Sei sulla pagina 1di 44

www.gazzetta.

it domenica 2 settembre 2012 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno LXVI I n Anno LXVIII Numero 35

IL BIG MATCH A SAN SIRO (20.45) IL BOEMO CHE RIVELA: MORATTI MI CONTATTO

loZio

Il tecnico (per sei anni giallorosso) ammira da sempre Zeman Pi Cassano che Palacio. Destro, altro ex, con Osvaldo e Totti
CECCHINI, ELEFANTE, PUGLIESE, TAIDELLI, ODDI ALLE PAGINE 1011

InterRoma da libro cuore Strama contro il maestro

LUOMO CHIAVE SARA GUARIN


di BEPPE BERGOMI A PAGINA 19
Diego Milito, 33 anni e Mattia Destro, 21 FORTE LIVERANI

ilPrincipe

CE UNA CORSIA DOVE SFONDARE


di GIUSEPPE GIANNINI A PAG. 19

LA RISPOSTA I ROSSONERI PASSANO A BOLOGNA PER 31 Tris di Pazzini, il Milan va Prima un rigore (inesistente) poi realizza un gol di rapina e un altro di tacco E per chi ha creduto in me

LE ALTRE AL FRIULI SI GIOCA ALLE ORE 18

PAZZO PAZZO PAZZO


16 pt
Trasforma un rigore che per non cera

Juve: prova Udinese Vucinic cerca spalla Guidolin vuole punti


Con il montenegrino Matri o Giovinco Il mister: Ora Muriel non al top
GRAZIANO, VELLUZZI ALLE PAGINE 89

BOCCI, CERRUTI, DELLA VALLE, FALLISI, PASOTTO, ZANARINI PAG. 2345

ilCommento

NAPOLIFIORENTINA TONI RESTA A CASA

MESSAGGIO AL CAMPIONATO
di LUIGI GARLANDO

Duello CavaniJovetic Chi vince vola in alto


GOZZINI, G. MONTI A PAGINA 12

Il Milan si adegua all ottimi per dimostrare che il mercato smo categorico di Galliani: ha potenziato la squadra e vittoria con 3 gol a Bologna, che l affare non l hanno fatto come nell anno dell ultimo gli acquirenti di Cassano. scudetto, per ribadire di esse re da titolo; 3 gol di Pazzini, LARTICOLO A PAGINA 19

Serie A / 2 GIORNATA

Toro ok, Pescara travolto


PARTITE Ieri BOLOGNA MILAN 13 TORINO PESCARA 30 Oggi (ore 20.45) UDINESE JUVENTUS (ore 18) CAGLIARI ATALANTA CATANIA GENOA INTER ROMA LAZIO PALERMO NAPOLI FIORENTINA PARMA CHIEVO SAMPDORIA SIENA CLASSIFICA INTER 3 NAPOLI 3 CHIEVO 3 GENOA 3 JUVENTUS 3 FIORENTINA 3 LAZIO 3 TORINO* ( 1) 3 MILAN* 3 SAMPDORIA ( 1) 2 CATANIA 1 ROMA 1 UDINESE 0 CAGLIARI 0 PARMA 0 PALERMO 0 BOLOGNA* 0 PESCARA* 0 ATALANTA ( 2) 2 SIENA ( 6) 5

32 st
Approfitta dellerrore di Agliardi e realizza

40 st
Devia in gol con il tacco un tiro di Nocerino

* Una partita in pi Tra parentesi i punti di penalizzazione

SERIE B BENE IL VARESE MA POI E RISSA

Sassuolo solo in testa Spezia: stop al Verona


DA PAGINA 22 A PAGINA 25

F.1 GP DEL BELGIO (14)

PARALIMPIADI NUOTO

LINIZIATIVA TERZA USCITA

Alonso quinto Ma vale una pole


DA PAGINA 28 A PAGINA 30

Camellini super Secondo oro


BOLDRINI, MOLINARO A PAGINA 33

Domani c lorologio delle Frecce Tricolori


In edicola a 14,99 euro con la Gazzetta

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

Federica Pellegrini e Filippo Magnini cambiano allenatore. Al posto di Rossetto arriva Tinto Brass.

20 9 0 2> 9 771120 506000

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A GLI ANTICIPI DELLA 2a GIORNATA

numeri& STATISTICHE

D1

BOLOGNA

MILAN

3
(4-3-1-2)
32 Abbiati; 2 De Sciglio, 25 Bonera, 13 Acerbi, 77 Antonini; 18 Montolivo (dal 41' p.t. 34 De Jong), 23 Ambrosini, 8 Nocerino; 10 Boateng; 11 Pazzini (dal 46' s.t. 19 Niang), 92 El Shaarawy (dal 22' s.t. 22 Bojan). PANCHINA 1 Amelia, 59 Gabriel, 17 Zapata, 76 Yepes, 15 Mesbah, 12 Traor, 16 Flamini, 21 Constant, 28 Emanuelson. ALLENATORE Allegri CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Montolivo, Bonera, Ambrosini, Pazzini e De Jong per gioco scorretto.

(3-5-1-1)
25 Agliardi; 45 Carvalho, 5 Antonsson, 21 Cherubin; 11 Motta, 6 Taider, 30 Pazienza (dal 36' s.t. 18 Gabbiadini), 17 Guarente, 3 Morleo (dal 46' s.t. 20 Abero); 23 Diamanti; 9 Acquafresca (dal 16' s.t. 10 Gilardino). PANCHINA 1 Curci, 32 Stojanovic, 31 Radakovic, 43 Sorensen, 8 Garics, 13 Pulzetti, 77 Pasquato, 7 Gimenez. ALLENATORE Pioli. CAMBI DI SISTEMA nessuno. ESPULSI nessuno. AMMONITI Cherubin per gioco scorretto.

16 primo tempo Il Pazzo apre dal dischetto Giampaolo Pazzini trasforma il calcio di rigore che lui stesso si era procurato, anche se stato lui per primo a fare fallo PAOLUCCI

32 secondo tempo La zampata dopo la papera di Agliardi Il portiere del Bologna Agliardi esce, prende la palla e poi la perde; in agguato c Pazzini, che di destro spedisce in rete PIERANUNZI

MARCATORI Pazzini (M) rigore al 16, Diamanti (B) rigore al 42 p.t.; Pazzini (M) al 32 e 40 s.t. ARBITRO Tagliavento, di Terni. ASSISTENTI Nicoletti-Grilli. ARBITRI DI PORTA Orsato-Gervasoni. NOTE paganti 9.253, incasso di 426.826 euro; abbonati 12.949, quota di 127.136,00 euro. In fuorigioco 1-1. Angoli 1-7. Recuperi; p.t. 1'; s.t. 3'. POSSESSO PALLA BOLOGNA 38% TIRI IN PORTA MILAN 62% PASSAGGI TOTALI BOLOGNA 268 TIRI FUORI MILAN 435

II
BOLOGNA 2

IIIIIII IIIIIIIIIII
MILAN 7 BOLOGNA 11

IIIIII
MILAN 6

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 1-1 12 Boateng su punizione, Agliardi devia in angolo. 14 Boateng si ripete su punizione, Agliardi in angolo. GOL! 16 Pazzini trasforma un rigore per una trattenuta in realt commessa (e non subta) dal centravanti a Cherubin. 25 Diamanti tira da fuori, Abbiati blocca in due tempi. 27 Boateng gira al volo, Agliardi si salva. GOL! 42 Diamanti trasforma un rigore concesso per fallo di Nocerino.

SECONDO TEMPO 1-3 2 Guarente con un bel diagonale impegna Abbiati. 11 Boateng sfiora il palo da fuori. 16 Boateng costringe Agliardi a una deviazione di piede. GOL! 32 Pazzini riprende un pallone sfuggito ad Agliardi e infila da pochi passi. GOL! 40 Pazzini devia di tacco un tiro di Nocerino.

BARICENTRO MEDIO 54,3 metri

BARICENTRO MEDIO 52,9 metri

PazzoMilan Tripletta dellattaccante


E Allegri finalmente decolla
Contro il Bologna i rossoneri aprono la gara con un rigore che non c Dopo l1-1 di Diamanti, pure dal dischetto, si scatena lex interista
ALBERTO CERRUTI BOLOGNA

te una squadra tatticamente ben disposta con tre difensori ben coperti da cinque centrocampisti, ma nemmeno lui riesce a liberare lisolatissimo Acquafresca. E allora il trequartista fa tutto da solo, entra in area e Nocerino gli frana addosso, procurando il rigore dell'1-1, stavolta netto, trasformato dallo stesso Diamanti.

La maglia era quella di Ibrahimovic, ma i gol adesso sono quelli di Pazzini, il nuovo signor tripletta del Milan che riaccende la luce della speranza, precocemente abbandonata dopo la prima sconfitta con la Sampdoria. Un, due, tre e il Bologna steso, calpestato e umiliato al di l dei suoi demeriti. Ma il calcio cos e alla fine anche quei tifosi rossobl capaci di far festa con botti e petardi, soltanto teoricamente proibiti, devono riconoscere che la differenza la fa Pazzini, bravo a segnare in tutti i modi: prima con un rigore gentilmente offerto dallarbitro, comunque trasformato con freddezza, poi con una zampata da rapinatore darea che sfrutta un altro regalo del portiere avversario, e infine con un colpo di tacco per dimostrare che sa anche realizzare bei gol senza aiutini vari.
Nuovo Milan Pazzini la classi-

ca punta delliceberg di un Milan nuovo, ancora distante dai livelli di una squadra da scudetto, che per pu ancora crescere, perch oltre a lui giocano per la prima volta dallinizio il promettente Acerbi in difesa, e poi a partita in corso De Jong, Bojan e persino Niang, entrato allultimo minuto proprio per concedere la standing ovation al trigoleador. Quando si cambia cos tanto ci vuole tempo, ma soprattutto ci vorrebbe anche pi qualit, perch al di l dei meriti di Pazzini il Milan conferma di essere una squadra troppo muscolare, in cui nessuno crea gioco per liberare le punte, o la punta, con azioni vere e non con spunti improvvisati dei singoli. Come allesordio contro la Sampdoria, il tanto atteso Montolivo gioca a ritmi blandi e stavolta senza nemmeno lalibi di una posizione a lui non congeniale, visto che Allegri lo schiera sulla destra del solito centrocampo a tre, completato dal ritorno di capitan Ambrosini in mezzo e dalla logica conferma di Nocerino a sini-

stra. Senza spinta sulle fasce, perch De Sciglio bravo dietro ma avanza poco, mentre Antonini fa rimpiangere persino lultimo Favalli, il Milan si aggrappa soltanto alle accelerazioni isolate di Boateng che prova a tirare da tutte le punizioni. E' lui il primo a impegnare Agliardi con un paio di punizioni ed lui a innescare Pazzini nell'azione che sblocca il risultato.
Doppio rigore Lex interista bravo a scattare sulla sinistra, contrastato da Cherubin, che in realt subisce la trattenuta e non la commette, ma la dinamica dellazione con Pazzini che vola in area inganna larbitro e con lui tutti i suoi sempre pi numerosi collaboratori. E dal dischetto Pazzini non sbaglia, firmando il primo gol dei rossoneri in campionato. Sono passati 16' e per il Milan sembra mettersi bene, anche perch il Bologna conferma tutti i suoi limiti, emersi nella prima sconfitta sul campo del Chievo. Soltanto Diamanti, con la fascia di capitano, scuo-

clic
MILAN IN CAMPO DAL PRIMO MINUTO CON UN SOLO STRANIERO: BOATENG MAI COS ITALIANO DAL GIUGNO 1995

Nella formazione iniziale del Milan ieri cera un solo straniero, Boateng. Per trovare un Milan pi italiano in campionato bisogna tornare al 4 giugno 1995, in Fiorentina-Milan 1-2 (poi almeno 2 stranieri da titolari in campo dallinizio); lundici di quel giorno era composto da: Rossi, Tassotti, Panucci, Albertini, Galli, Maldini, Melli, Donadoni, Eranio, Lentini, Simone (entrarono poi Di Canio e Orlando). Nella foto Ansa Maldini e Capello.

Mossa De Jong Sprecato il vantaggio, il Milan fa i conti anche con un nuovo infortunio muscolare, che riapre dubbi inquietanti sulla preparazione dei rossoneri, malgrado sia cambiato il responsabile dello staff. Montolivo si arrende senza alcun contrasto e cos Allegri costretto ad anticipare l'esordio dellultimo arrivato De Jong, che si piazza a destra lasciando il centro del ring ad Ambrosini. Il Milan, per, rimane senza luce, perch l'unico che ci prova Boateng, con un paio di conclusioni. Troppo poco, perch l'isolatissimo Pazzini non ha mai un cross da girare di testa, n una sponda dell'irritante El Shaarawy, sostituito da Bojan. Con lultimo arrivato c pi vivacit, ma ancora Pazzini a risolvere da solo, infilando in rete da pochi passi un pallone sfuggito ad Agliardi. La reazione del Bologna, con Gilardino al posto di Acquafresca, sterile e cos il Milan colpisce ancora con Pazzini che devia di tacco un tiro di Nocerino. E cos adesso il rischio quello di passare da un eccesso allaltro. Perch il Milan ripartito, ma la strada per lo scudetto ancora lunga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

I NUMERI

4
2

Il personaggio GIAMPAOLO PAZZINI

GIAMPAOLO PAZZINI 28 ANNI ATTACCANTE

GOL

40 secondo tempo Colpo di tacco sul tiro di Nocerino Bella azione del Milan con cross di De Sciglio dalla destra per Nocerino che arriva in corsa e calcia di sinistro, Pazzini devia di tacco e fa il 3-1 ANSA

triplette in Serie A per Pazzini; la precedente in Lecce-Samp 2-3 del 21 novembre 2010; poi quella di Wembley (di cui parliamo a parte)

la Moviola
DI MARCO FALLISI

Penalty inesistente Il milanista commette fallo su Cherubin

anni fa lultimo successo interno del Bologna sul Milan: 2-0 il 10 marzo 2002 (gol di Fresi e Cruz); nelle successive 8 gare 2 pareggi e 6 vittorie dei rossoneri (nel torneo scorso era finita 2-2)

Da Wembley a Bologna La regola del tre e tanti saluti allInter 10 Un segnale per chi ha creduto in me
Lattaccante porta a casa il pallone: Questo uno di quei soprammobili che mi piacciono molto... La vittoria ci d serenit ed entusiasmo. Dobbiamo credere allo scudetto
DAL NOSTRO INVIATO

3
TIRI

4
LANCI

1
SPONDE

6
PALLE PERSE

4
FALLI FATTI

3
FALLI SUBITI

4
TOCCHI

37
MARCO PASOTTO BOLOGNA

A sinistra, si vede Pazzini tira la maglia a Cherubin: il fallo del milanista. A destra, il fallo da rigore di Nocerino su Diamanti SKY
La tripletta di Giampaolo Pazzini far felici i tifosi rossoneri, ma viziata da un regalo iniziale dellarbitro Tagliavento. Il pasticcio del direttore di gara va in scena al minuto 15 del primo tempo, quando, con il risultato ancora fermo sullo 0 0, concede un rigore inesistente al Milan per presunto fallo di Cherubin sullo stesso Pazzini. Fallo invertito Quando Boateng lancia verso il vertice sinistro dellarea di rigore, Cherubin va a chiudere su Pazzini. Ne nasce un corpo a corpo iniziato dallo stesso rossobl, ma lattaccante rossonero a commettere fallo: aggancia e trattiene per la maglia Cherubin fino a trascinarlo a terra, poi cade anche lui. Larbitro decide per il rigore. Eppure Tagliavento al momento del presunto fallo in buona posizione e non dovrebbe farsi ingannare. Ok su Nocerino Dopo il rigore trasformato dal Pazzo, la partita rischia di incattivirsi ma larbitro di Terni la tiene sotto controllo (Montolivo viene giustamente ammonito per fallo tattico). Corretta la decisione sul secondo penalty, fischiato stavolta al Bologna, al 40: Nocerino rifila un calcione a Diamanti. Manca un giallo ad Acerbi al 42: con un tocco di mano interrompe uno scambio degli avversari e in questo caso, secondo le ultime indicazioni del designatore Braschi, lammonizione dovrebbe scattare in automatico. Nella ripresa Agliardi protesta per il 2 1 di Pazzini, ma il portiere non subisce alcun fallo. In precedenza il guardalinee Grilli non segnala un clamoroso fuorigioco su di un calcio piazzato del Bologna: Gilardino di testa non inquadra la porta, ma erano almeno tre i rossobl in offside.
RIPRODUZIONE RISERVATA

punti per il Bologna dopo i primi due turni, come allinizio del campionato scorso; i rossoneri fanno meglio con 3 punti, rispetto allunico raccolto nellavvio del 2011-12

le gare consecutive di campionato del Bologna con almeno un gol realizzato; i rossobl avevano chiuso il torneo scorso con 3 successi di fila al DallAra

10

Evidentemente ci si pu arrangiare, e bene, anche se i cross non arrivano. Giampaolo Pazzini ha cambiato tattica. Una volta martellava i compagni indottrinandoli su lanci e traversoni (chiedere a Maicon e Nagatomo per conferma): al Milan il Pazzo si sta dedicando allarte del fai da te. Tre gol, altrettanti spunti in cui - a parte il gentile omaggio di Agliardi - deve ringraziare soltanto se stesso: il rigore procurato e realizzato, la zampata in area piccola dopo lerrore del portiere rossobl, il tiro di Nocerino trasformato con la bacchetta magica in un colpo di tacco che ha definitivamente steso il Bologna. A queste condizioni, i cross possono anche non arrivare.
Uomo darea Per la terza volta nella sua carriera Giampaolo torna a casa col pallone sotto braccio. Hat-trick, tripletta: le precedenti risalgono alla giornata eroica di Wembley con lUnder 21 (tre a tre con lInghilterra e primo gol lampo dopo 28 secondi il 24 marzo 2007) e a un Lecce-Sampdoria 2-3 del 21 novembre 2010. Il Pazzo si conferma anche una garanzia quando c di mezzo un debutto: ieri era la sua prima recita dallinizio ed stata festa cos come lo fu a Bari con lInter. C una cosa, in particolare, che ha colpito nel tris calato ieri sera dal Pazzo: sono stati tutti gol realizzati o costruiti in area, e al Milan era un film che si

vedeva sempre pi raramente. Era una squadra abituata a osservare Ibrahimovic a spasso per la trequarti, a volte anche pi indietro. Adesso c di nuovo un centravanti che ama giocare negli ultimi sedici metri.
Sotto gli occhi del c.t. A fine par-

tita Giampaolo si presenta in conferenza stampa col pallone, rigorosamente autografato dai compagni: E quel tipo di soprammobili che mi piacciono molto. Questo pallone per me ha una grande importanza, veni-

clic
LA TRIPLETTA PI NOTA NEL NUOVO WEMBLEY CON LITALIA UNDER 21

vo da mesi difficili, quindi davvero una grande gioia. La tripletta servita per vincere, ci ha fatto bene, un risultato che ci d serenit ed entusiasmo. Pazzini ha il privilegio di poter parlare sia a livello di gruppo che a titolo personale. Anche perch in tribuna cera Cesare Prandelli: non poteva esserci passerella migliore per lanciare un messaggio al c.t. azzurro. Ma ora devo pensare a convincere tutti al Milan, la Nazionale arriver nel momento in cui continuer a far gol, altrimenti non ci spero nemmeno.
Obiettivo massimo Felice

La tripletta pi famosa di Giampaolo Pazzini risale al 24 marzo 2007 nella gara inaugurale del nuovo Wembley. Si giocava Inghilterra-Italia Under 21 e fin 3-3. Il primo gol lo segn dopo soli 30 secondi di gioco. A fine partita tenne per s il pallone autografato da tutti i giocatori. NEWPRESS

ma realista. E con qualche fantasma del passato che si agita ancora: Questa prestazione un segnale per me e per quelli che hanno sempre creduto in me. Il riferimento interista abbastanza evidente, ma dura lo spazio di un secondo: Con le vittorie si cancellano spesso i problemi. Il Milan, con il blasone che ha, deve sempre puntare allo scudetto. Poi, ovvio ci sono altre squadre importanti, ma noi possiamo essere l e provarci. A proposito di Inter: nelle sedici partite in cui Giampaolo aveva segnato, i nerazzurri avevano sempre vinto. Ora Allegri si augura che la tradizione continui anche dallaltra parte della citt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A GLI ANTICIPI DELLA 2a GIORNATA


le Pagelle
di ALESSANDRA BOCCI

BOLOGNA AGLIARDI DISASTRO DIAMANTI PREZIOSO 6 h 7,5 Diamanti Lallenatore Pioli Il migliore
Un buon Bologna, anche se i punti restano zero non si deve preoccupare. Non gli riesce per di ripetere limpresa di fermare il Milan che gli era riuscita nella stagione passata. Alino lidolo non si smentisce: tiene in piedi tutto il Bologna, crea, tira, litiga e fa la pace con gli avversari. Novanta minuti pieni di cose, tutte buone.

Partita a tratti coraggiosa, ma troppe disattenzioni

vittoria acchiappata per la coda e con il tacco (di Pazzini)

6,5

MILAN BENE ACERBI, BOATENG ESPLOSIVO 6,5 h 8 Pazzini Lallenatore Allegri Il migliore
Poco spettacolo, poco gioco, poco di tutto: per ora gli va bene cos. Lex capro espiatorio pu dormire almeno una notte senza langoscia dellUfficio Reclami sempre aperto. Il bello di avere un centravanti vero il Milan lo ha scoperto quando il Pazzo ha preso una palla regalata e lha sbattuta in rete. Prima un finto rigore poi un tacco raffinato. (Niang s.v.)

4
Agliardi
Errore macro. Tranquillo che la prendo io, e invece la prende Pazzini. Il balletto con Cherubin regala un gol pesante al Milan. Fino al momento del pasticciaccio, aveva rischiato poco o nulla.

5,5
Carvalho
Troppi buchi in difesa, e il Milan ci si infila, soprattutto Boateng che a lungo tiene in piedi lattacco da solo. C pi traffico nei pressi dellarea che dentro, ma lui pare sempre insicuro.

5,5
Antonsson
Il Milan discontinuo e va a ondate, ma quando accelera, lui cede. El Shaarawy si ferma da solo, ma Boateng e Pazzini sono troppo fisici per lui.

5
Cherubin
Coinvolto in un rigore generosissimo (nel senso che non lo era, perch lui e Pazzini si spintonano e comincia il milanista), coinvolto nel caos del secondo gol.

5,5
Motta
Poche idee, poca incisivit, poco di tutto. Il centrocampo del Milan sembra volersi fare male da solo, ma lui e i compagni di reparto non approfittano dei momenti peggiori.

6,5
Taider
Dinamico, cattivo, sempre pronto a tirare come a recuperare palloni e ripartire, pronto anche a fare muso contro muso in una partita che rischia di degenerare.

6
Abbiati
Comanda la difesa e si arrabbia nel finale, quando un pasticcio dellineffabile Tagliavento lo costringe a pericolosi straordinari su una punizione tirata a due passi dallarea.

6,5
De Sciglio
Non sar preciso, a tratti spinge e a tratti no, ma ha personalit, e la corsa dei vent'anni. Si capisce perch Allegri poche settimane fa ha ringraziato il settore giovanile.

6
Bonera
Il giovane vecchio ha trovato un posto fisso dopo anni di precariato, e pare gli giovi. Contro la Samp era andato in bambola, si riscatta con una prova senza smagliature

6,5
Acerbi
Con quella coda un po cos (alla Ibra) e quella maglia un po cos (ha il numero di Nesta) sembra fatto apposta per attirare occhi scettici. Alla prima da titolare se la cava benissimo.

5,5
Antonini
Meglio contro la Samp. Spinge poco e ogni tanto si perde lavversario, i cross non sono la sua specialit. E lui con una grande chiusura a salvare il Milan dal tracollo.

5,5
Montolivo
Troppo anonimo per essere quello vero. Non ha ancora preso coscienza della sua importanza nella squadra, e la fase di studio bloccata da un sospetto stiramento.

6,5
Pazienza
Una certezza per qualit e temperamento. Solido e continuo almeno quanto Diamanti estemporaneo e fantasioso. Cala nel finale, dopo una gara giocata a buona velocit.

6
Guarente
Tira in porta appena pu, e gli capita una splendida occasione, recapitata sui suoi piedi da Diamanti. Spara un diagonale che semina il panico, ma esce di poco.

6
Morleo
Meno prorompente di Taider, meno creativo di Diamanti. Si lancia di meno anche quando il momento positivo, lasciando che siano gli altri a incidere. (Abero s.v.)

5,5
Acquafresca
Fa tutto Alino, e lui fa proprio poco. Stoppato dai centrali del Milan, fagocitato dal moto perpetuo e dal continuo splendere di Diamanti, si accontenta di un ruolo da comprimario.

6
Gilardino
Entra per Acquafresca quando manca poco pi di mezzora. Non ancora nei meccanismi, ed logico, ma ci mette fisico ed esperienza, e contro i vecchi compagni non sfigura.

s.v.
Gabbiadini
Entra al posto di Pazienza: dieci minuti per provare a ribaltare un risultato che invece diventa ancora pi pesante. Peccato, perch il Bologna meritava di pi.

6
Ambrosini
Ne ha viste di tutti i colori in tanti anni di Milan, e non si perde mai danimo quando intorno tutto balla. Cerca la copertura saggia e il passaggio utile pi che gli inserimenti.

5,5
Nocerino
Una serata molto al di sotto del livello previsto. Preso in mezzo dagli avversari, perde troppi palloni. Riscatto parziale con la palla che si traduce nel terzo gol di Pazzini.

7
Boateng
Tiene a galla il Milan quando la notte sembra calare. Impreciso, ma esplosivo, fisicamente inarrestabile. Tira in porta pi di tutti, ma non ha recuperato potenza e imprevedibilit.

5
El Shaarawy
Lapprendistato continua, ma in una fase cos delicata difficile per lui e per la squadra. Evanescente, sembra aver smarrito le caratteristiche che erano piaciute nelle prime prove.

6,5
De Jong
Buttato nella mischia quando ancora non gli hanno cucito la divisa, si conferma acquisto intelligente. Recupera palloni e non sbaglia a rilanciare.

6
Bojan
Leggero e veloce, si muove con grazia in un Milan che per il momento deve tirare scarpate e sgomitare per ricostruirsi. Ma si vede che con Boateng pu nascere una grande intesa.

ARBITRI:

TAGLIAVENTO 5 Un rigore che non c e poi altre imprecisioni. Un po fiscale il giallo a De Jong. Nicoletti 5,5 Grilli 5,5 - Orsato 6 Gervasoni 6.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A GLI ANTICIPI DELLA 2a GIORNATA

Esordi
De Jong, Bojan e passerella per il baby Niang: c il nuovo Milan
41 primo tempo Lultimo olandese va in mezzo Nigel De Jong, 27 anni, centrocampista olandese arrivato dal Manchester City, prende il posto di Montolivo, infortunato IPP 22 secondo tempo Il piccolo bomber catalano Bojan Krkic, 22 anni, veste per la prima volta la maglia del Milan quando sostituisce El Shaarawy sul punteggio di 1-1 ANDREOLI 46 secondo tempo Il minorenne francese al debutto MBaye Niang, ancora 17enne, fa il suo debutto in Serie A prendendo il posto di Giampaolo Pazzini nel finale PIERANUNZI

Ambrosini sta con Allegri Juve superiore


Il capitano: Il gap coi bianconeri non colmato Il tecnico: Sintonia con Galliani. Montolivo k.o.
DAL NOSTRO INVIATO

FABIANA DELLA VALLE BOLOGNA

La scena la stessa, lumore agli antipodi. Domenica scorsa Adriano Galliani aveva lasciato San Siro prima della fine, ieri se n andato subito dopo il terzo gol di Pazzini, quando ormai il Milan era al riparo da brutti scherzi. Anche Massimiliano Allegri, tesissimo per tutta la partita, si lasciato andare solo dopo la tripletta. Il rigore non lha visto per scara-

manzia (come faceva quando li tirava Ibrahimovic), e dopo il 2-1 rimasto composto. Chiss se la prima vittoria ufficiale della stagione servir a rasserenare gli animi e a rinsaldare il legame tra amministratore delegato e tecnico. Galliani ha punzecchiato spesso Allegri pubblicamente in questultimo periodo, il tecnico per giura che la sintonia sempre la stessa: La.d. venuto negli spogliatoi ed era contento. Per non ci sono problemi tra me e Galliani precisa ci sentiamo 10

volte al giorno, non ho mai avuto questioni n con lui n con il presidente. Io ho sempre detto che si lotta per arrivare tra le prime tre e quindi di conseguenza anche per lo scudetto. una squadra nuova, che pu fare bene. Per se volete un Milan che vince tutte le partite 3-0 la vedo un po difficile.
Bianconeri sempre favoriti Allegri per la prima volta tornato a parlare timidamente di scudetto. Massimo Ambrosini invece nonostante la vittoria ha

voluto ribadire le gerarchie: giusto essere ambiziosi ha dichiarato il capitano ma il gap non colmato, nel senso che la Juve parte indubbiamente un gradino sopra. Poi nel calcio non si sa mai. Intanto la provocazione di Galliani (Allegri non ha pi alibi, con i 4 rinforzi pu solo vincere) ha funzionato, anche se Allegri sa che contro le grandi ci vorr qualcosa in pi: Sono contento per quello che ha fatto la squadra, ma dobbiamo migliorare. Con la Samp abbiamo perso immeritatamente, oggi invece siamo andati sul 2-1 grazie a un errore del portiere. Fino all1-0 siamo stati bravi, poi per abbiamo concesso troppi tiri da fuori. La squadra per ha chiuso in crescendo. Queste vittorie fanno sicuramente bene.
Infortuni, ci risiamo Fa meno bene vedere Montolivo costretto a uscire prima dellintervallo per un problema alla parte posteriore della coscia destra (sospetto stiramento). Tre stop dopo appena due giornate di campionato (oltre ai lungodegenti Muntari, Strasser e Didac Vil) un dato preoccupante, soprattutto ricordando la moria di giocatori della stagione scorsa.

Massimiliano Allegri, 45 anni, terza stagione al Milan PHOTOVIEWS

RIPRODUZIONE RISERVATA

RABBIA IL BOLOGNA SE LA PRENDE CON LARBITRO E CON I PROPRI ERRORI

Gazzetta.it
Gazza

Pioli: Risultato bugiardo


Lallenatore non commenta Tagliavento, ma applaude la squadra: Bene Gilardino
NICOLA ZANARINI BOLOGNA

La faccia scura del presidente Albano Guaraldi e il suo seccato no comment a fine partita dicono tutto sullo stato danimo in casa Bologna al termine di una settimana cominciata con la dura contestazione di Casteldebole, proseguita con la cessione di Ramirez e conclusa dalla sconfitta interna con il Milan. Non abbiamo sfruttato le occasioni che abbiamo avuto nella ripresa, quando era giusto che andassimo in vantaggio noi. Dopo lo svantaggio abbiamo reagito con grande spirito spendendo tanto. Abbiamo pagato a caro prezzo un paio di disattenzioni e ci serve pi cattiveria nelle due aree di rigore analizza il tecnico emiliano Stefano Pioli, che non ha gradito il rigore dello 0-1 ma non polemizza pi di tanto.
Gila ok Non meritavamo di andar sotto in quella situazione; contro un grande avversario dovevamo limitare al massimo i nostri errori ma con questo spirito si fa presto a riprendersi assicura Pioli, che elogia Gilardino per il suo debutto in rossobl. Ha qualit che non scopriamo oggi ed arrivato con grande motivazione; a Bologna sono tornati a grandi splendori altri giocatori importanti come Signori e Di Vaio e pu farlo anche lui. Ci servono i suoi gol, la fisicit e la personalit, ma ab-

Il dg Zanzi: Sarebbe finita diversamente senza linfortunio di Agliardi

biamo creato situazioni pericolose anche con Acquafresca aggiunge lallenatore. Il 3-1 bugiardo, la squadra meritava un altro risultato, ha lavorato molto bene per 75 minuti e un errore ci ha penalizzato oltre misura commenta Roberto Zanzi, dg che indica la strada per risol-

levarsi. Bisogna cominciare a fare risultato ma la squadra ha dimostrato che c. In difesa abbiamo sofferto ma ci mancano due giocatori di personalit come Natali e Portanova, e senza linfortunio di Agliardi leggeremmo un risultato diverso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

T f v
Stefano Pioli, 46 anni REUTERS

Lattaccante Falcao, 26 anni AP

HIGHLIGHTS DI MILAN E TORINO E DI TUTTE LE PARTITE DI SERIE B


Sul nostro sito gli highlights della vittoria del Milan a Bologna con la tripletta di Pazzini e del 3-0 del Torino sul Pescara. E inoltre gli highlights di tutte le partite della seconda giornata di serie B.

OMAGGIO A FALCAO: GUARDA LE PRODEZZE DEL COLOMBIANO


Omaggio a Radamel Falcao, strepitoso protagonista della Supercoppa vinta dallAtletico Madrid sul Chelsea: su Gazzetta.it un video con i gol pi belli del colombiano fino alla tripletta realizzata contro i Blues.

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

SERIE A GLI ANTICIPI DELLA 2a GIORNATA


la Moviola
di S.V.

laFotonotizia

le Pagelle
di FRANCESCO BRAMARDO

Giusto il rigore Irregolare il raddoppio


Giusto il rigore concesso al Torino e parato da Perin nel primo tempo: Terlizzi abbatte Bianchi a pochi metri dalla linea di porta e interrompe una chiara occasione da rete, cos oltre a fischiare il penalty larbitro Russo espelle il difensore. Decisione che condiziona irrimediabilmente la partita, ma che viene presa a stretto giro di regolamento. A nostro parere il vero appiglio per il Pescara una trattenuta di maglia da parte di Bianchi, al principio del corpo a corpo. Irregolare il raddoppio granata nella ripresa: Sgrigna, autore dellassist per Brighi, parte da posizione di fuorigioco, per lassistente Faverani non coglie lattimo.

RIGORE FLOP POI BIANCHI-GOL BRIGHI-GAZZI SUPER COPPIA JONATHAS MALE


TORINO 7,5
GILLET s.v. Poco da segnalare, nessun tiro dalle sue parti.

UNALTRA SEGGIOLA
Giampiero Ventura seduto su una sedia e non in panchina a causa del mal di schiena. Il quarto uomo ha poi ordinato allallenatore di metterla via. C sempre una seggiola nel destino del Toro: ricordate quella agitata da Mondonico con lAjax in Uefa?

DARMIAN 6 Fa fatica. GLIK 6,5 Annulla Jonathas. OGBONNA 6,5 Finisce con la fascia al braccio: insuperabile. MASIELLO 6,5 In crescendo, Agostini il posto dovr sudarlo. BRIGHI 7 Primo gol in granata, gli acciacchi sono alle spalle. GAZZI 7 Prende in mano il centrocampo, serve palle gol. STEVANOVIC 5,5 Fa tanto fumo e brucia poca legna. CERCI 6 Entra nel finale: due traversoni pungenti. BIANCHI 7 Si procura ma sbaglia il rigore, si fa perdonare con un assist ed un gol (Sansone s.v.). IL h 7,5 conMIGLIORE ed un gol la SGRIGNA Battezza un assist prima partita in serie A. MEGGIORINI 6 Entra a gara finita. SANTANA 6,5 Sprazzi di classe sulla fascia. All. VENTURA 7 Svaniscono mal di schiena e mal di mercato.

Alessandro Sgrigna scarica in rete il destro dell1-0: debutto in Serie A con gol per il 32enne granata ANSA

Toro guarisce Ventura Pescara altra batosta


Sgrigna & C. fanno passare il mal di schiena allallenatore Abruzzesi in 10 per lespulsione di Terlizzi, ma che disastro
TORINO PESCARA 3 0
DAL NOSTRO INVIATO

e stavolta san Perin non pu farci nulla. Ed anche la resa del Pescara: nessun tiro in porta n fuori nei successivi 45 minuti. In dieci, s, ma neanche una scintilla, nemmeno lentusiasmo da neo promossa. Niente. Zero assoluto.
Lassalto Il Torino capisce di

FILIPPO DI CHIARA TORINO

PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Sgrigna al 34 p.t.; Brighi al 14, Bianchi al 18 s.t.

TORINO (4-2-4)
Gillet; Darmian, Glik, Ogbonna, Masiello; Brighi, Gazzi; Stevanovic (dal 27 s.t. Cerci), Sgrigna (dal 19 s.t. Meggiorini), Bianchi (dal 33 Sansone s.t.), Santana. PANCHINA Gomis, Rodriguez, DAmbrosio, Basha, Di Cesare, Vives, Verdi. ALLENATORE Ventura CAMBI DI SISTEMA nessuno BARICENTRO medio 45,3 ESPULSI nessuno. AMMONITI Darmian per gioco scorretto.

PESCARA (4-2-3-1)
Perin; Zanon, Terlizzi, Capuano, Bocchetti; Blasi, Cascione (dal 30 s.t. Colucci); Caprari (dal 29 p.t. Romagnoli), Bjarnason, Weiss; Jonathas (dal 1 s.t. Vukusic). PANCHINA Pelizzoli; Crescenzi, Abbruscato, Celik, Balzano, Brugman, Nielsen, Cosic, Quintero. ALLENATORE Stroppa. CAMBI DI SISTEMA 4-4-1 dopo lespulsione di Terlizzi BARICENTRO molto basso 32,4 metri ESPULSI Terlizzi al 27 p.t. per aver interrotto una chiara occasione da rete AMMONITI Zanon e Blasi per gioco scorretto ARBITRO Russo di Nola
NOTE Paganti 5.265, incasso di 117.845,00 euro. Abbonati 8.204, quota di 109.686,00. Tiri in porta 9-0. Tiri fuori 6-0. In fuorigioco 3-0. Angoli 5-0. Recuperi: 1 p.t.; 3 s.t.

Al Torino sono serviti tre anni per tornare al successo in casa in Serie A, a Ventura invece bastata poco pi di mezzora per dimenticare il terribile mal di schiena che lo tortura da giorni. Quasi quindicimila tifosi per il 3-0 al Pescara: allOlimpico festa per tutti, tranne per Ventura che piazza una sedia nellarea tecnica per assistere al match. Il quarto uomo la mette via, ma le magie di Sgrigna (debutto in A e gol) e il Toro-show sono il migliore antidolorifico per Ventura. Certo, per chi scaramantico, e Ventura lo , c un precedente da brividi: 31 agosto 2008, prima di campionato, il Torino batte 3-0 il Lecce, con terzo gol segnato da Bianchi proprio come ieri, e a fine torneo andranno in B entrambe. Ma questo Torino, in fondo, stato costruito per ambire a qualcosa in pi di una salvezza senza ansie: gol, gioco che diverte, tante azioni, Ventura sa che ha tra le mani una squadra che gioca a memoria, che sfrutta le fasce con un Santana rina-

to, in mezzo ha con Gazzi e Brighi una bella diga e tra Bianchi e Sgrigna ormai basta unocchiata. Gli ingredienti giusti per un bel torneo.
La chiave Lo zero nella casella dei tiri effettuati dal Pescara e il pomeriggio da turista di Gillet sono le due facce dello strapotere granata. Al 12 ci prova Sgrigna con una girata su assist di Glik, poi qualche affondo e lespulsione di Terlizzi, al 27, che nel tentativo di frenare Bianchi, giunto a pochi metri da Perin dopo uno dei mille duetti con Sgrigna, lo affossa in modo goffo. Rigore netto e rosso per il difensore. E qui c il patatrac per il Pescara. Perin inizia subito a far vedere quanto bravo e respinge il tiro di Bianchi, ma la partita in quel momento gira. Due minuti dopo gi Santana sfiora l1-0 con un colpo al volo, alto di poco. Stroppa allora tira fuori Caprari, mette Romagnoli, e ridisegna il Pescara col 4-4-1 e Weiss e Bjarnason si alternano sulle fasce con Jonathas unica punta: il nuovo modulo regge 7 minuti, il tempo per Gazzi di crossare per Bianchi che fa da sponda a Sgrigna sulla destra

DOPO PARTITA

Stroppa contesta lespulsione


TORINO Il presidente del Toro, Urbano Cairo, gongola nonostante le contestazioni della curva. Soddisfatto Giampiero Ventura: Il pubblico si divertito, come i giocatori, questa la cosa pi gratificante. Vogliamo salvarci ma anche proporre calcio. Questa una squadra che pu ritagliarsi uno spazio. Alessandro Sgrigna raggiante per il primo gol in Serie A, la dedica per la mamma Anna Rita scomparsa tre anni fa: Un anno fa ho detto a Ventura che volevo giocare pi di punta, mi ha capito e mi ha dato fiducia. Ora testa bassa e pensiamo allInter. Giovanni Stroppa non daccordo con la decisione dellarbitro: Il rigore poteva starci, come no, ma lespulsione di Terlizzi stata esagerata, cerano ancora due giocatori tra Bianchi ed il portiere.

avere in pugno la partita: gi al 5 Perin (la cui cessione al Pescara ha di fatto causato il frettoloso divorzio in casa Genoa tra Preziosi e Lo Monaco, contrario a darlo via) di piede evita la doppietta di Sgrigna, che 4 minuti dopo ci riprova da fuori area, poi tocca a Santana due volte finch Bianchi, al 14, se ne va sulla destra, lancia Sgrigna che poi d a Brighi un pallone che va solo accompagnato in porta. Quando riceve il pallone da Bianchi, Sgrigna in fuorigioco ma in una giornata cos questo davvero un dettaglio. La prova? Quattro minuti e Bianchi di testa (18) batte Capuano e Perin. La gara finisce qui.
Il Pescara che fu Meno di 4 me-

PESCARA 5
IL MIGLIORE h 7 parato la punta PERIN Il penalty delliceberg: tanti interventi. ZANON 5,5 Fatica a frenare la spinta di Santana. TERLIZZI 5 Regala il rigore al Toro e lascia la squadra in dieci. CAPUANO 5 Va sotto quando Bianchi cambia marcia. BOCCHETTI 5,5 Regge un tempo poi il serbo lo surclassa. BLASI 5 Partita di fatica quando dovrebbe metterci estro e qualit. CASCIONE 5,5 Con la squadra in 10 fa ci che pu (Colucci 5,5). CAPRARI 6 Inizia bene, ma deve uscire dopo meno di mezzora. ROMAGNOLI 5 Si perde Sgrigna al momento del gol. BJARNASON 5,5 Spreca energie alle calcagna di Brighi. WEISS 6 Manda in tilt Darmian poi la spinta si spegne. JONATHAS 4,5 La sosta lo aiuter. VUKUSIC 5 Annaspa. All. STROPPA 5 Un passo indietro rispetto al debutto con lInter.

si alla promozione di maggio e il trionfo del bel gioco e di Zeman sono gi in archivio. Due k.o. su due, 6 gol incassati, ieri zero tiri in 90 minuti e un manipolo di giovani e stranieri di belle speranze (Weiss il pi vivace) per ripartire dopo le partenze di Insigne, Verratti e Immobile. Difficile ipotizzare un ribaltone in panchina dopo soli due turni ma non vorremmo trovarci nei panni di Stroppa, che pu consolarsi con un super Perin (il migliore dei suoi) e la certezza che fare peggio di quanto si visto allOlimpico sar forse impossibile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TERNA ARBITRALE: RUSSO 6,5 Vede bene sul calcio di rigore per il Toro. Posado 6-Faverani 5 Doveri 6-Gavillucci 6

ALLALBA DI SABATO AI MURAZZI, IL CENTRO DELLA MOVIDA TORINESE, BOTTE DA ORBI TRA TIFOSI DEL TORO, DELLA JUVE E DEL PESCARA

Maxi rissa tra ultr: un arresto e tanti feriti


TORINO

Un bicchiere di troppo, anzi, facciamo pure due o tre e ogni scusa buona per attaccar briga, uno sguardo di troppo su una ragazza procace, apprezzamenti poco cavallereschi nei confronti delle signorine presenti, le donne o lo sport diventano lalibi per venire alle mani ed innescare la classica rissa da bar. E accaduto ancora una volta ai Murazzi, in uno dei locali della movida notturna torinese, lungo il Po. Bic-

chieri che volano, poi si passa a tirarsi le bottiglie e anche i tavoli. Vetrate infrante del bar prima dellarrivo delle forze dellordine. Una classica rissa da saloon, se non fosse che i protagonisti al momento dellarresto come causa scatenante hanno indicato questioni calcistiche, rivalit, appartenenze a diverse bandiere. La scazzottata andata in scena tra alcuni ultr del Pescara, giunti nella notte in citt per assistere alla partita contro i granata, e altri sostenitori del Toro e della Juventus. Tutti contro tutti,

cos per sport, per il gusto di fare danni e di combinare guai.


Danni al locale La rissa ha coin-

volto allalba di sabato, in piazza Vittorio Veneto, una ventina di tifosi, che, non contenti, hanno danneggiato anche alcune auto posteggiate in strada. Soltanto ecchimosi e qualche occhio nero, un paio dei protagonisti medicati in ospedale, ma nulla di grave al di l dei danni materiali al locale. Il bilancio finale vede un arresto e due denunciati da parte delle

forze dellordine. Davide Falco, 22 anni tifoso abruzzese, stato arrestato per resistenza e minacce a pubblico ufficiale e indagato per rissa aggravata. Minorenne lultr della Juventus, di 17 anni, indagato in stato di libert per rissa aggravata. Un terzo tifoso, di 37 anni, di fede granata, stato indagato in stato di libert per favoreggiamento. Avrebbe dato un passaggio con la propria auto ad alcune persone coinvolte nella rissa, favorendone la fuga, ma stato fermato e multato per guida in stato di ubriachezza. Una notte brava nel nome del calcio, usato evidentemente come pretesto.
f. bram.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La rissa si scatenata in un locale di piazza Vittorio Veneto a Torino

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A
LEX CAPITANO

Del Piero, ecco lofferta dei Saints Ma Sidney c


IL BORSINO DI ALE
CHI LO VUOLE SIDNEY FC SOUTHAMPTON SION PERCENTUALE 50% 40% 10%

LE ALTRE PUNTE

A
S

perch vedere UDINESE-JUVENTUS


Per il ritorno degli ex Asamoah e Quagliarella (Isla resta a Torino). E per vedere se regge la striscia Juve di 40 gare utili di fila in A.
Friuli, ore 18

I NUMERI

DAL NOSTRO INVIATO

DAL NOSTRO INVIATO

VINOVO (To)

Ore caldissime sul fronte Del Piero. Il Southampton ha formulato concretamente la sua offerta: biennale da un milione di euro a stagione pi bonus. Il club inglese, il cui presidente litalo-svizzero Nicola Cortese, fa dunque sul serio e spera di avere una risposta gi questa sera, al pi tardi domani mattina. La Premier League ha dunque aperto le porte allex capitano della Juventus, che potrebbe cos coronare il personale sogno di chiudere la carriera nel massimo campionato inglese. A Southampton fra laltro appena approdato Gaston Ramirez, luruguaiano ceduto dal Bologna per 14 milioni.
Australiani in partenza co-

Bendtner Ha scelto il numero 17, ma non si allena da 10 giorni. Per lui un programma personalizzato, in attesa di togliersi letichetta del bravo ma incompiuto

MIRKO GRAZIANO VINOVO (To)

Le reti di Vucinic con la Juve lanno scorso: 9 in campionato e una in Coppa Italia

JuVucinic 10
5

S
Giovinco Far coppia lui con Vucinic, e deve scrollarsi di dosso un precampionato non brillante. La Juventus per la sua met ha sborsato ben 11 milioni...

munque ben pi ricco il contratto offerto dal Sydney FC. Gli australiani hanno infatti gi messo sul tavolo un biennale da due milioni a stagione pi un ruolo importante come uomo immagine del calcio di quelle parti. La stampa locale scatenata da giorni, si d per certo larrivo del campione italiano, e sale forte anche lentusiasmo di tifosi e appassionati. Ora, per, un pizzico di apprensione c, proprio perch tutti conoscono la passione di Ale per il calcio inglese. In ogni modo, la delegazione del Sydney ha gi in mano i biglietti aerei per raggiungere lItalia, dove contano di chiudere laffare entro marted sera, nella speranza che nel frattempo non arrivino docce gelate da Italia e Inghilterra. Ancora viva, ma parecchio pi lontana dai pensieri di Del Piero, la pista Sion. Il club svizzero stato lunico, finora, a essere ricevuto a Torino, mentre con gli australiani si parlato soprattutto attraverso le videoconferenze. Lassalto del Southampton, invece, freschissimo e determinato.
m.gra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Confermati Vucinic, Matri e Quagliarella, poi Giovinco e Bendtner per Del Piero e Borriello: cos, l davanti, cambiata la Juve. E obiettivamente, almeno sulla carta, difficile parlare di miglioramento del reparto. Insomma, se da met campo in gi la banda Conte non ha nulla da invidiare alle grandi dEuropa (e non comunque poco per un progetto partito di fatto un anno fa), in attacco non mancano le incognite, con il solo Vucinic subito ad altissimi livelli. Una batteria che in Italia d buone garanzie, ma limpressione che per competere adeguatamente in Champions League occorra un nuovo piccolo capolavoro tattico targato Conte, oltre a un salto di qualit immediato, anche dal punto di vista della personalit, dei vari Giovinco, Matri e Quagliarella. Bendtner? Il gigante danese lincognita numero uno: straordinario a livello giovanile, spesso discontinuo una volta affacciatosi in Premier League.
Pi Giovinco di Matri Due gare, altrettante vittorie, sei reti fatte in questo inizio di stagione, ma solo una firmata dellattacco, quella di Vucinic in Super-

trofei in bacheca. il palmares di Vucinic in Italia: 2 Coppe Italia, 2 Supercoppe italiane, uno scudetto

Matri, Giovinco: chi pu aiutare il montenegrino?


Mirko unica sicurezza in attacco: a Udine unaltra chiamata per le punte in ritardo
record la distorsione alla caviglia che lo aveva messo fuori causa nella parte finale di Juventus-Parma. Ora ha bisogno di gol e prestazioni convincenti in serie, anche per giustificare un riscatto del cartellino (la met che apparteneva al Parma) costato ben 11 milioni di euro. Cifra esagerata secondo quei tifosi bianconeri (e non sono pochi) che avrebbero preferito risparmiare sul fronte Giovinco per portare a casa il benedetto top player. Soffia sul collo del gioiellino bianconero pure un Alessandro Matri a digiuno di reti ufficiali dallo scorso 25 feb-

milioni di euro spesi dalla Juve la scorsa estate per acquistare dalla Roma lattaccante montenegrino

15

coppa a Pechino. Appunto, proprio il fuoriclasse montenegrino, la garanzia, lunica per adesso. Insomma, a Udine gi tempo di esami. E il primo a presentarsi davanti alla commissione tecnica dovrebbe essere Sebastian Giovinco, recuperato a tempo di record, ieri provato a lungo fra i titolari. Deludente nella prima uscita in campionato, Sebastian cerca il riscatto immediato al Friuli. Il carattere non gli manca, lha dimostrato in settimana, assorbendo a tempo di

S
Matri Non segna dal 25 febbraio. Da l in poi andato in calando, e in estate le voci di mercato su di lui non sono mai state smentite. Deve ritrovare smalto e gol

LAFFONDO IL SECONDO ALLENATORE BIANCONERO NON RISPARMIA NESSUNO

Carrera ora attacca Berbatov Meglio non aver preso uno cos
DAL NOSTRO INVIATO

Altro che ex difensore. Dopo aver preso di mira Mazzarri, il vice di Conte stavolta stuzzica S il centravanti bulgaro che ha detto no alla Juve: Inaffidabile, mai vista una storia del genere
Quagliarella Utilizzato con il contagocce anche in amichevole, ma il pi duttile e completo di tutti. Se non molla, una chance la avr di sicuro
VINOVO (To)

Alessandro Del Piero, 37 anni, rimasto svincolato dopo 19 stagioni con la Juventus REUTERS

A Torino hanno gi dimenticato Berbatov. Massimo Carrera liquida a gambe unite luomo che in poche ore ha beffato il mercato di Fiorentina e Juventus. Francamente la prima volta che mi capita di sentire e di vedere una cosa del genere dice . Meglio che non sia venuto, uno cos non affidabile, nemmeno sul campo. Testa allUdinese e massima attenzione, perch troveremo una squadra ferita nellorgoglio, e quindi molto pericolosa. Se non andiamo l con latteggiamento giusto sono guai. Quella friulana una grande squadra. Rientrano Buffon e Chiellini, e anche Giovinco ha recuperato continua il sostituto dello squalificato Conte . Bendtner? Il suo sar un inserimento graduale, anche perch da dieci giorni non si allena. Onesto Carrera nel dire che i nostri obiettivi erano altri in attacco, ma la crisi ha reso irraggiungibili certi giocatori. Bendtner unopportunit che abbiamo colto. Lo conosciamo bene, un giocatore darea, buono tecnicamente. Potrebbe essere una soluzione valida, unalternativa al nostro gioco.
E il Chelsea... In generale, cre-

Se davvero Mazzarri insegna difesa, perch ha mandato due spie agli allenamenti?
10 AGOSTO Esordio e frecciata a Mazzarri

NAZIONALE

Chiellini recupera Ma Prandelli non lo chiamer


VINOVO (To) Giorgio Chiellini rientra stasera dopo il pesante k.o. muscolare subito durante la finale dellEuropeo. E proprio per azzerare i rischi ricaduta, Cesare Prandelli non dovrebbe convocare il gigante toscano per le prime due gare di qualificazione a Brasile 2014. Il c.t. privileger gente atleticamente rodata. Per questo non chiamer nemmeno Thiago Motta e valuter con attenzione le prestazioni di Cassano (indietro con la preparazione) e Giovinco (reduce da una distorsione alla caviglia) prima di completare il reparto offensivo, dove sembrano inattaccabili Destro, Osvaldo, Borini e Insigne. Balotelli fuori causa per loperazione agli occhi: miopia. In difesa potrebbe essere precettato De Sciglio, gi chiamato dallUnder 21. Linfortunio di Montolivo pu rilanciare Aquilani. Stasera le convocazioni. Si gioca il 7 a Sofia con la Bulgaria, l11 a Modena con Malta.
m.gra.

Il Napoli ha fatto la caccia alluomo, noi abbiamo fatto il nostro calcio


11 AGOSTO Dopo la Supercoppa

A Mazzarri auguro di vincere da allenatore quanto ho vinto io da calciatore


24 AGOSTO Replica al tecnico del Napoli

do che sia stato comunque un ottimo mercato continua Carrera . La rosa competitiva. Anche per la Champions? S, limportante restare affamati e umili. Dobbiamo continuare a migliorare. Chelsea in difficolt? Contro lAtletico Madrid ha in effetti mostrato qualche problema, per ha appena

vinto la Champions, e allora qualcosa di buono ce lha. E una formazione importante, sar difficile averci a che fare nel girone. Dobbiamo cercare di individuare i lati negativi degli inglesi, per poi affrontarli nel miglior modo possibile.
m.gra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Massimo Carrera, 48 anni, difensore della Juve dal 1991 al 1996, adesso in panchina al posto di Conte
FOTOPRESS

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

Mirko Vucinic, 28 anni, gioca in Italia dal 2000. Ha indossato le maglie di Lecce, Roma e Juventus OLYCOM

braio, quando firm l1-1 definitivo contro il Milan, a San Siro. Gol pesantissimo, in un certo senso il gol-scudetto, ma anche linizio di un periodo nero, che ha portato il 28enne bomber lombardo a perdere pian piano la fiducia di Conte, la Nazionale e di conseguenza il treno per lEuropeo. A peggiorare lumore non hanno poi contribuito le tante voci (mai smentite durante lintero mercato) di una possibile cessione, e leventuale panchina di questa sera per fare spazio a un giocatore recuperato in extremis potrebbe rappresentare un ulteriore duro colpo allautostima del ragazzo. Ma forse proprio la tattica di Conte: cercare una reazione, anche violenta, e andare poi a vedere se positiva o negativa. La Juventus attesa da battaglie vere su ogni fronte, carattere e personalit assumono unimportanza decisiva.
Quagliarella e Bendtner Chi al

Guidolin a piccoli passi Cerco punti-salvezza


Il tecnico dellUdinese smaltisce la delusione post Champions Conta pi la gloria del denaro. Muriel? Non pi brillante
I GHANESI DEL FRIULI
DAL NOSTRO INVIATO

Forza Asamoah, ma oggi tifiamo per lUdinese


UDINE I fratelli di Asamoah e Badu lottano e corrono come i pi famosi connazionali. Non al Friuli o alla Juventus Stadium, ma nel campo della chiesa in via Mistruzzi. il torneo dei ghanesi di Udine: in provincia sono pi di 2 mila. A tifare dietro la rete c il re William, eletto un mese fa, in campo il tuttofare Jerry Amaniampong che fa il segretario e ci fa da guida: Badu, Asa e Obodo (nigeriano, ndr) sono fratelli, spesso vengono a trovarci, frequentano la chiesa e se serve ci danno una mano. Nel weekend giochiamo qui e, credetemi, qualche altro talento c. Oggi molti dei fratelli ghanesi saranno allo stadio: Ma tiferemo Udinese, anche se Asa nel cuore. Io e altri 10 facciamo gli steward allo stadio. Perch siamo tutti ragazzi tranquilli. Lavoriamo per vivere e problemi non ne creiamo.
fr.vell.

FRANCESCO VELLUZZI UDINE

momento appare davvero ai margini del progetto Fabio Quagliarella, finora zero minuti ufficiali e spiccioli di gara pure in amichevole. Strada davvero in salita, ma per qualit fisiche e tecniche il napoletano forse lattaccante pi completo a disposizione di Conte. Se non molla, avr sicuramente la sua occasione. A Udine non ci sar infine Nicklas Bendtner, senza allenamenti da dieci giorni. Ad aiutarlo la squalifica in Nazionale: per lui, durante la sosta, pronto un duro programma personalizzato. Arriva fra lo scetticismo generale, non pu quindi permettersi un esordio-flop. Conte lo osserva con grande attenzione, sotto tutti i punti di vista.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La ferita ancora aperta. Francesco Guidolin pi sollevato ma visibilmente tirato, e lo stato danimo comprensibile: Volevo portare lUdinese nella storia. Il mio sogno era quello di essere lallenatore che, completando un ciclo, avrebbe riportato questo club in Champions League. Non sono venuto qui per fare carriera. Nella vita conta pi la storia della carriera, pi la gloria del denaro. Ho sposato questa famiglia, voglio stare qui. E non vero che mi hanno snobbato i grandi club. A me piace da morire stare qui.
Tentazione forte Visto il dolore

precampionato. Ora non ha pi di 30-40 minuti nelle gambe, non brillante come allora, indietro. A Firenze lho buttato subito dentro perch se non volevo chiedere uno sforzo a Tot dovevo chiederlo a lui.
Verso la Juve La sensazione

Francesco Guidolin, 56 anni I.S.

zari, arrivato: Mi sempre piaciuto. Sicuramente ci dar una mano.


Muriel realista su Luis Muriel, il gioiello che la societ vorrebbe vedere in campo, ma che, evidentemente, non al top. Lallenatore non avrebbe dubbi a schierare un fenomeno: Premesso che il sistema che adottiamo (il 3-5-1-1, ndr) ci ha dato grandi soddisfazioni, penso sia giusto cambiare, fare degli accorgimenti, anche con la difesa a quattro, e giocare con due punte. Muriel ci d vivacit e qualit, ma se il Muriel che andava a mille allora nelle prime partite del

subto, la tentazione di lasciare stata forte, ma Guidolin ha trovato la forza per risollevarsi: Me lha data la famiglia, me lhanno data gli amici, le persone, chi mi ha scritto, e me lha data pure quel che ho letto su di me. Per questo vi ringrazio. Non ci sono riferimenti espliciti alla societ, con la quale qualche divergenza di vedute sulla parte mercato indubbiamente c. Dei giocatori desiderati soltanto uno, Laz-

che possa essere utile a gara in corso. Stasera c la Juventus e Guidolin obbligato a guardare avanti: C la voglia di riprendere il cammino. Bisogna mettere la testa sullobiettivo salvezza e andare a caccia di punti. Dobbiamo provare a farlo contro la prima della classe, la squadra che ho subito indicato come favorita, contro il "meraviglioso" Asamoah. Ma dobbiamo darci dentro. Il tecnico ripete ben quattro volte il concetto del darci dentro. Un termine caro anche a chi ogni giorno protagonista in bicicletta, la sua grande vera passione: Un tempo mi battevano in pochi, ora sono un po di pi. Per vincere bisogna darci dentro. LUdinese ha campionato, Coppa Italia e un girone prestigioso di Europa League. Se i suoi ragazzi ci daranno dentro, potranno riprendere a sorridere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

10

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A

Che notte per Strama


Roma, ti ringrazio Mister, ti ammiro Ma devo battervi
Non per essere lanti-Juve: perch siamo lInter. E ai tifosi dobbiamo fatti, non parole
perch vedere

Andrea Stramaccioni, 36 anni, guida la prima squadra dal marzo scorso. Il tecnico romano il pi giovane dellintero campionato
LAPRESSE

INTER-ROMA
LInter cerca di bissare la vittoria di Pescara. La Roma il primo successo. Una sfida in cui storicamente i gol non sono mai mancati
Meazza, ore 20.45

questa per me non potr mai essere una partita come le altre. Se non perch, come tutte le altre, prover a vincerla con tutte le sue forze: Ma non perch la Roma: perch siamo lInter.
Il nome Andrea e la classe 47 E

lui, Zeman. Ci non toglie che domani dovremo provare a batterlo: non affrontiamo Zeman ma la Roma, che una grande squadra. Per lInter lo altrettanto.
Anti-Juve? E deve produrre fatti, non parole: E quello che dobbiamo al nostro pubblico: gioved sera per due o tre volte Guarin ha recuperato palla assieme a 40.000 tifosi e questi sono bei segnali, da alimentare. Pi della candidatura al ruolo di anti-Juve: Contro la Roma un test importante, ma solo il primo scontro diretto: presto per parlare di risultato decisivo, una partita giocata adesso non pu n lanciare n ridimensionare. La Juve la squadra con pi certezze tecniche e tattiche, e noi siamo una delle squadre che hanno cambiato pi di tutti. Mercato con acume Se ne sono andati in 13, sono arrivati in 9, e io trovo dice Stramaccioni che il nostro sia stato un mercato intelligente. C sfuggito qualche colpo grosso, tipo Lavezzi e Lucas, ma abbiamo gettato le basi per costruire unInter che vuole tornare grande. E farlo nel rispetto di certe cifre monte ingaggi ridotto di 40

Corsi e ricorsi

milioni di euro lordi mi sembra la dimostrazione di grande acume.


Nessun ripiego E pazienza se i

DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA ELEFANTE APPIANO GENTILE (Como)

LA.S. Roma, il mister e lui. Anzi, lui e lInter. Tutto in una notte perch, come Andrea Stramaccioni si dice da solo, stato inserito in un grande frullatore e l dentro ti spremono emozioni, sensazioni, sentimenti.
Un ragazzo semplice LA.S. Ro-

il mister Strama lo chiama cos non gliene vorr: Paragoni fra me e Zeman? Non scherziamo. Lunico punto di contatto che ha un figlio che si chiama Andrea e che del 47 come mio padre. Quando Zeman gi allenava, io non ero ancora nato: lo ammiro, e glielho anche detto. Un precursore inimitabile, anche studiandolo, per il suo modo integralista di proporre calcio, per la fede che ha nel suo credo. E cos:

ma Strama la chiama cos per lui voglia di riconoscenza, non di rivincita: Alla Roma dovr dire sempre e solo grazie, se oggi sono allInter lo devo ai sei anni l: sono diventato un allenatore a Trigoria, mi sono messo in mostra indossando quella divisa. E quando me ne sono andato ero triste, perch sono un ragazzo semplice, che d importanza ai legami e alle amicizie:

Quando me ne sono andato dalla Roma ero triste: questa per me non potr mai essere una gara come le altre

Destro, lInter sempre nel destino Prima con la Roma contro lex squadra
Serata speciale per Mattia Destro. Squalficato domenica scorsa contro il Catania, il 21enne attaccante marchigiano infatti oggi far il suo esordio ufficiale con la maglia della Roma proprio contro la squadra in cui ha iniziato a farsi conoscere. Destro infatti ha giocato nella Primavera dellInter fino al 2010, prima di essere ceduto al Genoa in prestito con diritto di riscatto della met del cartellino in favore del club ligure. Nel gennaio 2011 i rossobl acquisicono tutto il cartellino di destro nellambito dellaffare che porta a Milano Andrea Ranocchia. Proprio il difensore umbro stasera sar protagonista di un duello diretto con lattaccante che aggiunge interesse a una sfida gi di suo molto affascinante.

nuovi arrivi sono stati 9 e non 10, perch il vice-Milito rimasto un desiderio: E vero: non abbiamo unaltra prima punta con certe caratteristiche, un attaccante centrale, da area. Ci abbiamo provato, ma una volta sfumati gli obiettivi congeniali per il nostro gioco, abbiamo preferito non ripiegare su alternative di pura occasione. Non volevamo un semplice completamento numerico, ma una punta compatibile con il nostro modo di stare in campo. E se Livaja rimasto e Longo andato, perch Longo per dare il meglio ha bisogno di un minutaggio pi alto, mentre Livaja si visto a Spalato e a Pescara riesce a incidere anche in un quarto dora. E poi Marko ha un anno in meno, potr trovare spazio anche nella Primavera. La squadra che non fu mai sua nella Roma, la squadra grazie alla quale oggi sua lInter: bel rumore, quel frullatore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL COMMENTO di BERGOMI e GIANNINI

a pagina 19

&

il retroscena

Quel ragazzo tifoso allOlimpico che un giorno disse Maestro Zdenek, lo scrive un libro di tattica?
ne di abbonamenti finisce a met del ciclo Capello, quando si cominciava a fare sul serio con la Romulea. Quattro anni fa, allaeroporto di Belgrado, lex abbonato Stramaccioni si trov davanti Zdenek Zeman, il tecnico per cui faceva il tifo. Uno allenava la Stella Rossa, e aveva appena perso il derby col Partizan, laltro del Partizan era stato ospite, in un torneo internazionale che gli Allievi della Roma avevano concluso alle spalle del Real Madrid. Mister, quando lo scrive un libro di tattica per gli allenatori, visto che lei un maestro?. E il maestro rispose che voleva tenerli per s i suoi segreti, visto che aveva ancora voglia di allenare. Tornarono a Roma con lo stesso aereo, lincontro si concluse con la foto di rito: Stramaccioni, il suo vice Catini e in mezzo il boemo.
Saluti al terminal Laltro incon-

FRANCESCO ODDI ROMA

Quando Zeman venne la prima volta ad allenare la Roma, Stramaccioni era abbonato in Curva Sud. Aveva cominciato con la Roma di Mazzone, accompagnato dal padre, preside in una scuola dei Castelli Romani. Erano i tempi in cui se si batteva la Lazio era una festa. Capit il 27 novembre 1994: Zeman sulla panchina biancoceleste, il 18enne Stramaccioni in curva, Giannini l sotto a fare tre con le dita, Balbo, Cappioli, Fonseca. Lattuale allenatore dellInter il posto laveva da inizio campionato, verso i Distinti, vicino a dove si piazzava lo storico gruppo dei Fedayn. E quando faceva ancora il calciatore, nella Primavera del Bologna, giocava il sabato pomeriggio, la sera prendeva il treno e la domenica era allOlimpico.
Dalla curva al campo La collezio-

Stramaccioni quando allenava gli Allievi della Roma

Andrea Stramaccioni abbraccia Francesco Totti

tro in aeroporto, stavolta a Fiumicino, storia recente: ultima giornata della scorsa stagio-

ne, Roma in partenza per Cesena, Inter in arrivo per giocare contro la Lazio, le immagini testimoniano la commozione di Stramaccioni nellabbracciare Francesco Totti. Entrambi classe 76, da ragazzini avevano giocato qualche partitella insieme e una anche da avversari, ventanni fa al Carlins Boys di Sanremo, e Totti non segn. Potevano essere compagni an-

che nella Roma, che aveva relazioni entusiastiche sul conto di quel difensore centrale della Romulea, che per prefer cederlo al Bologna. Senza neppure informarlo della richiesta dei giallorossi: i rossobl offrivano pi soldi, il tifo del diretto interessato avrebbe potuto intralciare loperazione. Si sono incrociati di nuovo a Trigoria una vita dopo e Francesco

ha sempre trattato Andrea con grandissima stima e affetto. E se fosse dipeso dal loro comune amico Bruno Conti, Stramaccioni lavorerebbe ancora a Trigoria.
Matrimonio e anniversario E infatti nel momento pi alto della carriera giovanile del tecnico, il tricolore vinto senza perdere mai nel 2009-10, lancian-

do sei giocatori nella nazionale under 18, Stramaccioni era triste, e Bruno Conti pure: il posto di Alberto De Rossi non poteva essere messo in discussione e il divorzio si consum allora, anche se ci fu ancora un anno in giallorosso, portando Verre, Romagnoli e C. a un passo dalla finale scudetto contro il fortissimo Milan Allievi di Cristante e Kingsley Boateng. Delusione forte, ma cancellata dagli eventi: nel giro di un mese il passaggio allInter e il matrimonio con Dalila, con una folta rappresentanza dei suoi ragazzi, convocati anche per lanniversario, a giugno, in un locale di Fregene: maxischermo per Italia-Inghilterra, e davanti i vari Caprari, Bertolacci, Sini, Pettinari e Viviani. E Florenzi, che con linfortunio di Bradley avr la possibilit di provare a rovinare lesordio in casa del tecnico che lo trasform da fantasista che giocava poco in centrocampista di sicuro avvenire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

11

Zdenek Zeman 65 anni, tornato alla Roma dopo una grande promozione con il Pescara. Il boemo era gi stato in giallorosso dal 1997 al 1999
MANCINI

RECORD FRANCESCO A UN GOL DAI 216 DEL BICAMPIONE DEL MONDO E DI ALTAFINI

Totti insegue i big goleador: al Meazza a -1 da Meazza


ANDREA PUGLIESE ROMA

Allinseguimento di Giuseppe Meazza, proprio a casa sua. laltro obiettivo di stasera di Francesco Totti, a un solo gol di distanza dallex attaccante di Inter, Milan e Juve nella classifica dei marcatori di sempre in Serie A: 215 gol, a -1 dal terzo gradino del podio, occupato proprio dal bicampione del mondo (1934 e 1938) e da Altafini. Dovesse arrivare, sorpassarlo proprio nello stadio a lui intitolato sarebbe un altro segno del destino.
Movimenti diversi A meno di

nia. In quella posizione, da lui, mi aspetto di pi. Francesco stasera cercher di darglielo, giocando meno largo e provando a tagliare di pi.
La perla Partendo da l, a sini-

Francesco Totti, 35 anni LAPRESSE

scelte clamorose, Totti stasera

si piazzer sullout sinistro, nel tridente pesante studiato da Zeman. Io lho detto allinizio e certo non cambio idea ha detto ieri lallenatore giallorosso . Il ruolo di Totti quello che secondo me ha fatto 13 anni fa, ma normale che i movimenti devono essere diversi rispetto alla gara con il Catas anche per altri colleghi. I miei rapporti con lInter? Sono cose antiche. Forse qualche possibilit di guidarla c stata, ma io in quel momento ero impegnato moralmente con unaltra squadra. Il presente, per, quello che chiede spazio. LInter ha cambiato. Dopo tanti anni di successi non ci sono pi giocatori che hanno fatto la storia, arrivata gente nuova, bisogna vedere le motivazioni.
Protagonisti In attacco, possibi-

stra, Totti ha segnato anche quello che ha definito il gol pi bello della mia carriera. Successe proprio al Meazza, il 26 ottobre 2005 (Inter-Roma 2-3): palla rubata a Cambiasso a met campo, Ze Maria e Materazzi seminati per strada e cucchiaio dai 20 metri a Julio Cesar. Il Meazza venne gi, tra gli applausi unanimi di tutti. Magari, stasera Francesco si accontenterebbe anche di qualcosa di meno bello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Zeman su tutti
Moratti mi contatt ma qui ora c il top
Destro il miglior colpo estivo. Gli arbitri non mi sono piaciuti Stramaccioni? Occorre esperienza per non avere difficolt
MASSIMO CECCHINI ROMA

Non possiamo partecipare tanto per farlo, dobbiamo avere la voglia di dimostrare che possiamo competere e dobbiamo farlo sul campo. Io da allenatore reputo questa squadra in grado di lottare con tutti.
Caso Bojan Allineato con la societ anche sulladdio di Bojan. Mi aspettavo le polemiche perch conosco Roma. Quando si adotta un giocatore lo si considera un figlio. Poi con quella faccia da bambino piace a tutte le mamme, ma come societ dobbiamo difendere il progetto. Bojan bravo, il problema che gi prima del ritiro il suo entourage ha chiesto tanto minutaggio, cosa che non potevo garantire. Si vede che non ha avuto pazienza. La stessa che manca a lui quando parla di arbitri. Per la mia esperienza non sono partiti bene. Anche in altre gare ci sono stati errori, ma il calcio senza errori non esiste. Certo, con il 5 uomo hanno assegnato un gol che non sarebbe non sarebbe stato dato. Quello di Pirlo contro il Parma. Ovviamente che il fatto riguardi la Juve puramente casuale. O no?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Da Boston urge spedire un sentito ringraziamento a Zdenek Zeman. A tirar fuori James Pallotta dalle malinconie della sua prima settimana da presidente cominciata con la scoperta del dimezzamento della copertura tv in Usa del nostro campionato causa il passaggio da Fox alla neonata BeIn Sport e continuata con le critiche per la cessione di

Bojan al Milan ci ha pensato lallenatore boemo in una veste che negli anni Settanta si sarebbe definita di lotta e di governo. Ovvero, al solito graffiante verso gli arbitri (non sono partiti bene) e perfetto aziendalista nel giudicare il mercato della Roma ( la squadra che si rafforzata di pi e ha fatto il miglior colpo: Destro). Insomma, quanto basta per scaldare la sfida allInter in quella che per Zeman anche un testacoda sentimentale, tra anagrafe (il tecnico pi an-

ziano della A contro il pi giovane) e ricordi (la sua prima partita nel massimo campionato fu contro i nerazzurri, l1 settembre 1991: Inter-Foggia 1-1).
Esperienza Strama I ragazzi mi hanno parlato bene di Stramaccioni spiega , lInter una squadra che gioca e lui riesce a dare qualcosa al gruppo. Certo, secondo me un allenatore deve fare delle tappe nella carriera per non avere delle difficolt. Lui queste esperienze non le ha, ma co-

Nessuna squadra si rinforzata come noi. Bojan? Chiedeva minuti, non ha avuto pazienza

le lesordio di tris dattaccanti di peso. Se sia funzionale bisogna vederlo sul campo. Sono tutti e tre giocatori che hanno dimestichezza con la porta avversaria e quindi possono servire, anche se poi magari in certe partite difficile utilizzarli tutti e tre. Ma dobbiamo provare a mettere in difficolt lInter, non aspettare di vedere quello che fanno loro. Insomma, Zeman trasuda fiducia nel suo gruppo, tant che quando gli si chiede un giudizio complessivo sul mercato replica cos: Si rinforzata di pi la Roma e il miglior colpo penso sia Destro. E poi aggiunge: Ho a disposizione una rosa di giocatori importanti, a me piace. Magari non sono i pi bravi, ma spero di formare la squadra pi brava. Non manca niente. Scudetto?

VOTA il sondaggio su

www.gazzetta.it

&

QUI INTER NON CONVOCATO HANDANOVIC

QUI ROMA PJANIC NON AL MEGLIO E POTREBBE PARTIRE DALLA PANCHINA


potrebbe esordire in nerazzurro gi stasera. Pereira sta bene - ha aggiunto il tecnico -, in settimana si allenato con noi ed pronto. Rimane il ballottaggio con Nagatomo per la casella di sinistra, con Zanetti sulla fascia opposta: ieri Strama ha provato il giapponese, ma luruguaiano potrebbe anche essere utilizzato a centrocampo, subito o pi facilmente a gara in corso, per far rifiatare Cambiasso (finora 5 gare da 90).
Ranocchia nuovo leader La certezza al centro Ranocchia, con Silvestre favorito su Samuel per laltra maglia. Alla nostra difesa manca un leader? Io sto vedendo un ottimo Ranocchia, che pu diventare in prospettiva il leader di questa difesa. In cui comunque ci sono Samuel e Chivu, che qualcosina hanno vinto.... Palacio o Cassano? Un dubbio

Due ballottaggi Cassano o Palacio Pi Yuto di Pereira


Strama nella rifinitura ha provato Nagatomo a sinistra e il barese con Milito. Ranocchia leader del futuro
DAL NOSTRO INVIATO

Cambio in mediana: Florenzi pronto, Tachtsidis si scalda


De Rossi far il jolly. Davanti spazio al tridente pesante Destro, Osvaldo e Totti; in difesa Taddei insidia Piris
ROMA

una condizione fisica non perfetta (tendine infiammato) il bosniaco possa partire dalla panchina, consentendo cos lesordio nel massimo campionato del greco Tachtsidis. In questo caso, questultimo giostrerebbe da centrale e De Rossi, come fa in Nazionale, si piazzerebbe nel ruolo di interno destro, mentre Florenzi si collocherebbe a sinistra. La variabile, eventualmente, potrebbe essere Marquinho.
Esperienza Taddei Nellallenamento di ieri, poi, c da segnalare limpiego di Taddei come terzino destro al posto di Piris, anche lui poco convincente allesordio. Il paraguaiano, per, ha pi attitudini difensive e quindi alla fine dovrebbe essere preferito al brasiliano. Tridente pesante Se le indiscrezioni fossero confermate, solo cinque i giocatori presenti nella rosa della scorsa stagione sarebbero titolari (Stekelenburg, Burdisso, De Rossi, Osvaldo e Totti). Tra questi Totti e Osvaldo, che sarebbero affiancati da Destro per formare il cosiddetto tridente pesante. Lamela e Lopez, per, scaldano i motori.
ma. cec.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LUCA TAIDELLI APPIANO GENTILE (Como)

Samir Handanovic non stato convocato per la sfida contro la Roma. Il portiere sloveno dopo lintervento al menisco non si ancora mai allenato in gruppo e Castellazzi d buone garanzie. Dopo lultimo consulto abbiamo deciso di non rischiare gi alla 2 giornata - ha spiegato Stramaccioni -, anche perch poi c la sosta. Una manna per lui, ma anche per accelerare certi recuperi tipo Chivu, Alvarez e Mudingayi.
Alvaro Pereira, 26 anni ANSA
Pereira si candida Chi invece scalpita Alvaro Pereira, che

infine in attacco tra Palacio e Cassano. Ieri al fianco di Milito stato provato il barese, ma Strama non ha bisogno di testare lintesa dei due argentini. La variabile che Palacio ha giocato 90 gioved, mentre Cassano stato sacrificato dopo il rosso a Castellazzi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Panagiotis Tachtsidis, 20 anni EPA

Una cosa certa: il centrocampo della Roma che sfider lInter sar diverso da quello visto nella prima giornata contro il Catania. E forse anche in modo assai pi sensibile rispetto al preventivato. Vista lassenza di Bradley, infatti, Zeman potrebbe inserire dallinizio lazzurrino Florenzi, che cos esordirebbe in Serie A dal primo minuto (spiccioli ne ha gi giocati). Ma non basta. Poich pare che la catena di sinistra vista sette giorni fa allOlimpico (Balzaretti, Pjanic, Totti) non abbia soddisfatto troppo il boemo, possibile che complice

12

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A

Prova di salto in alto


Lallenatore soddisfatto: Abbiamo due giocatori per ruolo. Rilancer Zuniga, in pole Dzemaili
Perch vedere

FIORENTINA

NAPOLI

Mazzarri: Quanti titolari questanno Felice per Cavani


S
Walter Mazzarri 50 anni, toscano. Allena il Napoli dal 2009. Il 20 maggio 2012 ha vinto il primo trofeo da allenatore battendo in finale di Coppa Italia la Juventus per 2-0. Ha riportato cos la Coppa nazionale a Napoli dopo venticinque anni. Un bel successo

Montella: Il nostro mercato da 10 Jovetic ci riprova


Il tecnico si affida ancora a Jo-Jo e gli affianca El Hamdaoui. Toni resta a casa e si riprende la 30
ALESSANDRA GOZZINI FIRENZE

NAPOLI-FIORENTINA
Entrambe hanno cominciato il campionato con una vittoria. Cavani sar motivatissimo, la Fiorentina la squadra con pi novit
San Paolo, ore 20.45

messaggio. Abbiamo due giocatori per ruolo, potr ruotare gli uomini e affrontare serenamente il doppio impegno campionato-Europa League. Ci siamo attrezzati per risparmiare alcuni titolari senza dover patire troppo. L'ultimo arrivato Mesto, ad esempio, un'alternativa di sicura affidabilit.
Piccoli ritocchi Di conseguenza, anche rispetto alla vittoria di Palermo dovrebbero cambiare un paio di pedine. Mazzarri rilancer Zuniga a sinistra, al posto di Aronica, e soprattutto sembra orientato a preferire Dzemaili al compassato Inler: Al Barbera, grazie a Dzemaili abbiamo chiuso la partita. Lui e Vargas possono essere presi in considerazione per giocare titolari. Il cileno almeno inizialmente andr in panchina anche perch Insigne caricato a pallettoni dalla prospettiva della prima convocazione in Nazionale. Qualcuno lo ha paragonato a Montella, tecnico che con il Catania ha messo in grande difficolt lo scorso anno il Napoli. Dobbiamo stare attenti perch Montella conosce tutto di noi, afferma Mazzarri. Quando allenava gli Allievi della Roma, Montella segu per una settimana, insieme ai colleghi del corso di primo livello di Coverciano, il lavoro di Mazzarri a Castelvolturno. Adesso la sua Fiorentina assomiglia un po' al Napoli: Gi all'esordio la squadra viola ha fatto vedere che gioca molto bene. Inoltre, quella che forse si mossa meglio sul mercato ammonisce Mazzarri . Montella ha detto che il Napoli da scudetto? Per me questi discorsi lasciano il tempo che trovano. Non dobbiamo esaltarci perch l'equilibrio fondamentale, per possiamo ancora crescere. Io dar tutto per il Napoli fino all'ultimo minuto di quest'anno e per il resto ci aggiorneremo a fine stagione. Ho deciso di affrontare quest'annata con il contratto in scadenza poich servivano nuovi stimoli al sottoscritto e ai giocatori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Vincenzo Montella 38 anni, napoletano. Ha cominciato ad allenare i Giovanissimi della Roma nel 2009, nel 2011 subentrato in A e poi passato al Catania convincendo tutti con il suo gioco. Da questa stagione alla guida della Fiorentina: ha un contratto biennale

GIANLUCA MONTI NAPOLI

Il mercato ha consegnato a Walter Mazzarri un Napoli con pi titolari rispetto agli anni scorsi e maggiore competitivit nei ruoli. Ecco perch il volto del tecnico toscano appare sorprendentemente disteso, nonostante alle porte ci sia un' avversaria da prendere con le molle come la Fiorentina e Mazzarri non sia tipo da sottovalutare un impegno cos probante.
Concorrenza leale Quello allestito dal direttore sportivo Bigon sempre pi un Napoli a immagine e somiglianza del suo allenatore. Uno che incide tanto, sia in panchina che nelle strategie societarie: La dirigenza ha cercato di accontentarmi e, ispirandosi al fair play finanziario, ha fatto tutto quello che c'era da fare. Chiaro il riferimento ai nuovi acquisti, tutti di gradimento di Mazzarri, ma anche alla conferma di Cavani, blindato fino al 2017: Sono contento del fatto che Edi abbia prolungato il suo contratto. E' motivatissimo. Pu ripetersi e migliorarsi ancora. Lui e Hamsik, che continua a maturare di anno in anno, sono rimasti qui molto volentieri. Chi andato via, perch magari non gli piacevano le mie scelte, l'ho salutato stringendogli la mano. Gargano, che non gradiva la concorrenza, avr recepito il

I NUMERI

4
9

I NUMERI

4
17

i milioni di euro che il Napoli ha speso per acquistare Behrami e Gamberini dalla Fiorentina

i gol che Christian Maggio ha segnato da ex contro la Fiorentina. Uno con la Samp e due con il Napoli

gli acquisti fatti dalla Fiorentina nell'ultima campagna trasferimenti (18 se si considera il ritorno di Seferovic, in prestito al Lecce nell'ultima parte della stagione scorsa)

i successi casalinghi in campionato di Mazzarri da quando allena il Napoli

29

mila euro la busta paga di Luca Toni, che ha firmato per un anno: i bonus aggiuntivi sono legati al numero di presenze e ai gol

400

La prima sotto le stelle non illuminer Luca Toni, dopo il debutto del pomeriggio contro l'Udinese la Fiorentina esordir in trasferta tra i riflettori del San Paolo: nella lista dei convocati lampeggiano quindici dei diciassette nuovi acquisti, fuori Savic per banale questione burocratica e Toni, ancora non in forma scintillante. Il rapporto del centravanti con ADV (presente anche alla rifinitura della squadra) non si mai spento, elemento chiave per il ritorno della punta, tema su cui anche ieri rimasto acceso l'interesse della citt: in mattinata Toni ha brillantemente superato le visite mediche ("Sono davvero felice e non vedo l'ora di rifare la mia esultanza, parler con Andrea Della Valle prima di salutare tutta la citt") poi ha ripreso la maglia numero trenta e infine rimesso piede al centro sportivo viola, costruzione che dopo cinque anni l'attaccante ha trovato completamente rinnovata; per l'esordio in un match serve un contesto particolare, Toni si rivedr in campo contro una delle sue ex squadre, la meno probabile da immaginare: gi fissata l'amichevole contro l'Al Nasr, in Toscana per un periodo di ritiro, il sette settembre al Franchi Toni ritrover cos vecchio stadio e ultimi compagni. Test di prova prima di nuove esibizioni ufficiali.
Voto dieci La punta stato il

complimenti al presidente e ai dirigenti per il gran bel lavoro che stato fatto, di pi non si poteva davvero fare: il mio voto un dieci. Toni era un nostro obiettivo da tempo, pu darci un grande aiuto, ha alle spalle una storia con tantissimi gol e caratteristiche che in squadra non avevamo, dunque mi hanno accontentato anche in questo". Stasera, ad accendere le giocate di Jo-Jo, probabile che ci sia El Hamdaoui, altro nuovo acquisto, ora in vantaggio su Ljajic; per lucidare dall'inizio il nuovo centrocampo ci vorr invece ancora un po' di tempo: Aquilani non al top per un fastidio al tendine, probabile parta di nuovo Romulo (in panchina gli ultimi arrivi della mediana Migliaccio e Llama, "Montella mi ha chiamato e lo ringrazio di cuore per l'opportunit"). Luci anche sulla difesa, totalmente ricostruita: stasera ci sar almeno un debutto assoluto, con uno tra Tomovic e Hegazy in corsa per un posto.
Prova Per l'allenatore c'

botto viola numero diciassette, rosa rivoluzionata con operazioni ininterrotte tra entrate e uscite, e poi promossa a pieni voti da Montella: "Sono contentissimo del mercato, sono arrivati tanti giocatori di qualit, ora abbiamo bisogno di diventare squadra, spero sia un percorso veloce. Ho fatto i

altra curiosit nel vedere in scena la sua squadra, prima volta in formato viaggio: "Il Napoli attrezzato per vincere lo scudetto, migliorato rispetto all'anno scorso e ha un anno di esperienza internazionale in pi. Mazzarri ha fatto un gran lavoro e hanno giocatori spesso immarcabili. Dovremo batterci puntando sulle nostre qualit, quelle del palleggio, ma senza aprirci troppo per non concedere spazi agli avversari, che rischierebbero di diventare devastanti. Cavani e Jovetic? Sono fortissimi e complementari, ho sempre detto e pensato che JoJo sia rimasto qui convinto e contento, e ora che Cavani ha una clausola sappiamo quanto costa... (ride, ndr). Contro l'Udinese andata meglio di quanto pensassi, ora ci aspetta un altro banco di prova importante. Per me sar sempre un'emozione particolare: al San Paolo entravo da bambino per veder segnare Maradona".
RIPRODUZIONE RISERVATA

DONADONI CERCA LA PRIMA VITTORIA CONTRO IL CHIEVO. DI CARLO HA IL DUBBIO JOKIC

Parma senza Amauri, tocca a Pabn-Belfodil


Perch vedere
SANDRO PIOVANI GIANCARLO TAVAN

PARMA-CHIEVO
Il Parma, dopo il passo falso della prima giornata, cerca punti a tutti i costi. Il Chievo quadrato e determinato e vuole allungare in classifica
Tardini, ore 20.45

Quella col Chievo indubbiamente una partita delicata, difficile. Perch loro hanno gi vinto la prima, sono una squadra compatta, che concede poco: le parole di Roberto Donadoni inquadrano al-

la perfezione le difficolt che il Parma incontrer questa sera. Anche perch gli emiliani arrivano a questa sfida senza Amauri e con il dubbio dell'attacco. Spostare in avanti Biabiany, come era accaduto 8 giorni fa a Torino oppure affidare la fase offensiva a due giovani come Pabn e Belfodil? Donadoni lascia aperte tutte le possibilit, ma l'idea di lan-

ciare i due giovanotti. Anche per riportare Biabiany sulla fascia. Donadoni vuole attenzione sin dalla fase difensiva, con il Parma che dovr giocare alto, aggressivo e puntare sempre a riconquistare palla, cosa che loro fanno molto bene.
Di Carlo Dopo il successo con-

tro il Bologna il Chievo cerca conferme su un campo tradi-

zionalmente non molto favorevole come il Tardini. Lallenatore Di Carlo invita i suoi a dimenticare in fretta la gara di domenica: Non culliamoci sugli allori, ma mettiamo in campo subito compattezza e determinazione altrimenti rischiamo grosso. La squadra, comunque, sta bene e puntiamo alla vittoria. Il tecnico dovrebbe confermare la stessa squadra con il dubbio Jokic che ha recuperato e si candida a riprendere la fascia sinistra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberto Donadoni, 48 anni LAPRESSE

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

13

SERIE A

La Lazio extra-large preoccupa Petkovic ma cerca il poker


Col Palermo insegue il 4 successo in 4 gare. Il tecnico: Non posso allenare pi di 30 giocatori
Perch vedere

mo partiti bene, ma mi aspetto unulteriore crescita da parte della squadra. Soprattutto a livello mentale. Voglio una squadra che sia attenta e coraggiosa, che sappia proporre il suo gioco e che al tempo stesso conceda poco agli avversari. Un programma ambizioso per la cui attuazione ci vorr tempo. E lallenatore biancoceleste il primo a saperlo: Il Palermo un avversario difficile. E reduce da una sconfitta pesante alla prima di campionato con il Napoli. Questo potrebbe condizionare il suo atteggiamento in campo. Si gioca per allOlimpico e noi dovremo essere padroni in casa nostra.
Rosa extra large Quella di stasera anche la prima partita stagionale a mercato chiuso. Per la Lazio non c stato alcun colpo finale e neppure le dismissioni necessarie. La rosa era competitiva, non cera bisogno di altri innesti ancora Petkovic . In quanto alle mancate uscite, effettivamente si creata una situazione poco piacevole. Non posso allenare pi di 30 giocatori, dovr dividerli in gruppi, le singole partite si possono preparare al massimo con 23-24 elementi. E possibilmente sempre gli stessi. Una scelta che il tecnico conferma per la partita di stasera col Palermo. La formazione sar la stessa di Bergamo. C un po di apprensione per Klose che non al meglio, ma dovrebbe farcela (lalternativa Kozak). Le uniche novit ci saranno in panchina con la presenza dei due nuovi acquisti Ederson e Ciani. Questultimo sembrava potesse debuttare subito, Petkovic preferisce invece attendere: E con noi da pochi giorni, deve ancora integrarsi nel gruppo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

HA DETTO

A
S

QUI PALERMO

Sannino: Sar un anno bellissimo Altro che deriva


FABRIZIO VITALE PALERMO

LAZIO-PALERMO
Petkovic va a caccia della quarta vittoria consecutiva in gare ufficiali. Sannino invece necessita di una svolta per raddrizzare lavvio negativo.
Stadio Olimpico, ore 20.45

Giuseppe Sannino, 55 anni, allenatore del Palermo: Ho sempre vissuto nella precariet, mi sento maggiormente responsabilizzato a Palermo

DAL NOSTRO INVIATO

STEFANO CIERI FORMELLO (Roma)

Giuseppe Sannino lespressione dellottimismo, nonostante il mercato non abbia regalato colpi, nonostante il presidente Zamparini non gli abbia preso un sostituto di Balzaretti. Il tecnico va in controtendenza in una piazza delusa e scuote lambiente: Sar un anno bellissimo afferma perch nelle difficolt che si creano quegli input in pi. Ci sono ragazzi che pensavano di essere seconde linee e adesso saranno titolari, unoccasione per loro irripetibile. Sapevo gi che sarebbe stato un mercato difficile, oggi attorno al Palermo c scetticismo, si pensa che sia alla deriva. uno stimolo per i ragazzi e lallenatore. Sto conoscendo dei tifosi straordinari e per questo ci siamo ripromessi di dare a questa gente qualcosa in cui nessuno crede. Sannino insomma ha gi indossato lelmetto per scendere in trincea, anche perch Zamparini ha detto a pi riprese che il valore aggiunto del Palermo proprio lex tecnico del Siena.
Precario Una bella responsabilit che per San-

Alla ricerca del poker. Per continuare a crescere, per brindare con una vittoria allennesimo esordio (stavolta quello di campionato allOlimpico) e per arrivare al primo pit stop stagionale (la sosta della prossima settimana) nelle condizioni ideali. Dopo le tre vittorie nelle prime tre partite ufficiali affrontate Vladimir Petkovic chiede al Palermo di prolungare il magic moment. Il tecnico di Sarajevo, accolto con diffidenza e scarsa fiducia, riuscito in poco tempo a far ricredere tutti gli scettici.

Vladimir Petkovic, 49 anni, ha firmato in estate con la Lazio INSIDE


Attenti e coraggiosi Certo, siamo ancora alle battute iniziali e servono conferme prima di emettere verdetti. La sfida di stasera col Palermo diventa cos un banco di prova fondamentale per verificare la consistenza della Petko-Lazio. Sia-

Dubbio Klose, ma il tedesco dovrebbe farcela. Ederson e Ciani vanno in panchina

nino felice di assumersi. Il presidente ha riposto fiducia in me, io ho accettato senza pensarci su, pur sapendo quanto sia difficile per gli allenatori a Palermo continua ma perch ci credo. Ho sempre vissuto nella precariet, dovendo dimostrare il lavoro che so fare, per cui non ho paura, anzi mi sento maggiormente responsabilizzato. Contro la Lazio sar un Palermo diverso nel modulo e in alcuni suoi interpreti. Sannino recupera Ilicic e potrebbe gettare nella mischia Kurtic. Il tecnico vuole cancellare la batosta presa col Napoli. La Lazio costruita per centrare lEuropa conclude , noi siamo allanno zero e dobbiamo partire da un calcio fatto di valori morali e che si basi sulla cultura del lavoro, voglio iniziare a vedere una squadra, quella che col Napoli non si vista.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PRIMAVERA SECONDA GIORNATA DI CAMPIONATO

LInter va gi in fuga Milan, che rimonta


Garritano-gol, nerazzurri soli in vetta I rossoneri da 0-2 a 3-2 con il Verona Juve ok nel recupero con Magnusson
I minuti di recupero sono un buon alleato della Primavera della Juventus, che dopo il pareggio in extremis nella NextGen contro il Fenerbahce, in campionato batte lo Spezia grazie a un gol di Magnusson al terzo minuto di recupero. A punteggio pieno (e solitaria in vetta) anche lInter, che passa sul campo del Chievo grazie a un guizzo di Garritano. Prime vittorie per Roma (4-1, doppietta di Ferrante) e Milan: i rossoneri, sotto di due gol contro il Verona alla fine del primo tempo. Nella ripresa ribaltano il risultato grazie ai gol di Ganz, Petagna e De Feo allultimo minuto. Volano Lazio e Napoli. Dopo due giornate nel girone B non ci sono squadre a quota 0.
GIRONE A Cagliari-Grosseto (13 settembre, Assemini); Empoli-Sampdoria 2-1; Genoa-Fiorentina 2-0; Parma-Siena 0-1; Pro Vercelli-Novara 1-4; Spezia-Juventus 0-1; Torino-Livorno 3-0. Classifica Genoa, Juventus ed Empoli pt 6; Torino*, Spezia, Novara, Cagliari*, Siena e Fiorentina 3; Sampdoria*, Grosseto*, Parma, Livorno e Pro Vercelli 0. GIRONE B Atalanta-Cesena 2-1; Brescia-Modena 0-1; Chievo-Inter 0-1; Milan-Verona 3-2; Sassuolo-Padova 0-3; Udinese-Cittadella 0-2; Varese-Bologna 2-1. Classifica Inter pt 6; Padova 4; Chjevo, Cesena, Cittadella, Atalanta, Verona, Varese, Sassuolo, Milan e Modena 3; Brescia, Bologna e Udinese 1. GIRONE C Ascoli-Vicenza 0-0; Bari-Catania 1-1; Crotone-Napoli 1-2; Juve Stabia-Ternana 4-2; Palermo-Lazio 0-3; Pescara-Lanciano 3-0; Roma-Reggina 4-1. Classifica Lazio e Napoli pt 6; Juve Stabia 4; Roma, Pescara, Reggina, Ternana e Crotone 3; Catania 2; Ascoli Bari e Vicenza* 1; Palermo* e Lanciano 0. * Una partita in meno.

Taccuino
UNDER 20

I 22 di Di Biagio per il test turco


Sono 22 i giocatori convocati da Di Biagio per il primo impegno sta gionale dellUnder 20, lamichevole con la Turchia in programma il 5 set tembre alle 18 (diretta RaiSport1) a Jesolo. La squadra, che si raduner domani, dal 12 settembre sar impe gnata nel Torneo Quattro Nazioni, con gli Azzurrini opposti a Germania, Svizzera e Polonia. Ecco la lista. Por

tieri: Leali (Juventus), Pigliacelli (Sas suolo), Piscitelli (Carrarese). Difen sori: Almici (Lanciano), Bacchetti (Lanciano), Barba (Grosseto), Blon dett (Portogruaro), Liviero (Peru gia), Sabelli (Bari), Zampano (Virtus Entella). Centrocampisti: Battoc chio (Udinese), Casiraghi (Tritium), Crisetig (Spezia), Capece (Ascoli), Schiavone (Juventus), Valoti (Milan). Attaccanti: Belotti (Albinoleffe), De Silvestro (Pro Vercelli), Falcone (Lanciano), Improta (Juve Stabia), Pi scitella (Genoa), Politano (Perugia).

Pratico e robusto, diviso in due scomparti e dotato di gancio per appenderlo, ideale per accompagnare i vostri viaggi!

CON TUTTOTRASPORTI A SOLI 3,40 IN PI.

DA SEMPRE IL MENSILE PI VICINO AL CAMIONISTA

*GLI ARTICOLI NELLA FOTO NON SONO INCLUSI

14

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

15

SERIE A

Genoa-Borriello 5 anni dopo Ho seguito le emozioni...


Lattaccante partir dalla panchina. Davanti De Canio si affider ancora al tridente Jankovic-Immobile-Jorquera
Perch vedere

CATANIA-GENOA
Il Genoa ha perso 4 volte a Catania negli ultimi 4 anni: va in cerca di riscatto e punta a rovinare la festa di Maran, allesordio in casa.
Angelo Massimino, ore 20.45

tridente con Jankovic e Jorquera, Perch - dice il tecnico - i nuovi arrivati non hanno disputato amichevoli e non possono avere il ritmo partita. Sul mercato abbiamo centrato i nostri obiettivi: avevamo un attaccante come Gilardino, e andava bene, ora abbiamo Borriello e va benissimo
Invenzione Sul lato destro della

va no e G NA G SO
Marco Borriello, 30 anni ed Enzo Maresca, 32 anni TANOPRESS
RATTINI

ALLA CACCIA DEL BIS Dopo lesordio vincente in campionato e lentusiasmo ritrovato rossobl e blucerchiati ci riprovano. Cos una citt intera spera di vivere finalmente una partenza indimenticabile. Nonostante il punto di penalizzazione del club di Garrone

Effetto San Siro carica Maresca La Samp non vuole fermarsi


La vittoria sul Milan, il mercato e quasi 20 mila abbonati. Oggi a Marassi Ferrara cerca la spinta dalleuforia
Perch vedere

SAMPDORIA-SIENA
Per scoprire i cambi di Ferrara rispetto alla Samp che ha battuto il Milan. Il Siena si batte per ridurre la penalizzazione
Luigi Ferraris, ore 20.45

ALESSIO DA RONCH GENOVA

Una salita sempre anche un discesa, dipende da dove la guardi e, soprattutto, come la prendi. Cinque anni fa Marco Borriello vide nel Genoa una salita verso la gloria, aveva segnato un solo gol nel Milan nella stagione precedente e sognava una consacrazione. Realizz 22 reti. Oggi Borriello potrebbe prendere il Genoa come una strada che scende, viene dai 2 gol messi a segno con la Juventus e da alcune grandi sfide perse. Non cos. Lui vede ancora i rossobl come la rampa che riporta in alto: Sono felice - ha spiegato prima di sottoporsi alle visite mediche e di correre al primo allenamento agli ordini di De Canio - ho seguito le mie emozioni. Stasera a Catania probabilmente partir dalla panchina, come gli altri nuovi acquisti, ma sembra vedere positivo. Osserver Immobile nel

difesa del Genoa qualcuno potrebbe vedere una salita impervia. Non ci sono pi Tomovic e Mesto, Rossi infortunato, Bovo convalescente, Velazquez non ha il transfer. C il giovane Sampirisi: In grande crescita assicura De Canio. Da quella parte per di pi Maran pu piazzare il Papu Gomez, il pericolo pubblico numero uno. Anche qui tutto sta a come vedi la pendenza. Appena arrivato a Genoa il tecnico si ritrov a San Siro contro il Milan senza terzini. Chiese a Roger Carvalho, che rifiut. Allora piazz su quella corsia Sculli. I rossobl persero, ma da quella parte il Milan trov un ostacolo durissimo. Quel giorno De Canio non conquist punti ma la fiducia della societ, che gli ha rinnovato il contratto. Ora serve una nuova invenzione: un difensore a sorpresa che faccia correre in salita Gomez e voli in discesa per aiutare i centrocampisti. Con la fantasia si pu sempre cambiare tutto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FILIPPO GRIMALDI GENOVA

Il Maresca blucerchiato (che stasera potrebbe fare il suo esordio davanti al pubblico del Ferraris: il transfer arrivato ieri, per Ferrara abile e arruolato) rappresenta solo il fuoco dartificio finale di un mercato estivo importante, ma servito (oltre che a potenziare la squadra) ad alimentare ulteriore entusiasmo in una piazza gi galvanizzata dalla vincente rincorsa verso la serie A del giugno scorso.
Presidente... tifoso I meriti? Equamente divisi, direbbero a Corte Lambruschini. In realt, dopo i successi al Camp Nou nel Gamper e il vittorioso debutto in campionato a San Siro, la mossa fondamentale (vista a posteriori) risale ad oltre un anno fa, quando Riccardo Garrone decise di farsi affiancare sul ponte di comando dal figlio

Edoardo (oggi vicepresidente vicario). A questultimo va il merito di avere saputo ricostruire (o, per meglio dire, rialimentare) lentusiasmo di una piazza che prima del via del campionato cadetto decise di credere in questuomo che ci stava mettendo la faccia: Dateci fiducia, vi sapremo ripagare. E cos stato. Una storia incredibile, se si pensa alla pazza rincorsa (merito dello specialista Iachini, anche Ferrara lo ha ammesso) che port Pozzi e compagni a riagganciare ed a vincere i playoff. Un presidente-tifoso: realismo, ma anche sogni, perch no?.
Fidelizzazione La promessa di Edoardo era stata questa: abbonatevi in B, pagherete la stessa cifra anche in A, fra un anno. Detto e fatto: stasera a Marassi ci saranno quasi 19.500 abbonati (la Samp come quinta forza della A), e forse non finisce qui. Del resto la famiglia Garrone ha investito molto in estate, chiudendo quelle operazioni gi avviate nella stagione passata e puntellando la rosa con le pedin ritenute ideali (Maxi Lopez, Estigarribia, De Silvestri). Il concetto del gruppo Inoltre, cambiato il concetto di Samp: prima identificata con le sue stelle (Palombo, Pazzini, Cassano), ed oggi amata come gruppo. Ed solo linizio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

QUI CATANIA LALLENATORE DEBUTTA AL MASSIMINO

QUI SIENA I DUE NUOVI IN PANCHINA. IL TECNICO: MERCATO DESTABILIZZANTE

La sfida di Maran in mezzo: tocca ancora a Biagianti


CATANIA Scelte apparentemente definitive, per Maran, allenatore esordiente allo stadio Massimino, dopo la prima in A sul campo della Roma. Il difensore Spolli sta male (caviglia in disordine, ma andr in panchina lo stesso), Izco ha recuperato ma la maglia da titolare, a centrocampo sulla destra, toccher ancora a capitan Biagianti. Proprio il toscano ha rilanciato la sfida: Devo ringraziare la societ per avermi aspettato, adesso voglio giocare pi partite possibili per vincere e per riprendermi il tempo perduto per le cure al ginocchio. Allo stadio non ci sar il pienone (13 mila tra abbonati e vendita al dettaglio), tuttavia la citt ha risposto positivamente al pareggio ottenuto allOlimpico e alla conferma dei giocatori pi in vista e potenzialmente titolari, richiestissimi per lintera estate. Lamministratore delegato Sergio Gasparin ha ribadito: Campagna acquisti oculata e pensata in prospettiva futura. Speriamo che la citt possa rispondere a tono.
g.fin.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Cosmi scalda Z Eduardo e Rosina: Daranno qualit


SIENA Un sorriso in pi per Serse Cosmi, gi felice per larrivo di Rosina e Z Eduardo. Finalmente ha detto il tecnico del Siena finito il mercato, destabilizzante per lo spogliatoio. Z Eduardo arrivato in Italia con ottime credenziali. Lo scorso anno ha avuto un impatto complicato con il nostro calcio ma un ottimo giocatore. Lui e Rosina ci daranno qualit. Oggi partiranno dalla panchina, in una sfida che il Siena, secondo Cosmi, dovr affrontare con grande carattere. Marassi uno stadio che ti d tanto, ma sa anche toglierti. Bisogna avere la giusta determinazione. Il tridente della Samp? Qualche accorgimento in pi lo avremo, ma non cambieremo identit di squadra. Sulla Samp: Mi piace ha detto Cosmi non solo come struttura societaria, ma anche come costruzione di squadra. Ferrara si disintossicato con la Under dopo la Juventus e far bene. Del resto non considero la Samp una diretta concorrente del Siena per la salvezza.
a.lo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

16

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE A
GIOCHIAMO A TAVOLINO LA

2
SQUADRE

a
PARTITE G V N P RETI F S

ORE 18 UDINESE (3-5-1-1)-JUVENTUS (3-5-2)


27
ARMERO

ORE 20.45 CAGLIARI (4-3-3)-ATALANTA (4-4-1-1)


8 15
BARZAGLI

26
LICHTSTEINER

7 4
NAINGGOLAN

6
BELLINI

GIORNATA
Classifica
PT

11
DOMIZZI

AVELAR

21
LAZZARI

10
DI NATALE

23 12
GIOVINCO VIDAL

7
COSSU

SCHELOTTO

13 1
BUFFON

11

21

2
STENDARDO

1
BRKIC
1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 0 1 1 1 1 2 2 1 0 3 3 2 2 2 2 1 3 3 1 2 2 1 0 0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 1 0 0 2 0 2 2 2 2 2 3 5 6 1 0

5
DANILO

66
PINZI

21
PIRLO

19
BONUCCI

1
AGAZZI

ASTORI

5
CONTI

9
LARRIVEY

MORALEZ CIGARINI

47

INTER 3 NAPOLI 3 CHIEVO 3 GENOA 3 JUVENTUS 3 FIORENTINA 3 LAZIO 3 TORINO * 3 MILAN 3 SAMPDORIA * 2 CATANIA 1 ROMA 1 UDINESE 0 CAGLIARI 0 PARMA 0 PALERMO 0 BOLOGNA 0 PESCARA 0 ATALANTA ** -2 SIENA *** -5

1 1 1 1 1 1 1 2 2 1 1 1 1 1 1 1 2 2 1 1

17
BENATIA

37 8
BASTA

31

9
VUCINIC

15
ROSSETTINI

PEREYRA FABBRINI

8
MARCHISIO

3
CHIELLINI

19 21
DESSENA

88
BIONDINI

CONSIGLI

19
THIAGO RIBEIRO

DENIS

MANFREDINI

22
ASAMOAH

14
PISANO

10
BONAVENTURA

28
BRIVIO

ARBITRO VALERI Assistenti Giallatini Padovan IV Cariolato Add Rizzoli (1) Pinzani (2) PREZZI da 25 a 120 euro TV Sky Sport 1 HD, Cal. 1 HD e SuperCal. HD; Premium Calcio e Cal. HD

ARBITRO PERUZZO Assistenti Meli Stefani IV Dobosz Add Velotto (1) Mariani (2) PREZZI a porte chiuse TV Sky Calcio 6 HD; Premium Calcio 5

UDINESE p. 0
PANCHINA 25 Padelli, 4 Angella, 16 Coda, 75 Heurtaux, 6 Faraoni, 26 Pasquale, 34 Gabriel Silva, 8 Willians, 3 Allan, 77 Maicosuel, 24 Muriel, 9 Barreto. ALLENATORE Guidolin. BALLOTTAGGI Fabbrini-Muriel 80-20%, Lazzari-Willians 60-40%, Armero-Pasqual 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Badu (10 giorni). ALTRI Pawlowski. QUOTE 1 4,50 X 3,40 2 1,80

JUVENTUS p. 3
PANCHINA 30 Storari, 31 Branescu, 4 Caceres, 39 Marrone, 11 De Ceglie, 6 Pogba, 24, Giaccherini, 27 Quagliarella, 32 Matri. ALL. Carrera. BALLOTTAGGI Chiellini-Marrone 60-40%, Giovinco-Matri 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Lucio (45 giorni), Padoin (25), Pepe (15). ALTRI Isla, Martinez, Iaquinta, Rubinho, Bendtner, Ziegler.

CAGLIARI p. 0
PANCHINA 25 Avramov, 24 Perico, 3 Ariaudo, 16 Eriksson, 20 Ekdal, 51 Pinilla, 23 Ibarbo, 18 Nen. ALLENATORE Ficcadenti. BALLOTTAGGI Avelar-Perico 70-30%, Larrivey-Pinilla 80-20%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Sau (5 giorni), Camilleri (20). ALTRI Anedda, Murru, Del Fabro, Piredda, Casarini.

ATALANTA p. -2
PANCHINA 78 Frezzolini, 16 Polito, 3 Lucchini, 25 Matheu, 32 Ferri, 13 Peluso, 77 Raimondi, 44 Cazzola, 9 Troisi, 99 Parra, 91 De Luca. ALLENATORE Colantuno. BALLOTTAGGI Brivio-Peluso 55-45%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Capelli (90 giorni), Carmona (15), Ferreira Pinto (30), Marilungo (30), Radovanovic (60), Scozzarella (7). ALTRI nessuno.

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


***Siena 6 punti; **Atalanta 2 punti; *Sampdoria, Torino 1 punto di penalizzazione La classif ca tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, differenza reti; 3) gol segnati

19
17
GIORGI

le reti subite da Buffon nelle 27 partite giocate contro l'Udinese, 9 nei 17 precedenti in maglia Juve

QUOTE 1 2,15 X 3,20 2 3,40

i cartellini rossi visti in Serie A da Dessena del Cagliari, entrambi in incontri giocati contro l'Atalanta

IL NUMERO

4
31

ORE 20.45 LAZIO (4-5-1)-PALERMO (4-4-2)


6 19
LULIC MAURI

31
PISANO

8
HERNANES

i gol realizzati dalla Juventus nelle ultime 12 partite di campionato dopo lultima gara nella quale i bianconeri erano rimasti allasciutto, contro il Genoa a Marassi nello 0-0 dell11 marzo 2012

3 22
MARCHETTI DIAS

27 11
KLOSE ILICIC

25 1
UJKANI

24
LEDESMA

BARRETO VON BERGEN

20
BIAVA

28 10
MICCOLI KURTIC

4
CETTO

15
GONZALEZ

29
KONKO

87
CANDREVA

14
BERTOLO

29
GARCIA

ARBITRO CELI Assistenti Galloni Altomare IV Manganelli Add Guida (1) Irrati (2) PREZZI da 16 a 120 euro TV Sky Calcio 3 HD; Premium Calcio 3

LAZIO p. 3
PANCHINA 1 Bizzarri, 5 Scaloni, 2 Ciani, 39 Cavanda, 23 Onazi, 7 Ederson, 10 Zarate, 18 Kozak, 9 Rocchi, 99 Floccari. ALLENATORE Petkovic. BALLOTTAGGI Klose-Kozak 60-40 %, Biava-Ciani 70-30 %. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Brocchi (15 giorni), Cana (3), Radu (3), Stankevicius (15). ALTRI Alfaro, Carrizo, Diakite, Foggia, Matuzalem, Sculli, Zauri. QUOTE 1 1,70 X 3,65 2 4,75

PALERMO p. 0
PANCHINA 99 Benussi, 89 Morganella, 6 Munoz, 15 Milanovic, 23 Donati, 20 Rios, 7 Viola, 50 Sanseverino, 11 Hernandez, 9 Dybala, 19 Budan. ALLENATORE Sannino. BALLOTTAGGI Kurtic-Donati 60-40 %. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Zahavi (25 giorni), Mantovani (da valutare), Brienza (20). ALTRI Brichetto, Labrin.

IL NUMERO

4 Prima a Quartu
4 Cos il Cagliari

189
7
BIABIANY

i giorni trascorsi dall'ultima rete in campionato di Klose, il 26 febbraio scorso in casa con la Fiorentina

le sconfitte consecutive dell'Atalanta in campionato. Il k.o. con la Lazio alla prima segue le tre della fine del 2011-12

riporta la A nella provincia


I sardi debuttano in casa a Is Arenas a porte chiuse: ecco unaltra citt non capoluogo tra le sedi in massima serie
MARIO FRONGIA CAGLIARI

MARCATORI
3 RETI: Pazzini (1) (Milan) 2 RETI: Jovetic (Fiorentina) 1 RETE: Diamanti (1) (Bologna); Gomez e Marchese (Catania); Cruzado e Pellissier (Chievo); Immobile e Merkel (Genoa); Coutinho, Milito e Sneijder (Inter); Lichtsteiner e Pirlo (Juventus); Hernanes (Lazio); Cavani, Hamsik e Maggio (Napoli); Lopez e Osvaldo (Roma); Costa (Sampdoria); Bianchi, Brighi e Sgrigna (Torino); Maicosuel (Udinese)

ORE 20.45 PARMA (3-5-2)-CHIEVO (4-3-1-2)


20 10 9 17 77
LUCIANO SARDO

Lo stadio Is Arenas a Quartu

6
LUCARELLI MIRANTE

8
GALLOPPA

2
DAINELLI SORRENTINO

83

29
PALETTA

10
VALDES

BELFODIL DI MICHELE

16

5
ZACCARDO

16
PAROLO

88
PABON

31

THEREAU L.RIGONI

12
CESAR

54

PELLISSIER

56
HETEMAJ

87
ROSI

13
JOKIC

ARBITRO MASSA Assistenti Paganessi Niccolai IV Maggiani Add Banti (1) Manganiello (2) PREZZI da 15 a 100 euro TV Sky Calcio 7 HD

PARMA p. 0 Stevan Jovetic, 22 anni, IMAGE SPORT


PANCHINA 1 Pavarini, 91 Bajza, 18 Gobbi, 28 Benalouane, 39 Fideleff, 4 Morrone, 19 Musacci, 20 Acquah, 77 Ninis, 17 Palladino. ALLENATORE Donadoni. BALLOTTAGGI Rosi-Gobbi 55-45%, Belfodil-Gobbi 55-45%, Parolo-Acquah 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Amauri (7 giorni), Santacroce (5), Sansone (da valutare). ALTRI Maceachen. QUOTE 1 2,10 X 3,20 2 3,50

CHIEVO p. 3
PANCHINA 18 Squizzi, 23 Viotti, 33 Papp, 21 Frey, 26 Farkas, 8 Cruzado, 25 Vacek, 5 Guana, 6 M. Rigoni, 14 Cofie, 39 Stoian, 9 Moscardelli. ALLENATORE Di Carlo. BALL. Hetemaj-M. Rigoni 55-45%, Jokic-Frey 51-49%, Thereau-Cruzado 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Dram (15 giorni), Paloschi (55). ALTRI Puggioni, Andreolli, Samassa, Dettori.

Dopo 150 giorni e cinque partite a 800 chilometri da casa, il Cagliari torna in Sardegna. Per debuttare a Quartu SantElena: settantamila abitanti, regno dei dolci e del pane tipico, buon feeling con i colori rossobl. La terza citt sarda la settima non capoluogo a ospitare match di Serie A dopo Casale, Empoli, Legnano, Busto Arsizio (Pro Patria), Novi Ligure (Novese), Cesena e Lecco.
Casa dolce casa Cossu e soci ripartono dallIs Arenas Stadium, bomboniera con gli spettatori a sei metri dal fallo laterale, confinante con le Saline e larea protetta di Molentargius, oasi di fenicotteri e decine di specie rare. I rossobl, dopo una settimana di dubbi e tensione, evitano Trieste. Stasera trovano lAta-

IL NUMERO

PROSSIMO TURNO
3a GIORNATA ore 15 (15-16 settembre) CHIEVO-LAZIO FIORENTINA-CATANIA GENOA-JUVENTUS MILAN-ATALANTA NAPOLI-PARMA PALERMO-CAGLIARI PESCARA-SAMPDORIA ROMA-BOLOGNA SIENA-UDINESE TORINO-INTER ancora da definire anticipi e posticipi

i minuti trascorsi dall'ultima rete realizzata in Serie A dal Cagliari: lha segnata Ariaudo al 13' di Cagliari-Genoa 2-1 del 2 maggio scorso

283

lanta. A porte chiuse. In un impianto da 16.700 seggiolini ancora incompleto, tirato su in appena tre mesi: le duecentomila piantine di gramigna sono state impiantate lultima settimana di maggio. Insomma, il club di Cellino stranamente in ombra nelle ultime convulse giornate di cantiere, sopralluoghi, permessi, commissioni di vigilanza, prefetti, sindaci e Lega riparte da zero. Il Cagliari al suo settimo campo: Stallaggio Meloni, via Pola, Amsicora e SantElia a Cagliari, Manconi a Tempio Pausania, Nereo Rocco a Trieste. In breve, alla vigilia di una gara che segna la storia sportiva, e non solo, del club e della comunit locale, i motivi per gioire non mancano. Eppure, Ficcadenti non parla.
Silenzio Il tecnico evita la seconda conferenza in tre gare: anche prima dello Spezia (Coppa Italia) si era defilato. Complicato capire quanto ci sia di suo e quanto faccia capo al club. I tifo-

43

le gare giocate di fila da Biabiany. il giocatore del Parma che non salta una partita da pi tempo

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

17

ORE 20.45 CATANIA (4-3-3)-GENOA (4-3-3)


12
MARCHESE

ORE 20.45 INTER (4-3-1-2)-ROMA (4-3-3)


31 55
NAGATOMO

Le quote
23
PIRIS

4
ALMIRON

17
GOMEZ

11
JANKOVIC

33
KUCKA

SAMPIRISI

19 10 21
GARGANO SNEIJDER

22
DESTRO

16
DE ROSSI

ZEMAN E IL COLPO IN CASA DELLINTER


24

14 21
BELLUSCI ANDUJAR

21
CANINI

6 1
FREY

CAMBIASSO

29
BURDISSO STEKELENBURG

10
LODI

9
BERGESSIO

17
IMMOBILE

14
SEYMOUR

SILVESTRE

12
CASTELLAZZI

22
MILITO

9
OSVALDO

77
TACHTSIDIS

3,50
Noi siamo la Roma e non possiamo giocare tanto per farlo, non possiamo solo partecipare ma dobbiamo provare a vincere. Zdenek Zeman, Roma. Il colpo contro lInter a 3,50.

5
GRANQVIST

LEGROTTAGLIE

27

28

19
JORQUERA

10
MERKEL

23
RANOCCHIA

99 14
GUARIN CASSANO

5 10
TOTTI

48
FLORENZI

CASTAN

22
ALVAREZ

BIAGIANTI BARRIENTOS

13
ANTONELLI

4
ZANETTI

42
BALZARETTI

ARBITRO GIANNOCCARO Assistenti Vivenzi Musolino IV De Luca Add Calvarese (1) Nasca (2) PREZZI da 15 a 120 euro TV Sky Calcio 4 HD; Premium Calcio 4

ARBITRO BERGONZI Assistenti Preti Marzaloni IV Di Fiore Add Mazzoleni (1) Romeo (2) PREZZI da 14 a 385 euro TV Sky Sport 3 HD e Calcio 1 HD; Premium Calcio 1, Calcio HD

CATANIA p. 1
PANCHINA 29 Terracciano, 1 Frison, 3 Spolli, 5 Rolin, 33 Capuano, 13 Izco, 30 Salifu, 8 Sciacca, 19 Castro, 15 Morimoto, 24 Ricchiuti, 35 Doukara. ALLENATORE Maran SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI nessuno. BALLOTTAGGI Biagianti-Izco 70-30%, Bellusci-Spolli 70-30%. ALTRI Messina, Keko, Augustyn, Potenza, Lanzafame. QUOTE 1 2,00 X 3,25 2 3,75

GENOA p. 3
PANCHINA 33 Tzorvas, 63 Stillo, 3 Bovo, 24 Moretti, 4 Ferronetti, 89 Anselmo, 28 Tozser, 91 Bertolacci, 8 Vargas, 18 Piscitella, 22 Borriello. ALL. De Canio. BALLOTTAGGI Merkel-Bertolacci 60-40%, Sampirisi-Moretti 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Rossi (3 giorni). ALTRI Zima, Marchiori, Velazquez, Melazzi.

INTER p. 3
PANCHINA 27 Belec, 32 Cincilla, 25 Samuel, 40 Juan Jesus, 42 Jonathan, 31 Pereira, 7 Coutinho, 41 Duncan, 8 Palacio, 88 Livaja. ALL. Stramaccioni BALLOTTAGGI Silvestre-Samuel 60-40%, Cambiasso-Pereira 60-40%, Cassano-Palacio 60-40%. SQUAL. nessuno. INDISP. Chivu e Handanovic (15 giorni), Stankovic, Obi, Alvarez e Mudingayi (25), Mariga (50). ALTRI Mbaye, Benassi, Bianchetti. QUOTE 1 2,00 X 3,50 2 3,50

ROMA p. 1
PANCHINA 1 Lobont, 3 Marquinhos, 46 Romagnoli, 11 Taddei, 15 Pjanic, 7 Marquinho, 8 Lamela, 26 Tallo, 17 Lopez. ALLENATORE Zeman. BALLOTTAGGI Piris-Taddei 60-40%, Tachtsidis-Pjanic 60-40%, Florenzi-Pjanic 60-40%, Totti-Lamela 80-20%. SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Dod (21 giorni), Bradley (21), Perrotta (14). ALTRI Lucca, Julio Sergio, Goicoechea.

SANNINO E LA FIDUCIA NEL SUO PALERMO

1,53
Sar una stagione bellissima: faremo ricredere i tifosi, perch nelle difficolt che si d di pi. Giuseppe Sannino, Palermo. Almeno un gol contro la Lazio vale 1,53.

le presenze in serie A per Sampirisi che oggi dovrebbe partire titolare contro il Catania

31
18
ZUNIGA

i precedenti in campionato di Zanetti con la Roma con 2 gol fatti: 13 vittorie, 6 sconfitte e 12 pareggi

ORE 20.45 NAPOLI (3-5-1-1)-FIORENTINA (3-5-2)


16
CASSANI

IL NUMERO
4

5
BRITOS DE SANCTIS

17
HAMSIK

92 7 8
CAVANI JOVETIC

ROMULO RONCAGLIA

28 14

85
BEHRAMI

26
PIZARRO

CANNAVARO

20
DZEMAILI

24
INSIGNE

CAMPAGNARO

BORJA EL HAMDAOUI VALERO

20

RODRIGUEZ VIVIANO

40
TOMOVIC

11
MAGGIO

23
PASQUAL

TUTTI I CASI

QUI ATALANTA

u (Ca), nuova casa del Cagliari GIORGIO CANNAS

si avrebbero meritato pi attenzione. Con addosso le tossine della sconfitta di Genova, il Cagliari al nono anno di fila in A. Pinilla al 90 per cento out, Casarini in rosa ma non convocato, Nen e Larrivey ancora in rossobl, le news. Di fatto, i temi non sarebbero mancati. Ficcadenti chiede pazienza e gioco di squadra. Si parte senza pubblico e sotto gli occhi delle forze dellordine: il sindaco di Quartu, Mauro Contini, ci ha messo la faccia. Con la Roma, tra venti giorni, lappuntamento clou: lo stadio dovrebbe essere a posto. Is Arenas, una scommessa vinta pur con tante contrariet, il sogno rossobl che si realizza. Di fatto, il match con i bergamaschi vale doppio. Soprattutto per aspetto mentale. Per il resto, squadra fatta, con Conti in regia dopo il turno di squalifica. E la voglia dopo aver ringraziato il presidente Percassi per la sportivit di conquistare i primi punti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nella storia della Serie A 7 club giocavano in citt non capoluoghi di provincia: Casale (Alessandria) Cesena (era provincia di Forl) Empoli (Firenze) Lecco (era provincia di Como) Legnano (Milano) Pro Patria (Busto Arsizio, Varese) Novese (Novi Ligure, Alessandria) Queste le gare giocate in citt non capoluogo di provincia: 1929-30 Livorno-Roma 1-0 a Viareggio 1930-31 Lazio-Legnano 4-0 a Foligno 1952-53 Novara-Palermo 3-4 a Lodi e Pro PatriaNovara 2-3 a Seregno 1989-90 CremoneseNapoli 1-1 a Monza 1991-92 Atalanta-Ascoli 1-1 a Monza

Colantuono: Sar strano senza tifosi


La squadra si allena bene e sa cosa deve fare: il lavoro ci premier. Colantuono si affida alle sue sicurezze dopo la partenza falsa con la Lazio. Il tecnico romano cerca i primi punti nel giorno in cui taglia il traguardo delle 100 panchine in Serie A con un bilancio in perfetto equilibrio (32 vittorie e altrettante sconfitte). Ma la trasferta tra le pi insidiose. A Cagliari ho anche vinto, ma ho sempre avuto grosse difficolt. Si gioca a Quartu a porte chiuse? Senza pubblico sar una partita strana, ma il Cagliari ci ha chiesto la disponibilit ed stato giusto dargliela. Resta qualche dubbio di formazione, con Colantuono che non ha svelato se e quanti cambi far rispetto allultima partita. Il mercato intanto ha portato in dono un diamante grezzo come De Luca ma ha anche lasciato in cassaforte i gioielli di famiglia. De Luca furbo, rapido, si muove molto bene negli spazi, attacca la profondit: sar molto utile. E poi sono molto soddisfatto che siano rimasti Peluso e Schelotto. Sono due titolari della scorsa stagione e sono sicuro che non avranno ripercussioni a livello motivazionale. Anzi, avranno ancora pi motivazioni per restare nel giro della nazionale.
Guido Maconi

IL NUMERO

4
4

ARBITRO DAMATO Assistenti Barbirati Tonolini IV Di Liberatore Add De Marco (1) Ciampi (2) PREZZI da 18 a 150 euro TV Sky Calcio 2 HD; Premium Calcio 2

NAPOLI p. 3
PANCHINA 22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 3 Uvini, 55 Gamberini, 21 Fernandez, 6 Aronica, 16 Mesto, 88 Inler, 4 Donadel, 13 El Kaddouri, 9 Vargas. ALLENATORE Mazzarri. BALLOTTAGGI Dzemaili-Inler 60-40%, Insigne-Vargas 60-40%. SQUALIFICATI Dossena (1), Pandev (1). INDISPONIBILI nessuno. ALTRI Rinaudo.

FIORENTINA p. 3
PANCHINA 89 Neto, 12 Lupatelli, 31 Camporese, 3 Hegazy, 11 Cuadrado, 5 Olivera, 14 Fernandez, 21 Migliaccio, 19 Llama, 10 Aquilani, 22 Ljajic, 17 Seferovic ALL. Montella. BALLOTTAGGI Tomovic-Hegazy 60-40%, Romulo-Aquilani 60-40%, El Hamdaoui-Ljajic 60-40%, SQUALIFICATI nessuno. INDISPONIBILI Della Rocca (10 giorni) ALTRI nessuno.

il punteggio finale delle ultime tre partite giocate in campionato dal Genoa: una sconfitta ad Udine il 6 maggio scorso, poi le vittorie su Palermo in chiusura di campionato e sul Cagliari domenica scorsa

2-0

le vittorie casalinghe con le quali l'Inter ha chiuso la scorsa stagione, contro Genoa, Siena, Cesena e Milan

QUOTE 1 1,70 X 3,50 2 5,00

2
70
MANNINI

il numero ricorrente di Aquilani con il Napoli: tante sono le vittorie, i pari, i k.o. e le reti segnate

ORE 20.45 SAMPDORIA (4-3-3)-SIENA (3-5-2)


3
COSTA

dallarchivio
A SAN SIRO

18
POLI

23
EDER

8 81
BOGDANI VERGASSOLA

13
NETO

Con Strama e Zeman lOver a 1,50


25
PEGOLO
Negli ultimi 5 incontri tra Inter e Roma solo 2 match su 5 sono finiti con almeno 3 reti. Stavolta, complici gli approcci offensivi di Stramaccioni e Zeman, una partita da Over a 1,50; per lOver 3,5 (dai 4 gol in su) si sale a 2,25. UNDER A 1,77

35 22
ROMERO ROSSINI

6
MARESCA

10
MAXI LOPEZ

10 7
VALIANI

22

28

GASTALDELLO

11
CALAI

D'AGOSTINO CONTINI

14

18
FELIPE

13
BERARDI

OBIANG ESTIGARRIBIA

3
DEL GROSSO

C Udinese-Juve: niente pioggia di gol


I quotisti lanciano lUnder (a 1,77); per un punteggio abbondante si sale a 1,90. DALLAGOSTO 2010

ARBITRO ROCCHI Assistenti Ranghetti De Pinto IV Giachero Add Giacomelli (1) Ostinelli (2) PREZZI da 15 a 60 euro TV Sky Calcio 5 HD

SAMPDORIA p. 2
PANCHINA 32 Berni, 21 Soriano, 11 Munari, 8 Mustafi, 7 Castellini, 25 Krsticic, 12 Tissone, 19 De Silvestri, 5 Renan, 9 Pozzi, 98 Icardi. ALLENATORE Ferrara. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI Da Costa (01/10/2012). INDISPONIBILI Juan Antonio (4 giorni). ALTRI Poulsen, Laczko, Semioli, Padalino, Foti, Grieco, Palombo.

SIENA p. -5
PANCHINA 12 Farelli, 23 Campagnolo, 15 Dellafiore, 24 Paci, 33 Rubin, 6 Angelo, 16 Verre, 5 Coppola, 77 Sestu, 9 Paolucci, 57 Ze Eduardo, 27 Rosina. ALL. Cosmi BALLOTTAGGI Valiani-Verre 70-30%, Contini-Paci 60-40%. SQUALIF. Larrondo (3 mesi), Vitiello (4 anni), Terzi (3 anni), Belmonte (5 mesi), INDISPONIBILI Bolzoni (operazione ernia, 20 giorni) ALTRI Rodriguez, Martinez, Campos Toro.

Fiorentina, che fatica segnare al Napoli


La Fiorentina non riesce a segnare contro il Napoli da agosto 2010. Sfatare il tab nel match di oggi al San Paolo pagherebbe 1,55. DA MAGGIO 2010

Catania e Genoa, alternanza perfetta


Da maggio 2010 c una perfetta alternanza nei risultati degli incontri tra Catania e Genoa: in 5 partite hanno vinto a turno (3 volte i siciliani, 2 i rossobl) e la doppia chance 1-2 stavolta data a 1,30.

QUOTE 1 1,85 X 3,40 2 4,25

le reti realizzate in Serie A da Costa, al Catania con la Reggina nel 2008 e al Milan alla 1a giornata

18

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

19

lAvventuroso
di REINHOLD MESSNER

IN QUOTA CON I MANAGER TEDESCHI HO CAPITO CHE LITALIA CE LA FAR


Camminando in montagna. Sulle nostre Alpi, anche se il meteo, dopo tanto sole, non stato favorevole e la neve in quota ha costretto a un cambio di programma. Niente Similaun, la montagna al confine con l'Austria sulla quale 20 anni fa, per la prima volta, si era cimentato il gruppo di importanti manager e industriali che hanno o hanno avuto in mano le leve dell'economia tedesca. Dirigenti di aziende come Adidas, Basf, Mercedes. L'idea venne a Herbert Henzler, che guidava l'agenzia McKinsey, mentre eravamo bloccati dal maltempo sul Chimborazo, nelle Ande. Lui riun questi uomini di affari tedeschi con la passione dellalpinismo. Ogni anno, da allora, li accompagno a scalare una montagna: Civetta, Pelmo, Ortles... Stavolta ci siamo dovuti accontentare di raggiungere una malga a quota 2200, sopra Castel Juval, e di l andare poi a un antico maso, ora abbandonato. Anche in Alto Adige l'agricoltura di montagna ha grandi problemi. Questi Similauner cos hanno deciso, scherzosamente, di chiamarsi , dopo aver camminato e scalato, passano le serate in libere discussioni, in cui si dicono apertamente quello che pensano della situazione economica e politica. Senza la pretesa di tirare delle conclusioni, di estrapolare delle tesi. A sentir loro, l'Italia ce la far.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I n Germania non soltanto il cancelliere, Angela Merkel, a credere nellItalia guidata da Mario Monti. Anche il mondo dell'economia ha fiducia nelle potenzialit del nostro Paese. Il debito pubblico, per quanto alto, non preoccupa. Al contrario della mancanza di competitivit. su di essa, e non sui sacrifici, che si chiede all'Italia di puntare decisamente. Il fatto che non ci siano pregiudizi anti-italiani nel mondo imprenditoriale tedesco l'ho constatato direttamente in questi giorni. Non a un convegno.

visto dallo Zio

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

dallaPrima

INTER, GLI INSERIMENTI DI GUARIN DECISIVI PER METTERE IN CRISI ZEMAN


di BEPPE BERGOMI

f
Per poter giocare nello stadio Is Arenas manca ancora l'autorizzazione della Lego.

provato 4-2-3-1 durante il D opo aver ed avereilpoi capito, anche inritiro estivo base agli sviluppi del mercato, che era meglio dare pi sostanza in mezzo, Andrea Stramaccioni ha dato un indirizzo ben preciso alla sua Inter. Difesa a quattro, tre centrocampisti e tre uomini offensivi che non danno mai punti di riferimento allavversario. Visto che la Roma di Zeman tende a stare molto alta e a concedere spazi dietro alla linea difensiva, saranno decisivi i movimenti dei tre attaccanti nerazzurri. Con Sneijder pi portato al lancio che allaggressione degli spazi, Milito sar utilissimo con il gioco di sponda, soprattutto per Palacio, molto pe-

ricoloso quando parte da sinistra. Largentino intelligente, sa svariare e vede la porta. Anche per questo ritengo che vada preferito a Cassano. Antonio appena arrivato, ha unautonomia ancora limitata ed ideale per dare la scossa a partita in corso. Quella che una prerogativa anche di Coutinho, che pure ha caratteristiche diverse dallazzurro. Credo che Stramaccioni stia facendo un ottimo lavoro nel compattare i sette uomini davanti al portiere, anche se vista la velocit dei giallorossi mai come questa volta anche gli attaccanti dovranno dare una mano in copertura. Per sfruttare gli spazi che pu concedere la difesa romanista, saranno invece importantissimi gli inserimenti dei centrocampisti, in special modo di Guarin, e dei terzini. Penso a Zanetti, ma anche a Nagatomo. Infatti non rischierei di alterare i delicatissimi equilibri difensivi per inserire Alvaro Pereira. Tra laltro ho avuto modo di seguire pi volte luruguaiano in Coppa America e non lho mai visto giocare in una difesa a quattro. O faceva lesterno di sinistra nel 3-5-2 o giocava alto, davanti a Caceres nel 4-4-2. La certezza in mezzo alla difesa deve essere Andrea Ranocchia. Il ragazzo aveva soltanto bisogno di sentire fiducia dopo unannata in cui soltanto a lui non veniva perdonato il minimo errore. Al suo fianco vedo Silvestre, visto che Samuel non mi sembra ancora al meglio. Servir una retroguardia compatta, visto che Zeman punter sul tridente pesante, che si pu permettere perch agli esterni chiede di accentrarsi spesso per favorire gli inserimenti da dietro. Sono comunque curioso di vedere chi far il riferimento centrale. Io vedo pi Destro che Osvaldo o Totti. Di sicuro ci sar da divertirsi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Milan, da Bologna un messaggio al campionato


Oggi si sgomita per il ruolo di anti-Juve. Esame San Siro per Zdenek

laVignetta
di LORENZO CASTELLANI

Francesco Totti, spettatore a Trigoria alla partita della Primavera MANCINI

TwitTwit

di LUIGI GARLANDO

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Milan I lsmo consi3adeguadiallottimicategorico Galliani: vittoria gol a Bologna, co-

SIMONA VENTURA
Stella della tv

Andrea Stramaccioni, 36 anni, nato a Roma ANSA

Sempre e solo Al Toro!!! Forza vecchio cuore granata!!!


@Simo_Ventura

FERNANDO ALONSO

visto dal Principe

Pilota Ferrari

STIMO ZANETTI MA SULLA SUA CORSIA LA ROMA PU PROVARE A SFONDARE


di GIUSEPPE GIANNINI

on cambier la sua Roma. Zeman resta Nconvinto che non modeller la squadraZeman, contro qualsiasi avversario. Cos, sono in funzione delle caratteristiche e della qualit dei singoli giocatori dellInter. Nel campionato nel quale forse solo Guidolin e Colantuono sono sempre integralisti, fedeli, come il boemo, al proprio modulo di gioco s, perch Mazzarri, talvolta, cambia in corsa il Napoli , la Roma prover a sprigionare anche contro i nerazzurri la propria forza. Ritmo altissimo e rapidit di esecuzione nelle ripartenze: mi aspetto

che Zeman cerchi di infilare lInter in velocit. Personalmente, punterei a mettermi quasi a specchio, con un 4-2-3-1, alla formazione di Stramaccioni, con Tachtsidis e De Rossi piazzati davanti alla difesa. Ma inutile soffermarmi sulle mie idee, perch tanto Zeman se ne fregher delladattamento della Roma a seconda dello schieramento dellInter. Eppure, tento ugualmente di inventarmi qualche mossa per creare difficolt agli avversari. Stimo tantissimo Zanetti, ma costruirei la manovra offensiva della Roma proprio sulla corsia di competenza del capitano nerazzurro. Alla sua et, dovr pur risentire della fatica per aver disputato tutti e tre gli ultimi incontri, risultando peraltro straordinario nel match di Europa League. Nel 4-3-3, con Florenzi a destra, sposterei De Rossi a sinistra, per contrastare Guarin e, allo stesso tempo, coprire le incursioni di Balzaretti. Su quella fascia, poi, in attacco metterei Osvaldo, accentrando stavolta Totti: perch Zanetti potrebbe soffrire di pi se fosse puntato dallattaccante palla al piede. Quanto a Destro, credo tanto nelle sue qualit e so bene che, da ex interista inespresso, il ragazzo ci terrebbe a stupire al Meazza. Non mi sorprenderei, per, se Zeman concedesse ancora fiducia a Lamela. Poi, magari, dalla panchina tirer fuori qualche magia di Lopez e, appunto, un colpo da goleador di Destro. La Roma dovr proteggere la propria difesa gi a met campo, inaridendo le fonti di gioco: Sneijder e Palacio, ma lo stesso Cassano se giocasse subito, devono ricevere pochi palloni. Solo cos Milito potrebbe scoprirsi un po isolato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

3m dopo la riunione, giusto per il finale della Vuelta! Grande spettacolo!


@alo_oficial

SIMONE PONZI
Corridore professionista

NOI SIAMO COLPEVOLI! E colpa nostra se dal 2009 chi chiamato a giudicarci non lo fa e chi non dovrebbe farlo ci giudica colpevoli?
@SimonePonzi

VALENTINO ROSSI
Pilota MotoGP

Consiglio: se fate una partita di calcio con @iomatrix23 cercate di giocare nella stessa squadra.
@ValeYellow46

MICHELE SANTUCCI
Nuotatore azzurro

Sopratutto ci mancher il Filippo fuori vasca, quello vero che pochi conoscono. Ti ringrazio di cuore amico mio per tutto.
@Mitch_89one

Zdenek Zeman, 65 anni. Nato a Praga INSIDE

me nellanno dellultimo scudetto, per ribadire di essere da titolo; 3 gol di Pazzini, per dimostrare che il mercato ha potenziato la squadra e che laffare non lhanno fatto gli acquirenti di Cassano. Dire ora che Allegri era un pazzo ad avere tanti dubbi ingeneroso e sbagliato, per. Larbitro ha regalato il primo rigore, il Bologna il secondo gol. I tanti cartellini dimostrano affanni tattici. Grandi pause di gioco. Altro infortunio muscolare: Montolivo. I problemi ci sono. Ma la vittoria, importantissima, regala morale e due settimane di lavoro sereno. Alla ripresa sar un altro Milan, con acquisti pi integrati e rodati. Oggi ci aspetta una domenica lussuosa. Da San Siro si attendono le risposte pi ghiotte. Inter e Roma hanno punti in comune, dallambizioso entusiasmo a certe riserve tattiche da risolvere. Zeman, con impeto da aziendalista, ha incensato la campagna di rafforzamento della Roma ed eletto Destro a colpo dellestate. In realt laffannosa ricerca di esterni nelle ultime ore di mercato segnala una crepa, evidenziata dal sofferto esordio con il Catania. Che il calcio di Zeman, disegnato per punte che attaccano la fascia e incrociano, possa riprodursi anche con gente dal passo e dalla caratteristiche di Totti e Lamela teorema tutto da dimostrare. Stasera ci prova Destro. Si sa, ogni gruppo rivoluzionato e giovane ha bisogna di prestazioni importanti in notti importanti per irrobustirsi le ossa. San Siro sembra il catino giusto per lambiziosa Roma del Boemo. Le tre prepotenti vittorie esterne in Europa League e campionato hanno raccontato unInter estremamente solida e dal po-

tenziale offensivo imponente. Le due maldestre prestazioni casalinghe di coppa potrebbero non essere solo figlie di cali di tensione e della sfiga del sintetico (le milanesi non hanno ancora vinto sul nuovo terreno artificiale). Che lInter sappia ripartire e diventare bella quando scatena i suo assaltatori offensivi un dato acquisito. La frontiera di conquista di Stramaccioni quella degli equilibri: un centrocampo che sappia accorciare la squadra, che lavori meglio nel recupero del pallone e non si faccia sorprendere dalle ripartenze. Dimostrare di potersi permettere unautorevole partita di possesso, in casa, contro una Roma che ha tanta qualit di palleggio e coraggio tattico, sarebbe un indizio importante per le credenziali dellInter. Napoli-Fiorentina anche il derby tra due bandiere che avrebbero potuto volare via e che invece propriet ambiziose e popoli innamorati hanno piantato a terra: Cavani e Jovetic. Mazzarri promette turnover, mai troppo felice nelle stagioni scorse. Se il Napoli impara a gestire meglio le proprie energie, con lesperienza maturata e un organico arricchito, ragioner di scudetto. Un Napoli del genere rende pi che attendibile il test di maturit della Fiorentina di Montella, rifondata con qualit e la legittima pretesa di sorprendere. La Juve favorita, anche senza top-player davanti, stasera avr idee pi chiare sulla concorrenza, ma in campo meglio concentrarsi solo sullUdinese, passata da una notte di Champions ai ragionamenti salvezza di Guidolin. Una frustrazione che incendier lorgoglio dei friulani. Ieri un bel Torino ha riassaporato il gusto della vittoria in serie A dopo 3 anni. Secondo 3-0 consecutivo per un Pescara avvilito e avvilente che sembra troppo piccolo per la nuova casa che abita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

MONDO INGHILTERRA

Mancini, festa centenaria aspettando gli ultimi arrivi


Il City supera il Qpr con Tour, Dzeko e Tevez. Il tecnico al successo numero 63 su 100 gare e presto avr Maicon, Javi Garcia e Sinclair
MANCHESTER CITY QPR 3 1
so, con Maicon e Garcia titolari, Aguero recuperato dopo linfortunio al ginocchio di 15 giorni fa e il solito enigma Balotelli, per ora fuori dalla gara del Bernabeu in vista delloperazione agli occhi. Mou avr sicuramente preso nota dello stato di forma di Tevez, dellimportanza di Yaya Tour (terzo gol stagionale), della maturazione di Nasri e della crescita di forma di Silva. La maggiore novit per il cambio di modulo, al quale Mancini sta lavorando da qualche tempo: un 3-4-3 in stile Barcellona, che diventa 4-4-2 nei momenti pi critici. La difesa, pi scoperta, per balla ed questo il vero limite del City attuale, eterna cicala che spreca troppo nei suoi momenti migliori.
Il film Nel primo tempo, si gioPRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Y. Tour (MC) al 15 p.t.; Zamora (Q) al 14, Dzeko (MC) al 16, Tevez (MC) al 47 s.t.

COS LE ALTRE

4
S

MERCATO

Questi gli altri risultati della terza giornata di Premier. 3A GIORNATA Ieri SwanseaSunderland 2-2 TottenhamNorwich 1-1 West BromEverton 2-0 West HamFulham 3-0 Wigan-Stoke 2-2 Manchester City-Qpr 3-1 Oggi LiverpoolArsenal; NewcastleAston Villa; SouthamptonManchester United

Lo Zenit tenta il colpaccio: caccia a Nani e a Hulk


C ancora un po di tempo. Per quelle che devono cedere, e per qualche big che deve mettere qualche stella in rosa. La deadline del mercato fissata per la mezzanotte di marted in Francia, un giorno dopo in Turchia e due in Russia. Quindi il Psg ha perfezionato ieri lacquisto di Van der Wiel (6 milioni allAjax): accompagnato dal suo agente Mino Raiola, il terzino olandese ha firmato ieri un quadriennale. Lo Zenit tenter fino alla fine il colpaccio: per Nani pare pi dura, potrebbe ancora arrivare unoffertona per Hulk. Lo Spartak Mosca invece ha nel mirino il mediano del West Bromwich Mulumbu, il besiktas sta per chiudere con il mediano Romeu (Lorient) mentre il Fenerbahe medita il colpo grosso: Raul Meireles dal Chelsea.
Gli affari last minute La trattati-

MANCHESTER CITY (3-4-3)


Hart 6; Kompany 6, Lescott 5,5, Kolarov 6; Zabaleta 6 (dal 29 s.t. K. Tour 6), Y. Tour 6,5, Rodwell 6, Nasri 6,5 (dal 44 s.t. Razak s.v.); Silva 6 (dal 36 s.t. Milner s.v.), Dzeko 6,5, Tevez 6,5. PANCHINA Pantilimon, Clichy, Sinclair, Balotelli. ALLENATORE Mancini 6,5. AMMONITI Kolarov e Rodwell per gioco scorretto.

QPR (4-4-2)
Green 5; Bosingwa 5, A. Ferdinand 5 (dal 22 s.t. Onuoha 5,5), Nelsen 5, Fabio 5; Wright-Phillips 6, Granero 6 (dal 40 s.t. Ciss s.v.), Faurln 5,5 (dal 27 s.t. Dyer 5,5), Park Ji-Sung 6; Zamora 6, Johnson 6. PANCHINA Murphy, Derry, Hoillet, Mackie. ALLENATORE Hughes 5,5. AMMONITI Zamora per gioco scorretto. ARBITRO Foy 5,5.
NOTE spettatori 45.579. Tiri in porta 7 (1 traversa)-5. Tiri fuori 4-2. Angoli 9-3. In fuorigioco: 3-0. Recuperi: p.t. 1, s.t. 5.

S
CLASSIFICA Chelsea 9; Swansea, West Brom, Man. City 7; Everton, West Ham 6; Wigan 4; Fulham, Man. United, Stoke, Newcastle 3; Sunderland, Arsenal, Tottenham, Norwich 2; Reading, Liverpool, Qpr 1; Southampton, Aston Villa 0.

MOMENTI CHIAVE PRIMO TEMPO 1-0 GOL! 15 Tiro di Tevez rimpallato, entra Yaya Tour, botta da 8 metri: 1-0. SECONDO TEMPO 3-1 5 Assist di Silva, Zabaleta cerca langolino alto con il sinistro: traversa. GOL! 14 Johnson salta due uomini e tira, Hart respinge, Zamora riprende di testa: 1-1. GOL! 16 Cross di Tevez, zuccata di Dzeko: 2-1. GOL! 47 Tiro-cross di Dzeko, deviazione di Tevez: 3-1.

DAL NOSTRO INVIATO

STEFANO BOLDRINI MANCHESTER (Inghilterra)

Incroci e suggestioni. Sotto gli occhi di Jos Mourinho, Roberto Mancini festeggia la sua gara numero 100 in Premier, battendo 3-1 il Queens Park Rangers dellex Hughes e ottenendo il successo numero 63. Il tecnico italiano eguaglia il primato di Ferguson, che taglier proprio oggi il traguardo delle 1000 gare in campionato con lo United: anche lo scozze-

se vinse 63 gare nelle sue prime 100. Una coincidenza diabolica. Mancini si gode successo e record senza squilli di tromba: si concede per obblighi contrattuali solo a Sky, poi manda David Platt a parlare con i cronisti. I giornali britannici hanno enfatizzato le dichiarazioni della vigilia, in cui Mancio aveva lasciato trapelare linsoddisfazione per un mercato che ha portato Javi Garcia, Maicon, Scott Sinclair e Rodwell, ma non Van Persie, Hazard e De Rossi, i tre nomi nella lista originaria. Per

come si era messa, gli andata persino bene. Mancini elogia i nuovi: Maicon far due stagioni alla grande in vista del Mondiale in Brasile. Javi Garcia era lalternativa a De Rossi. Sinclair ha talento.
Mou Mourinho calato al-

Edin Dzeko, 26 anni, e Carlos Tevez, 28, entrambi a segno ieri


ACTION IMAGES

lEtihad per prendere appunti per la sfida di Champions Real-City del 18 settembre. La solita aria corrucciata, una polo blu, concentrazione massima, ma poca polpa. Il City del Bernabeu potrebbe essere ben diver-

cato a una porta. Il City passato al quarto dora con Yaya Tour, ma ha divorato un paio di occasioni con Dzeko e Silva. La traversa di Zabaleta a inizio ripresa stata un presagio: cinque minuti dopo, da copione, arrivato il pareggio del Qpr. Cavalcata di Johnson, botta respinta da Hart e zuccata facile di Zamora. Il City ha avuto il merito di trovare il 2-1 dopo appena 2: controllo e cross in acrobazia di Tevez e capocciata imperiale di Dzeko, bravo a rubare il tempo allo stordito Anton Ferdinand, travolto poco prima da Kolarov. Lultima mezzora stata calcio coast to coast, in cui il Qpr ha fatto capire che quando i 12 acquisti si saranno inseriti, i londinesi potrebbero evitare di soffrire come un anno fa. Mancini ha rinforzato la diga con Kolo Tour, Milner e Razak. Il Qpr ha messo un paio di volte alle corde il City, ma nel recupero, su cross di Dzeko, arrivato il piattone di Tevez: 3-1 e missione compiuta. Ora c la sosta: il 15 settembre sar tutto un altro City.
RIPRODUZIONE RISERVATA

va scoppiata per eccellenza quella che avrebbe dovuto riportare Joao Moutinho, perno della mediana del Porto, da Villas Boas. Laccordo era stato trovato nel pomeriggio, poi si perso tempo per perfezionarlo e nel frattempo suonato il gong. Il Chelsea intanto ha bloccato lesterno Wallace (Fluminense): era nel mirino di Inter e Napoli, arriver ai Blues lanno prossimo. In Inghilterra ha rinforzato parecchio la mediana lo Stoke City, che ha preso NZonzi dal Blackburn. Il Twente prende lesterno Boyata, in prestito dal Manchester City. Il Parma ha spedito in prestito al Malme lesterno Lofquist. In Spagna colpo del Racing Santander, che in Segunda si rinforza dietro con Carlos Bocanegra (Rangers). Tra gli svincolati eccellenti, poi, c Michael Owen: sicuri che nessuno vuole un ex Pallone doro?
RIPRODUZIONE RISERVATA

il record

Infinito Ferguson, ecco un altro traguardo: mille panchine in campionato con lo United
gno Unito un Paese diverso da quello di 26 anni fa, soprattutto nel calcio. Dagli hooligans e dalla squalifica continentale per cinque stagioni agli stadi migliori dEuropa e al campionato pi ricco del mondo: Ferguson ha partecipato a questa lunga traversata e, nonostante i 70 anni e il contratto in scadenza nel 2013, non ha voglia di andare in pensione perch altrimenti dovrei stare a casa tutto il giorno e con mia moglie Cathy staremmo sempre a litigare.
Le cifre Il bilancio ai limiti

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

LONDRA

Mille e fare finta di non sentirle. La galleria dei record di Alex Ferguson aggiunge un pezzo alla collezione: mille panchine in campionato alla guida del Manchester United. Da Oxford, 8 novembre 1986, First Division, a Southampton oggi, 2 settembre 2012, Premier League: in mezzo, 25 anni, 9 mesi, 25 giorni e una storia incredibile. Trionfi, primati, onorificenze, gioie, dolori, grandi intuizioni, tonfi clamorosi, come il derby perso il 23 ottobre 2011 allOld Trafford. La peggiore sconfitta della mia vita, il commento dello scozzese. Cera Margaret Thatcher al timone della Gran Bretagna in quell8 novembre 1986 in cui lo United, affidato a Ferguson appena due giorni prima, perse 2-0. Oggi c un altro conservatore a comandare, David Cameron, ma il Re-

del mostruoso: 598 vittorie, 233 pareggi, 168 sconfitte, 1.863 gol fatti e 890 subiti. Media punti: 2,03. I successi: 12 titoli, in pratica uno ogni due anni. La stagione migliore: 1999-2000, 91 punti e 28 gare vinte su 38. Solo in tre hanno fatto meglio, ma si tratta di personaggi figli del calcio ottocentesco. George Ramsey, 1.327 gare alla guida del-

lAston Villa dal 1884 al 1926, il primatista assoluto, poi Frank Watt altro scozzese al Newcastle dal 1895 al 1935 e John Nicholson, dal 1899 al 1932 allo Sheffield. Ferguson questo, poi c il lato B, che quello che spinge i giornalisti a definirlo autocratico, modo elegante per dire autoritario, se non dittatore. Lultima lite eccellente stata con Wayne Rooney, sbattuto in panchina otto giorni fa, mentre con i giornalisti continuano gioie e, soprattutto, dolori: un free lance stato recentemente invitato a non presentarsi allOld Trafford. Oggi, a Southampton, non suoner la fanfara per lui: lo United ha sulla coscienza la retrocessione dei Saints nel 2005. La tradizione personale non delle migliori: qui rimedi un giorno una scoppola memorabile. Con incredibile flemma, diede la colpa del k.o. al colore delle maglie indossate nel primo tempo dallo United, il grigio:

I giocatori si confondevano.
I SUCCESSI DI ALEX FERGUSON ALLO UNITED

Villas Boas in crisi Confuso an-

campionati

12
F.A. Cup

5
Champions

2
Intercontinentali

2
Coppa Coppe

1
Supercoppa

1
Sir Alex Ferguson, 70 anni, da 26 al Manchester United

che Andr Villas Boas: il Tottenham ha solo 2 punti e ieri si fatto raggiungere all85 dal Norwich. L1-0 era stato firmato dal nuovo acquisto Dembel, partito dalla panchina, ma gli Spurs, protagonisti dellultimo giorno di mercato, hanno deluso. Capisco la frustrazione dei tifosi, anche io sono deluso, il commento di Villas Boas. Il Tottenham ha chiuso in 10: rosso per Huddlestone, che aveva sostituito Defoe all81. Il pareggio di Snodgrass arrivato a cinque minuti dal termine. Il portiere Friedel, alla faccia dei 41 anni, ha salvato pi volte gli Spurs, prima grande in crisi della nuova stagione. Villas Boas deve cambiare registro: i tifosi sono in fermento. Basteranno i nuovi acquisti (Dempsey e Lloris) a salvare il portoghese?
bold
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

21
#

MONDO
SPAGNA E UN FEDELISSIMO DI JOSE IL CENTROCAMPISTA CHE ARRIVA DAL CHELSEA LA SITUAZIONE
sera sar in panchina per la sfida con il Granada, la filiale spagnola della famiglia Pozzo. Il Madrid cerca la prima vittoria in questa Liga per recuperare o non perdere altro terreno sul Bara ( gi a meno cinque dopo due giornate): i blaugrana sono impegnati subito dopo in casa contro il Valencia. Ieri in campo il Malaga, rivale del Milan in Champions: vittoria 1-0 a Saragozza (e fanno due su due in trasferta) grazie a un gol di Camacho. Nella ripresa debutto di Saviola, uno dei quattro acquisti dellultimo minuto, con Iturra, Santa Cruz e lex milanista Onyewu. Primi punti per il Celta, che batte 2-0 lOsasuna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Essien: Daddy mi ha chiamato, eccomi


Mou a Manchester a spiare il City. Oggi il Real con il Granada, filiale della famiglia Pozzo
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Vince il Malaga C il Valencia a Barcellona


3 GIORNATA Ieri: Celta Osasuna 2 0; Saragozza Malaga 0 1; Deportivo Getafe 1 1, Maiorca Real Sociedad 1 0. Oggi: Athletic Bilbao Valladolid, Rayo Siviglia, Levante Espanyol, Real Madrid Granada, Barcellona Valencia. Mercoled: Betis Atletico Madrid. CLASSIFICA Malaga*, Maiorca* 7, Barcellona, Valladolid, Rayo 6; Deportivo* 5; Atletico Madrid, Siviglia, Getafe* 4; Betis, Celta*, Saragozza*, Real Sociedad* 3; Valencia 2; Real Madrid, Granada, Levante 1; Espanyol, Osasuna*, Athletic Bilbao 0.

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci MADRID

Autodefinitosi prima Special e poi, recentemente, Unico, Jos Mourinho da ieri anche Daddy. Paparino.

Cos lo chiama Michael Essien, secondo e ultimo acquisto estivo del Real Madrid. Il ghanese stato preso al volo per tappare il buco lasciato da Lass Diarra, allettato dalloffertona dellAnzhi, e ieri atterrato a Madrid. Allaeroporto si salutato velocemente con Mou, in partenza per Manchester per vedere il City, primo rivale di Champions del Madrid, poi visite mediche, firma del contratto e conferenza stampa. Essien si presentato al Bernabeu con un sorriso grande come lo stadio, la maschera della felicit.

Daddy Mou E ha subito cominciato a citare e a ringraziare il Daddy. Stai bene fisicamente?, gli hanno chiesto: Benissimo: non tradirei mai il mio daddy n un grande club come il Madrid. E poi: Daddy mi ha chiamato, ed eccomi qua. Fare il terzino? Io gioco dove decide Daddy. A parte in porta, per lui gioco ovunque. Scusa, ma perch lo chiami daddy? Perch cos che lo considero. Mi ha portato al Chelsea, ci capiamo al volo, quello il termine pi appropriato. Mou ha saltato la seconda conferenza stampa di fila ma sta-

Michael Essien, 29 anni AP

LA TRIPLETTA AL CHELSEA GUARDALA SU GAZZETTA.IT

FRANCIA QUARTA GIORNATA

Il Psg va a Lilla: lo sceicco si fida di Ancelotti


MONTECARLO

Louverture in pallonetto Primo gol al 6 Falcao apre la serata al 6: supera Cech in uscita con un pallonetto che sbatte sul palo e si infila in rete DI CIUCCIO

Il capolavoro Secondo gol al 19 Un capolavoro per il 2-0: sinistro a giro allincrocio, replica di uno dei 2 gol nellultima finale di Europa League REUTERS

Il tris di forza Terzo gol al 44 Con lo stop supera in corsa Ramires e di forza, con il sinistro, infila Cech sotto le gambe: tripletta DI CIUCCIO

Falcao, il bomber da 50 milioni che in finale non sbaglia


In Europa League un gol al Braga e 2 al Bilbao e venerd ha devastato il Chelsea con 3 reti
DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO CONDO MONTECARLO

Il primo Falcao visto dal vivo risale a cinque anni fa, superclasico di Buenos Aires fra River Plate e Boca Juniors - in Argentina la partita dellanno - ultima stagione in panchina di Daniel Passarella. Il River in crisi e il grande stadio Monumental, sulle rive del Rio de la Plata, accoglie con un respiro ansioso e trattenuto la visita degli eterni rivali. Nelle dichiarazioni della vigilia il traballante Daniel affida la propria salvezza allimprevedibile talento del Burrito Ortega, che malgrado let e i problemi di alcol ancora capace di estrarre dal cilindro sgualcito qualche occasionale coniglio, e alla freschezza realizzativa del 21enne Radamel Falcao, arrivato dalla Colombia che era un ragazzino e ormai centravanti titolare del River. Beh, se ogni superclasico vissuto al Monumental o alla Bombonera comunque uno spettacolo di forte emotivit, limpatto di quel pomeriggio - si gioca sempre di pomeriggio, troppo pericolosa una notturna nel dedalo di strade del quartiere Nunez - ancora ben presente in memoria. Falcao segna l1-0 con un gran sinistro al volo appena dentro larea, Ortega raddoppia su rigore, e sui milioni di coriandoli di giornale che volano negli stadi argentini quando ci sono le grandi partite

perfino scontato leggere il radioso avvenire del bomber colombiano. La stagione successiva, quando Diego Simeone succede a Passarella e vince il campionato, Radamel il suo braccio armato. Cos, quando il Porto nel 2009 gli consegna il biglietto intercontinentale pagando al River una somma di poco superiore ai 10 milioni, il pensiero dellepoca che a quelle cifre i grandi club italiani avrebbero potuto competere.
Uomo da finali Se quello di

Buenos Aires un ricordo esclusivo, il resto


Radamel Falcao Garcia, 26 anni, e il segno del tre, come i gol al Chelsea BOZZANI

avviene sotto gli occhi di tutti: in tre stagioni Falcao vince due Europa League corredate da entrambi i titoli di capocannoniere (17 gol con il Porto, 12 con lAtletico Madrid) e laltra sera a Montecarlo devasta in soli 45 la difesa del Chelsea, la cui eroica resistenza era stata pochi mesi fa larchitrave della rocambolesca vittoria in Champions. Ma la circostanza che meglio di altre descrive la stoffa di cui fatto questo centravanti la sua regolarit nelle finali: Falcao ha firmato l1-0 di Porto-Braga, le prime due reti del 3-0 allAthletic Bilbao di maggio e le prime tre del 4-1 di venerd. Quando loccasione conta nessuno pare in grado di fermarlo, perch Radamel la punta antica della quale si sono perse le tracce, i difensori hanno perso il know-how necessario come i giovani scassinatori abituati alle casseforti elettroniche non sanno pi aprire una combinazione meccanica; Falcao partecipa poco al gioco, e sempre per trarre un beneficio personale da un triangolo o una sovrapposizione. Il suo stile lattesa sulla linea del fuorigioco, lagguato in area, il colpo terminale preferibilmente di sinistro, e da quando Etoo diventato un racconto di terre lontane, la migliore punta pura del mondo certamente lui. Il senso dellAtletico Madrid per i centravanti fa impressione: da Vieri a Torres, dal Kun Aguero al Tigre Falcao, nessuno pu esibire una simile collezione di figurine letali.
Il prezzo Quanto ci rester,

numeri& STATISTICHE

La buona notizia per Carlo Ancelotti contenuta nellintervista che il presidente del Paris St. Germain, Nasser Al-Khelaifi, ha rilasciato a Le Parisien. Con parole decise e atteggiamento rilassato, luomo del Qatar si s detto deluso dallinizio di campionato della squadra, ma ha anche escluso di farsi prendere dalla fretta. Ancelotti uno dei migliori tecnici del mondo se non il migliore in assoluto, ma anche lui ha bisogno di tempo per allestire la formazione vincente che vogliamo; fin qui non mai riuscito a schierare gli stessi undici... Tranquilli, rester a lungo il nostro allenatore, e uneventuale sconfitta a Lilla non cambierebbe niente.
Ibra c, Thiago no Malgrado il rinnovo di fidu-

cia, per, Ancelotti il primo a rendersi conto che arrivata lora di vincere. Il problema che stasera il Psg chiuder il programma della quarta giornata sul campo del Lilla, che pur avendo perso Hazard rimane una delle poche alternative credibili alla potenza della rosa parigina. La disponibilit di Ibrahimovic, che non ha patito troppi danni dal tackle sulla caviglia di Nene che ha innescato la litigata dellaltro giorno, la notizia fondamentale di una vigilia in cui restano indisponibili lacciaccato Thiago Silva, lo squalificato Lavezzi e il nuovo acquisto Van der Wiel, il terzino che ha firmato per quattro anni e si unir ai nuovi compagni da domani. Gira e rigira, dunque, per la prima vittoria dopo tre pareggi si torna a Ibra, a Pastore, Menez e Thiago Motta, e magari a Marco Verratti, che potrebbe tornare titolare.
p.c. 4A GIORNATA Ieri: Lione-Valenciennes 3-2; Ajaccio-Evian 2-0; Lorient-Nancy 3-0; Sochaux-Montpellier 1-3; Bastia-St Etienne 0-3; Brest-Troyes 2-1; Tolosa-Reims 1-1. Oggi: Bordeaux-Nizza; Marsiglia-Rennes; Lilla-Psg. CLASSIFICA Lione 10; Marsiglia 9; Lorient, Tolosa 8; Valenciennes, Bordeaux 7; St Etienne, Bastia, Brest 6; Lilla, Ajaccio 5; Montpellier, Reims, Nancy 4; Psg, Rennes 3; Nizza 2; Evian, Troyes 1; Sochaux 0.

Taccuino
GERMANIA

LEintracht a punteggio pieno


Secondo successo per lEintracht, che prose gue a punteggio pieno, rallentano i due Borussia, oggi il Bayern. 2a giornata Ieri: Norimberga Borussia Do. 1 1; Leverkusen Friburgo 2 0; Hoffenheim Eintracht 0 4; Schalke Augsburg 3 1; Werder Amburgo 2 0; Fortuna Borussia Mo. 0 0. Venerd: Mainz Greuther Furth 0 1. Oggi: Wolfsburg Hannover; Bayern Stoc carda. Classifica Eintracht 6; Schalke, Fortuna, Bo russia Do., Norimberga, Borussia Mo. 4; Bayern, Leve rkusen, Werder, Wolfsburg, Greuther 3; Hannover, Mainz, Friburgo, 1; Stoccarda, Amburgo, Augsburg, Hoffenheim 0.

ancora? Un anno, non di pi, e gi mancher tanto alla Champions di questa stagione. Succeder poi che uno sceicco o un oligarca stacchi un assegno superiore ai 50 milioni - impensabile prenderlo per meno - e lAtletico dovr inventarsi una nuova scoperta. Manchester, Londra o Parigi; e s che un tempo se ti chiamavi Falcao erano Roma e Milano a battersi per averti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RUSSIA

Rubin Kazan k.o. in casa


Brutto stop per il Rubin Kazan, prossimo avver sario dellInter in Europa League e sconfitto in casa 1 2 dal Terek Grozny, che cos resta in vetta con lo Zenit (vittorioso venerd a Saransk), entrambe a 16 punti dopo 7 partite. Oggi lAnzhi, che in Euroleague sfida lUdinese, gioca in casa del Krylya.

22

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE BWIN 2a GIORNATA


lAnalisi
di NICOLA BINDA
twitter@Nickbinda

HANNO DETTO

d Verona-Spezia
S

Il Sassuolo un esempio da seguire


Forse un giorno Giorgio Squinzi si sieder al tavolo di Confindustria e citer il Sassuolo come esempio. In unItalia in crisi, il signor Mapei ha deciso di tagliare i costi della sua squadra. Una scelta a dire il vero dettata anche dalla delusione per com andata a finire la stagione scorsa. In ogni caso, una decisione saggia: il bello che si sta rivelando anche vincente. Sassuolo da solo in vetta, smagliante e gi ben organizzato, dopo aver cambiato fisionomia passando da Pea a Di Francesco. Un Sassuolo capace anche di far diventare protagonista un ragazzino di 18 anni e un mese come Berardi, in gol alla seconda partita di B e autore di due prestazioni eccellenti. Bisogna tornare al 1982-83 per trovare in B marcatori cos giovani: Luca Mattei (Varese) era a 20 giorni dai 18 anni, Marco Macina (Bologna) aveva 18 anni e 3 giorni. Berardi e anche Pavoletti: cresciuto nel vivaio, mandato a maturare in giro per lItalia e ora protagonista con due gol in due partite. Dunque Sassuolo primo da solo a punteggio pieno, ma due vittorie anche per Varese e Bari, partiti per con lhandicap: bravi entrambi dunque, ma soprattutto la squadra di Torrente per la quale il -5 gi un ricordo. Penalizzazione superata anche per Modena e Reggina, in attesa del Padova di domani. S, siamo nel vivo, forse un po delusi dal big match Verona-Spezia, ma in attesa delle conseguenze del mercato. Che ha gi regalato una chicca: il Cesena sbologna Malonga? Lui gli spara una doppietta. E il calcio, signori. Nulla a che vedere con certe risse viste su alcuni campi: quello di Pescara soprattutto, ma anche Brescia. Troppa tensione, ragazzi: siamo solo alla seconda giornata...
RIPRODUZIONE RISERVATA

Mandorlini (allenatore del Verona) Quando ci siamo trovati in doppia superiorit numerica abbiamo mancato il colpo del k.o. Lo Spezia rimasto molto chiuso

Pari di rigore Ma serve di pi


Prima Di Gennaro, poi Gomez: giusto La squadra di Serena resiste in nove
VERONA SPEZIA 1 1
bisogno di tempo. Che si limitano al minimo indispensabile. Tanto, troppo possesso palla, che un modo elegante per nascondere la povert di idee. Prima e dopo l1-0 (Crespo tocca Okaka), lHellas fatica moltissimo a costruire, perch Hallfredsson sembra la fotocopia sbiadita del trascinatore che fu e il tridente gira a vuoto: Gomez un centravanti adattato, tanto vero che dopo la mezzora Mandorlini gli cambia la posizione con Grossi. Meglio Rivas: dalla sua parte, cio a sinistra, nasce e si sviluppa gran parte del gioco del Verona. Il problema che davanti allarea lazione si blocca. Chiariamo subito che lo Spezia, fino al primo rosso, non si limita a difendersi, anzi aspetta, fa pressing e riparte, con Porcari bravo a rompere e ricostruire lazione, Di Gennaro che sfrutta gli spazi che gli lascia Bacinovic, il debuttante Okaka che arretra molto e fa un prezioso lavoro di sponda.
Lassalto Perso il punto di rife-

Il rigore dell1-1 del Verona segnato da Juanito Gomez, 27 anni LIVERANI

PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Di Gennaro (S) su rigore al 41 p.t.; Gomez (V) su rigore al 24 s.t.

PADOVA: CE CUFFA
Il programma della giornata sar completato domani sera da Livorno-Padova (ore 20.45): arbitra Di Bello di Brindisi

le Pagelle

di G.LO.

HALLFREDSSON NON IN FORMA OKAKA LOTTA, BOVO SI SACRIFICA


VERONA 6,5
RAFAEL 6 Festeggia senza colpe o rimorsi le 200 partite con la maglia del Verona. CRESPO 5 Il fallo da rigore evidente quanto inutile: la palla stava uscendo sul fondo. MORAS 6 Impiega un po a prendere le misure a Okaka. MAIETTA 6 Secondo tempo tranquillo, pochi problemi nel primo. MARTINHO 6,5 Preferito a Fatic. Apprezzabile il tentativo di appoggiare Rivas sulla sinistra. JORGINHO 5,5 Qualche sbaglio non da lui. BACINOVIC 5,5 Decisivo a Modena, stavolta resta ai margini: troppo riflessivo. Il Bentegodi ha gi nostalgia di Tachtsidis? (Verdun s.v.) HALLFREDSSON 5 Non a posto, e si vede. Prova a reagire, ma i risultati sono modesti. (Laner s.v.) GROSSI 5 Male anche quando si sposta al centro. CACIA 6 Debutta in una partita complicata: tocca pochi palloni. GOMEZ 6 Centravanti atipico, meglio quando viene spostati sulla fascia. Bravo in occasione del rigore.

VERONA (4-3-3) Rafael; Crespo, Mo-

S
Serena (allenatore dello Spezia) Siamo stati bravi a tenere sia in dieci che in nove. Ho chiesto a Di Gennaro di abbassarsi e ha fatto un ottimo lavoro

ras, Maietta, Martinho; Jorginho, Bacinovic (dal 39 s.t. Verdun), Hallfredsson (dal 35 s.t. Laner); Grossi (dal 15 s.t. Cacia), Gomez, Rivas. PANCHINA Nicolas, Abbate, Fatic, Ceccarelli. ALLENATORE A. Mandorlini.

SPEZIA 7
RUSSO 6,5 Un paio di ottime parate quando il Verona sta spingendo al massimo. MADONNA 6 Tiene la fascia con diligenza e non cerca rischi. Prudente. SCHIAVI 6 Salva una brutta situazione per la difesa spezzina al 20 del secondo tempo. GOIAN 5,5 Qualche incertezza, calcola male i tempi sul rigore. GAROFALO 6 Come Madonna. Freno a mano tirato. BOVO 6 Grande sacrificio in mezzo al campo. D una mano a Porcari. PORCARI 6 Prezioso davanti alla difesa, ma si fa buttare fuori. SAMMARCO 6 Bene il primo tempo, cala nel secondo. IL h 6,5 DI MIGLIORE GENNARO Molte delle idee dello Spezia sono sue. Va a fare il mediano con la squadra in inferiorit numerica. MANDORLINI 6 Entra nel momento critico e non sfigura davanti a pap. OKAKA 6 Lotta, corre, sgomita, si procura il rigore. Isolatissimo per tutto il secondo tempo, non poteva fare di pi. (Pichlmann s.v.) SANSOVINI 6,5 Gran movimento, poi finisce anche lui in trincea. (Benedetti s.v.) ALL. SERENA 6,5 La sua squadra solida e organizzata. E con due uomini in meno, dimostra grande personalit.

SPEZIA (4-3-1-2) Russo; Madonna,


Schiavi, Goian, Garofalo; Bovo, Porcari, Sammarco; Di Gennaro (dal 20 s.t. M. Mandorlini); Okaka (dal 45 s.t. Pichlmann), Sansovini (dal 26 s.t. Benedetti). PANCHINA Iacobucci, Mario Rui, Crisetig, Piccinni. ALLENATORE Serena. ARBITRO Giancola di Vasto. ESPULSI Porcari (S) al 2 s.t. per doppia ammonizione (entrambe per gioco scorretto), Goian (S) al 23 s.t. per gioco scorretto. AMMONTI Maietta (V) e Sansovini (S) per proteste; Moras (V), Sammarco (S) e Schiavi (S) per gioco scorretto. NOTE paganti 4.428, incasso di 64.443 euro; abbonati 11.339, quota non comunicata. Tiri in porta 6-1. Tiri fuori 6-3. In fuorigioco 1-2. Angoli 5-2. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

S
LIVORNO Allenamento sotto la pioggia con Belingheri, che per difficile che giochi. Nicola dovrebbe confermare la squadra con Emerson centrale di centrocampo PADOVA Clamoroso ritorno: il Padova trova in casa il centrocampista che mancava, ossia Cuffa che si era svincolato dopo tre stagioni e ora ha firmato un biennale. Presentati il portiere Anania e il difensore Cionek, pronti per Livorno. Rientrano in difesa Piccioni e Trevisan, sono in nazionale Feltscher, Nwankwo e Viviani

S
Ricci (d.s. dello Spezia) Sono convinto che siamo un buon gruppo: la nostra organizzazione ci ha permesso di giocare ad armi pari col Verona

DAL NOSTRO INVIATO

GUGLIELMO LONGHI VERONA

Com povera di emozioni la sfida tra le pi ricche del campionato. Che si scontrano e sincartano a lungo, poi la doppia inferiorit numerica stravolge gli equilibri, ma lo Spezia incassa, in nove, un prezioso pari che sa di investitura precoce. Il Verona ha invece tanto da rimproverarsi, a cominciare dal primo tempo buttato via, per finire agli errori dei giocatori chiave. Chiude con rabbia, merita di non perdere, ma deve capire che cosa non va.
Non gioco Decidono due rigori

(giusti), e forse non poteva essere altrimenti visto la stagnazione del gioco. La multinazionale Verona (solo un italiano: il capitano Maietta), contro lo Spezia semiautarchico (solo due stranieri: Okaka e Goian): squadre rinnovate, che hanno

rimento, e cio Porcari, Serena interviene per fare la mossa che tutti si aspettano (fuori una punta dentro un mediano)? No, non si cambia: Di Gennaro e Sansovini arretrano sulla linea dei centrocampisti. un 4-4-1 emergenziale, che per resiste. Il Verona comincia a spingere, ma con poca lucidit. Rivas sempre il pi attivo: alza di testa un cross di Hallfredsson da sinistra, poi tira da fuori, Russo blocca. Entra Cacia, mentre Serena capisce che coprisi non una colpa, toglie Di Gennaro e mette Mandorlini junior. Il rigore di Goian su Gomez ineccepibile, come non fa una piega il rosso perch il difensore interrompe una chiara occasione da gol. Lo Spezia finisce in 9: Serena ricostruisce subito la difesa con Benedetti per Sansovini. Il muro regge, il Verona non sfonda.
RIPRODUZIONE RISERVATA

7 RIVAS

IL MIGLIORE

Tutto, o quasi, nasce dai suoi piedi. Nel primo tempo sostiene da solo il peso dellattacco. ALL. MANDORLINI 6,5 Avr da lavorare per mettere a posto una squadra forte, ma stravolta rispetto a un anno fa. E non ha colpe se qualcuno fuori condizione.

TERNA ARBITRALE GIANCOLA 6,5 Bene sui due rigori, dubbio su un mani di Schiavi in area a inizio partita. Iori 6-Avellano 6

RISULTATI
ASCOLI-BARI BRESCIA-JUVE STABIA CITTADELLA-GROSSETO LANCIANO-VARESE LIVORNO-PADOVA NOVARA-EMPOLI REGGINA-PRO VERCELLI SASSUOLO-CROTONE TERNANA-MODENA VERONA-SPEZIA VICENZA-CESENA 1-3 2-0 2-1 1-2 domani, ore 20.45 2-2 1-0 2-1 0-1 1-1 3-1

CLASSIFICA
PARTITE SQUADRE SASSUOLO VARESE (-1) SPEZIA LIVORNO VICENZA BRESCIA CITTADELLA CROTONE PRO VERCELLI MODENA (-2) VERONA BARI (-5) REGGINA (-3) EMPOLI (-1) LANCIANO TERNANA JUVE STABIA CESENA PADOVA (-2) ASCOLI (-1) NOVARA (-4) GROSSETO (-6) PUNTI 6 5 4 3 3 3 3 3 3 2 2 1 1 1 1 0 0 0 -1 -1 -2 -5
IN CASA V N P FUORI V N P G TOTALE V N P IN CASA F S

MARCATORI
RETI
FUORI F S TOTALI F S Diff. Reti

1 1 1 0 1 1 1 1 1 0 0 1 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 0 0 1 0 0 0 0 1 0 1 1

0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 1 1 1 1 0 1 0 0

1 1 0 1 0 0 0 0 0 1 0 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 1 0 0 0 0 0 0 0 1 0 1 1 1 0 0 0 0 0 1 0

0 0 0 0 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 0 1 1 1 0 1 0 1

2 2 2 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 1 2 2 2

2 2 1 1 1 1 1 1 1 1 0 2 1 0 0 0 0 0 0 0 0 0

0 0 1 0 0 0 0 0 0 1 2 0 1 2 1 0 0 0 1 0 2 1

0 0 0 0 1 1 1 1 1 0 0 0 0 0 1 2 2 2 0 2 0 1

2 2 2 0 3 2 2 1 1 1 1 2 1 1 1 0 1 0 1 1 2 1

1 0 1 0 1 0 1 0 0 1 1 1 0 1 2 1 3 3 1 3 2 1

3 2 1 3 1 0 1 1 0 1 1 3 1 2 1 0 0 1 0 0 1 1

0 1 1 1 2 1 2 2 1 0 1 1 1 2 1 1 2 3 0 2 1 2

5 4 3 3 4 2 3 2 1 2 2 5 2 3 2 0 1 1 1 1 3 2

1 1 2 1 3 1 3 2 1 1 2 2 1 3 3 2 5 6 1 5 3 3

4 3 1 2 1 1 0 0 0 1 0 3 1 0 -1 -2 -4 -5 0 -4 0 -1

PROSSIMO TURNO
3 giornata Sabato 8 settembre, ore 18 MODENA-VARESE ore 20.45 VERONA-REGGINA Domenica 9 settembre, ore 15 BARI-TERNANA CROTONE-CITTADELLA EMPOLI-SASSUOLO JUVE STABIA-VICENZA LANCIANO-ASCOLI PADOVA-GROSSETO PRO VERCELLI-LIVORNO ore 18 SPEZIA-BRESCIA ore 20.45 CESENA-NOVARA

2 RETI Ceppitelli (Bari); Saponara (Empoli); Gonzalez (Novara); Pavoletti (Sassuolo); Sansovini (Spezia); Neto Pereira (Varese); Malonga (Vicenza). 1 RETE Faisca (Ascoli); Caputo, Dos Santos e Galano (Bari); Daprel e Zambelli (Brescia); Graffiedi (1, Cesena); Ciancio e Di Roberto (Cittadella); Maiello (Crotone); Pucciarelli (1, Empoli); Curiale e Sforzini (Grosseto); Murolo (Juve Stabia); Di Cecco e Mammarella (Lanciano); Dionisi, Salviato e Siligardi (Livorno); Signori e Stanco (Modena); Ghiringhelli (Novara); Renzetti (Padova); Di Piazza (Pro Vercelli); Ceravolo e Fischnaller (Reggina); Berardi, Terranova (1) e Troiano (1, Sassuolo); Di Gennaro (1, Spezia); Kone e Zecchin (Varese); Bacinovic e Gomez (1, Verona); Giacomelli e Misuraca (Vicenza).

domande a...
GIUSEPPE PILLON
ALLENATORE

Sono due squadre da A Ma attenti al Sassuolo


Giuseppe Pillon, 56 anni, ha guidato molte squadre di B: lultima stata lEmpoli.
Pillon, che partita ha visto? Verona-Spezia. Mi ha colpito la squadra di Serena, anche in 9 ha retto bene. Il Verona partito senza una vera punta centrale e ha faticato: deve attendere linserimento dei nuovi. Sono queste due le squadre pi forti? S, sono le pi accreditate per la A, quelle con gli organici pi forti. Per attenti al Sassuolo, che partito molto bene e ha ottimi giocatori. Classifica a parte, quali sono le squadre partite meglio e quali hanno pi difficolt? Anche il Varese mi piace: ha vinto una partita difficile, conosce la categoria. E bravo Bari, che in due partite ha cancellato la penalizzazione. Mi aspettavo una partenza migliore dal Novara, ma ha buon allenatore e si riprender.

U PROMOSSE U PLAYOFF U PLAYOUT U RETROCESSE

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

23

SERIE BWIN 2a GIORNATA

Il Sassuolo in vetta con i prodotti locali


Berardi, 18 anni e un mese, segna e piega il Crotone Il bis di un altro ragazzo cresciuto in casa: Pavoletti
SASSUOLO CROTONE 2 1
PRIMO TEMPO 2-0 MARCATORI Berardi (S) al 17, Pavoletti (S) al 41 p.t.; autorete di Missiroli (S) al 46 s.t.

I NUMERI DELLA B

CHE ALTALENA LEMPOLI DA 1-0 A 1-2, POI E PARI

SASSUOLO (4-3-3) Pomini 7; Gazzola


6, Bianco 6, Terranova 6,5, Longhi 6; Bianchi 6,5 (dal 30 s.t. Chibsah s.v.), Magnanelli 6, Missiroli 6; Troianiello 6, Pavoletti 6,5 (dal 37 s.t. Catellani s.v.), Berardi 7,5 (dal 23 s.t. Troiano 6). PANCHINA Pigliacelli, Frascatore, Marzorati, Laverone. ALLENATORE Di Francesco 6,5.

CROTONE (4-2-3-1) Concetti 6; Correia 6, Checcucci 5 (dal 46 s.t. Falconieri s.v.), Abruzzese 5,5, Migliore 6; Galardo 6, Eramo 5,5 (dal 17 s.t. Addae 6); Ciano 6, Maiello 6,5, De Giorgio 6 (dal 1 s.t. Pettinari 6); Caetano 6. PANCHINA Caglioni, Ligi, Krcic, Matute. ALLENATORE Drago 6. ARBITRO Di Paolo di Avezzano, 5,5. GUARDALINEE Paiusco 5,5 - Di Iorio 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Ciano (C), Bianco (S), Eramo (C), Gazzola (S) e Checcucci (C) per gioco scorretto. NOTE paganti 1.125, incasso di 4.051 euro; abbonati 1.255, quota di 3.242 euro. Tiri in porta 8 (con due pali)-8 (con un palo). Tiri fuori 5-12. In fuorigioco 3-4. Angoli 6-3. Recuperi: p.t. 0, s.t. 2.

stato scoperto su un campo di calcetto, nativo della provincia di Cosenza, lattaccante mancino interpreta la gara come un derby personale sul quale mette il proprio sigillo. Dapprima col gol che procura il vantaggio interno e poi con lassist che ispira il raddoppio di Leonardo Pavoletti, un altro under da seguire e da coltivare nellorticello del patrn Squinzi, rientrato alla base dopo unottima stagione a Lanciano e al secondo bersaglio consecutivo.
Sassuolo arrembante Di France-

le reti nelle dieci partite di ieri: il bottino gi superiore all'intera prima giornata quando sono state 25

Saponara show 27 Il Novara si salva con Gonzalez


NOVARA EMPOLI 2 2

le partite senza reti: da quando la B a 22 (2004-05) non mai successo che nelle prime due giornate non ci siano stati 0-0

PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Ghiringhelli (N) al 30 p.t.; Saponara (E) al 3 e al 25, Gonzalez (N) al 36 s.t.

NOVARA (4-3-1-2) Bardi 6; Ghiringhelli


6, Lisuzzo 5,5, Bastrini 6, Del Prete 6; Marianini 6, Pesce 6, Parravicini 6 (dal 7 s.t. Alhassan 5,5); Motta 5,5 (dal 13 s.t. Lazzari 5,5); Gonzalez 6,5, Piovaccari 5,5 (dal 19 s.t. Mehmeti 6). PANCHINA Kosicky, Alborno, Farag, Baclet. ALLENATORE Tesser 6.

EMPOLI (4-4-1-1) Dossena 6; Laurini 6,


Romeo 6, Tonelli 6, Regini 5,5; Saponara 7 (dal 34 s.t. Camillucci s.v.), Moro 6, Valdifiori 6 (dal 38 s.t. Mchedlidze s.v.), Cristiano 5,5 (dal 16 s.t. Spinazzola 6,5); Pucciarelli 5,5; Cori 5,5. PANCHINA Pelagotti, Ferreira, Shekiladze, Signorelli. ALLENATORE Sarri 6. ARBITRO Palazzini di Ciampino 6. GUARDALINEE Tasso 6 - Fiorito 6. AMMONITI Saponara (E) per gioco scorretto; Piovaccari (N) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 995, incasso di 15.278 euro; abbonati 3.329, quota di 24.080 euro. Tiri in porta 5-5. Tiri fuori 3-3. In fuorigioco 4-0. Angoli 5-3. Recuperi: p.t. 1, s.t. 5.

sco conferma la squadra titolare che aveva dilagato in Romagna. La spinta degli esterni e le sterzate di Missiroli aprono il campo per gli inserimenti a tur-

le reti dalla panchina: ininfluenti quelle di Galano e Curiale, decisiva quella di Kone

dilagare, grazie a un palleggio rapido incentrato sulla ricerca del passaggio verticale alle spalle delle linee di difesa e centrocampo dellEmpoli. Ma questa fase durata appena dieci minuti. Troppo poco se si punta a un campionato da vertice. Tesser ha per due alibi: oltre alle assenze, infatti, giusto ricordare dal mercato sono arrivati molti giocatori soltanto dopo Ferragosto e che quindi ci sar bisogno di qualche altra settimana prima di vedere un Novara a immagine e somiglianza del proprio tecnico. Rispetto a due stagioni fa, rimasto il fattore G: Gonzalez, anonimo in A col Siena, anche ieri ha dimostrato di essere un valore aggiunto in B, mettendo la firma sul pari con un gol (sinistro al volo su assist di Mehmeti) e un assist.
La mano di Sarri La doppia fac-

h 7,5 il migliore
BERARDI (Sassuolo) Match winner: apre con un gol di precisione e chiude con un assist delizioso

DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA TOSI MODENA

Tre sassate al Cesena luned, due al Crotone sotto il diluvio fanno due vittorie ineccepibili nel contesto di un gioco convincente e spesso travolgente come dimostrano i due legni colpiti ed un altro paio di occasioni da rete non concretizzate. Ma al netto di tante cifre positive e del primo posto in classifica in solitudine (in attesa del posticipo di Livorno), il Sassuolo vola sulle ali dei suoi giovani attaccanti. Stavolta Domenico Berardi a stupire e a colpire. Diciotto anni compiuti da un mese, cresciuto nel settore giovanile neroverde dopo essere

no dei centrocampisti e gli incroci degli attaccanti. Il gol arriva allimprovviso: Berardi controlla una palla sul limite dellarea e senza pensarci troppo scaglia un rasoterra di destro che non propriamente il suo piede nellangolino pi lontano dove Concetti, reagendo un po in ritardo, non riesce ad arrivare. Qui il Sassuolo si ritrae mentre la pioggia battente comincia ad appesantire il terreno lasciando campo agli avanti avversari. In questo frangente Pomini a rivelarsi sicuro ed efficente bloccando a terra quattro tentativi del Crotone. Ma appena Missiroli recupera il baricentro innescando le giocate di Berardi il Sassuolo riprende a correre. Cos lo stesso Berardi cali-

Domenico Berardi, 18 anni, riceve labbraccio di Emanuele Terranova dopo aver segnato il gol dell1-0 per il Sassuolo
LAPRESSE

bra un cross per Pavoletti che pu lanciarsi per colpire di testa il raddoppio. Nella ripresa Troianiello e Pavoletti sprecano il tris mentre Pomini compie un paio di parate importanti.
Crotone improduttivo Venti con-

doppiette: prima Saponara (Empoli), poi Malonga (Vicenza). Alla prima giornata una soltanto

2 5

DAL NOSTRO INVIATO

VINCENZO DANGELO NOVARA

clusioni con otto tiri nello specchio e un incrocio dei pali colpito da Maiello non schiodano lattacco del Crotone che produce tanto ma passa solo nel recupero complice la deviazione aerea di Missiroli che converte nella propria porta una punizione di Ciano. Cos gli ospiti cadono in piedi, giocando anche bene dalla cintola in su ma dietro la difesa si fa spesso prendere in velocit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

i giocatori in rete nelle due giornate: Ceppitelli, Dos Santos, Gonzalez, Neto Pereira e Pavoletti

Quattro gol, ma poche emozioni. Sembra un paradosso, eppure per lunghi tratti Novara ed Empoli giocano a nascondino in attesa di un errore dellavversario. Vien da s che la partita si sblocchi grazie a una palla da fermo (angolo di Gonzalez e spizzata di testa di Ghiringhelli, al primo gol da professionista) e che il momentaneo pareggio dellEmpoli esalti solo lo straordinario bagaglio tecnico di Saponara, che beffa Bardi direttamente su calcio di punizione, a inizio ripresa, al primo tiro nello specchio della squadra di Sarri.
Novara da registrare Una volta

cia dellEmpoli stata una vera sorpresa. Timido e impacciato nel primo tempo, autoritario e cinico nella ripresa. La mano di Sarri gi si vede e il tecnico dei toscani ha il merito di azzeccare il cambio giusto: fuori Cristiano e dentro Spinazzola, che si piazza sulla fascia destra spedendo sul fronte opposto Saponara. Il 2-1 nasce proprio da una ripartenza di Spinazzola sulla destra rifinita dalla volee di Saponara che finisce allincrocio. Ma il k.o. sarebbe stata una punizione troppo dura per il Novara, che alla fine, col cuore, riesce muovere la classifica.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h7 il migliore
SAPONARA (Empoli) Con due magie firma il momentaneo sorpasso. Ha qualit da vendere

sbloccato il risultato, il Novara ha dato limpressione di poter

LA GARA DI GUBBIO LA TERNANA NON DEMERITA MA PERDE

VITTORIA IN RIMONTA LASCOLI VA IN VANTAGGIO, POI CROLLA NELLA RIPRESA

Stanco decisivo Blitz del Modena


TERNANA MODENA
PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Stanco al 7' s.t.

0 1

ALESSANDRO LAURETI GUBBIO

TERNANA (3-4-3) Brignoli 6; Meccariello 5, Pisacane 5,5, Ferraro 5; Dianda 5,5, Miglietta 6 (dal 29' s.t. Di Deo 5,5), Botta 6, Vitale 6,5; Nol 6 (dal 22' s.t. Alfageme 5), Litteri 5,5, Dumitru 5. PANCHINA Ambrosi, Gotti, Carcuro, Brosco. ALLENATORE Toscano 6.

MODENA (3-4-3) Colombi 6; Zoboli 5,


Andjelkovic 6, Perna 5,5; Nardini 6, Dalla Bona 6, Signori 6, Carini 6 (dal 33' s.t. Gozzi s.v.); Greco 5,5 (dal 17' s.t. Pagano 6), Stanco 6,5, Surraco 6 (dal 38' s.t. Lazarevic s.v.). PANCHINA Manfredini, Minarini, William, Spezzani. ALLENATORE Marcolin 6,5. ARBITRO Tommasi di Bassano 6. GUARDALINEE Manzini 6 Peretti 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Miglietta (T), Carini (M), Stanco (M) e Ferraro (T) per gioco scorretto NOTE paganti 2.331, incasso di 10.320 euro; abbonati e quota non comunicati. Tiri in porta 2-2. Tiri fuori 4-6. In fuorigioco 3-0. Angoli 3-2. Recuperi: p.t. 0, s.t. 5'.

Il Modena suona la carica. La squadra di Marcolin dopo il pareggio all'esordio contro il Verona centra la vittoria alla prima in trasferta. Si gioca a Gubbio e non a Terni perch il campo non pronto. Poco importa per il Modena che parte forte con Nardini al quale sono bastati 50'' per calciare a lato. La squadra di Marcolin sembra giocare in casa vista la facilit che ha nel far girare il pallone e presentarsi al tiro, come al 6' quando Dalla Bona spara alto. Sei minuti di sofferenza che vengono spezzati da Colombi: il portiere sbagliando il rinvio serve Nol che per non sfrutta a dovere consentendo allestremo difensore di correre ai ripari.
Tante occasioni Lerrore del Mo-

ri manda alto dopo che Dianda aveva tagliato in diagonale mezzo campo. Il primo tempo veloce e divertente. La conferma arriva al 13' quando Pisacane si scontra con Meccariello. I due lasciano, involontariamente, il pallone a Stanco che solo davanti a Brignoli fallisce l'occasione pi nitida per i suoi. La Ternana messa meglio meglio in campo. La squadra di Toscano riesce a sfondare su entrambe le fasce. Da un cross di Vitale arriva il pallone che Miglietta al volo di destro spedisce sulla traversa a Colombi battuto. Se la Ternana di occasioni ne spreca molte questo non vale per il Modena che al 7' della ripresa si porta in vantaggio. Greco da il via all'azione, Surraco rifinisce servendo sulla corsa Stanco che di sinistro batte Brignoli sul secondo palo. Gol che taglia le energie ai rossoverdi dando la possibilit al Modena di gestire il gioco e mettere al sicuro il risultato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Bari cala il tris Cancellato il -5


ASCOLI BARI 1 3
PEPPE ERCOLI ASCOLI PICENO
PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Faisca (A) al 15 p.t.; Dos Santos (B) al 19, Ceppitelli (B) al 41, Galano (B) al 44 s.t.

ne di Albadoro al 20, mentre al 23 Guarna mette in angolo un destro di Caputo. Due volte si oppone dalla parte opposta Lamanna a tiri dal limite di Zaza (27) e Scalise (29). Allo scadere finisce sul fondo un colpo di testa di Dos Santos.
Recupero Bari Ripresa col Bari che accelera e costringe lAscoli ad arretrare. Torrente mette Sabelli sulla corsia di destra. Pugliesi pericolosi al 13; cross di Bellomo, Iunco tocca di punta e miracolo di Guarna che alza sulla traversa. Non pu nulla il portiere bianconero al 19. Angolo da destra, Iunco mette dentro e Dos Santos sulla linea insacca suscitando qualche protesta ascolana sulla sua posizione. Nel finale il Bari fa sua la partita. Al 41 Ceppitelli firma il vantaggio girando in rete di destro una punizione (contestata) di Bellomo e al 44 Galano a sorprendere dalla distanza Guarna per il 3-1 finale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ASCOLI (3-5-2) Guarna 6; Prestia 5,5


(dal 45 s.t. Gragnoli s.v.), Ricci 6, Faisca 6; Scalise 6, Russo 6,5 (dal 35 s.t. Capece s.v.), Di Donato 6, Fossati 6,5 (dal 1 s.t. Hanine 5), Pasqualini 5,5; Soncin 6, Zaza 6. PANCHINA Maurantonio, Giallombardo, Conocchioli, Colomba. ALLENATORE Aloisi 6 (Silva squalificato).

Vittoria di rimonta del Bari che, sotto di un gol allintervallo, nella ripresa dilaga, punendo lAscoli oltre i propri demeriti. Pugliesi a punteggio pieno e con la penalizzazione gi cancellata, mentre i bianconeri sono ancora a -1 in attesa di vedere i nuovi acquisti, soprattutto Feczesin e Loviso.
Ascoli, partenza ok Meglio lAscoli nel primo tempo, al di l del gol di Faisca: il difensore portoghese al 16 sugli sviluppi di un angolo di destro che insacca un pallone servito da sinistra da Pasqualini. I biancorossi erano partiti bene lamentando un rigore per un presunto contatto fra Albadoro e il portiere Guarna in uscita. Ma a centrocampo che pian piano lAscoli ha conquistato metri con Russo, Di Donato e Fossati. Scheggia il palo una punizio-

BARI (3-4-3) Lamanna 6,5; Dos Santos


6,5, Borghese 5,5 (dal 1 s.t. Sabelli 6), Ceppitelli 6; Defendi 6, Romizi 5,5, Bellomo 7, Polenta 5,5; Albadoro 6,5 (dal 34 s.t. Grandolfo s.v.), Caputo 6, Iunco 6,5 (dal 24 s.t. Galano 6). PANCHINA Pena, Altobello, Filkor, Sciaudone. ALLENATORE Torrente 6. ARBITRO Merchiori di Ferrara 5,5. GUARDALINEE Argiento 5,5Carbone 5,5. ESPULSI nessuno. AMMONITI Dos Santos (B), Scalise (A) e Albadoro (B) per gioco scorretto; Sciaudone (B) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 1.731, incasso di 18.177 euro; abbonati 1.275, quota di 9.686,12 euro. Tiri in porta 4-7. Tiri fuori 3-5. In fuorigioco 7-3. Angoli 4-7. Recuperi: p.t. 2, s.t. 4.

h 6,5 il migliore
STANCO (Modena) Ha due occasioni in tutto: La prima la fallisce, ma la seconda non la spreca

h7 il migliore
BELLOMO (Bari) Parte piano ma cresce e d un peso decisivo alla riscossa del Bari

dena d coraggio e convinzione alla Ternana tanto che Litte-

24

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

SERIE BWIN 2a GIORNATA

E gi la Reggina di Fischnaller
Lattaccante giunto dallAlto Adige stende la Pro Vercelli: via la penalizzazione
DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CARUSO REGGIO CALABRIA

REGGINA PRO VERCELLI


PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORE Fischnaller al 25 p.t.

1 0

Annullato il segno meno in classifica. La Reggina saluta nel migliore dei modi il suo pubblico, vincendo la prima partita del campionato che le permette di portarsi a quota 1. Successo doppiamente importante dunque che consente al tecnico Dionigi di prendersi una parziale rivincita sulla squadra che nella passata stagione aveva eliminato il suo Taranto nei play off per la B. La Reggina che si rifatta il look schiera 7 undicesimi dello scorso campionato ma appare pi sbarazzina e anche pi concreta. Insomma, parte col piede giusto la creatura di Dionigi, indimenticato centravanti amaranto dei tempi doro. E la squadra che ha messo su, ricorda molto il giocatore Dionigi, quanto meno nel temperamento indomito. Pressing e corsa so-

REGGINA (3-4-1-2) Baiocco 6; Adejo


6, Freddi 6,5, Di Bari 6,5; Melara 6,5 (dal 26 s.t. DAlessandro 6), Rizzo 6,5, Barill 6, Rizzato 6,5; Bombagi 6 (dal 19 s.t. Armellino 6); Ceravolo 6 (dal 37 s.t. Viola s.v.), Fischnaller 7. PANCHINA Facchin, Ely, Hetemaj, Comi. ALLENATORE Dionigi 7.

PRO VERCELLI (4-3-1-2) Valentini


5,5; Bencivenga 5,5, Ranellucci 5, Cosenza 5,5, Scaglia 6 (dal 28 s.t. De Silvestro s.v.); Germano 6, Calvi 5 (dal 14 s.t. Rosso 5,5), Espinal 6; Caridi 5,5; Iemmello 5,5 (dal 7 s.t. Zigoni 5,5), Di Piazza 6. PANCHINA Miranda, Cancellotti, Casoli, Sini. ALLENATORE Romairone 5,5 (Braghin squalificato). ARBITRO Abbattista di Molfetta 5,5. GUARDALINEE Ciancaleoni 6 - Valeriani 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Ranellucci (P), Rizzo (R), Adejo (R) e De Silvestro (P) per gioco scorretto; Barill (R) e Calvi (P) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 858, incasso di 12.205 euro; abbonati 2.711, quota di 16.828 euro. Tiri in porta 4-3. Tiri fuori 8-5. In fuorigioco 3-0. Angoli 5-3. Recuperi: p.t. 1, s.t. 5.

no le attitudini per le quali la squadra calabrese riesce a farsi apprezzare. Ed essendo solo 4 le pedine differenti rispetto allanno scorso, Baiocco, Di Bari, Bombagi e Fischnaller, non pu che essere la mano dellallenatore ad avere impresso il nuovo volto alla formazione dello Stretto. Dionigi sostituisce lunico indisponibile, Sarno, con un altro trequartista, Bombagi confermando cos il tridente dattacco, sebbene con le 2 punte pi avanzate rispetto al rifinitore. E a proposito, Fischnaller (preferito a Comi) 21 anni appena compiuti mostra di essere un terminale offensivo di buone prospettive.
Pro Vercelli da rivedere La squadra messa in campo da Braghin (squalificato e sostituito in panchina da Romairone) apparsa decisamente sotto tono rispetto a quella che solo una settimana fa aveva liquidato la Ternana. Soprattutto in avanti

MIGLIORE

h
7

FISCHNALLER (Reggina) Ha il merito di realizzare il gol che vale il primo successo in campionato, ma non si limita a questo: intraprendenza e agilit non gli fan difetto. Forse il migliore acquisto

si sente la mancanza di un uomo di peso, in questo senso sar utile lultimo acquisto, Tiribocchi che Braghin non ha potuto utilizzare perch infortunato. La prima palla pericolosa degli ospiti: Di Piazza fa fuori Adejo e si fa ribattere in angolo la conclusione da distanza ravvicinata da Baiocco che ci arriva in extremis col piede. Il gol che sblocca la gara giunge a met del tempo e scaturisce da una bella conclusione dalla distanza di Rizzo che Valentini respinge in tuffo ma la palla torna sui piedi della Reggina: Barill la rimette in mezzo dove Bombagi fa velo a vantaggio di Fischnaller appostato in posizione favorevole per la comoda deviazione in rete.
Pari annullato La reazione degli ospiti appena flebile e un po tardiva. Giusto nei minuti finali i piemontesi provano ad affondare i colpi. E il pari in effetti lo raggiungono proprio allo scadere su punizione di Germano deviata in rete da De Silvestro: rete annullata dallarbitro per una trattenuta di Cosenza (un ex) ai danni di Adejo dalla parte opposta dellarea. Decisione giusta, come il verdetto finale che premia la squadra pi meritevole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Manuel Fischnaller, 21 anni, esulta dopo il gol MEMEDIA

IL PROTAGONISTA LA PUNTA E APPENA STATA CEDUTA DAL CESENA

GARA DECISA NEL PRIMO TEMPO IL GROSSETO E ANCORA A MENO 5

Vendetta Malonga Il Vicenza fa festa


VICENZA CESENA 3 1
ALBERTA MANTOVANI VICENZA
PRIMO TEMPO 2-1 MARCATORI Misuraca (V) al 14, Malonga (V) al 30, Graffiedi (C) su rigore al 47 p.t.; Malonga (V) al 48 s.t.

VICENZA (3-5-2) Pinsoglio 6,5; D. Martinelli 5, Pisano 6,5, Brighenti 6; Gavazzi 6 (dal 26 p.t. Pinardi 6), Mustacchio 6, Castiglia 6, Misuraca 6,5, Di Matteo 6 (dal 19' s.t. Giani 6); Malonga 7, Minesso 5 (dal 24' s.t. Giandonato 6). PANCHINA Coser, Maiorino, Plasmati, Giacomelli. ALLENATORE Breda 6,5. CESENA (3-4-3) Ravaglia 5; Tonucci 5,5 (dal 12' s.t. Bamonte 6), Brandao 5,5 (dal 41' s.t. Turchetta s.v.), Caldirola 6; Gessa 6,5, Tabanelli 5,5, Iori 6, Favalli 6 (dal 33' s.t. Defrel s.v.); Graffiedi 6, Succi 4,5, D'Alessandro 6,5. PANCHINA Melgrati, R. Martinelli, Meza Colli, Parfait. ALLENATORE Campedelli 5. ARBITRO Baracani di Firenze 6. GUARDALINEE Manna 6 Del Giovane 6. ESPULSI Succi (C) al 42' p.t. per gioco scorretto. AMMONITI Tonucci (C), D. Martinelli (V) e Brandao (C) per gioco scorretto; Malonga (V) per proteste. NOTE paganti 1.337, incasso di 13.207 euro; abbonati 4.072, quota di 17.001 euro. Tiri in porta 5-5. Tiri fuori 3-3. In fuorigioco 4-0. Angoli 3-6. Recuperi: p.t. 4', s.t. 3'.

Era del Cesena fino a pochi giorni fa, poi il club romagnolo l'ha ceduto in prestito al Vicenza e Breda l'ha subito mandato in campo, poche ore dopo il suo arrivo: sono bastate a Dominique Malonga per diventare protagonista. E' lui a segnare al 30' del primo tempo il gol del 2-0 in un avvio di gara tutto di marca biancorossa, girando in rete un pallone crossato da Pinardi. Ed sempre Malonga a chiudere il conto al 48' della ripresa sigillando il 3-1 del Vicenza, andato in difficolt nella ripresa malgrado l'uomo in pi per l'espulsione al 42' del primo tempo di Succi (gomitata a Brighenti).
La partita Vantaggio di Misura-

pare in una botte di ferro. Ma al secondo minuto di recupero un intervento ingenuo e maldestro di Martinelli su D'Alessandro provoca il rigore che Graffiedi realizza al 47' riportando a galla un Cesena fino a quel punto con tutti i problemi gi evidenziati contro il Sassuolo e schierato inizialmente con un 3-4-3 un po' cervellotico e inconcludente. Eppure, dopo quella volata di Malonga spezzata dall'intervento di Tonucci, si vede il Cesena migliore, capace di sfruttare il netto calo fisico e di fiducia del Vicenza che peraltro Breda sta ancora assemblando. Ed proprio di ieri la notizia della cessione al Chievo a titolo definitivo di Nicola Rigoni, che per rimarr a Vicenza per il resto della stagione. Certo il secondo tempo titubante in difesa e affannoso malgrado il vantaggio di un gol e la superiorit numerica dice che Breda ha lavoro da svolgere.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Grande Bellazzini E gioia Cittadella


CITTADELLA GROSSETO 2 1
SIMONE PRAI CITTADELLA (Pd)
PRIMO TEMPO 2-0 MARCATORI Ciancio (C) al 16, Di Roberto (C) al 35 p.t.; Curiale (G) al 14 s.t.

CITTADELLA (3-4-3) Cordaz 6; Sosa


6, Coly 6,5, Pellizzer 6,5; Ciancio 6,5, Paolucci 6 (dal 27 p.t. Schiavon s.v.), Baselli 6,5 (dal 36 s.t. De Vito s.v.), Biraghi 6; Di Roberto 6,5, Di Carmine 6, Bellazzini 7 (dal 31 s.t. Vitofrancesco s.v.). PANCHINA Pierobon, Martignago, Perna, Gasparetto. ALLENATORE Foscarini 6,5.

GROSSETO (3-5-2) Bremec 6; Padella


5, Olivi 6, Iorio 6; Donati 5,5, Crimi 6 (dal 36 s.t. Esposito s.v.), Obodo 6, Asante 5,5 (dal 42 p.t. Delvecchio 5,5), Som 6; Quadrini 5,5 (dal 1 s.t. Curiale 6,5), Sforzini 5. PANCHINA Lanni, Lupoli, Barba, Calderoni. ALLENATORE Moriero 6. ARBITRO Roca di Foggia 6. GUARDALINEE Melloni 6 - Lo Cicero 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Schiavon (C), Biraghi (C), Sosa (C), Iorio (G) e Sforzini (C) per gioco scorretto; Quadrini (G) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 319, incasso di 1.733 euro; abbonati 1.293, quota di 5.057 euro. Tiri in porta 5 (con un palo)-3. Tiri fuori 7-1. In fuorigioco 3-2. Angoli 2-1. Recuperi: p.t. 2', s.t. 5'.

Il Cittadella si rif del passo falso di Bari e centra la prima vittoria stagionale. Pi netto il predominio della squadra di Foscarini nel primo tempo, nella seconda parte di gara il Grosseto, specie dopo aver accorciato le distanze, riesce a mettere una certa pressione ai padovani che finiscono in affanno. La squadra di Moriero ancora a -5 in classifica, ma pu aggiustare la rosa nellappendice di calciomercato, magari puntando proprio su Bellazzini, cercato in estate, ed autentico mattatore dell'incontro con le sue discese sulla fascia sinistra.
Dominio veneto Nel primo tempo della partita si vede solo il Cittadella, Bellazzini fa capire subito che la sua serata, al 4' pesca in area l'accorrente Di Roberto, conclusione al volo

che centra in pieno Di Carmine, peraltro in fuorigioco. Qualche minuto pi tardi Di Carmine entra in area e punta il portiere, ma invece di calciare mette in mezzo il pallone, deviato da un difensore. Al 16' Cittadella in vantaggio: corta respinta della difesa, e pallone a Ciancio, conclusione deviata e sfera in rete. Il Grosseto non riesce a reagire e la squadra di Foscarini colpisce di rimessa. Al 35' il raddoppio: Baselli invita allo scatto Bellazzini, assist d'oro per Di Carmine che spizzica di testa sul secondo palo dove arriva Di Roberto, facile il tocco vincente da due passi. Moriero inserisce Curiale per irrobustire l'attacco, ed lui ad accorciare le distanze al 14' con un gran gol. Il Cittadella non ci sta e nel giro di un paio di minuti sfiora due volte il 3-1, prima con Pellizzer di testa da due passi, quindi con un sinistro al volo di Di Roberto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ca di testa al 14' su cross di Gavazzi. Breda pesca bene con Pinardi, che offre l'assist del 2-0 a Malonga e con due gol di vantaggio e l'uomo in pi il Vicenza

h7 il migliore
MALONGA (Vicenza) Appena arrivato, segna due reti e punisce la sua ex squadra

h7 il migliore
BELLAZZINI (Cittadella) Irresistibile sulla sinistra, sforna assist a ripetizione per gli attaccanti

SERIE D 1a GIORNATA (ore 15)

Si parte con 3 stelle Foggia, Taranto e Spal: su la testa


(r.c.) Inizia la Serie D, aperta da sei anticipi: 166 squadre in 9 gironi, due dei quali (B e C) a 20 squadre e quindi con 4 giornate infrasettimanali (la prima il 12). Solo due le pause: il 30 dicembre e il 10 marzo. Le squadre pi attese sono Foggia, Spal e Taranto, le sole tra le 8 escluse dalla Lega Pro che ripartono da qui: in panchina hanno rispettivamente Pasquale Padalino, David Sassarini e Tommaso Napoli. Sono 4 gli juniores da avere sempre in campo: uno nato dopo l1 gennaio 1992, due dopo l1 gennaio 1993, uno dopo l1 gennaio 1994. Una promozione per girone: le vincenti giocano anche per lo scudetto Dilettanti; le squadre tra la seconda e la quinta disputano i playoff: nessuna promozione ma - come la scorsa stagione - un premio in denaro alle finaliste. Le retrocessioni saranno 36, 4 per girone: le ultime due pi le due perdenti dei playout che si disputano tra le quattro che arrivano appena sopra. Due le squadre penalizzate, entrambe nel girone B. Darfo (-1) e Lecco (-2).
RIPRODUZIONE RISERVATA

GIRONE A
ASTI-SESTRI LEVANTE Provesi di Treviglio BOGLIASCO-VERBANIA Zingarelli di Siena CHIERI-CHIAVARI Vingo di Pisa DERTHONA-PRO IMPERIA Monterenzi di Brescia F. CARATESE-GOZZANO Frosini di Pistoia LAVAGNESE-TORTONA Pietropaolo di Modena NAVIGLIO TREZZANO-BORGOSESIA Menguzzo di Arezzo NOVESE-BRA Pisicoli di Nichelino SANTHIA-VERBANO Acquapendente di Genova

GIRONE B
CASTELLANA-ALZANOCENE Volpato di Merano DARFO-VOGHERA Molinaroli di Verona LECCO-SAN GIORGIO Vitulano di Livorno MAPELLOBONATE-CARONNESE Zuliani di Vicenza MEZZOCORONA-OLGINATESE Pirriatore di Bologna PONTISOLA-CARAVAGGIO Colosimo di Torino SANT'ANGELO-FERSINA PERGINESE Varola di Olbia SEREGNO-MONTICHIARI Saggese di Rovereto SERIATE-PERGOLETTESE Cavallina di Parma TRENTO-PRO SESTO Moraglia di Verona

GIRONE C
BELLUNO-VIRTUS VECOMP Mantelli di Brescia CEREA-ESTE Cesaroni di Pesaro GIORGIONE-SACILESE Cataldo di Bergamo SAMBONIFACESE-MONTEBELLUNA Meleleo di Casarano SAN PAOLO-PORDENONE Bercigli di San Giovanni Valdarno SANDON JESOLO-LEGNAGO Candeo di Este SANVITESE-REAL VICENZA Zingrillo di Seregno TAMAI-KRAS REPEN Gosetto di Schio TRISSINO VALDAGNO-PORTO TOLLE Del Toso di Maniago UNION QUINTO-CLODIENSE Sartori di Padova

GIRONE D
CAMAIORE-BAGNOLESE Giocata ieri CASTELFRANCO-PAVULLESE Prontera di Bologna FIDENZA-FORCOLI Campana di Seregno FORMIGINE-LUCCHESE Detta di Mantova (a Pavullo) FORTIS JUVENTUS-ROSIGNANO Scarpini di Arezzo MEZZOLARA-SPAL Sommese di Nola PISTOIESE-MASSESE Bertani di Pisa PRO PIACENZA-CASTENASO Annaloro di Collegno TUTTOCUOIO-RICCIONE Ibrahim di Torino 1-1

Pasquale Padalino, 40 anni, allenatore del Foggia

GIRONE E
CASACASTALDA-TODI De Luca di Ercolano (a Gualdo Tadino) LANCIOTTO-FLAMINIA Amabile di Vincenza PIERANTONIO-AREZZO 2-1 Giocata ieri PONTEVECCHIO-FIESOLECALDINE Ortuso di Ciampino SANSEPOLCRO-CASTEL RIGONE 1-0 Giocata ieri SCANDICCI-BASTIA Patrignani di Roma SPOLETO-DERUTA Giua di Pisa TRESTINA-PIANESE Chiavaroli di Pescara VITERBESE-SPORTING TERNI Doronzo di Barletta

GIRONE F
AMITERNINA-RECANATESE Di Gioia di Nola ASTREA-TERMOLI Guida di Salerno ISERNIA-VIS PESARO Capraro di Cassino JESINA-CELANO Serani di Monza MACERATESE-ANCONA Alfar di Mestre OLYMPIA AGNONESE-CIVITANOVESE Conforti di Salerno RENATO CURI-FIDENE Valiante di Nocera Inferiore SAN CESAREO-MARINO Lopreiato di Perugia SAN NICOL-SAMBENEDETTESE D'Apice di Arezzo

GIRONE G
ANZIOLAVINIO-LUPA FRASCATI Corona di Oristano BUDONI-PORTOTORRES 0-4 Giocata ieri CASERTANA-ISOLA LIRI Guddo di Palermo CYNTHIA-SARNESE Colinucci di Cesena OSTIAMARE-SORA 0-2 Giocata ieri PALESTRINA-HYRIA NOLA Moretti di Foligno (Salaria S.V. di Roma) SANT'ELIA-ARZACHENA Dalla Palma di Milano TORRE NEAPOLIS-CIVITAVECCHIA Mastrodonato di Molfetta TORRES-SELARGIUS 4-1 Giocata ieri

GIRONE H
BRINDISI-BISCEGLIE Mangino di Tivoli FORTIS TRANI-TARANTO Castello di Potenza FRANCAVILLA-BATTIPAGLIESE Sassanelli di Bari GLADIATOR-FOGGIA Mancini di Fermo GROTTAGLIE-CTL CAMPANIA Balice di Termoli ISCHIA-SANT'ANTONIO ABATE Pasqua di Acqui (ore 16) MONOSPOLIS-PUTEOLANA Perrotti di Campobasso (ore 18.30) NARD-MATERA Minotti di Roma (ore 16) POMIGLIANO-POTENZA Viola di Bari

GIRONE I
COSENZA-NISSA Pirone di Ercolano GELBISON-CITTA DI MESSINA Urselli di Taranto LICATA-NOTO Pillitteri di Palermo (ore 17) MESSINA-ACIREALE Guarino di Caltanissetta PALAZZOLO-COMPRENSORIO NORMANNO Campo di Trapani PRO CAVESE-AGROPOLI Di Stefano di Brindisi RAGUSA-SAVOIA Catona di Reggio Calabria SAMBIASE-RIBERA Parrella di Battipaglia VIBONESE-COMPRENSORIO MONTALTO Naccari di Messina

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

25

SERIE BWIN 2a GIORNATA

Varese, vittoria prima delle botte


Il Lanciano segna, poi Neto Pereira lo ribalta Proteste sul gol di Kone: rissa ed espulsioni
LANCIANO VARESE 1 2
PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Di Cecco (L) al 7, Neto Pereira (V) al 26, Kone (V) al 41 s.t.

LANCIANO (4-3-3) Casadei 5,5; Aquilanti 6, Rosania 5,5, Scrosta 5,5, Mammarella 6; Di Cecco 6,5 (dal 37 s.t. Minotti s.v.), DAversa 5,5, Volpe 6; Pepe 6 (dal 32 s.t. Marceta 5,5), Testardi 5,5 (dal 14 s.t. Fofana 5,5), Turchi 5,5. PANCHINA Leali, Bacchetti, Paghera, Almici. ALLENATORE Gautieri 6.

VARESE (4-4-2) Bastianoni 6; Pucino 5,5, Rea 6, Troest 6, Grillo 6; Zecchin 6,5, Damonte 6 (dal 32 s.t. Kone 6,5), Filipe 5 (dall11 s.t. Corti 6), Nadarevic 6,5; Neto Pereira 7, Moment 5 (dal 25 s.t. Eusepi 6). PANCHINA Milan, Fiammozzi, Kink, Lazaar. ALLENATORE Castori 6,5.
ARBITRO Pasqua di Tivoli 6. GUARDALINEE Bolano 6 - Liberti 6. ESPULSI Turchi (L) e Pucino (V) al 45 s.t. per gioco scorretto. AMMONITI Damonte (V), Rosania (L) e Filipe (V) per gioco scorretto; Moment (V) e Fofana (L) per comp. non regolamentare. NOTE paganti 1.272, incasso non comunicato; abbonati 732, quota non comunicata. Tiri in porta 5 (con una traversa)-6. Tiri fuori 2-3. In fuorigioco 3-4. Angoli 4-8. Recuperi: p.t. 0, s.t. 5.

La chiave Si gioca a Pescara per lindisponibilit del Biondi (lavori di adeguamento). Abruzzesi senza gli infortunati Aridit e Falcone: tra i pali c Casadei (in panchina lultimo arrivo Leali), mentre tocca a Pepe completare il tridente dattacco. In cabina di regia rientra capitan DAversa. Nel Varese, lex Castori (due promozioni con gli abruzzesi) lancia Nadarevic a met campo. In avanti Moment colma la casella vuota lasciata dalla partenza di De Luca. Le due squadre cercano subito lacuto. Il Varese con una botta di Neto Pereira deviata in angolo da Casadei. Risponde il Lanciano con la traversa timbrata su incornata di Di Cecco. I lombardi puntano a prendere subito il sopravvento a centrocampo. Zecchin e Nadarevic si scambiano di fascia con frequenza salvo poi tornare a met tempo nelle corsie di partenza. Gli abruzzesi si muovono senza fronzoli nel rodato 4-3-3 di Gautieri. Si crea un grande equilibrio. In parit anche i rigori reclamati: al 28 un mani di DAversa, al 43 un atterramento di Turchi da parte di Pucino. La rincorsa In avvio di ripresa, il

LA SVOLTA NELLA RIPRESA JUVE STABIA BATTUTA

Il Brescia low cost vince con il cuore


BRESCIA JUVE STABIA 2 0
PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Daprel al 24, Zambelli al 45 s.t.

BRESCIA (3-5-2) Arcari 7; De Maio 5,5, Salamon 6,5, Ant. Caracciolo 6,5; Zambelli 7, Lasik 6 (dal 23 s.t. Bouy 6), Budel 6,5, Scaglia 6 (dal 13 s.t. Rossi 6,5), Daprel 6,5; And. Caracciolo 7, Mitrovic 6 (dal 33 s.t. Saba s.v.). PANCHINA Cragno, Rosso, Picci, Nana. ALLENATORE Calori 6,5. JUVE STABIA (4-4-1-1) Seculin 6,5; Baldanzeddu 5,5, Maury 5,5, Scognamiglio 6, Dicuonzo 6; Acosty 6 (dal 19 s.t. Erpen 5,5), Jidayi 5,5 (dal 26 s.t. Improta 5,5), Mezavilla 6, Mbakogu 6; Genevier 6; Bruno 5,5 (dal 23 s.t. Danilevicius 5,5). PANCHINA Nocchi, Agyei, Doninelli, Murolo. ALLENATORE Braglia 5,5.
ARBITRO Pairetto di Nichelino 5,5. GUARDALINEE Bagnoli 6-Di Francesco 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Lasik (B), Mbakogu (J) e Di Cuonzo (J) per gioco scorretto; Budel (B) ed Erpen (J) per comportamento non regolamentare. NOTE spettatori 1.500 circa; paganti, incasso, abbonati e quota non comunicati. Tiri in porta 3-1. Tiri fuori 12-4. In fuorigioco 4-1. Angoli 9-4. Recuperi: p.t. 0, s.t. 4.

che essere che il capitano, Marco Zambelli, 180 presenze in biancazzurro. lui a firmare il 2-0 al 90 (rete numero 5 in carriera), lui a incarnare lo spirito di una squadra risicata in difesa e in attacco ma con carattere da vendere. E pensare che, venerd allora di pranzo, la sua partenza sembrava certa. Corioni lo aveva offerto al Napoli e al Genoa ma laffare era saltato per questione di soldi. Zambelli si mette alle spalle tutto e guida il Brescia al successo.
Tutto nella ripresa Braglia parte

con il 4-4-1-1, con lex Bruno unica punta assistito da Genevier, che con il passare dei mi-

h7 il migliore
ZAMBELLI (Brescia) Sembrava in partenza (Napoli e Genoa), invece resta e trascina il Brescia

Un momento di tensione: il difensore Rea a contatto con Gautieri LAPRESSE

DAL NOSTRO INVIATO

NICOLA BERARDINO PESCARA

Finale incandescente. Con rissa compresa. Passa il Varese con un gol di Kone che scatena il putiferio. il 41 dela ripresa, risultato sull1-1, quan-

do il traversone di Neto Pereira dalla destra viene capitalizzato da Kone. Il Lanciano al tappeto, ma urla di rabbia perch Mammarella era a terra a limiti dellarea (fallo nellazione precedente da parte di Neto Pereira) e reclama la mancata sospensione del gioco. La gara un focolaio: quattro minuti dopo, quando DAversa finisce sotto la panchina del Varese, si scatena la rissa. Il d.s. lombardo Milanese strattona il capitano del Lanciano e larbitro Pasqua lo allontana dal campo. Nasce un parapiglia tra i giocatori: cartellino rosso anche per Turchi e

h7 il migliore
NETO PEREIRA (Varese) Trascina la squadra, firma il gol del pareggio e lassist per la rete di Kone

Pucino. Nel frattempo Mammarella (distorsione alla caviglia sinistra) viene portato via in ambulanza ma poi rientra negli spogliatoi. I cinque minuti di recupero sono carboni ardenti su una gara che fino a quel punto era stata corretta.

Varese prova a serrare i tempi, ma il Lanciano ad andare in vantaggio. Al 7 Di Cecco inventa una parabola vincente dai limiti dellarea. Il Varese accusa il colpo ma sente la forza di reagire. Il pareggio arriva al 26: traversone dalla sinistra di Nadarevic, toccato da Damonte per Neto Pereira che fa secco Casadei. La squadra di Castori insiste: entra Kone, appena acquistato. Lanno scorso era qui a Pescara, si ricorda di quei giorni felici e segna la rete della seconda vittoria di fila del Varese. Il Lanciano a picco. E sui titoli di coda gli crollano anche i nervi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VINCENZO CORBETTA BRESCIA

Il Brescia rinasce dalle ceneri di un mercato a zero euro, con pochi acquisti e una rosa con molte scommesse. pi forte della contestazione dei tifosi, rivolta alla famiglia Corioni e non ai giocatori, e contro la Juve Stabia bagna il debutto casalingo con una vittoria che, quantomeno, riporta tranquillit allinterno del gruppo. Il simbolo della rinascita non pu

nuti arretra. Calori, invece, fedele al 3-5-2, con Andrea Caracciolo e Mitrovic. La partita si decide nel secondo tempo. Al 24 Daprel interviene al volo su un centro di Rossi, e segna con la collaborazione di Maury, la cui deviazione spiazza Sculin. Arcari al 35 salva il Brescia con una paratona su sinistro dal limite di Genevier e allo scadere Zambelli corona una splendida azione di Andrea Caracciolo (sombrero a Baldanzeddu) per firmare il 2-0.
RIPRODUZIONE RISERVATA

26

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

27

PRIMA DIVISIONE 1a GIORNATA (ore 15)


il regolamento
Anche se in Prima divisione ci sono rispettivamente 17 e 16 squadre per girone, il regolamento per le 4 promozioni e le 6 retrocessioni non cambia (quello di Seconda invece lo spieghiamo qui sotto): PROMOZIONI In ogni girone salgono in Serie B direttamente la prima classificata, pi la vincente dei playoff ai quali partecipano seconda, terza, quarta e quinta classificata. RETROCESSIONI In ogni girone retrocede diretta in Seconda lultima di ogni girone: le quattro che la precedono fanno i playout che dovranno determinare altre due retrocessioni a girone.

i giovani
Le societ di Lega Pro possono ottenere importanti contributi economici grazie allutilizzo dei giovani, seguendo alcune regole: IN CAMPO Bisogna tesserare almeno 8 giocatori nati dal 1990 in poi (10 in Seconda); in tutte le gare (play esclusi, pi le ultime tre gare) devono giocare due giocatori nati dal 1992 in poi (tre in Seconda). CRITERI Sono esclusi i giovani arrivati in prestito da A e B per i quali non ci sia un premio di valorizzazione almeno pari al lordo del loro ingaggio. Perdono i contributi le societ penalizzate e quelle che rinunciano a una gara (anche di Berretti, Allievi e Giovanissimi).

le penalizzazioni
Prima dellinizio del campionato, ci sono quattro squadre che si presentano con una penalizzazione dovuta al calcioscommesse: PRIMA DIVISIONE Girone A: 10 punti AlbinoLeffe, 1 punto Cremonese. Girone B: 1 punto Frosinone. SECONDA DIVISIONE Girone A: 4 punti Monza. Ricordiamo che sono gi arrivati alcuni deferimenti per quelle squadre che al momento delliscrizione non erano in regola e hanno ottenuto la Licenza soltanto dopo aver fatto (e vinto) il ricorso: queste squadre prossimamente saranno tutte penalizzate.

SI COMINCIA Cara Serie A se vuoi talenti vieni da noi


Macalli presenta il nuovo campionato
In Italia ci sono sempre troppi stranieri Invece con loro si guadagna e si vince

girone A girone B Lecce-Cremonese va in diretta tv Il grande ritorno del Catanzaro LAlbinoLeffe ricomincia da -10 Frosinone, il debutto di Stellone
ALBINOLEFFE-ALTO ADIGE
ALBINOLEFFE (4-3-1-2) Offredi; Salvi, Ondei, M. Belotti, Pirovano; Maietti, Taugourdeau, Girasole; Corradi; Pesenti, A. Belotti. (Amadori, Ambra, Allievi, Di Cesare, Pontiggia, Diakit, Person). All. Pala. ALTO ADIGE (4-3-3) Grandi; Iacoponi, Tagliani, Kiem, Martin; Furlan, Bont, Branca; Thiam, Bocalon, Pasi. (Marcone, Cappelletti, Rubin, Uliano, Fink, Candido, Campo). All. Vecchi. ARBITRO DAngelo di Ascoli Piceno (Regazzo-Viello). DAmbrosio, Dametto, Mandelli, Possenti; Giorico, Sevieri, Marcolini; Baraye; Torri, Inglese. (Coletta, Carlini, Guagnetti, Sabatucci, Dadson, Galuppini, Kirilov). All. Festa. ARBITRO Ghersini di Genova (HagerToniato).

AVELLINO-PRATO
AVELLINO (4-4-2) Fumagalli; Zappacosta, Giosa, Fabbro, Pezzella; Catania, Angiulli, Massimo, Millesi; De Angelis, Castaldo. (Di Masi, Bianco, Bittante, DAngelo, Panatti, Herrera, Biancolino). All. Rastelli. PRATO (4-3-1-2) Brunelli; Saitta, Beduschi, Ghinassi, De Agostini; Corvesi, Cavagna, Cristofari; Disabato; Napoli, Silva Reis. (Cassar, Malomo, Bisoli, Casini, Carminati, Papini, Benedetti). All. Esposito. ARBITRO Tardino di Milano (Raimondi-Garito).

TRAPANI-CARPI
TRAPANI (3-4-3) Nordi; Priola, Filippi, Pagliarulo; Tedesco, Caccetta, Pirone, Spinelli; Gambino, Abate, Madonia. (Dolenti, Lo Monaco, Ficarrotta, Lo Bue, Rizzi, Basso, Romeo). All. Boscaglia. CARPI (4-4-2) Sportiello; Letizia, De Bode, Lollini, Fusar Bassini; Potenza, Papini, Bianco, Di Gaudio; Ferretti, Arma. (Guerci, Poli, Sperotto, Gagliolo, Perini, Cortesi, Kabine). All. Tacchini-Cioffi. ARBITRO Soricaro di Barletta (Tudisco-Santoro).

Mingazzini, Favasuli, Benedetti; Perez, Tulli. (Pugliesi, Sbragia, Carroccio, Fondi, Barberis, Gatto, Scappini). All. Pane. LATINA (4-2-3-1) Bindi; Milani, Cottafava, De Giosa, Giacomini; Gerbo, Cejas; Ricciardi, Montalto, Tortolano; Jefferson. (Forzati, Agius, Bruscagin, Angelilli, Tulli, Barraco, Pagliaroli). All. Pecchia. ARBITRO Abisso di Palermo (Grillo-Cal).

SORRENTO-GUBBIO
SORRENTO (4-3-3) Polizzi; Balzano, Nocentini, Di Nunzio, Bonomi; A. Esposito, Beati, Arcuri; Schenetti, Zantu, Cesarini. (Lombardo, Ciampi, Terminiello, Ansalone, Guitto, Juliano, Corsetti). All. Bucaro. GUBBIO (5-3-2) Venturi; Grea, Briganti, Radi, Bartolucci, Regno; Sandreani, Boisfer, Baccolo; Scardina, Galabinov. (Farabbi, Galimberti, Guerri, Nappello, Semeraro, Manzoni, Malaccari). All. Sottil. ARBITRO Paolini di Ascoli Piceno (Villa-Col).

COMO-SAN MARINO
COMO (4-3-3) Perucchini; Benvenga, Del Pivo, Schiavino, Marchi; Giamp, Ardito, Tremolada; Gammone, A. Donnarumma, Lisi. (Twardzik, Ambrosini, D. Donnarumma, Velardi, Scialpi, Cia, Torregrossa). All. Paolucci. SAN MARINO (4-4-2) Migani; Farina, Pelagatti, Ferrero, Crivello; Doumbia, Lunardini, Pacciardi, Poletti; Chiaretti, Defendi. (Vivan, Galuppo, Mannini, Coda, Del Sole, Pigini, Villanova). All. Petrone. ARBITRO Aureliano di Bologna (DApice-Bonafede).

CATANZARO-BARLETTA
CATANZARO (3-4-2-1) Faraon; Mariotti, Sirignano, Papasidero; Fiore, Quadri, Maisto, Squillace; Masini, Carboni; Fioretti. (Pisseri, Narducci, Orchi, Ulloa, DAlessandro, DAgostino, Cruz). All. Cozza. BARLETTA (4-3-3) Pane; Calapai, De Leidi, Di Bella, Angeletti; Dall'Oglio, Meucci, Dezi; Carretta, Ferreira, Barbuti. (Liverani, Mazzarani, Petterini, Burzigotti, Zappacosta, Molina, Castellani). All. Novelli. ARBITRO Intagliata di Siracusa (Serpilli-Croce).

TREVISO-CUNEO
TREVISO (3-4-3) Campironi; Cernuto, Di Girolamo, Toppan; Salvi, Bianchetti, Spinosa, Siano; N. Tarantino, Sy, Esposito. (Merlano, Beccia, Brunetti, Videtta, Rosaia, Rizzo, Picone). All. Maurizi. CUNEO (5-3-2) F. Rossi; Passer, Carretto, Ferri, Arcari, Donida; Cristini, Longhi, Lodi; Fantini, Martini. (Negretti, Quitadamo, Scaglia, Carfora, Di Quinzio, Ferrario, Oddenino). All. E. Rossi. ARBITRO Fiore di Barletta (Leali-Maspero).

VIAREGGIO-PAGANESE
VIAREGGIO (3-5-2) Gazzoli; Carnesalini, Fiale, Sorbo; Pellegrini, Pizza, Maltese, Calamai, Guerra; De Vena, Magnaghi. (Furlan, Conson, Mannini, Gerevini, Sandrini, Gemignani, Veronese). All. Cuoghi. PAGANESE (4-4-2) Robertiello; Calvarese, Pepe, Fernandez, Agresta; Neglia, Soligo, Franco, Scarpa; Fava, Orlando. (Pergamena, Pastore, Puglisi, Tortori, Romondini, Caturano, Girardi). All. Grassadonia. ARBITRO Bindoni di Venezia (De Troia-Favia).

LECCE-CREMONESE
LECCE (4-2-3-1) Benassi; Vanin, Diniz, Esposito, Legittimo; Giacomazzi, Memushaj; Chiric, Jeda, Pi; Corvia. (Petrachi, Romeo, Mazzotta, Bogliacino, Palumbo, Falco, Malcore). All. Lerda. CREMONESE (4-3-3) Alfonso; Cangi, Tedeschi, Visconti, Sales; Fietta, Previtali, Magallanes; Marotta, Djuric, Le Noci. (Grillo, Armenise, Sambugaro, Buchel, Martinez, Carlini, Filippini). All. Brevi. ARBITRO Marini di Roma (AmatoCuratoli). TV Diretta su Sportitalia 1.

FROSINONE-CARRARESE
FROSINONE (4-3-3) Zappino; Guidi, Bertoncini, Biasi, Vitale; Bottone, Carrus, Frara; Aurelio, Ganci, Cesaretti. (Vaccarecci, Catacchini, Blanchard, Gori, Gucher, De Onofre, Paganini). All. Stellone. CARRARESE (4-3-1-2) Piscitelli; Bagnai, Benassi, Alcibiade, Pedrelli; Corrent, Venitucci, Juan Cruz; Ciciretti; Malatesta, Merini. (Cicioni, Lanzoni, Bregliano, Corticchia, Belcastro, Mancuso, Margiotta). All. Sabatini. ARBITRO Ros di Pordenone (Gori-Cecconi).

PROSSIMO TURNO
Seconda giornata Queste le partite della seconda giornata del girone A di Prima divisione, in programma domenica 9 (ore 15): Alto Adige-Pavia; CarpiReggiana; Cremonese-AlbinoLeffe; Cuneo-Lecce; Entella-Treviso; Feralpi Sal-Trapani; Lumezzane-Portogruaro; San Marino-Tritium. Riposa Como.

Mario Macalli, 75 anni, presidente di Lega Pro dal 1997 SPORT IMAGE
VALERIO PICCIONI

PAVIA-FERALPI SAL
PAVIA (4-4-2) Kovacsik; Ferrini, DOrsi, Fasano, Di Chiara; Statella, La Camera, Scampini, Lussardi; Cesca, Beretta. (Teodorani, Reato, Zanini, Redaelli, Turi, Pompilio, Mangiarotti). All. Roselli. FERALPI SAL (4-3-3) Gallinetta; Caputo, Leonarduzzi, Malgrati, Cortellini; Castagnetti, Milani, Finocchio; Bracaletti, Miracoli, Montella. (Chimini, Tantardini, Falasco, Ilari, Pedrinelli, Fabris, Bentoglio). All. Remondina. ARBITRO Minelli di Varese (Ponzeveroni-Perissinotto).

IL POSTICIPO
Perugia-Benevento Il programma della prima giornata si completa con il posticipo di domani sera tra Perugia e Benevento (ore 20.30, con diretta su Sportitalia 2). Si tratta del primo, vero big match della stagione essendo le due squadre tra le principali favorite per la promozione in Serie B. Arbitra Saia di Palermo (Barbetta-Atta Alla).

Cio la Serie A. Qui sul mercato ha notato segni di cambiamento verso il vostro mondo?

NOCERINA-ANDRIA

Si ricomincia. Tre club in meno in Prima divisione, cinque in Seconda.


Presidente Mario Macalli, la sensazione a un certo punto era che potesse andare molto peggio.

Siamo riusciti a tenere anche se con grandi difficolt. Ora si tratta di dare un senso al nostro futuro. La nostra parola dordine : mai pi un format ballerino.
Quindi?

Pochi. Si continuano a prendere illustri sconosciuti stranieri che non si sa dove mettere, tanto che ora hanno fatto pure la panchina lunga. Signora quello che successo di recente, la storia dei Masi, dei Verratti, degli Insigne... Il vero vivaio siamo noi, non le squadre Primavera.
Perch?

clic
DEBUTTA LINNO SCRITTO DA MOGOL
Debutta su tutti i campi il nuovo inno di Lega Pro intitolato La nostra canzone e scritto da Mogol. Che oggi sar in tribuna per assistere ad Avellino-Prato.

REGGIANA-LUMEZZANE
REGGIANA (4-4-1-1) Tomasig; Bani, Cossentino, Mei, Scappi; Antonelli, Viapiana, Parola, Matteini; Alessi; Rossi. (Bellucci, Zini, Panizzi, Iraci, Ardizzone, Sprocati, De Cenco). All. Zauli. LUMEZZANE (4-3-1-2) Vigorito;

NOCERINA (3-4-3) Ragni; Baldan, Andelkovic, Chiosa; Garufo, Bruno, De Liguori, Sabatino; Merino, Mazzeo, Schetter. (Russo, Di Maio, Crescenzi, Corapi, Lettieri, Negro, Gavilan). All. Auteri. ANDRIA (4-4-2) Rossi; Scrugli, Migliaccio, Zaffagnini, Contessa; Comini, Arini, Giorgino, Taormina; Mascolo, Innocenti. (Sansonna, Nocerino, Tartaglia, Perfetti, Larosa, Maccan, Lanteri). All. Cosco. ABRITRO Giovani di Grosseto (Stazi-Cipolloni).

PROSSIMO TURNO
Seconda giornata Queste la partite della seconda giornata del girone B di Prima divisione, in programma domenica 9 (ore 15). Andria-Pisa; Barletta-Perugia; Benevento-Viareggio; Carrarese-Avellino; Gubbio-Frosinone; Latina-Catanzaro (venerd 7, ore 20.30); Paganese-Sorrento; Prato-Nocerina.

PISA-LATINA
PISA (3-5-2) Sepe; Suagher, Colombini, Sabato; Rizzo, Busc,

Perch i nostri giovani hanno pi fame


Per lestero tira di pi?

LANTICIPO NEL GIRONE A

Quindi confermare il numero delle 69 squadre nel 2013-14 eventualmente anche con i ripescaggi, per poi arrivare alle 60 e alla divisione unica con tre gironi da 20, a partire dal 2014-15. Il Consiglio federale ha tempo fino al 30 settembre per la riforma.
Intanto la parola dordine : largo ai giovani. Meglio: soldi a chi investe sui giovani.

Forse perch quando compri non c lobbligo delle garanzie bancarie? Ma il discorso pi generale: mancano per esempio i grandi osservatori di una volta.
Intanto si parte. Con linno.

Seconda divisione
1a giornata (ore 15)

Vannucchi e Rosso ok Entella tris alla Tritium


TRITIUM-ENTELLA 2-3 MARCATORI R. Bortolotto (T) al

Venezia e Salernitana superstar Monza, 100 anni e... Gasbarroni


Comincia oggi anche la Seconda divisione, tornata a 18 squadre per girone ma con lo stesso regolamento della passata stagione, dovendo garantire 6 promozioni e 9 retrocessioni. Dunque salgono in Prima divisione le prime due di ogni girone, pi le due vincenti dei playoff, ai quali partecipano terza, quarta, quinta e sesta di ogni raggruppamento. Scendono in Serie D invece le ultime tre di ogni girone: quartultima e quintultima si affrontano nel playout e le due perdenti retrocedono, mentre le due vincenti fanno una finale che vedr salvarsi la squadra vincente. Tra le novit, il Venezia nel girone A e la Salernitana nel B: sono salite dalla D e, dopo una sontuosa campagna acquisti, sono le favoritissime. Ma non sono le sole: nel girone A piacciono anche Alessandria, Bassano, Mantova, il Monza che festeggia in questi giorni i 100 anni (e ieri ha ingaggiato Gasbarroni, ex Torino), e poi Pro Patria e Rimini; nel B occhio soprattutto a LAquila, poi Chieti, Foligno, Fondi, Gavorrano, Teramo e Vigor Lamezia.

E stata una necessit, deve diventare una convinzione. Abbiamo fatto un passo avanti grandissimo nellassemblea del 28 agosto, votando allunanimit una decisione che stanzia il 50 per cento della quota del 6 per cento dei diritti tv che spetta alla Lega Pro in base alla legge Melandri, per premiare chi schiera pi giovani dalla classe 92.
Eppure tanti suoi presidenti spesso preferiscono il ventottenne-ventinovenne, lusato sicuro...

La nostra canzone, si chiama cos. qualcosa di meraviglioso e dico grazie a Mogol e a quelli che hanno lavorato con lui. Mi ha fatto commuovere. Ma sar apprezzato ovunque, ne sono sicuro: giocatori, tecnici, presidenti. A proposito, in bocca al lupo, di cuore, a tutti per il campionato che comincia.
C linno, ma manca la Rai. Una specie di ritorsione per il contratto che ancora non si firma tanto che le prime dirette andranno su Sportitalia con lUsigrai che parla di paletti inaccettabili?

Ma puntare sui giovani significa vincere. Chi avrebbe scommesso su Lanciano o Pro Vercelli? Il problema prenderne atto, noi e quelli che dovrebbero investire su di noi.

Assolutamente no. Sono due cose distinte e separate. La trattativa in corso non centra nulla, fra laltro ci rivedremo proprio marted. La Rai, invece, non ha ottemperato alla normativa sul diritto di cronaca per i quattro minuti. Solo per questo rester fuori dagli stadi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

29', Guerra (E) al 30, A. Arrigoni (T) al 42 p.t.; Rosso (E) al 6 e al 38 s.t. TRITIUM (4-3-3) Nodari 5,5; Martinelli 6,5 (dal 42 s.t. Monacizzo s.v.), Teso 6,5, Cusaro 6, Teoldi 6; Corti 7, T. Arrigoni 5,5 (dal 17 s.t. Cogliati 6), A. Arrigoni 6,5; E. Bortolotto 6,5, R. Bortolotto 6,5 (dal 20 s.t. Spampatti 5,5), Casiraghi 6,5. (Paleari, Brandi, Nardiello, Fioretti). All. Bertani 6. ENTELLA (4-3-1-2) Paroni 6,5; Zampano 6,5, Russo 6, Bianchi 6, Fantoni 5,5 (dal 1 s.t. De Col 6,5); Staiti 7, Wagner 7 (dal 32 s.t. Argeri 6), Garin 6 (dal 22 s.t. Falcier 6); Vannucchi 7; Rosso 7,5, Guerra 6,5. (Conti, Cecchini, Marino, Chiarabini). All. Prina 7. ARBITRO Chiffi di Padova 5,5. NOTE spettatori 500 circa, paganti, abbonanti e incasso non comunicati. Ammoniti A. Arrigoni, Vannucchi, Rosso e Monacizzo. Angoli 3 3.

MONZA LEntella ha una sforbiciata in pi e con un po di fortuna nel finale supera al Brianteo una Tritium abbonata alla sconfitta nella prima di campionato. LEntella, appena ripescata, all8 e all11 va vicina al vantaggio con Russo e con Rosso che solo davanti a Nodari di testa conclude alto. Il gioco passa nelle mani dei padroni di casa che con i fratelli Bortolotto passano in vantaggio: al 29 Enrico tocca al centro per Roberto che in spaccata mette in rete. Palla al centro, scende Staiti che tenta la conclusione dai 30 metri: Nodari non trattiene, arriva Guerra ed pareggio. Al 40 la punizione dal limite di A. Arrigoni si infila nellangolo destro della porta di Paroni. Nella ripresa sale in cattedra Ighli Vannucchi che al 6 pesca Rosso per il 2 2. Al 31 Chiffi grazia Vannucchi evitandogli il rosso e al 38 si decide la gara arriva la precisa sforbiciata di Rosso: lEntella va. Pierfranco Redaelli

GIRONE A
CASALE-MILAZZO Rasia di Bassano (a porte chiuse) CASTIGLIONE-BELLARIA Ferrari di Mestre (a Mantova) FANO-ALESSANDRIA Ripa di Nocera Inferiore FORLI'-MANTOVA Lanza di Nichelino MONZA-GIACOMENSE Brodo di Viterbo PRO PATRIA-SAVONA Rapuano di Rimini RENATE-RIMINI Lazzeri di Arezzo (a Meda) SANTARCANGELO-BASSANO Baldicchi di Citt di Castello VALLE D'AOSTA-VENEZIA Morreale di Roma (a San Giusto Canavese)

GIRONE B
APRILIA-ARZANESE Marchesini di Legnago BORGO A BUGGIANO-NORMANNA Casaluci di Lecce (a Lucca) CAMPOBASSO-HINTERREGGIO Di Martino di Teramo FONDI-POGGIBONSI Melidoni di Frattamaggiore GAVORRANO-VIGOR LAMEZIA Ceccarelli di Rimini MARTINA-FOLIGNO Pierro di Nola MELFI-TERAMO Rocca di Vibo Valentia PONTEDERA-CHIETI Guccini di Albano Laziale (a Empoli) SALERNITANA-L'AQUILA Martinelli di Roma

28

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

FORMULA 1 GP BELGIO
LA GARA ALLE 14 IN DIRETTA SU RAI 1

METEO: POCO NUVOLOSO. TEMPERATURA SUI 18

I TEMPI
QUALIFICHE 1 1. MALDONADO 2. BUTTON 3. HLKENBERG 4. ALONSO 5. RAIKKONEN 6. RICCIARDO 7. MASSA 8. HAMILTON 9. PEREZ 10. KOBAYASHI 11. VETTEL 12. SCHUMACHER 13. VERGNE 14. WEBBER 15. SENNA 16. DI RESTA 17. GROSJEAN ELIMINATI 18. ROSBERG 19. KOVALAINEN 20. PETROV 21. GLOCK 22. DE LA ROSA 23. PIC 24. KARTHIKEYAN QUALIFICHE 2 1. BUTTON 2. PEREZ 3. RAIKKONEN 4. WEBBER 5. HAMILTON 6. KOBAYASHI 7. ALONSO 8. GROSJEAN 9. DI RESTA 10. MALDONADO ELIMINATI 11. VETTEL 12. HLKENBERG 13. SCHUMACHER 14. MASSA 15. VERGNE 16. RICCIARDO 17. SENNA QUALIFICHE 3 1. BUTTON 2. KOBAYASHI 3. MALDONADO 4. RAIKKONEN 5. PEREZ 6. ALONSO 7. WEBBER 8. HAMILTON 9. GROSJEAN 10. DI RESTA 148"993 149"250 149"362 149"401 149"546 149"572 149"588 149"605 149"642 149"686 149"722 149"742 149"763 149"859 149"958 150"033 150"126 150"181 151"739 151"967 152"336 153"030 153"493 154"989 147"654 147"980 148"414 148"546 148"563 148"569 148"598 148"714 148"729 148"780 148"792 148"855 149"081 149"147 149"354 149"543 150"088 147"573 147"871 147"893 148"205 148"219 148"313 148"392 148"394 148"538 148"890

I NUMERI

4
8

Pole per Button Jenson alla prima con la McLaren. Linglese ne ha ottenute anche 2 con la Bar, 1 con la Honda e 4 con la Brawn GP

Partenze in testa per la McLaren seconda dietro alla Ferrari, che comanda con 207. Con 4 pole stagionali la McLaren eguaglia la Red Bull. La casa di Woking non ne otteneva cos tante dal 2009

151

QUASI UNA POLE


DAL NOSTRO INVIATO

Anni dallultima prima fila Sauber I soli 2 precedenti per la casa svizzera sono legati a Jean Alesi, che si qualific 2 in Austria 1998 e Francia 1999 a cura di Giovanni Cortinovis

13

ANDREA CREMONESI SPA (Belgio)

MIGLIOR QUALIFICA

Pazzesco Kimi Retrocesso? No, promosso


SPA Anche Raikkonen ha rischiato di fare la fine degli altri avversari diretti di Alonso, ovvero di essere costretto a partirgli alle spalle. Kimi stato chiamato dai commissari per un taglio al Raidillon, ma lesame della telemetria lo ha scagionato perch si potuto verificare che non ha tratto alcun vantaggio. E cos Kimi ha potuto beneficiare anche della penalizzazione di Maldonado, che gli consentir di scattare 3, miglior qualifica stagionale.

Pu una terza fila avere la stessa importanza di una pole position? S, se ci si chiama Fernando Alonso, si in testa al campionato e circondati da avversari che continuano a farti dei regali. E la fotografia delle qualifiche del GP del Belgio, disputate sotto un sole assai tiepido, dopo il diluvio del venerd. Entriamo nel dettaglio: Webber, ovvero il pi immediato inseguitore del ferrarista ( staccato di 40 punti) scatter solo 12 perch dopo aver dovuto sostituire il cambio, danneggiato dal guaio al differenziale in Ungheria, ha ottenuto un mediocre settimo tempo. Davanti a lui, in quinta fila, Sebastian Vettel (3 a -42 da Alonso nel Mondiale), che per la seconda volta questanno ha mancato la qualifica tra i primi dieci. Identica e disarmante la motivazione offerta dai due piloti Red Bull. La macchina era a posto ma non aveva abbastanza velocit, ha detto il tedesco.
Errore Ed Hamilton? Il vincito-

Alonso parte quinto con tutti i rivali dietro Button fa il tempone


Male le Red Bull: Vettel 10 e Webber, penalizzato,12 Hamilton sceglie lala posteriore vecchia ed solo 7
Kobayashi scatta 2 eguagliando Sato (2004). Gioia Sauber completa con Perez quarto Maldonado, terzo, blocca Hulkenberg e finisce sesto Rosberg da 18 a 23 per il cambio
Partir in quarta fila! Un disastro perch sar ulteriormente penalizzato in gara, ha riconosciuto Lewis. Il quale deve mangiarsi le mani perch con lala che ha scartato Jenson Button ha invece ottenuto la prima pole da quando alla McLaren, la prima da Montecarlo 2009, anno in cui centr il Mondiale con la BrawnGP.
Pole Linglese stato il pi rapi-

GP2 INCIDENTE PER MELKER

do gi in Q2 (147"652) ed riuscito a migliorarsi due volte in Q3 (147"686 e poi 147"573), ottenendo oltretutto le prestazioni migliori nel primo e terzo settore dove occorre velocit di punta.
Storia Subito dietro linglese Ka-

Ericsson trionfa in gara-1 Valsecchi 3aggancia Razia


SPA (ro.chi.) Vittoria di Marcus Ericsson (iSport) nella gara di ieri della GP2. Lo svedese ha battuto il britannico James Calado (Lotus GP) e Davide Valsecchi (Dams). Litaliano ha cos raggiunto il brasiliano Luiz Razia (Arden), 6, in vetta alla classifica a quota 204 punti. La gara stata interrotta dopo 7 giri a causa di una violenta uscita di pista di Nigel Melker (foto IPP da tv). Lolandese del team Ocean stato trasportato allospedale di Liegi ma non desta preoccupazioni. Nella seconda gara alle 10.30 (diretta TV Rai2) in pole il brasiliano Felipe Nasr davanti a Leal e Razia.

re del GP dUngheria, che il rivale che Alonso teme di pi anche se ancora a 47 lunghezze di distanza, ha ammesso candidamente di aver commesso un errore, abbandonando dopo le libere lala posteriore che la McLaren aveva preparato per Spa e Monza, preferendo quella usata in Ungheria. Risultato?

mui Kobayashi che ha riportato la Sauber in prima fila dopo 13 anni (unici precedenti con Jean Alesi in Austria 98 e Francia 99) ed eguagliato il connazionale Takuma Sato che aveva affiancato il poleman Michael Schumacher al Nurburgring nel 2004. Terzo sarebbe dovuto partire Pastor Maldonado, ma il venezuelano stato retro-

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

29

la guida Tutta la corsa in tempo reale su Gazzetta.it


Oggi sul circuito di Spa (7.004 m) si corre il GP Belgio, 12a gara (su 20) del Mondiale di Formula 1. In programma 44 giri per 308,052 km. PROGRAMMA Gara alle 14 su Rai 1. Tempo reale su www.gazzetta.it. CLASSIFICHE Piloti: 1. Alonso (Spa-Ferrari) 164; 2. Webber (Aus-Red Bull) 124; 3. Vettel (Ger-Red Bull) 122; 4. Hamilton (GB-McLaren) 117; 5. Raikkonen (Fin-Lotus) 116; 14. Massa (Bra-Ferrari) 25. Costruttori: 1. Red Bull 246; 2. McLaren 193; 3. Lotus 192; 4. Ferrari 189. PROSSIMA GARA 9 settembre GP Italia a Monza.

ISTANTANEE DA SPA
1 2 3

1. Nel Q3 Hamilton trova la Sauber di Perez lenta in fondo alla corsia box e la sorpassa spaventando un commissario IPP DA TV 2. Grosjean manda a quel paese Karthikeyan IPP DA TV 3. Il responsabile Ferrari Stefano Domenicali parla fitto con Sebastian Vettel COLOMBO 4. Bruno Senna in testacoda a Pouhon con la Williams IPP DA TV 5. Davanti a Ecclestone, Michael Schumacher riceve dal vicepresidente Mercedes Norbert Haug un musetto celebrativo per i suoi 300 GP REUTERS

Alonso in azione con la F2012 allEau Rouge, una delle curve pi difficili del Mondiale COLOMBO

Lo spagnolo: Di certo non prender a ruotate la Sauber allEau Rouge... Gli avversari continuano ad aiutarmi
DAL NOSTRO INVIATO

IL PIU VELOCE
S
Inglese Jenson Button, 32 anni, nel 2012 ha vinto la gara inaugurale in Australia. alla McLaren dal 2010 LAPRESSE

IL LEADER

Fernando ha il pallottoliere Vittoria? Basta il podio


LUIGI PERNA SPA

Jenson primo dopo tre anni: Il segreto sono le ferie


Ogni piccola modifica ci ha reso pi competitivi. Per il titolo la rincorsa dura, ma incominciamo bene qui
DAL NOSTRO INVIATO

cesso di tre posizioni per aver ostacolato Hulkenberg nella prima fase della qualifica. A trarne vantaggio Kimi Raikkonen (quarto in pista) unico tra i rivali di Fernando a partirgli davanti; Sergio Perez, che grazie al quinto tempo (poi quarto) ha contribuito a regalare alla Sauber la miglior prestazione complessiva dellanno in qualifica; e appunto Alonso.
Gara Dove pu arrivare a questo punto Fernando? La gara carica di incertezze perch la pioggia delle libere ha impedito di valutare a fondo consistenza e consumo degli pneumatici (le medie dovrebbero resistere 7 giri, le dure qualcuno in pi) ma il podio obiettivo realistico. Come Button, la Ferrari ha privilegiato la velocit di punta a discapito del carico aerodinamico: di conseguenza la F2012 risultata velocissima nel primo settore dove grazie allala mobile si pu superare e in quello finale, sacrificando un po la parte guidata. Una scelta resa possibile dallintroduzione di due nuove ali che hanno finalmente funzionato, consentendo ad Alonso di ottenere la terza migliore velocit di punta dietro Vettel e Webber. Sicuramente una buona notizia in vista di Monza. Unico neo di questa giornata il deludente 14 posto ottenuto di Felipe Massa, che con lo stesso assetto di Fernando andato in crisi nel settore centrale: una brutta botta in chiave rinnovo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Spagnolo Fernando Alonso, 31 anni, nel 2012 ha vinto in Malesia, a Valencia e in Germania
LAPRESSE

A volte pensa da filosofo, con frasi che sembrano pescate in un manuale di Paulo Coelho. Come questa, dallaria autobiografica: Il guerriero non dice, neanche per scherzo, parole che mostrino debolezza danimo. La profondit del cuore si rivela anche nelle cose insignificanti. In altri momenti, invece, Fernando Alonso calcola tutto con la mania di un ragioniere, sparando numeri degni di un computer. Il sesto posto in qualifica qui a Spa rispecchia la media della stagione, che 6,08. Ma soprattutto geloso della propria vita privata, tanto da rifiutare la domanda del giornalista di una testata spagnola che aveva calcato troppo la mano. Quando e come far conoscere se stesso, la sua intimit e i suoi amori, Fernando lo decide da solo. Pubblicando, sempre pi spesso, le foto su twitter.
Ottimista Niente ormai riesce a

ta. uno spagnolo atipico, molto poco latino, come solo la gente delle Asturie sa essere. Questa strana stagione, con i rivali che spariscono a turno e la sua Ferrari che rimane in testa al Mondiale con 40 punti di vantaggio sul pi vicino, gli d motivi per sorridere. Se avessero fatto la pole Hamilton o Vettel, i principali avversari per il titolo, allora questo sarebbe stato un sabato negativo. Cos, invece, il sesto posto un buon risultato. Tra i pretendenti solo Kimi (Raikkonen; n.d.r.) davanti a noi. E in gara si pu fare meglio, anche perch lanno scorso abbiamo gi visto che a Spa si pu sorpassare. Pensare di vincere troppo ottimistico, perch non siamo abbastanza veloci, ma lobiettivo il podio.
Freddo Sa mantenere il sangue freddo, senza agitarsi. Non avendo provato venerd, ci mancavano i riferimenti delle altre squadre e abbiamo dovuto decidere al buio, privilegiando i due tratti veloci della pista. La velocit era il nostro punto debole e abbiamo avuto buone risposte in vista di Monza. Non si preoccupa delle gomme. Le dure hanno avuto una buona durata a Silverstone e le medie a Valencia, questa combinazione rende la nostra gara pi semplice. Promette battaglia, ma sempre usando la testa. Penso al Mondiale. Sarebbe importante aumentare il vantaggio sulla Red Bull, per non far a ruotate con la Sauber allEau Rouge. Ripete, a bassa voce: Se vogliamo vincere il titolo dobbiamo migliorare la macchina. Altrimenti resteremo in bilico e sar difficile. E a chi fa notare che gli avversari continuano a fargli favori, replica con orgoglio: Forse s, perch al contrario di noi non tirano fuori il massimo sfruttando le occasioni. Ma di sicuro c anche del merito, se io sono sesto e il mio compagno quattordicesimo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PAOLO IANIERI SPA

Erano oltre tre anni che non assaporava la gioia della pole position. Lultima risaliva al GP di Monaco 2009, sulla Brawn con la quale a fine stagione vinse il Mondiale: primo in griglia e primo al traguardo. Da allora per Jenson Button tante prime file e ancor pi delusioni nel vedersi spesso fregato allultimo istante. Era un po che non ci riuscivo eh? sorride felice Jenson . Diciamo che in questi ultimi anni ho avuto delle belle domeniche, non altrettanto i sabati. Fare la pole su una pista cos speciale molto emozionante, vale quasi come una vittoria.
Fatica Una prova maiuscola, di

forza, che lo ha portato a ottenere con una McLaren molto a suo agio sui saliscendi delle Ardenne i tre tempi pi veloci di giornata, il primo in Q2 e gli al-

tri nei due tentativi in Q3. Un ritmo che lo rende il pilota da battere in gara. Il segreto? Lo sapessi... ride Jenson, che nel giro decisivo ha distaccato di tre decimi Kamui Kobayashi . Sin dal mattino ho avuto un ottimo bilanciamento della vettura e ogni modifica ha funzionato. Io ho uno stile di guida che mi porta a faticare nel giro secco, capire bene come usare queste gomme molto difficile, ma se tutto funziona posso centrare la pole. Vorrei ringraziare Dave (Robson, il telemetrista, n.d.r.) e Tom (Stallard, lingegnere capo) cui il sabato ho spesso reso la vita difficile. Qui non avevo mai fatto la pole e non ho mai vinto, il miglior piazzamento in griglia era un terzo posto al debutto nel 2000. Forse il merito delle cinque settimane di vacanza, sto invecchiando e mi serve un po di riposo tra un GP e laltro.
Inseguimento La logica dice che con 88 punti di ritardo da Fernando Alonso, quella di Jenson al titolo una Mission impossible. Anche per questo, negli scorsi giorni lo stesso Martin Whitmarsh, responsabile McLaren, aveva ipotizzato un possibile aiuto da parte di Jenson a Lewis Hamilton. Ipotesi (per ora) rimandata al mittente da entrambi. Vincere oggi, per, per Button sar fondamentale per mantenere vive le speranze. In tanti mi hanno chiesto in questi giorni se posso ancora lottare per il campionato. una lunga rincorsa ad Alonso, devo andare sul podio e finirgli davanti ogni gara, cosa non facile vista la sua consistenza. Cominciamo da qui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

turbarlo. Affronta le gare con la grinta di un leone e analizza i problemi con calma da asce-

30

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

FORMULA 1 GP BELGIO

Giapponese in festa KAMUI KOBAYASHI

Chi pensava di andare cos veloce?


Dal 2 posto ho unottima chance A Maranello? Mai sentita questa
DAL NOSTRO INVIATO

SPA

Kamui Kobayashi, 25 anni AP

Uno storico traguardo lo ha gi ottenuto: eguagliare Takuma Sato che otto anni fa al Nurburgring fu il primo giapponese in prima fila in un GP di F.1. Il secondo, ancor pi importante passo Kamui Kobayashi lo pu centrare oggi e non si tratta solo di imitare il predecessore, capace di salire sul terzo gradino del podio a Indy nel 2004.

Salto di qualit Finire nei primi tre gli servirebbe per raddrizzare una stagione poco brillante, per riequilibrare i rapporti interni con Sergio Perez (gi secondo e terzo questanno) e per strappare il rinnovo o magari ingolosire qualcuno, come la Ferrari che non ha ancora deciso se confermare Massa con Alonso. Un interesse da parte di Maranello? E la prima volta che lo sento il commento del giapponese nessuno mi ha chiamato. Per ora mi concentro su queste 9 gare, ho bisogno di punti. Non ho ancora discusso del 2013 e non troppo tardi. C una buona opportunit di restare in Sauber, ma ci possono sempre essere delle sorprese. Come lo stato il suo secondo posto in qualifica: Sapevo che saremmo andati forte qui perch la pista piace a me e alla nostra vettura, ma non cos! Anche perch di solito in qualifica non siamo efficaci come in gara. Ecco perch ora c una grande opportunit davanti. Stavolta mi basta un sorpasso per essere primo per molto pi facile farne quando parti 15che nei primi 5.
a.cr.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Brasiliano in crisi FELIPE MASSA

Ma perch non riesco a guidare?


Parte in settima fila: Sinceramente difficile dire cosa aspettarsi in gara
Felipe Massa, 31
REUTERS
DAL NOSTRO INVIATO

completamente diversa dalla prima ma cominciata malissimo. Fin dal mattino ho sofferto nel secondo settore della pista, quello misto. La macchina aveva grossi problemi di bilanciamento e poco carico. Abbiamo cambiato qualcosa per le qualifiche, ma non ha funzionato. Continuavo a perdere molto, sia da Fernando (Alonso; n.d.r.) sia rispetto ai piloti delle altre squadre. Non riesco a guidare e non capisco perch.
In crisi Il brasiliano, che cerca la conferma alla Ferrari per il 2013, ha bisogno urgente di risultati. Ma, viste le premesse, si prepara a un salto nel buio. Non sar facile, a prescindere dalla posizione di partenza. Non so che cosa aspettarmi. In rettilineo siamo molto veloci, ma potrei pagare il degrado delle gomme nel secondo settore. Non chiara la strategia che useremo. Perch questa scelta di assetto? Perch, stando alle simulazioni, era quella che ci faceva andare pi forte. La stessa di Alonso, ma leffetto stato diverso.
lu.pe.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SPA

La faccia dice pi di mille parole. Felipe Massa non era mai sembrato cos deluso. Il timbro di voce piatto, senza unemozione. Le frasi sono prive di energia, quasi mancasse la convinzione di poter ribaltare oggi il 14 posto delle qualifiche. La gara di Spa doveva segnare linizio della riscossa per il brasiliano voglio che la seconda parte dellanno sia

Una prova Spaventosa


Red Bull in tilt Lewis polemico: Ala sbagliata
Webber: lunga.... Vettel: Nessun errore Hamilton si sfoga su twitter, poi fa dietrofront
Rincorsa Missione fallita anche

Tutto sembra favorevole ad Alonso, ma non siamo mica a tre gare dalla fine

Bisogner sopravvivere al primo giro: ci sar proprio un gran casino

Fernando non ha vinto niente. Sono convinto di potergli arrivare davanti

per Mark Webber il primo degli inseguitori di Fernando Alonso nel Mondiale , che pur ottenendo il 7 tempo, oggi dovr scattare dalla dodicesima casella a causa della sostituzione del cambio. Lo sapevamo gi dallUngheria. L avevo avuto problemi ma ero comunque riuscito a finire, pur perdendo punti importanti. E comunque stata una sessione difficile. La macchina non era male, ma non era veloce abbastanza per acciuffare la prima fila o anche la seconda. Forse avrei potuto scendere di un paio di decimi. frustrante vedere dove siamo. Questa una pista dove si pu sorpassare, ma voglio battaglie individuali, non di gruppo, perch cos le possibilit di recupero sono pi alte.
Alonso Insomma, guardando

HANNO DETTO

A
S

MONDIALE CROSS

Cairoli, un altro capolavoro: sua la qualifica in Olanda


LIEROP (Olanda) Il Gran Premio del Benelux ha aperto i battenti con lennesima prova di forza di Antonio Cairoli, che si aggiudicato la qualifica Mx1. Il pilota siciliano della Ktm, che grazie ai 55 punti di vantaggio su Clement Desalle (Suzuki) molto vicino alla conquista del sesto titolo iridato, ha offerto una sopraffina dimostrazione di tecnica di guida sulla sabbia. Alle sue spalle hanno concluso Ken De Dycker e Gautier Paulin; 14 Davide Guarneri (Ktm). In Mx2, incredibile rimonta del leader Jeffrey Herlings (Ktm), che davanti al pubblico di casa passato dallultima posizione alla prima. Alle sue spalle laltro olandese Glenn Coldenhoff; 15 Alex Lupino (Husqvarna). Nel paddock anche David Philippaerts: lazzurro, infortunatosi in Svezia, sta trattando con Kawasaki e TM. Intanto la Yamaha ha confermato Steven Frossard anche per il 2013. Oggi le gare dalle 12 su Sportitalia 2.
Massimo Zanzani
RIPRODUZIONE RISERVATA

Raikkonen La macchina ok, ma non avevamo la velocit per la pole. Ma scatto davanti a chi mi precede in classifica e devo prendere qualche punto

MARK WEBBER 2 NEL MONDIALE: 124 PUNTI

SEBASTIAN VETTEL 3 NEL MONDIALE: 122 PUNTI

LEWIS HAMILTON 4 NEL MONDIALE: 117 PUNTI

DAL NOSTRO INVIATO

PAOLO IANIERI SPA (Belgio)

sorprendente, spiega il campione del mondo.


Rabbia Lewis Hamilton, che nei momenti caldi diventa piuttosto fumantino, nellimmediato post-qualifica ha invece scaricato su twitter la propria rabbia per l8 tempo ottenuto in Q3 (Dannazione!! Jenson ha la nuova ala posteriore, io quella vecchia. Abbiamo deciso di cambiarla e non ha funzionato. Perdo 4 decimi sul rettilineo), salvo poi decidere venendo forzato dal team? di fare retromarcia. Non c nessuna ragione particolare per cui sono sparite le mie frasi ha provato a spiegare con un sorriso innocen-

Modi diversi di reagire a una delusione cocente. Sebastian Vettel, eliminato a gran sorpresa in Q2, la prende con filosofia e poco ci manca che si metta a ridere mentre spiega il perch di una qualifica disastrosa per lui e la Red Bull. Cos andato storto? Niente. Non ho fatto errori, ero convinto di avere fatto un giro discreto ed ero abbastanza contento. Semplicemente non arrivato il risultato: ho finito a un decimo da Maldonado, che poi in Q3 ha tirato gi nove decimi, cosa piuttosto

te . Volevo solo riformulare i miei pensieri. Fatto sta che la decisione del mattino di sostituire lala si rivelata sbagliata: Ci dava problemi ed eravamo dietro a Red Bull e Ferrari, pensavamo che la differenza non fosse grande e invece ci siamo sbagliati. Ma stata una decisione collettiva di tutto il team. La scelta tecnica differente ha comunque permesso a Lewis di essere il terzo pi rapido nel settore centrale, quello dove serve pi carico, ma Hamilton boccia in ogni caso la soluzione. Lala che ho usato non ha nessun punto a suo favore, nessuno. Non genera nemmeno pi carico, come speravamo.

questo sabato in ottica iridata, stato un po come se Alonso avesse fatto la pole position. S, tutto ha funzionato a suo favore, ma non siamo mica a tre gare dalla fine, la strada molto lunga, ammette Webber. Che prende in giro Button: Anche Jenson andato veloce oggi, cosa sorprendente per lui. Hamilton, invece, non accetta la teoria di una giornata pro Fernando: Per me lui non ha vinto proprio niente. Sono convinto di potergli finire davanti. Non dimentichiamo che proprio lui a Valencia ha trionfato partendo 11, quindi devo restare ottimista. Pur sapendo che Jenson ha il passo per vincere. E anche Vettel, che grazie alla retrocessione del compagno scatter 10, convinto di avere le sue carte da giocare. Lobiettivo sempre quello, non credo sia qualcosa di impossibile considerando da dove partiamo. Non sono un genio e non posso predire quello che succeder con una griglia cos strana. Limportante sar fare una buona partenza, sopravvivere a un primo giro dove ci sar gran casino e vedere cosa succede.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Taccuino
S
Maldonado Sono dispiaciuto per la penalizzazione ma comunque la sesta posizione resta un ottimo risultato. E sono fiducioso in vista della gara
GP3 A SPA

Abt conquista la gara dimezzata


Il tedesco Daniel Abt ha vinto gara 1 della GP3 a Spa. Abt si trovava in testa al quarto giro, quando i commissari hanno interrotto la corsa dopo lincidente capitato a Robert Cregan.

BARUM RALLY

Hnninen (Skoda) in testa


Vincendo lultima speciale della prima tappa, Juho Hnninen (Skoda Fabia) si avvicinato alla vitto ria del Barum Rally in Repubblica Ceca, nona tappa dellIrc. Ora il finlandese comanda infatti la classifica con 11"4 su Kopeck e 29"4 su Mikkelsen, anche loro su Skoda Fabia. Oggi il gran finale.

TRICOLORE GT

S Balzan-Barri imbattibili a Imola


Schumi Che peccato, la macchina non era abbastanza veloce nel misto. Abbiamo dato tutto e in gara faremo il possibile. Presto avremo novit importanti
Alessandro Balzan e Giacomo Barri trionfano a Imola nella prima gara del 5 appuntamento del Tricolo re GT. I portacolori dellEbimotors conquistano al vo lante della Porsche 911 GT3 R la seconda vittoria sta gionale e balzano al comando della classifica generale della classe GT3 a quota 104, in coabitazione con An drea Sonvico (Audi R8 LMS), settimo al traguardo in coppia con Dindo Capello. Alle spalle di Balzan Barri si sono classificati Ruberti Passuti (Porsche 911 GT3 R) e Biagi Colombo (Bmw Z4). Oggi gara 2 alle 12 in diret ta su Sportitalia.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

31

CICLISMO SVOLTA ITALIA

lafrase CHIAVE

d BETTINI
MASSIMA PULIZIA La Gazzetta ha anticipato ieri la nuova norma voluta dal presidente Di Rocco per la Nazionale: non pu essere convocato chi coinvolto in inchieste giudiziarie. E subito largo ai giovani. Meglio andare a perdere con i giovani che con i vecchi, e aggiungerci anche il rischio. Massima pulizia e trasparenza Renato Di Rocco
(presidente Fci)

voglio, altrimenti ora in tre settimane dovrei fare la squadra al buio.


Ripartiamo con chi?

Nazionale come riferimento etico Punto sui giovani


Stop in azzurro ai coinvolti nelle inchieste Il c.t.: E non detto che saremo pi deboli
CLAUDIO GHISALBERTI

Da Nibali, con cui mi devo sentire stasera (ieri, ndr) per capire a che punto . Vincenzo non arriva a Valkenburg con la condizione delle classiche, ma non va piano. Poi due senatori: Paolini e Nocentini, che sar la spalla di Nibali. Poi andr a pescare corridori che non stanno entusiasmando, non sono in gran forma, ma non importa. Moser e Ulissi ci saranno sicuramente, Favilli probabilmente. Gatto salta fuori al momento giusto.
Capecchi alla Vuelta sta andando bene.

ECCO I TALENTI

A
S

I NOMI NUOVI

Moser, Ulissi pi Capecchi e Battaglin Pure Nizzolo?


LUCA GIALANELLA

Eros rientra in un discorso da fare.


Altri corridori dalla Vuelta?

Moser Moreno Moser, trentino, 21 anni, della Liquigas: 5 vittorie da neopro tra cui il Laigueglia e il Giro di Polonia. Figlio di Diego, nipote di Francesco

Ne prendo atto, mi stata comunicata gioved. E sono in sintonia con la decisione. Il c.t. Paolo Bettini parla il giorno dopo lanticipazione della Gazzetta sulla nuova norma federale che vieta la Nazionale a tutti gli atleti coinvolti in inchieste doping: quindi dal Mondiale di Valkenburg restano a casa Cunego e Ballan, Visconti e Gasparotto. Alla vigilia di Londra 2012, il presidente Di Rocco aveva detto che non sarebbero stati convocati solo gli squalificati per pi di 6 mesi.
Bettini, come si avvicina alla prova iridata di Valkenburg?

Per Bennati il percorso non adatto. Viviani ha avuto una stagione lunga, deve recuperare. Tosatto spero non me ne voglia, ma non c. Comunque per chiarirmi le idee ho bisogno ancora di un paio di giorni.
E sui giovani?

S
Ulissi Diego Ulissi, livornese, 23 anni, della Lampre-Isd. Tre successi nel 2012, lultimo a Carnago il 23 agosto. Una tappa al Giro dItalia 2011

Magari c chi far la riserva e chi sapr togliere le castagne dal fuoco. Comunque non detto che puntando sui giovani la Nazionale sia pi debole. Poi bisogna orientarsi su lunghezze donda diverse da quelle a cui siamo abituati. LItalia sempre stata la squadra di riferimento per i risultati, ora deve diventare la squadra di riferimento per letica.
Con Cunego, Santambrogio e Gavazzi, per esempio, aveva gi speso delle parole per Valkenburg.

Alla Federazione ho solo chiesto cosa dovevo fare. Per me non un problema. Certo mi spiace per gli atleti, ma un ulteriore segnale. Se questo serve per dare una svolta e impostare un lavoro a pi larghe vedute, va bene. Ripartiamo, ma senza pretendere chiss cosa.
Ripartiamo da dove?

S, mi ero gi esposto con tanti corridori. Di Rocco ha fatto una manovra coraggiosa, e ha avuto le palle di prendersi la responsabilit e telefonare lui agli atleti per spiegare la situazione.
Ha mai pensato di dimettersi?

S
Battaglin Enrico Battaglin, 22 anni, trevigiano della Colnago-Csf. Sua la Coppa Sabatini del 2011 alla 4 gara da pro
FOTOSERVIZIO BETTINI

Dai raduni, che sono stati fondamentali. Per fortuna abbiamo fatto quelli e abbiamo inserito dei giovani che sanno cosa

Non abbandono questi ragazzi. Il mio contratto scade a dicembre. Al Mondiale ci vado. Poi vediamo.
Paolo Bettini, 38 anni: da corridore 2 Mondiali e loro ad Atene 2004 BETTINI
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Mondiale di Valkenburg, 23 settembre, segner il vero cambio generazionale in azzurro. Fuori Basso, Scarponi, Di Luca e Petacchi (squalificati in passato pi di 6 mesi), fuori Cunego, Ballan, Visconti, Gasparotto, Pozzato, Santambrogio e Gavazzi per le inchieste, il c.t. Bettini presenter una Nazionale con diversi ragazzi 1989 e 1990. Da domani a venerd il Giro di Padania; venerd e domenica due impegnative prove World Tour in Canada. Da qui usciranno i 9 titolari e le 2 riserve. I cronomen sono gi definiti: Adriano Malori e Marco Pinotti. E sicuro che il leader sar Vincenzo Nibali, affiancato da Moreno Moser e Rinaldo Nocentini. Ma in questo momento luomo pi in forma Diego Ulissi, 23 anni, due volte iridato junior, che si prover in Canada. Ci sar pure Luca Paolini, e poi largo ai giovani: Oscar Gatto ed Eros Capecchi; Elia Favilli, noto per aver saltato Cavendish nella volata di Horsens al Giro; Dario Cataldo, che viene da un buon Giro. Ma al Padania, Bettini aspetta un segnale vero da Enrico Battaglin, 22 anni, definito il miglior talento italiano da ventanni. Cos come in lista ci sono Gianluca Brambilla o Matteo Trentin. Ma possibile che, con questo rinnovamento, Bettini possa chiamare Giacomo Nizzolo, 23 anni, 3 ad Amburgo, velocista che tiene bene anche sugli strappi: 4 vittorie in un mese.

VUELTA OGGI UNALTRA DURA GIORNATA IN MONTAGNA CON TRAGUARDO AI LAGHI DI COVADONGA, NELLE ASTURIE

Taccuino
TOUR DE LAVENIR UNDER 23

Rodriguez tris, Contador sinfuria


Arrivo in salita Il madrileno attacca, la maglia rossa lo salta e vince: 3-0, e il vantaggio cresce
DAL NOSTRO INVIATO

Eccellente Cattaneo, ancora 3 Questo un podio che vale


(d. vigan) Terzo al Tour de lAvenir per il secon do anno di fila. E un ottimo risultato quello di Mattia Cattaneo, il 21enne bergamasco della Trevigiani gi in evidenza al debutto tra i pro da stagista con la maglia della Lampre. E ieri, sullarrivo in salita finale a Le Grand Bornand, ha provato 5 volte a far saltare il ban co. Peccato, ma un risultato che vale. Sono molto contento. La tappa andata al russo Sergey Pomosh nikov, la classifica al francese Warren Barguil. Ai Mon diali, in Olanda, Cattaneo far crono e gara in linea: con il 3 posto nella Coppa delle Nazioni, lItalia ha guada gnato anche il diritto a schierare il sesto atleta. LUNIGIANA JUNIORES (d. vigan) Bis consecutivo del tedesco Silvio Herklotz al Giro della Lunigiana junio res. A Fosdinovo (arrivo in salita), 3 Federico Zurlo, leader Mohoric. Oggi si chiude: tappa dura, Santo Ste fano Magra Casano di Ortonovo, 97 km.

PUERTO DE ANCARES (Spagna)

Rodriguez-Contador: 3-0, palla al centro e pedalare. Il risultato non ancora definitivo, perch mancano ben sei tappe (oltre alla passerella finale a Madrid) delle quali quattro con arrivo in salita (oggi a Lagos de Covadonga). Insomma, tempo per recuperare c. Ma alzi la mano chi avrebbe scommesso un solo euro che a questo punto della corsa il catalano della Katusha potesse avere tre vittorie e il madrileno della Saxo nessuna. Vittorie che, oltre ai secondi in classifica, portano tanta serenit a Purito, capace ieri di gestire la corsa in modo impeccabile. Sconfitte che, soprattutto per il modo in cui maturano, ad Alberto (e a chi gli sta attorno) portano nervosismo. La Saxo inoltre, secondo lopinione delle altre squadre, godrebbe da parte dellorganizzazione di piccoli ma continui privilegi fuoricorsa che irritano i rivali.
Furetto Ieri Alberto, pi potente

e maglia. Il colpo sembrava quello giusto, ma mille metri dopo il furetto in rosso s scatenato. Purito ha ripreso Contador ai 500 metri, poi una pausa per prendere il fiato e via a doppia velocit. Cresce il madrileno, il suo cambio di ritmo quasi quello dei tempi doro, per gli manca la resistenza a questi fuorigiri. Ma io sono contento delle mie sensazioni afferma Alberto . In questo momento

Rodriguez molto forte e non facile tenergli le ruote nei finali di tappa. Per sono contento perch ho guadagnato terreno su Valverde e Froome.
Corda Purito ha vinto, eppure a

la situazione
ARRIVO: 1. Joaquin RODRIGUEZ (Spa, Katusha) 149,2 km in 4.1028", media 35,721; 2. Contador (Spa, Saxo-Tinkoff Bank) a 5"; 3. Alejandro Valverde (Spa, Movistar) a 13"; 4. Moreno (Spa) a 35"; 5. Froome (Gb) a 38"; 6. Talansky (Usa) a 44"; 7. Anton (Spa) a 56"; 8. Ten Dam (Ola) a 104"; 9. Marczynski (Pol) a 113"; 10. Roche (Irl) a 117"; 18. Tiralongo a 219"; 20. Capecchi; 40. Nocentini a 546"; 94. Cunego a 1932". CLASSIFICA: 1. Joaquin RODRIGUEZ (Spa, Katusha) 53.0633": 2. Contador (Spa, Saxo-Tinkoff Bank) a 22"; 3. Froome (Gb, Sky) a 141"; 4. Valverde (Spa); 5. Moreno (Spa) a 416"; 6. Gesink (Ola) a 507"; 7. Roche (Irl) a 551"; 8. Talansky (Usa) a 613"; 9. Ten Dam (Ola) a 634"; 10. Anton (Spa) a 716"; 13. Capecchi a 918"; OGGI: 15 tappa, La Robla-Lagos de Covadonga, 186,5 km (Eurosport dalle 15).

DUELLO DI FUOCO
Alberto Contador, 29 anni, e Joaquin Rodriguez, 33: i loro duelli infiammano la Vuelta BETTINI

nella pedalata rispetto alle precedenti montagne, scattato secco a 1,9 km dal traguardo con un duplice obiettivo: tappa

met salita (ultimi 9 km in 2535", Vam di 1.723, 5,85 watt/kg) in un paio doccasioni sembrava alle corde. E stata una tappa molto veloce e la Saxo ha imposto un ritmo altissimo spiega il catalano , ma quando scattato Majka con a ruota Contador ho dovuto proseguire regolare. "Devo prendere il mio passo", ho pensato. Sono stato intelligente. Poco prima del chilometro conclusivo, Froome che si era staccato rientrato e ha attaccato. Quando lho visto ho pensato che fosse attaccato a una moto (sorride, ndr). Spettacolare, poi per ha pagato. Credo che per vincere qualcosa dimportante debba imparare a correre con la testa. A questo punto, viene da pensare che la lotta per la vittoria sia tra Rodriguez e Contador. No, piano frena la maglia rossa . I distacchi sono ancora troppo bassi. Basta una giornata storta e con questo percorso sei gi dal podio.
c. ghis.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CORSA DEI DUE PORTI

E festa per Bos e Boonen


(ni. li.) Successo di Tom Boonen nella 1 World Ports Classic. Il 31 belga dellOmega Quick Step ieri ha chiuso 3 a Rotterdam (Ola): ha vinto Bos su Greipel.

DONNE IN TOSCANA

Vale Bastianelli ora quarta


(f. cal.) Al Giro di Toscana, vittoria della lituana Inga Cilvinaite a Capannori (10 Jennifer Fiori). Classifi ca: 1 Jasinka, 4 Vale Bastianelli. Oggi ultima tappa: 99 km da Lucca a Firenze sulle strade dei Mondiali 2013.

40 ANNI DA GAP 1972

Una cerimonia per Basso iridato


A 40 anni dalla conquista del titolo iridato a Gap, Marino Basso ricever il Premio LImpresa, ideato dal mensile Ciclismo Illustrato. Appuntamento (ore 20) al Centro Sociale Boschi a Puianello (Reggio Emilia).

32
#

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

TENNIS US OPEN
CHE INCROCIO OGGI LA SFIDA TRA LAZZURRO E LEX NUMERO UNO IDOLO DI CASA

C Fognini tra Roddick e lultima corsa: Eccitante


Andy ha annunciato il ritiro non appena uscir dal torneo e Fabio pronto alla sorpresa: Devo solo rispondere bene
NEW YORK

Roddick-Fognini nel terzo turno degli Us Open, allultimo torneo della carriera dellidolo di casa, che qui, nel 2003, ha vinto lunico Slam dei 32 titoli ed arrivato al numero 1 del mondo. Roddick che ha appena distrutto baby-Tomic, Roddick che sogna lultima corsa nella scia degli eroi da bambino: Sampras che vinse a 19 anni il primo Slam, Connors che a 39 vol miracolosamente fino alla semifinale

(Non avevo i biglietti ma in qualche modo entrai sempre sul Centrale, vorrei una chance come la sua), Agassi che stato idolo e mentore (Fortuna che non ho chiuso io la sua carriera nel 2006, servendo per il match, mi sarebbe venuto da piangere). Stasera, esperienza e ambiente saranno per lamericano, come i precedenti (1-0 sullerba di Eastbourne, questanno) e classifica (n. 22 contro 59). Ma Fogna ha 5 anni di meno (25 a 30) e pi talento e tocco del picchiatore, schiavo di servi-

zio-dritto, sia pure di prima qualit. Fogna, quand on fire, imprevedibile, ubriacante, ingiocabile, alla Schiavone. Con quei vincenti, tirati in scioltezza da fondo, secchi e perentori destinati ad angoli e righe introvabili ai pi. Come mostra a Garcia Lopez, uno degli spagnoli con pi braccio, stoppato 6-4 6-4 6-2.
Risposta Roddick handsome: proprio bello, per le donne, tanto che ha sposato la bellissima modella Brookline Decker. Roddick ha personalit e senso dellumorismo. Roddick non ce la fa pi di fisico e motivazioni (come vorrebbe il coach doc, Larry Stefanki). Roddick, Roddick, Roddick...

Fabio eccitato: Lui che ha fatto la storia contro una prospettiva "top ten"... Bello, il Centrale, una delle sue ultime partite, lultima, perch no? E finisce in... "Fogna". La prima cosa rispondere al servizio, ma mi preoccupa e non mi preoccupa, io sono un buon restatore (spagnoleggiante, da risponditore, retaggio degli ultimi coach, da Serrano a Perlas), ma se lo tengo sul rovescio, dove fa pi fatica.... E il pubblico feroce della Grande Mela? Normale che tifi per lui, mi piace quellatmosfera, sono pronto. Sar un Fognini pi pazzo o intelligente? Cinquanta e cinquanta, ma la pazzia sta andando bene.
v.m.

Fabio Fognini, 25 anni, al secondo turno ha battuto Garcia Lopez EPA

RIPRODUZIONE RISERVATA

Vinci ed Errani non si fermano Ottavi di nobilt


Roberta piega la Cibulkova, Sara spazza via la Puchkova. Potrebbero sfidarsi nei quarti
DAL NOSTRO INVIATO

VINCE ANCHE SERENA

Federer sul velluto Che fatica per Murray


LUCA MARIANANTONI

VINCENZO MARTUCCI

NEW YORK Sognando i quarti luna contro laltra, dopo Roberta Vinci, anche Sara Errani si qualifica agli ottavi agli Us Open portando due azzurre per la quarta volta cos avanti nel quarto Slam dellanno. Non un caso che siano le due italiane pi in crescita e in forma, e le pi quotate in classifica (numero 19 e 10 del mondo), Robertina domando la Cibulkova in due set tatticamente perfetti (6-2 7-5), Sarita spezzando la potente Puckhova, molto pi brava delletichetta di numero 143 del mondo (6-1 6-1 in un'oretta). Anche se le gemelle d'Italia troveranno domani avversarie difficili: Angelique Kerber e Agnieszka Radwanska, 6 e 2 della classifica.
Sara Errani, 25 anni, durante il match contro la russa Puchkova REUTERS
Riscatto A 29 anni, Vinci batte

Roger Federer e Andy Murray planano alla seconda settimana per vie differenti: il numero 1 del mondo demolisce in tre set il povero Fernando Verdasco danzando sul campo con la leggerezza di una piuma; lo scozzese invece annaspa vincendo in quattro, ma con tre tie-break, sul delizioso Feliciano Lopez.
Erede La Spagna si salva con Nicolas Almagro che vince il braccio di ferro con il 19enne del Nebraska Jack Sock, appena numero 243 del mondo, ma ispirato a dovere dal pubblico che lo incita dal primo allultimo punto. Sock ha stoffa giusta e se ne accorge anche Almagro, incapace di strappargli la battuta fino ai primi game del terzo set su una situazione di un set per parte. Lamericano va sotto 4-1, poi si riprende trascinando il rivale ad un nuovo tie-break che cede pi per l'inesperienza che per i meriti altrui. Il dopo Roddick? Non sono certo io, ci sono 7-8 giovani americani pi forti di me. Io devo migliorare ancora in tutto. Ne riparliamo pi avanti. Servono 3 ore e 33 minuti a Marin Cilic per affossare il giapponese Nishikori mentre a sorpresa lo slovacco Martin Klizan, numero 52 del mondo con oltre il 70% dei punti conquistati nel circuito Challenger, infila un triplice 6-4 al pi quotato Jeremy Chardy. Rivincita Serena Williams non aveva ancora digerito la batosta che loutsider Makarova le aveva inflitto allOpen dAustralia a gennaio. Questa volta Serena attenta a non darle confidenza; lallontana con il break del decimo game e poi la finisce lasciandola al palo nella seconda frazione. Poi si rivolge ai 20 mila dell'Arthur Ashe, pronti oggi a salutare quella che potrebbe essere lultima di Andy Roddick: Tranquilli, io non sono vicina alla pensione, non vi posso lasciare ragazzi, adoro troppo questo sport.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Roberta Vinci, 29 anni, per la prima volta agli ottavi a New York ANSA

un altro record personale-Slam, dopo gli ottavi di Wimbledon. Eppure, a 24, pensava al ritiro: Non ho passato bei momenti, devo ringraziare le persone che mi sono sempre state vicine, Francesco (Cin), senza il quale non sarei dove sono adesso e chi sono adesso, e soprattutto i miei genitori, che mi hanno fatto ricredere. Il numero 70 Wta non le poteva bastare: Io sono molto dura, molto "tignsa". Poi il tennis italiano donne ha riscritto la storia: Nel 2009, Flavia (Pennetta) diventata la nostra prima numero 10 del mondo, nel 2010, Francesca (Schiavone) ha vinto il Roland Garros, questanno, Sara (Errani) andata in finale a Parigi ed salita fra le prime 10. Ho visto che altre ragazze simili a me sono arrivate: noi quattro siamo molto intelligenti, mature e testarde che vogliono sempre migliorare e si trainano lun laltra.

Aggressivit Cos, a dispetto dellet e delle misure minime (1.63 per 60 chili), dopo i tre titoli-record 2011, la tarantina si sta superando anche negli Slam, dominando lo scambio contro Dominika Cibulkova in unoretta e mezza, con 30 gradi inzuppati di umidit e aggravati dal vento. Un altro passettino avanti della formichina azzurra, dopo i 2 match point annullati al secondo turno alla Shvedova, e alla vigilia degli ottavi contro la nuova Hingis, Agnieska Radwanska: Mi ha battuto 4 volte su 4, forte, solida, sbaglia poco, si muove bene, ma gioca bene quando si appoggia sulla palla dellavversaria, senn fa un po fatica. Va aggredita. E numero 2 del mondo, ma io sono 19, sto giocando bene, domenica ho vinto Dallas, sono i miei primi ottavi qui. Comunque, salir al 17-record, le "top ten" non sono pi un sogno... Devo crederci.

Qualit Roberta sempre stata

brava nella tattica: Due servizi persi, ma ho iniziato bene, ho cambiato ritmo, ho spinto di dritto, ho variato di rovescio, appena ho potuto sono andata avanti. Ma non pu sprintare per pi di unora. E, come rifiata, sul 6-2 3-3, nei guai: Nel secondo set, mi venuta un po paura, e sono finita 5-3 sotto. Un po stanca, un po frenata dalla Cibulkova, e molto impaurita: Mi sono detta: "Devo andare avanti e spingere il pi possibile, senn rischio il vincente". Cos recupera il 5-5 e firma il 6-5: Quanti italiani avrebbero tentato il servizio-vole? L ho avuto paura di aver paura e, poich soffrivo da fondo, mi sono giocata il punto dove sono pi forte. Cos sigla il match, 7-5, con la stop volley di dritto: Ci si arrangia con quello che hai, io devo usare pi la testa che i colpi, mi sono piaciuta molto come atteggiamento. Non ho mollato mai.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la guida
Largentino Leonardo Mayer, dopo la vittoria contro Tommy Robredo al secondo turno, finito all ospedale per disidratazione. Lincontro con lo spagnolo era durato 3 ore e 7. Il sudamericano stato sottoposto ad una serie di controlli tutti negativi: Negli spogliatoi era distrutto e aveva i crampi, racconta lo spagnolo Marc Lopez. Mayer ieri si ritirato dal doppio, ma oggi sfida Del Potro. US OPEN (Flushing Meadows, 18.812.000 $, cemento). Uomini, secondo turno: Kohlschreiber (Ger) b. Paire (Fra) 6-7 (4) 6-3 3-6 6-2 7-6 (4); Roddick (Usa) b. Tomic (Aus) 6-3 6-4 6-0; Benneteau (Fra) b. Novikov (Usa) 3-6 6-4 7-6 (1) 7-5; Zemlja (Slo) b. Stebe (Germany) 6-4 2-6 6-4 6-4; Isner (Usa) b. Nieminen (Fin) 6-3 6-7 (5) 6-4 6-3; FOGNINI b. Garcia-Lopez (Spa) 6-4 6-4 6-2; Tipsarevic (Ser) b. Baker (Usa) 6-4 6-3 6-4; Wawrinka (Svi) b. Darcis (Bel) 6-7 (6) 6-3 4-6 6-1 7-5; Hewitt (Aus) b. Muller (Lus) 3-6 7-6 (5) 6-7 (5) 7-5 6-4; Dolgopolov (Ucr) b. Baghdatis (Cip) 6-4 3-6 6-0 7-6 (5); Del Potro (Arg) b. Harrison (Usa) 6-2 6-3 2-6 6-2; Mayer (Arg) b. Robredo (Spa) 6-1 6-4 4-6 7-5; Almagro (Spa) b. Sock (Usa) 7-6 (3) 6-7 (4) 7-6 (2) 6-1; Cilic (Cro) b. Nishikori (Giap) 6-3 6-4 6-7 (3) 6-3; Klizan (Slk) b. Chardy (Fra) 6-4 6-4 6-4; Federer (Svi) b. Verdasco (Spa) 6-3 6-4 6-4; Murray (Gb) b. Lopez (Spa) 7-6 (5) 7-6 (5) 4-6 7-5 (4). Donne, terzo turno: Azarenka (Bie) b. Zheng Jie (Cina) 6-0 6-1; Tatishvili (Geo) b. Minella (Lus) 7-5 6-0; VINCI b. Cibulkova (Slk) 6-2 7-5; A. Radwanska (Pol) b. Jankovic (Ser) 6-3 7-5; S. Williams (Usa) b. Makarova (Rus) 6-4 6-0; Pironkova (Bul) b. Soler (Spa) 6-1 6-7 (3) 6-3; Kerber (Ger) b. Govortsova (Bie) 6-1 6-2; ERRANI b. Puchkova (Rus) 6-1 6-1. OGGI (dalle 17, diretta Eurosport ed Eurosport 2). Principali incontri: Djokovic (Ser) c. Benneteau (Fra); Roddick (Usa) c. FOGNINI; Azarenka (Bie) c. Tatishvili (Geo); Sharapova (Rus) c. Petrova (Rus); Isner (Usa) c. Kohlschreiber (Ger); Hewitt (Aus) c. Ferrer (Spa); Wawrinka (Svi) c. Dolgopolov (Ucr); Stosur (Aus) c. Robson (Gb); Del Potro (Arg) c. Mayer (Arg); Johnson (Usa) c. Gasquet (Fra); Bartoli (Fra) c. Kvitova (Cec); Tipsarevic (Ser) c. Zemlja (Slo).

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

33

PARALIMPIADI LONDRA

TENNIS

Vergeer: successo n. 466 consecutivo


Pi di Federer, meglio delle Williams. La tennista olandese Esther Vergeer ha collezionato a Londra la 466 vittoria con

secutiva nel torneo paralimpico che si aperto ieri. I numeri di Esther sono da capogiro: non perde dal 2003, in questi 9 anni ha vinto 42 titoli dello Slam, tra singoli e doppi, e ora difende loro olimpico conquistato a Pechino con un 6 0 6 0 in finale sulla giapponese Domori. La Vergeer

tra il 2004 e il 2006 ha conquistato 250 set di fila e, nella storia dello sport, seconda solo al re dello squash, Jahangir Khan, che ha vinto 555 match di fila tra l81 e l86. Tutti parlano di questo record e mi chiedono se sono sotto pressione ha detto ieri. Poi ha vinto.

LA PRIMA VOLTA

Fuori Bernardi Pesista di S. Marino


Christian Bernardi stato il primo sammarinese in assoluto in gara ai Giochi Paralimpici, impegnato nella disciplina del

getto del peso F 54/55/56. Il 42enne si meritato gli applausi degli 80mila dellOlympic Stadium, anche ieri esaurito. Pettorale 2697, salito sulla speciale sedia per i lanci, poi con 4,54 ha chiuso 19o e ultimo delle eliminatorie. E stata comunque unesperienza intensa e unica.

NEI 200 IN 21"30

Pistorius stupisce Semifinale da primato


LONDRA

UNA FAVOLA!
Camellini superstar Doppietta doro con due record
Nuotatrice pazzesca: dopo i 100 sl, bis nei 50 Lacrime sul podio, labbraccio col fidanzato
DAL NOSTRO INVIATO

Cecilia Camellini, 20 anni, modenese di Formigine. Per vincere il 2o oro (ieri nei 50 sl) diventata la prima a scendere sotto i 31" (30"94) EPA

pianto sul podio confida Cecilia mi sono trattenuta, ma venerd era la prima volta che a una Paralimpiade sentivo linno suonato per me, non ce lho fatta. Ma credetemi, non stato pi facile. Dopo il record in batteria avevo paura di fallire la finale, tutti davano per scontato loro.
La prossima Sempre sul podio,

MEDAGLIERE
NAZIONE 1. CINA 2. AUSTRALIA 3. GRAN BRETAGNA 4. UCRAINA 5. RUSSIA 6. USA 7. NIGERIA 8. BRASILE 9. CUBA 10. IRLANDA 11. GERMANIA 12. CANADA 18. ITALIA O A B 20 15 21 11 5 13 9 9 8 6 4 4 4 4 3 3 2 16 11 6 7 9 6 3 2 2 0 6 4 1 5 10 0 3 2 0 7 1 1 TOT 56 29 36 22 22 22 7 9 8 4 16 8 4

PIERANGELO MOLINARO LONDRA

ma non finita. Oggi la Camellini sar ancora in vasca per i 100 dorso, dove vanta il secondo tempo al mondo. Ho stabilito il primato mondiale ad aprile, poi una cinese ha fatto meglio. Non sono stanca, posso ancora fare bene. Stasera cena leggera e poi domani di nuovi in vasca. Mi voglio divertire, fare ancora una bella gara, ma adesso scusate, devo scappare.
Lamore S, scappare per tra-

E pensare che volevano spaventarlo: il brasiliano Alan Cardoso Oliveira (21"88) e lo statunitense Blake Leeper (22"23) nelle batterie dei 200 ci hanno provato, ma Oscar Pistorius ha risposto con un primato mondiale 21"30. Fantastico. Non poteva essere pi sontuosa la sua entrata in scena alla Paralimpiade di Londra, dove parteciper ad altre tre gare, 100, 400 e staffetta. Il pubblico la sua gara lha vista in piedi, alzandosi gi quando il suo nome stato chiamato al blocco di partenza. Lui ha salutato, poi si accoccolato ed partito come un missile. Lha un po favorito il fatto di essere in ottava corsia che gli ha permesso subito di accelerare, ma Oscar stato semplicemente perfetto, spingendo sino allultimo passo.
Le frecce Ma altri due sprinter

OGGI
NUOTO Cecilia Camellini CALCIO A 5

APPUNTAMENTI DA SEGUIRE

Cecilia una macchina da guerra. Non lasciatevi ingannare dal suo sorriso dolce, quando decide una cosa, parte e vince. Lo ha fatto venerd sui 100 stile libero quando ha portato allItalia la prima medaglia doro di Londra, si ripetuta ieri nello sprint puro, i 50 sl, scrivendo una delle pagine della storia del nuoto paralimpico come solo le campionesse sanno fare. Al mattino la Camellini ha avvisato le avversarie stabilendo in batteria il primato mondiale, 31"15, limite (31"21 il vecchio) che ha strappato allazzurra Maria Poiani Panigati, che laveva fissato il 14 settembre 2008 nella vasca olimpica di Pechino proprio davanti a lei.
La finale Certo, non tutte si dan-

Assunta Legnante, 34 anni, in gara con la maschera di Diabolik REUTERS

no per vinte, fra queste la cinese Li Guizhi, che aveva gi spaventato lazzurra venerd nella batteria dei 100, dove alla fine si classificata terza. In finale la Li stata pi lesta nelle pri-

me bracciate nonostante il miglior tempo di reazione dellitaliana, ma poi Cecilia, vedendo il traguardo con gli occhi del cuore, lha superata sul finale per conquistare il secondo oro e migliorare il freschissimo limite mondiale, 30"94, contro 31"01 della cinese, pure lei sotto il record stabilito alla mattina. Un capolavoro.
Il podio Sul podio Cecilia non

ha pianto, le lacrime le aveva spese tutte venerd, ha cantato

linno e accarezzato la medaglia, una medaglia costata tanti sacrifici. Ma Ceci pu crescere ancora molto spiega il responsabile del nuoto Riccardo Vernole sia dal punto di vista atletico che tecnico. Ha un ottimo allenatore, Alessandro Cocchi, e sono fiducioso. Ceci non ha paura di fare fatica. No, adesso ha la sicurezza in corpo di chi il proprio dovere lha gi fatto. Ieri non ha strappato costumi come era successo prima dei 100 sl, Non ho

sformarsi in tifosa. Una tifosa piena doro ma capace di vivere lansia dellattesa dallaltra parte della barricata. In vasca nellultima gara della serata cera Francesco Bettella per la finale dei 200 S2. Francesco tetraplegico grave per una malattia degenerativa che colpisce gli assoni delle cellule nervose, malattia per ora incurabile. Galeotti sono stati per loro gli Europei in Islanda nel 2010. Abbiamo cominciato a sentirci racconta Cecilia poi sono andata da lui a Padova. E usavo tutte le scuse con la mia famiglia, tipo: "Andiamo a visitare la basilica di SantAntonio", oppure "che bella citt, perch non torniamo a visitarla?". In fretta hanno mangiato la foglia. Cos io e Francesco siamo insieme da pi di due anni.. Una bella storia, pulita e ricca di sentimento fra due ragazzi rinati con lo sport. Li vedremo ancora, Cecilia speriamo sul podio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

100 dorso S11 Batterie ore 11.31, finale 19.12 (non vedenti)
Francia-Cina

Ore 12
BASKET IN CARROZZINA Australia-Stati Uniti

hanno ieri fatto impazzire gli 80 mila dello stadio olimpico, Prima il britannico Richard Whitebread, vincitore dei 200 T13 (biamputazione alta sulla coscia) in 24"38 con un grandissimo finale che ha ricevuto unovazione pari a quella di Mo Farah, il campione olimpico di 5000 e 10.000. In serata a stupire stato lirlandese Jason Smith, ipovedente che si allena negli Usa con Tyson Gay e ha vinto i 100 in 10"46, primato mondiale. In Italia sarebbe titolare della staffetta dei normodotati.
Assunta In mattinata Assunta

Ore 20
ATLETICA Oscar Pistorius

Finale 200 metri T44 Ore 22.15


TENNISTAVOLO Pezzutto c. Liu Jing (Cina)

Finale oro ore 12.45


TV

Dirette su RaiSport 1 e 5 canali Sky

RISULTATI a pagina

37

&

Legnante si classificata 8a nella finale del disco non vedenti con 30.81. Mercoled sar in gara nel peso dove favorita. Non le sono bastati gli occhi di Diabolik dipinti sulla mascherina che obbligata a portare in gara. Avrei preferito lanciare il giavellotto afferma Assunta che lanciavo anche quando ci vedevo, nel disco devo proprio affinare la tecnica. Sar per Rio 2016.
pa. m.

LA STORIA NEL 2003 HA UCCISO DUE PERSONE, NEL 2011 HA PERSO UNA GAMBA IN UN INCIDENTE: E CONSIDERATO PERICOLOSO

Efayena omicida e redento, ma escluso dal ministero


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

STEFANO BOLDRINI LONDRA

La Paralimpiade una miniera di storie, dagli ex terroristi (il nuotatore spagnolo Sebastian Rodriguez) ai superstiti (la pallavolista inglese Martine Wright) delle bombe che il 7 luglio 2005 ammazzarono 52 persone negli attentati alla metropolitana di Londra, ma questa rischia di batterle tutte: il sollevatore di pesi britannico Paul

Efayena, 34 anni, londinese di Peckham, figlio di nigeriani, due omicidi sulla coscienza, dopo essere stato inserito nella squadra, stato escluso alla vigilia dei Giochi. Laccredito, in un primo momento concesso, gli stato tolto dallHome Office, il ministero dellInterno, perch una persona che potrebbe mettere a rischio la sicurezza, non ha lo spirito per partecipare alla Paralimpiade. Gli avvocati di Efayena hanno fatto reclamo. Domenica scorsa arrivato il no definitivo, ma la batta-

glia continua perch gli stato negato un diritto e lo sport la via della redenzione per Paul. Puntiamo ad un accredito last minute, oppure ci batteremo per la prossima Paralimpiade.
Lorrore Se lo sport riuscito

nellimpresa di redimere Paul, ha compiuto un miracolo. Nel 2003, era un gangster di strada: violento, irascibile e sadico, forte di una stazza gigantesca. Ha due bicipiti che sembrano il tronco di una quercia. Un giorno rap e tortur due uomini,

costretti a bere il loro sangue prima di essere uccisi con una mazza da baseball. I due erano immigrati che cercavano asilo. Nella logica perversa della malavita, avevano commesso uno sgarro. Paul non ebbe piet. Li tortur con le scosse elettriche. Arrestato e condannato nel 2006 a 9 anni di carcere, tra sconti e buona condotta uscito nel marzo 2011. Tre mesi dopo, fu coinvolto in un incidente con la moto. I medici furono costretti ad amputargli la gamba destra allaltezza del ginocchio.

La reazione di Efayena, che ora partecipa a iniziative di solidariet, stata di buttarsi nello sport. Sei mesi fa stato inserito nella nazionale dei pesi, rappresentando la Gran Bretagna a Dubai e Malesia. Era considerato una potenziale medaglia perch, anche dopo lamputazione, forte come un toro, ma lHome Office intervenuto perch la vicenda poteva rilevarsi imbarazzante. I responsabili della nazionale paralimpica, dopo aver inviato una lettera di protesta, hanno promesso a Paul: A Rio ci sarai. Speriamo: le vie della redenzione sono infinite.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Linglese Paul Efayena, 34 anni

34

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

BASKET VERSO SLOVENIA 2013

Nazionale a Trieste
LUCA CHIABOTTI

Non una partita banale. Ma non per lavversaria, la meritevole Repubblica Ceca che recupera il veterano ex Nba Jiri Welsch, assente nella gara di andata, e che ha steso la Turchia con 18 punti di scarto. Vincere significa qualificarci allEuropeo 2013 sul campo, invertendo una tendenza negativa che dura ormai da troppi anni.

Italia sul traguardo Gallo: Ora si parte


Battendo i cechi, gli azzurri si qualificano allEuropeo Contenti ma c tanta strada: non lOlimpiade
tori Nba per creare una Nazionale vincente. Ci abbiamo creduto, siamo stati respinti con perdite e adesso appare tutto pi chiaro. Manca unaltra prova: superare la pressione da risultato quasi in mano. Gli azzurri stavano scivolando col Portogallo, fatto rientrare dal -26, per carenza di cinismo, non possono tremare oggi in vista del traguardo.
Gallinari Concetti espressi ieri a

I NUMERI

4
31

UNA PIAZZA STORICA

Triestini in Nazionale tra i quali Rubini, Pieri, Iellini, Vecchiato, De Pol

Il PalaRubini da 6943 posti CAST

Tutti dobbiamo fare qualsiasi cosa per la squadra, anche Bargnani e Belinelli
AllEuropeo del 2007 ci siamo andati, dopo il flop del 2005, strapagando la wild card per il Mondiale in Giappone che, di fatto, ci evit il contemporaneo torneo di qualificazione (al quale partecip anche la Russia che poi vinse il titolo...). Nel 2009, siamo stati eliminati dalla Francia nei ripescaggi che avremmo dovuto giocare anche dopo la mancata qualificazione del 2010, salvo poi trovarci in Lituania nel 2011 per lallargamento a 24 squadre della competizione. Conquistare un posto in Slovenia sar il primo obbiettivo raggiunto con la Nazionale da questa generazione azzurra. Un risultato di minima, ma significativo: inutile sperare di saltare le elementari o credere che bastino dei gioca-

si e farci rispettare a livello europeo.


Ruolo Il traguardo vicino e le poche certezze sullimpegno degli azzurri della Nba, portano gi a guardare pi in la della qualificazione: Purtroppo le mie condizioni fisiche mi hanno costretto a saltare tre estati azzurre di fila ma qui sto bene e la mia disponibilit c sempre stata e c tuttora dice Gallinari . Il mio ruolo in questa squadra? E sempre uguale: sono a disposizione e faccio qualsiasi cosa mi chiede lallenatore. E una mia caratteristica: non pretendo che sia la squadra ad adeguarsi al mio gioco. Credo che sia latteggiamento giusto e debba esserlo da parte di tutti. Lanno scorso s visto che il talento da solo non basta, anzi non ci ha portato da nessuna parte. Quando Bargnani e Belinelli torneranno in azzurro, sar ancora pi bello. E tutti dovremo metterci a disposizione e fare quello che la squadra ha bisogno, anche loro due.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Anni dallultima volta in cui la Nazionale ha vinto 5 gare ufficiali di fila: nel 1997 arriv a 8 (e vinse largento europeo)

15

Tornati tra i pro dopo otto anni da incubo


Dal fallimento alla Legadue: Trieste ha un potenziale da 7000 spettatori
LORENZO GATTO

Danilo Gallinari, 24 anni, top scorer azzurro CIAM-CAST

Trieste anche da Danilo Gallinari, miglior realizzatore e rimbalzista azzurro, unico giocatore Nba rimasto dopo il no di Andrea Bargnani e Marco Belinelli: Siamo molto contenti per aver ottenuto cinque vittorie consecutive ma dobbiamo ricordarci che sono gare di qualificazione ad un Europeo e non Olimpiadi o Mondiali. Il percorso comincia ora e c ancora tantissima strada da fare. Tutti noi ricordiamo le critiche dello scorso anno e la tanta roba che ci caduta addosso, per questo stiamo lavorando a testa bassa. Il nostro obbiettivo affermar-

15.2
Punti di Gallinari miglior realizzatore azzurro e top, con Cusin, a rimbalzo: 6.6

la guida Diretta 20.30 SportItalia 2 Turchia, rischio Bielorussia C Montenegro-Serbia


Stasera a Trieste (ore 20.30, diretta SportItalia2) lItalia battendo la Rep. Ceca pu qualificarsi allEuropeo 2013 con due giornate di anticipo. Stessa situazione per Montenegro, Croazia e Ucraina, anche se per le ultime due squadre, entrambe del gruppo C, il discorso vale se tutte e due vincono. Gruppo A Islanda-Slovacchia, Estonia-Israele, Montenegro-Serbia. Class.: Montenegro 6 vinte-0 perse; Serbia, Estonia 4-2; Israele 3-3; Islanda 1-5; Slovacchia 0-6. Gruppo B Lussemburgo-Germania, Bulgaria-Azerbaigian. Riposa: Svezia. Class.: Germania 4-0; Azerbaigian, Svezia 3-2; Bulgaria 2-3; Lussemburgo 0-5. Gruppo C Ucraina-Austria, Cipro-Croazia. Riposa: Ungheria. Class.: Croazia 4-0; Ucraina 4-1; Ungheria, Austria 2-3; Cipro 0-5. Gruppo D Romania-Georgia, Bosnia-Olanda. Riposa: Lettonia. Class.: Georgia 3-1; Bosnia, Lettonia 3-2; Olanda 2-3, Romania 1-4. Gruppo E Polonia-Svizzera, Albania-Finlandia. Riposa: Belgio. Class.: Finlandia 4-0; Belgio, Polonia 3-2; Svizzera 2-3; Albania 0-5. Gruppo F Italia-Rep. Ceca, Bielorussia-Turchia. Riposa: Portogallo. Class.: Italia 5-0; Rep. Ceca 4-1; Turchia 2-2; Bielorussia 1-4; Portogallo 0-5. Si qualificano allEuropeo 2013 le prime due di ogni girone e le 4 migliori terze.

Scudetti vinti da Trieste nella sua storia, tutti con la Ginnastica. Miglior piazzamento successivo, terza nel 93-94

Squadre di Trieste in serie A nella stessa stagione 1949-50: Ginnastica, Lega Nazionale e Polizia Civile

3 1

Riaffacciatasi dopo otto lunghe stagioni tra i professionisti del basket, Trieste festeggia stasera il ritorno della nazionale italiana. Festa doppia per una citt che dopo aver sofferto nellanonimato delle serie minori, ha celebrato a giugno la promozione in Legadue. Il fallimento del 2004 e il lungo calvario tra i dilettanti sembrano ormai alle spalle: l'Acegas, socio di riferimento e sponsor della prima squadra, ha confermato il suo impegno anche per le prossime stagioni nel contesto di una societ che ha allargato il suo cda accogliendo, oltre a professionisti triestini, anche l'ex presidente della Virtus Bologna, Paolo Francia.
Incubo Dall'incubo di una retrocessione in serie C sfiorata nella stagione 2007/2008 al ritorno tra i professionisti: otto anni di sofferenza cancellati da una gara-cinque contro Chieti che ha riportato al palaRubini quasi settemila spettatori. Un patrimonio da preservare con un progetto serio e credibile: i primi passi in Legadue sembrano confermare l'idea di una Pallacanestro Trieste desiderosa di consolidarsi riprendendo un posto stabile nel basket professionistico. Salutati, non senza nostalgia i protagonisti dellultima entusiasmante stagione, lAcegas ha cullato per qualche settimana l'affascinante ipotesi di tesserare Marko Milic poi ha puntato su una coppia di stranieri esperta e affidabile, Da Treviso arrivato Jobey Thomas, da Teramo Brandon Brown, due punti di riferimento ai quali sono stati aggiunti il play ex Milano Ariel Filloy e una scommessa come il giovane Nikita Mescheriakov, ala bielorussa formatasi alla Wake Forest University che nelle sue prime settimane triestine ha gi convinto tutti. Assieme a loro confermati capitan Carra, il pivot Gandini e una nidiata di giovani che hanno nel play triestino Michele Ruzzier la loro punta di diamante. In attesa di ritrovare la Legadue, Trieste pronta ad abbracciare e coccolare la Nazionale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Triestino in Nazionale oggi: Daniele Cavaliero, nella foto sotto in serie A con la Coop nel 2004, anno del fallimento della Pallacanestro Trieste

AMICHEVOLI

Brown 28 ma Siena perde Cant e Varese vincono


(a.r.) In una Bormio gi invernale, il Galatasaray ha battuto la Mps Siena 87 82 (Brown 28, Moss 16; Hawkins 16). Illuminante scambio di twitter tra ex senesi tra Hawkins e lamico McIntyre negli Usa: Abbiamo giocato contro la nostra vecchia squadra e vinto di poco. A loro mancher molto Stonerook scrive David, Lo so era il collante risponde Terrell. Ieri sempre a Bormio, Varese ha superato Roma 83 67 (Ere 16, Banks 15; Goss 21, Czyk 18), mentre Cant, in casa, ha battuto Biella 68 65 (Brook 25, Mazzarino 14; Robinson 15, Jurak 12). A Carisolo (Tn) Cremona Trento 65 57 (Harris 16, Ruini e Porzingis 10; Dordei 13). SCAMBIO (a.b.) Taranto (A 1 donne) ha preso il play israeliano Liron Cohen da Schio dove gi approdata la tarantina Sottana. Ora le tricolori puntano su Antibe e Santucci o Wabara.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

35

ATLETICA IL 27 MEETING VENETO

IPPICA

Padova aspetta Carter il giamaicano oscurato


Vale 9"78 nei 100: pu sfruttare lassenza di Blake e Bolt E il Vaticano invita Usain a un incontro sulla libert religiosa
ANDREA BUONGIOVANNI

LE STELLE

A
S
Pasci Lest vince il Nazionale GRASSO

lEuganeo sar uno dei nove medagliati di Londra. Due dei quali individuali: Jason Richardson, argento nei 110 ostacoli e Fabrizio Donato, bronzo nel triplo.
Italiani Sar il pimpantissimo 36enne laziale il faro azzurro: in pedana ritrova Daniele Greco, Fabrizio Schembri e il russo (di pap nigeriano) Lyukman Adams, nono ai Giochi e bronzo iridato indoor. Tra altri reduci da Londra (Riparelli, Abate e la Rosa), lattesa per i 200 donne: insieme alla veronese Gloria Hooper, Libania Grenot, nellambito di un gran cast, potrebbe fare ottime cose. Tra oggi a Padova e marted a Rovereto, sedi di incontri pi o meno carbonari, parte anche la lunga rincorsa elettorale federale. Il quadro delle forze in campo, dopo, sar pi chiaro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna il meeting di Padova (edizione numero 27) e, come per tutta lestate dellatletica internazionale, si torna a parlare di Giamaica. E un dolce tormentone. Non ci sono Usain Bolt (invitato perfino dal Vaticano a un incontro sulla libert religiosa in programma a Roma il 19 aprile), Yohan Blake, Shelly-Ann Fraser e Veronica Campbell? Poca importa: lIsola sforna campioni come fossero michette e le alternative non mancano. Si prendano le liste mondiali stagionali di 100 e 200 maschili: nel primo caso gli atleti made in Jamaica occupano sei dei primi dodici posti, nel secondo addirittura cinque dei primi sei. AllEuganeo sar Nesta Carter a tener alta la bandiera. E non un nome da poco. Con un personale di 9"78, per esempio, Nesta il quinto uomo pi veloce di sempre nei 100 alle spalle di Bolt, Gay, Blake e Powell. Giamaica, sempre Giamaica: non a caso Natalie Neita-Headley, ministro dello sport (senza portafoglio), nelle scorse ore ha chiesto alla Iaaf che il meeting di Kingston entri nella Diamond League.
Staffetta Carter, 26enne allievo

2010, perch da sette anni trascorre lestate facendo base a Lignano Sabbiadoro col club Mvp (oggi la stessa Fraser, Melaine Walker, Kaleise Spencer, Shericka Williams e Christine Day sono ospiti dellUdinese per la sfida alla Juventus) e perch debutt allestero ai Mondiali juniores di Grosseto 2004, semifinalista nei 200. La sua fama per soprattutto legata alla 4x100: Nesta, partenza esplosiva con pochi eguali, stato il primo frazionista della staffetta giamaicana ai Giochi di Pechino 2008 e Londra 2012 e ai Mondiali di Daegu 2011, tre ori e tre record del mondo.
Stelle Manc solo lappunta-

Jason Richardson Il 26enne statunitense, oro mondiale e argento olimpico in carica, un re dei 110 hs: ha appena portato il personale a 12"98

Il Varennino Pasci Lest oggi riparte da Torino


La caccia al Derby di met ottobre a Roma parte ufficialmente oggi da Torino. Il GP Marangoni lultimo test prima della classicissima e infatti, proprio in questa corsa, rientra il re dei nostri tre anni, Pasci Lest. Il figlio di Varenne allenato da Holger Ehlert finora ha vinto 8 delle 9 corse disputate perdendo solo nel Gran Criterium a San Siro, dove ha rotto al via. Per il resto, agli avversari ha lasciato solo le briciole dimostrando sempre e in qualsiasi situazione tattica (a Treviso ha vinto venendo dalle retrovie) di essere nettamente il pi forte. Pasci Lest non corre dal 30 giugno, quando si impose nel Nazionale a San Siro, quarto GP di un 2012 magico in cui ha conquistato Elwood Medium, Giovanardi, Citt di Napoli e, appunto, Nazionale. Il Varennino oggi sar il nettissimo favorito. Per la prima volta si trover di fronte Princess Grif, altra figlia di Varenne, che per quello visto finora lunica che pu pensare di dargli fastidio. Lallieva di Marco Smorgon stata finora molto rispettata (ha corso solo 9 volte, come del resto Pasci) e nelle due uscite in estate a Enghien si comportata benissimo: seconda nel Prix de Rome e prima nel Cravoisier. Terzo incomodo Perkins Grif se eviter la rottura, poi Plutonio reduce dal successo a Montegiorgio in parit con Pick Kronos. Il record della corsa di Lana del Rio: 1.13.5 nel 2008. Nel convegno (inizio alle 15.25) anche il Filly: Potenza Om favorita.
m.pie. 6 corsa - 17.40 - GP Marangoni - e 132.000, m 2100: 1 Pitango Jet (G.P. Maisto); 2 Perkins Grif (R. Vecchione); 3 Pick Kronos (L. Baldi); 4 Pasci Lest (E. Bellei); 5 Picard del Ronco (M. Baroncini); 6 Plutonio (R. Andreghetti); 7 Princess Grif (M. Smorgon); 8 Picone (Santo Mollo); 9 Pontiac Turbo (L. Besana); 10 Pinar dEte (V. Luongo); 11 Powell Bi (A. Greppi); 12 Pitagora Bi (P. Gubellini); 13 Paolo America (A. Farolfi); 14 Paolendry Like (M. Di Nicola).

S
Angelo Taylor Il 33enne statunitense, reduce dal successo di gioved a Zurigo sui 400 hs (48"29), torna sulla distanza piana

la guida Donato, Greco e la Grenot Diretta RaiSport 2 alle 19.30


Ore 19. Lungo D: Hayes, Gipson, Jimoh (Usa); Klyshina (Rus); Mironchyk (Bie); Costa (Bra); Vicenzino. Asta D: Boyd (Aus); Ryzih (Ger); Savchenko (Rus): Giordano Bruno, Bruni. 19.10. 100 u. 23 D: Siragusa. 19.15. Peso: Mikhnevich (Bie); Rhode (Can); Kovacs (Usa); Dal Soglio, Di Maggio, Ricci. 19.20. 100 u. 23: Marani, Obou. 19.30. 200 disabili. 19.40. 200 D: Krivoshapka (Rus); Ryemyen, Stuy (Ucr); Tarmoh (Usa); Simpson, McLaughlin (Giam); Grenot, Hooper. 19.50. 100: Carter (Giam); Kimmons, Newman (Usa); Pognon (Fra); Riparelli, Tumi. 20. 1500 D: Mishchenko (Ucr); Fomenko (Rus); Achola (Uga); Rodriguez (Spa); Cusma, Magnani. 20.10. 400: A. Taylor, C. Smith (Usa); Steele (Giam); Cisneros (Cuba); Juarez. Triplo: Adams (Rus); Yastrebov (Ucr); Donato, Greco, Schembri. 20.20. 800: Riseley (Aus); N. Kipkoech (Ken); Balla (Qat); Benedetti. Peso D: Tarasova (Rus); Mikhnevich (Bie); Borel-Brown (Tri); Rosa, Stevanato, Bordignon. 20.30. 800 D: Maracheva, Kofanova (Rus); England (Ing); Pierce (Usa); Sum (Ken); Milani. 20.45. 110 hs: Richardson, Payne, Akins (Usa); Fourie (Saf); Abate, Tedesco, Devarti. In tv: diretta RaiSport 2, ore 19.30.

di Stephen Francis, ha diversi legami con lItalia. Perch quel 9"78 lo ha centrato a Rieti nel

mento iridato di Berlino 2009, quando gli venne preferito Steve Mullings. Semmai individualmente che non sempre ha tenuto fede alle attese: lo scorso anno 7 sui 100 in Sud Corea, questinverno stato dargento nei 60 dei Mondiali indoor di Istanbul. Ma a Londra, dopo il 6 posto nei 100 e il 5 nei 200 ai Trials, rimasto a guardare. E ancora in condizione: in stagione ha corso tre volte in 9"95, le ultime a Losanna e a Zurigo sotto la pioggia. Nel mirino, stasera, il 10"10 del record del meeting che detiene in compropriet: lo centr la scorsa edizione con -1.6 di vento. Al-

S
Fabrizio Donato Il 36enne laziale in gara su una pedana da sempre favorevole: il romeno Marian Oprea, nel 2006, plan a 17.56

Nesta Carter, 26 anni, personali di 9"78 sui 100 e 20"25 sui 200, vice iridato in carica dei 60 indoor EPA

CHALLANGE IAAF IL 71 MEETING DAVANTI A 55.000 SPETTATORI

Tutta Berlino per Harting luomo che non perde mai


Il discobolo ha la pi lunga striscia di imbattibilit: 33 gare
DAL NOSTRO INVIATO

ALTRI BIG

A
S

SIMONE BATTAGGIA BERLINO

La citt tappezzata di manifesti con le sue spalle enormi e il faccione da orso buono. A Wittenbergplatz hanno montato pure un maxiposter, 50 metri per 56: c lui che scaglia il disco pi lontano possibile, sotto lo slogan Lascia il dolore dietro di te. Gettalo via. Gli organizzatori del 71 Istaf di Berlino avevano scelto Robert Harting come testimonial ben prima che vincesse loro olimpico ed erano sicuri di non sbagliare. Perch lomone di Cottbus imbattuto dall8 agosto 2010, quando lo spagnolo Mario Pestano lo super a Lucerna il simbolo dellatletica tedesca e forse anche lemblema di come la Germania vorrebbe apparire al mondo: solida, affidabile ma allo stesso tempo capace di far sorridere.
Con il forcone I 55.000 paganti dellOlympiastadion oggi avranno di fronte gli otto medagliati tedeschi di Londra, ma lattesa tutta per il campione europeo, mondiale e

olimpico in carica. In mille hanno anche comprato il biglietto speciale per il Robert Harting Fanblock L. La sua gara il fulcro del meeting e una sconfitta non contemplata, nonostante la presenza di Alekna e Malachowski. Qui non posso perdere spiega il 27enne, 201 centimetri per 130 chili . Tutti vogliono battermi nel mio salotto, ma non pu succedere. Mi sento come un padrone di casa che si mette sulluscio a far la guardia, in boxer e con il forcone in mano.
Imbattibilit Harting affronta

stazione ferroviaria. Ai Mondiali 2009 invece si era caricato sulle spalle lorso Berlino, mascotte della manifestazione. Altro che il Mobot o la freccia di Bolt.
Merritt ci prova Il programma

oggi lultima gara stagionale e sa che sar dura superare i 70 metri per la terza volta in carriera, dopo averli varcati due volte nel maggio scorso, il 19 ad Halle con 70.31 e il 22 a Turnov con 70.66 (migliori misure mondiali stagionali). Limportante sar vincere, per la 34 volta di fila e inventarsi qualche nuovo modo di festeggiare. A Londra 2012 si strappato la maglia alla Hulk e ha saltato le barriere dei 110 hs, per poi perdere laccredito, vedersi negato laccesso al Villaggio e passare la notte in una

(senza italiani) ricalca i punti forti dellatletica tedesca, con un solido programma di lanci. Peso uomini, martello e giavellotto donne presentano il podio dei Giochi, coi padroni di casa David Storl, Betty Heidler e Christina Obergfoll a cercare lo scalpo degli olimpionici Tomasz Majewski, Tatyana Lysenko e Barbora Spotakova. In pista lattenzione ancora su Aries Merritt, nei 110 hs alla caccia della gara perfetta per centrare il record del mondo. Sto bene raccontava ieri lo statunitense . Domenica a Birmingham ho "solo" sbagliato le prime cinque barriere. Felix Sanchez nei 400 hs e Greg Rutherford nel lungo completano il cast degli olimpionici individuali, mentre negli 800 Mohammed Aman cercher ancora di stupire dopo aver battuto David Rudisha gioved a Zurigo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Robert Harting, 32 anni, celebra loro di Londra REUTERS

Aries Merritt Il 27enne statunitense il dominatore della stagione dei 110 hs: oggi effettua lultimo tentativo di record del mondo (12"87)

DOPO IL K.O. NEL DERBY

A Capannelle si rivede Real Solution


Un tema importante anche sul fronte del galoppo. Dopo la deludente prova (sesto) nel Derby di maggio con Lanfranco Dettori in sella e nel quale era il nettissimo favorito, oggi a Roma rientra Real Solution in una condizionata sui 1800 metri. DANEDREAM E DEMURO La campionessa tedesca Danedream (vincitrice di Arc 2011 e King George) oggi cerca il bis nel GP Von Baden Baden (gr. 1, m 2400). Tra gli avversari Girolamo (M. Demuro) SI CORRE A Trotto: Torino (15.25), Montecatini (15.05). Galoppo: Milano (14.35), Roma (15) e Siracusa (16.25).

la guida Ostacoli: Merritt e Sanchez Fari sui lanciatori tedeschi


Ore 12.30. Giavellotto D: Spotakova (R.Cec); Viljoen (Saf); Rebryk (Ucr); Obergfoll. 12.40. Peso: Hoffa (Usa); Majewski (Pol); Martin (Usa); Storl, Bartels. 14.12. Martello D: Lysenko, Khanafeyeva (Rus); Wlodarczyk (Pol); Heidler. 14.39. Asta: Walker (Usa); Hooker (Aus); Borges (Cuba); Otto, Mohr, Holzdeppe. 15. Lungo: Menkov, Morgunov (Rus); Mokoena (Saf); Rutherford (Gb); Bayer. 15.05. 400 hs: Sanchez (R.Dom); Green (Giam); R. Williams (Gb). 15.33. 110 hs: A. Merritt, Porter, Wilson (Usa). 15.37. Disco: Alekna (Lit); Malachowski (Pol); Casanas, Pestano (Spa), Harting. 15.40. 800 D: Jelimo (Ken); Niyongabo (Bur); Cherkasova (Rus). 15.50. 1500: Chepseba, Birgen, Choge (Ken); Casado (Spa). 16.05. 100 hs: Wells, Harrison (Usa); Lopes-Schliep (Can). 16.15. 100: Frater, Forsythe, Bailey-Cole (Giam); Patton, Spearmon (Usa); Collins (S.K); Vicaut (Fra). 16.25. 100 D: Baptiste (Tri); Stewart (Giam). 16.32. 3000 sp D: Assefa, Ayalew (Eti); Chepkurui (Ken). 16.52. 800: Aman (Eti); Kosencha (Ken). IERI - Donne. Disco: Barrios (Cuba) 66.59; Pishchalnilkova (Rus) 66.47; 3. Mller 64.34.

S
Felix Sanchez Il dominicano, 35 anni compiuti gioved, a Londra ha rivinto il titolo olimpico dei 400 hs otto anni dopo Atene

36

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

NUOTO LINCHIESTA

Pellegrini, tutti i rischi di una scelta


Fede cerca un allenatore. Di Mito: Ha un problema tecnico. Per tornare al top, niente anno sabbatico
STEFANO ARCOBELLI

Dove andr? Chi sceglier? Ce la far? Sono i giorni della verit per Federica Pellegrini, dopo aver perso (insieme a Filippo Magnini) lultima guida tecnica, Claudio Rossetto. Dalla sua decisione dipenderanno molte sorti del nuoto azzurro, lo stesso rilancio del centro federale di Verona, la citt in cui Fede dovrebbe tornare a vivere ed allenarsi. Insieme allex bicampione del mondo, Fede vara il futuro: la prossima settimana a Roma dovrebbe essere cruciale soprattutto per il nome del tecnico (straniero compreso, stile Lucas). Intanto parlano quelli che la conoscono bene.
Cavallo Come Emiliano Brembilla: Non messa male Federica, ma dipende da ci che vorr fare. Un periodo di pausa psico-fisica con gare meno stressanti pu starci, ma il suo devessere un riposo-non-riposo,

un lavoro pi soft ma con la voglia di tornare pronta alle gare estive, deve ingannare tempo e mente. A Rio potr arrivare, un cavallo di razza e le rivali devono ancora temerla.
Clausura Per ottenere il botto

finale della carriera come dice Max Di Mito, lallenatore che lha portata al successo, Fede deve tornare a fare da subito una vita da clausura agonistica, come un motociclista dopo un incidente: deve sfidare subito il trauma, sfidare le avversarie pi forti ai Mondiali di Barcellona. Non conosco la sua situazione emotiva, ma se vuol tornare al top deve fare solo latleta e magari andarsi ad allenare in un posto come in America dove ci siano atlete del suo livello. Non critico nessuno dei colleghi che lhanno allenata, per lei ha perso tutta la potenza, non riesce pi ad applicarla, la bracciata va a vuoto sopra certi ritmi, un problema muscolare che non risolve il problema tec-

nico: Fede ha bisogno di tornare ad avere gradienti di forza elevati come in passato. Anche Federico Bonifacenti, che lha seguita prima di Rossetto e dopo Lucas, ritiene che oggi ha un problema tecnico e ha bisogno di applicarsi per ritrovare la nuotata: inizialmente il lavoro pu anche non essere tanto impegnativo, ma deve ritrovare stima e fiducia nei suoi mezzi. La Pellegrini la Pellegrini e ha margini, ma ora dipende dai margini delle altre. Per il responsabile azzurro Cesare Butini il problema di Fede a met tra la questione fisica e il logoramento di 8 anni sugli scudi. Ma la situazione recuperabile e i cambiamenti possono portarle slancio e motivazioni: il senso dellanno sabbatico, nel quale magari per distrarsi potrebbe dedicarsi agli altri stili. A

Rio arriver? Se nuota perch sa di poter essere sempre protagonista: ora deve solo ritrovare la voglia di gareggiare. Per Maurizio Coconi, ex ct della juniores e della Spagna, Fede non ha un problema di fondo, ma di una via da ritrovare che le dia sicurezza. Ha bisogno di un lavoro di ba-

se con un allenatore di cui si fidi. E verso Rio ha ampi margini: tra quelle al top negli ultimi anni lunica che ha fatto progressi crono minimi, perci pu ancora crescere senza troppi stravolgimenti.
Standard Per Gianni Nagni, d.t. dellAniene (il club per cui lei gareggia) Fede integra e ha solo il problema di ritrovare le motivazioni, di tornare a lavorare sui 400 per poter andare veloce nei 200. Nellanno di pausa deve mantenere standard di allenamenti elevati e una forte motivazione per i Giochi di Rio. Vedrei bene come allenatore Lucas se straniero o Corrado Rosso se italiano. Vista da Andrea Di Nino, capo di Adn swim project, una stagione difficile non cancella le qualit di Fede. Rio lontana e dunque pu preparare meglio il quadriennio. Pause pi lunghe non impediscono grandi ritorni: non farebbe la comparsa....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Federica Pellegrini, 24 anni, olimpionica dei 200 sl

domande ai
TECNICI ITALIANI

1 La Pellegrini ha un problema tecnico, di altro genere e come dovrebbe risolverlo? 2 Lanno sabbatico laiuterebbe o sarebbe un rischio per la sua carriera? 3 Pu tornare da medaglia ai Giochi di Rio de Janeiro 2016?

S
Cesare Butini logorata di pressioni, ma pu recuperare. Se non fosse protagonista non nuoterebbe a Rio

S
Gianni Nagni integra in tutti i sensi, ma deve mantenere alti il livello dellallenamento e le motivazioni

S
Federico Bonifacenti Ha un problema tecnico e deve applicarsi con pazienza per ritrovarsi

S
Andrea Di Nino Una stagione difficile non ne cancella le qualit. Una pausa pu farla tornare grande

S
Maurizio Coconi Deve ritrovare sicurezza con un lavoro di base. E trovare un tecnico di cui fidarsi

S
Max Di Mito Non applica la potenza di prima. Non usurata, ma per il botto a Rio dovrebbe andare come in clausura

S
Emiliano Brembilla Non rischia nulla a meno che si fermi troppo. un cavallo di razza a Rio pu farcela

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

37

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Pallavolo EUROPEO JUNIORES IN POLONIA
Arrampicata Golf Speed: Gontero vince GAGLI INSEGUE Un 3 giro da 71 colpi, +1, fa perdere posizioni a Lorenzo Gagli, ora il Rock Master 54 con Matteo Manassero allOmega EuLeonardo Gontero il 1 italiano di sempre a centrare una vittoria nella coppa del Mondo speed al Rock Master di Arco (Tn). Per un problema col cronometro, ha anche dovuto ripetere la finale col russo Sinitsyn: le ha vinte entrambe. ropean Masters di Crans Montana (Svi; par 71, montepremi 2.100.000 euro, 350.000 euro al vincitore). I due sono a quota 211 colpi (-1): Gagli ha buttato al vento un eagle e un birdie facendo 3 bogey; Manassero ha chiuso col par per un doppio bogey alla buca 9 e 11. In testa lo scozzese Richie Ramsay con 201 colpi (-11) con un grande 3 giro da 64 colpi, -6, 2a miglior performance di giornata dopo il -7 di Luiten (8), grazie a 7 birdie. Secondi a -10 Danny Willet e Paul Lawrie; 4 il francese Julien Quesne, che ha perso il primato con un brutto 3 giro da 70 colpi (par) con 5 bogey. Oggi il 4 e ultimo giro. TIGER TERZO Dopo la 1a giornata, il coreano Seung-Yul Noh in testa al Deutsche Bank Championship, 2a delle 4 gare dei playoff della FedEx Cup. Al Tpc Boston (Usa; par 71, montepremi 8.000.000 $, 1.440.000 $ al vincitore), per lui gran 1 giro da 62 colpi, -9. Secondo a -8 Chris Kirk, al 3 posto a -7 Tiger Woods, Jeff Overton e Ryan Moore. Rory McIlroy 6 a -6. Nella notte il 2 giro, stasera il 3 (dir. Sky Sport 3 dalle 22.45).

LItalia alza il muro con la Turchia In finale dopo 10 anni, c la Spagna


(a.a.) Dieci anni dopo il successo di Katowice, lItalia di nuovo finalista allEuropeo juniores. Lultima volta fu nel 2002, quando il gruppo guidato da Roberto Santilli conquist il primo posto battendo la Francia 3-1. E dieci anni prima, nel 1992 a Poznan, la squadra Fausto Polidori con Meoni-Bartek, Giretto-Bovolenta, Papi-Corsano superar 3-1 la Spagna. Si torna in Polonia a disputare la manifestazione e a Gdynia lItalia risponde ancora una volta presente con una grande prestazione anche in semifinale contro la Turchia battuta 3-1 (25-14, 23-25, 25-22, 25-20). Oggi alle 18 si giocher il titolo con la Spagna che ha battuto il Belgio 3-1 (25-23, 25-21, 21-25, 25-16). Questa una finale voluta fortissimamente, che ci siamo guadagnati a tutti i costi il commento di Bonitta . Non era facile pronosticarla alla vigilia, ma noi ci abbiamo sempre creduto. Il traguardo raggiunto importante, ma non voglio fare bilanci, sono solo concentrato sulla finale. La partita sar in diretta streaming sul sito della federazione polacca www.pzps.pl.
Semifinale Contro la Turchia

glior marcatore stato Luigi Randazzo con 20 punti, bene anche Luca Borgogno (18 punti), e bravo il palleggiatore Marco Izzo bravo a distribuire equamente i palloni in attacco ai tre schiacciatori. una gioia immensa dice Izzo , soprattutto pensando che questa la mia prima esperienza con le nazionali giovanili. Arrivare e centrare subito un obiettivo cos bello rappresenta tantissimo per me.
Reazione Il primo set stato a

senso unico con un 11-3 inizia-

le per gli azzurrini portato fino al 25-14. I ragazzi di Bonitta partono bene anche nel secondo parziale, ma sul 13-9 subiscono gli avversari che ribaltano il parziale 15-9, recuperano fino al 22 pari ma alla fine subiscono il 23-25. Nel terzo set i turchi salgono 11-8, Bonitta chiama timeout e la squadra reagisce fino al 20-18, grazie a un break firmato da Mattei, sale 24-20 per chiudere 25-22. Quarto set ancora con partenza a stento dellItalia (2-6), male battute di Borgogno mettono in ginocchio la ricezione turca

che non riesce a riprendersi, mentre Caci e Randazzo vanno a segno ripetutamente (19-15), fino al 25-20 finale. una grandissima soddisfazione festeggia Randazzo , siamo un gruppo nuovo, alla prima vera manifestazione insieme. La Turchia era un avversario tosto, ma noi abbiamo reagito alla grande.
Il tabellino degli azzurri. Italia: Borgogno 18, Ricci 4, Caci 14, Randazzo 20, Diamantini 5, Izzo 5; Rivan (lib), Tailli, Mattei 4. N.e: Spirito, Nelli, Tartaglione. All. Bonitta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Atletica Ponte di Legno Montagna iridata


PONTE DI LEGNO (Bs) - (g.v.) Oggi, sulle rampe del Passo Tonale (Bs), 28 Mondiale di corsa in montagna (salita), il 7 in Italia. Eritrea (con Tsige), Turchia (col 6 volte oro europeo, Arslan), Francia (Rincon) e Italia (Abate, Baldaccini, Chevrier, De Gasperi, Dematteis e Toninelli) favoriti. Le azzurre (Belotti, Confortola, Gaggi e Rungger) per loro con Austria (Mayr), Svizzera (Strahl) e Nigeria (Nyeka). Italia junior (Bottega, Dal Magro, Lhansour; Crippa, Maestri, Monella, Titon) contro Russia, Slovenia e Turchia. Alla Nigeria il Mondiale 2014, prima volta in Africa. VENTO ABATE (a.fr.) Ieri a Brugnera (Pn) gare con vento a sfavore. Uomini (-1.6): Tumi 10"67. 110 hs (-3.3): Abate 13"99; Tedesco 14"18. 3000 sp: Salami 845"56. Disco: Albertazzi 58.37; Faloci 57.68. Donne. 100 (-2.3): Hooper 12"00. 400: Battaglia (j) 55"22. 100 hs (-1.7); Borsi 13"67. Lungo: Derkach (Ucr/j) 6.34; Vicenzino 6.27. A Pietrasanta (Lu). Uomini. Martello: Lingua 70.32. Giavellotto: Puccini 70.95. Donne. Martello: Mariani 61.06; Magni 61.00. Giavellotto: Rocco 50.54. SUPER MEZZA Super mezza ieri a Lilla (Fra): per Eliud Kipchoge; 3 in 5927", 2 debutto pi veloce di sempre dopo Moses Mosop a Milano 2010 (59"20). Uomini: 1. Chebii (Ken) 5903"; 2. B. Koech (Ken) 5908"; 3. Kipchoge 5927". Donne: 1. F. Chepchirchir 1h0804"; 2. D. Chepkemoi (Ken) 1h0806".

Nuoto
COPPA DEL MONDO (al.f.) La coppa del Mondo riparte da Dubai (Eau) il 2-3/10. Si continua a Doha (Qat) il 6-7/10, Stoccolma (Sve) 13-14/10, Mosca (Rus) 17-18/10, Berlino (Ger) 20-21/10, Pechino (Cin) 2-3/11, Tokyo (Giap) 6-7/11 fino a Singapore 10-11/11. In ogni tappa saranno inserite le staffette 4x50 miste (2 uomini e 2 donne). Montepremi totale 1.176.000 dollari.

MERCATO

Trento chiude lorganico con Chrtiansky


(niba) La Diatec Trentino chiude lorganico con lo schiacciatore slovacco Stefan Chrtiansky Jr., classe 1989, prelevato dagli austriaci del Tirol Innsbruck. Nel femminile, la terza schiacciatrice della Robur Pesaro Bernadett Dekany, ventenne di Budapest, 187 cm dal Vasas Obuda. In arrivo anche la schiacciatrice romena Daiana Giorgiana Muresan (classe 90), proveniente dallInfotel Forl (lo scorso anno in A 2).

Pallanuoto
COLLETTA PER IMPERIA (c.f.) La Mediterranea Imperia, confermata in blocco la squadra che lanno scorso ha vinto la Len ed arrivata in finale scudetto col Recco, ha avviato una sorta di azionariato popolare per scongiurare la rinuncia alla Coppa dei Campioni e il ridimensionamento dei programmi societari. Tra i primi ad aderire, il tecnico Marco Capanna.

Baseball Liddi torna in Major


(m.c.) Alex Liddi torner in Major League a inizio settimana prossima, dopo aver concluso la stagione di Triplo A con Tacoma. A confermarlo stato il manager dei Seattle Mariners Eric Wedge, che ha deciso di aspettare ad allargare il roster a 40 giocatori. Lesterno ha intanto battuto venerd sera il 10 fuoricampo stagionale in triplo A nella gara vinta con Fresno per 19-3. Liddi, che batte 269 con 28pbc, ha chiuso a 3/6, firmando anche un doppio.

Paralimpiadi Risultati Londra 2012


ARCO Uomini. Sing. Quarti: De Pellegrin b. Lee Myeong (S. Cor) 124-123; Drahoninsky (Cec) b. Azzolini 133-132. Donne. Sing. Quarti: Mijno b. Kolay (Tur) 133-132. ATLETICA Finale. Donne. Peso F11/12: 8. Legnante 30.81. Qualificazioni. Uomini. Batt. 1500 T46: 9. Dalla Palma 403"58. Batt. 100 DT13: 12. Stefanini 13"20 (el.). Batt. 200 T44: 13. Scendoni 24"51. BASKET Turchia-Italia 65-60. CANOTTAGGIO Ripesc. Doppio di coppia: 2. Italia (Stefanoni Di Marra) 407"60. 4 misto: 1. Italia (Di Battista, Marcaccini, Calderoni, Trombetta, tim. Franzetti) EQUITAZIONE Dressage individuale G2: 9. Veratti 69,905; 13. Salvad 67,916. NUOTO Finali. Uomini. 200 S2: 5. Bettella 502"96. Donne. 50 sl S11: 1. Camellini 30"94 (primato mondiale; prec. 31"15 della stessa atleta, ieri). 400 sl S6: 5. Romano 544"36. Qual. Uomini. 100 rana SB8: 10. Ferrarin 117"67. Donne. 50 sl S11: 1. Camellini 31"15 (primato m.; prec. 31"21, Poiani, Pechino 2008). 200 sl S5: 12. Chiaroni 422"87. 400 sl S6: 5. Romano 546"11. TENNIS Uomini. Singolo. 1 t: Fernandez (Arg) b. Mazzei 6-0 6-0. TENNISTAVOLO Uomini. Sing. Quarti C6: Grundeler (Fra) b. Alecci 3-0 (11-5 11-3 11-9). Donne. Sing. Sem. 1/2: Pezzutto b. Puschpasheva (Rus) 3-0 (11-6 11-1 11-4). TIRO Finali. Donne. Carabina 10 mt SH1: 5. Ciani 704,9. Qual. Uomini. Carabina 10 mt SH2: 31. Dalla Casa 588. Donne. Carabina 10 mt. SH1: 1. Ciani 600; 35. Capelli 593. VELA SKud18. 5. Italia (Galandris Zanetti). 2.4MR: 10. Olmi. Sonar: 7. Italia (Squizzato, Dighe, Protopapa).

lItalia ha fatto meglio in quasi tutti i fondamentali, soprattutto in attacco (49% a 41% con solo 7 errori contro i 15 dei turchi) e a muro (14 a 8). Il mi-

Il muro di Fabio Ricci (a sinistra), 18 anni, e Luca Borgogno, 19 CEV

Boxe
FIORLETTA BATTUTO (r.g.) Fallito sul ring di Avezzano (Aq) il tentativo di Ivan Fiorletta (25-8-2), 33 anni, di conquistare la vacante cintura Ibf Mediterraneo superleggeri con lucraino-magiaro Istvan Nagy (21-10), 31 anni, che ha costretto litaliano al kot nell8 round con una serie precisa al viso. Al momento dello stop, litaliano era in vantaggio. Spettacolo, scambi continui, per Fiorletta guardia approssimativa. Gli altri match. Piuma: Crudetti (6) b. Bergantino (0-1) p. 6; leggeri: Finiello (6) b. Godor (Slk, 9-23-4) p. 6. MONDIALE ASIATICO (r.g.) A Osaka (Giap) Teapparith Kokietgym (Thai, 21-2) mantiene la cintura supermosca Wba battendo il locale Nobuo Nashiro (18-5-1) con verdetto a maggioranza (115-113, 115-114, 114-114). Lo sfidante, campione 2006-09, ha annunciato il ritiro. VINCE DE LA HOYA La modella Angelica Cecora stata condannata da un tribunale di New York a pagare 12.000 $ di spese legali dopo che la sua denuncia per molestie contro lex iridato Oscar De La Hoya stata giudicata priva di fondamento. La donna lo aveva accusato dopo una notte di sesso consensuale in un hotel.

Olimpiadi/ 1 CAMERUNESI

Olimpiadi/2 PREMI PER GLI ORI

Baseball PRE EUROPEI

Sci OPERATA AL CERVELLO A LUGLIO

Riecco i 5 pugili Case ai cinesi La Spagna spariti a Londra Sudafrica: mucca stoppa lItalia
Avevano fatto perdere le loro tracce il 7 agosto, durante lOlimpiade. I cinque pugili del Camerun scappati dal villaggio olimpico dopo aver perso le loro gare sono riapparsi luned scorso in una palestra di South London, il Double Jab Boxing Club nella zona di New Cross. A tradire la loro fuga stato il desiderio di tornare a boxare: Thomas Essomba, Christian Donfack Adjoufack, Yhyacinthe Mewoli Abdon, Blaise Yepmou Mendouo e Serge Ambomo, questi i loro nomi, tutti tra i 24 e i 28 anni, si sono infatti presentati alla palestra chiedendo di potersi allenare. I cinque, che hanno detto di abitare al momento nella vicina zona di Lewisham, non hanno violato nessuna legge: anche se erano stati dati per scomparsi, hanno il visto come tutti gli atleti dellOlimpiade per restare nel paese fino a novembre. Insieme a loro, avevano abbandonato la delegazione olimpica del Camerun anche un nuotatore e una calciatrice, di cui per ancora non si hanno notizie. (m.c.) E della Spagna la prima vittoria dellItalian baseball week a Nettuno nel 60 anniversario del confronto. La nazionale guidata da Mauro Mazzotti ha superato lItalia in un match equilibrato per 6 riprese, grazie Cooper (3bv-7so) e Nacar. La Spagna passata al 6: singoli di Ochoa e Tavarez su Clerici e valida di Nestor Perez, sul rilievo Pizziconi. Il raddoppio al 9, con un errore tattico di Santora ed un rilancio sbagliato di La Torre. LItalia sbatte poi sui lanci del nettunese Leal e recrimina per una serata-no dal box. L a Spagna ha fatto il bis ieri pomeriggio, superando Taiwan (4-1), con 11 valide ed una 3-hit di Balboa.
Italia-Spagna 0-2. Punti, Spa 000.000.101: 2 (7-0); Ita 000.000.000: 0 (6-2). Lanc.: v. Noguera, p. Clerici, s. Leal. Oggi: 16 Rep. Ceca-Spagna, 21 Taiwan-Italia. ASSEMBLEA (m.c.) Il consiglio federale fissa al 20 ottobre, a Salsomaggiore la 34 assemblea che dovr scegliere il presidente e 10 consiglieri. Candidature entro il 30: il presidente Riccardo Fraccari si ricandida per lultimo mandato. A fine settembre nuova Ibl. Nel 2013 la finale di Coppa Italia Bologna-Rimini.

Zahrobska ok Ora mi alleno

Ye Shiwen, 16 anni, un premio extra

Sarka Zahrobska, 27 anni ANSA

Thomas Essomba, 24 anni

Lussuosi appartamenti e milioni di yuan. La Cina ricompensa i suoi campioni olimpici di Londra. Sun Yang and Ye Shiwen, entrambi di Hangzhou, hanno ricevuto un appartamento di 3 milioni di yuan (circa 370.000 euro) a testa. A Hangzhou verranno erette due statue in loro onore. Sun e Ye nominati lavoratori modello: extra di 2.6 milioni e 1.8 di yuan. A Zhang Jike, oro nel tennistavolo, regalato un appartamento di 120 metri con vista mare a Qingdao, la regina di badminton Li Xuerui avr una casa di 100 metri quadri pi giardino, a Chongqing. I sei vincitori del Sudafrica invece riceveranno una mucca a testa. Il valore di ogni animale viene stimato in 7000 rands, circa 700 euro. Il regalo viene da unuomo daffari, Jan Scannell, che il 24 settembre vuole riunire la popolazione per un enorme barbecue da un capo allaltro del nostro Paese. Gli atleti hanno ottenuto di poter scegliere fra lanimale o il suo equivalente in chili di carne.

I c.t. Mazzieri e Mazzotti per il 60

Sarka Zahrobska ha ricominciato ad allenarsi. La 27enne ceca, campionessa del mondo di slalom nel 2007, ha annunciato ieri di aver ripreso con la preparazione dopo essere stata operata a met luglio per un tumore benigno al cervello. Mi alleno con prudenza, poco a poco aumento i carichi ha detto la Zahrobska in una conferenza stampa convocata a Praga Gli allenamenti sono concentrati sulla resistenza e lequilibrio. La Zahrobska dovrebbe riprendere a sciare nei prossimi giorni per preparare la stagione al via con il gigante di Soelden. Il 9 settembre partir per un periodo di tre settimane sulle nevi dellArgentina. La sciatrice ceca era stata operata l11 luglio scorso a Praga, una settimana dopo essere stata messa in coma artificiale. Mi sento molto bene, molto meglio di prima. Il dottore Josef Marek, presidente della societ ceca di endocrinologia, si detto convinto che Sarka potr tornare a vincere. Dovr solo aver pazienza.

Canoa Coppa slalom G. De Gennaro 10


(a.fr.) Nella 5a e ultima prova di Coppa del Mondo di canoa slalom, a Bratislava, nel K1 il miglior azzurro Giovanni De Gennaro 10. Out in semifinale gli altri: Omar Raiba 23, Diego Paolini 33, Riccardo de Gennaro 35. Vince Jure Meglic (Slo) davanti ai francesi Neveu e Daille, questultimo vincitore del trofeo. Tutti fuori in semifinale gli italiani nel C1: Marco Babuin 23, Roberto Colazingari 27 e Stefano Cipressi 29. Vince Slafkovsky (Slk). ORO CARBOGNIN (a.fr.) Agli Europei junior di canoa discesa a Solkan (Slo), oro C1 di Chiara Carbognin e 2 Giorgio DellAgostino, nel K1 2a Costanza Bonaccorsi, P.Bonato 5; nel C2 4 il duo Radici/Gasparini, 7 Quintarelli/Toccafondi.

Rugby
CELTIC LEAGUE Cos ieri nel completamento della 1a giornata di Celtic League: Connacht-Cardiff 9-13; Scarlets-Leinster 45-20; Edimburgo-Munster 18-23. Classifica: Dragons, Scarlets 5; Ulster, Treviso, Munster, Cardiff 4; Connacht, Edimburgo, Ospreys 1; Glasgow, Leinster, Zebre 0. INGLESI Cos ieri nella 1a giornata di Premiership inglese: London Wasps-Harlequins 40-42 (da 40-13; Masi e Staibano/LW 80); Saracens-London Irish 40-3 (Nieto/S dal 54). Oggi London Welsh-Leicester (Castrogiovanni/L panchina).

Softball
FINALE RINVIATA (m.c.) La pioggia ferma dopo appena tre inning il primo atto della finale scudetto tra Bollate e Caserta. Le due squadre erano sullo 0-0 con cinque dei sei eliminati messi a segno dalle lanciatrici Meadows e Selden. Si riprende stamani alle 10. A seguire gara-2.

Ghiaccio
FIGURA Donne. Corto: 1. Miyahara (Giap) 54.76. Coppie. Finale: 1. (2.1.) Purdy-Marinaro (Can) 144.72; 11. (12.11.) Foresti-Sforza 105.19. Danza. Finale: 1. (2.1.) Aldridge-Eaton (Usa) 136.80; 11. (11.11.) Tessari-Colafato 79.56.

Tennis
COPPA LAMBERTENGHI (m.l.) Sui campi in terra rossa del Tc Milano A. Bonacossa in programma da oggi la Coppa Porro Lambertenghi (70a edizione), campionati italiani Under 12 uomini e donnei (singolare e doppio), fino al 9 settembre.

Ginnastica
PER MORANDI Il 27enne cinese Chen Yibing, agli anelli argento olimpico a Londra (davanti a Matteo Morandi, ma a sorpresa e tra le polemiche dietro al brasiliano Arthur Zanetti) dopo loro di Pechino, contrariamente a quanto dichiarato dopo i Giochi, continuer lattivit. Il quattro volte iridato a ottobre sar operato a un ginocchio, poi riprender ad allenarsi.

Vela
ORCI (r.ra.) Si concluso a Riva di Traiano (Roma) il campionato italiano Orci. Cl. 1 regata: Aniene 1 Classe (Martin/Rinaldi). Cl.1 crociera: Luduan Reloaded (Sylos Labini). Cl.3 regata: Scugnizza (De Blasio). Cl.3 crociera: Coconut (Sodini).

38

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

39

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELLARTI gda@gazzetta.it

_il voto di novembre

Romney riuscir davvero a chiudere lera di Obama?


La corsa verso la Casa Bianca entrata nel vivo: il repubblicano di poco avanti nei sondaggi, ma da marted c la convention del presidente, e molti equilibri si modificheranno
Ora che la nomination di Romney ufficiale, possiamo fare il punto sulle presidenziali americane, che si terranno il 6 novembre 2012.

lafrase DEL GIORNO

LA GUERRA CIVILE

Un gruppo di ribelli siriani AFP

4 altro dicono i sondaggi? Che


Stanno pi o meno alla pari. Forse con un leggerissimo vantaggio di Romney, dovuto per anche al can can fatto intorno alla convention di Tampa e al discorso di Clint Eastwood, che ha messo in scena uno sketch in cui lui fingeva di intervistare Obama rivolgendosi a una sedia vuota (Obama, per rispondere, ha diramato una sua foto di spalle dove sta saldamente seduto in poltrona). Vedremo se la convention democratica a Charlotte (in North Carolina), che comincia marted, riporter in vantaggio Obama. Ma i sondaggi, a due mesi dal voto, significano poco. Ricorder che lelezione americana si svolge con un maggioritario puro, Stato per Stato. Chi ha un voto in pi in un singolo Stato, prende il 100% degli elettori. In questo momento, facendo il conto degli Stati, Obama sembrerebbe un vincitore facile: ha dalla sua, apparentemente sicuri, un numero di 225 grandi elettori e gli esperti dicono che gli basterebbe vincere in Florida per far sua la partita. I sondaggi in Florida, peraltro, non sono buoni per lui.

1 contro Obama, natuRomney


ralmente. Non ne abbiamo parlato mai.

un segno. Quattro anni fa la corsa alla Casa Bianca fu uno degli argomenti clou di questa rubrica e della stampa di tutto il mondo. Ma per forza: nelle primarie democratiche si affrontavano un nero e una donna del calibro di Hillary Clinton. In quelle repubblicane salt fuori un personaggio come Sarah Palin, cacciatrice di alci in Alaska, bella femmina. Ne parlavo con un po di americani, e secondo loro fu proprio la Palin, con la sua improbabilit, ad affossare McCain. Stavolta la corsa per le due nomination risultata meno interessante. Da parte democratica, era inevitabile ricandidare Obama. Quindi niente primarie da quel lato. Dal lato repubblicano, Romney ha fatto fuori rapidamente i suoi avversari: la Bachmann, Gingrich, Huntsman, Paul, Perry, Santorum. Niente pathos, niente spettacolo. Siamo arrivati alla convention di

Tampa (Florida), che ha incoronato Romney, alla fine di una corsa pressoch solitaria. come quando nel nostro campionato una squadra ha lo scudetto in tasca gi da febbraio.

Gli sfidanti Mitt Romney e Barack Obama: il candidato repubblicano ha 65 anni, il presidente 51

scovo nella diocesi di Boston.

3 avr contro i cattolici. Quindi


No, perch ha preso posizione contro laborto e s cos guadagnato la benedizione del cardinale Timothy Dolan. Per stare pi sicuro, ha scelto come vice Paul Ryan, cattolico e famoso per le crociate in favore della vita. Laltra volta i cattolici americani votarono per Obama (+9% su McCain), forse anche perch era cattolico il vicepresidente Biden. Il cattolicesimo di Biden completamente diverso da quello di Ryan, un cattolicesimo democratico e sociale. Romney punta al 61% del voto bianco, che vale per il 74% del voto nazionale. Obama ha l80% del voto delle minoranze, ma solo il 40% del voto bianco.

2 tipo questo Romney? Che


Sessantacinque anni, cinque figli, mormone. Ha fatto un mestiere poco popolare: comprare aziende in crisi, smembrarle, rivenderle a pezzi spesso dopo licenziamenti di massa. Tiene i soldi alle Cayman, dove non paga tasse. La madre era senatrice, il padre tent la via della Casa Bianca ma venne bloccato da Nixon alla nomination repubblicana del 1968. La parola mormone le dice gi che siamo davanti a un candidato nettamente di destra: i mormoni credono nellinferiorit delle donne e dei neri, in passato hanno legittimato la poligamia. Di questa Chiesa, Mitt Romney stato una sorta di ve-

5 dei programmi? Esistono


Certo. Obama promette di tassare i ricchi applicando la regola del super-ricco Buffet. Difesa del sistema sanitario, tagli alla difesa, leggi a favore delle donne e degli immigrati. Romney risponde accusando il presidente di voler trasformare lAmerica secondo il modello europeo, con lo Stato che ficca il naso dappertutto e deprime lo slancio individuale che ha fatto grande lAmerica. Per il candidato presidente licona degli Stati Uniti sempre John Wayne, in sella al suo cavallo, solo sulla cima di un poggio battuto dal vento.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NO INTESE CONTRO MONTI Accordi con chi si oppone a Monti e definisce il suo governo "di macelleria sociale" sono impossibili per lUdc. Con buona pace di Pdl e Pd. Poi dovrei scusarmi per aver detto che sarei preoccupato se Vendola volesse rapporti pi stretti con me? La malizia la lascio tutta ai maliziosi
PIERFERDINANDO CASINI
LEADER UDC

Siria, i ribelli minacciano: Assalteremo gli aeroporti


Lannuncio fa sembrare che si sia quasi arrivati alla resa dei conti in Siria: ieri, secondo alcuni media, i ribelli dellEsercito siriano libero (Esl) hanno lanciato un ultimatum di 72 ore prima di cominciare lassalto agli aeroporti civili di Damasco e Aleppo. Lopposizione ha quindi invitato le poche compagnie aeree ancora attive a cancellare i voli verso le due citt a partire da marted. I ribelli sostengono infatti che lAeronautica militare siriana stia usando i due scali illegalmente per lanciare attacchi contro le forze degli oppositori al regime di Assad. Nel frattempo il bilancio delle vittime di questa guerra civile continua a salire. Secondo le Nazioni Unite, la settimana appena conclusa stata quella pi sanguinosa dallinizio della rivolta, oltre un anno e mezzo fa: circa 1.600 le persone uccise, tra cui molti bambini. Per lUnicef, inoltre, in Siria e nella regione si sta verificando una delle emergenze umanitarie pi gravi degli ultimi decenni a livello mondiale. Anche lOsservatorio siriano per i diritti umani aggiorna il bilancio delle vittime e segnala che il mese di agosto stato il pi sanguinoso dallinizio del conflitto con circa 5.000 morti. E solo ieri, sono almeno 89 le persone che hanno perso la vita in diverse localit del Paese in bombardamenti governativi e scontri tra ribelli anti regime e forze lealiste. Continua a crescere anche il numero degli sfollati, che hanno raggiunto quota 1,2 milioni, di cui 150 mila a Damasco e nei suoi sobborghi.

notizie Tascabili
Il farmaco tossico

Limpianto sardo in crisi Il Pdl attacca Grasso

Paura in California

Napolitano intercettato Mancino: No a scontri


Sul caso delle intercettazioni che coinvolgono il Quirinale, ieri intervenuto Nicola Mancino, inter locutore di Napolitano (nella foto Ansa) nelle famose telefonate ascoltate dalla procura di Palermo che indaga sulla trattativa Stato mafia: Spero che lo scontro tra i poteri dello Stato cessi, ha detto lex ministro. Sempre ieri, intanto, il Pdl ha attaccato il procuratore antimafia Piero Grasso, che, parlando della pubblicazione da parte di Panorama del presunto contenuto delle chiamate tra Mancino e Napolitano, aveva parlato di menti raffinatissime come nel 1992 dietro allattacco a pm e Quirinale. Parole che evocano quelle usate da Falcone dopo il tentativo di ucciderlo allAddaura e che non sono piaciute a Fabrizio Cicchitto: Faccia i nomi delle menti raffinatissime: se ha paragonato il pezzo di Panorama allAddaura, cade nella faziosit politica.

Il Talidomide faceva male Le scuse dopo 50 anni


Ci sono voluti 50 anni, 20 mila bambini malformati (circa 700 in solo in Italia) e contenziosi legali in tutto il mondo, ma finalmente anche la Grunenthal, lazienda farmaceutica che ha inventa to il Talidomide, ha riconosciuto la propria respon sabilit nella pi grande tragedia mai avvenuta per colpa di un medicinale. Le scuse ufficiali sono arri vate ieri in occasione dellinaugurazione di un memoriale dedicato alle vittime a Stolberg, la citt tedesca sede della compagnia che nel 1954 ha lanciato il farmaco per le nausee mattutine e altri fastidi tipici della gravidanza (fu ritirato nel 1961 dopo i primi effetti negativi). Di certo adesso non baster la statua dellartista tedesco Bonifatius Stirnberg, costata 5 mila euro, a placare la rabbia delle vittime: Bene le scuse, ma ci hanno ignorati per 50 anni e dalla Grunenthal ci aspettiamo fatti, ha denunciato lassociazione Talidomidici Italia.

La protesta degli operai Alcoa a Roma, venerd ANSA

Il parco Yosemite, in California: si estende su 3 mila km

Alcoa, stop a produzione Operai a Roma mercoled


LAlcoa di Portovesme ha fermato la produzione: la multinazionale Usa ha confermato lo stop agli impianti di alluminio della provincia di Carbonia-Iglesias, assicurando dal 1 gennaio 2013 gli ammortizzatori sociali. Tra i 501 lavoratori, che venerd hanno manifestato a Roma durante il vertice al ministero dello Sviluppo Economico, sale la tensione: promettono per mercoled una nuova marcia con 400 persone. Buone notizie sul fronte Carbonsulcis: domani dovrebbe cessare loccupazione degli operai nella miniera di Nuraxi Figus, nel Sulcis.

Virus dei topi a Yosemite Diecimila turisti a rischio


Paura al parco nazionale di Yosemite, in California: diecimila persone potrebbero aver contratto il raro Hantavirus, una forma virale nella maggior parte dei casi mortale che presenta i sintomi di una normale influenza e che viene trasmessa da roditori infetti. Lallarme lanciato dalle autorit sanitarie, in seguito ai due decessi dei giorni scorsi, ha fatto scattare il panico fra i turisti che fra giugno e agosto hanno soggiornato nelle cabine (ora chiuse) del Curry Village, larea del parco dove si pu dormire ai prezzi pi economici.

40

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

ALTRI MONDI

NEL MIRINO I BREVETTI

Apple, altro ricorso contro la Samsung


La vittoria in tribunale negli Usa del 25 agosto non bastata ad Apple. Cupertino continua loffensiva contro Samsung e

presenta un nuovo ricorso contro la societ sudcoreana accusata di aver copiato i brevetti: a finire nel mirino adesso sono anche il Galaxy S III (nella foto vicino a un iPhone) e il Galaxy Note. Samsung ha replicato immedia tamente: La Apple vuole limitare la scelta dei consumatori.

CALABRIA: INCENSURATO

Padre e figli uccisi Il killer si costituito


Si costituito e ha confes sato il ricercato per il triplice omicidio di Remo Borgese e dei figli Francesco e Antonio, avve

nuto a Rizziconi, in provincia di Reggio Calabria, marted notte. Francesco Ascone, 36 anni, incensurato. Allorigine del suo folle gesto ci sarebbe stata una lite per una ragazza con uno dei giovani Borgese: accusato di triplice omicidio, tentato omici dio e porto abusivo darma,

LItalia sottacqua Ma il caldo ritorna


Temperature gi di 15 gradi: piove fino a gioved Lesperto: Il freddo improvviso non anomalo
STEFANIA ANGELINI

Anche se sulle Alpi arrivata la prima neve e mezzItalia sottacqua, tra piogge e nubifragi, non dobbiamo rassegnarci. Lestate, infatti, non del tutto finita perch dopo questo weekend freddo e bagnato, torner il bel tempo. vero, il brusco abbassamento delle temperature di questi giorni (fino a 15 gradi al Nord) ci ha costretto a frugare negli armadi per ripescare un abbigliamento pi pesante e ha spinto i meteorologi a parlare di un anticipo di autunno: Una specie di shock perch il freddo arrivato tutto allimprovviso, spiega Antonio San, direttore di Ilmeteo.it il sito che questa estate ha cominciato a battezzare cicloni e anticicloni. Ma attenzione, non c nulla di anomalo: Ogni 5-10 anni si verifica uninterruzione improvvisa dellestate. Lultima avvenne nel 2002. E se siamo stati abituati finora a mesi di settembre molto miti, era solo perch le temperature erano di

non ci lasceranno almeno fino a gioved. Il Centro-Nord e la Campania saranno le zone pi colpite: lapice, per, si toccher domani e marted. Mercoled e gioved, invece, il tempo sar pi variabile: si alterneranno sole e acquazzoni (sempre al Centro-Nord, in Campania e anche in Puglia). Al Sud, soprattutto in Sicilia, continuer invece a fare caldo: Da venerd continua lesperto di Ilmeteo.it arriver un nuovo anticiclone, che noi abbiamo gi chiamato "Bacco": si toccheranno 30 gradi a Roma, Palermo e Napoli; 27 a Milano e nella pianura padana. A met del mese, per, torneranno nuove piogge e settembre si preannuncia cos un po ballerino....
Le vacanze in ritardo I vacanzie-

SALASSO BENZINA

AL DUOMO MORTO VENERD A 85 ANNI

Ombrelloni chiusi e cielo che minaccia pioggia in spiaggia a Ostia (Rm) ANSA

5 gradi sopra la media. Adesso, invece, siamo oltre 5 gradi sotto la media. Veniamo ora alle previsioni: la Protezione civile ieri sera ha emesso un nuovo bollettino con lallerta temporali soprattutto in Lombardia, Toscana e Sardegna. E le piogge

Allerta temporali in Lombardia, Toscana e anche in Sardegna. Sulle Alpi la prima neve

ri di settembre dovranno aspettare quindi il prossimo weekend per rivedere il sole. Gi, perch malgrado la crisi e le incertezze legate al maltempo, sono tanti gli italiani che hanno deciso di partire adesso per le ferie. Secondo le stime di Coldiretti, sarebbero 3,6 milioni, attratti soprattutto dai prezzi pi convenienti (fino al 30 per cento di risparmi). Ma questo anche il tempo dei primi bilanci della stagione e il quadro non per niente positivo: il settore turistico in Italia sembra aver segnato un calo medio del 15-20%. la Fiavet (Federazione italiana associazioni imprese viaggi e turismo) a fornire i primi numeri. La colpa di questo crollo? Meno turisti dallestero, spiegano con rammarico gli addetti ai lavori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il peso delle tasse LItalia ha le tasse su benzina e gasolio pi alte dEuropa. Lo dice la Cgia di Mestre che ha confrontato il prezzo alla pompa e il peso della tassazione nei Paesi dellarea euro. Su ogni litro di verde, le tasse in Italia pesano per 1,033 euro (58,1 per cento del prezzo medio). Seguono Olanda, con 1,016 euro, e Grecia (1,008)

58%

Il corpo di Carlo Maria Martini dentro il Duomo ANSA

In migliaia per Martini Milano si mette in fila per laddio al cardinale


Milano abbraccia in massa il suo cardinale. Ieri il feretro di Carlo Maria Martini, morto venerd dopo una lunga malattia a 85 anni, arrivato fra gli applausi in piazza Duomo, accolto da migliaia di persone: ad attendere le spoglie anche i vescovi lombardi e larcivescovo Angelo Scola, che domani alle 16 (diretta su Rai 1) cele brer i funerali a cui parteciper Mario Monti (il premier visiter oggi la camera ardente). Per il giorno delle esequie stato proclamato il lutto cittadino e il comune ha invitato la gente a osser vare un minuto di silenzio per lamato cardinale, che ha retto la diocesi di Milano dal 1979 al 2002. Intanto, gi ieri la citt ha manifestato un affetto smisurato: la salma stata deposta ai piedi dellaltare del Duomo, rivestita nelle bianche vesti episcopali, con la mitra e il pastorale. Nelle prime file i parenti e i nipoti, fuori una lunghissima coda di fedeli che sfilata per tutta la giornata (cerano, tra gli altri, anche il ministro degli Interni, Cancellieri, il leader del Pd Bersani e il segretario della Cgil Camusso). In rispetto della sua volont, Martini verr sepolto proprio in Duomo, dove per il lutto per ora sono sospese le visite.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

41

ALTRI MONDI

NUOVO LAVORO DI JACKSON

Svelato Lo Hobbit Una trilogia in 3 anni


Sono state rese note le da te duscita di Lo Hobbit, saga fantasy in 3D ispirata al romanzo di J.R.R. Tolkien. La trilogia diretta

da Peter Jackson (nella foto), regista del Signore degli anelli, sar cos cadenzata: The Hobbit: an unexpected journey arriver nelle nostre sale il 14 dicembre, poi The Hobbit: the desolation of smaug il 13 dicembre 2013, mentre The Hobbit: there and back again il 18 luglio 2014.

LEDIZIONE NUMERO 50

Premio Campiello: la vittoria ad Abate


Carmine Abate, con il romanzo La collina del vento, pubblicato da Mondadori, ha vinto ieri sera a Venezia la 50

edizione del Premio Campiello. Il 57enne scrittore calabrese ha avuto 98 voti sui 273 arrivati dalla giuria dei lettori. Dedico il premio a mia moglie e ai miei figli ha detto : 8 anni fa sono arrivato terzo, sono felice. Il suo libro racconta la saga di una famiglia calabrese, gli Arcuri.

VENEZIA NEL VIVO

Servillo super Questo Cipr si deve amare


Lattore il volto di stato il figlio, primo italiano in concorso: Un grande film
DAL NOSTRO INVIATO

EMILIO CONTRO MEDIASET

A
S

Le notizie che non lo erano


DI LUCA SOFRI

Gli attori Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman insieme a Paul Thomas Anderson, regista di The Master, ieri a Venezia REUTERS

ELISABETTA ESPOSITO VENEZIA

Ha la voce solida di un professore e le parole perfette di un poeta. Toni Servillo sarebbe in grado di convincere anche i pi scettici che stato il figlio, il film di Daniele Cipr di cui protagonista, meriti di essere visto. Non serve. A Venezia gli scettici erano pochi e questa strepitosa pellicola italiana, la prima delle tre in concorso, ha ricevuto lunghi e sonori applausi. Lattore napoletano, che sar qui anche per il film di Marco Bellocchio, se n innamorato. Basta osservarlo mentre ne parla. Daniele ha un linguaggio cinematografico assolutamente originale. Questo film divertente ed emoziona, un film potente. Io lho amato profondamente. Per il genio visionario di Cipr, per la prima volta alla regia senza Maresco, Servillo si trasforma in Nicola Ciraulo (nella foto a destra), pochi capelli tinti, occhiali, baffi e una camminata da finto padre padrone che non pu non far sorridere. il capofamiglia in una evocativa Palermo anni Settanta, pochissimi soldi in tasca e qualche sogno di troppo nel cassetto. La svolta arriva dopo la drammatica morte della figlioletta, con un risarcimento dello Stato per le

vittime della mafia e il raggiungimento del benessere racchiuso tutto nellacquisto di una scintillante Mercedes (la scena del primo giro di Servillo sulla sua nuova macchina vale da sola il prezzo del biglietto).
Grottesco Toni Servillo, che sar di certo in lizza per la coppa Volpi come miglior interprete, ancora una volta sorprendente. E Cipr confessa, ridendo, di non aver mai pensato a lui perch lo riteneva troppo. In realt ero io a temere di danneggiare il suo lavoro racconta il 53enne attore di Gomorra e Il Divo , conoscevo bene il linguaggio di Daniele, sia da Cinico Tv sia dai suoi film. Quello sguardo drammatico e grottesco che ha trasformato il romanzo, decisamente realistico, di Roberto Alajmo in un film magico. E socialmente importante, come sottolinea ancora Servillo: Mostra una Sicilia governata da leggi arcaiche ma che confina con gli smarrimenti di oggi per un sempre pi alienante consumismo. Cipr racconta benissimo cose che ci riguardano molto da vicino, facendo grande cinema. E il cinema a volte emotivamente pi efficace e convincente di uninchiesta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La strana setta di Anderson un vero caso


Il regista americano presenta il favorito The Master: Scientology il mio spunto
VENEZIA

Ingestibile Joaquin Phoenix. E a Venezia non c nemmeno The Master pronto a calmarlo. Il protagonista della pellicola di Paul Thomas Anderson, la pi attesa della Mostra e favorita in partenza per la vittoria, entra nella sala stampa pi affollata dallinizio del concorso e sbuffa, evita di rispondere alle domande (giusto un non so da dove venga il mio personaggio e nemmeno mi interessa), scappa via per qualche minuto e alla fine si accende pure unirriverente sigaretta. Ma forse ad Anderson piace per questo: Ho sempre voluto Joaquin nei miei film, ma mi diceva di no. Stavolta andata bene. Il ruolo in effetti perfetto: Phoenix e Philip Seymour Hoffman esaltano il film, che regala anche immagini di straordinaria intensit, a partire dai primi indimenticabili cinque minuti. Hoffman The Master,

il maestro/padrone di una setta che resta affascinato da Phoenix, marinaio uscito psicologicamente a pezzi dalla Seconda guerra mondiale. Quello che ho voluto raccontare la storia damore tra queste due persone, dice il regista di Magnolia e Il Petroliere. Si identificano luno nellaltro continua Hoffman e anche se vengono da luoghi diversi sono due bestie selvagge che vogliono addomesticarsi. Il film, che arriver in Italia l11 gennaio, ha fatto discutere prima ancora di essere girato per laccostamento della setta raccontata da Anderson (che anche sceneggiatore) a Scientology. Il mio amico Tom Cruise (seguace di Scientology, ndr) lo ha visto, ma quello che mi ha detto resta tra noi. Di Scientology conosco bene solo le origini e le ho usate come base del mio lavoro. Di pi non dice, non vuole. E intanto Phoenix fuma.
e.e.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fede: Prendevo solo 20 mila euro al mese... Un contratto che prevedeva autista, casa, ufficio e uno stipendio da 20 mila euro al mese. Non abbastanza per lex direttore del Tg 4 Emilio Fede che, in unintervista a La Zanzara su Radio24, si sfoga: Nel contratto con Mediaset neppure un euro di buonuscita dopo 24 anni. Un contratto dignitoso ma mi avrebbero dovuto dare molto di pi. Fede stato allontanato 5 mesi fa dallazienda (dove ha lavorato per 24 anni) dopo il caso della valigetta piena di contanti (2,5 milioni) che avrebbe portato in Svizzera

Il candidato Peppe Maiello solo una burla di scuola Pd


Per alcune ore mercoled i
siti di news di mezzo mondo hanno dato notizia di un dirottamento all'aeroporto di Amsterdam di un aereo partito dalla Spagna, e su quelli dei giornali italiani stata anche il primo titolo. Poi si saputo che non c'era stato nessun dirottamento, ma solo una mancata comprensione di un messaggio tra l'aereo e la torre di controllo. Ieri l'agenzia di stampa Adnkronos ha diffuso la notizia di un nuovo candidato del Partito democratico alle primarie, Peppe Maiello, e la notizia stata ripresa da alcuni siti di quotidiani, come quello di Repubblica. Ma la candidatura era stata inventata per scherzo o esperimento da una scuola di politica vicina al Pd stesso, che aveva costruito un blog finto che ne parlava. Molti giornali hanno dato spazio al racconto fatto da un dirigente del sindacato Cisl a una trasmissione di Radio24, per cui Beppe Grillo sarebbe stato pagato una volta in nero dalla stessa Cisl per la partecipazione a un evento, con dieci milioni di lire in contanti. Ma era una storia falsa, e la Cisl ha mostrato come quel lavoro del comico sia stato pagato e denunciato regolarmente. Venerd mattina la Nuova Sardegna ha annunciato in prima pagina che Silvio Berlusconi si era lussato un polso e una spalla cadendo nella sua residenza in Sardegna mentre faceva jogging. La notizia stata notata nel pomeriggio dai siti dei quotidiani nazionali che l'hanno ripresa. Poco dopo, Giorgio Puricelli, fisioterapista del Milan, consigliere lombardo del Pdl e compagno di corsa del Cavaliere, ha spiegato che malgrado la caduta non c'era stata per Berlusconi nessuna conseguenza n di fratture n di lussazioni.

il Festival alternativo

Costruiscono, poi bruciano Che spettacolo in Nevada


Una volta allanno, tra fine agosto e inizio settembre, oltre 50 mila artisti alternativi nel deserto del Nevada creano una citt dal nulla (Black Rock City) che poi scompare nel fuoco. il Burning Man, festival pirotecnico (nella foto Ap a sinistra, uninstallazione bruciata) ed eccentrico, questanno legato al tema Fertilit 2.0 (nella foto Ap a destra, un danzatore)

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita DIRETTORE GENERALE Riccardo Stilli
Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 420 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

COLLATERALI *con Magic Libro e 9,19 - con Magic Manager e 11,19 - con Magic+3 Card 2012 e 21,19 - con Tessera Mediaset Premium e 14,19 - con dvd Buon Compleanno Sic e 11,19 - con Soldatini dItalia N. 65 e 11,19 - con Paperinik N. 30 e 11,19 - Capolavori delle grandi civilt N. 28 e 11,19 - con Holly e Benji N. 27 e 11,19 - con War Movies N. 25 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 36 e 11,19 - con Aerei Collection N. 21 e 14,19 - con Grande Alpinismo N. 18 e 12,19 - con Calciatori Panini La Raccolta Completa N. 17 e 6,19 - con la Grande Storia del Giro N. 16 e 8,19 - con Lupin N. 17 e 11,19 - con Grandi Club Raggi X N. 13 e 4,19 - con Le Stelle della NBA N. 11 e 6,19 - con Ferrari Racing N. 34 e 14,19 con Adesso Fai da te N. 8 e 6,19 - con Spider-Man N. 9 e 11,19 - con Orologio Forze Armate N. 2 e 11,19 - con lUomo Tigre N.2 e 7,19 - con Cucina Italiana N. 1 e 2,00 - con Max e 3,50 - con Sportweek e 2,70 PROMOZIONI ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

La tiratura di sabato 1 settembre stata di 588.630 copie

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 16,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 25; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

42

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

SARTA 22enne diplomata, tecnico della moda e modellista sartoriale, esperienza biennale, offresi in Milano e provincia nord ovest. 02.93.03.672. SARTO esperto uomo/donna, su misura. Riparazioni. Offresi part/full-time. 327.32.17.125.

CONTABILE neopensionato, autonomo fino bilancio, adempimenti/dichiarazioni, Pc, AS400, offresi contabilit piccola azienda. 328.68.59.679. esperto per piloti, sportivi e calciatori. Per informazioni : sportlifecoach@gmail.com, info: 0041.79.750.13.13. PENSIONATO cerca lavoro come custode o altre mansioni di fiducia. Cell 338.82.57.481. RAGIONIERE pensionato responsabile amministrazione, co.ge, fisco, bilanci, dichiarazioni gestirebbe part-time contabilit piccola impresa. Tel. 340.22.76.728. polimatico lingue inglese, italiano, spagnolo. Prezzi competitivi. Mob. 334.32.28.625. www.libeytranslating.com. TRADUTTRICE interprete tedesco-italiano offresi a privati/aziende. E-mail: Saraauseisen@yahoo.it Tel: 328.69.24.090. BADANTE cerca anche come baby sitter, assistenza anziani, pulizie, inglese, poco italiano. 392.29.82.086. DISTINTO serio con esperienza offresi per assistenza anziani. Libero trasferimenti. 339.17.47.910. SIGNORA bulgara offresi come badante. Referenziata biennale esperienza. Milano e hinterland. 320.57.41.574. SIGNORA polacca disponibile e volenterosa con 14 anni d'esperienza in Italia cerca lavoro come badante/domestica con alloggio fisso in Milano e provincia. 333.58.47.173.

SIGNORA 45enne peruviana, 10 anni Italia in regola. Badante, pulizie, disponibilit immediata. Tel. 320.26.46.274.

EXPORT manager mondo lunga esperienza. Fluente inglese, francese, arabo, problem solving, empatia. 348.44.57.745.

ASSOLUTA OCCASIONE! Basilicata, Sardegna, Sicilia, Puglia, in hotel e villaggi 3-4 stelle su spiagge stupende. Sconti reali 40 -50%! ultime disponibilit, chiedi elenco via mail a: prenotazioni@jdcom.it o telefona subito al 331.92.06.931. RIMINI Torrepedrera Hotel Riccardi tel. 0541.72.01.62. Sul mare, parcheggio. Camere Tv, pernottamento, colazione fino mezzogiorno da 20,00. Pensione completa da 37,00, bevande incluse. Offertissime famiglia. www.riccardihotel.it

LIFE-COACH

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

esperienza bar cucina sala offresi anche alberghi ristoranti uffici. Tel. 345.44.11.251. ERITREA quarantasettenne, nubile, diploma liceo artistico, carta di soggiorno in regola, ottima conoscenza lingue inglese, greco, italiano cerca lavoro presso alberghi, ristoranti zona Milano, laghi lombardi. Tel. 333.44.41.070. SECURITY manager 45 anni, ex polizia di stato, esamina proposte tutta Italia, massima seriet. 342.14.89.275. CINQUANTENNE italiano, referenziato, offresi come autista e persona di fiducia sia ad aziende che privati. Disponibilit a spostamenti ovunque. Disponibilita' oraria completa anche festiva e notturna. Referenze controllabili. luzzimaurizio@libero.it 333.75.70.869. COLF baby-sitter, massima seriet, espertissima, referenziata, veloce, precisa, onesta, offresi luned/venerd anche par-time, Milano. 327.33.05.465 COLLABORATRICE domestica italiana con esperienza cerca lavoro da luned al venerd per 3/4 ore pomeridiane a Milano lungo tratta metro gialla. Cell. 347.58.36.106.

COLLABORATORE

TRADUTTORE

ADDETTA gare appalto, esperienza ventennale, offresi part-time Milano e hinterland. 345.87.03.710. AMMINISTRATIVA primo livello, pluriennale esperienza studio commercialista e medie imprese offresi. Contatti: studiotruci@libero.it Cell. 389.44.16.915. CATEGORIA protetta lista mobilit pluriennale esperienza archivio, magazzino, ufficio posta cerca lavoro. 345.00.80.673. GEOMETRA pluriennale esperienza conduzione cantieri edili, contabilit fornitori, gestione della commessa valuta proposte. Tel. 338.32.44.727. DISPONIBILIT resident manager estero progetti espansione internazionale. Impiantistica alimentare. Inglese francese spagnolo. Anche contratto agenzia. 346.73.08.263. COMMERCIALE qualificato per spedizioni internazionali, specializzato in particolare per l'acquisizione nel nord-est, valuta proposte, anche di collaborazione, cell. 328.84.17.630. RESIDENTE Norvegia area Oslo inglese tedesco spagnolo scritti e parlati lingue scandinave in via di perfezionamento, carisma presenza pluriennale esperienza vendite estero cerca azienda primaria interessata al mercato scandinavo / nord europeo. Tel. Norvegia 0047.99.46.82.04. Tel. Italia 340.63.33.683. VENDITORE dal 1990 materiale elettrico, lampade, illuminazione, condizionamento, fotovoltaico.Valuta proposte lavorative per Varese, Milano, Como. Cell: 333.21.11.203. Mail: as.e@email.it OPERAIO offresi come muratore, lavori intonaco. Automunito, disponibile anche presso ditte. 347.48.72.519.

AZIENDA ricerca sede di Milano sudest 1 addetto all' amministrazione del personale. Diploma e/o laurea in materie economico-giuridiche. Inviare curriculum sede@plurimaconsorzio.it AZIENDA ricerca sede di Milano sudest 1 addetto amministrativo per l'ufficio amministrazione e contabilit. Diploma di ragioneria e/o laurea in economia aziendale. Inviare curriculum: plurimasede@plurimaconsorzio.it AZIENDA ricerca sede di Milano sudest 1 addetto ufficio legale, laurea in giurisprudenza con esperienza in diritto del lavoro. E' gradito superamento dell'esame di stato. Inviare curriculum: info@premiumnet.it CERCASI gestore il Vigo di Marilleva residence richiedere informazioni marilleva@iperclub.it

ALTO ADIGE Carezza - il Catinaccio cuore delle Dolomiti e patrimonio Unesco, localit turistica invernale ed estiva, sci, trekking, golf, passeggiate, immersi nella natura, vendesi appartamento nuovo casa clima A, zona panoramica, soleggiata e riservata. Prezzo interessante, investimento sicuro informazioni tel 335.53.09.944 - info@wurzaspa.it CAMOGLI RUTA bellissima villa liberty, perfetta 550 mq, panorama mozzafiato, affreschi, parco, parcheggio. Tel. 335.26.61.14. CINQUE TERRE amipissima casa medeiterranea abitabile indipendente, terrazzone, immersa in splendida unica vista mare e 1500 mq di terreno solissimi euro 269.900,00 (CE: in fase di richiesta) immobiliare5terre.com 0187.92.03.31.

VENDO Gozzo Ligure San Germani anni 50 mt 6,50x2,30 motore diesel 25 cv carena legno e ponte teck accessoriato e perfetto. Euro 17 mila. Email: gafalco7@gmail.com Tel: 0041.79.50.13.458.

ATTIVIT da cedere/acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14.

CINA ed Asia da 20 anni, italiano Financial Controller/CFO con esperienza societaria e fiscale ed Auditing, fluente in cinese, inglese. Gestione rischio investimenti. skype: fsaluto / fsaluto@snyconsulting.com

A Cattolica Hotel Splendid Mare 4 stelle . Tel. 0541.96.15.20. Grande piscina. Super offerta Settembre con ingresso parchi 3 giorni all inclusive da 199,00. www.hotelsplendidcattolica.com

ACQUISTIAMO ORO Argento, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 27,15/gr. ARGENTO USATO :


Euro 420,00/kg.

MM DUOMO - MISSORI

Gioielleria Curtini, via Unione 6 02.72.02.27.36. 335.64.82.765.

Per chi cerca e per chi offre c una soluzione facile e veloce: Piccoli Annunci, un mondo di opportunit per la vendita/ricerca di casa, lavoro, viaggi e tanto altro. Puoi pubblicare il tuo annuncio su Corriere della Sera e La Gazzetta dello Sport .
automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

www.piccoliannunci.rcs.it

agenzia.solferino@rcs.it

INCANTEVOLE birichina 899.11.14.84. Autoritaria 899.89.79.72. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo.

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

43

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 24/8 - 22/9

Ariete 8
IL MIGLIORE Le energie prorompono e voi producete, vi divertite, fate figuroni in ogni dove e con chiunque. E siete pure pi fighi. Ormoni a pallissima.

Toro 6
Potreste sentirvi un po sfigodesolati. Perch nessuno vaiuta. Ma ogni obiettivo pu essere raggiunto, tranqui. Fornicazioni non pervenute.
23/10 - 22/11

Gemelli 7
Tutto va secondo i vostri piani, grazie anche ad amici e gregari. Dietro le spalle qualcuno parla, ma fregatevene. Ingordigie suine saziate.
23/11 - 21/12

Cancro 5,5
Giornata non semplice. Riguardatevi. Da cibi nocivi, colpi daria, dementi e mosse azzardate. Energie e fornicazione, per, soddisfano.
22/12 - 20/1

Leone 7
La fortuna bussa alle vostre terga, la domenica vappaga a tutto campo. E la serenit solleva cuore e zona sudombelicale, vitalissima.
21/1 - 19/2

Vergine 7
La Luna alimenta qualche sfigocupezza, ma sarete vincenti nello sport e nel lavoro. Vigore superbo, prontezza ormonale inaspettata.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 - 22/10

Bilancia 5,5
I rappporti si complicano. E fare i suini non vi viene benissimo. Tifate correttamente, trovate una mediazione, evitate i fallocefali.
SERGIO RAMOS

Scorpione 6
Il difensore del Real Madrid e della Nazionale spagnola nato a Camas il 30 marzo 1986 (Ariete) Domenica noiosa, forse. Ma idonea a concedervi trattamenti di benessere. Non fate comunque sfuriate. Sudombelico muy reattivo.

Sagittario 7Luna garante di ogni successo. Sarebbe per preferibile che vi toglieste il culatello dagli occhi: gli scemi e i cattivi esistono. Attenti.

Capricorno 6Domenica di travagli. Dovuti forse a beghe familiari o immobiliari, che vi metteranno di malumore. Rompimenti amorosi, rapimenti suini.

Acquario 7+
Disinvoltura e fortuna crescono e sono concausa di ogni vostro successo. Incontri, viaggi e news vi tornano utili, il sudombelico segna.

Pesci 7
Il senso pratico si rivela la chiave vincente nello sport e nel lavoro. Il tifo diverte, il palato contento. Anche fornicatamene parlando.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
9.05 9.55 10.30 13.10 13.30 14.00 15.45 16.35 18.00 18.50 20.00 20.40 21.20 23.50 0.45 1.10 PONGO & PEGGY LINEA VERDE A SUA IMMAGINE F1: GP DEL BELGIO TG1 F1: GP DEL BELGIO GARA POLE POSITION LA MIA FEDELE... IL COMMISSARIO REX REAZIONE A CATENA TG1 TECHETECHET BAKHITA Film SPECIALE TG1 TG1 - NOTTE CINEMATOGRAFO SPECIALE MOSTRA D'ARTE...

Gazzetta.it
RAITRE
9.35 11.10 12.00 12.55 13.25 14.00 14.30 15.00 16.15 18.05 19.00 20.15 21.05 22.55 23.05 23.10 0.05 1.20 LA BELLA DI ROMA AGENTE PEPPER TG3 PRIMA DELLA PRIMA PASSEPARTOUT TGR - TG3 COS PARL BELLAVISTA TG3 LIS IL CONTE TACCHIA I MISTERI DI... TG3 - TGR - BLOB UN CASO PER DUE THE CODE Film TG3 TG REGIONE VINCERE TG3 METEO 3

RAIDUE
7.00 9.50 9.55 11.30 13.00 13.45 14.45 15.45 17.15 19.30 20.30 21.05 22.35 1.00 1.20 1.50 CARTONI RAI SPORT GP 2 DEL BELGIO TV MOVIE LA NAVE TG2 IL COMMISSARIO HERZOG DELITTI IN PARADISO LA PROMESSA DI... VENEZIA: REGATA STORICA IL CLOWN TG2 N.C.I.S. LOS ANGELES Telefilm LA DOMENICA SPORTIVA TG 2 PROTESTANTESIMO PARALIMPIADI

CANALE 5
9.45 11.00 13.00 13.40 15.20 16.16 FINALMENTE ARRIVA KALLE I CESARONI 4 TG5 AGATA & ULISSE BELLI DENTRO NEMICI AMICI I PROMESSI SOCI 1 PARTE LA RUOTA DELLA FORTUNA TG5 DOPO TG5 WHAT WOMEN WANT Film SO CHE RITORNERAI TG5 - NOTTE IL MISTERO DEL LAGO - 1 PARTE NATI IERI

ITALIA 1
7.00 11.50 12.25 13.00 14.00 16.10 18.30 19.00 19.25 21.25 23.15 2.20 3.10 CARTONI GRAND PRIX STUDIO APERTO SPORT MEDIASET - XXL 4 AMICHE E UN PAIO DI JEANS 4 AMICHE E UN PAIO DI JEANS 2 STUDIO APERTO LA VITA SECONDO JIM IN DUE PER LA VITTORIA INSEGUENDO LA VITTORIA PLASTIK ULTRABELLEZZA POKER1MANIA STUDIO APERTO LA GIORNATA

RETE 4
9.25 MAGNIFICA ITALIA 10.00 S. MESSA 11.00 IL CAMMINO DI PADRE PIO 11.30 TG4 12.00 PIANETA MARE 13.10 I MITI DELLO... 14.15 DONNAVVENTURA 15.05 E IO MI GIOCO LA BAMBINA 17.00 SONO SARTANA... 18.55 TG4 19.35 TEMPESTA D'AMORE 21.30 INVASION Film 23.30 STARGATE - 1 PARTE 1.50 TG4 NIGHT NEWS 2.15 A MEZZANOTTE VA LA RONDA DEL PIACERE

LA 7
7.00 7.30 10.00 11.45 13.30 14.05 17.25 18.00 18.05 20.00 20.30 21.10 23.10 OMNIBUS TG LA7 TI CI PORTO RKO 281 TG LA7 BEN HUR LA7 DOC ROME UNWRAPPED MOVIE FLASH LISPETTORE BARNABY TG LA7 CASH TAXI MEDITERRANEO Film LA VALIGIA DEI SOGNI CONDUCE SIMONE ANNICCHIARICO OMNIBUS NOTTE

IL SONDAGGIO Calcio mercato Quale squadra ha fatto meglio?


Tutte le squadre hanno cercato di rafforzarsi. Ma per i nostri lettori le migliori sono state Inter, Juve e Fiorentina.

18.30 20.00 20.40 21.15 23.45 1.30 2.02 4.25

IL VIDEO Il regista Spike Lee ha 2 grandi amori: lo sport e la musica

23.50

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
14.25 LIVERPOOL ARSENAL
Premier League Sky SuperCalcio, Sky Calcio 2

PREMIUM
14.10 8 MILE STEEL 15.43 GARFIELD IL SUPERGATTO PREMIUM CINEMA 16.00 LE FURIE UMANE DEL KUNG-FU STEEL 17.05 LA RAGAZZA DEL MIO MIGLIORE AMICO PREMIUM CINEMA 18.55 IL DILEMMA PREMIUM CINEMA 21.15 SOLO UN PADRE PREMIUM CINEMA 23.00 INDOVINA CHI SPOSA MIA FIGLIA PREMIUM CINEMA 23.15 MATRIX JOI 00.45 LA DOLCE VITA PREMIUM CINEMA

20.45 CATANIA - GENOA


Serie A MP Calcio 4, Sky Calcio 4

10.00 GP DEL BELGIO


GP2. Gara. Da Spa-Francorchamps, Belgio Rai 2

BASEBALL
19.00 NEW YORK YANKEES BALTIMORE ORIOLES
MLB. ESPN America

22.45 DEUTSCHE BANK CHAMPIONSHIP


PGA Us Tour. Da Norton, Stati Unti Sky Sport 3

15.00 CICLISMO SU PISTA


Finali. Sky Paralimpiadi 4

20.45 INTER - ROMA


Serie A MP Calcio 1, MP Calcio HD, Sky Sport 3, Sky Calcio 1

10.00 FORMULA 3
Gara 2. Da Imola Rai Sport 2

2.00

DETROIT TIGERS CHICAGO WHITE SOX


MLB. Sky Sport 2, ESPN America

15.00 VOLLEY: GRAN BRETAGNA MAROCCO


Preliminari maschili Sky Paralimpiadi 2

MOTOCICLISMO
12.00 GRAN PREMIO DEL BENELUX
Gara 1. Mx2. SportItalia 2

20.45 LAZIO - PALERMO


Serie A MP Calcio 3, Sky Calcio 3

15.00 LECCE - CREMONESE


Lega Pro. Prima divisione girone A SportItalia

10.50 PORSCHE CARRERA CUP


Gara 1. Da Imola SportItalia

16.00 SOLLEVAMENTO PESI


67,5 kg maschle. Sky Paralimpiadi 3

BASKET
20.30 ITALIA REPUBBLICA CECA
Qualificazioni europeo maschile SportItalia 2

20.45 NAPOLI - FIORENTINA


Serie A MP Calcio 2, Sky Calcio 2

13.00 GRAN PREMIO DEL BENELUX


Gara 1. Mx1. SportItalia 2

17.00 VOLLEY: SLOVENIA BRASILE


Preliminari maschili Sky Paralimpiadi 2

Spike Lee (nella foto) il regista di Inside Man, si confessa in una video intervista: musica e sport i suoi due grandi amori

16.55 SOUTHAMPTON MANCHESTER UNITED


Premier League Sky Sport 3, Sky Calcio 2

20.45 PARMA - SIENA


Serie A Sky Calcio 7

11.45 PORSCHE SUPER CUP


Da Spa-Francorchamps, Belgio Eurosport

15.00 GRAN PREMIO DEL BENELUX


Gara 2. Mx2. SportItalia 2

18.30 NUOTO
Finali. Sky Paralimpiadi 3

IL BLOG Ecco Dia por dia La Vuelta vissuta dalla carovana...


La Vuelta agonismo, sfida, salita. Ma anche colori, spettacolo. musica. Scoprila nel blog di Claudio Ghisalberti

CICLISMO
13.00 MOUNTAIN BIKE
Campionati mondiali femminili. Da Leogang/Saalfelden. Austria Rai Sport 2

20.45 SAMPDORIA - SIENA


Serie A Sky Calcio 5

17.00 MARSIGLIA - RENNES


Ligue 1 SportItalia

12.00 ACI GRAN TURISMO


Gara 1. Da Imola. SportItalia

16.00 GRAN PREMIO DEL BENELUX


Gara 2. Mx2. SportItalia 2

19.30 BASKET: POLONIA GRAN BRETAGNA


Preliminari maschili Sky Paralimpiadi 4

13.00 RALLY IRC


Da Brno, Repubblica Ceca Eurosport

16.00 VUELTA
Quindicesima tappa. Palas de Rei - Puerto de Ancares Eurosport

PARALIMPIADI
10.30 NUOTO
Batterie. Sky Paralimpiadi 3

20.00 ATLETICA
Batterie e finali. Sky Paralmpiadi 2

18.00 UDINESE - JUVENTUS


Serie A MP Calcio, MP Calcio HD, Sky Sport 1, Sky SuperCalcio, Sky Calcio 1

ATLETICA LEGGERA
19.30 MEETING DI PADOVA
Rai Sport 2

14.00 GRAN PREMIO F1


Gara. Da Spa-Francorchamps, Belgio Rai 1

10.30 CICLISMO SU PISTA


Qualificazioni. Sky Paralimpiadi 4

TENNIS
17.00 US OPEN
Da New York. Eurosport 2

AUTOMOBILISMO
9.30 GP DEL BELGIO
GP3. Gara. Da Spa-Francorchamps, Belgio Eurosport

GOLF
13.00 OMEGA EUROPEAN MASTERS
PGA European Tour. Da Crans Montana, Svizzera. Sky Sport 2

11.00 ATLETICA
Batterie e finali. Sky Paralimpadi 2

20.45 CAGLIARI - ATALANTA


Serie A MP Calcio 5, Sky Calcio 6

17.45 US OPEN
Eurosport 2

20.40 INDYCAR: BALTIMORA


Sky Sport 2

14.30 CALCIO A 5: SPAGNA - IRAN


Preliminari. Sky Paralimpiadi 3

00.15 US OPEN
Eurosport 2

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
19 20 11 21 15 18 17 22 15 17 14 14 22 23 18 17 24 20 12 12 19 17 23 26 15 31 24 26 22 30 25 20 23 18 25 26 23 25 32 26 16 20 23 24

Oggi
Pi nubi e piogge al Nord, Emilia Romagna, Sardegna e localmente al Centro, tra Toscana e Lazio. Va meglio altrove salvo locali addensamenti con qualche rovescio occasionale sui settori adriatici e al Sud.

Domani
Si approfondisce la bassa pressione tra la Sardegna e il medio Tirreno con maltempo su buona parte del Centronord e sulla Campania, Foggiano al mattino. Qualche pioggia sulla Sardegna, pi soleggiato sul resto del Sud.

Dopodomani
Molte nubi e piogge al Centronord, pi irregolari sulle Alpi occidentali e tra Marche, Abruzzo e Molise. Addensamenti con pigge sparse anche tra Campania, Lucania e Puglia, pi soleggiato altrove.

Trento Aosta
13 20 17 23

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
16 22

Trieste Venezia
18 25 18 27

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
13 21

Bologna Genova
16 24 17 24

Ancona

Firenze
16 26

Perugia
13 24

19 25

LAquila
11 24

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
17 25

Campobasso
13 25

Bari Potenza
16 23 21 28

Napoli
17 29

Cagliari
17 22

Catanzaro
19 28

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
21 28

Reggio Calabria
22 30

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
24 29

6:44

19:59

6:35

19:42

6:46

19:58

6:36

19:40

17 ago.

24 ago.

1 set.

8 set.

44

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 2 SETTEMBRE 2012