You are on page 1of 36

www.gazzetta.it mercoled 13 agosto 2014 1,40 REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFERINO 28 - TEL.

. 0262821 - REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 - TEL. 06688281


anno 118 - numero 190
POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO Anno 118 -
Numero
190
ITALIA
Il portoghese con una doppietta stende il Siviglia (2-0)
Ancelotti esulta e applaude Kroos: stato perfetto
9
7
7
1
1
2
0
5
0
6
0
0
0
4
0
8
1
3
>
Lo spagnolo: Non ero bravo
di testa, poi ho studiato
Urzaiz. Vorrei entrare
nella storia come Charles,
Bettega e Trezeguet
JUVE
Decollo Llorente
Adesso so volare
e mi nutro
di cross
3 Fernando Llorente, 29 anni LAPRESSE BREGA, OLIVERO, A. RUSSO PAG. 4-5
MERCATO CALANO LE QUOTAZIONI DI CERCI
Vertice in casa Milan
Scatto Douglas Costa
Virata sul brasiliano dello Shakthar.
Balo compie 24 anni. De Jong: Auguri
Mario, ma comportati da uomo maturo
3 Douglas Costa, 23 anni, in Ucraina dal gennaio 2010
LAUDISA, PASOTTO A PAGINA 6
IL CASO PRELIMINARE CHAMPIONS IN VISTA
Napoli chiede rinforzi
e critica De Laurentiis
In citt appare uno striscione: Osare non
fa male. Pure Benitez aspetta. Per ora
ha solo Koulibaly. Fellaini e Lucas pi lontani
3 Marouane Fellaini, 26 anni, belga: allo United dal 2013
MALFITANO, G. MONTI A PAGINA 7
SUPERCOPPA EUROPEA I MADRILENI CONQUISTANO IL 17 TROFEO INTERNAZIONALE
Nuovo Real, solito Ronaldo
ATLETICA EUROPEI A ZURIGO
Dramma Greco:
tendine rotto
Brilla la Grenot
BUONGIOVANNI, MERLO, MOLINARO
ALLE PAGINE 26-28, COMMENTO DI
NARDUCCI A PAGINA 23
3 Il capitano Casillas alza la coppa
BIANCHI, BOLDRINI, SCHIANCHI PAG.
18-19, COMMENTO DI DE CALO PAG. 23
DI GENE GNOCCHI
Clamoroso. Lotito
ha messo fuori rosa
i presidenti che non
hanno votato Tavecchio
IL ROMPI
PALLONE
w
ALTRIMONDI SI E IMPICCATO
Robin Williams
La scomparsa
di un genio triste
DELLARTI, RIZZO A PAGINA 32
3 Robin Williams, 63 anni
Antonio vicino al s, ma chiede
che le sue condizioni siano messe
per iscritto. Vuole agire a tempo
pieno, poter fare stage e controllare
tutte le squadre nazionali.
Anche la famiglia lo spinge
ad accettare. Il nodo economico?
Determinante il ruolo degli sponsor
IL CT AZZURRO TAVECCHIO TELEFONA ALLEX TECNICO JUVE: CE ARIA DI SVOLTA
CONTE
ITALIA
SI PU0
I candidati sono Beretta e Macalli, in vantaggio su Abodi: luned le nomine
LOTITO RINUNCIA ALLA VICEPRESIDENZA
GALDI, IARIA, LICARI ALLE PAGINE 2-3
3 Antonio Conte,
45 anni, ha vinto gli
ultimi tre scudetti
con la Juve AP
PARLA LARGENTINO
La carica di Biglia
Lazio da scudetto
E a Messi consiglio
di venire in A
CIERI A PAGINA 8
GROSSETO A PORTE CHIUSE
Ecco i calendari
della Lega Pro
Gare in 4 giorni
e in streaming
BINDA A PAGINA 21
PRIMAVERA TALI E QUALI
Da Muzzi a Di Livio
Quando il figlio
tutto suo padre
ODDI A PAGINA 9
2
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

PRIMO PIANO
FABIO LICARI
Tutto in 48 ore. Conte e lItalia sono pi
vicini, molto pi vicini: ma il mosaico devesse-
re completato entro domani. Se tutti i pezzi an-
dranno al loro posto la volont c i prota-
gonisti sincontreranno sabato a Roma per lok
definitivo. Ieri il primo contatto tra lex allena-
tore juventino e il nuovo presidente Figc: il tele-
fono che squilla nel bel mezzo del Mediterra-
neo, Conte e Tavecchio che si scambiano offerte
e controproposte. Dal punto di vista sportivo
laccordo totale: Tavecchio deciso a dare un
nuovo ruolo alla Nazionale. Balla qualcosa
dal punto di vista economico ma la ricerca del
milione mancante gi partita: se i main spon-
sor della Nazionale sosteranno il progetto, allo-
ra Conte sar il nuovo c.t. azzurro.
La telefonata Una giornata lunghissima. Pri-
ma di mezzogiorno la telefonata di Tavecchio a
Conte. Il nuovo presidente federale risponde
s alle condizioni del tecnico: gli consentir di
scegliere lo staff, entro il budget naturalmente,
e garantir lassenza di ingerenze esterne (leg-
gi: la Lega). Conte accoglie positivamente le pa-
role di Tavecchio ma vuole che siano messe ne-
ro su bianco per non ritrovarsi, a cose fatte, con
sorprese spiacevoli. Daccordo anche sul codice
disciplinare e sulla possibilit di considerare la
Nazionale come un club, quindi consentendogli
di organizzare quegli stage considerati indi-
spensabili.
C.t. a tempo pieno Di pi: Conte intende il ruo-
lo di c.t. a tempo pieno, nel senso che vorrebbe
lavorare quotidianamente, vedere le partite
delle giovanili, avere un rapporto continuo con
gli allenatori dei club. Insomma, un vero coor-
dinatore delle nazionali. Com nel progetto di
Tavecchio.
Nuova Italia Sullautonomia della Nazionale si
sono scottati in tanti e anche Prandelli, prima
del Mondiale, non riuscito a conquistare uno
straccio di stage. Laria per sembra cambiata:
anche gli sponsor elettorali di Tavecchio con-
cordano sul fatto che a Conte vada concessa
carta bianca. LItalia reduce da due Mondiali
fallimentari, precipitata nel ranking Fifa e a
fine anno, quando dovranno essere rinnovati i
contratti, rischia di spuntare meno entrate. Ec-
co che la scelta di Conte pu dare la scossa.
Stipendio e main sponsor E qui si passa allar-
gomento ingaggio. Conte guadagnava alla Juve
circa 3 milioni allanno. disposto a scendere,
ma non troppo. Tavecchio, invece, vorrebbe
mettere a bilancio federale 1,5 milioni, una ci-
fra pi bassa di quella pagata a Prandelli (1,7
milioni, di cui 400mila da diritti dimmagine).
Insomma, manca circa un milione perch
2,6/2,7 milioni andrebbero bene a Conte. Co-
me fare? Rivolgendosi ai main sponsor della
Nazionale. Prospettando il fatto che, con Conte
c.t., un vincente, il valore dellItalia e linte-
resse anche televisivo avrebbe un effetto
moltiplicativo. Quindi, in due parole, pagate voi
la quota mancante: il rientro non si far atten-
dere. Il presidente del Coni Giovanni Malag ha
gi incaricato Giulia Mancini che, nelle ultime
ore, ha cominciato a lavorare con gli sponsor.
La famiglia A favore della soluzione Conte gio-
ca anche la componente familiare. Lex tecnico
juventino molto legato al pap Cosimino, ex
allenatore, che sarebbe orgoglioso di vedere il
figlio sulla panchina della Nazionale dopo i suc-
cessi con la Juve. E inoltre lincarico pur vis-
suto alla Conte, cio totalizzante potrebbe
garantire pi tempo disponibile con la famiglia
a Torino.
Sabato a Roma? Questi i punti fondamentali
in gioco. Se entro domani gli sponsor garanti-
scono i fondi mancanti, fatta. Conte che
vuole conferma scritta su tutto potrebbe an-
ticipare il rientro dalla Croazia di un giorno: per
essere sabato a Roma e incontrare Tavecchio.
Non detto che il contratto sar firmato proprio
allora ma, una volta raggiunta lintesa, Conte e
Tavecchio si presenterebbero assieme in confe-
renza. E comincerebbe ufficialmente il nuovo
ciclo azzurro.
RIPRODUZIONE RISERVATA
14
POSTO NEL RANKING FIFA DI AGOSTO
il 14 posto la posizione dellItalia nel ranking Fifa di agosto
(che sar comunicato domani da Zurigo). Come a luglio dopo il Mondiale.
Da qui uno dei punti pi bassi della storia (il 16 posto il peggiore di sempre)
ripartir Antonio Conte o un eventuale altro nuovo c.t.
l
a
f
r
a
s
e
D
E
L

G
I
O
R
N
O
Mi sono
alzato alle 7
e mi sono
messo subito
a lavorare.
Ho sentito
Conte e altri
tre o quattro.
Non ho
risposte,
altrimenti ve
lavrei detto.
Come mi
parso
Conte? Una
persona
perbene.
Io sono
ottimista per
la Figc
e per lItalia
d
CONTENTO?
Far il c.t. a tempo pieno:
cos il progetto gli piace
Ora si tratta sul contratto
Domani si pu chiudere
Tavecchio ha telefonato al candidato numero 1 per la panchina azzurra
e accettato le sue condizioni (ma Antonio vuole tutto nero su bianco).
Adesso sono decisivi gli sponsor per la copertura del milione mancante
LA CURIOSIT
Sarebbe il primo c.t. campione
dai tempi di Helenio Herrera
Antonio Conte sarebbe, in caso, il primo c.t.
campione dItalia da quasi 50 anni: per lesattezza
dai tempi di Helenio Herrera che il 1 novembre
1966 fu nominato assieme a Ferruccio Valcareggi.
Lallenatore argentino aveva appena vinto lo
scudetto con lInter. In passato, tra gli altri, Viani
ricevette lincarico da campione dItalia nel 59 (era
d.t. del Milan) e Foni nel 1954 (allenatore dellInter).
Da Valcareggi a Prandelli nessuno degli ultimi c.t.
ha mai preso lincarico da campione dItalia.
Antonio Conte, 45 anni, ex
allenatore della Juventus. Sotto,
da giocatore con la Nazionale
IL PIANO
Si lavora a una Nazionale di campioni del mondo
Tardelli, Cannavaro,
Perrotta: piace
lidea di sostenere
Conte con figure
simbolo azzurre
Non c soltanto la que-
stione Conte. Stanno per defi-
nirsi la nuova Nazionale e il
nuovo Club Italia: mentre sul
c.t. il presidente Tavecchio ha
idee chiarissime (e pare pro-
prio fosse Conte la sorpresa
cui accennava Malag), sugli
altri aspetti si discute ancora
tra Figc e Coni. Ruoli, incari-
chi, responsabili. Tutte deci-
sioni da prendere il pi veloce-
mente possibile perch il 1
settembre comincia il raduno.
Responsabile Club Italia
Sembra tramontata la candi-
datura di Sagramola: Tavec-
chio sta pensando di seguire
lui la Nazionale e di dare a un
manager lincarico che, negli
ultimi tempi, era stato di un
calciatore (Albertini).
Team manager Il ruolo, nel
passato recente, stato rivesti-
to da un gentiluomo chiamato
Gigi Riva che per non torner
in azzurro. Serve un ex cam-
pione, una figura autorevole e
simbolica. Circolano diversi
nomi. Si parla, per esempio, di
Marco Tardelli (che ha un
buon rapporto con Tavecchio e
il cui nome anche nella lista
candidati c.t. in caso di no di
Conte). Ma non solo. Il discor-
so pi ampio: c chi in fede-
razione vorrebbe entrassero
ex campioni del mondo, so-
prattutto quelli del 2006, per
una questione dimmagine e
anche di rapporti con i big di
questa Nazionale.
Quelli del 2006 Il primo no-
me sulla lista quello di Fabio
Cannavaro che ha cominciato
la carriera di allenatore e, co-
me fu Ancelotti per Sacchi, po-
trebbe ricoprire il ruolo di vi-
ce con Guidolin o Spalletti.
Ma Cannavaro potrebbe esse-
re preso in considerazione per
panchine delle giovanili oppu-
re per un ruolo diverso nella
stessa Nazionale. Si parla an-
che di Perrotta.
Altri incarichi Un altro nome,
pare in arrivo dal Coni, quel-
lo di Andrea Butti, ex team ma-
nager Inter, oggi al Monaco: ci
sarebbe per lui un ruolo nelle
relazioni internazionali della
Figc. Il tutto andr definito
con urgenza perch la Nazio-
nale sta per scendere in campo
e, mentre si discute e si sceglie,
nel Club Italia in questi giorni
si sta lavorando allordinaria
amministrazione e alla trasfer-
ta di Oslo, la prima da 3 punti.
f.li.
RIPRODUZIONE RISERVATA Marco Tardelli, 59 anni Fabio Cannavaro, 40 anni AP
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
3

PRIMO PIANO
IL CALENDARIO
Gli stage possibili
tra gennaio e febbraio
Una delle richieste di Conte sono gli stage,
almeno due in stagione. Tra campionato, Coppa
Italia e coppe europee le date disponibili non sono
tante: escludendo il 2014 (5 partite tra settembre
e novembre) Conte potrebbe chiedere il 19-21
gennaio, il 26-28 gennaio e il 9-11 febbraio. Tutte
le altre settimane sono piene fino al 18-29
maggio, vicino alla fine del campionato e al raduno
per la Croazia (12 giugno). A meno che le italiane
non abbandonino con largo anticipo le coppe...
GLI IMPEGNI DEL 2014
Questi gli impegni della Nazionale nel 2014: dopo
lamichevole, 4 gare di qualificazione a Euro 2016.
4/9 Italia-Olanda (Bari, 20.45), amichevole
9/9 Norvegia-Italia (Oslo, 20.45)
10/10 Italia-Azerbaigian (Palermo, 20.45)
13/10 Malta-Italia (Ta Qali, 20.45)
16/11 Italia-Croazia (Milano, 20.45)
CONTENTO?
Lotito ha fatto
il passo indietro
Vicepresidenti
Beretta-Macalli
Il patron laziale rinuncia, il n.1 di Lega Pro
dovrebbe vincere il ballottaggio con Abodi
Luned Tavecchio annuncer le nomine
MAURIZIO GALDI
MARCO IARIA
Carlo Tavecchio si im-
posto una scadenza: vuole an-
nunciare luned una sfilza di
nomine, dal c.t. al direttore ge-
nerale al responsabile del Club
Italia. Passando per i due vice-
presidenti della Federcalcio
che, formalmente, vanno eletti
dal consiglio federale, ma nei
fatti sono decisi dalla maggio-
ranza costituita dalle quattro
leghe. Partiamo proprio da qui.
Rinuncia Nelle ultime ore
Claudio Lotito, il grande
sponsor di Tavecchio, il king-
maker della sfida elettorale,
ha maturato lidea di non for-
zare la mano. Gli alleati gli
avevano detto: Claudio, hai
vinto. Non devi stravincere.
Dare a lui una vicepresidenza
della Federcalcio sarebbe dav-
vero troppo: non solo perch
patron di una societ, ma an-
che per la sua esposizione me-
diatica, il suo essere sempre al
centro della scena, la sua pre-
senza invadente che infastidi-
sce gli oppositori e, nemmeno
troppo velatamente, il partito
di maggioranza relativa del
Paese. Insomma, Lotito ha de-
ciso di fare un passo indietro
per evitare imbarazzi spia-
nando la strada a un ticket
istituzionale, formato dai pre-
sidenti di leghe. La soluzione
ideale sarebbe Beretta-Abodi,
che consentirebbe peraltro a
Tavecchio di mostrare a Mala-
g lassenza delle famose
cambiali da pagare. C per
il fattore Mario Macalli, ossia
la Lega Pro. Che vuol far pesa-
re tutto il suo 17%. Ecco per-
ch probabile che la soluzio-
ne finale sia un compromesso:
Beretta vice vicario e Macalli
vice.
Riforme Diciamolo franca-
mente: carica o non carica,
Lotito avr un peso specifico
enorme in Federcalcio. Dopo
aver occupato via Rosellini
(Lega), ora ha drizzato le an-
tenne su via Allegri, anche
perch Beretta ha numerosi
impegni e sar spesso lontano
dagli affari della Figc... A ogni
modo, Lotito conserver il po-
sto nel comitato di presidenza
della Figc e potrebbe dedicarsi
alle riforme, per le quali sar
costituita una commissione
ad hoc, assieme a quelle per i
media e il razzismo (ieri con-
tatto con Fiona May, destinata
a un ruolo da testimonial).
Quanto al ruolo di direttore
generale, destinato a Michele
Uva, tutto dovrebbe essere de-
finito nelle prossime ore.
Renzi Intanto il premier
Matteo Renzi tornato a par-
lare (o meglio a non parlare)
del caso della frase razzista
pronunciata da Tavecchio.
Giusto per ribadire che c
una norma del regolamento
Fifa che dice che il Governo
non pu mettere bocca nelle
organizzazioni sportive e se lo
fa la Fifa pu decidere lesclu-
sione delle squadre italiane
dalle competizioni internazio-
nali. Salvo poi aggiungere un
aggettivo che vale quanto un
giudizio: Il capo del Governo
deve stare zitto, a maggior ra-
gione se il nome controver-
so.
RIPRODUZIONE RISERVATA
VISTO DALLESTERO
Vieira: Difficile
da credere
Che vergogna
Lincoronazione di
Tavecchio, come si poteva
immaginare, ha fatto il giro
del mondo. Il quotidiano
francese Libration scrive: Il
controverso Tavecchio alla
testa della Federcalcio
italiana. Cos lo spagnolo El
Mundo: Tavecchio eletto
presidente malgrado lo
scandalo razzismo. El Pais
scrive: Il calcio italiano
cerca aria fresca
consegnandosi a un uomo di
71 anni con vari scivoloni
politicamente scorretti. Se il
calcio lo specchio del
Paese, il voto apre riflessioni
interessanti. Ieri si fatto
sentire lex calciatore di Juve,
Inter e Milan Patrick Vieira:
davvero difficile credere
che Tavecchio, dopo le frasi
che ha pronunciato, sia stato
eletto alla presidenza Figc.
Questo dimostra quanto le
autorit calcistiche italiane
siano lontane dal combattere
il razzismo. una vergogna.
E Carraro, sempre lui, prov invano
a convincere Tommasi a fare il vice
il Retroscena
Il lupo perde il pelo ma
non il vizio. Il vizio di mano-
vrare, tessere le fila, esercitare
pervicacemente il potere. Se
poi ti chiami Franco Carraro,
sei nel mondo del calcio da
mezzo secolo (esattamente
dal 1967, come presidente del
Milan) e hai attraversato peri-
gliose onde, Calciopoli com-
presa (con tanto di prosciogli-
mento), allora timmagini che
il tempo si sia davvero ferma-
to. Facile, in un sistema gatto-
pardesco dove gli uomini che
ci (ri)promettono le riforme
sono gli stessi che hanno fre-
quentato senza gloria il palaz-
zo negli ultimi anni. Ecco, du-
rante linfuocata campagna
elettorale lombra di Carraro si
allungata sulla figura minuta
di Carlo Tavecchio, quasi a raf-
figurare il sigillo dellestablish-
ment. Lex presidente di tutto,
ora membro donore Figc (e
membro permanente del Cio),
ha appoggiato la candidatura
del sodale e, dopo la frase su
Opt Poba, lha difeso spiegan-
do che non razzista, nel suo
programma c lo ius soli.
Incontro Lincessante lavorio
di Carraro non deve essersi
esaurito l, se vero che allas-
semblea di Fiumicino, tra una
votazione e laltra, quando la
vittoria di Tavecchio era in ta-
sca, il nostro ha avvicinato Da-
miano Tommasi, presidente
dellAssocalciatori. Il motivo?
Sapere come mai il sindacato
avesse rifiutato la poltrona
della vicepresidenza Figc, os-
sia il ramoscello dulivo teso
dal fronte tavecchiano. Un di-
sperato tentativo di far desiste-
re lAic, ma Tommasi ha ribadi-
to il no assoluto. Per coerenza
con la linea anti-Tavecchio e
pro-Albertini, e anche per non
togliere le castagne dal fuoco
al neo presidente alle prese
con equilibrismi da trovare.
m.iar.
RIPRODUZIONE RISERVATA Carlo Tavecchio e Franco Carraro

Il premier deve
stare zitto, a
maggior ragione
se il nome
controverso
MATTEO RENZI
PRESIDENTE DEL CONSIGLIO
A
GLI
OUTSIDER
S
Alberto
Zaccheroni
in testa alla
lista del piano B
per esperienza
internazionale,
carriera e
sponsor
allinterno della
Federazione
S
Le azioni
di Francesco
Guidolin
sono in
crescita:
sarebbe la
scelta low cost
a cui ha fatto
riferimento
Tavecchio
S
Luciano
Spalletti
ancora sotto
contratto
con lo Zenit a 5
milioni
a stagione,
ma stimato
per risultati
e gioco
S
Tra gli altri
tecnici in lizza
ci sono Marco
Tardelli,
Claudio
Gentile (foto),
Gigi Di Biagio,
mentre in calo
Roberto
Mancini
4
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

Si considera il migliore attaccante del mondo nel
gioco aereo?
No. Io sono bravo, ma ce ne sono altri. Non si
pu scegliere il numero uno: c un gruppetto di fan-
tastici specialisti. Penso a Toni, a Gomez, soprattut-
to a Falcao che non altissimo ma ha uno stacco
incredibile.
Essere alti non basta. Come ha imparato a sfrut-
tare le doti fisiche?
Con lallenamento continuo e
lo studio. Da giovane non ero cos
bravo di testa. Ho avuto la fortuna
di vedere a Bilbao Ismael Urzaiz,
il grande centravanti dellAthle-
tic, e di apprezzare come si muo-
veva in area. Il problema non
saltare, ma trovare il tempo giusto
e soprattutto riuscire a controlla-
re il proprio corpo quando, al mo-
mento dello stacco, vieni toccato,
spinto, disturbato dal difensore.
Bisogna essere bravi a ritagliarsi il proprio spazio
vitale per andare a colpire.
Pensa di poter ancora migliorare?
Posso riuscirci. La squadra mi nutre (testuale,
ndr) di palle e di cross. Lanno scorso la percentuale
tra tiri in porta e gol effettuati era alta, quindi mi-
gliorare non semplice. Ma sono convinto che sia
possibile anche perch sono partito in modo diver-
so. Nel 2013 dopo Chatillon mi sentivo male male
sia di fisico sia di testa. Poi sono migliorato, il gol
alla prima partita da titolare mi ha aiutato, ho ritro-
vato la fiducia e tutto andato bene. Adesso sono
pi abituato al lavoro, mi trovo meglio anche perch
peggio era difficile....
A Bilbao le chiedevano i gol. Conte le ha allargato
meno per una volta, tutti abbiamo urlato allo stadio
buttala in area confidando nelle doti del centra-
vanti; perch il gol che viene dal cielo sembra una
benedizione e non pu essere accantonato in nome
di triangolazioni, sovrapposizioni, finte, inserimen-
ti. No, il calcio pu anche cambiare ma non perder
mai la sua magia finch ci sar unala che dribbla e
crossa e un centravanti che stacca e segna di testa.
Fernando Llorente Highlander, lultimo dei centra-
vanti (anche se usa il 14). In area un re, di testa
fortissimo. Nella storia della Juve
ci sono stati John Charles, Rober-
to Bettega e David Trezeguet. Fer-
nando lultimo capitolo di que-
sto stesso libro, lultimo esempla-
re di una razza di campioni. Se
mai avete sperato di diventare
calciatori, ci sar stata per forza
una notte in cui avrete sognato di
essere come lui.
Llorente, il centravanti classico morto. Il vec-
chio, caro numero 9 non lo usa quasi nessuno. Si
sente un sopravvissuto?
In effetti non sono tanti i giocatori con le mie
caratteristiche. Ma il numero 9 non muore mai: pu
passare di moda, ma alla fine serve sempre. Adesso
il ruolo di centravanti tocca spesso a giocatori con
altre caratteristiche. Ma importante avere in area
un colpitore di testa che sappia muoversi sui cross.
Nella storia della Juve ci sono alcuni grandi spe-
cialisti di testa, tre su tutti: John Charles, Roberto
Bettega e David Trezeguet. Lei sulla loro strada?
Mi piacerebbe tanto essere ricordato come loro,
fare la storia della Juve. Questi sono giocatori unici
che hanno scritto pagine indimenticabili. Io non ho
ancora fatto nulla.
LINTERVISTA
18
I gol di Llorente con la Juve
Lo spagnolo ha segnato 18 gol in
bianconero: 16 in campionato e 2 in
Champions League. In tutto 7 di testa
SVETTA
LLORENTE
Studiavo Urzaiz
Ora so volare e
mi nutro di cross
Lariete spagnolo della Juve: Non sapevo colpire di testa
ma ho imparato guardando il bomber dellAthletic Bilbao
In campo sono buono, a patto che non mi picchino...

SUI PREDECESSORI
FERNANDO LLORENTE

Vorrei fare la
storia della Juve
come Charles,
Bettega e
Trezeguet
MERCATO SEMPRE IN BILICO LA POSIZIONE DI VIDAL. SENZA UNA PARTENZA ECCELLENTE IPOTESI LAST MINUTE PER DIFESA E ATTACCO
Per Storari niente Sassuolo
Allegri ora stoppa la cessione
Le alternative per
il vice Buffon
non convincono
lallenatore
bianconero
ALESSANDRO RUSSO
La Juventus continua il
suo tour dOriente e Allegri
studia lorganico per valutare
alternative e necessit. Il tec-
nico bianconero si muove in
stretto contatto col d.s. Fabio
Paratici, presente nel ritiro ju-
ventino. Con un dato nuovo, il
portiere Storari al momento
non si muove. La Juve, infatti,
ha deciso di non dare il via li-
bera al vice Buffon, richiesto
dal Sassuolo dopo linfortunio
di Pegolo. C anche lo zampi-
no di Massimiliano Allegri in
questa scelta, il tecnico infatti
ha chiesto di congelare la que-
stione, mettendo una sorta di
veto al cambio repentino nel
delicato ruolo di secondo per
la porta bianconera. Le alter-
native al momento non con-
vincono.
Aspettando Vidal Vanno
riempite poi le due caselle in
ingresso. Sempre passibili di
oscillazioni qualitative, con o
senza la cessione di Vidal. Il ci-
leno, accostato al Manchester
United, resta sempre il gri-
maldello operativo delle
mosse juventine. Marotta e Pa-
ratici, prima di mettere mano
alle strategie, attendono chia-
rezza sul futuro di Vidal. Nelle
discussioni di prima fascia,
con un tesoretto in mano, pu
rientrare un profilo offensivo
tipo Lavezzi, Jovetic, Pastore,
Hernandez o Nani. In caso
contrario, in campo soluzioni
last minute (magari in presti-
to) o la pista interna di Gabbia-
dini, a met con la Sampdoria,
ma coi liguri contrari alla par-
tenza del loro attaccante. In
difesa, invece, si cerca un cen-
trale. I sondaggi per Manolas
dellOlympiacos, sul quale si
sono mossi anche Roma e Na-
poli, hanno evidenziato, per
ora, difficolt sul costo del gio-
catore che la Juventus vorreb-
be prendere solo in prestito.
Modalit poco gradita al club
greco e allo stesso entourage
del giocatore. Difficili al mo-
mento le opzioni Zapata (Mi-
lan) e Savic (Fiorentina). An-
che in questo ruolo, probabi-
le che si stiano valutando solu-
zioni last minute in prestito.
RIPRODUZIONE RISERVATA Marco Storari, 37 anni RAMELLA
DAL NOSTRO INVIATO
G.B.OLIVERO
SYDNEY (Australia)
Hanno ucciso i centravanti. Prima li hanno in-
dividuati: facile, erano quelli alti con il numero 9.
Poi li hanno trascinati fuori dal loro regno, larea di
rigore. Infine li hanno spostati in panchina e al loro
posto ci hanno messo dei ragazzi rapidi, in grado di
fare la prima e la seconda punta, pronti ad aiutare la
squadra con il loro movimento, meno dipendenti
dal gol e pi legati al gioco collettivo. il calcio mo-
derno e ha tanti aspetti positivi. Per chi ama le tradi-
zioni e le certezze di un tempo, per, la scomparsa
del centravanti una brutta notizia. Perch, almeno
per una volta, tutti abbiamo desiderato di essere il
numero 9 che di testa risolve la partita; perch, al-
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
5

LINTERVISTA

la scheda
FERNANDO LLORENTE
29 ANNI
ATTACCANTE
Fernando Llorente
nato a Pamplona (Spagna) il
26 febbraio 1985.
cresciuto nellAthletic
Bilbao dove ha giocato
ininterrottamente dal 2004
al 2013.
2 I trofei conquistati con la
Spagna: ha vinto il Mondiale
sudafricano nel 2010 e
lEuropeo del 2012 giocato in
Polonia e Ucraina.
333 Le partite ufficiali giocate
con lAthletic in 9 stagioni tra
campionato (262), Coppa del
Re (35), Supercoppa di Spagna
(1) ed Europa League (35).
118 I gol segnati da Llorente
con i baschi: 85 in campionato,
17 in Coppa del Re e 16 in
Europa League.
I GOL ARRIVATI DAL CIELO
Genoa
Parma
Atalanta
Bologna
Juventus
24,39%
20,69%
18,60%
17,86%
13,75%
10 su 41
12 su 58
8 su 43
5 su 28
11 su 80
Totale gol
Serie A 2013-14
1.035
135 (13.04%)
Di testa
SERIE A 2013-14 gol di testa
Llorente
Juventus
Toni
Verona
Palacio
Inter
Gilardino
Genoa
TOP IN EUROPA gol di testa
(Premier League-Bundesliga-Liga-Serie A-Ligue1)
Aduriz
Athletic Bilbao
Kiessling
Bayer Leverkusen
Llorente
Juventus
Mandzukic
Bayern Monaco
7
5
4
4
7
7
7
7
INFOGRAFICA RCS-DATI OPTA
d
LE 5 TESTE
MIGLIORI
S
Alberto
Gilardino,
32 anni,
il pi prolifico
negli ultimi 34
anni con 46 gol
di testa, con
Piacenza, Verona,
Parma, Milan,
Fiorentina, Genoa
e Bologna
S
Aldo
Serena,
54 anni,
subito dietro
con 45 gol
di testa,
distribuiti tra
Inter,Torino,
Juventus
e Milan, fino
al ritiro nel 1993
S
Oliver
Bierhoff,
46 anni,
il tedesco
ha firmato
44 gol
di testa con
4 squadre
diverse:
Ascoli, Udinese,
Milan e Chievo
S
Luca
Toni,
37 anni,
44 gol
di testa con
Vicenza, Brescia,
Palermo,
Fiorentina,
Roma, Genoa,
Juventus
e Verona
teste da leggenda
Charles, il Gigante Buono
Leleganza Juve di Bettega
Trezeguet, lanti-Milano
105
I gol di Charles
Con la Juventus il gallese
ha segnato 105 gol
in 178 gare ufficiali
177
I centri di Bettega
In 482 gare ufficiali con la
Juventus, Bettega ha segnato
177 reti
171
Le reti di Trezeguet
Il francese ha vestito
il bianconero 320 volte
segnando 171 reti
MATTEO BREGA
MILANO
Anche i difensori che li
marcavano avrebbero voluto
avere la testa tra le nuvole co-
me loro tre. Ma per riuscire a
contrastarli, non per essere
svampiti. Charles, Bettega e
Trezeguet salivano in cielo per
andarsi a prendere la gloria.
Quando scendevano, molto
spesso, la Juventus aveva un
gol in pi.
Il Gigante buono John Wil-
liam Charles era soprannomi-
nato Il Gigante buono. Sicu-
ramente non lo era con i pallo-
ni che Boniperti e Sivori gli ser-
vivano sulle fasce. Arriv nel
1957 alla Juventus provenien-
te dal Leeds e chiese subito la
maglia numero 9. La indossava
un certo Giampiero Boniperti
che, studiando da dirigente fin
dentro il campo, cap limpor-
tanza di non intestardirsi. An-
che perch a proposito di testa
il gallese ci sapeva fare. Usci-
vo dal campo con le ferite per
tutti i colpi di testa - ricordava
anni fa - perch capitava spes-
so di colpire i lacci che chiude-
vano il pallone. Duro di testa
e consapevole del suo spessore
acquisito negli anni allinterno
dello spogliatoio a tal punto da
schiaffeggiare Sivori perch
troppo innamorato del pallo-
ne. Charles arrivava prima di
tutti sui palloni aerei, cerano
pochi dubbi.
Bobby-gol Roberto Bettega
era juventino doc, la famiglia
Agnelli era entrata in casa fin
dalla generazione precedente:
il padre era operaio alla Fiat e
port il piccolo Bobby a un pro-
vino con i pulcini bianconeri.
Bettega colpiva di testa in ma-
niera elegante. Un suo gol con
la Nazionale pieg lInghilterra
il 17 novembre 1976 (qualifica-
zione al Mondiale del 1978).
La foto lo ritrae mentre plana
sul cross di Benetti: stilistica-
mente uno dei pi belli di sem-
pre. Benetti arriv a crossare
dopo un colpo di tacco di Cau-
sio. Proprio lui, uno di quelli
che innescava Bettega nella Ju-
ventus, insieme con Platini e
Brady. Punta di movimento,
Bobby-gol era elegante e po-
tente, anche sfortunato se vo-
gliamo. Tra lo scontro con Mu-
naron, uninfezione polmona-
re e un incidente dauto stato
bravo a dribblare ci che la vita
gli ha presentato fuori dal cam-
po. Il colpo di testa di un suo
amico-sostenitore, Francisco
Ocampo, lo ha portato anche a
vedersi intitolato uno stadio: il
Roberto Bettega di Tacuary
del barrio Zeballos Cu di
Asuncion in Paraguay.
Trezegol Il gol di testa di Da-
vid Sergio Trezeguet che i tifosi
juventini si ricordano porta la
data dell8 maggio 2005. Del
Piero rovescia, Trezeguet
schiaccia in rete, la Juventus
praticamente campione dIta-
lia ai danni del Milan. Lorga-
smo juventino servito in quei
pochi fotogrammi. La testa del
franco-argentino non ha fun-
zionato solo in quelloccasio-
ne. Lha usata diverse volte,
lha usata anche in B, lha usata
pure il 5 maggio 2002, data fu-
nesta per laltra squadra mila-
nese. A Udine la Juventus pas-
seggia, Trezeguet segna di te-
sta, mentre a Roma Ronaldo
piange in panchina impotente
di fronte a una Lazio che pare
insormontabile. LInter perde il
primo e il secondo posto. La ca-
beza di David ha lasciato solchi
a Milano.
RIPRODUZIONE RISERVATA
PIOGGIA E FREDDO IN AUSTRALIA
Oggi si gioca, domani Singapore
Evra: Pirlo lo chiamo Maestro
DAL NOSTRO INVIATO
SYDNEY
La Juve ha svolto ieri due
allenamenti lunghi (soprattutto
quello del mattino), duri e in
condizioni climatiche non
semplici: fastidioso vento prima
di pranzo, pioggia e freddo nel
pomeriggio. Nel corso della
giornata Allegri ha programmato
lavori diversi: una parte atletica,
una tattica e una tecnica. Vidal e
Romulo proseguono il cammino
verso il completo recupero. Oggi
durante lallenamento del
pomeriggio ci sar una partitella
contro il Newcastle Jets in cui
dovrebbero scendere in campo
soprattutto i giocatori non
impegnati domenica contro lA-
League All Stars. Domattina
presto partenza da Sydney per
Singapore, ultima tappa della
tourne bianconera in Oriente.
Il nuovo acquisto Intanto ieri
Patrice Evra ha risposto alle
curiosit dei tifosi sullaccount
Twitter della Juve: Il migliore
compagno che ho avuto Ryan
Giggs, una leggenda. Tevez
come un fratello. Pirlo lo chiamo
maestro perch pu trovarti
ovunque con un passaggio.
Zidane la leggenda francese e
juventina che ammiro di pi, ma
non dimentico Platini e Henry.
Posso giocare sia con il 3-5-2
sia con la difesa a quattro.
Lunica differenza tra Juve e
Manchester United la lingua:
per il resto, entrambi i club
vogliono sempre vincere. Il
calcio italiano pu risollevarsi,
serve impegno e la Juve fa da
traino a tutto il movimento. Se
sono in forma non temo
nessuno.
gb.o.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A innescarli
ci pensavano
gli assist dei vari
Sivori, Causio
e Del Piero
i compiti. Allegri cosa pretende da lei?
Io ho trovato un cammino da compiere nella Ju-
ve: non solo fare gol, ma aiutare difensivamente la
squadra. Allegri ci ricorda sempre che importante
la pressione degli attaccanti: si comincia a difendere
da l e questo facilita il nostro gioco.
Com la nuova Juve dopo laddio di Conte e larri-
vo di Allegri?
Conte un grandissimo allenatore: ha vinto tan-
to e non facile sostituirlo. I tifosi, per, devono
avere fiducia in questa squadra che ancora pi for-
te. Al solito gruppo si sono aggiunti cinque acquisti
importanti che possono migliorare il livello della Ju-
ve. Allegri bravo, noi daremo tutto.
Quanto siete lontani dalla Champions?
Bisogna crederci e sognare. Onestamente dif-
ficilissimo vincerla, ma nessuno pensava che lAtle-
tico Madrid arrivasse a dieci secondi dal trionfo. Nel
calcio pu succedere di tutto.
Com il suo rapporto con Morata?
Buonissimo. Prima della tourne siamo stati
molto insieme: sta imparando litaliano, io sono un
appoggio importante per lui. Sono contento che sia
qui alla Juve, pu fare grandi cose. Peccato per lin-
fortunio perch Alvaro sperava di inserirsi in fret-
ta.
Nei preliminari di Champions il Napoli sfider il
suo Athletic Bilbao: chi favorito?
Sar una bella sfida, io tifo Bilbao ma credo che
sia favorito il Napoli perch ha pi esperienza in
Champions. LAthletic una squadra giovane, che
lanno scorso ha sorpreso tutti. Ho detto ai miei ex
compagni che avranno difficolt a Napoli: un cam-
po difficile e caldo. Ma se escono bene da l hanno
tante possibilit nel ritorno: anche il San Mams
un inferno.
Llorente, lei sembra sempre tranquillo. Si arrab-
bia mai?
Solo quando mi picchiano....
La sua gentilezza e disponibilit con i tifosi
esemplare.
Il mio carattere questo. E poi sono abituato: a
Bilbao ogni allenamento era aperto e io mi fermavo
sempre con i tifosi: sono loro che ci rendono gran-
di.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Christian
Vieri,
41 anni,
ha segnato
38 gol di testa
con le maglie
di Torino,
Atalanta,
Juventus, Lazio,
Inter, Milan
e Fiorentina
I giocatori che
hanno segnato
pi gol di testa
dal 1980-81
a oggi in Serie A
John Charles alla Juve dal 57 al 62 Bettega bianconero dal 1970 al 1983 Trezeguet alla Juve dal 2000 al 2010
6
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

Men Milan
STRATEGIE ROSSONERE
1. Douglas Costa, 23 anni, allo Shakhtar
Donetsk da gennaio del 2010 EPA
2. Ezequiel Lavezzi, 29 anni, passato
dal Napoli al Psg nellestate del 2012 AFP
3. Blerim Dzemaili, 28 anni, al Napoli dal 2011 ANSA
1 2
3
Assalto a Lavezzi
o a Douglas Costa
La parola a Silvio
Stasera cena ad Arcore con Galliani e Inzaghi
per concordare col patron le mosse di mercato
CARLO LAUDISA
@carlolaudisa
MILANO
Un colpo di reni firmato
Silvio Berlusconi: la speranza
di Adriano Galliani e Pippo In-
zaghi. Stasera ad Arcore, Super
Pippo si presenta per la quinta
volta da quando diventato
lallenatore rossonero. Stavolta
il punto con il padrone di casa
sar pi importante degli altri.
Il mercato agli sgoccioli e urge
una decisione sui colpi tanto at-
tesi.
I conti Sinora la.d. Galliani
ha fatto il possibile per rispar-
miare. Le tante uscite e gli in-
gaggi a costo zero (per i cartelli-
ni) hanno permesso di mettere
da parte una ventina di milioni.
Ma un calcolo relativo. Senza
i 40 milioni degli introiti di
Champions League il rosso di
bilancio preventivabile che la
prossima stagione arrivi addi-
rittura a quota 60. Sulle spalle
dellazionista c gi un onere
pesante. Perci un suo ulteriore
intervento non va dato per
scontato. E il vertice di stasera
appare molto delicato. Negli
anni Berlusconi non ha mai lesi-
nato investimenti, ma la crisi
dellultimo periodo e il fair-play
finanziario hanno consigliato
un maggiore rigore nelle spese.
altrettanto vero, per, che le
ambizioni in campionato e la
voglia di riconquistare un posto
in Europa impongono ulteriori
sacrifici.
I nomi Diamo per scontato,
allora, che il confronto tra il
proprietario del Milan, il mana-
ger e lallenatore verter sul
doppio binario tecnico-finan-
ziario: soprattutto per lesterno
mancino a cui SuperPippo tiene
tanto. Da settimane ormai si
parla delle candidature di Ales-
sio Cerci, Adel Taarabt, Joel
Campbell, Ezequiel Lavezzi e
Douglas Costa. La scelta dovr
tenere conto del rapporto quali-
t/prezzo. Inzaghi ha da tempo
espresso parere favorevole per
lala del Torino, ma la quotazio-
ne di 20 milioni non incoraggia
i rossoneri. Taarabt ha fatto be-
ne con Seedorf, ma in un altro
ruolo. E a giudizio del tecnico il
suo riscatto non garantirebbe
un effettivo salto di qualit, no-
nostante il Qpr possa accettare
un pagamento anche intorno ai
4 milioni di euro. Nel caso di
Campbell bisogna fare i conti
con lArsenal che lo ritiene ince-
dibile. Come il Psg non vuole
privarsi del Pocho che vanta gi
un ingaggio pesante.
Suggestione diverso il ra-
gionamento per Douglas Costa,
23 anni, esterno mancino che
ama partire da destra, dello
Shakhtar Donetsk. Circa un me-
se fa i clamori della guerra in
Ucraina avevano indotto il bra-
siliano (con passaporto porto-
ghese) a disertare la convoca-
zione di Lucescu. Poi ha deciso
di aggregarsi alla squadra, ma
vive una situazione precaria. Lo
sa bene il suo agente Kia Joo-
rabchian, da tempo in contatto
con Galliani. In queste settima-
ne la vicenda passata nel si-
l enzi o, anche perch l o
Shakhtar non chiede meno di
25 milioni di euro per il suo ta-
lento acquistato nel gennaio
2010 dal Gremio per soli 4 mi-
lioni di euro. Lassalto a Dou-
glas Costa comporterebbe
unesposizione rilevante, anche
se il Milan strappasse un paga-
mento dilazionato negli anni.
In ogni caso andrebbe messa
nel conto una rata annuale da
almeno 6 milioni di euro, ag-
giungendoci poi lingaggio in-
torno ai 5. Insomma, Berlusco-
ni sarebbe chiamato a un sur-
plus di deficit di almeno 10 mi-
l i oni pe r que s t a s ol a
operazione. Arriver il suo as-
senso? E linterrogativo mag-
giore, ma sul piatto c anche
lok per lacquisto di Dzemaili
dal Napoli.
Le firme Ieri sono proseguite
le visite mediche di Pablo Ar-
mero e Diego Lopez. Oggi Gal-
liani rientrer a Milano per il ri-
to della firma dei loro contratti.
Il colombiano di propriet del-
lUdinese e lo spagnolo ex Real
Madrid sono entusiasti e impa-
zienti di aggregarsi al gruppo
rossonero per iniziare la nuo-
va avventura.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IL TAVOLO ROSSONERO
Silvio Berlusconi
Presidente onorario
Filippo Inzaghi
Allenatore
Adriano Galliani
Vicepresidente
vicario e a.d.
DARCO
I 24 anni di Balotelli
Il tweet di De Jong
Tanti auguri Mario
E ora comportati
da uomo maturo...
Il tweet pubblicato ieri da Nigel de Jong sul suo profilo
MARCO PASOTTO
MILANO
Se continua cos prima o poi qualche
azienda di dentifrici lo vorr come testimonial.
Sorrisi. Sorrisi in quantit. Negli ultimi giorni
Mario Balotelli ha mostrato in Rete il lato di s
che pi gli richiede la gente. Ovvero quello che
in pubblico fatica di pi a concedere. Il primo
post di sabato: Sorridete! Vedete? A volte lo
faccio anchio!, ha scritto ironicamente Mario
allegando una foto in cui sfoggia un buon umore
contagioso. Ieri il bis, e stavolta non cera traccia
di ironia. Per un semplice motivo: il primissimo
piano sorridente stato il grazie per tutti coloro
che gli hanno fatto gli auguri. Auguri di comple-
anno: 24 per lesattezza, che il Balo ha festeggia-
to a Milanello, dove proprio ieri il Milan ha ri-
preso ad allenarsi dopo due giorni e mezzo di
riposo. Gli auguri del gruppo sono arrivati pri-
ma dellallenamento: un bellapplauso tutto per
lui, a cui ha risposto con un altro sorriso.
Consiglio... Il resto andato in scena online. E
non sono stati auguri banali, ma lauspicio per
un miglioramento. Per compiere davvero il salto
di qualit. Come facile dedurre persino sul sito
del Milan: Tanti auguri Mario! Dopo 30 gol in
54 partite rossonere e dopo 13 gol in 33 presen-
ze azzurre, Mario Balotelli da tutti considerato
come un veterano, un giovane calciatore con
tanti margini di miglioramento davanti a s.
Ancora pi diretto Nigel de Jong, che su Twitter
ha usato lironia per recapitargli un messaggio
molto chiaro: Buon compleanno. Finalmente
sei maturo, quindi ora comportati come una per-
sona cresciuta, grazie. E poi un bello smile, utile
a stemperare eventuali incomprensioni, ma che
nulla toglie alla perentoriet del consiglio.
Lolandese daltro canto non le ha mai mandate a
dire a Mario: A volte bisognerebbe mettergli il
paraocchi per tenerlo concentrato, raccontava
qualche tempo fa. Sarebbe bello poter abbinare
la tecnica di Mario alla testa di Nigel.
RIPRODUZIONE RISERVATA
d
AUGURI
ONLINE
S
Essien
(@Michael
Essien)
Buon
compleanno
fratello.
Stammi bene!!!
S
Rami
(@Rami13
officiel)
Auguri
loco
S
Nazionale
italiana
(@Vivo
_Azzurro)
Buon
compleanno a
Balotelli che
compie 24
anni!
notizie
Tascabili
IL PRESIDENTE DEL PARMA
Ghirardi: Mi auguro
di trovare nuovi stimoli
e tornare al mio posto
Nessun passo indietro. Forse. A meno che la
nuova Figc di Tavecchio non lo convinca a rivedere
la propria decisione. Intervenuto ai microfoni di
Radio Bruno, Tommaso Ghirardi chiarisce che la
sua presenza per Aston Villa-Parma non cambia le
cose. Sono dimissionario perch credo di aver
subito un torto ma questo non significa che la
propriet del Parma non sia mia e della mia famiglia.
Non c nulla di strano, quindi, se vado a vedere
unamichevole o un allenamento. Il Parma una
societ per azioni dove la mia famiglia la maggior
azionista e dove io ho dei forti interessi. E in merito
al futuro la porta non del tutto chiusa: Vedremo
se, con la nuova Federazione guidata da Tavecchio e
con questi cambiamenti che verranno messi in atto,
questo mondo mi dar ancora soddisfazioni per
mettermi ancora in gioco prima persona. Mi auguro
di trovare nuovi stimoli, di trovare supporto e magari
di poter tornare al mio posto. Ma se non ci saranno
dei cambiamenti, non torner. La decisione verr
presa dopo lapprovazione del bilancio, perch
questo bilancio lho gestito io da presidente ed
giusto che lo chiuda io. Ghirardi ringrazia i suoi
giocatori perch mi hanno fatto vivere unemozione
grandiosa, raggiungendo lEuropa sul campo. Siamo
convinti di aver ragione, lo dimostreremo.
TORO VERSO LA COPPA
Con lo Spalato
si gioca alle 20.30
Oggi il ritiro-bis
TORINO (f.bra.) Come si
smaltiscono cinque giorni di
riposo? Con una settimana di
sedute doppie di lavoro nel
mini ritiro di Mondov, a
cominciare da questa mattina.
E troppo importante la sfida
contro lRabotnicki Spalato di
gioved 21 agosto (definito
lorario, si giocher alle 20.30)
per la qualificazione ai gironi di
Europa League per il Toro
tanto che da oggi al Guasco
ci saranno tutti, con un paio di
eccezioni. Resteranno a Torino
sia Basha che Farnerud, in via
di recupero dopo gli infortuni
della stagione scorsa, e
rimarr aggregato alla
Primavera fino alla partenza
per Spalato il portiere Nicholas
Lentini, classe 96, figlio di Gigi,
numero uno della squadra
giovanile inserito dal Torino
nella lista Uefa. Ci saranno
tutti gli stranieri ingaggiati in
estate, compresi luruguaiano
Sanchez Mino e il brasiliano
Bruno Peres in attesa di
tesseramento. Ma soprattutto
non mancher Jean Franois
Gillet, che da sabato prossimo
sar restituito al calcio giocato
dopo 13 mesi di assenza per la
squalifica post calcio
scommesse, in lista Uefa e
pronto a insidiare il posto a
Padelli dopo 450 giorni di
ruggine.
Giampiero Ventura, 66 anni LAPRESSE
I TEST IN AGENDA
Alle 18 c il Genoa
E lAtalanta
fa gli straordinari
Le amichevoli in
programma oggi: ATALANTA-
Equipe Lombardia, ore 16 e
ATALANTA-PRO SESTO, a
Zingonia (Bg), ore 18;
CHIEVO-AL AHLY (Egi), a
Veronello (Vr), ore 18; PRO
VERCELLI-GENOA, a Vercelli,
ore 18; EMPOLI-TUTTOCUOIO,
a Ponte a Egola (Pi), ore
20.30; KALLONI (Gre)-
UDINESE, a Mitilene (Grecia),
ore 20.30; Imolese-CESENA,
a Imola (Bo), ore 20.45.
Tommaso Ghirardi, 39 anni, allultima di campionato ANSA
La Federazione Italiana Giuoco Calcio parteci-
pa al lutto della famiglia per la scomparsa del
Prof. Pier Alberto Capotosti
Presidente emerito
dellaCorte Costituzionale
che dal giugno 2007 ricopriva la carica di com-
ponente della Commissione di Garanzia della
FIGC. - Roma, 13 agosto 2014.
S
Enock
Barwuah
(@barwuah
enock1)
Tanti auguri al
mio grande
fratello. E sono
24, sempre pi
vecchio
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
7

GIANLUCA MONTI
NAPOLI
I pi ottimisti tra i tifosi del Napoli sosten-
gono che la squadra non abbia bisogno di rin-
forzi perch i rientri di Maggio, Mesto, Hamsik
e Zuniga rappresentano i migliori acquisti per la
stagione che sta per iniziare. Tutti reduci da in-
fortuni, dovrebbero costituire un valore ag-
giunto. I due terzini italiani si stanno alternan-
do in queste prime amichevoli mentre Hamsik
d confortanti segnali di vita. Di Zuniga, invece,
si sono perse le tracce.
Spezzone Il colombiano ha giocato appena
uno spezzone di gara contro il Barcellona a Gi-
nevra. Per la precisione 18 nel finale al posto di
Callejon, per di pi nellinsolito ruolo di esterno
dattacco. Contro il Paok era rimasto in tribuna
mentre luned contro il Psg non si alzato dalla
panchina. Eppure Zuniga ha giocato il Mondia-
le in Brasile da protagonista. Anzi, lo ha finito
meritandosi le prime pagine dei giornali di
tutto il pianeta per la ginocchiata rifilata a Ney-
mar, che gli costata assurde minacce di morte
da parte dei fanatici tifosi della Selecao. Zuniga
si rifugiato a casa, guardato a vista dalla poli-
zia colombiana, poi tornato a Napoli per ri-
prendere ad allenarsi, ma stranamente fin qui
ha recitato il ruolo di comparsa.
Condizione precaria arrivato il 27 luglio, in-
sieme a Mertens che nelle ultime tre amiche-
voli ha giocato sempre, proprio a differenza di
Zuniga. Legittimo dunque porsi qualche inter-
rogativo (anche relativamente al futuro in az-
zurro di Camilo). In realt, la sua condizione
ancora precaria e contro il Psg non stato ri-
schiato per un leggero affaticamento. Difficile
portarlo in fretta al top, lobiettivo farlo per il
ritorno del preliminare a Bilbao. Zuniga stato
inserito nella lista Champions, ma allandata
andr in panchina. Non gioca titolare da Arse-
nal-Napoli (1 ottobre 2013). Quel giorno firm
lagognato rinnovo di contratto e si infortun al
ginocchio destro. Il calvario post operatorio
durato mesi, ma al Mondiale sembrava un ricor-
do. Ora Benitez aspetta di poter contare su di
lui. Il mistero Zuniga si avvia alla soluzione.
RIPRODUZIONE RISERVATA
IL CASO
Mal di mercato
Benitez e tifosi delusi
Napoli aspetta i rinforzi
Striscione in citt contro De Laurentiis: Osare non fa male
Fellaini e Lucas pi lontani, sondati De Guzman e Obiang
DAL NOSTRO INVIATO
MIMMO MALFITANO
CASTELVOLTURNO (Caserta)
Non ride, Rafa Benitez.
C qualcosa che lo sta contra-
riando. Per quanto abbia
lesperienza necessaria per ge-
stire il malumore, gli viene dif-
ficile nasconderlo. La squadra
centra poco, i giocatori che al-
lena lo seguono con entusia-
smo e con grande coinvolgi-
mento. Lui stato tra i primi a
esporsi, questanno, quando a
Dimaro, durante il ritiro pre-
campionato, non ha avuto esi-
tazioni a parlare di scudetto,
appoggiando in pieno la pro-
messa fatta da Aurelio De Lau-
rentiis ai napoletani. Un soste-
gno forte, il suo, determinato
dal programma discusso e ap-
provato dalle parti subito dopo
la fine della passata stagione.
Un progetto che avrebbe dovu-
to garantire alcune operazioni
di mercato e che, al momento,
ha assicurato soltanto un tito-
lare, il difensore Koulibaly. Poi,
pi niente, nonostante le sue
stesse insistenze. Le riflessioni
del presidente sono lunghe e
ponderate, ogni trattativa vie-
ne studiata nei minimi partico-
lari, soprattutto sotto laspetto
economico: succede che per
uno o due milioni di euro possa
saltare laccordo con un gioca-
tore importante, sul quale, ma-
gari, lallenatore avrebbe volu-
to puntare. Fellaini, tanto per
essere concreti, lultimo caso.
Presidente contestato Lim-
mobilismo sul mercato non so-
lo non convince Benitez, ma
sta irritando la gente. Luned
sera, durante lamichevole col
Psg, parte dello stadio ha urla-
to cori contro De Laurentiis, in-
vitandolo a spendere. Conte-
stazione che non nuova, in
ogni modo. Anche negli anni
passati, fino al campionato
scorso, gli atteggiamenti del
presidente in tema di rinforzi,
non sono stati graditi dai tifosi.
Una parte di essi ha deciso di
andare oltre, ieri, esponendo
addirittura uno striscione 6
metri per 3 col quale lo invita a
osare, perch non fa male.
Il momento, dunque, delica-
to, anche perch c un preli-
minare di Champions da gioca-
re, contro un avversario, lAth-
letic Bilbao, complicato da af-
frontare. Benitez dovr
contare sugli stessi effettivi
della passata stagione, con la
sola eccezione di Koulibaly in
difesa. Una squadra che ha di-
mostrato di poter essere com-
petitiva, ma non per lo scudet-
to. E, quindi, avendo fatto di-
chiarazioni in questo senso,
lallenatore non vuole sbaglia-
re.
Sotto per Fellaini Lo ha chie-
sto pubblicamente, il tecnico
spagnolo. E il Manchester Uni-
ted pronto a darglielo. Ma
sul prestito oneroso che De
Laurentiis non vuole cedere: ci
sono 2,5 milioni di differenza
tra la domanda e lofferta. E il
club inglese pare che non ab-
bia alcuna intenzione di fare
sconti. Ci vogliono altri Kouli-
baly per il centrocampo, ha
detto Benitez, lasciando in-
tendere che gente come Fel-
laini e Lucas Leiva potreb-
bero non essere alla porta-
ta del Napoli. E allora, Ric-
cardo Bigon ha sondato il
Villarreal per Jonathan De
Guzman, ed il Malaga per
Ignacio mentre il doriano
Obiang stato proposto da
Ferrero a De Laurentiis duran-
te lassemblea della Figc: i ligu-
ri hanno chiesto Britos riceven-
do il no azzurro. Nomi interes-
santi, certo, ma chiss se pos-
sono davvero far fare il salto di
qualit a questo Napoli. Lo sco-
ramento evidenziato da Rafa
Benitez la risposta pi perti-
nente a questo interrogativo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
CONTESO IL DIFENSORE MAROCCHINO SEMPRE NEL MIRINO DEL CHELSEA: A TRIGORIA ASPETTANO IL FAX CON LOFFERTA DA 37,5 MILIONI DI EURO
Benatia: Resto alla Roma. Ma Mou non ci crede...
Potrebbe slittare il vertice
di mercato tra Sabatini
e Garcia previsto per oggi
Contestazioni
contro il
presidente gi
durante la gara
contro il Psg
Jonathan De Guzman, 26 anni, centrocampista del Villarreal AFP
4
VERSO
BILBAO
S
Caccia al
biglietto
Per il Napoli
di Benitez (nella
foto) si avvicina
il grande
appuntamento
con i preliminari
di Champions
League contro
lAtletico Bilbao
n programma
martedi 19 al
San Paolo (ore
20.45) e
mercoled 27
(stessa ora)
in Spagna.
Da domani
vendita
libera
Dopo la
prelazione per
gli abbonati, da
domani (ore 10)
scatta la
vendita libera
dei biglietti. Per
i possessori di
tessera del
tifoso Club
Azzurro card e
Fidelity Card
possibile
acquistare
anche on line. I
prezzi: Tribuna
donore 80
euro, Tribuna
Posillipo 50;
Tribuna Nisida
30; Tribuna
Family (5-10);
Distinti 22;
Curve 14
il Retroscena
Zuniga non c
Dalla rinascita
nel Mondiale
alla panchina
Juan Camilo Zuniga, al Napoli dal 2009-2010 EPA
DAL NOSTRO INVIATO
ANDREA PUGLIESE
BAD WALTERSDORF (Austria)
Ci girano un po tutti intorno, come nella
migliore delle sceneggiature prima di essere
scoperta. Un bellintrigo, di quelli ancora da
svelare: la Roma che aspetta di capire, il Chel-
sea che sta l ed pronto alla mossa decisiva, i
tifosi che sognano di vederlo ancora gialloros-
so, ma non ne sono cos sicuri. In mezzo c lui,
lattore principale, Mehdi Benatia, luomo che
dalla fine della scorsa stagione al centro di un
po tutti i discorsi di Trigoria. Per la Roma, uffi-
cialmente, il problema non si pone, come ha
dichiarato anche Garcia. In realt, per, tutto
pu cambiare, magari subito dopo Ferragosto.
Blues pronti Da due giorni Benatia non si alle-
na per un affaticamento muscolare. E ieri,
mentre firmava autografi, alla fine ha rassicu-
rato cos i tifosi: Resto, certo che resto. Cono-
scendolo, sarebbe da crederci, anche se poi a
Trigoria aspettano a breve un contatto diretta-
mente da Londra, sponda Chelsea. I Blues han-
no individuato in Mehdi il difensore da prende-
re, Mourinho riuscito a convincere Abramovi-
ch nel fare un ulteriore sforzo per sostituire Da-
vid Luiz. In realt un fax del Chelsea a Trigoria
gi arrivato, chiedendo la disponibilit a trat-
tare Benatia. Ora si aspetta lofferta, che do-
vrebbe essere di 30 milioni di sterline (37,5 mi-
lioni di euro). A quella cifra, facile che la Roma
accetti e che Benatia si trasferisca a Londra.
Prima, per, il Chelsea (che ha virato su Mehdi
dopo i no di Varane del Real e Miranda dellAt-
letico Madrid) deve vendere allestero uno stra-
niero per rispettare la quota imposta dalla FA:
Cech e Obi Mikel i principali indiziati.
Sabatini in stand by Anche per parlare di que-
sto oggi era atteso in Austria Walter Sabatini
(ieri arrivato il d.g. Mauro Baldissoni, insie-
me a Maicon), anche se probabilmente il d.s.
giallorosso preferir restare a Roma, da dove
pu raggiungere pi facilmente Milano in caso
di necessit di mercato. Fra le trattative, oltre
che quello di Benatia in uscita ballano i nomi di
Destro e Ljajic. Limpressione che la Roma
possa vendere due giocatori, che per saranno
rimpiazzati: al posto del difensore marocchino
pu arrivare uno tra Basa, Chiriches e Mano-
las, davanti gli obiettivi girano tra Lens, Kono-
plyanka, Jackson Martinez e Jovetic. A meno
che Sabatini non tiri fuori un altro coniglio dal
cilindro.
RIPRODUZIONE RISERVATA Al Mouttaqui Benatia, 27 anni AFP
4
IL NUMERO
37,5
i milioni di euro
che il Chelsea
disposto a
versare alla
Roma per
acquistare
Benatia,
fortemente
richiesto da
Mourinho dopo
la cessione di
David Luiz
8
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

PERSONAGGI
Turbo Biglia
Lazio, sei da titolo
Il Papa un idolo
Messi, vieni in A
Largentino: Sogno lo scudetto, ci siamo quasi...
Il Mondiale? Klose mi ha consolato per la finale
lIntervista
LUCA RIGONI
Io, fedelissimo di Iachini
e prigioniero del Chievo
A Palermo ci divertiremo
Volevo lasciare Verona, ma sono dovuto arrivare a scadenza
Zamparini uno stimolo in pi, noi di sicuro non ci poniamo limiti
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO CIERI
FORMELLO (Roma)
Lo chiamano ancora Principito, ma per
poco non si laureato campione del mondo. In
un anno la sua vita cambiata. Prima lItalia,
poi il Mondiale da protagonista. E mancata so-
lo la ciliegina sulla torta, ma Lucas Biglia il suo
Mondiale lha vinto. E ora non vede lora di con-
tinuare lascesa con la Lazio.
Un mese dopo la finale di Rio la delusione
prevale ancora sulla soddisfazione di avere
comunque centrato un risultato storico?
In Argentina ci hanno
trattato come se avessimo
vinto. E stato commovente.
Per la delusione per aver
solo sfiorato la Coppa ce la
porteremo dietro a lungo.
Che le ha detto Klose?
Mi ha abbracciato dopo
la finale, non lo dimenti-
cher mai. Mi ha ricordato
che lui una cosa del genere,
lha vissuta nel 2002. E mi ha augurato di can-
cellarla con una vittoria. Come ha fatto lui.
Ci riproverete con un nuovo c.t., Tata Marti-
no. Contento?
Mi spiace per Sabella, ma non se la sentiva
di andare avanti. Martino un grande allenato-
re, la Seleccion finisce in buone mani.
Lei ha passaporto italiano. Se lArgentina
non lavesse chiamata avrebbe accettato di in-
dossare la maglia azzurra?
Sarebbe stato un onore. I miei avi sono ita-
liani, si trasferirono in Argentina dalla Tosca-
na. Mi sento anche italiano.
La Serie A era quindi nel suo destino.
Giocare nel vostro campionato era il mio so-
gno. Esserci riuscito grazie alla Lazio un ulte-
riore motivo di orgoglio, visto che molto co-
nosciuta nel mio Paese.
Merito della LaziArgentina di fine anni 90.
Questa Lazio pu eguagliarla?
Penso che in prospettiva la Lazio non debba
porsi limiti, neppure quello dello scudetto. So-
no venuto in Italia con quellobiettivo. Spero di
poterlo centrare con la Lazio.
Dopo un anno dItalia si sente pi completo?
S. Da voi si gioca il calcio pi difficile. I pri-
mi mesi sono stati duri, poi con Reja andata
molto meglio.
Ora Pioli. Prime impressioni?
Ottime. E una persona diret-
ta. E vuole fare un calcio aggressi-
vo, come piace a me.
Da Pioli a Lotito. Il presidente
sempre nellocchio del ciclone.
Ma io non posso che parlarne
bene. Mi ha permesso di coronare
il sogno di giocare in Italia. In
quanto alla frattura con i tifosi sta a noi ripor-
tarli allo stadio.
Ce la farete? Come colloca la Lazio nella gri-
glia di partenza del prossimo campionato?
La Juve resta la pi forte. Poi c un gruppo
di 5-6 squadre che la pu insidiare. Noi dobbia-
mo far parte di questo gruppo.
Favorita, quindi, la Juve del suo connaziona-
le Tevez. Non era il caso di portarlo in Brasile?
E stata una scelta di Sabella. Se avessimo
vinto il Mondiale nessuno avrebbe avuto nulla
da ridire. Per anche vero che uno come Te-
vez poteva far comodo.
Voi argentini avete la copertina delle princi-
pali squadre italiane. Tevez-Juve, Higuain-Na-
poli, Palacio-Inter, Iturbe-Roma. Chi vince?
Tutti grandi campioni. E tutte grandi squa-
dre. Lotteranno per i primi posti. Insieme con
Milan, Fiorentina e speriamo anche Lazio.
Da un po di tempo, per, largentino pi im-
portante dItalia non un calciatore.
Si riferisce al Papa? Persona straordinaria.
Per noi un motivo di grande orgoglio. Ho avu-
to modo di incontrarlo prima di Italia-Argenti-
na. Spero di avere presto una nuova udienza
con la mia famiglia. E una speranza per luma-
nit e anche per il mio Paese.
Che non se la passa benissimo.
S, i problemi sono tanti e gravi. Uniti ne
possiamo per venire fuori. Sarebbe come vin-
cere un Mondiale. Anzi, anche meglio.
Unultima cosa. Lei conosce bene Messi. Po-
tremo mai vederlo con una squadra italiana?
Difficile. Per Leo ama lItalia e il campio-
nato italiano. In futuro chiss....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tevez? In Brasile
poteva farci
comodo. Sarei
stato onorato di
giocare per lItalia

Juve ancora
favorita ma noi
con Pioli siamo
diventati molto
pi aggressivi
LUCAS BIGLIA
CENTROCAMPISTA LAZIO
7
Le presenze al Mondiale
Biglia, in Brasile, stato sempre
schierato dal c.t. argentino Sabella,
per un totale di 349 minuti giocati
v
i
d
e
n
t
i
K
i
t
&

C
A
R
R
I
E
R
A
Ruolo
Centrocampista
Altezza
178 cm
Peso
74 kg
Le sue
squadre
LUCAS
BIGLIA
Nato il
30/1/1986
a
Mercedes
Argentina
In Nazionale
Presenze 26
Gol 0
Argentinos Jrs.
2003-gen.05
Presenze 17
Gol 1
Independiente
Gen.05-2006
Presenze 49
Gol 0
Anderlecht
2006-2013
Presenze 287
Gol 16
Lazio
2013-oggi
Presenze 32
Gol 2
FABRIZIO VITALE
STORO (Trento)
Pupillo, ma anche un
po talismano. I numeri dico-
no che il feeling tra Luca Ri-
goni e Beppe Iachini vincen-
te. Dallesordio in Serie B a
Vicenza, passando per Pia-
cenza e Chievo fino ad arriva-
re al Palermo.
Rigoni, la quarta volta
che incontra Iachini: a Vicen-
za lha lanciata, a Piacenza
avete centrato i playoff pro-
mozione, a Verona conquista-
to la promozione in Serie A. Col
Palermo che volete fare?
Siamo una neopromossa,
ma non ci poniamo limiti per-
ch il calore dei tifosi e il blaso-
ne della piazza sono di una
grande squadra. Per me un
onore che il presidente Zampa-
rini mi abbia voluto cos forte-
mente e che Iachini abbia con-
tinuato a cercarmi. Proveremo
a toglierci delle soddisfazioni
insieme anche in rosanero.
Conoscere gi i meccanismi
del tecnico un vantaggio an-
che per il Palermo.
Certo, per devo dimostra-
re allallenatore che ha indovi-
nato ancora una volta sce-
gliendomi.
Iachini voleva Rigoni, ma Ri-
goni voleva a tutti costi il Pa-
lermo.
Dopo sei anni al Chievo, la
mia intenzione era lasciare,
era gi qualche anno che vole-
vo farlo, ma la societ non me
lha permesso. Sono dovuto ar-
rivare a scadenza per riuscirci.
Anche se ero il capitano, vole-
vo arrivare in una grande
squadra. Il Palermo stato
sempre in cima ai miei desideri
e ci sono riuscito. Volevo nuo-
ve motivazioni e una piazza
calda come quella rosanero.
Non , per, pi il Palermo di
qualche anno fa. Il club ripar-
tito da zero dopo la retroces-
sione. A 29 anni non le pesa
continuare a lottare per la sal-
vezza?
Per me sempre un grande
club, c tanto entusiasmo e ci
sono giocatori di qualit. Rag-
giungiamo i 40 punti quanto
prima, poi vediamo che succe-
de.
Da Campedelli a Zamparini,
il salto notevole: ci saranno
pi pressioni e meno margini
di errore.
Dovremo infatti sbaglia-
re il meno possibile, questo
lo sappiamo, ma pu esse-
re uno stimolo in pi a fare
meglio. Poi comunque a
nessun presidente piace
perdere.
Fare il regista a Palermo
sempre pi complicato. Le
giocate di Corini e Liverani so-
no ancora molto vive.
Stiamo parlando di due
grandi calciatori, prover a
non farli rimpiangere.
A proposito, quanto mi-
gliorato sotto la guida di Cori-
ni al Chievo?
Tanto, i suoi consigli sono
stati preziosi e devo solo rin-
graziarlo. Inoltre mi ha detto
che Palermo era la squadra
giusta per me. Per il ruolo che
ricopro mi piacerebbe tanto
diventare uno dei nuovi lea-
der della squadra, come lo
stato lui anni fa.
In questo senso il dualismo
con Maresca sar stimolan-
te.
Mi giocher il posto con
lui, sapendo che un giocato-
re con una grande carriera al-
le spalle dal quale ci sar da
imparare.
A distanza di due anni ha
ritrovato Sorrentino, ma po-
treste salutarvi di nuovo.
Speriamo proprio di no,
un grande portiere oltre che
una grande persona, non lo
consiglio come compagno di
stanza per (ride, ndr). Cer-
to, se veramente lo Juve lo
chiamasse sarebbe difficile
per chiunque dire di no. Per
adesso sono solo voci e io me
lo tengo stretto perch per
noi troppo importante sia in
campo che nello spogliatoio.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Luca Rigoni, 29 anni,
cresciuto nel settore giovanile
del Vicenza, con cui ha esordito
in prima squadra nella stagione
2002-2003. Iachini, prima
del Palermo, lo ha avuto
a Vicenza, a Piacenza e al Chievo
LAPRESSE
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
9

LE PROMESSE DEL CALCIO
OGGI LAMICHEVOLE IN ROMANIA PROVE DINTESA IN ATTACCO. E SU CUADRADO: SPERO RIMANGA
Bernardeschi, assist a Berardi e Fiorentina
Voglio vincere e stregare con lUnder
Federico Bernardeschi, 20 anni,
attaccante della Fiorentina ACTIVA
DAL NOSTRO INVIATO
VINCENZO DANGELO
PLOIESTI (Romania)
Un po come Dottor
Jekyll e Mr. Hyde. Perch
quando lo conosci non riesci a
spiegarti come una persona
cos timida e riservata possa
poi trasformarsi in campo in
un leone dai piedi dolci. Fede-
rico Bernardeschi ha la faccia
pulita e il braccio sinistro tutto
tatuato. Chiss se in quella
mole di inchiostro, nei punti
inaccessibili agli occhi, ci sar
anche una recente dichiara-
zione di stima dellex c.t. az-
zurro Cesare Prandelli: il
talento italiano che maggior-
mente cresciuto nellultima
stagione. Ed quello pi in fa-
se di espansione. Uno spon-
sor mica male per il talento
della Fiorentina, unico gioca-
tore di B (era a Crotone) allo
stage dei 40 effettuato da
Prandelli lo scorso aprile.
Scalata Cresciuto nelle gio-
vanili della Fiorentina, Ber-
nardeschi esploso lo scorso
anno a Crotone, alla prima
stagione tra i grandi, dopo do-
dici panchine in A senza mai
entrare: Sono partito a fari
spenti, poi con le prestazioni
mi sono conquistato un posto
nellUnder 21 e ora me lo ten-
go stretto. Non c nulla che
emoziona di pi rispetto ad
avere la possibilit di rappre-
sentare il mio paese. Contro
la Romania, oggi, dovr cerca-
re lalchimia con laltro talento
di Di Biagio, Berardi. Le ami-
chevoli aiutano a crescere e a
migliorare le intese. E poi noi
vogliamo vincere. Sempre.
Manchester nel destino A 17
anni, prima di firmare il primo
contratto da professionista
con la Fiorentina, fu a un pas-
so dal Manchester United, ma
i genitori lo fermarono: prima
di tutto cera da finire la scuo-
la in Italia. Oggi c ancora lo
United nel destino, ma di ri-
flesso. Se Cuadrado dovesse
essere ceduto ai Red Devils ci
sarebbe pi posto nellundici
di Montella per Bernardeschi:
Ma spero che rimanga. Cua-
drado fenomenale e pu
darci una spinta in pi. Ma io
non devo pensare agli altri,
soltanto a me stesso. Cuadra-
do o no devo essere io a mette-
re in difficolt le scelte del mi-
ster dimostrando il mio valo-
re.
Deciso Federico ha voglia di
conquistare tutto con la Fio-
rentina: Il mio futuro? Resto
al 90 per cento, ma dico cos
solo perch il mercato aper-
to. In realt sono certo di gio-
care a Firenze. Questanno il
mio obiettivo sar impressio-
nare. Dopo Prandelli, sembra
esserci riuscito anche con
Montella: Il mister mi d tan-
ti consigli, mi chiede di essere
sempre nel vivo del gioco, sen-
za paura. Meglio con Gomez o
Rossi? Beh, con Pepito non ho
ancora avuto la fortuna di gio-
care, ma qui parliamo di fuori-
classe assoluti con cui facile
giocare. E allenandomi accan-
to a loro posso solo migliora-
re. Migliorare e impressiona-
re. Aggiungiamoci un altro in-
finito: vincere. LItalia ne ha
bisogno.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A PLOIESTI 18.30 ITALIANE
BIRAGHI RUGANI ANTEI
CRISETIG BENASSI
ZAPPACOSTA
BATTOCCHIO BERARDI
BELOTTI
BERNARDESCHI
BARDI
BUZBUCHI
PUSCAS IANCU
PUTANU BALASA BOLDOR FILIP
POPADIUC CRETU SERBAN ROTARIU
ROMANIA 4-4-2
ITALIA 4-2-3-1
All. Moldovan
All. Di Biagio
GDS
A DISPOSIZIONE
ROMANIA Cojocaru, Taru, Neag,
Tosca, F. Tanase, Mitrita, Bumba, A.
Ivan.
ITALIA Leali, Sabelli, Bianchetti, Gol-
daniga, Murru, Romagnoli, Cataldi,
Viviani, Dezi, Trotta, Longo.
ARBITRO Coltescu (Romania); assi-
stenti Ghinguleac, Orbulet (Romania)
TV diretta Rai 2.
Tale padre, tale figlio
Quanti eredi da Moriero a Di Livio
Molti figli darte questanno in Primavera: Casiraghi, Marchegiani, Maldini, Muzzi, Lentini, Delvecchio...
FRANCESCO ODDI
@Jones_FO
Nel nome del padre, del
figlio e dello spirito di squa-
dra. Per i compagni, spesso,
quasi una maledizione. Non
cosa avete fatto, come state in
classifica, ma una sola do-
manda: forte il figlio di Mal-
dini/Montella/Marchegiani?
Questione di statistica: con 41
squadre Primavera, rose dai
25 giocatori in su, Allievi, Gio-
vanissimi e altre categorie,
qualche figlio darte capita per
forza, quasi sempre con la
stessa maglia del padre. Diffi-
cile immaginare un Maldini
con una tuta diversa da quella
del Milan, per con la terza
generazione capitato: a gen-
naio Christian, terzino classe
1996, ha lasciato la Primavera
di Inzaghi per andare al Bre-
scia. Un distacco durato poco:
finito il prestito, il primo figlio
di Paolo (laltro, Daniel, classe
2001, gioca attaccante sempre
col Milan) tornato alla base,
nella rosa di Cristian Brocchi,
e stavolta non avr compagni
pi vecchi di lui davanti. Con
lui un altro cognome famoso:
il 17enne Andrea Casiraghi,
centravanti come il padre,
uno che nacque a Monza, ma
arriv alla Nazionale via Ju-
ventus invece che via Milan.
Endorsement Per ora Casira-
ghi jr si limitato a qualche
partitella con lUnder 15,
ma Galliani si gi sbilan-
ciato, facendosi fotografare
quando, un annetto fa, gli fece
firmare il primo contratto pro-
fessionistico sotto il sole di
Forte dei Marmi: fosse stato
un signor nessuno, non si sa-
rebbe scomodato. Pinato, fi-
glio dellex dodicesimo del-
lAtalanta, ha fatto molto bene
nella tourne americana con il
Milan dei grandi, ma il prossi-
mo anno giocher in prestito
in B (Lanciano?); il compagno
di squadra Alessandro Mastal-
li, 18enne centrocampista di
movimento, sagacia tattica e
piedi buoni, rimarr a disposi-
zione di Inzaghi. Il padre En-
nio visse il periodo migliore
negli anni 70 a Bologna e il fi-
glio cominci l: le stelline dei
Giovanissimi erano lui e Para-
matti jr, poi Milan e Inter fece-
ro la spesa. Il club rossobl
protest ma non pot opporsi.
Il mese scorso nellaffare Tai-
der, si ripreso almeno Para-
matti, un milione di euro per
lintero cartellino: a 19 anni
far la prima squadra.
Portieri e attaccanti Compa-
gni a fine anni 80, Comi e Be-
nedetti si sono ritrovati a fine
carriera, sempre nel Torino:
responsabile del settore giova-
nile il primo (poi promosso di-
rettore sportivo), della scuola
calcio il secondo, e i due figli
nel vivaio erano due intocca-
bili. Situazione ad alto rischio
di malelingue, ma erano an-
che i pi bravi: il primo ora
un apprezzato centravanti di
serie B, con prospettiva di sali-
re prima o poi, il secondo gio-
cher in A col Cagliari di Ze-
man. A Torino ora c Nicholas
Lentini, caso raro di figlio che
fa tuttaltro rispetto al padre,
ala vecchio stampo: gioca in
porta, e a fine maggio ha rega-
lato lo scudetto Berretti ai
suoi, parando 3 rigori su 4 nel-
la finale con la Ternana. Lal-
tra finale la Berretti assegna
un titolo per le squadre di A e
B, uno per quelle di Lega Pro
era AlbinoLeffe-Lecce (3-1):
in panchina tra i salentini Fe-
derico Moriero, centrocampi-
sta esterno, stessi riccioli di
pap Checco, oggi alla guida
del Catanzaro. Il suo ex com-
pagno di Nazionale Chiesa al-
lena la Sampdoria Primavera:
nello stesso girone c' la Fio-
rentina, dove gioca il figlio Fe-
derico, classe '97, vivace punta
esterna, discreto tiro da fuori.
Colonia romana Altra ano-
malia ma non troppo il fi-
glio che gioca coi rivali del pa-
dre, ma se provi a chiedertelo
ti rispondono che normale:
la Roma ha ottimi rapporti
con la scuola calcio del Futbol-
club, nel 2009 prese un portie-
re del 96 per i Giovanissimi
Regionali, e pazienza che fos-
se Gabriele Marchegiani, fi-
glio dellex capitano della La-
zio. Per lui niente sconti, n
della Roma n dagli avversari:
esord in Primavera proprio a
Formello, prendendosi qual-
che coretto contro dai tifosi la-
ziali, lo scorso anno ha fatto il
terzo, (secondo Zonfrilli, cu-
gino di Federico Peluso), que-
stanno sar finalmente titola-
re. Sar pi lunga e dura per
altri cognomi, ben pi famosi
e romanisti: negli Allievi Na-
zionali ci sono Nicholas Del-
vecchio e Ramon Muzzi, nei
Regionali Alessio Montella. Il
primo lo scorso anno ha gioca-
to pochissimo, il secondo poco
(ma segnando spesso), il terzo
appena diventato campione
dItalia, ma saltando le finali
scudetto.
Baby Totti Il figlio di Mario
Somma, tecnico della Salerni-
tana di Lotito, in ritiro con
Rudi Garcia e domenica ha
fatto due gol in amichevole.
Tra poche settimane comince-
r la stagione dei Pulcini e per
lesordio ci saranno fotografi e
telecamere: dalla Totti Soccer
School arrivato Cristian Tot-
ti, 9 anni ancora da compiere,
e una pressione che sar du-
rissimo gestire. Capit qualco-
sa di simile a Lorenzo Di Livio,
pure lui arrivato alla Roma a 9
anni: tanti dicevano che aveva
la stessa corsa ma pi tecnica
del padre, uno che ha alzato
Coppa dei Campioni e Inter-
continentale, sempre col rim-
pianto di non aver giocato in A
con la squadra della sua citt.
Di Livio jr risent dei troppi
complimenti, alcuni atteggia-
menti ne stavano frenando la
crescita: Roberto Muzzi lo ha
raddrizzato, ora a 17 anni il
talento migliore della Prima-
vera giallorossa. E per dare
spazio a lui (e al nipote di Tot
Schillaci, Francesco Di Maria-
no) la Roma ha svincolato un
altro esterno d'attacco, il pri-
mo dei due figli calciatori di
Muzzi, Nicholas, che come il
padre vent'anni fa andr a cer-
care fortuna a Cagliari. C' di
peggio nella vita: chiedere re-
ferenze a Daniele Conti.
RIPRODUZIONE RISERVATA
somiglianze impressionanti
S
Christian Maldini
18 anni, difensore
della Primavera del Milan
figlio di Paolo (sotto)
S
Federico Moriero
17 anni, centrocampista
della Berretti del Lecce
figlio di Francesco (sotto)
S
Nicolas Delvecchio
16 anni, esterno dattacco
degli Allievi Nazionali Roma
figlio di Marco (sotto)
S
Lorenzo Di Livio
17 anni, ala destra
della Primavera Roma
figlio di Angelo (sotto)
GLI INGRATI
Bettega jr segna
contro la Juventus
e Bisoli a suo pap
Quando la Juve vinse il
Viareggio del 2006 la riserva di
Marchisio era Alessandro
Bettega, gi nazionale Under 17.
Esord in A, nel 2007 lasci la
squadra che fu del padre, nel
2010 i professionisti, il mese
scorso era in campo coi
dilettanti del Lucento, che hanno
fatto l'impresa battendo
3-2 a Vinovo la squadra di
Allegri. Nel curriculum del
20enne Dimitri Bisoli le giovanili
di Bologna e Cagliari, e il Cesena,
a cui ha segnato in amichevole,
10 giorni fa col Santarcangelo.
Sono un mediano, devo
prendere confidenza con il gol
disse alla prima intervista. In
campionato non ha mai segnato:
ha aspettato la squadra di pap
Pierpaolo per riuscirci.
f.o.
FRATELLI
La coppia dattacco
del Bayern II?
Ribry-Schweini...
A leggere i nomi
dellattacco del Bayern
Monaco II, che gioca nella
quarta serie tedesca, si pu
pensare a un grossolano
errore: Ribry-Schweinsteiger.
Senonch Steeven il
fratellino 18enne di Franck,
giocatore simbolo della
squadra maggiore: nelle prime
4 partite della stagione appena
iniziata sempre stato titolare
e ha servito un assist vincente.
Tobias invece il fratello
maggiore (32 anni) di Bastian,
nonch capitano e bomber
della squadra: ha realizzato 2
gol in 4 gare. Nelle giovanili
cresce anche il 16enne Felix
Gtze, appena strappato al
Borussia Dortmund.
el.ber.
10
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

LINCHIESTA
la tendenza
NOVIT TATTICHE
Lezione Mondiale
E lEuropa rivaluta
la difesa a tre
Torna di moda il sistema di gioco in voga negli anni Novanta
Allora era la risposta al 4-4-2, ora Van Gaal lo trasferisce
dallOlanda al Manchester United. E anche Guardiola...
ALEX FROSIO
Li hanno bollati spesso
come catenacciari, quelli della
difesa a 3. O come minimo, in-
capaci di vincere in Europa
giocando cos. Poi scopri che
Louis Van Gaal e Pep Guardiola
- non esattamente due reazio-
nari del calcio mondiale, anzi -
stanno impostando le loro
squadra secondo questo siste-
ma. Ed cos, almeno per
quanto riguarda il Bayern, si va
a caccia dellEuropa. stata, in
effetti, lestate della rivaluta-
zione della tre, dopo aver as-
sistito a un Mondiale nel quale
chi giocava cos ha fatto sor-
prendentemente pi strada del
previsto: pensiamo a nazionali
minori come Costarica, Mes-
sico o Cile, ma anche a una
grande che sembrava decadu-
ta come l Olanda. Pochi
lavrebbero pronosticata tra le
prime 4. Ma Van Gaal ha porta-
to lass gli oranje tornando al
passato, suo e della tattica: di-
fesa a 3 come il suo primo Ajax
(e il suo primo Barcellona).
Roba da anni Novanta. Ed l
che bisogna guardare se si par-
la di difesa a tre.
Parma, Zac e gli altri Il 3-5-2
moderno si visto come anti-
doto pi efficace al 4-4-2 or-
todosso, perch garantiva su-
periorit numerica in difesa e a
centrocampo. Per una decade,
pi o meno fino al 2000, difesa
a tre e a quattro si sono contesi
titoli, in una sorta di battaglia
filosofica. Il Milan di Capello e
il Manchester United di Fergu-
son hanno vinto con il 4-4-2,
ma per contro vanno ricordati
tanti successi frutto della dife-
sa a 3. Ci fu il Parma di Nevio
Scala - paradigma del 3-5-2
italiano con i due laterali mae-
stri della corsa - vincitore di
Coppa delle Coppe e Super-
coppa europea (nel 1993) e
una Coppa Uefa (nel 1995). Lo
stesso Marcello Lippi, nel suo
primo ciclo juventino, ha usato
spesso la difesa a tre, poi evolu-
tasi con Zaccheroni allUdine-
se: il suo famoso 3-4-3 fu poi
trasferito al Milan (e che rivo-
luzione fu, per i rossoneri...)
per vincere lo scudetto nel
1999. Anno in cui Malesani
conquist la Coppa Uefa anche
lui utilizzando tre difensori,
due esterni di spinta, un tre-
quartista e due attaccanti.
In Champions Non solo Italia,
comunque. Anzi: la difesa a tre
ha prodotto anche qualche
Champions. Il Borussia Dort-
mund nel 1997, il Real Madrid
nel 2000, il Bayern Monaco nel
2001. E a livello di nazionali, il
Brasile al Mondiale 2002 con il
trio Lucio-Edmilson-Roque Ju-
nior, pi due frecce sugli ester-
ni come Cafu e Roberto Carlos.
Da allora, per, pi nulla. La
difesa a tre gradualmente
sparita spazzata via dallintro-
duzione del trequartista nel 4-
3-1-2 che sfruttava lo spazio
tra le linee, poi dal 4-3-3 che
annullava la superiorit nume-
rica in fase difensiva della li-
nea a tre, infine dallultimo 4-
2-3-1 che integra le due solu-
zioni precedenti. Dal 2002 in
avanti, mai nessuna squadra
che giocasse a tre dietro ha vin-
to in Europa. Ma proprio lulti-
ma Champions ha esaltato il ri-
torno a un 4-4-2 solido, com-
patto e aggressivo come quello
dellAtletico di Simeone (ma in
parte anche del Real Madrid di
Ancelotti). E allora ecco come
contromossa il ritorno anche
della difesa a tre. Propositiva
come pu esserlo con Guardio-
la, pi conservativa come quel-
la dellOlanda e ora del Man-
chester United di Van Gaal. In
Italia, Gasperini la fa da una vi-
ta, ma gli cost la panchina
dellInter. Antonio Conte inve-
ce ci ha vinto gli ultimi tre scu-
detti. In Europa il trapianto
non ha funzionato, ma con il
Real fece partita pari. E visto il
trend europeo, forse aveva ra-
gione Marcello Lippi, quando
alla Gazzetta diceva: Perch
in Europa non si usa la difesa a
tre? Perch gli allenatori italia-
ni sono i pi bravi al mondo....
RIPRODUZIONE RISERVATA
7
nazionali al Mondiale con la difesa a 3
In Brasile, hanno giocato con la difesa a 3 in pianta stabile Olanda, Cile,
Costarica e Messico; lhanno usata anche Argentina, Italia e Uruguay.
Cinque di queste squadre si sono qualificate agli ottavi, 2 ai quarti
QUANTI SUCCESSI CON LA TRE
1 Nevio Scala con la Supercoppa europea vinta nel 1993: il suo Parma giocava con il 3-5-2 2 Alberto
Zaccheroni, che allUdinese pass al 3-4-3 con cui poi vinse lo scudetto al Milan DFP 3 Alberto
Malesani con Hernan Crespo al Parma: successo in Uefa nel 1999 con il 3-4-1-2 REUTERS 4 Vicente Del
Bosque vinse la Champions nel 2000 al Real Madrid con il trio difensivo Karanka-Helguera-Campo AP
5 Il Brasile campione del mondo nel 2002: difesa composta da Edmilson, Lucio e Roque Junior REUTERS
1 2 3
4 5
Dimmi che esterni schieri e ti dir chi sei
I terzini dellInter, le ali da corsa dellOlanda
le Varianti
Giorgio Chiellini, 29 anni, della Juventus REUTERS
La Juventus ha fatto scuola. Nel prossimo
campionato i sistemi che hanno la difesa a tre
come impianto di base saranno almeno otto, il
3-5-2 sar il secondo pi utilizzato dopo il 4-3-3.
Linterpretazione, per, sar molto diversa da
squadra a squadra. Prima di tutto: difesa a tre o
difesa a cinque? La differenza principale sta nel-
la capacit degli interpreti di saper scivolare sul-
lesterno. Non a caso proprio Gian Piero Gaspe-
rini, nel trio difensivo, inserisce sempre almeno
un terzino vero. I difensori pi larghi devono sa-
per fare il doppio ruolo: centrale quando il pal-
lone sulla fascia opposta, quasi esterno quan-
do vengono attaccati dalla loro parte. Facciamo
un esempio pratico, prendendo la Juventus di
Conte - e ora di Allegri -, che trasformava spesso
il suo 3-5-2 iniziale in un 3-3-4 con linnalza-
mento dei due laterali quasi allaltezza delle
punte (ma vale in parte anche per la Fiorentina
di Montella: Cuadrado, lesterno destro, non
esattamente uno che bada a difendere...). Se i
bianconeri subivano un attacco a sinistra, Chiel-
lini si allargava per andare a prendere lavversa-
rio (non costringendo dunque Asamoah al ripie-
gamento), mentre se lattacco arrivava da de-
stra, Chiellini doveva fare la diagonale verso Bo-
nucci, andando a difendere la porta. Questo
permette di schierarsi a 3, in alcuni casi a 4, ma
mai a 5. Dunque non si perdono mai uomini
rispetto a chi parte con la difesa a quattro. Diver-
so, per ora, il caso dellInter e di quasi tutti gli
altri italiani che scelgono tre centrali quasi puri:
questo costringe Mazzarri a chiedere ai latera-
li, e spesso anche ai due interni di centrocampo,
4
COS IN A
8
le difese
a tre
in Italia
Giocheranno con
il 3-5-2 Cesena,
Fiorentina, Inter,
Juventus,
Palermo, Torino
e Udinese;
il Genoa con
il 3-4-3
9
squadre con
il 4-3-3
il sistema pi
utilizzato in A:
Cagliari, Chievo,
Lazio, Milan,
Parma, Roma,
Sampdoria,
Sassuolo e
Verona
3
gli altri
sistemi
Atalanta con il
4-4-1-1, Empoli
con il 4-3-1-2,
Napoli con
il 4-2-3-1
Juan Jesus, 23 anni, centrale dellInter LAPRESSE
di correre allindietro per coprire. Ma con Juan
Jesus, che pu avere caratteristiche da terzino
il passaggio alla difesa a tre pura si pu fare: la
chiave sar cercare di scalare sullesterno per
evitare corse allindietro. Certo, servir tempo e
lavoro per affinare i tempi di uscita. Ma cos lIn-
ter diventerebbe (e diventer, perch la strada
quella) pi offensiva. Difendere alto, accettare
luno contro uno, coraggio. Sono le chiavi che
hanno aiutato le piccole a tre del Mondiale.
A cinque e a uomo Sapendo di avere valori indi-
viduali inferiori rispetto ad altre nazionali, Van
Gaal ha impostato la difesa a cinque e addirittu-
ra rispolverato la marcatura a uomo quasi a tut-
to campo. Ma sugli esterni il guru oranje piazza-
va quasi sempre giocatori di stampo offensivo
(Kuyt, Depay, Blind) e soprattutto ha insegnato
allOlanda a essere corta in campo. Meno scala-
te ma squadra altissima. E cos diventava mici-
diale nella fase di transizione da difesa e attac-
co, fatta a ritmi altissimi. Allo United, sta pen-
sando a un centrocampo di qualit ancora mag-
giore, con Herrera-Cleverley centrali, Mata pi
avanzato. Perch il coraggio fondamentale (ed
quello che spesso manca alle nostre squadre).
Le utopie di Pep Quello non mai mancato a
Guardiola, nel cui laboratorio tattico ha gi tro-
vato posto la difesa a tre che ora vuole usare al
Bayern. Basta pensare a quel Busquets che scala-
va tra i difensori nel Barcellona, strategia che
per esempio usa anche Rudi Garcia nella Roma
con De Rossi. Quello del Pep un caso a parte,
Dirk Kuyt, 34 anni, esterno dellOlanda LAPRESSE
perch il suo un calcio dominante (come in
Italia lo era quello di Conte), che punta - lo san-
no anche i fili derba - al possesso palla ossessivo
e allo sfruttamento degli spazi. Ma il tecnico
spagnolo non ama star fermo. Lanno scorso il
suo Bayern - che come il Bara ha spesso giocato
a sistema puro (cio entrambi terzini che spin-
gono, due soli difensori che restano) - ha preso
schiaffi dal Real che copriva e ripartiva sfruttan-
do le voragini sulle bande. I tre dietro permette-
rebbero di coprire quei buchi. Ma con un centro-
campista (Javi Martinez) al centro. Perch luto-
pia del Pep sopravviva anche a tre.
a.fr.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LA JUVE DI ALLEGRI
BONUCCI CACERES
LICHTSTEINER VIDAL PIRLO POGBA EVRA
CHIELLINI
GDS
LINTER DI MAZZARRI
VIDIC RANOCCHIA
NAGATOMO HERNANES MEDELKOVACIC DODO
JUAN JESUS
GDS
LOLANDA AL MONDIALE
KUYT VLAAR DE VRIJ
DE JONG
WIJNALDUM SNEIJDER
MARTINS
INDI BLIND
GDS
IL DATO
Lultima Champions a tre?
Al Bayern Monaco nel 2001
Nella stagione scorsa, tutte le prime 8 di
Champions (Real Madrid, Atletico, Bayern,
Chelsea, Borussia Dortmund, Manchester United,
Barcellona e Psg) giocavano con la difesa a
quattro, come le due finaliste di Europa League
Siviglia e Benfica. Lultima squadra a vincere la
Champions schierando la difesa a tre stata il
Bayern Monaco nel 2001 contro il Valencia: trio
difensivo composto da Kuffour, Andersson e Linke,
con Sagnol e Lizarazu laterali.
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
11

LINCHIESTA
Maestro del modulo
GASPERINI
Tutti ci copiano?
E allora io cambio
e vi sorprender
Il tecnico rivela: Sto studiando un 4-4-2 rivisitato. Dicevano
che con la difesa a 3 non si vince allestero. Smentiti dal
Mondiale. Questo Genoa mi piace, Perotti un simbolo
ALESSIO DA RONCH
GENOVA
Gasperini sul suo como-
dino c sempre il libro lArte
della guerra?
No, fino alla fine del mese
ci sar il computer con My-
Scout. Sul mercato bisogna
conoscere tutto per scegliere
bene e a noi serve ancora qual-
cosina.
Due amichevoli (oggi contro
la Pro Vercelli e domenica
contro lEspanyol) e poi il via
ufficiale Che Genoa sar?
In difesa e a centrocampo
partiamo dai blocchi della
scorsa stagione. In avanti no,
ma abbiamo uomini interes-
santi. Il campionato sar pi
equilibrato, in testa, ma so-
prattutto dietro. Noi abbiamo
trascorso unestate a fari spen-
ti. Meglio cos. Ci aspetta un
avvio di campionato duro: ci
faremo trovare pronti.
I rinforzi sono gi 11.
La squadra nata in mezzo
a tante difficolt, molti cambi,
un po di problemi economici.
Per questo Genoa comincia
proprio a piacermi. La neces-
sit aguzza lingegno.
Un flash dal passato: 30
giornata di campionato: Ge-
noa a 39 punti come il Torino.
Otto partite dopo Genoa a 44,
Torino a 57 in Europa league.
A fine marzo eravamo l a
giocarcela. Poi alcune sfide
non sono andate bene, penso
a quelle con Juventus, Milan e
Torino. Svanito il traguardo
abbiamo perso motivazioni.
Ma non eravamo distanti.
E ora?
Adesso lavoriamo bene
tutti insieme, rientra Kucka,
che non verr ceduto, la socie-
t ha fatto molto, cercando i
giocatori giusti.
Come Perotti. Lei ha detto
che deve ritrovare il sorriso.
Ha passato stagioni diffici-
li, ma ha qualit. Deve solo ri-
trovare serenit. Lui il sim-
bolo dei nostri rinforzi: reduci
da infortuni o da stagioni dif-
ficili. Hanno voglia di rifarsi.
Lei sembra impressionato
da Falque?
S, forte, ma sono colpito
da tutti i nuovi. Abbiamo gio-
catori importanti.
Da inserire nel suo 3-4-3.
Rieccoci con i numeri. Noi
variamo molto, a volte il no-
stro modulo era quasi impossi-
bile da spiegare con i numeri
E il calcio del futuro, con mo-
duli che variano nel corso del-
la partita.
Per la sua difesa a tre sta
conquistando lEuropa. Van
Gaal lha imposta al Manche-
ster United.
E pure il mondo. Avete no-
tato quante nazionali lhanno
utilizzata in Brasile? Il calcio
col tempo cancella tutte le
sentenze: dicevano che a tre
non si poteva far bene a livello
internazionale. Smentiti. Vi
dir di pi: quando in molti
giocheranno a tre io cambie-
r. Sto gi preparando un bel
4-4-2 rivisitato e corretto. Pre-
paratevi, vi sorprender.
Scherza?
No. io cerco sempre di spa-
rigliare le carte.
Insomma, lei che copia la
grande Olanda o Van Gaal
che copia lei?
Nel calcio copiamo tutti,
magari riadattando le cose.
Per credo che tatticamente le
idee nascano in Italia e venga-
no rubate dagli altri. Leste-
ro fa scuola per la scelta dei
giocatori, campo in cui noi ab-
biamo spesso privilegiato la
mediaticit alla qualit.
La Serie A proporr due
nuovi tecnici: Inzaghi e Sarri,
carriere opposte.
Accolgo con affetto Inza-
ghi, ma applaudo Sarri, uno
che la serie A se l meritata
goccia a goccia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Settima stagione con il Grifone
Gian Piero Gasperini, 56 anni, guida il Genoa per la 2
a
stagione di fila
e 7
a
complessiva. Ha allenato anche Crotone, Inter e Palermo IPP

Kucka non sar


ceduto: la societ
ha fatto molto,
cercando i
giocatori giusti

Il campionato
sar pi
equilibrato,
in testa ma
soprattutto dietro
GIAN PIERO GASPERINI
ALLENATORE DEL GENOA
12
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

DI CARLO LAUDISA
Il gioco dei veti
paralizza lInter
I tormentoni
di Juve e Roma
Venti giorni sono lunghi da
passare. Soprattutto se gli
ultimi colpi in canna
dipendono da una dieta
ancora da completare. Il
caso dellInter da
manuale, visto che finora il
d.t. Piero Ausilio ha ridotto
la rosa e i relativi costi con
ottimi risultati ed riuscito
ad accontentare quasi del
tutto Mazzarri. Ma per
terminare lopera occorre
almeno unaltra cessione
pesante: Fredy Guarin o
Ricky Alvarez? Non un
compito semplice. Il
colombiano valutato 15
milioni e ha un ingaggio da
3 milioni e passa: le sue
esigenze tecniche fanno il
resto.
Non molto differente la
posizione dellargentino,
anche lui indotto a lasciare
Milano solo per un club
allaltezza. il solito gioco
della volont dei calciatori
che rischia di paralizzare
loperato del club. Per la
societ nerazzurra non sono
stati anni semplici,
rinunciare agli uomini del
Triplete ha comportato
anche dei compromessi.
Come finir stavolta?
Mazzarri potr avere
Biabiany e Rolando?
Limpressione e che per
voltar pagina bisogner fare
delle concessioni ai partenti.
Anche Campagnaro e
Silvestre sono attenti a far
valere le loro esigenze.
Lo stesso Milan passato da
situazioni simili. La
telenovela per Kak al San
Paolo fa il paio con la
maratona per Robinho al
Santos. E solo ora Galliani
ha le mani libere per
chiudere il proprio cerchio.
opposta la condizione di
Juventus, Roma e Fiorentina.
I campioni dItalia da
settimane tutelano il
capitale-Vidal, accostato al
Manchester United. Vale
pure per i giallorossi e il
gioiello Benatia, tentato dal
Chelsea. Come i viola
resistono su Cuadrado.
Ovviamente le loro mosse
da qui al gong finale
dipendono proprio dal
successo di questa strategia
difensiva.
RIPRODUZIONE RISERVATA
il punto
luomo del giorno
MATTEO DALLA VITE
@Emmedivu
IL TORMENTONE
NERAZZURRO
Che Dio continui a guida-
re i miei passi. Ieri Fredy ha
twittato cos: segnali di fede o di
altro cammino da intraprende-
re? Su (e di) Fredy Guarin si par-
la da tempo: col mercato in alle-
gato, per. Fredy ha un potenzia-
le enorme, la sua discontinuit
lo ha messo in discussione a gen-
naio (scambio con Vucinic salta-
to), poi no (rinnovo di contratto,
pesante) e poi di nuovo s (retro-
passaggio-gol a Livorno compre-
so). Ma Fredy vale: per lInter
non meno di 15 milioni di euro.
Cessione per farsi due regali
Il suo acquisto ha previsto un
esborso totale di 11 milioni di
euro: sotto, chi lo vuole, non
deve andare, a parte gli anni di
ammortamento. Fredy Guarin,
oggi, pare il pi serio candidato
alla nomination per uscire dalla
casa dellInter: con lui, Ricky
Alvarez (seguito dalla Bunde-
sliga), che per convince di pi
WM per la sua capacit (discon-
tinua anche l) di stare davanti
e in mezzo e largo. Ecco: dalla
cessione di uno di questi due,
lInter potrebbe ricevere il rega-
lo di fine mercato. E il (doppio)
regalo di fine mercato ha due
facce note al pubblico neraz-
zurro: Rolando e Biabiany.
La non centralit Il Fredy
Guarin attuale ha capito che
aria tira. E da tempo. Gi dal fi-
nale dello scorso campionato
ha intuito che la sua posizione
non esattamente centrale nel-
le concezioni di Mazzarri: an-
cor meno oggi che il club neraz-
zurro ha preso Medel e che de-
ve trovare i tempi per inserire i
cervelli (Hernanes e Kovacic).
Guarin non vuole lasciare lIn-
ter, e lipotesi che possa rimane-
re remotissima ma chiss. Pe-
r lInter resta alla finestra e
aspetta: che si concretizzino al-
cune situazioni o proposte per
ora solo ventilate. Ma vere.
Juve, Tottenham, Monaco Vo-
ci di corridoio (cos si dice...)
raccontano che in caso di ces-
sione del colombiano laffare
pi probabile sarebbe quello
legato alla Juventus: se uscis-
se Vidal verso il Manchester
United, il club di Agnelli tor-
nerebbe su di lui. Per a gen-
naio cera Conte, oggi Allegri:
lapprezzamento del club re-
sta, poi chiss. Di certo luscita
del cileno potrebbe portare
proprio il colombiano in bian-
conero. Perch il colombiano,
per muoversi, vuole prima di
tutto una squadra top class, da
Champions. Nel gennaio scor-
so lInter prov a offrirlo al
Tottenham per Lamela: pic-
che. Poi (due mesi fa) alla Ro-
ma per Destro: picche. Ora, in
Inghilterra, riaccostano Fredy
agli Spurs pi che allo United
se fallisse lassalto a Vidal. E
attenzione al Monaco, che a
breve potrebbe avere soldoni
da investire. C chi ha ipotiz-
zato pure lAtletico Madrid,
ma al momento zero riscontri.
Agente e la gente Proprio per
tutto questo quadro, ecco che
nel fine settimana arriver a
Milano il suo agente, Marcelo
Ferreyra. Ufficialmente per-
ch agente anche del centrale
Balanta (altro target neraz-
zurro) ma chiaro che incon-
trer il dt nerazzurro Ausilio.
Ripetiamo: con 14-15 milioni
lInter (che ieri ha visto unot-
tantina di tifosi fuori da Ap-
piano, delusi dal non poter se-
guire gli allenamenti per la ri-
strutturazione della tribunet-
ta) potrebbe sedersi a trattare.
Guarin, week-end decisivo
Poi sprint Inter per Biabiany
Lagente di Fredy in arrivo a Milano: Thohir vuole 15 milioni per cederlo
il colombiano la chiave per avere lesterno del Parma e Rolando
I ritorni da preparare E poi? E
poi (in attesa che esca uno fra
Silvestre e Campagnaro, roba
di ore, forse per entrambi) ri-
partirebbe lassalto a Rolando
e diverrebbe pi concreta
lidea (vociferata da mesi) di
Biabiany che tornerebbe al-
lInter. Il portoghese pupillo
di Mazzarri ma sta battaglian-
do col Porto; il francese ha ad-
dosso WBA, West Ham,
Schalke 04 ma vuole i neraz-
zurri. Il Parma chiede almeno
5-6 milioni, lInter ferma alla
met pi Schelotto. Per ora
no. Serve una cessione forte
quindi. Se in Islanda verr ipo-
tecata la qualificazione, oc-
chio alle accelerazioni im-
provvise.
RIPRODUZIONE RISERVATA
CEDI UNO... PRENDI DUE
Tre giocatori
in cerca di
futuro: 1
Fredy Guarin,
28 anni
2 Jonathan
Biabiany, 26
anni, Parma
3 Rolando,
28 anni,
rientrato al
Porto ma col
quale ha una
causa in
corso
LAPRESSE
ANSA
1
3
2
4
LE
SCHEDE
S
Fredy
Guarin
Interno
Il colombiano
nato a Puerto
Boyac il 30
giugno 1986.
Dopo aver
giocato
nellAtletico Huila
e nellEnvigado,
passato al
Boca Juniors e
poi al Saint-
Etienne, al Porto
e dal gennaio del
2012 allInter.
Jonathan
Biabiany
Ala,
seconda
punta
Il francese
nato a Parigi il
28 aprile del
1988. E
cresciuto nelle
giovanili
dellInter (dal
2004 al 2007)
poi andato a
giocare nel
Chievo, nel
Modena, nel
Parma ed
tornato in
nerazzurro nel
2010 segnando il
gol del 3-0 nella
finale del
Mondiale per
Club. Nel 2011 il
passaggio alla
Sampdoria e poi
ancora il Parma.
Rolando
Difensore
centrale
Il capoverdiano
naturalizzato
portoghese
nato a Sao
Vicente (Capo
Verde) il 31
agosto 1985: il
Porto lo ha
prestato prima
al Napoli e poi
allInter, che lo
rivorrebbe. Il d.t.
nerazzurro
Ausilio ha
offerto 2,5
milioni di euro, i
portoghesi
vogliono 5
milioni. Coi
lusitani ha il
contratto in
scadenza nel
2015.
TRATTATIVE, SEGRETI, AMARCORD
SPECIALE MERCAT
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
13

un affare una storia
ANDREA SCHIANCHI
aschianchi@gazzetta.it
VERTICI, RIUNIONI
E... TANTI SOLDI
E gli operai Fiat
fecero saltare
Meroni alla Juve
Estate 1967, Agnelli chiude laffare da 750 milioni
di lire, ma i lavoratori di fede granata minacciano
lo sciopero. E i bianconeri virano su... Gigi Simoni
Quando ballano cifre da
capogiro e si parla di acquisti
(o cessioni) che valgono quan-
to il fatturato annuale di una
piccola impresa, le storie del
calcio sintrecciano con quelle
delleconomia e della politica.
I dirigenti sportivi si riunisco-
no, ore e ore di discussioni,
ogni dettaglio viene pesato,
valutato, ponderato, i pro e i
contro, e alla fine conside-
rando tutto (e a volte anche il
suo contrario) si prende la de-
cisione. Berlusconi chiama a
raccolta i suoi collaboratori ad
Arcore, Agnelli fa lo stesso a
Torino, i Della Valle si trovano
e ragionano nel pensatoio
marchigiano, Thohir organiz-
za improvvisi vertici tra un
viaggio e laltro, magari utiliz-
zando il sistema della telecon-
ferenza. Il risultato finale, cio
lacquisto o la cessione di un
giocatore, sempre il frutto di
un dibattito. Poi lultima paro-
la, com ovvio, spetta a chi de-
ve aprire il portafoglio.
Ribellione Non sempre, tut-
tavia, il denaro fa la differen-
za. Lavvocato Agnelli, nel-
lestate del 1967, aveva gi
concluso lacquisto di Gigi Me-
roni dal Torino. Trattativa cla-
morosa, alla societ granata
sarebbero andati 750 milioni
di lire. Per la famiglia Agnelli i
soldi non erano certo un pro-
blema, ma lo diventarono in
quelloccasione: gli operai del-
la Fiat si ribellarono, ma come
si fa a spendere tanto per un
calciatore? Inoltre, quella vol-
ta, si aggiunse un problema: i
lavoratori della Fiat che erano
dichiaratamente tifosi del Toro
si organizzarono, protestarono
e minacciarono addirittura di
scioperare. Fu a quel punto che
lAvvocato si rese conto della
gravit della vicenda: poteva
permettersi di ignorare il mal-
contento dei suoi operai, con il
rischio di vedere interi reparti
di produzione bloccati dai pic-
chetti? Agnelli ne parl con i
collaboratori e con la famiglia,
in un lungo vertice nella villa
sulle colline di Torino, e alla fi-
ne sentenzi: non compriamo
pi Meroni. Il presidente gra-
nata Orfeo Pianelli riusc cos a
tenersi il gioiello pi prezioso e
alla Juve, come risarcimento
4
MOMENTI
DECISIVI
S
Estate 1967
Casa
Agnelli
LAvvocato ha
raggiunto
laccordo per
lacquisto di Gigi
Meroni dal
Torino. Gli
operai della Fiat
si ribellano e
minacciano lo
sciopero. Agnelli
parla con i
famigliari e
torna sulla sua
decisione:
lacquisto salta.
2 luglio
2001
Casa
Berlusconi
La Fiorentina
mette Rui Costa
sul mercato. Il
Parma si
accorda con la
societ viola,
ma interviene il
Milan.
Berlusconi,
dopo una lunga
riunione, d il
benestare e
sborsa 80
miliardi di lire.
Dicembre
2001
Casa Tanzi
Calisto Tanzi,
patron del
Parma, in
riunione con il
figlio Stefano, la
figlia Francesca
e i pi stretti
collaboratori.
Deve trovare il
sostituto di
Daniel
Passarella,
allenatore
appena
esonerato a
peso doro.
Durante il
vertice Tanzi
riceve una
telefonata che
gli comunica
limminente
tracollo
finanziario
dellArgentina,
paese dove la
Parmalat ha
forti interessi, e
decide che nel
calcio non si
possono buttare
i soldi: viene un
allenatore low
cost.
Accaddeoggi
DI VINCENZO CITO
Virdis, no alla Juve
Lo convince mamma
Adesso magari becchi un no da Berbatov
che ti preferisce il Fulham. Ma nel 1977 le
cose non funzionavano cos, i cartellini
appartenevano alle societ e mica potevi
rifiutare un trasferimento, tanto pi alla
Juve, retta dalla dinastia Agnelli, emblema
della Fiat, allora puntello delleconomia
italiana. Andava tanto in voga una frase, in
quegli anni Ci che va bene alla Fiat, va
bene al Paese. E alla Fiat, andava pi che
bene quel ragazzino , rivelazione lanno
prima in serie B col Cagliari, si chiamava
Pietro Paolo Virdis, aveva 20 anni, e giocava
attaccante. Contro ogni logica, il discolo
disse no, scatenando il finimondo. Ci fu
anche chi, in quei terribili anni di piombo,
attribu nel gesto un segno di rivolta verso le
classi sociali dominanti. Invece la
spiegazione fu disarmante. Sto tanto bene a
Cagliari, lo voglio portare in A, visto che
lanno scorso abbiamo mancato il traguardo
dopo gli spareggi. Che vengo a fare a
Torino?.
Come nacque, il caso si chiuse. Pi che
Boniperti, precipitatosi a casa del ragazzo
per fargli cambiare idea, pot mamm.
Figlio mio, vai vai. Altrimenti non ti fanno
giocare pi. Cos Virdis part per il
continente e 37 anni fa, di questi tempi, gi
segnava in amichevole i primi gol in maglia
bianconera. E quando poi si ripet in
campionato, fu subito ricompensato con una
licenza premio di due giorni a casa, per
vincere la nostalgia. Alla fine, come spesso
succede nel calcio e nella vita, tutti quegli
sforzi non valsero la candela. Non fu tutta
colpa del ragazzo, condizionato da
mononucleosi e reumatismi articolari, ma
quei tre anni alla Juve - e il suo ritorno nel
1981-82 - non lasciarono il segno. Pietro
Paolo, semmai, divent Virdis anni dopo,
alla corte del Milan. Con Sacchi rifior e fu
sua la doppietta a Napoli il 1 maggio 1988,
da cui cominci lepoca doro di Arrigo. E,
finalmente, ebbe un senso quel titolo troppe
volte cancellato in redazione: venne, vide,
Virdis.
RIPRODUZIONE RISERVATA
danni, gir Gigi Simoni. Non
proprio la stessa cosa...
Peso Frequenti i vertici ad
Arcore, quando Silvio Berlu-
sconi, tra un discorso politico e
laltro, decide anche il destino
del Milan. Nellestate del 2001,
sul tavolo del mercato, il piatto
pi prelibato Rui Costa. La
Fiorentina di Cecchi Gori, per
salvarsi, deve venderlo. Il Par-
ma si accorda con la societ vi-
ola, ma il portoghese non ne
vuole sapere di trasferirsi in
Emilia. Il suo sogno il Milan.
Galliani lavora nellombra,
convince il procuratore, lima le
cifre sui contratti. Ma, alla fi-
ne, c bisogno di tirar fuori
dalla cassaforte 80 miliardi di
lire: solo Berlusconi pu dare il
via alloperazione. Qui entra in
ballo la politica, perch lallora
cavaliere anche presidente
del consiglio in carica e il peso
del ruolo si fa sentire nella trat-
tativa. Dopo una lunga riunio-
ne ad Arcore, alla mezzanotte
di luned 2 luglio 2001, arriva
il s. Galliani alza il calice di
champagne e dice: Questo af-
fare una pazzia da ricovero
ospedaliero. Ma nel calcio sia-
mo tutti matti.
Risparmi La passione, per, a
volte va tenuta a freno. Calisto
Tanzi, patron del Parma, nel
dicembre del 2001, era alle
prese con uno dei pi grandi
flop della sua esperienza calci-
stica: Daniel Passarella. Come
allenatore dur cinque partite
di campionato e ricevette la
bellezza di 5 miliardi di lire. Si
trattava di trovare il sostituto,
serviva un profilo adeguato a
una squadra che, al tempo, era
nelllite del calcio italiano.
Megariunione negli uffici della
Parmalat, a Collecchio. Circo-
lano diversi nomi, qualcuno
viene pure contattato. Poi Tan-
zi si assenta per una decina di
minuti, il vertice sinterrompe:
il tempo di una sigaretta e di
un caff, mentre il cavaliere di-
scute al telefono. Quando rien-
tra nella sala del vertice, scu-
ro in volto. I collaboratori gli
sottopongono alcuni soluzio-
ni, ma lui tronca tutti i discorsi:
LArgentina sta per fallire, la
gente sta assaltando i super-
mercati di Buenos Aires, non
so quanti soldi stiamo perden-
do... Ah, gi, dobbiamo deci-
dere lallenatore del Parma: fa-
te voi, ma non voglio pi spen-
dere. Venne chiamato Carmi-
gnani, uomo di fiducia della
societ e, soprattutto, gi a li-
bro paga.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LA FARFALLA DEGLI ANNI SESSANTA
1 Gigi Meroni fu al centro di un caso di mercato nellestate del 1967. Il presidente del Torino Orfeo
Pianelli lo aveva ceduto alla Juve per 750 milioni di lire. 2 Lavvocato Agnelli blocc loperazione per
la protesta degli operai Fiat di fede granata. 3 Gigi Simoni and alla Juve al posto di Gigi Meroni
1 2
3
TRATTATIVE, SEGRETI, AMARCORD
14
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

SERIE A
SPECIALE MERCAT
CONSIGLI
DRAME
ZAPPACOSTA
ATALANTA
4-4-1-1
STENDARDO
BONAVENTURA
CIGARINI
CARMONA
ESTIGARRIBIA
MORALEZ
DENIS
ALL. COLANTUONO CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
3 mln
2 mln
BENALOUANE
Si attendono sviluppi sul fronte Bo-
naventura: il centrocampista nel
nel mirino della Fiorentina, ma do-
po lacquisto di Marko Marin linte-
resse dei viola sembra essersi raf-
freddato. Se la societ di Della Val-
le dovesse vendere Cuadrado la si-
tuazione potrebbe sbloccarsi e
dare nuova linfa al mercato neraz-
zurro. In attacco il nome di Obinna
sempre attuale. In uscita Brienza,
sempre pi vicino al Cesena.
ACQUISTI Dram (d, Chievo); Cherubin
(d, Bologna); DAlessandro (c, Cesena);
Molina (c, Modena, fp); Zappacosta (d,
Avellino, fp); Canini (d, Juve Stabia, fp);
Gagliardini (c, Cesena, fp); Suagher (d,
Crotone, fp); Boakye (a, Elche); Biava
(d, Lazio), Spinazzola (a, Siena); R.
Bianchi (a, Bologna); Rosseti (a, Siena).
CESSIONI Yepes (d, Independiente);
Livaja (a, Rubin Kazan); Cazzola (c, Ce-
sena); Giorgi (c, Cesena); M. Kone (c,
Avellino); Nica (d, Cesena); Lucchini (d,
Cesena); De Luca (a, Bari); Bentan-
court (a, Bologna).
OBIETTIVI Obinna (a, Lokomotiv Mo-
sca); Zielinski (c, Udinese); Kurtic (c,
Sassuolo); Gargano (c, Napoli); Wolski
(a, Fiorentina).
Tutto dipende
da Bonaventura
Countdown Obinna
CAPUANO
COLOMBI
PISANO ROSSETTINI MURRU
DESSENA CONTI EKDAL
IBARBO SAU COSSU
CAGLIARI
4-3-3
ALL. ZEMAN NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,5 mln
6 mln
Il grande colpo del Cagliari a cen-
trocampo potrebbe concretizzarsi
nelle prossime ore: il d.s. rossobl
Marroccu a Praga per trattare
con lo Sparta il centrocampista of-
fensivo Josef Husbauer, obiettivo
ormai acclarato dei sardi. Il conna-
zionale di Zeman, capocannoniere
dellultimo campionato ceco, fa-
vorito su Laxalt, a un passo dal-
lEmpoli.
ACQUISTI Balzano (d, Pescara); Bene-
detti (d, Padova); Capello (a, Bologna);
Colombi (p, Carpi); Crisetig (c, Croto-
ne); Longo (a, Rayo); Cragno (p, Bre-
scia); Caio Rangel (a, Flamengo); Don-
sah (c, Verona); Capuano (d, Pescara);
Farias (a, Sassuolo); Ceppitelli (d, Bari).
CESSIONI Oikonomou (d, Bologna);
Nen (a, Verona); Avramov (p, Torino);
Ibraimi (c, Maribor, fp); Vecino (c, Fio-
rentina, fp); Bastrini (d, Novara, fp); Sil-
vestri (p, Leeds, fp); Tabanelli (c, Cese-
na, fp); Perico (d, Cesena); Astori (d,
Roma); Del Fabro (d, Pescara); Pinilla
(a, Genoa).
OBIETTIVI Kurtic (c, Sassuolo); Botta
(a, Inter); Dielna (d, Olympiacos); Hu-
sbauer (c, Sparta Praga); Blandi (a,
San Lorenzo); Almunia (p, Watford).
Missione a Praga:
un boemo per Zeman
Husbauer a un passo
LUCCHINI
PERICO
ZE EDUARDO
BARDI
CAPELLI VOLTA
RENZETTI CASCIONE
COPPOLA
DEFREL MARILUNGO
CESENA
3-5-2
ALL. BISOLI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2 mln
1,9 mln
Lacquisto di Brienza sempre
pi vicino: al momento lui il rin-
forzo pi probabile per lattacco.
Come esterno offensivo il primo
obiettivo Carlos Carbonero del
River Plate, in rosa ai Mondiali
con la Colombia. La Roma po-
trebbe acquistarlo e girarlo in
prestito (anche perch non ha
pi posti liberi per gli extracomu-
nitari), ma prima i due club devo-
no riallacciare i rapporti dopo
laffare Tavecchio: il Cesena ha
fatto retromarcia allultimo, an-
dando con Lotito e contro i giallo-
rossi che volevano Albertini.
ACQUISTI Leali (p, Spezia); Nica (d,
Atalanta); Lucchini (d, Atalanta); Caz-
zola (c, Atalanta); Giorgi (c, Atalanta);
Tabanelli (c, Cagliari, fp); Mi. Djuric (a,
Cittadella, fp); Perico (d, Cagliari);
Magnusson (d, Spezia); Z Eduardo
(c, Ofi Creta); Bressan (p, Varese).
CESSIONI Campagnolo (p, svincola-
to); Coser (p, Vicenza); Camporese
(d, Bari); Consolini (d, svincolato);
Alhassan (c, Genoa, fp); Belingheri
(c, Livorno, fp); Gagliardini (c, Atalan-
ta, fp); DAlessandro (c, Atalanta).
OBIETTIVI Carbonero (c, River Pla-
te); Pulzetti (c, Bologna); Brienza (a,
Atalanta); Borriello (a, Roma); Rado-
sevic (c, Napoli); Ebagua (a, Spezia);
Pavoletti (a, Sassuolo).
Si avvicina Brienza
Carbonero come
nuova suggestione
GAMBERINI
BIRAGHI
IZCO
BIRSA
MEGGIORINI
BARDI
DAINELLI
FREY
RADOVANOVIC HETEMAJ
PALOSCHI
CHIEVO
4-3-3
ALL. CORINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,2 mln
5,8 mln
Continua il tira e molla tra Chievo e
Genoa per Cofie. La richiesta dei li-
guri ritenuta troppo alta per la so-
ciet scaligera. Resta sempre in li-
sta di partenza il portiere Puggioni
che, con larrivo di Bardi, si ritrova
nuovamente con la concreta possi-
bilit di fare il secondo. Si era par-
lato di un possibile scambio con
Sorrentino, che sarebbe nel mirino
della Juventus, scenario che po-
trebbe comunque liberare un po-
sto a Palermo per il portiere giallo-
bl. Calda la pista Bizzarri.
ACQUISTI Birsa (c, Milan); Meggiorini
(a, Torino); M. Lopez (a, Samp); Bardi
(p, Livorno); Biraghi (d, Catania); Edi-
mar (d, Cluj); Zukanovic (d, Gent); Man-
gan (c, Nancy); Bellomo (c, Spezia);
Seculin (p, Avellino, fp); Papp (d, A.
Giurgiu); Sestu (c, Samp, fp); Gamberini
(d, Genoa); Miranda (p, Sorrento); Izco
(c, Catania).
CESSIONI Thereau (a, Udinese);
Dram (d, Atalanta); Agazzi (p, Milan);
Obinna (a, Lokomotiv Mosca, fp); Gua-
rente (c, Empoli); Rubin (d, Modena);
Canini (d, Atalanta, fp); Paredes (a, Ro-
ma, fp); Bernardini (d, Livorno, fp); Clai-
ton (d, Crotone); Stoian (a, Bari); L. Ri-
goni (c, Palermo); Acosty (a, Modena),
Ardemagni (a, Latina).
OBIETTIVI Dessena (c, Cagliari); Cofie
(c, Genoa); Vecino (c, Fiorentina); Biz-
zarri (p, Genoa).
Tira e molla Cofie
Si scalda Bizzarri
se parte Puggioni
TONELLI RUGANI
HYSAJ
CROCE VALDIFIORI MORO
MACCARONE TAVANO
VERDI
BASSI
LAURINI
EMPOLI
4-3-1-2
ALL. SARRI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
0 mln
0 mln
Kurtic piace ancora
Bakic va allo Spezia
Attesa per Cuadrado
SAVIC GO. RODRIGUEZ
GOMEZ ROSSI
NETO
FIORENTINA
3-5-2
BASANTA
PIZARRO BORJA VALERO
PASQUAL CUADRADO
AQUILANI
ALL. MONTELLA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
1,1 mln
3,6 mln
Il mercato viola, in attesa di cono-
scere il futuro di Cuadrado, si
comunque mosso in uscita: in
dirittura darrivo il prestito allEm-
poli del centrocampista uruguai-
no Matias Vecino, per cui c an-
che laccordo con lagente del gio-
catore. Se ne va anche Bakic,
prestato allo Spezia. In entrata, si
guarda ancora al giovane difen-
sore francese Stambouli (Mon-
tpellier) e non si molla la pista
Kurtic (Sassuolo): si attendono
sviluppi nei prossimi giorni.
ACQUISTI Tatarusanu (p, Steaua Bu-
carest); Octvio (c, Botafogo); Beleck
(a, Udinese); Brillante (c, Newcastle
Jets); Camporese (d, Cesena, fp); Ve-
cino (c, Cagliari, fp); Lazzari (c, Udine-
se, fp); Babacar (a, Modena, fp); Ba-
santa (d, Monterrey); Bernardeschi
(a, Crotone, fp); Marin (c, Siviglia).
CESSIONI Rosati (p, Napoli, fp); Matri
(a, Genoa); Matos (a, Cordoba);
Compper (d, Lipsia); Rebic (a, Lipsia);
Zohore (a, Gteborg); Bakic (c, Spe-
zia).
OBIETTIVI Bonaventura (c, Atalan-
ta); Kurtic (c, Sassuolo); Fernando (c,
Shakhtar); Veloso (c, Dinamo Kiev);
Fernando Gaibor (c, Emelec); Peruzzi
(d, Catania); Stambouli (d, Montpel-
lier); Kurtic (c, Sassuolo).
Scatta la corsa a 3
per la difesa: Maza,
Silvestre e Duarte
Si lavora sempre per cercare un di-
fensore e un attaccante. Per il re-
parto difensivo, oltre alla pista Sil-
vestre (Inter), nel mirino anche del
Genoa, restano calde le trattative
per il messicano Maza Rodriguez
(America) e per il costaricano
Duarte (Bruges). Gli ultimi due han-
no costi elevati e i rosanero prova-
no a lavorare per abbassare le pre-
tese. In attacco si aspetta locca-
sione giusta, come un last minute
su Pavoletti. Infine il Palermo ha re-
scisso il contratto del difensore
portoghese Nelson col consenso
del giocatore.
ACQUISTI Chochev (a, Cska Sofia);
Mantovani (d, Bologna, fp); Della Rocca
(c, Bologna, fp); Nelson (d, Almeria, fp);
L. Varela (c, Bari); Quaison (c, Aik); L.
Rigoni (c, Chievo); Feddal (d, Siena).
CESSIONI Lafferty (a, Norwich); Verre
(c, Perugia); Troianiello (c, Bologna);
Stevanovic (c, Bari); Goldaniga (d, Pe-
rugia).
OBIETTIVI Duarte (d, Bruges); Cigarini
(c, Atalanta); Pavoletti (a, Sassuolo);
Rispoli (d, Parma); Felipe (d, Parma);
Marrone (c, Juve); Pozzi (a, Parma); No-
varetti (d, Lazio); Campagnaro (d, In-
ter); Silvestre (d, Inter); Maza Rodri-
guez (d, Cruz Azul).
VIVIANO
SAMPDORIA
4-3-3
ALL. MIHAJLOVIC CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,6 mln
5,4 mln
FORNASIER REGINI
GASTALDELLO DE SILVESTRI
PALOMBO KRSTICIC SORIANO
GABBIADINI EDER BERGESSIO
MATO
ACQUISTI De Vitis (c, Carpi, fp);
Cacciatore (d, Verona); Rizzo (c,
Modena, fp); Gavazzi (c, Vicenza,
fp); Fedato (a, Catania); Duncan (c,
Livorno); Campaa (c, Crystal Pala-
ce); Bergessio (a, Catania); Viviano
(p, Palermo).
CESSIONI M. Lopez (a, Chievo); Se-
stu (c, Chievo, fp); Rodriguez (c,
Gremio); Bjarnason (c, Pescara); G.
Berardi (d, Leeds); Falcone (p, Co-
mo); Tozzo (p, Novara); Renan (c, Al
Nasr); Mustafi (d, Valencia).
OBIETTIVI Silvestre (d, Inter); Bri-
tos (d, Napoli); Campagnaro (d, In-
ter); Romagnoli (d, Roma); Tavares
(d, Estoril); Coates (d, Liverpool).
SORRENTINO
PALERMO
3-5-2
MILANOVIC MUOZ
BOLZONI
LAZAAR
BARRETO
PISANO
HERNANDEZ VAZQUEZ
L. RIGONI
FEDDAL
ALL. IACHINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
4,5 mln
4,2 mln
Il mercato giallobl ruota attorno al-
la possibile cessione di Biabiany:
lesterno francese piace sempre a
Inter (con Schelotto come contro-
partita) e West Bromwich, ma finora
le offerte giunte sul tavolo di Leo-
nardi non hanno convinto. In entrata
i nomi pi caldi riguardano sempre
lalternativa a Marchionni, con Lodi
e Bellomo in pole position.
ACQUISTI Iacobucci (p, Latina, fp); Pi-
gliacelli (p, Reggina, fp); Mendes (d,
Sassuolo, fp); Rispoli (d, Ternana, fp);
Santacroce (d, Padova, fp); Ristovski
(d, Latina, fp); Musacci (c, Padova, fp);
Ninis (c, Salonicco, fp); Belfodil (a, Li-
vorno); Jorquera (a, Eskisehirspor, fp).
CESSIONI Schelotto (c, Inter, fp); Gar-
gano (c, Napoli, fp); Obi (c, Inter, fp);
Parolo (c, Lazio); Vergara (d, Avellino);
J. Rossini (d, Bari); Munari (c, Watford).
OBIETTIVI Lodi (c, Catania); Manfredi-
ni (d, Sassuolo); Galano (c, Bari); Crimi
(c, Bari); Schelotto (c, Inter); Bellomo
(c, Chievo); Obinna (a, Lokomotiv Mo-
sca).
Vice-Marchionni:
Lodi e Bellomo
i nomi pi caldi
MIRANTE
PARMA
4-3-3
LUCARELLI GOBBI PALETTA CASSANI
MARCHIONNI MAURI ACQUAH
CASSANO BIABIANY BELFODIL
ALL. DONADONI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
5,5 mln
5 mln
Se parte Benatia
la Roma va su Basa,
Manolas o Chiriches
DE SANCTIS
ROMA
4-3-3
BENATIA CASTAN MAICON
DE ROSSI STROOTMAN PJANIC
TOTTI GERVINHO ITURBE
COLE
ALL. GARCIA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2,6 mln
39,5 mln
Tiene banco il caso Benatia. E cos
il d.s. Sabatini costretto a lavora-
re in maniera parallela sulleven-
tuale sostituto del marocchino. I
nomi preferiti sul taccuino sono
quelli di Manolas, greco dellOlym-
piacos, e di Basa del Lilla, che il tec-
nico Rudi Garcia ha gi allenato in
Francia. Occhio anche al romeno
Chiriches del Tottenham. Un acqui-
sto potrebbe arrivare anche in at-
tacco. In prima fila c Konoplyanka
del Dnipro, ma a Trigoria viene se-
guito anche lolandese Lens. Da
non escludere anche i nomi di Jove-
tic e Jackson Martinez.
ACQUISTI A. Cole (d, Chelsea); Ema-
nuelson (d, Milan); Uan (c, Fener-
bahe); S. Keita (c, Valencia); Paredes
(c, Chievo, fp); Sanabria (a, Sassuolo,
fp); Iturbe (a, Verona); Astori (d, Caglia-
ri).
CESSIONI Dod (d, Inter); Jedvaj (d,
Bayer Leverkusen); F. Ricci (a, Croto-
ne); Taddei (c, Perugia); Toloi (d, San
Paolo, fp); Bastos (c, Al Ain, fp).
OBIETTIVI Basa (d, Lilla); Vlaar (d,
Aston Villa); Santon (d, Newcastle);
Darmian (d, Torino); Rolando (d, Porto);
Luiz Adriano (a, Shakhtar); Campagna-
ro (d, Inter); Manolas (d, Olympiacos);
Konoplyanka (a, Dnipro); Chiriches (d,
Tottenham); Kalou (a, Lilla); Lens (Dina-
mo Kiev); Jovetic (a, Manchester City);
Jackson Martinez (a, Porto).
Dopo Matias Vecino per il quale
manca solo lufficialit (dopo lok
della Fiorentina arrivato anche il
via libera del giocatore), il ds em-
polese Carli ha messo la freccia
portandosi a un passo da Diego
Laxalt, lesterno uruguaiano del-
lInter, lo scorso anno al Bologna.
Superata la concorrenza dellAl-
meria, arriver con la formula del
prestito con diritto di riscatto. In
stand by le trattative per Zielinski
(Udinese), come il sogno di ripor-
tare Saponara (Milan) in Toscana
negli ultimi giorni di mercato.
ACQUISTI Aguirre (a, Liverpool Mon-
tevideo); Rovini (a, Udinese); Sepe (p,
Napoli); Guarente (c, Chievo); Bian-
chetti (d, Verona).
CESSIONI Pratali (d, Viareggio).
OBIETTIVI Cataldi (c, Lazio); Laxalt (c,
Inter); Saponara (c, Milan); Vecino (c,
Fiorentina); Wolski (c, Fiorentina);
Camporese (d, Fiorentina); Zielinski (c,
Udinese); Rizzo (c, Sampdoria).
Sampdoria, Viviano c
pressing per Coates
Ostacoli sullingaggio
per Campagnaro:
le alternative sono
Tavares e Britos,
ma Benitez fa muro
ALESSANDRO RUSSO
Porta sistemata e nuovo
colpo per Ferrero. Viviano ha
firmato ieri con la Sampdoria
e torna in Italia dopo la paren-
tesi allArsenal. In blucerchia-
to via Palermo, il portiere arri-
va in prestito con diritto di ri-
scatto (fissato a 4 milioni) e
controriscatto (fissato a 2). Da
Londra a Genova, sponda blu-
cerchiata, Viviano (che ha
scelto la maglia numero 2 e
firmato con opzione in caso di
permanenza alla Samp) avr
la possibilit di rilanciarsi. La
questione portiere comun-
que in movimento, con Rome-
ro (arrivato ieri a Bogliasco)
in cerca di sistemazione. Lar-
gentino piace al Marsiglia. Da
valutare Da Costa, per il quale
c unofferta dalla Turchia. Si
lavora sempre per Benassi dal
Lecce, in uno scambio che ve-
drebbe il passaggio di Scappi-
ni e Sampietro ai salentini.
Campagnaro e gli altri Poi si
passer alla difesa dove, il d. s.
Osti, cerca un sostituto a Mu-
stafi ceduto al Valencia. Da
qualche giorno sono in corso
contatti con lInter per Cam-
pagnaro. Al momento per si
registra una netta distanza tra
le richieste del difensore e le
intenzioni della Samp, sia sul-
la durata del contratto (il gio-
catore chiede un biennale),
che sullentit dello stesso, 1,5
milioni di euro. Non mancano
le piste alternative, come Coa-
tes, uruguaiano di passaporto
spagnolo in forza al Liverpool,
il prestito di Romagnoli (Ro-
ma), o il francese Tavares del-
lEstoril. Ma il sondaggio del
Napoli per Obiang potrebbe
riaprire la corte a Britos (Beni-
tez continua a fare muro).
RIPRODUZIONE RISERVATA
Blitz per Laxalt
Luruguaiano ora
ad un passo
Smartphone Android
5,5 millimetri di
esclusiva eleganza
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
15

SERIE A
Mbaye manca la
firma per il prestito
Serve un difensore
Sciolto il nodo rinnovo con lInter,
Mbaye pu finalmente arrivare in
rossobl. Il giovane difensore se-
negalese ha firmato un contratto
fino al 2017 coi nerazzurri e guada-
gner 600mila euro a stagione. Ora
si trasferir al Genoa con la formu-
la del prestito con diritto di riscatto
e controriscatto da parte dellInter.
Chiusa questa operazione, Prezio-
si dovr comunque trovare un di-
fensore per Gasperini: Silvestre
sempre il primo obiettivo, ma c da
lottare col Palermo per averlo.
ACQUISTI Matri (a, Fiorentina); Perotti
(c, Siviglia); Ragusa (c, Pescara, fp); Im-
prota (a, Padova, fp); Izzo (d, Avellino);
Alhassan (c, Cesena, fp); Santana (c,
Olhanense, fp); Sampirisi (d, Olhanense
fp); Rosi (d, Sassuolo); Greco (c, Livorno);
Lamanna (p, Siena); Marsura (a, Udinese);
Rincon (c, Amburgo); Iago (c, Rayo Valle-
cano); Pinilla (a, Cagliari); Ponti (a, Mode-
na); Edenilson (d, Corinthians).
CESSIONI Sculli (a, Lazio, fp); Centurion
(c, Racing); Konate (a, Krasnodar, fp); De
Ceglie (d, Juve, fp); Gilardino (a, Guang-
zhou); Matuzalem (c, resc. cons.); Motta
(d, Juve, fp); Vrsaljko (d, Sassuolo); Gam-
berini (d, Chievo); Donnarumma (p, Bari).
OBIETTIVI Campagnaro (d, Inter);
Roncaglia (d, Fiorentina); Mbaye (d, In-
ter); Britos (d, Napoli); Pavoletti (a,
Sassuolo); Silvestre (d, Inter).
DE MAIO BURDISSO MARCHESE
KUCKA
PERIN
GENOA
3-4-3
ROSI
PEROTTI MATRI
RINCON STURARO
ANTONELLI
ALL. GASPERINI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,5 mln
7 mln
Nonostante i tanti pretendenti,
Laxalt (che ieri pomeriggio ha la-
sciato Appiano Gentile) si acca-
ser ad Empoli: oggi firmer per il
club toscano, cos come ieri
Mbaye ha firmato il prolunga-
mento con lInter fino al 2017, in
attesa della destinazione Genoa.
E proprio il Genoa resta interes-
sato a Silvestre, che in Lista Ue-
fa per i playoff di Europa League:
non come Kuzmanovic e Campa-
gnaro, che potrebbero salutare
lInter. Schelotto, intanto, attende
il Parma: di mezzo c sempre lin-
teresse nerazzurro per Biabiany.
ACQUISTI Vidic (d, Man. United); Do-
d (d, Roma); Berni (p, Torino); Obi (c,
Parma, fp), Schelotto (c, Parma, fp);
Silvestre (d, Milan, fp); MVila (c, R.
Kazan); Mbaye (c, Livorno, fp); Krhin
(c, Bologna, fp); Laxalt (c, Bologna,
fp); Belec (p, Olhanense, fp); Osvaldo
(a, Juve); Medel (c, Cardiff).
CESSIONI Cambiasso (c, svincola-
to); Zanetti (d, ritiro); Rolando (d, Por-
to, fp); Samuel (d, Basilea); Milito (a,
Racing); Castellazzi (p, svincolato);
Mudingayi (c, svincolato); Taider (c,
Southampton).
OBIETTIVI Rolando (d, Porto); Ba-
lanta (d, River Plate); Hernandez (a,
Man. United); Biabiany (c, Parma);
Cerci (a, Torino).
Out dallEuropa,
Kuz e Campagnaro
verso la cessione
RANOCCHIA JUAN JESUS
ICARDI PALACIO
HANDANOVIC
INTER
3-5-2
MEDEL
DODO
VIDIC
HERNANES KOVACIC
NAGATOMO
ALL. MAZZARRI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2 mln
4,6 mln
Con il tour dOriente ancora in cor-
so, a tenere banco la questione
portiere. Al momento la Juventus
stoppa luscita di Storari richiesto
dal Sassuolo. Per il resto, i bian-
coneri lavorano sotto traccia per
altri due rinforzi, uno in difesa e
uno a centrocampo. Senza una
cessione eccellente (Vidal) sar
difficile puntare nomi altisonanti:
pi probabile un colpo last minute
per entrambe le caselle.
ACQUISTI Coman (c, Psg); Evra (d,
Man. United); Marrone (c, Sassuolo,
fp); Motta (d, Genoa, fp); De Ceglie (d,
Genoa, fp); Ziegler (d, Sassuolo, fp);
Pasquato (a, Padova); Morata (a, Real
Madrid); Pereyra (c, Udinese); Romulo
(c, Verona).
CESSIONI Vucinic (a, Al-Jazira); Pe-
luso (d, Sassuolo); Osvaldo (a, In-
ter); Quagliarella (a, Torino); Isla (c,
Qpr).
OBIETTIVI Nastasic (d, Manchester
City); Savic (d, Fiorentina); Etoo (a,
svincolato); Manolas (d, Olympia-
cos); Vlaar (d, Aston Villa); Lucas
Silva (d, San Paolo); Lavezzi (a, Psg);
Jovetic (a, Manchester City); Sor-
rentino (p, Palermo); Pastore (c,
Psg); Nani (c, Manchester United);
Hernandez (a, Manchester United).
Se non parte Vidal,
solo un last minute
per difesa e attacco
CACERES BONUCCI CHIELLINI
LLORENTE TEVEZ
BUFFON
JUVENTUS
3-5-2
EVRA
VIDAL PIRLO POGBA
LICHTSTEINER
ALL. ALLEGRI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
14,8 mln
36,8 mln
Sono il serbo Stankovic (Partizan
Belgrado) e luruguayano Rolin (Ca-
tania) i nuovi obiettivi della difesa.
che si aggiungono allelenco di no-
mi gi noti, dal quale va per can-
cellato il brasiliano Mendes, in pro-
cinto di firmare per gli arabi dellEl
Jaish. Si muove anche il mercato in
uscita. Cavanda-Amburgo que-
stione di ore, mentre Ciani stato
chiesto dal Lens ed sempre se-
guito dal Crystal Palace. Intanto Vi-
nicius (convocato nella nazionale
brasiliana under 21) a un passo
dalla cessione in prestito al Peru-
gia. Mentre il giovane Antic pu es-
sere parcheggiato alla Ternana,
dove gi stato piazzato Crecco.
ACQUISTI Parolo (c, Parma); Basta (d,
Udinese); Djordjevic (a, Nantes); Catal-
di (c, Crotone, fp); Vinicius (d, Padova,
fp); Sculli (a, Genoa, fp); De Vrij (d,
Feyenoord); Braafheid (d, Hoffenheim).
CESSIONI Biava (d, Atalanta); Dias (d,
svincolato); Crecco (c, Ternana).
OBIETTIVI De Maio (d, Genoa); Paletta
(d, Parma); Vlaar (d, Aston Villa); Bruma
(d, Psv); Lugano (d, svincolato); Kaboul
(d, Tottenham); Balanta (d, River Plate);
Stankovic (d, Partizan Belgrado); Rolin
(d, Catania).
Stankovic e Rolin
i nuovi obiettivi
per la retroguardia
MARCHETTI
BASTA DE VRIJ
LAZIO
4-3-3
CANA RADU
BIGLIA
CANDREVA
LEDESMA PAROLO
KEITA KLOSE
ALL. PIOLI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
0 mln
18,4 mln
Dopo larrivo e le visite mediche
per Diego Lopez ed Armero, il
mercato rossonero attende una
strategia per arrivare ai due
obiettivi principali: Cerci e Dze-
maili. La tattica dovrebbe uscire
dal vertice di oggi ad Arcore tra
Berlusconi, Galliani ed il tecnico
Inzaghi, che presenter le sue ri-
chieste alla societ. Nel frattem-
po, torna di moda anche il nome di
Douglas Costa dello Shakhtar, co-
s come quello di Lavezzi del Psg.
Nessuna novit sul fronte Taarabt,
che si allontana ogni giorno di pi.
ACQUISTI Menez (c, Psg); Agazzi (p,
Chievo); Albertazzi (d, Verona); Alex
(d, Psg); Didac Vil (d, Betis, fp); Niang
(a, Montpellier, fp); Diego Lopez (p,
Real Madrid); Armero (d, West Ham).
CESSIONI Petagna (a, Latina); Kak
(c, San Paolo); Emanuelson (d, Roma);
Amelia (p, svincolato); Birsa (c, Chie-
vo); Taarabt (c, Qpr, fp); Silvestre (d,
Inter, fp); Coppola (p, Bologna); Con-
stant (d, Trabzonspor); Robinho (a,
Santos).
OBIETTIVI Cerci (a, Torino); Criscito
( d, Zeni t ) ; Dougl as Cost a ( a,
Shakhtar); Campbell (a, Arsenal); Dze-
maili (c, Napoli); Taarabt (c, Qpr); La-
vezzi (a, Psg).
Incontro ad Arcore:
uscir la strategia
per Cerci-Dzemaili
MILAN
4-3-3
DE SCIGLIO RAMI
MUNTARI DE JONG POLI
MENEZ
ALEX ARMERO
DIEGO LOPEZ
EL SHAARAWY BALOTELLI
ALL. INZAGHI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
2,6 mln
0,5 mln
De Guzman il nome
nuovo per Benitez
Fernandez in uscita
RAFAEL
NAPOLI
4-2-3-1
ALBIOL GHOULAM
CALLEJON HAMSIK
HIGUAIN
MERTENS
ZUNIGA
JORGINHO INLER
ALL. BENITEZ CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
4,3 mln
5 mln
KOULIBALY
Il nome nuovo quello di Jonathan
De Guzman, propriet del Villarreal
ma da due anni in prestito allo
Swansea. Sarebbe alternativo a
Lucas Leiva, non a caso anche per
lolandese la formula di acquisto
prescelta dal Napoli sarebbe il pre-
stito. Per Fellaini il problema la ci-
fra che il Napoli dovrebbe spende-
re per portarlo in azzurro per una
sola stagione. Ai dettagli Fernan-
dez allo Swansea.
ACQUISTI Koulibaly (d, Genk); Andujar
(p, Catania); Gargano (c, Parma, fp);
Rosati (p, Fiorentina, fp); Vargas (a, Va-
lencia, fp); Fideleff (d, Tigre, fp); Dona-
del (c, Verona, fp); Dumitru (a, Reggina,
fp); Ciano (a, Avellino, fp); Maiello (c,
Ternana, fp); Michu (a, Swansea).
CESSIONI Reina (p, Bayern); Reveillere
(d, svincolato); Doblas (p, svincolato);
Bariti (c, svincolato); Behrami (c, Am-
burgo); Fornito (c, Cosenza).
OBIETTIVI Lucas Leiva (c, Liverpool);
Fellaini (c, Man. United); Camacho (Ma-
laga); Manolas (d, Olympiacos); Agger
(d, Liverpool); De Guzman (c, Villarreal).
PADELLI
TORINO
3-5-2
BOVO GLIK MORETTI
EL KADDOURI
VIVES DARMIAN
CERCI
NOCERINO
MOLINARO
QUAGLIARELLA
ALL. VENTURA CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
10 mln
16,7 mln
I granata lavorano per sfoltire la
rosa, in particolare su due fronti. Il
primo Gazzi, chiesto dal Bari: il
giocatore per vuole chiudere la
carriera in A, spingendo i pugliesi a
valutare altri nomi (Pazienza). Lal-
tro Basha, in fase di recupero da
un infortunio, che ha bloccato la
trattativa con lo Young Boys prima
e col Catania poi. In entrata, il Tori-
no non distoglie gli occhi da Zielin-
ski, classe 94, trequartista del-
lUdinese. Piacciono altri giocatori
offensivi: Botta dellInter e Zapata
del Napoli, in primis. Altro obietti-
vo, per la difesa, Faraoni dellUdi-
nese, rientrato dal prestito al Wa-
tford.
ACQUISTI Jansson (d, Malm); Marti-
nez (a, Young Boys); Molinaro (d, Par-
ma); Nocerino (c, West Ham); Benassi
(c, Livorno); Perez (c, Elche); Peres (d,
Santos); Sanchez Mio (c, Boca Ju-
niors); Quagliarella (Juve); Avramov (p,
Cagliari); Gaston Silva (d, Defensor).
CESSIONI Immobile (a, Borussia Dort-
mund); L. Gomis (p, Trapani); Berni (p,
Inter); Meggiorini (a, Chievo); Pasquale
(d, Udinese, fp); Tachtsidis (c, Verona);
Gu. Rodriguez (d, Verona); A. Gomis (p,
Avellino); Chiosa (d, Avellino).
OBIETTIVI Mantovani (d, Palermo); D.
Zapata (a, Napoli); Faraoni (d, Udinese);
Okaka (a, Sampdoria); Botta (a, Inter);
Zielinski (c, Udinese).
Gazzi e Basha sono
difficili da piazzare
Si tratta per lattacco
SCUFFET
UDINESE
3-5-2
HEURTAUX DANILO DOMIZZI
G. SILVA
FERNANDES ALLAN
WIDMER
DI NATALE MURIEL
ALL. STRAMACCIONI NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
8,5 mln
9,2 mln
GUILHERME
Karnezis-Benfica:
questione di giorni
Kone, nulla si muove
I bianconeri sono oggetto dellinte-
resse di diverse squadre di A: Nico
Lopez piace molto al Verona, che lo
vuole in prestito, dopo che luru-
guaiano ha rifiutato il Bologna. Il
Torino chiede Faraoni per la difesa,
e Zielinski per il centrocampo. Nes-
suna novit sul fronte Kone: si at-
tendono sviluppi nei prossimi gior-
ni. Infine il portiere greco Karnezis
ormai vicinissimo al Benfica: il
suo procuratore a Lisbona per li-
mare i dettagli.
ACQUISTI Belmonte (d, Siena); Boch-
niewicz (d, Reggina); Camigliano (d,
Brescia); Jaadi (c, Anderlecht); Faraoni
(d, Watford, fp); Molla Wague (d, Caen,
fp); A. Zapata (c, Envigado); Thereau (a,
Chievo); Riera (c, Watford); Karnezis (p,
Granada); Pasquale (d, Torino, fp); Gui-
lherme (c, Corinthians); Piris (d, Depor-
tivo Maldonado); Hallberg (c, Kalmar).
CESSIONI Basta (d, Lazio); Maicosuel
(c, Atletico Mineiro); Beleck (a, Fioren-
tina); Rovini (a, Empoli); Lazzari (c, Fio-
rentina, fp); Pereyra (c, Juve).
OBIETTIVI Kone (c, Bologna); Puggioni
(p, Chievo); Zapata (a, Napoli); Amauri
(a, Parma).
LEGENDA
I dati sui milioni di euro spesi per gli ac-
quisti e incassati per le cessioni si riferi-
scono solo ai cambi di maglia.
IN GIALLO I NUOVI ACQUISTI
Storari si raffredda
Si lavora sempre
per Cigarini e Kucka
Si raffredda la trattativa con la Ju-
ventus per portare Storari in Emi-
lia. I bianconeri hanno stoppato la
sua cessione. I dirigenti neroverdi,
che sperano in un ripensamento
bianconero, si guardano intorno e
valutano Bizzarri e Lamanna del
Genoa, mentre tramonta la pista
Sorrentino (Palermo). In mediana si
lavora sempre per Cigarini (Atalan-
ta) e per Kucka, nellipotesi di uno
scambio con Pavoletti e conguaglio
a favore dei liguri. Il Sassuolo offre
3 milioni, il Genoa chiede 4.
ACQUISTI Peluso (d, Juve); Pavoletti
(a, Varese, fp); Vrsaljko (d, Genoa).
CESSIONI Rosi (d, Genoa); Ziegler (d,
Juve, fp); Marrone (c, Juve, fp); Alexe
(a, D. Bucarest, fp); Sanabria (a, Roma,
fp); Masucci (a, Frosinone); Pucino (d,
Pescara); Perilli (p, Pro Patria); Farias
(a, Cagliari).
OBIETTIVI Bernardeschi (a, Fiorenti-
na); Cofie (c, Genoa); Carrera (d, S. A.
Montevideo); Cigarini (c, Atalanta); Ca-
prari (a, Pescara); Diaz (c, Basilea),
Agazzi (p, Milan); Puggioni (p, Chievo);
Kucka (c, Genoa); Bizzarri (p, Genoa);
Lamanna (p, Genoa); Obiang (c, Samp);
Storari (p, Juventus); Sorrentino (p, Pa-
lermo).
POMINI
SASSUOLO
4-3-3
TERRANOVA
CANNAVARO
MAGNANELLI BRIGHI BIONDINI
BERARDI ZAZA SANSONE
VRSALJKO
PELUSO
ALL. DI FRANCESCO CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
0,5 mln
3,5 mln
RAFAEL
LUNA MARTIC
OBBADI
CHRISTODOULOPOULOS
TACHTSIDIS
VERONA
4-3-3
MARQUEZ MORAS
HALFREDSSON
TONI
GOMEZ
ALL. MANDORLINI CONF.
Tot. entrate
Tot. uscite
33,4 mln
22 mln
ACQUISTI Ionita (c, Aarau); Martic (d,
San Gallo); Gollini (p, Man. United);
Chanturia (a, Cluj); Christodoulopoulos
(c, Bologna); Obbadi (c, Monaco); Valo-
ti (c, AlbinoLeffe); Tachtsidis (c, Tori-
no); Nen (a, Cagliari); Gu. Rodriguez
(d, Torino); Luna (d , Aston Villa); Mar-
quez (d, Len).
CESSIONI Cacciatore (d, Sampdoria);
Albertazzi (d, Milan); Martinho (c, Cata-
nia); Cirigliano (c, River Plate, fp); Pillud
(d, Racing, fp); Donadel (c, Napoli, fp);
Marquinho (c, Al-Ittihad); Cacia (a, Bo-
logna); Iturbe (a, Roma); Donsah (c,
Cagliari); Maietta (d, Bologna); Romulo
(c, Juve); Rabusic (a, Perugia); Nicolas
(p, Lanciano).
OBIETTIVI N. Lopez (a, Udinese); L.
Evangelista (c, San Paolo); Villalba (a,
San Lorenzo); Mazzotta (d, Crotone).
Nico Lopez sceglie Verona
E Rodriguez si presenta
LUCA SIDOTI
ALESSANDRO DE PIETRO
Ieri a Bad Kleinkirchheim
(Austria) stato il Rodriguez
day. Non si tratta del celebre co-
lombiano James, ma dellomoni-
mo uruguaiano Guillermo, inne-
sto importante per il Verona, che
lha presentato nel ritiro austria-
co. Il trentenne difensore centra-
le arrivato dal Torino a titolo
definitivo e si legato ai veronesi
per due stagioni. Lex granata
unulteriore alternativa per
Mandorlini, che adesso ha ben
cinque difensori centrali, ma con
unet media superiore ai 30 an-
ni, che suggerisce cautela e tur-
nover. Rodriguez ritrova Gonza-
lez e Moras, con cui ha gi gioca-
to rispettivamente al Pearol e al
Cesena, che lo hanno aiutato ad
ambientarsi nel nuovo gruppo.
Nico Lopez Da ieri ci sono im-
portanti novit anche sul fronte
attacco. Nico Lopez ha rifiutato
la destinazione Bologna, ma do-
vrebbe comunque lasciare lUdi-
nese per arrivare proprio in gial-
lobl: il nodo la formula del
prestito, che dovrebbe essere
con diritto di riscatto e non sec-
co, per accontentare il Verona. Il
21enne uruguaiano un vecchio
pallino del d.s. Sogliano, che
laveva gi chiesto a Sabatini, in-
sieme con lo statunitense Brad-
ley, lestate scorsa, quando i due
erano alla Roma. Lopez, secon-
do miglior giocatore dellultimo
Mondiale Under 20 (dopo Pog-
ba), non occupa nessuno dei due
posti per gli extracomunitari, la-
sciando aperta la pista che porta
a Lucas Evangelista e a un possi-
bile ulteriore acquisto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Guillermo Rodriguez, 30 anni LIVERANI
Smartphone Android
5,5 millimetri di
esclusiva eleganza
16
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

SERIE B E LEGA PRO
SPECIALE MERCAT
la situazione
I MOVIMENTI DELLE SQUADRE DI SERIE B
AVELLINO
ALLENATORE Rastelli (con-
fermato).
ARRIVI Frattali (p, Cosenza),
Bavena (p, Portogruaro), Pe-
tricciuolo (d, Savoia), Vergara
(d, Milan), Visconti (d, Cremo-
nese), Ely (d, Varese), Kone (c,
Atalanta), Zito (c, Ternana), Ar-
righini (a) e Regoli (c, Pontede-
ra), Pozzebon (a, Olbia), Sou-
mar (a, Anderlecht), Comi (a,
Lanciano), Chiosa (d, Bari), Go-
mis (p, Crotone).
PARTENZE Seculin (p, Chie-
vo), Terracciano (p, Catania),
Biancolino (a, Barletta), Di Masi
(p), Ladriere (c), Massimo (c),
Millesi (c) e Peccarisi (d, fine
contratto), Pizza (c, Torres),
Zappacosta (d, Atalanta), Izzo
(d, Genoa), De Vito (d, Cittadel-
la), Abero (d, Bologna), Decarli
(d, Wolfsburg), Angiulli (c, Reg-
giana), Galabinov (a, Livorno),
Soncin (a, Pavia), Ciano (a, Na-
poli).
BARI
ALLENATORE Mangia (nuo-
vo).
ARRIVI Donnarumma (p) e
Stoian (c, Genoa), Micai (p, Su-
dtirol), Ligi (d, Crotone), Contini
(d, Juve Stabia), Salviato (d, Pe-
scara), Rossini (d, Parma), De
Luca (a, Atalanta), Stevanovic
(a, Palermo), Rozzi (a, Real Ma-
drid B), Gammone (a, Como),
Filippini (d, Lazio), Camporese
(d, Cesena), Di Noia (c, Ponte-
dera).
PARTENZE Ceppitelli (d, Ca-
gliari), Polenta (d, Genoa), Del
Vecchio (c) e Mitrovic (p, fine
contratto), Cani (a, Catania),
Chiosa (d, Avellino), Chiochia
(d), Vosnakidis (d) e Leonetti (a,
Lucchese), Nadarevic (a, Tra-
pani), Fossati (c, Perugia).
BOLOGNA
ALLENATORE Lopez (nuovo).
ARRIVI Troianiello (a, Paler-
mo), Casarini (c, Lanciano),
Giannone (a, Crotone), Laribi (c,
Latina), Matuzalem (c, Genoa),
Paramatti (d, Inter), Coppola (p,
Milan), Cacia (a) e Maietta (d,
Verona), Zuculini (c, Arsenal
Sarandi), Yaisien (a, Trapani),
Djokovic (c, Cluj), Pulzetti (c,
Siena), Abero (d, Avellino), Ri-
verola (c, Maiorca), Oikonomou
(d, Cagliari), Lombardi (p, Bas-
sano), Bentancourt (a, Atalan-
ta), Paez (d, Liverpool).
PARTENZE Christodoulopou-
los (c, Verona), Laxalt (c) e Krhin
(c, Inter), Sorensen (d, Juven-
tus), Cherubin (d, Atalanta), An-
tonsson (d), Cech (d) e Natali (d,
fine contratto), Moscardelli (a,
Lecce), Cristaldo (a, Metalist),
Curci (p, Roma), Mantovani (d) e
Della Rocca (c, Palermo), Pisa-
no (c, Sliema Wanderers), Pa-
poni (a, Ancona), Bianchi (a,
Atalanta).
BRESCIA
ALLENATORE Iaconi (confer-
mato).
ARRIVI Bara (a, Mosta), Ant.
Caracciolo (d, Cremonese), Fa-
lasco (d, Viareggio), Martina Ri-
ni (c, Cremonese), Serraiocco
(p, Teramo), Razzitti (a, Seria-
te).
PARTENZE Coletti (c, Matera),
Cragno (p, Cagliari), Freddi (d,
fine contratto), Lasik (c, Slovan
Bratislava), Mandorlini (c) e Pa-
ci (d, Pisa), Saba (a, Western S.
Wanderers), Kukoc (d, Cska
Sofia).
CARPI
ALLENATORE Castori (nuo-
vo).
ARRIVI Sabbione (c, Noceri-
na), Boron (d, Forl), De Silve-
stro (a, Reggiana), Gatto (a,
Chievo), Forte (p, Gavorrano),
Guerci (p, Pavia), Ferrara (d,
Triestina), Torelli (c, Vis Pesa-
ro), Boilini (c, Correggese), Co-
gnigni (a, Matelica), Lasagna (a,
Este), Dossena (p, Venezia).
PARTENZE Kovacsik (p, Reg-
gina), Colombi (p, Cagliari), Pe-
soli (d, Pescara), Kiakis (d, Bar-
letta), Legati (d, Venezia), Aco-
sty (c, Modena), De Vitis (c,
Sampdoria), Memushaj (c, Lec-
ce), Sgrigna (a, Cittadella), Ar-
demagni (a, Spezia), Bertoni (c,
Sudtirol).
CATANIA
ALLENATORE Pellegrino (con-
fermato).
ARRIVI Terracciano (p, Avelli-
no), Marcelinho (c, Baniyas),
Chrapek (c, Wisla Cracovia),
Rosina (a, Siena), Calai (a, Na-
poli), Rinaudo (c, Sporting Li-
sbona), Cani (a, Bari), Sciacca
(c, Ternana), Moretti (c, Pado-
va), Barisic (a, Milan), Calello (c,
Chievo).
PARTENZE Andujar (p, Napo-
li), Cabalceta (d, Cartagines),
Legrottaglie (d, fine carriera),
Alvarez (d) e Keko (a, fine con-
tratto), Biraghi (d), Izco (c) e
Maxi Lopez (a, Chievo), Bar-
rientos (c, San Lorenzo), Ber-
gessio (a, Sampdoria), Boateng
(a, Milan), Bellusci (d, Leeds).
CITTADELLA
ALLENATORE Foscarini (con-
fermato).
ARRIVI Barreca (d, Torino),
Benedetti (c, Catanzaro), Cap-
pelletti (d) e Minesso (a, Sudti-
rol), Donazzan (d, Mantova),
Gerardi (a, Reggina), Mancuso
(a, Carrarese), Palma (c) e
Schenetti (c, Como), Signorini
(d, Benevento), Sgrigna (a, Car-
pi), Valentini (p, Spezia), De Vito
(d, Cittadella).
PARTENZE Gasparetto (d,
Spal), Coly (d, Pro Vercelli), Pi-
scitella (a, Pistoiese), Djuric (a,
Cesena), Surraco (c, Livorno),
Alborno (d, Inter), Donnarum-
ma (a, Teramo), Azzi (a, Sao
Paulo), Perez (a, Ascoli), Di
Gennaro (p, Latina), Marino (d,
Venezia), Di Donato (c) e Puglie-
se (d, fine contratto), Colombo
(d, Salernitana), Jidayi (c, Juve
Stabia).
CROTONE
ALLENATORE Drago (confer-
mato)
ARRIVI Bajza (p) e G. Ferrari (d,
Parma), Zampano (d, Martina),
Cane (d, Barletta), Dos Santos
(d, Chievo), Martella (d, Samp-
doria), Minotti (c, Lanciano),
Suciu (c, Juve Stabia), Salzano
(c, Tuttocuoio), Berardocco (c)
e Gigli (d, Nova Goria), Ricci (c,
Roma), Sprocati (c, Perugia),
Padovan (a, Vicenza), Torre-
grossa (a, Lumezzane), Torro-
mino (a, Entella), Oduamadi (a,
Varese).
PARTENZE Gomis (p, Avelli-
no), Concetti (p) e Matute (c, fi-
ne contratto), Del Prete (d, Pe-
rugia), Meola (d, Livorno), Sua-
gher (d, Atalanta), Ligi (d, Bari),
A. Ferrari (d, Bologna), Kone (d)
e Ishak (a, Parma), Crisetig (c,
Cagliari), Cataldi (c, Lazio), Bi-
daoui (a, Parma), Pettinari (a,
Latina), Giannone (a, Bologna),
Diop (a, Torino), Bernardeschi
(a, Fiorentina).
ENTELLA
ALLENATORE Prina (confer-
mato)
ARRIVI Baldanzeddu (d, Spe-
zia), Belli (d, Pistoiese), Borra
(p, Verona), Costa Ferreira (c,
Messina), Saber (a) e Zigrossi
(d, Sampdoria), Lanini (a, Pra-
to), Litteri (a, Ternana), Malele
(a, Palermo), Mazzarani (c,
Modena), Pelizzoli (p, Pesca-
ra), Rinaudo (d, Livorno), Rubi-
no (a, Napoli), Sansovini (a,
Novara), Valagussa (c, Mon-
za).
PARTENZE Argeri (c, Santar-
cangelo), Ballardini (d) e Sarno
(a, fine contratto), Folla (d, Sa-
cilese), Guazzo (a, Alessan-
dria), Marchi (a, Cremonese),
Pedrelli (c, Olhanense), Torro-
mino (a, Crotone), Zanotti (p,
Carrarese), Fantoni (d, Forl),
Ricchiuti (a, Rimini).
FROSINONE
ALLENATORE Stellone (con-
fermato).
ARRIVI Pigliacelli (p, Reggina),
De Lucia (p, Parma), Zanon (d,
Benevento), Ranelli (c) e Schia-
vi (d, Pescara), Masucci (a,
Sassuolo), Dionisi (a, Olhanen-
se), Santamaria (d, Deportivo
Arabe Unido).
PARTENZE Biasi (d, fine con-
tratto), Cesaretti (a, Pontede-
ra), Carrus (c, Casertana), Fra-
botta (d, Lupa Roma).
LANCIANO
ALLENATORE DAversa (nuo-
vo).
ARRIVI Agazzi (c, Atalanta),
Conti (d, Perugia), Scrosta (d,
Bassano), Verna (c, Chieti),
Monachello (a, Ergotelis), Nico-
las (p, Verona).
PARTENZE De Col (d, Spezia),
Falcinelli (a, Perugia), Buchel
(c, Juventus), Minotti (c, Cro-
tone), Sepe (p, Empoli), Comi
(a, Avellino), Germano (c) e Ra-
gatzu (a, Pro Vercelli), Casarini
(c, Bologna), Di Filippo (d, Mel-
fi).
LATINA
ALLENATORE Beretta (nuo-
vo).
ARRIVI Almici (d, Cesena), An-
gelo (d), Dellafiore (d), Farelli (p)
e Valiani (c, Siena), Ashong (d,
Spezia), Balasakis (p, Magou-
las), Cafiero (d, Aprilia), Di Gen-
naro (p, Cittadella), Maltese (c,
LAquila), Mangni (a, Modena),
Negro (a, Benevento), Paglia-
roli (a, Messina), Petagna (a,
Milan), Rossi (d, Parma), Tala-
mo (a, Sora), Pettinari (a, Cro-
tone).
PARTENZE Alhassan (c, Udi-
nese), Baldan (d, Perugia), Chi-
ric (a, Ascoli), Cisotti (a, Spe-
zia), Fabio Nunes (a, fine con-
tratto), Jefferson (a, Livorno),
Ghezzal (a) e Iacobucci (p, Par-
ma), Jonathas (a, Elche), Laribi
(c, Bologna), Massacci (d, Tor-
res), Morrone (c, Pisa), Risto-
vski (d, Parma), Tozzo (p, Nova-
ra).
LIVORNO
ALLENATORE Gautieri (nuo-
vo).
ARRIVI Jelenic (a) e Mazzoni
(p, Padova), Meola (d, Croto-
ne), Bernardini (d, Chievo),
Lambrughi (d, Novara), Gonnelli
(d, Pontedera), Molinelli (c,
Gubbio), Rafati (c, Genoa), Sur-
raco (c, Cittadella), Remedi (c,
Nocerina), Moscati (c, Peru-
gia), Belingheri (c, Cesena), Bi-
gazzi (c, Olhanense), Galabinov
(a, Avellino), Maicon (d, Reggi-
na), Jefferson (a, Latina).
PARTENZE Bardi (p, Chievo),
Belfodil (a) e Mesbah (d, Par-
ma), Aldegani (p), Anania (p),
Castellini (d), Emeghara (a) e
Valentini (d, fine contratto), Ri-
naudo (d, Entella), Coda (d, Udi-
nese), Mbaye (d, Inter), Benas-
si (c, Torino), Greco (c, Genoa),
Borja (a, La Equidad), Piccini (d,
Fiorentina), Paulinho (a, Al Ara-
bi), Duncan (c, Sampdoria).
MODENA
ALLENATORE Novellino (con-
fermato).
ARRIVI Ferrari (a, Spezia),
Acosty (c, Carpi), Rubin (d) e
Schiavone (c, Siena), Beltrame
(a, Bari), Martinelli (c, Venezia),
Gatto (a, Verona), Luppi (a,
Correggese), Nizzetto (c, Tra-
pani).
PARTENZE Garofalo (d) e Po-
tenza (d, fine contratto), Baba-
car (a, Fiorentina), Bruno (a) e
Dalla Bona (c, Real Vicenza),
Molina (c, Atalanta), Rizzo (c,
Sampdoria), Minarini (d, Tor-
res), Franco (c, Sambenedet-
tese), Stanco (a, Pisa), Burrai
(c, Monza), Mazzarani (c, Entel-
la), Bianchi (c, Leeds), Belloni
(c, Pro Vercelli), Mangni (a, La-
tina), Ponti (a, Genoa).
PERUGIA
ALLENATORE Camplone
(confermato).
ARRIVI Provedel (p) e Goldani-
ga (d, Pisa), Flores (d, Juven-
tud), Del Prete (d, Crotone),
Zanchi (d, Reggiana), Baldan (d,
Latina), Verre (c, Palermo),
Fossati (c, Bari), Taddei (c, Ro-
ma), Fazzi (a, Fiorentina), Falci-
nelli (a, Lanciano), Parigini (a,
Juve Stabia), Musto (a, Roma),
Rabusic (a, Verona), Crescenzi
(d, Novara).
PARTENZE Stillo (p, Parma),
Conti (d, Lanciano), Sini (d, Pi-
sa), Massoni (d, Monza), Eusepi
(a) e Scognamiglio (d, Beneven-
to), Barison (d, Ascoli), Vito-
francesco (c, fine contratto),
Moscati (c, Livorno), Sanseve-
rino (c, Savoia), R. Insigne (a,
Napoli), Henty (a, Milan), Spro-
cati (c, Crotone).
PESCARA
ALLENATORE Baroni (nuovo).
ARRIVI Bjarnason (c) e Fiorillo
(p, Sampdoria), Sowe (a, Juve
Stabia), Da Silva (a) e Pucino (d,
Chievo), Scrugli (d, LAquila),
Aresti (p, Savona), Boldor (d,
Roma), Vukusic (a, Losanna),
Bianchi Arce (d, Banfield), Pe-
soli (d, Carpi), Lazzari (c, Nova-
ra), Melchiorri (a, Padova), Ap-
pelt (c, Spezia), Dettori (c, Car-
rarese), Venuti (d, Fiorentina),
Mancini (c, Napoli), Del Fabro
(d, Cagliari), Pogba (a, Crewe
Alexandra).
PARTENZE Mascara (a, Sira-
cusa), Pelizzoli (p, Entella), Sve-
dkauskas (p, Roma), Salviato
(d, Bari), Ragusa (a, Genoa),
Balzano (d) e Capuano (d, Ca-
gliari), Perrotta (d, Teramo),
Belardi (p), Zauri (d) e Samassa
(a, fine contratto), Bovo (c,
Spezia), Karkalis (d, LAquila),
Schiavi (d, Frosinone), Di Fran-
cesco (a, Cremonese).
PRO VERCELLI
ALLENATORE Scazzola (con-
fermato).
ARRIVI Coly (d, Cittadella),
Anacoura (p, Cuneo), Milesi (d,
Benevento), Liviero (d, Juve
Stabia), Germano (d) e Ragatzu
(a, Lanciano), Castiglia (c) e Ro-
naldo (c, Empoli), Gomes (a,
Porto Tolle), Belloni (a, Mode-
na), Giovanditti (c, Chievo),
Ferri (d, Trapani).
PARTENZE Ghosheh (d, vene-
zia), Kuqi (a) e Nodari (p, fine
contratto), Ranellucci (d) e Bel-
fasti (d, Feralpi Sal), Cancel-
lotti (d, Juve Stabia), Rosso (c,
Pavia), Disabato (c, Carrare-
se), Ruggiero (c, Ascoli), Di
Piazza (a, Savoia), Pepe (a,
Messina), Iemmello (a, Spezia).
SPEZIA
ALLENATORE Bjelica (nuovo)
ARRIVI Nocchi (p, Padova),
Ceccarelli (d, Siena), De Col (d,
Lanciano), Acampora (c, Inter),
Juande (c, Ponferradina), Si-
tum (c, Dinamo Zagabria), Nura
(c) e Sadiq (a, Lavagnese),
Iemmello (a, Pro Vercelli), Bovo
(c, Pescara), Cisotti (a, Latina),
Ardemagni (a, Carpi), Bakic (c,
Fiorentina).
PARTENZE Leali (p, Cesena),
Valentini (p, Cittadella), Vozar
(p, Trencn), Lisuzzo (d, Pisa),
Ashong (d, Latina), Magnusson
(d, Cesena), Balla (d) e Pedrelli
(d, Olhanense), Baldanzeddu
(d, Entella), Bianchetti (d, Vero-
na), Scozzarella (c, Trapani),
Bellomo (c, Chievo), Seymour
(c, fine contratto), Appelt (c,
Pescara), Gentsoglou (c, Sam-
pdoria), Orsic (c, Rijeka), Car-
rozza (a, Lecce), Ferrari (a, Mo-
dena).
TERNANA
ALLENATORE Tesser (confer-
mato).
ARRIVI Gava (p, Marano), Ba-
strini (d, Cagliari), Crecco (a,
Lazio).
PARTENZE Zito (c, Avellino),
Litteri (a, Entella), Nol (a, Bas-
sano), Miglietta (c, Spal), Maiel-
lo (c, Napoli), Farkas (d, Qaba-
la), Gavazzi (c, Sampdoria), Al-
fageme (a, Benevento), Sciac-
ca (c, Catania), Paparusso (c,
Pontedera), Lauro (d) e Valeri
(c, fine contratto).
TRAPANI
ALLENATORE Boscaglia (con-
fermato).
ARRIVI Aramu (c) e Gomis (p,
Torino), Pastore (d, Pontede-
ra), Caldara (d, Atalanta), Lom-
bardi (a) e Zampa (c, Lazio), Ba-
rill (c, Reggina), Scozzarella
(c, Spezia), Nadarevic (c, Bari),
Citro (a, Marcianise), Falco (a,
Juve Stabia).
PARTENZE Nordi (p, Alessan-
dria), Caccetta (c), Dolenti (p),
Ferri (d), Gambino (a) e Pacilli
(c, fine contratto), Garufo (d,
Novara), Priola (d, Bassano),
Corduas (d, Santarcangelo),
Pirrone (c, Ascoli), Nizzetto (c,
Modena), Vitale (c, Tuttocuoio),
Mar. Mancosu (c) e Vettraino
(a, Gubbio), Yaisien (a, Bolo-
gna).
VARESE
ALLENATORI Di Stefano (nuo-
vo) e Bettinelli (confermato).
ARRIVI Miracoli (a) e Cristiano
Rossi (d, Feralpi Sal), Lupoli
(a, Honved), Scapinello (c, Real
Vicenza), Dondoni (d, Novara),
La Gorga (p, Inveruno), Peruc-
chini (p, Lecce), De Vito (d,
Avellino), Simic (d) e Tamas (d,
Milan), Borghese (d, Lugano).
PARTENZE Pavoletti (a, Sas-
suolo), Grillo (d, fine contratto),
Bressan (p, Cesena), Milan (p,
Gozzano), Spendlhofer (d,
Sturm Graz), Ricci (d, Catanza-
ro), Benvenga (c) e Bjelanovic
(a, Messina), Trevisan (d, Sa-
lernitana), Ely (d, Avellino),
Oduamadi (a, Crotone).
I tifosi della Juve Stabia faranno una marcia domani pomeriggio LAPRESSE
La Juve Stabia
fa le barricate
No al Novara
la B nostra
Dopo che il Coni ha riportato il campionato
a 22 squadre, si rischia una serie di ricorsi
Scontro se riammettono i piemontesi
MATTEO BREGA
Il nuovo presidente fede-
rale inizier oggi a valutare
tutto. Dopo lelezione di lune-
d si trover sul tavolo, tra i
mille fogli, anche quello del
Collegio di Garanzia del Coni
che ha ordinato il ripristino
della Serie B a 22. Listanza del
Novara stata accolta e alla fi-
ne quel posto andr quasi cer-
tamente ai piemontesi. Ma vi-
sto che mancano alcuni giorni
al pronunciamento ufficiale
del Consiglio federale, si fa
sentire chi confida ancora. Co-
me Juve Stabia e Reggina.
Fino alla Corte europea Non
ci fermeremo certamente a lu-
ned 18 nel caso in cui venisse
reintegrato il Novara - ha detto
il patron dei campani, Franco
Manniello - Andremo avanti,
fino al Tar del Lazio o alla Su-
prema corte europea. Violan-
do la clausola compromissoria
nel caso per luscita dallalveo
della giustizia sportiva. Ab-
biamo la legge dalla nostra
parte, non mi interessa - prose-
gue il patron delle Vespe -. Il
caso del Vicenza e del Lecce a
cui il Novara si attaccato per
ricorrere diverso da questo.
Qui non stata riformulata la
classifica come allora. Quindi
lipotesi di una B a 23 esiste.
Sicuramente far valere le
nostre ragioni in tutte le sedi
opportune. Poi, nel caso non si
raggiungesse questo obiettivo,
mi far da parte, lascer il cal-
cio. Io alla B ci credo e la vo-
gliamo per il rispetto a uninte-
ra citt. La domanda di ripe-
scaggio lho presentata cos co-
me le due fidejussioni, una per
la Lega Pro e una per la Serie B.
Accetter soltanto le decisioni
prese legalmente. Il Collegio
di Garanzia intervenuto sul
format del campionato e non
lo pu fare. Il patron non lo
nomina mai apertamente, ma
il rischio di un altro caso-Cata-
nia non da escludere a priori.
Parola ai tifosi La tifoseria
della Juve Stabia in queste ore
non sta a guardare. Oltre a in-
tasare di mail e fax gli uffici
della Federcalcio, ha creato un
ha s ht a g s u Twi t t e r
#stabia22esimainB e il diretti-
vo della curva sud ha pro-
grammato per domani alle 18
una manifestazione che pren-
der il via dal piazzale dello
stadio Menti per poi trasfor-
marsi in un corteo fino a palaz-
zo Farnese, sede del comune di
Castellammare di Stabia: Sia-
mo lunica squadra ad averne
la priorit - sostengono. Ieri
intervenuto anche il sindaco
della citt, Nicola Cuomo:
Lintegrazione non potr che
avvenire attraverso il ripescag-
gio e non attraverso equivoche
norme alternative attenden-
dosi quindi la nomina della Ju-
ve Stabia come ventiduesima
della prossima Serie B.
Qui Reggina Sulla questione
intervenuta anche la Reggi-
na. Il patron Lillo Foti ha com-
mentato: Gi nei giorni scorsi
ho presentato la domanda di
ammissione in Serie B. Ci sia-
mo anche noi tra Novara e Ju-
ve Stabia. La decisione sar uf-
ficializzata dal Consiglio Fede-
rale di luned prossimo. Non
verr presa in considerazione
la classifica dello scorso anno,
ma si dovranno incastonare di-
versi criteri come meriti spor-
tivi e bacino dutenza. E la Le-
ga di B? Attende, sperando sol-
tanto che linizio del campio-
nato non venga rinviato.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LE TRATTATIVE
La Pro Vercelli
prende Ferri
Spezia: Bakic
Manca solo il s del
Napoli per il ritorno di Vitale
alla Ternana e si avvicina pure
Sciacca (c lok del Catania).
Ufficiali due portieri: Dossena
(ex Venezia) al Carpi e Gomis
(Crotone) ad Avellino. Il
Modena chiede Memushaj (ex
Carpi) al Lecce, il Bologna
insiste per Nico Lopez
(Udinese). Bakic (Fiorentina)
allo Spezia. La Pro Vercelli
cede Greco al Venezia e
prende Ferri (Trapani). Il
Pescara vuole Rea dal Varese
(ieri 6-0 alla Primavera).
LEGA PRO Il Barletta accoglie
Gemignani (Viareggio) e cede
Cicerelli allAversa Normanna.
Legittimo (ex Grosseto) alla
Spal. Frabotta (Frosinone) alla
Lupa. Teramo a un passo da
Tommasone (Genoa). Mirarco
(ex Monopoli) al Taranto dal
Lecce, che cede Tundo al
Melfi. Il Foggia attende il s
per Iemmello (Spezia).
SERIE D IL CLUB CEDUTO ALLA FAMIGLIA DI PIERO
Triestina, il caos finito
Ma va ricostruito tutto
ANDREA LUCHETTA
TRIESTE
Non stiamo manco allan-
no zero: stiamo allanno meno
uno ha detto con purissima ca-
denza romana Marco Pontrelli,
nuovo plenipotenziario della Tri-
estina. Tifosi avvisati: la salita
non dura, peggio. Fino a ieri
pomeriggio lUnione (Serie D)
era un guscio vuoto. Solo presi-
dente e a.d. lo svizzero-kosova-
ro Hamdi Mehmeti e litalo-came-
runense Pierre Mbock , per il re-
sto il deserto. Stemma negato dai
tifosi (titolari del marchio dopo il
fallimento del 2012), stadio revo-
cato dal Comune, allenatore in
fuga e una manciata di giocatori
costretti ad allenarsi senza casac-
ca rossa. Poi lannuncio: la Trie-
stina passa nelle mani della fami-
glia Di Piero, imprenditori edili di
Roma. Accordo preliminare dopo
una trattativa fiume, per la firma
definitiva si aspetta il 30 settem-
bre. Nel frattempo la gestione
passa a Pontrelli, uomo di fiducia
dei Di Piero e gi collaboratore di
Mehmeti e Mbock.
Profilo basso I neo proprieta-
ri hanno giocato a carte scoper-
te: Non millantiamo chiss
quali obiettivi. Dobbiamo con-
centrarci sul risanamento del
debito e sulla ricostruzione della
societ. Corsa contro il tempo
per scongiurare una penalizza-
zione e per allestire una rosa
adeguata da consegnare a Stefa-
no Lotti, promosso tecnico dagli
Juniores. Primo passo: ricucire
con Godeas e gli altri senatori
delusi. Mehmeti e Mbock, che
avevano rilevato una societ in
apnea, lasciano dopo 5 mesi in
trincea. Ai Di Piero uneredit di
350 mila euro di debiti e la sfida
di recuperare una tifoseria logo-
rata. Mbock non ha voluto svela-
re i dettagli dellaccordo. una
questione privata ha ripetuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
La Lega ha comunicato gli orari del se-
condo turno di Coppa Italia a elimina-
zione diretta (supplementari e rigori in
caso di parit dopo il 90). Inversione
di campo per la sfida tra Carpi e Pisa:
si gioca allArena Garibaldi. Sabato
(ore 20.30): Cittadella-Pontedera; En-
tella-Benevento; Spezia-Lecce; Mo-
dena-Monza. Domenica (ore 20.30):
PescaraRenate; Livorno-Bassano
(17); Varese-Juve Stabia; Frosinone-
Como (20.45); Brescia-Pro Vercelli
(20.45); Latina-Novara (20.45); Terna-
na-Catanzaro; Crotone-Casertana
(20.45); Lanciano-Alessandria; Bolo-
gna-LAquila (21); Pisa-Carpi; Bari-Sa-
vona (21); Avellino-Venezia (18); Tra-
pani-Cremonese (20.45); Perugia-Fe-
ralpi Sal (20.45); Catania-Sudtirol.
Coppa Italia
Pisa-Carpi si gioca
allArena Garibaldi
Si rischia un altro
caso-Catania
Il patron campano:
Pronti ad andare
al Tribunale Ue
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
17

SZCZESNY
MERTESACKER KOSCIELNY
WILSHERE RAMSEY
GIBBS
ZIL
GIROUD
CAZORLA
DEBUCHY
SANCHEZ
ARSENAL
4-2-3-1
ALL. WENGER CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
3,80 mln
77,03 mln
ARRIVI
Sanchez (a, Barcellona), Chambers (d,
Southampton), Debuchy (d, Newcast-
le), Ospina (p, Nizza), Coquelin (c, Fri-
burgo fp), Campbell (a, Olympiacos fp).
PARTENZE
Eisfeld (c, Fulham p), Fabianski (p,
Swansea), Sagna (d, Manchester City),
Viviano (p, Palermo fp), Bendtner (a, fi-
ne contratto), Jenkinson (d, West Ham
p).
OBIETTIVI
William Carvalho (c, Sporting), Khedira
(c, R. Madrid), L. Bender (c, Bayer Le-
verkusen), Quintero (c, Porto), Schar
(d, Basilea), Hummels (d, B. Dortmund).
ARRIVI
Diego Costa (a, Atletico Madrid), Fili-
pe Luis (d, Atletico Madrid), Fabregas
(c, Barcellona), Courtois (p, Atletico
Madrid fp), Drogba (a, Galatasaray),
Zouma (d, St. Etienne fp)
PARTENZE
David Luiz (d, Psg), Demba Ba (a, Be-
siktas), Kalas (d, Colonia p), A. Cole (d,
Roma), Lampard (c, Manchester City),
Etoo (a) e Hilario (p, fine contratto).
OBIETTIVI
Miranda (d, Atletico Madrid), Hum-
mels (d, Borussia Dortmund), Varane
(d, Real Madrid), Falcao (a, Monaco);
Benatia (d, Roma).
ARRIVI
Lallana (c, Southampton), Lovren (d,
Southampton), Markovic (a, Benfica),
Can (c, Bayer Leverkusen), Lambert
(a, Southampton), Suso (c, Almeria
fp), Tiago Ilori (d, Granada fp), Coates
(d, Nacional fp), K. Stewart (d, C.
Alexandra), Javi Manquillo (d, A. Ma-
drid, p); Alberto Moreno (d, Siviglia).
PARTENZE
Suarez (a, Barcellona), Luis Alberto
(d, Malaga p), Aspas (a, Siviglia p), Cis-
sokho (d, Aston Villa); Kelly (d, Crystal
Palace); Kolo Toure (d, Trabzonspor).
OBIETTIVI
Lavezzi (a, Psg), Falcao (a, Monaco);
Etoo (a, svincolato).
ARRIVI
Shaw (d, Southampton), Herrera (c,
Athletic Bilbao), Anderson (c, Fiorenti-
na fp).
PARTENZE
Buttner (d, Dinamo Mosca), Evra (d, Ju-
ventus), Ferdinand (d, Qpr), Vidic (d, In-
ter), Giggs (c, fine carriera), Gollini (p,
Verona).
OBIETTIVI
Sneijder (c, Galatasaray), Vidal (c, Ju-
ventus), Depay (a, Psv), Hummels (d,
Borussia Dortmund), Cuadrado (c, Fio-
rentina), Di Maria (c, Real Madrid), Velt-
man (d) e Blind (d, Ajax); Rojo (d, Spor-
ting Lisbona).
ARRIVI
David Luiz (d, Chelsea), Aurier (d, Tolo-
sa P), Bahebeck (a, Valenciennes FP),
Chantome (d, Tolosa FP).
PARTENZE
Jallet (d, Lione), Alex (d) e Menez (c, Mi-
lan), Coman (c, Juventus).
OBIETTIVI
Di Maria (c, Real Madrid); Pogba (c, Ju-
ventus).
ARRIVI
Griezmann (a, R. Sociedad), Mandzukic
(a, Bayern), Oblak (p, Benfica), Siqueira
(d, Granada), Correa (a, San Lorenzo),
Moya (p, Getafe), Leo Baptistao (a, Betis
fp), Silvio (d, Benfica fp), Ansaldi (d, Ze-
nit p), J. Gamez (d, Malaga).
PARTENZE
Diego Costa (a, Chelsea), Filipe Luis (d,
Chelsea), Adrian (a, Porto), Diego (c, Fe-
nerbahe), Villa (a, Melbourne), Courtois
(p, Chelsea fp), Sosa (a, Metalist Kharkiv
fp), Javi Manquillo (d, Liverpool p).
OBIETTIVI
Kagawa (c, Manchester United), Bakkali
(a, Psv), Cerci (a, Torino), Ljajic (a, Ro-
ma); Raul Jimenez (a, America).
ARRIVI
Suarez (a, Liverpool), Mathieu (d, Va-
lencia), Rakitic (c, Siviglia), Ter Stegen
(p, Borussia Mnchengladbach), Bravo
(p, Real Sociedad), Deulofeu (c, Ever-
ton fp), Rafinha (c, Celta fp), Vermaelen
(d, Arsenal).
PARTENZE
Sanchez (a, Arsenal), Fabregas (c,
Chelsea), Tello (a, Porto), Jonathan (c,
Villarreal), Cuenca (a, Deportivo), Val-
des (p), Pinto (p) e Puyol (d, fine con-
tratto), Afellay (c, Olympiacos p).
OBIETTIVI
Cuadrado (c, Fiorentina).
ARRIVI
Rodriguez (c, Monaco), Kroos (c,
Bayern), Navas (p, Levante).
PARTENZE
Morata (a, Juventus), Casemiro (c,
Porto), Fernandez (p, Levante), Diego
Lopez (p, Milan).
OBIETTIVI
Falcao (a, Monaco), Reus (c, Borussia
Dortmund).
ARRIVI
Bernat (d, Valencia), Lewandowski (a,
Borussia Dortmund), Rode (c, Eintra-
cht), Reina (p, Napoli).
PARTENZE
Kroos (c, Real Madrid), Mandzukic (a,
Atletico Madrid), Van Buyten (d, fine
contratto), Contento (d, Bordeaux).
OBIETTIVI
Cuadrado (c, Fiorentina), Khedira (c,
Real Madrid).
ARRIVI
Immobile (a, Torino), Ginter (c, Fribur-
go), Ramos (a, Hertha), Ji (a, Aug-
sburg), Maruoka (c, Cerezo Osaka).
PARTENZE
Lewandowski (a, Bayern), Schieber (a,
Hertha), Ducksch (c, Paderborn P).
OBIETTIVI
Kagawa (c, Manchester United), Stran-
dberg (a, Hacken), Ljajic (a, Roma).
TERRY CAHILL
MATIC
AZPILICUETA
OSCAR WILLIAN HAZARD
COURTOIS
FABREGAS
DIEGO COSTA
FILIPE LUIS
CHELSEA
4-2-3-1
ALL. MOURINHO CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
96,36 mln
93,50 mln
SKRTEL
GERRARD
JOHNSON FLANAGAN
STERLING
STURRIDGE
MIGNOLET
COUTINHO
CAN
MARKOVIC
LOVREN
LIVERPOOL
4-2-3-1
ALL. RODGERS CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
88 mln
131,43 mln
CLEVERLEY
ROONEY VAN PERSIE
VALENCIA
JONES SMALLING
MATA
DE GEA
EVANS
MAN. UNITED
3-4-1-2
HERRERA
SHAW
ALL. VAN GAAL NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
10 mln
73,50 mln
THIAGO SILVA
SIRIGU
VAN DER WIEL MAXWELL
THIAGO MOTTA
PASTORE
PARIS S.G.
4-3-1-2
MATUIDI VERRATTI
CAVANI IBRAHIMOVIC
DAVID LUIZ
ALL. BLANC CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
1 mln
49,50 mln
MIRANDA GODIN
GABI SUAREZ
RAUL GARCIA KOKE
ATLETICO M.
4-2-3-1
OBLAK
SIQUEIRA J. GAMEZ
GRIEZMANN
MANDZUKIC
ALL. SIMEONE CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
86 mln
91 mln
MASCHERANO PIQU
ALVES JORDI ALBA
INIESTA BUSQUETS
BARCELLONA
4-3-3
TER STEGEN
RAKITIC
NEYMAR MESSI SUAREZ
ALL. LUIS ENRIQUE NUOVO
Tot. entrate
Tot. uscite
79,80 mln
143 mln
RAMOS PEPE
CARVAJAL COENTRAO
BENZEMA
XABI ALONSO
REAL MADRID
4-2-3-1
RONALDO BALE
KROOS
RODRIGUEZ
NAVAS
ALL. ANCELOTTI CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
29 mln
120 mln
THIAGO
NEUER
SCHWEINSTEIGER
LAHM ALABA
JAVI MARTINEZ
BAYERN
3-4-3
BADSTUBER BOATENG
ROBBEN MLLER LEWANDOWSKI
ALL. GUARDIOLA CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
52,40 mln
13 mln
HUMMELS
WEIDENFELLER
SUBOTIC
PISZCZEK SCHMELZER
MKHITARYAN
BORUSSIA D.
4-2-3-1
REUS BLASZCZYKOWSKI
KEHL BENDER
IMMOBILE
ALL. KLOPP CONFERMATO
Tot. entrate
Tot. uscite
2,6 mln
46,1 mln
BOLDRINI-CANNONE-SIDOTI
Genio, classe, samba e
amicizia. Ecco le componenti
del duo Ronaldinho-Robinho,
che inaspettatamente potreb-
be ricostituirsi in terra brasi-
liana, precisamente al Santos.
Il club paulista, dopo aver
riabbracciato Robinho, reduce
da un periodo molto comples-
so in rossonero, sogna di rico-
stituire la coppia con laltro fe-
nomeno brasiliano, Ronal-
dinho, svincolato dallAtletico
Mineiro, ma ancora in cerca di
una squadra per regalare i gol
e le magie che ha sempre avu-
to nel suo dna. Per ora, la diri-
genza del Santos smentisce le
trattative con lo staff di Dinho,
ma la societ sembra soddi-
sfatta per il ritorno di marke-
ting che ha generato finora
lacquisto di Robinho e perci
potrebbe ingaggiare un altro
nome famoso. Ronaldinho do-
vrebbe per accordarsi sullin-
gaggio, legato principalmente
al raggiungimento di obiettivi
individuali e di squadra.
Wolfsburg su Zaza Dalla Ger-
mania, giungono voci di uno
slittamento degli interessi del
Wolfsburg da Mattia Destro,
per il quale erano stati offerti
24 milioni alla Roma e un
quinquennale da 3 milioni e
mezzo al giocatore, a Simone
Zaza. Dopo un sondaggio an-
che per Gabbiadini della Sam-
pdoria, i tedeschi starebbero
valutando lattaccante del
Sassuolo, sicuramente pi ab-
bordabile dal punto di vista
economico: si attende unof-
ferta scritta del club tedesco
nei prossimi giorni.
Premier e Bundesliga Pas-
sando al calcio inglese, ieri
David Silva ha prolungato il
contratto con il Manchester
City. Lo spagnolo ha firmato
fino al 2019, giurando fedelt
ai citizens, per i quali gioca dal
2010: guadagner 6 milioni a
stagione. Il Liverpool batte un
altro colpo in difesa: arriva Al-
berto Moreno, prelevato dal
Siviglia per 18 milioni di euro.
Inoltre, si parla di un interes-
samento per lo svincolato Sa-
muel Etoo, precedentemente
accostato ad Ajax, Juventus e
Roma. Il Manchester United
potrebbe essere lacquisto del-
largentino Rojo, che ha rifiu-
tato di allenarsi con lo Spor-
ting Lisbona per costringere il
club ad accelerare i tempi del-
la trattativa. Costo dellopera-
zione: 20 milioni. Dopo Kolo
Tour al Trabzonspor, il Liver-
pool ha ceduto anche Martin
Kelly al Crystal Palace per 2
milioni. LAston Villa ha arruo-
lato il centrocampista colom-
biano Carlos Sanchez dellEl-
che: affare da 5 milioni di eu-
ro. Infine, Guardiola ha nega-
to qualsiasi interesse per
Marco Reus, una delle stelle
del Borussia: Non ho mai par-
lato di lui con il presidente
Rummenigge, dato che noi ab-
biamo gi otto, ripeto otto,
centrocampisti. Mi sembrano
abbastanza.
RIPRODUZIONE RISERVATA
1 David Silva, 28 anni, ha rinnovato con il City fino al 2019
2 Angel Di Maria, 26 anni 3 Simone Zaza, 23 anni AP/LA PRESSE
1
2 3
Appunti
SVEZIA
Cuore Ibra: finanzia
la nazionale disabili
Ha cominciato la stagione
come al solito, gonfiando le reti
avversarie, ma fuori dal campo
che Zlatan Ibrahimovic ha messo
a segno il gol pi bello.
Lattaccante del Paris Saint-
Germain ha donato 350mila
corone (quasi 40mila euro) alla
Nazionale disabili mentali del suo
paese, qualificatasi per il Mondiale
di categoria, cominciato luned
scorso in Brasile. La selezione
svedese rischiava di non poter
partecipare per mancanza di
fondi: lintervento di Ibra
consentir di finanziare la
trasferta in Sudamerica. Il calcio
deve essere giocato da tutti,
indipendentemente dal sesso,
dalla disabilit o altro - ha detto
Ibra -, quando ho sentito che la
Nazionale disabili era in difficolt
ho pensato che avrei dovuto fare
tutto il possibile per aiutarli a
partecipare al Mondiale.
gi.ad.
INGHILTERRA
Niente pi tablet
allOld Trafford
Nonostante i proprietari
siano statunitensi e il suo brand
rappresenti unavanguardia dal
punto di vista del marketing e delle
tecnologie nel calcio europeo, il
Manchester United (che ieri ha
battuto 2-1 in amichevole il
Valencia con gol decisivo di
Fellaini) sembra andare contro
corrente: il club, almeno per
questa stagione, ha bandito
dallOld Trafford gli iPad e tutti gli
altri tablet o dispositivi di misura
superiore a 150x100 mm. I tifosi
dei Red Devils sono stati avvisati
via mail e dovranno adeguarsi. La
decisione del club stata presa
per evitare che gli spettatori
filmino le partite della squadra
allenata di Van Gaal. Unaltra
ragione il fastidio che questi
dispositivi causano ai tifosi che
vogliono semplicemente godersi le
partite della propria squadra,
senza dover fare acrobazie per
riuscire a vedere il terreno di
gioco.
Zlatan Ibrahimovic, 32 anni AFP
TEGOLA SUL PSG
Thiago Silva k.o.
Un mese di stop
Brutte notizie per Thiago
Silva: il difensore del Psg star
fermo un mese per linfortunio alla
coscia destra rimediato nel test
con il Napoli di luned. Gli esami
hanno scongiurato una lesione
grave al bicipite femorale e
cos il brasiliano potrebbe tornare
a met settembre, per la prima
partita dei gironi di Champions.
COPPA DI LEGA INGLESE
Vince il Watford
Sannino al 2 turno
Grazie al gol realizzato da
Lloyd Dyer in apertura di ripresa,
il Watford si qualificato per il
secondo turno della Capital One
Cup, la Coppa di Lega inglese. La
formazione della famiglia Pozzo,
allenata da Giuseppe
Sannino, ha battuto in trasferta
lo Stevenage per 1-0.
Santos, Dinho con Binho
Il Wolfsburg va su Zaza
I brasiliani vogliono Ronaldinho per un attacco spettacolare
Dalla Germania sirene per litaliano. Liverpool: preso Moreno
MONDO
SPECIALE MERCAT
18
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

le Pagelle
DI FA.BI.
CASILLAS TORNA GRANDE
VITOLO NON SI ARRENDE
REAL MADRID 7
CASILLAS 7 Alla viglia volevano fargli dire a tutti i costi che
era nel suo momento peggiore. Ha ammesso gli ultimi
errori, poi ha risposto con parate importanti.
CARVAJAL 6,5 Spinge e copre, copre e spinge. Gli si
perdona volentieri qualche errore in impostazione.
PEPE 6 Bacca qualche volta gli sfugge. A volte pasticcia
ma sempre prorompente negli anticipi.
SERGIO RAMOS 6,5 Tutto sommato non c stato questo
super lavoro per la difesa. Lui lo sbriga bene e non si fa
mancare le puntatine in avanti nei corner.
COENTRAO 6,5 Scatenato, dimenticando il Mondiale. Fa la
fascia decine di volte. Tuttavia dietro concede qualcosa a
Vitolo (Marcelo s.v.).
MODRIC 6 Per capire che razza di qualit abbia il Real,
basta vedere lui fare da gregario.
KROOS 7,5 Come se giocasse nel Real da una vita. Invece
non aveva ancora giocato un minuto. Come De Niro i film,
non sbaglia un passaggio. E dirige da califfo.
J. RODRIGUEZ 6,5 Lumilt dei geni. Fa intravedere di cosa
capace con un paio di giocatone ma soprattutto corre
pi di tutti. Ancelotti apprezzer.
ISCO 6 Entra bene in partita, dialoga subito con Ronaldo
BALE 7 Aria di casa sua. Sforna il delizioso cross-assist
per Ronaldo e galoppa nel prato dinfanzia che un
piacere. Nel finale mette la dinamite su un tiro che Beto
non si sa come respinge (Illarramendi s.v.).
BENZEMA 6,5 Serata in versione assist-man. Manda in
porta Ronaldo e ci aveva gi provato prima. Bellintesa con
Rodriguez in impostazione. Il centravanti mobile.
h
8
IL MIGLIORE
C.RONALDO
Il gran ritorno. Dopo lopaco mondiale, comincia col piede
giusto, giustissimo, la stagione. Imposta e conclude
lazione del vantaggio. E poi concede il bis. Tanto per far
capire chi porta la corona al Real.
ALL. ANCELOTTI 7 Chi ha paura di troppi campioni? Non
lui. lequilibrio servito.
SIVIGLIA 5,5
BETO 6 Al primo tentativo, Ronaldo lo ferma con tempismo
nelluscita. Al secondo no ma ci voleva la super prodezza. E
al terzo ci mette del suo. Si riscatta su Rodriguez e Bale.
COKE 5 Si sbatte parecchio: prova a spingere ma dietro
fatto allacoque da Ronaldo (Figueiras s.v.).
PAREJA 5 Benzema lo porta fuori area e lui perde le
coordinate. Spesso in difficolt.
FAZIO 6,5 Il meglio fico del bigoncio l dietro. Ne prende
tante, in anticipo e in uscita. Qualcuno gli sfugge per forza.
F. NAVARRO 5 Tiene il gallese pi veloce del west per un
pochino, poi pian piano viene schiacciato.
CARRIO 6 Ha loccasione del1-1 ma Casillas gli dice no. In
mezzo gli gira un po la testa ma recupera palloni.
KRYCHOWIAK 5,5 Idem con patate. Ma nel finale si
riprende: simmola su Ronaldo e poi brucia le mani a
Casillas.
VIDAL PARREU 5,5 Il nuovo acquisto corre come un
forsennato ma combina poco in offesa.
IAGO ASPAS 6 Il rinforzo per lattacco. E nel finale quando
il Siviglia spinge lui collabora. Ma il guizzo vincente non
arriva
D. SUAREZ 6 Qualit e movimento. Un bel giocatore che
prova a disegnare azioni in attacco con Vitolo.
REYES 6 Gioca solo un quarto dora ma contribuisce a
spingere il Siviglia in avanti.
h
7
IL MIGLIORE
VITOLO
Sudore e colpi di classe. il pi pericoloso. Casillas gli
nega il gol. Per 70 prima dellarrembaggio le iniziative son
tutte sue.
BACCA 6 Tipino pericoloso. Si permette persino un tunnel
a Pepe. Si muove bene ma non hai mai unoccasione pulita.
ALL. EMERY 6 Coi marziani c poco da fare. Il Siviglia
esce a testa alta.
ARBITRI CLATTENBURG 6 La partita facile: abbastanza
corretta, senza episodi dubbi. E lui la lascia scorrere.
Beck 6Burt 6; Oliver 6Taylor 6
Kroos mago dei passaggi: 82 giusti su 85
E quanto corre James Rodriguez: 9,2 km
lAnalisi
ANDREA SCHIANCHI
Un amico, subito dopo la partita, ha man-
dato questo sms ad Ancelotti: Per perdere qual-
che partita, questanno, ti devi impegnare pa-
recchio.... In effetti, a giudicare da quello che si
visto contro il Siviglia e pur tenendo conto che
siamo soltanto allinizio della stagione, Carletto
ha in mano un autentico gioiello: difficile trova-
re rivali adeguati a questo Real Madrid, in Spa-
gna e in Europa. A un meccanismo quasi perfet-
to, quello che ha conquistato la sospirata Deci-
ma, sono stati aggiunti due cilindri come Toni
Kroos e James Rodriguez. Come dire: c di peg-
gio...
Leadership Se il campioncino colombiano de-
ve ancora inserirsi alla perfezione nellorologio
caricato da Ancelotti (un po di pazienza:
appena arrivato), il centrocampista tedesco di-
mostra di essere nato per comandare. Si allena
con i nuovi compagni da pochi giorni, neanche
il tempo di imparare a memoria i loro nomi, ep-
pure gi l a dettare il ritmo del gioco, a cucire
azioni su azioni, a verticalizzare e allargare sul-
le fasce. Ovunque si trovi, Kroos sembra sempre
padrone della sua zona. Corre e dimostra gran-
de spirito di sacrificio, come testimoniano gli
11,7 chilometri macinati: daltronde, se non ci si
sbatte, difficile poter sostenere un attacco con
quattro punte. Inoltre, e qui sta il dato da sotto-
lineare, la precisione davvero impressionante:
Kroos effettua 85 passaggi e ne sbaglia soltanto
3 (il 96 per cento degli appoggi va a buon fine).
Aggiungiamo 13 lanci positivi, 1 cross, 4 spon-
de, 2 occasioni create, 4 contrasti vinti e 7 pallo-
ni recuperati: difficile poter fare di pi in novan-
ta minuti di partita. Lunica ombra, se proprio
vogliamo trovarne una, lammonizione rice-
vuta: un peccatuccio. Tra laltro Kroos, del Real
Madrid, luomo che interviene pi spesso nel-
la manovra: 100 tocchi complessivi. Ci signifi-
ca che i compagni gli riconoscono le qualit del
comandante.
Qualche errore James Rodriguez, invece, si
guadagna applausi per limpegno, per come in-
terpreta la fase difensiva ( sempre pronto ad
aiutare) e per quanto corre: 9,2 chilometri in 72
minuti, pi degli altri attaccanti del Real. Qual-
cosa della sua arte lo mostra: 3 lanci, 5 cross, 3
sponde e 2 occasioni create. E poi un tiro di sini-
stro che viene deviato in angolo da Beto. Va mi-
gliorata la fase di possesso: 17 palloni persi sono
un po troppi e un solo dribbling tentato (e non
riuscito) poco per uno come lui. Nulla di pre-
occupante, comunque: la sua tecnica, alla fine,
salter fuori e lo spettacolo-Real sar completo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
LA MOSSA TATTICA
Movimento Con pallone Passaggio
BENZEMA
BALE
KROOS
J. RODRIGUEZ
C. RONALDO
GDS
4
IL NUMERO
7
i palloni
recuperati
dal
centrocampista
del Real Madrid
Toni Kroos:
per lui anche
13 lanci positivi
4
ALBO ORO
1973
Ajax (Ola)
1975
Dinamo Kiev
(Ucr)
1976
Anderlecht (Bel)
1977
Liverpool (Ing)
1978
Anderlecht (Bel)
1979
Nottingham F. (Ing)
1980
Valencia (Spa)
1982
Aston Villa (Ing)
1983
Aberdeen (Sco)
1984
JUVENTUS (Ita)
1986
Steaua (Rom)
1987
Porto (Por)
1988
Malines (Bel)
1989
MILAN (Ita)
1990
MILAN (Ita)
1991
Man Utd (Ing)
1992
Barcellona (Spa)
1993
PARMA (Ita)
1994
MILAN (Ita)
1995
Ajax (Ola)
1996
Juventus (Ita)
1997
Barcellona (Spa)
1998
Chelsea (Ing)
1999
LAZIO (Ita)
2000
Galatasaray (Tur)
2001
Liverpool (Ing)
2002
R.Madrid (Spa)
2003
MILAN (Ita)
2004
Valencia (Spa)
2005
Liverpool (Ing)
2006
Siviglia (Spa)
2007
MILAN (Ita)
2008
Zenit (Rus)
2009
Barcellona (Spa)
2010
Atl. Madrid (Spa)
2011
Barcellona (Spa)
2012
Atl. Madrid (Spa)
2013
Bayern (Ger)
2014
R. Madrid (Spa)
un Real
esagerato
Troppo Ronaldo
per il Siviglia
Non c partita
I blancos vincono con facilit disarmante:
doppietta di Cristiano, Bale sforna gi assist
MONDO SUPERCOPPA EUROPEA
DAL NOSTRO INVIATO
FABIO BIANCHI
fabiowhites
CARDIFF (Galles)
Il Real globetrotter mette
la prima pietra di unannun-
ciata stagione da cannibale.
Supercoppa con vista spetta-
colo. Vince e diverte con una
semplicit disarmante, e que-
sto il primo avviso ai navi-
ganti della Champions. Si po-
teva sospettare che tanta ab-
bondanza fosse persino trop-
pa, che sarebbe stata dura
trovare gli equilibri. E poi, chi
corre? Invece il buon Ancelotti
sembra aver gi dato le misure
giuste al suo Real globetrotter.
Va bene, cera il discreto Sivi-
glia in opposizione, che tra lal-
tro s pure indebolito dal mer-
cato. Ok, arriveranno avversa-
ri pi duri che metteranno in
difficolt una squadra di mar-
ziani s, ma un po sbilanciata.
Intanto per quello che si pu
vedere che Kroos entrato
nel sistema come se ci fosse na-
to dentro. Che James Rodri-
guez, in attesa di deliziarci con
i suoi numeri, ha mostrato che
sa sacrificarsi come un grega-
rio qualsiasi. Che Bale ha im-
postato i suo muscoli per una
stagione da condottiero. E poi
c il solito Ronaldo, che ha gi
fatto dimenticare il Cristiano
mondiale. Subito una doppiet-
ta, per conquistare lunico tito-
lo (di club) che mancava nella
sua straripante bacheca.
Real agguanta Milan? A pro-
posito di titoli, il Real adesso
a 17 e guarda il capolista Milan
da un solo gradino. C puzza
di sorpasso imminente. Dal
canto suo, Carletto di titoli ne
vince tre in pochi mesi (con
Champions e Coppa del Re). In
carriera ora sono 16 (se contia-
mo lIntertoto) e ne mancano
soltanto due per entrare nella
top ten dei tecnici pi vincenti.
Anche per lui un traguardo im-
minente, visto questo Real. Il
Siviglia ha tenuto botta per
mezzora, fino a quando Ronal-
do ha deciso di sbloccare la
partita. Ha impostato lazione,
dato palla a James Rodriguez
che lha smistata a Bale e poi
arrivato puntuale allappunta-
mento col delizioso cross del
gallese. Lunica grande occa-
sione del primo round per gli
andalusi stata di Carrio che
ha approfittato di un piccolo
pasticcio difensivo. Ma Casil-
las ha voluto far vedere che in
questa squadra di marziani lui
pu ancora starci bene. Nel se-
condo round stato quasi solo
Real. Il Siviglia s visto soltan-
to al tramonto della sfida,
spinto dalla forza dellorgo-
glio. Prima, Ronaldo ha con-
cesso il bis con una sassata gra-
zie anche alla complicit di Be-
to che per poi si riscattato
salvando almeno tre occasio-
ni.
Gioia per gli occhi Quando si
accendeva, il Real globetrotter
ha regalato delizie. Una sinfo-
nia stupenda, con Toni Kroos
nei panni di nuovo direttore
dorchestra. Ha giocato mille
palloni, ne ha sbagliati solo
tre. La notizia migliore della
serata, insieme al prepotente
ri-avvio di Ronaldo. Il Sivi-
glia ha sperato di poterlo bef-
fare in contropiede ma, ap-
punto, i blancos non si sono
quasi mai sbilanciati. Qui c
tutta la bravura di Ancelotti.
Alla vigilia ha affermato sicu-
ro: Questa squadra pi forte
della scorsa stagione. Ma poi
ha detto: Tanta qualit pu
stare insieme, ma senza sacri-
fici la qualit non conta. Sia-
mo appena allinizio, ma lim-
pressione che il tecnico abbia
gi convinto le sue stelle. Ro-
driguez ha corso 9 chilometri.
Benzema ha speso sudore in
impostazione (buona lintesa
con James) e indossato il vesti-
to di assist-man (suo il passag-
gio per il bis di Ronaldo e altri
inviti), Modric ha fatto il lavo-
ro sporco senza fiatare. E Bale
ha fatto il Bale. Se pensiamo
alla panchina del Real (c per-
sino ancora Di Maria) forse nel
calcio bisogner introdurre
lhandicap come nel golf.
RIPRODUZIONE RISERVATA
REAL MADRID 2
SIVIGLIA 0
PRIMO TEMPO 1-0
MARCATORE C.Ronaldo al 30 p.t. e al 4 s.t.
REAL MADRID (4-3-3)
Casillas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Co-
entrao (dal 39 s.t. Marcelo); Modric, Kroos,
J. Rodriguez (dal 27 s.t. Isco); Bale (dal 41
s.t. Illarramendi), Benzema, Ronaldo. PAN-
CHINA Navas, Varane, Arbeloa, Di Maria.
ALLENATORE Ancelotti.
BARICENTRO MOLTO BASSO 47 metri
CAMBI DI SISTEMA nessuno.
AMMONITI Carvajal e Kroos per g.s.
SIVIGLIA (4-2-3-1)
Beto; Coke (dal 9 s.t. Figueiras), Pareja, Fa-
zi o, Fer nando Navar ro; Car r i o,
Krychowiak; Vidal Parreu (dal 21 s.t.
Aspas), F. Suarez (dal 33 s.t. Reyes), Vitolo;
Bacca. PANCHINA Barbosa, Samperio,
Iborra, Luismi. ALLENATORE Emery.
CAMBI DI SISTEMA 4-4-2 dal 21 s.t.
BARICENTRO BASSO 50 metri
AMMONITI Vitolo, Navarro per g.s.
ARBITRO Clattenburg (Ing).
NOTE spettatori 30 mila circa. Tiri in porta
9-4. Tiri fuori 4-2. In fuorigioco 2-1. Angoli
11-7. Recuperi: 1 p.t., 3 s.t.
17
i trofei internazionali del Real Madrid
(10 Coppe Campioni-Champions, 2 Coppe Uefa, 2 Supercoppe Uefa, 3
Intercontinentali): a una lunghezza dal Milan (18 trofei: 7 Champions, 2
Coppe delle Coppe, 5 Supercoppe Uefa, 4 Intercontinentali-Mondiale club)
Il capitano del Real Madrid
Iker Casillas, 33 anni, solleva
la Supercoppa Europea ACTION
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
19

MONDO SUPERCOPPA EUROPEA
GERMANIA ALLE 18 LA SUPERCOPPA
Borussia-Bayern
Quanti dispetti
fuori dal campo
PIERFRANCESCO ARCHETTI
Finito il Mondiale hanno ricominciato a
detestarsi. Borussia e Bayern, che oggi alle 18 si
incontrano nella supercoppa tedesca, hanno bi-
sticciato per le ingerenze bavaresi nel contratto
di Marco Reus (si libererebbe con una clausola
di soli 25 milioni): se mantiene le promesse,
la.d. giallonero Hans-Joachim Watzke dovreb-
be disertare il pranzo ufficiale pre gara, come
fece nel 2013 dopo lo scippo di Gtze, per non
incontrare Karl-Heinz Rummenigge. Ma c sta-
ta una polemica sulle cifre dei tifosi alla presen-
tazione: 65 mila allAllianz Arena per il Bayern?
A Dortmund erano in 90 mila, ma dallaltra par-
te hanno sottolineato che dentro allo stadio si
sono visti 30 mila tifosi, gli altri erano a zonzo
per il parco adiacente dove si tenuta la festa.
La Supercoppa non troppo considerata in
Germania. Era stata sostituita dalla Coppa di Le-
ga nel 98, poi abolita del tutto. Ripristinata nel
2008 come amichevole, ridivenuta competi-
zione ufficiale nel 2010. Ci siamo accorti come
tutto il mondo guarda a questa partita, dobbia-
mo fare bella figura pur considerando le assen-
ze ha detto Jrgen Klopp. Stadio pieno come
sempre a Dortmund, con 80.677 spettatori che
rivedranno Lewandowski, ma con la maglia
giusta come dicono a Monaco per buttare vele-
no. Immobile dovrebbe giocare uno spezzone,
anche se le formazioni della vigilia sono pi che
mai ballerine. Guardiola le ha affidate al medi-
co e al preparatore fisico, perch ho allenato i
campioni del mondo solo sabato.
RIPRODUZIONE RISERVATA
COS IN CAMPO (a Dortmund, ore 18)
BORUSSIA DORTMUND (4-3-1-2) Langerak; Grosskreutz, Pa-
pastathopoulos, Ginter, Schmelzer; Joijc, Kirch, Bender;
Mkhitaryan; Aubameyang, Ramos. All. Klopp
BAYERN (3-4-3) Starke; Martinez, Badstuber, Alaba; Hojbjer,
Rode, Gaudino, Bernat; Shaqiri, Lewandowski, Pizarro. All.
Guardiola.
ARBITRO Gagelmann.
TV Diretta Sky Sport 1 HD, 3 HD e Supercalcio.
d
HANNO
DETTO
S
Ronaldo
Era la mia
prima gara
ufficiale,
volevo sapere
come stavo.
Sono contento:
questo era
lunico trofeo
che mi
mancava
S
Ancelotti
Quello che
successo
a Casillas
(nella foto)
al Mondiale,
Iker lo ha
dimenticato. Sar
titolare? Vedremo,
tutti hanno
fiducia in lui
i Protagonisti
NATI PER VINCERE
CR7 incorona Carletto
Per lui parlano i trionfi
Il portoghese: Il nostro allenatore? Ha vinto ovunque,
non c altro da aggiungere.... Ancelotti: Kroos perfetto
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO BOLDRINI
CARDIFF (Galles)
Bolo do caco e culatello,
vino di Madeira e festa della
birra, Funchal e Reggiolo.
Una strana coppia, ma funzio-
na. Cristiano Ronaldo e Carlo
Ancelotti: nel Real modello
grandi stelle si riparte da loro,
il fuoriclasse portoghese uscito
con un ginocchio il destro
malconcio dal mondiale e lal-
lenatore che ha vinto dapper-
tutto: Italia, Inghilterra, Fran-
cia, Spagna. Purch se ma-
gna, potrebbe chiosare Car-
letto, che quando c da usare
il romanesco rispolvera senza
problemi gli otto anni trascorsi
allombra del Colosseo, ma la
verit che Ancelotti riesce
sempre nellimpresa di soddi-
sfare gli appetiti famelici di
commensali niente male: Sil-
vio Berlusconi, Roman Abra-
movich, gli sceicchi del Qa-
tar, Florentino Perez. La ta-
vola rotonda del calcio.
Che feeling La sintonia
con il portoghese per-
fetta. Le parole di CR7
nei confronti di Ance-
lotti sono pietre: E una
persona eccellente. Ha
vinto tanto e ovunque, c poco
da dire. Cristiano sorride al fi-
schio finale: la Supercoppa eu-
ropea era lunico trofeo a livel-
lo di club che mancava alla sua
collezione. Con la doppietta di
ieri sale a quota 70 nei gol eu-
ropei: cifra da urlo. Cristiano,
18 reti al Siviglia in carriera, ri-
ceve da Alex Ferguson, lantico
maestro, il premio di uomo
partita: Era la mia prima gara
ufficiale, ero curioso di sapere
come stavo. Non ho sentito do-
lore e sono contento di aver
vinto questa coppa. Era lunico
trofeo europeo che mi manca-
va. Rodriguez? Ha dimostrato
di essere un giocatore da Re-
al. Nella notte di Cardiff, si fa
notare il gesto di Xabi Alonso:
il giocatore del Real, squa-
lificato, mostra il suo di-
sappunto, scuotendo la
testa di fronte a Platini,
quando riceve la meda-
glia. Abbiamo giocato
bene - ha detto Ancelotti
nel dopopartita - e non
era facile preparare questa
partita perch non abbiamo
avuto molto tempo. Con i
nuovi aumentata la quali-
t della squadra: Kroos
andato molto bene, anche
James mi piaciuto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Carlo
Ancelotti
55 anni, tecnico
del Real Madrid
dal 2013: ha
vinto una Coppa
di Spagna, una
Champions e
una Supercoppa
Europea
IPP
20
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

MAGIC +3 CAMPIONATO
Cigarini a 10 una scommessa vinta
Il centrocampista dellAtalanta un affare: rendimento vivace e grande confidenza con il gol
IL CONSIGLIO A 25 ANNI DEBUTTA IN A DOPO LE ULTIME STAGIONI AL BARI. IN DUE CAMPIONATI UNDICI RETI E ORA LA CHIAMATA DI ZEMAN A CAGLIARI: NON FAR RIMPIANGERE ASTORI
Benvenuto Ceppitelli, il difensore col vizietto del gol
MARCO GUIDI
MILANO
Che estate movimentata
per Luca Ceppitelli. Al solsti-
zio di giugno era ancora un
giocatore del Bari e sbarcava a
Ibiza con la bella fidanzata
Angela per godersi un po di
relax e divertimento dopo la
stagione sui campi della B. A
luglio il ritorno a Parma, la fa-
tica della preparazione, le pri-
me amichevoli. Poi ad agosto
il colpo di scena: c il Caglia-
ri, terza maglia in meno di
due mesi. In tutto questo, per
la prima volta Ceppitelli ha
letto il suo nome sulla Magic
lista Gazzetta. Ruolo difenso-
re, quotazione 5 crediti, spe-
ranze tante e una promessa:
Non far rimpiangere Astori.
Lui fortissimo, ma con laiu-
to dei miei compagni i tifosi
non ne sentiranno la mancan-
za.
Cosa va Volete un dato? Un-
dici gol in due anni in B. S,
avete capito bene, di difenso-
re si tratta. Ma quando sale sui
calci piazzati si trasforma in
un vero e proprio centravanti.
Ben cinque reti lo scorso anno
sono arrivate di testa su cor-
ner o affini. Non pu essere
un caso. E con Zdenek Zeman
le sue doti offensive non an-
dranno di certo perse, tanto
che lui stesso sottolinea: Mi
vedrete molto spesso nelle
aree avversarie. Qualit che
alla Magic fanno dimenticare
voti non sempre esaltanti
(5,83 la sua pagella media a
Bari), soprattutto considerato
il fanta-prezzo relativamente
basso. E non abbiate paura:
con Rossettini e Benedetti se
ritmo e caratteristiche fisiche.
In pi, Ceppitelli parecchio
ruvido sulluomo. Non si fa
mancare i gol e nemmeno i
cartellini (ben 12 gialli e un
rosso lo scorso anno). In ulti-
mo, a 25 anni non ha mai gio-
cato una partita in Serie A, an-
che se degli anni baresi ci tie-
ne a ricordare un aspetto: In
biancorosso ho dovuto racco-
gliere leredit di Bonucci e
Ranocchia, quindi cerco di es-
sere sempre pronto per le nuo-
ve sfide. Se sapr ripetersi
anche nella squadra del boe-
mo lo sapremo a fine estate,
quando si far sul serio.
(ha collaborato
Mario Frongia)
RIPRODUZIONE RISERVATA Luca Ceppitelli, 25 anni LAPRESSE
COME PARTECIPARE
Abbonati online
o acquistando
la card in edicola
Per iscriversi al nostro
concorso occorre registrarsi
gratis sul nostro sito internet
Gazzetta.it o nellArea Magic.
Per partecipare ci sono due
modi: comprando la Magic
card che potete trovare in
edicola (a 19,99 euro), che
vale come un abbonamento
stagionale oppure online,
abbonandosi allArea Magic o
acquistando crediti che
danno degli accessi allArea
Premium. Non ci sono limiti al
numero di squadre create
che un singolo utente pu
creare. E non dimenticate
che ci sono anche le leghe
private per sfidare i vostri
amici in duelli allultimo punto.
Iscrivetevi e formate le
vostre squadre, la Magic vi
aspetta.
PORTIERI
Nome Squadra Costo
ABBIATI MIL 12
AGAZZI MIL 2
AGLIARDI CES 2
ANDUJAR NAP 1
AVRAMOV TOR 1
BARDI CHI 8
BASSI EMP 8
BELEC INT 1
BENUSSI UDI 1
BERISHA LAZ 2
BERNI INT 1
BIGGERI EMP 1
BIZZARRI GEN 1
BRESSAN CES 1
BRKIC UDI 2
BUFFON JUV 16
CARBONI CAG 1
CARRIZO INT 1
COLOMBI CAG 8
COLOMBO NAP 1
CONSIGLI ATA 11
CRAGNO CAG 2
DA COSTA SAM 10
DE SANCTIS ROM 15
*DIEGO LOPEZ MIL 13
FREZZOLINI ATA 1
FULIGNATI PAL 1
GABRIEL MIL 1
GILLET TOR 2
GOLLINI VER 1
HANDANOVIC INT 15
IACOBUCCI PAR 1
KARNEZIS UDI 1
KELAVA UDI 1
LAMANNA GEN 1
LEALI CES 8
LOBONT ROM 1
LUPATELLI FIO 1
MARCHETTI LAZ 12
MASSOLO SAM 1
MIHAYLOV VER 1
MIRANTE PAR 12
NETO FIO 13
NICOLAS VER 1
PADELLI TOR 11
PEGOLO SAS 7
PERIN GEN 12
POLITO SAS 1
POMINI SAS 2
PUGGIONI CHI 2
RAFAEL C.B. NAP 14
RAFAEL D.A. VER 10
ROSATI NAP 1
RUBINHO JUV 1
SCUFFET UDI 11
SECULIN CHI 1
SEPE EMP 2
SKORUPSKI ROM 1
SORRENTINO PAL 10
SPORTIELLO ATA 1
SQUIZZI CHI 1
STORARI JUV 1
STRAKOSHA LAZ 1
TATARUSANU FIO 1
UJKANI PAL 1
*VIVIANO SAM 3
DIFENSORI
Nome Squadra Costo
ABATE MIL 7
ACERBI SAS 4
AGOSTINI VER 5
ALBERTAZZI MIL 3
ALBIOL NAP 11
ALEX MIL 14
ALONSO FIO 3
ANDELKOVIC PAL 5
ANDREOLLI INT 4
ANTEI SAS 3
ANTONINI GEN 6
ARIAUDO SAS 4
ASTORI ROM 8
AVELAR CAG 4
BALZANO CAG 3
BALZARETTI ROM 5
BARBA EMP 2
BARZAGLI JUV 14
BASANTA FIO 6
BASTA LAZ 13
BELLINI ATA 2
BELMONTE UDI 2
BENALOUANE ATA 6
BENATIA ROM 16
BENEDETTI CAG 3
BIANCHETTI EMP 3
BIANCO SAS 3
BIAVA ATA 8
BIRAGHI CHI 5
BONERA MIL 5
BONUCCI JUV 12
BOVO TOR 6
BRAAFHEID LAZ 4
BRITOS NAP 5
BRIVIO ATA 5
BUBNJIC UDI 3
BURDISSO GEN 7
CACCIATORE SAM 5
CACERES JUV 6
CAMPAGNARO INT 6
CANA LAZ 7
CANNAVARO SAS 7
CAPELLI CES 5
CAPUANO CAG 5
CASSANI PAR 8
CASTAN ROM 12
CAVANDA LAZ 4
CEPPITELLI CAG 5
CESAR CHI 4
CHERUBIN ATA 4
CHIELLINI JUV 15
CIANI LAZ 4
CODA UDI 3
COLE ROM 11
COSTA SAM 4
DAINELLI CHI 7
D'AMBROSIO INT 5
DANILO UDI 8
DAPRELA' PAL 4
DARMIAN TOR 11
DE CEGLIE JUV 3
DE MAIO GEN 6
DE SCIGLIO MIL 8
DE SILVESTRI SAM 10
DE VRIJ LAZ 12
DEL GROSSO ATA 4
DIDAC MIL 2
DODO' INT 8
DOMIZZI UDI 7
DOUGLAS UDI 2
DRAME' ATA 5
EDENILSON GEN 5
EDIMAR CHI 4
ELEZ LAZ 1
EMANUELSON ROM 7
EVRA JUV 11
FARAONI UDI 4
FEDDAL PAL 2
FELIPE PAR 4
FERNANDEZ NAP 6
FORNASIER SAM 4
FREY CHI 5
GABRIEL SILVA UDI 11
GAMBERINI CHI 5
GASTALDELLO SAM 9
GASTON SILVA TOR 3
GAZZOLA SAS 4
GHOULAM NAP 6
GLIK TOR 10
GOBBI PAR 7
GONZALEZ VER 5
HEGAZI FIO 2
HENRIQUE NAP 8
HEURTAUX UDI 9
HYSAJ EMP 4
INGEGNERI CES 2
IZZO GEN 4
JANSSON TOR 4
JONATHAN INT 10
JUAN JESUS INT 8
KONKO LAZ 5
KOULIBALY NAP 5
KRAJNC CES 4
LAURINI EMP 3
LAZAAR PAL 5
LICHTSTEINER JUV 16
LONGHI SAS 5
LUCARELLI PAR 9
LUCCHINI CES 6
LUNA VER 6
MAGGIO NAP 6
MAGNUSSON CES 2
MAICON ROM 15
MAKSIMOVIC TOR 6
MANFREDINI SAS 5
MANTOVANI PAL 4
MARCHESE GEN 8
MARIO RUI EMP 3
MARQUES VER 4
MARQUEZ VER 8
MARTIC VER 4
MARTINELLI EMP 1
MASIELLO TOR 4
MBAYE INT 4
MESBAH PAR 4
MESTO NAP 4
MEXES MIL 5
MILANOVIC MILAN PAL 3
MOLINARO TOR 9
MORAS VER 6
MORETTI TOR 7
MORGANELLA PAL 4
MOTTA JUV 3
MUNOZ PAL 6
MURRU CAG 6
NAGATOMO INT 13
NALDO UDI 3
NICA CES 3
COFIE GEN 4
COMAN JUV 2
CONTI CAG 10
COPPOLA CES 4
COSSU CAG 8
CRISETIG CAG 4
CRISTANTE MIL 4
CROCE EMP 4
CUADRADO FIO 22
D'ALESSANDRO ATA 5
DE FEUDIS CES 4
DE JONG MIL 10
DE ROSSI ROM 13
DE VITIS SAM 1
DELLA ROCCA PAL 3
DESSENA CAG 5
DI GENNARO PAL 5
DONADEL NAP 3
DONATI VER 6
DONSAH CAG 2
DUNCAN SAM 5
DZEMAILI NAP 13
EDERSON LAZ 5
EKDAL CAG 7
EL KADDOURI TOR 12
ERAMO SAM 3
ERIKSSON CAG 3
ESSIEN MIL 3
ESTIGARRIBIA ATA 6
FARNERUD TOR 6
FELIPE ANDERSON LAZ 6
FERNANDES UDI 13
FERNANDEZ FIO 9
FETFATZIDIS GEN 8
FLORENZI ROM 15
GAGLIARDINI ATA 3
GALLOPPA PAR 5
GARGANO NAP 5
GARGIULO EMP 1
GAVAZZI SAM 3
GAZZI TOR 4
GIORGI CES 6
GONZALEZ LAZ 7
GRASSI ATA 1
GRECO GEN 7
GROSSI VER 3
GUANA CHI 4
GUARENTE EMP 6
GUARIN INT 12
GUILHERME UDI 5
HALLFREDSSON VER 10
HAMSIK NAP 20
HERNANES INT 16
HETEMAJ CHI 7
HONDA MIL 9
IAGO GEN 5
ILICIC FIO 13
IMPROTA GEN 5
INLER NAP 11
IONITA VER 4
IZCO CHI 6
JADSON UDI 2
JANKOVIC B. VER 8
JANKOVIC F. PAR 2
JOAQUIN FIO 10
JORGINHO NAP 14
JORQUERA PAR 4
KEITA ROM 7
KOVACIC INT 11
KRHIN INT 4
KRSTICIC SAM 7
KUCKA GEN 9
KUPISZ CHI 2
KURTIC SAS 8
KUZMANOVIC INT 4
LANER VER 2
LAXALT INT 3
LAZAREVIC CHI 5
LAZZARI FIO 5
LEDESMA LAZ 8
LULIC LAZ 13
MAGNANELLI SAS 5
MAIELLO NAP 2
MANGANI CHI 5
MARCHIONNI PAR 7
MARCHISIO JUV 16
MARESCA PAL 7
*MARIN FIO 11
MARRONE JUV 4
MARSURA GEN 1
MARTINOVIC VER 1
MASTOUR MIL 2
MAURI J. PAR 1
MAURI S. LAZ 12
*MEDEL INT 8
MENEZ MIL 16
MERTENS NAP 22
MIGLIACCIO ATA 4
MINALA LAZ 2
MISSIROLI SAS 6
MLINAR UDI 1
MOLINA ATA 4
MONTOLIVO MIL 10
MORALEZ ATA 13
MORO EMP 3
MUNTARI MIL 8
MUSACCI PAR 3
M'VILA INT 7
NAINGGOLAN ROM 12
NGOYI PAL 3
NINIS PAR 4
NOCERINO TOR 8
OBBADI VER 6
OBI INT 3
OBIANG SAM 8
OCTAVIO FIO 3
ONAZI LAZ 6
PADOIN JUV 4
PALOMBO SAM 8
PAREDES ROM 4
PAROLO LAZ 14
PEPE JUV 3
PEREIRINHA LAZ 4
PEREYRA JUV 11
PEREZ TOR 3
PEROTTI GEN 10
PINZI UDI 7
PIREDDA CAG 1
PIRLO JUV 16
PIZARRO FIO 10
PJANIC ROM 18
POGBA JUV 18
POLI MIL 7
PUCCIARELLI EMP 5
QUAISON PAL 3
RADOSEVIC NAP 2
RADOVANOVIC CHI 4
RAGUSA GEN 6
RIERA UDI 6
RIGONI PAL 10
RINCON GEN 6
RIZZO SAM 2
ROMULO JUV 10
SALA VER 5
*SANCHEZ MINO TOR 7
SANTANA GEN 5
SAPONARA MIL 6
SBAFFO CHI 3
SCHELOTTO INT 5
SESTU CHI 4
SIGNORELLI EMP 4
SORIANO SAM 10
SPINAZZOLA ATA 2
STROOTMAN ROM 16
STURARO GEN 7
TABANELLI CES 4
TACHTSIDIS VER 6
UCAN ROM 5
VALDIFIORI EMP 5
VALOTI VER 1
VARGAS FIO 11
VAZQUEZ PAL 10
VECINO FIO 6
VERDI EMP 7
VIDAL JUV 20
VIVES TOR 5
WIDMER UDI 6
WOLSKI FIO 4
WSZOLEK SAM 4
ZAPATA A. UDI 4
ZE' EDUARDO CES 4
ZIELINSKI UDI 5
ATTACCANTI
Nome Squadra Costo
AGUIRRE EMP 10
ALFARO LAZ 4
AMAURI PAR 16
BABACAR FIO 13
BALOTELLI MIL 29
BARRETO TOR 10
BELECK FIO 6
BELFODIL PAR 14
BELOTTI PAL 16
BERARDI SAS 26
BERGESSIO SAM 18
BERNARDESCHI FIO 11
BIANCHI ATA 11
BOAKYE ATA 12
BORRIELLO ROM 13
BOTTA INT 8
CALLEJON NAP 25
CASSANO PAR 23
CERCI TOR 23
CERRI PAR 3
CHANTURIA VER 10
DEFREL CES 11
DENIS ATA 23
DESTRO ROM 24
DI NATALE UDI 29
DJORDJEVIC LAZ 17
DJURIC CES 6
DYBALA PAL 15
EDER SAM 20
EL SHAARAWY MIL 21
FARIAS CAG 8
FEDATO SAM 9
FLOCCARI SAS 13
FLORO FLORES SAS 14
GABBIADINI SAM 19
GARRITANO CES 10
GERVINHO ROM 23
GHEZZAL PAR 5
GIOVINCO JUV 14
GLIOZZI SAS 2
GOMEZ M. FIO 29
GOMEZ T. VER 14
HERNANDEZ PAL 15
HIGUAIN NAP 34
IAKOVENKO FIO 8
IBARBO CAG 15
ICARDI INT 25
INSIGNE NAP 15
ITURBE ROM 21
KEITA LAZ 18
KLOSE LAZ 20
LARRONDO TOR 11
LJAJIC ROM 16
LLORENTE JUV 27
LOI CAG 1
LONGO CAG 13
MACCARONE EMP 14
MARILUNGO CES 13
MARTINEZ TOR 12
MATRI GEN 19
MAXI LOPEZ CHI 14
MCHEDLIDZE EMP 6
MEGGIORINI CHI 12
MICHU NAP 16
MORATA JUV 20
MURIEL UDI 17
NENE' VER 14
NIANG MIL 11
NICO LOPEZ UDI 12
OKAKA SAM 16
OSVALDO INT 18
PALACIO INT 27
PALLADINO PAR 12
PALOSCHI CHI 20
PANDEV NAP 15
PAVOLETTI SAS 11
PAZZINI MIL 18
PELLISSIER CHI 11
PEREA LAZ 9
PINILLA GEN 14
PIOVACCARI SAM 8
POZZI PAR 8
QUAGLIARELLA TOR 20
RIBAS GEN 4
RODRIGUEZ CES 9
ROSSETI ATA 8
ROSSI FIO 32
ROVINI EMP 4
SANABRIA ROM 6
SANSONE G. SAM 13
SANSONE N. SAS 15
SAU CAG 19
SHEKILADZE EMP 3
SUCCI CES 10
TAVANO EMP 16
TEVEZ JUV 35
THEREAU UDI 16
TONI VER 26
TOTTI ROM 23
TOUNKARA LAZ 4
VARGAS NAP 14
ZAPATA D. NAP 13
ZAZA SAS 17
NOVARETTI LAZ 4
OGBONNA JUV 5
PALETTA PAR 10
PAPP CHI 3
PASQUAL FIO 12
PASQUALE UDI 3
PEDRO MENDES PAR 3
PELUSO SAS 6
PERICO CES 4
PICCINI FIO 3
PIRIS UDI 5
PISANO E. PAL 6
PISANO F. CAG 5
POLENTA GEN 2
RADU LAZ 8
RAIMONDI ATA 4
RAMI MIL 11
RANOCCHIA INT 12
REGINI SAM 6
RENZETTI CES 6
RISPOLI PAR 4
RISTOVSKI PAR 5
RODRIGUEZ GON. FIO 14
RODRIGUEZ GUI. VER 5
ROMAGNOLI ROM 4
RONCAGLIA FIO 5
ROSI GEN 6
ROSSETTINI CAG 6
RUGANI EMP 7
SALAMON SAM 3
SAMPIRISI GEN 4
SANTACROCE PAR 2
SARDO CHI 5
SAVIC FIO 9
SCALONI ATA 2
SILVESTRE INT 3
SORENSEN JUV 2
STENDARDO ATA 7
STRUNA PAL 1
SUAGHER ATA 1
TERRANOVA SAS 8
TERZI PAL 5
TOMOVIC FIO 8
TONELLI EMP 6
TOROSIDIS ROM 6
VESOVIC TOR 2
VIDIC INT 13
VINICIUS LAZ 2
VITIELLO PAL 2
VOLTA CES 4
VRSALJKO SAS 7
WAGUE UDI 2
ZACCARDO MIL 3
ZAMPANO VER 2
ZAPATA C. MIL 6
ZAPPACOSTA ATA 3
ZUKANOVIC CHI 6
ZUNIGA NAP 12
CENTROCAMPISTI
Nome Squadra Costo
ACQUAH PAR 6
ADRYAN CAG 4
ALHASSAN UDI 3
ALHASSAN MORO GEN 1
ALLAN UDI 10
ALVAREZ INT 10
ANTONELLI GEN 8
AQUILANI FIO 16
ARMERO MIL 7
ASAMOAH JUV 9
BADU UDI 11
BAKIC FIO 2
BARRETO PAL 9
BASELLI ATA 6
BASHA TOR 4
BELLOMO CHI 5
BENASSI TOR 6
BENTIVOGLIO CHI 4
BERTOLACCI GEN 7
BIABIANY PAR 14
BIDAOUI PAR 5
BIGLIA LAZ 7
BIONDINI SAS 7
BIRSA CHI 7
BOLZONI PAL 5
BONAVENTURA ATA 15
BORJA VALERO FIO 19
BRIENZA ATA 5
BRIGHI SAS 8
BRILLANTE FIO 3
BUCHEL JUV 2
CABRERA CAG 3
CAIO RANGEL CAG 3
CAMPANA SAM 4
CANDREVA LAZ 19
CAPELLO CAG 3
CARMONA ATA 7
CASCIONE CES 7
CATALDI LAZ 3
CAZZOLA CES 5
CHIBSAH SAS 4
CHOCHEV PAL 4
CHRISTODOULOPOULOS VER 7
CIGARINI ATA 10
la gioca per un posto da titola-
re.
Cosa non va Ecco, restiamo
su Zeman. Fare il difensore
per il tecnico boemo non co-
sa facile, specie al primo anno
in Serie A. Le sue squadre tra-
dizionalmente giocano molto
aperte e ai centrali toccano re-
cuperi allucinanti sui 40-50
metri di campo. Non proprio il
punto di forza di Ceppitelli,
che abile come marcatore
puro in area di rigore, ma pu
faticare sulle ripartenze veloci
degli avversari. Questione di
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
21

LEGA PRO I CALENDARI
Lo spezzatino servito
Gare in tv a tutte le ore
Diretta streaming di 1.200 partite: si giocher in 4 giorni diversi
La Prefettura ordina al Grosseto: Intera stagione a porte chiuse
DAL NOSTRO INVIATO
NICOLA BINDA
FIRENZE
Un punto di domanda e
uno spezzatino hanno accompa-
gnato i calendari della nuova Le-
ga Pro unica. Leterno Mario Ma-
calli, il giorno dopo le sofferte
elezioni federali, era solo: Ho
detto io a Tavecchio di stare a Ro-
ma, ha tanto da fare. Non cera il
presidente Figc e quindi non
cerano i dilettanti, non cera la
Lega di A e nemmeno Lotito. As-
sente anche la Lega di B, ma Abo-
di s salvato in corner arrivando
per il pranzo (colpa del traffico
da Ansedonia) e suggellando
quella santa alleanza con la Lega
Pro che puzzava solo di accordo
pre-elettorale.
Il punto di domanda Tra i nuo-
vi amici Macalli e Abodi il primo
scambio riguarda il Novara, che
al 99%, nonostante le proteste
della Juve Stabia, il 18 sar riam-
messo in B dopo che il Coni ha or-
dinato alla Figc di tornare a 22
squadre, in barba allassemblea
dei club e alle ratifiche del Consi-
glio federale. Intanto il Novara
stato inserito nel girone A, per il
quale il 31 deve debuttare a Mon-
za, mentre in B dovrebbe sfidare
il 30 la squadra che riposa (il Lati-
na). Una volta reintegrato il No-
vara, la Lega Pro dovr sostituirlo
con una squadra che andr co-
munque nel girone A, anche se
del Sud. Scartata da Macalli lipo-
tesi del girone a 19, o si provvede
anche qui a un reintegro (non un
ripescaggio...) premiando la mi-
glior retrocessa (Porto Tolle), op-
pure si ripristina la normativa dei
ripescaggi, riconoscendo il posto
alla squadra di D che ha vinto i
playoff (Correggese) con deroga
per lo stadio. In Serie D il posto
liberato andr al Sondrio, ma og-
gi i calendari saranno fatti lo stes-
so. Il Consiglio federale decider
il criterio il 18 e il ripescaggio si
potr solo intuire, ma sar fatto
pi avanti. E il 31 si gioca.
Spezzatino Lega Pro Channel,
presentata da Romi Gai e Claudio
Arrigoni, trasmetter le 1.200
partite (comprese Coppa Italia,
playoff e playout) in diretta in hd
su sportube.tv, sui siti dei club e
sulle emittenti interessate. Nes-
suna Lega al mondo produce da
sola le partite e in un numero cos
elevato hanno detto il manager e
il direttore, spiegando la tecnolo-
gia innovativa, limpegno (due te-
lecamere a partita) e gli sviluppi
pubblicitari. Tutto ci ha portato
allo spezzatino: due gare al ve-
nerd (una per la Rai), 14 al saba-
to, 13 alla domenica e una al lu-
ned, in nove fasce orarie, com-
prese le 11 e le 12.30 della dome-
nica, forse per i derby a rischio.
Sono idee giovani ha detto Ma-
calli spesso i quarantenni sono
meno moderni degli ottantenni.
La grana Intanto la Prefettura
di Grosseto ha comunicato che le
gare interne della squadra si gio-
cheranno in assenza di spettato-
ri. Questo perch il club non ha
adottato le necessarie iniziative
finalizzate alla completa applica-
zione della legislazione vigente in
materia di sicurezza ed ordine
pubblico negli impianti sportivi.
RIPRODUZIONE RISERVATA Mario Macalli, 77 anni ANSA
Un campionato rivoluzionario, con
30 partite spalmate su quattro gior-
ni e su otto diverse fasce orarie. Ec-
co come il tifoso potr seguirle:
VENERDI
una partita alle 19.30
una partita alle 20.45
SABATO
tre partite alle 14.30
tre partite alle 15
tre partite alle 16
tre partite alle 17
due partite alle 19.30
DOMENICA
una partita alle 11
due partite alle 12.30
quattro partite alle 14.30
tre partite alle 16
tre partite alle 18
LUNEDI
una partita alle 20.45
IN TELEVISIONE
Tutte le 1.200 partite di campionato,
pi quelle di Coppa Italia e Super-
coppa, andranno in diretta strea-
ming in HD su sportube.tv, sui siti
dei club e sulle emittenti interessa-
te. La Rai trasmetter un anticipo
del venerd, quello delle 20.45.
La guida
Due anticipi il venerd
Sabato e domenica
cinque fasce orarie
1
a
GIORNATA
31-8-2014 11-1-2015
AlessandriaMantova
BassanoPavia
ComoSdtirol
CremoneseAlbinoLeffe
Feralpi Sal-Real Vicenza
LumezzanePordenone
MonzaNovara
Pro PatriaTorres
VeneziaRenate
Vicenza-Giana
Girone A Girone B Girone C
4
a
GIORNATA
14-9-2014 1-2-2015
AlbinoLeffe-Como
Giana-Alessandria
Mantova-Venezia
Novara-Cremonese
Pavia-Feralpi Sal
Pordenone-Bassano
Real Vicenza-Pro Patria
Renate-Vicenza
Sdtirol-Monza
Torres-Lumezzane
7
a
GIORNATA
5-10-2014 22-2-2015
AlessandriaSdtirol
BassanoVicenza
Feralpi SalComo
Monza-Giana E.
PaviaAlbinoleffe
PordenoneCremonese
Pro PatriaMantova
Real Vicenza-Venezia
RenateLumezzane
TorresNovara
10
a
GIORNATA
26-10-2014 15-3-2015
AlbinoLeffe-Alessandria
Bassano-Torres
Como-Renate
Cremonese-Venezia
Giana-Real Vicenza
Lumezzane-Pro Patria
Mantova-Monza
Novara-Sdtirol
Pordenone-Pavia
Vicenza-Feralpi Sal
13
a
GIORNATA
16-11-2014 29-3-2015
Alessandria-Bassano
ComoCremonese
MantovaPordenone
MonzaTorres
Pavia-Giana
Pro PatriaVicenza
Real VicenzaNovara
Renate-Feralpi Sal
SdtirolLumezzane
VeneziaAlbinoLeffe
16
a
GIORNATA
7-12-2014 19-4-2015
Alessandria-Feralpi Sal
Bassano-Real Vicenza
GianaNovara
LumezzaneCremonese
MantovaSdtirol
Pavia-Venezia
PordenoneMonza
Pro PatriaRenate
TorresAlbinoLeffe
VicenzaComo
19
a
GIORNATA
6-1-2015 10-5-2015
AlbinoLeffePordenone
ComoMantova
Cremonese-Giana
Feralpi Sal-Bassano
Monza-Pro Patria
Novara-Lumezzane
Real VicenzaPavia
RenateTorres
SdtirolVicenza
VeneziaAlessandria
2
a
GIORNATA
7-9-2014 18-1-2015
AlbinoLeffeVicenza
GianaLumezzane
MantovaCremonese
Novara-Feralpi Sal
Pavia-Pro Patria
Pordenone-Venezia
Real VicenzaAlessandria
RenateMonza
SdtirolBassano
TorresComo
5
a
GIORNATA
21-9-2014 8-2-2015
AlessandriaPavia
BassanoAlbinoLeffe
Como-Venezia
CremoneseSdtirol
Feralpi SalTorres
Monza-Real Vicenza
Pordenone-Giana
Pro PatriaNovara
RenateMantova
VicenzaLumezzane
8
a
GIORNATA
12-10-2014 1-3-2015
AlbinoLeffe-Feralpi Sal
Como-Pro Patria
CremoneseAlessandria
GianaTorres
Lumezzane-Real Vicenza
MantovaPavia
Novara-Bassano V.
SdtirolRenate
VeneziaMonza
Vicenza-Pordenone
11
a
GIORNATA
2-11-2014 22-3-2015
AlessandriaVicenza
ComoPordenone
Mantova-Feralpi Sal
MonzaLumezzane
PaviaTorres
Pro Patria-Bassano
Real VicenzaCremonese
RenateNovara
SdtirolAlbinoLeffe
Venezia-Giana
14
a
GIORNATA
23-11-2014 2-4-2015
BassanoComo
Feralpi SalMonza
GianaMantova
Lumezzane-Venezia
NovaraAlbinoLeffe
PaviaCremonese
PordenoneRenate
Pro PatriaAlessandria
TorresSdtirol
Vicenza-Real Vicenza
17
a
GIORNATA
14-12-2014 26-4-2015
AlbinoLeffeLumezzane
ComoAlessandria
Cremonese-Pro Patria
Feralpi Sal-Giana
MonzaVicenza
NovaraPordenone
Real VicenzaMantova
Renate-Bassano
SdtirolPavia
VeneziaTorres
3
a
GIORNATA
10-9-2014 25-1-2015
Alessandria-Novara
Bassano-Giana
Como-Real Vicenza
Cremonese-Renate
Feralpi Sal-Pordenone
Lumezzane-Mantova
Monza-Pavia
Pro Patria-AlbinoLeffe
Venezia-Sdtirol
Vicenza-Torres
6
a
GIORNATA
28-9-2014 15-2-2015
AlbinoLeffeMonza
Cremonese-Bassano
GianaComo
LumezzaneAlessandria
MantovaVicenza
NovaraPavia
Real VicenzaRenate
Sdtirol-Pro Patria
TorresPordenone
Venezia-Feralpi Sal
9
a
GIORNATA
19-10-2014 8-3-2015
Alessandria-Pordenone
Bassano-Lumezzane
Feralpi Sal-Cremonese
Monza-Como
Pavia-Vicenza
Pro Patria-Giana
Real Vicenza-Sdtirol
Renate-AlbinoLeffe
Torres-Mantova
Venezia-Novara
12
a
GIORNATA
9-11-2014 25-3-2015
AlbinoLeffe-Real Vicenza
BassanoMantova
Cremonese-Monza
Feralpi SalSdtirol
GianaRenate
LumezzanePavia
NovaraComo
Pordenone-Pro Patria
TorresAlessandria
Vicenza-Venezia
15
a
GIORNATA
30-11-2014 12-4-2015
AlbinoLeffe-Giana
ComoLumezzane
CremoneseVicenza
Feralpi Sal-Pro Patria
MonzaAlessandria
NovaraMantova
Real VicenzaTorres
RenatePavia
SdtirolPordenone
Venezia-Bassano
18
a
GIORNATA
21-12-2014 3-5-2015
AlessandriaRenate
BassanoMonza
GianaSdtirol
Lumezzane-Feralpi Sal
MantovaAlbinoLeffe
PaviaComo
Pordenone-Real Vicenza
Pro Patria-Venezia
TorresCremonese
VicenzaNovara
4
le promozioni in Serie B
Le prime di ciascun girone, pi la vincente dei
playoff fra le 3 seconde, le 3 terze e le 2 migliori
quarte (si far una classifica avulsa unica tra le 8)
1
a
GIORNATA
31-8-2014 11-1-2015
AnconaSavona
ForlReggiana
Grosseto-Pro Piacenza
LAquilaGubbio
LuccheseSantarcangelo
PisaTeramo
Pistoiese-Ascoli
SpalPontedera
San MarinoPrato
TuttocuoioCarrarese
4
a
GIORNATA
17-9-2014 1-2-2015
Ascoli-San Marino
CarrareseGrosseto
Gubbio-Spal
Pontedera-LAquila
PratoLucchese
Pro Piacenza-Tuttocuoio
ReggianaPistoiese
SantarcangeloForl
SavonaPisa
TeramoAncona
7
a
GIORNATA
5-10-2014 22-2-2015
AnconaGrosseto
ForlPistoiese
LuccheseCarrarese
PisaPontedera
PratoGubbio
Reggiana-Pro Piacenza
San Marino-Spal
Savona-Ascoli
Teramo-LAquila
TuttocuoioSantarcangelo
10
a
GIORNATA
26-10-2014 15-3-2015
AscoliGubbio
CarrareseSantarcangelo
ForlLucchese
Grosseto-Spal
LAquilaPisa
PistoieseTeramo
PontederaPrato
Pro PiacenzaSavona
Reggiana-Tuttocuoio
San MarinoAncona
13
a
GIORNATA
16-11-2014 29-3-2015
AscoliForl
Carrarese-Pro Piacenza
Gubbio-Tuttocuoio
LucchesePistoiese
PontederaGrosseto
PratoPisa
SpalAncona
Santarcangelo-LAquila
Savona-San Marino
TeramoReggiana
16
a
GIORNATA
7-12-2014 19-4-2015
AnconaLucchese
Carrarese-Ascoli
Forl-LAquila
Grosseto-San Marino
PistoiesePisa
Pro PiacenzaPontedera
ReggianaSavona
SantarcangeloGubbio
TeramoPrato
Tuttocuoio-Spal
19
a
GIORNATA
6-1-2015 10-5-2015
AscoliTeramo
GubbioGrosseto
LAquilaAncona
Lucchese-Pro Piacenza
PisaForl
PontederaSantarcangelo
PratoCarrarese
SpalReggiana
San Marino-Tuttocuoio
SavonaPistoiese
2
a
GIORNATA
7-9-2014 18-1-2015
Ascoli-LAquila
CarraresePistoiese
GubbioLucchese
Pontedera-San Marino
Prato-Tuttocuoio
Pro PiacenzaForl
ReggianaAncona
SantarcangeloPisa
Savona-Spal
TeramoGrosseto
5
a
GIORNATA
21-9-2014 8-2-2015
Ancona-Pro Piacenza
ForlCarrarese
GrossetoPistoiese
LucchesePontedera
PisaReggiana
PratoSavona
Spal-Ascoli
San MarinoSantarcangelo
TeramoGubbio
Tuttocuoio-LAquila
8
a
GIORNATA
12-10-2014 1-3-2015
AscoliPisa
CarrareseGubbio
ForlAncona
Grosseto-Tuttocuoio
LAquilaLucchese
Pistoiese-San Marino
PontederaSavona
Pro PiacenzaPrato
SpalTeramo
SantarcangeloReggiana
11
a
GIORNATA
2-11-2014 18-3-2015
AscoliPontedera
GubbioReggiana
LuccheseGrosseto
Pisa-San Marino
PratoForl
Spal-LAquila
SantarcangeloPistoiese
SavonaCarrarese
Teramo-Pro Piacenza
TuttocuoioAncona
14
a
GIORNATA
23-11-2014 2-4-2015
AnconaGubbio
Forl-Spal
GrossetoSantarcangelo
LAquilaSavona
PisaCarrarese
PistoiesePontedera
Pro Piacenza-Ascoli
ReggianaPrato
San MarinoLucchese
TuttocuoioTeramo
17
a
GIORNATA
14-12-2014 26-4-2015
AscoliSantarcangelo
GubbioPistoiese
LAquila-Pro Piacenza
Lucchese-Tuttocuoio
Pisa-Ancona
PontederaTeramo
PratoGrosseto
SpalCarrarese
San MarinoReggiana
SavonaForl
3
a
GIORNATA
14-9-2014 25-1-2015
AnconaPontedera
ForlTeramo
GrossetoReggiana
LAquilaPrato
LuccheseSavona
PisaGubbio
Pistoiese-Pro Piacenza
Spal-Santarcangelo
San MarinoCarrarese
Tuttocuoio-Ascoli
6
a
GIORNATA
28-9-2014 15-2-2015
AscoliPrato
CarrareseAncona
GrossetoForl
GubbioSavona
LAquila-San Marino
Pistoiese-Tuttocuoio
PontederaReggiana
Pro PiacenzaPisa
SpalLucchese
SantarcangeloTeramo
9
a
GIORNATA
19-10-2014 8-3-2015
AnconaPistoiese
GubbioPontedera
Lucchese-Ascoli
PisaGrosseto
Prato-Spal
Reggiana-LAquila
San Marino-Pro Piacenza
SavonaSantarcangelo
TeramoCarrarese
TuttocuoioForl
12
a
GIORNATA
9-11-2014 22-3-2015
AnconaSantarcangelo
ForlGubbio
GrossetoSavona
LAquilaCarrarese
PisaLucchese
PistoiesePrato
Pro Piacenza-Spal
Reggiana-Ascoli
San MarinoTeramo
TuttocuoioPontedera
15
a
GIORNATA
30-11-2014 12-4-2015
AscoliGrosseto
CarrareseReggiana
Gubbio-San Marino
LAquilaPistoiese
LuccheseTeramo
PontederaForl
PratoAncona
SpalPisa
Santarcangelo-Pro Piacenza
Savona-Tuttocuoio
18
a
GIORNATA
21-12-2014 3-5-2015
Ancona-Ascoli
CarraresePontedera
Forl-San Marino
Grosseto-LAquila
Pistoiese-Spal
Pro PiacenzaGubbio
ReggianaLucchese
SantarcangeloPrato
TeramoSavona
TuttocuoioPisa
9
le retrocesse in Serie D
Sono le ultime dirette, pi le perdenti dei playout
fra 16
a
, 17
a
, 18
a
e 19
a
. In caso di parit, passa la
meglio piazzata (senza supplementari).
1
a
GIORNATA
31-8-2014 11-1-2015
Aversa Normanna-Vigor Lamezia
BarlettaMessina
Catanzaro-Juve Stabia
Foggia-Martina
IschiaBenevento
Lupa RomaLecce
MateraPaganese
RegginaCasertana
Salernitana-Cosenza
SavoiaMelfi
4
a
GIORNATA
21-9-2014 1-2-2015
Aversa NormannaSavoia
BeneventoFoggia
Cosenza-Lupa Roma
Juve StabiaBarletta
LecceReggina
Martina-Ischia
MelfiCatanzaro
MessinaMatera
PaganeseCasertana
Vigor LameziaSalernitana
7
a
GIORNATA
5-10-2014 22-2-2015
CasertanaMatera
Catanzaro-Aversa Normanna
FoggiaSalernitana
Lupa RomaBarletta
Martina-Vigor Lamezia
MelfiBenevento
MessinaLecce
Paganese-Juve Stabia
Reggina-Cosenza
Savoia-Ischia
10
a
GIORNATA
26-10-2014 11-3-2015
Aversa NormannaBenevento
BarlettaMatera
Cosenza-Juve Stabia
FoggiaCatanzaro
IschiaPaganese
Lupa RomaCasertana
MelfiMessina
SalernitanaLecce
Savoia-Martina
Vigor LameziaReggina
13
a
GIORNATA
16-11-2014 29-3-2015
BarlettaMelfi
Casertana-Martina
Cosenza-Vigor Lamezia
Juve StabiaFoggia
LecceCatanzaro
Lupa Roma-Ischia
MateraSavoia
Messina-Aversa Normanna
PaganeseBenevento
RegginaSalernitana
16
a
GIORNATA
7-12-2014 19-4-2015
Aversa NormannaPaganese
BeneventoMatera
CatanzaroCasertana
FoggiaLecce
IschiaMessina
Martina-Cosenza
Melfi-Lupa Roma
Salernitana-Juve Stabia
SavoiaReggina
Vigor LameziaBarletta
19
a
GIORNATA
6-1-2015 10-5-2015
Barletta-Ischia
CasertanaSalernitana
CosenzaMelfi
Juve StabiaBenevento
Lecce-Vigor Lamezia
Lupa RomaCatanzaro
Matera-Aversa Normanna
MessinaSavoia
PaganeseFoggia
Reggina-Martina
2
a
GIORNATA
7-9-2014 18-1-2015
BeneventoCatanzaro
Casertana-Aversa Normanna
CosenzaFoggia
Juve StabiaMatera
LecceBarletta
MartinaSalernitana
Melfi-Ischia
Messina-Lupa Roma
PaganeseReggina
Vigor LameziaSavoia
5
a
GIORNATA
24-9-2014 8-2-2015
Casertana-Cosenza
CatanzaroMatera
Foggia-Aversa Normanna
IschiaSalernitana
Lupa RomaBenevento
Martina-Juve Stabia
Melfi-Vigor Lamezia
PaganeseMessina
RegginaBarletta
SavoiaLecce
8
a
GIORNATA
12-10-2014 1-3-2015
Aversa NormannaMelfi
BarlettaBenevento
CosenzaPaganese
IschiaFoggia
Juve StabiaMessina
LecceCasertana
Lupa Roma-Martina
MateraReggina
SalernitanaSavoia
Vigor LameziaCatanzaro
11
a
GIORNATA
2-11-2014 15-3-2015
Benevento-Vigor Lamezia
Casertana-Ischia
CatanzaroSavoia
Juve Stabia-Lupa Roma
Lecce-Cosenza
MartinaMelfi
MateraSalernitana
MessinaFoggia
PaganeseBarletta
Reggina-Aversa Normanna
14
a
GIORNATA
23-11-2014 2-4-2015
Aversa Normanna-Juve Stabia
BeneventoLecce
CatanzaroBarletta
FoggiaMatera
IschiaReggina
MartinaMessina
MelfiCasertana
SalernitanaPaganese
Savoia-Cosenza
Vigor Lamezia-Lupa Roma
17
a
GIORNATA
14-12-2014 26-4-2015
BarlettaSalernitana
Casertana-Vigor Lamezia
Cosenza-Aversa Normanna
Juve StabiaMelfi
Lecce-Martina
Lupa RomaSavoia
Matera-Ischia
MessinaBenevento
PaganeseCatanzaro
RegginaFoggia
3
a
GIORNATA
14-9-2014 25-1-2015
Barletta-Cosenza
Casertana-Juve Stabia
Catanzaro-Martina
FoggiaMelfi
Ischia-Vigor Lamezia
Lupa RomaPaganese
MateraLecce
RegginaMessina
Salernitana-Aversa Normanna
SavoiaBenevento
6
a
GIORNATA
28-9-2014 15-2-2015
Aversa Normanna-Ischia
BarlettaSavoia
Benevento-Martina
CosenzaCatanzaro
Juve StabiaReggina
LeccePaganese
Matera-Lupa Roma
MessinaCasertana
SalernitanaMelfi
Vigor LameziaFoggia
9
a
GIORNATA
19-10-2014 8-3-2015
BeneventoSalernitana
CasertanaBarletta
Catanzaro-Ischia
FoggiaSavoia
Juve StabiaLecce
Martina-Aversa Normanna
Matera-Cosenza
Messina-Vigor Lamezia
PaganeseMelfi
Reggina-Lupa Roma
12
a
GIORNATA
9-11-2014 22-3-2015
Aversa NormannaLecce
Barletta-Martina
BeneventoCasertana
CosenzaMessina
Foggia-Lupa Roma
Ischia-Juve Stabia
MelfiReggina
SalernitanaCatanzaro
SavoiaPaganese
Vigor LameziaMatera
15
a
GIORNATA
30-11-2014 12-4-2015
Barletta-Aversa Normanna
CasertanaFoggia
Cosenza-Ischia
Juve StabiaSavoia
LecceMelfi
Lupa RomaSalernitana
Matera-Martina
MessinaCatanzaro
Paganese-Vigor Lamezia
RegginaBenevento
18
a
GIORNATA
21-12-2014 3-5-2015
Aversa Normanna-Lupa Roma
Benevento-Cosenza
CatanzaroReggina
FoggiaBarletta
IschiaLecce
MartinaPaganese
MelfiMatera
SalernitanaMessina
SavoiaCasertana
Vigor Lamezia-Juve Stabia
3
le soste del campionato
Il 28 dicembre, 4 gennaio e 5 aprile. Playoff al via
il 17 (turno preliminare), poi 24 e 31 (semifinali),
7 e 14 giugno (finali). Playout il 24 e 31 maggio.
22
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
23

Da abbonato in curva sud a
Milano (ora per basta), vi di-
co fin da subito che il decreto
Alfano contro i violenti, fa ri-
dere i polli e gli ultr. Fidatevi,
la prossima sar una stagione
nerissima: il ministro degli In-
terni non ha la minima idea
che agli ultr, del daspo o del
divieto di trasferte frega zero.
Ci sono interventi ed iniziative
che possono far rientrare il fe-
nomeno ultr, ma nessuna di
queste prevista in un decreto
da boy scout. Persa lennesima
occasione. Scommettiamo Al-
fano?
Luca
Nella prima met della sua
mail la seguo poco o niente, nel-
la seconda del tutto. Non condi-
vido il suo giudizio sul decreto in
quanto tale: se lo Stato si at-
trezza contro una frangia crimi-
nale, inasprendo pene e dando
tutta una serie di indicazioni di
ordine pubblico lo trovo positi-
vo. Per troppi anni abbiamo
avuto armi legali insufficienti
contro il fenomeno e decisioni
durgenza, frettolose e inade-
guate, sullonda emotiva di gravi
fatti di cronaca.
Mi ritrovo, al contrario, in pieno
nelle sue parole quando si riferi-
sce a carenze di interventi e
iniziative daltro genere. Pren-
diamo atto che su questo ver-
sante (e specificher quale) lo
Stato lascia spazio agli attori
principali, che sono i club e le
istituzioni calcistico-sportive. I
quali per il momento non fanno
niente di ci che sarebbe dav-
vero necessario.
Partiamo dalla federazione (tra-
lascio la Lega, inesistente come
organismo autonomo e del tutto
appiattito sulla volont dei club
e in particolare di quelli maggio-
ri). Sapete tutti com finita lu-
ned la battaglia del Presidente.
Sono fra i non molti (purtroppo)
che si sono presi la briga di leg-
gere i programmi dei due sfi-
danti. In particolare le parti re-
lative allargomento di cui stia-
mo discutendo. Per Albertini il
titolo Cultura sportiva: dob-
biamo essere una comunit di
valori ed emozioni per i tifosi, gli
appassionati, i praticanti; per
Tavecchio Lotta contro la vio-
lenza e qualificazione del pro-
dotto calcio. Talento formale
degli estensori materiali a par-
te, i due ex contendenti avreb-
bero potuto scambiarsi i capi-
toli come figurine: sono sostan-
zialmente identici. Cio mere
enunciazioni di principio del tut-
to scontate. Credo che a nessu-
no possa venire in mente di dire
che il calcio italiano debba con-
tinuare a caratterizzarsi per il
clima intollerabile in cui finito.
Genericit, dicevo. Un esempio
dalla politica. Non molto serio
e rassicurante un candidato
Premier che prometta in cam-
pagna elettorale: Ridurr le
tasse del 20% a tutti. Lo chi fa
la stessa affermazione, prose-
guendo cos: E i soldi necessa-
ri li prender facendovi pagare i
medicinali per met (oppure ri-
ducendo del tot% le spese mili-
tari oppure tagliando ancora le
pensioni e via cos). Il calcio ha
bisogno di progetti concreti e di
pronto uso. Ce n uno che co-
sta zero: obbligare tutti i club a
vendere abbonamenti e biglietti
solo con criterio casuale (come
ha fatto il Paris SG) per scardi-
nare il concetto di curva e to-
gliere di fatto la casa e il terri-
torio indebitamente occupato
agli ultr. Se non lo si fa significa
che i club con gli ultr, qualun-
que cosa affermino, intendono
convivere e la Federazione
consenziente.
La cultura? Inutile ripetere co-
me lAve Maria concetti su cui
tutti concordano e che non han-
no spostato niente finora. Molto
pi incisivo sarebbe confezio-
nare (costerebbe assai poco)
un corso di educazione civica
per ogni ordine di scuola che
parta dal tifo e dal rispetto degli
avversari e andarlo a proporre
al ministero dellIstruzione. Po-
trebbe mai rifiutarlo? Vi risulta
che sia mai stato fatto?
Abbiamo capito che non vedre-
mo molto presto una generazio-
ne di nuovi stadi. Per bene che
vada ci vorr un decennio, sti-
ma ottimistica. il problema della
cultura e della qualificazio-
ne del calcio va dunque affron-
tato immediatamente, negli im-
pianti che abbiamo. E non con
laria fritta che ha stazionato
per settimane sul sito della Figc
alla voce programmi dei candi-
dati.
PortoFranco
Lettere alla Gazzetta
A CURA DI FRANCO ARTURI
email: gol@rcs.it - twitter: @arturifra
Il ministro dellInterno Angelino Alfano, 43 anni LAPRESSE
Decreti e aria fritta
contro la violenza
laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI
Dopo il ritorno alla B a
22 squadre si potrebbe
insistere con unaltra
fantastica idea: dare tre
punti anche a chi perde.
f
laVignetta
DI LORENZO CASTELLANI
PARMA, GHIRARDI FORSE CI RIPENSA
SAR MERITO DEL CAMBIO IN FIGC?
I
l 30 maggio le parole erano state dure. Vendo
il Parma, c un piano per colpirmi anche se
non ho le prove. Io sono troppo serio per questo
calcio. La firma sotto queste dichiarazioni era
quella di Tommaso Ghirardi, presidente della
societ emiliana. Il casus belli era stata la man-
cata concessione della licenza Uefa e la conse-
guente esclusione dal preliminare di Europa Le-
ague, che la squadra di Donadoni aveva conqui-
stato sul campo, a vantaggio del Torino. Ieri, 12
agosto, le parole si sono ammorbidite: soddisfa-
zione per lelezione di Carlo Tavecchio alla presi-
denza della Federazione; speranza affinch il
programma condiviso diventi realt; apertura a
un possibile ritorno al timone del Parma. Tra le
due uscite di Ghirardi sono trascorsi 73 giorni:
c stata la brutta figura della Nazionale al Mon-
diale, ci sono state le dimissioni di Prandelli e di
Abete, e c stata la controversa e difficile ascesa
di Tavecchio. Vien da pensare che, seguendo il
filo del discorso di Ghirardi, i mali del calcio fos-
sero tutti da attribuire alla gestione di Abete, e
adesso invece si respira finalmente unaria pi
sana. Se questo il nuovo che avanza...
Stizzito per la mancata iscrizione allEuropa
League, oltre ad attaccare tutto lambiente, Ghi-
rardi aveva anche annunciato di voler uscire dal
campo. E ci aveva suscitato, tra i tifosi del Par-
ma, parecchie preoccupazioni: dopo il crac Par-
malat, gli anni di commissariamento e di ammi-
nistrazione straordinaria si pensava di aver tro-
vato un po di stabilit. E invece, per una male-
detta licenza Uefa non concessa, ecco che si
torna in bilico. Ci avevano provato tutti a far tor-
nare Ghirardi sui suoi passi: la gente di Parma, i
giocatori che gli avevano spedito una lettera
chiedendogli di restare al timone, lallenatore
Donadoni, tutti, proprio tutti... Ma lui, fino a ie-
ri, nulla: la decisione era presa e non si cambiava
di una virgola.
Poi la sterzata. Sono dimissionario, ma resto
proprietario. Il Parma una societ per azioni
dove la mia famiglia la maggior azionista e do-
ve io ho dei forti interessi. Sarei stupido a non
seguire i miei interessi. Parole legittime, quelle
del presidente Ghirardi. Tuttavia, attorno alla
vicenda, c un po di confusione. Prima doman-
da: il Parma ancora in vendita oppure no? Se-
conda domanda: bastata lelezione di Tavec-
chio per far cambiare idea a Ghirardi? Io con il
calcio ho chiuso, con lo sport ho chiuso per sem-
pre, vi dovete solamente vergognare aveva ur-
lato dentro il microfono il 30 maggio. Pare che lo
scenario sia cambiato. Ripetiamo: pare. Una so-
la cosa certa, come gridava il protagonista di
Palombella rossa: Ma lei come parla? Come
parla? Le parole sono importantiiii!. Ecco, ri-
cordiamocelo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ilDietrofront
di ANDREA SCHIANCHI
IL REAL RESUSCITA CRISTIANO RONALDO
SE GIOCA COS PU VINCERE TUTTO
C
ome sarebbe stato il Mondiale di Cristiano
Ronaldo se non avesse avuto i problemi
che sappiamo al ginocchio sinistro? Difficile di-
re quanto, ma evidente che sarebbe stato di-
verso: per lui, per il Portogallo, forse anche per
la Germania, persino per noi che lo stavamo a
guardare. Quello che successo ieri a Cardiff,
aiuta a chiarirci le idee. Tutti si aspettavano mi-
rabilie da Gareth Bale, lasso gallese che se la
giocava in casa e finora si era dimostrato il pi
in palla nel firmamento dei blancos. Molti occhi
erano puntati su James Rodriguez, rivelazione
della Coppa giocata in Brasile, e su Toni Kroos,
quasi un clone dellAncelotti giocatore, chiama-
to a dare il tocco di equilibrio necessario per
garantire la fluidit del gioco madridista. Cera
anche, infine, un po di pressione su Iker Casil-
las, titolare e capitano, nonostante i passi falsi
nel finale di stagione col Real e la Spagna. Tutto
legittimo, per carit. Ma non avevamo tenuto
abbastanza in considerazione Ronaldo.
A Cardiff si assegnava la Supercoppa euro-
pea, il primo trofeo continentale della stagione,
e Cristiano non aveva nessuna intenzione di
perderselo. La vetrina era troppo piena di luci
per lasciare ad altri il centro del palcoscenico.
Sono bastati pochi minuti per ricordarci che lui
il numero uno e non ha nessuna intenzione di
abdicare. Carlo Ancelotti gli sta coagulando at-
torno la squadra ideale per esaltare le sue quali-
t di leader e di implacabile cannoniere. Nei
247 match giocati con il Real, Ronaldo ha se-
gnato 254 gol, sfondando comodamente il mu-
ro di una rete a partita. Nella sua ammirevole
evoluzione, CR7 cresciuto negli anni toglien-
do quasi tutta la zavorra dal parco delle gioca-
te: fa economia di energie, spendendole in mo-
do funzionale inseguendo il massimo risultato.
La doppietta di ieri al Siviglia, siglata con un gol
per tempo, di destro e di sinistro, ci dice quali
sono le gerarchie gi delineate nel formidabile
attacco dello squadrone di Ancelotti. Bale, Ben-
zema e il baby Rodriguez lavorano per lui co-
me dimostrano le azioni dei due gol e soltanto
in subordine cercano la gloria personale.
Cera troppa differenza di qualit col Siviglia
e agosto sappiamo un mese abbastanza
acerbo per farci spendere giudizi definitivi su
questo Real, ancora lontano dalla condizione
migliore. Per ci sono segnali importanti. Kro-
os, per dire, gi un punto di riferimento per
molti compagni, sembra che giochi da anni nel
Real. Bale molto pi avanti della stagione
scorsa, Benzema gioca pi sereno, Jaime Rodri-
guez ha classe, deve solo trovare la posizione e
i movimenti giusti. Ancelotti sta lavorando be-
ne, lima gli attriti in campo e fuori, rende il gio-
co pi denso e rotondo. Paradossalmente, i suoi
problemi per ora sono di abbondanza e di incer-
tezza. Tra Di Maria, Xabi Alonso e Khedira c
qualcuno di troppo, prima si risolve il rebus me-
glio , per tutti. Questo il terzo trofeo conqui-
stato da Carletto con i blancos, dopo la Coppa
del Re e la Decima. Questanno lobiettivo di
conquistarne altri cinque di titoli. Vincere tutto,
insomma, aprire un ciclo che avvicini il suo Real
a quello degli anni Sessanta. Sar molto dura,
ma con un simile Ronaldo niente impossibile.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ilCommento
di ALESSANDRO DE CAL
Ronaldo in posa con i compagni e la Supercoppa
IL CINGUETTIO DEL GIORNO
TwitTwit
MARCO BORTOLAMI
Rugbista azzurro
Qualunque cosa si dica in
giro, parole e idee possono
cambiare il mondo!
#RIPRobinWilliams
@MarcoBortolami
PETER SAGAN
Ciclista slovacco
Ci stiamo godendo la
pioggia con @Benna80... la
mia faccia dice tutto!
@petosagan
FEDERICA PELLEGRINI
Stella del nuoto azzurro
CAPITANO o mio
CAPITANO.... Appena
proclamato dalla squadra
per gli euro di Berlino14
@FiloMagnini .... Te lo meriti!
@mafaldina88
L
atletica che allegria, latletica che
dolore. La prima giornata degli
Europei di Zurigo non fa eccezione al
classico copione sportivo ma prima di
farci tornare la speranza nei 400 con la
bella corsa di Libania Grenot (che vener-
d potr chiudere il suo conto personale
con le medaglie), il Letzigrund deposita
in pista il carico da novanta sul piano
della sofferenza. Non fa certo piacere
scoprire solo alla vigilia della finale dei
10.000 che Mo Farah, bi-iridato e bi-
olimpionico in carica del mezzofondo,
reduce da un ricovero (con intervento
dellelisoccorso) nello Utah dopo uno
svenimento in bagno (con sospetto di in-
farto). Il tempo di scacciare i brutti pen-
sieri del caso, ed ecco che il destino tira
lo scherzo pi atroce non tanto a noi ma
a quel Santo (in tutti i sensi) della peda-
na che Daniele Greco.
Il calcolo delle probabilit doveva
aver esaurito la sua dose nefasta con lin-
fortunio in diretta planetaria che lo ave-
va fermato prima di scendere in pedana
ai Mondiali di Mosca 2013. Ma un replay
con modalit simili della stessa scena re-
sta fuori dalla umana comprensione, so-
prattutto da parte del pugliese. Inutile
discutere a questo punto se il famoso
consulto dei 5 medici alla partenza dal-
lItalia poteva prevedere o prevenire la
rottura del tendine dAchille che costrin-
ger Greco a un immediato intervento e
a una dura riabilitazione. Ed ancora
pi inutile gettare la croce sullo stesso
atleta che ha fortemente voluto questa
partecipazione, senza altri test proban-
ti. Di fatto le foto del Pianto Greco offu-
scano una giornata che ha offerto alcuni
buoni spunti (Obou, Donato, Del Buo-
no, Alloh, Floriani, Caravelli in batteria)
e anche quel po di fortuna (Benedetti,
Galvan e Schembri) che non guasta.
RIPRODUZIONE RISERVATA
atleticaEuropea
di FAUSTO NARDUCCI
LE SOFFERENZE DI FARAH E GRECO
VANNO OLTRE LUMANA COMPRENSIONE
Il ritiro di Greco COLOMBO
24
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

CICLISMO PIANETA NAZIONALE
Vincenzo Nibali in questi giorni in vacanza in Sicilia
con la famiglia. Per non restare completamente fermo,
si portato la bici, ma le sue uscite in questi giorni
saranno senza un piano di allenamento specifico. Do-
menica, a Messina, la festa con il suo fan club e linau-
gurazione di una pista ciclabile.
IPOTESI KAZAKISTAN: 26-30 AGOSTO
Da luned 18 la maglia gialla sar a casa, a Lugano (Sviz-
zera), e l comincer la vera e propria ripresa degli alle-
namenti. Dal 26 al 30 Nibali, secondo lipotesi pi pro-
babile, dovrebbe andare ad Astana per essere ricevu-
to dal presidente kazako Nursultan Narzabaev per i fe-
steggiamenti della vittoria al Tour.
2-4 SETTEMBRE: ALLENAMENTI CON SLONGO
Una volta tornato in Svizzera, verrebbe raggiunto dal
suo allenatore Paolo Slongo per due blocchi di lavoro a
intensit crescente. Le date: 2-4, 9-11 settembre.
NIENTE KAZAKISTAN? SI VA IN QUOTA
Giuseppe Martinelli, il d.s. di riferimento in seno alla
squadra, ha per chiesto di spostare il viaggio in Ka-
Il programma Vincenzo rientra il 16 settembre
Trionfo da leggenda
Vincenzo Nibali, 29 anni, ha dominato il Tour:
4 tappe e 737 sul francese Peraud, 2 BETTINI
4 a Firenze 2013
Nibali ha corso 3 Mondiali: 40 a Melbourne 2010,
29 a Valkenburg 2012 e 4 a Firenze 2013 BETTINI
zakistan a ottobre, ovvero a stagione finita. La rispo-
sta verr data in questi giorni. Se Vincenzo non doves-
se affrontare subito il viaggio in Asia, verrebbe pro-
grammato un ritiro in altura sempre con Slongo. Le da-
te: dal 20/22 agosto al 3-4 settembre. Il luogo da
scegliere: Sestriere, passo San Pellegrino e Livigno.
CINQUE GARE: TRITTICO, PANTANI E PRATO
In un primo momento sembrava che Nibali volesse
correre solo due delle tre prove del Trittico Lombardo,
che da questa stagione torna a ridosso del Mondiale.
Invece Nibali le correr tutte: Coppa Bernocchi marte-
d 16 settembre, Coppa Agostoni mercoled 17 e Tre
Valli Varesine gioved 18.
19 SETTEMBRE CON MAMMA TONINA
Il 19, Vincenzo sar a Cesenatico per lincontro con la
famiglia Pantani e sabato 20 correr il Memorial dedi-
cato al Pirata; domenica 21 il Gp Prato. In queste due
gare Nibali potrebbe gareggiare con la maglia azzurra,
visto che lAstana non ha in programma quelle gare.
Domenica sera il ritiro azzurro e marted il volo verso la
Spagna: domenica 28, a Ponferrada, il Mondiale.
Dal giallo allazzurro
Nibali, eccoti lItalia per il Mondiale
Il c.t. Cassani: Bennati regista, Visconti-Trentin alternative, De Marchi e Cataldo i faticatori
LE AZZURRE AI MONDIALI IN COREA LA MILANESE CENTRA LA SECONDA MEDAGLIA; LA PIACENTINA REGINA IN FRANCIA
Alzini argento junior nellomnium
Bronzini, vittoria numero 100
LE ALTRE CORSE
Eneco Tour
da crossisti
Stybar su Boom
Finale convulso con
pioggia, strade strette, pav e
spartitraffico nella 2
a
tappa
dellEneco Tour a Heusden
(Ola). Cadute (anche Trentin) e
gruppo frazionato. Insomma
una giornata da crossisti. Ad
avere la meglio allo sprint il
ceco Zdenek Stybar (Omega-
Quick Step, nuovo leader della
generale) davanti a Boom,
Vanmarcke, Marcato e Manuel
Quinziato. Si ritirato Modolo.
AIN, BRAVO MEERSMAN
Dominio Omega-Quick Step nel
prologo del Tour de lAin (Fra).
Vince il belga Gianni Meersman
su 3 compagni: Alaphilippe a 1,
Serry e Uran a 3.
DANILO VIGANO
LItalia femminile vola.
Dalla Corea del Sud alla Fran-
cia, le ragazze juniores ed lite
di Dino Salvoldi vincono su pi-
sta e strada. Nella giornata
conclusiva dei Mondiali junio-
res, Martina Alzini conquista
largento nellOmnium; Gior-
gia Bronzini, che sabato aveva
battuto a Londra sua maest
Marianne Vos, vince in volata a
Vendome la terza tappa della
Route de France e festeggia la
vittoria numero 100 di una
carriera gi straordinaria. E sa-
bato 27 settembre la piacenti-
na andr a caccia del tris mon-
diale sul circuito di Ponferra-
da, dopo i trionfi a Melbourne
2010 e Copenaghen 2011.
Tra Europei (in Portogallo)
e Mondiali (Corea) su pista, in
due settimane la nazionale di
Salvoldi si presa quattro me-
daglie: un oro, due argenti, un
bronzo. Ieri, lultima con Mar-
tina Alzini, gi seconda con il
quartetto dellinseguimento
(con Claudia Cretti, Maria Vit-
toria Sperotto e Daniela Alliet-
ta Magnetto), nella specialit
dellomnium in sei prove: 500
metri e giro lanciato, dove si
classificata al primo posto, eli-
minazione e corsa a punti (2),
scratch (3) e inseguimento
(6).
Primo anno junior nel Team
Gauss di Brescia, la legnanese
ha 17 anni, abita a Parabiago
nella terra di Giuseppe Saron-
ni, e studia al liceo linguistico a
Canegrate. Martina fidanza-
ta con lazzurro junior Giaco-
mo Garavaglia ed tra le ra-
gazze pi promettenti del cicli-
smo italiano. Lo dimostrano i
risultati: oro ai Giochi Olimpi-
ci Europei della Giovent in
Olanda nel 2013 e 5 Tricolori
(due strada, tre pista). La pri-
ma gara a 7 anni, in un circuito
con i maschi. Non una combi-
nazione, ma vorrebbe assomi-
gliare a Giorgia Bronzini: Con
lei ho pedalato in pista, siamo
diventate amiche. E stata pre-
ziosa con i suoi consigli.
RIPRODUZIONE RISERVATA Martina Alzini, milanese, 17 anni Giorgia Bronzini, piacentina, 31
Sul nostro sito le prime
parole di Chris Froome dopo il
Tour: Delusione devastante.
Adesso la Vuelta, ma pensa
gi al Tour del prossimo anno
Gazzetta.it
FROOME SI CONFESSA
TOUR DEVASTANTE
CLAUDIO GHISALBERTI
Dire adesso che Nibali
al Mondiale sar al 100 per
cento impossibile. Per la te-
sta e la volont nello sport
fanno tanto e Vincenzo ha
espresso in modo chiaro la sua
volont di esserci. E la mia Ita-
lia sar attorno a lui. Davide
Cassani, alle prese con la sua
prima Nazionale, sta studian-
do nei dettagli il piano per
Ponferrada. Vincere non sar
facile, basta vedere gli ordini
darrivo recenti di classiche e
Mondiali, ma il suo obiettivo
per domenica 28 settembre
quello di arrivare a giocarsi
tutte le carte migliori.
Gi, ma come? E con quali
uomini? La lista dei convocati
verr comunicata venerd 12,
ma intanto queste sono le con-
siderazioni del c.t.: Su que-
sto percorso bisogna inventa-
re qualcosa perch se arrivia-
mo in 30, come molti prono-
sticano, siamo battuti. Le
nostre possibilit crescono se
facciamo una corsa impegna-
tiva. Il circuito duro, ma non
selettivo. La prima salita di 5
km. I primi 3 sono i pi impe-
gnativi, si sale a 27 di media,
gli altri 2 al 40. Chi davanti
allultimo giro spinge 440
watt, a ruota si sta bene. Lulti-
ma salita, mille metri, uno
sforzo brutale di 2: 300 metri
all8%, 100 metri al 3-4%, ul-
timi 600 metri all8. Servono
oltre 530 watt nelle gambe,
ma se in cima hai una mancia-
ta di secondi vai al traguardo.
No, non un percorso da Ni-
bali, ma si pu cercare di farlo
diventare, magari animando
una fuga da met gara con 8-
10 corridori buoni e costrin-
gere gli altri a inseguire. Ci
aiuta il fatto che si torna a una
gara tutta in circuito. Da Mel-
bourne in poi, il tratto in linea
era quasi di riscaldamento.
Il nucleo Le possibili alterna-
tive a Nibali sono gi state in-
dividuate. Visconti spiega
il c.t. uscito bene dal Tour
e pu essere una buona pedi-
na. Trentin ha dimostrato di
essere forte e veloce. In pi
nella sua squadra ha imparato
a fare tutto: tira, insegue, va
in fuga, lancia le volate e le fa.
Gatto un corridore che in
una volata ristretta potrebbe
dire la sua. Il ruolo pi deli-
cato anche perch non avre-
mo le radioline quello di re-
gista. Bennati abituato a
questo ruolo. A fianco di Con-
tador si sta comportando ma-
gnificamente. In pi ha espe-
rienza e anche lui sa fare tut-
to. Al Mondiale, ne ho fatti no-
ve e lo so bene, gli attimi
fanno la storia: Daniele sa
quando coglierli.
Gregari veri Anche sugli uo-
mini di fatica le idee sono gi
piuttosto chiare: De Marchi
una garanzia, ma va guidato.
Vanotti lo conosciamo tutti e
per lui garantisce Vincenzo. E
un gregario vecchia maniera,
fa il lavoro sporco, quello che
non si vede ma si sente. In
squadra almeno uno come lui
ci vuole. Una valida alternati-
va potrebbe essere Quinzia-
to. Per lanciare Nibali servo-
no per uomini capaci di fare
lazione in salita. Cataldo mi
piace, ha una sparata che la
tengono in pochi. Vi ricordate
Salsomaggiore al Giro? Poi
penso a Brambilla, Giampaolo
Caruso e Scarponi anche se
per Michele questa stata una
stagione molto dispendiosa.
Giovani In pi ci sono giova-
ni forti che potrebbero essere
utili alla causa. Aru il primo
della mia lista e sono convinto
che uscir dalla Vuelta con
una grandissima condizione.
Colbrelli mi piace, lo aspetto.
Poi ci sono anche Formolo,
Battaglin, Nizzolo, se miglio-
ra la tenuta alla distanza, e
Puccio che forte e bravo.
Resta un nome, quello di un
ex giovane: Pozzato un
enigma. Finora ha fatto molto
poco.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Matteo
Trentin
25 anni
Omega Pharma
3
a
stagione da
pro, 3 vittorie,
2 tappe al Tour
uominichiave
Daniele
Bennati
33 anni
Tinkoff-Saxo
13
a
stagione da
pro, 50 vittorie
uomo-squadra
Alessandro
De Marchi
28 anni
Cannondale
4
a
stagione, 1
vittoria: al Tour
il pi combattivo
Fabio
Aru
24 anni
Astana
2 stagione da
pro, 3 al Giro
FOTO BETTINI
DOMENICA 28 SETTEMBRE 4.284 METRI DI DISLIVELLO
Madrid
PONFERRADA
SPAGNA
2 km 4 6 8 10 12 14 16 18,2
400
600 m
500
306 m
Dislivello/giro
4.284 m Totale
2
8
settembre
domenica
Lunghezza circuito
18,2 km
254 km
11
%
Pend. max
14 giri
GDS

Su questo
percorso ci
vogliono corridori
abituati a fare
sparate in salita
DAVIDE CASSANI, 53 ANNI
E CON VISCONTI (BETTINI)
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
25

MOTOMONDIALE
Marquez
pazza idea
Correre 2 classi?
Se salta il record
Lipotesi: MotoGP e Moto2 a Valencia
Ma prima deve perdere un gran premio...
FILIPPO FALSAPERLA
Lidea senza dubbio in-
trigante. Ma pi per i giornali-
sti che per linteressato: corre-
re due gare nello stesso week
end. Una volta era la regola,
nel 1985 Freddie Spencer
entrato nel mito facendo lulti-
ma doppietta 250 e 500 prima
di scomparire (quasi) nel-
loblio.
Replica Marc Marquez po-
trebbe essere stuzziccato a ri-
petere limpresa, vista la faci-
lit con cui sta dominando la
MotoGP. Glielo ha chiesto ri-
petutamente un giornalista
inglese in unintervista nei test
di Brno, a fine luglio, e alla fi-
ne la risposta, pi di cortesia,
stata, chiss, niente im-
possibile. Da qui ad interpre-
tare con un potrebbe correre
a Valencia il passo breve.
Cos, alle insistenti domande
Marc replica: Le possibilit
che succeda sono minime.
Record Normale. Marquez
sta inseguendo il fantastico fi-
lotto di 18 centri su 18. Obiet-
tivo plausibile, vista la sua su-
periorit. La lotta, nelle 10 ga-
re viste fino ad ora, non man-
cata, ma alla fine sempre
sembrato che lo spagnolo
avesse controllato per pren-
dersi il massimo col minimo
sforzo. Ancora non lo abbia-
mo visto andare al limite, mal-
grado lui dica il contrario.
Rischio Fare il pieno sa-
rebbe unimpresa di per s
straordinaria e non si vede
perch dovrebbe prendersi ul-
teriori patemi. Immaginate
che faccia 17 su 17: che senso
avrebbe raddoppiare i rischi a
Valencia per uno sfizio, quan-
do gi limpresa in MotoGP lo
consacrerebbe nellOlimpo?
Nessuno. Altra cosa sarebbe
pensare al 2015, anno tran-
quillo prima della rivoluzio-
ne regolamentare 2016, per il
doppio impegno. Unimpresa
massacrante dal punto di vista
fisico e mentale dovrebbe
stare in moto 3 ore nei giorni
delle prove, pi 2 warm up da
20 minuti e le gare di fila alla
domenica ma in qualche
modo fattibile. Per senza aiu-
ti particolari da parte degli or-
ganizzatori, perch il capo
della Dorna, Carmelo Ezpele-
ta, ha gi detto che non cam-
bier i regolamenti per aiutare
limpresa.
Imprevisto Ma ovviamente,
tutto quanto detto sopra po-
trebbe essere messo in discus-
sione dalleventualit (remo-
ta, appunto) che finisca lim-
battibilit. Allora, magari per
addolcire la delusione, po-
trebbe mettersi in moto lope-
razione raddoppio. In ogni ca-
so non facile. Perch, anche se
sei un fenomeno, non facile
salire su una moto tutta nuova
e dover vincere.
Organizzazione Una mano
gliela potrebbe dare una delle
vittime designate, cio il suo
amico fraterno Tito Rabat, lea-
der del Mondiale (pensate le
polemiche se il titolo dovesse
essere condizionato dallospite
illustre...) per farlo allenare.
Rabat, infatti, possiede una
Kalex tutta sua con cui si alle-
na quasi tutti i giorni ad Alba-
cete: non farebbe fatica a fargli
riprendere la mano nella cate-
goria che aveva visto Marc
trionfare nel 2012. Pochi pro-
blemi anche a livello tecnico,
perch chiunque farebbe i salti
mortali per vedere sulla sua
moto Marquez. Idem per gli
sponsor e per i meccanici, visto
che il suo manager Emilio Al-
zamora ha in Spagna unotti-
ma squadra per il Cev, anche
se in Moto3. Ma in ogni caso
serve tempo: non si pi orga-
nizzare un carrozzone del
genere in una settimana.
Quindi Marc, se vuoi
raddoppiare, tocca
perdere presto: Jor-
ge, Valentino e
Dani devono fare
il resto.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ULTIMO PRECEDENTE
Spencer nell85
vinse 250 e 500
Freddie Spencer, 52
anni, stato lultimo pilota a
correre in due classi: nel 1985
vinse titolo in 250 e 500 con 7
trionfi in ciascuna classe ANSA
4
UN TITOLO
IN MOTO2
La Moto2
nata nel 2010
per sostituire
la 250
S
Motore
Il motore
da 600 cmc
4 cilindri in linea
fornito
in esclusiva
dalla Honda
ed derivato
dalla CBR600RR
con potenza
di 150 Cv,
limitata
a 130 Cv
per garantire
la durata minima
di 3 gare.
I propulsori
vengono
assegnati per
estrazione
S
Gomme
Il fornitore
diverso dalla
MotoGP: qui si
usano Dunlop
S
Elettronica
Centralina unica
S
Peso
215 kg
compreso
il pilota
S
Iridato 2012
Marquez ha
corso
due stagioni
in Moto2:
in sella
a una Suter
(foto Milagro).
E stato
2 nel 2011
e ha vinto
il titolo
nel 2012
conquistando in
tutto 16 GP
(9 nel 2012)
IL PARERE DEL 15 VOLTE IRIDATO
Ago lo spinge
Al posto suo
lo farei subito
Ai miei tempi era cosa normale
perch cos la paga era doppia
Giacomo Agostini, 72 anni, 15 volte iridato LAPRESSE
PAOLO IANIERI
Non ha visto la decima cavalcata trionfale
di Marc Marquez. Ero in Scozia, ma continua-
vano a chiamarmi al telefono per aggiornarmi
su quel che succedeva, racconta Giacomo Ago-
stini, per nulla infastidito dallessersi visto rag-
giungere dal campione del mondo della Honda
in questo primato. Rosicare? E perch? Marc se
lo merita, e poi che record mai questo? Lui
bravo, ne ha vinte tante e di sicuro ne vincer
ancora.
Pericolo Brno Anche tutte quelle in program-
ma in questa stagione. S, pu vincere tutte le
18 gare. Batterlo dura. Ma non impossibile. La
pista pi pericolosa per Marc? Forse gi a Br-
no, anche se lui ha il vantaggio di aver provato l
nei test. Ma Lorenzo o Valentino potrebbero an-
che riuscirci.
Raddoppio Il discorso poi vira sulla pazza idea
di vedere Marquez raddoppiare nellultimo ap-
puntamento di Valencia, correndo prima come
wild card la gara Moto2 e poi chiudendo la sta-
gione in sella alla sua MotoGP. Potrebbe benis-
simo farlo, io lo farei subito. Perch alla fine sia-
mo tutti orgogliosi e sarebbe fare qualcosa in pi
rispetto agli altri, il pollice su di Agostini. Che
non vede nessun lato negativo nel riportare in
vita un qualcosa che ai suoi tempi rappresentava
un fatto assolutamente normale. Quelli della
generazione di Valentino o di Marc una cosa cos
non lhanno mai fatta, ma lho fatta io, lha fatta
Hailwood, lha fatto Spencer. Per noi era qualco-
sa di assolutamente normale: una volta era tutto
pi povero, cos se correvi due gare...guadagna-
vi il doppio. A ogni partenza prendevi dei soldi
dalla federazione, del resto tutti noi piloti erava-
mo gi l, le spese ormai erano state pagate e in
pi il piacere diventava doppio.
Superbike Complicazioni non ne vede. Scu-
sate, ma in Superbike quante gare fan-
no a distanza di poche ore? Due e i
chilometri sono pi o meno quello del-
la MotoGP. In pi, se fate attenzione
vedrete che nella seconda gara i pi-
loti vanno anche pi forte. Insom-
ma, il consiglio di Ago, Marc stu-
piscici ancora.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Marc Marquez
21 anni, leader
iridato con 10
trionfi su 10 EPA
26
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

3000 SIEPI
Garcia inciampa
sullultima barriera
Le qualificazioni dei 3000
siepi hanno perso un candidato al
podio in modo spettacolare. Lo
spagnolo Victor Garcia (foto
REUTERS), 81740 in questa
stagione caduto sullultima
barriera inciampando con la
punta del piede e sbattendo il
viso sul manto gommoso.
rimasto esanime a terra, stato
soccorso e, dopo essersi ripreso,
stato trasportato in barella fuori
dalla pista.
ATLETICA
EUROPEI
DI ZURIGO
RUSSIA: ASSENZE SOSPETTE?
Rybakov-Kirdyapkina
forfeit dellultima ora
Assenze pesanti dellultima
ora nella Russia: Anatoly Rybakov,
che stasera sarebbe stato uno dei
candidati al podio dei 10.000, e
Anisya Kirdyapkina che, vice
iridata, domani sarebbe stata la
favorita nella 20 km di marcia.
Secondo quanto reso noto, lui
alle prese con una forma di
epatite B, lei soffre di febbre alta
per unintossicazione alimentare.
Dopo i tanti casi-doping, non
mancano i sospetti.
Chi ben inizia
Con Grenot
e Del Buono
solo sorrisi
Libania parte forte poi controlla
nei 400, per Federica finale 1500:
Per concentrarmi, niente 800
Federica Del Buono, 19, sui 1500 con la primatista stagionale Hassan COLOMBO Libania Grenot, 31, seconda nella batteria dei 400 dietro alla Ohuruogu IPP
DAL NOSTRO INVIATO
ANDREA BUONGIOVANNI
ZURIGO
Libania Grenot e Federi-
ca Del Buono: sono i loro i sor-
risi azzurri pi belli della pri-
ma giornata di Zurigo 2014. La
31enne quattrocentista, con
un 5190 controllato, secon-
da nella propria batteria e, in-
sieme a una pimpante Chiara
Bazzoni (5219, primato sta-
gionale a 13/100 dal persona-
le), approda allodierna semi-
finale (dalle 19.05) col settimo
tempo complessivo (la senese
dodicesima). La Del Buono,
19enne vicentina, nella quali-
ficazione dei 1500, desta per-
sino unimpressione migliore e
conquista la finale di venerd
col piglio di una veterana. Il
suo 41047 vale il terzo tempo
tra le promosse.
Panterita Libania, alla vigilia
la pi pronosticata per un oro
tricolore, corre in settima cor-
sia, nella seconda di quattro
batterie. Non ha punti di riferi-
mento. Parte forte perch
non si sa mai commenta ma
con azione fluida e tranquil-
la. Fino ai 200 spinge con de-
terminazione. Poi, in curva,
molla un po e il suo incedere,
per assurdo, si fa meno bello.
E nel frangente che la britan-
nica Christine Ohuruogu, nel-
la corsia alla sua sinistra, pri-
ma la affianca e poi la supera.
La campionessa del mondo e
argento olimpico della specia-
lit in stagione non ha dato
squilli (al meglio, un 5166).
Ma due settimane fa, nella
propria frazione di 4x400 ai
Giochi del Commonwealth, ha
fatto vedere di essere in gran-
de condizione. Qui, senza for-
zare, chiude in 5140. Meglio
di lei, nella quarta batteria, fa-
r solo lucraina Olha Zemlyak
(5116). Insomma: quando
conta, c sempre. Lho sentita
arrivare, ma non mi sono pre-
occupata garantisce litalo-
cubana anzi, ho volutamente
continuato col mio ritmo, per
cercare di risparmiare qualco-
sa. Le sensazioni sono buone,
limportante era spendere il
meno possibile. Zemlyak e
Ohuruogu mi hanno sorpreso,
ma fino a un certo punto.
Baby Dorio Chi sorprende
la Del Buono: pare calchi i pal-
coscenici internazionali da an-
ni, quando in realt alle pri-
me esperienze. A un certo
punto dice la figlia darte
mi sono trovata un po imbotti-
gliata, ho avuto qualche timo-
re, ma ho reagito bene e in vo-
lata, forte del ricordo dell800
di Pergine Valsugana, me la so-
no giocata al meglio. Proprio
cos: la veneta, in una gara
condizionata dalla presenza
dellolandese acquisita Hassan
(passaggi o agl i 800 i n
21835), gestisce lultimo ter-
zo della prova con maestria e
solo nei metri finali superata,
senza conseguenze, dalla po-
lacca Plis. Sfortunata, di con-
tro, Margherita Magnani: la
cesenate, poco dopo il suono
della campana, nella bagarre
rischia di cadere, perde metri
preziosi, non recupera ed eli-
minata. Da questi Europei ho
solo da guadagnarci sostiene
Federica . Rinuncio agli 800,
che avrei corso solo in caso di
mancata promozione nei 1500
e mi concentro sulla finale. Se
Hassan ed Aregawi imporran-
no ritmi veloci, potrei anche
provare ad andare a caccia del
personale. Era da 32 anni e
dal bronzo di Gabriella Dorio
ad Atene 1982 che lItalia, nel-
la specialit, non piazzava
unatleta in finale.
RIPRODUZIONE RISERVATA
GLI ALTRI AZZURRI AVANTI 14 SU 25
Donato e Schembri
saltano in finale
Autorevole Floriani
Il campione di triplo: Non sar
facile. Il siepista in controllo:
Sar gara aperta, ci prover
ZURIGO
Agrodolce il bilancio della prima giornata
italiana: di 25 atleti impegnati nelle qualifica-
zioni, 14 superano il turno, 11 non ce la fanno. I
finalisti (a 12, quindi non ancora da classifica a
punti, che si basa sui piazzamenti tra i primi 8)
sono 4: con Federica Del Buono, applausi a Yuri
Floriani nei 3000 siepi e alla consolidata coppia
Fabrizio Donato-Fabrizio Schembri nel triplo.
In finale Floriani, gi finalista olimpico, con-
trolla dal primo allultimo metro: Non volevo
ricorrere ai tempi di ripescaggio spiega il tren-
tino per questo ho fatto gara di testa. La finale,
senza lo spagnolo Garcia, vittima di una brutta
caduta, aperta: cercher di sfruttare ogni oc-
casione. Donato e Schembri non possono non
aver risentito di quando accaduto al povero Da-
niele Greco in riscaldamento: Trovare la con-
centrazione non stato facile ammette il cam-
pione uscente, amicone dello sfortunato leccese
, per me Daniele come un fratello. La testa
rimasta l, dietro quella pedana. Non giudico la
decisione di averlo in gara, ma raramente nel
triplo si gareggia sani e integri. In pi, a casa, ho
pap che non sta bene: la qualificazione, psico-
logicamente, non stata facile. Ma almeno sono
riuscito a risparmiarmi il 3 tentativo. Schem-
bri sulla stessa lunghezza donda: Arrivo da
unannata complicata spiega il lombardo ma
qui ho avuto un pizzico di fortuna. Greco? Ha
tutta la mia stima, spero si rimetta presto e torni
a saltare come sa. Il carabiniere, con 16.52,
stato lultimo dei ripescati, a parit col primo de-
gli esclusi, grazie a un secondo miglior salto.
Promossi Approdano in semifinale (a 24) i
quattrocentisti: Delmas Obou (con lo stagionale
di 1032), Fabio Cerutti, Audrey Alloh e Irene
Siragusa. Anche Marzia Caravelli nei 100 hs, in
mattinata, stampa il proprio miglior crono 2014
(1298/-1.1, solo tre volte nel corso della carrie-
ra ha fatto meglio), ma poi in semifinale (settima
con 1306) si arena: Ho gareggiato poco
questanno spiega mi mancava un po
di rodaggio. Leonardo Capotosti,
nei 400 hs, svolge il compitino al
meglio (19 tempo complessi-
vo), mentre Matteo Galvan nei
400 (29 crono) e Giordano
Benedetti negli 800 (15 su
16) sono assistiti dalla fortu-
na. Entrambi uomini da fina-
le, se non cambieranno marcia,
difficilmente centreranno
lobiettivo. Andando ad aumenta-
re una gi lunga serie di flop.
a.b.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A
AZZURRI
IN LUCE
S
Fabrizio
Schembri
Il 33enne lultimo
dei 12 qualificati
nel triplo: a 16.52
c anche Reid
(Gb), ma lazzurro
ha un miglior
secondo salto
(16.47 a 16.32)
COLOMBO
S
Yuri
Floriani
Terzo nella
seconda batteria
dei 3000 siepi, il
32enne trentino
accede alla
finale in
programma
domani alle
20.45 IPP
S
Delmas
Obou
Il 22enne 4
nellultima batteria
dei 100 in 1032:
oggi alle 19.23 in
semifinale con
Cerutti per la
finale in
programma alle
21.49 AP
Pavey (40 anni) oro pi vecchio di sempre
A Storl (24 anni) nel peso quello giovane
Europei in pillole
Nel peso maschile il tedesco David Storl, 24 an-
ni, conferma il titolo europeo con 21.41 al primo ten-
tativo. Argento allo spagnolo Vivas (20.86) e bronzo
al polacco Majewski (20.83). Nei 10.000 donne, un
oro master quello della britannica Jo Pavey, 41 anni a
settembre, che ha chiuso in volata in 322239 da-
vanti alle francesi Calvin (322358) e Traby
(322603). Mamma di due bambini (il secondo ha
11 mesi) e recente bronzo ai Giochi del Commonwe-
alth sui 5000, la britannica diventa la donna pi vec-
chia a vincere loro europeo: precedente la russa Iri-
na Khabarova, oro 4x100 2006 a 40 anni e 27 giorni.
Le qualificazioni maschili: 100 Impressiona il
francese Vicaut, che chiude in 1006 ma rimedia un
risentimento muscolare. Macchinoso Lemaitre
(1016). Alle semifinali Obou (1032, stagionale) e
Cerutti (1040).
400 Batterie. Miglior tempo per il russo Dyldin,
4545. Galvan in semifinale con 4664. Eliminati Re
(4634) e Valentini (4661).
800 Batterie. Nascosti i migliori, il francese Bosse
secondo in 14654. Benedetti (14829) ultimo dei
ripescati per la semifinale.
3000 sp Batterie tattiche. Floriani 3 in finale col
6 tempo, 83305. Fuori Nasti (84680).
400 hs Batterie. Il russo Kudryavtsev a 4905, Ca-
potosti passa col 19 tempo (5045).
Triplo Miglior misura di Adams (16.97). Donato
passa con 16.64 al secondo salto, come Schembri
(16.52). Greco infortunato.
Disco: Harting subito a 67.01. Eliminati Kirchler
(59.24) e Faloci (5904).
Decathlon Dopo la prima giornata in testa il tede-
sco Kazmirek con 4492 punti.
Le qualificazioni femminili. 100 Brillano l1103
della Soumar (Fra) e l1110 della Schippers (Ola).
Avanti Alloh (1144) e Siragusa (1147).
400 Alle semifinali Grenot con 5190 e Bazzoni
con 5219, stagionale. Fuori Spacca (5341).
1500 Hassan (Ola, 40955) e la svedese Aregawi
(41164) su tutte. Qualificata per la finale di venerd
Del Buono (41047) dopo una gara in scia della Has-
san; eliminata Magnani (41719) in coda nellultimo
giro per uno scontro.
100 hs Semifinali. Caravelli (1306) eliminata il
1298 in batteria, personale stagionale.
Asta Finale con 4.45: Bruni e Malavisi a 4.25.
Lungo La francese Lesueur la migliore con 6.72.
Vicenzino eliminata con 6.22.
RIPRODUZIONE RISERVATA
A sinistra la britannica Jo Pavey, 40 anni, oro sui
10.000. A destra il tedesco David Storl, 24 anni, gi
due volte iridato e argento olimpico nel peso LAPRESSE
Fabrizio Donato
COLOMBO
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
27

Fofana, Perini
Ore 12.20 800 D, batterie - Milani
Ore 13.15 Martello D, qualificazioni
Ore 13.40 Asta decathlon
Ore 17.55 400 hs, semifinali - Capoto-
sti
Ore 17.58 Giavellotto decathlon
Ore 18.17 100 D, semifinali - Alloh, Sira-
gusa
Ore 18.30 Triplo D, qualificazioni - De-
rkach
Ore 18.40 400 D, semifinali - Grenot,
Bazzoni
Ore 18.54 400, semifinali - Galvan
Ore 19.23 100, semifinali - Cerutti,
Obou
Ore 19.50 10.000 La Rosa, Meucci
Ore 20 LUNGO D
Ore 20.27 100 D
Ore 20.35 DISCO
Ore 20.36 1500 decathlon
Ore 21.08 800 semifinali - Benedetti
Ore 21.34 100 HS
Ore 21.49 100
IN TV: RaiSport 1 dalle 9.10 e dalle 18;
Eurosport dalle 9.15 e dalle 17.45.
1278. IV (-2.0): 1. Porter (Gb) 1269.
Asta: Hingst (Ger), Svobodova
(R.Cec), Nikkanen (Fin), Zhuk-Krasno-
va (Rus), Bengtsson (Sve) 4.45; MA-
LAVISI 4.25 (el.); BRUNI 4.25 (el.).
Lungo: Lesueur (Fra) 6.72 (-0.6);
Mihambo (Ger) 6.70 (-0.2); Klishina
(Rus) 6.66 (-0.8); Spanovic (Ser) 6.66
(+0.2); Rotaru (Rom) 6.65 (-0.2); Gra-
buste (Let) 6.65 (-0.8); 20. VICENZINO
6.22 (-0.6, el.).
Giavellotto: Ratej (Slo) 61.87; Hussong
(Ger) 61.13; Jelaca (Ser) 60.26; Spo-
takova (R.Cec) 59.99; Khaladovich
(Bie) 59.51; Ozolina-Kovale (Let)
59.47.
OGGI
Ore 9.20 20 KM MARCIA - Giupponi,
Rubino, Stano
Ore 10.05 110 hs decathlon
Ore 10.07 Alto, qualificazioni - Fassi-
notti, Tamberi
Ore 10.50 Disco decathlon
Ore 10.55 400 hs D, batterie - Pedroso
Ore 11.40 110 hs, batterie - Dal Molin,
DONNE. 100. Batterie. I (-0.6): 1. Kam-
bundji (Svi) 1132. II (-0.4): Schippers
(Ola) 1110; Henry (Gb) 1121. III (+0.2):
1. Sailer (Ger) 1125. IV (-0.4): 1. Sou-
mar (Fra) 1103; 4. ALLOH 1144 (q.). V
(+0.8): 1. Lalova (Bul) 1117; 2. Nelson
(Gb) 1119; 5. SIRAGUSA 1147 (q.).
400. Batterie. I: 1. Terrero (Spa) 5162;
5. BAZZONI 5219 (q.). II: 1. Ohuruogu
(Gb) 5140; 2. GRENOT 5190. III: 1.
Pyhyda (Ucr) 5195. IV: 1. Zemlyak
(Ucr) 5116; 6. SPACCA 5341 (el.).
1500. Batt. I: Aregawi (Sve) 41164;
Terzic (Ser) 41175; 10. MAGNANI
41719 (el.). II: 1. Hassan (Ola) 40955;
+2. Plis (Pol) 41033; 3. DEL BUONO
41047 (q.).
100 hs. Semifinali. I (-0.8): 1. Billaud
(Fra) 1279; 2. Roleder (Ger) 1284; 3.
Hodde (Ola) 1291; 4. Hildebrand (Ger)
1292; 7. CARAVELLI 1306 (el.). II
(-0.1): 1. Porter (Gb) 1263; 2. Zagr
(Bel) 1283; 3. Talay (Bie) 1294. Batte-
rie. I (-1.5): 1. Billaud (Fra) 1275. II (-1.1):
1. Zagr (Bel) 1286; 3. CARAVELLI
1298 (q.). III (0.0): 1. Hildebrand (Ger)
5045 (q.). IV: Flannery (Gb) 4977; V:
Hussein (Svi) 4970.
3000 sp. Sem. I: 1. Zalewski (Pol)
83544; 2. Tsenov (Bul) 83545; 3.
Keskisalo (Fin) 83598; 11. NASTI
84680 (el.). II: 1. Demczyszak (Pol)
83162; 2. Grau (Ger) 83235; 3. FLO-
RIANI 83305 (q.); 4. Akdag (Tur)
83339; 5. Mekhissi-Benabbad (Fra)
83344.
Triplo. Adams (Rus) 16.97 (+0.1); Com-
paor (Fra) 16.83 (-1.0); Evora (Por)
16.82 (-0.3); 7. DONATO 16.64 (+0.9,
q.); 12. SCHEMBRI 16.52 (-0.6, q.).
Peso. Storl (Ger) 20.76; Vivas (Spa)
20.53; Majewski (Pol) 20.50.
Disco: Harting (Ger) 67.01; 2. Kanter
(Est) 65.79; 3. Malachowski (Pol)
64.98; 4. Gudzius (Lit) 64.44; 5. Jasin-
ski (Ger) 64.11; 21. Alekna (Lit) 59.35
(el.); 22. KIRCHLER 59.24 (el.); 23. FA-
LOCI 59.04 (el.).
Decathlon (dopo 5 prove): Kazmirek
(Ger) 4492; Krauchanka (Bie) 4363;
Abele (Ger) 4310; 4 Sintnicolaas (Ola)
4301.
(Por) 1027; 3. Saidy Ndure (Nor)
1030; 4. OBOU 1032 (q.).
400. I: 1. Anne (Fra) 4557; 2. K. Borle
(Bel) 4572. II: 1. Dyldin (Rus) 4545. III:
1. Krzewina (Pol) 4568; 6. RE 4634
(el.). IV: 1. Hudson-Smith (Gb) 4607; 4.
GALVAN 4664 (q.). V: 1. Rooney (Gb)
4548; 6. VALENTINI 4661 (el.).
800. Batterie. I: 1. Lewandowski (Pol)
14783; 2. Lopez (Spa) 14793. II: 1.
English (Irl) 14738; 2. Kuciapski (Pol)
14745; 3. Renaudie (Fra) 14788. III: 1.
Kszczot (Pol) 14792; 2. Tuka (Bos)
14807; 3. Almgren (Sve) 14822; 4.
BENEDETTI 14829 (q.). IV: 1. Bube
(Dan) 14750; 2. Bosse (Fra) 14754;
3. Repcik (Slk) 14790.
400 hs. Batterie. I: 1. Kudryavtsev
(Rus) 4905; 2. Knigsmark (Ger)
4946; 3. Decimus (Fra) 4960. II: 1.
Barr (Irl) 4979. III: 1. Magi (Est) 4972;
2. Dobek (Pol) 4973; 4. CAPOTOSTI
IL PROGRAMMA
Oggi marcia 20 km
Rubino ci prova
Oggi sette finali. LItalia ha le
maggiori possibilit nei 10.000 con
Meucci e La Rosa e nella 20 km di
marcia (sconvolta dal doping
russo), dove il grande favorito lo
spagnolo Miguel Angel Lopez e
dove lItalia schiera Giorgio Rubino
- dato in condizione se sapr
sconfiggere i fantasmi delle ultime
stagioni - Matteo Giupponi e
Massimo Stano. Le altre finali sono
il decathlon, lungo femminile, disco
maschile, 100 hs e le due dei 100.
A MARRAKECH
Africani: sui 5000
Genzebe Dibaba k.o.
(si.g.) Ai campionati africani
di Marrakech (Mar), Genzebe
Dibaba (foto AFP) sconfitta da
Ayana nei 5000. Uomini. 400 (sf):
Makwala (Bot) 4558. 400 hs
(batt.): N. Bett (Ken) 4933.
Lungo: Visser (Saf) 8.08 (+2.0);
Mokoena (Saf) 8.02 (+1.8). Disco:
Hogan (Saf) 62.87. Decathlon:
Bouraada (Alg) 8311 (r.n.).
Donne. 400 (sf): Mupopo (Zam)
5154. 5000: Ayana (Eti) 153272;
G. Dibaba (Eti) 154216.
La disperazione di Daniele Greco, 25 anni.
A sinistra, il pugliese disteso a terra: ha gi
capito di aver subito un infortunio molto grave.
Sopra e a destra, il triplista accompagnato
fuori dalla pedana dallo staff degli Europei.
Oltre allo stop prima dei Mondiali di Mosca,
si era fermato anche a febbraio COLOMBO
lo spunto
Velocit, sfida
tra Francia e
Gran Bretagna
=
Oggi sar Francia-
Gran Bretagna nelle tre
finali dove necessario
esprimersi al massimo
della velocit: 100 metri
uomini e donne pi i
100 ostacoli femminili.
Sembra proprio che gli
esseri umani pi rapidi
del continente crescano
allombra di queste
bandiere ormai. Fra le
donne leccezione
lOlanda, con una
22enne amazzone dallo
sguardo dolce a riposo
e truce in gara: Dafne
Schippers, che vorrebbe
portare a casa almeno i
titoli di 100 e 200. Tutti
sognano che possa
rilucidare la leggenda di
Fanny Blankers Koen, 4
ori a Londra 48. Partite
dalle prove multiple,
hanno entrambe hanno
pi volti agonistici.
Nei 100 Lamaitre, il
pallido, e Vicaut, se
superer linfortunio
muscolare, sono le due
punte francesi. Nella
volata mattutina hanno
mostrato facilit di
azione impressionante.
Hanno subito adattato
lorecchio al ritmo
richiesto dal nuovo
manto della pista dallo
spessore doppio.
Saranno braccati da tre
mastini inglesi, guidati
da Chambers, pirata
nerissimo come il suo
passato. Fra le donne
abbiamo detto di Dafne,
ma la francesina
Soumar si presentata
con 1103 nonostante
una bava di vento
contrario, non sar
facile batterla. Per il
podio ci sono anche le
due britanniche Nelson
ed Henry e la bulgara
Lalova.
Negli ostacoli linglese
Porter pigra in
partenza, ma quando
riesce a stimolare il suo
motore possente dopo
un paio di ostacoli si
beve le avversarie. Solo
la francese Billaud
potrebbe crearle
qualche problema, ma
difficile che ci riesca.
Gianni Merlo
clic
QUELLO STIRAMENTO
PRIMA DELLA GARA
AI MONDIALI DI MOSCA
Non la prima volta che
Daniele Greco non riesce ad
iniziare una gara. Lo scorso
anno ai Mondiali di Mosca si
infortun nel riscaldamento:
uno stiramento alla coscia
destra che chiuse la stagione.
Dramma Greco
Tendine dAchille rotto
Daniele non trova pace
Nel pre-gara cede il legamento del piede sinistro gi infiammato
Sar operato oggi. I medici mi avevano detto che non rischiavo
DAL NOSTRO INVIATO
PIERANGELO MOLINARO
ZURIGO (Svizzera)
una maledizione, come
se un diavoletto galleggiasse so-
pra la sua testa pronto a sgam-
bettarlo. Gli Europei di Daniele
Greco sono finiti prima di co-
minciare. Fra le lacrime, uscen-
do dal campo in barella e la dia-
gnosi terribile: rottura del ten-
dine dAchille del piede sinistro,
quello di stacco. Tutto succes-
so in un attimo ieri alle 13, pri-
ma ancora dellinizio delle qua-
lificazioni del triplo. Gi ieri po-
meriggio il saltatore era in auto
verso Pavia dove stamane, dopo
le analisi, verr operato dal pro-
fessor Francesco Benazzo.
Il calcio Daniele si doveva
qualificare nel gruppo B insie-
me a Schembri, era terzo nel-
lordine dei salti. Tutto bene
nei balzi di riscaldamento con le
scarpe gommate. Anzi, mi pare-
va anche che quel tendine faces-
se meno male dei solito, spie-
ga. A quel tendine solo la scorsa
settimana era stata diagnostica-
ta una periartrite, uno stato in-
fiammatorio. Gli dava dolore,
ma anche secondo la risonanza
magnetica, non pareva essere in
pericolo di rottura. Quando
per ho calzato le scarpe chio-
date continua Greco alla
prima rincorsa ho voluto prova-
re lo stacco, neppure troppo vio-
lento. Ho sentito un dolore sec-
co, come se avessi preso un cal-
cio, come se avessi incespicato
in qualcuno. Ma attorno a me in
buca non cera nessuno... Ho ca-
pito che era grave. Lazzurro
rimasto a lungo steso sullerba
in fondo alla buca di sabbia.
Aveva le mani sul viso, i medici
in pista lo hanno soccorso e
chiamato subito la barella mo-
torizzata. Daniele si alzato, ha
abbracciato Donato e Schembri
ed stato trasportato fuori.
Il calvario Quel tendine
dAchille sinistro da tempo dava
pensieri a Greco. Si fatto senti-
re a inizio giugno dopo il Gol-
den Gala e lha costretto a un so-
lo mezzo salto agli Assoluti di
Rovereto. Sono stato visitato
da cinque medici e tutti mi han-
no detto che, nonostante il dolo-
re, non correvo il rischio di rom-
permi. Invece.... Ma eventi co-
me questi sono improvvisi, non
solo facili da prevedere. Per da
tempo, dopo il quarto posto a
Londra 2012 e il titolo europeo
indoor 2013, questo splendido
atleta vive nel tunnel degli in-
fortuni. Lo scorso anno ai Mon-
diali di Mosca si infortun in ri-
scaldamento, quella volta alla
gamba destra. E poi ancora a
febbraio al semitendinoso della
coscia sinistra. Un calvario. Per
Zurigo Greco aveva confermato
la presenza in pedana solo ve-
nerd, dopo lennesimo control-
lo. Perch nonostante tutto mi
sentivo competitivo, nei pochi
allenamenti svolti ero veloce e
non saltavo male.
Benazzo Ora Daniele per len-
nesima volta dovr ripartire da
zero. Questa mattina sar sotto i
ferri a Pavia nel reparto di Orto-
pedia del Policlinico San Mat-
teo. Intervenire subito spiega
il professor Benazzo un bene
per latleta, soprattutto dal pun-
to di vista psicologico. Non avr
il tempo di sentirsi zoppo. Anche
se devo ancora vedere il tipo di
lesione, nella media non si tratta
di un trattamento particolar-
mente complesso. E i tempi di
recupero? Javier Zanetti dopo
quattro mesi aveva gi ripreso
gli allenamenti, ma linterista
un fenomeno. Di norma un atle-
ta, dopo tre settimane di immo-
bilizzazione e la prima fase della
riabilitazione, pu riprendere a
correre dopo sei mesi. Greco
non dovr avere fretta. Linter-
vento per sperare. Ma Daniele in
questo momento si attacca alla
sua fede: Sono molto religioso,
so che lass non mi abbandona-
no e mi accompagneranno nel
ritorno. Stia tranquillo, nessu-
no lo abbandoner, anche quag-
gi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
FINALI. UOMINI. Peso: 1. Storl (Ger)
21.41; 2. Vivas (Spa) 20.86; 3.
Majewski (Pol) 20.83; 4. Zunic (Cro)
20.68; 5. Kolasinac (Ser) 20.55; 6.
Marcell (R.Cec) 20.48; 7. Fortes (Por)
20.35.
DONNE. 10.000: 1. Pavey (Gb)
322239; 2. Calvin (Fra) 322358; 3.
Traby (Fra) 322603; 4. Vastenburg
(Ola) 322737; 5. Moreira (Por)
323012; 6. Mockenhaupt (Ger)
323049; 7. Mazuronak (Bie) 323115;
8. Britton (Irl) 323245.
QUALIFICAZIONI. UOMINI. 100. Batte-
rie. I (+0.4): 1. Lemaitre (Fra) 1016; 2.
Idrisov (Rus) 1032; 3. Reus (Ger)
1032. II (-0.4): 1. Chambers (Gb) 1018;
2. Jakubczyk (Ger) 1023; 4. CERUTTI
1040 (q.). III (-0.1): 1. Dasaolu (Gb)
1022; 2. Martina (Ola) 1031. IV (-0.1):
1. Vicaut (Fra) 1006. V (0.0): 1. Aikines-
Aryeetey (Gb) 1019; 2. Nascimento
la guida
Oggi nellalto in gara Fassinotti e Tamberi
E si chiude con la finale dei 100 maschili
IL COMMENTO
&
di FAUSTO NARDUCCI
a pagina 23
28
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

ATLETICA CAMPIONATI EUROPEI A ZURIGO
Mo che succede?
Farah rivela prima dei 10.000
Svenuto e poi ricoverato
A luglio forti dolori allo stomaco, i medici temevano linfarto. Sospetti sul
coach Salazar, ma linglese minimizza: Pago le sedute per la maratona
OGGI PRIMA FINALE
Non solo
maratona
Meucci per
la medaglia
Daniele Meucci, 28 anni EPA
PALLAVOLO LA GRANDE INFORTUNATA DEL GRAND PRIX
ZURIGO
Bronzo a Barcellona
2010, argento a Helsinki 2012:
Daniele Meucci, nei 10.000 di
stasera, gioca per una meda-
glia. Anche se lobiettivo dove-
va essere la maratona, anche
se lobiettivo resta la marato-
na. Tra una fatica e laltra non
pi di quattro giorni. La sfida
innanzi tutto verso se stesso,
lazzardo grande. Anche se il
rischio calcolato. Oggi, Mo
Farah a parte, nella possibile
corsa al podio (al via in venti-
tr, Stefano La Rosa compreso)
dovr presumibilmente veder-
sela con il belga Bashir Abdi
(con 273640 leader conti-
nentale stagionale proprio da-
vanti a lui di 13/100 grazie alla
volata del 4 maggio a Palo Al-
to, quando furono 3 e 4), con
il francese Bouabdellah Tahri e
con laltro britannico Andy
Vernon. Daniele sceso allul-
timo da quasi sei settimane di
raduno a St. Moritz: pronto a
sparare tutte le sue cartucce.
a.b.
RIPRODUZIONE RISERVATA
DAL NOSTRO INVIATO
ANDREA BUONGIOVANNI
ZURIGO
Altro che dolori addomi-
nali... I motivi dello strano ri-
covero di Mo Farah a inizio lu-
glio adesso sono chiari. Vengo-
no svelati dallo stesso campio-
ne olimpico e mondiale di
5000 e 10.000 alla vigilia del-
limpegno continentale nella
gara pi lunga, stasera alle
19.50. E il racconto ha toni
drammatici.
Le dichiarazioni Ero a Park
City, nello Utah, durante il mio
stage di allenamento in altura
ha spiegato : dopo una nor-
male seduta, disturbata dal fat-
to che lestrazione di un dente
mi aveva causato uninfezione,
allimprovviso sono svenuto sul
pavimento del bagno. Per for-
tuna, quando ho ripreso cono-
scenza, grazie al telefonino che
avevo in tasca, sono riuscito a
chiamare il mio amico Cam Le-
vins (il canadese recente terzo,
proprio sui 10.000, ai Giochi
del Commonwealth, ndr), che
subito intervenuto. Avvertivo
lancinanti dolori allo stomaco:
mi ha aiutato a sdraiarmi sul
letto, arrivata lautoambulan-
za, ma dallospedale locale,
con un elisoccorso, mi hanno
trasportato in una struttura pi
attrezzata, perch temevano
fosse un problema di cuore,
forse un infarto. La situazione
poi migliorata in fretta, ma
sono comunque rimasto in os-
servazione quattro giorni. Tor-
nato in Inghilterra, ho ripreso
ad allenarmi. Non andava ma-
le, ma il giorno in cui ho dovuto
decidere se gareggiare a Gla-
sgow, correndo ho faticato
molto e, a malincuore, ho deci-
so di lasciar perdere. Addirittu-
ra, in quelloccasione, Paula
Radcliffe, che era al campo, mi
ha preso dei tempi e lei stessa
mi ha consigliato di lasciar per-
dere. Non ho capito perch do-
po abbia pubblicamente criti-
cato la mia rinuncia. In che
condizioni sono ora? Decenti.
I dubbi Il racconto d il la a
molti interrogativi, alcuni in-
quietanti. Soprattutto ripen-
sando alle crude immagini del
dopo arrivo della mazza mara-
tona di New York di marzo,
quando Mo, privo di sensi, si
accasci appena superato il
traguardo e venne portato via
in carrozzina. Perch due epi-
sodi ravvicinati? Perch, per
oltre un mese, la verit sul se-
condo rimasta nascosta? Per-
ch adesso Farah, che in carrie-
ra ha gi vinto tutto, punta a
una seconda doppietta euro-
pea quando, in vista di un nuo-
vo ciclo Mondiali-Olimpiade-
Mondiali, potrebbe pensare a
recuperare al meglio e con cal-
ma? I vertici della Nazionale
britannica garantiscono per
lui: Il suo staff medico so-
stiene il d.t. Neil Black assicu-
ra non ci siano problemi. Sem-
mai, quelli, li avranno i suoi av-
versari al Letzigrund....
Le accuse Naturalmente, ri-
cordando anche certe pratiche
al limite del suo coach Alberto
Salazar, i sospetti aumentano.
Ieri, per esempio, Athletics
Weekly, rinomato settimanale
britannico specializzato, ha re-
so noto che Mo, dopo tanti an-
ni, a inizio estate ha interrotto i
rapporti con la pubblicazione
perch rea di aver pubblicato
dichiarazioni dellalgerino Ta-
oufik Makhloufi, chiacchierato
campione olimpico dei 1500,
secondo il quale sarebbero
amici e questinverno, in Ken-
ya, si sarebbero allenati insie-
me. Sto solo pagando i duris-
simi lavori che ho fatto in pre-
parazione allesordio in mara-
tona, in aprile a Londra
minimizza lex somalo ma sto
bene. Stasera dovr dimo-
strarlo.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Mohamed
Farah, 31 anni,
mezzofondista
britannico di
origine somala
che ha deciso
di dedicarsi
anche alla
maratona
EPA
clic
A MARZO A NEW YORK
CROLL ESANIME
SUBITO DOPO LARRIVO
E il 23 marzo: Mo Farah,
verso il debutto in maratona di
4 settimane pi tardi a Londra,
corre la mezza di New York.
Gara sofferta, complici una
caduta e il freddo pungente.
Chiude 2 in 1h0107, a 17 dal
vincitore, il keniano Geoffrey
Mutai. Ma subito dopo larrivo,
crolla esanime: viene portato
via su una carrozzina.
Prima le lacrime, ora la voglia di rialzarmi
La prima intervista della Bosetti dalla clinica romana dove svolge la riabilitazione dopo lintervento
LItalia a Kaliningrad
venerd c la Russia
(a.a.) Primo giorno di lavoro
in Russia per lItalia che ha raggiun-
to Kaliningrad, localit dove le az-
zurre chiuderanno la fase di quali-
ficazione del Grand Prix. LItalia in
mattinata ha svolto una seduta in
sala pesi mentre nel pomeriggio ha
sostenuto un allenamento in pale-
stra. Migliorano le condizioni di
Ferretti afflitta da una tendinite al
ginocchio destro, la regista po-
trebbe anche essere in campo. Al-
le finali le prime 4 della classifica.
Pool H (Kaliningrad, Russia). Ve-
nerd: Russia-Italia (ore 18.10 Rai-
Sport 2), sabato: Italia-Germania
(15.40 RaiSport 2), domenica Ita-
lia-Turchia (15.40 RaiSport 2).
Pool G (Bangkok). Venerd: Thai-
landia-Dominincana, Brasile-Usa;
sabato Brasile-Dominicana, Thai-
landia-Usa; domenica Dominica-
na-Usa, Thailandia-Brasile.
Pool I (Macao). Venerd: Giappo-
ne-Serbia, Cina-Sud Corea; saba-
to Giappone-Sud Corea, Cina-Ser-
bia; domenica Sud Corea-Serbia,
Cina-Giappone.
Classifica: Brasile 18; Turchia e Ci-
na 13; Serbia 11; Italia 10; Usa e Sud
Corea 9; Germania 8; Russia 7;
Giappone 5; Dominicana 3; Thai-
landia 2.
Taccuino
MATTEO MARCHETTI
Quante volte mi pas-
sato davanti agli occhi il mo-
mento dellinfortunio? Tante.
Pensavo a cosa potessi avere
sbagliato, ho sentito che mi
cedeva il ginocchio e ho capito
immediatamente che si tratta-
va di qualcosa di serio. Le im-
magini per non le voglio pro-
prio rivedere. Stampelle,
ghiaccio, limmancabile kine-
tec che le tiene compagnia al-
meno cinque ore al giorno e le
permette di mobilizzare larti-
colazione, Lucia Bosetti
ospite fissa di Villa Stuart a
Roma, dove stata operata e
ha iniziato il percorso che la ri-
porter in campo dopo linfor-
tunio rimediato il primo ago-
sto. Di tempi di recupero per il
momento non si parla: Ho
fatto le cose proprio per bene -
scherza la Bosetti con lesio-
ne del legamento crociato,
collaterale mediale, menisco e
capsula. Meglio di cos era dif-
ficile. Adesso gira con le
stampelle e il marito Matteo
Carancini, scoutman di Pia-
cenza con cui si sposata a fi-
ne giugno, a farle da autista.
Anche a casa fatico a muo-
vermi, cos chiedo tutto a lui.
Non penso sia facile soppor-
tarmi.
Marito E il primo stop vera-
mente lungo per Lucia, che gi
lo scorso anno era stata co-
stretta a recitare un ruolo da
comprimaria agli Europei a
causa di una frattura alla ma-
no. Dopo il crac al ginocchio
stata una notte di lacrime
spiega pi per la disperazio-
ne che per il dolore. Mi ero ac-
corta che il problema era se-
rio, sapevo che sarei tornata in
campo ma mi chiedevo quan-
to tempo ci avrei messo. E
sincera la Bosetti e confessa
che il dispiacere per aver per-
so i Mondiali in Italia passato
in secondo piano. Magari
sembrer egoista, ma sarei
ipocrita se dicessi che pensavo
solo alla rassegna iridata. La
preoccupazione pi grande
era per il ginocchio.
Lacrime La notte di lacrime
alle spalle, ora Lucia sembra
trasformata in professoressa
di arte zen. So che ci vuole
pazienza per recuperare. Di-
chiarazioni che sembrano
stampate dai dottori, ma ba-
stano pochi istanti e arriva la
vera Lucia: Io di pazienza
non ne ho. Vorrei giocare gi
oggi, ma so che ci sono tempi
fisiologici da rispettare. Non
so se sar in campo fra 4 o 5
mesi, limportante tornare al
massimo. Intanto le tengono
compagnia le tantissime chia-
mate che le hanno scaricato
pi volte il cellulare. Sono ri-
masta sorpresa perch sono
una che utilizza poco i social
network. Invece tutti quei
messaggi mi hanno travolto.
Un bellaiuto lhanno dato le
compagne. La foto di gruppo
con la mia maglietta al centro
mi ha fatto un enorme piace-
re. Andarle a salutare? Non
voglio farmi vedere in giro con
le stampelle. Ma, se non avr
ancora raggiunto il Fener-
bahce, per le finali dei Mon-
diali sar in tribuna a tifare
Italia. Intanto prova a brucia-
re le tappe. A Villa Stuart c
anche Aleksej Verbov, libero
della Russia, reduce da un in-
tervento alla schiena: Chiss,
magari qualche palleggio nei
prossimi giorni possiamo ini-
ziare a farlo....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Di pazienza non
ne ho. Vorrei
giocare gi oggi,
ma ci sono tempi
da rispettare
4
TUTTO MO
IN PILLOLE
S
Nato a
Mogadiscio
Gare senior
dal 2005
Mo Farah nato
il 23 marzo 1983
a Mogadiscio.
Dal 2005
gareggia a livello
seniores, sotto
la bandiera del
Regno Unito
S
Su pista
9 medaglie
5000-10.000
Corre i 5000 (2
ori europei, 2
mondiali e 1
olimpico) e i
10.000 (1 oro
europeo, 1
olimpico, 1 oro e
1 argento
mondiali)
S
Altre
distanze
Dopo i 3000
la maratona
Ha corso i 3000
indoor agli
Europei 2007
(7), 2009 (oro)
e 2011 (oro).
Ora si mette alla
prova anche
con la maratona
Lucia Bosetti, 25 anni, dopo due
scudetti con Piacenza giocher
in Turchia con il Fenerbahce
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
29

NUOTO AL VIA GLI EUROPEI DI BERLINO
lAnalisi
DI S.A.
Viva le donne
nellattesa
di una svolta
Dopo unOlimpiade da anno
zero e un Mondiale da 2 (con
largento di Federica Pellegrini
nei 200 e il bronzo di Gregorio
Paltrinieri nei 1500), lItalia
delle corsie prova a rivivere
antiche emozioni di grandi
raccolti negli Europei di met
quadriennio. Quelli pi difficili
ma anche tecnicamente pi
attendibili per misurare il
livello raggiunto. Globalmente
(quindi comprendendo tuffi,
sincro e fondo) nel 2002,
proprio a Berlino, la
spedizione tricolore super le
20 medaglie: un successone.
Avvicinare quel bottino
sarebbe clamoroso, ma
soprattutto dal nuoto in vasca
che ci aspettiamo segnali di
svolta. Perch il riferimento
non potr essere Debrecen,
prima dei Giochi di Londra,
con 18 medaglie di cui 6 doro;
ma non vorremmo neanche
limitarci alle 6 di Budapest
2010 (con 2 ori e 4 bronzi).
Insomma alterniamo speranze
e pessimismo in egual misura,
anche perch le certezze sono
davvero poche, e ci manca un
ranista come Fabio Scozzoli.
Saranno gli Europei dei
gemelli del mezzofondo,
Paltrinieri & Detti, del rilancio
della velocit maschile, del
colpo a sorpresa femminile
(Pirozzi?), e della conferma in
vasca lunga del talento
DArrigo nei 200 e 400,
specialit in cui soffriamo
ormai da troppi anni con
effetti evidenti sulla 4x200? Se
ripensiamo ancora ai Mondiali
di Barcellona, aver messo
troppa pressione ai delfinisti
Rivolta e Ilaria Bianchi non ha
giovato alla causa. Quindi,
preferiamo mantenere cautela;
sperare ancora in una grande
impresa di Fede. Saranno
ancora rosa gli Europei
azzurri? E assai probabile:
Martina e Tania, Linda e Fede,
e magari qualche ranista
tenuta coperta per qualche
lietissima novella. Ne abbiamo
davvero bisogno.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Appunti
POLEMICHE
Calendario folle
e lacqua nera
C alternanza oggi e domani
per esigenze tv tra la 10 km donne e
la 5 km, sono soprattutto gli uomini
come il tedesco Thomas Lurz, 12 ori,
a criticare il calendario, che domani
vedr la gara olimpica al maschile e
la 5 km femminile. La nazionale di
Massimo Giuliani, ora anche sindaco
di Piombino, vive con serenit e
consapevolezza le ambizioni sul
bacino non proprio cristallino di
Grunau: lacqua nera ed impedisce
anche la vista delle braccia una
volata immersi per identificare i
numeri. C persino un cartello
alluscita dallacqua con lobbligo di
farsi la doccia. Un campo gare che
un rettangolo di 2500 metri con 4
boe. Previsti 25 gradi.
MAURER DA BATTERE
Bruni e Ponsel
le altre azzurre
Con la Grimaldi oggi ci
saranno Rachele Bruni ed Aurora
Ponsel, la pesarese che
dovrebbe essere schierata poi
nella 5 km mista a squadre prima
di dedicarsi ai 400-800-1500.
Lemergente fa parte del gruppo di
sei fondisti dellAniene guidato da
Emanuele Sacchi e comprendente
la rientrante Giorgia Consiglio, lex
iridato Cleri, Vanelli, Sinisi e
Raimondi. Nella 10 km da medaglia
sono la tedesca Angela Maurer,
lolimpionica ungherese Eva
Rizstov e la greca Kalliopi
Araouzou, quarta ai Mondiali 2013.
Nella 5 km, il tedesco Thomas
Lurz, il greco Gianniotis e il russo
Abrosimov sono da medaglia con
Pal Joensen (Far Oer), oro
europeo nei 1500 in vasca corta.
Angela Maurer e Aurora Ponsel
Squalo Grimaldi
i sogni in fondo
Voglio divertirmi
Oggi c subito la 10 km del bronzo olimpico
Sono tra le pi forti, ma non faccio previsioni
DAL NOSTRO INVIATO
STEFANO ARCOBELLI
GRUNAU (Berlino, Ger)
Angela Maurer qui unisti-
tuzione: ha quasi quarantanni e
non si spaventa a sfidare le ven-
tenni. In acqua e fuori, la Germa-
nia ha applaudito le sue imprese e
le sue avvenenze (per la gioia dei
voyeuristi s spogliata su Play-
boy). Nel 2002 gi si prendeva
largento nella 10 km, lunica pro-
va olimpica che apre il program-
ma europeo dei caimani nel baci-
no di Grunau, dove si gareggia
dal 1880 e dove si assegnarono le
medaglie del remo ai Giochi nel
36. Vogliamo provare a rovinare
la festa alla Maurer? Abbiamo un
trio trasversale: una bolognese
che salita su tutti i podi del fon-
do come Mar ti na Gr i mal di ,
unempolese che c sempre an-
che se non mai diventata leader
come Rachele Bruni e una debut-
tante pesarese che cerca di capire
se il futuro da grande sar in ac-
que libere o in piscina come Auro-
ra Ponsel. La Grimaldi quella
che ha colto lattimo ai Giochi di
Londra pescando il bronzo d
Hyde Park, quella che ha salvato
il fondo azzurro nella coda dei
Mondiali di Barcellona pescando
loro della 25 km, quella che se
troppo breve una gara neanche
carbura: infatti stavolta rispetto
al 2013 salter la 5 km.
Martina, cosa le ha insegnato
quel titolo iridato?
Che non bisogna abbattersi
nei momenti pi difficili. Ma non
faccio previsioni, sono stra-scara-
mantica.
E passata per la salvatrice
della patria (del fondo): quanto si
sente leader?
Non mi sento la donna del de-
stino, abbiamo una squadra forte
a livello femminile, i ragazzi sono
al cambio generazionale ma stan-
no uscendo. Daremo il massimo.
La Ponsel le ha chiesto qual-
che consiglio?
Aurora molto forte, le man-
ca lesperienza delle acque libere
a livello internazionale.
Sar Germania-Italia, nel fon-
do?
Noi daremo il massimo, in Eu-
ropa sembra un discorso tra que-
sti due Paesi, c sempre la Mau-
rer che non molla ma occhio alla
Grecia.
Sarete in 31: troppe?
Questa gara, essendo olimpi-
ca, ormai vale doppio: io mi sento
bene, in Coppa ho vinto a Cancun
e sono arrivata terza a Setubal.
Il bacino e la temperatura le
piacciono?
Mi sto ambientando: ho vinto
in Canada al freddo e in Cina con
il caldo, con cui bisogna lavorare
molto di testa. Sui 22 gradi an-
drebbe bene.
Lei ce lha il mental coach?
Mi basta Fabio Cuzzani, lalle-
natore che un punto fermo e sa
sempre trovare la soluzione. I
suoi metodi di lavoro mi piaccio-
no, anche se non cambiano mol-
to. Vuol dire che funzionano.
LEuropeo nella gerarchia il
meno importante: le costato
meno fatica?
La preparazione sempre la
stessa, lapproccio al Mondiale
che diverso.
C chi dice: la Grimaldi la
fondista pi forte al mondo. Che
effetto le fa?
Sono tra le pi forti, ma ad
esempio mi manca loro nella 5
km.
Quante volte ha rivisto il bron-
zo di Londra?
Le gare non le rivedo anche se
il ricordo resta bellissimo. Ma va-
le anche il titolo di Barcellona: un
grande riscatto.
Sar seguita dai genitori?
No, loro vengono solo ai Gio-
chi: si stanno prenotando per
Rio.
Chiuder con Tokyo?
Ho 26 anni, la Maurer ne ha
39 ed ancora qui: finch non mi
pesa, il nuoto resta la mia passio-
ne e se vinco, perch mollare?.
La gara che non riuscita an-
cora ad appagarla?
Una vittoria per distacco, ma
intanto spero di far bene e diver-
tirmi.
RIPRODUZIONE RISERVATA
OGGI
Nuoto sincronizzato Eliminatorie. Ore
9: Solo tecnico (Cerruti); 15: Duo tec-
nico (Cerruti-Ferri); 19: a squadre
tecnico (Bozzo, Callegari, Cattaneo,
Deidda, Flamini, Perrupato, Pezone,
Sala, Schiesaro, Sgarzi).
Nuoto di fondo Ore 10: 10 km donne
(Grimaldi, Bruni, Ponsel); ore 13.30 5
km uomini (Bolzonello, Ercoli, Ferret-
ti).
DOMANI
Nuoto sincronizzato Eliminatorie. Ore
10: Duo tecnico; 18: a squadre tecni-
co.
Nuoto di fondo Ore 10: 10 km uomini
(Ruffini, Vanelli, Furlan); 13.30: 5 km
donne (Bruni, Consiglio, Sinisi).
VENERDI
Nuoto sincronizzato Eliminatorie. Ore
10: Solo libero; 18: combo libero.
SABATO
Nuoto sincronizzato Ore 10: finale Duo
libero; 18: finale squadre libero.
Nuoto di fondo Ore 10: 5 km a squadre
(Ercoli, Vanelli, Bruni o Ponsel).
DOMENICA
Nuoto sincronizzato Ore 10: finale Solo
libero; ore 18 finale combo libero.
Nuoto di fondo Ore 9: 25 km uomini
(Cleri, Sanzullo, Stochino), 25 km
donne (Franco, Grimaldi, Raimondi).
LUNEDI 18
Tuffi Ore 14.30: a squadre (azzurri da
decidere).
Nuoto Batterie ore 9.30, semif. e finali
ore 18: 400 sl uomini (Detti, Pizzetti,
Paltrinieri, DArrigo); 50 farf. donne
(Bianchi, Di Pietro, Di Liddo, Gemo);
100 dorso U (Ciccarese, Mencarini,
Bonacchi); 400 mx D (Pirozzi); 100 ra-
na U (Pesce,Toniato, Pizzini); 200 dor-
so D (Zofkova, Pellegrini?); 50 farf U
(Rivolta, Codia); 4x100 sl D (Galizi,
Masini Luccetti, Di Pietro, Bianchi,
Pellegrini, Ferraioli), 4x100 sl U (Dotto,
Orsi, Leonardi, Belotti, Magnini). Fina-
li: 400 sl U, 400 mx D, 4x100 sl D e U.
MARTEDI 19
Tuffi Ore 10: elim. 1 m uomini (Tocci,
Rinaldi); 12: 10 m sincro donne; 14: fi-
nale 1 m U; 16: finale 10 m sincro D.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali ore 18: 200 sl uomini (Magnini,
DArrigo, Belotti, Lestingi), 100 rana
donne (Fissneider, De Ascentis, Ca-
stiglioni, Celli), 200 mx U (Turrini, Le-
stingi, Pelizzari), 100 sl D (Ferraioli,
Galizi, Masini Luccetti, Mizzau), 4x100
mx U/D (azzurri da decidere); 1500 sl
U. Finali: 50 farf. U, 100 dorso U, 50
farf. D, 100 rana U, 200 dorso D,
4x100 mx U/D.
MERCOLEDI 20
Tuffi Ore 10: elim. 1 m donne (Cagnot-
to, Marconi); ore 12: 10 m sincro uomi-
ni (DellUomo-Verzotto); 14: finale 1 m
D; ore 16: finale 10 m sincro D.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali ore 18: 200 farf. uomini (Pavone,
Pelizzari), 200 mx donne (Pirozzi, De
Ascentis), 200 rana U (Pizzini) , 100
dorso D (Barbieri, Zofkova), 50 dorso
U (Bonacchi, Mencarini, Ciccarese,
Pizzamiglio), 800 sl D (Caramignoli,
Ponsel, Carli). Finali: 1500 sl U, 200
sl U, 100 sl D, 200 mx U.
GIOVEDI 21
Tuffi Ore 12: elim. 3 m uomini (Rinaldi,
Benedetti); ore 16: finale 3 m U.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali 18: 200 rana donne (Celli, De
Ascentis), 100 sl uomini (Dotto, Ma-
gnini, Orsi, Leonardi), 100 farf. D
(Bianchi, Di Liddo, Di Pietro), 800 sl U
(Detti, Paltrinieri), 4x200 sl D (Pelle-
grini, Mizzau, Carli, Pirozzi, Masini
Luccetti). Finali: 800 sl D, 200 mx D,
200 rana U, 100 dorso D, 200 farf. U,
50 dorso U, 4x200 sl D.
VENERDI 22
Tuffi Ore 10: 10 m donne (Batki); 12:
elim. 3 m sincro uomini (Benedetti-Ri-
naldi); 14 finale 10 m D; 16: finale 3 m
sincro U.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali ore 18: 200 dorso uomini (Men-
carini, Ciccarese), 200 sl donne (Pel-
legrini, Mizzau, Masini Luccetti, Carli),
100 farf.U (Rivolta, Codia), 50 dorso D
(Gemo, Barbieri, Zofkova), 50 rana U
(Toniato, Pesce, Pizzini), 4x100 sl U/D
(azzurri da decidere), 1500 sl D (Cara-
mignoli, Ponsel). Finali: 800 sl U, 200
rana D, 100 sl U, 100 farf D, 4x100 sl
U/D.
SABATO 23
Tuffi Ore 10: 10 m uomini (DellUomo,
Verzotto); 12: 3 m sincro donne (Ca-
gnotto-Dallap); 14: finale 10 m U; 18:
finale 3 m sincro D.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali ore 16: 50 rana donne (Castiglio-
ni, Fissneider), 50 sl uomini (Orsi, Dot-
to), 200 farf. D (Polieri, Pirozzi), 50 sl
D (Ferraioli, Di Pietro), 4x200 sl U (Ma-
gnini, DArrigo, Belotti, Lestingi, Detti).
Finali: 1500 sl D, 100 farf. U, 200 sl D,
50 dorso D, 200 dorso U, 50 rana U,
4x200 sl U.
DOMENICA 24
Tuffi Ore 12: 3 m donne (Cagnotto,
Marconi); 18: finale 3 m D.
Nuoto Batterie ore 9.30, semifinali e
finali 16.30: 400 sl D (Pellegrini, Miz-
zau, Carli, Ponsel), 400 mx U (Turri-
ni), 4x100 mx D (azzurri da decidere),
4x100 mx U (azzurri da decidere). Fi-
nali: 50 sl D e U, 50 rana D, 200 farf. D,
400 mx U, 400 sl D, 4x100 mx D e U.
Tv: dirette Rai Sport 1 e 2 ed Euro-
sport.
SPALLA VAN DER BURGH (al.f.) Pro-
blemi alla spalla per Cameron Van Der
Burgh: il ranista sudafricano sta cer-
cando di evitare loperazione che
comprometterebbe la stagione inver-
nale svolgendo unintensa riabilitazio-
ne e riducendo le sedute di allena-
mento. Decisive le prossime sei setti-
mane.
FORFEIT AUSTRALIANI (al.f.) Gli au-
straliani Christian Sprenger (problemi
alla spalla) e Remy Fairweather (ma-
lattia) salteranno i Giochi Panpacifici.
la guida
5 km uomini con Bolzonello, Ercoli e Ferretti
Sincronizzato, la Cerutti debutta nel solo
Dirette tv su RaiSport 1 e 2 ed Eurosport
S
Cagnotto
debutter
mercoled 20 con
la gara da 1 metro
S
Pellegrini
venerd 22 e
domenica 24 nei
200 e 400 sl
laFotonotizia
Controllo turbolenze in corsia
La vasca tedesca supera il test
Ricordate le polemiche post-Mondiali di
Barcellona sulle presunte turbolenze in piscina
causate dalle corsie 1 e 8, ovvero quelle
laterali? La ditta costruttrice dellimpianto nel
Velodromo, con tecnica Myrtha Pools, cio
litaliana Castiglione ieri per sgombrare ogni
dubbio e perplessit ha effettuato un test nella
vasca da 300 metri cubi di acqua in assetto da
competizione sui 4 angoli (ai 15 metri) con
galleggianti da 30 kg: non s vista nessuna
alterazione o movimenti che generano onde o
alterano il movimento dellacqua ai lati. Il test,
alla presenza del responsabile gare della Len,
Thielenaus, e di Tervor Tyffany, manager
dellazienda di Castiglione, ha dato il risultato
sperato. Venerd invece verr deciso dalla
commissione tecnica se verranno utilizzate le
corsie 0 e 9 per velocizzare le batterie.
QUATTRO ORI Martina Grimaldi, 25 anni,
bolognese, in carriera ha vinto 4 ori nelle grandi
manifestazioni: 2 agli Europei nella 10 km (2011 e
2012), una ai Mondiali di nuoto (25 km, 2013) e una
ai Mondiali in acque libere (10 km, 2010)
30
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

BASKET QUALIFICAZIONI ALLEUROPEO 2015
Italia, si parte!
Cinciarini, il mandante
di tre bocche da fuoco
Oggi il debutto in Russia: Devo trovare Datome, Aradori e Ale
Gentile al momento giusto, ma la chiave non perdere palloni
DAL NOSTRO INVIATO
MASSIMO ORIANI
MOSCA
In queste 12 gare di pre-
parazione, ma pi in generale
nei due anni con Simone Piani-
giani il gruppo ha assunto
unidentit precisa sempre pi
simile a quella del c.t. dice
Andrea Cinciarini, il play az-
zurro alla vigilia dekl debutto
contro la Russia . Non abbia-
mo il peso di tante altre ma ab-
biamo creato un gioco fatto di
movimento della palla, tanti
pick and roll allinterno della
singola azione, ricerca delluo-
mo smarcato. Sappiamo di do-
ver supplire alla stazza con la
velocit e la difesa aggressiva
cercando punti in contropiede.
Sin qui siamo andati bene, da
oggi ci sono le gare vere, sare-
mo pronti.
Lei proprio quello che deve
dettare il ritmo sin dalla palla a
due.
In Nazionale il mio ruolo
quello e penso di essermici ca-
lato bene. Ogni volta cerco di
mettere in ritmo i tiratori. Ab-
biamo tre bocche da fuoco co-
me Datome, Aradori e Alessan-
dro Gentile a cui far arrivare la
palla al posto giusto nel mo-
mento giusto. Non facile ma
ormai sono da tre anni il play
titolare, mi piace sempre gio-
care prima per la squadra che
per me stesso. Anche se quan-
do c da andare a concludere
non mi tiro indietro. La chiave
per il nostro gioco comunque
perdere pochi palloni, qualco-
sa su cui Pianigiani non transi-
ge, ogni possesso fondamen-
tale.
Aradori sembra aver rag-
giunto ormai la piena matura-
zione.
Sono daccordo. Ora un
giocatore completo e sono stra-
felice che possa andare a fare
unesperienza in un club pre-
stigioso come il Galatasaray. In
azzurro gi due anni fa era sta-
to fondamentale, oggi bravo
Nazionale ha fatto passi da gi-
gante. Anche per lui il futuro
sar oltreoceano anche se ha
fatto bene a rimanere allOlim-
pia per crescere ancora qui in
Europa.
A proposito di club, la sua
Reggio Emilia ha fatto uno
squadrone.
Sono molto contento per
come sta crescendo la societ.
Quando sono arrivato tre anni
fa si vedeva che cera lambizio-
ne di entrare tra le prime. La
vittoria nellEurochallenge ha
dato il l, ora dovremo fare un
campionato di vertice, inutile
nascondersi. Abbiamo un otti-
mo nucleo di italiani, con stra-
nieri forti e lmvp dellultima
stagione, Drake Diener. Dovre-
mo essere bravi ad amalgama-
re giovani come Mussini e Del-
la Valle e farli crescere. Lobiet-
tivo entrare nelle prime quat-
tro e provare a competere con
le pi forti. Abbiamo anche
lEurocup, impegnativa ma la
societ ha tutto per puntare in
alto.
I russi dicono che sotto ca-
nestro con Mozgov ci faranno
male.
Non credo che un singolo
possa fare la differenza . Moz-
gov grosso, noi proveremo a
fermarlo, sappiamo come gio-
cano. Dovremo essere bravi a
chiudere larea e cercare il con-
tropiede. Loro sono duri, tosti,
ma noi siamo carichi e voglia-
mo iniziare col piede giusto. In
un girone con sole 4 partite fa-
re punti subito molto impor-
tante.
RIPRODUZIONE RISERVATA
4
NON CE
DIRETTA TV
S
Alle 17
a Mosca
LItalia debutta
oggi contro la
Russia nelle
qualificazioni
allEuropeo 2015
perch inserita
in un girone di
sole tre squadre
e ha saltato la
prima giornata
dove il risultato
a sorpresa
stato proprio nel
nostro girone,
con la sconfitta
della Russia in
Svizzera per 79-
77 (D.Mladjan
24, Brunner 15;
Kurbanov 13,
Antonov 12),
dopo essere
stata sotto di 20
punti nel terzo
quarto. Oggi
lItalia debutta
alle 17 (senza la
prevista diretta
Rai), domenica a
Cagliari la
seconda sfida
con la Svizzera.
Queste le
classifiche dei
gironi (passano
le prime e le 6
migliori
seconde).
Girone A:
Islanda 1 vinta-0
perse; Bosnia
0-0; Gran
Bretagna 0-1.
Gir. B: Olanda,
Montenegro 1-0;
Israele, Bulgaria
0-1. Gir. C:
Austria, Polonia
1-0; Germania,
Lussemburgo 0-
1. Gir. D:
Bielorussia,
Macedonia 1-0;
Danimarca,
Belgio 0-1. Gir.
E: Ungheria,
Georgia 1-0;
R.Ceca,
Portogallo 0-1.
Gir. F: Lettonia.
Romania 1-0
Slovacchia,
Svezia 0-1. Gir.
G: Svizzera 1-0;
Italia 0-0-;
Russia 0-1.
Under 17
Negli ottavi del
Mondiale, la
Cina ha battuto
lItalia 79-67 (La
Torre 17, Costa
12, Pecchia 10).
GLI AVVERSARI GROSSI E ESPERTI
Spalle al muro
e poche vocazioni
La Russia trema
Sconfitta dalla Svizzera e col
solo Mozgov dei big: ma vuole
vendicarsi del k.o. del 2013
Mozgov e Ponkrashov in difesa su D.Mladjan EBA
I russi fanno la voce grossa: Abbiamo un
conto in sospeso con lItalia dallo scorso Euro-
peo dice Anton Ponkrashov, uno dei tre redu-
ci, con Antonov e Khvostov dei bronzi olimpico
e Europeo del 2011. Arriviamo alla sfida con
lItalia solo pensando a vincere dice Semen
Antonov. Il problema che la Russia stata
protagonista della pi grande sorpresa (in ne-
gativo) della prima giornata perdendo in Sviz-
zera. E, adesso, rischia in caso di sconfitta con
lItalia, di restare fuori dallEuropeo. Dramma.
Vocazioni La Russia sta vivendo una crisi di
vocazioni a tutti i livelli. Nonostante i milioni
spesi dalle squadre di club e le regole che han-
no costretto negli ultimi anni ad avere sempre
dei giocatori russi in campo, la produzione non
allaltezza del passato. E in questo momento
di passaggio tra lepoca di Kirilenko e Khryapa,
ormai chiusa per la Nazionale, di attaccamento
alla maglia rivedibile di alcuni big (Shved, dei
TWolves stato per pubblicamente difeso so-
stenendo che la sua assenza dovuta a un pro-
blema allinguine patito alla summer league e
non alla volont di non esserci) e di infortuni,
la Russia che affrontiamo oggi dei big presenta
solo Timofey Mozgov, 2.15 compagno di Galli-
nari ai Nuggets, pi 7 reduci dal 21
o
posto al-
lEuropeo 2013, iniziato con la sconfitta con
lItalia per 76-69.
Possenti Tra i quali spiccano gli esperti e pos-
senti, nei rispettivi ruoli, Anton Ponkrashov,
Evgeny Voronov e Nikita Kurbanov, guardie e
ala del Lokomotiv Kuban, e Semen Antonov,
ala del Novgorod. La stellina Karasev, passato
ai Nets dopo 22 gare ai Cavs e alla D-League, ha
giocato solo 7 con la Svizzera. Tra le squadre
fuori dal Mondiale spiega il c.t. Simone Piani-
giani la Russia quella con pi taglia fisica. Ci
attende poi anche un esordio in trasferta con-
tro una squadra arrabbiata. Per questo dovre-
mo essere bravi e attenti a resistere allinizio
per poter restare in partita ed eventualmente
giocarcela nel finale.

Quando ho scelto
Reggio sapevo
che puntava al
vertice: ora siamo
da primi 4 posti
ANDREA CINCIARINI
REGISTA AZZURRO
Andrea Cinciarini, 28 anni, ha raggiunto le 80 presenze in azzurro. Gioca a Reggio Emilia CIAMILLO
IL CASO LA STORICA SOCIETA NON E STATA ESCLUSA DALLA FIP
Siena ancora affiliata: con 90 mila euro
la Mens Sana tricolore pu tornare in vita
GIUSEPPE NIGRO
Un fantasma si aggira per
i corridoi del basket, quello
della Mens Sana Basket dichia-
rata fallita un mese fa. Mentre
la casa madre Polisportiva ri-
partita dalla B con una nuova
societ, lultimo Consiglio Fe-
derale ha escluso dalla Serie A
la vecchia ma non ne ha revo-
cato laffiliazione, a fronte del-
la comunicazione del curatore
Marco Lombardi dellesercizio
provvisorio disposto dal tribu-
nale. Larticolo 129 del regola-
mento ordinario prevede, in
caso di esercizio provvisorio, la
revoca dellaffiliazione alla fi-
ne dellanno sportivo in cui
stato dichiarato il fallimento.
Ovvero il 2014/15, visto che la
sentenza successiva al 30 giu-
gno: decisa il 4 luglio, deposi-
tata il 9. Se il Consiglio si fosse
svolto con la societ ancora in
liquidazione, la revoca dellaf-
filiazione sarebbe stata auto-
matica, per larticolo 130. E la
legge a richiedere al curatore
ogni iniziativa possibile a tute-
la dei creditori. La partecipa-
zione alla Serie A (cera co-
munque lo scoglio Comtec)
decaduta non rinnovando laf-
filiazione entro il 9 luglio: re-
stano solo i campionati a libera
partecipazione (Prima Divisio-
ne). E il 17 luglio si sono svin-
colati i giovani. Cosa rimane?
Premi Nas Basta fare una
squadra giovanile per accedere
ai premi Nas, gli introiti annua-
li per i giocatori formati dal vi-
vaio. Una cifra, che va alla Fip
se il club chiude, che fu di
177mila euro due anni fa e
145mila lanno scorso. Per va
rinnovata laffiliazione: si pu
fino al 28 febbraio, ma gi il 9
settembre scadono le iscrizioni
per le giovanili. Quanto costa?
Comprese le pendenze con la
Fip (tasse gara, multe) circa
90mila euro. Meno di un anno
di Nas. Dove giocherebbe e con
chi questo mostro giuridico?
E ha senso per poi vedersi revo-
care laffiliazione a giugno
2015? Ecco la parte pi forte,
lipotesi di ripulire la vecchia
Mens Sana dalle pendenze
(5.4 milioni di bilancio, il triplo
per il fisco), e rivenderla sa-
na. Priva dei principali asset
Serie A, Eurolega, giocatori
ma con nome, marchio, affi-
liazione e introiti sicuri (Nas).
Qui si entra nellingegneria re-
golamentare, e nelleffettiva
volont e possibilit del curato-
re di arrivare in fondo. La stra-
da il concordato fallimentare.
Sar presa nei primissimi gior-
ni di settembre se arriver la
lettera di intenti di qualcuno
interessato al club e disposto a
farsi carico delle pendenze Fip.
Il fantasma continua a vagare,
senza trovare pace.
RIPRODUZIONE RISERVATA Tomas Ress, ultimo capitano CIAM
ad aspettare il suo momento, a
caricarsi la squadra sulle spal-
le. E un realizzatore ma adesso
al top in ogni gara.
Ha citato anche Datome e
Gentile.
Spero che Gigi la prossima
stagione possa avere lo spazio
che si merita nella Nba visto il
suo straordinario talento. Ale
ha preso per mano Milano e
lha portata allo scudetto e in
laFotonotizia
E Beli sposta i Suv
Marco Belinelli si sta
allenando alla prossima
stagione Nba con un intenso
programma atletico
testimoniato su Facebook:
sposta i Suv, fa pesi e esercizi
con pneumatici da Tir.
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
31

TUTTENOTIZIE & RISULTATI
TENNIS IL RICCO COMBINED EVENT DI CINCINNATI
Errani che fatica, Tsonga gi fuori
Sara piega la
Wickmayer, il
francese k.o. da
Youzhny. Eliminate
anche Giorgi e Vinci
Bilancio positivo per gli
italiani nel primo turno di Cin-
cinnati, il Masters 1000 che
anticipa gli Us Open, partico-
larmente temuto dai giocatori
per le condizioni climatiche
spesso al limite (vento e gran-
de umidit) e per il tabellone
in tutto e per tutto ostico come
quello di uno Slam.
Battaglie Se nella notte di lu-
ned Fognini aveva superato il
francese Roger Vasselin annul-
landogli due match point nel
decimo gioco del terzo set, ieri
stata Sara Errani ad uscire
vincitrice da una battaglia di
due ore e 46 minuti contro la
belga Wickmayer, numero 67
del mondo uscita dalle qualifi-
cazioni. e che era in vantaggio
3-1 negli scontri diretti. In un
pomeriggio caratterizzato da
fastidiose folate di vento, la Ci-
chi mantiene i nervi saldi
quando sul 3-3 40 pari e servi-
zio del set decisivo larbitro fa
un over rule su un punto gi
conquistato dallazzurra, che
finisce per perdere il servizio
prima di inanellare due game
consecutivi. Nonostante serva
per il match, Sara ha bisogno
del tiebreak (dominato) per
approdare al secondo turno.
Dove non trover in un derby
affascinante Roberta Vinci,
sconfitta in tre set dalla Lisicki:
la Errani e la tedesca si sono
appena affrontate nel primo
turno di Montreal, con il suc-
cesso della finalista di Wim-
bledon (Ma qui le condizioni
sono diverse e mi trovo me-
glio, dir la Cichi). Oltre le
due ore (2h32) si protrae an-
che il match della Giorgi con-
tro la Kuznestova, forse le due
picchiatrici pi dure e folli del
circuito. Camila si fa del male
da sola con ben 14 doppi falli e
solo due palle break convertite
su 15 opportunit. Al secondo
turno erano gi approdateK-
napp e Pennetta.
Sorpresa russa Nel tabello-
ne maschile, bel successo di
Andreas Seppi in rimonta sul
colombiano Giraldo, numero
30 del mondo, nonostante lal-
toatesino sprechi un vantaggio
di 4-0 nel terzo set prima di
chiudere nel 12 gioco. Ora
litaliano trova a sorpresa
Youzhny, che travolge Tsonga
fresco vincitore a Toronto ed
evidentemente ancora ine-
briato dai festeggiamenti. Il
russo, numero 25 del mondo,
comunque ha vinto 5 match su
sei contro il francese. Intanto a
Barcellona Rafa Nadal si fat-
to controllare di nuovo il polso
destro infortunato che gli ha
fatto saltare fino a qui lestate
americana, ma solo domani o
venerd comunicher eventua-
li decisioni sulla partecipazio-
ne agli Us Open. Secondo una
radio spagnola, sarebbe vicino
alla rinuncia.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Uomini (4.017.3555 $), primo tur-
no: Isner (Usa) b. Anderson (S.Af) 6-4
6-3; FOGNINI b. Roger-Vasselin (Fra)
6-4 4-6 7-6(5); Robredo (Spa) b. Sock
(Usa) 7-6(5) 6-3; Simon (Fra) b. Tomic
(Aus) 6-3 6-2; Kohlschreiber (Ger) b.
Chardy (Fra) 6-3 4-6 6-4; Becker (Ger)
b. Karlovic (Cro) 7-6 (5) 6-4; Verdasco
(Spa) b. Granollers (Spa) 5-7 6-3
7-6(5); Janowicz (Pol) b. Gabashvili
(Rus) 6-4 6-4; Lu (Taiw) b. Istomin
(Uzb) 6-3 6-4; Sousa (Por) b. Bucha-
nan (Usa) 5-7 7-6(3) 7-6 (5); Matosevic
(Aus) b. Mahut (Fra) 6-4 7-6 (4); Monfi-
ls (Fra) b. Delbonis (Arg) 6-3 3-6 6-3;
SEPPI b. Giraldo (Col) 4-6 6-2 7-5;
Youzhny (Rus) b. Tsonga (Fra) 6-1 6-4;
Ginepri (Usa) b. Thiem (Aut) 6-3 5-7
7-5; Pospisil (Can) b. Stepanek (Cec)
5-7 6-1 7-6 (4); Ward (Gb) b. Garcia-Lo-
pez (Spa) 6-2 3-6 6-1; Cilic (Cro) b. Lo-
pez (Spa) 6-3 6-4.
Donne (2.567.000 $), primo tur-
no: Ivanovic (Ser) b. Cirstea (Rom) 6-1
7-5; Pavlyuchenkova (Rus) b. Cilbuko-
va (Slk) 6-3 6-3; Wozniacki (Dan) b. Ry-
barikova (Slk) 6-2 6-3; PENNETTA b.
Scheepers (Saf) 6-3 6-7 (3) 6-2; Sto-
sur (Aus) b. Lepchenko (Usa) 6-2 7-5;
Townsend (Usa) b. Koukalova (R.Cec)
6-3 4-6 7-5; Zhang (Cina) b. Watson
(Gb) 6-2 2-6 7-5; Parmentier (Fra) b.
Dellacqua (Aus) 7-6 (4) 6-2; Svitolina
(Ucr) b. Davis (Usa) 6-3 6-2; Keys (Usa)
b. Cornet (Fra) 6-2 6-4; KNAPP b. Ben-
cic (Svi) 6-2 7-6 (1); Flipkens (Bel) b.
Hercog (Slo) 6-3 6-2; ERRANI b. Wick-
mayer (Bel) 7-5 3-6 7-6 (2); Zahlavova
Strycova (Cec) b. Barthel (Ger) 7-5
6-0; Safarova (Cec) b. V. Williams
(Usa) 6-7 (2) 6-3 6-4; Makarova (Rus)
b. Hantuchova (Slk) 6-2 6-2; Diyas
(Kaz) b. Begu (Rom) 7-6 (4) 7-6 (5);
Suarez Navarro (Spa) b. Pironkova
(Bul) 6-3 1-6 6-2; Mchale (Usa) b. Gib-
bs (Usa) 4-6 6-3 6-1; Nara (Giap) b.
Oprandi (Svi) 6-0 6-2; Beck (Ger) b.
Muguruza (Spa) 6-3 2-6 6-3; Lisicki
(Ger) b. VINCI 6-3 2-6 6-2; Kuznetsova
(Rus) b. GIORGI 6-4 6-7 (4) 6-3.
Sara Errani, 27 anni, numero 15 del mondo e testa di serie n. 14 AFP
ATLETICA
FIGLIO DARTE (si.g.) Nei campionati te-
deschi giovanili a Bochum, record nazio-
nale under 18 del giavellotto (700 gr) per
Tom Meier con 76.80: il figlio di Petra
Felke, unica donna al mondo capace di
lanciare il giavellotto (vecchio attrezzo) a
80 metri spaccati, il 9 settembre 1988 a
Potsdam. A Prijepolje (Ser). Uomini. Peso:
Kolasinac 20.79.
SIERRE-ZINAL (d.m.) Lo spagnolo Kilian
Burgada Jornet ha vinto in 2h3154 la 41
corsa in montagna Sierre-Zinal (SVI). Ri-
sultati (30 km). Uomini: 1. Burgada Jornet
(SPA) 2h3254; 2. Gray (USA) 2h3258;
8. Pivk 2h4023. Donne: 1. Kremer (USA)
3h0312.
BOXE
RADUNO (i.m.) Sedici pugili convocati
per il raduno dellItalia lite dal 28 agosto
al 9 settembre ad Assisi (Pg): 49 Barotti,
Conselmo, 52 Obbadi, Grandi, 56 Ga-
sparri, 60 Cosenza, Benkorichi, 64 De Fi-
lippo, Picardi, 75 Munno, Perugino, 81
Scardina, Fiori, 91 Turchi, +91 Federici,
Carbotti.
APB (i.m.) Clemente Russo (91), Domeni-
co Valentino (60) e Vincenzo Picardi (52)
tornano in ritiro dal 18 al 30 agosto pros-
simi a Ostia agli ordini di Damiani e Rosi in
vista dellattivit preolimpica dellAiba
Pro Boxing.
HOCKEY GHIACCIO
MERCATO (m.l.) Il Milano di coach Pat
Curcio ha ingaggiato il 25enne attaccante
italo-canadese David Vallorani (dagli
Utah Grizzlies, Echl).
IPPICA
OGGI PONTECAGNANO QUINTE (ore
21.30, inizio 18.30). Una volata per 19: in-
dichiamo Sky Gifar (12), Solero (18), Sele-
ne Jet (7), Sessoforte Grif (13), Spartaco
Egral (7), Seneca Grif (3).
ANCHE Gal.: Napoli (20.30), Capalbio
(20.55). Tr.: Follonica (20.35), Siracusa
(20.45).
PALLANUOTO
MERCATO Il mancino Matteo Astarita
passa dal Quartu allAcquachiara, Marco
Parisi dalla Canottieri Napoli alla Roma
Vis Nova. Lazzurra Elisa Queirolo dal Ra-
pallo al Plebiscito Padova.
PALLAVOLO
MERCATO (f.c.) La Sieco Ortona sI as-
sicurata il centrale 34enne Daniele Mo-
retti, scuola Lube Macerata, che lo scor-
so anno giocava nelle file del Tuscania di
Paolo Tofoli con cui ha ottenuto la promo-
zione in A-2. Nel femminile arriva una
schiacciatrice a Forl. E lesperta 37enne
bulgara Elena Koleva, lo scorso anno a
San Casciano.
RUGBY
PRIMA TREVISO (e.sp.) Stasera alle 20 a
Monigo prima uscita stagionale di Trevi-
so e Mogliano che si confronteranno in
una amichevole di quattro tempi da 20
minuti. Esordio in panchina Benetton per
Umberto Casellato che affronter pro-
prio il Marchiol con cui aveva vinto lo scu-
detto nel 2013.
BEALE APERTURA (i.m.) LAustralia an-
nuncia a sorpresa che Kurtley Beale gio-
cher apertura nella sfida di debutto del
Championship sabato a Sidney contro la
Nuova Zelanda (ore 12, diretta Skysport
2). Allala torna McCabe dal lungo infortu-
nio, centri Toomua e Ashley-Cooper, pri-
ma linea Kepu, Charles, Slipper, capitano
Hooper.
SCACCHI
UCRAINA BATTE RUSSIA Ai Mondiali a
squadre di Tromso (Nor), la Russia fem-
minile stata sconfitta dallUcraina e ora
ha un punto di vantaggio su questultima e
sulla Cina quando manca solo il turno di
domani. Nel torneo maschile i cinesi han-
no un punto sullUngheria. Italia a met
classifica in entrambi i tornei. Intanto Fa-
biano Caruana a un passo dal n.2 al
mondo: nella classifica provvisoria ha gi
superato Aronian.
SCI NAUTICO
CLASSICHE (m.l.) Iniziano oggi a Pardu-
bice-Prelouc (R. Cec) i Campionati di Eu-
ropa e Africa Open discipline classiche
(slalom, figure, salto e combinata) fino a
domenica (17 agosto). Ad aprire la ker-
messe la Coppa Europa a squadre, I
tecnici Patrizio Buzzotta e Elisabetta Galli
BOXE / 2
DOPO LA RISSA DI SABATO SCORSO
Di Silvio ospite al locale di Buccioni
Pace fatta con brindisi e abbracci
(g.l.g.) Alla fine pace stata. Dopo la vergognosa rissa di sabato, nel
locale gestito dal manager Davide Buccioni (in verde) arrivato Pasquale
Di Silvio (primo a sinistra). I due si sono chiariti, con scuse reciproche, un
brindisi ed un abbraccio, per gettarsi alle spalle il brutto episodio.
BOXE / 1
LEX IRIDATO ITALOAMERICANO
Idea Malignaggi
Carriera chiusa
contro Bundu
(r.g.) Nello Malignaggi,
conferma che il figlio Paulie (37-6,
foto Bozzani), ex iridato
superleggeri e welter, ha
espresso il desiderio di chiudere
la carriera disputando lEuropeo
dei welter in Italia. Paul, che
torna il Italia il 22 agosto per una
vacanza in Sicilia, cova da tempo
questa idea: adesso che ha 33
anni e fa con successo anche il
telecronista, da buon italiano,
visto che mantenuto nazionalit e
passaporto, sarebbe felice di
dare laddio al ring incontrando
Bundu, un grande avversario,
assicurando un grande match.
C il problema che Malignaggi ha
un solo confronto in Europa,
mentre lEbu ne richiede almeno
cinque: Conosco questa regola,
ma si tratta di un ex iridato e mi
auguro che lente trovi il modo per
risolverlo, magari richiedendo un
solo altro incontro prima
dellEuropeo.
PODIO MANFREDONIA (i.m.) Ai
campionati Ue di Sofia, tre italiani
impegnati ieri nei quarti. DAndrea
(56 kg) ha perso 2-0 con il
moldavo Gojan; Di Russo (69)
stato sconfitto 3-0 dal francese
Cissokho; Manfredonia (81 kg) ha
battuto 2-1 il bulgaro Pantaleev
guadagnando cos la semifinale
(bronzo sicuro) nella quale sfider
lo slovacco Strnisko.
Oggi nei 91 Vianello contro
Gardinie (Irl) e Mangiacapre (64)
contro Petrauskas (Lit).
IPPICA
IN FRANCIA
A Enghien 10 italiani
Il Varennino Ruty
guida la carica
Una carica azzurra questo
pomeriggio a Enghien, con 10
cavalli nati in Italia spalmati su tre
corse. Nessuno invece in quella
principale, il Prix dEurope (m
2875) nel quale torna in azione il
francese Un Mec dHeripre,
reduce dalla discussa squalifica
di Malmoe, dove vinse facile
lHugo Abergs Memorial ma dopo
aver danneggiato (secondo la
giuria) un avversario sullultima
curva. Un Mec trova la rientrante
(da giugno) Roxane Griff, che
torna al sulky dopo aver colto i
successi pi importanti (a partire
da Cornulier) al trotto montato.
Ben sei i nostri nel Prix de
Geneve (m 2875), guidati dal
Varennino Ruty Grif (foto DE
NARDIN) , reduce dallottimo terzo
posto (sulla pista) nel Prix de
Milan. Roxane Bar, Romanesque,
Rombo di Cannone, Rember Mail
e Rue du Bac gli altri.
Nel Prix de Porte Versailles (m
2150) tocca invece a Plutonio
(anchesso reduce da un terzo
sulla pista) e a Pancottina Bar
vincitrice invece a Vincennes in
giugno. Curiosit desta il tentativo
della spagnola Unitra Rs, figlia
dellitaliano Brandy di Fiori,
campione plasmato da Biagio Lo
Verde e vincitore di ben 15 Gran
Premi. Infine Noir dEte e Nuage
en Ciel impegnati nel Prix du Pont
de lAlma (m 2150) e reduci
rispettivamente da un terzo e da
un secondo posto.
EQUITAZIONE
ADDIO PRESIDENZA
Haya lascia la Fei
Devo aiutare
la gente di Gaza
Laiuto alla gente di Gaza,
due bambini da crescere. Troppo.
E alla fine la principessa Haya di
Giordania (foto) si chiama fuori.
Dopo la votazione assembleare di
Montreaux (103-3 il risultato a
favore dopo una petizione di 100
membri) che aveva cambiato lo
statuto federale permettendo alla
moglie di Sheikh Mohammed di
essere eletta per la terza volta
alla presidenza della Federazione
Equestre Internazionale, Haya ha
rinunciato alla candidatura a 13
giorni dal Mondiale in Normandia:
Ho due bimbi molto piccoli, e di
recente ho compreso che non
avrei potuto gestire la maternit e
gli impegni che la presidenza Fei
impongono. In pi i problemi
politici nella mia regione, con le
drammatiche turbolenze recenti,
mi colpiscono duramente.
Capirete che le persone che
stanno soffrendo sono la mia
gente e la mia famiglia. Devo
pensare al mio supporto
umanitario per la gente di Gaza:
un lavoro che solo allinizio.
Troppo per gestire
dignitosamente anche la Fei, per il
cui bene rinuncio alla
candidatura. Haya la numero 1
equestre dal 2006, lelezione del
nuovo presidente Fei si terr a
Baku (Azerbaigian) il 14 dicembre
2014. Il 1 settembre scadono i
termini per le candidature. Al
momento in corsa c lo svizzero
Pierre Genecand.
hanno selezionato i seguenti azzurri. Uo-
mini: Degasperi, Allais, M. Luzzeri, Benat-
ti, Spinelli, G. Pajni. Donne: A. Bagnoli, M.
Pajni.
WAKEBOARD (m.l.) A Sauherad-Tele-
mark (Nor) nei Mondiali cablewakeboard
che si sono aperti ieri con la cerimonia uf-
ficiale (fino a sabato 16 agosto) sono in
gara atleti di 29 Paesi. LItalia schiera solo
la squadra maschile. Uomini: Solbiati, De
Tollis, Orlando, Marassi, Pederzani, Della
Beffa.
TRIATHLON
OLMO A SEGNO (al.f.) Angelica Olmo (18 )
vince la coppa Europa di Riga (Let) su di-
stanza sprint in 1h0104.
VELA
ALTRO COLPO DI PEDOTE
VINCE LA LES SABLES-AZZORRE
(al.fr.) Grande successo italiano nella
classica per la classe Mini 6.50: Giancar-
lo Pedote ha vinto la Les Sables - Azzorre
- Les Sables, tappa che si conclusa ieri
sera con la vittoria parziale del francese
Nicolas Boidevezi e il secondo posto di
Giancarlo Pedote, che dopo il successo
nella prima tappa conquista il quinto suc-
cesso nelle cinque regate disputate que-
stanno.
VOLVO RACE (r.ra.) Saranno 7 gli scafi al
via alla prossima edizione della Volvo
Ocean Race. Team Vestas Wind si ag-
giunge a Team Sca, Abu Dhabi Ocean Ra-
cing, Dongfeng Race Team, Team Brunel,
Team Alvimedica e Team Campos. Lo
skipper della squadra danese sar il 6
volte campione del mondo Chris Nichol-
son alla sua 5
a
partecipazione al giro del
mondo a tappe in equipaggio.
LA CLASSIFICA DI FORBES
Maria Sharapova
sportiva pi ricca
il 10 anno di fila
Nel ranking mondiale Wta
solo 6
a
, ma c una classifica
in cui Maria Sharapova si
conferma in vetta, per il 10
anno consecutivo: lannuale
graduatoria di Forbes sulla
sportiva pi ricca. La tennista
russa ha guadagnato lanno
scorso 24.4 milioni di dollari,
davanti ad altri due tenniste: la
cinese Na Li, con 23.6 milioni, e
la numero uno del ranking, la
statunitense Serena Williams
(22). Al 4 posto la pattinatrice
Kim Yu-Na (16.3) e la pilota
Nascar Danila Patrick (15). Nella
Top 10 altre 4 tenniste - Victoria
Azarena, Caroline Wozniacki,
Agnieszka Radwanska e Ana
Ivanovic - prima della golfista
Paula Creamer.
Maria Sharapova, 27 anni EPA
Mikhail Youzhny, 32 anni, n. 25 AP
32
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

ALTRI MONDI
SEGUITECI SU
@AltriMondiGazza
Il fatto del giorno
DI GIORGIO DELL'ARTI
gda@gazzetta.it
_il suicidio del grande attore
LE REAZIONI NEL MONDO
Un clown
tutto cuore
Il ricordo
vive in Rete
Sopra, la panchina di Will Hunting
a Boston, sotto la casa di Mork &
Mindy in Colorado REUTERS/AFP
Nellepoca in cui il cor-
doglio viaggia via Twitter,
laddio a Robin Williams si
celebra anche nei luoghi del-
la sua vita. Fiori davanti alla
villa di Tiburon, in Califor-
nia, dove viveva lattore;
graffiti sotto la panchina, a
Boston, che appare in Will
Hunting; una foto di Mork &
Mindy davanti alla casa in
Colorado usata per gli ester-
ni del telefilm. Mentre nei
commenti che invadono la
Rete, Williams appare un
simbolo, un ricordo, una fi-
gura che stride con la realt.
Chi ringrazia il clown dal
cuore doro (lOsservatore
Romano) e chi lattore arri-
vato nelle nostre vite come
un alieno, ma ha toccato ogni
singolo elemento dello spiri-
to umano (Barack Obama).
Chi lo descrive una tempe-
sta di genio comico sostenuta
dal tuono delle nostre risate
(Steven Spielberg), chi lo le-
ga alla propria infanzia
(quando ero bambino salu-
tavo tutti con Nano nano,
scrive Roberto Saviano) e chi
ne celebra la gentilezza ri-
pensando a un autografo
chiesto a 13 anni. Grattai
sulla firma per vedere se era
stampata o era vera. Era ve-
ra (Leonardo Pieraccioni).
Principe Solo Chevy Chase
ha il coraggio di dire: Soffri-
vamo entrambi di depressio-
ne, un male poco conosciu-
to. Anche il mondo dello
sport piange il comico che in-
segna il calcio ne Lattimo
fuggente e celebra il baseball
in Hook. Lo hanno ricordato,
tra i tanti, Agassi (Una delle
persone pi generose che ab-
bia conosciuto), Xabi Alon-
so e Belinelli (O Captain!)
e il ct del volley Mauro Berru-
to (Essere diversi: un prezzo
troppo alto). Ma la carezza
pi toccante arrivata da
Zelda, figlia di Williams, cui
lattore aveva dedicato lulti-
mo messaggio (sei sempre
la mia bambina). E lei, ha ri-
sposto citando Il piccolo prin-
cipe: Tu avrai, tu solo, delle
stelle che sanno ridere!.
f.riz.
RIPRODUZIONE RISERVATA
Come mai un comico
che ci ha reso felici
decide di farla finita?
Robin Williams si
impiccato: aveva
63 anni. Popolare,
ricco, eppure
tormentato.
Diceva: Sono
un uomo triste che
rifiuta di piangere
Come mai un uomo ricco,
di gran successo, simpatico, uno
spirito apparentemente leggero
e sempre pronto al riso, ma so-
prattutto al sorriso, a un certo
punto decide di farla finita?
1
quello che ci si chiede di
fronte alla notizia della morte
di Robin Williams. Sicuro che si
sia trattato di suicidio?
S, la polizia conferma: si
impiccato con una cintura. Era
attaccata al soffitto, il corpo
leggermente sospeso dal pavi-
mento. La moglie tornata a
casa e ha visto la scena. Poi
arrivato il coroner. Il certifica-
to stato stilato in sette minuti.
Era mezzogiorno (ora ameri-
cana). Williams abitava in una
villa di Tiburon, in California, a
nord di San Francisco, un posto
circondato dal mare. Aveva do-
vuto traslocare da poco dal suo
ranch di Napa. Non posso pi
permettermelo. Un certo de-
clino professionale - brutti film
negli ultimi tempi e forse meno
soldi di prima - potrebbe essere
una delle cause del gesto. La
moglie, Susan Schneider, ha
dettato un comunicato. Ho
perso mio marito e il mio mi-
gliore amico. Il mondo ha per-
so uno dei suoi artisti pi amati
e una delle persone pi belle.
Ho il cuore spezzato. Vi prego,
ricordatevi di lui come attore,
dimenticatevi di questa mor-
te. Ha detto qualcosa anche
Obama. Ci ha fatto ridere, ci
ha fatto piangere, ha donato il
suo incommensurabile talento
a chi ne aveva pi bisogno.
Dottore, genio, tata e presiden-
te. Con tutto quello che c in
mezzo. Un artista unico....
2
Questa moglie, Susan Sch-
neider, era la terza?
S. Aveva avuto un figlio -
Zachary Pym Zak - dalla pri-
ma, Verena Velardi, sposata nel
1978. Un matrimonio tormen-
tato: mentre stava con lei, Wil-
liams sera messo con una ca-
meriera, Michelle Tish Carter,
che poi laveva portato in tribu-
nale accusandolo di averle at-
taccato lherpes. Intanto lui an-
dava a letto anche con la gover-
nante filippina, Marsha Gar-
ces, anzi laveva messa incinta.
Verena ottenne il divorzio nel
1988, lui spos Marsha lanno
dopo e divorzi anche da lei
ventanni dopo. Aveva avuto,
da lei altri due figli, Zelda e Co-
dy. Zelda, che adesso ha 25 an-
ni, ha twittato ieri: Ti voglio
bene. Mi mancherai. Cercher
di guardare in su. Aveva spo-
sato la moglie attuale nel 2011.
Apparentemente tutto preci-
pitato in poco tempo.
3
Era depresso?
S, soffriva di depressione.
Negli anni Ottanta si faceva di
coca. Era con John Belushi la
sera in cui Belushi mor per un
cocktail di droghe. Robin Wil-
liams diceva: La cocaina il
modo con cui Dio ti fa sapere
che hai guadagnato troppi sol-
di. Dopo Belushi, per, aveva
smesso. Salvo mettersi a bere
in questi ultimi anni. Era anda-
to a disintossicarsi, ma cera ca-
scato di nuovo e sappiamo che
in questi ultimi mesi parlava di
sottoporsi a unaltra cura. Sono
mali neri, da cui difficile usci-
re. S tolto la vita ancora rela-
tivamente giovane, non aveva
che 63 anni. Era nato a Chicago
nel 51.
4
Resta la domanda iniziale.
Un uomo che apparentemente
ha avuto tutto, e che non trova
pace se non nella droga e nel-
lalcol. E alla fine si toglie di
mezzo. Esiste una qualche
spiegazione?
Si dice che i comici siano tut-
ti dei depressi. Robin lo sapeva.
Dicono che ogni comico sia un
uomo triste che si rifiuta di
piangere disse una volta
E il gusto del contrario anco-
ra forte in me. Ma non mi ab-
bandono al mio lato dark. No.
Ogni animale ha un meccani-
smo di difesa, e il mio la com-
media: la mia difesa e il mio at-
tacco. Ogni tanto aveva biso-
gno di esibirsi in pubblico, lo
faceva gratis e improvvisando.
Aveva cominciato in televisio-
ne, facendo la parte dellalieno
Mork nella sit-com Mork &
Mindy. Il produttore gli aveva
detto di sedersi, e lui sera se-
duto sulla testa... Gli diedero la
parte subito. Faceva parlare
Mork con una buffa voce nasa-
le, e questa infatti era una delle
sue qualit pi straordinarie,
qualit che nei nostri film dop-
piati non siamo in grado di ap-
prezzare: faceva con la voce
qualunque cosa, imitava
chiunque (a cominciare dai
professori, come il nostro Cor-
rado Guzzanti) e diede una
prova straordinaria di questo
talento in Goodmorning, Viet-
nam dove interpretava il con-
duttore radiofonico Adrian
Cronauer (personaggio real-
mente esistito). Ogni tanto an-
dava in tourne. Sa che fece un
Aspettando Godot con Steve
Martin?
5
Io me lo ricordo per Lattimo
fuggente, per Mrs Doubtfire,
per Patch Adams...
Patch Adams, il clown che
faceva divertire i bambini ma-
lati. un personaggio vero an-
che lui. Questa potrebbe essere
una ragione sottile della sua di-
sperazione. Cercavano da lui,
sempre e solo, il faccino simpa-
tico, che fa sorridere e consola.
E magari, con quello che aveva
nel cuore, ladorabile mrs Dou-
btfire non se la sentiva pi.
S
Lautopsia
Sopra
lo sceriffo Keith
Boyd tiene
una conferenza
stampa dopo
lautopsia
sul corpo
dellattore.
Williams
si impiccato
con una cintura.
I risultati
degli esami
tossicologici tra
sei settimane
A
I SUOI
SUCCESSI
S
Good
Morning
Vietnam
Il film che
lo lancia del
1987: interpreta
un aviere-disc
jockey che
diverte le truppe
in Vietnam.
Colonna
sonora di culto
In piedi sul tavolo per il Capitano
lomaggio
sui social
FRANCESCO RIZZO
Bisogna cogliere lattimo,
ci insegna tra laltro Lat-
timo fuggente e nulla come co-
gliere lattimo si sposa alla logi-
ca immediata ed emulativa dei
social network. E cos, lomag-
gio della Rete allinterprete del
professor Keating diventato
ieri un fiume fantasioso e inin-
terrotto di immagini-replica
della scena simbolo di quel
film. Foto di gente in piedi, su
una sedia, su una scrivania, a
casa, al lavoro, in compagnia,
da sola, postate tra un cin-
guettio e laltro. Imitando e
celebrando il gesto ribelle dei Due gruppi di fan celebrano Williams su Twitter
discepoli di Keating che, nel fi-
nale della pellicola di Weir, sa-
lutano il loro maestro, caccia-
to da una scuola di professori,
non di insegnanti. Le foto, lan-
ciate su Twitter, diventano un
mosaico umano: c Christian
che si fa ritrarre sul tavolo da
lavoro con il computer acceso
alle spalle (il volto di Williams
sullo schermo) e Ninette che si
scatta un selfie, i piedi nudi sul
disordinato ripiano del salot-
to; c lo staff del canale ingle-
se ITV2 schierato sulle scriva-
nie e c chi la scritta O cap-
tain! My captain! invece che
nel tweet la scrive su un bi-
glietto, accanto ai piedi. Lim-
portante partecipare.
Hashtag La moda prende
piede, le foto aumentano, ali-
mentano gli hashtag pi caldi
della giornata, da #RobinWil-
liamsWeLiveOnForever a
#HookCapitanUncino, me-
scolandosi alle scene dei film,
ai video, a frasi dellattore. In
un ponte che unisce le genera-
zioni: sui tavoli tanti ragazzi
che, alluscita de Lattimo fug-
gente, nel 1989, non erano an-
cora nati. In uno dei suoi ruoli
pi drammatici, quello di One
Hour Photo, Williams diceva:
Nessuno scatta una fotogra-
fia di qualcosa che vuole di-
menticare. Era lui che ieri
tutti volevano ricordare.
RIPRODUZIONE RISERVATA
S
Lattimo
fuggente
Anno 1989, film
simbolo di una
generazione:
interpreta un
professore che
invita gli allievi
a cogliere
il vero senso
della poesia
e della vita
S
Hook
Capitan
Uncino
Il film, diretto da
Spielberg (nel
1991) ha un cast
stellare:
Hoffman
e la Roberts,
tra gli altri. Lui
un Peter Pan
sognatore
S
Mrs
Doubtfire
Uno dei suoi
film pi
apprezzati
(1993). Lattore
si traveste
da governante
(stile Mary
Poppins). E
tutto per stare
con i suoi figli
S
Will Hunting
Diventa
uno psicologo
che aiuta il
problematico e
geniale studente
Matt Damon.
Vince lOscar
come miglior
attore non
protagonista:
il 1998
Lattore in posa (a sinistra); a destra
fiori sulla sua stella nella Walk of Fame
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
33

ALTRI MONDI
NEL CAOS SI CERCA NUOVA FASE POLITICA
Iraq, pure Teheran
scarica Al-Maliki
Rapite 600 yazide
Il caos politico in Iraq non accenna a mi-
gliorare. Il premier uscente Nuri Al-Maliki con-
tinua a non voler riconoscere la legittimit del
suo successore, Haider Al-Abadi. Ieri, per, ha
perso lappoggio anche dellIran suo pi grande
alleato: Sosteniamo il processo legale che
stato condotto per la nomina del nuovo primo
ministro, ha affermato il segretario del Supre-
mo Consiglio di sicurezza nazionale, Ali
Shamkhani. Il presidente degli Stati Uniti Ba-
rack Obama stato chiaro: LIraq ha compiuto
un passo in avanti promettente. Un nuovo raid
americano, intanto, condotto con un drone, ha
distrutto un mortaio usato dallIsis contro le for-
ze curde. Sono stati, in totale 4 i blitz americani.
La denuncia Intanto si allunga lelenco delle
denunce contro i miliziani sunniti dello Stato
islamico. Lultima, fatta dalla parlamentare
yazida Vian Dakhil, riguarda oltre 600 ragazze
della minoranza religiosa degli yazidi che sono
tenute in ostaggio nel carcere di Badush, a Nini-
ve. Le ragazze sono state rapite insieme ad altri
componenti della minoranza yazida a Sinjar. E
proprio la deputata rimasta ferita, ieri, sul
monte Sinjar. Lelicottero su cui viaggiava per
fornire aiuti umanitari si schiantato. Con lei
cerano due giornalisti del New York Times.
Lesodo della minoranza yazida verso la Siria REUTERS
A
GELO
CON MOSCA
S
Convoglio
umanitario
verso Kiev:
Non entra
Sono partiti ieri
dalla base
militare di
Alabino, vicino
Mosca, 280
camion di aiuti
umanitari
che i russi
guideranno alla
volta del sud-
est dellUcraina.
In Ucraina per
fanno sapere
che il convoglio
non superer
i confini e che
i beni verranno
caricati
su mezzi della
Croce rossa.
Il timore di Kiev
infatti che il
Cremlino possa
introdurre in
Ucraina, in
questa maniera,
uomini armati
o materiale
bellico.
Ebola, morto il prete
rimpatriato in Spagna
Pi di mille le vittime
Non bastato il ricorso al siero sperimentale
Ma lOms d il via libera ai farmaci non testati
DAVIDE MAROSTICA
Questa volta, nessun mi-
racolo. Non bastato a Miguel
Pajares lormai celebre ZMapp,
il siero sperimentale statuni-
tense anti Ebola rivelatosi effi-
cace sui due sanitari americani
evacuati dopo aver contratto il
virus in Liberia: il missionario
spagnolo, contagiato anches-
so in terra liberiana una decina
di giorni fa, infatti morto ieri
mattina a 75 anni allospedale
La Paz-Carlos III di Madrid, do-
ve era stato ricoverato dopo il
rimpatrio. Una scomparsa,
quella del religioso, che rap-
presenta il primo vero falli-
mento per il farmaco speri-
mentale statunitense, sommi-
nistrato al missionario poche
ore prima del decesso e in dife-
sa del quale, tuttavia, si ritiene
che let del malato, in questo
caso, abbia giocato un ruolo
purtroppo determinante.
Per tutti Sebbene sia stato fi-
nora testato soltanto sulle
scimmie, lo ZMapp pare co-
munque ancora oggi lo stru-
mento universalmente pi effi-
cace per combattere lepide-
mia, motivo per cui le dosi di-
sponibili sono state gi spedite
in Africa Occidentale, laddove
lEbola impazza. di ieri infatti
la presa di posizione dellOrga-
nizzazione Mondiale della Sa-
nit (lOms), che ha comunica-
to, dopo un vertice di 36 ore a
Ginevra, di ritenere etico
luso di un farmaco sperimen-
tale per combattere il virus in-
curabile. Ecco perch la societ
farmaceutica americana pro-
duttrice del siero ha reso noto
di aver fornito gratuitamente
tutte le dosi disponibili nei Pae-
si africani colpiti dallepide-
mia, specificando oltre tutto
che le scorte di ZMapp sono
ormai esaurite. Questo per-
ch il farmaco, elaborato a par-
tire da foglie di tabacco, diffi-
cilmente producibile al mo-
mento su larga scala.
Bilancio LOms ha intanto ag-
giornato ancora una volta il tri-
ste conteggio dei morti: finora
lepidemia di Ebola ha causato
oltre mille morti. Nel suo ulti-
mo bilancio, aggiornato allo
scorso fine settimana, lOms
parla di 1.013 decessi e di
1.848 casi censiti, con le ultime
52 vittime registrate tra il 7 e il
9 agosto insieme a 69 nuovi ca-
si di contagio. Sei i decessi e 45
nuovi casi n Guinea, 29 i morti
e altri 45 casi in Liberia, men-
tre in Sierra Leone sono 17 vit-
time e 13 i nuovi malati.
RIPRODUZIONE RISERVATA
GIALLO SUICIDIO O SVISTA
Casco blu italiano
ucciso in Libano
dalla sua pistola
Un colpo partito dalla
pistola di ordinanza ha ucciso
un militare italiano in servizio
in Libano, il primo maresciallo
Luigi Sebastianis, 45 anni,
ritrovato senza vita al posto di
guardia della base Unifil (caschi
blu) di Shama. Le ipotesi sono il
suicidio o un incidente. Friulano,
sposato e padre di due figli,
Sebastianis era in Libano
da maggio e viene descritto
come sereno e disponibile.
Occhio alla temperatura Allaeroporto di Abidjan, in Costa Davorio, unaddetta della Sanit
pubblica controlla la temperatura di un uomo in aeroporto, una delle misure di protezione contro
il virus. Per lOms, infatti, una temperatura corporea superiore a 38 C da considerarsi sospetta AFP
Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:
www.piccoliannunci.rcs.it
agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso
lagenzia:
Milano Via Solferino, 36
tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422,
fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del
9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale
inserite in queste pagine devono sempre inten-
dersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza
della Legge sulla privacy (L.196/03).
Il Corriere della Sera e La Gazzetta
dello Sport con le edizioni stampa e
digital offrono quotidianamente agli
inserzionisti una audience di oltre 8
milioni di lettori, con una penetrazione
sul territorio che nessun altro media
in grado di ottenere.
La nostra Agenzia di Milano a dispo-
sizione per proporvi offerte dedicate a
soddisfare le vostre esigenze e rende-
re efficace la vostra comunicazione.
TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA
Rubriche in abbinata obbligatoria:
Corriere della Sera - Gazzetta
dello Sport: n. 0: 4,00; n. 1:
2,08; n. 2, 3, 14: 7,92; n. 5, 6, 7,
8, 9, 12, 20: 4,67; n. 10: 2,92;
n. 1: 3,25; n. 13: 9,17; n. 15:
4,17; n. 17: 4,58; n. 18, 19:
3,33; n. 21: 5,00; n. 24: 5,42.
Rubriche in abbinata facoltativa:
n. 4: Corriere della Sera 4,42;
Gazzetta dello Sport 1,67; abbi-
nata 5,00.
n. 16: Corriere della Sera 1,67;
Gazzetta dello Sport 0,83; abbi-
nata 2,08.
n. 22: Corriere della Sera 4,08;
Gazzetta dello Sport 2,92; abbi-
nata 4,67.
n. 23: Corriere della Sera 4,08;
Gazzetta dello Sport 2,92; abbi-
nata 5,00.
RICHIESTE SPECIALI
Data Fissa: +50%
Data successiva fissa: +20%
Per tutte le rubriche tranne la 21,
22 e 24:
Neretto: +20%
Capolettera: +20%
Neretto riquadrato: +40%
Neretto riquadrato negativo: +40%
Colore evidenziato giallo: +75%
In evidenza: +75%
Prima fila: +100%
Tablet: + 100
Rubrica 4 Avvisi Legali:
1 modulo: 400
2 moduli: 800
Rubriche Compravendite immobiliari
Nel testo dellinserzione obbligato-
rio indicare la classe energetica di
appartenenza dellimmobile e il rela-
tivo indice di prestazione energetica
espresso in kWh/mqa o kWh/mca a
seconda della destinazione duso del-
ledificio. Nel caso di immobili esenti
dallindicazione, riportare la dicitura
Immobile non soggetto allobbligo di
certificazione energetica.
agenzia.solferino@rcs.it
Una nuova vetrina: prima di tutto prima di tutti!
per promuovere tutto ci che ti rende Speciale!
Temporary Shop
Eventi
Locali Ristoranti S
p
e
t
t
a
c
o
l
i
M
o
s
t
r
e
C
o
r
s
i
Outlet
Saldi
V
i
a
g
g
i
348.08.28.350
TEMPORARY SHOP
GRANDI OFFERTE
Milano
RISTORANTE GIAP
Tel. 02.11.12.27.36
Affari!
Dal 9 luglio al 10 settembre
abbigliamento uomo / donna
abiti, jeanseria e accessori
.
a prezzi scontatissimi! Vieni a trovarci in via Franico, 6
ABILE impiegata ufficio commerciale
inglese francese Windows, Mac offer-
te ordini follow-up, offresi.
331.12.23.422
ABILE impiegato tecnico- commerciale
customer service pluriesperienza or-
dini offerte bolle inglese francese of-
fice. 339.48.09.594
ADDETTA paghe e contributi con espe-
rienza, consulenza lavoro, tedesco
fluente, valuta serie offerte di lavoro.
366.32.55.972
AMMINISTRATIVO esperto aziende
medio piccole, gestione completa fino
al bilancio, trentennale esperienza,
esamina proposte anche tenuta con-
tabilit presso clienti zona Milano
nord. Disponibilit immediata.
339.37.40.496
ASSISTENTE alla poltrona con decen-
nale esperienza, receptionist. Signora
referenziata, bella presenza, offresi.
Cell: 338.99.04.291
ASSISTENTEsegretaria, diplomataplu-
riesperienza, inglese e tedesco, cerca
impiego full-time o part-time, tel.
348.60.92.068
ASSISTENTE Segretaria, diplomata,
pluriesperienza, inglese e tedesco
scolastico, cerca impiego full-time o
part-time, tel. 340.79.53.099
CAPO contabile/responsabile contabi-
lit, seria, ventennale esperienza va-
luta proposte. Ottima conoscenza ge-
stionali contabilit, pacchetto office.
339.89.47.309
COMMERCIALE esperienza ventennale
materie plastiche offresi disponibile
trasferte Italia. gerard2004@tiscali.it
CONTABILE ordinarie, semplificate, di-
chiarazioni fiscali, intra/black list of-
fresi. Tel. 334.60.74.075
COMMERCIALE
35 anni di esperienza altamen-
te professionale crea avvia e
gestisce rete vendita agenti e
rivenditori per aziende e clien-
ti, esperto settore edilizia, di-
sponibilit trasferte Itali a.
389.87.83.962
OFFRESI esperienza trentennale sales
& marketing, creazione e gestione reti
vendita agenti e rivenditori settore
ospedaliero e dentale.
348.44.00.469 bonoramauro@tin.it
AUTISTA esperienza ventennale refe-
renziatocercalavoroanche part-time.
NCC iscritto ruolo. 333.95.76.523
CONDUTTORE manutentore di im-
pianti condizionamento riscaldamen-
to con patente secondo grado vapore
cerca lavoro. 328.42.68.082
DIPLOMATO ragioneria 25enne vo-
lonterosooffresi a seria ditta inqualit
di aiuto magazziniere o altre mansio-
ni. 347.89.61.445
SALDATORE filo continuo carpenteria,
cittadino bulgaro offresi Milano e hin-
terland. Tel: 348.87.31.348
CUOCO italiano referenziato, affidabi-
le cerca lavoro, anche stagionale, lun-
ga esperienza Italia/estero. Disposto
viaggiare. Ottima conoscenza ingle-
se. Tel. 06.70.11.439
39ENNE barista, cameriere, banconie-
re, giovanile, solare, dinamico, espe-
rienza ventennale, disponibilit turni
e festivi, massima seriet. Astenersi
perditempo. Offresi anche come ge-
stione o socio minoritario.
02.35.05.596 - 349.45.85.867
AUTISTA referenziatissimo, italiano,
oltre un milione km senza incidenti,
mattina/sera. 335.42.59.48 -
02.39.66.11.19 negozio.
CERCAlavoro ragazza srilankese 27en-
ne, permesso di soggiorno, esperien-
za domestica. Chiamare:
388.95.77.790
CERCO urgentemente lavoro possibil-
mente Milano centro, dalle 8 alle 15
(trattabili) ottime referenze. Colf, sti-
ratrice, baby sitter. Cell.
389.53.70.985
COLLABORATOREdomesticosrilanke-
se, offresi come badante, autista. Pre-
senza. Patente B, ottime referenze.
333.23.45.481.
COLLABORATRICE italiana pratica cu-
cina, stiro, pulizie, conduzione auto-
noma casa, offresi fissa. Tel:
349.06.75.726
CONTABILE neopensionato, autono-
mo fino bilancio, adempimenti/di-
chiarazioni, offresi contabilit piccola
azienda. 328.68.59.679
DIRIGENTE scolastico pensionato set-
tembre 2012 esperienza quaranten-
nale esaminerebbe offerte lavoro
coordinatore istituti paritari disposto
viaggiare. 340.57.62.532
PROFESSORE di madrelingua inglese
d lezioni private a casa o ufficio.
327.30.24.103
RAGIONIERE pensionato molto attivo,
contabilit ordinaria semplificata, re-
sponsabile amministrativo, reports a
capo gruppo estere, ottimo inglese,
padronanza sistemi informatici e pro-
grammi contabilit. Offresi full time o
part time 339.29.95.573
RAGIONIERE pensionato trentennale
esperienza in campo amministrativo e
fiscale presta la propria collaborazio-
ne a medie e piccole societ. Tel.
02.89.51.27.76
DAMA di compagnia, referenziata,
gentile, educata offresi a persona an-
ziana anche per spesa o passeggiate.
366.11.24.916
OPERATORE sanitario con referenze
disponibile come assistente ed aiuto
domestico. Cell.: 340.56.25.973
STUDIO notarile in Milano centro sele-
ziona addetti alla predisposizione atti
con esperienza. Corriere 175-XZ -
20132 Milano
KONTATTO STORE MILANO: cerca
giovane commessa con esperienza
per punto vendita in via Torino 48.
Buonaconoscenzalinguainglese. In-
viare CV + foto: fax 051.66.46.701 o
cvmilano@kontatto.it
BORGHETTOSANTOSPIRITO500 mt
mare, tinello, cucinino, camera, ba-
gno, box auto, cantina, balconata. Eu-
ro 170.000,00. ACE G. Tel.:
333.67.68.783
LIGURIA ponente 10 mt mare (si pro-
prio 10) casetta nuova con giardino
esclusivo arredata corredata... Quan-
do il mare mosso... attento agli
spruzzi! Richiesta euro 249.000. An-
che piscina spiaggia esclusiva. E' tutto
un incanto. Telefona per vedere!
035.47.20.050 CE: D - IPE: 76,58
kWh/mqa.
PINZOLO vicinanze, direttamente da
impresa, panoramicissimi apparta-
menti. Euro 40.000,00 + 80.000,00
mutuo. 348.88.72.838
SARDEGNA Porto San Paolo, panora-
micissima e riservata villa di 250 mq.
con giardino e piscina. Classe F. eu-
roinvest-immobiliare.com -
0789.66.575
CERVIA - hotel tre stelle sul mare - of-
fertissima agosto 45,00/50,00 all in-
clusive, bambini gratis. Specialit pe-
sce. Aria condizionata. Tel.
0544.97.27.84
RIMINI - Hotel Dalia - 50 metri mare.
Pernottamento e colazione da Euro
30,00 - Tel. 0541.38.17.18 -
www.hoteldalia.it - Appartamenti da
Euro 400,00 settimanali.
ACQUISTARE, vendere aziende, im-
mobili, ricercare soci, joint-venture?
Trentennale esperienza nazionale, in-
ternazionale, pagamenti garantiti.
www.cogefim.com - 02.39.26.11.91
PADRONA autorevolissima
899.842.411. Viziosa 899.842.473.
Euro 1,30min/ivato. VM18. Futura
Madama31 Torino.
34
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014

DANIELE VAIRA
@danvaira
Linflazione italiana nel
mese di luglio si conferma al li-
vello pi basso dallagosto
2009, mentre in dieci tra le
maggiori citt italiane lo spet-
tro della deflazione (diminu-
zione del livello dei prezzi)
gi una realt. Secondo i dati
definitivi di Istat, lindice dei
prezzi al consumo per lintera
collettivit (nic) , infatti, sce-
so dello 0,1% rispetto a luglio
ed salito dello 0,1% rispetto
allo stesso periodo dellanno
precedente. Ma la prima vol-
ta dal gennaio 2011 inizio
dellultima serie storica che
sei capoluoghi di regione regi-
strano flessioni tendenziali:
Torino (-0,4%), Bari e Firenze
(-0,3%), Roma e Trieste
(-0,2%), Potenza (-0,1%). A
Genova e Milano i prezzi risul-
tano fermi rispetto a luglio
2013. Guardando ai comuni
con pi di 150 mila abitanti
che non sono capoluoghi di re-
gione, risultano in deflazione
Livorno (-0,7%), Verona
(-0,5%), Reggio Emilia e Ra-
venna (-0,1%). E non sono gli
unici dati negativi. I prezzi dei
beni alimentari, per la cura
della casa e della persona a lu-
glio registrano un calo annuo
dello 0,6%, il ribasso pi forte
dallagosto del 1997, rileva
lIstat, diffondendo i dati defi-
nitivi sul cosiddetto carrello
della spesa. Su base mensile il
ribasso dello 0,7%. Crollati
anche i prezzi di frutta
(-10,1%) e verdura (-8,8%). Il
presidente del Codacons Carlo
Rienzi ha lanciato lallarme:
Leconomia italiana sta ri-
schiando un infarto. Il potere
dacquisto delle famiglie in
picchiata libera e la povert re-
lativa in continuo aumento.
Tornati indietro Linflazione
non fa che registrare zero vir-
gola da quasi un anno. Tanto
che per ritrovare una fase de-
pressiva cos lunga, sul fronte
prezzi, occorre fare terra bru-
ciata di oltre mezzo secolo. A
cavallo tra il 1958 e il 1959, il
termometro dellIstat segnava
solo tassi sotto l1%. Ma il con-
fronto mette accanto due Ita-
lie diverse. Alla fine degli An-
ni 50 cera un Paese pronto al
boom economico. Oggi, inve-
ce, si combatte contro una re-
cessione recidiva, che sta sfi-
brando il tessuto produttivo.
Allepoca si parlava del consu-
mismo come di un nuovo feno-
meno. Ora il problema come
riattivare una domanda piatta.
RIPRODUZIONE RISERVATA
ALTRI MONDI
I prezzi crollano,
da Bari a Torino:
citt in deflazione
I beni alimentari mai cos in basso da 17 anni
Lallarme: Leconomia ora rischia un infarto
notizie
Tascabili
Per un caso di stupro nel 1977
Locarno, troppe polemiche
Polanski non va al Festival
Mi spiace comunicare che, dopo aver
constatato che la mia apparizione al Festival di
Locarno avrebbe potuto provocare tensioni e
controversie, ho deciso di rinunciare a parteciparvi.
Con queste parole Roman Polanski ha annunciato la
sua assenza. Il regista, a cui il festival voleva conse-
gnare un premio speciale, avrebbe tenuto una lezio-
ne e introdotto la proiezione di Venere in pelliccia.
Alcuni politici svizzeri, per, avevano espresso
dubbi sulla sua partecipazione: proprio in Svizzera
Polanski era stato arrestato anni dopo con laccusa
di aver stuprato una 13enne nel 1977 a Hollywood.
Gemelli nello zoo di Guanzhou
Cina, nati tre panda
e sono sopravvissuti
Mai successo prima
La nascita di tre gemelli di panda in Cina
ma, soprattutto, la loro storica sopravvivenza -
che nel paese gi stata definita prodigiosa
- sta facendo impazzire la rete. la prima volta
non che una femmina di panda partorisca
tre cuccioli, ma che questi sopravvivano
alla nascita. Quello che i giornali cinesi hanno
etichettato come un miracolo, avvenuto
il 29 luglio nello zoo Chimelong Safari Park
di Guanzhou, ex Canton. I tre, ricoperti da una
leggera peluria, che mostra la loro pelle rosa,
sono spesso messi in una incubatrice.
Stilata dalla Guardia di Finanza
Borse, scarpe e detersivi
nella top 10 dei tarocchi
Borse, scarpe, portafogli, vestiti, ma anche
detersivi, cosmetici, giocattoli, dispositivi hi-tech
(cellulari compresi), pezzi di ricambio per auto e
scooter, farmaci. questa, secondo la Guardia di
Finanza, la top ten dei prodotti pi taroccati, a
cui si aggiungono quelli del food: parmigiano, olio,
prosciutto e vino. Tra i pi colpiti dallindustria della
contraffazione i grandi brand: in testa alla classifica
(non alimentare) degli italiani troviamo Prada, Gucci,
Giorgio Armani, Dolce e Gabbana, Hogan e Tods,
mentre tra le maison straniere spiccano Louis
Vuitton, Nike, Les Copains e Donna Karan.
I tre piccoli panda nati lo scorso 29 luglio EPA
A
SOLDI
ESTERI
S
Investimenti
in Italia:
boom
straniero
Leconomia
italiana
non cresce
ma aumenta
linteresse degli
investitori esteri
per il Belpaese,
almeno secondo
i dati
Mergermarket.
In italia, infatti,
sono state
realizzate,
nei primi sei
mesi dellanno
182 operazioni
per un valore
superiore
ai 10 miliardi di
euro. La Cina
stata una delle
protagoniste
in questa prima
met del 2014.
People bank
of China, a fine
luglio,
ha acquistato
quote del 2%
nel gotha
del capitalismo
italiano, Fiat,
Generali,
Telecom (nella
foto il logo)
I DATI 2013 IL CONFRONTO FRA DUE RICERCHE PREMIA PARIGI: USA E SPAGNA SEGUONO SUL PODIO. ITALIA QUINTA
In Francia il doppio dei nostri turisti
Da loro 84,7 milioni
primato mondiale,
da noi sono 47,7,
poco pi della met
Ed boom dei cinesi
La Tour Eiffel attira a Parigi 5,5
milioni di visitatori ogni anno AP
Avremo pur vinto lOscar
con La grande bellezza, ma
quella bellezza attira meno di
altre. Lo dice uno studio del Te-
soro francese, secondo il quale
proprio la Francia il Paese pi
visitato al mondo nel 2013:
84,7 milioni di turisti stranieri,
pi 2% dal 2012. Seguono Sta-
ti Uniti e Spagna, con 69,8 e
60,7 milioni. E lItalia? Nem-
meno sul podio e, del resto, lo
confermano le cifre della no-
stra Agenzia del turismo, che
ci colloca al quinto posto (die-
tro la Cina), con 47,7 milioni di
turisti internazionali, comun-
que 1,3 milioni in pi in un an-
no. E se qualcuno sospetta che
la ricerca francese pecchi di
sciovinismo, anche i dati italia-
ni confermano le prime tre po-
sizioni: Francia, Usa e Spagna.
Merito, per quanto riguarda il
Paese doltralpe, soprattutto
del turismo dallEstremo
Oriente e non pi i giapponesi,
in calo del 6,7% (a causa dello
yen debole) ma i cinesi, 1,7 mi-
lioni, + 23% in un anno.
Twitter Gli altri arrivano so-
prattutto da Germania, Gran
Bretagna e Italia: 7,8 milioni,
pi del doppio dei francesi che
ci hanno visitato nel 2012. Le-
zioni? Una le offre una ricerca
di Almanawave su cosa dicono
gli stranieri dellItalia quando
usano Twitter. Il turismo il te-
ma pi trattato dopo lo sport
ma solo l11% delle conversa-
zioni riguarda strutture ricetti-
ve. La ricerca suggerisce: oc-
corre comunicare meglio?
f.riz.
RIPRODUZIONE RISERVATA
I dati dellIstat
riportano il Paese
agli Anni 50.
Pochi acquisti,
domanda piatta
-0,7%
Su base annua la spesa calata dello 0,7% per lIstat.
Anche i prezzi dei generi alimentari e i beni della casa sono
scesi dello 0,6%: si tratta del ribasso pi forte dallagosto
1997. Crollati anche frutta (-10,1%) e verdura (-8,1%)
MERCOLED 13 AGOSTO 2014 LA GAZZETTA DELLO SPORT
35

MILANO
Sorge Tramonta Sorge Tramonta
ROMA
Domani
Il sole domani
ALGHERO
ANCONA
AOSTA
BARI
BOLOGNA
CAGLIARI
CAMPOBASSO
CATANIA
FIRENZE
GENOVA
L'AQUILA
MILANO
NAPOLI
PALERMO
PERUGIA
POTENZA
REGGIO CALABRIA
ROMA
TORINO
TRENTO
TRIESTE
VENEZIA
min max Dopodomani Ieri Oggi
Il sole oggi
GazzaMeteo
La luna
Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto
Aosta
Milano
Trento
Venezia
Trieste
Bologna
Torino
Firenze
Genova
Perugia
Ancona
LAquila
Campobasso
Napoli
ROMA
Potenza
Bari
Reggio Calabria
Catania
Palermo
Cagliari
Catanzaro
CIELO
Sole
Nuvolo
Rovesci
Coperto
Pioggia
Temporali
Neve
Nebbia
MARI
Calmi
Mossi
Agitati
Deboli
Moderati
Forti
Molto forti
VENTI
Legenda
MILANO
Sorge Tramonta Sorge Tramonta
ROMA
A CURA DI 19
19
16
22
22
22
18
19
22
24
19
22
22
25
18
17
23
20
21
21
23
22
33
31
25
36
32
34
31
35
31
27
29
27
33
34
29
31
37
33
26
27
29
28
18 23
19 25
21 23
22 24
20 27
23 30
23 25
21 31
21 30 18 29
24 32
17 29
21 33
18 31
21 34 16 31
21 33
22 37
24 37
26 35
24 35
23 33
6:20 20:33 6:15 20:12 6:22 20:32 6:16 20:11 27 lug. 3 ago. 11 ago. 18 ago.
Peggiora al Nord per l'arrivo di una perturbazione
atlantica che porta rovesci e temporali frequenti e
spesso anche forti, meno su Emilia Romagna.
Qualche rovescio anche su Nord Toscana, alta
pressione e bel tempo caldo al Centro Sud.
Ancora instabile sulle regioni centro-orientali del
Nord con rovesci sparsi e qualche temporale;
qualche rovescio anche sul Genovese, meglio
altrove al Nord; isolati rovesci tra Umbria e
Marche, bel tempo e sole sul resto dei settori.
Aria pi fresca nordatlantica raggiunge le nostre
regioni settentrionali con piogge sparse e locali
temporali, in particolare sulle aree centro-orientali;
sempre sole prevalente al Centro Sud ma meno
caldo con massime non oltre i 31/32.
ALTRI MONDI
Lo Sport in tv: inchiaro, sul satellite e sul digitale terrestre
CALCIO
18.00 BORUSSIA
DORTMUND -
BAYERN MONACO
Supercoppa Tedesca
Sky Sport 3, Sky calcio 1
e Sky SuperCalcio
23.00 PARAGUAY - FRANCIA
Mondiale femminile U20
Eurosport
ATLETICA
9.15 EUROPEI
Seconda giornata
Da Zurigo, Svizzera
Eurosport e Rai Sport 1
17.45 EUROPEI
Seconda giornata
Da Zurigo, Svizzera
Eurosport e Rai Sport 1
CICLISMO
15.00 ENECO TOUR
3 tappa.
Breda - Breda. Cronometro
Eurosport 2
22.00 EQUITAZIONE:
NATIONS
CUP SERIES
Da Dublino, Irlanda
EUROSPORT 2
7.00 CICLISMO:
ENECO
TOUR
Seconda tappa
Waalwijk - Vlijmen
10.00 CALCIO:
COREA
DEL NORD -
CANADA
Mondiale femminile U20
12.00 TUFFI:
MONDIALE
Tuffi ad alta quota
Da Kazan, Russia
13.00 CALCIO:
BRASILE -
GERMANIA
Mondiale
femminile U20
14.00 CICLISMO:
ENECO
TOUR
Seconda tappa
Waalwijk - Vlijmen
19.00 BILIARDO:
EUROPEAN
TOUR
Snooker
Finale
Da Riga, Lettonia
21.30 BOXE:
MACCARINELLI -
BRAEHMER
Mondiale WBA
Pesi Massimi Leggeri
Da Rostock, Germania
14.00 CALCIO:
MILAN - BARCELLONA
Champions League 1993/94
Finale
SKY SPORT 2
7.30 GOLF:
CANADIAN OPEN
US Pga Tour
Da Montreal, Canada
9.00 TENNIS:
ATP CINCINNATI
Primo turno
SKY SPORT 3
10.00 GOLF:
AUGUSTA MASTERS
Da Augusta, Stati Uniti
14.30 RUGBY:
WARATAHS -
CRUSADERS
Super 15
16.15 CALCIO:
INDONESIA - JUVENTUS
All Star. Amichevole
21.00 CALCIO:
EINTRACHT
FRANCOFORTE - INTER
Amichevole
0.00 CALCIO:
REALMADRID- SIVIGLIA
Supercoppa Europea
EUROSPORT
17.00 CICLISMO:
ENECO TOUR
Terza tappa
Breda - Breda. Cronometro
NUOTO
9.40 EUROPEI
Nuoto di Fondo
10 km femminile. Rai Sport 2
13.10 EUROPEI
Nuoto di Fondo
5 km maschile. Rai Sport 2
TENNIS
17.00 WTA CINCINNATI
Super Tennis
17.00 ATP CINCINNATI
Sky Sport 1 e Sky Sport 2
1.00 ATP CINCINNATI
Sky Sport 1 e Sky Sport 2
SKY SPORT 1
13.30 CALCIO:
LIVERPOOL -
MILAN
Guinness Champions Cup
Highlights
Oroscopo
LE PAGELLE
Gazzetta.it
Lontano dalle piste
innevate, ma sempre
allegra e sempre un po'
folle. La sciatrice
statunitense Julia
Mancuso si gode il sole e
il caldo, senza rinunciare
all'adrenalina. Armata di
GoPro si lancia da uno
scivolo a tutta velocit,
con tuffo finale in piscina.
Guarda questo simpatico
video sul nostro sito
VIDEO
Pazza Julia Mancuso
Dalle gare di sci
agli scivoli d'acqua
www.gazzetta.it
DI ANTONIO CAPITANI
21/4 - 20/5
Toro 7
Il lavoro dquipe vi fa
vincere. E procura
anche guadagni, se
non di soldi,
dimmagine. Forma
fisica rinforzata,
serata sfigata.
21/3 - 20/4
Ariete 6
Diffidate di chi si
vanta tanto e poi non
sa trovarsi gli zebedei
manco consultando un
manuale di anatomia.
Perch non li ha.
Serata OK.
21/5 - 21/6
Gemelli 6-
Gli amici e i clienti vi
sostengono, la
vacanza vi ristora, il
sudombelico esonda.
Ma la mattina
comunque una palla,
meglio la sera.
22/6 - 22/7
Cancro 6,5
Lavoro e/o vacanza
appagano. Ma la Luna,
nel pomeriggio, vi
ridurr in macedonia
gli zebedei. A pezzi fini
fini. Per forse si
fornica.
23/7 - 23/8
Leone 7
I problemi
saggiustano. E le
vostre consulenze
(anche suine) sono
muy richieste: quanta
stima! Pomeriggio
distensivo o viaggioso.
20/2 - 20/3
Pesci 7-
C incertezza,
stamane, fra i consigli
dellesperienza e
limpulso della pancia:
meglio mixare.
Pomeriggio disteso, OK
per fornicare.
23/11 - 21/12
Sagittario 6
La mattinata forse
sfianca e il pomeriggio
esfolia a strappo gli
zebedei. In serata
svagatevi, senza az-
zardi. Lormone
esercita a mano.
23/10 - 22/11
Scorpione 7
Giornata creativa, nel
lavoro soprattutto, in
grande spolvero.
Pomeriggio e sera ben
organizzati, premianti
e col sudombelico
estatico.
23/9 - 22/10
Bilancia 6,5
Potete liberarvi di
parecchi impicci, con
la Luna di oggi. Anche
burocratici. Lavoro
ben svolto, tempo
libero ad alta
temperatura suina.
24/8 - 22/9
Vergine 6
La Luna della mattina
omogeneizza gli
zebedei. Ci vorranno
volont e pazienza, nel
lavoro. Il pomeriggio
ha una virata tonico-
fetish, per.
FABIO
QUAGLIARELLA
Lattaccante del Torino
nato a Castellammare di
Stabia il 31 gennaio
1983. Il giocatore
stato acquistato
dalla Juventus
Tutti piangono Robin
Williams, anche il mondo
dello sport. Lattore,
morto a 63 anni era un
grandissimo tifoso dei
San Francisco Giants, a
tal punto che nel 2010
aveva inaugurato la prima
partita delle World Series
con un monologo degno di
Good Morning Vietnam.
Il video, imperdibile, sul
nostro sito
SPORTLIFE
Robin Williams
amava il baseball
e i San Fran Giants
RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani
Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano
Responsabile del trattamento dati (D. Lgs.
196/2003): Andrea Monti
privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000
COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A.
DIVISIONE QUOTIDIANI
Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di que-
sto quotidiano pu essere riprodotta con mezzi
grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni viola-
zione sar perseguita a norma di legge
DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA
Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821
DISTRIBUZIONE
m-dis Distribuzione Media S.p.A.
Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano
Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306
SERVIZIO CLIENTI
Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola
Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it
PUBBLICIT
RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT
Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano
Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848
EDIZIONI TELETRASMESSE
RCS Produzioni Milano S.p.A.- Via R. Luxemburg
- 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel.
02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Cia-
mar r a 35 1 / 35 3 - 001 6 9 ROMA - Tel .
06.68828917 S Seregni Padova s.r.l. - CorsoStati
Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S
Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84
- 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Edito-
riali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MO-
DUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipo-
grafica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada
5 n. 35 - 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S
LUnione Sarda S.p.A. - Centro Stampa Via Omo-
deo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA
printing sprl - 16 ruedu Bosquet - 1400 NIVELLES
(Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Stre-
et Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada
- Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA
(MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106
BUENOS AIRES S Miller Distributor Limited - Mil-
ler House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA
1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY)
Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300
Nicosia - Cyprus
DIRETTORE RESPONSABILE
ANDREA MONTI
andrea.monti@gazzetta.it
VICEDIRETTORE VICARIO
Gianni Valenti
gvalenti@gazzetta.it
VICEDIRETTORI
Pier Bergonzi
pbergonzi@gazzetta.it
Stefano Cazzetta
scazzetta@gazzetta.it
Andrea Di Caro
adicaro@gazzetta.it
Umberto Zapelloni
uzapelloni@gazzetta.it
Testata di propriet de La Gazzetta
dello Sport s.r.l. - A. Bonacossa 2014
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE
PRESIDENTE
Angelo Provasoli
VICE PRESIDENTE
Roland Berger
AMMINISTRATORE DELEGATO
Pietro Scott Jovane
CONSIGLIERI
Fulvio Conti,
Teresa Cremisi,
Luca Garavoglia,
Attilio Guarneri,
Piergaetano Marchetti,
Laura Mengoni
DIRETTORE GENERALE DIVISIONE MEDIA
Alessandro Bompieri
PREZZI DABBONAMENTO
C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS
MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI
ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri
Anno: d 389 e 339 s 259
Per i prezzi degli abbonamenti allestero
telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520
INFO PRODOTTI COLLATERALI E
PROMOZIONI
Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

Testata registrata presso il
tribunale di Milano n. 419
dell1 settembre 1948
ISSN 1120-5067
CERTIFICATO ADS N. 7693 DEL 18-12-2013
La tiratura di marted 12 agosto
stata di 389.744 copie
COLLATERALI
*con LibroTu sei il male1 11,30 - con LibroNibali
e lItalia del Tour 1 10,39 - con Diabolik Nero su
Nero N. 4 1 8,39 - con Ducati N. 4 1 14,39 - con
VascoRitornoalleOrigini N. 5 1 11,39 - con Libro
Belinelli ai raggi X 1 6,39 - con Libro Olimpia
Milano1 14,39 - con GeronimoStilton N. 7 d 8,30
- con Ric Roland N. 10 1 4,39 - con DVD100 anni
CONI 1 14,39 - con Skylanders N. 11 1 16,30 - con
SuperMondiale Panini N. 11 1 6,39 - con DVDLa
Grande Guerra N. 13 1 12,39 - con English Ex-
press N. 141 12,39 - con TuttoPratt N. 18 1 12,39
- con DVD Steven Seagal N. 22 1 11,39 - con
Subbuteo Vintage Edition N. 15 d 11,39 - con Le
Grandi Storie Disney N. 30 d 9,39 - con Robot
Collection N. 33 d 14,39 - con Ferrari Build Up N.
22 d 11,39 - con Lamborghini Collection N. 58 d
14,39 - con Passione Rally N. 69 d 14,39
ARRETRATI
Richiedeteli al vostro edicolante oppure a Corena S.r.l
e-mail info@servizi360.it - fax 02.91089309 - iban IT
45 A 03069 33521 600100330455. Il costo di un arre-
trato pari al doppiodel prezzodi copertina per lItalia;
il triplo per lestero.
PREZZI ALLESTERO: Albania E 2,00; Argentina $ 13,50; Austria E 2,00; Belgio E 2,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro E 2,00; Croazia Hrk 15; Francia E 2,00; Germania E 2,00; Grecia E 2,50; Irlanda E 2,00; Lux E 2,00; Malta E 1,85; Monaco P. E 2,00; Olanda E 2,00; Portogallo/Isole
E 2,50; SK Slov. E 2,20; Slovenia E 2,00; Spagna/Isole E 2,50; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Hong Kong HK$ 45; Ungheria Huf. 650; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.
22/12 - 20/1
Capricorno 6,5
Il lavoro spacca, lo
sport giova, le p.r. son
capolavori. Ma stasera
potreste incupire pure
un epitaffio funebre. E
non rendere
suinamente.
21/1 - 19/2
Acquario 7,5
Stamane darete
forma a lavori,
progetti, idee di
successo.
Pomeriggio utile a
p.r., vacanze e
corpo (vostro),
muy appealing
36
LA GAZZETTA DELLO SPORT MERCOLED 13 AGOSTO 2014