato da Blardone, primo nel gigate dellAlta Badia domenica. Poi il 2 posto di Razzoli nello slalom dellAlta Badia e ieri il terzo di Cristian Deville a Flachau

Cristian Deville, 30 anni, terzo nello slalom di Flachau per il secondo podio in carriera. Nella foto 1 Giuliano Razzoli dopo la caduta nella prima manche, nella foto 2 Mathias Lanzinger, laustriaco a cui stata amputata la gamba sinistra sotto al ginocchio dopo una caduta nel superG di Kvitfjell nel 2008: ieri sceso come apripista a Flachau AFP AP REUTERS

Deville c sempre Allo slalom azzurro manca solo la vittoria


Trionfa Kostelic, Cristian si conferma tra i migliori, 3 a soli 9/100. Ottimo Thaler 6, Moelgg fuori. Brutto volo di Razzoli
DAL NOSTRO INVIATO

Gross 23o Fuori Nani

IL PROTAGONISTA ESPLOSO A 30 ANNI

PIERANGELO MOLINARO FLACHAU (Austria)

La bella notizia che il giorno che va male siamo terzi. Dal podio gli azzurri dello slalom non scendono mai. Dopo due secondi posti, Deville a Beaver Creek e Razzoli in Alta Badia, ieri toccato ancora a Deville, battuto da sua maest Kostelic (seconda vittoria su tre prove) e dallo svedese Andre Myhrer. Ma c ancora Patrick Thaler sesto a legittimare sempre di pi la qualit di una squadra che nelle prossime gare, si spera pi regolari, pu solo migliorare. Pazienza, la vittoria arriver.
Lotteria Gare regolari, perch anche ieri sera lo slalom a Flachau stato una lotteria, su una neve perfetta per imparare, maledetta per tirare come si fa in coppa del Mondo. Non colpa degli organizzatori. La neve arrivata allultimo momento, non c stato il tempo di lavorarla e marted, dopo le donne, una nevicata ha impedito di usare quellacqua che al gelo lavrebbe indurita. Risultato: buche dopo pochi passaggi. Cristian Deville (fortunato come Fantozzi al sorteggio dei pettorali, sempre il 7 sui primi 7) ha disputato una grande prima manche, dimostrando grande agilit e confermato stabilit tecnica. Veloce a scappare alla fine di ogni curva, ha nei punti pi complessi il punto di forza e sulle figure (le porte in fila) sa cambiare marcia come pochi. Secondo dopo la prima manche, non era soddisfatto della seconda perch un paio di volte si un po insaccato alluscita dalla porta.

S
Cristian Deville, 30 anni, urla di fronte alla telecamera sul traguardo della seconda manche
AFP

Thaler Ma sorprendente stato ancora Thaler. Partito con il 25, si piazzato 8o nella prima discesa dando a chi gli partiva vicino, Dopfer a parte, oltre un secondo. Peccato che nella seconda racconta ho perso un po di velocit nel pianetto prima del traguardo e mi sono fregato. Ma sono contento perch sto andando forte e comincio a pensare di poter salire sul podio. Ventitreesimo Stefano Gross, meno esplosivo rispetto alla Badia. Non sono proprio riuscito a sciare bene confessa sbattevo troppo gli sci a destra e a sinistra, ho pure cambiato paio tra una manche e laltra, sperando di riprendermi. Attaccanti La giornata andata male se si considerano le uscite di Moelgg e Razzoli. Moelgg era 4o dopo la prima discesa, Prima dellarrivo gli sci non andavano avanti. Colpa di una sterzata un po troppo secca allentrata dellultima tripla, col pendio troppo dolce. A que-

sti livelli fa pi vittime il piano che la pendenza. Nella 2a Manfred partito allattacco, ma dopo pochi secondi in una curva verso destra si fatto sorprendere da una buca, arretrato e gli sci si sono impennati impedendogli il cambio di direzione successivo. Brutta caduta per Giuliano Razzoli, uscito dopo poche porte della prima tornata. Non stava sciando bene, entrato in ritardo in una tripla, ha cercato di riprendere il tempo giusto, si trovato in aria ed caduto sulla schiena. Ho preso una botta al collo e ancora alla spalla sinistra. Spero nulla di importante. Non sono mai caduto dopo i Mondiali di Garmisch e ora faccio due voli in cui mi massacro. Non ho mai trovato il ritmo, spero che questi giorni di riposo mi aiutino a recuperare. Poi dovr allenarmi perch non sono ancora capace di andare su tutti i tipi di neve. Aspettiamo, a gennaio sono in programma 5 slalom...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Slalom uomini a Flachau (Aut): 1. Kostelic (Cro) 148"94 2. Myhrer (Sve) a 7/100; 3. Deville a 9/100; 4. Neureuther (Ger) a 31/100; 5. Pranger (Aut) a 45/100; 6. Thaler a 89/100; 7. Grange (Fra) a 1"08; 8. Byggmark (Sve) a 1"14; 9. Matt (Aut) a 1"52; 10. Valencic (Slo) a 1"57; 11. Herbst (Aut) a 1"76; 12. Dopfer (Ger) a 1"79; 13. Hargin (Sve) a 2"10; 14. Baeck (Sve) a 2"17; 15. Cousineau (Can) a 2"43; 23. Gross a 2"72; 25. Raich (Aut) a 3"37. Rit. I manche: Razzoli. Non qual. II manche: Ligety (Usa). Squal. I manche: Nani. Rit. II manche: Hirscher (Aut), Moelgg. Coppa del Mondo (12 prove): 1. Hirscher (Aut) 425; 2. Svindal (Nor) 416; 3. Ligety (Usa) 385; 15. Deville 180. Coppa slalom (3 prove): 1. Kostelic (Cro) 245; 2. Deville 180; 3. Myhrer (Sve) 170. Prossime tappe Uomini: 29 dicembre discesa a Bormio. Donne: 28 e 29 dicembre gigante e slalom a Lienz (Aut).

Da sinistra: Andr Myhrer, 28 anni, Ivica Kostelic, 32, Cristian Deville, 30 AP

Quattro mesi fa non potevo mettere gli scarponi


Ad agosto mi sono lacerato il tendine di una caviglia. A Beaver scattata la molla
FLACHAU (Austria)

Arrabbiato perch non arriva questa bendetta vittoria? Sarei un pazzo. Se tengo questa condizione o riesco a migliorarla, arriver. Cristian Deville sereno e felice come un bambino. Ha salito la china con le unghie e ora che nellOlimpo se lo vuole godere. Tre slalom, sesto posto nel peggiore.
Secondo dopo la prima manche, ha pensato di poter vincere?

sciato bene la prima parte della stagione, sono entrato fra i primi 15, poi ho cercato di strafare e non ho combinato nulla.
Deville, lei sta sciando in modo incredibile, ma perch esploso solo a 30 anni?

Avrei forse potuto decollare gi qualche stagione fa, ma un infortunio al ginocchio sinistro mi ha rallentato. Io ho sbagliato a procrastinare lintervento chirurgico e ho perso altro tempo. Lo scorso anno, a 29, ho ripreso davvero.
Il precedente alla mamma, questo podio a chi lo dedica?

Certo, in ogni secondo, ma ho fatto un paio di errorini che mi sono costati cari. La vittoria arriver, se penso che negli Stati Uniti sono stato lontano dal successo 14/100 e qui 9/100, arriver pure il giorno che toccher a me, anche perch sino ad ora non sono stato perfetto.
Pensava di partire cos forte in Coppa?

A me stesso e a chi mi aiuta. Al mio skiman in particolare, Giuseppe Bianchini: sono anni che mi d materiale per vincere e io gli d soddisfazioni solo adesso. Questi podi lo ripagano per gli anni in cui mi sopporta.
Alla coppetta pensa?

Sinceramente no, perch il 20 agosto negli allenamenti in Argentina, inforcando un palo mi sono lacerato un tendine della caviglia sinistra e ho potuto sciare la met degli altri. Quando sono tornato in Italia non riuscivo neppure a infilare lo scarpone. Al rientro in squadra ero dietro ai miei compagni, in America scattata la molla.
La scorsa Coppa un quarto e un quinto posto.

No, siamo soltanto allinizio e poi, Kostelic a parte, ci sono tanti campioni come Grange e il nostro Moelgg che si devono ancora svegliare.
Certo che questa squadra azzurra di slalom fa paura.

E un momento straordinario. In allenamento ogni volta che compare il cronometro una gara di Coppa del Mondo. Sai che se sei davanti ai compagni puoi andare in gara e vincere. E io non sono davanti agli altri.
pa.m.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ma la scalata iniziata l. Ho

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

GAZZATRAINER
LO SPORT PER CHI LO FA

Sci alpinismo, arte della fatica


Duro e pericoloso, uno sport da affrontare con prudenza e preparazione: fisica e tecnica
CLAUDIO GREGORI

ga, per localizzare leventuale disperso. Poi vengono gli sci, gli scarponi e il resto.
Regole Lapproccio alluscita di sci alpinismo deve essere sapiente. Guardare il bollettino della neve, che segnala la pericolosit da 1 a 5, un dovere, raccomanda Camandona. La scelta della gita molto importante. Lo sciatore deve essere conscio delle proprie capacit e del suo grado di allenamento, e in base a questo deve scegliere i percorsi. Non pu affrontare itinerari in cui si devono usare i ramponi, se non ha la tecnica per salire su ghiaccio, n affrontare creste esposte, se non conosce le manovre di assicurazione. Lo sciatore alpinista deve capire che cosa in grado di fare con sicurezza sia per quanto riguarda la lunghezza dellescursione (durata e dislivello), che per la difficolt. La lunga durata dellescursione aumenta il rischio. Pi velocit uguale pi sicurezza, dichiara Camandona. E il panorama? E le fotografie? E il pic-nic? Si possono fare, certo. Ma bene ridurre i tempi morti. Del resto tutto nell'attrezzatura moderna mirato a ridurre i tempi: gli sci sono agganciati a coppia allo zaino e sono immediatamente sganciabili. Osservate la montagna. Studiate l'azione del vento. Guardate le variazioni di temperatura. Concedetevi un po' di comfort: una maglia di ricambio in cima e un piumino ultraleggero per la discesa sono meglio di una grappa. Rispettate la natura: lasciate la montagna intatta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE REGOLE FONDAMENTALI
Lattrezzatura fondamentale: pala, sonda e arva, lapparecchio di ricerca da valanga. Poi vengono gli sci, gli scarponi e tutto il resto Lo sciatore alpinista deve capire che cosa in grado di fare con sicurezza sia per la lunghezza dellescursione che per la difficolt

Lo sci alpinismo si evoluto enormente negli ultimi anni. Gli sci pi leggeri ormai si arrivati a 700-1000 grammmi per sci e sciancrati, altamente performanti nel fuoripista e anche nelle condizioni pi diverse di neve, hanno trasformato questa disciplina e lhanno aperta al grande pubblico. Un tempo era uno sport per uomini duri, legato alla fatica, oggi flirta con la velocit. Non solo, un tempo si faceva sci-alpinismo in primavera, oggi si pratica da ottobre a maggio.
Natura Si tratta di uno sport meraviglioso, che consente un pieno contatto con la natura, ma richiede abilit, intelligenza e prudenza. Qui lerrore pu essere fatale. Per questo bene che laspirante sciatore-alpinista frequenti un corso-base da 4 a 6 uscite per apprendere i fondamenti. Questo potr poi essere supportato da un corso avanzato per poter affrontare difficolt pi serie come la salita al Gran Paradiso o al Castore. La montagna non una pista: ha regole che vanno rispettate, dichiara Marco Camandona, guida alpina, maestro di sci alpinismo e direttore tecnico del Tour du Ruitor, che fa parte col mitico Trofeo Mezzalama del circuito Gran Course, che comprende le pi grandi gare di questa disciplina. La priorit va data alla sicurezza. Ogni sciatore deve portare nello zaino tre cose imprescindibili: la pala, la sonda e larva, lapparecchio di ricerca da valan-

Radio corsa
di LINUS

Non per me La tecnologia per pu dare grande aiuto


Il problema dellinverno che, pur offrendo scenari meravigliosi, non regala niente di facile. I terreni di gioco convenzionali diventano spesso impraticabili: difficile correre, ancor di pi pedalare, anche le partitelle del luned vanno in letargo, obbligandoci a mettere da parte gli attrezzi abituali. Sarebbe quindi la stagione ideale per sperimentare nuove emozioni ma non ce n' una che non sia complicata. Lo sci alpinismo in vetta ( il caso di dirlo) a questa classifica. Tanto per cominciare, le due doti di base necessarie a chi volesse praticarlo sono tecnica e agilit. La prima richiede una lunghissima esperienza e naturale predisposizione, la seconda un fisico flessibile e reattivo. Tutte cose che mi mancano, A me, ma anche alla maggior parte dei miei soci. Peccato, perch difficile viverlo solo da spettatori. E peccato anche perch le nuove tecnologie hanno semplificato un po' tutto. Sci, abbigliamento e accessori assicurano un decoroso livello di comfort e soprattutto di sicurezza, anche se quest'ultima in montagna sempre figlia in primis del sale in zucca. Per non parlare di alimentazione, che ha trasformato il cestino della merenda in comode barrette. Per poi c' sempre da camminare in salita (fatica!) , da buttarsi gi quasi in verticale (paura!) e da capire se e quando arriver il brutto tempo (impossibile!). No, non fa per me. Per che invidia.
CHIEDI ALLESPERTO per scrivere ad Arcelli

Non affrontare itinerari in cui si devono usare i ramponi se non si ha la tecnica per salire su ghiaccio, n affrontare creste esposte

Studiate l'azione del vento. Guardate le variazioni di temperatura e cercate unarmonia di movimento in salita e in discesa

lesperto

Barrette in discesa per essere lucidi


ristiche del rifornimento energetico. Una volta si mangiavano frutta essiccata, biscotti e panini, alimenti apportatori soprattutto di carboidrati. Oggi nessuno ricorre pi a questi cibi; vengono ancora assunti carboidrati, ma in forme che sono pi agevolmente consumabili e che, al tempo stesso, danno problemi assai minori a livello gastrico e che, essendo pi facilmente assimilati, permettono di rifornire pi celermente i muscoli impegnati nello sforzo.

ENRICO ARCELLI*

Sono centinaia gli atleti che partecipano alle pi importanti gare di sci alpinismo; sono invece molti di pi coloro che praticano abitualmente questa disciplina per il piacere e per il benessere fisico. Per gli uni e per gli altri lo sci alpinismo molto cambiato rispetto a 20 anni fa, non soltanto nei materiali, ma anche per quello che riguarda le caratte-

Nell'ascesa bene assumere tavolette di zuccheri e sali circa ogni 30-40 minuti. Arrivati in cima, un t caldo per reidratarsi

Percorso Luscita di sci alpinismo molto spesso ha un percorso ben preciso: una lunga salita, seguita da una discesa che permette il ritorno al punto di partenza. E il caso di essere piuttosto veloci nell'ascesa, nel corso della quale bene assumere tavolette di zuccheri e sali per lo meno ogni 30-40 minuti. Poco prima dellultimo strappo, quello che spesso anche il pi impegnativo, invece, il caso di prendere un gel. Al termine della salita, oltre a togliere

le pelli di foca, bene bere un the caldo dal thermos che si portato nello zaino; l'obiettivo quello di rimpiazzare lacqua che stata eliminata con il sudore (nonostante il freddo, sempre in una quantit ben maggiore di quello che si crede!). Ma anche bene prendere una barretta per essere certi che la glicemia si mantenga costante; nella discesa, del resto, si deve essere molto lucidi per evitare infortuni. medico e dietologo*

gazzatrainer@rcs.it

M EZ ZE

ENERGIA DI LUNGA DURATA PRIMA E DURANTE LO SPOR

PO RZ IO NI

Carboidrati a diversa velocit di assimilazione. Ideale prima e durante lattivit, con solo il 6% di grassi Disponibile nel formato da 60 g o in due mezze porzioni da 30 g Provalo nei gusti Cacao, Mela, Cookie Cream e nel nuovo gusto Lemon Cream.

Science in Nutrition

www.enervitsport.com

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

PALLAVOLO IL CASO DEL GIORNO DOPO LA CLAMOROSA SCONFITTA

Modena: Una brutta figura ma abbiamo un motivo


Parla il dirigente degli emiliani Da Re, dopo che la sua squadra (di riserve) stata eliminata in Lussemburgo nella Challenge Cup
lAnalisi
di GIAN LUCA PASINI

HA Cuneo stende DETTO


CHAMPIONS UOMINI

d
S

Champions Poitiers e lo stacca Pesaro qualificata

NELLHOCKEY GHIACCIO

A Torino la Svezia perse apposta con la Slovacchia


E di ieri la notizia di un clamoroso caso di sconfitta subita volontariamente: Peter Forsberg, nazionale svedese di hockey ghiaccio, ha rivelato in unintervista tv che nella fase di qualificazione dellOlimpiade di Torino, nel 2006, la Svezia ha praticamente scelto di perdere (3 0) con la Slovacchia, perch cos nei quarti avrebbe incrociato la Svizzera, anzich il Canada, come sarebbe stato in caso di vittoria. Non cera ragione perch vincessimo, ha detto. Anche se poi ha corretto il tiro dicendo che Tra noi nessuno ha detto agli altri "Non impegniamoci". La Svezia ha poi conquistato la medaglia doro.

Oltre lerrore lEuropa da aggiornare


Inutile girarci attorno: la scelta di Modena non fa bene allimmagine di un movimento che gi ha qualche problema di identit, con la prospettiva di campionati extralarge (anche a venti squadre). Il comportamento della storica societ emiliana senza dubbio censurabile per il messaggio sportivo che manda (e per il rispetto dellavversario...), racconta per bene quale disagio si nasconda dietro a certe forme di gigantismo. La pallavolo difende ancora due competizioni europee dietro la rinnovata Champions. Forse non solo in Italia sono troppe e poco spendibili presso gli sponsor. Sono trofei di seconda fascia che in un mercato come il nostro luccicano molto meno. E si vede. Purtroppo la Cev (lorganismo che presiede questi tornei) e la sua dirigenza non si sono mostrate al passo con i tempi e a fronte di qualche miglioria nella Champions, torneo indubbiamente cresciuto, si lasciato vivacchiare il resto. Cambiare il nome di una Coppa ( accaduto spesso negli ultimi anni in Europa) non serve a darle nuova credibilit o nuova importanza. Anche in Europa per battere la crisi ci vorrebbero idee e novit. Invece si scimmiotta il passato (remoto) e poi si incassano le figure come quelle di Modena dellaltra sera. Non sempre raddoppiando le manifestazioni si raddoppia lo spazio.

12 spettatori Non una giustificazione, ma sapete quanti paganti cerano allandata?: 12, pi qualche abbonato. Una Coppa a noi costa 200.000 euro

S
Estate Lerrore principale lo abbiamo commesso in estate quando ci siamo fatti tentare e abbiamo accettato liscrizione

CUNEO-POITIERS 3-0 (25-18, 28-26, 25-18). BRE LANNUTTI: Wijsmans 13, Vesely 1, Vissotto 2, Ngapeth 11, Mastrangelo 5, Grbic 6; Henno (L), Fortunato 1, Caceres 7, Baranowicz. N.e., Patriarca, Van Lankvelt. All. Gulinelli. STADE POITEVIN POITIERS: Sol 8, Pinheiro 2, Marechal 11, Petrovic 5, Culafic 11, Reis Lopes 12 ; Teixeira (L), Audric, Paranhas, Alpha 1, Zopie. N.e. Salmon. All. Lecat. ARBITRI Jovanovic (Slo) e Groenewegen (Ola). NOTE Spett. 1678, incasso 7906,00 euro. Durata set: 23, 28, 21; tot. 72. Bre: b.s. 9, v. 2, m. 13, 2a l. 2, e. 12. Poitiers: b.s. 17, v. 2, m. 6, 2a l. 6, e. 32. CUNEO (g.sca.) Per due volte 3-0 al Poitiers. La Bre banca Lannutti fa il balzo nella classifica della pool D e si distanzia di tre punti nei confronti dei francesi grazie allo scontro diretto vinto. Partita non esaltante: i cuneesi schierano Vesely al centro. Vissotto, dal 2 set, lascia per Caceres. Uomini, 4a giornata. Girone C oggi (18 diretta SportItalia1) Kedzierzyn (Pol)-Planetwin365 Trento, Belgrado (Ser)-Teruel (Spa) 3-2. Classifica: Kedzierzyn 8; Trento 7; Teruel 4; Belgrado 2. Gir. D Cuneo-Poitiers (Fra) 3-0, Unterhaching (Ger)-Ceske (R.Ceca) 3-2 (25-21, 20-25, 23-25, 25-22, 15-8). Class.: Cuneo 9; Poitiers 6; Unterhaching 5; Ceske 4. Gir. E Novosibirsk (Rus)-Fenerbahce 3-0 (25-17, 25-18, 25-15). Class.: Macerata 10; Novosibirsk 9; Istanbul 5; Innsbruck 0.

CHAMPIONS DONNE
MUSZYNA-PESARO 0-3 (23-25, 22-25, 26-28) BANK BPS FAKRO MUSZYNA: Radecka 3, Kasprzak 3, Bednarek-Kasza 12, Kakzor 8, Werblinska 11, Djurisic 8; Zenik (L), Rourke 6, Gajgal 3, Piatek. All. Serwinski. SCAVOLINI PESARO: Okuniewska 8, Ferretti 1, Brinker 12, Musti De Gennaro 10, Ortolani 11, Klineman 20; De Gennaro (L). N.e. Saccomani, Manzano, Agostinetto, Ampudia, Aluigi. All. Pedull. ARBITRI: Labasta (Cec) e Christensen (Dan) NOTE Spett. 980. Durata set: 29, 27, 32; tot. 88. Fakro: b.s. 7, v. 5, m. 7, e. 15; Scavolini: b.s. 12, v. 11, m. 7, e. 5. (cam.ca.) Una strepitosa Scavolini espugna Muszyna e conquista con due giornate di anticipo laccesso alla seconda fase. Manzano a riposo, a far faville al centro la Okuniewska, che si laureata tre giorni fa in Scienze turistiche a due passi da Muszyna. Donne, 4a giornata. Girone A oggi (17 dir. SportItalia2) Eczacibasi Istanbul (Tur)-Carnaghi Villa Cortese, Schweriner (Ger)-Cannes (Fra) 0-3 (21-25, 20-25, 17-25). Class: Cannes 12; Istanbul 5; Villa Cortese 4; Schweriner 0. Girone D oggi (20.30 dir. SportItalia2) Foppapedretti Bergamo-Constanta (Rom), Gunes Istanbul (Tur)-Azerrail Baku (Aze) 3-2 (21-25, 25-14, 25-23, 20-25, 15-12). Class.: Baku 10; Istanbul 8; Constanta 2; Bergamo 1. Girone E Muszyna (Pol)-Pesaro 0-3, Belgrado (Ser)-Dinamo Mosca (Rus) 1-3 (18-25, 25-23, 21-25, 14-25). Classifica: Pesaro 9; Muszyna 8; Mosca 7; Belgrado 0. CEV CUP Uomini (ritorno 2o turno) Acqua Paradiso Monza Brianza-Nfels (Svi) 3-0 (25-16 25-20 25-15; and. 3-0).

Giacomo Bellei, 23 anni, impegnato contro il muro lussemburghese dello Strassen

Lerrore non labbiamo fatto ieri, ma qualche mese fa quando abbiamo deciso di iscriverci alla Coppa. Questa Coppa, in questa citt, con questa tradizione. Volete sapere quanti spettatori paganti cerano allandata: contro i lussemburghesi 12. S dodici. A fronte di 200.000 euro di spese per arrivare fino in fondo al torneo spiega Bruno Da Re mega dirigente modenese . Lo so stata una brutta figura, perdere in Lussemburgo ha fatto notizia.... Il giorno dopo la clamorosa eliminazione dallEuropa Da Re non si tira indietro. In estate ci siamo fatti condizionare: un po la stampa, un po il ranking. Pensavamo entrassero anche un paio di sponsor. Poi alcune cose sono andate male e queste trasferte sono diventate pesanti, anche dal punto di vista economico. Non solo tecnico-organizzativo. Noi abbiamo chiesto alla Cev di fare qualche cambiamento, di spostare le date. Invece nulla. Non siamo stati ascoltati: allora abbiamo fatto due conti e visto che le finali di Coppa, se

uno ci arriva, sono quasi in contemporanea con i quarti dei playoff. Dovendo scegliere: non c dubbio che per noi la priorit resti il campionato.
Mai cos precoce Questa larti-

In Copertina
S
Richieste Cev Abbiamo chiesto alla Cev di fare qualche modifica, qualche cambiamento. Ma abbiamo ottenuto soltanto dei no come risposta

colata spiegazione a una delle pi clamorose sconfitte della pallavolo italiana, il 3-0 rimediato contro lo Strassen, Lussemburgo, con una squadra di ragazzini e qualche riserva modenese (questo diventa anche il record negativo in fatto di precocit di eliminazione per una squadra italiana, ai 32esimi). Non cera neppure il tecnico Daniele Bagnoli, stata una scelta precisa. Se fosse, per caso, andata bene, avremmo fatto lo stesso al prossimo turno, contro gli israeliani. Cos invece abbiamo risparmiato almeno 25.000 euro che per la nostra societ sono importanti. Ripeto stata una brutta storia, per come finita, ma il nostro errore principale stato questa estate, quando non abbiamo rinunciato alliscrizione. g.l.p.

Piccinini su Playboy nel numero di dicembre


Francesca Piccinini sorprende ancora tutti fuori dal rettangolo di gioco e nellultimo numero dellanno si fa ritrarre sulla copertina di Playboy (pi relativo servizio allinterno), nella sua nuova versione quella del gioco.

PALLANUOTO 4 DI RITORNO: TEMPESTI E LE RAGAZZE DELLA PRO IN CLIMA NATALE

Recco si prende la rivincita su Brescia


PRO RECCO-BRESCIA 13-8
(4-2, 3-2, 4-2, 2-2) FERLA PRO RECCO: Pastorino, Giorgetti 1, Felugo 1, Benedek 3, Zlokovic 1, Ivovic 1, D.Fiorentini 1; N.Gitto 1, F.Lapenna, Figari, Figlioli 3 (2 rig.), Di Costanzo, Giacoppo 1. All. Porzio. BRESCIA: Del Lungo, C.Presciutti 1, Loncar 2, Mammarella, Nora 1, Elez 2, M.Gitto 1; R.Calcaterra, Binchi, Giorgi 1, Dian. N.e. Miotto, Legrenzi. All. Rota (Bovo squal.). ARBITRI: Collantoni e Taccini. NOTE: sup. num. Pro Recco 9 (5 gol), Brescia 11 (6). SORI (Genova) (i.v.) La Ferla vendica la sconfitta dellandata imponendosi fin dallinizio. In mattinata il portiere Tempesti, vestito da Babbo Natale, ha distribuito regali ai bambini sul lungomare di Recco. stato inoltre lanciato il calendario della Pro Recco femminile, i cui proventi andranno a favore degli alluvionati della Liguria. Ferraris, Damonte 2, Petrovic, Fulcheris, Rizzo 4, M.Janovic, Angelini 2, Bianco 1, Mistrangelo 2, Aicardi 2, G.Fiorentini 1, Colombo. All. Pisano. CAMOGLI: Ferrari, Bruni, N.Presciutti 1, S.Luongo 1 (rig.), L.Fondelli 1, Cupido, Valentino, Steardo, Sukno 1, Nikic 1, Astarita, Sadovyy 2, Gardella. All. Nikolic. ARBITRI: Pinato e Rotondano. NOTE: sup. num. Savona 10 (5), Camogli 12 (2). Usc. 3 f. Petrovic 2722". SAVONA (f.s.) Solo nel finale il Savona riesce a prendere definitivamente il largo. Usc. 3 f. Iuppa e C.Torrisi 4 t. Nel 3 t. espulso Napolitano perch discuteva col pubblico che l'insultava. SIRACUSA (a.s.) Si giocato con pioggia e vento, lOrtigia ha vinto con merito.

LA SITUAZIONE

Ortigia, scatto in zona salvezza


Classifica: Pro Recco 39; Savona 38; Acquachiara 36; Brescia 34; Posillipo 28; Bogliasco, Florentia 16; Ortigia, Camogli 14; Civitavecchia 13; Nervi 9; Catania 3. Pr. turno (4/2): Catania-Nervi, Civitavecchia-Pro Recco, Brescia-Savona (3/2), Ortigia-Acquachiara, Posillipo-Florentia, Camogli-Bogliasco. MANGIANTE Il Tribunale Nazionale Antidoping (Tna) ha dichiarato inammissibile l'istanza di revisione del giudizio avanzata da Andrea Mangiante. La squalifica del difensore recchese terminer il 4 luglio.

BOGLIASCO-NERVI

13-9

FLORENTIA-CIVITAVEC.

12-10

SAVONA-CAMOGLI
(3-3, 3-1, 3-2, 5-1) CARISA SAVONA: Volarevic,

14-7

(5-2, 4-3, 0-3, 3-2) FLORENTIA: Minetti, Pagani 3 (1 rig.), Espanol 1, M.Lapenna 2, Gobbi 2, Bini 3, A.Di Fulvio; Cocchi, F.Di Fulvio 1, Coppoli, Razzi, Mandolini. N.e. Mugelli. All. Sottani. ENEL CIVITAVECCHIA: Sefik, Simeoni, Rinaldi 1, Draskovic 2, Romiti 1, Foschi 2 (1 rig.), Di Rocco 1; Buffardi, Innocenzi 2, Lisi 1, Chiarelli, S.Pagliarini. N.e. Visciola. All. M.Pagliarini. ARBITRI: Brasiliano e Savarese. NOTE: sup. num. Florentia

Stefano Tempesti, portiere di Recco e Settebello, fa Babbo Natale BORSARELLI


9 (6), Civitavecchia 10 (3). Usc. 3 f. Buffardi 4 t. FIRENZE (a.p.) Prima vittoria interna della Florentia. Il Civitavecchia tornato in partita troppo tardi. Pesenti 2, Zimonjic, Di Luciano, Napolitano, Tringali, Dogas 5, Cotella, Casasola 1, Abela, Suti 2, Puglisi. All. Baio. STRANO LIGHT CATANIA: Ruffelli, B.Torrisi, Scuderi, La Rosa, David 4 (1 rig.), Riccioli 1, Scebba, Nikolic, Kacar 1, Privitera 1, Iuppa 1, G.Torrisi, C.Torrisi. All. Dato. ARBITRI: Riccitelli e L.Bianco. NOTE: sup.num. Ortigia 5/14, Catania 4/10.

ORTIGIA-CATANIA

10-7

(2-2, 3-1, 4-1, 1-3) IGM ORTIGIA: Patricelli, Barranco,

(2-3, 2-3, 4-2, 5-1) BOGLIASCO: Mina, E.Di Somma 1, A.Di Somma 1, Vergano 1, Graffigna, A.Caliogna, Nossek, Boero, Bettini 2, Barillari, Camilleri 3 (2 rig.), Deserti 2, E.Caliogna 3 (1 rig.). All. Magalotti. ELLEVI NERVI: Cavo, Ravina, Brambilla, Van Der Meer, Temellini 1, Markovic 3, Amelio 1, Marziali 2 (1 rig.), Chirico, Lanzoni, Popovic 1, Cesini 1, Dinu. All. Ferretti. ARBITRI: Bianchi e Gomez. NOTE: sup. num. Bogliasco 13 (5), Nervi 23 (6). Usc. 3 f. Nossek 2 t., Brambilla e Vergano 3 t., Camilleri e Boero 4 t. Esp. Magalotti per proteste. IMPERIA Nonostante un record di espulsioni contro, il Bogliasco rimonta il Nervi in un derby teso. Lanticipo: Carpisa Yamamay Acquachiara-Posillipo 7-6.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

45

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Paralimpici EVITATA CHIUSURA CIP Hockey ghiaccio NIENTE A REFERTO
Scherma EUROPEI Ginnastica A MILANO

Governo: ecco 6 milioni Il Comitato cos salvo Pancalli: Siamo felici


CLAUDIO ARRIGONI

Aggressione Milano-Egna Parola al giudice federale e al rapporto della polizia


MARCO LOTTAROLI

La Del Carretto testimonial di Legnano 2012

Farfalle azzurre festa in musica per gli auguri

Ora ufficiale: nellanno della Paralimpiade, il Comitato Paralimpico non scomparir. Il rischio era concreto, dopo che nei giorni scorsi si era prospettata lassenza dellannuale finanziamento del Governo. Senza quello, il Cip avrebbe avuto serissime difficolt a continuare, come aveva spiegato Luca Pancalli, presidente del Cip: La chiusura sarebbe inevitabile.
Salvezza Il contributo ora arri-

Luca Pancalli, 47 anni LAPRESSE

vato: sei milioni di euro, la stessa cifra dellanno che passa, senza tagli. Una soddisfazione Pancalli: Una grande gioia. Desidero ringraziare sentitamente il Governo e, in particolare, il Ministro per lo Sport e il Turismo, Piero Gnudi, per l'attenzione a questa delicata vicenda, che metteva a rischio la vita stessa della nostra organizzazione. Una decisione maturata in momento drammatico per l'intero Paese, che avrebbe giustificato un taglio allo sport paralimpico, come gi accaduto con il Coni. Ho vissuto mo-

menti di grande sconforto per il futuro del movimento, ma ho sempre manifestato la massima fiducia nelle Istituzioni e nel Ministro Gnudi. Al finanziamento per il 2012, va aggiunto il contributo del Coni: 975 mila euro (pi il costo del personale), che il Presidente Petrucci ha voluto senza tagli. Contento anche Alex Zanardi, che aveva lanciato l'allarme, proprio sulla Gazzetta: Sono daccordo con Pancalli. Tralasciando tutti gli altri aspetti positivi, anche solo pensando all'economia, questo denaro ne fa risparmiare altro. Persone con disabilit che se ne stanno sedute a usare il telecomando sono pi costose alla societ di chi fa sport.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La parola passa ora alla giustizia sportiva per i fatti del dopo gara di Milano Rossoblu-Egna (serie A-2) con laggressione da parte di un folto gruppo di ultr milanesi alla squadra altoatesina avvenuti domenica sera allo stadio del ghiaccio milanese Agor. Sul tavolo del procuratore federale Fisg, lavvocato Walter Andriolo, arrivata infatti la documentazione di quanto accaduto, documentazione prodotta dalla societ Egna con le testimonianze dei suoi tesserati, tra cui lallenatore Rob Wilson e laccompagnatore Thomas Lazzeri, rimasti contusi.
Arbitri in doccia A questo si po-

Rob Wilson, coach dellEgna

trebbe aggiungere il rapporto delle forze dellordine intervenute. Non sono stati stilati invece referti da parte degli arbitri. Questo perch spiega il presidente del Gruppo arbitri hockey ghiaccio, Renzo Stenico il capo arbitro Andrea Moschen e i due assistenti erano gi chiusi nel loro spo-

gliatoio, sotto la doccia, quindi non hanno potuto vedere nulla. Dall'indagine del Procuratore federale, trasmessa poi al Giudice sportivo, dipenderanno le decisioni sullentit della sanzione da applicare. L'Egna in un comunicato ufficiale ha ribadito ieri la gravit degli episodi accaduti e rinnovato la richiesta Dell'immediata sospensione della squadra del Milano per tutto l'arco della stagione. Intanto si mosso anche l'Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive che oggi sentir in merito a quanto successo la Federghiaccio. Domani sera, allAgor, in programma Milano-Merano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cerano anche Bianca Del Carretto (testimonial dellevento, si allena al Club Scherma Legnano) e Alfredo Rota alla presentazione degli Europei di Legnano 2012, ieri a Villa Recalcati, a Varese. Si garegger dal 15 al 20 giugno a poche settimane dai Giochi olimpici di Londra al Pala Borsani di Castellanza (Va) e allinterno del Castello di Legnano (Mi), in gara ci saranno i migliori atleti di oltre 40 nazioni.

Farfalle e Dj. Ieri le Farfalle della ritmica, tre volte campionesse mondiali, hanno creato scompiglio a Milano. Tantissima gente nel negozio Freddy di Corso Buenos Aires per vedere da vicino le ragazze di Emanuela Maccarani. Una festa con tanta musica e unoccasione speciale per scambiarsi gli auguri di Buon Natale e per farsi scattare qualche foto insieme alle campionesse della ritmica.

Atletica
PISTA MONDO (si.g.) Conclusi a Doha (Qat) i Giochi Arabi, con il ventenne Mutaz Essa Barshim a 2.30 in alto. Uomini. 400: Al Masrahi (Ar. S.) 4544. 800: Bala 14592. 1500: Hassan (Gib, 92) 33432; Driouch 33443; Al Garni 33461. Alto: Barshim 2.30. Donne. Triplo: Rahouli (Alg) 14.01 (+0.7)

Ippica
QUINT 2-16-14-12-3 A Siracusa (m 1600): 1 La Roccaccia (R. Fontana); 2 Emperor Dancer; 3 Perledo; 4 Guerrilla Girl; 5 Red Jo; Tot.: 14,30; 4,80, 5,80, 4,88 (709,82). Quint: n.v. Quart: 56.432,13. Tris: 4.857,49. QUINT A NAPOLI Ad Agnano (inizio 14.55) scegliamo Nagl del Nord (20), Novellass (5), Nadia Cas (19), Nasdaq (12), Nasturzio (17) e Norton Bi (18). SI CORRE ANCHE Trotto: Bologna (14.25), Montegiorgio (15.20) e Palermo (14.40). Galoppo: Pisa (13.30).

Baseball Texas: 51 milioni per trattare Darvish


I Texas Rangers hanno vinto lasta per trattare Yu Darvish. Per avere il diritto ad essere la squadra che potr negoziare con lui, Texas ha pagato 51.7 milioni agli Hokkaido Fighters. Il 25enne fenomenale lanciatore nippo-iraniano (vero cognome Darvishsefad) stato il protagonista del successo del Giappone al World Classic 2009. Ora Texas ha 30 giorni per accordarsi circa il contratto di Darvish. NUOVI KNIGHTS (s.cam) Cambia la composizione della franchigia dei North East Knights: Godo continuer a giocare l'Ibl1 ma in Ibl2 ci sar Piacenza, che sostituisce cos Verona.

Boxe DAL 6 GENNAIO IN GALERA PER VIOLENZE DOMESTICHE

Nuoto
AZZURRI NEGLI USA Scelti i 16 azzurri per il collegiale a Fort Lauderdale (Florida) dal 15 al 28 gennaio. Donne: Polieri e Zofkova. Uomini: Belotti, Giorgetti, Bizzarri, Dotto, Di Tora, Santucci, Laugeni, Magnini, Maglia, Orsi, Rolla, Rosolino, Scozzoli, Pesce. MELLOULI PER LA PALESTINA (al.f.) Ancora vittorioso ai giochi arabi di Doha (Qat, 50 m), il tunisino Oussama Mellouli ha detto attraverso Twitter: Oggi non ho nuotato per me o per la Tunisia, ho nuotato per i ragazzi palestinesi di Ramallah, West Bank e Gaza. Il campione olimpico si imposto in 100 sl (4955) e 200 misti (1'5999). ROGERS DERUBATO Lex ranista australiano, medagliato ad Atlanta 96 e ai Commonwealth e Panpacifici, stato derubato in casa ad Adelaide di tutte le medaglie conquistate. S rivolto ai ladri per riavere gli allori che hanno un valore prezioso non economico ma per quanto mi sono costate di duro lavoro.

Mayweather, condanna di 3 mesi Si aprono le porte del carcere


MASSIMO LOPES PEGNA

Stavolta Floyd Mayweather non ce lha fatta a evitare la galera, dopo che il giudice di Las Vegas Melissa Saragosa lo ha condannato a 90 giorni di prigione, 100 ore di servizi sociali e una multa di 2.500 dollari. Ma il campione del mondo dei welter Wbc (a rischio la difesa di maggio) ha scansato guai peggiori (potenzialmente, rischiava 34 anni), dichiarandosi colpevole per i reati di violenza domestica nei confronti della ex fidanzata Josie Harris, presa a calci nel suo appartamento nel settembre del 2010, e dei figli. Cos il pugile ancora imbattuto subisce il primo k.o. e il 6 gennaio varcher le soglie del carcere, come era successo anche a Mike Tyson e a tanti colleghi. Il pubblico ministero nella sua arringa stata dura nel richiedere la carce-

Boxe Langella positivo alla cannabis


(r.g.) Giuseppe Langella risultato positivo al metabolita Thc (cannabis) in un controllo effettuato il 2 dicembre, in occasione del campionato italiano dei welter a San Martino Siccomario: lo ha comunicato il Coni. Langella ha conservato il titolo battendo Gianluca Frezza. TORNA LA TRENTO (i.m.) Milena Tronto (5-1-1) prima campionessa italiana pro nella storia del pugilato, privata del titolo per una vicenda di doping legata a uno spray nasale, torna a combattere a un anno dal vincente ma sfortunato tricolore con Angela Cannizzaro. Il 26 dicembre a Reggio Emilia affronter nei pesi gallo Flejes Djendji (Srb, 13-11-1) sui sei round.

Floyd Mayweather jr, 34 anni

razione: Mayweather si era gi messo nei pasticci altre volte, ma era sempre riuscito a farla franca. Un elenco piuttosto lungo. Nel 2005 era stato dichiarato colpevole di aver assalito due ragazze in un night club, ma se lera cavata con la condizionale. E pochi mesi dopo laggressione alla Harris, aveva picchiato un vigilantes in un parcheggio. Per quei pugni fuori dal ring verr giudicato la prossima settimana.

Rugby
CASTRO NEL XV (i.m.) Il pilone destro dellItalia e del Leicester Martin Castrogiovanni stato inserito nel XV dell'anno del sito planetrugby, unico europeo insieme a OBrien (Irl) e Ashton (Ing). In squadra sei All Blacks: Smith, Nonu, Carter, Read, Thorn, Mealamu.

Sci Doping COPPA EUROPA (s.f.) Nel parallelo maGiochi Arabi: schile ieri a San Vigilio (Bz) con i migliori addirittura 14 positivi 32 dello slalom Fis di qualificazione della
Strage ai Giochi Arabi di Doha, in Qatar: ben 14 atleti sono stati trovati positivi a non meglio specificate sostanze dopanti, tra di loro 7 sono vincitori di medaglie doro nel bodybuilding. Si tratta di 4 atleti del Qatar, 2 egiziani e un giordano. Tra i positivi un argento e due bronzi, sempre nel boybuilding, unatleta donna degli Emirati Arabi vincitrice di un argento nei pesi, due judoka (un marocchino e un egiziano) e un componente della nazionale di basket dellIraq.

Nuoto TRATTATIVA AVVIATA

Ippica LINEE GUIDA 2012

Rugby SCOZIA: DOPO 809 PUNTI

Tennis ADDIO MISTO OLIMPICO

Pellegrini ospite a Sanremo?


Federica Pellegrini ieri si allenata a Verona con Filippo Magnini: i due trascorreranno in famiglia il Natale prima di presentarsi a Roma al tecnico Rossetto il 27 dicembre. Qualche giorno di pausa per Capodanno (che la coppia potrebbe festeggiare nella riviera pesarese), poi il collegiale americano di gennaio. Sono giorni di trattative per il management di Federica, che potrebbe salire sul palco del Festival di Sanremo (14-18 febbraio) come super ospite intervistata da Gianni Morandi. Sono in corso gli ultimi dettagli sullingaggio e la data, Infine, a Fede arrivata anche la proposta di un altro sponsor come Yamamay, che ne farebbe una testimonial.

Confermato: Lascia Paterson premi a 111 milioni Pun gli azzurri


Nessuna grande novit (rispetto a quelle gi diramate a fine di ottobre) dalle linee guida definitive dellAssi (ex Unire) per il 2012: 111 milioni (-40%) il montepremi. Ora bisogner vedere se le categorie accetteranno. In attesa delle novit da Amms (anche a ottobre erano imminenti), che sono fondamentali, il piano prevede che le corse si divideranno in istituzionali (quelli di selezione) e funzionali (pi commerciali, con limite minimo di 2.750 euro). Nel trotto non si potranno programmare pi di 8 corse, nel galoppo 7. Spariscono le indennit tris, ma premi ai primi 7. Antidoping: il cavallo positivo alla 1 analisi viene sospeso e tolto dallordine di arrivo. A 33 anni, lascia lattivit internazionale Chris Paterson. Estremo, ala o apertura di Scozia ed Edimburgo, uno dei migliori calciatori al mondo lascia dopo la quarta Coppa del Mondo giocata, con 109 caps e 809 punti segnati nei test (22 mete). Tra le sue vittime preferite lItalia: tutti suoi i 18 punti con cui la Scozia batt 18-16 gli azzurri a Francia 2007, nella notte di St. Etienne nel match che valeva i quarti del Mondiale. Quei sei centri fanno parte dellincredibile striscia di 36 calci mandati tra i pali a livello internazionale, senza errori, tra lagosto 2007 e il giugno 2008. Continuer a giocare nellEdimburgo fino a fine stagione.

Federer-Hingis niente doppio


Come era prevedibile, Roger Federer e Martina Hingis non giocheranno in doppio misto insieme per la Svizzera allOlimpiade di Londra 2012. Sul sito web di Blick, il capitano di coppa Davis, Severin Luthi, amico e accompagnatore del re di 16 Slam, ha motivato la rinuncia alla stuzzicante ipotesi, con il fatto che, in caso di finale anche in singolare e doppio maschile, Federer avrebbe dovuto giocare 11 match in 9 giorni. In realt, lex n. 1 delle donne, che s ritirata per la 2 volta nel novembre 2007 dopo lo stop per uso di cocaina, avrebbe dovuto disputare ai Giochi anche singolare e doppio donne. Via qualificazioni, perch non ha pi classifica.

mattina, successo dello svedese Pietilae Holmner che in finale ha sconfitto lo sloveno Kuerner. Miglior azzurro Giovanni Borsotti, buon 7 in qualifica a 38/100 da Place (Fra), eliminato nei quarti di finale. Oggi a Madonna di Campiglio slalom in notturna sul canalino Miramonti (diretta RaiSport1 alle 18.40).

Sport invernali
SELEZIONE TOUR (g.v.) Oggi e domani a Riva di Tures (Bz) Coppa Italia di fondo con abbinata nazionale giovani, per selezionare gli azzurri per il Tour de Ski. In programma il prologo (2,5 e 3,3 km tl) e (domani) linseguimento 10 e 15 km tc. Presenti tutti gli azzurri e solo in base alle condizioni meteo ( atteso molto freddo) per i gi sicuri del posto (Clara, Di Centa, Moriggl e Pellegrino e la Rupil) sar decisa la partenza. FREESTYLE Cos a Meribel nelle gobbe doppie di Coppa del Mondo. Uomini: 1. Kingsbury (Can); 2. Benna (Fra); 3. Kashima (Usa); 19. Matiz. Donne: 1. Kearney (Usa); 2. Dufour-Lapointe (Can); 3. McPhie (Usa); 23. Scanzio.

Hockey ghiaccio
SERIE A (m.l.) L'Asiago ha ingaggiato il 35enne difensore svedese Calle Bergstrom. Oggi 26 di A (20.30): Alleghe-Pontebba; Bolzano-Valpellice; Cortina-Vipiteno; Renon-Val di Fassa (dir. RaiSport 1); Val Pusteria-Asiago. Classifica: Val Pusteria 50; Bolzano 48; Pontebba 43; Alleghe, Cortina 39; Asiago 35; Val di Fassa 33; Renon 30; Vipiteno, Valpellice 29.

Hockey pista
UNDICESIMA Colpo del Forte dei Marmi, che batte il Valdagno e resta in scia a Viareggio e Lodi. Cos l11 giornata di serie A-1: Alimac Forte dei Marmi-Racalac Valdagno 8-6; Banca Etruria Follonica-Molfetta 8-6; Trissino-Seregno 8-4; Breganze-Geo-Tex Bassano 1-5; Giovinazzo- Carispezia Sarzana 2-1; Eosolare Matera-Viareggio 2-12; MG Estra Prato-Lodi 2-4. Classifica: Lodi 30; Viareggio 28; Forte dei Marmi 25; Valdagno, Bassano, Giovinazzo 21; Follonica, Prato 13; Seregno, Breganze, Sarzana 12; Molfetta 9; Trissino 8; Matera 1.

Vela
A NAPOLI (r.ra.) Le regate dellAmericas Cup World Series di Napoli (7-15 aprile) non si disputeranno pi a Bagnoli ma nelle acque antistanti la centralissima Via Caracciolo. Per lutilizzo dellarea dellex Italsider era necessario lok del Ministero dellAmbiente ma per il via libera i tempi sono ancora lunghi. Lincertezza ha indotto le Istituzioni napoletane a cambiare la sede.

46

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

2
Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet:

RICERCHE DI COLLABORATORI

IMMOBILI RESIDENZIALI AFFITTI

6
6.1

www.piccoliannunci.rcs.it
oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712. BRESCIA : Sales Solutions tel. 030/3758435, fax 030/3758444. COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26. CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610. MONZA : Pubblicit Battistoni tel. 039/32.21.40 039/38.07.32, fax 039/32.19.75. OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084. PADOVA : tel. 049/69.96.311, fax 049/78.11.380. PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63. PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72. RIMINI : InAdrias Servizi Pubblicitari s.r.l. tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003. ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48. TORINO : telefono 011/50.21.16, fax 011/50.36.09. VERONA : telefono 045/80.11.449, fax 045/80.10.375. Per la piccola pubblicit allestero telefono 02/72.25.11 Le richieste di pubblicazione possono essere inoltrate da fuori Milano anche per telefax e corrispondenza a Rcs Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra riportati. TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: euro 4,00; n. 1: euro 2,08; n. 2 - 3 14 : euro 7,92; n. 5 - 6 7 - 8 - 9 - 12 - 20: euro 4,67; n. 10: euro 2,92; n. 11: euro 3,25; n. 13: euro 9,17; n. 15: euro 4,17; n. 17: euro 4,58; n. 18 - 19: euro 3,33; n. 21: euro 5,00; n. 24: euro 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: euro 4,42 sul Corriere della Sera; euro 1,67 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. n. 16: euro 1,67 sul Corriere della Sera; euro 0,83 sulla Gazzetta dello Sport; euro 2,08 sulle due testate. n. 22: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 4,67 sulle due testate. n. 23: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

IMPIEGATI
SIEM ASCENSORI

2.1

OFFERTA

seleziona responsabile tecnico manutenzioni per inserimento propria struttura in Vimercate. Richiedesi comprovata esperienza nella mansione, buona conoscenza PC, flessibilit orari. Dettagliare C.V. con fototessera: siem@siemascensori.it oppure fax 039.60.26.246.

CENTRO storico affittiamo prestigiosi appartamenti ristrutturati, elegantemente arredati. Monolocali, bilocali, trilocali, quattro locali. 02.88.08.31.

RICHIESTA

6.2

GRESSONEY LA TRINITE frazione Orsia vendesi tipico chalet con terrazzi, totalmente in legno, arredato, vista sul Monte Rosa. 348.35.00.811. GRESSONEY privato vende prestigiosa villa finiture lusso soggiorno camino quattro camere - tre bagni - taverna - cantine - garage grande giardino. Tel. 347.53.06.436. LOANO e Noli splendide opportunit, a pochi passi dal mare bilocali e trilocali in costruzione o pronta consegna, ottime rifiniture. Tel. 019.67.76.99 - 339.18.95.414.

PIAZZALE LODI adiacenza (via Tito Livio) vendiamo/affittiamo comodo box doppio. 02.88.08.31. QUADRONNO prestigioso contesto vendiamo/affittiamo nuovo splendido ufficio 100 mq. Possibilit box. 02.88.08.31. RHO FIERA vendesi capannone commerciale con uffici e ribalta per logistica locato euro/anno 280.000. ma con possibilit disdetta sei mesi. Esiste mutuo per 40% del valore con rate annuali fino 2019. Cell. 346.49.57.347. SANT'AMBROGIO adiacenze affittasi negozio di 3 vetrine, soppalco, bagno. Ristrutturato. 02.88.08.31 www.filcasaservice.it VITTOR PISANI negozi, magazzini varie metrature carico/scarico. Liberi o occupati. 02.67.07.53.08 - http://cappellini.filcasaservice.it

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti.

SUPERVALUTAZIONE, pagamento contanti. Gioielleria Curtini, via Unione


6. - 02.72.02.27.36 - 335.64.82.765 - www.nexiagold.it

GIOIELLI ORO ARGENTO

18.2

BANCHE multinazionali necessitano di appartamenti o uffici. Milano e provincia 02.29.52.99.43. ISTITUTO bancario cerca per dipendente trilocale/quadrilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25.

TABLET PIETRA LIGURE nuoincantevole posizione


vi appartamenti vista mare, termoautonomi, classe A, climatizzati. Ampi terrazzi. 019.61.67.42 - 333.86.44.263.

PUNTO D'ORO compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26.

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

5
5.1

7
IMMOBILI TURISTICI

19
AUTOVEICOLI

VENDITA MILANO CITTA'

ACCURSIO adiacenze vendiamo pied--terre di 90 mq. su due livelli. Ristrutturato e condizionato. Possibilit posto auto. 02.88.08.31. ATTICO elegante Citt Studi ristrutturato 80 mq, 30 terrazzo vendesi. Inintermediari. 0365.20.420 - 335.63.50.703. CORSO GENOVA adiacenze, vendesi ampio bilocale con balcone e cucina separata. Doppia esposizione. 02.88.08.31. MM MACIACHINI trilocali nuova costruzione. Doppi servizi. Terrazzi. Piani alti. Possibilit box. 02.69.90.15.65 - http://murat.filcasa.it MM ZARA nuova costruzione splendido attico 3 locali, riservati terrazzi. Box. 02.88.08.31 - www.filcasaservice.it PAOLO LOMAZZO 52 direttamente il costruttore propone edificio prestigioso nuova realizzazione varie metrature, terrazzi, box. 02.34.59.29.72 - www.52greenway.it PIAZZA NIZZA attici panoramici, due livelli, ampi terrazzi, soggiorno, cucina, tre camere, triservizi. Pronta consegna. 02.69.90.15.65. SARPI adiacenze MM Moscova palazzina d'epoca vendiamo loft personalizzabili contesto signorile. 02.34.93.07.53. TACCIOLI adiacenze stazione Affori nord Affori / MM3 in splendida corte, bilocale nuovo. Box. 02.66.20.76.46. VIA BUSSETO contesto d'epoca ristrutturato appartamenti da ristrutturare, ristrutturati e nuove mansarde, terrazzi. Pronta consegna. Da 88.000,00 euro. 02.88.08.31. VIA EMANUELE FILIBERTO nuovo elegante quadrilocale, tripli servizi, logge. Alti standard energetici, costruttivi. Disponiblit box. 02.34.93.16.65 - www.filcasaservice.it VIALE BEATRICE D'ESTE plurilocale di 228 mq. esposizione angolare con balconi. Da ristrutturare. Possibile frazionamento. 02.88.08.31. VIALE FULVIO TESTI ampio bilocale, soggiorno con cucinotto, camera, bagno finestrato. Balcone. Da ristrutturare. 02.88.08.31.

VALGARDENA ORTISEI VENDESI APPARTAMENTI LIBERI mono-bilo-trilocali in complesso residenziale alta qualit. Posizione prestigiosa.

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

8
8.1

10
VACANZE E TURISMO

AUTOVETTURE 10.1

19.2

OFFERTA

ALBERGHI-STAZ. CLIMATICHE

HABIT SRL: 335.67.58.813. www.habitimmobilien.it


COMPRAVENDITA 7.1
ABBIAMO Alghero Sardegna 99.000 euro (prima costava 129.000 euro pazzesco) nuovo pronto fra poco anche rate senza anticipo 420 mensili oppure villetta 2 piani box solo 169.000 euro (ne restano 2). Tel. per vedere 035.47.20.050. ABBIAMO Punta Ala Castiglione d. P. 159.000 euro splendide suite sul mare pronte nuove nel 2012 investimento assicurato propriet certa uso gratuito reddito garantito 4% annuo a chi prenota entro gennaio in regalo l'arredamento telefona per vedere 035.47.20.050. ACCECATO dalla bianchissima spiaggia di Stintino (Ss) villino/suite in nuovo residence, con vista mare! Prima euro 149.000 ora soli euro 109.000. Chiama subito! Ti regaliamo arredo. 035.24.18.34. CAMOGLI-RUTA panoramicissima, bellissima, prestigiosissima villa nobiliare di 550 mq. vendesi. Trattativa riservata. Tel. 335.26.61.14. COURMAYEUR La Saxe. Nel cuore del borgo esclusiva propriet terra-cielo totalmente ristrutturata con finiture di pregio. Consegna estate 2012! Kappa 0364.89.90.39. EZE esclusiva. Anteprima appartamenti nuovi, vistamare mozzafiato, piscina. Da Euro 332.500 Italgestgroup.com 0184.44.90.72.

AFFITTASI Milano Via Fantoli fronte tangenziale est uscita CAMM 5400 m2 complesso industriale commerciale palazzina uffici riqualificabile outlet discoteca supermercato - www.giardini.it/fantoli 02.33.57.271 BAIAMONTI epoca nuovo contesto signorile loft trilivello varie metrature da personalizzare. 02.34.93.07.53 www.filcasaservice.it CENTRO Bonaparte prestigioso negozio nove vetrine. Personalizzabile, ristrutturato. Soppalchi, sottonegozio. 02.89.09.36.75 www.filcasaservice.it

RIMINI hotel Leoni tre stelle tel. 0541.38.06.43. Direttamente mare. Idromassaggio Jacuzzi, palestra, bagno turco, sauna, parcheggio, camere tv. Bevande ai pasti, scelta men. Cenone Natale euro 49,00, capodanno con musica . 3 giorni tutto compreso euro 210,00. www.hotelleoni.it SANREMO albergo centralissimo / mare, conduzione familiare. Camere bagno, tv. Pensione completa euro 50. Telefono 0184.50.14.60.

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

PALESTRE SAUNE E MASSAGGI

21

TABLET
MILANO CROCETTA Affittasi importante negozio 5 vetrine con ampio sottonegozio. No agenzie. Tel 02.54.60.057.
MM ROVERETO vendiamo laboratorio con permanenza di persone, 78 mq. 85.800,00 euro. 02.88.08.31. MM TURRO per investimento negozio 21 mq. da ristrutturare libero subito. 02.88.08.31. ORTISEI prestigioso locale centralissimo vendesi con attivit avviata. No intermediari. 347.85.47.532. PIAZZA GIOVINE ITALIA vendiamo negozio 70 mq. due vetrine, soppalco, cantina. 02.88.08.31. PIAZZA VETRA adiacenze ottimo investimento 600 mq. negozio affittato 13 vetrine. Alta redditivit. 02.88.08.31 - www.filcasaservice.it

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

12

ABBANDONATI nel benessere, armonia, riservatezza. Trattamenti rilassanti - antistress. Promozioni natalizie. 02.49.46.01.28 - 345.13.53.829. AMBIENTE elegante ti propone massaggi rilassanti antistress per un magico Natale. 02.39.40.00.18. CINQUE GIORNATE ambiente climatizzato un mondo di relax trattamenti olistici. Classe. 02.54.01.92.59. DELIZIOSO centro benessere italiano massaggi olistici ambiente elegante per il tuo relax. 02.39.68.05.21. MANZONI centro benessere, massaggi rilassanti ayurvedici, personale qualificato. Ambiente classe. Promozioni. 02.39.68.00.71.

ALTO ADIGE stupenda localit montana vendo azienda agriturismo ben avviata possibilit ampliamento campeggio progetto gi autorizzato. Tel. 331.22.09.753. - 335.10.17.615. ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili, ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14. CENTRO STAMPA - fotocopie centralissimo, avviamento ventennale, occasione irripetibile cedesi, prezzo commisurato alla redditivit. Per un primo contatto: lodovico.gaslini@studiogaslini.it oppure 02.43.99.58.31. MILANO cedesi discoteca Club Savana trattative riservate. Tel. 02.89.12.70.90 www.clubsavana.com PRESTIGIOSO bar gelateria centro Cattolica soppalco e plateatico. Arredi lussuosi. Laboratorio. 300 mq fatturato dimostrabile. 329.30.15.560.

22
CHIROMANZIA
CARTOMANTE Vito, professionalit, esperienza consolidata, seriet. Su richiesta interviene personalmente ovunque. 339-60.51.442.

VENDITA MILANO HINTERLAND

5.2

DA OGGI IL TUO ANNUNCIO L C DIVENTA L E MULTIMEDIALE...

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

18

24
CLUB E ASSOCIAZIONI
A MILANO accompagnatrici, distinta agenzia presenta eleganti, affascinanti modelle ed interessanti hostess. 335.17.63.121.

BASIGLIO bilocale 51 mq ingresso, soggiorno, angolo cottura, camera, bagno, loggia. Possibilit box/posti auto. 02.90.75.16.88 - http://milano3.filcasa.it CORSICO centro - palazzina di nuova costruzione appartamenti, terrazzi, balconate, cantine, box. 02.45.11.91.66. LIMITO PIOLTELLO nuova realizzazione ultimi piani appartamenti con ampi sottotetti 224.000,00 euro. 02.92.67.654.

INVIACI TESTO FOTO E VIDEO


Per informazioni chiamaci allo 02.6282.7555 / 7422 agenzia.solferino@rcs.it

...Quotazioni

A MILANO agenzia abbacinanti accompagnatrici presenta attraenti fotomodelle e ammalianti hostess. 339.64.14.694. CONTATTI piccanti 899.00.41.85. Esibizioniste 899.06.05.15. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo. INTRIGANTE autoritaria 899.89.79.72. Spiami 899.00.41.85. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo.

ORO USATO: euro 25,50 / grammo ORO PURO: euro 36,40 / grammo ARGENTO USATO: euro 365,00 / kg ARGENTO PURO: euro 515,00 / kg - MISSORI MM DUOMOCurtini, via Unione 6 Gioielleria
02.72.02.27.36. - 335.64.82.765.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

47

ALTRI MONDI
L a Banca centrale europea ha permesso ieri alle banche del continente di prendere soldi in prestito per tre anni al tasso dell1 per cento, unoccasione formidabile per rifornirsi di liquidit. La questione : che cosa faranno le banche con questi soldi? Li presteranno alle imprese e alle famiglie, ci pagheranno i loro debiti oppure speculeranno comprando magari titoli di stato, come quelli italiani, che rendono adesso pi del 6,5 per cento? Ecco qualcosa che magari si vorrebbe sapere in anticipo.

Il fatto del giorno _una montagna di euro


A CURA DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

no chiedere uguale a questa cifra.

4possibilit di prendere solLa


di in prestito all1 per cento continuer allinfinito? O valeva solo per ieri?

1 bisognerebbe sapere Intanto


quanti soldi ha distribuito in questo modo la Bce di Mario Draghi.

Tanti soldi. Ha distribuito 489,191 miliardi di euro. Le banche italiane si sono fatte dare 40 miliardi. Gli istituti che si sono presentati allincasso (verrebbe da dire: con il cappello in mano) sono 523. I mercati hanno tratto da tutto questo una cattiva impressione. Ci si aspettava che i soldi richiesti sarebbero stati meno e che le banche bisognose di finanziamento non sarebbero state tanto numerose. Cos le borse, partite bene, sono andate poi gi dappertutto e lo spread italiano, inizialmente a 460, risalito a 480. La mossa di Draghi pare ben pensata, ma nello stesso tempo la situazione assai incerta. Si dubita sulle intenzioni reali degli istituti e persino sulla loro solvibilit finale.

Ma le banche che faranno con i soldi prestati ieri dalla Bce?


Concessi 489 miliardi con interesse all1% a 523 istituti. Agli italiani 50 miliardi: ora potranno aiutare famiglie e imprese, ma investire in titoli di Stato frutterebbe loro molto di pi
Mario Draghi, 64 anni, governatore della Banca centrale europea REUTERS
temi un miliardo di euro e quelli te lo mollano?

Valeva solo per ieri. La Bce far unaltra asta identica alla fine di febbraio. E cos via, ciclicamente, in date da stabilirsi in modo da non far mancare il sostegno agli istituti europei.

5 cosa faranno le banche Che


con questi soldi? Gi godono di una fama pessima

2banche italiane che hanno Le


fatto?

Non la missione delle banche sostenere i titoli di stato, il vero punto la fiducia. Se si riesce a ristabilire la fiducia anche lo Stato avr meno problemi

Lasta della Bce una bella arma, se non vogliamo chiamarla un bazooka, ma non potr essere usata per sostenere i titoli di stato

Come ho detto, si sono fatte prestare una quarantina di miliardi. Le posso dare la classifica: Intesa San Paolo 12 miliardi, Monte dei Paschi 10, Unicredit 7,5, Banco Popolare 3, Popolare di Vicenza 1,5, Carige 1,3, Dexia Crediop 1,05, Popolare Sondrio 1, Credem 800 milioni, Bper 750, Iccrea Bancaimpresa 650 eccetera eccetera. Hanno tutte bisogno di soldi. La liquidit scomparsa, non soltanto da noi (anzi), ma ovunque.

FEDERICO GHIZZONI AMM. DELEGATO UNICREDIT

GIOVANNI SABATINI DIRETTORE GENERALE ABI

3 funziona la cosa? Una Come


banchetta qualunque si presenta a Francoforte, dice: Da-

Beh, un po pi complicato. Come capita quando chiediamo un mutuo, Francoforte voleva e vuole delle garanzie. Quali garanzie? Titoli di stato oppure bond bancari o aziendali. Per le banche italiane cera questo problema: non avevano titoli a sufficienza per chiedere tutti i soldi di cui avevano bisogno. Hanno allora emesso dei bond appositi cio creati proprio per chiedere questo finanziamento all1 per cento - e il governo Monti (cio lo Stato) glieli ha garantiti fissando per un importo massimo uguale al patrimonio di ogni istituto. In teoria, poich la Bce aveva stabilito che lasta fosse illimitata, tu potevi presentarti e chiedere qualunque somma. Il governo italiano, fissando il tetto del patrimonio, ha impedito follie (anche se il 100 per cento del patrimonio non mica poco). Il patrimonio totale delle banche italiane pari a 228 miliardi di euro, dunque la somma che in totale le banche potran-

-0,97%

La chiusura a Milano Le Borse digeriscono male il maxi prestito alle banche. Piazza Affari dopo aver toccato +1,9% ha chiuso in negativo sui minimi a -0,97% e a 14.819 punti. Male i bancari (Unicredit a -4,39%), con leccezione di Intesa Sanpaolo, positiva a +1,24%

-0,2%

Il Pil nel 3 trimestre Italia verso la recessione. Il terzo semestre 2011, secondo lIstat, ha visto il Pil ridursi dello 0,2%. Rivisti al ribasso anche i dati per i primi due trimestri dellanno, seppure chiusi in positivo. Toccher ora ad Eurostat certificare la tendenza alla decrescita

S, delle banche e di ci che hanno fatto nellultimo decennio bisogna pensare il peggio possibile. E per se il sistema bancario saltasse finiremmo tutti col sedere per terra. Bisogna nello stesso tempo maledirle e soccorrerle. Per prima cosa le banche italiane adopereranno quei soldi per rimborsare i bond che vengono a scadenza nel 2012. Si tratta di 78 miliardi di euro ed difficile anche per gli istituti (oltre che per lo Stato) raccogliere quei soldi sul mercato: laltro giorno le obbligazioni triennali di Intesa e di Unicredit quotavano rendimenti superiori al 7%, cio proibitivi. Parliamoci chiaro, a questi prezzi le banche italiane non possono andare sul mercato. Quindi questa prima tranche da 40 miliardi (e le successive, fino alla concorrenza di 228) servir a non soccombere alle pretese del mercato. Per il resto, se si interrogano i banchieri pubblicamente ti rispondono che presteranno la maggior parte di quei soldi a imprese e famiglie, perch di titoli di stato ne hanno in portafogli gi abbastanza. Ma se la domanda gliela fa un broker, spiegano che non possono farsi scappare loccasione di prendere denaro all1% e reinvestirlo al 6 o al 7%. Quindi pressoch certo che rimpingueranno le loro casse di altri titoli di stato. Unoperazione apparentemente succulenta, ma piuttosto rischiosa: il valore dei titoli potrebbe scendere ancora e poi tutto il giro comincia con una garanzia dello Stato, di quello stesso Stato di cui alla fine si compreranno le emissioni. Come ti spiegano quelli che se ne intendono, ci sono tutte le premesse per la creazione di una bomba atomica finanziaria.

CAOS IN AULA CALDEROLI AL PREMIER: SI DIMETTA O VERRANNO A PRENDERLA. SCHIFANI FURIOSO: VERGOGNA

ALTRE TENSIONI SU COSENTINO RINVIO A GENNAIO

Berlusconi avvisa Monti Al voto se continua cos


Al Senato proteste della Lega con urla, fischietti e insulti Oggi la fiducia sulla manovra anticrisi
Il Senato trasformato in stadio. Lha detto anche il presidente Renato Schifani, furibondo per le proteste leghiste ieri in aula. Del resto, stata una giornata turbolenta come poche a palazzo Madama: prima della riunione dei capigruppo, il governo aveva formalizzato lintenzione di porre la questione di fiducia sul decreto con le misure anticrisi (dopo il s alla Camera, si vota oggi intorno alle 15) annunciata dal ministro per i Rapporti con il Parlamento, Piero Giarda, in aula ha scatenato la protesta della Lega, imbestialita anche perch a larghissima maggio-

que parole forti, come la quasi minaccia di Calderoli al premier, chiamato ragionier Monti da tutti i parlamentari del Carroccio: Presidente Monti ha detto lex ministro si ritiri, dia le dimissioni, perch diversamente la verranno a prendere a casa.
Il Cavaliere ai senatori Oltre alle turbolenze parlamentari, unaltra spina per il governo Monti arriva dal vecchio inquilino di Palazzo Chigi. Prima Silvio Berlusconi, in un lungo incontro a palazzo Chigi con il premier, aveva messo in chiaro che le decisioni dellesecutivo dovranno essere prese con una cabina di regia delle forze politiche che lo sostengono; poi in serata, parlando in libert con i senatori del Pdl nel corso di una cena, laffondo pi duro: Si va al voto se Monti continua cos e si prosegue con questa imposizione fiscale e se sinistra e sindacati sono rigidi. Siamo noi gli arbitri di questa situazione, lo faremo capire. Il Cavaliere ha anche parlato di ipotetiche consultazioni elettorali: Sono sicuro di una vittoria elettorale se il Pdl riuscir a stringere unalleanza con lUdc.

Caso Romano: la Camera d lok alle intercettazioni


Due parlamentari del centrodestra e tanti guai con la giustizia. Una giornata di rara tensione ha unito ieri alla Camera Saverio Romano (nella foto Ansa), ex ministro dellAgricoltura, e Nicola Cosentino, ex sottosegretario e coordinatore campano del Pdl. Innanzitutto, laula di Montecitorio ha concesso luso delle intercettazioni alla magistratura palermitana nei confronti di Romano, accusato di corruzione aggravata dal fatto di aver agevolato la mafia e su cui pende anche la richiesta di rinvio a giudizio per concorso in associazione mafiosa. Via libera, quindi alluso di 25 conversazioni ritenute rilevanti nelle indagini: la votazione avvenuta a scrutinio segreto (286 s, 260 no, 4 astenuti). Significativa lassenza di ben 33 deputati del Pdl: a conti fatti, il loro voto contrario avrebbe determinato la respinta della richiesta. Ma, sullesito delle votazioni, Romano ha dichiarato: Lautorizzazione delle intercettazioni mi potr solo aiutare a dimostrare la mia estraneit ai fatti che mi si contestano. Capitolo Cosentino: nel pomeriggio la Giunta per le autorizzazioni a procedere di Montecitorio ha optato per il rinvio al 10 gennaio del voto sulla richiesta di custodia cautelare. La magistratura napoletana ha, infatti, rinnovato la richiesta di arresto del parlamentare Pdl accusandolo di concorso in falso, violazione della normativa bancaria e reimpiego di capitali (viene definito referente politico nazionale del clan dei Casalesi). La richiesta di slittamento, giunta dal Pdl, passata per un solo voto (11 a 10): contrari Pd, Terzo polo e Italia dei valori, mentre la Lega ha votato con Pdl e Responsabili.

Uno striscione esibito ieri a Palazzo Madama dai senatori leghisti ANSA

ranza era stata bocciata la pregiudiziale di costituzionalit che aveva presentato. La colorita protesta dei leghisti, anche con fischietti molto rumorosi, ha portato alla reazione indignata del presidente del Sena-

to: Questa non unarena. uno scempio al Parlamento, ha detto Schifani. Che poi ha anche anticipato un provvedimento di censura nei confronti dei senatori ribelli. Nel clima teso, sono volate comun-

48

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

ALTRI MONDI

SU UN MOLO DELLA VIRGINIA

Il primo bacio gay della marina Usa


Quando ununit della marina degli Stati Uniti rientra in base dopo una lunga missione, tradizione che uno dei marinai a

bordo venga scelto per scendere per primo a terra e baciare il suo amore. Ieri toccato al sottoufficiale Marissa Gaeta. E ad aspettarla davanti alla Uss Oak Hill sul molo in Virginia ha trovato Citlalic Snell, sottufficiale di marina come lei e come lei donna. Si tratta del

primo bacio omosessuale della marina americana, reso possibile soltanto dopo che il presidente Obama ha messo fine al Dont ask, dont tell, il principio che consentiva ai militari gay di prestare servizio a patto che tenessero per sempre segreta la propria omosessualit.

Liberati i 5 italiani della Savina Caylin Dubbi sul riscatto


La petroliera sequestrata in Somalia a febbraio I pirati: Hanno pagato. Il governo smentisce
FILIPPO CONTICELLO

che se una nota della Farnesina, sostenuta pure dagli armatori DAmato, dice che non ci sono state azioni di tipo militare e non mai stata contemplata lipotesi di una trattativa o di riscatti. In ogni caso, a bordo della Savina Caylin, piombato subito un team di sicurezza del reggimento San Marco impegnato in zona: a loro il compito di riportare la petroliera dal largo della Somalia ad acque pi sicure.
Altri tre Si chiamano Giuseppe

DOLOMITI A PEZZI

A notizie
S

Tascabili
No della Giunta allincompatibilit

Al Senato si salvano i parlamentari-sindaci


Il Senato contro la Consulta: la Giunta per le elezioni ha infatti votato contro lincompatibilit tra la carica di senatore e quella di sindaco di citt con pi di 20 mila abitanti, approvata invece il 14 dicembre dalla Giunta della Camera per quanto riguarda i deputati. Ma ieri a Palazzo Madama Pdl e Lega hanno votato contro le deliberazioni della Corte costituzionale, facendo in modo quindi che i senatori Antonio Azzollini e Vincenzo Nespoli, entrambi del Pdl e rispettivamente sindaci di Molfetta e di Afragola, possano continuare a ricoprire entrambe le cariche. Idv e Pd hanno abbandonato i lavori per protesta.

Dieci lunghissimi mesi in mezzo al mare prima di rivedere terra. In mezzo, ultimatum dei sequestratori, appelli disperati dei prigionieri, manifestazioni dei familiari in lacrime. Lincubo della Savina Caylin finito ieri: i pirati somali hanno lasciato la nave sequestrata l8 febbraio con a bordo cinque italiani e 17 indiani. La petroliera dellarmatore Fratelli DAmato di Napoli era partita dal Sudan direzione Malesia: per sequestrarla un attacco con granate e armi, vicino allisola yemenita di Socotra. Per liberarla, invece, ci sono voluti soldi. E pure tanti: Abbiamo ricevuto gli ultimi 3 milioni del riscatto pattuito da 11,5 milioni di dollari e poi abbiamo abbandonato la nave, ha detto

La petroliera Savina Caylin dellarmatore Fratelli DAmato di Napoli ANSA

allagenzia Reuters un pirata, tale Adbiwali. Secondo il sito Somalia Report, la prima tranche di 8,5 milioni di dollari stata consegnata ieri alle prime ore della mattina con un elicottero, la seconda tranche alle 12.30 (le 10.30 italiane). An-

Secondo i banditi sarebbero stati versati 11 milioni e mezzo di dollari in due tranche

Lubrano Lavadera, comandante della nave, Crescenzo Guardascione, (entrambi di Procida), Gianmaria Cesaro di Sorrento); Antonio Verrecchia di Gaeta ed Eugenio Bon di Trieste. I cinque marinai italiani ora si aspettano un Natale sereno, dopo tanta tensione: ad agosto, nelle foto choc inviate via fax dai sequestratori, erano scalzi, seduti per terra, coi polsi legati. Per la loro liberazione ha gioito il presidente Napolitano, il ministro degli Esteri Terzi di Santagata e il presidente del Consiglio Monti. Adesso, per loro restano altre tre spine: Maria Sandra Mariani, 53enne toscana rapita il 2 febbraio in Algeria; Franco Lamolinara, 47enne di Vercelli, preso in Nigeria il 12 maggio e Rossella Urru, sarda, rapita a fine ottobre sempre in Algeria. Dopo la liberazione di venerd del militante calabrese di Emergency in Darfur, Francesco Azzar, e quella dei 5 marinai della Savina Caylin, sono gli ultimi tre italiani sequestrati in giro per il mondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Crollo alla Cima Sass Maor Crolla un altro pezzo di Dolomiti, patrimonio Unesco dellumanit. Un enorme blocco alla base della parete est di cima Sass Maor, nelle Pale di San Martino, si sgretolato precipitando a valle, senza fortunatamente travolgere nessuno. Ma quei 300 metri di base rocciosa sbriciolata hanno cancellato buona parte di tre vie alpinistiche (la Direttissima, la Masada e la Supermatita), meta di tanti appassionati di tutto il mondo. Secondo gli esperti, il distacco potrebbe essere stato provocato dallazione degli agenti atmosferici sulla roccia. Si tratta del quarto crollo in quattro anni sulle Dolomiti

Il ministro del Welfare da Vespa

Adesso la Fornero frena Non ho in mente nulla riguardo allarticolo 18

Il ministro Fornero e il leader Cisl Bonanni LAPRESSE


l ministro del Welfare Elsa Fornero fa un passo indietro sul caso articolo 18. Non ho in mente ora nulla in particolare che riguardi larticolo 18 ha spiegato a Porta a Porta c tanto da fare nel mercato del lavoro, larticolo 18 arriva per ultimo, Quando sar il momento ne parler con tutti, Bindi, Lupi e Bonanni (presente con lei in studio, ndr). E persino con Camusso. Il lavoro e la creazione di posti di lavoro sono la mia prima e unica preoccupazione. E sullintervista che ha scatenato le polemiche degli ultimi giorni: Sono stata ingenua, i giornalisti sono bravissimi a tendere trappole.

La sentenza della Cassazione

Picchia il cane dei vicini Risarcir con 500 euro


Occhio a maltrattare gli animali: ieri la Cassazione ha inflitto una maximulta a un uomo colpevole di aver picchiato un cane. Domenico G.C., 71enne della provincia di Torino, stato infatti condannato a pagare 200 euro per la violenza e 300 euro per i danni morali ai suoi vicini, proprietari del cagnolino che aveva preso a calci. Limputato si difeso sostenendo che il cane da lui sbattuto a terra e preso a calci non aveva riportato alcun danno giuridicamente apprezzabile e nessun deterioramento. Ma i giudici sono convinti del contrario. Luomo dovr pagare anche le spese di giustizia anticipate dai padroni del cane.

La richiesta a Science e Nature

Gli Usa censurano i dati sul supervirus aviaria


Stati Uniti costretti alla censura. Una commissione che fa capo al governo americano, creata dopo lemergenza antrace, ha infatti chiesto a due riviste scientifiche importanti come Science e Nature di non pubblicare parte dei dettagli di due studi sperimentali che documentano la realizzazione di un supervirus dellinfluenza aviaria ottenuto in due laboratori di Stati Uniti e Olanda. Il rischio infatti che la diffusione di certi dati possa rendere possibile una ripetizione degli esperimenti. Il parere della commissione non vincolante, ma i direttori delle due riviste hanno fatto sapere che prenderanno in seria considerazione l'avvertimento.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

49

ALTRI MONDI

INTERPRETE DI BATMAN

Lattore Bale persona non gradita in Cina


Batman persona non grata in Cina. Lo comunica il ministero degli esteri cinese ha criticato lattore gallese Christian

Bale, appunto lultimo Batman cinematografico, per aver voluto fare notizia tentando di incontrare il dissidente Chen Guangcheng. Cieco e agli arresti domiciliari, pur non avendo mai compiuto reati. Chen vive recluso in casa insieme alla famiglia nella provincia dello Shandong.

IL PIRATA E LA CANTANTE

Voci di separazione tra Depp e Paradis


Vanessa Paradis avrebbe dato il benservito al marito Johnny Depp. Una delle coppie dacciaio di Hollywood, che van

tava ben 13 anni di matrimonio senza scandali, sarebbe finita per lalcol. Secondo i siti Blick e 20Minuten, la 39enne cantante francese, che ha messo al mondo due figli con il 48enne attore americano de I pirati dei Caraibi, non vuole sopportare pi gli eccessi del marito.

Tecnologia
Passione Kindle, sicurezza iPad
Tablet, e-book e gli ultimi smartphone, senza dimenticare accessori e nuove fotocamere
LItalia non sembra ancora pronta per il 3D: televisori e visori come quello della foto sono sempre meno venduti, nonostante i produttori continuino a migliorarne il comfort
ELISABETTA ESPOSITO

Ormai sembra non se ne possa fare a meno. Sotto lalbero degli italiani deve necessariamente esserci un oggetto hi-tech. Perch la tecnologia che ci ha gi cambiato la vita pu comunque migliorarla ancora. Le opportunit sono infinite. E i megastore stracolmi di prodotti e offerte. Mica facile gestire tutto. Cerchiamo di mettere un po dordine con Riccardo Luna, il fondatore di Wired Italia. Un esperto insomma. Ma non tanto di tecnologia, quanto di innovazione. Io mi occupo di quello che pu davvero essere utile, non delloggetto in s. Perfetto. E che cosa compra a Natale? Innanzitutto consiglio a tutti di fare acquisti online: io ho fatto il regalo a mia moglie su Yoox e su Amazon prender per me il Kindle. Ecco, il prodotto del momento, il pi venduto a dicembre su Amazon.it. fenomenale e per il rapporto qualit-prezzo non posso che consigliarlo. le-book perfetto, costa

99 euro e puoi leggerlo anche in spiaggia, sotto il sole, cosa che con liPad riesce malissimo. Litalico Biblet appena proposto da Telecom? Sono due mondi diversi, io tendo a paragonarlo alliPad2, anche se il tablet Apple ha uninfinit di funzioni in pi. Ma per quanto riguarda la leggibilit il Kindle migliore e il prezzo pi abbordabile. Tornando ai tablet, c anche il Samsung Galaxy Note, che in realt una via di mezzo tra tablet e smartphone. I prodotti Samsung sono il migliore avversario delliPad, ma continuo a preferire il sistema operativo della Apple. il pi intuitivo, mio figlio ha due anni e usa liPad come se non avesse mai fatto altro. Lunico vero difetto restano le dimensioni: alcuni Galaxy li metti in tasca, cos come il Kindle, mentre per liPad hai bisogno di una borsa. Ma gi circolano voci sullarrivo di una versione intermedia tra iPhone e iPad.
Telefoni e non solo Gli smartpho-

RITORNA BAGLIONI

A
S

ROMANZO IL DANESE HUSUM PROVOCA

Ges va in moto Cos si ride della religione


FILIPPO CONTICELLO

GAZZA NATALE
arrivato un carico di... HI-TECH Tempo di festa, nonostante tutto. Dopo qualche consiglio su cinema, libri, videogiochi, musica, adesso ci sbizzarriamo con la tecnologia

ne restano stravenduti. In questo momento in Italia basta liPhone 4. Lultima versione fantastica per alcune funzioni che da noi non sono ancora ben strutturate. Resta un problema: non sono stabili nelle telefonate. Se si "parlano" due iPhone quasi certamente cade la linea. Il nuovo Blackberry? Su questo migliore ma per internet decisamente meno user friendly. Ci sono poi macchine fotografiche (su tutte la nuova Nikon 1 da 60 fotogrammi al secondo), videocamere ultraleggere, pc ad altissima portabilit e accessori cool come i guanti per touch screen. Ma fortunatamente conclude Luna passata la sbornia per il 3D. Lo scorso anno cero cascato anchio, ma non siamo pronti. Tocca stare attenti alle mode....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gratis un brano sulla Costituzione Da oggi sar in download gratuito sulla pagina ufficiale di Facebook di Claudio Baglioni LItalia , il nuovo brano tratto dai principi fondamentali della Costituzione italiana. Tra laltro, oggi, anche il 64esimo anniversario della firma della nostra Carta costituzionale. Nei momenti difficili troviamo rifugio e ispirazione nei valori veri, quelli che non temono le fragilit degli uomini. Tra queste stelle c, certamente, la nostra Costituzione, ha spiegato il 60enne cantautore romano

TABLET
1 2

E-READER
3 4

TELEFONI
5 6

MACCHINE FOTOGRAFICHE
7 8

Chi si intrufolato di notte in casa? Un motociclista grande, grosso e con la barba, un tipo che se incontri per strada giri subito langolo. Dice di chiamarsi Ges Cristo, forse meglio farlo accomodare. E cos fa Nikolaj detto Niko, il ragazzo protagonista e narratore di un romanzo fresco di stampa per Bompiani. Si chiama Il mio amico Ges e sta a met tra il curioso e il provocatorio: lautore, il danese Lars Husum, ha fatto lo sceneggiatore per il cinema andando a bottega dal pi famoso dei connazionali, il maestro Lars von Trier. Il suo Niko ha perso entrambi i genitori in un incidente dauto e, a furia di bravate, ha portato la sorella al suicidio. Un frullato di anarchia e violenza: una volta ha riempito di botte un professore che lo rimproverava per essersi masturbato in classe. Lautodistruzione, per, si ferma davanti al Redentore-motociclista, lunico che riesce nel miracolo (?) di farlo felice. Un omone strano e non un caso: Se Ges fosse stato gracilino e timido, Niko forse lavrebbe picchiato, scherza il 37enIl mio amico ne Husum. Lui sembra Ges muoversi sicuro nel terredi Lars Husum, no minato della religione: Bompiani, I cattolici italiani non pro17,50 euro, testeranno. Ho concepito 281 pagine questo personaggio durante la vicenda delle vignette di Maometto: tocca un nervo scoperto nella societ danese perch per noi facile ridere della religione, ma riflettere davvero su Dio ci spaventa. Tra laltro, in tema di provocazioni, sintravede nitida leredit del maestro: Von Trier il miglior regista vivente: ha coraggio, non ha paura di enormi questioni morali o psicologiche. E poi c lo humour danese, quellessere senza tab che allestero spesso diventa maleducazione. Cos, tra sesso, violenza e misticismo, filtra a poco a poco il messaggio di fondo: Amore e redenzione. Non basta smettere di fare male, bisogna avere cura degli altri, magari con una giusta guida, conclude Husum. Senza spiegare, per, il dubbio pi grande: quel gigante con la moto che tutti chiamano Ges solo un pazzo o qualcosa in pi?
RIPRODUZIONE RISERVATA

iPad2 (Apple) Nuovo processore, due telecamere e minor peso, da 484 euro

Galaxy Note (Samsung) Lo chiamano phablet: schermo da 5.3" hd e scrittura S PEN, 699 euro

Kindle (Amazon) Schermo 6" a inchiostro elettronico, wi-fi integrato, 99 euro

Biblet (Telecom Italia) Display da 6", 2 GB di memoria pari a circa 1500 titoli, 99 euro

iPhone 4S (Apple) Chip dual-core A5, fotocamera da 8 MP, iOS 5 e iCloud, da 659 euro

Curve 9360 (BlackBerry) Pi sottile, tastiera a icone trackpad ottico, fotocamera da 5 MP, 349 euro

Nikon J1 (Nikon) Pu scattare in autofocus 60 fotogrammi al secondo, 512 euro

MV800 (Samsung) Cattura tutte le angolazioni con display flip-out inclinabile 180, da 210 euro

LA NOVIT SPALLA AL FESTIVAL 2012

Sanremo, c Papaleo Condurr con Morandi


Continua a prendere forma Sanremo 2012. Ieri lannuncio che, ad affiancare il conduttore Gianni Morandi, ci sar Rocco Papaleo. Il nome dellattore lucano, tra gli interpreti dellultimo film di Pieraccioni Finalmente la felicit, lha fatto ieri sera a sorpresa il direttore artistico del Festival, Gianmarco Mazzi. E subito Morandi ha commentato: Sono da sempre un suo ammiratore e, quando glielho proposto, rimasto immobile e in silenzio. Poi mi ha detto: "Va bene Gianni, ma non spargere subito la voce, lascia che glielo dica prima a mia madre, altrimenti le prende un colpo.... Poi, al Tg1 insieme a Morandi per lannuncio della novit, Papaleo ha spiegato: Che far? Cercher di essere divertente, magari riesco a cantare una canzoncina. Accanto alla coppia, ci saranno anche delle donne. Una si conosce gi, lereditiera e modella Tamara Ecclestone ma non sar sola, ha aggiunto Morandi. In ogni caso il Festival, in programma dal 14 al 18 febbraio su Rai 1, sembra destinato a sbancare lauditel anche grazie allannunciata presenza di Adriano Celentano.

la Foto
Lo strano servizio taxi

A Parigi debutta il motorisci: elettrico e gratis


Risci elettrici e gratis a Parigi (nella foto Ansa). Da ieri il nuovo servizio disponibile nella capitale francese. Una flotta di scooter dotati di un ampio carrello con due sedili seguir gli stessi itinerari degli autobus, finanziandosi con la sola pubblicit e con la vendita di th e dolciumi. I motorisci ricalcano i tragitti di dodici affollate linee di autobus parigini, Tutto gratis e tutto elettrico, come detto. Adesso Kheir Mazri, ideatore del nuovo servizio, punta ad esportarlo, tra le altre anche a Roma e a Milano.

50

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
23/9 - 22/10 21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8

Bilancia 7,5
IL MIGLIORE Luna, Mercurio e Saturno vi trasportano verso successi superfulgidi e svolte vantaggiose. Nel pomeriggio, loquela vincente, accattivante, suinerrima.
ANTONIO DI NATALE

Ariete 6+
tutto un ribollio di emozioni cupe, la mattinata. Caratterizzata forse anche da troppe spese. Dalle 13 farete faville. Pure fornicatorie
23/10 - 22/11

Toro 6
Confrontatevi pacatamente, invece di avere il vaffanglutei troppo facile. E poi siete fortunati, belli, fornicosi: che vimporta dei polemici?
23/11 - 21/12

Gemelli 6
Curate i dettagli, stamani, con pragmatismo. Pomeriggio di zebedei rotolanti: ci vogliono calma e ottimismo. Sex mortuario: ravvivatelo.
22/12 - 20/1

Cancro 6+
Fino alle 13 sarete rinforzati e soddisfatti. Poi potreste usare a sproposito lingua e intraprendenza. Pure suinamente. Che palla che siete.
21/1 - 19/2

Leone 6+
Stamani le vostre conclusioni potrebbero essere sballaterrime: riflettete bene. Pomeriggio di ripresa e di produttivit, anche suina, volendo.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 6Sbrigate stamani gli impegni urgenti: dalle 13 in poi potreste sclerare e azzannar giugulari. Lamor per vaccoglie e il sex vitamina pura.

Scorpione 7+
Mattinata utile a seminare, coltivare, avviare. Pomeriggio concreto, anche un po faceto, ottimo per i soldi. E per la papillofornicazione.

Sagittario 6+
Stamani non fermatevi alle apparenze e sappiate distinguere i fetenti dagli amici. Pomeriggio di successi nel lavoro, serata di refoli suini.

Capricorno 6+
Lo spirito di squadra stamani produrr ottimi risultati. Nel pomeriggio potreste sfigolagnarvi facilmente. E fornicare male. Applicatevi.

Acquario 6+
Affetta e punge, stamani, la favella vostra. Perch in tanti rompono. Pomeriggio sereno, con fornicazione torronata, consistente e dolce.

Pesci 6
Mattina costruttiva e serena: tenetene conto nel pianificare gli impegni. Piano alla guida, sudombelico (ap)passito: moscetto, ma amabile.

Lattaccante dellUdinese nato a Napoli il 13 ottobre 1977. In questo campionato ha gi segnato 10 reti

TeleVisioni in chiaro
RAIUNO
TG 1 CHE TEMPO FA OCCHIO ALLA SPESA LA PROVA DEL CUOCO TG 1 - TG1 ECONOMIA VERDETTO FINALE LA VITA IN DIRETTA TG PARLAMENTO TG 1 - CHE TEMPO FA L' EREDIT TG 1 QUI RADIO LONDRA SOLITI IGNOTI CHE DIO CI AIUTI Fiction 23.25 PORTA A PORTA 1.00 TG 1 - NOTTE 1.30 CHE TEMPO FA 1.35 QUI RADIO LONDRA 1.40 SOTTOVOCE 7.00 10.55 11.05 12.00 13.30 14.10 15.15 16.50 17.00 18.50 20.00 20.30 20.35 21.10

alla Radio
RAITRE
AGOR - RAI 150 ANNI APPRESCINDERE TG3 - RAI SPORT LE STORIE LA STRADA PER... TG REGIONE - TG3 LASSIE COSE DELL'ALTRO GEO GEO & GEO TG3 - TG REGIONE BLOB STANLIO E OLLIO UN POSTO AL SOLE LE CRONACHE DI NARNIA Film 23.30 SOSTIENE BOLLANI RELOADED 0.00 TG3 LINEA NOTTE 0.10 TG REGIONE 1.00 METEO 3 8.00 11.00 12.00 12.45 13.10 14.00 15.30 15.55 17.40 19.00 20.00 20.15 20.35 21.05

RAIDUE
8.20 9.10 9.20 9.45 11.00 12.00 13.00 16.15 17.50 18.45 20.25 20.30 21.05 23.25 23.40 0.25 1.15 1.25 CARTONI ANIMATI GLI IMBATTIBILI IN GIRO PER LA... POCOYO - TG2 - ACHAB I FATTI VOSTRI QUESTION TIME TG 2 - ITALIA SUL DUE TELEFILM RAI TG SPORT - TG 2 TELEFILM ESTRAZIONI DEL LOTTO TG2 CRIMINAL MINDS Telefilm TG 2 CUT RAI 150 ANNI TG PARLAMENTO METEO 2

CANALE 5
8.40 8.50 11.00 11.05 13.00 13.40 14.45 16.15 16.55 18.50 20.00 20.30 21.10 0.40 1.10 3.10 3.50 4.25 LA TELEFONATA DI BELPIETRO MATTINO CINQUE GRANDE FRATELLO FORUM TG5 SOAP UOMINI E DONNE AMICI POMERIGGIO CINQUE THE MONEY DROP TG5 STRISCIA LA NOTIZIA IO CANTO CHRISTMAS Variet TG5 - NOTTE STRISCIA LA NOTIZIA AMICI ACAPULCO HEAT STILL STANDING

ITALIA 1
6.50 8.45 CARTONI ANIMATI LA GRANDE AVVENTURA DI WILBUR IL DUCA STUDIO APERTO CARTONI ANIMATI BIG BANG THEORY TELEFILM DRAGON BALL STUDIO APERTO DR HOUSE C.S.I. SHERLOCK Telefilm NIKITA POKER1MANIA STUDIO APERTO LA GIORNATA HIGHLANDER

RETE 4
7.05 7.30 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.50 18.55 19.35 20.30 21.10 23.14 23.29 1.29 1.56 TGCOM24 TELEFILM RICETTE DI FAMIGLIA TG4 - TELEGIORNALE DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN GIALLO FORUM HAMBURG DISTRETTO 21 - SENTIERI MADAME X TG4 - TELEGIORNALE TEMPESTA D'AMORE WALKER TEXAS RANGER IL CAPO DEI CAPI Fiction I BELLISSIMI DI R4 MA CHE COLPA ABBIAMO NOI TG4 NIGHT NEWS LO SCUGNIZZO

LA 7
7.30 9.40 10.35 11.30 12.25 13.30 14.05 TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA S.O.S. TATA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 DR. CREATOR SPECIALISTA IN MIRACOLI ATLANTIDE THE DISTRICT G DAY - TG LA7 OTTO E MEZZO PIAZZAPULITA Attualit TG LA7 (AH)IPIROSO PROSSIMA FERMATA G DAY (R) OTTO E MEZZO (R)

Radio 105
14.00 Lo Zoo di 105

10.30 12.25 13.40 15.00 15.35 17.45 18.30 19.25 20.20 21.10 23.05 0.55 1.45 2.00

16.15 17.30 19.20 20.30 21.10 24.00 0.10 1.05 1.20 2.00

Mazzoli, Capatonda, Avi do e Ballerina (nella foto) animano il programma pi irriverente delletere

Rmc
13.00 Rmc in the Music

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
21.00 TOTTENHAM CHELSEA
Premier League Sky Sport 1 HD, SuperCalcio HD e Sky Calcio 1HD

PREMIUM
15.40 TI PRESENTO UN AMICO PREMIUM CINEMA 17.20 NATALE A CASTLEBURY HALL MYA 17.30 A NATALE MI SPOSO PREMIUM CINEMA 19.15 LAST NIGHT PREMIUM CINEMA 20.50 LIVIDI PREMIUM CINEMA 21.15 THE BOURNE IDENTITY STEEL 21.15 IL SOLISTA PREMIUM CINEMA 22.55 DIVERSAMENTE CONFORME MYA 23.20 AUGUST RUSH PREMIUM CINEMA

FOOTBALL
2.00 2.00 BOISE STATE - ASU
NCAA. Sky Sport 2

13.00 COPPA DEL MONDO


Slalom Gigante Parallelo. Da Telluride, Stati Uniti. Eurosport

INDIANAPOLIS COLTS - HOUSTON TEXANS


NCAA. ESPN America

VOLLEY
17.00 ISTANBUL VILLA CORTESE
Champions League maschile Sportitalia 2

12.30 CALCIO: INTER LECCE Serie A. Highlights 14.30 CALCIO: UDINESE - JUVENTUS
Serie A. Highlights

FOOTBALL: NCAA BOWL 11.30 RUGBY: AIRONI - ULSTER 9.30


Heineken Cup

14.00 CALCIO: MANCHESTER CITY STOKE CITY


Premier League

3.00

22.00 BARCELLONA HOSPITALET


Coppa del Re Sky Sport 3 HD, Sky Calcio 2HD

MISSOURI TIGERS ILLINOIS FIGHTING ILLINI


NCAA. Sky Sport 3

18.00 KOZLE - TRENTO


Champions League maschile Sportitalia

HOCKEY GHIACCIO
20.30 RENON - FASSA
Serie A1 Rai Sport 1

20.30 BERGAMO CONSTANTA


Champions League femminile Sportitalia 2

15.30 16.00 16.30 17.00 17.30 0.30 1.00

BASKET
20.00 BENNET CANT FENERBAHCE
Eurolega Sportitalia 24

FAN CLUB ROMA FAN CLUB INTER FAN CLUB LAZIO FAN CLUB NAPOLI FAN CLUB JUVENTUS CALCIO: INTER LECCE Serie A. Highlights CALCIO: BARCELLONA - L'HOSPITALET
Coppa del Re

14.00 RUGBY: TOLOSA HARLEQUINS


Heineken Cup

16.30 FOOTBALL: NCAA BOWL 20.00 GOLF: PGA EUROPEAN TOUR WEEK

16.15 CALCIO: MODENA TORINO Serie B 18.15 CALCIO: ATHLETIC BILBAO SARAGOZZA
Liga

Patty Farchetto (nella fo to) presenta la musica mi gliore con le notizie dallo show business planetario

Virgin Radio
22.00 Virgin Motel

SCI ALPINO
18.40 COPPA EUROPA
Slalom Speciale Da Madonna di Campiglio (Tn) Rai Sport 2

SKY SPORT 1 SKY SPORT 2


CALCIO: BOLOGNA ROMA Serie A 9.00 CALCIO: UDINESE JUVENTUS Serie A 10.45 CALCIO: NAPOLI GENOA Serie A 6.00 6.30 RUGBY: SCARLETS MUNSTER
Heineken Cup

SKY SPORT 3
9.30 GOLF: JBWERE MASTERS
Da Cheltenham, Australia

20.00 FOOTBALL: NCAA BOWL 0.00 CALCIO: TOTTENHAM CHELSEA


Premier League

20.40 SANTANTIMO OSTUNI


LegaDue. Raisport 2

EUROSPORT
13.00 TENNIS: US OPEN
Da New York, Stati Uniti

SNOWBOARD
13.00 COPPA DEL MONDO
Slalom Parallelo. Da Carezza al Lago (Bz). Rai Sport 1 e Rai Sport 2

20.45 PARTIZAN BELGRADO - EMPORIO ARMANI 7 MILANO


Eurolega. Sportitalia

7.30

GOLF: JBWERE MASTERS


Da Cheltenham, Australia

12.00 CALCIO: VALENCIA MALAGA


Liga

14.30 ATLETICA: MONDIALI


Da Daegu, Corea del Sud

Questa sera tra gli ospiti del famoso Virgin Motel ci sono Van Halen (nella fo to), ZZ Top e Cranberries

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
9 0 -2 -1 -3 10 -0 2 -3 6 -2 -4 4 10 0 -1 9 2 -5 -9 3 -3 13 7 5 10 5 13 3 14 7 10 4 5 10 12 4 2 12 9 6 7 5 5

Oggi
Ancora venti nord-orientali piuttosto sostenuti su buona parte del Centrosud con addensamenti e rovesci sparsi. Fenomeni pi probabili tra Abruzzo e Molise, zone interne del Sud e sul messinese. Stabile altrove salvo addensamenti sulle Alpi. Trieste
Venezia
3 6 1 6

Domani
Temporaneo aumento della pressione con cieli sereni o poco nuvolosi sulla maggior parte del territorio. Segnaliamo solo nubi sparse lungo i settori orientali e locali addensamenti su Alpi orientali e messinese. Venti moderati da Nord.

Dopodomani
Rapido peggioramento su parte dell'Italia per una perturbazione nord-atlantica. Rovesci al mattino tra Liguria e alta Toscana, dal pomeriggio tra Friuli, Veneto orientale ed Emilia Romagna come sul restante Centro. Nella notte al Sud.

Trento Aosta
2 7 0 7

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
2 5

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
2 6 5

Bologna Genova
11 3 6

Ancona

Firenze
2 7

Perugia
3 5

LAquila
3 4

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
2 9

Campobasso
1 2

Bari Potenza
1 2 7 9

Napoli
1 9

Cagliari
10 14

Catanzaro
2 8

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
8 13

Reggio Calabria
6 10

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
8 12

7:59

16:42

7:34

16:41

8:00

16:42

7:34

16:42

25 dic.

1 gen.

9 gen.

16 gen.

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

51

TERZO TEMPO
GazzaFocus

La consegna a Rosu e Cantemir del materiale donato da Gazzetta e Fondazione Cannav


Per seguire tutte queste attivit ci sono 65 persone che lavorano a Diacona, 14 nella sede di Chisinau e gli altri sparsi per il paese. Ci sono anche Elisa ed Anna, due ragazze italiane della Charitas che effettuano il servizio civile. I nostri sostenitori sono soprattutto la Charitas Ambrosiana e quella viennese, lorganizzazione umanitaria del principe Alberto di Monaco. Fortunatamente ci sono, perch abbiamo bisogno di risorse per non abbandonare i nostri ragazzi conclude Igor.
Gabriela Una cinquantina di chi-

Quei palloni in Moldova una speranza di dignit


Viaggio nel Paese pi povero dEuropa, dove unintera generazione fatta da badanti e donne di servizio allestero
DAI NOSTRI INVIATI

la scheda
AI CONFINI DELLA ROMANIA L80% DELLA POPOLAZIONE SOTTO I LIMITI DI SUSSISTENZA

GIAN LUCA PASINI DANIELE REDAELLI ROSU (Moldova)

Dove li portiamo? chiede Igor. A vedere due case, ma non fra le peggiori risponde padre Gheorghe. E ovvio, ci vuole dignit, anche nella povert. Non fa ancora freddo questanno nella provincia di Cahul, 170 chilometri a Sud di Chisinau, non piove da mesi e i 10 sottozero, di norma nelle brevi giornate di dicembre, sono lontani. Cos non c fango nelle strade che risaliamo per raggiungere le case, solo polvere. La nebbia, fitta come cotone, impedisce di vedere la campagna e la sensazione di essere nel mezzo del nulla ancora pi forte.
38 euro al mese Nadia ha 77 an-

lometri pi a Nord, a Cantemir, dove i campi sono diventati paludi dopo linondazione di due anni fa, c il centro di San Vasile cel Mare, San Basilio il Grande. Altro oratorio. Gabriela, 30 anni, 2 figli, laurea in legge, racconta con un sorriso: Cinque anni fa ho deciso che, per la nostra gente, il mio lavoro a questo progetto era pi utile di quello di assistente legale. Cos sono tornata a casa. Fuori i bambini, educati, giocano gi con i nostri palloni, felici. Hanno gli stessi visi sorridenti che abbiamo visto a Rosu. Ripartiamo nella nebbia. Multumim din suflet, vi ringraziamo con lanima ci gridano i ragazzini salutandoci. Grazie a voi, ci viene da dire. La revedere, Moldova. Ci rivediamo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ni, le gambe gonfie, vive sola. Con 600 lei al mese di pensione, 38 euro, deve scegliere a quali medicine rinunciare ogni mese. Il turn over dei farmaci. La casa ordinata, povera e pulita. Poco lontano c Parascovia, altra vedova di 63 anni, portati non benissimo, ma con le mani forti e callose. Cresce due nipoti di 11 anni, un maschio e una femmina nati da due figlie oggi lontane. Con 570 lei di pensione, sbarcare il lunario non facile. A entrambe, ogni giorno, i bambini che tornano dal doposcuola nel centro dedicato a Maria Maddalena portano da mangiare.
Sorrisi & Palloni Siamo andati a

La rubrica Bianco e Nero di Antonio Di Rosa torna gioved I ragazzi mangiano, studiano e giocano alloratorio: sostituto importante dove le famiglie hanno meno certezze

La Repubblica Moldova ha una superfice di 33.843 kmq (come Piemonte, Val dAosta e Liguria) e 3.958.000 abitanti (circa un milione vivono allestero). E un paese agricolo con un prodotto interno lordo annuo di soli 1809 dollari pro capite (80% degli abitanti sotto il limite di sussistenza). Linflazione al 12.7%. La moneta il leu (15.6 per 1 euro). Qui vivevano i daci, sottomessi dai romani nel 106 d.C.. Dalla met del III secolo si sono susseguite invasioni di unni, avari, bulgari, magiari, slavi, tartari, mongoli, ottomani. Alla fine del 700 gli Asburgo e la Russia si dividono il territorio. Nella II Guerra mondiale la Romania, alleata con lAsse, riconquista Bessarabia e Bucovina, in pratica la Moldavia, lArmata Rossa li riprende nel 44 e li annette allUrss. Il 31 agosto 1989 ripristinata la lingua moldava al posto del russo. Indipendente dal 24 agosto 1991.

clic
IL PRIMATO MOLDAVO QUI SI BEVE PIU CHE IN TUTTA EUROPA
Se in tante classifiche la Moldova in fondo alle graduatorie. In una al vertice assoluto, quella dellalcol consumato da ognuno dei circa 4 milioni di cittadini (compresi gli emigranti) in ogni anno. Si parla di una cifra vicina ai 18 litri di alcol puro a testa. Un triste primato che non fa onore alla centenaria tradizione vinicola del Paese che neppure la cecit sovietica (Gorbaciov promulg una legge contro lalcolismo che proibiva le... cantine) riuscita a cancellare. Non lontano da Chisinau, la capitale, c un centro con 55 km di cantine e una collezione di 2 milioni e mezzo di bottiglie di vino che entrata nel Guinness dei primati.

sce a sopravvivere alla crisi economica manda a casa qualcosa ogni mese, ma oltre il 50% della popolazione ha problemi. E qui, il problema non certo landare a tirare su lacqua dal pozzo nellaia di casa quando il mercurio del termometro precipitato. Fosse solo questo, nessuno si lamenterebbe.
Diacona Quello di Rosu uno

I nostri ragazzi devono imparare anche la solidariet verso gli anziani E c chi per lavorare con questi giovani rinuncia alla carriera in citt
bo agli anziani e curano le lavanderie sociali dove si lavano le lenzuola di chi fisicamente non ci riesce pi. Sono giovanissimi i nostri volontari ma unopportunit di crescita anche questa. Contiamo di aprire altri due centri il prossimo anno. Poi ci sono i progetti di assistenza alle mamme bambine, che per la vergogna non sono pi accettate dalla famiglia, sono curate e seguite da psicologi e assistenti sociali, quindi il progetto per avviare alla vita e al lavoro i giovani che a 16 anni devono abbandonare gli orfanotrofi.

COME DONARE

regalare un sorriso, sotto forma di oltre cento palloni da calcio, basket e volley, a questi piccoli volontari che sostituiscono una pubblica assistenza assente. Rosu il paradigma di una nazione che la pi povera dEuropa: 3000 abitanti di cui oltre 1000 allestero a lavorare, una percentuale di emigrazione che non ha praticamente uguali al mondo. I bimbi moldavi sono i figli delle nostre badanti e donne di servizio. Nelle campagne manca unintera generazione: ci sono ragazzi fino a 16 anni, ma da l si passa direttamente alle nonne. In mezzo si va a studiare nella capitale e poi a lavorare lontano, chi rie-

dei sette centri sinora aperti da Diacona, una sorta di Charitas ortodossa fondata nel 2001 da Igor Belei dopo aver lottato per dieci anni per ottenere dalla corte europea dei diritti delluomo il riconoscimento della chiesa ortodossa di rito rumeno da parte del governo moldavo. Riconoscimento s, ma nessun contributo.
Doposcuola I fronti su cui opera Diacona sono tre. Prima di tutto il progetto degli oratori spiega il presidente Belei dove oltre a seguire i ragazzi nel doposcuola, cerchiamo di introdurre i concetti di solidariet verso chi ha pi bisogno. E i nostri ragazzi dai 12 anni in su diventano volontari e seguono i pi piccoli, vanno a portare ci-

Per sostenere i progetti di Diacona versamenti attraverso la Caritas


Per sostenere i vari progetti di Diacona si pu effettuare un versamento alla Caritas Ambrosiana, una onlus attiva da 30 anni, con carta di credito, oppure attraverso conto corrente postale o bonifico bancario, specificando la destinazione dellofferta. Informazioni e modalit per le offerte su www.caritas.it (cosa puoi fare per noi, come donare) Sul sito www.gazzetta.it un video reportage sul viaggio in Moldova

S.p.A.
DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE Piergaetano Marchetti CONSIGLIERI Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Antonello Perricone, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA Giulio Lattanzi

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2011

RCS Quotidiani S.p.A. Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS QUOTIDIANI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.6339 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS PUBBLICIT S.p.A. Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.50951 - Fax 02.50956848

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia RCS QUOTIDIANI S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13 2800 - MECHELEN (Belgio) S Sports Publications Production - 70 Seaview Drive, Secaucus, NY 07094 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS QUOTIDIANI S.p.A. ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520 INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7101 DEL 21-12-2010

COLLATERALI *Con Supereroi N. 33 e 11,19 - con Soldatini d Italia N. 29 e 11,19 - con Linomania N. 17 e 11,19 - con Ferrari Racing N. 15 e 14,19 - con I Miti del Rugby N. 14 e 12,19 - con Montalbano N. 11 e 11,19 - con Bear Grylls N. 9 e 11,19 - con Lupin III Film Collection N. 8 e 11,19 - con Indistruttibili N. 7 e 11,19 - con 500 Great Goals N. 5 e 11,19 - con Top 10 Motomondiale N. 11 e 12,19 - con Salvatores N. 4 e 11,19 - con Libro Io Voglio Vincere e 5,19 - con ET Predictor card e 11,19 - con DVD Zalone e 11,19 - con Calendario Special Olympics e 8,00 - con Megaposter Bianconeri, Nerazzurri, Rossoneri e 9,19 - con i Miti del Calcio ai Raggi X N. 26 e 4,19 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di mercoled 21 dicembre stata di 397.874 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 7,30; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 61; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 550; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 3,50.

52

LA GAZZETTA DELLO SPORT

GIOVED 22 DICEMBRE 2011

Interessi correlati