Sei sulla pagina 1di 22

**In abbinamento facoltativo con PLAID JUVENTUS a 13,20 cad.

(1,30 + 11,90)
**In abbinamento facoltativo con PLAID TORINO F.C. a 13,20 cad. (1,30 + 11,90) solo in Piemonte e Valle DAosta
**In abbinamento facoltativo con CALENDARIO TORINO F.C. 2017 a 11,29 cad. (1,30 + 9,99) solo in Piemonte e Valle DAosta
**In abbinamento facoltativo con GIOCHI DI SOCIETA a 8,29 cad. (1,30 + 6,99)
**In abbinamento facoltativo con DOCTOR STRANGE a 10,29 cad. (1,30 + 8,99)
**In abbinamento facoltativo con YATTAMAN a 16,29 cad. (1,30 + 14,99)
**In abbinamento facoltativo con CD - MAX PEZZALI - 883 a 11,29 cad. (1,30 + 9,99)
**In abbinamento facoltativo con I CAVALIERI DELLO ZODIACO a 6,29 cad. (1,30 + 4,99)
**In abbinamento facoltativo con TUTTO CALCIO PIEMONTE a 3,30 cad. (1,30 + 2,00) solo in Piemonte e Valle DAosta.
In abbinamento obbligatorio con IL GIORNO a 1,30 solo in Lombardia nelle province di: Sondrio, Lecco e Como.
In abbinamento obbligatorio con IL GIORNO a 1,30 solo in Piemonte nelle province di: Alessandria, Asti, Vercelli, Novara e Verbania.

61214

Mercoled 14 dicembre 2016

1,30* IN ITALIA

www.tuttosport.com

ANNO 71 N. 345

INTERVISTA ESCLUSIVA

9 770041 444002

Caro Toro, prendi Castro


e con Miha vai in Europa
Domenica grande match a Napoli. Parla Crippa, doppio ex: Da Sinisa la scossa, dallargentino gol importanti
Ma servono altre alternative di qualit: finora dalla panchina sono arrivate soltanto due reti (ininfluenti) > PAG. 9/10/11

ALLEGRI: UN NO STORICO, POI TANTI SUCCESSI


Joao Mario, 23 anni, campione dEuropa col Portogallo

LANTI ROMA

lo scontro diretto: il tecnico della Juve nel 2013 rifiut i giallorossi. Fu la svolta
JOAO MARIO Sabato
Di questa squadra parlerete a lungo. Altro che problemi: ho un gruppo eccezionale
Se Ronaldo
LA PENSIAMO COSI
lascia il Real
JUVENTUS
Quel sorriso
che rassicura
lo porto io
e porta vittorie
allInter...
L
ANTONINO
MILONE
> PAG. 4

a pi grande sfida di chi chiamato a raccontare cosa vuol dire


essere Massimiliano Allegri sta
nel provare a stuzzicarlo, ricavandone risposte irriverenti. Missione quasi impossibile, perch il tecnico juventino non solito regalare
chiss quali titoli, giornalisticamente parlando. Ma al tempo stesso non
regala mai concetti banali.

Abbiamo i giocatori per arrivare


in Champions, per c bisogno di
infilare 4-5 vittorie. Juve, attenta
al Porto: ricordi il Benfica?
> PAG. 2/3

MILAN

LOPINIONE

LARIA CAMBIATA
STEFANO PASQUINO

a solo ventitr anni,


Joao Mario, ma parla
come se ne avesse dieci di pi. Quarantacinque milioni ben spesi, a giudicare dallo spessore morale del ragazzo. Mauro Icardi
non si offender se sottolineiamo come il portoghese abbia le stigmate del capitano.
Asciutto in campo come davanti ai microfoni, Joao Mario lunica licenza la concede
quando parla di Ronaldo, suo
buon amico. Qualora Cristiano, dopo aver vinto tutto con il
Real, volesse concedersi lo sfizio di rimpinguare la collezione altrove, lui non ci mettereb-

be molto per convincerlo ad


accettare lInter. Una boutade,
daccordo, ma pure un altro
(piccolo) indizio di come sia
cambiata laria intorno al club.
Merito di Suning che non prova vergogna a pensare in grande in un mondo di formichine.
Obiettivo dei cinesi quello di
fare dellInter il primo club al
mondo: lha detto pure Steven
Zhang agli sponsor. E Joao Mario manifesto programmatico della strada che intende
percorrere la societ per tornare l dove le compete, ovvero ad avere la Champions
come giardino di casa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CAMILLO
FORTE
> PAG. 15

> PAG. 4/5/6/7/8

Juve-NZonzi, ci siamo

> PAG. 13

ente giovane che si sbatte e si


batte. E allora, da adesso in poi,
piantiamola nel dire che il Milan la sorpresa del campionato. La squadra di Montella, semnato.
mai, una piacevolissima realt del
calcio italiano. AllOlimpico, luned
sera, per la cronaca, ha perso lo spareggio per diventare lanti Juve ma
meritava, perlomeno, il pari.

MOTORI

Nuovi contatti con il Siviglia: Marotta punta a limare i dettagli del pagamento della clausola

SI SCALDA IL MERCATO

Pavoletti-Napoli: s
La Fiorentina blinda
Kalinic: Clausola
da 50 milioni

PELLEGRINI E MAGNINI, E FINITA

OTTAVIO
DAVIDDI

Fede e Pippo
ultima virata P
del loro amore

> PAG. 19

Filippo Magnini, 34 anni, e Federica Pellegrini, 28, insieme dal 2011

> PAG. 19

Il Diavolo
diventato
una certezza

Nelle corse
figli darte
ma di talento

er ora gi salito sul kart, per


(basta guardare Youtube) si cimentato sul terrazzo di casa. In
pi gioca a calcio e pratica svariati altri sport. E Felipinho Massa.
Un giorno potrebbe aggiungere il suo
nome a quello dei tanti figli darte da
corsa. Un fenomeno che va di moda
oggi. Lelenco lungo, ripeterlo come
pronunciare uno scioglilingua. Anche
i Rovanpera sono della partita.

2 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio inter

Il flop di De Boer
Il problema era la
lingua. Aveva buone
idee, ma non riuscito
a passarle alla squadra

Le speranze su Pioli
Sta cercando di
migliorare una
situazione che vede
tutti responsabili

JOAO
MARIO
Inter, vuoi lEuropa?
Frank De Boer, esonerato dopo il ko con la Sampdoria del 30 ottobre

Stefano Pioli si legato allInter con un contratto fino al 2018

A
T
S
I
V
TER

A
V
I
S
U
L
C
ES
IN

Serve la perfezione

Con Sassuolo e Lazio si deve giocare come se non ci fosse un domani


E se Cristiano lascia il Real, ci penso io a convincerlo a scegliere lInter
ch nel calcio, tutte le volte
che accadono cose sbagliate, paga l'allenatore. Adesso che abbiamo un tecnico italiano mi rendo conto
come nella gestione precedente un problema fosse la
lingua. Anzi, forse era la difficolt principale. De Boer
APPIANO GENTILE
aveva delle buone idee, ma
Lesplosione allo Sporting, non era riuscito a trasmetla Coppa alzata nel cielo terle alla squadra come oggi
sopra Parigi e quei 45 mi- riesce a fare Pioli.
lioni che lInter ha pagato
per farne il perno del cen- >> Cos'ha portato in pi il
trocampo. Per Joao Mario nuovo allenatore?
stato un 2016 vissuto a tut- Sarebbe semplice dire inta velocit.
nanzitutto la lingua, ma non
un particolare secondario.
Inoltre Pioli conosce me>> Joao Mario, quanto fa ar- glio il campionato italiano e
rabbiare vedere l'Inter a chiaramente, comprenden15 punti di distanza dalla do meglio le sue indicazioJuventus dopo averla bat- ni, le cose di partita in partuta 2-1?
tita stanno migliorando.
E' innegabile che non abbiamo cominciato mol- >> Nell'ultima gara i tifosi
to bene questo campiona- vi hanno contestato aperto. Naturalmente avrem- tamente: qual il modo
mo voluto essere pi vici- migliore per rispondere
ni a loro, per il passato a loro?
passato, adesso tempo di Siamo tutti responsabipensare a ci che dobbia- li della situazione. Abbiamo correggere e migliorare mo sempre lottato e lotteper finire bene questo 2016 remo sempre tutti insieme
e poter nel nuovo anno cer- per far tornare in alto l'Inter.
care di ipotecare l'accesso Questa la miglior risposta
alla Champions.
che possiamo dare ai tifosi.

riuscendo ancora a legge- Beh, se un giorno dovesse


re bene i giornali italiani, andare via dal Real Madrid
mi devo giudicare da solo. e pensasse di venire in Italia, credo che sarei in gra>> Quindi qual stata la sua do di convincerlo a venire
miglior partita?
all'Inter.
Col Cagliari in casa, anche
se abbiamo perso.
>> Cristiano Ronaldo un
modello per moltissimi ra>> E la peggiore?
gazzi. Quali erano invece i
A Genova contro la Sam- suoi idoli?
pdoria.
Zidane il giocatore che
ho sempre apprezzato di
>> L'abbiamo vista giocare pi. Per ho amato lo stiin diversi ruoli, sia nell'In- le di gioco di Pirlo e mi piater che nella nazionale ce molto Pogba. Con Paul
portoghese. Qual la po- siamo coetanei e abbiamo
sizione che preferisce?
giocato spesso contro nelMi piace giocare in una le Nazionali giovanili. Nelposizione pi avanzata, le ultime stagioni ha fatto
per avere maggiori possi- cose spettacolari con la Jubilit di inserirmi in attac- ventus.
co. Pioli nelle ultime gare ha
pensato che dovessi gioca- >> Vi assomigliate?
re in modo pi difensivo e No e il fatto che sia stato
per me non c' stato alcun il giocatore pi pagato al
problema.
mondo, dice tutto....

Abbiamo i giocatori per


arrivare in Champions.
Ma, per riuscire a
rimontare, dobbiamo
infilare 4-5 vittorie
per prendere fiducia

>> Ma lei crede davvero alla


possibilit di arrivare fra
le prime tre?
E' possibile, la matematica ancora non ci condanna. Dobbiamo per fare un
girone di ritorno perfetto.

>> LInter, per prenderla,


ha speso 45 milioni. Solo
Vieri, nella storia del club,
costato di pi. Le pesa
giocare sapendo di essere stato pagato tanto?
Se L'Inter ha speso cos
tanto per me perch crede
nelle mie capacit. Io cerco di non pensare alla valutazione del mio cartellino, voglio aiutare il club a Labbraccio tra Joao Mario e Ronaldo: i due sono molto amici
raggiungere i risultati, con
le mie prestazione devo ripagare la fiducia e l'investimento che la societ ha fatto su di me.

>> Impresa non da poco...


No, perch abbiamo i giocatori di livello per farlo.
L'importante sarebbe vincere 4-5 gare di fila per approcciare il girone ritorno
con un'altra fiducia: sar
quindi fondamentale fare
6 punti contro Sassuolo e
Lazio, dobbiamo affrontarle come se fossero le ultime >> E' soddisfatto del suo
due gare della nostra vita. rendimento finora?
Manca ancora tanto al mio
>> Come si spiega le diffi- top, in fondo ho solo 23 anni
colt di questo avvio di sta- e penso di poter fare molto
gione?
di pi. Anche nello Sporting
Penso siano normali visto ho fatto fatica all'inizio, poi
che abbiamo cambiato alle- sono cresciuto e migliorato.
natore poco prima dell'ini- Sono sicuro che far lo steszio del campionato. E' inuti- so percorso qui, dimostranle, per, continuare a guar- do a pieno il mio valore.
dare al passato.
>> Rivede le sue partite?
>> Dove pensa abbia sba- S e sono il mio primo e
gliato De Boer?
principale critico di me
Difficile da dire, anche per- stesso, anche perch, non

Loro di Parigi
Il segreto stato
crederci. E linfortunio
in finale a Ronaldo ci
ha reso ancor pi forti

Italia? Luniversit
Pensavo fosse pi
semplice: invece se
non sei al top, rischi di
fare brutte figure

>> Da piccolo in quale ruolo giocava?


Ho iniziato come difensore
centrale e devo ammettere
che era un po noioso. Poi,
quando gli allenatori hanno visto che avevo qualit
superiori, hanno iniziato a
spostarmi pi avanti, fino a
farmi giocare a ridosso degli attaccanti.
>> A proposito di allenatori: quali sono stati quelli
pi importanti per la sua
carriera?
Marco Silva che mi ha lanciato allo Sporting Lisbona e naturalmente Jorge Jesus che, sempre nello Sporting, mi ha fatto fare il salto
di qualit nella scorsa stagione.
>> Nello Sporting qualche
anno fa giocava pure un
certo Cristiano Ronaldo.
Il Pallone d'Oro quando
parla di lei, le fa soltanto complimenti: perch
non lo convince a venire
all'Inter?
E' difficile (ride, ndr). Per
l'Inter sarebbe ovviamente
un orgoglio avere Cristiano in squadra, ma sappiamo come la sua realt sia
il Real Madrid. E' l da tanto tempo, il simbolo della
squadra e l continua a vincere molto.

>> Qual lavversario pi


forte contro cui ha giocato finora in Italia?
Indubbiamente Hamsik.
E' un grande calciatore, mi
piace come gioca: l'avevo
visto in tv, ma dal vivo mi
ha davvero impressionato.
>> Il calcio italiano meglio o peggio di quanto si
aspettasse?
Pensavo fosse pi semplice. E' un torneo diverso dagli altri in Europa, tutte le
squadre sanno difendersi
bene e sono molto aggressive. Devi essere sempre al
top fisicamente altrimenti difficile reggere il confronto. Rispetto al campionato portoghese, la Serie A
pi tattica ed pi difficile fare gol. Inoltre il livello delle squadre medio-piccole pi alto. In Portogallo
c' pi qualit tecnica, ma il
titolo se lo giovano solo in
tre. Diciamo per che Porto, Benfica e Sporting potrebbero primeggiare anche in Italia.

>> Come si sta trovando nel


nostro paese?
Molto bene, ho deciso
di vivere vicino al lago di
Como per stare pi tranquillo, ma quando posso
vado con la mia famiglia o
la mia fidanzata in centro a
Milano: spero di rimanere
>> Proprio perch ha vin- a lungo per visitare pi luoto tutto, potrebbe cercare ghi possibili.
nuove sfide altrove...
SEGUE A PAGINA 3

Il peso dei 45 milioni


LInter ha speso quei
soldi perch crede in
me. Pure allo Sporting
ero partito piano...

Il maestro allo Sporting


Se oggi sono in Italia
devo ringraziare Jorge
Jesus: con lui ho fatto
il salto di qualit

LA PROMESSA DI STEVEN ZHANG

Inter, con Suning


in cima al mondo
APPIANO GENTILE. Dalla pizzata

offerta da Pioli, alla cena di


Natale: non si pu dire che
lInter, di questi tempi, non
faccia gruppo (ieri nel men
cera pure la foto sotto
lAlbero in Pinetina). Luned
c stato per un altro
importante appuntamento
per la societ, ovvero la cena
dedicata agli sponsor in cui
ha fatto da cerimoniere
Steven Zhang: LInter oggi
diversa, perch Suning una
delle pi grandi imprese nel
mondo nonch la pi grande
azienda di media in Cina.
Abbiamo un solo obiettivo
quando investiamo nellInter:
fare dellInter il miglior club
del mondo. Vi prometto che
in futuro faremo la storia
insieme: solo una questione
di tempo. Il primo obiettivo
sar risolvere i legacci dati
dal fair play finanziario: entro
fine anno sar annunciato un
nuovo sponsor, Suning
stesso dar il nome alla

Pinetina oppure alle maglie


di allenamento mentre
presto sbarcher tra i partner
pure Alibaba, colosso dellecommerce di cui lazienda di
Nanchino gi partner in
Cina. Meno ecumenico
rispetto a Zhang stato,
parlando ai microfoni di
Mediaset, Danilo DAmbrosio
che, dopo essere caduto nel
dimenticatoio nellultima
fase della gestione De Boer,
ha provveduto a prendersi
una rivincita: Ogni
allenatore ha i suoi metodi di
allenamento, e Pioli ha
portato un modo di lavorare
diverso rispetto a quello
precedente. E con Pioli si
lavora molto di pi sul piano
fisico La settimana, in tal
senso, stata fruttifera: non
fosse altro perch stata la
prima senza impegni vissuta
dal tecnico dal suo
insediamento.
S.P.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTOSPORT 3

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio inter

Che sfide con Pogba


Da sempre siamo
avversari: se gli
assomiglio? No, lui il
pi pagato al mondo

Hamsik il pi forte
Lavevo visto in tv ma,
giocandoci contro, mi
ha impressionato: un
gran centrocampista
Paul Pogba, acquistato dal Manchester United per 110 milioni

Marek Hamsik, ha segnato 105 gol con la maglia del Napoli

Juve, ricorda il Benfica

Facile col Porto? Si diceva pure 2 anni fa. Tatticamente simili al Milan
SEGUE DA PAGINA 2

>> Joao Mario, in questi


primi quattro mesi in Italia ha capito qual il segreto che ha permesso alla
Juventus di vincere gli ultimi cinque campionati?
Per vincere il campionato non c' bisogno solo di
una buona rosa, ma occorre
un equilibrio totale fra tutte le componenti del club.
Ci vuole stabilit e un progetto chiaro. Forse a noi in
questi ultimi mesi mancata la stabilit, col cambio di
propriet, ma sono sicuro
che col passare del tempo
anche noi cresceremo sotto questo aspetto. Comunque se la Juve vince da cinque anni, qualcosa di buono l'ha costruito.

basta chiedere alla Roma


per una conferma. C'erano squadre pi accessibili per la Juve, anche se per
quanto fatto vedere finora, i
bianconeri sono di un altro
livello. La Juventus chiaramente favorita, ma non
sar facile, specialmente
al Drago. Il Porto ha una
sua storia in Champions e
ha fatto ottime prestazioni nelle ultime edizioni: di
certo non avranno problemi legati allinesperienza.

>> Quali possono essere le


maggiori insidie per Higuain e compagni?
La Juve principalmente
deve stare attenta e rimanere concentrata. Mi ricordo che due anni fa incontr
il Benfica nella semifinale
di Europa League (24 apri>> Juve che negli ottavi di le-1 maggio 2014), pensaChampions affronter il va di vincere facile per poPorto.
ter poi giocare la finale in
Avversario complicato, casa, a Torino, ma fu elimi-

nata. L'errore da non commettere sar quello di sottovalutare l'avversario.


>> Ci sono dei giocatori da
tenere d'occhio?
In questo momento il miglior giocatore del Porto
Andr Silva: giovane e segna molto. Poi attenzione
a Corona e Brahimi, sono
loro che spazzano gli equilibri: con la loro velocit potrebbero creare problemi
alla fase difensiva dei bianconeri.

te perch parliamo di stili di gioco differenti. Il Porto gioca col 4-3-3 e in Italia
lo si usa poco. Forse l'unica squadra che pu essere
paragonata per il sistema di
gioco il Milan, ma poi attuano il modulo in maniera diversa.

to la coppa sicuramente
quello che porter nel mio
cuore per sempre. L'immagine del 2016 per me quella: noi che vinciamo l'Europeo e alziamo il trofeo.

>> Qual stato il segreto del


vostro successo?
L'averci sempre creduto,
>> Lei ex dello Sporting Li- anche all'inizio quando le
cose non andavano bene.
sbona tifer Juventus?
La nostra rivalit pi for- Abbiamo sempre avuto fite con il Benfica, ma an- ducia in noi, pensando di
che col Porto non si scher- poter arrivare in fondo. Saza. Detto questo, per, da pevamo che c'erano squabuon portoghese tifer per dre pi forti e che giocava>> C' una squadra italia- la squadra del mio paese. no meglio di noi, ma sapena che pu ricordare il
vamo pure che potevamo
Porto?
>> Un paese che avete fat- giocarcela con tutti.
Non esistono squadre si- to sognare l'estate scorsa.
mili in Italia, principalmen- Il momento in cui ho alza- >> Quando avete capito che
potevate vincere?
Dopo aver eliminato il Galles in semifinale. L ci siamo
INTERVISTA A CURA DI
detti: "Possiamo farcela". E
FEDERICO MASINI
ci siamo riusciti nonostante l'infortunio che ci ha tolE STEFANO PASQUINO
to Cristiano Ronaldo dopo

pochi minuti della finale.


Non ci siamo abbattuti, la
squadra si unita ancora
di pi e siamo arrivati fino
in fondo.
>> Avete compiuto un'impresa impronosticabile.
Vincere l'Europeo era un
sogno, mai per avrei pensato fosse possibile realizzarlo conoscendo le difficolt che avremmo trovato lungo il percorso, anche
perch il Portogallo non
aveva mai vinto nessun titolo. E' un momento indimenticabile che abbiamo
regalato a tutta la nostra
gente.
>> Joao Mario, ha per caso
mai pensato a cosa far
quando smetter?
Mi vedo ancora in campo
per molti anni: sono giovane e penso solo a fare il meglio possibile per l'Inter.
RIPRODUZIONE RISERVATA

4 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO JUVE
IL COMMENTO
ANTONINO
MILONE

Che forza, Max


E quel sorriso
che rassicura

a pi grande sfida di
chi chiamato a raccontare cosa vuol dire
essere Massimiliano Allegri sta nel provare
a stuzzicarlo, ricavandone
risposte irriverenti. Missione quasi impossibile, perch
il tecnico juventino non solito regalare chiss quali titoli, giornalisticamente parlando. Ma al tempo stesso
non regala mai concetti insipidi: sempre sul pezzo, spesso e volentieri con la lingua
sciolta e la battuta pronta,
comunque lontano da quei
colleghi di panca che non vedono lora di affrontare
taccuini e telecamere utilizzandole come valvole di sfogo. Certo, ogni tanto anche
Max si lascia cullare dal rumore dei nemici, quello che
risuona costantemente nelle orecchie di allenatori abituati a cavalcare un calcio
sempre pi ipermediatico
con le loro esternazioni diffuse. Senza offesa, in questo
caso, il pensiero si posa su
Jos Mourinho. Ecco, Allegri non n sar mai come
lo Special One, n vuole diventarlo: sfottere i rivali non
gli garba granch, anche se
siamo sicuri che leventuale
battutina gli verrebbe spontanea e farebbe molto ridere. Il - dolce - problema
che conta vincere, soltanto
vincere, soprattutto in Italia dove basta un attimo per
finire nel tritacarne. Il rumore dei nemici, al massimo, per lallenatore bianconero equivale al sento una
brutta aria che rimbomb nellestate 2015 quando
i campioni dItalia si stavano preparando allo sbarco nellinsopportabilmente
afosa Shanghai, sede della
Supercoppa. Allora Max ce
laveva con la strafottenza di
Morata, poi avrebbe ribadito il concetto in tempi successivi quando tutti davano la
Juventus vincente a prescindere dopo lultimo, sontuoso, mercato. Ma sono esempi
limite, perch urlare non fa
parte delle abitudini verbali
allegriane. Un sorriso, una
battuta in slang livornese e
via. Perch Allegri cos, genuinamente spontaneo. Di
questo passo sta guidando i
campioni dItalia lungo una
stagione potenzialmente da
urlo, ancor pi indimenticabile della rimonta tricolore
della stagione passata. Dal
sorridere al gioire per i prossimi trionfi, il passo pu essere brevissimo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ALLEGRI

Di questa Juve
parlerete a lungo
Altro che problemi: gruppo ok. E con una societ cos...

a lungo, perch tra un po di


anni avr ancor pi valore.
Un accenno anche allinserimento dei nuovi: La societ
ha lavorato bene sul mercato.
Passano giocatori e allenatori,
limportante avere un club
forte alle spalle. Nella Juventus funziona cos.

Il tecnico bianconero
stato premiato come
Allenatore dellanno per
la strepitosa cavalcata
della scorsa stagione
ANTONINO MILONE
TORINO

Leffetto, a distanza di un paio


di giorni, non cos spiacevole. Quarantotto ore dopo il
derby vinto, la Juventus tornata sul luogo del misfatto:
dallOlimpico Grande Torino
espugnato domenica pomeriggio allo Sporting - Circolo
della Stampa, la distanza basterebbe a Usain Bolt per tentare un nuovo assalto al record
mondiale dei 100 metri. Gi,
un lampo, come il destro di
Gonzalo Higuain che ha esaltato il popolo bianconero nei
minuti bollenti della stracittadina. Massimiliano Allegri,
in rappresentanza dei campioni dItalia, sbucato ieri
sera allentrata del complesso sportivo torinese in ritardo: non stato esattamente
un fulmine (giustificandosi
poi con un sorriso: Di solito
sono abbastanza ritardatario,
ma non cos), come il velocista giamaicano o il Pipita,
ma lattesa non stata vana.
E come se il calendario avesse previsto tutto, quasi si trattasse di un omaggio al successo pi recente, a un passo dal
teatro dellultimo trionfo il tecnico riceve il premio di Allenatore dellAnno dallUssi Subalpina, lassociazione dei giornalisti sportivi del Piemonte.

Salite e discese

Il riconoscimento legato alla


strepitosa cavalcata della scorsa stagione, quando la Juventus seppe rimontare dal 14
posto a -11 dalla Roma allora
capolista, fino a uno scudetto
impensabile dopo dieci giornate. Il tonfo con il Sassuolo,
la risalita inaugurata da Juan
Cuadrado nel derby, il cappotto gettato a terra da Allegri a
Modena contro il Carpi grosso

Ora la Roma. E lEuropa...

Il sorriso di Massimiliano Allegri, 49 anni: primo in campionato e agli ottavi di Champions (LAPRESSE)
modo un anno fa, i 973 minuti
dimbattibilit di Gigi Buffon
poi stoppati da Andrea Belotti: momenti chiave di unannata memorabile, fino al superbo avvio di questa stagione con due ulteriori traguardi
da tagliare prima della sosta.
Pensiamo ai nostri obiettivi,
siamo quasi a met, ci mancano due partite, con la Supercoppa a Doha. E da gennaio
partir la discesa verso giugno: parola di Max, concretezza e leggerezza in un corpo
solo. Gli rammentano laccoglienza che ricevette a Torino
nellestate 2014 dopo la partenza di Antonio Conte (Ho

Ricordi e progetti
Allegri: La Juve
ha gi fatto qualcosa di
irripetibile. La Roma, poi
Doha: non molliamo
Da gennaio la discesa
Ma attenzione
al Porto: abituato a
giocare a questi livelli
in Champions

un ricordo vago che ormai ho


messo da parte. Contano i risultati e io sono stato fortunato perch, fin dal primo momento, la societ e la squadra mi hanno supportato),
la forza della squadra (Questo premio me lhanno regalato i giocatori: sono loro che ci
fanno vincere le partite e conquistare trofei), poi riaffiora
nella memoria la sua seconda stagione da allenatore juventino: Dopo un buonissimo primo anno, il secondo
stato davvero particolare: iniziato malissimo, poi diventato straordinario e irripetibile. Ce lo ricorderemo ancora

Landata degli ottavi di Champions contro il Porto ancora


lontana: tempo 70 giorni e si
ricomincia. Ma Allegri ha gi
le idee chiarissime: Finora ho
sentito tanti commenti relativi
al fatto che per noi sia stato un
sorteggio facile. La verit che
il Porto abituato a giocare
questo tipo di partite. Al di l
della forza tecnica - argomenta lallenatore - c una societ solida ed esperta dietro una
squadra che sa come giocare
un ottavo di finale. Ecco perch sar un impegno difficile. Prima, per, molto prima
in calendario c la sfida scudetto con la Roma, sabato in
prima serata allo Stadium. Allegri avr tre giorni di tempo
per scegliere i profili giusti, che
poi sono gli elementi determinanti per poter stabilire il modulo pi adatto. Il metodo del
tecnico bianconero, del resto,
non un mistero: Io scelgo
- dice spesso Max - immaginando come andr la partita. Limportante che chi va
in panchina aiuti i compagni
in campo, altrimenti si manca
loro di rispetto. Il riferimento
storico allultimo derby, con
Mario Mandzukic sbuffante
in panca dopo la sostituzione. Ma il comandamento vale
per tutti. Allegri, ieri, tornato
in zona Olimpico Grande Torino, dove ha battuto i granata e dove - 150 metri pi in l
- ha ritirato il premio di Allenatore dellAnno. Foto, sorrisi,
selfie e poi via, nascosto nella
nebbia di Torino dove ha iniziato a concepire con un pizzico di fantasia cosa potr accadere sabato con la Roma,
duello chiave per indirizzare
il campionato.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA TARGA DEI GIORNALISTI SPORTIVI

Il premio alla rimonta scudetto


Massimiliano Allegri stato premiato quale Allenatore dellAnno.
Il tecnico juventino ha ricevuto il premio da Federico Calcagno e
dalla figlia di Ruggero Radice (foto LaPresse) cui intitolato il
gruppo dellUssi Subalpina. Raro Radice stato uno dei pi
grandi giornalisti piemontesi, cantore del ciclismo allepoca di
Coppi e Bartali. Trai premiati anche il judoka Fabio Basile.

A VINOVO E COMINCIATA LOPERAZIONE ROMA

Pjaca rivede la luce: si allena con i compagni


Lex Dinamo, in ripresa
dopo linfortunio al perone,
si candida come rivelazione
del 2017. Per sabato
dubbio Dybala-Mandzukic
TORINO. Meno tre alla sfida

scudetto e la Juventus, giusto per stare sul pezzo, si allena sotto il nebbione di Vinovo. Si vede un sorridente e
gi concentrato Marko Pjaca
lavorare in parte con il gruppo, mentre gennaio savvicina e il perone infortunato comincia a rispondere positivamente. Difficile ipotizzare
una data precisa per il rientro, ma - ripete Massimiliano Allegri come un mantra il 2017 sar il suo anno. Si
vede Andrea Barzagli allenarsi quasi completamente con
il resto dei compagni come
negli ultimi giorni e con una
convocazione per sabato sera
pronta ad essere certificata
ufficialmente. Ma si vede tutta una squadra pronta a dare
un altro sonoro schiaffone

alla concorrenza che si augura un capitombolo bianconero e poi puntualmente riceve risposte sgradite. Possibile,
non ancora sicuro, che Massimiliano Allegri insista sulla
difesa a 4: labbandono dei tre
guardiani di Gigi Buffon non
una roba definitiva, per il
tecnico vuole dare la sua impronta definitiva sulla sua Juventus. Anche se poi Mehdi
Benatia pronto a incrociare gli ex compagni, il che farebbe presupporre la probabilit di una linea a 3 con Daniele Rugani e Giorgio Chiellini contro la Roma. Ma che
la scelta ricada sul 4-3-fantasia o su alternative tattiche, in
fascia sono pronti Stephan
Lichtsteiner e Alex Sandro.

zio), con Miralem Pjanic


rifinitore davanti alla cerniera di mezzo formata da Sami
Khedira, Claudio Marchisio
(sarebbe la quarta partita di
fila del Principino) e magari
la conferma di Stefano Sturaro mezzala destra, come nel
derby. Gi, il bosniaco agirebbe comunque sulla tre-

Lavviso di Khedira
Occhio alla Roma:
sono forti e completi.
Noi al top dopo Natale,
come Real e Bara

Le scelte

Paulo Dybala pu riprendersi


il posto da titolare dopo due
mesi scarsi, in coppia con
Gonzalo Higuain (ma vallo
a spiegare a Mario Mandzukic che nel duello tricolore
non avrebbe spazio dallini-

Marko Pjaca, 21 anni, si allena di nuovo con i compagni dopo linfortunio al perone (LAPRESSE)

quarti: 4-3-1-2 o 3-4-1-2, le


due opzioni pi gettonate.
Khedira ha fatto il punto a
Sky 72 ore prima di JuventusRoma: La vittoria nel derby,
contro una squadra molto tosta, stata meritata - ha detto il tedesco - Totti? Ha tutto
il mio rispetto, una leggenda. Dobbiamo stare attenti
alla Roma: ha tutto per pri-

meggiare, una difesa solida,


un attacco forte. Giocheremo in casa e questo sar un
vantaggio per noi, la partita pi bella, non vediamo lora di affrontarli. Essere criticati legittimo, ma se guardiamo al Barcellona, o al Real
Madrid, nessuno sta giocando bene ora: a fine stagione

che devi essere al 100%. I risultati gi ci sono, normale


avere qualche battuta darresto come a Genova, per stiamo giocando sempre meglio.
E dopo Natale vedrete la Juventus migliore, grosso modo
tra febbraio e marzo.
A.MI.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTOSPORT 5

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO JUVE

E ora punta la Roma


per unaltra beffa
Il rifiuto ai giallorossi, nel 2013, fu la svolta
che lanci il tecnico verso lepopea Juve
Il rapporto con il Milan
sembrava agli
sgoccioli e la Roma
aveva laccordo in
tasca. Il dietrofront
fu una doccia fredda
FABIO RIVA
TORINO

Gonzalo Higuain, 29 anni, viene festeggiato dai compagni: largentino ha segnato 12 gol con la maglia della Juve (CREDITO)

Quando dici, il destino... E


lui, Massimiliano Allegri,
probabilmente lo dice. Ripensa - anzi meglio: ripenser, sabato sera - a quella
mini telenovela andata in
onda nella primavera-estate
del 2013, il cui finale scritto e
annunciato sembrava dover
essere il passaggio del tecnico livornese alla Roma. Fu
Silvio Berlusconi ad uscire allo scoperto per primo,
a maggio, annunciando sibillino che Allegri lanno
successivo avrebbe guidato i giallorossi. Svelando, di
fatto, le trattative che avevano avviato i capitolini con
lintento appunto di ottenere la rescissione del contratto di Max con il Diavolo. Sulle sponde del Tevere
il trasferimento cominciava gradualmente a diventare un cosa praticamente
assodata e nel Conte Max
erano riposte le speranze di

una rinascita in grande stile.


Alla fine, per, Allegri decise che non era cosa, e non
era il caso. Con Galliani gran
tessitore, la sua permanenza al Milan venne sancita a
margine di una cena ad Arcore nella quale Berlusconi puntava a rompere definitivamente, ma nella quale in realt venne convinto
a proseguire (Con Galliani
e Allegri abbiamo avuto una
franca e cordiale discussione in cui si rivisitata e analizzata la stagione passata e
c stato un chiarimento su
alcune cose. Il rapporto con
lallenatore, che non si mai
interrotto, continua con fiducia e in assoluta e reciproca stima, il comunicato ufficiale del Milan).

Esonero propedeutico

Orbene, la stima e la fiducia scemarano entro pochi


mesi e a gennaio 2014 Allegri venne esonerato. Pure
questo avvenimento, in fin
dei conti, s rivelato propedeutico e propizio. Perch
semmai c stato qualche ripensamento allinsegna del
maledetta quella cena che
mha fatto rfiutare la Roma,
ben presto s tramutato in
unbenedetto quellesonero che mi ha poi permesso

di accasarmi alla Juventus,


nel luglio del 2014. Una vera
e propria svolta per Allegri,
che da quel momento ha aggiunto altri due scudetti nella bacheca personale e ora
punta ad entrare in pianta
stabile nella storia del calcio diventando il tecnico che
ha permesso alla Juventus di

Giochi del destino


Se avesse firmato con
Pallotta, ora Allegri
non lotterebbe per
entrare nella storia
Bilancio bianconero
Solo una sconfitta
contro i giallorossi,
ma anche... cinque
titoli contro zero
vincere il suo sesto campionato consecutivo. Impresa
mai riuscita in Italia e nemmanco nelle altre leghe pi
importanti dEuropa.

Il bilancio

Vien da s che i suoi scudetti, Allegri, li abbia vinti anche - e a volte soprattutto ai danni proprio di quella

Roma diventata cornuta e


mazziata.
Allegri ha sconfitto i giallorossi nel primo faccia a
faccia da bianconero (3-2
il 5 ottobre 2014) e ha pareggiato (1-1) nella sfida
di ritorno. Mentre lo scorso anno ha s perso 2-1 il 30
agosto nella prima, nefasta,
fase dellannata ma poi il 24
gennaio ha vinto 2-1 mettendo un altro mattoncino
fondamentale verso la maxi
rimonta poi valsa una delle
imprese pi rocambolesche
della storia del calcio italiano.

Infierire

Vien da s che sabato, allo


Stadium, Allegri possa e voglia continuare a... infierire. Nulla di personale, per
carit, ma sa bene che questa sfida pu risultare fondamentale per consolidare il primato e sgambettare quella che, classifica alla
mano, sembra essere lunica
squadra in grado di impensierire i bianconeri e Allegri,
lanciati verso la storia. Anche per merito, appunto, di
quel... no grazie, Roma, che
tanto bene ha fatto al Conte Max e tanto nuociuto ai
giallorossi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

6 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio juve

Spalletti, master di Juve


Sa sempre come si fa
Il tecnico romanista ha studiato i rivali: Il segreto? Gestire le energie
La Juve una squadra
che sa ci che vuole e
come ottenerlo. A noi
servir equilibrio: a ogni
mezza occasione loro
ti fanno due gol
CAMILLO FORTE
INVIATO A ROMA

Subito dopo la vittoria-spareggio contro il Milan, importantissima per mille motivi, il pensiero di Luciano
Spalletti scivolato via verso la partitissima di sabato
sera allo Stadium di Torino
contro la Juventus. Pensiero e parole, quelle che dir
ai suoi giocatori per preparare levento. Perch per lui
di questo che si tratta: Ci
siamo meritati una sfida del
genere perch un conto
presentarsi a Torino con soli
quattro punti di vantaggio e
un altro era andarci con sei
o sette lunghezze da recuperare.

Conosco la Juve

Entra nel cuore del discorso


e dimostra di sapere molto
(pi di altri) dei bianconeri.
Perch le sue riflessioni, prima di oggi, non sono state
fatte da nessun altro tecnico.
Sentitelo: La Juve non gioca al massimo delle sue pos-

sibilit? Non credo. Per me


il massimo della perfezione. E sapete perch? I campioni dItalia sanno centellinare ogni piccola goccia di
sudore, non sprecano niente. E a seconda dellavversario che affrontano cambiano atteggiamento. Negli uomini e nei sistemi di gioco.
Non puntano mai a stravincere ma a vincere spendendo meno energie possibili.
Questa la Juve. Una grande
squadra. Ripeto: si adeguano alla squadra che hanno
di fronte. E fortissima, praticamente perfetta, altro che
altruista e poco spettacolare,
sa quello che vuole e lo ottiene con il minimo sforzo.

Ci proveremo

Continua, Spalletti. Ovviamente la squadra di Massimiliano Allegri ha una marcia in pi rispetto a tutti ma,
naturalmente, cercheremo
di giocarcela visto che ci troviamo, meritatamente, in
questa classifica. Per fare risultato allo Stadium servir equilibrio perch loro a
ogni mezza occasione ti fanno due gol. Bisogner stare
concentrati e non perdere
di vista lazione neppure per
un istante. Intanto godiamoci questo momento. Il primo
grande obiettivo stato rag- Luciano Spalletti, 57 anni, alla seconda esperienza sulla panchina della Roma. In mezzo i trionfi in Russia con lo Zenit (ANSA)

giunto: per la prima volta in


questa stagione lOlimpico
era mezzo pieno, ho risentito i tifosi cantare, esultare. Li ho rivisti vicino a noi e
questa una grande soddisfazione, significa che qualcosa di importante stato
fatto. E poi sono soddisfatto perch anche contro i rossoneri, che oramai sono da
considerare una grande del
campionato, non abbiamo
di nuovo preso gol. E non
un dettaglio, per un allenatore questo fondamentale.
E per concludere sono soddisfatto della prestazione di
Dzeko, non ha fatto gol ma
stato utilissimo.

Salah s o no?

Il dubbio per sabato porta il


nome di Salah. E non solo
legato alle sue condizioni fisiche: riuscir a recuperare? Se s, per, non detto
che giochi. Con legiziano
abbiamo un tipo datteggiamento, senza di lui un altro.
Lui bravo a saltare luo-

La soddisfazione
Ho rivisto i
tifosi al nostro
fianco e questo
fondamentale
mo e pu risolverti la partita in qualunque momento. Per, sotto laspetto della corsa, con lui giochiamo
con un uomo in meno perch non va a fare pressing e
rubare palla. Lha fatto solo
una volta a Napoli quando
lha tolta (la palla) a Koulibaly andato in rete. Sotto
questo aspetto deve migliorare e noi ci lavoreremo su.
Senza di lui siamo meno imprevedibili ma pi compatti come successo contro il
Milan. Vediamo, c ancora
qualche giorno per valutare
la situazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI INFORTUNATI

Peres: 2017
Salah prova
gi per sabato
ROMA. Poteva andare

peggio. Le lacrime con le


quali era uscito dal campo
durante Roma-Milan
avevano fatto temere per
la frattura della caviglia.
Ipotesi fortunatamente
esclusa per Peres che
dopo aver svolto i primi
esami strumentali ieri,
replicher in giornata per
diagnosi e prognosi pi
precise. L'infortunio alla
caviglia lo bloccher
presumibilmente per 2-3
settimane, dunque il suo
2016 gi finito. Potrebbe
invece riaprirsi a sorpresa
per Salah. Sono un paio di
giorni che l'egiziano ha
ricominciato a correre.
Entro gioved potrebbe
rientrare in gruppo e se
non ci saranno problemi
non esclusa una sua
convocazione in extremis.
Per Torino torneranno a
disposizione anche
Paredes e Totti,
garantendo cos a Spalletti
un margine di rotazione
leggermente pi ampio
rispetto a quanto accaduto
nelle ultime gare.

PALLOTTA CHI?

Rientra invece nel circo


mediatico Sabatini. Ieri
l'ex ds a margine del
Pierino Prati day
tenutosi a Roma, a chi
gliedeva di Pallotta ha
replicato con un doppio
Chi? sibillino che
conferma le difficolt nei
rapporti tra il dirigente e il
presidente americano,
sfociato poi nell'addio di
Sabatini.
STEFANO CARINA

TUTTOSPORT 7

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio juve
A CENA CON MONCHI

E la Roma
agli spagnoli
soffia il ds

NZONZI A 15 MILIONI

Il centrocampista Steven NZonzi, 27 anni, abbracciato dai compagni. Il francese di origine congolese ha una clausola da 30 milioni di euro (IMAGE SPORT)

Per il momento il ds
Monchi tiene duro: 30
milioni subito. Altre
telefonate prima della
partenza dei
bianconeri per Doha
STEFANO LANZO
TORINO

E opportuno intervenire a
centrocampo, parola del vicepresidente Pavel Nedved
dopo il sorteggio di Nyon.
Anche perch la Juventus,
al netto delle esigenze tecniche, avr giocatori in partenza per la Coppa dAfrica
a gennaio, dunque i numeri
saranno sempre pi ristretti. Acquisti in chiave Champions League, ma non necessariamente: la politica
bianconera quella di operare in entrata solo per ottenere un miglioramento
dellorganico e non per coprire una falla. Dunque si
punta al meglio che offrir
il mercato invernale, senza
andare troppo per il sottile. Certo, Axel Witsel garantirebbe la presenza anche
in Europa e pure per questo
motivo il belga, con il quale lad Beppe Marotta ha gi
unintesa per il futuro, rimane nei primi posti della lista
dei desideri. Ma i bianconeri non vogliono strapagare
un giocatore che tra pochi

Pressing Juve sul Siviglia


Nuovi contatti: Marotta insiste per pagare la clausola con lo sconto
mesi sar a parametro zero
e al tempo stesso lo Zenit
San Pietroburgo non ha lesigenza economica di vendere a tutti i costi per venire incontro alle necessit
juventine. Ci non significa
che Witsel rester in Russia
fino a giugno, per Marotta e Paratici lavorano su altri fronti, valutando anche
posizioni di centrocampisti
che non potranno giocare la
Champions. In tale elenco
il principale indiziato Steven NZonzi, che sta vivendo una stagione da protagonista nel Siviglia e quindi, cambiando squadra, non
potr partecipare alla massima competizione euro-

pea. Il dettaglio sostanziale non preoccupa la Juventus, alla ricerca di muscoli e


qualit indipendentemente
dai discorsi sulla lista Uefa.
Ecco perch le quotazioni
del franco-congolese sono
in costante ascesa e la Juventus in questi giorni ha mosso
nuovi passi importanti per
convincere il Siviglia a cedere uno dei suoi titolari. Della clausola si era gi scritto e
Tuttosport aveva anticipato
anche la notizia della postilla che prevede la possibilit di pagare il totale (30
milioni) in due rate: perci
subito 15 milioni a gennaio
e poi altri 15 nel 2018. Gi
nelle settimane scorse si era

In pole position
Salgono le quotazioni
del franco-congolese,
nonostante non possa
entrare in lista Uefa
Altre soluzioni
Resta viva la pista
Tolisso, oltre al solito
Witsel. In Italia piace
sempre pi Gagliardini

dato annuncio del benestare


tecnico di Massimiliano Allegri riguardo il centrocampista, visionato con attenzione dal tecnico bianconero e
dallo staff nelle sfide del girone di Champions. Per 15 milioni subito si pu fare, nelle
idee di mercato della Juventus. Ma c ancora da lavorare con il club andaluso, perch labile ds Monchi - peraltro probabile futuro ds della
Roma in un curioso incrocio
- punta a tenere alta la cifra
del pagamento, soprattutto per il fatto che si tratta di
uno dei perni della squadra.
Ci saranno nuovi contatti nei
prossimi giorni, prima della
partenza della squadra per

Doha in occasione della Supercoppa italiana: lobiettivo


stringere i tempi per evitare controsorpassi della concorrenza. Loperazione non
di semplice riuscita, considerando che il Siviglia non
club abituato a concedere
sconti, per la forza della
clausola e la determinazione della dirigenza spingono
NZonzi in direzione Torino.

perch la soluzione NZonzi, a certe condizioni, appare calda. Attenzione pure alle
soluzioni italiane. Franck
Kessie tutto da valutare in
una grande squadra (e andr anche lui in Coppa dAfrica a gennaio), tuttavia indubbio come la Juventus sia
tra le principali pretendenti
per la stellina dellAtalanta:
pi facile a luglio. A Bergamo
attenzione anche a Roberto
Ligue1 e Serie A
Gagliardini, sempre pi apMa la Juventus lavora su altre prezzato dalle parti di corso
piste. C sempre viva quella Galileo Ferraris. C pure il
che porta a Corentin Tolis- venezuelano Rincon del Geso del Lione, un affare per noa: il suo arrivo non impepiuttosto costoso e proba- direbbe lacquisto di un altro
bilmente pi attuabile du- centrocampista di spessore.
rante il mercato estivo. Ecco
RIPRODUZIONE RISERVATA

ROMA. Nei giorni scorsi lo


spagnolo Ramon
Rodriguez Verdejo, pi
conosciuto come
Monchi, aveva dichiarato:
Quello italiano un
campionato magnifico e
prima o poi mi piacerebbe
lavorare l. A giugno il
sogno dovrebbe
diventare realt. Perch
il corteggiamento della
Roma sembra aver dato i
suoi frutti. Al netto delle
smentite e di
ripensamenti in extremis
(il Psg rimane alla
finestra), l'eredit di
Sabatini - attualmente
nelle mani di Massara,
vice dellex ds - verr
presa da questo signore
di 48 anni che ha
contribuito a rendere
grande il Siviglia e a
scoprire calciatori del
calibro di Dani Alves e
Rakitic, facendo
esplodere campioni
come Sergio Ramos,
Antonio Reyes e Jesus
Navas.

CORTE SERRATA

Nel giro di un mese la


Roma sembra essere
riuscita a convincere il
dirigente spagnolo che
nell'ultima settimana di
novembre ha prima
cenato insieme a Baldini
e Zecca a Londra. Poi,
qualche giorno dopo,
stato notato all'Emirates
mentre assisteva ad una
partita di Champions
dell'Arsenal. Indovinate
vicino a chi? Ancora a
Baldini. Dulcis in fundo,
all'inizio della scorsa
settimana, ennesima
cena con Baldini, questa
volta alla presenza del
presidente Pallotta che
ha cos avuto modo di
conoscerlo e parlarci vis a
vis.
IL PERCORSO

Un iter che porta


inevitabilmente a
pensare, nonostante da
Trigoria non confermino
per salvaguardare il
lavoro di Massara a
gennaio, che il prossimo
ds della Roma sar
proprio Monchi.
STEFANO CARINA

MOTOGP A Motegi per consegnare il Casco dOro a Marquez, lui luomo dellanno
ESCLUSIVO La prima parte del nostro viaggio in Giappone nel mondo Honda
A TU PER TU Lorenzo Baldassarri e Romano Fenati
STORIE DI MOTO Le avventure di Pierfrancesco Chili
THE TEST Honda CRF 450 cross ed enduro

Dal 1976 Motosprint racconta il mondo della competizione agli appassionati delle due ruote.

8 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO JUVE
Il procuratore un
grande conoscitore dei
rivali di Champions dei
bianconeri. Quante
trattative: Rolando,
Martinez e... Quaresma
FILIPPO CORNACCHIA

La marcia Champions della


Juventus passer da Oporto,
da anni diventata una delle mete pi gettonate dagli osservatori bianconeri.
Lultimo affare risale allestate 2015. Marotta e Paratici, dopo un lungo tira e molla, acquistano Alex Sandro
a un anno dalla scadenza
per 26 milioni di euro. Chi
allora si stup per il prezzo
alto - racconta il procuratore Peppino Tirri - non conosce bene il Porto.

Yacine Brahimi, 26 anni, centrocampista del Porto. A fianco lagente Peppino Tirri con Pinto da Costa, presidente dei portoghesi (ANSA)

Miniera Porto
Loro Brahimi

Lagente Tirri, specialista in affari coi portoghesi


Juve, prima battili e poi prendi Andr Silva

alla clausola. Con Rolando


non andata tanto diversamente: dopo i prestiti a
Napoli e Inter hanno preferito metterlo fuori squadra piuttosto che accettare offerte inferiori alla cifra
stabilita.
>> Rolando negli ultimi
anni stato pi vicino alla
Roma o alla Juventus?
Alla Roma.

>> Gli osservatori della Juventus sono di casa al


Dragao.
Fanno bene. Il Porto una
miniera: sui talenti arrivano
quasi sempre prima. Se gente come Pepe, Deco, Falcao,
Hulk, James Rodriguez...
stata lanciata e poi rivenduta a peso doro non un
caso. Il presidente Pinto da
Costa ha costruito una stra>> Lei, invece, ha sempre ordinaria struttura di osserha avuto un feeling parti- vatori su scala mondiale. E
colare con i portoghesi... grazie ai vantaggi del PorNegli ultimi anni ho la- togallo in tema di extracovorato spesso con loro: munitari, il Porto sui giovapenso ai casi Rolando e ni sudamericani arriva quaJackson Martinez, ma anche alla mediazione che feci
per Quaresma. Con BranIN EDICOLA
ca, ai tempi dellInter, provammo pure ad anticipare il Real Madrid per Pepe.
Il Porto il numero uno a
vendere, meglio pure di Siviglia e Udinese.
E in edicola il nuovo

Sul presidente
Pinto da Costa per
meno di 15 milioni non
apre la porta: con lui
non si tratta, si paga!
Macchina di talenti
Hanno lanciato
Falcao e James perch
hanno una struttura di
osservatori pazzesca

>> In che senso?


Per loro vale il prezzo della clausola, non ammettono
sconti. E non un modo di
dire: per Jackson Martinez,
prima di venderlo allAtletico Madrid, rifiutarono
una proposta vicinissima

numero del Guerin


Sportivo. Un numero
allinsegna del
calciomercato. Allinterno
della rivista - come
evidenziato gi in
copertina - largo spazio
alle trattative del prossimo
mese. Il mercato invernale
si sta scaldando e sul
Guerino troverete una
radiografia degli obiettivi e
degli affari che i club
cercheranno di mettere a
segno per rinforzarsi in
ottica campionato e Coppe
europee. Allinterno delle
180 pagine affrontati

>> Quale sar luomo mercato della squadra di Nuno


Espirito Santo?
Brahimi il mio preferito
e Andr Silva un autentico
gioiellino. Ma i talenti sono
diversi: da Ruben Neves a
Oliver Torres, questultimo
per di propriet dellAtletico Madrid. La Juventus
parte favorita negli ottavi,
ma non dovr sottovalutare il Porto. Espirito Santo ha
una squadra giovane, ma
di qualit: possono diventare la mina vagante della
Champions.
>> La Juventus, oltre al
vecchio pallino Ruben
Neves, ha messo nel mirino Andr Silva.
Ha una clausola da 60 milioni, per ha solo 21 anni e
in Champions ha segnato 5
gol: se fossi nella Juventus
penserei a Andr Silva come
erede di Higuain.

Guerino: ecco il nuovo numero


Ai raggi x il mercato di gennaio

>> E cos difficile trattare


con il Porto?
Con Pinto da Costa e con
il ds Antero i colloqui sono
sempre rapidi. Sono bravi e
scaltri: con loro non si tratta,
si paga. E per meno di 15-20
milioni nemmeno ti aprono
la porta... (risata).

si sempre per primo.

tantissimi altri argomenti:


da non perdere il servizio
sulla moda dei tatuaggi tra
i giocatori.

>> Lei ha fatto tante operazioni (Figo, Cambiasso, Samuel, Sneijder...)


anche con Florentino Perez, che invece negli ottavi se la vedr col Napoli. Il
presidente del Real assomiglia a Pinto da Costa?
No, sono molto diversi.
Uno punta sui giovani, laltro sulle stelle. Li considero per tra i cinque dirigenti pi bravi a livello mondiale assieme a Marotta, Galliani e Branca.
>> Un aneddoto su Florentino Perez?
Una volta ero nel suo ufficio con Bronzetti. Il presidente ci allung un biglietto
nel quale cera scritto: Chi
Volpi? Glielo aveva proposto un tecnico italiano. Lex
sampdoriano era un ottimo
giocatore, ma Florentino per
il suo Real voleva soltanto
stelle di prima grandezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTOSPORT 9

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio toro

Valdifiori-Maksimovic
il Toro vince 7 milioni
Uno gioca sempre, laltro quasi mai: due parabole inverse
I valori di mercato si alzano e si riducono clamorosamente
Trattative infuocate ed
effetti opposti. Il regista
con Sarri non aveva
spazio: in granata
subito rinato e adesso
una colonna di Miha
MARCO BONETTO
TORINO

Sembra fin incredibile la parabola di Nikola Maksimovic:


fino a qualche mese fa questo
giovane difensore serbo si nutriva di certezze, ora vive solo
di belle speranze. Ma ancor
pi clamoroso il quadro, se si
confronta la sua storia con laltro caso(tto) dellultimo giorno del mercato estivo, Mirko
Valdifiori, salito a Torino come
parziale (parzialissima) contropartita, proprio allinterno
dellaffare Maksimovic.
Nikola ha fatto di tutto per
andare via. Gli era rimasta
sul gozzo la mancata cessione dellestate prima, quando
il Napoli gi mi voleva, e con
forza. Poi aveva digerito a fatica la permanenza nello scorso gennaio. Infine, ad agosto,
ha improvvisamente deciso
che ne aveva davvero le tasche
piene. Dal suo punto di vista,
cos: promesse non mantenu- Mirko Valdifiori, 30 anni: 14 gare da titolare in campionato (LIVERANI) Nikola Maksimovic, 25 anni: solo 3 presenze in campionato (MOSCA)

te, sul fronte cairota. Dal punto di vista del Toro, non cos:
ha cambiato le carte in tavola,
Nikola. E dire che il Torino era
disposto anche ad alzargli di
nuovo lingaggio, pur di (ri)stimolarlo. E dire che Mihajlovic
fin da subito us ogni mezzo
dialettico e motivazionale per
tenerlo stretto alla causa. Ma
un bel giorno Maksimovic decise di dichiarare guerra, definitivamente, al club che pure
laveva scoperto, e lanciato nel
calcio dorato.

Cera un accordo, ma...

Sinisa ha fatto di tutto per cercare di convincermi a restare,


ma sapeva bene come la pensavo - avrebbe poi spiegato
Maksimovic -. Volevo un club
pi forte, un grande club, per
vincere qualcosa di importante. Con il Torino cera un accordo perch venissi ceduto
al miglior offerente, nonostante Cairo dichiarasse di volermi
trattenere. Poi arriv il giorno
della fuga, a met agosto. Ammutinamento, fine degli allenamenti in granata e tanti saluti a tutti, sino al trasferimento in extremis: Quel giorno
aspettavo una telefonata da
Cairo, ma non mi arriv mai.
Avrebbe dovuto comunicarmi
la sua scelta in merito alle offerte arrivate per me. Cos decisi di fare a modo mio, anche
se sono stato un po sfacciato. I commenti di Mihajlovic?
Non minteressano, un problema suo. Io cammino con la
schiena dritta. In tempi diversi, Sinisa sibil: Nikola pagher le conseguenze di questi comportamenti. Ha tradito me e il Torino. Ha mancato
di rispetto a tutti. Per quel che
mi riguarda, un uomo morto. E il ds Petrachi, a settembre: Parlando con Mihajlovic,
Nikola aveva detto che sarebbe rimasto, se avesse ottenuto
un aumento. Ci siamo seduti
per trattare, ma poi Nikola ha
cambiato idea e ha avuto una
caduta di stile, non presentandosi pi agli allenamenti. Ma

lo abbiamo venduto lo stesso


molto bene.

Laria frigger, domenica

Chiss domenica, quando


Maksimovic e Mihajlovic si
guarderanno in faccia, come
frigger laria. A Napoli, Nikola
guadagna 1,8 milioni netti, pi
bonus. Ben pi del doppio, ri-

Lestate calda del serbo


Era un re, ma dichiar
guerra al Toro e arriv
ad ammutinarsi: tutto
per finire in panchina!
spetto al Toro. Ma per Sarri,
che pure lha fortemente voluto, non ancora pronto, non
ha compiuto un salto di qualit negli allenamenti e nelle
poche occasioni che ha avuto: appena 3 presenze in campionato, pi 2 in Champions.
E anche domenica, quando
pure mancher Koulibaly, in-

La scure di Mihajlovic
Maksimovic ha tradito
me e il Toro: la pagher.
Per quel che mi riguarda
un uomo morto

fortunato, Nikola rischia di vederla dalla panca: al momento appare favorito Chiriches,
in coppia con Albiol. Il Napoli
ha messo sul piatto 25 milioni (5 gi versati) per acquistarlo. Ma oggi come oggi, inevitabilmente, il valore di mercato di questo Maksimovic
sceso a una ventina. Il trend
opposto, per Valdifiori. Che
con Sarri non giocava (quasi)
mai. Invece, nel Toro, diventato immediatamente una colonna: il regista rinato, sta vivendo una nuova primavera.
E cresce, settimana dopo settimana, nel tessuto connettivo della squadra. I 4 milioni
investiti da Cairo sorridono:
oggi Valdifiori ne vale almeno
6. Tra minusvalenze e plusvalenze potenziali, la differenza
, grossomodo, di 7 milioni.
Ma in campo vanno anche i
muscoli e i sentimenti, mica
solo i portafogli. Il problema
che qualcuno, il campo, lo
vede proprio poco.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La replica di Nikola
I commenti di Miha
non mi interessano.
Volevo un grande club.
E ho la schiena dritta

10 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO TORO

TRA INCHIESTA E MERCATO

Sopra la panca
il Toro fa la pecora
E non incorna mai

Mihajlovic ha ragione: nel complesso, le riserve granata


non sono allaltezza di garantire un surplus di qualit
1
Tranne eccezioni, i
panchinari del Toro non
hanno portato gol utili
o svolte importanti. Per
dare la caccia allEuropa
servono rinforzi di valore
MARCO BONETTO
TORINO

E dire che la stagione era cominciata benino per i panchinari, sotto porta: 2 gol nelle
prime 2 giornate. Al primo appuntamento, a San Siro contro
il Milan, il subentrato Baselli (il
cambio con Obi a una ventina
di minuti dalla fine) diede presto una scossa e segn pure il
gol della potenziale, clamorosa rimonta. Fin, comunque, 3
a 2 per il Diavolo, ma solo perch Belotti in extremis sbagli il rigore. Poi, alla seconda
giornata, tocc a Martinez festeggiare una rete, entrando a
gara in corso. Contro il Bologna, dopo linfortunio occorso a Ljajic. Ma anche quel gol
fu ininfluente: il Torino stava gi dominando nettamente i rossobl, e vincendo, per
cui allinterno del 5 a 1 finale il
timbro del venezuelano fu importante solo per sigillare i distacchi. Per, insomma, il segnale pareva positivo. Il Torino stava dimostrando di saper
eccellere, nella particolarissima classifica dei gol segnati dai panchinari. Un aspetto
sicuramente particolare, per
lappunto. Ma che pu rivelarsi incredibilmente utile e
determinante, a gioco lungo.
Ma cosa venuto alla superficie, dopo 16 giornate? Il nulla. Perch dopo quelle 2 reti,
nessun panchinaro messo in

campo da Mihajlovic ha saputo buttarla dentro. Un problema decisamente relativo, se


si parla dei difensori. Ma tutto fuorch irrilevante, se invece si disquisisce di interni
votati agli inserimenti, secondo i dettami del gioco offensivo di Sinisa. Un problema,
infine, oltremodo limitante,
se invece si ragiona del parco attaccanti. Perch se vero
che Miha dispone del secondo tridente pi prolifico dItalia con Belotti, Iago e Ljajic,
anche vero che le riserve
conclamate (Boy, Martinez
e Maxi Lopez, cui aggiungere il baby Aramu, da tempo ai
margini) non sono ancora riuscite a mandare un segnale
inequivocabile di concretezza ed efficacia: a parte, naturalmente, le prove decisamente generose per grinta ed utilit tattica del giovane argentino, nella prima parte della
stagione, al posto dellinfortunato Ljajic; ed eccezion fat-

ta per le sporadicissime punture di Maxi. In 7 comparsate (una sola volta titolare, nel
ko di Bergamo), il bomber argentino non ha mai segnato,
in campionato. E Mihajlovic
non dimostra di stravedere
per lui, al di l del sovrappeso ormai proverbiale di Maxi.
Anche nel derby ha fatto pensare lingresso finale del leggerino Martinez, invece del ben
pi combattivo e carismatico
centravanti. Il venezuelano (4
volte titolare) avr anche indubbie qualit tecniche, ma
caratterialmente di una discontinuit... esagerata. Anche in considerazione dei suoi
23 anni, otterrebbe dei benefici se venisse girato in prestito (fossanche in una B di vertice) a una squadra capace di
farlo giocare con una costanza
fondamentale per la crescita.
Che poi Boy sia un giovane di
sicura qualit, capace anche
di farsi un mazzo cos, acclarato. Utile, sicuramente uti-

SOLO GIOCATORE

che non fa parte del gruppo


degli 11 titolarissimi di
Mihajlovic ha giocato
almeno una volta dallinizio
nelle ultime cinque giornate:
Moretti a Crotone (Barreca
era influenzato)

SOLO ATTACCANTE

quasi mai titolare ha


segnato un gol in
campionato: Martinez
(da subentrato) nel 5-1
al Bologna. Il Torino stava
gi vincendo. Era
la seconda giornata

le. Ma - come si dice - non segna mai. Al dunque, non incide: un suo limite, gi ampiamente mostrato in Argentina.

Quelle parole di Miha

Nelle ultime 5 giornate lelenco dei titolarissimi diventato una filastrocca difficilmente
contestabile: Hart, Zappacosta, Rossettini, Castan, Barreca, Benassi, Valdifiori, Baselli, Falque, Belotti, Ljajic. Solo
lanziano Moretti, a Crotone
(ma perch Barreca era influenzato), ha scalfito in una
circostanza questo elenco. In
mediana, Obi sempre rotto:
pure adesso. E gi nella scorsa
stagione aveva mostrato muscoli di cristallo. E anche nelle annate precedenti. Acquah,
tanto bravo per spirito di sacrificio e voglia di correre, resta

I GOL
segnati dal Torino in
questo campionato
con giocatori
subentrati

I PUNTI
conquistati dal
Torino grazie ai gol
segnati da giocatori
subentrati

Acquah: un comprimario che


non vede la porta e non amico dellassist. E lencomiabile
Vives Vives. Mentre i giovani Lukic e Gustafson sono ancora lontani dallincidere presenze significative. E tralasciamo la retroguardia.
Che la squadra abbia bisogno di rinforzi di qualit in
ogni reparto, e non solo in difesa, come si scrive da settimane e come stato detto anche
pubblicamente dal Torino,
del tutto evidente. Contro il
Pisa, in Coppa Italia, Miha ha
buttato dentro tutte le riserve,
ed andata male nel rendimento di gruppo. Lo ha anche
detto a chiare lettere, nel do- Josef Martinez, 23 anni, in allenamento assieme a Joel Obi, 25 (LAPRESSE)
popartita: Sinisa voleva vedere la convinzione, la rabbia,
la voglia di mettersi in mostra. IL TERZINO PREMIATO QUALE ATLETA RIVELAZIONE
Invece sono rimasto deluso,
per questo sono arrabbiato.
Dovevano dire: quella merda di allenatore non mi fa mai
giocare, cos adesso glielo faccio vedere io... Invece, giocando cos, mi hanno dato solo
dallinizio ha creduto nelle sue possibilit:
ragione. Infatti. Se Cairo e Pe- TORINO. E Antonio Barreca latleta
Devo ringraziare il mister che ha avuto
trachi vogliono per davvero rivelazione dello sport piemontese per
fiducia in me, ma lui un allenatore che
non sprecare una grande op- lanno che va a concludersi. Ieri il terzino
crede molto nei giovani e gi al Milan ne ha
granata ha ritirato il premio assegnatogli
portunit, e lattuale enorme
lanciati parecchi, Donnarumma su tutti. E
dallUnione Stampa Sportiva Italiana di
entusiasmo popolare, a genun ottimo tecnico. Archiviato il derby, il
Torino, riconoscimento che lo ha visto
naio dovranno girare a Miha
numero 23 guarda gi alla prossima sfida,
salire sul palco accanto a numerosi atleti
tre o quattro innesti di valore
reduci dallOlimpiade di Rio. Il difensore di che lambizioso Toro di questa stagione
certo. Capaci di aiutare il Toro
deve affrontare senza paura per
San Francesco al Campo ha rivendicato
a compiere un ulteriore salto
di qualit. Se no, lEuropa ri- con orgoglio la propria storia granata, che riavvicinare gli obiettivi che si posto:
Questa squadra pu arrivare in alto,
schier di restare un mirag- lo ha portato fino allesordio in prima
domenica siamo stati sfortunati, ma
squadra: Giocare nel Toro per me un
gio. Non si pu arrivare fino a
adesso rialziamo la testa a partire da
maggio con solo 13 o 14 gio- sogno che diventa realt. Sono cresciuto
Napoli, anche se sar una gara complicata
con la maglia granata addosso e so cosa
catori di livello medio-alto.
significhi portarla, esordire in Serie A il 18 noi vogliamo arrivare molto in alto. Anche
Ps: rispetto al Torino, solse non sar facile, soprattutto dopo la
tanto 5 squadre (Bologna, Fio- settembre stata una grandissima
delusione del derby, dobbiamo vincere e
rentina, Inter, Palermo ed Em- emozione Prima di ritirare la targa
tornare a Torino con i tre punti.
commemorativa Barreca ha voluto
poli) hanno segnato di meno
ricordare Sinisa Mihajlovic, che fin
con i panchinari.
NICOLA GALLO

Barreca: A Napoli per vincere


E il mio grazie va a Mihajlovic

RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTOSPORT 11

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO TORO

Mihajlovic ti fa ripartire
Castro ti fa volare alto

Crippa: Sinisa d la scossa, largentino i gol per lEuropa


Il doppio ex di Toro e
Napoli: I granata
farebbero un bel colpo,
Castro ha un carattere
tosto ed un interno
molto tecnico
ALESSANDRO BARETTI
TORINO

LE SQUADRE
che hanno segnato
meno gol del Torino
con giocatori
subentrati

I CLUB
che hanno utilizzato
meno giocatori del
Torino in 16 giornate
di campionato

STATISTICHE A CURA DI

DOMENICA NAPOLI-TORO

Sarri vuole rilanciare Gabbiadini


Ma questo Mertens non pu uscire
NAPOLI. La sfida stellata col Real Madrid

ancora al centro di ogni discorso


nell'ambiente Napoli, ma non per Sarri che
vuole riportare riportare tutti alla realt. E il
presente si chiama Torino. Febbraio troppo
lontano per diventare il pensiero primario, ci
che conta il campionato, dove il Napoli ha
bisogno di risalire la china, ora che la serie A
rappresenta l'unico impegno di stagione. Per
recuperare il terreno perduto e mettere
pressione a Milan e Roma, dovr battere
Torino e Fiorentina cos da arrivare alla sosta
natalizia a punteggio pieno. Sarri ha
provveduto ad un primo lavaggio di cervello
alla squadra che ieri si allenata a
Castelvolturno. Dalla sfida di domenica
mancher Koulibaly infortunatosi a Cagliari
al ginocchio destro: rester ai box per 2
settimane e poi voler col Senegal in Gabon,
per la Coppa d'Africa. Al suo posto potrebbe

rivedersi Maksimovic, ex di questa gara ed


assente dal match col Besiktas a Istanbul,
oppure Sarri opter ancora per Chiriches,
ormai considerato alla stregua dei due titolari
Albiol e Koulibaly. Dubbi anche in attacco.
Privarsi di Mertens difficile dopo la tripletta
rifilata al Cagliari e anche adesso che la Uefa
lo ha inserito nella squadra ideale della fase a
gironi di Champions, in un tridente insieme a
Messi e Cavani. Comunque non detto che
resti fuori Gabbiadini contro il Toro, anche
per la necessit di mettersi in mostra in
chiave mercato. Anche lui sa che il Napoli sta
per prendere un altro attaccante centrale ed
Pavoletti il nome che infiamma le
discussioni tra Napoli e Genoa. Tra De
Laurentiis e Preziosi l'accordo stato gi
trovato (dellimportante operazione di
mercato si parla a pagina 13).

RAFFAELE AURIEMMA

Nella stagione 1987-88 si


staglia nel Torino quale uno
tra i giovani centrocampisti italiani pi interessanti
anche in zona gol, ma per
lannata successiva il Napoli che se lo assicura per
una cifra non lontana dagli 8
miliardi di lire. Rimpiango
ancora quella finale di Coppa Italia scivolata via ai supplementari contro la Samp,
nonch lo spareggio perso
contro la Juve per andare in
Coppa Uefa, ricorda Massimo Crippa della parabola
granata. Chiusa con il passaggio al Napoli, dopo che
lallora amministratore delegato del Torino, Michele De
Fenis, dichiar di essere disposto a ricevere uno sputo
in faccia, se Crippa fosse stato ceduto. Quella frase rimasta storica, ma per quanto mi riguarda lannata di Torino stata fondamentale
per la maturazione di calciatore. Dopo lesperienza
granata, ripetuta a fine carriera, lex centrocampista, Lucas Castro, 27 anni e Iago Falque, 26, in lotta per il pallone nel corso dellultimo Torino-Chievo (ANSA)
oggi direttore generale del
Renate (in zona playoff nel
ci siano giocatori di persoGirone A di Lega Pro), pasnalit, con voglia di ripartisa appunto in azzurro, dove
re dopo aver perso contro la
vince la Coppa Uefa nel 1989
Samp e i bianconeri.
e campionato e Supercoppa
italiana nel 1990.
> Toccher ancora a Belotti guidare lassalto al Na> Massimo Crippa, domepoli?
nica sar il Napoli a restaE il granata pi in forma,
re in scia alla Juve oppure
nonch uno tra i centravanil Toro a fare risultato dopo
ti pi forti a livello europeo.
due sconfitte di fila?
Nel campionato italiano si
A livello mentale il Naposta dimostrando devastanli avvantaggiato, essendo
te. Di bomber del suo livelreduce dai successi rotonlo ne vedo davvero pochi, in
di contro Inter e Cagliari. Il
giro: fisicamente incrediToro per mi piaciuto, nel
bile, lotta per tutta la gara e
derby: i granata hanno giopure sotto il profilo tecnico
cato bene, le occasioni per
sensibilmente migliorapassare in vantaggio ci sono
to, nelle ultime due stagiostate e anche nette, il palloni. Poi ha grandissimo entune di Ljajic uscito per pochi
siasmo, si vede che ha lo spicentimetri. La sconfitta conrito del Toro dentro. In pi il
tro la Juve potrebbe portarclub potr trarre un enorme
si appresso un contraccolvantaggio da una sua cespo, ma Mihajlovic ha il casione, che comunque sperattere per guidare i suoi a
ro lontana. Cento milioni di
un immediato riscatto. Aneuro sono tanti. Anche per
che nel gruppo mi sembra
Belotti.

Il Gallo doro
Belotti tra gli
attaccanti pi forti a
livello internazionale:
ha il granata dentro
Il cuore del gioco
Valdifiori ha il Toro in
mano: un acquisto
azzeccato, luomo che
fa girare la squadra

Verso gennaio
Mihajlovic ha qualche
giocatore di assoluto
livello: la rosa per
lo pi da puntellare
Poli opposti
Il Napoli ha tanto
entusiasmo perch
reduce da due successi,
per il Toro reagir

> Tra i suoi pari ruolo in


granata chi le suggerisce
una riflessione?
Beh, Valdifiori uno che ha
in mano il gioco del Torino.
Un acquisto azzeccatissimo,
il suo: detta i tempi e fa girare la squadra. In questo momento tra i migliori registi
italiani. E poi ho un debole
per Baselli.
> Da mezzala o dovrebbe
scivolare in regia?
Per me una mezzala di
grande qualit, sia nellultimo passaggio che per la capacit di andare alla conclusione. Se poi consideriamo
che a destra della mediana
c Benassi che ha 22 anni,
possiamo dire che il reparto
a posto per un po di anni.
> Per dare un po di concorrenza in pi a Benassi
e Baselli, la dirigenza pensa, tra gli altri, a Castro e
Grassi.
Interessante il profilo
dellargentino. Se il Chievo lo
d un bellacquisto: tecnico, fa gol e ha un temperamento tosto. Pu essere un
investimento anche importante, per il Torino. Grassi
un bel prospetto, ci si pu
gi puntare nonostante sia
un 95.
> Vida, difensore della
Dynamo Kiev, una buona idea per la difesa?
A gennaio punterei su giocatori che gi conoscono il
campionato italiano.
> Cosa deve fare il Napoli per annullare il divario
con la Juve?
La vedo dura anche in prospettiva. Loccasione giusta
si presentata nello scorso torneo, ma la Juve quando ha preso il largo non si
pi fermata. Troppo forti i bianconeri: hanno una
rosa di campioni, senza titolari e riserve.
> E questo Toro, per strutturarsi al livello dei primi
cinque o sei posti della
classifica?
Deve insistere su un gruppo che ha gi tanti giocatori di caratura internazionale. La rosa va puntellata, perch il materiale a disposizione di Mihajlovic per buona
parte di alto livello.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TUTTOSPORT 13

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO SERIE A

avere Kalinic
Napoli, ha vinto Sarri Per
servono 50 milioni
Pavoletti per lattacco
FIORENTINA

Al Genoa 18 milioni complessivi, quadriennale al bomber

Il club viola blinda il croato


con unalta clausola
rescissoria. Della Valle:
Terremo i nostri talenti, a
partire da Bernardeschi
BRUNELLA CIULLINI

Ingaggio di 1,9 milioni a


stagione (parte fissa
pi bonus): dovrebbe
mettersi a disposizione
del nuovo allenatore nei
primi giorni di gennaio

del pagamento tra i due club,


pare essere arrivata su queste
basi: 18 milioni di euro nelle
casse rossobl (13 di quota
fissa e 5 in bonus), contratto
di 4 anni allattaccante con un
ingaggio di 1,9 milioni di euro
(premi compresi) a stagione.

ANSELMO GRAMIGNI

Dubbi tramontati

TORINO

Ha vinto Maurizio Sarri. Che


voleva un centravanti vero per
sostituire linfortunato Milik
(il polacco dovrebbe tornare
in campo tra gennaio e febbraio) e che ha spinto in tutti i modi il presidente Aurelio
De Laurentiis affinch affondasse i colpi con Enrico Preziosi per Leonardo Pavoletti. Un pressing, quello dellallenatore dei campani, quasi
estenuante che ha pure provocato qualche irritazione ai
vertici della societ. Ma, alla
fine, ha vinto lui ed ci che
conta di pi. Nelle settimane
scorse i dirigenti partenopei
e lo stesso presidente si sono
spesi parecchio con il Genoa
e con gli agenti dellattaccante
ex Sassuolo per arrivare a un
accordo che soddisfasse tutti
ma soprattutto il tecnico nato
allombra del Vesuvio e cresciuto nel fiorentino. E la fumata bianca, anche se esistono ancora dettagli da limare
come per esempio le modalit Leonardo Pavoletti, 28 anni, in azione (IMAGE SPORT)

Pavoletti era stato tra gli obiettivi dellestate scorsa prima


che arrivasse Milik per sostituire Higuain. Profilo, dunque, quello del genoano, che

Genoa: piace Grassi


Ma lAtalanta adesso
non intende mollarlo.
Gabbiadini in partenza,
la Premier lo chiama
il Napoli conosce a menadito. Tuttavia negli ultimi mesi
erano sorti dubbi sulla tenuta
fisica del giocatore, ora fuori
per infortunio dopo quelli subiti lanno scorso e in avvio di
campionato. Situazione che
andava approfondita e che
lo stata in tempi recenti. E
cos si proceduto alla trattativa con lesito che Sarri auspicava. Sono state vinte anche le resistenze dello stesso
giocatore restio ad abbandonare, a stagione in corso, un

ambiente dove amatissimo.


Ma, salvo clamorosi colpi di
scena, gi nei primi giorni di
gennaio Pavoletti sar al Napoli per iniziare unavventura
che lo porter a calcare i campi della Champions League.

In uscita

Il Genoa, per la verit, avrebbe chiesto al Napoli oltre ai


soldi anche una contropartita tecnica, magari un prestito. Tra i nomi fatti cera quello del centrocampista Alberto Grassi ora allAtalanta ma
il cui cartellino di propriet del club campano. Le forti
resistenze per del club bergamasco sembrano, per ora,
aver placato gli entusiasmi
rossobl. Ma di uneventuale aiuto tecnico ci sar tutto gennaio per parlarne tanto
pi che non sembra una parte
fondante nellambito del trasferimento di Pavoletti. Un attaccante arriva, un altro parte.
Manolo Gabbiadini pare infatti ormai destinato a cambiare casacca. Sulle sue tracce in Italia ci sono Fiorentina,
Inter e Milan ma dalla Premier League che sono arrivate le proposte pi allettanti,
da Everton e Stoke City. Destinazione ancora incerta per
lui, dunque, lunica sicurezza che non rester ancora a
lungo allombra del Vesuvio.

FIRENZE

Una clausola rescissoria da 50


milioni. Chi vuole Nikola Kalinic dovr sborsare quella cifra.
Andrea Della Valle per non
intende privarsi del suo centravanti che con la doppietta al
Sassuolo ha regalato una vittoria pesantissima. Un autentico show quello dell'attaccante
che ha segnato prima al volo
poi di tacco arrivando ad ora
fra campionato e Europa League a 12 gol come Higuain e
Belotti, solo 2 in meno di Icardi, pi del doppio di quelli fatti finora (5) dal connazionale
Mandzukic. Kalinic un vero
fuoriclasse, farebbe la differenza in tutte le squadre, per
questo lo abbiamo blindato
annuncia il patron prima di
partecipare alla festa d'auguri col settore giovanile (presenti Bernardeschi, Federico
Chiesa e Lezzerini: Questi ragazzi sono figli di un progetto
preciso spiega il dt Corvino)
seguita dalla cena con la prima squadra alla Stazione Leopolda. Non avendo potuto
applaudirlo dal vivo perch
per la nebbia luned arrivato in ritardo allo stadio, Della Valle ha assistito solo al secondo tempo all'interno dello
spogliatoio, come da abitudine. Ieri per ha voluto coccolarlo inviando chiari messaggi al Napoli, al Valencia, all'E-

verton e a tutti quei club che


ammiccano al numero 9 viola: Kalinic non si tocca. Anzi, a
breve gli sar proposto l'allungamento del contratto e intanto nell'accordo in essere il lungimirante Corvino ha inserito
in estate la clausola da 50 milioni dopo una serie di colloqui con l'agente dell'attaccante. La doppietta di Nikola al
Sassuolo non far dormire il
Genoa avverte via Sky Davide Astori.
Della Valle non vuol mettere sotto chiave solo il croato
bens tutti i nostri uomini migliori, iniziando da Bernardeschi. Normale che mezza Europa cerchi i tuoi calciatori se
fanno bene ma noi vogliamo
tenerli e blindarli tutti. Inserendo a gennaio qualche rinforzo: A ora stiamo bene cos
ma se servir interverremo. Il
pensiero va al sorteggio dEuropa League Come primi po-

teva andar meglio, abbiamo


evitato lo United ma il Borussia Moenchenglandbach tosto. Comunque ce la giocheremo. In attesa di presentare col fratello Diego il progetto
del nuovo stadio (fine gennaio) e il ritorno di Antognoni
(entro Natale o a inizio 2017)
il patron saspetta da Sousa un
regalo: uscire indenni dal trittico con Genoa, Lazio e Napoli. Tour de force micidiale ma dopo il ko con lInter la
Fiorentina tornata e io sono
fiducioso: ora possiamo giocarcela con tutti senza temere nessuno. E se hai campioni
come Kalinic poi diventa tutto pi semplice. E i vari talenti in crescita rendono il futuro roseo: Mi rivedo in Chiesa, vuol sempre dare tutto se
stesso - dice Sousa parlando
del figlio darte che Bernardeschi augura possa diventare
un giorno capitano viola.

TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE TUTTO


CAGLIARI

BOLOGNA

Firmato laccordo
Borriello
ko,
in
forse
per
Empoli
Casteldebole a Saputo
SERGIO DEMURU

STEFANO BUDRIESI
BOLOGNA

Mentre in citt cresce la fibrillazione tra i tifosi per i


risultati sotto le attese del
Bologna, Joey Saputo prosegue lungo la strada intrapresa, che passa dalla ristrutturazione di Casteldebole e avr il suo apogeo nel rinnovamento del
DallAra. Ieri stato siglato
il contratto definitivo per
il passaggio di propriet
del centro tecnico intitolato a Niccol Galli (figlio
dellex portiere Giovanni,
morto a 17 anni nel 2001
per un incidente stradale
dopo aver gi esordito in
serie A) dalla Galotti Spa
al club rossobl. Finora il
Bologna era sempre stato in affitto dalla famiglia

Marchesini, da quando vi
trasfer la sede definitiva
di allenamento. Saputo ha
investito circa quattro milioni per lacquisto, perfezionato da tempo, per poi
mettere in cantiere lavori
per una cifra stimata attorno agli otto milioni di euro.
E in fase di ultimazione
un nuovo edificio di circa
2.000 metri quadrati, che
sar inaugurato a febbraio.
Da gennaio saranno pronti i campi per il settore giovanile. Il nodo della ristrutturazione del DallAra invece ancora da sciogliere
per diversi aspetti, primo
fra tutti quello dellidentificazione delle aree di compensazione che il comune
dovr concedere al Bologna in cambio dellinvestimento sullo stadio.

CLASSIFICA SERIE A
SQUADRA

Juventus
Roma
Milan
Napoli
Lazio
Atalanta
Fiorentina*
Torino
Inter
Chievo
Sampdoria
Udinese
Genoa*
Cagliari
Sassuolo
Bologna
Empoli
Crotone
Pescara
Palermo

PT

P RF RS

39
35
32
31
31
28
26
25
24
22
22
21
20
20
17
17
11
9
8
6

16
16
16
16
16
16
15
16
16
16
16
16
15
16
16
16
16
16
16
16

13
11
10
9
9
9
7
7
7
6
6
6
5
6
5
4
2
2
1
1

0
2
2
4
4
1
5
4
3
4
4
3
5
2
2
5
5
3
5
3

3
3
4
3
3
6
3
5
6
6
6
7
5
8
9
7
9
11
10
12

35 14
36 16
27 20
32 15
29 17
25 20
24 17
32 22
24 21
16 16
20 22
22 24
17 17
23 37
21 28
14 22
7 24
14 30
13 29
11 31

* Una partita in meno


CHAMPIONS
EUROPA LEAGUE

PRELIMINARI CHAMPIONS
RETROCESSIONE

MARCATORI: 12 RETI: Icardi (Inter, 1 rig.), Dzeko


(Roma, 1 rig.). 11 RETI: Belotti (Torino, 1 rig.). 9 RETI:
Higuain (Juventus), Immobile (Lazio, 2 rig.)

17 GIORNATA

Sabato 17 dicembre
Empoli-Cagliari
(ore 15)
Milan-Atalanta
(ore 18)
Juventus-Roma (ore 20.45)
Domenica 18 dicembre
Sassuolo-Inter (ore 12.30)
Chievo-Sampdoria (ore 15)
Napoli-Torino
(ore 15)
Pescara-Bologna (ore 15)
Udinese-Crotone (ore 15)
Genoa-Palermo (ore 20.45)
Lazio-Fiorentina (ore 20.45)
18 GIORNATA

Marted 20 dicembre
Atalanta-Empoli (ore 20.45)
Mercoled 21 dicembre
Inter-Lazio
(ore 20.45)
Gioved 22 dicembre
Bologna-Milan (ore 20.45)
Cagliari-Sassuolo (ore 20.45)
Crotone-Juventus (ore 20.45)
Fiorentina-Napoli (ore 20.45)
Palermo-Pescara (ore 20.45)
Roma-Chievo (ore 20.45)
Sampdoria-Udinese (ore 20.45)
Torino-Genoa (ore 20.45)

CAGLIARI

stelli molto probabilmente


perder l'uomo di maggior
caratura dellattacco: quel
Marco Borriello (6 gol realizzati) che contro il Napoli
ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra
(escluse altre complicazioni dagli accertamanti medici). Il bomber ieri rimasto a riposo e si sottoposto
a terapie. Anche recuperasse per sabato, lo staff del club
sardo facile che preferisca
non rischiarlo.

A girone di andata quasi


terminato, lidentit del Cagliari non ancora accertata, al netto della classifica.
Ma pura utopia proseguire a trincerarsi dietro l'appiglio dei punti incamerati. In
16 turni i rossobl sono stati
subissati di reti: ben 37! Oltre
ai partenopei anche Juventus, Fiorentina, Lazio e Torino hanno maramaldeggiato.
Fa da contraltare una buona
fase offensiva con 23 gol fat- Di Gennaro, addio
ti. Ma gi sabato, nella diffi- Rastelli il comandante delcile trasferta di Empoli, Ra- la nave ed lui che deve tro- Marco Borriello, 34 anni

SASSUOLO: EMERGENZA INFINITA

Magnanelli
la stagione
gi finita?
Grande emergenza al
Sassuolo. Grave la
situazione fisica di
Magnanelli, che ha
subito la lesione al
legamento crociato
anteriore del ginocchio
sinistro e la cui
stagione potrebbe
essere gi terminata.
Stop anche per
Pellegrini, Cannavaro e
Gazzola. Cannavaro
accusa una lesione al
legamento collaterale
mediale del ginocchio
destro; Gazzola una
botta allemibacino;
Pellegrini un trauma
contusivo grave alla
caviglia destra.

vare gli aggiustamenti. Se ci


riesce. E alla prima esperienza da tecnico in A, ma
gli sono stati messi in mano
gli strumenti. Da utilizzare.
La rosa ampia e le scelte da
avvicendare tante. In pi incombe il mercato di gennaio, dove per ora lunico con
le valige pronte Di Gennaro per espresso desiderio
del giocatore. Ma qualche altro ramo potrebbe cadere. Il
progetto ha necessit di passare anche attraverso sonori schiaffi, ma il troppo storpia. E la societ chiamata a
prendere posizione netta: il
silenzio non sempre doro.

IL GIUDICE SPORTIVO

Alberto Aquilani, 32 anni, prima stagione a Pescara

In A un turno ad Aquilani
e ad altri cinque giocatori
Nessuna sorpresa questa settimana e nessuna polemica,
di conseguenza, nelle sentenze del giudice sportivo di
Serie A. Sono stati infatti squalificati per un turno
Aquilani (Pescara) e Capezzi (Crotone), espulsi nello
spareggio salvezza di sabato, Danilo (Udinese), Parolo
(Lazio), Peluso (Sassuolo) e Salcedo (Fiorentina), tutti
ammoniti e in diffida. Il preparatore atletico della
Sampdoria, Stefano Rapetti, stato fermato per una
giornata per parole irriguardose verso lassistente.

LINIZIATIVA

La Lega lancia Fanplace


il portale per i tifoso

(st. sc.) La Lega Serie A


lancia un portale per favorire
il riavvicinamento dei tifosi
allo stadio: Fanplace il
nome di questa iniziativa,
raggiungibile allindirizzo
www.serieatim-fanplace.it.
Questa pagina web
permette ai sostenitori delle
20 squadre di A di entrare in
contatto diretto con i
rispettivi SLO (supporter
liason officer, il raccordo
istituzionale tra tifoseria e
club) cos da avere le
informazioni necessarie per
lacquisto dei biglietti.

LINIZIATIVA

Il contest Europcar
con la Fiorentina

Chi trova un avversario,


trova un amico. E questo

lo slogan scelto da
Europcar, storico sponsor
della Fiorentina, per
lanciare il contest che
consente di vincere
biglietti in poltronissima
allo Stadio Franchi. Tutti i
dettagli su www.
movingfairplay.it.

UNDER 17 E 19

Fase Elite dellEuropeo


sorteggiati i gironi

Saranno Svezia, Eire e


Belgio le avversarie dell
Under 19 nella Fase Elite
dellEuropeo. Dallurna di
Nyon lUnder 17, invece, ha
pescato Olanda, Belgio e
Bielorussia. LUnder 19
attesa oggi a San Benedetto
del Tronto (ore 14.30)
dallamichevole contro la
Serbia, mentre lUnder 17
sempre oggi gioca a Cervia
(ore 14.30) contro
lUngheria.

14 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

SERIE A IL CONCORSO

DANY QUEEN FA IL PIENO

Ben undici le reti registrate dal vincitore di giornata, mai cos tante questanno

La 16 giornata di Tuttosport League vede trionfare DANY QUEEN, col


punteggio record in questa stagione di ben 110.5
punti.
Non possiamo che partire
dal miglior realizzatore di
giornata, Dries Mertens, artefice della sua seconda tripletta personale in Serie A, dopo
quella contro il Bologna dello scorso aprile.
Esce dalla crisi, nel suo primo derby della
Mole giocato, Gonzalo Higuain, che non solo
ritrova la via del gol, ma aggiunge ai suoi numeri la 19 doppietta in Serie A. Inoltre, il Pipita ha segnato ben sei reti in sette partite di
campionato contro il Torino.
Primi due gol in partite casalinghe di Serie A
per Nikola Kalinic, che sin qui aveva realizzato le precedenti sei reti di campionato in
trasferta. Per ottenere il record di punteggio
stagionale, lundici di DANY QUEEN ha potuto contare anche sul grande apporto in fase
realizzativa dei centrocampisti: Marcelo Brozovic, infatti, ha segnato contro il Genoa la
sua prima doppietta in Serie A, mentre Miralem Pjanic ha migliorato ulteriormente il suo
apporto offensivo per la Juventus: il bosniaco
ha messo lo zampino in sette delle ultime 17
reti bianconere in Serie A, con quattro gol e
tre assist.
Infine, nelle ultime due partite di campionato
Radja Nainggolan ha saputo abbinare grande
quantit e sostanza a reti decisive dalla distanza: dei 23 gol realizzati in Serie A, infatti,
ben otto sono arrivati da fuori area. E.D.
Per saperne di pi. collegati
al sito www.tuttosport.com

CLASSIFICA 16a GIORNATA


POSTO

SQUADRA

PUNTI

110.5
108
107.5

1 DANY QUEEN
2 IL BARONE
3 FRANK
4
5
6

HIGUAIN 9
VALLE PIOLA
LI SCARPONI

103
102.5
102.5

MISTER

PROVINCIA

SERGIO

MARIO

VE

FRANCESCO

BRUNO
-

TE
TE

VOTO

TSLG

SZCZESNY

ROM

11

CORDAZ

CRO

HANDANOVIC

INT

MIRANTE

PRES.

POSTO

SQUADRA

PUNTI

975.5
970.5
969

1 LI SCARPONI
2 SQUADRA_1000620
3 TORRICELLA SIC
4
5
6

BORGONOVO
MANGUSTA
TARANTOL4 G.N.

967
966.5
964.5

MEDIA

GOL

AMM.

ESP.

MISTER

ANTONINO

15

5.9

-16

GIOVANNINO
FRANCESCO
-

15

-27

6.5

7.5

15

4.6

BOL

6.5

7.5

REINA

NAP

6.5

7.5

SKORUPSKI

EMP

6.5

SORRENTINO

CHI

KARNEZIS

-21

5.6

-8

15

5.5

-15

7.5

13

5.1

-21

16

5.5

-16

UDI

7.5

6.5

16

4.9

-24

MARCHETTI

LAZ

11

4.9

-14

STRAKOSHA

LAZ

6.3

-3

FERRARI

CRO

10

16

AMM.

ESP.

5.8

BROZOVIC

PJANIC

13.5

9.5

MERTENS
NAPOLI

17

KALINIC

MERTENS

HIGUAIN

13.5

17

14

ATTACCANTI
MEDIA

GOL

AMM.

ESP.

12

7.7

14

16

8.3

13.5

16

7.4

TOR

7.5

10.5

14

PELLISSIER

CHI

10

THEREAU

UDI

ZAPATA

UDI

PALLADINO

DIFENSORI
GOL

GAGLIARDINI

10.5

GIOCA A TUTTOSPORT LEAGUE


TRAMITE LE NOSTRE APP

MEDIA

CALDARA

NAINGGOLAN

TE
ME

PRES.

GOBBI

6.5

TE

COSTO

TSLG

ALEX SANDRO

R/P

VOTO

7.5

TE

R/Sb

SQUADRA

110.5
REINA

PROVINCIA

R/St

GIOCATORE

DANY QUEEN

SQUADRA

CLASSIFICA TORNEO ANDATA

PORTIERI
SQUADRA

PUNTI

5.5

TOP 10 PER CATEGORIA


GIOCATORE

UNDICI VINCENTE

R/St

R/Sb

R/P

COSTO

ACERBI

SAS

6.5

9.5

16

6.4

CAMPAGNARO

PES

12

5.5

DE VRIJ

LAZ

6.4

GOBBI

CHI

15

STRINIC

NAP

6.1

ABATE

MIL

6.5

6.5

13

5.8

ALEX SANDRO

JUV

6.5

6.5

16

BURDISSO

GEN

6.5

6.5

16

6.1

CECCHERINI

CRO

6.5

6.5

14

5.8

MEDIA

GOL

AMM.

ESP.

R/St

R/Sb

R/P

COSTO

CENTROCAMPISTI
GIOCATORE

SQUADRA

VOTO

TSLG

PRES.

BROZOVIC

INT

7.5

13.5

6.7

13

NAINGGOLAN

ROM

7.5

10.5

14

6.7

15

BIRSA

CHI

10

15

6.7

11

FOFANA

UDI

10

11

7.4

12

ZIELINSKI

NAP

10

12

6.7

HAMSIK

NAP

9.5

16

7.1

19

KURTIC

ATA

6.5

9.5

16

7.2

11

MILINKOVIC

LAZ

6.5

9.5

13

6.8

10

PJANIC

JUV

6.5

9.5

12

7.5

27

PAROLO

LAZ

6.5

16

5.9

10

GIOCATORE

SQUADRA

R/St

R/Sb

R/P

COSTO

MERTENS

NAP

17

21

HIGUAIN

JUV

51

KALINIC

FIO

21

BELOTTI

8.8

10

23

6.7

10

10

12

7.6

15

10

16

6.8

16

CRO

14

5.9

SCHICK

SAM

8.5

10

ANDERSON

LAZ

7.5

7.5

15

6.7

17

LEGENDA
Presenze
PRES
PRES

Presenze

VOTO

TSLG

TSLG
Voto Giornata
AM
Ammonizioni

PRES.

ES
Espulsioni
R/St
Rigori Segnati

R/Sb
Rigori Sbagliati
R/P
Rigori Parati

TUTTOSPORT 15

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO MILAN

IL
FATTO
Versati altri
100 milioni
nelle casse
Fininvest

po
ttos rt.c

om

tu

Adesso ufficiale: la
Sino-Europe Sports
ha versato altri 100
milioni nelle casse
di Fininvest dopo
quelli accreditati tra
agosto e settembre,
portando cos
avanti la pratica
relativa
allacquisizione del
Milan. I soldi sono
stati accreditati sui
conti della holding
della famiglia
Berlusconi ieri
mattina attorno alle
12.30, rendendo
cos ufficiale la
proroga per il
closing, che ha
come nuova
deadline il 3 marzo
2017. Per
completare il deal,
SES dovr versare
nelle casse di
Fininvest, entro
quella data, altri
320 milioni per poi
prendersi carico dei
debiti (220 milioni)
e attuare il piano di
rifinanziamento del
club previsto nel
contratto
preliminare, con i
famosi 350 milioni
destinati al
rafforzamento della
rosa. Lobiettivo del
gruppo cinese di
provare a finalizzare
laccordo nel pi
breve tempo
possibile

Tutto sulla
tua squadra
in diretta
sul sito

I soldi non spazzano i dubbi


Restano sconosciuti i nomi dei componenti della cordata. Il closing slitta al 3 marzo
E la data limite: se
non arriveranno le
autorizzazioni (chiesto
un prestito a una banca
europea), Berlusconi
si terr i 200 milioni
FEDERICO MASINI
STEFANO SCACCHI
MILANO

Nonostante un brivido finale,


con un ritardo protrattosi fino
al termine dell'assemblea degli azionisti di ieri mattina, Sino-Europe Sports ha versato la seconda caparra di 100
milioni per ottenere la proroga che sposter la scadenza
per il closing al 3 marzo prossimo (data limite). Dunque,
dopo aver gi pagato in due
tranche i precedenti 100 milioni, la cordata cinese guidata da Yonghong Li e rappresentata in Italia dal futuro ad Marco Fassone, ha gi
versato nelle casse di Fininvest 200 dei 520 milioni che
serviranno per acquistare il
club rossonero. Quasi il 40%
del dovuto che, a questo punto, fa pensare che la telenovela per la cessione del Milan possa finalmente vedere
il traguardo. Rimangono per
delle difficolt da superare e
alcuni dubbi che ancora non
possono essere spazzati via.

la lista possano continuare


ad avere difficolt. Per questo SES lavora anche al piano
"B" - un prestito da una banca europea -, onde evitare di
arrivare a ridosso del 3 marzo senza le autorizzazioni necessarie (a quel punto Fininvest negherebbe un ulteriore slittamento e Berlusconi si
terrebbe i 200 milioni per gestire il Milan in attesa di nuovi investitori).

te dell'attuale ad rossonero,
ma probabile che Fassone
rispetto all'estate sia pi attento a rispettare le richieste
strategiche dei cinesi e porre
il veto pi "facilmente" ad acquisti che non troveranno il
consenso dei suoi investitori.

Nessuna risposta

Tornando allassemblea di
ieri, neanche lincontro fra
Galliani e i piccoli azionisti
ha aiutato a fare chiarezza sui
tanti punti oscuri di questa
vicenda. Dal momento che
il closing stato rinviato,
Fininvest - ieri rappresentata da Leonardo Brivio (unico
membro del cda rossonero
presente insieme a Leandro
Cantamessa) - non ha preso posizione sui due punti
allordine del giorno: la nomina dei nuovi amministratori e la rinuncia a eventuali
azioni di responsabilit nei
confronti di quelli in carica. I piccoli azionisti, guidati dallavvocato Giuseppe La
Scala, hanno sollevato alcune domande relative ai dubbi sempre pi evidenti delloperazione. Galliani ha sospeso lassemblea in modo da
predisporre le risposte mentre i piccoli soci chiedevano
con insistenza quanto tempo sarebbe servito. Ma al rientro, dopo circa mezzora, la
replica dellad stata laconica: Lassemblea non il luogo deputato al dibattito dei
soci n alla trattazione di argomenti mediatici.

Tavolo del mercato

In attesa di risolvere queste


questioni, il focus sar ora
dedicato al mercato. Adriano

Galliani&Fassone
Presto un incontro
tra i due. Al mercato il
secondo dovr avallare
le scelte del primo

Galliani ha chiesto che Fininvest e SES inserissero nell'accordo di proroga, la possibilit di organizzare un incontro fra lui e Marco Fassone
per fissare le linee guida del
prossimo mercato. Galliani
ieri non ha chiamato Fassone, ma probabile che lo faccia nei prossimi giorni: da capire quando i due potrebbero
vedersi, o prima della partenza del Milan per Doha, oppuNiente disclosure
re a gennaio quando Galliani
Chi pensava che l'accordo torner dalle vacanze in Braper la proroga portasse au- sile. Fassone, come ad agosto,
tomaticamente all'annun- dovr avallare o meno le scel- Marco Fassone e Adriano Galliani: il presente e il futuro degli ad rossoneri (IMAGE SPORT)
cio dei nomi che compongono la cordata cinese rimasto deluso. I cinesi, infatti, su questo punto restano IL CASO
rigidi. Si sa che Fininvest ha
in un mano una lista con sette finanziatori (fra i quali potrebbero esserci Huarong International, Industrial Bank,
Bank of Guangzhou e China
scattarsi, ma cos non stato. Il seZheshang Bank), ma nessu- I due errori consecutivi dal
condo rigore fallito, nell'arco di otto
no oltre Li e il fondo Haixia dischetto potrebbero indurre
giorni, ha influito sul suo morale,
Capital verr confermato fino Montella a preferirgli Bonaventura tanto vero che nel post gara ha ana quando non arriveranno le nel tridente offensivo
nunciato che se ci sar un altro peautorizzazioni del governo
nalty a favore del Milan, lo lascer
cinese a far uscire dal paese i PIETRO MAZZARA
a Lapadula o a chi sar nominato
loro capitali. Niente disclosu- MILANO
primo rigorista in assenza di Bacre, quindi, anche perch pro- Non un momento per nulla sem- ca. Ma Niang non il primo giocaprio le autorizzazioni sono il plice quello che sta attraversando tore del Milan a sbagliare due rigori
tema "caldo" di questa vicen- M'Baye Niang. L'attaccante fran- consecutivi. L'ultimo, prima di lui,
da. Il loro mancato arrivo ha cese del Milan reduce dal secon- fu un certo Andriy Shevchenko che
costretto SES a chiedere una do errore consecutivo dagli undici nella stagione 2001-02 fall due dei
nuova proroga, pagando Fi- metri, ma se quello con il Crotone tre penalty calciati contro Fiorentininvest con 100 milioni che era stato annullato dal gol-vittoria na (parato da Manninger) e Udineerano stati depositati su un di Lapadula, cos non stato con- se (respinto da Turci). Forse anconto a Hong Kong. Nelle ul- tro la Roma, con il suo errore dal di- cora presto per abbinare la parotime settimane il governo di schetto che ha pesato in maniera la "caso" al nome di Niang, ma in
Pechino ha deciso di essere importante, se non decisiva, sull'e- ottica Supercoppa Italiana, le ulpi rigido nel concedere alle conomia della partita persa dal Mi- time prestazioni potrebbero porproprie aziende di investire lan. Dato come panchinaro, in fa- tare Montella a fare qualche camfuori dal paese ed probabile vore di Keisuke Honda, Niang si biamento.
che alcuni nomi presenti nel- ritrovato titolare ed ha provato a riContro lAtalanta, sabato po- Momento difficile per MBaye Niang

Per Niang la Supercoppa a rischio


meriggio, Niang dovrebbe essere nuovamente tra i titolari visto
che Bonaventura verr portato in
panchina, ma contro la Juventus in quel di Doha che Montella
punta ad avere Jack al top e che il
francese potrebbe essere il grande escluso. Questa ipotesi avvalorata anche dal fatto che il reparto delle mezzali che possono giocare come interno di sinistra tornato a essere florido visto il ritorno
di Bertolacci, laffidabilit tattica di
Mati Fernandez e la crescita di Pasalic e questo potrebbe riportare
Bonaventura nel tridente offensivo,
con la diretta esclusione di Niang.
Una mossa che darebbe maggior
copertura alla squadra in fase di
non possesso. In pi c il brivido
legato a Locatelli, diffidato, che in
caso di giallo con lAtalanta salterebbe la finale di Doha.

IL COMMENTO
CAMILLO
FORTE

Il Diavolo
diventato
una certezza

ente giovane che si sbatte e si batte. E allora, da


adesso in poi, piantiamola nel dire che il Milan la sorpresa del campionato. La squadra di Montella,
semmai, una piacevolissima
realt del calcio italiano. AllOlimpico, luned sera, per la cronaca, ha perso lo spareggio per
diventare lanti Juve ma meritava, perlomeno, il pari. Anzi:
sotto laspetto del gioco ha fatto
meglio dei giallorossi. Aggressivo a centrocampo, pronto a
ripartire, con un gran possesso palla il Milan ha fatto vedere di che pasta fatto. E se
Niang non avesse sbagliato il
rigore sullo 0-0 sarebbe tornato a casa con un risultato diverso. Perch errori del genere pesano anche a livello psicologico. Nonostante questo la squadra ha continuato a macinare
gioco come se niente fosse ed
stata punita da un tiro-jolly di Nainggolan. Per carit,
bello, molto bello, ma pur sempre una giocata del campione
e non unazione collettiva. Il
che sta a significare quanto abbia giocato a testa alta il Milan,
che non pi un Povero Diavolo ma una formazione che
pu puntare decisa ad un posto Champions. Senza dimenticare che Montella allOlimpico non aveva Montolivo, Kucka, Bonaventura e Bacca, mica
quattro qualsiasi ma elementi che possono fare la differenza in qualunque squadra e che
rappresentano lossatura portante di un gruppo che continua a crescere. Tra laltro il Milan, fatto tuttaltro che secondario, si tolto lo sfizio di battere la Juve e la soddisfazione di
essersela giocata alla pari con
il Napoli e la Roma che sono
considerate le principali antagoniste dei bianconeri. Ecco
perch il terzo posto in classifica non frutto del caso ma di
un lavoro di crescita constante che con il passare del tempo
pu portare la squadra ancora pi su. S, la qualificazione
Champions meritatamente a
portata di Milan. Bentornato
nel calcio che conta.

LEVENTO ORGANIZZATO DA BOLAFFI

RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi va allasta lo statuto della nascita del club


Una copia unica del
prezioso documento
che risale a 116 anni fa:
valutazione tra gli 80
e I 120mila euro
STEFANO SCACCHI
MILANO

Sarebbe stata una tempistica


perfetta: "closing", passaggio
di propriet e all'indomani
acquisto dello statuto del Milan per tracciare un legame
tra passato, presente e futuro. Invece le cose stanno andando un po' diversamente:
la cessione del Milan continua a slittare, l'assemblea di
ieri diventata solo un obbligo da rispettare e oggi non ci
saranno nuovi proprietari cinesi pronti ad aprire il portafoglio per un cimelio di 116
anni fa da regalare al museo di Casa Milan. Oggi sar
qualche munifico collezionista ad assicurarsi il pezzo
pi pregiato dell'asta "Football Memorabilia" organizzata da Bolaffi alle ore 18 in

un grande albergo del centro del capoluogo lombardo:


le 16 pagine del libretto dello Statuto del "Milan Football
& Cricket Club", unica copia
conosciuta del prezioso documento, finito di stampare nel 1900 presso la tipografia industriale G. Pizzi, pochi
mesi dopo la fondazione del
club avvenuta il 16 dicembre 1899. Prezzo stimato: tra
80mila e 120mila euro. Il posto giusto sarebbe il museo
di Casa Milan - dice l'ad della casa d'aste, Filippo Bolaffi - ma potrebbero entrare in
gioco anche altri contendenti. Collezionisti di memorabilia calcistici, tifosi, musei
e fondazioni internazionali.
Perfino il presidente di una
squadra avversaria.

Altre aste...

Sfumata la coincidenza con


la vendita del club rossonero
(difficilmente oggi sar presente qualche rappresentante di Casa Milan), resta la
ricorrenza storica di questa Il primo statuto del Milan (ANSA)

asta con il centenario dalla


morte di Herbert Kilpin, cofondatore e primo allenatore del Milan, scomparso il 22
ottobre 1916. Lo statuto, entrato in possesso della Bolaffi tramite gli eredi di uno dei
soci fondatori, ha aiutato anche a fare luce su alcuni particolari della nascita stessa del

Altre vendite
Verranno battute
anche le maglie di
Riva con lo scudetto e
quella di Zoff juventino
Milan. Ma oggi non saranno
solo i collezionisti a tinte rossonere i protagonisti dellasta.
Tra i cimeli battuti, la maglia
numero 11 indossata da Gigi
Riva il 26 aprile del 1970 in occasione dellultima giornata
dello storico campionato nel
quale il Cagliari vinse lo scudetto, arrivata alla casa daste
tramite il giocatore del Torino

che scambio la casacca negli


spogliatoi con il grande centravanti dei sardi. Prezzo stimato: 8-12 mila euro. Potrebbe essere aggiudicata alla
met la maglia indossata
da Dino Zoff nel corso di
una delle partite disputate dalla Juventus 197778 nella stagione del 18
scudetto bianconero. E
si va ancora pi indietro
con un manoscritto che
racconta una partita giocata
a Firenze durante il carnevale del 1672: un tabellino di oltre 340 anni fa perch il documento contiene due colonne
con i nomi dei giocatori, divisi per formazione. Pi recente
invece unaltra forma di testimonianza: un taccuino sul quale un giovanissimo cronista della Stampa annotava gli autografi di
calciatori e atleti incontrati
nel corso dei suoi primi servizi. Quel giovane giornalista
diventer uno dei pi famosi
presentatori nella storia della
tv italiana: Mike Bongiorno.

Niang ha sbagliato
4 rigori sugli ultimi 7.
Li tira ancora lui perch
gli altri non fanno gol
neanche senza portiere
Vediamoci in edicola con il

16 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio estero

Sciagurato
Arsenal
Che tonfo!

SPAGNA

CR7: Io, come


un innocente
in carcere...
Il portoghese fresco di
Pallone dOro: Le accuse
nei miei confronti sono
tutte false. Domani
esordio al Mondiale per club
RAFFAELE R. RIVERSO
BARCELLONA

Felice, s, ma a met: Se dicessi il contrario starei mentendo. Cristiano Ronaldo


non riesce a mandare gi le
accuse di evasione fiscale.
Ed per questa ragione che
il fuoriclasse portoghese ha
approfittato dell'intervista di
rito che France Football fa al
vincitore del Pallone d'Oro
per manifestare il malessere: In carcere ci sono persone innocenti. Mi sento un
po' come loro perch tutto
falso. Incisiva come metafora, ma esagerata: a differenza
delle persone innocenti costrette dietro le sbarre, CR7
sta alloggiando in uno degli hotel pi cari e lussuosi di
Yokohama in attesa dell'esordio nel Mondiale per Club.

I Gunners cadono con lEverton


Ranieri beffato a Bournemouth
pero, con i padroni di casa passati al 5-41, serve un salvataggio sulla linea di Baines per evitare il pareggio dell'Arsenal, per
l'Everton una vera bestia nera (93 sconfitte, pi che contro chiunque altro, solo la
2 vittoria in 19 precedenti), neutralizzata
dall'efficacia di Koeman che pure l'anno
scorso, in crisi di risultati a Southampton,
EVERTON-ARSENAL 
2-1 riusc a dare la svolta alla stagione con
Marcatori: pt 20' Sanchez, 44' Coleman; 41' Wil- un 4-0 all'Arsenal nel mese di dicembre.
liams
Everton (4-3-3): Stekelenburg 5.5; Coleman 7, Ja- Ranieri, ricorrenza amarissima
gielka 6.5, Williams 7, Baines 7.5; McCarthy 6.5 (45' Nel giorno della sua 200 panchina in
st Funes Mori ng), Gueye 7, Barkley 7; Valencia 6.5 Premier League, Claudio Ranieri stecca
(34' st Calvert-Lewin 6), Lukaku 6.5, Lennon 6 (23' ancora lappuntamento con la vittoria in
st Mirallas 6). All. Koeman 7
trasferta che deve rimandare di nuovo a
Arsenal (4-2-3-1): Cech 5.5; Bellerin 5.5, Gabriel data da destinarsi. Il Leicester non vince
6.5, Koscielny 7, Monreal 5.5; Coquelin 6 (43' st Prez due partite consecutive da aprile e, pegng), Xhaka 6; Walcott 5.5 (26' st Giroud 6), Ozil 6, gio ancora, con il KO del Vitality divenOxlade-Chamberlain 6.5 (26' st Iwobi 5.5); Sanchez tata la detentrice con il peggior bilancio
6.5. All. Wenger 6
in trasferta dopo le prime 8 gare disputaArbitro: Clattenburg 6
te fuori casa. Se non sentono lodore della
Note: 40.000 spettatori. Espulso: al 43' st Jagielka Champions insomma (e pure il Mancheper doppia ammonizione. Ammoniti: McCarthy, Ko- ster City lo emana..), le volpi perdono la
scielny. Angoli: 8-2 per l'Everton. Recuperi tempo: pt via di casa. Per stanarle stavolta basta una
2', st 4'
girata di Pugh (uno dei pochi reduci dai
tempi della C) che regala
FEDERICO FARCOMENI
cos alle Cherries la prima
LONDRA
vittoria contro il Leicester
L'Arsenal perde a Goodison
dal marzo 1989. Nel priPark (cade l'imbattibilit in
mo tempo Slimani si divocampionato dopo 4 mesi, alra una grande occasione,
tra sconfitta con una squail Leicester fa pi possesdra di Liverpool dopo il 3-4
so (63%), ma non riesce ad
con i Reds di agosto), e falimporsi su un campo dove
lisce l'aggancio al Chelsea
ultimamente sono capiche stasera, a Sunderland,
tolate Everton e Liverpoha l'occasione per allungaol, e dove pure il Tottenre a +6. I Gunners vanno in
ham ha perso punti. Granvantaggio con Sanchez che
di chance non concretizzapartecipa cos a 27 gol nelte pure per Okazaki e Huth.
le ultime 27 partite disputate
Mahrez, fresco vincitore
in Premier League (non c'
del premio Bbc di miglior
da meravigliarsi se una non
calciatore africano dellanmeglio identificata squadra cinese abbia de- no, rimane ai margini della contesa. Non
ciso di offrirgli 18 milioni a stagione..). La serve nemmeno la mossa di Ulloa nel firete del cileno gi la quarta da fuori area nale con la difesa di casa che si barrica a
per la squadra di Wenger, che raggiunse lo protezione di Boruc.
stesso quantitativo nel corso dell'intera scorsa stagione. Ma l'Everton riesce a far gira- Multe a Blues e Citizens
re il ritmo della gara e a pareggiare nel mo- City e Chelsea sono state multate rispetmento chiave grazie a Coleman (48 assist tivamente di 41.000 e 120.000 euro per la
per Baines, +4 rispetto a qualsiasi altro di- rissa dellEtihad. Per i Blues si tratta della
fensore). Nella ripresa, la squadra di Ko- sesta ammenda dovuta ad intemperanze
eman a crederci di pi, tanto che l'Arsenal dei giocatori negli ultimi 20 mesi, ma evideve affidarsi alla sorte ma pure agli inter- tano almeno la penalizzazione. In chiave
venti di Cech prima di capitolare sotto il col- mercato, Oscar a gennaio per 62 milioni
po di testa di Williams (primo gol subito su andr allo Shanghai SIPG, dove raggiuncorner dai Gunners quest'anno). Nel recu- ger Villas-Boas e Hulk.

Il solito gol di Sanchez illude


i londinesi, rimontati da Coleman
e Williams: sfuma laggancio al
Chelsea in vetta alla classifica

Alexis maravilla
Lattaccante cileno
ha partecipato a 27
reti dei biancorossi
nelle ultime 27 partite
Foxes, serie nerissima
I campioni in carica non
vincono due gare di fila
da aprile: primo ko con
le Cherries dal 1989

Notte fonda al Caldern

La gioia dellirlandese Seamus Coleman, 28 anni, dopo il gol dell1-1 conto lArsenal

IL CHELSEA A SUNDERLAND PER ANDARE A +6


LONDRA. Testa-coda stasera in Premier con il

Chelsea che va a Sunderland. Gi quando era


alla Juve, Conte si trovato in situazioni
simili contro Cesena (2011/12), Siena,
Pescara (2012/13) e Catania (andata e
ritorno 2013/14), uscendo sempre vincitore,
seppure per 3 volte su 5 con il minimo scarto.
L'ex ct ieri in conferenza ha confermato
Fbregas, nonostante le voci di un prestito a
gennaio: nel calcio difficile garantire
qualcosa, ma Cesc per me sempre una
buona scelta, ora in rosa ed la realt.
Rinnovo di 3 anni e mezzo per Azpilicueta. Il
Chelsea insegue la decima vittoria
consecutiva (il record dell'Arsenal con 13 in
una singola stagione), mentre Diego Costa
non si fa ammonire da 10 gare (mai cos bene
da quasi 6 anni). In caso di "fedina penale"
pulita fino a fine dicembre, l'attaccante
potrebbe azzerare il suo conto disciplinare ed
evitare cos la squalifica. Guardiola invece
chiude la trilogia di tecnici italiani questa

Paris Saint Germain a nervi tesi


Aurier e Kurzawa contro Ben Arfa
SIMONE ROVERA
PARIGI

Nervi tesi, parole grosse che


volano nello spogliatoio dopo
lennesimo passo falso della
stagione. A Parigi il 2-2 con
il Nizza ha fatto male, nonostante la reazione di orgoglio
che ha fatto recuperare nella
ripresa il doppio svantaggio
del primo tempo. A far perdere le staffe a qualche giocatore parigino, latteggiamento di
Hatem Ben Arfa negli ultimi
minuti di gara, troppo individualista e poco collaborativo
in fase difensiva. Secondo la
ricostruzione de LEquipe nello spogliatoio prima Aurier e
poi Kurzawa avrebbero rimproverato energicamente lex
giocatore del Nizza, costrin-

Hatem Ben Arfa, 29 anni, prima stagione al Parco dei Principi


gendo i compagni ad intervenire per evitare il peggio. Scena che ricorda molto un altro
episodio, svelato nei giorni
scorsi dal quotidiano francese, avvenuto nellintervallo di Arsenal-Psg con Matuidi e Thiago Silva che avrebbero rimproverato energicamente Krychowiak autore di

un paio di sciocchezze difensive, tra cui il fallo da rigore


su Sanchez. Un nervosismo
che il capitano parigino ha
mostrato ancora domenica
sera, quando nei corridoi del
Parc des Princes ha avuto un
acceso scambio verbale con
Younes Belhanda, talentuoso centrocampista del Niz-

stretto a operarsi alla spalla sinistra e rimanere ai box


per almeno tre mesi. E cos,
i 12 punti di svantaggio dal
Real diventano ancora pi
pesanti, anche perch il calciatore che dovrebbe aiutare
i biancorossi a risalire la china, Griezmann, non segna in
Liga da due mesi e mezzo.

Operacin fuori

A Valencia lhanno ribattezzata Operacin fuori, riadattando il concetto ribadito pi


volte da Prandelli durante
la sua sfuriata. Al Mestalla
hanno accolto con entusiasmo le notizie provenienti da
Singapore e c grande attesa per la conferenza stampa
di domani mattina, quando
Lay Hoon spiegher i dettagli della revolucin affidata
da Peter Lim al Lder Mximo bresciano.

MONDIALE PER CLUB

Conte vuole il 10 successo di fila LAtletico Nacionl ci crede

FRANCIA

Altro chiarimento nello


spogliatoio dopo quello
in Champions League.
Emery minimizza: Voglio
solo giocatori arrabbiati

E dire che, se a San Siro (lo


scorso 28 maggio) fosse andata in maniera diversa, in
Giappone, oggi, ci sarebbe
l'Atletico. E, invece, no: i colchonros sono rimasti nella capitale spagnola, ostaggi della prima, vera crisi del
Cholismo. Alla durissima batosta (3-0) rimediata luned sera al Madrigl, infatti,
si aggiunto il grave infortunio di Oblk che sar co-

Cristiano Ronaldo, 31 anni

za molto apprezzato a Doha


e soprattutto dal presidente
parigino Nasser Al Khelaifi.
Ieri Emery ha provato a giustificare i suoi: La tensione
normale, quando finisce
una partita che non hai vinto normale. Io giocatori che
non siano arrabbiati non li
voglio. Intanto per questa
sera contro il Lilla, in Coppa
di Lega, non si pu sbagliare:
in gara secca, un passo falso
vuol dire eliminazione. E a
quel punto nello spogliatoio
parigino potrebbero non volare solo parole. A proposito
di Coppa di Lega, ieri il Marsiglia stato eliminato ai calci
di rigore dal Sochaux.
COPPA DI LEGA

sera contro Mazzarri. Watford mai vincente


di mercoled in Premier. Man Utd invece a
Londra con il Crystal Palace. Cos Pardew:
Forse Ibra non si ricorda ma, siccome mia
moglie svedese, ci siamo incontrati in
Svezia quando lui aveva 17 anni.

FED.FAR.

16 GIORNATA. Ieri. Bournemouth-Leicester 1-0 (pt

33 Pugh); Everton-Arsenal 2-1 (pt 19 Sanchez/A,44


Coleman/E; st 41 Williams/E). Oggi. Ore 20.45.
Middlesbrough-Liverpool, Sunderland-Chelsea; West
Ham-Burnley.Ore 21.Crystal Palace-Manchester United; Manchester City-Watford; Stoke-Southampton;
Tottenham Hotspur-Hull; Wba-Swansea
CLASSIFICA

Chelsea 37; Arsenal* 34; Liverpool 31; Manchester City 30; Tottenham 27; Manchester United 24; Everton*
23; Watford, Bournemouth*21; Wba, Southampton
20; Stoke 19; Burnley 17; Leicester* 16; Crystal Palace, Middlesbrough 15; West Ham 13; Swansea, Hull
12; Sunderland 11
* una partita in pi

Vinceremo per il Chape


SUITA. Ce la metteremo tut-

ta, dobbiamo rendere omaggio ai nostri fratelli che non ci


sono pi facendo un bel torneo. Vorremmo poter offrire
la vittoria alla gente del Brasile,
a Chapec e al Chapecoense.
Non abbiamo potuto giocare
la finale che avremmo voluto
disputare, ma spero che Dio e
la passione per il calcio ci diano la forza per andare nella finale di questo Mondiale e offrire il titolo a quei ragazzi che
ora sono in cielo. Le parole, e
la commozione dellallenatore
dellAtletico Nacionl Medelln Reinaldo Rueda fanno capire che questo del 2016 non
sar un Mondiale per club

come gli altri. Bisogna vincere per quegli avversari diventati, come dice il centrocampista dei colombiani Uribe, compagni di campo e di
strada. Avevano il nostro stesso sogno, e in fondo loro e noi
saremo campioni per sempre. I Verdolagos scendono
in campo stamattina alle 11.30
italiane nella prima semifinale
contro i giapponesi del Kashima Antlers. Domani laltra semifinale tra il Real Madrid e i
messicani del Club America.
SEMIFINALI. Oggi. Ore 11.30. Atle-

tico Nacionl Medellin-Kashima Antlers.Domani.Ore11.30.ClubAmrica-Real Madrid

TUTTONOTIZIE
GERMANIA

Lewandowski rinnova
al Bayern fino al 2021

Il Bayern ha rinnovato il
contratto di Lewandowski
fino al giugno 2021. Sono
veramente felice di rimanere
in questo club - ha dichiarato
il polacco -. Abbiamo ancora
obiettivi ambiziosi da
raggiungere.

SVEZIA

Una statua per Ibra


E alta quasi tre metri

Questa la sanzione inflitta a


Yaya Tour beccato al volante
in stato di ebbrezza.
Livoriano s discolpato:
Nelle ultime due settimane
ce stata grande confusione
sul motivo per cui sono stato
condannato per guida in stato
di ebbrezza, visto che tutti
sanno che sono musulmano e
che non bevo. Per me stato
importante far capire che non

ho bevuto intenzionalmente e
il giudice nella sentenza lo ha
riconosciuto.

OMAN

Lolandese Verbeek
scelto come nuovo ct
Pim Verbeek il nuovo
commissario tecnico
dellOman. Il 60enne
allenatore olandese, ex

direttore tecnico del


Marocco, ha guidato in
passato anche le nazionali di
Corea del Sud, con cui ha
conquistato il bronzo nella
Coppa dAsia del 2007, ed
Australia. Ha guidato, tra i
club, anche il Groningen ed il
Fortuna Sittard, ed stato il
vice-allenatore del
Mnchengladbach, come
secondo di Advocaat.

LA FOTO

Se vai a New York trovi la


Statua della Libert, se vieni
in Svezia trovi la statua di
Zlatan. Ibrahimovic affida a
Instagram la sua
soddisfazione per la scultura,
alta quasi tre metri, che gli
stata dedicata e che verr
posizionata davanti allo
stadio di Stoccolma.

Ottavi di finale. Ieri. NANTESMontpellier 3-1; SOCHAUX-Marsi- INGHILTERRA


glia 5-4 rig. (1-1). Oggi. Ore 18.45.
Bordeaux-Nizza. Ore 21.05. Lione- Tour, ciao patente
Guingamp; Metz-Tolosa; Monaco- Ma non ho bevuto
Rennes; Paris Saint Germain-Lilla; Diciotto mesi senza patente e
una multa di 64600 euro.
Saint Etienne-Nancy

Lo scorso inverno, la fotografia del piccolo Murtaza, indossando una busta di plastica
albiceleste con il numero 10 e il nome di Messi sulle spalle, fece il giro del mondo. Ebbene,
il sogno del bimbo afgano di conoscere il proprio idolo diventato realt. Il lieto fine, infatti,
arrivato ieri in Qatar dove il Barcellona per disputare unamichevole contro lAl Ahli

TUTTOSPORT 17

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

CALCIO SERIE B

Ascoli, vittoria doro


firmata Cacia&Favilli
I marchigiani agganciano Brescia e Novara. LEntella non vince da 7 turni
IL 30 DICEMBRE

I liguri passano in vantaggio con


Troiano, poi il pareggio di Cacia su
rigore. Allo scadere il giovane Favilli
firma il primo gol in Serie B
ASCOLI-ENTELLA

La Salernitana
con il Perugia
anticipa alle 15

2-1

Su richiesta della Prefettura di


Salerno, la partita della 21
giornata tra Salernitana e
Perugia, precedentemente
prevista il 30 dicembre alle
20.45, stata anticipata
dalla Lega di Serie B alle 15
della stessa giornata.

Marcatori: pt 14' Troiano, 41' Cacia rig; st 44' Favilli


Ascoli (4-2-3-1): Lanni 7; Almici 6.5, Augustyn 6.5,
Mengoni 6.5, Felicioli 6.5; Carpani 6.5, Addae 6; Orsolini 7, Giorgi 6 (30' st Favilli 7), Cassata 7; Cacia 6.5.
A disp. Ragni, Gigliotti, Pecorini, Cinaglia, Paolini, De
Angelis, Jaadi, Manari. All. Aglietti 7
Entella (4-3-2-1): Iacobucci 5; Iacoponi 5.5, Ceccarelli 6.5, Benedetti 5.5, Keita 6 (16' st Belli 5); Moscati 6.5, Troiano 6, Palermo 6.5; Cutolo 6 (19' st Tremolada 5), Diaw 6.5 (27' st Masucci 6); Caputo 6.5.
A disp. Paroni, Sini, Di Paola, Gerli, Mota, Baraye. All.
Breda 5
Arbitro: Serra di Torino 6
Note: spettatori 4.827 per un incasso di 34.855,64
euro. Espulsi: Troiano (42' st) per doppio giallo. Ammoniti: Carpani, Addae, Ceccarelli, Giorgi,Troiano, Cassata per gioco violento. Angoli 6-6. Recupero tempo:
pt 0', st 5'

BENEVENTO

Lucioni contro la Sla


Il capitano del Benevento,
Fabio Lucioni, ha messo
allasta la propria fascia sulla
sua pagina Facebook: il
ricavato sar devoluto
allAISLA - Associazione
Italiana Sclerosi Laterale
Amiotrofica ndr - Onlus di
Benevento. Lasta verr
chiusa alle ore 20 di venerd
23 dicembre.

ANGELO CAMAIANI
ASCOLI PICENO

Vince l'Ascoli il recupero della 13esima giornata che fu rinviata a causa del sisma che
colp il centro Italia; questa volta il finale di
TERNANA
partita premia Aglietti e i tifosi bianconeri
Si ferma Di Gennaro
che si esaltano con il primo gol di Favilli in
serie B. Primo tempo vibrante, l'Ascoli parMolte le assenze alla ripresa
della Ternana per Carbone: il
te bene, spinge in avanti gi al 5' con Orsogiovane portiere Raffaele Di
lini che sfonda sulla destra e serve in mezGennaro s fermato per una
zo all'area Cacia ma Benedetti si rifugia in
lombalgia e dovr essere
angolo. Ancora Ascoli al 7' con un destro
tenuto sotto stretto controllo.
dal limite di Cassata che sfiora l'incrocio.
Coppola e La Gumina sono
La squadra di Aglietti gioca, l'Entella al 14'
sempre alle prese con le cure,
va in gol al primo calcio d'angolo con cadifferenziato per Meccariello e
pitan Troiano bravo a risolvere in mischia
per il momentaneo vantaggio. Ancora En- Lesplosione di gioia di Andrea Favilli, 19 anni, che segna la prima rete in B e griffa una vittoria importantissima (LAPRESSE) Zanon. Torna in gruppo Aresti.
tella pericolosa al 21' con Moscati e al 26'
su punizione di Cutolo, ma Lanni si supeCLASSIFICA SERIE B
ra con entrambi e riesce nel miracolo di riCE FRETTA PER EVITARE ALTRE PENALIZZAZIONI
battere il colpo di testa di Diaw da due pas- SQUADRA PT G V N P RF RS 19 GIORNATA
si. Ci prova Cacia al 28' servito da Orsolini Verona
34 18 10 4 4 35 22 Venerd 16 dicembre
ma la girata al volo si spegne sopra la tra- Benevento (-1) 32 18 9 6 3 25 11 Trapani-Frosinone(ore 20.30)
versa. Finalmente al 40' arriva l'occasione Spal
32 18 9 5 4 28 20 Sabato 17 dicembre
su calcio di rigore procurato da uno sfon- Frosinone 32 18 9 5 4 24 19 Bari-Avellino
(ore 15)
damento di Giorgi in area biancoazzurra Perugia
29 18 7 8 3 23 15 Cittadella-Pisa
(ore 15)
simile emorragia.
per un fallo di Ceccarelli. Cacia si fa per- Cittadella 28 18 9 1 8 28 23 Latina-Brescia
PISA. Cercasi tranquillit per la
(ore 15)
28 18 7 7 4 19 15 Novara-Cesena
squadra di Gattuso e per la tifoseria
donare il rigore sbagliato sabato contro il Carpi
(ore 15)
Entella
26 18 6 8 4 26 21 Pro Vercelli-Spal
nerazzurra. L'approvazione del
Latina e pareggia il conto.
LINCONTRO
(ore 15)

Pisa: il bilancio stato approvato


Adesso il passaggio di propriet

Grande Lanni

La ripresa comincia subito con una fiammata della formazione di mister Breda con
un tiraccio dalla distanza di Cutolo che Lanni para a terra. Poi molti fraseggi fino al 22'
quando si sveglia Caputo che aggancia col
destro e spara in porta col sinistro ma la
palla si alza di poco sulla traversa. Bisogna aspettare il 40' per vedere la reazione
dell'Ascoli con Orsolini che prova l'acrobazia al volo di sinistro ma spara alto. La spinta dei tifosi ascolani tanta da infiammare il finale di partita e al minuto 44 arriva il
doppio colpo di testa, prima di Orsolini e
poi di Favilli al suo primo gol in serie B che
regala tre punti fondamentali alla squadra
di Aglietti. Forcing finale dell'Entella con la
conclusione disperata di Masucci che un
grande Lanni neutralizza.

Bari
Spezia
Novara
Ascoli
Brescia
Salernitana
Latina
Pisa
Ternana
Cesena
Pro Vercelli
Vicenza
Avellino
Trapani

PROMOSSE
RETROCESSE

24
23
22
22
22
21
20
20
20
19
18
18
17
12

18
18
18
18
18
18
18
18
18
18
18
18
18
18

6 6 6 18 17
5 8 5 15 15
6 4 8 20 20
5 7 6 19 22
5 7 6 21 26
4 9 5 21 21
3 11 4 20 23
4 8 6 7 10
4 8 6 19 23
4 7 7 19 17
3 9 6 14 23
4 6 8 12 24
4 5 9 11 24
1 9 8 11 24

PLAYOFF
PLAYOUT

MARCATORI: 14 RETI: Pazzini (Verona, 5 rig.)


10 RETI: Litteri (Cittadella). 9 RETI: Caputo (Entella, 1
rig.), Avenatti (Ternana, 3 rig.). 7 RETI: Cacia (Ascoli, 3 rig.),
Lasagna (Carpi), Ciano (Cesena, 2 rig.), Daniel Ciofani
(Frosinone, 1 rig.), Coda (Salernitana), Antenucci (Spal)

Salernitana-Carpi (ore 15)


Spezia-Perugia
(ore 15)
Ternana-Vicenza
(ore 15)
Domenica 18 dicembre
Benevento-Ascoli (ore 17.30)
Luned 19 dicembre
Verona-Entella (ore 20.30)
20 GIORNATA
Sabato 24 dicembre
Pisa-Spezia
(ore 12.30)
Ascoli-Bari
(ore 15)
Avellino-Salernitana (ore 15)
Brescia-Pro Vercelli (ore 15)
Carpi-Verona
(ore 15)
Cesena-Trapani
(ore 15)
Entella-Novara
(ore 15)
Frosinone-Benevento (ore 15)
Perugia-Latina
(ore 15)
Spal-Ternana
(ore 15)
Vicenza-Cittadella (ore 17.30)

bilancio sociale, avvenuta


regolarmente luned sera, l'ultimo
atto della famiglia Petroni
necessario per poter cedere il club.
Ma adesso, dopo che l'offerta
vincolante del gruppo CorradoViris-Unigasket stata accettata
dall'attuale propriet, necessario
che venditore e acquirente firmino il
contratto di compravendita, perch
venerd 16 se il Pisa non paga gli
stipendi e i contributi aggiornati al
mese di ottobre rischia altri tre
punti di penalizzazione oltre a
quello gi in viaggio per i contributi
non pagati due mesi fa. E la
classifica della squadra, un punto
sopra la linea di galleggiamento dei
playout, non pu permettersi una

Si parlava di un incontro in
programma ieri a Roma ma fino a
tarda serata le parti non si erano
viste. Le cifre dell'operazione sono
note: fra versamento immediato
alla firma nelle tasche dei Petroni
(1,8 milioni di euro) e assunzione
dei debiti del Pisa, si superano gli 8
milioni di euro, con la speranza di
doverne pagare altri 3,5 di bonus,
qualora il Pisa, anche nelle prossime
stagioni, andasse in serie A (2
milioni) e vi rimanesse o comunque
vi tornasse (1,5 milioni). Insomma
tutto pronto per svoltare. Serve
per l'ultimo atto: la firma. Solo
quando questa arriver, Pisa potr
tirare un vero sospiro di sollievo.

LA NEOPROMOSSA E SECONDA IN CLASSIFICA

ANTONIO SCUGLIA

li. Non un segreto quello


della solidit societaria che
dall'estate 2013, con l'ennesima, definitiva, rinascita
caratterizza la nuova vita
degli ultracentenari colori
biancazzurri. La famiglia
FEDERICO PANSINI
Colombarini con Francesco
FERRARA. Il segreto della Spal, e Simone, rispettivamente
seconda in B (in compagnia pap e figlio e affermati imdi Frosinone e Benevento), prenditori di Vetroresina, al
dopo innumerevoli decen- timone di una struttura seni? Non avere segreti. A Fer- ria ed organizzata da ferrarara si vivono giorni di en- resi doc, cos come doc
tusiasmo irrefrenabile e di il Presidente Mattioli, per
soddisfazioni inaspettate, tutti Walter, che della Spal
soprattutto per chi arriva tifoso genuino e senza filin B da neopromossa, so- tri, tanto da non dormire
prattutto per chi reduce la notte e dedicarci tutta la
da due decenni caratteriz- settimana. Mattioli, simbozati da sconfitte, fallimenti lo della ferraresit, beniasportivi e societari, manca- mino indiscusso della mate iscrizioni, aule di tribuna- estosa Curva Ovest cuore Leonardo Semplici, 49 anni , allenatore della Spal

di un Mazza fortino sin


da inizio stagione: numeri che raccontano di come
solo il Verona capolista sino
ad oggi stata l'unica avversaria ad uscire da Ferrara
con il bottino pieno.

Semplici da applausi

In campo la squadra allenata da mister Semplici, perfetto timoniere di un gruppo compatto costruito fianco a fianco con il dig Davide Vagnati, che non ha fatto
segreto della offerta arrivata da Parma cos come della sua volont di continuare
nel progetto Spal, in cui tutti
i giocatori si sentono e sono
protagonisti, dai pi giovani
ai pi esperti. La Spal gioca
un calcio efficace, diverten-

Pari tra Matera


e Juve Stabia
Fa festa il Lecce
per nebbia al 37 del primo tempo

Nel proseguimento della


sedici giorni fa
partita sospesa per nebbia
sedici giorni fa grande
MATERA. Matera e Juve Staequilibrio. E i pugliesi
bia si annullano e regalano
restano soli al comando
al Lecce unaltra settimana
MATERA-JUVE STABIA

2-2

Marcatori: pt 10' Iannini, 27' Capodaglio; st 5' Lisi, 33' Casoli.


Matera (3-4-3): Alastra 5.5; Ingrosso 5.5 (42' st Scognamillo ng)
De Franco 6 Piccinni 6; Meola 6.5
(43' st Gigli ng) Armellino 6.5 Iannini 6 Casoli 7; Carretta 6.5 Negro
6.5 Strambelli 5.5. A disp. Bifulco,
Mattera, Louzada, Dellino, Sartore, Infantino. All. Auteri 6
Juve Stabia (4-3-3): Russo 6.5;
Cancellotti 6 Atanasov 6.5 Morero 6 Liotti 6; Salvi 6 Capodaglio 6.5
Izzillo 6.5 (27' st Mastalli 6); Kanout 7 Del Sante 6 (36' st Marotta ng) Lisi 7. A disp. Bacci, Borelli,
Zibert, Sandomenico, Camigliano,
Petricciuolo, Esposito, Rosafio, Ripa, Montalto. All. Fontana 6.5
Arbitro: Amoroso di Paola 5
Note: spettatori 4.000. Ammoniti: Russo, Iannini. Angoli: 13-0 per
il Matera. Recupero tempo: pt 2;
st 2. La partita era stata interrotta

in vetta alla classifica in beata solitudine. Nel prosieguo


del match rinviato lo scorso 27 novembre per nebbia,
sul risultato di 1-1, lucani
e campani si sono affrontati senza risparmiarsi. Le
emozioni sono arrivate nella ripresa. Matera pi propositivo, Juve Stabia cinica
e spietata. Al 5 giallobl in
vantaggio. Kanout crossa al
centro dellarea per laccorrente Lisi, perfetto nel superare Alastra. Lo svantaggio non demoralizza i padroni di casa, lucidi nel costruire occasioni da rete in
rapida successione fino al
definitivo pareggio arrivato al 33. Carretta, dal vertice
dellarea piccola, serve Casoli, che trova lo spazio giusto per battere Russo. Nella prima parte di gara avevano segnato Iannini e Capodaglio.

OGGI DUE RECUPERI DEL GIRONE B

Rischio Lumezzane
con la Maceratese
I marchigiani vogliono
allontanarsi dalla zona
calda. La Reggiana ospita
il FeralpiSal: se vince
il 2 posto a un punto
Oggi sono in programma due
recuperi entrambi del Girone B. Allo stadio Helvia Recina, ore 14.30, si giocher la
sfida tra Maceratese e Lumezzane, partita dell11 giornata
di campionato in calendario
il 29 ottobre scorso rinviata a
causa del sisma che ha colpito il centro Italia. Maceratese
a caccia di punti per risalire.
Lombardi intenzionati a proseguire nella striscia positiva.
Alle 20.30 al Mapei Stadium di
Reggio Emilia andr in scena
il recupero della 17 giornata tra Reggiana e Feralpisal, match spostato per il concomitante appuntamento in
Europa League del Sassuolo. I granata sono reduci dalla sconfitta bruciante con il
Forl e cercano riscatto. Anche i bresciani arrivano da un
rovescio, con il Pordenone, e
quindi, pure loro, sono animati da uno spirito di rivalsa.

MACERATESE-LUMEZZANE

(ore 14.30, Luciano di Lamezia Terme)


Maceratese(4-3-1-2):Forte;Marchetti,Gattari,Perna,Ventola;Mestre,
Quadri,De Grazia; Turchetta; Colombi, Palmieri. A disp. Moscatelli, Gremizzi, Broli, Bondioli, Petrilli, M. Massei, Allegretti, Malaccari, Bangoura,
Franchini, Ramadani, Cannoni. All.
Giunti
Lumezzane (4-3-3): Pasotti; Rapisarda, Tagliani, Magnani, Bonomo;
Arrigoni,Genevier,Varas;BacioTerracino, Barbuti, Russini. A disp. Peroni,
Sorbo,Allegra,Brusac,Calamai,Vaccaro, Gentile, Leonetti, Speziale, Verde. All. De Paola
REGGIANA-FERALPISAL

(ore 20.30, Dionisi dell'Aquila)


Reggiana (3-4-1-2): Perilli; Span,
Sabotic,Trevisan;Pedrelli,Angiulli,Calvano, Giron; Nol; Guidone, Manconi.
Adisp.Narduzzo,Mecca,Rozzio,Otin
Lafuente,Lombardo,Cesarini,Bonetto, Mogos, Ghiringhelli. All. Colucci
FeralpiSal(4-3-2-1):Livieri;Gambaretti, Aquilanti, Ranellucci, Parodi;
Settembrini, Dav, Maracchi; Staiti,
Guerra; Gerardi. A disp. Caglioni, Ruffini,Allievi,Codromaz,Turano,Gamarra, Boldini, Murati, Romero, Bizzotto,
Luche. All. Asta

LA RIVOLUZIONE IN TOSCANA

Siena: Scazzola
debutta a Piacenza

(g.f.) Ha diretto ieri il suo primo allenamento da allenatore del Siena Cristiano Scazzola
(47 anni) ex Pro Vercelli. I toscani dopo la 7 sconfitta, 4 in
casa subita con l'Olbia hanno
te, di agonismo cos come esonerato Giovanni Colella.
di tecnica. Dopo qualche
raro passaggio a vuoto, ha LA 19 GIORNATA
avuto la capacit di rialzar- GironeA.Sabatoore14.30LupaRosi sempre, senza mai perde- ma-Carrarese. Domenica ore 14.30
re la bussola. E non un se- Olbia-Arezzo,Prato-Piacenza,Vitergreto che sia questo il mot- bese-Como; ore 16.30 Lucchese-G.
to della societ estense: la Erminio, Pontedera-Alessandria, Pro
tradizione sulla pelle, ma Piacenza-Siena,R.Roma-Cremonelo sguardo verso il futuro a se,Renate-Tuttocuoio;ore20.30Li360. E ieri, in questo sen- vorno-Pistoiese
so, stato presentato il rin- Classifica: Alessandria 46; Cremonovato centro sportivo: tre nese 36; Arezzo,Livorno 33; Piacencampi in sintetico di ulti- za 29; Lucchese (-1), Como 28; Rema generazione, una strut- nate 26; G. Erminio, Viterbese, Olbia
tura che ospiter la prima 24;Pistoiese,Siena23;Carrarese22;
squadra e soprattutto, i tan- Pro Piacenza,Tuttocuoio,Pontedera
ti ragazzi del settore giova- 18; L. Roma 13; R. Roma 11; Prato 9
nile. Che osservano i grandi e sognano, senza segre- Girone B Sabato ore 14.30 Modeti, di volare in alto come la na-Gubbio. Domenica ore 14.30 AlSpal di oggi.
to Adige-Mantova, Lumezzane-PaCREAZ dova, Pordenone-Sambenedettese,

Il segreto della Spal sta tutto nella... ferraresit


Dopo i fallimenti, la
rinascita con Colombarini
e col presidente Mattioli.
In campo ora tutti si
sentono protagonisti

LEGA PRO

Santarcangelo-AlbinoLeffe,TeramoFeralpiSal; ore 16.30 Ancona-Forl,


Venezia-Maceratese;ore18.30Bassano-Fano. Luned ore 20.45 Reggiana-Parma (diretta RaiSport)
Classifica: Venezia 38; Pordenone
37;Reggiana33;Padova32;Gubbio
31;Parma,Sambenedettese30;Bassano28;FeralpiSal,AlbinoLeffe25;
Santarcangelo 21; Lumezzane, Ancona 20; Alto Adige 18; Teramo 17;
Maceratese(-3)16;Mantova15;Fano 14; Modena, Forl 13
GironeCSabatoore14.30AkragasMonopoli, Fidelis Andria-Lecce, Paganese-Reggina,V.Francavilla-Siracusa; ore 16.30 Catania-Casertana,
Catanzaro-Fondi, Matera-Melfi, Taranto-JuveStabia;18.30Foggia-Cosenza; ore 20.30 Messina-Vibonese
Classifica: Lecce 38; Matera, Juve
Stabia 36; Foggia 34; Cosenza 29;
Virtus Francavilla, Fidelis Andria 26;
Fondi (-1) 25; Catania (-7), Siracusa
24; Monopoli 22; Casertana (-2) 20;
Paganese 19; Taranto 18; Melfi (-1),
Akragas 17; Reggina, Messina, Vibonese 15; Catanzaro 14

18 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

calcio serie d

Bagatti
Monza straccia rivali e record Solito
Storia infinita
CORREGGESE

Gi campione dinverno, lunico club ad aver sempre vinto in trasferta


Ds Antonelli e tecnico
Zaffaroni, cuori Toro:
Categoria dura, guai a non
mettersi sempre in gioco.
Siamo sulla strada giusta
GUIDO FERRARO

Domenica al Brianteo davanti a 2.000 cuori biancorossi,


il Monza, vincendo (3-0) lo
scontro diretto con la Pergolettese, ha scavato un solco di
cinque lunghezze sui cremaschi e si laureato campione d'inverno con 90' d'anticipo. Un traguardo ottenuto
a suon di record: quarta vittoria di fila con 10 gol fatti e
nessuno subito, unica squadra in Italia ad aver vinto tutte le gare disputate in trasferta: 8 successi con 25 gol fatti
e 3 subiti. Come il Trastevere i lombardi hanno il maggior vantaggio sulle seconde:
+5 sulla Pergolettese e +6 sulla Pro Patria.
Sulla panchina dei brianzoli Marco Zaffaroni, per il
terzo anno di fila campione d'inverno, nel precedente biennio con la Caronnese;
39 punti in 19 giornate nella
stagione 2014/15 davanti a
Pro Settimo 37 e Cuneo 36.
Nel 2015-16 in un girone a

20 squadre dopo 19 giornate, con 41 punti come i novaresi dello Sporting Bellinzago che poi vinsero il campionato. Zaffaroni, cresciuto nelle giovanili del Torino,
ex difensore col vizio del gol,
una vita tra C1, C1 e D con Taranto, Pro Patria, Saronno,
Legnano, Solbiatese, dopo
aver fatto il "secondo" a Giovanni Pagliari nel Perugia in
C1, ha allenato per un triennio la Folgore Caratese e nelle
ultime tre stagioni la Caronnese in D. Categoria che conosce come pochi. In estate
non ha esitato ad accettare la
proposta del presidente Nicola Claudio Colombo e del
d.g. Vincenzo Iacopino decisi
a riportare i lombardi nel calcio che conta.
Con Zaffaroni un altro
cuore Toro, il d.s. Filippo Agomeri Antonelli (38 anni) ex
centrocampista con 428 partite e 28 gol nei professionisti
delle quali 16 in A con Chievo, Messina e Bari; 254 gare e
18 gol in B con Monza (dove
ha debuttato nel lontanissimo campionato 1997-98),
Cosenza, Ascoli, Pescara,
Triestina, Albinoleffe, Bari e
Torino, in C con Pro Patria,
L'Aquila, Triestina, Lumez- Il tecnico Marco Zaffaroni, 47 anni: prima stagione al Monza

zane e Reggiana. Alla terza


stagione da direttore, dopo
una fugace esperienza nella
Pro Patria, Antonelli nell'estate 2015 ripartito dal Monza, che dopo il fallimento e
l'esclusione dai professionisti, aveva iniziato la rinascita dalla D. Una categoria pi
complicata di quanto si possa
immaginare - afferma -: il primo campionato chiuso al decimo posto ci servito da apprendistato. Quest'anno abbiamo cercato di allestire una
squadra competitiva. Sino ad
ora tutto ha funzionato alla
perfezione. Mister Zaffaroni,
il nostro valore aggiunto, che
reputo sprecato per la D, sia il
suo staff che i ragazzi stanno
facendo qualcosa di straordinario. Ma siamo molto lontani dalla meta che tutti a Monza ci siamo prefissati di raggiungere. Guai ad abbassare
la guardia, dietro a noi ci sono
fior di formazioni, la Pro Patria reduce da otto vittorie
di fila, la Pergolettese ha vinto 12 gare su 16. Non possiamo neppure dimenticare le
altre inseguitrici. Ma siamo il
Monza e sappiamo bene che
in serie D questa societ pu
essere solo di passaggio.
Sulla medesima lunghez-

za donda Zaffaroni: Siamo


sulla strada giusta ma dobbiamo percorrerne ancora
parecchia. Quando accettai
di allenare il Monza sapevo
a cosa andavo incontro. Arrivare secondi una sconfitta. Ma nel calcio non c mai
nulla di scontato. Ogni partita va affrontata come se fosse quella decisiva. I ragazzi lo
stanno facendo. Serve avere
la forza di continuare, di mettersi in discussione in una
categoria che solo chi la frequenta pu capirne le insidie.
Noi abbiamo pareggiato in
casa 0-0 con la neopromossa Virtus Bolzano una gara
dove non siamo stati capaci di concretizzare oltre una
decina di occasioni da rete.
In D non c mai un risultato scritto in partenza. Se allenti anche solo per un tempo la concentrazione e non
sei al top lo paghi a carissimo
prezzo. Abbiamo perso una
sola gara in casa: 0-1 con la
Virtus Bergamo prendendo
gol al 50 della ripresa, un risultato bugiardo. Che per ci
ha fatto capire che se vogliamo vincere questo campionato dobbiamo stare accesi
sempre conclude Zaffaroni.

(CREAZ)

Ci sono amori che non finiscono mai, come quello tra la


Correggese e lallenatore Massimo Bagatti. Che nel biennio dal 2013 al 2015 conquist
153 punti, un secondo posto
ad un punto dalla Lucchese
e un terzo posto, vinse i playoff della D battendo ai rigori
(8-7) lAkragas in finale; perse (1-2) col Monopoli la finale
di Coppa Italia. Nella passata
stagione Bagatti venne esonerato alla 7 giornata dal Delta Rovigo, in estate non esit
a tornare alla Correggese. Sapevo dove avrei ripreso a lavorare, in una societ che reputo
una isola felice. Il presidente
Claudio Lazzaretti, il dg Marcello Rossi e il ds Dimes Righi
che mi hanno sempre messo
nelle condizioni ottimali per
svolgere questa mia professione. Correggese che domenica ha vinto 5-2 sul Mezzolara, conquistando la vetta
della graduatoria dopo il mezzo passo falso del Lentigione:
0-0 in casa con la Colligiana.

LA SORPRESA DEL GIRONE H

Il Trastevere vola: obiettivo... Leicester


Le favorite Nocerina, Bisceglie e Potenza
inseguono. Lallenatore Gardini: Noi come
i campioni della Premier, con le debite
proporzioni... Ce la giochiamo con tutti
RINALDO CRITELLI

Tutti attendevano le blasonate Nocerina, Bisceglie e Potenza ed invece ecco spuntare il


sorprendente Trastevere di patron Betturri,
espressione dello storico rione di Roma, che
comanda con 5 punti sulla concorrenza. Novantuno anni di storia per la societ capitolina, nata tra le due maggiori Lazio e Roma.
Dai pochi intimi di inizio stagione ai 1200
allImmacolata nello scontro vinto col Gravina al Trastevere Stadium nella Villa Pamphilj. Una favola quella del Trastevere, segnata indirettamente dal terremoto del centro
Italia che ha colpito ad agosto anche Amatrice, la citt del sindaco-allenatore Sergio Pirozzi. Con lui promozione in D e salvezza la

scorsa stagione, quindi lo stop alla vigilia di


questo torneo: Non posso pi fare lallenatore - annunci tra le lacrime Pirozzi - devo
stare vicino alla mia comunit e allenare la
mia gente. Testimone passato al suo vice,
Aldo Gardini bravo a stimolare il gruppo e a
far emergere tanti giovani (domenica et media di 24 anni) ambiziosi. Dai promettenti Pagliaroli, Panico, Radaelli, Pasqui, agli esperti
Paolacci, 300 presenze tra C e D, Fatati e Tajarol (7 gol finora e oltre 220 in 300 presenze
tra C e D), per il forte bomber romano, passato anche da operaio e camionista, lobiettivo dellennesima promozione dopo Lupa
Roma e San Cesareo. A sorpresa ci siamo
ritrovati nel girone H e non G, con lobiettivo della salvezza - spiega mister Gardini -, e
certo non ci aspettavamo di stare lass con 5
punti avanti ad una giornata dal giro di boa.
Ho un gruppo affiatato, che non molla mai
e per questo li ho gi ringraziati per quanto
fatto finora. Mister Pirozzi? Lo sento spes-

TRA PANCHINE E MERCATO

Recco, via Panizzo


Mango nuovo tecnico
(g.f.) Lo Sporting Recco dopo 6 ko di fila ha
esonerato Riccardo Panizzo e affidato la
panchina a Salvatore Mango, nell'ultima
stagione al Ligorna. Debutter domenica
Roberto Cappellacci, ex Teramo e Cosenza,
che ha sostituito Gianluca De Angelis. Il
Grosseto ha un nuovo ds: Fausto Salfa. I
maremmani hanno esonerato Marco
Sanna e promosso per ora Alessio Bifini.
COPPA ITALIA

Gli accoppiamenti dei quarti (1 febbraio):


Chieri-Montecatini, Darfo Boario-Adriese,
Lentigione-Albalonga, Bisceglie-Frattese.

so, mi fa i complimenti incitandomi a continuare cos. Trastevere come Leicester del


tecnico romano Ranieri? S, con le dovute
proporzioni lesempio pu starci. Per ora ci
godiamo il momento e ce la giochiamo con
tutti.
In squadra anche parentele importanti: il
difensore Marco Losi (97), nipote della bandiera Giacomo, il pi presente nella storia
giallorossa dopo Francesco Totti e Daniele
De Rossi. E lattaccante Lorenzo Fiorini, che
ha deciso domenica il match a Manfredonia,
nipote del cantante trasteverino Lando. E a
proposito del capitano Totti, proprio lui lex
pi illustre del Trastevere: nel 1985 infatti ha
giocato per due stagioni con gli Esordienti. E
non manca il derby in squadra, equamente divisa tra laziali e romanisti: Prima viene
il Trastevere - sottolinea Gardini - poi non
mancano gli sfott, come in occasione del
recente derby, ma solo in serata dopo aver
vinto noi a Nard in quella domenica.

Girone D combattutissimo: 4
squadre in 3 punti, terza a -2
dalla vetta c il Delta Rovigo
che non perde da 10 gare. A -3
lImolese allenata da Francesco Baldini. Ma con tutto il
girone di ritorno da disputare,
dopo gli ultimi 90 dellandata
domenica, possono rientrare
anche il Ravenna e il Castelvetro. Per il budget che hanno a disposizione credo che
le corazzate Imolese e Delta
Rovigo siano le favorite per
la vittoria finale. Appena sotto ci siamo noi e il Lentigione. In D posso dirlo visto che
siamo stati beffati dalla Lucchese nei minuti di recupero
per 2-1, quando all89 vincevamo 1-0 allultima giornata,
il campionato non mai deciso. Bisogna avere sempre lattenzione altissima e la convinzione di potersi giocare tutte le
gare sino allultimo secondo.
Per adesso siamo davanti e ci
piacerebbe festeggiare il Natale e la sosta di fine anno da
capolista vincendo domenica
in trasferta con la Rignanese,
poi penseremo al 2017, Correggio con quasi 30.000 abitanti e una societ modello si
meriterebbe lesperienza della Lega Pro conclude Bagatti.

Questa societ
unisola felice, un club
modello che meriterebbe
lesperienza in Lega Pro.
Andiamo avanti cos!

G.F.

MARCATORI

Murano e Longo staccano tutti


Pera e Costantino, duello nellF
GIRONE A 12 gol: Mair (Caronnese, 1 rig.). 10

gol: Biasci (Massese). 10 gol: Chiarabini (Ligorna, 3 rig.); Pinzauti (Montemurlo, 3 rig.). 9 gol:
Falchini (Querceta). 8 gol: Ferretti (Querceta, 2
rig.). 7 gol: Veratti (Fezzanese, 1 rig.); Brega (Gavorrano); De Martis (Grosseto); Piscopo (Montecatini).

gol: Gio (Pinerolo, 2 rig.). 9 gol: Zamparo (Borgosesia, 2 rig.); Corno (Caronnese, 3 rig.); Simeri (F. Caratese). 8 gol: D'Antoni (4 rig.); De Sena
(Cuneo, 1 rig.); Cristofoli (Pro Sesto, 2 rig.). 7 gol:
Messias (Chieri); Anzano (Varesina); Spadafora
(Verbania, 2 rig.).

GIRONE F 13 gol: Pera (Matelica, 2 rig.); Co-

stantino (Vis Pesaro, 1 rig.). 10 gol: Prisco (Vastese, 2 rig.). 8 gol: Traini (San Nicol, 2 rig.). 7
gol: Negro (Civitanovese, 2 rig.); Esposito (Matelica); Pedalino (Monticelli, 2 rig.); Olcese (San
Marino, 2 rig.); Fiore (Vastese).

GIRONE B 10 gol: Bertazzoli (2 rig.), Galuppini (Ciliverghe, 1 rig.). 8 gol: De Angelis (Caravaggio, 2 rig.); Rossi (Olginatese, 2 rig.); Bodini
(Pergolettese, 3 rig.). 7 gol: D'Errico (1 rig.), Ferrario (Monza, 3 rig.); Ruggeri (Pontisola); Capogna (Seregno, 2 rig.); Germani (V. Bergamo).

GIRONE G 9 gol: Sanna A. (Arzachena, 1 rig.);


Palmas (Lattedolce); Pippi (Monterosi, 1 rig.). 8
gol: Scotto (Rieti); Liurni (Trestina). 7 gol: Cardillo (Flaminia); Minicleri (L'Aquila, 4 rig.); Vano
(Ostiamare).

GIRONE C 13 gol: Sottovia (Mestre). 11 gol:


Trinchieri (Altovicentino, 2 rig.); Lauria (Campodarsego, 2 rig.); Frana (Triestina). 9 gol: Ferrante (Abano, 2 rig.); Beccaro (Mestre, 4 rig.); Guccione (Vigasio, 2 rig.). 8 gol: Maccan (Cordenons,
1 rig.); Madiotto (Union Feltre, 2 rig.). 7 gol: Barone, Formuso (Legnago).

GIRONE H 10 gol: Lattanzio (Bisceglie, 2 rig.).


9 gol: Rabbeni (Vultur Rionero, 3 rig.). 8 gol:
Montaldi (Bisceglie); Tajarol (Trastevere, 4 rig.).
7 gol: Maggio (Gelbison); Malcore (Manfredonia); Siclari (Nocerina).

GIRONE D 13 gol: Ferretti G. (Imolese, 5 rig.).


12 gol: Sciamanna (Correggese, 1 rig.). 11 gol:
Ambrosini (Imolese). 10 gol: Ferrari (Delta Rovigo); Miftah (Lentigione, 6 rig.); Morbidelli (Sangiovannese). 8 gol: Cozzolino (Castelvetro). 7
gol: Marangon (Adriese, 1 rig.); Alessandro (Delta Rovigo); Rizzitelli (Ribelle); Vangi (Scandicci,
1 rig.).

GIRONE I 14 gol: Longo (Frattese, 1 rig.). 12


gol: Santaniello (Gragnano, 2 rig.). 9 gol: Lescano (Igea Virtus, 2 rig.). 8 gol: Dorato (Palmese, 1
rig.). 7 gol: Gabrielloni (Cavese); Montalbano
(Gela, 1 rig.); Crucitti (Palmese, 2 rig.); Actis Goretta (Rende, 1 rig.); Ricciardo (Sicula Leonzio, 1
rig.).

GIRONE E 14 gol: Murano (Savona, 2 rig.). 11

CLASSIFICHE E PROGRAMMA DELLA 17 GIORNATA


GIRONE A

GIRONE B

GIRONE C

GIRONE D

GIRONE E

GIRONE F

GIRONE G

GIRONE H

GIRONE I

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

SOCIETA

PT G

Caronnese
Chieri
Varese
Borgosesia
Cuneo
Pro Sesto
Casale
Inveruno
F. Caratese
Varesina
Gozzano
Bra
Verbania
OltrepoVoghera
Pro Settimo
Bustese
Pinerolo
Legnano

35
33
33
29
29
26
25
24
21
19
16
16
16
16
16
13
11
9

Monza
Pergolettese
Pro Patria
Ciliverghe
V. Bergamo
Pontisola
Caravaggio
Seregno
Dro
Ciserano
Darfo Boario
Grumellese
Olginatese
V. Bolzano
Scanzorosciate
Fanfulla
Levico Terme
Lecco

41
36
35
34
34
25
23
23
21
21
18
18
15
15
14
12
11
11

Mestre
Triestina
Campodarsego
Virtus Verona
Union Feltre
Abano
Legnago
Altovicentino
Cordenons
Arzignano
Este
Tamai
Vigasio
Belluno
Montebelluna
Calvi Noale
Vigontina
Carenipievigina

41
36
35
29
27
26
21
21
21
18
16
16
16
15
15
13
13
11

Correggese
Lentigione
Delta Rovigo
Imolese
Ravenna
Mezzolara
Ribelle
Castelvetro
Scandicci
Pianese
Rignanese
Fiorenzuola
Sangiovannese
Colligiana
San Donato T.
Poggibonsi
V. Castelfranco
Adriese

31
30
29
28
24
24
23
23
23
22
20
19
18
17
17
16
14
12

Gavorrano
Savona
Massese
Finale
Sanremo
Querceta
Lavagnese
Ligorna
Argentina
Montemurlo
Ponsacco
Montecatini
Fezzanese
Grosseto
Viareggio
Sestri Levante
Ghivizzano
Sp. Recco

33
30
30
28
27
27
27
24
23
21
20
19
16
14
14
13
11
10

San Nicol
Vastese
Fermana
Matelica
Vis Pesaro
O. Agnonese
Sammaurese
Jesina
Monticelli
Campobasso
San Marino
Civitanovese
Castelfidardo
Romagna C.
Pineto
Alfonsine
Recanatese
Chieti

33
32
32
30
30
26
25
23
22
22
18
18
17
17
16
14
12
1

Rieti
Monterosi
Ostiamare
Arzachena
LAquila
Albalonga
Nuorese
Trestina
Avezzano
Sansepolcro
Flaminia
Lattedolce
Lanusei
San Teodoro
Muravera
Foligno
C. di Castello
Torres

33
32
32
31
31
29
25
24
22
22
19
18
16
14
12
12
11
8

Trastevere
Bisceglie (-1)
Nocerina
Gravina
Gelbison
Nard
Francavilla
San Severo
Potenza
Manfredonia
Picerno
Vultur Rionero
Herculaneum (-3)
Anzio
Agropoli (-2)
Ciampino
Madrepietra (-1)
Cynthia

36
31
31
30
28
26
22
21
20
20
19
19
18
18
16
12
9
8

Igea Virtus
Cavese
Rende
Sicula Leonzio
Gela
Pomigliano
Frattese
Turris
Palmese
Sancataldese
Gladiator
Gragnano
Roccella
Aversa Normanna
Sarnese
Castrovillari
Due Torri (-3)
Sersale

35
32
30
28
26
26
25
25
23
23
21
17
17
17
16
9
9
5

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Borgosesia-F. Caratese; BraCuneo; Caronnese-Chieri; Casale-Legnano; Inveruno-Bustese; OltrepoVoghera-Gozzano; Pinerolo-Varesina; Pro


Settimo-Pro Sesto; VareseVerbania

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Caravaggio-Fanfulla; Ciliverghe-Pontisola; Ciserano-Grumellese; Darfo Boario-Pro Patria; Dro-Monza; OlginateseScanzorosciate; PergoletteseLecco; Seregno-V. Bolzano; V.
Bergamo-Levico Terme

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Abano-Vigasio; Campodarsego-Tamai; Carenipievigina-Arzignano; Cordenons-Calvi Noale; Legnago-Altovicentino;


Montebelluna-Belluno; Union
Feltre-Este; Vigontina-Mestre;
Virtus Verona-Triestina

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Castelvetro-Adriese; ColligianaImolese; Delta Rovigo-Poggibonsi; Fiorenzuola-V. Castelfranco; Mezzolara-San Donato


T.; Pianese-Lentigione; RibelleScandicci; Rignanese-Correggese; Sangiovannese-Ravenna

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Fezzanese-Ponsacco; Gavorrano-Finale; Ghivizzano-Ligorna; Montecatini-Viareggio;


Querceta-Montemurlo; Savona-Massese; Sestri LevanteArgentina; Sanremo-Lavagnese; Sp. Recco-Grosseto

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Chieti-Alfonsine; CivitanoveseSan Nicol; Fermana-Jesina;


Matelica-Pineto; MonticelliSammaurese; O.Agnonese-Vastese; Recanatese-Romagna
C.; San Marino-Castelfidardo;
Vis Pesaro-Campobasso

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Albalonga-Arzachena; Avezzano-Torres; Flaminia-C. di Castello; Foligno-Sansepolcro;


Lattedolce-LAquila; Muravera-Ostiamare; Nuorese-Lanusei; Trestina-Monterosi; San
Teodoro-Rieti

16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Agropoli-Bisceglie; Anzio-Picerno; Ciampino-Madrepietra;


Francavilla-Nard; Herculaneum-Vultur Rionero; Nocerina-Manfredonia; PotenzaGelbison; San Severo-Gravina; Trastevere-Cynthia

16
16
16
16
15
16
16
15
16
16
16
15
16
15
16
16
16
16

PROSSIMOTURNO(18/12/2016):

Aversa Normanna-Due Torri;


Gela-Sarnese; Gladiator-Roccella; Igea Virtus-Frattese; Palmese-Castrovillari; RendeGragnano; Sancataldese-Pomigliano; Sersale-Cavese; Turris-Sicula Leonzio

TUTTOSPORT 19

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

NUOTO IL CASO

La Pellegrini nuota da sola. Con Magnini finita


Rapporto al capolinea.
Segnali negativi gi a Rio,
poi il silenzio sui Social e il
rifiuto di accompagnare
lazzurra ai Mondiali
DIEGO DE PONTI

Le spalle di Filippo Magnini


questa volta dovranno essere forti per sopportare il peso
della fine della storia damore con Federica Pellegrini.
Quelle spalle che lo hanno
sostenuto in un fortunato
spot pubblicitario in compagnia della campionessa,
ora gli serviranno per ripartire per lennesima volta. La
crisi era nellaria da quando
il cinguettii tra i due, sui Social, erano spariti. Poi il rifiuto di seguire la compagna in
Canada, per i Mondiali in
vasca corta, ha reso evidente

quello che covava da tempo.


E' crisi, ormai, tra Federica
Pellegrini e Filippo Magnini che si preparano a vivere
il Natale da separati. Lo ha
rivelato un noto settimanale gossipparo che ha raccolto la conferma dal nuotatore
azzurro: Chiedete a Federica come stanno le cose - ha
detto Magnini - Chiedete a
lei che cosa successo. A me
non va di parlarne. E Federica cosa dice? Ha scelto
di non esporsi ed affidare al
suo portavoce il suo pensiero: In questo momento Federica sta cercando di mantenere una concentrazione
forte e decisa nello sport. Se
avesse pensato alla famiglia
o al matrimonio avrebbe fatto altre scelte. La sua scelta oggi solo e unicamente
il nuoto. Non che la storia

dei due fosse sempre stata


un lungo fiume tranquillo,
del tipo casa e piscina.
Nel 2013 scoppi una bufera che avrebbe potuto man-

proprio prima di mettersi


con la Pellegrini, e sale sulla sua auto. I due restano in
macchina a parlare a lungo
e lui la abbraccia affettuosamente. La Pellegrini, intanto, sola a Narbonne ad

La delusione
Il velocista: Chiedete
a lei come stanno le
cose. Io non ho voglia
di parlare

Il comunicato
Il portavoce: Federica
ha scelto una
concentrazione forte e
decisa sullo sport

Il precedente

dare gi tutto a rotoli. Allora


comparvero sui giornali le
immagini di Magnini con la
sua ex storica, Cristiana Nardini. La storia nota: Magnini va a Pesaro e incontra
la ragazza, alla quale stato legato per oltre sei anni Federica Pellegrini, 28 anni, e Filippo Magnini, 34 anni, in vasca alle Olimpiadi Londra 2012 (ANSA)

RALLY

Kalle e le idee chiare


Tra 10 anni iridato

Il baby fenomeno Rovanpera ha dato spettacolo a Bologna


Scortato dal padre (ex
pilota) giunto
secondo al Memorial
Bettega. Per stargli
dietro, un pilota come
Neuville si capottato

Parla il pap
Mi ha detto: se
devi darmi consigli
sbagliati, meglio se
stai zitto
Parla il copilota
Non sbaglia una
nota. E non commette
due volte lo stesso
errore

MIRCO MELLONI

Max Verstappen forse non


lo sapeva, ma ha un gemello
che corre nei rally. Due anni
dopo il debutto di Verstappen in Formula 1, il Mondo
delle corse ha conosciuto un
altro minorenne in grado di
rivaleggiare con i big. Tanto che Kalle Rovanpera - 16
anni compiuti il 1 ottobre l'eroe designato per un Paese, la Finlandia, che negli
anni '80 e '90 ha dettato legge nei rally, ma dopo il titolo 2002 di Marcus Gronholm
ha iniziato un inatteso digiuno. Non avverto la pressione di un Paese che cerca un
nuovo idolo, per so di avere il potenziale per diventare qualcuno dice Kalle, che
prima impressiona per la somiglianza - nemmeno troppo vaga - con Casey Stoner
e gli occhi vispi. E poi, una
volta in auto, fa persino paura per la capacit di crescere sessione dopo sessione,
tanto da meritare applausi dopo il secondo posto al
Memorial Bettega. Nel tradizionale appuntamento del
Motor Show di Bologna, infatti, Rovanpera stato battuto da Elfyn Evans in finale,

nel Mondiale rally: A sette


anni - dice Rovanpera senior - Kalle andava sui kart,
ma un giorno mi chiese di
guidare un'auto. La prima
reazione? Facile, mi disse
pap, da oggi basta kart,
soltanto auto serie. Io sono
stato entusiasta e l'ho messo su una Toyota Starlet, mia
moglie un po' meno... Lui si
appassionato e poi guidare
certe auto ti fa crescere pi
velocemente. E infatti Kalle, non solo al volante, non
commette mai due volte lo
stesso errore.
A otto anni, Kalle era gi
una piccola star di youtube, con il video alla guida
di un'auto da rally. A undici anni - continua Harri - in
un rally in circuito in Estonia, ho visto che faticava a

Kalle Rovanpera, 16 anni, con il navigatore Hristo Pietilainen, gi a fianco del padre Harri (PIRELLI)
mentre ha preceduto il vice
campione del Mondo Thierry Neuville, che per tenere
alle spalle il monello finlandese ha finito per capottare.
Un sedicenne in mezzo ai
giganti del rally, che ha vinto il campionato nazionale in Lettonia, uno dei pochi Paesi dove ad un ragazzo cos giovane permesso gareggiare. Una sorpresa
per tutti, ma non per pap
Harri, un successo e 15 podi

LA CURIOSITA

Senza patente, costretto in Lettonia


(m.m.) Prima del secondo posto al Bettega,
su Ford WRC, e del 17 al Monza Rally Show
(sulla Skoda Fabia S2000 utilizzata in
Lettonia), il 16enne Kalle Rovanpera aveva
disputato gi due stagioni nel campionato
lettone. Il Paese baltico, infatti, uno dei pochi
a consentire ad un minorenne di correre nei
rally, per questo Rovanpera - campione R2 nel

2015 e campione lettone nel 2016, battendo


ogni record di precocit - dovrebbe vivere una
terza annata in Lettonia, prima dello sbarco
nel Mondiale. Dove punter ad arricchire il
mondo dei motori con una dinastia degna dei
Sainz (per restare ai rally), oppure Villeneuve,
Fittipaldi, Ascari, Andretti, Verstappen, Hill,
Rosberg e, magari, Schumacher.

tenere la traiettoria in una


curva. Mi sono permesso
di dargli una dritta. Kalle
andato peggio e, sceso dalla macchina, mi ha fulminato: Se devi darmi consigli sbagliati, per favore resta a guardare. Il problema
che aveva ragione, e lo dice
anche Risto Pietilainen, che
stato il mio navigatore ed
ora il suo. Risto sostiene
che Kalle il primo pilota a
rispettare tutte le note, non
perde mai il controllo.
Freddo, e ci mancherebbe vista la provenienza e la
scuola guida sui laghi ghiacciati, e sempre misurato, il
giovane rallysta sa di avere di fronte un percorso eccellente. La conferma arrivata dagli sguardi sbalorditi degli uomini Ford che
hanno assistito Kalle - alla

licosi alla sua bella. Diceva


Magnini: Voglio dei figli da
Federica. E lei rispondeva:
Sposare Filippo? Se me lo
chiede dico s. Ecco allora
trovata una possibile chiave
di lettura di quanto sta maturando tra i due. Magnini
ha 34 anni e non ha centrato
la qualificazione per i Mondiali in vasca corta dove la
compagna ha conquistato
lultimo oro che mancava al
suo palmares. Dopo la delusione di Rio tutto era possibile. A caldo Federica si era
dichiarata pronta a lasciare.
allenarsi con Philippe Lu- Poi una riflessione pi pacas . Fotografie scattate in cata ha prodotto la scelta di
quei giorni la ritraggono sola continuare per la sua strada
e pensierosa fuori dalla pi- fino a Tokyo 2020. Un sorscina. Oggi il pi pensiero- passo verso il futuro che neso sembra il velocista azzur- anche le spalle larghe di Maro. Ripenser forse a quan- gnini possono sopportare.
do lanciava messaggi belRIPRODUZIONE RISERVATA

prima vera uscita su un'auto del WRC, in attesa di tornare alla Skoda e al campionato lettone - impressionati
da quanto il ragazzo imparasse in fretta. So di essere
un pilota regolare, che sbaglia poco. Ma ogni tanto mi
emoziono anch'io: come al
Monza Rally Show, quando mi hanno fatto incontrare Valentino Rossi, il re del
motorsport.
Il monumento a cui Kalle
vuole somigliare per Sebastien Loeb, che con i suoi
nove titoli iridati consecutivi
ha alzato l'asticella nei rally.
In merito, Rovanpera junior
ha le idee chiare, e non confonde gli affetti familiari con
lo sport: Se devo menzionare un pilota che ho sempre studiato, non mio padre, ma proprio Loeb: vorrei
essere me stesso, rubandogli qualche caratteristica.
Rossi, Loeb, ma soprattutto Verstappen. Accostamento inevitabile considerando il pilota fenomeno gi
da minorenne figlio di un
ex pilota (non di primo piano) del Mondiale. Ho visto
Max correre in Formula 1 spiega pap Harri - e credo
che Kalle abbia la stessa voglia di sfondare. So chi
Max Verstappen, in pista ha
una personalit debordante. Ma non sono in grado di
fare paragoni, io posso parlare per me dice Kalle, consapevole di aver ormai detto addio alladolescenza, visto che al massimo nel 2018
arriver il debutto nel Mondiale. Il rally ancora un
divertimento, magari non
pi un gioco - o qualcosa di
simile a un gioco - come pochi anni fa, e ora sta diventando difficile anche coniugare questa attivit con la
scuola. Per ci che amo:
se mi chiedete dove mi vedo
fra dieci anni, non ho dubbi: nel WRC, magari da campione del Mondo. Prima
del Bettega, di fronte a tali
parole, a pi di un protagonista del Mondiale rally era
scappato un sorriso sotto i
baffi. Dopo il weekend bolognese, a quegli stessi piloti la voglia di sorridere era
passata...

IL COMMENTO
OTTAVIO
DAVIDDI

Opportunit
talento
e dinastie

er ora gi salito sul


kart, per (basta guardare Youtube) si cimentato sul terrazzo di casa. In pi gioca a
calcio e pratica svariati altri sport. E Felipinho Massa. Un giorno potrebbe aggiungere il suo nome a quello dei tanti figli darte da corsa. Un fenomeno che va di
moda oggi. Lelenco lungo,
ripeterlo come pronunciare uno scioglilingua. Anche i
Rovanpera sono della partita.
C chi si chiede se sia questione di dna, di talento trasmesso
per via genetica. Mah, meglio
lasciare stare... Pi facilmente una questione di opportunit. Tutti possono instradare
i figli agli sport del motore, ma
devono spendere molti soldi e
bussare a molte porte. Per una
persona che sia gi parte del
motorsport, tutto pi facile.
Si sa a priori a quali porte bussare, si sa che difficilmente verr detto no. Si sa anche chi pu
metterci i soldi, cos da non dover nemmeno svuotare il conto
in banca (che per molti ex piloti comunque robusto). I tempi eroici di pap Alonso e del
suo furgoncino sono lontani.
Gli esempi di piloti venuti dal
basso, come il grande Schumi (pap meccanico), come
Hamilton (pap ferroviere),
come Kubica (pap tipografo)
sembrano difficili da ripetere.
Poi, certo, man mano che si
scalano le categorie e contano i risultati, allora il cognome diventa un accessorio, magari anche ingombrante. Da
un certo punto in avanti parla il cronometro, quindi il talento. Ma indubbio che sino
a quel momento, tutto sia pi
facile. Parecchio pi facile. La
questione, in fondo, tutta qui.
Semplice. Siamo nellera degli happy few. Pure da corsa.

FORMULA 1

Il lungo addio di Button: forse non s ritirato...


Linglese ha annunciato
laddio, ma la Williams
potrebbe aver bisogno di
un pilota esperto per la
prossima stagione
Lo squillo sul telefonino
deve essere giunto un po
inatteso, ma Jenson Button
- 36 anni, lunga carriera in
Formula 1 e pure un titolo
mondiale vinto nel 2009 ha una tale esperienza che
probabilmente non rimasto sorpreso. La Williams ha
sondato la sua disponibilit per il 2017. Non c nulla di strano, in fondo. Ma la
curiosit sta nel fatto che
dopo la gara che ha chiu-

so la stagione ad Abu Dhabi, Button ha dato laddio


alla Formula 1. La McLaren deve schierare il confermatissimo (e strapagato) Fernando Alonso e ha
scelto di puntare su un giovane al suo fianco, ovvero
il belga Stoffel Vandoorne.
Non gli ha dato un benservito classico, perch Button
avr un contratto anche per
il 2017 (per tenersi pronto,
diciamo cos) e una prelazione sul 2018. Ma, insomma, tra un mese compir 37
anni, nel 2018 ne avr 39...
La Williams, tuttavia, si
trova in un momento particolare. Da un lato c la
volont di crescere, tanto

che stato ingaggiato Paddy Lowe, nientemeno che il


direttore tecnico della Mercedes che sta dominando la
Formula 1 in lungo e in largo. Dallaltro c la consapevolezza che Valtteri Bottas
potrebbe lasciare la squadra per andare proprio alla
Mercedes, per sostituire Rosberg. Il secondo pilota il
debuttante Lance Stroll, canadese, che porta in dote
un bel pacco di sponsor e al
quale (comprensibilmente)
non si pu n si deve rinunciare. E allora si palesa, ovvia, la necessit di avere un
pilota di esperienza, che affianchi il giovane e che sappia indirizzare il lavoro dei Jenson Button, 36 anni, potrebbe restare in attivit (PA WIRE)

tecnici e dialogare con loro.


Button ha gi corso con la
Williams agli inizi della carriera e comunque, a parte
questo, un pilota sul quale si pu contare. Va forte (il
suo essere coriaceo in pista
una dote ben nota a tutti),
ha una forma fisica migliore
di tanti altri ( un triatleta e,
se non avesse corso la scorsa stagione, si era messo in
testa di cercare i minimi per
andare alle Olimpiadi), soprattutto non creerebbe attriti n polemiche se il giovane Stroll dovesse stargli
davanti, per talento o per
necessit di squadra. Certo, bisognerebbe convincere la McLaren a liberar-

lo, ma siccome non si parla


di contratto da pilota effettivo, il problema dovrebbe
essere facile da aggirare.
Se le voci su Button sono
fondate, diventano - per logica deduzione - fondate
anche quelle su Botta sin
Mercedes. Se cos fosse, sarebbe la vittoria del partito di Toto Wolff, favorevole sia al finlandese (di cui
stato a lungo manager in
passato) sia a scegliere un
nome che non crei pi la
rivalit che cera tra Hamilton e Rosberg. E questione
di poco e la questione verr sciolta.
Tornando a Button, c
da dire che non la prima

volta che Button chiude la


sua carriera, salvo poi ripensarci. Lo scorso anno
stato chiamato in extremis, quando si pensava che
la McLaren gli avrebbe preferito Vandoorne. E a fine
2014, quando la squadra inglese firm il contratto con
Alonso, pareva che fosse lui
a dover lasciare spazio allo
spagnolo. Invece venne lasciato a piedi il danese Kevin Magnussen.
Dunque, se Button tornasse in Williams salterebbe il suo... terzo ritiro. Anche questo, per certi versi,
un piccolo record...
O.D.
RIPRODUZIONE RISERVATA

20 TUTTOSPORT

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

BASKET SERIE A

Torino, il sogno
la Coppa Italia

Il ds Atripaldi: Siamo l a lottare con le nostre


rivali, ma dobbiamo vincere tre gare su quattro
LAuxilium, reduce dal
successo su Caserta,
ha subito un primo
difficile ostacolo da
superare: luned
affronta Reggio Emilia
GIOVANNI TEPPA
TORINO

La vittoria che ci voleva. I


due punti conquistati con
Caserta a quattro giornate
dal termine del girone d'andata hanno messo in corsa
la Fiat per un posto nella Final Eight di Coppa Italia che
si disputer a Rimini dal 17
al 19 febbraio prossimi. Non
che la strada per i torinesi sia
spianata, sia chiaro. Servir,
infatti, un'impresa ai torinesi
per qualificarsi. Ma quel che
pi conta che c' ed tra le
pretendenti a uno degli otto
posti. E l'analisi del direttore
sportivo Marco Atripaldi sul
momento dei torinesi non
fa una piega: Con Caserta
abbiamo dimostrato che la
squadra nonostante il problema degli infortuni ai play
si sta consolidando. Che la
squadra abbia "un'anima"
lo sapevamo. Ma con il successo di domenica la nostra

identit uscita rafforzata.


Credo che Wilson sia l'esatta fotografia della nostra crescita. La sua stata una prestazione eccellente, in difesa
come in attacco. E poi prendiamo White. Si sacrificato
molto in copertura. I lunghi
di Caserta hanno trovato delle montagne insuperabili da
valicare. I numeri delle statistiche relative ai rimbalzi (41
Torino, 24 Caserta, n.d.r.) dicono molto sulla nostra prestazione complessiva fatta di
tanta dedizione.
Hanno di fatto gi staccato
il biglietto per la Final Eight
Milano, Reggio Emilia e Venezia. Sono molto vicine
all'obiettivo di mezza stagione anche Avellino e la
sorprendente Caserta. Subito dietro ci sono Brindisi
e Capo d'Orlando che avendo una vittoria in pi hanno un briciolo di vantaggio
su Sassari, Torino e Brescia.
Pi difficile che Pistoia, Cant, Trento e Varese possano
inserirsi nella contesa. Con
chi ci sta subito avanti siamo penalizzati dagli scontri diretti che peraltro abbiamo giocato in trasferta - argomenta Atripaldi -. Invece
con chi siamo appaiati, ov-

vero Sassari e Brescia, dobbiamo ancora giocare. Vincere solo con loro per non
baster per qualificarsi. Per
centrare le Finali di Coppa
Italia credo sia necessario arrivare a sedici punti. Quindi
dovremo vincere tre partite
su quattro che significa andarci a prendere una vittoria in trasferta. Comunque

Limportante esserci
Sappiamo che non
sar facile, per la
nostra una squadra
che sa lottare
Ipotesi suggestiva
Sarebbe bello vedere
un giorno Amedeo
Della Valle, figlio di
Carlo, giocare con noi
essere l a lottare gi una
gran cosa.
La Fiat si dovr dunque superare in questo finale di girone d'andata per poter ambire alla kermesse riminese.
A partire da luned prossimo
quando ospiter nel posti-

cipo per SkySportHD la corazzata Grissin Bon Reggio


Emilia. La partita con Reggio Emilia sar per noi lo
spartiacque dell'intera stagione e non solo per la Coppa - spiega il d.s. torinese -.
Per andare in Coppa bisogna
vincere, ok. Ma sarebbe importante farlo anche per la
fiducia e per la stagione nel
suo complesso. Ma stiamo
parlando di superare Reggio Emilia, una squadra solida e collaudata, che costituita da un gruppo di giocatori importanti e che ha saputo rinnovarsi tenendo alto
il rendimento. un progetto quello di Reggio che arriva da lontano, lungimirante e che ha messo al centro i
giocatori italiani.
E chiss se fra questi atleti
nostrani di Reggio Emilia ce
n uno che Atripaldi vorrebbe a Torino? Posto che non
cambierei nessuno dei nostri
perch siamo pienamente
soddisfatti della nostra squadra, se dovessi aggiungere un
reggiano ai nostri penserei a
Pietro Aradori che ha iniziato
a fare esperienze importanti in Serie A a Biella. Ma lipotesi pi suggestiva sarebbe quella di vedere Amedeo

Mirza Alibegovic, 24 anni, al tiro durante il match vinto da Torino contro Cant (CIAMILLO)
Della Valle giocare a Torino.
Perch ha tantissimo talento e perch il figlio di Carlo, uno dei simboli dellAuxilium. Sarebbe una bella storia. Ora per Amedeo ha altre mire, ci sta. giustamente
ambizioso ma chiss che in
futuro anche noi si possa diventare sempre pi piazza
appetibile. Anche per lui. Il
percorso che abbiamo intrapreso credo sia quello giusto.
Bisogna ricordare che questa societ al suo secondo
anno tra i professionisti. Ha
gi fatto passi in avanti importanti. Certo, bisogna crescere ancora e tanto. Senza
affrettare i tempi. Come societ eh, perch magari in
campo potremmo fare un
saltino di qualit gi da
luned, quando giocheremo una partita che sappiamo importante per il nostro
processo evolutivo.

IN PANCHINA VA LEPORE

Cremona, esonerato Pancotto


Per Hackett sei mesi di stop
Quello che si vociferava da domenica dopo la
sconfitta di Cremona sul campo di Venezia
diventato ufficiale da ieri: Cesare Pancotto
non pi il tecnico della Vanoli. Al suo posto
Cremona ha scelto di promuovere
l'assistente Paolo Lepore (alla Vanoli dal
2008). A Milano intanto si ragiona
sull'innesto di un playmaker: un'idea
potrebbe essere Jordan Farmar, tagliato dai
Sacramento Kings e sondato anche
dall'Olympiacos dopo le pessime notizie
sullo stato di salute di Daniel Hackett. Il
playmaker azzurro dovr operarsi per
l'infortunio al bicipite femorale. L'intervento
chirurgico significa stagione finita (i tempi di
recupero sono stimati in sei mesi) e a rischio
ora c' anche la partecipazione a Euro 2017.

LE COPPE

Ieri giornata di Fiba Champions League con


Venezia che sconfitta 99-58 sul campo del
Pinar Karsiyaka mentre Sassari batte in casa
per 97-88 lo Szolnoki Olaj (la differita della
gara oggi su Rai Sat alle 16.45). Questa sera
alle 20.30 Varese (con Dominique Johnson
al debutto) ospita il Neptunas Klapeida
mentre Avellino sar a Strasburgo (diretta
Tv dalle 20.20 su Rai Sport 1). Oltreoceano
dopo gli errori arbitrali delle ultime settimane
la Nba ha deciso di correre ai ripari e
sperimentare quarto e quinto arbitro in
campo: la prova sar fatta in 9 gare della
Dleague (la lega di sviluppo) a partire dal
prossimo 26 dicembre.
ROBERTO NARDELLA

TUTTOSPORT 21

MERCOLED, 14 DICEMBRE 2016

TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE TUTTONOTIZIE


PALLANUOTO

Brescia in Croazia
mission impossible?
Stasera (ore 18) i detentori
della Euro Cup sfidano a
Dubrovnik lo Jug. Bovo:
Dovremo fare unimpresa,
noi ci proviamo...
(e.mor.) Missione "quasi"
impossibile per il Brescia,
vincitore dell' Euro Cup,
che questa sera alle 18 a
Dubrovnik in Croazia contende la Supercoppa europea allo Jug, detentore della Champions League. Ed
il "quasi" legato alla vittoria del Recco, sabato scorso nella stessa vasca, che
ha posto fine ad una lunga
imbattibilit casalinga dello
Jug. Certo, la squadra croata
rimane nettamente favorita, ma il Brescia pu scendere in vasca consapevole di avere qualche buona
possibilit.
Loro hanno gi preparato
la festa - dice il tecnico bresciano Alessandro Bovo Ma noi vogliamo mandar-

IN BREVE

MONDIALE RALLY

Ecco la Yaris
per il ritorno
della Toyota

gliela a monte, anche se


sappiamo che per riuscirci
ci serve un'impresa.

La Toyota torna a
ruggire. La casa
giapponese ha
presentato
ufficialmente la
squadra, oltre alla
Yaris WRC i affronter
il Mondiale Rally
2017. Si tratta di un
ritorno dopo 17 anni di
assenza con lultima
stagione (1999) in cui
conquist il titolo
costruttori. Il team,
capitanato da Tommi
Makinen, debutter
ufficialmente il 19
gennaio al Rally di
Monte Carlo. I piloti
saranno Juho
Hanninen e Jari-Matti
Latvala

SERIE A1. Oggi si gioca la


nona giornata che si presenta interlocutoria sia per l'alta che per la bassa classifica.
Sono infatti del tutto scontati i successi del Recco, della Bpm Sport Management,
del Savona e del Posillipo.
L'unico incontro piuttosto
incerto quello di Napoli
che vede l'Acquachiara favorita, ma il Torino '81 Iren
pronto a giocarsi le sue carte e confortato dall'aver gi
ottenuto due vittorie in trasferta. Questo il programma: ore 15 AcquachiaraTorino '81 Iren, ore 18 Bpm
Sport Management-Bogliasco, ore 19,30 Trieste-Recco, Posillipo-Lazio, ore 21
Quinto-Savona, Ortigia-Brescia rinviata al 1 febbraio;
gi disputata Canottieri Napoli-Roma Vis Nova 11-11.
.

IN BREVE

Laffascinante linea della nuova Ferrari J50

La Ferrari J50 festeggia


i 50 anni in Giappone
Per i 50 anni di presenza sul mercato giapponese, la
Ferrari ha presentato a Tokyo la J50, una roadster con
motore posteriore-centrale con tetto asportabile, tipico
di alcune rosse degli anni 70 e 80. Nasce sulla base
della 488 Spider, ha una versione specifica del V8 da 3,9
litri con una potenza di 690 Cv. E stata creata dal
reparto Progetti Speciali e disegnata dal Centro Stile.
Sar in soli 10 esemplari. Prezzi? Saranno comunicati
solo ai potenziali clienti.

Cross del Campaccio


Ci sar anche Tanui

BOXE

VOLLEY

Coppa Italia uomini


In campo per gli ottavi

Si diputano questa sera gli


ottavi di Coppa Italia. In
campo alle 20.30
Piacenza-Molfetta; VeronaSora; Monza-Ravenna; Vibo
Valentia-Padova. La
formula prevede
eliminazione diretta in gara
secca. I quarti si
disputeranno l11 e 12
gennaio 2017

Champions donne
Conegliano sfida Baku

Questa sera, alle 20.30,


Conegliano ospita per la
Champions, la Telekom
Baku. Domani in campo, alle
18 Modena in casa del
Chemik Police.

SPORT INVERNALI

Bob: revocati
i Mondiali di Sochi

La federazione
internazionale di Bob e
Skeleton (Ibsf) ha deciso
che "non sarebbe saggio
per motivi di opportunit"
far svolgere i Mondiali del
prossimo anno a Sochi, in
Russia, dopo le rivelazioni
sul doping di Stato emerse
nel rapporto McLaren.
Secondo il dossier pi di
mille atleti russi avrebbero
goduto di aiuti e coperture.

Fondo: Pellegrino
in staffetta a La Clusaz
In vista della staffetta di
domenicaa La Clusaz,

lallenatore responsabile
Giuseppe Chenetti ha
convocato per la prova
individuale Francesco De
Fabiani, Claudio Muller,
Giorgio Di Centa, Fabio
Clementi, mentre la gara a
squadre sar disputata da
Federico Pellegrino,
Dietmar Noeckler,
Francesco De Fabiani e uno
fra Muller, Clementi e Di
Centa.

Salto: Colloredo
sar in gara a Ruka

Fragomeni, sul ring per passione


Ho lo spirito di un ragazzo
Il pugilato la mia passione. Mai pensato di abbandonarlo. Sono stato infortunato
e durante il riposo forzato ho
avuto la fortuna di vincere l'Isola dei Famosi. Ma resto un
boxeur.

Tra un mese lex


campione dei massimi
leggeri, a 47 anni,
affronter, ad Assago
lungherese Polster
ENRICO CAPELLO

Continua la trasferta in
Continental Cup per
Sebastian Colloredo, Davide
Bresadola e Alex Insam
saranno al via delle gare di
Ruka dal trampolino HS142
di sabato 17 e domenica 18
dicembre. A Notodden (Nor)
vanno in scena invece dal 15
al 17 dicembre tre gare
femminili e due maschile dal
trampolino HS98 valevoli
per la Fis Cup e la
Continental Cup.

TENNIS

Murray e la Kerber
campioni del mondo Itf

LInternational Tennis
Federation ha reso noto che
Andy Murray e Angelique
Kerber sono i Campioni del
Mondo Itf per il 2016. Un
riconoscimento che
entrambi ricevono per la 1
volta in carriera. Jamie
Murray e il brasiliano Bruno
Soares sono i nuovi
Campioni del Mondo di
doppio maschile.

Un mese esatto e per l'ex


campione mondiale dei massimi leggeri Giacobbe Fragomeni torner a suonare la
campanella del bordo ring.
Archiviato il successo all'Isola dei Famosi, il pugile milanese, 47 anni, dall'infanzia
difficile, pronto a alla sfida
contro l'et e lo scetticismo
di tanti. Fragomeni, infatti,
incrocer i guantoni, sabato 14 gennaio al "Teatro della Luna" di Assago, con l'ungherese Tams Polster, di 11
anni pi giovane. Un incontro "al buio" contro un pugile sconosciuto che non spaventa, per, chi ha messo ko
nella vita ben altri avversari:
alcol, droga e depressione.
L'ex iridato ha spiegato ieri la
strategia per tornare vincente
all'inaugurazione della rinata
Sap Fighting Style di Druento
(Torino). Ad Assago ci sar
in azione il miglior Fragomeni. Non deluder i tifosi.
>> Giacobbe, a 47 anni di
nuovo sul ring.Perch?

>> Rinnega il reality?


Tutt'altro. Mi ha reso famoso e se mi arrivasse un'altra
offerta la accetterei. Grazie
all'Isola milioni di persone
mi hanno apprezzato e scel-

to col televoto.

ritagliarmi una nuova chance per un match con in palio


>> Chi vedrebbe tra i suoi il titolo europeo o mondiale.
colleghi sportivi sull'Isola?
Federica Pellegrini per il ca- >> Il fisico risponde agli alrattere forte. Ma a chi gio- lenamenti?
vane consiglio di mettere lo S. Mi sono sempre tenuto in
sport davanti allo spettaco- forma. Ho corso anche la malo. Per la tv c' tempo.
ratona. Sono in ritiro a Torre
Annunziata. Mi alleno nel>> Cosa si aspetta dal match la palestra del mio vecchio
contro Polster?
maestro Biagio Zurlo. RiparO la va o la spacca. Se perdo to dai fondamentali, come se
mi ritiro. Se vinco, per, potrei non avessi mai fatto nulla sul
ring. Devo tornare ragazzo
nello spirito.

(w.b.) Presentato ieri il Cross


del Campaccio, del 6
gennaio. Per la 60 edizione
in gara medagliati di Rio
(Tanui argento 10.000)
Kejaelcha (camp.Mond.
indoor), Rop (Ken), Komon
(Ken) Merga (Eth), Edris
(Eth) Crippa, Chiappinelli e
Riva. Tra le donne sfida tra la
Fait Kypiegon (Ken) oro a
Rio nei 1500 e Ruth Jebet
(Bhr) prima nelle siepi.

CONI

Malag: Integrazione
una nostra bandiera

Su integrazione e valori di
inclusione sociale ci ho
messo molto la faccia. Ne
abbiamo fatto una bandiera
e ci viene riconosciuto anche
dai critici. Lo ha il
presidente del Coni,
Giovanni Malag,
intervenendo al meeting

>> Cosa serve per ridare


smalto a alla nobile arte?
Mancano i campioni e i promoter che sappiano vendere LOTTERIE
incontri di qualit per la tv.
E poi finiamola con questa LOTTO
stupida equazione tra pugi- Bari
90 68 11 81 9
lato e violenza. La nostra di53 61 48 80 7
sciplina un ottimo antido- Cagliari
to al bullismo.
Firenze
43 44 65 49 79

Giacobbe Fragomeni, 47 anni, durante la presentazione di ieri

II PROGRAMMI TV DI OGGI

>> Il suo match si svolger Genova


all'interno di una riunione Milano
di kickboxing? Vuole passaNapoli
re alle arti marziali?
No, perch sono un pugile Palermo
di formazione classica. C, Roma
per, da imparare dagli organizzatori di Oktagon e del- Torino
le sfide di MMA. Sanno crea- Venezia
re eventi planetari che riemNazionale
piono le arene.

24 33 21 29 19
86 75 61 11 73
42 48 35 83 79
6 39 85 46 76

IPPICA

La Tris di ieri
(m.sp) Galoppo, Roma
(Capannelle), TQQ sui 1.600
metri, Premio Simba. Ordine
di arrivo: 1. Su Balenti (12),
2. With What (6), 3. Istrana
(3), 4. Bridge Rammbock
(9), 5. Charity Girl (1). Tris:
12-6-3 da 449,19 euro.
Quart: 12-6-3-9 da
913,38 euro. Quart: 12-63-9-1 da 4.053,61 euro (no
vincite per il Quint).

La Tris di oggi
(m.sp) La Tris di trotto
odierna si corre
allippodromo di Aversa
(Caserta), Premio And. e
Ant. Vecchione. La nostra
terna: Urceus Mdm (2),
Unbeaten Grif (1) e Urlo di
Mare (8). Potrebbero
inserirsi Ula Zack Gio (5) e
Uragano dei Lady (7).

SUPERENALOTTO

17 21 35 48 60 76 JOLLY 23
Superstar 80
QUOTE

Nessun 6
Jackpot 6 61.200.000,00
Nessun 5+1
Ai
3 5
48.548,50
Ai
365 4
499,90
Ai
13.955 3
34,44
Ai
238.129 2
5,82

19 69 85 35 23

10 E LOTTO

7 63 88 21 9

6
30
44
68

30 22 53 43 10
48 21 45 76 22

7
33
48
69

19
39
53
75

22
42
61
86

24
43
63
90

OROSCOPO

RAIUNO

RAIDUE

RAITRE

RETEQUATTRO

CANALE 5

ITALIA 1

LA7

6.00 RaiNews24
6.30 TG1 - Previsioni
sulla viabilit
CCISS Viaggiare
informati
6.45 Unomattina
9.55 TG1
10.00 Storie Vere
11.05 Tempo & Denaro
11.50 La prova del cuoco
13.30 TG1
14.00 La vita in diretta
15.00 Torto o ragione?
Il verdetto nale
16.30 TG1
16.40 TG1 Economia Che tempo fa
16.50 La vita in diretta
18.45 Leredit
20.00 TG1
20.30 Affari tuoi
21.25 Prima tv
La maa uccide
solo destate
23.30 Porta a Porta
1.05 TG1 Notte Che tempo fa
1.40 Sottovoce

7.05

8.00
10.00
11.00
11.10
11.55
12.25

6.35
8.30
9.30
10.40
11.30
12.00

6.00
7.55
8.00
8.45
10.55
11.00
13.00
13.40
14.10
14.45
16.10
17.10

6.30
6.45
7.10
7.35
8.05
10.05
12.05
12.25

6.00 Meteo - Traffico Oroscopo


7.00 Omnibus - News
(Diretta)
7.30 TG La7 - Meteo
7.55 Omnibus (Diretta)
9.40 Coffee Break
(Diretta)
11.00 Laria che tira
(Diretta)
13.30 TG La7
14.00 TG La7 Cronache
14.20 Tagad (Diretta)
16.30 Ironside
18.00 Josphine, ange
gardien
20.00 TG La7
20.35 Otto e mezzo
(Diretta)
21.10 Di Marted
(Diretta)
0.00 TG La7
0.10 Otto e mezzo
(Replica)
0.45 Laria che tira
(Replica)
3.00 Tagad
(Replica)

Il tocco
di un angelo
7.50 Le sorelle McLeod
8.30 Un ciclone
in convento
10.00 TG2 Lavori
in corso
10.55 TG2 Flash
11.00 I Fatti Vostri
13.00 TG2 Giorno
13.30 TG2 Costume
e Societ
13.50 TG2 Medicina 33
14.00 Detto fatto
16.30 The Good Wife
18.00 Rai Parlamento
Telegiornale
18.10 TG2 Flash L.I.S.
18.15 TG2
18.30 Rai TG Sport Meteo 2
18.50 Blue Bloods
19.40 N.C.I.S.
20.30 TG2 - 20.30
21.10 The Eagle (Azione
2011) Con Channing Tatum
23.05 Sbandati

conclusivo dell'edizione
2016 del progetto 'Sport e
Integrazione.

ATLETICA

12.45
13.15
13.40
14.00
14.50
15.10
15.15
16.00
16.40
18.25
18.55
19.00
20.00
20.10
20.40
21.15
23.25

Agor
Mi manda Raitre
Elisir
Tutta salute
Meteo 3 - TG3
Chi lha visto?
12,25
Quante Storie
Il tempo e la Storia
TG3 Fuori TG
TG Regione - TG3
TGR Leonardo
TGR Piazza Affari
Il Commissario
Rex
Aspettando Geo
Geo
#cartabianca
Meteo 3
TG3 - TG Regione
Blob
Gazebo Social
News
Prima tv Un posto
al sole
Politics
Rischiatutto La Storia

13.00
14.00
15.30
16.50

18.55
19.35
19.55
20.30
21.15

23.40

Detective Monk
Cuore Ribelle
I Cesaroni 3
Ricette allitaliana
TG4 - Meteo.it
Un detective
in corsia
La signora in giallo
Lo sportello
di Forum
Flikken
Uccider Willie
Kid (Western
1969) Con Barry
Sullivan
TG4
Dentro la Notizia Meteo.it
Tempesta
damore
Dalla vostra parte
Danni collaterali
(Azione 2002)
Con Arnold
Schwarzenegger
Legittima difesa
(Poliziesco 2013)
Con Til Schweige

18.45
19.55
20.00
20.40
21.10
23.30
1.35
2.20

Prima pagina Tg5


Traffico - Meteo.it
TG5 Mattina
Mattino Cinque
TG5 - Ore 10
Forum
TG5 - Meteo.it
Beautiful
Una vita
Uomini e Donne
Il segreto
Pomeriggio
Cinque
Caduta libera
TG5 Prima
Pagina
TG5 - Meteo.it
Striscia la Notizia
- La voce
dellimpudenza
Novit Little Big
Show
Matrix
TG5 Notte Meteo.it
Striscia la Notizia
- La voce dellimpudenza (Replica)

13.05
13.45
14.40
15.10
15.40
16.10
16.35
17.25
18.30
19.25
20.20
21.10
0.35

I puffi
Pollyanna
Heidi
Sailor Moon
Everwood
Dr. House
Cotto e mangiato
Studio Aperto Meteo.it
Sport Mediaset
I Simpson
The Big Bang
Theory
2 Broke Girls
Due uomini
e mezzo
Baby Daddy
How I Met
Your Mother
Friends
Studio Aperto Meteo.it
C.S.I. NY
Cultura Moderna
Le Iene Show
Ultimi episodi I
Stagione - Prima
tv free Mr. Robot

PREMIUM SPORT

EUROSPORT

SKY SPORT 1

SKY SPORT 2

SKY SPORT 3

6.00 Premium Sport News Notiziario;


7.30 Premium Sport Edicola; 7.45 Premium Sport Edicola; 10.30 Highlights
Campionato Francese; 11.30 Serie A
Review; 12.30 Premium Sport News
Notiziario; 13.05 Premium Moments;
13.10 Sport Mediaset Notiziario; 13.45
Premium Sport News Notiziario; 15.00
Serie A Review; 16.00 Highlights Serie
B; 16.30 Cuore Tifoso; 16.50 Premium
Moments; 17.00 Premium Sport News
Notiziario; 19.30 YouPremium; 20.05
YouPremium; 21.00 Calcio, Coupe de
la Ligue 2016/2017 Sochaux - Marsiglia (Dir.); 23.00 La moviola uguale
per tutti; 0.00 Premium Sport News
Notiziario; 0.30 Highlights Campionato
Scozzese

10.00 Equitazione, Rolex Grand Slam


2016 da Ginevra, Svizzera; 11.00 Calcio, Major League Soccer 2016 Highlights; 11.30 FIFA Football; 12.00 Nuoto,
Mondiali Vasca Corta 2016 Highlights, da Windsor, Canada; 14.00 Biliardo, Scottish Open 2016 2a
giornata, da Glasgow, Scozia (Dir.);
18.30 Equitazione, Rolex Grand Slam
2016 da Ginevra, Svizzera; 19.30 Calcio, Major League Soccer 2016 Highlights; 19.55 News I; 20.00 Biliardo,
Scottish Open 2a giornata (Dir.); 22.55
News I; 23.00 Automobilismo, Blancpain Endurance Series 2016 da Sepang, Malesia (Diff.); 0.00 Rally,
European Rally Championship 2016
All Emotions (Diff.)

13.00 #SkyBuffaRacconta Ali; 14.00


Basket Room; 14.30 Calcio, Serie A
2016/2017 Roma - Milan; 16.15 Calcio, Serie A 2016/2017 Atalanta Udinese; 16.30 Calcio, Serie A
2016/2017 Cagliari - Napoli; 17.00
Calcio, Serie A 2016/2017 Inter Genoa; 17.30 Calcio, Serie A
2016/2017 Torino - Juventus; 18.00
Calcio, Serie A 2016/2017 Fiorentina
- Sassuolo; 18.30 Calcio, Serie A
2016/2017 Roma - Milan; 19.00 History Remix; 19.30 Premier League
Remix; 20.00 Premier Live (Diretta);
20.45 Calcio, Premier League
2016/2017 Everton - Arsenal (Dir.);
22.45 Premier Live (Diretta); 23.15
#SkyBuffaRacconta Ali

10.30 Nico - Lewis: la sda; 11.30


Rugby, European Champions Cup
2016/2017 Munster - Leicester Tigers; 12.30 Basket Room; 13.00 Wrestling, WWE Experience; 14.00
Basket, NBA 2016/2017 Indiana Charlotte; 16.00 Basket Room; 16.30
Wrestling, WWE NXT; 17.30 Rugby,
European
Champions
Cup
2016/2017 Zebre - Tolosa (3a giornata); 18.30 Giovi The Rookie; 18.45
Icarus Plus; 19.00 Wrestling, WWE
Domestic Raw; 21.30 ECC Highlights;
22.00 Basket Room; 22.30 Basket,
NBA 2016/2017 Indiana - Charlotte;
0.30 The Boat Show R; 1.00 Basket,
NCAA 2016/2017 Clemson - South
Carolina State (Dir.)

10.15 Calcio, Serie A 2016/2017 Roma


- Milan (Posticipo 16a giornata); 12.00
Calcio, Serie A 2016/2017 Fiorentina
- Sassuolo (Posticipo 16a giornata);
13.45 Serie B Remix; 14.15 Calcio, Serie
B 2016/2017 Pisa - Bari (Anticipo
18a giornata); 16.00 Calcio, Serie A
2016/2017 Torino - Juventus (16a
giornata); 16.15 Calcio, Serie A
2016/2017 Roma - Milan (Posticipo
16a giornata); 18.00 Basket, NBA
2016/2017 Indiana - Charlotte; 20.00
Premier Live (Diretta); 20.45 Calcio,
Premier League 2016/2017 Bournemouth - Leicester City (16a giornata)
(Dir.); 22.45 Basket Room; 23.15 Calcio,
Premier League 2016/2017 Everton Arsenal (16a giornata)

ARIETE 21-3/20-4: Le tensioni con il partner si atte-

nueranno, facendo emergere entimenti solidi anche


se allapparenza non sembra.
TORO 21-4/20-5: Le possibilit di incontri saranno
numerose, ma si tratter pi di amicizia che di
amore. In famiglia mostratevi comprensivi.
GEMELLI 21-5/21-6: Senza volerlo realmente, rischiate di far soffrire uno dei vostri amici. Cercate di
essere pi elastici e altruisti nei vostri rapporti.
CANCRO 22-6/22-7: Quelli di voi che sono in coppia e
che escono da un periodo di ridiscussione, inizieranno a ritrovare un nuovo equilibrio sentimentale.
LEONE 23-7/23-8: Single, inizierete ad affezionarvi a
una persona che avete appena conosciuto e il sentimento sar reciproco.
VERGINE 24-8/22-9: Il rapporto con i vostri gli sar
ottimo. Avranno molta ducia in voi e sar loccasione di condividere chiacchierate e passeggiate.
BILANCIA 23-9/22-10: Non mancherete di ottimismo! Sar il momento di dedicarvi a un progetto professionale che richiede energia e motivazione!
SCORPIONE 23-10/22-11: Dovrete riuscire a dominare la vostra aggressivit o la situazione potrebbe
diventare critica.
SAGITTARIO 23-11/21-12: Sarete molto soddisfatti
della vostra vita professionale. Se potete andare fuori
citt per affari, non esitate.
CAPRICORNO 22-12/20-1: In coppia, lintesa con chi
condivide la vostra vita sar ottima. Rinforzerete i legami di complicit.
ACQUARIO 21-1/19-2: Al lavoro, saranno pi esigenti
con voi. Cercate di fare bene senza disperdere energia preziosa per la vostra vita privata.
PESCI 20-2/20-3: Tenderete a vedere il bicchiere
mezzo vuoto. Concentratevi sul lato positivo della
vita e fuggite dalluccellaccio del malaugurio.

7
7
-1
7
1
-4

14
12
8
12
7
6

7
9
1
7
1
10
9
-3
12
1

14
15
6
12
14
14
14
6
16
6

6
9
12
1
7
1
0
4
0
0

14
15
16
9
12
14
6
14
9
6

PAOLO DE PAOLA
DIRETTORE RESPONSABILE
NUOVA EDITORIALE SPORTIVA s.r.l.
Direzione, Redazione, Amministrazione,
Ufficio Diffusione e Ufficio Marketing
Corso Svizzera 185 - 10149 TORINO
Tel. 011/7773.1 - posta@tuttosport.com
Fax Direzione e Amministrazione
011/7773.312
Diffusione 011/7773.313
Segr. di Redazione 011/7773.483
PUBBLICITA
Concessionaria per la pubblicit Italia
(nazionale e locale) ed estero:
SPORTNETWORK
Milano 20134 - Via Messina, 38
Tel. 02/349621 - Fax 02/34962450
Roma 00185 - Piazza Indipendenza, 11/B
Tel. 06/49.24.61 - Fax 06/49.24.64.01
ABBONAMENTI
Spedizione in Abbonamento Postale 45%
Art. 2 comma 20/B Legge 662/96
Filiale di Torino. Annuale (7 numeri) 320;
Semestrale (7 numeri) 164; Annuale (6
numeri) 286; Annuale (1 numero) 50
Versare sul C/C/p n. 35492107
intestato a Nuova Editoriale Sportiva,
Corso Svizzera, 185
Francia 2,00 Germania 2,20
Grecia 2,50 Malta 2,50
Monaco P. 2,00 Svizzera Fr. S. 3,00
Inghilterra 2,00
CENTRISTAMPA
MonzaStampas.r.l.
Via Buonarroti, 153 - Monza (MB)
Mediastampas.r.l.
Via del Litografo, 4 - Bologna
Societ Tipografico
EditriceCapitolina S.p.A.
Via G.Peroni, 280 - Roma
Qualiprinters s.r.l.
Zona Industriale Contrada Olivola (BN)
LUnioneSarda
Via Omodeo, 5 - Elmas(CA)
Societ Editrice Sud S.p.A
Via Uberto Bonino, 15/c - Messina
Responsabile del trattamento dati
(D. Lgs. 196/03)
PAOLO DE PAOLA
Reg. Trib. Torino 344/48 Certificato
N. 8105 del 06/04/2016
Edizionedel luned Certificato.
N. 8106 del 06/04/2016