Sei sulla pagina 1di 44

2

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS GRUPPO H
BATE B. MILAN

1
4-4-1-1 Gutor; Yurevich, Radkov, Simic, Bordachev; Kontsevoi (dal 40 s.t. Gordeychuk), A. Volodko, Likhtarovich (dal 18 s.t. Olekhnovich), Baga (dal 31 s.t. Pavlov); Bressan; Skavysh. ALLENATORE Goncharenko PANCHINA Chesnovski, M.Volodko, Rudik, Kezman ESPULSI nessuno AMMONITI Olekhnovich gioco scorretto GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Ibrahimovic (M) al 22 p.t.; Bressan (B) su rigore al 10 s.t. ARBITRO Rasmussen (Danimarca).

1
(4-3-1-2) Abbiati; Abate, Nesta (dal 22 s.t. Bonera), T. Silva, Taiwo; Aquilani (dal 24 s.t. Seedorf), Ambrosini, Nocerino; K.P. Boateng; Robinho (dal 38 s.t. Ganz), Ibrahimovic ALLENATORE Allegri PANCHINA Amelia, Yepes, De Sciglio, Emanuelson ALLENATORE Allegri ESPULSI nessuno AMMONITI Ambrosini gioco scorretto

NOTE Spettatori 20.000 circa. Angoli: 4-4. In fuorigioco 3-4. Recuperi: p.t. 0; s.t. 3 POSSESSO PALLA PASSAGGI POSITIVI

BATE 41% TIRI IN PORTA

MILAN 59%

BATE 215 TIRI FUORI

MILAN 448

IIIIII
BATE 6

IIIIIIIII IIII
MILAN 9 BATE 4

IIIIIIIII
MILAN 9

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 0-1 6 Ibrahimovic da fuori, il portiere alza in angolo.

SECONDO TEMPO 6 Robinho spreca calciando addosso al portiere

c GOL! 22 Ibrahimovic, su passaggio di


Robinho, infila in corsa. 24 Skavysh di testa, Abbiati vola. 39 Robinho, smarcato da Boateng, solo, ma calcia sul palo esterno.

c GOL! 10 Bressan trasforma un rigore


dato per fallo di Abate su Kontsevoi. 32 Boateng da destra, Simic in angolo. 47 Skavysh in corsa, Abbiati respinge.

Quella maglia sulla pelle Il MIlan festeggia il gol di Ibrahimovic e cos Prince Boateng
mostra la maglia numero 99 di Cassano, indossata sotto la propria. A destra un ulteriore abbraccio. Soprattutto il ghanese molto legato a FantAntonio e ha voluto cos incoraggiarlo SKY e BUZZI

Milan, agli ottavi senz


Gol per Cassano, pari del Bate o E qualificato, ma adesso 2
Ibrahimovic lancia i rossoneri, poi troppi errori: Robinho il pi sciupone Abbiati decisivo. E che rabbia quel rigore non concesso nel finale
ALBERTO CERRUTI MINSK (Bielorussia)

Come complicarsi la vita, gettando via i tre punti e compromettendo seriamente la possibilit di vincere il girone. Alla fine di un inatteso e per questo clamoroso 1-1 sul campo del Bate Borisov, il Milan deve aspettare il successo del Barcellona a Praga per avere almeno la certezza della qualificazione anticipata agli ottavi. Magra consolazione, perch per la differenza dei valori tra

le due squadre e per quanto fanno i rossoneri nel primo tempo, questa una doppia occasione sprecata. Ma il calcio ha regole che resistono a tutte le rivoluzioni di Blatter: chi sbaglia paga e il Milan sbaglia troppo dopo il gol di Ibrahimovic, tenendo in vita gli avversari capaci di arrivare al pareggio nella ripresa con un rigore trasformato da Bressan per un evitabile fallo di Abate su Kontsevoi, perch commesso non a centro area, ma appena al di qua della linea laterale. Ripartire con lobbligo di segnare

contro chi sogna limpresa della vita non facile per nessuno e per il Milan risulta impossibile, anche perch larbitro non vede un mani da rigore di Simic su tiro di Boateng nel finale. A nulla servono i cambi di Allegri che dopo aver perso Nesta, rilevato da Bonera, prova invano a inserire prima Seedorf e poi il figlio darte Ganz al posto di Aquilani e Robinho.
Fretta rossonera Sul campo dove il Barcellona aveva passeggiato con un facile 5-0, il Milan parte bene almeno nelle inten-

Su questo campo il Bara aveva passeggiato vincendo facile, per 5-0 El Shaarawy e Inzaghi fuori dalla lista Champions Allegri lancia Ganz, figlio darte

zioni, dimostrando di avere la giusta fretta di segnare per stroncare le speranze bielorusse. Le preoccupazioni per le condizioni di Cassano, cui tutti vorrebbero dedicare la vittoria, non sembrano aver tolto concentrazione ai rossoneri. Come nellultima delle cinque vittorie consecutive di sabato a Roma, Ibrahimovic il pifferaio magico che indica la strada ai compagni. Ancora con Robinho al fianco, visto che il brasiliano lunico attaccante rimasto per la discutibile esclusione di Inzaghi ed El Shaa-

rawy dalla lista Uefa, lo svedese affonda facilmente nella morbida difesa bielorussa. Non importa chi e come gli fa arrivare il pallone tra i piedi. Appena ce lha, Ibrahimovic lo scaraventa in porta una, due, tre volte nel giro di 20, impegnando il bravissimo Gutor. Poi, alla quarta, decide che le prove sono finite e allora quando vede Robinho libero sul corridoio di destra gli lascia il pallone, pronto a farselo restituire per scaraventarlo in porta con pi forza e precisione di prima. Terzo gol in Champions per lui questanno, che per rimane lunico di un primo tempo quasi interamente nei piedi dei rossoneri.
Troppi sprechi Sicuro in difesa

dove Abbiati conferma la ritrovata forma con due grandi interventi su Skavysh, il Milan controlla il centrocampo con Ambosini al posto di Van Bommel, tra Aquilani e Nocerino, mentre Boateng fa il trequartista. Per la verit, non tutti, a cominciare da Aquilani, ripetono la convincente prestazione

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

il film
Rigore s e rigore no Ci sta quello per il Borisov ne manca uno al Milan

La dedica IL SALUTO DA MINSK

Ibra, Boa e il 99 Antonio come un fratello


Zlatan e Boateng amareggiati per la mancata vittoria. E Ambrosini: Vero, questa storia ci ha condizionato psicologicamente
DAL NOSTRO INVIATO

22 primo tempo IL GRAN TIRO DELLO 0-1 E il 22 del primo tempo quando Ibrahimovic conclude una lunga azione su passaggio finale di Robinho AFP

FABIANA DELLA VALLE MINSK (Bielorussia)

za gioia
dellOlimpico, ma gli avversari nel tentativo di recuperare lasciano ampi spazi ai rossoneri. Come lo scorso anno, per, Robinho si rivela pi utile come sponda che quando deve concludere, perch spreca due incredibili occasioni. Errori imperdonabili puntualmente pagati nella ripresa, quando il Bate Borisov riparte allassalto, invertendo la posizione dei due esterni di centrocampo, senza per rinunciare al modulo di partenza, un nuovo 4-4-1-1 anche se con la stessa formazione di San Siro, con lunica eccezione di Kezman lasciato in panchina.
Calo finale I neo campioni di

9 secondo tempo CHE INGENUO ABATE Kontsevoi ruba spazio e tempo ad Abate e il laterale rossonero lo spinge sulla schiena: rigore DA SKY

Doveva essere la serata del record, della qualificazione e dellomaggio ad Antonio Cassano, invece si trasformata nella serata di rimpianti e dellamarezza. Zlatan Ibrahimovic a Minsk in mezzora aveva portato il Milan in paradiso, ma non aveva fatto i conti con quel diavoletto di Bressan, che nello stesso lasso di tempo ha tirato gi i rossoneri dal gradino pi alto del girone.
Duello con Gutor Non era questo

clic
COL BARCELLONA IL 23 SI DECIDE IL 1 POSTO
Il Milan qualificato, ma resta aperta la corsa al primo posto. A questo punto, per agguantarlo, necessario battere il Barcellona il 23 novembre a San Siro (poi rester comunque una partita)

Bielorussia al suo posto presentano Skavysh in attacco, mai troppo solo per perch alle sue spalle c sempre Bressan come trequartista tenuto a bada da Ambrosini, mentre ai suoi fianchi avanzano Baga e Kontsevoi. E proprio unincursione di questultimo sulla sinistra frutta il rigore della svolta, lunico tiro che Abbiati non riesce a respingere. A questo punto mancano ancora 38 minuti, recupero compreso, ma il Milan non sembra pi quello di prima. La tensione di dover ricominciare da capo frena i rossoneri che si affidano a spunti sempre pi isolati, ma imprecisi, di Ibrahimovic. E alla distanza il calo sempre pi evidente. Perso Nesta, a nulla servono gli inserimenti di Seedorf e Ganz. Semmai serve lultima parata di Abbiati, per evitare almeno la beffa della sconfitta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10 secondo tempo LA FELICITA DI BRESSAN Renan Bardini Bressan, 23enne brasiliano del Bate, trasforma il rigore dell1-1 ed esulta indicando il cielo EPA

32 secondo tempo IL MANI DI SIMIC Boateng tira e Marko Simic, difensore del Bate, si arrangia con un mani galeotto. Sarebbe rigore... SKY

lepilogo che aveva immaginato, non era il risultato che avrebbe voluto dedicare al compagno in ospedale. Ieri la doppia mission del guerriero Ibra era battere il Bate per arrivare in testa allo scontro diretto con il Barcellona ed eguagliare il suo record di gol in Champions League. Ibrahimovic ha inseguito il gol con caparbiet, come un bambino che vuole portarsi a casa a tutti i costi il gattino trovato nel parco. Forse laveva promesso allamico Antonio. Cos Zlatan nel primo tempo ha sfidato a duello Aleksandr Gutor: in 22 minuti ha tirato in porta quattro volte, il portiere del Bate si difeso come meglio ha potuto, deviando e respingendo le cannonate dello svedese, ma al quarto tentativo non ha avuto scampo. Ibra ha fatto tutto da solo, ha rubato un pallone e lha messo sui piedi di Robinho appiccicandogli sopra la scritta restituire al mittente, poi lha scaraventato nella porta bielorussa.
Fratello Antonio Zlatan, alla cinquantesima presenza in rosso-

nero, ha esultato come al solito a braccia aperte ed corso ad abbracciare Boateng, ma non stata una scelta casuale: quando Zlatan gli ha messo le mani intorno al collo Prince ha sollevato la maglia per mostrare il numero 99 e lo svedese gli ha dato una pacca sulle spalle come a dire Antonio, questo gol per te. La maglia di Cassano lho messa io perch per me come un fratello, spiegher Boateng a fine partita. Impossibile pensare che questa potesse essere una partita come tutte le altre. innegabile che il gruppo abbia risentito psicologicamente - ha commentato Massimo Ambrosini -, la situazione di Antonio ha condizionato il pre-partita, anche perch lui entrato nel cuore di tutti. Avremmo voluto dedicargli la vittoria, gli mandiamo un abbraccio caloroso e speriamo di rivederlo presto in campo.
Come allAjax Zlatan ieri

ZLATAN IBRAHIMOVIC 30 ANNI ATTACCANTE

Tiri in porta

5
Assist

2
Recuperi

2
Falli subiti

2
Tocchi

69

ha eguagliato il suo record di gol in Champions League: 7 come nel periodo dellAjax, ma in meno tempo: allora servirono 23 presenze in tre anni, adesso ne sono bastate 11, la prima un anno mezzo fa. La sua media-gol migliorata, ma Ibra non pu essere felice, perch lobiettivo principale, la vittoria, sfumato. E quelle occasioni mancate nel secondo tempo, oltre alle due (clamorose) di Robinho, pesano come macigni. Ibra ha fatto una buona partita, lo accarezza Allegri. Ma al guerriero non pu bastare per essere contento. Non era questa la dedica che aveva preparato per lamico Cassano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NUOVA PUNTO BLUE&ME. TECNOLOGIA IN CRESCENDO.

ESP CON HILL HOLDER

CLIMATIZZATORE

RADIO CD MP3

BLUETOOTH CON COMANDI VOCALI E USB

START&STOP

CERCHI IN LEGA

PUNTO BLUE&ME. TUTTO DI SERIE A 9.900 EURO.

E CON IL FINANZIAMENTO FACILE FIAT MASSIMA ACCESSIBILIT con lANTICIPO ZERO, E LA FLESSIBILIT di scegliere limporto della rata e di POSTICIParne una allanno.
Messaggio promozionale

Punto Blue&Me 1 2 bz 3p prezzo promo 9 900 (IPT esclusa) Offerta valida no al 30 11 2011 con il contributo dei Concessionari Fiat Consumi ciclo combinato 5,2 (l/100km) Emiss oni CO2 123 (g/km) Finanziamento Facile Fiat Fogli informativi su www.sava.it Documentazione precontrattuale in Concessionaria Salvo approvazione

www.fiatpunto.it

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

CHAMPIONS LEAGUE GRUPPO H


le Pagelle
di ALESSANDRA BOCCI

MILAN ABBIATI SALVA IL RISULTATO, NOCERINO OK, ABATE SBAGLIA 6 h 7 Ibrahimovic lallenatore Allegri il migliore
Non colpa sua se gli attaccanti sbagliano i gol o sgambettano sullultimo passaggio, ma il Milan era obbligato a passare a Minsk e a sorpresa scivola. Ora il primo posto del girone diventa una specie di miraggio, anche se lui continua a mantenere il classico atteggiamento zen. Cinquanta partite con il Milan, settimo sigillo su una Champions che spera finalmente diventi terreno suo come i campionati. La serata non andata come sperava, ma lui come sempre regala lotta e splendori. Nella creazione del primo gol prima intelligente e poi bravissimo a concludere.

BATE BORISOV 6 IL MIGLIORE VOLODKO 6 Un mastino h 7 GUTOR intelligente. Non molla mai un
Con il valore e la buona sorte nel primo tempo, con il valore e la mano di Simic nel secondo. Alla fine spicca pi di tutti. YUREVICH 5,5 Pi di un problema contro lesuberanza di Taiwo e gli inserimenti di Nocerino. RADKOV 5,5 Gli dice bene soltanto perch i milanisti sbagliano troppo. SIMIC 5,5 Sul tiro di Boateng sarebbe bravo, se non fosse che fa il difensore e non il portiere. BORDACHEV 5,5 Durissimo su chiunque gli capiti a tiro, ma tenace. KONTSEVOI 6,5 Bravo a procurarsi il rigore: il fallo cera, ma la morbidezza e la plasticit della caduta fanno la loro figura. (Gordeychuk s.v.) pallone. LIKHTAROVICH 6 Anche a San Siro era stato fra i pi tenaci. OLEKHNOVICH 5,5 Entra al posto di Likhtarovich quando il Milan tenta linevitabile assalto. BAGA 6,5 Molto mobile, molto furbo e molto presente in qualsiasi situazione. (Pavlov s.v.) BRESSAN 6 Segna il rigore e si fa perdonare lorripilante errore del match di Milano, a porta vuota sullo 0 0. SKAVYSH 6 Gi nella partita di andata si era visto che era molto pi dinamico e utile di Kezman. Questa volta, da titolare, fa ancora di pi. All. GONCHARENKO 6,5 La sua squadra sa giocare un calcio ordinato e pulito, e a casa sua anche coraggiosa.

Buon 1o tempo con troppo spreco, e il rigore la punizione

7
Abbiati
Sembra una di quelle serate in cui manca soltanto una maglia della salute in pi. Invece nel finale di partita trova il modo di riscaldarsi e di salvare il punto diventato prezioso.

5,5
Abate
Solita partita tutta di corsa, ma purtroppo per lui e per il Milan stavolta macchiata da un errore fondamentale. Fino alla fine cerca di rimediare con folate generose, ma ormai inutili.

6
Nesta
Una tranquilla prima parte vicino al camino di Abbiati, poi bisogna mettere fuori la testa e non si fa pregare. Si spinge fino a centrocampo, finch un problema muscolare lo blocca.

6,5
Thiago Silva
Il solito difensore noiosamente impeccabile. Nelle ultime uscite era sembrato un po appannato, ma un fuoriclasse come il brasiliano fa presto a recuperare.

5,5
Taiwo
Comincia cercando di rendersi utile pi in fase offensiva, perch in difesa non c molto da fare e da rischiare. Contribuisce al caos finale con una serie di affrettati tiri da fuori.

5,5
Aquilani
Probabilmente stanco, perch nelle ultime settimane non ha avuto un attimo di respiro. A Roma ha dato tutto, a Minsk sembra quasi svuotato e non trova n la porta n i compagni.

TERNA ARBITRALE: RASMUSSEN 5 Il rigore per il Bate c ma ce nera anche uno per il Milan: sbaglia con la complicit dellarbitro di porta. Sonderby 5; Norrestrand 6.

la Moviola

6
Ambrosini
In netta crescita rispetto alle ultime (prime) uscite. Sta recuperando una buona condizione, tanto che uno dei pochi a crescere nel secondo tempo, quando c bisogno di combattere.

6,5
Nocerino
Guerriero lucidissimo, dal primo allultimo minuto. Spreca poco, anzi spesso sbroglia i garbugli, e gli capita di frequente di essere lattaccante aggiunto che piace a Allegri.

6
Boateng
Non il Boa splendente di Lecce, porta qualche segno della battaglia e forse pi di altri lansia per il fratello Cassano. Ma vivo Sino alla fine, quando trova la mano irregolare di Simic.

5,5
Robinho
un raffinatissimo esempio di attaccante moderno, che purtroppo in certi casi affina anche larte dellerrore. Ha sulla coscienza lassist per Ibra e due gol sbagliati. (Ganz s.v.)

6
Bonera
Entra a freddo a causa dellinfortunio di Nesta ma non si perde danimo. Lotta anzi con coraggio, tentando di anticipare le giocate dei bielorussi anche molto lontano dalla sua area.

5,5
Seedorf
Gioca perch serve, ma il suo rientro non arriva nel momento migliore. Cerca inutilmente di portare pericolo alla porta del Bate costruendo calci di punizione con Ibra.

di Marco Iaria

Che cosa vede larbitro di porta?


Il Milan si rammarica per le tante occasioni sciupate, ma pure per gli errori arbitrali. Sulla lavagna due fuorigioco fischiati ingiustamente dal guardalinee Sonderby nel primo tempo a Robinho (a tu per tu col portiere) e Thiago Silva, ma soprattutto il

mani sulla linea di porta, al 32 della ripresa, di Simic. Il difensore del Bate allarga chiaramente il braccio sinistro e stoppa il tiro di Boateng: rigore netto e conseguente espulsione. Le colpe maggiori sono dellarbitro di porta, appostato a pochissimi metri di distanza ma silente. Che ci sta a fare? I rossoneri protestano per il penalty del pareggio, ma Rasmussen vede bene: Kontsevoi prende il tempo ad Abate che lo spinge disperatamente a terra.

Gazzetta.it
Gazza
shop.santonishoes.com

IL REFERENDUM

T f v

Vota dalle 24 il Numero 1 su Gazzetta.it


Il referendum Vota il numero 1 della Champions tornato. Da mezzanotte alle 20 di domani su Gazzetta.it e Marca.com sar possibile votare il miglior giocatore di questa due giorni di Champions, scegliendo tra i dieci nomi proposti dai giornalisti di Gazzetta e Marca. A fine stagione, come accade dal 2009, la somma dei voti porter allelezione del Numero 1 della stagione 2011-12. Messi, gi vincitore nel 2009 e nel 2011, nei primi due turni ha avuto 43.603 preferenze, contro le 23.096 di Kak (Real Madrid), secondo, e le 17.780 di Tolga (Trabzonspor), terzo. A occhio, Leo sar in corsa anche questa settimana... Dal quarto al decimo posto ci sono Pato (Milan), Benzema (Real), Torres (Chelsea), Iniesta (Barcellona), Di Maria (Real Madrid), Xabi Alonso (Real Madrid) e Ribery (Bayern).

Jos Mourinho, 48 anni REUTERS

TRIPLETE E SEGRETI NELLA SECONDA CLIP SUL FILM DI MOURINHO


Nella seconda clip pubblicata in esclusiva sul sito rosa, lanticipazione del docufilm su Jos Mourinho con i giocatori dellInter (Zanetti e Milito pi Materazzi) che raccontano aneddoti e dettagli del rapporto speciale con il tecnico del Triplete

SERIE B, NON PERDETE I GOL E LE SINTESI DI TUTTE LE PARTITE


Tutti i gol della Serie B nelle sintesi video della tredicesima giornata. Solo su Gazzetta.it potete trovare gli highlights dei campionati italiani (la Serie A oltre alla B) ed esteri (Premier League, Liga, Bundesliga pi i tornei dArgentina e Brasile)

MAN CLASSIC: Harrow 9969; Cool 11055

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS GRUPPO H
dallaPrima
DI ALESSANDRO DE CAL

TUTTO COS STRETTO


Oggi conosceremo la diagnosi ufficiale, sapremo qualcosa di pi sulle cause del piccolo ictus che ha colpito Antonio. Il dramma, forse, risulter meno consistente di quanto si era temuto. Tanti amici sono andati a trovare il campione rossonero in ospedale. Uno per tutti, Pazzini compare di gol negli anni spesi alla Samp lha trovato meglio di quanto pensasse. Dicono che ieri, gi dal mattino, Fantantonio volesse organizzarsi per vedere la partita col Bate Borisov. Se ha visto davvero tutta la partita, Cassano deve aver pensato che con lui in campo non sarebbe finita con un pari cos stretto. Qualche gol in pi, il Milan lavrebbe fatto di sicuro, in quel primo tempo dominato dallinizio alla fine. Certo, i rossoneri avrebbero meritato di andare al riposo con due o tre reti di vantaggio, contro i modesti bielorussi. E stato un discreto Milan, per lunghi tratti. Ogni tanto Ibra sembrava capace di prenderselo davvero sulle spalle, per portarselo definitivamente oltre a tutti gli ostacoli. Anche il gol numero 7 con la casacca rossonera, piccolo record con un (suo) club in Champions, pareva fosse il segno di una mano che volta pagina. Invece Ibrahimovic ha giocato a strappi: molte cose buone e qualche buco nero. Brevi amnesie hanno coinvolto, come al solito, anche Boateng. Il rimpianto, amplificato dopo il pari del Bate la gigantesca la palla gol scaraventata sul palo da Robinho, in fondo a una mirabile accelerazione solitaria, innescata da Aquilani a met campo. Il Milan ha fallito la sesta vittoria consecutiva perch non stato capace di chiudere il match con cinismo, quando poteva, e non stato in grado di proteggere la linea di difesa, con un pressing pi aggressivo a centrocampo, quando doveva. Allegri e i suoi ragazzi avevano promesso un successo europeo da dedicare ad Antonio. La vittoria sfuggita ma ci ha pensato il Bara dei record (Messi 202 gol, Valdes portiere pi a lungo imbattuto in blaugrana) a regalare ai rossoneri la qualificazione. Per arrivare primo nel girone, il Milan dovr battere il Barcellona tra venti giorni a San Siro. Lo stesso obbligo, in un match meno impegnativo, attende lInter stasera contro Hazard e gli altri campioni di Francia. Arrivare primi conta: di solito permette di pescare un avversario meno scorbutico. Il Napoli ne ha gi trovati tanti. A Monaco deve scalare una montagna. Il mirabile Apoel, ieri col Porto, ha dimostrato che possibile. Ma comunque vada, anche se il Napoli riuscir a passare da secondo nel suo gruppo , sar un successo.

Rabbia Allegri Dovevamo chiudere prima


E Galliani: Ora bisogna cercare di battere il Barcellona per arrivare primi nel girone
DAL NOSTRO INVIATO

re, come ci capitato nel finale. Il rigore? stato eccessivo, per noi dopo il vantaggio dovevamo continuare a dare pressione per trovare il 2-0. Quello che conta la qualificazione raggiunta (che arriver con la vittoria del Barcellona, ndr), ora penseremo solo a passare come primi nel girone. Cassano? Speriamo che torni presto.
Rigore per noi Adriano Galliani non perde lottimismo: Capita che domini la partita per non concretizzi le occasioni create, commetti un errore e prendi il gol del pari. Forse il rigore in loro favore stato generoso e forse ce nera uno per noi, per succede. Otto punti vanno bene, cercheremo di battere il Barcellona per arrivare primi nel girone. Domani si torna a lavorare per preparare la gara col Catania. Da verificare le condi-

APPELLO AL PREMIER

Costacurta Berlusconi si dimetta

Alessandro Costacurta ANSA


stato uno dei volti pi riconoscibili del Milan dellera berlusconiana: 663 presenze in maglia rossonera, scudetti e trofei di ogni tipo. Ora Alessandro Costacurta ha un consiglio da dare allex patron nelle vesti di premier: Berlusconi dovrebbe fare un passo indietro. La presenza di Billy non passata inosservata al raduno della Leopolda promosso dal sindaco di Firenze Matteo Renzi, rottamatore del Pd e aspirante candidato premier alle prossime elezioni. Ospite del programma di Radio 2 Un giorno da pecora, Costacurta si schiera con lui: Voterei Renzi alle primarie del Partito democratico. I conduttori gli chiedono se le idee proposte durante il Big Bang lhanno convinto. Billy risponde: Ho sentito quattro ore di interventi e molti discorsi mi hanno convinto. E se invece ci fossero le primarie del Pdl? Non voterei per nessuno, me ne starei a casa.

FABIANA DELLA VALLE MINSK (Bielorussia)

Dieci anni fa era finita in maniera migliore. Lunico precedente del Milan a casa del Bate Borisov risale al settembre 2001 e si chiuse 2-0 per i rossoneri, gol di Shevchenko e Javi Moreno. Stavolta la partita sarebbe potuta terminare con lo stesso risultato, se solo il Milan non avesse sprecato limpossibile. Invece dopo la rete di Ibrahimovic non arrivata quella del k.o. e il Bate ha pareggiato dal dischetto allalba del secondo tempo. Un rigore giudicato generoso dai rossoneri, che per costringe il Milan a battere il Barcellona a San Siro per conquistare il primo posto nel girone.
Campanello dallarme Massimi-

Forse il rigore per loro generoso e forse ce nera uno per noi, per succede

ADRIANO GALLIANI VICE PRESIDENTE MILAN

Massimiliano Allegri, 44 anni, seconda stagione alla guida del Milan EPA

liano Allegri aveva gi ammonito i suoi in pi di unoccasione: quando crei ma non segni finisce che un gol lo prendi e rovini quanto di buono hai fatto fino a quel momento. A Minsk successo proprio co-

s: primo tempo dominato, secondo a inseguire il raddoppio per colpa del pareggio degli avversari. La prestazione stata buona commenta lallenatore rossonero per

abbiamo sbagliato troppo nellultimo passaggio e in fase di finalizzazione: poi ti capita di prendere gol. Queste partite bisogna chiuderle prima, senn rischi addirittura di perde-

zioni di Nesta, uscito per un problema alladduttore, e di Antonini, assente ieri ma dovrebbe recuperare per domenica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IN IRAN

Pizzicotti sul sedere dopo un gol Atleti sospesi

bastato un pizzicotto sul sedere, nellesultanza di un gol, per sospendere a tempo indeterminato due calciatori. LIran, si sa, un Paese fortemente tradizionalista, e allora non sorprende il fatto che tali atteggiamenti siano ritenuti immorali. A finire sotto accusa due atleti del Persepolis Teheran, Mohammed Nosrati e Sheys Rezaei, che dopo aver segnato contro il Damash Gilan, si sono resi protagonisti di festeggiamenti troppo os, compreso labbraccio caloroso a un compagno. Il comitato disciplinare del club e quello della federazione iraniana hanno passato al setaccio le immagini e punito severamente i calciatori, che dovranno pagare pure una multa di 40 mila dollari. E non finita qui, perch ora chiamato a pronunciarsi il comitato per le questioni morali nello sport.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

IL DRAMMA

Cassano, questione
Unanomalia cardiaca la causa del problema
Si tratterebbe di una malformazione congenita risolvibile con una semplice operazione chirurgica. Oggi il bollettino
MARCO PASOTTO MILANO

Parole confortanti Oggi dunque

CHE COS IL PFO

Berlusconi lo aveva anticipato luned sera: si tratterebbe di un problema al cuore, come aveva raccontato al Processo di Biscardi. Pi nel dettaglio, di una malformazione cardiaca congenita. Piccola ma sufficiente a procurare un ictus ischemico, per quanto lieve. E questa lipotesi che si fatta strada ieri sulle condizioni di salute di Antonio Cassano. Lanomalia sarebbe stata identificata come forame ovale pervio (chiamato in gergo medico Pfo), ovvero un piccolo foro tra i due atri del cuore. Una cosa risolvibile con unoperazione chirurgica abbastanza semplice. Dopo lintervento occorre assumere farmaci antiaggreganti (ad esempio laspirina) per un po di tempo fino alla completa risoluzione del problema, ma una volta terminata la terapia non sussistono particolari controindicazioni al rilascio del nulla osta per lattivit agonistica.
Il giorno della verit Dopo due

GDS

Antonio Cassano, 29 anni, arrivato al Milan nel gennaio 2011 ANSA


Esame fastidioso Unaltra domanda riguarda il Pfo: com possibile che con tutte le visite mediche e i controlli a cui si sottoposto in carriera il ragazzo, il problema non sia mai emerso? La risposta semplice: lecocardiografia transesofagea, ovvero uno dei primi esami cui stato sottoposto Antonio domenica nelle prime ore in ospedale, un accertamento che non rientra nella prassi sportiva. Anche perch un esame invasivo particolarmente fastidioso, per il quale si deve ricorrere a una leggera sedazione. Qualcosa quindi a cui si ricorre in presenza di patologie e non in forma preventiva o di controllo.

giorni colmi di tensione e incertezze, quella di ieri quindi stata una giornata caratterizzata da un certo ottimismo. Scongiurati fin dalle prime battute pericoli per la vita di Cassano, la domanda pi grande e ingombrante subito diventata quella sul suo futuro professionale. Anche perch resta da capire se il presunto ictus ha procurato conseguenze a livello neurologico. E ovviamente, in mancanza di bollettini medici

ufficiali, sono state fatte le ipotesi pi disparate. Al momento infatti continuano a non esistere n diagnosi n prognosi, ma una situazione destinata a cambiare: ieri Galliani da Minsk ha fatto sapere che oggi verr stilato un comunicato congiunto del Policlinico di Milano, che ringraziamo per quello che sta facendo, e del Milan. Una nota che far chiarezza su quanto successo. Quello che mi preme molto dire, per i tanti tifosi che vogliono bene a Cassano, che Antonio sta bene e che le cose si stanno evolvendo bene. Non faccio il medico, ci vuole solo un attimo di pazienza.

Solo un esame specifico, non di prassi, poteva evidenziare la natura del malore Galliani si mostra ottimista a Minsk. Intanto Antonio torna a scherzare con gli infermieri

sar il giorno della verit: le ipotesi formulate in questi giorni potrebbero cadere o essere confermate. Ieri nelle parole di Galliani traspariva una certa irritazione per il massiccio rincorrersi di voci. Per la.d. rossonero ha utilizzato termini confortanti sul decorso clinico del giocatore: Avremmo tutti voluto dedicargli una vittoria, comunque sono sceso negli spogliatoi per dire alla squadra che levoluzione positiva ha detto alla fine della sfida con il Bate . Ho sentito Antonio poco prima di andare allo stadio: non sono un medico, ma c pi ottimismo rispetto a due (tre, ndr) giorni fa. Il comunicato sgombrer lo scenario dai tanti dubbi, uno dei quali verteva proprio sul giorno in cui sarebbe stato fatto. Ieri pomeriggio si parlava di domani, in modo da dare al responsabile dei medici rossoneri Rudy Tavana che andato a Minsk il tempo necessario di esaminare tutti i referti prodotti in questi giorni dal Policlinico di Milano e di fare un punto della situazione a quattrocchi con il professor Nereo Bresolin, il primario che ha in cura Antonio. Poi Galliani ha spazzato il campo dai dubbi: oggi sapremo.
Il solito Antonio Intanto Cassano nella sua stanza super-piantonata al terzo piano del reparto di Neurologia continua a essere descritto come una persona che sta bene ed di buon umore. E emerso anzi che gi domenica scherzava con gli infermieri: insomma, sempre rimasto il solito Antonio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Messaggi
PAROLE, SMS E TWEET

Ti voglio bene Antonio, dopo tutte le imitazioni che tho fatto... Forza!

sarofiorello
Rosario Fiorello (showman) FOLLOWERS 78.642

Un augurio di pronta guarigione ad Antonio. Spero di rivederti presto in campo. In bocca al lupo!

Alessandro Del Piero


Capitano della Juventus Messaggio su Facebook Dribbla anche questo imprevisto. Ti aspetto a Bergamo: tu lasci qualche punto e io ti invito a cena

Stefano Colantuono
Allenatore dellAtalanta Alla Gazzetta Accetterei una sconfitta sul campo se potessi barattarla con il recupero della piena salute di Antonio

Pietro Lo Monaco
Amministratore delegato del Catania Conferenza stampa

dentro la camera

E Antonio guarda la partita con Gigi DAlessio


giornata un po pi leggera si intuito anche dal volto della moglie Carolina, apparso pi rilassato rispetto ai giorni precedenti. Tra le 15 e le 16.30 in Neurologia stato quasi un derby: prima sono arrivati Pato e Antonini (infortunati e quindi rimasti a Milano), poi Pazzini (accompagnato dal vicedirettore generale dellInter, Filucchi), Materazzi e Viviano. Ma il supporto morale nerazzurro non finisce qui: il presidente Moratti gli ha telefonato e Zanetti gli ha mandato un sms.
Ambiente sereno La privacy sul-

MILANO

Una delle prime cose che ha chiesto ieri mattina quando si svegliato, stato se avrebbe potuto guardarsi Bate-Milan. Cassano non solo ce lha fatta, ma pure in compagnia di un ospite illustre con cui ha condiviso in allegria la visione del secondo tempo: Gigi DAlessio, di cui Antonio un grande fan. Il cantautore napoletano, arrivato al Policlinico alle 19, soltanto una delle numerose visite ricevute dallattaccante rossonero. I medici fino allaltro ieri le avevano sconsigliate.
Inter vicina Il primo a presentar-

ne, anzi, meglio di come si sarebbero attesi. Anche Materazzi, uscito in compagnia di Carolina, ha detto che sta bene e poi ha spiegato sul suo sito di averlo visto bene, come mi aveva gi detto Carolina al telefono. Cos come sono abituato a vederlo, soprattutto: abbiamo riso e scherzato come al solito, mi sembrato sereno. LAntonio che conosco, insomma.
Lo striscione E ieri stata anche la giornata dei tifosi. Una ventina di ultr della Curva Sud ha appeso un grosso striscione in via Sforza, davanti allingresso dellospedale, su cui scritto FantAntonio non mollare, sotto la Sud torna a segnare. Oggi in programma altre visite: molti compagni di squadra, rientrati da Minsk nella notte, hanno espresso il desiderio di andarlo a trovare.
m.pas.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIORNATA DI VISITE LAPO APRIPISTA, POI PATO, PAZZINI, MATRIX E ALTRI


1 2 3

si, alle 12.10 stato Lapo Elkann. Completo blu elettrico, limprenditore grande estimatore del barese, che avrebbe voluto alla Juve rimasto mezzora e ha lasciato lospedale senza rilasciare dichiarazioni. Che fosse finalmente una

le condizioni di salute di Antonio peraltro riguarda davvero tutti: sembra che nemmeno i suoi compagni di squadra siano stati informati sullentit e sulla natura del malessere. Alluscita Pato e Antonini hanno evitato i taccuini, mentre Pazzini suo compagno ai tempi della Samp e Filucchi hanno raccontato di averlo trovato be-

Ieri al Policlinico in tanti hanno portato il loro saluto a Cassano. Lapo Elkann (1, IMAGESPORT) stato uno dei pochi a scegliere lingresso pedonale; il compagno di squadra Antonini (2, PHOTOVIEWS), la moglie Carolina (3, IMAGESPORT) e Pazzini (4, PHOTOVIEWS) sono invece arrivati in macchina. Durante la giornata hanno salutato Cassano anche Pato, Materazzi, Viviano e il cantante Gigi DAlessio.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

di cuore
Pu bastare un intervento In 5 in A giocano con lombrellino
Car, il medico che ha curato Kanu: Se ha avuto solo unischemia transitoria tra un mese in campo
CLAUDIO GHISALBERTI

pratica tra atrio destro e atrio sinistro resta aperto un piccolo buco (cosa normale nella vita intrauterina), cos il sangue invece di passare dallatrio destro al ventricolo destro passa anche nellatrio sinistro. Si creano in queste condizioni delle piccole turbolenze che generano dei piccoli coaguli che poi entrano in circolo e nel cervello possono creare il danno ischemico.
Possibile che Cassano abbia passato mille visite senza che nessun medico si accorgesse di nulla?

S, perch non creando nessun tipo di problema difficile da diagnosticare. Serve un esame specifico, una eco transesofagea.
E come si risolve il problema?

Ictus ischemico, un termine che spaventa e che ieri stato il secondo pi cercato nella rete in Italia, mentre Antonio Cassano solo al settimo posto. La gente si chiede che diavolo quello che ha colpito lattaccante del Milan. Cerchiamo di capirlo con Bruno Car, che oltre a essere docente di cardiologia dello sport alluniversit di Milano, nel 1996 oper al cuore linterista Nwankwo Kanu.
Professore che differenza c tra ictus e Tia?

In modo molto semplice, con un piccolo intervento, non per via diretta (cio non si apre il torace), ma per via transcutanea. Si entra con un catetere in unarteria, di solito passando dallinguine e si arriva al cuore. In punta al catetere c un ombrellino che viene posizionato e chiude il buco.
Si pu tornare allattivit sportiva di alto livello?

BRUNO CARU Ha operato al cuore Kanu nel 1996

Lictus emorragico/ischemico molto pi pericoloso e di solito lascia conseguenze fisiche sul soggetto colpito. Il Tia un attacco ischemico transitorio e una volta passato lascia il soggetto integro. Non ho visto Cas-

sano, ma mi pare di capire che si tratti di Tia.


Tra le cause del problema si parla di Pfo. Che cos?

Il Pfo, cio forame ovale pervio, una causa abbastanza diffusa sia di ictus, sia di Tia. In

Se si tratta di un Tia assolutamente s. Due-tre giorni dopo lintervento si torna a una vita normale. In 2-3 settimane un atleta pronto allattivit agonistica. Per precauzione per qualche tempo bene prendere un farmaco antiaggregante, la classica cardioaspirina. Ho visto personalmente che ci sono cinque calciatori di serie A che hanno lombrellino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

dalla Lega Pro alla paura

A luglio unischemia e ora aspetto lidoneit


ALEX FROSIO

ra ricomincia dallinizio, cio dal Como, dove finisce in prestito: 16 presenze, 2 gol.
La mazzata Il Novara (che an-

Mattia Morandi un po pi giovane e un po meno famoso di Antonio Cassano, ma anche lui un calciatore professionista. O almeno, lo era fino a quattro mesi fa e spera di tornare a esserlo. Nel luglio scorso, stato colpito da unischemia cerebrale. Ma ora sto meglio e sto aspettando lidoneit, racconta oggi.
Operazione al cuore Mattia, 22

Mattia Morandi, 22 anni BOZZANI

anni, cresciuto nel vivaio del Como: lo aveva voluto - giovanissimo - Stefano Borgonovo che, prima della malattia, allenava nel settore giovanile del club lariano. Centrocampista dai piedi buoni e dal pensiero rapido, a 18 anni Morandi gio-

ca regolarmente nel Legnano, in Serie C1. Su di lui mettono gli occhi in parecchi: Toro, Sampdoria, Parma. Invece lo prende il Novara che sta per diventare grande. Ma a inizio 2010 arriva il primo stop: Mi sono operato al cuore per correggere una malformazione congenita ai ventricoli, sono stato fermo sei mesi, ricorda. I problemi sembrano risolti. La sua carrie-

cora proprietario del suo cartellino) lo riporta a casa, ma lui sembra destinato al Treviso. Quando il trasferimento sembra fatto, ecco la mazzata. il luglio scorso: Ero in giro con i miei amici dice Morandi e la sfiga continua: mi si paralizza mezza bocca. Mi ricoverano. La diagnosi ischemia cerebrale, tanto per non farmi mancare niente.... Ora scherza, Mattia, e aspetta: Sono fermo da allora. Ma il valore della coagulazione del sangue pian piano sta andando a posto. Tra poco affronter la visita per riavere lidoneit. Sono ottimista, non dovrei avere problemi. Sul suo profilo facebook, Mattia scrive: Sfidare il proprio destino significa mettere i propri sogni davanti alle proprie paure. Fatelo leggere a Cassano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS GRUPPI H

Fenomeno
Esagerato Messi Show con tre gol Il Bara primo
Largentino un marziano: Viktoria travolto 42 reti in Champions, a -2 da Del Piero
VIKTORIA PLZEN BARCELLONA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-2 MARCATORI Messi al 24 su rigore e al 47 p.t.; Fabregas al 27, Messi al 47 s.t. VIKTORIA PLZEN (4-1-4-1) Pavlik 6; Rajtoral 6, Bystron 5,5, Cisovsky 5, Limbersky 5; Horvath 6 (dal 32 s.t. Reznik s.v.); Petrzela 5,5, Kolar 6 (dal 23 s.t. Duris 6), Jiracek 6, Pilar 5; Bakos 5,5 (dal 25 p.t. Sevinsky 5,5). PANCHINA Tichacek, Fillo, Hora, Darida. ALLENATORE Vrba 5,5. BARCELLONA (4-1-4-1) Valdes 6,5; Dani Alves 6 (dal 25 s.t. Maxwell 6), Puyol 6, Piqu 6,5, Abidal 6 (dal 28 s.t. Sanchez 6); Busquets 6,5 (dal 20 s.t. Keita 6); Cuenca 6,5, Thiago 6,5, Fabregas 7, Adriano 6,5; Messi 7,5. PANCHINA Pinto, Xavi, Iniesta, Mascherano. ALLENATORE Guardiola 7. ARBITRO Schorgenhofer (Austria) 6,5. ESPULSI Cisovsky (V) al 24 p.t. per fallo su chiara occasione da gol. AMMONITI Pilaf (V), Jiracek (V), Limbersky (V), Dani Alves (B) per gioco scorretto; Horvath (V) per proteste.
NOTE spettatori 30.000 circa. Tiri in porta 3-8. Tiri fuori 2-7. In fuorigioco 2-2. Angoli 3-6. Recuperi: p.t. 2; s.t. 2.

GRUPPO G PORTO K.O.

Hulk illude Ma lApoel vince al 90 e resta primo


ALESSANDRO MERCHIORI NICOSIA

0 4

DAL NOSTRO INVIATO

LUCA CALAMAI PRAGA

Come un professore di matematica il Barcellona si diverte a giocare con i numeri. La notte di Champions ne regala di divertenti: pi due in classifica sul Milan, 200 panchine di Guardiola festeggiate con un altro successo, 202 reti in maglia catalana di Messi autore di una tripletta, il nuovo record di imbattibilit del portiere Valdes arrivato a quota 877. E potremmo continuare con il 4-0 rifilato ai generosi cechi del Viktoria Plzen che vale gli ottavi. Non c bisogno di nessuna riprova. Allo squadrone di Guardiola i conti tornano tutti.
Imbattibilit Per una volta il Bar-

Messi (errore imperdonabile!) e per rimediare Cisovsky realizza una doppietta catastrofica: espulsione e rigore. Che Leo non sbaglia. Chiss come ha fatto qualcuno a vedere la Pulce in crisi. Leo si diverte come un matto andando dove lo porta listinto. E rispetto al solito ci mette un pizzico di cattiveria in pi negli ultimi metri. Basta vedere con quanta potenza nel recupero di primo tempo scaraventa in rete di sinistro il pallone del 2-0 dopo una triangolazione al bacio con Adriano.
Esibizione Sistemato il risultato

Un solo punticino divide ormai lApoel dalla storica qualificazione agli ottavi di Champions dopo la clamorosa vittoria thriller, ma meritata, ottenuta contro Porto: un altro 2-1, stesso risultato con cui i ciprioti sconfissero lo Zenit di Spalletti, prossimo avversario a San Pietroburgo. Battezzati giustamente ammazzagrandi e capaci di strappare un punticino sia allo Shaktar di Lucescu che allo stesso Porto al Dragao, la squadra dei greci dellisola di Venere ha capitalizzato la partenza a razzo al 42 con un rigore di Ailton. Ha poi cercato di chiudere la partita con Helio Pinto e Solomou, subendo per il contropiede portoghese su cui si arrangiava senza scrupoli, un po catenacciara, calciando spesso e volentieri il pallone il pi lontano possibile.
Che finale La doccia fredda lha subita all89 quando Rocchi ha decretato un sacrosanto rigore per il Porto (fallo di Oliveira su Rodriguez) che Hulk ha trasformato, ma il vero e proprio infarto capitava al Porto che nel giro di 56 secondi veniva rimesso al tappeto con un tiro ravvicinato di Manduca.
APOEL-PORTO 2-1 MARCATORI Ailton (A) su rig. al 42 p.t.; Hulk (P) su rig. al 44, Manduca (A) al 45 s.t. APOEL (4-2-3-1) Pardo 7; Pursaitidis 6,5, Paulo Jorge 7, Oliveira 6, Solomou 6,5; Helio Pinto 6,5, Nuno Morais 6; Charalambidis 6, Manduca 6,5 (dal 45 Alexandrou s.v.), Trickovski 6 (dal 40 s.t. Solari s.v.); Ailton 7 (dal 32 s.t. Jahic s.v.). All. Jovanovic 7. PORTO (4-3-3) Helton 6,5; Fucile 5, Mangala 4,5, Rolando 5,5, Alvaro Pereira 6; Fernando 5 (dal 15 s.t. Guarin 6), Belluschi 5 (dal 31 s.t. Defour s.v.), Moutinho 5; Hulk 6.5, Kleber 5.5, Varela 6 (dal 15 s.t. J. Rodriguez 5,5). All. Vitor Pereira 6. ARBITRO Rocchi (Ita) 7. NOTE ammoniti Varela (P), Mangala (P), Pursaitidis (A), Manduca (A).

e con un uomo in pi, il Bara trasforma la partita in unesibizione. Convince Piqu, al rientro dopo un infortunio, e dimostrano di avere qualit i giovani Thiago (e si sapeva) e Cuenca

Lionel Messi, 24 anni, 3 gol ieri e 202 in 286 partite con il Bara AFP

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 16 Petrzela in contropiede riesce a concludere ma fermato da Valdes. c GOL! 24 Rigore ed espulsione di Cisovsky su Messi, che trasforma dal dischetto. c GOL! 47 Triangolazione volante Messi-Adriano-Messi e sinistro imparabile. SECONDO TEMPO 23 Messi innesca Thiago che di testa colpisce la traversa. c GOL! 27 Cross di Adriano e colpo di testa in rete di Fabregas. c GOL! 47 Messi lanciato da un tacco di Piqu scarta anche il portiere e appoggia in rete.

ca si diverte a giocare anche con i numeri dello schema, proponendo un curioso 4-1-4-1 con Busquets dietro a una linea composta da Cuenca, Thiago, Fabregas e Adriano, con Messi a fare da punto di riferimento davanti. Cambiano i fattori ma il prodotto comunque vincente. Il Viktoria Plzen sta in partita per una manciata di minuti. Il tempo di proporre lo scattante Petrzela davanti a Valdes, che lo neutralizza con una magia dimostrando di meritarsi di entrare nella storia del Barcellona con il nuovo record di imbattibilit. Primato strappato a Miguel Reina, padre di Pepe. Poi, non c pi gara anche perch la difesa ceca si dimentica di

Per il portiere Valdes nuovo record di imbattibilit del club: 877 minuti

(che ha talento e personalit). Un bel valore aggiunto, inoltre, arriva da Fabregas, bravo a muoversi tra le linee a abile nel dialogare nello stretto con Messi, in grado di far salire ancora il tasso di qualit della macchina da calcio catalana. Non ce nerano tanti in giro per il mondo.
Torna Sanchez E proprio Fabre-

VICTOR VALDES 29 ANNI

gas lascia il segno appoggiando di testa in rete un perfetto cross di Adriano. Nei minuti finali c spazio per Alexis Sanchez. El Nio Maravilla riappare dopo un lungo infortunio. Guardiola lo piazza largo a sinistra e lex gioiello dellUdinese entra subito: tre occasioni per l'Arsenal (Walcott, Ramsey e un gol divorato sempre da Ramsey), altrettante per il Marsiglia (Andre Ayew e Remy due volte). Nella ripresa, l'unico sussulto arrivato da Van Persie al 32' (era entrato un quarto dora prima): tentativo di pallonetto e parata facile di Mandanda. L'Arsenal cercava i tre punti qualificazione: dovr faticare ancora per festeggiare. Il Marsiglia resta in corsa: un buon modo per consolarsi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

to in partita con un bel colpo di tacco per Fabregas e con una conclusione in diagonale. Non ancora il vero Sanchez e non potrebbe essere il contrario ma il Barcellona ritrova unaltra preziosa bocca da fuoco. Lultima emozione, in pieno recupero, la regala ancora Messi che liberato da un colpo di tacco di Piqu scarta il portiere e deposita in rete il definitivo 4-0 e la seconda tripletta consecutiva. Il campione argentino nella classifica dei marcatori Champions di tutti i tempi ora a 42 gol, a meno due da Del Piero. Come dire, ha gi messo la freccia. E Raul, il capolista, cominci a guardarsi indietro.

GRUPPO F

LALTRA GARA

LALTRA GARA

Wenger si complica la vita Ma il Marsiglia non punge


Van Persie resta in panchina unora: lArsenal stanco e finisce 0-0. Tutto ancora in gioco
STEFANO BOLDRINI LONDRA (Inghilterra)

Grosskreutz porta il Borussia al terzo posto


DORTMUND (m.d.i.) Grazie a un gol da fuori di Grosskreutz al 7 il Borussia Dortmund batte un Olympiacos che non riesce mai a rendersi pericoloso. Con il primo successo, i tedeschi, che hanno anche colpito un palo con Lewandowski, risalgono al terzo posto.
BORUSSIA D.- OLIMPIACOS 1-0 MARCATORE Grosskreutz al 7p.t. BORUSSIA D. (4-2-3-1) Weidenfeller 6; Piszczek 6,5, Subotic 5,5, Hummels 6,5, Schmelzer 6; Kehl 6,5, Leitner 6,5 (dal 40 s.t. Santana sv); Perisic 5 (dal 30 s.t. Blaszczykowski sv), Gtze 6,5 (dal 21 s.t. Kagawa 6), Grosskreutz 7; Lewandowski 6. All. Klopp 6,5. OLIMPIACOS (4-2-3-1) Megyeri 5,5; Modesto 5,5, Mellberg 6, Papadopoulos 5,5, Marcano 6 (dal 22 s.t. Abdoun sv); Fejsa 5,5 (dal 14 s.t. Makoun sv), Orbaiz 6; Mirallas 6,5, Ibagaza 6,5 (dal 34 s.t. Pantelic sv), Holebas 6,5; Diebbour 6. All. Valverde 5. ARBITRO Bezborodov (Rus) 7 NOTE Spettatori 65.590. Ammoniti Mellberg, Papadopoulos, Orbaiz (O), Perisic (B).

Euforia Spalletti Lucescu va k.o. Lo Zenit allunga


SAN PIETROBURGO (g.ku.) Davanti al presidente russo Medvedev, Spalletti stende Lucescu (Abbiamo giocato la partita quasi ideale, ha detto il tecnico italiano) grazie a un gol di Lombaerts. Lo Zenit tiene il passo dellApoel e stacca il Porto, Shakhtar sempre pi ultimo.
ZENIT-SHAKHTAR 1-0 MARCATORE Lombaerts al 46 p.t. ZENIT (4-2-3-1) Malafeev 6; Anyukov 6,5, Hubocan 6, Lombaerts 7, Criscito 6,5; Shirokov 6,5, Denisov 6,5; Fayzulin 6, Zyryanov 6, Danny 7 (dal 40 s.t. Lazovic s.v.); Bukharov 5,5 (dal 36 s.t. Semak s.v). All. Spalletti 7. SHAKHTAR (4-2-3-1) Rybka 6; Srna 6, Kucher 5,5, Rakitsky 5,5, Shevchuk 6; Mkhitaryan 6, Hubschman 6; Eduardo 5,5, Alex Teixeira 6 (dal 23 s.t. Douglas Costa 5,5), Willian 5,5; Luiz Adriano 5,5 (dal 32 s.t. Seleznyov 5). All. Lucescu 6. ARBITRO Lannoy 6 (Fra). NOTE spettatori 22.000 circa, ammoniti Srna (S), Willian (S), Luiz Adriano (S), Denisov (Z), Lazovic (Z).

L'unica cosa giusta stato il risultato: nessuna delle due squadre meritava di vincere. Il resto stato una gara piena di errori e di pesantezza. L'Arsenal era ancora intossicato dal 5-3 nel derby con il Chelsea: tre giorni non sono bastati per ritrovare freschezza e determinazione. Il Marsiglia ha giocato la sua onesta partita, nella ripresa stato persino pi pericoloso, ma quando trovi la porta solo una volta signi-

Andre Santos, 28 anni, protegge la palla dallentrata di Remy, 24 EPA

fica che in attacco hai limiti consistenti. Alla festa della leggerezza, ha ballato anche Wenger, con una scelta che, in Italia, animerebbe la vita di bar, uffici e tv per una settimana. Ha lasciato in panchina Van Persie, mattatore del derby e

capocannoniere della Premier League. Wenger avr forse intravisto i segni dell'immancabile rilassamento nel suo uomo migliore, ma passare dallolandese a Park come confondere il giorno con la notte.
Il film Primo tempo pi anima-

ARSENAL-MARSIGLIA 0-0 ARSENAL (4-2-3-1) Szczesny 6; Jenkinson 6, Mertesacker 6,5, Vermaelen 6,5, Santos 6; Song 6,5, Arteta 6; Walcott 5, Ramsey 5,5 (dal 21' s.t. Rosicky 5,5), Gervinho 5 (dal 32' s.t. Arshavin sv); Park 5 (dal 17' s.t. Van Persie 5,5). PANCHINA Fabiansky, Koscielny, Djorou, Benayoun. ALLENATORE Wenger 5,5. MARSIGLIA (4-4-2) Mandanda 6,5; Fanni 6, Diawara 7, N'Koulou 6,5, Morel 6; Remy 5,5 (dal 24' s.t. Amalfitano 6), Diarra 5,5, Cheyrou 6, A. Ayew 6; Valbuena 5,5 (dal 29' s.t. Gonzalez 6), J. Ayew 5,5 (dal 39' s.t. Gignac sv). PANCHINA Bracigliano, Azpilicueta, Kabor, Traor. ALLENATORE Deschamps 6. ARBITRO Tagliavento (Italia) 7. AMMONITI Rosicky (A) e Diarra (M) per gioco scorretto. NOTE spettatori 59.961. Tiri in porta: 6-1. Tiri fuori: 3-10. Angoli: 2-4. In fuorigioco: 1-1. Rec: 0 p.t.; 3' s.t.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

CHAMPIONS GRUPPO E

Figuraccia Chelsea Stop anche a Genk


Villas Boas non sa pi vincere: Ramires-gol e pari di Vossen. David Luiz sbaglia un rigore
DAL NOSTRO INVIATO

A VALENCIA IL GOL PI VELOCE LO SEGN MAKAAY NEL 2007 AL REAL IN 10"3

Jonas un razzo A segno in 10"6 quasi un record


VALENCIA (f.m.r.) Il Valencia batte 3 1 il Bayer con gol di Jonas (dopo 10"6, nella storia della Champions meglio di lui solo Makaay nel 2007 contro il Real), Soldado (di tacco) e Rami e rivede gli ottavi. Pari di Kiessling, infortunio a Banega, poi annullato il 2 2 di Schurrle. Valencia dietro i tedeschi, ma avanti nello scontro diretto dopo il 2 1 di Leverkusen.
VALENCIA-BAYER LEVERKUSEN 3-1 MARCATORI Jonas (V) al 1', Kiessling (B) al 31' p.t.; Soldado (V) al 20', Rami (V) al 30' s.t. VALENCIA (4-2-3-1) Alves 7.5; Miguel 6, Rami 7.5, V. Ruiz 7, Mathieu 7.5; Topal 6, Banega 6.5 (dal 24' p.t. Tino Costa 6); P. Hernandez 6.6, Jonas 6.5 (dal 29' s.t. Alba 6.5), Feghouli 6 (dal 14' s.t. Piatti 6.5); Soldado 7.5. All. Emery 7. BAYER LEV. (4-2-3-1) Leno 5; Castro 5, Friedrich 5, Toprak 5.5, Kadlec 5; Rolfes 6, Bender 5.5 (dal 34' s.t. Reinartz s.v.); Sam 5 (dal 39' s.t. Jorgensen s.v.), Ballack 6.5, Schrrle 6.5; Kessling 6.5 (dal 32' s.t. Derdiyo k 6). All. Dutt 5.5. ARBITRO Eriksson (Sve) 5. NOTE ammoniti Ballack (B), Toprak (B), Tino Costa (V), Mathieu (V), Sam (B).

ANDREA SCHIANCHI GENK (Belgio)

e tifosi, predica un calcio offensivo e dice che non cambier mai le sue idee. Contento lui...
Il colpaccio? no Il Genk, disposto

Se questo il Chelsea, la corsa alla Champions ha una concorrente in meno: i Blues deludono a Genk, non vanno oltre l1-1 e dimostrano di attraversare unannata davvero storta. I motivi sono parecchi: 1) la squadra non ha gli elementi adatti al gioco che Villas Boas testardamente vuole imporre; 2) la condizione fisica precaria; 3) le amnesie difensive testimoniano che la strada per arrivare a un accettabile equilibrio tattico tutta in salita. A Genk il Chelsea riuscito in unimpresa straordinaria: ha concesso ai modesti belgi il secondo punto e consentito loro di realizzare lunico gol finora in Champions. Gli applausi vanno a Vossen che al 15 della ripresa riacciuffa il pari con una bella girata su cross di Camus. Ma i difensori dei Blues, nelloccasione, dove sono?
Assurdit tattiche La partita sembra apparecchiata alla perfezione per il Chelsea: in vantaggio al 26 con Ramires, che chiude un triangolo con Torres, gli inglesi hanno la possibilit di chiudere i conti con Meireles che colpisce la traversa al 38 e con David Luiz che va a calciare dal dischetto al 39 (rigore concesso per fallo di mano di Buffel). Ma il difensore si fa parare il tiro da Koteles e da l un inferno. I Blues non riescono pi a costruire unazione degna di questo nome e concedono spazi al contropiede. Limpressione che le due sconfitte consecutive in Premier con QPR e Arsenal non siano state digerite. La manovra approssimativa, a tratti superficiale. Villas Boas chiede un 4-3-3 modello Barcellona, ma se non si hanno i giocatori del Barcellona assurdo avere certe pretese: si finisce col risultare una brutta copia del modello. Cos Oriol Romeu scimmiotta Busquets, arretra sulla linea dei difensori per impostare, per quando alza la testa trova solo Ramires e Meireles, mica Xavi e Iniesta. E allora ci si domanda: dov il senso di tutto ci? Villas Boas, gi nel mirino di critica

da Been secondo un classico 4-4-2, aspetta che il Chelsea metta il naso fuori dalle coperte per colpire. Prima pari di Vossen, ci va vicino con Nwanganga. E dopo sfiora il colpo da Mille e una notte con Limbombe che costringe Cech a unuscita disperata. Una vittoria dei belgi sarebbe troppo, anche perch il Chelsea, nel finale, spinge e sfiora la rete

della liberazione con Lampard (34 s.t.), Sturridge (35) e Malouda (45). Ma sono tentativi isolati, estemporanei. Torres passeggia nellarea avversaria, Anelka non ne azzecca una, Malouda indisponente: lunico a salvarsi Sturridge. Poco per uscire dalla crisi. In Premier ora c il Blackburn. Chiss se Villas Boas, gi esonerato a fine stagione dai bookmakers, decider di assomigliare un po di pi a se stesso e un po di meno a Guardiola.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il centrocampista brasiliano Jonas festeggia AFP

Certe passioni non basta viverle sulla carta.

official sponsor

TAKE A TIC KET Gioca e vin c

i p Chamer la UEi biglietti pions FA Leagu e

GENK CHELSEA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-1

1 1

Vanno vissute sul campo.


Ci impegniamo al massimo per starti vicino. Sia nel proporti le migliori soluzioni bancarie, sia nel seguire le tue passioni pi vere, come la UEFA Champions League. E con UniCredit vinci i biglietti per viverla sul campo. Scopri come su www.take-a-ticket.it

MARCATORI Ramires (C) al 26 p.t.; Vossen (G) al 15 s.t. GENK (4-4-2) Koteles 7,5; Vanden Borre 6, Hyland 5,5, Nadson 6,5, Ngongca 6,5; Buffel 6 (dal 24 s.t. Ndabashinze, 6), Camus 6, Tozser 6, De Bruyne 5; Vossen 6,5 (dal 42 s.t. Barda s.v.), Nwanganga 5,5 (dal 37 s.t. Limbombe s.v.). PANCHINA Sandomierski, Sarr, Durwael, Ofori-Appiah. ALLENATORE Been 7. CHELSEA (4-3-3) Cech 6,5; Bosingwa 5,5, Ivanovic 5,5, David Luiz 5,5, Cole 6; Ramires 7 (dal 21 s.t. Lampard 6,5), Oriol Romeu 5,5 (dal 31 s.t. Mata 5,5), Meireles 6; Anelka 5 (dal 21 s.t. Sturridge 7), Torres 5,5, Malouda 5. PANCHINA Turnbull, McEachran, Kalou, Terry. ALLENATORE Villas Boas 5. ARBITRO Moen (Norvegia) 7. AMMONITI De Bruyne (G) e Meireles (C) per gioco falloso. NOTE Spettatori 22.584. Tiri in porta: 5-7 (1 traversa). Tiri fuori: 4-8. Angoli: 5-3. In fuorigioco: 1-1. Recuperi: 1 p.t.; 3 s.t.

La vita, come il calcio, fatta di alti e bassi. Noi ci siamo in entrambi i casi.

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS GRUPPO B
lAnalisi
DI LUIGI GARLANDO

Contro il Lilla per il morale e per la grana


Il bicchiere mezzo vuoto? Tra le 32 di Champions nessuna quartultima in campionato. Il bicchiere mezzo pieno? Nessuna campione del mondo. LInter lacerata da queste due forze opposte: lorgoglio di essere stata tanto nel recente passato, la consapevolezza di essere molto poco nellattuale presente. Il rischio di ubriacarsi con il bicchiere mezzo pieno. Anche per questo ieri Ranieri ha detto chiaro: Facciamo un monumento a Mourinho, ma poi andiamo oltre. Non pi qui. Non c pi la squadra del Triplete, solo i nomi. Ha ragione il Normalizzatore: concentrarsi sul presente gramo e sbattersi per migliorarlo. A cominciare dal Lilla. Batterlo per avere la

certezza degli ottavi e blindare il primo posto. Mettere in agenda, nero su bianco, qualcosa di importante da fare dopo Natale darebbe morale. Pi difficile programmare una volata-scudetto. Per il morale, ma anche per la grana. Ogni vittoria frutta 800 mila euro. Mancano tre partite nel girone. La qualificazione agli ottavi porta 3 milioni. LInter, costretta a raddrizzarsi al mercato di gennaio, condizionata dal fair-play finanziario, deve fare i conti della serva. Anche perch il rischio di non attingere alla prossima Champions (da un minimo di 7,2 milioni a un massimo di 31,5) grosso. Ieri Ranieri ha detto pure: Non sono il Mago di Oz. A suo tempo Mou disse: Non sono Harry Potter. Lo disse a fine estate 2010 per lamentarsi di un organico ipertrofico che i dirigenti non erano riusciti a sfoltire. Facile comprare quando il portafoglio Moratti era gonfio e aperto. Molto pi difficile vendere bene e comprare con intelligenza a rubinetti socchiusi. Da questo, oltre che da spensierati e onerosi rinnovi, nata lemergenza attuale e la necessit di rastrellare in coppa pi che si pu.

COS IN CAMPO A MILANO ORE 20.45

GDS

Ranieri: Inter, basta con Mou


Facciamogli un monumento e dimentichiamolo... Non sono il Mago di Oz, ma risorgeremo
DAL NOSTRO INVIATO

MATTEO DALLA VITE APPIANO GENTILE (Como)

Mou non era Harry Potter e Ranieri non il Mago di Oz. Se servisse richiamare fate e folletti, streghe e pozioni, maghetti e ricette, beh, lInter tornerebbe a fare Triplete e mage variegate. Invece per ora la storia tutta unaltra, di nebbie, incantesimi, foschie e con Hazard che col suo fantastico mondo di Lilla non perde in trasferta da 13 gare di fila. Mi aspettavo s di incontrare problemi nel venire allInter - fa Ranieri -, ma non sono il Mago di Oz che con la bacchetta risolve tutto. Di sicuro, per, sono preparato per superare quegli ostacoli, io con laiuto dei ragazzi. Sim sala Bim. Da stasera in poi, tutto deve andare dritto. Magicamente.
Logori a chi? Ranieri (che con Milito lancia un messaggio affettuoso a Cassano Vorremmo tutti abbracciarlo, anche a nome di tutta lInter) si sofferma su uno slogan che il suo forte e su un concetto che d forza. Il primo. Oggi siamo come una macchina ferma che va spinta: fatichi, sudi, poi lei si accende e dopo va da sola. Il pensiero che d energia: Se questa una rosa logora? Io non li vedo cos logori quando si allenano: dateci tempo e fiducia, e vedrete che saremo come quella macchina che riparte. Questi ragazzi hanno forza e volont di rifarsi: alla fine mi darete ragione.

Danni e dubbio Wes Le mage servirebbero per chi sinfortuna: rientrano Samuel e Ranocchia, va k.o. Nagatomo (contrattura al polpaccio destro). Io vorrei avere soprattutto il problema dellabbondanza, e invece devo dosare. Maicon si allenava giocando, forse con lui abbiamo sbagliato qualcosa ed un errore da non ripetere con Sneijder (non al meglio, ndr). I giocatori si infortunano come con Benitez? Quando si cambia modo di allenare qualche inconveniente c, ma io non credo di aver fatto danni, abbiamo lavorato nella pausa e per il resto fatto sedute di unora e mezza. Se Sneijder giocher? Vediamo. Pazzini? Lo scoprirete. Vabb. Benitez ha detto che Moratti ingombrante? Mi volete tirare nella polemica.... Eden, baby e mercato Rientra Thiago Motta, Zanetti far il laterale di destra, Pazzini o Zarate al fianco di Milito. Il resto un Lilla che in trasferta sa far male. LInter una grossa squadra - riprende Ranieri -: sta attraversando un periodo particolare della sua storia per sempre una grande squadra e deve solo liberarsi delle scorie negative. Abbiamo molto rispetto del Lille, e Hazard un buonissimo giocatore. C la difesa dei giovani (Alvarez, Castaignos e Jonathan sono da Inter, buonissimi futuri campioni): c che il mercato in pieno svolgimento. Qui ci sono grandi campioni, ma le nostre persone preposte stanno monitorando il calcio mondiale. Mage in corso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CHI SONO I MAGHI

d
S

MILITO LARGENTINO CERCA IL RILANCIO

Jos Mourinho, allora tecnico dellInter, disse: Non sono mica Harry Potter. Harry Potter un mago bambino protagonista di libri e poi di 8 film di successo

Diego Milito, 32 anni, allInter dal 2009 AFP

Il Triplete? Ora pensiamo solo a tornare grandi


Un po dinfluenza per il Principe che evita il discorso Etoo: Non pi dellInter...

S
Claudio Ranieri dice Non sono il mago di Oz. Il primo di 13 libri Il meraviglioso mondo di Oz del 1900 e ha ovviamente dato vita a svariati film per bambini e a musical

DAL NOSTRO INVIATO

Claudio Ranieri, 60 anni, saluta Mourinho: il marzo 2010 INSIDE


Mou? Basta... Ranieri uno che

APPIANO GENTILE (Como)

raramente si visto con la faccia da pirata. Non pare un cattivo, ammesso che sia vero o che serva: si presenta sempre sorridendo, sparge ottimismo, apparecchia positivit. E che ne sapete coi cosa dico negli spogliatoi, se sono docile o... cattivo? Non vengo certo in conferenza a raccontarlo, ma credo che finch vedr la squadra allenarsi cos sar sempre ottimista...

Mourinho faceva la faccia dura? Sentite: Mourinho ha fatto tantissimo, facciamogli un monumento e poi scordiamocelo... Anche quando andai a Cagliari mi parlavano sempre di Gigi Riva, dello scudetto vinto trentanni prima... Guardiamo avanti, su... Anche se abbiamo perso contro la Juve, io vedo lInter sulla buona strada. E chi ha fatto gol torner a farli.

Lultimo gol di Milito risale al 24 settembre, a Bologna. Lultimo gol sbagliato da Milito del 26 ottobre scorso, a Bergamo. Quellerrore - fa largentino - mi ha pesato e non lo nego, ma lavoro per essere al massimo, e in questo momento mi sento bene sia fisicamente che psicologicamente. Contro il Lilla faremo una grande gara: dopo un k.o. abbiamo sempre offerto ottime prestazioni. Siamo vivi, e lo vedrete.
Fastidi Il Principe - che ieri sera avrebbe avuto un principio di forma influenzale - sa che serve chiudere la questione-Champions. C solo bisogno di tempo, torneremo a viaggiare ad alti livelli. Facciamo pochi gol? Torneranno anche quelli. Come ho vissuto tante panchine? Tutti vorrebbero giocare, ma in questa squadra ci sono tanti campioni... Quanto ci manca Etoo? E un grande, ma ora non pi nellInter. Quella frase La chiosa per il Triplete (Rimarr sempre, ma dobbiamo dimenticarlo e guardare avanti) e per quella frase detta a coppa calda (Non so se resto). Il Principe spiega: Quel giorno sono stato solo sincero, magari ho sbagliato il tempo, ma sono sempre onesto. Non credo che quella frase sia stata una maledizione.

QUI LILLA IL TALENTO BELGA SCHERZA SUL PROPRIO FUTURO

Hazard: Chi preferirei tra le due milanesi? Magari la Juve... Garcia: Cerchiamo leffetto sorpresa, come il Trabzonspor
(lu.tai.) Eden Hazard in dribbling sul proprio futuro: Se preferirei andare allInter o al Milan ha detto il talentino belga che stasera sfida i nerazzurri ? Magari alla Juventus... Per ora comunque sto bene a Lilla. Hazard ha parlato anche del suo rendimento in Champions: Non posso definirmi deluso per come ho giocato, anche se posso fare di meglio. Se i nostri risultati fossero stati migliori non si sarebbe guardato alla mia prestazione. La gara con lInter? Come tutte le altre, anche se in un grande stadio. Cos il tecnico Rudi Garcia: Abbiamo bisogno di fare punti, vogliamo creare un effetto sorpresa come aveva fatto il Trabzonspor.

Rudi Garcia, 47, tecnico Lilla AFP

m.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

NEW KIA RIO. UNOTTIMA RAGIONE PER PERDERE LA TESTA.

DESIGN DAVANGUARDIA. QUALIT GARANTITA 7 ANNI. 6 AIRBAG, CLIMA, RADIO CD MP3, ESP DI SERIE. KIA FOR YOU.
Una nuova idea di nanziamento. Scoprila nelle concessionarie.

m t o

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS LINTERVISTA

la scheda
THIAGO MOTTA 29 ANNI CENTROCAMPISTA

Thiago Motta nato a Sao Bernardo do Campo (Brasile) il 28 agosto 1982. Centrocampista, gioca in Nazionale poich cittadino italiano. La sua famiglia proviene da Polesella, provincia di Rovigo.

2001 Esordisce nel Barcellona. Ci star 6 anni 2007 Passa all'Atletico Madrid
e nel 2008 al Genoa

2011 Esordisce in Nazionale a Dortmund, in Germania Italia 1 1, il 9/2/2011. Il 25 marzo invece ha segnato alla Slovenia il suo primo e finora unico gol in azzurro

2009 all'Inter. Nel 2010 vince Champions e Mondiale Club.

PARTITE CON I CLUB ITALIANI E A QUOTA 99

GDS

100 e lode
La coscienza di Thiago Motta Inter, tutta colpa nostra
Serve giocare bene, non rincorrere Ma lEuropa pu rilanciarci in Italia
DAL NOSTRO INVIATO

Thiago Motta
29 anni, allInter dal 2009. Nelle uniche due gare tra campionato e Champions in cui ha giocato (Lilla e Chievo), lInter ha vinto senza subire reti
IMAGESPORT

ANDREA ELEFANTE APPIANO GENTILE (Como)

Sarebbe bello poter giocare stasera in Champions League dimenticando che esiste anche un campionato: sarebbe bello ma non si pu, non avrebbe senso. E non chiedete a Thiago Motta di fare cose senza senso: le detesta anche quando gioca a calcio.
Inter, punti 6, prima nel girone di Champions League. Ma anche: Inter punti 8, 17a in campionato. Thiago Motta, tutto troppo brutto, e strano, per essere vera?

HA DETTO

d
S

sto campionato c chi corre ma non c ancora nessuno che vola: per per il momento stiamo dietro, siamo lontani, perch in campo non dimostriamo quello che dimostrano loro.
Orfani di Etoo?

da un giorno allaltro, non siamo quelli che due anni fa hanno vinto tutto.
Questione di gambe, di preparazione anomala? E davvero unInter vecchia e stanca?

il gioco con la palla, dunque tenerla di pi, e meglio: se regali tanti palloni dura per forza, non puoi rincorrere sempre per 90. Molto meglio fare come due anni fa, quando erano gli altri che dovevano rincorrere noi.
Sembra lo spot del suo calcio. Del resto un giorno lei disse: La concentrazione che metto quando gioco faticosa, ma preferisco consumare il cervello piuttosto che le gambe: cos pi facile capire prima dove va la palla.

HA DETTO

d
S

Senza mancare di rispetto a nessuno, lui faceva la differenza. Tanta differenza.


Lei gioca con Milito da quattro anni: perch Diego non riesce pi a farla?

Brutto ma vero, purtroppo: oggi lInter di campionato vale gli 8 punti che ha. Lo so che faticoso dirlo, ma non giusto illudere gli interisti, anche perch forse ad inizio stagione lo abbiamo gi fatto: siamo noi che non abbiamo fatto bene, non centrano gli arbitri o chiss cosa. E quand cos bisogna dire tutta la verit.
La diciamo tutta?

Il problema che siamo orfani di Samuel Etoo? Senza mancare di rispetto a nessuno, lui faceva la differenza. Tanta differenza

Lo vedo gi di morale: un attaccante come lui ha bisogno di fare gol. Non questione di tornare quello di due anni fa, ma di tornare quello che . Gli servono fiducia e laiuto di tutti: il nostro, quello della societ, dei tifosi, di tutti. Lo merita, per quello che ha fatto per lInter
Torniamo ai mali dellInter: disorientamento da cambio di allenatore?

Forse laver giocato la Coppa America oggi non sta dando una mano ai sei che erano in Argentina, ma tutto il resto lascia il tempo che trova, anche perch in campo non vedo tutta questa differenza fra noi e gli altri a livello di condizione. E altro che fa la differenza.
Pu farla Ranieri?

abbiamo fatto bene, e poi prendere un po di spinta per ripartire anche in campionato. Perch vincere, e poi continuare a vincere, che ti d fiducia, ti fa dire "Ma allora possiamo fare meglio di cos". Anche se meglio che io non pensi che queste due partite possono essere cos importanti.
Perch?

E un uomo tranquillo e sa trasmettere la sua tranquillit: in un momento difficile pu essere importante. Ma non intendevo questo.
E cosa, allora?

Nel calcio di oggi nessuno pu permettersi di non correre, ma ognuno deve farlo alla sua velocit: io non sono veloce come Etoo o Messi, ma si pu aiutare un compagno anche pensando e tenendo il pallone un secondo in pi.
Pi facile farlo giocando davanti alla difesa?

Ranieri pu fare la differenza? E un uomo tranquillo, che sa trasmettere la sua tranquillit: in un momento difficile pu essere importante

Perch in campo io sono lesatto contrario di quello che sono fuori: caricarmi troppo rischia di condizionarmi, invece in partite cos importate controllarsi.
E difficile controllarsi quando in 8 partite si hanno 5 rigori contro, e uno solo condonato?

Per quello che abbiamo fatto finora, non meritiamo di pi. Teoricamente, presi uno per uno, a livello di qualit valiamo molto di pi, ma cosa si vede da fuori? Si vede che Juve, Milan e Napoli, ma anche lUdinese, la Lazio e forse altre, oggi valgono pi dellInter.
Valutazione temporanea o definitiva?

S
Vedo Milito gi di morale: non deve tornare quello di due anni fa, ma quello che . Ha bisogno di fiducia e dellaiuto di tutti: lo merita per quello che ha fatto per lInter

Quando c un cambio in panchina, significa che c qualcosa che non va. Per sarebbe una scusa: meglio se ognuno guarda a quello che sta sbagliando.
Sbagliato separarsi da Gasperini cos presto?

Per vincere serve giocare bene e giocare bene significa sapere quando colpire e quando invece tenere la palla, serve migliorare

Anomalo, ma non me lo voglio spiegare, altrimenti mi vengono pensieri che non portano da nessuna parte: meglio pensare che sia una coincidenza, e che sia finita qui.
Lo sa che i suoi ultimi 5 gol in campionato con lInter li ha segnati tutti a San Siro? Lultimo fuori stato in Champions, in Germania lo scorso aprile.

Gasperini fa parte del passato, preferisco non aggiungere nulla se non che lui un grandissimo allenatore e che stata pi colpa nostra che sua: gli allenatori sono importanti, ma alla fine contano i giocatori, quello che fanno.
O che non fanno: per voi questione di testa?

Io ho fatto un po tutto: mediano, terzino sinistro, interno di centrocampo, anche centrale in difesa. Cos so di cosa pu avere bisogno un compagno che gioca dove io ho gi giocato. Detto questo, io non sono velocissimo, da uno contro uno: mi serve un giocatore davanti, non so stare di schiena allavversario. Lideale quando siamo in due davanti alla difesa; in un rombo sto meglio al centro; in un centrocampo a tre con tre punte, meglio da interno.
Il calendario ora dice Lilla, e poi il suo Genoa: far bene potrebbe essere finalmente la svolta?

S
Gasperini fa parte del passato: preferisco non aggiungere nulla, se non che un grandissimo allenatore e che stata pi colpa nostra che sua

Ah s? Sar perch a San Siro mi sento a casa. Ma facciamo cos: ne segno uno in casa in Champions contro il Lilla e finalmente uno fuori in campionato, domenica a Genova....
E lo sa che contro il Lilla giocher la sua partita italiana numero 100?

In un momento cos delicato difficile prevedere che livello potrai raggiungere pi avanti, anche se ovvio che spero di arrivare a fine stagione ed essere l a giocarmi lo scudetto con loro. La differenza non enorme, in que-

Ah s? Non faccio mai questo genere di conti, non ci tengo.


Ma riesce a dire qual stata la pi bella delle 99?

Quando sento parlare di atteggiamento, di concentrazione, un po mi viene da ridere: o sei di livello, oppure non lo sei, inutile fare tanti discorsi. E oggi, anche se non siamo diventati scarsi

Far bene contro il Lilla significherebbe anzitutto dare continuit a quanto fatto perlomeno in Champions, perch l

Il 4-0 al Milan, due anni fa. E non sa quanto vorrei dire la numero 100.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS GRUPPO A
lAnalisi
DI PAOLO CONDO

I NUMERI

4 il Film
5
Nelle sfide importanti che sia Coppa o Serie A non sbaglia un colpo
14/18 settembre Un punto con Mancini e 3 pappine al Milan Il Napoli fa 1-1 a Manchester col City e 4 giorni dopo in Serie A al San Paolo, il 18 settembre, Cavani travolge il Milan 3-1 REUTERS 27 settembre Due gol al Villarreal Alla seconda di Champions, al San Paolo contro Villarreal, il Napoli vince con un netto 2-0: gol di Hamsik e Cavani ANSA

La leggerezza psicologica e le ripartenze


++Il Napoli che affronta stasera allAllianz Arena lavventura pi impervia ma anche stimolante della sua storia recente, unisce alla condizione di chiaro sfavorito tecnico una situazione di classifica che quasi annulla la differenza tra sconfitta e pareggio. Vincesse in casa del Bayern, sarebbe praticamente qualificato, in linea di massima al primo posto; negli altri due casi, per essere certo di tagliare il traguardo in seconda posizione dovrebbe comunque raccogliere sei punti tra City e Villarreal. Mazzarri ha molte ragioni nel giudicare un successo il solo fatto di poter parlare di qualificazione alla vigilia della quarta partita, perch vero che il giorno del sorteggio avevamo provato tutti una stretta al cuore, impietositi dalla sfortuna del Napoli. Una volta in pista, per, tanto vale ballare; in altre parole, provare a sfruttare la leggerezza psicologica di una gara dal pronostico chiuso per costruire un audace colpo dei soliti noti, ovvero Lavezzi, Cavani e Hamsik (senza mai dimenticare Maggio). Stasera il Napoli dovr soffrire, com logico che sia in casa del fortissimo Bayern; ma se nemmeno il Barcellona pu pensare di venire qui a fare il gradasso, ne consegue che labito tattico difesa e contropiede certamente presente nel guardaroba di Mazzarri sia quello pi tagliato per la serata. Saper soffrire in attesa di colpire una delle doti principali richieste alle grandi squadre: quello di stasera un test che ci dir a che punto arrivato il Napoli. Tatticamente parlando, fatale che Mazzarri parta difendendosi anche con molti uomini - almeno sette per resistere alle folate del Bayern e creare spazio alle spalle della difesa bavarese. Il fulmineo contropiede che parte da Maggio o Inler, passa per Hamsik e Lavezzi e si conclude con Cavani va inteso come una parete di sesto grado, con i giocatori usati da chiodi di una scalata. Se ogni appoggio funziona, la via verso la vetta diventa possibile; se viceversa la squadra dovesse schiacciarsi troppo, impossibilitata a ripartire dal muro che i tedeschi cercheranno di alzare sulla linea di met campo, unapnea sopportabile per qualche minuto diventerebbe una letale asfissia. Contano i meccanismi di uscita del difensore in pi, subito saltati al San Paolo quando segn Kroos, conta la tenuta delle fasce sulle sovrapposizioni dei terzini, conta la capacit di trovare rapide linee di passaggio da un chiodo allaltro, sempre pi in alto fino a cima Neuer. Non sar facile: ma quando sei tornato in Champions dalla serie C, le cose semplici non danno pi soddisfazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le partite consecutive senza successi in trasferta per il Napoli in Europa. Lultima vittoria il 2-0 in casa dellElfsborg il 26 agosto 2010 in Europa League con doppietta di Cavani. In seguito la squadra di Mazzarri ha ottenuto tre pareggi intervallati regolarmente a due sconfitte

Quanto sei gran


DAL NOSTRO INVIATO

MIMMO MALFITANO MONACO DI BAVIERA (Germania)

le sconfitte del Napoli nei tre precedenti giocati contro il Bayern Monaco, ha vinto il primo precedente per 2-0 e pareggiato gli altri due (2-2 e 1-1)

le vittorie in terra tedesca per il Napoli contro i padroni di casa, raccolti 3 pareggi e perso 3 volte

Il risultato non dovr essere un assillo. Il Napoli dovr giocarsi la partita senza pensare a quello che potr essere lesito finale. In pratica, anche se dovesse perdere, non si dovr assolutamente drammatizzare. Seppur con un concetto breve, Walter Mazzarri ha voluto coprirsi da qualsiasi evento negativo. Noi non abbiamo nulla di cui preoccuparci. Lassillo del passaggio del turno ce lhanno Manchester City e Bayern. Noi cercheremo di giocarcela, chiaro, ma senza eccessivi patemi.
Esame di maturit Verrebbe da

Ce la giochiamo E il Bayern che ha lassillo di qualificarsi


Mazzarri allAllianz Arena cerca la gara perfetta per scrivere un pezzo di storia
Il Napoli durante la rifinitura allAllianz Arena: da sinistra Fideleff, Hamsik, Cavani e Mascara FREUTERS
Vero Napoli Ci vorr la partita perfetta per provare ad uscire indenni dallAllianz Arena. E questa la citazione preferita di Walter Mazzarri. E non a caso la ripete ogni qualvolta si ritrova a dover affrontare una grande squadra. Il Bayern ha avuto 5 giocatori candidati al Pallone doro e basta questo per rendersi conto del suo valore. Quando abbiamo affrontato il City era pi o meno la stessa situazione e ci siamo davvero superati per tenere il pareggio. Noi andremo in campo sereni, consapevoli delle difficolt che ci aspetta-

chiedersi, allora, perch tanta attenzione alla Champions League, al punto tale da trascurare il campionato, se poi non conta niente perdere allAllianz Arena? Poco importa, in ogni modo, perch il Napoli non ha nessuna voglia di farsi piegare dai tedeschi di Baviera. Anzi, Lavezzi e Cavani vorranno sorprendere proprio in considerazione della forza dellavversario che in testa al girone A. Col Bayern, sosterremo un ulteriore esame di maturit. Sono curioso di vedere come affronteremo questa sfida. Probabilmente due anni fa ci sarebbero venuti i brividi, un po com accaduto nellamichevole col Barcellona di met agosto. Adesso, ci sentiamo pronti a giocarcela questa sfida.

no, ma convinti di poter fare qualcosa di straordinario, ha spiegato Mazzarri che per loccasione ritrova Pandev, mentre Britos e Donadel dovrebbero ritornare disponibili dopo la sosta.
Senza Cannavaro Non ci sar, il capitano, fermato dal giudice sportivo per un turno. Al suo posto ci sar Fernandez rivela lallenatore -. Quando si investe sui giovani c sempre qualche rischio in pi. Da questo ragazzo mi aspetto una prova importante.
RIPRODUZIONE RISERVATA

HANNO DETTO

d
S

Walter Mazzarri, 50 anni AFP

Mazzarri su Pandev Non ancora al top, ma lo porter in panchina...

COS IN CAMPO A MONACO ORE 20.45

S
De Sanctis Non firmo per il pareggio. Per ottenere qualcosa di buono dobbiamo puntare al massimo

GDS

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

I NUMERI

1 ottobre A San Siro la tripletta allInter Dopo il Milan, sotto con lInter; alla 7 a di campionato, a S. Siro, brindano Campagnaro (nella foto), Maggio e Hamsik FORTE

18 ottobre Il pari al San Paolo nellandata col Bayern De Sanctis para un rigore a Gomez, ma non ferma Kroos. Poi Maggio salta Lahm e mette al centro, Badstuber in rete ANSA

de Napoli?

anni e quasi 6 mesi trascorsi dallultima vittoria del Napoli su una squadra tedesca: 2-1 allo Stoccarda nella finale dandata di Uefa del 3 maggio 1989; il 3-3 in trasferta al ritorno consegn la coppa ai campani. In seguito quattro sconfitte di fila contro Werder Brema (2-3 e 1-5) e Eintracht Francoforte (doppio 0-1) e l1-1 dellandata con il Bayern

Beckenbauer avvisa 22 Cavani un pericolo Ma siamo i favoriti


Tedeschi contro italiani risveglia sempre antiche emozioni. LAllianz Arena non il San Paolo: noi siamo pi tranquilli. E con un gioco eccellente
DAL NOSTRO INVIATO

IL GRANDE EX PARLA IL PRESIDENTE ONORARIO DEL BAYERN

PIERFRANCESCO ARCHETTI MONACO DI BAVIERA

Il Kaiser guarda al Bayern con amore, anche se non pi con impegno quotidiano. A 66 anni, Franz Beckenbauer un presidente onorario che ritiene Bayern-Napoli lennesimo capitolo della storia italiani contro tedeschi: Uno scontro che risveglia sempre antiche emozioni. Lui ne ha combattuti tanti.
A Monaco vivono molti italiani: sar un duello anche sociale, ristoratori contro clienti, proprietari contro dipendenti?

un risultato utile, anche se si poteva vincere. Ma 7 punti in 3 gare rimangono un buon bottino in Champions e danno fiducia per il futuro.
Dopo Napoli, il Bayern ha perso anche a Hannover. Difficolt?

S
Franz Beckenbauer 66 anni, mitico difensore, detto Kaiser (imperatore) per il suo carisma e per la sua classe. Ex allenatore del Bayern REUTERS

Siamo primi con un eccellente gioco. normale che ci siano delle battute a vuoto, subito cancellate, ma al momento non vedo problemi.
Quale giocatore del Napoli teme di pi?

Pandev scalpita Lui sa come si fa


Parte in panchina luomo che con lInter ammutol tutta Monaco
DAL NOSTRO INVIATO

sconfitta e 9 vittorie nelle ultime 10 partite casalinghe in Champions per il Bayern che ha realizzato in totale 20 reti e in sei partite ha mantenuto la porta inviolata. Solo lInter ha violato lAllianz Arena di Monaco, per 3-2 il 15 marzo scorso

Gli italiani che abitano in Germania sono integrati, appartengono al Paese quasi come i tedeschi stessi. La sfida Germania-Italia stuzzica, io

Edinson Cavani. Lo conoscevo dal Mondiale, quando con lUruguay incontr la Germania nella finale per il terzo posto. Penso che lattaccante possa diventare molto pericoloso, lo ha gi dimostrato durante la stagione. Tutta la squadra per non da sottovalutare, soprattutto in attacco.
Perch i club tedeschi sono diventati cos superiori, causando anche il sorpasso sullItalia nel ranking Uefa?

Sar una lotta di grande qualit, in questo torneo giocano le migliori dEuropa

ne so qualcosa, ma rester un confronto sportivo.


LAllianz Arena somiglia al San Paolo?

Non ero a Napoli, ma mi hanno raccontato dellambiente. Noi siamo pi tranquilli, ma la squadra gioca ugualmente molto bene, come dimostrano le vittorie abbondanti negli ultimi tempi.
Pensa che l1-1 dellandata sia una vittoria regalata dal Bayern?

La Bundesliga ha recuperato e superato parecchie nazioni grazie alla spinta del Mondiale 2006, agli stadi nuovi, a una gestione economicamente sana dei club. Tutto ci porta a un innalzamento dello spessore tecnico.
Quante possibilit avr il Napoli stasera?

No, un pari fuori casa in una partita cos delicata sempre

In Champions League giocano le migliori dEuropa, per questo non ci sono pronostici facili. Sar una lotta di alta qualit, per il Bayern senzaltro favorito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALESSIO DURSO MONACO DI BAVIERA (Germania)

GLI AVVERSARI

Ci sono giocatori normali e giocatori-amuleto. Guerrieri predestinati. Nei momenti difficili, quando ti ritrovi ad un bivio, o protagonista o semplice comparsa, il loro tocco pu risultare decisivo. A Goran Pandev, il nuovo portafortuna azzurro, gi successo nella sua vicenda calcistica di stendere il Bayern Monaco, lultima volta in cui i tedeschi hanno affrontato una squadra italiana: lInter. Erano gli ottavi di finale della scorsa edizione della Champions e allultimo minuto, in unAllianz Arena ammutolita, il talentuoso macedone spense gli ardori di Germania segnando la bellissima rete del 3-2 e spingendo pi in l il delirio nerazzurro.
Provaci ancora La storia pu ri-

Ottavi passata edizione; Goran Pandev, 28 anni, segna il 3-2 per lInter IPP

quelli cui ha abituato allindomani di tonfi clamorosi: riecheggiano ancora le urla di rabbia del tecnico Walter Mazzarri dopo le sconfitte con Chievo e Parma in campionato. Eppure a quelle serate intrise di malcontento hanno fatto seguito sempre risalite poderose, dettate da un soprassalto di forza e consapevolezza nei propri mezzi. Schiaffi al Milan, una prova dorgoglio con la squadra tedesca culminata con un pareggio pieno di bollicine al San Paolo.
Riscatto Dopo Catania, la fatal

petersi. E il suo bel ricordo incoraggia le speranze napoletane. Nella notte in cui tutto possibile, il Napoli insegue un altro capolavoro di gruppo (Dovremo giocare a petto in fuori, ordina il presidente Aurelio De Laurentiis), come

Catania, ecco la nuova occasione di prestigio, laddove lallenatore azzurro vuole imporre ancora la sua legge del riscatto. E in panchina porter con s proprio quel Goran il terribile, pronto in corso dopera a sferrare il colpo risolutore.
Ricominciamo Lo straordinario

impatto visivo che offre la gigantesca Allianz Arena illuminata di rosso nella fredda serata di Monaco costituisce lunit di misura delle difficolt dellimpegno. Ma proprio quando c da scalare un Everest, il Napoli ha gi dimostrato di saperci fare. E giocarsi la carta Pandev, per cui ricomincia stasera un percorso nuovo dopo un mese di sofferenza per linfortunio sofferto la sera di Inter-Napoli, non affatto un azzardo. al rientro, non ancora al top, ma lo porter in panchina..., dice sornione il tecnico Mazzarri. Chiss che nel giorno di una nuova occasione storica (in 6 trasferte in Germania gli azzurri non hanno mai vinto) non possa essere proprio il meno atteso luomo della svolta: sul cielo di Monaco Goran pu disegnare a caratteri cubitali la sua Champions pi bella.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bayern strasicuro In casa siamo una potenza


Heynckes e i suoi daccordo: Vinciamo e chiudiamo il girone
DAL NOSTRO INVIATO

MONACO DI BAVIERA

Jupp Heynckes, 66 anni AP

Tante parole per spiegare di essere forti, capaci del passo da gigante che porterebbe alla qualificazione (lallenatore Heynckes); di saper usare pressing e qualit per segnare in fretta, come ci succede spesso (il capitano Lahm); di ritenere i tre punti un obbligo che sar soddisfatto (il leader Schweinsteiger); di pensare che in casa siamo una potenza (il rampante Mller). Non esistono silenzi stampa alla napoletana, da parte del Bayern, almeno in questo momento di beatificazione per una squadra che domina campionato (+4) e girone di Champions (+2). Sensazione: nessuno a Monaco pensa di poter perdere.

Lavvio In nove delle 18 partite stagionali (2 sconfitte, 14 vittorie), i rossi hanno segnato entro il decimo minuto: la botta di Kroos allandata non fu un caso. Abbiamo fame di successo, spiega lautore di quel gol. Quindi si cerca di placarla in fretta anche se tutti, partendo da Kalle Rummenigge, avvertono che non abbiamo vinto niente. Per un successo che chiuderebbe il girone (il presidente Hoeness), lidea di proporre una formazione simile allandata. Schweinsteiger e Van Buyten hanno recuperato dalle botte di sabato, se ci sono dei dubbi sono i soliti: Luiz Gustavo o Timoshschuk a centrocampo, Boateng o Rafinha dietro a destra. Favoriti i primi. Heynckes dice: Evitare gli errori del San Paolo, soprattutto sulle fasce dove Maggio eccellente. Il Napoli ci mette in difficolt per il sistema tattico che non fronteggiamo spesso (difesa a 3, ndr), per la corsa e laggressivit. Ma sono loro che devono preoccuparsi di noi.
p.f.a.
RIPRODUZIONE RISERVATA

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

CHAMPIONS LE ALTRE DI OGGI

Tocca a Balotelli Il City ha larma in pi


Il Villarreal decimato e Mancini punta sullazzurro al debutto
DAL NOSTRO INVIATO

GRUPPO D

Mou sfida il tab: Vincere a Lione


Al Real manca il 1 successo in Francia Ma il tecnico perde Kak e Marcelo
DAL NOSTRO INVIATO

NICOLA CECERE VILA-REAL (Spagna)

Ecco Balotelli versione Champions. Scontata la maxi squalifica debutta nellinfernale Madrigal: gli spagnoli o vincono o non vanno nemmeno in Europa League. Supermario viene caricato cos dal Mancio sulle colonne del Corrierone: Lo conosco da quando era ragazzino, lho lanciato nellInter e lho voluto al City: sente la mia fiducia. I miei due figlioli mi hanno aiutato a comunicare con lui, non dimentichiamoci che ha 21 anni e non facile essere una icona. un po particolare ma la sua forza e con me sempre stato educato. Tecnicamente non ha nulla da invidiare a nessuno, deve migliorare il comportamento e la costanza di rendimento. Prima o poi torner a giocare in Italia ma ora il City gli fa bene.

Vanesio Lattaccante finito anche sui tabloid inglesi (The Sun) grazie alle confidenze del compagno Micah Richards che lo ha definito un vanesio: Sta sempre davanti allo specchio, si vede bello, irresistibile, ci dice che potrebbe farsi tutte le ragazze del mondo. Noi per gli diciamo che veste in modo orribile e quel gel poi... Lui non se la prende per gli sfott. E noi sopportiamo volentieri i suoi deliri... specie se ci fa due gol a partita.... Il Napoli Roberto Mancini vuole

Paolo con due risultati su tre a disposizione ma se gli azzurri facessero il colpaccio a Monaco al Mancio potrebbe non bastare battere il Napoli, che allultima incontrerebbe un Villarreal eliminato mentre il City si ritroverebbe un Bayern non al sicuro.
Come lInter Quanto al Sottoma-

FABIO BIANCHI LIONE (Francia)

i tre punti sebbene ricordi come allandata solo un guizzo di Aguero (verr fischiato per presunti insulti proferiti nel tunnel) a pochi secondi dalla fine diede il successo del rilancio. Qui importante ma in ogni caso ci giocheremo la qualificazione al San Paolo contro un Napoli che mi ha stupito tantissimo. Il piano arrivare al San

rino di casa, la sua stagione somiglia a quella dellInter. Due punti di margine sulla zona retrocessione in campionato, 7 titolari fuori uso per lultimissima, disperata chance di rientrare in corsa perlomeno per lEuropa League, che da queste parti non viene snobbata come da noi. Il tecnico Juan Carlos Garrido ha arringato la piazza, i giocatori hanno lanciato proclami. Ma serve il miracolo. Unica punta il pichichi del campionato riserve (8 gol in 11 gare), il giovane Joselu. Pensaci tu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mario Balotelli, 21 anni, scontata la squalifica, gioca la prima stagionale in Champions AFP

Nemmeno una piccola polemica, va tutto fin troppo bene e lespressione di Mourinho la dice lunga: che noia. Il Real cima alla Liga ed in testa con distacco nel gruppo, tanto che se fa il colpaccio a Lione, pieno dassenze e battuto 4-0 allandata, in pratica qualificato come primo. Ma uno spunto c: il Real non ha mai vinto a Lione. In 4 scontri Champions, 3 sconfitte e un pari, lanno scorso con Mou. Che su questo tema ha un sussulto dinteresse. A lui piace collezionare prime volte. Vogliamo vincere per metterci tranquilli e confermare lottimo momento. Lanno scorso senza Marcelo, Kak (2 k.o. di giornata, ndr) e Carvalho sarebbe stato un guaio. Ora abbiamo

un gioco preciso, e la rosa ampia. Talmente ampia che pu permettersi di lasciare in panca una volta Higuain e una volta Benzema. Qui gioca lex idolo di casa (sfida sempre speciale per me) e Mou dice: La rotazione funziona. Un giorno dovr anche decidere chi sar il titolare ma potrebbero anche giocare insieme.
Orgoglio Il francese segna sem-

pre al Lione. Garde ci scherza su: Dovrei arrabbiarmi con chi gli ha insegnato il calcio e gli chieder come fermarlo.... Ma c poco da ridere, le 4 sberle dellandata pesano: Siamo molto motivati, la gara fondamentale. Il Real in gran forma, ma anche noi siamo cambiati rispetto allandata. Vedremo. Chiss se riescono a non far annoiare Mourinho.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VILLARREAL (4-2-3-1) MAN. CITY (4-4-2)


GRUPPO A ORE 20.45
13 DIEGO LOPEZ 14 MARIO 2 GONZALO BRUNO 21 11 20 41 JOSELU 16 19 NASRI 13 18 BARRY 4 45 42 Y. TOUR 28 25 HART 21 SILVA 5 AGUERO BALOTELLI 4 15 MUSACCHIO CATAL 5 MARCHENA 8

TRABZONSPOR (4-4-2) BENFICA (4-2-3-1) CSKA MOSCA (4-4-2) BASILEA (4-4-2)


GRUPPO B ORE 20.45
29 TOLGA 28 CELUSTKA 10 ADRIAN 9 23 GIRAY 20 COLMAN 6 GLOWACKI 15 11 5 CECH 25

MAN. UNITED (4-4-1-1) OTELUL G. (4-5-1)


GRUPPO C ORE 20.45
LINDEGAARD 34 20 FABIO 17 NANI 4 JONES 24 ROONEY 10 14 HERNANDEZ PENA 27 17 FRUNZA 11 14 ILIE 10 5 GRAHOVAC 12 GIURGIU 29 3 23 ANTAL 8 2 SKUBIC 5 FERDINAND 8 3 EVRA 13 PARK

AJAX (4-3-3) DINAMO Z. (4-4-2)


GRUPPO D ORE 20.45
1 VAN DER WIEL VERMEER 2 3 8 ERIKSEN 7 SULEJMANI 21 BEQIRAJ 7 LEKO 3 IBAEZ 10 SAMMIR 4 6 ENOH 10 DE JONG 55 RUKAVINA 5 CALELLO 13 16 BADELJ 24 VIDA 4 16 JANSSEN 21 BOERRIGTER ANITA 5

LIONE (4-2-3-1) REAL MADRID (4-2-3-1)


GRUPPO D ORE 20.45
LLORIS 1 13 REVEILLERE 3 CRIS 21 8 5 LOVREN 6 10 14 DABO

GRUPPO C ORE 20.45


1 ARTUR MAXI PEREIRA RUBEN AMORIM 5 4 24 14 LUISO GARAY MATIC 21 20 GAITAN 19 10 AIMAR 8

ALDERWEIRELD VERTONGHEN

ZOKORA ALANZINHO

FLETCHER ANDERSON

GONALONS KALLSTROM 19 BRIAND EDERSON GOURCUFF 18 GOMIS 9 BENZEMA 7 C. RONALDO KHEDIRA 6 15 4 10 OZIL 22 DI MARIA 14 XABI ALONSO 3 1 CASILLAS 24

HERNAN PEREZ BORJA VALERO DE GUZMAN

H. ALTINTOP BURAK YILMAZ 8 21 TOSIC DOUMBIA 17 MAMAEV 9 VAGNER LOVE 10 DZAGOEV 22

RODRIGO BRUNO CESAR 7 CARDOZO

STRELLER 9 8 16 DRAGOVIC 6

31 A. FREI 20 F. FREI 19

ALDONIN

HUGGEL G. XHAKA 3

SHAQIRI

KOLAROV KOMPANY K. TOUR ZABALETA

IGNASHEVICH 42 4 SHENNIKOV

A. BEREZUTSKI 24 6

STEINHOFER 27

PARASCHIV

SALAGEANU

V. BEREZUTSKI 30 GABULOV

PARK JOO HO

ABRAHAM 1 SOMMER

LJUBINKOVIC RAPA

IMUNIC TONEL 30 KELAVA

COENTRAO SERGIO RAMOS PEPE L.DIARRA

ARBITRO Proena (Por) TV Sky Calcio 3 HD; Premium Calcio 2 VILLARREAL Panchina 1 Cesar, 6 Angel Lopez, 29 Joan Oriol, 26 Marcos Guion, 50 Fofo, 18 Wakaso, 23 Gerard. Allenatore Garrido. Squalificati nessuno. Diffidati Rossi, Senna. Indisponibili Rossi, Nilmar, Marco Ruben, Zapata, Senna, Canim, Camunas. MANCHESTER CITY Panchina 30 Pantilimon, 2 Richards, 22 Clichy, 6 Lescott, 11 Johnson, 10 Dzeko, 34 De Jong. Allenatore Mancini. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Tevez.

ARBITRO Undiano Mallenco (Spa) TV Sky Calcio 6 HD; Premium Calcio 1 (differita alle 24) TRABZONSPOR Panchina 1 Onur, 27 Sapara, 22 Mustafa, 32 Brozek, 30 Serkan, 18 Tayfun, 12 Paulo Henrique. Allenatore Gunes. Squalificati nessuno. Diffidati Alanzinho. Indisponibili Brozek, Ozbek, Atay, Vittek e Sen (fuori dalla lista Uefa). CSKA MOSCA Panchina 1 Chepchugov, 2 Semberas, 25 Rahimic, 49 Vasilyev, 61 Serderov, 19 Cauna, 14 Nababkin. Allenatore Slutski. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Oliseh, Akinfeev, Honda, Necid, Gonzalez.

ARBITRO Velasco Carballo (Spa) TV Sky Calcio 8 HD; Premium Calcio 3 (differita alle 24) BENFICA Panchina 47 Eduardo, 36 Luis Martins, 33 Jardel, 37 Ruben Pinto, 28 Witsel, 30 Saviola, 9 Nolito. Allenatore Raul Jos. Squalificati Jorge Jesus (all.), Emerson. Diffidati nessuno. Indisponibili Javi Garcia, Enzo Perez. BASILEA Panchina 18 Herzog, 29 Kovac, 16 T. Xhaka, 11 Chipperfield, 7 Schurpf, 30 Tembo, 31 Zoua. Allenatore Vogel. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Voser, Stocker.

ARBITRO Strahonja (Cro) TV Sky Calcio 5 HD; Premium Calcio 2 (differita alle 24) MANCHESTER UNITED Panchina 1 De Gea, 6 Evans, 21 Rafael, 25 Valencia, 42 Pogba, 9 Berbatov, 19 Welbeck. Allenatore Ferguson. Squalificati Vidic. Diffidati nessuno. Indisponibili Cleverley, Young, Smalling, Carrick. OTELUL GALATI Panchina 1 Branet, 30 Gata, 6 Benga, 37 Viglianti, 19 Punosevac, 4 Filip, 7 Iorga. Allenatore Munteanu. Squalificati Perendija. Diffidati Rapa, Costin. Indisponibili Costin, Ibeh, Bus.

ARBITRO Atkinson (Ing) TV Sky Calcio 7 HD; Premium Calcio 4 (differita alle 24) AJAX Panchina 22 Cillessen, 13 Ooijer, 17 Blind, 18 Lodeiro, 19 Bulykin, 28 Lukoki, 33 Koppers. Allenatore De Boer. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Sigthrsson, zbiliz, Serero. DINAMO ZAGABRIA Panchina 6 Ademi, 8 Kovacic, 11 Tomecak, 12 Loncaric, 14 Vrsaljko, 20 Alispahic, 23 Pokrivac. Allenatore Jurcic. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Bican, Chago.

ARBITRO Rizzoli (Ita) TV Sky Calcio 4 HD; Premium Calcio 3 LIONE Panchina 28 Valverde, 4 B. Kon, 20 Cissokho, 22 S. Kon, 15 Fofana, 17 Lacazette, 39 Belfodil. Allenatore Garde. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Vercoutre, Lopez, Mensah, Grenier, Pied, Bastos, Tafer, Gassama. REAL MADRID Panchina 12 Adan, 19 Varane, 18 Albiol, 16 Altintop, 11 Granero, 32 Carvajal, 20 Higuain. Allenatore Mourinho. Squalificati nessuno. Diffidati nessuno. Indisponibili Carvalho, Sahin, Arbeloa, Marcelo, Kak.

La situazione girone per girone


GRUPPO A Giocate Manchester City-NAPOLI Villarreal-Bayern Monaco Bayern Monaco-Manchester C. NAPOLI-Villarreal Manchester City-Villarreal NAPOLI-Bayern Monaco Oggi Bayern Monaco-NAPOLI Villarreal-Manchester City Classifica Bayern Monaco Napoli Manchester City Villarreal Pt 7 5 4 0 G 3 3 3 3 V 2 1 1 0 N 1 2 1 0 P 0 0 1 3 1-1 0-2 2-0 2-0 2-1 1-1 GRUPPO B Giocate INTER-Trabzonspor Lilla-Cska Mosca Cska Mosca-INTER Trabzonspor-Lilla Cska Mosca-Trabzonspor Lilla-INTER Oggi INTER-Lilla Trabzonspor-Cska Mosca Gf Gs 5 1 4 2 3 4 1 6 Classifica INTER Cska Mosca Trabzonspor Lilla Pt G 6 3 4 3 4 3 2 3 V 2 1 1 0 N 0 1 1 2 P 1 1 1 1 Gf Gs 4 3 7 5 2 4 3 4 0-1 2-2 2-3 1-1 3-0 0-1 GRUPPO C Giocate Basilea-Otelul Galati Benfica-Manchester United Manchester United-Basilea Otelul Galati-Benfica Basilea-Benfica Otelul Galati-Manchester United Oggi 2-1 1-1 3-3 0-1 0-2 0-2 GRUPPO D Giocate Ajax-Lione 0-0 Dinamo Zagabria-Real Madrid 0-1 Lione-Dinamo Zagabria 2-0 Real Madrid-Ajax 3-0 Dinamo Zagabria-Ajax 0-2 Real Madrid-Lione 4-0 Oggi Ajax-Dinamo Zagabria Lione-Real Madrid Classifica Real Madrid Ajax Lione Dinamo Pt 9 4 4 0 G 3 3 3 3 V 3 1 1 0 N 0 1 1 0 P 0 1 1 3 Gf Gs 8 0 2 3 2 4 0 5 GRUPPO E Giocate Chelsea-Bayer Leverkusen Genk-Valencia Bayer Leverkusen-Genk Valencia-Chelsea Bayer Leverkusen-Valencia Chelsea-Genk Genk-Chelsea Valencia-Bayer Leverkusen 2-0 0-0 2-0 1-1 2-1 5-0 1-1 3-1 GRUPPO F Giocate Borussia Dortmund-Arsenal 1-1 Olympiacos-Marsiglia 0-1 Arsenal-Olympiacos 2-1 Marsiglia-Borussia Dortmund 3-0 Marsiglia-Arsenal 0-1 Olympiacos-Borussia Dortmund 3-1 Arsenal-Marsiglia 0-0 Borussia Dortmund-Olympiacos 1-0 GRUPPO G Giocate Apoel-Zenit Porto-Shakhtar Zenit-Porto Shakhtar-Apoel Porto-Apoel Shakhtar-Zenit Zenit-Shakhtar Apoel-Porto 2-1 2-1 3-1 1-1 1-1 2-2 1-0 2-1 GRUPPO H Giocate Barcellona-MILAN Viktoria Plzen-Bate Borisov Bate Borisov-Barcellona MILAN-Viktoria Plzen Barcellona-Viktoria Plzen MILAN-Bate Borisov Bate Borisov-MILAN Viktoria Plzen-Barcellona 2-2 1-1 0-5 2-0 2-0 2-0 1-1 0-4

Benfica-Basilea Manchester United-Otelul Galati Classifica Benfica Manchester Utd Basilea Otelul Galati Pt 7 5 4 0 G 3 3 3 3 V 2 1 1 0 N 1 2 1 0 P 0 0 1 3 Gf Gs 4 1 6 4 5 6 1 5

Classifica Chelsea Bayer Leverkusen Valencia Genk

Pt 8 6 5 2

G 4 4 4 4

V 2 2 1 0

N 2 0 2 2

P 0 2 1 2

Gf Gs 9 2 5 6 5 4 1 8

Classifica Arsenal Marsiglia Borussia Dortmund Olympiacos

Pt 8 7 4 3

G 4 4 4 4

V 2 2 1 1

N 2 1 1 0

P 0 1 2 3

Gf Gs 4 2 4 1 3 7 4 5

Classifica Apoel Nicosia Zenit S.Pietroburgo Porto Shakhtar Donetsk Prossimi turni 23 novembre Zenit-Apoel Shakhtar-Porto 6 dicembre Apoel-Shakhtar Porto-Zenit

Pt 8 7 4 2

G 4 4 4 4

V 2 2 1 0

N 2 1 1 2

P 0 1 2 2

Gf Gs 6 4 7 5 5 7 4 6

Prossimi turni 22 novembre Bayern Monaco-Villarreal NAPOLI-Manchester City 7 dicembre Manchester City-Bayern Monaco Villarreal-NAPOLI

Prossimi turni 22 novembre Cska Mosca-Lilla Trabzonspor-INTER 7 dicembre INTER-Cska Mosca Lilla-Trabzonspor

Prossimi turni 22 novembre Manchester United-Benfica Otelul Galati-Basilea 7 dicembre Basilea-Manchester United Benfica-Otelul Galati

Prossimi turni 22 novembre Lione-Ajax Real Madrid-Dinamo Zagabria 7 dicembre Ajax-Real Madrid Dinamo Zagabria-Lione

Prossimi turni 23 novembre Bayer Leverkusen-Chelsea Valencia-Genk 6 dicembre Chelsea-Valencia Genk-Bayer Leverkusen

Prossimi turni 23 novembre Arsenal-Borussia Dortmund Marsiglia-Olympiacos 6 dicembre Borussia Dortmund-Marsiglia Olympiacos-Arsenal

Classifica Pt G V N P Barcellona* 10 4 3 1 0 MILAN* 8 4 2 2 0 Bate Borisov 2 4 0 2 2 Viktoria Plzen 1 4 0 1 3 *qualificata agli ottavi Prossimi turni 23 novembre Bate Borisov-Viktoria Plzen MILAN-Barcellona 6 dicembre Barcellona-Bate Borisov Viktoria Plzen-MILAN

Gf 13 7 2 1

Gs 2 3 9 9

REGOLAMENTO: Le prime due di ciascun girone passano agli ottavi; la terza scivola in Europa League. In caso di parit sono decisivi nellordine a) gli scontri diretti; b) la differenza reti negli scontri diretti; c) i gol in trasferta negli scontri diretti; d) la differenza reti; e) i gol segnati; f) il coefficiente Uefa di luglio 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

SERIE A
LA TOP TEN DEI PI VELOCI AD ANDARE IN VETTA NEGLI ULTIMI 30 ANNI
La Classifica
SQUADRE PT PARTITE G V N P RETI F S

4 partite Mourinho Jos Mourinho in testa con lInter nel 2008-09

4 partite Benitez Rafa Benitez in testa con lInter nel 2010-11

5 partite Cuper Hector Cuper in testa con lInter nel 2001-02

7 partite Delneri Gigi Delneri in testa con il Chievo nel 2001-02

12 partite Capello Fabio Capello in testa con il Milan nel 1991-92

18 partite Ulivieri Renzo Ulivieri in testa con la Samp nel 1982-83

Di corsa
Conte in testa come i grandi
Il tecnico della Juve dopo poche panchine al comando da solo: pi rapido di Sacchi
DAL NOSTRO INVIATO

21 partite Conte Antonio Conte in testa con la Juve nel 2011-12, dopo una prima esperienza in A con lAtalanta nel 2009-10. Rest 13 partite e poi si dimise per problemi ambientali

24 partite Pioli Stefano Pioli in testa con il Chievo nel 2010-11

28 partite Sacchi Arrigo Sacchi in testa con il Milan nel 1987-88

29 partite De Sisti Giancarlo De Sisti in testa con la Fiorentina 1981-82

2008-2009), Benitez (4 gara del 2010-2011) e Cuper (5 giornata del 2001-2002), ovvero allenatori che lanno precedente avevano gestito rispettivamente Chelsea, Liverpool e Valencia. Dunque, il vero paragone va fatto con Gigi Delneri, Fabio Capello e Renzo Ulivieri. Il primo cre il Chievo delle meraviglie e si trov davanti a tutti dopo sette giornate del campionato 2001-2002. Lattuale c.t. dellInghilterra ci mise 12 partite alla guida del Milan per dare il via a una straordinaria carriera personale, mentre Ulivieri (18 panchine) si tolse belle soddisfazioni con la Sampdoria formato 1981-82.
Meglio di Sacchi Dietro a

VERSO NAPOLI
Ecco il programma della Juve nella settimana che porta alla sfida di Napoli IERI Ripresa della preparazione con un allenamento pomeridiano OGGI Allenamento doppio: alle 11 e alle 15. Tra le due sedute, pranzo a Vinovo DOMANI Allenamento in programma alle 15 VENERD Appuntamento a Vinovo alle 15 SABATO Allenamento alle 14,30. Poi partenza verso Napoli DOMENICA Napoli-Juve ore 20,45

JUVENTUS UDINESE LAZIO MILAN NAPOLI CATANIA SIENA PALERMO CAGLIARI FIORENTINA GENOA PARMA ROMA BOLOGNA ATALANTA * CHIEVO INTER NOVARA LECCE CESENA

19 18 18 17 14 14 13 13 13 12 12 12 11 10 9 9 8 7 5 3

9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9 9

5 5 5 5 4 3 3 4 3 3 3 4 3 3 4 2 2 1 1 0

4 3 3 2 2 5 4 1 4 3 3 0 2 1 3 3 2 4 2 3

0 1 1 2 3 1 2 4 2 3 3 5 4 5 2 4 5 4 6 6

15 11 15 19 13 12 11 11 9 10 13 12 11 8 12 7 11 12 7 3

7 3 8 14 7 12 6 11 9 8 12 17 11 13 12 11 16 17 16 12

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) minor numero di partite disputate; 3) differenza reti; 4) numero di gol segnati; 5) ordine alfabetico. *lAtalanta ha sei punti di penalizzazione

Marcatori
7 RETI: Di Natale (2) (Udinese) 6 RETI: Denis (1) (Atalanta); Klose (Lazio); Giovinco (2) (Parma) 5 RETI: Jovetic (Fiorentina); Palacio (1) (Genoa); Calai (Siena) 4 RETI: Moralez (Atalanta); Marchisio e Matri (Juventus); Ibrahimovic e Nocerino (Milan); Cavani (Napoli); Rigoni (3) (Novara); Osvaldo (Roma)

MIRKO GRAZIANO TORINO

La capolista ha iniziato a preparare la partitissima del San Paolo. Lavoro pesante sia ieri sia oggi (doppia seduta): fuori uso il solo Giaccherini. Napoli-Juventus un capitolo importante nel libro dello scudetto 2012, la sfida fra le due squadre italiane oggi pi spettacolari, veloci e innovative dal punto di vista tattico. E il confronto che dovr decretare la sfidante ufficiale del Milan campione dItalia. Ma Napoli-Juve per Antonio Conte anche loccasione di regolare antiche pendenze con la formazione azzurra. Il 6

gennaio 2010 la banda Mazzarri pass sul campo dellAtalanta (gol di Quagliarella e Pazienza, oggi entrambi a Torino) e chiuse di fatto lavventura bergamasca di Conte, alla sua prima esperienza in serie A. Tredici gare, altrettanti punti, ma nessun esonero. Fu infatti lo stesso tecnico salentino a presentare le dimissioni il giorno dopo: problemi con lambiente, con i senatori dello spogliatoio; la dignit di andarsene senza chiedere rabbocchi economici. Da allora, c stata la trionfale cavalcata in B con il Siena, la chiamata dellamata Juve e un inizio di stagione oltre ogni pronostico. Squadra nuova, da rifondare nella mente e

nella tattica, eppure resa subito competitiva ai massimi livelli: otto giornate su nove passate in testa, le ultime due da capolista solitario. Niente male per un quasi esordiente nel calcio che conta.
Top ten Appena 22 panchine in Serie A, gliene sono bastate 21 per guardare tutti dallalto verso il basso. Negli ultimi 30 anni solo sei tecnici hanno fatto meglio di Conte, ma i primi tre di questa particolare classifica erano stranieri, provenienti tutti da esperienze importanti e chiamati a guidare la corazzata Inter: nellordine, Mourinho (in testa dopo 4 giornate del campionato

Prossimo turno
SABATO 5 NOVEMBRE PALERMO-BOLOGNA (ore 18) NOVARA-ROMA (ore 20.45) DOMENICA 6 NOVEMBRE GENOA-INTER (ore 12.30) ATALANTA-CAGLIARI (ore 15) CESENA-LECCE CHIEVO-FIORENTINA LAZIO-PARMA MILAN-CATANIA UDINESE-SIENA NAPOLI-JUVENTUS (ore 20.45)

Conte, invece, c un mostro sacro come Arrigo Sacchi, in testa senza compagnia solo alla 28 panchina rossonera: stagione 1987-88, sar poi scudetto. In assoluto, comunque, il primatista Aldo Campatelli, primo da solo, con lInter, gi dalla seconda giornata del torneo 1955-56. Resta avanti per altri 5 turni, poi arrivano 5 sconfitte e lavvicendamento con Meazza dalla 13 giornata. Campatelli aveva esordito come allenatore la stagione precedente, portando il Vicenza dalla serie B alla A.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
SIENA

Vergassola out per 6-7 settimane


(a.l.) Lesione al gemello me diale sinistro e 6 7 settimane di stop per Vergassola.

LINTERVISTA LEX CENTRAVANTI BIANCONERO SEGUE ATTENTAMENTE LE PARTITE DELLA JUVE

Trezeguet tifa da Abu Dhabi Lo scudetto possibile


Conte sta lavorando benissimo, Pirlo fa la differenza e i rivali vanno piano
SERGIO STANCO MILANO

NOVARA

Lisuzzo sar operato venerd a Madrid


(g.m.) Sar operato venerd a Madrid il difensore Andrea Lisuz zo, per la fascite plantare. Per Del lafiore lesione di 1 grado al flesso re della gamba destra.

La societ non ha saputo sostituire adeguatamente Mourinho: sarebbe servito un allenatore desperienza e con la mentalit da grande squadra. Per Conte alla Juve, per, diverso: lui conosce alla perfezione lambiente, ha vinto tutto con una squadra eccezionale e sa benissimo che un secondo posto alla Juve vissuto come una sconfitta.
Perch i tifosi bianconeri dovrebbero essere pi ottimisti questanno?

proprio che la Juve abbia trovato il suo bomber.


Che idea si fatto della vicenda Del Piero?

STASERA IN TV

Adesso ci sono molto impegni, ma appena possibile torner a Torino per incontrare vecchi amici, salutare il pubblico come non sono riuscito a fare quando sono partito, ma soprattutto per festeggiare una vittoria nel nostro nuovo stadio. Perch io sono innanzitutto un tifoso della Juve. Cos Trezeguet ha chiuso una chiacchierata a forti tinte bianconere.
David, riesce a vedere le partite della Juve ad Abu Dhabi?

La sensazione che la societ abbia imparato dagli errori del passato, la squadra molto pi equilibrata e ha trovato tre, quattro giocatori fondamentali: Vucinic, Matri, Marchisio sono cresciuti tantissimo, ma la differenza la fa Pirlo. E esattamente il giocatore che ci mancava e non solo dal punto di vista tecnico. E uno che ha vinto tutto e sa cosa serve per rifarlo.
Matri pu essere il suo erede?

Me lhanno raccontata. Innanzitutto bisogna vedere se le parole di Agnelli siano state riportate fedelmente, per Del Piero merita rispetto. Lui, con la maglia bianconera addosso, ha vinto pi di tutta la squadra messa insieme: come si pu pensare di trattarlo come gli altri? Tuttavia, conoscendo sia Ale sia Andrea, sono convinto che si siano gi chiariti.
Consiglierebbe a Del Piero unesperienza negli Emirati?

Il caso Bergamini a Chi lha visto?


C anche il caso Bergamini, ex calciatore del Cosenza morto nel 1989 in circostanze ancora non chiarite, nella scaletta della punta ta di Chi lha visto? in onda stase ra alle 21.05 su Rai 3.

PRIMAVERA

Ottavi Coppa Italia Inter e Juve in tv


Oggi alle 14.30 andata degli ottavi di finale di Coppa Italia Prima vera. Programma: Cagliari Atalan ta (ore 14); Novara Milan; Tori no Genoa; Parma Roma (14); In ter Fiorentina (tv: Sportitalia 2); Pa dova Varese; Palermo Lazio; Na poli Juve (14, tv Sportitalia 1). Rit. il 23 novembre.

So che ama lAmerica, ma anche che va volentieri a Dubai con la famiglia a Natale. Non escludo, per, che qualche squadra europea, anche di buon livello, voglia offrirgli un contratto....
E lei, invece, cosa far da grande?

David Trezeguet, 33 anni, con la maglia del Baniyas

DISAVVENTURA PER LATTACCANTE

Toni positivo alletilometro Senza patente per tre mesi


Multa e sospensione della patente per tre mesi: la sanzione per Luca Toni che stato fermato da una pattuglia della polizia municipale di Modena nella notte tra sabato e domenica. Sottoposto alla prova delletilometro, risultato avere un tasso di poco superiore al consentito, fra 0,5 e 0,8. La Juve con un comunicato ufficiale ha precisato che il tasso alcolico era pari a 0,6.

MARADONA

Certo che le vedo e credo che questa squadra sia da scudetto. Il Milan si un po ripreso ora, lInter invece in difficolt, mentre il Napoli non riesce a fare il salto di qualit.
Si aspettava la crisi dellInter?

Pendenza fiscale: domani udienza


Domani ci sar a Napoli la nuova udienza sulla legittimit e la prescrizione della cartella esatto riale intestata a Diego Armando Ma radona. I debiti dellargentino nei confronti del fisco sarebbero or mai saliti a circa 38 milioni a causa di spese e interessi imprecisati.

Lho conosciuto quando giocava a Rimini e mi aveva gi fatto unottima impressione. Da allora, poi, cresciuto tantissimo. Non so se sia il mio erede, perch poi ognuno deve fare la sua strada, ma credo

Voglio fare ancora uno o due anni in campo, poi si vedr. Di sicuro rimarr nel calcio, perch questo il mio mondo. Allenatore? Perch no? Nel calcio non si sa mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

SERIE A

Scelto Arrigoni dopo il no di De Canio: Qui c un potenziale notevole. E Mutu cambier posizione
LUCA ALBERTO MONTANARI CESENA

Elmetto per 7 mesi, l dalle sedi Lazio: Klose a riposo cos salvo il Cesena Reja sceglie il 4-2-3-1
LA CARRIERA VERSO LEUROPA LEAGUE
Uno, De Canio, ha detto no dopo quasi 11 ore di trattative notturne, laltro, Arrigoni, ha detto s immediatamente, senza neanche pensarci su, perch allenare il Cesena sempre stato il mio sogno. Gigi De Canio luned era diventato il grande favorito dopo il no di Davide Ballardini, ma alla fine la stretta di mano con Igor Campedelli non mai arrivata (Nessun problema contrattuale, solo divergenze nel modo di pensare ha detto De Canio). Che invece giunta con Daniele Arrigoni, dalla tarda mattinata di ieri neo tecnico del Cesena dopo lesonero di Giampaolo.
C chi dice no. La lunga notte

dei dirigenti bianconeri era cominciata luned alle 23.45: De Canio prelevato allaeroporto di Bologna dal direttore dellarea tecnica Minotti e dal direttore sportivo Marin, e condotto a Longiano, dove abita il presidente Campedelli e dove lex allenatore del Lecce ha trascorso la notte. Alle 3.30 di notte Campedelli ha congedato De Canio con la promessa di incontrarlo alle 10.30, ma anche il secondo summit si concluso con un nulla di fatto (Non sono maturate le condizioni per iniziare un percorso insieme, ha detto ieri De Canio) e cos, poco prima di pranzo, il presidente del Cesena ha dirottato su Arrigoni.
C chi dice s. Nativo di Borello, paese a pochi chilometri da Cesena, ed ex terzino sinistro bianconero, Arrigoni ha firmato un contratto annuale e nel pomeriggio ha assistito allallenamento della sua nuova squa-

Il nuovo tecnico del Cesena Daniele Arrigoni, 52 anni. Ex difensore. e cresciuto nelle giovanili del Cesena e con la squadra romagnola aveva giocato anche in A
ZANOTTI

dra: Alle 11 ero al parco con mia moglie, ora invece mi ritrovo ad essere lallenatore del Cesena: diciamo che non me lo aspettavo. Arrigoni, che non ha mai nascosto di essere un grande tifoso bianconero, ha gi le idee chiare: Sono estremamente convinto di poter salvare il Cesena, io ci credo fortemente perch ci sono tante squadre alla portata e il nostro potenziale notevole. Dopo lesonero di Giampaolo, con il suo ambizioso progetto basato sul possesso palla e il bel gioco, ora si vedr un Cesena pi pratico: Ci metteremo lelmetto per sette mesi, domenica pretendo di vedere innanzitutto latteggiamento giusto e non quello delle ultime tre partite. Il ruolo di Mutu? Per me una seconda punta, di sicuro cambier posizione rispetto a come giocava allinizio di questa stagione. Sul modulo, invece, devo ancora deci-

GIOCHERA COSI?

GDS

dere. Molto soddisfatto anche Campedelli: Non nascondo che abbiamo provato a portare a Cesena prima Ballardini e poi De Canio, ma con loro non scattato ci che invece scattato immediatamente con Arrigoni. Quando ci sono i dubbi, meglio fermarsi subito. Quando un allenatore convinto e determinato, allora vuol dire che quello giusto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Daniele Arrigoni, nato a Cesena il 28 agosto 1959. Siede per la prima volta in panchina in Serie D nel '94 al Castel San Pietro, poi guida Montevarchi (C1) e Vis Pesaro che porta dalla C2 in C1 IN SERIE A A CAGLIARI Dopo le esperienze con il Messina e il Palermo in B, torna in C2 al Frosinone ed ottiene la promozione. Nel 2004-05 esordisce in A con il Cagliari, arriva decimo. Passa al Torino, ma il club fallisce e le stagioni successive sono avare di soddisfazioni tra ritorno senza gloria a Cagliari ed esonero a Livorno. PROMOZIONE A BOLOGNA Arrigoni riparte dalla B e guida subito il Bologna alla promozione (2007-08) anche se la stagione dopo, in A, viene cacciato dopo 10 giornate. Il rientro nel giro nel febbraio 2010 a Trieste dove non riesce a conquistare la salvezza. In estate passa al Sassuolo, in B, ma dopo 4 sconfitte in 7 giornate arriva l'esonero. Ora la nuova chance

Udinese: out Di Natale


Una a caccia della prima vittoria, laltra per ipotecare la qualificazione. Lazio e Udinese preparano le sfide di Europa League contro Zurigo e Atletico Madrid con un minimo comune denominatore: il turnover.
Qui Lazio Edy Reja ha deciso:

dentro il centenario, fuori mister 249 gol. La Lazio cambier ancora, domani contro lo Zurigo, in una partita quasi decisiva per il passaggio del turno in Europa League. Il tecnico dar fiducia a Tommaso Rocchi, reduce della rete numero 100 con la maglia della Lazio, e porter in panchina Miro Klose, risparmiato per il campionato. Voglio raggiungere Giordano (a quota 108, ndr) ha confessato il capitano . Certo che vorrei giocare di pi, ma prima o poi trover spazio. Accontentato. Ma oltre agli uomini, Reja cambier anche il modulo. La Lazio torner al 4 2 3 1 di inizio stagione, anche perch a centrocampo le scelte sono obbligate (febbre per Brocchi, dentro Cana). Panchina anche per Cisse, fiducia confermata ad Hernanes, che ieri non si allenato per un lieve problema alla caviglia. in dubbio Konko: ancora guai alla schiena, pronto Zauri. Mauri fermo fino al 2012 in Germania: su consiglio di Klose andato a curarsi da Muller Wohlfahrt, medico del Bayern e della nazionale tedesca.
Qui Udinese Anche il farmacista

Tommaso Rocchi titolare INSIDEFOTO


tecnico ha deciso di risparmiare il viaggio a Pinzi e Tot Di Natale. Lunico senatore che partir per Madrid, dove serve un pareggio, sar Domizzi, che per non sar titolare: al suo posto lo svedese Ekstrand. Le rotazioni pi consistenti riguarderanno gli altri due reparti: il pacchetto centrale dovrebbe essere composto da Badu, Doubai e Abdi, mentre sulle corsie esterne dovrebbero agire Pereyra e Neuton, gi titolari a Glasgow col Celtic. Il Primavera Battocchio dovrebbe partire dalla panchina. In attacco Floro Flores Fabbrini. Che dice: Sar una sfida difficile, lAtletico una buonissima squadra. Sento la fiducia di Guidolin e spero di trovare sempre pi continuit. Al seguito dellUdinese a Madrid 1200 tifosi.
Davide Stoppini Massimo Meroi
RIPRODUZIONE RISERVATA

Guidolin consapevole di dover dosare le forze in vista del Siena. Il

PALERMO

ATALANTA

Zamparini: Il capo sono io E Sogliano d le dimissioni


PALERMO Doveva essere lincontro risolutivo e cos stato. Il confronto tra Zamparini e Sogliano ha portato alla rottura definitiva, perch il direttore sportivo di fatto si dimesso. Manca solo lufficialit, che arriver oggi. Presidente e d.s. non si sono riavvicinati, nonostante i buoni propositi prima del colloquio, perch lesito dellincontro a Vergiate, nel quartier generale di Zamparini, stato negativo. Del resto il numero uno rosanero in giornata non aveva fatto nulla per nascondere le divergenze con il proprio direttore sportivo. Ai microfoni di Radio Radio, ha confermato le frizioni con Sogliano creando in pratica lanticamera alla separazione: Io e Sogliano abbiamo due caratteri forti ha detto il patron rosanero . Io ho un carattere forte ma sono il capo, lui invece un sottomesso... un collaboratore. Se Sogliano col suo carattere forte vuole fare il capo ha sbagliato societ. Al contrario, andremo sempre daccordo. La sintonia tra i due si sbriciolata dopo lultima discussione, accesa, domenica ad Udine prima della partita. Rimane da capire se le dimissioni di Sogliano faranno scattare subito la ricerca di un sostituto (circola il nome di Ceravolo, ora al Siena). Intanto almeno per ora la posizione di Mangia, portato a Palermo da Sogliano per la Primavera e poi subentrato a Pioli non in discussione. Fabrizio Vitale
RIPRODUZIONE RISERVATA

Consigli-Agazzi che duello Amici nel vivaio portieri contro


ZINGONIA (Bg) Il riscatto dellAtalanta domenica passer anche da un incrocio di guanti amici. Di fronte due portieri usciti dal vivaio nerazzurro che negli ultimi anni si dimostrato una delle migliori scuole italiane di portieri. Andrea Consigli aspetta Michael Agazzi, separati da tre anni e da percorsi molto diversi. Ma tutte le strade portano in serie A se si bravi e preparati. E sempre stato un ottimo portiere, con tanta voglia di lavorare e migliorarsi, sono contento che ora si stia prendendo molte soddisfazioni tende la mano Consigli. Ma finisce l perch lAtalanta vuole cancellare in fretta il capitombolo bolognese. In casa dobbiamo costruire le nostre fortune e cos dovr essere anche contro il Cagliari. A Bologna abbiamo pagato gli errori e gestito male i momenti cruciali, ora dobbiamo voltare pagina e battere il Cagliari. Poi ci saranno le convocazioni di Prandelli. La Nazionale il sogno di tutti, ma i portieri che ci sono ora meritano lazzurro. Io penso allAtalanta, poi se un giorno arriver questa chiamata sar luomo pi felice del mondo. Ma prima voglio fare bene nel club e lo voglio fare a lungo. Per questo presto si parler anche di prolungare il contratto in scadenza nel 2013. Sono tranquillo, ho gi avuto dei segnali dalla societ: lAtalanta ha fiducia in me e mi vuole tenere, io ho fiducia nellAtalanta e voglio rimanere. Guido Maconi
RIPRODUZIONE RISERVATA

FIORENTINA E ALLO STADIO COMPARE UNO STRISCIONE DI SCUSE NEI CONFRONTI DEL TECNICO

Mihajlovic, mano tesa ai tifosi Test con gli Allievi a porte aperte
ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

Il primo passo verso un complicato riavvicinamento arriva dallallenatore, a cui non si pu rimproverare la mancanza di coraggio. La mano tesa di Sinisa al tifo viola lapertura al pubblico dellallenamento di gioved pomeriggio, ovvero una partitina amichevole (ore 15) contro la formazione Allievi. Uno spettacolo magari non imperdibile, ma in questo caso va sottolineato il gesto e la finalit: spalancare i cancelli dello stadio per provare a entrare nelle simpatie della gente. Ecco lannuncio di ieri: Su indicazione di Sinisa Mihajlovic, lallenamento di gioved sar aperta al pubblico. E importante la parte iniziale, in cui si sottolinea che lidea dello stesso Miha: lui a muovere il primo passo verso la curva e il resto del mondo di fede viola, che gi pensa a come replicare al suo invito pacificatore.

ti discutiamo, ma come uomo ti rispettiamo. Scusa!!!). Anche se la maggioranza resta ostile: per farsi unidea basta leggere le reazioni alla notizia riportata da fiorentina.it, il sito dei tifosi viola. I post pi numerosi criticano anche lultima iniziativa e si possono riassumere nel commento Almeno ti si fischia anche di gioved .
Volontari Per capire la portata della decisione di Sinisa va detto che gli allenamenti della squadra avvengono sempre a porte chiuse e quasi sempre nellindifferenza: ieri fuori dai cancelli cerano appena tre tifosi. Molti di pi, e tutti appartenenti a club della curva, erano impegnati in unopera assai pi nobile. In settanta hanno approfittato del giorno di festa per affittare un pullman diretto in Lunigiana: i supporters-volontari sono partiti allalba con picconi e zappe per andare a offrire il loro concreto supporto a chi stato colpito dallalluvione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Maurizio Zamparini, 70
NEWPRESS

Sinisa Mihajlovic, 41 anni, serbo. Ha allenato Bologna e Catania, alla seconda stagione sulla panchina della Fiorentina
ANSA

Reazioni E innegabile che ci sia

molto su cui lavorare: con gli insulti personali rivolti a Sinisa, il rapporto arrivato ai minimi storici, anche se il motivo per cui lallenatore finito nel mirino il non-gioco della squadra. La scelta di aprire le porte al tifo a pochi giorni dalla partita contro il Chievo, altra tappa decisiva per il futuro di Miha, ha gi ottenuto qualche risultato, andando a smuovere qualche piccolo gruppo di scettici (striscione allo stadio: Da tecnico

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

SERIE A

minuti giocati. De Rossi stato utilizzato da Luis Enrique in 9 partite, quindi tutte, e ha segnato 1 gol. E non mai stato sostituito. Finora ha collezionato due soli cartellini gialli.
Daniele De Rossi, 28 anni, centrocampista
IPP

810

crescere in fretta De Rossi? Resta


Il d.s. Sabatini: I risultati non ci premiano, ma sto con Luis Enrique: da grande squadra
MASSIMO CECCHINI ROMA

identiKit & CARRIERA

LA CIFRA

4 Roma, bisogna

v Bandiera Di Vaio
LINTERVISTA IL CAMPIONE RITROVATO

Dissi no al Napoli io amo il Bologna


Mi volevano per la Champions. Ma voglio chiudere qui. Sono rinato grazie ai tifosi
ANDREA TOSI BOLOGNA

disco ancora una volta: voglio finire la carriera a Bologna.


Come lei, altri grandi campioni over 35 stanno faticando, vedi Totti e Del Piero. E solo colpa dellet?

Ieri. Una foto pubblicata sul sito della Roma lo rivela appollaiato sul tetto del centro sportivo di Trigoria, intento a seguire lallenamento. Sul tetto. Come un Batman logorato da anni e battaglie, ma sempre pronto ad entrare in azione per combattere il Male. Eppure Walter Sabatini sembra lontano dal prototipo del supereroe, anche se con i personaggi in calzamaglia condivide almeno due aspetti: laccorrere in soccorso di persone in difficolt (avete capito, Luis Enrique) e avere quellottimismo di fondo che aiuta a vivere meglio (s, si parla del rinnovo di contratto di Daniele De Rossi).
Seguire la linea Le scel-

venti forte nel tempo deve diventare forte subito. I risultati in questo momento non ci stanno premiando, ma dobbiamo perseguire questa linea. E non possiamo aspettare tanto tempo. Obiettivi? Dichiararli oggi sarebbe controproducente, ma questo non significa che dobbiamo rinunciare a combattere.
Caso De Rossi Il club continua a

tro il Milan, ha dimostrato una forte personalit, che una sua caratteristica.
A colloquio con Luis Segnalato

te dellallenatore non solo le assecondo ma le condivido in pieno dice il d.s. giallorosso a Radio Man Sport . Luis Enrique ha la fiducia totale della societ: pu essere lallenatore non solo della Roma, ma di una Roma fortissima. Certo, perch una squadra di-

guerreggiare (si fa per dire) anche sul fronte del rinnovo di De Rossi. Daniele un giocatore della Roma e rimarr un giocatore della Roma. pi di un auspicio: lui vuole rinnovare e la societ vuole tenerlo. Sono certo che laccordo lo faremo. La sensazione che sia la verit, anche se il sacrificio economico sar importante. Daltronde chi ha voglia di futuro non pu prescindere da uno come De Rossi. E a proposito di futuro, Sabatini dice un paio di cose sul mercato estivo. Mi rimprovero un mucchio di cose, ma nella mia natura. Non mi sono mai totalmente soddisfatto del lavoro che faccio. Al momento, comunque, non credo di aver fatto errori letali. Lamela? un trequartista offensivo, pu agire su tutto il fronte dattacco come faceva al River Plate. Mi piaciuto molto con-

un altro colloquio fra il d.s. e Luis Enrique, la testa di tutti va gi in direzione di Novara. Speriamo nello stesso risultato fatto contro lInter: abbiamo il dovere di crederci, spiega lallenatore Tesser. A Roma fanno tutti gli scongiuri del caso e per questo lo spagnolo prepara lennesima rivoluzione. In difesa spazio al rientro di Rosi e Heinze (Kjaer forse non ce la far), con Burdisso confermato al centro e Jos Angel sulla fascia sinistra. In mediana Gago affiancher De Rossi, mentre Pjanic potrebbe scalare a centrocampo per lasciare spazio davanti a Lamela come trequartista. Domanda: e Borriello? un calciatore importante dice ancora Sabatini . Attraversa un periodo di sofferenza, ma sono sicuro che ci torner utile. Arriver il suo momento, anche perch si allena con grande professionalit. E questo momento potrebbe essere gi a Novara, visto che finora sembra essere stato penalizzato rispetto agli altri attaccanti. Forse anche per questo Batman vigila dallalto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Non facile allet di 35 anni sentirsi in discussione nella piazza che con i gol e la professionalit hai salvato per tre stagioni dalla serie B e, lanno passato, dal fallimento. Marco Di Vaio ha resistito a sette mesi infami, nei quali passato dallaltare alla polvere, senza segnare per 15 partite. Adesso che si sbloccato col rigore infilato allAtalanta, il capitano rossobl pu dire che il peggio passato. Anche perch il Bologna, ultimo fino ad un mese fa, adesso viaggia sopra alla soglia della salvezza
Di Vaio, ha attraversato linferno. Temeva di non uscirne?

Per il nostro ruolo e la nostra storia, i tifosi e la critica si aspettano che facciamo sempre gol. Quando non segniamo per 3-4 partite di fila ecco che subito veniamo dipinti come vecchi e superati. Ci vorrebbe pi equilibrio ma limportante godere del rispetto dei compagni e dellallenatore.
Ha cambiato parere sulla citta dopo la vicenda dei pass?

No anche se a giugno qualche dubbio mi venuto. Potevo andare altrove ma non volevo scappare perch non ho nulla di cui vergognarmi. Ho commesso un errore, ne sono cosciente e lo pagher, ma questo non deve privarmi del piacere di proseguire questa favola bellissima che vivo a Bologna.
Con Pioli avete svoltato in tutti i sensi...

Ammetto che stato un momento durissimo. Ma la solidariet dei tifosi mi ha aiutato a sopportare questa difficile situazione. La loro fiducia lho percepita come un grande esempio di attaccamento alla mia persona.
Quindici partite senza gol cosa le facevano venire in mente?

Il nuovo allenatore ha resettato tutti i risultati negativi della precedente gestione e ha portato serenit e semplicit. E la vittoria di Novara ci ha sbloccati, facendo crescere la nostra autostima.
E giusto che adesso le chiavi della squadra passino a Ramirez? Gaston non teme le re-

DEBUTTO A ROMA CON LURUGUAY

A Euro 2012 schieriamo colletti bianchi Ecco la nuova maglia degli azzurri
Nellamichevole contro lUruguay di Cavani del prossimo 15 novembre, allo stadio Olimpico di Roma, lItalia di Cesare Prandelli indosser per la prima volta la nuova maglia azzurra, creata dalla Puma per Euro 2012. Caratteristica pi vistosa: il colletto bianco solcato dal tricolore. Le altre caratteristiche della casacca verranno illustrate durante la presentazione ufficiale che avverr alla vigilia di Italia-Uruguay. Leffetto-sorpresa stato neutralizzato da un sito inglese che luned ha pubblicato questa immagine, non ufficiale, che comunque riproduce fedelmente la nuova divisa. Uno scherzo della rete non cos terribile: in fondo, si parla della nuova maglia Puma con giorni danticipo...

Ho fallito occasioni che normalmente concretizzo, sono stati momenti terribili. Dal rigore sbagliato di Firenze del maggio scorso fino ai gol mangiati a Novara, il punto pi basso della mia parabola, mi sono incartato da solo. Pensando a fare gol non seguivo il mio istinto, quello che serve ad un attaccante in area di rigore.
Suo padre, il sor Gino, ha detto che in estate poteva passare al Napoli. Ci ha pensato?

sponsabilit, ha i colpi e li fa vedere. Lui come Diamanti accendono la luce alla squadra. E un talento in grande crescita che giustamente deve essere riconosciuto.
Ad agosto ha detto che questo Bologna vale il centroclassifica. La pensa ancora cos?

S, ne sono convinto. Nel secondo tempo contro lAtalanta abbiamo dimostrato che siamo competitivi.
In questo Bologna c gi un suo erede?

Mio padre ha rivelato un contatto, il Napoli mi voleva per la Champions League. Altri ne ho avuto in passato senza mai renderli pubblici perch il mio obiettivo era e rimane quello che ho sempre detto e che riba-

Acquafresca ha tutto per diventare il presente e il futuro del club. Con Robert si sta creando un grande feeling.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CHAMPIONS LEAGUE 2011/2012


Merc 2 ore 20.45 VILLARREAL - MANCHESTER C.

TRABZONSPOR - CSKA M.

TUTTI I NUMERI

MANCHSTER U. - OTELUL BENFICA - BASILEA LIONE - REAL MADRID AJAX - DINAMO ZAGABRIA BAYERN MONACO - NAPOLI INTER - LILLE

PER GIOCARE IN ATTACCO.

5.50 3.75 1.60 2.60 3.30 2.60 1.08 10.00 22.00 1.30 5.00 10.00 5.50 3.80 1.60 1.50 4.00 6.50 1.33 5.50 7.50 1.95 3.35 3.85

La pianificazione degli eventi live potrebbe variare secondo il Programma Ufficiale Aams.

BONUS DEL 50%


SULLA PRIMA RICARICA CONTO FINO A 25 EURO

Scopri tutti gli eventi e le quote

PUNTI VENDITA
1.200 TRA CORNER E AGENZIE BETTER

WEB
PORTALE INTERNET www.better.it

MOBILE
PORTALE MOBILE www.better.it

le quote potrebbero subire variazioni

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

SERIE BWIN 13a GIORNATA


lAnalisi
DI NICOLA BINDA
nbinda@gazzetta.it

HANNO DETTO

d Il Torino gode
S

Cos Ventura ha zittito Pea e Zeman


Nessuno 0-0 ( la sesta volta), nessun pareggio ( la seconda), 8 vittorie in casa (record). Pochi gol: 22 il minimo stagionale, e se la media dice uno per tutti, bisogna ringraziare il derby di Modena che ne ha fatti vedere ben 7, e il solito Pescara, che non delude mai ed arrivato a quota 32. I gol erano un messaggio, stavolta. Cinque del Sassuolo e tre della banda di Zeman, nelle gare delle ore 15, hanno messo pressione al Torino capolista, sceso in campo alle 18 su un campo difficilissimo e contro una Reggina reduce da 4 vittorie di fila. Ma la risposta arrivata e di gol ne bastato uno per conquistare tre punti che pesano quanto la voglia del popolo granata di tornare in Serie A. Tra i sette 1-0, questo stato quello pi roboante. E in un marted senza pareggi, con tutte le gare nello stesso giorno (un evento per la B), le squadre si pongono su sponde opposte: 11 ridono e 11 piangono. Da una parte anche la Samp, dopo una gara che pu essere il bivio della stagione, e dallaltra anche il Grosseto, che dopo il discutibile esonero di Ugolotti cade per la prima volta in casa. Non pi il campionato delle mezze misure, il volto della B sembra cambiato. Questo argomento potrebbe essere messo sul tavolo oggi in Lega, in unassemblea nella quale si parler soprattutto del nuovo accordo collettivo, molto utile alle societ. La flessibilit dei contratti dei calciatori, che possono variare in caso di promozione o retrocessione, fondamentale per club del tutto svantaggiati dalla suddivisione dei diritti tv. Tra A e B, come tra B e Lega Pro, c un abisso in fatto di contributi. Con il nuovo accordo collettivo, vincere non sar pi come fare 6 al Superenalotto, e perdere non sar pi come morire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Breda (allenatore della Reggina) Il pari sarebbe stato pi giusto. La gara poteva deciderla solo un episodio e cos stato. Paghiamo lunico nostro errore

DAmbrosio gela Reggio


Il terzino nel finale firma il colpaccio Breda si ferma dopo 4 vittorie di fila
REGGINA TORINO
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORE DAmbrosio al 39 s.t. REGGINA (3-4-1-2) Kovacsik; Adejo, Emerson, Marino; DAlessandro (dal 29 s.t. Colombo), Rizzo, N. Viola (dal 34 s.t. Barill), Rizzato; Missiroli; Ragusa, Ceravolo (dal 20 s.t. Bonazzoli). PANCHINA Leone, Cosenza, Castiglia, De Rose. ALLENATORE Breda. TORINO (4-2-4) Coppola; DAmbrosio, Glik, Ogbonna, Zavagno; Basha, Iori; Stevanovic (dal 25 s.t. Darmian), Antenucci, Ebagua (dal 35 s.t. Bianchi), Vives (dal 28 s.t. De Feudis). PANCHINA Morello, Di Cesare, Pagano, Verdi. ALLENATORE Ventura. ARBITRO Candussio di Cervignano. AMMONITI Vives (T) e Iori (T) per gioco scorretto; DAlessandro (R) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 4.200, incasso di 66.135 euro; abbonati 3.863, quota di 23.548,33 euro. Tiri in porta 4-4. Tiri fuori 2-4. In fuorigioco 1-0. Angoli 6-3. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

Il gol partita di Danilo DAmbrosio, 23 anni, nel cerchietto LAPRESSE

0 1

S
Ventura (allenatore del Torino) Vittoria meritata perch voluta e cercata. Sappiamo tutti qual lobiettivo del Torino, ma lunga. Siamo sulla strada giusta

S
DAmbrosio (difensore del Torino) Sono felicissimo del gol. Alle critiche dei mesi passati ho voluto rispondere con il silenzio e il lavoro. E ora non mi voglio fermare

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CARUSO REGGIO CALABRIA

Il Toro non saccontenta. Si prende tutto quando ormai si presagiva un epilogo diverso. Non se lo aspettava soprattutto la Reggina che ormai aveva fatto la bocca al pareggio. Un modo per allungare a 6 la serie positiva condita da 4 vittorie consecutive. E un punto poteva andar bene contro la capolista. Non aveva capito, la squadra dello Stretto, che nella coda cera invece linganno della sorpresa.
Giornata no Una coda avvelena-

aver tenuto invariato il distacco dalle inseguitrici. Ventura ha una nutrita lista di indisponibili e ridisegna la sua squadra con un 4-2-4 meno offensivo del solito, in quanto costretto a mettere Vives nella posizione solitamente ricoperta da Antenucci che stavolta va al centro dellattacco con Ebagua. In qualche frangente le due vere punte rimangono pi avanzate degli esterni. Nella ripresa, un po come era accaduto anche a Nocera, il Toro si dispone anche con il 4-3-3 lasciando Vives e (pi raramente) Stevanovic sulla linea di centrocampo. Gli ospiti hanno lintelligenza di complicare la vita alla Reggina rinunciando a portare unoffensiva massiccia che potrebbe favorire gli avversari pi abituati a infilarsi in contropiede che a portare avanti un gioco manovrato. Il primo tempo di una noia indegna di una capolista e di una squadra da zona playoff. Neanche una vera occasione da gol, solo un tiro nello specchio (DAlessandro di controbalzo) senza pretese. Di emozioni, neanche a parlarne. A conti fatti un po meglio il Torino.
Il gol Pi viva la ripresa, cresce la Reggina sebbene lunica occasione sia un tentativo non riuscito di Ragusa di servire Ceravolo appostato davanti la porta, ma il pallone stoppato dal piede di Coppola. Poi le tre occasioni dei granata che si presentano davanti a Kovacsik con una bella girata nei 16 metri di Antenucci che sfiora il palo alla destra del portiere ungherese. Ci riprovano mezzora dopo con Ogbonna la cui potente conclusione da fuori respinta in tuffo dallestremo difensore. E infine a pochi passi dal traguardo il preciso cross di Zavagno e la magnifica inzuccata di DAmbrosio, ottavo granata al gol in campionato e al primo sigillo della stagione. E che sigillo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I NUMERI

4
9

le Pagelle
REGGINA 5,5
KOVACSIK 6 Un solo intervento importante su Ogbonna, prima di capitolare sullinzuccata di DAmbrosio da due passi: imparabile. ADEJO 6 Prestazione accettabile per puntualit di interventi e ordine tattico. IL MIGLIORE h 6,5 EMERSON Bella partita del brasiliano che non sbaglia un colpo e si fa apprezzare anche per alcune buone discese. MARINO 5,5 Doveva chiudere su DAmbrosio in occasione del colpo da k.o., peccato perch sera fatto apprezzare per una perfetta chiusura su Antenucci al momento del tiro. DALESSANDRO 5,5 Pi attento a coprire che ad avanzare, ma in una di queste rare occasioni spreca tentando di sgraffignare un rigore e lo fa goffamente (Colombo s.v.). RIZZO 5,5 Lavoro di argine in mezzo al campo senza riuscire a far girare la palla efficacemente. N. VIOLA 5 Sbaglia molti appoggi, anche i pi elementari, mai un lancio illuminante o un passaggio smarcante (Barill s.v.). RIZZATO 5,5 Fluidifica poco preoccupato dalle giocate di Antenucci e sul gol qualche responsabilit ce lha anche lui. MISSIROLI 5 Sta alla larga per quasi tutta la partita, capita anche ai migliori. RAGUSA 5,5 Non ha la verve delle giornate pi luccicanti, cincischia senza concludere. CERAVOLO 5 Non pervenuto. Non entra mai nel vivo della partita. BONAZZOLI 5,5 Arriva quando la serata volge al desio e lui la segue. All. BREDA 5,5 Potrebbe giocare meglio le sue carte, lapproccio alla gara non convince.

DI F.C.

TORINO 6,5
COPPOLA 6 Mai seriamente impensierito, intercetta di piede lunica insidia portata da Ragusa nel tentativo di servire Cervaolo. DAMBROSIO 6,5 Prima pensa a chiudere i varchi sul fianco sinistro dei calabresi e poi si prende la soddisfazione di firmare la partita con un bel gol di testa. GLIK 6,5 Una montagna invalicabile, attento e preciso su tutte le palle che giungono dalla sua parte.

i marcatori del Torino: alla lista si aggiunto anche DAmbrosio

i giocatori utilizzati da Ventura, che a Reggio ha fatto esordire anche De Feudis

24 7

7 OGBONNA

IL MIGLIORE

sua la conclusione pi pericolosa della gara prima del gol partita, ma soprattutto bravo a tamponare senza trascurare qualche ripartenza in velocit. ZAVAGNO 6,5 suo il traversone vincente per il gol dell1 a 0, ma determinato e attento anche in fase difensiva. BASHA 6,5 Una bella diga in mezzo al campo che non conosce pause e capisce quando il momento di accelerare o di smorzare i ritmi. IORI 6 Diligente a gestire i palloni in condominio con Basha con il quale mostra dintendersi al volo. STEVANOVIC 6 Uno stantuffo instancabile e prezioso per il gioco di Ventura. DARMIAN 6 Non fa meglio di chi lo precede ma non lo fa rimpiangere. ANTENUCCI 6 Bella girata a rete, sfiora il bersaglio: sfortunato, si d molto da fare. EBAGUA 6 Non facile marcarlo per la sua inesauribile mobilit e per limprevedibilit, gli manca solo la conclusione (Bianchi s.v.). VIVES 6 Contribuisce pienamente alla vittoria presidiando bene la sua corsia (De Feudis s.v.). All. VENTURA 6,5 Imposta la gara in modo intelligente meritando la posta in palio.

i gol subti dal Torino, miglior difesa del campionato

le vittorie del Torino (il massimo in B): 4 in casa e 6 in trasferta

10

ta proprio nel turno del campionato meno propizio, nella giornata cio in cui vincono tutti, dal Torino in gi, tranne la Reggina, appunto, che si fa superare in classifica dal Padova e avvicinare dalla Samp. I granata tornano a casa gongolanti per

TERNA ARBITRALE CANDUSSIO 6 Azzecca le decisioni pi importanti della serata. Stallone 6-Conca 6

SERIE B / 13 GIORNATA
RISULTATI
ALBINOLEFFE-ASCOLI EMPOLI-NOCERINA GROSSETO-BARI GUBBIO-CITTADELLA JUVE STABIA-VICENZA MODENA-SASSUOLO PADOVA-LIVORNO PESCARA-VARESE REGGINA-TORINO SAMPDORIA-CROTONE VERONA-BRESCIA 1-0 2-0 0-1 1-0 1-0 2-5 1-0 3-1 0-1 2-0 1-0 SQUADRE TORINO PESCARA SASSUOLO PADOVA REGGINA SAMPDORIA BARI VERONA VARESE GROSSETO LIVORNO BRESCIA CROTONE (-1) CITTADELLA GUBBIO NOCERINA JUVE STABIA (-6) MODENA ALBINOLEFFE EMPOLI VICENZA ASCOLI (-10) PUNTI 32 28 27 26 23 21 20 19 18 17 16 16 15 14 14 13 13 13 13 11 10 -1
IN CASA V N P

CLASSIFICA
PARTITE
FUORI V N P G TOTALE V N P IN CASA F S

MARCATORI
RETI
FUORI F S TOTALI F S Diff. Reti

top&flop
IL TOP

4 6 4 6 4 2 2 2 3 4 1 3 3 4 3 1 4 2 3 3 2 0

2 0 1 0 1 4 2 3 1 2 3 1 2 0 2 2 0 3 1 1 1 2

0 0 1 0 2 1 2 2 2 1 2 2 2 3 2 3 2 2 3 3 3 5

6 3 4 2 3 3 4 3 2 0 3 1 1 0 0 2 2 1 1 0 0 2

0 1 2 2 1 2 0 1 2 3 1 3 2 2 3 2 1 1 0 1 3 1

1 3 1 3 2 1 3 2 3 3 3 3 3 4 3 3 4 4 5 5 4 3

13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13 13

10 9 8 8 7 5 6 5 5 4 4 4 4 4 3 3 6 3 4 3 2 2

2 1 3 2 2 6 2 4 3 5 4 4 4 2 5 4 1 4 1 2 4 3

1 3 2 3 4 2 5 4 5 4 5 5 5 7 5 6 6 6 8 8 7 8

7 18 9 9 16 12 5 8 7 12 4 8 9 13 8 9 8 9 8 12 5 5

2 7 4 2 10 5 6 9 5 6 5 9 8 12 8 10 6 11 13 13 7 10

11 14 10 13 11 11 6 9 7 3 9 4 4 1 5 9 7 4 9 5 7 9

5 5 6 8 6 8 9 7 5 7 8 7 14 11 11 14 10 13 12

18 19

7 9

11 13 10 7 11 10 -1 0 0 2 3 -4 -3 -5

12 32 19 13 22 15 27 16 23 13 11 17 14 15 13 12 13 14 12 17 14 13 10 16 16 19

PROSSIMO TURNO
14 giornata Sabato 5 novembre, ore 15 ASCOLI-CITTADELLA CROTONE-REGGINA EMPOLI-ALBINOLEFFE LIVORNO-PESCARA NOCERINA-GROSSETO PADOVA-JUVE STABIA SASSUOLO-TORINO VARESE-MODENA VICENZA-GUBBIO Luned 7 novembre BARI-VERONA ore 19 BRESCIA-SAMPDORIA ore 21

13 22 -9 15 17 17 -2

10 18 20 -2 13 22 -9 27 -10 -8 17 23 -6 12 20 14 22 -8

9 RETI Tavano (1, Empoli); Sansovini (Pescara). 8 RETI Immobile (2, Pescara). 7 RETI Cocco (3, AlbinoLeffe). 6 RETI Castaldo (4, Nocerina); Insigne (Pescara); Ceravolo (3), Missiroli (1) e Ragusa (Reggina); Boakye (Sassuolo); Abbruscato (1, Vicenza). 5 RETI Caridi (2) e Sforzini (Grosseto); Ciofani (1, Gubbio); Dionisi (2, Livorno); Cacia e Cutolo (Padova); Bertani (1) e Pozzi (2, Sampdoria); Sansone (2, Sassuolo); Bianchi (1, Torino). 4 RETI Papa Waigo (2, Ascoli); Feczesin e Jonathas (1, Brescia); Maah (Cittadella); Catania (2) e Di Maio (Nocerina); Campagnacci (Reggina); Hallfredsson (Verona). 3 RETI Marotta (2, Bari); Alfageme (Grosseto); Danilevicius, Mbakogu e Sau (1, Juve Stabia); Greco (1, Modena); Maccarone (1, Sampdoria); Marchi e Masucci (Sassuolo); Ebagua e Sgrigna (Torino); Cellini (1) e De Luca (Varese); Ferrari (1) e Gomez (Verona).

Sansovini, grazie Zeman


Gli attaccanti di Zeman si esaltano, Sansovini ora capocannoniere del torneo e, come ha fatto ieri uscendo per la sostituzione, lo ringrazia. Anche se 12 anni fa alla Roma non lha tenuto e lha mandato al Foggia...

IL FLOP

Novellino troppo rosso


Terza espulsione di Novellino, troppo focoso. Alla sua et dovrebbe averlo capito, invece insiste e in panchina protesta troppo. Ma stavolta fa peggio: dice gli altri allenatori possono agitarsi e io no. Dai su...

Tre promozioni in serie A. Eventuali playoff tra terza, quarta, quinta e sesta se il distacco tra terza e quarta meno di 10 punti. Quattro retrocessioni in Prima divisione. Eventuale spareggio tra quartultima e quintultima se ci sono meno di 5 punti di differenza U PROMOSSE U PLAYOFF U PLAYOUT U RETROCESSE

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

SERIE BWIN 13a GIORNATA

Samp, una pacca sulla spalla


La vittoria sul Crotone arriva solo grazie a due episodi, ma fa bene al morale
SAMPDORIA CROTONE
GIUDIZIO 77 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI autorete di Abruzzese al 42 p.t.; Foti al 36 s.t. SAMPDORIA (4-4-2) Romero 6,5; Rispoli 6, Volta 6, Gastaldello 6, Castellini 5,5 (dal 44 s.t. Padalino s.v.); Foggia 6 (dal 33 s.t. Laczko 6), Obiang 6,5, Soriano 6, Semioli 6; Fornaroli 5,5 (dal 34 s.t. Foti 6,5), Bertani 6. PANCHINA Da Costa, Palombo, Maccarone, Rossini. ALLENATORE Atzori 6,5. CROTONE (4-2-3-1) Bindi 6; Correia 5, Vinetot 5,5, Abruzzese 5, Mazzotta 5; Loviso 5,5 (dal 1 s.t. Caetano 6), Eramo 6; De Giorgio 6 (dal 15 s.t. Sansone 5,5), Maiello 5, Pettinari 5,5 (dal 31 s.t. Ciano 5,5); Djuric 5,5. PANCHINA Belec, Galardo, Ligi, Ristovski. ALLENATORE Menichini 5,5. ARBITRO Gallione di Alessandria 5. GUARDALINEE Chiocchi 5 - Manzini 6. AMMONITI Correia (C), Eramo (C), Gastaldello (S), Foggia (S), Pettinari (C) e Maiello (C) per gioco scorretto. NOTE paganti 2.840, incasso di 31.560 euro; abbonati 17.042, quota di 101.597,08 euro. Tiri in porta 6-2. Tiri fuori 6-1. In fuorigioco 6-3. Angoli 12-0. Recuperi: p.t. 0, s.t. 5.

no il tentativo di Loviso ed Eramo di fare filtro davanti alla difesa, di fronte alla rabbia sampdoriana.
Uno-due Il gol delluno a zero

2 0

FILIPPO GRIMALDI GENOVA

dare in campo offrendo messaggi diversi.


La chiave Dopo tre vittorie con-

Intendiamoci: non la panacea, questo due a zero su un Crotone troppo arrendevole e sfortunato (luno a zero su autogol, il raddoppio viziato da un fuorigioco), ma si tratta comunque di un successo pesante per il morale di una Sampdoria rivoluzionata negli uomini (fuori il capitano Palombo e Maccarone) e nello spirito, oltre che per un Atzori che era a forte rischio-esonero dopo lo scempio di Nocera (come lo ha definito a fine gara il diesse blucerchiato Sensibile). Di pi: Bertani e compagni non vincevano in casa dal 4 settembre scorso, unico successo delle precedenti tredici gare al Ferraris, e pure questo rappresenta un altro fantasma cancellato. Non cosa da poco: Anche se ha detto ancora Sensibile adesso siamo ancora pi incazzati, avendo visto quanto poco bastasse per an-

La gioia dei giocatori Samp dopo il vantaggio LAPRESSE

secutive alle spalle (e dieci punti nelle ultime quattro gare), il Crotone si improvvisamente smarrito per strada. Menichini ha escluso che la colpa sia stata del turnover attuato dopo il successo sul Padova, ma di fatto i calabresi hanno concluso ben poco nellarco della gara, affidandosi troppo spesso ai lanci lunghi per Djuric. La Samp, invece, riuscita a trasformare in energia positiva la tensione accumulata negli ultimi giorni, in un clima inizialmente tuttaltro che favorevole. Lo striscione Rispettate la nostra maglia stato un chiaro messaggio dello stato danimo della gente, ma alla fine le scelte coraggiose di Atzori verso una squadra-baby, a met fra logica (Castellini per Costa, Soriano per Bentivoglio) e azzardo (Obiang per Palombo, Fornaroli per Maccarone), hanno dato frutto. Va-

IL D.S. SENSIBILE

d
S

Siamo ancora pi incazzati, avendo visto quanto poco bastasse per offrire messaggi diversi. I tifosi a loro modo hanno richiamato allordine i ragazzi. Questo campionato non ci appartiene: dobbiamo solo trovare il bandolo della matassa

arrivato a fine primo tempo, subito dopo che Atzori aveva invertito i due esterni di centrocampo, e proprio Foggia dalla sinistra ha tentato di servire Bertani, sciaguratamente anticipato da Abruzzese. Da l in poi, la Samp ha iniziato a respirare, giocando una ripresa tutta dattacco, reclamando a ragione un rigore per un fallo di Vinetot su Bertani e realizzando il bis con Foti (sette minuti in campo in questa stagione prima della gara di ieri...), dopo un lancio di Obiang per Bertani, scattato in fuorigioco. Ma questo ha chiuso signorilmente Menichini nulla toglie alla grande prestazione della Sampdoria. Che signore. In tribuna cera anche Gian Piero Gasperini, al Crotone in B dal 2003 al 2006 .
RIPRODUZIONE RISERVATA

h 6,5 il migliore
OBIANG (Sampdoria) Giovent al potere. A 19 anni comanda con qualit e dinamismo la mediana

VITTORIA ESTERNA CAPUTO STENDE IL GROSSETO

SVOLTA NEL FINALE CORIONI D FIDUCIA A SCIENZA

LA SORPRESA PRIMO GOL DI SCOGNAMIGLIO

Colpo del Bari Flop di Giannini E Camilli tuona


GROSSETO BARI
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORE Caputo al 46 p.t. GROSSETO (4-2-3-1) Narciso 6,5; Antei 5,5, Padella 5,5 (dal 6 s.t. Petras 6), Olivi 5,5, Giallombardo 6; Zanetti 6, Crimi 6; Alessandro 5 (dal 25 s.t. Gerardi 5,5), Moretti 5 (dal 9 s.t. Ronaldo 5), Mancino 5; Sforzini 5,5. PANCHINA Lanni, Bianco, Asante, Mancini. ALLENATORE Giannini 5. BARI (4-3-3) Lamanna 6,5; Crescenzi 6, Ceppitelli 7, Dos Santos 7, Garofalo 7; Rivaldo 6,5, Donati 7,5, Scavone 6,5; Defendi 7 (dal 41 s.t. Forestieri 4,5), Marotta 6 (dal 6 s.t. De Paula 6), Caputo 7 (dal 33 s.t. De Falco s.v.). PANCHINA Koprivec, Sini, Masi, Stoian. ALLENATORE Torrente 7. ARBITRO Giancola di Vasto 6. GUARDALINEE Tasso 6 - Avellano 6. ESPULSO Forestieri al 47 s.t. per proteste. AMMONITI Sforzini (G) per comportamento non regolamentare; Mancino (G), Giallombardo (G), Antei (G), Olivi (G), Crescenzi (G) e Gerardi (G) per gioco scorretto; Caputo (B) per proteste. NOTE paganti 864, incasso di 11.658,50 euro; abbonati 1.215, quota di 18.101,94 euro. Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 5-3. In fuorigioco 5-5. Angoli 3-5. Recuperi: p.t. 1, s.t. 5.

Pichlmann-gol La Juve Stabia Verona in delirio come un treno Brescia jellato Brutto Vicenza
VERONA BRESCIA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORE Pichlmann al 43 s.t. VERONA (4-3-3) Rafael 7; Cangi 5,5, Mareco 5,5, Maietta 6,5, M. Scaglia 6; Russo s.v. (dall11 p.t. Doninelli 5,5), Esposito 6, Hallfredsson 6; DAlessandro 6 (dal 38 s.t. Mancini s.v.), Ferrari 5 (dal 38 s.t. Pichlmann 7), Gomez 6,5. PANCHINA Nicolas, Ceccarelli, Pugliese, Jorginho. ALLENATORE A. Mandorlini 6,5. BRESCIA (4-3-2-1) Leali 6; Zambelli 6, Magli 5,5, De Maio 6, Dallamano 5,5 (dal 38 p.t. M. Mandorlini 6); El Kaddouri 6,5, Budel 6, Paghera 6 (dal 29 s.t. Salamon 5,5); L. Scaglia 6,5 (dal 19 s.t. Vass 5,5), Juan Antonio 6,5; Feczesin 6,5. PANCHINA Arcari, Ramos Martinez, Cordova, Maccan. ALLENATORE Scienza 6,5. ARBITRO Ostinelli di Como 6,5. GUARDALINEE Ciancaleoni 6 - Longo 6. AMMONITI Zambelli (B), Doninelli (V) e Salamon (B) per gioco scorretto; Pichlmann (V) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 2.910, incasso di 50.560 euro; abbonati 10.543, quota di 97.317 euro. Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 7-5. In fuorigioco 2-1. Angoli 6-6. Recuperi: p.t. 2, s.t. 3.

0 1

h 7,5 il migliore
DONATI (Bari) Fa la differenza per esperienza, carisma e posizione. Guida spirituale

1 0

ne dedicata a Paolo Scaroni (invalido dal 2005 a seguito degli scontri con la polizia). Esulta Mandorlini: nel giorno dellesordio con gli avversari del figlio Matteo (Quando ho visto che entrava, volevo andare ad abbracciarlo... Per me come un doppio successo), ritrova la vittoria in casa, mancava dal 4 settembre, grazie a un giocatore finora ai margini. E pu alzare la testa: playoff a 2 punti, luned a Bari prova di maturit.
Corioni non cambia Aria pesan-

JUVE STABIA VICENZA


GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORE Scognamiglio al 18 s.t.

1 0

il migliore

h 7,5

CAZZOLA (Juve Stabia) Qualit e quantit: suo lassist per Scognamiglio, poi fa tremare la traversa

JUVE STABIA (4-4-2) Colombi 6,5; Maury 6, Molinari 6, Scognamiglio 6,5, Di Cuonzo 6; Raimondi 6 (dal 12 s.t. Danilevicius 5,5), Cazzola 7,5, Scozzarella 6,5, Zito 7 (dal 16 s.t. Tarantino 6); Mbakogu 6,5, Sau 6 (dal 24 s.t. Baldanzeddu 6). PANCHINA Seculin, Erpen, Biraghi, Mezavilla. ALLENATORE Braglia 7. VICENZA (4-3-3) Frison 6,5; Gavazzi 5, Martinelli 5,5, Augustyn 5, Bastrini 6 (dal 15 s.t. Giani 6); Rigoni 5,5, Paro 6 (dal 19 s.t. Paolucci 5,5), Soligo 5; Tulli 5,5 (dall8 s.t. Mustacchio 6), Baclet 5, Botta 5,5. PANCHINA Acerbis, Misuraca, Abbruscato, Rossi. ALLENATORE Cagni 5,5. ARBITRO Di Paolo di Avezzano 6. GUARDALINEE Marrazzo 6 Boiano 6. AMMONITI Scozzarella (JS), Augustyn (V) e Cazzola (JS) per gioco scorretto. NOTE paganti 1.431, incasso di 20.747 euro; abbonati 1.606, quota di 20.500 euro. Tiri in porta 2-2. Tiri fuori 6-2. In fuorigioco 2-0. Angoli 12-4. Recuperi: p.t. 0, s.t. 4'.

DAL NOSTRO INVIATO

GAETANO IMPARATO GROSSETO

roba, tranne il gol tutto il resto noia. Tant che la rete del Bari arriva sul fischio del riposo: Defendi sfonda a destra, mette il pallone in mezzo, e Caputo quasi dal discetto colpisce in girata, di destro, battendo Narciso. Grosseto invocava un penalty (Donati leva palla a DAlessandro in modo pulito al 34 p.t.) e la ripresa un assalto confusionario cercando il pari. Sui taccuini tre azioni gol per parte: Mancino, Alessandro, Sforzini in spaccata contro De Paula su punizione, Caputo e Scavone.
Manovre Giannini ha cambiano

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CENITI VERONA

Gli restituisco i soldi dellabbonamento e gli regalo un viaggio alle Hawaii, ma chi fischia si levi dalle scatole o vada a vedere il Livorno. Mi vergogno di questa gente. Il Comandante Camilli, presidente del Grosseto, inviperito per i mugugni di piazza. Ma troppo esperto ed onesto per non ammettere che i problemi esistono: fisici, tattici, poca rabbia e scarso mordente. Il Grosseto perde la sfida playoff per queste lacune e rende amaro il debutto del Principe Giannini: ma in pochi giorni non poteva fare miracoli. Laspetta un lavoro lungo, articolato, difficoltoso.
La chiave Il primo tempo poca

modulo: 4-2-3-1, Moretti dietro Sforzini (un inedito), sostituito in quel compito poi da Zanetti, rilanciato titolare. Torrente, invece, torna al 4-3-3 e frena con un blitz la striscia di due stop in fila: gara astuta e, senza smanie da mago, ipoteca la vittoria arretrando Donati (dal 30 s.t.) perno centrale di difesa nel 5-3-2 col quale chiude la gara. Duello tra torri, Donati contro Sforzini. Quella di Torrente lintuizione giusta, sarrabbia solo con Forestieri, in campo da 5, espulso per una parolaccia allarbitro a gara quasi finita. Sar multato, per ora s gia beccato lo shampoo dal tecnico, da restare a capelli dritti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ci pensa un austriaco quasi dimenticato a scaldare Verona: bastano 5 a Thomas Pichlmann per mandare, a un amen dal fischio finale, allinferno il Brescia (5a sconfitta di fila) a cui stava stretto persino il pari. Un sinistro a giro, perfido e quasi al replay: per un paio di secondi i 12 mila del Bentegodi hanno smesso di respirare e osservato in silenzio la parabola del tiro decisivo che sembrava non voler mai planare, prima di morire sotto lincrocio. Poi stata festa per lintero stadio, tranne per i circa 200 tifosi ospiti, arrivati nonostante un tardivo divieto di trasferta emesso ieri mattina per paura dincidenti dopo il no alla manifestazio-

te, invece, respira Scienza: Non temo per la panchina. E poi: vi sembriamo in crisi?. Non ha tutti i torti: a Verona il Brescia ha gestito la partita, creando le palle gol pi importanti (Rafael strepitoso su Scaglia e Feczesin). Ma alla fine ha raccolto zero, come accade da troppo tempo, anche per le debolezze dellattacco. Adesso bisogna capire che cosa vuole la societ: se basta far crescere i giovani, salvarsi e aspettare tempi migliori, non ha senso cambiare. E il presidente Corioni (ieri per la prima volta al seguito) sembra, al momento, assecondare questa ipotesi: Non esonero un tecnico per i risultati negativi, ma solo se non ha la squadra dalla sua parte: non il nostro caso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ro. Del tutto incomprensibile la scelta di Cagni di lasciar fuori Abbruscato e Misuraca, con Paolucci gettato nella mischia solo a risultato compromesso.
La chiave La Juve Stabia vince la partite sulla sua fascia sinistra dove Zito fa il bello e cattivo tempo contro Soligo e Gavazzi. E nel secondo tempo Braglia si traveste anche da stratega, cambiando un paio di volte il modulo con un 4-3-3 super offensivo con Mbakogu come interno mancino di centrocampo. Il bunker vicentino gi vicino al tracollo intorno alla mezzora, quando un tambureggiante assedio giallobl, durato tre minuti e quattro angoli consecutivi, vede prima Sau, poi Maury ed infine Cazzola sfiorare il vantaggio. Dopo lintervallo non cambia linerzia e al decimo angolo il piattone di Scognamiglio beffa Frison sottomisura. Sullultima azione del Vicenza, Martinelli di testa costringe ad un miracolo Colombi, seguito in tribuna dal d.g. Marino dellAtalanta. Il lutto Ieri pomeriggio si spen-

GIANPAOLO ESPOSITO CASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli)

h7 il migliore
PICHLMANN (Verona) Luomo della provvidenza si alza dalla panchina e inventa il gol da tre punti

Non fosse per la penalizzazione la Juve Stabia volerebbe in classifica a ridosso della zona playoff. Il fortino innalzato dal Vicenza di Cagni resiste solo fino a met ripresa quando Scognamiglio mette a segno il suo primo gol in B sfruttando un angolo di Tarantino ed un successivo assist di Cazzola. Una squadra in piena salute quella giallobl, alla quarta vittoria casalinga di fila. Lintelligente turnover attuato da Braglia, dopo la sconfitta di Varese, regala freschezza alla squadra che domina dal primo allultimo minuto un Vicenza (che in questo campionato ha sempre subito almeno una rete) troppo brutto per essere ve-

to per malattia lavvocato Lugi Arena, figura di spicco del tifo vicentino: stato presidente del centro coordinamento club biancorossi dal 1998.
RIPRODUZIONE RISERVATA

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

SERIE BWIN 13a GIORNATA

Pescara, altro show Sansovini superstar


Doppietta dellattaccante e rete di Kone: Varese k.o. Zeman eguaglia il suo record di vittorie di fila: sono 5
PESCARA VARESE 3 1
attacco stratosferico, 32 gol, con spettatore inconsueto il presidente del Coni, Gianni Petrucci. E Zeman che eguaglia il suo record di vittorie consecutive, 5, come con la Lazio in A nel 1994-95 e con la Salernitana in B nel 2001-02. Ma in quei casi le serie arrivarono nel girone di ritorno. Adesso, sembra che Zeman abbia accelerato i tempi della realizzazione della sua opera.
La chiave Eppure, il primo tempo una sofferenza, complice anche un arbitro che concede tutto ai varesini e castiga pignolescamente i pescaresi, a favore dei quali fischia la prima punizione addirittura al 38. Comportamento che poi cambia nelGIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Sansovini (P) al 20, De Luca (V) al 29 p.t.; Kone (P) al 23, Sansovini (P) al 26 s.t. PESCARA (4-3-3) Pinsoglio 5,5; Zanon 5,5, Romagnoli 6, Capuano 5,5, Balzano 6; Kone 6 (dal 27 s.t. Soddimo 6), Verratti 6,5, Cascione 7; Sansovini 7,5 (dal 28 s.t. Gessa 6,5), Maniero 5,5, Insigne 7. PANCHINA Cattenari, Petterini, Bacchetti, Nicco, Giacomelli. ALLENATORE Zeman 7. VARESE (4-4-2) Bressan 6; Cacciatore 5,5, Troest 6, Terlizzi 6, Grillo 5,5; Zecchin 5,5 (dal 28 s.t. Cellini 5,5), Corti 5, Kurtic 6, Carrozza 5,5 (dal 21 s.t. Lepore 5,5); De Luca 6,5, Neto Pereira 5 (dal 15 s.t. Martinetti 5,5). PANCHINA Moreau, Pucino, Camisa, Filipe. ALLENATORE Maran 5,5. ARBITRO Tommasi di Bassano 5. GUARDALINEE Masotti 7 - Manna 7. AMMONITI Sansovini (P), Insigne (P), De Luca (V), Zecchin (V) e Cacciatore (V) per gioco scorretto; Romagnoli (P) e Kone (P) per comportamento non regolamentare; Terlizzi (V) e Neto Pereira (V) per proteste. NOTE paganti 12.495, incasso di 117.034 euro; abbonati 2.882, quota di 15.590,41 euro. Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 3-2. In fuorigioco 2-3. Angoli 5-3. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

I NUMERI DELLA B

le reti: eguagliato il minimo stagionale dell8 giornata. Minimo assoluto per quelle in trasferta, 8: alla 14 erano 9

Magia di Cutolo 22 Il Padova in casa non perde colpi


PADOVA LIVORNO
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORE Cutolo al 18 p.t. PADOVA (4-3-3) Perin 6; Donati 6, Schiavi 6, Legati 6, Renzetti 6,5; Bovo 6 (dal 18 s.t. Jidayi 5,5), Milanetto 6 (dal 23 s.t. Italiano 6), Cuffa 6 (dal 33 s.t. Osuji s.v.); Cutolo 7,5, Ruopolo 6, Lazarevic 7. PANCHINA Cano, Portin, Drame, Cacia. ALLENATORE Dal Canto 7. LIVORNO (4-3-3) Bardi 7,5; Meola 5,5 (dal 1 s.t. Schiattarella 7), Bernardini 6, Perticone 6, Salviato 5; Filkor 6 (dal 16 s.t. Bigazzi 6), Genevier 6,5, Luci 6; Rampi 5,5, Paulinho 5 (dal 24 s.t. Piccolo 6), Dionisi 6. PANCHINA Mazzoni, Remedi, Prutsch, DellAgnello. ALLENATORE Novellino 5,5. ARBITRO Giacomelli di Trieste 6,5. GUARDALINEE Crispo 6 - Vivenzi 6. ESPULSI il tecnico Novellino (L) al 30 p.t. AMMONITI Cuffa (P), Milanetto (P), Perticone (L), Ruopolo (P) e Jidayi (P) per gioco scorretto; Genevier (L) e Dionisi (L) per proteste. NOTE paganti 3.393, incasso di 33.961 euro; abbonati 4.487, quota non comunicata. Tiri in porta 6-2. Tiri fuori 2-7. In fuorigioco 3-4. Angoli 7-6. Recuperi: p.t. 2, s.t. 3.

RISCATTO LIVORNO K.O. E NOVELLINO ANCORA ESPULSO

1 0

i pareggi: era gi successo alla 4 (5 vittorie in casa e 6 fuori)

le doppiette: di Boakye, Sansone, Sansovini, Tavano. Quattro anche alla 4

se. Il Padova prova a comandare, ma il centrocampo stenta a costruire: Milanetto pensa ma passeggia, Bovo e Cuffa corrono ma senza molta lucidit. Dal Canto, che li vede alla frutta, nel secondo tempo e in momenti diversi li cambier tutti e tre. E allora, prodezza di Cutolo a parte, il valore aggiunto diventa Lazarevic, talento sloveno di 21 anni, rapido di testa e di gambe: vero, sbaglia il contropiede che potrebbe chiudere la partita, anche se Bardi in uscita bravissimo a chiudergli lo spazio. Ma poi, quando Renzetti comincia a spingere dalla sua parte, diventa quasi imprendibile.
Lira di Walter La partita di Novellino dura mezzora. Lui non gradisce (eufemismo) la terza espulsione stagionale, la seconda di fila: Stavo solo dicendo a Dionisi di giocare, non di protestare. E umiliante essere buttato fuori da un arbitro di 30 anni. Poi la frecciatina: Se Conte fa queste cose, un sanguigno. Se le faccio io, sono un casinista. Polemiche a parte, il Livorno sintorciglia su se stesso, paga troppi errori individuali, come quelli di Paulinho. Questa squadra mi porta male, aveva detto in estate ripensando alla prima, fallimentare esperienza. Tipico esempio di autogufata. Il bilancio a oggi di due pali, un rigore sbagliato e un numero non ben precisato di gol mangiati. Le cose migliorano con Schiattarella: linedito 4-3-3 ha una scossa, trova pi spinta e pi velocit. Ma non basta per il pareggio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h 7,5 il migliore
SANSOVINI (Pescara) Due gol, il secondo dei quali da campione, pi lappoggio a Kone per il 2-1

DAL NOSTRO INVIATO

GENNARO BOZZA PESCARA

Lo splendore e lorrore, nella stessa partita, ma alla fine prevalgono i meriti di chi, pur sbagliando molto, interpreta il calcio come gioia e bellezza, di chi crea spettacolo. Stavolta, il Pescara deve faticare pi che in altre occasioni, perch ha di fronte un Varese duro e scorbutico, ma lopera di erosione, lenta e costante, finisce col disintegrare questo muro di roccia. Cos, la chiusura in gloria: Sansovini supereroe e capocannoniere, il Pescara al sesto successo in casa in altrettante gare e ancora da solo al secondo posto, senza parlare del suo

la ripresa, quando Tommasi diventa cattivo con tutti, alla pari. Gioco, comunque, quasi zero. Solo un lampo del Pescara, al 20, con unazione bellissima: Cascione a Maniero, che difende la palla e la rid a Cascione che lappoggia a Sansovini per un facile gol. Questo lo splendore. Lorrore arriva al 29: palla regalata a De Luca, il migliore dei suoi, uscita fuori tempo di Pinsoglio, palla che va lenta verso la rete, Capuano pu intercettarla facilmente, ma, inspiegabilmente, la lascia sfilare in rete. Il Varese chiude i varchi e per poco non raddoppia, con Carrozza al 30 che, solo in area, manda fuori.
Il risveglio Cascione e Insigne

Marco Sansovini, 31 anni, capitano del Pescara: con la doppietta al Varese va in testa alla classifica marcatori (con Tavano) a 9 reti
LAPRESSE

aprono varchi nel Varese. Insigne si inventa un paio di dribbling, palla a Sansovini che fa da sponda per Kone e questultimo, in ombra per tutta la gara, si gira e segna. E una liberazione per il Pescara, che, alleggerito nel risultato e nellanima, crea un piccolo gioiello. Lancio lunghissimo di Insigne da sinistra, Sansovini arriva da destra e fa tutto al volo, controllo e tiro nellangolo opposto. Le sofferenze sono dimenticate, il campo magicamente si allarga, il Pescara si avvicina di nuovo al gol. Resta il tempo per una reazione dorgoglio del Varese, tentativi di Martinetti e De Luca respinti da Pinsoglio, poi lapoteosi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

il punteggio pi gettonato nella giornata, mai 5 partite sono finite con lo stesso punteggio. E altri due 1-0 sono arrivati in trasferta

1-0

DAL NOSTRO INVIATO

GUGLIELMO LONGHI PADOVA

le squadre imbattute in casa: caduto il Grosseto, restano Torino, Pescara e Padova

Cambia lorario, non labitudine: sei vittorie su sei allEuganeo. Il Padova salta il pranzo, torna a correre, cancella lo stop di Crotone, ma fatica e molto, perch il Livorno, nervoso come il suo allenatore, gli complica la vita fino allultimo. Dal Canto lascia Cacia in panchina e parte con Ruopolo centravanti, Cutolo e Lazarevic esterni. Scelta logica, perch il doppio centravanti, di per s un azzardo tattico, diventa controproducente se manca la condizione fisica. Lo splendido gol di Cuotolo (girata al volo di sinistro su lancio di Renzetti, male Salviato che salta a vuoto) arriva in tempi brevi e facilita le co-

h 7,5 il migliore
BARDI (Livorno) Tre parate strepitose: 19 anni e un grande futuro davanti. Come Perin

RITORNO AL SUCCESSO DOPPIETTA DEL CAPITANO: CADE LA NOCERINA

SFIDA SALVEZZA DECIDE GERMINALE: QUINTA SCONFITTA DI FILA PER LASCOLI

Ci pensa Tavano LEmpoli respira


EMPOLI NOCERINA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORE Tavano al 40 p.t. e al 34 s.t. EMPOLI (4-4-2) Pelagotti 6,5; Vinci 6, Ficagna 6 (dal 20 s.t. Mori 6), Stovini 6,5, Regini 6; Saponara 7, Guitto 6,5, Signorelli 6,5, Lazzari 6,5 (dal 24 s.t. Tonelli 6); Tavano 7,5, Mchedlidze 6 (dal 29 s.t. Dumitru 5,5). PANCHINA Dossena, Gorzegno, Bianchi, Cesaretti. ALLENATORE Pillon 7. NOCERINA (3-4-3) Gori 5,5; Pomante 6, De Franco 5,5, Di Maio 6; Del Prete 6 (dal 1 s.t. Scalise 6), Marsili 6,5, Bruno 5,5, Donnarumma 6,5; Caturano 5,5 (dal 1 s.t. Castaldo 6), Plasmati 5,5 (dal 1 s.t. Catania 6), Farias 6,5. PANCHINA Russo, Nigro, Alcibiade, Sacilotto. ALLENATORE Auteri 5,5. ARBITRO Massa di Imperia 5,5. GUARDALINEE Paganessi 6 Di Francesco 6. AMMONITI Saponara (E), Bruno (N) e Tonelli (E) per gioco scorretto; Vinci (E) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 1.412, incasso di 8.907,50 euro; abbonati 1.474, quota di 7.086,53 euro. Tiri in porta 4-2. Tiri fuori 1-3. In fuorigioco 2-0. Angoli 0-0. Recuperi: p.t. 2, s.t. 2.

2 0

GIACOMO CIONI EMPOLI (Firenze)

sempre pericoloso, meno Plasmati e lex Caturano. Pelagotti si supera sullattaccante brasiliano di propriet del Chievo. Ma subito dopo, al 40, Tavano viene imbeccato con un cross dellottimo Saponara, e di controbalzo segna in diagonale. Bel gol che per non doma la Nocerina.
Cambi giusti A inizio ripresa Au-

LAlbinoLeffe va Castori, finita


ALBINOLEFFE ASCOLI
GIUDIZIO 77 PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORE Germinale al 7 p.t. ALBINOLEFFE (4-2-3-1) Offredi 6; Luoni 6, DAiello 6, Bergamelli 6, Piccinni 6,5; Previtali 6,5, Hetemaj 6; Pacilli 6,5 (dal 31 s.t. Cisse s.v.), Laner 6,5, Cristiano 6 (dal 25 s.t. Girasole s.v.); Germinale 6,5 (dal 46 s.t. Daffara s.v.). PANCHINA Chimini, Lebran, Torri, Regonesi. ALLENATORE Fortunato 6,5. ASCOLI (4-2-3-1) Guarna 6,5; Ciofani 6 (dal 29 p.t. Beretta 6), Andelkovic 6, Giovannini 6, Faisca 6; Pederzoli 6, Di Donato 6,5; Gazzola 6, Sbaffo 6 (dal 12 s.t. Falconieri 6), Papa Waigo 5,5; Romeo 5,5 (dal 25 s.t. Soncin s.v.). PANCHINA Maurantonio, Vitiello, Parfait, Tamburini. ALLENATORE Castori 5,5. ARBITRO Di Bello di Brindisi 6. GUARDALINEE Citro 6 Vicinanza 6.

la squadra che ci ha provato di pi, ma lAlbinoLeffe, oltre al gol segnato, ha avuto almeno un altro paio di spunti di rilievo mentre Offredi ha svolto solo ordinaria amministrazione.
Lampo decisivo LAscoli ha finito con lesercitare un discreto possesso palla ma si costantemente smarrito al limite dei sedici metri. Questo anche quando Castori passato al 4-4-2 inserendo Beretta, un ex, al posto di Ciofani. Dopo sette minuti di gioco il gol partita, una delle poche cose belle della gara. Tacco smarcante di Cristiano per Piccinni e cross di questultimo dal fondo per lo stacco di testa di Germinale. Un lancio in profondit di Pacilli per Germinale, che non ci arriva, al 15 e un tiro di Laner, centrale, al 19 sono gli altri spunti del primo tempo. Nella ripresa ricordiamo solo un tiro di Laner al 6 neutralizzata da una gran parata di Guarna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1 0

FULVIO FACCI BERGAMO

Se questa sia la gara della svolta lo si vedr solo sabato in casa contro lAlbinoLeffe. Intanto lEmpoli incassa, con la Nocerina, una vittoria che mancava da oltre un mese: 3-2 alla Reggina, era fine settembre e cera Aglietti in panchina.
Riecco Tavano Un successo che porta la firma di Ciccio Tavano: tiro al volo di sinistro e punizione col suo destro a girare. Due gol pesanti che lo riportano in testa alla classifica marcatori, ma soprattutto una doppietta che restituisce un po di serenit a una squadra ormai timorosa dopo 8 sconfitte. Pillon si gode anche il suo primo successo dopo 3 stop e due pareggi. Insomma con la Nocerina lEmpoli torna a respirare. E se la prestazione non stata eccezionale poco importa. I campani spingono e tengono palla sulle ali del 4-2 alla Samp. Farias

teri stravolge tutto con tre cambi dagli spogliatoi. Mossa che, con Castaldo e Catania rende ancora pi pericolosa la Nocerina. Ma sulle loro conclusioni sempre pronto Pelagotti che salva il risultato in almeno due occasioni. Ancora un affondo di Saponara, fermato da Bruno, d lopportunit a Tavano di chiudere i conti. La sua punizione dai 25 metri angolata, ma Gori ci mette del suo ed il 2-0 definitivo. Se lEmpoli sia davvero risorto troppo presto per dirlo. Intanto lo schema vincente chiaro: palla a Tavano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h 7,5 il migliore
TAVANO (Empoli) Non soltanto la doppietta, ma una prestazione generosa anche in difesa

AMMONITI Gazzola (As) per gioco scorretto; Papa Waigo (As) e Soncin (As) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 544, incasso di 2.791 euro; abbonati 1.354, quota di 3.285 euro. Tiri in porta 3-1. Tiri fuori 4-8. In fuorigioco 3-2. Angoli 5-2. Recuperi: p.t. 1, s.t. 3.

Per la seconda volta in campionato lAlbinoLeffe non subisce gol ed vittoria: 1-0 come era accaduto col Padova. Della rara e ritrovata sicurezza difensiva ne ha fatto le spese lAscoli (quinta sconfitta consecutiva) che oggi dovrebbe divorziare da Castori: Massimo Silva possibile sostituto. LAscoli ha avuto a disposizione oltre 80 di gioco per rimontare il gol messo a segno da Germinale al 7 (prima rete in B) ma non mai stato realmente pericoloso. E questo finisce per legittimare il successo di misura dei bergamaschi. La vittoria contribuisce a puntellare la posizione di Fortunato mentre quella di Castori rimane in discussione. Di certo la differenza tra la prestazione delle due squadre non stata abissale e il gioco espresso complessivamente stato su valori piuttosto modesti: si pu dire che abbia vinto

h 6,5 il migliore
PICCINNI (AlbinoLeffe) Suo lassist, sue tante sgroppate in fascia e una buona guardia difensiva.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

SERIE BWIN 13a GIORNATA

Sassuolo pigliatutto Il Modena travolto


Clamorosa vittoria nel derby Boakye e Sansone irresistibili E ora Pea aspetta il Torino
DAL NOSTRO INVIATO

IL FILOTTO IL CITTADELLA CEDE ALLO SCADERE

Gubbio, con Simoni non si cade pi Boisfer da tre punti


EURO GRILLI GUBBIO (Perugia)

GUBBIO CITTADELLA
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORE Boisfer al 44 s.t.

1 0

Gianluca Sansone, 24 anni, prima stagione a Sassuolo: sale a 5 gol SESTINI


Sassuolo immaginifico In un colpo solo, il Sassuolo passa da squadra cinica, per lottimizzazione dei pochi gol segnati prima di questo derby, a immaginifica, per il volume di occasioni, gioco e reti espresso in 90. Il nuovo cambio di modulo, con la conferma della difesa a tre e labbondanza del centrocampo a cinque, premia le letture di Pea che vince largo anche la sfida tattica con Bergodi. Sansone apre le danze con una punizione velenosa che rimbalza davanti a Caglioni e sinsacca beffarda. Poi Sansone continua il suo show guadagnando e infilando un rigore furbo che vale il raddoppio, quindi nel recupero Boakye manda al bar Ciaramitaro e Perna chiudendo lo slalom con un fendente sul palo di Caglioni, ancora una volta poco reattivo. Nella ripresa Sansone brucia la sua fascia fino alla linea di fondo per favorire con un assist al bacio il poker di Boakye, infine il neoentrato Masucci completa la cinquina con uninfilata di 30 metri e rasoterra da scuola del calcio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Modena indifeso Subito i giallo-

ANDREA TOSI MODENA

Il settimo derby della Ghirlandina verr ricordato come il pi sbilanciato nella breve storia della sfida del calcio modenese tanto il divario di gioco e occasioni che divide le due squadre, guardando al dominio in lungo e in largo del Sassuolo, padrone indiscusso della partita. La squadra di Pea trasforma la gara ufficiale in un comodo allenamento, quasi una passeggiata di salute dopo il triplo vantaggio maturato allintervallo. Le doppiette di Sansone e Boakye e lassolo di Masucci sono cinque squilli lanciati al Torino che sabato prossimo verr qui per il match-clou della categoria. Viceversa, per il Modena il risultato un incubo che mette sotto accusa tutta la squadra e anche la panchina perch la posizione Bergodi, dopo quattro risultati utili, torna in bilico e la trasferta di Varese pu diventare il crocevia della stagione.

bl rischiano grosso perch il mediocre Tozzi, rimasto a 40 metri dallazione, non giudica da rigore e da rosso unaffondata di Turati su Sansone. Ma poi la difesa groviera viene bucata a piacimento. Caglioni sbaglia sulla punizione dello 0-1, Carini provoca il penalty (peraltro molto generoso e fischiato per compensazione) del raddoppio, poi arriva il tris su contropiede. Ma tutto il Modena fa acqua e i sigilli di Greco (colpo di testa da punizione) e Fabinho nel recupero non salvano nulla. Cos la curva contesta Bergodi e i giocatori, mentre in sala stampa monta il nervosismo del capitano Perna che dopo un alterco con un paio di cronisti fa unautocritica: Chiediamo scusa a tutti, abbiamo fatto schifo.

MODENA SASSUOLO
GIUDIZIO 777 PRIMO TEMPO 0-3

2 5

Ma non chiamatela zona Simoni. Perch se Ciofani a Livorno, con la complicit del portiere Bardi, ha firmato il gol dell1-1 nel recupero e se Boisfer contro il Cittadella ha azzeccato in mischia la zampata vincente a 1 dalla fine una coincidenza, dice lesperto tecnico. Nonno Gigi per sorride. Quello che da un paio di settimane diventato il suo Gubbio e ha conquistato 7 punti in 3 partite sembra aver ritrovato un grande carattere. Dote indispensabile per rincorrere la salvezza.
Partita a scacchi Foscarini chie-

GUBBIO (4-1-4-1) Donnarumma 6,5; Bartolucci 6, Cottafava 6, Benedetti 6, Caracciolo 6; Boisfer 7; Bazzoffia 6 (dal 26 s.t. Mario Rui 6), Sandreani 6, Raggio Garibaldi 6 (dal 21 s.t. Almici 6), Graffiedi 6,5 (dal 32 s.t. Ragatzu s.v.); Ciofani 6. PANCHINA Farabbi, Gerbo, Paonessa, Mendicino. ALLENATORE Simoni 6,5. CITTADELLA (4-3-3) Cordaz 6; Vitofrancesco 6,5, Martinelli 6, Gasparetto 6, Scardina 6; Branzani 6 (dal 45 s.t. Bellazzini s.v.), Baselli 6, Busellato 6; Di Roberto 6 (dal 32 s.t. Job s.v.), Di Carmine 5,5, Di Nardo 6 (dal 34 p.t. Maah 6). PANCHINA Pierobon, Gorini, Martignago, Carra. ALLENATORE Foscarini 6. ARBITRO Baratta di Salerno 6,5. GUARDALINEE Argiento 6,5 Pegorin 6,5. AMMONITI Vitofrancesco (C), Baselli (C), Cottafava (G) e Benedetti (G) per gioco scorretto; Scardina (C) e Sandreani (G) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 1.065, incasso di 10.615 euro; abbonati 2.475, quota di 18.536 euro. Titi in porta 4 (con una traversa)5. Tiri fuori 3-4. In fuorigioco 3-1. Angoli 3-6. Recuperi: p.t. 2, s.t. 5.

MARCATORI Sansone (S) al 13 e su rigore al 31, Boakye (S) al 46 p.t.; Boakye (S) al 7, Greco (M) al 23, Masucci (S) al 33, Fabinho (M) al 47 s.t. MODENA (4-4-2) Caglioni 5; Jefferson 5, Turati 4,5, Perna 4,5, Carini 5; Nardini 5, Giamp 5 (dal 34 s.t. Ciaramitaro 5), Dalla Bona 5, (dal 1 s.t. De Vitis 5,5), Fabinho 5,5; Stanco 5 (dal 16 s.t. Gilioli 5), Greco 5. PANCHINA Guardalben, Milani, Petre, Bernacci. ALLENATORE Bergodi 4,5. SASSUOLO (3-5-2) Pomini 6; Marzoratti 6, Piccioni 6,5, Terranova 6; Laverone 6,5 (dal 28 s.t. Consolini 6), Magnanelli 6,5, Cofie 7, Valeri 6, Longhi 6,5; Boakye 7,5 (dal 35 s.t. Falcinelli s.v.), Sansone 8 (dall11 s.t. Masucci 6,5). PANCHINA Bassi, Bianco, Cappelletti, Marchi. ALLENATORE Pea 7,5. ARBITRO Tozzi di Ostia 5. GUARDALINEE Meli 5 - Santuari 6. AMMONITI Ciaramitaro (M), Magnanelli (S) e Perna (M) per gioco scorretto. NOTE paganti 5.165, incasso di 52.557 euro; abbonati 3.141, quota di 29.138 euro. Tiri in porta 2-7. Tiri fuori 3-0. In fuorigioco 0-7. Angoli 3-2. Recuperi: p.t. 1, s.t. 2.

de a Vitofrancesco di sfruttare

h7 il migliore
BOISFER (Gubbio) Il francese il metronomo, fa scudo e mette del suo in tutte le azioni del Gubbio

h8 il migliore
SANSONE (Sassuolo) Devastante: doppietta su calci piazzati, un rigore preso e anche un assist

la fascia destra per cercare di scardinare le cerniere umbre. Irrobustisce il centrocampo e aspetta il momento buono per piazzare le ripartenze. Simoni risponde con Boisfer scudo davanti alla difesa, maschera lattaccante Bazzoffia da laterale di centrocampo e si affida a Ciofani e Graffiedi per portare lo scacco matto. I due schieramenti si controllano a vicenda e le emozioni sono rare.
Questione di grinta Lequilibrio rischia di saltare due volte intorno alla mezzora del primo tem-

po: prima Di Nardo di testa si mangia un gol che sembrava fatto, subito dopo Donnarumma straordinario su una conclusione sottomisura di Di Roberto. Loccasione per il Gubbio giunge al 6 della ripresa: Graffiedi fa partire un siluro che finisce contro la traversa e poi sul fondo. Quando ormai la partita sembra finita ci pensa Boisfer in mischia a marcare il gol della vittoria. Il Cittadella prova a reagire, ma al 5 di recupero la conclusione di Di Carmine si perde in curva.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMA DIVISIONE IL PERSONAGGIO

Sabatini, linattivit paga Lanno a casa servito


Il tecnico primo con il Frosinone: Non ci credevo, ho imparato a dare la seconda chance
MATTEO BREGA

la scheda
CARLO SABATINI 51 ANNI ALLENATORE DEL FROSINONE

Ero gracile, poco determinato e facevo molta panchina. Cos ho smesso di giocare. Quel ragazzino di ventanni che decise di dire basta con il calcio giocato ora ne ha 51 e della panchina ha fatto il suo luogo di lavoro. Carlo Sabatini ripartito lestate scorsa da Frosinone e dopo due mesi di campionato si ritrova in testa al girone B della Prima divisione insieme con il Pergocrema.
Il via dal basso Forse proprio

Carlo Sabatini (nella foto DANNIBALE) nato a Perugia il 23 settembre 1960. Dopo varie esperienze nei settori giovanili, ha allenato il Padova dal 2008 al 2010 ed stato esonerato 2 volte e 2 volte richiamato. Da luglio scorso allena il Frosinone.

1 La promozione in Serie B ottenuta da Sabatini: nel 2008 09 ha vinto i playoff di Prima divisione con il Padova dopo la finale con la Pro Patria.
starsi la B sul campo con il Padova. Una storia damore complicata, tra addii (due) e ritorni (due). E stata unesperienza che mi ha lasciato un ricordo molto positivo, anche se ho sofferto per il distacco. Sabatini arriva nella societ biancoscudata allalba dei 30 anni e oltre ad allenare i piccoli calciatori svolge il ruolo di tutor per i ragazzi un po pi grandi che viaggiano quotidianamente. Tra di loro futuri professionisti come Gastaldello, Foggia, Andreolli e un certo Del Piero: Alessandro aveva grandi qualit tecniche e molto sale in zucca. Ricordavo sempre ai giovani come lui avesse appeso un poster di Platini in camera ammirandolo ogni giorno nella speranza di eguagliarlo. Aveva una voglia feroce di arrivare. Tratti simili insomma tra lui e Ale.

la determinazione la qualit che mi ha aiutato di pi per farmi strada come allenatore aggiunge Sabatini sono partito con i pulcini della Pontevecchio, bambini di 8-9 anni. Ho fatto le scuole calcio e i camp estivi a Padova. Tutto questo per me motivo di vanto. Anche perch poi, nel giro di due decenni, arrivato a conqui-

Dribbling burocratici Anche perch Sabatini ha pagato il suo curriculum scarno di calciatore: Ho potuto fare il corso di allenatore di seconda categoria a 47 anni e con 26 stagioni alle spalle soltanto per unapertura della Figc che ha creato una graduatoria per tutti quelli come me. Addirittura ho avuto bisogno di una deroga federale triennale per poter guidare la Primavera del Padova. Poi nel settembre 2010 ha conseguito labilitazione a tecnico di prima categoria: nel gruppo cerano anche Di Francesco e Sannino, arruolati in B. Mentre lui era a casa. Lanno da disoccupato mi pesato perch venendo dal settore giovanile non mi era mai capitato. Mi sono arrivate pochissime proposte concrete e, onestamente, mi aspettavo di rientrare prima nel giro. Ne ho approfittato per aggiornarmi. Ho seguito molto la B e la Lega Pro. Le buone intuizioni dei colleghi si trovano in tutte le categorie. Dagli anni nel settore giovanile ha mutuato unattitudine che riversa anche ora sul suo gruppo: Ho imparato a dare una seconda chance a tutti, non scarico nessuno. A meno di 100 chilometri ci sono Roma e il fratello Walter (Non lavoreremo mai insieme perch a entrambi non piacerebbe annusare laria dei raccomandati), mentre a Frosinone negli spogliatoi il responsabile operativo Salvini ha appeso le foto dei primi gol stagionali: Ci ricordano la forza e lentusiasmo del gruppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA SITUAZIONE

Viareggio: oggi il nuovo allenatore? La Feralpi Sal sta provando Sedivec Domenica la Ternana va dalla Spal
Il Viareggio ancora senza allenatore, dopo il divorzio di sabato da Maurizi e la gara di domenica con Bertolucci: oggi la societ dovrebbe annunciare la scelta tra Favarin, Firicano, Tazzioli, Tosi e Bellini. Una novit per la Feralpi Sal: a breve lingaggio dellattaccante Sedivec (ex Salernitana). Questa la situazione nei due gironi di Prima divisione dopo 10 giornate e le partite del prossimo turno. GIRONE A Ternana p. 23; Taranto ( 1) 19; Sorrento ( 2) 19; Lumezzane 17; Carpi e Como ( 1) 16; Tritium 15; Pro Vercelli 14; Pisa 13; Foggia ( 1) e Avellino 11; Reggiana ( 2) e Monza 10; Spal ( 2) 9; Benevento ( 6) 9; Pavia 8; Viareggio ( 1) 4; Foligno ( 3) 1. Cos domenica (inizio alle ore 14.30): Avellino Reggiana; Carpi Foggia; Foligno Pisa; Lumezzane Monza; Pavia Pro Vercelli; Spal Ternana; Taranto Como; Tritium Benevento; Viareggio Sorrento. GIRONE B Frosinone e Pergocrema p. 18; Carrarese ( 1) e Portogruaro 17; Alto Adige 16; Cremonese ( 6), Barletta, Lanciano ( 1) e Trapani 15; Siracusa ( 3) 14; Triestina e Piacenza ( 4) 12; Spezia 11; Andria 10; Latina 9; Prato e Feralpi Sal 8; Bassano 6. Cos domenica (inizio alle ore 14.30): Andria Bassano; Feralpi Sal Spezia; Frosinone Cremonese (luned, ore 20.45); Lanciano Latina; Pergocrema Trapani; Portogruaro Barletta; Prato Carrarese; Siracusa Piacenza; Triestina Alto Adige. IL RECUPERO IN SECONDA DIVISIONE Si gioca oggi il recupero della 10 a giornata del girone A Poggibonsi Savona (ore 14.30), rinviata mercoled 26 su richiesta del Savona, rimasto bloccato col pullman dopo il nubifragio che ha colpito la Liguria. Arbitra DIasio di Matera. Questa la classifica: Treviso p. 24; Casale 23; Cuneo e Rimini 20; Santarcangelo 19; Montichiari ( 1) 17; Giacomense 16; Entella e Poggibonsi* 15; Savona* ( 2), Bellaria e Mantova 14; Renate e Sambonifacese 13; Borgo a Buggiano 12; San Marino 10; Alessandria ( 2) 10; Valenzana 7; Pro Patria ( 9) e Lecco 4. (*una partita in meno).

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

MOTOMONDIALE OMAGGIO A SIC


INIZIATIVE

Autoritratto

Che voli alla cava insieme a Valentino!


sero vedere la palla solo la domenica mattina o a Tiger Woods tenessero la mazza chiusa in cassaforte fino al primo passo sul green. Anche dinverno, per gli allenamenti precampionato, le motociclette ce le possiamo a malapena immaginare: un paio di sessioni di prove in Malesia, una in Spagna giusto per fare un po di messa a punto e non dimenticarsi come si guida, e poi basta. A cuccia diob! A fantasticare su come andr la stagione facendo brum brum sul divano del salotto. Quindi, per tenere caldi i riflessi e a bada la fregola, non ci resta che montare sulle nostre moto da cross e girare come degli scalmanati nelle piste sterrate sotto casa. Io abito a Coriano, in piena Romagna, terra di circuiti dasfalto e soprattutto fantastiche cave, dove in passato mi capitato di pigliare certi voli che ancora, con Vale e compagnia, siamo l che ce li raccontiamo. Ma oh!, che ci vuoi fare, la passione tanta e la voglia matta.
Marco Simoncelli

Il numero di Max in edicola venerd interamente dedicato al mondo delle due ruote. Tra gli articoli anche questo breve autoritratto che Marco Simoncelli aveva scritto a corredo di uno scherzoso test psicologico.

Dovi col 58 sulla tuta Dorna dice s a 1 di casino

Ma lo sapevate che noi piloti di MotoGP non poggiamo il sedere sui nostri ferri praticamente fino al giorno delle prove? Da non crederci! Astinenza totale fino a due giorni prima della gara! Come se a Messi faces-

Andrea Dovizioso, 25 anni AFP

Vale, dipingi sul tuo casco i riccioloni di Simoncelli


Uccio, lamico di Rossi, ha chiesto su twitter suggerimenti per onorare Marco: hanno risposto in 20 mila!
GIOVANNI ZAMAGNI

Valanga Sono arrivate oltre 20.000 proposte. Ma anche il resto della rete, dai blog ai siti di moto, stata riempita di idee per tenere viva la memoria di SuperSic. Non sono mancate, per la verit, anche alcune critiche, con Valentino, o meglio Uccio, accusati di voler strumentalizzare lavvenimento: niente di pi sbagliato, perch laffetto dei piloti e dei tifosi nei confronti di Simoncelli assolutamente sincero e genuino, proprio come era Marco. Testa Fortunatamente lo ha ca-

LAFFETTO SULLA RETE

Lemozione per la scomparsa di Marco Simoncelli non accenna a diminuire e la rete diventato lo strumento principale per vivere in modo collettivo la tristezza per la scomparsa di Marco o per pensare a quale sia il modo migliore per ricordarlo. Lo ha fatto anche Valentino Rossi, doppiamente coinvolto emotivamente in questo tragico evento, attraverso il suo assistente e grande amico Uccio Salucci. Che ha lanciato un sondaggio tramite il social network Twitter: Cosa vorreste che Vale facesse per onorare al meglio il Sic a Valencia?, ha scritto nei giorni scorsi.

pito la maggior parte degli appassionati (e non solo) che, a maggioranza, ha chiesto a Rossi di correre con il casco dellamico scomparso. Molte le variazioni su questo tema: dallutilizzare esattamente gli stessi colori, al mettere la faccia di Simoncelli, replicando lidea del casco utilizzato da Valentino al Mugello nel 2009, oppure disegnarci sopra i riccioloni di Marco. Ma c anche chi avverte: Nel 2010, Lorenzo indoss, autorizzato dalla famiglia, il casco di Tomizawa e venne sommerso di critiche.
Moto In tanti hanno invece

Utopia Alcuni, poi uniscono lomaggio al sogno: Corri con la sua Honda, sali sul gradino pi alto del podio e dedicagli la vittoria. In molti vanno oltre e suggeriscono di: Rompere il contratto con la Ducati, firmare con Gresini nel 2012 e conquistare il titolo con il 58. In alternativa, i tifosi si augurano almeno che Rossi possa effettuare un giro donore con la RC212V dellamico, oppure, come propone Andrei, di fare un giro di pista al contrario. Qualcuno suggerisce un arrivo in parata, altri che Rossi carichi sulla sua moto Mattia Pasini vestito come Marco. Griglia Piace molto anche la

DOMENICA GP ALLE 14

Domenica a Valencia (4.005 m) si corre il GP della Comunit Valenciana, 18 e ultima prova del Mondiale 2011. Diretta integrale di tutto levento su Mediaset Premium, video e interviste su gazzetta.it

La gara di Valencia che domenica chiude il campionato 2011, destinata a trasformarsi in un caldo, affettuoso omaggio a Marco Simoncelli. La Dorna ha in pratica gi detto s alla proposta di pap Paolo che ha chiesto per il figlio un minuto di casino con tutte le moto accese insieme 125, Moto2 e MotoGP : un momento originale che sarebbe piaciuto a Marco pi del tradizionale minuto di silenzio. Intanto appare scontato che la Dorna decida anche di ritirare il numero 58, usato in gara dal pilota morto a Sepang.
Dovizioso Un numero che Andrea Dovizioso ha deciso di cucire sulla sua tuta: Dalla parte del cuore, quello che conta ha spiegato il forlivese . Ho corso con Marco in tutti gli anni della mia carriera. Per me era "il rivale" e adesso che non c pi mi ha lasciato un grande vuoto che spero di convertire in grande determinazione. Capirossi velato di grande tri-

proposta di lasciare vuota la casella della pole e il gradino pi

S
Programma Venerd Prove libere 9.15-9.55 e 13.15-13.55 la 125 10.10-10.55 e 14.10-14.55 la MotoGP 11.10-11.55 e 15.10-15.55 la Moto2 Sabato Prove libere 9.15-9.55 la 125 10.10-10.55 la MotoGP 11.10-11.55 la Moto2 Qualifiche 13-13.40 la 125 13.55-14.55 la MotoGP 15.10-15.55 la Moto2 Domenica Le gare 11 la 125 12.15 la Moto2 14 la MotoGP

La provocazione dei tifosi: Lascia la Ducati e nel 2012 corri con la Honda di Gresini
alto del podio, per dedicarli al Sic: stato addirittura formato un gruppo su Facebook per portare avanti questa iniziativa, con migliaia di iscritti. Tra le idee pi originali, quella che chiede di mettere la scritta Diob, slogan di Marco, al posto dei vari sponsor, oppure di effettuare una gara con pi sportellate possibile, proprio come piaceva a Simoncelli. Ma, in fondo, ha ragione EMTC74, che in un post scrive: Vale, tu Sic lo conoscevi bene, noi no. Solo tu sai cosa avrebbe apprezzato. Valentino lo sa bene: ci stupir anche questa volta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

chiesto a Rossi di correre con una Ducati con gli stessi colori della Honda del Team Gresini, anche in questo caso con diverse sfumature: una met col tradizionale rosso della Desmosedici, laltra col bianco del Sic; oppure moto e tuta completamente neri e casco di Simoncelli; una livrea con il numero 58 invece del 46 (in rete girano anche alcune proposte assolutamente originali). Quella del numero sicuramente unidea che piace molto: sono tantissimi che vorrebbero vedere su tutte le moto, le tute e i caschi il numero utilizzato da Marco.

stezza per lamico scomparso anche lultimo GP della carriera di Loris Capirossi. Sar difficile vivere il paddock senza Marco, mancher a tutti quanti. Nessuno avr voglia di scendere in pista ma dobbiamo farlo per lui e per tutti gli appassionati di motociclismo. Intanto oggi Loris terr una festa daddio con i propri tifosi spagnoli al Centro Corte Ingles di Valencia.
Commissari Anche gli organizzatori spagnoli ovviamente si stanno mobilitando: innanzitutto i commissari di percorso indosseranno il 58.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
CLASSIFICHE MotoGP 1. Stoner 325 campione 2011 2. Lorenzo 260 3. Dovizioso 212 4. Pedrosa 208 5. Spies 156 6. Simoncelli 139 7. Rossi 139 Moto2 1. Bradl 274 2. Marquez 251 3. Iannone 172 4. De Angelis 170 125 1. Terol 282 2. Zarco 262 3. Cortese 225

FORMULA 1

Giro pi veloce: la Red Bull striglia Vettel


(m.d.i.) Volevamo rallentare Vettel ma avremmo dovuto mettergli davanti una vacca (che in India sono sacre e circolano libere nel traffico per strada; n.d.r.).. A Christian Horner, responsabile della Red Bull, non andato gi che Seb abbia spinto sino alla bandiera a scacchi per centrare il giro pi veloce. Pure Helmut Marko lo ha criticato: Rischio inutile. Glielo avevamo detto, ma qualche volta non ci ascolta. Intanto stato reso noto che Pastor Maldonado perder 10 posizioni sullo schieramento al GP di Abu Dhabi (13 novembre) perch dovr usare un altro V8, il nono. E per regolamento chi usa pi degli 8 motori consentiti in una stagione viene retrocesso. Infine Eric Vergne, 21 anni, guider la Red Bull nei test riservati ai giovani piloti ad Abu Dhabi (15 17).

GDS

Uccio Salucci (a sinistra) con Valentino Rossi MILAGRO

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

CICLISMO LA SCOMMESSA DELLA PROSSIMA STAGIONE

Pozzato pista e dieta per il rilancio


Il d.s. Scinto: Pippo un patrimonio. Forse far una Sei Giorni e al via in Argentina sar magro
CLAUDIO GHISALBERTI

Rilanciare Filippo Pozzato. Pi che un compito, sembra una missione. Ma quella che si presenta alla coppia Luca Scinto-Angelo Citracca, direttore sportivo e team manager della Farnese, anche una grande occasione per fare il salto di qualit. Insomma, una scommessa in piena regola. Ma come pensano di giocarla e vincerla?
Scinto, quando inizier la nuova stagione di Pozzato?

Siamo gi sicuri dellinvito per Fiandre, Gand e Amstel, a patto di correre Waregem
ANGELO CITRACCA team manager Farnese Vini

re dei lavori specifici in pista. Spero anche possa fare una Sei giorni, Brema o Berlino. In pi, lavevo visto appesantito. Ora attorno al 10% di massa grassa, ma c davanti ancora tutto linverno. Alle "sue" corse deve arrivare con l8.
Chi gli far i programmi dallenamento?

faccia, dice il team manager.


Intanto a Pozzato state facendo un dispetto, visto che volete passare alle bici Focus, fonte dei suoi primi litigi con la Katusha.

abituato cos. Voglio che il nostro rapporto inizi con un foglio bianco. Recuperare Pippo un bene per noi, per lui e per tutto il ciclismo italiano.
Ok, ma come pensa di recuperarlo?

Io, si fida ciecamente di me.


Per vi ha chiesto dingaggiare Serge Parsani, il suo diesse.

Pippo salir in bici il 20 novembre, qualche giorno dopo verr da me per sottoporsi a un test di valutazione utile per trovare i parametri dallenamento. Dal 9 al 20 dicembre andremo in ritiro, a Montecatini o Donoratico, poi dal 9 gennaio saremo a Sperlonga.
Debutto agonistico?

Alla Mapei E il 2000: Luca Scinto (sin), oggi 43 anni, scherza con Filippo Pozzato, 30. Sono stati insieme fino al 2002 nel team di Giorgio Squinzi

Innanzitutto deve ritrovare brillantezza, per questo due volte la settimana andr al velodromo di Montichiari per fa-

Per la verit Parsani lho voluto io. Sono stato per nove anni suo corridore e lo conosco molto bene. Pippo non ci ha chiesto neanche un corridore. S, Pippo ci ha chiesto Parsani. Vediamo se troviamo laccordo economico, ma credo si

Per a fine stagione i tedeschi avevano fatto un buon telaio. Alla fine credo comunque che resteremo con le MCipollini, che potrebbe anche diventare secondo nome. Stiamo valutando dice Citracca perch tra Focus e MCipollini c una sostanziale differenza economica. La Focus ci offre molti pi soldi. Si parla di 1,5 milioni di euro contro 600mila. Ma c anche una differenza tecnica. E l vince la bici italiana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In Argentina, al Tour de San Luis, a fine gennaio. In Italia debutto al Giro della Provincia di Reggio Calabria (9-12 febbrail, ndr), poi Laigueglia (il 18, ndr) e via per il Belgio.
Se gli organizzatori vi invitano. E vero che Pozzato, prima di firmare, vi aveva chiesto la garanzia di correre Fiandre e Roubaix?

In fase di trattativa si dicono tante cose. Poi Pippo ha capito che abbiamo la possibilit di fare tante corse. AllHet Volk e a Kuurne ci hanno gi invitato in passato, ora che abbiamo anche Pozzato sar pi facile essere al via. Un intermediario olandese ci ha dato la garanzia dellinvito per Amstel, Fiandre, Gand e Harelbeke a patto che si corra anche Waregem e unaltra gara minore, afferma Citracca.
Scinto, lei conosce bene Pozzato anche perch siete stati compagni alla Mapei dal 2000 al 2002. Perch Pippo ha avuto un 2011 cos negativo?

Non lo so e non mimporta. Non gli ho chiesto nulla. Sono

AVEVA 79 ANNI

E morto Amistadi patron storico del Trentino


Ha ideato il Giro del Trentino nel 1979 e lha fatto diventare un appuntamento fisso del calendario internazionale, ultima verifica prima del Giro dItalia. E i grandi campioni, dal suo Moser a Saronni, da Pantani a Fondriest, da Chiappucci a Gibo Simoni, non lhanno mai tradito. Oggi ad Arco (Trento), alle 16, ci saranno i funerali di Guido Amistadi, morto domenica a Rovereto: aveva 79 anni. Patron Amistadi era un uomo vero, di poche parole, ma di grandissima sostanza e determinazione. La redazione ciclismo della Gazzetta dello Sport si unisce, con affetto sincero, al dolore dei familiari. EUROCROSS (m.gaz.) Scelti gli azzurri per gli Europei di cross di domenica a Lucca. Under 23: L. Braidot, Falaschi, Salviani, Santini, Silvestri, Smarzano, Papaleo. Juniores: Bertolini, Colledani, Debellis, Pedante, Redaelli, Valdrighi), Donne: Arzuffi, Rossi.

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

BASKET IL PERSONAGGIO

GIROVAGO IN NBA
Linton Johnson, ala di 2.03, nato a Chicago il 13 giugno 1980

y Il migliore in A?
S

NEGLI USA Gioca 4 anni con la Tulane University di New Orleans. Sta fermo un anno poi firma con i Chicago Bulls, con i quali disputa 41 partite con 4.2 punti e 4.5 rimbalzi di media nel 2004. Poi Cba, Spurs, Nets, Hornets, Wizards, Bobcats e Magic.

Johnson il re dei rimbalzi


Il pivot di Avellino ha un bonus: pi ne prende pi guadagna. Qui gente tosta mentalmente
MARIO CANFORA

S
IN ITALIA La scorsa stagione firma con Avellino, dove chiude la stagione con 7.8 punti e 7.1 rimbalzi di media.

A San Antonio ho acquisito un approccio vincente, vorrei portarlo in Italia: cos si present Linton Johnson un anno fa, allarrivo ad Avellino. In pochi mesi, di strada ne ha fatta tanta. Oggi il miglior rimbalzista del campionato, con 11.8 palloni arpionati a gara rispetto ai 7,1 della passata stagione. Lui di fatto unala forte, che con la partenza di Troutman si trovato a giocare da centro. Per me normale conquistare tanti palloni, quando giocavo nella Nba ero il miglior rimbalzista per minuto della Lega. Poi nel mio contratto c' anche un bonus se dovessi vincere la classifica del miglior rimbalzista....
Le sue cifre nei punti e nei rimbalzi rispetto allo scorso campionato sono quasi raddoppiate, perch?

Nella Nba da protagonista, ora mi manca solo giocare contro i grandi dEuropa Mi piace scrivere e girare lItalia: se il Paese con pi siti Unesco, la ragione c

Vanno via i giocatori, ma Avellino sempre in alto: motivi?

Perch penso che coach Vitucci ci ha insegnato a mettere la squadra davanti a tutto e di sacrificare le motivazioni personali. Inoltre ci sono persone mentalmente toste come Green, Dean o Spinelli. Tutti sanno che la prima cosa da fare vincere e fare il meglio per la squadra.
All'inizio della stagione arrivato in ritardo per i soliti problemi economici: stava pensando di andare via come Troutman e Szewczyk?

stesso nucleo fa bene.


La sua carriera stata spesso frenata da infortuni: si sente pi giovane dei suoi 31 anni?

Quest'anno ho fatto tutta la preparazione senza infortuni e mi sento in forma. Inoltre giocare per il secondo anno con lo

Certo, vero. Nella Nba mi dicevano che anche se avevo giocato 7 anni ero sempre un rookie a causa degli infortuni. Adesso come se ne avessi 26, mi sento come Benjamin Button, il protagonista del film con Brad Pitt.

No, sono venuto tardi perch avevo delle piccole pendenze dalla passata stagione e se dovesse ricapitare risucceder. D'altronde il nostro lavoro. Comunque non me ne andrei mai a stagione iniziata, da nessuna squadra. Se inizi una stagione la porti a termine fino alla fine e se ci sono problemi bisogna continuare a guardare avanti.
Con Vitucci ha un bel feeling.

un coach di grande esperienza e lo apprezzo per come permette ai veterani di giocare la

Linton Johnson in azione contro la Fabi Montegranaro nella partita di Ancona alla prima giornata di campionato, unica sconfitta stagionale per gli irpini
CIAMILLO

loro partita. Poi ascolta tutti i ragazzi, sente la voce della squadra, ci lascia la giusta libert.
Cosa chiede al suo futuro prossimo?

La miglior squadra dove ho giocato sono i Chicago Bulls, la mia squadra, la squadra della mia citt. stato fantastico fare parte del quintetto base.
Hobby particolari?

Ho giocato nella Nba da protagonista, ora in effetti mi manca solo di giocare contro i migliori in Europa.
Che ricordo ha della Nba: dove si trovato meglio?

Mi piace molto scrivere, di tutto. Ho un blog che si chiama justfacereality13.blogspot.com che aggiorno continuamente. Poi mi piace girare l'Italia che un posto fantastico. Sono appe-

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

I NUMERI

Rimbalzi Lavellinese il miglior rimbalzista del campionato

Galatasaray a Siena 11.8 senza Pachulia

EUROLEGA TERZA GIORNATA

IL CASO OGGI LA CORTE FEDERALE FISSA LUDIENZA

Rimbalzi offensivi Linton comanda pure nei rimbalzi dattacco

5.5 3

Turchi privi del georgiano degli Hawks infortunato Diretta SportItalia 2 alle 20.45
(g.ni.) La settimana delle italiane in Eurolega si apre stasera con Siena-Galatasaray. I turchi sono privi della loro stella, Zaza Pachulia, centro degli Atlanta Hawks, infortunatosi a un polpaccio 10 giorni fa in campionato contro il Banvit. Sar una partita dura perch una squadra difficile da difendere, che gioca il pick & roll come principale opzione spiega Pianigiani , con giocatori di grande qualit, tiratori spaziati sul perimetro, lunghi che hanno grande controllo e velocit nell'attaccare il ferro. Ha gi dimostrato il suo valore con partite di consistenza fin dai preliminari. Nel girone di Cant, tre settimane di stop per Matt Howard (Olympiacos) per un infortunio a un piede.
Girone A Oggi: Vitoria-Olympiacos. Domani: Fenerbahce Ulker-Nancy; Cant-Bilbao. Classifica: Vitoria 2 vinte-0 perse; Cant, Bilbao, Nancy, Olympiacos 1-1; Fenerbahce 0. Girone B Oggi: Kk Zagabria-Cska Mosca. Domani: Bamberg-Malaga. Venerd: Panathinaikos Atene-Zalgiris Kaunas. Classifi-

Thomas, ecco il passaporto sloveno


(canf) Ecco, in esclusiva, il passaporto sloveno di Omar Thomas che ha insospettito il 20 giugno la polizia di frontiera dellaeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino: ritenendolo presumibilmente falso e irregolare, il giocatore fu poi respinto negli Usa. Ed il motivo per cui il Gip di Civitavecchia lo ha prosciolto dallaccusa di possesso e fabbricazione di documenti di identificazione falsi, non potendolo giudicare visto che non riusc ad entrare in Italia. Ma la giustizia sportiva potrebbe invece squalificarlo per frode sportiva (da 3 a 6 anni) o per violazione del principio di lealt sportiva (da 3 mesi a un anno), visto che ha giocato per un anno con lo status di comunitario: dopo il non giudizio della Giudicante, la Procura si appellata alla Corte Federale che in giornata dovrebbe far sapere la data in cui si riunir.

Recuperi Johnson primo anche per palle recuperate

Punti a gara E in doppia cifra anche nei punti segnati di media


na tornato da una giornata nella costiera amalfitana con la mia ragazza Delia, casertana: ho visto tanti posti magnifici, come Sorrento. Se l'Italia la nazione con pi siti Unesco al mondo un motivo ci sar.
Chi vince il campionato? E Avellino?

15.3

Taccuino
IN TV Jamon Lucas, guardia 27enne del Galatasaray, 6.5 punti di media nelle prime due partite di Eurolega. Lanno scorso giocava nellOlympiacos (5.8 punti di media)
AFP

SERRATA NBA

ca: Panathinaikos, Cska 2-0; Bamberg, Malaga 1-1; Zalgiris, Zagabria 0-2. Girone C Domani: Partizan Belgrado-Charleroi; EA7 Milano-Efes Istanbul (20.45); Maccabi Tel Aviv-Real Madrid. Classifica: Real 2-0; Milano, Maccabi, Efes, Charleroi 1-1; Partizan 0-2. Girone D Oggi: Montepaschi Siena-Galatasary Istanbul (20.45, SportItalia 2); Olimpia Lubiana-Prokom Gdynia. Domani: Unics Kazan-Barcellona. Classifica: Barcellona, Siena 2-0; Galatasary, Kazan 1-1; Prokom, Lubiana 0-2.

Ascolti sotto l1%


Preoccupanti e in discesa ra pida i dati Autitel delle partite di se rie A: nellultimo weekend, Can t Pesaro di sabato ha raccolto so lo lo 0.67% di share con 104.000 spettatori di ascolto medio. Solo un po meglio come ascolto la gara di domenica su RaiSport, Sassari Mi lano, 143.000, ma con lo 0.53%. Nu meri che devono far suonare lallar me e far cercare nuove vie per valo rizzare il prodotto basket in chiaro, a partire dalla scelta delle gare.

Torna il mediatore?
Con le parti ancora incapaci di trovare laccordo per far partire la stagione, pare che giocatori e pro prietari siano disposti a richiamare il mediatore federale. Intanto Stern ha multato di 500.000 dollari Micky Arison, proprietario degli Heat, per commenti su Twitter sul lockout. LEGA2 E CAJA Quarti coppa, anda ta: Tezenis VR Prima Veroli 83 79, Aget Imola Fileni Jesi 69 69, Mor pho PC Enel BR 82 79, Trenkwal der RE Givova Scafati 70 85. A Ve roli Cavina quasi out: pronto Caja.

Ovviamente vinciamo noi.


RIPRODUZIONE RISERVATA

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

PALLAVOLO A CAGLIARI

SuperTrento
Ecco la Supercoppa Ora ha proprio tutto
LItas batte i rivali di Cuneo e conquista lunico trofeo che, in tre anni di dominazione, non aveva mai vinto
LALBO DORO
Quella assegnata ieri a Cagliari la 16a SuperCoppa, sfida tra i vincitori dello scudetto e della Coppa Italia.

y
S
1996 Cuneo 1997 Modena 1998 Treviso 1999 Cuneo 2000 Treviso 2001 Treviso 2002 Cuneo 2003 Treviso 2004 Treviso 2005 Treviso 2006 Macerata 2007 Treviso 2008 Macerata 2009 Piacenza 2010 Cuneo 2011 Trento

detto: Oggi stata una di quelle giornate in cui tutto quello che facevo non mi riusciva come avrei voluto. A un certo punto mi sono calmato e ho pensato che il mio compito era quello di non sbagliare, niente di pi. In realt stata tutta Trento a commettere pochi errori, certamente meno di Cuneo, specie in battuta. Perch i piemontesi hanno presto capito che dalla battaglia combattuta con difese e attacchi di palla alta sarebbero usciti sconfitti. Cos hanno provato a rischiare molto col servizio per puntare poi sul loro gran muro. A tratti ripagati, come quando Grbic ha costruito un effimero vantaggio nel primo set (17-16) con 3 ace di fila (5 alla fine: 19 dei 33 punti di Cuneo sulla propria battuta sono arrivati quando al servizio cera il regista). O come in tutto il terzo, con un gigantesco Vissotto (alla fine 29 punti, record della Supercoppa, di cui 5 a muro e 6 al servizi). Ma alla lunga la corda troppo tesa si rotta, anche perch Ngapeth non ha retto, e da met secondo set stato sostituito da Patriarca.
Stokr mvp Cos limpressione

I NUMERI

4
1

Taccuino
SERIE A-2

Segrate passa
(f.c.) Segrate (Botto 17) pas sa a Citt di Castello e resta al co mando. Alle sue spalle si fa largo la sorpresa Molfetta (Uchikov 16, men tre 5 dei 10 punti di Giglioli sono ve nuti direttamente in battuta) che sbanca Sora. Quarta vittoria di fila (e 3o posto) per Castellana da quan do Di Pinto in panchina. Otto ace (sui 26 punti) di Cetrullo (S. Croce). In coda vittoria preziosa per Reggio Emilia a Cant (lombardi senza suc cessi dopo 7 gare). La 7a giornata: Ngm S. Croce Caf f Aiello Corigliano 3 1 (25 18, 23 25, 25 13, 25 20); Carige Geno va Energy Resources Loreto 3 2 (19 25, 25 20, 15 25, 25 18, 15 11); Gherardi Citt di Castello Segrate 1 3 (25 21, 21 25, 22 25, 21 25); Club Italia Roma Sidigas Atripalda 3 1 (25 15, 24 26, 25 14, 25 20); CheBanca! Milano Sir Safety Peru gia 1 3 (22 25, 25 22, 21 25, 17 25); Cicchetti Isernia Bcc Castellana 1 3 (25 19, 33 35, 21 25, 18 25); Glo bo Sora Molfetta 0 3 (22 25, 21 25, 23 25); Cassa Rurale Can t Edilesse Reggio Emilia 2 3 (25 22, 18 25, 25 21, 19 25, 9 15). Classifica: Segrate 18; Molfetta 16; Castellana 15; Santa Croce 14;, So ra, Loreto, Perugia 13; Citt di Ca stello 12; Milano, C. Italia 11; Genova 10; Corigliano 9; Reggio Emilia 5; Isernia 4; Atripalda, Cant 2.

Supercoppa di Trento Trento ha vinto al terzo tentativo. Nel 2008 perse 0-3 contro Macerata, lanno scorso 0-3 contro Cuneo.

che decisivi siano stati gli scam-


La festa di Trento con la Supercoppa: questanno lItas ha vinto scudetto, Champions League e Mondiale TARANTINI

Raphael: Alziamo questa coppa perch lavoriamo duro. Vogliamo vincere sempre Stokr: Il premio di mvp, a Cagliari dove ho giocato nel 2005/06, ancora pi bello

Finali con Cuneo Era la sesta finale che metteva di fronte trentini e cuneesi. Trento ha pareggiato il conto: oltre a questo aveva vinto Coppa Italia 2010 e scudetto 2011. Per Cuneo scudetto e Supercoppa 2010 e Coppa Italia 2011.

TRENTO CUNEO
(25-22, 25-20, 18-25, 25-20)

3 1

DAL NOSTRO INVIATO

MARIO SALVINI CAGLIARI

ITAS TRENTO: Djuric 7, Raphael 4, Juantorena 15, Birarelli 10, Stokr 19, Kaziyski 12; Bari (L), Della Lunga, Colaci (L), Zygadlo, Lanza, Sokolov. N.e. Burgsthaler. All. Stoytchev. BRE LANNUTTI CUNEO: Mastrangelo 10, Vissotto 29, Wijsmans 10, Fortunato 3, Grbic 7, Ngapeth 4; Henno (L), Rossi, Patriarca 4, Van Lankvelt, Pieri, Baranowicz, Caceres. All. Gulinelli. ARBITRI: Rapisarda e Sampaolo. NOTE Spettatori 3925, incasso 37.000. Durata set: 28, 28, 25, 26; tot. 107. Itas: battute sbagliate 8, vincenti 5, muri 10, seconda linea 8, errori 20. Bre Lannutti: battute sbagliate 17, vincenti 12, muri 14, seconda linea 15, errori 26.

Un Trento cos se ne frega di quel che si dice della Supercoppa. E cio che non porti proprio benissimo, giacch da sei anni la squadra che la conquista poi non riesce a vincere lo scudetto. Lunica ad aver fatto eccezione a questa regola il grande Treviso a cavallo dei due secoli (4 volte). Ovvero, a conti fatti, il solo termine di paragone a cui, in un confronto tra miti, si pu accostare lItas di Rado Stoitchev. Non che questo ennesimo trionfo, il decimo in poco pi di tre anni, aggiunga qualcosa che non sapessimo gi di questa squadra straordinaria. Eppure anche que-

sto fa, se non fosse che Trento una Supercoppa non laveva ancora vinta. Era lunico trofeo che gli mancava tra tutti quelli che ha inseguito in questultimo triennio. Ora ha colmato anche questa lacuna, per di pi battendo i sempiterni rivali di Cuneo. E dalla feroce determinazione che dimostra ad ogni occasione, davvero non d lidea di potersi far impressionare dalla sinistra nomea del trofeo.
Kaziyski Quel che fa notizia, ca-

somai, che Trento non solo abbia vinto, ma lo abbia fatto trovando sempre il modo di togliersi dallimpiccio del punto a punto in tutti e tre i set conquistati, seppure con un Kaziyski che della sua prova ha

bi dellallungo di Trento nel primo set: dal 21 pari, quando ha sfruttato un insolito errore in ricezione di Henno e con un muro di Birarelli e un ace di Juantorena andata a chiudere. E questa la chiave: ieri come quasi sempre lItas ha ogni volta un giocatore capace di sbrogliare qualsiasi situazione. Raphael, per come ha giostrato i suoi attaccanti (compreso Birarelli, autore di una gran partita) avrebbe meritato il premio di mvp, andato invece a Stokr. Che non lo ha usurpato, anzi: ha fatto un gran lavoro a muro, oltre a picchiare duro come al solito. Per una saga che continua e pare abbia intenzione di riservarci ancora chiss quante puntate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Titolo di Trento Questo il 10o titolo per Trento, in poco pi di 3 anni: 2 scudetti, 3 Champions, 3 Mondiali per Club, una Coppa Italia e ora la Supercoppa.

10

SERIE A-1

Olli a Vibo
(mi.fa.) La Callipo Vibo rim piazza Lorenzo Bonetti ingaggiando Simo Pekka Olli, 26enne palleggia tore finlandese, ex Padova in A1, Bergamo e Isernia in A2. lui il nuo vo vice Coscione.

DONNE

Soverato cambia
(f.c.) Soverato (A 2) ha re scisso il contratto con lallenatore Francesco Montemurro dopo 3 an ni. Al suo posto il ferrarese Marco Breviglieri (ex secondo di Ferrara in A 1 maschile e a Bergamo in A 1 don ne). Breviglieri lo scorso anno ha guidato Forl in A 2 femminile.

DONNE/2

San Vito reclama


(f.c.) San Vito (A 2) ha presen tato reclamo contro lomologazione della gara casalinga con Casalmag giore persa 0 3. La nota inviata al Giudice Unico Federale sostiene che la partita stata viziata da un errore di trascrizione del punteggio sul referto di gara, commesso, sicu ramente in buona fede, dalla segna punti federale. Lerrore, a giudizio del club pugliese, stato commes so nel secondo set quando il 21 21, stato modificato in 21 22.

SCI ALPINO PROTAGONISTA AZZURRO

Moelgg attacca: Sono da podio


PIERANGELO MOLINARO

I NUMERI

4
2

CALENDARIO DI COPPA DEL MONDO

massima fiducia nei materiali. C tutto per fare bene.


Rischio Ma lavvio degli slalomisti in pericolo, Levi potrebbe saltare. Egoisticamente non mi dispiacerebbe. E una pista senza grande pendenza nella prima parte e rischi di impantanarti, meglio cominciare in slalom a Val dIsere, dove la pendenza da vertigini. Sarebbe lideale, perch questanno vorrei levarmi diverse soddisfazioni. La scorsa stagione ho buttato diversi podi, ci penso ancora. S, quella medaglia di bronzo a Garmisch stata importante, mi ha fatto capire che sono sempre tra i primi. Ora mi sento davvero in condizione, ho la sensazione che se arrivo al traguardo sono sempre da prime posizioni. Un Moelgg convinto dunque e ag-

Manfred Moelgg un veterano della squadra azzurra, ma se si guarda alle spalle ha probabilmente vinto molto meno di quanto il suo potenziale permetterebbe. Molta sfortuna, qualche errore suo, come il cambio di materiali tre stagioni fa dopo aver vinto la coppa dello slalom. A Slden stato il migliore degli azzurri, ma ora stanno per arrivare gli slalom, dove gioca decisamente in casa.
Allattacco La medaglia di bron-

gressivo, ma lo sci disciplina strana dove non si sono valori assoluti, tutto relativo agli avversari.
La squadra Per Manfred un punto di riferimento dice di averlo: E la squadra. Il nostro gruppo di slalom forte, Razzoli, Deville e Gross sono veloci, sono convinto che tutti possiamo diventare protagonisti sulle varie piste secondo le nostre caratteristiche. Ma c una pista con cui Moelgg sente di avere un conto aperto: E Schladming, dove sono riuscito a centrare tutti i piazzamenti tranne il primo. Per noi slalomisti quello che Kitzbuhel per i discesisti. Questanno ci andiamo due volte, a gennaio e per le finali. Chiss se la volta buona...
RIPRODUZIONE RISERVATA

In Finlandia fa troppo caldo Gli slalom di Levi a rischio La Fis deve decidere domani
E a forte rischio il prossimo appuntamento di Coppa del Mondo a Levi, in Finlandia, dove sono in programma uno slalom femminile (12/11) e uno maschile (13/11). Il caldo atipico impedisce ai cannoni di sparare la neve artificiale, basterebbe un solo giorno per preparare la pista, ma la Fis deve prendere una decisione domani. Questo autunno tropicale ha invece gi fatto saltare lapertura della Coppa Europa che avrebbe dovuto prendere il via sempre 12 e 13 novembre a Reiteralm, in Austria. Qui la Fis ha gi deciso che si garegger nella stessa localit 23 e 24 novembre con una discesa sprint (in 2 manche) ed un superG. SKIPASS Ha chiuso ieri sera i battenti alla Fiera di Modena la diciottesima edizione di Skipass, la mostra del turismo e degli sport della neve. Complessivamente sono stati pi di centomila i visitatori nelle quattro giornate che hanno animato gli stand, dove erano presenti 400 espositori e 800 marchi.

zo conquistata a febbraio ai Mondiali di Garmisch ha chiuso il suo periodo pi brutto e ora Manfred si lancia allattacco. Vengo da unottima estate spiega , sto bene e ho la

Manfred Moelgg, 29 anni, in Coppa del Mondo dal 2004 AP

Le vittorie di Manfred Moelgg, 29 anni di San Vigilio di Marebbe (Bz), in Coppa del Mondo, a Kranjska Gora nel 2008 e Garmisch 2009. E poi altri 12 podi (5 secondi posti e 7 terzi). Sempre in slalom vanta anche largento mondiale di Are 2007 ed il bronzo di Garmisch 2011.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

TENNIS TORNEO DI BASILEA


caduto malamente per recuperare una smorzata) solo grazie alla decisiva collaborazione dellavversario. Sul 5-3 del terzo parziale, stanchissimo di testa, prima ancora che di fisico , il serbo scivola, sul sesto dei sette doppi falli di giornata, malgrado lincitamento del pubblico ed uno sciagurato smash mancato dal belga. Si vede quindi passare sotto gli occhi un match point sul 5-4, subisce laggancio sul 5-5, e la spunta grazie allinguardabile ultimo game di battuta di Malisse. Dopo 2 ore 13 minuti.
Forma Del resto, Nole, che du-

I NUMERI

4
3

LA GUIDA

Seppi doma Muller Oggi tocca a Federer e Murray

rante i trionfali Us Open di settembre, si era strappato ai mu-

Sto migliorando giorno dopo giorno, so che ci vorr un po per tornare al top
Novak Djokovic, 24 anni, non vince un torneo indoor da Parigi-Bercy 2009 quando super in finale Monfils 6-2 5-7 7-6 AP

Le sconfitte di Djokovic nel 2011 in 68 partite giocate; la prima venerd 3 giugno in semifinale al Roland Garros contro Federer (7-6 6-3 3-6 7-6), la seconda domenica 21 agosto in finale a Cincinnati contro Murray (6-4 3-0 ritiro), la terza domenica 18 settembre a Belgrado in Davis contro Del Potro (7-6 3-0 ritiro).

Appannato
Djokovic tornato Ma non fa paura
In campo dopo linfortunio in Davis, il n. 1 batte Malisse dopo aver ceduto un set: Devo ritrovare fiducia
VINCENZO MARTUCCI

Il re tornato. Alla St. Jakob Halle di Basilea, cio a casa-Federer, il numero 1 del mondo Novak Djokovic supera a fatica il primo ostacolo, contro il belga di talento Xavier Malisse (oggi 41 della classifica), vendicando lunica sconfitta nei precedenti, lanno scorso sullerba del Queens. Ma, a dispetto della solita, effervescente, personalit (s presentato in campo con una maschera di Hallowen), non , e non poteva essere, quello implacabile e perfetto dei primi 8 mesi, con il terzo

trionfo stagionale nello Slam e lelettrizzante finale addirittura la sesta del 2011 vinta contro Rafa Nadal , e con un bilancio da favola di 64 successi e 3 sconfitte (due per ritiro). Anche perch i campi veloci indoor sono i meno vincenti per lui: 68,8%, contro l83,1% sul cemento, il 77,5% sullerba e il 77,2% sulla terra.
Concentrazione Infatti, dopo

LAZZURRA N. 22 AL MONDO

scoli intercostali, poi riuscito a malapena a scendere in campo nelle semifinali di coppa Davis nella sua Belgrado, arrendendosi per getto della spugna con Del Potro, ed fermo da allora. Non avrei dovuto giocare, ma non me ne sono pentito: io ragiono con il cuore e volevo dare una mano alla squadra. Poi, anche se gli infortuni non sono mai graditi, stavolta sono arrivati al momento giusto, cos ho potuto fermarmi e recuperare. Nelle ultime cinque settimane ho fatto terapia ogni giorno per curami lo strappo, cercando di non perdere tono muscolare: non gioco indoor da dicembre, sto migliorando giorno dopo giorno, so che ci vorr un po per tornare al top. Ma gi qui devo ricostruire la mia fiducia.
Fiducia Fra tanti campioni tan-

Presenze di Djokovic al torneo di Basilea: vittoria nel 2009 in finale su Federer (6-4 4-6 6-2) e finale persa nel 2010 contro Federer (6-4 3-6 6-1).

Vinci da domani a Bali Si gioca il Masters B


Fra il Masters di doppio (la Pennetta) e lesibizione del 3 dicembre a Milano (Pennetta Schia vone contro le sorelle Williams), lItaldonne prota gonista anche da domani a domenica sul cemento di Bali (Ina, 600mila dollari) con Roberta Vinci che si qualificata al Masters B, a 8, a eliminazione diretta, con Bartoli (Fra), Lisicki (Ger), Hantuchova (Slk), Me dina Garrigues (Spa) e Petrova (Rus) cio le 6 di pi alta classifica, dopo le 8 del Masters, che questan no hanno vinto almeno un titolo Wta , pi Ivanovic (Ser), campionessa in carica, e Peng (Cin), wild card. La Vinci (3 titoli, e classifica record di numero 18, oggi 22) fa lesordio domani alle 20 locali, le 13 in Ita lia (diretta SuperTennis), contro la Ivanovic.

un primo set con altissime percentuali di servizio (73% di punti con la prima, 83% con la seconda) Nole, particolarmente falloso sul rovescio e incostante sul servizio, si distrae sul 4-4 del secondo set (che cede), e doma Malisse (peraltro

to vicini, come talento, fisico e motivazioni, Djokovic sa che la parola-chiave proprio questa: La mia corsa, impeccabile, senza perdere una partita, fino al Roland Garros, stata incredibile, anche come sforzo. Ma, come Federer e Nadal, come tutti gli altri, nemmeno io sono imbattibile. Dipende tutto dalla fiducia, che sommi vincendo una partita dopo laltra. E quello che tante volte fa la differenza: se ti senti bene in campo, ti senti sicuro su qualsiasi colpo. Malisse docet.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I tornei vinti da Djokovic nel 2011 (Australian Open, Dubai, Indian Wells, Miami, Belgrado, Madrid, Roma, Wimbledon, Montreal e US Open). (lu.mar)

10

A Basilea (Svi, 1,838,100 euro, indoor), Andreas Seppi (n. 47 del mondo, foto Ap) supera sul filo di lana il gran battitore Muller (Lux, 45), vicino in classifica, ma favorito alla superficie veloce e capace di 23 ace. Oggi, nel secondo turno il beniamino di casa, Roger Federer, il campione uscente, mai sceso cos in basso nella classifica mondiale (n. 4) dal 2003, contro lamico Nieminen (precedenti 11 0!). Allesordio, Murray (neo n. 3 Atp, che gioca pure in doppio col fratello Jaime) contro il temibile Haase (Ola), Tipsarevic, in lotta per il Masters, allesame Mayer, e Roddick, chiamato alla sfida con il redivivo Haas. Primo turno: Djokovic (Ser) b. Malisse (Bel) 6 2 4 6 7 5; SEPPI b. Muller (Lux) 7 6 (4) 6 7 (5) 6 2; Blake (Ser) b. Fish (Usa) 0 1, rit.; Wawrinka (Svi) b. Dodig (Cro) 6 4 6 4; Nieminen (Fin) b. Bellucci (Bra) 6 7 (5) 6 4 6 3; Lammer (Svi) b. Youzhny (Rus) 6 4 6 3. In tv: diretta Supertennis

A VALENCIA

Tsonga soffre poi supera Marti Ferrero avanti


A Valencia (dove, sulla terra, si giocher la finale di Davis Spagna Argentina il 2 4 dicembre), si salva Tsonga contro Marti. Primo turno (veloce indoor, 2 milioni e): Monfils (Fra) b. Montanes (Spa) 6 3 6 1; Ferrero (Spa) b. Kunitsyn (Rus) 6 4 7 6 (2); Granollers (Spa) b. Dolgopolov (Ucr) 6 3 6 4; Ferrer (Spa) b. Verdasco (Spa) 6 3 6 2; Querrey (Usa) b. Gulbis (Let) 6 3 6 4; Tsonga (Fra) b. Marti (Spa) 4 6 7 5 6 2; Anderson (Saf) b. Klizan (Slk) 6 1 6 4.

PALLANUOTO LA SESTA GIORNATA

Recco fatica col Posillipo, Savona resiste in vetta


Una splendida partita, macchiata soltanto da un arbitraggio non allaltezza. Nel big match della sesta giornata di A-1, la Pro Recco passa a Napoli contro il Posillipo, dopo aver coronato una lunga rimonta. Da Pino Porzio, allenatore dei campioni dItalia e grande ex, arrivano i complimenti ai rivali (che contestano Ceccarelli e Severo): Hanno dimostrato di meritare le credenziali della vigilia, sono i nostri principali avversari per lo scudetto. Continua a stupire la neopromossa Acquachiara che espugna anche Catania e resiste al secondo posto, mentre il Savona (che venerd nellanticipo ospiter il Posillipo) conserva il comando superando il Civitavecchia. E stasera, alle 20.30, c un altro big match speciale: la Pro Recco versione europea ospita la Mladost per la settima giornata di Lega Adriatica (i liguri hanno disputato anche lanticipo dellottava, vincendo a Sebenico). la sfida tra due grandi della pallanuoto: i croati hanno vinto il titolo europeo 7 volte, Recco a quota 6.
Classifica: Savona 16; Brescia, Acquachiara, Pro Recco 15; Posillipo 12; Nervi 8; Ortigia 7; Florentia 5; Bogliasco, Camogli 4; Civitavecchia 3; Catania 0. Prossimo turno (5/11): Nervi-Brescia, Pro Recco-Ortigia, Camogli-Catania, Savona-Posillipo (4/11), Florentia-Acquachiara, Bogliasco-Civitavecchia.

POSILLIPO PRO RECCO

9 11

CIVITAVECCHIA SAVONA

5 8

CATANIA ACQUACHIARA

6 9

CAMOGLI NERVI

7 5

ORTIGIA FLORENTIA

8 8

BRESCIA BOGLIASCO

17 10

(3-2, 3-3, 2-3, 1-3) POSILLIPO: Negri, Paskovic 1 rig., Bertoli, Gallo 4 (2 rig.), Minguell, Baraldi, Saccoia 3; Perez, Buonocore, Renzuto Iodice, A. Calcaterra 1. N.e.: Scalzone, Antonino. All. Silipo. FERLA PRO RECCO: Pastorino, Figlioli 1, Felugo 3, Filipovic 3, Benedek, Zlokovic 1, D.Fiorentini 1; F.Lapenna, Figari, Giorgetti 2, Giacoppo, Di Costanzo 1, A.Fondelli. All. Porzio. ARBITRI: Ceccarelli e Severo. NOTE: sup. num. Posillipo 8 (3 gol), Pro Recco 11 (4). Usc. 3 f. Figari 2020", Buonocore 3130". Gallo sbaglia un rigore al 1533" (palo). Esp. Silipo per proteste. NAPOLI Recco espugna la Scandone, ma da applausi anche il Posillipo, che a met del secondo parziale era sul 6-2. Napoletani trascinati da Gallo (poker), Baraldi (4 rigori procurati) e un eccellente Saccoia (tripletta), ma a corto di fiato nellultimo parziale (1-3). Davide Palliggiano

(0-4, 3-2, 2-1, 0-1) ENEL CIVITAVECCHIA: Sefik, Simeoni, Buffardi, Innocenzi, Rinaldi 1, Lisi 1, Draskovic 2, Chiarelli, Romiti, Foschi 1, S.Pagliarini, Di Rocco, Visciola. All. M.Pagliarini. CARISA SAVONA: Volarevic, Ferraris, Damonte, Petrovic 1, Colombo, Rizzo 3, M.Janovic 2, Angelini 1, Bianco, Mistrangelo, Aicardi 1, Fiorentini, Zerilli. All. Pisano. ARBITRI: Pascucci e Saeli. NOTE: sup. num. Civitavecchia 8 (1), Savona 5 (2). CIVITAVECCHIA (Roma) Un sussulto nel secondo e nel terzo tempo, conclusi in vantaggio, ma troppo poco per impensierire il Savona. Il Civitavecchia continua a crescere ma sinchina alla capolista, in un match dominato dalle difese, pagando soprattutto un pessimo avvio (0-4 confezionato da Angelini, Rizzo e Janovic con una doppietta) e la brutta percentuale di realizzazione in superiorit numerica.

(2-2, 0-2, 2-3, 2-2) STRANO LIGHT CATANIA: Ruffelli, B.Torrisi, Riccioli, La Rosa 1, David, Iuppa 2, Scebba, Nikolic 1, Kacar, Privitera 2, Castagna, Scuderi, C. Torrisi. All. Dato. CARPISA YAMAMAMY ACQUACHIARA: Kacic, Petkovic 4, D.Mattiello, Fiorillo, Scotti Galletta, Brancaccio, Gambacorta 1, Ferrone, Primorac, Marcz 1, Saviano, Guidaldi 1, Bencivenga 2. All. Mirarchi. ARBITRI: L.Bianco e Pinato. NOTE: sup. num. Catania 11 (5), Acquachiara 10 (3). CATANIA Poker di vittorie per l'Acquachiara che vince a Catania, ma il tecnico Mirarchi parla ancora di salvezza nonostante i napoletani siano stati battuti solo dal Brescia. La neopromossa ha approfittato delle numerose ingenuit ai due metri dei padroni di casa per chiudere i conti tra il secondo e il terzo parziale, con Petkovic e Bencivenga in cattedra. Lorenzo Magr

(0-2, 1-1, 2-2, 4-0) CAMOGLI: Ferrari, Morena, S.Luongo 5 (3 rig.), L.Fondelli, I.Sukno, Astarita, Sadovyy; Valentino 1, Steardo 1, N.Presciutti, Cupido. N.e. Bruni, Gardella. All. Nikolic. ELLEVI NERVI: Dinu, Van der Meer, Temellini, Markovic 1, Marziali 2 (1 rig.), Popovic 1, Cesini; Lanzoni, Amelio, Ravina, Brambilla 1. N.e. Chirico, Cavo. All. Ferretti. ARBITRI: Alfi e Riccitelli. NOTE: sup. num. Camogli 13 (4), Nervi 11 (1). Usc. 3 f. Cesini 1953", Valentino 2637", Markovic 2718". A 1236" Cupido tira un rigore sulla traversa. CAMOGLI (Genova) Sino a met terzo tempo il Nervi a tenere in pugno il derby ligure di giornata, al punto da portarsi in vantaggio di tre reti. Ma sul 2-5 si scatena Stefano Luongo, che tra terzo e ultimo quarto realizza 5 gol consecutivi (i primi 3 su rigore), regalando cos ai suoi la prima vittoria del campionato. Andrea Ferro

(1-4, 3-1, 1-2, 3-1) IGM ORTIGIA: Patricelli, Abela, Pesenti, Zimonjic, Di Luciano Napolitano 1, Tringali, Dogas, Cotella, Casasola, Rath 3, Suti 4, Puglisi. All. Baio. FLORENTIA: Minetti, Cocchi, F.Di Fulvio, Pagani 1, Espanol 1, Coppoli 1, Razzi, Mandolini, M.Lapenna 1, Gobbi, Bini 2, A.Di Fulvio 2, Mugelli. All. Sottani. ARBITRI: Brasiliano e Colombo. NOTE: sup. num. Ortigia 10 (4), Florentia 4 (2). SIRACUSA Una beffarda palombella di Rath ha 6" dallasirena ha siglato il meritato pari dell'Ortigia. La partenza sprint della Florentia ha costretto la squadra siracusana sempre ad inseguire. Protagonisti i portieri Patricelli e Binetti, con il fiorentino che nell'ultimo parziale ha strabiliato contro il tiro a bersaglio degli attaccanti dell'Igm. Si giocato sotto la pioggia. Attilio Sacco

(2-2, 5-2, 6-3, 4-3) BRESCIA: Del Lungo, Miotto, C.Presciutti 4, Legrenzi, Loncar 3, R.Calcaterra 3, Mammarella 3, Nora, Binchi, Elez 3, Giorgi, M.Gitto 1, Dian. All. Bovo. BOGLIASCO: Mina, Ferrero, A.Di Somma 1, Vergano, Graffigna, A.Caliogna, Nossek 2, Boero, Bettini, E.Di Somma, Camilleri 5, Deserti 2, E.Caliogna. All. Magalotti. ARBITRI: Centineo e Lo Dico. NOTE: sup. num. Brescia 13 (11), Bogliasco 9 (3). Usc. 3 f. Vergano 3 tempo., A.Di Somma 4 tempo. BRESCIA Il Bogliasco resiste un tempo, poi viene fuori la maggiore qualit del Brescia, vera macchina da gol, che colpisce spesso in controfuga. Il solito Presciutti sigla un poker, mentre tra gli ospiti (che soffrono la panchina corta) Camilleri a brillare (5). Lombardi particolarmente ispirati in superiorit numerica: 11 su 13.

34

"Gli Indistruttibili Tutto il meglio del grande cinema dazione". Opera di 40 uscite, ogni DVD a 9,99 + il prezzo del quotidiano. Per info visitare il sito www.gazzettastore.it o contattare linea.aperta@rcs.it.

LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

NUOTO GROSSI CALIBRI NEL TROFEO SAPIO A GENOVA

Staffetta di grandi sogni


La Coughlin scatta verso il record di medaglie Usa, la nostra Fissneider decolla
DAL NOSTRO INVIATO

I 100 SL A GILOT

NELLE ALTRE GARE

STEFANO AROBELLI GENOVA

Chi non vuole uscire dalle grandi, chi ci vuole entrare. C una sorta di staffetta ideale tra Natalie Coughlin, e Lisa Fissneider, luna polivalente e laltra ranista diciassettenne, impegnate a rappresentare al meglio il mondo e lItalia del nuoto al meeting Nico Sapio. Nel primo appuntamento stagionale delle nostre piscine (questa genovese, da 25 metri), lamericana s esaltata in due gare, la bolzanina s subito ricordata di essere bicampionessa mondiale giovanile al cospetto delle avversarie di casa, Michela Guzzetti e Chiara Boggiatto: 107"14 (106"53 il personale).
Messaggio a Missy La Coughlin

ha stampato il primo tempo mondiale dellanno nei 100 dorso: un 56"47 con cui ha scavalcato Melissa Franklin (56"73), primatista mondiale della distanza doppia in Coppa a Berlino, dove cera pure la Fissneider (l quinta in 106"94) a fare esperienza. A vedere come si nuota da fenomeni: Missy si alza alle 4? E io alle 5: nuoto alle 6 e poi vado a scuola. Vive a Caldoro, come il tennista Seppi, si allena a Bolzano come la Cagnotto, le piace sciare ma non pu, perch rischio di farmi male e se cado, come potrei pensare di qualificarmi per lOlimpiade?. A Genova, Lisa s presentata ac-

12 ANNI DI DIFFERENZA A sinistra Natalie Coughlin, 29 anni, ha vinto 11 medaglie olimpiche e a Londra punta a diventare la statunitense pi medagliata della storia superando Dara Torres (12). Ha vinto i 100 dorso ad Atene 2004 e a Pechino 2008, ora punta al tris. Sopra Lisa Fissneider, 17 anni, altoatesina di Caldaro. Ha vinto i titoli mondiali giovanili di 50 (31"51, 4 italiano all-time) e 100 dorso (107"71, 3 all-time mondiale di categoria), oltre alloro e largento agli Europei juniores BORSARELLI

I NUMERI

le medaglie di Natalie Coughlin tra Olimpiadi (11) e Mondiali (18). La biolimpionica dei 100 dorso e' la prima donna sotto il minuto

29

compagnata da pap Klaus. Dopo aver concluso lesperienza giovanile, sto studiando da grande. Ha scelto la rana perch non rendeva nello stile libero e perch in fondo nessuna assomiglia allaltra in questo stile. Non pensa ai paragoni ingombranti (Pellegrini), ma pensa al suo vado avanti passo dopo passo come tra le juniores, ora vorrei qualificarmi per Londra, ma prima devo far bene agli Europei di Stettino in vasca corta. Io la Franklin italiana? Mi piacerebbe, la testa e la voglia ci sono, sono ottimista ma meglio non

sbilanciarsi troppo, vado ancora a scuola e solo da poco mi alleno 2 volte al giorno. Ha un brillantino su un incisivo che forse spiega tutto: Lho visto ad unamica, e mi sono detto: "devessere anche mio".
Pluridecorata Dopo aver vinto e convinto anche nei 100 stile libero (52"80, settimo crono stagionale), Natalie non dimostra i suoi 29 anni: Troppo vecchia per vincere? Semmai pi esperta, no, non penso alla Franklin, penso piuttosto che negli ultimi 3 anni non avevo cominciato cos bene e cos pre-

sto la stagione. Lanciatissima in acqua e raggiante quando le propongono per premio la farinata genovese. La californiana una che adora tutto ci che italiano, tanto da tornare sempre in autunno (sar anche a Bolzano, a casa Fissneider) e si prepara a diventare la nuotatrice americana pi medagliata ai Giochi: a una medaglia da Dara Torres. Ne ha vinte fino a sei in unOlimpiade, potrebbe realizzare il tris nei 100 dorso. La leggenda la chiama. E salpata da Genova una super Coughlin.
RIPRODUZIONE RISERVATA

(Trofeo Sapio, 25 m Sciorba). Uomini, 100 sl Gilot (Fra) 47"89, Kebbab (Fra) 49"05; 400 sl Agnel (Fra) 342"95, Di Giorgio 345"03, R.Potenza 345"29 (p); 100 do Thoman (Usa) 51"44, Lestingi 52"36; 100 ra Perez Dortona (Fra) 59"74, Pinna 100"80, Ossola 100"84; 100 fa Phillips (Usa) 53"09, Pizzamiglio 53"75, Facchinelli 54"22; 200 mx Dioli 159"69, Cova 201"00, Turrini 201"96. Donne, 100 sl Coughlin (Usa) 52"80; 400 sl Muffat (Fra) 400"86, Ioppi 408"69; 100 do Coughlin (Usa) 56"47, Barbieri 59"83, Ioppi 101"11; 100 ra Fissneider 107"14, Guzzetti 108"36, C.Boggiatto 108"57; 100 fa Vandenberg (Usa) 58"96, Fassone 100"49; 200 mx Letrari 213"14, De Ascentis 215"39, Trombetti 217"24.

La francese Muffat BORSARELLI

E la Muffat va a caccia della Manaudou


(s.a.) Camille Muffat e Yannick Agnel sono compagni di club a Nizza, si allenano insieme con Pellerin e a Genova hanno vinto la stessa gara: i 400 sl. Di diverso hanno che la Muffat gi salita due volte sul podio ai Mondiali, e Agnel no. Camille fra le avversarie della Pellegrini dopo aver abbandonato misti, ma dopo questo 400"86 cercher confronti in America, anche contro la Manaudou a Minneapolis. Agnel si porta sul podio Di Giorgio e Rocco Potenza, autore del personale e davanti fino ai 300. Nei 100 dorso, solo quarto Camille Lacourt, iridato con Stravius, reduce da fatiche bestiali con scalata in bici sul Ventoux: a vincere Nick Thoman, il miglior dorsista americano, che in 51"44 precede un Lestingi in vena di rilancio. I 100 sl sono di Fabian Gilot con il nero Cullen Jones terzo. Vittorie italiane nei 200 misti con il milanese Dioli (sul nipote darte Cova, e su Turrini) e Laura Letrari.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Ippica A SAN SIRO IL MANGELLI E ALTRI TRE GP: VARENNE FA 67 CON PASCIA LEST
Atletica
PISTA MONDO (si.g.) A Nittai (Giap). Uomini. 10.000: Mwangi (Ken) 275562; Muthee (Ken) 275826. A Nanchang (Cina). Donne. 800: Wang Chunyu (95) 20134. A Al Ain (Eau). Uomini. Alto: Barshim (Qat) 2.25. Martello: Al Zankawi (Kuw) 79.27. A OSAKA (d.m.) Il keniano Elijah Sang (2h1243) e la 38enne romena Lidia Simon (2h3248) hanno vinto la prima maratona di Osaka (Giap). Uomini: 1. E. Sang (Ken) 2h1243; 2. Sokolov (Rus) 2h1315; 3. S. Kipsang (Ken) 2h1418. Donne: 1. Simon (Rom) 2h3248. CORSA DEI SANTI (d.m.) Il keniano Ezekiel Meli (2946) e la ruandese Angeline Nyransabimana (3610) hanno vinto la Corsa dei Santi a Roma (10 km). Uomini: 1. Meli (Ken) 2946; 2. E. Chirchir (Ken) 3034; 3. Ngeno (Ken) 3117. Donne: 1. Nyransabimana (Rua) 3610; 2. Saamiri (Mar) 3720; 3. Di Santo 3835. SPACCANAPOLI (d.m.) Gilio Iannone (3149) e Carmela DAmbra (3956) hanno vinto la Spaccanapoli (10 km). HALL OF FAME USA Maurice Greene, Gail Devers e Vince Matthews sono entrati nella Hall of Fame dellatletica statunitense. Sui 100, Maurice Greene stato recordman mondiale, tre volte iridato e olimpionico a Sydney 2000 (oro anche nella 4x100). La Devers stata oro dei 100 hs a Barcellona 1992 e Atlanta 1996 (anche oro nella 4x100) e, ai Mondiali, ha vinto cinque ori (3 nei 100 hs, 1 nei 100, 1 con la 4x100). Matthews stato oro nei 400 a Monaco 1972 e firm il record del mondo della 4x400 a Messico 1968. Con loro, ammessi anche liridato del cross Craig Virgin, il sette volte vincitore della maratona di Boston Clarence Demar e Bob Timmons, tecnico di 16 atleti primatisti del mondo. sione della finale scudetto contro il Follonica avrebbe colpito con la mazza da hockey una volontaria della Croce Rossa, ferendola dalla coscia destra.

Owens Club galoppo maledetto E il finlandese Brad ringrazia


MATTEO PIERELLI MILANO

Judo
MONDIALI JUNIORES (e.d.d.) Dodici azzurri saranno impegnati da domani a Citt del Capo (Saf) ai Mondiali Juniores. Uomini: Basile (60 kg); Parlati (66); Carollo (73); Miranda (81), Di Guida (100). Donne: Romano (44 kg); Giuffrida, Mongiello (48); Iadeluca, Poser (52); Politi (78); Marchi (+78).

La rabbia di Pietro Gubellini, la gioia di Tuomas Korvenoja. Il Mangelli appena finito. Il driver italiano impreca per la rottura a pochi metri dal palo del suo Owens Club quando ancora si stava giocando la vittoria, quello finlandese esulta dopo che il suo Brad de Veluwe taglia per primo il traguardo in 1.11.6, che eguaglia il record della corsa di Passionate Kemp nel 2004 (Giulia Grif nel 2006 fece due decimi in meno ma in batteria).
Che sfortuna Brad de Veluwe

ha vinto la corsa in partenza: sullerrore di Obama Gar (che lo aveva preceduto in batteria) riuscito ad andare al comando e la corsa sembrava finita l. Invece un Owens Club trasformato rispetto alla batte-

ria (dove era finito 5) avanzato con decisione, ha messo sotto pressione il leader e appena allingresso in retta era anche passato. Poi Brad era riuscito a rientrare. Il testa a testa stava entusiasmando il pubblico (4500 in tribuna), poi Owens, nellultimo disperato attacco al rivale, ha rotto lasciando la vittoria al finlandese, uno dei tre anni europei pi forti in circolazione (per il figlio di Andover Hall questo il quarto gruppo 1 dopo E3 in Svezia, Ulf Thoresens Memorial in Norvegia e Kriterium in Finalndia) che per stavolta se l vista davvero brutta contro Owens Club. Che, curiosamente, ha buttato la vittoria pi o meno nello stesso punto in cui lo fece nel Gran Criterium 2010, anche se allora fu squalificato per ambio.
Varennino volante Nelle altre

Pantera Om (da Windsongs Legacy) nel GP Aste Filly e soprattutto del promettentissimo Pasci Lest (E. Bellei) nel GP Aste maschi. Il figlio di Varenne (67 GP per i suoi eredi) passato al comando dopo 400 metri violentissimi (27.6) e nel finale ha dominato in uno strepitoso 1.13.1, nuovo record dei due anni.
2 corsa - GP Orsi Mangelli - (1 batt.) - m 1600: 1 Obama Gar (E. Bellei) 1.11.6; 2 Brad de Veluwe; 3 Oyster Kronos; 4 Odino Jet; Tot.: 9,03; 1,48, 1,20, 1,28 (19,95) Tris: 83,81. 3 corsa - GP Orsi Mangelli - (2 batt.) - m 1600: 1 Lobell Countess (P. Strooper) 1.13; 2 Kash's Cantab; 3 Opal Brown; 4 Oliver Ur; Tot.: 1,72; 1,53, 2,51, 2,80 (8,82) Tris: 54,74. 6 corsa - GP Orsi Mangelli Filly m 1600: 1 Orsia (A. Gocciadoro) 1.12.1; 2 Oibambam Effe; 3 Omera Win Sm; 4 Ofelia Bi; Tot.: 7,59; 2,27, 7,82, 5,20 (296,25) Tris e 4.656,89. 8 corsa - GP Orsi Mangelli - (finale) - m 1600: 1 Brad de Veluwe (T. Korvenoja) 1.11.6; 2 Kashs Cantab; 3 Odino Jet; 4 Lobell Countess; 5 On The Way Grif; Tot.: 2,08; 1,21, 1,96, 1,95 (15,79). Tris 3-4-8, e 81,22.

GALOPPO ROMANO

Nuoto
LOCHTE-PHELPS (al.f.) Ryan Lochte e Michael Phelps si incroceranno per la prima volta nella stagione olimpica al Gp di Minneapolis (Usa, 50 m) dall11 al 13 novembre. Al via anche la fresca primatista mondiale dei 200 dorso in corta Melissa Franklin, Katie Hoff, Brendan Hansen e Ed Moses oltre ai francesi Manaudou, Bousquet, Agnel e Muffat. THORPE A SINGAPORE (al.f.) Ian Thorpe arrivato ieri a Singapore per il debutto in Coppa del Mondo (venerd e sabato) dopo 5 anni di pausa. Laustraliano, che ha perso 10 kg dalla ripresa degli allenamenti e pesa 4 kg in meno rispetto ai Giochi di Atene, sar al via di 100 farfalla e 100 misti mentre aggiunger i 100 sl nelle tappa di Tokyo della prossima settimana.

Duck Feet vola nel Breradelli Quinte, 139.760 e !

corse, vittoria di Orsia (da Angus Hall) nel Mangelli Filly, di

Il finale del Mangelli: da destra il vincitore Brad de Veluwe, Owens Club che rompe e Kashs Cantab, 2 PERRUCCI

Duck Feet volante a Roma nel GP Berardelli (foto Garofalo): 4 corse e 0 sconfitte. Pr. Berardelli - (gr. 3) e 34.000, m 1800: 1 Duck Feet (C. Colombi); 2 Lui e La Luna; 3 Mamath; 4 Blu Pe traeus; (1 1 1) Tot.: 2,94; 1,31, 1,46, 2,77 (3,64) Trio: 60,89. Super quinte A Roma anche il quint 12 8 9 5 2 da e 139.760,70 allunico vincitore. Quart e 10.695,90. Tris e 2.826,28. MALE CHOISIR Nono e penultimo il nostro Choisir Shadow (D. Var giu) a Maisons Laffitte nel Crite rium (gr. 2 m 1200) vinto da Restia dargent (Guyon). MELBOURNE CUP Davanti a cen tomila spettatori il francese Duna den (Lemaire, trainer Delzangles) ha battuto linglese Red Cadeaux nella Melbourne Cup (gr 1, m 3200) OGGI TORINO QUINTE (Ore 18.30) In 20 sul miglio. Scegliamo Neel Zac (19), Nester dei Venti (15), Nisosh (14), Naval Vessel (20), Newmar (5) e Noisette Bar (16). ANCHE Galoppo: Milano (14.20), Napoli (14.35). Tr.: Aversa (15.15).

Pallavolo
ESTERO (a.a.) Sconfitta casalinga del Panathinaikos di Gianluca Saraceni (7 punti 78% in attacco) dal Marmaris 0-3 (26-28, 20-25, 15-25) nella terza giornata del campionato greco. In Iran lo Shardary Tabriz di Francesco Biribanti e Daniele Desiderio secondo dietro lIshfan, dove sono passati molti nazionali dal Paykan Teheran. In Germania sconfitta del Potsdam di Alberto Salomoni a Wiesbaden, 3-0. In Austria seguita a vincere lInnsbruck di Claudio Carletti, 3-0 al Niedersterreich. In Svizzera il Lugano di Marco Verga, Nico Poncia, Marco Rolfi e Jacopo Mozzana ha superato 3-0 lo Chenois e lha raggiunta al terzo posto in classifica.

Beach volley
ULTIMA SPIAGGIA (c.f.) Le canadesi Broder-Valjas sono le prime avversarie di Laura Giombini e Viktoria Orsi Toth oggi nelle qualifiche dellOpen di Phuket (Tha), ultima tappa dello Swatch World Tour 2011. In caso di vittoria, si giocheranno laccesso al tabellone principale con Saka-Rtvelo (Geo). Da domani in campo le altre azzurre Cicolari-Menegatti e Gioria-Momoli.

Pesi
OTTO AI MONDIALI Azzurri fino a domani allAcquacetosa in vista dei Mondiali di Parigi, al via sabato a Parigi. Il d.t. Aldo Radicello ha convocato Genny Pagliaro, Giovanna DAlessandro (48 kg), Jennifer Lombardo (53), Giorgia Bordignon (58), Annarosa Campaldini (+75) e, tra gli uomini, Calogero Guarnaccia (62 kg), Giorgio De Luca (77) e Clemente Mannella (85). Obbiettivo la qualificazione per Londra 2012: per ottenerla la squadra femminile deve entrare tra le prime 21 della classifica per nazioni, quella maschile tra i primi 24, tenendo conto anche dei risultati delledizione 2010 ad Antalya.

Bocce
MEDAGLIE AZZURRE (c.f.) Italia sul podio in tutte e sei le prove del Mondiale giovanile (specialit volo), a St.Vulbas (Fra). Tra gli under 23, oro per Daniele Grosso nel combinato e bronzo per Emanuele Ferrero nellindividuale e per lo stesso Grosso e Manuel Lituri nella gara a coppie. Nella categoria under 18, argento per Simone Mana e Mattia Rosso nella staffetta, 3 posto per Luca Negro nel tiro di precisione e per Mana nel tiro progressivo.

Cricket Scandalo Pakistan I tre atleti colpevoli


LONDRA Il capitano Salman Butt, Mohammad Asif e Mohammad Aamer, i tre giocatori del Pakistan coinvolti nello scandalo del test truccato contro lInghilterra, sono stati riconosciuti colpevoli di associazione a delinquere e di frode da un tribunale di Londra. La sentenza, attesa entro fine settimana, potrebbe portarli in carcere per sette anni. I tre sono accusati di aver volontariamente sbagliato alcuni colpi durante un test contro lInghilterra dellagosto 2010. Lo scandalo era stato svelato dal periodico News of the World, oggi defunto. Prima della partita, un giornalista si era finto uomo daffari e aveva avvicinato un manager vicino ai tre pakistani, Mazhar Majeed, per truccare il risultato. Lagente aveva garantito i servizi di sei giocatori e aveva proposto un tariffario: 58.000 euro per truccare unazione, 1,16 milioni di euro per cambiare il risultato della partita. Majeed era stato filmato mentre prendeva 174.500 euro per i tre errori intenzionali.

Rugby
ARBITRI ITALIA Designati gli arbitri per il Sei Nazioni: Francia-Italia, prima partita della prima giornata in programma sabato 4 febbraio alle 14.30 a Parigi, sar diretta dal gallese Nigel Owens. Due volti nuovi nel panel: il francese Jerome Garces, designato per Italia-Inghilterra dell11 febbraio (ore 16) allOlimpico, e il neozelandese Chris Pollock, che diriger Irlanda-Scozia il 10 marzo. Gli altri arbitri degli azzurri: 25/2 (14.30), Irlanda-Italia: Joubert (Saf); 10/3 (15.30), Galles-Italia: Clancy (Irl); 17/3 (13.30), Italia-Scozia: Rolland (Irlanda).

Pallamano RAI SPORT 1, 18.30

Rugby IL C.T. IRIDATO

Italia-Svizzera per i Mondiali

Henry conferma All Blacks addio


In una conferenza stampa a Auckland, il c.t. Graham Henry ha ufficializzato laddio agli All Blacks dopo otto anni, culminati nel trionfo nella finale di Coppa del Mondo contro la Francia (8-7). Henry lascia con 88 vittorie in 103 test (90% di successi, miglior bilancio nel rugby moderno), 5 Tri Nations, la vittoria nella serie coi Lions del 2005 e tre Grandi Slam. Ho avuto il privilegio di allenare la Nuova Zelanda e sono fiero del contributo di questa squadra alla leggenda degli All Blacks. Non sono mancate le delusioni su tutte la sconfitta con la Francia ai quarti del Mondiale 2007 , e i momenti difficili. Fare lallenatore ha dei prezzi da pagare: gli ultimi 10 della finale con la Francia non mi sono certo piaciuti. Henry, 65 anni, ha smorzato le voci di un suo futuro in Inghilterra: in trattativa con la federazione neozelandese per diventare formatore. Alla sua successione favorito il vice Steve Hansen, mentre lascia Wayne Smith: guider Waikato.

Golf
Molinari insieme a Westwood, McIlroy, Bradley e Scott AFP

Scacchi Europei a squadre Italia con i big


A Porto Carras, in Grecia, si aprono oggi gli Europei maschili e femminili. Si gioca con quattro titolari e una riserva, fino all11 novembre, con 38 squadre nel torneo maschile e 28 in quello femminile. Tra gli uomini lItalia schiera Fabiano Caruana fresco numero 23 al mondo e miglior juniores Daniele Vocaturo, Sabino Brunello, Michele Godena e Axel Rombaldoni, mentre tra le donne sono partite Elena Sedina, Olga Zimina, Marina Brunello, Roberta Messina e Fiammetta Panella.

Il gruppo azzurro per la Svizzera

(an.gal.) Oggi a Bressanone (18.30, dir. Rai Sport 1) lItalia esordisce contro la Svizzera nel girone 5 di qualificazione ai Mondiali di Spagna 2013. Il c.t. Franco Chionchio ha rinnovato la squadra: convocati per la prima volta gli italo-argentini del Noci Carrara (centrale) e Doldan (pivot) e i terzini del Bolzano, litalo-brasiliano Gaeta e litalo-croato Turkovic. E un bel gruppo dice il c.t. , con buone potenzialit che linnesto dei naturalizzati pu far crescere. La Svizzera solida, ma noi ce la giochiamo. I rossocrociati allenati dal croato Percovac, che Chionchio ritrova dopo 20 anni hanno nellala Lininger (Lemgo, Bundesliga) e nel centrale Schmid (Lowen, Bundesliga) i punti di forza. Arbitrano gli sloveni Lah e Sok. Ritorno domenica (15.30) a Sciaffusa (Svi). Del girone fa parte anche la Lituania che lItalia affronter il 5 gennaio a Vilnius e il 7 a Cologne.

Golf Challenge in Puglia


Da oggi a sabato, il San Domenico golf di Savalletri (Br) ospita lApulia Grand Final, ultimo appuntamento del Challenge Tour europeo, al termine del quale verranno assegnate le carte per lEuropean Tour 2012 ai primi venti dellordine di merito. Tre gli azzurri: Andrea Pavan al momento ottavo nella moneylist; Federico Colombo (9) e Alessandro Tadini (17).

Sport invernali
SCI: KAMER K.O. La discesista svizzera Nadja Kamer si stirata il legamento collaterale interno del ginocchio sinistro giocando a pallavolo. Salta sicuramente la trasferta americana della Coppa del Mondo e spera di rientrare a dicembre. SLITTINO, TRICOLORI TEDESCHI Con lindisponibilit della pista di Cesana, i Tricolori seniores di slittino si terranno il 28-29 dicembre a Koenigssee, in Germania. SNOWBOARD, BIG AIR A Londra, nella prima tappa di Coppa del Mondo di big air, vittoria per il 25enne finlandese Janne Korpi. Azzurri fuori nelle qualificazioni: Kevin Kok 35, Simon Gruber 36, Marco Grigis 46.

Da domani a Shangai, Cina Hsbc Champions

Chicco Molinari difende il titolo contro Manassero e i vincitori Major


Il World Golf Championship fa tappa in Cina, a Shanghai dove da domani Francesco Molinari sar in campo per difendere il titolo dellHsbc Champions conquistato proprio sul percorso dello Shenshen Golf Club. Giocare sullo stesso campo mi fa piacere ha detto Francesco Molinari ho tanti bei ricorsi. E poi un percorso che mi piace. Chicco arriva da un decimo posto nel Masters dellAndalusia, ed un momento favorevole per lui che in questa stagione ha avuto un periodo di difficolt. Ora sembra che tutto stia tornando a posto. Difendere il titolo sar durissima, ma questa almeno una fase di buon gioco per me. Sul tee di partenza i quattro vincitori dei major: Charl Schwartzel (Masters), i nordirlandesi Rory McIlroy (US Open) e Darren Clarke (Open) e lo statunitense Keegan Bradley (Us Pga) . Non ci sar il numero 1 al mondo Luke Donald. Sar in campo anche Matteo Manassero. Il montepremi 5.124.000 euro, prima moneta di 842.217. In tv: diretta Sky Sport 3Hd dalle 4. f.co.

Hockey ghiaccio
EAGLES FUORI (m.l.) Niente da fare per le Eagles Bolzano inserite nel 1 girone della Coppa dei Campioni Ewcc. A Bytom (Pol) hanno ottenuto 2 vittorie: 6-3 sulle padrone di casa del Bytom e 9-0 al Valladolid (Spa). Decisivo il k.o. (6-0) contro il Planegg (Ger) che passa al 2 turno, che verr disputato in Finlandia in casa del Naiset, con le kazake del Aisulu Almaty e le Sabres Vienna (Aut) dove gioca Valentina Bettarini. Rimane lAgordo lunica formazione italiana ad essere riuscita nel 2009 a superare il primo turno.

Vela
LEGENDS REGATTA (r.ra.) Ad Alicante inizia oggi la Volvo Ocean Race Legends Regatta, dedicata alle barche che hanno fatto la storia del giro del mondo in equipaggio, chiamato prima Whitbread e ora Volvo Ocean Race. Sono 16 gli scafi che disputeranno due regate. Per lItalia c Tauranga, Swan 55 dellarmatore Michele Bruno, unica barca reduce dalla 1 edizione della Whitbread Race 1973-74, e LEspirit dEquipe, che vinse nell1985-86. Il vincitore ricever il Sir Peter Blake Trophy.

Hockey pista Colp una volontaria Due mesi a Soria


VIAREGGIO (g.l.) Largentino Jos Juan Soria, che nella stagione 2007-2008 indoss la maglia del Viareggio, stato condannato a due mesi di reclusione (pena sospesa) per lesioni aggravate. In occa-

Il tecnico Graham Henry, 65 anni AFP

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

Questi avvisi si ricevono tutti i giorni 24 ore su 24 allindirizzo internet:

CONTABILE esperta responsabile amministrativa Co.Ge, tesoreria, adempimenti fiscali, gestione Iva, report, bilanci, valuta proposte in Milano. Preferibilmente societ. Cell. 347.98.20.530. DISEGNATORE Autocad impiantistica (carpenteria, macchine, piping), perito meccanico, autonomo, offresi. Tel. 320.19.70.734. DOTTORESSA economia esperta contabilit bilanci, fiscale, offresi aziende/studi, full/ part-time. 340.80.51.281. IMPIEGATO amministrativo contabile, esperienza aziende medio-piccole, anche conduzione, francese, inglese. 02.57.40.24.13. IMPIEGATO tecnico commerciale preventivista, disponibilit anche acquisti, logistica, magazzino, zona Milano nord-Milano. 338.43.16.574. LAUREATO economia internazionale: 31enne commerciale con esperienza, inglese/ spagnolo, ottimo pc, tempo indeterminato. 328.15.52.946. RESPONSABILE customer service, ventennale esperienza, inglese e francese fluenti, libera subito, esaminerebbe proposte. Tel. 349.00.21.290.

2
RICERCHE DI COLLABORATORI IMMOBILI TURISTICI

7
COMPRAVENDITA 7.1 OFFERTA

IMMOBILI COMMERCIALI E INDUSTRIALI

8
8.1

www.piccoliannunci.rcs.it

IMPIEGATI

2.1

oppure tutti i giorni feriali a: MILANO : tel.02/6282.7555 02/6282.7422, fax 02/6552.436. BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028. FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34. BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126. NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712. BERGAMO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 035/35.87.77, fax 035/35.88.77. COMO : tel. 031/24.34.64, fax 031/30.33.26. CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610. LECCO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0341/35.74.00, fax 0341/36.43.39 MONZA : Pubblicit Battistoni tel. 039/32.21.40 039/38.07.32, fax 039/32.19.75. OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084. PADOVA : tel. 049/69.96.311, fax 049/78.11.380. PALERMO : tel. 091/30.67.56, fax 091/34.27.63. PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72. RIMINI : Adrias Pubblicit di Rimini tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003. ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 SONDRIO : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0342/20.03.80, fax 0342/57.30.63 TORINO : telefono 011/50.21.16, fax 011/50.36.09. VARESE : SPM Essepiemme s.r.l. tel. 0332/23.98.55, fax 0332/83.66.83 VERONA : telefono 045/80.11.449, fax 045/80.10.375. Per la piccola pubblicit allestero telefono 02/72.25.11 Le richieste di pubblicazione possono essere inoltrate da fuori Milano anche per telefax e corrispondenza a Rcs Pubblicit agli indirizzi di Milano sopra riportati. Si precisa che tutte le inserzioni relative a ricerche di personale debbono intendersi riferite a personale sia maschile sia femminile, essendo vietata ai sensi dell art. 1 della legge 9/12/77 n.903, qualsiasi discriminazione fondata sul sesso per quanto riguarda laccesso al lavoro, indipendentemente dalle modalit di assunzione e quale che sia il settore o ramo di attivit. Linserzionista impegnato ad osservare tale legge.

CERCASI contabile esperto/a. Inviare curriculum vitae: email: info@franzaroli.it fax: 02.48.00.27.53. IMPIEGATA per parte contabile adempimenti, centro elaborazione dati ben strutturato, zona Corvetto cerca - trattamento adeguato; fax 02.55.21.02.94 - E-mail: inserzioni.lavoro@live.it SOCIET immobiliare in Milano centro cerca impiegata con esperienza gestione contratti di locazione uso commerciale . Corriere 930-XZ - 20132 Milano STUDIO commercialisti centro Milano ricerca una contabile ed una figura con minimo di esperienza nel societario. Inviare cv via fax: 02.76.39.80.15 - mail: curricula.studiocommercialisti@gmail. com

A Milano 1h euro 79.000 splendido Oltrep vista mozzafiato nuovissima villetta piscina consegna imminente solo 9.000 anticipo poi tua resto rate 290 mensili. No mediazine notai gratis arredo gratis. Tel. 035.47.20.050. AFFARE Montecarlo confine. Nuovo trilocale in villa con giardino, vista mare / Monaco. Euro 465.000 italgestgroup.com 0184.44.90.72.

BRONI (PV) vendesi immobile cielo terra n 48 appartamenti - n 5 unit commerciali. Reddito annuo euro 240.000,00. Tel. 0523.71.60.66 - 335.71.15.579.

Quotazioni ORO USATO: euro 25,80 / grammo ORO PURO: euro 37,25 / grammo ARGENTO USATO: euro 520 /kg ARGENTO PURO: euro 710 / kg MM DUOMO - MISSORI: 02.72.02.27.36.
GIOIELLI ORO ARGENTO 18.2
PUNTO D'ORO compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 - Milano. 02.58.30.40.26.

AZIENDE CESSIONI E RILIEVI

12

TABLET ALBISSOLA SUPERIORE appartamento di 90 mq.


con corte esterna di 40 mq., fronte mare, in contesto signorile, totalmente da ristrutturare; euro 260.000. Per info 333.67.68.783 333.67.68.774.
LOANO in costruzione, palazzina signorile a pochi passi dal mare, bilocali e trilocali classe A+. Tel 019.67.76.99 - 339.18.95.414. PUNTA ALA euro 159.000 tutto compreso (non uno scherzo anche se costa poco) nuovissimo consegna fine 2012 soluzione immobiliare a 100 mt dal mare 100 mt isola pedonale arredato corredato. No mediazione. Tel 035.47.20.050 per vedere. SARDEGNA del nord, amanti vista mare, 3 km bianchissima spiaggia, piscina privata, ultimo nuovo appartamento solo 79.000 euro. 035.24.18.34. VILLE prestigiose: Forte dei Marmi, Portofino, Lerici, Como, Porto Rotondo. Iseo, Monte Carlo anche hotels. Castello Lago Trasimeno. 335.68.94.589.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, indutriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14. CENTRO benessere-estetico, consolidata clientela, all'interno di un centro medico polispecialistico a Milano da 40 anni, cede attivit o affitta ramo d'azienda. Trattativa riservata. Tel. 339.63.73.583. FARMACIA cedesi Milano giro affari medio alto zona centro. Casella postale Corriere 929-XZ - 20132 Milano

19
AUTOVEICOLI

AUTOVETTURE

19.2

AGENTI RAPPRESENTANTI

2.2

OPERAI

1.4

PROGETTO impresa seleziona un agente per ogni provincia Veneto, Lombardia, Emilia. Fisso mensile. Ottime provvigioni, portafoglio clienti. 0541.18.33.661.

CQUISTANSI automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89.50.41.33 - 02.89.51.11.14.

SRILANKESE 33enne serio referenziato offresi part/full-time custode/pulizie uffici e condominii. 380.75.90.722.

COLLABORATORI FAMILIARI

2.6

COLLABORATORI FAMILIARI

1.6

COLLABORATRICE domestica italiana con esperienza cerca da luned al venerd ore pomeridiane a Milano zona Duomo - Piazza Missori. Cell. 347.58.36.106. COPPIA cinquantenni sardi offronsi dimore signorili/portinerie prestigiose come governanti, custodi autista. Affidabilit cultura esperienza anche infermieristica. Massime referenze. 347.87.33.648. SRILANKESE referenziato con pluriennale esperienza, cerca lavoro fisso/ore Milano e provincia. Cell. 346.28.72.561.

COPPIA qualificata custode giardiniere e governante cuoca per villa con parco importante lago Como. Richieste referenze controllabili e patente B. Fax 02.63.11.82.79. Mail personale.platani@gmail.com

VENDITE ACQUISTI E SCAMBI

18

PALESTRE SAUNE E MASSAGGI

21

IMMOBILI RESIDENZIALI COMPRAVENDITA

5
5.4

ACQUISTI

SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

ACQUISTIAMO Brillanti, Oro, Monete, SUPERVALUTAZIONE, pagamento contanti. Gioielleria Curtini, via Unione
6. - 02.72.02.27.36 - 335.64.82.765 - info@nexiagold.it

DA OGGI IL TUO ANNUNCIO DIVENTA MULTIMEDIALE...

A AABAA Naturalmente relax. Trattamenti olistici. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. A fantastici trattamenti olistici, associamo accoglienza, riservatezza, professionalit per totale benessere. 02.29.52.60.35. ABBATTI stress e fatica dell'inverno. Rigenerati attraverso i nostri trattamenti. Milano 02.39.40.00.18. AMBIENTE climatizzato esclusivo, personale rinnovato qualificato, trattamenti olistici, sauna. Promozioni attive. 02.39.52.48.54. AMBIENTE riservato elegantissimo, trattamenti antistress, idromassaggio. A ottobre nuove promozioni! 02.49.46.01.28 345.13.53.829. CENTRO benessere, ambiente raffinato, massaggi olistici. 50,00 Euro un'ora. Milano 02.27.08.03.72. CINQUE GIORNATE ambiente climatizzato un mondo di relax trattamenti olistici. Classe. 02.54.01.92.59. CLASSE e professionalit per totale relax, massaggi rilassanti. Porta Venezia 02.39.66.45.07. DELIZIOSO centro benessere italiano massaggi olistici ambiente elegante per il tuo relax. 02.39.68.05.21. IDRORELAX centro climatizzato, ambiente elegante, raffinato, massaggi olistici, rilassanti. Zona fiera. 02.33.49.79.25. MANZONI San Babila ambiente classe, nuovo centro massaggi olistici ayurvedici. Relax. 02.39.68.00.71. PROMOZIONE Hado : il benessere per il tuo corpo, percorso acqua e massaggi olistici. 02.29.53.13.50.

1
OFFERTE DI COLLABORAZIONE

INVIACI TESTO FOTO E VIDEO


Per informazioni chiamaci allo 02.6282.7555 / 7422 agenzia.solferino@rcs.it

24
CLUB E ASSOCIAZIONI
A MILANO accompagnatrici, distinta agenzia presenta eleganti, affascinanti modelle ed interessanti hostess. 335.17.63.121. A MILANO agenzia accompagnatrici alta classe, bellissime fotomodelle, in tutta Italia. 333.49.59.762. CONTATTI piccanti 899.89.79.72. Esibizioniste 899.00.41.85. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 Arezzo.

IMPIEGATI

1.1

ABILE impiegato commerciale, in mobilit, pluriesperienza ordini, offerte, bolle, inglese buono, francese ottimo, Office. 339.48.09.594.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELLARTI gda@gazzetta.it

_la crisi economica e lItalia

Tutti dicono: Sbrighiamoci Ma che cosa si pu fare subito?


Borse a rotta di collo: Milano perde il 6,8%, vola linteresse dei Btp... Il Paese sembra inerte: a questo punto servirebbe un governo che possa prendere misure impopolari
Berlusconi ha interrotto il ponte in Sardegna ed tornato di corsa a Roma, dato che le Borse stavano venendo gi a valanga e Milano a un certo punto perdeva pi del 7%. La giornata s poi chiusa con Piazza Affari a -6,8 e il resto del continente ugualmente nel precipizio: Francoforte a -5, Parigi a -5,38, Londra a -2,21, Atene -8: 219 miliardi di capitalizzazione bruciati in Europa, 22 a Milano. Tragiche le performance delle banche e di Fiat Industrial, con Unicredit, Intesa e il Lingotto sospese per eccesso di ribasso e in finale a -15,65 Intesa (il giorno prima il suo presidente aveva protestato contro queste quotazioni fuori della realt), a -12,44 Unicredit, peggiore seduta di sempre. Le banche sono nel dramma ovunque, Deutsche ha perso l8,2, Commerzbank il 9,14. Sberle altrettanto forti per i nostri Btp a due, cinque e dieci anni che hanno segnato il record negativo assoluto di tutti i tempi. Il differenziale tra Bund e Btp decennale, dopo aver toccato i 459 punti, s assestato a 448, che comunque una cifra da capogiro. Siamo in prossimit di interessi del 6,5%, essendo il 7 la soglia che segn di stato fallimentare greci e portoghesi. Berlusconi, di fronte a questa pioggia, ha detto che il governo agir con tempestivit e rigore e sta studiando i primi provvedimenti da inserire gi nel patto di stabilit in discussione al Senato (c tempo fino a venerd) e, ieri sera, ha subito convocato un vertice dei ministri a Palazzo Chigi, presente Tremonti, assente Bossi. Lopposizione chiede un governo di solidariet nazionale e comunque un po tutti si sono fatti vivi con Napolitano per garantire il senso di responsabilit dellopposizione in un momento che potrebbe essere fatale. Anche le imprese e le banche, in una nota congiunta di Abi, Alleanza delle Cooperative, Ania, Confindustria e Rete Imprese Italia, hanno dato un aut aut a Berlusconi: Servono misure immediate: il governo lo faccia rapidamente o se ne vada. be un colpo ancora pi grave. Altra possibilit: Nea Demokratia, il partito di destra avversario di Papandreou, riesce a buttarlo gi e si va alle elezioni. Tragedia anche in questo caso perch bisogna far presto.

459

i punti di spread Lo spread Btp-Bund ha toccato il record del 4,59%, 459 punti in pi rispetto ai 407 di luned

-15%

3 provvedimento BerluQuale
sconi potrebbe adottare ora?

la caduta di Intesa Male a Piazza Affari le banche italiane: Intesa SanPaolo -15%, Unicredit -12%, Mps -10%

Non so rispondere. Allinizio della lettera dintenti di mercoled scorso sta scritto: entro 2 mesi, la rimozione di vincoli e restrizioni alla concorrenza... entro 4 mesi, la definizione di un contesto istituzionale... entro 6 mesi, ladozione di misure che favoriscano laccumulazione di capitale....

leParole
BUND, SPREAD ED EUROBOND
BUND Sono i Titoli di Stato emessi dal governo tedesco, paragonabili ai nostri Btp. Si tratta di emissioni a medio e lungo termine che, per la loro importanza, sono considerati dagli operatori come punto di riferimento per il mercato obbligazionario. SPREAD In inglese significa differenza e nel gergo finanziario la differenza tra il prezzo pi basso di acquisto e il prezzo pi alto di vendita in un mercato, ed spesso usato come misura della liquidit del mercato stesso. Cos, lo spread Btp/Bund altro non che la differenza fra i loro rendimenti. Ad esempio, se il rendimento del Btp del 5% e quello del Bund del 2%, lo spread di 300 punti (ovvero del 5-2=3%). EUROBOND Lidea di Eurobond consiste nel creare obbligazioni del debito pubblico dei Paesi delleurozona, che verrebbero emesse da unapposita agenzia dellUnione europea e garantite congiuntamente dai Paesi di Eurolandia. In questo modo, attraverso titoli europei, gli Stati che oggi pagano tassi di interesse altissimi potrebbero finanziarsi sul mercato a condizioni migliori.

4 questo che i mercati pre per


cipitano?

Il premier Silvio Berlusconi, 75 anni: questo il suo quarto governo ANSA

IL CROLLO DI PIAZZA AFFARI UNA GIORNATA NERA

1 chi decide che i nostri BuoMa


ni del Tesoro da domani pagheranno linteresse x invece dellinteresse y?

improrogabile lassunzione delle decisioni efficaci per la stabilit italiana

GIORGIO NAPOLITANO CAPO DELLO STATO

Non funziona cos. Semplicemente le nostre obbligazioni si comprano a prezzi sempre pi bassi. E quindi il rendimento che garantiscono, calcolato sul nominale, risulta maggiore per questi che adesso hanno comprato a poco. Le dir anche che se queste valutazioni rientrassero rapidamente e nelle aste si tornasse alle quotazioni di un tempo 140-180 punti sopra il Bund il danno provocato dalle turbolenze di questi giorni sarebbe minimo. Sarebbe problematico, invece, se il livello dei tassi restasse questo o magari peggiorasse. Allora tutta la media del nostro debito si appesantirebbe con conseguen-

GDS

ze incalcolabili per le casse pubbliche. prima di tutto per questo che bisogna far presto, come ha ricordato ancora ieri il presidente Napolitano.

2 Berlusconi dice che lui non


centra niente, che non si tratta di cambiare governo, tutto un fatto internazionale.

Non ha completamente torto. Ieri le quotazioni hanno subito la martellata del referendum greco annunciato a sorpresa

dal primo ministro Papandreou. A gennaio egli intende chiedere ai greci se approvano gli accordi stipulati tra Atene e Merkel-Sarkozy, cio, insomma, se intendono o no restare nelleuro. Hanno tutti interpretato questa mossa di cui riferiamo i dettagli qui sotto come un modo per tagliare ulteriormente il debito. Con un no pronunciato dal popolo, Papandreou potr imporre un taglio dell85%, non si sa se uscendo o restando nelleuro. Per le banche e le casse pubbliche sareb-

C una componente italiana nel precipizio generale, ovvio. Napolitano invoca la solidariet generale. Ma non pu esserci solidariet generale in un contesto politico cos ricco di elementi di divisione. Bisognerebbe che Berlusconi si levasse di mezzo e che un nuovo governo fosse formato da persone capaci prive di riferimenti con le forze presenti in Parlamento. Mario Monti, naturalmente. Al quale bisognerebbe chiedere di non candidarsi alle elezioni del 2013 e a cui bisognerebbe concedere una specie di pieni poteri, in modo da lasciargli prendere tutte le misure impopolari del caso. Tra le cose da fare: recuperare autorevolezza in Europa.

5 poi, anche se ci salvasPerch


simo noi, gli altri...

Merkel e Sarkozy manovrano solo per salvare le banche tedesche e francesi, nei guai fino al collo. Se i libici rivolessero indietro il miliardo e passa depositato nelle banche portoghesi, Lisbona sarebbe al default immediato. Gli ultimi dati ci dicono che non stanno benissimo neanche i cinesi.

gli aiuti Ue

Il referendum greco mette lEuropa sottosopra


ducia che ci sar venerd, dopo aver anche azzerato (come previsto) i vertici delle forze armate: Crediamo che il governo uscir ancora una volta vincitore ha spiegato il viceportavoce del governo Angelos Tolkas : noi non vogliamo tornare indietro sui nostri programmi di salvataggio del Paese.
Contrari Nel corso della giorna-

CARLO ANGIONI

Il referendum greco sugli aiuti spacca lEuropa. Il giorno dopo lannuncio di Atene di voler dare al suo popolo il potere di approvare il nuovo accordo sulla riduzione del debito gi votato dallEurogruppo, i leader del Vecchio Continente si sono schierati contro il premier George Papandreou. In attesa di capire qualcosa di pi nel vertice di emergenza di oggi pomeriggio a Cannes, prima del G20, con Merkel, Sarkozy, Draghi e Lagarde. Ieri, il primo ministro ha confermato la sua scelta prima a parole (Il referendum ci rafforzer nelleuro) e poi in serata, davanti ai ministri, insieme al voto di fi-

130

i miliardi per Atene LEuropa si accordata per dare i nuovi aiuti ad Atene, pari a 130 miliardi di euro
dellEurogruppo e premier di Lussemburgo Jean-Claude Juncker, che andato gi molto pesante: Se i greci voteranno no al referendum sul piano di salvataggio europeo non escludo che Atene possa andare in bancarotta. E ancora: Il premier Papandreou ha deciso senza informare i colleghi europei. Molto sorpresi anche Nicolas Sarkozy e Angela Merkel, tra i promotori del verti-

ta, per, contro il referendum sul secondo salvataggio di Atene sono piovute bocciature praticamente da ogni parte. Lagenzia di rating Fitch, in una nota ufficiale, ha lanciato lallarme: Potrebbe avere gravi implicazioni finanziarie per la stabilit e la vitalit dellintera eurozona. Poi, sono arrivati gli altri. Come il presidente

ce che la settimana scorsa ha dato lokay agli aiuti per altri 130 miliardi di euro. Il piano di salvataggio della Grecia adottato dallUnione europea la sola via percorribile, ha detto il presidente francese. Praticamente identiche le parole tedesche: Le decisioni del 26 ottobre sono ancora pi necessarie dopo lannuncio del referendum e consentiranno alla Grecia di tornare a una crescita sostenibile, ha fatto sapere un portavoce del governo di Berlino. Infine, arrivata anche la presa di posizione europea, a firma dei presidenti Ue, Van Rompuy, e della Commissione Ue, Barroso: Laccordo il migliore possibile, la Grecia onorer gli impegni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Georges Papandreou, 59 anni, il premier della Grecia dal 2009 AP

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

ALTRI MONDI

LEX PRESIDENTE BRASILIANO

Prima chemio fatta: Lula ritorna a casa


Lex presidente brasiliano Luiz Inacio Lula ha lasciato los pedale di San Paolo dove era stato ricoverato per una sessione

di chemioterapia: il 66enne Lula (nella foto Ap con il suo succes sore Dilma Rousseff) ha un tumo re alla laringe e dovr continua re con la chemio e cominciare poi una cura radioterapica. Secondo i medici che lo stanno seguendo, lex presidente ha ottime possibilit di recupero.

VOLUTE DA CAMERON

Londra: 10 domande per trovare la felicit


Un questionario per sapere se il popolo felice: lInghilterra ha misurato il benessere dei cittadini attraverso il cosiddetto

indice della felicit. Voluto fortemente dal premier David Cameron, contiene alcune domande (tipo Guadagni abbastanza?) che servono a valutare la situazione del Paese al di l del Pil, sulla base di indicatori come la salute, il lavoro, leducazione e il reddito.

lafrase DEL GIORNO

notizie Tascabili
Omicida da identificare: 5 arresti

d Riecco la pioggia
FILIPPO CONTICELLO

Rissa tra due famiglie Una vittima a Palermo


Ieri a Palermo finita in tragedia una lite tra le famiglie di due ex: un uomo, Giovanni Rosselli, 35 anni, stato ucciso con una coltellata allo sterno. Pare che la rissa sia legata a un incidente stradale avuto dallex cognata della vittima, Rita Rosone, con lauto dellex marito, Filippo Rosselli. La Rosone, assieme al padre Antonino e al fratello Michelangelo, e Rosselli, assieme allo zio Nicola Nicolosi, sono stati arrestati per rissa aggravata, in attesa di accertare le responsabilit legate allomicidio.

Liguria in allarme
Domani torna il maltempo nellarea alluvionata Trovato il corpo di un anziano, i morti sono 10

Il killer truccato per Halloween

Esecuzione a Napoli: si maschera da strega e uccide pregiudicato

Un poliziotto sul luogo dellomicidio di luned notte ANSA


Ha approfittato di Halloween per colpire. Luned notte a Napoli un uomo mascherato da strega si avvicinato a un gruppo di persone davanti a un club di tifosi del Napoli, intitolato a Paolo Cannavaro, vicino alla centrale via Marina, e ha fatto fuoco contro Salvatore Rispoli, 46 anni, che aveva precedenti tra cui associazione a delinquere di stampo mafioso, e forse al centro di attivit di contrabbando. Due i feriti nellagguato, ma lobiettivo era Rispoli.

Dici pioggia e in quellanIO TOGA ROSSA? golo martoriato di Liguria la gente terrorizzata. Ha paura UN che potrebbero sommarsi danINSULTO ni a quelli, enormi, che lalluAl con- vione ha gi fatto marted scorvegno del so. Cos a Monterosso, a BorVerPdci mi sono ghettoeVara, ma anche anello nazza Brugnato, centri dichiarato Spezzino tra i pi colpiti, sanpartigiano no che domani torner a piovedella re e non sono per niente tranCostituzione, quilli. E non lo neanche il precapo non fetto Franco Gabrielli,Protedel dipartimento della partigiano zione civile: C preoccupa- La bara di Sandro Usai, il 38enne volontario della Protezione civile morto comunista. zione ed preoccupazione durante il nubifragio: ieri a Monterosso (Sp) si celebrato il funerale ANSA chiaro che non di poco conto. Mettiamo sia in atto la parola fine a tutta questa sto- Nord Ovest, la prefettura preuna chiara ria delle previsioni perch la para un piano straordinario di questione vera la capacit intervento: evacuazione a temmanovra di per questo territorio di essere po di record di 500 persone e assedio nei pronto. Mi viene da sorridere circa 10 mila sacchi di sabbia a i milioni stanziati Il governo, per lemergenza confronti amaramente quando ci si la- tappare le crepe negli argini in Liguria e Toscana, ha menta delle inondazioni e poi dei torrenti. di alcuni stanziato 65 milioni di euro si vedono case costruite dove principi non sarebbero dovute essere. Decima vittima A una settimacostituziona- Cos, nellattesa della nuova na dal disastro continua pure RIPRODUZIONE RISERVATA li. Io "toga perturbazione che spazzer il la conta dei morti: ieri, a Borrossa?" un giudizio da schieramen- LINCHIESTA I DATI DELLASSOCIAZIONE DELLE FORZE DI POLIZIA. E IERI NELLA CAPITALE UN NUOVO AGGUATO to politico e quindi lo considero un insulto

65

ghetto Vara, stato recuperato il corpo di un uomo. Era coperto da tronchi di albero sul greto di un torrente. Si chiama Alemanno Aldo Fabiani, ha 85 anni ed la decima vittima ufficiale dellalluvione: quando la tempesta arrivata, si trovava al piano terra della sua casa del centro storico del paese assieme alla figlia 50enne. Il fango ha trascinato via e ucciso entrambi. Intanto, nella speranza di recuperare presto gli ultimi tre dispersi, i mille e pi volontari impegnati continuano a scavare senza sosta. Ed un lavoro massacrante: un 44enne vigile del fuoco stato colto da un malore mentre, dopo una notte di lavoro, partecipava insieme ai colleghi della stazione mobile di Milano alle operazioni di pulizia a Borghetto Vara. Adesso in coma farmacologico al centro di rianimazione dellospedale SantAndrea di La Spezia. A Monterosso, invece, ieri stato il giorno del dolore: si celebrato il funerale di Sandro Usai, il volontario sardo della Protezione civile morto da eroe, ucciso a 38 anni dallonda di fango mentre tentava di liberare i tombini per far defluire lacqua. Il prefetto Gabrielli ieri lo ha ricordato cos: Un esempio straordinario per quello che ci ha insegnato e per il tesoro che, con il suo gesto, ci ha consegnato. E per il suo sacrificio si mosso anche Giorgio Napolitano in persona: il presidente vuole accelerare la procedura per dargli la medaglia doro al valor civile.

Milano-Roma maglie nere dei reati


Nel capoluogo lombardo il picco delle denunce: Torino e Napoli altre citt a rischio
Non c tanto da stare allegri, a leggere linchiesta del Sole 24 Ore basata sui dati dellAssociazione nazionale forze di polizia. Si parla di criminalit e la maglia nera se la meritano Roma e Milano. Un piccolo esempio gi dallaumento dei furti in casa nel 2010: se la crescita a livello nazionale stata del 12%, nel capoluogo lombardo e laziale salita fino al 26%. Milano ha il maggior numero di reati denunciati (275 mila) e la maggior incidenza sulla popolazione (6.948 ogni 100 mila abitanti). Per volumi complessivi la seguono altre grandi citt: la seconda proprio Roma, poi ecco Torino e Napoli.
Il caso A Roma il dato che pre-

ANTONIO INGROIA
PROCURATORE AGGIUNTO DI PALERMO

Contro la Palestina nellUnesco

Israele vuole costruire a Gerusalemme Est


Il giorno dopo ladesione della Palestina allUnesco, prendono il via le prime rappresaglie di Israele: il premier Netanyahu ha ieri convocato a Gerusalemme i sette ministri principali per definire una linea di azione. Ne emersa la volont di riprendere i progetti edili a Gerusalemme Est e Cisgiordania con 2 mila alloggi e sospendere provvisoriamente il trasferimento dei fondi dovuti allAnp. Una decisione disumana che accelera la distruzione del processo di pace, ha commentato subito lAnp.

Il luogo in cui un 31enne stato ferito in un agguato ieri a Roma AP

occupa di pi il sensibile incremento (addirittura del 7,8 per cento) di reati denunciati nellultimo anno. La Capitale spicca nei furti di auto (491 ogni 100 mila abitanti), men-

tre rapine e scippi salgono del 20%. E ieri la citt ha vissuto lennesimo agguato. Allalba una raffica di proiettili ha tentato di uccidere Massimiliano Cogliano detto Supermassimo, un buttafuori noto in diverse discoteche romane. Nel quartiere di Tor Bella Monaca, Cogliano, un 31enne con precedenti per droga, tornava da un locale, quando gli aggressori si sono affiancati alla sua macchina e hanno sparato, colpendolo prima al collo e poi alladdome. stato portato subito allospedale di Tor Vergata, dove si trova in condizioni gravi, ma stabili.

IN POLONIA TANTA PAURA SU UN VOLO DA NEW YORK: TUTTI ILLESI I 231 A BORDO

IN USA VESTITA DA LADRA A 4 ANNI DAL DELITTO DI MEREDITH. I KERCHER CONTRARI

Carrello k.o., Boeing atterra sulla pancia

Laereo della Lot atterra a Varsavia: sotto laereo si vedono le scintille AP

Tanto spavento in volo, tutto tranquillo per fortuna a terra. Un Boeing 767 della compagnia polacca Lot con il carrello di atterraggio bloccato ieri pomeriggio stato costretto ad atterrare a Varsavia direttamente sulla pancia. Laereo, partito da Newark, il secondo aeroporto di New York, viaggiava con 231 persone a bordo: nessuno si fatto male, ma molti passeggeri hanno vissuto la disavventura nel panico, temendo di non riuscire a farcela. Limpatto sul suolo, invece, stato perfetto: il Boeing ha girato sullo scalo polacco subito chiuso, sar riaperto solo stamattina per circa unora per consumare il carburante e poi sceso direttamente sulla carlinga. Grazie alla perizia del pilota e alla schiuma antincendio sparsa sulla pista, tutto filato liscio.

Amanda, festa e trucco Scelta inopportuna

Amanda Knox fotografata a Seattle dal sito di gossip americano TMZ

Limmagine stata pubblicata dal sito Usa di gossip TMZ: Amanda Knox tra le strade di Seattle per la festa di Halloween, mascherata da ladro e con baffi felini dipinti. E non era un giorno qualunque per la 24enne americana: proprio ieri era il quarto anniversario della morte a Perugia di Meredith Kercher, per il cui omicidio Amanda rimasta in carcere assieme allex fidanzato Raffaele Sollecito fino al 3 ottobre. Proprio la macabra coincidenza (della stessa Mez si ricordano delle foto mascherata da vampiro, durante i festeggiamenti di Halloween a Perugia, la notte prima del delitto) non andata gi al padre di Meredith, John Kercher: una mancanza di tatto. Questa ricorrenza un momento molto difficile per la nostra famiglia e quelle fotografie non aiutano.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

41

ALTRI MONDI

IL CANTANTE FA LATTORE

Cremonini con Avati Esperienza super


Cesare Cremonini (nella foto Ansa) attore per Pupi Avati: ieri a Roma stato presentato Il cuore grande delle ragazze, il

nuovo film del regista emiliano che, dopo il malore di domenica, era in sala per la prima. Uno dei protagonisti il cantante: Avati mi ha visto in tv e ha pensato che potessi essere il tipico ragazzo bolognese Anni 30. Il film mi ha arricchito lo spirito e la mente, ma ora penso solo al nuovo cd.

LA GUERRA TRA I BOND

Moore se la prende con Connery e Craig


Guerra tra James Bond: Roger Moore, volto di 007 in sette film, ha attaccato i colleghi, in particolare Sean Connery:

un grande attore, peccato che non si capisca quello che dice, per colpa del suo accento scozzese. Sul giornale Varsity dellUniversit di Cambridge, Moore ha poi criticato Quan tum of Solace (2008) con Daniel Craig: Uno spot pubbli citario lungo e incoerente.

Cenerentola
Il regno delle favole ora la televisione
La fiction Rai con Vanessa Hessler appassiona 7 milioni di spettatori. Costanzo: Gli italiani cercano il lieto fine
COL FIGLIO DEL RAIS

sco Montanari (il Libanese di Romanzo Criminale La Serie), stata licenziata per non aver preso le distanze dal regime di Gheddafi, dopo la relazione di quattro anni con il quinto figlio del Ras, Mutassim, ucciso dai ribelli insieme al padre.
Favole e speranza Le favole

I NUMERI

4 E il GF crolla
IL RIVALE BATTUTO

A
S

ELISABETTA ESPOSITO

Vanessa Hessler, 23 anni, in una scena di Cenerentola: la modella e attrice italoamericana ha debuttato nel 2005 in Natale a Miami ANSA

Per 4 anni fidanzata di Mutassim La Hessler stata per 4 anni con Mutassim Gheddafi, figlio del Rais: Dei Gheddafi ha detto: Sono una famiglia normale, non si deve credere a tutto. Per queste frasi, non far pi la testimonial di una compagnia telefonica

Gli autori televisivi passano le giornate ad arrovellarsi, cercando novit e rivoluzioni per stupire il grande pubblico. Poi succede che nella passata stagione la fiction pi vista sia stata Sissi con la Capotondi e che luned la serata sia stata stravinta da una certa Cenerentola. La fiction in due puntate trasmessa da Rai 1 andata benissimo domenica e si addirittura migliorata il giorno dopo. Numeri: 6.966.000 di spettatori con il 27,94% di share. Proprio parecchio, se si pensa che la gi citata Sissi dei record ha fatto 7.400.000. E sar contenta Vanessa Hessler, che interpreta unAurora, regolarmente orfana con annessa matrigna e sorellastre antipatiche, che vive la sua favola in unatmosfera da Vacanze Romane. E magari si consoler per non essere pi la testimonial di una nota compagnia telefonica tedesca. Lattrice-modella 23enne, ora compagna di France-

dunque si prendono la tv. Perch la storia funziona spiega un esperto del piccolo schermo come Maurizio Costanzo in un momento molto difficile come questo in cui la gente non sa dove andr a parare, c voglia di lieto fine, di speranza. E le favole sono questo. Questa poi era anche ben fatta: se la seconda puntata ha avuto pi spettatori della prima vuole dire che si era sparsa la voce. E poi in giro non vedo molte idee nuove: siamo sinceri, che cosa c in tv di davvero rivoluzionario? Quindi meglio Cenerentola, meglio tutto quello che fa emergere sentimenti autentici. La fiction Rai luned ha divorato il Grande Fratello 12: Ma lavete visto? Sono tutti uguali, tutti della stessa et, tutti carini. Quando partito, lidea di John De Mol era unaltra: vedere che cosa accadeva chiudendo in una casa un gruppo di persone diverse tra loro. A me quello che fanno questi ragazzetti che hanno perfettamente chiaro come comportarsi per avere successo non diverte. Ed evidentemente non diverte molti altri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I milioni persi del GF 12 Il Grande Fratello nella seconda puntata ha perso 1,5 milioni di telespettatori: passato da 5,2 a 3,7

-1,5

Share al 17%: mai cos male

I milioni della Pession Il GF 12 era gi stato battuto dalla fiction di Rai 1, Dove la trovi una come me, con la Pession, vista da 6,1 milioni di persone

6,1

Alessia Marcuzzi, 38 anni ANSA

In momenti di grave crisi come questo si cercano sentimenti pi autentici


MAURIZIO COSTANZO GIORNALISTA E CONDUTTORE

I milioni di Don Matteo Il programma dei record in queste settimane Don Matteo: la fiction con Terence Hill ha toccato quota 7,5 milioni

7,5

Il Grande Fratello fa flop. La seconda puntata del reality di Canale 5, con ospiti Alessandra Mussolini e I Soliti idioti di Mtv, stata vista da 3.572.000 spettatori, con uno share del 17,28%. Si tratta del minimo storico per il reality show di Mediaset, arrivato alla dodicesima edizione, e sempre condotto dalla neomamma Alessia Marcuzzi. Il crollo di luned sera fa ancora pi rumore se paragonato al risultato soddisfacente della prima puntata: il debutto della nuova edizione del GF era stato seguito, infatti, da 5.268.000 spettatori, pari al 24,96% di share. In attesa di capire come Endemol e Mediaset proveranno a invertire la tendenza e recuperare terreno, c per da segnalare lottimo esordio di Mai dire Grande Fratello: se il reality in calo, la satira della Gialappas Band sul programma della Marcuzzi gode di ottima salute. Ben 24,68% di share in seconda serata e 1.693.000 telespettatori.
su qualsiasi scrivania. Per lItalia sono state scelte le opere del newyorchese Mike Perry (nella foto qui a fianco) e del brasiliano Fernando Chamarelli. LArtist Editon sar in vendita (con numeri limitati) fino a Natale e costa 26,90 euro. Il Wireless Mobile 3500 sfrutta la tecnologia Blue Track, un laser che facilita lutilizzo su superfici non convenzionali (il pavimento, il tessuto dei pantaloni). Le batterie possono durare fino a 8 mesi.

Gazza

Tc e n ho

SONY TAGLIA I TELEVISORI IN ARRIVO LA MASCHERA IN 3D: SI VEDE IN ALTA DEFINIZIONE


Una perfetta visione 3D senza avere bisogno del televisore. la rivoluzione della Sony con il Personal 3D Viewer che arriver tra un mese negli Stati Uniti. Si tratta di una specie di maschera con due mini-tv e cuffie per laudio che consentono di godere ad altissima definizione di effetti spettacolari, al punto da far dimenticare presto il mezzo chilo di peso. Il prezzo alto, 730 dollari, e il prodotto, che si basa su un effetto ottico creato dal nostro cervello, per sconsigliato ai minori di 15 anni.

SVOLTA DESIGN DI MICROSOFT IL MOUSE IN EDIZIONE LIMITATA RIVISTO DA SEI ARTISTI


Un mouse che anche un oggetto di design. la proposta di Microsoft ed lArtist Edition di un modello di punta della casa di Redmond, il Wireless Mobile 3500, cio senza fili grazie a un mini ricetrasmettitore. Un comunissimo mouse bianco stato affidato a sei noti artisti e illustratori e ognuno di essi si sbizzarrito nel reinventare laspetto di un oggetto di solito anonimo, ma presente ormai

42

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 21/1 - 19/2 23/7 - 23/8

Ariete 7+
Un successo tira laltro, oggi, come le ciliegie. Gli ormoni, poi, sono come acini di uva pizzutella e causano ebbrezza suina. Amici vicini.
23/9 - 22/10

Toro 5,5
La Luna nuoce a forma fisica e umore. Le vostre capacit, poi, non vengono premiate del tutto e il sudombelico un po (s)morto. Risorger.
23/10 - 22/11

Gemelli 7,5
Viaggi, possibilit di apprendimento e p.r. godono di incentivi lunari solidi. La fornicazione lib(e)ratoria: che bello, volar nel piacer
23/11 - 21/12

Cancro 7Non che siate di umore celestiale, oggi. Per avete idee geniali e gestite bene i soldi. Il letto, poi, sussulta, i vicini (g)odono Uau.
22/12 - 20/1

Acquario 8
IL MIGLIORE Luna e Venere sono alleate: con la dolcezza otterrete tutto. Ma anche con un po di faccia di glutei. Fortuna in crescita, sudombelico pi attento.
CRISTIANO RONALDO

Leone 6
La Luna minaccia malinconoie e tensioni. Non fate sparate, ne va della vostra serenit. E della vostra faccia. Sex suino quanto basta.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 5,5
La vostra tendenza allo sprizzare acido cresce. Cos, lavoro, amore, p.r. si corrodono. E poi predicate bene e fornicate male. Ussignr

Bilancia 7,5
In contrasto con la ricorrenza, la Luna porta fortune, gioie e svaghi (pure suini). Nessun rimorso: mica ci si pu seppellire anzitempo, no?

Scorpione 5,5
Lumore crolla, le mansioni professionali si fanno pesanti e il tono vitale si affloscia. Pure il sudombelico perde smalto. Non giornata.

Sagittario 7,5
La Luna agevola viaggi, p.r. e colloqui. Venere, poi, entra nel vostro segno e aumenta fascino, slancio suino e fortuna: its your moment!

Capricorno 7Lavoro e soldi consolano, nonostante le Borse. Ma mangereste 24 ore al giorno come i panda. Diventando dei panza. Sex goloso.

Pesci 6,5
Non isolatevi, cooperate e otterrete risultati proficui. Il vostro charme necessita di accorgimenti, ma suinamente siete al top.

La stella portoghese del Real Madrid nata a Funchal il 5 febbraio 1985. Ha giocato con Sporting Lisbona e Manchester United

TeleVisioni in chiaro
RAIUNO
TG 1 LINEA VERDE TG 1 OCCHIO ALLA SPESA LA PROVADEL CUOCO TELEGIORNALE TG1 ECONOMIA VERDETTO FINALE LA VITA IN DIRETTA TG 1 CHE TEMPO FA L' EREDIT TG 1 INTER - LILLE Champions League 22.45 90 MINUTO CHAMPIONS 23.30 PORTA A PORTA 1.05 TG 1 1.35 CHE TEMPO FA 7.00 9.35 11.00 11.05 12.00 13.30 14.00 14.10 15.15 17.00 17.10 18.50 20.00 20.30

alla Radio
RAITRE
AGOR DIECI MINUTI DI... LA STORIA SIAMO NOI TG 3 LE STORIE LA STRADA PER LA... TG3 - TG R THE LOST WORLD COSE DELL'ALTRO GEO GEO & GEO TG 3 - TG R - BLOB SABRINA VITA DA... UN POSTO AL SOLE CHI L'HA VISTO? Attualit 23.15 CHI L'HA VISTO? 0.00 TG 3 - TG R 1.00 METEO 3 1.05 CRASH - CONTATTO IMPATTO COVIVENZA 8.00 9.50 10.00 11.10 12.45 13.10 14.00 15.05 15.50 17.40 19.00 20.15 20.35 21.05

RAIDUE
CARTONI ANIMATI ART ATTACK TG 2 - MEDICINA 33 NON SOLO SOLDI TG 2 I FATTI VOSTRI TG 2 - MEDICINA 33 ITALIA SUL DUE TELEFILM TG 2 TELEFILM ESTRAZIONI DEL LOTTO TG 2 UN AMORE ALL'IMPROVVISO Film 22.55 TG 2 23.10 SBARRE 23.45 RITRATTI MUSICALI 0.15 CLOSE TO HOME 0.55 TG PARLAMENTO 6.50 9.10 10.00 10.30 10.35 11.00 13.00 14.00 16.10 17.45 18.45 20.25 20.30 21.05

CANALE 5
TG 5 MATTINO CINQUE GRANDE FRATELLO MATTINO CINQUE FORUM TG 5 TELEFILM UOMINI E DONNE AMICI POMERIGGIO CINQUE AVANTI UN ALTRO TG5 STRISCIA LA NOTIZIA UN AMORE E UNA VENDETTA Film 23.40 MATRIX 1.30 TG 5 2.00 STRISCIA LA NOTIZIA 2.15 UOMINI E DONNE 3.55 AMICI 8.00 8.50 9.55 10.05 11.00 13.00 13.40 14.45 16.15 16.55 18.50 20.00 20.30 21.10

ITALIA 1
6.50 8.50 10.35 12.25 13.00 13.40 15.00 17.45 18.30 19.00 19.25 20.20 21.10 0.00 1.25 2.15 2.30 4.05 CARTONI ANIMATI UNA MAMMA PER AMICA GREY'S ANATOMY STUDIO APERTO STUDIO SPORT CARTONI ANIMATI TELEFILM DRAGON BALL STUDIO APERTO STUDIO SPORT DR HOUSE C.S.I. LE IENE SHOW Attualit INVINCIBILI POKER1MANIA STUDIO APERTO RESCUE ME GUNGALA LA VERGINE...

RETE 4
TELEFILM R.I.S. RICETTE DI FAMIGLIA TG 4 DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN GIALLO FORUM HAMBURG DISTRETTO... SENTIERI CARA MAMMA MI... TG 4 TEMPESTA D'AMORE WALKER TEXAS... IL COLLEZIONISTA DI OSSA Film 23.35 SPY 2.00 TG 4 2.25 PLAYING GOD 4.15 PESTE E CORNA 4.20 IERI E OGGI IN TV 7.00 9.55 10.50 11.30 12.00 13.00 13.50 15.10 16.15 16.40 18.55 19.35 20.30 21.10

LA 7
TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA (AH)IPIROSO G DAY (R) I MEN TG LA7 INTRIGO MORTALE ATLANTIDE TELEFILM G DAY TG LA7 OTTO E MEZZO CHE L'ARGENTINO Film 23.50 DELITTI 0.45 TG LA7 0.55 G DAY 1.35 MOVIE FLASH 1.40 N.Y.P.D BLUE 7.30 9.40 10.35 11.00 11.55 12.25 13.30 14.05 16.15 16.55 19.20 20.00 20.30 21.10

RADIO 105
10.00 105 Friends

Tony e Ross ospitano gli attori Fabio De Luigi, Cri stiana Capotondi e Alessandro Siani (nella foto)

Rmc
13.00 Montecarlo Mix

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
20.45 BAYERN MONACO NAPOLI
Champions League Sky Sport 3, Sky Calcio 1, MP Calcio e MP Calcio HD2

PREMIUM
11.00 RAY PREMIUM CINEMA 13.35 DUE SETTIMANE PER... PREMIUM CINEMA 13.35 BEAUTIFUL DREAMER MYA 15.30 INCONTRERAI L'UOMO DEI TUOI SOGNI PREMIUM CINEMA 17.15 CALENDAR GIRLS PREMIUM CINEMA 17.20 DIVORZIO DA CANI MYA 19.10 THE REBOUND PREMIUM CINEMA 21.15 GOING OVERBOARD STEEL 21.15 PARIS CONNECTIONS MYA 21.15 LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI PREMIUM CINEMA

BASKET
20.45 MONTEPASCHI SIENA GALATASARAY
Eurolega. Sportitalia 2

SKY SPORT 1
9.00 CALCIO: BATE BORISOV MILAN
Champions League

17.30 CALCIO: FAN CLUB JUVENTUS

20.30 VOLLEY: ITALIA - BRASILE


Coppa del Mondo femminile. Da Nagoya, Giappone

EUROSPORT
8.45 GHIACCIO: GRAND PRIX CANADA
Libero femminile

FOOTBALL
1.00 OHIO BOBCATS TEMPLE OWLS
NCAA. ESPN America

SKY SPORT 2
7.30 GOLF: ANDALUSIA MASTERS
PGA European Tour

SKY SPORT 3
9.00 CALCIO: ARSENAL MARSIGLIA
Champions League

Per chi partecipa al gioco con Patty (nella foto), c in palio Mylo Xyloto, il nuovo album dei Coldplay

20.45 INTER - LILLA


Champions League Rai Uno, Sky Sport 1, Sky Calcio 2 e MP Calcio 1

GOLF
4.00 WGC-HSBC CHAMPIONS
Da Shanghai, Cina. Sky Sport 3

11.00 CALCIO: VIKTORIA PLZEN BARCELLONA


Champions League

9.30

GHIACCIO: GRAND PRIX CANADA


Libero maschile

Virgin Radio
13.30 Investigation Bureau

PALLAMANO
17.55 ITALIA - SVIZZERA
Qualificazione Mondiale maschile Rai Sport 1

20.45 LIONE REAL MADRID


Champ ons League MP Calcio 3

11.30 CALCIO: BATE BORISOV MILAN


Champions League

10.30 RUGBY: NUOVA ZELANDA FRANCIA


Finale Coppa del Mondo

10.30 BILIARDO: MASTERS BRASILE


Da San Paolo

20.45 VILLARREAL MANCHESTER CITY


Champions League MP Calco 2

PALLANUOTO
20.25 PLEBISCITO PADOVA IMPERIA
Serie A1 femminile. Rai Sport 2

12.05 CALCIO: VIKTORIA PLZEN BARCELLONA


Champions League

12.00 CALCIO: BATE BORISOV MILAN


Champions League

11.30 AUTOMOBILISMO: FERRARI CHALLENGE


Da Vallelunga

0.50

UNIVERSITARIO VASCO DA GAMA


Coppa Sudamericana Sky Sport 1 e Sky SuperCalcio

TENNIS
16.00 ATP BASILEA
SuperTennis

20.00 ATP BASILEA


SuperTennis

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.35 CALCIO: FAN CLUB LAZIO 17.05 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI

14.00 VOLLEY: ITALIA - STATI UNITI


Coppa del Mondo femminile. Da Nagoya, Giappone

14.00 CALCIO: VIKTORIA PLZEN BARCELLONA


Champions League

16.30 GOLF: ANDALUSIA MASTERS


PGA European Tour

16.00 CALCIO: BORUSSIA DORTMUND OLYMPIACOS


Champions League

23.00 CALCIO: INTER - LILLA


Champions League

12.00 MOTOCICLISMO: FREESTYLE X-FIGHTERS ROMA 13.00 MOTOCICLISMO: FREESTYLE X-FIGHTERS MADRID 14.00 BILIARDO: PLAYERS TOUR CHAMPIONSHIP POLONIA
Snooker

Questa settimana lAgente Malone e Sophia interroga no il leader dei Foo Fi ghters, Dave Grohl (foto)

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
15 11 5 9 9 15 8 16 8 13 8 6 14 18 7 6 17 10 4 1 9 6 23 16 14 18 14 21 14 20 18 19 16 15 22 22 18 15 23 20 15 15 16 15

Oggi
Residua instabilit tra Sicilia e Calabria con addensamenti anche intensi con possibili piogge o rovesci. Ampi spazi di sereno al Centronord salvo nubi basse sulla Val Padana e sulle regioni adriatiche. Foschie dense nelle ore notturne. Trieste
Venezia
6 17 6 16

Domani
Cambio di circolazione con venti di Scirocco in rinforzo e tempo in peggioramento su tutto il Nordovest entro sera. Piogge in graduale intensificazione tra Piemonte e Liguria. Variabilit altrove con schiarite anche ampie e clima mite.

Dopodomani
Forte perturbazione sul Nord e Toscana con piogge che risulteranno intense e persistenti su tutte le regioni di Nordovest. Allerta meteo dalla sera su Piemonte e soprattutto Liguria. A tratti uggioso sulle isole maggiori, asciutto altrove.

Trento Aosta
6 14 8 17

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
8 15

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
8 15

Bologna Genova
10 16 10 16

Ancona

Firenze
8 18

Perugia
9 17

12 17

LAquila
7 16

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
11 20

Campobasso
9 15

Bari Potenza
7 14 13 18

Napoli
11 20

Cagliari
13 21

Catanzaro
13 17

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
16 21

Reggio Calabria
15 20

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
17 19

7:02

17:10

6:41

17:04

7:03

17:09

6:43

17:03

27 ott.

3 nov.

10 nov.

18 nov.

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011

LA GAZZETTA DELLO SPORT

43

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Guai per la star degli Anni 70: luomo che ferm lInghilterra

PortoFranco
A CURA DI FRANCO ARTURI Fax: 0262827917. Email: gol@rcs.it

Tomaszewski, la spia che veniva dai pali


Lex portiere della Polonia, oggi in politica, accusato di essere un informatore dei servizi comunisti. Lui nega: Solo falsit
STEFAN BIELANSKI VARSAVIA

Qui Napoli: ricordiamoci che il campionato conta


Da vecchio tifoso del Napoli, dissento dalla strategia societaria nel volere privilegiare la coppa a discapito del campionato. Anche il tifoso pi fanatico sa che, oggi, il Napoli non pu ancora competere al pari delle big europee, tipo Barcellona, Real, Manchester United. Quando ci imbatteremo in una di queste grandi torneremo a casa e allora sar troppo tardi per poter recuperare in campionato dove invece ritengo che la squadra possa davvero dire qualcosa di buono. Perch rinunciarvi? Trascurare il campionato per la coppa potr far piacere a De Laurentiis, con gli incassi milionari, ma non a noi tifosi.
Angelo Lambiase (Minturno)

Per molti anni stato uno dei calciatori pi famosi non solo in Polonia, ma in tutta lEuropa. Ecco perch la notizia riportata da Newsweek Polska fa scalpore: Jan Tomaszewski, indimenticato portiere della Polonia degli anni 70, capelli lunghi ricci e fascetta, sarebbe stato un informatore segreto dei servizi speciali del regime comunista di Varsavia. Una brutta botta per lex atleta, che aveva anche intrapreso la carriera politica.
Pallone ed elezioni Tutti si ricor-

E stato un errore anche a mio avviso, soprattutto perch ha fornito inutili alibi alla squadra per tirare (inconsapevolmente, certo) il freno al sabato o alla domenica. Non era utile n necessario. Daltra parte il presidente ha sempre avuto un debole per la Champions: il fatto che nessuno lha mai conquistata prendendo scorciatoie. E se non arrivi fra le prime tre in Italia, non la vedi lanno dopo. Sbaglia anche Mazzarri a risentirsi per qualche critica piovuta sulla squadra causa altalena di rendimento. E nelle cose dover aprire lombrello e fare buon viso a cattivo gioco. Ranocchia, Sneijder ed Etoo, e via acquistando. E che hanno ali abbastanza forti per volare sul tetto dEuropa dopo 45 anni e vincere una sfilza di scudetti oltre allo stuzzichino di contorno di coppe varie. LInter ha bisogno di calma, ridefinizione degli obbiettivi (al ribasso, com ovvio) e di qualche giocatore italiano in pi per ricostruire un nuovo gruppo solido. I processi sommari sono ingenerosi e talvolta indecorosi.

Vucinic e Conte
Sono uno juventino doc e parlo a nome di tantissimi tifosi bianconeri che la pensano come me: Conte non affatto credibile quando dice che gioca solo chi ha fame e chi mangia lerba. Perch non credibile? Perch immancabilmente schiera Vucinic, che ha ampiamente dimostrato di divorare pi gol che prato...
Jan Tomaszevski con la maglia della nazionale polacca negli anni 70: ai mondiali del 1974 centr il terzo posto, vincendo la finalina per 1-0 contro il Brasile di Dirceu AP e OLYMPIA
Silvio Zanchi (Milano)

dano di Tomaszewski per le sue parate al Mondiale del 1974 e soprattutto, un anno prima, per quellInghilterra-Polonia 1-1 in cui a suon di miracoli imped ai padroni di casa di andare alla Coppa del Mondo. Legato allLks Lodz, ha concluso la sua vera carriera da calciatore in Spagna nel 1978 con lHercules. Nel 1981 entrato in politica, dopo l'introduzione delle leggi marziali da parte di Jaruzelski, schierandosi con il regime al potere allora in Polonia. Ma dal 1989 in poi Tomaszewski cambia indirizzo politico, accusando la dirigenza della Federcalcio polacca di essere legata al vecchio regime comunista e ostacolare le necessarie riforme del sistema calcistico. Un anno fa ha appoggiato alle presidenziali la candidatura del PiS (Diritto e Giustizia, opposizione di centrodestra) Kaczynski. Tomaszewski, forte oppositore del governo di Tusk (peraltro sempre molto vicino al calcio), stato anche inserito nelle liste elettorali, partecipando alla clamorosa vittoria nellultima consultazione legislativa del 9 ottobre.
Nome in codice Secondo Newsweek Polska, Tomaszewski avrebbe aderito come volontario ai servizi segreti (Sb) nel 1986, quindi a carriera calcistica finita, e avrebbe ottenuto il nome in codice Alex. Nei documenti dei servizi, conservati negli archivi dell'Istituto di Memoria Nazionale si dovrebbe trovare solo questa traccia, cio l'iscrizione nel registro

la scheda
JAN TOMASZEWSKI PORTIERE POLONIA DAL 1971 AL 1981

dei collaboratori: altri eventuali documenti dovrebbero essere stati distrutti nel 1989. La notizia, comunque, stato un colpo per l'opinione pubblica, anche perche negli ultimi decenni l'ex portiere della nazionale, ancora amatissimo dai tifosi, si era fatto la fama di quello che non perdona nulla ai dirigenti della federcalcio locale, ritenuti i principali colpevoli del degrado del movimento polacco dagli anni 70 fino a oggi. E la notizia diventata un grosso problema anche per lo stesso Kaczynski, che dellanticomunismo e delle epurazioni di ex collaboratori dei servizi ha fatto una bandiera politica.
Reazioni Tomaszewski allinizio

Jan Tomaszewski, nato a Breslavia il 9 gennaio 1948, portiere di 1.94 per 92 kg, ha giocato in patria con le maglie di Slask Breslavia, Legia Varsavia e LKS Lodz. Nel 1978 si trasferisce in Belgio al Beerschot e poi nel 1981 allHercules in Spagna. Per 10 anni titolare della Polonia:59 presenze e 56 gol subiti. Detiene ancora il record di imbattibilit della porta polacca: 411, da aprile a giugno del 1978.

si giustificato spiegando che il suo nome poteva finire nelle carte della Sb perch al ritorno dallestero ha fatto tanta vita mondana, frequentando spesso il ristorante del Grand Hotel di Lodz, allepoca meta abituale (come si usava nei paesi comunisti) di agenti e confidenti dei servizi segreti. Ma lex portiere ha poi rilanciato la palla, accusando i suoi avversari politici di aver creato questa vicenda ad arte, con dei documenti falsi. Il motivo? Tomaszewski avrebbe raccolto in un dossier

le prove di abusi e corruzione nelle costruzioni di nuovi stadi per gli Europei del 2012. Ero solo un comune cittadino. E non so come avrei potuto collaborare: magari su come allenare i portieri, o sulla vita sessuale delle formiche..., le dichiarazioni di Tomaczewski riportate dal Telegraph. La partita dellex portiere, contro gli avversari politici ma anche per riguadagnare la fiducia dell'opinione pubblica, non quindi conclusa. E non il primo caso di ex grandi sportivi dellEst europeo accusati di collaborazione coi rispettivi servizi segreti. Succedeva spesso in Germania con la Stasi e in Romania con la famigerata Securitate di Ceaucescu, dove gli sportivi venivano coltivati con cura dai servizi comunisti: per i regimi lo sport stato unarma ideologica e di propaganda politica. Per Tomaszewski la verit arriver, lo impone la legge: ogni candidato deve firmare la dichiarazione di non aver collaborato con i servizi (o confermarlo, nel caso opposto). Anche nel suo caso verr effettuata la verifica prevista dalla legge e solo allora vedremo se l'uomo che ferm lInghilterra incappato in un autogol o ha parato anche stavolta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo so, faccio la figura un po del sadico conservando le vostre lettere qualche giorno in pi. In realt sono stato generoso: avessi pubblicato tutto il resto delle sue critiche allallenatore e al gioco pi lodati del momento, lei avrebbe fatto una figura ancora peggiore. Vada in pace e si goda il primo posto. Con Vucinic.

I rimborsi della Samp


Richiesta ufficiale ai giocatori blucerchiati: le parole, dopo un po, servono a poco, se non ci mettete il cuore. E voi non ce lo mettete. Dopo la vergognosa prova di Nocera (testuali parole della U.C. Sampdoria, comunicato del 30 ottobre) che i giocatori facciano almeno il bel gesto di pagare la trasferta ai cento innamorati persi (io non c'ero) presenti in Campania: dato che non hanno proprio giocato. Se io vado a teatro e Silvio Orlando non recita, il biglietto rimborsato. Noi accettiamo qualsiasi sconfitta, da sempre. A patto che ci si giochi la partita, per.
Mauro Ottonello (Genova)

Le aquile dellInter
L'Inter attuale mi ricorda molto quella dellimmediato dopoguerra quando fu salvata dalla serie B da Giuseppe Meazza. Ci sar un salvatore anche questa volta? Mi piacerebbe sapere chi stata quell' aquila che ci ha fatto prendere i tre fuoriclasse Alvarez-Jonathan-Castagnois; con gli stessi soldi non si sarebbe potuto avere tre italiani di almeno pari valore, ad esempio Giaccherini-Parolo-Montolivo?
Mario Andreotti

Risposta facile facile: sono le stesse aquile zavorrate che hanno fatto prendere Milito e Pazzini, Thiago Motta e

Molto tirata per i capelli anche se capisco lorigine passionale. Nessun impegno ha mai garantito da una brutta figura, che nel corso di un campionato, per i motivi pi strani, sempre dietro langolo. Attenzione a non innescare nervosismi dannosi alla causa. E comunque ieri la sua Samp ha vinto ritrovando quantomeno fiducia e un pizzico di serenit. Chiss se non sia linizio di una fantastica rincorsa?

S.p.A.
DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it SEGRETARIO DI REDAZIONE Daniele Redaelli dredaelli@gazzetta.it
Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2011

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PRESIDENTE Piergaetano Marchetti CONSIGLIERI Giovanni Bazoli, Luca Cordero di Montezemolo, Diego Della Valle, Antonello Perricone, Giampiero Pesenti e Marco Tronchetti Provera DIRETTORE GENERALE SETTORE QUOTIDIANI ITALIA Giulio Lattanzi

RCS Quotidiani S.p.A. Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS QUOTIDIANI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.6339 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS PUBBLICIT S.p.A. Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.50951 - Fax 02.50956848

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia RCS QUOTIDIANI S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba - Maanstraat 13 2800 - MECHELEN (Belgio) S Sports Publications Production - 70 Seaview Drive, Secaucus, NY 07094 S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS QUOTIDIANI S.p.A. ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520 INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7101 DEL 21-12-2010

COLLATERALI * Con Supereroi N. 26 e 11,19 - con Soldatini dItalia N. 21 e 11,19 - con I Miti del Calcio ai Raggi X N. 19 e 4,19 - con Linomania N. 10 e 11,19 - con Speak Easy N. 10 e 14,10 - con Ferrari Racing N. 8 e 14,19 - con Bandiera Ferrari e 5,19 - con Top 10 Motomondiale N. 7 e 12,19 - con I Miti del Rugby N. 6 e 12,19 - con Montalbano N. 4 e 11,19 - con Bear Grylls N. 2 e 11,19 - con Lupin III Film Collection N. 1 e 11,19

PROMOZIONI

La tiratura di marted 1 novembre stata di 393.058 copie

ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 6,30; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 61; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 550; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 3,50.

44

LA GAZZETTA DELLO SPORT

MERCOLED 2 NOVEMBRE 2011