Sei sulla pagina 1di 56

www.gazzetta.

it luned 11 giugno 2012 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno numero Anno 116 Numero 137

EURO 2012 BUON PARI CON LA SPAGNA (11)

BELL ITALIA Ti vogliamo cos!


Gli azzurri mettono in difficolt i campioni. A Di Natale risponde Fabregas. Marchisio sfiora il colpo. Napolitano fa i complimenti, Buffon gli regala la maglia
CECCHINI, CERRUTI, ELEFANTE, GRAZIANO, MANCINI, RICCI, SCHIANCHI, VELLUZZI, VERNAZZA DA PAG. 2 A PAG. 15 E A PAG. 35

I NOSTRI AVVERSARI

LA CROAZIA SPIANA LA CROAZIA SPIANA IL TRAP E FA PAURA IL TRAP E PAURA


CALAMAI, DALLA VITE A PAGINA 17

3 Lesultanza di Tot Di Natale, 34 anni, dopo il gol dell10

OGGI UN BIG MATCH

l'Analisi l'Analisi

GLI INGLESI DI HODGSON GLI INGLESI DI HODGSON TROVANO RIBERY TROVANO


BOLDRINI, CONDO A PAGINA 18

MA CESARE HA VINTO
di LUIGI GARLANDO

Alla fine ci scappato un: Peccato... Perch siamo andati in vantaggio (Di Natale), perch ci hanno ripresi dopo 3 minuti (Fabregas), perch abbiamo avuto un matchpoint anche al 44 del secondo tempo (Marchisio). Basta quel pecca to a dare il senso alla partita di Danzica.
LARTICOLO ALLE PAGINE 23

IlProgramma
Ieri Girone C SPAGNAITALIA 11 IRLANDACROAZIA 13 Domani Girone A GRECIAREP. CECA (18) POLONIARUSSIA (20.45) Oggi Girone D FRANCIAINGHILTERRA (18) UCRAINASVEZIA (20.45) Mercoled Girone B DANIMARCAPORTOGALLO (18) OLANDAGERMANIA (20.45)

F.1 NEL GP DEL CANADA IL SETTIMO TRIONFATORE DIVERSO SU ALTRETTANTE GARE


Validit 01/06 - 30/09/2012 - Regolamento depositato presso Promozioni & Concorsi - MI

Alonso, lillusione e la beffa...


Vince Hamilton. La Ferrari azzarda e rimane senza gomme
Fernando, primo fino a 5 giri dalla fine poi scivolato al 5 posto, difende la scelta: Nessun errore, abbiamo fatto un grandissimo passo avanti. Linglese lo scavalca in testa alla classifica mondiale. Sul podio Grosjean (Lotus) e Perez (SauberFerrari)
ALLIEVI, CREMONESI, IANIERI, ZAPELLONI DA PAG. 35 A 39

SBK DOMINIO DELLAPRILIA

Clicca su oup.it www.uniqagr

Doppio Biaggi a Misano Fuga Mondiale


GOZZI A PAGINA 41

20 6 1 1>

9 771120 506000

Sottoscrivi la polizza infortuni lAssicurazione Per Te e partecipa allestrazione di 3 TV LED Samsung 32 full HD 3D!

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

IL CASO IN NIGERIA

Avviso pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il fascicolo informativo reperibile presso i nostri Intermediari e sul sito www.uniqagroup.it
UNIQA Assicurazioni SpA - Milano - Aut. D.M. 5716 18/08/1966 (G.U. 217 01/09/1966) UNIQA Protezione SpA - Udine - Aut. ex art. 65 R.D.L. 29/04/1923 n. 966

Balotelli ha giocato cos male che ad un certo punto Prandelli ha intonato un coro razzista per costringerlo ad uscire. 3 Lewis Hamilton, 27 anni IPP

Blitz della polizia Obodo libero Presi i rapitori


DI FEO A PAGINA 29

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C


Alla fiera dellest

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

SUCCEDE OGGI...

C Sheva-Ibra in una sfida al sapore di Milan

TOTO SPAVE
La passione di Mario Balotelli in panchina dopo la sostituzione: guardate come soffre per le sorti azzurre Mario Balotelli, 21 anni, in una foto-sequenza che mostra con quanta partecipazione abbia seguito le sorti della sua squadra una volta sostituito dal c.t. Prandelli (al suo posto entrato Di Natale all11 del secondo tempo) BOZZANI 16 secondo tempo La parabola che ci illude Antonio Di Natale, 34 anni, infila Iker Casillas, 31: lItalia va 1-0 INSIDEFOTO

Zlatan Ibrahimovic, 30 anni


DANZICA La Nazionale rientrata a Cracovia ieri notte. Stamattina la squadra riposer: la preparazione del match di gioved con la Croazia inizier nel pomeriggio, con un allenamento a porte chiuse a Wieliczka. Alle 15.45 prevista una conferenza stampa del c.t. Prandelli a Casa Azzurri, dove attesa anche la visita del ministro dello Sport, Piero Gnudi, e del presidente e del segretario generale del Coni Gianni Petrucci e Raffaele Pagnozzi, che pranzeranno con il presidente federale Abete. In campo, per il gruppo D, due sfide affascinanti: alle 18 a Donetsk c Francia-Inghilterra; alle 20.45 lUcraina di Shevchenko affronta la Svezia di Ibrahimovic, in una partita dai riverberi milanisti.

Entra e segna Che bella Italia: gioco, pressing e personalit


Senza paura contro i campioni del mondo Solo una distrazione porta al pari di Fabregas
DAL NOSTRO INVIATO

SUCCESSO IERI...

Vola la Croazia: lIrlanda del Trap finisce al tappeto


Ieri iniziato il gruppo C. Oltre al pareggio della Nazionale con gol di Di Natale e Fabregas (di cui vi raccontiamo in queste pagine), in serata lIrlanda di Trapattoni si arresa 3-1 alla Croazia. Gli irlandesi hanno pareggiato con St. Ledger il gol iniziale di Mandzukic, prima di crollare sotto i colpi di Jelavic e lautorete del proprio portiere Given. La classifica del gruppo C dopo la prima giornata: Croazia 3 punti; Italia e Spagna 1; Irlanda 0. Domani seconda giornata del gruppo A: Grecia-Rep. Ceca (ore 18) e Polonia-Russia (ore 20.45). E potrebbero arrivare gi i primi verdetti.

LUIGI GARLANDO DANZICA (Polonia)

Alla fine ci scappato un: Peccato... Perch siamo andati in vantaggio (Di Natale), perch ci hanno ripresi dopo 3 minuti (Fabregas), perch abbiamo avuto un match-point anche al 44 del secondo tempo (Marchisio). Basta quel peccato a dare il senso alla partita di Danzica. Recriminiamo per un pareggio contro la Spagna. Doveravamo due anni fa? Loro a festeggiare in cima al mondo, noi a farci sculacciare dalla Slovacchia, eliminati al primo turno. Ieri li abbiamo guardati negli occhi e non ci siamo sentiti inferiori. E il risultato non la cosa che ci rende pi fieri.
Cesare imperatore L1-1 buo-

no, ma conta molto di pi la

risposta che cercavamo. Ora lo sappiamo: abbiamo una squadra, nel senso ricco del termine, organizzata e solidale. Ci auguravamo che il biennio di bel gioco e coraggio non fosse finito in soffitta assieme al 4-3-1-2, ma nei cuori azzurri. Laugurio andato a segno: lItalia andava a cercarsi la palla lontano da Buffon per attaccare subito. Abbiamo creato e tirato tantissimo, fino alla fine, anche con la spia della riserva accesa. Uno spettacolo tattico, ma anche etico. Tra terremoti, infortuni e Procure, Prandelli ha dovuto cambiare tutto in pochi giorni, nella vigilia pi tormentata della storia azzurra. Leroe del giorno lui. E la conferma viene dal grande azzardo: De Rossi difensore. stato il migliore, imperioso nelle due fasi: chiusure da manuale del vecchio libero e cambi di gioco da regista.

Aveva la mano fasciata, ma a tratti sembrava avesse il braccio al collo, come Beckenbauer.
MiniMario Non era facile neppure la scelta di togliere Balotelli, col rischio di sotterrarlo psicologicamente, dopo un gol divorato a inizio ripresa. Prandelli, temendo una reazione nervosa (era gi ammonito), lo ha tolto e cinque minuti dopo gli ha segnato Di Natale. Mario, il pi atteso, stata lunica nube di un pomeriggio azzurro. A parte sfumature tattiche da mettere a posto: gli esterni, per esempio, che nel 3-5-2 recitano un ruolo chiave, non hanno ancora la personalit per incidere a questi livelli. A un dirimpettaio modesto come Jordi Alba, Maggio avrebbe dovuto imporre molto di pi. Giaccherini ha sgobbato tanto, per... Ma, per ora,

grasso che cola: le idee incisive di un ottimo Cassano, la personalit di Motta, il solito Pirlo...
Caccia grossa La risposta di Del Bosque alla difesa a 3 rinunciare alla punta di ruolo per togliere punti di riferimento. Fabregas finto centravanti e melassa di tiki-taka. Allinizio non vediamo la palla e un po di ansia ci viene. Ma il

tempo che serve agli azzurri per mettere in atto linedita disposizione tattica, poi cresciamo in modo netto e sorprendente. La cosa pi bella vedere che riusciamo ad alzare la zona di caccia: Marchisio e Thiago Motta escono a pressare alti. Non lasciamo che gli squali del palleggio circondino larea di Buffon. Gli spagnoli non riescono a imporci il torello previsto. Recuperiamo e

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

NTA LA SPAGNA
19 secondo tempo Silva in verticale per Fabregas: 1-1 Bonucci sbaglia lappoggio per Pirlo, Xavi recupera palla, poi trova Iniesta e Silva libera Fabregas, non marcato REUTERS 30 secondo tempo Torres contro Buffon: sbaglia due volte Del Bosque toglie Fabregas e mette una punta, Torres sbaglia uno contro uno con Buffon e, al 41, manda alto un pallonetto EPA

SPAGNA

ITALIA

la Moviola
di FRANCESCO CENITI

1
(4-3-3) Casillas; Arbeloa, Piqu, Sergio Ramos, Jordi Alba; Xavi, Busquets, Xabi Alonso; Silva (dal 20 s.t. Jesus Navas), Fabregas (dal 29 s.t. Torres), Iniesta. PANCHINA Valdes, Reina, Albiol, Javi Martinez, Juanfran, Pedro, Negredo, Mata, Llorente, Cazorla. ALLENATORE Del Bosque. AMMONITI Jordi Alba per proteste, Arbeloa e Torres per gioco scorretto.

1
(3-5-2) Buffon; Bonucci, De Rossi, Chiellini; Maggio, Marchisio, Pirlo, Thiago Motta (dal 47 s.t. Nocerino), Giaccherini; Balotelli (dall11 s.t. Di Natale), Cassano (dal 20 s.t. Giovinco). PANCHINA Sirigu, De Sanctis, Ogbonna, Balzaretti, Abate, Montolivo, Diamanti, Borini. ALLENATORE Prandelli. AMMONITI Bonucci, Balotelli, Chiellini, Maggio per gioco scorretto.

Kassai buonista Risparmiati diversi gialli


Sar che eravamo abituati troppo bene, ma la direzione di Kassai (talento ungherese di 36 anni, nella scorsa stagione arbitro della finale Champions) non stata allaltezza delle aspettative. Specie nel primo tempo, sono diverse le sbavature. In particolare troppo buonista nella gestione dei cartellini con gialli risparmiati a De Rossi (affossato Silva), Cassano (inutile sgambetto a Casillas) e Busquets (steso Chiellini). Ammonito Balotelli per un fallo normale, ma lattaccante paga le proteste esagerate dopo un contrasto in area (dubbio) con Busquets con punizione data alla Spagna. Nella ripresa meglio: okay i gialli a Bonucci (entrata da arancione su Iniesta), Chiellini e Maggio per gli azzurri; Alba, Arbeloa e Torres (gomitata a De Rossi). Nel primo tempo fermata la Spagna per un fuorigioco inesistente.

GIUDIZIO 7777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Di Natale (I) al 16, Fabregas (S) al 19 s.t. ARBITRO Kassai (Ung)
NOTE Spettatori 38,869. In fuorigioco 2-3. Angoli 7-2. Recuperi: 1 p.t.; 3 s.t.

POSSESSO PALLA

CONTRASTI VINTI

SPAGNA 66% TIRI IN PORTA

ITALIA 34%

SPAGNA 62% TIRI FUORI

ITALIA 38%

IIIIIIIII
SPAGNA 9

IIIIII IIIIIIIII
ITALIA 6 SPAGNA 9

IIII
ITALIA 4

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 13 Punizione di Pirlo, respinge Casillas. 23 Maggio a Cassano, diagonale a lato. 30 Iniesta calcia da sinistra, Buffon blocca. 34 Cassano converge e impegna Casillas. 36 Cassano per Marchisio, tiro al volo, parato. 46 Cross di Cassano da destra, Motta di testa: miracolo di Casillas.

SECONDO TEMPO 5 Fabregas dal limite, Buffon in angolo. 9 Balotelli ruba palla a Sergio Ramos, sinvola solo, ma tarda il tiro e si fa recuperare. c GOL! 16 Pirlo a Di Natale, che infila Casillas. c GOL! 19 Fabregas irrompe e fredda Buffon. 32 Giovinco per Di Natale che mette fuori al volo. 44 Marchisio triangola e impegna Casillas.

ripartiamo. Al 22 il possesso palla torna in equilibrio. Abbiamo guadagnato campo e sicurezza.


Vendetta Di Natale E non tut-

to. Quando recuperiamo palla, sappiamo cosa farne. Alla Spagna non basta pressare Pirlo, perch Motta, De Rossi e Bonucci lo assistono nellimpostazione. Cassano, ispirato, conclude due volte e due volte

arma Marchisio e Motta che costringono Casillas alla prodezza. Notate: Marchisio e Motta, centrocampisti che attaccano larea come nel vangelo di Cesare: tutto riesce a meraviglia. Ci manca solo Balotelli. Un delitto giocare cos e non segnare. La Spagna, senza punte, riesce a pungerci solo con lo splendido Iniesta che tra Marchisio e Bonucci trova spesso varchi. ancora lui a spaven-

i pareggi dellItalia contro una nazionale campione del mondo, incrociata ieri per la 17 volta: 8 vittorie, solo 4 k.o.

tarci a inizio ripresa, poi la mega-occasione di Balotelli, che strappa palla a Sergio Ramos e sinvola tutto solo verso la gloria. Ma in quellattimo, sulle spavalde spalle di Mario, cadono le turbolente emozioni dei suoi 21 anni: le gambe si piombano, lo recuperano. Viene sostituito. Di Natale segna un gol (16) che gli sana un livido vecchio quattro anni: rigore sbagliato a Euro 2008.

Grazie Nio Il vantaggio fa pi

male a noi che a loro. Molliamo un filo la feroce concentrazione e paghiamo dopo tre minuti. Bonucci sbaglia lappoggio a Pirlo e Xavi trova la squadra sbilanciata. Giaccherini perde Fabregas che infila Buffon. La Spagna ci prova con Torres, che sbaglia pi di Balotelli, e con la spinta di Jesus Navas che soffriamo. Con Giovinco e Nocerino, Prandelli

soccorre una squadra che non rinuncia mai ad attaccare, come dimostra lultima occasione di Marchisio. Il pareggio onesto e di qualit perch, in una partita bellissima, la Spagna ha recitato da Spagna. Vincere incoraggia nei momenti difficile, aveva detto Napolitano prima del match. Ma anche pareggiare cos, vero Presidente?
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

EURO 2012 GRUPPO C


le Pagelle

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

DI SEBASTIANO VERNAZZA

SPAGNA XAVI NON SBAGLIA MAI, TORRES BUTTA VIA DUE OCCASIONI PER FARE GOL 6 h 7,5 Iniesta lallenatore Del Bosque il migliore
Il Barcellona senza Messi, con Fabregas prima punta. Bizzarra strategia, per funzionale allo spirito guida della Spagna: conta il possesso, il gol un accessorio. Quando entra Torres, il centravanti che non cera, la porta si avvicina, ma el Nio si fuma un gol dietro laltro. I primi venti minuti li trascorre in sonno. Nellattimo in cui ci si chiede Iniesta dov?, entra in area e la mette a soqquadro. Da l in poi un crescendo, non c verso di arginarlo. Con i piedi fa ci che vuole e il quoziente intellettivo calcistico da Cern di Ginevra.

Belli. Anzi, bellissimi, col loro titic-titoc tritura pelotas. Per lo sanno che il calcio un gioco in cui bisogna fare gol?

7,5
Casillas
La paratona su Thiago Motta, gli interventi sul tiro di Cassano e sulla punizione di Pirlo, il faccia a faccia finale con Marchisio e la relativa respinta. Il fatto che Casillas contenda a Iniesta lo scettro di migliore prova che il pari sta stretto allItalia.

5,5
Arbeloa
Per tutto il primo tempo si annulla a vicenda con Giaccherini. Ogni tanto spinge luno, qualche volta ci prova laltro. Niente di memorabile, niente che renda Arbeloa allaltezza dei due geni che governano la Spagna, Xavi e Iniesta. Pochi inserimenti e di scarsa incisivit.

5,5
Piqu
Siamo al paradosso: finch gioca Balotelli lattaccante azzurro pi conosciuto fuori dai nostri confini -, Piqu se la passa bene, perch SuperMario si annulla da solo, prigioniero delle sue paturnie. Quando entra Di Natale, la musica cambia: e Piqu complice del Tot-gol.

5,5
S. Ramos
Le marcature del primo tempo sono chiare: Balotelli va a sbattere su Piqu e Cassano su Sergio Ramos. FantAntonio duplica la prestazione dellEuropeo 2008 e rimette paura Sergio Ramos. Sul gol di Di Natale, il madridista resta a met del guado: non sale e non scivola allindietro.

5,5
Jordi Alba
Sulla corsia di Iniesta, per alimentarne la creativit. Non che ci voglia un genio, basta passargli la palla, ch ci pensa lui. Jordi questo fa e nei ritagli di tempo battaglia con Maggio. Diciamola tutta: davanti a Casillas, la Spagna squadra ordinaria, normale.

7
Xavi
La statistica fa impressione: 135 palloni toccati e la miseria di 7 passaggi sbagliati. Anche a Iniesta possono imputarsi 7 errori, ma su un numero inferiore di giocate. Questo per dire che senza Xavi e Iniesta il tiqui-taca sarebbe la sublimazione del nulla.

6,5
Busquets
Xavi e Iniesta sono i priori, lui il padre guardiano, la sentinella che dice alt, chi va l?. Ha prestanza, senso della posizione e del tackle. Non brilla, ma non gli si chiede di creare. Nella ripresa potrebbe far gol di testa, peccato che si giochi male il cross da destra.

6
Xabi Alonso
Schiacciato dalla padronanza e dalla luccicanza di Xavi e Iniesta. Sono loro due a governare la Spagna e Xabi Alonso deve recitare la parte del comprimario. Si misura con Marchisio e ne viene fuori un duello tattico, sul filo dellequilibrio. Movimenti uguali e contrari.

5,5
Silva
Largo a destra, con facolt di accentrarsi quando Fabregas taglia e svaria. Gli capitano due palloni giusti, ma se li gioca male, con tiri mollicci e/o deviati. Niente a che vedere col Silva sprintoso di sempre. Il tocco per l1-1 di Fabregas lo salva dallinsufficienza piena.

6,5
Fabregas
Fabregas centravanti, ci toccato vedere anche questa. Roba che se lavesse fatto un tecnico italiano saremmo qui a impallinarlo dalla testa ai piedi. Per unora non convince per niente, poi ha la fortuna di trovarsi al posto giusto nellistante giusto e arriva l1-1.

5
Torres
Commette due reati contro il patrimonio, quando butta via due inviti a segnare. Sul primo si fa intortare da Buffon, sul secondo si esibisce in un pallonetto fuori misura. Noi per lo avremmo schierato dal 1: meglio un centravanti impreciso che giocare senza centravanti.

6,5
J. Navas
Aletta vecchio stampo, di quelle che prendono e vanno. Rappresenta uno dei motivi per cui non ce la sentiamo di promuovere Giaccherini, migliore in campo by Prandelli. Jesus Navas ci crea pi di un fastidio e sulle sue piste c il Giacche, che molto lo soffre.

ITALIA DE ROSSI IN VERSIONE DIFENSORE INSUPERABILE, BALOTELLI TROPPO INDOLENTE 7,5 h 7,5
lallenatore Prandelli il migliore De Rossi
Come ribaltare una squadra in nove giorni e giocare felici e contenti. Subito metabolizzato il nuovo sistema, e non era facile n scontato: bisogna essere bravi insegnanti. Fa vedere alla Spagna che lItalia da tempo non vive pi di catenaccio. Toglie Balotelli e dimostra al gruppo che nessuno intoccabile. Toto-paragone: a chi assomiglia il nuovo De Rossi formato difensore? I pi anziani scomodano Beckenbauer, i pi giovani Mascherano. Il c.t. lavrebbe voluto partecipe a centrocampo: incontentabile Prandelli. Senza le chiusure di De Rossi ieri lItalia avrebbe preso gol gi nel primo tempo.

Chi se laspettava unItalia cos? Non facciamo gli ipocriti: eravamo pessimisti. Lieti della smentita. Anzi, continuate a smentirci.

7,5
Buffon
Luscita su Torres al 30 della ripresa vale quanto una rete: bravo a restare in piedi, ad accompagnare el Nio fuori dal cono di luce della porta. Altre parate importanti su Fabregas e Iniesta. Sull1-1 lultimo incolpevole anello di una catena sbagliata.

5,5
Bonucci
Rivedetevi lazione del pareggio spagnolo: allorigine c un passaggio sbagliato di Bonucci a Pirlo. E la palla di neve che scatena la valanga e non si pu non tenerne conto. In pi nei territori di Leo banchetta e si incunea Iniesta.

6,5
Chiellini
Giorgione one-one. La Spagna piena di grazia, Chiellini allopposto mette il piedone. A tratti arruffone e tradito dalla foga, ma con cuore grande. Gli spagnoli lo guardano con snobismo e per ha ragione lui, il Chiello, che non bello a vedersi, ma che va di mattarello.

5,5
Maggio
Riconsegnato al suo habitat la fascia destra da esterno e non da terzino sfortunato perch nel suo mare getta gli ami Iniesta, unico spagnolo ieri fuori portata. Il fattore I lo frena, gli intreccia i fili. Il disastro di Zurigo per alle spalle.

6,5
Marchisio
Si divide tra Xabi Alonso e Iniesta, che usa la trequarti come rampa di lancio. Soffre, ma restituisce forza e corsa nei momenti in cui lItalia a tenere il pallino. Verso la fine va vicino al gol della vittoria, con tardellesca discesa.

7
Pirlo
Lassist per Di Natale un mix di poesia, filosofia e aritmetica. Spazio e tempo che si incastrano. Pirlo vede cose che noi umani non possiamo nemmeno immaginare. Nel complesso pare meno coinvolto: il nuovo sistema ha i suoi effetti collaterali. Prandelli provveder.

6,5
Thiago Motta
Con personalit, contro Xavi, Iniesta e gli altri signori del tiqui-taca. Ci mette il peso specifico della sua esperienza e va vicino al gol: di testa, su assist di Cassano. Nel rumore della battaglia, fa coraggio agli altri: non si vede, ma si sente. (Nocerino s.v.)

5,5
Giaccherini
Prandelli lo elegge suo personale migliore in campo. Sentiamo odor di depistaggio. Sul lavoro, niente da dire: Giaccherini in cima alla classifica dei km percorsi. Nello specifico, non chiude su Fabregas davanti a Buffon e soffre poi Jesus Navas.

5
Balotelli
Pareggio che somiglia a una vittoria, cos cediamo al buonismo e ci limitiamo al 5, ma il Balotelli di ieri meriterebbe un votaccio. Che indolenza, che deficit di motivazioni. Mario, che cosa avevi in mente quando camminavi verso Casillas? Svegliati, hai Di Natale alle costole.

7
Cassano
Due tiri (il diagonale fuori di poco e la botta deviata da Casillas) e il cross al centimetro per la testa di Thiago Motta. Nel primo tempo la nostra produzione offensiva tutta nelle voglie di FantAntonio. E fuoco che non dura, ma fuoco, con fiamme belle alte.

7,5
Di Natale
Costringe tutti a rivedere il luogocomunismo che lo riguarda: Tot non compie meraviglie solo in UdinesePincopallino, ma anche allEuropeo. Il gol capolavoro di tempismo, freddezza e tecnica. E per poco Tot non concede il bis, con acrobatica girata.

6,5
Giovinco
Cos piccolo e bravo, sembra uno spagnolo con la maglia sbagliata. Nota di merito per la palla con cui libera Di Natale davanti a Casillas, e pazienza se Tot in volo non trova la porta. Gli spagnoli non lo conoscono granch e lo patiscono di conseguenza.

GLI ARBITRI:

KASSAI 5,5 Voce del verbo kassare, ma pi che altro skassa, nel senso che non si capisce quale metro adoperi. A volte ammonisce, a volte no. Eros 6; Ring 6 - Vad 6; Bognar 6

CAMPIONATI

Legnano

EUROPEI ASSOLUTI
FIORETTO SCIABOLA SPADA

15 20 2012 giugno
Partners Istituzionali Partners Federazione Italiana Scherma

Castello Visconteo

foto Bizzi

foto lucarossato.com

Prevendite

Vecchi

Pizzo

Montano

Vezzali

Cassar

Fiamingo

www.federscherma.it

www.legnano2012.eu

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

i minuti di astinenza (conclusa) dal gol per gli azzurri, che erano andati a rete per lultima volta proprio in terra polacca l11 novembre nellamichevole vinta per 2-0 con Pazzini al 60. Si tratta dellastinenza pi lunga nella storia della Nazionale.

360

identiKit & CARRIERA

I NUMERI

ilPersonaggio ANTONIO DI NATALE

LATTACCANTE TRISTE

Per Balotelli gol mangiato e sostituzione Mou lo boccia

Balotelli sostituito da Di Natale AFP


DAL NOSTRO INVIATO

le partite ufficiali utili consecutive contro la Spagna che ci ha battuto una sola volta, allOlimpiade del 1920. Leliminazione nei quarti degli Europei 2008 era maturata ai rigori.

10

MIRKO GRAZIANO DANZICA (Polonia)

i giocatori che hanno realizzato almeno una rete nella fase finale degli Europei. Ieri si aggiunto Di Natale che contro gli spagnoli nei quarti delledizione del 2008 si era fatto parare da Casillas il rigore decisivo.

Il sorriso di Tot 24 Cos ho cancellato il rigore di Euro 2008


Lattaccante: Da 4 anni pensavo a quellerrore con la Spagna Potevo segnare ancora, ma ho colpito troppo bene la palla
DAL NOSTRO INVIATO

si a 34 anni persino un altro giro dazzurro quando dopo lultimo Mondiale forse non ci pensava pi.
Come Schillaci Il Sudafrica dimenticato dice Di Natale . Ora mi godo questo gol, il mio pi bello in Nazionale. Sono entrato e dopo 5 avevo gi segnato. stato bravo Pirlo a darmi quella palla e poi io ci ho messo del mio a battere Casillas. Anzi, potevo anche farne un altro, ma su quel tiro al volo ho colpito la palla troppo bene. Comunque, possiamo essere contenti lo stesso. La Spagna un grande gruppo, per siamo stati allaltezza. Entrambe le squadre vogliono arrivare fino in fondo. Non possiamo fermarci adesso. Domanda: ma non potrebbe essere lui lo Schillaci del 2012? Magari, sta a Prandelli decidere se schierarmi titolare o no. Io devo solo farmi trovare pronto e non deluderlo. Missione compiuta. Magari pu dare ripetizioni a Balotelli? Con Mario parliamo tutti i giorni e cerchiamo sempre di darci una mano. Risposta esatta. A rovinarci i saluti c solo un brutto pensiero: Tot scherzava quando diceva che dopo lEuropeo voleva ritirarsi, vero? Riparliamone a fine torneo. Ma il sorriso furbo, stavolta, fa diminuire lansia. Poi da stamattina ricominceremo a pensare allo spread.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MASSIMO CECCHINI DANZICA

i pareggi allesordio dellEuropeo per Spagna e Italia: gli azzurri erano reduci dallo 0-0 con la Danimarca e dallo 0-3 con lOlanda; i nostri avversari da due successi, entrambi con la Russia.

Deve essere proprio vero che siamo fatti dinfinito. Che in ciascuno di noi c una particella che sa condurci lontano dal luogo e dallora in cui siamo per farci ritrovare altrove, dove i graffi della vita possono essere anestetizzati. Ecco, immaginate una famiglia italiana-tipo in questi giorni recessivi: stipendio esiguo, mutuo ringhioso e ansie assortite da inghiottire. Be, per 90 minuti forse ce lavranno fatta, avranno dimenticato i cattivi pensieri per abbandonarsi al sogno. Ci voleva per uno che li traghettasse al di l della paura, e visto che il destino ha senso dellumorismo toccato a lui, a To-

t Di Natale, cancellare in un colpo quel maledetto rigore sbagliato nellEuropeo 2008 contro la Spagna e dispensare quellottimismo che la politica fatica a sgranare nelle nostre giornate.
Italia felice Erano quattro anni che aspettavo questo momento dice sorridendo . Lo ricordavamo prima della partita con Buffon. Ora finalmente posso non pensarci pi. Ma sia chiaro, i rigori li sbagliano anche i grandissimi. Con questo gol, comunque, penso di avere regalato un po di gioia anche a tante persone in Italia in questi momenti difficili. Probabile che il pensiero gli sia volato ai suoi anni di ragazzino innamorato del calcio. Castello di Cisterna: soldi quanto basta, per-

ci pane e pallone come tanti, per provare poi a prendere a calci la vita agra. Il talento c tutto, ma per sfondare occorre andare lontano, a Empoli, dove a 15 anni la famiglia manca parecchio, forse troppo. E allora Tot a dispetto del nome non ride ma piange, cos tanto che vuole tornare a casa. Lunica soluzione convocare un ragazzo delle sue stesse parti che sta gi sfondando. Solo lui pu dirgli: non mollare. Si chiama Vincenzo Montella. Quante volte ho faticato per convincerlo a resistere ha raccontato ma poi ce lho fatta. Anzi, ce labbiamo fatta tutti e due. Vero, Empoli diventa la sua seconda casa, in attesa che arrivi la terza, Udine, dove pianta radici e diventa due volte re dei cannonieri, regalando-

Ahi Mario! Non stata serata. Tanti errori, qualche gesto plateale, il solito cartellino giallo e un gol divorato. E pensare che era stato bravissimo a recuperare palla racconta Daniele De Rossi , poi forse pensava che il difensore non gli stesse pi dietro e si quindi un po addormentato. Magari era stanco, ha corso tantissimo. Soltanto pacche sulle spalle dai compagni di squadra, e pure da Cesare Prandelli: Aveva due scelte, tirare o passarla a Cassano. Mario dimenticher in fretta, e deve invece ricordare che lazione nata da un suo grande recupero. Non lho tolto certo per punizione, questo sia chiaro. Mario lascia gli spogliatoi fra gli ultimi. Attraversa velocemente la mixed zone, con lui c Cassano. I cronisti allungano taccuini e microfoni, ma la voglia di parlare pari a zero. Giusto il tempo di salutare Xavi e Iniesta, loro s impegnati a rispondere alla carica dei media spagnoli, e non solo. Poi, Mario sale sul pullman, e ad accoglierlo c Di Natale: altre coccole e incoraggiamenti da chi lha sostituito.
Mou lo boccia In tribuna cera

Jos Mourinho, il tecnico che prima ha amato e poi bocciato Balotelli. Ha talento da vendere Mario, ma caratterialmente non cambier mai, disse Mou ai tempi dellInter. Ieri, in esclusiva su Mediaset, il Mago di Setubal stato lapidario: LItalia mi piaciuta tanto tanto, pu vincere lEuropeo. Balotelli? No, non mi piaciuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

domande a...
di GABRIELLA MANCINI

Non avrei sostituito Balo si pu sbagliare un gol


JOSE ALTAFINI Ex calciatore e commentatore tv

Mi piaciuto molto latteggiamento di tutti


ANTONIO CABRINI Allenatore Italia femminile

Di Natale meglio titolare E pi in forma di Cassano


MASSIMO GILETTI Conduttore televisivo

Bravo Prandelli Siamo da semifinali


SANDRO MAZZOLA Ex calciatore e opinionista tv

Pi forte lavversario pi c lo spirito giusto


PAOLO ROSSI Ex calciatore e opinionista tv

1 Come ha visto lItalia contro la Spagna. 2) Dopo questo pareggio contro i campioni del mondo dove possono arrivare gli azzurri?
Quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare e ancora una volta gli azzurri non si sono smentiti. Lasciati alle spalle i problemi psicologici degli scandali e le solite amichevoli che non contano, i ragazzi di Prandelli si sono trasformati ed venuto fuori tutto il lavoro che contro la Russia sembrava evaporato. Il modulo, le scelte azzeccate, lo spirito di sacrificio scaldano i cuori dei tifosi e dei nostri opinionisti. Sognare non peccato. LItalia ha giocato bene, la Spagna per superiore. Io non avrei tolto Balotelli, avrei fatto uscire prima Cassano: sbagliare un gol non negativo, vuol dire che crei. Se continua a giocare cos lItalia far bene, da semifinale. Aggiungo una cosa: finora tutti stanno giocando con il catenaccio come negli anni Sessanta. Lesordio stato molto positivo. Mi piaciuto latteggiamento complessivo: hanno giocato con coraggio contro i numeri uno Difficile dirlo, mi auguro il pi avanti possibile. E confido nella crescita di Cassano e Balotelli, il loro apporto sar importante Si sono compattati bene, questa Nazionale mi sembrava la Juve... Secondo me Di Natale dovrebbe giocare titolare al posto di Cassano, pi in forma Si deve giocare ogni partita senza pensare di essere forte perch ha pareggiato con i campioni del mondo. Se si sacrifica come contro la Spagna pu puntare in alto Non pensavo che giocasse cos determinata. Prandelli ha azzeccato il modulo e ha fatto tener palla alla Spagna nelle zone dove non contava niente. Prima dellEuropeo avevo detto nelle prime quattro, ora sono pi convinto. Poi saranno le condizioni fisiche a fare la differenza. Molti erano scettici dopo le amichevoli, ma io non avevo dubbi su un bellavvio degli azzurri. Perch noi siamo cos: le partite che non contano non ci interessano. Siamo competitivi, possiamo andare lontano. Bravo Prandelli che ha tolto le fonti di ispirazione del gioco alla Spagna. A questo punto possiamo giocarcela con tutti.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Prandelli sorride Tosti e generosi Bravi ragazzi


Non da tutti giocare cos contro la Spagna Abbiamo sempre cercato di pressarli
DAL NOSTRO INVIATO

Cesare Prandelli, 54

abbiamo deciso di mantenere lo stesso assetto.


Mario, nessuna punizione Con De Rossi garante di una svolta non traumatica, ma qui che Prandelli alza il personale livello di esigenza: sa bene che tocca anzitutto a lui tenere basso il rischio di autocompiacimento. Daniele ha fatto abbastanza bene, ma bisogna pensare che lui un centrocampista e dunque lavrei voluto vedere pi spesso un passo avanti rispetto agli altri due centrali, ai quali a volte bisognava anche dare il tempo necessario per aiutare temporeggiando un attimo di pi. Tiepido per scelta, indulgente per convinzione con Giaccherini: Secondo me stato il migliore in campo: negli ultimi 15 era pi in difficolt perch loro hanno messo una punta in pi e il centrocampo non lo proteggeva pi abbastanza. E soprattutto con Balotelli: Il cambio con Di Natale era gi deciso perch volevo pi profondit - e infatti Tot me lha data - dunque non centrano n il giallo preso, visto che Mario era sereno, e neppure quella pazzesca indecisione davanti a Casillas. Probabilmente lha fregato il fatto di avere due opzioni, mentre un attaccante deve averne una sola, e in quel caso era passarla a Cassano, dato che eravamo due contro zero: capita. Non so cosa gli sia passato per la testa in quel momento, ma non credo che questo errore lo condizioner in futuro: era stato lui a pressare e a recuperare il pallone, basta che ripensi a quello e non al fatto di aver sbagliato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gazzetta.it
Gazza

T f v

ANDREA ELEFANTE DANZICA (Polonia)

Non aveva sognato tutto nel pisolino di sabato pomeriggio. Semplicemente, Cesare Prandelli aveva previsto tutto, o comunque molto. E aveva ragione lui: sulleccessivo pessimismo che stava accompagnando la sua Italia fino allesordio; sulla fiducia nel nuovo sistema di gioco con la difesa a tre e De Rossi centrale; sulla capacit di mantenere comunque una buona efficacia offensiva, grazie al gioco. E soprattutto sulla generosit come chiave per tenere aperta la partita per tutti i 90, e i ragazzi sono stati generosi ha detto il c.t. a cominciare dai due attaccanti, che mi hanno dato tutto ci che gli avevo chiesto: ovvero sempre il 100 per cento, poi sar io a decidere quando toglierli.
Non da tutti Aveva ragione lui, ma a Prandelli non scappa neanche una volta di ricordare che lui lavevo detto. Anzi: sot-

I ragazzi sono stati perfetti, a cominciare dagli attaccanti: hanno dato il 100% Il pari giusto, peccato per aver dato loro la chance dell1-1 troppo presto...

do anche gli uno contro uno. Farlo contro la Spagna senza limitarsi a contenere non da tutti.
Il pari giusto Poi capita che sia

Gianluigi Buffon, 34 anni AFP

tolineare quello non gli piaciuto abbastanza pare interessargli almeno quanto dare alla squadra i meriti per aver giocato una buonissima partita. In particolare nel primo tempo, quando stata pi nitida limmagine di unItalia che aveva scelto di guardare la Spagna dritto negli occhi: Questa lItalia, la mia Italia. La squadra ha sempre cercato di pressare dallinizio dellazione e per 60-70 non abbiamo giocato a cinque ma a tre, con un centrocampista in difesa, accettan-

proprio quella testa a favorire il quasi immediato pareggio avversario: Che alla fine giusto, anche perch giocavamo fuori casa.... Ma pi che per aver visto uno stadio quasi tutto spagnolo, i rimpianti di Prandelli stanno negli appena 3 passati fra un gol e laltro: Quel che dispiace, e i ragazzi se ne sono resi conto, aver dato alla Spagna la chance dell1-1 troppo presto: avrei voluto vedere i campioni del mondo magari ribaltare comunque il risultato, ma con pi fatica. Per ci sta: pi volte siamo stati noi a dargli loccasione per rendersi pericolosi - con Torres successo due volte - perch siamo una squadra che vuole giocare sempre. E per questo non ha voluto cambiare vestito neanche dopo aver saputo che la Spagna ne avrebbe messo uno inedito: stata una sorpresa, ma ne ho parlato anche con i giocatori e

DOPO ITALIA-SPAGNA PARLANO PRANDELLI E GLI AZZURRI


Le videointerviste realizzate al termine della partita di debutto degli azzurri allEuropeo, le foto pi belle di Italia-Spagna e la soddisfazione dei tifosi italiani arrivati a Danzica per sostenere la Nazionale allenata da Prandelli

TUTTI I GOL IN 3D E IL TEMPO REALE DELLE PARTITE


Il sito rosa segue minuto per minuto tutte le sfide della rassegna continentale e ripropone i gol segnati con una simulazione in 3D. In pi le dichiarazioni di Trapattoni, Bilic e degli altri protagonisti del Gruppo C

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

HANNO DETTO

d Buffon: Hanno trovato

pane per i loro denti


Il capitano: Squadra vera, lItalia che sognavo. De Rossi In difesa mi sono divertito. Pirlo Utile la batosta coi russi
DAL NOSTRO INVIATO

S
Gianluigi Buffon La "marcatura" su Torres? In quel momento mi sono ricordato di quando, da ragazzo, giocavo fuori, mediano e libero

MIRKO GRAZIANO DANZICA (Polonia)

S
Emanuele Giaccherini Sul gol sono stati perfetti gli spagnoli con i tempi. Se avessi anticipato la "diagonale" ne avrei tenuti troppi in gioco

Questa lItalia che sognavo!. Buffon gonfia il petto e vi dico che vado orgoglioso di una squadra cos. Ho visto gente che si aiutava in ogni zona del campo, che ha giocato da squadra vera. Gigi stesso a un certo punto ha lasciato la porta per andare a marcare Torres. L mi sono ricordato di quando, da ragazzo, giocavo fuori, mediano e libero. Mi piace evidenziare allo stesso tempo la parata su Iniesta: in effetti non era per nulla facile. Complimenti agli spagnoli, ma hanno trovato pane per i loro denti continua il capitano . Sono i pi forti di tutti, a tratti lo hanno dimostrato, noi siamo per stati bravi, molto bravi, e lo si visto chiaramente in campo. Abbiamo dimostrato di esserci. Ho salutato Napolitano (ne parliamo a parte, ndr), era felice e penso anche orgoglioso di una partita simile. In ogni modo, non dimenticatevi mai che in azzurro c gente che ha vinto il Mondiale. E non a caso sono stati i migliori ieri sera. Ecco Pirlo: Sa di occasione persa in effetti. LItalia non inferiore a nessuno, e pure in mezzo al campo non ho visto differenze

zione che lo spagnolo un grande. Cos, tanto per gradire, un messaggino a Zeman, che nei giorni scorsi gli ha telefonato per dirmi che di certo non far il difensore nella Roma. Vista da dietro, mi piaciuta tutta la squadra, il sacrificio che ci abbiamo messo e come hanno giocato i centrocampisti, l dove di solito cero io. Abbiamo tenuto bene in ogni reparto, e le sofferenze maggiori non sono arrivate per il loro possesso-palla, ma per quei nostri errori che consentivano loro di ripartire. E vi assicuro che con questi un attimo ritrovarseli davanti alla tua area di rigore, sono pazzeschi in contropiede. Piccoli e veloci, il peggio per me, diciamo che me la sono cavata con lesperienza e il posizionamento. Bonucci ha la maglia di Iniesta nel-

HANNO DETTO

d
S

Claudio Marchisio Peccato per lultima azione. Era perfetta, ma non avrei potuto tirare in modo migliore: la palla mi rimasta troppo sotto


Andrea Pirlo e Daniele De Rossi esultano dopo il gol di Di Natale, propiziato da un assist dello juventino EPA

Prima di cambiare difesa Prandelli ha voluto discuterne con noi anziani


ANDREA PIRLO CENTROCAMPISTA

S
Leonardo Bonucci Bella partita, ottimo risultato, Mi vedete sereno? Ho la coscienza a posto. Ci che avevo da dire lho detto a chi doveva ascoltare

Impressionante come Giaccherini si sia inserito nel gruppo. Non era facile
DANIELE DE ROSSI DIFENSORE

particolari con la Spagna. Forse, ci ha fatto bene la batosta coi russi, ci venuta un po di strizza, ed servita.... Poi, racconta: Prima di cambiare sistema, Prandelli ne ha parlato anche con noi pi anziani. Abbiamo subito appoggiato la scelta, e De Rossi ha dimostrato di es-

sere un grandissimo campione, ovunque lo metti. E un bravo va a Giaccherini, non era per nulla facile esordire di fatto coi campioni del mondo. Ora avanti cos, senza cali di tensione. Vogliamo arrivare in fondo.
Che difensore! Straordinaria la

prestazione di De Rossi, mi sono divertito a giocare dietro dice il romanista . Difensore per tutto lEuropeo? Perch no? Dico grazie ai compagni di reparto, a Prandelli e soprattutto a Luis Enrique, il primo che aveva visto le mie qualit in questa posizione. A dimostra-

la borsa, me lha data a fine gara, un grande. Sono felice, bella partita, ottimo risultato. Mi vedete sereno? Il mio segreto avere la coscienza a posto, non ho nulla da nascondere. Quello che avevo da dire lho detto a chi mi doveva ascoltare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Gioca e fa gruppo anche Napolitano


Il presidente della Repubblica tifa, poi elogia gli azzurri e abbraccia Buffon che gli regala la maglia
IN TRIBUNA IL CAPO DELLO STATO DAGLI SPALTI AGLI SPOGLIATOI
1
DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO VELLUZZI DANZICA (Polonia)

1 Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con un fazzoletto tricolore nel taschino della giacca. 2 A fine partita lItalia riceve la visita negli spogliatoi del presidente della Repubblica: Gigi Buffon (a destra) gli regala la maglietta. 3 Napolitano poi si complimenta con Antonio Di Natale autore del gol del momentaneo vantaggio. 4 Alla fine il presidente saluta Balotelli. BOZZANI-ANSA/RAI

Giorgio Napolitano entrato negli spogliatoi, come un vero presidente di club, felice, e ha fatto i complimenti a tutti gli azzurri: Bravi. Poi ha abbracciato Gigi Buffon e, usando lironia, gli ha detto: Lei, una volta, al Quirinale, ha fatto anche un grande discorso politico, stato gi messo agli atti. E stato uno sketch imperdibile anche conoscendo la simpatia del portierone. Gigi ha ricambiato alla sua maniera regalando la maglia usata e sudata al presidente della Repubblica che ha sorriso e gradito: So che queste vanno tenute cos. Non vanno lavate. Buffon un fan del presidente, ma svela che la cosa reciproca: Lui ha un debole per me, forse perch non sono catalogabile. Ci ha fatto piacere ricevere questa visita. La sua vicinanza ci inorgoglisce. E stato un bel segnale per la squadra, ma anche la squadra ha dato un bel segnale allItalia. Pure il c.t. Prandelli ringrazia Napolitano: Ci ha fatto i complimenti, ha detto di aver sofferto un po, ma di essersi divertito molto, soprattutto alla fine del primo tempo. Presenti le telecamere Rai, il presidente negli spogliatoi ha raccontato: Dopo il gol del pareggio il Principe delle Asturie mi ha chiesto: "firmiamo?". Poi andata cos... "ma non dica che perch ci sia-

A Gigi: Grazie, so che non si lavano. Il discorso che ha fatto al Quirinale agli atti Il ministro Sport, Gnudi: Siamo tutti soddisfatti, bravi azzurri e bellissima gara
mo accordati". E Buffon: Ha fatto bene presidente, perch senn ci metton dentro.
Felicit La visita del presidente ha portato bene e Napolitano uscito esultante salutando pi volte con la mano dopo una giornata faticosa che lo ha visto prima di pranzo andare a deporre i fiori al monumento a Solidarnosc (Solidarnosc stata una scuola che ancora oggi d frutti per la Polonia) dove lo hanno accolto alcuni tifosi italiani. Sperava in un successo perch vincere incoraggia i paesi nei momenti difficolt, ed positivo che ci siano manifestazioni come queste di spirito unitario. E importante che questo si consolidi in ogni settore. Clio e gnudi Ha visto la partita

marito. Che candidamente ha detto alla compagna: E Platini. Dallaltra parte, accanto alla pi alta carica dello stato, il ministro dello Sport Piero Gnudi che ha confermato la contentezza del presidente: Era davvero soddisfatto. E tutti lo siamo, lItalia ha giocato bene e ha fatto il suo dovere. Bellissima partita.
Autorit Napolitano, Gnudi e

accanto alla moglie con la quale c stato un siparietto divertente. La signora Clio non aveva riconosciuto il presidente dellUefa che era andato a salutare il

Gianni Petrucci, presidente del Coni, questo il trio italiano. Al quale ha risposto la Spagna col capo del governo Mariano Rajoy, invocato senza successo dai cronisti, il principe delle Asturie Felipe, in giacca beige, un po fuori ordinanza, con limmancabile Letizia, pure lei in chiaro, e il presidente della federazione Angel Maria Villar. Tutti super scortati da auto e pulmini. Ogni auto aveva la bandierina corrispondente allautorit presente. Stessa cosa per i padroni di casa polacchi che schieravano il presidente Bronislaw Komorowski e Lech Walesa, il leader di Solidarnosc che ora va in giro a fare conferenze. Ma in questo mese si diverte col calcio a casa sua. Il parterre del calcio non poteva mancare: oltre a Platini, il bello di notte della Juve Zib Boniek, padrone di casa, il presidente del Parma Ghirardi, Jos Mourinho, Antonio Conte (agli amici ha detto: Pari giusto) e Fabio Capello che fa parte della commissione tecnica e, quindi, di partite ne vedr parecchie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TU

Zupping
di VINCENZO CITO

vuoi pi semplicit nella gestione del tuo business.

Il c.t. e quel microfono muto


C lItalia e in tv tutto si amplifica. Lo sciovinismo (Franco Lauro Siamo tutti italiani!. Carlo Paris Viva lItalia di Prandelli!, Marco Mazzocchi Gli spagnoli non sono imbattibili, lInvincibile Armada qualche secolo fa sulla Manica fece una brutta fine!), la voglia di protagonismo (Enrico Varriale: Voglio chiedere una cosa a Mondonico e Gasperini, dicendo prima la mia e poi sentendo la loro), la banalit (Bruno Gentili a Prandelli prima del via Con Giaccherini in campo significa che noi giocheremo la nostra partita? Prandelli lo tranquillizza cos S, giocheremo la nostra partita, non quella di unaltra squadra). Si danno notizie fondamentali (Il pullman della Spagna in ritardo di dieci minuti, ci sono lavori in corso lungo la strada). Si fa un po di confusione (Marco Mazzocchi: Lo stadio si riempir pi di tifosi spagnoli che di tifosi tedeschi), si complica la sintassi (Beppe Dossena Quelli della Spagna cercheranno di parafrasare qualche messaggio che arriva dalla pallanuoto), si perde la memoria (Emiliano Mondonico prima della partita Non avrei mai messo in campo una

NOI

ti offriamo CONTO BUSINESS INSIEME.

La soluzione migliore sempre quella pi semplice. Per questo nasce Conto Business Insieme, il conto corrente essibile che aiuta i piccoli imprenditori ad amministrare il proprio business. Permette di scegliere il canone pi adatto, riducibile con la sottoscrizione di nuovi prodotti, gestire incassi e pagamenti, eseguire bonici tramite internet e telefono senza commissioni e accedere al servizio POS di Sete. Inoltre, con le due carte Commercial e Superash Commercial, consente di fare acquisti ovunque con un alto grado di sicurezza. Perch gestire una piccola impresa sempre un grande lavoro.

formazione cos. Dopo la partita C di che essere orgogliosi di questa squadra!). Si perde anche lobiettivit (Bruno Gentili E corner per la Spagna, speravo che larbitro non se ne accorgesse). Si scoprono neologismi (Alessandro Antinelli La Spagna dal centrocampo in su un ambarabam), non ci si arrende allevidenza (Ivan Zazzaroni prima della partita Non mi piace De Rossi difensore centrale. Dopo la partita A me De Rossi mancato a centrocampo). N alle contraddizioni (Massimo Ghini In Italia tutti si sentono allenatori, tutti vogliono dire la loro E infatti in tv hanno invitato lui) e si scopre lacqua calda (Marco Mazzocchi: Ogni tifoso porta la maglia della sua squadra di riferimento. Non quella di unaltra nazionale) Insomma, si tutti un po cos (Paola Ferrari: E sempre un bel vedere quando c Capello). Ma alla fine siamo contenti e non vediamo lora di sentire che dice Prandelli. Eccolo, intervistato a fine partita. Il microfono non funziona e ci perdiamo le prime tre domande... Uno sfollato emiliano interpellato dal Tg2 mentre guarda la partita allaperto Ci chiedevamo se lo schermo antisismico! Dopo il gol dellItalia Bellazione di Pirlo, da maestro. Von Karajan ha indovinato il corridoio, ha suonato la sinfonia giusta per Di Natale! (Francesco Repice, Radio rai)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Vieni in Filiale a parlarne con uno dei nostri gestori. www.smallbusiness.intesasanpaolo.com


Messaggio Pubblicitario con nalit promozionale. Per le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti/servizi/nanziamenti consultare i Fogli Informativi a disposizione in Filiale e sui siti internet delle Banche che commercializzano il conto. La concessione delle carte e dei nanziamenti soggetta alla valutazione della Banca.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

GIRONE C IL DUELLO
NUMERI E CURIOSITA

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

NUOVA KIA CEED


le cifre
POSSESSO PALLA
Il solito impressionante possesso-palla della Spagna, anche se lItalia di Prandelli ha saputo arginare molto bene. La precisione nei passaggi una caratteristica degli spagnoli ed una qualit necessaria per tenere sempre il comando del gioco.

Pirlo meno presente ma sempre decisivo


Il regista tocca 56 palloni (Xavi a quota 135 con solo 7 errori) Da un suo lancio nasce il gol di Di Natale. Iniesta inarrestabile
ANDREA SCHIANCHI

SPAGNA

66%
PASSAGGI UTILI

SPAGNA
la Sfida
ANDREA PIRLO 33 ANNI ITALIA ANDRES INIESTA 28 ANNI SPAGNA

A Danzica, in campo, ci sono i migliori centrocampisti del mondo e difatti il pallone, non un caso, danza sempre l nel mezzo. Xavi, Fabregas, Iniesta, Busquets, Xabi Alonso per la Spagna. Pirlo, Marchisio, Thiago Motta e larretrato De Rossi per lItalia. La partita un duello tra piedi buoni, passaggi corti, triangoli rapidi, aperture illuminanti e pure tanto pressing. Per dare unidea della qualit dei centrocampisti, sintetizziamo con i numeri la prestazione di Xavi: 135 palloni toccati e soltanto 7 passaggi sbagliati. Pazzesco! Neanche alla Playstation...
Sacrificio Con De Rossi schiera-

88%
PALLONI RECUPERATI

XABI ALONSO

PALLONI TOCCATI

56
TIRI EFFETTUATI

83 4 2 9 0
Un curioso momento di Italia-Spagna. Il fallo da rigore su Balotelli: il pallone non si sa dove sia, Mario travolge lo spagnolo e lo manda al tappeto AP

12
Prezioso in mezzo al campo nel recupero dei palloni (ben 12) e nel rilancio immediato dellazione. Xabi Alonso ha spesso dettato i tempi del pressing.

1 4
PALLONI PERSI

PALLONI RECUPERATI

PALLONI PERSI

GIACCHERINI

9
LANCI

to nella linea difensiva il modo di giocare dellItalia cambia e Pirlo non sempre chiamato in causa, tanto che a volte lo si vede rimproverare i compagni che non gli servono il pallone. Ovvio che il regista juventino, di fronte al titic-titoc della Spagna, non possa concedersi il solito possesso. Allora, consapevole che il risultato della sfida passa dalla capacit di sacrificarsi, ecco che Pirlo si mette a disposizione della squadra, fa legna pure lui, pressa, aiuta, lotta. In tutto tocca 56 volte il pallone che, per i suoi standard, non unenormit: di solito raggiunge o supera quota 100. Ma laltro dato interessante riguarda il confronto tra i tocchi di Pirlo e quelli dei suoi compagni. Generalmente il regista in cima alla classifica, stavolta invece viene superato da Chiellini (85 tocchi), Giaccherini (68), De Rossi (76). Significa che la manovra degli azzurri non

15
sempre passa dai piedi di Andrea, anche se per vedere la bellezza (e goderne) dobbiamo aspettare un lancio del regista che imbecca Di Natale-gol. C poco da fare: che tocchi pochi palloni o che ne tocchi tanti, il mondo dellItalia ruota attorno a Pirlo.
Isolamento Nella Spa-

Lassenza di un attaccante di ruolo nella Spagna penalizza il gioco di Iniesta


ne, di posizionarsi sulla linea dei passaggi (molto frequenti) tra lui e Xavi. Nel Barcellona sul quadrilatero Iniesta-Xavi-Busquets-Messi (con laggiunta di Dani Alves) poggia lintera struttura della squadra. In Nazionale la manovra pi approssimativa e lazione di Iniesta (peraltro il migliore dei suoi) risulta meno efficace. Alla Spagna manca soprattutto un elemento in grado di dettare il passaggio in profondit e di allungare la difesa avversaria. Iniesta, per creare pericoli agli azzurri, si muove tra le linee: fa un po la mezzala, un po lala, un po il trequartista. Tutto a una velocit pazzesca e con il pallone sempre incollato al piede. Chapeau!
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli azzurri si sono spesso appoggiati a Giaccherini per ribaltare lazione, ma lo juventino non sempre stato preciso nel cercare la soluzione giusta.

FALLI COMMESSI

BALOTELLI

4
Doveva fare pressing sul portatore di palla spagnolo e lo ha fatto, ma spesso Balotelli ha anche commesso fallo: 4 in tutto.

gna senza attaccanti di ruolo Iniesta a incaricarsi di portare avanti la manovra. Sono 83 i tocchi del centrocampista, 4 i tiri effettuati, soltanto 7 gli errori, 5 i dribbling riusciti e 3 quelli sbagliati, 3 i falli subiti. Prendere Iniesta, quando ha il pallone al piede, praticamente impossibile: marcarlo a uomo non serve, aspettarlo in zona pericoloso. Dunque, che fare? La risposta non c: il trucco, se riesce, quello di non farlo entrare in azio-

FALLI SUBITI

MAGGIO

4
PALLONI TOCCATI

Maggio si sempre proposto sulla fascia destra e ha subito 4 interventi scorretti da parte degli spagnoli. Incredibile il numero di palloni che tocca Xavi: il vero padrone del gioco e del campo. E su 135 palloni toccati, solo 7 passaggi sbagliati.

XAVI

135

FINANCE

RECOMMENDS

Amplica le tue emozioni con lauto ufciale di Uefa Euro 2012. Con il suo design innovativo, una qualit garantita 7 anni e il massimo della sicurezza e della tecnologia, trasforma la guida in unesperienza unica. Tua a partire da 14.900 *
Scopri la nuova ceed.

KIA METTE IN MOTO QUELLO CHE VI PIACE

www.kia.it

Garanzia 7 anni/150.000 km escluso parti e/o componenti che hanno un limite naturale legato alla loro deperibilit temporale come: batterie (2 anni), sistemi audio, navigazione e intrattenimento audio/video (3 anni) e la verniciatura (5 anni). Dettagli e condizioni su www.kia.it e nelle concessionarie. Consumo combinato (l x 100 km) da 3,7 a 6,1. Emissioni CO2 (g/km) da 97 a 145. *Con incentivo Kia di 1.500 . Versione 1.4 CVVT benzina Active 100 cv I.P.T. Esclusa. Offerta dei concessionari che aderiscono alliniziativa, valida per le auto disponibili in rete no al 30/06/2012, non cumulabile con altre iniziative in corso. La foto inserita a titolo di riferimento.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

Scegli TUTTOCOMPRESO 500.

E il SAMSUNG GALAXY SIII tuo a 0 per 6 mesi. Solo con TIM.

Passa a TIM con Tutto Compreso 500 e per 1 anno a soli 29 al mese hai: 500 minuti verso tutti 250 SMS verso tutti Internet senza limiti di tempo E il SAMSUNG GALAXY SIII tuo a 0 per 6 mesi e a 12 per i successivi mesi.
La promo TUTTO COMPRESO 500 (TC) con SAMSUNG GALAXY SIII, valida per chi passa a TIM entro il 24/6/2012, prevede una durata contrattuale di 30 mesi e addebito su carte di credito convenzionate (VISA, MASTERCARD, AMEX e Aura) escluse le prepagate. previsto il pagamento delle rate residue del telefono e di un corrispettivo in caso di recesso anticipato. Lofferta TC ha un costo di 29 per 12 mesi (poi 39/mese). Tariffazione a scatti anticipati di 30. Al superamento dei 500 minuti applicata una tariffa di 16 cent/min. senza scatto alla risposta. Per informazioni, anche su costi per i consumi eccedenti le soglie previste, chiama il 119 o vai su www.tim.it.

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO C

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

Re Iniesta
Volevo vincere Ma la Spagna stata grande
Una bella partita contro una rivale di qualit. Peccato il risultato. Torres? Non ha colpe
DAL NOSTRO INVIATO

I COMPLIMENTI DEL C.T.

Del Bosque LItalia ha giocato come noi


Non si chiusa in difesa, ha avuto coraggio. Spiace solo per il campo
DAL NOSTRO INVIATO

DANZICA (Polonia)

Premio agrodolce Beh, se con-

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci DANZICA (Polonia)

Vicente Del Bosque aveva ragione. E le idee chiare. Alla vigilia della partita con lItalia aveva parlato, in un misto di convinzione e speranza, dellimportanza che il suo Cavaliere Pallido avrebbe potuto avere su questo Europeo. Arrivato infortunato sia allEuropeo del 2008 che al Mondiale di due anni fa (entrambi poi vinti dagli spagnoli), Andres stavolta si presentato in condizioni spettacolari. E a Del Bosque, che lo vede tutti i giorni, sabato quasi brillavano gli occhi. Lo stesso Iniesta non si era nascosto: Sono in gran forma, e spero di approfittarne.

tinua cos non ci sono dubbi. Ieri Andres apparso in sala stampa a prendersi dalle mani dellex interista Maniche il premio di Man of the Match: Lo accolgo con una sensazione agrodolce. Abbiamo

I titoli vinti da Iniesta con la Spagna: lEuropeo del 2008 e il Mondiale sudafricano del 2010
pareggiato e volevamo vincere. Anche se la partita stata molto bella, giocata contro una grande rivale che vedo tra le favorite per la vittoria finale. LItalia non mi ha sorpreso. Siamo fuori strada se

la gente pensa che siano capaci solo di difendersi. Oggi abbiamo visto che lItalia ha giocatori capaci di fare grande calcio. In mezzo al campo ha tanta gente di qualit e davanti sono rapidi e tecnicamente validi. Nei giorni scorsi parlando coi nazionali spagnoli avevamo avuto la sensazione che ci temessero e rispettassero sul serio, non esclusivamente per ragioni di facciata. Iniesta conferma.
Segnali positivi E' stata una partita combattuta, intensa, che ci da tranquillit per il futuro: aver giocato cos contro l'Italia ci tranquillizza per le prossime due partite. Saranno avversari differenti, gare diverse, ma noi dobbiamo pensare a noi stessi, e i segnali sono positivi. La sensazione che pi ci conforta

Quando Cesare Prandelli ricorda limportanza del sorriso, Vicente Del Bosque non lo vede. Per poi entra in sala stampa con il baffo allegro, gli occhi tranquilli come lo stato danimo. E si lamenta solo di una cosa, dello stato dellerba. Se fosse stata un po pi bagnata e quindi rapida noi, Spagna e Italia, avremmo giocato ancora meglio e il pubblico si sarebbe divertito ancora di pi. La federcalcio spagnola si lamentata ufficialmente, via lettera, con lUefa ma quella di Vicente non una polemica, un rammarico. Consigli per un mondo (calcistico) migliore.
Andrs Iniesta, 28 anni, in un incrocio con lazzurro Thiago Motta AFP
Elogi allItalia Hanno giocato faccia a faccia, senza chiudersi o meglio, chiudendosi quando dovevano farlo, lasciando sempre su due attaccanti. Hanno offerto un gioco tanto coraggioso e tanto valido quanto il nostro. Noi lo sapevamo che avrebbero scelto questa strada. Noi. Come dire, voi un po meno, se si guarda ai giornali di questi giorni, pieni di luoghi comuni e di riferimenti al difensivismo e al catenaccio italico. A Del Bosque chiediamo della partita di De Rossi: Ha fatto unottima partita. Ha mostrato di avere le idee chiare, come tutta lItalia che scesa in campo con tante varianti per metterci in difficolt: il tocco organizzato da Pirlo, i lanci per rompere il nostro equilibrio, la pressione alta. Ci hanno tolto facilit e sicurezza, ci hanno creato problemi e il valore del nostro pareggio cresce in misura dellavversario che abbiamo affrontato. Sorrisi, e complimenti.
f.m.r.
RIPRODUZIONE RISERVATA

quella di aver disputato una grande partita. Abbiamo creato e sbagliato dei gol e lo stesso ha fatto lItalia, la strada quella giusta. La chiave del nostro gioco, delle nostre prestazioni l'abbiamo

noi, e sono sicuro che faremo grandi partite. Se lui continua a giocare cos, sicuramente. Ai difensori irlandesi Iniesta pu veramente far venire il mal di testa. Ai croati lo stesso.
Torres ok, lerba no Andres salva Torres, finito immediatamente sul banco degli imputati per le tre occasioni sprecate nel finale: E entrato subito bene, ha partecipato, ha sbagliato i gol ma siamo tutti qui per partecipare, per dare una mano. Poi la stoccata allerba della Gdansk Arena: Trovare il campo in queste condizioni un disastro. Era secchissimo e la cosa complicava la circolazione della palla. Iniesta non ha bisogno di scuse. Gli spagnoli al prato sul quale giocano a calcio tengono quasi come gli inglesi col giardino di casa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NUDA 900R NON AVRAI OCCHI PER NESSUNALTRA.

HUSQVARNA RACCOMANDA

la Foto

Di Natale gol, si esulta alla tendopoli


Bellezza, stile e agilit tutte in ununica moto.
Il design incontra la potenza e lafdabilit in una moto tanto da vivere quanto da mostrare. Vai sul sito e consulta la lista dei concessionari presso cui puoi provare gratuitamente la moto. www.husqvarna-motorcycles.com
Scene di esultanza dalla tendopoli di Medolla, in provincia di Modena, dove era stato sistemato un maxischermo per seguire Spagna-Italia. Tutti in piedi al gol azzurro firmato da Di Natale, compresi i tanti bambini. Nessuno forse, almeno in quel momento, avr pensato al terremoto e alla mancanza di una vera casa ANSA

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

GRUPPO C
DAL NOSTRO INVIATO

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

CAROLINA CASSANO GUIDA IL GRUPPO DELLE TIFOSE, LADY DI NATALE ERA A CASA PER SCARAMANZIA
FRANCESCO VELLUZZI DANZICA (Polonia)

I patti sono patti. E Ilenia Di Natale rimasta a casa. Perch cera da dimenticare proprio la Spagna e scongiurare altri pericoli. Tot scaramantico. Ma ieri al fischio finale, la moglie, che ha seguito la sfida in tv nella casa di Forte dei Marmi coi bambini e i due cari amici, Romina e Andrea, esplosa. Di gioia. Ad Antonio basta dare la possibilit. Lo ripete un paio di volte. Basta dargli la possibilit. Ha avuto la prima palla e lha messa dentro. Ci teneva troppo a questa sfida, voleva dimostrare che non fa

Cuori azzurri
Unaltra squadra lotta in tribuna
Mogli e figli dei giocatori italiani vestiti con la maglia della Nazionale
mo di poter tornare per la seconda fase, hanno raccontate le tre super-mogli. Novella Benini, la compagna di Prandelli, ha fatto il tifo pi di tutte in uno stadio quasi tutto spagnolo. Poi Silvia Hsieh, moglie di Alessandro Diamanti, con la figlia. Ieri notte sono rientrate con laereo della squadra e oggi potranno finalmente trascorrere del tempo con i loro amori a Cracovia. Gioved, con il fidato Andrea Mereghetti (che organizza tutto e indossava la maglia di Bonucci) arriveranno forse Sara Felberbaum, compagna di Daniele De Rossi, sicuramente Carolina, fidanzata di Giorgio Chiellini (ieri in tribuna cera il fratello), e Dania, la signora Giaccherini. Mai avrebbe immaginato di vedere il marito titolare che lotta per lEuropeo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gol solo con lUdinese. E in questi g i o r n i lumore era altalenante: a volte teso. Per Tot, Ilenia imprescindibile, c un legame troppo forte, al di l dellufficialit del rapporto: Ci sentiamo anche 10 volte al giorno, diciamo una allora. Ma ora spero di venire gioved per la Croazia; sono in lista dattesa sul volo da Francoforte. Poi il 20 dovr essere a Udine per il saggio di nostra figlia Diletta.
7

Le altre mogli Ieri in tribuna

cerano altre mogli: Carolina Marcialis-Cassano, con la maglia con scritto Amore mio e il figlio con la scritta pap. E un super trio: Cristina De Pin-Montolivo con unghie anello tricolore, Roberta Marchisio con unghie tricolori pure lei, e Valeria Maggio. Ha trovato la sorpresa in albergo: biglietto e maglia numero 2 del marito che tra qualche mese la render mamma per la prima volta. Ci siamo sobbarcate un viaggio tremendo, partendo alle 8 del mattino da Bergamo ma ne valsa la pena e speria-

Concorso Peugeot ama Italia e tu? Partecipa e vinci.


Peugeot, primo marchio estero nelle vendite di Veicoli Commerciali in Italia, oggi ancora pi vicino ai lavoratori italiani. Il concorso PEUGEOT AMA ITALIA, E TU?, in collaborazione con la Gazzetta dello Sport, d la possibilit di vincere un Boxer, il pi grande e spazioso fra i Veicoli Commerciali Peugeot. Registrati al sito gazzetta.it/peugeotamaitalia rispondi alle domande sulla Nazionale Italiana e potrai vincere subito un coupon valido per 50 copie gratuite della Gazzetta e partecipare allestrazione finale di un Peugeot Boxer. Vai subito sul sito, gioca e vinci per ripartire alla grande!

1-2. Carolina Marcialis, moglie di Cassano, con il figlio Christopher, che porta la maglia numero 10 di pap Antonio ARVEDA-ANSA 3. La cantante Shakira imbronciata: la Spagna del suo Piqu non ha vinto INFOPHOTO 4. Novella Benini, compagna del c.t. Prandelli LIVERANI 5. Silvia Hsieh, moglie di Alessandro Diamanti, con la figlia PEGASO 6. Da sinistra, Cristina De Pin-Montolivo con unghie tricolori, Roberta Marchisio e Valeria Maggio BOZZANI 7. Sara Carbonero, fidanzata di Casillas e inviata della tv spagnola BOZZANI

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

EURO 2012 GRUPPO C


DAL NOSTRO INVIATO

CROAZIA

IRLANDA

ITALIA

SPAGNA

LUCA CALAMAI POZNAM (Polonia)

I NUMERI
La mina vagante del girone la Croazia. La prossima avversaria degli azzurri. Il calcio rock di Bilic stordisce il calcio classico del Trap: finisce 3 a 1 e il risultato ci sta tutto. Prandelli analizzi con cura questa sfida andando oltre i soliti noti. Un esempio? Modric luomo copertina della squadra ma la Croazia non figlia solo delle geometrie e delle accelerazioni del talento del Tottenham, la versione moderna di Pirlo. Da met campo in avanti la nazionale di Bilic ha gente di fisico e di qualit, capace di lasciare il segno in qualsiasi momento della gara.

4
0

le Pagelle
di MATTEO DALLA VITE

le sconfitte croate allesordio nelle fasi finali degli Europei, nei tre precedenti aveva raccolto un pari e due vittorie per 1-0

A GIVEN GIRA TUTTO STORTO MODRIC INCANTA MA QUANTO BRAVO PERISIC


IRLANDA 5
GIVEN 5 Fregato da Andrews che non spazza l1-0. Spiazzato da Ward che la d a Jelavic. Serata sfigata con palo, testa e autogol finale. OSHEA 5 Deve disinnescare il miglior croato, Perisic: macch. DUNNE 5,5 Temporali: in area-Irlanda piove di tutto e lui trema. ST LEDGER 6 Suo l1-1 su punizione di McGeady: Corluka guarda. WARD 4 Con una retrociabattata rimette in gioco Jelavic: 1-1. Mah. DUFF 5 Fra i pi nervosi, vuole sempre palla: e quando ce lha, che fa?

I verdi traditi dalla difesa: il Trap non perdeva dal 29 marzo 2011 contro lUruguay
Il secondo gol della Croazia realizzato da Jelavic, 26 anni, e contestato dallIrlanda: ma non cera fuorigioco LAPRESSE
I gemelli del gol Non tutti aveva-

le partite utili consecutive della Croazia agli Europei; nella scorsa edizione aveva vinto tutte le gare del girone ed era stata eliminata nei quarti dalla Turchia ai rigori dopo l1-1 al 120

no condiviso la scelta del citt di lasciare fuori il genietto Eduardo. La risposta lha data il campo. E il tabellino dei marcatori. Apre Mandzukic con una girata vincente di testa (3 primo tempo) su cross di Srna, poi tocca a Jelavic (43 primo tempo) che raccoglie un assist involontario dellirlandese Ward. Trap entra in campo invocando il fuorigioco ma stavolta le immagini rallentate dimostrano che non siamo di fronte a un nuovo caso Henry. Lattaccante dellEverton, lultima scoperta del calcio croato, in posizione irregolare al momento del tiro di Modric ma rimesso in gioco dalla svirgolata di Ward. Jelavic ormai segna a ritmi spaventosi, Bilic ha avuto buon occhio a puntare su di lui. E chiude ancora Mandzukic (4 secondo tempo) anche se in realt si tratta di unautorete del portiere Given. Sulla girata di testa dellattaccante la palla colpisce il palo e viene ribattuta involontariamente in rete di testa da Given. Il citt croato si gode i suoi gemelli del gol e anche qualcosaltro. A esempio la presenza preziosa nella striscia di met campo di Modric e i movimenti offensivi di Perisic, che parte largo a sinistra ma che riesce sempre a proporsi in maniera pericolosa in fase conclusiva. La Croazia conquista la testa del girone. Un rivale scomodo per le due grandi favorite Italia e Spagna.
Trap a terra E lIrlanda? Lacqua benedetta del Trap stavolta non ha funzionato. Un gol strano, unautorete e, nel bilancio

Sorpresa Croazia: affossa lIrlanda e vola al comando


Emozioni in avvio: a Mandzukic risponde St. Ledger Nella ripresa conti chiusi in 5: Bilic primo nel girone
IRLANDA CROAZIA 1 3
delle cose andate storte, anche un rigore non concesso su Keane. Una nottataccia che interrompe la striscia di 14 risultati positivi che durava dal 29 marzo 2011, amichevole contro lUruguay. A proposito Giuan finisce al tappeto, a fine primo tempo, quando il gigante Mandzukic, nel tentativo di tenere la palla in campo, lo travolge. Il Trap resta qualche secondo a terra prima che lo stesso attaccante croato lo aiuti a rialzarsi. A tradire stata la difesa, il reparto che ha portato i verdi allEuropeo grazie alla sua straordinaria solidit. Stavolta, invece, affondano un po tutti. Lunico a salvarsi St Ledger autore del gol che aveva rimesso in corsa lIrlanda. Contro la Spagna servir un miracolo ma il tecnico stato chiaro fin dal suo primo giorno a Dublino: Sono Giovanni, non San Patrizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i mesi dallultima sconfitta della squadra di Trapattoni, battuta per 3-2 il 29 marzo 2011 in una partita amichevole

14

6 WHELAN

IL MIGLIORE

Alza la squadra: dinamico, si rende visibile. ANDREWS 5,5 Dura contro Modric. Sull1-0 non sparecchia, gol sfiorato. MCGEADY 6 Il pi talentuoso fra le due ali del Trap: assist poi esce. COX 5 Esterno di sinistra: il problema che d meno di McGeady. KEANE 5,5 Si batte, ha il cuore di un leone: merita un rigore non dato. (Long s.v.) DOYLE 5 Un colpo di testa inghiottito da Pletikosa. Poi, i saluti. WALTERS 5 Il Trap lo infila come numero 9: massiccio ma non sfonda. All. TRAPATTONI 5,5 Squadra con fierezza, forza e orgoglio: come lui. Non basta, ma cera un rigore netto su Keane.

le reti incassate ieri dallIrlanda, come quelle subite nelle ultime 14 gare

3 3

la Moviola
di CEN

GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-2 MARCATORI Mandzukic (C) al 3, StLedger (I) al 19, Jelavic (C) al 43 p.t.; autorete di Given (I) al 4 s.t. IRLANDA (4-4-2) Given; OShea, StLedger, Dunne, Ward; Duff, Andrews, Whelan, McGeady (dall8 s.t. Cox); Keane (dal 29 s.t. Long), Doyle (dall8 s.t. Walters). PANCHINA Westwood, Forde, Kelly, McShane, Gibson, Green, Hunt, ODea, McClean. ALLENATORE Trapattoni. CROAZIA (4-4-2) Pletikosa; Srna, Corluka, Schildenfeld, Strinic; Rakitic (dal 47 s.t. Dujmovic), Vukojevic, Modric, Perisic (dal 44 s.t. Eduardo); Mandzukic, Jelavic (dal 27 s.t. Kranjcar). PANCHINA Kelava, Subasic, Simunic, Buljat, Pranijc, Badelj, Vrsaliko, Kalinic, Vida. ALL. Bilic. ARBITRO Kuipers (Olanda) AMMONITI Modric (C), Andrews (I) e Walters (I) per gioco scorretto.
NOTE Spettatori 39.550 circa. Tiri in porta: 5-7. Tiri fuori: 6-5. Angoli: 2-6. Fuorigioco: 2-2. Recuperi: primo tempo 2; secondo tempo 5.

Regolare il 2-1 dei croati A Keane manca un rigore


Protesta molto il Trap e lIrlanda per il secondo gol della Croazia, ma lazione regolare anche se merita una spiegazione approfondita. Siamo al 43 del primo tempo, Modric si libera al tiro dal limite dellarea: quando calcia c sulla sinistra Jelavic in fuorigioco passivo perch la palla viaggia al centro (finisce addosso a un difensore) e dopo una carambola arriva sui piedi di Ward. Lesterno prova a rinviare, ma incredibilmente svirgola servendo un assist perfetto a Jelavic, rimesso in pista da quella che a tutti gli effetti una giocata dellavversario. Il giocatore croato ringrazia e realizza. Per il resto, lolandese Kuipers sbaglia a non concedere un rigore allIrlanda: netto il fallo di Schildenfeld su Keane. Corrette le ammonizioni: Andrews nel primo tempo, Modric e Kranjcar nella ripresa.

gli allenatori che hanno guidato due squadre diverse nella fase finale degli Europei, Trapattoni si aggiunto a Hiddink e Advocaat

CROAZIA 7
PLETIKOSA 6 Area piccola: la palla dell1-1 da mangiare. Poi ok. SRNA 6 Contro McGeady la tempesta dura un tempo: assist per lo 0-1. CORLUKA 5,5 Pensa ci sia il vuoto, invece gli arriva sula testa l1-1 irlandese. SCHILDENFELD 6 Di testa, un grande: ma fa rigore (ignorato) su Keane. STRINIC 5,5 Non tantissima roba: ha Duff e la serata non difficile. RAKITIC 6,5 Quando stringe e allarga, la fase dattacco fa scintille. (Dujomivic s.v.) VUKOJEVIC 6,5 Fa il perno basso e da scudo a Modric: tutto bene. MODRIC 7 Qualit sopraffine, e si sa: non sempre d limpronta da gol ma mette la zampetta in ogni azione croata che funziona.

IL DOPO GARA LA DEDICA SPECIALE DI MANDZUKIC: SALUTO MIO PADRE, MI AVEVA CHIESTO DI SEGNARE DUE RETI DI TESTA...

Furia Trap: Arbitro, che errore


Il c.t. dellIrlanda non ci sta: La sconfitta? Senza quel gol in netto fuorigioco...
DAL NOSTRO INVIATO

7 PERISIC

IL MIGLIORE

POZNAN (Polonia)

I ventimila della Trap Army cantano lo stesso. Si autocelebrano e chissenefrega se dopo 14 partite si va per terra. Tre pere prese, un rigore negato, un tris di gol con dentro macrogranuli di sfortuna eppure eccoli l, tutti verdi e tutti che

si sgolano sulle tribune del Municipal. LIrlanda perde dopo 14 gare di imbattibilit (ultimo k.o. il 23 marzo 2011 contro lUruguay) e loro fanno festa lo stesso. Bello. Bellissimo. Col Trap che vuole rifletterci su. E difficile per me capire cos successo nel primo tempo fa Trap ma prendere quel gol dopo 3 ci ha messo in una difficolt psicologica notevole. Il loro secondo gol? Due metri in fuorigioco, e proprio sul 2-1 le cose si sono complicate. I tifosi cantano, ma il Trap furioso.
Doppia colpa Il nonno dellEuro

sbuffava e saltava e fischiava. E mentre suonavano linno, lui

guardava il cielo e mirava un lenzuolone nel quale c la sua facciotta furba incastonata nellicona di Che Guevara. Il nonno Trap nel senso che a 73 anni e 85 giorni il pi vecchio c.t. su una panca dentro tutta la storia degli Europei stava seduto per pochi secondi, lasciandosi andare a imprecazioni che magari lacqua santa avr cancellato. Se siamo stati sfortunati? riprende Trapattoni Potrei dire di s. Poi per potrei parlare di arbitri, ma quando lo stesso arbitro rivedr la situazione capir che ci sono almeno due metri di fuorigioco. Certo, poi di errori ne abbiamo fatti anche noi. Ecco Robbie Keane: Il rigore su di me? Era netto.

Dedicato a pap Dallaltra par-

te, la vera rivale per i primi due posti pare questa Croazia che ha un potenziale offensivo notevole. Piace la macchina di Bilic, soprattutto con Modric, le due ali elettriche Perisic e Rakitic e con Mandzukic che ha segnato un gol e mezzo. Abbiamo giocato come vogliamo e dovevamo dice Mario Mandzukic, attaccante del Wolfsburg non stato facile ma abbiamo fatto vedere che tipo di squadra siamo. Saluto mio padre: mi aveva chiesto di segnare due gol di testa. Bravo Mario. E bravo pap.
m.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Classe 89, Borussia Dortmund: punta vera e quarto di sinistra, piedi, scatto, intuizione e lassist dell1-3. (Eduardo s.v.) MANDZUKIC 7 La testata (fortunosa) che apre la gara: poi agevola lautogol di capoccia di Given, tipo massiccio che sa far male. JELAVIC 7 E l per l1-2 quando Ward si veste da assist-man. KRANJCAR 5,5 Cerca di partecipare alla festa con gol: non pervenuto. All. BILIC 7 Solidit, ritmo e un fronte offensivo Grandi Idee.

Giovanni Trapattoni, 73 anni AP

GLI ARBITRI: KUIPERS 5,5 Su Keane rigore: non lo vede. Van Roekel 5,5-Zeinstra 6. Van Boekel 5-Liesveld 6

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 GRUPPO D


lAnalisi
di PAOLO CONDO

FRANCIA

INGHILTERRA

SVEZIA

UCRAINA

Perch non giocare per il pari


Il girone D si apre come il nostro: subito lo scontro diretto fra le nazionali pi accreditate per il passaggio ai quarti. Un calendario cos, molto pericoloso per chi perde, spesso induce a un atteggiamento prudente; limpressione per che alla Donbass Arena verranno fatti pochi calcoli, tanto ghiotta loccasione da entrambi i punti di vista. La Francia deve sfruttare condizioni irripetibili: fra i rivali Rooney squalificato, e tre titolari del peso di Barry, Lampard e Cahill costretti ad abbandonare causa infortunio. Sul versante inglese, Roy Hodgson ha la chance di rovesciare in 90 tutta la sfiducia che ha accompagnato la sua presa dellincarico. Lo conosciamo come uomo saggio e tecnico accorto: in squadra ha del talento giovane non ancora conosciutissimo, potrebbe servirsene. Laurent Blanc ha consegnato le chiavi del potere alla famosa generazione dell87, separando per i titolari Benzema e Nasri dalle alternative (al secondo) Ben Arfa e Menez. Soltanto la Spagna ha altrettanta qualit a disposizione sulla trequarti ma, come abbiamo visto, cerca di usarla tutta. La Francia invece pu mutare assetto a ogni cambio, o anche utilizzando gli stessi giocatori: Blanc parte 4-3-3 con Nasri e Ribery ai lati di Benzema, e Malouda esterno di centrocampo, ma gli basta avanzare il mancino del Chelsea spostando Ribery in mezzo per disegnare un 4-2-3-1 che meglio descrive la voglia di associare quattro giocatori offensivi. Hodgson ha quasi tutta lesperienza dietro a partire da Terry, e a centrocampo gioca a rombo con Parker schermo per la difesa e Gerrard vertice alto. Attorno allasso del Liverpool si muove molta giovent: Welbeck e Young certamente, forse anche lesplosivo Oxlade (che porterebbe a finestre di 4-3-3). Francia favorita, e teniamo gli occhi aperti: questo girone incrocia ai quarti quello dellItalia.

Patrice Evra, 31 anni, nato a Dakar in Senegal e calcisticamente cresciuto nel Psg REUTERS

Ashley Cole, 31 anni, ha il padre delle Barbados ANSA

DARCO

Francia-Inghilterra Due imperi coloniali contro il razzismo


A Donetsk va in scena lincrocio pi multietnico dellEuropeo In campo i figli degli immigrati provenienti da tutto il mondo
LA DESIGNAZIONE
DAL NOSTRO INVIATO

sea ora gioca nel Liverpool e Joleon Lescott sono figli di immigrati di diverse generazioni fa. Lescott ha il volto segnato: fu investito da unauto allet di 5 anni, nelle strade di Birmingham.
LAfrica francese La Francia un inno allAfrica. Mandanda nato nellex Zaire. Yann MVila ha il padre congolese. Adil Rami ha origini marocchine. Patrice Evra senegalese, figlio di un diplomatico. Diarra ha radici maliane in un Paese dove i Diarra sono come i nostri Mario Rossi. I nonni di Samir Nasri erano algerini. Il pap, Abdelhafid, nato in Francia e guidava gli autobus: quando il figlio diventato una stella del calcio, ha deciso di diventare il suo manager. Blaise Matuidi ha la mamma, Faria Rivelino, angolana. Lui per cresciuto con un mito nigeriano: lex giocatore Jay-Jay Okocha. Il padre di Karim Benzema viene da Cabilia, citt storica dellAlgeria: il nonno del centravanti del Real Madrid commerciava con i tuareg. Malouda viene invece dalla Guyana francese, la terra dannata di Papillon: lasci casa che era ancora bambino. Gael Clichy, da anni in Inghilterra, ha il padre della Martinica. Ma c un pezzo di Polonia anche nella Francia: Laurent Koscielny, centrale dellArsenal. Lui non ancora andato ad Auschwitz, ma un giorno, forse, lo far.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sfida diretta da cinque italiani Rizzoli larbitro


DONETSK (bold) Un quintetto italiano diriger Francia-Inghilterra: larbitro Nicola Rizzoli, i guardalinee Renato Faverani e Andrea Stefani, gli assistenti darea Gianluca Rocchi e Paolo Tagliavento. I cinque italiani si sono allenati ieri prima della nazionale inglese: Il campo ha il fondo perfetto, lo stadio bellissimo, ma caldo e umidit sono terribili hanno commentato.

STEFANO BOLDRINI DONETSK (Ucraina)

E lEuropa, sembra il mondo. Tra le miniere della citt di Donetsk, fondata nel 1869 dallaffarista gallese John Hughes, Francia-Inghilterra si candida ad essere la partita pi multietnica dellEuropeo. Uno splendido spot dellintegrazione, in terre dove il razzismo una bestia pericolosa. Un reportage della Bbc ha messo a nudo la realt di queste parti. Le famiglie di giocatori come Walcott, Lescott e Oxlade-Chamberlain hanno rinunciato al viaggio in Polonia e Ucraina. Le strategie da adottare in caso di buu, gesti della scimmia o altre nefandezze del genere hanno fatto di-

scutere anche ieri. Ho fiducia negli arbitri e nellUefa dice Gerrard, capitano dellInghilterra , ma se dovesse accadere qualcosa di spiacevole, interverremo. Il razzismo inaccettabile.
Il vecchio impero LInghilterra un omaggio allimpero coloniale che fu. Walcott, Young e Oxlade-Chamberlain hanno origini giamaicane. La famiglia Walcott famosa: ha girato un cameo nel film Harry Potter and the Order of the Phoenix. Il padre (Mark) e lo zio (Neville) di Oxlade-Chamberlain hanno giocato a calcio a buoni livelli. Danny Welbeck, che oggi sostituir lo squalificato Rooney al centro dellattacco, nato a Manchester, ma ha i genitori

ghanesi. Il suo Paese di origine ha cercato di convincerlo a scegliere la nazionale dei padri, ma, come nel caso di Balotelli, ha preferito lEuropa. Welbeck, lanciato da Capello, non ha avuto uninfanzia tranquilla: ha sofferto della sindrome di Osgood-Schlatter, un processo degenerativo della tibia, frequente nelladolescenza. Il pap di Ashley Cole delle Barbados. Anche i genitori di Jermaine Defoe arrivano dai Caraibi: il padre, scomparso qualche giorno fa, era dominicano, mentre la mamma di St. Lucia. Il nonno di Phil Jagielka, Nikodem, era polacco: per questo motivo, il difensore dellEverton ha voluto visitare a tutti i costi Auschwitz. Glen Johnson, primo acquisto di Abramovich al Chel-

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

EURO 2012 GRUPPO D

FRANCIA

INGHILTERRA

SVEZIA

UCRAINA

Sheva vs Ibra
Milanisti, guardate chi si affronta a Kiev
Ucraina-Svezia mette davanti passato e presente rossoneri Andriy: Non un duello fra me e lui. Zlatan: Amo la pressione
DAL NOSTRO INVIATO

la scheda
ANDRIY SHEVCHENKO 35 ANNI ATTACCANTE

la scheda
ZLATAN IBRAHIMOVIC 30 ANNI ATTACCANTE

nato il 29-9-76 a Dvirkivschyna (Ucraina). Primi passi alla Dinamo Kiev, quindi il Milan nel 99. Dopo 7 anni in rossonero arriva il Chelsea (2006), ma nel 2008 di nuovo al Milan. Nel 2009, dopo una sola presenza al Chelsea, torna alla Dinamo Kiev.

nato a Malmoe (Svezia) il 3 ottobre 1981. Debutta con la squadra della sua citt, il Malmo FF, per passare allAjax nel 2001. Nellestate 2004 si trasferisce alla Juventus e 2 anni dopo arriva allInter. Nel 2009 passa al Barcellona e nel 2010 sbarca al Milan.

ANDRIY IN NAZIONALE

ZLATAN IN NAZIONALE

ALESSANDRA BOCCI KIEV (Ucraina)

Zlatan Ibrahimovic ha un cuore: Per me un grande onore avere la fascia di capitano della Svezia. E una grande responsabilit condurre la propria nazionale e rappresentare il proprio Paese. Zlatan ha un cuore, dicono in Svezia, e una delle ragioni per cui non lascer il Milan che gli hanno promesso la numero dieci. Stravede per il numero dieci. Insomma, Zlatan il materialista? Dimenticatelo. Zlatan vuole bene alla Svezia e, dice, non venuto fino a Kiev per nulla. Gruppi facili e difficili non esistono. Avete visto che la Danimarca ha battuto la Svezia. Chi arrivato qui non ci arrivato con la fortuna, ci arrivato perch vale. Zlatan non pu correre per il Pallone doro, che Shevchenko ha vinto nel 2004, ma pu scollarsi di dosso letichetta di meraviglioso artista che non vince nelle occasioni che contano. Quelle nelle quali She-

Andriy Shevchenko e Zlatan Ibrahimovic, bomber rossoneri LAPRESSE/ANSA

va eccelleva. Sheva era nato per segnare quando agli altri tremavano le gambe.
Benvenuti E ora sta qui, nella

sua veste di senatore malleabile che gi contento di far parte del gruppo e che probabilmente partir in panchina, ma si sente ancora gol nelle gambe. Nella sua carriera ha giocato una sola grande manifestazione, ha trascinato nel 2006 lUcraina fino ai quarti di finale, ci riprova davanti al suo pubblico anche se non pi lidolo di un tempo. LUcraina tutta nuova, Blokhin promette che giocher allattacco. Altri tempi, quando Sheva doveva sgomitare da solo. E un piacere stare qui, giocare partite importanti e sentirsi a casa. Che cosa penso di Ibrahimovic? Ho giocato contro di lui quando stavo al Milan, un campione, far di tutto per far vincere la sua squadra e lo stesso far io. Questa partita non Sheva contro Zlatan, non vecchio Milan contro nuovo Milan: una partita di un campionato europeo, ed infinitamente pi importante di tutto questo per il mio Paese.
Modestia Io sono soltanto una

casa. E Zlatan non vuole andare a casa: questa la sua prima stagione senza scudetto, un colpo al cuore e alla sua fama di infallibile. Un colpo ai suoi rapporti con il Milan, che per si sono rimessi a posto con un paio di sgridate telefoniche dopo che lo svedese aveva fatto i conti in tasca al club. In buona fede, dicono in Svezia, perch non voleva polemizzare. Zlatan al Milan vuole bene.

Padrone di casa E insomma Ucraina-Svezia si avvicina in un clima fiorito. Agli svedesi piace il campo, piace lalbergo, piace Kiev, mentre il mondo che viaggia intorno allEuropeo si lamenta dei disservizi. Ma Ibra e la Svezia stanno sulla loro isoletta, in uno dei posti pi belli, e avranno accolto con un sorriso il benvenuto di Shevchenko. Questa una citt splendida, spero che sar un bellEuropeo e mi pare che si siano viste belle partite. Squadre un po nervose, forse, ma nelle prime gare succede, dice Ibrahimovic, che dal canto suo dovr combattere lemotivit che a volte riduce la classe. Hamren e Blokhin, i due c.t., giurano che faranno sonni doro, di Sheva si sa che non dorme solo quando ha perso. Ma queste notti saranno speciali anche per lui, perch sono le ultime di una carriera fatta di gol decisivi. Quelli che Zlatan ancora cerca per dimostrare di non essere allergico all'Europa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GDS

GDS

GDS

parte del tutto. Pausa. Una grande parte magari. Anche Ibrahimovic mette laccento sul collettivo. E chiaro che mi devo prendere delle responsabilit, ma sono abituato, mi capita nel club e mi capita qui. Io amo giocare con la pressione. La pressione ti fa stare sempre concentrato, devi restare concentrato se non vuoi andare a

TUTTI I GOL ROSSONERI

Oggi Inzaghi e Galliani in Gazzetta Due dvd per celebrare SuperPippo


Una giornata dedicata a Inzaghi. Oggi a mezzogiorno la Gazzetta ospiter SuperPippo e la.d. rossonero Galliani. Unoccasione per presentare il doppio dvd Pippo Inzaghi-La storia, i successi e tutti i 126 gol della leggenda rossonera, in edicola assieme al quotidiano a 12,99 euro (pi il poster di Pippo in omaggio). Un modo per celebrare il bomber rossonero e magari saperne di pi sul suo futuro calcistico, tutto da giocare.

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

GRUPPO B

DANIMARCA

GERMANIA

OLANDA

PORTOGALLO

GRUPPO A

Olanda al buio Tutti contro Van Marwijk


Cruijff e la stampa attaccano il c.t. Non li allena, sono troppo rilassati
DAL NOSTRO INVIATO

tamente fa coppia con Heitinga e tatticamente il pi stabile, sta lavorando a ritmi serrati per essere pronto per giocare contro la Germania. Un problema risolto per Van Marwijk, insomma, ma il peggio sulle fasce: Van der Wiel nella prima partita stato il peggiore in campo, insieme con Van Persie, e Willems un ragazzo di qualit, ma troppo giovane, ed per ora il classico similterzino olandese, parente alla lontana della fase difensiva. Dunque, la difesa balla e a centrocampo non va meglio. Van Marwijk dovrebbe fare qualche cambio, ma nessuno in Olanda pensa che ne far.
Equilibrio Poche le chance che

I NUMERI

le sconfitte della nazionale olandese su un totale di 720 partite disputate

S, la nazionale 201 pu risollevarci


Markaris: Contro la Polonia abbiamo apprezzato lorgoglio dei giocatori

4 Il Camilleri greco

ALESSANDRA BOCCI KIEV

Altro che nazionale love and peace, ritiro aperto, calcio rilassato: forse gli oranje si sono rilassati troppo, e questo alla stampa olandese, soprattutto al giornale leader Telegraaf, non piaciuto affatto. Dopo la sconfitta con la Danimarca, scioccante nonostante tutte le cautele esibite alla vigilia, sul banco degli imputati finiscono s gli attaccanti che non segnano, ma pi che altro il coach che non allena. La squadra andava fatta lavorare di pi, e tenuta in pugno. Invece a Van Marwijk la situazione sfuggita. L'Olanda non ha fame come due anni fa, e si vede.
Allattacco Johan Cruijff, che per il Telegraaf commentatore, aveva criticato come sempre in anticipo: Se fossi io il c.t., in squadra ci sarebbe Maher (il nuovo talento del calcio olandese, ndr), e in attacco farei giocare insieme Van Persie e Huntelaar. Poi

ovviamente Sneijder, Afellay, Robben, Kuyt: la difesa un optional negli schieramenti proposti dal santone oranje, ma anche vero che, vista la prestazione di alcuni difensori contro la Danimarca, forse meglio per lOlanda attaccare e basta. E qui arriva una buona notizia per gli arancioni: Joris Mathijsen, il centrale che soli-

La delusione di Ibrahim Afellay, 26 anni, dopo la sconfitta contro la Danimarca


LAPRESSE

Kuyt torni titolare: Van Marwijk si fissato con Afellay, che certamente in grande forma, ma non uomo da battaglia. E contro i tedeschi ci sar da lottare, per questo il c.t. potrebbe forse ricompattare il blocco del Mondiale. Un blocco al centro del quale resta Wesley Sneijder, unico capace di resistere alla serataccia e continuare imperterrito a creare senza che nessuno conservasse. Il problema del gol esisteva al Mondiale, dove era stato coperto dallo straordinario periodo di forma dellinterista, ed esiste adesso. Il paradosso olandese questo: tutti amano il calcio dattacco e in squadra ci sono il capocannoniere della Premier League e quello della Bundesliga, che per non vengono schierati mai insieme. E invece il bottino di 80 gol stagionali non andrebbe sprecato. Per questo Van Marwijk, oltre a esibire di pi il pugno, dovrebbe lasciarsi andare a uno slancio di fantasia. Senza quella, sar difficile evitare una clamorosa eliminazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

gli anni trascorsi dallultimo successo dei danesi sugli olandesi prima di sabato: 3-2 il 4 ottobre 1967. Il bilancio rimane a favore degli arancioni con 12 vittorie e 9 sconfitte in 31 confronti

45

Lo scrittore e sceneggiatore Petros Markaris, 75 anni


DAL NOSTRO INVIATO

Giorgos Kanagounis, 35 anni, centrocampista della Grecia BOZZANI

le presenze in nazionale per Rafael van der Vaart, che quinto nella classifica delle presenze comandata da Van der Sar con 130 gettoni

97

ALESSANDRO CATAPANO VARSAVIA (Polonia)

Povera Grecia. In un campionato europeo pieno di nazioni in crisi economica, sempre quella messa peggio. Domenica il Paese torner alle urne, con la prospettiva che la mancanza di una maggioranza in grado di governare, stavolta, equivalga a una dichiarazione di fallimento. Petros Markaris uno scrittore con una grande passione per il calcio. E in pratica lAndrea Camilleri greco, e nel suo ultimo romanzo (Prestiti scaduti) racconta di unindagine su una storia di doping sportivo e finanziario al tempo della crisi.
Markaris, che cosa si aspetta dalle votazioni di domenica?

Pi che coraggio, possono dare al massimo un sollievo, e oltretutto temporaneo. In Grecia, tutti abbiamo visto la nostra nazionale pareggiare contro la Polonia, e abbiamo apprezzato molto il cuore e lorgoglio che ci hanno messo i giocatori. Ci siamo distratti per 90 minuti. Ma al fischio finale, i bar si sono svuotati e la gente ha ricominciato a pensare al lavoro che non c. I greci, soprattutto i giovani, sono letteralmente disperati, credetemi.
Lei tifa per il Panathinaikos. Che cosa pensa della nazionale di Santos?

A questo punto non mi interessa chi vincer, se il blocco europeista o la sinistra estrema. Voglio soltanto che luned ci sia una coalizione stabile con una maggioranza sufficiente a governare. Altrimenti non so proprio dove andremo a finire.
Ieri il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, a Danzica per Italia-Spagna, si augurato che le vittorie calcistiche diano un po di coraggio contro la crisi. Davvero il calcio avrebbe questo potere?

Lallenatore portoghese mi piace, cerca di proporre un calcio moderno. La squadra rappresenta fedelmente il Paese: povera, ma con idee e grande dignit. Pur in dieci uomini, avremmo potuto battere la Polonia. Lerrore di Karagounis mi ha stupito, uno con la sua esperienza... Ma io il rigore lo avrei fatto a tirare a Salpingidis.
La Grecia pu ripetere lexploit dellEuropeo 2004?

Molto difficile, e poi allora cominciammo con una vittoria. Per il girone non impossibile, soltanto la Russia mi sembra superiore. Intanto cerchiamo di battere la Repubblica Ceca. Ragazzi, regalateci altri novanta minuti di sollievo, please.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Cerimonia

Distensione in vista di Polonia-Russia


Il c.t. della Russia Advocaat (EPA) ha deposto una corona di fiori davanti al Palazzo presidenziale in ricordo delle vittime dellincidente aereo di Smolensk, gesto distensivo in vista di Polonia-Russia. Ma la Uefa continua a indagare sulle violenze degli ultr russi di venerd contro gli steward, mentre il rapporto sugli insulti razzisti al ceco Gebre non dovrebbe portare a sanzioni.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

EURO 2012 GRUPPO B

DANIMARCA

GERMANIA

OLANDA

PORTOGALLO

Tempismo Gomez Perde laereo ma non il posto


Il bomber della Germania rientra in hotel alle 3 Come in nazionale: dalle retrovie al gol-partita
DAL NOSTRO INVIATO

PIERFRANCESCO ARCHETTI DANZICA (Polonia)

casioni: una visita cancellata allOktoberfest stata quella che lo ha imposto nel Bayern. Costato 30 milioni pi bonus, intristiva in panchina durante il primo anno di Van Gaal. Poi, dopo una sconfitta a Dortmund nellautunno successivo, lolandese era cos infuriato che proib la sfilata del Bayern alla kermesse della birra, ritrovo mondano numero uno in Baviera, soprattutto per sponsor e marketing. E cambi anche lattacco: fiducia a Gomez. La stagione terminata con 46 Mario-gol; in questa a quota 45, ma ci sono almeno altre due possibilit. Vincendo la prima sei a buon punto nel girone, ma con lOlanda del nostro amico Robben sar durissima, loro si giocano tutto, ha detto.
In ritardo Gomez sar la sorpresa dellEuropeo, diceva Oliver Bierhoff. Non a Lviv, dopo l1-0 contro il Portogallo, ma quattro anni fa, quando la Germania era accampata in Ticino e attendeva il torneo con la consapevolezza dei forti. Invece fu la delusione pi grande. Il modulo (4-2-3-1) non lo aiuta, la stima che ha il c.t. di Klose neppure; per Gomez con 91 gol il pi efficace attaccante tedesco delle ultime due stagioni, poteva partire almeno alla pari. La schiena malandata del laziale ha fatto il resto. Il Torero, mezzo sangue spagnolo, ha avuto come idolo Raul, come ha spiegato a Sport Bild: Non capivo ancora niente di calcio per pensavo che gol belli come i suoi non si potessero segnare. Poi sono riuscito anche a giocarci contro. Un artista. Eppure stato criticato anche lui in Germania. Ma non lhanno mai lasciato a terra in un aeroporto straniero.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Appunti di viaggio

IERI KIEV IN TILT

TORNEO VIETATO

Incidente aereo: cinque morti


Cinque morti e tredici feriti: il bilancio dellatterraggio di emergenza di un aereo che ieri trasportava 16 paracadutisti nei pressi di Kiev. Tra le vittime ci sono anche due membri dellequipaggio, costretto alla manovra di emergenza dalle pessime condizioni climatiche: pioggia battente e forte vento.

Niente gare in tv per le iraniane


Niente Europeo per le donne iraniane. Ieri la polizia ha impedito la visione delle gare del torneo in Polonia e Ucraina. Motivo del divieto, il comportamento volgare tenuto dagli uomini durante gli incontri. Il tifo, accompagnato dal linguaggio osceno, attenterebbe la dignit della donna.

Era quasi chiaro e una nebbiolina brianzola ha fatto comprendere alla Germania che nella citt pi a nord dellEuropeo il clima non da sauna come a Lviv. Alle 3.28, Mario Gomez ritornato nellhotel di Danzica per ultimo, quando gli altri erano gi a letto da tempo. Simbologia del suo rapporto con la nazionale: lo hanno lasciato a piedi, in Ucraina, anche se non era mancanza di rispetto ma problemi allantidoping. Grazie del gol, Mario, ma noi andiamo: prendi il prossimo volo. Gomez ha reagito con un sorriso, pensando che tanto abituato a non essere davanti, in nazionale, poi si piazzato in prima fila sullaereo dei giornalisti e almeno ha potuto vedere la fidanzata, pure lei imbarcata con le retrovie. Quasi 23 milioni di connazionali hanno guardato in tv la partita e soprattutto hanno sentito il commento tecnico di Mehmet Scholl, ex Bayern: Gomez

UNA STATUA A DOVER PER SPINGERE LINGHILTERRA

Miracoli? Ci pensa il Roy Redentore

Mario Gomez, 26 anni, esulta dopo il gol dell1-0 sul Portogallo ANSA

la nota dolente, gli esterni e i centrocampisti vanno avanti e non trovano nessuno: quanto pu durare una squadra cos?. Per onest, Scholl non ha poi cambiato idea dopo la rete, definita un colpo di fortuna, secondo quanto ha fatto capire anche il c.t. Lw. Mi

ero arrabbiato con il quarto uomo che non riusciva a preparare il tabellone per far entrare Klose al posto di Gomez. stato un segno del destino: Mario ha segnato in quellistante.
Loccasione Mario Gomez ha

Il Roy redentore sulla scogliere bianche di Dover, in Inghilterra EPA


I tifosi temono che lInghilterra non sia allaltezza e che ci sia bisogno di un intervento divino? Subito accontentati: ecco il Roy redeemer, la risposta inglese al Cristo redentore di Rio de Janeiro. La statua, che sorge sulle scogliere bianche di Dover, rappresenta il c.t. Roy Hodgson nelle vesti di messia. Realizzata da un team di ingegneri, alta 32,19 metri e ha richiesto 2 mesi di lavoro e una settimana per linstallazione. Si vede pure dalla Francia: Blanc e i suoi sono avvisati.

costruito una carriera sulle oc-

SOLO UN TAGLIANDO A FA FELICE IL TUO DAILY E IL TUO PORTAFOGLI.

160

IVECO DAYS 2012. ECCELLENZA E RISPARMIO PER ILTUO DAILY.

Fino al 31 agosto, su tutta la gamma Daily MY 2006 e Daily MY 2009, Iveco ti offre il tagliando M1 (40.000 e 80.000 km) a 160 euro. Con tergicristalli, ltro antipolline e altre 6 famiglie di ricambi originali in promozione, oltre a 1 anno extra di garanzia sul motore con possibilit di nanziamento.
IVECO DAYS 100% RICAMBI ORIGINALI 100% PROFESSIONALIT

OFFERTA VALIDA PRESSO LE CONCESSIONARIE E OFFICINE AUTORIZZATE ADERENTI FINO AL 31 AGOSTO 2012. PREZZI IVA ESCLUSA.

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

EURO 2012 LA GUIDA


TUTTO LEUROPEO IN UNA PAGINA

Oggi la sfida fra Benzema e Terry


DA DOMANI VIA ALLA SECONDA GIORNATA

LA PRIMA FASE

IL CAMMINO VERSO LA COPPA


GIRONE A GIRONE B
1A 21/6 1 2B
FINALE

GIRONE C
1B 22/6 3 2A

GIRONE D

Polonia
Giocata a:

Grecia
Varsavia

Russia Rep. Ceca


Wroclaw

Olanda
Giocata a:

Danimarca Germania Portogallo


Kharkiv Lviv

20.45

vincente

vincente

20.45

Spagna
Giocata a:

ITALIA
Danzica

Irlanda

Croazia

Ucraina
Giocata a:

Svezia
Donetsk

Francia Inghilterra
Kiev

Poznan

Data 8/6 8/6 Domani Domani 16/6 16/6

Incontro Polonia - Grecia Russia - Rep. Ceca Grecia - Rep. Ceca Polonia - Russia Grecia - Russia Rep. Ceca - Polonia

Ore/Risultato 1-1 4-1 X-X X-X X-X X-X

Data 9/6 9/6 13/6 13/6 17/6 17/6

Incontro

Ore/Risultato 0-1 1-0 X-X X-X X-X X-X

Data Ieri Ieri

Incontro Spagna - ITALIA Irlanda - Croazia

Ore/Risultato 1-1 1-3 X-X X-X X-X X-X

Data Oggi Oggi 15/6 15/6 19/6 19/6

Incontro Ucraina - Svezia Svezia - Inghilterra Ucraina - Francia Svezia - Francia

Ore/Risultato X-X X-X X-X X-X X-X X-X

Olanda - Danimarca Germania - Portogallo Danimarca - Portogallo Olanda - Germania Portogallo - Olanda Danimarca - Germania

Francia - Inghilterra

QUARTI

20.45 SEMIFINALI

27/6

20.45

1/7

20.45 SEMIFINALI

28/6

14/6 QUARTI 14/6 18/6 18/6

ITALIA - Croazia
Spagna - Irlanda Croazia - Spagna

KIEV Olimpico

ITALIA - Irlanda

Inghilterra - Ucraina

CLASSIFICA
Russia Grecia Polonia Rep. Ceca

P G V N P F S 3 1 1 0 0 4 1 1 1 0 1 0 1 1 1 1 0 1 0 1 1 0 1 0 0 1 1 4

CLASSIFICA

P G V N P F S

1C 23/6 2 2D

1D 24/6 4 2C

CLASSIFICA
Croazia

P G V N P F S 3 1 1 0 0 3 1 1 1 0 1 0 1 1 1 1 0 1 0 1 1 0 1 0 0 1 1 3

CLASSIFICA
Ucraina Svezia Francia Inghilterra

P G V N P F S 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

Danimarca 3 1 1 0 0 1 0 Germania Olanda Portogallo 3 1 1 0 0 1 0 0 1 0 0 1 0 1 0 1 0 0 1 0 1

20.45

vincente

vincente

20.45

ITALIA
Spagna Irlanda

ALBO DORO
2000 1960 1980 2004 1964 2008
Spagna
GDS

URSS

Spagna

ITALIA

Germania O.

Cecoslovacchia

Germania O.

Francia

Olanda

Danimarca

1996
Germania

1968

1992

1984

1988

1976

1972

Francia

Grecia

MARCATORI E PROVVEDIMENTI DISCIPLINARI

il regolamento C perfino la possibilit del sorteggio in caso di assoluta parit nei gironi
Al termine della fase a gruppi, se pi squadre si trovano a pari punti, per determinare la classifica il regolamento del torneo prevede nellordine: A) maggior numero di punti ottenuti nelle partite giocate tra le squadre in questione (scontri diretti); B) miglior differenza reti derivante dalle partite tra le squadre in questione; C) maggior numero di gol realizzati nelle partite tra le squadre in questione; D) se, dopo avere applicato i criteri da a) a c), 2 squadre sono ancora appaiate, i criteri da a) a c) si applicano esclusivamente alle partite tra le 2 squadre in questione. Se tale procedura non dovesse produrre un verdetto, sapplicano i criteri da e) a i): E) miglior differenza reti in tutte le partite della fase a gironi; F) maggior numero di gol segnati in tutte le partite della fase a gironi; G) posizione in classifica Uefa per coefficiente delle nazionali, ottenuto con le qualificazioni e la fase finale di Euro 08, qualificazioni e fase finale al Mondiale 10 e le qualificazioni di Euro 12. H) classifica fair play delle squadre nella fase finale del torneo; I) sorteggio. N.B. Se 2 squadre che hanno gli stessi punti, gol segnati e subiti, si affrontano nellultimo match del gruppo e sono ancora in parit al termine della gara, la classifica delle 2 squadre determinata dai calci di rigore.

Diamo i numeri
SCONTRI DIRETTI

Di Natale primo azzurro in gol Italia la squadra con pi gialli


Ieri la prima autorete del torneo: di Shay Given, sfortunato a deviare il pallone in rete dopo un rimbalzo sul palo. Ecco i goleador: 2 gol: A. Dzagoev (Russia) 1 gol: R. Lewandowski (Polonia), D. Salpingidis (Grecia), R. Shirokov e R. Pavlyuchenko (Russia), V. Pilar (R. Ceca), M. Krohn-Dehli (Danimarca), M. Gomez (Germania), A. Di Natale (Italia), C. Fabregas (Spagna), N. Jelavic e M. Mandzukic (Croazia), S. St. Ledger (Irlanda) I provvedimenti disciplinari: ESPULSIONI: S.Papastathopoulos (Grecia), W. Szczesny (Polonia). AMMONIZIONI: J. Holebas e G. Karagounis (Grecia), M. Van Bommel (Olanda), S. Poulsen e W. Kvist (Danimarca), Helder Postiga e Fabio Coentrao (Portogallo), H. Badstuber e J. Boateng (Germania), M. Balotelli, L. Bonucci, G. Chiellini e C. Maggio (Italia), A. Arbeloa, R. Jordi Alba e F. Torres (Spagna), K. Andrews (Irlanda), L. Modric e N. Kranjcar (Croazia)

Francia-Inghilterra

28
SFIDA A EURO 2004

Francia in svantaggio nelle 28 sfide ufficiali: 4 pareggi e 8 vittorie a fronte di 16 sconfitte. Lultimo confronto unamichevole del 17 novembre 2010: 2-1 per la Francia a Wembley Due gli scontri diretti fra Inghilterra e Francia nelle fasi finali dellEuropeo. Il primo, nel 1992, fin 0-0. Tesissimo il secondo: 2-1 per i Bleus, con doppietta di Zidane nel recupero del s.t. Lunghissima striscia positiva dei Bleus. Lultima sconfitta risale allesordio nelle qualificazioni europee, il 3 settembre 2010: 0-1 in casa con la Bielorussia. I francesi hanno poi vinto il girone.

Gol di Zidane

2
PARTITE SENZA SCONFITTE

Striscia francese

21

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

FRANCIA-INGHILTERRA

Blanc umile: lora di ripartire Hodgson studia la carta Oxlade


DONETSK Le ultime dal ritiro francese e inglese. QUI FRANCIA Siamo pronti, ma non siamo pi tra i primi al mondo. Il commissario tecnico Laurent Blanc dimentica la grandeur in omaggio al realismo: Per noi importante essere qui e ripartire dopo il Mondiale sudafricano. Non siamo i favoriti e non mi aspetto unInghilterra dimessa. Al contrario: giocare contro di noi dar alla squadra di Hodgson qualche motivazione in pi. MVila infortunato, in mezzo giocano Cabaye e Alou Diarra, affiancati da Malouda come terzo di sinistra della mediana a tre. In difesa fa discutere Mexes, ribattezzato big fat, grassone, dagli inglesi. Tutti muscoli, dice il medico francese. Sar... Intanto Blanc pare deciso a schierarlo al fianco di Rami. QUI INGHILTERRA Il generale

caldo lincubo di Roy Hodgson: annunciati per oggi 34 gradi e umidit al 90%, tra le miniere di Donetsk. Ma negli Stati Uniti era peggio e in ogni caso siamo attrezzati per reidratarci, dice zio Roy. La formazione annunciata da giorni, con Welbeck centravanti. La sorpresa potrebbe essere Oxlade-Chamberlain, anche se Downing resta leggermente favorito. Gli inglesi partono a fari spenti: gi prenotato laereo per il ritorno, il 20 giugno. Ma nel calcio pu accadere di tutto. LInghilterra non vince dal Mondiale 1966. Troppo, la postilla di Hodgson.

UCRAINA-SVEZIA

Shevchenko verso la panchina Dubbio Elmander per la Svezia


KIEV Le ultime dai ritiri di Ucraina e Svezia. QUI UCRAINA Meno musone del solito il c.t. ucraino Blokhin, che si presentato abbastanza rilassato in conferenza stampa. La Svezia una squadra molto buona, non abbiamo mai pensato che fosse unoutsider, in un torneo del genere non ce ne sono. Avete visto che persino l'Olanda ha perso con la Danimarca. Non dobbiamo fare l'errore di ridurre i nostri avversari a un solo giocatore e non lo faremo. Blokhin, che a meno di sorprese dovrebbe lasciare Sheva inizialmente in panchina, ha detto che la sua squadra ha cambiato pelle rispetto al passato: Nel 2006, al Mondiale, era una squadra pi difensiva. Guardate adesso quanti attaccanti ho. Vogliamo mostrare buon calcio, questo il nostro primo obiettivo.

QUI SVEZIA Molte incertezze nello schieramento della Svezia, che dipende in pratica da una sola scelta: se far giocare Elmander o lasciarlo in panchina. Se giocher, Ibrahimovic agir da numero dieci alle sue spalle. Abbiamo un mix di ragazzi esperti e di gente giovane, e ci piace giocare all'attacco. Ma molto dipende dall'avversario, ha detto il c.t. Hamren. Il quale ha assicurato che dormir tranquillo, anche se la tensione tanta: Se chiedo coraggio ai ragazzi, non posso poi tirarmi indietro io. E poi sappiamo che abbiamo delle chance. Se siamo arrivati fino a qui, non possiamo non esserne felici.

Le quote P.T./S.T. 2-1

Le quote SHEVA GOL

25,00
Da 15 anni lInghilterra non riesce a sconfiggere i francesi. Lultima vittoria del giugno 1997, con gol decisivo di Alan Shearer. Da allora un pareggio e 4 sconfitte.

2,80
Sfida di lusso tra il passato e il presente della storia milanista. Il gol di Sheva quotato leggermente pi alto di una rete di Ibrahimovic (2,20).

GOL DI RIBERY

LUNDER

3,50
Il fantasista dei Bleus attraversa un ottimo momento: a segno nelle ultime due amichevoli.
LA GIOCATA SUL RISULTATO 1 2,40 X 3,00 2 3,10

1,60
Nei tre precedenti tra Ucraina e Svezia, il punteggio pi alto stato l'1-1 dellanno scorso.
LA GIOCATA SUL RISULTATO 1 2,40 X 3,10 2 3,00

GDS

GDS

la Foto La festa verde prima della tempesta croata


Sono arrivati in 20 mila, ottimisti e fiduciosi come tradizione irlandese impone. Qui ne vediamo sfilare 5, vestiti rigorosamente in verde shocking, birra (o birre) alla mano, alcuni coi capelli formato bandiera. Si trovano di fronte allo stadio di Poznan, ignari del fatto che nel giro di poche ore la Croazia di Bilic travolger i loro beniamini. Poco male, almeno per questi tifosi-rock star, che hanno tutta laria di voler tirare lalba a prescindere dal risultato. REUTERS

Oggi in TV
Questa la programmazione televisiva dedicata per oggi allEuropeo di calcio Rai 1 17.15 Stadio Europa 17.45 Francia-Inghilterra 20.25 Ucraina-Svezia 23.05 Notti Europee Rai 2 14.00 Dribbling Europei 17.50 Rai TG Sport Rai 3 20.00 Stadio Europa Raisport 1 6.00 il meglio della giornata 7.00 Rai TG Sport - Rassegna stampa 8.30 Mattina Europei 9.00 Tg Sport Flash 10.05 Mattina Europei Diretta Azzurra 14.00 Dribbling Europei 2012 17.45 Francia-Inghilterra 20.00 Stadio Europa 20.30 Ucraina-Svezia 00.35 Il meglio della giornata Sportitalia 1 20.00 Speciale Europei Eurosport 12.15 Euro 2012 flash 20.00 Euro 2012 show

Gazzetta.it
CON MATERAZZI LANALISI DI ITALIA-SPAGNA
1-1 con la Spagna un buon risultato? Si poteva fare di pi? Giusti le scelte di Prandelli? E i suoi cambi? Questa squadra ha una panchina convincente? Sono tante le domande che seguono lesordio azzurro allEuropeo. Se ne discute questa mattina (in diretta alle 10.30, on demand a seguire) nella puntata di Gazza Offside Speciale Euro 2012. In studio con Diego Antonelli e Alberto Cerruti un ospite deccezione: il campione del Mondo 2006 Marco Materazzi.

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

STAGIONE

CAMPIONATO EUROPA LEAGUE COPPA ITALIA INFORMAZIONISUINTER.IT

INTER
CIVEDIAMO A SAN SIRO

2012/2013

ABBONAMENTI A PARTIRE DA 190 EURO

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

MERCATO

Prima il top player poi il difensore La Juve si muove


Van Persie resta il favorito, ma il costo altissimo In difesa piace Rolando. Visite per Isla e Asamoah
G.B. OLIVERO MILANO

TOP PLAYER

A
S

ALTRE STRATEGIE

Luis Suarez 25 anni, attaccante del Liverpool. In questa stagione ha realizzato 11 reti in 31 presenze in Premier League

Manolo Gabbiadini, 20 anni IMG SPORT

Marco Verratti, 19 anni IMG SPORT

Il mercato una storia lunga. Se fosse una corsa, sarebbe una maratona visto che mancano ancora oltre due mesi e mezzo alla conclusione di fine agosto. Eppure Beppe Marotta scattato come un centometrista piazzando i primi colpi a centrocampo: con larrivo di Asamoah e Isla, in attesa della definizione della vicenda Verratti e della firma di Pogba, il reparto della Juve a posto. E adesso Marotta pu concen-

S
Edinson Cavani 25 anni, attaccante del Napoli. Il giocatore uruguaiano ha realizzato 23 gol in 35 presenze in questo campionato

Colpi in agenda: Verratti e Gabbiadini


In settimana previsti incontri decisivi per il regista e lattaccante
MILANO

Melo e Ziegler destinati al ritorno in Turchia, per Borriello ipotesi prestito


trarsi sullattaccante, che dovrebbe garantire latteso salto di qualit. Prima di dedicarsi alla ricerca del difensore (per adesso piacciono Rolando, Bocchetti e Astori, ma la ricerca appena iniziata), infatti, la Juve intende risolvere la questione top-player anche perch gran parte delle risorse sono destinate al campione offensivo. In pole position resta Robin Van Persie, che piace sotto tutti i punti di vista (tecnica, facilit di tiro, personalit, esperienza) ma ha il difettuccio di chiedere 8 milioni allanno. La Juve non pu e non vuole andare oltre i 6 milioni (gi percepiti da Buffon) e anche per quanto riguarda il cartellino ha dei parametri piuttosto rigidi. Difficile che Marotta arrivi a spendere 40 milioni per un solo giocatore e, trovato eventualmente laccordo con Van Persie, bisogner poi conRobin Van Persie, 28 anni, non ha brillato nella partita desordio dellOlanda AFP

vincere lArsenal ad accontentarsi di 30 milioni anche perch tra un anno i Gunners perderanno lolandese a parametro zero. Le alternative a Van Persie sono sempre le stesse: Suarez (ma il Liverpool non ha ancora deciso cosa fare e la concorrenza notevole), Cavani (ma De Laurentiis non prende nemmeno in considerazione lidea di venderlo) e Higuain (sempre vicino per al rinnovo col Real Madrid).
Le cessioni Intanto Marotta e Paratici sperano di chiudere in fretta le prime operazioni in uscita. Per Felipe Melo il Galatasaray non ha esercitato il diritto di riscatto fissato a 13 milioni, ma sembra possibile un accordo per la cessione definitiva intorno agli 8 milioni. Per quanto riguarda Ziegler, invece, il Fenerbahe interessato al suo cartellino: potrebbe essere venduto dalla Juve per una cifra intorno ai 5

milioni, altrimenti non da escludere il rinnovo del prestito. Milos Krasic ha unofferta dal Marsiglia, ma la trattativa non ancora decollata. In effetti in questo periodo girano pochi soldi. Lo stesso vale per Eljero Elia, che ha estimatori in Germania, Inghilterra e Olanda, ma nessuna offerta concreta.
Le visite Tornando agli arrivi,

S
Gonzalo Higuain 24 anni, attaccante del Real Madrid. Largentino in questa stagione ha segnato 22 gol in 35 presenze nella Liga

Non solo top-player. Beppe Marotta e Fabio Paratici stanno lavorando per completare la rosa e magari per abbassare ulteriormente let media. Il pensiero, quindi, non concentrato solo sul presente e sulla costruzione della squadra che affronter con grande entusiasmo lavventura in Champions League, ma anche sul futuro che va pianificato in anticipo per non farsi trovare impreparati. E i giovani su cui la Juve sta decisamente stringendo sono Manolo Gabbiadini e Marco Verratti.
Lattaccante Marotta e Paratici dovrebbero incontrare lAtalanta domani per capire se si pu chiudere in tempi brevi loperazione. Con il club bergamasco la discussione ampia e riguarda oltre a Gabbiadini anche Peluso: i nerazzurri potrebbero accettare una contropartita tecnica. E restando in attacco la Juve sempre pi vicino a Omar El Kaddouri, che verrebbe prelevato dal Brescia e probabilmente girato in qualche altro affare.

rare sul fronte Verratti. Le ipotesi sono due: la prima prevede lacquisto immediato lasciando per il giocatore a maturare ancora un anno a Pescara, la seconda invece prospetta un arrivo a Torino per andare a lezione dal professor Pirlo. Tra le contropartite chieste dal Pescara ci sono Giandonato (che per non andrebbe in Abruzzo se Verratti rimanesse l in prestito) e lo stesso Gabbiadini, che ha gi assaggiato la A questanno a Bergamo e sarebbe un rinforzo importante per Stroppa.
Il ritiro Tra oggi e domani, intanto, la Juve dovrebbe ufficializzare sede e data del ritiro estivo, consentendo cos ai molti tifosi in attesa di prenotare le vacanze in Val dAosta. Sar infatti Chatillon la localit che ospiter la prima fase della preparazione, orientativamente tra il 10 (la partenza potrebbe slittare di uno o due giorni) e il 22 luglio. La Supercoppa Sempre oggi verr messa la parola fine al dilemma sulla Supercoppa di Lega: in Cina, infatti, aspettano la risposta definitiva. Limpressione che il Napoli accetter la proposta della Juve, cambier i suoi programmi e voler a Pechino per giocare l11 agosto contro i bianconeri che raggiungeranno la Cina direttamente dallAmerica dove il 5 concluderanno la tourne. In alternativa Juve e Napoli giocherebbero a Torino il 19, ma limpressione che affronteranno il viaggio intercontinentale.
gb.o.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marco Borriello non sar riscattato dalla Juve adesso ma il club valuter insieme alla Roma, proprietaria del cartellino, il rinnovo del prestito. Considerando lo stipendio del giocatore (5,5 milioni lordi) e il fatto che non rientra nei piani di Zeman, possibile che una soluzione venga trovata. Intanto tra mercoled e gioved dovrebbero arrivare a Torino Asamoah e Isla per le visite mediche, importanti soprattutto per il cileno operato al ginocchio destro a febbraio. In attesa delle visite i loro procuratori discuteranno lingaggio con la Juve.
RIPRODUZIONE RISERVATA

A sinistra Beppe Marotta e Antonio Conte


LAMURAGLIA

Il centrocampista In settimana, poi, ci sar anche lappuntamento con il Pescara per accele-

LE TRATTATIVE IL TORINO ANDRA IN MISSIONE PER RODRIGUEZ

ALLESTERO PARTE LA TRATTATIVA CHELSEA-HULK


bio, interessa anche al Cagliari) e Juan Jesus e punta a riscattare Belfodil (Lione): tra le parti c ancora distanza e il Parma (che vigile su Parolo) potrebbe inserirsi. Il Chievo sempre pi convinto di prendere il belga Vanzo (94), autore di un ottimo provino in giallobl, ma deve guardarsi dal Novara; intanto in prova un altro talento 18enne, Bahloul (svincolato Sedan) che sta disputando il Dossena. Torino: il d.s. Petrachi in partenza per lArgentina per trattare Pato Rodriguez (Independiente, extracomunitario e prima dovrebbe liberarsi un posto); passi avanti con lUdinese per Barreto, valutato 4 milioni, ma che si potrebbe fare in compropriet anche se i granata lo vorrebbero in prestito con diritto di riscatto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Klose-Bara: la Lazio dice no Belfodil: si inserisce il Parma


Il Bologna punta su Juan e Benedetti Barrientos: duello Genoa-Fiorentina
BREGA-DANGELO-STOPPINI

Il Malaga si fa avanti per Huntelaar Emery: biennale con lo Spartak Mosca


La trattativa pu aprirsi in maniera ufficiale: il Chelsea si sieder intorno a un tavolo con il Porto per parlare di Hulk. Dopo averlo visto allopera (lennesima) nellamichevole disputata dal Brasile contro lArgentina nel New Jersey, i dirigenti di Stamford Bridge hanno abbattuto qualsiasi remora. Sono pronti 37 milioni per i portoghesi e 7 allanno per lattaccante. Inghilterra Da un attaccante a un altro, da una ricca propriet a unaltra. Si parla di cifre pi ridotte, ma pur sempre di un attaccante per il Tottenham. Gli Spurs avrebbero deciso di puntare forte su Remy del Marsiglia: pronti quasi 20 milioni di euro. In uscita dal Chelsea c Sturridge. Il Liverpool in pole, ma un pensierino lo fa anche il Manchester City. La valutazione dellesterno offensivo si aggira intorno ai 18 milioni. Spagna Il Malaga per affrontare la Champions avrebbe scelto Huntelaar: la trattativa in fase di decollo e 20 milioni potrebbero anche convincere lo Schalke 04 a lasciare lolandese. Restando in Spagna, il Valencia ha fatto un sondaggio con il Real Madrid per Sahin, il centrocampista proposto anche a Inter e Milan poco tempo fa. Lascia la Spagna invece Unai Emery. Lallenatore chiude il quadriennio al Valencia e firma un biennale con lo Spartak Mosca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ci ha messo un po a conquistare lItalia a causa degli infortuni, ma ora per Barrientos (Catania) c la fila: sullargentino duello tra Genoa e Fiorentina del suo ex tecnico Montella. Per i viola nomi importanti per lattacco, Matri e Borriello, e per il centrocampo dove sono seguiti Badelj, Elm, Biglia, Yacob e Wijnaldum; piace lesterno Leto (Pa-

nathinaikos). Il Genoa (che punta Mutu) tratta sempre Martinez col Velez (clausola di 3 milioni) a cui pensa anche la Lazio.
Punto Lazio Incedibile: cos il

d.s. Tare ha spiegato la posizione della Lazio sullaffaire Klose-Barcellona, anche perch unofferta ufficiale non ancora arrivata. Qualcosa si muove per Zarate, che piace al Malaga e in Premier. Conferme per Barnetta, che in scadenza e

non rinnova col Leverkusen: Lotito ha pronto un quadriennale. Attesa per Yilmaz: nelle ultime ore Borussia Dortmund e Atletico Madrid stanno provando a inserirsi, ma a Formello c fiducia, nonostante la distanza tra offerta di ingaggio (2,1 milioni) e richiesta (2,7). Laccordo col Trabzonspor c: 5 milioni di clausola pi 1,6 di bonus. Settimana chiave per Breno: mercoled c il processo a Monaco di Baviera, uscisse indenne diventerebbe automatico il passaggio alla Lazio.
Varie Il Bologna parla con lInter per Benedetti (era a Gub-

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

MERCATO

I NUMERI

4 Inter, Lucas pi lontano


12

i milioni che chiede il Parma per la met di Giovinco. I gialloblu per entro il 22 giugno dovranno sedersi a un tavolo con la Juve, che detiene il resto del cartellino

Ma Giovinco si avvicina
Il Real offre 30 milioni per il brasiliano. Accordo con il Parma su Seba ma, come per Destro, sar duello con la Juventus
LUCA TAIDELLI MILANO

ner per la Formica atomica, ma non lo vorrebbe in nerazzurro. Visto che entro il 22 giugno vanno risolte le compropriet, in settimana Juve e Parma dovranno per forza sedersi ad un tavolo per evitare il rischio buste. Ci vedremo a breve ha spiegato ieri il presidente emiliano Tommaso Ghirardi. Qualora Giovinco diventasse tutto giallobl, lInter poi sarebbe pronta a chiudere con gli emiliani.
Tra Destro e Borini E magari a raddoppiare, visto che per met del Parma anche Fabio Borini, sul quale per la Roma (che in gennaio ha pagato 4,5 milioni la sua parte di cartellino) difficilmente moller la presa. LInter - che non perde di vista neppure Ramirez - per ne ha parlato col Parma e resta alla finestra anche per il 21enne ex Chelsea. Premesso che molto passer anche dallo sbloccare il mercato in uscita almeno un big andr sacrificato, ma per ora mancano le offerte -, ovviamente Borini sarebbe una forma di precauzione nel caso non si riuscisse ad arrivare a Mattia Destro. Del quale ha parlato lo stesso Ausilio: LInter non lo ha mai perso n abbandonato Mattia. Ora vedremo se ci saranno le condizioni tecniche ed economiche per riportarlo da noi. Peccato che di mezzo ci sia unaltra compropriet (Genoa-Siena) e la stessa Juve.

NEL MIRINO

A
S

i gol segnati da Giovinco con la maglia del Parma nellultimo campionato

15

Lucas si allontana, ma in compenso si avvicina Giovinco. LInter tiene sottocchio diversi attaccanti, ma quella di ieri stata una giornata che ha fornito indicazioni importanti per il futuro nerazzurro.
Mou alza la posta Dal Brasile giungono infatti voci secondo cui il Real Madrid avrebbe alzato a 30 milioni lofferta per Lucas, il 19enne attaccante esterno del San Paolo e della Seleao che lInter segue da tempo. Visto che nei giorni scorsi il ragazzo aveva speso parole importanti per i Blancos, ecco che la strada che lo porterebbe a Milano si fa sempre pi complicata, malgrado sabato Stramaccioni fosse andato a vederlo nellamichevole persa 4-3 contro lArgentina. Sfumato Lavezzi, Lucas era tra i nomi in cima alla lista nerazzurra. Ma evidente che davanti a certe cifre lInter dovr farsi da parte, malgrado le parole interlocutorie del ds Piero Ausilio, che a Sky ha spiegato: Lucas? Siamo solo a inizio giugno, c tutto il tempo per rinforzare la squadra e Moratti ci ha dato ampie garanzie in questo senso. Dodici per met Seba Trenta mi-

Mattia Destro Il 21enne attaccante, cresciuto nel vivaio nerazzurro, a met tra Genoa e Siena, ma piace molto anche alla Juventus

S
Fabio Borini Il 21enne attaccante ex Chelsea a met tra Parma e Roma. LInter stringer con gli emiliani se dovesse sfumare Destro

le reti di Mattia Destro, capocannoniere del Siena nel torneo di Serie A appena concluso

12

Sebastian Giovinco, 25, a met


tra Juve e Parma. Il fantasista della Nazionale nellultimo campionato ha segnato 15 reti LAPRESSE

Lucas Rodrigues Moura da Silva, 19 anni.


Lattaccante esterno del San Paolo nella rosa dellOlimpica brasiliana per Londra 2012 FOTOPRESS

lioni cash per sono davvero

troppi. E anche per questo prende corpo la candidatura Giovinco. Lo stiamo seguendo - ha detto Ausilio -. E stato fatto un sondaggio con il Parma. Con gli emiliani il discorso molto pi avanzato. I giallobl sarebbero ben contenti di accettare alcune controparti-

te e i nomi in ballo tra i due club non mancano: Crisetig, Mariga, Jonathan e Juan Jesus, che piace a Donadoni. Le parti avrebbero gi trovato un accordo sulla base di 12 milioni per met cartellino. Resta per il fatto che laltra met della Juventus, che non si sve-

Contatto con gli emiliani anche per Borini, sul quale per la Roma non molla la presa

Difesa da sistemare Con il Milan invece potrebbe essere derby per Acerbi e Silvestre (Ma noi ci muoviamo se ci interessa un giocatore, non per dispetto taglia corto il ds). Nei prossimi giorni lInter si aggiorner con il Chievo (senza dimenticare che molto vicino Andreolli, malgrado la fumata grigia nel vertice della scorsa settimana) e il Palermo, con il quale c in ballo anche la compropriet del portiere Viviano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMAVERA DOPO LO SCUDETTO VINTO A GUBBIO DAI GIOVANI NERAZZURRI

Bessa, Crisetig e Roman: asta per i baby doro


E Longo gi prenotato dal Genoa. Ora tocca al club decidere come valorizzarli
GAETANO IMPARATO

SEI STELLINE NELLUNDICI SCUDETTATO

clic
15 TITOLI VINTI DALLE GIOVANILI DAL 2002 AD OGGI
Sono in effetti quindici i titoli vinti dalle giovanili nerazzurre dal 2002. La Primavera ha conquistato tre scudetti (nel 2002, 07, 12), una Coppa Italia (06), tre Tornei di Viareggio (02, 08, 11) e la NextGen (la baby Champions League) nel marzo scorso. I Berretti hanno appena vinto lo scudetto, mentre gli Allievi vantano il successo nel campionato 08 e gli Arco di Trento (lequivalente del Viareggio) nelle ultime due stagioni. Per i Giovanissimi tre scudetti: 03, 06, 09. A questo si potrebbero aggiungere cinque finali scudetto perse.
GDS

Lidea intrigante ma fantasiosa: lInter Primavera potrebbe giocare le prossime gare casalinghe a... Gubbio, dove il tecnico Bernazzani ha vinto lo scudetto Allievi 4 anni fa e, laltra sera, quello Primavera. Boutade, da ridere, sentite nella lunga notte di festa. Lo scudetto ormai bello che cucito sulla maglia, si passa ai bilanci. Il d.s. Piero Ausilio non pu che essere felice, anche perch i numeri sono esaltanti e non solo la vittoria sulla Lazio induce a essere soddisfatti del lavoro realizzato. Riflettevo come siano circa 10 anni che siamo sempre ai vertici del calcio giovanile, cio nelle condizioni di giocarci dei titoli e, a volte, vincerli. Ne abbiamo conquistati circa 15 nellultimo decennio - ricordava a fine gara -. E vanno contate anche le finali: disputarne 6 con i Primavera in 10 anni vuole dire che dietro c un enorme lavoro di programmazione.
Saranno famosi Gi, ma il lavoro

Lorgoglio del ds Ausilio: Quindici titoli in dieci anni grazie alla programmazione

dun settore giovanile anche, se non soprattutto, formare giovani da lanciare in prima squadra. Ausilio (scopritore di Balo-

telli) sa bene come, ora, la rosa di Bernazzani entrer nel mirino degli operatori di mercato. Longo la pedina di scambio tra Genoa (che ne ha la compropriet) e Inter per riportare Destro in nerazzurro (ma nelle finali a Gubbio si sono fatte avanti anche Verona, Cittadella, Juve Stabia e Torino). Crisetig, per esempio, uno dei due perni del 4-2-3-1, il Parma (che ne detiene la compropriet) vorreb-

be inserirlo nelloperazione Giovinco: ma lInter lo mander a giocare in B, in prestito. E arrivato da noi che aveva 8 anni ricorda il grande vecio Casiraghi, capo degli osservatori - insieme a Roman e Di Gennaro. Campioncino fatto in casa. Come il capitano Roman, nella lista di gradimento del Chievo (e del Verona), che lavrebbe volentieri inserito nella trattativa Andreolli. Laltro media-

no nerazzurro, Duncan (tra i migliori in campo nella finalissima scudetto), piace a tante, compreso il Bologna, che lo ha scelto come contropartita in caso di cessione di Ramirez. Stramaccioni lo porter a Pinzolo con la prima squadra. Lesterno senegalese Mbaye, classe 94, incedibile, intoccabile vista la giovane et. Sar a Pinzolo e trasciner la Primavera 2012-13.

Dolce e amaro Lo scudetto ha un

retrogusto amaro. Oltre allinfortunio del portiere Di Gennaro, anche lassistman italobrasiliano, Bessa, finito col ginocchio k.o. (probabile interessamento dei legamenti). Piace a molti club, ma nei piani dei nerazzurri avrebbe dovuto aggregarsi con la prima squadra per poi decidere dove svezzarlo, forse in B.
RIPRODUZIONE RISERVATA

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

MERCATO

Catania: la panchina va a Maran Fiorentina: il giorno di Montella


Domani la presentazione dellex tecnico del Varese Siena: pole Cosmi
FRANCESCO CARUSO ALESSANDRA GOZZINI

mo in unaltra sezione del giornale.


Qui Firenze Oggi Montella sar

Ancora due tasselli e il mosaico delle panchine di A sar definito. Gi, oggi Vincenzo Montella sar annunciato dalla Fiorentina mentre Rolando Maran verr ufficializzato dal Catania (gioved la presentazione) come erede dellAeroplanino. Allappello manca il Siena dove potrebbe ricomporsi il duo Cosmi-Osti (ultima stagione assieme a Lecce) e la Samp, di cui parlia-

della Fiorentina: dopo giorni di trattative e attese, arriver stamattina l'annuncio ufficiale della firma sul biennale viola dellormai ex allenatore del Catania. A ieri sera mancavano ancora delle firme sui documenti necessari a formalizzare la rescissione del contratto che legava il tecnico al precedente club. Autografi che arriveranno oggi, poi sar la Fiorentina a ufficializzare via web il nome della sua nuova guida: presentazione e primo saluto alla citt gi fissati per oggi.
Qui Catania Rolando Maran

il nono allenatore del Catania da quando il club tornato in Serie A. Lormai ex tecnico del

Varese, perduta sabato la finale promozione contro la Sampdoria, ha trovato laccordo con la societ rossazzurra. Sar il tecnico del campionato record: settimo consecutivo di A, traguardo storico per il Catania. Maran si legher per un anno al club rossazzurro con opzione sul secondo, porter con se lo staff tecnico a cui si affiancher Pino Irrera che lavora con Pulvirenti fin dal primo anno mentre il vice dovrebbe essere Giovanni Lopez, gi collaboratore di Reja alla Lazio. Lallenatore di Rovereto verr ufficializzato oggi. Il Catania, infatti, sempre in giornata metter a punto gli ultimi dettagli della risoluzione contrattuale con Montella, liberato nei giorni scorsi per la Fiorentina con Salifu inserito nellaffare. Il Catania in effetti fino allultimo ha tenuto in piedi un tandem: Maran e Pasquale Marino (con la candidatura di Michele Serena sullo sfondo) hanno gareggiato appaiati a lungo ma sul filo di lana lha spuntata proprio il tecnico ex Varese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la situazione Sono 6 i cambi rispetto alla scorsa stagione


In attesa di capire se Sampdoria e Iachini continueranno la loro avventura insieme dopo la promozione in A, resta soltanto il Siena senza una guida tecnica. Ecco la lista degli allenatori, squadra per squadra. ATALANTA Colantuono (confermato) BOLOGNA Pioli (confermato) CAGLIARI Ficcadenti (confermato) CATANIA Maran (nuovo) CHIEVO Di Carlo (confermato) FIORENTINA Montella (nuovo) GENOA De Canio (confermato) INTER Stramaccioni (confermato) JUVENTUS Conte (confermato) LAZIO Petkovic (nuovo) MILAN Allegri (confermato) NAPOLI Mazzarri (confermato) PALERMO Sannino (nuovo) PARMA Donadoni (confermato) PESCARA Stroppa (nuovo) ROMA Zeman (nuovo) SAMPDORIA Iachini? SIENA ? TORINO Ventura (confermato) UDINESE Guidolin (confermato)

Vincenzo Montella, 37 anni ANSA

Rolando Maran, 48 anni LAPRESSE

La Roma di Zeman parte da Castan, aspettando Ogbonna


Per la difesa lazzurro il primo obiettivo del boemo, piace anche Astori. E Sabatini non molla per Destro
ANDREA PUGLIESE ROMA

ALTRI OBIETTIVI

IL D.S. BIGON LO HA VISTO IN ARGENTINA-BRASILE

Napoli, a sinistra anche Rodriguez


dra. E allora linteresse del Napoli s spostato su Gamberini della Fiorentina che sarebbe gradito al tecnico. In alternativa, Zapata dellUdinese.
Urge un mancino Resta sempre

segnato 12 reti in campionato con la maglia del Siena

Ma in pole c Cissokho. De S Sanctis aspetta il Mattia Destro rinnovo, mercoled Il 21enne attaccante ha ritrovo per Insigne
MIMMO MALFITANO NAPOLI

La missione in Brasile di Walter Sabatini non si far, almeno per ora. La Roma, del resto, le cose che doveva fare da quelle parti le ha gi quasi chiuse tutte e ora si concentrer sul calcio europeo. In Brasile? Abbiamo dei discorsi gi molto ben avviati l, ha sottolineato Franco Baldini, riferendosi ai difensori del Corinthians, Dod e Leandro Castn, che potrebbero essere ufficializzati in 7-10 giorni. Insomma, questa potrebbe anche essere la prima vera settimana della Roma di Zeman.
Attesa Per Dod e Castn la Roma e il Corinthians stanno aspettando lesito della Coppa Libertadores. Questa settimana, infatti, si gioca la prima semifinale tra Santos e Corinthians (in campo nella notte tra mercoled e gioved), sfida che si replicher il 20 giugno a campi invertiti. Tutto fa pensare che prima di quella data i due non verranno ufficializzati (Castn che guadagner circa 900.000 euro sta provando anche ad avere il passaporto italiano, per lasciare cos libera una casella da extracomunitario), a meno che nel frattempo la prima semifinale non dia esito nettamente favorevole per il Santos (dove gioca Arouca, centrocampista che piace ai giallorossi). Nel frattempo, per, la Roma potrebbe ufficializzare nei prossimi giorni il riscatto di Marquinho dalla Fluminense e stringere per Thomas Bedinelli (classe 93), centrocampista offensivo/attaccante del Flamengo, uno che a Trigoria ci gi stato nel 2007, quando giovanissimo (14 anni) prov per un po con le giovanili giallorosse.

S
Jorge Fucile Il 27enne difensore uruguaiano ha giocato nel Santos in prestito dal Porto

S
Angelo Ogbonna Il difensore azzurro (24 anni) da sempre al Torino (tranne un anno a Crotone)

C un nome nuovo per la fascia sinistra. Si tratta di Clemente Rodriguez, 31 anni, nazionale argentino, che gioca nel Boca Juniors. Il giocatore stato osservato da Riccardo Bigon, in vacanza a New York, nel corso dellamichevole Argentina-Brasile (4-3). Nella stessa gara ha potuto ammirare anche il gol di Federico Fernandez, il difensore che non trova spazio nella formazione titolare di Walter Mazzarri, ma che continua a impressionare nella nazionale di Sabella. A giorni, il direttore sportivo ritorner in Italia, mercoled incontrer i procuratori di Insigne e in settimana prover a definire alcune situazioni. Una riguarda il difensore destro. Lallenatore ha chiesto a pi riprese Ivanovic. Ma il giocatore ha rinnovato da poco col Chelsea e ci vorrebbe davvero unofferta folle per convincerlo a venir via da Lon-

forte linteresse per Cissokho del Lione. Col club i contatti sono ancora in piedi anche se la richiesta, 11 milioni, stata definita esosa da De Laurentiis. Limpressione che le due societ possano trovare laccordo sulla base di 8 milioni di euro. Se la questione non dovesse sbloccarsi, il Napoli si rivolger allUdinese per avere Armero. I rapporti tra De Laurentiis e Pozzo sono ottimi e non escluso che i due possano chiudere qualche altro buon affare. Per il centrocampo, tutto concentrato su tre nomi: Diarra, Meireles e Felipe Melo. Uno tra questi dovrebbe vestire la maglietta azzurra nella prossima stagione. Il lavoro che attende Bigon , comunque, abbastanza tosto, dovr provare a piazzare diversi giocatori in sovrannumero. Tra questi, Fideleff, Dossena, Donadel, uno tra Dzemaili o Gargano semmai dovesse arrivare un nuovo centrocampista. In discussione resta sempre la posizione di De Sanctis, il cui procuratore aspetta un segnale dalla societ per prolungare il contratto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Leandro Castn, 25 anni, difensore del Corinthians, alle prese con Neymar del Santos
FOTOPRESS

Altre piste Lobiettivo per lattac-

co invece Mattia Destro, per cui la Roma ha fatto unofferta importante, come ha ammesso Preziosi e per cui i giallorossi devono battere la concorrenza dellInter (come per Palacio). Si punta a portare a casa la met del giocatore di propriet del Siena e poi mettersi a tavolino con il Genoa per trovare un accordo. Nel frattempo, per, la Roma sta vedendo come inserirsi su altre piste. Una porta a Mathieu Flamini, che con il Milan alla rottura (il giocatore in scadenza, i rossoneri gli hanno proposto un rinnovo a 1,6 contro i 5 milioni che guadagnava, ma Flamini ne vuole 2). Alla Roma piace, perch arriverebbe a costo zero e allora si potrebbe anche spingere fino ai 2 milioni di euro di ingaggio, ma sul cen-

trocampista ci sono anche Malaga, Marsiglia e Napoli. In difesa, poi, al centro Astori ed Ogbonna restano due obiettivi. Soprattutto il giocatore del Torino, che stato tra i primi nomi fatti da Zeman, anche se i granata valutano il giocatore 15 milioni di euro. A destra, invece, pu riprendere quota lidea di Jorge Fucile, luruguaiano del Santos in prestito al Porto. Ma sul taccuino di Sabatini ci sono Debuchy (Lille) e Lukasz Piszczek, polacco del Borussia Dortmund, oggi allEuropeo. Il problema la valutazione che i tedeschi danno al giocatore, circa dieci milioni di euro. Tanti, ma se si dovesse scendere e il giocatore volesse preferire Roma alla Champions, chiss...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
A GUBBIO CALCIO A 5

Alla finale con la droga Scudetto: gara-4 Arrestato un romano La Marca per il titolo S
Mathieu Flamini Due presenze e 1 gol questanno in campionato per il 28enne centrocampista del Milan
Si presentato allo stadio di Gubbio con hascisc e marijuana ed stato arrestato. successo a un 22enne romano prima della finale Primavera tra Inter e Lazio. I carabinieri si sono insospettiti notando il giovane che tentava di eludere i controlli: nel pacchetto di sigarette aveva alcuni spinelli, in tasca gli sono stati trovati cinque grammi di hascisc e quasi due di marijuana. Il 22enne ha strattonato gli agenti ed stato subito bloccato e arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. (g.l.g.) Questa sera, alle 20,30 al palasport di Bassano in gara-4, la Marca ha il primo matchball scudetto dopo la vittoria ai rigori 7-5 di gara-3, contro la Luparense. La sfida rimane comunque apertissima: la Marca ha il vantaggio psicologico di poter chiudere il discorso, ma i campioni in carica non vogliono abdicare. In caso di vittoria della Luparense si andr alla quinta e decisiva sfida ( sabato ore 18,30) , anche se Jonas, Nora e Duarte vogliono scongiurare questa ipotesi. La partita di stasera verr trasmessa in differita su Rai Sport 2 alle 22,30.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

IL CASO

Obodo libero! Blitz della polizia Ringrazio Dio


Arrestati i rapitori del mediano del Lecce Rintracciato grazie al segnale del telefonino
GIULIO DI FEO

borghi, consci di non essere troppo distanti dallobiettivo. Non pensiamo che i rapitori vengano dalla luna ha detto al quotidiano Vanguard un funzionario di polizia . Pensiamo siano vicini, potrebbero non aver lasciato la citt. Per aver chiamato la famiglia vuol dire che lhanno portato in un posto che pensano sia sicuro, ma confidiamo di trovare una traccia.
Stile di vita Christian Obodo

Speranza, silenzio, trattative e poi lepilogo che tutti speravano. Christian Obodo, rapito nella mattinata di sabato a Warri, in Nigeria, stato liberato nella serata di ieri, poco prima delle 22. Lo abbiamo trovato, libero, sta bene, le prime parole della fidanzata, agitata, allagente del calciatore da unauto delle forze dellordine. Di ritorno da un incubo durato un giorno e poco pi, e che adesso alle spalle. Fonti nigeriane parlano di unoperazione congiunta di polizia e militari, che hanno rintracciato il luogo dove tenevano prigioniero latleta, un villaggio nella zona di Isoko, a poca distanza dalla citt, grazie al segnale del cellulare e lhanno liberato, arrestando 3 persone. Non sarebbe stato pagato alcun riscatto, come riferiscono dalla Nigeria. Ringrazio Dio, non posso dire altro, le prime parole di Obodo. Christian ora in albergo insieme al sindaco, non ha subito violenze, adesso siamo tutti contenti, ha confermato poi il fratello Kenneth, anche lui calciatore in Italia (Pisa).
Indagini Gi dalla mattina di ieri

Christian Obodo, 28 anni, centrocampista, in Italia dal 2001 FORTE

DOVE STATO RAPITO

le forze dellordine erano fidu-

GDS

ciose di poter chiudere velocemente la vicenda. Stiamo facendo ogni sforzo possibile per portarlo a casa, aveva detto Charles Muka, lagente che coordina le indagini: Abbiamo ottime speranze, siamo sulle tracce dei rapitori. Lavoriamo in concerto con le altre forze di sicurezza, comprese le comunit locali e i gruppi di vigilantes. Ununione che ha rastrellato i quartieri della citt e i sob-

stato rapito nel sobborgo di Effurum a bordo della sua auto, targata Obodo 5. Ed da qui che sono partite le indagini. Il giocatore veniva da una serata per locali, secondo le ricostruzioni un membro di una gang ha notato il macchinone, ha chiamato gli altri, lhanno seguito e hanno agito. Tutto troppo facile per i malfattori, e ieri Ikechukwu Aduba, commissario di polizia dello Stato del Delta, ha ammesso che Obodo non aveva avvertito le autorit del suo arrivo, prassi usuale per atleti e celebrit locali che in questo modo quando tornano vengono sottoposti a regime di sicurezza. Tutti conoscono le particolari condizioni qui nel Delta, specie nellarea di Warri. Provvediamo alla sicurezza degli stranieri che vengono qui, perch non dovremmo provvedere a quella della nostra gente? Obodo avrebbe dovuto informarci, quando sabato mi hanno detto quello che era successo mi sono sentito in imbarazzo. Amaju Pinnick, una sorta di ministro dello sport dello stato del Delta, afferma che la situazione sotto controllo, ma critico sul comportamento del calciatore: Tanti atleti sono abituati a vivere in Europa, e quando tornano qui si espongono troppo. Il nostro Paese purtroppo non sicuro, e per una star come Obodo non saggio andarsene in giro in macchina e farsi vedere. Mi hanno detto che la sera prima aveva speso un sacco di soldi per locali. E la mattina dopo stato rapito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MONDO

Argentina: Messi col tris arriva a 82 gol stagionali Maradona invece stecca
tre il centrocampo sul lato destro, si accentrato puntando dritto verso larea di rigore e un paio di metri fuori dallarea di rigore ha calibrato il sinistro a giro imparabile per Romero. Gol numero 82 in stagione (73 con il Barcellona e 9 con la Seleccion) per il Pallone doro. La tripletta di sabato la seconda con la maglia dellArgentina. La prima risale al 29 febbraio 2012 a Berna contro la Svizzera, sempre in amichevole. Nel 2012 sono 7 i gol con la maglia della Seleccion: oltre alle 2 triplette, la rete contro lEcuador (lo scorso 2 giugno) per le qualificazioni mondiali.
Diego beffato I rigori tradisco-

BRASILE

Mondiali 2014 Poker Uruguay Per travolto Camerun k.o.


AFRICA Sabato Malawi-Nigeria 1-1, Botswana-Sud Africa 1-1, Zambia-Ghana 1-0, Uganda-Senegal 1-1, Congo-Niger 1-0, Gabon-Burkina Faso 1-0, Namibia-Kenya 1-0, Guinea Equatoriale-Sierra Leone 2-2, Capo Verde-Tunisia 1-2, Marocco-Costa dAvorio 2-2. Ieri Mozambico-Zimbabwe 0-0, Lesotho-Sudan 0-0, Tanzania-Gambia 2-1, Etiopia-Rep. Centrafricana 2-0, Ruanda-Benin 1-1, Congo DR-Togo 2-0, Libia-Camerun 2-1, Liberia-Angola 0-0, Guinea-Egitto 2-3, Mali-Algeria 2-1. ASIA Venerd Giappone-Giordania 6-0, Libano-Uzbekistan 1-1, Oman-Australia 0-0, Qatar-Corea del Sud 1-4. Domani Australia-Giappone, Corea del Sud-Libano, Iraq-Oman, Iran-Qatar. CENTRO-NORD AMERICA Venerd Cuba-Canada 0-1. Sabato Usa-Antigua 3-1, Messico-Guyana 3-1, Giamaica-Guatemala 2-1, Honduras-Panama 0-2, Costarica-El Salvador 2-2. SUDAMERICA Sabato Bolivia-Paraguay 3-1, Venezuela-Cile 0-2. Ieri Uruguay-Per 4-2, Ecuador-Colombia nella notte. CLASSIFICA Cile 12 (6 gare); Uruguay 11 (5); Argentina 10 (5); Venezuela 8 (6); Colombia 7 (4); Equador 6 (4); Bolivia 4 (6); Paraguay 4 (5); Per 3 (5).

C il s del Milan: Thiago olimpico Vittoria per Dinho

Ronaldinho, 32 anni EPA


Assente nel k.o. di sabato con lArgentina per un problema al ginocchio, Thiago Silva, per, pu festeggiare. Se non ci sono sorprese sar lui il nostro capitano allOlimpiade, dice Mano Menezes, ct del Brasile. Il Milan ha diffuso un comunicato affermando che lo libera per Londra. Oltre a Thiago Silva, il Brasile potr convocare altri due over 23. La lista dei 18 verr resa nota tra il 6 e il 9 luglio. Lex milanista Ronaldinho, invece, esulta per il buon debutto allAtltico Mineiro dopo avere rescisso col Flamengo. LAtltico batte 1-0 il Palmeiras, gol di J, nella 4a giornata del campionato brasiliano. Le risposte le do sul campo, ha detto Ronaldinho sulle critiche del Flamengo.
m.can.

Il 2 gol di Messi al Brasile REUTERS

Messi colpisce ancora, stavolta sfilando una gemma dal palmares di Paolo Rossi. Gi, perch Pablito era stato lultimo ad aver rifilato una tripletta al Brasile, trentanni fa, ai Mondiali di Spagna. Vero, erano quarti di finale della massima competizione mondiale e quella del Meadowlands Stadium (New Jersey) era unamichevole, ma una prestazione cos va dritta nella storia. E se i primi due sono di bellezza ordinaria (entrambi con lattaccante argentino lanciato in profondit sul filo del fuorigioco), il terzo un misto di velocit e tecnica. Messi, dopo aver ricevuto palla appena ol-

no invece Diego Maradona. Il pibe de oro fallisce loccasione di vincere la Champions League del Golfo Persico. LAl Wasl, dopo la vittoria in trasferta per 3-1 nel match dandata, si complica la vita nella gara di ritorno. Complice le espulsioni nel secondo tempo del portiere Nasser e di Essa, la squadra allenata da Maradona stata battuta in casa con lo stesso risultato dai marocchini dellAl Muharraq. Ai rigori poi sono stati decisivi gli errori di Juan Mercier e Darweesh Mubarak.
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

CALCIOSCOMMESSE

Disciplinare: possibili sconti ai club


I giudici potrebbero ridurre le penalizzazioni pi pesanti di AlbinoLeffe (-27) e Piacenza (-19)
LAGENDA DI PALAZZI

4
S S

MAURIZIO GALDI ROBERTO PELUCCHI

OGGI Ventura (all. Torino) DOMANI Donati (Palermo), Meggiorini, Parisi, S. Masiello e Guberti (Torino), Paponi (Bologna), Ekdal (Cagliari), Morrone (Parma), Bellavista (tecnico)

S
13 E 14 GIUGNO Radovanovic (Novara), Rubin (Bologna), M. Rossi (Cesena), Pavarini (Parma), Angelozzi (ds Bari), Stellini e Pepe (Juve); Belmonte (Siena), Ghezzal (Levante), Di Vaio (Mls Montreal), Moras (Cesena), A. Esposito (Lecce), Siligardi (Livorno), Mutarelli (Atalanta), Lupatelli (Genoa)

Resta soltanto lattesa. La camera di consiglio della Disciplinare si conclusa, ma non certo il lavoro della commissione presieduta da Sergio Artico. Trovata la quadratura del cerchio con la definizione delle sanzioni (e le richieste della Procura federale che leggete sotto sono pesantissime), ora si tratta di scrivere le motivazioni. Tempi? Avevamo detto alla chiusura della fase dibattimentale che le decisioni sarebbero uscite a met settimana e restiamo di questo avviso. La Disciplinare vuole fare un lavoro completo, ma anche dare tempo alla Procura federale e alle difese di predisporre eventuali ricorsi: ricordiamo che per labbreviazione dei termini, ad accusa e difesa vengono concessi due giorni per depositare gli appelli. In caso di richiesta atti scattano, con il preannuncio dellappello, ulteriori due giorni. Ecco perch anche la Procura aveva chiesto ai giudici di non andare oltre gioved. Se dovesse sopraggiungere qualche ritardo, tutto slitterebbe alla prossima settimana.
Cosa dobbiamo aspettarci? dif-

sito: lavvocato di Job aveva parlato di un possibile scambio di persona con Conteh, ma lo stesso difensore ha citato Job come persona coinvolta nelle combine, idem Acerbis a Cremona. Qualche speranza potrebbero averla, invece, i giocatori ex Novara per la presunta combine con il Chievo in Coppa Italia. Il pentito Gervasoni, infatti, nel primo interrogatorio aveva parlato del coinvolgimento di Ventola e di qualcun altro, ma nel secondo ha aggiunto particolari (la cifra sborsata dagli Zingari, 150 mila euro) e nomi. Shala, per esempio, che

fare per la richiesta di stralcio presentata da Andrea Iaconi, ex d.s. del Grosseto, ora al Brescia. Le oltre quattro ore di ammissioni in Procura federale potranno essere utili soltanto in appello davanti alla Corte di giustizia federale.
Le societ Le posizioni pi pe-

Il teorema Palazzi non dovrebbe essere smontato, ma c qualche caso equivoco


per non albanese come detto da Gervasoni, oppure il portiere Fontana, citato una volta soltanto. Altri casi: Ferrari, Coser e Garlini, ex AlbinoLeffe, sono stati tirati in ballo da Gervasoni per una sola combine, ma non da Carobbio e neppure da Ruopolo, che ha collaborato (e patteggiato). In ogni caso, lattendibilit di Gervasoni e Carobbio non dovrebbe essere pesata dalla Disciplinare: se verr considerata valida, tutti i tesserati che sono stati citati dai due pentiti, soprattutto per fatti di loro diretta conoscenza, rischiano la condanna. Nulla da

ficile che la Disciplinare segua una direzione diversa rispetto alle richieste della Procura federale, soprattutto per i tesserati. Potrebbero esserci piccole sorprese per posizioni marginali o equivoche. A questo propo-

santi riguardano AlbinoLeffe e Piacenza. La Procura per la prima ha chiesto una penalizzazione pesantissima: 27 punti. Impossibile per la squadra di Andreoletti ricominciare dalla Lega Pro con quel macigno. In aiuto potrebbe venire la Disciplinare, come del resto aveva fatto lo scorso anno con il Benevento (la richiesta era -14, lavvocato lo stesso: Eduardo Chiacchio). La societ bergamasca potrebbe partire con una penalizzazione di una quindicina di punti. Stesso ragionamento per il Piacenza, che potrebbe avere una sostanziosa riduzione dal -19 chiesto da Palazzi. Latteggiamento del Novara durante il dibattimento, molto apprezzato, e soprattutto gli atti (documentati) messi in atto per evitare il tradimento dei propri calciatori per esempio, lessersi affidato a Federbet, societ belga di controllo dei flussi anomali di gioco potrebbero essere premiati. Non con la cancellazione totale della responsabilit oggettiva (lo stesso a.d. De Salvo laveva considerata giusta), ma con una riduzione della penalizzazione ( stato chiesto il -6).
RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Iaconi, 59 anni FOTOGRAMMA

Thomas Job, 27 anni ANSA

Il procuratore federale Stefano Palazzi, 51 anni ANSA

Carlo Gervasoni, 30 anni ANSA

la guida

Sisal Match Point S.p.A. - P.I. 05199591008 - Conc. PGA D 15122

SCOMMETTI CHE IN EUROPALE MURA AMICHE SONO NEMICHE?

Chiesto il meno 6 per Novara e Reggina A giudizio vanno 37 tesserati e 14 club


POSIZIONI STRALCIATE Paolo Acerbis (Vicenza), Marco Turati (Modena), Cristian Bertani (Sampdoria), Alessandro Pellicori (svincolato, ex Qpr), Joelson Inacio (Pergocrema). Il Rimini uscito dal processo. PATTEGGIAMENTI SOCIET Atalanta 2 punti di penalizzazione da scontare nel prossimo campionato e 25 mila euro di ammenda. Grosseto 6 punti e 40 mila euro di ammenda. Ascoli 1 punto di penalizzazione e 20 mila euro di ammenda. Modena 2 punti. Cremonese 1 punto di penalizzazione e 30 mila euro di ammenda. Frosinone 1 punto di penalizzazione e 40 mila euro di ammenda. Livorno 15 mila euro di ammenda. TESSERATI Carlo Gervasoni (Cremonese) 1 anno 8 mesi di squalifica. Cristiano Doni (Atalanta) 2 anni che si sommano ai precedenti 3 anni 6 mesi. Mirco Poloni (allenatore Primavera AlbinoLeffe) 1 anno. Alex Pederzoli (Ascoli) 1 anno 4 mesi e 10 mila euro ammenda. Alfonso De Lucia (Livorno) 5 mesi. Gianfranco Parlato (ex calciatore) 2 mesi che si sommano ai precedenti 3 anni. Francesco Ruopolo (Padova) 1 anno 4 mesi. Antonio Narciso (Modena) 1 anno 3 mesi. Juri Tamburini (Pergocrema) 10 mesi. Filippo Carobbio (Spezia) 1 anno 8 mesi. Marco Cellini (Modena) 4 mesi. Kewullay Conteh (ex Piacenza) 1 anno 8 mesi. Andrea De Falco (Bari) 6 mesi. Vittorio Micolucci (ex Ascoli) 4 mesi che si sommano al precedente 1 anno 2 mesi. Nicola Mora (Spezia) 4 mesi. Dario Passoni (Folzano) 1 anno 2 mesi. Tomas Locatelli (ex Mantova) 2 anni. Mirko Bellodi (Mantova) 2 anni; Alessandro Sbaffo (Ascoli) 1 anno 4 mesi di squalifica e 100 mila euro di ammenda. RICHIESTE PROCURA FEDERALE TESSERATI Andrea Alberti (Prato) 3 anni 6 mesi. Davide Caremi (svincolato) 3 anni 6 mesi. Mario Cassano (ex Piacenza) 5 anni e radiazione. Edoardo Catinali (LAquila) 3 anni 9 mesi. Roberto Colacone (Monza) 4 anni. Luigi Consonni (Grosseto) 1 anno. Alberto Comazzi (svincolato) 4 anni. Achille Coser (Novara) 3 anni. Federico Cossato (ex giocatore) 3 anni 6 mesi. Filippo Cristante (Portogruaro) 3 anni. Franco De Falco (d.s. Reggiana) 4 anni 6 mesi. Nicola Ferrari (Verona) 3 anni. Riccardo Fissore (Pavia) 3 anni 9 mesi. Luca Fiuzzi (Monza) 4 anni. Alberto Fontana (Novara) 3 anni 6 mesi. Ruben Garlini (coll. tecnico AlbinoLeffe) 3 anni. Andrea Iaconi (d.s. Brescia) 4 anni 6 mesi. Vincenzo Iacopino (Monza) 3 anni 6 mesi. Vincenzo Italiano (Padova) 3 anni. Thomas Job (Cittadella) 4 anni 6 mesi. Giuseppe Magalini (d.s.) 4 anni. Salvatore Mastronunzio (Gubbio) 4 anni 6 mesi. Maurizio Nassi (Alessandria) 4 anni. Gianluca Nicco (Frosinone) 3 anni. Marco Paoloni (svincolato) 6 mesi che si sommano ai precedenti 5 anni e radiazione. Cesare Rickler (Bologna) 3 anni 6 mesi. Gianni Rosati (d.s.) 4 anni. Nicola Santoni (ex prep. portieri Ravenna) 5 anni e radiazione. Vincenzo Santoruvo (Frosinone) 3 anni. Maurizio Sarri

Filippo Carobbio, 32 anni ANSA


(allenatore) 1 anno. Luigi Sartor (ex giocatore) 5 anni pi radiazione. Mattia Serafini (Fano) 3 anni 6 mesi. Rjiat Shala (svincolato) 3 anni 6 mesi. Mirko Stefani (Frosinone) 4 anni. Daniele Vantaggiato (Bologna) 3 anni. Nicola Ventola (ex giocatore) 3 anni 6 mesi. Alessandro Zamperini (svincolato) 5 anni e radiazione. SOCIET AlbinoLeffe 27 punti penalizzazione da scontare nel prossimo campionato e 90 mila euro ammenda. Ancona (radiata) 10 punti. Avesa 1 punto e 200 euro ammenda. Pescara 2 punti. Empoli 1 punto. Monza 6 punti ed esclusione dalla Coppa Italia. Novara 6 punti, 50 mila euro ed esclusione dalla Coppa Italia. Padova 2 punti. Piacenza 19 punti e 70 mila euro ammenda. Ravenna 1 punto. Reggina 6 punti. Sampdoria 50 mila euro ammenda. Siena 50 mila euro ammenda. Spezia 30 mila euro ammenda.

CON MATCHPOINT SCOPRI CHE NELLE ULTIME SEI EDIZIONI DEGLI EUROPEI LA SQUADRA DI CASA NON HA MAIVINTO ILTROFEO.
Da noi puoi avere tutte le informazioni per scommettere al meglio. Per te ci sono oltre 4.000 punti vendita, pi di 10.000 esperti al tuo servizio, oltre 1.000 eventi quotati ogni settimana. DA MATCHPOINT NON CI SONO GIOCATORI FORTUNATI, SOLO SCOMMETTITORI PREPARATI.

Scarica lApp Puoi giocare anche su web e mobile. Vai su www.sisal.it

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

SERIE BWIN DOPO LA PROMOZIONE

GLI OBIETTIVI

A Feste e violenza:
S

rissa con i genoani 5 feriti, 3 gravi


Scontri davanti a un bar di Genova dopo la gara vista in tv. La polizia: rivalit ai livelli di guardia
FILIPPO GRIMALDI GENOVA

Juan Jesus, 21 anni, difensore brasiliano allInter dal 31 gennaio 2012. Il 26 maggio scorso ha debuttato con la Seleao vincendo contro la Danimarca
Beppe Iachini, 48 anni, terza promozione in A, con il centrocampista brasiliano Renan, 26 anni LAPRESSE

Iachini in dubbio La promozione pu non bastare


Il tecnico ha gi il contratto ma la Samp non ha deciso: in ballo Gasperini, Delneri e Rossi
ALESSIO DA RONCH GENOVA

S
Adrian Stoian, 21 anni, centrocampista del Bari in prestito dalla Roma. Questa stagione ha ottenuto 29 presenze con 5 reti

Altro che festa sampdoriana. Per puro caso non ci scappato il morto. Duplice tentato omicidio e lesioni gravissime: questa lipotesi di reato (per ora) a carico di ignoti formulata ieri dal magistrato di turno presso la Procura della Repubblica del capoluogo ligure in merito alla maxi-rissa scoppiata in via Geirato, a Molassana, quartiere periferico di Genova, nella notte fra sabato e domenica, mentre i festeggiamenti dei tifosi blucerchiati per la promozione in serie A erano in pieno svolgimento.
Bilancio pesante Cinque, alla fi-

Un giorno di festa, poi la Sampdoria ripartir per costruire il suo progetto da A. La prima mossa la famiglia Garrone lha gi fatta da tempo: il club avr un nuovo amministratore delegato, Rinaldo Sagramola, in arrivo dal Palermo. Un arrivo che fortifica anche la posizione del d.s. Sensibile, che non vedr invadere il suo spazio dazione. Tra laltro i due hanno lavorato insieme in Sicilia con profitto.
Iachini al 50% Il primo punto allordine del giorno sar lallenatore. Giuseppe Iachini ha compiuto una prodezza, rimettendo in corsa la Sampdoria e portandola alla promozione. Il tecnico, per di pi, vanta unopzione che, in caso di promozione, rinnovava automaticamente il suo contratto per unaltra stagione. Nessuno, per, dopo la sfida di Varese ha speso una parola per avvicinare lufficializzazione della conferma che al momento al 50%. Dalla parte

di Iachini non giocano solo i risultati, ma anche un rilievo economico: la Sampdoria, infatti, oltre a Iachini si ritrover a libro paga pure Atzori, al quale era stato fatto un biennale, con relativo considerevole aumento in caso di serie A. Se ci sar un cambio la societ blucerchiata potrebbe ritrovarsi costretta a pagare ben tre allenatori.
Candidati Le alternative sono al-

meno tre: Gian Piero Gasperini, Delio Rossi e Gigi Delneri. Il primo stimatissimo dai Garrone, che lo avevano contattato un anno fa nel caso fosse arrivata la salvezza. Il tempo ha reso pi intenso il rapporto. Delio Rossi, invece ha gi lavorato con ottimi risultati, sia con Sagramola che con Sensibile, che potrebbero aiutarlo a rilanciarsi. Di Delneri in casa Samp si sa tutto, con lui i blucerchiati erano arrivati addirittura ai preliminari di Champions, laddio per aveva lasciato un po di ruggine.
Biabiany e gli altri La scelta del

tecnico verr fatta in tempi brevi, nel frattempo partir la cam-

pagna di rafforzamento e il primo appuntamento gi stato fissato con il Parma. Gli emiliani vantano la possibilit di riscattare met Biabiany con 3,5 milioni e paiono intenzionati a farlo. Tra le societ dovranno essere definite anche le posizioni di Pell, Rispoli e Castellini, tutti in prestito e probabilmente rispediti al mittente. DallInter rientrer Palombo (Poli invece dovrebbe essere riscattato dai nerazzurri, dai quali potrebbe arrivare il difensore Juan, oppure il centrocampista Mariga), ma sar messo subito sul mercato. Sicure le posizioni di Romero, Gastaldello, Obiang, Munari, Juan Antonio e Pozzi. Eder sar certamente riscattato (3,2 milioni allEmpoli), come probabilmente accadr per Costa (1 milione alla Reggina). Possibile che resti Renan, difficile che avvenga altrettanto per Foggia. Da verificare in fretta pure le posizione di Tissone (prestito al Maiorca) e Rossini, a met con lUdinese. Sensibile nel frattempo si mosso: nel mirino Stoian (a met tra Bari e Roma), Ceppitelli (Bari), Rigoni e Pesce (Novara).
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Marco Rigoni, 32 anni, a Novara dal 2009; con la squadra di Tesser ha centrato due promozioni consecutive passando dalla Prima divisione alla serie A

ne della scazzottata, i feriti (tutti uomini e di fede sampdoriana), tre dei quali ricoverati in rianimazione in due ospedali genovesi, e gli altri due medicati e dimessi con prognosi rispettivamente di sette e dieci giorni. Tutti i ricoverati sono in condizioni critiche, ma non in pericolo di vita. In particolare, un ragazzo di 18 anni ha riportato una profonda lesione addominale, un ventenne presenta una lacerazione polmonare, mentre il terzo (colpito pi volte con un coccio di bottiglia) stato medicato per lesioni di varia entit al polso, alladdome e alle gambe. Tutti sono stati denunciati allautorit giudiziaria per rissa aggravata, anche se dopo i primi interrogatori svolti dalla Squadra mobile in corsia, avrebbero tenuto un atteggiamento decisamente omertoso, senza aiutare a fornire particolari utili per rintracciare gli altri responsabili, che secondo alcune indiscrezioni fornite dai presenti sarebbero stati di fede genoana (nessuno, per, aveva sciarpe al collo o segni distintivi rossobl).
La dinamica Secondo una pri-

Un gruppo di tifosi sampdoriani in piazza: la festa per la promozione in Serie A stata rovinata da una maxi rissa davanti a un bar RATTINI

partita di Varese in tv. Subito dopo il gol di Pozzi, e la fine dellincontro, il gruppo uscito dal bar per andare in strada a festeggiare. L sarebbe transitato un altro gruppo di giovani (di cui si sta cercando di risalire allidentit), probabilmente genoani. Dagli insulti alla rissa il passo stato brevissimo, almeno secondo la testimonianza fornita da un carabiniere in borghese che si trovato casualmente a transitare nella zona mentre la rissa era in corso. Le volanti della Polizia sono intervenite immediatamente, ma degli aggressori nessuna traccia. Poco distante dal luogo del pestaggio sono stati rinvenute spranghe di ferro e caschi da motociclista, tutti sporchi di sangue, messi sotto sequestro dal magistrato.
Atmosfera tesa Per le forze del-

ma, sommaria ricostruzione dei fatti, un gruppo molto numeroso (circa 30 persone) di sostenitori blucerchiati si era dato appuntamento in un locale di Molassana per seguire la

lordine lepisodio non va sottovalutato, poich conferma semmai il clima di rivalit pesante nella tifoseria rossoblucerchiata, che il ritorno in A della Samp potrebbe portare sopra i livelli di guardia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PANCHINE

COSI AL VIA
Sceglieremo un giovane emergente o un esperto che ha bisogno di rilanciarsi. Intanto si punta a prolungare il prestito di Bressan dal Sassuolo, mentre Carrozza dovrebbe rientrare dallAtalanta. Molta incertezza anche in casa di unaltra delusa: in attesa di sapere che cosa far Squinzi, il Sassuolo deve decidere il sostituto di Pea (c lipotesi Torrente).
Le trattative La Juve Stabia interessata a Jidayi, centrocampista del Padova. Al Crotone piace Cisse, attaccante dell'AlbinoLeffe, mentre per Belec probabile una cessione all'estero. In arrivo alla Reggina, che deve ufficializzare il tecnico Dionigi, lattaccante del Citt di Marino, Manuel Angelilli, il portiere Bremec e il difensore Di Bari del Taranto

Pea va a Padova, Buso a Empoli E il Varese pensa al dopo Maran


BRUSA-MORETTO

Fulvio Pea e' il nuovo allenatore del Padova e sar presentato questa settimana assieme al direttore sportivo Salvatori. Soddisfatto il presidente Marcello Cestaro che alla fine ha deciso per l'ex tecnico del Sassuolo: Siamo convinti di aver fatto un'ottima scelta. Siamo partiti da diesse e tecnico certi di costruire con loro una squadra competitiva. Pea ha firmato un contratto annuale. Novit anche allEmpoli che sar allenato da Renato Buso, protago-

nista di unottima stagione a Gavorrano in Prima divisione. Intanto il Varese cerca di capire come ripartire dopo la sconfitta nella finale playoff con la Samp. Lamministratore delegato Enzo Montemurro accetta di parlare, pur con il morale a terra: Mi sento sotto un treno perch ero convinto che, questa volta, ce lavremmo fatta. Il dirigente sa che i tifosi hanno bisogno di un segnale per guardare con ottimismo al futuro e rassicura sul dopo Maran: A marzo, avevamo rinnovato il contratto al tecnico che, ora, per, non possiamo trattenere.

Fulvio Pea ha 45 anni CANONIERO

Renato Buso ha 42 anni LAPRESSE

RIPRODUZIONE RISERVATA

DARCO

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

PRIMA DIVISIONE GIRONE B IL RITORNO DELLA FINALE PLAYOFF

Storico Lanciano La prima volta non si scorda mai


Sotto di un gol e in 10, gli abruzzesi vincono a Trapani e conquistano la promozione in B
TRAPANI LANCIANO
GIUDIZIO 777 MARCATORI Gambino (T) al 1, Pavoletti (L) al 28 p.t.; Sarno (L) al 21, Margarita (L) al 40 s.t. TRAPANI (4-4-2) Pozzato 4,5; Da 5, Priola 5,5, Filippi 5,5, Sabatino 6 (dal 32 s.t. Mastrolilli s.v.); Barraco 6,5, Cacetta 5,5, Tedesco 5,5, Madonia 6; Gambino 6 (dal 32 s.t. Cavallaro s.v.), Abate 5. (Spezia, Colletto, Cianni, Domicolo, Ficarrotta). All. Boscaglia 5,5. LANCIANO (4-3-3) Aridit 6; Aquilanti 6, Massoni 6,5, Amenta 5, Mammarella 6; Vastola 6, DAversa 6,5 (dal 42 s.t. Paghera s.v.), Volpe 6,5; Sarno 7,5 (dal 25 s.t. Capece 6,5), Pavoletti 7,5, Turchi 6 (dal 18 s.t. Margarita 6,5). (Amabile, Rosania, Zeytulaev, Paghera, Chiric). All. Gautieri 7,5. ARBITRO Abbattista di Molfetta 5,5. NOTE paganti 6.660, incasso di 102.023 euro. Espulso Amenta per gioco scorretto al 12 p.t. Ammoniti DAversa, Tedesco, Barraco. Angoli 3-1.

HANNO DETTO

d
S

Valentina Maio (pres. Lanciano) Ci davano tutti per morti e invece ecco il risultato

1 3

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CARUSO TRAPANI

La favola del Lanciano si compie in una calda giornata di giugno nella Terra che stimola i sogni dei viaggiatori (o visitatori). Ma questa partita non potrebbe fotografare meglio lintera stagione e il dissennato comportamento del Trapani che a 5 giornate dal termine aveva la bellezza di 9 punti di vantaggio e si fatto soffiare il primato dallo Spezia sul filo di lana. Allo stesso modo anche ieri, in avanti di un gol e con un uomo in pi, i granata (dopo l1 a 1 dellandata) si fanno raggiungere e scavalcare dai rossoneri di Gautieri. Che vincono con merito. Alla fine il Trapani, 3 promozioni negli ultimi 4 anni, paga un prezzo molto salato allinesperienza, ma Boscaglia e i suoi rimangono protagonisti di un prodigio che non riescono a mutare in miracolo.
Che inizio E dire che era cominciata sotto i migliori auspici

La partita ha fotografato al meglio la stagione dei siciliani che a 5 giornate dalla fine avevano 9 punti di vantaggio sulla seconda
per i siciliani in vantaggio dopo 50": punizione di Barraco e pallonetto vincente di Gambino. Non solo, 11 minuti dopo una sciocchezza di Amenta, che colpisce Gambino con palla lontana, lascia gli ospiti in 10. A questo punto nessuno scommetterebbe un cent sulla promozione degli abruzzesi. Invece, proprio da quellespulsione i rossoneri traggono linfa vitale. Il Trapani illudendosi di poter controllare lavversario commette un grosso errore. Gautieri arretra Vastola in difesa e senza accusare il colpo la sua squadra a fare la partita. Poco prima della mezzora un lancio dello stesso Vastola sce ad ogni indecisione la difesa calabrese.
Le reti La zuccata di Del Sante

S
Gautieri (all. Lanciano) Non so se ci sar ancora io lanno prossimo, per adesso mi godo la festa

Alla fine del match contro il Trapani, tutto il Lanciano ha ballato e cantato assieme ai suoi tifosi giunti in Sicilia
TERRUSO

innesca Pavoletti che da 25 metri lascia partire un tiro di controbalzo che beffa Pozzato.
Crollo Trapani Nella ripresa i siciliani continuano nel loro sterile possesso palla. Gautieri sostituisce Turchi con Margarita per apportare energie fresche sulla sinistra e al 21 Pavoletti al limite dellarea porge a Sarno che si accentra e lascia partire un tiro liftato sul quale Pozzato non arriva. Il gol pi bello della partita. Il Lanciano fa uscire lautore del 2 a 1 per coprirsi con Capece. Boscaglia risponde con un doppio cambio: fuori Gambino e Sabatino dentro Cavallaro e Mastrolilli, arte-

fice dellultimo tentativo granata: conclusione dai 20 metri, fuori di poco. Tutto qui il Trapani. Il Lanciano nonostante il vantaggio e luomo in meno non si limita a difendere e va ancora a segno chiudendo i conti con Margarita che approfitta di una topica di Da e Pozzato indecisi su un lungo lancio di Capece, buggerati dal nuovo entrato che di testa ruba palla e segna a porta vuota. Scoppia in lacrime la presidentessa Valentina Maio abbracciata a pap Franco per la prima storica promozione in B: Una favola che non osavo sognare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Boscaglia (all. Trapani) Siamo mancati nella testa, dovremo lavorare per crescere

SECONDA DIVISIONE I PLAYOUT

LA SITUAZIONE I VERDETTI
1 DIVISIONE - GIRONE A PLAYOFF andata ritorno 2 PRO VERCELLI 0 1 TARANTO 0 0 1 0 0 SORRENTO CARPI 1 0 1 DIVISIONE - GIRONE B PLAYOFF andata ritorno 1 CREMONESE 1 1 TRAPANI 1 1 0 LANCIANO SIRACUSA 2 2

SERIE D

Vibonese, quanti errori A gioire il Mantova


MANTOVA-VIBONESE 4-0
GIUDIZIO +++ MARCATORI Del Sante al 13, Pietribiasi al 18, Franchi al 44 p.t.; Del Sante al 45 s.t. MANTOVA (3-4-1-2) Portesi 6; Caruso 6,5, Zaninelli 7,5, Sensi 6; Bertin 6, Galbiati 6, Burato 6, Sereni 6,5 (dal 40 s.t. Bersi s.v.); Franchi 7 (dal 24 s.t. Colonetti 6); Del Sante 7,5 (dal 46 s.t. Graziani s.v.), Pietribiasi 7,5. (Bellodi, Fonte, Aldrovandi, Dalla Bona). All. Frutti 7. VIBONESE (4-4-2) Sara 5,5; Mazzetto 5, Salvatori 5,5, Caridi 5, Di Berardino 5.5 (dal 23s.t. Caraccio 5.5); Coco 5 (dal 1 s.t. Figliomeni 6), Corapi 6,5, Cosenza 6, Benincasa 6 (dal 13 s.t. Alletto 5,5); Visconti 6, Doukara 5,5. (Pronest, Petrucci, Mercuri, Mastroianni). All. Ammirata 5,5. ARBITRO Ripa di Nocera Inferiore 6. NOTE paganti 2561, incasso di 38334 euro. Ammoniti Visconti, Del Sante, Benincasa, Pietribiasi, Sereni, Salvatori. Angoli 2-14.

MATTEO BURSI MANTOVA

Il 4-0 pure troppo pesante, ma la salvezza del Mantova nasce dalla vittoria tattica di Sauro Frutti e laddio al professionismo della Vibonese proviene dalle ingenuit difensive degli ospiti, specie nella prima frazione di gioco. Il tridente Pietribiasi-Del Sante-Franchi puni-

al 13 spezza gli equilibri di un incontro che, fino a quel momento, aveva visto una Vibonese con in mano il pallino del gioco e Corapi metronomo imprescindibile. La velocit dei padroni di casa spacca la partita. Pietribiasi, lanciato da Zaninelli, al 18 incrocia bene e non lascia scampo a Sara. Il 2-0 piega le gambe alla Vibonese, che capitola con Franchi, al 44, innescato ancora da una ripartenza di Pietribiasi. Il tris allintervallo mette una pietra sulle residue speranze della Vibonese, che nella ripresa tenta di rialzare la testa, senza per trovare mai lo spunto vincente. Del Sante, al 90, chiude le danze e mette il sigillo sul definitivo 4-0.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Finale playoff Il Cosenza supera il SandonJesolo


(r.c.) Il Cosenza batte 3-2 in rimonta il SandonJesolo e si aggiudica la finale playoff di categoria, che gli vale se non sar ripescato in Lega Pro 30 mila euro di contributo. Altri 15 mila euro vanno ai veneti, in gol con Llullaku al 3 e Miniati al 23, raggiunti da Arcidiacono al 45 e Mosciaro al 16 della ripresa e superati infine da una perfetta punizione di Varriale al 4 minuto di recupero. La gara sar trasmessa in differita su RaiSport 2 questo pomeriggio alle ore 16.50.

1 LANCIANO PRO VERCELLI 3 3 1 TRAPANI CARPI 1 1 PROMOSSE IN SERIE B: Pro Vercelli e Lanciano 2 DIVISIONE - GIRONE A 2 DIVISIONE - GIRONE B andata ritorno andata ritorno PLAYOFF PLAYOFF 0 RIMINI 0 1 PAGANESE 1 0 CUNEO 1 0 VIGOR LAMEZIA 0 3 2 1 1 andata 1 1 0 1 ENTELLA CASALE ENTELLA CUNEO 2 2 2 5 2 2 2 0 APRILIA CHIETI PAGANESE CHIETI 1 1 0 0

PROMOSSE IN 1 DIVISIONE: Cuneo e Paganese PLAYOUT ritorno andata ritorno LECCO 1 0 VIBONESE 0 MANTOVA 2 0 MANTOVA 4 NEAPOLIS 0 RETROCESSE IN SERIE D: VIBONESE 2 Lecco, Neapolis e Vibonese
DARCO

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

PRIMA DIVISIONE GIRONE A IL RITORNO DELLA FINALE PLAYOFF


CARPI PRO VERCELLI
GIUDIZIO 777 MARCATORI Ferretti (C) al 2, Modolo (PV) al 4 p.t.; Iemmello (PV) al 3, Malatesta (PV) al 39 s.t. CARPI (4-4-2) Mandrelli 5; Laurini 6, Cioffi 6,5, Lollini 5,5, Poli 6; Boniperti 5,5 (dall11 s.t. Di Gaudio 6), Memushaj 6,5, Concas 6,5, Pasciuti 5,5; Eusepi 5 (dall11 s.t. Kabine 6), Ferretti 6 (dal 34 s. t. Bocalon s.v.). (Bastianoni, De Paola, Perini, Perrulli). All. Notaristefano 5. PRO VERCELLI (4-3-1-2) Valentini 6,5; Modolo 6,5 (dal 19 s.t. Germano 6), Ranellucci 7, Masi 7, Murante 6,5; Marconi 7, Rosso 6,5, Espinal 6,5; Fabiano 6,5 (dal 30 s.t. Malatesta 7); Iemmello 6,5 (dal 25 s.t. Calvi 6), Martini 6,5. (Miranda, Armenise, Carraro, Di Piazza). All. Braghin 8. ARBITRO Pasqua di Tivoli 7. NOTE paganti 2.861, incasso di 45.073 euro. Espulso il tecnico Braghin al 37 s.t.; ammoniti Rosso, Concas, Marconi, Laurini, Ranellucci, Cioffi e Malatesta. Angoli 6-4.

1 3

HANNO DETTO

d
S

LA STORIA TRA SCUDETTI E AMARCORD

Con il Novara sar il derby dei due Piola


Non solo risaie e hockey: gli stadi hanno lo stesso nome

Braghin / 1 (all. Pro Vercelli) Sar sempre nei cuori dei tifosi e questa la cosa pi bella. Come allenatore mi manca solo la B, vedremo...

S
La festa dei giocatori della Pro Vercelli alla fine della partita vinta 3-1 contro il Carpi FIOCCHI

La Pro Vercelli come ai bei tempi In B dopo 64 anni


La squadra di Braghin stende il favorito Carpi Prima il ripescaggio, poi la storica promozione
DAL NOSTRO INVIATO

d.s. Giuntoli forse con Mangia come allenatore. Chiss come ripartir il Carpi, che maledice i playoff per la B: nel 1997, arrivando terzo come oggi, venne sconfitto nella finale (allora unica) con il Monza, pure quinto come la Pro Vercelli. Ma i pensieri della sua gente sono per cose ben pi importanti: lo striscione biancorosso dei tifosi listato a lutto la diceva tutta. Risolti i problemi delle case e delle aziende, si risolveranno anche quelli del calcio. Con dignit.
La partita Pronti, via e due gol:

Braghin / 2 C troppa tensione, questo non il mio sport. Ho degli amici, ex giocatori che sono senza lavoro e non so se giusto

Silvio Piola (a sinistra) 5 stagioni con la Pro e 7 a Novara


LUCA BORIONI

S
Romairone (d.g. ProVercelli) In questa stagione abbiamo fatto bene, al lavoro per la prossima. S al rinnovo di Braghin, cos come deciso.

NICOLA BINDA MODENA

I nonni di Vercelli raccontano da decenni i sette scudetti, i nipoti possono rispondere con la promozione in B. NellEmilia ferita dal terremoto (lincasso della gara stato devoluto a loro), dove ancora si piangono i morti e si calcolano i danni, dove nella notte ci sono state altre 7 scosse, la gloriosa squadra piemontese vacilla, si rimbocca le maniche e si rimette in piedi, proprio come sta facendo la gente di qui. Che per un attimo si distratta dalla tragedia con una partita di calcio, ma poi ha lasciato la festa agli ospiti. La Pro torna in serie B dopo 64 anni. Dopo lera degli scudetti e quella tra C e dilettanti (con qualche travaglio societario), con Massimo Secondo al timone ha aperto una terza epoca

che, dopo il ripescaggio dellestate scorsa, vede questa promozione seguire i trionfi piemontesi di Juventus e Torino (insieme a quello del Cuneo in Seconda divisione).

Futuro Carpi La sconfitta del Carpi invece non solo un fatto sportivo. Il proprietario del club, Stefano Bonacini, adesso dirotter i suoi interessi sul Modena, spostandosi insieme al

LA FESTA

Che accoglienza per il ritorno in citt


VERCELLI (n.bin.) La Pro Vercelli ripartita per il trionfale viaggio di ritorno con un lungo ritardo dovuto allantidoping. La squadra arrivata in citt alle 22.30 ed andata allo stadio dove stata accolta da un migliaio di tifosi. Anche a Modena la Pro era stata seguita da circa mille sostenitori, tutti con la maglietta bianca. A questi tifosi, rientrati ben prima della squadra, si aggiunto chi non aveva partecipato alla trasferta. Il tecnico Braghin, vercellese purosangue, stato il pi acclamato e la sua emozione era evidente. I giocatori, che durante il tragitto hanno fatto solo una breve pausa per lo spuntino, sono poi riusciti ad andare a cena per proseguire ancora nei festeggiamenti. Tra i pi scatenati cera Bencivenga, rattristato per non aver potuto giocare causa infortunio, ma doppiamente felice per questa giornata: la prossima stagione giocher nel Parma.

subito il Carpi con Ferretti, bravo a girarsi spalle alla porta e infilare, e poi la Pro con Modolo di testa sul primo corner (perch Mandrelli non uscito?). Lerrore di Notaristefano che aveva giocatori provati da quasi due settimane di ritiro forzato stato quello di aspettare, cos la squadra di Braghin s messa a macinare gioco sfiorando la rete nel primo tempo con Fabiano ed Espinal, e trovandola in avvio di ripresa, quando Iemmello ha infilato il pallone respinto dal palo dopo un colpo di testa di Martini. A quel punto era il Carpi a dover rimediare ma, a parte una sventola di Memushaj deviata da Valentini e una palla doro sprecata da Concas, non ha combinato nulla e, anzi, stata la Pro a farsi pericolosa (diagonale di Masi parato, salvataggio di Cioffi su Rosso) fino a trovare il tris in contropiede con Malatesta. Festa grande per i mille tifosi bianchi in curva. Che poi con una lunga carovana hanno accompagnato la squadra al rientro in citt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Direttamente da unaltra dimensione, la Pro Vercelli sale sul proscenio della serie B. Ci ritorna sessantaquattro anni dopo, uneternit calcistica, e porta il suo carico di antica gloria (sette scudetti tra il 1908 e il 1922), il suo stile vintage, anzi retr, che torna inaspettatamente di moda proprio nei giorni delle nobili risalite a tutti i livelli: Torino e Samp in serie A, West Ham e Southampton in Inghilterra, Stade Reims in Francia, Deportivo La Coruna in Spagna. Laltra dimensione si riferisce alla Pro Vercelli squadra simbolo del football italico nel primo novecento. Anno di inizio attivit 1903, tre scudetti consecutivi dal 1910 e il primo storico blocco traslocato in Nazionale, che non a caso vest inizialmente la maglia bianca prima di quella azzurra. Perch la Pro era la Nazionale. Una storia ancorata al pionerismo dellepoca e al dilettantismo come scelta inevitabile e indiscutibile.
La svolta Ma quando, nel 23, Edoardo Agnelli e

S
Notaristefano (all. Carpi) Il ritiro forzato ci ha svuotato. Non abbiamo dato il massimo, In campionato per abbiamo saputo fare meglio

la Juventus si portano via il difensore Viri Rosetta a suon di migliaia di lire (pesanti), finisce una favola. E inizia un tempo che arriva fino a qui, al calcio moderno. A quellinversione di tendenza la Pro Vercelli non si adeguer mai. Anzi, piuttosto che adeguarsi soffrir nelle categorie inferiori negli anni a venire. Silvio Piola, il campione che a sedici anni debutta in prima squadra e qui inizia a fare meraviglie (come i sei gol in una partita, contro la Fiorentina), rappresenta il club ma anche una svolta che rimanda allattualit. Perch quando allinizio degli anni 40 Piola approd (dopo i passaggi alla Lazio, al Torino e alla Juventus) ai rivali del Novara, le bianche casacche lasciavano la serie B e si consegnavano al lungo oblio, mentre lattaccante dei record trovava il modo di segnare ancora, fino ai suoi 40 anni, con laltra squadra piemontese (quelle del quadrilatero, con Alessandria e Casale), invece destinata a salire. E il domani sar fatto proprio di un derby (chiamato delle risaie) che anche stadio Piola contro stadio Piola (entrambi in sintetico) e tanto hockey su pista. Ma ora si riapre un libro antico.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SECONDA DIVISIONE Il ritorno delle finali playoff

E un Piemonte felice Sale anche il Cuneo


CUNEO-ENTELLA 5-2
GIUDIZIO +++ MARCATORI Varricchio (C) al 12, Carretto (C) al 28, Falcier (E) al 34, Fantini (C) al 39 p.t.; Varricchio (C) all8, Rosso (E) al 17, Cristini (C) al 25 s.t. CUNEO (5-3-2) F. Rossi 6; Passer 6 (dal 30 s.t. Garcia s.v.), Cintoi 6,5, Carretto 6, Ferri 6, Donida 6; Cristini 6,5, Gentile 6,5 (dal 20 s.t. Longhi 6), Garavelli 7; Fantini 7 (dal 37 s.t. Ferrario s.v.), Varricchio 7,5. (Negretti, Beretta, Di Quinzio, Person). All. E. Rossi 7. ENTELLA (4-3-1-2) Paroni 5,5; Zampano 6, Russo 5, Bertoli 5 (dal 13 s.t. Volpe 5), Falcier 5; Musso 5,5 (dal 1 s.t. Serlini 5,5), Hamlili 6, Garin 5; Ciarci 5 (dal 1 s.t. Rosso 6); Staiti 6, Lenzoni 6. (Otranto, Talignani, Fantoni, Simeoni). All. Prina 5,5. ARBITRO Fabbri di Ravenna 7. NOTE spettatori 2500 circa. Ammoniti Musso, Volpe, Staiti, Passer e Longhi. Angoli 3-8.
DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO BRAMARDO CUNEO

lanno del Piemonte. Vince la Juve, salgono Torino e Pro Vercelli. E non poteva essere da meno il Cuneo di fronte allappuntamento con la storia, la prima promozione nella vecchia C1. Forti del doppio risultato a disposizione dopo l1-1 dellandata, non hanno dovuto faticare neppure troppo i padroni di casa per avere la meglio sul-

lEntella. Tre gol nei primi 45 hanno tagliato le gambe ai genovesi, che un pregio lhanno avuto: di tentarci fino al fischio finale, traversa compresa nellultimo minuto di recupero sul risultato ormai di 5-2. La sfida i biancorossi lhanno vinta ancor prima di cominciare: sempre lucidi e cinici. Trovare il vantaggio dopo solo 12 aiuta non poco, un cuscinetto utile ad evitare ai liguri di rientrare in partita. Troppi gli errori in fase difensiva, invece, per gli ospiti.
La festa Alla fine invasione di campo e festa grande in piazza Galimberti: non ci sono Europei che tengano, qui la festa, per un Cuneo che ha centrato il doppio salto di categoria, dal trionfo un anno fa nella serie D alla cara C1.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Paganese, basta il pari La Prima un anno dopo


CHIETI-PAGANESE 0-0
GIUDIZIO ++ CHIETI (4-2-3-1) Feola 6; Bigoni 6, A. Pepe 6, Migliorini 6, Malerba 6, 5; Amadio 6,5, Del Pinto 5,5 (dal 16 s.t. Berardino 5,5); Fiore 5 (dal 4 s.t. Anastasi 5,5), Sabbatini 6,5, Alessandro 5 (dal 25 s.t. Gammone 5,5); Lacarra 5. (Perucchini, Gialloreto, Serpico, Pedrocchi). All. Paolucci 6. PAGANESE (5-3-2) Robertiello 7; Pastore 6, Nigro 6,5, Fusco 7, Sicignano 6,5, Loiacono 6; Galizia 4,5, De Martino 7, Scarpa 6,5; L. Orlando 6 (dal 39 p.t. Giglio 6), Fava 6,5. (Stillo, Errico, F. Orlando, Neglia, Di Filippo, Cognigni). All. Grassadonia 7. ARBITRO Manganiello di Pinerolo 6. NOTE paganti 3.285, incasso di 44.118 euro. Espulso Galizia al 37 p.t. (doppia ammonizione); ammoniti Lacarra, Sicignano, Loiacono, Fusco, Sabbatini, Scarpa, Migliorini e Anastasi. Angoli 5-1.
DAL NOSTRO INVIATO

che solo Triestina, Sora (2001) e Sambenedettese (2002) sono state promosse partendo dalla posizione pi sfavorevole nella griglia playoff. Il Chieti (tre promozioni negli ultimi sei anni) si ferma sul pi bello. La doppia sfida con i campani lha vista svuotata pi nella testa che nelle gambe.
La partita La gara nervosa. Galizia, decisivo allandata, si fa ammonire due volte in 37 e lascia i suoi in dieci. I padroni di casa non corrono rischi e nemmeno ne creano, pur con luomo in pi. Le poche conclusioni in porta (cinque in tutto) trovano sempre Robertiello pronto. Nemmeno il passaggio al 3-4-3, con il difensore centrale Pepe in attacco, sortisce effetti. Finisce 0-0. Giusto cos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MASSIMILIANO ANCONA CHIETI

Il cielo azzurrostellato sopra Chieti. La Paganese esce indenne dalla trasferta abruzzese e torna in Prima divisione dopo un anno. Il verdetto ineccepibile. I campani lhanno costruito in casa e protetto ieri senza mai andare in affanno. Per dare unidea di quello che ha fatto la squadra di Gianluca Grassadonia, si pensi

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

lAvventuroso
di REINHOLD MESSNER

IL VOLO DI ROZOV CON LA TUTA ALARE E IL DRAMMA DEI GIOVANI TIBETANI


due minuti mentre i compagni che con lui erano andati in vetta hanno impiegato pi di due giorni. Tuttavia il gioco rischioso. Ma ognuno libero di realizzare le proprie gesta. Libero in India o in Pakistan, dove per le cime inferiori ai 6500 metri non c nemmeno bisogno di chiedere il permesso di scalata. Invece fra le montagne del Tibet di libert non ce n per un popolo intero. Anche il nomadismo ora praticamente impedito dal fatto che il governo cinese pretende che tutti dichiarino il luogo in cui vivono. Cos il popolo tibetano va incontro alla distruzione della propria cultura, delle proprie radici e non solo della propria religione, che non pu pi praticare apertamente. Resta solo la disperazione. Ecco perch aumenta il numero dei monaci buddisti che tentano di darsi fuoco in pubblico, per urlare al mondo intero quanto sta avvenendo. I monaci per sono soltanto la punta delliceberg. Sono tanti i suicidi di giovani tibetani di cui nulla si sa oltre le montagne nelle quali essi non si sentono pi in grado di affrontare la vita. Ma la Cina non cede di un metro. La reazione immediata stata quella di chiudere di nuovo i confini del Tibet, come gi aveva fatto in occasione dei Giochi di Pechino. Per poter continuare indisturbata nellopera di occupazione e distruzione di una civilt. E perch il Mondo possa continuare a far finta di non vedere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

secondi per scendere da montagna di olN ovantauna Impressionante. tre 6.000 metri. Limpresa del russo Valery Rozov, realizzata buttandosi con la tuta alare e il paracadute dallo Shivling (6.543 m), in India, eccezionale. Possibile grazie al fatto che uno dei versanti di questa bellissima montagna verticale, come la Nord del Cervino. Montagna alla quale lo Shivling infatti paragonato. bastato scendere di un paio di centinaia di metri per ritrovarsi sullo strapiombo. E di l buttarsi. Rozov, campione di base-jumping, sceso in meno di

lAnalisi

laVignetta
di STEFANO FROSINI

ilCommento

ATTENTI ALLA CROAZIA, MINA VAGANTE LABBIAMO BATTUTA SOLO UNA VOLTA
di ALBERTO CERRUTI

vagante del nostro girone la Croazia, davanti alA desso ufficiale: laeminaprimane accorta le superpotenze Spagna Italia. Se in fretta l'Irlanda del vecchio Trap che, dopo appena 3 minuti era gi in svantaggio, battuta dal primo dei due colpi di testa vincenti di Mandzukic, lui s SuperMario al contrario del tanto atteso Balotelli. Una partita non mai sufficiente per emettere giudizi definitivi, ma aiuta a capire come si pu sviluppare un girone, perch il calendario spesso pi importante dei valori assoluti. E l'esperienza dellEuropeo, meno scontato del Mondiale, insegna che la seconda partita, a prescindere dagli avversari, pu essere decisiva: per rimettersi in corsa dopo una sconfitta; per l'allungo dopo un pareggio; o nella migliore delle ipotesi per qualificarsi con 90' danticipo, come ci successo l'ultima volta con la Nazionale di Zoff a Euro 2000. Proprio dopo un identico 1-1 contro la Germania Ovest, anche allora il 10 giugno, e anche allora con l'effimero gol del vantaggio di Mancini subi-

to pareggiato da Brehme, la divertente Italia di Vicini super per 1-0 la Spagna a Euro 88 e vol verso la semifinale. Stavolta, in un altro 14 giugno, ci tocca la Croazia e il bis possibile, a patto che i meritati elogi ricevuti per la prestazione di ieri non producano pericolosi cali di tensione. Al di l delle raccomandazioni di Prandelli, sar preziosa l'esperienza di Buffon con quel pessimo ricordo della Croazia, che risale a dieci anni fa. Neoscudettato come stavolta, il portierone aveva esultato al mondiale giapponese per il 2-0 all'esordio contro l'Ecuador, ma poi era stato battuto due volte da Olic e Rapaic che firmarono in rimonta il 2-1 della Croazia contro gli azzurri di Trapattoni. Quel dispetto non ci cost la qualificazione agli ottavi, ma allung un'incredibile serie positiva della Croazia nei nostri confronti, contro la quale in 6 precedenti abbiamo ottenuto 3 sconfitte, 2 pareggi e appena 1 vittoria, in un'amichevole del 1942 durante una breve parentesi di indipendenza croata, quando l'Italia bicampione del Mondo di Pozzo vinse 4-0 con l'esordiente Valentino Mazzola. Confermata la tradizione positiva con la Spagna, dovremo infrangere quella negativa con la Croazia, che gioca in maniera opposta ai campioni d'Europa e del Mondo. Al "tiqui-taca" di Del Bosque con una ragnatela di passaggi orizzontali senza un centravanti dallinizio, Bilic preferisce le verticalizzazioni di Modric per smarcare Mandzukic e Jelavic, con le sovrapposizioni sulla destra di Srna e Rakitic. D'accordo, la nazionale di Boban, terza a Francia 98 con Suker capocannoniere del Mondiale, aveva molta qualit in pi, ma guai a sottovalutare le nuove frecce croate che possono impegnare De Rossi e la nuova difesa a tre molto pi di Fabregas e compagni. Ecco perch vincere gioved sarebbe il miglior trampolino di lancio per qualificarsi, sognando di ricalcare l'impresa della Spagna, campione d'Europa nel 2008, 44 anni dopo la prima volta. L'unico successo europeo dell'Italia del 1968 e calcolate quanti anni sono passati
RIPRODUZIONE RISERVATA

LItalia e la Ferrari due grandi illusioni con risvegli diversi


In Canada Alonso azzarda la strategia per vincere, ma alla fine perde tutto

TwitTwit

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

MIKE HALL
Campione di basket, ex Milano

Balotelli sembra un tipo davvero figo per andare a divertirsi... probabilmente un cattivo compagno di squadra... ma un GRANDE per fare baldoria nei locali.
@_MikeHall

Fernando Alonso guida davanti a Vettel. Ma non durer sino alla fine AFP

EDOARDO MOLINARI
Stella del golf azzurro

di UMBERTO ZAPELLONI

Che signore @DjokerNole! Lascia il punto a Nadal sul 3-2 nel 2' set quando per l'arbitro andava ripetuto! #verosignore
@DodoMolinari

stata la domenica delle ENazionale AzzurraQuella grandi illusioni. della durata 3 minuti tra il guizzo di Di Natale e la mazzata di Fabregas; quella della Nazionale Rossa durata decisamente di pi, ma alla fine il risveglio stato molto pi amaro e doloroso. LItalia esce dal pareggio con la Spagna rinforzata e rinfrancata, la Ferrari esce dal Gran Premio del Canada con un quinto posto che per Alonso significa perdere la leadership nel Mondiale. Prandelli forse ha sbagliato strategia non inserendo subito un puntello sulla sua fascia sinistra, dove Giaccherini non teneva pi le incursioni di Jesus Nava, ma ha ritrovato una squadra che solo una settimana fa temeva di non avere pi. Domenicali ha decisamente fallito strategia inseguendo il sogno di vincere la gara con un pit stop in meno degli altri. Balotelli, Di Natale e Marchisio hanno avuto una grande chance a testa per infilare Casillas, ma lo hanno perdonato, un po come ha fatto Torres con Buffon in due occasioni clamorose. Alonso aveva in mano il podio, come minimo il secondo posto, ma ha puntato al bersaglio grosso, alla vittoria che avrebbe fatto saltare il banco e invece in appena sei giri scivolato dal primo al quinto posto, dalla grande fuga Mondiale al secondo posto in campionato. Alla fine sia lItalia che la Ferrari hanno perso una grande occasione, ma i rimpianti maggiori sono certamente quelli degli uomini di Maranello. LItalia in fin dei conti giocava contro i campioni del Mondo e dEuropa in carica, un pareg-

CADEL EVANS
Fuoriclasse di ciclismo

Finito un Delfinato durissimo... un po deluso dalla mia inconsistenza: ero stato 4 volte 2. Questa volta 3. #dauphine
@CadelOfficial

Mario Mandzukic, 26 anni, festeggia il gol del 3-1 EPA

ilRetroscena

SERIET RUSSA E FANTASIA ITALIANA EFFETTO SPALLETTI SULLEUROPEO


di LUCA CALAMAI

ipseDIXIT

nella Russia che ha subito incantato allEuropeo. Leffetto C unanima italiananei numeri (sette-unSpalletti-Zenit evidente dicesimi della squadra titolare sono del club di San Pietroburgo) e nellatteggiamento dei giocatori in campo. Il tecnico di Certaldo venerd sera non ha seguito in diretta la travolgente vittoria della Russia contro la Repubblica Ceca. Era infatti a soffrire in tribuna per il suo vecchio Empoli, impegnato nella sfida per restare in serie B. Ma appena rientrato a casa ha guardato la registrazione della gara. Spalletti ha sorriso nel vedere come i suoi tre pupilli Shirokov-Denisov e Zyryanov avevano blindato il centrocampo. Meccanismi faticosamente introdotti nel primi mesi di lavoro allo Zenit e ora, invece, assimilati e riproposti a memoria. E, soprattutto, ha ammirato il nuovo approccio mentale del talento Arshavin, lultimo gioiellino approdato alla sua corte. Anche con lui limpatto non stato semplice visto che sono finite a contatto due personalit forti, decise a difendere

la loro supremazia dentro lo spogliatoio. Ma il lavoro ai fianchi del testardo Luciano ha prodotto il miracolo calcistico: il solista Arshavin ha imparato a mettersi a disposizione dei compagni. Diventando un vero valore aggiunto. Lo Zenit non ha vinto a caso gli ultimi due scudetti. Spalletti ha sommato alla seriet e allorganizzazione tipica del calcio russo un pizzico di fantasia italiana che pu essere riassunta nella capacit di variare i ritmi di gioco e di cercare, quando possibile, subito la profondit. Perch, come ha insegnato Luciano ai suoi allievi, lobiettivo non deve essere tenere la palla un minuto in pi degli avversari ma cercare di sorprenderli. Un lavoro di cui oggi beneficia il citt Advocaat ma che, in futuro, potrebbe tornare nuovamente a favore del tecnico di Certaldo. Lallenatore olandese ha gi annunciato che a fine Europeo si dimetter dallincarico e la ricca e potente Russia di Putin dovr trovare un nuovo stratega al quale affidare la marcia di avvicinamento ai Mondiali del 2018. Scommettete che la prima porta alla quale busseranno sar proprio quella del vincente Spalletti?
RIPRODUZIONE RISERVATA

A Balotelli non resta che capire che la sua arma in pi pu essere la generosit
CESARE PRANDELLI C.T. DELLITALIA

Mario ha sempre avuto qualit tecniche super, doveva smussare certi difetti. E gli mancava la generosit. Ma quando si trovato solo davanti a Casillas, sbagliando il gol, mi ha mostrato pure quella. Di lui, a quel punto, avevo visto tutto. E ho potuto toglierlo.
ROBERTO PELUCCHI

gio pu benissimo bastare, soprattutto se ottenuto in questo modo. La Ferrari invece ha giocato per vincere e non riuscita neppure a pareggiare. Ha rischiato con una strategia folle e visionaria, ma forse ne valeva davvero la pena. Se Alonso fosse rientrato ai box un giro dopo Hamilton non avrebbe mai avuto la possibilit di vincere, ma avrebbe certamente salvato il secondo posto dietro di lui e la leadership in campionato. Avrebbe dovuto giocare allitaliana. Difesa e contropiede. Ma nel giorno in cui la sua Spagna aveva rischiato la cabeza proprio contro unItalia che allitaliana non aveva decisamente giocato, si sentito autorizzato a rischiare tutto. Dal box ha avuto lok per finire la gara con uno stop solo e un set di gomme soft che avrebbe dovuto resistere per oltre 50 giri. Peccato che chi aveva cambiato le gomme guadagnava oltre un secondo al giro e il tesoretto di 25" che aveva in tasca si sbriciolato. E il problema stato che non lo ha superato solo Hamilton, ma gli sono saltati davanti uno dietro laltro anche Grosjean, Perez e Vettel che come lui aveva provato a chiudere la gara con un solo stop, ma che una volta superato da Hamilton si era fiondato ai box e in 6 giri era riuscito a recuperare al ferrarista quasi 4" al giro. A quel punto la beffa stata completa. Da vincitore a quinto in meno di mezzora, una debacle clamorosa presa benino (ma non benissimo) da squadra e pilota perch se vero che in Canada stata gettata una grande occasione anche vero che per la prima volta (dopo il miracolo della Malesia) la Ferrari aveva in pista un macchina in grado di vincere una gara. twitter@uzapelloni
RIPRODUZIONE RISERVATA

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

FORMULA 1 GP CANADA

in Vetrina
Sorpassi a ripetizione ed errori dei meccanici: quante emozioni a Montreal

I NUMERI

Vittorie di Lewis Eguaglia al 14 posto Kimi Raikkonen. Al comando Michael Schumacher con 91, seguito da Senna con 51

Lewis cala il 18
Linglese il settimo vincitore in sette gare Grosjean e Perez sul podio. Rebus Ferrari
PINO ALLIEVI MONTREAL (Canada)

TESTACODA AL 6 GIRO

Massa finisce sullerba


Subito dopo il sorpasso su Rosberg, Felipe Massa va in testacoda e da 5 si ritrova 12 IPP DA TV

Successi dalla prima fila per Hamilton Eguaglia Stirling Moss. Fernando Alonso ne ha ottenuti 17, Sebastian Vettel 21, Michael Schumacher 67

Prova di forza Hamilton bastona 14 Alonso e Vettel


Non aveva unaria felice Sergio Marchionne, quando ha lasciato il circuito mentre ancora i piloti non erano saliti sul podio. Non laveva neppure Stefano Domenicali, che nel frattempo spiegava come a volte occorra prendere dei rischi estremi, per tentare di vincere. E neanche Alonso sembrava al settimo cielo, sudatissimo per una fatica che gli ha fruttato un modesto 5o posto nellunica occasione dellanno in cui la Ferrari ha attaccato invece di difendersi. stata una gara troppo lunga, ha commentato con un recupero dironia Fernando, riferendosi al fatto che sino a 7 passaggi dal termine era in testa.
Illusione Subito dopo c stato il

Vittorie per la McLaren La Casa di Woking seconda solo alla Ferrari, che comanda con 217 trionfi

177 5

Il box di Maranello non ha intuito che con un secondo pit stop la vittoria era alla portata
accadere di tutto, considerando lequilibrio di 7 vincitori diversi in 7 GP. Qualche corsa fa Alonso aveva fatto il riferimento al bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno. Non sappiamo come consideri questo che poteva essere suo e che invece non lo stato perch la temperatura eccessiva dellasfalto non ha giocato a favore della Ferrari. E soprattutto perch il box non ha intuito che con un secondo pit stop, magari contemporaneo a quello di Hamilton, a 20 giri dalla fine, la vittoria sarebbe stata ancora a portata di mano. O almeno il secondo posto. Lerrore comunque stato di valutazione: la Ferrari ha marcato Vettel e non Hamilton. Dopo di che, la guida precisa di Alonso nulla ha potuto contro un Lewis che ha recuperato 14"8 e, con copertu-

re morbide intonse, gliene ha rifilati altri 13"3.


Ripensamento Vettel, a lungo

secondo, si accorto tardi che stava commettendo lo stesso errore e ha fatto una sosta disperata a 7 passaggi dal termine. Ma ha pagato poco: quarto. In realt, ieri Hamilton ha ottenuto una vittoria-capolavoro costruita con una gelida tranquillit, insolita per lui. I suoi meccanici hanno provato una volta di pi a fargli perdere la gara con lultimo pit stop segnato da un errore, ma Lewis ha sopperito a tutto.
Jolly Grosjean 2o e Perez 3o sono stati la sorpresa. Sempre nascosti, ma entrambi con gli artigli negli ultimi giri. Hanno fatto la tattica diversa, con una sosta ciascuno. Il francese passato dalle supermorbide al via alle morbide (come Alonso ma senza il crollo conclusivo: la Ferrari deve indagare perch), il messicano 15o in griglia! facendo il contrario. Ovvero 3 piloti con 3 strategie diverse sul podio, a dimostrazione di come sia serrato il confronto questanno. Tornando alla Ferrari, abbiamo assistito allavvio arrembante di Massa che si subito sbarazzato di Rosberg. Poi un testacoda lo ha costretto a fermarsi prima di tutti. Ha comunque tenuto un ottimo ritmo, ma con unaltra sosta finito 10o. Peccato, era in giornata...
RIPRODUZIONE RISERVATA

POSTERIORE DESTRA DI LEWIS

McLaren, che pasticcio


Nel secondo pit stop di Hamilton, i meccanici perdono tempo nel cambio della ruota posteriore destra IPP DA TV

Ritiri di Schumi Il tedesco primatista stagionale. Secondi Grosjean e Pic, con 3 a testa a cura di Giovanni Cortinovis

GUASTO ALLALA MOBILE

Schumi, un altro ritiro


Ancora sfortuna per Michael Schumacher, ritirato per un guasto allala mobile che restava aperta IPP DA TV

crollo delle gomme, peraltro annunciato, con Alonso superato di slancio da Hamilton. E ci sta. Ma con una macchina inguidabile ha dovuto cedere anche a Grosjean, Perez e Vettel. E non ci sta. immaginabile la rabbia dello spagnolo nel vedersi sfilare non solo la vittoria, ma anche piazzamenti e punti. Per, alla fine, i danni sono stati contenuti, perch ora il leader del Mondiale Hamilton, seguito a 2 punti da Alonso.
Scivolone Ovvero, nulla perso e si pu generosamente considerare il GP del Canada come un episodio poco felice di un campionato che offre altre 13 gare di riparazione. Nelle quali pu

UNOPINIONE di U. ZAPELLONI

a pagina 35

&
novit che non c pi la bocca dingresso allinterno dei grandi padelloni, bens il raffreddamento garantito da apposite fessure fra padellone e gomma, come si vede nel disegno.
Vantaggi Questa soluzione per-

LA TECNICA LENNESIMA NOVIT ROSSA PORTATA IN CANADA AL 65 GIRO

Lewis supera Fernando...


Alonso ha ormai finito le gomme e Hamilton lo sorpassa facilmente in rettilineo, volando verso il trionfo IPP DA TV

Prese dei freni La F2012 come Sauber e Williams


Il raffreddamento garantito da apposite fessure fra padellone e gomma anteriore
GIORGIO PIOLA

La soluzione della F2012 e, in basso, quella Williams

AL PENULTIMO GIRO

...e Vettel lo imita


Al penultimo giro tocca a Vettel superare Alonso al tornantino: liridato diventa 4, lo spagnolo 5 IPP DA TV

Non solo gli scarichi sono nuovi sulla Ferrari, ma anche unaltra soluzione importante, visto che stata introdotta sulla pista pi severa per

gli impianti frenanti. Ci riferiamo infatti alle nuove prese dei freni anteriori provate prima da Massa e poi da entrambi i piloti prima di decidere di utilizzarli in gara. Una scelta ardita, perch teoricamente potrebbe garantire un minore af-

flusso di aria per raffreddare limpianto. Ma evidentemente i dati comparativi fatti nella giornata di venerd hanno confortato questa scelta. Questa soluzione stata introdotta gi dalla Williams e copiata subito dalla Sauber. La grande

mette notevoli vantaggi aerodinamici, pulendo la zona fra ruota e telaio dalle turbolenze originate dalle vecchie classiche prese ad orecchia. Viene cos migliorata la penetrazione della monoposto, fattore importante su una pista medio-veloce come quella di Montreal. Bisogna rilevare che, in abbinamento a questa soluzione, la Brembo ha fornito alla Ferrari un nuovo materiale dei dischi freno che permette una gestione con temperature pi elevate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

7 bello
Lewis Hamilton, 27 anni, alza il dito al cielo in segno di vittoria sul traguardo del circuito Gilles Villeneuve a Montreal, in Canada
REUTERS

GLI ALTRI SEI RE

A
S

Considero questa gara il pi grande balzo in avanti da quando sono alla Ferrari

Jenson Button Vincitore in Australia


FERNANDO ALONSO PILOTA FERRARI DAL 2010

S
Fernando Alonso Vincitore in Malesia
Fernando Alonso, 30, ha ceduto ieri la testa del Mondiale ad Hamilton EPA

Non abbiamo fatto i punti che meritavamo, ma a Valencia ci possiamo rifare


STEFANO DOMENICALI CAPO GESTIONE SPORTIVA

S
Nico Rosberg Vincitore in Cina

S
Sebastian Vettel Vincitore in Bahrain

Un errore? No, abbiamo provato a vincere


Fernando difende la sosta unica:
La differenza lhanno fatta le gomme Massa: Ho fatto una stupidaggine
DAL NOSTRO INVIATO

noi, allinterno del team, pensava di venire a vincere o fare secondo. Pensavamo di raccogliere 12-15 punti, ne abbiamo presi 10. Ne abbiamo persi altrettanti da Hamilton e 2 da Vettel ma abbiamo guadagnato su altri tipi tosti come Webber, Button e Raikkonen. Perfetto!.
Sviluppo E anche se il risultato alla fine stato al di sotto delle aspettative, Alonso non cambia affatto idea: questa Ferrari cresciuta e tanto. Dite che abbiamo fatto un passo indietro in gara? Io dico di no. Dico che qui abbiamo fatto il pi grande balzo in avanti da quando sono alla Ferrari. Da una gara allaltra siamo passati da faticare ad entrare nella Q3 a lottare per la pole, abbiamo schierato due macchine nei primi dieci, a partire dalle libere siamo sempre stati tra i primi cinque mentre prima eravamo sempre dodicesimi o tredicesimi. E in gara siamo sempre stati l nella zona che conta e ripeto a dieci giri dalla fine ero ancora in testa. Vero, degradiamo molto i pneumatici ma preferisco vincere 19 gare, facendo pi soste ai box degli altri che arrivare ogni tanto sul podio perch consumiamo meno le coperture. Massa Delusione nelle parole di

ANDREA CREMONESI MONTREAL

S
Pastor Maldonado Vincitore in Spagna

S
Mark Webber Vincitore a Montecarlo

Abbiamo provato a vincere. Da Stefano Domenicali a Fernando Alonso la spiegazione per quegli ultimi dieci giri da incubo identica. Non voglio assolutamente sentir parlare di strategia sbagliata attacca lo spagnolo, che con il podio ieri ha perso anche la leadership iridata . la differenza lha fatta il consumo delle gomme. Noi ci siamo fermati solo due giri prima di Grosjean. Lui finito secondo, noi quinti. Il fatto che sulla sua vettura le gomme sono durate 55 giri, sulle nostre appena 45. Tutto qui. Per questo motivo, il ragionamento che si fa al box della Ferrari, anche a seguire ai box la McLaren di Hamilton non sarebbe stato sufficiente per poter salvare il podio. Forse si sarebbe potuto

pensare di raccogliere due punti in pi, finendo davanti a Vettel. Ma qui come avete visto abbiamo cambiato approccio, per la prima volta non abbiamo corso per limitare i danni, ma abbiamo provato a vincere spiega Alonso . E cos abbiamo preso questo azzardo. Se avesse funzionato, se le gomme avessero retto come sulla Sauber e la Lotus, beh adesso sareste nel box a fianco, quello della McLaren, per commentare con loro un clamoroso sbaglio di strategia, quello di fermarsi due volte. Io invece continuo a sostenere che sia stato corretto fermarsi una sola volta. A 10 giri dalla fine eravamo al comando.
Bilancio Fernando tuttaltro

che dispiaciuto: Sapevamo che questa una pista che si adattava bene alla McLaren, quindi quando eravamo sulla scaletta dellaereo nessuno di

Felipe Massa a fine gara: Ho fatto una stupidaggine, peccato perch con il ritmo che avevo e la strategia giusta sarei potuto finire sul podio. Che cosa successo? Non lo so, ho frenato sempre nello stesso punto. Ho rovinato le gomme, mi sono dovuto fermare e ho pregiudicato la gara.
RIPRODUZIONE RISERVATA

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

FORMULA 1 GP CANADA
Calendario: tra due settimane c Valencia
AUSTRALIA 1 BUTTON MALESIA 1 ALONSO CINA 1 ROSBERG BAHRAIN 1 VETTEL SPAGNA 1 MALDONADO MONACO 1 WEBBER CANADA 1 HAMILTON 24 GIUGNO EUROPA 8 LUGLIO GRAN BRETAGNA 22 LUGLIO GERMANIA 29 LUGLIO UNGHERIA 2 SETTEMBRE BELGIO 9 SETTEMBRE ITALIA 23 SETTEMBRE SINGAPORE* 7 OTTOBRE GIAPPONE 14 OTTOBRE COREA DEL SUD 28 OTTOBRE INDIA 4 NOVEMBRE ABU DHABI 18 NOVEMBRE STATI UNITI 25 NOVEMBRE BRASILE *In notturna

Perez stavolta senza riguardi


Si prende il podio sorpassando Alonso. E Grosjean dimentica i troppi botti in partenza
le Pagelle
di PINO ALLIEVI

LA STATISTICA
TRENTANNI FA FURONO 11

Uno spettacolo di concretezza

h 10

8 Romain Grosjean
Una sola sosta e un premio grandissimo per questo francese che, passata la difficile prova del via (spesso con incidenti), ha corso con ritmo e intelligenza AP

8 Sergio Perez
Un altro podio dopo la Malesia. Stavolta, per, non si fatto problema a superare Alonso. E la Sauber torna tra i migliori: speriamo ci resti, lo merita EPA

6 Sebastian Vettel
Al comando per i primi 15 giri, ma senza prendere il largo come voleva. Poi la Red Bull si illusa come la Ferrari di finire con un pit-stop. Sosta tardiva... LAPRESSE

Il 2012 verso il record di vincitori


GIOVANNI CORTINOVIS

Lewis Hamilton
Finalmente! Mancava soltanto lui allappello dei vincitori. Ed eccolo trionfare a Montreal nel modo pi spettacolare e impossibile. Un successo di quelli che passano alla storia: era secondo a 14"8 dal leader Fernando Alonso a 20 giri dal termine, primo al traguardo con la conquista anche della leadership del Mondiale. Ha fatto sorpassi precisi, prendendo rischi al minimo malgrado unaggressivit di guida esagerata, Hamilton ieri ha dato una vera lezione di guida. E Alonso fa benissimo a considerarlo come il suo rivale pi pericoloso nella lunga corsa al titolo, perch soltanto Lewis sa fare certe cose e soltanto con lui la McLaren riesce a impostare certe tattiche che perdonano persino gli errori (incredibili) che continua a fare nelle soste ai box AFP

6 Fernando Alonso
D il massimo, ma divide col team lerrore di strategia. Ha portato a casa, nonostante tutto, altri punti. E la conquista del titolo resta sempre possibile COLOMBO

6 Felipe Massa
Merita 4 per lerrore che lo ha penalizzato dopo lavvio fulminante, ma pi di 7 per il ritmo tenuto nel vano tentativo rimonta. Recupera almeno 1 punto... AFP

5 Mark Webber
Non si mai visto, n in prova (4o), n in gara (7o). Nel momento in cui la Red Bull migliorata lui ha sofferto pi di Vettel e si trovato imbrigliato nel secondo gruppo AFP

6,5
Di Resta
Ottimo nelle prime battute, suo lunico sorpasso alla partenza. Poi scivolato indietro e non si pi visto. giunto 11o
LIVERANI

6
Rosberg
Ce la mette tutta, simpegna e tiene duro, ma la Mercedes attesa alla vittoria si squaglia con lasfalto caldo. E il 6 posto conta poco CANONIERO

6
Schumacher
Per Michael voto di sufficienza di incoraggiamento per la sfortuna accumulata nel corso di questa stagione
LAPRESSE

5
Kobayashi
Scattava 11 e Perez 15, ma il messicano lo ha surclassato nelle prestazioni. Riesce di rado a concretizzare la sua bravura
CANONIERO

5
Maldonado
Un incidente evitabile alla vigilia e limpossibilit di vedere sino in fondo se le novit Williams potevano funzionare o meno COLOMBO

4
Button
Da tre gare non c, ieri lo ha confermato. Con la stessa macchina con cui Hamilton ha dominato, lui si piazzato 16o: no comment!
REUTERS

Cade il primato stabilito a Montecarlo e ora sono 7 i diversi vincitori nelle prime 7 gare dellanno. Negli ultimi 25 anni ci sono stati 7 o pi vincitori in un intero campionato solo 2 volte: nel 2003 (8) e nel 2008 (7). Considerando invece tutte le serie, cio non solo quelle di inizio campionato, eguagliato il risultato del 1982 quando dal 6 GP (Montecarlo) al 12 (Austria) ci furono 7 vincitori. Il primato assoluto risale per al 1982 con 9 diversi vincitori in altrettante gare consecutive: Patrese a Monaco, Watson a Detroit, Piquet in Canada, Pironi in Olanda, Lauda in Inghilterra, Arnoux in Francia, Tambay in Germania, De Angelis in Austria e Rosberg in Svizzera. Dello stesso 1982, funestato dagli incidenti mortali di Gilles Villeneuve e Riccardo Paletti, anche il record di vincitori in una stagione: ai 9 gi citati si aggiunsero Prost, vincitore dei primi 2 GP stagionali, e Alboreto, trionfatore a Las Vegas. E allepoca i GP erano solo 16 contro i 20 attuali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

classifiche
ARRIVO
POS PILOTA 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. HAMILTON GROSJEAN PEREZ VETTEL ALONSO ROSBERG WEBBER RAIKKONEN KOBAYASHI NAZ GB FRA MES GER SPA GER AUS FIN GIA BRA GB GER VEN AUS FRA GB FIN FRA SCUDERIA McLaren-Mercedes Lotus-Renault Sauber-Ferrari Red Bull-Renault Ferrari Mercedes Red Bull-Renault Lotus-Renault Sauber-Ferrari Ferrari Force India-Mercedes Force India-Mercedes Williams-Renault Toro Rosso-Ferrari Toro Rosso-Ferrari McLaren-Mercedes Caterham-Renault Marussia-Cosworth TEMPO/DISTACCO (PIT STOP) in 1h3229"586 (2) media 198,027 km/h a 2"513 (1) a 5"260 (1) a 7"295 (2) a 13"411 (1) a 13"842 (2) a 15"085 (2) a 15"567 (1) a 24"432 (1) a 25"272 (2) a 37"693 (2) a 46"236 (2) a 47"052 (1) a 104"475 (2) a 1 giro (3) a 1 giro (3) a 1 giro (1) a1 giro (2) a 1 giro (2) a 3 giri (1)

zoom sulla corsa


GENERALE
PILOTI POS NOME NAZ PUNTI AUS MAL CIN

GIRI VELOCI
GB SPA GER AUS GER FIN FRA GB MES VEN GIA GB BRA BRA GER FRA AUS GER FIN GER FRA IND RUS SPA 88 86 85 79 67 55 53 45 37 29 21 21 15 11 7 4 2 2 0 0 0 0 0 0 164 133 108 97 69 58 44 28 6 0 0 0 15 10 18 12 6 25 4 8 1 2 30 40 6 10 12 1 2 15 25 12 10 18 6 8 2 4 1 -

CAMBI GOMME
Questo lelenco dei pit stop di ieri. Le sigle dei pneumatici Pirelli: S= Soft; SS= Supersoft; N= gomma nuova; U= gomma usata; DT= drive through. Tra parentesi il giro del cambio gomme, poi le soste effettuate. NC= non classificato HAMILTON: SSU SN (17) SN (50) 2 GROSJEAN: SSU SU (21) 1 PEREZ: SN SSN (41) 1 VETTEL: SSU SN (16) SSU (63)2 ALONSO: SSU SU (19) 1 ROSBERG: SSU SN (19) SU (38) 2 WEBBER: SSU SN (17) SN (52) 2 RIKKNEN: SN SSU (40) 1 KOBAYASHI: SSN SN (24) SN (25) 2 MASSA: SSU SN (12) SSU (58) 2 DI RESTA: SSU SN (13) SN (44)2 HLKENBERG: SN SSN (21) SN (42) 2 MALDONADO: SN SSN (29) 1 RICCIARDO: SSU SN (17) SSN (58) 2 VERGNE: SSN SN (16) SN (43) DT (47) 3 BUTTON: SU SSU (15) SSU (33) SN (52) 3 SENNA: SSU SN (23) 1 KOVALAINEN: SSN SN (17) SN (42) 2 PETROV: SSN SN (18) SN (43) 2 PIC: SSN SN (28) 1 GLOCK: SSN SN (24) 1 NC SCHUMACHER: SSU SN (13) SN (43) 2 NC DE LA ROSA: SN 0 NC KARTHIKEYAN: SSN 0 NC

10. MASSA 11. DI RESTA

12. HLKENBERG 13. MALDONADO 14. RICCIARDO 15. VERGNE 16. BUTTON 17. SENNA 18. KOVALAINEN 19. PETROV 20. PIC

BRA Williams-Renault RUS Caterham-Renault

1. HAMILTON 2. ALONSO 3. VETTEL 4. WEBBER 5. ROSBERG 6. RAIKKONEN 7. GROSJEAN 8. BUTTON 9. PEREZ 10. MALDONADO 11. KOBAYASHI 12. DI RESTA 13. SENNA 14. MASSA 15. HLKENBERG 16. VERGNE 17. RICCIARDO 18. SCHUMACHER 19. KOVALAINEN 20. GLOCK 21. PIC 22. KARTHIKEYAN 23. PETROV 24. DE LA ROSA
COSTRUTTORI

15 2 10 12 25 8 18 4 1 6 -

12 15 10 25 1 18 8 8 4 -

22 33 8 2 25 1 10 -

BAH 4 6 25 12 10 18 15 8 2 1 37 4 33 8 11 8 -

SPA MON CAN 4 10 25 18 15 10 8 12 12 25 6 6 18 8 15 2 4 12 18 2 15 25 10 2 6 1 8 1 1 4 -

1. Vettel 115"752 (70) 2. Massa 116"182 (69) 3. Perez 116"414 (67) 4. Ricciardo 116"609 (70) 5. Raikkonen 116"764 (70) 6. Hamilton 117"020 (59) 7. Rosberg 117"060 (67) 8. Webber 117"131 (62) 9. Hlkenberg 117"202 (62) 10. Di Resta 117"219 (63) 11. Grosjean 117"264 (57) 12. Kobayashi 117"464 (61) 13. Maldonado 117"489 (67) 14. Senna 117"817 (67) 15. Alonso 117"820 (42) 16. Button 117"843 (63) 17. Vergne 117"875 (55) 18. Petrov 118"093 (58) 19. Kovalainen 118"128 (62) 20. Schumacher 118"433 (37) 21. Pic 120"632 (63) 22. Glock 121"032 (47) 23. De la Rosa 121"535 (23) 24. Karthikeyan 122"044 (12)

GIRO PI VELOCE: il 70O di VETTEL in 115"752, media 207,249 km/h DISTANZA: 70 giri pari a 305,270 km RITIRATI: al 23O giro KARTHIKEYAN (IND-Hrt) testacoda; al 25O giro DE LA ROSA (SPA-Hrt) problema meccanico; al 44O giro SCHUMACHER (GER-Mercedes) problema meccanico; al 57O giro GLOCK (GER-Marussia) testacoda. LEADER DELLA CORSA: dal 1O al 15O giro Vettel; il 16O Hamilton; dal 17O al 19O Alonso; il 20O Grosjean; dal 21O al 49O Hamilton; dal 50O al 63O Alonso; dal 64O allarrivo Hamilton

1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. 10. 11. 12.

RED BULL MCLAREN LOTUS FERRARI MERCEDES SAUBER WILLIAMS FORCE INDIA TORO ROSSO CATERHAM MARUSSIA HRT

8 6 27 18 6 10 25 1 -

37 10 2 23 18 1 10 -

18 25 22 11 8 17 -

Sebastian Vettel, 24 anni REUTERS

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

FORMULA 1 GP CANADA
GALLERIA GIOIA SUL CIRCUITO GILLES VILLENEUVE
1 2

MARCHIONNE E LA ROSSA

Serve ancora qualche colpo di cacciavite


MONTREAL Ha lasciato il box Ferrari prima che iniziasse la cerimonia del podio e non aveva certo lespressione felice Sergio Marchionne. Si attendeva unaltra gara dopo la promettente vigilia. La verit che la macchina non ancora a posto ha detto la.d. Fiat serve ancora qualche colpo di cacciavite. La strategia? Forse lavrei fatta anchio cos per cercare di vincere. Ora importante lasciare i ragazzi tranquilli a lavorare sulla vettura. Era da Monza che il timoniere della Fiat non veniva a un GP, ma qui di regola non manca mai, visto che ... casa sua. In compagnia di Andrea Felisa, il numero 2 del Cavallino, aveva iniziato la giornata di Montreal sullo schieramento del Ferrari Challenge (i vincitori sono stati premiati da Felisa) dove ha posato con la tabella di segnalazione per supportare lasta in favore della popolazione terremotata dellEmilia: in palio c la 599 XX, oltre a delle memorabilia. Prima del via aveva detto. Sorpreso dal recupero della Ferrari? No, perch conosco questo gruppo di persone straordinario. Mi basta vedere che cosa producono, la FF o la F12, per accorgersene. Questa azienda ha una capacit creativa fuori dal comune. Alonso? Ne parlavo arrivando qui con Felisa, lui non solo bravo a guidare ma ha una comprensione "del tutto" in cui opera. Ecco lui e Schumi sono accumunati da questa capacit, direi che sono della stessa pasta.
a.cr.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Foto 1 Lewis Hamilton, 27 anni, fa festa sul podio con il messicano Sergio Perez (a destra) 3 e il francese Romain Grosjean (sullo sfondo) 2 REUTERS. Foto 2 La gioia della fidanzata cantante Nicole Scherzinger EPA. Foto 3 Tutta la grinta di Lewis dopo larrivo ACTION IMAGES 3

DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO IANIERI MONTREAL

Grande, grandissimo Lewis Hamilton. Che in un colpo solo fa doppietta: perch la prima vittoria della stagione gli regala la testa di un Mondiale sempre pi pazzo, bello e imprevedibile. lui il settimo re dellanno, dopo una gara che nel finale s infiammata prepotentemente, con chi era davanti, leggi Fernando Alonso e Sebastian Vettel, a cercare di salvare il salvabile e chi rinveniva dalle retrovie a recuperare secondi senza piet. Dentro di me sento unesplosione di felicit butta fuori tutto dun fiato linglese della McLaren . stata una gara durissima, ma ne ho amato ogni singolo minuto. Questa una pista speciale, ci ho vinto la mia prima gara, nel 2007 e non ho mai dubitato che avrei potuto riuscirci anche questa volta. S, stata una delle mie migliori gare.
Dubbi In una corsa in cui le uniche pecche sono stati due balbettamenti in fase di ripartenza ai pit stop (Non so cosa sia successo, forse colpa mia), Hamilton ha vissuto una gara in crescendo. Dopo le qualifiche

Una vittoria che non mai stata in dubbio


Hamilton: Questa tra le mie gare pi belle Il problema al pit stop? Forse dipende da me
Grosjean: Quando ho visto lindicazione che ero 2 non ho realizzato... Vettel: Le gomme hanno iniziato a calare sempre pi, ho dovuto fermarmi
ero stato prudente nei pronostici, noi non avevamo portato grandi aggiornamenti e di solito in gara facciamo pi fatica di Red Bull e Ferrari. Ma allinizio ho visto che tenevo bene il ritmo di Sebastian e mi ha sorpreso il degrado delle sue gomme. A quel punto ho capito che il rivale per la vittoria sarebbe stato Fernando: stato fondamentale ripassarlo dopo il primo pit stop e creare un piccolo margine. Anche perch a un certo punto mi venuto il dubbio che potesse fare una sosta sola: cosa impossibile per me, sarei finito ancor pi lontano di loro.
Rincorsa Dubbio diventato certezza quando al 50 giro Lewis tornato ai box mentre Alonso e Vettel continuavano, pur alzando il ritmo. A quel punto mancavano 20 giri e Hamilton aveva uno svantaggio di 14"8 sulla Ferrari. stato esaltante girare sempre 1"6-1"8 pi veloce di loro, sapevo che avevo tutto il tempo per riprenderli e non dovevo farmi prendere dalla foga. Ma solo quando ho pas-

sato Fernando a 6 giri dalla fine ho sentito mia la gara.


Podio Alle sue spalle, intanto, la

corsa al resto del podio si accendeva per il forcing di Romain Grosjean con la Lotus e di Sergio Perez che in una manciata di giri si fiondavano su Alonso. Per entrambi il secondo podio dellanno: Quando ho visto sulla tabella lindicazione che ero 2 non ho capito cosa fosse successo racconta Grosjean . stata una corsa pazza, ma la squadra ha fatto un ottimo lavoro. Lunico dubbio era la tenuta delle gomme supersoft allinizio, poi nel secondo stint avevo un ritmo fantastico. Stessa gioia per Perez, risalito dal 15 posto del via al 3, che dal 2 posto in Malesia non era pi andato a punti: Abbiamo avuto tanta sfortuna, ma questo risultato ci ripaga: siamo stati perfetti nelle strategie e adesso possiamo provare a conquistare la prima vittoria dellanno. Delusione contenuta per Sebastian Vettel: Le gomme hanno iniziato a calare sempre pi, ho dovuto fermarmi. Ma tutto sommato stato un buon fine settimana, ho recuperato qualcosa su Fernando e non ho perso troppo da Hamilton.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CROSS IN PORTOGALLO

Taccuino
INDYCAR

Super Desalle Ma Cairoli resta leader iridato


AGUEDA (Por) Con la vittoria nella prima manche e il terzo posto nella seconda, il belga Clement Desalle si aggiudicato la Mx1 del GP Portogallo di cross. Lufficiale Suzuki stato implacabile nella frazione iniziale, dove una volta scavalcato Christophe Pourcel (Kawasaki) ha fatto gara a s; nella seconda, invece, rinvenuto dalla sesta alla terza piazza lasciando la vittoria a Gautier Paulin (Kawasaki). Il francese ha avuto un entusiasmante testa a testa con Cairoli (Ktm), alla fine secondo dopo il 3 posto in gara-1. Tony mantiene comunque la testa del campionato con 295 punti, 37 pi di Desalle. Nella Mx2 il leader Jeffrey Herlings (Ktm) si imposto su Tommy Searle (Kawasaki).
Massimo Zanzani

Wilson re in Texas
Linglese Justin Wilson ha vinto la gara IndyCar di Fort Worth (Texas). Al secondo posto Rahal (Usa), al terzo Briscoe (Aus). Laustraliano Will Power, nonostante lottava posizione, mantiene saldamente la testa della classifica generale: adesso ha 34 punti pi di Dixon.

SPEEDWAY

Trionfa Crump
(i.m.) Laustraliano Jason Crump ha vinto a Copenaghen (Dan) il quinto Gran Prix mondiale di speedway precedendo Lindgren (Sve), Hancock (Usa) e Harris (Gbr) nella batteria finale, tutti su motore italiano GM. In classifica resta primo Hancock con 75 punti.

TRICOLORE F.3

La prima di Maisano
Il francese Brandon Maisano (Prema) ha vinto gara-2 del Tricolore F.3 al Mugello, davanti al compagno di squadra Eddie Cheever. In gara-3 storico trionfo del romeno Robert Visoiu (Ghinzani), a soli 16 anni.

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

SUPERBIKE GP MISANO

Biaggi, una doppietta col sapore di Mondiale


In gara-1 rimonta e vince su Checa Al pomeriggio fa il vuoto. Carlos cade

MAX IN FUGA
Le classifiche del Mondiale dopo 7 round su 14

4
S

IL COLPACCIO SULLA PISTA DUCATI

Mio figlio mi ha dato la carica


Il Corsaro: Adesso dovr portarlo pi spesso... Dura tenere dietro la rossa
MISANO

La grande gioia di Max Biaggi, 40 anni, dopo la doppietta di Misano. Sotto la caduta di Checa
MAZZERO PORROZZI

PAOLO GOZZI MISANO (Rimini)

Nel primo tempo Max Biaggi li ha stroncati con la clava, in rimonta dalla 3a fila. Nel secondo li ha fulminati con una partenza razzo (7 posizioni in un giro), poi ha affondato sbarazzandosi senza problemi di Tom Sykes: dopo 4 giri il 19o trionfo (24o per lAprilia) era in ghiaccio. Biaggi non segnava la doppietta da Misano 2010, trampolino per il titolo.
Perfetto La storia pu ripeter-

riusciamo ad eliminare le vibrazioni e sfruttare le gomme) dopo aver causato la scivolata delliridato Carlos Checa sprofondato a -60,5 punti.
Beffa Biaggi ha fatto centro sulla pista Ducati (17 centri su 40), beffando in gara-1 lo spagnolo, che sembrava avere il ritmo per la fuga. Carlito ha pagato carissimo lerrore di strategia dalla squadra in Superpole (16o e ultimo). Situazione ambigua: Ducati paga pilota, tecnici, moto e ricambi, ma non ha il controllo della situazione, gestita da una struttura privata. Lanno scorso funzionava, adesso il livello si alzato e servirebbe di pi. Rabbia Risalendo dalla 4a fila,

Ritorno Biaggi non vinceva dal-

si. Perch nella migliore giornata del Corsaro gli avversari sono naufragati. Marco Melandri, galvanizzato da due successi di fila con il missile Bmw si ritirato per il cedimento della gomma posteriore e poi si arenato al 4o posto (Non

Checa era riuscito a non perdere contatto con lo spietato Max, ma nel finale era manca-

to laffondo. La manovra di Melandri in gara-2 ha fatto traboccare il vaso e forse chiuso la stagione: Marco doveva stare pi attento, non cera spazio per passare in due. Melandri ha chiesto scusa: Volevo recuperare, ho visto un varco e mi sono infilato. Non lho fatto apposta. I due sono amici, hanno lo stesso manager e lanno scorso Marco aveva pure sponsorizzato lo spagnolo con il marchio della sua bevanda energetica.

lapertura in Australia, dove aveva utilizzato lo stesso gommone posteriore (200 mm contro 180), che qui solo lui riuscito a far volare. Ma anche lAprilia ha reagito dopo la batosta americana. Ma Eugene Laverty non riesce a decollare (7o e caduta). Segno che conta il fattore pilota: Biaggi, 40 anni e 2 figli, per esperienza, classe e sensibilit una spanna sopra a tutti.
Giovane Sykes (4o e 7o) e Rea

Piloti 1. Biaggi 210,5 punti 2. Rea 172 3. Sykes 164,5 4. Melandri 155,5 5. Checa 150,5 6. Haslam 123 7. Guintoli 103 8. Laverty 95 9. Giugliano 80 10. Smrz 75,5 11. Fabrizio 58 12. Badovini 50 13. Camier 49,5 14. Davies 49 15. Berger 38,5 16. Aoyama 34,5 17. Canepa 28 18. Zanetti 25 19. Baz 19 20. Lascorz 17 21. Hopkins 10 22. Mercado 9 23. Salom 9 24. Hickman 7 25. Baiocco 7 26. Staring 6 27. Aitchison 3 28. Brookes 1

La dedico a mio figlio Leon, era la prima volta che veniva alle gare. Dovr portarlo pi spesso.... Biaggi parla a ruota libera. Se Checa fosse partito davanti in gara-1 non lo avremmo pi visto. Tenerlo dietro stato difficile.
La seconda invece stata un dominio.

Ho spinto allinizio, poi ho navigato per gestire laderenza e non avere brutte sorprese.
Perch nelle prove lAprilia non aveva brillato?

Non siamo mai stati i pi veloci. Il nostro tallone dAchille resta laccelerazione.
La gomma maggiorata stata la chiave?

Non era la soluzione pi veloce. Ho cercato di conviverci, agli altri non riuscito.
Misano la svolta?

Nella prossima gara sar diverso, qui abbiamo sfruttato le circostanze e ci andata bene.
Perch lAprilia vince solo con Biaggi?

S
Costruttori 1. Ducati 222,5 2. Aprilia 221 3. Bmw 197 4. Honda 176 5. Kawasaki 170,5 6. Suzuki 56,5

Spiegatelo voi perch.


Davide Giugliano pu diventare un nuovo Max?

Con una Ducati pi facile fare il fenomeno.


p.g.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Prossimo round 1 luglio Aragon (Spagna)

(5o e 2o) sono veloci, ma inconsistenti sulla distanza, mortificando le velleit di Kawasaki e Honda. Davide Giugliano stato grande a met, piegandosi solo ai vecchi draghi Biaggi e Checa. Ma poi ha smarrito il limite e ha spezzato lultima speranza Ducati in una scivolata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I RISULTATI AL CIRCUITO MARCO SIMONCELLI

Giugliano splendido terzo Melandri risale in gara-2: 4


Risultati del GP San Marino, 7 round del Mondiale Superbike a Misano (4.226 m). Gara-1 (24 giri, km 101,424): 1. Biaggi (Aprilia) in 3858"471, media 156,139 km/h; 2. Checa (Spa-Ducati) a 0"305; 3. Giugliano (Ducati) a 4"503; 4. Sykes (GB-Kawasaki) a 8"858; 5. Rea (GB-Honda) a 11"627; 6. Davies (GB-Aprilia) a 12"258; 7. Laverty (Irl-Aprilia) a 12"551; 8. Guintoli (Fra-Ducati) a 13"561;

9. Smrz (R.Cec-Ducati) a 17"014; 10. Camier (GB-Suzuki) a 18"361; 11. Badovini (Bmw) a 20"029; 12. Haslam (GB-Bmw) a 22"082; 13. Berger (Fra-Ducati) a 22"966; 14. Fabrizio (Bmw) a 27"014; 15. Baiocco (Ducati) a 31"133; 18. Canepa (Ducati) a 43"770; 20. Sandi (Bmw) a 6 giri.

Gara-2 (24 giri): 1. Biaggi (Aprilia) in 3901"869, media 155,912 km/h; 2. Rea a 5"355; 3. Haslam a 5"731; 4. Melandri (Bmw) a 7"004; 5. Badovini a 7"921; 6. Fabrizio a 17"291; 7. Sykes a 17"351; 8. Baz (Kawasaki) a 17"630; 9. Smrz a 18"211; 10. Baiocco a 28"131; 13. Canepa a 49"003; 17. Sandi a 129"918.

Biaggi sul podio col ciuccio del figlio Leon GAMBUTI

it

Crociere

Mediterraneo
Ibiza
Abrat 3*
da

Vacanze

Voli

Hotel

Europa

Hotel al Mare
Malta
Bugibba Holiday Complex 3*
Mezza Pensione da

PACCHETTI VACANZA - VoLo + 7 Notti iN HotEL Costa Smeralda


Lu Nibareddu 3*
Mezza Pensione da Mezza Pensione

227

346

229

Maiorca
Cala Guya Mar 3*
Mezza Pensione da

Santa Maria di Leuca


Messapia Residence 4*
Mezza Pensione da

Djerba
Promotravel Sun Club 3*
All Inclusive da

355

327

513

Minorca
Playa Azul 3*
da Mezza Pensione

Rodi
Mariana Palace Hotel 4*
All Inclusive da

Gran Canaria
Bull Astoria 3*
Mezza Pensione da

351

277

321

Catania
Atlantis Palace 3*
Mezza Pensione da

Creta
Adelais 3*
da All Inclusive

Fuerteventura
Corralejo Beach 4*
Mezza Pensione da

357

298

487

NESSUNA QUOTA DISCRIZIONE! Prezzi per persona in camera doppia per le notti e nel trattamento indicato, includono inoltre VOLI DIRETTI andata/ritorno da Milano e/o Bergamo e tasse aeroportuali. Disponibili anche partenze da altri aeroporti italiani. Possibilit di riduzioni per 3 e 4 letto e di scegliere altri trattamenti (con relativi supplementi/riduzioni). * Consulta le condizioni della promozione nel nostro sito. Lo sconto gi calcolato nei prezzi di questa offerta. Offerta valida fino al 2 Luglio 2012. Prezzi e disponibilit soggetti a riconferma allatto della prenotazione. Condizioni generali di vendita su www.logitravel.it

Smetti di cercare... prenota le tue vacanze con www.logitravel.it

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

CICLISMO IN FRANCIA

ROGERS 2 EVANS 3

DOPO LA CRISI A MORZINE

Da paura: 4 nei primi 10!


Guardate la forza del Team Sky al Giro del Delfinato: linglese Bradley Wiggins in maglia gialla protetto dai gregari. Nei primi 10 della classifica anche Rogers 2, Froome 4 e Porte 9 BETTINI

ARRIVO 1. Dani MORENO (Spa, Katusha) 124 km in 2.59, media 41,589; 2. Luis Leon Sanchez (Spa, Rabobank); 3. Cadel Evans (Aus, Bmc); 4. Boasson Hagen (Nor); 5. Nocentini; 6. Weening (Ola); 7. Van den Broeck (Bel); 9. Porte (Aus); 10. Rogers (Aus) a 7"; 11. Froome (Aus); 19. Wiggins (Gb) a 10"; 42. Nibali a 217".

Orgoglio Nibali ultimo attacco in discesa


Da domani sul San Pellegrino Devo lavorare su salite lunghe, quelle che durano pi di unora

S
CLASSIFICA FINALE 1. Bradley WIGGINS (Gb, Sky) 26.4046"; 2. Michael Rogers (Aus, Sky) a 117"; 3. Cadel Evans (Aus, Bmc) a 126"; 4. Froome (Gb) a 145"; 5. Van den Broeck (Bel) a 212"; 6. Kiryienka (Bie) a 258"; 7. Brajkovic (Slo) a 307"; 8. Kelderman (Ola) a 326"; 9. Porte (Aus) a 334"; 10. Zubeldia (Spa) a 350"; 19. Nocentini a 906"; 28. Nibali a 1436"

Nibali, 27 anni BETTINI


DAL NOSTRO INVIATO

Il nuovo boss
Wiggins padrone in stile Armstrong
Delfinato Trionfo-bis per linglese con una squadra fortissima. Al Tour da superfavorito
DAL NOSTRO INVIATO

MORZINE (Francia)

dato fuori giri pi di un rivale. S, il nostro modo di correre ha ricordato la Us Postal di Armstrong, oppure la Banesto di Indurain. Sta funzionando e quindi non c motivo per cambiarlo al Tour.
Stato di grazia Impossibile trovare una pecca nella stagione di Wiggins, che ha cominciato a vincere in febbraio (una tappa al Giro dellAlgarve) e di passaggio si portato a casa anche il Giro di Romandia a fine aprile. Detto che dopo il Tour non si perder i Giochi Olimpici nella sua Londra (prevista la partecipazione nella prova in linea e soprattutto nella crono), chiaro che ha unoccasione doro per vincere la Grande Boucle, che questanno presenta ben 101 chilometri contro il tempo e appena tre arrivi in salita. Non sar lunica stella di Sky, che sulla carta ha un asso da calare, e che asso, anche per la conquista della maglia verde, cio liridato Mark Cavendish. Ma la squadra, apparsa una macchina da guerra al Delfinato, sapr reggere il doppio impegno, riuscendo in unimpresa che ricorderebbe quella della Telekom 1997, che conquist la maglia gialla con Ullrich e la classifica a punti con Zabel? Non abbiamo ancora affrontato la questione, ma la priorit sicuramente la vittoria del Tour. Non poteva essere pi chiaro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lorgoglio del campione. A Vincenzo Nibali non mai mancato e ieri ne ha dato una bella prova. Sabato aveva preso una scoppola sul Joux Plane, arrivando al traguardo di Morzine a oltre 9 minuti: intollerabile per uno come lui. E cos ieri il 27enne siciliano della Liquigas-Cannondale ci ha provato, in salita e soprattutto nella discesa che portava al traguardo di Chatel: a 15 chilometri dalla fine aveva 30" sui migliori e altrettanti di ritardo su Rolland, Coppel e Westra. Il ritorno del gruppo, condotto forte soprattutto dalla Bmc che voleva vincere lultima tappa con Evans (poi 3), stato inesorabile. Ma il tentativo di Nibali, sulla strada di un Tour de France che presenter alcuni finali di tappa simili a quello di ieri, non va disprezzato.
Morale S, una prova dorgoglio e sopratutto vo-

CIRO SCOGNAMIGLIO

twitter@cirogazzetta
MORZINE (Francia)

Corre alla Armstrong, si ispira ad Indurain e tra poco pi di un mese potrebbe vincere il Tour de France dopo Parigi-Nizza (a marzo) e Giro del Delfinato (ieri) come seppero fare Eddy Merckx nel 1971 e Jacques Anquetil nel 1963. La dimensione ciclistica di Bradley Wiggins non paragonabile a quella di questi quattro mammasantissima. Eppure il bis consecutivo che ha servito questo ex fuoriclasse della pista al Giro del Delfinato (ieri, nellultima tappa, successo dello spagnolo Daniel Moreno, che ha fatto bis) ha onestamente impressionato. E se ci sar un uomo da battere al via del Tour, il 30 giugno da Liegi, proprio lui. Lanno scorso, quando ho vin-

to questa corsa, non ero il favorito ha spiegato Wiggins, 32 anni . Cos, il nuovo successo ancora pi bello. La soddisfazione pi grande stata il prologo, perch ho perso un solo secondo dal vincitore ed stata la migliore partenza possibile. Non credo di essere mai stato cos bene, e se sto vivendo la mia migliore stagione, tutto cominciato dalla delusione al Tour del 2010 quando ero finito fuori dai primi 20. Quella grande sconfitta mi ha fatto ricominciare da capo.
Ritmo infernale Wiggins ha citato il prologo, ma in effetti ha dominato anche la cronometro lunga di Bourg en Bresse (53,5 km), e in montagna non ha mostrato un solo secondo di affanno. Anzi, il ritmo infernale imposto dai suoi uomini di Sky, capace di piazzare tra i primi dieci anche Rogers (2), Froome (4) e Porte (9), ha man-

S
Sino a domenica: Giro di Svizzera

S
Sabato 23 Tricolori in Trentino Prova in linea

S
30/6-22/7 Tour de France

In questa stagione Bradley Wiggins, 32 anni, ha vinto ParigiNizza, Romandia e Delfinato AFP

levo vedere come stavo. Non nascondo niente, sto cercando la condizione migliore, quindi questi sforzi in gara mi servono e nella tappa del Joux Plane avevo vissuto una giornataccia. Qui ci sono corridori che stanno bene, ma credo che tanti stiano anche peggio di me. Non era il successo di tappa che gli interessava (la Liquigas ha portato a casa con il colombiano Sarmiento la classifica dei Gpm), anche se non gli avrebbe fatto schifo. Difficile, nei lunghi viali il gruppo ti vedeva e il finale era complicato. Io cercavo delle risposte e qualcosa ho trovato. Ma adesso chiaro che lavvicinamento al Tour entra nella sua fase cruciale e nessun passo falso consentito. Da domani Nibali atteso da un lavoro molto importante con i compagni, in quota sul Passo San Pellegrino (Ivan Basso compreso, gi sul posto): ci rester fino al 22 e poi parteciper al Tricolore in linea del 23 in Trentino (mentre allo stato non prevista la cronometro). Dovr fare lavori specifici in salita, soprattutto su quelle lunghe che durano pi di unora. Al Tour manca da tre anni e lobiettivo minimo sar migliorare il settimo posto del 2009. Io credo che i soli che hanno dimostrato di avere veramente qualche cosa in pi siano Wiggins, chiaramente, e anche Evans. Per, riparliamone tra meno di un mese. Il Tour non si vince al Delfinato.
ci. sco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIRO DI SVIZZERA VINCE IL PORTOGHESE RUI COSTA SULLA SALITA DI VERBIER

la foto

GIRO-BIO DILETTANTI VILLELLA LEADER

Frank Schleck stop a 150 metri Cunego cede 47", Moser a 120"
VERBIER (Svizzera)

A Sora la spunta Tleubayev Oggi si scala il Terminillo


SORA (Frosinone) (past.) Tappa al kazako Ruslan Tleubayev, maglia al bergamasco Davide Villella. La terza giornata del GiroBio - unodissea di 211 km "mangia-e-bevi" da Noterasco, in Abruzzo, fino a Sora - rivoluziona la pi importante corsa dei dilettanti. E allo sprint vittoria di Tleubayev davanti a Villella e Cecchin. Tleubayev, che questanno ha vinto anche la Corsa della Pace, si pu considerare gi un Astana, nel senso della squadra pro di Vinokourov. Invece Villella, 6 vittorie nel 2012 e un colpo di pedale che - secondo gli intenditori - vale gi la categoria superiore, ha fatto uno stage con la Quick Step. Oggi si sale da Avezzano al Terminillo, montagna storica del Giro dItalia. Arrivo: 1. Ruslan TLEUBAYEV (Kaz) 211 km in 5.36, media 37,687; 2. Davide Villella (Colpack); 3. Alberto Cecchin (Marchiol); 4. Busato; 5. Vicini. Classifica: 1. Davide VILLELLA (Colpack); 2. Tleubayev (Kaz) a 14"; 3. Matteo Busato (Team Idea) a 20"; 4. Gaffurini a 24"; 5. Giacobazzi a 36". Oggi: 4 tappa Avezzano-Terminillo, km 168.

Sulla salita di Verbier, Alberto Contador scaten tutta la rabbia per la difficile convivenza con Armstrong. Era il Tour 2009, e lo spagnolo realizz una delle migliori prestazioni in montagna: Andy Schleck a 43" e Nibali a 103". Ieri il Giro di Svizzera tornato qui con la seconda tappa, partita da Verbania, in Piemonte: e lo spettacolo stato pi per i tanti staccati che per gli attacchi. Hanno ceduto Valverde, Kreuziger e Leipheimer, Cunego

(47"), Gesink (a 104": ha appena vinto il California) e Moreno Moser, atteso dopo la crono di Lugano: si staccato ai 5 km e ha chiuso a 120". Ci ha provato Frank Schleck: il lussemburghese, reduce dal polemico ritiro al Giro, partito a meno 5,5 km ed stato superato ai 150 metri da Rui Costa, 25 anni, portoghese della Movistar, che nel 2011 aveva vinto a SuperBesse al Tour e il Gp Montreal. In finali cos, sbaglia poche volte. La prossima tappa impegnativa venerd, la crono di Gossau di 34 km. Poi gran finale in montagna.

Risultati
Arrivo: 1. Rui COSTA (Por, Movistar) km 218 in 6.21, media 34,4; 2. Frank Schleck (Lus) a 4"; 3. Nieve (Spa) a 12"; 4. G. Caruso a 13"; 5. Pinot (Fra); 6. Roche (Irl) a 16". 7. Sorensen (Dan) ; 8. Gadret (Fra); 9. Valverde (Spa) a 18"; 10. Kreuziger (Rep. Ceca) a 22"; 13. Leipheimer (Usa); 18. Cunego a 47"; 19. Gesink (Ola) a 104"; 21. Moser a 120"; 139. Sagan (Slk) a 1324". Classifica: 1. Rui COSTA (Por, Movistar) 6.31; 2. F. Schleck (Lus) a 8"; 3. Kreuziger (Cec) a 15"; 4. Pinot (Fra) a 19"; 5. Roche (Irl) a 21". 6. Lvkvist (Sve) a 21"; 7. Valverde (Spa) a 23"; 8. Gadret (Fra) a 24"; 15. G. Caruso a 41". Oggi: 3a tappa, Martigny-Aaberg, km 195, con un Gpm di 4 cat. a -11 km. Tv: diretta Sky Sport 2 dalle 16.

Granfondo Merckx, che festa


Lo riconoscete? Ecco Eddy Merckx, vestito di nero, al via della sua Granfondo: erano in 2000 a Rivalta di Brentino Belluno (Vr). A scortarlo, i pro della Farnese e le ragazze della MCipollini con Guderzo e Carretta. In campo femminile ha vinto Dorina Vaccaroni, olimpionica di scherma. Uomini: primo il polacco Hubert Krys NEWSPOWER

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

TENNIS ROLAND GARROS LA FINALE

NADAL AVANTI 6-4 6-3 2-6 1-2

Polemica tra lo zio di Nadal e il supervisor Oggi si inizia alle 13


(lu.mar) Luomo della pioggia Stefan Fransson, il supervisor del torneo, colui che ha lultima parola su tutto. Quando le condizioni meteorologiche non sono buone, a qualcuno spetta di prendere delle decisioni difficili. Ho parlato con i giocatori, hanno accettato di ritornare in campo dopo la prima sospensione. Poi ha iniziato a piovere di pi. probabile che Nadal non sia stato contento di riprendere, ma nessuno si lamentato per tutto il terzo set.

Le polemiche si accendono quando Tony Nadal manda letteralmente a quel paese Fransson. Il suo pupillo ha beccato 8 game di fila e la finale cambia improvvisamente faccia. Tutto rinviato di un giorno (diretta tv Eurosport e RaiSport1 alle 13), dopo tre ore esatte di gioco, con il maiorchino avanti due set a uno (6-4 6-3 2-6) e il quarto set sul punteggio di 1-2 e un break a favore per Nole, a cui spetta battere. Ovviamente i biglietti di domenica sono validi anche per la ripresa di oggi. In attesa del tetto, che dovrebbe arrivare non prima del 2016, Parigi convive con il problema pioggia e con una programmazione troppo legata alle necessit delle televisioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Teloni sul campo centrale, dopo due sospensioni per pioggia la finale stata rinviata LAPRESSE

Vole di rovescio
di PAOLO BERTOLUCCI

Fondamentale gestire la pausa Rafa vince 2 set di slancio, Nole nervoso viene anche ammonito, ma dopo la
Una delle prime caratteristiche che deve avere un giocatore di tennis la grande capacit di adattamento. Questo uno sport nel quale, in ogni fase cambiano i parametri. Nell'arco della stagione variano la superficie, il tipo di palle, gli orari, l'alimentazione e le condizioni geo-climatiche. La storia piena di partite all'apparenza ben delineate, che hanno repentinamente cambiato direzione dopo la sosta per la pioggia. Abbiamo visto ieri come nel match tra Nadal e Djokovic la diversa situazione psicologica abbia cambiato il punteggio. Lo spagnolo, certo di aver subito uno svantaggio, rientrato in campo meno aggressivo, mentre il serbo, capendo di dover capitalizzare la ciambella di salvataggio, ha rispolverato la determinazione del 2011. L'inizio della partita aveva registrato una partenza sottotono di Nole, messo spalle al muro dopo aver subito la pressione e la concretezza di Rafa. Neppure la prima interruzione, aveva modificato le forze in campo. Il secondo scroscio, invece, lo ha salvato. Si calmato e ha liberato la mente e la miopia nel non saper trovare le contromisure. Nadal, dal canto suo, sorpreso dal prepotente rientro dell'avversario, ha accusato mentalmente subendo le palle e il campo diventato un galoppatoio. Il nervosismo si impadronito dello spagnolo, costretto a chiedere la sospensione per bloccare lo scatenato avversario. Entrambi hanno ottenuto giovamento dal riposo e oggi vedremo chi avr gestito meglio la pausa pi lunga. Il punteggio non in parit e Nadal partir con un prezioso vantaggio.

Nadal-Djokovic, la pioggia ferma una guerra di nervi


PARIGI

seconda interruzione fa suo il 3 e guida nel 4. La furia di Rafa, lo stop e il rinvio


Brutti, sporchi e cattivi. Quando tutto estremo, ineluttabile il risultato estremo del tennis, lo stop per pioggia sul 6-4 6-3 2-6 1-2 per Nadal, con rinvio a oggi alle 13. Perch i due re del tennis, Novak Djokovic e Rafa Nadal giocano il corri e tira estremo, da numeri 1 e 2 della classifica, nelle condizioni pi difficili, emotive ed esterne, addirittura da 10 puntate sempre in finale (e negli ultimi 4 Major!) e sempre a caccia di record: il Djoker Slam (vincere 4 tornei pi importanti, ma non nellanno solare) per il fenomenale serbo di gomma, il settimo sigillo al Roland Garros per il pi grande terraiolo di sempre, spagnolo.
Equilibrio Estremo lequili-

Accendendo i 15mila infreddoliti spettatori del Philippe Chatrier e bruciando la fotografia che si sta sviluppando negli occhi di tutti.
Nervi Dincanto, Nole, che, fru-

stratissimo per la prima di servizio al 48% e 27 errori gratuiti (19 di dritto!), ha distrutto con la racchetta la panchina ed stato ammonito, si forza a uscire dalla trincea di fondocampo, riempiendo persino il vuoto alla voce servizio vole del tabellino, e picchia a pi non posso sul rovescio del mancino di Maiorca, fino a riportargli a galla le paure delle 6 sconfitte in finale dellan-

clic
FINALE DI LUNEDI A PARIGI LUNICA VOLTA NEL 1973
(lu.mar) Quella odierna, nella storia del Roland Garros, la seconda finale di sempre rimandata a luned. Lunico precedente risale al 1973 quando di luned il rumeno Ilie Nastase super 6-3 6-3 6-0 lo slavo Nikola Pilic. A Wimbledon lultima finale di luned stata quella del 2001 tra Goran Ivanisevic e Pat Rafter, allOpen degli Stati Uniti accaduto nelle ultime tre edizioni di fila. A Roma questanno sempre tra Nadal e Djokovic.

Novak Djokovic, 25 anni, e Rafael Nadal, 25 anni, i due finalisti del Roland Garros, rispettivamente n. 1 e n. 2 del ranking mondiale AFP

I giocatori che hanno concesso 2 game o meno in un set a Nadal a Parigi: Djokovic ieri, Soderling (2009) e Federer (2006)

51

Le partite vinte in carriera da Nadal al Roland Garros, a fronte di una sola sconfitta: ottavi con Soderling nel 2009

brio dei loro testa a testa, dal 2010: 2-0 Nadal, 7-0 Djokovic, 2-0 Nadal. Ed estremo anche il su e gi di punteggio della brutta e tesissima finale del Roland Garros, lunico Slam che manca a Novak, il pi amato da Rafa: il 6-4 6-3 2-0 per il padrone di casa si rovescia su se stesso proprio quando il favorito sembra avere in mano il rivale. Nadal, che sta giocando troppo corto e difensivo da due ore, accusa allimprovviso la disperata reazione di Djokovic, insieme a un clamoroso e storico parziale di 8 games, fino a perdere il terzo set 6-2 e ritrovarsi 0-2 al quarto.

no scorso. Dincanto, non pi Nole a lagnarsi di tutto verso il suo angolo, dove soffrono mamma e pap, ma Rafa, che mette in ambasce padre e zii, calciatori e non, in tribuna, protesta con larbitro (Ti sembra che le condizioni siano normali?), contesta le palline presto inutilizzabili, ed visibilmente smarrito, furioso un po con se stesso e molto con le condizioni davvero insolite, sotto la pioggia pi o meno insistente. Da unoretta buona, la superficie rallentata frena il top spin dello spagnolo, appesantisce e ingrossa le palline, estremizza il bim-bum-bam da fondocampo dei due gladiatori, e fa ipotizzare unaltra maratona, come quella sotto il traguardo degli Australian Open di gennaio a Melbourne, 5 set di 5 ore 53 minuti, la pi lunga finale dello Slam. Che per Rafa ancora un incubo.
Rinvio Un problemino alla caviglia sinistra frena Djokovic, un rigurgito di lucidit d a Nadal un ace e un dritto a sventaglio imparabile, e quindi linsperato 1-2. Che frena la valanga di 8 games persi. Unonta che, sulla terra rossa, Rafa aveva subito solo nella finale di Amburgo 2007, contro Federer, e sembra il gong salvatore del pugile da troppo tempo stretto alle corde. Insieme allo stop del giudice arbitro, con rinvio a oggi alle 13.
v.m.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

45

UN 2012 DA INCORNICIARE

A gennaio era 45 La scalata dopo i quarti in Australia


A ripercorrere il cammino del magico 2012 di Sara Errani, si stenta a credere che allinizio dellanno fosse numero 45. Anzi, quando ha giocato il primo turno degli Australian Open contro la russa Savinykh, aveva perso altre tre posizioni ed era scesa al 48. Ma proprio il cemento di Melbourne ha mostrato che qualcosa stava cambiando nella convinzione e nella solidit dellallieva di Pablo Lozano, che ha raggiunto per la prima volta i quarti di uno Slam diventando la terza

Sara Errani, 25, n. 10 al mondo ANSA

azzurra a riuscirci in Australia dopo la Serra Zanetti e la Schiavone. A fine torneo, ha uguagliato la sua miglior classifica (34) e da l ha cominciato una scalata straordinaria. A febbraio vince singolare (sulla Pennetta) e doppio sulla terra di Acapulco; dopo un mese di marzo con due eliminazioni precoci a Indian Wells e Miami, ad aprile vince singolare (sulla Cibulkova) e doppio anche a Barcellona e poi in singolare a Budapest (sulla Vesnina), portando a 5 i tornei in carriera; a maggio vince il doppio a Madrid sempre con la Vinci e per la prima volta entra nella top ten della specialit, e arriva al Roland Garros con la miglior classifica di sempre in singolare: 23. Fino ad oggi.

SU RAIDUE

Quasi due milioni hanno seguito litaliana in tv


Grande successo per il tennis trasmesso da Rai Due: nel pomeriggio di sabato la finale Errani-Sharapova al Roland Garros ha raccolto 1.710.000 spettatori (share del 13.77%). Sicuramente ha anche funzionato il traino della scelta della tv pubblica di tornare a trasmettere per intero (su RaiSport) un torneo dello Slam dopo molti anni.

Maria Sharapova, 25 anni, neo regina del Roland Garros e numero 1 al mondo, posa davanti alla Torre Eiffel col trofeo vinto sabato pomeriggio sulla terra di Parigi in finale contro Sara Errani REUTERS

HA DETTO

A
S

DAL NOSTRO INVIATO

VINCENZO MARTUCCI twitter@vincemartucci PARIGI

Non mi aspettavo proprio che la Schiavone rientrasse dallItalia per la mia finale: mi ha abbracciata, lho vista come una sorella maggiore

Alluna di ieri, Sara Errani era gi rientrata a Valencia, la sua casa tennistica, in Spagna, per prepararsi allerba dalla prossima settimana: dallOlanda allInghilterra. Ma la terra rossa del Roland Garros le ancora appiccicata addosso, con tutte le emozioni dello storico titolo di doppio e della incredibile finale di singolare.
Sara, i media non devono tifare, ma lo sa che ha commosso anche noi?

Favola Errani
E stata la prima finale di uno Slam, non lunica
Sara il giorno dopo: Mi piace aver regalato emozioni, ora voglio solo riposare. E poi diventare un esempio

Ci sono state tante lacrime. Le mie, quando mi sono seduta, non per aver perso con Sharapova, ma perch emozioni, stanchezza e tensione di due settimane sono venute fuori tutte insieme. Eppoi ero contenta di vedere allangolo molte delle persone pi importanti per me.
Ha coinvolto anche Francesca Schiavone, regina 2010 e finalista 2011.

S
Il momento pi difficile? Il primo turno contro la Dellacqua: io non mi sentivo benissimo e lei giocava bene; e poi anche il secondo set con la Ivanovic

Non mi aspettavo proprio che rientrasse dallItalia per la mia finale: quando lho vista, prima della premiazione, ho guardato 4/5 volte per controllare che fosse lei. Negli spogliatoi, mha abbracciato e mha detto: "Brava lo stesso". Mi aveva gi scritto vari messaggini sul cellulare, lho vista come una sorella maggiore.
Adesso che lontana da Parigi, come sta?

S
Non ho un uomo ideale, mai avuto poster di attori e cantanti: avevo quello di Michael Jordan e di Mary Pierce. Certo, il mio uomo mi dovr stupire

Sono soprattutto stanca, sento dolori da tutte le parti, avr bisogno di 2-3 giorni di recupero e riposo, per ricaricarmi. Ho dormito poco, mi rifar quanto prima: amo dormire, mi serve e mi fa stare un po tutta da sola.
Qual stato il momento pi bello del suo Roland Garros da favola?

possibile: mi piace voler bene alla gente e dare tutto quello che ho dentro, nella vita, come in campo.
Ma che difetto si riconosce?

Ecco, una favola. Non so decidere: Stosur, doppio, anche Kerber, Ivanovic, Kuznetsova o salire al n. 10 del mondo?.
E il pi brutto?

Sono molto permalosa, meglio, sono molto possessiva, e testarda. E qualche volta anche un po pesante.
Come racconter ai suoi figli questo Roland Garros?

Il tennis cambia in fretta: solo un anno fa pareva che tutto fosse contro di me
SARA ERRANI NUMERO 10 DEL MONDO

Dove deve migliorare soprattutto?

Non c stato, neanche i primi games contro Sharapova: cera da aspettarselo, sapevo che poteva succedere. Maria forte.
E il pi difficile?

Il servizio il mio punto debole, lo so. Ci lavoro tutti i giorni, e al massimo, ma faccio fatica: non so se colpa del movimento che faccio, o della statura. Ma sullerba conta ancora di pi e ci sono due Wimbledon, uno allOlimpiade....
Quanto conter questo suo Roland Garros per il tennis italiano?

Il primo turno con Dellacqua: io non mi sentivo benissimo e lei giocava bene; e poi il secondo set con Ivanovic.
Qual stata in definitiva la soddisfazione pi grande?

Entrare nelle top ten, anche se non mi ci sento: devo assimilare la situazione. E poi certo, la finale Slam e il doppio vinto. Ma a parte il tennis, la cosa che pi mi ha dato piacere stato far emozionare la gente: ho fatto piangere i miei genitori, Robi (la Vinci, ndr), il suo allenatore, Pablo (Lozano, il coach, ndr), ma anche altri, e ho sentito tifo e affetto del pubblico. Vuol dire che la gente ha capito anche come sono.
Cio, com Sara Errani?

Intanto ne vorrei almeno due, di figli, e spero di parlargliene come della prima finale Slam, non dellunica. Anche se so che pu succedere, far di tutto perch non sia cos. Non ho paura di non fare risultato o di deludere qualcuno, non so dove posso arrivare, non pensavo di arrivare fin qui, eppure successo, col lavoro e limpegno continuo.
La Errani diventata la paladina delle piccole di talento.

Fidanzati? Ma quando mi possono avvicinare? Non ho un attimo di tregua


SARA ERRANI FINALISTA A PARIGI

te con match point e sembrava che tutto mi andasse contro... Invece, da gennaio, cambiato tutto. E, attenzione: pu anche succedere il contrario.
Che cosa ha imparato di se stessa?

Spero tanto. Da noi, si guarda pi allestetica che allefficacia, infatti apprezzano pi Federer di Nadal, che corre, suda e lotta. La mia storia dice che ho fatto fatica a trovare il posto giusto per allenarmi, in Spagna ci sono pi situazioni cos, forse perch da noi ci sono pi circoli e concedono meno spazio.
E sul tema fidanzati, che cosa dice?

Spero davvero di essere desempio: tutte possono avere risultati se hanno voglia e danno il massimo, proprio come le altre.
Che cosa le ha insegnato il tennis a Parigi?

Dopo la finale persa in due set (6-3 6-2), Sara Errani abbandona il campo tra gli applausi, compresi quelli della vincitrice Maria Sharapova AFP

Una ragazza il pi semplice

Che nel tennis tutto pu girare in poco tempo: se ripenso a come stavo a met dellanno scorso, quando perdevo tante parti-

Ho reagito come non mi sarei aspettata: la prima volta successo nel terzo set contro la Ivanovic, per chiudere il match. Non pensavo di avere concentrazione, determinazione e aggressivit cos. Prima ed era il mio limite smettevo di spingere, per la tensione. Sono cambiata per sempre o per un torneo? Lo vedr col tempo.

Ma quando mi possono avvicinare? Non ho un attimo di tregua, non che non voglio ma davvero molto difficile. Non ho un uomo ideale, mai avuto poster di attori e cantanti: avevo quello di Michael Jordan e di Mary Pierce, perch me lavevano dato a Roma. Di sicuro, luomo che mi conquister mi dovr stupire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

46

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

Roland Garros

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

47

NUOTO MARE NOSTRUM A MONTECARLO

Muffat-Agnel show, Dotto lontano


Camille 403"72 nei 400 e pensa agli 800, Yannick 146"50 nei 200 sl. Luca: Nessun allarme
DAL NOSTRO INVIATO

MARISA POLI MONTECARLO

Promossi e rimandati. La terza tappa del Mare Nostrum, a Montecarlo, ha ribadito la superiorit stagionale della banda di Nizza (Muffat + Agnel) e lasciato Luca Dotto alla ricerca di sicurezze. Nessun allarme dice il vicecampione del mondo dopo il 4 posto (22"70) dei 50 sl: Ho solo bisogno di gareggiare. Sono migliorato gara dopo gara, sono contento per come ho nuotato in questultima, per la frequenza, ma sono arrivato agli ultimi 7-8 metri e non sapevo che cosa fare. Ora dopo qualche giorno di riposo in pi, il mio obiettivo al Settecolli un 22 basso. Con la possibilit, se la riserva di certezze non fosse ricostituita, di un passaggio (oltre a Milano) anche allOpen di Parigi del 6-7 luglio.
Promossi Le prove di Muffat e

mette, condividendo lopinione della Pellegrini , ma so che posso prendere una medaglia e se non ci arrivo troppo stanca, ci prover. La stanchezza non le ha impedito di chiudere al 2 posto anche i 100 sl, dietro alla Halsall specialista della velocit. Stiamo facendo tanti chilometri, sono sorpresa per come sono riuscita a fare velocit lo stesso spiega , nei 400 sl ho solo eseguito la tattica che mi aveva chiesto il mio allenatore, ho tirato gli ultimi 100 e la stanchezza si fatta sentire nellultima gara.
Di Giorgio La fatica peser anche sui muscoli di Yannick Agnel (in contatto diretto con laltro Yannick di Francia, Noah), certo la scelta di abbandonare il progetto olimpico dei 400 sl e di buttarsi su 100 e 200 sl ha pagato anche ieri. L146"58 nei 200 di due secondi superiore al (suo) miglior tempo stagionale, ma non lo fa uscire dai primi del mondo e accanto a lui, ieri, ha ispirato anche Alex Di Giorgio. Per il 22enne romano allenato da Belfiore per il 3 posto chiude in 148"36 che, oltre al personale, il miglior tempo italiano 2012 e lo candida a un posto per la 4x200 olimpica. In questa stagione, ad eccezione delle frazioni lanciate di Riccardo Maestri e Filippo Magnini agli Europei di Debrecen, nessun azzurro era riuscito a rimanere sotto l148"5. Mi spiace di non aver fatto bene agli Europei, ma l

LA 10 KM A SETUBAL

Bravo Cleri Arriva quarto e va ai Giochi

Yannick Agnel, 20 anni, si allena a Nizza con Camille Muffat: entrambi sono in testa al ranking nei 200 sl AFP

Agnel, invece, non hanno bisogno di appelli. Dopo i 200 sl, Camille si presa i 400 sl telecomandata dal tecnico. Fabrice mi ha detto di andare piano i primi 200 sl e di uscire alla fine spiega dopo il 403"72 arrivato dopo un passaggio da 204"40 ai 200 e lo sprint da 57"12 negli ultimi 100. Sotto gli occhi di pap, in tribuna, e delle videocamere degli inglesi che la filmano in gara e riscaldamento, la Muffat ha confidato che, per Londra, non esclude una puntatina agli 800. E una gara che non mi piace am-

non ero in forma. Questo tempo era quello che cercavo e so che questo non il mio massimo dice Di Giorgio. Sotto gli occhi del principe Alberto e della principessa Charlene, che qui danno in dolce attesa, Le Clos ha fatto doppietta (100 farfalla-400 misti), mentre la 15enne lituana Ruta Meilutyte ha vinto i 50 dorso in 30"99 (2 tempo dellanno). Falliti i tentativi del tempo olimpico invece di Elena Gemo (101"42 nei 100 dorso) e Piero Codia (53"33 nei 100 farfalla): ci riproveranno da gioved al Settecolli. Infine, il Mare Nostrum va a Treffers e allAlshammar.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i risultati: Di Giorgio 148"36


Finali (2 g.). Uomini. 200 sl: 1 Agnel (Fra) 146"58; 2. Killey (Aus) 147"95; 3. Di Giorgio 148"36 (p.); 10. Barbacini 151"66, 14. Iacobini 152"81. 200 do: 1. Murray (S.Af) 200"28; 4. Malerba 202"18. 100 ra: 1. Sveinsson (Isl) 102"80; 8. Fraschi 104"59: 10. Coloretti 105"66. 100 fa: 1. Le Clos (S.Af) 52"43; 2. Lefert (Fra) 53"14; 3. Codia 53"33; 6. Cosentino 54"14 (b. 53"96); 8. Mugnaini 55"27; 9. Coggi 55"61. 400 mx: 1. Le Clos (S.Af) 421"39; 3. Geni 427"52 (b. 427"29 p.). Donne. 100 sl: 1. Halsall (Gb) 54"26; 2. Muffat (Fra) 54"40; 3. Smith (Gb) 54"87; 10. Di Pietro 56"09. 400 sl: 1. Muffat (Fra) 403"72 (100"73, 204"40, 306"60); 2. Jardin (Can) 407"50; 15. Magagnoli 427"32. 100 do: 1. Simonds (Gb) 100"24; 2. Russel (Can) 100"74; 4. Gemo 101"42; 9. Benassi 105"26, 12. Martelli 105"74. 200 ra: 1. Hoestman (Sve) 226"83; 5. Guzzetti 230"03. 200 fa: 1. Lacroix (Can) 210"56; 4. Albenzi 211"58; 8. Meschiari 213"85. 200 mx: 1. He Yuzhe (Cina) 213"91; 4. Leoni 219"38. Torneo velocit. Uomini, 50 sl: 1. Grechin (Rus) 22"23; 2. Bernard (Fra) 22"32; 4. Dotto 22"70. 50 do: 1. Treffers (Aus) 25"03 (s.24"92, 6 t. 2012); 2. Tancock (Gb) 25"18. 50 ra: 1. Zorzi (S.Af) 27"93. 50 fa: 1. Munoz (Spa) 23"27; 4. Codia 28"46. Donne, 50 sl: 1. Alshammar (Sve) 24"76. 50 do: 1. Edington (Aus) 28"06; 4. Gemo 28"99. 50 ra: 1. Meilutyte (Lit) 30"99. 50 fa: 1. Alshammar (Sve) 25"58 (2 t. 2012).

Valerio Cleri, 31 anni, conquista il pass olimpico ( il 248 azzurro) nella 10 km di Setubal (Por): lallievo di Emanuele Sacchi (nella foto a destra), dopo una gara in cui stato anche in testa chiude quarto (per i Giochi sarebbe bastato arrivare nei primi 9), mentre a vincere il tunisino Oussama Mellouli, olimpionico dei 1500 sl che tenter a Londra di fare la doppietta piscina-acque libere (Hyde Park). Si ritira dopo il quarto giro, Nicola Bolzonello. 10 KM UOMINI: 1. Mellouli (Tun) 1h4518"5; 2. Weinberger (Can) a 11"7; 3. Stoychev (Bul) a 15"6; 4. CLERI a 18"3; 5. Prinsloo (S.Af) a 22"2; 6. Hirai (Gia) a 56"1; 7. Chervynskiy (Ucr) a 56"9; 8. Enderca (Ecu) a 58"7; 9. Lavrentyev (Por) a 102"4; 10. Kudinov (Kaz) a 104"3; rit. BOLZONELLO (4 giro).

IPPICA DOPPIO FRONTE

San Siro colonia tedesca Pasci ciclone napoletano


A NEW YORK

Ill Have Another soltanto ospite della sua corsa


Ritirato venerd per infortunio senza poter correre le Belmont Stakes (gr. 1, m 2400) della Triplice Corona, davanti a 85.000 spettatori Ill Have Another (carriera finita) stato il grande ospite dellippodromo newyorkese, con una sfilata al tondino fra le lacrime dei suoi uomini. In pista ha vinto Union Rags (J. Velzazquez) che ha infilato allinterno Paynted (M. Smith). OGGI QUINT A TARANTO Al Paolo Vi (inizio convegno alle 16) scegliamo Network Fior (14), Matrix Bi (7), Nomen Pf (4), Laioner (11), Nubia Bit (13) e Magic Tr (3). SI CORRE ANCHE Trotto: Albenga (15.05), Palermo (15.30) e Ravenna (14.30). Galoppo: Corridonia (17.05).

Lo show di Earl of Tinsdal DE NARDIN

La vittoria di Pasci Lest GIORGIO

Due capolavori, uno nel galoppo milanese, laltro nel trotto napoletano.
Dominio tedesco A San Siro

(tanta gente in tribuna, presente il sindaco Pisapia) autentico show del tedesco Earl of Tinsdal, in sella al quale il fantino norvegese William Buick (che monta in Inghilterra) stato bravissimo. Earl Of Tinsdal (trainer Andreas Woehler) ha addormentato la corsa e in dirittura ha improvvisamente cambiato ritmo prendendo vantaggio. Nel finale Earl of Tinsdal (secondo gruppo 1 della carriera dopo il Rheinland Pokal 2011) ha preceduto la nostra Quiza Quiza Quiza, ottima. Terzo il favorito Vadamar.
Show A Napoli ennesima pro-

to al figlio di Varenne (81 GP vinti dagli eredi del campione). Al via Pasci si sistemato dietro il deludente Poseidon Bar e ai 600 finali scattato facendo il vuoto per dominare in retta con 50 metri di vantaggio su Picard del Ronco, altro varennino. Nel Filly Per Amore Gual non riuscita ad agguantare la compagna di training Potenza Om, mentre nel Regione Campania Obama Gar, dopo corsa al comando, stato travolto in retta da Orsia.
A NAPOLI GP Citt di Napoli filly - m 1600: 1 Potenza Om (V.P. DellAnnunziata jr); 2 Per Amore Gual; 3 Paso Doble; Tot.: 3,64; 1,88, 1,37, 3,71 (17,74). GP Citt di Napoli - m 2100 1 Pasci Lest (Bellei) 1.14.2; 2 Picard del Ronco; 3 Paolo Om; 4 Pick Kronos; Tot.: 1,28; 1,33, 7,40, 9,03 (67,02). Tris: 323,16. GP Regione Campania - m 2100: 1 Orsia (A. Gocciadoro) 1.13.8; 2 Obama Gar; 3 Owens Club; Tot.: 5,46; 2,18, 1,94, 3,12 (36,77) Tris: 230,59. A MILANO GP di Milano - (gr. 1) - m 2400: 1 Earl of Tinsdal (W. Buick); 2 Quiza Quiza Quiza; 3 Vadamar; 4 Joshua Tree; Tot.: 3,65; 1,22, 1,25, 1,09 (13,75) Trio: 48,09.

va di forza di Pasci Lest, la cui superiorit nei confronti dei coetanei imbarazzante. I due unici rivali, Phantom e Picone, hanno anche rotto al via agevolando ulteriormente il compi-

Ill Have Another ieri a Belmont

48

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

BASKET PLAYOFF NBA


la guida

Miami in finale

La sfida per il titolo parte domani notte da Oklahoma City


Miami ha battuto Boston 101-88 in gara-7 delle finali della Eastern Conference. Migliori marcatori per gli Heat LeBron James 31, Wade 23, Bosh 19, per i Celtics Rondo 22, Pierce 19, Bass 16. Le finali, al meglio di 7 partite, iniziano domani notte a Oklahoma City che ha eliminato San Antonio in 6 partite. GARA-1 domani Oklahoma City GARA-2 gioved a Oklahoma City GARA-3 domenica a Miami GARA-4 marted 19 a Miami EVENTUALE GARA-5 gioved 21 a Miami EVENTUALE GARA-6 domenica 24 a Oklahoma City EVENTUALE GARA-7 marted 26 a Oklahoma City

Gazzetta.it
LE IMMAGINI DELLA FINALISSIMA SUL NOSTRO SITO
Le emozioni uniche della Nba direttamente dalla home page del sito della Gazzetta dello Sport. Per le finali al via domani notte highlights, gallery fotografiche, approfondimenti, interviste ai protagonisti.

LeBron? Wade? Boston si arrende al ritorno di Bosh


Tre triple, 19 punti, solo due errori al tiro Gara-7 decisa dallala rientrata dallinfortunio
DAL NOSTRO INVIATO

GLI SCONFITTI LULTIMA DEI BIG THREE?

Celtics, addio in lacrime Squadra vera


MIAMI

MASSIMO ORIANI MIAMI

Una vita da Ringo Starr. Chris Bosh non sar mai John Lennon o Paul McCartney e nemmeno George Harrison. Giocare accanto a Wade e LeBron gli ha garantito un posto tra le pi grandi spalle di sempre, ma anche un destino segnato dalle fortune altrui pi che dalle sue. Perlomeno cos sembrava sino a sabato notte, quando lex ala dei Raptors ha pensato bene di diventare un tiratore perimetrale e con tre triple (per la prima volta in carriera), 19 punti con due soli errori al tiro e 8 rimbalzi in 31 dalla panchina, ha affossato i Boston Celtics in una splendida gara-7, regalando a Miami la seconda finale Nba consecutiva.
Problema Quando Bosh si in-

contro Indiana stato come prendere un pugno allo stomaco. In questi due anni stato il giocatore pi importante per noi. E quanto ha fatto stasera rende merito alla sua forza di volont. Ha lavorato molto duramente per poterci essere in queste ultime tre partite. Le mie triple sono state una sorpresa per voi, non per me diceva lui E tutta la stagione che ci lavoro, perch spesso chi mi marca costretto a chiudere larea sulle penetrazioni di

re lodore del sangue e infliggere il colpo del k.o., con un break di 18-4 che scatenava caroselli dauto per le strade di Miami, un po prematuri pensando a chi li aspetta da domani, i Thunder di Kevin Durant.
Destino King James ha giocato

Coach Spoelstra In questi due anni stato il nostro giocatore pi importante


LeBron, lasciandomi libero in angolo. Senza di lui, forse i Celtics ce lavrebbero fatta. O forse no, perch dopo essere stati avanti anche di 11 punti nel 1o tempo con un superbo Bass e un paio di triple di Ray Allen, aver resistito stoicamente, attaccati agli Heat sino a 7 dalla fine, sono crollati fisicamente, segnando solo 6 punti negli ultimi 845". Non ne avevamo pi ammetteva infatti Doc Rivers. A quel punto sono stati LeBron e Wade ad annusa-

fortunato in gara-1 contro Indiana, molti hanno pensato che in fondo non sarebbe stato un problema per gli Heat. E quando, sull1-2, Miami ha iniziato a giocare il suo miglior basket dallavvento dei Big Three, il merito immediatamente ricaduto sullassenza di Chris. Ma noi sapevamo cosa perdevamo senza di lui raccontava dopo gara-7 coach Spoelstra Vederlo uscire

una gara-7, la prima vinta in carriera dopo due sconfitte, molto intelligente. Con il tiro da fuori che non gli entrava come in gara-6, ha coinvolto i compagni e attaccato il canestro con la solita ferocia. Nella serie contro i biancoverdi ha dominato in maniera imbarazzante: 33.6 punti e 11 rimbalzi di media tirando col 53% dal campo. Eppure un destino crudele che per lui stesso ha contribuito molto a creare se non vincer 4 delle prossime 7 partite, sar ancora considerato un perdente. Sono stati 12 lunghi mesi ammetteva Wade, presentatosi in sala stampa al pari di LeBron con la solita montatura degli occhiali senza lenti ormai di gran moda nella Nba Aver perso con Dallas ha lasciato il segno, per quanto tu cerchi di dimenticare e andare avanti, fa male. Ora abbiamo la chance di riscattarci. Un riscatto che non potr prescindere dallapporto di Bosh. Altro che quarto Beatle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

(m.o.) La fine di unera, con unamarissima incompiuta, che solo fra un paio di mesi potr essere ricordata come una fantastica avventura. Il ciclo dei Big 3 arriva al capolinea nel mare di bianco dellAA Arena. Lo fa per consunzione, lultima stilla di energia lascia il corpo di Garnett, Allen e Pierce quando sul cronometro ci sono ancora 8 lunghissimi minuti. Sono orgoglioso dei miei ragazzi dice Rivers Lunico rimpianto non aver avuto Garnett sano per tre anni. Sarebbe stato fantastico arrivare in finale, se lo meritavano. La Nba considerata una lega di individualisti, questi giocatori hanno dato una nuova definizione alla parola squadra. Entra Rondo, gli si siede accanto. Doc si alza e, con un filo di voce rotto dallemozione, gli lascia il microfono: E un ragazzo meraviglioso. E se ne va con gli occhi pieni di lacrime.
Privilegio Le stesse che Allen fatica a nascondere. la fine dei Big 3? Non lo so, quando perdi lultima gara sembra sempre che sia la fine, vedremo racconta Ray, in scadenza di contratto al pari di KG Volevo vincere a tutti i costi, adesso sto male, sono distrutto. Ma posso dire, qualunque cosa accada, che indossare questa maglia stato un privilegio. Quando entri al Garden e alzi lo sguardo, vedi gli stendardi dei 17 titoli, le maglie ritirate, sugli spalti spesso incroci lo sguardi dei campioni che ti hanno preceduto, Russell, Havlicek, Heinsohn, e fai di tutto per essere alla loro altezza. Se potessi operarmi oggi alla caviglia lo farei, ma nelle mie gambe c ancora tanto basket. Se dovessero accettare un contratto di un anno a cifre ragionevoli, non escluso che Allen e Garnett restino, con qualche innesto che dia freschezza e giovent, per aiutarli a crescere. Attorno a Rondo e Bradley i Celtics costruiranno il loro futuro. Oggi per resta solo il ricordo di un gruppo commovente. Sono stati la nostra ispirazione diceva sabato Wade. Mai visto una chimica come la loro aggiungeva LeBron. Fra due mesi, quando il cuore avr messo di sanguinare, saranno orgogliosi di questa indimenticabile avventura. Anche se non si conclusa con lo stendardo numero 18 sul soffitto del Garden.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sopra il volo di Dwyane Wade, 30 anni, quindi il protagonista di gara-7 Chris Bosh, 29; sotto lo sconforto di Kevin Garnett, 36 ANSA-AFP

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

49

BASKET LE FINALI SCUDETTO

Come si ferma McCalebb? Difendendo di squadra


Alle 20.30 gara-2 Siena-Milano Gentile: Se il coach me lo chiede, io ci sono. Fotsis potrebbe rientrare
DAL NOSTRO INVIATO

DIRETTA RAI SPORT2

y
S

IL PROTAGONISTA

GARA-1 Siena-Milano 86-77 GARA-2 Siena-Milano, oggi alle 20.30 diretta Rai Sport 2. Arbitri: Lamonica, Sabetta, Chiari.

Thornton Il mio ruolo essere consistente


SIENA

S
GARA-3 Milano-Siena, mercoled 13 giugno.

S
GARA-4 Milano-Siena, venerd 15 giugno.

LUCA CHIABOTTI SIENA

Una semifinale, nove mesi fa. Bo McCalebb segna 25 punti con 5 assist contro la squadra pi forte dEuropa, la Spagna di Sergio Scariolo. Solo un terzo quarto: Da ammirare come un quadro al Louvre di Juan Carlos Navarro salva i favoriti contro la Macedonia. Il c.t. campione dEuropa dice: Quando allener Milano, McCalebb sar la mia prima preoccupazione. Parole sante. Finale scudetto gara-1: sempre Bo, sempre contro Scariolo, segna ancora 25 punti con 5 assist. Una prestazione cos, stavolta in una squadra forte come la Montepaschi, non pu che avere come conseguenza la vittoria. In pi, il piccolo play ha aggiunto un po di pepe con un paio di schiacciate in testa anche a Bourousis, 30 cm pi alto, dopo essersi buttato come un runningback, proteggendo la palla col braccio, contro il corpo degli avversari. Una prova straordinaria dopo una stagione con alcune ombre, come i playoff dEurolega con lOlympiacos.
Villa Stasera si replica e se Sie-

I NUMERI

Punti record I 25 punti in gara-1 della finale scudetto sono record per McCalebb nel campionato italiano. Il precedente, 24, sempre contro Milano il 5 dicembre 2010.

25

deve essere feroce. Il mondo si divide tra chi sostiene si debba affrontare McCalebb fisicamente e chi fautore del dargli spazio. Limportante non stare a met dice Stefano Michelini, commentatore della Rai. Se lo marchi stretto, bisogna forzarlo ad andare solo da una parte, almeno sai dove va sostiene Franco Casalini, campione dItalia 1989. In gara-1, Milano lo ha aspettato dietro ai blocchi concedendogli il tiro da tre, che non ha mai tentato, per non farsi sorprendere dalle penetrazioni.
Di squadra Omar Cook ammette di non essere stato efficace come avrebbe voluto: Un attaccante come Bo non lo puoi fermare da solo ma un lavoro di squadra dice il play milanese che spiega le difficolt contro il pressing senese: Linfortunio di Fotsis ha costretto molti di noi a giocare non nel ruolo abituale rendendo meno fluido lattacco. Lallarme per il greco, uomo chiave su Andersen, la cui caviglia sinistra sembrava messa malissimo, ieri rientrato: potrebbe essere disponibile per stasera. Resta il problema McCalebb: se lo sfidi a tirare, ha comunque il 37% da tre. Stargli addosso, come di moda dire oggi in America, occupando il suo air space? Come Scariolo aveva fatto con Rudy Fernandez, meglio provarci con uno pi alto. E andata malino con Hairston, meglio con Gentile: Se lallenatore lo vuole, sono in grado di marcarlo ancora dice il pi giovane della sfida scudetto . Non sento nessun peso nellessere debuttante, ho solo voglia di mettere fine al dominio di Siena e dimostrare che siamo pi forti di loro. Uno timido. Come Bo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
EV. GARA-5 Siena-Milano, domenica 17 giugno.

Era arrivato a dicembre, in una Siena decimata dagli infortuni, perch, come dice Pianigiani: E uno di famiglia, non avevamo le energie anche per spiegare a un giocatore nuovo chi siamo. In gara-1, contro Milano, dopo una stagione da mediano, ha disputato la miglior partita dellanno (19 punti, 6 rimbalzi in 34). Bootsy Thornton alla sua terza incarnazione senese: ha vinto il primo scudetto della Mens Sana nel 2004, stato ripreso e si ripetuto nel 2008.
Come stato il terzo ritorno?

S
EV. GARA-6 Milano-Siena, marted 19 giugno.

S
Bo McCalebb, 26 anni, play di Siena. In gara-1 ha segnato 25 punti di cui 19 a met partita. Straordinarie due schiacciate a difesa schierata CIAMILLO

Facile. Conoscevo la societ, lallenatore, alcuni giocatori. Qui non ti valutano per quanto segni, ma per come difendi. Non hai la pressione di doverti mettere in mostra, ti apprezzano se sei al servizio della squadra e fai di tutto per vincere. Il mio ruolo essere consistente.
Ha giocato con McIntyre e di McCalebb: differenze?

EV. GARA-7 Siena-Milano, gioved 21 giugno.

LEGADUE

Centimetri daltezza Secondo le guide ufficiali, McCalebb alto 1.83, in realt non arriva a 1.80.

183

Brindisi raddoppia: in serie A se vince domani a Pistoia


Brindisi ha battuto Pistoia anche in gara-2 della finale per la promozione in serie A. Domani gara-3 a Pistoia, gioved eventuale 4 sempre a Pistoia, eventuale 5 domenica a Brindisi. Brindisi-Pistoia 79-67 (12-15, 31-27; 61-48). ENEL BRINDISI: Gibson 26 (6/11, 4/9), Renfroe 16 (5/7, 1/6), Formenti 3 (0/1, 1/2), Callahan 15 (5/6, 1/6), Borovnjak 9 (3/5); Vorzillo (0/1), Zerini 1 (0/1, 0/1), Ndoja 5 (0/2, 1/3), Giuri 2 (1/3), Maestrello 2 (1/1, 0/1). All.: Bucchi. GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Saccaggi 2 (1/3, 0/2), Hardy 9 (3/7, 1/3), Gurini 5 (2/8, 0/3), Jones 14 (3/11, 0/1), Toppo 4 (2/3); Tavernari 17 (3/6, 3/5), Mathis 2 (1/1), Galanda 14 (3/4, 2/3). All.: Moretti. NOTE - T.l.: Bri 13/17, Pis 13/17. Rimb.: Bri 40 (Renfroe 13), Pis 36 (Toppo 4 (2/3). PIACENZA SPIEGA (m.mar) Piacenza ha comunicato che il ritardo nel versamento dellIrpef degli stipendi dei giocatori dovuto a una svista. Il Consiglio Fip, per questo, ha penalizzato di due punti la societ che non ha inoltrato ricorso in attesa di garantirsi liscrizione alla prossima LegaDue. DILETTANTI Ieri gara-4 delle finali promozione in LegaDue: Chieti-Trieste 75-53 (Rossi 19, Carra 16), serie sul 2-2, gioved gara-5 decisiva a Trieste. Gi promosse Trento e Ferentino. DONNE Oggi la Nazionale femminile parte per Riga dove domani alle 18.30 (ora italiana) esordisce contro la Lettonia per la qualificazione allEuropeo 2013. Mercoled il ritorno a Frosinone dove il 20 giugno giocher contro il Lussemburgo. Le altre avversarie sono Grecia e Finlandia. Passano le prime due del girone. IN GERMANIA Il Bamberg ha vinto il titolo tedesco battendo lUlm 97-95 e chiudendo la serie di finale 3-0.

Marvis Bootsy Thornton, 34 anni CASTORIA

Dimenticate Vanterpool e Stefanov del 2004 o Ilievski e Zisis: sono un giocatore fortunato ad aver avuto al fianco gente tanto forte. Terrell era pi perimetrale, un asso del pick and roll, Bo una palla concentrata di energia. E rarissimo trovare al di fuori della Nba un giocatore piccolo con una tale forza.
sempre a rischio turnover. Una motivazione o un problema?

2014

na non solo il suo play, limitarlo un buon inizio per provare a pareggiare la serie, cosa mai riuscita ad una avversaria della Mps in finale. McCalebb ha fatto bene cose che, in altre partite contro di noi, non aveva fatto altrettanto bene dice Scariolo, nella villa con annesso golf immersa tra le colline che ospita lEA7, riferendosi ai 12 punti, un solo assist di media delle tre sfide precedenti, chiuse con 2/10 da tre . La chiave per noi lattenzione ai dettagli che in una sfida cos

Scadenza contratto McCalebb arrivato a Siena nel 2010 dopo un anno in Turchia, al Mersin, e uno al Partizan Belgrado

Era cos anche allEfes, eravamo 15. Impari a concentrarti solo su quello che fai e a dare il massimo. Se poi lallenatore non ti fa giocare, devi saperci convivere. Se ci pensi troppo, esci pazzo.
Milano?

Una grande squadra, con tanti giocatori esperti di finali. Ma non sono cos vecchio da rilassarmi su una carriera che neppure immaginavo. Voglio vincere ancora.
chiabo

presenta

Piazza San Carlo

16-17 Giugno

MILANO
9-10 Giugno

Parco Sempione (Piazza del Cannone)

SALERNO
Piazza della Concordia

R.CALABRIA
Lungomare Falcomat

TRIESTE
Piazza Unit dItalia

23-24 Giugno

30 Giugno -1 Luglio

7-8 Luglio

50

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

BOXE MONDIALE WELTER WBO A LAS VEGAS


Manny Pacquiao, 33 anni, di spalle, contro laffondo di Timothy Bradley, 28
AP

PALLAVOLO IL GRAND PRIX

BRASILIANE 3 TIEBREAK

Il mito di Pacquiao demolito dai giudici


Il filippino domina il match con Bradley ma due cartellini lo danno perdente: c gi la rivincita
FAUSTO NARDUCCI

viglia sinistrata rimediata al 2 round (la radiografia ne valuter lentit). Il 28enne californiano di Palm Beach, sfavorito 5-1 dagli scommettitori, ha portato a 29-0 il suo record ma non apparso nemmeno lui convinto fino in fondo della vittoria: Capisco i fischi del pubblico perch non stato un match facile, vuol dire che mi sentir ancora pi motivato per la rivincita. Credo che ce ne sia bisogno perch Pacquiao ha potenza e velocit, ha tutto. Io sono pronto a ottenere un verdetto pi netto.
Futuro A Bob Arum, che ha gi

GLI ALTRI MONDIALI

Forse alla boxe faceva gioco la caduta del mito, forse a tutti fa comodo lorganizzazione della prossima rivincita. Certo il verdetto che sabato notte allMgm Grand di Las Vegas ha decretato la prima sconfitta in sette anni di Manny Pacquiao, che cede il Mondiale dei welter Wbo al semi-sconosciuto Timothy Bradley, appartiene alle stranezze, se non agli scandali, della boxe. Alla fine di un incontro il cui filippino aveva messo a segno la bellezza di 253 colpi contro i 159 del rivale, il re delle 8 categorie (reduce da 15 vittorie consecutive) si presentato alla lettura del verdetto talmente convinto di aver vinto che ha ammesso di non averlo neanche ascoltato. Mi sembrava scontato che tutti i cartellini fossero a mio favore ha poi raccontato in conferenza stampa di fronte alla quarta sconfitta in carriera (lultima con Morales nel 2005. Avevo stravinto ma rispetter al 100 per cen-

Vince Bailey
(r.g.) Sempre a Las Vegas il cubano Guillermo Rigondeaux (10) ha mantenuto la cintura Wba supergallo, battendo Teon Kennedy (Usa 17-2-2) kot al 5. A sorpresa Randall Bailey (43-7-1) 37 anni, ha conquistato il vacante titolo Ibf dei welter, spedendo ko all11 round il favorito Mike Jones (26-1). Dura meno di 2 round il mondiale gallo WBO, tra Jorge Arce (Mes. 60-6-2-1 nc) e lo sfidante Jesus Rojas (Por. 18-1-1-1nc)

Bradley in sala stampa REUTERS

to la decisione dei giudici. Il verdetto fa parte del gioco, ma nella rivincita diventer un guerriero. Finir prima del limite. Non ricordo se Bradley mi ha mai colpito. Forse ha messo a segno un paio di jab ma posso concedergli al massimo tre riprese. Di parere opposto due dei tre giudici: CJ Ross e Duane Ford hanno asse-

gnato 115-13 a Bradley (vincente in 5 degli ultimi 6 round) mentre solo Jerry Roth ha visto vincente Pacquiao ma solo di due punti (115-113).
Il vincitore Latteggiamento pi sorprendente stato per quello del vincitore, che si presentato al dopo-match sulla sedia a rotelle per una storta alla ca-

fissato il rematch per il 10 novembre, gi prudono le mani ma intanto non ha perso occasione per gridare allo scandalo: Non mi sono mai vergognato tanto per il nostro sport. Far una valanga di soldi con la rivincita ma tutto questo osceno. E tuona ancora di pi ovviamente il governo filippino, presente in massa accanto al proprio idolo. E stato un furto dice senza mezzi il senatore Jo Estrada mentre il presidente Benigno Aquino fa sapere che Pacquiao non ha perso lappoggio del popolo. Anche per questo ieri leroe filippino ha mantenuto il sorriso di sempre, come previsto dal nuovo fervore religioso proclamato alla vigilia. Non lha abbattuto neanche la contemporanea sconfitta dei Boston Celtics nella finale di conference Nba: per guardarla in tv fino alla fine nello spogliatoio, Pacquiao aveva fatto addirittura rinviare linizio del match. Ma non era la sua serata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Grand Prix (a.a.) La Germania di Guidetti dopo la vittoria sulla Dominicana supera anche Taiwan. Il Brasile si fa rimontare dalla Polonia, ma vince la terza gara al tiebreak. Girone A a Macao Argentina-Portorico 1-3 (20-25, 16-25, 25-16, 17-25), Cina-Thailandia 3-1 (18-25, 25-20, 25-18, 25-19). Girone B a Santo Domingo (Dom) Germania-Dominicana 3-0 (25-16, 25-18, 25-19); Taiwan-Germania 0-3 (11-25, 15-25, 15-25), Dominicana-Stati Uniti. Girone C a Busan (S.Cor) Sud Corea-Giappone 1-3 (19-25, 25-23, 19-25, 22-25), Cuba-Turchia 3-1 (25-20, 21-25, 25-17, 25-20). Girone D a Lodz (Pol) Polonia-Brasile 2-3 (15-25, 13-25, 25-23, 25-22, 10-15), Italia-Serbia 0-3. Classifica: Cina 9; Cuba 8; Brasile, Usa, Germania, Thailandia, Turchia 6; Serbia 5; Italia 4; Dominicana, Polonia, Giappone, Portorico 3; Sud Corea 1; Argentina, Taiwan 0. FORMULA Alle finali le prime 5 della classifica e la Cina

Il muro serbo fa buona guardia su Ortolani FIVB

LA TERZA GARA IN POLONIA

LItalia crolla la Serbia vola Ora in Brasile


Campionesse dEuropa trascinate da Mihajlovic (15)
LODZ (Polonia)

Dopo due partite combattute in cui aveva incassato 4 punti contro Brasile e Polonia, lItalia di Bracci lascia Lodz con una brutta sconfitta con la Serbia campione dEuropa, che ha fatto della battuta larma micidiale. Come allinizio del secondo set, quello che di fatto ha schiantato la possibilit dellItalia di cominciare una rimonta. Una serie di servizi di Mihajlovic (15 punti complessivi per lei, stata la migliore) ha mandato in confusione completa la squadra di Bracci che ha mollato di colpo. Un terzo set pi combattuto forse meritava pi fortuna, ma da quello che si visto, la Serbia ha strameritato la vittoria. QuestItalia sperimentale quindi chiude il primo weekend con una brutta gara, non il migliore compagno di viaggio per la prossima spedizione.
Anzanello e Rondon Oggi, infatti, le azzurre parto-

no da Varsavia direzione Brasile, dove da venerd saranno impegnate contro le padrone di casa, gli Stati Uniti e la Germania di Guidetti. Per questo appuntamento salgono Sara Anzanello e Giulia Rondon, in Italia Arrighetti e Camera. In questa terza partita abbiamo giocato male. Abbiamo sofferto il loro muro, senza riuscire ad attivare le nostre attaccanti - questo il commento del tecnico azzurro, Barbolini con le altre lavora in Italia -. In questa tre giorni, comunque, non sono mancate le note positive e in Brasile ce la metteremo tutta per riscattarci. r.v.
ITALIA-SERBIA 0-3 (18-25, 14-25, 23-25) ITALIA: Camera 2, Piccinini 5, Barazza 2, Ortolani 14, Bosetti 9, Folie 4; De Gennaro (L). Barcellini 2, Arrighetti 2. N.e: Signorile, Gennari, Sirressi. All.Bracci SERBIA: Ognjenovic 7, Rasic 15, Malesevic 6, Brakocevic 12, Veljkovic 10, Mihajlovic 15; Cebic (L). Ne Zivkovic, Krsmanovic, Vesovic, Starovic, Blagojevic. All. Terzic ARBITRI: Georgouleas (Gre) e Grass (Bra). NOTE Spettatori: 2200. Durata Set: 21, 20, 27; totale 68. Italia:Battute sbagliate 5, vincenti 4, muri 3, errori 19; Serbia: b.s. 7, v. 6, m. 13, errori 21.

ALTRE NOTIZIE di PALLAVOLO e BEACH VOLLEY

a pagina 51

&

ATLETICA ALLALBA DI IERI NEL CENTRO DI KINGSTON

Bolt esce illeso da un gran botto


Usain rientrava da una festa: allincidente ha assistito Powell. Il precedente 2009
Usain Bolt uscito illeso alle 5.15 circa di ieri da un incidente automobilistico di cui stato protagonista nel centro di Kingston mentre tornava a casa dopo una festa. La Bmw del pluriprimatista mondiale ha tamponato unaltra vettura sotto gli occhi di Asafa Powell che lo seguiva con la sua auto. Usain ha potuto tornare subito a casa: era appena rientrato dallEuropa dove ha gareggiato a Ostrava, Roma e Oslo con 9"76 come miglior prestazione sui 100 al Golden Gala. Ora ha davanti un intenso periodo di allenamento in vista dei Trials che prenderanno il via gioved 28 nella capitale giamaicana. Bolt non nuovo a incidenti stradali. Nel 2009 distrusse unaltra Bmw uscendo di strada e scendendo dai rottami si fer al piede sinistro con le schegge di un vetro rotto, un piccolo incidente che lo condizion nella prima parte della stagione prima dei trionfi ai Mondiali di Berlino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
A SAVONA A CAPRINO VERONESE

Alloh e Bazzoni ok
(d.m.) A Savona minimi per gli Europei di Helsinki per Audrey Alloh nei 100 (11"43, pb) e Chiara Bazzoni nei 400 (52"80, pb) con altre tre azzurre sotto i 53"32. Nel triplo 16.84 (+0.9) di Fabrizio Schembri, nel peso m.p.i. del 41enne Paolo Dal Soglio (19.10), Uomini. 100 (+0.8): Manenti 10"57. 110 hs (+0.8): Fofana 13"99. Triplo: Schembri 16.84 (+0.9). Peso: Dal Soglio 19.10. Disco: Apolloni 59.00. Donne. 100: (0.0): Alloh 11"75 (b. 11"43/+1.8). 400. I: Bazzoni 52"80; Spacca 53"01; Bonfanti 53"26; Arcioni 53"32; Milani 54"31. II Chigbolu 53"51; Gentili 54"04. Disco: 2. Bordignon 53.78; 3. Salvini 51.69. Martello: Salis 67.60; Palmieri 65.80.

Benedetti 147"03
(si.g.) A Caprino Veronese 147"03 (a 3/100 dal minimo per Helsinki) di Giordano Benedetti negli 800. A Potenza r.i. u. 23 di Serena Monachino nei 600 (129"75). A Caprino. Uomini. 800: Benedetti 147"03; 3. Obrist 147"95; 4. El Kabbouri (j) 148"97; 5. Lahbi (j) 149"15; 7. Perco (j) 149"28. 3000 sp: Zanatta 852"44. 110 hs (+1.4): Tedesco 13"99. Asta: Boni 5.40. A Modena. Uomini. Asta: Piantella 5.50; Rubbiani 5.40. A Reggio C. Donne. Peso: Cantarella (j) 14.93. A Helsingborg (Sve). Uomini. Disco: 7./6. Kirchler 59.80/60.49. A Kladno (R.Ceca). Uomini. Decathlon: 12. Frullani 7110. A Brazzaville (Con). Donne. 400 hs: Pedroso (Ita/Cuba) 54"89.

La Bmw di Usain Bolt dopo lincidente di ieri mattina a Half Way Tree Area

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

51

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Golf E 3 AL WEGMANS

Sergas punta al primo Major


Straordinaria rimonta di Giulia Sergas che risalita dal 19 al terzo posto con 214 (69 76 69, -2), grazie a un parziale di 69 (-3), e oggi si gioca il titolo nel Wegmans Lpga Championship, il secondo major stagionale femminile che si sta svolgendo sul percorso del Locust Hill CC (par 72) a Pittsford nello stato di New York. Partir da leader la coreana Eun-Hee Ji con 212 colpi (75 68 69, -4), ma subito dietro spingono le migliori come laustraliana Karrie Webb, seconda con 213 (-3), e Stacy Lewis, la norvegese Suzann Pettersen e la coreana Inbee Park, che affiancano la triestina, che nei giorni scorsi ha perso la nonna e le ha reso omaggio con la scritta Nonna I Love you sul cappello. Il montepremi di 2.500.000 dollari.

Hockey ghiaccio FINALE NHL

Los Angeles k.o. New Jersey che rimonta


ANDREA BUONGIOVANNI

Pallamano EURO 2014

LItalia fuori e ricorda Bisori

Laure Oliveri, Francesco Purromuto

(an.gal.) Imbattuta ma fuori dallEuropeo per differenza reti. A Bari, nella 3 giornata del gruppo B di qualificazione allEuropeo di Danimarca 2014, Italia-Gran Bretagna 29-26 (14-11). Passa la Svizzera (25-22 alla Grecia) e azzurri (Skatar e Turkovic 5) eliminati: la differenza reti premia Israele e Lettonia, migliori seconde nei gruppi C e D. Prima della gara il presidente Francesco Purromuto ha consegnato a Laure Oliveri, atleta di Vigasio (A2), la maglia numero 20 che il suo fidanzato Alessio Bisori, il 24enne centrale dellItalia tragicamente scomparso il 2 giugno scorso, avrebbe dovuto indossare in questo torneo per cui era stato convocato. Classifica: Svizzera 5; Italia 4; Grecia 3; Gran Bretagna 0.

Solo due volte, nella storia delle finali Nhl, una squadra sotto 3-0 nella serie, era riuscita a forzare una gara-6: Toronto nel 1945, poi addirittura vincitrice della Stanley Cup e Detroit nel 1945, poi sconfitta dagli stessi canadesi. Ora limpresa, trascorsi 72 anni dallultimo precedente, porta la firma dei New Jersey Devils, a un passo dallimpattare la sfida coi Los Angeles Kings. Nella notte italiana di sabato, al Prudential Center di Newark (esaurito da 17.625 spettatori), la squadra di Peter DeBoer riuscita l dove nessuno prima in questa playoff: battere in casa i californiani. I quali, con un clamoroso bilancio in trasferta di 10-0, hanno comunque centrato un record per tutti gli sport professionistici nordamericani. Sciupato di fronte ai propri tifosi un primo match-point mercoled, ne hanno fallito un altro, subendo per la prima volta nella post season due k.o. consecutivi. Cos oggi (ore 2 della notte italiana, diretta Espn America, canale 214 di Sky), allo Staple Center, c appunto gara-6, con leventuale bella mercoled in New Jersey.

Per la storia I Devils, in gara-5, non hanno tremato. Tanto da aprire le danze con un gol finalmente realizzato in superiorit numerica dopo che, nelle prime quattro sfide, in power-play, avevano buttato alle ortiche 15 opportunit. Merito di capitan Zach Parise (all8

PLAYOFF: IN TRASFERTA
Squadra LA Kings Sport Anno Record Hockey gh. 2012 10-0 2001 2005 8-0 8-0

gol e 15 punto nei playoff), abilissimo a sfruttare uno dei rari errori di Jonathan Quick, portierone dei Kings. I quali, in apertura di periodo centrale, hanno s equilibrato la situazione (con un tiro da lontano di Justin Williams), ma poi, subito il 2-1 (con un bolide di Bryce Salvador deviato sotto gabbia da Slava Voynov) hanno costantemente attaccato, ma non finalizzato (26-19 il computo dei tiri a loro favore). Per la frustrazione di coach Darryl Suttor. Merito pure dellintramontabile Martin Brodeur, 40enne goalie di New Jersey, a caccia del quarto titolo. I Kings, fondati nel 1967, stanotte possono conquistare la prima Stanley Cup. I Devils, invece, inseguono il sogno di tornare a casa e diventare la seconda squadra capace di vincerla partendo da una situazione di 0-3: solo quei Maple Leafs del 1942, su 25 precedenti, ci sono riusciti...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Atletica Oggi meeting a Mosca e Praga


Il World Challenge Iaaf fa oggi tappa al Luzhniki Stadium di Mosca, sede dei Mondiali 2013. Attesi molti dei migliori russi, compresa Gulnara Galkina, che torna ai 3000 siepi dopo 11 mesi. Tra le donne anche gran cast negli 800 con Savinova, Arzhakova, Maracheva, Tomashova, Soboleva e, nellalto, la belga Hellebaut. Sempre oggi al 17 Odlozil Memorial a Praga (meeting Eaa) fari sul ceco Holusa (800), il britannico Pozzi (110 hs), la bulgara Stambolova (400 hs), letiope Etenesh (3000 sp, dove torna lugandese Inzikuru) e la ceca Spotakova (giavellotto). NEGLI USA (si.g.) Vento protagonista nellultima giornata dei campionati Ncaa a Des Moines, con le gare veloci penalizzate. Andrew Riley dopo il titolo dei 100 ha fatto suo anche quello dei 110 hs, e il quartetto della Florida ha ottenuto la mpm 12 della 4x400 con 300"02 (McQuay 44"02 in ultima frazione). A Clermont, 11"04 nei 100 di Veronica Campbell in batteria con -1.7. A Des Moines. Uomini. 200 (-4.2): Mau. Mitchell 20"40. 110 hs (-3.5): Riley (Giam) 13"53. Peso: Clarke 20.40. 4x100: Lsu 38"38. 4x400: Florida 300"02; Usc 300"64; Lsu 301"21. Donne. 200 (-2.3): K. Duncan 22"86. 100 hs (-3.1): Manning 12"89; Rollins 12"91. 4x100: Lsu 42"75; Texas A&M 42"82. 4x400: Oregon 324"54 (Francis 50"15); Lsu 324"59. A Clermont. Uomini. 100 (-0.4): Atkins (Bah) 10"09; Burns (Tri) 10"19. 110 hs (-0.7): Brown 13"40 (b. 13"34/+2.6). Batt (+2.6): Ash 13"31. 400 hs: Dutch 48"90. Donne. 100. Batt. I (-1.7): Campbell (Giam) 11"04. 100 hs (-0.7): Wells 12"78 (b. 12"67/+2.6). MONTAGNA TRICOLORE (g.v.) Cos ad Angolo Terme (Bs) nella 1 prova del campionato italiano di corsa in montagna. Uomini (km 12.2): 1. B. Dematteis 5112"; 2. Simukeka (Rua) 5131"; 3. Chevrier 5144"; 4. Abate 5154"; 5. De Gasperi 5207". Donne (km 8.1): 1. Gaggi 4108"; 2. Confortola 4128"; 3. Roberti 4144".

un colpo Alberto Campanile (200 - 69 67 64, -7), e Jon Andrea Noder (Svi).

Hockey ghiaccio
SERIE A (m.l.) Ufficializzate le norme per la prossima serie A: due gironi andata-ritorno, le prime otto ai playoff scudetto al meglio delle 7, le ultime due ai playout per non retrocedere al meglio delle 7). Il t.s. durer 5, nei playoff e playout 20, negli incontri decisivi delle serie a oltranza. I rigori, se necessari, saranno 5 anzich 3. Ogni club avr a disposizione al massimo 6 visti di ingresso per giocatori extra comunitari. Ogni squadra dovr proporre a referto almeno 16 giocatori di categoria A, italiani o oriundi eleggibili per la Nazionale (da almeno 2 stagioni in Italia), di cui un portiere e 4 under 24, mentre quelli di categoria B, stranieri o oriundi non eleggibili per la Nazionale, non potranno essere pi di 6. La Supercoppa Bolzano-Cortina il 27 settembre. Alla Coppa Italia le prime 4 dopo il primo girone a/r.

Hockey pista
CUPISTI A SARZANA (m.nan) Torna in panchina Alessandro Cupisti, ex c.t dell' Italia dal 2006 al 2010 (bronzo agli europei 2008 di Oviedo), chiamato a guidare Sarzana. Cupisti non allenava dal 2009.

Nuoto
SPRINT SCHOEMAN (al.f.) Il campione olimpico Roland Schoeman vince 50 e 100 sl a Omaha (Usa). Uomini: 50 sl Schoeman (S.Af.) 2200, Kishida (Giap) 2231; 100 sl Schoeman (S.Af.) 4907, Townsend (S.Af.) 4985; 200 sl Townsend (S.Af.) 1'4966; 100 fa Smith 5324, Kishida (Giap) 5349. Donne: 50-100 sl Geer 2520, 5493; 100 fa Campbell 1'0093.

LA Lakers Basket NY Yankees Baseball

New Jersey-Los Angeles 2-1 (1-0, 1-1, 0-0). Marcatori: p.t. 1245" Parise s.n. (N); s.t. 326" J. Williams (L), 905" Salvador (N). Serie: 2-3.

Pallanuoto
SETTEROSA Il Setterosa parte oggi per Barcellona dove da mercoled al triangolare con Gran Bretagna e Spagna. Conti ha convocato: Savioli, Barzon, Lapi, Aiello, Di Mario, Radicchi, Abbate, Bianconi, Cotti, Frassinetti, Gigli, Queirolo, Rambaldi, Casanova, Emmolo e Gorlero.

Beach volley
A MOSCA (c.f.) Fine corsa ieri a Mosca (Rus) per le due coppie azzurre nel Grande Slam dello Swatch World Tour. Cicolari-Menegatti, k.o. 2-1 (21-17, 24-26, 15-13) con Kessy-Ross (Usa) hanno concluso none. ). Tra gli uomini 17 posto per Nicolai-Lupo, superati 2-0 nell'ultimo match della pool da Emanuel-Alison (Bra) e poi eliminati 2-1 (21-15, 16-21, 15-12) da Samoilovs-Sorokins (Let).

Pallavolo
MERCATO (f.c.-an.gal.) Sfumata Sirressi, vicina a Chieri, Piacenza chiude con il libero Sansonna, mentre Luna Carocci passa all'Azerrail Baku di Chiappini. Sara Paris il nuovo libero di Crema. E' Pino Lorizio (Molfetta) il secondo di Gulinelli a Castellana. PROMOSSE (f.c.-d.r.) Vincendo gara-3 al PalaBadiali di Falconara (16-14 al tie-break dopo essere state sotto 10-5) le reggiane della Crovegli Caldelbosco sono promosse in A-2. Dopo 27 anni, il Carpi, nelle cui file gioca Kristian Lirutti (ex Ravenna), torna in serie A-2. I modenesi hanno vinto a Bassano al tie-break gara-2 della finale dei playoff di B-1.

Zach Parise, 27 anni, capitano dei Devils, dopo il suo gol dell1-0 AFP

Boxe World Series Ok Derevyanchenko


A Londra, il medio di Dolce&Gabbana Milano Thunder Sergy Derevyanchenko conquista per il secondo anno consecutivo il titolo di campione delle World Series of Boxing sconfiggendo in finale lazero Mursalov dei Baku Fires. Lucraino cos lunico ad aver ottenuto il successo in entrambe le edizioni del torneo. Derevyanchenko finito al tappeto nella 2 ripresa, ma dalla 3 si rivelato inarrestabile. Gli altri campioni: gallo Germanakov (Aze, Baku; leggeri Romero (Mes, Mexico City); mediomassimi: Magomedov (Aze; Baku); massimi: Hrgovic (Cro, Paris).

Baseball IN IBL

Rugby DOPO IL K.O. COI PUMAS

Bologna serena Ciao Bortolami batte Godo Tour gi finito

Pentathlon
CERTELLI TRICOLORE (g.l.g.) Ieri a Montelibretti campionato italiano open della categoria senior di pentathlon. Ha vinto Lorenzo Certelli dei Carabinieri, centrando il netto nellequitazione (1200) con 5568 punti. 2. De Santis 5448, 3. Lupi 5356. Tra le donne nuova campionessa italiana Clara Maria Cesarini (Fiamme Oro) con 5088, 2. Mancini (caduta da cavallo) 4752.

Canoa

Pallavolo
QUALIFICAZIONE
Fabio Betto: una sola valida FIBS Marco Bortolami, col caschetto AFP

COPPA DEL MONDO A Cardiff prima tappa di Coppa del Mondo. Nel K1 femminile Clara Giai Pron si ferma in semifinale, 30, penalizzata da due salti di porta; nel C2 uomini Camporesi e Ferrari 17esimi.

Rugby
TREVISO E ZEBRE (i.m., e.sp.) Da Treviso Ezio Galon passa a Mogliano e Simon Picone a Calvisano. Oggi a Dublino sorteggio per il girone di Heineken a cui sono interessate anche le Zebre. FIR-ROVIGO (i.m.) Fumata grigia dallincontro di Parma tra il presidente Fir Giancarlo Dondi e quello del Rovigo Francesco Zambelli a seguito della presa di posizione dei rossobl sulle pressioni per far passare Filippo Cristiano e Andrea Bacchetti alle Zebre. No comment sugli esiti ha detto Zambelli, precisando per che Bacchetti rester, mentre Cristiano andr alla franchigia.

Triathlon 70.3 ITALY

Fontana fa il bis a Pescara


(al.f.) Daniel Fontana si conferma a Pescara: l'azzurro vince per il secondo anno consecutivo l'Ironman 70.3 Italy in 4h13'25 davanti ad Alessandro Degasperi. Tra le donne successo della tedesca Kristine Moeller (4h47'58) che ha superato nelle ultime fasi della corsa la Niederfriniger. In coppa Europa a Cremona su distanza sprint, successi britannici con Bishop e la Rosindale; la Mazzetti costretta al ritiro dopo il nuoto per rottura del body.
A Pescara. Uomini: 1. Fontana 4h13'25, 2. Degasperi a 2'06, 3. Amey (Gbr) a 5'03. Donne: 1. Moeller (Ger) 4h47'58, 2. Niederfriniger a 2'08, 3. Slack (Gbr) a 4'06. A Cremona. Uomini: 1. Bishop (Gbr) 54'58, 2. Polyanskiy (Rus) a 29, 3. Salvisberg (Svi) a 34; 13. A. De Ponti a 1'39; 15. M. De Ponti a 1'43. Donne: 1. Rosindale (Gbr) 1h02'09, 2. Moana-Veale (Aus) a 5, 3. Robisch (Ger) a 5; 10. Chmet 1'16, 11. Petrini a 1'24.

(m.c.) Con venti punti (10 nel solo 4 inning), venti valide e tre fuoricampo (Infante, Castellitto e Malengo) la capolista Bologna passeggia in gara-3 con Godo, mentre capitan Betto concede solo una valida (hr Sanchez). En-plein anche per Nettuno (18 hit, v. Simone 2bv) e Rimini, che soffre contro Grosseto, prima di un errore e di un triplo di Chavez. 10 turno.
Gara-3: Danesi Nettuno-Elettra Novara 13-0 (7); Godo Knights-Unipol Bologna 1-20 (7); Rimini-Montepaschi Grosseto 4-2. Classifica: Bologna 733 (22-8); Rimini e San Marino 700 (21-9); Nettuno 667 (20-10); Parma 467 (14-16); Godo 367 (11-19); Grosseto 267 (8-22); Novara 100 (3-27). Leader Mb: Marval (Par) 410; hr Sanchez (God) 8; pbc Marval 33; mpgl Cillo (Bol) 1.27; v-p Betto (Bol) 7-0, so Cruceta (Rim) 86 LIDDI MALE Brutta serata, sabato, per Alex Liddi, nella sconfitta casalinga dei suoi Seattle Mariners per 3-8 contro i Los Angeles Dodgers. Per lazzurro, schierato in 3 base (8in battuta) 0/4 con 3 strike out da Clayton Kershaw, e una volata sullesterno destro che ha chiuso il match. Ora batte 231 (24/104). American West: Texas (34-26) 567; Anaheim (31-29) 517; Seattle (27-34) 443; Oakland (26-34) 433.

TORONTO (Canada) La Nazionale, dopo il k.o. di sabato a San Juan contro lArgentina (37-22), a Toronto dove venerd, nel secondo test del tour delle Americhe, affronter il Canada. Del gruppo non fa pi parte Marco Bortolami che contro i Pumas ha subito una lussazione alla spalla sinistra ed rientrato in Italia. Il seconda linea, con Sergio Parisse in recupero dallinfortunio al bicipite femorale, proprio contro i sudamericani era tornato capitano dopo cinque anni, per la 38 volta su 94 caps. Se Parisse rester al palo, venerd i gradi passeranno probabilmente a Martin Castrogiovanni. Il c.t. Jacques Brunel, dopo la sconfitta. stato piuttosto duro: Non abbiamo giocato come volevamo, abbiamo perso troppi possessi, non abbiamo dato velocit: in sintesi non abbiamo fatto quello che volevamo, Il Canada intanto, in contemporanea, a Kingston (Ontario) ha superato gli Stati Uniti (28-25) per la quarta volta consecutiva: decisiva una meta nel finale del nuovo capitano Aaron Carpenter.
PACIFIC CUP Ieri a Tokyo, nella 2 giornata della Pacific Cup, Samoa-Figi 29-26 e Giappone-Tonga 20-24.

Bulgari e aussie vanno ai Giochi


(a.a.) Sfuma il sogno olimpico dellIran di Velasco e Giardinieri. Dopo la Serbia lAustralia a strappare il pass per Londra. A Berlino sono i padroni di casa (foto, Grozer 28) a qualificarsi, cos come la Bulgaria sullEgitto (Sokolov 19). Tokyo (Giap): Serbia- Venezuela 3-0 (25-14, 25-13, 25-23), Cina-Australia 0-3 (12-25, 20-25, 13-25), Sud Corea-Portorico 3-2 (15-25, 25-18, 19-25, 25-16, 15-12), Giappone-Iran 0-3 (22-25, 33-35, 22-25). Classifica: Serbia 21; Australia 15; Iran 14; Giappone, Cina 11; Corea 8; Venezuela 3; Portorico 1. Sofia (Bul) Pakistan-Francia 1-3 (25-21, 20-25, 19-25, 13-25), Bulgaria-Egitto 3-1 (25-16 25-18 20-25 25-12). Berlino (Ger) Cuba-India 3-0 (25-12, 25-22, 25-20), Germania-Rep.Ceca 3-1 (25-22, 23-25, 25-23, 25-21). Le 12: Gran Bretagna, Russia, Polonia, Brasile, Italia, Stati Uniti, Argentina, Tunisia, Serbia, Australia, Bulgaria e Germania.

Canottaggio Europei juniores Trionfo azzurro


BLED (Slo) Con cinque ori, due argenti ed un bronzo, brilla lItalia agli Europei Juniores e si classifica prima nel medagliere. Vittorie per i due quattro senza maschile e femminile, il due senza femminile (Serena e Giorgia Lo Bue), il quattro di coppia maschile e lotto maschile. Argento al quattro con maschile e allotto femminile, bronzo al quattro di coppia femminile.

Scacchi
STOP AL N.1 Al Memorial Tal di Mosca, con sette dei migliori 10 al mondo, lazzurro n.8 del ranking Fabiano Caruana ha imposto, col nero, la patta al n.1, il 21enne norvegese Magnus Carlsen.

Football
SEMIFINALI (m.l.) Playoff, Wild card game. Risultati: Rhinos Milano-Giants Bolzano 7-21; Warriors Bologna-Dolphins Ancona 41-34. Semifinali (23-24 giugno): Elephants Catania-Giants Bolzano; Panthers Parma-Warriors Bologna.

Softball
DIETRO CASERTA (m.c.) E' bagarre alle spalle dell'irraggiungibile Caserta. 15 turno: Nuoro-S.Marino 1-0, 3-0; Caserta-Legnano 8-1 (6), 4-3; Bologna-Montegranaro 4-2, 2-0; La Loggia-Bollate 1-2; 4-0. Riposo: Forl. Class.: Caserta 857 (24-4); La Loggia 576 (15-11); Bologna 571 (16-12); Bollate 500 (12-12); Fiorini Forl 480 (12-13); Nuoro 461 (12-14); Legnano 416 (10-14); S.Marino 375 (9-15); Montegranaro 200 (5-20).

Ghiaccio
DANZA I canadesi Virtue-Moir e gli statunitensi Davis-White, leader mondiali della danza, anche oro e argento olimpici in carica, dopo il licenziamento da parte dellArctic Club di Canton (Michigan) del coach Igor Shpilband per dissidi con la co-allenatrice Marina Zueva, resteranno dove fanno base da anni. O se ne andava lui o se ne andavano i ragazzi ha detto lei.

Vela
GIRAGLIA ROLEX CUP (r.ra.) Si disputata a Saint Tropez la prima regata costiera della Giraglia Rolex Cup. Questi i vincitori di giornata in classifica IRC: gruppo 0 Jethou, gruppo A Near Miss, gruppo B Swift. In classifica ORC gruppo A Mandolino, gruppo B Bacottinho. Oggi in programma unaltra costiera. Mercoled parte la lunga fino a San Remo. VOLVO RACE (r.ra.) E partita da Lisbona l8 tappa della Volvo Race. Duemila miglia fino a Lorient (Fra) sar decisiva visto che tra Groupama leader della classifica e Telefonica ci sono solo 8 punti.

Golf
ZORZI TERZA Veronica Zorzi ha chiuso al terzo posto con 213 (70 72 71, -3) lo Slovak Open (Ladies European Tour) a Brezno. Successo alla danese Line Vedel con 209 (71 69 69, -7). A SANREMO Brendan McCarroll ha vinto con 199 colpi (71 66 62, -8) il Casin Sanremo Open, torneo dell'Alps Tour e al Golf degli Ulivi (par 69) Con un gran giro in 62 (-7) colpi, il 26enne irlandese ha ottenuto il secondo titolo stagionale nell'Alps Tour (dopo il Gosser Open) superando di

52

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

AZIENDA internazionale ricerca 2 collaboratori vendita zona Milano e provincia. Offresi appuntamenti prefissati nostro call-center, fisso mensile, provvigioni e premi. Alto guadagno gi primo mese. Seria possibilit di carriera. Per informazioni telefonare 035.45.22.041. Oppure inviare curriculum e-mail cv@grizzly.it o fax 035.52.50.12. CONTATTEREMMO agenti di commercio, esperienza quinquennale massimo cinquantenni. Ottima retribuzione. Telefonare per appuntamento 02.32.87.640. CERCASI coppia capace e referenziata, libera da impegni familiari per villa in Costa Azzurra per giardinaggio e custodia. Telefonare ore di ufficio al numero 02.55.00.12.62.

GEOMETRA pluriennale esperienza conduzione cantieri edili, contabilit fornitori, gestione della commessa valuta proposte. Tel. 338.32.44.727. RESPONSABILE commerciale Italia export, ingegnere, mobilit, inglese, francese, spagnolo, tedesco, portoghese. 334.78.16.019.

Milano centro, cerca collaboratori per procedure concorsuali. Preferenziali: laurea o diploma ragioneria. No stage. e-mail: aaarisposta@gmail.com

STUDIO PROFESSIONALE

CASTELLO SFORZESCO epoca ristrutturato varie soluzioni, terrazzo, scelta capitolato. . CE: da C - IPE: 74,36 kWh/mqa. www.filcasaservice.it 02.90.09.36.75. CORSO SEMPIONE nuova costruzione. Piano alto. Ampio quattro locali. Box. CE: B, IPE: 50,2 kWh/mqa. Tel. 02.34.93.16.65. www.filcasaservice.it MACIACHINI attico nuovo quadrilocale due livelli box. CE: C - IPE: 85,6 kWh/mqa 02.69.90.15.65. MILANO Accursio impresa bergamasca vende nuovi appartamenti 5/6 locali, tripli servizi, ultimi piani. Da 390.000. 035.75.11.11. CE: B - IPE: 41 kWh/mq. MONTE ROSA ultimo piano mq 160 box luminosissimo euro 950.000,00 libero. 02.48.19.53.71 CE: F - IPE 146,2 kWh/mqa. PARCO Solari recenti mq 120 box posto moto balcone rifinitissimo 640.000,00 euro. 02.48.19.53.71. CE: G - IPE: 150 kWh/mqa. PORTA LODOVICA adiacenze universit, nuovo loft abitazione 102 mq ampia zona giorno con soppalco. Mai abitato. CE: D - IPE: 109,71 kWh/mqa. 02.88.08.31. ISTA parco Villa Litta mansarda nuovo trilocale, ampio terrazzo. Box. CE: D - IPE: 111,1 kWh/mqa. 02.66.20.76.46. VITTOR PISANI stabile signorile, ampio bilocale, servizi, doppia esposizione. CE: G - IPE: 187,5 kWh/mqa. 02.67.07.53.08. ACQUISTIAMO conto terzi appartamenti varie metrature in Milano citt. Business Services 02.29.51.80.14. ACQUISTIAMO conto terzi appartamenti/negozi varie metrature in Milano citt. Business Services 02.29.51.80.14. SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

BANCHE multinazionali necessitano di appartamenti o uffici. Milano e provincia 02.29.52.99.43. MEDICO referenziato cerca bilocale / trilocale in Milano zona servita. 02.67.47.96.25.

CROCEFISSO stabile moderno direzionale affittiamo uffici 400 mq. Ristrutturati. Posti auto. CE: F - IPE: 63,1 kWh/mca. 02.88.08.31. MM TURRO vendiamo negozio 21 mq da ristrutturare libero subito. 02.88.08.31. CE: G - IPE: 111,57 kWh/mca. SARPI grande negozio angolare, quindici vetrine, 665 mq ristrutturato. Visibilit, passaggio pedonale. Posti auto. 02.34.93.07.53 http://sarpi.filcasaservice.it da progetto CE: C - IPE: 19,9 kWh/mca.

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26.

PUNTO D'ORO

CINQUANTENNE italiano, referenziato, offresi come autista e persona di fiducia sia ad aziende che privati. Disponibilit a spostamenti ovunque. Disponibilita' oraria completa anche festiva e notturna. Referenze controllabili. luzzimaurizio@libero.it 333.75.70.869. COPPIA filippina da 20 anni in Italia, esperienza e referenze. Liberi subito. 327.87.52.787. COPPIA srilankese offresi come domestici, custodi, regolari, referenziati, 18 anni esperienza. Disponibilit immediata. 320.82.86.938. ITALIANA libera impegni famigliari, referenziata, pratica, offresi fissa gestione autonoma casa. 349.06.75.726. SRILANKA 20 anni residente Italia, esperinza cuoco, custode, servizio tavola, puluzie. 366.39.95.586.

A abbagliantissimo affare 5Terre in riva al mare soli euro 175.000,00 dimora marinara restauratissima, terrazza CE in fase di richiesta. immobiliare5terre.com 0187.92.03.31. A ancora indecisi come investire propri risparmi? Courmayeur, 2 minuti isola pedonale, villino vacanziero tutto legno-pietra vista. 159.000 euro. Panorama da cartolina. CE: B - IPE: 92 kWh/mq annuo valore di progetto. 035.51.07.80. A esigenti: vacanze da sogno sul lago di Garda! Sirmione, spiaggia a 2 passi, convenientissimo attichetto panoramico. 99.000 euro + piccolo mutuo. Vista panoramica, piscina caraibica. CE: B - IPE: 56 kWh/mq annuo. 035.51.07.80. CAP MARTIN lato Montecarlo. Prestigiosi appartamenti in costruzione. Vista mare mozzafiato, piscina. italgestgroup.com 0184.44.90.72. SARDEGNA STINTINO Country Paradise. Ville indipendenti vendita met prezzo da acquisto Tribunale, piscina, pavimenti cotto, travi vista/supermercato ristoranti animazione. Euro 180.000 anzich euro 340.000. Mutuo totale. Tel. 030.22.40.90 335.21.85.03 - www.gruppor.it

TABLET
Locali commerciali per abbigliamento mobili arredamenti traffico 1.500 veicoli/ora Tel. 338.22.56.960. VIA MONTENAPOLEONE affittasi prestigiosi 150 mq, eleganti finiture. Ideale come ufficio/show room. Alta rappresentanza. CE: E - IPE: 49,9 kWh/mca. 02.88.08.31. VIA VENINI vendiamo laboratorio con permanenza di persone, 78 mq 85.800,00 euro. 02.88.08.31. CE: G - IPE: 108,26 kWh/mca.

VENDESI AFFITTASI

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

ABBANDONATI ai massaggi ayurvedici. Euro 40. Info 02.91.43.76.86 www.body-spring.it ACCOGLIENTE e prestigioso centro benessere italiano massaggi olistici. Ambiente elegante. Milano 02.39.40.00.18. BEAUTY CENTER Gallia Monnalisa massaggi rilassanti e olistici per un dolce relax. Sauna, bagno turco, solarium. Tel. 02.66.98.13.15. BENESSERE per corpo, mente. Il rito sacro dei massaggi rilassanti. via Triestini 7. 02.49.47.47.07. CONCEDITI una pausa per un dolce relax con massaggi olistici ed orientali. Percorsi termali. Tel. 02.29.53.13.50. CRISTAL ESTETICA centro climatizzato, personale qualificato esegue massaggi olistici. 02.67.07.07.48. IDRORELAX centro climatizzato, ambiente elegante, raffinato, massaggi olistici, rilassanti. Zona fiera. 02.33.49.79.25.

RIMINI - Hotel Daria - 0541.47.88.42 - 50 metri mare. Pensione completa compreso acquascivolo: giugno euro 34,00 - luglio 39,00.

A Milano esercizio commerciale impiega ambosessi anche primo impiego. Mansioni: amministrative, operative e commerciali. 02.24.01.154.

ACCURSIO adiacenze particolare abitazione - due livelli. Ristrutturata, condizionata. Possibilit posto auto. 02.88.08.31. CE: F - IPE: 59,73 kWh/ mqa. ARIOSTO palazzo epoca ultimo piano mq 180 sottotetto sovrastante box libero 02.48.19.53.71. CE: G - IPE: 296,9 kWh/mqa. ATTICO Spiga mq. 135, CE: G, IPE: 198,05 kWh/mqa. Appartamenti Magenta 150 mq. Box. CE: G, IPE: 170,61 kWh/mqa. Melzi D'Eril 170 mq. Box. CE: E, IPE: 127,4 kWh/mqa. 335.68.94.589. BONAPARTE stabile ottocentesco completamente restaurato, luminoso quadrilocale affaccio giardino. www.filcasaservice.it Valore da progetto CE: D IPE: 104,5 kWh/mqa 02.9.09.31.72 - 02.88.08.31.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14.

Per chi cerca e per chi offre c una soluzione facile e veloce: Piccoli Annunci, un mondo di opportunit per la vendita/ricerca di casa, lavoro, viaggi e tanto altro. Puoi pubblicare il tuo annuncio su Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport .

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 26,50/gr. ARGENTO USATO :


Euro 375,00/kg.

CERCHI nuove amiche intriganti? Lasciati guidare dalla scoperta. Chiama 899.996.101 da euro 0,32 min/ivato vm18 MCI. TROVA centinaia di amiche della tua citt! Non resterai deluso. Chiama 899.996.101 da euro 0,32 min/ivato vm18 MCI.

MM DUOMO - MISSORI
www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it

Gioielleria Curtini, via Unione 6 02.72.02.27.36. 335.64.82.765.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

53

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELLARTI gda@gazzetta.it

_il ribaltone

GLI AIUTI SPAGNOLI

A notizie
S

Tascabili
Avr il diploma alla memoria

Ma perch i nuovi vertici della Rai non piacciono alla politica?


Il governo ha deciso senza seguire la logica della divisione delle poltrone tra i partiti. Monti ha detto ho scelto di testa mia e oggi vedr la d.g. Lei per spiegarle il motivo della rimozione
Oggi pomeriggio Mario Monti ricever Lorenza Lei a Palazzo Chigi e le spiegher perch, nel Consiglio dei ministri di venerd sera, lha rimossa dal suo posto in Rai e lha sostituita con Luigi Gubitosi.
Il cavallo simbolo della Rai, nella sede di viale Mazzini a Roma EIDON

Massa: muore in moto Ammesso alla Maturit


morto pochi giorni prima dellinizio degli esami di maturit, ma avr comunque il diploma. Il liceo classico Pellegrino Rossi di Massa ha deciso di fare diventare maturo alla memoria Lorenzo Cantoni, 19 anni, rimasto vittima di un incidente in moto allalba di sabato, mentre tornava dalla cena di classe, alcune ore prima che i suoi professori decidessero sullammissione agli esami. La decisione finale ora spetta al Ministero. Lorenzo deve avere il diploma perch se lo meritato hanno spiegato dal liceo toscano . Sar una piccolissima consolazione nel dolore della famiglia.

2 intervenire sulla Rai? E Perch


poi: il presidente del Consiglio pu intervenire sulla Rai?

1
Lei si rende conto che questi nomi Lorenza Lei, Luigi Gubitosi sono pochissimo conosciuti dal nostro pubblico...

Lorenza Lei era, o forse bisogna dire: ancora , il direttore generale della Rai. Alla Rai, fino ad oggi, il direttore generale era il vero editore dellazienda. La Lei era stata messa l da Berlusconi anche grazie a forti pressioni vaticane. Berlusconi voleva che restasse al suo posto, anzi in generale tutto il Pdl voleva che nulla della Rai venisse toccato fino alle prossime elezioni. Quindi, secondo il Cav, il presidente Paolo Garimberti (quota centrosinistra), il direttore generale Lorenza Lei (quota centrodestra) e il consiglio damministrazione (maggioranza di centrodestra) dovevano essere prorogati fino al maggio-giugno 2013. Senonch il presidente del Consiglio aveva gi detto a Fabio Fazio, in unintervista dello scorso gennaio, che sulla Rai sarebbe intervenuto. E in modo significativo. E infatti venerd sera, prendendo di sorpresa tutti...

Non si capisce fino in fondo la mossa di Monti se non si tiene conto di quello che era accaduto pochi giorni prima. Mercoled 6 giugno si dovevano scegliere i componenti dellAuthority per la Comunicazione, detta anche AgCom. Si tratta di un organismo molto importante che governa, tra laltro, il mondo della televisione e dovr organizzare, per esempio, lasta per le frequenze, quelle che Mediaset vuole gratis o comunque a pochissimo prezzo. Ebbene, Camera e Senato si sono fatti mandare una novantina di curricula, ma non li hanno presi in considerazione e hanno proceduto col solito metodo spartitorio: due membri al Pdl, uno allUdc, un altro al Pd. Di questi, solo il prescelto dei democratici, che insegna comunicazione a Torino, sembra avere le carte in regola. Questa procedura, tipica della logica dei partiti e odiosa in genere per i cittadini (ma i politici non sembrano rendersene conto), ha suscitato una quantit di critiche. E deve aver rappresentato, per Monti, la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Cos venerd sera, il premier ha comunicato i nomi dei prescelti per la Rai, nomi inattesi e che non possono essere riferiti a nessun parti-

to: Anna Maria Tarantola per la presidenza, Luigi Gubitosi per la direzione generale e Marco Pinto come membro del consiglio damministrazione di viale Mazzini in rappresentanza del ministero dellEconomia.

3 Gubitosi e Pinto aveTarantola,


vano mandato il curriculum?

Non credo proprio. Direi senzaltro di no.

4 Sintendono di televisione?
Neanche, e su questo Santoro e Freccero (che il curriculum lavevano mandato) hanno attaccato Monti a sangue. Anna Maria Tarantola ha passato tutta la vita in Banca dItalia, di cui adesso era vicedirettore generale. Gubitosi un uomo Fiat, passato poi a Wind e a Bank of America. Marco Pinto un funzionario del Tesoro, ora vicecapo di gabinetto. Monti ha giustificato cos le sue decisioni: ho scelto persone serissime, di alto profilo, di cui nessuno pu dubitare; ho scelto persone totalmente estranee ai partiti; ho scelto di testa mia perch la Rai deve cambiare.

5ripeto la domanda: poteva Le


farlo?

Nessun problema per Marco Pinto. Per la Tarantola la nomi-

na dovr essere confermata dalla commissione parlamentare di vigilanza: ci vogliono i due terzi dei voti. Quanto a Gubitosi, beh no: il direttore generale viene, infatti, nominato dal consiglio damministrazione. Tutte queste procedure, come vede, sono state pensate a suo tempo (legge Gasparri) per rendere necessario laccordo preventivo tra i partiti. Ed proprio qui che Monti ha forzato. Berlusconi venerd notte era fuori di s. Ieri abbiamo letto dichiarazioni critiche, ma pi contenute. Cicchitto: la sostituzione della Lei incomprensibile, inoltre pensare di snaturare del tutto gli attuali assetti rovesciando pesi e contrappesi potrebbe diventare una forzatura inaccettabile, per cui invitiamo tutte le forze in campo ad una attenta riflessione. Infatti, anche Paolo Gentiloni, del Pd, aveva detto a caldo: Ma glielo hanno fatto sapere, a Monti, che non lui a nominare il direttore generale?. Maurizio Gasparri ieri: Abbiamo accettato tutto. Ma al governo consigliamo prudenza, non invadenza. Queste dichiarazioni pi caute, dopo i furori dei primi minuti, hanno fatto capire che il centrodestra dovr accettare il fatto compiuto. Avendo fatto una mossa tanto forte, Monti non potrebbe restare al suo posto se, nel corso delle varie procedure, le sue scelte fossero bocciate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vittoria delleuro Dopo la richiesta di aiuti avanzata dalla Spagna allEuropa per ricapitalizzare le banche, ieri ha parlato il premier di Madrid Mariano Rajoy (nella foto Ap): Ha vinto la credibilit del progetto europeo. Hanno vinto il futuro delleuro e la solidit del nostro sistema finanziario, ha vinto lUe. Il giorno dopo lannuncio dellEurogruppo di uno stanziamento di 100 miliardi, Rajoy ha ammesso che la situazione resta molto delicata. Intanto, il G7 ha accolto bene il piano per Madrid: Un passo importante verso una pi ampia unione di bilancio e finanziaria per rafforzare lUnione monetaria, si legge in un comunicato

Durante una festa in Alabama

Sparatoria nel campus in America: uccisi due giocatori di football

Il campus di Auburn, nello stato Usa dellAlabama, in cui sabato avvenuta la sparatoria LAPRESSE
stato un sabato notte di follia in una delle residenze studentesche delluniversit di Auburn, in Alabama. Una sparatoria ha causato tre vittime tra gli studenti (due erano giocatori della squadra di football dellateneo) e tre feriti, di cui uno molto grave. Secondo le prime ricostruzioni sarebbero stati colpiti durante una festa in piscina, accanto al campus. Alcuni testimoni hanno raccontato che scoppiata una rissa che ha provocato la sparatoria. La polizia ha dato subito il via alla caccia al killer: un uomo stato fermato, ma stato rilasciato.

Alle medie e alle superiori

Solo gli orali agli esami per i giovani terremotati


Nelle zone colpite dal terremoto in Emilia Romagna, Lombardia e Veneto gli studenti dovranno sostenere solo le prove orali agli esami di Stato per la licenza media (al via il 18 giugno) e la maturit (dal 20 giugno). Lo ha stabilito unordinanza firmata dal ministro dellIstruzione, Francesco Profumo. Inoltre il provvedimento ha stabilito che nelle aree colpite dal sisma e per le quali i sindaci abbiano deciso la chiusura degli edifici scolastici, lanno scolastico comunque valido sulla base delle attivit didattiche effettivamente svolte, anche se di durata complessiva inferiore a 200 giorni.

54

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012

ALTRI MONDI

LA FAMIGLIA DELLA VITTIMA

Il killer di Melissa non ci deve scrivere


Fernando Orsini, avvocato della famiglia di Melissa Bassi (nella foto Ansa), la 16enne morta nellattentato del 19 maggio da-

vanti alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi, ha definito pelosa la richiesta del killer, Giovanni Vantaggiato, di scrivere dalla cella una lettera ai genitori della ragazza: Si risparmi la fatica. Intanto, i pm di Brindisi concentrano le indagini sulle attivit economiche di Vantaggiato.

EGITTO: EX RAIS IN CARCERE

Mubarak peggiora Ora respira a fatica


Peggiorano sempre di pi le condizioni di salute dellex presidente egiziano Hosni Mubarak: lex dittatore, 84 anni, in carcere

da una settimana, da quando stato condannato allergastolo, ieri ha avuto un battito cardiaco irregolare e ha avuto bisogno di assistenza per respirare dopo aver ricevuto la visita della moglie Suzanne, che riuscita a ottenere un permesso assieme alle due nuore.

Sangue sulla Nigeria Attaccate due chiese Uccisi sei cristiani


Un kamikaze colpisce a Jos, miliziani sparano ai fedeli a Biu Gli attentati rivendicati dal gruppo islamico Boko Haram
FILIPPO CONTICELLO

I NUMERI DELLISTAT

Disoccupati: +7,8% in 4 anni tra i giovani


La crisi pesa, soprattutto, sulla pelle dei giovani: in quattro anni il tasso di disoccupazione nella fascia tra 15 e 24 anni aumentata del 7,8%. Il dato arriva dallIstat che evidenzia come si sia passati dal 21,3% al 29,1%, con un incremento quattro volte superiore rispetto alla disoccupazione media, che ha invece fatto registrare un aumento dell1,7% (dal 6,7% all8,4%). Nello stesso periodo i cosiddetto Neet, i ragazzi che non studiano e non cercano lavoro, sono arrivati al 22,7%, +3,4% rispetto al 2008. Mentre il tasso di disoccupazione di lunga durata (oltre 12 mesi) salito al 4,3%, con un incremento di 1,3 punti. E c di pi: il divario tra il tasso di occupazione dei 18-29enni e quello della popolazione tra i 15 e i 64 anni, dopo essere rimasto stabile tra il 1993 e il 2002, si andato progressivamente allargando fino a raggiungere nel 2011 il 15,9%, con tassi di occupazione rispettivamente al 41 e al 56,9%. Passando ai generi, dallinizio della crisi stata pi colpita loccupazione maschile passata dal 70,3% al 67,5% (-2,8); mentre per le donne calo dello 0,7%, dal 47,2% al 46,5%.

SIMONA SI CANDIDA

A tutta
DI MABEL BOCCHI

Salute
Casi in aumento tra i giovani

S
La Ventura: Rifarei Quelli che... il calcio Simona Ventura torner ad occuparsi di calcio? Forse: Nel caso Cielo acquisti i diritti, sarei disposta a rifare la domenica di "Quelli che il calcio" o un programma simile: si potrebbe ritornare a una sorta di Rai 2 dei tempi doro.... La conduttrice 47enne da un anno a Sky ne ha parlato ieri da Rimini, in occasione della prima tappa delle audizioni di X Factor 6, di cui sar ancora giudice. La Ventura ha condotto il programma sportivo in Rai per ben dieci anni, dal 2001 fino al 2011

Allarme sigarette light Rischio cancro pi alto


Dal congresso mondiale di oncologia che si appena concluso a Chicago sono arrivati dati allarmanti sullaumento vertiginoso dei casi di adenocarcinoma, la forma pi aggressiva di tumore al polmone, soprattutto tra donne e giovani. Sotto accusa sono le sigarette light: diffusissime in questa fascia di popolazione, a causa del basso contenuto di nicotina portano ad aspirare molto pi intensamente, trasportando il fumo e i suoi agenti cancerogeni nella parte pi profonda dellalbero bronchiale, dove insorge ladenocarcinoma.

Di domenica, giorno della messa: ieri la Nigeria, quella cristiana, stata insanguinata ancora. Un doppio attentato, a soli 7 giorni dalluccisione di 15 persone a Bauchi: sono state colpite due chiese e tanti fedeli. Il primo bagno di sangue lha causato un kamikaze: si fatto esplodere in auto tra la gente. successo davanti alla chiesa evangelica Winning All di Jos, la citt lungo cui scorre la delicatissima linea che spacca in due il Paese africano, tra Nord musulmano e Sud cristiano: a sentire le autorit, oltre allattentatore, pare che alla fine siano morte 4 persone (due subito e due a seguito della violenta reazione di gruppi di giovani cristiani, dispersi dalle forze dellordine con colpi di pistola), mentre almeno altre 41 sono rimaste ferite. Per altre fonti le vittime arriverebbero fino a 9: in ogni caso, la polizia locale ha riferito che lo scoppio ha fatto crollare lintera struttura. Altra violenza quattrocento chilometri pi in l, a nord-est, nella citt di Biu, stato di Borno, uno dei pi caldi: lattentato in una chiesa chiamata Fratelli della Nigeria, dove un gruppo di miliziani armati ha aper-

La chiesa cristiana di Jos, in Nigeria, distrutta dallattacco kamikaze AP

to il fuoco prima sul sagrato e poi dentro, durante una funzione. Sui numeri tanta confusione: testimoni parlano di almeno due morti, ma il bilancio anche qui potrebbe crescere di parecchio.
Altre violenze Attentati, ka-

mikaze, raid armati, chiese in fiamme: non sono tempi facili per i cristiani della Nigeria. Da poco pi di un anno le tensioni religiose sono salite pericolosamente. A rivendicare gran parte degli attacchi il gruppo

estremista chiamato Boko Haram, la setta islamica pi sanguinaria della regione. Odiano lOccidente, vogliono la sharia e sono responsabili anche dei nuovi attacchi di ieri a Biu e Jos: Abbiamo provato che le forze di sicurezza si sbagliano quando affermano che siamo stati indeboliti dalla repressione dei militari, ha fatto sapere un portavoce del gruppo. Segno che in Nigeria la violenza degli ultimi tempi potrebbe pure crescere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In Italia i casi di cancro al polmone sono 34 mila lanno

Creata con estratti di frutti

+3,4%

Dalla Nasa in arrivo la bevanda anti-rughe


Dalla Nasa in arrivo una bevanda con potenzialit antirughe. In realt stata realizzata per proteggere gli astronauti in missione nello spazio dalle radiazioni nocive. La bevanda, che denominata AS10, stata testata dagli scienziati americani dellUniversit dello Utah su 180 volontari, che lhanno assunta due volte al giorno per 4 mesi. Ebbene, questo benefico mix di estratti di molti frutti, come il fico dIndia e luva, ha garantito una diminuzione delle macchie della pelle del 30% e delle rughe del 17%. Il segreto? Il concentrato di vitamine, attive contro le radiazioni e i radicali liberi.

laumento dei Neet Nel 2011, i Neet, ragazzi che non studiano e non lavorano, sono arrivati al 22,7% (+3,4 sul 2008)

il simbolo Fontana di Trevi perde i pezzi: cade cornicione


Un altro monumento di Roma a rischio: dopo il Colosseo anche la Fontana di Trevi perde pezzi. Dalla celebre fontana barocca sabato si staccato un pezzo di cornicione (nelle foto Jpeg). Altri cinque pezzi di stucco, poi, sono stati staccati per precauzione. Gli esperti danno la colpa alle nevicate dellinverno

La ricerca israeliana

Lo smog nel mirino: provoca ictus e infarto


Linquinamento aumenta i rischi di infarto e ictus: lo dice una ricerca delluniversit di Tel Aviv. Le persone cardiopatiche che vivono in zone molto inquinate mostrano infatti il 43% di possibilit in pi di avere un secondo infarto e il 46% di incorrere in un ictus. Secondo i ricercatori ci dovuto a un riflesso del sistema cardiovascolare al contatto di micro-agenti inquinanti in sospensione nellaria che pu influire sul ritmo cardiaco. Lo studio ha analizzato 1.120 pazienti ricoverati per infarto ed esaminato 21 stazioni di monitoraggio dellaria nelle zone in cui abitavano. Il nesso risultato evidente.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520 INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI * Con Soldatini dItalia N. 53 e 11,19 - con Indistruttibili N. 32 e 11,19 - con Paperinik N. 19 e 11,19 - Capolavori delle grandi civilt N. 16 e 11,19 - con Holly e Benji N. 15 e 11,19 - con War Movies N. 12 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 24 e 11,19 - con Aerei Collection N. 9 e 14,19 - con Gilles Villeneuve e 14,19 con Avengers N. 8 e 8,19 - con Grande Alpinismo N. 6 e 12,19 con Panini N. 6 e 6,19 - con Libro Juve e 9,19 - con la Grande Storia del Giro N. 4 e 8,19 - con Libro della Salute e 14,10 - con Lupin N. 5 e 11,19 - con Alessandro Del Piero e 11,19 - con Grandi Club Raggi X N. 1 e 4,19 - con T-shirt Invincibili e 16,19 con DVD Inzaghi e 14,19 - con Magic Europeo Card e 11,19 con SportWeek e 2,70 - con Max e 3,50 PROMOZIONI Non vendibili separatamente nella provincia di Reggio Emilia (con esclusione di Sassuolo): La Gazzetta dello Sport e 1,00 + La Notizia Giornale di Reggio e 0,20. In Calabria: La Gazzetta dello Sport e 1,00 + il Domani dello Sport e 0,20 ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7335 DEL 14-12-2011

La tiratura di domenica 10 giugno stata di 381.673 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 8,70; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

LUNED 11 GIUGNO 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

55

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 24/8 - 22/9

Ariete 6
Che fatica gestire i rapporti con luniversomondo. State su: Giove, da stasera, vi porter fortune lunghe un anno. Sudombelico costretto.
23/10 - 22/11

Toro 7
Amici, clienti e sponsor fanno la vostra fortuna. Cos il lavoro trova sbocchi nuovi e i finanziamenti arrivano. Ormoni fruttati, muy dolci.
23/11 - 21/12

Gemelli 6Lumore sfigopendulerrimo. Ussignr, state su, arriva Giove, stasera, a portar fortune! Cartellino giallo, per, per il sudombelico.
22/12 - 20/1

Cancro 8
IL MIGLIORE La Luna vi mette in risalto. E col supporto della fortuna vi fa aprire porte utili, in ogni ambito! Un happy hour amichevole vira verso il suino.
LIONEL MESSI

Leone 6
Certe news economiche potrebbero ammosciare la giornata. Da stasera, per un anno, Giove vi sponsorizzer. Sudombelico (s)lanciato.
21/1 - 19/2

Vergine 6I rapporti sono tesi, leconomia ostacola lautonomia. E mandare a quel paese chiunque non consigliabile. Suinamente ve la spassate, per.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 - 22/10

Bilancia 6,5
Disinserite lipercritico automatico e cercate di incastrare bene i pezzi della giornata. Tuffi nella fortuna e nella fornicazione ristorano.

Scorpione 7,5
Marte accresce il vostro tono vitale, la Luna ambasciatrice di buonumore e creativit. Anche suina, volendo. Trend lavorativo in rialzo!

Sagittario 5,5
Lumore sfigofunerario, voi rischiate di reagire esageratamente alle difficolt e il suino in voi momentaneamente inattivo. Giornatina

Capricorno 7+
Nel lavoro e nei rapporti entra in gioco la vostra simpatia. Che vi fa guadagnare punti, sostegni, consensi. Lattivit suina vi rallegra. Lattaccante argentino nato il 24 giugno 1987 a Rosario. Ha vinto tre Champions League con il Barcellona

Acquario 7
Luna stabilizzante. Per lavoro, soldi, affetti. Il morale buono, il sudombelico contributivo. Nel senso che contribuisce a farvi star bene.

Pesci 7+
La tabella di marcia della giornata fila con scioltezza. Ma potreste sclerare per la stanchezza. Riposate. E se pure non fornicate state su.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
7.35 8.00 10.10 11.00 12.00 13.30 14.10 15.15 17.10 17.45 20.00 20.25 23.05 0.35 1.05 1.10 RAI PARLAMENTO TG1 UNOMATTINA STORIE VERE LA PROVA DEL CUOCO TG1 VERDETTO FINALE LA VENDETTA NON PAGA CHE TEMPO FA FRANCIA INGHILTERRA TG1 EUROPEI 2012 UCRAINA - SVEZIA RAI SPORT NOTTI EUROPEE TG1 - NOTTE CHE TEMPO FA SOTTOVOCE

Gazzetta.it
RAITRE
AGOR LA STORIA SIAMO NOI TG3 MINUTI AGENTE PEPPER TG3 SABRINA... LA STRADA PER... TGR - TG3 LA CASA NELLA... FERDINANDO I GEOMAGAZINE 2012 TG3 - TGR - BLOB UN POSTO AL SOLE TRE DONNE AL VERDE 22.55 PAESAGGI CON FIGURE VIAGGIO NELL'ITALIA DA RITROVARE 0.00 TG3 LINEA NOTTE 8.00 10.10 11.10 11.15 12.00 12.45 13.10 14.00 15.00 15.50 17.30 19.00 20.35 21.05

RAIDUE
CARTONI TG2 INSIEME IL NOSTRO AMICO... TG2 DRIBBLING EUROPEI SENZA TRACCIA GUARDIA COSTIERA THE GOOD WIFE ONE TREE HILL TG2 COLD CASE GHOST WHISPERER TG2 N.C.I.S. LOS ANGELES Telefilm 23.25 TG2 23.40 STRACULT (A CASA) DI MARCO GIUSTI 1.00 RAI PARLAMENTO TELEGIORNALE 7.30 10.25 11.25 13.00 14.00 14.45 15.30 16.15 17.00 18.15 18.45 19.35 20.30 21.05

CANALE 5
MIRACOLI DEGLI ANIMALI 8.46 STORM 10.00 TG5 11.00 FORUM 13.00 TG5 13.40 SOAP 14.45 POMERIGGIO CINQUE 16.50 AVVOCATO PER AMORE 18.45 IL BRACCIO E... 20.00 TG5 20.30 VELINE 21.10 THE BLIND SIDE Film 0.21 ESPIAZIONE 2.30 TG5 3.00 VELINE 4.25 PRIMA O POI DIVORZIO 8.35

ITALIA 1
8.10 10.30 12.25 13.40 15.00 15.55 16.45 17.10 17.35 18.30 19.00 19.25 21.10 23.00 0.50 1.45 2.40 CARTONI DAWSON'S CREEK STUDIO APERTO CARTONI GOSSIP GIRL LE COSE CHE AMO DI TE MAMMONI SHORT FRIENDS MERCANTE IN FIERA STUDIO APERTO STUDIO SPORT C.S.I. NEW YORK GREY'S ANATOMY Telefilm ROOKIE BLUE NIP/TUCK SAVING GRACE STUDIO APERTO LA GIORNATA

RETE 4
8.50 10.05 10.50 11.30 12.00 12.55 13.50 15.10 16.05 16.50 18.55 19.45 21.10 23.45 23.50 1.25 2.50 3.20 SENTINEL MONK RICETTE DI FAMIGLIA TG4 TUTTI PER BRUNO DISTRETTO DI POLIZIA FORUM WOLFF MY LIFE COMMISSARIO CORDIER TG4 TEMPESTA D'AMORE IL MIO NOME NESSUNO I BELLISSIMI DI R4 IL SOCIO TG4 NIGHT NEWS MODAMANIA L'ITALIA CHE...

LA 7
7.30 9.45 11.10 12.30 13.30 14.05 14.10 16.50 18.00 20.00 20.30 21.10 23.45 23.50 23.55 0.30 1.25 TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 MOVIE FLASH I DUE VOLTI DELLA VENDETTA ATLANTIDE LISPETTORE BARNABY TG LA7 OTTO E MEZZO LINFEDELE Attualit TG LA7 TG LA7 SPORT MADAMA PALAZZO (AH)IPIROSO MOVIE FLASH

IL SONDAGGIO Dove pu arrivare lItalia che tiene testa alla Spagna?


Ottimismo per gli azzurri: il 35% dei lettori li considera da semifinale, il 22% da titolo mentre l11% crede nella finale

IL VIDEO Bikini e pallone: con la C-Cup lEuropeo sexy

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
18.00 FRANCIA INGHILTERRA
Europeo. Da Donetsk, Ucraina Rai 1, Rai Sport 1

PREMIUM
13.30 OCEAN'S THIRTEEN JOI 15.05 OL PREMIUM CINEMA 16.55 UN'ESTATE AI CARAIBI PREMIUM CINEMA 18.55 THE NEXT THREE DAYS PREMIUM CINEMA 21.15 MATCH POINT JOI 21.15 RED PREMIUM CINEMA 23.15 CON GLI OCCHI DELL'ASSASSINO PREMIUM CINEMA 1.20 OCCHI NELLE TENEBRE PREMIUM CINEMA 3.15 IN VIAGGIO PER IL COLLEGE PREMIUM CINEMA

22.00 BARCELLONA REAL MADRID


Liga. Finale ACB. Gara 3 SportItalia 2

SKY SPORT 1
11.00 CALCIO: BAYERN MONACO MANCHESTER CITY
Champions League

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: NORDEA MASTERS
PGA European Tour. Da Stoccolma, Svezia

SKY SPORT 3
10.15 CALCIO: CORINTHIANS VASCO DA GAMA
Coppa Libertadores

EUROSPORT
8.45 CALCIO: GERMANIA PORTOGALLO
Europeo

CICLISMO
15.45 TOUR DELLA SVIZZERA
Terza tappa. Martigny-Aarberg Sky Sport 2

20.45 UCRAINA - SVEZIA


Europeo. Da Kiev, Ucraina Rai 1, Rai Sport 1

HOCKEY GHIACCIO
2.00 LOS ANGELES KINGS NEW JERSEY DEVILS
Finale Stanley Cup. Gara 6 ESPN America

BASEBALL
4.30 LOS ANGELES DODGERS LOS ANGELES ANGELS
MLB ESPN America

TENNIS
12.00 ATP HALLE
SuperTennis

BASKET
20.30 MONTEPASCHI SIENA EMPORIO ARMANI MILANO
Finale scudetto. Gara 2 Rai Sport 2

13.00 ROLAND GARROS


Nadal - Djokovic Finale maschile. Da Parigi Rai Sport 1, Eurosport

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS 21.00 CALCIO: INTER - NAPOLI
Serie A

10.00 CICLISMO: TOUR DELLA SVIZZERA


Seconda tappa. Verbania-Verbier

12.00 CALCIO: VALENCIA REAL MADRID


Liga

10.45 CALCIO: OLANDA DANIMARCA


Europeo

di un canale satellitare tedesco la versione alternativa del torneo, riservata chiaramente a donne bellissime...

11.30 RUGBY: ALL BLACKS IRLANDA


Test Match

14.00 BASEBALL: CINCINNATI REDS DETROIT TIGERS


MLB

23.00 CALCIO: SPAGNA - ITALIA


Europeo

IL BLOG Lattesa di Londra per il debutto della nazionale


Nel blog In The Box dedicato al calcio inglese lapprofondimento sulla nazionale di Hodgson che debutta oggi allEuropeo

14.00 RUGBY: AUSTRALIA GALLES


Test Match

16.00 RUGBY: SUDAFRICA INGHILTERRA


Test Match

18.00 AUTOMOBILISMO: TROFEO 500 ABARTH


Dal Mugello

17.00 CALCIO: VARESE SAMPDORIA


Playoff Serie B

RAI SPORT 1
9.35 CALCIO: IRLANDA - CROAZIA
Europeo

20.00 AUTOMOBILISMO: INDYCAR


Dal Texas

18.45 RUGBY: ALL BLACKS IRLANDA


Test Match

13.30 ATP QUEENS


Eurosport

20.00 ATP QUEENS


Eurosport 2

1.30

CALCIO: VARESE SAMPDORIA


Playoff Serie B

21.00 GOLF: NORDEA MASTERS


PGA European Tour. Da Stoccolma, Svezia

21.00 CICLISMO: TOUR DELLA SVIZZERA


Terza tappa. Martigny-Aarberg

14.45 CALCIO: SPAGNA - ITALIA


Europeo

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
14 22 14 20 18 18 16 16 15 20 14 16 21 20 19 15 22 18 15 17 19 18 25 27 21 32 27 27 26 29 23 22 23 23 27 28 25 25 31 26 23 21 25 24

Oggi
Al Nord rovesci e temporali soprattutto su Lombardia e Triveneto. Al Centro qualche pioggia maggiormente probabile sulle regioni tirreniche e sole in prevalenza sulle adriatiche. Al Sud, in Sicilia e in Sardegna sereno o poco nuvoloso. Trieste
Venezia
18 24 18 21

Domani
Tra la Sicilia, la Sardegna e il meridione ancora prevalenza del sole, solo localmente tempo variabile a tratti. Al Centro e al Nord invece vari rovesci e temporali anche intensi, con parecchi annuvolamenti ma anche alcune schiarite.

Dopodomani
Al Nord piogge sparse e qualche temporale si alterneranno a schiarite. Al Centro locali nebbie mattutine e alcuni brevi piovaschi, ma in generale sole prevalente sulle nuvole. Al Sud, in Sicilia e in Sardegna sereno o poco nuvoloso.

Trento Aosta
13 22 17 22

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
17 25

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
14 23

Bologna Genova
19 22 19 27

Ancona

Firenze
17 23

Perugia
16 25

20 26

LAquila
14 20

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
17 26

Campobasso
13 24

Bari Potenza
13 23 20 31

Napoli
16 28

Cagliari
18 26

Catanzaro
18 29

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
18 31

Reggio Calabria
21 32

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
21 28

5:34

21:11

5:34

20:44

5:33

21:11

5:33

20:45

20 mag. 28 mag.

4 giu.

12 giu.

56

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LUNED 11 GIUGNO 2012